Page 1


E D I T O R I A L E L’INFORMAFREEMAGAZINE nº 45 – anno VIII numero 4 luglio-agosto 2013 ISSN 1828-0722 Editore

GOLIARDICA EDITRICE srl a socio unico sede operativa: I – 33050 Bagnaria Arsa, Italy via Aquileia 64/a tel +39 0432 996122 fax +39 040 566278 info@imagazine.it Direttore responsabile Andrea Zuttion Condirettore responsabile Claudio Cojutti Responsabile di redazione Andrea Doncovio Redazione Giuliana Dalla Fior Vanni Veronesi

Marketing strategies Elisabetta Accaino Coordinamento commerciale Adriano Cargnello, Davide Rigatti Area commerciale Michela De Bernardi, Emanuela Felda, Alessandro Piccozzi, Donatella Zanella, Iwona Cylwik Responsabile area legale Massimiliano Sinacori Supervisione prepress e stampa Stefano Cargnelutti Hanno collaborato Germano De March, Stefano Caso, Erika Jurišević, Daniel Blasina, Rosella Primosi, Paolo Marizza, Giuliana De Stefani, Margherita Reguitti, Andrea Fiore, Adelchi Scarano, Annalisa Casarin, Luciano Pletti, Tiziano Rossi, Livio Nonis, Ignazio Badalì, Alfio Scarpa, Michele D’Urso, Claudio Pizzin, Diego Zanelli, Michele Ruberti Registrazione Tribunale di Udine n. 53/05 del 07/12/2005 Stampato in proprio Tiratura 70.000 copie Credits copertina Patagonia - Estancia Cristina e la barca dei Masters (ph. Michele Tomaselli) Credits sommario :: Giulia Mazza :: :: Michele Tomaselli :: :: Club Alpinistico Triestino :: :: Vanni Veronesi :: © goliardica editrice srl a socio unico. Tutti i diritti sono riservati. L’invio di fotografie o altri materiali alla redazione ne autorizza la pubblicazione gratuita sulle testate e sui siti del gruppo l’informa srl. Manoscritti, dattiloscritti, articoli, fotografie, disegni o altro non verranno restituiti, anche se non pubblicati. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere riprodotta in alcun modo, incluso qualsiasi tipo di sistema meccanico, elettronico, di memorizzazione delle informazioni ecc. senza l’autorizzazione scritta preventiva da parte dell’Editore. Gli Autori e l’Editore non potranno in alcun caso essere considerati responsabili per incidenti o conseguenti danni che derivino o siano causati, direttamente od indirettamente, dall’uso improprio delle informazioni ivi contenute. Tutti i marchi citati appartengono ai rispettivi proprietari, che ne detengono i diritti. L’Editore, nell’assoluzione degli obblighi sul copyright, resta a disposizione degli aventi diritto che non sia stato possibile rintracciare al momento della stampa della pubblicazione.

Cari lettrici e lettori, mentre scrivo queste righe, il dibattito politico si rimpalla come una patata bollente argomenti delicati per la vita quotidiana di tutti noi: dal possibile aumento dell’IVA al futuro dell’IMU, dal taglio della spesa pubblica agli incentivi per favorire il lavoro giovanile. Soffermandomi su questi aspetti, ripenso ai lettori che scrivono per raccontarci le loro difficoltà ad arrivare a fine mese, ai titolari di attività che chiudono con cadenza ormai tragica, a chi rinuncia addirittura alle visite mediche specialistiche per manifesta indigenza… In una situazione già pesantissima, non ci si rende conto che i cittadini chiedono semplicemente di poter avere prospettive migliori dopo aver dovuto sopportare pesanti sacrifici. Due anni fa, infatti, l’IVA era già aumentata di un punto percentuale (dal 20 al 21%), incidendo inevitabilmente sui consumi. Ma quell’aumento, che ogni cittadino ha “subito” acquistando a prezzi maggiori determinati beni di consumo, doveva servire allo Stato per incrementare le entrate a sostegno dei conti pubblici. Ora, a due anni di distanza, la domanda sorge spontanea: che fine hanno fatto quei soldi? E quelli derivati dal pagamento dell’IMU? Perché il nocciolo della questione è proprio questo. Se si vogliono risollevare le sorti di uno Stato tristemente barcollante, bisogna che le Istituzioni tornino rapidamente al servizio del popolo (che, come sottolinea la nostra Costituzione, è sovrano), smettendola di depredarlo. Gli italiani in questi ultimi mesi hanno pagato più tasse, ricevuto meno servizi e hanno visto eroso il loro tenore di vita. Questo perché lo Stato aveva necessità di fare cassa. Ora, dopo tutto questo, non solo non viene prospettata la possibilità di un passo indietro (fatto cassa, perché non riabbassare l’IVA al 20%?), ma vengono dati per scontati nuovi sacrifici. Sacrifici da fare a quale scopo? Una domanda che riporta inevitabilmente al quesito posto in questo editoriale: dove finiscono i soldi delle nostre tasse? Se non si darà una risposta chiara, decisamente con i fatti, a questo interrogativo, l’autorevolezza per richiedere a una società già provata ulteriori fardelli è destinata ad essere compromessa. Con i rischi che ne conseguono. In attesa di ciò, a tutti i nostri lettori, e in particolare a tutti quelli che quest’estate non andranno in vacanza, voglio dedicare con il cuore questo 45esimo numero di iMagazine. Non mi resta che augurarvi … buona lettura!

Andrea Zuttion


Prendi i tuoi iMoney >>>


iMoney Partner Elenco aggiornato alla data di pubblicazione.  

      

GORIZIA Al Corredo Bigatton Ferruccio Fil rouge Fonderia Giusto & Roldo Il Grande Carro Libreria Athenaeum

Via Garibaldi, 11 Via Duca d'Aosta, 50 Via XXIV maggio 19/A Via Gregorcic, 48 Via Vittorio Veneto, 174 Via Diaz, 9/D

Intimo e non solo Reflessologo, podologo Negozio di filati Gioielli di metallo, coppe targhe medaglie Serre di fiori e piante Testi universitari libri usati rilegature tesi

Bar Universo Farmacia Rismondo

Via Cosulich, 165 Via E. Toti, 52

Bar, trattoria Farmacia

Foto Raspar Ortofrutta Davide Verzegnassi Viaggiografia RONCHI DEI LEGIONARI Lavasecco Express Le Birbe Macelleria Visintin STARANZANO La fotografia Parafarmacia Al Bobolar TURRIACO Un momento per te FOGLIANO REDIPUGLIA Carli GRADISCA D’ISONZO Centro Benessere Dentale Walk2Talk FARRA D’ISONZO Farmacia Bacchetti CORMONS Barbara Sottili Misigoj Massimo Veterinario dott.ssa Curci Daniela SAN FLORIANO DEL COLLIO Azienda Agrituristica Stekar Sonia Humar ROMANS D’ISONZO Cooperativa Orizzonte

Piazza della Repubblica, 22 Via Valentinis, 3/A Via Gorizia, 13 Via IX Giugno, 57

Studio Fotografico Frutta e verdura Vendita bombole gas e non solo Agenzia di viaggi

Via San Lorenzo, 64 Via Redipuglia, 80 Via Serenissima, 26

Pulitura Asilo nido, bambini 12/36 mesi Macelleria e gastronomia

Via Marzabotto 1/A Piazza Dante Alighieri, 10

Fotografo Parafarmacia

Piazza LibertĂ , 40

Centro estetico

Via Redipuglia, 5

Abbigliamento uomo-donna

Viale Trieste, 34 Via Bergamas 7

Studio Dentistico Siti web, grafica, multimedialitĂ  e comunicazione

Via Dante, 58

Farmacia

Viale Venezia Giulia, 62 Via Torino, 6 Via Gorizia, 29

Trattamento cranio sacrale Impianti elettrici e fotovoltaici Ambulatorio veterinario

LocalitĂ  Giasbana, 25 Via Valerisce, 20

Agriturismo Azienda vinicola

Via Latina, 128

Accoglienza bambini

Elettrica Isontina Locanda Casa Versa 1834 Margot Novello Pavimenti

Via Valdemarin, 5 Via Gorizia, 25 - Versa Via Cividale 28 Via I Maggio, 46

Installazione impianti elettrici Ristorante Acconciature Pavimenti

Via Monte Santo, 13

Salone di acconciature

Via Gradisca 7/A

Serigrafie

MONFALCONE

VILLESSE

Carpe Diem MARIANO DEL FRIULI

Serigo


CERVIGNANO DEL FRIULI

Autoscuola Accademia Cimef Dacci un Taglio

Via Aquileia 61

Directa Design Nuove Idee Ferramenta Michelin Geotherm L'idea L'Officina delle Erbe

Via Udine, 43 Via Dante, 10 Via Aquileia, 96 Via Monfalcone, 19 Via Mazzini, 27 Via Mazzini, 8

Arredamento Acconciature uomo/donna Ferramenta Impianti termoidraulici e tecnologici Cornici, rilegature, artigianato Erboristeria

Mototecnica Canesin Pappa e Ciccia

Via Aquileia, 118 Via Palmanova, 10 - Strassoldo

Vendita e riparazione cicli e motocicli Trattoria, wine bar

Via Curiel, 43/A Via IV Partita, 3/A

Agriturismo Agriturismo

Via Caiù, 64 Via Trieste, 11

Scuola guida Costruzione impianti, manutenzioni elettriche - frigotecniche Acconciature

AQUILEIA

Agriturismo Al Rosari Agriturismo La Durida BAGNARIA ARSA

Salone Francy

Via Banduzzi, 1 - Castions delle Mura Acconciature uomo-donna

FIUMICELLO

Azienda agricola Bianchin Centro Sport La Rosa di Seta Ottica Bortolotti Sculac Pavimenti

Via Trieste, 67 - Papariano Via Gramsci, 34 Via Libertà, 25 Via Gramsci, 48 Via Don Carmelo Weffort, 4

Azienda agricola Abbigliamento casual e intimo, uomo-donna Tessuti, merceria, sartoria Ottico Pavimenti

Borgo Aquileia, 4

Serramenti

Viale Libertà, 33

Vendta biciclette

PALMANOVA

Dorigo Luigino CIVIDALE DEL FRIULI

Bike Center

CORNO DI ROSAZZO Azienda Agricola Nascig Felicetto Via Zorutti, 13 SAN GIOVANNI AL NATISONE

Azienda Agricola

Studio Reporter

Via Roma, 66

Studio fotografico

Via San Nicolò, 11 Via Pirano, 7 Via del Prato, 2 Via dei Giuliani, 36

Immobiliare e servizi annessi Supermercato Stampe digitali, rilegature testi, cancelleria Ristorante

Via Trieste, 27

Installazione impianti

Ulica 15. Maja10/B Obrtniska 28

Concessionaria Kia Concessionaria Peugeot

TRIESTE Arc Group Discoop imprintaonline.it La Stalletta SAN VITO AL TORRE Baldassi Enea e David CAPODISTRIA Avtohisa Mtp Beni Flamin Auto NOVA GORICA (SLO) ABC doo

Industrijska Cesta, 3/A Kromberk Concessionaria Volkswagen

Avto Select Koptex Prima I.E.

Industrijska Cesta, 9 Kromberk Ulica Vodovodna Pot, 11 Ulica C. IX Korpusa, 96

Concessionaria BMW Vendita e noleggio camper e caccia e pesca Concessionaria Ford

SALCANO (SLO) Alter-Med

Cesta IX Korpusa

Studio di medicina alternativa


& iMoney

dicono di noi... Desidero ringraziarvi per la vostra disponibilità: i buoni sono molto utili. Irma Paoloni

Vi ringrazio molto e vi faccio i complimenti per la vostra iniziativa. Davide Radivo

Grazie infinite per il vostro servizio! Giacomina Corona Monfalcone

Vi ringrazio per l’opportunità che date con i buoni iMoney. Silvana Micati

Ho trovato la vostra rivista molto interessante e bella. Grazie per la vostra gentilezza! Patrizia de Comelli Gorizia

Vi ringrazio tantissimo per gli ioney. Li ho spessi presso l’Ortofrutta Davide e la Farmacia Rismondo di Monfalcone. Mi sono trovata benissimo! Sono stati molto gentili! Anita Baicu

Ho ricevuto gli iMoney e li ho spesi presso la Farmacia Rismondo e l’Ortofrutta Davide. Credo diventerò una cliente abituale perchè in entrambi i negozi ho ricevuto un’ottima accoglienza: ho trovato gentilezza, simpatia, cortesia, professionalità anche nella scelta dei prodotti e per consigli, inoltre in entrambi i negozi c’è un’ampia scelta di prodotti, freschi e genuini per ortrofrutta e di qualità e nuovi per la farmacia. Giurich Pica Veronica Monfalcone Leggo sempre la vostra rivista, e la trovo interessante, sono una pensionata e vi ringrazio per la vostra compagnia. In questo momento di crisi voi siete un validissimo aiuto. Grazie con tutto il cuore. Antonia Moioli

Grazie per la vostra iniziativa. Stefano Virginio Gorizia 10 | gennaio-febbraio 2008 | L’INFORMAFREEMAGAZINE

Chiedo gentilmente l’invio dei vostri formidabili iMoney che aiutano a fare alcuni acquisti con serenità. Grazie infinite. Barbara Pittioni Staranzano Complimenti per l’iniziativa, simpatica e utile. Fiorella Naldi Aiello del Friuli Complimenti e grazie per la vostra utile iniziativa. Ennio Sgubin Vi ringrazio per la cortesia di cui mi beneficiate. Maria Lucia Calvosa

Ho scoperto da poco il vostro iMagazine e desidero farvi i miei complimenti! Non avevo mai visto un prodotto editoriale gratuito di questa qualità. Spero che possiamo proseguire a lungo. Furio Blucich Trieste


Abbiamo ricevuto gli iMoney e diventeremo clienti abituali perché nei negozi abbiamo ricevuto un’ottima accoglienza: abbiamo trovato gentilezza, simpatia, cortesia, professionalità anche nella scelta dei prodotti e per consigli, inoltre nei negozi c’è un’ampia scelta di prodotti. Mario, Federico e Renata Pica

Molte grazie per il vostro servizio. Alessandro Radolli Fiumicello Vorrei ringraziarvi per i buoni iMoney. Sono stato scettico all’inizio, nonostante le parole di mia moglie che sosteneva la serietà della vostra iniziativa, ma ora, dopo alcuni mesi che riceviamo i vostri buoni, devo ricredermi e ringraziarvi nuovamente. Giancarlo Do Prato Fiumicello

Grazie per l’iniziativa dei buoni iMoney: in questo momento di crisi sono un aiuto importantissimo per la mia economia domestica. Sono felice perché mi permettono di frequentare attività commerciali di cui non conoscevo nemmeno l’esistenza. Continuate così!. Gemma Cozzolino Gorizia

Cara redazione, un mese fa ho letto l’articolo sulla pista ciclabile Tarvisio-Grado e… mi è venuta voglia di provarci! A inizio giugno ho così seguito il percorso da voi descritto e, con grande soddisfazione, sono riuscito a farlo tutto in bici. Ci tenevo a dirvelo! Mario Orsaghi Gorizia

iMoneyPartner?

Yes, I am!

Intervista ad Anna Maria Targa, titolare del salone Carpe Diem di Villesse. Innanzitutto complimenti per il nome del negozio: Carpe Diem, come nella poesia di Orazio... «...e come nel film L’attimo fuggente. Splendido!» Quando nasce Carpe Diem? «Il 26 luglio 2011. Ma è da una vita che faccio questo mestiere: ho iniziato a San Giorgio di Nogaro, poi nel 2005 ho lavorato per i Sabbadini, che hanno vari saloni di acconciature in regione, e nel 2006 sono arrivata a Villesse. Finché ho rilevato quest’attività che oggi conduco in proprio». Una passione nata prestissimo, immaginiamo... «Sì, è nata da subito, anche se da ragazzina volevo fare trucchi cinematografici. Poi però ho frequentato i due anni di scuola per parrucchiera: sono comunque rimasta nel settore della moda e svolgo un mestiere che mi permette di dare libero sfogo alla mia creatività». Quanto conta ciò che le hanno insegnato a scuola e quanto, invece, l’esperienza che si fa sul campo? «Le lezioni della scuola per parrucchiera si sono rivelate utili soprattutto sul lungo periodo e in particolare adesso che lavoro per conto mio: all’inizio avevo una titolare severa, che mi ha dato delle regole precise e rigide, ed è anche grazie a questa disciplina che sono arrivata fino in fondo. Ma è chiaro che il vero segreto è ‘rubare con gli occhi’: osservare chi ne sa più di te, ma soprattutto prestare attenzione a cosa ti offre la natura, come luci e colori. E poi è indispensabile seguire la moda e l’innovazione». L’aggiornamento è costante, dunque? «Continuo e necessario. Oltre ai corsi specialistici, seguo tutto ciò che trovo su riviste, blog, siti internet dedicati alla moda e all’estetica della persona. C’è sempre qualche cosa da cui trarre ispirazione, qualche idea che posso mettere in pratica». Ci sono clienti che entrano con richieste improbabili? «Sì, ma io amo le sfide impossibili!» In realtà, fra il cliente e la parrucchiera, chi è che comanda davvero nella scelta di un’acconciatura? «Si lavora insieme: la persona arriva con la sua idea e poi ne discutiamo per arrivare alla soluzione migliore. Ma c’è anche chi si affida completamente a me e mi dice: “Fa’ quello che desideri”. Ed è il momento in cui mi diverto di più...» Lei è anche molto attiva nel sociale. «Ogni anno realizziamo un calendario - anzi: vi attendo a novembre per i dettagli! - per devolvere fondi a iniziative di solidarietà. Inoltre poco tempo fa ho avuto modo di partecipare al Raduno SS202, che riunisce un folto gruppo di camionisti: mi hanno chiamata per pettinare i bambini e i fondi andranno all’Ospedale Burlo Garofalo di Trieste». Perché ha scelto iMagazine per la sua comunicazione? «Conoscevo la rivista, la vedevo in giro: l’ho sempre trovata molto varia, facile da leggere e interessante. Inoltre è molto utile la sezione dedicata agli eventi regionali ed extraregionali: se non si sa cosa fare, lì si trova la risposta». Come si trova con gli iMoney? «Molto bene: è un’ottima idea, le persone sono contente e io pure. Con questo sistema sono entrati anche clienti nuovi: lo consiglio!» L’INFORMAFREEMAGAZINE

| gennaio-febbraio 2008 | 11


20 12 /2 01 3


Con iMagazine ... ... la scuola ... ... è ancora più bella!

Oltre 10.000 studenti del territorio hanno ricevuto in omaggio la pregiata copia dell’Annuario scolastico iMagazine!

Hai il tuo annuario a colori? richiedilo su www.annuari.imagazine.it Tutti gli studenti, i loro genitori e gli insegnanti delle scuole che hanno aderito al progetto possono richiedere copie ulteriori, interamente a colori, dell’Annuario scolastico iMagazine 2012/2013 e degli anni passati.

Il tutto con un semplice contributo spese di € 10,00.


: lettere alla redazione

 Cervignano del Friuli – Gli istanti della partenza ufficiale del 50° Giro ciclistico dilettanti del Friuli Venezia Giulia, lo scorso 8 maggio. Un evento storico per la città, reso possibile anche grazie alla collaborazione tra Amministrazione comunale, Velo Club Cervignano e la locale sezione dei Veterani Sportivi. Arveno Contin

 Domenica 26 maggio Villa Russiz di Capriva del Friuli ha ospitato il gruppo Untitled Code, già noto per la sua filosofia degli oggetti “che si fanno da sé”, e composto da Silvano Serdino, Claudio De Cecco, Giuliana De Stefani, Giulio Pappalardo ed Eleonora Polverini. Nel 2012 il lavoro dei cinque artisti ha generato la collezione di arazzi Self made Carpets. La genesi dell’invenzione prende le mosse dal connubio tra contemporaneità del linguaggio artistico e recupero dei valori espressi dalla cultura materiale dei popoli nei secoli. Nel progetto artistico che Untitled Code ha affrontato, sono stati esaltati quegli aspetti antropologici che restituiscono all’arazzo le sue più autentiche funzioni: rappresentazione della realtà ambientale e sociale, narrazione di storie, celebrazione di eventi significativi. Negli arazzi di Untitled Code si opera spontaneamente la sintesi tra il linguaggio contemporaneo dei materiali di scarto riciclati e il recupero di stilemi codificati appartenenti alle culture tradizionali. La creazione di ogni tappeto-arazzo è un’interpretazione inedita dell’incontro tra valori, icone e passato culturale e la consapevolezza sensibile del fare arte con materiali poveri ma ricchi di poesia.

 Castions delle Mura – Le associazioni Europa Baseball e Friul ‘81 hanno organizzato la tradizionale festa di fine anno scolastico per tutti i partecipanti ai corsi di baseball e softball tenuti dalle società nelle scuole primarie e secondarie di primo grado di Bagnaria Arsa e Torviscosa. I due diamanti di via Tolmezzo hanno così ospitato oltre 200 ragazzi che, dopo aver praticato il baseball e softball nelle palestre della scuola per un intero anno scolastico, hanno finalmente visto e calpestato i veri campi di gioco. Otto i tecnici di entrambe le società presenti alla manifestazione, che, prima dell’inizio del IV Torneo Interscolastico, hanno diretto prove di gioco nei tunnel di battuta e un impegnativo percorso dinamico. Per la prima volta, la partecipazione alla manifestazione è stata allargata ai ragazzi delle scuole medie: l’Europa e il Friul ‘81 hanno voluto investire su di loro nella speranza che qualcuno si innamori di questo sport, proseguendo la locale tradizione sportiva. Livio Nonis

 Taipana - Foto di gruppo dei partecipanti al corso di corso regionale di fotografia in grotta intitolato “Tre scatti in grotta”, organizzato dalla Scuola di Speleologia Isontina con il sostegno del Centro Ricerche Carsiche “C. Seppenhofer” di Gorizia, del Gruppo Speleologico Monfalconese “Amici del Fante” di Monfalcone e dal Gruppo Speleologico “Talpe del Carso” di Doberdò del Lago. Gli allievi, provenienti da tutta Italia, hanno potuto cimentarsi nelle loro prove all’interno della Grotta Nuova e della Grotta Doviza nell’area di Villanova delle Grotte (Lusevera). Maurizio Tavagnutti Presidente Centro Ricerche Carsiche “C. Seppenhofer”  Foto di gruppo della gita organizzata dalla Pro Loco di Cervignano del Friuli nella Marca Trevigiana lo scorso 29 aprile sulle tracce del Santo del “Vexilla Regis”, Venanzio Fortunato Vescovo di Poitiers, e del Beato Nicolò Boccasino, papa Benedetto XI. Nell’immagine, i partecipanti immortalati nel piazzale della Chiesa di San Floriano a Valdobbiadene.

È possibile inviare le proprie lettere e i propri commenti via posta ordinaria (iMagazine – via Aquileia 64/a – 33050 Bagnaria Arsa-UD), oppure via e-mail (info@imagazine.it).


S O M M A R I O

luglio - agosto 20 L’ANALISI di Paolo Marizza

17 Ballando sul Titanic GIULIA MAZZA di Giuliana Dalla Fior

20 Il linguaggio della musica 23

LA STORIA DEI MASTERS di Michele Tomaselli

28 Piramidi di polemiche

IL SOGNO DEL FUTURISMO IN FRIULI VENEZIA GIULIA di Vanni Veronesi

32 «Colori odori rumori di insorgenza guerriera» MOSTRA REGIONALE DELLE PESCHE 11-15 LUGLIO

38 Fiumicello, Il gusto dell’estate MARTEN GASPARINI di Vanni Veronesi

40 Il sogno americano 32

46 A che gioco giochiamo? PROTEZIONE CIVILE

48 Il controllo sanitario dei volontari POLIZIA DI STATO

50 Viaggiare con Fido

23 Non c’è altro che la Patagonia LO STRANO CASO DEL SITO ‘ARCHEOLOGICO’ DI VISOKO, BOSNIA ERZEGOVINA di Erika Jurisevic

28

ESPERIENZA LUDICA di Manuel Millo e Samanta Mosco

RADIO ZASTAVA di Michele D’Urso

42 I Balcani a Gorizia LEGALE di Massimiliano Sinacori

44 Amanti sul web? Si, ma...

SOCIETÀ di Andrea Fiore

52 La legge del più forte? NUTRIZIONE E MALNUTRIZIONE di Annalisa Casarin

54 Alimentazione, scelta consapevole L’AUTORE DELLA PORTA ACCANTO di Andrea Doncovio

56 Michele Ruberti

58 Il mestiere di scrivere 67 e segg. Gli eventi di luglio e agosto

92 e segg. Sezione locale


L’ANALISI CRISI E ECONOMIA Servizio di Paolo Marizza

Š

Ballando

sul Titanic

In primavera le Borse mondiali hanno registrato euforici rialzi, mentre l’economia reale ha continuato a peggiorare. Urge comprendere che tra deflazione e inflazione esiste anche la via di mezzo. E farlo prima che il nostro sistema di valori affondi.

Š

scopri il resto dell’articolo

Š

Le notizie sullo stato dell’economia dell’Eurozona continuano ad assomigliare a bollettini di guerra o, se preferite, ai bollettini meteorologici della recente primavera mancata. L’estate, anche se in ritardo, arriverĂ  comunque, mentre per l’agognata ripresa bisognerĂ  attendere. Quanto? Nel mese di aprile la depressione economica che attanaglia la maggior parte d’Europa ha fatto registrare un tasso di disoccupazione salito al 12,2%, il livello piĂš alto mai riscontrato. Un anno fa, il tasso di disoccupazione era giĂ  un disastroso 11,2% e il fatto che sia salito da allora mostra come le cose stiano andando di male in peggio. Un punto percentuale di aumento del tasso di disoccupazione della Zona Euro nel corso dell’ultimo anno è un ulteriore segno che la sua economia non mostra segni di stabilizzazione, per non parlare di svolta verso la ripresa. Questa è la prova, se mai ce ne fosse bisogno, del fallimento delle politiche economiche e della Banca Centrale Europea. In Italia nel primo trimestre del 2013 il tasso di disoccupazione è balzato al 12,8%. Considerando i confronti tendenziali, è il livello piĂš alto dal primo trimestre del 1977. Il tasso di disoccupazione dei 15-24enni è salito al dato record del 41,9%. Si deve notare che il “freno a mano tiratoâ€? della politica monetaria della BCE è solo una parte del problema. For                               cessione generalizzata. Ăˆ assurdo vedere il settore pubbli-

co (che nella maggior parte dei Paesi della Zona Euro rappresenta tra un quarto e un terzo del PIL mentre in Italia ne rappresenta oltre il 50%) mettere la retromarcia nel senso         vitalitĂ  del settore privato viene frustrata dalla stretta ban       

Il ballo sul Titanic Se lâ&#x20AC;&#x2122;economia reale soffre come non mai, le Borse festeggiano brindando alla festa della liquiditĂ . Si balla sul Titanic. !     "           economica complessiva, ma il mercato rialzista degli ultimi mesi è storicamente uno dei maggiori mai realizzati. Da marzo 2009 a oggi lâ&#x20AC;&#x2122;indice S&P500 delle azioni americane è aumentato di oltre il 130%. Persino lâ&#x20AC;&#x2122;indice MSCI Euro, per quanto piĂš contenuto a causa dei problemi    # $     riodo del 60%. E record storico è anche per il Dax di Francoforte, mentre il Nikkei giapponese è ai massimi degli ultimi anni. Anche il FTSE MIB di Milano è cresciuto, recuperando le perdite di inizio anno. E i mercati hanno premiato pure le obbligazioni. Sono cresciuti i prezzi dei titoli di Stato, sia di quelli considerati piĂš sicuri (Treasury americani e Bund tedeschi) sia di quel   "' *   ++/:;   + + /  :  <=   di deposito, sempre piĂš lenti ad adeguarsi al trend del mercato, hanno visto diversi tagli nei tassi di interesse. Ă&#x2C6; importante capire le motivazioni di questa eufo  >           |

luglio-agosto 2013

|

17


ri crescono? La ragione principale è la liquiditĂ  immessa sui mercati dalle banche centrali â&#x20AC;&#x153;occidentaliâ&#x20AC;?. Le autoritĂ     

 'G/ H  G/ 

< stanno infatti, chi piĂš chi meno, cercando di fronteggiare la crisi economica stampando soldi, e sperando che questi attivino un circolo virtuoso. Ma queste politiche non possono durare se non sono sostenute dalla crescita reale. I prezzi degli asset '  <     " ti â&#x20AC;&#x153;drogatiâ&#x20AC;? dagli interventi monetari e non rappresentano i fondamentali reali, mentre la loro volatilitĂ  è tornata ai livelli del 2006-2007. Dopo anni in cui il mantra era porre attenzione sulla gestione del rischio e sulla sicurezza, adesso sembra essere sulla ricerca di maggiori rendimenti. In aggiunta, oltre alla crescente divaricazione tra economia reale debole e quotazioni azionarie esuberanti, sui mercati pende la possibilitĂ  che la banche centrali procedano gradualmente a rimuovere lâ&#x20AC;&#x2122;eccezionale stimolo monetario sin qui praticato. Dobbiamo abituarci a convivere con queste dinamiche? K       *       ziario per contrastare il rischio di collasso, alimentano nuove forme di â&#x20AC;&#x153;esuberanzaâ&#x20AC;? piĂš o meno razionale delle quotazioni, sino al momento in cui accade un evento che fa scoppiare la bolla. A seconda dellâ&#x20AC;&#x2122;entitĂ  del crollo, le banche centrali accorrono in soccorso dei mercati, rimangiandosi lâ&#x20AC;&#x2122;ipotesi di rimuovere gli stimoli monetari o fornendone di nuovi, e il ciclo ricomincia. Per rispondere alla domanda vorrei utilizzare un aneddoto.

