Issuu on Google+

Numero 30 - Luglio 2012

Autorizzazione del Tribunale di Vigevano numero 3/88

PERIODICO QUADRIMESTRALE DI ATTUALITà, CULTURA E SPETTACOLO EDITO DA PRO LOCO DI ROBBIO

Con il patrocinio della

TUTTI DIETRO AL MURON

Provincia di Pavia

Città di Robbio

Comitato Organizzatore Palio

Pro Loco - Robbio

EDIZIONE

28 ROBBIO

Settembre in Lomellina

Ecomuseo del paesaggio Lomellino

2012


Luglio 2012

Palio dl’Urmon, un grande orgoglio per tutta la città Palio, i vincitori dal 1985

N

• 1985: Mulino • 1986: Ciot • 1987: Ciot • 1988: Piana • 1989: Torre • 1990: Campagnola • 1991: Ciot • 1992: Ciot • 1993: Mulino • 1994: Ciot • 1995: Torre • 1996: Ciot • 1997: Ciot • 1998: Mulin • 1999: Mulin • 2000: Mulin • 2001: Ciot • 2002: Castello • 2003: Castello • 2004: Ciot • 2005: Mulin • 2006: Muron • 2007: Piana • 2008: Ciot • 2009: Castello • 2010: Torre • 2011: Muron

onostante tutto Orieto David, in sella da è ancora Palio più di due lustri, e figura più che mai. centrale e carismatica del Questa manicomitato, che ha creato festazione, che a fianco a sé una rete di è un orgoglio per tutta la collaboratori e responsabinostra città, continua a vili delle varie aree organizvere e a pensare in granzative, che interagiscono de. Il Palio dl’Urmon non è in piena autonomia. E certo immune ai problemi altrettanto fondamentaeconomici che attanagliale è il supporto dei Presino tutti noi in questo difdenti, dei contradaioli,dei ficile periodo storico. Nocommercianti, delle nostante ciò la manifestaassociazioni,la Pro Loco, Il primo cittadino e le varie attività produttizione non ne risente più di tanto nel suo equilibrio generale e nella ve che ,sostengono economicamente il sua articolazione di eventi, che ormai co- grande evento. E a fronte di tanto impelorano il centro di Robbio per dieci giorni gno non verrà mai meno il supporto, in consecutivi tra la fine di agosto e i primi di assoluto,dell’Amministrazione Comunale. settembre. Nulla è lasciato al caso però, Buon Palio 2012 a tutti. e grande merito è sicuramente da attribuire ai volontari che operano all’interno Marcelo Gasperini del comitato. Perfettamente coordinati da Sindaco di Robbio

I

Non si diventa grandi con i “se”, ma si cresce “nonostante”

l 4 settembre 2011 pioveva, pioveva a dirotto. Goccioloni che avevano i rintocchi di una campana funebre. Infatti mai il Palio in 27 anni di vita è sembrato così vicino all’annullamento. Poi nel pomeriggio ha fatto capolino il sole. La corsa delle carriole si è fatta regolarmente, la sfilata è stata annullata però. Non del tutto. Alcuni rioni, soprattutto quelli con figuranti dall’età media

bassa, sono transitati lo stesso in piazza Libertà con il loro carico di entusiasmo. E’stato un segnale importante. Gli occhi dei ragazzi e delle ragazze che hanno dismesso i vestiti “civili” e indossato, nonostante tutto, quelli da figuranti parlano più delle canzoni intonate durante la loro sfilata in versione mignon. Nelle loro pupille non c’erano le lacrime di chi vede crollarsi addosso il mondo per un qualco-

Hanno collaborato: Luglio 2012

Direttore responsabile: Sandro Barberis

Marco Ferrara Alfredo Panzeri

Raccolta pubblicitaria a cura di Alessio Crivellari

Alessi

sa di importante che è sfumato quasi del tutto. Ma c’era l’entusiasmo di chi guarda avanti comunque. Una lezione importante per tutti, anche per chi ci guida in questi anni duri: non si diventa grandi con i “se”, ma si cresce “nonostante”. Sandro Barberis direttore “Qui Robbio” PS: a Gino, che mi legge da lassù

www.paliodlurmon.com info@paliodlurmon.com Impaginazione, grafica, stampa

3


Luglio 2012

Sempre meno entrate per il Palio, l’impegno dei volontari è una manna

4

L

a crisi morde in tutti i settori. Il Palio non è esente da questo momento difficile dell’economia italiana e locale. Una situazione che negli ultimi anni ha portato ad una diminuzione costante dei contributi a favore della manifestazione. Il volume di contributi esterni non è più quello di una volta e il Comune è alle prese con un bilancio sempre più risicato e può aiutare con il contagocce la manifestazione. Le aziende private hanno come obiettivo quello di chiudere l’anno senza avere il segno “meno” nella parte finale del loro bilancio: gioco-forza quindi le sponsorizzazioni non sono più quelle che veI giochi nivano erogate solo cinque, tra i rioni sei anni fa. Il Palio dl’Urmon va avanti e non torna sui suoi passi. Il carnet di manifestazioni ed iniziative legate alla kermesse è anche quest’anno ricco e zeppo di nuove proposte. Tutto ha un costo però. La domanda quindi sor-

il carnet di eventi è pieno zeppo di nuove proposte

di Cristina e Giulia

Piazza della Libertà, 32 Robbio (Pv)

Abbigliamento donna e accessori

Via Marconi 51 - 53 • ROBBIO

ge spontanea. Come fa il Palio ad andare avanti con meno soldi, ma con una serie di iniziative ed eventi sempre più ricco, variegato e con la presenza di ospiti “prezzolati”? La risposta sta tutta in un aspetto peculiare di tutte le realtà associative e sociali robbiesi: il volontariato. È il lavoro silente e gratuito dei componenti del comitato Palio che permette a questa manifestazione di restare viva più che mai. Il coordinatore Orieto David è sempre in prima linea con i suoi “fedelissimi”. Si impegnano tutto l’anno per racimolare “euri” in vista del loro Palio. Soprattutto grazie allo stand della sagra del cotechino, che a più riprese durante l’anno viene rispolverato (a Robbio e fuori Robbio) per giornate culinarie che iniziano all’alba per chi deve preparare il tutto. Giornate di volontariato che permettono al Palio di continuare a vivere.


Luglio 2012

Sua Maestà il cotechino ancora protagonista nel 2012

P

alio dl’Urmon, una festa dedicata allo sport, al folclore e al divertimento, ma soprattutto dedicata alla gastronomia e alla buona cucina. La piattaforma base sulla quale si muoveranno i responsabili del settore-gastronomia del comitato Palio è sempre la stessa, ovvero stand del cotechino per tutta la durata della manifestazione, a partire da giovedì 23 agosto, e maxi paniscia finale nella giornata conclusiva del Palio, domenica 2 settembre. Ma non ci saranno soltanto cotechini e paniscia. Ogni sera il menù proposto dai cuochi dello stand varierà secondo il tema prescelto, il ristorante all’aperto funzionerà anche a mezzogiorno, la carta dei vini sarà completa e di qualità e non mancherà la prelibata porchetta che ha rappresentato la novità del 2011. E poi sono in fase organizzativa altri progetti, che potrebbero vedere protagonisti i ristoratori del paese, al fine di un maggiore coinvolgimento all’interno della manifestazione e al fine di una migliore promozione e visibilità di ogni singolo esercizio. Purtroppo, mentre il Qui Robbio sta andando in stampa, non sono

OGNI SERA SARà PROPOSTO UN MENù con piatti differenti

ancora stati definiti i particolari dell’operazione, quindi non c’è la possibilità di dettagliarla ai lettori. L’ultimo elemento da citare, che rappresenta una ulteriore eccellenza gastronomica del Palio robbiese, è quello relativo alla notte La grande bianca. La festa si svolgerà venerdì 31 agosto padella e il centro di Robbio si trasformerà in una torcida immensa, dove non mancheranno stand gastronomici, ristoranti e bar all’aperto e l’intramontabile stand del cotechino.

