Issuu on Google+

QUALE RUOLO,QUALI COMPITI

Ostetrica SARA SACCINTO


DECRETO MINISTERIALE n.740/94 Regolamento concernente l’individuazione della figura e del relativo profilo professionale dell’Ostetrica/o Articolo n°1 E’ individuata la figura dell’ostetrica/o con il seguente profilo : l’ostetrica/o è l’operatore sanitario che , in possesso del diploma universitario abilitante e dell’iscrizione all’albo professionale, assiste e consiglia la donna nel periodo della gravidanza,durante il parto e nel puerperio, conduce e porta a termine parti eutocici con propria responsabilità e presta assistenza al neonato .


D.M. n.740/94

(Articolo n°1) L’ostetrica , per quanto di sua competenza , partecipa : a)Ad interventi di educazione sanitaria e sessuale sia nell’ambito della famiglia che nella comunità b)Alla preparazione psicoprofilattica al parto c)Alla preparazione e all’assistenza ad interventi ginecologici d)Alla prevenzione e all’accertamento dei tumori della sfera genitale femminile e)Ai programmi di assistenza materna e neonatale


D.M. n.740/94 L’ostetrica , nel rispetto dell’etica professionale , gestisce come membro dell’équipe sanitaria, l’intervento assistenziale di propria competenza . (….) L’ostetrica è in grado di individuare situazioni potenzialmente patologiche che richiedono l’intervento medico e di praticare , ove occorra , le relative misure di particolare emergenza .


CODICE DEONTOLOGICO DELL’OSTETRICA

L’ostetrica è il professionista sanitario abilitato e

responsabile dell’assistenza ostetrica , ginecologica e neonatale

Attua interventi adeguati ai bisogni di salute,

nell’esercizio delle funzioni di sua competenza, per la prevenzione ,cura ,salvaguardia e recupero della salute individuale e collettiva


CODICE DEONTOLOGICO Nei casi di inderogabile urgenza, si attiva

tempestivamente e si adopera per assicurare una adeguata assistenza L’ostetrica sulla base delle competenze acquisite in ambito ginecologico , orienta il proprio operato a favore della continuità e della qualità dell’assistenza , partecipa alle procedure diagnosticoterapeutiche e sostiene in modo attivo il percorso di salute della donna


Percorso formativo Preparazione specifica riguardo a :  Anatomia dell’apparato genitale femminile Fisiopatologia ostetrico – ginecologica Patologia ostetrico-ginecologica che richiede terapia chirurgica Diverse tipologie di intervento chirurgico praticate in ambito ostetrico-ginecologico


Percorso formativo Attività di tirocinio presso centrale di sterilizzazione

e sala operatoria Coinvolgimento attivo tutorato della studentessa nell’assistenza ad interventi chirurgici in qualità di assistente di sala, nonché di strumentista


Percorso formativo e riferimenti normativi L’ostetrica è un professionista sanitario che possiede Preparazione teorico-pratica Competenze Oneri assistenziali anche in ambito chirurgico e può essere considerata una figura professionale adeguata allo svolgimento delle attività di sala operatoria ostetrico-ginecologica , dopo una appropriata formazione post-base per l’inserimento in una realtà lavorativa ad alta complessità come quella chirurgica


L’ostetrica in sala operatoria Più volte ricorrono nei riferimenti normativi sopra citati i termini URGENZA EMERGENZA TEMPESTIVITA’ ADEGUATA ASSISTENZA In ostetricia spesso infatti l’intervento chirurgico riveste carattere di urgenza/emergenza e l’ostetrica deve essere pronta a far fronte a tale necessità assistenziale per garantire la salute materna e neonatale .