                  Immaginiamo che Piero, vista la riduzione dei tassi di policy (il tasso della BCE) e il parallelo aumento dei corsi dei mercati azionari e obbligazionari, decida di investire una parte dei soldi che teneva in un conto corrente (remunerato sempre meno per le stesse cause) in azioni e titoli di Stato. Il suo obiettivo è di trovare dei rendimenti che integrino parzialmente il suo reddito, ormai fermo da qualche anno. Diciamo che investa 1.000 euro in azioni e 4.000 euro in obbligazioni. La settimana seguente il valore dei titoli acquistati rimane pressoché invariato, ma nel frattempo è cambiato qualcosa. 18

|

luglio-agosto 2013

|

Il suo amico John, che aveva fatto lo stesso investimento consigliandolo anche a Piero, ha conosciuto un bravissimo falsario e ora può destinare allâ&#x20AC;&#x2122;acquisto di titoli altri 5.000 euro falsi. E cosĂŹ allâ&#x20AC;&#x2122;apertura del mercato John acquista subito 5.000 euro di titoli. Quando il giorno dopo Piero vorrebbe investire gli altri 5.000 euro che teneva sul conto corrente, i prezzi sono aumentati rispettivamente del 3% per le azioni e dellâ&#x20AC;&#x2122;1% per le obbligazioni. Piero decide cosĂŹ di temporeggiare, 

   Nei giorni seguenti John ragiona tra sĂŠ e sĂŠ: â&#x20AC;&#x153;PoichĂŠ non ho altri risparmi da investire posso provare a realizzare il 50% dei titoli acquistati a un prezzo del 4% superioreâ&#x20AC;?. Trova subito un compratore, Mario, che investe 5.200 euro per la stessa quantitĂ  di titoli. Anche Piero lo segue, vendendo il 50% di quanto inizialmente investito a Josè per 2.600 euro. Essendo titoli ad alto rendimento e quindi merce tendenzialmente scarsa, nel mercato inizia una fase di rialzi che contagia altri titoli simili, ingenerando ulteriori aspettative di crescita. $   *    cativo? - I primi a ricevere la moneta nuova incrementano il loro reddito a spese di chi la moneta non la riceve: John riesce in un primo tempo ad acquistare i prodotti al â&#x20AC;&#x153;prezzo vecchioâ&#x20AC;?, Piero dopo lâ&#x20AC;&#x2122;adeguamento dei prezzi può vendere e ricomprare piĂš titoli di quanto riuscisse a fare in partenza, il tutto a spese Mario e Josè, che comunque hanno aspettative future positive. - Il prezzo aumenta in seguito a un incremento della domanda. Il mercato non è un operatore cattivo e speculatore ma lo diventa in seguito a un aumento della domanda innescata dai 5.000 euro falsi di John. - I prezzi vengono adeguati in modo istantaneo e pervasivo. Quando tutti cominciano a essere ottimisti, di solito vuol dire che si crede in migliori opportunitĂ  future: lâ&#x20AC;&#x2122;euforia può durare per mesi e combattere contro di essa è un

 "  Nei mercati dellâ&#x20AC;&#x2122;economia reale invece trascorre del tempo tra lâ&#x20AC;&#x2122;introduzione della moneta nuova e lâ&#x20AC;&#x2122;impatto sui prezzi, i quali però in un contesto di recessione e di eccesso di offerta si muovono in modo lento ma inesorabile verso il basso.


#   > Siamo sempre al â&#x20AC;&#x153;mercatoâ&#x20AC;?, ma stavolta ci occupiamo di Laura, proprietaria di un negozio di elettrodomestici. I prezzi di questi beni negli ultimi anni non sono aumentati e spesso sono diminuiti per effetto di una domanda che langue, di una domanda di sola sostituzione e di unâ&#x20AC;&#x2122;offerta concorrenziale da parte di catene distributive aggressive e di prodotti provenienti dal Far East. Laura in questi anni si è dovuta indebitare per mantenere le scorte di elettrodomestici invenduti in magazzino e per acquistarne di nuovi per aggiornare la gamma. Aveva giĂ  acceso un mutuo per ammodernare la zona del negozio dedicata allâ&#x20AC;&#x2122;informatica. John destina il suo guadagno allâ&#x20AC;&#x2122;acquisto di un nuovo forno a microonde, ma gli altri tre investitori ritengono di      

     ne che indica un periodo di rialzo dei mercati) in borsa e della tendenza al ribasso dei prezzi di beni semi durevoli come gli elettrodomestici. Pensano eventualmente di uscire dal mercato azionario al momento giusto per tesaurizzare i guadagni a scopo precauzionale, perchĂŠ il futuro dellâ&#x20AC;&#x2122;economia reale non è roseoâ&#x20AC;Ś               te, mentre il peso dei debiti aumenta: ha preso a prestito 10.000 euro e, anche se gli interessi non aumentano, deve restituirli con un reddito ridotto del 40%. Col passare del tempo, man mano che la nuova moneta â&#x20AC;&#x153;non circolaâ&#x20AC;? nellâ&#x20AC;&#x2122;economia reale rimanendo â&#x20AC;&#x153;intrappoO      menti al ribasso nei prezzi di tutti i beni (ed eventualmente anche nei salari). Lâ&#x20AC;&#x2122;effetto globale è proprio quello di una riduzione continua e generalizzata dei prezzi e dei salari accompagnato da un trasferimento di ricchezza reale dagli ultimi a â&#x20AC;&#x153;ricevere la moneta nuovaâ&#x20AC;? (i salariati, le imprese) ai primi a utilizzarla. Dobbiamo abituarci a convivere con queste dinamiche? Credo proprio di no, se non vogliamo peggiorare ulteriormente le prospettive delle nuove generazioni, minando alla   "    " democrazie.

   

Parte di questo accanimento terapeutico è legato al ti   "    _ ho cercato di illustrare nellâ&#x20AC;&#x2122;aneddoto, tale timore sembra essere una fobia assurda date le condizioni economi        maggiore regolaritĂ . Oltre ai dati sulla disoccupazione, lâ&#x20AC;&#x2122;Eurostat ha pub       "    ]`WjK  complesso e allâ&#x20AC;&#x2122;1,2% per lâ&#x20AC;&#x2122;Italia (a marzo era dellâ&#x20AC;&#x2122;1,6%). w      una sorpresa dato che lâ&#x20AC;&#x2122;Europa ha registrato sei trimestri       +y           =* euro stava registrando una crescita decente prima della cri      RW #          buoni banchieri centrali devono essere, ma sembra di dif   {         * ""  mobili. $   "     razioni e nelle prassi dellâ&#x20AC;&#x2122;ortodossia economica. Si dice che       "| 

      " "   pendenza che tende ad aumentare progressivamente. Oggi però lâ&#x20AC;&#x2122;economia è drogata da altre politiche â&#x20AC;&#x153;stupefacentiâ&#x20AC;?. Serve una manovra coerente e integrata sia di stimoli â&#x20AC;&#x153;keynesianiâ&#x20AC;? alla domanda che di riforme dal lato dellâ&#x20AC;&#x2122;offerta (mercati del lavoro, politiche della concorrenza), superando le dispute ideologiche e autoreferenziali tra keynesiani e â&#x20AC;&#x153;offertistiâ&#x20AC;?. Ciò che si richiede a una governance politica italiana ed europea responsabile è di intraprendere la strada delle nuo           G   `W !   cia allâ&#x20AC;&#x2122;economia, superando il tabĂš del 2% come obiettivo. Forse passare da 2 a 4 bicchieri di vino alla settimana ci farebbe diventare tutti alcolisti?

Che cosa pensano i nostri governanti quando vedono      /  RVWRXYW  Spagna? O quando altri 12 Paesi su 27 dellâ&#x20AC;&#x2122;Unione europea hanno un tasso di disoccupazione superiore al 10%? Altri tagli alla spesa? Aumenti delle tasse? Tagli ai salari, ai servizi, al lavoro come politiche per rimediare ai mali economici dellâ&#x20AC;&#x2122;Europa? Nonostante in questi ultimi mesi ci sia stata qualche piccola tregua nel fervore con cui tagli di bilancio e aumenti delle tasse sono stati realizzati, il settore pubblico continuerĂ  a deprime la crescita del PIL in Euro R\]^$ !        Paolo Marizza disoccupazione sopra 12,5% se il settore privato non si    !   "   #" riprende. |

luglio-agosto 2013

|

19


PERSONAGGI GIULIA MAZZA Intervista di Giuliana Dalla Fior

Š

Il linguaggio

della musica

Unâ&#x20AC;&#x2122;infezione congenita le provocò una profonda sorditĂ  bilaterale alla nascita. Ma la sua forza di volontĂ  è stata piĂš forte di tutto. E ora, con il suo violoncello, si esibisce in piccoli concerti. ÂŤIl mio desiderio? Riuscire a suonare in duo con un pianistaÂť.

Š

Carattere dolce e sensibile, una esistenza pari a quella delle sue coetanee: una studentessa universitaria che lavora e che coltiva hobby, passioni, sogni. Una giovane vita temprata dalla determinazione, che ha consentito a Giulia Mazza di superare non pochi ostacoli e di suonare ormai da anni il violoncello, strumento per lei essenziale, con cui ha un legame fortissimo, senza dubbio superiore a quello tra una musicista e il suo strumento, anche grazie alla musicoterapia. Giulia è affetta da una sorditĂ  bilaterale profonda a causa di unâ&#x20AC;&#x2122;infezione congenita, eppure â&#x20AC;&#x153;senteâ&#x20AC;? il suo violoncello, che dalla cassa armonica emette vibrazioni, onde sonore, e le trasmette al suo corpo mentre abbraccia lo strumento musicale. La musicoterapia e le protesi hanno potenziato la sua capacitĂ  di sentire e di ascoltare. Non senza un duro impegno e una buona dose di coraggio Giulia Mazza è divenuta unâ&#x20AC;&#x2122;artista che si esibisce in pubblico con successo, come nello studio e nel lavoro manifesta tutto il suo giovanile entusiasmo, guardando alla vita con tutte le speranze e i dilemmi della sua etĂ . 20

|

luglio-agosto 2013

|

Laureata o laureanda? ÂŤSono laureanda in Scienze naturali presso lâ&#x20AC;&#x2122;UniversitĂ  di PadovaÂť. Una musicista con la passione per la scienzaâ&#x20AC;Ś ÂŤAvevo scelto questa facoltĂ  per lâ&#x20AC;&#x2122;interesse che avvertivo nei confronti della natura biologica di ciò che ci circonda. La natura richiama i nostri istinti che ci portano a voler difendere lâ&#x20AC;&#x2122;ecologia sulla terra, a salvare ciò che lâ&#x20AC;&#x2122;uomo sta distruggendo. Dal canto mio sono convinta che dentro ogni realtĂ  biologica ci sia una vita scesa sulla terra, pronta a viverla e a ritornare, un giorno, al luogo dâ&#x20AC;&#x2122;origineÂť. "  $ $ % &       | dire conoscenza, applicazione, perseveranza in qualcosa a cui credo. Ă&#x2C6; uno strumento che trova spazio nella mia mente ogni giorno della mia vita; per questo potrei chiamarla passione vera e propria, pur suonandolo come un hobby nel tempo liberoÂť. Come mai proprio il violoncello? ÂŤIl violoncello è stato scelto per me dalla signora Giulia Cremaschi, docente di musicoterapia, che spiegò a mia madre come questo strumento mi avrebbe permesso di studiare meglio le vibrazioni,


sentendole attraverso la cassa armonica appoggiata al corpoÂť. A quali generi ti dedichi? ÂŤIo suono musica classica; nutro solo interesse verso altri generi, ma per far questo dovrei prima trovare gen "  

    sperimentato molti, semplicemente ascoltatiÂť. Improvvisi mai un brano musicale che tu stessa componi? ÂŤA volte mi capita di improvvisare melodie sul violoncello, dopo aver studiato, ma sono rimaste quasi tutte esecuzioni ascoltate solo da me stessa, per fortunaÂť. Lâ&#x20AC;&#x2122;approccio con la musicoterapia quando è iniziato? ÂŤMi sono avvicinata alla musicoterapia allâ&#x20AC;&#x2122;etĂ  di ventâ&#x20AC;&#x2122;anni, quando ho recuperato i contatti con la signora Cremaschi, partecipando anche ai suoi convegniÂť. La tua famiglia ti è stata sempre vicina? ÂŤHo ricevuto da mia madre lâ&#x20AC;&#x2122;appoggio e lâ&#x20AC;&#x2122;incentivo ad accostarmi a tale disciplina; evidentemente lei apprezzava questo approccio di â&#x20AC;&#x153;contattoâ&#x20AC;? con la musica, ritenendolo piĂš adatto e concreto per me rispetto al tradizionale ascolto con lâ&#x20AC;&#x2122;orecchio, adottato da altre scuole musicali (conservatori, scuole private). Un approccio che a mio parere dovrebbe essere integrativo ma non sostitutivoÂť. Come trascorre una tua giornata tipo? ÂŤLa mattina lavoro presso una banca di Udine, con un contratto part time; il pomeriggio posso dedicarmi a tutto il resto. Adoro disegnare e scrivere, anche se da qualche tempo mi dedico meno a questi ambitiÂť. Sei una donna totalmente indipendente. Ti è costato molto raggiungere questa meta? ÂŤRaggiungere lâ&#x20AC;&#x2122;indipendenza è stato abbastanza faticoso; è avvenuto in maniera un poâ&#x20AC;&#x2122; forzata a causa della scomparsa di mia madre: prima vivevo con lei e mia sorella, mentre adesso viviamo da sole in due appartamenti vicini, ma separatiÂť. Prima accennavi alla passione per lo scrivere: quali valori ha per te la scrittura? ÂŤPer me la scrittura è una cosa molto importante da     > 

  "              anche grazie a essa che sono riuscita a spiegare, prima di tutto a me stessa, la mia esperienza con i suoni. Ecco perchĂŠ ritengo che riuscire a scrivere il meglio possibile sia fondamentaleÂť. Una volta ottenuta la laurea in Scienze naturali, che lavoro ti piacerebbe svolgere? ÂŤMi piacerebbe continuare a fare il lavoro che sto giĂ  svolgendo, poichĂŠ la concretezza di questo tipo di impiego mi dona stabilitĂ . Il mio contratto però ha una scadenza, quindi dovrò sostenere unâ&#x20AC;&#x2122;altra prova. O comunque attendere una decisione della banca per avere la proroga. Altri obiettivi che vorrei raggiungere hanno contorni piĂš incertiÂť.

Giulia Mazza ha 27 anni e risiede a Udine

Grazie alla tua tenacia, nonostante il tuo problema allâ&#x20AC;&#x2122;udito, svolgi una vita ricca di attivitĂ . Ti sei mai sentita discriminata? ÂŤNon dubito che esistano discriminazioni da parte di qualcuno; probabilmente questo fa diminuire le occasioni, ma non impedisce di riuscire a raggiungere obiettivi, e mi sto riferendo sia al campo musicale sia alla vita in generaleÂť. Torniamo alla musica: qual è la cosa piĂš importante che ti ha fatto comprendere? ÂŤSicuramente lâ&#x20AC;&#x2122;esistenza di cose che allâ&#x20AC;&#x2122;inizio ignoriamo, come i suoni che non sentivo, come gli ultrasuoni che sentono solo alcune specie di animali, come lâ&#x20AC;&#x2122;anima di qualcuno che è dietro lâ&#x20AC;&#x2122;angoloÂť. Tu sei un esempio per molte donne: câ&#x20AC;&#x2122;è un augurio che porgeresti a tutte loro? ÂŤAlle mie coetanee augurerei che il futuro del nostro Paese possa essere piĂš prospero di quanto non lo sembri ora. Secondo me ci vogliono piĂš donne in politica: sarebbe una bella rivoluzione, un rovesciamento della situazione attuale, in cui le donne sembrano ancora messe da parteÂť. '  (      derio vorresti si avverasse? ÂŤIl mio desiderio piĂš grande è quello di riuscire un giorno a eseguire un brano completo di un autore classico assieme a un pianoforte. Inoltre vorrei poter sperimentare anche altri generi musicaliÂť. Giuliana Dalla Fior

|

luglio-agosto 2013

|

21


VIAGGI E METE

Non c’è altro che la Patagonia LA STORIA DEI MASTERS Servizio e immagini di Michele Tomaselli

©

Un territorio unico al mondo, che per secoli ha attirato esploratori da tutto il pianeta. Tra loro anche una coppia inglese che, tra mille peripezie, scrisse con la fatica e il sudore la storia di quei luoghi. L’inviato di iMagazine ha voluto ripercorrerla. In mezzo a una natura dove l’uomo è solo ospite.

scopri il resto dell’articolo

|

luglio-agosto 2013

|

23

©


Š

Foto dâ&#x20AC;&#x2122;apertura (pagina precedente): Estancia Cristina - salendo al Mirador del ghiacciaio Upsala Foto a sinistra: El Chalten - monte Fitz Roy 3.405 m. In basso: Estancia Cristina - in prossimitĂ  del mirador del ghiacciao Upsala Pagina accanto in alto a destra: Estancia Cristina  In basso: Estancia Cristina - il museo sulla storia dei Masters

Š

y     del mondo e lâ&#x20AC;&#x2122;inizio di una nuova dimensione, "               ghiacciai impetuosi e tĂŠmpanos (iceberg) colorati di turchese. Qui tutto è estremo. Ă&#x2C6; estremo lâ&#x20AC;&#x2122;isolamento delle montagne, sono estreme le tempeste che colpiscono le Ande, sono estremi i contrasti dello Hielo patagĂłnico, sono estreme le distanze. Un luogo terribile e meraviglioso allo stesso tempo, in cui lâ&#x20AC;&#x2122;uomo è ospite mentre la natura è padrona.   Â&#x201E; $  _      care qualcosa di estremo. ÂŤNon câ&#x20AC;&#x2122;è piĂš che la Patagonia, la Patagonia, che si addica alla mia immensa tristezzaÂť cantava Cendrars agli inizi di questo secolo. Dopo lâ&#x20AC;&#x2122;ultima guer                  cercarono lâ&#x20AC;&#x2122;unico luogo giusto per sfuggire alla prossima distruzione nucleare e scelsero la Patagonia. E proprio in Patagonia si sarebbe spinto Bruce Chatwin, (autore del libro In Patagonia, Adelphi 1982) non giĂ  per salvarsi da una catastrofe, ma sulle tracce di un mostro preistorico e di un parente navigatore. Nessuno, come Bruce Chatwin, è riuscito a descrivere cosĂŹ bene la Patagonia, una terra lontana e misteriosa, ma anche un luogo sicuro in cui lâ&#x20AC;&#x2122;autore ha potuto sentirsi impareggiabilmente scrittore e scrutatore della realtĂ . ÂŤLa Pa  Â&#x2020; Â&#x2021;   "  y      Unâ&#x20AC;&#x2122;ammaliatrice! Ti stringe nelle sue braccia e non ti lascia piڝ gli urlava un poeta incontrato sul posto. Un incantesimo iniziato a Buenos Aires, passato per La Plata, cittĂ  universitaria con il principale museo di storia naturale del Sud

24

|

luglio-agosto 2013

|

America, portato poi lungo il RĂŹo Negro, nei diversi porti ""  Â&#x2030;=   a Ushuaia. La Patagonia è terra di esploratori e di conquiste. Qui, ai  $ Â&#x160; Â&#x2039;   !     riuscendo, da lĂŹ a poco, a partorire la sua rivoluzionaria teoria dellâ&#x20AC;&#x2122;evoluzione della specie, caposaldo della genetica. Padre Alberto Maria de Agostini, salesiano e pioniere dellâ&#x20AC;&#x2122;esplorazione patagonica, meglio conosciuto come padre Patagonia, una sorta di Indiana Jones ante litteram con la talare nera, il primo vero esploratore-scrittore della Patagonia e primo occidentale ad attraversarla, riuscĂŹ a scoprire intera       *  lora sconosciute. Si deve infatti a Don Patagonia la realizzazione di due grandi carte della Terra del Fuoco e della Patagonia meridionale (inserite nei due libri Trenta anni nella Terra del Fuoco e Ande patagoniche). Ma fu anche lâ&#x20AC;&#x2122;ultimo difensore delle popolazioni indigene della Terra del Fuoco (Ona, Yamana, Alacalufes e Tehuelche), oggi completamente scomparse e rimaste nella memoria grazie ai suoi studi. ContribuĂŹ alla notorietĂ  della Patagonia Cesare Maestri, lâ&#x20AC;&#x2122;uomo che per primo riuscĂŹ a conquistare il Cerro Torre del massiccio del Fitz Roy, una delle montagne magiche del mondo: un obelisco di puro granito e ghiaccio che si staglia verticale per quasi due chilometri, una sorta di missile innalzato al cielo. Oggi ovviamente la Patagonia non è piĂš quella misteriosa terra cantata da Bruce Chatwin, da Charles Darwin e da Don Patagonia e le estancias dei gauchos (grandi appezzamenti dove alloggiano i padroni terrieri) racchiudono          


zia. Il paesaggio è verdeggiante e i ghiacciai scendono dalle    y =  ""          cio, che scivolano nellâ&#x20AC;&#x2122;acqua, trasformandosi in timpani meravigliosi (tĂŠmpanos o iceberg) galleggianti. +    y =                       " la navigazione. Poi, allâ&#x20AC;&#x2122;improvviso, un gigante di ghiaccio riempie di attesa lo sguardo attonito di un viaggiatore che,           Si avvicina sul pontile, con un poâ&#x20AC;&#x2122; di timore, scrutando una               poco trasparenti, dalle piĂš stravaganti forme: quasi un gioco di fata Morganaâ&#x20AC;Ś Ă&#x2C6; unâ&#x20AC;&#x2122;atmosfera glaciale di rara bellezza. Proprio qui, nella punta estrema della Patagonia, si trova il ghiacciaio Upsala, il terzo piĂš grande dellâ&#x20AC;&#x2122;America Meridionale, una lingua di circa 50 Km di lunghezza e 10 Km di larghezza, spessa diverse centinaia di metri che si estende dal Â&#x160;Hy =  |    la cittĂ  svedese di Uppsala, che condusse i primi studi glaciologici della regione. Lâ&#x20AC;&#x2122;unico modo per conoscere da vicino il ghiacciaio e ammirare il grandioso spettacolo è arrivare allâ&#x20AC;&#x2122;Estancia Cristina, navigando il ramo del braccio nord del Lago Argentino. Un giardino terrestre in capo al mondo, fertile e fascinoso, dove gli alberi sono sbattuti come stracci al vento, nel silenzio immobile dellâ&#x20AC;&#x2122;immensitĂ  glaciale. La Cristina è un eldorado naturale, circondato da montagne granitiche e da            canto alla neve. Chi raggiunge questo luogo si sente parte di una storia ineguagliabile, dal sapore antico, a stretto contatto con uno stile di vita pionieristico. Una storia appassionante, che ha radici molto profonde nel tempo in cui un giovane scrittore britannico, Hesketh Prichard del Daily Express, scoprĂŹ casualmente, nel 1901, questa zona sconosciuta del Lago Argentino, alla ricerca di un fantomatico e misterioso milodonte1, che si riteneva sopravvissuto alle glaciazioni, ma in realtĂ  giĂ  estinto da diverse migliaia di anni. La conseguenza è la storia del carpentiere inglese Joseph Percival Masters che, congiuntamente alla moglie Jessie ElisaÂ&#x2019;    !     lâ&#x20AC;&#x2122;Estancia Cristina, riuscendo a vincere le condizioni estreme della Patagonia. Ascoltai per la prima volta la vicenda dei Masters nel galpon (capanno per la tosatura delle pecore) dellâ&#x20AC;&#x2122;Estancia

$    R\]Â&#x201C;K*    ca cronistoria. Mr. Joseph Percival Masters nacque nellâ&#x20AC;&#x2122;Hampshire il 30 luglio 1876 e, giĂ  in giovane etĂ , come marinaio, riuscĂŹ a rag    =   : = !   =  '  Cile) a cavallo del XX secolo, rimanendo incantato da quegli spazi, tanto che, al suo ritorno in Inghilterra, propose alla                  nuova terra promessa, uno dei luoghi piĂš belli del mondo. Dâ&#x20AC;&#x2122;altra parte gli venivano offerti un buon salario e condizioni di vita adeguate. Detto fatto, alla partenza non ci volle molto â&#x20AC;Ś A bordo del mercantile 1° maggio, dopo aver celebrato il matrimonio, lui e sua moglie partirono alla volta di Buenos Aires. Si trasferirono quindi a Rio Gallegos e a Cabo VĂŹr            * do, nel 1904, decisero di dedicarsi allâ&#x20AC;&#x2122;allevamento delle pecore nei pressi del lago Roca. In realtĂ  le condizioni climatiche del luogo erano talmente inospitali, da rendere acco               :   !    tra sistemazione. Dopo aver lavorato alcuni anni allâ&#x20AC;&#x2122;estancia Condor, nei

  $""  _    ! te, nel 1914, il luogo da colonizzare: si trattava della futura Estancia Cristina. Ai Masters non restava che raggiungerlo. Per arrivare in avanscoperta, utilizzarono la barca dellâ&#x20AC;&#x2122;esploratore Francisco Pascacio Moreno (colui che scoprĂŹ il colossale ghiacciaio argentino, a lui poi intitolato), quindi, a conclusione dellâ&#x20AC;&#x2122;impresa, trasferirono 500 pecore e tutto lâ&#x20AC;&#x2122;occorrente per lâ&#x20AC;&#x2122;insediamento. Tuttavia, di quel globale armamentario, rinun-

|

luglio-agosto 2013

|

25


ciarono a trasportare i materiali da costruzione, poichĂŠ facilmente rinvenibili in loco: il nuovo insediamento infatti era ricco di legname. Joseph Percival Masters riuscĂŹ con lâ&#x20AC;&#x2122;utilizzo delle potenzialitĂ  naturali a realizzare autonomamente i casolari della fattoria, gli arredi interni, il mulino idraulico e la piccola barca. Nel contempo lo spirito pioniere e i tanti sacri    *  "  |      sempre piĂš, la tosatura delle pecore prosperava e lâ&#x20AC;&#x2122;estensione del pascolo lambiva il ghiacciaio Upsala. Gli scambi          Â&#x2013; /       = ne costruita una nuova imbarcazione in legno di 56 metri, in grado di vincere la collera del Lago Argentino. Â&#x2014;        _ "  il loro ingegno superando il profondo isolamento del luogo: lâ&#x20AC;&#x2122;estancia fu fornita di una potente stazione radio, onde consentire di sintonizzarsi con i radioamatori. Contestualmente vennero costruite una rete di canalizzazioni e una centrale idrica per lâ&#x20AC;&#x2122;innesto del sistema irriguo e domestico. Un canale sopraelevato distribuiva lâ&#x20AC;&#x2122;acqua in tutti i casolari dellâ&#x20AC;&#x2122;estancia. Il capannone della tosatura disponeva di una vasca di raccolta dellâ&#x20AC;&#x2122;acqua. Tutto divenne un vero capolavoro di ingegneria idraulica. _    !    G   ]Â&#x2DC;R`   Â&#x2122;

  _ $   !    lĂŹ a poco morĂŹ. Fu proprio in questa circostanza che nacque il nome dellâ&#x20AC;&#x2122;estancia. Unâ&#x20AC;&#x2122;altra vicenda colpĂŹ duramente la famiglia Masters. Nel 1937, a seguito dellâ&#x20AC;&#x2122;istituzione del parco nazionale Los Glaciares (il secondo piĂš grande dellâ&#x20AC;&#x2122;Argentina) â&#x20AC;&#x201C; che inglobava anche lâ&#x20AC;&#x2122;Estancia Cristina â&#x20AC;&#x201C; Jose   _        *    +/   ""  piĂš la possibilitĂ  di convertire la concessione governativa dellâ&#x20AC;&#x2122;estancia in proprietĂ : il sogno di diventare proprietari era ormai svanito. Fino a quella data le leggi in vigore prevedevano il diritto di proprietĂ  ai coloni dopo appena 30 anni di concessione: nel caso dei Masters sarebbero stati necessari ancora 7 anni.