Specialità ti pic della zona he

I cudjin e i salam dla duja dal nos Palio Punti vendita:

CONFIENZA - Via Vittorio Emanuele II - Telefono 0384.64053 GRANOZZO - Via Matteotti 30 - Telefono 0321.55487

5


Luglio 2012

Sfuias, robbiesi d’autore per dodici scatti mozzafiato

U

6

n progetto, uno scatto famoso, dei soggetti robbiesi, degli appassionati dell’obiettivo del Foto Club: miscelate insieme questi ingredienti ed otterrete lo Sfuias. I robbiesi nei dodici mesi che vanno da settembre 2012 ad agosto 2013 saranno accompagnati da un calendario del tutto particolare ed innovativo. Il segnatempo legato alla ventottesima edizione del Palio dl’Urmon infatti avrà scatti davvero particolari che accompagneranno i robbiesi lungo il corso dei dodici mesi. L’idea è venuta ad Alfredo Panzeri, da anni curatore artistico di diverse pubblicazioni del Palio. “Ho pensato di rifare, con i mezzi a nostri disposizione, dei soggetti resi famosi da una foto, un film o la copertina di un disco - spiega Alfredo Panzeri - con persone di Robbio all’interno della foto”. Idea bella, ma non facile da realizzare. Panzeri però è uno di quelli che non molla mai. Così ha allertato lo stato maggiore del Foto Club

Foto service La copertina 2012

(da quest’anno guidato da Rosario Tinirello) ed ha organizzato i set fotografici. Gli obiettivi di Giuseppe Panzeri, Antonio Destro, Carlo Besozzi, Rosario Tinirello, Gugliemo Andreoli, Alessandro Busti, Luciano Povolo e Valter Melazzini hanno immortalato gli scatti del calendario. I cariolantes del Palio dl’Urmon sono diventati gli eroi di Berlino della famosa foto scattata appena dopo la vittoria della coppa del Mondo di calcio nel 2006, il sindaco Marcelo Gasperini ed il parroco don Gianni Fagnola si sono trasformati per pochi minuti nei personaggi di Giovanni Guareschi. Gasperini ha vestito i panni di Peppone (sindaco di Brescello) e don Gianni quelli di don Camillo (parroco del paese). Alcuni adoni robbiesi (tra cui il direttore del Qui Robbio Sandro Barberis) sono diventati gli spasimanti di Marilyn Monroe (incarnata dalla splendida Ambra Giarda) nel film “Gli uomini preferiscono le bionde”. Insomma ci sarà da divertirsi per dodici mesi.

Servizi fotografici

Eventi Sportivi, culturali e cerimonie Consegna immediata stampe www.foto-service.it

info@foto-service.it

Corso Vittorio Emanuele, 25 - Confienza (Pv) - 348.8951080

Poliambulatorio

Centro Ginnico Riabilitativo Piazza Libertà, 29 - 27038 Robbio (Pv) Tel. 0384.672895 - Cell. 346.3795240

Outlet

Contrada San Lorenzo, 3/5 - 27036 Mortara (Pv) Cell. 346.3795240


Luglio 2012

Si arricchisce di una novità la fase finale della sfida

C

’è una novità nel programma degli otto giochi che sotto il tendone di piazza Dante da lunedì 27 a giovedì 30 agosto assegneranno gli ultimi punti validi per stabilire l’ordine di partenza della corsa delle carriole che deciderà il vincitore di quest’edizione del Palio. Il nuovo gioco si chiamerà “Sciopa la bomba”, gara introdotta lo scorso anno. L’elemento acqua la farà da padrone nel nuovo gioco, studiato da uno dei volti nuovi della task-force giochi Alessandro Bognetti. “Sarà un gioco di squadra - spiega Bognetti - i giocatori dei rioni, sotto i 16 anni, dovranno fare un percorso e passarsi dei gavettoni evitando che questi scoppino prima dell’arrivo alla fine”. Confermati gli altri classici del Palio: pallamattone, carrioline per bambini, bala an front, tiro alla fune e taglio del bicc. In calendario anche le novità degli ultimi anni pasa sul traul e imbroiamond.

I

Gialloverdi in testa Ciot re del Pre Palio

l Ciot è il re del pre Palio. Il rione gialloverde guidato da Claudio Signorelli ha concluso i primi giochi al meglio, riscattando la deludente prestazione dello scorso anno durante tutte le gare valide per assegnare punti al fine di stabilire l’ordine di partenza della corsa delle carriole. Un dominio quasi assoluto quello del Ciot. L’unico rione in grado di contrastarlo è stato il Castello. I rossoblù di Roberto Pocorobba seguono a soli quattro punti di distanza. Sotto il tendone di piazza Dante tutto può succedere. Chi vince un gioco guadagna 9 punti, il secondo 7 e così fino a scalare all’ultimo che ottiene un punto. La scalata del Ciot è iniziata nel torneo di truco. Nella gara di carte vinta dal Castello il Ciot è arrivato terzo. Vittorie gialloverdi nella pesca e nelle bocce. Unica delusione nel tiro con l’arco, quinto posto del Ciot e gara vinta dalla Torre. Poi il prepalio si è chiuso con il calcetto. Trionfo del Mulin e terzo posto del Ciot. Questa la classifica:Ciot 34 punti, Castello 30, Campagnola 25, Torre 24, Mulino 23, Muron 18, Balin 17 e Piana 12.

sarà introdotto il gioco a squadre “sciopa la bomba”

7


Luglio 2012

L’assessore Francese applaude l’impegno dei tanti volontari

8

R

obbiese doc, assessore alla Cultura da un anno e mezzo. Roberto Francese a soli 27 anni ha energie ed entusiasmo che contagiano. Ma come vede l’amministratore di piazza Libertà il Palio? È il tuo secondo Palio da assessore, ma il primo che vivi totalmente con questo ruolo. Come ti sembra che stia nascendo questa edizione? Lo scorso anno purtroppo non ho potuto seguire l’intera organizzazione essendo subentrato pochi mesi prima dell’evento.Questa edizione promette molto bene. Io come ha sempre fatto anche Marcello lascio completa autonomia decisionale al Comitato. Metto a disposizione le mie idee e il mio tempo libero (che non è molto). Qualcosa stiamo ottenendo. Il comitato presieduto da David ha un’esperienza che tutti ci invidiano. Il Palio è uno dei pilastri portanti della Capitale del Volontariato. Quello che dico sempre, e che non mi stuferò mai di dire, è che il volontariato sopperisce alle mancanze della Pubblica Amministrazione, e a Robbio avere persone che dedicano il loro tempo libero anche al Palio è sicuramente un valore aggiunto. Non si potrebbe neanche immaginare di realizzare il Palio senza i volontari, senza i rioni, senza le famiglie e senza i bambini e ragazzi che giocano e si allenano con costanza. Inoltre quest’anno sono state proposte vantaggiose collaborazioni a costo zero sia ai commercianti che ai ristoranti e bar che sembrano rispondere bene. Roberto In questo momento di crisi ci stiamo tutti rimboccando Francese le maniche per trovare fondi che purtroppo non bastano mai. Grazie soprattutto all’instancabile lavoro dei ragazzi dello stand del cotechino questo Palio è in continua crescita e si autofinanzia quasi al 90%. Credo sia un altro primato per la nostra città. Negli altri paesi e città anche più grandi di Robbio “Al dì dl’a festa” si riduce a