Procedure chirurgiche in ostetricia e ginecologia

Interventi per via addominale (laparotomica -laparoscopica) : Isterectomia /annessiectomia Miomectomia Asportazione di cisti ovarica Trattamento chirurgico dell’endometriosi Trattamento chirurgico della gravidanza extrauterina Laparoscopia esplorativa per sterilità primaria Laparoscopia operativa per procreazione medicalmente assistita (gift) Laparoscopia operativa per sterilizzazione tubarica


Procedure chirurgiche in ostetricia e ginecologia Interventi per via vaginale : COLPOISTERECTOMIA  RIPARAZIONE DEL PAVIMENTO PELVICO PER

CORREZIONE DELL’INCONTINENZA URINARIA DA SFORZO, CISTOCELE , RETTOCELE CONIZZAZIONE DEL CANALE CERVICALE PER RIMOZIONE TESSUTO DISPLASICO CAUTERIZZAZIONE LESIONI CONDILOMATOSE VAGINALI,VULVARI,PERINEALI ASPORTAZIONE CARCINOMA VULVARE BARTOLINECTOMIA


Procedure chirurgiche in ostetricia e ginecologia  PICK-UP OVOCITARIO PER PMA  ISTEROSCOPIA DIAGNOSTICA  RESETTOSCOPIA PER ASPORTAZIONE POLIPI

ENDOMETRIALI,MIOMI SOTTOMUCOSI,MATERIALE ENDOMETRIALE  RASCHIAMENTO DIAGNOSTICO (POLIPECTOMIA,PRELIEVO MATERIALE ENDOMETRIALE)  CERCHIAGGIO CERVICALE  REVISIONE CAVITA’ UTERINA POST-PARTUM  REVISIONE CAVITA’ UTERINA PER ABORTO SPONTANEO, RIMOZIONE DELLA DECIDUA GRAVIDICA IN GEU,MOLA VESCICOLARE,INTERRUZIONE VOLONTARIA DELLA GRAVIDANZA


Apertura della sala operatoria : compiti e responsabilità dell’ostetrica Accensione e controllo del corretto funzionamento di

sistema di illuminazione ed areazione , verifica della temperatura e del grado di umidità in sala Presenza dei dispositivi di protezione individuale Presenza e pronta disponibilità di presidi e farmaci salvavita Presenza e pronta disponibilità di farmaci uterotonici Corretto collegamento e funzionalità del sistema di erogazione dei gas medicali


Apertura della sala operatoria : compiti e responsabilità dell’ostetrica Corretto

collegamento ed accensione del respiratore automatico e del monitor di rilevazione dei parametri vitali Controllo luminosità del laringoscopio Controllo integrità del pallone per ventilazione assistita Disponibilità di maschere di assistenza ,cannule di

Guedel , tubi endotracheali , pinza di Magill , mandrino,ventimask

Corretto collegamento e funzionalità del sistema di

aspirazione delle vie aeree


Apertura della sala operatoria : compiti e responsabilità dell’ostetrica Controllo corretto collegamento e funzionalità del

defibrillatore Corretto collegamento e funzionalità dei monitor per rilevazione dei parametri vitali per monitoraggio prepost operatorio Controllo della disponibilità di farmaci e presidi per l’esecuzione dei vari tipi di anestesia Prelievo dalla cassaforte dei farmaci stupefacenti e verifica della disponibilità del registro di scarico degli stessi


Apertura della sala operatoria : compiti e responsabilità dell’ostetrica Accensione e verifica del corretto funzionamento

delle lampade scialitiche Accensione e verifica del corretto funzionamento di letto operatorio ed accessori Corretto collegamento e funzionalità del sistema di aspirazione per l’intervento Corretto collegamento accensione e verifica funzionalità dell’elettrobisturi e di altri eventuali dispositivi elettromedicali necessari all’intervento Preparazione di kit teleria , strumentario chirurgico e presidi sterili necessari all’intervento


Apertura della sala operatoria : compiti e responsabilità dell’ostetrica Apertura dell’isola neonatale : Accensione

e controllo funzionalità del pannello radiante del lettino termico,dell’erogatore di ossigeno,del sistema di aspirazione Verifica della disponibilità di presidi per le prime cure al neonato (sondini di aspirazione,cordclamp,..) Verifica di disponibilità di farmaci e presidi per la rianimazione neonatale Controllo del corretto funzionamento, temperatura, umidità dell’incubatrice per eventuale trasporto del neonato


Compiti dell’ostetrica assistente di sala Accoglienza della paziente Accertamento dei dati anagrafici , della diagnosi di

ingresso in sala operatoria e della procedura chirurgica da eseguire , confronto conformità con quanto indicato nella cartella clinica e nella lista operatoria Verifica in cartella clinica della presenza di consenso informato all’atto medico-chirurgico, consenso all’eventuale emotrasfusione, referto di emogruppo e type&screen , esami ematici ,ECG accertamento di eventuali allergie a farmaci, disinfettanti, lattice e di eventuali patologie


Compiti dell’ostetrica assistente di sala Compilazione della scheda di accesso alla sala

operatoria riportando :

 Dati anagrafici  Diagnosi di ingresso  Procedura chirurgica da eseguire  Sala operatoria utilizzata per l’intervento  Tipo di anestesia  Orario di ingresso in sala  Orario di inizio anestesia  Orario di inizio e di fine intervento  Orario di dimissione dalla sala  Specifica posizionamento di eventuale catetere di

foley,drenaggi ,..