_      _     Lo spirito pioniere e lâ&#x20AC;&#x2122;audace coraggio permisero a Joseph Percival di ricominciare, pur sapendo che non avrebbe mai ottenuto la proprietĂ . Venne poi il tempo della seconda ge  |   Â&#x203A;  _     padre e a questo punto si inserisce la parte romantica della storia. Jessie Elisabeth Warning, anziana e malata di artri !   Â&#x2122; * !  Â&#x203A;  _ +     no, instaurando una relazione passionale, molto contestata dallâ&#x20AC;&#x2122;ormai vecchio Joseph Percival, tanto che i due giovani, per celebrare la loro unione, dovettero attendere la morte dei genitori, deceduti rispettivamente a 96 (Joseph) e 99 anni (Jessie), sposandosi cosĂŹ tardivamente allâ&#x20AC;&#x2122;etĂ  di 79 e 72 anni. Ma unâ&#x20AC;&#x2122;altra controversia si abbattĂŠ sulla complicata storia dei Masters: Herbert e Janet, non avendo discendenti, non avrebbero garantito il perdurare della concessione. Nel ]Â&#x2DC;Y`*Â&#x203A;   {  Â&#x2122;   !  "        + breve tempo iniziarono ad arrivare alpinisti da tutto il mondo, compresi gli italiani, intenti ad a esplorare lo Hielo patagonico sur (lâ&#x20AC;&#x2122;enorme calotta glaciale patagonica che costituisce la terza fonte di acqua dolce del mondo dopo lâ&#x20AC;&#x2122;Antartide e la Groenlandia) lĂŹ adiacente. A seguito della morte di Janet, nel 1997, decadde la concessione governativa: tramontava cosĂŹ, dopo 83 anni, lâ&#x20AC;&#x2122;era dei Masters. Oggi lâ&#x20AC;&#x2122;Estancia Cristina è una delle tenute piĂš straordinarie della Patagonia: soggiornarvi rappresenta una fantaK       "K se al nostro rientro in Italia, ci sembrerĂ  di vivere in un aleffettro mondo, non allarmiamoci troppo poichĂŠ questo è lâ&#x20AC;&#x2122;effetto della Patagoniaâ&#x20AC;Ś

Michele Tomaselli Nota 1 (pag. 25): grosso mammifero sdentato, fossile della fauna pampeana del pleistocene argentino, estinto in epoca storica. Questo bradipo terricolo venne scoperto da Charles Darwin durante il suo viaggio sulla Beagle e successivamente i suoi resti furono studiati da Richard Owen. Era lungo circa tre metri e alto circa 1,5 metri, e possedeva un corpo massiccio sorretto da zampe artigliate

Info:

La Patagonia argentina è costituita dalle province di Neuquen, Rio Negro, Chubut e Santa Cruz e con i suoi 787.291 Km quadrati rappresenta un terzo del territorio nazionale. OďŹ&#x20AC;re agli occhi del visitatore una natura che non ha conosciuto lâ&#x20AC;&#x2122;intervento dellâ&#x20AC;&#x2122;uomo. Lago Argentino: è il piĂš grande lago dellâ&#x20AC;&#x2122;Argentina, si sviluppa in direzione est-ovest con unâ&#x20AC;&#x2122;ampiezza massima di 20 chilometri e una profonditĂ  massima di 500 metri. Alle sue estremitĂ , da sud verso nord, si sviluppano i ghiacciai Perito Moreno, Spegazzini, e il piĂš grande Upsala. Per eďŹ&#x20AC;ettuare una crociera sul Lago Argentino e raggiungere lâ&#x20AC;&#x2122;Estancia Cristina è necessario arrivare allâ&#x20AC;&#x2122;imbarco di Porto Banderas a 47 km da El Calafate. Dopo 2 ½ h di navigazione si giungerĂ  alla favolosa estancia. Al suo interno propone un lodge e un museo dedicato alla storia dei Masters. Info: www. estanciacristina.com Periodo: da gennaio a marzo durante il nostro inverno Fuso orario: 4 ore in meno dellâ&#x20AC;&#x2122;Italia, 5 ore in meno quando in Italia vige lâ&#x20AC;&#x2122;ora legale. Il viaggio che ho eďŹ&#x20AC;ettuato si è svolto nel gennaio 2013. Un ringraziamento allâ&#x20AC;&#x2122;Estancia Cristina che ha fornito alcune fotograďŹ e, a Nicoletta e a Marta. BibliograďŹ a Argentina, Edt Lonely Planet, 2012 I viaggi di Repubblica Through the heart of Patagonia, 1902 Percival Herbert studies at St George school, Quilmes, 1984

Didascalie

Pagina accanto: Estancia Cristina - Mirador del ghiacciaio Upsala Qui sotto: Estancia Cristina - il lodge dellâ&#x20AC;&#x2122;Estancia Cristina e il museo sulla storia dei Masters Foto in alto: Estancia Cristina - lâ&#x20AC;&#x2122;arrivo in crociera dal Lago Argentino

|

luglio-agosto 2013

|

27


ALLA SCOPERTA DI... LO STRANO CASO DEL SITO â&#x20AC;&#x2DC;ARCHEOLOGICOâ&#x20AC;&#x2122; DI VISOKO, BOSNIA-ERZEGOVINA Servizio e immagini di Erika JuriĹĄevie del Club Alpinistico Triestino

Š

Piramidi

di polemiche

Visoko, Bosnia-Erzegovina: una località che potrebbe obbligarci a riscrivere i libri di storia. Piramidi preistoriche, tumuli misteriosi, gallerie antichissime scavate nella roccia, fenomeni fisici eccezionali: esiste davvero tutto ciò che si va dicendo da qualche anno? iMagazine ha voluto vederci chiaro.

Š

30 aprile 2013: lâ&#x20AC;&#x2122;atmosfera sul nostro fuoristrada, stracolmo di attrezzatura speleosubacquea, è di quelle da grande evento. Sono assieme a un nutrito gruppo di persone e stiamo partendo per unâ&#x20AC;&#x2122;esplorazione della durata prevista di 4 giorni: destinazione Visoko, Bosnia-Erzegovina. Lo scopo principale è visitare, studiare ed effettuare una ricognizione nella cosiddetta Valle delle piramidi bosniache con uno sguardo interdisciplinare al problema: capire, insomma, cosa sta realmente succedendo laggiĂš. Da qualche anno, infatti, attorno alla cittĂ  bosniaca câ&#x20AC;&#x2122;è un gran parlare di gallerie sotterranee, misteriosi tumuli, reperti         "         |   *         $  saranno anche le telecamere della trasmissione televisiva Voyager, condotta da Roberto Giacobbo: fremiamo dalla voglia di arrivare. Lâ&#x20AC;&#x2122;impatto con Visoko non delude le aspettative: il paesaggio è splendido. Organizzata la base logistica, andiamo a visitare la cittadina e a godere dei piaceri della tavola. La notte giunge rapida e allegra, ma la mattina dopo le

   _G"     tà locali si rendono impossibili: ci siamo dimenticati che è il 1 maggio. Nel frattempo arriva la troupe di Voyager nalmente si può partire. Telecamere e operatori ci prece-

28

|

luglio-agosto 2013

|

dono nella scalata alla cosiddetta Piramide del Sole. Ma cosâ&#x20AC;&#x2122;è veramente?

Storia e controstoria di una scoperta Visoko è circondata da alcune montagne dalla forma particolare: pur se coperte da boschi, sembrano piramidi vere e proprie, come quelle egizie. Allâ&#x20AC;&#x2122;inizio degli anni In alto: una delle montagne individuate come â&#x20AC;&#x153;piramidiâ&#x20AC;? a Visoko, in Bosnia Erzegovina (ph: http://centroufologicotaranto. ďŹ les.wordpress.com). Sotto, da sinistra: lo speleosubacqueo Enrico Zuin, la speleoarcheologa Erika JuriĹĄeviÄ&#x2021; e il grottista Luca Visintini.


Duemila, questo elemento viene notato da un archeologo dilettante fuggito dalla Bosnia negli Stati Uniti per evitare la persecuzione del regime comunista di Tito: il suo nome è # ) % *. Â?R\\^Â&#x2030; Â&#x17E;  |  rebbero piramidi innalzate dallâ&#x20AC;&#x2122;uomo in epoca antichissima. Lo scavo inizia nel 2006: nessuno sembra crederci, ma anche il dilettante Heinrich Schliemann fu deriso prima di scoprire effettivamente la cittĂ  di Troia. E pure in questo caso la tenacia premia il protagonista: a poco a poco da una delle montagne - subito ribattezzata in modo suggestivo Piramide del Sole - vengono portati alla luce dei cunicoli â&#x20AC;&#x2DC;pavimentaliâ&#x20AC;&#x2122; (antichi corridoi?) e blocchi di conglomerato roccioso, mentre da unâ&#x20AC;&#x2122;altra collina, oggi nota come Piramide della Luna, escono strutture regolari in arenaria. Lâ&#x20AC;&#x2122;aspetto è quello di enormi lastroni tagliati e modella |  Â&#x2030; Â&#x17E;     *  ramidi, si tratta di costruzioni risalenti a 12.000 anni fa, tra lâ&#x20AC;&#x2122;altro orientate con inclinazioni gradiali precise e costanti, come le celebri piramidi di Giza. +   Â&#x2030; Â&#x17E;  di avere dalla sua i risultati delle analisi di vari esperti: dagli studiosi del Politecnico di Torino agli scienziati Joseph Davidovits e Michel Barsoum (giĂ  noti per le loro teorie al       <      universitĂ  sparse per il mondo, tutti concordebbero sullâ&#x20AC;&#x2122;ori           toâ&#x20AC;&#x2122; dellâ&#x20AC;&#x2122;antichitĂ . Intanto, la cavalcata dellâ&#x20AC;&#x2122;archeologo bosniaco sembra proseguire innarrestabile: nei villaggi attorno a Visoko vengono portate alla luce delle curiosissime sfere di pietra scolpite da mano umana; a Vratnica, 4 km dalle piramidi, emerge un â&#x20AC;&#x2DC;tumuloâ&#x20AC;&#x2122; preistorico; a Ravne, pochi passi dal sito di Visoko, si scopre un sistema di gallerie rinforzato da       " * 

 # "  Â&#x201C;]\\ ]]\\$  Bosnia dopo una migrazione dalle odierne Romania e Bulgaria, dove avrebbe sviluppato il piĂš antico sistema di scritPartendo dallâ&#x20AC;&#x2122;alto: - a sinistra: lâ&#x20AC;&#x2122;archeologo bosniaco Semir OsmanagiÄ&#x2021; in una delle gallerie di Ravne; - a destra: sezione della cosiddetta â&#x20AC;&#x153;Piramide della Lunaâ&#x20AC;?; - sotto: copertura di uno dei lati della â&#x20AC;&#x153;Piramide del Soleâ&#x20AC;?; - qui accanto: Erika JuriĹĄeviÄ&#x2021; al lavoro.

|

luglio-agosto 2013

|

29


Da sinistra: Luciano Russo (speleosubacqueo e geoďŹ sico) al lavoro sulla cosiddetta â&#x20AC;&#x153;Piramide del Soleâ&#x20AC;?; la lastra di pietra ritrovata nelle gallerie di Ravna su cui sarebbero iscritti alcuni caratteri di una antichissima scrittura, precedente al cuneiforme della Mesopotamia.

    '#+  $<R\\\  piĂš antico del cuneiforme mesopotamico. Ed ecco che pro   Â&#x2013;  Â&#x2030; Â&#x17E;         ']Â&#x201C;\ÂĄY\<* sono incisi 33 caratteri compatibili con la scrittura dei VinÂ&#x2021;   |  "   tiva. Forse troppo.

La scomoda veritĂ  Troppo, perchĂŠ a guardare bene quei 33 caratteri ci si rende conto che la somiglianza con le tavolette dei Vinca è    Â&#x2014; 

  >    sa esistenza di una scrittura Vinca è tuttâ&#x20AC;&#x2122;altro che provata: la maggior parte degli scienziati, anzi, sostiene che sia un               gure di animali. Troppo, perchĂŠ il masso iscritto di Ravne non câ&#x20AC;&#x2122;era al momento della scoperta delle gallerie. Troppo, perchĂŠ quello di Vratnica non è un tumulo preistorico, ma una semplice collinetta di granito. Troppo, perchĂŠ le sfere attorno a Visoko sono cosĂŹ lisce e perfettamente tonde da destare piĂš di un sospetto. Troppo, perchĂŠ il Politecnico di Torino ha evidenziato sĂŹ la presenza di materiale cementizio, ma lamenta la mancata comunicazione del luogo preciso di rinvenimento dei materiali e solo dopo qualche tempo      Â&#x2030; Â&#x17E;  dotto su un sito realmente esistente, ma di epoca medievale. Troppo, perchĂŠ le inclinazioni e gli orientamenti delle â&#x20AC;&#x2DC;piramidiâ&#x20AC;&#x2122; sono inesistenti. Troppo, perchĂŠ dai rilievi che la nostra squadra ha fatto sul campo, pur sotto lo sguardo vi  Â&#x2030; Â&#x17E;  Voyager, è emerso che i lastroni di conglomerato e arenaria sono il frutto di movimenti sismici e che la loro forma è identica a tante al         Â&#x2014; 

   

>¢    : Â&#x2030; Â&#x17E;  dellâ&#x20AC;&#x2122;appoggio delle autoritĂ  locali, ben felici di avere richiamo massmediatico e turistico. Eppure, il vero problema è un altro: lo smantellamento di veri siti archeologi alla ricerca di presunte civiltĂ  protostoriche ben piĂš accattivanti per lo cher televisivo. Lâ&#x20AC;&#x2122;inesistente tumulo di Vratnica presenta invece sepolture ottomane molto interessanti; le gallerie ipogee di Ravne, dove il nostro gruppo è sceso per analisi mai condotte prima, sono        Â&#x2030; Â&#x17E; spazio solo per la pseudoepigrafe; le Piramidi del Sole e della Luna sono normali colline naturali, ma sulla cima presentano affascinanti fortezze medievali che andrebbero valorizzate, con unâ&#x20AC;&#x2122;ottima continuitĂ  archeologica e varie fasi di frequentazione a partire dallâ&#x20AC;&#x2122;etĂ  del Bronzo.

La speranza di un nuovo corso Tra sabato 4 e domenica 5 maggio si conclude la spedi |Â&#x2030; Â&#x17E;         $    : ÂŁ cittĂ  simbolo di una guerra che ancora emerge in tutta la sua drammaticitĂ  dai palazzi bombardati, ma oggi pulsante di vita e nuove speranze. E si arriva cosĂŹ alla partenza: il nostro gruppo torna a casa. Ripenso allâ&#x20AC;&#x2122;entusiasmo e alla curiositĂ , genuina e incondizionata, che mi hanno condotto a Visoko. Nella mia ricerca ho sempre tenuto ferma la serietĂ  epistemologica, ma allo stesso tempo ho aperto i miei orizzonti a discipline spesso bistrattate dalle accademie. Esistono scienziati molto seri (penso a Robert Jahn dellâ&#x20AC;&#x2122;UniversitĂ  di Princeton) che pubblicano studi di parapsicologia, nellâ&#x20AC;&#x2122;indifferenza (se non nellâ&#x20AC;&#x2122;ostilitĂ ) piĂš totale dei colleghi. Un gioco al massacro a cui, purtroppo, danno ottimi argomenti scavi arche-

Da sinistra: due immagini delle sfere scolpite da mano umana ritrovate nei pressi di Visoko; resti di una fortezza medievale a Visoko.

30

|

luglio-agosto 2013

|


  *  : Â&#x2030; Â&#x17E;       "    libri e giornali che vendono bene. :     ÂĄÂ&#x2122;  slavia: pensavo che una terra distrutta e violentata come la Bosnia meritasse un risarcimento grandioso come la scoperta di una piramide nel proprio territorio. Non è cosĂŹ, purtroppo. Ma non tutto è perduto: a Visoko e nelle sue vicinanze esistono infatti siti di grandissima importanza per la Preistoria e protostoria europea, come Â&#x2030; ¤ÂĽÂŁ  =  Â&#x17E; ÂĽj  Â&#x17E; Â&#x2030;ÂĽ ÂŚ§ jÂĽ Â&#x2013;  Â&#x17E;  Â&#x160;ÂŁ _ÂŚ  H  Â?§ : ÂĽ ÂŚ  Â?   H   ¤ ÂŁÂĽ§ H  ¤ ÂŁ §  Â? ¨ ¤ ÂŁ Š /= che il Medioevo è ben rappresentato nelle localitĂ  di / # ÂĽ H ÂĽ Â&#x17E; _ÂŚ  ÂĽ   _ ' =  Â&#x17E; <"    

  Â&#x2014; ÂĽ+¤  Â&#x17E; La valle di Visoko è davvero la culla della cultura della Repubblica bosniaca. Sopravvissuta alla guerra, è rimasta genuina nei modi e ancora non toccata dallâ&#x20AC;&#x2122;industria contemporanea. Abbiamo avuto a che fare con persone molto ospitali e di parola, con i loro ritmi di vita dâ&#x20AC;&#x2122;altri tempi. Visoko ha tanto da offrire da numerevoli punti di vista: archeologico, paesaggistico, geologico e biologico. Ha tradizione millenaria di lavorazione artigianale della pelle e del cuoio, unâ&#x20AC;&#x2122;ottima industria del tessile e unâ&#x20AC;&#x2122;eccellente offerta gastronomica. E voglio tornarci. Poco dopo il nostro rientro, mi ha contattato il Centro per il Carso e la speleologia : ÂŁ           $ = pinistico Triestino, vista la serietĂ  e professionalitĂ  per una spedizione di tipo speleologico, archeospeleologi    *$  

 cavitĂ  da esplorare, rilevare e documentare in Bosnia, e la zona di indagine non è molto lontana da Visoko, basta spostarsi un poâ&#x20AC;&#x2122; a Nord-EstÂť: dicono cosĂŹ... e mi sento di nuovo felice.

   ! Erika JuriĹĄevi si è laureata in Archeologia allâ&#x20AC;&#x2122;UniversitĂ  degli Studi di Trieste, con una tesi in Paletnologia e Preistoria del Carso: Riesame crono-tipologico del gruppo VlaĹĄka. Oggi è laureanda allâ&#x20AC;&#x2122;UniversitĂ  di Padova, dove sta terminando il master in Scienze Archeologiche. Ha allâ&#x20AC;&#x2122;attivo molte campagne di scavo e fa parte del Gruppo Grotte del Club Alpinistico Triestino, che ha organizzato la spedizione Exploring Visoko 2013 raccontata in queste pagine. Della missione hanno fatto parte anche membri della Geographical Research Association e del Gruppo Speleologico CAI di Feltre, nonchĂŠ i reporter della trasmissione televisiva Voyager.


ALLA SCOPERTA DI... IL SOGNO DEL FUTURISMO IN FRIULI VENEZIA GIULIA Servizio e immagini di Vanni Veronesi

Š

ÂŤColori odori rumori

di insolenza guerrieraÂť Negli anni ruggenti della Belle Epoque, i prodigi della scienza e della tecnica entrano di prepotenza nella letteratura e nellâ&#x20AC;&#x2122;arte figurativa: è la rivoluzione del Futurismo, che da Trieste divampa in tutto il mondo. Una parabola breve, ma incendiaria, che vede ancora una volta la nostra regione come protagonista. A partire da una folle notte triestina del 1908...

Š

Da Trieste a Parigi e ritorno

Trieste, 9 marzo 1908. In una Filarmonica gremita di pubblico, un ancora poco noto Filippo Tommaso Marinetti recita unâ&#x20AC;&#x2122;opera autografa: lâ&#x20AC;&#x2122;Inno allâ&#x20AC;&#x2122;automobile. Ă&#x2C6; la prima grande celebrazione della tecnologia nella letteratura; lâ&#x20AC;&#x2122;autore arriva a riprodurre il suono della macchina nella forma stessa dei versi: Veemente dio dâ&#x20AC;&#x2122;una razza dâ&#x20AC;&#x2122;acciaio, / automobile ebbrrra di spazio!, / che scalpiti e frrremi dâ&#x20AC;&#x2122;angoscia / rodendo il morso con striduli denti... / Formidabile mostro giapponese, / dagli occhi di fucina, / nutrito di   #$  &# $  siderali... / io scateno il tuo cuore che tonfa diabolicamente, / scateno i tuoi giganteschi pneumatici, / per

  '    #   * '   di tutto il mondo!. Nel dicembre dello stesso anno ritorna a Trieste in un clima tesissimo: si stanno celebrando i funerali della ma32

|

luglio-agosto 2013

|

dre di Guglielmo Oberdan, lâ&#x20AC;&#x2122;irredentista impiccato nel 1882 per il tentato assassinio di Francesco Giuseppe. Marinetti depone una corona rossa sulla bara e lo stesso giorno tiene un discorso alla SocietĂ  Ginnastica Triestina: solo un mese prima, un folto gruppo di studenti italiani aveva manifestato a Vienna per chiedere lâ&#x20AC;&#x2122;apertura di unâ&#x20AC;&#x2122;universitĂ  italiana a Trieste, lasciando sul terreno anche alcuni morti. Il poeta esalta il loro coraggio e dichiara che anche la cittĂ  giuliana avrĂ  la sua UniversitĂ , a dispetto dellâ&#x20AC;&#x2122;arretratezza asburgica: scoppiano dei tafferugli con le guardie austriache e Marinetti viene arrestato. La sua voce torna a farsi sentire il 10 febbraio 1909 sul Piccolo della Sera, con alcuni stralci di uno scritto che dieci giorno dopo apparirĂ  per intero su Le Figarò di Parigi: il Manifesto del Futurismo. Rivelatore lâ&#x20AC;&#x2122;art. 11: ÂŤNoi canteremo le grandi folle agitate dal lavoro, dal piacere o dalla sommossa: canteremo le maree multicolori e polifoniche delle rivoluzioni nelle capitali moderne; canteremo il vibrante fervore notturno degli arsenali e dei cantieri in-


=  >8

? &Incuneandosi nellâ&#x20AC;&#x2122;abitato. =  >  ? ;;@K  8 =

 @     

cendiati da violente lune elettriche; le stazioni ingorde, divoratri   "Â " 

        "               pio petto, che scalpitano sulle rotaie, come enormi cavalli dâ&#x20AC;&#x2122;acciaio imbrigliati di tubi, e il volo scivolante degli aeroplani, la cui elica garrisce al vento come una bandiera e sembra applaudire come una folla entusiastaÂť. Il Manifesto sconquassa e divampa ovunque, ma è a Trieste che Marinetti ha cominciato la sua ascesa ed è qui che torna il 12 gennaio 1910 per la prima delle â&#x20AC;&#x2DC;Serate futuristeâ&#x20AC;&#x2122;. A declamare versi al Politeama Rossetti ci sono lui, Armando Mazza e il grande Aldo Palazzeschi. Abbiamo recuperato le recensioni dellâ&#x20AC;&#x2122;epoca e la piĂš entusiasta è quella de $+ 8 : ÂŤFu vittoria? Si tratta di futurismo e si lasci ai... posteri piĂš o meno vicini di giudicare. Ad ogni modo, anche la musica di Wagner fu detta dellâ&#x20AC;&#x2122;avvenire, ma è ormai di tutti i tempiÂť. Di certo fu una serata tumultuosa, come ricorda Marinetti nel suo 9  

 

  ;  8 , prefazione alla raccolta poetica di Palazzeschi Lâ&#x20AC;&#x2122;incendiario (un nome, un programma): ÂŤScoppia un gran baccano e sâ&#x20AC;&#x2122;accende un parapiglia infernale. Si urla allo scandalo; mani di spettatori naufraganti si aggrappano alle poltrone; altre stringono disperatamente rotonde calvizie, come se abbrancassero il mondo per salvarlo. Occhi moribondi cercano ansiosa        $   | la grande insurrezione delle mummie. [...] Ma la possente gioventĂš trionfa. Tutti i maschi sono in piedi, e coi pugni, con gli scoppi della voce, costringono i morti a ricoricarsi nei loro scranni tombaliÂť. La serata proseguĂŹ folle al CaffĂŠ Milano, che nei decenni successivi ospitò vari artisti e letterati, fra cui Umberto Saba: oggi è una sala slot e la tristezza ci assale.

W

> Y    9

 8 & Z 8  K 

  [   ;  

W

>X  Y  &Il giorno che sveglia la notte. 8 &K 9 





Pittura, scultura, architettura, musica, +% !  % Dal 1910 al 1914 il Futurismo diventa il piĂš importante movimento culturale europeo e dilaga in ogni campo dellâ&#x20AC;&#x2122;arte. Per la pittura, punto di partenza è il divisionismo, in cui le forme vengono scomposte in tante virgole colorate: sta poi allâ&#x20AC;&#x2122;occhio dello spettatore ricomporre a distanza lâ&#x20AC;&#x2122;immagine. Questa tecnica, in     Â&#x2030;  zie a Giovanni Segantini, Giuseppe Pellizza da Volpedo e Gaetano Previati, che possiamo ammirare al Museo Revoltella di Trieste con < '    

. Allo stile divisionista i futuristi sommano la moltiplicazione delle forme, per dare lâ&#x20AC;&#x2122;idea  |"  "  Arturo, Carlo e Anton Giulio Bragaglia danno vita al fotodinamismo$        | il caso del quadro Il profumo di Luigi Russolo, nato a Portogruaro ma dâ&#x20AC;&#x2122;origini latisanesi, attivo anche in ambito musicale dove inventa gli intonarumori, presentati la prima volta il 2 giugno 1913 al Teatro Storchi di Modena. Ă&#x2C6; lo stesso Russolo a spiegare di cosa si tratta nellâ&#x20AC;&#x2122;Arte dei rumori (1916): ÂŤGlâ&#x20AC;&#x2122;intonarumori han-

Sotto:Luigi Russolo, Profumo.

|

luglio-agosto 2013

|

33


In alto da sinistra: Antonio Santâ&#x20AC;&#x2122;Elia, progetto per una cittĂ  futuri ]8

? &Prima che si apra il paracadute; Luigi Spazzapan, Pittore al lavoro. Sotto: Luigi Russolo (a destra) e Ugo Piatti nello studio milanese in cui furono realizzati gli intonarumori (in primo piano).

W

>X?  '&Paesaggio.

no esternamente la forma dâ&#x20AC;&#x2122;una scatola [...] rettangolare. Dal lato anteriore esce una tromba che serve a raccogliere e rafforzare il suono-rumore. Posteriormente hanno una manovella per dare il movimento che determina la produzione della eccitazione rumoristica. Sulla parte superiore, câ&#x20AC;&#x2122;è una leva con una lancetta che si muove sopra una scala graduata in toni e semitoni e frazioni di tono. [...] Gli intonarumori si suonano impugnando con la mano sinistra la leva e con la destra facendo girare la manovella o premendo il bottoneÂť per mettere in moto, allâ&#x20AC;&#x2122;interno della scatola, una serie di ingranaggi, lastre e corde di metallo. Variandone la struttura, Russolo crea ululatori, rombatori, crepitatori, stropicciatori, scoppiatori, gorgogliatori, ronzatori, sibilatori per riprodurre la â&#x20AC;&#x2DC;musicaâ&#x20AC;&#x2122; della modernitĂ . Ed ecco, dunque, Risveglio di una cittĂ , dove i rumo  " "          struttura musicale che anticipa le sperimentazioni di Karlheinz :ÂĽÂ&#x2122;$       ispiratori di gruppi come i Pink Floyd, maestri nellâ&#x20AC;&#x2122;inserire rumori nei loro brani (si pensi al registratore di cassa in Money e allâ&#x20AC;&#x2122;intera Welcome to the Machine<|  $    la grande importanza de Lâ&#x20AC;&#x2122;arte dei rumori di Russolo.

La Grande Guerra e il Fascismo

W

> Z  8  K 

  *    _  8   compagni del gruppo futurista giuliano.

34

|

luglio-agosto 2013

|

Nella metĂ  degli anni Venti, unâ&#x20AC;&#x2122;altra composizione musicale irrompe sulla scena: creata dal triestino Silvio Mix, la splendida Angoscia delle macchine       " $­Ă&#x2C6; successo che solo quattro anni dopo lo spensierato Manifesto lâ&#x20AC;&#x2122;Europa si è suicidata nella Grande Guerra: 14 milioni di vittime. Per una parte del Futurismo è la campana della morte: artisti che si erano convertiti alla causa di Marinetti si schierano ora per un â&#x20AC;&#x2DC;ritorno allâ&#x20AC;&#x2122;ordineâ&#x20AC;&#x2122;, senza contare che mol           $Antonio Santâ&#x20AC;&#x2122;Elia, geniale architetto caduto presso Monfalcone nel 1916, e come Umberto Boccioni, che dopo aver combattuto pure in Friuli muore vicino Verona cadendo dalla propria cavalla: una morte in movimento, quasi un destino segnato per lâ&#x20AC;&#x2122;autore della scultura Forme uniche nella continuitĂ  dello spazio che oggi campeggia sulle monete da 20 cent. Il Futurismo, dunque, perde alcuni protagonisti, mentre il Fascismo provvederĂ  a emarginarne altri, avversi alla dittatura. Marinetti, invece, diventa amico di Mussolini e il Futuri   "     slancio rivoluzionario, dallâ&#x20AC;&#x2122;altro trovando nuova linfa in ar-


tisti di grande creativitĂ . Il contributo maggiore viene proprio da nostri corregionali: sulla scia della passione per lâ&#x20AC;&#x2122;aviazione, Tullio Crali inventa lâ&#x20AC;&#x2122;aeropittura (Incuneandosi nellâ&#x20AC;&#x2122;abitato ne è un esempio formidabile), mentre Bruno Sanzin sviluppa lâ&#x20AC;&#x2122;aeropoesia; il Movimento Futurista Giuliano si riunisce attorno ad Aurora, ÂŤrivista mensile di arte e di vitaÂť diretta da Sofronio Pocarini e impreziosita dai disegni di Giorgio Carmelich; da Gradisca, Luigi Spazzapan parte per unâ&#x20AC;&#x2122;avventura pittorica fra le piĂš esaltanti del â&#x20AC;&#x2DC;900; a Trieste, nella mostra  " "  Â&#x201C;RWanda Wulz sâ&#x20AC;&#x2122;impone con il fotomontaggio Io piĂš gatto, icona del secolo scorso.

<

&      > W; Y j X W  

    

;   =  . =  >k  k &Io piĂš gatto. W

>  

  8  & *  Z 8 maso Marinetti nel suo Poema di Torre Viscosa.

    /

  Intanto, lâ&#x20AC;&#x2122;Italia fascista corre verso la catastrofe e il Futu            : / _ |*   !  Nel 1948, un giovanissimo  2 %3   arriva con le cineprese in una cittĂ  simbolo del Ventennio:    ]Â&#x2DC;Â&#x201C;V  w         :Â?+=    Sette canne un vestito|"  Â&#x201E;    la cellulosa, viene raccontata dal regista celebrando la ÂŤpotenza suprema delle macchineÂť e dellâ&#x20AC;&#x2122;ingegno umano. Uno dei futuri campioni del cinema italiano, rinato con il Neorealismo antifa    " Â  =   sapeva che proprio Marinetti aveva composto il Poema di Torre Viscosa per cantare la neonata cittĂ  futurista e la trasformazione della cellulosa in tessuto:

W

>;       K'  =  ni : {|}~_  8  

<      

        

#Z   

$     

*' 

 #Y`         $ `*

   iMagazine consiglia:

  $  #

    

    TULLIO CRALI - AEROPITTURA FUTURISTA ?      ÂŤParole in libertĂ Âť era il sottotitolo. Comunque le si giudichi, parole come queste hanno cambiato la cultura del â&#x20AC;&#x2122;900.

Vanni Veronesi

In esposizione tredici preziosissimi quadri del celebre pittore futurista, provenienti dal MART di Trento e Rovereto. Pordenone. Spazi espositivi della Provincia di Pordenone, corso Garibaldi (vedi nella sezione mostre, pag. 61).


FIUMICELLO, AL VIA LA 54ESIMA EDIZIONE DELLA MOSTRA DELLE PESCHE!

Il gusto

dellâ&#x20AC;&#x2122;estate

Dallâ&#x20AC;&#x2122;11 al 15 luglio: 5 giorni allâ&#x20AC;&#x2122;insegna delle degustazioni, eventi, convegni e tante novitĂ !

