Issuu on Google+

RASSEGNA STAMPA

Agosto 2011 In questo numero: 02 agosto

Comunicato stampa

Allarme sotto l’ombrellone

04 agosto

Provincia Pavese

Giuseppa Strano, il nuovo prefetto di Pavia

04 agosto

Provincia Pavese

Aree fluviali nel Parco del Po

04 agosto

Il Giorno

C'è la crisi e i ladri si buttano sulle angurie

05 agosto

Provincia Pavese

Razzia di angurie e meloni

05 agosto

Il Giorno

La Tem è un incubo, rovinerà verde e territorio

05 agosto

Comunicato stampa

Calici di Stelle

07 agosto

Provincia Pavese

Rinnovo cariche in Coldiretti

07 agosto

Provincia Pavese

Il vino d'Oltrepò alla conquista degli USA

08 agosto

Provincia Pavese

I tassi distruggono gli argini

08 agosto

Provincia Pavese

Rimborsi 2008 per la peronospora

08 agosto

Comunicato stampa

Il vino d’Oltrepò alla conquista degli Usa

09 agosto

Provincia Pavese

Viti, diritti prolungati, reimpianti fino a 8 anni

09 agosto

Provincia Pavese

Piace il mercatino di Coldiretti

09 agosto

Il Giorno

Scatta la vendemmia, poca uva ma di qualità

09 agosto

Comunicato stampa

Rinnovo cariche in Coldiretti


10 agosto

Provincia Pavese

Delegazioni straniere in cantina

10 agosto

Provincia Pavese

Appartamenti all'ex Coldiretti

10 agosto

Provincia Pavese

Valle, Luigi salva le mucche rare

10 agosto

Provincia Pavese

A metà settembre a Casteggio torna Oltrevini

10 agosto

Provincia Pavese

Vendemmia 2011, si comincia oggi

10 agosto

Il Giorno

Prevediamo qualità alta e quantità nella media

11 agosto

Provincia Pavese

Coldiretti, comincia il rinnovo delle cariche

23 agosto

Provincia Pavese

Vendemmia fino a mezzogiorno

23 agosto

Provincia Pavese

Così fermiamo i supermercati

24 agosto

Provincia Pavese

Cantine sociali, parliamo di fusione

24 agosto

Provincia Pavese

Canneto, si trancia di netto una mano

24 agosto

Provincia Pavese

Mortara, all’Ente Risi arrivano 33 milioni

25 agosto

Provincia Pavese

A Oltrevini l’anteprima del “Casteggio”

