Page 1

Gruppo Consiliare  “INSIEME  PER  PROGREDIRE”     Casaletto Vaprio, 5 Agosto 2011 Egregio Sindaco Dott. Marcello Bergami, Comune di Casaletto Vaprio

INTERPELLANZA: Situazione dei passaggi pedonali rialzati/ dossi realizzati sul territorio comunale di Casaletto Vaprio. CONSIDERATO che in data 20/10/2010, con determinazione n. 155 del Responsabile dell’Area Tecnica, il Comune di Casaletto Vaprio s’impegnava a realizzare in via Europa n.1 passaggio pedonale rialzato (mt. 11,00x6,00) e di n.1 dosso (mt. 9,00 x 0,50); VISTE le delibere di Giunta Comunale n. 70 del 14/6/2011 e n. 61 del 7/6/2011 con le quali si approvava la realizzazione di n.1 dosso in via Europa in prossimità di via Ragazzi del ’99 e di n.1 dosso in via Europa in prossimità di via Zavaglio; PRESO ATTO che, per quanto stabilito mediante gli atti sopra richiamati, lungo via Europa dovrebbero essere stati realizzati di n.1 passaggio pedonale rialzato e n.3 dossi; CONSTATATO che, in data odierna, in Via Europa sono presenti n.3 dissuasori di velocità; CHIEDIAMO 1)

con quali atti ufficiali (cioè identificabili con numero di protocollo e data), l’amministrazione è in grado di giustificare in termini tecnici ed economici, la differenza tra quanto deliberato/determinato e quanto effettivamente realizzato in merito alla situazione dei passaggi pedonali rialzati e dei dossi di via Europa;

2)

se l’impegno di spesa complessivamente determinato dall’amministrazione per la realizzazione di n.1 passaggio pedonale rialzato e n.3 dossi in via Europa sia stato interamente sostenuto nonostante l’effettiva realizzazione di n.3 dissuasori.

CONSIDERATA l’urgenza, “…visto l’avvicinarsi della brutta stagione…” con cui l’amministrazione comunale si impegnava in data 20/10/2010 (determina n.155) a realizzare in via Roma di n.2 dossi (mt. 10,00x0,50); CONSTATATO che, in data odierna, in Via Roma sono stati realizzati n.0 dossi; CHIEDIAMO 3)

le motivazioni per cui le delibere e le determine emanate dall’amministrazione non rispecchiano la situazione effettiva delle opere realizzate in via Roma;

4)

se l’impegno di spesa complessivamente determinato dall’amministrazione per la realizzazione n.2 dossi in via Roma sia stato interamente sostenuto nonostante l’effettiva realizzazione di n.0 dossi.


PREMESSO che l’art. 179 del D.P.R. n. 495/1992 (Regolamento di attuazione del nuovo codice della strada) stabilisce che: “…in funzione dei limiti di velocità vigenti sulla strada interessata, (i dossi), hanno le seguenti dimensioni: a) per limiti di velocità pari o inferiori a 50 km/h: larghezza non inferiore a 60 cm e altezza non superiore a 3 cm; b) per limiti di velocità pari o inferiori a 40 km/h: larghezza non inferiore a 90 cm e altezza non superiore a 5 cm; c) per limiti di velocità pari o inferiori a 30 km/h: larghezza non inferiore a 120 cm e altezza non superiore a 7 cm. I tipi a) e b) devono essere realizzati in elementi modulari in gomma o materiale plastico, il tipo c) può essere realizzato anche in conglomerato. Nella zona interessata dai dossi devono essere adottate idonee misure per l'allontanamento delle acque. I dossi devono essere visibili sia di giorno che di notte.” CONSIDERATI i limiti di velocità di 30 e di 50 km/h delle vie del comune di Casaletto Vaprio; VISTO il contenuto della determinazione n. 155 del 20/10/2010; CHIEDIAMO 5)

le motivazioni per cui, nonostante la legge imponga una larghezza minima del dosso pari a 60 cm su strade con limite di velocità pari o inferiori a 50 km/h, l’amministrazione comunale ha determinato in data 20/10/2010 (n.155) la realizzazione di dossi con larghezza 50 cm;

6)

gli estremi normativi a cui l’assessore Andrea Assandri faceva riferimento nel consiglio comunale del 23/11/2010 quando, in seguito alle obiezioni del capogruppo di “Insieme per Progredire” Leonardo Zaniboni, dichiarava pubblicamente che “… i dossi da cm. 50 sono stati fatti così perché così impone la legge, in quanto quelli da un metro non sono a norma di legge.”(delibera di consiglio comunale n.38);

7)

tenuto conto delle prescrizioni dell’art. 179 del D.P.R. n. 495/1992, richiamate in premessa, quali siano le misure adottate per l’allontanamento delle acque (potenziale causa di pericolo per i transitanti costretti ad addentrarsi all’interno della carreggiata per il superamento del ristagno) nei pressi del passaggio pedonale rialzato/dosso realizzato in prossimità di via Stradivari; (vedi materiale fotografico).


8)

le motivazioni per cui, nonostante la normativa vigente lo prescriva, l’amministrazione comunale non abbia definito, in nessuna determina ed in nessuna delibera, l’altezza che i dissuasori di velocità avrebbero dovuto avere per essere conformi alla legge.

9)

l’altezza dei dissuasori di velocità realizzati in: a. Viale Manara; b. Via Foppazze; c. Via Europa; d. Via Vialetto;

al fine di poter verificare l’effettivo rispetto della normativa vigente, in assenza di determine e delibere che ne accertino la dimensione; Vista l’urgenza con cui l’amministrazione comunale riteneva necessario provvedere alla realizzazione dei dissuasori di velocità (determina n. 155 del 20/10/2010) e constatate in data odierna le inadempienze evidenziate dal contenuto dell’interpellanza in oggetto, si ritiene necessario caratterizzare la stessa come da art. 38 c. 5 del regolamento per il funzionamento degli organi collegiali comunali. Si chiede pertanto che la presente, oltre ad essere inserita nell’ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale e discussa pubblicamente, riceva, entro i termini previsti dal suddetto regolamento, una risposta presso i nostri recapiti. Cordiali saluti. f.to “Insieme per progredire” Scandelli Pierpaolo Vailati Debora Zaniboni Leonardo Protocollo n. 3707 – 6 Agosto 2011

Interpellanza Dissuasori di Velocità  

Interpellanza Dissuasori di Velocità Comune di Casaletto Vaprio

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you