Š

La 54esima edizione della Mostra Regionale delle Pesche di Fiumicello è in arrivo per quanti desiderino trascorrere ore e ore di divertimento in un uni   Questâ&#x20AC;&#x2122;anno la Feste delle Pesche ci riserva alcune interessanti novitĂ : giovedĂŹ sera apriranno i festeggiamenti i giovani! SĂŹ, perchĂŠ la serata di giovedĂŹ 11 è dedicata tutta a loro: nellâ&#x20AC;&#x2122;ambito del â&#x20AC;&#x153;Progetto Giovaniâ&#x20AC;?, proget      ]Â&#x201C; ]Â&#x2DC;  ]V Comuni dellâ&#x20AC;&#x2122;Ambito che, ogni estate, vede al centro attivitĂ  svolte sul territorio ed in particolare allâ&#x20AC;&#x2122;interno di feste importanti come la festa delle pesche di Fiumicello, verrĂ  organizzata una serata allâ&#x20AC;&#x2122;insegna del sano divertimento, dello sport in piazza e della     La â&#x20AC;&#x153;serata giovaniâ&#x20AC;? si incentrerĂ  proprio su sport non competitivi, le squadre verranno formate in quellâ&#x20AC;&#x2122;occasione e i partecipanti saranno 38

|

luglio-agosto 2013

|

accomunati solo dalla voglia di divertimento puro e non           le suonata da gruppi emergenti di ragazzi quattordicenni, accompagnata da ottimi cocktail analcolici prepara  

   :      insieme, un momento di incontro che si concluderĂ  con       Vi chiederete perchĂŠ pensare ad una serata cosĂŹ? Dedicata ai giovani che hanno giĂ  modo di incontrarsi tra loro in altre situazioni? La risposta è molto semplice: durante lâ&#x20AC;&#x2122;inverno è stata condotta una ricerca nelle scuole in merito al forte utilizzo dei social network tra i ragazzi e si è capito che, se da un lato sono un mezzo positivo per tenersi in contatto, dallâ&#x20AC;&#x2122;altro             

 Certo: messaggiano, scrivono, chattano ma non hanno piĂš un punto di riferimento certo, hanno un luogo di incontro virtualeâ&#x20AC;Ś i ragazzi intervistati però hanno manifestato la volontĂ  di un luogo reale per ritro         per conoscersi tra giovani? La risposta è la â&#x20AC;&#x153;serata giovaniâ&#x20AC;?, che prenderĂ  il via al calar del sole di giove{         "     |Â&#x2039;Â&#x2039;Â&#x2039;     Le novitĂ  però non sono finite: sabato sarĂ  la volta di â&#x20AC;&#x153;acquisti sotto le stelleâ&#x20AC;?, negozi aperti e la possibilitĂ  di passeggiare per le vie del centro in tranquillitĂ , facendo acquisti, ascoltando e ballan       = *  to parteciperanno tutti i commercianti e le aziende artigiane locali proprio nellâ&#x20AC;&#x2122;ottica di dare la massima visibilitĂ  ai prodotti locali del nostro territo Â&#x160;      


pulci e lâ&#x20AC;&#x2122;altra importante innovazione sarĂ  lâ&#x20AC;&#x2122;introduzione del â&#x20AC;&#x153;mercato dei sapori dâ&#x20AC;&#x2122;Italiaâ&#x20AC;?: un mer         +  Dopo la gremita edizione dello scorso anno, che       "          *     +    stesso: musica e spettacolo insieme alle migliori pesche da degustare e acquistare assieme a tutti i prodotti tipi        : la Mostra è unâ&#x20AC;&#x2122;occasione unica per ammirare, assaggiare e comprare le pesche direttamente dai produttori, oltre che una vetrina per i prodotti ortofrutticoli locali in generale, il Comune di Fiumicello in collaborazione con le associazioni locali sa sempre arricchirla con un denso   

   "  :  dai concerti musicali alle manifestazioni sportive, dagli           Si parte quindi giovedĂŹ con lâ&#x20AC;&#x2122;inaugurazione e lâ&#x20AC;&#x2122;apertura degli stand, lâ&#x20AC;&#x2122;apertura della Mostra del 24° $ ¢            # {     RÂŽÂ&#x2014; H dellâ&#x20AC;&#x2122;Associazione Auser, a seguire una gara podistica organizzata dallâ&#x20AC;&#x2122;Associazione â&#x20AC;&#x153;Chei dal Cjamputâ&#x20AC;? per chiudere la serata con un tributo a Vasco Ros    

Âą= Â&#x2013; O Sabato sarĂ  la volta di vari momenti sportivi dal    =:Â&#x160; ¢   R\\`   con la Pallavolo Acli Fiumicello e la premiazione del              

/² :  Âły    ^\\\   liscio e lâ&#x20AC;&#x2122;orchestra â&#x20AC;&#x153;Rossella Ferrari e i Casanovaâ&#x20AC;? e i       R`         vivere la cittĂ  e fare acquisti sotto le stelle!

Domenica, sul fronte tecnico, lâ&#x20AC;&#x2122;ormai consueto convegno è un momento di grande interesse per addetti ai lavori e non, su temi sempre attuali e sti =       premiazione della â&#x20AC;&#x153;miglior pescaâ&#x20AC;?, che porterĂ  sul podio i     "      =   ¢   lo può vantare a pieno titolo lâ&#x20AC;&#x2122;appellativo di capitale delle pesche e questo grazie al lavoro di molti agricoltori che hanno investito e creduto nel set "  =          "    ÂąyH la Epoqueâ&#x20AC;?, a cura dellâ&#x20AC;&#x2122;Associazione Friulana Appassionati Carrozze e poi nel pomeriggio lâ&#x20AC;&#x2122;evento â&#x20AC;&#x153;Artenplainairâ&#x20AC;?, una mostra collettiva (pittura, scultura e fotografia) a cura dellâ&#x20AC;&#x2122;associazione â&#x20AC;&#x153;Atthirtysevenâ&#x20AC;? e intrattenimento musicale con â&#x20AC;&#x153;I Saliciâ&#x20AC;?, â&#x20AC;&#x153;Ares Diskorsiâ&#x20AC;? e â&#x20AC;&#x153;Haabab Cycleâ&#x20AC;? e lâ&#x20AC;&#x2122;esibi  

 ÂąÂ&#x2122;Â&#x2030; HO    LunedĂŹ, come di consueto, il concerto â&#x20AC;&#x153;Rockâ&#x20AC;&#x2122;n Peachâ&#x20AC;? band live â&#x20AC;&#x153;Accendi la tua musicaâ&#x20AC;?: un momento tutto dedicato ancora ai giovani ed in particolare ai gruppi del territorio, cosĂŹ da potersi esibi "    Vi aspettiamo a Fiumicello per assaporare i gusti dellâ&#x20AC;&#x2122;estate! Cinzia Lorenzon

54esima Mostra regionale delle Pesche Quando: dallâ&#x20AC;&#x2122;11 luglio al 15 luglio 2013 Dove: Fiumicello (UD), piazzale dei Tigli Info: Comune di Fiumicello, tel. 0431 972711 Web: www.comune.fiumicello.ud.it |

luglio-agosto 2013

|

39


MARTEN GASPARINI, ASTRO DEL BASEBALL Intervista di Vanni Veronesi

Š

Il sogno americano

A sedici anni ha giĂ  girato il mondo. Ora si appresta a fare il passo della vita: trasferirsi negli USA dove giocherĂ  per la squadra di baseball piĂš forte del momento, il Kansas City. Lo attende un contratto milionario, ÂŤma il Friuli resterĂ  sempre nel mio cuoreÂť.

Š

Sedici anni appena fatti e ti trasferisci da solo in America. Ma come hai fatto? ÂŤSono i tempi del baseball. Entrato in Accademia, lâ&#x20AC;&#x2122;obiettivo è quello di arriva    *   proprio a sedici anni, massimo diciotto: io ci sono riuscito e ne sono felicissimoÂť. Non è comune, specie in Italia, che un ragazzo della tua etĂ  si separi dai genitori... ÂŤNella mia famiglia è invece normale: mia sorella Kristen, che ha un anno piĂš di me, andrĂ  presto a studiare negli USA, io la anticipo di qualche mese... e sono convinto che mio fratello minore Darren (6 anni, ndr) intraprenderĂ  la sua avventura in piena autonomia una volta arrivato alla nostra etĂ Âť. Unâ&#x20AC;&#x2122;apertura che deriva dalla vostra particolare condizione, immagino: tuo padre friulano, tua madre caraibica. ÂŤSĂŹ, e mia madre mi ha spinto moltissimo. Lâ&#x20AC;&#x2122;essere una famiglia cosĂŹ â&#x20AC;&#x2DC;internazionaleâ&#x20AC;&#x2122; è stato determinante, anche con i vari osservatori americani che abbiamo incontrato: con loro abbiamo parlato inglese senza 40

|

luglio-agosto 2013

|

    

    "  da creare altrimentiÂť. Chi sono questi osservatori? ÂŤIn gergo si chiamano scout: girano il mondo alla ricerca di talenti da portare in USA. Nel mio caso, erano presenti al Torneo delle Accademie dâ&#x20AC;&#x2122;Europa, in Repubblica Ceca, due anni fa: sulla carta sono partite â&#x20AC;&#x2DC;amichevoliâ&#x20AC;&#x2122;, ma in realtĂ  fai di tutto per vincere... e noi ci riuscimmo. La mia fu una buona prestazione e cosĂŹ suscitai lâ&#x20AC;&#x2122;interesse degli osservatori. Ho avuto la fortuna, poi, di partecipare ai Mondiali Under 15 in Messico e a quelli Under 18 a Seul e in entrambi i casi gli scout hanno confermato il loro interesseÂť. In Italia il baseball non è molto radicato: tu come ci sei arrivato? ÂŤProvai il calcio, ma non mi trasmetteva nulla. Un giorno - ero alle medie - si presentarono a scuola alcuni rappresentanti dei Tigers di Cervignano: mâ&#x20AC;&#x2122;interessai subito, in fondo lâ&#x20AC;&#x2122;America è sempre affascinante, e mi iscrissi a undici anni. Di solito si comincia a sei: io quindi ero giĂ  in ritardo, ma in breve tempo ho recuperato le distanze e dopo due anni sono diventato vicecampione nazionale nella categoria allievi. Nel 2011 sono entrato in Accademia di Ba-


seball a Tirrenia, in Toscana, ma ho comunque continua   Â&#x2014;         to per lâ&#x20AC;&#x2122;America. Ă&#x2C6; un sogno che si realizzaÂť. Qual è il livello generale del baseball italiano? ÂŤSta crescendo, sia per numero sia per qualitĂ  di atleti. La nostra Nazionale ha persino battuto il Messico: abbiamo tutte le risorse per fare beneÂť. E come siamo visti allâ&#x20AC;&#x2122;estero? ÂŤDestiamo sempre grande interesse. Forse non ci considerano molto forti, ma siamo ritenuti â&#x20AC;&#x2DC;belliâ&#x20AC;&#x2122;: ovunque ci guardano con simpatia e curiositĂ . Solo a Seul ci siamo trovati nellâ&#x20AC;&#x2122;indifferenza piĂš totale, ma questo è capitato $: G     *         te le formazioni piĂš vicine alla loro cultura, come Cina e GiapponeÂť. Câ&#x20AC;&#x2122;è un giocatore a cui ti ispiri o che prendi a modello? ÂŤSicuramente Derek Jeter, capitano degli Yankees di New York: un esempio, dentro e fuori dal campo. In anni in cui molti atleti prendevano steroidi e doping per aumentare le loro prestazioni, Jeter ha dimostrato che si vince con lâ&#x20AC;&#x2122;onestĂ  e la forza di volontĂ . Non ha mai lottato per primati personali: ha sempre giocato per la squadra ed è cosĂŹ che ha conquistato cinque titoliÂť. Il doping colpisce anche il baseball, dunque. ÂŤOra si sta correndo ai ripari con dei controlli piĂš ri            strano sostanze per aumentare le prestazioni, spacciandole per normali â&#x20AC;&#x2DC;vitamineâ&#x20AC;&#x2122;. Aggiungi a questo la pressione enorme del pubblico, dei soldi, del tempo che avanza ed ecco che per cadere nella trappola basta un passo. Ci sono lanciatori che sono passati da un lancio di 120 a uno di 160 km/h in un anno, solo cambiando squadra: non è possibile senza un â&#x20AC;&#x2DC;aiutoâ&#x20AC;&#x2122;Âť. Si è polemizzato sul tuo ingaggio: un contratto da un milione di dollari per un ragazzino di sedici anni... Cosa rispondi? ÂŤLa scelta dellâ&#x20AC;&#x2122;ingaggio è stata fatta dal Kansas City: è una decisione dei dirigenti, non mia, e per loro è un investimento. In realtĂ  si tratta di un contratto        |          suddiviso mensilmente. Avrò uno stipendio regolare, perchĂŠ da ora in avanti il mio sarĂ  un lavoro vero e proprioÂť.

Marten Gasparini, 16 anni, vive ad Alture, in comune di Ruda. Nella foto sopra: Marten in azione durante i campionati Mondiali Under 18 a Seul, in Corea del Sud. Nella foto sotto: la formazione 2013 dei Tigers di Cervignano del Friuli.

Comâ&#x20AC;&#x2122;era la tua giornata tipo in Accademia? ÂŤTi descrivo una particolarmente intensa. Ore 5: sve   ^]^|        XÂ&#x201C;\ V|   VÂ&#x201C;\Y|           Y]Â&#x201C;|   ]Â&#x201C;]`Â&#x201C;\        ]Â&#x2DC;$]Â&#x2DC;Â&#x201C;\     riusciti - di studiare per la scuola...Âť Che scuola hai frequentato? G   y      co. Avrei potuto scegliere qualcosa di piĂš semplice: la scuola italiana non è preparata ad accogliere casi particolari come i miei, a differenza di quella americana. Negli USA, oltretutto, il baseball è disciplina scolastica e se a scuola vai male non ti fanno giocareÂť. Emerge una disciplina ferrea, comunque. ÂŤSĂŹ, ed è indispensabile: il calcio è fatto di una sessantina di partire allâ&#x20AC;&#x2122;anno, noi invece ne disputiamo 162Âť. Ti sei formato nei Tigers di Cervignano, dove hai giocato cinque anni: quanto devi a questa esperienza? ÂŤSono arrivato quando era allenatore Sandro Fontanot, forse il migliore in tutta la regione: ha cambiato la mia attitudine allo sport, mi ha formato come atleta e come persona. Ha tutta la mia gratitudineÂť. Ti mancherĂ  ciò che lasci quaggiĂš? ÂŤDico sempre che vorrei trasferire casa mia, cosĂŹ comâ&#x20AC;&#x2122;è, in America! Tornerò ogni anno in Friuli, ma so che mi troverò bene laggiĂš e spero di rimanerci per sempreÂť. Vanni Veronesi

|

luglio-agosto 2013

|

41


PERSONAGGI RADIO ZASTAVA Intervista di Michele Dâ&#x20AC;&#x2122;Urso

Š

I Balcani

a Gorizia

Nel 2005 si riunirono come band di supporto al Carnevale di Venezia. Fu invece lâ&#x20AC;&#x2122;inizio di unâ&#x20AC;&#x2122;avventura entusiasmante. Che integrando culture ed esperienze diverse, ancora oggi trascina il pubblico con passione. Come testimonia lâ&#x20AC;&#x2122;uscita del nuovo album.

Š

Tranquilli, non lasciatevi intimorire dal titolo. Niente invasioni e nemmeno cataclismi tellurici in grado di spostare la regione balcanica in quella alpina. Niente di tutto questo. Però, di vibrazioni potenti come un terremoto, se vi recate a uno dei concerti dei Radio Zastava, gruppo       / ²ÂĽÂ&#x2039;   â&#x20AC;Ś and moreâ&#x20AC;&#x2122;, ne potrete sentire, eccome. Dalla nota informativa che loro stessi pubblicano, si evince che â&#x20AC;&#x153;Il gruppo è formato da otto funambolici ar  ' "  <O    traducono in musica le loro svariate origini: dalla slovena alla friulana passando per la asburgica e la serbo bosniaca. Per non correre il rischio di saltarne qualcuno, li elenco subito: Nico Rinaldi'ÂĄ <Marco von Kappel ' ÂĽ< Walter â&#x20AC;&#x153;Wallaceâ&#x20AC;? Grison 'ÂĄ  < Stefano Bragagnolo'    <Leo Virgili' < Gabriele Cancelli' <Predrag Pijunovic (gran<   *               

David Cej. David, una curiositĂ : il nome Radio Zastava è ispirato dalla bandiera (nelle lingue slave il termine è proprio â&#x20AC;&#x2DC;zastavaâ&#x20AC;&#x2122;) o dalla famosa marca di auto prodotta in Yugoslavia negli anni che furono? 42

|

luglio-agosto 2013

|

ÂŤDallâ&#x20AC;&#x2122;auto. Tutto nacque dalla grancassa di Predrag  ÂŁ  ÂŁ Âł +                 dallâ&#x20AC;&#x2122;altra si suona con una bacchetta che produce un suono     GÂŁ     to appresso la bacchetta, pensando bene di rimediare sviKÂŁ    Â&#x2039;  jÂ&#x201E; Un passo indietro, prima del nome. Come vi siete messi assieme? ÂŤCi conoscevamo perchè alcuni di noi suonavano      '  Bande Garbe, propaggine bandistica degli Arbe Garbe<  R\\^/ _      tattato Leo Virgili perchĂŠ gli serviva una band di supporto per il Carnevale di Venezia. Leo, allâ&#x20AC;&#x2122;epoca unico musicista professionista del gruppo, ci ha contattato tut     *     " / _ Marching Bandâ&#x20AC;Ś  * Â&#x2020;Â&#x201E; Avete deciso subito di suonare musica balcanica? ÂŤEra il 2005, periodo in cui la musica klezmer e balcanica cominciavano a invadere lâ&#x20AC;&#x2122;Italia: noi abbiamo par     _     balkan


sound sia solo Kusturica, con la sua No Smoking Band, H   Š  *        Â?     band come gli Â&#x201A; ;Â&#x201E;  o i Kosovni Odpadki. Noi, vuoi

    ' 

   rami di un faggio secolare e anche su sette sidecar per le   $<                     Â&#x201E; E cosĂŹ ci troviamo di fronte al vostro successoâ&#x20AC;Ś ÂŤIl bello del nostro gruppo è lâ&#x20AC;&#x2122;armonia che ci tiene  Â&#x201E; Niente screzi, niente prime donne? ÂŤAssolutamente no. Anche i due elementi che diversi anni fa lasciarono la band lo fecero perchĂŠ avevano deciso di espatriare per studiare o seguire altri progetti musicali. Per noi è stato istintivo capire, in base al proprio talento, la rispettiva collocazione. E una volta che hai trovato il tuo ruolo non ti importa se in un pezzo tu hai un in        >   *

     Â&#x201E; Massima collaborazione, quindi. Un concetto per nulla scontato nella nostra societĂ . $    "          co crea lâ&#x20AC;&#x2122;uguaglianza dellâ&#x20AC;&#x2122;ambiente. Faccio un esempio:  ÂĽ *      ri ho segnato 30 punti, posso pensare, sbagliando, di es "    {Â&#x201E; Quante prove fate? ÂŤUna volta alla settimana. Ognuno di noi ha un lavoro diverso, con orari diversi, e proveniamo da posti diversi, dove risiedono le rispettive famiglie. Riuscire a tro     Â&#x201E; Avete un agente? ÂŤNo. Tutto viene deciso insieme. Anche il fatto che io           lettiva, come chi deve tenere la cassa, chi tiene i contatti con le manifestazioni, e altro. Ognuno fa ciò che sa fare meglio. Devo ammettere che dal punto di vista commerciale, forse, avremmo bisogno di una mano, perchĂŠ noi        " Â&#x201E; Chi scrive i testi? +  'Canzone Arrabbiata< * "    giungere dei testi che dicano per forza qualcosa di intelligente è una scelta collettiva. Noi comunichiamo con le note. La stessa Canzone Arrabbiata in principio era can _       Â&#x201E; Possiamo fare un elenco delle vostre opere? ÂŤA noi piace suonare dal vivo e il nostro punto di forza, il nostro legante, è proprio il concetto di festa che abbiamo in comune. Finora abbiamo fatto centinaia di concerti ma solo due dischi: The funambolic heptet e The funambolic experiment. Entro lâ&#x20AC;&#x2122;estate speriamo di far uscire il nostro terzo lavoro che stiamo attualmente registrando e del quale, come scaramanzia vuole, non an  Â&#x201E;

Lo scorso 25 maggio i Radio Zastava si sono esibiti a San Pietroburgo (Russia) in un concerto ripreso in televisione e seguito da milioni di telespettatori. Se non avete un agente, avrete almeno un distributore? + +          _ * "       Â&#x201E; '  2   monica? ÂŤHo cominciato da bambino con questo strumento,

                  _                   G *                Â&#x201E; Andresti a San Remo? ÂŤPer partecipare al Premio Tenco (premio assegnato       <Âł Â&#x2020;Â&#x201E; Lâ&#x20AC;&#x2122;ultima è una domanda campanilistica. Provenite tutti da piĂš parti: siete un gruppo friulano o giuliano? /  /      va perchĂŠ racchiude in sĂŠ tutta la storia della regione, an     Â&#x201E; Oltre a essere la tua cittĂ ... Â?   !    *       considerazione tutta la sua storia e tutto il territorio circostante. Faccio un esempio: nel monastero della Castagnevizza, a 100 metri in linea dâ&#x20AC;&#x2122;aria da casa mia, sono seppelliti gli eredi al trono di Francia. Solo che è in Slovenia, e nessuno, in Italia, ne fa menzione, mentre io, come tanti goriziani, vedo il monastero ogni volta che mi ""  ÂłÂ&#x201E; /          $    la nostra regione. David scappa via, atteso a una partita  ÂĽ       +  a prendere gli ultimi appunti, poi esco in strada. Lâ&#x20AC;&#x2122;aria  "          Â&#x160;   {  H    /  Â?   la musica unisce, nevvero? Michele Dâ&#x20AC;&#x2122;Urso |

luglio-agosto 2013

|

43


T R E S C H E V I R T UA L I

Amanti sul web?

sì, ma...

Rubrica a cura di Massimiliano Sinacori

D I R I T T O

La relazione platonica via internet non fa scattare l’addebito della separazione.

44

La sentenza della Cassazione n. 8929 del 12.04.2013 ha capovolto la decisione del Tribunale di Forlì che, nel pronunciare la separazione personale tra due coniugi, aveva addebitato la stessa in capo alla moglie, poiché ella aveva intrattenuto con un altro uomo una relazione extraconiugale, fatta di scambi di messaggi telefonici o via internet senza peraltro mai concretarsi in incontri sessuali. La pronuncia di primo grado si era fondata sulla testimonianza della moglie dell’uomo presunto amante, la quale aveva confermato il ritrovamento di una lettera dal tenore amoroso inviata dal marito e aveva constatato lo scambio di numerosi messaggi con il telefono. La Corte d’Appello approdava ad una decisione diametralmente opposta: dalla deposizione della teste e dalle altre prove dedotte in giudizio, non era stato possibile affermare che tra i rispettivi coniugi delle due coppie fosse intercorsa una relazione extra coniugale sfociata in incontri sessuali anche occasionali. Inoltre, dal tono delle mail scambiate non emergeva una corrispondenza reciproca di sentimenti, poiché soltanto da parte dell’uomo trapelava un certo coinvolgimento sentimentale, non corrisposto però dalla donna. |

luglio-agosto 2013

|

Secondo la Corte, l’addebito non poteva essere basato su una relazione platonica tra l’altro non corrisposta, e inoltre il rapporto non avrebbe avuto quei connotati tali da recare offesa alla dignità e all’onore del marito per le modalità discrete con cui la relazione si era svolta. Non sarebbe infine stato dimostrato il nesso causale tra la relazione, durata un anno e da tempo interrotta, e la crisi del matrimonio. Infine, non avrebbe potuto avere rilevanza il fatto che l’altra coppia si fosse separata (consensualmente) a causa della presunta relazione del marito. La deposizione della teste era, infatti, basata sulla propria situazione, non essendo pertanto corretto effettuare un parallelismo automatico tra le due coppie in relazione alle cause della rottura dell’unione. La Cassazione ha confermato la sentenza d’appello. Sulla base delle risultanze acquisite in giudizio, ha enunciato che non si può parlare di “adulterio” solo perché il coniuge intrattiene con un estraneo una relazione di “scambio interpersonale” che non è idonea a destare il sospetto di infedeltà coniugale e a offendere la dignità e l’onore dell’altro coniuge. La sentenza contiene un cambio di orientamento rispetto alla precedente giurisprudenza della stessa Corte.


Con una pronuncia del 2008, la Cassazione aveva dichiarato che l’addebito richiede l’accertamento di un comportamento contrario ai doveri nascenti dal matrimonio indicati nell’art. 143 c.c., fra i quali l’obbligo della fedeltà. Tale dovere è da intendersi non soltanto come astensione da relazioni sessuali extraconiugali, ma anche come impegno a non tradire la fiducia reciproca, sia sul piano della dedizione fisica sia sul piano spirituale. La Cassazione, in quell’occasione aveva accostato il concetto di fedeltà coniugale a quello di lealtà, la quale impone di sacrificare gli interessi e le scelte individuali di ciascun coniuge in conflitto con gli impegni e le prospettive della vita comune. La Corte aveva individuato un concetto di fedeltà più ampio, di cui fa parte la fedeltà affettiva, che comporta di sacrificare le proprie scelte personali in favore di quelle imposte dal legame di coppia (Cass. Civ., sentenza 11 giugno 2008, n. 15557: il caso esaminato riguardava la relazione di amicizia di un marito con una collega di lavoro, con la quale trascorreva molto tempo per motivi lavorativi e con la quale aveva pernottato una notte nella stessa camera di un albergo). Questa’ultima circostanza aveva ulteriormente indotto i giudici a ritenere provato il tradimento poiché la relazione di un coniuge con estranei rende addebitabile la separazione quando, in considerazione degli aspetti esteriori con cui è coltivata, e dell’ambiente in cui i coniugi vivono, generi plausibili sospetti di infedeltà e quindi, anche se non si sostanzia in un adulterio, comporta comunque offesa alla dignità e all’onore dell’altro coniuge (Cass. Civ. n. 6834/1998 e Cass. Civ. n. 3511/1994). La decisione si segnala per la sua attualità, considerato l’ormai diffuso fenomeno sociale delle relazioni instaurate in internet tra persone che nella vita reale sono coniugate, e destinate, di norma, a svilupparsi a livello solo virtuale.

Massimiliano Sinacori Per approfondimenti ed esame di alcune pronunce e della casistica in materia è possibile rivolgere domande od ottenere chiarimenti via e-mail all’indirizzo ✍ massimiliano@avvocatosinacori.com


A che gioco

giochiamo?

@ artleo.com

E S P E R I E N Z A LU D I C A

Rubrica di Manuel Millo e Samanta Mosco

S O C I A L E

Giocare è un diritto di tutti i bambini. Ma nell’era della tecnologia molti di loro non sanno più come si fa.

