Issuu on Google+

Lavoro nel settore pubblico

A cura di Informagiovani – Redazione Decentrata di Vercelli (Progetto sistema Informativo Regionale Integrato)

Giugno 2013


Modalità di accesso L’assunzione negli enti pubblici avviene normalmente mediante concorso pubblico. Il canale ufficiale per la pubblicazione dei concorsi banditi dagli enti pubblici è la Gazzetta Ufficiale. La sezione 4a Serie Speciale, dedicata alla pubblicazione dei Concorsi ed Esami (pubblicata il martedì e il venerdì), è reperibile presso le edicole, le biblioteche, i Comuni e il sito internet http://www.gazzettaufficiale.it. L’assunzione agli impieghi nelle amministrazioni pubbliche avviene tramite concorso pubblico aperto a tutti per esami, per titoli, per titoli ed esami o per selezione mediante lo svolgimento di prove volte all’accertamento della professionalità richiesta dal bando. L’assunzione per esami avviene dopo che i cittadini hanno sostenuto e superato una o più prove (scritte, orali, e talvolta basati su quesiti a risposta sintetica o test). Nel caso dell’assunzione per titoli i candidati non devono partecipare ad alcuna prova di selezione, ma solo presentare i titoli elencati nel bando; viene poi stilata una graduatoria che stabilisce l’ordine di assunzione. Per titoli si intendono titoli di studio, accademici ed eventuali specializzazioni, esperienze lavorative maturate, attestati vari e pubblicazioni. Infine, nella selezione per titoli ed esami sono adottati entrambi i criteri. Quindi, nella compilazione delle graduatorie definitive si terrà conto sia degli esiti degli esami sostenuti che dei titoli posseduti e della loro valutazione. Inoltre, esiste un’altra particolare modalità di assunzione del personale, che avviene mediante chiamata numerica degli iscritti nelle apposite liste costituite dagli appartenenti alle categorie protette. Requisiti generali Possono accedere agli impieghi civili delle pubbliche amministrazioni i soggetti che posseggono i seguenti requisiti generali: - la cittadinanza italiana. Tale requisito non è richiesto per i soggetti appartenenti all’Unione Europea; - età non inferiore ai 18 anni e non superiore ai 40. Per i candidati appartenenti a categorie per le quali leggi speciali prevedono deroghe, il limite massimo non può superare, anche in caso di cumulo di benefici, i 45 anni di età; - idoneità fisica all’impiego. L’amministrazione ha facoltà di sottoporre a visita medica di controllo i vincitori del concorso, in base alla normativa vigente; - non possono accedere agli impieghi coloro che siano stati esclusi dall’elettorato politico attivo. Per l’ammissione a particolari profili professionali gli ordinamenti delle singole amministrazioni possono prescrivere ulteriori requisiti. Infine, i requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel bando di concorso per la presentazione della domanda di ammissione. Modalità di presentazione delle domande di ammissione All’interno del bando sono specificati il termine e le modalità di presentazione delle domande di ammissione, nonché l’avviso per la determinazione delle date e la sede delle prove scritte e orali ed eventualmente pratiche. Vengono indicate, inoltre, le materie oggetto delle prove scritte e orali, i requisiti soggettivi generali e particolari richiesti per l’ammissione all’impiego, ed eventuali titoli che danno diritto a precedenza o preferenza a parità di punteggio. Le domande di ammissione al concorso devono essere redatte in carta semplice, indirizzate e presentate direttamente o a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno all’Amministrazione che ha bandito il concorso, entro 30 giorni dalla data di pubblicazione del bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica. La data di spedizione delle domande è stabilità e comprovata dal timbro postale. La domanda deve essere redatta secondo lo schema che viene allegato al bando di concorso, riportando tutte le indicazioni che i candidati sono tenuti a fornire. Le dichiarazioni contenute nella domanda riguardo al possesso dei requisiti richiesti hanno valore temporaneamente sostitutivo dei relativi certificati, che dovranno essere presentati solo da chi sarà effettivamente assunto.

2


Assunzioni obbligatorie di persone appartenenti alle categorie protette I soggetti appartenenti alle categorie protette presentano domanda di iscrizione all’ufficio provinciale del lavoro e della massima occupazione. La domanda deve essere munita della necessaria documentazione, attestante la sussistenza dei requisiti che danno titolo al collocamento obbligatorio ed attestante le attitudini lavorative e professionali del richiedente. È comunque riservata all’amministrazione o ente che procede all’assunzione la facoltà di provvedere all’accertamento dei titoli e dei requisiti certificati. Le graduatorie sono formate dalle direzioni provinciali del lavoro e hanno validità annuale, con riferimento alla data del 31 dicembre di ciascun anno e pubblicate entro il 31 marzo dell’anno successivo. Fino alla data di pubblicazione continuano ad applicarsi le graduatorie dell’anno precedente.

