Page 1

N.o 31 • Luglio 2015

Tenuto a battesimo in occasione dell’omonimo congresso del 2012,1 Skinalia® è il marchio dell’impegno dermatologico di Innovet nel settore delle aliamidi (famiglia di sostanze naturali capaci di modulare l’iper-reattività dei tessuti). Intorno alle aliamidi - e in particolare al loro capostipite, PEA (palmitoiletanolamide) e all’analogo Adelmidrol – è stato attivato un crescente network di ricerca, coinvolgendo centri di eccellenza sia sperimentali che clinici. Lo Skinalia® Clinical Research Group ha già dato i primi frutti. All’Europeo di Dermatologia Veterinaria (Salisburgo, settembre 2014), il coordinatore Chiara Noli ha presentato i risultati di uno studio clinico multicentrico, sull’uso di PEA in forma ultra micronizzata (PEA-um) in cani affetti da dermatite atopica.2 Oggi è la volta della branca sperimentale del network Skinalia®, con un grande progetto basato sullo sviluppo e lo studio

della Skin Organ Culture (SOC) – letteralmente coltura d’organo di cute – un modello innovativo di grande importanza per la ricerca scientifica in dermatologia. Finora il suo utilizzo era limitato al settore umano. Si deve a Ralf Paus (Professore di Dermatologia presso l’Università di Manchester in UK e di Münster in Germania) la dimostrazione delle strategiche potenzialità di questo modello.3 Sulla cute umana in coltura, il gruppo di Paus ha di recente dimostrato la capacità degli endocannabinoidi – sostanze prodotte dall’organismo animale, simili per certi versi alla PEA4 – di regolare l’omeostasi epidermica5 e modulare l’attività dei mastociti.6 Dopo un periodo di messa a punto del modello, la SOC è oggi pronta anche in “versione veterinaria”:7 biopsie di cute di cane, mantenute ex vivo al servizio della ricerca in dermatologia veterinaria. Inn. Vet. Med. • N.o 31 • Luglio 2015

1

Innovation in Veterinary Medicine - nr 31 - Luglio 2015 (MB0146)  

Skin Organ Culture (SOC): un nuovo progetto di ricerca targato Skinalia®

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you