46

Domenica 26 maggio si è celebrata la Giornata Mondiale del Gioco. In diverse parti del mondo, compresa l’Italia, con eventi e iniziative varie, si è ribadito la necessità di giocare e divertirsi insieme. Proprio da questa ricorrenza, vogliamo trarre spunto per proporre una riflessione sul gioco, sui suoi destinatari e sul giocattolo. L’art. 31 della Convenzione sui diritti dell’infanzia così recita: “Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo e al tempo libero, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età e a partecipare liberamente alla vita culturale ed artistica”. Potrebbero essere sufficienti queste parole per comprendere il valore del gioco e la complessa rete che lo stesso genera. Il diritto al gioco del bambino viene proclamato come bisogno prevalente e vitale dell’infanzia, motivato da esigenze e implicazioni di ordine fisiologico, psichico, spirituale e sociale e basato sul riconoscimento della pienezza umana in ogni fase della vita. Tuttavia, nell’accezione comune, il temine “gioco” si discosta completamente da una qualsiasi connotazione di “serietà”. Avete presente la frase “è solo un gioco”? Spesso viene pronunciata dagli adulti nei confronti dei bambini, disconoscendo contemporaneamente |

luglio-agosto 2013

|

il valore del gioco e l’interesse del bambino. Il significato del gioco ha appassionato filosofi e biologi, sociologi e psicologi, antropologi ed etologi. Nel corso del XIX e del XX sec. sono state proposte diverse teorie sul significato del gioco. In linea di massima le ricerche sul gioco coincidono con un progressivo riconoscimento del suo valore e con la consapevolezza crescente che le attività ludiche hanno senso e dignità. Nel linguaggio corrente la parola “gioco” indica un’attività gratuita, più o meno fittizia, che procura un piacere di tipo particolare. Questa attività è anche chiamata ludica, termine che deriva dal latino ludus (gioco). Il gioco è significativo per lo sviluppo intellettivo del bambino, perché il bimbo, quando gioca, sorprende se stesso e nella sorpresa acquisisce nuove modalità per entrare in relazione con il mondo esterno. Nel gioco il bambino sviluppa le proprie potenzialità intellettive, affettive e relazionali. Attraverso il gioco, infatti, il bambino incomincia a comprendere come funzionano le cose: ciò che si può o non si può fare con determinati oggetti, si rende conto dell’esistenza di leggi del caso e della probabilità e di regole di comportamento che vanno rispettate. L’esperienza del gioco insegna al bambino a essere perseveran-


te e ad avere fiducia nelle proprie capacità; è un processo attraverso il quale diventa consapevole del proprio mondo interiore e di quello esteriore, incominciando ad accettare le legittime esigenze di queste sue due realtà. Le attività ludiche a cui i bambini si dedicano si modificano via via, di pari passo con il loro sviluppo intellettivo e psicologico, ma rimangono un aspetto fondamentale della vita di ogni individuo, in tutte le fasce d’età. A seconda dell’età, infatti, il bambino nel giocare impara a essere creativo, sperimenta le sue capacità cognitive, scopre se stesso, entra in relazione con i suoi coetanei, sviluppando quindi l’intera personalità. Per l’adulto, il gioco diviene anche strumento per conoscere il bambino e per comprendere lo stadio del suo sviluppo cognitivo, affettivo e sociale. Ma il gioco è solo per bambini? Spostando l’attenzione dal mondo dei bambini a quello degli adulti, da sempre, la storia è ricca di avvenimenti di gioco per uomini. Dai giochi circensi alle Olimpiadi, ai più moderni video giochi, gli adulti sono anch’essi da annoverare tra i destinatari del gioco. Un esempio per tutti è il gioco del calcio, che accomuna folle di adulti, disposte a numerose esperienze pur di seguire la squadra del cuore. Di esempi simili, ve ne sono molteplici; ciò che li lega è la voglia di provare e suscitare emozioni; di sfogarsi o rilassarsi; di esprimere la propria libertà; di divertirsi; di far parte di un gruppo: “... l’uomo è pienamente tale solo quando gioca”, dice Schiller. Giocando, infatti, ogni individuo riesce a liberare la propria mente da contaminazioni esterne, quale può essere il giudizio altrui, oltre ad avere la possibilità di scaricare la propria istintività ed emotività. Negli ultimi tempi, tuttavia, complice la crisi - a detta degli esperti del settore - stiamo assistendo a una interpretazione distorta del gioco da parte di un numero sempre più consistente di adulti, che tendono a considerare il gioco come ancora di salvezza, come pentola d’oro in cui immergere le difficoltà e da cui ricavare le soluzioni. Il più delle volte, tuttavia, dalla pentola non emergono risoluzioni, ma nuovi e più consistenti problemi. E per le proporzioni che sta assumendo, il fenomeno dell’assuefazione a questi tipi di giochi sta divenendo preoccupazione sociale. In conclusione, vogliamo soffermare la nostra analisi e riflessione sull’oggetto di gioco: mister giocattolo. Questo perché la nostra esperienza educativa ci porta alcune fotografie di bambini che non sanno giocare. Come mai? L’evoluzione del mercato, le regole di sicurezza, nonché le campagne di marketing han-

Anche L’Onda Nova, come cooperativa sociale impegnata in servizi ricreativi per minori, ha partecipato alla Giornata Mondiale del Gioco 2013, nell’ambito della manifestazione tenutasi a Udine: “Ri-ambientiamoci”, il titolo della serie di giochi rivolti ai minori e collegati al tema del gioco “povero” e del riciclo che sono stati proposti dalla Cooperativa a quanti hanno partecipato all’iniziativa. no riempito le case e i luoghi di aggregazione di un’infinità di robot di plastica, parlanti e lampeggianti che governano e indirizzano il gioco del bambino. Funzionali a fare compagnia ma impossibilitati a fare gruppo, eccezionali ad attirare l’attenzione ma deficitari a mantenerla, formidabili a lanciare slogan e messaggi, ma incapaci di capire il fabbisogno ludico del proprietario, ricchi di colori e suoni, ma poveri di fantasia. E così, senza questi robot, il bambino non sa giocare. Il compito dell’adulto è dunque anche quello di ridare valore al giocattolo, magari costruendolo, inventandolo con materiali poveri, animandolo con le proprie mani e la propria voce, immedesimandosi con esso e rendendolo unico. Con questo non intendiamo screditare il progresso della tecnologia anche nel campo dell’educazione, in quanto vi sono in commercio una varietà di giocattoli che offrono conoscenze e perseguono finalità educative elevate; intendiamo solo dire che, per proteggere i nostri bambini, stiamo costruendo loro attorno una campana di plastica (è questo il principale materiale dei giocattoli moderni) che tende a rubare la loro libertà di movimento fisico e la loro fantasia. E per restituire questi valori, nessun giocattolo è ancora stato inventato.

Manuel Millo, membro AGCI, Associazione Generale Cooperative Italiane

Samanta Mosco, psicologa, L’Onda Nova Cooperativa Sociale Onlus

|

luglio-agosto 2013

|

47


S A L U T E M O N I T O R ATA

C IV ILE

Il controllo sanitario Una garanzia per il servizio

dei volontari

Servizio e immagini a cura di Protezione Civile FVG

PR O TEZION E

Regola fondamentale in ogni intervento di primo soccorso, qualunque sia la sua natura, è quella di non farsi del male: se chi deve intervenire arreca danno a se stesso, infatti, la necessità di intervento raddoppia. Uno dei rischi più elevati in situazioni di emergenza è quello sanitario: ad esempio, in caso di esondazioni, terremoti o altre calamità, batteri e virus possono propagarsi facilmente in un contesto generale di vulnerabilità fisica. Più semplicemente, inoltre, alcune operazioni richiedono doti fisiche che non sempre un soccorritore possiede. È dunque indispensabile, nel caso della Protezione Civile, che ogni volontario si sottoponga a controlli sanitari regolari e costanti per tutelare la propria salute: per questo è stato predisposto il Piano regionale di monitoraggio sanitario 2013-2016 per il volontariato di Protezione Civile, progetto promosso dalla Protezione Civile della Regione in collaborazione con i Comuni e le Associazioni di Volontariato. I soggetti interessati dal Piano sono tutti i volontari di Protezione Civile, siano essi appartenenti ai Gruppi Comuna48

|

luglio - agosto 2013

|

li oppure alle Associazioni di Volontariato iscritte all’elenco regionale di cui all’art. 30 della L.R. 64/1986, a eccezione di coloro che dispongono di specifiche abilitazioni in corso di validità (guida alpina, tecnico C.N.S.A.S., istruttore subacqueo, etc.), cosa che costituisce di per sé adempimento del monitoraggio sanitario. I controlli saranno a cadenza quadriennale per le persone inferiori a 60 anni, biennale per i volontari di età superiore.

Il ruolo della Protezione Civile regionale, dei Comuni e delle Associazioni di Volontariato I compiti della Protezione Civile FVG sono soprattutto di natura finanziaria: - concessione di finanziamenti relativi alle spese mediche e di controllo sanitario, calcolati sulla base del numero di volontari che risultano iscritti a ciascun Gruppo Comunale o Associazione alla data del 1 gennaio 2013; il tetto massimo di finanziamento pro volontario è fissato in € 100,00; - invio, a tutti i sindaci e ai coordinatori dei Gruppi comunali di Protezione civile, nonché ai presidenti delle Associazioni di Protezione civile, dell’elenco regionale aggiornato dei medici (in possesso dei titoli e dei requi-


siti formativi e professionali di cui all’articolo 38 del D.Lgs.81/2008) a cui potranno essere affidati i controlli sanitari dei volontari. Ai sindaci (per i rispettivi Gruppi comunali) e ai presidenti di associazioni (per le relative Associazioni di Volontariato di Protezione Civile) spetta invece l’organizzazione vera e propria del monitoraggio: - trasmissione alla Protezione civile della Regione dell’elenco aggiornato - e corredato di tutte le informazioni necessarie - dei volontari di protezione civile iscritti al proprio Gruppo comunale e/o Associazione; - aggiornamento di tutte le informazioni residenti sul portale web della Protezione Civile regionale riguardanti le risorse del Gruppo comunale e/o dell’Associazione (volontari, mezzi e attrezzature); - individuazione del medico a cui affidare il monitoraggio sanitario, scelto tra quelli compresi nell’elenco trasmesso ai Comuni e alle Associazioni dalla Protezione Civile FVG, oppure avvalendosi del medico competente del Comune stesso; - verifica, per ogni volontario di Gruppo e/o Associazione, del possesso del certificato medico richiesto; - sensibilizzazione nei confronti dei volontari del Gruppo comunale e/o dell’Associazione, affinché si sottopongano al monitoraggio sanitario, da svolgersi con la massima celerità; - conservazione, al termine delle visite, dei certificati denominati “Valutazione di idoneità” di ciascuno dei volontari del proprio Gruppo comunale e/o Associazione, da presentare alla Protezione Civile regionale entro 12 mesi dalla data di decreto di concessione del finanziamento per il monitoraggio sanitario, assieme al rendiconto delle spese liquidate.

I compiti del volontario Per tutelare la propria salute e la propria sicurezza, il volontario di Protezione Civile deve sottoporsi al monitoraggio sanitario previsto dal Piano, secondo i programmi stabiliti dal Comune o Associazione di appartenenza. Dopo aver compilato i moduli necessari, il volontario si potrà sottoporre al controllo sanitario, terminato il quale riceve due certificati: l’“Attestazione sanitaria”, che conserverà personalmente per i dati sensibili ivi contenuti, e la “Valutazione di idoneità”, da trasmettere al Sindaco del Comune di appartenenza e/o al Presidente dell’Associazione di appartenenza. La “Valutazione di idoneità” potrà contenere specifici riferimenti a eventuali controindicazioni nello svolgimento di alcune attività, dalle quali il volontario dovrà dunque astenersi: - sforzi fisici particolarmente intensi - movimentazioni di carichi pesanti - esposizione a vibrazioni trasmesse dal sistema mano-braccio - esposizione a vibrazioni trasmesse al corpo intero - esposizione agli allergeni respiratori e/o irritanti respiratori - esposizione agli allergeni da puntura di insetti - lavori in quota - esposizione a rumore (> 85dB(A) e/o impulsivo) È anche offerta la possibilità - senza oneri e a titolo facoltativo - di effettuare vaccinazioni per la profilassi antitetanica e anti-TBE nelle strutture dei Dipartimenti di Prevenzione delle Aziende per i Servizi Sanitari Territoriali competenti, ai quali il volontario può rivolgersi possibilmente prima di recarsi alla visita medica per il monitoraggio sanitario.

|

luglio - agosto 2013

|

49


T R A S P O R T A R E

A N I M A L I

Viaggiare con fido Movimentazione comunitaria, a carattere non commerciale, di animali da compagnia. I movimenti a carattere non commerciale di animali da compagnia tra gli Stati membri dell’Unione Europea, o provenienti da Paesi Terzi, sono armonizzati dal Regolamento (CE) n.998/2003 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 26 maggio 2003 relativo alle condizioni di polizia sanitaria applicabili ai movimenti a carattere non commerciale di animali da compagnia e che modifica la direttiva 92/65/CEE del Consiglio, così come modificato dal Regolamento (UE) n.438/2010 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 19 maggio 2010 che modifica il regolamento (CE) n.998/2003 relativo alle condizioni di polizia sanitaria applicabili ai movimenti a carattere non commerciale di animali da compagnia. Tale regolamento identifica come “animali da compagnia” varie specie animali, ma restando nello specifico di cani, gatti e furetti, vediamo cosa serve per i loro spostamenti: - devono essere identificati tramite un tatuaggio chiaramente leggibile applicato prima del 31 luglio 2011, oppure tramite un sistema elettronico di identificazione (trasponditore), il cosiddetto microchip; - devono essere muniti di un passaporto rilasciato da un veterinario abilitato dall’autorità competente, attestante, tra l’altro, l’esecuzione di una vacci-

Rubrica a cura della Questura della Provincia di Gorizia

P O L I Z I A D I S TAT O

immagini.4ever.eu

50

|

luglio-agosto 2013

|

nazione antirabbica in corso di validità sull’animale in questione. Il microchip deve essere conforme a una specifica norma ISO, in caso di microchip non conforme è necessario avere al seguito un idoneo strumento di lettura del dispositivo. Nel nostro paese produttori e distributori di microchip devono essere autorizzati e registrati presso il Ministero della salute. Il numero del microchip (o quello del tatuaggio) e la regione di inoculazione devono essere indicati nel passaporto dell’animale, al fine di attribuire univocamente il passaporto allo specifico soggetto. È bene specificare che l’inoculazione del microchip è una procedura che solo il medico veterinario può effettuare. Il passaporto individuale è il documento di identificazione dell’animale da compagnia e, come tale, deve essere conforme alla Decisione della Commissione 2003/803/ CE che stabilisce un modello di passaporto per i movimenti intracomunitari di cani, gatti e furetti. È diviso in quattro sezioni, nella prima sono riportati i dati del proprietario; nella seconda la descrizione dell’animale; nella terza l’identificazione dell’animale, e proprio in questa se-


zione vengono riportati i dati relativi al microchip; nella quarta parte i dati della vaccinazione antirabbica. La vaccinazione preventiva contro la rabbia è obbligatoria, il Regolamento (CE) n.998/2003 prevede, in via generale, che gli Stati membri possono autorizzare i movimenti di animali di meno di tre mesi, non vaccinati, purché siano muniti di un passaporto e abbiano soggiornato dalla nascita nel luogo in cui sono nati, senza entrare in contatto con animali selvatici che possono essere stati esposti a infezione o purché siano accompagnati dalla madre da cui sono ancora dipendenti. In questo ultimo caso, quindi, è consigliabile rivolgersi a un ufficio consolare del Paese di destinazione per accertare se è consentito l’ingresso di tali animali. La vaccinazione antirabbica è considerata valida se sono passati 21 giorni dal compimento del protocollo vaccinale e fino alla scadenza che deve essere indicata sul passaporto individuale; in caso di richiamo di una precedente vaccinazione, questo non deve essere avvenuto dopo la scadenza della vaccinazione stessa, altrimenti va considerato come prima vaccinazione. Giova specificare che per Gran Bretagna, Irlanda, Svezia, Malta, è prevista in aggiunta l’effettuazione di un esame del sangue da effettuare presso un Laboratorio riconosciuto dalla Commissione Europea teso ad accertare la titolazione di anticorpi per il virus della rabbia. Per la Finlandia, invece, è necessario anche un trattamento preventivo contro echinococco. La Legge regionale 11 ottobre 2012 n.20, Norme per il benessere e la tutela degli animali, del F.V.G. prevede che chi detiene un animale d’affezione è responsabile della sua salute e del suo benessere dovendo ottemperare a una serie di doveri al riguardo e, nello specifico del trasporto, deve assicurarsi che il mezzo di trasporto e gli eventuali imballaggi, di cubatura e con ventilazioni adeguati, devono proteggerlo da intemperie e da lesioni, consentendone al contempo l’ispezione e la fornitura di acqua e cibo. Per completare questa breve panoramica va doverosamente citato l’art 169 del Codice della Strada che prevede la possibilità di trasportare un solo animale domestico senza particolari attrezzature, purché sia in condizioni di non costituire impedimento o pericolo per la guida. È comunque consentito il trasporto di soli animali domestici in numero superiore a uno, ma in tal caso devono essere posti in gabbie o contenitori idonei sistemati nel vano posteriore al posto di guida opportunamente diviso da una rete o da altro dispositivo. Pur restando nel campo delle regole che disciplinano la movimentazione di animali da compagnia a carattere non commerciale, è doveroso segnalare che la Commissione Europea, al fine di evitare che movimenti a carattere commerciali vengano dissimulati come movimenti a carattere non commerciale, ha emanato il Regolamento (UE) n.388/2010 del 6 maggio 2010, stabilendo anche nel caso di cani e gatti a seguito del proprietario l’applicazione delle norme che regolano i movimenti a carattere commerciale qualora il loro numero sia superiore a cinque. Volendo ora affrontare brevemente la sentita problematica del trasporto illegale di cani e gatti, passiamo a illustra-

re la Legge n.201 del 4 dicembre 2010, Legge di ratifica ed esecuzione della Convenzione Europea per la protezione degli animali da compagnia, fatta a Strasburgo il 13 novembre 1987, nonché norme di adeguamento dell’ordinamento interno (G.U. n.283 del 03/12/2010). Questa legge, oltre a prevedere un aggravamento di specifiche sanzioni del Codice Penale (art.544bis-Uccisione di animali e art.544ter-Maltrattamento di animali), istituisce due nuove figure illecite: art.4-Traffico illecito di animali da compagnia, art.5-Introduzione illecita di animali da compagnia. La differenza tra le due fattispecie, la prima a carattere penale e la seconda a carattere amministrativo, risiede nella ricerca di un profitto, cioè nell’esistenza di una attività organizzata con fini commerciali per la movimentazione di animali da compagnia privi dei sistemi di identificazione individuale e delle certificazioni richieste. Sono puniti l’introduzione, il trasporto e la cessione illegale di animali da compagnia, ma nella fattispecie più grave anche la ricezione. È anche vero che nel caso dell’illecito amministrativo è previsto un iter di regolarizzazione. Aggravante comune a entrambe le fattispecie si verifica quando gli animali introdotti hanno un’età accertata inferiore a dodici settimane. Altra interessante caratteristica è che le sanzioni amministrative vengono applicate per ogni animale non regolarmente movimentato; particolarità, questa, che incide pesantemente considerato che normalmente chi effettua questo tipo di movimentazioni punta a un alto numero di esemplari per massimizzare i guadagni illeciti. Naturalmente se a configurare la fattispecie amministrativa è un trasportatore o il titolare di un’azienda commerciale, costui rischia la sospensione o la revoca dell’autorizzazione per l’esercizio dell’attività.

NUMERI UTILI E DI EMERGENZA 113

Polizia di Stato Soccorso pubblico di Emergenza

118

Emergenza medica

112

Carabinieri

115

Vigili del Fuoco

117

Guardia di Finanza Corpo forestale dello Stato

1515 Emergenza ambientale Capitaneria di Porto

1530 Emergenza in mare

Blocco Bancomat

800-82.20.56 |

luglio-agosto 2013

|

51


G I O V A N I

E

V I O L E N Z A

La legge del più forte?

www.corriere.com

S O C I E T À

La sopraffazione dell’altro sta diventando una modalità relazionale sempre più diffusa tra gli adolescenti. Talvolta favorita dal lassismo delle istituzioni. Per evitare che la situazione diventi irreparabile, servono interventi drastici. Evitando inutili promesse. È sufficiente leggere un giornale o guardare un tg o una testata on line in un giorno qualsiasi per comprendere la vastità e il potenziale pericolo della questione che desidero affrontare in queste righe: il binomio sempre più pericoloso giovani e violenza.

Rubrica a cura di Andrea Fiore

Alzo le mani, ergo comunico

52

Il punto di partenza, questa volta, è più sociologico che psicologico. Per i nostri ragazzi – e per gli adolescenti in particolare – gli atteggiamenti violenti stanno diventando una vera e propria modalità relazionale da adottare in molteplici contesti. Sembra quasi che la nostra società stia tornando indietro di secoli, sconvolta da una tremenda difficoltà nel comunicare con le parole (un paradosso nell’era dei nuovi mezzi tecnologici di comunicazione!). Un disagio cui sempre più spesso si tende a sopperire con il linguaggio della violenza, come dimostrano tristemente le statistiche sull’incremento dei casi di bullismo tra i giovanissimi delle scuole elementari. Una violenza fine a se stessa: l’obiettivo infatti non è rapinare qualcuno per ottenere del denaro, ma relazionarsi (imporsi?) con gli altri utilizzando la forza anziché le idee e il pensiero.

|

luglio-agosto 2013

|

Non esagerare con i cattivi esempi Riprendo un attimo il paradosso sopra citato: proprio nell’era della comunicazione, è l’utilizzo dei mezzi di comunicazione che contribuisce a incendiare una situazione già di per sé esplosiva. Il continuo mettere in risalto fatti di cronaca violenti, spesso con macabra dovizia di particolari, influenza pesantemente la visione del mondo dei più giovani, che a queste informazioni riescono ad accedere con relativa facilità. Se a ciò si aggiunge che la stragrande maggioranza dei videogames di oggi propone giochi dalla tematica violenta, la miscela diventa potenzialmente devastante. Perché il messaggio che in modo subdolo, ma inequivocabile, inizia a farsi largo nella mente dei giovani è terribile: agli avversari si spara.

Quote rose? Più che abbondanti La cosa più sconvolgente che la quotidiana attività sul campo ci pone di fronte, è che il ricorso alla violenza sta coinvolgendo sempre più le bambine. Sono infatti in aumento gli atti vessatori compiuti da giovanissime nei confronti delle proprie coetanee. Un trend che, purtroppo, sta seguendo quanto avviene in ambito maschile.


La domanda che sorge spontanea è quella più ovvia: perché? Se da un lato è vero che l’esposizione mediatica riservata ai fatti violenti incide in modo sostanziale, dall’altro la risposta va anche ricercata nell’atteggiamento lassista che ha troppo spesso caratterizzato la nostra società negli ultimi anni. Il ricorso esasperante a una continua giustificazione di certi fatti, spesso associato all’impunità di chi li commette, ha paurosamente ampliato e indebolito i confini del “lecito”. Pensiamo al mondo del calcio: ormai appare quasi normale che nel contesto di una partita di pallone possano accadere episodi di violenza, come se la mentalità comune si fosse arresa di fronte alla visione di stadi che diventano luoghi in cui sfogare ogni genere di tensione. Salvo poi sentire le diverse autorità ripetere dopo ogni episodio: “Adesso basta”. In attesa della prossima violenza.

Soluzione? Intervenire. Anche duramente Molte persone non la pensano come me. Io, tuttavia, replico con un semplice ragionamento. Se l’atteggiamento permissivo di questi anni ha condotto alla situazione attuale, non è forse giusto invertire la rotta? Perché altrimenti il messaggio che passa sarà questo: chi più urla, chi più batte i pugni ottiene ciò che desidera. In pratica, comanderà chi saprà prevaricare. Uno scenario agghiacciante, ripensando alle dittature del secolo scorso. Da qui la necessità di reprimere subito gli episodi violenti, per tutelare le persone più deboli. A iniziare dalla scuola, dove talvolta insegnanti e dirigenti si trovano a gestire situazioni al limite. Personalmente, ritengo fondamentale che la scuola debba essere aiutata a sanzionare i violenti, anche con decisioni impopolari come le espulsioni. Perché se è vero che il diritto allo studio deve essere riconosciuto a tutti, questo deve valere in primis per i ragazzi vittima di bullismo. Invece spesso ci si imbatte in situazioni paradossali, con le vittime dei bulli costrette a cambiar scuola perché le normative rendono complicato l’allontanamento degli studenti violenti. Una realtà preoccupante che riconduce al mio grido di allarme: quello che teme una società in cui chi prevarica l’altro ha la meglio. Guai se ciò continuerà a essere consentito, perché sarebbe l’inizio della fine.

dott. Andrea Fiore Medico delle Farmaco-Tossicodipendenze, psichiatra


E

M A L N U T R I Z I O N E

Alimentazione, Il termine dieta deriva dal latino diaeta che proviene dal greco dìaita. In tutti i casi, la parola assume il significato di regime, stile, tenore di vita, ed è sinonimo di alimentazione sana ed equilibrata. Alimentarsi correttamente vuol dire adottare una dieta in grado di soddisfare i bisogni fisiologici dell’organismo sia di energia che di nutrienti. In italiano corrente la definizione di regime alimentare si sovrappone abitualmente al termine dieta. Questo ad indicare che la dieta non è esclusivamente privativa, ma deve essere una scelta di stile di vita che si abbina a pratiche sportive o ricreative. Dal punto di vista qualitativo (cosa mangiamo) e quantitativo (quanto ingeriamo) possiamo distinguere diete per diminuire o aumentare il peso corporeo, regimi alimentari per attenersi a prescrizioni mediche legate a particolari quadri clinici e stili alimentari per ottenere differenti risultati sul proprio fisico, ad esempio, la dieta del soggetto sportivo. La Dietologia si occupa dello studio dei fabbisogni e dei modi per fornire all’uomo, attraverso l’alimentazione, una nutrizione idonea e adeguata alle diverse necessità, temporanee o permanenti che siano. Questa scienza fa riferimento alla razione alimentare giornaliera, elaborando la distribuzione e la combinazione degli alimenti nella razione alimentare, il numero e il ritmo dei pasti, le modalità di cottura e di presentazione dei cibi. La dieta ideale è, pertanto, personalizzata e impostata secondo vari parametri: l’età, il sesso, il peso, il tipo di lavoro svolto, il clima, lo stato fisiologico, le condizioni di salute, il fabbisogno calorico e nutrizionale.

46

|

S A L U T E Rubrica a cura di Annalisa Casarin

scelta consapevole

luglio-agosto 2013

|

Le due fasi del processo fisiologico, di introduzione degli alimenti previsti dalla dieta e conversione in energia, si definiscono alimentazione e nutrizione. L’alimentazione comprende l’assunzione per via orale degli alimenti e la loro digestione; è un processo volontario. La nutrizione include l’insieme dei processi di assorbimento intestinale degli alimenti digeriti e la loro utilizzazione (o assimilazione) da parte delle cellule dell’intero organismo. È, quindi, un fenomeno involontario. Purtroppo, per questioni di tempo o pigrizia, l’alimentazione è per qualcuno quasi ‘inconscia’, in altre parole sono introdotti cibi e bevande senza considerarne qualità e quantità e, a volte, senza neanche assaporarli. Da questo tipo di dieta derivano spesso la malnutrizione, con carenza più o meno manifesta di alcuni alimenti essenziali per il corretto funzionamento del corpo, e uno squilibrio del peso corporeo in difetto o in eccesso. Il corretto comportamento alimentare dovrebbe essere acquisito in età infantile, ma non è mai troppo tardi! Possiamo far diventare le nostre scelte più consapevoli con dei piccoli accorgimenti. Innanzi tutto, tenere un diario alimentare per almeno tre/quattro settimane. Può sembrare una pratica noiosa e inutile, ma tramite la registrazione di quanto è introdotto quotidianamente si possono fare le dovute considerazioni sulla qualità e quantità degli elementi che compongono l’attuale dieta. Ad esempio, accorgersi che si utilizzano pasta e pane nello stesso pasto e per più volte al giorno, o che i pasti sono accompagnati da bevande gassate e caloriche troppo spesso, o addirittura che si saltano i pasti per poi incrementare l’introito calorico nel pasto successivo e con associa-

www.bergamosostenibile.com

N U T R I Z I O N E


zioni di alimenti errate. Inoltre, si possono individuare cibi che dovrebbero essere assunti solo raramente, ma che purtroppo possono diventare una routine difficile da eliminare. Provare a ridurne quantità e frequenza di assunzione potrebbe rivelarsi una pratica sufficiente per perdere qualche chilo. Il diario alimentare può essere utilizzato anche come esercizio per la memoria. Impressiona accorgersi come spesso ci si dimentica di quanto si è mangiato anche pochi istanti prima. Andrebbe annotato anche l’introito liquido: l’acqua è un alimento e come tale deve essere considerato. La sua qualità e quantità sono fondamentali per sostenere le funzioni vitali dell’organismo, per migliorarne il metabolismo e le capacità di depurazione. Senza contare che spesso si mangia perché si ha sete! La disidratazione, come una cattiva alimentazione serale, è causa anche di una scadente qualità del sonno oltre che di affaticamento, mal di testa, visione offuscata, costipazione e crampi muscolari. Molte persone non bevono perché non vogliono dover urinare frequentemente, ma non capiscono o non accettano che le funzioni depurative sono quelle che mantengono sano l’organismo e pertanto devono essere messe al primo posto. L’abitudine di bere almeno un bicchiere di acqua (circa 150ml) dalle 6 alle 8 volte al giorno avrà certamente l’effetto di aumentare le visite alla toilette, ma aiuterà tutti i processi fisiologici e migliorerà l’aspetto, specialmente se il primo bicchiere viene assunto la mattina a digiuno e con qualche goccia di limone. Le bevande zuccherate o addolcite con dolcificanti artificiali, quali succhi di frutta e bibite gassate, andrebbero riservate a occasioni rare, e annotate. Il tè, deteinato o alle erbe, se comprato in negozi specializzati che garantiscano che le scatole o le erbe siano conservate in modo adeguato e siano spesso sostituite da confezioni recenti, risulta più idratante dell’acqua e coadiuva la perdita di peso. Oltre ad aiutare la digestione, se utilizzato con erbe specifiche, il tè ha una funzione antiossidante e alcune delle sue varietà aiutano ad abbassare il colesterolo. La dieta ottimale, oltre a soddisfare le esigenze fisiologiche dell’organismo di assunzione di alimenti essenziali e acqua, si dovrebbe armonizzare con la sfera psicologica e relazionale, appagando i sensi, aderendo alla tradizione del territorio e adeguandosi al ritmo vitale. È per questo che sono largamente sconsigliate diete restrittive fai-da-te, pre-compilate, suggerite da conoscenti o altamente privative e che rischiano di essere vanificate per mancanza di soddisfazione, poco effetto o noia.

Dr. Annalisa Casarin Per informazioni su Esercizi Posturali Assistiti: www.medicinaintegrata.eu


L’autore della porta accanto di Andrea Doncovio

Michele Ruberti

© Rubrica a cura di Andrea Doncovio

S C R I T T O R I

Veneto di Mestre, ormai si considera “bisiacco”. «Questa terra è unica, ma ho trovato mele marce anche qui…». Assunto come dipendente, si è licenziato per creare una propria agenzia di comunicazione multimediale. Mettendo le sue conoscenze informatiche nero su bianco. «Perché il piacere di leggere un libro non può essere digitalizzato».