25 agosto

Provincia Pavese

Cantine sociali riunite, l’idea piace

25 agosto

Provincia Pavese

Agricoltori in difficoltà

25 agosto

Provincia Pavese

Riso, un tavolo di filiera

26 agosto

Provincia Pavese

Alla Cascina Salsiccia, incontro sull’agricoltura

27 agosto

Provincia Pavese

Pochi giovani, meno affari sulla caccia

27 agosto

Provincia Pavese

Prezzi agricoli, continua il boom del mais

27 agosto

Provincia Pavese

Volpi, cinghiali, come organizzare le battute

28 agosto

Provincia Pavese

Coldiretti: promuovere il vino e il territorio

29 agosto

Il Lunedì

In Oltrepò vendemmia sotto buoni auspici

30 agosto

Comunicato stampa

Nutrie: gli effetti del convegno Coldiretti

31 agosto

Il Giorno

L'Onorevole Zucchi dichiara guerra alle nutrie

31 agosto

Il Giorno

Torrente Versa bersagliato, argini bruciati

31 agosto

L’informatore Lomellino

Autunno Pavese: il Salame d’oca protagonista

A cura dell’Ufficio Comunicazione e Immagine Coldiretti Pavia


02 agosto ’11 Cs-53_11_08_02

Comunicato stampa

Allarme sotto l’ombrellone Dopo discutibili indagini C’è chi propone di apporre un warning sulle bottiglie di vino Argomento di discussione ferragostano, tra la risacca e i richiami dei venditori di cocco, Assoutenti, richiamando una nota dell’Agenzia di ricerca sul cancro dell’Organizzazione mondiale della sanità, propone di apporre sulle bottiglie di vino una scritta simile a quelle cui ci siamo abituati sui pacchetti di sigarette. L’allarme lanciato da Assoutenti merita niente più di un approfondimento sotto l’ombrellone perché chiaramente non distingue tra il consumo e l’abuso. “Anche recenti studi scientifici - dichiara il noto nutrizionista Giorgio Calabrese – dimostrano che il consumo di vino nelle giuste quantità fa bene alla salute”. “Occorre fare un netto distinguo – interviene Giuseppe Ghezzi, presidente della Coldiretti di Pavia – tra il consumo di vino e di superalcolici e soprattutto, tra consumo consapevole e abuso. Un corretto consumo di vino è ormai dimostrato senza alcun dubbio che, non solo non fa male, ma apporta anche elementi utili ad una dieta equilibrata”. “Non ci si può poi dimenticare – conclude Giovanni Roncalli, direttore della Coldiretti di Pavia – del fascino immateriale del vino, il bagaglio di cultura e tradizione, il legame con la storia e il territorio che un bicchiere di vino porta con sé, rappresentano un enorme valore di italianità che non si può intaccare con valutazioni superficiali che, facendo di ogni erba un fascio, diffondono allarmi infondati e demonizzano un settore che, tra l’altro, ha un grande rilievo nella bilancia commerciale del Belpaese. Battiamoci contro l’abuso ma conserviamo il piacere di un buon bicchiere”. Tra poco è ferragosto, auguri a tutti con un brindisi di nettare d’Oltrepò

pavia@coldiretti.it -www.pavia.coldiretti.it


Data

04-08-2011

Pagina

13

Foglio

1


Data

04-08-2011

Pagina

9

Foglio

1


Data

05-08-2011

Pagina

32

Foglio

1


Testi e fotografia a cura dell’Ufficio Stampa Coldiretti Pavia

Avviso a pagamento

Il vino d’Oltrepò alla conquista degli USA

Rinnovo cariche in Coldiretti:

Coldiretti Pavia impegnata in prima persona, nella promozione delle case vitivinicole oltre padane

prime fasi di riordino delle Sezioni di base

In questi ultimi mesi, caratterizzati dal successo del vino italiano sui mercati esteri, Coldiretti ha spinto sull’acceleratore della promozione, valutando le azioni previste dai Bandi Ministeriali e Regionali, per offrire alle proprie aziende la possibilità di affrontare con successo nuovi mercati. Si è così svolta nei giorni 25/26 e 27 luglio, la

prima fase del progetto di Promozione dei prodotti tipici Agroalimentari Lombardi “Dalla Lombardia al Nord America 2011”, elaborato in collaborazione con la DG Agricoltura della Regione Lombardia il Sistema Camerale Lombardo, con il supporto di Promos- CCIAA Milano, che ha visto Coldiretti Pavia diretta protagonista in questo insolito ruolo dedicato alla promozione. Queste le principali azioni che costituiscono l’ambizioso progetto: • l’accoglienza in Lombardia di delegazioni di compratori ed operatori esteri con incontri bilaterali a tavolino e degustazioni; • le missioni commerciali all’estero con la realizzazione di un’agenda di incontri mirati e personalizzati con buyer esteri; • la promozione dei prodotti presso catene di ristoranti e negozi di specialità, angoli promozionali presso supermercati e catene della grande distribuzione e degustazioni guidate; • il supporto e assistenza alle certificazioni dei prodotti nel mercato nordamericano. Il concetto di fondo secondo Coldiretti si basa sulla promozione del territorio Oltrepadano nella sua interezza, valorizzando sempre di più il legame tra territorio e qualità, “sfruttando” il traino po-

sitivo dei principali marchi commerciali delle più prestigiose aziende pavesi. “L’impegno di Coldiretti – ha dichiarato Giuseppe Ghezzi, presidente provinciale - è stato quello di coinvolgere e guidare le aziende in questa avventura; la prima tappa si è svolta a Milano, con le giornate di degustazioni e di incontri bilaterali, presso lo storico Palazzo Affari ai Giureconsulti dove le aziende hanno incontrato, alcuni importanti buyer provenienti dagli Usa e dal Canada. Gli incontri hanno suscitato, grazie agli ottimi prodotti presentati, alla professionalità e alla cortesia dei nostri viticoltori, un notevole interesse verso i vini Oltrepadani che si sono rivelati una piacevole scoperta per molti degli operatori nordamericani”. “Per meglio caratterizzare i nostri vini – prosegue Giovanni Roncalli, direttore della Coldiretti di Pavia - abbiamo poi ritenuto necessario accompagnare direttamente, i buyer in Oltrepò, alla scoperta delle nostre colline e delle nostre aziende; un’ottima occasione per confrontarsi con l’esperienza di chi ha potuto conoscere vini e territori diversi e soprattutto per far conoscere la nostra zona di produzione. Allo scopo abbiamo redatto, in italiano e in inglese, una piccola guida vitivinicola del nostro Oltrepò, costituita da varie schede dedicate ai vitigni coltivati e ai vini prodotti nella Provincia di Pavia”. Nel ringraziare le Cantine che con tanto entusiasmo hanno aderito a questa bella iniziativa, Coldiretti Pavia ha dato appuntamento alle aziende protagoniste del territorio, per la successiva fase che si terrà, dopo la pausa estiva, con le missioni commerciali all’estero e con altri incontri bilaterali in Lombardia.

