Page 1


E D I T O R I A L E L’INFORMAFREEMAGAZINE nº 41 – anno VII numero 6 novembre-dicembre 2012 ISSN 1828-0722 Editore

GOLIARDICA EDITRICE

srl a socio unico sede operativa: I – 33050 Bagnaria Arsa, Italy via Aquileia 64/a tel +39 0432 996332 fax +39 040 566278 info@imagazine.it Direttore responsabile Andrea Zuttion Condirettore responsabile Claudio Cojutti Responsabile di redazione Andrea Doncovio Redazione Giuliana Dalla Fior Vanni Veronesi Direzione commerciale Maurizio Cechet Responsabile area legale Massimiliano Sinacori Segreteria di redazione Cristina Scremin Supervisione prepress e stampa Stefano Cargnelutti Hanno collaborato Germano De March, Stefano Caso, Michela De Bernardi, Daniel Blasina, Rosella Primosi, Margherita Reguitti, Paolo Marizza, Giuliana De Stefani, Mariadina Cattaruzzi, Andrea Fiore, Adelchi Scarano, Annalisa Casarin, Luciano Pletti, Tiziano Rossi, Livio Nonis, Alfio Scarpa, Michele D’Urso, Claudio Pizzin, Giovanni Savio, Michele Tomaselli, Alessandro Morlacco Registrazione Tribunale di Udine n. 53/05 del 07/12/2005 Stampato in proprio Tiratura 70.000 copie Credits copertina Bambini sulla spiaggia di Perth ph. Tourism Australia Credits sommario :: Redazione :: :: Redazione :: :: Valentina Pizzin :: :: Vanni Veronesi :: :: Danilo De Marco :: © goliardica editrice srl a socio unico. Tutti i diritti sono riservati. L’invio di fotografie o altri materiali alla redazione ne autorizza la pubblicazione gratuita sulle testate e sui siti del gruppo l’informa srl. Manoscritti, dattiloscritti, articoli, fotografie, disegni o altro non verranno restituiti, anche se non pubblicati. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere riprodotta in alcun modo, incluso qualsiasi tipo di sistema meccanico, elettronico, di memorizzazione delle informazioni ecc. senza l’autorizzazione scritta preventiva da parte dell’Editore. Gli Autori e l’Editore non potranno in alcun caso essere considerati responsabili per incidenti o conseguenti danni che derivino o siano causati, direttamente od indirettamente, dall’uso improprio delle informazioni ivi contenute. Tutti i marchi citati appartengono ai rispettivi proprietari, che ne detengono i diritti. L’Editore, nell’assoluzione degli obblighi sul copyright, resta a disposizione degli aventi diritto che non sia stato possibile rintracciare al momento della stampa della pubblicazione.

Cari lettrici e lettori, “Soltanto una cosa rende impossibile un sogno: la paura di fallire”. Pochi giorni fa ho avuto modo di rileggere questa frase di Paulo Coehlo, all’interno de L’alchimista, probabilmente l’opera di maggior successo dello scrittore brasiliano, pubblicata nel 1988. Ventiquattro anni dopo, osservando con attenzione la nostra contemporaneità, quella affermazione appare più attuale che mai. Ma se è vero che nel 2012 che stiamo per lasciarci alle spalle uno dei termini più utilizzati dalla gente comune risulta essere “crisi”, lo sguardo di tutti noi deve necessariamente volgere al futuro, nella consapevolezza che, come sempre e come ovvio, tutto è nelle nostre mani, nelle nostre teste, nei nostri cuori. Fuor di retorica. Lamentarsi per le cose che non vanno è uno sport facilmente praticabile: ognuno di noi è in grado di praticarlo perfettamente. Compiere il passo successivo, ovvero attuare quei comportamenti e quelle azioni necessarie a cambiare lo statu quo, è la sfida su cui si giocherà la partita decisiva. Quella del nostro futuro. Il 2013 alle porte condurrà con sé due importanti appuntamenti elettorali, a livello nazionale e a livello regionale. Qualcuno potrebbe alzare le orecchie nei nostri confronti: per linea editoriale, non ha mai parlato di politica; mica vi metterete a farlo ora? Replico con un’altra domanda: cosa si intende per politica? Il pattume che le inchieste giudiziarie hanno portato alla luce in questi mesi (l’abuso di potere, il sopruso di norme e lo sperpero di denaro pubblico quali usanze quotidiane di onorevoli, senatori, consiglieri, amministratori, e via elencando) è forse politica? In questi anni la nostra rivista ha voluto non solo dare spazio a tutte le anime del territorio, valorizzando attività culturali e attività economiche, dimostrando che questo binomio ha tutti gli strumenti per concretizzarsi, ma si è spinta oltre, donando denaro ai cittadini attraverso i buoni valore iMoney o regalando gli annuari scolastici a studenti e insegnanti della regione, solo per citare gli esempi più eclatanti. Potremmo dilungarci sulla voce data alle Onlus, alla Questura, alla Protezione civile, alle aziende sanitarie… Ma non è il nostro modo di vedere il mondo; non è il nostro modo di offrire un servizio pubblico; non è il nostro modo di “fare politica”. Ecco perché in vista di un periodo natalizio che molte famiglie affronteranno con i redditi erosi dalla disoccupazione, l’unico augurio che mi permetto di fare a tutti i nostri lettori e a tutti i nostri partner, parafrasando Coehlo, è quello di non avere paura nel futuro. Perché se l’anima vera e pulsante della nostra società continuerà a credere in se stessa, non abbattendosi ma mettendosi ogni giorno in gioco pretendendo da tutti il rispetto delle regole, i sogni di ognuno di noi potranno ancora trovare realizzazione. Non mi resta che augurarvi … buona lettura!

Andrea Zuttion


& iMoney

dicono di noi... Gentile redazione, ringrazio per l’iniziativa e la cortesia dimostrata. Angelo Fragolino Cervignano del Friuli

Vi ringrazio molto dell’iniziativa, i buoni sono stati molto apprezzati. Ce ne fossero altri come voi!!! Luciana Zoffi Monfalcone

Vi ringrazio per la gentilezza dell’invio dei buoni e del trattamento che ricevo presso i vari iMoneyPartner Iryna Mykytyuk Gorizia

Ringrazio per il mio pacchetto con di iMoney di Farmacia Rismondo, Farmacia Sant’Antonio e Un momento per te. Sono stata molto soddisfatta per il servizio e l’accoglienza dei vostri iMoneyPartner. Ana Cantarin Staranzano

Ciao iMagazine e redazione! Da quando ho conosciuto la rivista non ne faccio più a meno: è molto utile per tenersi aggiornati sulle feste, mostre o concerti in regione e fuori… Anche se sono vedova da 3 anni e mezzo, cerco e voglio vivere i concerti e la musica, e stare con le persone: insomma, la noia e la depressione mi fanno paura… Inoltre, i pochi euro della reversibilità di mio marito Giampaolo per vivere non bastano mai: i vostri iMoney mi danno un gran aiuto! La trovo un’iniziativa davvero intelligente. Grazie e baci a tutti! Patrizia Vizzi Fiumicello Grazie per i vostri iMoney perchè mi consentite di conoscere attività dove ho una scusa per entrare! Meri Gazzetta Bagnaria Arsa

Desidero ringraziarvi e dirvi che i buoni da me utilizzati sono stati ritirati con successo e cortesia dai vari iMoneyPartner. Elena Visintin Fogliano Redipuglia Voglio complimentarmi per l’iniziativa dei buoni iMoney! Silvana Rossi Gorizia Complimenti per la vostra rivista che ho avuto modo di leggere per la prima volta: spero che possiate continuare con la vostra qualità e serietà. Bruno Micoli Udine


Prendi i tuoi iMoney >>>


iMoney Partner Elenco aggiornato alla data di pubblicazione.  

      

GORIZIA Al Corredo Amministrazione Stabili Autoriparazioni Vidoz Stefano Bigatton Ferruccio Benessere ed Estetica Francy Fil Rouge Fonderia Giusto & Roldo Libreria Athenaeum Salone Patty Unisex TipiGo

Via Garibaldi, 11 Via Ascoli, 12/2 Via del Collio, 7 - Lucinico Via Duca d'Aosta, 50 Via Marega, 12 - Lucinico Via XXIV maggio, 19/A Via Gregorcic, 48 Via Diaz, 9/D Piazza San Rocco, 6 Via Rastello, 91

Intimo e non solo Gestione condominiale Autoriparazioni Reflessologo, podologo Trattamenti di bellezza Negozio filati Gioielli di metallo, coppe targhe medaglie Testi universitari libri usati rilegature tesi Acconciature Souvenir, prodotti tipici di Gorizia

Bar Trattoria Al Dado Farmacia Rismondo Farmacia Sant'Antonio

Via V. Monti, 24 Via E. Toti, 52 Via Roma, 95

Bar, trattoria Farmacia Farmacia

Foto Raspar LM Impianti Panificio Pasticeria Miniussi Verzegnassi Viaggiografia

Piazza della Repubblica, 22 Via Duca d'Aosta 68/G Via IX Giugno, 94 Via Gorizia, 13 Via IX Giugno, 57

Studio Fotografico Impiantistica Panificio, pasticceria Vendita bombole gas e non solo Agenzia di viaggi

Via Marzabotto, 1/A Via San Giorgio, 9

Fotografo Tabacchino

Via Roma, 10 Via Redipuglia, 80 Via Bugatto, 2/2

Gioielleria Asilo nido, bambini 12/36 mesi Toelettatura per cani e gatti

Piazza LibertĂ , 40

Centro estetico

Via Marcorina, 16

Serramenti in alluminio - carpenteria in ferro

Via Ulivi, 28 Via Redipuglia, 5

Agriturismo Abbigliamento uomo-donna

MONFALCONE

STARANZANO La Fotografia El Tabachin De Le Mule RONCHI DEI LEGIONARI Gioielleria Borgia Le Birbe Toelettatura Cecilia TURRIACO Un momento per te SAN CANZIAN D’ISONZO Due Ti Serramenti FOGLIANO REDIPUGLIA Agriturismo La Tradizione Carli SAGRADO Birreria alla Stazione GRADISCA D’ISONZO Centro Benessere Dentale Nel Giardino di Alice CORMONS Barbara Sottili D.A.F. Misigoj Massimo Trattoria Ai Girasoli Veterinario dott.ssa Curci Daniela

Via IV Novembre, 32-Poggio T.A. Birreria con cucina Viale Trieste, 34 Via Papalina, 1

Studio Dentistico Erboristeria

Viale Venezia Giulia, 62 Via Fermi, 7 Via Torino, 6 Via Friuli, 60 Via Gorizia, 29

Trattamento cranio sacrale Vendita cialde e capsule Lavazza Impianti elettrici e fotovoltaici Trattoria Ambulatorio veterinario


ROMANS D’ISONZO

El-Tech Elettrica Isontina Locanda Casa Versa 1834 Margot

Via Del Molino, 15/A Via Valdemarin, 5 Via Gorizia, 25 - Versa Via Cividale, 28

Installazione impianti fotovoltaici Installazione impianti elettrici Ristorante Acconciature

Via Monte Santo, 13

Salone di acconciature

VILLESSE

Carpe Diem CERVIGNANO DEL FRIULI

Autoscuola Accademia Bar Mela Verde Bio Bio

Via Aquileia, 61

Cimef

Via Caiù, 64

Costruzione impianti, manutenzioni elettriche - frigotecniche

Dacci un Taglio

Via Trieste, 11

Acconciature

Geotherm L'idea L'Officina delle Erbe Mi Sueno

Via Monfalcone, 19 Via Mazzini, 27 Via Mazzini, 8 Via Garibaldi, 35/3

Impianti termoidraulici e tecnologici Cornici, rilegature, artigianato Erboristeria Centro Massagi e Trattamenti

Mototecnica Canesin

Via Aquileia, 118

Vendita e riparazione cicli e motocicli

Peter Pan FIUMICELLO

Via Mazzini, 1

Giocattoli

La Rosa di Seta Sculac Pavimenti

Via Libertà, 25 Via Don Carmelo Weffort, 4

Tessuti, merceria, sartoria Pavimenti

Borgo Aquileia, 4

Serramenti

Viale Libertà, 33

Vendta biciclette

Scuola guida Piazza Esodo Istriano Giuliano e Dalmata, 3 Bar Prodotti biologici Piazza Indipendenza, 20

PALMANOVA

Dorigo Luigino CIVIDALE DEL FRIULI

Bike Center CORNO DI ROSAZZO Azienda Agricola Nascig Felicetto

Via Zorutti, 13

Azienda Agricola

Studio tecnico Ing. Zanini Luca

Via E. Bernardis, 8

Studio tecnico di progettazione

Via Roma, 66

Studio fotografico

Via del Prato, 2

Stampe digitali, rilegature testi, cancelleria

Via Trieste, 27

Installazione impianti

Via Curiel, 43/A

Agriturismo

SAN GIOVANNI AL NATISONE

Studio Reporter TRIESTE imprintaonline.it SAN VITO AL TORRE Baldassi Enea e David AQUILEIA Agriturismo Al Rosari NOVA GORICA (SLO) Auto Select

Industrijska Cesta 9 Kromberk

Concessionaria BMW

BM Zavese Koptex

Ulica Vinka Vodopivca, 28 Ulica Vodovodna Pot, 11

Vendita tendaggi Vendita e noleggio camper e caccia e pesca

Naturavit Prima I.E. SEMPETER (SLO) Zobna Ambulanta Binn DOBROVO (SLO) Mariniþ

Industrijska Cesta, 5 Ulica C. IX Korpusa, 96

Prodotti di qualità bio-makeup, bio-detersivi Concessionaria Ford

Cesta Perkonorskih Brigad, 62/A

Dentista

Trg 25 Maja 7

Centro massaggi e salone parrucchiera


Il Patro

Il Patrocinio delle Istituzioni!

Il caporedattore di iMagazine, Andrea Doncovio, con il vicesindaco di Fiumicello, Claudio Pizzin (foto in alto), e con l’assessore all’Istruzione del Comune di Cervignano del Friuli, Antonio Casola (foto a destra). Entrambe le Istituzioni, entusiaste del Progetto Annuario, hanno confermato il loro Patrocinio anche per l’anno scolastico 2012/2013, come già fatto dalla Provincia di Udine e dalla Provincia di Gorizia.


: lettere alla redazione Desideriamo ringraziare il dottor Silvio Stener e le infermiere dell’ambulatorio chirurgico-urologico dell’ospedale di Palmanova per la professionalità e l’umanità dimostrate durante il percorso di cura che stiamo seguendo presso di loro. Avendo provato sulla nostra pelle, in altre situazioni, le pesanti ripercussioni fisiche, psicologiche e morali che i disguidi e le disfunzioni del sistema sanitario possono arrecare ai cittadini, riteniamo doveroso segnalare questa esperienza positiva. Con l’auspicio che, anche in altri ambulatori e in altri ospedali, simili realtà non restino piacevoli episodi sporadici. In un momento delicato e difficile come quello di una malattia, il calore e la disponibilità di un rapporto umano delicato e gentile, comprensivo delle tensioni e delle apprensioni vissute dai diretti interessati, sono per i pazienti e i loro familiari una medicina talvolta più potente di molti farmaci. Edi e Rosalia Zuttion

 Grado – Gli scrittori Christian Colussi di Cervignano del Friuli e Lorenza Bellé di Aquileia sono stati tra i protagonisti della quinta edizione del festival letterario Grado Giallo. L’autrice di Il sangue non mente (prima a destra nella foto in alto) e l’autore di Nella mente di un uomo qualunque (a destra nella foto in basso, intervistato dal caporedattore di iMagazine Andrea Doncovio), libri entrambi editi da Goliardica Editrice, hanno raccontato al pubblico presente la propria esperienza letteraria.

 Cervignano del Friuli – Il presidente della Filologica Friulana, Lorenzo Pelizzo (a destra), e il redattore di iMagazine, Vanni Veronesi, a margine del Convegno regionale che la Filologica ha tenuto lo scorso 30 settembre presso il Teatro Pasolini.

 Fiumicello – Due immagini della cerimonia di intitolazione ai giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino del piazzale antistante le scuole, in occasione del ventennale della loro uccisione. All’evento, organizzato dal Comune di Fiumicello, oltre alle autorità regionali e provinciali, era presente anche Rita Borsellino, sorella di Paolo, invitata dall’amministrazione comunale per tenere in vita la memoria dei due magistrati diventati simbolo della lotta alla mafia. La sua testimonianza è stata ancor più efficace poiché all’evento erano presenti gli studenti di tutte le scuole di Fiumicello.  Cervignano del Friuli – Alcune immagini della cerimonia di intitolazione del piazzale di fronte alla scuola primaria Angelo Molaro a Salvo D’Acquisto, Medaglia d’Oro al Valor Militare. Nelle foto: a sinistra, la banda mandamentale in corteo cerimoniale; accanto, da sinistra, il capitano Alfio Gullotta, il prefetto di Udine Ivo Salemme, il sindaco di Cervignano Gianluigi Savino e il presidente della locale Associazione Nazionale Carabinieri Roberto Fattor. È possibile inviare le proprie lettere e i propri commenti via posta ordinaria (iMagazine – via Aquileia 64/a – 33050 Bagnaria Arsa-UD), oppure via e-mail (info@imagazine.it).


S O M M A R I O

novembre - dicembre 17

L’ANALISI di Paolo Marizza

Creare nuova finanza per le Piccole 17 e Medie Imprese

QUESTURA

44 Guidare d’inverno SOCIETÀ di Andrea Fiore

TONI CAPUOZZO di Vanni Veronesi

46 Scuola in caduta libera?

20 Una vita in prima linea 20

LA FAMIGLIA ZAINA E LA SNAPFRESH di Valentina Pizzin

RICERCA di Cristian Vecchiet

48 Il ruolo della paternità

23 Friulani d’Australia

POETI E SCRITTORI SUL FRONTE FRIULANO DELLA GRANDE GUERRA di Vanni Veronesi

PSICOLOGIA di Giuliana De Stefani

50 Perché saboto?

SALUTE di Annalisa Casarin

«Nella demenza che

27 non sa impazzire»

52 Prevenire il mal di schiena

GIUSEPPE ZIGAINA di Giuliana Dalla Fior

23

31 Uno sconosciuto molto noto IL RESTAURO DELLA SALA PETRARCA di Marco Menato e Margherita Reguitti

36 Profezia dell’architettura

LUCA FERRI E LA COMPAGNIA ANÀ-THEMA TEATRO di Michele D’Urso

38 A Nordest qualcosa di nuovo 27

LEGALE di Massimiliano Sinacori

Le clausole nulle contenute

40 in un contratto assicurativo PROTEZIONE CIVILE

42 Angeli d’alta quota

31

54 Il mestiere di scrivere 62 e segg. Gli eventi di novembre e dicembre

84 e segg. Sezione locale


L’ANALISI

ECOSISTEMI FINANZIARI LOCALI Servizio di Paolo Marizza

ÂŤ

Creare nuova finanza

per le Piccole e Medie Imprese

Le operazioni di rifinanziamento dell’Eurozona hanno ridotto i problemi di liquidità per le banche, ma non hanno ancora risolto la crisi delle attività produttive.

ÂŤ

                               !  "                   #    $                     

ÂŤ

scopri il resto dell’articolo

 # $   #             %&              #   '             (           #   

           Financial Innovations )***   +     ,-.,# |

novembre-dicembre 2012

|

17


 #  #                  (  #5#                    "   :  ;      ;                         & #                  #   

        )business plan+      :             (  # #  :     )     +)  +

Flickr_aranjuez1404

18

|

novembre-dicemnre 2012

|

&   #            

         #    

#       /  #    0 &                                         " %&

 1,2       3-2,--4#    1.-     %& &           #                          )   +      5       La necessitĂ di forme alternative di finanziamento Spread     

               6    7        funding )  + )%8&+ 9     #                  #         #              (       


Flickr_EDF Group

     #    #   :     ( investment grade)      # + /                     #                  <= #   . #  #spread   & #                 )(/?!#(&8!(# @&9!(#@#@&& # @!&# ? +               /       #        #   #   )capital gain+

 & #       6  7              B  A             )@# @    # / # C  # +# private placement 8    D#@ / &    D                     #          @  ?  /  &     6?    & 7 )?  0  +      

#  #            %8&?#  # 6   7        %8&      

Il ruolo degli investitori e dei Fondi Specializzati &            #%8&#                    #     6 7  #    #           #  A #           9                    Paolo Marizza    Paolo Marizza è Partner di Financial Innovations SIM    %8&#         #  |

novembre-dicembre 2012

|

19


PERSONAGGI TONI CAPUOZZO Intervista di Vanni Veronesi

«

Una vita

in prima linea

Di padre napoletano e madre triestina, non ama definirsi ‘inviato di guerra’: «Sono un cronista: non voglio essere identificato con quello che segue solo i conflitti, anche perché mi sono occupato di molte altre storie». E tuttavia, il grande pubblico lo conosce soprattutto per i suoi servizi dai fronti più caldi del pianeta: il Kosovo nel ‘99, l’Afghanistan dal 2001, l’Iraq dal 2003. Ma la sua storia giornalistica parte da lontano: il Nicaragua dei Sandinisti e dei Contras, la guerra civile di El Salvador, la guerra delle Falkland, fino alla mattanza jugoslava degli anni Novanta. Vicedirettore del Tg5, conduttore del programma di approfondimento Terra!, redattore della rubrica Occhiaie di riguardo su Il Foglio. Diventa quasi ovvio aggiungere il nome: Toni Capuozzo.

«

Da inviato, ha girato in lungo e in largo il mondo: che impressione le fa, dopo un periodo all’estero, tornare nella sua terra, il Friuli? «Ho trascorso gli anni della gioventù a Udine, ma quella Udine non esiste più: la città è cambiata, né ritrovo molte delle persone con cui ho condiviso quegli anni. Sono inve20

|

novembre-dicembre 2012

|

ce molto legato al Friuli nel suo insieme. Ho vissuto il passaggio del terremoto e soprattutto della ricostruzione, che ha trasformato una società contadina in uno dei centri industriali più importanti d’Italia, con tutti i cambiamenti che sono seguiti: eppure, quando torno in quest’angolo di mondo, mi rendo conto che l’anima vera dei Friulani è sempre la stessa, le-


gata a una concezione della vita dâ&#x20AC;&#x2122;altri tempiÂť. Cosâ&#x20AC;&#x2122;è che resiste, in Friuli? ÂŤResiste una visione della vita incentrata sul rispetto della dignitĂ della persona, sulla serietĂ ; resistono ritmi diversi, piĂš umani. Lâ&#x20AC;&#x2122;industrializzazione non ha modificato piĂš di tanto il modo di pensare, il senso della famiglia e della tradizioneÂť. A proposito dâ&#x20AC;&#x2122;altri tempi: durante la Guerra delle Falkland in Argentina, lei fu lâ&#x20AC;&#x2122;unico a ottenere unâ&#x20AC;&#x2122;intervista esclusiva con il grande scrittore Jorge Louis Borges. Come fece? ÂŤPresi un elenco telefonico e chiamai tutti i Borges dellâ&#x20AC;&#x2122;Argentina, finchĂŠ lo trovai. La sua era una famiglia di grandi patrioti, i suoi antenati avevano dato molto al Paese: mâ&#x20AC;&#x2122;interessava il suo punto di vista perchĂŠ era un argentino vero, ma la sua formazione culturale era debitrice nei confronti dellâ&#x20AC;&#x2122;Inghilterra. Mâ&#x20AC;&#x2122;interessava quel dissidio, che infatti emerse. Le domande, lo ammetto, mi furono suggerite da un amico molto piĂš esperto di me: solo la notte precedente allâ&#x20AC;&#x2122;incontro con Borges riuscii a leggere alcuni suoi libri. Glielo confessai, per onestĂ , al termine dellâ&#x20AC;&#x2122;intervista: sorrise, e mi disse che le buone domande sono come i figli, perchĂŠ una volta messe al mondo se ne vanno per conto loroÂť. Dalle Falkland al Kosovo: cosa ricorda di quella guerra? ÂŤVenivo da dieci anni di Balcani: difficile, dopo tutto quello che avevo visto, non provare un poâ&#x20AC;&#x2122; di ostilitĂ  nei confronti del regime serbo. Ma le cose si capiscono meglio col tempo: non ricordo, allâ&#x20AC;&#x2122;epoca, grandi manifestazioni a favore della pace contro Clinton, nemmeno quando fu colpita per errore la sede della televisione serba. E se è per questo, i droni di Obama scaricano le stesse bombe di Bush. La capacitĂ  di indignazione va ad intermittenzaÂť. Intanto il Medio Oriente continua a ribollire: so che lei è molto prudente nel giudicare le primavere arabeâ&#x20AC;Ś ÂŤSiamo tutti felici quando il tiranno viene abbattuto, questo è fuori discussione. Tuttavia, siamo anche condizionati dalla fiction: la storia â&#x20AC;&#x2DC;esemplareâ&#x20AC;&#x2122; vuole che, caduto il despota, sâ&#x20AC;&#x2122;instauri un regime libero e democratico. Ma la realtĂ  è spesso molto diversa e la situazione dellâ&#x20AC;&#x2122;Iraq, dellâ&#x20AC;&#x2122;Afghanistan e della stessa Libia stanno a dimostrarlo: paesi fuori controllo. Quanto alla Siria, câ&#x20AC;&#x2122;è da segnalare

Nato a Palmanova nel 1948, vissuto molti anni a Udine, Toni Capuozzo, dopo la maturità classica al Liceo Stellini del capoluogo friulano, si è laureato in Sociologia

       

che i Cristiani, rimasti neutrali rispetto ai due schieramenti in campo, stanno pagando da entrambe le partiÂť. A tal proposito, secondo lei perchĂŠ la comunitĂ internazionale non è intervenuta in Siria, come ha fatto altrove? Câ&#x20AC;&#x2122;è chi dice che il petrolio è poco... ÂŤAssad era considerato â&#x20AC;&#x2DC;uno dei nostriâ&#x20AC;&#x2122; fino a poco tempo fa: la Siria non rientrava negli â&#x20AC;&#x2DC;stati canagliaâ&#x20AC;&#x2122;. Ă&#x2C6; vero, in Siria il petrolio è poco: ma se è per questo, anche le paci (non solo le guerre) si fanno per lâ&#x20AC;&#x2122;oro neroÂť. Toni Capuozzo assieme a Pierantonio Costa, console italiano in Rwanda, nella serata in onore di questâ&#x20AC;&#x2122;ultimo svoltasi il 28 settembre scorso a Sedegliano.

|

novembre-dicembre 2012

|

21


Come finirĂ fra Israele e Iran? ÂŤProvo a immedesimarmi in un israeliano: sarei preoccupatissimo. Dâ&#x20AC;&#x2122;altra parte, gli iraniani replicano: perchĂŠ, dicono loro, dobbiamo privarci dellâ&#x20AC;&#x2122;atomica quando tutti ce lâ&#x20AC;&#x2122;hanno, Israele compreso? Ă&#x2C6; una classica situazione in cui i contendenti hanno ragione e torto insieme. Certo, mai come in questo momento Israele si sente poco tutelato dagli Stati UnitiÂť. Dal giornalismo di guerra a quello di tutti i giorni: nellâ&#x20AC;&#x2122;era dellâ&#x20AC;&#x2122;informazione fai-da-te, quella di You Reporter e dei social-network, chi controlla la veridicitĂ  delle notizie?

PIERANTONIO COSTA, LO SCHINDLER DEL RWANDA Un libro, un video e una serata in compagnia di un eroe. Il 6 aprile del â&#x20AC;&#x2DC;94, un missile terra-aria colpĂŹ lâ&#x20AC;&#x2122;aereo del presidente rwandese JuvĂŠnal Habyarimana. Ancora oggi non è dato sapere chi scagliò quel missile, ma allora la colpa venne scaricata sui Tutsi, ferocemente avversati dagli Hutu. Una divisione, quella fra i gruppi rwandesi Hutu e Tutsi, priva di reale fondamento et

       

del protettorato belga. Dal 6 aprile al 18 luglio: in poco piĂš di cento giorni, un milione di morti. Ma i numeri non          personato da squadroni di Hutu che, di strada in strada, di villaggio in villaggio, di casa in casa, arrivavano con il machete per torturare, stuprare, uccidere il nemico Tutsi, ma an         re alla violenza. Bimbi, donne, anziani: nessuno fu risparmiato. Ma ci fu chi, in quella tra22

|

novembre-dicembre 2012

|

ÂŤUnâ&#x20AC;&#x2122;informazione â&#x20AC;&#x2DC;democratizzataâ&#x20AC;&#x2122;, per me, è una conquista: una notizia è tale indipendentemente da chi la riporta. Il punto è un altro: in questo enorme f lusso di notizie, quali sono quelle utili e quelle inutili? Talvolta, prevale lâ&#x20AC;&#x2122;interesse per cose prive di senso. Il vero problema è lâ&#x20AC;&#x2122;anonimato: in certi siti dâ&#x20AC;&#x2122;informazione trovi schermate intere di insulti e pattume. Tanto, chi può risalire allâ&#x20AC;&#x2122;autore?Âť

Vanni Veronesi

gedia, decise di non voltarsi dallâ&#x20AC;&#x2122;altra parte: il console italiano Pierantonio Costa (nella foto         

Vanni Veronesi). Veneto di Mestre, classe 1939, alle spalle una famiglia con cento anni di emigrazione in Africa, Costa era un imprenditore di successo nella capitale Kigali. In mezzo alla barbarie piĂš impensabile, Costa sfruttò i suoi poteri di console, il proprio denaro e la sua profonda conoscenza del Rwanda e dei Rwandesi per mettere in salvo il maggior numero di persone possibili: quasi 2.000 furono trasferi        !"#$% & bini. ÂŤIn mezzo a tanta violenza e sofferenza, qualcosa avevo fatto. Solo questo. Questo, e niente di piڝ: sono parole dello stesso Costa, citate nella quarta di copertina di un libro dedicato alla sua storia. Scritto dal giornalista di Famiglia Cristiana Luciano Scalettari, La lista del console (edizioni Paoline, 2004) narra la vicenda di un uomo normale che, in circostanze straordinarie, decide semplicemente ÂŤdi fare il proprio dovereÂť: una frase ripetuta piĂš volte lo scorso 28 settembre, al teatro â&#x20AC;&#x2DC;Plinio Clabassiâ&#x20AC;&#x2122; di Sedegliano, nel corso di una serata di presentazione del libro e del documentario omonimo che ne è scaturito, diretto da Alessandro Rocca. Presenti, oltre a Rocca e Scalettari, il giornalista Toni Capuozzo e, per lâ&#x20AC;&#x2122;appunto, Pierantonio Costa, che ha ricordato il contributo fondamentale dei suoi collaboratori Marziano Bettega e Renata Tomini nel mettere in salvo quelle 2.000 persone. ÂŤPer non dimenticareÂť, si dice sempre in questi casi; ma il ricordo non basta. Il messag    '      * + 

le scelte dei governi: ÂŤBisogna crederci!Âť.


ALLA SCOPERTA DI...

Friulani d’Australia LA FAMIGLIA ZAINA E LA SNAPFRESH Servizio a cura di Valentina Pizzin

«

A metà degli anni ’50 lasciarono San Giorgio di Nogaro per cercare fortuna nella terra dei canguri. «Iniziammo a lavorare come tagliatori di canne da zucchero». Col tempo, fatica e intuito vennero premiati. E adesso la loro azienda di verdure è una realtà economica internazionale.

scopri il resto dell’articolo

|

novembre-dicembre 2012

|

23

«


ÂŤ

Le onde dellâ&#x20AC;&#x2122;Oceano che sâ&#x20AC;&#x2122;increspano contro la spiaggia di Bundaberg sembrano avere lo stesso ritmo di quelle che, cinquantâ&#x20AC;&#x2122;anni fa, bagnavano la banchina del porto di Freemantle. Come se a dividere le due cittĂ (la prima sulla costa orientale, la seconda su quella occidentale) non ci fosse un Paese sterminato e unâ&#x20AC;&#x2122;epoca che lâ&#x20AC;&#x2122;attuale crisi economica potrebbe far tornare attuale. Quella in cui le navi cariche di immigrati provenienti dal Vecchio Continente attraccavano senza soluzione di continuitĂ  nel centro dellâ&#x20AC;&#x2122;Oceania. Tra quegli immigrati câ&#x20AC;&#x2122;era anche la famiglia Zaina, originaria di San Giorgio di Nogaro. Il primo ad arrivare fu Tarcisio, nel 1952. Subito dopo fu la volta del fratello Ennio e, poco piĂš tardi, di sua moglie Lidia. A differenza di Tarcisio, che dopo 17 anni decise di ritornare in Friuli, Ennio e Lidia hanno trovato nellâ&#x20AC;&#x2122;Australia il luogo ideale dove far prosperare la loro attivitĂ  e, soprattutto, la loro famiglia. ÂŤA San Giorgio â&#x20AC;&#x201C; racconta Lidia, mentre il marito lâ&#x20AC;&#x2122;ascolta in silenzio â&#x20AC;&#x201C; vivevamo in una famiglia numerosa e nella campagna non câ&#x20AC;&#x2122;era lavoro per tutti. Allâ&#x20AC;&#x2122;etĂ  di 25 anni, Tarcisio raggiunse lâ&#x20AC;&#x2122;Australia dove per i primi due anni lavorò grazie allâ&#x20AC;&#x2122;interessamento del governo, per poi dedicarsi a lavori stagionali in diversi luoghi del Paese. In questo modo riuscĂŹ a inviare molti soldi alla famiglia, in Italia. Ecco perchĂŠ, allâ&#x20AC;&#x2122;etĂ  di 19 anni, anche Ennio decise di partireÂť. E lei? ÂŤIn realtĂ  decisi di raggiungerlo dopo poco tempoâ&#x20AC;ŚÂť. Cosâ&#x20AC;&#x2122;ha provato il giorno della partenza? ÂŤEra il 1957 e câ&#x20AC;&#x2122;era grande entusiasmo, nonostante le

Una recente immagine dei coniugi Zaina: Lidia ha 77 anni, Ennio 79.