56

|

Un informatico che scrive un libro? «Strano vero? Ebbene sì, anche gli informatici leggono e scrivono libri». L’idea com’è nata? «Dal desiderio di condividere i miei esperimenti su nuove tecnologie cercando di fornire una base di partenza a chi come me si trova ogni giorno a installare, configurare ma soprattutto far funzionare in modo corretto sistemi sempre più potenti». Un libro comprensibile anche dai comuni mortali? «È un manuale che passo dopo passo guida il lettore nello sviluppo delle tecnologie trattate, anche se il livello dei contenuti è medio alto e presuppone che il lettore possieda già una certa padronanza con gli argomenti analizzati». La sua passione per l’informatica quando è nata? «Alle scuole superiori scelsi di iscrivermi a un indirizzo elettronico poiché non avevo alcuna dimestichezza con i computer! Probabilmente devo tutto a mia nonna: durante il primo giorno di lezione del triennio, i professori ci suggerirono di dotarci di un pc personale e lei mi regalò il primo computer, un Pentium 75. Da quel momento in poi è stato amore». In molti dicono che l’informatica è il presente e il futuro, mentre i libri sono ormai il passato. Lei cosa ne pensa? «Io sono decisamente a favore della carta stampata. Nonostante gli e-book, credo che il piacere di possedere e sfogliare un luglio - agosto 2013

|

libro non possa essere digitalizzato. Come con la musica: collezionare più canzoni possibili in mp3 non appaga quanto possedere un cd o, ancora meglio, un vinile del proprio cantante preferito». Un pensiero da amarcord… «L’informatica rende veloci ed economiche molte funzionalità: si pensi ai video di ogni genere, alla velocità dell’informazione relativa alle ultime notizie, alla comunicazione globale. Grazie a qualche software o tramite i social network facciamo tutto questo con estrema facilità ma, a mio avviso, con una qualità inferiore». Torniamo alla realtà: Michele Ruberti cosa fa esattamente nella vita? «Negli ultimi anni la mia vita ha subito un mutamento radicale: ho cambiato relazioni personali, lavoro, città e credo che non mi fermerò ancora. Da un anno ho abbandonato un impiego da dipendente per seguire un’idea che avevo da tempo: aprire una società mia. Sono proprietario di Walk2Talk. it, una Web multimedia e communication agency con sede a Gradisca d’Isonzo. Le mie giornate si alternano fra appuntamenti con i clienti, loghi, siti web, video, tour virtuali, conti, fatture, commercialista e così via». Walk2Talk: nome strano per un’azienda… «È un modo di dire che significa “manteniamo le promesse” o “facciamo quello che diciamo”. Anche se non tutti lo capiscono e pochi lo scrivono nel modo giusto, mi piace l’idea che il nome trasmetta il concetto base dell’azienda».


Lei è veneto di nascita ma friulano di adozione. Come mai? «Nel 2007 ero stato assunto da un’azienda informatica locale e mi sono ritrovato a operare presso aziende friulane, con la possibilità di scoprire giorno dopo giorno una regione dai mille colori, sapori e paesaggi. Affascinato da tutto ciò, nel 2009 ho deciso di trasferirmi, diventando definitivamente “bisiacco”». Cosa le manca della sua terra d’origine? «In primis gli affetti, cioè parenti e amici. Pur essendo vicini, non sempre ho la possibilità di tornare al paese d’origine. Ma non voglio dimenticare nemmeno i tramezzini di Mestre, i “cicheti” veneziani e le altre specialità, il dialetto e i modi di dire “colorati” ma d’effetto». Cosa l’ha conquistata invece della nostra regione? «La vicinanza a tutto: in un attimo posso andare al mare o in montagna; volendo espatriare, il confine sloveno è ad appena 7 km da casa mia. E poi il cibo e le persone, non tutte ovviamente: qualche mela marcia l’ho trovata anche qui. Ma adesso, abitando in un piccolo paesino, camminando per strada vengo salutato anche da chi non conosco. E anche la postina sorride!». Oltre all’informatica, quali sono le sue altre passioni? «Sono una buona forchetta e un buon bicchiere: mi piace passare il tempo libero assieme agli amici, magari in qualche osmiza o cimentandomi con una grigliata. Mi piace anche ascoltare musica di ogni genere, andare ai concerti e a teatro, vedere film e musical: The Rocky Horror Picture Show è il mio preferito…». Torniamo ai libri: è un lettore abituale? «Leggo molto ogni giorno, ma soprattutto libri e manuali tecnici. Se dovessi scegliere un libro, opterei per un fantasy con gnomi, omini dalle orecchie a punta e tanti paesaggi, così da poter fantasticare un po’. Come autori mi piacciono molto Paulo Coelho e Richard Bach». Informatica e comunicazione: come giudica la loro integrazione? «Ormai possiamo scriverci, parlarci e vederci da ogni parte del mondo. I computer e gli smartphone hanno invaso le nostre vite e ora comunichiamo così tanto che quando ci si trova a contatto con le persone non si ha più niente da dire. Il futuro secondo me sta nell’integrazione fra informatica, comunicazione e mentalità. La tecnologia è pronta ma dobbiamo capire se noi lo siamo davvero». Dal Michele Ruberti informatico a quello imprenditore: come si prospetta il futuro professionale in questo territorio?

Michele Ruberti, 36 anni, dopo aver vissuto per alcuni anni a Monfalcone, risiede a Fogliano Redipuglia. Esperto di informatica, sistemistica e tecnologia web, ha recentemente pubblicato per You Can Print il libro Sopra le nuvole (vedi pag. 59).

«Il mio futuro sicuramente bene: bisogna essere ottimisti se si decide di intraprendere la strada dell’imprenditoria... In effetti ho scelto di partire in un periodo difficile, dove sembra che ce la facciano solo gli stranieri o le attività legate ai vizi. Credo però che il Friuli Venezia Giulia possa dare molto a me e a chi, come me, crede che “si può fare”». Sempre in tema di futuro, molti giovani puntano a formarsi e a lavorare nel settore informatico e delle nuove tecnologie. Per emergere tra i tanti, che consigli darebbe loro? «Sicuramente quello di specializzarsi e appassionarsi, studiare e non smettere mai di aggiornarsi. Io sono stato fortunato perché uscendo da scuola, nel 1998, ho trovato subito un lavoro a tempo indeterminato. Poi, andando contro i consigli di tutti, mi sono licenziato per andare a lavorare presso un’azienda che mi offriva un contratto di formazione lavoro ma che investiva maggiormente sulla formazione dei dipendenti, e tale scelta è stata ripagata. Ora è diverso, poiché trovare un lavoro a tempo indeterminato è diventato più difficile, ma se ci si specializza e non ci si demoralizza la buon occasione prima o poi arriva». Il sogno che Michele Ruberti vorrebbe realizzare? «Mi piacerebbe riuscire a far decollare la mia idea, creare un team giovane, appassionato e appassionante, dove la collaborazione e l’allegria possano trasformare il lavoro in hobby».

Andrea Doncovio |

luglio - agosto 2013

|

57


I

L

M

E

SCADENZA 16 LUGLIO ▶ PREMIO NAZIONALE EFESTO Sezioni: A) poesia; B) silloge; C) testo teatrale; D) racconto breve Lunghezza: A e B) max 40 versi; C) max 13 pagine; D) max 2 cartelle Quota: € 10,00 Premi: trofei e targhe Info: 095 372245 www.efestonline.altervista.org SCADENZA 20 LUGLIO ▶ IL POETA E IL NARRATORE Sezioni: A) poesia; B) narrativa Lunghezza: B) 6.000 caratteri Quota: € 20,00 Premi: 1) € 1.000,00; 2. € 350,00; 3. € 150,00 Info: 0429 784666 www.illetterato.it SCADENZA 26 LUGLIO ▶ L’INCONTENIBILE FLUIRE DELLA GOCCIA AL MARE Sezioni: A) poesia; B) racconto Lunghezza: B) max 3 cartelle Quota: nessuna Premi: pubblicazione opere, soggiorno vacanza, targhe Info: 0426 321814 www.comune.portoviro.ro.it biblioteca@ comune.portoviro.ro.it SCADENZA 27 LUGLIO ▶ TROFEO GATTICESE DELLE ARTI Sezioni: A) poesia; B) testo canzone Lunghezza: A) max 40 versi Quota: A) € 10,00; B) € 8,00 Premi: premio in denaro e diploma Info: 0322 838323 http://pietrogenerali.weebly.com pietrogenerali@hotmail.com SCADENZA 30 LUGLIO ▶ POETI DELL’ADDA Sezione: poesia Lunghezza: max 36 versi Quota: € 16,00

S

T

I

E

R

E

Premi: pubblicazione opera Info: 02 98233100 www.club.it segreteria@clubautori.it ▶ STORIA DIVERSA PER GENTE NORMALE. STORIA COMUNE PER GENTE SPECIALE Sezione: racconto Lunghezza: max 10.000 battute Quota: nessuna Premi: buoni acquisto libri Info: 347 7600408 www.menestrellideltram.it info@menestrellideltram.it SCADENZA 31 LUGLIO ▶ MILLE PAROLE Sezione: narrativa Lunghezza: 1.000 parole Quota: € 12,00 Premi: 1) € 1.000,00 Info: 0541 21552 www.raffaellieditore.com/concorsi ▶ PREMIO RINALDI Sezioni: A) poesia; B) narrativa Lunghezza: A) max 50 versi; B) max 3 cartelle Quota: € 10,00 Premi: da definire Info: 0823 459335 abbrogino2000@yahoo.it ▶ MASSA CITTÀ FIABESCA DI MARE E DI MARMO Sezioni: A) poesia; B) racconto Lunghezza: B) max 100 parole Quota: € 20,00 Premi: montepremi in denaro Info: 0585 807912 www.premiopoesiamassa.it ▶ PREMIO POMPILJ Sezioni: A) carteggi o corrispondenze; B) lettera a tema; C) sms o testo breve Lunghezza: B) max 2 cartelle; C) max 500 caratteri Quota: nessuna Premi: montepremi in denaro Info: 0758 477060 www.magionenews.it ufficio.stampa@ comune.magione.pg.it

D

I

S

C

R

SCADENZA 3 AGOSTO ▶ PREMIO GOZZANO Sezioni: A) poesia; B) racconto Lunghezza: B) max 5 fogli Quota: € 15,00 Premi: 1) € 500,00; 2) € 300,00; 3) farfalla in filigrana Info: 0144 594221 http://concorsoguidogozzano.wordpress. com/ concorsogozzano@virgilio.it SCADENZA 10 AGOSTO ▶ PREMIO FRANZ KAFKA ITALIA Sezioni: A) romanzo; B) poesia; C) saggio e tesi Lunghezza: libera Quota: € 30,00 Premi: pubblicazione opera Info: 0432 547066 www.franzkafkaitalia.it rita.mascialino@ gmail.com SCADENZA 16 AGOSTO ▶ DONNA SOPRA LE RIGHE Sezioni: A) racconto breve; B) racconto lungo; C) poesia Lunghezza: A) max 3 cartelle; B) max 20 cartelle; C) libera Quota: nessuna Premi: piccoli gioielli Info: 0578 30114 www.iosempredonna.it donnasopralerighe@libero.it SCADENZA 18 AGOSTO ▶ PREMIO AMERINO Sezione: racconto breve Lunghezza: max 40.000 battute Quota: € 20,00 Premi: 1) € 250,00, targa, antologia; 2) € 150,00, targa, antologia; 3) € 100,00, targa, antologia Info: 331 5281628 www.poggiodellago.com info@poggiodellago.com SCADENZA 20 AGOSTO ▶ LEGGENDE ITALIANE Sezione: narrativa Lunghezza: 4 pagine

I

V

E

R

E

Quota: € 5,000 Premi: premi in denaro, targhe e medaglie Info: www.sifeumcalabria.it sifeum.castrovillari@virgilio.it SCADENZA 30 AGOSTO ▶ PREMIO CITTÀ DI MONZA Sezione: poesia Lunghezza: max 36 versi Quota: € 15,50 Premi: premi in denaro, medaglie e pubblicazione opere Info: 02 98233100 www.cenacolopambmonza.it info@concorsiletterari.it SCADENZA 31 AGOSTO ▶ CONCORSO CIRCOLO SAN NICANDRO Sezioni: A) racconto breve; B) poesia Lunghezza: A) max 4 cartelle; B) max 25 versi Quota: € 10,00 Premi: premi in denaro, targhe e attestati Info: 08 650865 circolosannicandro@libero.it ▶ MEMORIAL COVINO Sezioni: A) poesia; B) racconto breve Lunghezza: A) max 40 versi; B) max 2 pagine Quota: € 5,00 Premi: targhe e coppe Info: 081 7611381 www.amicidituoro.blogspot.it antonio_covino@alice.it ▶ IL MURGO GIOIOSANO Sezioni: A) narrativa; B) poesia Lunghezza: libera Quota: nessuna Premi: da definire Info: 0941 302947 donneincircoloh2donna@gmail.com ▶ PREMIO TEIKA Sezione: poesia in forma keiry Lunghezza: 5 versi Quota: nessuna Premi: premi in denaro e targhe Info: 0434 540287 www.keiryu.org progettokeiryu@gmail. com SCADENZA 5 SETTEMBRE ▶ PARETE CITTÀ DELLA POESIA Sezione: poesia Lunghezza: max 35 versi Quota: € 15,00 Premi: pubblicazione, targhe, trofei Info: 338 2302973 http://associazionevitanovaparete.tk associazionevitanovaparete@hotmail.it

www.edizionigoliardiche.it


D A

L E G G E R E

(as) s a g g i

Gilles Legardinier L’amore è un patatrac Mondadori, 2013 Pagg. 300 € 13,90 ISBN 9788804631033 Julie ha fatto molte stupidaggini nella sua vita, ma mai così tante come da quando ha scoperto di avere un nuovo vicino di casa dal nome buffo, Ricardo Patatrac, che le fa scattare la scintilla della curiosità. Chi potrà mai chiamarsi così? Ancora prima di conoscerlo, l’attrazione per il nuovo arrivato si trasforma subito in una ve-

ra e propria ossessione, totalmente ingiustificata perché lei non lo ha mai visto in faccia. Riuscirci diventa il suo unico obiettivo nella vita e così si sottopone senza successo a estenuanti appostamenti con l’occhio appiccicato allo spioncino della porta, per carpire anche i più insignificanti dettagli che la aiutino a ricomporre il puzzle dell’uomo dei suoi sogni. Peccato che, nel tentativo di sapere qualcosa di più su di lui, una mano le rimanga incastrata nella sua cassetta della posta... Quando poi scoprirà che l’uomo misterioso nasconde un segreto, libererà tutta la sua fantasia e intraprendenza, in un’escalation di piccole e grandi follie... Perché l’amore è proprio un Patatrac!

Pierluigi Porazzi Nemmeno il tempo di sognare Marsilio, 2013 Pagg. 352 € 18,00 ISBN 9788831715140 Nemmeno all’inferno può fare così caldo. È una torrida estate, a Udine, quando il giudice Martello viene chiamato sul luogo di un atroce delitto. In un appartamento del centro è stata uccisa e orrendamente sfigurata Barbie, un transessua-

le molto popolare in città, che si guadagnava da vivere prostituendosi. L’ispettore di polizia Raul Cavani, a cui è stato assegnato il caso, in breve tempo arriva ad arrestare un sospettato. Su incarico della famiglia dell’indiziato, anche l’ex agente Alex Nero inizia a indagare sull’omicidio, scoprendo che Barbie filmava gli incontri con i suoi clienti più potenti e facoltosi. L’indagine si sviluppa nel mondo della prostituzione, coinvolgendo personaggi illustri e apparentemente insospettabili. La soluzione del mistero arriverà al termine di un percorso di dolore e di sangue, in cui niente è come sembra e ognuno ha qualcosa da nascondere.

Peter Heller Le stelle del cane Rizzoli, 2013 Pagg. 360 € 18,00 ISBN 17064392 Il mondo come lo conosciamo non esiste più: l’umanità è stata decimata da una febbre globale e fatale. Hig è uno dei pochi sopravvissuti. A bordo di un vecchio Cessna, un cane come copilota, presidia volando un pezzo d’America che una volta si chiamava Colorado, più deserto di quanto non sia mai stato ma incredibilmente bello nella sua selvaggia deso-

lazione. A terra lo aspetta il suo socio Bangley, che difende il loro territorio e le loro provviste sparando a vista su chiunque si avvicini. Hig no, lui non spara: lui è diverso. Nell’epidemia ha perso la moglie; non piange da anni; solo la pesca, la caccia, il ritrovato legame con la natura lo tengono in vita. E l’affetto per il cane Jasper, compagno silenzioso e sereno. Ma nel mondo alla fine del mondo non ci sono certezze. Si può perdere in una notte anche il poco che si possiede. Solo il desiderio di volare salva Hig da se stesso e lo porta a scoprire dentro un canyon un Eden abitato da un vecchio e da sua figlia: allevano animali, coltivano un orto. Un’oasi che accoglie Hig e lo consola. Eppure anche quel minuscolo paradiso corre rischi.

Michele Ruberti (vedi pag. 56) Sopra le nuvole You Can Print, 2013 Pagg. 284 € 39,00 ISBN 9788891104243 Oltre ad offrire una panoramica generale sui principali prodotti Microsoft On-Premises e On the Cloud, il libro guida il lettore passo passo, grazie ad un’accurata descri-

zione delle schermate d’installazione e di configurazione, nella scoperta delle più importanti innovazioni delle nuove release. Pone inoltre l’accento su alcune best practices suggerite dalla reale esperienza maturata sul campo. Tra gli argomenti trattati troviamo “Creazione di un Dominio Active Directory”, “SQL Server Always On”, “DHCP scope failover”, “Windows Server Core e Features on demand”, “Office 365 e Single Sign On con AD FS e Dirsync” e “Windows Azure”.

Visita il sito www.edizionigoliardiche.it e scopri l’elenco di tutte le librerie del Friuli Venezia Giulia dove puoi richiedere i libri di Goliardica Editrice e delle Edizioni Goliardiche

www.edizionigoliardiche.it


Come affrontare il panico Il nuovo libro di Roberto Pagnanelli Lo psichiatra Roberto Pagnanelli pubblica un libro, edito da Gribaudi e in libreria da giugno, dedicato agli attacchi di panico: capirli, ascoltarli, affrontarli e, soprattutto, vincerli. Un rumore nel cuore della notte. Un balzo sul letto e il risveglio... a occhi sbarrati! L’attacco di panico si presenta così, nella mente di Alberta. Un brutto sogno, un incubo da cui rischia di non risvegliarsi più. La generazione dei nostri padri non l’ha conosciuto, un attacco di queste dimensioni. L’uomo, nel corso del suo percorso evolutivo, ha sempre cercato mille modi per trovare il benessere, il cibo, la tranquillità fisica, economica e sociale. E proprio quando sembra esserci riuscito, come avviene ai nostri tempi, quando vive in case comode e non ha bisogno di procacciarsi il cibo come nell’età della pietra, quando ha costruito e ideato tutto ciò che potrebbe farlo stare sereno, ecco che, nel buio della propria camera, scoppia l’inferno. Il panico, la paura che assale e non lascia scampo.

lo psichico calmando il cuore e il respiro, gli omeopatici permettono di sperimentare nuove emozioni al fine di ritrovare la via del benessere. La lettura del volume si snoda sul piano dell’analogia. Un medico in una baita, pronto a raccogliere villeggianti e visitatori, disposto come guida ad accompagnarli in montagna a scoprire, un po’ alla volta, in mezzo a rocce e stambecchi, il sentiero della guarigione.

L’autore Il dottor Roberto Pagnanelli è medico-chirurgo e psicoterapeuta. Specializzato in Psichiatria, è diplomato in Medicina Psicosomatica, in Medicina Omeopatica e in Psicoterapie Brevi. È autore di pubblicazioni su riviste scientifiche e di volumi di successo. Ha partecipato a trasmissioni radiotelevisive nazionali e scritto su riviste fra le quali Starbene, Per me, Più Salute & Benessere, Viver Sani & Belli, Top Salute, Donna Moderna, Più Sani più Belli e Salute Naturale. Ideatore della Musicoterapia Cinematografica, lavora a Trieste e Monfalcone.

Secondo le ultime ricerche il panico colpisce il 6% della popolazione generale: quasi tre milioni di persone in Italia, per lo più donne, si trovano sull’orlo di una crisi esistenziale. C’è però un modo di conoscere ciò che si nasconde dentro di noi. Un percorso psicologico, un sentiero per far uscire dai meandri più Info: www.laforzadellamente.it nascosti della psiche le emozioni più vere. Che pos- robertopagnanelli@libero.it sono scorrere, anziché contro di noi, a nostro favore. Tel: 330 240171 Per questo è stato dato alle stampe dal dottor Pagnanelli un nuovo volume sulle cause e le terapie del panico, che uscirà in tutta Italia nel mese di giugno, edito da Gribaudi Editore, dal titolo: Il panico - La risposta ai mille interrogativi di una della patologie più misteriose del nostro secolo. In quest’opera l’autore ha cercato di raccogliere, a distanza di un decennio dall’uscita del precedente Attacchi di panico, la personale esperienza acquisita in questo decennio. Il panico Nuove cure si sono affacciate nel frattempo nell’oriz- Gribaudi editore zonte terapeutico: i macerati glicerici spagyrici, i fiori Su internet o italiani, le cinquantamillesimali hahnemanniane e una nelle migliori serie di rimedi naturali privi, in generale, di effetti collibrerie laterali. I migliori fiori italiani aiutano a tenere sotto controllo le emozioni, i macerati glicerici agiscono a livel-


M Fino al 21 luglio

▶ SELLING DREAMS, LA FOTOGRAFIA DI MODA IN CROAZIA La mostra presenta i migliori fotografi di moda croati: Mladen Šarić, Romano Decker e Dejan Kutić, Bruna Kazinoti, Mare Milin, Ivana Vučić, Marko Grubišić. Maniago (UD). Museo dell’arte fabbrile e delle coltellerie, via Maestri del Lavoro 1. Orario: gio-lun 9.3012.30, 15.30-18.30. Ingresso: intero € 4,00; ridotto € 2,00. Info: 0427 709063 www.maniago.it/contenuti/museo Fino al 28 luglio

▶ L’ ARTE DELL’INCISIONE NEL SETTECENTO FRIULANO Attraverso sessanta opere, tra incisioni e libri illustrati, l’esposizione si propone di ben rappresentare lo stato dell’arte incisoria friulana del diciottesimo secolo.

O

S

T

rio: mar-sab 15.30-19.30, dom anche 10.00-13. Ingresso: intero € 3,00; ridotto € 1,00. Info: 0434 392950 museo. storianaturale@comune.pordenone.it Fino al 25 agosto

▶ TULLIO CRALI AEROPITTURA FUTURISTA In esposizione tredici preziosissimi quadri del celebre pittore futurista, provenienti dal MART - Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto. Tredici capolavori di aeropittura che contagiano lo spettatore trasmettendo le emozioni del volo: la paura, la vertigine, lo stordimento, ma anche l’ebbrezza della conquista e del superamento del tempo e dello spazio. Pordenone. Spazi espositivi della Provincia di Pordenone, corso Garibaldi. Orario: sab-dom 10-13/15-20 Ingresso libero. Info: 0434 231437 cultura@provincia.pordenone.it

R

E

Mostra fotografica Lignano Sabbiadoro (UD). Parco Hemingway, via Garibaldi. Sempre aperta. Ingresso libero. Info: 0431 409160. Fino al 30 settembre ▶ 10 ARTISTI RILEGGONO... 110 ANNI DI LIGNANO Marina Battistella, Borzani, Ivana Burello, Giancarlo Caneva, Claudio Colaone, Piero De Martin, Film Frame Studio, Maria Libardi Tamburlini, Michela Sbuelz, Iacopo Toppazzini: dieci Artisti, l’eccellenza in Regione, propongono la loro arte per il benessere della mente affinché il pensiero possa volare lontano, là dove la linea dell’orizzonte libera i sogni. Lignano Sabbiadoro (UD). Terme di Lignano, Lungomare Riva 1/c. Orario: tutti i giorni 9-19. Ingresso libero. Info: 0431 424490 www.termedilignano.it direzioneterme@ sil-lignano.net

Cavour 1. Orario: mer-lun 10.3019. Ingresso: intero € 5,00; ridotto € 2,50. Info: 0432 414772 casa.cavazzini@comune.udine.it Fino al 31 ottobre

▶ L’ERBARIO DI LUIGI E MICHELE GORTANI Le biodiversità della Carnia Tolmezzo (UD). Museo Gortani, via della Vittoria 2. Orario: mar-dom 9-13/15-18. Ingresso: intero € 5,00; ridotto € 3,00. Info: 0433 43233 www.museocarnico.it Fino al 3 novembre

▶ ANTONIO OTTOGALLI Mostra d’arte Lignano Sabbiadoro (UD). Hotel Daniele, Corso degli Alisei 28. Ingresso libero. Info: www.hoteldaniele.com info@hoteldaniele.com Fino al 3 novembre

Zoppola (PN). Galleria Civica d’Arte “Celso e Giovanni Costantini”. Orario: sab-dom 15-19. Ingresso libero. Info: 0434 577526 cultura@ com-zoppola.regione.fvg.it.

▶ LA PROVINCIA DI GORIZIA E GRADISCA: AUTONOMIA E GOVERNO 1861/1914 - LETTURE DI UN TERRITORIO La mostra ripercorre la storia della Contea Principesca di Gorizia e Gradisca all’interno dell’Impero austro-ungarico.

Fino al 31 agosto

Gorizia. Musei Provinciali, Borgo Castello 13. Info: 0481 533926 musei@provincia.gorizia.it www.gomuseums.net

▶ LA TRINCEA DEI DISEGNI: RIFLESSI RISORGIMENTALI NELLA SATIRA E NELL’ILLUSTRAZIONE DELLA GRANDE GUERRA Mostra grafica. Udine. Castello, Galleria d’Arte Antica. Orario: mar-dom 10.30-19. Ingresso: intero € 5. Info: http://udinecultura.it. Fino al 1 settembre

Fino al 31 luglio

▶ 1313 > 2013 BOCCACCIO NEI LIBRI. ESPOSIZIONE DI EDIZIONI DEI SECOLI XVIII > XXI. Udine. Biblioteca Civica “Vincenzo Joppi”. Orario: lun-gio 8.15-18.30, ven 8.15-13.30. Ingresso libero. Info: 0432 271583 Fino al 3 agosto

▶ AVVEDUTI 2013 NESSUNO È PROFETA IN PATRIA Rassegna composta da sei creativi del territorio spilimberghese liberi da una connessione unica e limitante con lo spazio espositivo. Spilimbergo (PN). Ottica Visus, via Cavour 39. Orario: mar-sab 8.3012.30/15.30-19.30. Ingresso libero. Info: 0427 40433 info.avveduti@ gmail.com www.avveduti.org Fino al 15 agosto

▶ ITALIAN DESIGN.UD - L’ADI DESIGN INDEX VERSO IL COMPASSO D’ORO 2013 Esposizione di una selezione di oggetti e prototipi di design che concorrono al premio Compasso d’Oro. Udine. Ex Chiesa di San Francesco, largo Ospedale Vecchio. Orario: mar-dom 17-21, sab anche 1013. Ingresso libero. Info: http://udinecultura.it Fino al 25 agosto

▶ ISLANDA. RACCONTO DI UN FOTOGRAFO NATURALISTA. Mostra fotografica di Enrico Chiaravalli. Pordenone. Museo civico di storia naturale, via della Motta 16. Ora-

Fino al 20 ottobre

▶ MEMORIE DI VITA CONTADINA NELLE FOTOGRAFIE DI CARLO INNOCENTI L’esposizione propone un’importante selezione di istantanee di Carlo Innocenti, fotografo che fin dal 1965 ha indagato gli aspetti etnografici e sociali dell’antica cultura rurale friulana fino a coglierne l’essenza più caratterizzante e suggestiva.

▶ RÉCLAME Manifesti e bozzetti del primo ‘900 dal Fondo Passero-Chiesa.

Pagnacco. Museo di Storia Contadina, via Ciuch, 7 - Località Fontanabona. Ingresso libero. Orario: sab 15-18:30, dom 10-18:30. Info: 0432 661049

▶ IL CAMMINO DI PIETRO Meravigliose opere provenienti da Oriente e Occidente, con un unico filo conduttore: la figura dell’apostolo Pietro. In esposizione artisti come Lorenzo Veneziano, Vitale da Bologna, Marco Basaiti, Garofalo, Jan Brueghel, Giorgio Vasari, Georges de La Tour, Guercino, Gerrit van Honthorst, Dirk Van Baburen, Luca Giordano, Mattia Preti, Guido Reni, Vasilij Dmitrievic Polenov, Eugéne Burnand.

▶ VALORE E QUALITÀ. IL COMPASSO D’ORO IN FRIULI VENEZIA GIULIA Esposizione in collaborazione con @design.ud Project Room di Casa Cavazzini. Udine. Casa Cavazzini - Museo d’Arte Moderna e Contemporanea, via Cavour 1. Orario: mer-lun 10.3019. Ingresso: intero € 5,00; ridotto € 2,50. Info: 0432 414772 casa.cavazzini@comune.udine.it Fino al 2 settembre

▶ FOR EVER YOUNG Salone di pittura, illustrazione e disegno.

Gorizia. Palazzo Della Torra, via Carducci 2. orario: mar-ven 16-19, sab-dom 10-19. Ingresso libero. Info: 0481 548164 info@fondazionecarigo.it www.fondazionecarigo.it Fino al 6 ottobre

Tolmezzo (UD). Casa delle Esposizioni di Illegio. Orario: mar-sab 1019; dom 9.30-19.30; lun chiuso, ma disponibile per gruppi su prenotazione. Ingresso: € 8,00 intero; € 6,00 ridotto: € 6,00. Info: 0433 2054 segreteria@comitatosanfloriano.it www.illegio.it

Fino al 30 settembre

Paluzza (UD). Località Ponte di Sutrio, ristorante La Tambra. Orario: lun-dom 10-19. Ingresso libero. Info: 0433 775690 Fino al 3 ottobre

▶ HEMINGWAY E LE DONNE. UN GIOCO TRA “PARI”

Trieste. Museo Revoltella. Orario: lun-dom 10-19, mar chiuso. Ingresso: intero € 7,00; ridotto € 5,00. Info: 040 6754350 revoltella@comune.trieste.it www.museorevoltella.it Fino al 30 novembre

▶ LE ROSE DI REDOUTÈ. MOSTRA EN PLEIN AIR. Mostra “en plein air” dedicata a Pierre Joseph Redoutè. L’esposizione prevede di affiancare ad alcuni dei rosai presenti nel MIRA, 29 eleganti riproduzioni dei disegni firmati dall’artista belga che raffigurano la medesima varietà che è possibile ammirare dal vero lungo il percorso. Le immagini sono accompagnate da brevi cenni storici. Pordenone. MIRA, Museo itinerante della Rosa Antica, parco Galvani in viale Dante. Ingresso libero. Info: 3425725471 www.lacompagniadellerose.com info@lacompagniadellerose.com.

