Issuu on Google+


e n i z a g a M i n co a l o u c ! la s a l l e b ù i p a r o c n a è Z I ON E

A 1! 1 R 0 A 2 P E E IN Z A G È IN PIR A iM O R A L’ANNU ◄ Alcuni esemplari degli annuari iMagazine 2010 realizzati nella passata edizione dell’iniziativa

LE PRESENTAZIONI UFFICIALI DEGLI ANNUARI IMAGAZINE 2011 In alto: l’assessore all’istruzione della Provincia di Gorizia, Maurizio Salomoni (a sinistra), e il direttore di iMagazine, Andrea Zuttion. Nelle foto in basso: il caporedattore di iMagazine, Andrea Doncovio, con il vicesindaco di Fiumicello, Claudio Pizzin (foto a sinistra), e con l’assessore alla cultura del Comune di Cervignano del Friuli, Marco Cogato.


MA QUANTO COSTA? Nulla! È un dono di iMagazine a tutte le scuole del territorio! E PER AVERLO? Ogni scuola dovrà semplicemente segnalare la propria adesione all’iniziativa contattando entro il 31 marzo 2011 la redazione di iMagazine (tel. 0432 996332, news.imag@gmail. com)

OCCORRE ALTRO? No! Gli istituti aderenti all’iniziativa e lo staff di iMagazine si accorderanno per fissare una data in cui una troupe della rivista, composta da giornalista e fotografo, visiterà la scuola per realizzare le fotografie degli studenti da pubblicare sull’annuario ricordo che verrà consegnato gratuitamente a ciascun alunno e agli insegnanti al termine dell’anno scolastico.


E D I T O R I A L E L’INFORMAFREEMAGAZINE nº 31 – anno VI numero 2 marzo-aprile 2011 ISSN 1828-0722 Editore

GOLIARDICA EDITRICE

srl a socio unico sede operativa: I – 33050 Bagnaria Arsa, Italy via Aquileia 64/a tel +39 0432 996332 fax +39 040 566278 news.imag@gmail.com Direttore responsabile Andrea Zuttion Condirettore responsabile Claudio Cojutti Responsabile di redazione Andrea Doncovio Redazione Giuliana Dalla Fior Direzione commerciale Maurizio Cechet Responsabile area legale Massimiliano Sinacori Segreteria commerciale Stefano Tomat Segreteria di redazione Ombretta Titton Supervisione prepress e stampa S. Cargnelutti Hanno collaborato Linda Marcuzzi, Stefano Caso, Michela De Bernardi, Fabrizio Dottori, Germano De March, Ilaria Zecchini, Rosella Primosi, Cristina Scremin, Erika Carpaneto, Giovanni Stocco, Paolo Marizza, Giuliana De Stefani, Vanni Veronesi, Patrizia Longo, Andrea Fiore Registrazione Tribunale di Udine n. 53/05 del 07/12/2005 Stampato in Italia Tiratura 70.000 copie Credits copertina Redazione Credits sommario :: Redazione :: :: Turismo Torino (Giuseppe Bressi):: :: Redazione :: :: Manuel Comis e Fabiana Gorassini :: :: Vanni Veronesi :: © goliardica editrice srl a socio unico. Tutti i diritti sono riservati. L’invio di fotografie o altri materiali alla redazione ne autorizza la pubblicazione gratuita sulle testate e sui siti del gruppo l’informa srl. Manoscritti, dattiloscritti, articoli, fotografie, disegni o altro non verranno restituiti, anche se non pubblicati. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere riprodotta in alcun modo, incluso qualsiasi tipo di sistema meccanico, elettronico, di memorizzazione delle informazioni ecc. senza l’autorizzazione scritta preventiva da parte dell’Editore. Gli Autori e l’Editore non potranno in alcun caso essere considerati responsabili per incidenti o conseguenti danni che derivino o siano causati, direttamente od indirettamente, dall’uso improprio delle informazioni ivi contenute. Tutti i marchi citati appartengono ai rispettivi proprietari, che ne detengono i diritti. L’Editore, nell’assoluzione degli obblighi sul copyright, resta a disposizione degli aventi diritto che non sia stato possibile rintracciare al momento della stampa della pubblicazione.

Cari lettrici e lettori, il numero di che, di fatto, apre la stagione primaverile vuole rendere omaggio ad un evento importante per il nostro Paese: il centocinquantesimo anniversario dell’unità d’Italia, che si festeggerà ufficialmente il 17 marzo. Ma se il processo di unificazione giunse a compimento nel 1861, solo ottantasette anni più tardi (1 gennaio 1948) è entrata in vigore l’attuale Costituzione repubblicana. Spesso, quando la si cita, si tende a ricordarne il primo articolo: “L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro”. In queste righe, tuttavia, desidererei porre l’attenzione sull’articolo numero due: “La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale”. L’ho voluto riportare integralmente perché, in queste parole, risiede l’essenza stessa di . Un progetto che mira a creare ed a sviluppare un circuito virtuoso del territorio per il territorio, con l’obiettivo di coinvolgere tutti gli ambiti sociali, ponendoli in relazione tra loro per – questo l’aspetto più ambizioso – favorire la crescita economica e culturale di ogni soggetto della nostra popolazione. Due esempi mi aiutano a sostenere questa tesi: il progetto iMoney e quello degli annuari scolastici. Nessuna realtà imprenditoriale, non solo editoriale, ha mai erogato gratuitamente alla cittadinanza vero e proprio denaro da spendere nelle attività produttive del territorio. E nessuna realtà imprenditoriale, non solo editoriale, ha mai donato gratuitamente a tutte le scuole di ogni ordine e grado gli annuari ricordo con all’interno le immagini dei volti e dei momenti salienti che hanno contraddistinto un intero anno scolastico. Ecco perché rileggendo l’articolo secondo della nostra Costituzione repubblicana, voglio condividere con l’intera squadra di e con tutti gli iPartner (istituzionali, associativi, commerciali) le soddisfazioni che, quotidianamente, il nostro progetto ci permette di vivere in prima persona. Forte di quei valori e di quell’ottimismo verso il futuro che, da sempre, impregnano le pagine della nostra rivista. Anche per questo, non mi resta che augurarvi … buona lettura! Andrea Zuttion


Ma è possibile che gli iMoney siano veramente GRATUITI? I buoni valore iMoney sono assolutamente gratuiti per i lettori che ne fanno richiesta. Questo perchè i partner di iMagazine - che identifichiamo con il logo iMoney Partner - comunicando con la rivista hanno anche dei vantaggi economici, che in parte vengono redistribuiti attraverso gli iMoney. Che differenza c’è tra buono sconto e iMoney? I buoni valore iMoney sono vero e proprio denaro da poter utilizzare liberamente presso le attività iMoney Partner segnalate sul buono. A differenza dei buoni sconto, l’utente non ha alcun obbligo di acquisto legato a particolari promozioni. Quando ho un iMoney come mi devo comportare? È sufficiente recarsi presso l’iMoney Partner e, una volta terminata la propria spesa o consumazione, utilizzare il buono per il pagamento. Con una sola attenzione: i buoni iMoney non danno diritto a ricevere il resto. Quanti iMoney posso ordinare? E posso usarli contemporaneamente? È possibile ordinare fino a quattro iMoney (diversi tra loro), con l’opportunità di segnalare eventuali buoni di riserva qualora quelli richiesti non dovessero essere più disponibili. Ricorda: per ogni spesa o consumazione effettuata si potrà utilizzare un solo iMoney. C’è il rischio che il buono iMoney non venga accettato? Assolutamente no. Gli iMoney sono un regalo di iMagazine ai propri lettori: ecco perché tutti gli iMoney Partner vi accoglieranno con cortesia. Come faccio ad averli? Basta spedire una lettera a iMagazine, via Aquileia 64/a, 33050 Bagnaria Arsa (UD) oppure scrivi un’email a imoney@email.it oppure invia un fax allo 040.566.278 oppure vai su www.imagazine.it indicando quali iMoney ti piacerebbe ricevere. Ti verranno recapitati, gratuitamente, presso un iMoney Partner da te segnalato!


scegli GRATUITAMENTE il tuo iMoney spedisci una lettera a iMagazine, via Aquileia 64a, 33050 Bagnaria Arsa (UD) oppure scrivi un’email a imoney@email.it oppure invia un fax allo 040 566278 indicando quali iMoney ti piacerebbe ricevere. Oppure vai su www.imagazine.it.

iMoney Partner

elenco aggiornato alla data di pubblicazione

GORIZIA Al Corredo Arcangeli Autoriparazioni Vidoz Stefano Az.Agricola Stel Bar Moredo Bigatton Ferrucio Caffè Principe Conte Servizi Fonderia Giusto & Roldo Ford di Gratton Rodolfo G.M.C. Colori Gioielli antichi Libreria Athenaeum Libreria Voltapagina Living Sia Micolino Maurizio Salone Angela e Sabina Piccolo Istituto di Estetica RS Tinteggiature Salone Elisa Butterfly Style Sari Manuela Taxi Van Tiki Tattoo Vanity Wellcome Willis Impianti

via Garibaldi, 11 piazza Vittoria, 3 via del Collio, 7 piazza De Amicis, 10 via Madonnina del Fante, 7 via Duca d’Aosta, 50 via Verdi, 1 via del Seminario, 2/3 via Gregorcic, 48 via Aquileia, 42 viale XX Settembre, 138 piazza Vittoria, 3 via Diaz, 9/D corso Verdi, 54 via Sauro, 30 via III Armata,85 via Torriani,4 via dei Leoni, 66 via Giustiniani, 93 via Friuli, 8 via Montesanto, 88 piazza Fiume, 1 via IX Agosto, 14 via Ponte del Torrione, 17 via XXIV Maggio, 12/b via San Giovanni, 2

Intimo e non solo Gioielli antichi Autoriparazioni

Fioreria Bar Reflessologo, podologo Bar caffetteria Antennista Gioielli di metallo, coppe targhe medaglie Concessionaria auto Colori e vernici Gioielleria antiquaria Testi universitari libri usati rilegature tesi Cartolibreria Moda casa Serramenti e carpenteria Parrucchiera Trattamenti di bellezza e dermoestetici, parrucchiera Tinteggiature di interni e di esterni Parrucchiera e decorazione unghie Parrucchiera Noleggio auto Tatuaggi Piescing Parrucchiera Vendita e assistenza computer Impiantistica


iMoney Partner MONFALCONE Acconciature Moda Autofficina Paolo Fabrizio Beauty 2000 Boutique del Fiore

via Crociera, 4 via San Vito, 33 viale San Marco, 29 via Garibaldi, 26

Parrucchiera Autofficina Estetica uomo-donna Fioreria

Braico Eredi Despar Ronchi Dimensione Benessere Edil BM Group L’Arca del Bebè

via Raffaello Sanzio, 10 viale Garibaldi, 6/a via I Maggio, 58 viale San Marco, 7 viale Berti, 18

Idraulica Supermercato Centro estetico Serramenti, porte interne, portoncini blindati, scale Asilo

L’Occhiologo

via Nino Bixio, 28/a

Centro ottico

Lavasecco Sole Leone Walter Panificio Particceria Miniussi Stirobene Sweet Bar e Panetteria T.C.T. Vertigine Capelli all’Altezza Verzegnassi Visaggio Giordano RONCHI DEI LEGIONARI A. S. Motorsport Ai Dodici Ballet Club Barrio San Lorenzo s.a.s. Despar Ronchi Electronmia Le Birbe STARANZANO Azienda Agricola Ai Rodari Boutique del Dolce Fiori Amica Simonetta Acconciature Terra TURRIACO Agriturismo Lì de la Anna Cosper s.n.c. Un Momento per Te SAN CANZIAN D’ISONZO Alle Vigne Ostaria da Bepi Meo Mondo Pesca FOGLIANO REDIPUGLIA Agriturismo La Tradizione Carli Ristoro Agrituristico ai Trosi SAGRADO Acconciature Unisex Carmen Automatica Edil Soluzioni La Gogna GRADISCA D’ISONZO Bar da Teo Il Forno Storico New File Computer NonSoloLana Osteria La Pesa Studio Benessere T.C.T. Testino Franco

via Galilei, 46 via Napoli, 3 via IX Giogno, 94 via Don Fanin, 32 via Marziale 16/a viale San Marco, 13/b via Galvani, 18 via Gorizia, 13 via Romana, 185

Lavasecco Ferramenta ed affini Pannetteria, pasticceria Stireria Bar e panetteria Studio commercialista Acconciature, esame tricologico, manicure, makeup Vendita bombole gas e non solo Antenne+digitale terrestre, assistenza home fitness

via Roma, 62 via Mitraglieri, 21 viale Serenissima, 71 via S. Lorenzo, 3 viale Stagni, 8 via Le Giare, 38 via Redipuglia, 80

Vendita autoaccessori, tuning, karting, racing Agriturismo Scuola di danza Bar, ristorante, vendita olio Supermercato Impiantistica Asilo nido, bambini 12/36 mesi

via V.Veneto, 5 via Nazario Sauro, 1 via Trieste, 183 via Battisti, 53 via Martiri della Libertà, 3

Azienda agricola Gelateria, pasticceria, cioccolateria Fioreria Parrucchiera Negozio di animali

via Garibaldi, 113 via XXV Aprile, 49 piazza Libertà, 40

Agriturismo Spurgo pozzi neri civili e industriali Centro estetico

via Del Revoc, 9 via Romana, 46 via Nazario Sauro, 8 (Pieris)

Ristorante Ristorante Tutto per la pesca

via Ulivi, 28 via Redipuglia, 5 via Sant’Elia, 90

Agriturismo Abbigliamento uomo-donna Agriturismo

via Dante Alighieri, 68 via Dante Alighieri, 14 via Dante Alighieri, 43 via IV Novembre, 56

Parrucchiera Automazioni civili-industriali Edilizia Birreria, paninoteca

via Papalina, 1 via Bergamas, 29 via Roma, 1 via Bergamas, 13 via Carducci, 2 viale Trieste, 59 viale San Michele, 4 via Ciotti, 22

Bar Panificio, pasticceria, salumeria Vendita ed assistenza computer Merceria e lana Osteria Centro massaggi Studio commercialista Assemblaggio e riparazione hardware, installazione e assistenza software


FARRA D’ISONZO Fr Moto CORMONS Barbara Sottili Battistutta Walter Cartotecnica R. Evolution House Ristorante Felcaro Francesca Tuzzi La Nuova Immagine Misigoj Massimo Pulisecco Milena MARIANO DEL FRIULI Persig Anna Lucia MEDEA Le Forchette del Re ROMANS D’ISONZO Cartufficio Elena Immagine Moda Multiservice Termoarredobagno GRADO Home Sweet Home CERVIGNANO DEL FRIULI Fioreria Papaveri e Papere Geotherm L’Officina delle Erbe Peter Pan Print Service Taxi Omar FIUMICELLO Erboristeria Parafarmacia Profumeria L’Essenza MANZANO Home Sweet Home UDINE Home Sweet Home SAN DANIELE DEL FRIULI Solar Systems TRIESTE Imprinta T.C.T. GONARS Imagine Fitness Center SAN VITO AL TORRE Baldassi Enea e David AIELLO DEL FRIULI Extrò NOVA GORICA (SLO) Autorent Koptex Gommista Igor Zbogar PoceniPc Computer Outlet Prima I.E. RENCE (SLO) Titro MIREN (SLO) Gostilna Makoric SEMPETER (SLO) Ustna Higiena Zobna Ambulanta Binn SOLCAN (SLO) Sunmedia Doo

via Gorizia, 158

Concessionaria Yamaha, officina Suzuki-Kawasaki

viale Venezia Giulia, 62 v.le Venezia Giulia 54/V.le Friuli 43 via Friuli, 16 Showroom: via Brazzano, 39 via S.Giovanni, 45 viale Friuli, 125/1 via Zorzut, 8 via Torino, 6 via Pozzetto 1/c

Trattamento cranio-sacrale Panificio, pasticceria, bar Vendita fuochi d’artificio Vendita arredo bagno, cucine in muratura, ceramiche, sanitari Ristorante albergo Shiatsu, Reiki e riequilibrio energetico Parrucchiera Impianti elettrici e fotovoltaici Pulitura

via Manzoni, 63

Artista

via delle Scuole, 5

Trattoria

via Modolet, 2 via Latina, 73 via del Torre, 28 via San Giorgio, 8

Cartoleria, edicola Parrucchiera Telefonia Termoidraulica

via Marina, 37

Accessori per la casa

via Trieste, 37 via Monfalcone, 19 via Mazzini, 8 via Mazzini, 1 via Mercato, 13/6 via Gorizia, 8

Fioreria Impianti termoidraulici, assistenza tecnica Erboristeria Giocattoli Centro copia stampe Servizio taxi

via A. Zanetti, 5 (S. Valentino) via Gramsci, 31

Erboristeria parafarmacia Profumeria

via Udine, 24/a

Accessori per la casa

via Vittorio Veneto, 14/a

Accessori per la casa

via Mons. Romero, 59

Energie Alternative

via del Prato, 2 viale Martiri della Libertà, 8

Stampe digitali, rilegature testi, cancelleria Studio commercialista

via Vittorio Veneto, 100

Palestra

via Trieste, 23

Installazione impianti solari, termici, idrici, gas, scarici e climatizzazione

via XXIV Maggio, 28

Acconciature

Industrjska Cesta, 3 Kromberk ulica Vodovodna Pot, 11 Industrjska Cesta, 9 Kromberk Kromberska Cesta, 12 ulica C. IX Korpusa, 96

Concessionaria Vendita e noleggio camper e caccia e pesca Gommista Riparazione e vendita computer Concessionaria Ford

Bilje, 92/c

Piscine

Orehovlje, 31

Ristorante

Osojna Pot, 6 Cesta Prekonorskih Brigad, 62 a

Igene dentale Dentista

Za Spomenikom, 14

Antennista


: lettere alla redazione ◄ Una delegazione di speleologi austriaci del Verein für Speleologie von Villach è stata ospite a fine gennaio nel rifugio speleologico di Taipana dove ha potuto godere dell’ospitalità del Centro Ricerche Carsiche “C. Seppenhofer” di Gorizia, che gestisce la struttura. Nella tre giorni gli speleologi austriaci hanno potuto ammirare i suggestivi sentieri che il paese offre anche in questa stagione apparentemente brulla e spoglia ma, comunque ricca di fascino. Inoltre, grazie anche alla disponibilità della signora Lucia Braida, gli ospiti stranieri hanno potuto visitare la Grotta Nuova di Villanova, mentre accompagnati dai loro colleghi goriziani, hanno avuto modo di visitare anche la vicina Grotta Doviza. La partecipazione della delegazione austriaca rientra nel programma di divulgazione e conoscenza del territorio intrapreso dal sodalizio goriziano. Maurizio Tavagnutti Presidente Centro Ricerche Carsiche “C. Seppenhofer” di Gorizia

San Canzian D’Isonzo 31-1-2011 Per tutta la redazione. Grazie per gli iMoney, vi scrivo perchè anche se è passato un mese 2011, vorrei che il 2011 fosse per tutti un periodo più sereno, più speranze per il futuro, lavoro per tutti, ci sia meno cassa integrazione per le famiglie. Gli iMoney sono un piccolo aiuto, si riceve tanta disponibilità, tanta gentilezza dove si va, speriamo che questo servizio continui a lungo. Vorrei che ci fosse meno discriminazione, tanta pace nel cuore e nella vita di ognuno di noi. Buon lavoro a tutti da Lorena Guzzon Leggo con piacere la vostra rivista che propone sempre articoli interessanti riguardanti il territorio. Colgo l’occasione per complimentarmi per i contenuti. Stefano Declich Monfalcone Anch’io come molti vostri lettori ho dovuto ricredermi: iMoney sono veri in ... carta ed euro. Vi ringrazio per l’invio tempestivo che mi ha permesso di spenderli per le feste natalizie. Gli iMoneyPartner sono stati gentilissimi nonostante non fossi una cliente abituale. Li ricambierò diventandolo. Ringrazio e faccio i complimenti per l’iniziativa e auguro a tutta la redazione un buon 2011. Maria Rita Capasso Spettabile redazione, dopo aver letto il servizio sulle nostre montagne pubblicato nell’ultimo numero di iMagazine, assieme a mio marito mi sono decisa a realizzare un desiderio che covavo da tempo: visitare il santuario di Monte Lussari in mezzo alla neve. È stata un’esperienza bellissima! Grazie per la vostra rivista che ci permette di scoprire lo splendido territorio in cui viviamo. Mirta Lupoli Gorizia

Dalla rubrica “Il Sindaco risponde”, del sito internet del Comune di Cervignano del Friuli (www.cervignanodelfriuli.net) Spettabile Sindaco, volevo fare i complimenti a lei e alla sua giunta per l’ottima iniziativa della pubblicazione magazine che avete fatto recapitare nelle nostre case: finalmente qualcosa di utile ed interessante. E’ un’iniziativa che verrà riproposta anche in futuro? Nel frattempo colgo l’occasione per augurare a lei e ai suoi collaboratori buon lavoro! Luigi I complimenti non vanno fatti a noi bensì alla casa editrice che pubblica la rivista che si chiama iMagazine e che dovrebbe avere una cadenza di distribuzione bimestrale. Il Comune si è limitato ad una collaborazione, cosa che farà anche in futuro visto che il magazine può esser un utile veicolo per informare i cittadini. Cordiali saluti. Pietro Paviotti

È possibile inviare le proprie lettere e i propri commenti via posta ordinaria (iMagazine – via Aquileia 64/a – 33050 Bagnaria Arsa-Ud), oppure via e-mail (news.imag@gmail.com).


S O M M A R I O

17

marzo-aprile 21

PSICOLOGIA di Giuliana De Stefani L’ANALISI di Paolo Marizza

17 La riforma dell’università TORINO

21 La culla dell’Italia LORENZO BETTARINI di Giuliana Dalla Fior

25 Sorridere alla vita 25

SAURIS

29 L’isola che non c’è VILLA CHIOZZA di Vanni Veronesi

33 La villa del sapere FEDERICA SEGANTI di Andrea Doncovio

37 Orizzonti internazionali 29

DIRITTO di Massimiliano Sinacori

40 Quanto costa cambiar casa? QUESTURA

42 Droga? No, grazie.

33

Ho un conflitto. 44 ...non sono più ecologico? L’AUTORE DELLA PORTA ACCANTO di Andrea Doncovio

46 Loredana Marano 48 Il mestiere di scrivere SALUTE E BELLEZZA

52 Massaggio Miofasciale 55

CHEF…AME!

e segg. La Tradizione

56 e segg. Gli eventi di marzo e aprile

83 e segg. Sezione locale


L’ A N A L I S I

LA RIFORMA

DELL’UNIVERSITÀ SERVIZIO DI PAOLO MARIZZA, IMMAGINI A CURA DELLA REDAZIONE

FLICKR_Matteo Parisen

I punti di forza e di debolezza del nuovo provvedimento. Tra opinioni contrastanti, timori, speranze e una certezza: la differenza la farà il management.

Dopo i forti contrasti di opinioni e posizioni sollevati dall’approvazione della Riforma dell’Università, ad un paio di mesi di distanza è forse possibile tracciare con maggiore equilibrio un quadro di sintesi del provvedimento, considerando i punti di forza e di debolezza. Va subito detto che l’architettura della riforma risulta organica, nel senso che interviene su tutti i nodi chiave, e allineata ai principi delle migliori prassi internazionali. C’è anche da dire che essa si innesta su un corpo che non è così compromesso come viene usualmente rappresentato. In generale il posizionamento del sistema universitario italiano a livello internazionale corrisponde al peso del nostro sistema economico: poche punte di eccellenza in presenza di una qualità media. Diverso è affermare che essa risulti completa ed efficace nelle modalità di attuazione. ÌMAGAZINE

|

marzo-aprile 2011

|

17


©FLICKR/cau Napoli

La riforma tende a creare le condizioni che abilitino un percorso virtuoso, ma per diversi aspetti appare a chi scrive una sorta di fase uno di un processo evolutivo che come punto di arrivo dovrebbe prevedere equilibri istituzionali ed organizzativo-gestionali più avanzati. Esistono comunque i presupposti per innescare un percorso che rimuova le strozzature ed i vincoli che la zavorrano. LE SEI DIRETTRICI DI CAMBIAMENTO

Ma veniamo ai nodi essenziali affrontati dal provvedimento. Essi possono essere sintetizzati in sei direttrici fondamentali di cambiamento, che riguardano: 1. i sistemi di incentivazione della qualità ed efficienza; 2. i sistemi di valutazione delle prestazioni; 3. i sistemi di gestione delle risorse umane (dal reclutamento agli iter di carriera, in particolare dei ricercatori); 4. i sistemi di controllo amministrativo e gestionale; 5. il sistema organizzativo (strutture, ruoli e responsabilità); 6. i sistemi di governo (governance). Come facile rilevare, si tratta di un processo di cambiamento che tocca tutte le componenti fondamentali di una organizzazione. Nel settore privato si parlerebbe di ristrutturazione o di cambiamento radicale. In linea di principio i sistemi di gestione cui dai punti 1 a 4 dovrebbero generare un circolo virtuoso. Sia l’introduzione di sistemi amministrativo contabili conformi ai principi economico civilistici (come nel settore privato) sia quella di sistemi di controllo gestionale sono funzionali al miglioramento della trasparenza, della programmazione, rendicontazione e verifica dei risultati rispetto ad obiettivi sia di natura economico finanziaria sia di natura gestionale (qualità, livelli di servizio, efficienza). La standardizzazione e misurazione degli output facilita l’introduzione di sistemi di valutazione dei risultati e delle prestazioni cui collegare un sistema premiale di incentivazione. Anche i sistemi di gestione delle risorse umane ne beneficerebbero in termini di programmazione e sviluppo dei sentieri di carriera e delle politiche retributive. L’evoluzione del sistema organizzativo e del sistema di governo, punti 5 e 6, che rappresentano le componenti istituzionali e strutturali a presidio dei processi decisionali e gestionali, prevede l’introduzione di innovazioni che dovrebbero sostenere ed integrarsi coerentemente con l’evoluzione dei sistemi di gestione. SISTEMI DI GESTIONE: MIGLIORARE CHIAREZZA ED ARTICOLAZIONE

La legge rinvia a tutta una serie di decreti di futura emanazione la disciplina di dettaglio del funzionamento dei mec18

|

marzo-aprile 2011

| ÌMAGAZINE

canismi di incentivazione e valutazione e della dotazione di risorse con cui finanziare la molteplicità di fondi previsti. Sono una decina i meccanismi di incentivazione di qualità/efficienza, non sempre chiaramente definiti e coordinati in termini di funzionamento e finanziamento. Per quattro di essi se ne rinvia peraltro la disciplina e le modalità di finanziamento a decretazione o normazione futura. Per quanto concerne i sistemi di valutazione, essi si riferiscono a diverse dimensioni e momenti della vita degli atenei : da un lato le performances economico-finanziarie, scientifiche e didattiche complessive e, dall’altro, le performances scientifiche e didattiche dei singoli docenti. I principi ed i criteri di valutazione sono definiti da una commissione nazionale, mentre la loro applicazione è demandata a specifici nuclei di valutazione. È evidente che l’autorevolezza, qualità ed indipendenza dei loro componenti sono caratteristiche essenziali per l’efficacia del sistema stesso. Nell’ambito dei sistemi di valutazione possiamo anche collocare il meccanismo del tenure track: meccanismo consolidato nei sistemi universitari internazionali, che prevede un periodo di prova per l’accesso stabile e definitivo (a tempo indeterminato) alla carriera accademica. La legge prevede un periodo da sei a otto anni al termine dei quali il ricercatore con contratto a tempo determinato può dimostrare l’idoneità alla ricerca ed all’insegnamento ed accedere alla possibilità di assunzione in ruolo post esame di abilitazione a livello nazionale. Senza entrare nel dettaglio, è possibile rilevare che sebbene la logica segua le prassi a livello internazionale essa se ne discosti per la rigidità del meccanismo: l’abilitazione nazionale è un meccanismo on-off, mentre nei sistemi più evoluti l’approccio è più flessibile. Infatti, nel caso che una singola università non valuti il ricercatore idoneo al ruolo, esso ha comunque la possibilità di accedere ad atenei di ranking inferiore, eventualmente valorizzandone le capacita educative e formative piuttosto che quelle innovative. La selezione e l’allocazione dei talenti è più basata su logiche di mercato che su sistemi di certificazione proceduralizzati. In sede di specificazione ed attuazione dei suddetti sistemi sembrerebbe opportuno articolare con maggiore chiarezza i relativi meccanismi, distinguendo le piattaforme su due livelli: il livello nazionale o internazionale degli atenei nel loro complesso, nel cui ambito hanno senso principi, criteri e regole standardizzate ed organi centralizzati di promozione e assicurazione della qualità; il livello della singola università e delle sue articolazioni interne in cui prevarrebbe l’azione dei corrispondenti organi di governo e management. I sistemi di misurazione, valutazione e comparazione complessiva dei risultati e di assicurazione della qualità a livello nazionale dovrebbero prevedere un limitato ricorso a regole, standard e requisiti e dovrebbero essere basati su misurazioni oggettive e incontrovertibili, imponendone il rispetto generalizzato anche attraverso la realizzazione di piattaforme gestionali comuni (informative ed applicative). A livello di singolo ateneo occorrerebbe altresì maggiore flessibilità, affidandosi alla capacità di management delle diverse università, che gli organi centrali possono promuovere e assecondare con interventi di sostegno, stimolo e accompagnamento. In sintesi, con riferimento a questi sistemi – che nelle scienze manageriali si definiscono sistemi di gestione – si può di-


re che la filosofia della riforma è ispirata ad un approccio top down, alcuni direbbero dirigistico, basato sulla prevalenza di normative, regole e procedure che poco spazio lasciano alla discrezionalità attuativa. Prevale la logica della burocrazia amministrativa rispetto a logiche di selezione, valutazione e premiali anche basate su meccanismi di mercato. Questa impostazione ha comunque le sue motivazioni ed i suoi razionali: la riforma prevede la concomitanza di processi di cambiamento e ristrutturazione sia di natura organizzativa e gestionale sia di risanamento economico finanziario. Processi di cambiamento così complessi possono richiedere un approccio controllato, in particolare in presenza di contesti e situazioni fortemente differenziate. Ma vanno considerati anche altri due fattori decisivi: il sistema di governo delle università e la qualità del management. GOVERNANCE STRATEGICA ED OPERATIVA: POTENZIARE RUOLI E COMPETENZE MANAGERIALI

Le riforme di questa portata rappresentano veri processi di cambiamento di sistemi complessi. Ed i processi di cambiamento che agiscono solo sui sistemi di gestione prima o poi mostrano la corda se non si realizzano le coerenze con i sistemi di ruoli e responsabilità a tutti i livelli. La riforma introduce infatti molte innovazioni anche nell’ambito della (corporate) governance: dalla possibilità di fondersi o di federarsi di due o più atenei o parti di essi, al sistema duale introdotto distinguendo i ruoli del Senato Accademico e del Consiglio di Amministrazione (CdA), alla presenza di terzi indipendenti nel CdA, alla durata delle principali cariche istituzionali, all’istituzione della figura del Direttore Generale, alla prescrizione della semplificazione ed accorpamento dei dipartimenti. Anche nel caso della corporate governance ci si sarebbe potuto spingere più in là, come hanno fatto quasi tutti i paesi europei, prevedendo ad esempio una maggiore presenza di esterni indipendenti nel CdA e meccanismi di nomina del vertice esecutivo meno basati su logiche di rappresentanza politico accademica. Questi meccanismi sono stati una delle principali fonti dell’autoreferenzialità degli organi collegiali e dei centri decisionali degli atenei. La realizzazione della riforma secondo le sei direttrici indicate è infatti demandata agli stessi atenei, con il loro personale, le loro competenze e capacità. Chi ha vissuto processi analoghi in altri ambiti lavorativi sa che il percorso è lungo ed irto di problematiche e conflitti organizzativi. Ad esempio, l’introduzione di processi di performance management richiede percorsi formativi adeguati, lo sviluppo di un sistema di gestione per obiettivi, la definizione dei ruoli e delle posizioni organizzative, la valutazione dei pesi relativi delle stesse e del potenziale delle risorse umane, lo sviluppo di sistemi di controllo di gestione che supportino i sistemi di valutazione ed incentivazione, l’introduzione di sistemi di coaching e mentoring delle risorse umane. Un altro fronte di intervento è quello del miglioramento dei profili di efficienza, agevolato dalle opportunità offerte dalla possibilità di realizzare processi di aggregazione tra università. Al riguardo vorrei segnalare che, come avvenuto in diversi casi nel settore bancario nel corso degli ultimi 10-15 anni, è possibile coniugare vocazioni, specializzazioni ed identità territoriali con processi di razionalizzazione. In altri termini si può rafforzare e sviluppare libertà didattica e di ricerca nel perseguimento di obiettivi di razionalizzazione delle componenti funzionalmente preposte alla gestione dei pro-

cessi amministrativi che non qualificano ne differenziano gli atenei nelle loro attività istituzionali. La realizzazione di modelli organizzativi interatenei che mettano in comune ad esempio i processi amministrativi, i sistemi informativi, gli acquisti di beni e servizi possono conseguire significative economie di scala e migliore qualità di servizio per gli studenti e per gli atenei stessi. Le economie conseguibili con la condivisione tra gli atenei dei servizi amministrativi andrebbero a vantaggio del potenziamento delle attività didattiche, di ricerca e dei sistemi di incentivazione coerenti con le vocazioni di ciascun ateneo e dei contesti territoriali di riferimento. Chi vorrà cogliere tali opportunità e sarà in grado di portare a termine tali cambiamenti dovrà lanciare una serie di progetti di trasformazione con un impegno di diversi anni. Oltre all’impegno ed alla motivazione delle risorse la differenza la farà la qualità del management e delle competenze gestionali delle funzioni preposte alla governance operativa, ovvero degli attori di primo livello e della linea intermedia di responsabilità. Oltre alla semplificazione organizzativa prevista dalla riforma, sarà necessario lo sviluppo di nuove competenze e funzioni, in particolare negli ambiti delle Risorse Umane, dello Sviluppo Organizzativo, del Controllo di Gestione, della Comunicazione interna, del Marketing e del Corporate Development. Sono queste le ragioni in base alle quali in apertura ho sostenuto che questa riforma rappresenta la prima fase di un processo di trasformazione complesso. La differenza la farà il “come”: come verranno specificate le disposizioni attuative e come le sei direttrici della riforma verranno implementate. Nell’auspicio che le realtà più dinamiche e più attente alla qualità del loro contributo al futuro delle nuove generazioni trovino gli spazi per sperimentare e consolidare modelli differenziati e specializzati secondo le rispettive vocazioni, con la possibilità di una fase due della riforma, più aperta a logiche di mercato. paolo marizza PAOLO MARIZZA è docente di Economia presso l’Università di Trieste e Senior Advisor di Value Partners.

ÌMAGAZINE

|

marzo-aprile 2011

|

19


A N N I V E R S A R I : T O R I N O P R I M A C A P I TA L E

LA CULLA DELL’ITALIA SERVIZIO DELLA REDAZIONE. INFO E IMMAGINI DI TURISMO TORINO

Il 17 marzo 1861 a Torino viene proclamata l’unità nazionale e la città diventa la prima capitale del nuovo Stato. Centocinquanta anni dopo il capoluogo piemontese si riscopre centro di gravità turistico e culturale.

Madama senza età, Torino è molto più della somma dei suoi monumenti: cosmo urbano brulicante di ingegno e di cultura, deve gran parte del suo fascino all’incantevole posizione geografica ai piedi dell’arco alpino occidentale, vegliata da vette imbiancate di neve. La città offre scorci ineguagliabili fra le vie del centro e i lunghi viali porticati, in equilibrio tra il misurato sfarzo del barocco piemontese e la razionale urbanistica romana. Seduce accogliendo i visitatori negli spazi nobili e solenni di Piazza Castello, fulcro storico della città, mentre nei suoi caffè storici e ristoranti si rivela regina del gusto e della convivialità: impossibile allora non lasciarsi tentare dai vivaci riti cittadini, su tutti l’aperitivo e il rito della cioccolata in tazza, eredità di quello charme blasonato di cui sono massima espressione le Residenze Reali, dichiarate nel 1997 “Patrimonio dell’Umanità” dall’UNESCO. ÌMAGAZINE

|

marzo-aprile 2011

|

21


◄ Il Castello di Racconigi (ph. Roberto Borgo) ◄◄ Il panorama di Torino con, in primo piano, la Mole Antonelliana (ph. Giuseppe Bressi)

COME MUOVERSI Torino (906.672 abitanti, dato Istat 31/8/2010) è comodamente raggiungibile con tutti i principali mezzi di trasporto e sorprendentemente facile da esplorare, facendo a meno dell’automobile. Ma la città è anche base di partenza ideale per scoprire la provincia e la regione che sono a portata di mano grazie alla capillare rete stradale, ferroviaria e ciclabile, che collegano la città al territorio circostante. Un ampio ventaglio di opportunità sostenibili e anche divertenti da testare: a Torino, infatti, è possibile utilizzare alcuni dei più esclusivi trasporti alternativi d’Italia, taluni addirittura quasi unici al mondo, altri degli autentici classici del capoluogo. Dall’ascensore della Mole Antonelliana ai battelli sul Po, dall’ autobus turistico alla tranvia a dentiera Sassi-Superga, al visitatore si presentano spunti perfetti per una visita creativa e originale. Il modo migliore per scoprire le tante anime di Torino è intraprendere un tour nel centro storico, fra i musei e le fondazioni che ne ricostruiscono la storia e ne svelano il patrimonio artistico e culturale: dalla più ampia collezione europea di reperti del Museo Egizio, alla più recente storia della settima arte messa magnificamente in mostra nel Museo Nazionale del Cinema, passando per il grande tesoro di arte antica custodito nelle sale di Palazzo Madama, senza dimenticare Palazzo Reale, centro del potere della prima capitale d’Italia. Torino è anche fondamentale centro di riferimento per l’arte contemporanea, con opere e istallazioni en plein air realizzate negli ultimi trent’anni da artisti di fama internazionale e in mostra anche nel più importante Museo di Arte Contemporanea del paese, accolto nelle sale secentesche del Castello di Rivoli. L’arte principalmente barocca si mescola alla spiritualità nei tanti luoghi di culto che arricchiscono le vie del centro: il Santuario della Consolata e quello di Maria Ausiliatrice sono tra gli edifici sacri più cari ai torinesi. Irrinunciabili, poi, sono le visite al Duomo, alle chiese gemelle di Piazza San Carlo e alla Chiesa di San Lorenzo con la celebre cupola del Guarini e alla Basilica di Superga che, oltre a ospitare le tombe dei Savoia, offre un panorama mozzafiato sulla città e le montagne. Infine a pochi passi dal centro si trovano regge, castelli e fortezze dominanti colline, pianure e montagne della provincia: si tratta di beni di inestimabile valore, tra i quali spiccano le Residenze Reali, un’eredità di straordinario interesse culturale e ambientale.

COSA FARE Torino è in grande fermento in ogni stagione grazie al fitto calendario di appuntamenti: si va dall’ampio e articolato programma di iniziative culturali agli eventi e alle mostre d’arte, dalla vivace movida notturna allo shopping più sfizioso. Bastano due passi in centro per respirare aria di novità, per capire che il capoluogo è un autentico polo del divertimento, dove vivere è un piacere: tra bar e ristoranti, locali alla moda e spazi per l’arte, la letteratura, il teatro e la musica, non c’è che l’imbarazzo della scelta. A Torino hanno inoltre sede alcune delle più importanti manifestazioni culturali e sportive d’Italia: dal Salone Interna22

|

marzo-aprile 2011

| ÌMAGAZINE

zionale del Libro a MITO Settembre Musica, dal Torino Film Festival ad Artissima e Luci d’Artista, al Salone del Gusto.

UNA CITTÀ DA GUSTARE Se l’Italia ha una delle migliori tavole del mondo, Torino ha una delle migliori tavole d’Italia: i tipici gianduiotti la incoronano capitale italiana del cioccolato artigianale mentre l’invenzione del vermouth ne ha fatto la culla dell’aperitivo. Il Salone Internazionale del Gusto, evento mondiale organizzato ogni due anni dall’associazione Slow Food è nato qui, così come Eataly, il megastore dell’enogastronomia di qualità. In più, la straordinaria tradizione culinaria della città si fonde con la cultura dell’accoglienza e con la ristorazione di ogni livello, dalle trattorie - piole in piemontese - agli chef stellati che hanno arricchito con la loro offerta enogastronomica alcune Residenze Reali. Senza dimenticare che a pochi passi dalla città c’è un territorio ricco di vini di qualità, tra cui l’Erbaluce di Caluso e gli ice wine delle Valli di Susa e prodotti tipici ineguagliabili come gli asparagi di Santena e il Plaisentif, l’antico “formaggio delle viole” dell’Alta Val Chisone e Alta Val Susa. Tutti questi ingredienti fanno di Torino il luogo giusto per un’esperienza enogastronomica unica, fatta di cibi, vini, locali, manifestazioni e cultu-

STORIA Nel 1861, dopo le guerre contro gli Austriaci e conclusa la spedizione di Garibaldi in Sicilia, termina il lungo periodo di lotta politica e militare che conduce l’Italia all’unificazione. Il 17 marzo di quell’anno a Torino viene proclamata l’unità nazionale e la città diventa la prima capitale d’Italia. Durante il Risorgimento aveva accolto tutti gli esuli che, giunti da ogni parte della penisola, avevano maturato una comune aspirazione unitaria e qui era stata elaborata la strategia politica che avrebbe portato all’unificazione. La nuova storia dell’Italia, indipendente e unita, parte quindi da Torino il 17 marzo di un secolo e mezzo fa. La città resta capitale per quattro anni, fino al 1865, quando la centralità del governo del Regno si sposta a Firenze. La sede viene stabilita a Roma a partire dal 1871, quando l’unificazione del Paese è ormai definitivamente completata.


ra: perché mangiare, da queste parti, non è solo un piacere ma anche un “sapere”.