Compiti dell’ostetrica assistente di sala Verifica della corretta preparazione della paziente

:

Digiuno Tricotomia Rimozione di protesi mobili, monili, piercing, smalto,

make-up Stato igienico e vestizione Bendaggio degli arti inferiori con calze elastiche per la prevenzione della trombosi venosa profonda ,quando richiesto dal caso


Compiti dell’ostetrica assistente di sala Procede

al posizionamento di catetere venoso periferico di calibro adeguato alla procedura chirurgica da eseguire ed inizia l’infusione di liquidi Somministra la terapia antibiotica se prescritta Posiziona il catetere vescicale a permanenza ,qualora sia necessario per l’esecuzione dell’intervento Monitorizza i parametri vitali Assiste l’anestesista nell’esecuzione dell’anestesia


Compiti dell’ostetrica assistente di sala Applica e collega l’elettrodo neutro dell’elettrobisturi

in relazione alla sede dell’intervento Compila la scheda di tracciabilità per la verifica di sterilità applicando le etichette adesive con data di scadenza di kit teleria e strumentario chirurgico Compila la scheda di tracciabilità del conteggio dei dispositivi tessili e strumentario chirurgico utilizzati e la aggiorna durante l’intervento in caso di aggiunta di materiale


Compiti dell’ostetrica assistente di sala Posiziona la paziente per l’intervento ,mettendo in atto le

misure preventive nei confronti di lesioni da stiramento compressione di strutture nervose,articolazioni,tessuti  In caso di intervento in sedazione/narcosi , posiziona la pz prima

dell’esecuzione dell’anestesia per poterne verificare il comfort  In caso di intervento in anestesia loco-regionale ,attenderà l’ordine dell’anestesista prima di procedere al posizionamento della pz  Particolare cura ed attenzione va posta nel posizionamento litotomico richiesto per le procedure chirurgiche vaginali , nel posizionamento di wertheim-meiggs per le laparoscopie ,nel posizionamento litotomico per l’esecuzione della colpoisterectomia


Compiti dell’ostetrica assistente di sala Effettua il conteggio incrociato insieme all’ostetrica

strumentista di ferri ,dispositivi tessili,aghi e taglienti prima ,durante ed al termine dell’intervento Allestisce i pezzi anatomici da inviare ad esame istologico/citogenetico e liquidi biologici da inviare ad esame citologico Al termine dell’intervento ,l’ostetrica gestisce la pz in osservazione temporanea post-operatoria


Compiti dell’ostetrica assistente di sala Prima

dell’allontanamento della pz dal blocco operatorio, controlla che siano allegati alla cartella clinica l’atto operatorio , il cartellino di anestesia , le schede di tracciabilità di conteggio presidi e sterilità e l’eventuale richiesta di esame istologico Previo consenso dell’anestesista ,predispone il ritorno della pz presso l’unità operativa di provenienza e comunica al personale di reparto eventuali consegne o criticità riguardanti l’intervento (ad es. perdite ematiche superiori alla norma, posizionamento di drenaggi intraperitoneali/sottofasciali,…)


Compiti dell’ostetrica strumentista L’ostetrica strumentista ,indossati i presidi di protezione individuale ed effettuato il lavaggio chirurgico e vestizione , ha il compito di : Verificare la sterilità dei kit di strumentario e teleria attraverso il controllo del viraggio degli indicatori termici contenuti nei kit ,prima dell’allestimento dei campi sterili Controllare e contare strumentario chirurgico,dispositivi tessili,aghi e taglienti e dettarne il numero all’ostetrica di sala