Trieste. Liberarti, piazza Barbacan 1a. Orario: mar-sab 10-13/16-19:30. Ingresso libero. Info: 347 0892315 www.emporioliberarti.it

▶ LA CASA CONTADINA E LA CASA DELLE BAMBOLE Rievocazione dello stile di arredamento montano di un tempo.

Fino al 7 novembre

▶ VESNA JOVANOVIC / TANJA DEMAN - DESERTED UTOPIA Esperimenti di architettura modernista nei territory dell’Europa dell’Est.

Fino al 31 dicembre Fino al 21 ottobre

▶ AFRO BASALDELLA E CARLO SBISÀ: L’ELEGIA DEL QUOTIDIANO La decorazione murale negli anni Trenta in Friuli Venezia Giulia. Udine. Casa Cavazzini - Museo d’Arte Moderna e Contemporanea, via

▶ MARINA LEGOVINI. CINQUE - TRE - TRE CINQUE La mostra ripecorre l’opera dell’artista, che per l’occasione presenterà tre nuove sculture e una serie di “Piccoli pensieri” ad olio e collage su carta. Gorizia. Spazio Alba Gurtner, via Carducci 28. Orario: mar-ven 912.30, 16-19.30, sab 9-13. Info: 0481 280395.

I COSTI E GLI ORARI DI APERTURA POSSONO VARIARE SENZA PREAVVISO. VERIFICARE SEMPRE RIVOLGENDOSI AGLI APPOSITI RECAPITI.


MOSTRA ALLA FONDAZIONE CARIGO Servizio di Margherita Reguitti

Š

Quando la RĂŠclame

diventa storia

Unâ&#x20AC;&#x2122;esposizione ripercorre lâ&#x20AC;&#x2122;epopea della Tipografia Passero-Chiesa attraverso bozzetti e manifesti pubblicitari. Visitabile fino al 20 ottobre.

Š

Raramente accade di poter conoscere dalla viva voce dei protagonisti la storia di un secolo di attivi             ' Â&#x2014;    $ <     incontro di tecnologie e grandi artisti. Lâ&#x20AC;&#x2122;eccezione si presenta a Gorizia con la mostra â&#x20AC;&#x153;RĂŠ_ "    Â&#x2DC;\\ ¢  $ O     R\   ¢ $ Â&#x2013;  sparmio di Gorizia. Ed è proprio la signora Giuseppina Chiesa      note della musica composta dal pianista friulano Glauco Venier       

""    ditta storica di Udine. Lo fa parlando diretta         vista realizzata dal Laboratorio Crea dellâ&#x20AC;&#x2122;UniversitĂ  di Udine a Gorizia. Una testimonianza in cui spiega la nascita    

 

  ""  marsi come una fra le piĂš importanti delle Tre #            guerre mondiali. Donna dotata di grandi qua        / 

 $      conservazione di parte del patrimonio artistico oggi in mostra. Al piano terra dello storico palazzo del Mon62

|

luglio-agosto 2013

|

   "                       :     "                 


 "            dute di varie cittĂ  italiane. Sono opere dâ&#x20AC;&#x2122;arte                          +   sitatore è portato per mano nella scoperta della storia della ricca attivitĂ  cartellonistica del     $    Â&#x2030;       millennio. y  Isabella Reale e Annalia Delneri e corredata da un prezioso catalogo        *  "  R\\^ R\\V  ¢  $      "  zetti dellâ&#x20AC;&#x2122;azienda. Nove sono le sezioni in cui si articola lâ&#x20AC;&#x2122;esposizione: la nascita della ditta fondata da Enrico    *  ! / 

 $                      lâ&#x20AC;&#x2122;estetica delle merci. Vi sono inoltre tre sezioni          |=   H    =  :   Â&#x2014;  RĂ&#x2030;CLAME $   +         $  :  Manifesti e bozzetti del primo â&#x20AC;&#x2DC;900 dal Fondo  y :  / ¢   Passero-Chiesa

Margherita Reguitti

Dove: Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, via Carducci n. 2, Gorizia Curatori: Annalia Delneri, Isabella Reale Durata: fino al 20 ottobre 2013 Catalogo: Edizioni della Laguna Orari: da martedĂŹ a venerdĂŹ, 16-19. Sabato, domenica e festivi,10-19 Informazioni: www.mostre-fondazionecarigo. it, tel. 0481 537111 Visite guidate e laboratori: info@fondazionecarigo.it, 340 5738264 Ingresso gratuito      |  =& Â&#x2020;  * & {|Â&#x2021;Â&#x2C6;   W  X ' Chiesa Udine, 112x81cm; - Anonimo (Pietro Antonio Sencig?) Ditta Giusto Vuga, Confezioni e Sartoria, Gorizia, Anni Trenta, Stampa, Lit. G. Chiesa â&#x20AC;&#x201C; Udine, 47,5x32,5 cm. +| Antonio Bauzon, Biscotto umbro Fratelli Pao &*

     &   Y Â&#x2039;Â&#x152; ne, 132x96cm. +*   |Pietro Antonio Sencig, Ditta & C. Mercerie, Anni Trenta, bozzetto a matita e tempera su carta, Lit. G. Chiesa-Udine, 24x17cm. A lato: Pietro Antonio Sencig, Jesolo, Venezia, 1937, W  X '?' Â&#x152;&{Â&#x2C6;Â&#x2C6;Â&#x2019;Â&#x201C;Â&#x2C6;

|

luglio-agosto 2013

|

63


Centro Benessere Dentale di Gradisca d’Isonzo

Direttore Sanitario Dr.ssa Elisabetta Leban

DOTT. ANDREA, COSA SI INTENDE PER PROTESICA E QUAL E’ IL SUO RUOLO NELL’AMBITO DELL’ODONTOIATRIA? - IGIENE DENTALE: PREVENZIONE, PULIZIA DEI DENTI Viene comunemente definita protesica quella branca dell’odontoiatria - CONSERVATIVA: OTTURAZIONE, CURA DELLA CARIE che si occupa del ristabilimento e del mantenimento delle funzioni orali, del - ENDODONZIA: CURA DEI CANALI RADICOLARI DEI DENTI benessere, dell’aspetto e della salute Dott. Andrea Baucer del paziente, per mezzo del restauro µ PROTESICA FUNZIONALE ED ESTETICA: PROTESI DENTALI FISSE E MOBILI dei denti naturali e/o della sostituzione dei denti mancanti e dei tessuti orali contigui con sostituti artificiali. Classicamen- SBIANCAMENTO DENTALE: PER UN SORRISO SICURO ED EFFICACE te le riabilitazioni protesiche vengono suddivise in fisse e rimovibili: le prime vengono ancorate ad elementi dentali resi- PEDODONZIA: LE CURE PER I DENTINI DEI PIU’ PICCOLI dui o ad impianti osteointegrati che ne sopportano il carico masticatorio, le seconde vengono utilizzate in caso di este- ORTODONZIA CONSERVATIVA ED ESTETICA: RIALLINEAMENTO DEI DENTI; APPARECCHIO INVISIBILE se edentulie, l’appoggio è mucoso (sulle gengive) o misto, ed - PARODONTOLOGIA: è possibile per il paziente la rimozione e l’inserimento domiCURA DELLA PIORREA ciliare della protesi. - IMPLANTOLOGIA / IMPLANTOLOGIA GUIDATA: SOLUZIONE FISSA PER L’EDENTULISMO Perché è importante ripristinare la dentatura persa negli anni? - CHIRURGIA AVANZATA: Ovviamente nel caso di un’edentulia totale (completa asTECNICHE SPECIALIZZATE DI INTERVENTO ORALE senza di denti) la riabilitazione mira principalmente a restituire al paziente la funzione masticatoria perduta e quindi Centro Benessere Dentale la possibilità di nutrirsi normalmente, parallelamente però - A Gradisca D’Isonzo (GO) vengono ripristinate sia una corretta fonetica, sia l’estetica in Viale Trieste, 34 Tel./Fax: 0481 969739 del viso e con essa la possibilità di una migliore vita sociaCell.: 333/3213683 le ed una maggiore autostima. Oltre a ciò, nel caso di eden- A Trieste tulie parziali la riabilitazione protesica permette di salvaguarin Via Erta di Sant’Anna, 12 dare la dentatura residua da pericolosi sovraccarichi, malTel.: 040/8320830 posizionamenti o migrazioni, senza comunque dimenticare E-mail: info@centrobenesseredentale.it l’aspetto estetico, particolarmente rilevante in caso di perdiSito: www.centrobenesseredentale.it ta di denti frontali come incisivi e canini.

I nostri servizi


Il dentista? Il mio migliore amico!

Le riabilitazioni protesiche sono dispositivi medici su misura che vengono realizzati utilizzando materiali di alta qualità e corrispondenti a precise normative. Ciò ne garantisce la completa atossicità e resistenza all’ambiente orale ed alle sollecitazioni derivanti dalla masticazione. Questo tuttavia non può ovviare all’importanza di una corretta manutenzione del-

la protesi stessa, che si traduce anzitutto in un’efficace igiene domiciliare da effettuarsi regolarmente, soprattutto nei confronti degli elementi pilastro o delle emergenze implantari, anche grazie all’aiuto di ausili quali scovolini e fili interdentali dedicati. Oltre a ciò è importante sottoporsi alle periodiche visite di controllo previste, solitamente a cadenza semestrale, ove personale qualificato valuterà lo stato della protesi stessa e potrà porre tempestivo rimedio ad eventuali inconvenienti riscontrati.

DOTT. ANDREA, CHE TIPO DI SOLUZIONI PROTESICHE PROPONETE AL CENTRO BENESSERE DENTALE? Al Centro Benessere Dentale diamo molta importanza al comfort del paziente ed al massimo rispetto della dentatura, proponendo, ove è fattibile, soluzioni minimente invasive, cioè protesi che mirano a salvaguardare il più possibile i denti residui. Queste comprendono ricostruzioni parziali, come possono essere le faccette o gli intarsi, oppure ricostruzioni complete, fabbricate utilizzando materiali all’avanguardia che permettono un minor sacrificio di sostanza dentale sana. Questi materiali sono ad esempio le ceramiche avanzate, come la zirconia o il disilicato di litio, usati per fabbricare ponti e corone singole dall’alto valore estetico e funzionale. In quest’ottica di rispetto della dentatura residua viene comunemente proposto, ove indicato, l’utilizzo di impianti per la sostituzione dei denti mancanti, evitando in questo modo la protesizzazione di denti altrimenti sani per la realizzazione di ponti classici o protesi combinate.

La nostra esperienza al vostro servizio! Il ricorso ad impianti osteointegrati, cioè di viti in titanio inserite ambulatorialmente nelle ossa mascellari con funzione di ancoraggio per la parte protesica, ci permette di offrire soluzioni fisse anche a quei pazienti che, pur Dott. Andrea Baucer affetti da gravi perdite dentali o completamente edentuli, non riescano ad abituarsi all’uso di protesi mobili tradizionali. Queste, seppur ancora valide sotto il profilo funzionale ed estetico, sono notoriamente afflitte da problemi di stabilità nel tempo dovuti al naturale progressivo riassorbimento osseo dei mascellari edentuli. In questi casi l’inserimento di impianti nei mascellari, anche grazie al ricorso a tecniche di implantologia guidata assistita da computer, ci permette sia di stabilizzare protesi preesistenti del paziente, sia di fornire soluzioni fisse ex-novo in grado di restituire la piacevole sensazione di riavere i propri denti.

Consigli utili da ricordare...

Lo sapevi che... Ricerche archeologiche hanno evidenziato come già i Maya sostituissero i denti perduti con innesti in madreperla; più vicine a noi sono le tecniche etrusche di sostituzione di denti mancanti mediante tasselli in marmo, osso o denti naturali, fissati agli elementi residui mediante lamine in oro.

Nel XVIII secolo si utilizzavano nella realizzazione di protesi i denti di animali ed in particolare l’avorio lavorato in forma di dente. Sussisteva inoltre la pratica di impiegare denti umani riscossi da cadavere od estratti da soggetti più o meno consenzienti, come riportato anche da Victor Hugo ne: “I Miserabili”.


chef…ame! Sarde ripiene a sorpresa Ingredienti per 4 persone: - 600 g di sarde - 4 cucchiai di pecorino grattugiato - 100 g di mollica di pane raffermo - 30 g di pinoli - 3 cucchiai di passata di pomodoro - 1 dl di vino bianco secco - 1 cucchiaio di prezzemolo tritato - ½ spicchio d’aglio - 1 uovo - 1,5 dl di aceto - 5 cucchiai di olio extravergine di oliva - Sale e pepe

Preparazione Squamare le sarde, privarle della testa ed eliminare le interiora. Togliere la lisca centrale e aprirle a libro. Lavarle in acqua e aceto e lasciarle sgocciolare. Frullare nel mixer prima la mollica, poi i pinoli. Rosolare il tutto in una padella con 3 cucchiai di olio, mescolare e bagnare con metà del vino. Unire la passata e cuocere per 2-3 minuti; mettere il composto in una ciotola, farlo intiepidire, poi aggiungere il pecorino, il prezzemolo tritato, l’uovo, lo spicchio d’aglio tritato, sale e pepe. Suddividere la farcia sulle sarde, arrotolarle e fissarle con stecchini di legno. Ungere con l’olio rimasto in una pirofila, sistemarvi gli involtini di sarde preparati e bagnarli con il resto del vino. Cuocerli nel forno già caldo a 190 gradi per circa 15 minuti. Quindi servire in tavola. Buon appetito!


L E S C H E D E D E I P R I N C I PA L I E V E N T I 1

Goran Bregovic

Ottiene sempre grandi successi e anche stavolta non si smentirà: il suo tour Champagne for Gypsies, già trionfale nella scorsa stagione, ritorna spumeggiante anche quest’anno. Sound balcanico, ma non solo: attesissimo il duetto con i celebri Gypsy Kings, campioni della musica gitana, e con i compositori Florin Satam, musicista manele della Romania, e Stephan Eicher, cantautore svizzero. Perché la grande musica abbatte le frontiere e unisce i popoli. In alto i calici, dunque: arriva Goran Bregovic!

Vedi 5/7

2

Giovanni Allevi

dei pochi cantanti italiani noti a livello planetario. Dagli indimenticabili album del passato, come Rispetto, Blue’s, Oro incenso e birra e Spirito di Vino, agli ultimi dischi pluripremiati dalle vendite, l’artista emiliano è riuscito ad entrare nel pantheon internazionale grazie alle sue sonorità inconfondibili, capaci di variare dal melodico più struggente (Delicato, scritta per lui da un Ivano Fossati ispiratissimo, ne è un ottimo esempio) ai ritmi più forsennati (chi non conosce X colpa di chi?), ma anche grazie alle sue amicizie e collaborazioni con autentiche leggende della musica: B.B. King, Miles Davis, Joe Cocker, Brian May, Ray Charles e persino la mitica Blues Brothers Band. Ora torna con il suo tour La Sesión Cubana, tratto dall’ultimo album già campione di incassi.

Basta citare Black Night, Smoke on the Water, Child in Time: i Deep Purple sono la storia della musica contemporanea e dopo abbandoni, scioglimento e successiva ricomposizione sono ancora qui a divertirsi, a suonare come ragazzini con un’energia ineguagliabile. I loro concerti sono grandiosi e anche in Friuli non deluderanno le attese, sempre altissime: l’ultimo album Now What?!, uscito grazie a quella volpe di Bob Ezrin (produttore di The Wall dei Pink Floyd, per essere chiari), è primo posto nelle classifiche di Germania, Austria e Repubblica Ceca, secondo in Svizzera, quarto in Norvegia, settimo in Svezia, ottavo in Finlandia, dodicesimo da noi in Italia e in Olanda, diciannovesimo in Fracia, Spagna e nella natia Inghilterra, ed è la dimostrazione che il gruppo c’è ancora. Più vivo che mai.

Vedi 19 e 20/7

6

4 Sigur Rós

Divide la critica, fa innervosire le Accademie, provoca risentimento in alcuni colleghi musicisti: eppure, il pubblico continua a tributargli successi straordinari e anche lo Stato italiano ha dimostrato di apprezzarlo onorandolo della direzione di un concerto nell’aula del Senato (Natale 2008) e del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana. Laureato in filosofia contemporanea, Allevi è un personaggio singolare: o lo si odia o lo si ama. Di certo, non lascia indifferenti: la sua musica si è imposta per le indiscutibili doti di limpidezza e armonia, a tratti toccante come in Foglie di Beslan, a tratti più frizzante come in Sparpagghiò.

Vedi 12/7

3

Zucchero

Vengono dalla remota Islanda e sono musicisti coltissimi, attivi dal 1994 con risultati di altissima qualità. Gli esperti del sito Ondarock li presentano così: «Come nella loro terra il ghiaccio si unisce al fuoco, così la musica dei Sigur Rós è il frutto dell’incontro tra tante e diverse suggestioni artistiche, dalla psichedelia al dream-pop, dallo shoegaze al post-rock. Il suono che ne risulta, interpretato secondo una sensibilità tormentata e con gusto tipicamente nordico, è qualcosa di unico e fortemente caratterizzato in senso istintivo. Una musica fragile e sempre emozionante, che ha fatto innamorare di sé mezzo mondo». Ora arrivano anche in Friuli Venezia Giulia per uno spettacolo carico di suggestione.

Formatosi nella straordinaria centrifuga musicale degli anni Settanta, divenuto famoso negli anni Ottanta e impostosi in tutto il mondo nel decennio dei Novanta, Adelmo Fornaciari, alias Zucchero, è uno

Vedi 27/7

8

Franco Battiato

▶ Vedi 24/7

Elio e le Storie Tese

Dopo tante canzoni semplicemente geniali realizzate dal più creativo fra i gruppi italiani, con la recentissima Complesso del I maggio la brigata di Elio è riuscita a superarsi. Uscita su internet lo scorso marzo, in poche ore ha migliaia e migliaia di visualizzazioni: un successo strepitoso sull’onda della più irriverente ironia. Ma al di là dell’aspetto satirico, siamo di fronte a musicisti di razza, colti e capaci di creare un repertorio che è già storia del costume italiano, prima che della canzone. Anche in regione non mancheranno di strappare applausi e risate a scena aperta.

▶ Vedi 26/7

7

Fabri Fibra

▶ Vedi 23/7

5

sti ‘leggeri’ e orecchiabili ad altri più impegnati e centrati nella vita e nel costume italiano. Al centro di roventi polemiche per alcune sue prese di posizione e per quelli che egli stesso definisce «pensieri scomodi», con il suo ultimo album Guerra e pace ha dichiarato di essersi ispirato, oltre che al romanzo di Tolstoj, ai cineasti del Neorealismo italiano agli Scritti corsari di Pasolini. Modelli alti per un autore in costante ricerca di nuovi mezzi espressivi.

C’è chi dice che La cura sia la più bella canzone d’amore della musica leggera italiana: difficile dirlo, ma il fatto rende l’idea di quanto Franco Battiato sia stimato dalla critica e amato dal pubblico, senza contare che proprio nella sua officina sono maturate figure quali Alice e Giuni Russo. Un genio artistico che sforna da decenni capolavori senza tempo, capace di rinnovare il proprio linguaggio pur rimanendo sempre se stesso. Dagli inizi psichedelici dei primi album come Fetus e Pollution, vere perle per i collezionisti di dischi, fino agli ipertecnologici - ma sempre con intelligenza - album odierni, passando per gli anni mitici di La voce del padrone, L’Arca di Noè, Orizzonti Perduti, l’artista siciliano ha regalato pagine di poesia visionaria, quando non veramente mistica. E ora è il momento di godersi il suo nuovo live Apriti sesamo.

▶ Vedi 28/7

Deep Purple

Da Senigallia ai vertici delle classifiche italiane: Fabri Fibra ha ottenuto un rapido successo grazie al suo rap che alterna te-


non è responsabile di eventuali cambiamenti o indicazioni errate relativamente alle date e agli orari delle manifestazioni. Si consiglia sempre di consultare i recapiti informativi di riferimento, ove indicati.

LEGENDA EVENTI:

Sezione week I numeri inseriti accanto ai nomi degli artisti indicano l’ordine di inserimento degli artisti stessi nelle pagine contenenti le schede Sezione schede La data inserita al termine di ogni scheda indica il giorno o i giorni in cui l’artista si esibirà.

Legenda

Il range di prezzo indicato (ove applicabile) si riferisce al costo medio di un pasto, escluse bevande alcoliche. I dati segnalati sono stati forniti direttamente dal Gestore del locale. Qualora doveste verificare delle discordanze, Vi invitiamo a segnalarcelo.

Caffetteria

Afterhour

Birreria

Eventi a tema

Enoteca

Sale convegni

Special drinks

Musica dal vivo/karaoke

Stuzzicheria

Musica da ballo

Vegetariano/biologico/regimi

Happy hour

Cucina carne

Giochi

Cucina pesce

Internet point TV satellitare/digitale

Pizza

Giochi e spazi per bambini

Gelateria

Pernottamento

Catering

Buoni pasto

Organizzazione feste

Parcheggio

agriturismo

Paninoteca

GELATERIA

G

LUNEDÌ 01-07-13

Folklore ▶ Aria di Festa San Daniele (UD). Info: 0432 957515 www.ariadifesta.it ▶ Torneo dei Borghi S. Maria la Longa (UD). Info: 0432 995003 commercio@com-santa-maria-la-longa.regione.fvg.it ▶ Sagra di San Pietro Romans di Varmo (PN). Info: 342 1761685l ▶ Sagre da Madone da Pas Gemona del Friuli (UD). Borgata di Vegliato Stalis. Info: 0432 973258 Live music ▶ Laura Furci / Chiara Civello Trio jazz Udine. Palamostre, piazzale Diacono 21. Ore 21. €15 Info: www.euritmica.it Meeting ▶ Maremetraggio kermesse cinematografica Trieste. Teatro Miela, piazza Duca degli Abruzzi. Info: www.maremetraggio.com MARTEDÌ 02-07-13

Classic art ▶ Attila lirica Udine. Piazza Duomo. Ore 21.15. €20 Info: www. filarmonia.it Folklore ▶ Torneo dei Borghi Santa Maria la Longa (UD). Info: 0432 995003 ▶ Settimana Granda Grado (GO). Info: 0431 898221 turismo@comunegrado.it ▶ Sagre da Madone da Pas Gemona (UD). Borgata di Vegliato Stalis. Info: 0432 973258 Live music ▶ Van Der Graaf Generator jazz Udine. Palamostre, piazzale Diacono 21. Ore 21. €27 Info: www.euritmica.it Meeting ▶ Maremetraggio kermesse cinematografica Trieste. Teatro Miela, piazza Duca degli Abruzzi. Info: www.maremetraggio.com ▶ Raccontare il deserto L’Africa dei Tuareg e d’altre culture Pordenone. Chiostro di San Francesco, piazza della Motta. Info: www.viamontereale.it MERCOLEDÌ 03-07-13

CREMA & CIOCCOLATO Corso Verdi 111, Gorizia tel. 0481533742 - damagorizia@libero.it dom e lun 15-21, mar-sab 9-13, 15-21

5 10 15 20 25 30 35 40 45 50 55 60 65 70 <

Accogliente gelateria in centro dove gustare ottimo gelato di qualità e l’emozione del gusto del caffè, di una fresca granita e di un bon taj di vin. Area pedonale Corso Verdi.

ristorante

L U

Folklore ▶ Festa di San Tommaso Ronchi dei Legionari (GO). Soleschiano. Info: 0481 77744, 331 1140070, prolocoronchi@ libero.it ▶ Pasian di Prato in Festa Pasian di Prato (UD). Area festeggiamenti di via Missio. Info: 0432 699392 338 4505366 ▶ Torneo dei Borghi Santa Maria la Longa (UD). Info: 0432 995003 ▶ Settimana Granda Grado (GO). Info: 0431 898221 turismo@comunegrado.it ▶ Sagre da Madone da Pas Gemona del Friuli (UD). Borgata di Vegliato Stalis. Info: 0432 973258 Live music ▶ Al di Meola Plays Beatles and More Grado (GO). Diga Nazario Sauro. Ore 21.30. € 3035 Info: www.azalea.it ▶ Angelo Comisso piano solo Udine. Teatro San Giorgio, via Sella. Ore 21. Info: www.cssudine.it Meeting ▶ Maremetraggio kermesse cinematografica Trieste. Teatro Miela, piazza Duca degli Abruzzi. Info: www.maremetraggio.com ▶ Raccontare il deserto L’Africa dei Tuareg e d’altre culture Pordenone. Chiostro di San Francesco, piazza della Motta. Info: www.viamontereale.it GIOVEDÌ 04-07-13

Classic art ▶ Attila lirica Udine. Piazza Duomo. Ore 21.15. €20 Info: www. filarmonia.it Folklore ▶ Castello in Festa Caneva (PN). Castello. Info: 0434 79510 www. procastellocaneva.com procastello.caneva@libero.it ▶ Pasian di Prato in Festa

L

I

O

Pasian di Prato (UD). Area festeggiamenti di via Missio Info: 0432 699392, 338 4505366 ▶ Torneo dei Borghi Santa Maria la Longa (UD). Info: 0432 995003 ▶ Settimana Granda Grado (GO). Info: 0431 898221 turismo@comunegrado.it ▶ Sagre da Madone da Pas Gemona del Friuli (UD). Borgata di Vegliato Stalis. Info: 0432 973258 Meeting ▶ Incontri con l’autore e con il vino dialoghi letterari Lignano Sabbiadoro (UD). PalaPineta, Lignano Pineta. Ore 18.30. Info: 0431 422143 www.lignanonelterzomillennio.it ▶ Maremetraggio kermesse cinematografica Trieste. Teatro Miela, piazza Duca degli Abruzzi. Info: www.maremetraggio.com ▶ Raccontare il deserto L’Africa dei Tuareg e d’altre culture Pordenone. Chiostro di San Francesco, piazza della Motta. Info: www.viamontereale.it VENERDÌ 05-07-13

Classic art ▶ La Cecchina con Rodica Vica e Veronica Yoo Capriva del Friuli (GO). Castello di Spessa. Ore 21. €18 Info: www.piccolofestival.org Folklore ▶ Sagre dai Emui Rivignano (UD). Località Flambruzzo. Info: 0432 773440 ▶ Castello in Festa Caneva (PN). Castello. Info: 0434 79510 www.procastellocaneva.com ▶ Scuola di Chioccolo Sacile (PN). Info: 0434 72273 info@prosacile.com ▶ Festa del Pesce Cavazzo Carnico (UD). Fraz. Somplago. Info: prolocosomplagomena@gmail.com ▶ Tor Vinacis Live Music Venzone (UD). Piazzetta Pidrone. Info: 0432 985034 provenzone@libero.it ▶ Festa del Formaggio Monterale Valcellina (Pn). Località Malnisio. Info: www. gfmalnisio.it info@gfmalnisio ▶ Sagra delle Fragole e dei Lamponi Attimis (UD). Info: prolocoattimis@alice.it ▶ Luglio Varianese Basiliano (UD). Fraz. Variano, Colle di San Leonardo, Parco della Rimembranza. Info: 338 1602763 info@prolocovariano.it ▶ Sagre dal Pais Pavia di Udine (UD). Fraz. Lumignacco. Info: 0432 564530 ▶ Sagra dei Gamberi Zoppola (PN). Info: 347 9838311 ass.iltiglio@gmail.com ▶ Sagra del Carmine Pasiano di Pordenone (PN). Info: prolocoquadrifoglio@gmail.com ▶ Pasian di Prato in Festa Pasian di Prato (UD). Area festeggiamenti di via Missio. Info: 0432 699392, 338 4505366 ▶ Sagre da Madone da Pas Gemona del Friuli (UD). Borgata di Vegliato Stalis. Info: 0432 973258 ▶ Settimana Granda Grado (GO). Info: 0431 898221 turismo@comunegrado.it Live music ▶ Goran Bregovic 1 Guca sul Carso 2013 Sgonico (TS). Borgo Grotta Gigante. Ore 21. €20 Info: www.azalea.it ▶ Luca Boscagin blues Brugnera (PN). Parco di Villa Varda. Ore 21.15. €5 Info: www.bluesinvilla.com Meeting ▶ Maremetraggio kermesse cinematografica Trieste. Teatro Miela, piazza Duca degli Abruzzi. Info: www.maremetraggio.com ▶ Raccontare il deserto L’Africa dei Tuareg e d’altre culture Pordenone. Chiostro di San Francesco, piazza della Motta. Info: www.viamontereale.it Sport ▶ Le Balonade Sport e musica Buttrio (UD). Palafeste. Info: 380 3299386 SABATO 06-07-13

Folklore ▶ Sagre dai Emui Rivignano (UD). Località Flambruzzo. Info: 0432 773440 ▶ Festa del Formaggio Montereale Valcellina (PN). Località Malnisio. Info: www.gfmalnisio.it ▶ Castello in Festa Caneva (PN). Castello. Info: 0434 79510 www.procastellocaneva.com ▶ Scuola di Chioccolo Sacile (PN). Info: 0434 72273 info@prosacile.com


L U G L I O

Classic art ▶ A simple concert con la FVG Orchestra Mitteleuropea Udine. Salone del Parlamento. Ore 21. Info: www. piccolofestival.org Folklore ▶ Festa del Formaggio Montereale Valcellina (PN). Località Malnisio. Info: www.gfmalnisio.it ▶ Sagra dei Gamberi Zoppola (PN). Info: 347 9838311 ass.iltiglio@ gmail.com ▶ Torneo dei Borghi Santa Maria la Longa (UD). Info: 0432 995003 ▶ Festa del Biscotto di Brazzà Moruzzo (UD). Loc. Brazzacco..Info: 388 3694289 ▶ Dolomiti Days Cimolais (PN). Info: 0427 87331 ▶ Sagra del Carmine Pasiano di Pordenone (PN). Info: prolocoquadrifoglio@gmail.com ▶ Sagre dal Pais Pavia di Udine (UD). Fraz. Lumignacco. Info: 0432 564530, 347 5355344 Sport ▶ Acro Fire Works Mondiali di parapendio Gemona del Friuli (UD). Info: www.vololiberofriuli.it MARTEDÌ 09-07-13