LA PROPOSTA: INSERIRE UNA GARA DI VELOCITà CON LE CARRIOLE

un paio di giorni di concerti e fiere. A Robbio, grazie a tanta brava gente, abbiamo una sagra che supera i dieci giorni e ogni anno è in grado di regalare nuove emozioni e sempre maggiore qualità. Quest’anno le novità più rilevanti si vedranno sul palco sempre più tecnologico. Come vedi il Palio tra dieci anni? Grazie all’apertura mentale dello “zoccolo duro” del comitato, lo vedo sempre meglio. Le idee dei giovani vengono ascoltate e supportate. Lancio un appello alle persone che dicono che il Palio dovrebbe rinnovarsi. Le porte sono aperte, anzi spalancate .Chi ha idee e tempo per realizzarle è ben accetto! Orieto e il suo team sono contentissimi di essere aiutati e, con il tempo, sostituiti: da loro c’è molto da imparare.Purtroppo è più facile criticare piuttosto che rimboccarsi le maniche. La popolazione invecchia, i giovani sono sempre meno. Come possono vivere ancora le manifestazioni popolari? La tua ricetta? Purtroppo convincere i giovani a partecipare è sempre più difficoltoso. Secondo me la strada che si sta percorrendo è quella corretta. Occorre fare eventi sempre più cuciti su misura dei giovani, farli divertire. In questo modo capiranno l’importanza di fare qualcosa per ravvivare la città e si sentiranno in dovere di entrare a far parte delle nostre associazioni e dare continuità agli eventi. Una cosa che inseriresti nel Palio? Mi piacerebbe una delle sere una gara di velocità sulla breve distanza tra i cariolantes, ad esempio 100 metri con la carriola. Una cosa per la quale mi batto da anni è un maxi schermo in piazza che trasmetta tutta la gara per spettacolarizzarla. Sto tentando di convincere qualche TV locale a trasmettere la gara in diretta così ogni bar potrebbe, a costo zero, mettere all’esterno una TV. Con internet sembra facile, ma non abbiamo le conoscenze e le strumentazioni adatte per riuscire a fare un lavoro qualitativamente accettabile. Ultima domanda secca, chi vince ? E’ una gara talmente dura che vince sempre il migliore,anzi i migliori. Il bello del Palio è che vince tutto il rione perchè ognuno fa la sua parte.


Luglio 2012

Otto rioni e tanta adrenalina: la città pronta a darsi battaglia

O

tto rioni, centinaia di emozioni, decine di giocatori pronti a darsi sportivamente battaglia durante tutto il Palio. I primi assaggi durante il pre Palio, poi sotto il tendone di piazza Dante i

giochi che determineranno la griglia di partenza della corsa delle carriole. E poi lei la gara regina del Palio: tre uomini spinti dall’entusiasmo di tutti i contradaioli assiepati sul percorso. Ma come vivono l’attesa i presidenti e i rionali robbiesi ? Momenti carichi

MURON

di adrenalina, di speranze, ma anche di preoccupazioni in vista del Palio. Solo uno di loro potrà gioire per la vittoria, gli altri dovranno attendere ancora 365 giorni prima di poter soddisfare la loro sete di rinvincita. Eccoli qua gli otto rioni robbiesi:

PIANA

Bissare il successo, l’impresa è possibile

Una partenza a rilento: tenta la sopresa finale

S

ono i campioni uscenti del Palio dl’Urmon e quest’anno tenteranno il bis, cercando di custodire in contrada per un altro anno il trofeo in acciaio inox. Il Rione Muron, nonostante una partenza un po’ in sordina nei giochi primaverili, non si nasconde dietro ad un dito e punta a vincere nuovamente la gara delle carriole. “Fare un’altra volta centro sarebbe davvero speciale - ha detto la presidentessa Stefania Cesa, da poco diventata mamma del piccolo Pietro - un’ulteriore vittoria premierebbe nuovamente il punto di forza della nostra contrada, ovvero l’intero staff rionale, capitanato da Davide Andreoli e Michele Bianchi, che non mi stancherò mai di ringraziare. Il nostro punto debole? Sicuramente la sfortuna: negli anni scorsi abbiamo dovuto spesso fare i conti con la malasorte, fra sacchi rovesciati a pochi metri dal traguardo e imprevisti nei giochi sotto al Palapalio”. Il Rione Muron, vittorioso nell’edizione del 2011, gareggerà con una terna inedita formata da Davide Cestarioli, Matteo Pezzana e Giandomenico Polenghi.

I setaioli non sono sazi

9

I

I pianaioli sperano ancora in San Nicolao

l Rione Piana quest’anno si presenterà ai giochi in piazza all’ultimo posto. “È vero - conferma il presidente Marco Ferrara - in questa edizione partiremo fortemente penalizzati: siamo stati sfortunati nelle gare Prepalio, in particolare a Truco, ma ciò non ci impedirà di dare il meglio nelle sfide di fine agosto sotto al Palapalio. La forza della nostra contrada sta nel gruppo, che è composto da persone di ogni età, per un connubio di freschezza ed esperienza”. Il Rione Piana, uno fra i più piccoli degli otto, ha vinto il Palio solo nel 1988, quando i contradaioli scomodarono addirittura il patrono San Nicolao per avere la meglio nella corsa delle carriole e nel 2007, quando a sorpresa la terna formata da Maurizio Vigino, Aldo Cassiani e Patrizio Barbantani sbaragliò la più titolata concorrenza. “Da questo Palio mi aspetto una buona partecipazione nei giochi in piazza da parte del nostro rione: - ha aggiunto Ferrara - sarebbe bello vincere anche quest’anno la pallamattone, per la nostra contrada sarebbe la decima volta!”.


Luglio 2012

BALIN

TORRE

C’è sempre la prima volta: il 2012 sarà l’anno buono?

Un solo obiettivo in testa: ripetere l’impresa 2010

N

ella storia della manifestazione robbiese, è l’unico degli otto che non è mai riuscito a vincere un’edizione del Palio: il Canton Balin è la contrada che più di tutti vorrebbe portare fra i confini rionali l’ambito trofeo. “Come ogni anno – spiega il presidente Riccardo Cervio – il nostro sogno è quello di riuscire a conquistare il trofeo per la prima volta. Se centrassimo l’impresa, organizzeremo una grande festa! Dobbiamo essere però realisti, nemmeno quest’anno sarà facile avere la meglio sulla concorrenza: tuttavia entusiasmo, grinta e buona volontà non ci mancheranno di certo”. Quali sono i punti di forza e di debolezza del Canton Balin di quest’anno? “Fra gli aspetti positivi – prosegue Cervio – c’è sicuramente la presenza di tanti nuovi bambini: le nuove leve, se ben coltivate, potrebbero rappresentare il futuro del nostro rione; fra quelli negativi, invece, spicca l’assenza di giovani che vogliano impegnarsi nell’organizzazione della vita della contrada per dividerci i numerosi compiti”.