GIARDINI E PARCHI Circondata dalla corona delle Alpi e dalle colline e attraversata da 4 fiumi, Torino, con oltre 18 chilometri quadrati di parchi e giardini, è certamente una delle città più verdi d’Europa. Una ricchezza non solo paesaggistica ma anche artistica e architettonica; questi polmoni verdi, diffusi in città e in provincia, fungono da cornice di antiche ville, maestosi castelli e splendide regge. Aree verdi che in qualche caso diventano esse stesse luoghi di arte, come i Giardini della Reggia di Venaria in cui le composizioni dell’artista contemporaneo Giuseppe Penone si inseriscono nel paesaggio come opere nelle stanze di un museo. O ancora, luoghi talmente particolari da diventare sede di istituzioni attente all’ecosistema quali la Lipu, che nel parco del Castello di Racconigi ha uno dei centri più importanti d’Italia. Nel cuore della città si estende il Parco del Valentino, il primo giardino pubblico italiano, aperto nel 1856, all’interno del quale si trova l’omonimo castello. Altra oasi verde in pieno centro storico sono i Giardini Reali di Palazzo Reale in gran parte opera dell’architetto André Le Nôtre. Una passeggiata in questi posti è il perfetto corollario a una visita dei luoghi del potere e della vita di corte del territorio torinese.

FORTI E CASTELLI Forti e castelli presenti sul territorio provinciale non smettono di raccontare storie dall’eco leggendaria, vissute all’ombra di possenti mura e robuste torri. Simboli della potenza militare della dinastia sabauda, i forti sorgono arroccati a scoscesi pendii. Il più celebre è il Forte di Fenestrelle, emblema della Provincia di Torino e fra le più imponenti costruzioni difensive dell’intero Piemonte: basti pensare che la sua maestosa struttura - definita “la grande muraglia piemontese”- s’inerpica per circa 5 chilometri lungo il versante sud-est del Monte Orsiera. A gareggiare in potenza architettonica ci sono il Forte di Exilles, elevato a controllare il passaggio di uomini e merci dal Monginevro, e il Forte di

ESPERIENZA ITALIA Quest’anno la città di Torino organizza per il 150° anniversario dell’Unità nazionale un grande appuntamento: Esperienza Italia. Nove mesi di mostre ed eventi per riflettere sul processo di unificazione e di costruzione dell’identità italiana e per raccontare il meglio del nostro Paese. Esperienza Italia ha due cuori pulsanti, in luoghi straordinari: le Officine Grandi Riparazioni e la Reggia di Venaria. Da marzo a novembre le officine ferroviarie, che sorgono a pochi passi dal centro storico, diventano l’Officina dell’Italia: un laboratorio dove ricostruire il passato, dall’unificazione nazionale a oggi, e dove potersi proiettare nel futuro. Dove un tempo c’erano macchine utensili, carrelli e caldaie, vengono allestite tre grandi mostre-laboratorio: “Fare gli Italiani”, racconto della storia dell’Italia e degli italiani dall’Unità nazionale a oggi dal sorprendente allestimento multimediale; Stazione Futuro un viaggio che inizia nel presente e che conduce all’Italia di domani e “Il Futuro nelle mani”, uno sguardo al futuro del lavoro artigiano-metropolitano. Parallelamente, a Venaria Reale il maestoso complesso barocco diventa la Reggia d’Italia, dove ammirare le grandi eccellenze italiane: il genio, l’arte, lo stile, il gusto. Nella Reggia si susseguono grandi mostre. Nelle Scuderie Juvarriane inaugura a marzo “La bella Italia”, galleria di 300 capolavori dall’Antichità al 1861, mentre a ottobre apre

▲ La Basilica di Superga

Bramafam, dominante all’imbocco del Fréjus e costruito tra il 1874 e il 1889 per salvaguardare il traforo ferroviario che era stato inaugurato pochi anni prima. Protagonisti nel capoluogo ma anche diffusi oltre la cintura torinese, i castelli erano invece spesso adibiti a mèta di villeggiatura di caccia. Il Canavese fa da sfondo a molte di queste antiche residenze: le più celebri sono il Castello di Masino a Caravino, dal 1987 di proprietà del FAI e la residenza del Conte Camillo Benso presso il Castello Cavour di Santena. E ancora: il Castello di Pralormo che fa da sfondo ogni anno alla fioritura di migliaia di tulipani e quello di Rivalta che rinasce come preziosa sede espositiva di arte contemporanea. Alcuni di questi luoghi tornano a rivivere le antiche atmosfere con le visite teatrali organizzate in primavera: un vero viaggio animato da attori e Gruppi Storici nei costumi dell’epoca. un’esposizione incentrata sul più grande genio italiano di tutti i tempi: Leonardo da Vinci. Nelle Sale delle Arti da luglio a novembre si può ammirare Moda in Italia, un viaggio nella storia dell’alta moda e dello stile italiano dall’Unità ad oggi. E ancora, nella splendida cornice dei Giardini della Reggia, il nuovo Potager Royal: 10 ettari di orti e frutteti per scoprire il paesaggio e i sapori d’Italia e, nella Galleria Grande, sontuose Cene Regali dedicate ai sapori tipici regionali e preparate dai grandi nomi della cucina italiana. Nei mesi dei festeggiamenti sono in programma tantissime altre occasioni da vivere insieme. Nelle principali sedi culturali della città e della regione va in scena un cartellone unico e prestigioso di eventi culturali, dedicato all’Italia e al suo 150°: spettacoli teatrali, opere, concerti di musica classica e contemporanea, festival, rassegne cinematografiche, mostre e convegni. Torino sarà inoltre al centro di un calendario agonistico di grande rilievo, a partire dalla gara che forse rappresenta meglio il nostro Paese, il Giro d’Italia di ciclismo, che ha scelto per la sua prima tappa il tragitto Venaria Reale - piazza Castello. Fra le altre manifestazioni, le più importanti sono i Campionati Europei di Tuffi, la Coppa del Mondo di Fioretto Femminile (info www.italia150.it). ÌMAGAZINE

|

marzo-aprile 2011

|

23


ENERGIA SOLARE: BOLLETTA LEGGERA E GUADAGNO IMMEDIATO I costi della bolletta da oggi non sono più un problema: l’energia del sole, pulita, gratuita ed inesauribile, viene in aiuto alle famiglie italiane per produrre energia elettrica ed acqua calda per l’uso quotidiano della casa. Sfruttarla in modo adeguato è una questione di tecnologia: a San Daniele del Friuli nascono gli impianti Super Solar, che combinano i vantaggi di solare termico e fotovoltaico e consentono quindi di compiere un grande passo verso l’autonomia energetica. Con un unico impianto è possibile ottenere acqua calda sanitaria, energia elettrica ed un guadagno che ripaga l’investimento iniziale per l’acquisto del sistema: con il 55% di detrazione fiscale per gli impianti solari termici e gli incentivi erogati dal Conto Energia per il fotovoltaico, il cliente Super Solar beneficia di un’ottima opportunità economica ed ecologica. In un’epoca contraddistinta da una crescente crisi energetica, diventa infatti importante convertire le proprie abitudini in comportamenti più sostenibili per il pianeta, come la scelta di utilizzare fonti energetiche rinnovabili, sicure ed inesauribili. Con 50.000 sistemi solari già installati ed un’esperienza trentennale nel settore, Super Solar è un marchio affidabile che mette a disposizione la sua competenza per offrire soluzioni integrate ed altamente personalizzate, con una consulenza che segue il cliente anche dopo l’acquisto dell’impianto. Con Super Solar l’investimento iniziale per l’acquisto dell’impianto non è più un problema, perché il sistema solare si paga da solo! I finanziamenti Prestitempo di Deutsche Bank ed Elios di NordEst Banca consentono di rateizzare il costo dell’impianto, senza pesare sul bilancio familiare; in più, con gli incentivi del GSE l’energia prodotta con il fotovoltaico si trasforma in guadagno. A questi vantaggi, si aggiunge la possibilità di sfruttare i buoni valore iMoney, arrivando a risparmiare fino al 3.000 Euro per l’acquisto di un impianto combinato solare termico e fotovoltaico.


PERSONAGGI: LORENZO BETTARINI

SORRIDERE ALLA VITA INTERVISTA DI GIULIANA DALLA FIOR

Per quindici anni è stato la bandiera della pallacanestro friulana. Ora allena le nuove generazione e alleva cavalli di razza. E ogni anno compra l’Annuario del basket: “Per vedere se il mio record è ancora imbattuto”.

Solo un profano della pallacanestro non sa chi sia il “Betta”, bello da guardare come uomo, ma degno di ammirazione soprattutto come atleta ed eccellente tiratore. Uno sportivo davvero orgoglioso di essere friulano, generoso ed impeccabile, trascinatore nel gioco di squadra ed artefice di memorabili successi dell’A.P.U. Udine fino al 1992. I giovani forse lo identificano meglio come colui che assieme a Lilia, Marina, Marco ed Alessio promuove e gestisce Antico Maso e Pony Creek. L’uomo che dalla palestra, in cui ha trascorso migliaia di ore di allenamento e gare sul parquet, è passato al mondo della natura insieme ai suoi cavalli, con un entusiasmo non dissimile da quello che animava la sua passione sportiva. Il protagonista della nostra intervista è Lorenzo Bettarini, una vera icona del basket friulano... ed un uomo che manifesta una simpatica, realistica filosofia di vita.


▲ Lorenzo premiato da Bruno Pizzul

Scelta rara nel mondo dello sport-business… “Nel mio caso qualsiasi altra sistemazione dal punto di vista motivazionale passava in secondo piano rispetto alla possibilità di giocare con i colori della mia città”. Qual è la vittoria che ricordi con più gioia? “Giocando sempre ad Udine, non ho mai avuto la facoltà di giocare finali prestigiose o per la nazionale, benché ci siano stati interessamenti. Ricordo però con particolare orgoglio l’annata Gedeco, con allenatore Lajos Toth (un uomo e un nome indimenticabili). Molte vittorie di quella stagione mi sono rimaste nel cuore soprattutto per la coesione e per l’affiatamento di quel gruppo”.

Quando e come hai scoperto la passione per la pallacanestro? “Nel lontano 1963, avevo 7 anni, ho iniziato a frequentare i centri minibasket alla Scuola elementare “Pietro Zorutti”. Tra i miei primi allenatori, ricordo con intensità il professor Antonio Isola, con cui negli anni mi sono ritrovato a collaborare per il Pogetto Snaidero e per l’organizzazione di molti campi estivi di basket”. Cosa hanno significato 15 stagioni di militanza nell’Associazione Pallacanestro Udinese, di cui 12 in Serie A, per te giovane friulano? “Non tutte 15, per il vero, da «giovane friulano»; le ultime sicuramente da «friulano maturo». Infatti, anche quando nei miei anni migliori ho avuto richieste da altre squadre (Siena prima e Verona poi) meritevoli di attenzione sia per l’importanza della proposta tecnica sia per l’entità di quella economica, alla fine ho sempre declinato. Senza rimpianti”.

E la vittoria più sofferta? “Senza dubbio una partita-salvezza degli anni Fantoni, giocata sul campo di Forlì con un ritmo da cardiopalmo e traguardo conquistato con il cuore: 30 punti Bettarini, 31 Winfred King, 29 Henk Mcdowell, 2 Cecchini”. Ancora oggi detieni il record di percentuale di tiri da tre punti realizzati in un campionato di Serie A: che significato ha per te? “Ogni anno compro l’Annuario della FIP (Federazione Italiana Pallacanestro, ndr) per vedere la classifica storica di ogni epoca della percentuale in carriera da tre punti. Quando leggo che sono ancora primo, mi scappa un sorriso compiaciuto…”. Da quasi vent’anni rivesti il ruolo di allenatore sia in ambito seniores che giovanile: che suggerimenti daresti ai ragazzi che vogliono intraprendere questo sport? “Suggerisco sempre a genitori e dirigenti che fino all’adolescenza è importante che un ragazzino sia “polisportivo”, o

Lorenzo Bettarini, nato a Udine il 4 settembre 1956, ha disputato 12 stagioni nella serie A italiana di pallacanestro, tutte con la maglia dell’Apu Udine, formazione della quale è stato capitano, tranne un biennio alla Roller Firenze, dal 1976 al 1978, e due stagioni nelle “minors” friulane con l’Eurocar Udine, all’inizio degli anni Ottanta. Il momento di maggiore rilievo della sua carriera è coinciso con la seconda metà degli anni Ottanta, quando ha conquistato una promozione in serie A1 con l’allora Apu Fantoni Udine, allenata da Claudio Bardini. In serie A ha disputato oltre 400 partite con una media complessiva di più di 10 punti a incontro. Eccellente tiratore, soprattutto da fuori area, ha chiuso la carriera in serie A con il 54,3% nel tiro da due punti e uno sbalorditivo 50,3% nel tiro da tre, oltre a un 85,2% nei tiri liberi. Nel 1988 ha sfiorato la convocazione in Nazionale, dell’allora CT Valerio Bianchini. Statisticamente, la sua stagione migliore è stata il 1987-88, quando ha chiuso il torneo di serie A2 con 17,1

punti e il 54,9% da tre punti (record ancora imbattuto), giocando come playmaker titolare. Risale al 1987-88 anche il suo record di punti in una singola partita: 34, segnati alla Viola Reggio Calabria, con 4/6 da due e 7/8 da tre in 40 minuti nella gara persa 99-95 in Calabria, il 20 aprile 1988 nei play-out. Dopo aver chiuso la propria carriera in serie A, ha giocato per alcune stagioni nella CBU Udine, nelle minors udinesi. Appese le scarpe al chiodo, ha intrapreso la carriera di allenatore, guidando prima la BB Fagagna, in serie B2, e poi entrando nello staff tecnico della Pallalcesto Amatori Udine, conquistando subito la promozione in serie A nel 1999-2000 e restando al fianco dei tecnici Matteo Boniciolli, Phil Melillo e Fabrizio Frates, fino al 2003-04. Ha allenato il Fagagna in serie D nella stagione 2007-08. Attualmente allena la formazione del Tarcento in serie D. Fuori dalla pallacanestro, la sua passione sono i cavalli.

26

|

marzo-aprile 2011

| ÌMAGAZINE


quanto meno che pratichi uno sport individuale ed uno di squadra. Poi, verso i 14 anni sarà la passione a scegliere per lui. Certamente la pallacanestro, che è considerata l’atletica giocata, ma in generale ogni sport di squadra, sono particolarmente formativi, non solo dal punto di vista fisico. Nel basket, come negli altri team-sport, si deve riuscire ad affermare la propria individualità senza soffocare o prevaricare quella dei compagni”. Hai concluso l’attività agonistica nel 1992: quanto e come differisce la pallacanestro odierna da quella degli anni Novanta? “Oggi ci sono molto più atletismo e fisicità a scapito, per fortuna non sempre, di un po’ di tecnica individuale”. Breve digressione in rosa: come giudichi il livello della pallacanestro femminile? “È forse meno fisica, ma sicuramente più tecnica e più tattica. Non si può parlare di differenze, ma di un altro sport: c’è la pallacanestro maschile e c’è quella femminile, apprezzabilissima anch’essa. Anche a livello agonistico”. In che senso? “Nella pallacanestro maschile l’agonismo si evidenzia per i mezzi fisici espressi, ma quella femminile rivela più grinta e determinazione”. Ritorniamo al 1992: appese le scarpe al chiodo, avevi già le idee chiare sul futuro? “Nei miei ultimi anni da giocatore, tutti pensavano che avrei avuto un futuro da direttore sportivo o da general menager, perché sono stato sempre interessato a questo aspetto dello sport, avendone avuto anche esperienza diretta. Poi ho iniziato ad allenare: amo questo sport e quando si comincia ad allenare, in particolare ragazzi giovani, ci si rende conto che non c’è nulla di più bello che formare piccoli giocatori e piccoli uomini”. E la passione per i cavalli com’è nata? “Tutto è dipeso dalla scelta di vivere con la mia famiglia in campagna e dall’intuizione di mia moglie Lilia che non voleva vedere sulle nostre colline e sui nostri terreni mais o soia, ma piccoli puledri gioiosi”. Nel tuo allevamento hai prediletto la razza Quarter Horse: come mai? “Perche si tratta di una razza adatta a lavorare con l’uomo e selezionata per questo. Inoltre, giocare a fare il cow boy mantiene giovani quasi come continuare ad entrare in una palestra di basket la sera. In entrambi i casi io continuo ad essere «prigioniero di un sogno»”. Perché avete deciso di affiancare all’attività di allevatori quella di avviamento all’equitazione? “A me ed a mia figlia Marina piace confrontarci con la psicologia delle persone. Ci piace allenare bipedi e quadrupedi. Per la verità anche mio figlio Alessio, che non ha una particolare passione per i cavalli, è molto interessato alla psicologia altrui”. Di giorno all’aria aperta in una splendida cornice naturale trai cavalli; di sera ancora tra le giovani promesse della pallacanestro come allenatore. Il tuo essere uomo di sport come ti insegna a conciliare ed amare le propensioni per due attività apparentemente tanto diverse? “Da quindici anni, quando qualcuno viene in allevamento mi trova spesso con addosso il mio giubbotto preferito, che sul lato sinistro del petto reca la scritta in corsivo «I Love Horses, Basketball and my Family (amo i cavalli,

▲ The Syringa Tree (foto nicola boccaccini)

▲ Bettarini con la divisa della Fantoni Udine nella stagione 1989/90

la pallacanestro e la mia famiglia (ndr)». Ricordo ancora la prima volta che l’ho indossato…”. Perché? “Appena mi vide, mia moglie mi fece notare che la famiglia era in terza posizione. Non è così. E se ci penso bene, pur essendo tre aspetti fondamentali della mia vita e delle mie scelte, se dovessi stilare una classifica (cosa che cerco di non fare) probabilmente sarebbe invertita rispetto alla scritta”. Famiglia, basket, cavalli: ti consideri una persona fortunata? “Penso proprio di essere stato baciato appassionatamente in bocca dalla fortuna. Ma nella mia vita, come credo in quella di tutti, ci sono stati anche dei grandi dolori”. Fuori dal parquet e dal maneggio quali sono le altre passioni? “Compro molti libri che non ho il tempo di leggere; compro molti dischi che non ho il tempo di ascoltare; compro molti DVD che non ho il tempo di vedere. Spero, con il passare degli anni, di avere il tempo per recuperare il piacere integrale di queste grandi passioni”. Pensi mai di sederti su una comoda poltrona per sognare un’ «età matura» meno dinamica? “In questo momento mi basterebbero tre giorni per staccare e poi ricominciare. È alle porte una stagione riproduttiva e quest’anno abbiamo grandi progetti!”. Ai giovani che incontri quotidianamente cosa auguri per il loro avvenire? “Di appassionarsi a qualcosa e soprattutto di sorridere a se stessi, agli altri, alla vita. Io dico sempre «un sorriso che non dai è un sorriso che non hai»”. giuliana dalla fior

ÌMAGAZINE

|

marzo-aprile 2011

|

27


ALLA SCOPERTA DI... SAURIS

L’ISOLA CHE NON C’È SERVIZIO DELLA REDAZIONE. IMMAGINI DI MANUEL COMIS E FABIANA GORASSINI

La difficoltà di accesso, l’asprezza del territorio, la lingua tedesca: per anni hanno alimentato il mito di una comunità isolata. Con le sue tradizioni e bellezze naturali, Sauris è pronta a sfatarlo.

Un’isola tra le montagne. Per il suo paesaggio, circondato da boschi, prati e pascoli verdissimi, ma anche per la sua ricchezza e unicità culturale, la definizione calza a pennello. Benvenuti a Sauris, uno dei borghi più affascinanti della Carnia. Un’isola dal punto di vista linguistico: ancora oggi qui si parla una lingua antica e particolarissima, di influenza tedesca; e un’isola anche dal punto di vista culturale, a partire dalle feste tradizionali incentrate su mitici personaggi del passato fino all’architettura del borgo, caratterizzata da case costruite in legno e pietra con una tecnica unica rispetto agli altri paesi della montagna del Friuli Venezia Giulia. ÌMAGAZINE

|

marzo-aprile 2011

|

29


tre i numerosi torrenti e rii arricchiscono l’ambiente naturale e vanno ad alimentare l’ampio lago di origine artificiale che, con la sua seducente bellezza, caratterizza il contesto paesaggistico di tutta Sauris. Un luogo che si rivela punto di partenza ideale per splendide camminate in quota, verso malghe caratteristiche dove potersi rifocillare, ma anche riscoprire le usanze antiche. Lo sfruttamento dei pascoli che si estendono oltre la linea del bosco ha contraddistinto per secoli l’economia rurale delle valli alpine. L’alpeggio rappresentava la fase conclusiva di un proces◄◄ Una panoramica Sauris ▲ Il campanile di Sauris di Sotto so che iniziava in primavera, Secondo le leggende popolari, la comunità di Sauris fu fonda- quando venivano utilizzati i pascoli oltre il limite del paese, e ta da due soldati tedeschi che si rifugiarono in questa valle iso- terminava in estate, con il pascolo in quota. Ai nostri giorni, lata ed impervia. Come ogni leggenda, anche questo raccon- l’alpeggio è diventato un elemento distintivo per la produzione to ha un fondo di verità: i primi abitanti, infatti, giunsero da del formaggio di malga. La malga, infatti, può essere considequalche valle al confine tra la Carinzia ed il Tirolo attorno alla rata una sorta di micro-universo produttivo, costituito da un metà del 1200. Per più di sette secoli i loro discendenti vissero esteso terreno dedicato al pascolo del bestiame e da alcuni fabin equilibrio con l’ambiente alpino, coltivando le poche specie bricati: le stalle, per il ricovero degli animali, e la casera, dove adatte a queste altitudini e al clima rigido, portando il bestia- alloggia il personale e dove la materia prima, il latte, viene trame nei pascoli d’altura durante i mesi estivi, falciando i prati sformato in prodotti finiti: formaggi, ricotte e burro. fino alle cime, traendo dai boschi legname da costruzione e da Storicamente la malga veniva gestita da un malgaro, ovvebrucio. Per procurarsi i generi alimentari che non esistevano ro colui che conduceva in alpeggio i capi sia di sua propriesul posto (ad esempio il sale), ricorrevano al baratto con i pa- tà sia di altri piccoli allevatori. Il resto del personale era costiesi vicini. Oggi Sauris ha circa 400 abitanti che, interpretando tuito dal casaro addetto alla lavorazione del latte e alla gestioin chiave moderna alcune delle attività tradizionali (artigiana- ne della cucina, e dai pastori che si occupavano degli animato, produzioni agroalimentari di nicchia) o sviluppando forme li e della pulizia delle logge e delle stalle. Oggi, dopo un periodi accoglienza turistica a misura d’uomo, continuano a convi- do di semi-abbandono, molte malghe sono state ristrutturate vere con un ambiente che, dopo secoli, rimane ancora la risor- e riaperte: in alcuni casi si è mantenuto il modello organizzasa più preziosa. tivo storico, in altri le funzioni della malga si sono ampliate in La conca di Sauris, infatti, contiene un armonioso mosaico di direzione turistica verso la vendita dei prodotti in loco e verso elementi paesaggistici, modellatisi sia sotto la spinta degli ele- l’ospitalità. Attraverso la rete viaria di collegamento tra fondomenti naturali, sia ad opera dell’uomo. Ripide distese boschive valle e pascoli in quota, è possibile raggiungere agevolmente ad alto fusto si alternano a terrazzi alluvionali, dove prospera- le malghe e le casere durante un’escursione o per un soggiorno prati e pascoli. Nei massicci rocciosi del Bivera, del Pieltinis no e scoprire, così, una parte dell’antica cultura e delle tradie del Tiarfin si possono ritrovare i tipici ambienti alpini, men- zioni dell’area alpina. ▼ Ricotta e formaggio

30

|

marzo-aprile 2011

| ÌMAGAZINE

▼ Intaglio del legno


▲ Case a Sauris di Sopra

Accanto all’agricoltura e all’allevamento, la lavorazione del legno è da sempre un’attività diffusa e praticata nella comunità locale. In passato sono stati in prevalenza gli uomini a dedicarsi all’intaglio e alla trasformazione di questo materiale in oggetti di uso quotidiano: i più abili ricavavano dal legno d’acero le dalmine, calzature simili a zoccoli, e le tradizionali maschere carnevalesche. Anche i capi di abbigliamento e di biancheria, nel passato, venivano confezionati interamente in valle. Durante l’inverno le donne cardavano e filavano le fibre tessili (lino, canapa, lana), mentre la tessitura era un’attività artigianale tradizionalmente maschile. Ancora oggi la tessitura tradizionale viene praticata nelle botteghe di Sauris. I documenti e gli studi hanno ampiamente dimostrato che fin dall’inizio la gente di Sauris ha aperto sentieri, ha superato i valichi e i monti, ha intessuto rapporti con le popolazioni confinanti, barattando con loro i prodotti, imparando le loro lingue e osservando le loro consuetudini. Molte abitudini della popolazione saurana sono frutto dell’affascinante sintesi di diverse culture, prime fra tutte quella tedesca e quella carnica, che hanno contribuito alla peculiare identità della comunità. Oltre ad aspetti ed elementi della cultura materiale (le tipologie architettoniche, la conservazione e la preparazione dei cibi, gli attrezzi e le tecniche dei lavori agricoli, l’abbigliamento in uso fino a qualche decennio fa), è soprattutto nell���ambito religioso e simbolico che si sono conservate le tradizioni più interessanti e vitali. A Sauris ogni borgata, per quanto picco-

la, ha la sua chiesa. Alcuni di questi edifici contengono veri e propri tesori d’arte. Altre testimonianze del profondo senso religioso della popolazione locale sono disseminate nei centri abitati. A Sauris di Sotto si trovano diversi affreschi votivi e cappellette, mentre su tutto il territorio ci si può imbattere in crocifissi e tabernacoli in legno con immagini sacre. continua a pag. 32►

UNA LINGUA SPECIALE A Sauris si parla ancora, accanto all’italiano e al friulano, una lingua antica ed affascinante. Si tratta di un dialetto tedesco, appartenente al gruppo linguistico del bavarese meridionale. Esso presenta notevoli affinità con i dialetti carinziani e tirolesi. Da un lato la lingua saurana (de zahrar sproche) ha risentito nel tempo del contatto con le popolazioni confinanti, parlanti lingue romanze, dall’altro essa conserva molti tratti arcaici, derivati dal tedesco parlato nel XIII secolo (mittelhochdeutsch), quando la comunità fu fondata. Per questo da oltre un secolo studiosi italiani e stranieri si interessano della lingua locale. Proprio gli studi linguistici hanno permesso di individuare la zona di provenienza dei primi abitanti e l’epoca della colonizzazione. Per secoli la lingua saurana ha avuto un utilizzo quasi esclusivamente orale; dalla metà dell’Ottocento essa ha anche una tradizione scritta e ha conosciuto una notevole produzione poetica, che dura fino ai giorni nostri. ÌMAGAZINE

|

marzo-aprile 2011

|

31


IL LAGO DI SAURIS

La storia del lago di Sauris (▼ ph. Mario Verin), che, con la sua seducente bellezza, si impone al visitatore poco prima dell’arrivo in paese, ha origine negli anni ‘40 del XX secolo. Nel 1941, per fini idroelettrici vennero iniziati i lavori per la costruzione di un imponente sbarramento sul torrente Lumiei. La diga, inaugurata nel 1948, presentava un’altezza di ben 136 metri e, all’epoca, era la più alta d’Italia e una delle maggiori d’Europa. Con la costruzione della diga si formò un bacino artificiale, l’attuale lago, con una portata d’acqua di oltre 70 milioni di metri cubi.

Una peculiarità del paesaggio saurano è rappresentata dalle tipologie architettoniche. Le abitazioni ed i rustici si sviluppano solitamente su due piani, quello inferiore in pietra, seminterrato e quello superiore in legno, realizzato con la tecnica dei block bau (tronchi di legno sovrapposti e incastrati agli angoli). Il tetto è rivestito in scandole di legno. Meritano una visita i due nuclei principali di Sauris di Sopra e Sauris di Sotto, recentemente ristrutturati, in cui risultano evidenti gli influssi dell’architettura d’oltralpe. Prima di abbandonare Suaris, infine, è impossibile non dedicarsi alla sua gastronomia. Per tutti gli appassionati della

FLORA E FAUNA

buona cucina, questo paese è sinonimo di prosciutto, lavorato nelle aziende locali, seguendo le tecniche secolari di conservazione. Negli ultimi anni, alla trasformazione delle carni suine si sono affiancate due nuove attività nel settore agroalimentare: la produzione di un’ottima birra integrale e la coltivazione dei piccoli frutti, quest’ultima nella località di Lateis. La storica presenza di malghe e pascoli ha inoltre permesso di mantenere nel tempo anche una produzione casearia di eccellente qualità: formaggio, ricotta fresca ed affumicata, burro. Sapori indimenticabili per non scordare l’isola che non c’è.

Nella Valle di Sauris (▲ un’immagine dei prati attorno alla chiesa di San Lorenzo) è presente un’ampia varietà di fiori: circa settecento specie vegetali, alcune delle quali molto rare. Numerose le erbe aromatiche e officinali, utilizzate con sapienza da tempi remoti. Tra i boschi sono prevalenti le conifere come abete rosso, abete bianco, ma anche faggi e sporadicamente acero montano. Le faggete, grazie alla maggiore capacità di trattenuta del terreno, sono concentrate al di sopra dei centri abitati. Ai margini del limite superiore della vegetazione arborea (1800 metri) sono presenti popolamenti radi di larice, peccete, estese boscaglie di ontano verde, che a volte si insediano su pascoli non più utilizzati. L’ambiente remoto e selvaggio ha permesso, nell’alta Val di Lumiei, di ospitare una ricca componente faunistica. Camminando in silenzio tra i boschi è possibile incontrare caprioli, cervi, camosci, martore, puzzole, faine, donnole, scoiattoli, ghiri e arvicole, galli forcelli e galli cedroni e, con gli occhi al cielo, svariati rapaci diurni e notturni. Negli ultimi anni, come in altre aree dell’alta Carnia, è stata segnalata la presenza della lince e dell’orso bruno, quasi del tutto scomparso in zona agli inizi del XX secolo.


ALLA SCOPERTA DI... VILLA CHIOZZA

LA VILLA DEL SAPERE SERVIZIO E IMMAGINI DI VANNI VERONESI

Un parco rigoglioso e una biblioteca scientifica ricca di manuali rari. Dallo scorso dicembre è la nuova sede di Turismo FVG. Proprio dove duecento anni fa Luigi Chiozza affinava invenzioni ed esperimenti.

Esistono luoghi dove l’opera di un solo uomo lascia un’impronta indelebile, per costruirne l’identità stessa: uno di questi si trova a Scodovacca, vivace frazione di Cervignano del Friuli, ed è Villa Chiozza, dal nome della famiglia che ne fu la storica proprietaria. L’esponente più illustre fu senz’altro Luigi Chiozza (Trieste, 20 dicembre 1828 - Scodovacca, 21 maggio 1889), chimico di levatura internazionale, amico e collaboratore del grande Louis Pasteur: la sua figura viene ricostruita in un capitolo a parte in queste pagine. Dopo la morte dello scienziato, la villa subì le varie vicende dei suoi eredi, finché, nel 1970, l’intera proprietà venne acquistata dall’ERSA, che vi allestì il Centro di educazione professionale per imprenditori agricoli. Dal 13 dicembre 2010, la villa è proprietà di Turismo FVG, che qui ha stabilito la sua sede legale. ÌMAGAZINE

|

marzo-aprile 2011

|

33


◄ ◄ L’ingresso di Villa Chiozza

LA VILLA Al visitatore d’oggi, la casa si presenta con una struttura a pianta quadrata, dietro la quale si estende un cortile con un complesso edilizio a doppia U, mentre un villino si erge sul davanti, presso l’ingresso di servizio. L’aspetto attuale, però, si deve alla ristrutturazione del complesso avvenuta nel 1904; in quell’occasione, la villa fu alzata di un piano, ed è solo grazie ad una vecchia foto (in basso a destra) che possiamo farci un’idea di come fosse in precedenza. La facciata, sovrastata da un piccolo timpano dal gusto neoclassico, è divisa in tre fasce dalle due grondaie che l’attraversano dall’alto al basso; nella parte centrale, l’ingresso e il piano nobile, evidenziati da varie decorazioni architettoniche in rilievo, presentano una struttura triadica, con una simmetria che rende il tut▼ Il grande canneto di Bambù

34

|

marzo-aprile 2011

| ÌMAGAZINE

▲ L’ottocentesco laghetto delle ninfee

to particolarmente armonioso. L’interno, sobrio e arredato con eleganza, ci restituisce ancora oggi la personalità del grande scienziato: negli anni della gestione ERSA (Agenzia Regionale per lo Sviluppo Rurale), la villa ha infatti ritrovato il suo antico splendore, grazie al recupero del mobilio d’epoca, allo studio della grande biblioteca e alla ricostruzione, com’era e dov’era, della stanza da letto di Luigi Chiozza. In una sala è stato anche riprodotto un tipico laboratorio scientifico ottocentesco: molti strumenti sono ancora quelli usati dal padrone di casa e dall’amico Pasteur. IL PARCO

Un’estensione di 16 ettari, in parte attraversati dal piccolo fiume Pulvino, e una varietà infinita di piante fanno del giardino di questa villa il più grande e ▼ Vecchia foto di Villa Chiozza


importante parco all’inglese del Friuli Venezia Giulia. Ricci, lepri, caprioli e cerbiatti sono frequentatori abituali di questi spazi, che dagli anni di Luigi Chiozza sono cambiati profondamente, pur mantenendo intatta la fisionomia generale. Lo scienziato fece arrivare specie vegetali da tutto il mondo. La figlia Teresa ricorda, in una bella intervista d’epoca, che il padre si era fatto mandare da Parigi un esemplare di Sciadopitys verticillata, di cui oggi non rimane traccia: «Pochi giorni dopo si scatenò un fortissimo uragano e, temendo che la pianta potesse soffri-

re, corse a ripararla con l’ombrello e col mantello, rimanendo però inzuppato fino alle ossa». Gli alberi importati fucontinua a pag. 36►

IL PERSONAGGIO Nato a Trieste il 20 dicembre 1828, Luigi Chiozza (◄) apparteneva a una famiglia di grandi imprenditori di origine ligure, trasferitasi a Trieste nel 1775 attratta dal porto franco. Fu in questa città dall’atmosfera internazionale che Chiozza visse gli anni della sua giovinezza, per poi formarsi nei suoi studi a Milano, Ginevra e soprattutto Parigi, dove ebbe modo di lavorare nel laboratorio di Charles Gerhardt. Tornato a Milano nel 1854, divenne, in virtù del suo prestigio già altissimo, direttore della ‘Scuola incoraggiamento per arti e mestieri’. Proprio a Milano Luigi Chiozza conobbe Pisana, giovanissima rampolla della nobile famiglia friulana Di Prampero. Ammalatasi poco dopo il suo arrivo in Lombardia, Pisana riceveva di frequente le visite dello scienziato, da tempo amico di famiglia: fu così che i due si innamorarono e finirono per sposarsi nel 1857. In occasione del matrimonio, il grande letterato Ippolito Nievo compose il carme Le Muse di Aquileia (Nievo, inoltre, si ispirò in parte a Pisana per l’omonima protagonista femminile del suo romanzo capolavoro, Le confessioni di un italiano). Nello stesso anno nacque la figlia Teresa, ma a soli 21 anni sua madre morì di malattia. Per Chiozza fu un colpo durissimo: abbandonato il suo incarico presso la scuola milanese, si ritirò nella villa di famiglia a Scodovacca, dove si dedicò agli studi di chimica e botanica applicati all’agricoltura.

▲ tipico laboratorio scientifico ottocentesco

Louis Pasteur ►

In quei tempi, i campi friulani erano attraversati da terribili malattie che falcidiarono gelsi e viti, senza contare che da noi gli aratri erano ancora quelli del XVI secolo, mentre negli altri paesi era già in uso un aratro molto più pesante, capace di aumentare la produttività. Chiozza intervenne in questa direzione: con opportuni investimenti, fece in modo che nelle sue campagne le famiglie coloniche lavorassero il doppio dei terreni rispetto a prima e con maggiori entrate; usò da pioniere i concimi chimici; fu il primo italiano a introdurre nel nostro paese una trebbiatrice. Nel 1865, fondò a Perteole una fabbrica che oggi è un gioiello dell’archeologia industriale: la cosiddetta ‘Fredda’ per l’estrazione dell’amido di frumento e in seguito per la lavorazione del riso. Fu un successo: durante l’esposizione di Philadelphia (1876), Chiozza presentò un amido perfettamente bianco tratto dal mais, accolto con grande favore negli USA e di lì in Francia e Inghilterra. Nel 1869 ritrovò un’antica amicizia parigina: Louis Pasteur, inviato dall’imperatore Napoleone III nelle tenute di Villa Vicentina, ospite di Elisa Bonaparte Baciocchi, per completare le ricerche sulle malattie del baco da seta. L’occasione per una collaborazione era imperdibile e i risultati non tardarono ad arrivare: individuata la causa della pebrina, i due riuscirono a porre le basi per il sistema cellulare di produzione del seme, avviando gli studi futuri alla soluzione del problema. Il nome di Chiozza compare anche accanto ad altri progetti: la costituzione della Società di Cabotaggio cervignanese, la canalizzazione delle cascate del Reno e soprattutto la straordinaria ferrovia Pontebbana. Il 21 maggio 1889 una grave affezione cardiaca lo portò alla morte e due giorni dopo venne sepolto nel cimitero di Scodovacca: aveva 61 anni. ÌMAGAZINE

|

marzo-aprile 2011

|

35


▲ La stanza da letto di Luigi Chiozza

rono felicemente accostati dal Chiozza a soggetti preesistenti, tipici della flora locale, come carpino bianco, farnia, acero campestre. Nei primi del Novecento e poi negli anni Trenta il parco subì numerosi rimaneggiamenti, che ne cambiarono il volto: nel sottobosco, ad esempio, furono introdotte le violette e i

LA BIBLIOTECA

Luigi Chiozza era un appassionato lettore: la sua biblioteca scientifica comprendeva migliaia di volumi, a cui si sarebbero aggiunti quelli dei suoi eredi. Durante la Prima guerra mondiale, gli Austriaci cercarono di salvare dalla distruzione un buon numero di libri, trasferendoli a Vienna dove ancora oggi si trovano, lasciandone comunque la maggior parte (più di 5.700) in loco.

crochi, subito ambientatisi grazie all’ombrosità e alla freschezza del suolo. A testimoniare tuttora il disegno ideale di Luigi Chiozza ci sono i grandi spazi aperti alternati a quelli più chiusi e suggestivi dei boschetti. Sicuramente originari anche l’enorme sequoia, vera e propria rarità, e il sentiero dei carpini che forma un bellissimo cannocchiale puntato verso la villa, nonché il grande canneto di bambù, nel frattempo estesosi in maniera esponenziale e diventato un suggestivo bosco. Ottocentesco anche il laghetto delle ninfee, molto di moda all’epoca per l’influenza dei giardini giapponesi. Una menzione particolare merita l’antica ghiacciaia, «una sorta di largo pozzo in mattoni, interrato entro una piccola collina di terra. Il mantenimento della temperatura era garantito, oltre che dalla posizione, anche da una copertura isolante in paglia. Questa ghiacciaia, a detta dei vecchi del luogo, era posta in collegamento con l’edificio adiacente (la villa, ndr) mediante un corridoio sotterraneo ormai dimenticato ed era utilizzata per mantenere freddo il ghiaccio per l’uso e il consumo dell’abitazione, o forse per scopi scientifici» (da Spazi del fare. I luoghi di produzione tra la Bassa Friulana, il Carso e l’Istria slovena. Catalogo della mostra itinerante, Terzo di Aquileia 2006). Da segnalare, infine, il recupero del vitigno di Refosco posto nei terreni dietro la villa: si tratta di uno dei ceppi più antichi del Friuli, ancor oggi vendemmiato pur nella limitatezza della sua produzione. E allora, un brindisi. Al futuro di Villa Chiozza. vanni veronesi Per la sezione di sericoltura, la villa ospita oltre 1.100 volumi del periodo 1816 - 1920, con testi di gelsicoltura, bachicoltura e relative problematiche, molti dei quali accompagnati da silografie, calcografie, foto, acquerelli e disegni. La sezione agricoltura comprende invece 2.147 volumi, pubblicati dal 1811 alla metà del Novecento: troviamo libri sulla concimazione chimica (campo in cui Chiozza fu un pioniere), raccolte di notiziari della Imperial Regia Società Agraria di Gorizia, trattati di agronomia con elementi di genetica. E ancora: 416 testi di frutticoltura, 320 sulle avversità delle piante (con esemplari di fine Settecento), 1.373 di viticoltura, più raccolte di atlanti, svariate pubblicazioni di geografia e oltre 300 periodici (dal 1781 alla metà del XX secolo). Stupisce la varietà di lingue della raccolta libraria: abbiamo opere in italiano, inglese, francese, tedesco, russo, sloveno, serbo-croato, rumeno, ceco, polacco, ungherese, finlandese e addirittura giapponese. I libri giapponesi, anzi, sono i più preziosi della collezione: trattano tutti di sericoltura, molti sono illustrati (◄) e alcuni, rarissimi, risalgono all’inizio dell’Ottocento, spesso realizzati in una particolare carta di canapa, gelso e radice di ibisco.


PERSONAGGI: FEDERICA SEGANTI

ORIZZONTI INTERNAZIONALI INTERVISTA DI ANDREA DONCOVIO. IMMAGINI A CURA DELLA REDAZIONE

“Il Friuli Venezia Giulia è un compendio dell’universo: dobbiamo incoraggiare gli stranieri a visitarlo”. Federica Seganti anticipa per iMagazine il futuro del turismo in regione.

