Issuu on Google+

TOSCANA Il Si.P.Pe. scrive al Provveditore regionale per evidenziare l'assenza di un dirigente e di un funzionario effettivi alla C.R. Porto Azzurro.

auspicando che a breve segua l'impiego definitivo di un Dirigente e di un Funzionario in servizio a Porto Azzurro... 30/12/2013 Fonte www.inTOPIC.it.

*****

ANZIO Si.P.Pe.: pima di assumere, restituiteci i poliziotti penitenziari nascosti nei palazzi del potere.

E' ormai da troppo tempo che si rileva la mancanza di un Direttore e di un Comandante per la Casa di Reclusione di Porto Azzurro. L'Istituto per mesi ha continuato a funzionare grazie all'impegno e abnegazione dimostrati dal personale che pur senza le due figure "apicali" ha continuato ad assolvere a testa alta agli impegni demandati. I pochi Sottufficiali presenti hanno di certo apportato il Loro contributo di esperienza e capacità, anche affiancati da personale del Ruolo degli Assistenti che, pur se non di competenza, ha dato e continua a dare il meglio. Nei mesi, vari Dirigenti hanno svolto servizio di reggenza in missione e in alcune occasioni si è cercato anche di portare avanti il lavoro organizzativo e contrattuale con le OO.SS., si è pure giunti a vedere "parzialmente riaperto" il barspaccio.... La Segreteria Generale Si.P.Pe. scrive al Provveditore Regionale

Sembra inverosimile – dichiara il Segretario Generale del Si.P.Pe. Alessandro De Pasquale - che qualcuno chieda a gran voce l’assunzione di poliziotti penitenziari quando invece si potrebbe prima procedere al rientro in sede di buona parte del personale distaccato, restituendolo quindi ai servizi istituzionali. Lo stesso articolo 5 della legge 395/90 prevede che gli appartenenti al Corpo di polizia penitenziaria non possono comunque essere impiegati in compiti che non siano direttamente connessi ai servizi di istituto”. “Mi chiedo – aggiunge De Pasquale - se sia giusto riconsegnare l’uniforme a quel poliziotto penitenziario distaccato al Ministero della Salute che svolge, a quanto pare, mansioni di archivista. E’ pur vero che dal 1990 ad oggi sono intervenute varie disposizioni di legge che affidano alla polizia penitenziaria diverse mansioni ma è altrettanto vero

che tra queste non sembra rientrare quella di archivista presso il Ministero della Salute o di portaborse di qualche politico”. Di questi tempi – sostiene il Si.P.Pe. - il rientro negli istituti penitenziari della maggior parte dei poliziotti distaccati nei palazzi del potere, si porrebbe come un atto di “civiltà giuridica” e sarebbe anche una forma di rispetto per il lavoro svolto da 37.967 uomini e 7.080 donne della polizia penitenziaria che tutti i giorni, 24 ore su 24, svolgono le funzioni per le quali sono stati assunti, gestendo in condizioni operative disagiate 63.628 detenuti. Le assunzioni sono certamente importanti e il Si.P.Pe. le sosterrà sempre ma secondo De Pasquale, prima di procedere ad una spesa pubblica bisogna tener conto della gestione strategica delle risorse umane in servizio, anche alla luce dei principi di efficacia ed efficienza dell’azione amministrativa. A questa anomalia dei distaccati si aggiunge inoltre l’ormai noto problema del sovraffollamento che registra negli istituti penitenziari una presenza di 63.628, quando il limite di capienza massima è di 45.225 detenuti. Lo svuota carceri – conclude De Pasquale – non è sufficiente a rispettare quegli standard che impone la stessa Europa, occorrono provvedimenti coraggiosi che consentano di azzerare il fallimento del sistema penitenziario e quello della giustizia, tracciando quindi un nuovo percorso. 23/12/2013 Fonte www.inTOPIC.it.