Come reperire le informazioni sui concorsi pubblici La Gazzetta Ufficiale e i Bollettini Ufficiali Regionali (BUR) sono le due fonti primarie attraverso le quali Stato e Regioni rendono pubbliche le proprie decisioni normative. La Gazzetta Ufficiale si differenzia in una Serie Generale che contiene tutte le leggi e i regolamenti d’interesse dell’Amministrazione Pubblica, e una Quarta Serie Speciale dedicata unicamente ai concorsi pubblici. I bandi dei concorsi pubblici sono di norma pubblicati in appositi fascicoli della Gazzetta Ufficiale e/o dei Bollettini Ufficiali Regionali. I fascicoli della Gazzetta Ufficiale si pubblicano bisettimanalmente (martedì e venerdì), mentre la periodicità di pubblicazione dei Bollettini Regionali varia da settimanale, a quindicinale, a mensile, a seconda della regione. Per gli altri concorsi il bando può essere reperito molto spesso consultando il sito Internet degli Enti che hanno emesso il concorso. Ad esempio, si possono consultare i siti dei seguenti enti: Organi Costituzionali, Governo e Ministri, Magistratura, Garanti, Comitati, FF.AA. e Polizia, Enti statali, Enti di ricerca, Università, Ordini Professionali, Regioni e Province, Comuni. Link utili Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana http://www.gazzettaufficiale.it/ Qui di seguito sono elencati i siti Internet delle Regioni in cui è possibile consultare i bandi pubblicati nei Bollettini Ufficiali Regionali. - Regione Abruzzo http://bura.regione.abruzzo.it - Regione Basilicata http://buronline.regione.basilicata.it/Bur_2009/ricerca.aspx - Regione Calabria http://www.regione.calabria.it/index.php?option=com_content&task=section&id=38&Itemid=193 - Regione Campania http://burc.regione.campania.it/eBurcWeb/publicContent/home/index.iface - Regione Emilia Romagna http://bur.regione.emilia-romagna.it/ricerca - Regione Friuli Venezia Giulia http://bur.regione.fvg.it/newbur/ - Regione Lazio http://burl.ipzs.it/ - Regione Liguria http://www.bur.liguriainrete.it/ - Regione Lombardia http://www.bollettino.regione.lombardia.it/cs/Satellite?c=Page&childpagename=Regione/MILayout&cid=121338 2388642&pagename=RGNWrapper - Regione Marche http://www.regione.marche.it/Home/AttidellaRegione/BURBollettinoufficialedellaRegioneMarche.aspx - Regione Molise http://regione.molise.it/web/burm/burm.nsf - Regione Piemonte http://www.regione.piemonte.it/governo/bollettino/abbonati/2013/corrente/ - Regione Puglia http://www.regione.puglia.it/index.php?page=burp&opz=lrubrica - Regione Sardegna http://www.regione.sardegna.it/bollettino/ - Regione Sicilia http://www.gurs.regione.sicilia.it/ - Regione Toscana http://www.regione.toscana.it/burt - Regione Trentino Alto Adige http://www.regione.taa.it/bollettino/

3


- Regione Umbria http://www.regione.umbria.it/MEDIACENTER/FE/CategoriaMedia.aspx?idc=5&explicit=SI&user=3,23,24,25 - Regione Valle D’Aosta http://www.regione.vda.it/bollettino_ufficiale/ - Regione Veneto http://bur.regione.veneto.it/BurvServices/pubblica/HomeConsultazione.aspx

Esistono poi molti siti privati gratuiti dove sono reperibili i concorsi, sono facilmente rintracciabili con un qualsiasi motore di ricerca indicando la voce: concorsi pubblici. Di seguito elencati alcuni di questi siti: - http://www.simoneconcorsi.it - http://www.concorsi.it - http://www.concorsipubblici.com - http://www.nuoviconcorsi.it/ - http://www.networkconcorsi.com/

Inoltre, esistono quotidiani a diffusione locale e nazionale che si occupano delle informazioni relative ai concorsi. Tra questi: - La Repubblica, con l’inserto del lunedì “Affari e Finanza” - Il Sole 24 Ore, con l’inserto del lunedì “Lavoro e Carriere” - Il Corriere della Sera, con il supplemento del lunedì “Corriere Lavoro”

Per tutte le informazioni che riguardano l’Unione Europea, la pubblicazione di riferimento è la Gazzetta Ufficiale delle Comunità Europee (GUCE), che esce il mattino successivo a ogni giorno feriale. Comprende due parti: L (legislazione) e C (comunicazioni e informazioni).

4


Lavorare nel settore pubblico