I nuovi mercati, la valorizzazione del territorio, la promozione internazionale, il lavoro di squadra. In vista della prossima stagione estiva, l’assessore regionale al Turismo, Federica Seganti, ha già definito le linee guida da seguire per potenziare un settore strategico per l’economia del Friuli Venezia Giulia. Con un occhio di riguardo rivolto all’estero. Perché il fulcro su cui si giocherà la partita decisiva sarà la capacità del nostro modello di importare turisti stranieri. Come riuscirci? “Attraverso un piano di rilancio del settore a 360 gradi”. Ecco quale. ÌMAGAZINE

|

marzo-aprile 2011

|

37


▲ Scorcio del porto di Grado

Assessore Seganti, da pochi mesi è alla guida dell’assessorato al Turismo. Un passo indietro: che situazione ha trovato al suo arrivo? “Lasciamo parlare i numeri. In un panorama nazionale in regresso (-4,2 percento di arrivi e -4,8 percento di presenze nel 2009), il Friuli Venezia Giulia ha recuperato, dal 2008 al 2010, il 5,2 per cento degli arrivi e l’1,8 per cento delle presenze. Ovviamente, si può e si deve migliorare. Ma la base di partenza è confortante”. In questo momento quali sono a suo avviso i punti di forza e di debolezza dell’ambito turistico regionale? “Il piatto della bilancia pende sicuramente dalla parte dei punti di forza. Disponiamo di un patrimonio naturalistico fantastico, possiamo prospettare un’offerta culturale ineguagliabile frutto anche della storia stessa della nostra regione, vantiamo un’enogastronomia ricca di piatti tipici eccellenti. Il Friuli Venezia Giulia è davvero un piccolo compendio di universo: in poco più di 100 km troviamo tutto, dal mare alla montagna, dalla campagna alla città. Bisogna lavorare sulla promozione e sull’incoming, per incoraggiare gli stranieri a visitare questa regione”. Per sviluppare il turismo in Friuli Venezia Giulia, quali sono i suoi obiettivi nell’immediato futuro? “Solo per la promozione abbiamo a disposizione 5 milioni di euro per quest’anno. Siamo stati presenti alla fiera di Milano e saremo anche a Londra e Ber38

|

marzo-aprile 2011

| ÌMAGAZINE

lino, intensificheremo i messaggi sul web e avvieremo campagne mirate su alcuni territori ben precisi”. Quali? “Germania, Austria e Polonia sono i mercati in cui sfondare, secondo gli studi di Turismo FVG, il braccio operativo regionale del settore. Partiremo con opuscoli, pubblicazioni ad hoc, azioni mirate verso le famiglie. Bisogna diversificare l’offerta assecondando esigenze e richieste del target a cui facciamo riferimento”. Mare, montagna, città d’arte e museali, enogastronomia: quale può essere il denominatore comune per il potenziamento di questi singoli ambiti turistici? “Serve un piano di rilancio del turismo tout court, non possiamo ragionare per compartimenti stagni. Non a caso, l’ERSA, cui abbiamo delegato il compito di valorizzare e promuovere il nostro comparto agroalimentare, è in costante contatto con Turismo FVG. Questa regione deve superare le piccinerie campanilistiche e le rivalità. Serve un modello turistico Friuli Venezia Giulia, con un pacchetto per turisti che comprenda le nostre preziosità. La base di partenza è un rapporto di dialogo e confronto costante tra politica e categorie economiche”. I suoi predecessori avevano coniato lo slogan “Ospiti di gente unica”. Ma chi sono questi ospiti? Ovvero, chi sono i turisti su cui puntare principalmente? “Storicamente, tedeschi, austriaci e persone dall’est Europa costituiscono un segmento molto rilevante del nostro turismo e proprio in queste zone potenzie-


remo la nostra campagna promozionale. Ma non basta: viviamo in condizioni di mercato sempre più concorrenziali e dinamiche, innovare e migliorare non è più un valore aggiunto. È un obbligo. Così come è necessario “ammaliare” turisti anche da altre zone, soprattutto dai mercati in espansione”. Per favorire il turismo è fondamentale poter fare affidamento su strutture viarie, trasporti e servizi di qualità: come giudica l’attuale situazione sul tema nella nostra regione? “È una delle sfide principali della legislatura. Abbiamo fatto dello sviluppo delle infrastrutture la nostra bandiera: terza corsia, Tav, potenziamento dello scalo ferroviario, arterie stradali in genere. Questa è una sfida che dobbiamo vincere. Senza canali di accesso, non c’è né turismo né economia. Ci stiamo riaprendo anche alle crociere. È un aspetto determinante per il futuro di questa regione. Naturalmente, stiamo lavorando anche sulle strutture turistiche, non meno importanti di quelle viarie: è partito l’intervento di rifacimento del lungomare di Lignano, entro breve parte il bando per la riqualificazione e potenziamento delle terme di Grado e delle attività di wellness, del centro congressuale e dell’intero pacchetto spiaggia, oltre al centro congressuale a al terminal crocieristico di Trieste. Infine, ci saranno alcuni interventi di completamento agli impianti di risalita per la montagna e alle piste da sci”. Oltre alla politica, un ruolo fondamentale lo ricoprono coloro che lavorano nel settore turistico: in questi primi mesi di attività che idea si è fatta degli operatori turistici in regione? “Abbiamo operatori molto attenti alle esigenze dei turisti e proiettati verso un costante innalzamento degli standard qualitativi dei servizi. Investire in innovazione e accoglienza è una regola basilare del turismo, e i nostri operatori ne sono perfettamente coscienti. Aggiungo solo che auspico una sempre maggior propensione al lavoro sinergico tra tutti i soggetti del comparto. Nel turismo, e non solo, il detto “chi fa da sé, fa per tre” non rispecchia la realtà”. Un ruolo preponderante nella promozione turistica del Friuli Venezia Giulia viene svolto da Turismo FVG. Come opera in concreto questa agenzia? “È il braccio operativo della Regione sul fronte turistico. Analizza e approfondisce dati, studia la concorrenza, suggerisce miglioramenti, rilancia nuove proposte, funge da punto di riferimento per gli operatori. Se in Friuli Venezia Giulia abbiamo dati in controtendenza rispetto alla flessione registrata a livello nazionale, Turismo FVG ha, senza dubbio, dei meriti”.

▲ L’assessore Seganti e il direttore di iMagazine, Andrea Zuttion, stringono una copia della rivista all’interno del palazzo del consiglio regionale di Trieste.

Durante il suo mandato come ha intenzione di potenziare l’attività di Turismo FVG? “Innanzitutto, il primo obiettivo è rifare completamente la parte web e potenziare questo strumento sia per la promo-commercializzazione, che per la vendita dei pacchetti turistici. È iniziata altresì una forte azione di coinvolgimento di tutti i soggetti turistici, in primis i consorzi”. Da assessore a normale cittadina: in quale luogo del Friuli Venezia Giulia Federica Seganti avrebbe piacere di trascorrere una settimana di vacanza? “Come tante persone, sono legata ai luoghi dove trascorrevo le vacanze da bambina, e quindi, ogni estate, torno molto volentieri a Grado”. andrea doncovio

Federica Seganti è assessore regionale alle Attività produttive e alla Sicurezza. Nata a Trieste il 29 maggio 1966, madre di due figli (Alberto e Greta), si è laureata in Scienze Politiche nel 1990 con il massimo dei voti. Amante dello sport, dal padre Paolo ha ereditato la passione per la vela. È direttore didattico del Mirm (Master in Insurance & Risk Management), presso il MIB, la Business School internazionale di Trieste. ÌMAGAZINE

|

marzo-aprile 2011

|

39


©FLICKR/album di Scott from L-Cubed

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI

D I R I T T O

©FLICKR/ph. rosping

©FLICKR_anatoliv73

Quanto costa

cambiar casa?

RUBRICA A CURA DELL’AVV. MASSIMILIANO SINACORI WWW.AVVOCATIUDINESI.IT

Nuovi oneri per il cittadino nei trasferimenti immobiliari. Tutte le novità della riforma del sistema catastale.

40

|

Attenzione: per trasferire un diritto reale immobiliare oggi è necessario adottare preventive verifiche che, ove mancanti, potrebbero impedire o quantomeno procrastinare la data dell’atto. Esigenze prettamente fiscali hanno determinato il legislatore ad adottare un sistema che consentirà di aggiornare le risultanze dell’Agenzia del Territorio. Nella Gazzetta Ufficiale 30 luglio 2010, n. 176 è stato pubblicato il testo del Decreto-Legge 31 maggio 2010, n. 78, coordinato con la Legge di Conversione n. 122 del 20 Luglio 2010, intitolato “Misure urgenti in materia di stabilizzazione

marzo-aprile 2011

| ÌMAGAZINE

finanziaria e di competitività economica”. Il decreto, oltre all’inserimento di misure volte al superamento della crisi dell’Euro, dell’incidenza dello Stato nell’economia e nella società, contiene una importante novità in materia di aggiornamento del sistema catastale. Al titolo II, nominato “Contrasto all’evasione fiscale e contributiva”, è stato inserito l’articolo 19 il quale ha apportato importanti modifiche in materia catastale. In particolare il comma 14° dell’art. 19 ha modificato l’art. 29 della legge n. 52 del 1985 aggiungendovi un comma 1-bis il quale

dispone: “Gli atti pubblici e le scritture private autenticate tra vivi aventi ad oggetto il trasferimento, la costituzione o lo scioglimento di comunione di diritti reali su fabbricati già esistenti, devono contenere, per le unità immobiliari urbane, a pena di nullità, oltre all’identificazione catastale, il riferimento alle planimetrie depositate in catasto e la dichiarazione, resa in atti dagli intestatari, della conformita’ allo stato di fatto dei dati catastali e delle planimetrie. Prima della stipula dei predetti atti il notaio individua gli intestatari catastali e verifica la loro conformita’ con le risultanze dei registri immobiliari”.


La norma in questione si inserisce in un complesso più ampio di riforma dell’intero sistema catastale che ha come obiettivo l’istituzione, avvenuta dal 1° gennaio 2011, del sistema di “Anagrafe immobiliare integrata” che coordina, a fini fiscali, le banche dati disponibili presso l’Agenzia del Territorio per ciascun immobile. La finalità prettamente fiscale della normativa si raggiunge mediante il controllo da parte di un pubblico ufficiale rivolto ad ogni titolare di un diritto reale in occasione di un atto immobiliare (pubblico o autenticato) che li riguarda. Tale accertamento prevede due fasi strettamente collegate: una prima di cosiddetto “accertamento oggettivo” tra dati catastali e stato di fatto degli immobili e una seconda di “accertamento soggettivo” tra intestazione nelle visure catastali e risultanze nei registri immobiliari. Per evitare il problema della mancanza di allineamento tra situazione di fatto e situazione risultante in catasto, la normativa, a pena di nullità, richiede che alla stipula di una categoria di atti ben precisi vi sia l’indicazione dei dati catastali e il riferimento alle planimetrie depositate in catasto. Inoltre, sempre a pena di nullità, è fondamentale la dichiarazione da parte degli intestatari della corrispondenza tra la situazione di fatto dell’immobile e

i dati catastali comprensivi Diritto… interattivo! di planimetrie. Ci sono argomenti che ti piacerebbe venissero approfonditi Quanto all’accertain questa rubrica, curata dall’avv. Massimiliano Sinacori? mento oggettivo si preciSegnalali alla redazione di iMagazine: tel 0432 996332, sa che tale fase: news.imag@gmail.com. - comprende atti pubblici o scritture private ausolo i fabbricati urbani (questo anche nel caso di tenticate: quindi sono già esistenti ed ultima- planimetrie vecchie o non da ricomprendere, in ti. Per esistente si inten- reperibili o smarrite) quanto espressamente de un edificio nel quaQuanto invece all’acprevisti, tutti gli atti rile sia eseguito il rusti- certamento soggettivo, cevuti o autenticati dal co, comprensivo delle la normativa richiede l’atnotaio ma anche tutti mura perimetrali e sia testazione in atto del rafgli altri atti che hanno stata completata la co- fronto fatto dal notaio o gli stessi effetti benché pertura. Per ultimato da altro soggetto prepopromananti da autoriinvece un edificio nel sto in merito alla corrità diverse quali, giudiquale siano completati spondenza per tutti gli imce, segretario comunagli impianti le finiture e mobili esistenti (anche rule e console. Pertanto gli accessori. Rimango- rali quindi) tra le risultansi ritengono ricompreno esclusi quindi i fab- ze dei registri immobiliasi tutti quegli atti che bricati rurali o non cen- ri e gli intestatari catastali producono un effetto siti per i quali non è at- desumibile dalla visura. A traslativo di diritti reali tribuibile la rendita ca- tal fine il soggetto incaridi tipo derivativo; tastale, i fabbricati non cato di redigere l’atto, do- quanto agli effetti, inancora esistenti o esi- vrà effettuare una verifica clude nell’applicativistenti ma non ultima- ventennale della continuità della norma tutti gli ti ai sensi di quanto di- tà delle trascrizioni richieatti che danno origine spone il R.D. n. 652 del sta dall’art. 2650 c.c. dal al trasferimento, la co1939, il quale prescrive quale non potrà più essestituzione e lo sciogliper i fabbricati nuovi o re esonerato come accamento di comunione di appena ultimati l’obbli- deva prima. Nel caso poi, diritti reali su fabbricago di dichiararli all’Uffi- di mancata corrispondenti già esistenti, con un cio tecnico erariale en- za (o allineamento) dovrà sostanziale richiamo tro 30 giorni da quando procedere all’aggiorna(fatta esclusione per il sono abitabili o servibi- mento delle risultanze imsolo diritto di servitù) li all’uso a cui sono adi- mobiliari mediante prea quanto dispone l’art. biti. sentazione di una o più 46 del D.p.r. n. 380 del In presenza di difformi- domande di volture pri2001; - Gli immobili interessa- tà che riguardino sia i dati ma della stipula dell’atto ti alla normativa sono emergenti dalla planime- (c.d. preallineamento) se tria, sia i dati catastali, l’in- possibile, oppure in caso testatario ha l’onere di re- contrario, successivamengolarizzare la discrepan- te purché dall’atto si deza presentando al catasto suma tale possibilità di aluna denuncia di variazio- lineamento. ne con nuova planimetria Per approfondimenti ed esame di alcune pronunce e della casistica in materia è possibile accedere al sito web www.avvocatiudinesi.it e collegarsi ai link in materia normativa e giurisprudenziale ovvero rivolgere domande od ottenere chiarimenti via e-mail all’indirizzo sinacori_m@ avvocatiudinesi.it

©FLICKR_1001foto

ÌMAGAZINE

|

marzo-aprile 2011

|

41


TOSSICODIPENDENZE

Q U E S T U R A

DROGA?NO, grazie

©FLICKR_Cristian Buenos Aires

RUBRICA A CURA DELLA QUESTURA DELLA PROVINCIA DI GORIZIA

“Immagina che dopo un sabato sera passato in discoteca dove hai “preso” un po’ di sostanze riesci ad arrivare vivo a casa evitando di comparire il giorno dopo sul giornale come il protagonista delle “stragi del sabato sera”; penserai che la serata è andata bene e il sabato dopo ti fai un altro “viaggio” con la droga. Andando avanti così immagina di diventare dipendente da un sostanza stupefacente; la sostanza col tempo ti cambia e cambiano i tuoi “amici”. Sul lavoro non sei più bravo come prima e ti licenziano. Per fortuna hai ancora dei soldi per comprare la droga. Ma la droga costa e i soldi finiscono presto; allora che fai? lo spacciatore ti dà la droga gratis se poi lavori per lui o magari puoi fare un furtarello qua e là. Ma se ti beccano potresti finire “dentro”. Immagina che gran bella vita!! Il tuo cervello funziona, usalo bene, fai

42

|

marzo-aprile 2011

| ÌMAGAZINE

le scelte giuste!!” Si conclude con questa ipotesi, un po’ catastrofica certo ma non troppo lontana da tante realtà umane, il libretto realizzato dalla Questura di Gorizia in collaborazione con l’Azienda per i Servizi Sanitari n.2 Isontina che durante quest’anno scolastico verrà distribuito e commentato assieme ai ragazzi delle classi terze delle Scuole Secondarie di primo grado della provincia di Gorizia rientranti nella quinta edizione del progetto di educazione alla legalità “Allontanati dalla droga … avvicinati alla vita”. L’opuscolo è stato pensato come uno strumento di facile lettura per accrescere nei giovani la consapevolezza delle possibili conseguenze, sia fisiche che legali, derivanti dall’assunzione di sostanze stupefacenti. Il target è quello dei ragazzi di 13/14 anni che si apprestano ad entrare alle “superiori”, in un mon-

do molto più vasto di come lo possono conoscere in terza media, perché è nella prevenzione prima che nella repressione che si possono aiutare concretamente i nostri figli. E per prevenire un pericolo dobbiamo conoscerlo; c’è infatti una diffusa disinformazione o, addirittura, una mal informazione circa l’argomento “droga”. Per droga si intende (definizione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità) qualsiasi sostanza - chimica, naturale o artificiale - che introdotta nell’organismo agisce sul sistema nervoso centrale modificandone una o più funzioni. È chiaro che si parla di numerose sostanze, anche quelle legalmente vendute, come ad esempio l’alcool ed il tabacco. È quindi molto importante capire che anche se l’alcol ed il tabacco sono sostanze stupefacenti legali non significa che facciano bene al nostro organismo, anzi sono proprio queste droghe, accettate dal nostro sistema sociale, che mietono il maggior numero di vittime.


Solo in Italia, nel 2009, i consumatori di droga sono stati circa 3 milioni, vale a dire il 5% della popolazione e parliamo solamente delle droghe illegali; per quanto riguarda l’alcol l’abitudine ad assumere quantità eccessive in una singola occasione (cosiddetto binge drinking/bere per ubriacarsi) raggiunge percentuali anche più elevate. E ciò che preoccupa maggiormente è che il fenomeno di uso e abuso di sostanze sta interessando ragazzi sempre più giovani. Ritornando alla droga (sostanza stupefacente), è una sostanza psicoattiva in grado di agire sui processi di trasmissione dei segnali e delle informazioni tra cellule nervose alterando i fenomeni psicologici, le emozioni, i ricordi, l’apprendimento, la percezione, le capacità intellettive e quelle motorie. Il cervello umano è un organo incredibilmente complesso composto da miliardi di cellule nervose collegate a migliaia di altre cellule; le sostanze psicoattive agiscono proprio sulle connessioni tra neuroni ed è ovvio dire che non ne ha assoluto bisogno. Ma se gli stupefacenti provocano danni irreversibili al cervello e generano dipendenze fisiche e psicologiche difficili da trattare mettendo a repentaglio gravemente la salute di chi ne fa uso, perché allora ci si droga? E perché sono proprio i più giovani a cominciare a far uso di sostanze stupefacenti? È una domanda alla quale si possono dare tante risposte tutte giuste e tutte sbagliate. Forse ci si sente soli e depressi o forse alla base c’è una mancanza di valori, o ancora perché i ragazzi si sentono invincibili. Almeno per i giovani si può dire che esiste un fenomeno sociologico giovanile chiamato “gruppo dei pari”, cioè un gruppo di amici della stessa età la cui importanza e autorità può superare quella della famiglia. Il gruppo ha le sue regole, una specie di codice a volte distante dal contesto sociale, che spinge i suoi componenti ad uniformarsi a determinati comportamenti (come vestirsi, come parlare, come vivere la propria individualità). La paura di non essere accettati dal gruppo o di essere allontanati dallo stesso induce i ragazzi ad adottare comportamenti sbagliati che possono essere molto dannosi. Diventare “grandi” non è sempre facile e l’uso della droga può diventare una falsa soluzione per allonta-

narsi dalle responsabilità e dalle fatiche dell’adulto. All’inizio si tratta ‘solo’ di fumo: hashish, marjuana poi si trova qualche ragazzo più grande che porta le pastiglie (ecstasy) e diventa abbastanza normale provare anche queste. E poi, tutto sommato, all’inizio la droga “ti fa star bene” e apparentemente ti risolve immediatamente tutti i problemi e poco importa se sono fatte con componenti chimici potenzialmente pericolosi. Dire che le droghe uccidono non fa più paura anche perché se disgraziatamente vengono provate e poi non si muore vuol dire che i “grandi” mentono. Certo alcuni muoiono alla prima assunzione ma sono solo stati “sfigati”, il più delle volte ci si sente meglio di come si stava un attimo prima di “farsi” e comunque a me non farà poi così male e se voglio smetto anche domani. Non si pensa mai però che forse chi dice la bugia più grossa è proprio la droga: tutto quello che le droghe apparentemente danno di buono all’inizio se lo riprendono con interessi altissimi in seguito. Può accadere di diventare impotenti, di avere problemi al cuore, di dover passare le giornate in ospedale, di avere un deficit dell’attenzione, di avere turbe comportamentali e disturbi della personalità, di perdere la capacità di memorizzare, di cadere in depressione. Ma le conseguenze non sono solo fisiche, anche sociali, gravi allo stesso modo. Vuol dire che la dipendenza può allontanare dalla società civile, si può incorrere in conseguenze penali ed entrare in un mondo al margine della realtà che si sta vivendo ora. La legge n.49 del 2006, integrando il D.R.P. 309/90 (Testo Unico delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope), ha cancellato la distinzione tra droghe leggere e pesanti reintroducendo il criterio della “soglia minima” per distinguere lo spaccio di droga dal consumo. Inoltre, le sostanze sono state divise in due tabelle. Nella prima sono comprese tutte le cosiddette droghe illegali (i principi attivi dell’eroina, della cannabis, della cocaina e così via), nella seconda i farmaci. Quindi, è bene ricordare che possedere o consumare una sostanza stu-

pefacente contenuta nella prima tabella (anche una sola “canna”) è sempre illegale, indipendentemente dalla quantità che si possiede. Perciò i quantitativi massimi che si possono detenere per “uso personale” distinguono un illecito penale da un illecito amministrativo, ma sempre illecito (illegale). Il mero consumatore incorre in una sanzione amministrativa che viene irrogata dal Prefetto; qualora ricorrano elementi tali da far presumere che la persona si asterrà in futuro da assumere altre sostanze il procedimento può concludersi con la sola ammonizione da parte del Prefetto o con l’invito all’inserimento in un programma terapeutico di disintossicazione. In questo caso il procedimento viene sospeso fino alla fine del programma. Se quest’ultimo non va a buon fine il Prefetto commina le sanzioni amministrative, tra cui la sospensione della patente o del certificato d’idoneità tecnica alla guida del ciclomotore, sottoponendo il veicolo al fermo amministrativo. Se invece si ritiene che il possesso della sostanza serva allo spaccio, l’illecito è penale con sanzioni previste da 6 a 20 anni per i reati gravi (e multa da 26 mila a 260 mila euro) e da 1 a 6 anni per quelli di lieve entità (e multa da 3 mila a 26 mila euro). Anche in presenza di quantità minime (parliamo sempre di principio attivo), però, possono esserci altri elementi (ad esempio come il suddivisione della sostanza in dosi, la presenza di bilancini, la presenza di grosse somme di denaro o di altre sostanze da taglio) che potrebbero far presupporre il reato di spaccio rendendo così applicabili le sanzioni penali. Per chi cerca un sostegno o dei consigli per uscire dal mondo della droga ricordiamo che presso l’Azienda Sanitaria si trova il SERT - Servizio per le Tossicodipendenze - dove medici specificatamente preparati seguono ed aiutano il tossicodipendente nel percorso di recupero fisico e psicologico e nel reinserimento nella vita in società, garantendo, su richiesta dell’interessato, il totale anonimato.

..................... 113 Polizia di Stato .......................................... w.poliziadistato.it ..ww ....... ....... Polizia di Stato ..................... istato.it/gorizia liziad re.po uestu .....q web sito ia, Questura di Goriz

ÌMAGAZINE

|

marzo-aprile 2011

|

43


A M B I E N T E

E C O L O G I A

P S I C O L O G I A

Ho un conitto

ŠFLICKR_Jeka Photography

...non sono piĂš ecologico?

Almeno una volta ci siamo senz’altro consolati della fatica quotidiana di certe nostre relazioni personali e sociali giocando con la fantasia di un mondo senza rivalità, lotte, inganni‌

RUBRICA A CURA DI GIULIANA DE STEFANI IMMAGINI A CURA DELLA REDAZIONE 44

&

|

Facciamo bene a pensare alla pace, alla concordia ed alla solidarietĂ  che possono ispirare e guidare la nostra ďŹ losoďŹ a di vita, ma non dovremmo mai “soavizzareâ€? la realtĂ  concreta nella quale navighiamo nel tentativo di esorcizzare uno dei principali tipi di relazione: il conitto. La guerra esiste davvero, cosĂŹ le liti fra condomini, la rivalitĂ  fra colleghi e fratelli, per non parlare delle tensioni all’interno della coppia‌ con il conitto dobbiamo inevitabilmente fare i conti! Pertanto, in modo pragmatico, ci conviene indagare un po’ sull’impatto che l’esperienza universale dell’incompatibilitĂ  ha sulla nostra vita‌ Ad esempio potremmo chiederci: ma il â€?conittoâ€?, accanto alle sue ovvie implicazioni problematiche, può anche essere utile, funzionale sotto qualche aspetto? Ăˆ possibile gestire un conitto in modo “ecologicoâ€?? In prima battuta credo che saremmo tutti disposti ad aermare che il fenomeno dei conitti, a livello personale e sociale, è quanto di meno ecologico la specie umana sia in grado di produrre! Se pensassimo alle conseguenze pratiche e spesso distruttive dei conitti in famiglia, a scuola, sul lavo-

marzo-aprile 2011

|

ĂŒMAGAZINE

ro, nella politica e nelle guerre, certamente punteremmo l’indice: ecco la causa di gran parte delle nostre preoccupazioni, ansie e dolori. Se siamo disponibili ad analizzare in modo meno emotivo la questione, però, troviamo delle sorprese‌ Una relazione tra due entità (persone, squadre sportive, partiti, nazioni, ecc.) per essere ecologica deve prima di tutto consentire il mantenimento nel tempo della relazione stessa permettendo agli attori di disporre di un reciproco punto di riferimento costante. Possiamo già intuire che anche un conitto, se consente il mantenimento di un equilibrio accettabile nel contesto, potrebbe essere considerato almeno in parte funzionale. Tra le tante modalità possibili di relazionarsi in un contesto personale o sociale, il conitto è una delle piÚ interessanti poichÊ attiva dinamiche complesse. Per a rontare la seconda domanda, se sia possibile gestire un conitto in modo ecologico, osserviamo che questa relazione può generare almeno tre tipi di conseguenze: t MBSFMB[JPOFDPOUJOVBNBTVCJTDFRVBMDIFDBNCJBNFO to; t JMDPOnJUUPJOUFSSPNQFMBSFMB[JPOF t MBSFMB[JPOFSJNBOFJNNVUBUB


Certamente ognuno di noi è in grado di riferire qualche esperienza personale che si colloca in questi tre esiti del conflitto. Proviamo ad analizzarli. 1. Possiamo subito dire che la situazione più ecologica è la prima: il conflitto provoca un cambiamento nella relazione, una qualche trasformazione (ad esempio un chiarimento, delle proposte, una negoziazione) e proprio questo fatto consente il mantenimento del legame tra i due attori nel tempo. Viene raggiunto un inedito livello di equilibrio sufficiente ad entrambi gli attori ed il contesto si aggiusta su nuove regole formulate proprio per conservare la relazione. Questa è di gran lunga la situazione più complessa da analizzare, ma anche quella che apre interessanti prospettive evolutive nella vita delle persone e nella composizione delle incompatibilità. 2. La seconda situazione la conosciamo benissimo, perché è la più economica: quando una relazione ci appare insostenibile, gravosissima o incomprensibile, almeno una volta nella vita siamo giunti a compiere il grande passo, l’abbiamo interrotta o lasciata decadere, spesso senza spiegazioni. La sensazione che ne abbiamo ricavato è di alleggerimento e sollievo accompagnato dal dispiacere più o meno intenso della perdita di quel rapporto L’ecologia di questa tipo di esito, l’interruzione della relazione per conflitto, va stabilita di volta in volta analizzando accuratamente gli ambiti che ne sono coinvolti. Di solito troviamo nei vari contesti mutamenti di segno opposto: se ad esempio decidiamo di lasciare il fidanzato, da un lato ci sentiamo più leggeri e liberiamo molta energia psichica e fisica che ci aprirà a nuove amicizie e conoscenze, dall’altro possiamo incorrere nella disapprovazione di familiari ed amici comuni per la scelta fatta. È chiaro quindi che un certo gradiente di “ecologia della scelta” è sempre presente, ma per stabilirlo è necessaria un’attenta considerazione delle varie cornici di contesto in cui siamo inscritti (famiglia, amicizie, lavoro…) 3. Infine abbiamo la terza possibilità: “la relazione rimane immutata, nonostante il conflitto”. Dal punto di vista di un sistema, si verifica un paradosso, poiché gli attori hanno un conflitto ma lo ignorano, non ne sono consapevoli o decidono tacitamente di non affrontarlo… insomma, fanno finta che tutto sia armonioso. Questo tipo di situazione silenziosa presenta normalmente un alto tasso di tossicità: è quanto di meno ecologico possiamo immaginare poiché danneggia sistematicamente la qualità della comunicazione e degli scambi tra attori: inquina e impedisce il soddisfacimento del fondamentale bisogno di sicurezza ed affidabilità di un rapporto. Possiamo facilmente rilevare che un conflitto ignorato genera sempre un considerevole disagio e spesso induce gli attori della relazione a generare delle contromisure difensive… nei confronti di un oggetto diverso da

©FLICKR_tolemaker

quello giusto! È evidente che ne può scaturire un inconsapevole “allargamento del conflitto”, una propagazione dell’ostilità in contesti diversi da quello originario. Quest’ultima tipologia, la prolungata permanenza di un conflitto in una relazione che non muta, costituisce materia di studio per la psicologia e di intervento per la psicoterapia, dove ognuno di noi può apprendere nuove modalità di gestione pratica di un fenomeno sgradito, ma in certi casi non completamente negativo o addirittura necessario. giuliana de stefani, psicologa, psicoterapeuta ©FLICKR_baby7

ÌMAGAZINE

|

marzo-aprile 2011

|

45


L’autore della porta accanto di Andrea Doncovio

Loredana Marano RUBRICA DI ANDREA DONCOVIO

S C R I T T O R I

Insegna lettere in un liceo, ma da sempre ama la scrittura e la cultura latina. Dalla sua passione è emerso il sogno: realizzare un romanzo sulla vita di Agrippina, “una donna che ci ha insegnato ad essere liberi e responsabili nelle scelte di ogni giorno”. E grazie alla collaborazione con Salvatore Conte, L’Onore di Roma è diventato realtà.

46

|

Professoressa, quando è nata la passione per la scrittura? “Leggere e scrivere costituiscono due momenti di uno stesso atteggiamento di interesse verso la realtà e, per quanto mi riguarda, verso l’umanità. Sono stata una lettrice appassionata di ogni genere di testo fin da ragazza. Ultimamente, da quando ho iniziato a scrivere, ho rallentato il ritmo, perché non voglio essere influenzata da altre scritture. Cerco in me quanto è stato raccolto, elaborato e sedimentato negli anni”. Come mai ha voluto scrivere un romanzo sulla storia di Agrippina? “Il romanzo ha una lunga e singolare genesi: come coordinatore del Centrum Latinitatis Europae di Aquileia sono stata contattata da un dirigente del Ministero della Pubblica istruzione. È nata una bella amicizia, solidamente fondata sui classici latini, che si è allargata ad ac-

marzo-aprile 2011

| ÌMAGAZINE

cogliere, in un secondo momento, un nuovo contatto, Salvatore Conte, pure lui romano. Il tema comune era Virgilio, l’autore dell’Eneide e ideatore del mito di Didone, su cui Conte ha creato un sito e raccolto ricca documentazione. Poi io l’ho orientato verso Tacito, lo storico vissuto fra 55 e 120, circa, d.C., la coscienza vigile della società di Roma, l’intellettuale severo contro la corruzione e l’asservimento”. L’Onore di Roma è un romanzo a quattro mani: com’è nato e come è proseguito il progetto con Salvatore Conte? “Tacito racconta i fatti con drammatica evidenza senza cedimenti di fronte alla verità dei documenti: Salvatore rimase colpito dalla personalità di Agrippina. Ambiziosa, forte, spregiudicata, calcolatrice da un lato, dall’altro consapevole del ruolo di Roma verso Germania e Britannia, in continuità con il piano di


Giulio Cesare, di cui si sentiva l’ultima erede. Abbiamo concertato la struttura e diviso le competenze: a Salvatore i fatti storici, a me la delineazione dei personaggi e la narrazione delle vicende. Parallelamente alla stesura del romanzo, continuavamo la ricerca storico-letteraria su Agrippina: i frutti dell’indagine sono stati raccolti da Salvatore nel saggio AgrippinA latens, che accompagna il romanzo come nota finale”. Qual è il messaggio principale che questo libro vuole portare? “I personaggi del passato ci permettono di leggere la realtà con il distacco necessario a conoscere l’Uomo liberamente, senza altri fini. Anche un periodo storico tormentato come gli anni 58-59 d.C. mostra qualcosa di familiare: narra, infatti, l’eterna vicenda dell’uomo nel suo misurarsi con gli altri”. Lei è insegnante di lettere in un liceo: come giudica il rapporto degli studenti d’oggi con la lettura e con la scrittura? “I ragazzi non leggono testi lunghi, a parte rari casi, perché disturbati da altri miti e da interferenze, quali il cellulare ed i vari media. Oggi i ragazzi sembrano obbedire a questo imperativo: esserci. La lettura abitua, invece, ad osservare e confrontare. Qualcuno teme che l’ultima generazione salterà parecchi passaggi di conoscenza, creando fratture più nette con le generazioni precedenti. Con conseguenze anche sul piano politico, che pochi sanno cogliere”. Non essendo (per ora) una scrittrice di professione, solitamente quando trova il tempo per scrivere? “Lavoro di notte, quando non ho impegni, quando non ho incombenze, quando la casa sprofonda nel silenzio ed io posso conversare con me stessa. Dormo poco”. Insegnante, moglie, mamma: come riesce a conciliare gli impegni di questi ruoli con il tempo per la scrittura? “Non è semplice conciliare due momenti essenziali: la scrittura si alimenta di vita, d’altra parte la concentrazione è necessaria per scrivere. Risolvo riducendo al minimo sonno e ogni forma di diversivo, anche una passeggiata. E poi c’è il sostegno della famiglia, corroborante e costante”. La sua passione per la “latinità” l’ha sorretta anche in altri progetti: quali sono? “La latinità mi ha sostenuta nel farmi carico dell’aspetto didattico e divulgativo del Centrum Latinitatis Europae, nel mettermi a disposizione di associazioni culturali locali e nazionali, nella ideazione una grammatica latina, Comes viae, edita in tre volumi e, in generale, nell’affermazione di valori imperituri, che sono alla base della società”. Quando scrive a cosa pensa? “Al valore pregnante di ogni parola: dai latini ho imparato l’importanza della parola-concetto. Credo che questo sia il tratto significativo che differenzia la mia prosa dalle altre. Ogni periodo è costruito intorno ad una parola-concetto, che ritorna in piani diversi e senza ripetizioni”. C’è uno scrittore che segue come modello? “Modelli sono i poeti e scrittori latini, quando affermano: “Siamo ciò che facciamo”. Il pensiero è sorgente, ma poi si fa corollario del fare: la forza d’animo si misura nell’impatto con la vita come pure i limiti dell’uomo. I personaggi del romanzo spesso sono raccolti in sé a rivedere la propria vita, ma pensiero e azione sono strettamente uniti”. Qual è il libro della sua vita? “Non ho modelli particolari, forse la letteratura inglese dell’’800 per lo sguardo disincantato che permette di leggere la realtà senza sovrapposizioni ideologiche”.

Nel suo romanzo, la figura di Agrippina può essere letta come metafora del ruolo della donna: come giudica la figura della donna nel mondo attuale? “Agrippina è una donna intelligente e forte: nell’esercizio di queste qualità dimostra che siamo liberi e responsabili delle scelte che compiamo ogni giorno. La donna, ieri come oggi, è un essere umano, non va pensato né come un modello di virtù, né come oggetto o peggio. È una constatazione di ovvia evidenza, eppure il destino della donna è stato quello di essere considerata o superiore o inferiore agli uomini. Agrippina, invece, come la donna oggi, nel dare un senso alla propria vita, si rapporta alla vita stessa, alla natura, non all’uomo. Non diverso è il discorso riguardo l’amore, che è promessa ed impegno comune e non solo innamoramento”. A quale personaggio famoso le piacerebbe regalare una copia del libro? “Lo regalerei agli scettici, ai materialisti, affinchè capiscano che essere umanisti non significa guardare con nostalgia al passato, ma guardare nel profondo della nostra memoria di uomini”. Visti i suoi svariati interessi è difficile immaginarla senza nuove sfide: dopo la pubblicazione di questo libro, qual è il prossimo obiettivo? “Continuo a lavorare con altri autori: a breve sarà pubblicato un libretto comico-satirico; sto, poi, portando a termine un altro romanzo, che possiamo definire di formazione. Credo, infatti, che non sia più possibile la rinuncia dell’intellettuale a farsi voce del suo tempo”.

andrea doncovio U Loredana Marano insegna lettere al liceo scientifico Albert Einstein di Cervignano del Friuli, città dove risiede con la sua famiglia. Sposata, è madre di due figli. Nel 2011 ha pubblicato L’Onore di Roma edito da Goliardica Editrice (vedi pag. 49)

ÌMAGAZINE

|

marzo-aprile 2011

|

47


I

L

M

E

S

SCADENZA 10 MARZO

▶ LA MONTAGNA VALLE SPLUGA Sezioni: A) poesia; B) narrativa; C) poesia e narrativa giovani Lunghezza: A) max 36 righe; B) max 18.000 battute; C) come A e B Quota: A e B) € 18,00; C) nessuna Premi: A) 1. € 500,00, attestato, pubblicazione opera; 2. € 300,00, attestato; 3. € 150,00, attestato. B) 1. € 250,00, attestato, pubblicazione opera; 2.-3. Prodotti tipici, attestato. C) 1. € 200,00 Info: 02 98233100 www.club.it info@concorsiletterari.it

T

I

E

R

E

va inedita; C) premio speciale AVIS di poesia o narrativa Lunghezza: A) max 30 versi; B) max 3 pagine; C) come A e B Quota: € 5,00 Premi: medaglie Info: 0587 606267 capannoli.comunale@avis.it

D

I

S

C

R

SEGNO Sezioni: A) narrativa inedita; B) racconto inedito; C) poesia inedita; D) poesia su identità sarda Lunghezza: B) 15 cartelle; C e D) max 30 versi; Quota: A) € 25,00; B e D) € 20,00; C) € 5,00 Premi: A) 1. € 500,00; B, C, D) 1. Pubblicazione opera Info: 380 7509050 www.cuslcagliari.it concorsoletterario@cuslcagliari.it

I

V

E

R

E

Premi: trofei, targhe e diplomi Info: 02 9958807 www.comune. garbagnate-milanese.mi.it biblioteca. sez.adulti@comune.garbagnate-milanese.mi.it SCADENZA 2 APRILE