24

|

settembre-ottobre 2012

|

Lâ&#x20AC;&#x2122;Australia è il sesto Paese al mondo per estensione, con una popolazione di 23 milioni di abitanti. La famiglia Zaina risiede a Bundaberg, nel Queensland. In apertura: unâ&#x20AC;&#x2122;immagine del moderno centro di Melbourne.

poche informazioni che avevamo su quella terra scoperta appena 150 anni prima. Percepivamo la speranza di avere nuove opportunitĂ per racimolare denaro con cui ritornare in ItaliaÂť. Cosa ricorda di quel viaggio? ÂŤIl viaggio fu molto lungo: partimmo da Napoli, passando per il Canale di Suez, allora appena riaperto dopo la crisi scoppiata per il controllo militare. Un mese piĂš tardi sbarcammo a Freemantle, vicino a Perth, il primo porto dellâ&#x20AC;&#x2122;Australia dove si arrivava dopo dieci giorni di navigazione dallâ&#x20AC;&#x2122;ultimo scalo nello Sri LankaÂť. Se le chiedessi di ricordare lo sbarco, qual è la prima immagine che le torna alla mente? ÂŤLa prima cosa che ricordo di quel giorno è la mela che avevo in mano e che le autoritĂ  australiane mi gettarono via, perchĂŠ non era permesso portare allâ&#x20AC;&#x2122;interno del Paese generi alimentari esteri. La prima cosa che mangiai fu cosĂŹ un panino con spaghetti dolci, del genere che si trovavano in scatola: un cibo totalmente diverso da quello a cui eravamo abituatiÂť. Un impatto tuttâ&#x20AC;&#x2122;altro che soft con la nuova realtĂ â&#x20AC;Ś ÂŤIn realtĂ  gli australiani vedevano di buon occhio i nuovi immigrati, perchĂŠ con il nostro lavoro contribuivamo al boom economico che stava prendendo avvio. Ma lâ&#x20AC;&#x2122;integrazione non fu sempliceÂť. ~   ÂŤInnanzitutto non conoscevamo la lingua: anche per cose banali, come comprare gli alimenti, bisognava parlare e interagire in inglese. E cosĂŹ per evitare problemi, pur non capendo quanto ci veniva detto, annuivamo sempre. In questo modo accettammo il no-


stro primo lavoro come tagliatori di canna da zucchero senza sapere a quanto ammontasse la retribuzioneÂť. Un mestiere molto faticosoâ&#x20AC;Ś ÂŤAllâ&#x20AC;&#x2122;epoca per tanti immigrati italiani era la norma. Oltre che faticoso il lavoro era anche pericoloso perchĂŠ ci si poteva imbattere in serpenti tra i piĂš velenosi del mondoÂť. In seguito a quella prima occupazione, la storia come proseguĂŹ? ÂŤDopo diversi lavori da dipendenti, avendo messo da parte un poâ&#x20AC;&#x2122; di denaro decidemmo di acquistare una â&#x20AC;&#x153;farmâ&#x20AC;?, unâ&#x20AC;&#x2122;azienda di tabacco di 12 ettari, non lontano da dove abitiamo ora, nel Queensland. Fu un successo, e cosĂŹ decidemmo di espanderla e di coltivare pomodori, togliendo le piantagioni di tabacco. Successivamente aggiungemmo anche le colture di peperoni, melanzane, zucchine e altre verdureÂť. Un successo inarrestabileâ&#x20AC;Ś ÂŤGli affari continuarono a prosperare e cosĂŹ, nel 1982, vendemmo lâ&#x20AC;&#x2122;azienda per acquistare i terreni e le strutture di oggi, coltivando sempre le stesse colture, ma su grande scalaÂť. Ora la vostra azienda (la Snapfresh Australia Pty Ltd) produce quasi 26.000 quintali di pomodori allâ&#x20AC;&#x2122;anno e 60.000 kg di piselli alla settimana, ritagliandosi un ruolo di primo piano nel mercato internazionale. In Italia questo exploit sarebbe stato possibile? ÂŤNon lo so, perchĂŠ parliamo di due realtĂ molto diverse. Lâ&#x20AC;&#x2122;unica cosa certa è che quando sbarcammo in Australia il territorio era tutto da scoprire e se avevi voglia di lavorare e buone idee riuscivi a costruirti un futuroÂť. A proposito di futuro, quello dellâ&#x20AC;&#x2122;azienda è assicura Â&#x2020; ÂŤEddy, Morris e Dennis, assieme a Sue, la moglie di Eddy, sono quelli che in prima persona gestiscono la SnapfreshÂť. Come sono i vostri rapporti con la Madrepatria? ÂŤSiamo sempre in contatto con i nostri familiari; abbiamo lasciato fratelli, sorelle e nipoti in Friuli e una ' &  venuti in Italia e parlano sia Friulano che Italiano, essendo le lingue con cui ci esprimevamo in casa. Anche molte delle nostre abitudini rimangono italianeÂť. Vi sentite piĂš italiani o piĂš australiani? ÂŤCi sentiamo australiani come persone, ma il nostro sangue è italianoÂť.

Una foto dâ&#x20AC;&#x2122;epoca di famiglia: Lidia e Ennio assieme ai loro ďŹ gli. Oggi Morris ha 52 anni, Eddy (responsabile principale dellâ&#x20AC;&#x2122;azienda) 46, Dennis 42.

Una cosa dellâ&#x20AC;&#x2122;Australia a cui non rinuncereste e una dellâ&#x20AC;&#x2122;Italia che vi manca... ÂŤDellâ&#x20AC;&#x2122;Australia non rinunceremmo alla nostra famiglia e a quello che abbiamo costruito qui, dellâ&#x20AC;&#x2122;Italia sicuramente ci mancano i nostri luoghi dâ&#x20AC;&#x2122;origineÂť. A proposito di Australia: dal giorno del vostro sbarco ad oggi comâ&#x20AC;&#x2122;è cambiato il Paese? ÂŤLâ&#x20AC;&#x2122;Australia è cambiata parecchio: siamo arrivati che era ancora un Paese rurale, fatto di agricoltura e allevamento. Ora, nonostante le bellezze naturali siano rimaste intatte, si sono sviluppate e ingrandite numerose Â&#x2021;  :  $  ti emigranti di diverse nazioni ha permesso allâ&#x20AC;&#x2122;Australia di crescere ed evolversiÂť. Un italiano che nel 2012 vuole emigrare in Australia troverebbe le vostre stesse opportunitĂ ? ÂŤPenso che lâ&#x20AC;&#x2122;Australia sia ancora una nazione che possa offrire lavoro e opportunitĂ  di vita migliore. Oggi poi è molto piĂš facile venire qui perchĂŠ tutti conoscono lâ&#x20AC;&#x2122;inglese e sono piĂš informati su cosa li aspettaÂť. Lâ&#x20AC;&#x2122;ultima volta che siete tornati in Italia quandâ&#x20AC;&#x2122;è stato? Â&#x2C6;   ",--.#   glio Eddy e la sua famiglia. Eravamo molto contenti di vedere comâ&#x20AC;&#x2122;era cambiato il Friuli e i nostri familiari. Purtroppo era il periodo dellâ&#x20AC;&#x2122;11 settembre: affrontare  ' #   erano a casa, ci mise molta ansiaÂť. Per chiudere, un saluto dallâ&#x20AC;&#x2122;Australia ai friulani che vi leggonoâ&#x20AC;Ś ÂŤMandi furlans, bevet una tasa di vin ancja par no!Âť.

Valentina Pizzin Alcune immagini delle diverse fasi produttive allâ&#x20AC;&#x2122;interno della Snapfresh: dal raccolto delle verdure nelle vaste piantagioni ďŹ no alla loro selezione per la grande distribuzione. Con la produzione di 26.000 quintali di pomodori allâ&#x20AC;&#x2122;anno e 60.000 kg di piselli alla settimana, lâ&#x20AC;&#x2122;azienda della famiglia Zaina è leader in Australia e non solo nel proprio settore. |

novembre-dicembre 2012

|

25


ALLA SCOPERTA DI...

«Nella demenza

che non sa impazzire» POETI E SCRITTORI SUL FRONTE FRIULANO DELLA GRANDE GUERRA Servizio e immagini di Vanni Veronesi

«

Durante la Prima Guerra Mondiale, sul fronte del Friuli Venezia Giulia si concentrò il meglio della letteratura italiana e mondiale: Giani Stuparich, Scipio Slataper, Clemente Rebora, Arthur Conan Doyle, H.G. Wells e Rudyard Kipling. Nella tragedia più indicibile, la voce della letteratura era l’unica in grado di parlare: e oggi, nei luoghi di questo viaggio, ne sentiamo ancora l’eco.

scopri il resto dell’articolo foto: Il panorama dal Monte Calvario

presso Gorizia

|

novembre-dicembre 2012

|

27

«


ÂŤ Foto a sinistra: Giani (sx) e Carlo (dx) Stuparich in guerra Foto a destra: Scipio Slataper durante la Grande Guerra

Il Caffè Carducci a Monfalcone

Due fratelli

Giugno 1915. Un soldato, varcato in gennaio il    ?#   ? #  ?! #    # Guerra del â&#x20AC;&#x2122;15: sogni e ansie di Giani Stuparich&,=   Monfalcone, al Caffè Carducci# "Â&#x2C6;0 Â&#x2039;  # 

   Â&#x152;Â&#x2018; ~         #  #  #         to i ricoveri, tutto il contrasto fra questâ&#x20AC;&#x2122;interno, fra questa scena  #        Â&#x152;Â&#x2018;   lo intenerisconoÂť. Ma basta una notte sulla rocca#  #  B  $; trincee del Lisert#<#"Â&#x2C6;8 #            Â&#x2019; &   1#Udine#B? 8#B    " nerĂ a casa nel â&#x20AC;&#x2122;.1?# #  <-.Â&#x201C;.3   

Vite incrociate nel dicembre del â&#x20AC;&#x2122;15 La rocca di Monfalcone

Panorama del Lisert, nelle cui trincee combattè Giani Stuparich

A sinistra: Il cippo in memoria di Scipio Slataper sul monte Calvario A destra: Clemente Rebora sul fronte giuliano

28

|

novembre-dicembre 2012

|

/(    Scipio Slataper, giĂ noto Il mio Carso).Â&#x201C;.,+&Â&#x201C;      ;#Dobbia#      Â&#x201D;   " #Monte Calvario. Laddove lâ&#x20AC;&#x2122;inferno si toccava con "Â&#x2C6;&  #  :    #     :    Â&#x2019;#    .= ?'    <  " Â&#x2C6;? #  #    %         :0 Â&#x2039;   # &  8   ~    %# #     8 ( =  Â&#x152;Â&#x2018; #   (     Â&#x152;Â&#x2018;(   Â&#x2019; " #( ' $Â&#x2022;solitario cippo sul Calvario ne  : Â&#x2C6;?&Â&#x2019;#  '  '"Clemente Rebora, che nel â&#x20AC;&#x2122;.< Frammenti lirici% #     # Voce di vedetta morta# % "Â&#x2C6;?  A    # A  A@A@"A 

  5# A%5A  #  A ;A # A  A8

A #


 #A;A    A 5 A#   ; A "#  A:#Â&#x2019;Ă&#x2C6;   ?#   ,1A..A.Â&#x201C;.="Â&#x2C6;%    5   )   #nostra  Â&#x2013;+#      ; :Â&#x152;Â&#x2018;Â&#x2019;!  Viatico"Â&#x2C6;C :  #A A A    :#A A  A  #A A   #A

#A    #A  A  #A#A  # A  AB# Â&#x2019;/ #    5 "  Â&#x2014;

   D 5        â&#x20AC;&#x2122;.Â&#x201C;%#    5  # #  :9 

Uno dei valloncelli del monte Calvario

A sinistra: Arthur Conan Doyle A destra: H.G. Wells

Tre inviati di guerra dâ&#x20AC;&#x2122;eccezione 9.Â&#x201C;.3#Â&#x2C6;         B 0 Â&#x2019; ?  '#         # A visit to three fronts#       (Arthur Conan Doyle#(  Â&#x2014;Â&#x2DC; In giugno, a Ronchi# "Â&#x2C6;?               #          #           ?      :#      #           Â&#x2019;D Monfalcone e il Carso#    Val Raccolana,   /Â&#x2122;   #Â&#x2C6; Â&#x2019; & ?Â&#x161;#â&#x20AC;&#x2122;.3 arriva H.G. Wells#   # La guerra dei mondi9 War and Future#Â&#x203A; ls non nasconde lâ&#x20AC;&#x2122;orrore: ÂŤĂ&#x2C6;   %     #    "   ###  # Â&#x2019;Â&#x203A;  Udine#Palmanova e Aquileia, dove visita la basilica;  Monfalcone, Sagrado e Gorizia#               )4  .Â&#x201C;.3+"    Calvario e sul monte Sabotino% :#Â&#x2C6;San Martino sia Doberdò sono  &? 

Raccolana, frazione di Chiusaforte

Lâ&#x20AC;&#x2122;Isonzo a Gradisca

Il monte Sabotino

|

novembre-dicembre 2012

|

29


Panorama del Carso presso Doberdò del lago

           

! to di Campoformido fra Napoleone e lâ&#x20AC;&#x2122;Austria (1797). Ă&#x2C6; citato da H.G.Wells nei suo reportage sul fronte friulano.

A sinistra: La chiesa di Doberdò del lago. A destra: Rudyard Kipling

San Michele del Carso: monumento in memoria della Divisione ungherese Honwed

     "  #   #    #   #

 # Â&#x2019;C#Â&#x203A; #     "?  %Â&#x201D;#  friulana: ÂŤOvunque, villaggi brulicanti di soldati vestiti di ;  #   #     #  #     #     #   #    #  lonne di fanteria, cavalleriaÂť. A Campoformido#  #       #    #     9/ "    &$    giugno del â&#x20AC;&#x2122;.4: "Rudyard Kipling8    #  C tanta con il titolo unico La guerra nelle montagne#      Il libro della giungla, Kim, Capitani coraggiosi"#   !  Â&#x2039;   " Â&#x2C6;Â&#x201D;#     #                , dinanzi a Gradisca, ?Â&#x2013;!     :CÂ&#x152;Â&#x2018;&    #  ' #     # dove gli anelli della nuova Italia stanno ribadendosi sotto  #  ;  ' #   ;    Â&#x2019;8Â&#x153;       #       Â&#x2DC;*#    San Michele del Carso! @ #    Calvario"Â&#x2C6;~     :  #   si entro le sue stesse viscere, attraverso gallerie e incroci di #    scosto, Gorizia#    #  ##   #&Â&#x2019; ~     #           (#       D#  Â&#x203A;#?Â&#x161;Â&#x153;"  &   #     "#  @#:#         #  #  che nessuno scrivesse di loro.

Vanni Veronesi Monte Calvario: il monumento ai caduti italiani.

30

|

novembre-dicembre 2012

|


GIUSEPPE ZIGAINA Intervista di Giuliana Dalla Fior

ÂŤ

Uno sconosciuto

molto noto

Lâ&#x20AC;&#x2122;amicizia con Pasolini e i viaggi in laguna con Maria Callas. Lâ&#x20AC;&#x2122;infanzia tormentata e lâ&#x20AC;&#x2122;incidente che ha mutato per sempre la sua vita. A 88 anni, il Maestro friulano famoso in tutto il mondo si racconta in esclusiva per iMagazine.

ÂŤ

Nel suo studio tutto parla di pittura, di letteratura, di cultura, in un colorato disordine. Il Maestro, anche saggista e docente, parla con affabilitĂ , con un realismo ponderato e talora sofferto, con una miriade di ricordi e di digressioni, tra i giorni dellâ&#x20AC;&#x2122;infanzia e quelli dellâ&#x20AC;&#x2122;etĂ  matura.    $       affascina, talora commuove. Ă&#x2C6; davvero un uomo unico e straordinario. La sua grande casa, nascosta dagli alberi e dal verde, ci ascolta silenziosa in una delle aree residenziali di Cervignano del Friuli, la sua cittĂ  natale. PerchĂŠ ha scelto di vivere stabilmente qui? ÂŤNel 1950 ero stato invitato alla Biennale di Venezia. Lungo i viali che conducevano allâ&#x20AC;&#x2122;esposizione mi resi conto che gruppetti di persone, critici dâ&#x20AC;&#x2122;arte e non, mi guardavano stu-

pefatti e, girandomi le spalle o con parole quasi bisbigliate, si chiedevano: â&#x20AC;&#x153;Ă&#x2C6; quello Zigaina?â&#x20AC;?. Ero noto per i premi ed i riconoscimenti che giĂ avevo ricevuto, ma si stupivano che io fossi â&#x20AC;&#x153;diversoâ&#x20AC;?. In quella circostanza dissi a me stesso: â&#x20AC;&#x153;Io da Cervignano non mi muoverò piĂšâ&#x20AC;?. E da allora ho davvero vissuto fuori dal mondo, come comunemente inteso. Ho dovuto affrontare una vita come pochi hanno fatto e di fronte alle dif      eventiÂť. Si dice che la diversitĂ  sia stata il punto di unione tra lei e Pier Paolo Pasolini. Comâ&#x20AC;&#x2122;è nata la vostra amicizia? ÂŤCi incontrammo a Udine per la prima vol   B #      .Â&#x201C;Â?= .Â&#x201C;Â?3!  # occasione di una esposizione. Pasolini uscĂŹ dalla sala, mi si accostò e disse lentamente: â&#x20AC;&#x153;Ma tu sei Zigaina!â&#x20AC;?Âť. |

novembre-dicembre 2012

|

31


E lei? ÂŤGli risposi: â&#x20AC;&#x153;Penso che tu sia Pasoliniâ&#x20AC;?. GiĂ allora i giornali scrivevano di noi e i nostri cognomi avevano una certa notorietĂ . Fu un incontro in cui i nostri occhi carpirono qualcosa di specialeÂť. In che senso? ÂŤGli occhi guardano, vedono, decidono, creano, ristrutturano il tutto, perchĂŠ gli occhi colgono al di lĂ  delle parole. In quellâ&#x20AC;&#x2122;attimo iniziò la nostra amicizia, protrattasi per tutta la vita, in un vicendevole scambio di confessioni e collaborazioniÂť. Se le chiedessi un ricordo per lei importante del legame con Pasolini? Â&#x2C6;9.Â&#x201C;3Â&#x201C;#% 5"6Â&#x17E; è ontologico, come, credo, io lo sono per luiâ&#x20AC;?. Sicuramente, prima di esprimersi in tal senso, avrĂ  $          "      #  #   #       che capisce al volo le cose. Ci sono cose che si dicono, altre che si tacciono. Pasolini ha saputo molto presto, forse ancora nel ventre materno, che sarebbe stato torturato, psicologicamente e non solo, da suo padreÂť. Di nuovo il tema della diversitĂ â&#x20AC;Ś Due opere di Giuseppe Zigaina: in alto Bicicletta e falÂ&#x2C6;%   # ci; in basso Verso la laguna. to tra i due genitori: la madre che amava teneraNella foto dâ&#x20AC;&#x2122;apertura a pag. 31, Zigaina allâ&#x20AC;&#x2122;interno del proprio studio (foto di Danilo De Marco, www.euge- mente ed il padre che odiava. Egli aveva scoperto molto per tempo, da bambino, di avere tutte le niodavenezia.eu). caratteristiche di un omosessuale e questa riteneva fosse la â&#x20AC;&#x153;diversitĂ â&#x20AC;?. Quando, nellâ&#x20AC;&#x2122;incontro con me, si è reso conto che non avevo il braccio de# %    #  Â&#x2039;  va realmente capito che cosâ&#x20AC;&#x2122;è la â&#x20AC;&#x153;diversitĂ â&#x20AC;?: era    # #     un sorriso o rivolgendo sguardi preoccupatiÂť. Dalla vostra amicizia nacque anche un pro   " ÂŤIl nostro è stato un legame umano ed artisti  # .Â&#x201C;Â?Â&#x201C; alizzai 13 disegni per la raccolta di poesie di Pasolini, dal titolo Dovâ&#x20AC;&#x2122;è la mia Patria. In seguito, nel 1957, lui scrisse il poemetto Quadri friulani, in occasione di una mia esposizione pittorica a Roma; e poi ci furono le collaborazioni per  Â&#x2019; 7  &&    " < 

    = ÂŤDa bambino abitavo in prossimitĂ dellâ&#x20AC;&#x2122;attuale sottopasso ferroviario, e poco distante câ&#x20AC;&#x2122;era la villa di una specie di ambasciatore rappresentante dellâ&#x20AC;&#x2122;Egitto in Italia. In quella zona, tra due strade e molti giochi con i miei amici, in mezzo a loro, 32

|

novembre-dicembre 2012

|


lentamente, ho scoperto la mia vita. Mia madre faceva la sarta e mio padre il falegnameÂť. > @   " ÂŤVedevo spesso passare un camioncino che trasportava grossi pezzi di ghiaccio che, ho saputo poi, venivano portati a Grado per mantenere fresco il pesce. I miei amici di allora si divertiva      Un giorno, mentre mio fratello mi stava accompagnando allâ&#x20AC;&#x2122;asilo, (giĂ allora, in quella sede, incoraggiato ed esortato dal maestro Epifani, che abitava nellâ&#x20AC;&#x2122;attuale Piazza Indipendenza, disegnavo per tutto lâ&#x20AC;&#x2122;anno la storia del duce) avvistai il camioncino con i cubi di ghiaccio, e subito avvertii il desiderio di afferrare anchâ&#x20AC;&#x2122;io una scheggiaÂť. Negli istanti successivi cosa successe? Â&#x2C6;?=A3#     # #        una delle due ruote. Era luglio e per strada non câ&#x20AC;&#x2122;era anima viva. Mia madre e mio padre dapprima mi portarono da un medico lungo il viale della Stazione, poi allâ&#x20AC;&#x2122;ospedale di Monfalcone, dove mi amputarono lâ&#x20AC;&#x2122;arto. Tornai a casa dopo un meseÂť. Come cambiò la sua vita? ÂŤIn seguito consigliarono ai miei genitori di mandarmi in collegio a Tolmino (allora italiana), posto per me misterioso, ove scoprii la meraviglia della trasparenza dellâ&#x20AC;&#x2122;acqua dellâ&#x20AC;&#x2122;Isonzo. A Tol   1.Â&#x201C;Â?< le solitudine tutti i sabato fascisti. Il mio maestro mi aveva assegnato un posto da solo, vicino alla # Â&#x2039;   iniziato sulla vita di Benito MussoliniÂť. Unâ&#x20AC;&#x2122;infanzia solitaria. ÂŤMi hanno sempre tenuto â&#x20AC;&#x153;nascostoâ&#x20AC;?, essendo â&#x20AC;&#x153;diversoâ&#x20AC;?. Ero uno sconosciuto molto noto, perchĂŠ facevo paura. CosĂŹ amavo la solitudineâ&#x20AC;Ś Un diversivo era partecipare ai â&#x20AC;&#x153;ludi juvenilesâ&#x20AC;?, che vinsi ripetutamente: quelle competizioni mi consentirono di vedere non solo Gorizia ma anche FiD#  li. A Tolmino, per quasi dieci anni, la mia fu una vita isolata, fatta di rari incontri e visioni, felici e strane. Lâ&#x20AC;&#x2122;intera mia vita è stata unâ&#x20AC;&#x2122;esperienza strana: tutti parlavano della mia diversitĂ  ed io non sapevo se ridere o piangereÂť. Câ&#x20AC;&#x2122;è qualche ricordo piacevole? ÂŤUno dei pochi episodi divertenti accadde un giorno in cui entrai nella chiesa di Tolmino e scoprii che su un confessionale câ&#x20AC;&#x2122;era la scritta in sloveno â&#x20AC;&#x153;O ce Nasâ&#x20AC;? (Padre Nostro). Ma era ovvio che la prima interpretazione fosse, letta da un friulano, â&#x20AC;&#x153;o che nasoâ&#x20AC;?! E poi ricordo il mio amico della giovinezza, Detalmino Liva, poi divenuto taxista.

Lâ&#x20AC;&#x2122;esterno della villa di Giuseppe Zigaina a Cervignano del Friuli (foto in alto) circondata da alti alberi. Il pittore cervignanese, sposato, è padre di Alessandra (foto in basso), giornalista della Rai presso la sede regionale di Trieste.

Con lui, nella sua macchina, ho scoperto lâ&#x20AC;&#x2122;Europa, ho visto tutto dellâ&#x20AC;&#x2122;Est: la Polonia (con i campi di concentramento e ancora lâ&#x20AC;&#x2122;odore acre di gas e di corpi bruciati), Leningrado, Mosca, BerlinoÂť. Ma Cervignano e il Friuli sono rimasti sempre il suo rifugio. ÂŤPer me il sole era tutto, ma poi veniva oscurato dalla notte. La parte piĂš importante della mia giovane vita si è dipanata nei campi deserti, quando, di notte, non câ&#x20AC;&#x2122;era nemmeno il rumore degli aeroplani, disteso su un covone a guardare le stel"'   6  continua a pag. 35

Espositore mondiale Giuseppe Zigaina ha esposto non solo in Italia, ma in tutto il mondo: negli Stati Uniti, in Brasile, a Melbourne, Ankara, Istanbul, Berlino, Amburgo, Bonn, Monaco di Baviera, Londra, Salisburgo, Vienna, Innsbruck, Graz, Klagenfurt, Losanna, Ginevra, Helsinki, Stoccolma, Tallin, Reijkiavik, Parigi, Madrid, Lubiana.

|

novembre-dicembre 2012

|

33


mioâ&#x20AC;?, perchĂŠ ero convinto che in cielo sopra di me non ci fosse nessuno. Ho amato moltissimo an    / #    lento verso il mare. Di questo ho un ricordo molto importanteÂť. Quale? ÂŤPer esplicita richiesta di Pasolini, con una mia barca ho portato sul set, durante tutta la la Medea, Maria Callas, che era la protagonista. Percorrendo lentamente la laguna, giorno dopo giorno, Maria mi ha narrato tutto della sua vitaÂť. Che cosâ&#x20AC;&#x2122;è per lei la pittura? ÂŤĂ&#x2C6; uno dei modi che un essere umano ha per esprimersi, unitamente a tante altre forme espressiveÂť. X    < = ÂŤDovrebbe soffrire molto, patire nellâ&#x20AC;&#x2122;anima e nel corpoÂť. Alla sua nipotina cosa vorrebbe augurare? ÂŤLasciamo che passino gli anniâ&#x20AC;ŚÂť. Mi congeda rammentando un pensiero di Pasolini: ÂŤPer â&#x20AC;&#x153;essereâ&#x20AC;? bisogna essere in dueÂť. Si ferma un attimo. Quindi aggiunge: ÂŤĂ&#x2C6; una frasetta che vuol dire tutto e niente. Sembra uno scherzo, ma è realtĂ Âť. Giuliana Dalla Fior

Nell opera I girasoli (foto in alto) Giuseppe Zigaina conferma il suo interesse per la natura e la bellezza paesaggistica.

Giuseppe Zigaina (qui a fianco immortalato nel 1991 da Gianni Turchetto in uno dei rari scatti che lo raffigurano) è nato a Cervignano del Friuli il 2 aprile 1924 e risiede stabilmente nella cittadina della Bassa friulana. Ă&#x2C6; uno dei piĂš importanti e significativi pittori del Novecento italiano. Nel 1962 è nominato membro dellâ&#x20AC;&#x2122;Accademia san Luca di Roma e della SocietĂ Europea di Cultura. Nel 1984 inizia un periodo di insegnamento allâ&#x20AC;&#x2122;Art Institute di San Francisco e presenta ufficialmente alla Berkeley University la sua teoria rivoluzionaria sulla morte /linguaggio di Pasolini. Nel 2003 è nominato membro dellâ&#x20AC;&#x2122;Accademia di Germania a Monaco di Baviera per il suo lavoro di ricerca su Pier Paolo Pasolini e per le sue opere pittoriche. Gli sono stati conferiti piĂš di una decina di premi e riconoscimenti. |

novembre-dicembre 2012

|

35


IL RESTAURO DELLA SALA PETRARCA Servizio a cura di Marco Menato e Margherita Reguitti Immagini per cortesia di Bsi

ÂŤ

Profezia

dellâ&#x20AC;&#x2122;architettura

Grazie a un progetto di collaborazione tra la Biblioteca statale isontina e la locale FacoltĂ di Architettura, la cittĂ  di Gorizia rientrerĂ  in possesso di uno dei luoghi simbolo della propria cultura. Nuovo punto di incontro per le comunitĂ  italiana e slovena.

ÂŤ

Gorizia riscopre e recupera uno degli    :9       0       @   /   Â&#x2022;  #        8Â @ 63ÂĄ."(% 7#         

  #Â&#x2039; @ /  Â&#x2022;   ~                     9  Â&#x2C6;      Â&#x2019;# B@# @ /  B#!D #     #      @              &@ /     3- ##   ?  8  (  ( &   

     #  36

|

novembre-dicembre 2012

|

  9  0         

Margherita Reguitti ?  0

La storia La Sala Petrarca del Trgovski dom fu inaugurata con una grande festa nel settembre del 1904. Progettata da Max Fabiani (1865-1962) ne interpretava lo stile improntato al rigore geometrico di unâ&#x20AC;&#x2122;idea architettonica essenziale e dâ&#x20AC;&#x2122;avanguardia, quasi priva di decorazioni. Lâ&#x20AC;&#x2122;edificio costruito allâ&#x20AC;&#x2122;angolo fra corso Verdi e via Petrarca fino agli anni Venti era stato di proprietĂ del Consorzio commerciale e industriale della comunitĂ  slovena di Gorizia che lâ&#x20AC;&#x2122;aveva realizzato. Di fatto una sala polifunzionale dove avevano sede circoli, istituti, biblioteche e anche studi di professionisti. Nel 1927 il prefetto di Gorizia prendeva possesso dellâ&#x20AC;&#x2122;immobile e negli anni Trenta lo Stato fascista ne diventava proprietario. Nel dopoguerra passò al Demanio, fino alla sua chiusura alla fine degli anni â&#x20AC;&#x2122;80 fu sede della Lega Nazionale. Dal 2001, in ottemperanza alla legge a tutela della lingua e cultura slovena, lo Stato, tramite la Regione, ha destinato parte del piano terra alla biblioteca slovena. Nello stesso periodo la Sala Petrarca è stata affidata dal Demanio alla Biblioteca statale isontina.

Ma.re.


Un nuovo centro culturale  (%  Festival Internazionale della Storia            # "          Â&#x2039;     8 ##        (#       ?   (;          #   ¢Â?<¢Â?=   (#    

#0  #           #          &          0   ) #  (    +#     #      #     # #  # 

  8    ( # #  #      #          #     0  8"  ÂŁ    ÂŁ       ?  #    :      ?  )0 ?    0 (+  ( #    #       #               #         :       # ?Â&#x201D;# Â libreria Paternolli# ? (#      <1A,--.#  .Â&#x201C; )9      @ Â&#x201D;B +   D  "    

Lâ&#x20AC;&#x2122;ingresso della Sala Petrarca (foto in alto) e una vista interna (foto in basso), secondo il modello di simulazione digitale. A pagina 36, uno scorcio della sala momentaneamente aperta al pubblico lo scorso mese di maggio.

    :    )   +          (%  &        #      #  @      Â&#x2022;          (   #    

    Â&#x2039;       Â&#x2021;     )+<    Arsenal#         8Â @~                   #   

Marco Menato 0 |

novembre-dicembre 2012

|

37


PERSONAGGI

LUCA FERRI E LA COMPAGNIA ANĂ&#x20AC;-THEMA TEATRO Intervista e immagini di Michele Dâ&#x20AC;&#x2122;Urso

ÂŤ

A Nordest

qualcosa di nuovo

In quarta superiore venne stregato dagli attori che recitavano Pirandello. CosĂŹ, dopo la laurea in veterinaria, decise di creare la propria compagnia teatrale. ÂŤPer colpirmi, un attore deve dimostrarmi di avere un segretoÂť. Intanto è pronta la prossima sfida: la gestione di un nuovo teatro nellâ&#x20AC;&#x2122;alto Friuli.

ÂŤ

Ă&#x2C6; giovane, brioso, allegro, frizzante. Ma non frivolo. Assolutamente. Anzi, nel suo cuore si sente la forza dei tempi ed il valore dellâ&#x20AC;&#x2122;esperienza. E se lo provi non lo cambi mai piĂš. Sembrerebbe che stiamo parlando di vini, ma siete fuori strada, perchĂŠ il nostro personaggio misterioso è Luca Ferri, regista, attore ed autore. Come detto giovane, classe 1978, con il suo AnĂ thema teatro di Udine sta portando una fresca ventata di novitĂ  nel panorama teatrale regionale, e non    #    ;      ne di Bennato che recita: â&#x20AC;&#x2DC;Nei miei sogni di bambino la chitarra era una spada e chi non ci credeva era un pirataâ&#x20AC;&#x2122;. Luca, quando è nata la passione per il teatro? ÂŤIl teatro mi ha da sempre affascinato, lâ&#x20AC;&#x2122;ho corteg    ?       tina che ricordo molto bene: ero in quarta superiore e ci portarono al Piccolo Teatro di Milano per assistere ad uno spettacolo: I Giganti della montagna di Piran38

|

novembre-dicembre 2012

|

dello. Ricordo i compagni che scherzavano e parlavano nel buio, io invece ero completamente assorto. Ma non   ; per qualcosa che non sapevo spiegare e che oggi riconosco come la magia del teatro. Ero tremendamente invidioso di quelle persone che recitavano e da quel giorno ho speso la maggior parte delle mie forze ed energie dedicandomi a questa meravigliosa arteÂť. Eppure prima si è laureato in veterinaria e solo dopo è entrato in accademia: come mai? ÂŤA differenza di molti altri ragazzi sono entrato nel6 7;   permesso di essere piĂš consapevole e cosciente del percorso. Lâ&#x20AC;&#x2122;universitĂ mi ha fatto crescere ed in un certo senso mi ha preparato allâ&#x20AC;&#x2122;accademia dâ&#x20AC;&#x2122;arte teatrale. Tre anni di studio mi hanno insegnato quello che è il mio teatro ma soprattutto quello che non è il mio teatroÂť. Cosa intende? ÂŤPrima dellâ&#x20AC;&#x2122;accademia, ero entrato in altre scuole come quella di Roma o la Scuola internazionale di teatro#   # forse per la giovinezza. Studiare il teatro mi ha dato la possibilitĂ  di studiare me stesso e di costruire un


metodo per imparare a conoscere gli altri e il mon(      no nella sua completezzaÂť. Quando è nata in lei lâ&#x20AC;&#x2122;idea di AnĂ -thema teatro? ÂŤQuando mi sono diplomato in accademia avevo ben chiara nella testa lâ&#x20AC;&#x2122;idea di formare una compagnia come quelle di una volta, non un piccolo gruppo, non qualcosa che tenta di fare teatro, ma un vero grande teatro. Un mio maestro russo diceva: â&#x20AC;&#x153;Se pensi a realizzare un grande palcoscenico ne costruirai uno medio, ma se lo pensi medio ne costruirai uno piccoloâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;?. E cosĂŹ lâ&#x20AC;&#x2122;ho da sempre pensato grandissimoÂť. E i fatti le stanno dando ragioneâ&#x20AC;Ś ÂŤSei anni fa è nata lâ&#x20AC;&#x2122;idea di AnĂ -thema teatro che    ; suo interno molti attori, ed ognuno ha dato il suo con #   ventata un teatro produttivo indipendente che gestisce strutture teatrali, produce spettacoli e prosegue in un percorso di formazione, di crescita umana e professionaleÂť. Quali caratteristiche deve avere un attore per essere preso in considerazione da lei? ÂŤMi interessa il lato umano degli attori: amo il carat# #;  che per colpirmi un attore piĂš che saper parlare bene in dizione deve avere qualcosa da dire, deve dimostrarmi la sua unicitĂ , deve farmi intravedere che possiede un segretoâ&#x20AC;Ś Ă&#x2C6; lĂŹ che amo lavorare con lâ&#x20AC;&#x2122;attore, sul suo segreto, sulle sue capacitĂ  nascoste e naturaliÂť. Un consiglio per le nuove leve. ÂŤPer fare questo mestiere professionalmente biso   ;   Mi piace pensare al teatro come ad una persona: piĂš :  D$           re quanto lo vogliamo davvero. Spesso ai provini arrivano ragazzi di 19/20 anni che dicono â&#x20AC;&#x153;Il teatro è la mia vitaâ&#x20AC;?, ma non tutti sanno quello che vuol direÂť. Domanda impertinente: legge solo testi teatrali o anche la Gazzetta dello Sport? ÂŤLeggo tutto e mi diverte leggere tutto! La Gazzetta dello Sport non è proprio tra i miei giornali preferiti, ma ho scoperto di recente che a volte ha anche la pagina della cultura, cosĂŹ al bar capita che durante cappuccino e brioche gli dia una sbirciatinaÂť. Vivere della propria arte può condurre alla felicitĂ ? Â&#x2C6;    #  nella felicitĂ . Per esempio la colazione al bar la mattina e svegliarsi vicino alla persona amata, avere qualche giorno di vacanza in piĂš e saper spegnere la testa ogni tantoâ&#x20AC;Ś Nella parola felicitĂ  ci stanno tante coseÂť. Dicono che sta per gestire un nuovo teatro in costruzione nellâ&#x20AC;&#x2122;alto Friuli, roba grossaâ&#x20AC;Ś ÂŤNe ho sentito parlare anchâ&#x20AC;&#x2122;io, ma non vorrei fossero solo pettegolezziâ&#x20AC;Ś Se scopro qualcosa di piĂš, le

Luca Ferri, 34 anni, vive a Udine. Nel 2006 ha fondato, assieme a un gruppo di giovani attori professionisti, la compagnia AnĂ -thema teatro. Info: www.anathemateatro.com

faccio sapereÂť. Lei insegna anche in un teatro amatoriale, per la precisione al â&#x20AC;&#x2DC;Collettivo Terzo Teatroâ&#x20AC;&#x2122; di Gorizia. Come giudica il teatro amatoriale in generale? Â&#x2C6; #   Â&#x2122;  ?   '  amatori come gli unici e veri uomini di teatro, perchĂŠ lo fanno con il cuore, ma soprattutto perchĂŠ sono puri ed incondizionati nel creare. Copeau ha fondato molti teatri, ha rivoluzionato il teatro in Francia ed ha creato un metodo di studio costruendo scuole ed accademieâ&#x20AC;Ś Mi sono spiegato?Âť. Y"                 Z[     

domanda e darsi due risposteâ&#x20AC;Ś ÂŤLa domanda che mi faccio è: â&#x20AC;&#x153;Per quanto tempo?â&#x20AC;?Âť. La prima risposta? ÂŤPer sempreÂť. E la seconda? ÂŤMagari domani mattina scopro che non ne vale :  8   rei per farci qualcosa di teatrale, quindiâ&#x20AC;ŚÂť. Quindi non ci resta che goderci i suoi prossimi spettacoli. Michele Dâ&#x20AC;&#x2122;Urso |

novembre-dicembre 2012

|

39


F I R M E CO N S A P E V O L I

Le clausole nulle

Rubrica a cura di Massimiliano Sinacori

D I R I T T O

contenute in un contratto assicurativo

40

Il 26 giugno 2012 la Corte di Cassazione ha pronunciato la sentenza n. 10619 intervenendo su una questione ampiamente dibattuta: la differenza tra le clausole limitative della responsabilità e le clausole limitative dell’oggetto del contratto. Ciò prestando particolare attenzione alle conseguenze concrete connesse all’una o all’altra qualificazione. L’applicazione più rilevante in materia si ha senz’altro nell’ambito dei contratti di assicurazione, dove si tratta spesso di stabilire se la specifica clausola della polizza intervenga a limitare o escludere il rischio garantito, piuttosto che a circoscrivere l’oggetto del contratto. È certamente utile evidenziarne la differenza considerando la diffusione dei contratti assicurativi, cui il contraente deve avvicinarsi informato, consapevole. Sulle clausole limitative della responsabilità poniamo in rilievo: 1. la formalità della specifica approvazione per iscritto ex art. 1341, comma 2, c.c. (le c.d. clausole vessatorie); 2. la presunzione di abusività, nel caso di contratti dei consumatori ex art. 33 Codice del Consumo; 3. la nullità delle clausole di esonero da responsabilità per dolo o colpa grave ex art. 1229 c.c. |

novembre-dicembre 2012

|

Nella pronuncia in esame, la Corte muove dal concetto stesso di vessatorietà di cui all’art. 1341 c.c., comma 2, attinente a contratti unilateralmente predisposti da un contraente in base a moduli o formulari da utilizzare per una serie indefinita di rapporti: “In ogni caso non hanno effetto, se non sono specificamente approvate per iscritto, le condizioni che stabiliscono, a favore di colui che le ha predisposte, limitazioni di responsabilità, facoltà di recedere dal contratto o di sospenderne l’esecuzione, ovvero sanciscono a carico dell’altro contraente decadenze, limitazioni alla facoltà di opporre eccezioni, restrizioni alla libertà contrattuale nei rapporti con i terzi, tacita proroga o rinnovazione del contratto, clausole compromissorie o deroghe alla competenza dell’autorità giudiziaria”. Nel caso specifico del contratto di assicurazione, sono da considerare clausole limitative della responsabilità ex art. 1341 c.c. solo quelle clausole che limitano le conseguenze della colpa o dell’inadempimento o che escludono il rischio garantito; mentre attengono all’oggetto del contratto e non sono, perciò, assoggettate al regime previsto dal comma 2 di detta norma, le clausole che riguardano il contenuto ed i limiti della garanzia assicurativa a speci-


ficazione del rischio garantito. L’ipotesi esaminata dalla richiamata sentenza della Cassazione n. 10619/2012 attiene alla presenza di una clausola “temporale” che riduca il termine prescrizionale rispetto a quello ordinario decennale della responsabilità contrattuale. Tale prescrizione è stata ritenuta non vessatoria, mirando la stessa solamente a delimitare l’oggetto della garanzia prestata sotto il profilo temporale, fissando la durata entro cui i rischi sarebbero stati assicurati. La Corte, peraltro, ha sostenuto che per potersi configurare l’ipotesi contemplata nel secondo comma dell’art. 1341 c.c. – sopra riportato – in tema di condizioni generali di contratto, non sarebbe stata sufficiente la predisposizione dell’intero contratto a cura della compagnia assicurativa, ma sarebbe stato altresì necessario che lo schema negoziale fosse stato precostituito e che le condizioni generali fossero state determinate mediante moduli o formulari finalizzati ad una serie indefinita di rapporti, ciò senza che all’assicurato fosse stato consentito di apportare eventuali modifiche. Nel caso di specie la clausola “temporale” era contenuta nelle condizioni particolari di polizza, approvate specificamente dall’assicurato e non contenute in un modulo o in un formulario già predisposto. La specifica clausola, pertanto, non incontra nel caso concreto le conseguenze sopra sintetizzate ai punti 1, 2, 3, che opererebbero invece nel caso in cui una clausola limitativa della colpa, dell’inadempimento, ovvero escludente il rischio garantito, fosse stata inserita tra le condizioni generali di un contratto il cui schema negoziale rimandasse a moduli o formulari standardizzati.

