Page 1

RASSEGNA STAMPA n.10/10

novembre 2010 In questo numero: 02 novembre

Comunicato stampa

Coldiretti: la fattoria sociale sulla Rai

02 novembre

Comunicato stampa

Vino, è arrivato il momento del fare

03 novembre

Provincia Pavese

Questo Oltrepò sempre sconosciuto

04 novembre

Provincia Pavese

Prezzi l’impennata dei cereali

04 novembre

Provincia Pavese

Contro la speculazione nasce la filiera italiana

08 novembre

Comunicato stampa

Il cibo arriva dai campi

09 novembre

Provincia Pavese

Cigognola – Giornata del Ringraziamento

09 novembre

Comunicato stampa

Invito alla Conferenza stampa Il Coltivatore Pavese

10 novembre

Provincia Pavese

Meno vincoli nelle zone protette

11 novembre

Comunicato stampa

Giornata del Ringraziamento a Cigognola

11 novembre

Comunicato stampa

Dog academy in Oltrepò

12 novembre

Provincia Pavese

Il magazine dei coltivatori

12 novembre

Provincia Pavese

Le fiere di San Martino

12 novembre

Provincia Pavese

ZPS la revisione piace

13 novembre

Comunicato stampa

Presentato il nuovo Coltivatore Pavese

14 novembre Provincia Pavese

Coldiretti: un’organizzazione in crescita

15 novembre Il Punto

Il Coltivatore Pavese si è rifatto il look

17 novembre

La Lomellina

GAL bilancio primo anno

18 novembre

Provincia Pavese

Il Coltivatore Pavese informazioni per tutti

18 novembre Provincia Pavese

Ringraziamento e mercato

18 novembre L’Informatore Lomellino

Castello d’Agogna le nuove frontiere del riso

18 novembre L’Informatore

Tre anni di ricerche per il riso

18 novembre L’Informatore

Accordo tra Regione e Provincia su ZPS


19 novembre Provincia Pavese

Valoritalia certificherà il vino

19 novembre Provincia Pavese

Mortara ENR presidente Carrà

20 novembre Provincia Pavese

Gli OGM sono ormai superati

21 novembre Provincia Pavese

Agricoltura risorsa indispensabile

21 novembre Provincia Pavese

Seminativi in ritardo

21 novembre Provincia Pavese

Il riesling punta ai mercati tedeschi

22 novembre Il Giorno

La Bergamasca va sott’acqua, a rischio le semine

22 novembre Il Punto

In Lomellina spopolano i parchi fotovoltaici

22 novembre Comunicato stampa

La vecchia cascina e le prime pagine del Corriere

23 novembre Provincia Pavese

Mortara, un Natale con la nuova Deco

24 novembre Provincia Pavese

Scotti operazione Romania

24 novembre Comunicato stampa

Ringraziamento, il cocktail di Coldiretti

24 novembre L’Informatore Lomellino

Carrà e Daghetta i volti della risicoltura italiana

24 novembre La Lomellina

Il Comune ricerca i prodotti tipici

24 novembre La Lomellina

La capitale dell’energia verde

25 novembre Provincia Pavese

Accordo sul prezzo del riso

26 novembre Provincia Pavese

La grana di Casei, arriva un commissario

26 novembre Comunicato stampa

Giornata del Ringraziamento

26 novembre Comunicato stampa

Quinta edizione Oscar Green

27 novembre Provincia Pavese

Vitigni bio, Riccagioia guida la sperimentazione

27 novembre Il Ticino

La Giornata del Ringraziamento

28 novembre Provincia Pavese

Giornata Provinciale del Ringraziamento

28 novembre Provincia Pavese

Il Vescovo benedice i trattori

29 novembre Il Punto

Un Ringraziamento in grande stile firmato Coldiretti

30 novembre Provincia Pavese

Lacchiarella ribadisce il no al bireattore

30 novembre Provincia Pavese

Galbani, scattano 3 denunce

30 novembre Provincia Pavese

Ringraziamento Festa a Robecco

a cura dell’Ufficio Comunicazione e Immagine Coldiretti Pavia


02 novembre ’10 Cs-57_10_11_02

Comunicato stampa