L

Il pavone vuole festeggiare la vittoria

I nobili sperano nei fasti di due anni fa a terna bianco-azzurra formata da Andrea Marchino, Billy Gobbi e Patrizio Barbantani è una delle più forti in circolazione, ma quest’anno i tre atleti potrebbero presentarsi ai nastri di partenza un po’ in difficoltà a causa di acciacchi fisici, dolori muscolari e infortuni vari. “I ragazzi che porteranno la nostra carriola sono gli stessi che nel 2010 ci regalarono una splendida vittoria: – mette in evidenza la presidentessa Simona Baldi – nonostante le premesse, sono certa che i nostri ragazzi non ci deluderanno, loro rappresentano il nostro punto di forza al pari dell’intero staff e di tutti i rionali che s’impegnano con passione nei giochi e nella sfilata domenicale. Fra i punti di debolezza abbiamo numerose difficoltà, ma non mi sento d’indicarne una in particolare”. Cosa ti aspetti da questo Palio per il tuo rione? “Di riuscire a piazzare la nostra carriola abbastanza avanti nella griglia di partenza per consentire ai ragazzi di fare una bella gara: - aggiunge Simona – se poi non sarà un’annata eccezionale come quella del 2010, spero che non sia nemmeno un’edizione da dimenticare!”.

EDILFERRO ROBBIESE

RIVENDITORE AUTORIZZATO

ADESIVI, SIGILLANTI PRODOTTI CHIMICI PER L’EDILIZIA

TECNOLOGIA DEL FUOCO

PROMOZIONI EDILKAMIN

CAMINETTI - STUFE PELLET E LEGNA OFFERTA PRESTAGIONALE PELLET FINANZIAMENTI PERSONALIZZATI

MAGAZZINO MATERIALE EDILE RIVESTIMENTI E PAVIMENTI CAMINETTI - POSA IN OPERA PAVIMENTI E RIVESTIMENTI IN GRES PORCELLANATO: ABK, ARPA VALSECCHIA, SERENISSIMA CIR CERASARDA, CERAMICA LIBERA TILO PARQUET, LAMINATI

EDILFERRO ROBBIESE di Casè Angelo & C. S.n.C - Via Matteotti 8, Robbio Telefono 0384.670573 • 0384.207766 • Fax 0384.670573 email: edilferro.robbiese@libero.it

11


Luglio 2012

CIOT

MULIN

Il debutto dei cariolantes: una nuova terna al via

Cambio generazionale: la missione è compiuta

H

anno già conquistato dieci edizioni del Palio dl’Urmon, ma non hanno alcuna intenzione di fermarsi: i gialloverdi del Ciot, dopo aver messo la stellina sulla maglietta nel 2008, puntano a trionfare di nuovo. E la classifica provvisoria, dopo cinque gare, dà loro ragione: attualmente la contrada si trova in vetta con 34 metri. “Il nostro punto di forza sta proprio in questo: - spiega il presidentissimo Claudio Signorelli - ogni anno cerchiamo di migliorarci e la voglia di fare bene è sempre tanta. Nella gara delle carriole proveremo una nuova terna, speriamo che ci regali delle sorprese! Punti di debolezza? Non so gli altri, ma noi non ne abbiamo!”. Cosa ti aspetti dal Palio 2012 per il tuo rione? “L’ultima volta che l’ho detto esplicitamente non ha portato bene quindi - aggiunge Signorelli - mi limito a rispondere che è troppo tempo che non si vince…”. E a chi gli fa notare che il Ciot trionfò l’ultima volta solo nel 2008, Signorelli risponde ridendo: “Non sai che quattro anni per noi sono già troppi?”.

12

I gitani vogliono l’undicesimo alloro

I

I panettieri sono a digiuno dal 2005

giovani che stanno facendo bene nell’organizzazione della contrada, apportando entusiasmo, freschezza e nuove idee al nostro rione”. Questo aspetto, per il presidente Sandro Pallanza, senza ombra di dubbio, rappresenta il punto di forza del Rione Mulino. “Dobbiamo assolutamente puntare sulle nuove leve per garantire nuova linfa alla nostra contrada e all’intera manifestazione. Fra i nostri punti di debolezza - aggiunge il numero uno dei gialloblu - c’è forse la poca cattiveria per cercar di ottenere risultati migliori durante le gare con gli altri rioni”. Cosa ti aspetti da questo Palio per il Mulino? “Quest’anno con noi c’è un nuovo carriolantes, che affiancherà Massimo Barbantani e Giovanni Bunone: - aggiunge Pallanza - è giovane, ha tanta voglia di fare ed è residente nel rione. Puntando su di lui, ci auguriamo nel complesso di raccogliere tutto quello che abbiamo seminato negli anni, cercando sempre di mantenere un buon livello sia nei giochi in piazza, sia nella sfilata storica della domenica”


Luglio 2012

CASTELLO

L’impegno di un anno per non deludere

V

ogliamo fare un grande Palio, organizzare una bella sfilata, essere competitivi in tutti i giochi in piazza e magari anche vincere per la quarta volta la corsa con le carriole di domenica 2 settembre!”. Sono queste le migliori intenzioni del Rione Castello, per l’edizione numero 28, espresse dal suo presidente Roberto Pocorobba. “Come ha spesso ricordato il sindaco Marcello Gasperini, nostro presidente onorario e nostro primo contradaiolo, siamo come una grande famiglia: – prosegue il numero uno rossoblù – a volte si va d’accordo, a volte si discute, altre si litiga, ma cerchiamo sempre di fare del nostro meglio per il Palio e per il nostro rione; fra i nostri punti forza c’è quindi la coesione, l’entusiasmo e le allegre riunioni che si fanno nel nostro quartier generale di Via Vignagrande! Il dar per scontato troppe cose e affrontarne altre con troppa leggerezza, invece, ha spesso rappresentato il nostro principale punto di debolezza. D’altronde, nessuno è perfetto! O no?”.

I castellani cercano il poker

CAMPAGNOLA

Dopo 22 anni di “digiuno” si punta alla vittoria

L

Gli agricoli a secco dal ‘90

a Campagnola vuole rompere un digiuno che dura da 22 anni. Il rione rossoverde non centra il successo nel Palio dal 1990. Quella resta l'unica vittoria nella storia della Campagnola: "Ora basta però - sottolinea il presidente Gianni Brindisi, in sella fin dal 1985 al rione - vogliamo provare a rivincere finalmente questo benedetto Palio". La Campagnola si affiderà, con ogni probabilità, ad una terna "autoctona" di cariolantes. Nella griglia di partenza, prima dei giochi in piazza Dante, i rossoverdi sono in terza posizione. "Nei giochi possiamo fare bene - commenta Brindisi - siamo sempre andati bene nei giochi in piazza perché siamo un rione grande, con zone di espansione e quindi abbiamo a disposizione forze fresche ogni anno". Chissà se questo mix basterà alla Campagnola per riportare dopo oltre quattro lustri il trofeo del Palio dl'Urmon all'interno dei propri confini ? La speranza è più viva che mai da parte dei contradaioli, che daranno il massimo nei giochi per far partire i cariolantes rossoverdi nelle prime posizioni della griglia di partenza della corsa delle carriole.

TABACCHERIA COMINELLI DA 20 ANNI CON VOI... Piazza Libertà 17, Robbio • Telefono e Fax 0384.672121 • e-mail: ankh78@virgilio.it

NOVITà DISTRIBUTORI 24H

DI SIGARETTE, TABACCO, RICARICHE TELEFONICHE ON LINE, MEDIASET PREMIUM, BIBITE E SNACK “Non siamo una grande distribuzione, MA VERIFICATE I NOSTRI PREZZI su materiale elettronico, batterie e prodotti per la casa”

DA NOI PUOI TROVARE ANCHE: • Articoli regalo • Snack, bibite • Profumi • Servizio fax e fotocopie • Lotto, Gratta e Vinci, Sisal, Superenalotto • Bolli auto, ricariche telefoniche • E MOLTO, MOLTO ANCORA...