▶ ANIMOSA CIVITAS CORLEONIS SCADENZA 30 MARZO Sezione: composizioni poetiche ▶ IL GIRO D’ITALIA DELLE inedite Lunghezza: max 50 versi POESIE IN CORNICE Sezione: poesia nessuna ▶ CONCORSO INTERNAZIONALE Quota: Lunghezza: max 36 righe Premi: soggiorni gratuiti a Corleone DI POESIA “ARNALDO DA Quota: € 21,00 Info: 327 5430292 www.comune. BRESCIA” Premi: pubblicazione opera corleone.pa.it redazione@corleoneSezioni: A) studenti 11-14 anInfo: 02 98233100 www.club.it se- ni; B) studenti 15-19 anni; C) lavodialogos.it ▶ TUTTISCRITTORI greteria@clubautori.it ri di gruppo scuole secondarie di priSezione: prosa SCADENZA 12 APRILE mo grado Lunghezza: 3 cartelle A4 SCADENZA 31 MARZO ▶ PREMIO POESIA SACRAVITA Lunghezza: libera Quota: nessuna ▶ CONCORSO ASSOCIAZIONE Sezione: poesia Quota: nessuna Premi: 1. € 400,00; 2. € 300,00; Lunghezza: max 30 versi CHIESE STORICHE Premi: medaglie, stereo, letto3. € 100,00 Quota: € 15,00 Sezioni: A) poesia; B) narrativa; C) ri mp3, libri Info: 0331 256728 www.prolocoPremi: pubblicazione opera saggistica; D) fotografi ca e grafi Info: 030 47660 www.arnaldodacoarezza.it postmaster@prolocooInfo: 055 282532 http://misericorco-pittorica brescia.com info@arnaldodabrecarezza.it dia.firenze.it gmuraglia@misericorLunghezza: libera scia.com dia.firenze.it Quota: A, B, C) € 30,00; D) € 40,00 SCADENZA 14 MARZO Premi: soggiorni in albergo, tro▶ NATI PER VINCERE? ▶ PREMIO NAZIONALE DI fei e diplomi Sezioni: A) racconti brevi; B) poesie SCADENZA 15 APRILE NARRATIVA “VALERIO Info: 091 2539622 www.associazio- Lunghezza: A) 10.000 battute ▶ MONDOLIBRO GENTILE” nechiesestoriche.it ufficiostampa@ Quota: nessuna Sezioni: A) narrativa inedita; B) narSezione: narrativa inedita associazionechiesestoriche.it Premi: 1. € 300,00 (per ciascurativa edita; C) poesia edita e inedita; Lunghezza: min 50 max 80 cartelle na sezione) D) racconto inedito; E) storiografia Quota: nessuna ▶ CONCORSO DI POESIA IRIS Info: 333 8141825 www.iltesorona- Lunghezza: A) max 190 cartelle; B) Premi: 1. Pubblicazione opera; 2.-3. DI FIRENZE scosto.org info@iltesoronascosto.org max 300 pagine; C) max 30 versi; D) Diplomi di merito Sezione: poesia max 4 cartelle Info: 080 4391375 www.valeriogen- Lunghezza: libera ▶ PREMIO LETTERARIO Quota: A) € 30,00; B) e C) € 25,00; tile.it premio@valeriogentile.it Quota: € 10,00 NAZIONALE “CARO DIARIO” D) e E) € 15,00 Premi: 1. € 1.000,00; 2. € 500,00; Sezione: racconto inedito in forPremi: pubblicazione opera, cop3. € 250,00 SCADENZA 15 MARZO ma di diario pe e diplomi Info: 055 580319 www.uicifirenze.it Lunghezza: max 5 cartelle ▶ CONCORSO DI POESIA Info: 06 98184830 www.mondoliuicfi@uiciechi.it Quota: nessuna “CARDINAL BRANDA bro.net info@mondolibro.net Premi: 1. € 500,00 e attestato; 2. CASTIGLIONI” € 400,00 e attestato; 3. € 300,00 Sezioni: A) poesia in italiano; B) po- ▶ PREMIO CITTÀ DI ARONA SCADENZA 16 APRILE esia nei dialetti di Lombardia e Can- Sezioni: A) narrativa di medici scrit- e attestato tori nel mondo; B) narrativa edita; Info: 086 3830112 www.premioca- ▶ PREMIO MAURIZIO DONATI ton Ticino; C) volume edito di poeSezioni: A) narrativa 14-18 anni; B) C) poesia di giovani nati tra il 1986 rodiario.it info@premiocarodiario.it sie dal 2005 narrativa 19-25 anni e il 1993 Lunghezza: A) max 40 versi Lunghezza: max 15 cartelle Lunghezza: A) max 5 cartelle; C) ▶ LE VOCI DELL’ANIMA Quota: € 5,00 max 45 versi Sezioni: A) poesia in italiano; B) po- Quota: nessuna Premi: riconoscimenti artistici e diPremi: 1. € 350,00 (per ciascuQuota: nessuna esia in friulano; C) poesia nelle scuoplomi na sezione) le in italiano Info: 0331 857349 www.circoloma- Premi: targhe e pergamene Info: 0766 857621 www.maurizioLunghezza: max 40 versi solinopanicale.it masolino.panicale@ Info: 0331 973152 http://premiodonati.it info@mauriziodonati.it gvoz.altervista.org premiogvoz@ Quota: nessuna gmail.com gmail.com Premi: A e B) 1. € 300,00, targa; 2. € 200,00, targa; 3. € 100,00, targa. ▶ PREMIO DI POESIA CITTÀ DI ▶ 8X8 FOLIGNO ▶ PREMIO INEDITI DI POESIA E C) 1. € 200,00, targa; 2. € 100,00, Sezione: racconto inedito in linSezioni: A) adulti (over 20); B) raNARRATIVA VIGONZA targa; 3. € 50,00, targa gua italiana gazzi (12-14 anni); C) giovani (15Sezioni: A) poesia in italiano; B) poInfo: 0431 970034 www.comune. Lunghezza: max 8.000 battute esia in dialetto (con traduzione); C) villavicentina.ud.it cultura@com-villa- 19 anni) Quota: nessuna Lunghezza: max 30 righe racconto breve vicentina.regione.fvg.it Premi: libri Quota: nessuna Lunghezza: A e B) max 30 versi; C) Info: 06 64465249 www.oblique.it Premi: A) 1. € 800,00; 2. € 400,00; 4 cartelle ▶ PREMIO GROANE 98 8x8@oblique.it Quota: nessuna Sezioni: A) poesia in italiano; B) poe- 3. Targa in argento. B) 1. € 300,00. C) 1. € 350,00 Premi: pubblicazione opera, targhe sia in dialetto; C) racconto breve SCADENZA 16 MARZO Info: 049 8933429 www.comune. Lunghezza: A e B) max 30 versi; C) Info: 347 6525168 avis.foligno@li▶ PREMIO LETTERARIO DI bero.it vigonza.pd.it mavittoriascaramuz4 cartelle POESIA E NARRATIVA AVIS za@libero.it Quota: nessuna Sezioni: A) poesia inedita; B) narrati- ▶ LA LIBERTÀ LASCIA IL SCADENZA 30 APRILE ▶ I RACCONTI DEL RISORGIMENTO Sezione: narrativa Lunghezza: 4 pagine Quota: € 5,00 Premi: targhe, medaglie e premi in denaro Info: www.sifeumcalabria.it sifeum. castrovillari@virgilio.it

www.edizionigoliardiche.it

▶ CONCORSO NAZIONALE ADRIANO ZUNINO Sezione: A) poesia inedita; B) racconto inedito Lunghezza: A) max 32 versi; B) max 3 cartelle Quota: € 10,00 Premi: coppe, targhe e prodotti di artigianato locale Info: 019 518591 www.pagineribelli. it info@pagineribelli.it


(as)s a g g i

D A

L E G G E R E

Herta Müller Il paese delle prugne verdi Keller Editore, 2008 Pagg. 254 € 16,00 ISBN 978-88-89767-07-8

In una Romania degli anni Ottanta, quasi sospesa nel tempo, quattro giovani si ritrovano uniti dal suicidio di una ragazza di nome Lola. Da quel dolore e dalla consapevolezza di vivere in un PaeAndrea Camilleri La mossa del cavallo Rizzoli, 2008 Pagg. 252 € 8,50 ISBN 978-88-486-0378-2

Siamo nella Vigata di fine Ottocento: il protagonista, un “siciliano che parla genovese”, testimoStieg Larsson Uomini che odiano le donne Marsilio, 2007 Pagg. 676 € 19,50 ISBN 978-88-317-9332-2

Sono passati molti anni da quando Harriet, nipote prediletta del potente industriale Henrik Vanger, è scomparsa senza lasciare traccia. Da allora, ogni anno l’invio Loredana Marano, Salvatore Conte L’Onore di Roma Goliardica Editrice, 2011 Pagg. 452 € 18,00 ISBN 978-88-787-311-21-9

Fra i tanti misteri, che la storia cela ancora, spicca il dramma della morte di Agrippina, l’Augusta, moglie dell’imperatore Claudio e madre di Nerone. Ultima erede di Giulio Cesare, determinata a seguire le orme del grande condottiero nell’incrociare ambizione con l’Onore di Roma, indirizzò la sua attenzione verso quelle terre, la Germania e la Britannia, che avevano la forza morale per farsi eredi del-

se sottomesso alla dittatura, scaturisce un comune anelito di libertà che si nutre di letture e pensieri proibiti. Ben presto però i quattro devono fare i conti con l’onnipotenza del terrore. Agli interrogatori sistematici della polizia segreta, ai pedinamenti e agli atteggiamenti intimidatori segue la perdita del lavoro e, quand’anche si riesca ad espatriare, ecco che le minacce proseguono e la morte ritorna sotto forma di misteriosi suicidi. In tutta questa oscurità l’amicizia e l’amore sopravvivono. ne dell’uccisione di un prete, poche ore dopo aver reso la sua deposizione viene arrestato e accusato proprio dell’omicidio denunciato. Questo drammatico rovesciamento dei ruoli lo costringe a combattere per affermare la propria innocenza; e ci riuscirà, recuperando il suo dialetto, il siciliano, e con esso il modo di pensare dei suoi padri. Una mossa imprevista che spiazza l’avversario, una mossa che, infine, gli darà la vittoria. di un dono anonimo riapre la vicenda, un rito che si ripete puntuale e risveglia l’inquietudine di un enigma mai risolto. Ormai molto vecchio, Henrik Vanger decide di tentare per l’ultima volta di fare luce sul mistero che ha segnato tutta la sua vita. L’incarico di cercare la verità è affidato a Mikael Blomkvist, giornalista di successo. Con l’aiuto della giovane ed abilissima hacker Lisbeth Salander, Blomkvist indaga sulla storia della famiglia Vanger. Ma più scava, più le scoperte sono spaventose… la cultura romana. La forte personalità di Agrippina si mosse in un clima di accese passioni, di feroci contrasti, che maturarono e bruciarono nel Palazzo negli anni 58-59 d.C. Ma Agrippina si impone come donna, che mostra tutti gli aspetti della femminilità, tanto che nei secoli, nonostante il pesante giudizio di condanna nei suoi confronti, ha suscitato ammirazione e seduzione in grandi personaggi, a cominciare da Tacito, Plinio e Racine. Gli autori, nel rispetto delle fonti, hanno tracciato la vicenda, appassionante per alleanze e scontri, amicizie e odi, valori e mediocrità, in una sapiente rilettura del passato, narrativa e storica nel contempo. Agrippina non è, dunque, solo segno dei tempi in cui visse, ma, in questo modo, diventa paradigma della condizione umana.

Visita il sito www.edizionigoliardiche.it e scopri l’elenco di tutte le librerie del Friuli Venezia Giulia dove puoi richiedere i libri di Goliardica Editrice e delle Edizioni Goliardiche

www.edizionigoliardiche.it


M 4 marzo – 19 giugno

O

S

Fino al 13 marzo

▶ DIDASCALIE IN BLU DI ▶ LA COSCIENZA DI TULLIO PRUSSIA E ORO KEZICH E LE SUE CITTÀ: TRIESTE MILANO ROMA Costruire e abitare il primo ‘900” a Trieste. StiL’omaggio della sua città natale al grande crile Liberty. tico cinematografico - uomo di lettere, dramTrieste. Ex Pescheria, Riva Sauro 1. maturgo e produttore, a un anno dalla sua Orario: lun-dom 10-20. Ingresso: inscomparsa. tero € 4,50; ridotto € 2,50. Info: 040 3226862 info_pescheria@comune. trieste.it www.retecivica.trieste.it/ triestecultura

Trieste. Palazzo Gopcevich, via Rossini 4. Orario: lun-dom 9-19. Ingresso libero. Info: 040 6754072 www.turismofvg.it

Fino al 6 marzo

▶ RE  START La trasformazione delle cose, la capacità dell’artista di vedere con occhi nuovi. Trasformare delle vecchie gomme in borse, i tasti delle macchine da scrivere in gioielli, stoffe d’arredo dimenticate in preziosi abiti, sono solo alcune delle proposte di Re-Start.

5-30 marzo

▶ PERSONALE DI LUCIANA CICOGNA Mostra di pittura. Pordenone. Ass.ne Culturale La Roggia, viale Trieste 19. Orario: mar18 marzo – 31 luglio sab 16-19.30. Ingresso libero. Info: 0434 552174 www.laroggiapn.it ▶ NATURA IN CITTÀ  PARCHI 8 marzo – 9 aprile

E

Moderna e Contemporanea “Armando Pizzinato”,viale Dante 33. Orario: lun-ven 15-19, sab-dom 10-20. Ingresso libero. Info: 0434 523780 info@artemodernapordenone.it www. artemodernapordenone.it Fino al 27 marzo

▶ DOVE L’ARIA SI FA PIÙ FINA Mostra fotografica sul Piancavallo di Stefano e Giorgio Gislon.

Mostra dedicata alla figura del beato Bertrando ai 660 anni dalla sua morte. Udine. Museo del Duomo, piazza Duomo. Orario: lun-sab 10-12/1618, dom 16-18. Ingresso libero. Info: museoduomoud@gmail.com www. spaziocultura.it/duomoud Fino al 1 maggio 2011

▶ ARMELLIN  DE MENIS  FRULLANI. 3 ARTISTI E UN CONTADINO. VIN CHE DORME In mostra opere recenti di pittura, grafica, fotografia ed installazioni. Cormons (Go). Cantina di Edi Keber, via Zegla 17. Orario: lun-sab 9.30-12.30/15-19. Ingresso libero. Info: 0481 61184 edi.keber@ virgilio.it

▶ TITO MANIACCO Fino al 15 marzo

Tolmezzo (Ud). Palazzo Frisacco, via del Din 7. Orario: mer-lun 10.30-12.30/16.30-18.30. Ingresso libero. Info: 0433 487961 www.comune.tolmezzo.ud.it

▶ PEOPLE Mostra curata da Roberto Vidali sulla ricerca pittorica di Carlo Piemonti.

R

Aviano (Pn). Sede Turismo FVG, località Piancavallo, via Collalto 1. Orario su prenotazione. Ingresso libero. Info: 0434 655191 www.turismofvg.it

▶ MUNCH E LO SPIRITO DEL NORD. SCANDINAVIA NEL SECONDO OTTOCENTO La mostra vuole, per la prima volta in Italia, costruire il racconto di una storia che identifichi appunto lo spirito del Nord con la pittura in Norvegia, Svezia, Finlandia e Danimarca. Codroipo (Ud). Villa Manin di Passariano. Orario: lun-ven 9-18, sabdom ore 9-19. Ingresso: ridotto € 10,00, ridotto € 8,00. Info: 0432 821234 asvm@regione.fvg.it www. villamanin-eventi.it

T

Opere della donazione dell’autore e fotografie di Danilo De Marco. Udine. Galleria Modotti, via Sarpi. Orario: mar-ven 15-18, sab-dom 10.30-19. Ingresso libero. Info: 0432 414719 silvia.bianco@comune.udine.it www.udinecultura.it Fino al 29 maggio Fino al 31 marzo

▶ ELISABETH WIESFLECKER E MONIKA TSCHOFENIG  HEBEIN Mostra di pittura.

▶ MIRAMARE 1860  IL SOGNO DI MASSIMILIANO E CARLOTTA Un nucleo selezionato di preziose opere pittoriche, dipinti e acquerelli delle collezioni arciducali provenienti dai depositi del Museo.

Tarvisio (Ud). Municipio. Orario: lun-ven 10-13, mar/gio anche 1517.30. Ingresso libero. Info: 0428 2980 www.turismofvg.it

Trieste. Castello di Miramare, viale Miramare. Orario: 9-19. Ingresso: intero € 6,00; ridotto € 4,00. Info: 040 224143 info@castello-miramare.it www.castello-miramare.it

8 aprile – 28 agosto

Fino al 2 giugno

▶ ARTE IN FRIULI VENEZIA ▶ GUARESCHI E LAURENI: GIULIA. 1961_2011 SEGNI DAI LAGER. TESTIMONIANZE DI DUE In mostra i migliori artisti friulani e triestini delINTERNATI MILITARI la seconda metà del Novecento, da Basaldella a URBANI DI PORDENONE Oltre 150 disegni di Laureni, grafico ed artista Grassi, da Afro a Zigaina, da Mirko a MascheriMostra fotografica sugli aspetti naturalistici in triestino, eseguiti durante la prigionia, accomni, da Alviani a Celiberti. ambito urbano. pagnati da una selezione di brani dello scrittore Codroipo (Ud). Villa Manin di Passapartigiano tratti dal “Grande diario” e dal “DiaPordenone. Museo Civico di Storia riano. Orario: lun-ven 9-18, sab-dom rio clandestino”. Naturale, via della Motta 16. Orario:

9-19. Ingresso: intero € 8,00; ridotto € mar-sab 15-19, dom 10-13/15-19. Gorizia. Galleria d’Arte, via Mame6,00. Info: 0432 821211 asvm@regioIngresso libero. Info: 0434 392950 li 12. Orario: lun-ven 10.30-18.30, ne.fvg.it www.villamanin-eventi.it museo.storianaturale@comune.porsab 10.30-13.30. Ingresso libero. Indenone.it fo: 0481 580225 bs-ison@beniculFino al 9 aprile Fino al 20 marzo turali.it www.isontina.librari.beni▶ CURVATURE culturali.it ▶ SOCIETÀ DI MINERVA 1810 Mostra di scultura di Gianpietro Carlesso. 2010: 200 ANNI DI STORIA Trieste. Studio Tommaseo, via del E CULTURA A TRIESTE Monte 2/1. Orario: lun-sab 17-20. Fino all’11 marzo Ingresso libero. Info: 040 639187 Rassegna celebrativa dedicata all’importan▶ STENT tscont@tin.it www.triestecontemte e più longeva istituzione cittadina di studi e Esposizione personale di Giulia Bergonzi. poranea.it ricerche culturali, attraverso un ricco repertorio Udine. Kobo Shop, via Palladio 7. di documenti, atti, volumi, ma anche dipinti, riOrario: mar-sab 10-13.30/16-19.30. tratti d’epoca, oggetti archeologici, medaglie e Fino al 17 aprile Ingresso libero. Info: 0432 507454 antiche sculture. ▶ I MAGREDI DEL CELLINA www.koboshop.net Immagini e poesie per suggestioni emotive del Trieste. Civico Museo Sartorio, larpaesaggio magredile. go Papa Giovanni XXIII. Orario: marFino al 13 marzo Pordenone. Spazio Foto Casa Studom 9-13. Ingresso libero. Info: 040 ▶ ANITA BALDISSERA dente, via Concordia 7. Orario: lun661030 societadiminerva@gmail. NELL’INCANTO DEL ven 9–19, sab 9-18, dom 10.30-12 com www.triestecultura.it COLORE .30/16–19. Ingresso libero. Info: Antologica dell’artista friulana con l’esposi0434 365387 cicp@centroculturazione di una sessantina di dipinti e una venti- ▶ GIULIO DE VITA. EROI pordenone.it www.centroculturana di sculture. pordenone.it OLTRE I CONFINI Udine. Chiesa di Sant’Antonio Mostra dedicata al celebre fumettista ed illuAbate, piazza Patriarcato. Orario: stratore Giulio De Vita e alle sue collaborazioni Fino al 20 aprile mar-dom 10-12.30/16.30-19. Incon noti fumettisti di spessore internazionale. ▶ INTORNO AL PATRIARCA gresso libero. Info: www.provinBERTRANDO cia.udine.it Pordenone. Parco Galleria d’Arte

Trieste. Risiera di San Sabba, via Palatucci 5. Orario: lun-dom 9-17. Ingresso libero. Info: 040 6754480 serviziodidattico@comune.trieste.it Fino al 5 giugno

▶ CAVOUR E TRIESTE Mostra storico-documentaria dedicata, nel duecentesimo anniversario della nascita, a Camillo Benso Conte di Cavour e all’influenza reciproca avuta con la città di Trieste. Trieste. Castello di San Giusto, piazza della Cattedrale 3. Orario: lun-dom 9-13. Ingresso: intero € 5,00; ridotto € 3,50. Info: 040 309362 www.retecivica.trieste.it

I COSTI E GLI ORARI DI APERTURA POSSONO VARIARE SENZA PREAVVISO. VERIFICARE SEMPRE RIVOLGENDOSI AGLI APPOSITI RECAPITI.


F Via Borgo Palazzo, 137 BERGAMO Tel 035 3230911 www.promoberg.it ▶ EDIL 2011 2427 MARZO Fiera dell’edilizia ▶ LILLIPUT 2011 1317 APRILE Fiera dei bambini

Viale della Fiera, 20 BOLOGNA Tel 051 282111 www.bolognafiere.it ▶ COMPA 13 MARZO Salone Europeo della Comunicazione Pubblica dei Servizi al Cittadino e alle Imprese ▶ QUADRUM SACA DA DEFINIRE Aste, cornici, grafica e tecnologie ▶ COSMOPROF WORLDWIDE 1821 MARZO Salone Internazionale Profumeria, Cosmesi, Acconciatura, Estetica, Unghie e Spa ▶ BOLOGNA CHILDREN’S BOOK FAIR 2831 MARZO Fiera del libro per bambini ▶ PASTATREND 25 APRILE Salone della pasta ▶ LINEAPELLE 68 APRILE Pelli, accessori/componenti, sintetico/ tessuti e modelli per calzatura, pelletteria, abbigliamento e arredamento ▶ IL MONDO CREATIVO PRIMAVERA 810 APRILE Salone dell’ Hobbistica Creativa, Belle Arti e Fai da Te ▶ AMBIENTE LAVORO 35 MAGGIO Salone della Qualità e Sicurezza sul Lavoro

Mostra mercato dei ricambi d’auto e moto d’epoca ▶ MOSTRA CANINA 1 MAGGIO

Piazza Adua, 1 FIRENZE Tel 055 49721 www.firenzefiera.it

▶ ART 30 APRILE  8 MAGGIO Fiera internazionale dell’artigianato

Piazzale J. F. Kennedy, 1 GENOVA Tel 010 53911 www.fiera.ge.it ▶ PRIMAVERA FINO AL 6 MARZO Campionaria della casa, del regalo e del tempo libero ▶ EUROFLORA 21 APRILE  1 MAGGIO Esposizione del fiore e della pianta ornamentale

Fieramilanocity Piazzale Carlo Magno 1 MILANO Fieramilano Strada statale del Sempione 28 RHO Tel 02 49971 www.fieramilano.it ▶ MIDO 46 MARZO Mostra Internazionale di ottica, optometria e oftalmologia Fieramilano ▶ MIFUR 69 MARZO Salone Internazionale della pellicceria e della pelle Fieramilano ▶ MIPEL 69 MARZO Mercato internazionale della pelletteria Fieramilano ▶ MICAM SHOEVENT 69 MARZO Esposizione internazionale della calzatura Fieramilano Via Fura, 34/a ▶ PROMOTION EXPO BRESCIA 911 MARZO Tel 030 3463470 Fiera della Comunicazione e del www.brixiaexpo.it Marketing di relazione ▶ MADE IN STEEL Fieramilanocity 2325 MARZO ▶ HOBBY SHOW Salone della filiera dell’acciaio 1113 MARZO ▶ EXA Salone Italiano delle Belle Arti e della 912 APRILE Creatività Manuale Mostra internazionale armi sportive, Fieramilanocity security, outdoor ▶ WEEKEND DONNA 1113 MARZO ▶ La donna e le sue passioni Fieramilanocity ▶ CARTOOMICS – LUDICA Piazza Zelioli Lanzini, 1 1113 MARZO CREMONA Salone del Fumetto, dei Cartoons, del Tel 0372 598011 Collezionismo e dei Videogames e www.cremonafiere.it festival del gioco e del videogioco ▶ BIOENERGY ITALY Fieramilanocity 1820 MARZO ▶ FA’ LA COSA GIUSTA! Biomasse e rinnovabili 2527 MARZO ▶ MOSTRA SCAMBIO – Fiera del consumo critico e degli stili di EDIZIONE PRIMAVERA vita sostenibili 910 APRILE Auto e moto d’epoca, ricambi, accessori ▶ Fieramilanocity MILANOFIL e mezzi tecnici 2527 MARZO Nuove emissioni e prodotti filatelici, ▶ mostre e informazioni sulla filatelia e il collezionismo Fieramilanocity ▶ FRAMEART EXPO 2527 MARZO via della Fiera, 11 Salone della cornice e dell’arte grafica FERRARA Fiermilanocity Tel 0532 900713 ▶ PHOTOSHOW www.ferrarafiere.it 2528 MARZO ▶ RESTAURO Prodotti, servizi e novità nel campo 30 MARZO  2 APRILE della fotografia digitale e tradizionale, Salone dell’arte del restauro e della attrezzature e materiali video conservazione dei beni culturali Fiermilanocity ▶ STORIA IN FIERA ▶ IN COSMETICS 910 APRILE 2931 MARZO Gruppi storici, borghi, sagre e tradizioni Prodotti per la bellezza ▶ GRANDE MERCATINO Fieramilano DI PRIMAVERA ▶ MIART 25 APRILE 811 APRILE

I

E

R

E

Fiera Internazionale d’Arte Moderna e Contemporanea Fiermilanocity ▶ SALONE INTERNAZIONALE DEL COMPLEMENTO D’ARREDO 1217 APRILE Fieramilano ▶ SALONE INTERNAZIONALE DEL MOBILE 1217 APRILE Fieramilano ▶ SALONE UFFICIO 1217 APRILE Biennale Internazionale dell’Ambiente del lavoro Fieramilano ▶ EUROLUCE 1217 APRILE Salone Internazionale dell’Illuminazione Fieramilano

Viale Virgilio, 70/90 MODENA Tel 059 848899 www.modenafiere.it ▶ CHILDREN’S TOUR 1820 MARZO Salone delle vacanze 0-14 anni ▶ PLAY 2627 MARZO Festival del gioco ▶ EXPO ELETTRONICA 910 APRILE Mostra mercato di elettronica

Via N. Tommaseo, 59 PADOVA Tel 049 840111 www.padovafiere.it ▶ PASSIONEMOTO 56 MARZO La storia della motocicletta, dalle origini ad oggi ▶ VACANZE WEEKEND 56 MARZO Salone del turismo e delle attrezzature per il tempo libero ▶ ANTIQUARIA 1220 MARZO Mostra mercato di antiquariato ▶ VERDE CASA 1820 MARZO Idee verdi per casa, giardino e benessere ▶ PARCHI 1820 MARZO Salone dei parchi e degli agriturismi ▶ TERMOIDRAULICA CLIMA 30 MARZO  4 APRILE Salone del riscaldamento, climatizzazione, refrigerazione e idrosanitaria ▶ HYDRICA 30 MARZO  4 APRILE Salone Internazionale delle tecnologie per l’acqua ▶ PASSIONI E COLLEZIONI 1617 APRILE Mostra mercato di collezionismo

Sistemi per la logistica, macchine e attrezzature ▶ PLASTIXEXPO 2426 MARZO Lavorazione delle materie plastiche ▶ SUBFORNITURA 2426 MARZO Lavorazioni industriali per conto terzi ▶ AUTOMOTIVE 2426 MARZO Materiali, tecnologie e subfornitura per l’industria dei trasporti ▶ MOTEK ITALY 2426 MARZO Trasmissioni di potenza, motion control, montaggio, assemblaggio e manipolazione ▶ CONTROL ITALY 2426 MARZO Metrologia e Controllo Qualità ▶ CIBUS TOUR 1517 APRILE Sapori, saperi e salute del migliore Made in Italy alimentare

Viale Treviso 1 PORDENONE Tel 0434 23 21 11 www.fierapordenone.it ▶ ORTOGIARDINO 513 MARZO Salone floricoltura, vivaistica, orticoltura ▶ FIERA VERDE/BLU 513 MARZO Salone camping, campers, caravanning ▶ GIARDINO DELLE MERAVIGLIE 513 MARZO Salone degli arredi e decori per terrazze e giardini ▶ TENDENZAMOSAICO 2528 MARZO Tecnologie, progetti e materiali del settore Mosaico ▶ ARTE PORDENONE 2528 MARZO Arte Moderna e Contemporanea ▶ RADIOAMATORE HIFI CAR 29 APRILE  1 MAGGIO Fiera del Radioamatore, Elettronica, Informatica, Hi-fi Car & Tuning ▶ HI-FI CAR AND TUNING 29 APRILE  1 MAGGIO Alta fedeltà in movimento

Via Filangeri, 15

REGGIO EMILIA Tel 0522 503511 www.fierereggioemilia.it ▶ ECO CASA 36 MARZO Architettura sostenibile, risparmio energetico, qualità abitativa e dei luoghi di lavoro ▶ GATER EXPO 79 MARZO Fiera tessile ▶ MOSTRA INTERNAZIONALE DI AGILITY DOG 1213 MARZO ▶ MOSTRA INTERNAZIONALE CANINA 1920 MARZO ▶ CAMER 2627 MARZO Mostra scambio di auto, moto, accessori e pezzi di ricambio d’epoca ▶ RASSEGNA SUNICOLA INTERNAZIONALE 1416 APRILE ▶ CITTADINI DEL MONDO 2830 APRILE Servizi, prodotti, esperienze, pratiche per abitare una società multietnica

Via Cotonificio, 96 Torreano di Martignacco (UD) UDINE Tel 0432 4951 www.udinegoriziafiere.it Via della Barca, 15 GORIZIA ▶ YOUNG 25 MARZO Salone delle professioni e della formazione al servizio delle nuove generazioni Udine ▶ F. SB. SHOW 1113 MARZO Fitness, Sport, Benessere Udine ▶ POLLICE VERDE 13 APRILE Giardino, orto, verde urbano, ecologia, vivere l’aria aperta Gorizia ▶ UDINE MOTORI 910 APRILE Rassegna dell’auto e del veicolo usato Udine ▶ A TUTTA BIRRA 29 APRILE  1 MAGGIO / 68 MAGGIO Salone della birra Udine

Viale del Lavoro, 8 VERONA Tel 045 8298111 www.veronafiere.it ▶ SAMOTER 26 MARZO Salone internazionale triennale macchine movimento terra, da cantiere e per l’edilizia ▶ LEGNO & EDILIZIA 1720 MARZO Mostra internazionale sull’impiego del legno nell’edilizia

▶ELETTROEXPO

1920 MARZO Mostra Mercato di elettronica, radiantismo, strumentazione, componentistica Informatica MODEL EXPO ITALY 1920 MARZO Fiera del modellismo ▶ VINITALY 711 APRILE Salone internazionale del vino e dei distillati ▶ SOL 711 APRILE Salone internazionale dell’olio d’oliva extravergine di qualità ▶ ENOLITECH 711 APRILE Salone internazionale delle tecniche per la viticoltura, l`enologia e delle tecnologie olivicole ed olearie ▶ AGRIFOOD CLUB 711 APRILE Salone dell’agroalimentare di qualità

Via dell’Oreficeria, 16 VICENZA Tel 0444 969111 www.vicenzafiera.it ▶ A.R.T.T 13 MARZO Via Rizzi, 67/a Rassegna di tessuti e decori PARMA ▶ ABILMENTE Tel 0521/9961 3-6 marzo www.fiereparma.it Mostra del bricolage e delle arti manuali ▶ ISE ▶ KOINÈ 2426 MARZO 1215 MARZO Impianti solari expo Rassegna di arredi, oggetti liturgici e ▶ EUROSTAMPI componenti per l’edilizia di culto 2426 MARZO ▶ RAC Salone sul ciclo di progettazione e 2023 MARZO realizzazione dello stampo Rassegna di calzature-moda ▶ MECSPE Via Emilia, 155 ▶ GITANDO 2426 MARZO RIMINI 2427 MARZO Macchine, utensili e attrezzature per Tel 0541 744111 Salone del turismo e delle vacanze lavorazioni meccaniche www.riminifiera.it ▶ MED.IT ▶ TRATTAMENTI & ▶ ENADA PRIMAVERA 2930 MARZO FINITURE 1619 MARZO Sanità elettronica ed innovazione in 2426 MARZO Mostra Internazionale degli Apparecchi ospedale Fiera delle macchine, impianti e prodotti da intrattenimento e da Gioco ▶ MONDOMOTORI per il trattamento e la finitura delle ▶ MY SPECIAL CAR SHOW 23 APRILE superfici ▶ MOTOR EXPO CLASSIC 13 APRILE ▶ LOGISTICA 1617 APRILE Salone dell’Auto Speciale e Sportiva| marzo-aprile L’INFORMAFREEMAGAZINE 2008 | 51 2426 MARZO


S A L U T E

&

B E L L E Z Z A

W E L L N E S S

Massaggio

©FLICKR/esteticaMito

Miofasciale

SERVIZIO A CURA DELLO STUDIO BENESSERE - GRADISCA D’ISONZO IMMAGINI A CURA DELLA REDAZIONE

Un metodo innovativo per migliorare la postura e favorire il rilassamento del proprio corpo. Con un’unica attenzione: rivolgersi a massaggiatori professionisti.

52

|

Il massaggio miofasciale prende il nome dal suffisso “mio” che ha derivazione dalla parola muscolo e da “fasciale”, il più facile da comprendere. È il muscolo che, come tutti sappiamo, permette il movimento mentre è necessario dedicare qualche spiegazione a cosa sia la “fascia”. Di fatto si tratta di tessuto connettivo che riveste il nostro organismo nello strato sottocutaneo, muscolare e viscerale. Potremmo immaginare questa “fascia” come una specie di “muta tridimensionale” che avvolge e compenetra l’organismo in profondità, quindi in assenza di interruzione di continuità. È il tessuto più diffuso nel corpo umano. La fascia svolge un duplice ruolo: - meccanico, ossia di contenimento dei muscoli e di organi/visceri e al tempo stesso uno di trasmissione delle forze; marzo-aprile 2011

|

ÌMAGAZINE

- metabolico, poichè è sede di vasi sanguigni e linfatici, nervi e recettori. Per questo motivo, andando ad agire sulla fascia si ottengono effetti maggiori come: decontrazione muscolare e smaltimento dei cataboliti, rigenerazione tissutale, drenaggio, riequilibrio immunitario, miglioramento della postura e della performance muscolare. Per arrivare a questi risultati, il massaggio miofasciale si serve di manualità quali: pressioni e scivolamenti intensi, lenti e ripetuti. Esistono poi delle tecniche particolari che vanno ad agire proprio sulla fascia connettivale e sulla muscolatura. Tra gli specialisti che hanno messo in luce l’importanza della fascia, è buona cosa ricordare il padre dell’Osteopatia, A.T. Still, e, in tempi più recenti, Ida Rolf, medico statunitense ideatrice della terapia


Rolfing. Questa terapia ha lo scopo di ristrutturare la postura di una persona in modo da: 1 ripristinare un equilibrio ottimale tra i segmenti corporei; 2 erigere il corpo con meno sforzo (contro la gravità); 3 migliorare la deambulazione. In tutti i casi in cui viene applicato, la fisioterapista dedica particolare attenzione alla fascia ed alle sue concatenazioni lineari e spiroidali lungo l’organismo intero. Proprio per il lavoro che svolge in profondità il trattamento miofasciale deve esser proposto solo dopo uno studio attento della fisiologia del paziente in ogni suo segmento corporeo. Fatta questa importante premessa, dal punto di vista tecnico questo massaggio si pratica con le mani, gli avambracci ed i gomiti, tra le manualità ci sono allungamenti dolci ma profondi, trazioni e compressioni, i movimenti sono lenti ma ritmati, localizzati nella zona interessata, e l’operatore muove con le dita i piani sottostanti la cute, agganciandoli e spostandoli in modo trasversale rispetto all’andamento del tessuto stesso. Il tessuto può esser soggetto a densità contratturali che ne limitano la normale mobilità all’origine di limitazioni di funzionalità muscolare ed articolare. Solitamente la tecnica si usa per favorire il rilassamento di rigidità, ma è ottima anche sotto il profilo preventivo.

Effetti del massaggio MIOFASCIALE È in grado di riequilibrare gli squilibri fasciali, migliorare la postura e

risolvere dolori muscolo articolari. Migliora l’apporto ematico, il CATABOLITI: scarti deflusso venoso e linfatico, re- prodotti dal corpo, stituisce scorrevolezza ai tessuti residui dei processi di e, per questo, va a modificare la demolizione di proteine ed amminoacidi, percezione di rigidità e dolore. Induce un progressivo rilascia- ossia gruppi amminici mento, liberando muscoli ed or- altamente tossici per gani dalle costrizioni associate l’organismo poi trasforalla rigidità del tessuto connet- mati in urina ed escreti tivo. dai reni. Sapendo che il tessuto connettivo si spande ed avvolge tutto Controindicazioni: il nostro corpo, questo comples- È controindicato solo nei casi in so di membrane trasmette anche cui sia in atto uno stato febbrile, la minima tensione psicofisica a problemi cardiaci, infiammazioni tutto il corpo. cutanee evidenti, bruciature, flebiti e malattie della pelle di caratLavorare con la tecnica miofa- tere infettivo. sciale vuol dire intervenire diretper ulteriori informazioni tamente sulla postura con tutti i contattare lo studio benessere, benefici che ne derivano. Inoltre, gradisca d’isonzo, provoca un rilassamento profontel. 0481 961347 do, poichè chiama in causa anwww.benesserestudio.it che il sistema neurovegetativo: Orario Apertura: motivo per cui questo massaggio deve essere applicato con le dal lunedì al venerdì 10:00-20:00 Sabato mattina su appuntamento dovute conoscenze.

per ulteriori informazioni contattare lo studio benessere, gradisca d’isonzo, tel. 0481 961347 www.benesserestudio.it ÌMAGAZINE

|

marzo-aprile 2011

|

53


talenti per una opportunitĂ  di lavoro unica.

cerchiamo

Diventa anche tu

consulente iMagazine

www.imagazine.it

0432 996332


chef…ame! Filetto di maiale al Kren Ingredienti (per 4 persone): - 1 kg di filetto di maiale - 1 radice di kren fresco - 1 rametto di rosmarino - 2 spicchi d’aglio - olio extravergine di oliva - sale e pepe

Adagiare su una pirofila il filetto, ricoprirlo d’olio assieme ai due spicchi d’aglio, precedentemente schiacciati, e il rosmarino. Lasciar riposare un paio di ore. Levare il filetto dall’olio, asciugarlo e metterlo a cuocere sulla piastra bollente. Raggiunta una cottura omogenea è ora pronto per essere servito. Adagiarlo sul piatto dopo averlo tagliato e salato e grattugiare sopra la radice di kren fresco. Servire bagnandolo con dell’olio d’oliva extravergine.

 L’Azienda Agricola Agrituristica “La Tradizione” offre ospitalità durante tutto l’anno in 7 camere confortevoli. Inoltre da giovedì a domenica e nei giorni festivi, nella sala interna di 40 posti, si possono gustare i piatti tipici della cucina friulana e acquistare i prodotti aziendali.

AGRITURISMO “LA TRADIZIONE” via Ulivi 28 Fogliano Redipuglia (Go) tel/fax 0481 489172 chiuso dal lunedì al mercoledì

C U C I N A

Preparazione:


LE SCHEDE DEI PRINCIPALI E VENTI Manao

Le Manao sono 16 bellezze mozzafiato cinesi che, esibendosi con strumenti a percussione delle più svariate fattezze, eseguono con estrema abilità melodie tradizionali dai ritmi martellanti mescolate ad incredibili scenografie e coreografie professionali. Quando le percussioniste trattano gli strumenti a percussione pesanti fino a 350 kg con precisione, potenza, dinamicità suscitando allo stesso tempo un turbinio di ritmi, si giunge alla creazione di uno spettacolo musicale unico. Manao – Drums of China significa off rire una performance in grado di incastrare tradizione popolare cinese, stile ed un gioco di luci che durante lo show impressiona ed al tempo stesso diverte. Il gruppo delle Manao, durante le loro vibranti rappresentazioni, porta il pubblico in un viaggio fatto di estetica contemporanea: la combinazione di sistemi audio e luci fra i più moderni e spettacolari eff etti accanto alle autentiche ed impressionanti decorazioni del palco permettono alle ragazze cinesi di rapire gli spettatori nel favoloso regno delle percussioni. ▶ Vedi 24/3

Nomadi

Nuova tournee, a supporto dell’ultimo album RaccontiRaccolti. Grazie al favore del pubblico e della critica conquistato negli anni, per i Nomadi è naturale riproporre anche nei teatri le “sonorità nomade”, in uno spettacolo completamente rivisitato. La scaletta dei brani sarà un viaggio attraverso le tappe più importanti dell’immenso reperto56

|

marzo-aprile 2011

rio del gruppo, oltre 270 canzoni (Io vagabondo, Dio è morto, Marinaio di vent’anni, Lontano, Sangue al cuore, La libertà di volare, Storie di mare, etc. etc.), arricchito dal nuovo album RaccontiRaccolti, uscito in tutti i negozi di dischi a fine ottobre, dopo la piacevole anteprima su tutte le radio nazionali di Hey man, il primo singolo che vanta anche la partecipazione di Zucchero. Il nuovo progetto della leggendaria formazione pop rock italiana contiene 11 cover di grandi cantautori italiani, riarrangiati e reinterpretati da Beppe Carletti e compagni, cimentatisi per la prima volta, in più di 40 anni di carriera e in 40 dischi, in canzoni e artisti così diversi tra loro. ▶ Vedi 18/3

Subsonica

Il 2011 segna il ritorno di una delle band più amate e attese della scena italiana. Samuel, Max, Boosta, Vicio e Ninja, in una sola parola i Subsonica, sono tornati in studio per preparare il sesto nuovo album che esordirà con l’arrivo della primavera. E subito dopo l’uscita del disco, la band torinese partirà da Pordenone con un tour nei palasport che toccherà Milano, Roma, Torino, Genova e le altre principali piazze per concludersi sabato 16 aprile a Bologna, per un totale di 10 date. Non ci sono ancora indiscrezioni sullo stile del nuovo album; Max Casacci lo descrive come “un album multicolor, più luminoso del precedente che abbina forti intensità emotive a ironie visionarie talvolta giocose, in alternanza di stati d’animo. Come sempre siamo sintonizzati tanto sui canali internazionali della musica indipendente, quanto sulle lunghezze d’onda della musica da club”. ▶ Vedi 31/3 | ÌMAGAZINE

The Australian Pink FloyShow

Steve Mac e compagni non sono sicuramente uomini comuni e sapevano fin dagli esordi, nel lontano 1988, quello che avrebbero scelto di fare: diventare la più importante tribute band dei Pink Floyd. Oggi il loro sogno, dopo centinaia e centinaia di concerti in tutto il mondo, si può dire realizzato. A grande richiesta, la band australiana tornerà in tournee anche nel nostro Paese, prodotta da Barley Arts, con quattro imperdibili appuntamenti a metà aprile. In due ore e mezzo di concerto il palcoscenico diventa un vero e proprio schermo gigante sul quale luci e laser proiettano raggi colorati, il loro movimento ricrea giochi psichedelici mentre immagini ed animazioni si alternano rapidi sugli schermi laterali ricreando sensazioni incredibilmente particolari. ▶ Vedi 15/4

Chess - The musicall

Ambientato all’epoca della guerra fredda, Chess racconta la storia di un triangolo amoroso che coinvolge due campioni di scacchi, uno americano e uno russo. Il primo atto dello spettacolo si svolge in Italia, nella cittadina altoatesina di Merano, mentre il secondo è ambientato a Bangkok. E proprio One Night in Bangkok, numero musicale di apertura del secondo atto, è la canzone che ha conosciuto una popolarità planetaria nella versione di Murray Head, divenendo un vero e proprio tormentone negli anni Ottanta. Ma sono tanti i numeri musicali memorabili nello spettacolo, da I know him so well (della quale hanno realizzato cover Whitney Houston e Barbra Streisand) a Heaven Help My Heart, Nobody’s Side, Pity the Child e Anthem. ▶ Vedi 13-17/4

We will rock you

È un incontro tra i più grandi nomi della musica carioca: Gilberto Gil, uno tra i massimi esponenti della musica popolare brasiliana, 51 album realizzati, 12 dischi d’oro, 5 di platino, 7 Grammy, quattro milioni di dischi venduti e Jaques Morelenbaum il grande violoncellista, produttore, compositore e arrangiatore che vanta numerose collaborazioni tra cui Sting, David Byrne, Caetano Veloso, Dulce Pontes ed Astor Piazzolla. Alla chitarra e percussioni il figlio di Gilberto, Bem. Un trio straordinario per un concerto esclusivo totalmente acustico, che combina la voce inconfondibile di Gilberto con le melodie classiche del violoncello e i ritmi brasiliani delle chitarre e delle percussioni di Bem. Un live ‘titanico’ con i travolgenti ritmi di Bahia, le calde sonorità della bossanova, del samba, arricchite con quelle del rock, della salsa, del reggae, dell’Africa o del funk, in cui il portavoce nel mondo della musica brasiliana suonerà in una festa di colori verde e giallo i suoi più grandi successi in una inedita versione acustica. ▶ Vedi 22/3

Pasquale Iannone

Elisa

Ideato dalla stessa Elisa per Asile Production srl e prodotto da F&P Group, Ivy Tour 2011 è il nuovo spettacolo della celebre artista di Monfalcone, che attraverserà l’Italia in cinquanta date. Protagonista delle classifiche di vendita delle ultime settimane con il suo nuovo progetto discografico Ivy, Elisa riempirà della sua musica i più importanti teatri della penisola italiana, da Milano a Bologna, da Trieste a Torino, da Napoli a Udine con chiusura al Teatro Romolo Valli di Reggio Emilia il 22 e il 23 maggio. Nella sua regione Elisa terrà la bellezza di 4 concerti che si preannunciano sin da ora “roventi” per la consueta calorosa accoglienza che le riserva il nostro pubblico: al Politeama Rossetti ed al Teatro Nuovo Giovanni Da Udine. ▶ Vedi 21-22/3 e 3-4/4

Scritto e diretto da Ben Elton, con Brian May e Roger Taylor come supervisori, We Will Rock You comprende 24 tra i maggiori successi dei Queen e riflette le performance live della storica band. L’edizione italiana dello spettacolo è stata prodotta da Claudio Trotta per Barley Arts, diretta da Maurizio Colombi (Peter Pan) e ha visto la partecipazione attiva di buona parte dello staff originale: fra questi Mark Fisher in veste di set designer, Ted Irwin come supervisore di produzione, Mike Dixon come supervisore musicale, Brian May e Roger Taylor, supervisori di tutto il musical e coinvolti nelle audizioni per la selezione del cast italiano e della band che ogni sera suona dal vivo le canzoni di We Will Rock You (queste vengono cantate in inglese mentre i dialoghi sono recitati in italiano). ▶ vedi 17-20/3

The string concert

Un artista che si distingue per le doti di straordinario virtuoso e per una raffinata sensibilità interpretativa. Diplomato al Conservatorio di Bari con il massimo dei voti e la lode e al Royal College of Music di Londra con il Diploma d’Onore, Pasquale Iannone “conta tra i pianisti che sanno non soltanto suonare ed interpretare, ma aff rontare altresì le pagine più ardue del repertorio virtuosistico; quel repertorio pressoché scomparso da una quindicina d’anni dai programmi pianistici...”. Così si è espresse il suo maestro Aldo Ciccolini, colpito sin dalla prima audizione dal suono dell’allievo, nonché dalla coerenza del discorso musicale, “diretto e scevro da manierismi di dubbio gusto”. Ha recentemente debuttato alla Carnegie Hall di New York e in Giappone. Il suo programma è imperniato sull’affascinante rapporto tra il pianoforte e la visione orchestrale nella musica di Liszt. ▶ Vedi 13/4


M Cl a ssic a rts

▶ Il catalogo

di J. Carrière. Con Ennio Fantaschini e Isabella Ferrari Monfalcone (Go). Teatro Comunale, corso del Popolo 20. Ore 20.45. € 18-22 Info: 0481 790470 www.teatromonfalcone.it

▶ C’era una volta… Scugnizzi

musical Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 20.30. € 16-40 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ I casi sono due

di A. Curcio. Con Angela Pagano Ernesto Lama Trieste. Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 16.30. € 2426 Info: 040 948471 www.contrada.it

▶ Don Chisciotte

Me e ting

▶ Dal piccione al mouse: una nuova forma di democrazia?