*****

ANZIO Carmine Olanda, nominato responsabile nazionale

Ai sensi dell'articolo 7, comma 3, del decreto legislativo 9 aprile 2003, n. 70, inform@sippe è una pagina web che non costituisce un prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e non si avvale delle provvidenze previste dalla legge 7 marzo 2001, n. 62. Per maggiori informazioni leggi disclaimer del sito. Copyright © 2013 Si.P.Pe. Tutti i diritti sono riservati.


amministrativo / contabile del Si.P.Pe..

E' stato affidato a Carmine Olanda, Segretario Locale del Si.P.Pe. di Velletri, l'incarico di Responsabile Nazionale amministrativo/contabile del Si.P.Pe. "Olanda - dichiara il Segretario Generale Alessandro De Pasquale - è una persona onesta che si è guadagnata la fiducia del comitato nazionale del sindacato". La decisione di affidare la gestione economica del sindacato ad un soggetto non appartenente alla Segreteria Generale - aggiunge De Pasquale fa parte di un progetto di trasparenza, correttezza e collegialità. 20/12/2013 Fonte www.inTOPIC.it.

*****

vita. "Occorre istituire una Commissione interministeriale incaricata ad analizzare in concreto la portata di tali fenomeni, in particolare quelli del suicidio, nell'ambito professionale delle forze di polizia in quanto dichiara Giuseppe Nazzaro, Dirigente sindacale del Si.P.Pe. tali fatti potrebbero essere direttamente correlati allo stress lavorativo ed economico vissuto dagli appartenenti alle forze dell'ordine". "Queste tragedie aggiunge Nazzaro - vengono spesso sottovalutate senza tener conto che sono un risultato di un lavoro ritenuto ormai usurante". "Il sovraffollamento delle carceri dichiara invece il Segretario Generale del Si.P.Pe. Alessandro De Pasquale - non si affronta con "mini provvedimenti" diretti solo a pochi detenuti ma attraverso un provvedimento concreto che azzeri l'inefficienza del sistema giustizia e quello penitenziario". "Inoltre aggiunge De Pasquale - uno dei fenomeni che contribuisce ad alimentare lo stress tra i poliziotti penitenziari è la discutibile gestione delle risorse umane sul posto di lavoro, spesso affidata ad amministratori poco attenti al principio del contemperamento degli interessi". 18/12/2013 Fonte www.inTOPIC.it.

*****

ROMA Si.P.Pe.: necessario istituire commissione interministeriale per valutare in concreto il fenomeno dello stress nelle forze di polizia.

GIARRE Marco Catania assume l’incarico di Segretario Locale del Si.P.Pe..

movimento sindacale e di assumere l'incarico di segretario, perché, come tutti gli associati, condivide i principi e gli obiettivi, apprezzandone anche la concretezza, qualità fondamentale che in questo periodo è particolarmente richiesta vista la crisi sindacale che stiamo vivendo ". 16/12/2013 Fonte www.inTOPIC.it.

*****

ROMA Convenzione telefonica NOITEL-Si.P.Pe. - Per tutti gli iscritti ed i propri familiari.

E' attiva la convenzione NOITEL con SIPPE esclusiva per gli iscritti Si.P.Pe. e per i loro familiari. Un'opportunità da non perdere visto che, sotto i vari profili, permette un notevole risparmio in presenza di un elevato uso della telefonia. Inoltre oltre alla telefonia mobile, è possibile aderire ai servizi ADSL e senza pagare in canone Telecom. Con questa convenzione, si possono chiamare tutti, 24 ore su 24 e senza limiti, tutto IVA inclusa. 15/12/2013 Fonte www.inTOPIC.it.

*****

ROMA Il governo mi blocca lo stipendio? "io faccio ricorso!"