Coldiretti: la fattoria sociale sulla RAI La televisione nazionale presso l’azienda agrituristica di Fausto Andi Impresa e solidarietà sono un connubio possibile, lo dimostra l’attività dell’agriturismo di Fausto Andi che con il laboratorio “Fuori dalla mischia” in località Moirano a Montù Beccaria ha realizzato un’esperienza unica. Tale da suscitare l’interesse della Rai che nella giornata di venerdì si è recata in azienda per testimoniare l’esperienza della famiglia Andi. Insieme ai coniugi Fausto ed Elisabetta, la responsabile nazionale di Donne Impresa Adriana Bucco e Wilma Pirola, al vertice della medesima struttura provinciale, hanno dimostrato come sia possibile fare impresa e reddito con attenzione alle persone e in questo caso alle persone deboli. Fuori dalla mischia concretizza un progetto professionale gestito da diversamente abili che, reggendosi sulle proprie forze, realizzano le etichette e le confezioni delle specialità prodotte dall’agriturismo. Per l’occasione un ideale ponte è stato steso da Coldiretti tra Pavia e Cremona dove l’azienda agrituristica Maghenzani, che tra l’altro ha dato vita all’agrinido Piccoli Frutti, vuole trasferire le proprie esperienze e fare tesoro di quanto realizzato a Pavia. “La storia di queste attività, che abbiamo chiamato agricoltura sociale, sono l’esempio concreto – ha dichiarato Adriana Bucco – di come sia possibile coniugare le esigenze di fare impresa con l’umanità che caratterizza l’impegno verso le fasce deboli della società e concretizzano nuovi aspetti del lavoro agricolo con alcune esigenze sempre più sentite della società odierna”.

e-mail pavia@coldiretti.it -www.pavia.coldiretti.it


02 novembre ’10 Cs-58_10_11_02

Comunicato stampa

Vino: è arrivato il momento del fare Lettera aperta di Giuseppe Ghezzi, presidente della Coldiretti di Pavia, ai produttori vitivinicoli La crisi mondiale si è abbattuta su un comparto che già da tempo si trovava a fare i conti con una serie di questioni irrisolte e così la congiuntura negativa si è scaricata soprattutto sul viticoltore, che realizza prezzi di vendita delle uve inferiori ai costi di produzione. A questo si sommano i guai di provenienza “internazionale” e si aggiungono quelli di carattere europeo derivanti da un quadro di normative specifiche assolutamente antitetiche rispetto al modello della nostra vitivinicoltura. Le politiche di qualità, legate alla cultura del luogo di produzione e all’espressività di un prodotto che si identifica con il territorio di origine, che Coldiretti, con fatica, sta facendo recepire in Italia, cedono di fronte all’industria e al commercio che hanno obiettivi esattamente opposti: sganciarsi dalle origini, dal territorio, per comperare i prodotti agricoli (loro le chiamano materie prime) dove è più conveniente, in una pura logica di mercato. I processi di integrazione commerciale stanno cambiando lo scenario nel quale sino ad oggi si sono mosse le nostre imprese, obbligandole a cambiamenti irrinunciabili come quello della riorganizzazione delle filiere cooperative che vanno rese più efficienti e soprattutto ripensate ad un modello che non può più ispirarsi esclusivamente a quello dei grandi numeri. I tempi sono cambiati e dobbiamo avere l’orgoglio e la consapevolezza, di dirci che la nostra Organizzazione ha posto in essere idee e progetti per proiettare le imprese in un futuro diverso, salvando quei pezzi di passato che hanno funzionato e riprogettando tutto quello che sta attorno alle imprese agricole per ridare il governo delle scelte e degli interessi ai veri agricoltori. È una risposta alla crisi del comparto una risposta positiva di una Associazione che non va soltanto in piazza ma fa proposte serie e concrete quando c'è un momento di difficoltà.