Afterhour

Birreria

Eventi a tema

Enoteca

Sale convegni

Special drinks

Musica dal vivo/karaoke

▶ Diario di un viandane: Franz Liszt nel secondo centenario della nascita

Stuzzicheria

Musica da ballo

Vegetariano/biologico/regimi

Happy hour

Cucina carne

Giochi

Cucina pesce

Internet point

Paninoteca

TV satellitare/digitale

Pizza

Giochi e spazi per bambini

incontro con il critico musicale Daniele Spini Trieste. Sala Baroncini delle Assicurazioni Generali, via Trento 8. Ore 17.30. Info: 040 366744 circolo.culturaearti.ts@tin.it

▶ Il pianismo in Europa dopo la morte di Chopin

▶ Passata è la tempesta?

▶ Narratori d’Europa. Acutezza di sguardi laterali

a cura di Nadeem Aslam Pordenone. Auditorium Zanussi, via Concordia 7. Ore 15.30. Info: 0434 365387 www.centroculturapordenone.it

GIOVEDÌ 03/03 ▶ Carneval dei putei

▶ Non c’è più il futuro di una volta

▶ Il Carnevalone dei bambini

▶ C’era una volta… Scugnizzi

▶ Don Chisciotte

di R. Cappuccio. Con Roberto Herlitzka e Lello Arena Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45, Sala Bartoli. Ore 21. € 25 Info: 040 3593511 www. ilrossetti.com

▶ I casi sono due

▶ Passata è la tempesta?

di e con Enrico Bartolino Codroipo (Ud). Teatro Verdi, via XXIX Ottobre. Ore 20.45. Info: 0432 908467 www.ertfvg.it

Organizzazione feste

Parcheggio

Il range di prezzo indicato (ove applicabile) si riferisce al costo medio di un pasto, escluse bevande alcoliche. I dati segnalati sono stati forniti direttamente dal Gestore del locale. Qualora doveste verificare delle discordanze, Vi invitiamo a segnalarcelo.

GOSTILNA MAKORIC Orehovlje 31, 5291 Miren tel 00386 5 3054394, cel. 0038641 535333 10-22; lunedì e martedì chiuso

sfilata delle scolaresche Monfalcone (Go). Piazza della Repubblica. Info: 0481 411525 www.monfalcone.info

festa in maschera delle scuole Tolmezzo (Ud). Piazza XX Settembre. Ore 9.30. Info: www.comune.tolmezzo.ud.it Cl a ssic a rts

▶ C’era una volta… Scugnizzi

musical Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 20.30. € 16-40 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Don Chisciotte

di R. Cappuccio. Con Roberto Herlitzka e Lello Arena Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45, Sala Bartoli. Ore 21. € 25 Info: 040 3593511 www. ilrossetti.com

5 10 15 20 25 30 35 40 45 50 55 60 65 70 <

Cucina tipica casalinga del Carso e friulana, oltre all’immancabile pane cotto in casa, delicati asparagi bianchi e verdi di produzione propria, vasta scelta di piatti di pesce. Ideale per matrimoni e anniversari Dal valico di Merna a sinistra direzione Bilje dopo 500 metri circa a destra per circa un km.

OSTARIA ROSI via Doberdò 13, Fogliano Redipuglia (Go) tel 0481 489038 7.45-24, chiuso lun

5 10 15 20 25 30 35 40 45 50 55 60 65 70 <

Se ti viene voglia di un buon panino, accompagnato da una birra o un piatto tradizionale con un calice di vino friulano, vienici a trovare. Organizziamo feste a tema. Ottima la caffetteria. Ricevitoria Sisal. Il locale si trova nel centro di Fogliano.

▶ I casi sono due

di A. Curcio. Con Angela Pagano Ernesto Lama Trieste. Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 20.30. € 2426 Info: 040 948471 www.contrada.it

bar

di A. Curcio. Con Angela Pagano Ernesto Lama Trieste. Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 20.30. € 2426 Info: 040 948471 www.contrada.it

Buoni pasto

bar

musical Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 20.30. € 16-40 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

Pernottamento

Catering

Ba mb ini

di J. Carrière. Con Ennio Fantaschini e Isabella Ferrari Monfalcone (Go). Teatro Comunale, corso del Popolo 20. Ore 20.45. € 18-22 Info: 0481 790470 www.teatromonfalcone.it

di Aicardi, Formicola, Pistarino, Freyrie. Con Zuzzurro e Gaspare Gorizia. Teatro Verdi, via Garibaldi 2°. Ore 20.45. € 21-24 Info: 0481 383327 www.comune.gorizia.it/teatro

Gelateria

ristorante

Cl a ssic a rts

▶ Il catalogo

Legenda: Caffetteria

seminario del Maestro Ferdinando Mussutto Lignano Sabbiadoro (Ud). Sala Darsena. Ore 20.30. Info: 0431 53114

MERCOLEDÌ 02/03

Z O

dibattito Tolmezzo (Ud). Centro di Coordinamento Culturale della Carnia, via della Vittoria. Ore 20.30. Info: 0433 487961 cultura@com-tolmezzo.regione.fvg.it

di e con Fabiano Fantini, Claudio Moretti, Elvio Scruzzi Maniago (Pn). Teatro Verdi, via Umberto I. Ore 20.45. € 14-20 Info: 0427 707111 www.ertfvg.it

di e con Enrico Bartolino Tolmezzo (Ud). Auditorium Candoni, via XXV Aprile Ore 20.45. 16 Info: 0433 41659 www.ertfvg.it

R

^

MARTEDÌ 01/03

A

▶ Passata è la tempesta?

di e con Enrico Bartolino Casarsa della Delizia (Pn). Teatro Pasolini, via Piazza. Ore 20.45. € 15 Info: 0434 873946 www.ertfvg.it ÌMAGAZINEE

|

marzo-aprile 2011

|

57


M

A

R

▶ L’appartamento

bar

di B. Wilder e I. a. L. Diamond. Con Massimo Dapporto e Benedicta Boccoli Gemona del Friuli (Ud). Teatro Sociale, via XX Settembre 1. Ore 21. € 18 Info: 0432 970520 www. ertfvg.it

▶ Giuseppe Giacobazzi

Una vita da pavura Udine. Palasport Carnera. Ore 21. € 20-27 Info: 899 325226 www. azalea.it

▶ Tra le pagine il sentire...

ristorante

ALLE VIGNE via Del Revoc,9 S. Canzian D’Isonzo tel 0481 767750, cel. 340 6672374 12-15 / 19-22.30; lunedì chiuso

5 10 15 20 25 30 35 40 45 50 55 60 65 70 <

Locale con ampi spazi, ideale per matrimoni e cerimonie varie. Cucina stagionale di carne, paste e dolci fatti in casa. Vini dell’azienda Arcangelo Lorenzon. Per raggiungere il locale, prendere la statale Pieris-Grado. All’altezza di San Canzian, svoltare a destra in via Revoc. Proseguire fino all’argine.

lettura e musica Pordenone. Biblioteca Civica, piazza XX Settembre. Ore 20.30. Info: 0434 1830094 F olklor e

▶ Carnevale muggesano

feste in maschera Muggia (Ts). Luoghi diversi. Info: 040 330616 www.carnevaldemuja.com

▶ Sapori e costumi del Mondo

Fiera Mercato legata al Carnevale Trieste. Piazza Goldoni. Info: www.retecivica.trieste.it

Z O Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45, Sala Bartoli. Ore 21. € 25 Info: 040 3593511 www. ilrossetti.com

▶ Aggiungi un posto a tavola

di Garinei e Giovannini. Con Marisa Laurito Pordenone. Teatro Verdi, via Martelli 2 Ore 20.45. € 14-35 Info: 0434 247624 www.comunalegiuseppeverdi.it

▶ I casi sono due

di A. Curcio. Con Angela Pagano Ernesto Lama Trieste. Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 20.30. € 24-26 Info: 040 948471 www.contrada.it

▶ L’appartamento

di B. Wilder e I. a. L. Diamond. Con Massimo Dapporto e Benedicta Boccoli Sacile (Pn). Teatro Zancanaro, viale Zancanaro 26. Ore 21. € 17-22 Info: 0434 780623 www.ertfvg.it F olklor e

▶ Carnevale muggesano

feste in maschera Muggia (Ts). Luoghi diversi nd. 040 330616 www.carnevaldemuja.com F olklor e

▶ Carnevale Tarcentino

sfilate, musica, animazione Tarcento (Ud). Centro cittadino. Info: www.protarcentoud.wordpress.com

▶ Sapori e costumi del Mondo

Fiera Mercato legata al Carnevale Trieste. Piazza Goldoni nd. www. retecivica.trieste.it F olklor e

bar

L i ve m usi c

▶ Filippo Graziani canta Ivan Graziani

Viaggi e intemperie Cervignano del Friuli (Ud). Teatro Pasolini, piazza Indipendenza 34. Ore 21. € 18 Info: 0431 370273 teatropasolini@libero.it

▶ Carnevale Tarcentino

sfilate, musica, animazione Tarcento (Ud). Centro cittadino nd. www.protarcentoud.wordpress.com F olklor e

▶ Carnevale di Sauris M eeti ng

agriturismo

AGRITURISMO AI DODICI via dei Mitraglieri 21, Ronchi dei Legionari (Go) tel 0481 777762, www.friulitipico.org/dodici ven 17.30-24; sab, dom e festivi 10-24

incontro culturale Udine. Teatro Palamostre, piazzale Diacono 21. Ore 20.30. Info: www.comune.udine.it

▶ Trouver Trieste €

5 10 15 20 25 30 35 40 45 50 55 60 65 70 <

Salumi propri con salsina e formaggi, crostini olio-aglio e focaccia. Primi piatti con Jota, crespelle e pasticci fatti in casa. Secondi di carne anche alla griglia. Da largo Petrarca svoltare in viale Serenissima, superare il passaggio a livello e svoltare a sinistra dopo 300 metri circa.

trattoria

▶ Michelangelo Buonarroti e Vittoria Colonna

conversazione con Tullio Kezich, con Sergio Grmek Germani Trieste. Palazzo Gopcevich, via Rossini 4. Ore 17.30. Info: www.retecivica.trieste.it Sp or t

▶ Giro FVG professionisti

ciclismo. Partenza da Pordenone arrivo a Gorizia Gorizia. Corso Italia. Ore 15. Info: www.federciclismo.it

VENERDÌ 04/03 C lassi c ar ts

maschere in legno Sauris (Ud). Vie comunali nd. 0433 86166 Info: L i ve m usi c

▶ Giovanni Allevi

Alien World Tour Pordenone. Palasport Forum. Ore 21. € 25-40 Info: 899 325226 www.azalea.it M eeti ng

▶ Alone on the wall

Rassegna di film di montagna Udine. Auditorium Menossi, via San Pietro 60. Ore 21. Info: www. dlfudine.it

SABATO 05/03 C lassi c ar ts

▶ La morte di Babbo Natale

di T. Circus. Con Werner Waas Udine. Teatro Palamostre, piazzale Diacono 21. Ore 21. € 15 Info: 0432 506925 www.cssudine.it

▶ C’era una volta… Scugnizzi

▶ The Skylarks

▶ Don Chisciotte

▶ C’era una volta… Scugnizzi

musical Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 20.30. € 16-40 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com di R. Cappuccio. Con Roberto Herlitzka e Lello Arena

Swing Dance Orchestra Udine. Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4. Ore 20.45. € 20-26 Info: 0432 248418 www.teatroudine.it

musical


M

A

R

Z O

Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 16 e 20.30. € 16-40 Info: 040 3593511 www. ilrossetti.com

▶ Carnevale di Sauris

▶ Don Chisciotte

▶ Püst

▶ Aggiungi un posto a tavola

▶ Il Risorgimento e la promessa mancata

di Garinei e Giovannini. Con Marisa Laurito Pordenone. Teatro Verdi, via Martelli 2. Ore 20.45. € 14-35 Info: 0434 247624 www.comunalegiuseppeverdi.it

▶ I casi sono due

Carnevale resiano Resia (Ud). Località San Giorgio. Info: 0433 53353 proloco.resia@ resianet.org Me e ting

incontro con Arrigo Petacco Gorizia. Teatro Verdi, via Garibaldi 2a. Ore 18. Info: 0481 383327 www.comune.gorizia.it/teatro Spo rt

▶ Coppa del mondo di Sci femminile

Tarvisio (Ud). Pista di Prampero. Info: www.turismofriuliveneziagiulia.it.

bar

di A. Curcio. Con Angela Pagano Ernesto Lama Trieste. Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 20.30. € 24-26 Info: 040 948471 www.contrada.it

trattoria

di R. Cappuccio. Con Roberto Herlitzka e Lello Arena Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45, Sala Bartoli. Ore 21. € 25 Info: 040 3593511 www. ilrossetti.com

maschere in legno Sauris (Ud). Vie comunali. Info: 0433 86166

Spo rt

▶ L’appartamento

▶ Marathon Expò

di B. Wilder e I. a. L. Diamond. Con Massimo Dapporto e Benedicta Boccoli Cordenons (Pn). Auditorium Moro, via Traversagna 4. Ore 21. € 20 Info: 0434 932725 www.ertfvg.it

gare podistiche giovanili Gorizia. Piazza Battisti. Ore 10. Info: 0481 522453 www.marciatorigorizia.it

▶ Non c’è tempo, amore

▶ Il ballo dei bambini

DOMENICA 06/03 Ba mb ini

▶ Shakespeare in love

Omero Antonutti voce recitante Tavagnacco (Ud). Teatro Bon, Colugna. Ore 20.45. 15 Info: 800 402088 www.ertfvg.it

▶ Festival Pianistico Internazionale

Martha Argerich Presents Projec Trieste. Teatro Miela, piazza Duca degli Abruzzi 3. Ore 21. Info: www.miela.it musica da camera Udine. UTE, via Napoli 4. Ore 17. Info: 0432 297909 www.conservatorio.udine.it

▶ Rinaldo Zhok

pianoforte Gorizia. Musei Provinciali, borgo Castello 13. Ore 17. Info: 0481 533926 Fo l k l o re

▶ Carnevale muggesano

▶ Sapori e costumi del Mondo

musical Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 16 . € 1640 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Don Chisciotte

di R. Cappuccio. Con Roberto Herlitzka e Lello Arena Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45, Sala Bartoli. Ore 17. € 25 Info: 040 3593511 www. ilrossetti.com

▶ Aggiungi un posto a tavola

di Garinei e Giovannini. Con Marisa Laurito Pordenone. Teatro Verdi, via Martelli 2. Ore 16. € 14-35 Info: 0434 247624 www.comunalegiuseppeverdi.it

▶ I casi sono due

di A. Curcio. Con Angela Pagano Ernesto Lama Trieste. Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 16.30. € 2426 Info: 040 948471 www.contrada.it

▶ Mai più soli

Fiera Mercato legata al Carnevale Trieste. Piazza Goldoni. Info: www.retecivica.trieste.it

di S. Benni. Con Angela Finocchiaro Artegna (Ud). Teatro Lavaroni, piazza Marnico. Ore 20.45. € 17 Info: 0432 977105 www.ertfvg.it

▶ Carnevale Tarcentino

▶ Non ce ne importa niente

sfilate, musica, animazione Tarcento (Ud). Centro cittadino. Info: www.protarcentoud.wordpress.com

via XXV Aprile, Turriaco (Go) tel 340 6270794 mar-dom 9-22, chiuso lun

agriturismo

feste in maschera Muggia (Ts). Luoghi diversi. Info: 040 330616 www.carnevaldemuja.com Info:

Cl a ssic a rts

▶ C’era una volta… Scugnizzi

agriturismo

▶ Trio Saxoforte

animazione e giochi con maghi Gorizia. Sala UGG, piazza Battisti. Ore 15. Info: 0481 383111 www. comune.gorizia.it

trattoria

di L. Gioielli. Con Amanda Sandrelli Latisana (Ud). Teatro Odeon, via Vendramin. Ore 20.45. € 15-20 Info: 0431 59288 www.ertfvg.it

di Giorgio Bozzo. Con le sorelle Marinetti San Vito al Tagliamento (Pn). Auditorium, piazzale Zotti. Ore ÌMAGAZINEE

|

marzo-aprile 2011

|

59


M

Gelateria

GELATERIA MITZIE via Papa Giovanni XXIII 68, Corno di Rosazzo (Ud) tel 348 3337503 7-13, 15-21 chiuso mercoledì

5 10 15 20 25 30 35 40 45 50 55 60 65 70 <

Gelato artigianale, torte su ordinazione, semifreddi, monoporzioni. Potrete gustare speciali coppe di gelato. Presso il centro commerciale Quadragono a Corno di Rosazzo.

CAFFE’ PRINCIPE

bar

corso Verdi 1, angolo via Seminario 5/2, Gorizia tel 0481 533375 7-23 chiuso la domenica

A

R

20.45. €18 Info: 0434 81402 www. ertfvg.it

▶ Off-Label. Corpo Muller

rassegna di danza Udine. Caff è Müller, via Fabio di Maniago 15. Ore 19. Info: 0432 600424 www.arearea.it

▶ Francesco Mario Possenti

pianoforte. Musiche di Schumann Udine. Sala Ajace, piazza Libertà. Ore 11. Info: 0432 46468 www. ofu.ud.it

▶ Masha Diatchenko

violino. Musiche di Paganini Trieste. Museo Revoltella, via Diaz 27. Ore 11. Info: 040 6754350 www.museorevoltella.it

▶ Musicainsieme. Concerti aperitivo

quartetto di saxofoni del Conservatorio di Udine Pordenone. Centro Zanussi, via Concordia 7. Ore 11. Info: 0434 553205 www.centroculturapordenone.it

5 10 15 20 25 30 35 40 45 50 55 60 65 70 <

Accogliente bar con ampie sale dove poter degustare aperitivi, caffè e stuzzicheria. Speciali serate con musica dal vivo. Tabacchino, lotto, superenalotto e totocalcio. A Gorizia, all’angolo tra corso Verdi e via del Seminario.

LA GOGNA BIRRERIA via IV Novembre 56, Poggio Terza Armata - Sagrado (Go) tel 393 563680 lun/mar/mer/dom 17.30-24, gio 17.30-01, ven/sab 17.30-03

F olklor e

▶ Carnevalfest

sfilata di carri allegorici Cervignano del Friuli (Ud). Vie del centro. Ore 14.30. Info: 0431 35233 www.ricre.org

▶ Sfilata di Carnevale

con giochi e spettacoli Forni di Sotto (Ud). Piazza Tredolo. Ore 14. Info: 349 3572754 www.fornidisotto.net

bar

▶ Carnevale a Moggio €

5 10 15 20 25 30 35 40 45 50 55 60 65 70 <

Locale con ambiente in stile medievale, ricca scelta di panini, pranzo a menù fisso con cucina casalinga. Ampia scelta di birre alla spina e in bottiglia, ogni due mesi una varietà di birra nuova. Il locale si trova al centro di Poggio Terza Armata.

sfilata in maschera Moggio Udinese (Ud). Vie del centro. Ore 14. Info: 0433 51485

▶ Festa di Carnevale

sfilata e animazione Chiusaforte (Ud). Centro convegni. Ore 14. Info: 0433 54060

▶ Sfilata di Carnevale

trattoria

corteo mascherato Pontebba (Ud). Piazzale stazione. Ore 14. Info: 0428 90693

▶ Carnevale muggesano

feste in maschera Muggia (Ts). Luoghi diversi. Info: 040 330616 www.carnevaldemuja.com

▶ Sapori e costumi del Mondo

Fiera Mercato legata al Carnevale Trieste. Piazza Goldoni. Info: www.retecivica.trieste.it

trattoria

▶ Carnevale Tarcentino

sfilate, musica, animazione Tarcento (Ud). Centro cittadino. Info: www.protarcentoud.wordpress.com

▶ Püst

Carnevale resiano Resia (Ud). Località San Giorgio. Info: 0433 53353 proloco.resia@ resianet.org Sp or t

▶ Coppa del mondo di Sci femminile

Tarvisio (Ud). Info: www.turismofriuliveneziagiulia.it

Z O ▶ Maratonina Transfrontalieria Città di Gorizia

percorso: Gorizia-Sempeter-Nova Gorica Gorizia. Piazza Battisti Ore 9.30. Info: 0481 522453 www.marciatorigorizia.it

LUNEDÌ 07/03 C lassi c ar ts

▶ Le concerte des nations

Jordi Savall direttore e viola da gamba Udine. Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4. Ore 20.45. € 18-30 Info: 0432 248418 www. teatroudine.it

▶ Musiche per mandolino e arpa

concerto di Sergio Zigiotti (mandolino) e Tatiana Dionis (arpa) Trieste. Palazzo Gopcevich, via Rossini 4. Ore 17.30. Info: 040 6754072 www.museoschmidl.it F olklor e

▶ Carnevale muggesano

feste in maschera Muggia (Ts). Info:040 330616 www.carnevaldemuja.com

▶ Sapori e costumi del Mondo

Fiera Mercato legata al Carnevale Trieste. Piazza Goldoni. Info:www.retecivica.trieste.it

▶ Carnevale Tarcentino

sfilate, musica, animazione Tarcento (Ud). Centro cittadino. Info: www.protarcentoud.wordpress.com M eeti ng

▶ La panchina di pietra

presentazione del libro di Dominis Gorizia. Ridotto del Teatro Verdi, via Garibaldi 2. Ore 17.30. Info: 0481 533911 anvgd.gorizia@ libero.it

▶ Cattedrali tra terra e cielo: un ponte con l’assoluto

incontro con Alessandra Rea Cervignano del Friuli (Ud). Centro civico, via Trieste 35. Ore 17. Info: 0431 34477 utecervignano@alice.it

MARTEDÌ 08/03 Bam bi ni

▶ Carnevale dei bambini

festa in maschera Cervignano del Friuli (Ud). Ricreatorio San Michele, via Mercato 1. Ore 15. Info: 0431 35233 www.ricre.org C lassi c ar ts

▶ Don Chisciotte

con Fabiano Fantini, Claudio Moretti, Elvio Scruzzi Udine. Teatro San Giorgio, borgo Grazzano. Ore 21. € 15 Info: 0432 504765 www.cssudine.it

▶ Trittico

di A. Tarantino. Con Gilda Postiglione e Oreste Valente Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45, Sala Barto-


M

A

R

Z O

|

61

li. Ore 21. €25 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com Fo l k l o re

▶ Carnevale Monfalconese

sfilata in maschera Monfalcone (Go). Vie del centro. Ore 14. Info: 0481 411525 www.monfalcone.info

▶ Carnevale muggesano

feste in maschera Muggia (Ts). Info: 040 330616 www.carnevaldemuja.com

▶ Sapori e costumi del Mondo

Fiera Mercato legata al Carnevale Trieste. Piazza Goldoni. Info:www.retecivica.trieste.it

▶ Carnevale Tarcentino

sfilate, musica, animazione Tarcento (Ud). Centro cittadino. Info:www. protarcentoud.wordpress.com

▶ Püst

Carnevale resiano Resia (Ud). Località San Giorgio. Info: 0433 53353 proloco.resia@resianet.org Liv e mu sic

▶ Nicoletta Manzini Trio

jazz Trieste. Libreria Knulp, via Madonna del Mare. Ore 21. Info: 320 0480460 www.thelonious.trieste.it Me e ting

▶ L’unificazione amministrativa nel Regno d’Italia

relatore Umberto Allegretti (Università di Firenze) Udine. Sala conferenze Fondazione Crup, via Manin 15. Ore 17. Info: www.scuolasuperiore.uniud.it

MERCOLEDÌ 09/03 Ba mb ini

▶ L’ora del racconto

letture per bambini e ragazzi Buttrio (Ud). Biblioteca comunale, via Lungoroggia. Ore 16.30. Info: www.comune.buttrio.ud.it Cl a ssic a rts

▶ Giampaolo Pretto / Marino Nicolini

flauto e pianoforte. Musiche di Rietz, Berio, Poulenc Monfalcone (Go). Teatro Comunale, corso del Popolo 20. Ore 20.45. € 18-22 Info: 0481 790470 www.teatromonfalcone.it

▶ Pasticceri. Io e mio fratello Roberto

di e con Roberto Abbiati e Leonardo Capuano Cervignano del Friuli (Ud). Teatro Pasolini, piazza Indipendenza 34. Ore 21. € 15 Info: 0431 370273 teatropasolini@libero.it

▶ Il bugiardo

di C. Goldoni. Con Marcello Bartoli e Dario Cantarelli Cormons (Go). Teatro Comunale, via Sauro 17. Ore 21. Info: 0481 630057 www.artistiassociatigorizia.it

▶ Rusteghi. I nemici della civiltà

tratto da C. Goldoni. Con Eugenio Allegri, Natalino Balasso e Jurij Ferrini Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 20.30. € 16-29 Info: 040 3593511 www. ilrossetti.com


M R Z2011 O| 62 | A marzo-aprile ▶ Trittico

▶ Don Chisciotte

▶ Vienna Brahms Trio

▶ Ramin Bahrami

di A. Tarantino. Con Gilda Postiglione e Oreste Valente Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45, Sala Bartoli. Ore 21. € 25 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com musiche di Brahms e Beethoven Sacile (Pn). Fazioli Concert Hall, via Ronche 47. Ore 20.45. € 20-35 Info: 0434 72576 www.fazioliconcerthall.com

▶ Viktoria Verbovska

violoncello. Musiche di Mendelssohn e Bach Udine. Teatro Palamostre, piazzale Diacono 21. Ore 20.30. Info: www.amicimusica.ud.it F olklor e

▶ Addio al Carnevale

funerale in chiave tragicomica Tarvisio (Ud). Località Camporosso. Ore 14. Info: www.tarvisiano.org

▶ Processione e funerale del “Babaz”

falò in piazza Resia (Ud). Località San Giorgio. Ore 15. Info: 0433 53353 www.resianet.org

▶ Carnevale muggesano

feste in maschera Muggia (Ts). Info: 040 330616 www. carnevaldemuja.com

di e con Fabiano Fantini, Claudio Moretti, Elvio Scruzzi San Daniele del Friuli (Ud). Auditorium Alla Fratta, via Nievo Ore 20.45. € 15 Info: 0432 954934 www.ertfvg.it pianoforte. Musiche di Bach, Dvorak, Bartholdy Pagnacco (Ud). Auditorium Ore 20.45. €18 Info: 0432 543049 http://fondazionebon.com M eeti ng

▶ L’ora d’italiano: situazione della lingua a scuola (e fuori)

incontro con il linguista e filologo Luca Serianni Trieste. Sala Baroncini delle Assicurazioni Generali, via Trento 8. Ore 17.30. Info: 040 366744 circolo.culturaearti.ts@tin.it

▶ Seghizzi e il movimento ceciliano a Gorizia

incontro di aggiornamento storico Gorizia. Oratorio Pastor Angelicus, via dei Rabatta 18. Ore 17.30. Info: 0481 530392 www.issrgo.it

▶ Nella Mitteleuropa del cinema

intervento di Daniele Terzoli Trieste. Palazzo Gopcevich, via Rossini 4. Ore 17.30. Info: www.retecivica.trieste.it

L i ve m usi c

▶ Shawnn Monteiro Quintet

jazz Pordenone. Ridotto del Teatro Verdi, via Roma 3. Ore 21. Info: 0434 520754 www. associazionecem.it M eeti ng

▶ Pietra di Pazienza

presentazione del libro di Atiq Rahimi Pordenone. Auditorium Zanussi, via Concordia 7. Ore 15.30. Info: 0434 365387 www.centroculturapordenone.it

GIOVEDÌ 10/03 C lassi c ar ts

▶ La Baiadera

operetta. Musica di Emmerich Kálmán Udine. Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4. Ore 20.45. € 18-30 Info: 0432 248418 www.teatroudine.it

▶ Rusteghi. I nemici della civiltà

tratto da C. Goldoni. Con Eugenio Allegri, Natalino Balasso e Jurij Ferrini Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 16 e 20.30. € 16-29 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Trittico

di A. Tarantino. Con Gilda Postiglione e Oreste Valente Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45, Sala Bartoli. Ore 21. € 25 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Alexander Lonquich

pianoforte. Musiche di Schubert, Liszt, Schumann Pordenone. Teatro Verdi, via Martelli 2. Ore 20.45. € 12-28 Info: 0434 247624 www.comunalegiuseppeverdi.it

▶ Italian beauty

di e con Leonardo Manera Lestizza (Ud). Auditorium comunale. Ore 20.45. €15 Info: 0432 760084 www.ertfvg.it

Sp or t

▶ Coppa Duca D’Aosta

sci. Supergigante maschile Chiusaforte (Ud). Sella Nevea, pista del Canin. Info: 0433 54026 scicaitrieste@ hotmail.it

VENERDÌ 11/03 C lassi c ar ts

▶ Sul confine

di e con Gabriele Di Luca Monfalcone (Go). Teatro Comunale, corso del Popolo 20. Ore 20.45. € 12-15 Info: 0481 790470 www.teatromonfalcone.it

▶ Rusteghi. I nemici della civiltà

tratto da C. Goldoni. Con Eugenio Allegri, Natalino Balasso e Jurij Ferrini Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 20.30. € 16-29 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com C lassi c ar ts

▶ Trittico

di A. Tarantino. Con Gilda Postiglione e Oreste Valente Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45, Sala Bartoli. Ore 21. € 25 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Girgenti amore mio

di G. Jannuzzo e A. Callipo. Con Gianfranco Jannuzzo Trieste. Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 20.30. € 24-26 Info: 040 948471 www.contrada.it

▶ Italian beauty

di e con Leonardo Manera Pontebba (Ud). Teatro Italia, via Grillo 1. Ore 21. € 10-20 Info: 0428 91065 www. ertfvg.it

▶ Diario al femminile

lettura scenica con Luisa Vermiglio Ronchi dei Legionari (Go). Auditorium,


M

A

piazza Unità. Ore 20.30. Info: www.dadonnaadonna.org Liv e mu sic

▶ Verdena in concerto

album Wow Pordenone. Deposito Giordani, via Prasecco 13. Ore 21.30. Info: 0434 242480 www.depositogiordani.it Me e ting

▶ I protagonisti: le otto montagne

Rassegna di film di montagna Udine. Auditorium Menossi, via San Pietro 60. Ore 21. Info: www.dlfudine.it Spo rt

▶ Coppa Duca D’Aosta

sci. Supergigante maschile Chiusaforte (Ud). Sella Nevea, pista del Canin. Info:0433 54026 scicaitrieste@ hotmail.it

▶ Master Cup

coppa del mondo di sci master, maschile e femminile Aviano (Pn). Piancavallo. Info:0434 733866 info@sciclubsacile.it

R

Z O ▶ Festival Organistico Internazionale Friulano

con Maurizio Salerno Udine. Istituto Renati, via Tomadini. Ore 20.30. Info: www.accademiaorganisticaudinese.org

▶ Ferdinando Mussutto

pianoforte. Musiche di Brahms e Liszt Gorizia. Musei Provinciali, borgo Castello 13. Ore 17. Info: 0481 533926

▶ Chiara Opalio

Festival Pianistico Internazionale Trieste. Teatro Miela, piazza Duca degli Abruzzi 3. Ore 21. Info: www.miela.it Liv e mu si c

▶ Club Dogo

musica hip hop Pordenone. Deposito Giordani, via Prasecco 13. Ore 21. Info: 0434 242480 www.depositogiordani.it Me e ti ng

▶ Dedica Festival

rassegna culturale Pordenone. Luoghi diversi. Info: 0434 26236 www.dedicafestival.it

▶ Lussarissimo 2011

gare di sci junior e senior Tarvisio (Ud). Monte Lussari. Info:www. lussarissimo.com

SABATO 12/03 Ba mb ini

▶ Campionati Regionali Gigante

sci. Categorie baby e cuccioli Forni di Sopra (Ud). Località Davost. Ore 9.30. Info: 0433 88165 www.fisifvg.org Cl a ssic a rts

▶ Rusteghi. I nemici della civiltà

tratto da C. Goldoni. Con Eugenio Allegri, Natalino Balasso e Jurij Ferrini Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 20.30. € 16-29 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Trittico

di A. Tarantino. Con Gilda Postiglione e Oreste Valente Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45, Sala Bartoli. Ore 21. € 25 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Salome

dramma dal poema omonimo di O. Wilde. Lirica Trieste. Teatro Verdi, riva Tre Novembre. Ore 20.30. € 25-118 Info: 800 090373 www.teatroverdi-trieste.com

Spo r t

▶ Master Cup

coppa del mondo di sci master, maschile e femminile Aviano (Pn). Piancavallo. Info: 0434 733866 info@sciclubsacile.it

▶ Lussarissimo 2011

gare di sci junior e senior Tarvisio. Monte Lussari. Info:www.lussarissimo.com

DOMENICA 13/03 Ba mb i ni

▶ C’era una volta il panda

teatro per bambini Cormons (Go). Teatro Comunale, via Sauro 17. Ore 16. Info: 0481 630057 www.artistiassociatigorizia.it

▶ Surprise

spettacolo di marionette Pordenone. Teatro Verdi, via Martelli 2. Ore 15 e 17.30. € 6 Info: 0434 247624 www.comunalegiuseppeverdi.it

▶ Campionati Regionali Gigante

sci. Categorie baby e cuccioli Forni di Sopra (Ud). Località Davost. Ore 9.30. Info: 0433 88165 www.fisifvg.org Cl a ssic ar ts

▶ Girgenti amore mio

▶ Rusteghi. I nemici della civiltà

▶ Italian beauty

▶ Trittico

di G. Jannuzzo e A. Callipo. Con Gianfranco Jannuzzo Trieste. Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 20.30. € 24-26 Info: 040 948471 www.contrada.it di e con Leonardo Manera Maniago (Pn). Teatro Verdi, via Umberto I. Ore 20.45. € 14-20 Info: 0427 707111 www.ertfvg.it

▶ Don Chisciotte

di e con Fabiano Fantini, Claudio Moretti, Elvio Scruzzi Premariacco (Ud). Teatrorsaria, località Orsaria. Ore 20.45. € 12 Info: 0432 729405 www.ertfvg.it

tratto da C. Goldoni. Con Eugenio Allegri, Natalino Balasso e Jurij Ferrini Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 16. € 16-29 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com di A. Tarantino. Con Gilda Postiglione e Oreste Valente Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45, Sala Bartoli. Ore 17. € 25 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Salome

dramma dal poema omonimo di O. Wilde. Lirica Trieste. Teatro Verdi, riva Tre NovemL’INFORMAFREEMAGAZINE

|

settembre-ottobre 2007

|

63


M

A

bre. Ore 16. € 21-66 Info: 800 090373 www.teatroverdi-trieste.com

▶ Girgenti amore mio

di G. Jannuzzo e A. Callipo. Con Gianfranco Jannuzzo Trieste. Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 16.30. € 24-26 Info: 040 948471 www.contrada.it

▶ Don Chisciotte

di e con Fabiano Fantini, Claudio Moretti, Elvio Scruzzi San Vito al Tagliamento (Pn). Auditorium, piazzale Zotti. Ore 20.45. € 18 Info: 0434 81402 www.ertfvg.it

▶ Tè alla menta o tè al limone?

teatro in friulano Tavagnacco (Ud). Teatro Bon, Colugna. Ore 16. € 4 Info: 800 402088 www.ertfvg.it F olklor e

▶ Aringa in piazza

degustazione Forgaria nel Friuli (Ud). Località Flagogna, piazza Centrale. Ore 10. Info: 0427 809091 www.monteprat.it L i ve m usi c

▶ Stürm und Drang

jazz Udine. Sala Ajace, piazza Libertà. Ore 11. Info: 0432 46468 www.ofu.ud.it M eeti ng

▶ Dedica Festival

rassegna culturale Pordenone. Luoghi diversi. Info:0434 26236 www.dedicafestival.it

R

Z O

▶ Dedica Festival

rassegna culturale Pordenone. Luoghi diversi. Info: 0434 26236 www.dedicafestival.it

▶ Aquileia: la casa delle bestie ferite

incontro con Marta Novello Cervignano del Friuli (Ud). Centro civico, via Trieste 35. Ore 17. Info: 0431 34477 utecervignano@alice.it

MARTEDÌ 15/03 C lassi c ar ts

▶ Déenes Vàrjon

pianoforte. Musiche di Berg, Kurtag, Wagner, Liszt Monfalcone (Go). Teatro Comunale, corso del Popolo 20. Ore 20.45. € 18-22 Info: 0481 790470 www.teatromonfalcone.it

▶ Rusteghi. I nemici della civiltà

tratto da C. Goldoni. Con Eugenio Allegri, Natalino Balasso e Jurij Ferrini Udine. Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4. Ore 20.45. € 20-30 Info: 0432 248418 www.teatroudine.it

▶ Salome

dramma dal poema omonimo di O. Wilde. Lirica Trieste. Teatro Verdi, riva Tre Novembre. Ore 20.30. € 21-66 Info: 800 090373 www.teatroverdi-trieste.com

▶ Don Chisciotte

di e con Fabiano Fantini, Claudio Moretti, Elvio Scruzzi Palmanova (Ud). Teatro Modena, via Dante 16. Ore 20.45. € 20-25 Info: 0432 924148 www.ertfvg.it M eeti ng

Sp or t

▶ Nordik walking

camminata con le ciaspole sulla neve Sauris (Ud). Sentieri. Ore 9.30. € 30 Info: 0433 86221 www.albergodiffusosauris.com

▶ Master Cup

coppa del mondo di sci master, maschile e femminile Aviano (Pn). Piancavallo. Info: 0434 733866 info@sciclubsacile.it

LUNEDÌ 14/03 M eeti ng

▶ Gialdino Gialdini: l’arte internazionale di un direttore d’orchestra nella Trieste absburgica

conversazione con diapositive e ascolti a cura di Annalisa Sandri Trieste. Palazzo Gopcevich, via Rossini 4. Ore 17.30. Info: 040 6754072 museoschmidl@comune.trieste.it