Compiti dell’ostetrica strumentista Effettuare il conteggio incrociato con l’ostetrica di sala,

alla chiusura del peritoneo parietale e della parete addominale,di strumentario ,dispositivi tessili ,aghi e taglienti e comunicare al primo operatore l’esito di tale conteggio ; Effettuare il conteggio incrociato in qualunque momento dell’intervento chirurgico , in caso subentri un altro strumentista (ad es. intervento in corso al cambio turno) Riporre i ferri chirurgici nel contenitore di decontaminazione e predisporne l’invio in centrale di sterilizzazione


Chiusura della sala operatoria: compiti e responsabilità dell’ostetrica Al termine dell’attività operatoria Controllare

la corretta sanificazione delle sale operatorie,dell’isola neonatale ,degli spazi attigui,delle attrezzature Riordinare le sale e ripristinare il materiale utilizzato Verificare la presenza e pronta disponibilità di farmaci e presidi


Chiusura della sala operatoria: compiti e responsabilità dell’ostetrica PREDISPORRE LA SALA OPERATORIA

PER TAGLIO CESAREO URGENTE : DEVE ESSERE SEMPRE IMMEDIATAMENTE DISPONIBILE UN KIT STRUMENTARIO CHIRURGICO,UN KIT TELERIA E TUTTO IL MATERIALE MONOUSO PER L’ESECUZIONE DEL TAGLIO CESAREO


Chiusura della sala operatoria: compiti e responsabilità dell’ostetrica Controllare corretto collegamento e la chiusura di

erogazione dei gas medicali Spegnere ventilatore automatico ,controllare la disponibilità di tutto il materiale da intubazione Controllare lo spegnimento di sistemi di monitoraggio dei parametri vitali,dispositivi elettromedicali, lampade scialitiche e aspiratori Verificare la disponibilità di materiale sul carrello per le intubazioni difficili


Chiusura della sala operatoria: compiti e responsabilità dell’ostetrica Riporre gli stupefacenti in cassaforte Riporre i farmaci uterotonici in frigorifero Riordinare i kit di strumentario chirurgico di ritorno

dalla centrale di sterilizzazione Verificare che siano pervenute le liste operatorie e che sia disponibile tutto il materiale necessario per le sedute operatorie del giorno seguente Verificare la messa in carica del letto operatorio


Chiusura della sala operatoria: compiti e responsabilità dell’ostetrica Controllare e ripristinare il materiale necessario presso

l’isola neonatale e spegnere il pannello radiante del lettino termico Preparare per l’invio nei rispettivi laboratori il materiale istologico ,citologico,citogenetico Inviare la richiesta di ordini di farmaci e presidi sanitari Spegnimento del sistema di illuminazione e chiusura porte

Al termine del turno ,prima di allontanarsi dalla sala operatoria , è buona norma contattare il personale di sala parto per informarsi di eventuali urgenze .


URGENZA ED EMERGENZA IN OSTETRICIA E GINECOLOGIA Procedure che richiedono attivazione di sala operatoria Raschiamento diagnostico per perdite ematiche atipiche in pz ginecologica Revisione di cavità uterina per aborto spontaneo, ritenzione di materiale abortivo , rcu post-itg Gravidanza extrauterina Secondamento manuale Trattamento chirurgico dell’emorragia post-partum Taglio cesareo


Urgenza ed emergenza TAGLIO CESAREO Il taglio cesareo è sicuramente l’intervento piÚ praticato in ostetricia ; in Italia , secondo i dati rilevati dalla compilazione dei certificati di assistenza al parto , tale pratica si aggira intorno al 38% sul totale dei parti .


TAGLIO CESAREO: indicazioni Pregresso taglio cesareo Pregressa isterotomia (miomectomia) Presentazione podalica del feto Situazione trasversa del feto Gravidanza gemellare con primo feto in

presentazione podalica Patologia materna (preclampsia,HELLP syndrome) Patologia fetale


TAGLIO CESAREO: indicazioni Parto pretermine IUGR Trasmissione verticale di infezioni Lesioni attive da Herpes Simplex Genitalis Lesioni attive da HPV Infezione materna da HIV (blooless c-sectiion)

Placenta previa


TAGLIO CESAREO: indicazioni Distocia dinamica Distocia meccanica Distocia del corpo mobile Sofferenza fetale acuta Distacco intempestivo di placenta normalmente

inserta (DIPNI) Prolasso di funicolo Richiesta materna


TAGLIO CESAREO : compiti dell’ostetrica Allestimento dell’isola neonatale : accensione lettino termico  accensione pulsiossimetro apertura erogazione ossigeno  apertura sistema di aspirazione e connessione di sondino di aspirazione adeguato all’epoca gestazionale del nascituro Verifica di disponibilItà di materiale per prime cure al neonato (cordclamp,garze ,rete ombelicale,..)