e-mail pavia@coldiretti.it -www.pavia.coldiretti.it


08 novembre ’10 Cs-59_10_11_08

Comunicato stampa

Il cibo arriva dai campi Occorre restituire all’agricoltura la dignità che merita Lontano dall’idea di assistenza l’agricoltura è il primo sostenitore del tessuto in cui la nostra società si è sviluppata. Esaurita la funzione di fornitura di materia prima, superata per la società occidentale la soglia dell’esigenza alimentare, la moderna agricoltura è investita di una irrinunciabile funzione di salvaguardia dell’ambiente e del benessere delle persone. “I principali obiettivi della Pac, la politica agricola comunitaria –dichiara Giuseppe Ghezzi, presidente della Coldiretti di Pavia - devono essere rivolti a valorizzare il ruolo economico degli agricoltori come produttori di cibo, non di commodities e la produzione di beni pubblici, non remunerata dal mercato. Bisognerà garantire una adeguata competitività dell`agricoltura europea ed aumentare il potere contrattuale degli agricoltori. Questo traguardo si può raggiungere creando una rete di sicurezza efficace sui mercati anche per contrastare la volatilità dei prezzi, oltre che mettendo in atto meccanismi di assicurazione del reddito e sostegno delle filiere territoriali corte, trasparenti a basso impatto ambientale. Le condizioni necessarie per affrontare le sfide del mercato globale sono legate ad una combinazione degli strumenti di politica agricola con un nuovo sistema di prevenzione del rischio”. “L’agricoltura europea – prosegue Giovanni Roncalli, direttore della Coldiretti di Pavia - dovrà affrontare nuove importanti sfide, fra cui quella del cambiamento climatico. Già nel passato l`agricoltura ha contribuito alla riduzione dell`emissione dei gas con effetto serra, e in generale ha contribuito a migliorare l’ambiente e mitigare gli effetti delle avversità climatiche. Un esempio l’abbiamo avuto negli ultimi giorni in cui i campi allagandosi hanno fatto da polmone ai corsi d’acqua evitando guai peggiori. Siamo pronti per intraprendere altri sforzi ma è necessario che la collettività nel suo complesso riconosca la funzione sociale interpretata dall’agricoltura moderna”.

e-mail pavia@coldiretti.it -www.pavia.coldiretti.it


08 novembre ’10 Cs-59_10_11_08

Invito Conferenza stampa

Il Coltivatore Pavese L’organo ufficiale di stampa della Coldiretti di Pavia si rinnova Venerdì 12 novembre alle ore 11,30 presso la Sala Consiliare della Camera di Commercio di Pavia è indetta una Conferenza stampa per presentare la nuova edizione del Coltivatore Pavese. Coldiretti è un’organizzazione in crescita e la sua voce ufficiale, Il Coltivatore Pavese, cresce con lo stesso spirito. Registrato al Tribunale di Pavia al numero 3 nel 1948, non ha mai interrotto le pubblicazioni arrivando al 65° anno di edizione attraverso undici revisioni sostanziali. E’ oggi un magazine patinato che vuole contribuire allo sforzo di Coldiretti teso a riportare l’agricoltura al centro dell’attenzione della società civile. Una formula nuova, con un forte taglio giornalistico, di rivista destinata sì agli addetti del settore, ma anche ai cittadini che hanno a cuore la difesa del proprio territorio e la sicurezza alimentare. La nuova edizione del Coltivatore Pavese è uno strumento utile alle imprese per un aggiornamento costante sulla normativa ma, soprattutto, è la voce provinciale di Coldiretti sui temi fondanti la politica sindacale della più importante organizzazione agricola in Europa.

e-mail pavia@coldiretti.it -www.pavia.coldiretti.it


11 novembre ’10 Cs-61_10_11_11

Comunicato stampa Il mercato di Campagna Amica alla

Giornata del Ringraziamento a Cigognola Domenica 14 novembre, in occasione della locale Giornata del Ringraziamento, presso il centro commerciale Iperdì di Cigognola, si terrà la tradizionale Mostra-mercato di San Martino, organizzata dal Comune di Cigognola, dalla Proloco con la collaborazione di Coldiretti. L’evento avrà inizio alle 8 del mattino e si protrarrà per tutta la giornata sino alle 19. Alle 11 la S. Messa nella Chiesa parrocchiale di S. Bernardo, cui seguirà la benedizione dei mezzi agricoli. La mostra, che ospiterà tra l’altro il Mercato “Km. 0” di Campagna Amica Coldiretti, avrà per protagonisti i prodotti tipici del territorio (vini in primis), con degustazioni enogastronomiche, giochi e intrattenimenti per i più piccoli organizzati dalle Fattorie Didattiche di Coldiretti. Un museo all’aperto di macchine agricole d’epoca accoglierà i partecipanti che, nel pomeriggio, si rifocilleranno con caldarroste per tutti. “La giornata di domenica a Cigognola – ha dichiarato Giuseppe Ghezzi, presidente della Coldiretti di Pavia - rappresenterà un momento importante, non solo di festa e di riflessione sull’annata agricola appena terminata, ma anche una ulteriore opportunità per rafforzare il progetto Coldiretti nello stretto legame tra prodotto e territorio, offrendo la garanzia di qualità e sicurezza ai consumatori e il giusto reddito ai produttori”.

