Page 32

a cura di MGA Comunicazione

SAn COlOMBAnO COSTRUZIOnI S.p.A.

«ecco la noStra operazione di economia circolare a tecnologia avanzata»

R

iutilizzo di materiali di scarto delle cave per riempimenti portuali. Non è un’idea futuristica ma realtà, grazie all’azienda carrarese di costruzioni San Colombano. L’attività vanta 80 collaboratori e opera nel settore delle costruzioni (ha firmato per esempio l’outlet di Brugnato e l’headquarter di The Italian Sea Group a Marina di Carrara). Si è occupata del riempimento della piattaforma multifunzionale di Vado Ligure con materiale proveniente dalle Cave di Carrara e partenza dallo scalo di Marina. A spiegarlo è Edoardo Vernazza, titolare della San Colombano. Qual è la storia della vostra impresa? «È nata nel 2012 dalla volontà dei fratelli

32 / IES / Giugno-Settembre 2019

Vernazza che, giunti alla terza generazione imprenditoriale nei settori dell’edilizia e del lapideo, hanno continuato a perseguire gli obbiettivi e i valori che da decenni li motivano a fare impresa. Le competenze imprenditoriali e organizzative, il know-how tecnico e finanziario, hanno permesso una continua crescita del gruppo, sviluppando competenza e professionalità nei settori dell’edilizia civile e industriale, delle infrastrutture e nella difesa del suolo con particolare attenzione all’economia circolare». Come definirebbe il progetto per il sito portuale di Vado Ligure? «Una vera e propria operazione di economia circolare a tecnologia avanzata in chiave Industria 4.0». Quali sono i numeri di questa operazione? «Ben 200 viaggi di camion al giorno dalle cave al porto, 5-6mila tonnellate di detriti trasportati quotidianamente per un totale di 800mila tonnellate. Un trampolino importante anche per uno sbocco futuro nel riutilizzo dei detriti di risulta dalla lavorazione delle cave. Tale progetto pilota, non a caso, ha ricevuto il plauso dei giovani imprenditori del G20 nell’ultimo meeting avvenuto in Giappone. Con un traffico di 200 camion al giorno, per assicurare la gestione logistica, la qualità e la pro-

venienza del materiale abbiamo sviluppato un sistema hardware/software integrato con il Comune, la San Colombano Costruzioni Spa compra da varie cave i detriti di scarto, materiale che altrimenti sarebbe un problema da gestire per le imprese di escavazione, trasformandolo in risorsa primaria per le costruzioni». Qual è la tempistica? «Il nostro progetto ci vede primi in Italia nel rendere una risorsa l’economia circolare. Abbiamo vinto l’appalto per la fornitura e siamo partiti lo scorso settembre: il progetto finirà a giugno, un tempo record con una media di oltre 100.000 tonnellate al mese».

San Colombano Costruzioni S.p.A. Sede operativa Toscana Viale XX Settembre, 177/B 54033 Carrara (Ms) Tel. 0585.859772 info@sancolombanocostruzioni.it www.sancolombanocostruzioni.it

Profile for IES

Ies Industria e Sviluppo n.2 2019 - La Toscana e la sfida delle tre "i" (innovazione)  

Ies Industria e Sviluppo n.2 2019 - La Toscana e la sfida delle tre "i" (innovazione)  

Advertisement