▶ Il Parlamento Europeo e la crisi dell’Unione

Incontro con Ettore Greco, Direttore dell’IAI – Istituto Affari Internazionali Trieste. Salone degli Incontri del Circolo Assicurazioni Generali, piazza Duca degli Abruzzi 1. Ore 17.30. Info: 040 366744 circolo.culturaearti.ts@tin.it

▶ Nel nome di Norma

presentazione del libro di Rossana Mondoni Gorizia. Ridotto del Teatro Verdi, via Garibaldi 2. Ore 17.30. Info: 0481 533911 anvgd.gorizia@libero.it

64

|

settembre-ottobre 2007

| L’INFORMAFREEMAGAZINE

▶ Partecipi e responsabili nel bene comune

a cura di Luciano Padovese, teologo morale Pordenone. Centro culturale Zanussi, via Concordia 7. Ore 20.45. Info: 0434 365387 pec@centroculturapordenone.it

▶ L’acqua e la vita nell’universo

conferenza di Giovanni Vladilo Pordenone. Palazzo della Regione, via Roma 2. Ore 11. Info: www.impararesperimentando.it

▶ Dedica Festival

rassegna culturale Pordenone. Luoghi diversi. Info: 0434 26236 www.dedicafestival.it

MERCOLEDÌ 16/03 C lassi c ar ts

▶ Rusteghi. I nemici della civiltà

tratto da C. Goldoni. Con Eugenio Allegri, Natalino Balasso e Jurij Ferrini Udine. Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4. Ore 20.45. € 20-30 Info: 0432 248418 www.teatroudine.it

▶ Salome

dramma dal poema omonimo di O. Wilde. Lirica Trieste. Teatro Verdi, riva Tre Novembre. Ore 20.30. € 21-66 Info: 800 090373 www.teatroverdi-trieste.com M eeti ng

▶ Dedica Festival

rassegna culturale Pordenone. Luoghi diversi. Info:0434 26236 www.dedicafestival.it


|

Mmarzo-aprile A R2011 Z| 65O

▶ Premio «Ss. Ilario e Taziano – Città di Gorizia»

premiazione ufficiale Gorizia. Gorizia, Cattedrale Ore 20.30. Info: 0481 530193 cattedrale@arcidiocesi.gorizia.it

GIOVEDÌ 17/03 Cl a ssic a rts

▶ Aspettando Godot

di S. Beckett. Con Gigio Alberti e Mario Sala Monfalcone (Go). Teatro Comunale, corso del Popolo 20. Ore 20.45. € 18-22 Info: 0481 790470 www.teatromonfalcone.it

▶ Se no i xe matti, no li volemo

di G. Rocca. Con Virginio Gazzolo e Giancarlo Previati Gorizia. Teatro Verdi, via Garibaldi 2a. Ore 20.45. € 15-24 Info: 0481 383327 www. comune.gorizia.it/teatro

▶ Rusteghi. I nemici della civiltà

tratto da C. Goldoni. Con Eugenio Allegri, Natalino Balasso e Jurij Ferrini Udine. Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4. Ore 20.45. € 20-30 Info: 0432 248418 www.teatroudine.it

▶ We will rock you

musical dei Queen e di Ben Elton Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 20.30. € 42-67 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Salome

dramma dal poema omonimo di O. Wilde. Lirica Trieste. Teatro Verdi, riva Tre Novembre. Ore 20.30. € 21-66 Info: 800 090373 www.teatroverdi-trieste.com Liv e mu sic

▶ James Change

jazz Trieste. Teatro Miela, piazza Duca degli Abruzzi 3. Ore 21. Info: www.miela.it Me e ting

▶ La fattoria degli animali

a cura di Caterina Comingio Pordenone. Biblioteca Civica, piazza XX Settembre. Ore 20.30. Info: 0434 1830094

▶ Dedica Festival

rassegna culturale Pordenone. Luoghi diversi. Info:0434 26236 www.dedicafestival.it

VENERDÌ 18/03 Ba mb ini

▶ L’ora del racconto

letture per bambini e ragazzi Buttrio (Ud). Biblioteca comunale, via Lungoroggia. Ore 16.30. Info: www.comune.buttrio.ud.it Cl a ssic a rts

▶ Aspettando Godot

di S. Beckett. Con Gigio Alberti e Mario Sala Monfalcone (Go). Teatro Comunale, corso del Popolo 20. Ore 20.45. € 18-22 Info: 0481 790470 www.teatromonfalcone.it

▶ Rusteghi. I nemici della civiltà

tratto da C. Goldoni. Con Eugenio Allegri, Natalino Balasso e Jurij Ferrini

Udine. Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4. Ore 20.45. € 20-30 Info: 0432 248418 www.teatroudine.it

▶ We will rock you

musical dei Queen e di Ben Elton Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 20.30. € 42-67 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Salome

dramma dal poema omonimo di O. Wilde. Lirica Trieste. Teatro Verdi, riva Tre Novembre. Ore 18. € 21-66 Info: 800 090373 www. teatroverdi-trieste.com

▶ Alessandro Taverna

pianoforte. Musiche di Liszt San Vito al Tagliamento (Pn). Auditorium, piazzale Zotti. Ore 20.45. € 15 Info: 0434 81402 www.ertfvg.it

▶ Duo Dillon-Torquati

musiche di von Zemlinsky, Schumann e Strauss Trieste. Palazzo del Governo, piazza Unità 8. Ore 18. Info: 040 3731111 Fo l k l o r e

▶ Festa della Madonna Annunziata

sport, musica e gastronomia Gemona del Friuli (Ud). Centro Associazione Taboga 13. Info: 0432 981441 info@ gemona.fvg.it Liv e musi c

▶ Nomadi

Racconti Raccolti, tour teatrale Pordenone. Palasport Forum. Ore 21. € 20-30 Info: 899 325226 www.azalea.it Me e tin g

▶ Dedica Festival

rassegna culturale Pordenone. Luoghi diversi. Info:0434 26236 www.dedicafestival.it

SABATO 19/03 Cl a ssic ar ts

▶ Troia’s discount

di Ricci/Forte. Con Anna Gualdo Udine. Teatro Palamostre, piazzale Diacono 21. Ore 21. € 15 Info: 0432 506925 www.cssudine.it

▶ We will rock you

musical dei Queen e di Ben Elton Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 20.30. € 42-67 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Salome

dramma dal poema omonimo di O. Wilde. Lirica Trieste. Teatro Verdi, riva Tre Novembre. Ore 17. € 21-66 Info: 800 090373 www. teatroverdi-trieste.com

▶ Mariangela Vacatello

Festival Pianistico Internazionale Trieste. Teatro Miela, piazza Duca degli Abruzzi 3. Ore 21. Info: www.miela.it

▶ M. Mosolo / C. Narduzzi contrabbasso e pianoforte Udine. UTE, via Napoli 4. Ore 17. Info: 0432 297909 www.conservatorio.udine.it Fo l k l o r e

▶ Festa della Madonna Annunziata

sport, musica e gastronomia Gemona del Friuli (Ud). Centro Associazione Taboga 13. Info: 0432 981441 info@ gemona.fvg.it


M ▶ 150 anni sono abbastanza?

incontro con Lucio Caracciolo Gorizia. Teatro Verdi, via Garibaldi 2a. Ore 18. Info: 0481 383327 www.comune.gorizia.it/teatro Me e ting

▶ Il mondo che vorrei

a cura del Gruppo «Quelli del Sabato» Pordenone. Centro culturale Zanussi, via Concordia 7. Ore 15.30. Info: 0434 365387 pec@centroculturapordenone.it

▶ Dedica Festival

rassegna culturale Pordenone. Luoghi diversi. Info: 0434 26236 www.dedicafestival.it Spo rt

▶ Ciaspolata della luna piena

passeggiata notturna sulla neve Sauris (Ud). Ore 20. € 5. Info: 0433 86076

DOMENICA 20/03 Cl a ssic a rts

▶ Wunderkammer Soap

di Ricci/Forte. Con Giuseppe Sartori Udine. Teatro San Giorgio, borgo Grazzano. Ore 21. € 15 Info: 0432 504765 www.cssudine.it

▶ We will rock you

musical dei Queen e di Ben Elton Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 16. € 42-67 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com Fo l k l o re

▶ Fiera del disco usato mostra scambio

A

Trieste. Palasport di Chiarbola. Tutto il giorno. Info: www.musicalibera.it

▶ Festa della Madonna Annunziata

sport, musica e gastronomia Gemona del Friuli (Ud). Centro Associazione Taboga 13. Info: 0432 981441 info@ gemona.fvg.it Me e ti ng

▶ Gli angeli e i demoni nel libro di Tobia

a cura di Renato De Zan biblista Pordenone. Centro culturale Zanussi, via Concordia 7. Ore 9.30. Info: 0434 365387 pec@centroculturapordenone.it

▶ Dedica Festival

rassegna culturale Pordenone. Luoghi diversi. Info: 0434 26236 www.dedicafestival.it Spo r t

▶ Campionati provinciali udinese

sci. Categorie junior e senior Forni di Sopra (Ud). Località Varmost. Ore 9. Info: 0432 756865 www.fisifvg.org

▶ Regata regionale

canottaggio San Giorgio di Nogaro (Ud). Fiume Ausa Corno. Ore 10. Info: 040 89908224 www.canottaggio-fvg.org

LUNEDÌ 21/03 Cl a ssic ar ts

▶ La silenziosa danza

di Mirko Artuso. Con il gruppo teatrale LeAltreParole San Vito al Tagliamento (Pn). Auditorium, piazzale Zotti. Ore 20.45. € 18 Info: 0434 81402 www.ertfvg.it

R

Z O L i ve m usi c

▶ Elisa

Ivy Tour Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 21. € 25-63 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com M eeti ng

▶ Dedica Festival

rassegna culturale Pordenone. Luoghi diversi nd. 0434 26236 www.dedicafestival.it Info:

▶ Il duomo di Cividale nel suo aspetto storico-artisitico

incontro con Maria Visintini Cervignano del Friuli (Ud). Centro civico, via Trieste 35. Ore 17. Info: 0431 34477 utecervignano@alice.it

MARTEDÌ 22/03 C lassi c ar ts

▶ L’affarista

di H. de Balzac. Con Geppy Gleijeses e Marianella Bargilli Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 20.30. € 16-29 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

M eeti ng

▶ Dedica Festival

rassegna culturale Pordenone. Luoghi diversi. Info: 0434 26236 www.dedicafestival.it

MERCOLEDÌ 23/03 C lassi c ar ts

▶ L’affarista

di H. de Balzac. Con Geppy Gleijeses e Marianella Bargilli Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 16. € 16-29 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Emmanuel Despax

pianoforte. Musiche di Prokof’ev e Liszt Sacile (Pn). Fazioli Concert Hall, via Ronche 47. Ore 20.45. € 20-35 Info: 0434 72576 www.fazioliconcerthall.com M eeti ng

▶ Dedica Festival

rassegna culturale Pordenone. Luoghi diversi. Info: 0434 26236 www.dedicafestival.it

GIOVEDÌ 24/03 C lassi c ar ts

▶ Jaruzelski’s Dream

jazz Trieste. Libreria Knulp, via Madonna del Mare. Ore 21. Info: 320 0480460 www. thelonious.trieste.it

▶ L’affarista

di H. de Balzac. Con Geppy Gleijeses e Marianella Bargilli Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 20.30. € 16-29 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

L i ve m usi c

▶ The string concert

Gilberto Gil e Jaques Morelenbaum Gorizia. Teatro Verdi, via Garibaldi 2a. Ore 20.45. € 15-24 Info: 0481 383327 www.comune.gorizia.it/teatro

▶ La Bayadére

balletto in quattro atti. Lirica Trieste. Teatro Verdi, riva Tre Novembre. Ore 20.30. € 25-118 Info: 800 090373 www.teatroverdi-trieste.com


M ▶ Manao

Drums of China. Spettacolo di percussioni Udine. Palasport Carnera. Ore 21. € 2540 Info: 899 325226 www.azalea.it Me e ting

▶ O Italiani, io vi esorto alle storie

la materia storica nella letteratura del Risorgimento Udine. Sala conferenze Fondazione Crup, via Manin 15. Ore 17. Info: www.scuolasuperiore.uniud.it

▶ Dedica Festival

rassegna culturale Pordenone. Luoghi diversi. Info: 0434 26236 www.dedicafestival.it

▶ Euripide e i Sofisti

a cura di Sergio Chiarotto Pordenone. Centro culturale Zanussi, via Concordia 7. Ore 18. Info: 0434 365387 pec@centroculturapordenone.it

VENERDÌ 25/03 Cl a ssic a rts

▶ Havana de Hoy

con il Ballet de Cuba Cormons (Go). Teatro Comunale, via Sauro 17. Ore 21. Info: 0481 630057 www.artistiassociatigorizia.it

▶ L’affarista

di H. de Balzac. Con Geppy Gleijeses e Marianella Bargilli Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 20.30. € 16-29 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ La Bayadére

balletto in quattro atti. Lirica Trieste. Teatro Verdi, riva Tre Novembre.

A

Ore 18. € 21-66 Info: 800 090373 www. teatroverdi-trieste.com

▶ La divina commedia

dal poema di Dante Alighieri. Opera Trieste. Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 20.30. € 24-26 Info: 040 948471 www.contrada.it

▶ Momix

balletto Pordenone. Teatro Verdi, via Martelli 2. Ore 20.45. € 20-44 Info: 0434 247624 www.comunalegiuseppeverdi.it Fo l k l or e

▶ Festa della Madonna Annunziata

sport, musica e gastronomia Gemona del Friuli (Ud). Centro Associazione Taboga 13. Info: 0432 981441 info@gemona.fvg.it Me e ti ng

▶ La Sicilia e il risorgimento

R

Z O Pordenone. Centro culturale Zanussi, via Concordia 7. Ore 20.45. Info: 0434 365387 pec@centroculturapordenone.it

▶ Dedica Festival

rassegna culturale Pordenone. Luoghi diversi. Info: 0434 26236 www.dedicafestival.it

SABATO 26/03 Bam bi ni

▶ L’ora del racconto

letture per bambini e ragazzi Buttrio (Ud). Biblioteca comunale, via Lungoroggia. Ore 10. Info: www.comune.buttrio.ud.it C lassi c ar ts

▶ L’affarista

di H. de Balzac. Con Geppy Gleijeses e Marianella Bargilli Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 20.30. € 16-29 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

F olklor e

▶ Festa della Madonna Annunziata

sport, musica e gastronomia Gemona del Friuli (Ud). Centro Associazione Taboga 13. Info: 0432 981441 info@ gemona.fvg.it M eeti ng

▶ Dedica Festival

rassegna culturale Pordenone. Luoghi diversi. Info: 0434 26236 www.dedicafestival.it

DOMENICA 27/03 C lassi c ar ts

▶ Orchestra Giovanile Luigi Cherubini

Michele Campanella direttore e pianoforte solista. Musiche di Liszt Udine. Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4. Ore 20.45. € 18-30 Info: 0432 248418 www.teatroudine.it

▶ L’affarista

conferenza del professor Fulvio Salimbeni Gorizia. Fondazione CARIGO, via Carducci 2. Ore 17.30. Info: www.fondazionecarigo.it

▶ La Bayadére

balletto in quattro atti. Lirica Trieste. Teatro Verdi, riva Tre Novembre. Ore 17. € 21-66 Info: 800 090373 www. teatroverdi-trieste.com

di H. de Balzac. Con Geppy Gleijeses e Marianella Bargilli Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 16. € 16-29 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ I Cavalli a Palazzo Coronini

▶ La divina commedia

▶ La Bayadére

▶ Momix

▶ La divina commedia

discussione su Susanne Eugenie Louise Porbst Gorizia. Scuderie di Palazzo Coronini, viale XX Settembre 14. Ore 17.30. Info: 0481 533485 www.coronini.it

▶ Intimità e interiorità che vitalizza il rapporto a cura di Luciano Padovese

dal poema di Dante Alighieri. Opera Trieste. Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 20.30. € 24-26 Info: 040 948471 www.contrada.it balletto Pordenone. Teatro Verdi, via Martelli 2. Ore 16 e 20.45. € 20-44 Info: 0434 247624 www.comunalegiuseppeverdi.it

balletto in quattro atti. Lirica Trieste. Teatro Verdi, riva Tre Novembre. Ore 16. € 21-66 Info: 800 090373 www. teatroverdi-trieste.com dal poema di Dante Alighieri. Opera Trieste. Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 16.30. € 24-26 Info: 040 948471 www.contrada.it


M R Z2011 O| 68 | Amarzo-aprile ▶ Kohlhaas

di R. Rostagno. Con Marco Baliani San Vito al Tagliamento (Pn). Auditorium, piazzale Zotti. Ore 20.45. € 18 Info: 0434 81402 www.ertfvg.it F olklor e

▶ Festa della Madonna Annunziata

sport, musica e gastronomia Gemona del Friuli (Ud). Centro Associazione Taboga 13. Info: 0432 981441 info@ gemona.fvg.it Sp or t

▶ Marcia del mare

gare podistiche dilettanti Lignano Sabbiadoro (Ud). Parco Hemingway, via XXV Aprile Ore 9. Info: www.athleticapicilia.it

LUNEDÌ 28/03 Bam bi ni

▶ Pinocchio sugli sci

finali nazionali categorie baby e cuccioli. Sci Forni di Sopra (Ud). Ore 9. Info: www. fisifvg.org C lassi c ar ts

▶ L’affarista

di H. de Balzac. Con Geppy Gleijeses e Marianella Bargilli Tolmezzo (Ud). Auditorium Candoni, via XXV Aprile Ore 20.45. 16 Info: 0433 41659 www.ertfvg.it M eeti ng

▶ Filosofia ed arte del Liberty a Trieste nel pianoforte Magrini dello “Schmidl”

conversazione con diapositive a cura di Antenore Schiavon Trieste. Palazzo Gopcevich, via Rossini 4. Ore 17.30. Info: 040 6754072 museoschmidl@comune.trieste.it

▶ Arte come provocazione: Maurizio Cattelan

incontro con Antonio Cattaruzza Cervignano del Friuli (Ud). Centro civico, via Trieste 35. Ore 17. Info: 0431 34477 utecervignano@alice.it

MARTEDÌ 29/03 Bam bi ni

▶ Pinocchio sugli sci

finali nazionali categorie baby e cuccioli. Sci Forni di Sopra (Ud). Ore 9. Info: www. fisifvg.org

Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 20.30. € 32-48 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ La Bayadére

balletto in quattro atti. Lirica Trieste. Teatro Verdi, riva Tre Novembre. Ore 20.30. € 21-66 Info: 800 090373 www.teatroverdi-trieste.com

▶ L’affarista

di H. de Balzac. Con Geppy Gleijeses e Marianella Bargilli Casarsa della Delizia (Pn). Teatro Pasolini, via Piazza. Ore 20.45. € 15 Info: 0434 873946 www.ertfvg.it M eeti ng

▶ La crescita del bambino e le arti visive

incontro con Ivan Nicoletti (Direttore Centro Studi Auxologici – Firenze) Trieste. Sala Baroncini delle Assicurazioni Generali, via Trento 8. Ore 17.30. Info: 040 366744 circolo.culturaearti.ts@tin.it

MERCOLEDÌ 30/03 C lassi c ar ts

▶ Rusteghi. I nemici della civiltà

tratto da C. Goldoni. Con Eugenio Allegri, Natalino Balasso e Jurij Ferrini Monfalcone (Go). Teatro Comunale, corso del Popolo 20. Ore 20.45. € 18-22 Info: 0481 790470 www.teatromonfalcone.it

▶ L’affarista

di H. de Balzac. Con Geppy Gleijeses e Marianella Bargilli Udine. Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4. Ore 20.45. € 20-30 Info: 0432 248418 www.teatroudine.it

▶ American Ballet Theatre Abt II

direttore artistico Wes Chapman. Balletto Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 20.30. € 32-48 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ La Bayadére

balletto in quattro atti. Lirica Trieste. Teatro Verdi, riva Tre Novembre. Ore 20.30. € 21-66 Info: 800 090373 www.teatroverdi-trieste.com

▶ Orchestra Giovanile Zinaida Gilels

direttore Domenico Mason San Vito al Tagliamento (Pn). Auditorium, piazzale Zotti. Ore 20.45. € 15 Info: 0434 81402 www.ertfvg.it L i ve m usi c

C lassi c ar ts

▶ Rusteghi. I nemici della civiltà

tratto da C. Goldoni. Con Eugenio Allegri, Natalino Balasso e Jurij Ferrini Monfalcone (Go). Teatro Comunale, corso del Popolo 20. Ore 20.45. € 18-22 Info: 0481 790470 www.teatromonfalcone.it

▶ Brad Mehldau

pianoforte. Jazz Sacile (Pn). Fazioli Concert Hall, via Ronche 47. Ore 20.45. € 20-35 Info: 0434 72576 www.fazioliconcerthall.com

GIOVEDÌ 31/03 C lassi c ar ts

▶ Due uomini e un cullo

▶ L’affarista

▶ Bolliwood Love Story

▶ La Bayadére

di e con Giorgio Monte e Manuel Buttus Cervignano del Friuli (Ud). Teatro Pasolini, piazza Indipendenza 34. Ore 21. € 15 Info: 0431 370273 teatropasolini@libero.it musical Udine. Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4. Ore 20.45. € 20-26 Info: 0432 248418 www.teatroudine.it

▶ American Ballet Theatre Abt II

direttore artistico Wes Chapman. Balletto

di H. de Balzac. Con Geppy Gleijeses e Marianella Bargilli Udine. Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4. Ore 20.45. € 20-30 Info: 0432 248418 www.teatroudine.it balletto in quattro atti. Lirica Trieste. Teatro Verdi, riva Tre Novembre Ore 20.30. € 21-66 Info: 800 090373 www.teatroverdi-trieste.com

▶ Rusteghi. I nemici della civiltà


A| marzo-aprile P R 2011 I L| tratto da C. Goldoni. Con Eugenio Allegri, Natalino Balasso e Jurij Ferrini Gemona del Friuli (Ud). Teatro Sociale, via XX Settembre 1. Ore 21. € 18 Info: 0432 970520 www.ertfvg.it Liv e mu sic

▶ Subsonica

Nuovo tour Pordenone. Palasport Forum. Ore 21. € 20 Info: 899 325226 www.azalea.it Me e ting

▶ In uno volumine. Studi in onore di Cesare Scalon

presentazione del volume di Laura Pani Gorizia. Casa Ascoli, via Ascoli 2. Ore 17.30. Info: 0481 530392 www.issrgo.it

▶ Una voce dall’oltralpe. Il Risorgimento nella saggistica/narrativa di Ricarda Huch (18641947)

relatore Renate Lunzer (Universität Wien) Udine. Sala conferenze Fondazione Crup, via Manin 15. Ore 17. Info: www.scuolasuperiore.uniud.it

▶ I fratelli Karamazov

a cura di Sergio Chiarotto Pordenone. Centro culturale Zanussi, via Concordia 7. Ore 18. Info: 0434 365387 pec@centroculturapordenone.it

▶ La scienza, strumento di sviluppo del Mediterraneo

conferenza internazionale Trieste. Palazzo dei Congressi, molo Bersaglieri 3. Info: www.medconf2011.org

VENERDÌ 01/04 Cl a ssic a rts

▶ Quartetto Auryn

violini, viola e violoncello. Musiche di Haydn, Ligeti, Beethoven Monfalcone (Go). Teatro Comunale, corso del Popolo 20. Ore 20.45. € 18-22 Info: 0481 790470 www.teatromonfalcone.it

▶ L’affarista

di H. de Balzac. Con Geppy Gleijeses e Marianella Bargilli Udine. Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4. Ore 20.45. € 20-30 Info: 0432 248418 www.teatroudine.it

▶ Aladin

di S. D’Orazio. Musical Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 20.30. € 27-40 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Rusteghi. I nemici della civiltà

tratto da C. Goldoni. Con Eugenio Allegri, Natalino Balasso e Jurij Ferrini Pordenone. Teatro Verdi, via Martelli 2. Ore 20.45. € 12-28 Info: 0434 247624 www.comunalegiuseppeverdi.it

▶ Arturo Brachetti

Ciak si gira! Trieste. PalaTrieste, via Flavia. Ore 21. € 30-40 Info: 899 325226 www.azalea.it Me e ting

▶ La scienza, strumento di sviluppo del Mediterraneo

conferenza internazionale Trieste. Palazzo dei Congressi, molo Bersaglieri 3. Info: www.medconf2011.org

SABATO 02/04 Cl a ssic a rts

69

E

▶ Il fu Mattia Pascal

di T. Russo. Con Katia Terlizzi Gorizia. Teatro Verdi, via Garibaldi 2a. Ore 20.45. € 15-24 Info: 0481 383327 www. comune.gorizia.it/teatro

▶ L’affarista

di H. de Balzac. Con Geppy Gleijeses e Marianella Bargilli Udine. Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4. Ore 20.45. € 20-30 Info: 0432 248418 www.teatroudine.it

▶ Singular Sensation

di Yasmeen Godder. Danza Udine. Teatro San Giorgio, borgo Grazzano. Ore 21. € 15 Info: 0432 504765 www. cssudine.it

▶ Aladin

di S. D’Orazio. Musical Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 16. € 27-40 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Rusteghi. I nemici della civiltà

tratto da C. Goldoni. Con Eugenio Allegri, Natalino Balasso e Jurij Ferrini Pordenone. Teatro Verdi, via Martelli 2. Ore 20.45. € 12-28 Info: 0434 247624 www.comunalegiuseppeverdi.it

▶ Arturo Brachetti

Ciak si gira! Trieste. PalaTrieste, via Flavia. Ore 21. € 30-40 Info: 899 325226 www.azalea.it Fo l k l o r e

▶ La femenute

tradizione e degustazioni Arta Terme (Ud). Località Rivalpo-Valle. Info: 380 4556397 Me e ting

▶ La scienza, strumento di sviluppo del Mediterraneo

conferenza internazionale Trieste. Palazzo dei Congressi, molo Bersaglieri 3. Info: www.medconf2011.org

DOMENICA 03/04 Cl a ssic ar ts

▶ Aladin

di S. D’Orazio. Musical Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 16. € 27-40 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Rusteghi. I nemici della civiltà

tratto da C. Goldoni. Con Eugenio Allegri, Natalino Balasso e Jurij Ferrini Pordenone. Teatro Verdi, via Martelli 2. Ore 16. € 12-28 Info: 0434 247624 www. comunalegiuseppeverdi.it l iv e mu s i c

▶ Elisa in concerto

Udine. Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4. Ore 21. € 30-60 info: 899 325226 www.azalea.it Me e ting

▶ La scienza, strumento di sviluppo del Mediterraneo

conferenza internazionale Trieste. Palazzo dei Congressi, molo Bersaglieri 3. Info: www.medconf2011.org Spo rt

▶ Memorial Alan Tantin

Campionato Triveneto Distesione su Panca Ronchi dei Legionari (Go). Palestra delle scuole elementari. Ore 10. Info: 349 0896587


| marzo-aprile A70 P R I 2011 L |E

▶ Nordik walking

camminata con le ciaspole sulla neve Sauris (Ud). Ore 10. € 30 Info: 0433 86221 www.albergodiffusosauris.com

LUNEDÌ 04/04 li ve m usi c

▶ Elisa in concerto

Udine. Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4. Ore 21. € 30-60 info: 899 325226 www.azalea.it M eeti ng

▶ Amministrazione di Sostegno: non siamo soli

con l’avvocato E. Feresin Gorizia. Centro Polivalente, via Baiamonti 22. Ore 17. Info: 348 2756271 lafarfalla.go@libero.it

MARTEDÌ 05/04 C lassi c ar ts

▶ Crociate

testo e regia di G. Vacis. Con Valerio Binasco Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45, Sala Bartoli. Ore 21. € 25 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

Concordia 7. Ore 18. Info: 0434 365387 pec@centroculturapordenone.it

VENERDÌ 08/04 C lassi c ar ts

▶ Salome

dramma dal poema omonimo di O. Wilde. Musiche di Struss Udine. Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4. Ore 20.45. € 34-60 Info: 0432 248418 www.teatroudine.it

▶ Il vecchio e il cielo

di C. Lievi. Con Gigi Angelillo e Ludovica Modugno Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 20.30. € 16-29 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Crociate

testo e regia di G. Vacis. Con Valerio Binasco Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45, Sala Bartoli. Ore 21. € 25 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Buonanotte mamma

▶ Aladin - il musical

di M. Norman. Con Ariella Reggio e Marcela Serli F E B Trieste. Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 20.30. € 24-26 Info: 040 948471 www.contrada.it

▶ Tanti saluti

di e con Piergiorgio Odifreddi Pordenone. Teatro Verdi, via Martelli 2. Ore 20.45. € 18 Info: 0434 247624 www. comunalegiuseppeverdi.it

testo e liriche di Stefano D’Orazio Latisana (Ud). Teatro Odeon, via Vendramin. Ore 20.45. € 15-20 Info: 0431 59288 www.ertfvg.it di Giuliana Musso. Teatro clownesco Tavagnacco (Ud). Teatro Bon, Colugna. Ore 20.45. € 15 Info: 800 402088 www. ertfvg.it

MERCOLEDÌ 06/04 C lassi c ar ts

▶ Il vecchio e il cielo

di C. Lievi. Con Gigi Angelillo e Ludovica Modugno Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 20.30. € 16-29 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Crociate

testo e regia di G. Vacis. Con Valerio Binasco Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45, Sala Bartoli. Ore 21. € 25 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

GIOVEDÌ 07/04

▶ La musica dei numeri

▶ Niente progetti per il futuro

di F. Brandi. Con Giobbe Covatta ed Enzo Iachetti Cordenons (Pn). Auditorium Moro, via Traversagna 4. Ore 21. € 20 Info: 0434 932725 www.ertfvg.it L i ve m usi c

▶ Le Orme in concerto

con special guests Trieste. Teatro Miela, piazza Duca degli Abruzzi 3. Ore 21. Info: www.musicalibera.it M eeti ng

▶ Giovani tra tradizione e modernità

relaotore Gian Paolo Gri, antropologo e studioso della cultura friulana Artegna (Ud). Teatro Lavaroni, piazza Marnico. Ore 20.30. Info: 0432 977105

C lassi c ar ts

▶ Il vecchio e il cielo

di C. Lievi. Con Gigi Angelillo e Ludovica Modugno Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 20.30. € 16-29 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Crociate

testo e regia di G. Vacis. Con Valerio Binasco Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45, Sala Bartoli. Ore 21. € 25 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com M eeti ng

▶ Risorgimento italiano e Risorgimento balcanico

relatore Francesco Guida (Università di Roma 3) Udine. Sala conferenze Fondazione Crup, via Manin 15. Ore 17. Info: www.scuolasuperiore.uniud.it

▶ La coscienza di Zeno

a cura di Sergio Chiarotto Pordenone. Centro culturale Zanussi, via

SABATO 09/04 C lassi c ar ts

▶ Donka. Una lettera a Checkov

di D. Finzi Pasca. Con Rolando Tarquini Gorizia. Teatro Verdi, via Garibaldi 2a. Ore 20.45. € 20-29 Info: 0481 383327 www.comune.gorizia.it/teatro

▶ Domini public

di Roger Bernat. Con il coinvolgimento del pubblico Udine. Piazza Libertà. Ore 19. € 15 Info: 0432 504765 www.cssudine.it

▶ Il vecchio e il cielo

di C. Lievi. Con Gigi Angelillo e Ludovica Modugno Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 20.30. € 16-29 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Crociate

testo e regia di G. Vacis. Con Valerio Binasco Trieste. Politeama Rossetti, viale XX

B

R


A|

P

R

Settembre 45, Sala Bartoli. Ore 21. € 25 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Buonanotte mamma

di M. Norman. Con Ariella Reggio e Marcela Serli Trieste. Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 20.30. € 24-26 Info: 040 948471 www.contrada.it

▶ Niente progetti per il futuro

di F. Brandi. Con Giobbe Covatta ed Enzo Iachetti Tolmezzo (Ud). Auditorium Candoni, via XXV Aprile. Ore 20.45. € 16 Info: 0433 41659 www.ertfvg.it

DOMENICA 10/04 Cl a ssic a rts

▶ La Petite Bande

Sigiswald Kuijken direttore. Musiche di Bach Udine. Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4. Ore 20.45. € 18-30 Info: 0432 248418 www.teatroudine.it

A

I

I

marzo-aprile 2011

O ▶ Il vecchio e il cielo

di C. Lievi. Con Gigi Angelillo e Ludovica Modugno Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 16. € 16-29 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Crociate

L | 71 E

Ore 17.30. Info: 040 6754072 museoschmidl@comune.trieste.it

MARTEDÌ 12/04 Cl a ssic ar ts

▶ Orchestra del ‘700 / Cappella Amsterdam

dirige Frans Brüggen. Musiche di Bach Monfalcone (Go). Teatro Comunale, corso del Popolo 20. Ore 20.45. € 18-22 Info: 0481 790470 www.teatromonfalcone.it

▶ Cerimonia

di L. Gleijeses. Con Anna Redi e Manolo Muoio Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45, Sala Bartoli. Ore 21. € 25 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Buonanotte mamma

di M. Norman. Con Ariella Reggio e Marcela Serli Trieste. Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 16.30. € 24-26 Info: 040 948471 www.contrada.it

MERCOLEDÌ 13/04 Ba mb ini

▶ L’ora del racconto

letture per bambini e ragazzi Buttrio (Ud). Biblioteca comunale, via Lungoroggia Ore 16.30. Info: www.comune.buttrio.ud.it Cl a ssic ar ts

testo e regia di G. Vacis. Con Valerio Binasco Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45, Sala Bartoli. Ore 17. € 25 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Pieri da Brazzaville

▶ Buonanotte mamma

▶ Chess

di M. Norman. Con Ariella Reggio e Marcela Serli Trieste. Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 16.30. € 24-26 Info: 040 948471 www.contrada.it

▶ Niente progetti per il futuro

di F. Brandi. Con Giobbe Covatta ed Enzo Iachetti Palmanova (Ud). Teatro Modena, via Dante 16. Ore 20.45. € 20-25 Info: 0432 924148 www.ertfvg.it Spo rt

▶ Nordik walking

camminata con le ciaspole sulla neve Sauris (Ud). Ore 9.30. € 30 Info: 0433 86221 www.albergodiffusosauris.com

LUNEDÌ 11/04 Cl a ssic a rts

▶ Hello Dolly!

di M. Stewart e J. Herman Cormons (Go). Teatro Comunale, via Sauro 17. Ore 21. Info: 0481 630057 www.artistiassociatigorizia.it

▶ Niente progetti per il futuro

di F. Brandi. Con Giobbe Covatta ed Enzo Iachetti Casarsa della Delizia (Pn). Teatro Pasolini, via Piazza. Ore 20.45. € 15 Info: 0434 873946 www.ertfvg.it Me e ting

▶ Dal legno allo strumento: la costruzione del mandolino napoletano

conversazione con diapositive a cura del liutaio Gabriele Pandini Trieste. Palazzo Gopcevich, via Rossini 4.

teatro in friulano Udine. Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4. Ore 20.45. € 20-30 Info: 0432 248418 www.teatroudine.it musical Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 20.30. € 38-55 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Cerimonia

di L. Gleijeses. Con Anna Redi e Manolo Muoio Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45, Sala Bartoli. Ore 21. € 25 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Buonanotte mamma

di M. Norman. Con Ariella Reggio e Marcela Serli Trieste. Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 20.30. € 24-26 Info: 040 948471 www.contrada.it

▶ Pasquale Iannone

pianoforte. Musiche di Liszt e Beethoven Sacile (Pn). Fazioli Concert Hall, via Ronche 47. Ore 20.45. € 20-35 Info: 0434 72576 www.fazioliconcerthall.com Me e ting

▶ Le voci dell’inchiesta

festival dei media Pordenone. Cinemazero, piazza Maestri del Lavoro 3. Info: 0434 520404 www.cinemazero.org

GIOVEDÌ 14/04 Cl a ssic ar ts

▶ François-Joel Thiollier

concerto per pianoforte. Con l’Orchestra Mitteleuropea Gorizia. Teatro Verdi, via Garibaldi 2a. Ore 20.45. € 15-24 Info: 0481 383327 www. comune.gorizia.it/teatro

▶ Pieri da Brazzaville teatro in friulano


A

P

R

Udine. Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4. Ore 20.45. € 20-30 Info: 0432 248418 www.teatroudine.it

▶ Chess

musical Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 16 e 20.30. € 38-55 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Cerimonia

di L. Gleijeses. Con Anna Redi e Manolo Muoio Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45, Sala Bartoli. Ore 21. € 25 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Buonanotte mamma

di M. Norman. Con Ariella Reggio e Marcela Serli Trieste. Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 20.30. € 24-26 Info: 040 948471 www.contrada.it

▶ Tango Suite

con i Virtuosi Italiani. Musiche di Piazzolla Pordenone. Teatro Verdi, via Martelli 2. Ore 20.45. € 15-28 Info: 0434 247624 www.comunalegiuseppeverdi.it M eeti ng

▶ Sulla strada

fra esistenzialismo e zen Pordenone. Centro culturale Zanussi, via Concordia 7. Ore 18. Info: 0434 365387 pec@centroculturapordenone.it

▶ Le voci dell’inchiesta

festival dei media Pordenone. Cinemazero, piazza Maestri del Lavoro 3. Info: 0434 520404 www.cinemazero.org

VENERDÌ 15/04 C lassi c ar ts

▶ Pieri da Brazzaville

teatro in friulano Udine. Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4. Ore 20.45. € 20-30 Info: 0432 248418 www.teatroudine.it

I

L

▶ The Australian Pink Floyd Show

The dark side of the moon Pordenone. Palasport Forum. Ore 21. € 20-35 Info: 899 325226 www.azalea.it M eeti ng

▶ Un hidalgo per Marius Petipa

incontro con Silvia Poletti, critico di danza Pordenone. Teatro Verdi, via Martelli 2. Ore 18. Info: 0434 247624 www.comunalegiuseppeverdi.it

▶ Le voci dell’inchiesta

festival dei media Pordenone. Cinemazero, piazza Maestri del Lavoro 3. Info: 0434 520404 www.cinemazero.org

SABATO 16/04 C lassi c ar ts

▶ Pieri da Brazzaville

teatro in friulano Udine. Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4. Ore 20.45. € 20-30 Info: 0432 248418 www.teatroudine.it

▶ Chess

musical Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 16 e 20.30. € 38-55 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Cerimonia

di L. Gleijeses. Con Anna Redi e Manolo Muoio Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45, Sala Bartoli. Ore 21. € 25 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Buonanotte mamma

di M. Norman. Con Ariella Reggio e Marcela Serli Trieste. Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 20.30. € 24-26 Info: 040 948471 www.contrada.it

▶ L’altro me

di e con Alessandro Mistichelli Tolmezzo (Ud). Auditorium Candoni, via XXV Aprile. Ore 20.45. € 16 Info: 0433 41659 www.ertfvg.it

▶ Chess

musical Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45 Ore 20.30. € 38-55 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Cerimonia

di L. Gleijeses. Con Anna Redi e Manolo Muoio Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45, Sala Bartoli. Ore 21. € 25 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Buonanotte mamma

di M. Norman. Con Ariella Reggio e Marcela Serli Trieste. Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 20.30. € 24-26 Info: 040 948471 www.contrada.it

▶ François-Joël Thiollier

pianoforte. Musiche di Ravel. Con l’Orchestra Mitteleuropea Pagnacco (Ud). Auditorium Ore 20.45. € 18 Info: 0432 543049 http://fondazionebon.com L i ve m usi c

▶ Caparezza

Il sogno eretico Udine. Palasport Carnera Ore 21.30. € 15 Info: 899 325226 www.azalea.it

72

|

settembre-ottobre 2007

| L’INFORMAFREEMAGAZINE

E

M eeti ng

▶ Le voci dell’inchiesta

festival dei media Pordenone. Cinemazero, piazza Maestri del Lavoro 3. Info: 0434 520404 www.cinemazero.org

DOMENICA 17/04 C lassi c ar ts

▶ Chess

musical Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 16. € 38-55 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Cerimonia

di L. Gleijeses. Con Anna Redi e Manolo Muoio Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45, Sala Bartoli. Ore 17. € 25 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Buonanotte mamma

di M. Norman. Con Ariella Reggio e Marcela Serli Trieste. Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 16.30. € 24-26 Info: 040 948471 www.contrada.it

▶ Alice nel Paese delle Meraviglie il musical


A

P

R

Pordenone. Teatro Verdi, via Martelli 2. Ore 19.30. € 16-30 Info: 899 325226 www.azalea.it

▶ Festival dell’(In)utilità Part Three

con Eugène Ionesco Trieste. Teatro Miela, piazza Duca degli Abruzzi 3. Ore 17. Info: 333 1569663 www.musicalibera.it Me e ting

▶ Il matrimonio tra laicità e religiosità

a cura di Renato De Zan biblista Pordenone. Centro culturale Zanussi, via Concordia 7. Ore 9.30. Info: 0434 365387 pec@centroculturapordenone.it

▶ Le voci dell’inchiesta

festival dei media Pordenone. Cinemazero, piazza Maestri del Lavoro 3. Info: 0434 520404 www.cinemazero.org

I

L

E

di E. De Filippo. Con Rocco Papaleo Monfalcone (Go). Teatro Comunale, corso del Popolo 20. Ore 20.45. € 18-22 Info: 0481 790470 www.teatromonfalcone.it

▶ Oblivion Show

con gli Oblivion Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 20.30. € 14-26 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ È bello vivere liberi

di e con Marta Cuscunà Pordenone. Teatro Verdi, via Martelli 2. Ore 20.45. 14 Info: 0434 247624 www.comunalegiuseppeverdi.it

GIOVEDÌ 21/04 Cl a ssic ar ts

▶ Francesca da Rimini

tragedia in quattro atti. Lirica Trieste. Teatro Verdi, riva Tre Novembre. Ore 20.30. € 21-66 Info: 800 090373 www.teatroverdi-trieste.com

Spo rt

▶ Vespa Città di Udine

raduno nazionale dei vespisti Udine (Ud). Ore 10.30. Info: 347 3672706 www.vespaclubudine.com

▶ Regata regionale

canottaggio San Giorgio di Nogaro (Ud). Fiume Ausa Corno. Ore 10. Info: 040 89908224 www.canottaggio-fvg.org

MARTEDÌ 19/04 Cl a ssic a rts

▶ Eduardo: più unico che raro!

di E. De Filippo. Con Rocco Papaleo Monfalcone (Go). Teatro Comunale, corso del Popolo 20. Ore 20.45. € 18-22 Info: 0481 790470 www.teatromonfalcone.it

▶ Coppélia

danza. Con il Ballet Victor Ullate Comunidad de Madrid Udine. Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4. Ore 20.45. € 25-45 Info: 0432 248418 www.teatroudine.it

▶ Oblivion Show

con gli Oblivion Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 20.30. € 14-26 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Francesca da Rimini

tragedia in quattro atti. Lirica Trieste. Teatro Verdi, riva Tre Novembre. Ore 20.30. € 25-118 Info: 800 090373 www.teatroverdi-trieste.com

▶ È bello vivere liberi

di e con Marta Cuscunà Pordenone. Teatro Verdi, via Martelli 2. Ore 20.45. € 14 Info: 0434 247624 www. comunalegiuseppeverdi.it Me e ting

▶ Rinascita cinematografica, genealogie politiche e Risorgimenti: il caso di ‘1860’

relatore Francesco Pitassio (Università di Udine) Udine. Sala conferenze Fondazione Crup, via Manin 15. Ore 17. Info: www.scuolasuperiore.uniud.it

MERCOLEDÌ 20/04 Cl a ssic a rts

▶ Eduardo: più unico che raro!