e-mail pavia@coldiretti.it -www.pavia.coldiretti.it


11 novembre ’10 Cs-62_10_11_11

Comunicato stampa

Una “dog academy” fra le colline dell’Oltrepò Oscar dell’innovazione ad Agri&tour per l’allevamento Il Biancospino Una “dog academy” fra le colline dell’Oltrepò Pavese. E’ quella aperta da Paola Daffunchio, vice presidente di Terranostra Pavia, ai piedi del monte Ceresino, vicino Casteggio, dove ogni anno si “diplomano” 90 cuccioli di samoiedo e di golden retrive. La “dog academy” della Daffunchio si chiama “Il Biancopispino” ed è ormai diventata un punto di riferimento per appassionati di queste due razze. “Sia i samoiedo che i golden sono animali molto affettuosi, adatti a stare in famiglia con i bambini e il fatto di non mischiare queste razze con altre ha permesso di conservare inalterati questi caratteri comportamentali iscritti nel loro Dna, rafforzati poi dai nostri percorsi educativi e dall’imprinting positivo che diamo loro nei tre mesi che vanno dalla nascita all’affidamento alle famiglie di destinazione” spiega Paola Daffunchio che domani, ad Arezzo, riceverà l’Oscar dell’innovazione per gli agriturismi di Terranostra Coldiretti. Il “Biancospino” infatti, abbina la possibilità di vivere una vacanza nel relax delle colline pavesi a quella di seguire corsi di perfezionamento per i propri cani, oltre a gestire una rete di 60 istruttori in tutta Italia che vanno anche a domicilio per valutare spazi, situazioni, esigenze e disponibilità di tempo e attenzione da parte di chi vuole prendersi in casa un samoiedo o un golden retriever. “Dal 4 agosto di quest’anno la nostra è anche l’unica scuola di formazione cinofila in Italia riconosciuta dall’Enci (l’ente del ministero dell’Agricoltura che si occupa di questo settore, ndr.)” prosegue Paola Daffunchio, che in vent’anni ha formato oltre 1.300 istruttori e affidato cani a centinaia di persone, fra cui diversi personaggi del mondo dello spettacolo, del giornalismo e dell’industria.

e-mail pavia@coldiretti.it -www.pavia.coldiretti.it


12 novembre ’10 Cs-63_10_11_12

Comunicato stampa

Presentato il nuovo Coltivatore Pavese Oggi, presso la Sala Consiliare della Camera di Commercio di Pavia, la Coldiretti ha presentato la nuova versione del Coltivatore Pavese. Nato nel 1946 e registrato nel luglio di due anni dopo al numero 3 del registro del Tribunale di Pavia, il Coltivatore Pavese è sempre stato pubblicato nell’arco di questi ultimi 65 anni. Attraverso 11 revisioni sostanziali, la testata della Coldiretti di Pavia ha testimoniato l’evoluzione agricola e sociale della nostra provincia. “Uno strumento moderno, bello da vedere e piacevole da leggere – ha commentato Giuseppe Ghezzi, presidente della Coldiretti di Pavia – che contribuisce al quadro di rinnovamento che la nostra organizzazione sta attuando”. “Un mezzo di comunicazione – ha proseguito Giovanni Roncalli, direttore della Coldiretti provinciale ricco di contenuti e accattivante nell’aspetto che, affiancato dal sito www.pavia.coldiretti.it, costituisce un valido strumento di raccordo tra le imprese agricole e la Coldiretti. Destinato sì alle aziende associate ma anche a tutti coloro che hanno a cuore la difesa del territorio, la sicurezza alimentare e la garanzia di un vero made in Italy, sarà stampato in oltre 10.000 copie inviate, non solo ai soci di Coldiretti, ma a tutte le imprese agricole provinciali”. Al rivisto Coltivatore Pavese ha fatto i complimenti anche il presidente della Camera di Commercio, Giacomo de Ghislanzoni Cardoli, che ha partecipato all’intera Conferenza stampa in una sala completamente occupata da giornalisti, personalità, rappresentanti delle imprese agricole e personale della Coldiretti. Il Coltivatore Pavese è sfogliabile sul sito di Coldiretti Pavia – www.pavia.coldiretti.it