Massimiliano Sinacori Per approfondimenti ed esame di alcune pronunce e della casistica in materia è possibile rivolgere domande od ottenere chiarimenti via e-mail all’indirizzo ✍ massimiliano@ avvocatosinacori.com


C I V I L E

SOCCORSO ALPINO

Angeli

P R O T E Z I O N E

d’alta quota

Un infortunio mentre si pratica scialpinismo. Una valanga improvvisa. Nei momenti di pericolo estremo sulle vette innevate, i volontari del Soccorso Alpino possono essere l’unica speranza di salvezza. Ecco come intervengono.

Servizio e immagini a cura di Protezione Civile FVG

Un incidente, una persona dispersa, un gruppo sommerso da una valanga. Sono alcune delle situazioni di pericolo che possono verificarsi in alta montagna e coinvolgere gli appassionati di scialpinismo o coloro che prediligono lo sci fuori pista. Situazioni estreme che i volontari del Servizio Regionale del Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) sono chiamati ad affrontare nella consapevolezza che ogni minuto può essere determinante. L’anima di questa realtà sono i volontari presenti capillarmente su tutto il territorio montano della regione. Ognuno di loro viene selezionato e addestrato secondo un piano formativo nazionale. La struttura conta circa 350 tecnici suddivisi in 80 spelo-soccorritori e 270 soccorritori alpini. I volontari che fanno domanda di ammissione devono essere in possesso di requisiti tecnici imprescindibili: arrampicata sul quarto grado da 42

|

novembre - dicembre 2012

|

capocordata, saper sciare in pista e fuori pista, avere una buona conoscenza del territorio montano nella propria zona di competenza. Le zone sono definite Stazioni, e in Friuli Venezia Giulia ce ne sono nove: Udine/Gemona, Pordenone, Trieste, Maniago, Valcellina, Forni di Sopra, Forni Avoltri, Moggio Udinese, Cave del Predil. Ognuna è comandata da un capo stazione che organizza le reperibilità H24, coordinando tutte le attività.

L’allerta Di fronte ad un incidente in alta quota, la Sala operativa regionale della Protezione Civile o la centrale operativa del 118 allertata individuano la stazione competente e allertano telefonicamente il referente reperibile. Questi allerta a sua volta il Capo Stazione o il responsabile di zona, che hanno il compito di organizzare in tempi rapidi la squadra di soccorso. Presso il magazzino della stazione è sempre pronto l’automezzo di intervento, già equipaggiato con tutti i materiali necessari.


Quando si tratta di un intervento sanitario diurno e con la presenza di un elicottero, la squadra si reca il più velocemente possibile sul posto per fornire eventualmente supporto al personale dell’elicottero. A partire dal 2001, inoltre, un Tecnico di Elisoccorso del CNSAS è sempre presente a bordo dell’aeromobile del 118 di Udine, fornendo una valida interfaccia con il personale a terra. Qualora non si tratti di un problema sanitario, ma la chiamata è volta alla ricerca di un disperso, dopo aver individuato il target (l’obiettivo) in base alle informazioni reperite, la squadra può anche decidere di allertare l’elicottero della Protezione Civile per un sorvolo. Negli interventi di ricerca più complicati, si fanno intervenire le unità cinofile e si allertano le stazioni confinanti per avere più personale a disposizione.

Incubo valanghe

Esercitazione dei volontari della Protezione Civile in contesto di valanghe Nel frattempo gli elicotteri trasportano le squadre sull’area per iniziare i sondaggi nelle zone prioritarie. Il tutto è coordinato dapprima dal tecnico di elisoccorso, quindi dal capo stazione ed eventualmente dal delegato di zona.

Corsa contro il tempo

I tempi per ritrovare in vita una persona sepolta sono molto stretti: solo se il travolto è riuscito a creare una sacca d’aria per respirare può resistere circa un’ora, altrimenti dopo pochi minuti avviene il decesso. Ci sono stati casi di persone salvate anche dopo un’ora e mezza, ma restano eventi molto rari: l’ipotermia avviene velocemente conducendo all’arresto cardiaco. La situazione può divenire ancor più drammatica a causa della visibilità. Se la chiamata avviene di notte, infatti, le cose si complicano e i tempi si allungano notevolmente. Per raggiungere la zona possono essere necessarie ore di cammino, senza contare che al buio non sono visibili eventuali tracce dei dispersi. Ma, soprattutto, non ci si rende conto del pericolo in agguato: un triste esempio è la valanga che in Val di Fassa, tre anni fa, sommerse mortalmente di notte 4 soccorritori. Quando, infine, i soccorritori hanno la fortuna di recuperare persone vive e c’è la necessità di trasportarle a valle velocemente, vengono caricate sulla barella e trasportate a schiena fino al campo base, per conseL’elisoccorso del 118 in azione durante un interven- gnarle all’ambulanza del 118. to in alta quota Di fronte all’avvento di valanghe, entra in azione un protocollo di intervento molto complesso. Le valanghe, infatti, sono solitamente interventi difficili e hanno bisogno di una buona organizzazione. Nei periodi in cui il pericolo di valanghe è maggiormente elevato, il CNSAS istituisce una reperibilità di unità cinofile già pronte presso la base di Tolmezzo, da dove decolla in pochi minuti l’elicottero della Protezione Civile regionale, solitamente in contemporanea con l’elicottero sanitario del 118; vengono inoltre allertate le squadre via terra della zona di competenza. Una volta giunto sull’obiettivo, il Tecnico di Elisoccorso del CNSAS sorvola la valanga per una scansione visiva e strumentale con ARTVA (apparecchio ricerca travolti da valanga). Contemporaneamente viene sbarcata l’unità cinofila per una ricerca via terra: se i travolti non hanno con sé l’ARTVA, infatti, l’unica loro possibilità di salvezza è il cane da valanga.

Non solo neve

Gli interventi di soccorso dei volontari del CNSAS sono circa 170 all’anno e comprendono tutte le attività svolte in ambiente montano ed ipogeo: alpinsmo, escursionismo, torrentismo, cascate di ghiaccio, sci in pista e fuori pista, scialpinismo, parapendio, deltaplano, mountain bike, lavori sugli alpeggi, boscaioli, caccia. Info: www.cnsas-fvg.it |

novembre - dicembre 2012

|

43


P R U D E N Z A

Guidare

A L

V O L A N T E

foto: www.marsicalive.it

d’inverno

Q U E S T U R A

È opportuno richiamare, sin d’ora, l’attenzione degli automobilisti ad adeguare la guida, in particolare sulle tratte autostradali, nelle condizioni di nebbia, pioggia, neve e ghiaccio, tipiche della stagione “fredda”.

Rubrica a cura della Questura della Provincia di Gorizia

In caso di nebbia Occorre rallentare ed aumentare la distanza di sicurezza poiché la scarsa visibilità ritarda la percezione del pericolo. Ancora più insidiosi sono i banchi di nebbia; meglio mantenere una velocità moderata per evitare brusche frenate evitando così il verificarsi di eventuali tamponamenti. Per rendere il proprio veicolo più visibile, oltre ai fari, è opportuno accendere i retronebbia e, se presenti, i fendinebbia anteriori. In caso di improvvisi rallentamenti, incolonnamenti o soste di emergenza è buona abitudine accendere la segnalazione luminosa di pericolo con il simultaneo funzionamento di tutti gli indicatori di direzione (le cosiddette 4 frecce). In caso di pioggia Bisogna procedere a velocità moderata evitando le brusche accelerazioni, decelerazioni e le improvvise sterzate perché l’asfalto bagnato aumenta considerevolmente gli spazi di frenata. Occorre prestare particolare prudenza nei sorpassi, soprattutto dei mezzi pesanti, poiché la quantità di acqua sollevata dal veicolo che precede può provocare l’improvvisa diminuzione della visibilità. Una condotta di guida prudente evita anche il rischio dello sbandamento o del fenomeno dell’acquaplaning. L’aquaplaning indica il galleggiamento del veicolo su uno strato d’acqua raccoltosi sul fondo 44

|

novembre-dicembre 2012

|

stradale (anche per cause diverse dalla pioggia). Davanti al pneumatico si forma un cuneo di acqua che gli intagli sul battistrada non sono più in grado di scaricare lateralmente, determinando così la completa perdita di aderenza del pneumatico. Il fenomeno aumenta in proporzione allo spessore dello strato d’acqua, all’usura del battistrada, alla velocità del veicolo. Ricordiamo che in caso di pioggia e di precipitazioni atmosferiche in genere i limiti di velocità in autostrada sono ridotti da 130 km/h a 110 km/h (sulle principali strade extraurbane i limiti scendono a 90 km/h). In ogni caso è bene avere la massima visibilità alla guida verificando l’efficienza delle spazzole tergicristallo. In caso di neve e ghiaccio È importante mantenere una velocità estremamente ridotta, usando le marce basse per evitare il più possibile frenate intense. La scarsa aderenza alla strada allunga considerevolmente lo spazio di frenata e va dunque aumentata la distanza di sicurezza dal veicolo che precede. Su gran parte della rete autostradale e su diverse strade extraurbane è obbligatorio, dal 15 novembre al 15 marzo (salvo particolari prescrizioni emanate a livello locale) avere a bordo catene da neve o montare pneumatici invernali.


Importante è non lasciare la cintura troppo lenBuona abitudine consiste nel mettere il liquido antigelo anche nel serbatoio dei tergicristalli al fine ta perché in caso di incidente la cintura potrebbe di mantenere in perfetta efficienza le spazzole ter- consentire alla donna di scivolare bruscamente verso il basso. La conseguenza sarebbe un pericologicristallo. so strappo verso l’alto del tratto di cintura che pasCon l’occasione è bene porre l’attenzione sul ri- sa sotto la pancia, causando ferite alla mamma e al spetto, non solo durante il periodo invernale, di al- bambino. Per quanto riguarda il trasporto di bambini di stacune norme stabilite dal codice della strada volte ad aumentare la sicurezza stradale degli automobilisti. tura inferiore a 150 cm ci sono norme precise per l’uso delle cinture di sicurezza. In questo caso dovranno essere utilizzati, in base Giubbotti o bretelle riflettenti Devono essere indossati dai conducenti dei veicoli al peso del bimbo, seggiolini o adattatori seguendo fermi sulla carreggiata, fuori dai centri abitati, di notte attentamente le istruzioni riportate nel loro manuale. I dispositivi di ritenuta sono obbligatori dalla nao in condizioni di scarsa visibilità. Ad esempio, è obbligatorio indossarli quando si va a sistemare il trian- scita fino al raggiungimento dei 36 chili di peso: fino golo dopo un guasto o se si scende dall’automobile a 18 kg si possono usare solo i seggiolini, oltre queferma sulla corsia d’emergenza. L’obbligo, si estende sto peso si possono utilizzare anche gli adattatori. Quest’ultimi sono dei piccoli sedili che, solleanche ai passeggeri che scendono dal veicolo. Le caratteristiche tecniche dei giubbotti e delle vando il bambino, permettono di usare le cintubretelle riflettenti ad alta visibilità sono state stabi- re di sicurezza dell’auto che però vanno passate lite con decreto del Ministero delle Infrastrutture e sotto le alette poste ai lati, in senso longitudinadei Trasporti del 30 dicembre 2003; per l’automo- le al torace. Fino a 9 chili di peso il bimbo deve essere trabilista è indifferente utilizzare giubbotti o bretelle e scegliere il colore, che può essere arancione, ros- sportato in senso contrario alla marcia dell’auto. so o giallo; l’importante è che sull’etichetta sia ripor- Molto importante è non mettere mai il bambino sul tato il marchio “CE” insieme a quello “UNI EN 471” sedile anteriore se la macchina è provvista di air(la sigla CE da sola potrebbe significare “China ex- bag, a meno che quest’ultimo non possa essere diport”!). Attenzione dunque a dove e da chi si acqui- sinserito. In ogni caso, il posto più adatto per sistemare il bambini è il sedile posteriore, al centro, che stano questi oggetti. È opportuno tenere il giubbotto nell’abitacolo protegge anche da eventuali urti laterali. Lo schienale del seggiolino deve essere ben apdella vettura e non nel bagagliaio in modo da poterlo indossare prima di scendere dall’automobile così poggiato al sedile della macchina e le cinture presenti sul dispositivo devono sempre essere allacciada non commettere nessuna infrazione. te, anche per brevi tragitti. Il conducente è il responsabile del mancato utiCinture di sicurezza Tutti i veicoli, immatricolati dal 15 giugno 1976 e che lizzo della cintura o del sistema di ritenuta da parsiano predisposti sin dall’origine con specifici punti di te del passeggero di minore di età, se a bordo non attacco, devono aver installate le cinture di sicurezza, è presente chi è tenuto alla sorveglianza del minore stesso. sia per i posti anteriori che per quelli posteriori. L’obbligo di utilizzo delle cinture di sicurezza riguarda il conducente ed i passeggeri di autovetture, di autoveicoli destinati al trasporto di cose e di NUMERI UTILI autobus. E DI EMERGENZA Dal 30 luglio 2010 anche i conducenti e i passeggeri delle cosiddette minicar sono tenuti ad indosdi Stato sare le cinture si sicurezza, purché i veicoli ne siano 113 Polizia Soccorso pubblico di Emergenza provvisti sin dall’origine. Anche le donne in gravidanza devono usare le 118 Emergenza medica cinture di sicurezza perché non solo non danneggiano il bambino ma ne riducono i rischi in caso di 112 Carabinieri incidente. Molte donne credono erroneamente che sia suf115 Vigili del Fuoco ficiente solo l’airbag per proteggere il nascituro: cinture di sicurezza ed airbag devono agire insieme per 117 Guardia di Finanza far scendere del 70% la soglia di pericolo per la futura mamma e per il bambino. Il tipo di cintura che Corpo forestale dello Stato 1515 Emergenza ambientale abitualmente troviamo sulle autovetture in commercio deve passare sotto la pancia e sull’anca poiché Capitaneria di Porto 1530 Emergenza in mare se la cintura passa sulla pancia con un urto violento c’è il pericolo di subire ferite interne.

800-82.20.56

Blocco Bancomat


G I O V A N I

E

F O R M A Z I O N E

S O C I E T À

Scuola

flickr_ole Miss - University of Mississippi

in caduta libera?

La riduzione dell’orario settimanale negli istituti scolastici è solo l’ultimo di una serie di interventi destinati modificare radicalmente la scuola pubblica italiana. In meglio o in peggio?

Rubrica a cura di Andrea Fiore

L’anno scolastico 2012/13 è iniziato da poco, ma le discussioni sulla riduzione delle ore di lezione prevista dal decreto ministeriale sono tutt’altro che sopite. Per affrontare correttamente la questione, tuttavia, credo sia importante distinguere due aspetti della vicenda: uno prettamente pratico, l’altro più qualitativo.

46

Un servizio sociale Fin dalla sua istituzione, la scuola dell’obbligo ha sempre svolto un importante funzione sociale nei confronti delle famiglie accudendone i figli durante le giornate lavorative. Da questo punto di vista, ritengo che la scuola abbia il dovere di venire in|

novembre-dicembre 2012

|

contro alle esigenze pratiche delle famiglie, non impedendo da un lato ai bambini di stare con i genitori quando questi sono liberi e, dall’altro lato, di non costringere mamma e papà lavoratori a salti mortali per garantire ai loro figli la presenza di un adulto nei giorni feriali in cui la scuola è chiusa. Ecco perché in questa visione meramente pratica, la scelta tra i 5 o i 6 giorni di scuola a settimana dovrebbe essere “mista”: consentire cioè alle famiglie di scegliere l’opzione loro più congeniale. E dal punto di vista qualitativo? Meno ore = Miglior apprendimento. Equazione discutibile Parlando di questa nuova riforma, viene spesso tirato in ballo il model-


lo scolastico anglosassone, caratterizzato da cinque intense giornate settimanali (mattina e pomeriggio) di lezioni e attività didattiche, seguite da due giorni (sabato e domenica) di totale libertà. Un modello diverso da quello dell’Europa meridionale e dell’Italia, basato per anni prevalentemente sui sei giorni settimanali di lezione, con cinque ore quotidiane. Dire quale dei due modelli sia il migliore è impossibile. A parità di risorse… Scuola tutta tagli In questo contesto la forte riduzione del numero di insegnanti dedicati alle materie più specialistiche rischia di divenire una discriminante pesante nel futuro qualitativo della scuola italiana. Oggi viviamo infatti in un mondo che richiede sempre maggiori competenze e conoscenze: rispondere a questa esigenze diminuendo il numero delle ore di insegnamento e la specificità degli apprendimenti potrebbe essere un autogol pericoloso. Già oggi un ragazzino italiano che frequenta la scuola dell’obbligo (senza corsi privati aggiuntivi) arriva ai 14 anni senza essere in grado di sostenere una conversazione in lingua inglese o senza reali conoscenze dei programmi informatici. Situazione inimmaginabile nel resto d’Europa.

fare cassa? La risposta è negativa. Anche perché nel resto d’Europa le società hanno trovato equilibri migliori a livello scolastico. In pratica, se si deve tagliare vengono cercate tutte le soluzioni possibili per non doverlo fare nel mondo della scuola e della formazione. La scelta italiana, invece, che taglia indiscriminatamente risorse, rischia di condurre ad una scuola pubblica sempre più debole rispetto a quella privata. Ciò perché le famiglie che vorranno e potranno investire sulla formazione dei propri figli si rivolgeranno a istituti che dispongono delle risorse necessarie per offrire questi insegnamenti. Con uno sguardo sempre più puntato oltreconfine: la “fuga dei cervelli” dall’Italia è infatti ormai una triste realtà quotidiana.

Cambiare rotta? Solo dopo aver toccato il fondo La domanda più ovvia che viene da porsi è la seguente: perché non si cambiano le cose? Probabilmente, perché sistemi burocraticamente e politicamente complessi come quello italiano, che procede da anni su questa direttrice, fino a quando non sono vicini all’implosione non trovano la forza per cambiare dall’interno. Tuttavia la drammaticità della situazioIl futuro? Privato o estero ne impone di prendere il toro per le corNel mondo della crisi globale, gli al- na, per evitare che questa società diventi tri Paesi sono intervenuti sulla scuola per sempre più ignorante. Perché nell’era della conoscenza è impensabile non investire nella scuola, premiando gli studenti meritevoli e offrendo loro opportunità migliori, evitando di parificare tutti al minimo.

dott. Andrea Fiore flickr_Blinde 8

Medico delle Farmaco-Tossicodipendenze, psichiatra

|

novembre-dicembre 2012

|

47


A U T O R I T À

E

A C C O G L I E N Z A

R I C E R C A

Il ruolo

flickr_ole Miss - University of Mississippi

della paternità

Servizio a cura di Cristian Vecchiet

Il senso del limite e del rispetto delle regole rappresenta un tassello fondamentale nella formazione dei nostri giovani. Possibile attuarlo in una società sempre più senza padri?

48

Dopo alcuni decenni di silenzio, negli ultimi anni si è ripreso con decisione a parlare di regole, di autorità e di paternità. Questo ritorno evidenzia una palese necessità educativa, un bisogno della pratica educativa. La centratura per lungo tempo attribuita alla dimensione dell’accudimento, dell’accoglienza incondizionata, dell’atteggiamento non giudicante, ha avuto di fatto la conseguenza, a volte anche non voluta, di perdere di vista l’altro polo necessario, ossia quello del confine, del limite, del giudizio oggettivo. La realtà umana è intrinsecamente segnata da polivalenze ed equivocità. L’uomo rappresenta una realtà complessa in cui convivono istanze diverse ma complementari e spesso impropriamente ritenute contraddittorie. L’uomo ha potenzia|

novembre-dicembre 2012

|

lità e debolezze, è volto alla bontà ma anche all’egoismo, ha bisogno di comprensione ma anche di rimprovero. La condizione umana, diceva Guardini, è segnata da una “opposizione polare”. Accoglienza e limite costituiscono una opposizione di cui ogni uomo ha fortemente bisogno. Specialmente nel corso dell’infanzia e dell’adolescenza. È un’opposizione rappresentata di fatto tradizionalmente dalle funzioni materna e paterna. La madre accoglie e accudisce. Il padre pone e fa rispettare i limiti, le regole, le norme. Almeno in Occidente la funzione materna risponde prevalentemente al principio di piacere, quella paterna al principio di realtà. Nel dittico “madre-bambino”, inteso come stato fusionale di piacere, si deve frapporre un terzo, il padre, che deve recidere il cordone ombelicale, che


deve aprire alla ruvidità della vita. È solo grazie a questo “terzo”, grazie al padre, che un individuo impara a convivere con la differenza, a renderla parte di sé. È grazie alla ferita, che il padre infligge alla ricerca esasperata del piacere, che un uomo diventa uomo. La funzione paterna consente al bambino di acquisire una diversa capacità di sentire e di soddisfare i propri bisogni e desideri. Il padre inoltre limita la fantasia di onnipotenza, tipica del bambino. Il padre svolge quindi la funzione di imporre le regole, definire dei confini, segnare dei limiti. La funzione paterna è essenziale per permettere l’acquisizione della capacità di tollerare la frustrazione dell’esclusione dal rapporto fusionale della madre con il bambino e al tempo stesso la capacità di proteggere e incentivare nel figlio l’apertura verso l’esterno e la progressiva autonomia. È noto che Freud riconduce la funzione paterna al meccanismo edipico: il padre si frappone nel rapporto tra la madre e il figlio, ponendo quindi un divieto al godimento senza limite. Jung, nell’opera Simboli della trasformazione, così definisce la sua idea sull’archetipo paterno: “Il padre è il rappresentante dello spirito, la cui funzione è quella di opporsi alla pura istintualità. Questo è l’ufficio archetipico che a lui compete indipendentemente dalle sue qualità personali”. La paternità non è soltanto sinonimo di ferita inferta. È molto di più. È il combustibile, proprio in quanto ferita, che alimenta il desiderio. Solo il limite posto e imposto è in grado di far maturare la spinta a superare il presente, a investire sul futuro, a lottare per qualcosa in più. Un figlio senza il padre è disorientato. Il rapporto con sé e col mondo si fa più contrastato. E questo vale sia per il maschio che per la femmina. È difficile crescere e si rischia di rimanere eterni adolescenti Una precisazione è importante. Le funzioni materna e paterna non corrispondono strettamente a padre e madre. La maternità e la paternità non si declinano semplicemente mediante la costituzione biologica. Il padre e la madre possono svolgere entrambe

le funzioni in misura variabile. Questo è tanto più vero oggi, in seguito ai cambiamenti di carattere culturale e sociale che hanno investito l’Occidente negli ultimi decenni. Oggi i maschi offrono accudimenti primari e le donne pongono regole. In alcuni casi invece di distinguere tra funzione materna e paterna, si parla di accudimento primario e di funzioni adulte. La società senza padri è la società in cui la funzione paterna, quella che incarna il principio di realtà, risulta messa in discussione e pesantemente affievolita. Se i genitori fanno gli “amici” dei figli e giustificano sempre gli atteggiamenti dei figli, se gli insegnanti smettono di esigere che gli alunni facciano sempre i compiti, se gli adulti si comportano da adolescenti, i figli non hanno la possibilità di crescere e diventare adulti. I risultati si vedono nella difficoltà a tollerare le frustrazioni, a non rassegnarsi di fronte agli insuccessi, a lottare nelle situazioni complicate, a volte persino a ribellarsi. Cosa fare di fronte all’eclisse del padre? Non rimane che recuperare la funzione e la simbologia del padre, accanto a quella della madre. La genitorialità implica le due funzioni e la loro armonizzazione. Il che vuol dire imparare a dire “no”, a porre regole e a farle rispettare, a definire delle distanze e a non oltrepassarle. Accanto a questo, la madre deve imparare a fare il suo e non oltre. La realtà è complessa e come tale va rispettata, paternità e maternità devono convivere, accoglienza e legge devono stare insieme. Certo non sarà facile riscoprire la funzione paterna e i suoi simboli ma non c’è alternativa. Il padre deve ridiventare padre, la madre deve ridiventare madre, l’insegnante insegnante, l’allenatore allenatore, il Sindaco Sindaco… evitando scivolamenti autoritari. Forse il primo passo è rendersene conto. Cristian Vecchiet Cristian Vecchiet è coautore del volume L’autorità in educazione. Ricerca sui modelli educativi della Bassa Friulana, libro che racchiude i risultati della ricerca “L’autorità in educazione”, promossa dall’Associazione La Viarte onluss. |

novembre-dicembre 2012

|

49


P S I C O L O G I A

Flickr_Carlo Alberto Marchese

CO N FL I T TI I N TERI O RI

Rubrica a cura di Giuliana De Stefani

Perché saboto?

50

È un’esperienza abbastanza comune fare dei buoni propositi per migliorare la qualità della propria vita, per curare qualche disturbo di salute o per conseguire qualche ambito obiettivo lavorativo o di studio. Come abbiamo visto nello scorso articolo, talora questi propositi non riescono a concretizzarsi così come l’immaginazione li delinea: oltre a possibili impedimenti oggettivi contingenti, intervengono spesso delle turbative psicologiche che di fatto impediscono l’avvio o il mantenimento della sequenza coerente di comportamenti che consentirebbe il conseguimento dell’obiettivo desiderato (es.: non inizio dieta e movimento per ottenere il dimagrimento). Abbiamo già appurato che la forza dell’utilità per la persona non è un valore assoluto, ma compete con altri bisogni individuali dei quali di solito non siamo affatto consapevoli. In sostanza, quando ad esempio abbiamo una malattia che richieda cure strutturate e prolungate nel tempo, il prevalente bisogno di cura e guarigione va consi|

novembre-dicembre 2012

|

derato contingente, cioè riferito alla situazione attuale, al “qui ed ora”, e dovrebbe essere preminente a livello di coscienza. Silente, in ognuno di noi, esiste però sempre il bisogno di riconoscimento, il più atavico dei bisogni presente in ogni cucciolo di ciascuna specie animale. Questo è il bisogno che ci lega in modo biologico e psicologico alla vita, o meglio, alla tenace voglia di vivere: fin dalla nascita sappiamo di esistere e di valere proprio perché qualcuno “ci riconosce” . Ovviamente questo compito spetta primariamente alla madre e all’entourage familiare. Proprio da un inconsapevole conflitto tra questi due bisogni, uno attuale ed uno arcaico, può nascere il blocco comportamentale che ci impedisce di iniziare e concludere un personale programma in qualunque campo: salute, lavoro, studio, relazioni, creatività. Ma in cosa consiste effettivamente il conflitto interiore? In situazione di una percezione soggettiva di carenza di riconoscimento, ognuno di noi è inconsciamente orientato a ri-


Flickr_hotsquirrel

cercare… riconoscimento! Senza rendercene conto, molto del nostro agire è indirettamente volto a colmare la percezione di mancanza di valore e di importanza che talora emerge interiormente. Quindi, ad esempio, continuiamo a chiedere attenzione o siamo eccessivamente compiacenti con persone che “vorremmo conquistare”, a cui vorremmo piacere… questa è la priorità! Insomma, abbiamo ben altro da fare che curarci, studiare, pianificare una carriera, tutte cose noiose… Se la nostra componente infantile è in conflitto con la parte adulta, è facile che l’azione risolutiva del problema (la terapia, la dieta, lo studio, ecc.) subisca qualche sabotaggio, che potrà andare da qualche deviazione dai comportamenti più appropriati fino alla rinuncia della meta. A seconda della personalità di base, ognuno di noi avrà più probabilità di attuare certe forme di sabotaggio rispetto ad altre: proviamo a vedere alcune classiche dinamiche. 1. Inizio la cura secondo il protocollo condiviso (o la dieta, o lo studio), ma dopo poco inizio a saltare il programma per qualche giorno, e lo riprendo appena il senso di colpa diventa consistente: entro in un’alternanza legata all’umore giornaliero. Qui opera pesantemente il meccanismo dell’ambivalenza. 2. Inizio la cura senza convinzione, per paura, per compiacere il medico o un familiare ed apporto semplificazioni “innocue” alla terapia per toglierle potenza, ma senza oppormi chiaramente. È un meccanismo di resistenza passiva sorretta da una forma strisciante di opposizione. 3. Consulto più professionisti, compro i farmaci e decido di “curarmi” in modo autonomo, al di fuori di protocolli, indicazioni tera-

peutiche e verifiche professionali, in un’ottica del “fai da te”. Mi assumo un’enorme responsabilità nella gestione della mia salute, in carenza di specifiche competenze mediche. Si attua di fatto l’antileadership, con opposizione manifesta all’operatore del settore che viene visto come nemico. 4. In presenza di diagnosi e prescrizioni terapeutiche, decido di non curarmi, penso che il problema si risolverà da sé, oppure che non è poi così serio, oppure che è troppo grave per curarlo oppure… che non importa a nessuno se mi curerò. Il meccanismo è la negazione del problema che induce un comportamento passivo. Sono solo alcuni dei più comuni stili di risposta ad un conflitto tra i bisogni dell’Io Bambino e la capacità operativa dell’Io Adulto. La via d’uscita? Costruire una equilibrata co-gestione dell’agire utile per la persona, a partire dalla buona conoscenza dei propri bisogni emotivi ed affettivi, perché ormai l’abbiamo capito: sono loro che possono condizionarci significativamente nel quotidiano agire “per i nostri interessi”. La prossima volta vedremo qualche strategia.

Giuliana De Stefani Psicologa psicoterapeuta |

novembre-dicembre 2012

|

51


P O S T U R A

C O R R E T T A

Prevenire Il mal di schiena colpisce otto adulti su dieci almeno una volta nella vita e si può manifestare come dolore acuto o cronico a livello cervicale, toracico (schiena alta, spalle o a metà dorso), lombare (con o senza compromissione di glutei e gambe) o presentarsi come sofferenza diffusa. Non è quasi mai dovuto alle ossa: spesso dipende da una difficoltà di funzionamento di una componente della colonna vertebrale (muscoli, legamenti, disco). Quando diventa cronico, il mal di schiena rientra nella definizione generale di dolore muscolo-scheletrico, cioè una sofferenza causata da una patologia dell’apparato muscolare e/o scheletrico che si manifesta come dolore a livello lombare nel 30-40% dei casi, nel 15-20% come dolore cervicale e di spalla e nel 10-15% colpisce il ginocchio, l’articolazione temporo-mandibolare o si manifesta come dolore cronico diffuso. L’origine di tali patologie è legata a diversi fattori che possono interessare la sfera fisica, psicologica e sociale. Pertanto le cause possono essere numerose: incidenti pregressi che hanno causato contratture muscolari ed instabilità delle articolazioni, eccessivo e/o errato utilizzo della schiena e delle sue componenti, tensione e stress psicologici che portano ad una contrattura

52

|

S A L U T E Rubrica a cura di Annalisa Casarin - Immagine: Flickr_healthandfitnessfirst

il mal di schiena

novembre-dicembre 2012

|

persistente dei muscoli, situazioni lavorative o sportive con impiego prolungato ed asimmetrico di determinati gruppi di muscoli e articolazioni, patologie ossee o muscolari congenite o acquisite.

Cenni di anatomia della colonna vertebrale L’elemento portante del corpo umano è senza dubbio la colonna vertebrale (fig. 1). Essa è costituita da corFig. 1 pi ossei, le vertebre, e dischi cartilaginei. Le vertebre subiscono modificazioni sostanziali sia a causa della degenerazione dovuta all’età (perdita della capacità di rimodellamento osseo) e al sesso (le donne in menopausa perdono la protezione ormonale), sia causate dallo stile di vita di ciascuno di noi. I dischi, che fungono da ‘ammortizzatori’ cartilaginei, perdono l’elasticità e l’idratazione quotidianamente, per poi riprenderle dopo un periodo adeguato di riposo, ma


con lâ&#x20AC;&#x2122;andare del tempo riducono ancheâ&#x20AC;&#x2122;essi la capacitĂ di ripristinare la loro funzione. La colonna vertebrale è protetta e sostenuta in tutte le sue parti da muscoli e legamenti in modo da creare un sistema in grado di sostenere il peso di tutto il corpo e farlo muovere.