TAGLIO CESAREO : compiti dell’ostetrica Allestimento dell’isola neonatale materiale per eventuale rianimazione neonatale :

 Pallone di Ambu  Mascherine di assistenza  Laringoscopio e lame di Forreger  Pinza di Magill  Mandrino  Tubi endotracheali  Sondini di aspirazione e nasogastrici  Farmaci  Siringhe da EGA  Etere  Materiale per incannulazione della vena ombelicale


TAGLIO CESAREO : compiti dell’ostetrica di sala Preparazione della sala operatoria Accoglienza della pz Compilazione della modulistica di propria

competenza Preparazione della pz Posizionamento catetere venoso periferico 16GA ,in caso di aumentato rischio di perdite ematiche superiori alla norma , preleva prove crociate per richiesta di emazie concentrate ,qualora non sia già stata inoltrata dal personale dell’unità operativa di provenienza ; in caso di placenta previa,dipni ,grav gemellare ,predisporre 2 accessi venosi


TAGLIO CESAREO : compiti dell’ostetrica di sala Inizia infusione di liquidi ringer lattato o sol.fisiologica Posiziona catetere vescicale a permanenza 16CH Posiziona elettrodo neutro dell’elettrobisturi Monitorizza la pz Posiziona la pz per anestesia spinale Assiste l’anestesista durante l’esecuzione dell’anestesia Posiziona la pz sul letto operatorio ,apponendo sotto il

gluteo dx un cuneo in modo tale che la pz sia leggermente ruotata sul fianco sn per impedire l’insorgenza di ipotensione supina Prima dell’inizio dell’intervento ,ausculta il bcf con sonicaid


TAGLIO CESAREO : compiti dell’ostetrica di sala Durante l’intervento controlla diuresi per valutare la

quantità delle urine e l’aspetto Raccoglie la placenta in un catino e preleva emogruppo dal funicolo ombelicale e in caso di parto pretermine o tc per sofferenza fetale preleva EGA da cordone ombelicale sia dalla vena che da una delle arterie ombelicali e invia i campioni per analisi Su richiesta del medico , prepara la placenta per invio ad esame istologico Effettua conteggio incrociato con l’ostetrica strumentista Al termine dell’intervento ,controlla la perdite ematiche (massaggio uterino e spremitura di Credé) Predispone il trasferimento in U.O. di provenienza


TAGLIO CESAREO : compiti dell’ostetrica strumentista Materiale e strumentario necessario per l’intervento :  Telo laparotomico adesivo con sacca di raccolta  Portatamponi per iniziale disinfezione  20 garze  5 pezze laparotomiche  5 Tamponcini  Bisturi  Elettrobisturi  Tubo di aspirazione + cannula di aspirazione  2 Pinze chirurgiche  1 forbice di mayo curva  2 pinze anatomiche  1 forbice di metzenbaum  4 kocher rette medie


TAGLIO CESAREO : compiti dell’ostetrica strumentista 2 pinze di collin 2 pinze di klemmer 1 portaghi 1 forbice mayo retta 1 pinza da coagulo 2 portatamponi 1 pinza ad anelli 1 curette di cuzzi 1 valva anteriore 1 ciotola di godet


TAGLIO CESAREO : compiti dell’ostetrica strumentista 1 filo a riassorbimento lento con ago ampio per sutura

della breccia uterina 1 filo a riassorbimento lento con ago ampio per sutura della fascia endopelvica 1 filo a riassorbimento rapido per sutura del sottocute Sutura cutanea (riassorbibile, non riassorbibile, agraphes) Peritoneo viscerale e peritoneo parietale vengono generalmente accostati , ma non suturati


