Page 36

LA TOSCANA e la sfida delle tre "i" I Cover Story

“ PER IL GIOVANI

IL MONDO DELL’INDUSTRIA È ANCORA TROPPO LONTANO

mercato profili adatti alle necessità delle imprese. Dai corsi di laurea in Informatica (Ingegneria o Scienze matematiche) ogni anno escono pochissimi studenti rispetto a un bacino vasto come quello regionale, dove le aziende a cui si potrebbe attingere per l’inserimento nel mondo del lavoro sono tante. Così quelle realtà che avrebbero capacità di innovare stentano a reperire le giuste professionalità, oltre che le risorse necessarie. Un caso esemplare è quello dei big data”. Un problema a cui Confindustria, oltre alla Regione, sta cercando di trovare una soluzione. “Come Confindustria ci siamo resi promotori di una serie di iniziative legate all’alternanza scuola lavoro, coinvolgendo gli istituti del territorio con attività di mentoring nelle classi per sensibilizzare gli studenti che devono scegliere la loro carriera universitaria verso quelli che potrebbero essere i profili più ricercati nei prossimi anni, a differenza di altri che appaiono destinati a scomparire, sostituiti dalle macchine. Pensiamo solo ad esempio a settori come la cybersecurity, dove tecnici qualificati sono indispensabili, visto che dai canali informatici passerà tutta la capacità di un’azienda di stare sul mercato, anche per quello che riguarda la piccola impresa, che operando spesso su scala familiare sconta in aggiunta spesso una carenza di tipo manageriale e va stimolata al cambiamento. Per altro oggi la disponibilità di tecnologia a costi contenuti può dare una mano ad aggiornarsi, così come è avvenuto per la logistica”. Cybersecurity che dunque rappresenta un volano importante per

34 // IES IES // Giugno-Settembre 36 Giugno-Settembre 2019 2019

la crescita economica e può garantire posti di lavoro, visto che per altro le imprese dovranno essere certificate in materia di sicurezza. Tanto che diversi paesi europei, come Germania e Regno Unito, hanno previsto forti investimenti in questo settore, su cui la Toscana appare tutt’altro che all’anno zero, come dimostra la nascita di un Centro di competenze frutto di un progetto di collaborazione tra cinque diverse istituzioni di ricerca, che ha portato poi a un accordo siglato con la Regione che si prefigge di collaborare in materia di sicurezza infor-

“CYBERSECURITY, UN

VOLANO IMPORTANTE PER LA CRESCITA ECONOMICA

matica lavorando al fianco delle aziende. Tutto ciò a dimostrazione del fatto che la domanda di nuove professionalità in ambito digitale sta aumentando, a fronte di un mercato del lavoro non ancora in condizione di proporre competenze ad elevata qualifica professionale, in grado di agire con flessibilità e capacità di adattamento a compiti che vanno oltre la routine. Quella routine destinata ad essere affidata alle macchine con lo sviluppo dei processi di automazione. Ma come si sostiene l’innovazione? “Credo che innanzi tutto serva una crescita culturale. La Regione con i bandi di ricerca e sviluppo per i progetti di partenariato aiuta, perché spinge a ricercare una collaborazione produttiva con altre realtà. Un processo che, come si è visto, funziona meglio quando tra questi soggetti figura una realtà più strutturata, in grado di agire da capofila e coordinare gli interventi in modo orizzontale. Grazie a un’iniziativa di Confindustria le aziende che hanno bisogno di appoggio sul tema innovazione oggi possono individuare competenze e professionalità esterne con il ‘Digital Innovation Hub’, attraverso il quale nel 2018 sono state incontrate oltre 700 imprese. Si tratta di un progetto a carattere nazionale, che solo in Toscana conta su una rete di 10

Profile for IES

Ies Industria e Sviluppo n.2 2019 - La Toscana e la sfida delle tre "i" (innovazione)  

Ies Industria e Sviluppo n.2 2019 - La Toscana e la sfida delle tre "i" (innovazione)  

Advertisement