Il Sindacato Polizia Penitenziaria Si.P.Pe. interviene in merito all'omicidio/suicidio avvenuto nel Carcere di Torino dove un poliziotto penitenziario, Giuseppe Capitani di 47 anni, uccide per futili motivi un collega Gianpaolo Melis, 52 anni, togliendosi poi la

Marco Catania (foto) è il segretario locale del Si.P.Pe. nel Carcere di Giarre (CT). Marco dichiara Alessandro De Pasquale Segretario Generale del Si.P.Pe. - ha deciso di far parte del nostro

L’Italia e’ un paese dove i nostri politici predicano

Ai sensi dell'articolo 7, comma 3, del decreto legislativo 9 aprile 2003, n. 70, inform@sippe è una pagina web che non costituisce un prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e non si avvale delle provvidenze previste dalla legge 7 marzo 2001, n. 62. Per maggiori informazioni leggi disclaimer del sito. Copyright © 2013 Si.P.Pe. Tutti i diritti sono riservati.


bene ma razzolano male. I politici, specialmente in campagna elettorale, si mostrano sempre vicini alle donne e agli uomini delle forze di polizia ma purtroppo, a quanto pare, nella realtà non investono neanche un euro sul comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico. In parlamento tutti litigano ma quando si tratta di approvare norme sui vitalizi, sulle indennità parlamentari, escono fuori le c.d. “maggioranze trasversali”. E’ arrivato il momento di REAGIRE e fare la cosa più giusta contro una politica sorda che non intende investire un centesimo sulla sicurezza dei cittadini. FACCIAMO RICORSO E RIPRENDIAMOCI I NOSTRI DIRITTI. Per sinteticità non si elencano i vari motivi che hanno portato al blocco degli stipendi con accessori, ci si limita solo a ricordare che tali blocchi retribuitivi ultra annuali - decisi in via autoritativa ed unilaterale dallo Stato- si traducono in un tributo implicito (o forse del tutto esplicito) originato da mancati aumenti stipendiali circoscritto ad una specifica platea di contribuenti invece che alla totalità degli stessi. Orbene, poiché i poliziotti non possono pagare per tutti (anche per i politici), il Si.P.Pe. propone a tutte le donne e agli uomini delle forze di polizia aderire all’iniziativa: “IL GOVERNO MI BLOCCA LO STIPENDIO? IO FACCIO RICORSO” Poiché questa nostra iniziativa non è finalizzata al procacciamento di tessere ma è una naturale conseguenza che ci induce ad opporci all'indifferenza della politica, il Si.P.Pe. ha deciso di estendere il ricorso a TUTTI (Corpo Forestale dello Stato, Polizia Penitenziaria e Polizia di Stato). 14/12/2013

*****

PISA Droga nel carcere: Don Bosco, entrava dai colloqui.

Brutta

sorpresa ieri mattina durante una maxi perquisizione nel carcere di Pisa: gli agenti della Polizia Penitenziaria, unitamente al gruppo cinofili, hanno rinvenuto sostanze illecite all'interno delle camere detentive. "Queste cose - commenta il vice segretario generale del Si.P.Pe. Romeo Chierchia - avvengono perché le carceri Italiane sono piene e la stragrande maggioranza dei detenuti sono extracomunitari e ciò penalizza il controllo e l'osservazione da parte di chi espleta la funzione dell'ordine e sicurezza delle carceri". La droga con molta probabilità veniva introdotta nel reparto colloqui, quando i familiari andavano a trovare i detenuti nel penitenziario pisano. "Il risultato aggiunge Chierchia è encomiabile. Il lavoro degli operatori di Polizia Penitenziaria, nonostante che siano sottoposti a turni massacranti, costretti a lavorare in un ambiente difficile, magari a centinaia di chilometri da casa, hanno dato il massimo per mantenere alto il buon nome dell'istituto penitenziario, visto il recente passato negativo". Intanto la politica, salvo qualche eccezione, appare al vice segretario abbastanza distante dai problemi della realtà carceraria. "Mi fanno ridere - ironizza il vice segretario generale - prendiamo il provvedimento cosiddetto 'svuota carceri' rappresenta una goccia nel mare. Se si vuole davvero affrontare il problema del sovraffollamento serve una legge

di amnistia non serve l'indulto. Il Parlamento deve assumersi questa responsabilità davanti al Paese. Il carcere deve essere l'ex-trema ratio alla quale il giudice deve ricorrere quando non ha altre alternative. Bisogna anche pensare ad altri strumenti e personalmente suggerisco 'la cauzione' per alcuni reati. La classe politica non può restare inerte di fronte anche alle tante condanne in sede comunitaria che il nostro Paese subisce per le condizioni disumane in cui si trovano i nostri detenuti. Se andiamo avanti così le prossime condanne saranno per lo sfruttamento del lavoro degli agenti di Polizia Penitenziaria costretti a lavorare duramente per coprire più posti di servizio contemporaneamente e a volte anche quattro posti consecutivi, con le conseguenze, in termini di salute, stress e tensione e senza riconoscere il giusto equilibrio economico". 13/12/2013 Fonte www.inTOPIC.it.