13


Luglio 2012

Dal rione Mulino una carriola nuova di zecca ventisette anni di vita si fanno sentire per le otto “fuori serie”

Un momento della corsa

14

L

e carriole della corsa regina del Palio non sono immuni ai segni del tempo. Ventisette anni di vita si fanno sentire. Le otto “fuori serie” realizzate nel 1985 per dar vita alla prima edizione del Palio cominciano a rompersi. Lo scorso anno sono state rifatte le ruote metalliche di tutte. Quest’o-

perazione è stata svolta gratuitamente dall’imprenditore meccanico robbiese Marco Gardino. Un lavoro di miglioria che però non garantisce l’elisir di vita eterna alle carriole. Basti pensare che quella del Mulino lo scorso anno si è rotta, ed è stata riparata in tempo per la gara dal fabbro Renzo Barbantani, nelle ultime settimane la stessa sorte è toccata anche alla carriola del Canton Balin. Proprio il Mulino sta aprendo una strada per il futuro della carriole. Infatti il presidente gialloblu Sandro Pallanza ha commissionato ad un falegname

di Ottobiano la realizzazione di una carriola nuova di zecca. È il primo rione in 28 anni di vita del Palio a costruire una carriola “ex novo”. “Ora la vogliamo rodare in strada - commenta il presidente del Mulino - se andrà bene e non avrà problemi la useremo già nella corsa delle carriole di quest’anno”. La scelta del Mulino, resa pubblica di fronte al comitato e agli altri rioni, ha suscitato l’interesse di molti, in primis il Canton Balin che quest’anno correrà con la carriola sistemata alla bene e meglio: “Se la nostra nuova carriola andrà bene - aggiunge Pallanza - indicherò a tutti gli altri rioni come fare se ne vorranno anche loro una nuova in vista del Palio 2013”.

Orari d’apertura: dal lunedì al sabato: 8.00 - 12.30 / 14.00 - 19.00 • Domenica: 8.00 - 12.30

REPARTI: UTENSILERIA - EDILIZIA - VERNICI - GIARDINAGGIO - IDRAULICA LEGNO - ELETTRICITà - SALDATURA E ARIA C. - SELF SERVICE VITI FERRAMENTA - CASA - CUCINA - SISTEMAZIONE - GIOCHI - IDEE REGALO


Luglio 2012

Cariolantes: tanta fatica per una vittoria indimenticabile

S

i riparte dalla corsa battezzata dalla pioggia fino a poche ore prima della partenza e dalla seconda vittoria nella sua storia del Muron, che ha coronato un Palio 2011 dominato già durante i giochi in piazza. Infatti gli arancioneri di Stefania Cesa lo scorso anno avevano conquistato il primo posto sulla griglia di partenza. Una posizione che i tre cariolantes muronati (Giandomenico Polenghi, Franco Gnoato e Matteo Pezzana) hanno saputo mantenere durante una gara al cardiopalma dove alle spalle c’era una concorrenza più che mai agguerrita. La corsa delle carriole è ormai una gara dove nulla è lasciato al caso. Le otto terne che si sfidano sono tutte preparate a questo tipo di corsa dopo lunghi allenamenti estivi. Non fosse per la griglia di partenza con posizioni sfalsate (tre metri di distanza tra un rione e l’altro in base alla classifica nei giochi in piazza Dante) partirebbero tutte alla pari. La corsa del 2011 ne è stata la dimostrazione: fino a 300 metri dal traguardo c’erano cinque rioni ancora in lizza per alzare il Palio dl’Urmon al cielo. E nel 2012 cosa c’è da aspettarsi ? Una corsa ancora più incerta e dura.

Nessun rione ha mollato la presa e loro, i carioi duri lantes, si stanno già allenando alla grande durante i loro ritrovi pre serali nel parchetto antistante allenamenti il cimitero per preparare la gara. Il Muron, cam- in strada pione in carica, modificherà per un terzo la terna durano dello scorso anno, mentre la Torre (campione nel tutta 2010) calerà i tre assi che le hanno dato l’ultima gioia due anni fa. I plurititolati Ciot e Mulin affil’estate deranno le loro carriole ad atleti esperti, anche se non è da escludere qualche giovane novità. Il Castello punta sui suoi allenatissimi cariolantes rionali per centrare un successo che manca dal 2009. Il Canton Balin spera in ulteriori miglioramenti della terna che ha debuttato e ben fatto lo scorso anno. Piana e Campagnola sono in cerca di riscatto dopo anni di delusione: che sia la volta buona ? I protagonisti con il sindaco

15


Luglio 2012

“L’emozione è fondamentale per affrontare il pubblico” Due volti “freschi” Il giovane già esperto e la venere di viale Gramsci. Diego Volpin, 27 anni, da anni nell'entourage paliesco, ed Ambra Giarda, 25, sono i due volti freschi che terranno le redini dei due giorni più importanti del Palio dl'Urmon 2012. Saranno infatti i presentatori della serata inaugurale della manifestazione, prevista per domenica 26 agosto sotto il tendone di piazza Dante e del pomeriggio di domenica 2 settembre. Davanti al palco di piazza della Libertà presenteranno, come hanno già fatto nel 2011, le sfilate dei rioni e i gruppi ospiti. Poi accompagneranno il pubblico nei minuti fatidici che precedono la corsa delle carriole. Dopo di che lasceranno spazio alla gara e all'adrenalina.

La bella Ambra Giarda

Il palio è una tradizione e come tale deve rimanere

P

resentare sia la serata iniziale che l’epilogo del Palio, è un onore. Secondo te perché hanno scelto proprio te e Diego ? Beh, dare una risposta a questa domanda non spetta a me. Di certo si, è davvero un onore pensare che abbiano proposto me nell’affiancare Diego nelle due domeniche “portanti” del Palio. Però lui ormai è pratico del mestiere, io sono alle prime armi. Ma dopo l’esperienza dell’anno scorso, quando ho presentato la domenica conclusiva del Palio con l’incubo pioggia e quindi con tutta la scaletta saltata ed in preda all’improvvisazione,  spero di essere pronta per affrontare anche l’emozione del palco.  A voi il giudizio. Ogni presentatore dà un tocco personale, quale sarà il tuo ? Ogni volta non sai mai come andrà e sinceramente il bello è anche quello. Prendo tutto come una sfida da affrontare, cercando di riuscire almeno a portare a termine quello che avevo immaginato e pensato di fare.  L’emozione è fondamentale, è adrenalina pura, non deve mai mancare e mi auguro di restituirla con la stessa intensità provata da me. Dieci anni fa eri un ragazzina. Nel

frattempo il Palio è cresciuto con te. Come lo vedi tra dieci anni ?  Lo vedo da spettatrice, mentre porto i miei bimbi in piazza e dico a loro: “Anche la mamma qualche anno fa ha partecipato”. Ed osserverò che nuovi volti sono comparsi, mentre altri sono rimasti e quindi in sostanza nulla è cambiato. Anzi sì, qualche ruga sarà comparsa sui volti “noti” del Palio, ma del resto sono nata, cresciuta e quindi invecchierò col Palio!!!!!!! C’è qualcosa che deve cambiare nel Palio? Cambiare??? Il Palio è una tradizione e come tale deve rimanere. Ogni  anno si cerca di portare delle novità per migliorare lo spettacolo e per offrire qualcosa di nuovo, ma se dopo tanti anni è ancora vivo  penso che  grossi cambiamenti non servano. Anzi,se mi permettete, invece di usare  “cambiare”  consiglierei    “ritornare”. Ora mi chiederete a cosa? Al vecchio spirito, dove la competizione, le discussioni, il dover vincere per forza erano in secondo piano e il Palio era visto soprattutto come momento di unione e divertimento  Quando finirai di presentare domenica 2 poi sarà il momento della corsa delle carriole. Chi vince? Chi mi conosce da sempre sa qual è la mia preferenza, il mio cuore ha i colori giallo e blu del Mulino. Ma fino alla fine della gara sarò una presentatrice imparziale. Non mi resta che augurare un in bocca al lupo a tutti, e  che vinca... schhhh disuma nienta par ades.