TAGLIO CESAREO : compiti dell’ostetrica strumentista Nel caso di richiesta materna di raccolta di sangue cordonale per il bancaggio di cellule staminali , se la condizioni della pz e del bambino lo consentono , si procede alla raccolta sco  clampaggio del funicolo vicino all’inserzione addominale circa 3cm  cambio guanti  apertura sacca,  disinfezione del cordone,  posizionamento dell’ago  mungitura del funicolo fino al completo svuotamento  basculazione della sacca

al termine della raccolta ,si procederà al secondamento manuale


TAGLIO CESAREO : compiti dell’ostetrica strumentista Nel caso si prospetti l’eventualità di emorragia post-

parto (placenta previa ,dipni, gravidanza gemellare,fibromi uterini) , l’ostetrica strumentista avrà cura di utilizzare un kit di ferri contenente anche lo strumentario per un eventuale cesareo demolitore . Al termine dell’intervento , l’ostetrica strumentista si accerta che siano state riposte nel contenitore di decontaminazione le pinze di kocher utilizzate per il clampaggio del funicolo e così anche le pinze porta tamponi utilizzate per la disinfezione .


URGENZE ED EMERGENZE: l’emorragia post-partum Si intende per emorragia postpartum una perdita ematica ≼ 500ml . Si parla di emorragia massiva quando la perdita ematica equivale al 30-40% della volemia


URGENZE ED EMERGENZE: l’emorragia post-partum Caratteristiche delle emorragie post-parto sono la gravità e l’evoluzione violenta che richiedono prontezza di intervento, stretta collaborazione e buona qualità di trasmissione delle informazioni tra tutti i membri dell’équipe .  L’ostetrica che per prima riconosce l’evento, ha il compito di attivare tempestivamente gli altri operatori ed eseguire rapide azioni per far fronte alle necessità dell’emergenza e garantire ogni atto terapeutico .  


URGENZE ED EMERGENZE: l’emorragia post-partum L’emorragia è in genere improvvisa e rapida ,le conseguenze sono shock ipovolemico e possibile insorgenza di coagulopatia intravascolare disseminata . La risoluzione deve essere più tempestiva possibile ; generalmente viene affrontata direttamente in sala parto , visto il carattere repentino di insorgenza e la grande quantità di sangue perso dalla pz, tale da imporre immediate misure di contenimento dell’emorragia e non consentire il trasferimento della pz.


EMORRAGIA POST-PARTUM : cause Nell’80% dei casi si tratta di ipotonia/ atonia uterina

post –parto , ovvero l’incapacità dell’utero di contrarsi formando il globo di sicurezza Placenta previa ,dipni (tc) Placenta accreta/increta/percreta Ritenzione di cotiledoni/membrane Lacerazioni vagino-perineali Rottura d’utero Inversione uterina Coagulopatie ereditarie/acquisite


EMORRAGIA POST-PARTUM: fattori di rischio Sovradistensione uterina (gravidanza multipla ,

polidramnios,macrosomia fetale) Multiparità Mancato secondamento Ipercinesia in travaglio di parto (travaglio di parto indotto,parto precipitoso) Travaglio di parto prolungato (1°stadio >12ore , 2° stadio>2 ore ,3 se in analgesia peridurale ) Anomalie uterine : presenza di fibromi Precedente emorragia post-parto Emorragia antepartum Preclampsia / HELLP syndrome (possibile alterazione dei valori di coagulazione , piastrinopenia, tp antiipertensiva con MgSO4)


EMORRAGIA POST-PARTUM: gestione Per la prevenzione dell’emorragia post-parto, si raccomanda ,in particolare se la pz presenta fattori di rischio , un’attenta osservazione nelle 2 ore successive al parto in area protetta (sala parto) per il controllo delle lochiazioni e dei parametri vitali e l’infusione di fleboclisi di sol.fis. + ossitocina sintetica 10ui (20ui se perdite ematiche >500ml) . Per la risoluzione rapida dell’emorragia è fondamentale il riconoscimento della causa determinante e la sua rapida risoluzione


EMORRAGIA POST-PARTUM: compiti dell’ostetrica di sala posizionare secondo accesso venoso con cvp 16GA ,

prelevare emocromo,coagulazione ,prove crociate iniziare l’infusione di liquidi cristalloidi/colloidi Iniziare infusione di sol.fis 500ml con aggiunta di ossitocina sintetica 20ui iniziare il monitoraggio seriato di PA ,FC, SpO2 somministrare O2 in ventimask