e-mail pavia@coldiretti.it -www.pavia.coldiretti.it


22 novembre ’10 Cs-65_10_11_22

Comunicato stampa

La vecchia cascina e le prime pagine del Corriere Alla Giornata del Ringraziamento Per tutta la giornata in Piazza del Carmine il mercato di Campagna Amica

Coldiretti presenta: l’Enoteca del Ringraziamento Domenica 28 novembre la Giornata provinciale del Ringraziamento organizzata da Coldiretti vedrà, tra i tanti eventi che coinvolgeranno l’intera cittadinanza, l’allestimento di una vecchia corte agricola e una mostra delle prime pagine del Corriere della Sera, a cavallo tra gli anni Trenta e Quaranta, che parlavano di agricoltura. “Abbiamo voluto accostare l’ambiente dei primi decenni del secolo scorso alle prime pagine del Corriere – racconta Giovanni Roncalli, direttore della Coldiretti di Pavia – sottolineando come, a fronte dell’enorme evoluzione che il mondo agricolo ha vissuto, i problemi di allora siano ancora attuali tanto che, cambiata la prosa, quegli articoli potrebbero quasi essere riproposti oggi”. “Incontrare la città – prosegue Giuseppe Ghezzi, presidente della Coldiretti di Pavia – questo potrebbe essere lo slogan della Giornata del Ringraziamento di quest’anno, anche attraverso l’allestimento di una ricchissima esposizione di vino dell’Oltrepò. Centinaia di etichette che testimoniano l’eccellenza della produzione pavese in una vera Enoteca del Ringraziamento capace di offrire ai cittadini un’ampia panoramica della produzione delle nostre colline, connubio unico e prezioso di territorio e qualità”.

e-mail pavia@coldiretti.it -www.pavia.coldiretti.it


24 novembre ’10 Cs-66_10_11_24

Comunicato stampa

Oltrepò, il cocktail di Coldiretti la caccia al tesoro e la pittura alla Giornata del Ringraziamento Per tutta la giornata in Piazza del Carmine il mercato di Campagna Amica

Fisar presenta l’aperitivo di Pavia Domenica 28 novembre le iniziative che animeranno la Giornata provinciale del Ringraziamento organizzata da Coldiretti saranno molteplici. Oltre alle storie di una volta, alle caldarroste e al vin brulé, alla ricostruzione della vecchia cascina, alla mostre delle prime pagine del Corriere della Sera e all’Enoteca del Ringraziamento, Fisar, la Federazione italiana Sommelier Albergatori e Ristoratori, presenterà Oltrepò, un cocktail creato appositamente per la giornata allo scopo di esaltare la qualità dei prodotti a chilometri zero della provincia di Pavia. “Sessanta per cento di spumante brut metodo classico dell’Oltrepò Pavese – racconta Roberto Pace, delegato provinciale della Fisar – trentacinque per cento di succo di mela oltrepadano, una piccola percentuale di succo d’arancia rossa e una goccia di vodka, per un cocktail rosato che è un inno all’Oltrepò, concedendo un piccolo spazio all’esperienza di altri gusti”. “Se l’aperitivo, offerto da Coldiretti e Fisar in Piazza del Carmine al termine della celebrazione religiosa, è destinato agli adulti – dichiara Sabina Ogliari, presidente di Terranostra Pavia - le aziende agricole didattiche di Coldiretti animeranno la giornata per i ragazzi. Una grande caccia al tesoro tra i gazebo gialli dei punti vendita di Campagna Amica, farà scoprire ai ragazzi i prodotti stagionali e come si possono gustare insieme all’agriturismo didattico l’Oasi di Davide Carlini. I più piccoli poi, potranno scatenare la propria fantasia disegnando la campagna e i prodotti della terra con le pitture a base di colori naturali preparati dalla fattoria didattica Cascina Chiericoni.

