Page 1

La rassegna stampa della mostra itinerante Navigare necesse est II parte


Condividi

Segnala una violazione

Blog successivo»

Crea blog

DOMENICA 17 APRILE 2011

Navigare necesse est e la storia dei Fari nel mondo antico Il modo di dire, o meglio la locuzione “Navigare necesse est, vivere non est necesse” secondo Plutarco è l’incitazione che Pompeo dava ai suoi marinai perché si imbarcassero nonostante il cattivo tempo. Nel Medio Evo divenne invece il motto della Lega Anseatica per giustificare il suo monopolio nei commerci marittimi nell’Europa del Nord, nella retorica dannunziana divenne simbolo di vita eroica, mentre Mussolini nel 1920 la fece sua in un articolo che scrisse sul Popolo d’Italia per parlare della necessità per l’Italia di costruirsi un Impero. Infine in tempi più recenti la massima è stata ripresa dallo scrittore Fernando Pessoa e anche dal cantautore Caetano Veloso. A noi invece interessa perché Navigare necesse est è il titolo del libro del giovane, trentasei anni, archeologo bolognese Baldassarre Giardina, che ha avuto l’onore di vedere il suo studio sui fari nel mondo antico pubblicato nella prestigiosa collana dei British Archaeological Reports (BAR) promossa dall'Università di Oxford con il titolo “Navigare necesse est. Lighthoses from Antiquity to the Middle Ages. History, architecture, iconograpy and archeological remains”. La controcopertina invece ha il titolo in italiano: “Navigare necesse est, il Faro tra mondo antico e Medio Evo”. La ricerca è frutto di anni di studi per un argomento che è rimasto indietro negli studi storico-archeologici; mancava una ricerca aggiornata e una conoscenza sistematica e spesso diretta su questi monumenti. Giardina ha affrontato direttamente la ricerca con la raccolta personale delle informazioni, dei dati e dei riscontri scientifici: così che dalla loro somma ha saputo assemblare e interpretare tanti brandelli in un quadro complessivo, mettendone anche in luce aspetti inediti e riuscendo a precisare caratteristiche architettoniche e tipologie, formulando ipotesi sulla forma dei fari, scuole e modelli che si sono evoluti dalla preistoria all’età medievale. Un’opera preziosa, inoltre, che unisce a una capillare e ricca raccolta di informazioni scientifiche, il pregio di una facile lettura: la pubblicazione rappresenta pertanto un utile strumento a disposizione sia dello studioso che dell’appassionato. Là dove risultavano poche le fonti letterarie ed epigrafiche hanno supplito la documentazione recuperata Il faro nei disegni dei viaggiatori arab sulle figurazioni, antiche e medievali. Il faro di Miseno, di Capri, di Taposiris Magna, di La Coruña, di Dover ma anche fuochi di promontorio, tempi i illuminati la notte, torri di avvistamento e di segnalazione, prime vere torri faree. Poi il Faro di Alessandria, che ha imposto il suo modello architettonico e di utilità pratica. Un percorso che parte, dalla guerra di Troia, giungendo all’età ellenistica e poi romana, quando il sistema dei fari si organizza razionalmente, con evidenti capacità di sfruttare le potenzialità dei luoghi e le necessità del navigare. La ricerca dei modelli figurati antichi. specie quelli rappresentati sulle monete, dimostra come il sistema si fosse diffuso in tutto il mondo antico, per la sicurezza degli approdi e delle vie d'acqua. Il periodo tardo repubblicano e imperiale è il più ricco di dati e costituisce anche la parte più originale del lavoro.

Poseidone e Isis Pharia con il modello del faro di Alessandria

CERCA NEL BLOG

Cerca

SUBSCRIBE VIA EMAIL

Enter your email address:

Subscribe Delivered by FeedBurner

IL MARE INTERNATIONAL BOOKSHOP

a daily experience, a deep emotion ARGOMENTI 

archeosub (10)

avventura (18)

big blu (5)

calendari (3)

capodoglio (3)

cartografia (6)

corsi (18)

cronaca (131)

cucina (11)

delfini (4)

disabilità (2)

eventi (67)

fotografia (19)

Idee regalo (22)

isole (12)

libri (99)

libri e autore (92)

libro (5)

mare (55)

mediterraneo (53)

modellismo (6)

navigazione (49)

nuove uscite (5)

Oggetti (22)

pillole (1)

rarità (3)

ritratti (7)

sicilia (12)

storia (40)

storia dele imbarcazioni (25)

Entra


La magia dei fari antichi la mo... La magia dei fari antichi la mo...

