Issuu on Google+

Semestrale di Scienze Veterinarie registrato presso il Tribunale di Milano il 18/2/2000 al n° 128 • Proprietario: Innovet Italia srl, Milano • Direzione ed Edizione: Centro di Documentazione e Informazione Scientifica (Ce.D.I.S.) Innovet - Via Einaudi, 13 - 35030 Saccolongo - Tel. (0039) 049.80.15.583 - Fax (0039) 049.80.15.737 • E-mail: cedis@innovet.it • Web: www.innovet.it • Direttore Responsabile: M. Federica della Valle • Tipografia: Nuova Jolly di Bastianello Ivano - Viale dell’Industria, 28 - 35030 Rubano • Abbonamento annuo € 130 • Invio gratuito ai Medici Veterinari iscritti all’Ordine

Effetto dell’applicazione topica di adelmidrol (2%) sul pomfo allergico in cani con ipersensibilità cutanea Anna Puigdemont

Spedizione in A.P. -45% Art.2 Comma 20/B - Legge 662/96 - DCI PD

UNIVET, Barcellona, Spain. Dipartimento di Farmacologia, Facoltà di Medicina Veterinaria, Università Autonoma di Barcellona, 08193 Bellaterra (Barcellona), Spain.

Introduzione Il trattamento topico delle reazioni cutanee di natura allergica attualmente si avvale di due principali approcci: i glucocorticoidi ad uso topico ed il tacrolimus. Sebbene inducano una rapida remissione dei sintomi, i glucocorticoidi topici, soprattutto per terapie a lungo termine, possono favorire lo sviluppo batterico, produrre atrofia cutanea con o senza lacerazioni, stimolare la formazione di comedoni e/o di cisti follicolari superficiali e, non ultimo, indurre reazioni allergiche1.

Il tacrolimus è un macrolide della famiglia delle ciclosporine, dotato di potente azione immunosoppressiva. Nel cane, la pomata a base di tacrolimus è stata associata a una lieve irritazione e la sua efficacia clinica si osserva dopo un tempo relativamente lungo di applicazione1. Appare dunque auspicabile disporre di nuove sostanze per un trattamento topico efficace, rapido e sicuro delle malattie cutanee da ipersensibilità. Adelmidrol è un composto della famiglia 1

delle aliamidi, un gruppo di amidi di acidi grassi capaci di modulare negativamente2-5 la funzionalità di una cellula chiave nella genesi delle risposte cutanee di natura allergico-infiammatoria: il mastocita6. Da un punto di vista chimico, adelmidrol è la di-etanolamide dell’acido azelaico e gode di caratteristiche anfipatiche, cioè di solubilità sia nell’olio che nell’acqua. Per questo, è in grado di attraversare le fasi lipidiche e quelle acquose dell’epidermide, ed è pertanto adatto all’uso topico. È stato recentemente dimostrato che adelmidrol controlla l’infiammazione cutanea cronica, riducendo il richiamo di leucociti, la formazione di nuovi vasi (angiogenesi), e la proliferazione locale dei mastociti, oltre che il loro stato di attivazione7. L’applicazione topica di adelmidrol ha portato alla risoluzione dei segni di dermatite atopica pediatrica8,9. Infine, uno studio sul campo ha recentemente confermato la capacità di adelmidrol di ridurre il prurito nel cane, con tempistiche relativamente rapide e senza sviluppo di effetti collaterali10. In base a questi presupposti, abbiamo voluto valutare gli effetti dell’applicazione topica di adelmidrol sul pomfo allergico indotto in cani con ipersensibilità spontanea. Inn. Vet. Med. • N.o 2 (13) • Marzo 2012