Prevenzione primaria

Segni e sintomi che potrebbero indicare un problema piÚ serio del semplice dolore muscolare. Se presenti consultate il vostro medico di base appena possibile. t Febbre superiore ai 38°C t Perdita di peso non giustificata da una dieta od esercizio fisico t Dolore costante che non si allevia cambiando posizione o riposando t Dolore che raggiunge il torace o la parte alta della schiena t Dolore che scende lungo le gambe e sotto il ginocchio t Trauma recente od incidente con lesioni t Perdita del controllo degli sfinteri (perdita di urina e/o feci) t Inabilità ad urinare t Formicolio/perdita di sensazione cutanea intorno a genitali, glutei, perineo t Se assumete steroidi (cortisonici) da lungo tempo o avete una malattia invalidante per la quale assumete terapia che indebolisce il sistema immunitario

La prima regola per evitare il mal di schiena in tutte le sue forme è di mantenere i muscoli elastici e tonici, ad esempio frequentando la piscina o un corso di yoga o pilates. Quando sentite che la schiena ha ripreso uno stato di salute adeguata, potete avvicinarvi a sport quali la corsa, il ciclismo ed il ballo. Lo stretching ha un ruolo chiave nel rafforzare il corpo e deve sempre essere utilizzato come metodo per riscaldare i muscoli sia prima dellâ&#x20AC;&#x2122;esercizio fisico, che in concomitanza di lavori domestici o giardinaggio. La seconda regola nella prevenzione del dolore è stare attenti ai movimenti che fate, specialmente quelli di routine, che ormai sono diventati unâ&#x20AC;&#x2122;abitudine cui non prestate attenzione: t QSJNB EJ NVPWFSWJ  QFOTBUF B RVBMF NPWJ mento fare e come attuarlo in modo da creare il minor stress possibile su articolazioni e muscoli; t TFTJFUFPCCMJHBUJBQPTUVSFTUBUJDIFQFSMVO go tempo (computer), fate dei movimenti con collo e braccia ogni 20 minuti e valutate frequentemente la vostra postura apportando opportuni aggiustamenti (fig. 2); t OPOVTBSFTFEJF QPMUSPOFFMFUUJUSPQQPNPMMJ o che vi obbligano ad una postura errata; t FWJUBSFTDBMJOJUSPQQPBMUJ t QFSDIJOBSTJTVMMBWBOEJOPJOCBHOPPJODVDJ na, piegare le ginocchia;

t OPODPSSFSFTVBTGBMUPPUFSSFOJUSPQQPEVSJF senza adeguata calzatura, non correre in bicicletta forzando la pedalata o stando in piedi sui pedali; t WFTUJSTJ F TWFTUJSTJ TUBOEP TFEVUJ  BODIF QFS calze e scarpe; t QFS TBMJSF JO NBDDIJOB  QSJNB TFEFSTJ  QPJ portare dentro le gambe ed utilizzare un supporto lombare; t QFSTPMMFWBSTJEBMMFUUP HJSBSTJEJGJBODPFTF dersi e per entrare in vasca da bagno, prima sedersi sul bordo; t QFSSBDDPHMJFSFPHHFUUJEBUFSSB QJFHBSFMFHJ nocchia; t QFS TQPTUBSF VO PHHFUUP TUBOEP JO QJFEJ P raggiungere un oggetto stando seduti, non ruotare solo il torace, ma spostare tutto il corpo. Queste semplici regole dovrebbero essere attuate fin dallâ&#x20AC;&#x2122;infanzia. Il progressivo aumento di problemi muscolari in bambini e adolescenti rende urgente la necessitĂ di educare al corretto utilizzo del corpo queste fasce dâ&#x20AC;&#x2122;etĂ . Se adeguatamente istruiti, i ragazzi potranno diventare adulti che non soffrono di mal di schiena.

Fig. 2

Dr. Annalisa Casarin Per informazioni su Esercizi Posturali Assistiti: www.medicinaintegrata.eu

|

novembre-dicembre

|

53


I

L

M

E

SCADENZA 12 NOVEMBRE ▶ AGAPE NATALE Sezioni: A) poesia; B) racconto Lunghezza: B) max 5 cartelle Quota: € 10,00 Premi: targhe e medaglie Info: 041 900404 www.associazioneagape.org SCADENZA 14 NOVEMBRE ▶ SATURNO D’ARGENTO Sezioni: A) narrativa; B) poesia Lunghezza: libera Quota: nessuna Premi: 1. € 1.000,00 + trofeo; € 2. 500,00 + trofeo; 3. € 2.500,00 + trofeo Info: 0995 316414 www.comuneleporano.it SCADENZA 15 NOVEMBRE ▶ VERSI & POESIA Sezione: A) poesia; B) narrativa Lunghezza: A) 40 versi; B) 5.400 battute Quota: € 10,00 Premi: 1. € 150,00; 2. € 100,00; 3. € 50,00 Info: www.orizzontecultura.org ▶ UN VIAGGIO LUNGO UN’EMOZIONE Sezioni: A) poesia; B) fumetto; C) blog Lunghezza: A) max 40 versi; B) 6 tavole Quota: nessuna Premi: cofanetto viaggio e pubblicazione opera Info: 338 4150796 www.ilcherubino.org SCADENZA 20 NOVEMBRE ▶ POESIA AL BAR Sezioni: A) poesia edita; B) poesia inedita Lunghezza: max 40 versi Quota: € 10,00 Premi: diplomi, targhe, pubblicazioni Info: 0544 215580 www.alberteistein@mail.com SCADENZA 27 NOVEMBRE

S

T

I

E

R

E

▶ ISOLA DEL POSTINO Sezione: poesia Lunghezza: max 25 versi Quota: nessuna Premi: premi in denaro e soggiorni vacanza Info: isoladelpostino@gmail.com SCADENZA 30 NOVEMBRE ▶ TROFEO UMBERTO MONTEFAMEGLIO Sezione: poesia Lunghezza: max 36 versi Quota: € 13,00 Premi: pubblicazione opera e attestati Info: 02 98233100 www.club.it SCADENZA 7 DICEMBRE ▶ SASSI E PAROLE Sezione: racconto inedito Lunghezza: 6.000 battute Quota: nessuna Premi: prodotti alimentari Info: 0331 968104 www.comune.mercallo.va.it SCADENZA 15 DICEMBRE ▶ CONCORSO INTERNAZIONALE DI POESIA E TEATRO CASTELLO DI DUINO Sezioni: A) poesia; B) teatro (monologo o dialogo) Lunghezza: A) max 50 versi; B) max 10.000 battute Quota: nessuna Premi: premi in denaro, pubblicazione opere, targhe Info: 040 638787 www.castellodiduinopoesia.org SCADENZA 27 DICEMBRE ▶ CHI COLTIVA UN GIARDINO COLTIVA LA FELICITÀ Sezioni: A) narrativa inedita under 18; B) narrativa inedita over 18 Lunghezza: max 10 cartelle Quota: nessuna Premi: targhe e attestati Info: 015 2534203 www.comune.candelo.bi.it

D

I

S

C

R

SCADENZA 30 DICEMBRE ▶ PREMIO LETTERARIO INTERNAZIONALE JACQUES PRÉVERT Sezione: A)raccolta di poesie; B) narrativa Lunghezza: A) 22-26 poesie max 36 versi; B) libera Quota: € 18,00 Premi: pubblicazione opera e attestato Info: 02 98233100 www.club.it ▶ LETTERE A LETIZIA Sezioni: A) prosa; B) poesia Lunghezza: max 18.000 battute Quota: nessuna Premi: da definire Info: 0934 575936 http://concorsoletterealetizia.blogspot.it SCADENZA 31 DICEMBRE ▶ CONCORSO DEGLI ASSI Sezioni: A) poesia; B) narrativa; C) libro di poesia; D) libro di narrativa Lunghezza: libera Quota: A) e B) € 12,00; C) e D) € 30,00 Premi: pubblicazione opere Info: 011 4346813 www.cartaepenna.it ▶ MARANATÀ Sezioni: A) poesia over 20; B) poesia under 20 Lunghezza: max 40 versi Quota: A) € 15,00; B) nessuna Premi: premi in denaro e medaglie Info: 080 3268167 www.avventisti.it/gravina ▶ TEMPO VISSUTO Sezione: racconti Lunghezza: min 10.000 max 25.000 battute Quota: nessuna Premi: pubblicazione opera in formato digitale e pergamena Info: info@tempovissuto.it www.tempovissuto.it

www.edizionigoliardiche.it

I

V

E

R

E

▶ PREMIO GIOVANNI DESCALZO Sezioni: A) poesia singola; B) raccolta di versi inedita; C) racconto Lunghezza: libera Quota: € 25,00 Premi: premi in denaro, opere artistiche e targhe Info: 348 2454470 ar1978@libero.it ▶ ELSA BUIESE Sezione: raccolta di poesie inedite Lunghezza: min 250 max 400 versi Quota: nessuna Premi: pubblicazione opera Info: 339 1122499 www.darsudine.it ▶ GUTEMBERG#LAB 2012 Sezione: narrativa – racconti brevi Lunghezza: 16.000 battute Quota: € 10,00 Premi: pubblicazione opera, ebook, targhe Info: 339 2709073 www.gutenberglab.it ▶ LE PAROLE DELL’AMORE Sezioni: A) narrativa; B) esperienze autobiografiche Lunghezza: max 20 cartelle Quota: nessuna Premi: pubblicazione opera, targa Info: 0574 470820 www.leparoledellamore.info ▶ ANTOLOGIE POETICHE ARTEMIA Sezione: antologia poetica Lunghezza: libera Quota: nessuna Premi: pubblicazione opera Info: www.culturcalabria.it SCADENZA 10 GENNAIO ▶ PREMIO CIMITILE Sezioni: A) narrativa inedita; B) narrativa edita; C) attualità edita; D) saggistica edita; E) archeologia e cultura artistica in Età Paleocristiana e altomedievale Lunghezza: libera Quota: nessuna Premi: pubblicazione opera, Campanile d’Argento Info: 081 8239927 www.fondazionepremiocimitile.it SCADENZA 15 GENNAIO ▶ NAPOLI CULTURAL CLASSIC Sezione: poesia Lunghezza: max 30 versi Quota: nessuna Premi: pubblicazione opera Info: 081 5126531 www.culturalclassic.it


D A

L E G G E R E

(as) s a g g i

Paolo Giordano Il corpo umano Mondadori, 2012 Pagg. 312 € 19,00 ISBN: 9788804616252 È un plotone di giovani ragazzi quello comandato dal maresciallo Antonio René. L’ultimo arrivato, il caporalmaggiore Roberto Ietri, ha appena vent’anni e si sente inesperto in tutto. Per lui, come per molti altri, la missione in Afghanistan è la prima grande prova della vita. Al momento di partire, i protagonisti non sanno ancora

che il luogo a cui verranno destinati è uno dei più pericolosi di tutta l’area del conflitto. Sfiniti dal caldo, dalla noia e dal timore per una minaccia che appare ogni giorno più irreale, i soldati ricostruiscono dentro la base la vita che conoscono, approfondiscono le amicizie e i contrasti fra loro, cercano distrazioni di ogni tipo e si lasciano andare a pericolosi scherzi camerateschi. Soltanto la notte, sdraiati sulle brande, vengono sorpresi dai ricordi. Nel silenzio assoluto, che è silenzio della civiltà ma anche della natura, riescono a sentire la pulsazione del proprio cuore, il ronzio degli altri organi interni - l’attività incessante del corpo umano.

14 luglio 1099. Mentre Gerusalemme si prepara all’invasione dei crociati, un uomo greco, conosciuto come il Copto, raccoglie tutti gli abitanti della città, giovani e vecchi, donne e bambini, nella piaz-

za dove Pilato aveva consegnato Gesù alla sua fine. La folla è formata da cristiani, ebrei e mussulmani, e tutti si radunano in attesa di un discorso che li prepari per la battaglia imminente, ma non è di questo che parla loro il Copto: il vecchio saggio, infatti, li invita a rivolgere la loro attenzione agli insegnamenti che provengono dalla vita di tutti i giorni, dalle sfide e dalle difficoltà che si devono affrontare. Secondo il Copto, la vera saggezza viene dall’amore, dalle perdite sofferte, dai momenti di crisi come da quelli di gloria, e dalla coesistenza quotidiana con l’ineluttabilità della morte.

Carsten Stroud Niceville Longanesi, 2012 Pagg. 414 € 16,40 ISBN: 9788830431829 Benvenuti a Niceville, una piccola cittadina del Sud degli Stati Uniti, circondata dal verde delle colline, popolata di alberi e di antiche ville coloniali... E abitata dal male. Nelle sue strade deserte, illuminate dalla luce seppiata del pomeriggio che inonda prati perfettamente curati, da anni ormai troppa gente sparisce nel nulla.

Come Rainey Teague, di appena dieci anni, che la madre aspetta invano di veder spuntare lungo il vialetto di casa, strascicando i piedi come ogni giorno dopo la scuola. Quando scatta l’allarme della sua scomparsa, la polizia si mobilita in massa, anche se non c’è nessun indizio da seguire. O quasi. Perché a Niceville ogni famiglia nasconde un segreto. La scomparsa di Rainey è soltanto il primo anello di una catena di avvenimenti che nel giro di sole trentasei ore travolgeranno la vita di molte persone. Soprattutto quella di Nick Kavanaugh, un poliziotto con un lato oscuro, e di sua moglie Kate, appartenente a una delle più antiche famiglie di Niceville.

Paulo Coelho Il Manoscritto ritrovato ad Accra Bompiani, 2012 Pagg. 180 € 16,00 ISBN: 45271861

Ginevra Pugliese Sretan put! Manuale della lingua croata, bosniaca, serba per italiani con cd audio Edizioni Goliardiche, 2011 Pagg. 354 € 29,50 ISBN: 9788878730670 Il manuale, il cui titolo significa “Buon viaggio!”, si rivolge a chi desidera accostarsi allo studio della lingua croata, bosniaca, serba con una nuova veste grafica ed un numero superiore di esercizi rispetto all’edizione prece-

dente. Lo studio si articola attraverso la storia dell’incontro tra una ragazza italiana ed un medico di Zagabria, raccontato in ogni capitolo del libro con un brano introduttivo, dei dialoghi e modelli strutturali, lo schema grammaticale con le spiegazioni, alcuni esempi di frasi idiomatiche, una parte antologica, diversi esercizi ed il vocabolario dei termini della singola lezione. Per quanto concerne l’aspetto linguistico viene adottata la variante stokavo-ijekava. Alla stesura del volume ha contribuito Sanja Roic, docente di lingue presso le Università di Zagabria e di Trieste. Al testo è allegato un cd audio adatto a migliorare la pronuncia e la comprensione orale.

Visita il sito www.edizionigoliardiche.it e scopri l’elenco di tutte le librerie del Friuli Venezia Giulia dove puoi richiedere i libri di Goliardica Editrice e delle Edizioni Goliardiche

www.edizionigoliardiche.it


L’ansia?

Una straordinaria forma di emozione In un libro, lo psicoterapeuta Roberto Pagnanelli affronta il fenomeno in modo inedito: «L’ansia è come un’onda: a saperla guidare può donare grande forza». Dottor Pagnanelli, che cos’è per lei l’ansia? «Per uno psichiatra come me l’ansia è una patologia psichica, come il panico e la depressione. Tuttavia, in un’ottica psicoterapeutica, l’ansia altro non è che una manifestazione delle nostre emozioni, degli istinti, della sensibilità di una persona. Se la nostra psiche è una sorta di serbatoio che contiene le nostre energie, qualcuno lo possiede capiente come quello di un’automobile, altri piccolo come una boccetta di profumo. In generale quando facciamo ciò che ci piace e siamo soddisfatti, l’ansia si riduce e compaiono sentimenti piacevoli che allietano le nostre giornate. Quando invece le nostre energie sono in conflitto fra loro, su un piano inconscio, si manifesta quella serie di sintomi che tutti conoscono: sudorazioni, paura, angoscia, insonnia, tachicardia, vertigini e aumento della pressione del sangue». Quali sono le principali cause dell’ansia? «Possono essere molteplici: vi sono per così dire casi “ereditari” dettati dalla genetica (figli di madri ansiose sono spesso più ansiosi dei compagni che hanno madri tranquille), altri d’impronta ambientale e quindi appresi nel corso dell’esistenza. Vedere il proprio genitore sempre preoccupato o terrorizzato da certi eventi apparentemente innocui (un ragno sul muro o l’andare a comprare le sigarette al bar) genera nel figlio uno stato di allerta con apprensione e timori di diverse situazioni peraltro tranquille. Per la psicanalisi l’ansia è una sorta di conflitto interiore fra due parti della nostra psiche che Freud denominava Es e Super Io. Mentre il Super Io è il senso del dovere, l’Es è la parte bambina, l’energia che contiene i nostri bisogni, i desideri, i sogni nel cassetto, tutto ciò che ci piacerebbe fare di bello nella vita. Ma fra i nostri sogni e la loro realizzazione si contrappongono la “realtà” e la vita stessa che a volte ci costringono a ripiegare su situazioni che non sempre sono all’altezza di soddisfare i nostri desideri. In questo modo il panico e l’ansia iniziano a serpeggiare nell’anima». Nel suo libro definisce l’ansia come “una straordinaria forma di emozione”: cosa intende? «L’ansia è come un’onda: può diventare uno tsunami o una dolce spuma che accarezza i piedi su una spiaggia. A saperla guidare, l’emozione da distruttiva si fa creativa, positiva, capace di donare forza. Le persone ansiose sono intuitive, vivono in un modo molto emotivo, vibrano a causa delle loro sensazioni, ammirano l’arte e la poesia, adorano i tramonti e le cene romantiche. Gli “ansiosi” hanno una spiccata sensibilità e un amore per la natura. Tutti elementi molto positivi che possono emergere nel corso di una psicoterapia. Durante il percorso psicologico si impara ad amarla e a valorizzarla. L’ansia da patologia da combattere a qualsiasi costo si fa amica, compagna di viaggi. Sotto un certo piano è la parte migliore di noi». Sempre nel libro accenna a sentimenti ed emozioni che inquinano la nostra psiche: quali sono? 56

|

luglio - agosto 2012 |

«Invidia, gelosia, rabbia, fretta, dipendenza dagli altri, insicurezza, ma anche malumori, tristezza, sintomi della menopausa e tanti altri malesseri che possono essere affrontati e superati con rimedi naturali. Perché certamente sono convinto che vorremmo che ben altri sentimenti abitassero nel nostro animo: la sicurezza, la capacità di ascoltare gli altri, la tranquillità, la fiducia, il sorriso. Nel volume indico ricette mediche concernenti i più importanti rimedi naturali». Perché ritiene che i rimedi naturali e olistici siano gli strumenti più adatti per affrontare l’ansia? «Nei casi più gravi occorrono certamente gli psicofarmaci. Tuttavia, dove il caso lo permette, si possono utilizzare anche rimedi naturali da abbinare agli psicofarmaci in modo da permettere l’impiego di minori dosaggi dei farmaci “allopatici”. Nei casi più lievi, la terapia naturale è sufficiente a sedare le ansie del paziente, conducendo in tempi relativamente brevi al benessere. In questo caso i risultati sono incoraggianti anche senza far ricorso a psicofarmaci. Non dimentichiamo poi che i farmaci ansiolitici, come le benzodiazepine, conducono a fenomeni (es. dipendenza) che costringono il paziente a incrementare il dosaggio e a trovarsi in difficoltà al momento di sospenderne l’assunzione. Fenomeni che non avvengono nelle cosiddette “terapie dolci”».

Roberto Pagnanelli, 50 anni il prossimo 17 dicembre, è medico-chirurgo, psichiatra e psicoterapeuta. È specializzato in Psichiatria all’Università degli Studi di Trieste, diplomato in Medicina Psicosomatica presso l’Istituto Riza di Milano, in Medicina Omeopatica presso l’Università degli Studi di Urbino e in Psicoterapie Brevi presso il C.I.S.S.P.A.T. di Padova (riconosciuto dal MURST). Autore di pubblicazioni su riviste scientifiche e di volumi di successo in campo medico e psicologico, ha partecipato a trasmissioni radiotelevisive nazionali e collaborato con le riviste Starbene, Viver Sani & Belli, Top Salute, Donna Moderna e con il quotidiano Il sole 24 ore. È stato docente di Omeopatia presso la Scuola di Naturopatia dell’Istituto Riza di Milano e ha ideato una tecnica psicoterapeutica, la Musicoterapia Cinematografica. Attualmente lavora come psichiatra e psicoterapeuta a Trieste e Monfalcone. Sposato, è padre di due figli. Appassionato di fotografia, ama passeggiare in montagna. Ha un debole per le moto e si cimenta spesso nella guida dei go kart. Info: robertopagnanelli@libero.it


M 9 novembre – 9 dicembre

▶ ANTOLOGICA DI GRAFICA CONTEMPORANEA Con omaggio all’incisore e xilografo Furio De Denaro. Monfalcone (Go). Galleria Comunale d’Arte Contemporanea, piazza Cavour 44. Orario da verificare. Ingresso libero. Info: 0481 494360 www. galleriamonfalcone.it

O

S

T

Fino al 18 novembre

▶ GIOVANNI NAPOLEONE PELLIS - L’ANIMA DEL FRIULI Mostra antologica. Cividale del Friuli (Ud). Palazzo De Nordis, piazza del Duomo 5. Orario: gio-dom 10-18. Ingresso libero. Info: 0432 731540 associazioneventidarte.wordpress.com

R

E Fino al 29 novembre

▶ GEA D’ESTE Mostra personale Pordenone. La Roggia, viale Trieste 19. Orario: mar-sab 16-19.30. Ingresso libero. Info: 0434 552174 www.laroggiapn.it

▶ L’ILLUSIONE DELL’ACCIAIO - SOLDATI, ELMI, SCUDI E CORAZZE SUL FRONTE DELL’ISONZO. 1915-1917 Esposizione fotografica e documentale. Gorizia. Scuderie di Villa Coronini, viale XX Settembre 14. Orario: mardom 10-13/14-19. Ingresso: intero € 5,00; ridotto € 3,00. Info: 0481 533485 www.coronini.it Fino all’11 novembre

▶ I BRONZI DI IULIUM CARNICUM La mostra racconta delle straordinarie scoperte effettuate già a partire dal Settecento nell’area della Basilica forense di Iulium Carnicum. Zuglio (Ud). Civico Museo Archeologico, via Cesare 19. Orario: mer-gio 9-12, venerdì-dom 9-12/15-18. Info: 0433 929290 museo.zuglio@libero.it

▶ SOGNI E LAVORO NELLE STORIE DEI FRIULANI. LA FERROVIA TRANSIBERIANA Il percorso propone alcuni aspetti dell’epopea dei lavoratori friulani impiegati dalla fine dell’800 fino al 1904 nella realizzazione della ferrovia transiberiana nell’area Krugobaykalia. Pordenone. Spazi espositivi provinciali, Corso Garibaldi. Orario: marven 10-12/15-19; sab-dom 10-19. Ingresso libero. Info: 0434 231418 www.provincia.pordenone.it Fino al 15 novembre

▶ WINCKELMANN E L’ARTE PRESSO GLI EGIZI Mostra articolata in tre sezioni: “Morire per quattro monete”, “Scopritore di un nuovo antico” e “Antico Egitto a Trieste”. Trieste. Civico Museo di Storia ed Arte - Orto Lapidario, piazza della Cattedrale 1. Orario: mar-dom 1019. Ingresso: intero € 4,00; ridotto € 3,00. Info: 040 310500 cmsa@comune.trieste.it

▶ 1912-2012 CENT’ANNI DELLA SINAGOGA DI TRIESTE CARLO MORPURGO, LA TRAGEDIA DI UN UOMO GIUSTO Mostra fotografica. Trieste. Museo della Comunità ebraica di Trieste “Carlo e Vera Wagner”, via del Monte 5-7. Orario: lun/ mer/ ven/ dom 10-13, mar/gio 1619. Ingresso libero. Info: 040 633819 museumcarloeverawagner@triestebraica.it

▶ OMAGGI A RAUL CENISI Rappresentativo di opere degli anni Trenta e due opere mai esposte a Gorizia nel dopoguerra. Gorizia. Musei Provinciali, piazza De Amicis 2. Orario: mar-dom 919. Ingresso: intero € 3,50; ridotto € 2,50. Info: 0481 547541 www.gomuseums.net

▶ SENTIERI ILLUSTRATI Opere delle illustratrici Agnese Baruzzi, Sarolta Szulyovsky e Pia Valentinis. Pordenone. Casa Zanussi, via Concordia 7. Orario: feriale 16-19, festivo 10.30-12.30/16-19. Ingresso libero. Info: 0434 553205 www.centroculturapordenone.it/cicp

▶ LA POESIA DELLA NATURA Mostra delle illustrazioni per l’infanzia realizzate da Alessandra d’Este. Udine. Palazzo Valvason Morpurgo, via Savorgnana 12. Orario: mar-dom 15-18. Ingresso libero. Info: www.turismofvg.it

▶ STORIA DELLA FISARMONICA E DEGLI STRUMENTI ANTICHI Mostra di fisarmoniche e altri antichi strumenti musicali. Tolmezzo (Ud). Museo Carnico, via della Vittoria 2. Orario: mar-dom 1013/15-18. Ingresso: intero € 5,00; ridotto € 3,00. Info: 0433 43233 www. museocarnico.it Fino al 24 novembre

▶ LE FORNACI DELLA CHIAMANA: UNA FABBRICA DI 2000 ANNI FA In esposizione 207 esemplari, appositamente selezionati, di ceramica invetriata, di laterizi con bolli e di ceramica comune rinvenuti nel territorio del Comune di Carlino, in località La Chiamana, nel corso degli scavi di un impianto produttivo di epoca romana, effettuati a partire dagli anni Settanta. Carlino (Ud). Centro civico. Orario: ven-dom 17-19. Ingresso libero. Info: www.comune.carlino.ud.it

Fino al 5 gennaio

15 dicembre – 7 aprile

▶ GIAMBATTISTA TIEPOLO A VILLA MANIN Dipinti sacri e profani, provenienti da luoghi di culto così come da prestigiosi musei europei e americani, illustrano il percorso artistico di Giovanni Battista Tiepolo.

▶ COLEI CHE SOLA A ME PAR DONNA Femminilità tra letteratura e vita quotidiana nell’Umanesimo. Trieste. Museo petrarchesco piccolomineo, via Madonna del Mare 13. Orario: lun-sab 9-13, gio anche 15-19. Ingresso libero. Info: 040 6758184 museopetrarchesco@comune.trieste.it

Codroipo (Ud). Villa Manin di Passariano. Orario: lun-ven 9-18, sabdom 9-19, 25/12 14-19, 31/12 9-14, 1/01 11-19. Ingresso: intero € 10,00; ridotto € 8,00. Info: 0432 821211 www.villamanin-eventi.it 18 dicembre – 18 gennaio

▶ COMPLICE MENTE ARTE Pittura, videoarte, poesia, arte orafa, ceramica. Gorizia. Galleria d’Arte Mario Di Iorio, via Mameli 12. Orario: lunven 10.30-18.30, sab 10.30-13.30. Ingresso libero. Info: 0481 81215 www.isontina.beniculturali.it Fino al 28 dicembre

▶ GIORGIO SCHUMANN PUNTI DI VISTA Una quarantina di acrilici su tavola realizzati di recente dall’artista. Trieste. Galleria Rettori Tribbio 2, piazza Vecchia 6. Orario: mar-sab 10-12.30/17-19.30, dom 10-12. Ingresso libero. Info: rettoritribbiots@gmail.com

Fino al 13 gennaio

▶ L’ISOLA DEGLI DEI. BALI NELL’OPERA DI GOTTHARD SCHUH Mostra fotografica del reporter svizzero Gotthard Schuh su Bali e i suoi abitanti. Udine. Galleria Tina Modotti, via Sarpi. Orari da verificare. Ingresso libero. Info: http://udinecultura.it

▶ METAMORPHOSIS: LE COLLEZIONI MOROSO FRA DESIGN E ARTI VISIVE Progetti, arredi, prototipi, fotografie per ricostruire, attraverso le collezioni Moroso, la storia del design negli ultimi decenni e le sue prospettive più recenti. Udine. Museo d’arte moderna e contemporanea, via Cavour 14. Orario: mer-lun 10.30-17. Ingresso: intero € 5,00; ridotto € 2,50. Info: 0432 414772 www.udinecultura.it Fino al 15 gennaio

▶ DIARIO DI FAMIGLIA, RITRATTI DI UOMINI E PAESAGGI Mostra sul pittore carnico Marco Davanzo.

16 novembre – 1 aprile

▶ I COLORI DELLA SEDUZIONE Opere di Gianbattista Tiepolo e Paolo Veronese.

Ampezzo (Ud). Palazzo Unfer, piazza Zona Libera 1944. Orario: sabdom 9.30-12.30/15-18. Ingresso libero. Info: 0433 80758 www.comune.ampezzo.ud.it

Udine. Castello, piazzale del Castello. Orario: mar-dom 10.30-17. Ingresso: intero € 5,00; ridotto e 2,50. Info: 0432 271591 www.udinecultura.it

Fino al 15 febbraio Fino al 30 dicembre

Fino al 18 novembre

▶ CONTEMPORANEA / MENTE Opere di Graziano Negri, Massimo Poldelmengo. Gradisca D’Isonzo (Go). Galleria Spazzapan, via Battisti 34. Orario: mar/sab/dom 10-19, mer/gio/ ven 15-19. Ingresso libero. Info: 0481 360816 galleriaspazzapan@ libero.it

Fino al 25 novembre

▶ SEGNI, SIMBOLI, SENTIMENTI Mostra fotografica dedicata al culto dei defunti.

▶ NANE ZAVAGNO - LA NATURA E LE FORME Oltre un centinaio di opere, tra cui sculture monumentali, compongono una delle più ampie rassegne dedicate all’artista.

Udine. Museo Etnografico del Friuli, via Grazzano 1. Orario: mar-dom 10.30-17. Ingresso: intero € 5,00; ridotto € 2,50. Info: www.udinecultura.it

Pordenone. Parco – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea. Orario: mar-sab 15-19, dom 10-13/15-19. Ingresso libero. Info: 0434 392935 www.artemodernapordenone.it

▶ I DIECI COMANDAMENTI Mostra di Keith Haring. Udine. Chiesa di San Francesco, largo Ospedale Vecchio. Orario: lunven 15-20, sab-dom 10-20. Ingresso: € 11,00. Info: 0432 297954 civici.musei@comune.udine.it

I COSTI E GLI ORARI DI APERTURA POSSONO VARIARE SENZA PREAVVISO. VERIFICARE SEMPRE RIVOLGENDOSI AGLI APPOSITI RECAPITI.


F Viale Borgo Palazzo, 137 BERGAMO Tel 035 3230911 www.promoberg.it

▶SALONE DEL MOBILE 2012

CREMONA Tel 0372 598011 www.cremonafiere.it

▶IL BONTÀ 10-13 NOVEMBRE

Salone delle eccellenze gastronomiche artigianali ▶CHEESE OF THE YEAR

17-25 NOVEMBRE

10-13 NOVEMBRE

Salone del mobile e del complemento d’arredo

Campionato mondiale dei formaggi di qualità

▶GOURMARTE 2012 30 NOVEMBRE 3 DICEMBRE

Il pianeta dell’arte alimentare in Lombardia

▶MOSTRA INTERNAZIONALE CANINA 24-25 NOVEMBRE

Organizzata dal Gruppo Cinofilo Cremonese

I

E

R

E

▶GREENERGY EXPO 2012 7-9 NOVEMBRE

Ambiente, Protezione Civile e sicurezza fieramilano

▶ROBOTICA 7-9 NOVEMBRE

La fiera internazionale della robotica umanoide e di servizio fieramilano

▶EIMA INTERNATIONAL 7-11 NOVEMBRE

Agricoltura, zootecnia, pesca e relativi macchinari ▶IL MONDO CREATIVO 16-18 NOVEMBRE

Salone dell’hobbistica creativa, belle arti e fai da te ▶MODEL GAME

via della Fiera, 11 FERRARA Tel 0532 900713 www.ferrarafiere.it

▶USI & COSTUMI 24-25 NOVEMBRE

Viaggio nel tempo tra luoghi, sapori e rievocazioni storiche ▶GRANDE MERCATINO 8 DICEMBRE

Mostra mercato dei ricambi d’auto e moto d’epoca

9-11 NOVEMBRE

Fiera-laboratorio dedicata all’inventiva e all’intraprendenza dei makers e dei creativi tecnologici italiani fieramilano

21-23 NOVEMBRE

Mostra convegno del settore cartoleria / cancelleria ▶MOTOR SHOW 7-16 DICEMBRE

Veicoli, trasporti e relative attrezzature

Piazza Adua, 1 FIRENZE

Tel 055 49721 www.firenzefiera.it ▶SALONE DELL’ARTE E DEL RESTAURO 8-10 NOVEMBRE

Fiera internazionale dedicata all’arte, antiquariato, filatelia e numismatica

Piazza Fiera, 1 BOLZANO Tel 0471 516000 www.fierabolzano.it

▶FLORENCE CREATIVITY.IT

▶INTERPOMA

▶FIRENZE IMMAGINE GATTO

15-17 NOVEMBRE

Alimenti, bevande e relative tecnologie ▶FIERA INTERNAZIONALE D’AUTUNNO / HERBSTMESSE 28 NOVEMBRE 2 DICEMBRE

Fiere campionarie

Via Fura, 34/a BRESCIA Tel 030 3463470 www.brixiaexpo.it

▶GLUTEN FREE EXPO 14-17 DICEMBRE

Expo italiano per l’alimentazione e i prodotti senza glutine

6-9 DICEMBRE Idee, atmosfere e sapori in fiera

▶IO CREO 6-9 DICEMBRE Creatività e arti manuali in fiera

Via N. Tommaseo, 59 PADOVA Tel 049 840111 www.padovafiere.it

▶ASPHALTICA URBANIA

22-25 NOVEMBRE

Fatto a mano in Italia...

8-9 DICEMBRE

Mostra spettacolo a carattere internazionale

Minerali, idrocarburi, chimica e relativi macchinari e attrezzature

▶SICUREZZA

fieramilano

Tre giorni esclusivi per la donna e le sue passioni fieramilano

▶SALONE FRANCHISING MILANO 9-12 NOVEMBRE

Mobili e arredamento per casa

8-9 DICEMBRE

Via Emilia, 155 RIMINI Tel 0541 744111 www.riminifiera.it

▶ECOMONDO 7-10 NOVEMBRE

Ambiente, Protezione Civile e sicurezza ▶KEY ENERGY

Ambiente, Protezione Civile e sicurezza Via Rizzi, 67/a PARMA Tel 0521/9961 www.fiereparma.it

▶GOTHA 17-25 NOVEMBRE

13-18 NOVEMBRE

Esposizione internazionale del motociclo

▶MERCANTEINFIERA NATALE 29 NOVEMBRE 2 DICEMBRE

fieramilano

Salone del regalo antico e da collezione

▶G! COME GIOCARE 16-18 NOVEMBRE

Fiera dedicata al mondo dei bambini, degli adolescenti e delle famiglie fieramilanocity

▶CHIBIMART 16-19 NOVEMBRE

Bigiotteria, accessori moda, pietre dure, prodotti etnici, argento da indosso, borse e non solo.