al “22”

nuovo emporio moda Abbigliamento Uomo Donna & Angolo Outlet Via Garibaldi, 2 - 27038 Robbio (PV) Telefono 0384.670635 - Cell. 340.8019411 email: franca.al22@libero.it


Luglio 2012

P

“Grinta e determinazione, ecco i miei segreti”

resentare sia la serata iniziale che l’epilogo del Palio, è un onore. Secondo te perché hanno scelto proprio te e Ambra ? L’inizio e la chiusura del Palio per me sono sempre state qualcosa di speciale. L’arrivo della fiaccola mi ha sempre dato le emozioni che credo debbano provare gli atleti all’accensione del braciere olimpico, molteplici sensazioni che non terminano certo con la cerimonia di chiusura che a Robbio, con sfilata e corsa con le carriole, vede gli animi scaldarsi, compreso il mio ovviamente, con quella sana competitività che si conclude con l’elevazione dei vincitori e una collettiva euforia per gli altri. Credo che tutte queste emozioni che vanno a scontrarsi in me durante la nostra manifestazione abbiano spinto gli organizzatori ad affidare a me ed Ambra, che sono convinto condivida tutto ciò, le redini di questi momenti così importanti. Un onore che ritengo guadagnato grazie anche all’impegno e alla volontà che abbiamo sempre dimostrato nei confronti di questo evento. Ogni presentatore dà un tocco personale, quale sarà il tuo ? Ho visto molte persone precedermi dalle quali ho potuto imparare molto su questa “arte”, ognuno con il proprio stile. Penso che, se un tocco lo posso effettivamente dare, è quello di trasmettere al pubblico le emozioni che vivo: la grinta, la determinazione e la fiducia che ripongo nel Palio fin da bambino. Penso di poter essere per il Palio un legame fra tradizione e modernità, facendomi portavoce di quella gioventù che sta prendendo sempre più piede all’interno del comitato. Dieci anni fa eri un ragazzino. Nel frattempo il Palio è cresciuto con te. Come lo vedi

tra dieci anni ? Non mi dispiacerebbe vedere tra una decina d’anni qualche maxi schermo in giro nelle piazze che trasmetta la corsa delle carriole in diretta, o meglio ancora una TV nazionale che si interessi vivamente al Palio dl’Urmon un po’ come accade per il più blasonato Palio di Siena. Internet, la tecnologia e i giovani robbiesi proporranno applicazioni per smartphone, sponsorizzazioni di grandi marchi… Idee troppo grandi? Steve Jobs iniziò con una calcolatrice un po’ sofisticata… C’è qualcosa che deve cambiare nel Palio? Abbiamo spento da poco le “candeline d’argento”, festeggiando i 25 anni. Il Palio è maturo ma non deve adagiarsi sugli allori godendosi i frutti che si è meritatamente guadagnato. La manifestazione ha intrapreso la giusta via, un’equilibrata coesione tra giochi e spettacoli. Cambiare giochi di tanto in tanto credo sia un’ottima soluzione per dare ogni anno la giusta dose di suspense. Quando finirai di presentare domenica 2 poi sarà il momento della corsa delle carriole. Chi vince? Chi può dirlo? Non ci sono più i “rioni forti”, ormai sono tutti competitivi. Il mio tifo va ovviamente per il rione di cui ho fatto parte per molti anni, il Castello. Ma a discapito di favoritismi vari penso che chiunque sarebbe ben lieto di vedere per una volta gli atleti del Canton Balin sollevare il trofeo. Quindi che vinca il migliore!

Caffè

Roma Da Morena e Marisa Via Garibaldi, 12 ROBBIO

l’evento è già maturo ma non deve sedersi troppo sugli allori

17

Il giovane Diego Volpin


Luglio 2012

Con “Cartoon and dolls” moda e animazione in passarella si completa la trilogia musicale che ha animato questi anni

18

M

usica & dolls, si completa la trilogia musicale che ha caratterizzato negli ultimi anni la giornata inaugurale del Palio. Nel 2010 è stata Ambra Marie a inaugurare il progetto con Rock & dolls, accompagnando modelli e modelle in passerella con musiche scatenate e con la sua voce fantastica. L’anno scorso è stata la volta delle Yavanna, che hanno portato a Robbio uno spettacolo di altissimo livello, inserito all’interno della manifestazione in un contesto fantasy, con il trucco dei ragazzi e delle ragazze in passerella ispirato alle immagini di elfi e di fate. Da qui, il titolo della serata ha preso il nome di Fantasy & Dolls. Quest’anno i protagonisti del palapalio saranno i “Miwa e i suoi componenti”, gruppo rock-ska che propone cover riarrangiate delle sigle dei cartoni animati. La serata si intitolerà Cartoons & dolls e i Miwa promettono di far ballare e saltare l’intero pubblico di piazza Dante. Il gruppo toscano propone nel suo repertorio la famosissime sigle di Jeeg, Ufo robot, Occhi di gatto, Lady Oscar, Spiderman e tante altre; si tratta di canzoni coinvolgenti e conosciute, riarrangiate e presentate in versioni scatenate, che vanno dal rock, allo ska, ma anche allo swing. “La scelta dei Miwa è stata ponderata valutando anche le esperienze degli anni scorsi - hanno spiegato dal comitato organizzatore del Palio - quella inaugurale è una serata dedicata ai giovani e al divertimento; con i Miwa, però, contiamo di coinvolgere tutte le fasce di età, anche coloro che erano giovani qualche anno fa e che saranno sicuramente felici di ricordare gli anni dei cartoni alla tivù”. Ma la serata non sarà soltanto il concerto dei Miwa; come già per gli anni scorsi, andrà in scena un connubio tra musica e moda, con protagonisti molti ragazzi e ragazze del paese, con i diciot-

Parrucchiera UOMO e DONNA

Info e prenotazioni: 0384-672884 Via Marconi, 45 - Robbio ( PV)

Il trofeo nelle mani del sindaco tenni robbiesi e con alcuni tra i migliori atelier, hair stylist ed estetisti della città. Gli esercizi che collaboreranno per la realizzazione della serata sono, per quanto riguarda l’abbigliamento, Al 22, News, Miky Sport, L’intimo di...; per quanto riguarda gli accessori sfileranno Claire e Ottica Terragni. I parrucchieri saranno Josy, Ghiblorè e Acconciature Fabi. Gli estetisti saranno Estetica Bellessere, Oltre l’immagine e Centro estetico Oasi.