L’Assemblea generale di Coldiretti Pavia ha deliberato l’avvio delle procedure di rinnovo delle cariche sociali per il quadriennio 2011/2015, che vede, tra i primi adempimenti, quello dell’adeguamento delle Sezioni alle nuove disposizioni dello statuto sociale. “Le Sezioni territoriali rappresentano le nostre strutture di base ed assolvono all’importantissimo compito di proporre iniziative di promozione, animazione e coinvolgimento a favore dei Soci, curando la divulgazione e la realizzazione delle strategie Coldiretti - ha dichiarato Giuseppe Ghezzi, presidente di Coldiretti Pavia. Per questo la nostra volontà, è quella di approcciare questa importante stagione con un generale adeguamento delle strutture di base dell’Organizzazione agli ambiziosi obiettivi statutari, che guardano sempre di più alla rappresentanza verticale della filiera agroalimentare e all’economico”. “Con tali premesse, risulta evidente il ruolo fondamentale della Sezione e quanto sia importante il fatto di poter contare su una composizione numerica adeguata ad alimentare una fase di dibattito in maniera capillare – ribadisce Giovanni Roncalli, direttore di Coldiretti Pavia. Ed è necessario prendere coscienza delle nuove dinamiche demografiche, sociali ed economiche che hanno profondamente mutato lo scenario delle nostre campagne, accantonando le remore di tipo campanilistico, per costituire Sezioni intercomunali con numeri adeguati a rappresentare gli interessi dei Soci a partire dal livello locale”. In questa direzione sarà quindi determinante superare la logica del confine comunale, che oggi hanno la maggior parte delle Sezioni, per far emergere quella dell’efficienza e dell’attivismo all’interno di una Forza sociale qual è Coldiretti che, oggi più ieri, si nutre di un intimo legame con i propri Soci.


05 agosto ’11 Cs-54_11_08_05

Comunicato stampa

Calici di Stelle Le aziende Coldiretti a Canneto, Cigognola e Montalto Pavese per l’evento enogastronomico dell’estate Mercoledì 10 agosto a Canneto Pavese, Cigognola e Montalto Pavese dalle 20.00 e fino a notte inoltrata avrà luogo un evento di mezza estate di grande suggestione, a base di vini locali presentati da esperti sommelier e dei migliori prodotti gastronomici della zona: miele, formaggi di capra, confetture, salumi dell’Oltrepò e liquori artigianali. Tale evento, iscritto nel circuito nazionale Calici di Stelle (l’appuntamento clou dell’enogastronomia estiva che fa capo a Città del Vino e al Movimento Turismo del Vino), è particolarmente significativo in un’ottica di valorizzazione delle peculiarità produttive del territorio legate all’agricoltura ed alle sue attività connesse. Saranno infatti presenti con i loro stand importanti aziende agricole e vitivinicole d’Oltrepò, molte delle quali associate alla Coldiretti di Pavia. “Come sempre – dichiara Giuseppe Ghezzi, presidente provinciale della prima organizzazione agricola italiana - Coldiretti non perde occasione per rimarcare l’importanza dell’esclusività e della genuinità di prodotto come elemento distintivo e vincente sul mercato, in quanto la valenza anche immateriale e culturale dei vini e della gastronomia a km 0 risulta essere un plus non riproducibile da nessuna concorrenza”. La prossima notte di San Lorenzo dunque, oltre che dal “pianto di stelle” caro a Pascoli, poeta agreste per eccellenza, sarà inondata anche dai sapori e dai profumi più veri dell’Oltrepò.