Viale Treviso 1 PORDENONE Tel 0434 23 21 11 www.fierapordenone.it

▶PUNTO DI INCONTRO 8-9 NOVEMBRE

La fiera dedicata al lavoro, alla formazione e all’orientamento

fieramilanocity

▶AF / L’ ARTIGIANO IN FIERA

La rassegna italiana dedicata al libro fuori commercio più grande per numero di espositori e per varietà di quanto esposto (dai fumetti ai libri antichi, dai libri rari ai manifesti cinematografici). fieramilanocity

Fiera del radiomatore, elettronica, computer ▶FOTOMERCATO 17-18 NOVEMBRE

Mostra-scambio internazionale dell’antiquariato, dell’usato e del digitale fotografico ▶COUNTRY CHRISTMAS 14-16 DICEMBRE

▶ Via Cotonificio, 96 Torreano di Martignacco (UD) UDINE Tel 0432 4951 www.udinegoriziafiere.it Via della Barca, 15 GORIZIA

▶MEETING EUROPEO MINORANZE LINGUISTICHE 8-10 NOVEMBRE

1a edizione Udine

▶IDEA NATALE 15-18 NOVEMBRE

Idee regalo per il Natale Udine

Viale del Lavoro, 8 VERONA Tel 045 8298111 www.veronafiere.it

▶FIERACAVALLI 8-11 NOVEMBRE

Agricoltura, zootecnia, pesca e relativi macchinari

Evento country internazionale ▶

Via Filangeri, 15 REGGIO EMILIA Tel 0522 503511 www.fierereggioemilia.it

▶ESPOSIZIONE ORNITOLOGICA INTERNAZIONALE Viale Virgilio, 70/90 MODENA Tel 059 848899 www.modenafiere.it

Attrezzature per il commercio, comunità, alberghi

17-18 NOVEMBRE

▶SALONE DEL LIBRO USATO 7-9 DICEMBRE

24-27 NOVEMBRE

▶RADIOAMATORE 2

1-9 DICEMBRE

La campionaria del lavoro Mostra-mercato internazionale dell’artigianato

▶SIA GUEST

Mostra internazionale d’antiquariato

fieramilanocity

fieramilano

e ufficio Cremona Fiere s.p.a. fieramilano Piazza58 Zelioli 1 | Lanzini, marzo-aprile 2008 | L’INFORMAFREEMAGAZINE

▶FIERA DELL’ELETTRONICA E DEL RADIOAMATORE

7-10 NOVEMBRE

Fiere campionarie

Ambiente, Protezione Civile e sicurezza

7-9 NOVEMBRE

Gallerie di arte moderna e contemporanea

9-11 NOVEMBRE

7-9 NOVEMBRE

▶LIFT

7-10 DICEMBRE

▶WEEKEND DONNA

fieramilano Fieramilanocity Piazzale Carlo Magno 1 MILANO Fieramilano Strada statale del Sempione 28 RHO Tel 02 49971 www.fieramilano.it

▶IMMAGINA

21-23 NOVEMBRE

Il salone italiano delle belle arti e della creatività manuale

▶EICMA MOTO

Modellismo statico e dinamico

Collezionismo, piccolo antiquariato, modernariato, fumetti

▶CURIOSA

9-11 NOVEMBRE

17-18 NOVEMBRE

▶BIG BUYER

16-18 NOVEMBRE / 24-25 NOVEMBRE Grande mercato dell’antico déballage

▶MAKERS ITALY

▶HOBBY SHOW Viale della Fiera, 20 BOLOGNA Tel 051 282111 www.bolognafiere.it

▶7.8 NOVECENTO

24-25 NOVEMBRE

Ornitologia ▶CAMBI & SCAMBI 1-2 DICEMBRE

Via dell’Oreficeria, 16 VICENZA Tel 0444 969111 www.vicenzafiera.it

▶SECURITY EXHIBITION 3-25 NOVEMBRE

Rassegna sulla sicurezza della persona, della casa, del negozio, dell’azienda e della città


chef…ame! Polpettine di patate e merluzzo Ingredienti per 4 persone: - 500 g di filetti di merluzzo - 2 uova - 350 g di patate - Uno spicchio d’aglio - Un mazzetto di prezzemolo - 100 g di pancarré privato della crosta - Un limone - Olio extravergine d’oliva - Noce moscata - Sale - Pepe bianco

Preparazione Lavare le patate e cuocerle in abbondante acqua fredda per circa 40 minuti dal momento dell’ebollizione. Sgocciolarle, sbucciarle ancora calde, passarle allo schiacciapatate e farle raffreddare. Pulire il prezzemolo, tenendo da parte qualche gambo, lavare le foglie e asciugarle. Spellare lo spicchio d’aglio e tritarlo fine con una manciata di prezzemolo. Eliminare le eventuali lische dai filetti di merluzzo, tagliarli a tocchetti e tritarli al mixer con le uova, un pizzico di noce moscata e il trito di prezzemolo e aglio. Aggiungere le patate, sale e pepe e mescolare. Prelevare delle porzioni di impasto della grandezza di un’albicocca e, con le mani inumidite, formare tante polpettine ovali. Tritare finemente la mollica di pancarré al mixer, versarla in un piatto e impanare le polpette. Disporle su una placca foderata con carta forno, condirle con 4-5 cucchiai di olio e infornarle a 180° per circa 20 minuti. Servirle accompagnate con spicchi di limone.


Centro Benessere

Dentale di Gradisca d’Isonzo Direttore Sanitario Dr.ssa Elisabetta Leban LA CERTEZZA DI UNA BOCCA SANA

Insieme formano un team giovane, competente e appassionato. Con l’obiettivo di risolvere tutte le problematiche mediche, chirurgiche ed estetiche. Sono le anime pulsanti del Centro Benessere Dentale di Gradisca d’Isonzo: quattro odontoiatri, un igienista e un tecnico di laboratorio. Professionisti specializzati che accolgono i pazienti con competenza e professionalità. Scordatevi i classici studi dentistici: quello di Gradisca è un centro moderno e tecnologico, in grado di risolvere tutti i problemi legati alla salute della bocca. Con un occhio di riguardo per i bambini.

dott.ssa Anna Simonelli

Anna Simonelli, paradontologa, cos’è la parodontite? La parodontite, volgarmente conosciuta come “piorrea”, è una patologia infettiva infiammatoria che causa la distruzione di quelle strutture che garantiscono l’anco-

raggio del dente nel cavo orale; se non adeguatamente trattata, può determinare la perdita irreversibile degli elementi dentari. Quali sono le cause della parodontite? La causa principale della parodontite è la placca batterica ovvero una pellicola composta prevalentemente da batteri che si deposita quotidianamente sulla superficie dei denti, in modo particolare in corrispondenza dell’interfaccia tra dente e gengiva. La placca batterica è in grado di scatenare un processo infiammatorio a carico della gengiva (che può, quindi, apparire ros-

sa e gonfia) che se non adeguatamente intercettato e trattato è in grado di estendersi ai tessuti di sostegno del dente, distruggendoli irreversibilmente. Va, inoltre, ricordato che nel determinismo della malattia parodontale Dottoressa Lenka, come mai oggi l’ortodonzia è parte inseparabile del trattamento odontoiatrico? “L’abbinamento delle due branche consente di fornire alle persone un miglioramento non solo funzionale ma anche estetico. In questo contesto l’attenta analisi dei tessuti del viso diventa parte inseparabile della scelta del tipo di approccio ortodontico. Presso il nostro Centro poi, grazie all’utilizzo di tecniche ortodontiche innovative che ripongono una massima attenzione all’estetica, possiamo offrire ai pazienti una risoluzione soddisfacente della malocclusione (cattiva chiusura dei denti).” Un intervento a 360 gradi… “Siamo attenti ad ogni dettaglio: nella fase finale del trattamento vengono considerati i parametri estetici facciali, valutando la possibilità di applicare dei filler, le tecniche oggi in uso per eliminare le rughe”.


dott.ssa Patrizia Colapinto

Daniele Bezzi, titolare/amministratore della Struttura Sanitaria Odontoiatrica concorrono altri fattori di rischio, tra i più importanti il fumo ed il diabete. Quali sono i sintomi della parodontite? La malattia parodontale è spesso silente; in altre parole sintomi quali ascessi o mobilità dei denti possono comparire soltanto ad uno stadio ormai avanzato della patologia. È per questo motivo che ha sicuramente senso sottoporsi ad una visita specialistica, al fine di intercettare eventuali problematiche il più presto possibile. Come si cura la parodontite? I piani di trattamento di pazienti affetti da parodontite sono molto vari e studiati proporzionalmente la gravità del caso. In taluni casi possono essere sufficienti una o più sedute di igiene orale professionale (eseguita dall’Odontoiatra o dall’Igienista dentale) volte a rimuovere i depositi di placca e tartaro sopra e sotto gengivali. In altre situazioni, invece, si possono rendere necessari dei trattamenti aggiuntivi di tipo chirurgico. Va, ad ogni modo, sottolineato il ruolo fondamentale del paziente in questo percorso che deve essere in grado di collaborare modificando le proprie abitudini di igiene orale domiciliare e controllando i fattori di rischio associati alla malattia parodontale.

Deborah Sirianni, assistente/segretaria, e Silvia Ometto, assistente

Avere denti bianchi e sani non è solo una questione esteriore, ma significa anche avere una bocca sana, denti più forti e gengive più sane. La perdita del colore naturale dei denti è il risultato di diverse cause quali: collutori, fumo, placca\tartaro, cibi\bevande e batteri cromogeni, le cui macchie possono essere eliminate con sedute professionali mediante ad esempio il polishing. Altre possono risultare più problematiche in quanto sono causate da cromogeni che si depositano all’interno della struttura del dente. Le tecniche utilizzate per eliminare queste discromie sono lo sbiancamento oppure l’applicazione di faccette. Lo sbiancamento è una tecnica non invasiva, infatti i prodotti sbiancanti di ultima generazione contengono principalmente perossido di idrogeno (30-38%) o perossido di carbammide (35%), i quali sono utilizzati in combinazione con un agente attivante come luce o calore. Il perossido di carbammide è un prodotto costituito dal perossido d’idrogeno ed urea, la quale è in grado di mantenere il pH vicino alla neutralità, riducendo cosi il rischio di dissoluzione dello smalto, e rendendo meno aggressivo il perossido d’idrogeno, riducendone gli effetti collaterali. Gli agenti sbiancanti vengono applicati sulla superficie del dente: il perossido sprigiona radicali di ossigeno che si insinuano tra i prismi dello smalto, distruggendo le molecole dei pigmenti, rendendole incolore. I prodotti moderni non necessitano di mordenzatura, ma hanno all’interno dei veicoli che portano l’ossigeno in profondità, agendo solo sulla parte inorganica del dente, senza intaccare lo smalto nella sua parte mineralizzata. Inoltre viene applicata la diga liquida lungo tutto il margine gengivale, la quale permette di proteggere i tessuti dal prodotto sbiancante. Lo sbiancamento dei denti non presenta normalmente effetti collaterali. Uno dei più noti effetti collaterali è la possibilità di insorgenza di ipersensibilità dentinale, che però non si verifica spesso e comunque si tratta di un disturbo temporaneo (regredisce completamente entro 8 ore) ed è facilmente eliminabile con l’utilizzo di sostanze desensibilizzanti. Dopo aver terminato il trattamento lo sbiancante lavora ancora un paio di giorni, il risultato definitivo si avrà dopo 2 giorni Per prolungare l’effetto del trattamento bisogna cercare di evitare per almeno 48 ore cibi e bevande come caffè, tè, vino rosso, liquirizia ecc. ed è meglio non mangiare agrumi o liquidi acidi per prevenire l’ipersensibilità dentinale.


L E S C H E D E D E I P R I N C I PA L I E V E N T I 1 The Manhattan Transfer + Filarmonica Toscanini

Curioso e accattivante l’accoppiamento tra il più celebre quartetto vocale pop e l’austera Filarmonica Toscanini, due mondi che si incontrano per un concerto all’insegna dello swing più raffinato. I Manhattan Transfer sono oramai leggenda: il successo della loro versione di Birdland fu consacrato da una lunga serie di Grammy Awards, dagli anni ‘80 in poi. Si imposero come il gruppo vocale per eccellenza, spaziando dal jazz al pop. Con l’album Vocalese (1985) entrano nella leggenda grazie a interpretazioni di brani jazz eseguiti precedentemente solo in versione strumentale (dodici nomination ai Grammy, due premi vinti). Inarrestabili, aprono la porta alla world music con l’album Brasil (1987), inciso con grandi artisti brasiliani tra cui Gilberto Gil e Milton Nascimento. Il meglio del gruppo è raccolto nel doppio CD The Manhattan Transfer anthology: down in Birdland. Ricco il programma di questo spettacolo: verranno eseguiti brani di Chuck Jonkey, Eric Maschwitz, Joe Zawinul, Mack David, Joan Whitney, George Gershwin, Ian Prince, William Basie, J.J.Johnson, Johnny Burke, Mack Gordon, Buddy Feyne, Julian Dash, Freddie Green, Jimmy Giuffre, Frank Ryerson, Manning Sherwin.

Vedi 20/11

2

Fabio Concato

Fabio Concato, considerato per la sua caratteristica armonia musicale fra i pochi cantautori italiani in stretta vicinanza con il jazz, si esibirà in un concerto improntato sulla musica e sulla parola, tra il serio e il faceto, dal 1977 (anno del suo esordio) ai giorni nostri. Un’occasione per ascoltare non solo i grandi successi, ma anche quei brani meno famosi che hanno comunque scaldato i nostri cuori. Sono trascorsi trentacinque anni dall’uscita del primo album, ma non sembra. Da quelle Storie di Sempre il pubblico ha subito compreso di trovarsi al cospetto di un autore elegante, capace di grande auto ironia, sempre attento alle tematiche ambientali, sociali e civili. Verrà riproposto molto del suo repertorio, seducentemente arrangiato ed eseguito con grande energia e complicità, accompagnato dai musicisti Ornella

D’Urbano al piano e tastiere, Stefano Casali al Basso, Larry Tomassini alle chitarre e Gabriele Palazzi alla batteria. Oltre ai classici del cantautore milanese, come Guido piano, Domenica bestiale, Fiore di maggio, Gigi o Rosalina, sono stati inseriti altri brani come Sexi tango, Tienimi dentro te, 051222525, M’innamoro davvero, Buonanotte a te, a indicare una rivisitazione sempre attuale e sofisticata dei temi cari all’autore. Non mancano i tre singoli, Tutto qua, Un trenino nel petto e Stazione nord, che fanno parte del nuovo cd di inediti uscito il 20 marzo 2012 a distanza di ben 11 anni dal precedente... e altre ancora!

La presenza scenica, la mimica, la lucidità profetica, il gusto anarcoide per la provocazione e il coraggio (a volte brutale) di «buttare lì qualcosa», l’avere anticipato così drammaticamente i tempi, fanno del pensiero di Gaber-Luporini, oggi più che mai, un attualissimo riferimento per personaggi della politica, dello spettacolo, della cultura, del nostro sociale quotidiano.

▶ Vedi 1/12 5 De Constructions

▶ Vedi 30/11

3

Amarcord

«Un’esplosione di energia e danza dinamica e divertente» ha scritto il quotidiano La Repubblica a proposito di Amarcord, balletto in due atti del coreografo italiano Luciano Cannito, liberamente tratto dall’omonimo film di Federico Fellini. Il balletto ha debuttato nel 1995 al Teatro San Carlo di Napoli e ha proseguito con successo il suo volo in teatri prestigiosi italiani (è andato in scena alla Scala di Milano e al Massimo di Palermo) ed esteri (fra tutti, il Metropolitan di New York e l’Orange County di Los Angeles). Quella che applaudiremo nell’ambito del cartellone Danza è una versione coreografica appositamente rivisitata nel 2012 per la Compagnia Danzitalia, i cui primi nomi sono quelli di Rossella Brescia e Nicolò Noto. L’apprezzato ensemble si muoverà sulle musiche celeberrime di Nino Rota cui s’intrecceranno brani di Marco Schiavoni, Alfred Schnittke, Glenn Miller e canzoni popolari degli anni Trenta.

▶ Vedi 30/11

4

Garber se fosse Garber

Gaber se fosse Gaber è un incontrospettacolo proposto e prodotto dalla Fondazione Gaber, scritto e interpretato da Andrea Scanzi, giornalista e scrittore. Dalla vasta produzione dello straordinario artista, Scanzi sceglie di soffermarsi maggiormente sul Teatro-Canzone, da cui trae, ad esempio, Quando è moda è moda, Qualcuno era comunista, Io se fossi Dio, analizzando, quasi a mo’ di ‘lezione teatrale’, le cifre dell’intellettuale italiano.

C’è molta attesa per questo nuovo lavoro di Daniel Ezralow, la cui danza è fatta di divertimento, agilità, sorpresa, leggerezza, coinvolgimento diretto del pubblico, utilizzo emozionale delle tecnologie visive più all’avanguardia: sono questi gli elementi che hanno reso le sue coreografie veri e propri ‘eventi’ mediatici. Teatro, cinema, televisione, musica, moda, sport, pubblicità: non c’è interpretazione dell’arte del movimento, e in generale della comunicazione visiva, che non sia stata sperimentata da Daniel Ezralow e dal suo straordinario talento. Parte da qui il suo nuovo spettacolo DE CONSTRUCTIONS, one small step, one giant leap, un’originalissima selezione del repertorio di coreografie (dalla danza classica alla danza moderna, dalla ginnastica alla street dance) create nella sua lunga carriera e oggi reinterpretate per il palcoscenico utilizzando come colonna sonora indimenticabili melodie di celebri brani di musica classica.

▶ Vedi 6/12 6 Aspettando Godot

Ancora una volta un’indagine, con la forza di una vera e propria inchiesta, che ha come oggetto l’educazione sentimentale dei preti. Giuliana Musso, attraverso la raccolta di intense testimonianze dirette, ci racconterà la vita nei seminari degli anni ’60, storie personali di piccoli preti intrecciate alla storia della grande Chiesa - in particolare il Concilio Vaticano II - provando così ad alzare il velo su un altro tabù della nostra società: la dimensione umana dei preti. Non parlerà dello scandalo della pedofilia nel mondo cattolico, ma di ciò che forse sta all’origine anche di questi comportamenti estremi: un modello educativo fortemente repressivo dell’affettività e dell’intimità, bisogni insopprimibili di ogni essere umano. Per comprendere le conseguenze che tale educazione ha prodotto nelle singole esistenze e nella vita della collettività, Giuliana proverà a dare voce a un anziano sacerdote a cui è stato chiesto, per amore di Dio, di abdicare al proprio essere uomo.

▶ Vedi 16/12

8 Aldo, Giovanni e Giacomo

A sette anni dal successo di Anplagghed, lo spettacolo dal vivo campione assoluto di incassi per la stagione teatrale 2005/2006, e dopo il successo cinematografico nel 2010 con La Banda dei Babbi Natale (biglietto d’oro 2011), il trio delle meraviglie torna a esibirsi dal vivo in un nuovo imperdibile show teatrale. Ancora una volta hanno scelto di affidare la regia del loro attesissimo ritorno ad Arturo Brachetti, il più grande trasformista del mondo, che già li ha diretti ne I Corti (1995), in Tel chi el Telun (1999) e in Anplagghed (2005). Impossibile immaginare quali gag porteranno in scena questa volta, ma c’è una certezza: avete riso con Anplagghed? Vi siete divertiti con Tel chi el Telun? Avete amato I Corti? Allora non potete perdervi questo spettacolo. Il trio è tornato, live!.

▶ Vedi 21/12 9 Strauss Festival Orchester Wien Jurij Ferrini e Natalino Balasso, due volti molto amati dal pubblico televisivo e teatrale, affrontano un classico del moderno: Aspettando Godot di Samuel Beckett. Come reagirà l’inossidabile potenza drammaturgica di quest’opera alla loro irresistibile comicità? Risulterà invincibile? Sarà inesorabilmente piegata e sconfitta? O si fonderà in qualcosa di unico, rendendo vivi, attuali e sorprendenti i suoi mulinelli verbali, i suoi dialoghi surreali e la situazione ‘metafisica’ dell’attesa? Non ci resta che «aspettare»… e vedere!.

▶ Vedi 11/12 7 La Fabbrica dei Preti

Il congedo dall’anno che se ne va, al Nuovo di Udine, ha l’irrinunciabile piacevolezza dell’incontro con la Strauss Festival Orchester Wien, che conduce il pubblico nell’itinerario più festoso a ritroso nel tempo verso la Vienna raffinata, brillante e appena un poco nostalgica degli Strauss, tra celebri valzer, polke vivacissime e marce dal carattere risoluto. Insieme a Peter Guth, impegnato nel duplice ruolo di direttore e di violino solista, i musicisti della Strauss Festival Orchester Wien proporranno un concerto beneaugurante per il 2013 attingendo al repertorio delle pagine viennesi più belle, alle melodie ormai senza età che sciolgono il momento augurale per eccellenza in un vorticoso invito al ballo.

▶ Vedi 31/12


N O V E M B R E LUNEDÌ 05112012 C la ssic a rt

▶ Concorso Internazionale Città di Porcia

Strumenti a fiato Pordenone. Fiera e Teatro Verdi. Info: 0434 590356 www.musicaporcia.it

▶ Così è se vi pare

di Luigi Pirandello. Con Giuliana Lojodice Gorizia. Teatro Verdi, via Garibaldi 2/a. Ore 20.45. Costo ingresso: € 21-24. Info: 0481 383602 http://www.comune.gorizia.it/teatro Fo lk lo re

▶ 22^ ed. Festeggiamenti di San Martino Iniziative culturali, intrattenimenti lungo le vie del paese, enogastronomia Fanna (Pn). Info: 0427 77443 www. prolocofanna.com

MARTEDÌ 06112012 C la ssic a rt

▶ Senza confini. Ebrei e zingari

Trieste. Politeama Rossetti, viale XX settembre 47. Ore 20.30 (mer 7/11 ore 16). Costo ingresso: € 1229 Info: 040 3593511 http://www. ilrossetti.com

▶ Concorso Internazionale Città di Porcia

Strumenti a fiato Pordenone. Fiera e Teatro Verdi. Info: 0434 590356 www.musicaporcia.it Fo lk lo re

▶ 22^ ed. Festeggiamenti di San Martino

Iniziative culturali, intrattenimenti lungo le vie del paese, enogastronomia Fanna (Pn). Info: 0427 77443 www.prolocofanna.com

GIOVEDÌ 08112012 Cla ssic a rt

▶ Tutto Shakespeare in 90 minuti

di e con Moni Ovadia Monfalcone (Go). Teatro Comunale, Corso del Popolo 20. Ore 20.45. Costo ingresso: € 20-24. Info: 0481 494664 http://www.teatromonfalcone.it

con Zuzzurro e Gaspare Cormons (Go). Teatro Comunale, via Sauro 17. Ore 21. Costo ingresso: € 19-22 Info: 0481 630057 http://www.artistiassociatigorizia.it

con Ariella Reggio Gradisca d’Isonzo (Go). Nuovo Teatro Comunale, via Ciotti 1. Ore 21. Costo ingresso: € 17-22. Info: 0481 969753 http://www.artistiassociatigorizia.it

con gli allievi della Civica Accademia Nico Pepe Udine (Ud). Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4. Ore 20.45. Info: 0432 248411 http://www.teatroudine.it

di E. Erba. Con P. Triestino, N. Pistoia, E. de Vito Trieste. Politeama Rossetti, viale XX settembre 47. Ore 20.30 (mer 7/11 ore 16). Costo ingresso: € 12-29 Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com

di E. Erba. Con P. Triestino, N. Pistoia, E. de Vito Trieste. Politeama Rossetti, viale XX settembre 47. Ore 20.30 (mer 7/11 ore 16). Costo ingresso: € 1229 Info: 040 3593511 http://www. ilrossetti.com

▶ Maldobrie

▶ Trote

▶ Concorso Internazionale Città di Porcia

Strumenti a fiato Pordenone. Fiera e Teatro Verdi. Info: 0434 590356 www.musicaporcia.it Fo lk lo re

▶ 22^ ed. Festeggiamenti di San Martino

▶ Cesare Cremonini

Tour 2012 Pordenone. Viale Fratelli Rosselli 4. Presso: Palasport Forum Info: 0431 510393 www.azalea.it

MERCOLEDÌ 07112012 C la ssic a rt

▶ Non ce ne importa niente

Spettacolo teatral-musicale con le Sorelle Marinetti Codroipo (Ud). Teatro De Cecco, via XXIX ottobre. Ore 20.45. Costo ingresso: € 19. Info: 0432 224211 http://www.ertfvg.it di e con Moni Ovadia Monfalcone (Go). Teatro Comunale, Corso del Popolo 20. Ore 20.45. Costo ingresso: € 20-24. Info: 0481 494664 http://www.teatromonfalcone.it

▶ Trote

di E. Erba. Con P. Triestino, N. Pistoia, E. de Vito

▶ Concorso Internazionale Città di Porcia

Strumenti a fiato Pordenone. Fiera e Teatro Verdi. Info: 0434 590356 www.musicaporcia.it Fo lk lo re

Legenda

Il range di prezzo indicato (ove applicabile) si riferisce al costo medio di un pasto, escluse bevande alcoliche. I dati segnalati sono stati forniti direttamente dal Gestore del locale. Qualora doveste verificare delle discordanze, Vi invitiamo a segnalarcelo.

Caffetteria

Afterhour

Birreria

Eventi a tema

Enoteca

Sale convegni

Special drinks

Musica dal vivo/karaoke

Stuzzicheria

Musica da ballo

Vegetariano/biologico/regimi

Happy hour

Cucina carne

Giochi

Cucina pesce

Internet point

Paninoteca

TV satellitare/digitale

Pizza

Giochi e spazi per bambini

Gelateria

Pernottamento

Catering

Buoni pasto

Organizzazione feste

Parcheggio

▶ Fiera di San Martino

Luna park e mercato Latisana (Ud). Centro cittadino. Info: 0431 525111 http://www.comune.latisana.ud.it

▶ Alla riscoperta della civiltà contadina

Rievocazione e gastronomia Campoformido (Ud). Località Bressa. Info: http://www.prolocoregionefvg.it

▶ 22^ ed. Festeggiamenti di San Martino

Iniziative culturali, intrattenimenti lungo le vie del paese, enogastronomia Fanna (Pn). Info: 0427 77443 www.prolocofanna.com

VENERDÌ 09112012 Cla ssic a rt

▶ Francesco Piemontesi

Pianoforte. Musiche di Mozart, Schubert, Debussy Monfalcone (Go). Teatro Comunale, Piazza del Popolo 20. Ore 20.45. Costo ingresso: € 20-24 Info: 0481 494664 http://www.teatromonfalcone.it

etnico

▶ Senza confini. Ebrei e zingari

▶ Trote

LEGENDA EVENTI:

Sezione week I numeri inseriti accanto ai nomi degli artisti indicano l’ordine di inserimento degli artisti stessi nelle pagine contenenti le schede Sezione schede La data inserita al termine di ogni scheda indica il giorno o i giorni in cui l’artista si esibirà.

etnico

Iniziative culturali, intrattenimenti lungo le vie del paese, enogastronomia Fanna (Pn). Info: 0427 77443 www. prolocofanna.com Liv e music

▶ Troilo e Cressida

non è responsabile di eventuali cambiamenti o indicazioni errate relativamente alle date e agli orari delle manifestazioni. Si consiglia sempre di consultare i recapiti informativi di riferimento, ove indicati.


N

O

V

E

Con gli Oblivion Zoppola (Pn). Auditorium, via da Vinci 1. Ore 20.45. Costo ingresso: € 20 Info: 0432 224211 http://www.ertfvg.it

▶ Sogno di una notte di mezza estate

di William Shakespeare. Con Marco Silvestri Tolmezzo (Ud). Teatro Candoni, via XXV Aprile. Ore 20.45. Costo ingresso: € 18 Info: 0432 224211 http://www.ertfvg.it

▶ California Suite

di Neil Simon. Con Gianfranco d’Angelo e Barbara Terrinoni Cordenons (Pn). Auditorium Moro, via Traversagna 4. Ore 21. Costo ingresso: € 20 Info: 0432 224211 http://www.ertfvg.it

▶ Macbeth

di William Shakespeare. Con Giuseppe Battiston e Frédérique Loliée Udine. Palamostre, piazzale Diacono 21. Ore 21. Costo ingresso: € 18 Info: 0432 506925 http://www.cssudine.it

▶ Oscura immensità

tratto dal romanzo “L’oscura immensità della morte” di Massimo Carlotto Trieste. Politeama Rossetti, viale XX settembre 47. Ore 20.30 (mer 14/11 ore 16). Costo ingresso: € 12-29 Info: 040 3593511 http:// www.ilrossetti.com

▶ Festival Chitarristico Internazionale FVG

Concerti e masterclass Pordenone. Ex Convento di San Francesco, piazza della Motta. Info: 0434 363339 www. farandola.it F olklor e

▶ Ein Prosit

Gastronomia e cultura Tarvisio (Ud). Centro paese e MalborghettoValbruna. Info: 0428 2392 http://einprosit.org M eeti ng

▶ Come sarà il futuro della Bosnia?

Incontro con i giornalisti Nuhefendić, Elia, Milharčič, modera Marko Sosič. Trieste. Teatro Miela, piazza Duca degli Abruzzi 3. Ore 18. Info: 040 365119 http:// www.miela.it

VENERDÌ 16112012 C lassi c ar t

▶ Il metodo

M

B

R

E

Con gli Oblivion Artegna (Ud). Teatro Lavaroni, piazza Marnico 20. Ore 20.45. Costo ingresso: € 18 Info: 0432 977105 http://www. ertfvg.it

▶ Festival Chitarristico Internazionale FVG

Concerti e masterclass Pordenone. Ex Convento di San Francesco, piazza della Motta. Info: 0434 363339 www.farandola.it F olklor e

▶ Fiera di Santa Elisabetta

Gastronomia, cultura, musica Romans d’Isonzo (Go). Centro cittadino. Info: 0481 966911 http://www.comune. romans.go.it

▶ Sagra dell’oca

gastronomia, musica, sport Morsano al Tagliamento (Pn). Località Bolzano. Info: http://sagraoca.it

▶ Ein Prosit

Gastronomia e cultura Tarvisio (Ud). Centro paese e Malborghetto-Valbruna. Info: 0428 2392 http://einprosit.org F un

▶ Michele Sottocasa e Massimo Tessari

Milonga San Giorgio della Richinvelda (Pn). Via Palazzo, 1 - Cosa. Presso: Castello di Cosa Costo ingresso: € 10 Info: 347 2573181 www.puramilonga.it/home.html M eeti ng

▶ Lama e Trama

Premiazioni concorso letterario Maniago (Pn). Teatro Verdi, via Umberto I. Info: http://www.lamaetrama.it

▶ Dal nostro inviato. Corrispondenze

Incontro con Antonio Caprarica Cividale del Friuli (Ud). Chiesa di Santa Maria dei Battuti. Ore 18.30. Info: 0432 710100 http://www.cividale.net Spor t

▶ Europe Evolution Cup

Giro d’Italia in apnea Lignano Sabbiadoro (Ud). Getur. Info: http://www.europeevolutioncup.com

SABATO 17112012

di Jordi Galceràn. Trieste (Ts). Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 20.30 (dom 18/11 ore 16). Costo ingresso: € 24-28 Info: 040 948471 http:// www.contrada.it

▶ I racconti di mamma Oca

di Neil Simon. Con Gianfranco d’Angelo e Barbara Terrinoni Pontebba (Ud). Teatro Italia, via Grillo 3. Ore 21. Costo ingresso: € 16-20 Info: 0432 224211 http://www.ertfvg.it

▶ Don Chisciotte

di T. Scarpa. Con A. Tonin, A. Cirillo, M. Mannino Trieste. Politeama Rossetti, viale XX settembre 47. Ore 20.30 (dom 18/11 ore 16). Costo ingresso: € 12-29 Info: 040 3593511 http:// www.ilrossetti.com

▶ Lo Schiaccianoci

▶ California Suite

▶ L’infinito

▶ Sogno di una notte di mezza estate

Bam bi ni

Drammatico vegetale Gorizia. Viale XX settembre 85. Presso: Kulturni Center “L. Bratuz” Info: 0481 537280 www.ctagorizia.it C lassi c ar t di e con Fabiano Fantini, Claudio Moretti, Elvio Scruzzi Sedegliano (Ud). Teatro Clabassi. Ore 20.45. Costo ingresso: € 10 Info: 0432 224211 http://www.ertfvg.it Balletto Grado (Go). Palacongressi, Riva Gregori 9. Ore 21. Costo ingresso: € 22-38 Info: 0431 82929 http://www.greenticket.it

di William Shakespeare. Con Marco Silvestri Maniago (Pn). Teatro Verdi, via Umberto I 57. Ore 20.45. Costo ingresso: € 14-20 Info: 0432 224211 http://www.ertfvg.it

▶ Open day

di Walter Fontana. Con Angela Finocchiaro e Michele Di Mauro Latisana (Ud). Teatro Odeon, via Vendramin 72. Ore 21. Costo ingresso: € 17-20 Info: 0432 224211 http://www.ertfvg.it

▶ Il metodo

▶ Open day

▶ Oblivion Show 2.0: il sussidiario

di Walter Fontana. Con Angela Finocchiaro e Michele Di Mauro Cividale del Friuli (Ud). Teatro Ristori, via Ristori 32. Ore 21. Costo ingresso: € 20-22 Info: 0432 224211 http://www.ertfvg.it di Jordi Galceràn. Trieste (Ts). Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 20.30 (dom 18/11 ore 16). Costo ingresso: € 24-28 Info: 040 948471 http://www.contrada.it


N

O

V

E

▶ L’infinito

di T. Scarpa. Con A. Tonin, A. Cirillo, M. Mannino Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 47. Ore 20.30 (dom 18/11 ore 16). Costo ingresso: € 12-29 Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com

▶ Festival Chitarristico Internazionale FVG

Concerti e masterclass Pordenone. Ex Convento di San Francesco, piazza della Motta. Info: 0434 363339 www.farandola.it Fo lk lo re

M

B

R

E

Costo ingresso: € 12-29 Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com

▶ Festival Chitarristico Internazionale FVG

Concerti e masterclass Pordenone (Pn). Ex Convento di San Francesco, piazza della Motta. Info: 0434 363339 www.farandola.it Fo lk lo re

▶ Mostra Regionale dei Kiwi

▶ Fiera di Santa Elisabetta

Convegno e degustazioni Fontanafredda (Pn). Piazzale Ca’ Anselmi. Info: http://www.prolocofontanafredda.com

▶ Sagra dell’oca

Gastronomia, cultura, musica Romans d’Isonzo (Go). Centro cittadino. Info: 0481 966911 http://www.comune. romans.go.it

▶ Ein Prosit

Gastronomia, musica, sport Morsano al Tagliamento (Pn). Località Bolzano. Info: http://sagraoca.it

▶ Fiorella Mannoia

Gastronomia e cultura Tarvisio (Ud). Centro paese e Malborghetto-Valbruna. Info: 0428 2392 http://einprosit.org Liv e musi c

Gastronomia, cultura, musica Romans d’Isonzo (Go). Centro cittadino. Info: 0481 966911 http://www.comune. romans.go.it

▶ Fiera di Santa Elisabetta

Gastronomia, musica, sport Morsano al Tagliamento (Pn). Località Bolzano. Info: http://sagraoca.it

▶ Sagra dell’oca

Gastronomia e cultura Tarvisio (Ud). Centro paese e Malborghetto-Valbruna. Info: 0428 2392 http://einprosit.org Li v e music

▶ Ein Prosit

Sud. Il tour Udine (Ud). Via Trento, 4. Vicino a: Teatro Nuovo Giovanni da Udine. Costo ingresso: € 30-50 Info: 0431 510393 www.azalea.it Me e ting

▶ Lama e Trama

Premiazioni concorso letterario Maniago (Pn). Teatro Verdi, via Umberto I. Info: http://www.lamaetrama.it Spo rt

▶ Europe Evolution Cup

Giro d’Italia in apnea Lignano Sabbiadoro (Ud). Getur. Info: http://www.europeevolutioncup.com

DOMENICA 18112012 Ba mbini

▶ Il brutto anatroccolo

Teatro per bambini: 3-6 anni Cormons (Go). Teatro Comunale, via Sauro 17. Ore 16. Costo ingresso: € 5 Info: 0481 630057 http://www.artistiassociatigorizia.it

▶ Di-segno in-segno

Teatro per bambini Pordenone. Teatro Verdi, viale Martelli 2. Ore 16. Costo ingresso: € 6 Info: 0434 247624 http://www.comunalegiuseppeverdi.it Cla ssic a rt