L’accensione della fiaccola


Luglio 2012

Ecco i Miwa band atomica

C Il gruppo musicale Miwa

La fiaccola partirà dal santuario di Crea

L

a Podistica Robbiese ha scelto. La fiaccola che darà il via alla ventottesima edizione del Palio dl'Urmon partirà domenica 26 agosto dal santuario di Crea, sulle colline del Monferrato casalese in provincia di Alessandria. Un santuario dedicato alla Madonna, patrimonio dell'Unesco dal 2003 insieme i sacri monti di Piemonte e Lombardia, e a cui molti robbiesi sono legati. Infatti è uno dei santuari più vicini a Robbio e alla Lomellina, come quelli di Oropa e Varallo, tanto che molte famiglie robbiesi spesso si recano a Crea per giornate di preghiera e ritiro spirituale. La Podistica Robbiese, guidata dall'inossidabile Armando Terrana, ha scelto questo santuario proprio per il suo legame e vicinanza con Robbio: “è un modo per celebrare un luogo di culto molto caro e vicino ai robbiesi” spiega Terrana. I tedofori della Podistica però di fare pochi chilometri non ne vogliono proprio sapere. “Faremo un giro turistico dei colli monferrini di corsa - rivela Terrana - passeremo da Cereseto ed Ozzano prima di scendere a Casale Monferrato. In sostanza metà del percorso sarà in collina e metà in pianura”. Per arrivare in piazza Dante i tedofori si daranno il cambio su un percorso lungo una sessantina di chilometri. LE COSE BUONE

G. BAZZANO

LE COSE BUONE LE COSE BUONE

di Pierluigi Brocca

FERRAMENTA • UTENSILERIA FERRO E LAMIERE Via Lazzaretto 15A, Robbio Telefono e Fax 0384.670018

on il loro bagaglio di simpatia e con il loro simpaticissimo accento toscano si sono fatti conoscere in mezza Italia. Domenica 26 agosto anche il pubblico di Robbio potrà conoscerli ed ammirarli. Sono i Miwa. gruppo di cinque ragazzi toscani. Ailar alla voce princiale, Pierzappa alla chitarra, il Supremo al basso, Mister Pogo alla tromba e Mister Daddy alla batteria. «E a volte si uniscono a noi Mister Pioner al trombone e Mister Saxy al sassofono - spiegano scherzosamente in stretto vernacolo toscano i Miwa - così formiamo un assetto atomico». Si sono fatti conoscere riproponendo canzoni dei cartoni animati in chiave ska-rock: «Abbiamo uno spettacolo che portiamo in giro già da un anno - spiega Pierzappa, chittarista ed anima del gruppo - che modifichiamo di volta in volta, in base alle esigenze. A Robbio sarà diverso però. Infatti da voi dovremo fare uno spettacolo durante una sfilata di moda. E’una novità assoluta per noi, ne verranno fuori delle belle». I Miwa assicurano faville sul palco di piazza Dante: «Entreremo mascherati - spiega Pierzappa - e dopo un pò di brani ci toglieremo le maschere. Poi ci saranno sul palco palloni giganti e lanceremo anche dei gadget al pubblico». Insomma ci sarà da divertirsi.

19


Luglio 2012

I

20

La satira dell’Ongia nella premieré del Palio 2012

l gruppo comico robbiese per eccellenza torna sul palco di piazza Dante. La prima serata assoluta del Palio 2012 sarà dedicata all’Ongia dl’erba grama. I satiri in salsa robbiese saranno di scena giovedì 23 agosto. Una serata tutta per loro che li vedrà protagonisti a 360° sul palco di piazza Dante. E loro, i comici dell’Ongia, annunciano già faville per lo spettacolo che proporranno. Come sempre il copione e i personaggi presi di mira dalla satira dell’Ongia sono top secret.: «I politici corrotti, gli amministratori che amministrano poco o i robbiesi  che hanno scheletri nell’armadio possono incominciare a tremare. - sottolineano i membri del gruppo comico robbiese - Il 23 agosto l’ Ongia ritorna a graffiare sul palco del Palio e si avvale di investigatori che, all’insaputa di tutti, girano per il paese e sanno il brutto e il bello  di ciascuno. Quindi tremate gente…tremate. Come ormai tradizione,  i vizi saranno trasformati in canzoni sulla falsariga di  brani famosi ed orecchiabili. Tra una canzone e l’altra saranno riesumati i personaggi Ongiani  più singolari usciti da una ventina di  commedie scritte ed interpretate solo per la serata dl’ultìm dì dl’àn, a partire dal 1985».

Notte bianca e capodanno, una serata ricca di iniziative

N

 GARDEN

otte bianca e capodanno robbiese. Tutto in una sera. Il calendario nel 2012 ha fatto sì che il venerdì antecedente il Palio, che fin dal 2007 (anno della seconda notte bianca) è la serata dedicata a questa manifestazione, e il 31 agosto (giorno dell’ultimo dell’anno robbiese) coincidessero. Nessun problema: sarà un’unica grande festa. I commercianti hanno già in serbo tante manifestazioni per la notte più lunga durante l’intero arco di manifestazioni legate al Palio: spettacoli di strada, esibizioni sportive, balli e canti la faranno da padroni davanti ai negozi del centro di Robbio. Ma anche tantissimi eventi legati allo sport, alla gastronomia, alla musica, allo shopping, alla moda e allo spettacolo. E poi come sempre sfilate di mode e spettacoli davanti a bar e negozi aperti fino a tarda notte.“Ci sono molte cose che non abbiamo ancora definito – hanno spiegato dall’organizzazione – in ogni caso sarà una serata all’insegna del divertimento in centro a Robbio”.

BAR

di Giovanni

Viale Lombardia

ROBBIO

Telefono: 339-3296663

Specialità carne e pesce Enoteca Sala banchetti e cerimonie Sala conferenze NUOVA GESTIONE

S.S. 596 dei Cairoli - Loc. Mulino Nuovo 27038 Robbio (PV) Tel. 0384-679611 - Cell. 339.1951317 www.lamodina.com - info@lamondina.com


Luglio 2012

I

Il giorno per eccellenza: un’appassionante domenica

l giorno dei giorni. Una domenica che ogni anno è sempre più sentita e vissuta con emozione ed intensità dai robbiesi e non solo. Una giornata che può trasformare un anno di lavoro di tre cariolantes e di un intero rione in gloria oppure gettare alle ortiche sforzi e sacrifici. Tutto in poche ore per decidere la ventottesima edizione del Palio. Domenica 2 settembre Robbio sarà una pentola in ebollizione: gli ingredienti segreti sono l’entusiasmo e la passione con cui la cittadinanza vive il Palio. Gli eventi saranno tanti ed interessanti. Si parte in mattinata con il mercatino in centro. Una mostra-mercato ricca ed ampliata rispetto al passato grazie al lavoro della promoter Mery Guarischi. Inoltre in piazza Dante il Moto Club Robbio, guidato da quest’anno da Paolo Greco, darà vita ad una mostra “amarcord”. Faranno infatti sfoggio della loro bellezza due simboli motoristici del boom italiano degli anni ‘50-’60. Vespe e Lambrette, le une al fianco delle altre, per stimolare i ricordi di quegli anni ruggenti, ma anche per attirare l’attenzione dei molti collezionisti che ancora oggi

Un momento antecedente la sfida

In chiesa il parroco benedirà il palio conteso nel pomeriggio

La partenza della gara usano e cullano questi mezzi “made in Italy”. La mattinata del 2 settembre vivrà anche alti momenti di spiritualità. Tutte le delegazioni dei rioni, con tanto di figuranti al seguito, infatti si recheranno da piazza Libertà, cuore pulsante del giorno finale del Palio, in corteo verso la chiesa parrocchiale di Santo Stefano. Qui alle 11,15 si terrà la messa, officiata dal parroco don Gianni Fagnola, al termine della quale sarà benedetto il Palio. Poi dopo il pranzo e il riposino sarà la volta della sfilata degli otto rioni robbiesi. Partenza in viale Duca Amedeo d’Aosta, e poi attraversamenti di viale Lombardia, via Mortara, via Cernaia, via San Valeriano, via Goito, via Vittorio Veneto ed arrivo davanti al palco di piazza Libertà. I quasi 500 figuranti dei rioni saranno preceduti da una sfilata di moto organizzata dal Moto Club. Successivamente arriverà la banda municipale di Robbio insieme al Palio portato dal Muron campione in carica. Di seguito tutti gli altri sei rioni insieme anche al gruppo dei “Tamburi e chiarine” del Palio di Vigevano: novità assoluta nel Palio 2012. Poi alle 18 il via alla corsa delle carriole: 3 minuti di emozioni per decidere il vincitore del Palio. Al termine classica maxi panisciata da 1000 porzioni in piazza Dante.