Materiali e metodi

Risultati

Tutte le procedure dello studio sono state condotte in accordo con le Direttive Europee che regolano la cura e il trattamento degli animali sperimentali ed approvate dal Comitato Etico dell’Università di Barcellona. Il pomfo allergico veniva indotto in 6 cani Beagle (peso 15,2 ± 0,7 kg) con ipersensibilità spontanea al parassita Ascaris suum mediante inoculo intradermico bilaterale di 40 microL di un estratto di Ascaris (0,1 mg/mL) in area toracica. Successivamente, un lato veniva trattato con un’emulsione a base di adelmidrol (2%), applicata 3 volte al giorno per 7 giorni consecutivi, e, l’altro, con il solo veicolo, seguendo il medesimo schema. Il challenge antigenico veniva ripetuto rispettivamente al quarto e al settimo giorno. L’area del pomfo veniva riportata con pennarello indelebile su un foglio di acetato poggiato sulla cute dei cani in studio, 10 min dopo ciascun challenge e misurata tramite analizzatore d’immagine (MIP 4 Advanced, Digital Image System, Barcelona). L’inibizione percentuale veniva calcolata applicando la seguente formula:

Il trattamento con adelmidrol riduceva significativamente l’area del pomfo allergico (p<0,01). In particolare, in risposta al secondo challenge antigenico (corrispondente al quarto giorno di trattamento) l’area del pomfo si riduceva del 20%, e, dopo il terzo challenge (7 giorni di terapia), l’inibizione del pomfo raggiungeva quasi il 40%. Nelle aree trattate con il veicolo, l’inibizione percentuale dell’area del pomfo era inferiore al 15 e al 10% rispettivamente al quarto e settimo giorno (Figura). Infine, durante lo studio, si è incidentalmente osservata una riduzione del prurito nelle aree trattate, come indicato da un minore autotraumatismo rilevato nelle zone di applicazione di adelmidrol.

L’analisi statistica dei dati veniva condotta con test T di Student per campioni appaiati, con un limite di significatività di p<0,05.

Effetto sul pomfo allergico 45 40 35

Inibizione (%)

T0 (mm2) - Tn (mm2) % inibizione = x 100 T0 (mm2)

Figura - inibizione percentuale del pomfo allergico dopo il secondo (giorno 4) e il terzo (giorno 7) challenge antigenico, in aree cutanee localmente trattate con adelmidrol (linea blu) o veicolo (linea grigia).

30 25 20 15 10 5 0

T0

T4

T7

Adelmidrol Veicolo

Anna Puigdemont si laurea in Farmacia presso l’Università di Barcellona (Spagna), dove ottiene il PhD nel 1989. Attualmente è Professore di Farmacologia presso la Facoltà di Medicina Veterinaria dell’Università Autonoma di Barcellona (UAB). La sua ricerca è focalizzata sullo studio dei processi allergici ed infiammatori e sul loro controllo farmacologico, specificatamente negli animali da compagnia. Su questi argomenti, ha scritto numerosi articoli, review e capitoli di libro. È stata “visiting researcher” all’Istituto Mario Negri (Milano) e al Roslin Institute (Edimburgo). Nel 2001 è stata tra i fondatori di UNIVET SL, una spin-off biotecnologica, specializzata in dermatologia veterinaria. Da allora, ha condotto oltre 50 progetti di ricerca con aziende farmaceutiche, veterinarie e biotech sia spagnole che internazionali. 2

Inn. Vet. Med. • N.o 2 (13) • Marzo 2012


Discussione I risultati dello studio dimostrano l’effetto inibitorio di adelmidrol sulla risposta allergico-infiammatoria indotta dall’inoculo intradermico dell’allergene in cani Beagle ipersensibili. A differenza del veicolo, l’utilizzo topico dell’aliamide per 7 giorni ha consentito, infatti, la significativa riduzione dell’area del pomfo, espressione tipica delle fasi precoci dell’allergia cutanea. I risultati concordano con quanto precedentemente ottenuto con la somministrazione orale di una singola dose di palmitoiletanolamide (analogo naturale di adelmidrol) che, nel medesimo modello di dermatite ipersensibile del cane, si è dimostrata ridurre significativamente l’area del pomfo, con un effetto paragonabile per entità a quello

riscontrato nel presente studio11. Probabilmente, l’effetto è ascrivibile alla capacità del composto di ridurre la degranulazione mastocitaria, come precedentemente dimostrato in ferite sperimentali nel cane12. Ulteriori indagini sono attualmente in corso per verificare l’effetto di adelmidrol a livello istologico e cellulare nel presente modello di ipersensibilità cutanea. Concludendo, i risultati ottenuti depongono a favore dell’utilità dell’applicazione topica di adelmidrol nelle malattie dermatologiche accompagnate da reazioni allergicoinfiammatorie. Questo studio è stato supportato da Innovet Italia srl.