e-mail pavia@coldiretti.it -www.pavia.coldiretti.it


26 novembre ’10 Cs-67_10_11_27

Comunicato stampa

Giornata del Ringraziamento S.E. il Vescovo celebra la Santa Messa cantata dalla Corale Vittadini

Domenica 28 novembre S.E. il Vescovo di Pavia, monsignor Giovanni Giudici, celebrerà alle 10,30 in Santa Maria del Carmine, la Santa Messa del Ringraziamento Provinciale di Coldiretti. La partecipazione della Corale Vittadini renderà la celebrazione ancora più solenne. Al termine della funzione religiosa i trattori storici del Gruppo Trattori d’Epoca di Pieve Porto Morone riceveranno la Benedizione in rappresentanza di tutta l’agricoltura provinciale. L’aperitivo Oltrepò, appositamente creato da Fisar con prodotti simbolo delle specialità pavesi, suggellerà l’incontro tra la cittadinanza e il mondo in giallo di Coldiretti. Molte sono le personalità attese alla giornata di festa che vedrà in Piazza del Carmine il Mercato di Campagna Amica e una grande tenda della Croce Rossa di Voghera sotto cui saranno allestiti la Corte contadina, uno spazio dedicato all’agricoltura sociale, una mostra di prime pagine del Corriere della Sera tra gli anni Trenta e Quaranta, l’Enoteca del Ringraziamento, la Caccia al tesoro e le pitture delle aziende agricole didattiche, l’esposizione dei modellini delle macchine agricole di una volta, i racconto e i proverbi della tradizione contadina e ancora assaggi, degustazioni, caldarroste e vin brulé per tutti. Grazie a Croce Rossa, Avis, Telethon e il Comitato Pavia Asti Senegal, la giornata di Coldiretti sarà anche una giornata dedicata alla solidarietà.

e-mail pavia@coldiretti.it -www.pavia.coldiretti.it


26 novembre ’10 Cs-68_10_11_27

Comunicato stampa

Quinta edizione Oscar Green Al via le iscrizioni alla quinta edizione del Premio Oscar Green, l’importante evento promosso da Coldiretti Giovani Impresa, per dare un giusto riconoscimento alle giovani imprese agricole italiane che hanno iniziato un percorso di innovazione, ricerca e diversificazione, dando vita a realtà imprenditoriali che hanno accolto e rilanciato la sfida della globalizzazione. Sarà possibile iscriversi al concorso fino al prossimo 28 febbraio 2011, provvedendo alla compilazione dell’iscrizione sul sito web www.oscargreen.it Potranno partecipare tutti i soggetti della filiera agricola Made in Italy costituiti dagli agricoltori che non sono risultati vincitori nelle ultime tre edizioni. Le sei categorie di premi sono state concepite per riconoscere maggiore prestigio a quelle attività che hanno consentito il raggiungimento di obiettivi fondamentali per le imprese dei giovani agricoltori, obiettivi quali la multifunzionalità, la capacità di diversificazione nonché la contestuale estensione dell’ambito di azione della propria attività non solo alla realtà prettamente aziendale ma anche a quella dei consumatori, conquistandone la fiducia attraverso la garanzia dell’alta qualità dei prodotti. Per questo sono state individuate le seguenti categorie di premi “Stile e cultura d’impresa”, “Sostieni lo sviluppo”, “In-generation”, “Esportare il territorio”, “Campagna Amica” ed “Oltre Filiera” per raccontare le storie di tutti gli imprenditori che hanno il coraggio di rischiare e dare vita ad ”un’altra storia” quella dell’Italia vera, delle imprese che fanno grande il nostro Paese. Il Premio Oscar metterà in risalto la storia di chi realizza un progetto originale ed innovativo e decide di scommettere su questi valori il proprio futuro. “Oscar Green è stato già in passato il palcoscenico di molte eccellenze pavesi – ha dichiarato Stefano Ravizza, delegato regionale e provinciale di Giovani Impresa – e anche in questa edizione le giovani imprese della nostra provincia sapranno proporsi con lo spirito innovativo e costruttivo che le caratterizza mantiene alto il livello dell’agri-cultura made in Italy”

e-mail pavia@coldiretti.it -www.pavia.coldiretti.it


Rassegna Stampa Novembre 2010  

Rassegna Stampa Novembre 2010

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you