▶ Ficarra & Picone

Apriti Cielo Udine (Ud). Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4. Ore 21. Info: 0432 248411 http://www.teatroudine.it

▶ Open day

di Walter Fontana. Con Angela Finocchiaro e Michele Di Mauro San Vito al Tagliamento (Pn). Centro Civico, via Manfrin. Ore 20.45. Costo ingresso: € 18 Info: 0432 224211 http://www.ertfvg.it

▶ Dolcenera in concerto

Ci vediamo in tour Tolmezzo (Ud). Auditorium Candoni, via XXV aprile. Ore 21.15. Costo ingresso: € 25 Info: 0433 468218 http://www.nuovaprolocotolmezzo.it Spo rt

▶ Una Mezza per tutti

Mezza maratona Palmanova (Ud). Partenza da Piazza Grande. Ore 10. Info: http://www.espalmanova.it

▶ Europe Evolution Cup

Giro d’Italia in apnea Lignano Sabbiadoro (Ud). Getur. Info: http://www.europeevolutioncup.com

LUNEDÌ 19112012 Cla ssic ar t

▶ Open day

di Walter Fontana. Con Angela Finocchiaro e Michele Di Mauro Monfalcone (Go). Teatro Comunale, Corso del Popolo 20. Ore 20.45. Costo ingresso: € 20-24 Info: 0481 494664 http://www.teatromonfalcone.it

▶ Duo Bruno Canino – Antonio Ballista Musiche di Mozart, Schubert, Brahms, Stravinsky Udine (Ud). Sala Ajace. Ore 20.30. Costo ingresso: € 18 Info: http://www.amicimusica.ud.it

▶ Apriti cielo

con Ficarra e Picone Trieste. Politeama Rossetti, viale XX settembre 47. Ore 20.30. Costo ingresso: € 12-26. Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com

MARTEDÌ 20112012 Cla ssic ar t

▶ Il metodo

▶ Il metodo

▶ L’infinito

▶ Sogno di una notte di mezza estate

di Jordi Galceràn. Trieste (Ts). Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 20.30 (dom 18/11 ore 16). Costo ingresso: € 24-28 Info: 040 948471 http://www.contrada.it

di Jordi Galceràn. Trieste. Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 20.30 (mar 20/11 e dom 25/11 ore 16). Costo ingresso: € 24-28 Info: 040 948471 http://www.contrada.it

di T. Scarpa. Con A. Tonin, A. Cirillo, M. Mannino Trieste. Politeama Rossetti, viale XX settembre 47. Ore 20.30 (dom 18/11 ore 16).

di W. Shakespeare. Con Alessandro Betti Cormons (Go). Teatro Comunale, via Sauro 17. Ore 21. Costo ingresso: € 19-22 InL’INFORMAFREEMAGAZINE

|

settembre-ottobre 2007

|

67


N

O

V

E

fo: 0481 630057 http://www.artistiassociatigorizia.it

▶ Io odio i talent show

di e con Mario Luzzatto Fegiz Trieste. Politeama Rossetti, viale XX settembre 47. Ore 20.30. Costo ingresso: € 12-19. Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com

▶ Trote

di Edoardo Erba. Con Paolo Triestino e Nicola Pistoia San Daniele del Friuli (Ud). Auditorium alla Fratta, via Nievo. Ore 20.45. Costo ingresso: € 15. Info: 0432 224211 http:// www.ertfvg.it

▶ Sessanta kilometri

Maurizio Fanin, voce recitante; Alessio Velliscig, chitarra Cervignano del Friuli (Ud). Teatro Pasolini, piazza Indipendenza 34. Ore 21. Ingresso libero. Info: 0431 370273 http://www. teatropasolini.it

▶ Open day

di Walter Fontana. Con Angela Finocchiaro e Michele Di Mauro Monfalcone (Go). Teatro Comunale, Corso del Popolo 20. Ore 20.45. Costo ingresso: € 20-24 Info: 0481 494664 http://www.teatromonfalcone.it L i ve m usi c

▶ The Manhattan Transfer 1

Direttore Philip Walsh Pordenone. Teatro Verdi, viale Martelli 2. Ore 20.45. Costo ingresso: € 12-28 Info: 0434 247624 http://www.comunalegiuseppeverdi.it

MERCOLEDÌ 21112012 C lassi c ar t

▶ Amarcord

Danza Trieste. Politeama Rossetti, viale XX settembre 47. Ore 20.30. Costo ingresso: € 12-40 Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com

▶ Macbeth

di Jordi Galceràn. Trieste. Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 20.30 (mar 20/11 e dom 25/11 ore 16). Costo ingresso: € 24-28 Info: 040 948471 http://www.contrada.it

GIOVEDÌ 22112012 C lassi c ar t

▶ Lupi e pecore

di Aleksandr Ostrovskij. Con Corrado Giannetti Udine. Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4. Ore 20.45 (dom 25/11 ore 16). Costo ingresso: € 20-30 Info: 0432 248411 http://www.teatroudine.it

▶ Studio per una Ballata di uomini e cani con Marco Paolini

| L’INFORMAFREEMAGAZINE

▶ Macbeth

di William Shakespeare. Con Giuseppe Battiston e Frédérique Loliée Trieste. Politeama Rossetti, viale XX settembre 47. Ore 20.30 (dom 25/11 ore 16). Costo ingresso: € 12-29 Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com

▶ Il metodo

di Jordi Galceràn. Trieste. Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 20.30 (mar 20/11 e dom 25/11 ore 16). Costo ingresso: € 24-28 Info: 040 948471 http://www.contrada.it

VENERDÌ 23112012 C lassi c ar t

▶ A qualcuno piace carta

di e con Ennio Marchetto Tolmezzo (Ud). Teatro Candoni, via XXV Aprile. Ore 20.45. Costo ingresso: € 18 Info: 0432 224211 http://www.ertfvg.it Philippe Graffin / Claire Désert Violino e pianoforte. Musiche di Beethoven e Schumann Monfalcone (Go). Teatro Comunale, Piazza del Popolo 20. Ore 20.45. Costo ingresso: € 20-24 Info: 0481 494664 http://www. teatromonfalcone.it

▶ Studio per una Ballata di uomini e cani

con Marco Paolini Sacile (Pn). Teatro Zancanaro, viale Zancanaro 36. Ore 21. Costo ingresso: € 19-24 Info: 0432 224211 http://www.ertfvg.it

▶ Un marito ideale

di Oscar Wilde. Con Roberto Valerio Pordenone. Teatro Verdi, viale Martelli 2. Ore 20.45 (dom 25/11 ore 16). Costo ingresso: € 12-28 Info: 0434 247624 http:// www.comunalegiuseppeverdi.it

▶ Tingeltanz

a cura dei Pupkin Kabarett Cervignano del Friuli (Ud). Teatro Pasolini, piazza Indipendenza 34. Ore 21. Costo ingresso: € 15 Info: 0431 370273 http:// www.teatropasolini.it

▶ Macbeth

▶ Il metodo

E

Zoppola (Pn). Auditorium, via da Vinci 1. Ore 20.45. Costo ingresso: € 20 Info: 0432 224211 http://www.ertfvg.it

Baritono e pianoforte. Musiche di Schubert Sacile (Pn). Fazioli Concert Hall, via Ronche 47. Ore 20.45. Costo ingresso: € 20-30 Info: 0434 72026 http://www.fazioli.com di e con Alessandro Besentini e Francesco Villa Gemona del Friuli (Ud). Teatro Sociale, via XX settembre 1. Ore 21. Costo ingresso: € 19 Info: 0432 224211 http://www.ertfvg.it

settembre-ottobre 2007

R

▶ Lupi e pecore

▶ Aria precaria

|

B

di William Shakespeare. Con Giuseppe Battiston Gorizia. Teatro Verdi, via Garibaldi 2/a. Ore 20.45. Costo ingresso: € 21-24 Info: 0481 383602 http://www.comune.gorizia.it/teatro

▶ Ferruccio Furlanetto / Igor Tchetuev

68

M

di Aleksandr Ostrovskij. Con Corrado Giannetti Udine. Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4. Ore 20.45 (dom 25/11 ore 16). Costo ingresso: € 20-30 Info: 0432 248411 http://www.teatroudine.it di William Shakespeare. Con Giuseppe Battiston e Frédérique Loliée Trieste. Politeama Rossetti, viale XX settembre 47. Ore 20.30 (dom 25/11 ore 16). Costo ingresso: € 12-29 Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com

▶ Il metodo

di Jordi Galceràn. Trieste. Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 20.30 (mar 20/11 e dom 25/11 ore 16). Costo ingresso: € 24-28 Info: 040 948471 http://www.contrada.it F olklor e

▶ Dal “Campat” alla Piazza Mercatini, rassegne culturali, gastronomia Brugnera (Pn). Località Maron, piazza Mercato. Info: http://www.festeggiamentimaron.it

▶ Festa del Bosco

Musica e degustazioni Monfalcone (Go). Piazza della Repubblica. Info: http://www.monfalcone.info

▶ Fiera di Santa Caterina

Mercato e luna park Udine (Ud). Piazza I maggio e area stadio. Info: http://www.comune.udine.it


Me e ting

▶ Dickens 1812-2012 Un palco e un libro

Letture per ricordare Charles Dickens Udine. Palamostre, piazzale Diacono 21. Ore 18. Info: http://teatroudine.it

▶ Il tappeto del drago

Arti tessili antiche dell’Armenia Pordenone. Biblioteca civica. Ore 18.

SABATO 24112012 Cla ssic a rt

▶ Il barbiere di Siviglia

Lirica Trieste. Teatro Verdi, Riva Tre Novembre 1. Ore Ore 20.30 (dom 25/11, ore 16). Costo ingresso: € 25-85 Info: 800 090373 http://www.teatroverdi-trieste.com

▶ InCanto armeno

Musiche di Komitas Pordenone (Pn). Chiesa di San Francesco. Ore 21.

▶ Studio per una Ballata di uomini e cani

con Marco Paolini Codroipo (Ud). Teatro De Cecco, via XXIX ottobre. Ore 20.45. Costo ingresso: € 19 Info: 0432 224211 http:// www.ertfvg.it

▶ Un marito ideale

di Oscar Wilde. Con Roberto Valerio Pordenone. Teatro Verdi, viale Martelli 2. Ore 20.45 (dom 25/11 ore 16). Costo ingresso: € 12-28 Info: 0434 247624 http://www.comunalegiuseppeverdi.it

▶ Lupi e pecore

di Aleksandr Ostrovskij. Con Corrado Giannetti Udine. Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4. Ore 20.45 (dom 25/11 ore 16). Costo ingresso: € 20-30 Info: 0432 248411 http://www.teatroudine.it

▶ Macbeth

di William Shakespeare. Con Giuseppe Battiston e Frédérique Loliée Trieste. Politeama Rossetti, viale XX settembre 47. Ore 20.30 (dom 25/11 ore 16). Costo ingresso: € 12-29 Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com

▶ Il metodo

di Jordi Galceràn. Trieste. Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 20.30 (mar 20/11 e dom 25/11 ore 16). Costo ingresso: € 24-28 Info: 040 948471 http://www.contrada.it Fo lk lo re

▶ Mercatini di Natale

Artigianato e hobbistica Tarcento (Ud). Centro cittadino. Info: http://protarcentoud.com

▶ Purcitada in Pais

Gastronomia e tradizioni Campolongo Tapogliano (Ud). Piazza Indipendenza. Info: http://www.prolocoregionefvg.it

▶ Dal “Campat” alla Piazza

Mercatini, rassegne culturali, gastronomia Brugnera (Pn). Località Maron, piazza Mercato. Info: http://www.festeggiamentimaron.it

▶ Festa del Bosco

Musica e degustazioni Monfalcone (Go). Piazza della Repubblica. Info: http://www.monfalcone.info

▶ Fiera di Santa Caterina

Mercato e luna park Udine. Piazza Primo Maggio e area Stadio. Info: http:// www.comune.udine.it Fun

▶ El Popul Castello

Milonga Cervignano del Friuli (Ud). Via Roma, 48. Sala parrocchiale. Costo ingresso: € 10 - 20. Info: 348 5421397 www.tanghitudine.it

DOMENICA 25112012 Cla ssic a rt

▶ Studio per una Ballata di uomini e cani

con Marco Paolini Casarsa della Delizia (Pn). Teatro Pasolini, via Piave 16. Ore 20.45. Costo ingresso: € 15. Info: 0432 224211 http://www.ertfvg.it

▶ Il barbiere di Siviglia


N Lirica Trieste. Teatro Verdi, Riva Tre Novembre 1. Ore 20.30 (dom 25/11, ore 16). Costo ingresso: € 25-85. Info: 800 090373 http:// www.teatroverdi-trieste.com

▶ Un marito ideale

di Oscar Wilde. Con Roberto Valerio Pordenone (Pn). Teatro Verdi, viale Martelli 2. Ore 20.45 (dom 25/11 ore 16). Costo ingresso: € 12-28. Info: 0434 247624 http:// www.comunalegiuseppeverdi.it

▶ Lupi e pecore

di Aleksandr Ostrovskij. Con Corrado Giannetti Udine. Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4. Ore 20.45 (dom 25/11 ore 16). Costo ingresso: € 20-30 Info: 0432 248411 http://www.teatroudine.it

▶ Macbeth

di William Shakespeare. Con Giuseppe Battiston e Frédérique Loliée Trieste. Politeama Rossetti, viale XX settembre 47. Ore 20.30 (dom 25/11 ore 16). Costo ingresso: € 12-29. Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com

▶ Il metodo

di Jordi Galceràn. Trieste. Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 20.30 (mar 20/11 e dom 25/11 ore 16). Costo ingresso: € 24-28 Info: 040 948471 http://www.contrada.it Fo lk lo re

▶ Mercatini di Natale

Artigianato e hobbistica Tarcento (Ud). Centro cittadino. Info: http://protarcentoud.com

▶ Purcitada in Pais

Gastronomia e tradizioni Campolongo Tapogliano (Ud). Piazza Indipendenza. Info: http://www.prolocoregionefvg.it

O

V

E

▶ Dal “Campat” alla Piazza Mercatini, rassegne culturali, gastronomia Brugnera (Pn). Località Maron, piazza Mercato. Info: http://www.festeggiamentimaron.it

▶ Festa del Bosco

Musica e degustazioni Monfalcone (Go). Piazza della Repubblica. Info: http://www.monfalcone.info

▶ Fiera di Santa Caterina

Mercato e luna park Udine. Piazza I maggio e area stadio. Info: http://www.comune.udine.it

LUNEDÌ 26112012 Cla ssic ar t

▶ L’insostenibile leggerezza

di e con Marina Thovez Gradisca d’Isonzo (Go). Nuovo Teatro Comunale, via Ciotti 1. Ore 21. Costo ingresso: € 17-22. Info: 0481 969753 http://www. artistiassociatigorizia.it

▶ Slovak Chamber Orchestra

Le Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi e Astor Piazzolla Udine. Sala Ajace. Ore 20.30. Costo ingresso: € 18. Info: http://www.amicimusica.ud.it

MARTEDÌ 27112012 Cla ssic ar t

▶ Il barbiere di Siviglia

Lirica Trieste. Teatro Verdi, Riva III novembre 1. Ore 20.30. Costo ingresso: € 25-85 Info: 800 090373 http://www.teatroverditrieste.com

▶ Far finta di essere G...

Con gli Oblivion Davide Calabrese e Lorenzo Scuda Trieste. Viale XX settembre 47, Politea-

M

B

R

E

ma Rossetti. Ore 20.30. Costo ingresso: € 12-19. Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com

MERCOLEDÌ 28112012 C lassi c ar t

▶ Quartetto Merel

Musiche di Janáček, Veress, Smetana Monfalcone (Go). Teatro Comunale, Piazza del Popolo 20. Ore 20.45. Costo ingresso: € 20-24. Info: 0481 494664 http://www. teatromonfalcone.it

▶ Crucifige

di Claudio Bernardi Trieste. Politeama Rossetti, Sala Bartoli, viale XX settembre 47. Ore 21 (dom 2/12 ore 17). Costo ingresso: € 19 Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com

▶ Il barbiere di Siviglia

Lirica Trieste. Teatro Verdi, Riva Tre Novembre 1. Ore 20.30. Costo ingresso: € 25-85. Info: 800 090373 http://www.teatroverditrieste.com

GIOVEDÌ 29112012 C lassi c ar t

▶ Rain Man

Adattamento di Dan Gordon. Con Luca Lazzareschi Udine. Ore 20.45 (dom 2/12 ore 16). Costo ingresso: € 20-30. Info: 0432 248411 http://www.teatroudine.it

▶ Open

Info: 0432 224211 http://www.ertfvg.it

▶ California Suite

di Neil Simon. Con Gianfranco d’Angelo e Barbara Terrinoni Cividale del Friuli (Ud). Teatro Ristori, via Ristori 32. Ore 21. Costo ingresso: € 20-22. Info: 0432 224211 http://www. ertfvg.it

▶ Crucifige

di Claudio Bernardi Trieste. Politeama Rossetti, Sala Bartoli, viale XX settembre 47. Ore 21 (dom 2/12 ore 17). Costo ingresso: € 19. Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com F olklor e

▶ Il Purcìt di Sant’Andree

Musica e degustazioni Basiliano (Ud). Canonica. Info: http:// www.prolocoregionefvg.it

VENERDÌ 30112012 C lassi c ar t

▶ Amarcord 3

Danza Cormons (Go). Teatro Comunale, via Sauro 17. Ore 21. Costo ingresso: € 19-22. Info: 0481 630057 http://www.artistiassociatigorizia.it

▶ Imitation of death

Regia di Stefano Ricci Udine. Palamostre, piazzale Diacono 21. Ore 21. Costo ingresso: € 18. Info: 0432 506925 http://www.cssudine.it

uno show di Daniel Ezralow Gorizia. Teatro Verdi, via Garibaldi 2/a. Ore 20.45. Costo ingresso: € 26-29. Info: 0481 383602 http://www.comune.gorizia.it/teatro

▶ Il barbiere di Siviglia

di Raul Cremona Grado (Go). Auditorium Marin, via Marchesini 49. Ore 20.45. Costo ingresso: € 18.

▶ Buone vacanze

▶ Prestigi

Lirica Trieste. Teatro Verdi, Riva Tre Novembre 1. Ore 20.30 (sab 1/12 ore 17). Costo ingresso: € 25-85. Info: 800 090373 http://www.teatroverdi-trieste.com di Carlo Tolazzi. Con Maurizio Zacchigna San Daniele del Friuli (Ud). Audito-


D rium alla Fratta, via Nievo. Ore 20.45. Costo ingresso: € 15. Info: 0432 224211 http:// www.ertfvg.it

▶ Prestigi

di Raul Cremona Premariacco (Ud). TeatrOrsaria, Piazza Ulderico. Ore 20.45. Costo ingresso: € 12. Info: 0432 224211 http://www.ertfvg.it

▶ Gaber se fosse Gaber

di e con Andrea Scanzi Latisana (Ud). Teatro Odeon, via Vendramin 72. Ore 20.45. Costo ingresso: € 17-20. Info: 0432 224211 http://www.ertfvg.it

▶ Rain Man

Adattamento di Dan Gordon. Con Luca Lazzareschi Udine. Ore 20.45 (dom 2/12 ore 16). Costo ingresso: € 20-30 Info: 0432 248411 http:// www.teatroudine.it

▶ Crucifige

di Claudio Bernardi Trieste. Politeama Rossetti, Sala Bartoli, viale XX settembre 47. Ore 21 (dom 2/12 ore 17). Costo ingresso: € 19 Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com Fo lk lo re

▶ Purcit in Staiare

Gastronomia, giochi e musica Artegna (Ud). Centro cittadino. Info: http://www.proartegna.com

▶ Il Purcìt di Sant’Andree

musica e degustazioni Basiliano (Ud). Canonica. Info: http:// www.prolocoregionefvg.it Li v e music

▶ Fabio Concato 2

Tutto qua tour 2012 Cervignano del Friuli (Ud). Teatro Pasolini, piazza Indipendenza 34. Ore 21. Costo ingresso: € 25. Info: 0431 370273 http:// www.teatropasolini.it

I

C

E

SABATO 01122012 Ba mbin i

M

B

R

E

ingresso: € 20-30 Info: 0432 248411 http:// www.teatroudine.it

▶ Piccolo Asmodeo

▶ Crucifige

▶ Le cirque invisible

▶ Mercatini di Natale

da Lilla Asmodeus di Ulf Stark Gorizia (Go). Viale XX settembre 85. Presso: Kulturni Center “L. Bratuz”. Info: 0481 537280 www.ctagorizia.it Cla ssic ar t Soggetto, regia e interpretazione di Jean Baptiste Thierrée e Victoria Chaplin Pordenone (Pn). Ore 16 (lun 3/12 e mar 4/12 ore 20.45). Costo ingresso: € 12-28. Info: 0434 247624 http://www.comunalegiuseppeverdi.it

▶ Gaber se fosse Gaber 4

di e con Andrea Scanzi Maniago (Pn). Teatro Verdi, via Umberto I 57. Ore 20.45. Costo ingresso: € 14-20 Info: 0432 224211 http://www.ertfvg.it

▶ Prestigi

di Raul Cremona Lestizza (Ud). Auditorium comunale, via delle Scuole 5/b. Ore 20.45. Costo ingresso: € 17. Info: 0432 224211 http://www. ertfvg.it

▶ Imitationofdeath

Regia di Stefano Ricci Udine. Palamostre, piazzale Diacono 21. Ore 21. Costo ingresso: € 18. Info: 0432 506925 http://www.cssudine.it

▶ Il barbiere di Siviglia

Lirica Trieste. Teatro Verdi, Riva III novembre 1. Ore 20.30 (sab 1/12 ore 17). Costo ingresso: € 25-85. Info: 800 090373 http://www. teatroverdi-trieste.com

▶ Rain Man

Adattamento di Dan Gordon. Con Luca Lazzareschi Udine. Ore 20.45 (dom 2/12 ore 16). Costo

di Claudio Bernardi Trieste. Politeama Rossetti, Sala Bartoli, viale XX settembre 47. Ore 21 (dom 2/12 ore 17). Costo ingresso: € 19 Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com F olklor e Artigianato e hobbistica Tarcento (Ud). Centro cittadino. Info: http://protarcentoud.com

▶ Adventus

Gastronomia e mercatini Caneva (Pn). Centro cittadino. Info: http:// www.procastellocaneva.com

▶ Fiera di Sant’Andrea

Mercato, degustazioni, luna park Gorizia. Centro cittadino. Info: http:// www.comune.gorizia.it

▶ Purcit in Staiare

Gastronomia, giochi e musica Artegna (Ud). Centro cittadino. Info: http://www.proartegna.com

▶ Il Purcìt di Sant’Andree

Musica e degustazioni Basiliano (Ud). Canonica. Info: http:// www.prolocoregionefvg.it L i ve m usi c

▶ Ian Anderson

Thick as a brick Trieste. Palasport di Chiarbola. Ore 21. Costo ingresso: € 30-50 Info: http://www. musicalibera.it M eeti ng

▶ Il fenomeno carsico delle Alpi Giulie

Presentazione dell’omonimo libro Udine (Ud). Salone del Consiglio Provinciale, piazza Patriarcato 3. Ore 17.30. Info: www.provincia.udine.it

DOMENICA 02122012 Bam bi ni

▶ Pinocchio

Teatro per bambini: 5 anni Gradisca d’Isonzo (Go). Presso: Nuovo Teatro Comunale, via Ciotti 1Ore 16. Costo ingresso: € 17-22. Info: 0481 969753 http:// www.artistiassociatigorizia.it C lassi c ar t

▶ Adventkonzert im Kanaltal

Concerto d’Avvento in Valcanale Tarvisio (Ud). Chiesa Parrocchiale , piazza Unità. Ore 18.30. Info: 0428 40365

▶ Giselle

Danza Trieste. Politeama Rossetti, viale XX settembre 47. Ore 20.30. Costo ingresso: € 12-40. Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com

▶ Mio nonno è morto in guerra

di e con Simone Cristicchi San Vito al Tagliamento (Pn). Centro Civico, via Manfrin. Ore 20.45. Costo ingresso: € 18. Info: 0432 224211 http://www. ertfvg.it

▶ Le cirque invisible

Soggetto, regia e interpretazione di Jean Baptiste Thierrée e Victoria Chaplin Pordenone. Ore 16 (lun 3/12 e mar 4/12 ore 20.45). Costo ingresso: € 12-28. Info: 0434 247624 http://www.comunalegiuseppeverdi.it

▶ Rain Man

adattamento di Dan Gordon. Con Luca Lazzareschi Udine. Ore 20.45 (dom 2/12 ore 16). Costo ingresso: € 20-30 Info: 0432 248411 http:// www.teatroudine.it

▶ Crucifige

di Claudio Bernardi Trieste. Politeama Rossetti, Sala Barto-


D

I

C

E

li, viale XX settembre 47. Ore 21 (dom 2/12 ore 17). Costo ingresso: € 19 Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com Fo lk lo re

0434 247624 http://www.comunalegiuseppeverdi.it Fo lk lo re

▶ Mercatino Internazionale di Natale

Mercato, degustazioni, luna park Gorizia (Go). Centro cittadino. Info: http:// www.comune.gorizia.it

Artigianato e gastronomia Paluzza (Ud). Info: 0433 775344

▶ Mercatini di Natale

Artigianato e hobbistica Tarcento (Ud). Centro cittadino. Info: http://protarcentoud.com

▶ Adventus

Gastronomia e mercatini Caneva (Pn). Centro cittadino. Info: http:// www.procastellocaneva.com

▶ Fiera di Sant’Andrea

Mercato, degustazioni, luna park Gorizia (Go). Centro cittadino. Info: http:// www.comune.gorizia.it

▶ Purcit in Staiare

Gastronomia, giochi e musica Artegna (Ud). Centro cittadino. Info: http://www.proartegna.com

▶ Il Purcìt di Sant’Andree

Musica e degustazioni Basiliano (Ud). Canonica. Info: http:// www.prolocoregionefvg.it

LUNEDÌ 03122012 Cla ssic a rt

▶ Mio nonno è morto in guerra

▶ Fiera di Sant’Andrea

MARTEDÌ 04122012 Cla ssic ar t

▶ Il barbiere di Siviglia

Lirica Trieste. Teatro Verdi, Riva III novembre 1. Ore 20.30. Costo ingresso: € 25-85. Info: 800 090373 http://www.teatroverdi-trieste.com

▶ Massimo Ranieri

Chi nun tene coraggio nun se cocca ch’ ‘e femmene belle Udine. Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4. Ore 21. Costo ingresso: € 30-65. Info: 0431 510393 http://www. azalea.it

▶ I due fratelli

di Alberto Bassetti. Con Adriano Braidotti e Jacopo Venturiero Trieste. Politeama Rossetti, Sala Bartoli, viale XX settembre 47. Ore 21 (mer 5/12, ven 7/12, dom 9/12 ore 17). Costo ingresso: € 19 Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com

▶ Trovarsi

di e con Simone Cristicchi Monfalcone (Go). Teatro Comunale, Piazza del Popolo 20. Ore 20.45. Costo ingresso: € 13-17. Info: 0481 494664 http://www.teatromonfalcone.it

di Luigi Pirandello. Con Mascia Musy e Angelo Campolo Trieste. Politeama Rossetti, viale XX settembre 47. Ore 20.30 (mer 5/11 ore 16). Costo ingresso: € 12-29. Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com

Soggetto, regia e interpretazione di Jean Baptiste Thierrée e Victoria Chaplin Pordenone. Ore 16 (lun 3/12 e mar 4/12 ore 20.45). Costo ingresso: € 12-28. Info:

Soggetto, regia e interpretazione di Jean Baptiste Thierrée e Victoria Chaplin Pordenone. Ore 16 (lun 3/12 e mar 4/12 ore 20.45). Costo ingresso: € 12-28. Info:

▶ Le cirque invisible

▶ Le cirque invisible

M

B

R

E

0434 247624 http://www.comunalegiuseppeverdi.it

MERCOLEDÌ 05122012 C lassi c ar t

▶ La bisbetica domata

di W. Shakespeare. Con Vanessa Gravina Sacile (Pn). Teatro Zancanaro, viale Zancanaro 36. Ore 21. Costo ingresso: € 19-24. Info: 0432 224211 http://www.ertfvg.it

▶ I due fratelli

di Alberto Bassetti. Con Adriano Braidotti e Jacopo Venturiero Trieste. Politeama Rossetti, Sala Bartoli, viale XX settembre 47. Ore 21 (mer 5/12, ven 7/12, dom 9/12 ore 17). Costo ingresso: € 19 Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com

▶ Trovarsi

di Luigi Pirandello. Con Mascia Musy e Angelo Campolo Trieste. Politeama Rossetti, viale XX settembre 47. Ore 20.30 (mer 5/11 ore 16). Costo ingresso: € 12-29. Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com F olklor e

▶ Spitz Parkli

Mercatino, musica, gastronomia Pontebba (Ud). Centro cittadino. Info: http://www.prolocoregionefvg.it

▶ Sfilata dei Krampus

Con arrivo di San Nicolò Tarvisio (Ud). Centro cittadino. Ore 18. Info: http://gruppokrampus.altervista.org

▶ Castagne, Ribolla e Musica

Fiera di San Nicolò Monfalcone (Go). Piazza della Repubblica. Info: www.monfalcone.info

GIOVEDÌ 06122012 C lassi c ar t

▶ La bisbetica domata

di W. Shakespeare. Con Vanessa Gravina Gradisca d’Isonzo (Go). Nuovo Teatro Comunale, via Ciotti 1. Ore 21. Costo ingresso: € 17-22. Info: 0481 969753 http:// www.artistiassociatigorizia.it

▶ Il barbiere di Siviglia

Lirica Trieste. Teatro Verdi, Riva III novembre 1. Ore 20.30. Costo ingresso: € 25-85. Info: 800 090373 http://www.teatroverdi-trieste.com

▶ De Constructions 5

Uno show di Daniel Ezralow. Danza Pordenone. Teatro Verdi, viale Martelli 2. Ore 20.45. Costo ingresso: € 12-28. Info: 0434 247624 http://www.comunalegiuseppeverdi.it

▶ La repubblica contesa

1617: dalla Guerra di Gradisca ai complotti d’Europa in Venezia Palmanova (Ud). Teatro Modena, via Dante 16. Ore 20.45. Costo ingresso: € 20-25. Info: 0432 224211 http://www.ertfvg.it

▶ I due fratelli

di Alberto Bassetti. Con Adriano Braidotti e Jacopo Venturiero Trieste. Politeama Rossetti, Sala Bartoli, viale XX settembre 47. Ore 21 (mer 5/12, ven 7/12, dom 9/12 ore 17). Costo ingresso: € 19 Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com

▶ Trovarsi

di Luigi Pirandello. Con Mascia Musy e Angelo Campolo Trieste. Politeama Rossetti, viale XX settembre 47. Ore 20.30 (mer 5/11 ore 16). Costo ingresso: € 12-29. Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com F olklor e

▶ Spitz Parkli

Mercatino, musica, gastronomia


D Pontebba (Ud). Centro cittadino. Info: http://www.prolocoregionefvg.it

VENERDÌ 07122012 Cla ssic a rt

▶ Trappola per topi

di Agatha Christie. Con Annalisa Di Nola e Stefano Messina Trieste. Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 20.30 (dom 9/12 ore 16). Costo ingresso: € 24-28. Info: 040 948471 http:// www.contrada.it

▶ Oblivion Show 2.0: il sussidiario

Con gli Oblivion Cormons (Go). Teatro Comunale, via Sauro 17. Ore 21. Costo ingresso: € 19-22. Info: 0481 630057 http://www.artistiassociatigorizia.it

▶ La repubblica contesa

1617: dalla Guerra di Gradisca ai complotti d’Europa in Venezia Sedegliano (Ud). Teatro Clabassi. Ore 20.45. Costo ingresso: € 10 Info: 0432 224211 http://www.ertfvg.it

▶ Il teatrante

di Thomas Bernhard Trieste. Politeama Rossetti, viale XX settembre 47. Ore 20.30 (dom 9/12 ore 16). Costo ingresso: € 12-29. Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com

▶ I due fratelli

di Alberto Bassetti. Con Adriano Braidotti e Jacopo Venturiero Trieste. Politeama Rossetti, Sala Bartoli, viale XX settembre 47. Ore 21 (mer 5/12, ven 7/12, dom 9/12 ore 17). Costo ingresso: € 19 Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com Fo lk lo re

▶ I Fiori d’Inverno Rassegna del radicchio

I

C

E

Sacile (Pn). Centro cittadino. Info: http:// www.prosacile.com

▶ Spitz Parkli

Mercatino, musica, gastronomia Pontebba (Ud). Centro cittadino. Info: http://www.prolocoregionefvg.it Me e ting

▶ Dickens 1812-2012 Un palco e un libro

Letture per ricordare Charles Dickens Udine (Ud). Ex Oratorio del Cristo, largo Ospedale Vecchio. Ore 18. Info: http://teatroudine.it

SABATO 08122012 Cla ssic ar t

▶ Trappola per topi

M

B

R

E

www.nediskedoline.it

▶ Aquileia d’Inverno

Mercatini e spettacoli Aquileia (Ud). Info: 0431 91087 http://nuke.prolocoaquileia.it

▶ Mercatini di Natale

Artigianato e hobbistica Tarcento (Ud). Centro cittadino. Info: http://protarcentoud.com

▶ Mercatino di Natale

Musica e gastronomia Sauris (Ud). Sauris di Sopra. Ore 10-18. Info: 0433 86076 http://www.sauris.org

▶ I Fiori d’Inverno

Rassegna del radicchio Sacile (Pn). Centro cittadino. Info: http:// www.prosacile.com

di Agatha Christie. Con Annalisa Di Nola e Stefano Messina Trieste. Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 20.30 (dom 9/12 ore 16). Costo ingresso: € 24-28. Info: 040 948471 http:// www.contrada.it

▶ Spitz Parkli

di Thomas Bernhard Trieste. Politeama Rossetti, viale XX settembre 47. Ore 20.30 (dom 9/12 ore 16). Costo ingresso: € 12-29. Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com

Evento motoristico Gradisca d’Isonzo (Go). Partenza dal centro cittadino. Info: http://www.gradisca4x4.com

▶ Il teatrante

▶ I due fratelli

di Alberto Bassetti. Con Adriano Braidotti e Jacopo Venturiero Trieste. Politeama Rossetti, Sala Bartoli, viale XX settembre 47. Ore 21 (mer 5/12, ven 7/12, dom 9/12 ore 17). Costo ingresso: € 19 Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com Fo lk lo re

▶ Gesti Antichi per un Nuovo Natale

Mostra-mercato dell’artigianato artistico San Pietro al Natisone (Ud). Info: http://

Mercatino, musica, gastronomia Pontebba (Ud). Centro cittadino. Info: http://www.prolocoregionefvg.it Spor t

▶ Raduno Internazionale 4x4 Città di Gradisca

DOMENICA 09122012 C lassi c ar t

▶ Trappola per topi

di Agatha Christie. Con Annalisa Di Nola e Stefano Messina Trieste. Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 20.30 (dom 9/12 ore 16). Costo ingresso: € 24-28. Info: 040 948471 http:// www.contrada.it

▶ Il teatrante

di Thomas Bernhard Trieste. Politeama Rossetti, viale XX settembre 47. Ore 20.30 (dom 9/12 ore 16).

