Issuu on Google+

Il Commissario Regionale Sen. Nitto Francesco Palma

Al Presidente della Giunta Regionale della Campania On. Stefano Caldoro

Ai Presidenti delle Province di Napoli, Salerno e Avellino On. Luigi Cesaro On. Edmondo Cirielli Sen. Cosimo Sibilia

Ai Componenti campani dell'Ufficio di Presidenza del Pdl On. Mara Carfagna On. Nicola Cosentino On. Amedeo Laboccetta

e p.c. Ai Coordinatori Provinciali del Pdl di Caserta, Benevento, Salerno Sen. Pasquale Giuliano On. Nunzia De Girolamo Dott. Antonio Mauro Russo

Come Vi è noto, nel corso della riunione del 5 aprile u.s., il PdL Campania ha approvato all’unanimità il documento con il quale si impegnavano prioritariamente i sigg. Presidenti in indirizzo a “fare immediata chiarezza sui rapporti politici in atto con l’UDC in Regione e nelle Provincie”. Analogo impegno veniva formulato nei confronti dello scrivente. Presupposto della richiesta di impegno era la valutazione negativa in ordine alle alleanze con il PD che, a partire dalla sindacatura di Napoli, avevano caratterizzato e caratterizzano l’azione politica dell’UDC. In particolare, il fatto che si palesava “una pianificata stategia di discontinuità politica con il quadro di alleanze che aveva negli anni garantito le molteplici vittorie elettorali” in Regione e nelle Provincie di Avellino, Caserta, Napoli e Salerno. Tale valutazione era perfettamente in linea con quanto affermato dal Presidente Berlusconi e dal Segretario Politico on. Alfano nell’Ufficio di Presidenza del precedente 4 aprile e, per gli effetti, con quanto autorizzato dal Presidente Berlusconi e dall’on. Alfano nel corso dei colloqui intervenuti con lo scrivente (il 4 pomeriggio con il Presidente Berlusconi ed il 5 mattina con l’on. Alfano).

COORDINAMENTO REGIONALE DELLA CAMPANIA 80133 Napoli – Piazza Giovanni Bovio, 22 – Tel. +39 081.5523641 Fax 081.5519951 www.pdlcampania.it


Il Commissario Regionale Sen. Nitto Francesco Palma

Peraltro, la correttezza della valutazione trovava puntuale conferma, sulla stampa quotidiana o online, nelle dichiarazioni dell’on. Andrea Orlando, commissario cittadino del PD, il quale affermava che l’alleanza con l’UDC, lungi dall’essere il semplice prodotto di convergenze territoriali, era il frutto del lungo lavoro teso a realizzare un’alleanza strategica tra il centrosinistra e l’UDC (tanto che, a loro dire, il precedente quadro di alleanze tra PdL e UDC, cioè quello che aveva garantito il comune governo in Regione e in molteplici enti locali, doveva considerarsi definitivamente tramontato e concluso); e nelle dichiarazioni di molteplici esponenti dell’UDC (Foglia, Zinzi, ecc.), secondo cui era ormai impossibile colloquiare con il PdL per la pochezza dei suoi rappresentanti ovvero del suo progetto politico. Aggiungo, per le valutazioni delle SS.LL., che nelle ultime settimane molteplici sono stati gli attacchi che il PD ha inteso rivolgere all’azione politica della Regione (trasporti, fondi europei, sanità, welfare), rectius, atteso il realizzato quadro di alleanze con l’UDC, all’azione politica del Presidente Caldoro quale leader del PdL. Aggiungo, altresì, che la profonda crisi economica e sociale che attanaglia la Regione Campania necessita di interventi, anche dolorosi, che richiedono, per un verso, un condiviso rilancio programmatico e, per altro verso, un rapporto fiduciario tra le componenti della maggioranza del tutto diverso da quello ormai “venuto meno” in conseguenze delle scelte elettorali dell’UDC. Ciò premesso, nella consapevolezza che il problema debba essere affrontato (così adempiendo a quanto richiesto dal PdL Campania) e che l’inerzia comporterebbe un logoramento utile solo a creare intuibile danno per le Istituzioni presiedute dalle SS.LL. e per il PdL, Vi sarei estremamente grato se potessimo confrontarci per la soluzione del problema il prossimo 21 aprile ore 11 presso la sede del coordinamento regionale sita in Napoli Piazza Bovio n. 22. Colgo l’occasione per manifestare il mio pieno apprezzamento a quanto dichiarato dal Presidente Caldoro (cfr. Corriere dell’Irpinia di oggi), e cioè che “bisogna fare il giusto gioco democratico per sostenere i nostri candidati del PdL”. Apprezzamento ancor maggiore perché manifesta in termini concreti, ben al di là di maliziose interpretazioni giornalistiche, quanto bene il Presidente Caldoro abbia compreso la genuinità della mia posizione (il presidente Caldoro è uno dei leader del PdL e sarà il nostro alfiere in campagna elettorale) e quanto importante è la Sua disponibilità ad impegnarsi in campagna elettorale.

COORDINAMENTO REGIONALE DELLA CAMPANIA 80133 Napoli – Piazza Giovanni Bovio, 22 – Tel. +39 081.5523641 Fax 081.5519951 www.pdlcampania.it


Il Commissario Regionale Sen. Nitto Francesco Palma

Al riguardo, mi permetto di richiedere al Presidente Caldoro che il Suo impegno elettorale si concentri nei comuni più significativi nei quali l’UDC si presenta contro il PdL da sola o in alleanza con il PD (Mondragone, Saviano, Volla, San Giorgio a Cremano, Torre Annunziata, Torre del Greco, Pozzuoli, Agropoli, Atripalda e Solofra); mi permetto altresì di invitare i sigg. Coordinatori Provinciali interessati a concordare direttamente con il Presidente Caldoro, e fin da subito, le manifestazioni elettorali che lo vedranno protagonista. Un caro saluto a tutti. Napoli, 13 aprile 2012

Il Commissario Regionale Sen. Nitto Francesco Palma

COORDINAMENTO REGIONALE DELLA CAMPANIA 80133 Napoli – Piazza Giovanni Bovio, 22 – Tel. +39 081.5523641 Fax 081.5519951 www.pdlcampania.it


documento PDL 13 aprile