Parte di questi dati sono stati presentati a “SkinALIA 2012 - Primo simposio sulle Aliamidi in Dermatologia Veterinaria”, Verona, 30-31 Marzo 2012

Riferimenti Bibliografici 1. Olivry T, DeBoer DJ, Favrot C, et al. International Task Force on Canine Atopic Dermatitis. Treatment of canine atopic dermatitis: 2010 clinical practice guidelines from the International Task Force on Canine Atopic Dermatitis. Vet Dermatol. 2010;21(3):233-48. 2. Re G et al. Palmitoylethanolamide, endocannabinoids and related cannabimimetic compounds in protection against tissue inflammation and pain: Potential use in companion animals. Vet J 2007; 173(1):23-32. 3. Abramo F, Noli C, Giorgi M, et al. Aliamides in veterinary dermatology: an update on mechanism of action and clinical use in dogs and cats. Vet Dermatol 2006;17(5):358. 4. Miolo A, Re G, Barbero R, et al. Aliamides modulate skin mast cell degranulation in dogs and cats. J Vet Pharmacol Ther. 2006; 29 Suppl 1:204-5.

5. Cerrato S, Brazis P, Miolo A, et al. Effects of palmitoylethanolamide on immunologically induced histamine, PGD2 and TNFα release from canine skin mast cells. Vet Immunol Immunopathol. 2010;133(1):9-15. 6. De Mora F, Puigdemont A, Torres R. The role of mast cells in atopy: what can we learn from canine models? A thorough review of the biology of mast cells in canine and human systems. Br J Dermatol. 2006; 155(6):1109-23. 7. De Filippis D, D’Amico A, Cinelli MP, et al. Adelmidrol, a palmitoylethanolamide analogue, reduces chronic inflammation in a carrageeningranuloma model in rats. J Cell Mol Med. 2009; 13(6):1086-95. 8. Pulvirenti N, Nasca MR, Micali G. Topical adelmidrol 2% emulsion, a novel aliamide, in the treatment of mild atopic dermatitis in pediatric subjects: a pilot study. Acta Dermatovenerol Croat. 2007;15(2):80-3.

3

9. Pulvirenti N. Utilizzo clinico di adelmidrol nella dermatite atopica in età pediatrica. Proceedings “SkinALIA 2012 - Primo simposio sulle Aliamidi in Dermatologia Veterinaria”, Verona, Italy, 2012. 10. Fabbrini F. Adelmidrol nel prurito del cane: studio sul campo. Proceedings “SkinALIA 2012 - Primo simposio sulle Aliamidi in Dermatologia Veterinaria”, Verona, Italy, 2012. 11. Cerrato S, Brazis P, della Valle MF, et al. Effects of palmitoylethanolamide on the cutaneous allergic inflammatory response in Ascaris hypersensitive Beagle dogs. Vet J. 2012;191(3):377-82. 12. Abramo F, Salluzzi D, Leotta R, et al. Mast cell morphometry and densitometry in experimental skin wounds treated with a gel containing adelmidrol: a placebo controlled study. Wounds. 2008;20(6):149-57.

Inn. Vet. Med. • N.o 2 (13) • Marzo 2012


Contro prurito e arrossamenti c’è RetopiX® Dalla ricerca dermatologica Innovet una nuova linea di prodotti ad azione lenitiva, idratante e igienizzante. Per la protezione naturale di cani e gatti affetti da prurito, arrossamento, alterazioni della barriera cutanea (secchezza o untuosità) e della microflora superficiale.

SkinALIA Ricerca & Innovazione in Dermatologia Veterinaria

MB0100

Salvagli la pelle!


Innovation in Veterinary Medicine - 2(13) - marzo 2012