pavia@coldiretti.it -www.pavia.coldiretti.it


Data

08-08-2011

Pagina 19 Foglio 1


Data

08-08-2011

Pagina 19 Foglio 1


08 agosto ’11 Cs-54_11_08_05

Comunicato stampa

Il vino d’Oltrepò alla conquista degli USA Coldiretti Pavia impegnata in prima persona nella promozione delle case vitivinicole oltrepadane In questi ultimi mesi, caratterizzati dal successo del vino italiano sui mercati esteri, Coldiretti ha spinto sull’acceleratore della promozione. Si è così svolta nei giorni 25/26 e 27 luglio, la prima fase del progetto di Promozione dei prodotti tipici Agroalimentari Lombardi “Dalla Lombardia al Nord America 2011”, elaborato in collaborazione con la DG Agricoltura della Regione Lombardia il Sistema Camerale Lombardo, con il supporto di Promos - CCIAA Milano, che ha visto Coldiretti Pavia diretta protagonista in questo insolito ruolo dedicato alla promozione. Queste le principali azioni che costituiscono l’ambizioso progetto: • l’accoglienza in Lombardia di delegazioni di compratori esteri con incontri bilaterali e degustazioni; • le missioni commerciali all’estero con la realizzazione di un’agenda di incontri con buyer esteri; • la promozione dei prodotti presso catene di ristoranti e negozi di specialità, supermercati e Gdo; • il supporto e assistenza alle certificazioni dei prodotti nel mercato nordamericano. Il concetto di fondo secondo Coldiretti si basa sulla promozione del territorio Oltrepadano nella sua interezza, valorizzando sempre di più il legame tra territorio e qualità “L’impegno di Coldiretti – ha dichiarato Giuseppe Ghezzi, presidente provinciale - è stato quello di coinvolgere e guidare le aziende in questa avventura; la prima tappa si è svolta a Milano, con le giornate di degustazioni e di incontri bilaterali, presso lo storico Palazzo Affari ai Giureconsulti. Gli incontri hanno suscitato un notevole interesse verso i vini oltrepadani che si sono rivelati una piacevole scoperta per molti degli operatori nordamericani”. “Per meglio caratterizzare i nostri vini – prosegue Giovanni Roncalli, direttore della Coldiretti di Pavia abbiamo ritenuto necessario accompagnare, i buyer in Oltrepò, alla scoperta delle nostre colline e delle nostre aziende. Allo scopo abbiamo redatto, in italiano e in inglese, una piccola guida vitivinicola del nostro Oltrepò”. Nel ringraziare le Cantine che con tanto entusiasmo hanno aderito a questa bella iniziativa, Coldiretti Pavia ha dato appuntamento alle aziende protagoniste del territorio, per la successiva fase che si terrà, dopo la pausa estiva, con le missioni commerciali all’estero e con altri incontri bilaterali in Lombardia.

pavia@coldiretti.it -www.pavia.coldiretti.it


Data

09-08-2011

Pagina 30 Foglio 1


Data

09-08-2011

Pagina 33 Foglio 1


Data

09-08-2011

Pagina 9 Foglio

1


09 agosto ’11 Cs-56_11_08_09

Comunicato stampa

Rinnovo cariche in Coldiretti Prime fasi di riordino delle Sezioni di base L’Assemblea generale di Coldiretti Pavia ha deliberato l’avvio delle procedure di rinnovo delle cariche sociali per il quadriennio 2011/2015, che vede, tra i primi adempimenti, quello dell’adeguamento delle Sezioni alle nuove disposizioni dello statuto sociale. “Le Sezioni territoriali rappresentano le nostre strutture di base ed assolvono all’importantissimo compito di proporre iniziative di promozione, animazione e coinvolgimento a favore dei Soci, curando la divulgazione e la realizzazione delle strategie Coldiretti - ha dichiarato Giuseppe Ghezzi, presidente di Coldiretti Pavia. Per questo la nostra volontà, è quella di approcciare questa importante stagione con un generale adeguamento delle strutture di base dell’Organizzazione agli ambiziosi obiettivi statutari, che guardano sempre di più alla rappresentanza verticale della filiera agroalimentare e all’economico”. “Con tali premesse, risulta evidente il ruolo fondamentale della Sezione e quanto sia importante il fatto di poter contare su una composizione numerica adeguata ad alimentare una fase di dibattito in maniera capillare – ribadisce Giovanni Roncalli, direttore di Coldiretti Pavia. Ed è necessario prendere coscienza delle nuove dinamiche demografiche, sociali ed economiche che hanno profondamente mutato lo scenario delle nostre campagne, accantonando le remore di tipo campanilistico, per costituire Sezioni intercomunali con numeri adeguati a rappresentare gli interessi dei Soci a partire dal livello locale”. In questa direzione sarà quindi determinante superare la logica del confine comunale, che oggi hanno la maggior parte delle Sezioni, per far emergere quella dell’efficienza e dell’attivismo all’interno di una Forza sociale qual è Coldiretti che, oggi più ieri, si nutre di un intimo legame con i propri Soci.