Liv e mu s i c

▶ Nek

The Quartet Experience Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 21. € 23-40 Info: 899 325226 www.azalea.it

VENERDÌ 22/04 Ba mb ini

▶ L’ora del racconto

letture per bambini e ragazzi Buttrio (Ud). Biblioteca comunale, via Lungoroggia. Ore 16.30. Info: www.comune.buttrio.ud.it Cl a ssic ar ts

▶ Francesca da Rimini

tragedia in quattro atti. Lirica Trieste. Teatro Verdi, riva Tre Novembre. Ore 16. € 21-66 Info: 800 090373 www. teatroverdi-trieste.com l iv e mu s i c

▶ Elisa

Ivy Tour Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 21. € 25-63 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com Fo l k l o r e

▶ Croce del Venerdì Santo

accensione del fuoco Chiusaforte (Ud). Località Raccolana. Ore 19. Info: 347 8869253

▶ Sacra rappresentazione del Venerdi Santo rievocazione Erto e Casso (Pn). Località Erto. Ore 20. Info: 0427 879001 www.erto.it

▶ Via Crucis vivente

rievocazione Lauco (Ud). Località Vinaio. Ore 21. Info: 338 6862858 Spo rt

▶ Memorial Gallini

torneo di calcio internazionale under 15 Pordenone. Info:0434 318598 www. memorial-gallini.com.

▶ Memorial Cornacchia

torneo internazionale di pallavolo Pordenone. Info: 0434 590545 www. memorial-cornacchia.com. L’INFORMAFREEMAGAZINE

|

settembre-ottobre 2007

|

73


A

P

R

SABATO 23/04 Sp or t

▶ Memorial Gallini

torneo di calcio internazionale under 15 Pordenone. Info: 0434 318598 www. memorial-gallini.com.

▶ Memorial Cornacchia

torneo internazionale di pallavolo Pordenone. Info: 0434 590545 www. memorial-cornacchia.com.

DOMENICA 24/04 Sport

▶ Memorial Gallini

torneo di calcio internazionale under 15 Pordenone. Info: 0434 318598 www. memorial-gallini.com.

▶ Memorial Cornacchia

torneo internazionale di pallavolo Pordenone. Info: 0434 590545 www. memorial-cornacchia.com.

LUNEDÌ 25/04

tragedia in quattro atti. Lirica Trieste. Teatro Verdi, riva Tre Novembre. Ore 20.30. € 21-66 Info: 800 090373 www.teatroverdi-trieste.com

▶ Markus Schirmer / Linus Roth / Danjulo Ishizaka

pianoforte, violino, violoncello. Musiche di Schubert Sacile (Pn). Fazioli Concert Hall, via Ronche 47. Ore 20.45. € 20-35 Info: 0434 72576 www.fazioliconcerthall.com

GIOVEDÌ 28/04 Classic arts

▶ Ben Hur

di G. Clementi. Con Paolo Triestino, Nicola Pistoia, Elisabetta De Vito Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 16 e 20.30. € 16-29 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Don Chisciotte

▶ Festa di San Giuseppe Artigiano

▶ Pasquetta a Flagogna

scampagnata nei campi Forgaria nel Friuli (Ud). Località Flagogna. Ore 11. Info: 333 6477281

▶ Festeggiamenti di San Marco

musica e sport Gemona del Friuli (Ud). Località Campolessi. Info: 0432 981441 Sport

▶ Nordik walking

camminata con le ciaspole sulla neve Sauris (Ud). Sentieri. Ore 9.30. € 30 Info: 0433 86221 www.albergodiff usosauris.com

▶ Memorial Gallini

torneo di calcio internazionale under 15 Pordenone. Info: 0434 318598 www. memorial-gallini.com.

▶ Memorial Cornacchia

torneo internazionale di pallavolo Pordenone. Info: 0434 590545 www. memorial-cornacchia.com.

MARTEDÌ 26/04 Classic arts

▶ Francesca da Rimini

tragedia in quattro atti. Lirica Trieste. Teatro Verdi, riva Tre Novembre. Ore 20.30. € 21-66 Info: 800 090373 www.teatroverdi-trieste.com

▶ Francesca da Rimini

tragedia in quattro atti. Lirica Trieste. Teatro Verdi, riva Tre Novembre. Ore 20.30. € 21-66 Info: 800 090373 www.teatroverdi-trieste.com

MERCOLEDÌ 27/04 Classic arts

▶ Ben Hur

di G. Clementi. Con Paolo Triestino, Nicola Pistoia, Elisabetta De Vito Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 20.30. € 16-29 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

| L’INFORMAFREEMAGAZINE

▶ Francesca da Rimini

▶ Festa di San Marco

sport, degustazioni e rassegna scampanotadors Cervignano del Friuli (Ud). Località Scodovacca. Info: www.ricre.org

settembre-ottobre 2007

E

con il Balletto del Teatro Nazionale della Georgia Pordenone. Teatro Verdi, via Martelli 2. Ore 20.45. € 12-28 Info: 0434 247624 www.comunalegiuseppeverdi.it

musica, spettacoli e… frittata Pordenone. Parco San Valentino Tutto il giorno. Info: 0434 392914

|

L

▶ Festa di San Marco e fortajada

Folklore

74

I

Folklore

gare sportive, mostre, musica Gemona del Friuli (Ud). Località Campagnola. Info: 0432 981441 Meeting

▶ La civiltà del Risorgimento

relaotore Fulvio Salimbeni (Università di Udine) Udine. Sala conferenze Fondazione Crup, via Manin 15. Ore 17. Info: www. scuolasuperiore.uniud.it

VENERDÌ 29/04 Classic arts

▶ Don Chisciotte

di Ruggero Cappuccio. Con Roberto Herlitzka e Lello Arena Cervignano del Friuli (Ud). Teatro Pasolini, piazza Indipendenza 34. Ore 21. € 15 Info: 0431 370273 teatropasolini@libero.it

▶ Ben Hur

di G. Clementi. Con Paolo Triestino, Nicola Pistoia, Elisabetta De Vito Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 20.30. € 16-29 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Francesca da Rimini

tragedia in quattro atti. Lirica Trieste. Teatro Verdi, riva Tre Novembre. Ore 18. € 21-66 Info: 800 090373 www.teatroverdi-trieste.com Folklore

▶ Festa di San Giuseppe Artigiano

gare sportive, mostre, musica Gemona del Friuli (Ud). Località Campagnola. Info: 0432 981441 Meeting

▶ Far East Film Festival

festival del cinema orientale Udine. Sedi diverse. Info: 0432 299545 www.fareastfilm.com

SABATO 30/04 Bambini

▶ L’ora del racconto

letture per bambini e ragazzi Buttrio (Ud). Biblioteca comunale, via


M

A G

G

I

O

Lungoroggia. Ore 10. Info: www.comune.buttrio.ud.it

Udine. Sedi diverse. Info: 0432 299545 www.fareastfilm.com

Classic arts

MARTEDÌ 03/05

▶ Ben Hur

di G. Clementi. Con Paolo Triestino, Nicola Pistoia, Elisabetta De Vito Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 20.30. € 16-29 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com

▶ Francesca da Rimini

tragedia in quattro atti. Lirica Trieste. Teatro Verdi, riva Tre Novembre. Ore 17. € 21-66 Info: 800 090373 www.teatroverdi-trieste. com Folklore

▶ Festa di San Giuseppe Artigiano

gare sportive, mostre, musica Gemona del Friuli (Ud). Località Campagnola. Info: 0432 981441 Meeting

▶ Far East Film Festival

festival del cinema orientale Udine. Sedi diverse. Info: 0432 299545 www.fareastfilm.com Sport

▶ Festa di Primavera

tornei sportivi giovanili Moggio Udinese (Ud). Campo Sciuz Ore 10. Info: 0433 51485

▶ 24 ore di basket

Cervignano del Friuli (Ud). Palasport, piazzale Lancieri d’Aosta. Ore 18. Info www.abcbasket.altervista.org

DOMENICA 01/05 Classic arts

▶ Ben Hur

di G. Clementi. Con Paolo Triestino, Nicola Pistoia, Elisabetta De Vito Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45 Ore 16. € 16-29 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.com Folklore

▶ Festa di San Giuseppe Artigiano

gare sportive, mostre, musica Gemona del Friuli (Ud). Località Campagnola nd. 0432 981441 Info:

Meeting

▶ Far East Film Festival festival del cinema orientale Udine (Ud). Sedi diverse nd. 0432 299545 www.fareastfilm.com Info:

MERCOLEDÌ 04/05 Meeting

▶ Far East Film Festival festival del cinema orientale Udine (Ud). Sedi diverse nd. 0432 299545 www.fareastfilm.com Info:

GIOVEDÌ 05/05 Bambini

▶ Scienza under 18 festival studentesco della scienza Gorizia. Biblioteca statale isontina, via Mameli 2. Info: 339 2514564 su18isontina@gmail.com Meeting

▶ Far East Film Festival festival del cinema orientale Udine (Ud). Sedi diverse. Info: 0432 299545 www.fareastfilm.com

VENERDÌ 06/05 Bambini

▶ Scienza under 18 festival studentesco della scienza Gorizia. Biblioteca statale isontina, via Mameli 2. Info: 339 2514564 su18isontina@gmail.com Folklore

▶ Celebrazioni a ricordo dei 35 anni del terremoto del 1976 mostre e convegni Moggio Udinese (Ud). Municipio. Info: 0433 51485 Meeting

Meeting

▶ Far East Film Festival

▶ Far East Film Festival

festival del cinema orientale Udine. Sedi diverse. Info: 0432 299545 www.fareastfilm.com

festival del cinema orientale Udine. Sedi diverse. Info: 0432 299545 www.fareastfilm.com

Sport

SABATO 07/05

▶ Cognòssi par Cognòssisi

marcialonga internazionale Buttrio (Ud). Area sportiva, via Cividale. Ore 9. Info: 0432 673311

▶ Festa di Primavera

tornei sportivi giovanili Moggio Udinese (Ud). Campo Sciuz. Ore 10. Info: 0433 51485

▶ 24 ore di basket

Bambini

▶ Scienza under 18 festival studentesco della scienza Gorizia. Biblioteca statale isontina, via Mameli 2. Info: 339 2514564 su18isontina@gmail.com Folklore

Cervignano del Friuli (Ud). Palasport, piazzale Lancieri d’Aosta. Ore 18. Info www.abcbasket.altervista.org

▶ Celebrazioni a ricordo dei 35 anni del terremoto del 1976

LUNEDÌ 02/05

mostre e convegni Moggio Udinese (Ud). Municipio. Info: 0433 51485

Meeting

▶ Anestesia e Parkinson: per non avere paura

relatore F.Popazzi, anestesista Gorizia. Centro Polivalente, via Baiamonti 22. Ore 17. Info: 348 2756271 lafarfalla.go@libero.it

Meeting

▶ Far East Film Festival festival del cinema orientale Udine. Sedi diverse. Info: 0432 299545 www.fareastfilm.com

▶ Far East Film Festival festival del cinema orientale

L’INFORMAFREEMAGAZINE

|

settembre-ottobre 2007

|

75


F U O R I

TREVISO

Fino al 5 marzo ▶ CARLO SCARPA E LA FORMA DELLE PAROLE Personale grafica. Treviso. Archivio di Stato, via Pietro di Dante 11. Info: 0422 545805 www.carloscarpa.it 5 marzo ▶ PASSATA É LA TEMPESTA? spettacolo con Enrico Bertolino Conegliano (Tv). Teatro Accademia. Ore 21. Info: 337 502010 www.lacittadellestelle.it 5-7 marzo ▶ ANTICA FIERA DI GODEGA Mostra Internazionale dell’asino. Godega di Sant’Urbano. Info: 0437 430160 www.godegafiere.it Fino al 6 marzo ▶ RIFLESSI VITALI Mostra di pittura di Loris Giotto. Oderzo. Piavon, Cà Lozzio. Info: 0422 752111 Fino al 9 marzo ▶ CALEIDOGRAFIE ALPINE Mostra di composizioni di Giandomenico Vincenzi. Treviso. Palazzo Scotti. Info: 0422 658313 www.comune.treviso.it 10 marzo ▶ PORSCHE LIVE Jazz. Treviso. Teatro Eden. Ore 20.45. Info: 0422 513300 www.teatrispa.it

R E G I O N E

11 marzo ▶ VENETO JAZZ WINTER Concerto. Quinto di Treviso. BHR Hotel, via Postumia Castellana. Ore 21.15. Info: 0422 3730 www.bhrtrevisohotel.it 12-13 marzo ▶ MOSTRA MERCATO DEL VIVAISMO Piante ornamentali. Loria. Info: 0423 471049 www.bessicafiera.it Fino al 13 marzo ▶ IL PITTORE E LA MODELLA. DA CANOVA A PICASSO Mostra pittorica. Treviso. Casa dei Carraresi, via Palestro 33. Info: 0422 513150 www.ilpittoreelamodella.it ▶ PRIMAVERA DEL PROSECCO Arte e degustazioni. Vidor. Info: 0423 987379 18-20 marzo ▶ SE NO I XE MATI, NO LI VOLEMO di Gino Rocca, regia di Giuseppe Emiliani. Teatro Treviso. Teatro Comunale. Info: 0422 513300 www.teatrispa.it 19 marzo – 3 aprile ▶ MOSTRA CARTIZZE E VALDOBBIADENE DOCG Degustazioni guidate, pranzi e cene a tema. Valdobbiadene. Info: 0423 976975 www.primaveradelprosecco.it 25 marzo ▶ LA GIOIOSA MUSA Concerto per violino e pianoforte con Laurentius Dinca e Igor Cagnolato. San Biagio di Callalta. Sala Artificio, via Claudia Augusta. Ore 20.30. Info: http:// turismo.provincia.treviso.it

GEOTERM

25 marzo – 6 aprile ▶ COLORI DELLA MARCA Mostra di pittura di Ivo Mazzariol, Sergio Michieletto, Flavio Socrate. Treviso. Chiostro di San Francesco. Info: 0422 658313 www.comune.treviso.it ▶ IMMAGINI, EMOZIONI...LUCI Mostra di pittura di Pietro Mattiazzi. Treviso. Palazzo Scotti. Info: 0422 658313 www.comune.treviso.it 26 marzo ▶ DALLA  DE GREGORI Concerto live Conegliano (Tv). Zoppas Arena. Ore 21.30. Info: 049 8644888 www.zedlive.com 27 marzo ▶ TREVISO MARATHON Percorso Vittorio Veneto – Treviso. Treviso. Info: 0438 413255 www.trevisomarathon.com 1-3 aprile ▶ DREAMS di e con Jiri Srnec. Treviso. Teatro Comunale. Info: 0422 513300 www.teatrispa.it 2-25 aprile ▶ MOSTRA DEL VALDOBBIADENE DOCG Degustazioni e vendita di prodotti locali, iniziative di carattere culturale e artistico Farra di Soligo. Località Col San Martino. Info: 0438 989107 www.primaveradelprosecco.it 8 aprile – 1 maggio ▶ MOSTRA DEL CONEGLIANO VALDOBBIADENE Promozione di vini del territorio con serate enogastronomiche a tema. Miane. Info: 340 7893526 www.primaveradelprosecco.it 9-10 aprile ▶ NON SOLO CAMPER Mostra mercato di autocaravan, accessori e...

Treviso. Zona dogana, viale della Serenissima. Info: 346 1097754 10 aprile ▶ ALESSANDRA AMOROSO Concerto live. Conegliano. Zoppas Arena. Ore 21.30. Info: 049 8644888 www.zedlive.com 16-25 aprile ▶ MOSTRA DEI VINI D’ANNATA Degustazione della vasta gamma di vini e spumanti di 30 produttori della Marca Trevigiana. Cordignano. Info: 328 1822353 www.primaveradelprosecco.it 16 aprile – 1 maggio ▶ MOSTRA DEL TORCHIATO DOC DI FREGONA Il Torchiato si ottiene dalla torchiatura delle uve passite per circa sei mesi. Fregona. Info: 333 8880193 www.primaveradelprosecco.it Fino al 17 aprile ▶ ATLANTE TREVIGIANO Mostra cartografica e iconografica. Treviso. Fondazione Benetton, via Cornarotta 7. Info: 0422 5121 19-20 aprile ▶ JOVANOTTI Doppio appuntamento live. Conegliano. Zoppas Arena. Ore 21.30. Info: 049 8644888 www.zedlive.com Fino al 24 aprile ▶ PER UNA SCULTURA VIVIBILE bozzetti, disegni, sculture di Toni Benetton. Treviso. Palazzo dei Trecento. Info: http:// turismo.provincia.treviso.it 30 aprile – 15 maggio ▶ MOSTRA PROSECCO DOC Degustazioni di vini locali abbinati alla gastronomia tipica. Refrontolo. Info: 0438 894294 www.primaveradelprosecco.it


F U O R I

VENEZIA

4-5 marzo ▶ TERRIBILMENTE DIVAGANTE con Teresa Mannino. Teatro Mestre. Teatro Toniolo. Ore 21. Info: 041 971666 www.teatrotoniolo.info 4 marzo – 8 maggio ▶ CIRCUITO GENETICO Mostra con installazioni di Michelangelo Penso. Venezia. Palazzo Fortuny. Info: 848 082000 www.museiciviciveneziani.it 5 marzo – 3 maggio ▶ IL BARBIERE DI SIVIGLIA Di Gioacchino Rossini. Opera. Venezia. Scuola Grande di San Giovanni Evangelista. Ore 20.30. Info: 041 4266559 Fino all’8 marzo ▶ CARNEVALE DI VENEZIA Ottocento: da Senso a Sissi, la città delle donne. Venezia. Centro. Info: www.carnevale. venezia.it 8 marzo ▶ IL DIALOGO IN LINGUE DIVERSE Lettura di testi in lingua accompagnati da una traduzione in italiano. Venezia. Casa di Carlo Goldoni. Ore 18. Info: casadelleparole@yahoo.it Fino al 10 marzo ▶ ESSENZE...IN LEGNO Mostra di sculture in legno realizzate da Paolo Stellon. Murano. Palazzo da Mula. Info: 041 2737625 Fino all’11 marzo ▶ ORIAGO FOTOGRAFIA

R E G I O N E

FESTIVAL Mostra fotografica di Alessandro Tegon. Mira. Biblioteca di Oriago. Info: www.bibliotechedimira.it 12-22 marzo ▶ ARTE LAGUNA Premio internazionale d’arte contemporanea. Venezia. Arsenale e Palazzo Correr. Info: 041 5937242 www.premioartelaguna.it 13 marzo – 28 aprile ▶ TOSCA Opera di Giacomo Puccini. Venezia. Scuola Grande di San Giovanni Evangelista. Ore 20.30. Info: 041 4266559 13 marzo – 26 giugno ▶ ENSEMBLE ANTONIO VIVALDI Musiche di Vivaldi, Schubert, Albinoni, Pachelbel. Venezia. Chiesa di San Giacometto. Ore 20.45. Info: 041 4266559 www.ensembleantoniovivaldi.com 16 marzo – 29 maggio ▶ L’UNIONE ALL’ITALIA 1859 1866 Documenti e immagini ripercorrono gli avvenimenti più significativi dell’annessione del Veneto al Regno d’Italia. Venezia. Museo Correr. Info: 848 082000 www.museiciviciveneziani.it Fino al 17 marzo ▶ RASSEGNA DI TRADIZIONE MUSICALE VENETA Orchestra da Camera di Venezia. Appuntamenti musicali Venezia. Ca’ Rezzonico. Info: 848 082000 www.museiciviciveneziani.it 18-27 marzo ▶ I VETRI DI MARIO ‘GRASSO’ TOSI DAL 1937 AL 1980 Mostra di oggetti realizzati dal maestro veneto. Murano. Palazzo da Mula. Info: 041 2737625 Fino al 20 marzo ▶ BOSCH A PALAZZO GRIMANI Dipinti del pittore più visionario della storia dell’arte: Hieronymus Bosch.

Venezia. Palazzo Grimani. Info: 199 500200 Fino al 27 marzo ▶ L’INCANTO DELL’ORO BIANCO. PORCELLANE DAL MUSEO MARTON Accurata selezione delle più preziose porcellane della collezione croata. Venezia. Fondazione Querini Stampalia. Info: 041 2711411 ufficiostampa@querinistampalia.org ▶ FLUENDO VERSO. SAVE THE POETRY Esposizione dell’opera di Marco Nereo Rotelli. Venezia. Galleria Internazionale d’Arte Moderna a Ca’ Pesaro. Info: 848 082000 www.museiciviciveneziani.it ▶ LUPUS IN FABULA. OPERE DI SONIA ROSS Grandi tele dedicate alla pittura nella sua più forte accezione. Venezia. Galleria Internazionale d’Arte Moderna a Ca’ Pesaro. Info: 041 42730892 www.museiciviciveneziani.it 28 marzo – 22 aprile ▶ ORIAGO FOTOGRAFIA FESTIVAL Mostra fotografica di Enzo Masella. Mira. Biblioteca di Oriago. Info: www.bibliotechedimira.it 30 marzo ▶ CODEX BURANUS E DINTORNI Performance dal vivo della Polifonica Benedetto Marcello diretta dal Maestro Alessandro Toffolo. Mestre. Libreria Feltrinelli del Centro Barche. Ore 18. Info: 041 5350758 info@amicidellamusicadimestre.it 7-10 aprile ▶ SALONE NAUTICO INTERNAZIONALE DI VENEZIA Piccola - media nautica e grande nautica. Venezia. Arsenale. Info: www.festivaldelmare.com 8-9 aprile ▶ URGE di e con Alessandro Bergonzoni.

Mestre. Teatro Toniolo. Ore 21. Info: 041 971666 www.teatrotoniolo.info 8-17 aprile ▶ ALTER EGO Mostra fotografica dei soci del Foto Club Muranese “El Grandangolo”. Murano. Palazzo da Mula. Info: 041 2737630 www.fotoclubmurano.org 12 aprile ▶ IL DIALOGO IN LINGUE DIVERSE Lettura di testi in lingua accompagnati da una traduzione in italiano. Venezia. Casa di Carlo Goldoni. Ore 18. Info: casadelleparole@yahoo.it 16-17 aprile ▶ IL GOTICO MAIUSCOLO. DALLA FORMA AL GESTO Workshop artistici. Venezia. Biblioteca del Museo Correr. Info: 041 2700370 www.museiciviciveneziani.it 20-21 aprile ▶ NON C’È PIÙ IL FUTURO DI UNA VOLTA con Gaspare e Zuzzurro. Teatro. Mestre. Teatro Toniolo. Ore 21. Info: 041 971666 www.teatrotoniolo.info Fino al 25 aprile ▶ L’AVVENTURA DEL VETRO. UN MILLENNIO D’ARTE VENEZIANA La più ampia rassegna sul vetro. Venezia. Palazzo Correr. Info: 848 082000 www.museiciviciveneziani.it Fino al 30 aprile ▶ EMILIO VEDOVA 1961 & 1984 Esposizione di architettura. Venezia. Magazzino del Sale alle Zattere. Info: www.fondazionevedova.org Fino al 22 maggio ▶ LINO TAGLIAPIETRA Mostra monografica d’arte dedicata al maestro muranese. Venezia. Palazzo Franchetti. Info: www. istitutoveneto.it


O L T R E

CROAZIA

4-6 marzo ▶ SALSA LATINA ISTRIANA Evento musicale e danzante. Pola. Info: info@istria-pula.com 5-6 marzo ▶ CARNEVALE DI PINGUENTE Grande sfilata in maschera lungo le vie della città Pinguente. Info: info@istria-buzet.com 12-13 marzo ▶ OLEUM OLIVARUM Rassegna dell’olio di oliva. Crassiza. Info: +385 (0)52 773353 info@ istria-buje-buie.com 14 marzo

▶ TROFEO DI PARENZO Gara internazionale di ciclismo. Parenzo. Info: +385 52 624 242 bk.kamen. pazin@pu.t-com.hr 16-19 marzo ▶ PROMHOTEL Fiera internazionale di attrezzatura per il turismo e l’industria alberghiera. Parenzo. Palasport. Info: +385 (0)52 427427 info@promohotel.hr 17-20 marzo ▶ PRIMAVERA ISTRIANA Corsa ciclistica internazionale a tappe. Pisino. Info: +385 52 624 242 bk.kamen.pazin@pu.t-com.hr 17-27 marzo ▶ RIVIERA ISTRIANA

78

|

settembre-ottobre 2007

Torneo di tennis. Parenzo. Tennis Center. Info: +385 (0)52 465 000 26-27 marzo ▶ PRESENTAZIONE DELLE TRADIZIONI FOLKLORISTICHE ISTRIANE Musica tradizionale. Pinguente. Casa del Popolo. Info: www. istra.hr 27 marzo ▶ GUSTI E DELIZIE FASANESI Pietanze a base di grancevole, salsicce istriane con degustazioni d’olio d’oliva. Fasana. Info: +385 52 383 727 info@istriafazana.com 27 marzo – 30 aprile ▶ LE GIORNATE DELL’ASPARAGO Evento gastronomico nei ristoranti locali. Umago, Cittanova, Buie. Info: +385 (0)52 741363 info@istria-umag.com 8-10 aprile ▶ LA SAGRA DELLO SPUGNOLO Giorni internazionali dei funghi. Umago. Info: + 385 (0)91 522 533 0 marinoumag@gmail.com 9 aprile ▶ OKARINA FEST Sagra folkloristica tradizionale. Castelliere. Info: +385 (0)52 463 140 info@ tz-kastelirlabinci.hr 16-17 aprile ▶ PARENZO CITTÀ DEI FIORI Fiera vivaistica. Parenzo. Info: +385 (0)52 431003 usluga@usluga.hr 17 aprile ▶ VOGA TELEFERICA Competizione di barche. Rabac. Info: +385 (0)52 855560 info@istriarabac.com 18-24 aprile ▶ BOOKTIGA Fiera del libro usato. Parenzo. Piazza. Info: +385 (0)52 434196 gradska@knjiznicaporec.hr

| L’INFORMAFREEMAGAZINE

C O N F I N E 19-22 aprile ▶ INTERNATIONAL ENCOUNTER OF ACCORDIONISTS Concorso di solisti, gruppi da camera e orchestre. Pola. Info: +385 (0)52 543596 okud-istra@ pu.t-com.hr 22 aprile ▶ GIORNATE DELLA TERRA Festa per bambini. Fasana. Info: +385 52 383 727 info@istriafazana.com 22-25 aprile ▶ PASQUA A PARENZO Eventi folkloristici e religiosi. Parenzo. Info: +385 (0)52 451 293 info@ to-porec.com 23-25 aprile ▶ PASQUA A ROVIGNO Fiera cittadina. Rovigno. Info: +385 (0)52 811566 info@ istria-rovinj.com 24 aprile ▶ ISTRA TREK Festa del trekking. Pinguente. Info: info@istria-buzet.com 29 aprile – 1 maggio ▶ POPOLANA Un fine settimana all’insegna dello sport e dello svago per la popolazione locale ed i turisti. Rovigno. Info: +385 (0)91 900 8100 1-8 maggio

▶ COPPA DEL MONDO DI TIRO CON L’ARCO Parenzo. Info: +385 52 410 101 mail@plavalaguna.hr

CARINZIA 5 marzo

▶ SABATO DI CARNEVALE Grande sfilata in maschera. Villaco. Info: www.carinzia.at 8 marzo ▶ MARTEDÌ GRASSO Sfilata carnevalesca. Klagenfurt. Info: www.carinzia.at 13-19 marzo

▶ S’COOL, SKI & BOARD Sci e spettacolo, con acrobazie e gare. Nassfeld. Ski Arena. Info: www.schulskikurs.at 14 marzo ▶ NICE SURPRISE Festa sulla neve con gli apicoltori. Regali e dolci per tutti. Nassfeld. Info: www.nassfeld.at


O L T R E

C O N F I N E

2 aprile

SLOVENIA

▶ CARMEN NEBEL SHOW Tappa carinziana del prestigioso show in eurovisione. Klagenfurt. Arena. Ore 20. Info: www.oeticket.com 10 aprile

▶ FESTA DE CUBA Musica latina sulla neve. Nassfeld. Info: www.carinzia.at 29 aprile – 1 maggio

▶ FESTA SUL LAGO Tradizionale appuntamento di lancio della stagione estiva. Woerthersee. Info: www.woerthersee.at

3 marzo – 30 maggio ▶ GLI ANTICHI GRECI IN CROAZIA Mostra storica. Lubiana. Info: +386 (0)1 24 12 500 www. mestnimuzej.si 5-6 marzo ▶ COPPA DEL MONDO DI SCI Slalom gigante e speciale maschile. Kranjska Gora. Info: +386 4 5885 300 www.pokal-vitranc.com Fino all’8 marzo ▶ FESTEGGIAMENTI DI CARNEVALE Sfilate e feste in maschera. Ptuj. Info: +386 2 748 29 99 www.kurentovanje.net 17 marzo ▶ MASTERS OF DIRT Freestyle motocross show. Lubiana. Stožice Sports Park Arena. Info: www.zavod-tivoli.si 17-20 marzo

▶ COPPA DEL MONDO DI SALTO CON GLI SCI Evento sportivo internazionale. Planica. Info: +386 1 280 18 06 www. planica.info

Fino al 20 marzo ▶ OPEN DEPOTS Fiera del design, dell’architettura e della fotografia. Lubiana. Info: +386 (0)1 540 97 98 www. aml.si 19-21 marzo

▶ COPPA ALPINA DI BIATHLON Finale. Pokljuka. Info: +386 4 279 19 04 www. biathlon-pokljuka.com 23-27 marzo ▶ PEN BLED Incontro internazionale degli scrittori Bled. Info: +386 1 425 48 47 www.penslovenia-zdruzenje.si 23-28 marzo ▶ FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL DOCUMENTARIO In collaborazione con Amnesty International. Lubiana. Info: www.fdf.si 25-27 marzo ▶ COLLECTA Fiera internazionale del collezionismo. Lubiana. Info: http://en.collecta.si 31 marzo – 1 aprile ▶ VERTICE MONDIALE DEL LIBRO Il libro come portatore di sviluppo dell’umanità. Lubiana. Centro congressi. Info: +386 (0)1 241 71 22 www.cd-cc.si 4-22 aprile ▶ FABULA Festival letterario. Lubiana. Info: www.visitljubljana.si 8 aprile ▶ GILBERTO GIL Concerto live. Musica brasiliana Lubiana. Centro Congressi. Ore 20.45. Info: +386 (0)1 241 72 99 www.cd-cc.si

8-10 aprile

▶ TROFEO ALPE ADRIA Concorso internazionale di dressage. Ippica Sezana. Info: +386 5 739 15 80 www.lipica.org 10-14 aprile ▶ FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FILM ALPINO Quinta edizione. Lubiana. Info: +386 (0)1 241 72 99 www. cd-cc.si 20-25 aprile ▶ FIERA INTERNAZIONALE DELLE ORCHIDEE Evento vivaistico. Lubiana. Serra del Tivoli Park. Info: +386 (0)1 427 12 80 www.botanicni-vrt.si 23 aprile ▶ RADUNO INTERNAZIONALE DEI COLLEZIONISTI Incontro annuale. 36esima edizione. Lubiana. Info: +386 1 306 45 75 stic@visitljubljana. si 30 aprile – 1 maggio

▶ FESTIVAL DEI SALINAI Evento folklorico e gastronomico. Pirano. Info: +386 5 676 67 00 www. avditorij.si 2-8 maggio ▶ LA SETTIMANA DEL VINO CVIČKA Evento enogastronomico. Novo Mesto. Info: +386 7 39 39 263 www.zdvd.si


D I P E N D E N Z E

Drogati

di cibo

Un’alimentazione sbagliata può essere il primo passo verso la dipendenza da altre sostanze; sembra una esagerazione ma talvolta accade. Il rimedio? Una corretta ed efficace educazione preventiva. In Italia un bambino su quattro presenta problemi di obesità. Un dato allarmante che impone una seria riflessione sul fenomeno. Due precisazioni prima di dedicarci ad un’analisi approfondita: la fascia d’età presa in considerazione è quella dell’infanzia (0-10 anni), ed il concetto di obesità è inteso nel suo senso lato (comprendendo cioè sia le forme più lievi sia quelle più gravi).

Gli anni più delicati A parte rari casi, nessun bambino nasce obeso o con disturbi alimentari. Quasi sempre, invece, questi problemi si sviluppano nel corso del tempo a causa di una scorretta educazione alimentare e di una dieta squilibrata, con le famiglie a ricoprire un ruolo drammaticamente determinante. Far assumere ai propri figli cibi poco salutari e ricchi di conservanti o di grassi, alla lunga può condurre a situazioni molto delicate. Sebbene ancora distanti da quanto avviene negli Stati Uniti, dove l’obesità giovanile ha assunto i contorni di una tragedia nazionale, anche in Europa il trend sta pericolosamente seguendo le orme di quanto già avvenuto oltreoceano.

La questione sociale Un altro dato che emerge con limpidezza dall’analisi di queste situazioni rivela che, molto spesso, l’obesità è strettamente correlata allo stato socioeconomico delle famiglie. Esattamente come avviene per il tabagismo, anche l’assunzione di cibi poco salutari riguarda in particolare i nuclei familiari più poveri e meno istruiti. Senza dimenticare la scarsa propensione al movimento dei moderni stili di vita: dal limitato spazio concesso all’educazione fisica nelle scuole ad una mutata mentalità sociale. Mentre un tempo bambini e ragazzi trascorrevano i pomeriggi a giocare e a rincorrersi nei cortili, oggigiorno molte famiglie apprensive preferiscono saperli al sicuro nelle proprie camere, spesso davanti ad un computer e con una tavoletta di cioccolata in mano…

Il passaggio alla dipendenza Il cervello umano ha una propria struttura molto profonda che si occupa del piacere. In natura, il piacere fisi80

|

settembre-ottobre 2007

| L’INFORMAFREEMAGAZINE


co viene stimolato principalmente da due fattori: alimentare e sessuale. Nel tempo, per ragioni fisiologiche, il primo a svilupparsi è sempre quello legato al cibo. Tuttavia, se sovra-stimolata, nel corso degli anni la struttura cerebrale del piacere richiederà altre forme di stimolazione, con il rischio tutt’altro che celato di trovare soddisfacimento a questa esigenza solo concedendosi ad altre sostanze o situazioni d’abuso: alcol, droga, sesso, gioco d’azzardo… Si tratta di un processo lento e non inesorabile, che spesso inizia ad insediarsi nei bambini in giovanissima età ma che esplode nelle sue problematiche solo con l’adolescenza.

Parola d’ordine: prevenire Per evitare che queste situazioni possano verificarsi, è fondamentale che le famiglie e la scuola educhino i bambini ad un corretto rapporto con il cibo. Statistiche alla mano, la scuola è quella che sembra attuare, per ora, un percorso educativo più efficace. Dai dati che emergono, infatti, gli alunni che frequentano scuole a tempo pieno e che, quindi, mangiano quotidianamente alla mensa scolastica, risultano avere meno problemi dei coetanei che pranzano regolarmente tra le mura domestiche. La programmazione alimentare e la varietà dei cibi proposti presso gli istituti scolastici, infatti, nella maggioranza dei casi rispettano correttamente le esigenze caloriche dell’organismo.

Famiglie da… educare In questo contesto diviene fondamentale che quanto appreso a scuola dal punto di vista alimentare non venga vanificato a casa. Talvolta capita che, di fronte ad un figlio che si lamenta per aver dovuto mangiare verdura alla mensa scolastica, i genitori replichino fornendogli subito cibo ad alto contenuto calorico. Un errore da evitare assolutamente. Anche perché, come in tutti i campi, l’effetto copia risulta decisivo nell’educazione dei figli. Se un bambino vede i propri genitori mangiare sano, saprà adattarsi più facilmente a quello stile di vita. L’educazione alimentare delle famiglie diviene così il centro del discorso. Una questione non certo semplice ma che, paradossalmente, può essere risolta con un’alleanza tra la scuola e i giovani alunni, affinché siano proprio loro a trasmettere ai propri genitori gli insegnamenti alimentari imparati in classe. dott. Andrea Fiore Medico delle FarmacoTossicodipendenze, psichiatra FLICKR_FightObesity


127° Carnevale Monfalconese

PROGRAMMA Dal 11/02/11 al 13/03/2011 Presso i Ristoranti del Mandamento Monfalconese MAGNEMO FORA DE CASA Tradizionale ed imitatissima iniziativa gastronomica della Bisiacarìa in collaborazione con i ristoranti del mandamento che prevede, nel periodo carnevalesco, la proposta di una serie di menù a prezzo speciale Da sabato 26 febbraio, nelle edicole del Mandamento Monfalconese LA CANTADA Giovedì 3 e venerdì 4 marzo, ore 20.45, Teatro Comunale di Monfalcone “Quelli di…Ridendo…la Cantada” presentano “ROBA DE BISIACHI” Spettacolo comico dialettale in due tempi. Ideazione e regia: Gian Carlo Blasini. Testi di Quelli di Ridendo la Cantada. Prevendite presso la Pro Loco. Da giovedì 3 a domenica 6 marzo, Piazza della Repubblica, Monfalcone SAPORI D’ITALIA IN PIAZZA 20 stand con i prodotti tipici delle regioni italiane Da giovedì 3 a domenica 6 marzo, Piazza della Repubblica, Monfalcone CARNEVAL DEI PUTEI Intrattenimento e musica per i bambini Giovedì 3 marzo, Piazza della Repubblica, Monfalcone 7a CAMINADA MASCHERADA in collaborazione con le scuole dell’infanzia ed elementari della Città Lunedì 7 Marzo, parcheggio Via Boito (ex Hippodrome), Monfalcone HIPPODROME CIRCUS Cavalchina mascherata, musica e spettacolo con i migliori dj, premiazione delle migliori maschere

Martedì 8 marzo 127° CARNEVALE MONFALCONESE Ore 9.00 giro dei borghi del corteo degli sposi Ore 12.00 arrivo del corteo in Piazza della Repubblica CERIMONIA DEL GIURAMENTO DEL NOTAIO TOIO GRATARIOL E LETTURA DEL TESTAMENTO DE SIOR ANZOLETO Al termine, Cantada popolare accompagnata dalla Banda Civica Città di Monfalcone Ore 14.00 partenza della GRANDE SFILATA MASCHERATA con gruppi carri e bande provenienti anche da altre regioni e dall’estero Al termine, in Piazza della Repubblica, premiazioni dei vincitori e spettacoli d’intrattenimento Sarà disponibile il cd con le canzoni tradizionali della “Cantada del Carnevale Monfalconese”.

info: Tel/Fax 0481/411525; e-mail: info@monfalcone.info; Facebook: Pro Loco Monfalcone; web: www.monfalcone.info


AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI NÂş 5 â&#x20AC;&#x153;BASSA FRIULANAâ&#x20AC;?