*****

SONDRIO Lorenzo Saccucci è il nuovo Segretario Locale del Si.P.Pe..

Lorenzo Saccucci (nella foto) ha accettato di assumere l'incarico di Segretario Locale del Si.P.Pe. presso il penitenziario di Sondrio. Lo annuncia Angelo Montuori vice segretario generale del Si.P.Pe. "La crescita del Si.P.Pe. è ormai sotto gli occhi di tutti dichiara Montuori - specie nella regione Lombardia. Lorenzo Saccucci è un altro tassello che si

Fonte www.inTOPIC.it.

Ai sensi dell'articolo 7, comma 3, del decreto legislativo 9 aprile 2003, n. 70, inform@sippe è una pagina web che non costituisce un prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e non si avvale delle provvidenze previste dalla legge 7 marzo 2001, n. 62. Per maggiori informazioni leggi disclaimer del sito. Copyright © 2013 Si.P.Pe. Tutti i diritti sono riservati.


aggiunge al grande progetto del Sindacato".

- Visita il nostro sito

SITI REGIONALI

ufficiale WWW.SIPPE.IT 07/12/2013

Si possono visitare i seguenti siti delle Segreterie Regionali:

Fonte www.inTOPIC.it.

*****

MILANO Bollate Gianfranco Ciampi è il nuovo Segretario Locale del Si.P.Pe..

- Seguici su facebook

-

Contatta la Segreteria Generale segretiagenerale@sippe.it

Gianfranco

Ciampi

(nella foto) ha accettato di assumere l'incarico di Segretario Locale del Si.P.Pe. presso il penitenziario di Milano Bollate. Lo annuncia Francesco Volpe, Dirigente Nazionale del Si.P.Pe. "La crescita del Si.P.Pe. in Lombardia non si ferma - dichiara Volpe - in pochi mesi abbiamo aperto segreterie nel carcere di Voghera, Milano San Vittore, Sondrio e Milano Bollate. Il nostro obbiettivo - aggiunge Volpe - è quello di essere presenti in tutti gli istituti della Lombardia e in particolar modo nel penitenziario di Como dove abbiamo già dei contatti che dovrebbero concretizzarsi con il nuovo anno. Il Si.P.Pe. è ormai una realtà sindacale concreta su tutto il territorio Nazionale e grazie alla leadership del Segretario Generale Alessandro De Pasquale e dei suoi più stretti collaboratori, sono convinto che saranno raggiunti gli obiettivi prefissati".

www.sippelombardia.altervista.org

www.sippesicilia.altervista.org

-

Contatta

lo

studio

www.sippelazio.altervista.org

legale studiolegale@sippe.it

www.sippetoscana.altervista.org

www.sippecalabria.altervista.org

www.sippecampania.altervista.org

- Contatta direttamente

il segretario generale www.sippeliguria.altervista.org

335.7128657 www.sippepuglia.altervista.org

www.sippemarche.altervista.org

08/12/2013 Fonte www.inTOPIC.it.

*****

www.sippeabruzzomolise.altervista.org

Ai sensi dell'articolo 7, comma 3, del decreto legislativo 9 aprile 2003, n. 70, inform@sippe è una pagina web che non costituisce un prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e non si avvale delle provvidenze previste dalla legge 7 marzo 2001, n. 62. Per maggiori informazioni leggi disclaimer del sito. Copyright © 2013 Si.P.Pe. Tutti i diritti sono riservati.


Inform@sippe 0009