EMORRAGIA POST-PARTUM: compiti dell’ostetrica di sala Preparare a disposizione farmaci

uterotonici: ossitocina sintetica fiale 5ui/ml  metilergometrina maleato fiale 0,2mg/ml Sulprostone fiale 0,5mg (misoprostolo cps 200mg)


EMORRAGIA POST-PARTUM: compiti dell’ostetrica di sala abbassare lo schienale del letto da parto e posizionare

la pz per eventuale sedazione in ventilazione assistita predisporre pallone va-e-vieni / Ambu accendere aspiratore ed applicare sondino di aspirazione 14/16ch posizionare la pz in litotomia per permettere agevole ispezione dei genitali posizionare correttamente lampada scialitica


EMORRAGIA POST-PARTUM: compiti dell’ostetrica di sala aprire il materiale sterile occorrente per la gestione del

caso richiedere esami urgenti e compilare i moduli per la richiesta di ec ,pfc,plt  disporre il trasporto delle provette presso laboratorio analisi e centro trasfusionale (attivare ct in orario di reperibilità) Se l’emorragia si verifica in sala parto,su ordine del medico ginecologo, chiamare l’anestesista  richiedere all’oss il trasporto dell’ ecografo portatile in sala parto/operatoria In caso di necessità, iniziare emotrasfusione


EMORRAGIA POST-PARTUM: compiti dell’ostetrica responsabile del parto o strumentista posizionamento della sacca sottosacrale graduata per

valutazione accurata delle perdite ematiche posizionamento del catetere vescicale a permanenza (la vescica piena ostacola la formazione del globo di sicurezza)  massaggio dell’utero e rimozione di eventuali coaguli dal canale del parto attraverso visita bimanuale


EMORRAGIA POST-PARTUM: compiti dell’ostetrica responsabile del parto o strumentista Preparazione sul servitore del necessario per rcu post-parto e sutura :  valve anteriore e posteriore garze pinze ad anelli per afferrare il collo dell’utero pinza ad anelli o pinza di kelly per rcu postparto curette di cuzzi


EMORRAGIA POST-PARTUM: compiti dell’ostetrica responsabile del parto o strumentista pinze ad anelli per ispezione della cervice

uterina per rilevare eventuali lacerazioni Pallone emostatico endouterino sos bakri  zaffo per tamponamento utero-vaginale stipato Portaghi ,pinza anatomica ,forbice mayo retta e materiale di sutura


EMORRAGIA POST-PARTUM: gestione In caso di atonia uterina ,la perdita ematica potrebbe essere non controllabile farmacologicamente , né attraverso la revisione di cavità ed il tamponamento , e potrebbe richiedere come misura di emergenza l’esecuzione di una laparotomia per isterectomia subtotale . Ogni operatore presente che deve provvedere in base a quanto di propria competenza a fornire adeguata assistenza secondo tempi e ruoli già collaudati.


CONCLUSIONI In base a quanto stabilito dal profilo professionale e dal codice deontologico dell’ostetrica ,risulta come già detto che questa figura professionale ha preparazione,competenze,capacità tali da prevederne l’inserimento anche in un contesto di sala operatoria . Da quanto esposto finora,inoltre ,risulta chiaro come in ostetricia ci si possa trovare ad affrontare situazioni di estrema urgenza improvvisamente ed in maniera imprevedibile


CONCLUSIONI Considerato che l’attività di triage ostetrico e sala parto non possono essere soggette a programmazione e si svolgono anche durante gli orari festivi e notturni ,quando il personale di sala operatoria lavora in regime di reperibilità , dovrebbe essere un dovere aziendale quello di formare tutte le ostetriche dell’équipe per l’attività chirurgica , per renderle autonome nella gestione delle situazioni di urgenza/emergenza ,nella preparazione della sala operatoria , qualora le condizioni di madre/bambino non consentano l’attesa del personale reperibile , al fine di garantire una corretta e tempestiva assistenza e prevenire così gli eventi avversi .


L’ostetrica in sala operatoria :quale ruolo,quali compiti

GRAZIE PER L’ATTENZIONE E BUON LAVORO A TUTTI


L’ostetrica in sala operatoria