__MAIN_TEXT__

Page 45

CONF. LIVORNO E M. CARRARA

LA TOSCANA e la sfida delle tre "i" I Cover Story

N

on si può parlare di infrastrutture della Toscana costiera, senza prescindere da una valutazione sul sistema portuale. E’ l’asset più strategico del territorio e hub prioritario per il sistema manifatturiero regionale. Il potenziamento del sistema portuale toscano, caratterizzato da tre porti di importanza strategica quali quello di Livorno, di Piombino e di Marina di Carrara, deve essere un obiettivo prioritario, dando concreta e rapida attuazione ai progetti che già sono in campo, tra i quali l’investimento più importante è senz’altro quello relativo alla realizzazione dell’espansione a mare del porto di Livorno. Ma la portualità rappresenta solo il terminale di una rete infrastrutturale che manifesta tutta la sua inadeguatezza sia nel collegamento nord-sud, ricordando l’ormai cinquantennale “telenovela” dell’autostrada A12, per la quale, dopo infiniti ripensamenti e interminabili riprogettazioni, si è optato per una riclassificazione della viabilità attuale, sia nei collegamenti est-ovest ovvero quelli tra le aree periferiche della regione ed il centro. Una carenza che ha comportato il delinearsi di sviluppi differenziati dell’economia toscana, con l’acuirsi di un gap profondo tra le aree costiere e la Toscana centrale che ha portato a suo tempo all’elaborazione del Piano Strategico per lo sviluppo della Costa Toscana. Piano certamente interessante, ma che non ha adeguatamente affrontato il nodo infrastrutturale caratterizzato da una connessione ormai sottodimensionata (si pensi alle problematiche di capacità S.G.C. FI-PI-LI) o assolutamente inadeguata (basti considerare il fatto che per andare dalla costa a Firenze si impiega – via ferro e nelle migliori condizioni – quanto serve per andare da Firenze a Roma o a Milano). Per una regione come la Toscana, con una forte propensione alle esportazioni e che storicamente ha visto i propri tassi di crescita fortemente legati all’evoluzione delle esportazioni, la facilità di accesso ai mercati internazionali rappresenta una delle condizioni necessarie per la crescita della competitività regionale in un contesto economico sempre più globalizzato. In questo contesto, il marittimo assicura il collegamento della regione con la dimen-

“IL SISTEMA PORTUALE, UN ASSET STRATEGICO PER LO SVILUPPO DELLA TOSCANA ”

sione internazionale del trasporto merci, volano di crescita e di innovazione. Esempi efficienti ma necessariamente migliorabili di un sistema logistico che assicura competitività all’intero sistema produttivo regionale sono il porto di Livorno e quello di Marina di Carrara. Parliamo dello scalo livornese con Daniele Grifoni, presidente della sezione Logistica e Infrastrutture di Confindustria Livorno Massa Carrara. Dott. Grifoni, anche quest’anno il porto di Livorno si è confermato essere un porto da record? “Il 2018 è stato per il porto di Livorno un anno da traffici record: trentasei milioni di tonnellate di merci che segnano un +8,5 per cento sull’anno precedente. Dato molto importante quello legato all’incremento della movimentazione su ferro delle merci che lo scorso anno ha fatto registrare millenovecentosessantatre treni, per un totale di trentacinquemilaseicentosettanta carri movimentati. Rispetto all’anno precedente i volumi spediti e ricevuti via ferrovia sono aumentati del 14 per cento, considerando sia i carri movimentati che i treni in ingresso-uscita dallo scalo. Per

Daniele Grifoni

il porto livornese il 2018 è stato dunque l’anno dei record registrati nel comparto delle tonnellate movimentate, dei passeggeri imbarcati sui traghetti, dei mezzi rotabili, delle auto nuove sbarcate/imbarcate, ma anche l’anno dei grandi numeri con riferimento al trasporto su ferro”. A seguito dei lavori di dragaggio, sono incrementati ulteriormente i traffici? “Gli interventi che hanno permesso gli aumenti di traffico, soprattutto legati al settore dei containers, sono stati molteplici. In particolare non posso che citare le opere di dragaggio realizzate nel canale di accesso alla Darsena Toscana

Dicembre 2019-Marzo 2020 Ottobre 2019-Gennaio 2020 // IES IES // 45 43

Profile for IES

Ies Industria e Sviluppo n.3 2019 - La Toscana e la sfida delle tre "i" (infrastrutture)  

Ies Industria e Sviluppo n.3 2019 - La Toscana e la sfida delle tre "i" (infrastrutture)  

Advertisement