Page 1

TEATRO COMUNALE DI GONZAGA Stagione 2011-2012 Elew, Oreglio e Galiena in anteprima nazionale Gonzaga (MN). Barack Obama è un suo grande fan. Il pianista “rockstar” Elew è una delle presenze più prestigiose della Stagione 2011-2012 del Teatro Comunale di Gonzaga, che si presenta in una formula short ma ad elevato contenuto artistico. Sono tre le anteprime nazionali nel nuovo calendario, con Flavio Oreglio che porta in scena l’inedita produzione “Sulle spalle dei Giganti” (giovedì 27 ottobre), e Anna Galiena protagonista della piéce “Padrona padrone delle mie passioni”, tratta da William Shakespeare (martedì 29 novembre). Per la prima volta in Italia, domenica 11 marzo si esibisce in concerto Eric Lewis, in arte Elew, musicista che ha incantato non solo la critica musicale ma anche celebri personaggi internazionali con il suo stravagante stile di suonare il pianoforte, con cui si fonde in una danza frenetica. La stagione è realizzata dal Comune di Gonzaga – Assessorato alla Cultura e Justintime, con la direzione artistica di Mauro Diazzi. La programmazione teatrale comprende anche tre spettacoli in trasferta: “La Locandiera” di e con Corrado D’Elia al Teatro Comunale di Medole (sabato 14 Gennaio), “Servo di scena” diretto da Franco Branciaroli al Teatro Sociale di Castiglione delle Stiviere (martedì 21 Febbraio) e “Mi chiedete di parlare”, scritto, diretto e interpretato da Monica Guerritore al Teatro Sociale di Mantova (giovedì 19 Aprile). La stagione si caratterizza anche per una trasversalità di generi e per una pluralità di collaborazioni che testimoniano l’apertura del teatro al territorio . Ricca la pagina musicale, che apre sabato 17 Dicembre con il concerto gospel “The Mercy Sheridan Gospel Unit”, organizzato dalla Pro Loco di Gonzaga. Venerdì 23 Dicembre si terrà il tradizionale Concerto di Natale della Banda di Gonzaga mentre sono in programma nel nuovo anno lo spettacolo di musica e teatro “Sogni di Tango”, a cura della Compagnia Streetango (gennaio 2012) e il concerto della “Columbus Ensemble” diretta dal M° Franco Pirondini che si esibirà un repertorio di colonne sonore di celebri film (febbraio 2012). Appuntamento martedì 27 marzo (ore 20.30), infine, con Tempo d’Orchestra e il concerto di Louis Lortie, al pianoforte, con i solisti della Mahler Chamber Orchestra

INFO

Gli spettacoli avranno inizio alle ore 21.00 Telefono Ufficio Teatro: 0376 526337 Cellulare: 3293573440 E-mail: giulia.marmiroli@comune.gonzaga.mn.it, teatro.gonzaga@comune.gonzaga.mn.it Sito internet: www.comune.gonzaga.mn.it. Il teatro comunale di Gonzaga è presente anche su Facebook

PRENOTAZIONE, ACQUISTO E RITIRO BIGLIETTI

Mercoledì pomeriggio dalle 15.00 alle 18.30 e Sabato mattina dalle 9.00 alle 13.00 della settimana precedente ad ogni spettacolo presso l’ufficio teatro. Il giorno dello spettacolo, entro le ore 20.00, presso la biglietteria del Teatro Comunale, via Leone XIII, aperta solo nei giorni delle rappresentazioni, dalle ore 19.00.

PREZZI: platea euro 20, galleria euro 15, studenti euro 10 CARNET 3 SPETTACOLI: platea euro 50, galleria euro 35, studenti euro 25 PREZZI SPETTACOLI IN TRASFERTA: “La Locandiera” 15 euro; “Servo di scena” 20 euro; “Mi chiedete di parlare” 20 euro.


TEATRO COMUNALE DI GONZAGA Spettacoli in sede Giovedì 27 Ottobre, ore 21 Anteprima nazionale

FLAVIO OREGLIO

SULLE SPALLE DEI GIGANTI Le radici pagane dell’Europa “Sulle spalle dei giganti” è la nuova produzione di Flavio Oreglio tratta dal suo ultimo libro “Storia curiosa della scienza. Le radici pagane dell’Europa”. Con la complicità del ricordo, un uomo ripercorre i momenti più significativi vissuti a scuola da ragazzo e così facendo si interroga sulle tante contraddizioni della nostra società. Nascono tante domande le cui risposte delineano nel loro insieme un percorso narrativo curioso e divertente, poetico e sorprendente che collega eventi distanti nel tempo. Un romanzo satirico che, tra monologhi e canzoni, letture e proiezioni, legge la Storia al di là delle guerre, l’uomo nelle sue espressioni positive e la cultura come strumento di affermazione e libertà.

Martedì 29 Novembre, ore 21 Anteprima nazionale

ANNA GALIENA in

PADRONA PADRONE DELLA MIA PASSIONE da William Shakespeare

Shakespeare è il poeta delle passioni. Nessuno ha saputo descrivere con la sua acutezza le pulsioni violente dell’animo umano: amore, odio, potere, gelosia, lussuria. Scorrono così davanti agli spettatori alcuni fra i momenti più importanti e famosi della drammaturgia shakespeariana. Un percorso di grande fascino che offre allo spettatore un’emozionante discesa nelle pieghe più profonde dell’animo umano.