Costo ingresso: € 12-29. Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com

▶ I due fratelli

di Alberto Bassetti. Con Adriano Braidotti e Jacopo Venturiero Trieste. Politeama Rossetti, Sala Bartoli, viale XX settembre 47. Ore 21 (mer 5/12, ven 7/12, dom 9/12 ore 17). Costo ingresso: € 19 Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com F olklor e

▶ Brovadar

Gastronomia, mercatino di Natale e presepi Moggio Udinese (Ud). Centro cittadino. Info: 0433 51514 http://www.turismofvg.it

▶ Gesti Antichi per un Nuovo Natale

Mostra-mercato dell’artigianato artistico San Pietro al Natisone (Ud). Info: http:// www.nediskedoline.it

▶ Mercatini di Natale

Artigianato e hobbistica Tarcento (Ud). Centro cittadino. Info: http://protarcentoud.com

▶ Mercatino di Natale

Musica e gastronomia Sauris (Ud). Sauris di Sopra. Ore 10-18. Info: 0433 86076 http://www.sauris.org

▶ I Fiori d’Inverno

Rassegna del radicchio Sacile (Pn). Centro cittadino. Info: http:// www.prosacile.com Spor t

▶ Raduno Internazionale 4x4 Città di Gradisca

Evento motoristico Gradisca d’Isonzo (Go). Partenza dal centro cittadino. Info: http://www.gradisca4x4.com

MARTEDÌ 11122012 C lassi c ar t


D

I

C

E

▶ Aspettando Godot 6

di Samuel Beckett. Con Jurij Ferrini e Natalino Balasso Udine. Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4. Ore 20.45. Costo ingresso: € 20-26 Info: 0432 248411 http://www.teatroudine.it

▶ Occidente solitario

di Martin McDonagh. Con Claudio Santamaria e Filippo Nigro Monfalcone (Go). Teatro Comunale, Corso del Popolo 20. Ore 20.45. Costo ingresso: € 20-24. Info: 0481 494664 http://www.teatromonfalcone.it

▶ Trappola per topi

di Agatha Christie. Con Annalisa Di Nola e Stefano Messina Trieste. Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 20.30 (mar 11/12 e dom 16/12 ore 16). Costo ingresso: € 24-28 Info: 040 948471 http://www.contrada.it

▶ Lady Europe

Drammaturgia e regia di Rita Maffei Udine. Palamostre, piazzale Diacono 21. Ore 21. Costo ingresso: € 18. Info: 0432 506925 http://www.cssudine.it

▶ Shrek - Il musical

Musica di Jeanine Tesori Trieste. Politeama Rossetti, viale XX settembre 47. Ore 20.30 (gio 13/12 ore 17, sab 15/12 anche ore 16, dom 16/12 ore 16). Costo ingresso: € 12-40 Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com

▶ Il barbiere di Siviglia

di Gioacchino Rossini. Lirica Pordenone. Teatro Verdi, viale Martelli 2. Ore 20.15. Costo ingresso: € 25-60 Info: 0434 247624 http://www.comunalegiuseppeverdi.it

▶ Il pipistrello

Operetta di Johann Strauss Gorizia. Teatro Verdi, via Garibaldi 2/a. Ore 20.45. Costo ingresso: € 26-29 Info: 0481 383602 http://www.comune.gorizia.it/teatro

MERCOLEDÌ 12122012 C lassi c ar t

▶ Lukas Geniušas

M

B

R

E

Drammaturgia e regia di Rita Maffei Udine. Palamostre, piazzale Diacono 21. Ore 21. Costo ingresso: € 18. Info: 0432 506925 http://www.cssudine.it

▶ Shrek - Il musical

Musica di Jeanine Tesori Trieste. Politeama Rossetti, viale XX settembre 47. Ore 20.30 (gio 13/12 ore 17, sab 15/12 anche ore 16, dom 16/12 ore 16). Costo ingresso: € 12-40 Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com

GIOVEDÌ 13122012 C lassi c ar t

▶ Occidente solitario

di Martin McDonagh. Con Claudio Santamaria e Filippo Nigro Latisana (Ud). Teatro Odeon, via Vendramin 72. Ore 20.45. Costo ingresso: € 17-20 Info: 0432 224211 http://www.ertfvg.it

▶ Stand up Balasso

di e con Natalino Balasso Casarsa della Delizia (Pn). Teatro Pasolini, via Piave 16. Ore 20.45. Costo ingresso: € 15 Info: 0432 224211 http://www.ertfvg.it

▶ Trappola per topi

di Agatha Christie. Con Annalisa Di Nola e Stefano Messina Trieste. Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 20.30 (mar 11/12 e dom 16/12 ore 16). Costo ingresso: € 24-28 Info: 040 948471 http://www.contrada.it

▶ Lady Europe

Drammaturgia e regia di Rita Maffei Udine. Palamostre, piazzale Diacono 21. Ore 21. Costo ingresso: € 18. Info: 0432 506925 http://www.cssudine.it

▶ Shrek - Il musical

Musica di Jeanine Tesori Trieste. Politeama Rossetti, viale XX settembre 47. Ore 20.30 (gio 13/12 ore 17, sab 15/12 anche ore 16, dom 16/12 ore 16). Costo ingresso: € 12-40 Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com F olklor e

▶ Antîghe Sâgre di Sante Lussie

Mercato e gastronomia Venzone (Ud). Centro storico. Info: 0432 985034

Pianoforte. Musiche di Handell, Schumann, Chopin Sacile (Pn). Fazioli Concert Hall, via Ronche 47. Ore 20.45. Costo ingresso: € 20-30. Info: 0434 72026 http://www.fazioli.com

▶ La bella addormentata

di Anat Gov. Con Viviana Toniolo, Vittorio Viviani e Roberto Albin Gemona del Friuli (Ud). Teatro Sociale, via XX settembre 1. Ore 21. Costo ingresso: € 21 Info: 0432 224211 http://www.ertfvg.it

▶ Occidente solitario

Operetta di Johann Strauss. Con la Compagnia Corrado Abbati Cordenons (Pn). Auditorium Moro, via Traversagna 4. Ore 21. Costo ingresso: € 20. Info: 0432 224211 http://www.ertfvg.it

▶ Kristian Bezuidenhout

▶ Oh Dio mio!

▶ Il pipistrello

▶ Occidente solitario

di Martin McDonagh. Con Claudio Santamaria e Filippo Nigro Monfalcone (Go). Teatro Comunale, Corso del Popolo 20. Ore 20.45. Costo ingresso: € 20-24. Info: 0481 494664 http://www.teatromonfalcone.it

▶ Trappola per topi

di Agatha Christie. Con Annalisa Di Nola e Stefano Messina Trieste. Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 20.30 (mar 11/12 e dom 16/12 ore 16). Costo ingresso: € 24-28 Info: 040 948471 http://www.contrada.it

▶ Lady Europe

VENERDÌ 14122012 C lassi c ar t

Balletto Trieste. Teatro Verdi, Riva III novembre 1. Ore 20.30 (sab 15/12 anche ore 15, dom 16/12 ore 16). Costo ingresso: € 25-85 Info: 800 090373 http://www.teatroverditrieste.com di Martin McDonagh. Con Claudio Santamaria e Filippo Nigro Tolmezzo (Ud). Teatro Candoni, via XXV aprile. Ore 20.45. Costo ingresso: € 18. Info: 0432 224211 http://www.ertfvg.it Fortepiano. Musiche di Mozart Monfalcone (Go). Teatro Comunale, Piazza del Popolo 20. Ore 20.45. Costo ingresso: € 20-24. Info: 0481 494664 http://www. teatromonfalcone.it

▶ Il giovine Frankenstein

di Costantino De Luca e Pierluca Donin Pontebba (Ud). Teatro Italia, via Grillo 3. Ore 21. Costo ingresso: € 16-20Info: 0432 224211 http://www.ertfvg.it

▶ Attori per caso

con i Fichi d’India Grado (Go). Auditorium Marin, via Marchesini 49. Ore 20.45. Costo ingresso: € 18. Info: 0432 224211 http://www.ertfvg.it


D

I

C

E

▶ Trappola per topi

di Agatha Christie. Con Annalisa Di Nola e Stefano Messina Trieste (Ts). Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 20.30 (mar 11/12 e dom 16/12 ore 16). Costo ingresso: € 24-28 Info: 040 948471 http://www.contrada.it

▶ Lady Europe

Drammaturgia e regia di Rita Maffei Udine. Palamostre, piazzale Diacono 21. Ore 21. Costo ingresso: € 18. Info: 0432 506925 http://www.cssudine.it

▶ Shrek - Il musical

Musica di Jeanine Tesori Trieste. Politeama Rossetti, viale XX settembre 47. Ore 20.30 (gio 13/12 ore 17, sab 15/12 anche ore 16, dom 16/12 ore 16). Costo ingresso: € 12-40 Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com Liv e music

▶ Harmony Gospel Singers

Direttrice Stefania Mauro San Daniele del Friuli (Ud). Auditorium alla Fratta, via Nievo. Ore 20.45. Costo ingresso: € 15. Info: 0432 224211 http:// www.ertfvg.it Spo rt

▶ Staffetta TELETHON 24x1 ora

Evento podistico Udine. Centro cittadino. Info: http://www. telethonudine.com

SABATO 15122012 C la ssic a rt

▶ Un canto di Natale

di Charles Dickens. Con Fabrizio Gifuni Udine. Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4. Ore 20.45. Costo ingresso: € 20-30. Info: 0432 248411 http://www.teatroudine.it

▶ Abba Dream

25 grandi successi tratti dal film “Mamma mia” e dal musical omonimo Gradisca d’Isonzo (Go). Nuovo Teatro Comunale, via Ciotti 1Ore 21. Costo ingresso: € 17-22. Info: 0481 969753 http://www.artistiassociatigorizia.it

▶ La vita non è un film di Doris Day

di Mino Bellei. Con Claudio de Maglio, Claudio Mezzelani, Massimo Somaglino Premariacco (Ud). TeatrOrsaria, Piazza Ulderico. Ore 20.45. Costo ingresso: € 12 Info: 0432 224211 http://www.ertfvg.it

▶ Il giovine Frankenstein

di Costantino De Luca e Pierluca Donin Camino al Tagliamento (Ud). Teatro comunale, via Chiesa 7. Ore 20.45. Costo ingresso: € 15. Info: 0432 224211 http:// www.ertfvg.it

▶ La bella addormentata

Balletto Trieste. Teatro Verdi, Riva III novembre 1. Ore 20.30 (sab 15/12 anche ore 15, dom 16/12 ore 16). Costo ingresso: € 25-85 Info: 800 090373 http://www.teatroverditrieste.com

▶ Trappola per topi

di Agatha Christie. Con Annalisa Di Nola e Stefano Messina Trieste. Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 20.30 (mar 11/12 e dom 16/12 ore 16). Costo ingresso: € 24-28 Info: 040 948471 http://www.contrada.it

▶ Shrek - Il musical

Musica di Jeanine Tesori Trieste. Politeama Rossetti, viale XX settembre 47. Ore 20.30 (gio 13/12 ore 17, sab 15/12 anche ore 16, dom 16/12 ore 16). Costo ingresso: € 12-40 Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com

M

B

R

E

Fo lk lo r e

▶ Mercatini di Natale

Artigianato e hobbistica Tarcento (Ud). Centro cittadino. Info: http://protarcentoud.com

▶ Lusors dal Nadal

Mercatino dell’artigianato Forgaria nel Friuli (Ud). Piazza Tre Martiri. Ore Mattina. Info: www.comune.forgarianelfriuli.ud.it Spo rt

▶ Staffetta TELETHON 24x1 ora

Evento podistico Udine. Centro cittadino. Info: http://www. telethonudine.com

DOMENICA 16122012 Ba mbini

▶ Cappuccetto Rosso

Teatro per bambini: 5 anni Cormons (Go). Teatro Comunale, via Sauro 17. Ore 16. Costo ingresso: € 5. Info: 0481 630057 http://www.artistiassociatigorizia.it Cla ssic ar t

▶ La fabbrica dei preti 7

di e con Giuliana Musso San Vito al Tagliamento (Pn). Centro Civico, via Manfrin. Ore 20.45. Costo ingresso: € 18. Info: 0432 224211 http://www. ertfvg.it

▶ La vita non è un film di Doris Day

di Mino Bellei. Con Claudio de Maglio, Claudio Mezzelani, Massimo Somaglino Artegna (Ud). Ore 20.45. Costo ingresso: € 18 Info: 0432 977105 http://www.ertfvg.it

▶ La bella addormentata

Balletto Trieste. Teatro Verdi, Riva III novembre 1. Ore 20.30 (sab 15/12 anche ore 15, dom 16/12 ore 16). Costo ingresso: € 25-85 Info: 800 090373 http://www.teatroverditrieste.com

▶ Trappola per topi

di Agatha Christie. Con Annalisa Di Nola e Stefano Messina Trieste. Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 20.30 (mar 11/12 e dom 16/12 ore 16). Costo ingresso: € 24-28 Info: 040 948471 http://www.contrada.it

▶ Shrek - Il musical

Musica di Jeanine Tesori Trieste. Politeama Rossetti, viale XX settembre 47. Ore 20.30 (gio 13/12 ore 17, sab 15/12 anche ore 16, dom 16/12 ore 16). Costo ingresso: € 1240 Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com Fo lk lo r e

▶ Festa di Santa Lucia

Artigianato e giochi per bambini Prata di Pordenone (Pn). Info: http:// www.prolocoregionefvg.it

▶ Antico Mercato di Santa Lucia

Animazione e gastronomia Arta Terme (Ud). Info: amisdidarte.jimdo.com

▶ Mercatini di Natale

Artigianato e hobbistica Tarcento (Ud). Centro cittadino. Info: http://protarcentoud.com Me e tin g

▶ Fotomercato Sacilese

Mostra-scambio nazionale dell’antiquariato, dell’usato e del digitale fotografico Sacile (Pn). Info: 333 7799555 http:// www.fotomercato.com Spo rt

▶ Dicembrina Cervignanese


Marcialonga non competitiva Cervignano del Friuli (Ud). Partenza da piazzale Lancieri d’Aosta. Ore 9. Info: 339 6902095

LUNEDÌ 17122012 C lassi c ar t

▶ Sul confine

di e con Gabriele Di Luca Pordenone (Pn). Teatro Verdi, viale Martelli 2. Ore 20.45. Costo ingresso: € 15 Info: 0434 247624 http://www.comunalegiuseppeverdi.it

▶ Kramer contro Kramer

di Avery Corman. Con Daniele Pecci e Federica Di Martino Gorizia (Go). Teatro Verdi, via Garibaldi 2/a. Ore 20.45. Costo ingresso: € 21-24. Info: 0481 383602 http:// www.comune.gorizia.it/teatro L i ve m usi c

▶ Pooh in concerto

con la Ensemble Symphony Orchestra Trieste (Ts). Politeama Rossetti, viale XX settembre 47. Ore 21. Costo ingresso: € 40-69. Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com

MARTEDÌ 18122012 C lassi c ar t

▶ Volare - Concerto a Domenico Modugno

Recital di Gennaro Cannavacciuolo Trieste. Teatro Bobbio, via del Ghirlandaio 12. Ore 20.30. Costo ingresso: € 24-28. Info: 040 948471 http://www.contrada.it

▶ La bella addormentata

Balletto Trieste. Teatro Verdi, Riva Tre Novembre 1. Ore 20.30. Costo ingresso: € 25-85. Info: 800 090373 http:// www.teatroverdi-trieste.com

▶ La vita non è un film di Doris Day

di Mino Bellei. Con Claudio de Maglio, Claudio Mezzelani, Massimo Somaglino Maniago (Pn). Teatro Verdi, via Umberto I 57. Ore 20.45. Costo ingresso: € 14-20 Info: 0432 224211 http://www.ertfvg.it

▶ Provando in nome della madre

di e con Erri De Luca e Simone Gandolfo Cervignano del Friuli (Ud). Teatro Pasolini, piazza Indipendenza 34. Ore 21. Costo ingresso: € 15. Info: 0431 370273 http://www.teatropasolini.it

▶ Sul confine

di e con Gabriele Di Luca Pordenone (Pn). Teatro Verdi, viale Martelli 2. Ore 20.45. Costo ingresso: € 15. Info: 0434 247624 http:// www.comunalegiuseppeverdi.it L i ve m usi c

▶ Pooh in concerto

con la Ensemble Symphony Orchestra Udine (Ud). Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4. Ore 21. Costo ingresso: € 32-65. Info: http:// www.azalea.it

MERCOLEDÌ 19122012 C lassi c ar t

▶ Provando in nome della madre

di e con Erri de Luca e Simone Gandolfo Cormons (Go). Teatro Comunale, via Sauro 17. Ore 21. Costo ingresso: € 19-22. Info: 0481 630057 http:// www.artistiassociatigorizia.it

▶ La bella addormentata

Balletto Trieste. Teatro Verdi, Riva III novembre 1. Ore 20.30. Costo ingresso: € 25-85. Info: 800 090373 http:// www.teatroverdi-trieste.com L i ve m usi c

▶ Sonya McGuire Gospel Ensemble

Gospel Cervignano del Friuli (Ud). Teatro Pasolini, piazza Indipendenza 34. Ore 21. Costo ingresso: € 15. Info: 0431 370273 http://www.teatropasolini.it

GIOVEDÌ 20122012 C lassi c ar t

▶ Il vento dell’Oriente


D I C E M B R E / G E N N A I O Royal Mongolian Ballet Gorizia (Go). Teatro Verdi, via Garibaldi 2/a. Ore 20.45. Costo ingresso: € 26-29. Info: 0481 383602 http://www.comune.gorizia.it/teatro

VENERDÌ 21122012 C la ssic a rt

▶ Aldo, Giovanni e Giacomo 8

Tour teatrale Trieste. Politeama Rossetti, viale XX settembre 47. Ore 21. Costo ingresso: € 32-50 Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com

SABATO 22122012 C la ssic a rt

▶ Aldo, Giovanni e Giacomo Tour teatrale Trieste. Politeama Rossetti, viale XX settembre 47. Ore 21. Costo ingresso: € 3250. Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com

DOMENICA 23122012 C la ssic a rt

▶ Aldo, Giovanni e Giacomo Tour teatrale Trieste. Politeama Rossetti, viale XX settembre 47. Ore 21. Costo ingresso: € 32-50 Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com

LUNEDÌ 24122012 Fo lk lo re

▶ Lancio “das Cidulas”

Tradizione popolare Lauco (Ud). Località Avaglio. Info: http:// www.prolocoregionefvg.it

MERCOLEDÌ 26122012 C la ssic a rt

▶ Stefanimesse mit Turmblasen Concerto di ottoni Tarvisio (Ud). Chiesa Parrocchiale , piazza Unità. Ore 17.30. Info: 0428 40365

VENERDÌ 28122012 Fo lk lo re

▶ La notte delle candele

Camminata notturna Prato Carnico (Ud). Info: http://www. prolocoregionefvg.it

SABATO 29122012 C la ssic a rt

▶ Il Lago dei Cigni

Balletto Trieste. Politeama Rossetti, viale XX settembre 47. Ore 20.30. Costo ingresso: € 26-40. Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com Fun

▶ Paolo Persiani

Milonga Cervignano del Friuli (Ud). Via Roma 48, Sala parrocchiale. Costo ingresso: € 10 - 17. Info: 348 5421397 www.tanghitudine.it

DOMENICA 30122012 C la ssic a rt

▶ Lo Schiaccianoci

Balletto Trieste. Politeama Rossetti, viale XX settembre 47. Ore 20.30. Costo ingresso: € 26-40. Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com Spo rt

▶ Palio da las Lauzones Palio delle slitte

Forni di Sotto (Ud). Info: http://www. prolocoregionefvg.it

LUNEDÌ 31122012 Cla ssic a r t

▶ Strauss Festival Orchester Wien 9

Peter Guth, direttore e violino solista Udine. Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4. Ore 18. Costo ingresso: € 24-40. Info: 0432 248411 http://www.teatroudine.it Fo lk lo r e

▶ Marcia della Pace

Camminata in notturna Zuglio (Ud). Partenza dal Museo Archeologico. Ore 21. Info: 0433 92045

GIOVEDÌ 03012013 Cla ssic a r t

▶ Shrek - Il musical

Musica di Jeanine Tesori Gorizia. Teatro Verdi, via Garibaldi 2/a. Ore 20.45. Costo ingresso: € 26-29. Info: 0481 383602 http://www.comune.gorizia.it/teatro

▶ Christmas with the Rat Pack Musical Trieste. Politeama Rossetti, viale XX settembre 47. Ore 20.30 (sab 5/1 anche ore 16, dom 6/1 ore 16). Costo ingresso: € 2640 Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com

VENERDÌ 04012013 Cla ssic a r t

▶ Christmas with the Rat Pack Musical Trieste. Politeama Rossetti, viale XX settembre 47. Ore 20.30 (sab 5/1 anche ore 16, dom 6/1 ore 16). Costo ingresso: € 2640 Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com

SABATO 05012013 Cla ssic a r t

▶ Christmas with the Rat Pack Musical Trieste. Politeama Rossetti, viale XX settembre 47. Ore 20.30 (sab 5/1 anche ore 16, dom 6/1 ore 16). Costo ingresso: € 2640 Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com

DOMENICA 06012013 Cla ssic a r t

▶ Christmas with the Rat Pack Musical Trieste. Politeama Rossetti, viale XX settembre 47. Ore 20.30 (sab 5/1 anche ore 16, dom 6/1 ore 16). Costo ingresso: € 2640 Info: 040 3593511 http://www.ilrossetti.com Fo lk lo r e

▶ Messa dello Spadone

Rievocazione storica Cividale del Friuli (Ud). Info: http://www. prolocoregionefvg.it

▶ Epifania del Tallero

Rievocazione storica Gemona del Friuli (Ud). Info: http:// www.prolocoregionefvg.it Spo rt

▶ SaurisCiaspola

Corse competitive e passeggiate con le ciaspole Sauris (Ud). Info: 0433 86076 http:// www.sauris.org


F U O R I

R E G I O N E T R E V I S O 8/11 – 2/12

▶MOSTRA DEI VINI DEL MONTELLO E DEI COLLI ASOLANI I vini vengono proposti al pubblico in abbinamento ai piatti e prodotti tipici. Mostra dei prodotti locali artigianali. Volpago del Montello. Info: 0423 620134 10-11/11

▶SAN MARTINO TRA I SAPORI D’AUTUNNO Promozione dei prodotti tipici autunnali in particolare il kiwi. Iniziative collaterali, rievocazione storica dell’episodio di San Martino, mostra attrezzi agricoli d’epoca, stand gastronomico Paese. Info: 0422 450689 Fino al 11/11

▶SUSY NORFINI / VIRGY MILICI Una mostra realizzata trasmettendo emozioni quotidiane (o quasi)via sms. Una performance creata in uno spazio temporale “distanza-emozione= gesto”. Morgano. Chiesetta di S. Antonio. Info: 389 0547459 www.prolocomorgano.it ▶EMERGENZE DEL SENTIRE Cinque artisti in Alta Marca. Mostra. Pieve di Soligo. Villa Brandolini. Info: 334 9677948 eventi@fondazionefrancescofabbri.it 11/11/2012

▶MILIPIAVE Fiera militare, scambi, oggetti militari, uniformi, bandiere e stemmi. Spresiano. Info: 348 8029901 www.fieremilitaria.com 17-18/11/2012

▶GOLOSISSIMA 2012 Il grande appuntamento triveneto dei sapori. Oltre 100 espositori da tutte le regioni d’Italia con le migliori e introvabili specialità alimentari. Santa Lucia di Piave. Info: www.golosissima.com 7-9/12 / 15-16/12

▶STELLE DI NATALE Mercatino di Natale, molti articoli esposti da vari artigiani ed inoltre bancarelle con prelibatezze enogastronomiche. Intrattenimenti per i bambini. Cison di Valmarino. Info: 0438 975774 29/12/2012

▶CONCERTO DI FINE ANNO Orchestra “G. Legrenzi” diretta dal maestro Franco Poloni. Ingresso libero. Montebelluna. Info: www.trevisoinfo.it Fino al 2/6

78

|

settembre-ottobre 2007

| L’INFORMAFREEMAGAZINE

▶TIBET. TESORI DAL TETTO DEL MONDO La più grande mostra sul Tibet per la prima volta organizzata in Occidente. 300 preziosi reperti compresi i doni dei Dalai Lama agli Imperatori cinesi. Treviso. Casa dei Carraresi. Info: www.laviadellaseta.info


F U O R I

R E G I O N E V E N E Z I A 9-25/11/2012

▶FESTA E MOSTRA DEL RADICCHIO La festa del radicchio è collocata alla fine dell’annata agricola e rappresenta la forza della natura e del lavoro dell’uomo. La festa, da 30 anni, è diventata una delle più importanti del territorio circostante. Scorzé. Info: www.veneziamarketingeventi.it 10-11/11/2012

▶ZOGO DE L’OCA IN PIAZZA Durante le giornate si svolgerà la fiera, in costume storico, ambientata nei primi del Novecento. Verranno esposti prodotti enogastronomici, si terrà l’elezione di “Miss Oca” tra i migliori esemplari partecipanti e non mancherà il tradizionale “Zogo de l’Oca in Piazza”: un percorso di 63 caselle formanti un passaggio di 130 metri. Mirano. Info: www.veneziamarketingeventi.it Fino al 19/11

▶MOCKBA UNDERGROUND  PITTURA ASTRATTA DAL 1960 L’esposizione accoglie per la prima volta nel nostro Paese 110 opere della prestigiosa raccolta privata Reznikov. Venezia. Palazzo Cà Giustinian dei Vescovi. Info: 041 2346942 www.unive.it/cafoscari.fr 21/11

▶SKUNK ANANSIE support act The Jezabels. In questo nuovo disco di inediti si trovano contemporaneamente il carattere aggressivo e provocatorio del gruppo, ma anche una nuova percezione di raffinatezza. Jesolo. Pala Arrex. Ore 21. Info: www.azalea.it Fino al 2/12

▶IL TIZIANO MAI VISTO 12 anni di restauri al museo Ermitage e il primo capolavoro di Tiziano, imponente per dimensioni, torna a splendere. Dopo 250 anni esce per la prima e unica volta dalla Russia e giunge a Venezia in una grande mostra. Venezia. Gallerie dell’Accademia. Info: 041 5200345 www.gallerieaccademia.org 31/12/2012

▶CAPODANNO A VENEZIA Il capodanno veneziano farà pulsare i due cuori della città: piazza S. Marco a Venezia e piazza Ferretto a Mestre, in una delle notti più importanti dell’anno. Il nuovo tema del capodanno sarà ispirato al mascheramento e al prossimo Carnevale, un “capodanno in maschera” che creerà un mood carnevalesco che parte da S. Stefano e arriva a Martedì Grasso. Venezia. Info: www.veneziamarketingeventi.it 1/01

▶CONCERTO DI CAPODANNO Direttore Sir John Elliot Gardiner. Orchestra e coro del teatro La Fenice, maestro del coro Claudio Marino Moretti. Venezia. Teatro La Fenice. Ore 11.15 (diretta Rai Uno). Info: www.teatrolafenice.it 6/01/2013 Fino al 6/1

▶FRANCESCO GUARDI 17121793 Nel terzo centenario della nascita di Francesco Guardi, l’ultimo grande vedutista settecentesco, la mostra monografica ha come finalità la messa in luce della sua complessa produzione artistica, dalle meno note opere giovanili di figura, fino alle ‘scene d’interno’ nel gusto di Pietro Longhi, per concludersi con le splendide vedute di Venezia e i fantastici capricci, risalenti agli anni della maturità e della vecchiaia. Venezia. Museo Correr. Info: 848 082000 http://correr.visitmuve.it ▶CORSA DELLA BEFANA Una corsa podistica non agonistica che ogni anno conta centinaia di iscritti. La gara è aperta a tutti, adulti e piccini, Sarà proprio la befana a dare il via alla corsa e distribuirà dolci e calze ai bambini. Malamocco. Info: www.veneziamarketingeventi.it

L’INFORMAFREEMAGAZINE

|

settembre-ottobre 2007

|

79


O L T R E

C O N F I N E

C R O A Z I A 6-7/11 ▶GIORNATE DEI FUNGHI Presentazione d’ ogni specie di fungo istriano. Castellier. Info: www.istra.hr 8/11 ▶CONPASTA Congresso mondiale della pasta. Umago. Info: +385 99 60 50 212 11/11 ▶MARATONA DI MOMIANO Gara di MTB. Momiano. Info: +385 52 773 353 tzg-buja@pu.htnet.hr 16-18/11/2012 ▶GIORNATE DELL’OLIO D’OLIVA NOVELLO I maggiori olivicoltori dell’intera Euroregione adriatica si daranno appuntamento in un unico posto, donando all’evento un carattere internazionale. Dignano. Info: +385 (0)52 535953 tz-vodnjan-dignano@pu.t-com.hr 21/11/2012 ▶FESTIVAL DELLA POLENTA

La preparazione e la presentazione di piatti di polenta sono solo una parte della manifestazione di un’intera giornata che a Parenzo, in piazza della Libertà, offre un ottimo passatempo completo di accompagnamento musicale. Parenzo. Info: +385 (0)52 451099

Fino al 22/11 ▶ASPETTI CELESTI Mostra di Mladen Milotić Pisino. Info: + 385 052 501 686 www. gallerymilotic.hr 30/11-9/12 ▶FIERA DEI LIBRI Evento letterario. Pola. Info: pr@sanjamknjige.hr 1/12 – 6/01 ▶GIORNATE DEI CALAMARI DELL’ADRIATICO Evento gastronomico. Umago. Info: +385 52 757 075 14-16/12/2012 ▶GIOIE NATALIZIE CITTANOVESI Mercatino di Natale e degustazioni. Cittanova. Info: www.istra.hr 20-24/12/2012 ▶MERCATINO DI NATALE  FIERA DELLA CREATIVITÀ 60 espositori; presentazione e vendita di oggetti regalo, oggetti fatti a mano, decorazioni, prodotti ecologici e altro. Pola. Info: www.istra.hr 27-29/12 ▶ROVIGNO MUSIC FESTIVAL Concerti live. Rovigno. Info: www.istra.hr

10–11.11.2012

▶GIGA SPORT OPENING Evento sportivo sulla neve per festeggiare l’avvio della stagione invernale. Ghiacciaio Mölltal. Info: www.gletscher. co.at 16/11-24/12

▶VILLACHER CHRISTKINDLMARKT Mercatini di Natale. Villach. Info: www.villach.at 07-09/12/2012

▶UNIVERSITY OF SNOW L’apertura sciistica più grande d’Europa avrà luogo anche quest’anno a Nassfeld/Pramollo. Per questo fine settimana sono attesi a Nassfeld/Pramollo fino a 1500 partecipanti. Eventi di accompagnamento nel Cube ed al Tressdorf Alm assicureranno la giusta atmosfera. Nassfeld. Info: www. uniofsnow.at 22/12

▶ADVENTMUSIK Concerto di musiche natalizie lungo le vie del centro cittadino. Villach. Info: www.villach.at


O L T R E C A R I N Z I A 5-6/01

▶CAMPIONATO AUSTRIACO DI ARRAMPICATA SU GHIACCIO Evento internazionale. Nassfeld. Info: www. nassfeld.at 11-12/01/2013

▶SCHLAG DAS ASS “La corsa in sci più lunga del mondo” si snoda attraverso quattro valli montuose lungo l’intera area sciistica di Nassfeld/Pramollo. Discese e risalite in skilift sono incluse. Su percorsi chiusi e assicurati bisognerà seguire varie porte direzionali. La lunghezza del percorso è di 25,6 km con un dislivello complessivo di 6.400 metri. La partenza è alla stazione a monte della funivia del Gartnerkofel mentre l’arrivo è a Tröpolach. I partecipanti partiranno a gruppi di 20. Nassfeld. Info: www. schlagdasass.at

C O N F I N E S L O V E N I A 6-10/11

▶FIERA DEL MOBILE Destinata alla presentazione di produttori di mobili e di arredo sloveni ed esteri. Alla fiera si presentano anche i nuovi progetti di designer conosciuti e le idee di giovani designer. Lubiana. Fiera. Info: www.gr-sejem.si 7-18/11

▶LIFFE Festival cinematografico internazionale. Lubiana. Sedi diverse. Info: www.liffe.si Fino al 10/11

▶BIO 23 Biennale internazionale di design stimata per i prodotti di design industriale, di comunicazioni visive, di corporate image e di ideazioni di design. Lubiana. Museo di architettura e design. Info: www.visitljubljana.com 13/11

▶STEVE VAI Grande attesa per il concerto del chitarrista rock americano. Special guest: Beverly McClellan Lubiana. Cvetličarna. Ore 20. Info: www.cvetlicarna.info 13/11-31/01

▶BIENNALE DELLE ILLUSTRAZIONI SLOVENE Convegni ed esposizioni. Lubiana. Cankarjev dom. Info: www.visitljubljana.com 17/11/2012

▶SERATA DELLE CASTAGNE E DEL VINO NOVELLO Festa del vino novello delle migliori cantine accompagnato da castagne arrostite. Izola. Info: www.slovenia.info 3-9/12

▶ANIMATEKA Festival del cartone animato. Concorso rivolto a opere provenienti dall’Europa centrorientale. A margine dell’evento saranno proiettati anche film di animazione provenienti da tutto il mondo. Lubiana. Info: www.animateka.si 10/12

▶MOTÖRHEAD Oltre ai successi del loro repertorio tradizionale, presenteranno il loro ultimo album The World Is Yours, uscito nel 2010. Lubiana. Palasport Tivoli. Ore 20. Info: www.visitljubljana.com


AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI Nº 2 “ISONTINA”

ONTINO Linee di indirizzo per la definizione di un programma per la Promozione di Alleanze per Cure Territoriali Integrate e Sussidiarie nell’ASS 2 Isontina

CHE COS’È PACTIS? UN PROGRAMMA PER LA PROMOZIONE DI ALLEANZE PER LE CURE TERRITORIALI INTEGRATE E SUSSIDIARIE

L’ASS2, come e forse più di altre realtà del sistema sanitario regionale, ha la necessità di riconfigurare il proprio sistema di offerta per renderlo più aderente all’evoluzione dei bisogni di salute dei propri cittadini. L’esigenza di questo cambiamento è determinata in particolare dalle pressioni esercitate dal contesto di riferimento in termini di incremento del volume e del profilo dei bisogni di salute e dalle caratteristiche socio-economiche del territorio. La denatalità, l’invecchiamento della popolazione e un diffuso disagio sociale, in particolare delle giovani generazioni, assieme agli effetti ormai evidenti della crisi economico-finanziaria, rappresentano questioni centrali anche per l’Azienda Isontina e costringono a ripensare nel suo complesso la concezione e l’organizzazione dei servizi sanitari e, più in generale, il welfare locale. I processi di invecchiamento progressivo della popolazione comportano una crescita esponenziale del bisogno di servizi sanitari e socio sanitari, legata alla complessità crescente delle patologie e dei fattori di comorbilità che accompagnano i processi degenerativi e di cronicizzazione della malattia ed alla necessità di sviluppare i connessi percorsi di riabilitazione e reinserimento sociale delle persone. Questa rivoluzione epidemiologica, come è stata recentemente definita, unitamente allo sviluppo delle applicazioni scientifiche in medicina, è alla base di un nuovo disegno delle funzioni assistenziali. Non potrà più essere l’Ospedale il luogo di risposta predominante ai bisogni di salute e assistenza e si dovrà per contro sviluppare una rinnovata e rinforzata filiera di servizi di prevenzione e promozione della salute, diagnosi, cura e riabilitazione. Tutti gli interventi pianificatori nazionali e regionali degli ultimi 10-15 anni si sono concentrati su questi obiettivi: razionalizzare l’offerta ospedaliera e potenziare quella territoriale. La strategia emergente però, come spesso accade, è ancora distante da quella deliberata e la realizzazione di una rete di servizi territoriali in grado di rispondere con appropriatezza, qualità e puntualità all’utente, richiede ulteriori importanti sforzi.

Si può certamente affermare che l’assetto dei servizi presenta forti criticità in particolare in relazione a due questioni cruciali. La prima questione riguarda forse il più consistente problema dei sistemi sanitari del futuro: la non autosufficienza. Più in generale sono le questioni legate alla disabilità e alle malattie croniche, che richiederanno importanti sforzi di innovazione dei sistemi sociosanitari territoriali. La seconda questione si riferisce alla crescente difficoltà delle famiglie e delle agenzie sociali in genere a svolgere il loro fondamentale ruolo educativo nei confronti delle giovani generazioni. Questa difficoltà si riscontra in una crescente domanda di supporto professionale nella gestione della funzione genitoriale e in un consistente ricorso, da parte di giovani in età adolescenziale, ai servizi specialistici sanitari per problemi alcol-droga correlati o per problematiche di natura psichica. È in rapporto a questi problemi che si colgono con maggior chiarezza le correlazioni con le determinanti non sanitarie della salute, come gli stili di vita individuali (la responsabilità verso se stessi), le reti sociali e comunitarie (la responsabilità verso gli altri), l’ambiente di vita e di lavoro, il contesto politico, sociale, economico e culturale. In particolare assume rilevante importanza, per gli esiti di salute, la capacità di impostare interventi di politica sociosanitaria locale che siano in grado di agire sul “determinante intermedio” della coesione sociale o del capitale sociale. Tanto più in un contesto dove sono ormai evidentissimi i fenomeni di graduale ma rapida destrutturazione dei sistemi informali e primari di protezione sociale, come la famiglia e le reti di comunità. Il capitale sociale è, infatti, una risorsa cruciale per un’adeguata risposta ai bisogni sociosanitari. Rappresenta quelle particolari strutture di relazioni fatte di fiducia, aiuto e solidarietà reciproca, stabilità delle aspettative, gesti di gratuità che costruiscono la rete comunitaria e facilitano l’azione cooperativa di individui, famiglie e gruppi sociali in genere. È ormai dimostrata non solo l’importanza del capitale sociale in relazione ai sistemi di welfare, ma anche la stretta correlazione tra questo e lo sviluppo economico di un territorio e la stessa qualità democratica di una società.