ABBIGLIAMENTO BIMBI RAGAZZI 0 - 16 anni il CUCCIOLO

di Marta Vanzini Via Marconi, 16 - ROBBIO Telefono 347.7756676 www.ilcucciolodimarta.it

di

25° Anno Attività

fo a r o o i r o t Labora La serietà e la grande esperienza per rendere un tuo “pensiero” un investimento

Via Vittorio Veneto 9 - Robbio Telefono e Fax 0384.671378

21


Luglio 2012

La banda protagonista accompagnerà la sfilata ad ogni rione sarà associata una melodia

22

U

n ruolo di spicco nella sfilata degli otto rioni di Robbio ce l’avranno i suonatori della banda municipale. Il gruppo da quest’anno è presieduto da Corrado Morelli. La direzione artistica è sempre affidata invece al maestro Daniele Gardino. Ma cosa farà nello specifico la banda robbiese, che vanta alle sue spalle una storia ben più antica del Palio stesso dato che è nata 160 anni fa. Il gruppo di Morelli e Gardino accompagnerà il primo rione della sfilata, il Muron vincitore della scorsa “bagnata” edizione, durante il suo corteo. Una volta che i figuranti del rione della lady Stefania Cesa saranno passati davanti al palco di piazza Libertà la banda si fermerà proprio nel punto d’arrivo della sfilata. A questo punto inizierà la novità principale: «A differenza degli altri anni in cui c’era musica registrata, con melodie legate alla sfilata di ogni rione, quest’anno ad accompagnare musicalmente i figuranti sarà proprio la banda - spiega Corrado Morelli ad ogni rione sarà associata una musica ed inoltre la banda suonerà anche nei momenti di pausa tra il parlato dei presentatori e l’arrivo di ciascun rione». Daniele Gardino e i suoi suonatori stanno mettendo a punto le musiche che saranno legate a ciascun rione. «Per alcuni rioni, come la Campagnola ad esempio, la scelta è quasi scontata: verrà suonata “Campagnola Bella” - aggiunge Morelli - per altri rioni invece stiamo valutando e scegliendo. Comunque per i rioni contadini ed agricoli ci saranno suonate popolari invece per i “nobili” le musiche avranno un tono più aulico. Inoltre quest’esibizione della banda vuole essere un invito per chi ama fare musica a Robbio di unirsi a questo gruppo».

La rassegna canora compie dieci anni

L

a rassegna canora durante quest’edizione del Palio spegnerà le sue prime dieci candeline. E’dal 2003 che i coniugi robbiesi Gianni Brindisi e Claudia Gasperini (entrambi da sempre nel Palio dato che dirigono il rione Campagnola fin dal 1985, primo anno del Palio). Anche per la sua decima edizione la rassegna, che si svolgerà sotto il tendone di piazza Dante, si sdoppierà in due serate, come già accaduto nelle ultime due edizioni. Venerdì 24 agosto serata dedicata a bambini e ragazzi, sabato 25 invece toccherà agli adulti. Quest’agone canoro però non si limita alle due sere di gara in piazza Dante. Anzi. E’un cammino che dura un’intera estate. Dai primi di maggio Gianni Brindisi e Claudia Gasperini hanno avviato i casting per gli aspiranti cantanti durante la rassegna. Un’attività che dura mesi e si svolge nella sede del Palio in piazza Dante. Come sempre sotto la supervisione artistica di Marco Sesti e Valentina D’Amato, che preparano durante l’estate i cantanti a salire sul palco. «Ogni anno vediamo il livello di questa manifestazione che migliora - spiega Gianni Brindisi, che ormai ha superato la soglia delle sessanta primavere - questo fattore e la passione che io e mia moglie abbiamo per la musica ci fa andare avanti nell’organizzazione della rassegna canora». E’aperta quindi la caccia alla palma di ugola d’oro del Palio 2012. Le due serate di rassegna canora decreteranno chi saranno i successori di Nicolas e Samuel Spezie, che avevano vinto nella categoria bimbi, e di Francesca Fiaccola, che aveva primeggiato nella gara per adulti.

MIKI SPORT

di Michela Marinone

Articoli e abbigliamento sportivo uomo, donna e bambino da 0 a 16 anni RIVENDITORE AUTORIZZATO Via Garibaldi, 18 - Robbio - Telefono 0384. 672000


ROBBIO

Via Risorgimento ang. via Gorizia tel 0384.672712

da LUNEDĂŒ a SABATO orario continuato 8,00-20,00

Parcheggio auto

Reparto pesce fresco vendita assistita

visita il nostro sito: www.supergulliver.it 1700x1358_SponsorizzazioneRobbio.indd 1

5-07-2010 18:19:44

CANELLA AUTO ROBBIO - VIA MORTARA, 89 TELEFONO 0384.672163 BORGOSESIA - C.SO VERCELLI, 228 TELEFONO 0163.209413

SRL


Programma Palio dl’Urmon 2012 Giovedì 23 agosto ore 21:30 Venerdì 24 agosto ore 20:00 ore 21:30 Sabato 25 agosto ore 21:30 Domenica 26 agosto ore 21:15 ore 22:00 Lunedì 27 agosto ore 21:15 Martedì 28 agosto ore 21:15 Mercoledì 29 agosto ore 21:15 Giovedì 30 agosto ore 21:15 dalle ore 18:00 Venerdì 31 agosto Domenica 2 settembre dalle ore 9:00 dalle ore 10:00 in mattinata ore 11,15 ore 15:30 ore 16:00 ore 17:00 ore 18:00 ore 19:00

“Ongia is coming back” - canzoni e sketch con L’Ongia dl’erba grama 30° corsa nei rioni 3° rassegna canora giovani under 18 10° rassegna canora adulti Cerimonia apertura palio,arrivo fiaccola e accensione braciere Cartoons & Dolls - spettacolo di moda e concerto live con i Miwa e i suoi componenti Giochi in piazza (carriolione e pallamattone) Giochi in piazza (sciopa la bomba e taglio del bicc) Giochi in piazza (pasa s’al traul e bala an front) Giochi in piazza (gli’mbroiamond e tiro alla fune) Notte bianca - musica, spettacolo, moda, motori, divertimento, affari, sport e buona cucina Bancarelle di gastronomia, hobbistica e artigianato Esposizione statica Vespa e Lambretta Processione religiosa Santa Messa nella chiesa di Santo Stefano con Benedizione palio Partenza sfilata storica dei 500 figuranti Vespa e Lambretta show Arrivo sfilata in piazza Corsa con le carriole Mega paniscia da 1.500 porzioni

Per tutta la settimana sarà in funzione lo stand del cotechino e il ristorante all’aperto


Qui Robbio 2012