Pagina 1 di 1

Archivio Sei in:Archivio > La Repubblica > 2012 > 06 > 03 > La magia dei fari antichi...



La magia dei fari antichi la mostra alla Vedetta

PERSONE ENTI E SOCIETÀ

Un affascinante viaggio nei fari dell' antichità, da quelli lungo le coste e nei porti pugliesi al faro per eccellenza, quello di Alessandria. Si intitola "Navigare necesse est. Il faro tra mondo antico e medioevo", la mostra che si inaugura alle 12 alla Vedetta di Giovinazzo. Una installazione che riprende il titolo del libro del giovane archeologo bolognese Baldassarre Giardina (curatore della mostra), che ha affrontato direttamente la ricerca con la raccolta personale delle informazioni, dei dati e dei riscontri scientifici. Dalla loro somma ha saputo assemblare e interpretare tanti brandelli in un quadro complessivo, mettendone in luce aspetti inediti e riuscendo a precisare caratteristiche e tipologie, formulando ipotesi su forma, scuole e modelli. Ingresso libero.

navigare (1) LUOGHI

alessandria (1) giovinazzo (1) TIPO

03 giugno 2012 19 sez. BARI

Fai di Repubblica la tua homepage

Mappa del sito

Redazione

Scriveteci

Per inviare foto e video

Servizio Clienti

Aiuto

Pubblicità

Parole più cercate

www.0721.net - IL PORTAL... www.0721.net - IL PORTAL...

Pagina 1 di 1

Divisione Stampa Nazionale — Gruppo Editoriale L’Espresso Spa - P.Iva 00906801006 Società soggetta all’attività di direzione e coordinamento di CIR SpA

www.0721.net ~ il portale utile e divertente dedicato a chi vive in provincia di Pesaro e Urbino © Copyright by:

PUBBLICITA' . WEB-DESIGN . EVENTI

EVENTI

MUSEO DELLA MARINERIA DI PESARO

#6216 [137]

Racconti di Luce. Fari e altre storie di mare

Il Museo della Marineria di Pesaro, con il sostegno di RENCO SPA ha organizzato una serie di appuntamenti culturali a Villa Molaroni con la collaborazione di autorevoli studiosi che si sono interessati in vario modo della storia ed evoluzione dei fari, delle loro monumentali strutture architettoniche, delle tecniche segnaletiche, delle leggende maturatesi attorno ad alcune famose strutture. Il ciclo di incontri pomeridiani iniziato il 25 febbraio u.s. con una suggestiva panoramica sui più importanti fari del mondo, commentata dalla scrittrice genovese Annamaria Mariotti, autorevole studiosa di fama internazionale, prosegue, nel pomeriggio di sabato 10 marzo, alle ore 16.30, con la conferenza del professore Baldassarre Giardina, archeologo dell’Università di Bologna, studioso dei “Fari del mondo antico” che proporrà un racconto sulle più famose e leggendarie torri di luce costruite nei porti presenti nel Mediterraneo dell’età classica.

Inviato da: Staff

in data: 08/03/2012

ARCHIVIO NEWS

Torna indietro

http://ricerca.repubblica.it/rep... La magia dei fari antichi la mo... Web-Design by:

MONTANARI

Comunicazione

01/08/2012 © 1998-2012

© Tutti i diritti riservati. E' vietato qualsiasi utilizzo, anche parziale, dei contenuti del portale.

www.0721.net ~ il portale utile e divertente dedicato a chi vive in provincia di Pesaro e Urbino


Rassegna stampa Navigare Necesse est II parte  
Rassegna stampa Navigare Necesse est II parte  

Rassegna stampa Navigare Necesse est II parte. Mostra di Baldassarre Giardina

Advertisement