BANCA DI CIVIDALE PREMIATA PER Lâ&#x20AC;&#x2122;INNOVATIVO â&#x20AC;&#x2DC;PROGETTO CIVIBANCAâ&#x20AC;&#x2122;                           #  (    cale deve presentare alla Banca di Cividale il

      %

#   *  (% %  ($  (  (#   #   5  %   "   (    &   #  )        " (      

 #  ( !6   # ## (    gnalano il sodalizio locale che ritengono me   #% #   # 3%  7% !     costa nulla. 8 # +   to il sito internet !!!" #$  " 

   "    #   7      +      #   & # ( #   #   "     Durante lo scorso esercizio, consideran- dulo per segnalare la propria preferenza. # %      3  #) %$    (           " &    (     *  

( 9  :  #  ' %

    

  # 

   %    # # ( 4 7 ;3     ' %    # ' %

 (+#   #

       (/  # % *% #  # $  %

#    #     4  #  un vero e proprio dividendo sociale. esione sociale e alla realizzazione di inno3    ( !  # 

     $ #   %#   ' %

   #  (  3%  (    ( !  *   to alle comunitĂ locali con sostegno e raf- lidarietĂ  non sono in contraddizione, ma forzamento reciproco e pone al centro delle possono svilupparsi assieme. Siamo molto      #      #       #   

    " &)3    %     %(!         4    % #      <%#$ #  " cale quale risorsa importante per dare una tĂ sia apprezzato e portato ad esempio a li    #  %&) vello nazionaleÂť. La Banca di Cividale, oltre ad essere stata premiata a livello nazionale quale â&#x20AC;&#x2DC;Banca Territoriale dellâ&#x20AC;&#x2122;anno 2012â&#x20AC;&#x2122;, ha ricevuto dallâ&#x20AC;&#x2122;Associazione Italiana Financial Inno                           !  !    "       #     # $        " #  le associazioni locali. Il       da 

 %   %

  le del territorio, dando il proprio sostegno #  #  !     $ vore dello sviluppo sociale e culturale del  %&      #       #   #   &   #  ' %

( ! #       )

|

novembre-dicembre

|

85


86

|

novembre-dicembre 2012

|

F I G L I D I U N O S P O R T M I N O R E o v v e r o , s a r a n n o ( s t a t i ) q u a s i f a m o s i !

U n a p o l t r o n aRubrica p edi Michele r d D’Urso ue Prendo spunto dal titolo del famoso film per presentare una singolare, quanto talentuosa, coppia sportiva: le gemelle Monica e Manola Minniti, campionesse di judo. Triestine doc, le incontro in un soleggiato mattino in quel di Barcola. È vero che vi picchiavate già nella culla? Manola: «Effettivamente c’è una foto di noi piccolissime nella culla, in cui Monica mi spinge a modo di presa… In realtà siamo sempre andate d’accordissimo…». Monica: «Abbiamo cominciato con il nuoto a tre anni, poi siamo passate alla ginnastica artistica, ed infine siamo giunte allo judo nel 1977, all’età di nove anni». Quando avete capito che le arti marziali erano la vostra... casa? Monica: «Non è stato facile come sembra. Gli inizi ci sono piaciuti perché nell’acrobatica dello judo ci ritrovavamo quella della ginnastica artistica, ma poi la differenza l’hanno fatta i nostri maestri. Sono stati loro a farci sentire a casa». Manola annuisce. E da lì una lunga serie di competizioni che vi ha portato nel 1985 ad ottenere la cintura nera, anche se Monica l’anno prima aveva già vinto la Coppa Italia (titolo che non dava diritto alla cintura...). Monica: «Effettivamente sono sempre stata particolarmente fortunata…». Manola: «Ricordo ancora quel giorno; era il 29 aprile e la sera quando siamo tornate a casa nevicava e faceva freddo mentre il giorno prima eravamo andate via a mezze maniche». Poi arrivò il divorzio quando, nel 1988, Manola decise di passare al Kung fu…

Manola: «In verità a me lo judo piaceva meno che a Monica, e poi spesso capitavo in categoria con lei, e se non c’era lei c’era la Pierantozzi, che poi fece medaglia d’argento a Barcellona ’92. Insomma, ho percepito che da lì non si passava, cosa che un artista marziale deve fare se non vuole essere sconfitto, così ho cambiato. Fu la scelta giusta». E infatti Manola ha vinto più volte il titolo italiano di Sanda (la forma di combattimento a contatto totale con tanto di KO) e quello per il Wu-shu figure. Torniamo però al punto che fece scaturire tutto: cosa provavate nella sconfitta? Manola: «Sono sempre scesa dal tatami col sorriso, anche nelle sconfitte che lasciano il segno; ma se perdeva lei ero triste e addolorata». Monica: «È vero, il dolore più grande è sempre stato la sconfitta dell’altra, anche se devo ammettere che, talvolta, io non sono scesa dal tatami col sorriso…». Cos’è mancato alla vostra carriera sportiva? Entrambe: «Niente; abbiamo avuto quello per cui siamo state capaci». Qualcuno a cui dire grazie? Entrambe: «Sicuramente Renzo Conti, il nostro primo maestro». Monica: «Per me anche Sandro Kramar, i fratelli Enzo e Furio de Denaro per la parte tecnica, mentre Sauro Bacherotti per la parte dirigenziale». Manola: «Io voglio ringraziare la nostra insegnante di artistica, Teresa Macrì, per le basi di acrobatica che poi mi sono ritrovata nel kung fu ed i maestri Mario Pasotti, Claudio Gigante e il maestro cinese Xuhao». Quella per le arti marziali non è la vostra unica passione, vero? Monica: «Ci sono le moto; a me piacerebbe avere la ‘Diavel’, ma al momento mi accontento di una Hornet 600».


|

Manola: «Io ho la mia amata Fazer 1000. Partecipiamo a raduni e gite, e ci andiamo anche a dormire…». Chi sono i vostri idoli? Monica: «Per me Ezio Gamba, medaglia d’oro olimpica a Mosca nel 1980, e Laura di Toma, una campionessa che è sempre stata il mio punto di riferimento». Manola: «Sara Simeoni». Perché la Simeoni? Manola: «Per me non è mai esistita una sportiva con la sua personalità». Domanda personale: cosa vorreste di magnifico l’una per l’altra? Monica: «Che aprisse un centro sportivo tutto suo, dato che è laureata Isef, che massaggia per lavoro e a tempo perso fa l’insegnante di fitness… Così potrebbe mettere a frutto l’altra sua passione per l’anatomia ed il benessere». Manola: «Che vinca al Superenalotto e faccia quello che vuole». Un episodio della vostra carriera sportiva che resterà indimenticabile? Monica: «La vittoria ai campionati italiani assoluti del ’99, che considero l’opera omnia della mia carriera sportiva». Manola: «Anche per me la vittoria ai campionati italiani del 1999, che non so perché, ma fra le tante è quella che ricordo con più piacere. Forse perché Monica aveva ottenuto la sua una settimana prima». Gemelle, ottengono la cintura nera in categorie diverse nello stesso giorno; poi diventano campionesse d’Italia a distanza di una settimana. Solo casualità? Michele D’Urso Chiunque voglia segnalare “un mito della porta accanto”, può scrivere alla redazione di iMagazine news.imag@gmail.com

novembre-dicembre 2012

|

87

Due immagini di Manola in azione: sopra impegnata in un salto acrobatico, sotto alle prese con un calcio durante una fase dei suoi allenamenti.


NUOVO BANDO PER ADERIRE AL FORUM GIOVANI Domande da inviare entro il 30 novembre.

La Provincia di Gorizia ha pubblicato il bando di adesione al Forum Giovani per l’anno 2013. Il Forum Giovani è un “Laboratorio di Espressività Giovanile”, dove associazioni giovanili elaborano progetti indirizzati al mondo giovanile dell’Isontino. Possono aderire al Forum le persone fisiche di età compresa tra i quattordici e i ventinove anni e le associazioni giovanili che siano residenti, abbiano la propria sede o svolgano abitualmente e prioritariamente la propria attività nel territorio provinciale. Le domande di iscrizione devono essere consegnate all’Ufficio Protocollo della Provincia di Gorizia (corso Italia, 55 – 34170 Gorizia; dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13, il lunedì e mercoledì pomeriggio dalle 15 alle 17) entro il 30 novembre 2012. Per le domande inviate a mezzo raccomandata farà fede il timbro postale. Per aderire al Forum Giovani si richiede di allegare al modulo di domanda i seguenti documenti: copia dello Statuto; copia dell’Atto Costitutivo; elenco dei nominativi dei soci, loro data di nascita, elenco delle cariche sociali; dichiarazione sottoscritta del legale rappresentante in relazione alla composizione anagrafica dei soci.


90

|

novembre-dicembre 2012

|

COMUNE DI GRADISCA D’ISONZO Abitanti: 6.624

nati 14, deceduti: 31, immigrati: 48, emigrati: 37, matrimoni: 8 (dati Anagrafe lug-ago 2012)

COMUNE DI VILLESSE Abitanti: 1.720

nati 1, deceduti: 4, immigrati: 10, emigrati: 13, matrimoni: 3 (dati Anagrafe ago-set 2012)

TITOLO NAZIONALE PER GLI ARCIERI ISONZO Successo nella categoria ragazze a squadre. Tre atlete convocate in Azzurro.

Grandissime soddisfazioni arrivano dal tiro con l’arco: la Compagnia Arcieri Isonzo ha conquistato il titolo italiano categoria ragazze a squadre. La competizione nazionale che si è svolta a Cherasco (CN) ha visto la formazione composta da Sara Ret, Brigitta Barberi e Giorgia Furios, primeggiare nella accesissima finale con 1834 punti, battendo temibili avversarie del Kappa Kosmos Rovereto e Arcieri del Sud. Un prestigioso alloro che bissa il titolo nazionale vinto nel 2010 e

migliora il terzo posto conquistato ai campionati italiani indoor di Padova del marzo scorso. Inoltre da segnalare anche i buoni risultati ottenuti sempre nella categoria ragazze (singola) da Sara Ret, a pochi punti dal secondo posto, e da Brigitta Barberi. Nelle allieve femminile è arrivato arriva un ottimo 5. posto per Federica Santoro, mentre negli allievi maschili il 35. di Christian Iob. Grande soddisfazione per tutta la società e per il tecnico Bruno Bolzicco, anche perché le tre ragazze della Compagnia (Federica Santoro, Sara Ret e Brigitta Barberi) sono state convocate per il ritiro Nazionale giovanile delle regioni Nord – Est. La Compagnia Arcieri è stata fondata il 3 dicembre 1979, tra i fondatori si ricorda Attilio Minitti, allora consigliere federale, Boris Furlan, primo arciere della compagnia ad aver partecipato ad una selezione preolimpica, Luciano Dornik, per diversi anni arciere della nazionale italiana assieme a Giancarlo Ferrari e Mario Codispoti che a quel tempo era già preparatore della squadra preolimpica. Orari corsi ed allenamenti: Gorizia, campo di via delle Grappate –– martedì, giovedì e sabato dalle 16 in poi. Staranzano, presso l’Istituto Einaudi - martedì e venerdì dalle 17. Terzo d’Aquileia, presso Palestra Scuola Media di Via Galilei (solo periodo invernale) lunedì e mercoledì dalle 19.30 alle 21.30. Per informazioni telefonare a Bruno Bolzicco: 335 7270972.

Livio Nonis


|

COMUNE DI CORMONS Dati: N.P.

novembre-dicembre 2012

Abitanti: 1.753

nati 2, deceduti: 1, immigrati: 3, emigrati: 8, matrimoni: 1 (dati Anagrafe ago 2012)

COMUNE DI MEDEA

nati 1, deceduti: 0, immigrati: 0, emigrati: 0, matrimoni: 0 (dati Anagrafe ago-set 2012)

nati 0, deceduti: 3, immigrati: 4, emigrati: 1, matrimoni: 0 (dati Anagrafe ago 2012)

LA POESIA DELLO SCALPELLO - GIORGIO BENEDETTI Nato a Pirano d’Istria nel 1949, diplomatosi nel 1968 presso l’istituto d’arte di Udine, Giorgio Benedetti (foto in basso) è il protagonista di una delle avventure artistiche più intense e interessanti degli ultimi decenni. La sua scultura prende vita all’inizio degli anni Ottanta e il suo materiale d’elezione è il legno: non è un caso, poiché Benedetti veniva dal settore del mobile, del design e dell’arredamento. Scrive infatti Luciano Perissinotto (in Giorgio Benedetti 25, Cividale 2010, p. 16): «Benedetti è uno scultore vocato al dialogo con il legno di cui conosce le più intime e nascoste caratteristiche. Questa corrispondenza orienta le sue preferenze verso la figura umana perché, anche se bloccata in atteggiamento di fragile abbandono o tesa in uno slancio verso l’alto, essa è l’emblema di vitalità». Un artista, però, deve necessariamente rinnovare il proprio linguaggio: nel caso di Giorgio Benedetti, questo si è verificato più volte. Non solo a livello di materiali (legno, pietra, metallo), ma anche in termini di stile. Tuttavia, in lui c’è molto più che una semplice ripresa, conscia o inconscia che sia, di modelli ‘alti’ del passato: c’è una rielaborazione personale, una ricerca incessante di forme liriche e fantastiche, un dialogo con la natura. Negli ultimi anni, la scultura di Benedetti si è orientata verso forme sinuose che, nel loro essenziale plasticismo, sembrano uscite dall’alba della civiltà: Donna, del 2010, richiama le linee delle ‘Veneri’ preistoriche (Mariarosa Rigotti, non a caso, ha parlato di «immagini

91

COMUNE DI FARRA D’ISONZO

COMUNE DI DOLEGNA DEL COLLIO Abitanti: 380

|

Abitanti: 981

totemiche»), mentre la serie dei Circensi, pur nel trionfo della curva e della carne, è un autentico capolavoro di leggerezza e poesia. Vincitore di numerosi premi e riconoscimenti, nazionali e internazionali, ha esposto in Friuli e all’estero: a Monaco di Baviera nel 1996 e nel 2003, a Verbie (Svizzera) e Sachsenburg (Austria) nel 1997, a Millstatt (Austria) nel 2001, a Vienna nel 2002 e nel 2003. Oggi, possiamo ammirare le sue opere nel prestigioso atelier di Cividale. Atelier: Piazza Garibaldi 22, 33043 Cividale del Friuli (UD). Tel. 0432 709933, cell. 334 5756029. Per info: www.giorgiobenedetti.it, info@giorgiobenedetti.it


92

|

novembre-dicembre 2012

|

COMUNE DI MARIANO DEL FRIULI Abitanti: 1.608

nati 2, deceduti: 2, immigrati: 13, emigrati: 10, matrimoni: 0 (dati Anagrafe mag-lug 2012)

SEPPENHOFER, NUOVI CORSI E PROGETTI

Ă&#x2C6; un autunno fitto di impegni quello del Centro Ricerche Carsiche â&#x20AC;&#x2DC;Seppenhoferâ&#x20AC;&#x2122;. Il 16 ottobre scorso è iniziato il Corso di meteorologia e clima organizzato in collaborazione con lâ&#x20AC;&#x2122;Unione Meteorologica del Friuli Venezia Giulia ONLUS e la Squadra di Protezione Civile di Gorizia. Il corso, rivolto a tutta la cittadinanza, è unâ&#x20AC;&#x2122;occasione unica per apprendere i segreti dei cambiamenti climatici. Utile in particolare per coloro che frequentano la montagna, è tenuto da importanti studiosi dellâ&#x20AC;&#x2122;UniversitĂ di Trieste, del CNR e dellâ&#x20AC;&#x2122;Osservatorio Meteorologico Regionale. Le lezioni si svolgeranno il 6, il 13, il 20 e il 27 novembre presso la sede del Centro â&#x20AC;&#x2DC;Seppenhoferâ&#x20AC;&#x2122; (via Ascoli 7 a Gorizia), con inizio alle ore 19. Inoltre, il Centro â&#x20AC;&#x2DC;Seppenhoferâ&#x20AC;&#x2122;, in collaborazione con il Punto Giovani di Gorizia, ha avviato il 18 ottobre un corso gratuito di introduzione alla speleologia, seguito da una Guida Speleologica Regionale del Friuli Venezia Giulia. Lezioni e iscrizioni hanno luogo presso la sede del Punto Giovani di Gorizia di Via Vittorio Veneto 7, dalle 21 alle 23: le giornate per il mese di novembre sono lâ&#x20AC;&#x2122;8, lâ&#x20AC;&#x2122;11 e il 15. Una giornata di studio in onore di Ugo Furlani Câ&#x20AC;&#x2122;è unâ&#x20AC;&#x2122;altra attivitĂ  che il Centro â&#x20AC;&#x2DC; Seppenhoferâ&#x20AC;&#x2122; sta portando avanti con determinazione: lâ&#x20AC;&#x2122;organizzazione, per il prossimo gennaio, di una giornata di studi in onore di Ugo Furlani, noto archeologo goriziano scomparso qualche anno fa. Pitture rupestri, Seconda Guerra Mondiale, paracadutismo, tuffi da grandi altezze, ricerca preistorica in grotta: di questa sua eclettica opera il convegno, oltre agli interventi di archeologia isontina, renderĂ  ampiamente conto. A tal proposito il â&#x20AC;&#x2DC;Seppenhoferâ&#x20AC;&#x2122; si rivolge a quanti hanno conosciuto lo studioso e vogliono contribuire alla riuscita della giornata: costoro possono contattare il responsabile dellâ&#x20AC;&#x2122;organizzazione, Maurizio Tavagnutti (0481 520537 / 329 7468095), o scrivere a seppenhofer@libero.it.

UN PREMIO IN RICORDO DI ADRIANO CRAGNOLIN Indetto dalla Provincia e rivolto a laureandi. Scadenza entro il 31 gennaio.

Lâ&#x20AC;&#x2122;Associazione Cragnolin, per ricordare lâ&#x20AC;&#x2122;attivitĂ politico-amministrativa di Adriano Cragnolin, sindaco di San Pier dâ&#x20AC;&#x2122;Isonzo dal 1980 al 1996, indice un concorso per progetti di ricerca svolti in ambito accademico, finalizzati alla stesura di tesi o di un saggio conclusivo e dedicati in modo esplicito a sviluppare e approfondire temi connessi: a) alla storia, alla cultura, alla realtĂ  politica, allâ&#x20AC;&#x2122;economia, al turismo, al mondo del lavoro e sindacale, allo sviluppo urbanistico, alla trasformazione ambientale e allâ&#x20AC;&#x2122;amministrazione del territorio del Monfalconese e, piĂš in generale, della Provincia di Gorizia; b) alle iniziative di collaborazione culturale, politica, sociale, economica, turistica, urbanistica, amministrativa e ambientale riguardanti in particolare la realtĂ  confinaria italo-slovena della Provincia di Gorizia. Il premio messo a disposizione è di 2.000 euro. Possono partecipare studenti e studentesse iscritti ai corsi di laurea magistrale, specialistica o di dottorato di ricerca, o destinatari di un assegno di ricerca, che non abbiano compiuto 31 anni alla data di scadenza del presente bando (31/01/2013), presentando un progetto di ricerca inedito e originale da loro stessi elaborato, finalizzato alla stesura di una tesi o di un saggio conclusivo. Le candidature dovranno pervenire al Consorzio Culturale del Monfalconese, Piazza dellâ&#x20AC;&#x2122;UnitĂ  24, 34077, Ronchi dei Legionari (GO), anche se inviate a mezzo posta o corriere, entro le ore 12 di giovedĂŹ 31 gennaio 2013, corredate da: t EPNBOEB EJ QBSUFDJQB[JPOF BM QSFNJP JO DBSUB TFNQMJDF  B DVSB EFM candidato, controfirmata dal relatore, dal tutor per le tesi di dottorato o da chi segue la ricerca nel caso di assegno di ricerca, contenente il titolo e la descrizione del progetto di ricerca e i dati del/la candidato/a (nome, cognome, residenza, indirizzo e-mail, numero di telefono); t DFSUJGJDBUP EJ MBVSFB DPO JOEJDB[JPOF EFHMJ FTBNJ TPTUFOVUJ F SFMBUJWP punteggio ottenuto t DVSSJDVMVNWJUBF Info: 0481 474298, consorzio@ccm.it


|

novembre-dicembre 2012

COMUNE DI MOSSA

COMUNE DI S. LORENZO ISONTINO

nati 6, deceduti: 3, immigrati: 6, emigrati: 2, matrimoni: 3 (dati Anagrafe ago-set 2012)

nati 2, deceduti: 5, immigrati: 7, emigrati: 0, matrimoni: 0 (dati Anagrafe ago-set 2012)

Abitanti: 1.636

|

93

Abitanti: 1.583

NUOVO LOGO PER LA PROVINCIA DI GORIZIA Il logo trilingue della Provincia si veste di nuovo aggiungendo quello di Carso 2014. Una modifica voluta dalla Giunta provinciale che, con una deliberazione approvata la scorsa settimana, intende promuovere il progetto “Carso 2014” attraverso tutte le comunicazioni, manifesti e documenti prodotti dagli uffici dell’Ente. Il nuovo logo è stato predisposto dall’Ufficio stampa e comunicazione della Provincia e sarà utilizzato da tutti gli uffici, anche nelle due varianti in sloveno e in friulano, fino al 31 dicembre 2016. Il progetto “Carso 2014” prevede la realizzazione da parte della Provincia di un parco tematico all’aperto proprio sul Carso goriziano, che possa attrarre turisti e offrire storia, cultura, natura, enogastronomia e benessere.

FRECCE TRICOLORI, JAN SLANGEN NUOVO COMANDANTE L’ex “pony 1” succede a Marco Lant.

Lo scorso 25 ottobre, presso l’Aeroporto Militare di Rivolto, il Comandante delle Frecce Tricolori, il Colonnello Marco Lant (foto a sinistra), ha ceduto il testimone del comando al Maggiore Jan Slangen (foto a destra), che è così diventato il 21° ‘Pony 0’ della Pattuglia Acrobatica Nazionale. Il passaggio di consegne, come da tradizione, è avvenuto in volo: un evento unico, un vero e proprio regalo per gli amanti delle Frecce Tricolori.


Sferruzzare

la mente

Il successo della Knitting mania: perchè â&#x20AC;&#x153;fare a magliaâ&#x20AC;? in gruppo aiuta a vivere meglio. In questo momento storico dove la grande distribuzione la fa da padrona, le botteghe, maestre di arti e mestieri, custodi di rapporti umani unici, sono in via di estinzione. Una delle cause è da attribuire ai cosiddetti â&#x20AC;&#x153;non luoghiâ&#x20AC;?, spazi in cui ci si reca per vincere la solitudine e la noia, allâ&#x20AC;&#x2122;interno dei quali veniamo accecati dal barlume del risparmio, della convenienza, e tutto ciò che viene percepito attraver   $  te manipolazione. I pochi coraggiosi che continuano a credere nelle attivitĂ artigianali hanno come obiettivo quello di riprendere contatto con il consumatore attraverso lâ&#x20AC;&#x2122;osservazione partecipante, indispensabile per costruire relazioni, dove il ruolo del consumatore non è piĂš passivo ma dinamico, perchè direttamente coinvolto nellâ&#x20AC;&#x2122;attivitĂ  creativa. Ă&#x2C6; il caso della â&#x20AC;&#x153;Knitting maniaâ&#x20AC;?, lâ&#x20AC;&#x2122;arte dello sferruzzare: si tratta di incontri organizzati nei ne ##  e la passione non piĂš come passatempo per vecchie signore, ma una vera e propria mania che coinvolge anche il genere maschile. &     lute, agendo sullâ&#x20AC;&#x2122;equilibrio delle attivitĂ  dei due emisferi cerebrali; lâ&#x20AC;&#x2122;emisfero sinistro del cervello è infatti la sede delle attivitĂ  che coinvolgono il linguaggio, la scrittura e il calcolo, mentre lâ&#x20AC;&#x2122;emisfero destro è la sede delle attivitĂ  creative, della fantasia. I due emisferi processano le informazioni in modo differente, complementari ma anche antagonisti. Lavorare a maglia è una delle attivitĂ  in grado di concentrare lâ&#x20AC;&#x2122;elaborazione cerebrale prevalentemente nellâ&#x20AC;&#x2122;emisfero destro, attivando in questo modo il sistema nervoso parasimpatico con conseguente rilassamento, liberando la fantasia per dar

vita a ciò che si è immaginato in precedenza e con la gioia di realizzare qualcosa per qualcun altro. Diverse ricerche evidenziano come la ripetizione automatica e ritmata di alcuni gesti comporti il  $        del cervello che si usano durante la meditazione e la preghiera. Il lavoro a maglia è in grado di rendere i dolori cronici piĂš tollerabili, di ridurre gli stati â&#x20AC;&#x153;depressiviâ&#x20AC;?; intrecciare i punti rilassa, abbassa la pressione sanguigna, il battito cardiaco e la tensione muscolare, la produzione di cortisolo (ormone dello stress) si riduce e si incrementa la produzione di serotonina e dopamina, molecole del benessere. %    sere costanti e mantenere alto il livello di attenzione, contando le maglie, scalando i punti, cambian # #    dita, il lavoro che cresce, danno una piacevole sensazione. In Svizzera, il lavoro a maglia viene insegna      gersi e portare a termine un obiettivo, per mettersi alla prova. Lavorare insieme, â&#x20AC;&#x153;fare la magliaâ&#x20AC;? in gruppo, è ideale per socializzare, aiuta a vincere la timidezza, favorisce il dialogo e la complicitĂ , agevola la concentrazione; i discorsi fatti durante il lavoro manuale sono piĂš distesi, piĂš lenti, piĂš approfondi#   $      fermazione di una propria opinione. Â&#x2022;             ?     " â&#x20AC;&#x153;Penso, quindi sonoâ&#x20AC;?. La creativitĂ  è assenza di pensiero. Smetti di pensare e crea!!


|

my

novembre-dicembre 2012

|

95

4 novembre Happy birthday Ciro!!! Papà Gennaro, mamma Filomena, Paolo, Ilaria 5 novembre Auguri Anna! Romeo, Massimo, Daniela, Stefano ... 11 novembre Auguri Rosalia e Edi Andrea, Daniela, Edi e Massimo 15 novembre Buon compleanno Debora Tatiana, Michele, Eleonora 27 novembre Congratulazioni alla neo dottoressa Valeria! Mamma e papà 2 dicembre Tanti auguri al papà di iMagazine! Lo staff iMagazine Buon compleanno Concetta! Graziana, Elisa, Marina, Cesare, Riccardo, Andrea 7 dicembre Tanti auguri a Giacomo per i suoi 18 anni! Nonna Adelina 13 dicembre Auguri Damiana e Carmelo! Lo staff di iMagazine 16 dicembre Buon anniversario, Paolo! Federica 24 dicembre A Rosalia i più cari auguri di buon compleanno Andrea, Daniela, Edi e Massimo Tanti auguri Rosalia! Lo staff di iMagazine 6 gennaio Buon compleanno alla mia befana Patrizia! Vittorio 6 gennaio Auguri Stefania! Stefano Mandaci entro il 1º dicembre i tuoi auguri per le ricorrenze di gennaio e febbraio! Li pubblicheremo gratuitamente su ! Segnalaci giorno, evento, mittente e destinatario e spedisci il tutto via e-mail (news.imag@gmail.com), via posta ordinaria (iMagazine, c/o via Aquileia 64/a, 33050 Bagnaria Arsa – UD) o via fax (040 566278).


96

|

novembre-dicembre 2012

Fonte: Federfarma Gorizia e Udine

FARMACIE DI TURNO

|

AL PONTE via Don Bosco 175 Gorizia, tel. 0481 32515 ALESANI via Carducci 40 Gorizia, tel. 0481 530268 BALDINI corso Verdi 57 Gorizia, tel. 0481 531879 COMUNALE 1 via San Michele 108 Gorizia, tel. 0481 21074 COMUNALE 2 via Garzarolli 154 Gorizia, tel. 0481 522032 D’UDINE piazza San Francesco 5 Gorizia, tel. 0481 530124 MARZINI corso Italia 89 Gorizia, tel. 0481 531443 MADONNA DI M. via Udine 2 Lucinico, tel. 0481 390170 PROVVIDENTI piazza Vittoria 34 Gorizia, tel. 0481 531972 TAVASANI corso Italia 10 Gorizia, tel. 0481 531576 TRAMONTANA via Crispi 23 Gorizia, tel. 0481 533349 FARO via XXIV Maggio 70 Brazzano, tel. 0481 60395 STACUL via F. di Manzano 6 Cormons, tel. 0481 60140 LUZZI via Matteotti 13 Cormons, tel. 0481 60170 ROJEC via Iº Maggio 32 Savogna d’Is., tel. 0481 882578 PIANI via Ciotti 26 Gradisca d’Is., tel. 0481 99153 BACCHETTI via Dante 58 Farra d’Is., tel. 0481 888069 CINQUETTI via Manzoni 159 Mariano d. Fr., tel. 0481 69019 MORETTI via Olivers 70 Mossa, tel. 0481 80220 DELLA TORRE via Latina 77 Romans d’Is., tel. 0481 90026 SORC piazza Montesanto 1 S. Lorenzo Is., tel. 0481 80023 LABAGNARA via Monte Santo 18 Villesse, tel. 0481 91065 ALLA SALUTE via Cosulich 117 Monfalcone, tel. 0481 711315 CENTRALE pzza Repubblica 16 Monfalcone, tel. 0481 410341 COMUNALE 1 via Aquileia 53 Monfalcone, tel. 0481 482787 COMUNALE 2 via Manlio 14 Monfalcone, tel. 0481 480405 REDENTORE via IX Giugno 36 Monfalcone, tel. 0481 410340 RISMONDO via Toti 53 Monfalcone, tel. 0481 410701 SAN ANTONIO via Romana 93 Monfalcone, tel. 0481 40497 SAN NICOLÒ via Iº Maggio 92 Monfalcone, tel. 0481 790338 ALL’ANGELO via Roma 18 Ronchi dei L., tel. 0481 777019 ALLA STAZIONE v.le Garibaldi 3 Vermegliano, tel. 0481 777446 LEDRI via Marina 1 Grado, tel. 0431 80058 COMUNALE via C. Colombo 14 Grado, tel. 0431 80895 ZANARDI via Trieste 31, Staranzano, tel 0481 481252 AL LAGO via Roma 13, Doberdò, tel 0481 78300 LUCIANI via Dante 41, Sagrado, tel 0481 99214 SPANGHERO via Aquileia 89, Turriaco, tel 0481 76025 VISINTIN via Matteotti 31, San Pier d’Isonzo, tel 0481 70135 RAMPINO piazza Venezia 15, San Canzian d’Is., tel 0481 76039 DI MARINO via Redipuglia 77, Fogliano, tel 0481 489174 CORAZZA via Buonarroti 10, Capriva del Friuli, tel 0481 808074 RAJGELJ CHIARA via Scuole 9, Medea, tel 0481 67068

Fonte: Regione FVG

DISTRIBUTORI DI CARBURANTE ESSO Gorizia via Lungo Isonzo 77 ERG Gorizia via San Michele 57 AGIP Gorizia via Trieste 179 SHELL Gorizia Via Aquileia 20 SMP Cormons v.le Giulia 53 SHELL Gradisca d’Is. v.le Trieste 60a SMP Mariano d.Fr. via Manzoni 164

API Romans d’Is. v. del Castelliere 50 AGIP Ronchi dei L. via Redipuglia AGIP Pieris via Battisti 22 SHELL Monfalcone via Boito 43 AGIP Monfalcone via Matteotti 22 ERG Monfalcone via G.F Pocar AGIP Staranzano via Trieste 47

AGIP Gorizia via Duca d’Aosta 74 ESSO Gorizia via Brass 7b ERG Gorizia via San Michele, 57 TAMOIL Gorizia via Lungo Isonzo A. SHELL Cormons v.le Giulia 23 ERG Villesse SS351 km16

AGIP S.Lorenzo I. via Nazionale SS56 SHELL Ronchi dei L. via Redipuglia 25a ERG Ronchi dei L. via Aquileia 35 ESSO Monfalcone via Boito 64 API Monfalcone via Grado TOTAL Fogliano-R. via Micca 15

ERG Farra d’Isonzo via Gorizia 109 AGIP Gorizia via Crispi 14 AGIP Gorizia v. Lungo Isonzo Arg. Q8 Gorizia via Trieste 22 ESSO Gorizia via Aquileia 40 TAMOIL Cormons SS51 km 21 ESSO Pieris via N. Sauro (SS14)

AGIP Fogliano R. via Terza Armata 58 AGIP Monfalcone via Valentinis 61 AGIP Monfalcone bivio via S. Polo SMP Monfalcone via Terme Romane 5 SHELL Staranzano via San Canciano 11 FLY Gradisca d’Is. via Palmanova 63A ESSO Medea Ponte sul Versa SS305 3km+

AGIP Gradisca d’Is. via Udine (SS305) ESSO Gorizia via Trieste 106 AGIP Gorizia via don Bosco 108 AGIP Gorizia via Aquileia 60 API Cormons via Isonzo

SHELL SP Turriaco via XXV Aprile 21 SP1 SHELL Monfalcone via Matteotti 23 ESSO Monfalcone via I° Maggio 59 IP Monfalcone via Boito 57 API Fogliano via Redipuglia 42


11

z

z

z z

z

z

z

z

NOVEMBRE

z

z

z

z

z

z

z z

z

z z

z

z z z

z z z

z

z

z

z

z

01

z z z

30

z

26

z z

25

z

23

z

16

z

09

z

08

z z

02

z

25

z

18

Le farmacie contrassegnate dal fondino arancione anticipano di un giorno le date di turno indicate.

05-11

29-04

22-28

15-21

08-14

01-07

24-30

17-23

10-16

03-09

2012 | 97 NOVEMBRE | novembre-dicembre DICEMBRE

z

z z

z z

z

z

z z

z

z

z

z z

z

DICEMBRE

z


|

FA GR R SA ISO RA D ADIS EDI N F NT ’IS CA ZIO LO INO ON D’I NE ME RIA - C ZCO SO PE DE NO OR E-RM NZO R LE A - D MG VOR - FA 342 RO EL C ONORIGANR CAP MI 19/|2 MA OL S - IZ AO M RI GLI 0110 NS LIO DOILANOOS VA E D 2 D’I M EG DSA DEL I SO AR NA E-LSA FR NZ IAN DE FN IU O - O L C RLIO LI VIL DE OL URLE LE L FR LIO INZO SS IU E LI -

novembre-dicembre 98 | marzo-aprile 2012 |2012

Ob svetem Andreju je prašič dovolj debel za zakol ... »Ti je res tako všeč ta pujsek?« Sant Andrea il purcit su la brea... ti plasial tant il purcitut? S.Andrea el porco su la tola Te piasi sai el porcheto?

Sant’Andrea il purcit su la brea… - Ti piace tanto il maialino?

Sant’Andrea, el porsel in tola Te piase tant el porsel?

Sant’Andrea il purcit su la brea - das traditionelle Fest des Schweins… “Das Ferkel zieht dich ja magisch an!” Per le traduzioni si ringrazia: Marjeta Kranner e Anna Magaina (sloveno), Isa Dorigo - Ufficio comunità linguistiche Provincia di Gorizia (friulano), Iris Jammernegg - Università di Udine (tedesco), Marianna Martinelli (bisiaco), Alessandro Samez (triestino).


iMagazine n. 41 8  

novembre/dicembre 2012

Advertisement