Domenica 11 Marzo, ore 21 Anteprima nazionale

ELEW in concerto Il suo nome è Eric Lewis ma tutti lo conoscono come Elew, il pianista rockstar. La sua musica ispirata dal rock e dal jazz, che lui stesso definisce “Rockjazzâ€?, ha infatti incantato non solo la critica musicale mondiale ma anche celebri personaggi internazionali fra i quali il presidente degli Stati Uniti Barack Obama, ora suo grande fan. Il suo stravagante stile di suonare il pianoforte fondendosi con esso in una danza frenetica offre al pubblico uno spettacolo unico in grado di andare oltre la performance puramente musicale.


TEATRO COMUNALE DI GONZAGA Spettacoli in trasferta Trasferta al Teatro Comunale di Medole

14 gennaio 2012

LA LOCANDIERA di Carlo Goldoni

di e con Corrado d’Elia Dopo il successo al Teatro Libero, debutta al Teatro Menotti uno degli spettacoli più divertente di Corrado d'Elia, La Locandiera, in un allestimento coloratissimo, di grande energia, comicità e dal ritmo scoppiettante.Attraente e astuta, costantemente corteggiata dagli uomini che frequentano la sua locanda, non cede a nessuno e si diverte a conquistare il cuore di cavalieri e marchesi, che alla fine rifiuterà, scegliendo, a dispetto di tutti, il fidato cameriere. Il Settecento è stato un secolo di allegria, di trionfo dell'immaginazione, di invenzioni, di grande musica, dove la forma aveva grande significato. Questa "maniera", questa finzione, sono state tradotte ambientando la commedia in un mondo fatto di plastica, simbolo moderno dell'artificio, coloratissimo e smaccatamente finto. Da tempo il regista Corrado d'Elia (insignito recentemente del prestigioso Premio Internazionale Pirandello) desiderava lavorare su Goldoni. Così, dopo tanta sperimentazione, dopo gli ultimi lavori in cui la parola veniva spesso frammentata, e le immagini e la musica suggestionavano in maniera determinante l'impianto spettacolare delle sue regie, ecco un ritorno in un certo modo ad un teatro di parola, di cui d'Elia è abilissimo costruttore (pensiamo agli esempi, che tuttora incantano le platee di tutta Italia, quali Cirano de Bergerac, Caligola e Novecento).

Trasferta al Teatro Sociale di Castiglione delle Stiviere

21 Febbraio 2012

Franco Branciaroli Tommaso Cardarelli

SERVO DI SCENA di Ronald Harwood regia di FRANCO BRANCIAROLI

Nella Londra degli anni '40, sotto i bombardamenti nazisti, a dispetto della stupidità che sembra sul punto di conquistare il mondo, il teatro continua a vivere e Shakespeare ne è il "profeta". Franco Branciaroli è Sir, attore shakespeariano, un tempo osannato e stimato, ora alla fine di una lunga carriera; suo unico sostegno è Norman, il fedele servo di scena, che lo assiste, lo nutre e lo coccola. Sir, malato e stanco, sembrerebbe sul punto di ritirarsi dalle scene, proprio alla vigilia della prima di un Re Lear. Norman lo convince a non rinunciare allo spettacolo. Una commedia appassionante, uno dei più famosi testi teatrali di Ronald Harwood, che curò anche l'adattamento cinematografico dell’omonimo film di Peter Yates del 1983. Una perfetta ricostruzione dell'epoca scritta nel linguaggio tipico dello stile britannico. Nella figura del servo di scena trapela una grande verità: il teatro è invincibile perché non ha padroni, non cerca ricompense, è invincibile perché la ragione profonda della sua esistenza sta nella sua gratuità.


Trasferta al Teatro Sociale di Mantova

19 aprile 2012

Monica Guerritore in

MI CHIEDETE DI PARLARE con Lucilla Mininno

la voce di una giornalista è di Emilia Costantini la voce di Francois Pelou è di Rachid Benhadj elaborazione del progetto in memoria di Oriana Fallaci, ricerca e raccolta materiali biografici di Emilia Costantini scritto e diretto da Monica Guerritore

“Immagino una folle, piccola donna, nella sua solitudine... Chiusa nella sua casa di New York dove non faceva entrare nessuno e che una grande giornalista come l’Annunziata descriverà con un’immagine di grande potenza “un disordine che inquieta, una donna sola, un tappeto di cicche di sigarette per terra..” Quella Oriana per sempre tenuta nascosta, nell’ ombra doveva permettere al Mito, all’Altra di vivere: la grande Giornalista, la Fallaci. “..non guardatemi..” chiederà gentilmente alla fine del mio spettacolo. “..non guardatemi morire”. Così Oriana è riuscita a salvaguardare il Mito Fallaci . E lasciare a noi solo la possibilità di fare delle ipotesi sulle contraddizioni di una grande, rabbiosa, folle donna. La più grande e la più odiata. La prima cronista di guerra. Il palcoscenico ci aiuterà... Non c’è luogo più del palcoscenico dove non si possa mentire. Nessun luogo (checché ne pensino molti..) “Una donna non muore se da un'altra parte, un'altra donna , riprende il suo respiro” dice Helene Cixous. Voglio riprendere il suo respiro. Per capire”. Monica Guerritore

STAGIONE 2011-2012 - TEATRO DI GONZAGA (mn)  

STAGIONE TEATRALE 2011-2012

Advertisement