IL PUNTO UNITARIO Dâ&#x20AC;&#x2122;ACCESSO SOCIOSANITARIO INTEGRATO Il Distretto Est dellâ&#x20AC;&#x2122;Ass n. 5 â&#x20AC;&#x153;Bassa Friulanaâ&#x20AC;? partecipa, quale rappresentante della Regione Friuli Venezia Giulia, al progetto nazionale â&#x20AC;&#x153;Individuazione ed implementazione di un sistema di accesso unitario alla rete dei servizi sociosanitari integrati della persona con disabilitĂ â&#x20AC;?. Al progetto aderiscono anche aziende sanitarie in rappresentanza delle Regioni Campania, Lazio, Toscana e Veneto. Il sistema unitario di accesso alla rete dei servizi sociali e sanitari, realizzato in collaborazione con lâ&#x20AC;&#x2122;Ambito Distrettuale 5.1 di Cervignano del Friuli, è denominato PUNTO UNICO DI ACCESSO (PUA). Esso rappresenta una nuova modalitĂ  organizzativa, basata sulla cosiddetta â&#x20AC;&#x153;presa in caricoâ&#x20AC;?, frutto del passaggio dal concetto del â&#x20AC;&#x153;curareâ&#x20AC;? a quello del â&#x20AC;&#x153;prendersi curaâ&#x20AC;? della persona nella complessitĂ  e globalitĂ  dei bisogni, con unâ&#x20AC;&#x2122;attenzione particolare anche alla famiglia e al contesto di riferimento. Il PUA garantisce quattro funzioni principali: 1. lâ&#x20AC;&#x2122;ACCOGLIENZA ďŹ nalizzata a contrastare il disorientamento del cittadino tramite visibilitĂ  dellâ&#x20AC;&#x2122;accesso e chiarezza della risposta assistenziale, ridurre lâ&#x20AC;&#x2122;asimmetria informativa tra il cittadino ed il sistema dei servizi, ridurre i tempi di attesa nei percorsi sanitari ed amministrativi e promuovere lâ&#x20AC;&#x2122;emersione della domanda reale di salute; 2. lâ&#x20AC;&#x2122;ACCESSO per facilitare lâ&#x20AC;&#x2122;incontro tra il cittadino con i suoi bisogni di salute e lâ&#x20AC;&#x2122;articolato sistema di offerta dei servizi; 3. lâ&#x20AC;&#x2122;ORIENTAMENTO E GESTIONE DELLA DOMANDA per promuovere il diritto dei cittadini ad accedere alla rete dei servizi sanitari e sociali secondo criteri equi e trasparenti; 4. la REGIA ďŹ nalizzata a migliorare lâ&#x20AC;&#x2122;integrazione sociosanitaria a livello sia gestionale sia professionale. Esso si conďŹ gura come modello funzionale diffuso, piuttosto che semplice servizio di contatto per il cittadino (funzione di sportello). Eâ&#x20AC;&#x2122; costituito dai nodi della rete dei servizi sanitari e sociali presenti sul territorio collegati ad un punto centrale (uno per lâ&#x20AC;&#x2122;area del cervignanese ed uno per lâ&#x20AC;&#x2122;area del palmarino) che svolge una funzione di regia operativa e back ofďŹ ce. I nodi della rete dei servizi sanitari e sociali presenti sul territorio sono: tHMJBNCVMBUPSJEFHMJJOGFSNJFSJEJDPNVOJUĂ&#x2039;  tHMJVGmDJEFMMFBTTJTUFOUJTPDJBMJDPNVOBMJ  tHMJBNCVMBUPSJEFJNFEJDJEJNFEJDJOBHFOFSBMFFQFEJBUSJEJMJCFSBTDFM ta I due punti centrali sono: tMBTFEF16"EJ$FSWJHOBOPEFM'SJVMJDP%JTUSFUUP4BOJUBSJP7JB5SJFTUF  75 â&#x20AC;&#x201C; 3° PIANO  UFMFGPOPFNBJMQVBDFSW!BTTTBOJUBGWHJU tMBTFEF16"EJ1BMNBOPWBDPJM%JTUSFUUP4BOJUBSJP7JB.PMJO   UFMFGPOPFNBJMQVBQBMN!BTTTBOJUBGWHJU I PUA centrali sono costituiti dallâ&#x20AC;&#x2122;infermiere coordinatore del servizio infermieristico domiciliare (SID), rispettivamente di Cervignano e di Palmanova, coadiuvati ciascuno da un infermiere per quota parte del suo orario di servizio, dallâ&#x20AC;&#x2122;assistente sociale dellâ&#x20AC;&#x2122;Ambito socio-sanitario 5.1 di Cervignano del Friuli e dal medico di distretto. La presenza costante dellâ&#x20AC;&#x2122;operatore dellâ&#x20AC;&#x2122;Ambito socio-sanitario rappresenta un valore aggiunto che assicura il collegamento sistematico ed integrato con i servizi sociali. I PUA di Cervignano e Palmanova sono il riferimento privilegiato per le dimissioni dallâ&#x20AC;&#x2122;ospedale dei pazienti residenti nel territorio di competenza, ed assicurano il collegamento e coordinamento dellâ&#x20AC;&#x2122;attivitĂ  dei professionisti delle cure primarie (medico di medicina generale, pediatra di libera scelta, assistente sociale, infermiere di comunitĂ  ed eventualmente ďŹ sioUFSBQJTUBFPBMUSJPQFSBUPSJEFMMBSFUFGPSNBMFEFMMFDVSF 

Come funziona Al PUA uno staff di operatori qualiďŹ cati ascolta e analizza i bisogni dellâ&#x20AC;&#x2122;utente e dei familiari, in particolare di persone anziane e con disabilitĂ , individua con loro il percorso terapeutico piĂš adatto e li accompagna in ogni fase. Gli operatori PUA, appositamente formati, garantiscono lâ&#x20AC;&#x2122;accoglienza EFHMJVUFOUJFPMBSBDDPMUBEFMMFTFHOBMB[JPOJQSPWFOJFOUJEBBMUSJTFSWJ[J  lâ&#x20AC;&#x2122;apertura di una cartella personale con informazioni minime, lâ&#x20AC;&#x2122;attivazione dei possibili interventi e lâ&#x20AC;&#x2122;individuazione del referente del percorso assistenziale. Nei casi in cui il problema risulta complesso interviene una ĂŠquipe multidisciplinare, UnitĂ  di Valutazione Distrettuale (UVD) o UnitĂ  Multidisciplinare di Progetto (UMP). $JBTDVOB67%6.1Ă&#x2019;DPNQPTUBEBVOOVDMFPCBTF GPSNBUPBTVBWPMUB da un medico di distretto, dallâ&#x20AC;&#x2122;infermiere di comunitĂ , dallâ&#x20AC;&#x2122;operatore sociale territorialmente competenti e dal medico di medicina generale (o pediatra di libera scelta) del paziente. Questi si avvalgono inoltre dellâ&#x20AC;&#x2122;apporto di altre professionalitĂ  ritenute di volta in volta necessarie. 5FSNJOBUBMBGBTFEJBOBMJTJ M67%6.1TDFHMJFSĂ&#x2039;JTFSWJ[JBQQSPQSJBUJ che decideranno il percorso terapeutico piĂš idoneo, stabilito nel dettaglio e concordato con lâ&#x20AC;&#x2122;assistito e con la famiglia. Questo verrĂ  poi comunicato a tutti i soggetti interessati della rete sociosanitaria, che provvederanno allâ&#x20AC;&#x2122;erogazione delle prestazioni previste. Uno degli obiettivi del progetto nazionale è la predisposizione di linee di indirizzo per la costituzione di un sistema informativo ďŹ nalizzato a rilevare i dati relativi alla fase di accesso e in grado i interfacciarsi con i sistemi informativi territoriali. A tal ďŹ ne è stata avviata la sperimentazione di una scheda di accesso, concordata a livello nazionale dal gruppo di progetto, per la costruzione di un fascicolo personale informatizzato del soggetto con disabilitĂ , che lo seguirĂ  nel suo percorso attraverso i servizi che saranno di volta in volta attivati in relazione ai suoi bisogni. Tale sperimentazione si concluderĂ  a marzo 2011. La nostra societĂ  è caratterizzata da una migliore aspettativa di vita, ma anche da un aumento delle â&#x20AC;&#x153;fragilitĂ â&#x20AC;? e delle patologie a lungo termine, da nuclei e reti familiari a centralitĂ  capovolta anzianiâ&#x20AC;&#x201C;giovani, da una crescita della solitudine dei â&#x20AC;&#x153;grandi anzianiâ&#x20AC;?, e ancora da cambiamenti della medicina e delle capacitĂ  tecnologiche che consentono una diversiďŹ cazione dei luoghi e delle modalitĂ  di cura. Un contesto dove i bisogni con cui dobbiamo misurarci sono sempre piĂš complessi. Negli anni, lâ&#x20AC;&#x2122;assistenza territoriale ha accumulato un vasto repertorio di soluzioni assistenziali possibili. Il Punto Unico di Accesso rappresenta una soluzione concreta ed operativa alla frammentazione e dispersione attuali delle risposte a bisogni assistenziali complessi. Il Distretto Est si è mosso in questa direzione avviando quindi un percorso impegnativo che dovrĂ  affrontare diversi problemi aperti come, ad esempio, la deďŹ nizione di protocolli assistenziali e la sempliďŹ cazione dei procedimenti amministrativi, una nuova gestione dellâ&#x20AC;&#x2122;informazione e degli strumenti informatici sociali e sanitari, una nuova corresponsabilitaâ&#x20AC;&#x2122; tra le diverse istituzioni, a partire da una programmazione condivisa e una modiďŹ cazione dellâ&#x20AC;&#x2122;organizzazione del lavoro, basata sullâ&#x20AC;&#x2122;integrazione. Tuttavia riteniamo che la strada maestra sia quella della chiara individuazione di un modello orientato allâ&#x20AC;&#x2122;unicitĂ  del contatto tra servizi sanitari e sociali e cittadino per la sua presa in carico, al di lĂ  dei luoghi nei quali si articolerĂ  la risposta e delle modalitĂ  attraverso le quali sarĂ  garantita, in concreto, la tutela dei suoi bisogni assistenziali. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito internet aziendale (www. ass5.sanita.fvg.it) al link PUA. Paola Menazzi, Luciano Pletti


SCOPERTE NUOVE GROTTE A TAIPANA Grazie alle ricerche degli speleologi del Centro Seppenhofer. Gli speleologi del Centro Ricerche Carsiche “C. Seppenhofer” di Gorizia hanno individuato, dopo attente ricerche, una nuova cavità situata nella valle dello Judrio. Non solo, ritornati in zona di Taipana hanno scoperto, nei pressi del paese di Platischis, una nuova cavità ad andamento verticale di notevole profondità che potrebbe risultare anche di grandi dimensioni: dai primi sondaggi l’ambiente sotterraneo sembra infatti rilevante. Il ritrovamento di questa ennesima cavità corona l’opera degli speleologi goriziani che da diversi anni stanno lavorando nella zona e che sono prossimi a pubblicare un libro dedicato proprio al territorio carsico compreso nel comune di Taipana. Agevolati dalla presenza in paese di una base logistica rappresentata dal rifugio speleologico, da loro stessi gestito, da diverso tempo gli speleologi goriziani stanno monitorando l’evolversi del fenomeno carsico nel Flysch locale. In particolare le ricerche si sono focalizzate nei dintorni del paese di Platischis e nella zona di Campo di Bonis dove ci sono alcuni inghiottitoi in continua evoluzione. Di questi, uno in modo particolare ha attirato l’attenzione degli speleologi visto che un breve corso d’acqua che precipita al suo interno durante l’ultimo anno ha assunto dimensioni sempre più grandi. La zona di Campo di Bonis si presenta come un campo scuola ideale a disposizione degli speleologi visto il gran numero di fenomeni carsici in esso presenti. Maurizio Tavagnutti

IL CARSO IN UNA CARTOLINA Concorso fotografico aperto a tutti. L’Associazione culturale GOtoECO presenta la prima edizione del concorso fotografico “una in.solita. cartolina dal Carso Goriziano”, con l’obiettivo di individuare luoghi e situazioni del Carso, particolarmente interessanti e in grado di raccontare una storia. Questo bando si inserisce all’interno delle attività promosse dall’associazione nell’ambito del più ampio programma “NaturalmenteGO”, finalizzato alla promozione e realizzazione di un sistema ecomuseale diffuso, da costituirsi sul territorio carsico della Provincia di Gorizia. L’obiettivo del concorso è quello di creare un catalogo fotografico dei luoghi del Carso, un itinerario che comprenda sguardi dei propri abitanti ma anche quelli del turista, dello studente, del pendolare per stimolare la sensibilità delle persone rispetto la progettazione dell’ecomuseo con approcci sia personali sia scientifici. Gli elaborati vincitori, i menzionati e altri ritenuti di particolare pregio, saranno esposti in una mostra nell’ambito della manifestazione NaturalmenteGo, saranno pubblicati sul sito dell’associazione e anche nella pubblicazione prevista che raccoglierà gli atti di NaturalmenteGO - verso un ecomuseo diffuso (Gorizia). Per partecipare al concorso c’è tempo fino a martedì 31 maggio. Per maggiori informazioni: GOtoECO - Associazione per la valorizzazione del territorio, via Leoni 60, Gorizia; info@gotoeco.it www.gotoeco.it


IL FONDO PER L’AUDIOVISIVO CRESCE E SI RINNOVA Aria di novità all’interno del Fondo per l’Audiovisivo del FVG: a partire dal nuovo anno, infatti, una modifica alla legge regionale sul cinema 21/2006 ne affida la gestione all’ Associazione Fondo per l’Audiovisivo del Friuli Venezia Giulia e non più alla Film Commission FVG. Un cambio formale che non modificherà quanto fatto nei primi quattro anni di attività – risale al 2007 la nascita del Fondo - ma solamente cercherà di migliorare e accrescere il sostegno, finanziario e non solo, alle imprese di produzione audiovisive locali. Saranno due, quindi, i Fondi regionali a sostegno della cinematografia in regione: la Film Commission con sede a Trieste che finanzia le produzioni a seconda delle settimane di ripresa sul territorio e il Fondo per l’Audiovisivo con sede a Udine che sostiene lo sviluppo delle imprese locali e la qualificazione delle relative risorse professionali. Il funzionamento del Fondo rimarrà sempre il medesimo: attraverso l’istituzione di più bandi nel corso dell’anno sarà possibile richiedere finanziamenti per la formazione, lo sviluppo di progetti e la distribuzione di prodotti audiovisivi destinati al mercato regionale, nazionale e internazionale; così come proseguiranno le numerose iniziative finalizzate alla promozione dei prodotti realizzati e alla nascita di nuove collaborazioni internazionali come il recente incontro di co-produzione When East Meets West svoltosi nell’ambito del Trieste Film Festival o Ties That Bind che avrà luogo in maggio all’interno della tredicesima edizione del Far East Film Festival. A cambiare saranno grafica, recapiti ma soprattutto il sito, che oltre a fornire tutte le indicazioni utili per partecipare ai bandi e richiedere così finanziamenti segnalerà tutte le ultime notizie relative al panorama audiovisivo regionale e non solo.

Per maggiori informazioni potete consultare il sito www.audiovisivofvg.it e scrivere a info@audiovisivofvg.it. Elisa Bordon

FERVONO I PREPARATIVI PER LA VISITA DEL PAPA Sabato 7 maggio Benedetto XVI giungerà ad Aquileia. Sabato 7 e domenica 8 maggio Papa Benedetto XVI visiterà il Triveneto, con due tappe fondamentali ad Aquileia e a Venezia. In particolare, il Pontefice giungerà in Friuli Venezia Giulia sabato 7 maggio, atterrando all’aeroporto di Ronchi dei Legionari. Da lì si trasferirà in automobile ad Aquileia: l’arrivo presso la città simbolo del primo cristianesimo europeo è previsto attorno alle ore 17. Rivolto un indirizzo di saluto ai fedeli in piazza Capitolo, entrerà in basilica per un discorso più lungo e ampio ai partecipanti al convegno ecclesiale “Aquileia 2”. Alle 18 partirà in elicottero per Venezia, dove il giorno successivo alle ore 10 celebrerà la messa nel parco mestrino di San Giuliano; seguirà, trasmessa in mondovisione, la recita del “Regina coeli”. Per tutte le informazioni sul programma della visita è possibile consultare il sito internet www.ilpapaanordest.it


OSTERIA LA PESA MENU FISSO € 11,00 - piatti tipici friulani - baccalà - trippe - tagliata di angus - spezzatino - scogliera - calamari ER TO P TUT RTO O ASP

MENU' DI PASQUA € 35 escluse bevande ANTIPASTI - Fagottino di asparagi - Polentina con salsiccia e ricotta affumicata - Fantasia di crostini

STUZZICHERIA

LA SERA DELLA FESTA DELLA DONNA PAELLA (preferibilmente su prenotazione)

PRIMI - Crespelle con asparagi - Gnocchi alla selvaggina SECONDI - Agnello croccante con patate al forno - Guanciale al cabernet con carote baby al burro

E IL MERCOLEDI' DELLE CENERI POLENTA E RENGA.

DOLCE PASQUALE, SORBETTO IL MENU' POTREBBE AVERE QUALCHE VARIAZIONE..... GRADITA PRENOTAZIONE

GRADISCA D’ISONZO VIA CARDUCCI 2 OSTERIALAPESA@HOTMAIL.IT TEL 347 4914143 APERTO 8-21 CHIUSO GIOVEDÌ POMERIGGIO (SI ACCETTANO COMUNQUE PRENOTAZIONI PER CENE)


COMUNE DI

CERVIGNANO del FRIULI Abitanti: 13.590 nati: 7, deceduti: 9, immigrati: 70, emigrati: 36, matrimoni 2 (dati Anagrafe dicembre 2010)

IL VESTITO DI CARNEVALE? IN AFFITTO Prosegue l’iniziativa benefica delle Ragazze Primavera. Anche quest’anno il gruppo Ragazze Primavera, in collaborazione con la Parrocchia S. Michele, cede in affitto agli interessati numerosi costumi di carnevale per bambini e adulti. Il ricavato verrà devoluto in beneficenza per sostenere le opere parrocchiali. Il gruppo RP sarà presente presso la sala parrocchiale “don Silvano”, affianco al duomo, giovedì 3 e venerdì 4 marzo dalle ore 15 alle 18, sabato 5 marzo con orario 10-12/14-18.

UN CUORE SENZA CONFINI Progetto di accoglienza dei bambini bielorussi. A partire dal 2008 a Cervignano del Friuli, con il sostegno del Comune - Assessorato alle politiche sociali e della Parrocchia S. Michele Arcangelo, è stato avviato un progetto di accoglienza rivolto ai bambini provenienti dalla Bielorussia per offrire loro una vacanza terapeutica. Il progetto è coordinato da un Comitato locale collegato all’Associazione Trentina Aiutiamoli a vivere (ONLUS) attiva dal 1992 con vari progetti di carattere umanitario. Il Comitato si occupa di reperire fondi per l’arrivo dei bambini e di coordinare ed assistere le famiglie che li ospitano.

Il progetto “Accoglienza: un cuore senza confini” mira ad alleviare e a curare le conseguenze delle radiazioni che, indirettamente, in seguito al disastro nucleare di Chernobyl, continuano ancora oggi a colpire la salute dei bambini bielorussi. Il cambiamento climatico, l’alimentazione diversificata e la possibilità di andare al mare influiscono positivamente sulla loro salute. Ciascun bambino di età compresa fra 7 e i 13 anni proveniente da famiglie abitanti in zone contaminate può essere ospitato per un mese, una volta all?anno, di norma per un massimo di tre anni. I bambini ospitati a Cervignano giungeranno accompagnati da un’ interprete e da un’ insegnante che li seguiranno nei momenti comunitari, organizzati dal Comitato, e nelle attività ricreative eventualmente previste durante le mattinate. Il progetto prosegue anche nel 2011 con il patrocinio del Comune, il supporto e la collaborazione della Parrocchia e soprattutto con le famiglie che continuano a ospitare a Cervignano i bambini bielorussi e con l’invito a tutte le altre famiglie che desiderano aderire e condividere il percorso di accoglienza. Per informazioni e adesioni contattare la Parrocchia San Michele Arcangelo: tel. 0431 32039. Per donazioni a sostegno del progetto “Accoglienza: un cuore senza confini” - Comitato di Cervignano: IT 04 R 07085 63730 0002 10013458

UNA PASQUETTA COL PATRONO Insolita coincidenza per la comunità di Scodovacca. Bizze del calendario. Quest’anno il la giornata del 25 aprile, festa di San Marco patrono della comunità di Scodovacca, coinciderà con il Lunedì dell’Angelo, ovvero il giorno di Pasquetta. Seguendo la tradizione, tuttavia, durante la giornata non mancheranno i momenti di festa: oltre alle celebrazioni solenni, infatti, è prevista l’esibizione degli Scampanotadors. Info: www.ricre.org


DIARIO AL FEMMINILE

DONNE SENZA CONFINI

Le storie e le esperienze di un gruppo di donne diventano una lettura scenica.

Presentato il programma di Sconfiniamoci, evento realizzato dall’associazione Aganis.

Tutto è partito dall’idea buttata lì da una di noi: “Perché non scriviamo un diario e ce lo inviamo via e-mail ogni giorno?”. Incredulità di qualcuna, sorrisetti da altre. Poi siamo partite. I primi giorni dagli avvii incerti, poi sempre con maggior frequenza, sino all’esigenza di scrivere ogni sera, ogni mattina. Puntualmente. Le arrabbiature, le sconfitte, le vittorie. Degli amori. Dei figli. Della morte. Del tempo. Man mano la scrittura si è raffinata, i termini si sono fatti più appropriati. Un appuntamento quotidiano che ci riempiva l’anima. Siamo partite così, dopo un corso di scrittura tenuto da Patrizia Rigoni cinque anni fa, presso l’Associazione “Da donna a Donna” di Ronchi dei Legionari. Il gruppo è cambiato, donne che lasciano, altre che entrano, senza problemi. E poi l’idea di trasformare il nostro diario da qualcosa di privato, intimo, a qualcosa di detto davanti agli altri. Ed improvvisa è giunta la possibilità di mettere in scena le nostre parole. Tutto qua, semplicemente. Semplicemente otto donne. Donne che pensano, che agiscono, che vivono. Che scrivono. le autrici del diario

Inizierà venerdì 11 marzo la manifestazione “Sconfiniamoci, storie di donne ieri e oggi” (arte, storia, incontri), organizzata, in occasione della Giornata Internazionale della Donna, dall’Associazione culturale AGANIS di Terzo di Aquileia, in collaborazione con l’Associazione culturale Anfora, con il patrocinio della Provincia di Udine e del Comune di Terzo di Aquileia. Ecco il programma: Venerdì 11 marzo - ore 17, Galleria Calligaris - Palazzo Vianelli, Municipio di Terzo di Aquileia presentazione degli eventi della manifestazione e inaugurazione della collettiva d’arte (la mostra resterà poi aperta anche nei giorni 12 e 13 marzo, orario 10-12/17-19). In esposizione opere di: Marisa Bidese, Daria Cerqueni, Cristina Lombardo, Orietta Masin, Ivana Monasso, Laura Pozzar - ore 18 in Sala Consiliare, concerto della Banda giovanile di Cervignano del Friuli diretta dal Maestro Daniele Travain. Al termine Aperitivo in rosa Sabato 12 marzo - ore 17 in Sala Consiliare - Palazzo Vianelli, presentazione del romanzo “L’onore di Roma, Agrippina Latens” (Goliardica Editrice) di Loredana Marano e Salvatore Conte. L’incontro sarà moderato dal caporedattore della rivista ìMagazine, Andrea Doncovio. Al termine Aperitivo in rosa Domenica 13 marzo - ore 17 in Sala Consiliare - Palazzo Vianelli, convegno dal titolo “Sconfiniamoci, storie di donne ieri e oggi” (Come eravamo? Cosa è cambiato? Dove stiamo andando?). Interverranno: Irina Lorenzutti e Adriana Miceu. Il convegno analizzerà la condizione della donna ieri e oggi (voci femminili vissute nel ‘900). La serata sarà allietata da canti tradizionali friulani eseguiti da: Claudio Donda, Mariucci Scuz e Renzo Buffin della Compagnia teatrale di Terzo di Aquileia. Saranno proiettate foto d’epoca. Seguirà dibattito.

▼ Le autrici di Diario al femminile.

La lettura scenica tratta da Diario al femminile sarà diretta da Luisa Vermiglio all’Auditorium di Ronchi dei Legionari in P.zza Unità, venerdì 11 marzo alle ore 20.


RITORNA LA 24 ORE DI BASKET Dal 30 aprile al 1 maggio la ventunesima edizione dell’evento. Dalle ore 18 di sabato 30 aprile alle ore 18 di domenica 1 maggio l’Associazione Basket Cervignano organizza la 21esima edizione della 24 Ore di Basket. La manifestazione, nata nel lontano 1990 da una magnifica intuizione dell’allora Presidente Piero Tesini, si propone come festa del basket, aperta a tutti, agonisti e non, che si contendono la virtuale vittoria attraverso 24 gare di un’ora ciascuna. Nell’arco delle 24 ore di gioco scenderanno sul parquet del Palazzetto dello Sport di Cervignano, 48 squadre di tutte le età (nella mattinata del 1° maggio ci sono i bambini del minibasket) e di ogni estrazione cestistica. Per ravvivare la notte l’organizzazione sta cercando organizzare degli eventi musicali; 24 ore di festa e divertimento per tutti che culmineranno, a fine manifestazione, con l’estrazione della lotteria della 24 Ore e con l’imperdibile pastasciutta dei Veterani Sportivi. Ivan Stabile (foto in basso) Direttore sportivo ABC Vi aspettiamo numerosi! Per informazioni ed iscrizioni potete contattre il Sig. Roberto Trombin: 348/3103734 (cellulare) – email: r.trombin@fil.ave.it ; abc. basketcervignano@tiscali.it Ulteriori informazioni sul Sito ABC www.abcbasket.altervista.org

LETTURA CONTINUA DELLA BIBBIA IN FRIULANO Sette giorni e sei notti: a Udine dal 3 al 9 aprile. L’ARLeF – Agjenzie Regjonâl pe lenghe furlane – congiuntamente con la Provincia e l’Arcidiocesi di Udine e con l’Associazione Culturale Glesie Furlane organizza il progetto della lettura integrale, continua e in friulano, del-

la Bibbia dalla Genesi all’Apocalisse, che si terrà presso la Chiesa della Purità di Udine da domenica 3 a sabato 9 aprile, per un totale di 140 ore circa (sette giorni e sei notti). L’iniziativa “Leture continue de Bibie par furlan - Lettura continua della Bibbia in Friulano”, vede anche l’adesione delle Province di Gorizia e di Pordenone, dell’Arcidiocesi di Gorizia e della Diocesi di Concordia-Pordenone. La lettura in lingua friulana è un omaggio anche alla tradizione della Chiesa di Aquileia e si tratta di un evento unico nel suo genere in quanto per la prima volta il Testo Sacro verrà letto integralmente in una lingua minoritaria. Info: 0432 229705

RITORNA SCUOLAVOLLEY Torneo per le terze medie di Cervignano, Aquileia e Fiumicello. Anche quest’anno la società Ausa Pav, in collaborazione con la scuola media di Cervignano e grazie al contributo della Credifriuli, organizzerà un torneo di pallavolo interscolastico fra le classi terze della direzione di Cervignano (Cervignano, Aquileia, Fiumicello). L’appuntamento è fissato per sabato 19 marzo presso il Palasport di Piazzale Lancieri d’Aosta. Ogni classe si dovrà organizzare come una società vera e propria con presidente, vice presidente, direttore sportivo, allenatore, addetto stampa. Le squadre dovranno essere formate da 12 giocatori con obbligo della presenza in campo di tre maschi e tre femmine e cambio ad ogni rotazione del giocatore che va in battuta. Non potranno esserci tre maschi in prima linea. Per ogni incontro dove sarà impegnata dovrà fornire un segnapunti. Tutti gli alunni non direttamente coinvolti faranno parte dei fan club delle rispettive classi ed organizzeranno il tifo. Regolamento: - Le dieci squadre saranno divise in due gironi da cinque nella fase eliminatoria e disputeranno un girone all’italiana con gare di sola andata - Le partite saranno di 1 set a 25 punti, con 1 punto di scarto - Tutti gli incontri varranno per la classifica finale. - Al termine delle due fasi le due classi meglio classificate dei rispettivi gironi si disputeranno la finalissima al meglio dei 2 set su 3. - A conclusione si svolgeranno le premiazioni.


Molti di voi avranno sentito parlare dell’inquinamento luminoso. Se ci fate caso, è quell’alone che vedete di sera guardando dai campi la città. L’alone crea molti danni ambientali. Si possono elencare: difficoltà o perdita di orientamento negli animali (uccelli migratori, tartarughe marine, falene notturne che non sono certo destinate a morire su di una lampada), alterazione del foto periodo in alcune piante, alterazione dei ritmi circadiani nelle piante, animali e uomo compreso (ad esempio la produzione della melatonina viene bloccata già con bassissimi livelli di luce). Anche se il paragone non propriamente coretto, è un po’ come lavorare a turno cambiando ogni tre quattro giorni gli orari. Si perde la cognizione di quando e giorno e di quando è notte o più banalmente non si sa che giorno è. Per gli animali e le piante questo sbandamento significa in alcuni casi anche non sopravvivere. Se pensiamo ad un tramonto o all’arcobaleno, alla nostra pelle che cambia colore al sole, agli occhi che modificano l’iride , al fat-

to che ci vediamo , alla fotosintesi delle piante, al perché vediamo i colori, al perché la luna piena illumina, al perché ci si riflette sull’acqua, al perché i contadini e i vecchi barbieri seguono e seguivano le lune ecc. non si pensa alla luce. Nessuno ringrazia la luce perché ci permette di vedere un sorriso o una lacrima, nessuno ringrazia la luce per la vita che crea e la vita che ci dona. Sembra un fatto dovuto illuminare. Il rovescio della medaglia è che la notte serve, il buio serve, serve alle piante, serve agli animali per nascondersi o cacciare serve a noi per dormire. Quattro miliardi di anni terrestri stravolti dalle luci umane in soli ottant’anni. Per capire quanto la luce sia un elemento composto non serve entrare nel merito di tecnicismi ma basta pensare ai colori , il loro comportamento è la chiave di lettura della luce ed è la chiave che ci farà capire quanto sprechiamo. La luce è ricca di colori e ne identifichiamo solo poco più di 250 confondendo le sfumature di fra mezzo. I colori nascono a causa della velocità della luce, se


la luce viaggia nello spazio o nel vuoto i colori hanno la stessa velocità tra loro, altra cosa se incontrano un ostacolo come l’aria, l’acqua o un oggetto. Nel momento che la luce attraversa, o colpisce qualsiasi cosa, i colori perdono velocità, uno arriva prima l’altro dopo. Il mare è blu perché il blu si ferma per ultimo nella corsa verso il fondale. Vista dallo spazio la terra è blu. La luce nel nostro pianeta si comporta come se frenasse rallentata da ogni cosa. Per questo se si va sott’acqua man mano che scendiamo perdiamo la percezione di un colore alla volta fino a trovarci nel buio. Di notte se usassimo una lampadina portatile per illuminare a pochi centimetri una scritta leggeremo con facilità ma se con la stessa lampadina illuminassimo un cartello ad un chilometro neanche lo vedremmo. Questa banale considerazione nasconde uno dei maggiori sprechi dal punto di vista energetico. Per illuminare un piazzale si possono scegliere più alternative con risultati pratici identici, ad esempio si può usare un palo altissimo con grandi lampade che illuminano tutto o tanti pali bassi che distribuiscono la luce. Tra le due soluzioni il palo altissimo inquina di più e consuma nettamente di più a parità di tecnologia. Due esempi tecnici sono presenti a San Giorgio di Nogaro. L’amministrazione comunale ha sposato questa filosofia di trasformazione tecnologica mirata della piazza del municipio, ottenendo un ottimo risultato d’illuminamento e notevoli ritorni economici. Le lampade installate non hanno alterato gli impianti esistenti, rendendo correttamente visibile la piazza senza sprechi energetici o alterazioni dei colori. La luce a pavimento è quasi raddoppiata, sono state ridotte le emissioni dove non erano necessarie portando beneficio delle costruzioni private non più disturbate dai lampioni. Con la normale tecnologia l’amministrazione comuna-

le consumava 4550W/h, contro i 983 W/h consumati dal materiale studiato per la piazza, pari ad un 78.4% di risparmio. La piazza nei prossimi dodici anni non immetterà in ambiente 78 lampade al mercurio esauste. Non si eseguiranno 78 interventi medi con mezzi elevatori di sostituzione lampade, 78.4% di CO2 , di anidride solforosa , di ossidi d’azoto in meno. 2474 € all’anno in meno con solo sette pali della luce trasformati (24.740,00€ risparmiati in 10 anni). Il segreto del risultato è legato alla professionalità che da vita a prodotti studiati per lo scopo. Il secondo esempio usa il colore come coreografia e risparmio energetico. Un monumento dedicato ai donatori di sangue. Il monumento, che di per se è già un opera d’arte, prende un ulteriore valore di carattere etico ambientale quando per diventare visibile di sera consuma solo 36 W. Con una tecnologia normale e delle lampade non studiate per quella specifica sagoma il consumo sarebbe di 360W. L’effetto di cambio colori lentissimo rende suggestiva la zona senza uscire dalla sua sagoma. Ci si incanta a cercare il colore che più ci piace rendendo magico il luogo. La sensazione che si prova nel guardarlo è primaverile, da un senso di rinascita, di gioventù, attrae dando modo a chi passa di notare il bellissimo mosaico che rappresenta: la vita che l’Avis dona con il gesto di tutti i sui sostenitori. Delle banali lampade bianche avrebbero reso la struttura cupa nascondendone il valore artistico e il messaggio che il monumento vuole lasciare. A volte pochi watt in meno sembrano poco ma un pò alla volta l’impegno di ognuno di noi fa la differenza, poco per volta consumiamo di meno.

Per info: 3E di Del Pin Fausto e Francesco LED LIGHTING AND AUTOMATION via Paluduz, 23 San Giorgio di N. (Ud) Tel. 0431 622057


94 | marzo-aprile 2011

Coolhunters, un look personalizzato, un regalo apprezzato...uno shopping es-clusivo

TACCHI ALTI O RASOTERRA?

Sabato 9 aprile ore 21 FANDANGO – TRIBUTO A LIGABUE –

Il meglio della nuova stagione per i tuoi piedi. Un po’ Minnie, un po’ Dita Von Teese, prepariamoci ad indossare scarpe altissime o rasoterra. Perfette con tutto le ballerine, di gomma, suède, vernice impreziosite e decorate con borchie, fiocchetti o cristalli. Non mancheranno le stringate estive nei colori dell’arcobaleno, neutre nei toni cipria e del grigio, con stampe animaler. Da portare sotto abiti lunghi fioriti, infradito stile positano e i sandali gladiatori in versione extralusso: colorati, con strass e pietre dure. Souvenir degli anni Settanta le zeppe, le nuove non solo in corda ma anche con platform di legno e rafia. Sandali da vamp, toe con doppio plateau -altezza vertiginosa- un classico ormai che non può mancare nel guardaroba dell’estate. Come le scarpe color rosso, magiche, conquistano tutti i cuori e cambiano in un batter d’occhio qualsiasi look. Da sfoggiare in ogni occasione, dal mattino alla sera infine gli open toe. Sono una via di mezzo tra i tronchetti e i sandali, pur assomigliando un po’ agli stivali, hanno la caratteristica di essere “aperti”. Di pelle, suède o canvas, irresistibili quelli traforati a rete, comunque un must di stagione.

Tiziana Sbrizzo

tizisbriz@hotmail.it


my

Agriturismo

“AL ROSARI” 2 marzo Tanti auguri Luisa! Eugenio, Andrea, Marina 4 marzo Buon compleanno Dimitri! Gli sposi 10 marzo Congratulazioni dottoressa Stefania! Giusy, Nicoletta, Bea, Carla, Flavia 22 marzo Happy “Irish” Birthday, Elisa! By all your family… 23 marzo Buon compleanno papa! Stefano 26 marzo Super auguri Cinzia!!! Lo staff di iMagazine 3 aprile Buon compleanno alla nostra carissima Carmelita! Cinzia e Nick 8 aprile Buon compleanno Alan! Dai beach boys 15 aprile Buon trentaduesimo anniversario di matrimonio a Eugenio e Luisa! A&M 19 aprile Al mio max, trentasette baci d’auguri Vale 24 aprile A Daniela, i più calorosi auguri di buon compleanno! Edi, Rosalia, Andrea e Massimo 28 aprile Buon compleanno Annamaria! Stefano Mandaci entro il 1º aprile i tuoi auguri per le ricorrenze di maggio e giugno! Li pubblicheremo gratuitamente su ! Segnalaci giorno, evento, mittente e destinatario e spedisci il tutto via e-mail (news.imag@gmail.com), via posta ordinaria (iMagazine, c/o via Aquileia 64/a, 33050 Bagnaria Arsa – UD) o via fax (040 566278).

Via Curiel, 43/a - Aquileia (UD)

tel. 0431 918834 - cell. 338 1575184 Chiuso il lunedì Da martedì a domenica 10 -14.30 e 17-23


Fonte: Federfarma Gorizia

FARMACIE DI TURNO TRESCA via XXIV Maggio 1 Aiello d. F., tel. 0431 99011 CORRADINI c.so Gramsci 18 Aquileia, tel. 0431 91001 SORANZO via Vittorio Veneto 4 Bagnaria Arsa, tel. 0432 920747 RUTTER c.so Marconi 10 Campologo Tapogliano, tel. 0431 999347 COMUNALE via Monfalcone 7 Cervignano d.F., tel. 0431 34914 SAN ANTONIO via Roma 52/1 Cervignano d.F., tel. 0431 32190 LOVISONI p.zza unità 27 Cervignano d.F., tel. 0431 32163 DEBIASIO via Gramsci 55 Fiumicello, tel. 0431 968738 BROCCHI via Verdi 72 Ruda, tel. 0431 99061 SATTI via 2 Giugno 4 Terzo d’Aquileia, tel. 0431 32497 GRIGOLINI p.zza del Popolo 2 Torviscosa, tel. 0431 92044 SANTA MARIA via Gorizia 44 Villa Vicentina, tel. 0431 967263 FLEBUS via Montello 13 Visco, tel. 0432 997583 FAVARO via Roma 48 S. Vito al Torre, tel. 0432 997445 ROJEC via Iº Maggio 32 Savogna d’Is., tel. 0481 882578 PIANI via Ciotti 26 Gradisca d’Is., tel. 0481 99153 BACCHETTI via Dante 58 Farra d’Is., tel. 0481 888069 CINQUETTI via Manzoni 159 Mariano d. Fr., tel. 0481 69019 MORETTI via Olivers 70 Mossa, tel. 0481 80220 DELLA TORRE via Latina 77 Romans d’Is., tel. 0481 90026 SORC piazza Montesanto 1 S. Lorenzo Is., tel. 0481 80023 LABAGNARA via Monte Santo 18 Villesse, tel. 0481 91065 ALLA SALUTE via Cosulich 117 Monfalcone, tel. 0481 711315 CENTRALE pzza Repubblica 16 Monfalcone, tel. 0481 410341 COMUNALE 1 via Aquileia 53 Monfalcone, tel. 0481 482787 COMUNALE 2 via Manlio 14 Monfalcone, tel. 0481 480405 REDENTORE via IX Giugno 36 Monfalcone, tel. 0481 410340 RISMONDO via Toti 53 Monfalcone, tel. 0481 410701 SAN ANTONIO via Romana 93 Monfalcone, tel. 0481 40497 SAN NICOLÒ via Iº Maggio 92 Monfalcone, tel. 0481 790338 ALL’ANGELO via Roma 18 Ronchi dei L., tel. 0481 777019 ALLA STAZIONE v.le Garibaldi 3 Vermegliano, tel. 0481 777446 MADONNA DI B. via Marina 1 Grado, tel. 0431 80058 COMUNALE via C. Colombo 14 Grado, tel. 0431 80895 ZANARDI via Trieste 31, Staranzano, tel 0481 481252 AL LAGO via Roma 13, Doberdò, tel 0481 78300 LUCIANI via Dante 41, Sagrado, tel 0481 99214 SPANGHERO via Aquileia 89, Turriaco, tel 0481 76025 VISINTIN via Matteotti 31, San Pier d’Isonzo, tel 0481 70135 RAMPINO piazza Venezia 15, San Canzian d’Is., tel 0481 76039 DI MARINO via Bersaglieri 2, Fogliano, tel 0481 489174

Fonte: CCIAA Gorizia

DISTRIBUTORI DI CARBURANTE AGIP Cervignano d.F. v.le Terza Armata 4 SMP Cormons v.le Giulia 53 SHELL Gradisca d’Is. v.le Trieste 60a SMP Mariano d.Fr. via Manzoni 164 API Romans d’Is. v. del Castelliere 50

AGIP Ronchi dei L. via Redipuglia AGIP Pieris via Battisti 22 SHELL Monfalcone via Boito 43 AGIP Monfalcone via Matteotti 22 ERG Monfalcone via G.F Pocar AGIP Staranzano via Trieste 47

SHELL Cervignano d.F. via della Ferrovia vecchia SHELL Cormons v.le Giulia 23 ERG Villesse SS351 km16 AGIP S.Lorenzo I. via Nazionale SS56

SHELL Ronchi dei L. via Redipuglia 25a ERG Ronchi dei L. via Aquileia 35 ESSO Monfalcone via Boito 64 API Monfalcone via Grado TOTAL Fogliano-R. via Micca 15

AGIP Cervigano d.F. via Aquileia 98/3 ESSO Cervignano d.F. via Venezia 25 ERG Farra d’Isonzo via Gorizia 109 TAMOIL Cormons SS51 km 21 ESSO Pieris via N. Sauro (SS14) AGIP Fogliano R. via Terza Armata 58

AGIP Monfalcone via Valentinis 61 AGIP Monfalcone bivio via S. Polo SMP Monfalcone via Terme Romane 5 SHELL Staranzano via San Canciano 11 FLY Gradisca d’Is. via Palmanova 63A ESSO Medea Ponte sul Versa SS305 3km+

AGIP Gradisca d’Is. via Udine (SS305) IP Cervignano d.F./Scodovacca via Grado 20 AGIP Cervignano d.F. via Venezia 6 API Cormons via Isonzo

SHELL SP Turriaco via XXV Aprile 21 SP1 SHELL Monfalcone via Matteotti 23 ESSO Monfalcone via I° Maggio 59 IP Monfalcone via Boito 57 API Fogliano via Redipuglia 42










 



 

 









GENNAIO MARZO







 













 15



08



01



25

 

24



17



10



03



27



20



13

06

Le farmacie contrassegnate dal fondino arancione anticipano di un giorno le date di turno indicate.

30-06

23-29

16-22

09-15

02-08

26-31

19-25

12-18

05-11

26-04 MARZO APRILE





 

 

 







 



APRILE FEBBRAIO










E

CE DIZION RV IGN E PER L AN E FAM 31 OD IG |20 EL LIE DI 11 FR IUL I

È primavera Guarda che bei fiori. Xè primavera. Ara che bei fiori.

Pomlad je. Glej, kakšno lepo cvetje! Frühling ist?s Schau, was für hübsche Blumen!

xe primavera varda che bei fiori E je Primevere Cjale ce bielis rosis.

Per le traduzioni si ringrazia: Marjeta Kranner e Anna Magaina (sloveno), Isa Dorigo - Ufficio comunità linguistiche Provincia di Gorizia (friulano), Iris Jammernegg - Università di Gorizia (tedesco), Dorino Fabris - Pro Loco Turriaco (bisiaco), Auro Brighenti (triestino).



Imag31 dip12 low