pavia@coldiretti.it -www.pavia.coldiretti.it


Data

10-08-2011

Pagina

10

Foglio

1


Data

10-08-2011

Pagina

14

Foglio

1


Data

10-08-2011

Pagina

26

Foglio

1


Data

10-08-2011

Pagina

30

Foglio

1


Data

10-08-2011

Pagina

30

Foglio

1


Data

10-08-2011

Pagina 9 Foglio

1


Data

11-08-2011

Pagina

14

Foglio

1


Data

23-08-2011

Pagina

28

Foglio

1


Data

23-08-2011

Pagina

30

Foglio

1


Data

24-08-2011

Pagina

30

Foglio

1


Data

24-08-2011

Pagina

31

Foglio

1


Data

24-08-2011

Pagina

35

Foglio

1


Data

25-08-2011

Pagina

31

Foglio

1


Data

25-08-2011

Pagina

31

Foglio

1


Data

25-08-2011

Pagina

31

Foglio

1


Data

25-08-2011

Pagina

37

Foglio

1


Data

26-08-2011

Pagina

48

Foglio

1


Data

27-08-2011

Pagina

10

Foglio

1


Data

27-08-2011

Pagina

10

Foglio

1


Data

27-08-2011

Pagina

10

Foglio

1


Data

28-08-2011

Pagina

6

Foglio

1


Data

29-08-2011

Pagina 17 Foglio

1


30 agosto ’11 Cs-57_11_08_30

Comunicato stampa

Nutrie: gli effetti del convegno Coldiretti Risoluzione dell’On. Zucchi in Commissione Agricoltura Lo scorso 18 giugno, Coldiretti Pavia, in collaborazione con URCA (Unione regionale cacciatori dell’Appennino), Università degli Studi di Pavia, Unione Nazionale dei cacciatori dell’Appennino e delle Alpi, Accademia di Sant’Uberto, con il patrocinio di ISPRA, Regione Lombardia, Provincia di Pavia, Consorzio Agrario Provinciale di Pavia, Parco Fluviale del Po e Arci caccia, organizzò il convegno intitolato: Lo straniero dei corsi d’acqua, il caso nutria, esperienze di gestione a confronto. In quella sede fu evidenziata la situazione drammatica causata dalla diffusione incontrollata di quest’animale, immesso nel nostro ambiente e quasi senza nemici naturali. Al convegno partecipò anche l’Onorevole Angelo Zucchi che, recentemente, anche traendo le conclusioni dei lavori del convegno ha presentato una risoluzione in Commissione Agricoltura al fine di trovare una soluzione al problema. L’aspetto più rilevante della risoluzione Zucchi è la richiesta al Governo di assumere iniziative per inserire le nutrie tra le specie non tutelabili dalla legge nazionale venatoria. Ciò aprirebbe una stagione di caccia senza condizioni nei confronti di tali animali. “In realtà – commenta Carlo Palladino, responsabile del settore per Coldiretti Pavia – per quanto riguarda la nostra provincia tale ipotesi è in parte già attuata in quanto i titolari di un appezzamento, se in possesso di porto d’armi, possono chiedere all’Amministrazione Provinciale il permesso di abbattimento sui propri terreni”. “Siamo soddisfatti – prosegue il presidente di Coldiretti Pavia Giuseppe Ghezzi – dell’iniziativa del Parlamentare pavese, il problema come abbiamo denunciato durante il convegno, è ormai improcrastinabile ed occorre trovare rapidamente delle soluzioni”. Non tutti i pareri sono concordi e un gruppo di animalisti ha denunciato al Tar un’ordinanza del comune di Chignolo che autorizzava l’abbattimento delle nutrie. “Coldiretti - prosegue Ghezzi – lavora in difesa e a tutela dell’ambiente, ma proprio tale filosofia ci deve indurre a prendere provvedimenti quando intervengono fenomeni innaturali come l’abnorme sviluppo della popolazione di nutrie. Rammentiamo che, nelle sole provincie di Pavia, Cremona, Lodi, Brescia , Mantova, Milano e Bergamo, concentrata lungo i principali corsi d’acqua, la diffusione di nutrie ha superato il numero di 500.000 esemplari nonostante i tentativi di controllo che da oltre un decennio vengono messi in atto”.

pavia@coldiretti.it -www.pavia.coldiretti.it


Data

31-08-2011

Pagina 8 Foglio

1


Data

31-08-2011

Pagina 9 Foglio 1


Rassegna Stampa Agosto 2011