Folklore ▶ Sagra dei Gamberi Zoppola (PN). Info: 347 9838311 ass.iltiglio@ gmail.com ▶ Torneo dei Borghi Santa Maria la Longa (UD). Info: 0432 995003 ▶ Festa del Biscotto di Brazzà Moruzzo (UD). Loc. Brazzacco. Info: 388 3694289 ▶ Sagra del Carmine Pasiano di Pordenone (PN). Info: prolocoquadrifoglio@gmail.com Live music ▶ Nicola Conte Combo jazz Grado (GO). Diga Nazario Sauro. Ore 21.30. €20-25 Info: www.azalea.it ▶ The Sleeping Tree e Of Monsters and Men Doppio concerto Sesto al Reghena (PN). Piazza Castello. Ore 21.30. €22 Info: www.sextonplugged.it

trattoria

Bambini ▶ Oggi io nuoto a Monfalcone Gare di nuoto Monfalcone (GO). Piscina comunale. Ore 10. Info: 0481 711918 ▶ La Sagra dei Bambini Mortegliano (UD). Ore 16. Info: 0432 760079, informazioni@ prolocomortegliano.it Classic art ▶ La Cecchina con Rodica Vica e Veronica Yoo Cordovado (PN). Castello. Ore 21. €18 Info: www.piccolofestival.org Folklore ▶ Sagre dai Emui Rivignano (UD). Località Flambruzzo. Info: 0432 773440 ▶ Festa del Formaggio Montereale Valcellina (PN). Località Malnisio. Info: www.gfmalnisio.it ▶ Castello in Festa Caneva (PN). Castello. Info: 0434 79510 www.procastellocaneva.com ▶ Giornata Nazionale delle Pro Loco e 16ª ed. Regata dei Sette Comuni Barcis (PN). Info: 0427 76300 probarcis@barcis.fvg.it ▶ Raduno Auto e Moto d’Epoca Chiusaforte (UD). Info: 347 8869253 prolocochiusaforte@libero.it ▶ Festa del Pesce Cavazzo Carnico (UD). Fraz. Somplago. Info: prolocosomplagomena@gmail.com ▶ Pasian di Prato in Festa Pasian di Prato (UD). Area festeggiamenti di via Missio Info: 0432 699392, 338 4505366 ▶ Sagra dei Gamberi Zoppola (PN). Info: 347 9838311 ass.iltiglio@gmail.com ▶ Torneo dei Borghi Santa Maria la Longa (UD). Info: 0432 995003 ▶ Festa del Biscotto di Brazzà Moruzzo (UD). Loc. Brazzacco. Info: 388 3694289 ▶ Sagra delle Fragole e dei Lamponi Attimis (UD). Info: prolocoattimis@alice.it ▶ Luglio Varianese Basiliano (UD). Info: 338 1602763 info@prolocovariano.it ▶ Il Perdòn de Barbana Grado (GO). Info: 0431 898221 turismo@comunegrado.it ▶ Festa della Wulfenia Pontebba (UD). Passo Pramollo, Malga Auernig. Info: 328 4582827 info@consorziopontafel.com

LUNEDÌ 08-07-13

agriturismo

DOMENICA 07-07-13

▶ Dolomiti Days Cimolais (PN). Info: 0427 87331 ▶ Festa della Trebbiatura San Giorgio della Richinvelda (PN). Info: 0427 968611 ▶ Luglio Palsese Porcia (PN). Info: 0434 591008 info@proporcia.it ▶ Sagra del Carmine Pasiano di Pordenone (PN). Info: prolocoquadrifoglio@gmail.com ▶ Sagre da Madone da Pas Gemona del Friuli (UD). Borgata di Vegliato Stalis. Info: 0432 973258 ▶ Sagre dal Pais Pavia di Udine (UD). Fraz. Lumignacco. Info: 0432 564530, 347 5355344 Live music ▶ Rebi Rivale in concerto Emergenze Udine. Teatro San Giorgio, via Sella. Ore 21.00. Info: www.cssudine.it ▶ James Blood Ulmer trio blues Barcis (PN). Parco di Villa Varda. Ore 21.15. €18 Info: www.bluesinvilla.com ▶ Villagers e Local Natives Doppio concerto Sesto al Reghena (PN). Piazza Castello. Ore 21.30. €18 Info: www.sextonplugged.it Sport ▶ Seven Hockey Festival Hockey su prato Monfalcone (GO). Campo sportivo via Atleti Azzurri d’Italia. Info: www.fincantierihockey.it ▶ Val Resia Vertical kilometer gara di sky race Resia (UD). Località Stolvizza. Ore 7.30. Info: www. valresiaverticalkilometer.it ▶ Trofeo Carnia in MTB 19^ edizione Preone (UD). Partenza dall’area parco giochi. Ore 10. Info: www.carniabike.it ▶ Le Balonade Sport e musica Buttrio (UD). Palafeste. Info: 380 3299386 ▶ Marcia dell’Amicizia podismo non competitivo Forni di Sopra (UD). Piazza centrale. Ore 9.30. Info: 0433 88303

agriturismo

▶ Festa del Pesce Somplago (UD). Info: prolocosomplagomena@gmail.com ▶ “Pignarûl” Estivo Pasian di Prato (UD). Località Colloredo di Prato. Info: info@ procolloredo.it ▶ Luglio Varianese Basiliano (UD). Info: 338 1602763 info@prolocovariano.it ▶ Sagre dal Pais TPavia di Udine (UD). Fraz. Lumignacco. Info: 0432 564530 ▶ Sagra dei Gamberi Zoppola (PN). Info: 347 9838311 ass.iltiglio@gmail.com ▶ Sagra del Carmine Pasiano di Pordenone (PN). Info: prolocoquadrifoglio@ gmail.com ▶ Torneo dei Borghi Santa Maria la Longa (UD). Info: 0432 995003 ▶ Sabo Grando Grado (GO). Info: 0431 898221 turismo@comunegrado.it ▶ Pasian di Prato in Festa Pasian di Prato (UD). Area festeggiamenti di via Missio. Info: 0432 699392 ▶ Sagre da Madone da Pas Gemona del Friuli (UD). Borgata di Vegliato Stalis. Info: 0432 973258 ▶ Luglio Palsese Porcia (PN). Info: 0434 591008 info@proporcia.it ▶ Sagra delle Fragole e dei Lamponi Attimis (UD). Info: prolocoattimis@alice.it ▶ Festa del Biscotto di Brazzà Moruzzo (UD). Loc. Brazzacco. Info: 388 3694289 Live music ▶ Derriere blues Brugnera (PN). Parco di Villa Varda. Ore 21.15. €5 Info: www. bluesinvilla.com Meeting ▶ Maremetraggio kermesse cinematografica Trieste. Teatro Miela, piazza Duca degli Abruzzi. Info: www.maremetraggio.com ▶ Raccontare il deserto L’Africa dei Tuareg e d’altre culture Pordenone. Chiostro di San Francesco, piazza della Motta. Info: www.viamontereale.it Sport ▶ Seven Hockey Festival Hockey su prato Monfalcone (GO). Campo sportivo via Atleti Azzurri d’Italia. Info: www.fincantierihockey.it ▶ Le Balonade Sport e musica Buttrio (UD). Palafeste. Info: 380 3299386


L U G L I O Sport ▶ Acro Fire Works Mondiali di parapendio Gemona del Friuli (UD). Info: www.vololiberofriuli.it

MERCOLEDÌ 10-07-13

Folklore ▶ Sagra dei Gamberi Zoppola (PN). Info: 347 9838311 ass.iltiglio@gmail.com ▶ Torneo dei Borghi Santa Maria la Longa (UD). Info: 0432 995003 ▶ Festa del Biscotto di Brazzà Moruzzo (UD). Loc. Brazzacco. Info: 388 3694289 ▶ Sagra del Carmine Pasiano di Pordenone (PN). Info: prolocoquadrifoglio@gmail.com Sport ▶ Acro Fire Works Mondiali di parapendio Gemona del Friuli (UD). Info: www.vololiberofriuli.it GIOVEDÌ 11-07-13

folklore ▶ Sagra dei Gamberi Zoppola (PN). Info: 347 9838311 ass.iltiglio@gmail.com ▶ Festa del Biscotto di Brazzà Moruzzo (UD). Loc. Brazzacco. Info: 388 3694289 ▶ Sagra del Carmine Pasiano di Pordenone (PN). Info: prolocoquadrifoglio@gmail.com ▶ Mostra regionale delle Pesche Fiumicello (UD). Info: www.comune.fiumicello.ud.it Live music ▶ Taranproject Calabria con Mimmo Cavallaro e Cosimo Papandrea Udine. Piazza Matteotti. Ore 21.30 Info: www.folkest.com ▶ Rammstein Made in Germany Codroipo (UD). Villa Manin di Passariano. Ore 20.30. €55 Info: www.azalea.it Meeting ▶ Incontri con l’autore e con il vino dialoghi letterari Lignano Sabbiadoro (UD). PalaPineta, Lignano Pineta. Ore 18.30. Info: 0431 422143 www.lignanonelterzomillennio.it Sport ▶ Acro Fire Works Mondiali di parapendio Gemona del Friuli (UD). Info: www.vololiberofriuli.it VENERDÌ 12-07-13

Folklore ▶ Mostra regionale delle Pesche Fiumicello (UD). Info: www.comune.fiumicello.ud.it ▶ Mittelfest Cividale del Friuli (UD). Info: mittelfest.org ▶ Festa del Formaggio Montereale Valcellina (PN). Località Malnisio. Info: www.gfmalnisio.it ▶ Sagra dei Gamberi Zoppola (PN). Info: 347 9838311 ass.iltiglio@gmail.com ▶ Festa del Biscotto di Brazzà Moruzzo (UD). Loc. Brazzacco. Info: 388 3694289 ▶ Sagra del Carmine Pasiano di Pordenone (PN). Info: prolocoquadrifoglio@gmail.com ▶ Sagra delle Fragole e dei Lamponi Attimis (UD). Info: prolocoattimis@alice.it ▶ Luglio Varianese Basiliano (UD). Info: 338 1602763 info@prolocovariano.it ▶ Castello in Festa Caneva (PN). Castello. Info: 0434 79510 www.procastellocaneva.com ▶ Luglio Palsese Porcia (PN). Info: 0434 591008 info@proporcia.it ▶ Festa d’Estate Cassacco (UD). Loc. Montegnacco. Info: 0432 881230, info@prolocomontegnacco.it Live music ▶ L’Orage Folkest 2013 Udine. Piazza Matteotti. Ore 21.30. Info: www.folkest.com ▶ Giovanni Allevi 2 Sunrise Lignano Sabbiadoro (UD). Arena Alpe Adria. Ore 21.30. €30-40 Info: www. azalea.it ▶ Tommy Emmanuel blues Brugnera (PN). Parco di Villa Varda. Ore 21.15. €20 Info: www.bluesinvilla.com Sport ▶ Acro Fire Works Mondiali di parapendio Gemona del Friuli (UD). Info: www.vololiberofriuli.it SABATO 13-07-13

Folklore ▶ Mostra regionale delle Pesche Fiumicello (UD). Info: www.comune.fiumicello.ud.it ▶ Sauris in festa Sauris (UD). Località Sauris di Sotto. Info: 0433 86076 www.sauris.org ▶ Mittelfest Cividale del Friuli (UD). Info: http://mittelfest.org ▶ Festa del Formaggio Montereale Valcellina (PN). Località Malnisio. Info: www.gfmalnisio.it ▶ Sagra dei Gamberi Zoppola (PN). Info: 347 9838311 ass.iltiglio@gmail.com ▶ Festa del Biscotto di Brazzà Moruzzo (UD). Loc. Brazzacco. Info: 388 3694289 ▶ Sagra del Carmine


L U G L I O Pasiano di Pordenone (PN). Info: prolocoquadrifoglio@gmail.com ▶ Festa d’Estate Cassacco (UD). Loc. Montegnacco. Info: 0432 881230, info@prolocomontegnacco.it ▶ Palio dei Rioni Codroipo (UD). Info: 349 4131031, info@paliodeirioni.it ▶ Festa della trebbiatura e delle tradizioni contadine San Canzian d’Isonzo (GO). Area feste ai Brechi. Info: 345 4097340 prolocos.canzian@virgilio.it ▶ Festa del Redentore Palmanova (UD). Info: info@gruppostoricocittadipalmanova.com ▶ Sagre dala Bisate Rivignano (UD). Località Ariis. Info: 346 7217282, prolocoariis@gmail.com ▶ Luglio Palsese Porcia (PN). Info: 0434 591008 info@proporcia.it ▶ Sagra delle Fragole e dei Lamponi Attimis (UD). Info: prolocoattimis@alice.it ▶ Luglio Varianese Basiliano (UD). Info: 338 1602763 info@prolocovariano.it ▶ Castello in Festa Caneva (PN). Castello. Info: 0434 79510 www.procastellocaneva.com Live music ▶ Benny Benassi Sound Of Waves Festival Grado (GO). Spiaggia Costa Azzurra. Ore 21.30. €20 Info: http://www.azalea.it ▶ Luna e un quarto Folkest 2013 Udine. Piazza Matteotti. Ore 21.30. Info: www.folkest.com Sport ▶ Acro Fire Works Mondiali di parapendio Gemona del Friuli (UD). Info: www.vololiberofriuli.it DOMENICA 14-07-13

bambini ▶ Fieste dai Fruz Giochi e allegria Sedegliano (UD). Parco delle Feste di Turrida Associazione La Pannocchia ONLUS. Info. 0432 904999 associazione@lapannocchia.org Folklore ▶ Mostra regionale delle Pesche Fiumicello (UD). Info: www.comune.fiumicello.ud.it ▶ Sauris in festa Sauris (UD). Località Sauris di Sotto. Info: 0433 86076 www.sauris.org ▶ Mittelfest Cividale del Friuli (UD). Info: http://mittelfest.org ▶ Festa del Formaggio Montereale Valcellina (PN). Località Malnisio. Info: www.gfmalnisio.it ▶ Artigianato nella favola Frisanco (PN). Località Poffabro. Info: 0427 71733 ▶ Sagra dei Gamberi Zoppola (PN). Info: 347 9838311 ass.iltiglio@gmail.com ▶ Festa del Biscotto di Brazzà Moruzzo (UD). Loc. Brazzacco. Info: 388 3694289 ▶ Sagra del Carmine Pasiano di Pordenone (PN). Info: prolocoquadrifoglio@gmail.com ▶ Festa d’Estate Cassacco (UD). Info: 0432 881230, info@prolocomontegnacco.it ▶ Palio dei Rioni Codroipo (UD). Info: 349 4131031, info@paliodeirioni.it ▶ Festa della trebbiatura e delle tradizioni contadine San Canzian d’Isonzo (GO). Area feste ai Brechi. Info: 345 4097340 prolocos.canzian@virgilio.it ▶ Festa del Redentore Palmanova (UD). Info: info@gruppostoricocittadipalmanova.com ▶ Sagre dala Bisate Rivignano (UD). Località Ariis. Info: 346 7217282, prolocoariis@gmail.com ▶ Luglio Palsese Porcia (PN). Info: 0434 591008 info@proporcia.it ▶ Sagra delle Fragole e dei Lamponi Attimis (UD). Info: prolocoattimis@alice.it ▶ Luglio Varianese Basiliano (UD). Info: 338 1602763 info@prolocovariano.it ▶ Castello in Festa Caneva (PN). Castello. Info: 0434 79510 www.procastellocaneva.com ▶ Arte e Sapori della Valcellina Claut (PN). Info: 333 3550024, prolococlaut@gmail.com ▶ Fieste dal Penacûl Pasian di Prato (UD). Località Colloredo di Prato. Info: info@procolloredo.it ▶ Festa della Trebbiatura Fagagna (UD). Museo della Vita Contadina Cjase Cocèl. Info: 0432 801887 cultura@comune.fagagna.ud.it ▶ De Qua e de Là del Nonsel Pordenone. Info: 340 1690028, prolocopordenone@alice.it ▶ Festa del Primo Miele Povoletto (UD). Marsure di Sopra, Villa Zanardi Landi Lampertico. Info: 0432 666405, proloco.uva.ravosa@gmail.com Sport ▶ Trofeo Carnia in MTB 19^ edizione Verzegnis (UD). Partenza dal Campo sportivo. Ore 10. Info: www.carniabike.it ▶ Acro Fire Works Mondiali di parapendio Gemona del Friuli (UD). Info: www.vololiberofriuli.it ▶ Pianka Bike Manifestazione non agonistica di MTB Aviano (PN). Piancavallo. Ore 10. Info: www.montanaiaracing.it LUNEDÌ 15-07-13


L U Folklore ▶ Mostra regionale delle Pesche Fiumicello (UD). Info: www.comune.fiumicello.ud.it ▶ Mittelfest Cividale del Friuli (UD). Info: http://mittelfest.org ▶ Festa del Formaggio Montereale Valcellina (PN). Località Malnisio. Info: www. gfmalnisio.it MARTEDÌ 16-07-13

Folklore ▶ Mittelfest Cividale del Friuli (UD). Info: http://mittelfest.org ▶ Festa del Biscotto di Brazzà Moruzzo (UD). Loc. Brazzacco. Info: 388 3694289 ▶ Sagra del Carmine Pasiano di Pordenone (PN). Info: prolocoquadrifoglio@ gmail.com ▶ Palio dei Rioni Codroipo (UD). Info: 349 4131031, info@paliodeirioni.it ▶ Luglio Palsese Porcia (PN). Info: 0434 591008 info@proporcia.it Live music ▶ Brian May & Kerry Ellis Born Free Tour 2013 Grado (GO). Diga Nazario Sauro. Ore 21.30. €35-40 Info: www.azalea.itù Sport ▶ Sport e solidarietà Meeting Internazionale di atletica leggera Lignano Sabbiadoro (UD). Stadio comunale. Ore 20. Info: www.nuovatletica.it MERCOLEDÌ 17-07-13

Folklore ▶ Mittelfest Cividale del Friuli (UD). Info: http://mittelfest.org ▶ Brugnera in Festa Brugnera (PN). Impianti sportivi in via del Mas .Info: 328 4314693, info@prolocobrugnera.com Sport ▶ Sport In Tor Evento multidisciplinare aperto a tutti. Torviscosa (UD). Info: www.sportintor.it GIOVEDÌ 18-07-13

Folklore ▶ Mittelfest Cividale del Friuli (UD). Info: http://mittelfest.org ▶ Sagre dai Borgs Palmanova (UD). Località Jalmicco. Info: www.jalmicco.com

G

▶ Festa campestre a Vidulis Dignano (UD). Loc. Vidulis. 0432 944920 segreteria@comdignano.regione.fvg.it ▶ Brugnera in Festa Brugnera (PN). Impianti sportivi in via del Mas .Info: 328 4314693, info@prolocobrugnera.com Meeting ▶ Incontri con l’autore e con il vino dialoghi letterari Lignano Sabbiadoro (UD). PalaPineta, Lignano Pineta. Ore 18.30. Info: 0431 422143 www.lignanonelterzomillennio.it Sport ▶ Green Volley Sport e musica Faedis (UD). Info: www.greenvolley.com ▶ Sport In Tor Evento multidisciplinare aperto a tutti. Torviscosa (UD). Info: www.sportintor.it VENERDÌ 19-07-13

Classic art ▶ Roberto Bolle and friends balleto Trieste. Politeama Rossetti, viale XX Settembre 45. Ore 21. €32-115 Info: 040 3593511 www.ilrossetti.it Folklore ▶ Mittelfest Cividale del Friuli (UD). Info: http://mittelfest.org ▶ Sagre dai Borgs Palmanova (UD). Località Jalmicco. Info: www.jalmicco.com ▶ Sagra dei Gamberi e del Forno Rurale Remanzacco (UD). Info: 342 3158203, prolocoremanzacco@alice.it ▶ Fieste di San Jacu in Taviele Gemona del Friuli (UD). Nuova area festeggiamenti di via Armentaressa. Info: 0432 973258, cultura@gemonaweb.it ▶ Festa al Milleluci Sagrado (GO). Info: 333 4678522, proloco_sagrado@alice.it ▶ Madonna del Carmine di Latisanotta Latisana (UD). Loc. Latisanotta. Info: 0431 59518 ▶ Festa del Borgat Tolmezzo (UD). Info: 0433 468218, 335 1202124, info@nuovaprolocotolmezzo.it ▶ Festa campestre a Vidulis Dignano (UD). Loc. Vidulis. 0432 944920 segreteria@comdignano.regione.fvg.it Live music ▶ Zucchero 3

L

I

O

La Sesiòn Cubana World Tour Tarvisio (UD). piazza Unità. Ore 21. €55 Info: www.azalea.it ▶ Inti Illimani Folkest 2013 Tolmezzo (UD). Pracastello. Ore 21.15. Info: www.folkest.com ▶ Mùm e Ane Brum Doppio concerto Sesto al Reghena (PN). Piazza Castello. Ore 21.30. €15 Info: www.sextonplugged.it Meeting ▶ Premio Amidei Alla miglior sceneggiatura cinematografica Gorizia. Luoghi diversi. Info: http://www.amidei.com Sport ▶ Green Volley Sport e musica Faedis (UD). Info: www.greenvolley.com ▶ Sport In Tor Evento multidisciplinare aperto a tutti. Torviscosa (UD). Info: www.sportintor.it SABATO 20-07-13

Folklore ▶ Festa dell’Aglio Resia (UD). Località San Giorgio di Resia. Info: www.turismofvg.it ▶ Sagre dai Borgs Palmanova (UD). Località Jalmicco. Info: www.jalmicco.com ▶ Mittelfest Cividale del Friuli (UD). Info: http://mittelfest.org ▶ Sagra dei Gamberi e del Forno Rurale Remanzacco (UD). Info: 342 3158203, prolocoremanzacco@alice.it ▶ Fieste di San Jacu in Taviele Gemona del Friuli (UD). Nuova area festeggiamenti di via Armentaressa. Info: 0432 973258, cultura@gemonaweb.it ▶ Festa al Milleluci Sagrado (GO). Info: 333 4678522, proloco_sagrado@alice.it ▶ Madonna del Carmine di Latisanotta Latisana (UD). Loc. Latisanotta. Info: 0431 59518 ▶ Festa del Borgat Tolmezzo (UD). Info: 0433 468218, 335 1202124, info@nuovaprolocotolmezzo.it ▶ Festa campestre a Vidulis Dignano (UD). Loc. Vidulis. 0432 944920 segreteria@comdignano.regione.fvg.it

▶ Sagre dala Bisate Rivignano (UD). Località Ariis. Info: 346 7217282, prolocoariis@gmail.com ▶ Sagra del Malgaro Ovaro (UD). Info: 0433 67223 proloco_ovaro@libero.it Live music ▶ Zucchero 3 La Sesiòn Cubana World Tour Codroipo (UD). Villa Manin di Passariano. Ore 21.30. € 3570 Info: www.azalea.it Meeting ▶ Premio Amidei Alla miglior sceneggiatura cinematografica Gorizia. Luoghi diversi. Info: www.amidei.com Sport ▶ 5 Miglia Gara di corsa su strada Torviscosa (UD). Ore 21. Info: www.5migliatorviscosa.it ▶ Sport In Tor Evento multidisciplinare aperto a tutti. Torviscosa (UD). Info: www.sportintor.it ▶ Green Volley Sport e musica Faedis (UD). Info: www.greenvolley.com ▶ International beach rugby

Evento internazionale

Lignano Sabbiadoro (UD). Beach Arena. Info: www.beachrugby.eu DOMENICA 21-07-13

Classic art ▶ Festival Seghizzi Concorso Internazionale di Canto corale Gorizia. Teatro Verdi, via Garibaldi 2a. Ore 9. Info: www.seghizzi.it Folklore ▶ Sagra dei Gamberi e del Forno Rurale Remanzacco (UD). Info: 342 3158203, prolocoremanzacco@alice.it ▶ Sagre dai Borgs Palmanova (UD). Località Jalmicco. Info: www.jalmicco.com ▶ Fieste di San Jacu in Taviele Gemona del Friuli (UD). Nuova area festeggiamenti di via Armentaressa. Info: 0432 973258, cultura@gemonaweb.it ▶ Festa al Milleluci Sagrado (GO). Info: 333 4678522, proloco_sagrado@alice.it ▶ Madonna del Carmine di Latisanotta


L U Latisana (UD). Loc. Latisanotta. Info: 0431 59518 ▶ Festa del Borgat Tolmezzo (UD). Info: 0433 468218, info@nuovaprolocotolmezzo.it ▶ Festa campestre a Vidulis Dignano (UD). Loc. Vidulis. 0432 944920 segreteria@comdignano.regione.fvg.it ▶ Sagre dala Bisate Rivignano (UD). Località Ariis. Info: 346 7217282, prolocoariis@gmail.com ▶ Sagra del Malgaro Ovaro (UD). Info: 0433 67223 proloco_ovaro@libero.it ▶ Festa del Miele Erto e Casso (PN). Loc. Val Zemola, Rifugio Casera Mela. Info: 333 7857908 ▶ Perdono della Madonna del Carmine Teor (UD). Info: 347 8815318, prolocoteor@libero.it ▶ Arti, Mestieri e Sapori Tramonti di Sopra (PN). Info: 0427 869412, protramontidisopra@virgilio.it Live music ▶ Skunk Anansie Rock Cividale del Friuli (UD). Piazza del Duomo. Ore 21.30. Info: www.cividale.net Meeting ▶ Premio Amidei Alla miglior sceneggiatura cinematografica Gorizia. Luoghi diversi. Info: www.amidei.com Sport ▶ Green Volley Sport e musica Faedis (UD). Info: www.greenvolley.com ▶ Sport In Tor Evento multidisciplinare aperto a tutti. Torviscosa (UD). Info: www.sportintor.it ▶ International beach rugby Evento internazionale Lignano Sabbiadoro (UD). Beach Arena. Info: www.beachrugby.eu ▶ Manifestazione Internazionale di Sumo Coppa Europa a squadre Barcis (PN). Palasport. Info: www.barcis.fvg.it LUNEDÌ 22-07-13

folklore ▶ Tradizionale Sagra di Sant’Ermacora

G

Chions (PN). Info:348 2208640 ▶ Sagre dai Borgs Palmanova (UD). Località Jalmicco. Info: www.jalmicco.com ▶ Sagra dei Gamberi e del Forno Rurale Remanzacco (UD). Info: 342 3158203, prolocoremanzacco@alice.it ▶ Fieste di San Jacu in Taviele Gemona del Friuli (UD). Nuova area festeggiamenti di via Armentaressa. Info: 0432 973258, cultura@gemonaweb.it Meeting ▶ Premio Amidei Alla miglior sceneggiatura cinematografica Gorizia. Luoghi diversi. Info: www.amidei.com MARTEDÌ 23-07-13

folklore ▶ Tradizionale Sagra di Sant’Ermacora Chions (PN). Info:348 2208640 ▶ Sagra dei Gamberi e del Forno Rurale Remanzacco (UD). Info: 342 3158203, prolocoremanzacco@alice.it ▶ Fieste di San Jacu in Taviele Gemona del Friuli (UD). Nuova area festeggiamenti di via Armentaressa. Info: 0432 973258, cultura@gemonaweb.it Live music ▶ Sigur Rós 4 Summer Tour 2013 Tarvisio (UD). Piazza Unità. Ore 21. € 40,00 Info: www. azalea.it Meeting ▶ Premio Amidei alla miglior sceneggiatura cinematografica Gorizia. Luoghi diversi. Info: www.amidei.com MERCOLEDÌ 24-07-13

folklore ▶ Tradizionale Sagra di Sant’Ermacora Chions (PN). Info:348 2208640 ▶ Sagra dei Gamberi e del Forno Rurale Remanzacco (UD). Info: 342 3158203, prolocoremanzacco@alice.it Live music ▶ Deep Purple 5 Now what? Majano (UD). Area Concerti del Festival. Ore 21.30. € 20-40

L

I

O

Info: www.azalea.it Meeting ▶ Premio Amidei Alla miglior sceneggiatura cinematografica Gorizia. Luoghi diversi. Info: www.amidei.com GIOVEDÌ 25-07-13

folklore Tradizionale Sagra di Sant’Ermacora Chions (PN). Info: 348 2208640 Meeting ▶ Premio Amidei Alla miglior sceneggiatura cinematografica Gorizia. Luoghi diversi. Info: www.amidei.com ▶ Incontri con l’autore e con il vino dialoghi letterari Lignano Sabbiadoro (UD). PalaPineta, Lignano Pineta. Ore 18.30. Info: 0431 422143 www.lignanonelterzomillennio.it VENERDÌ 26-07-13

Folklore ▶ Tradizionale Sagra di Sant’Ermacora Chions (PN). Info: 348 2208640 ▶ Sagre di San Jacum Paluzza (UD). Info: 0433 775344 prolocopaluzza@libero.it ▶ Sagra dei Santi Giacomo e Anna Venzone (UD). Info: 0432 985034 provenzone@libero.it ▶ Sagre d’Avost Martignacco (UD). Info: 348 7011792 info@sagredavost.it ▶ Festa di Mezza Estate Pagnacco (UD). Info: 348 5398870 arte-pagnacco@libero.it ▶ Gnots a Mueç Moggio Udinese (UD). Info: 0433 51514 proloco@moggioudinese.info ▶ Festa campestre a Vidulis Dignano (UD). Loc. Vidulis. 0432 944920 segreteria@comdignano.regione.fvg.it Live music ▶ Elio e le Storie tese Sound Of Waves Festival Grado (GO). Spiaggia Costa Azzurra. Ore 21.30. € 20 Info: www.azalea.it ▶ Simone Cristicchi Folkest 2013 Spilimbergo (PN). Piazza Duomo. Ore 21.30. Info: www. folkest.com SABATO 27-07-13

Classic art ▶ Percoto canta

Concorso canoro Pavia Di Udine (UD). Località Percoto. Villa Caiselli, piazza della Vittoria. Ore 21. Info: www.percotocanta.it Folklore ▶ Taste the Borders Pontebba (UD). Info: www.tastetheborders.eu ▶ Tradizionale Sagra di Sant’Ermacora Chions (PN). Info: 348 2208640 ▶ Sagre di San Jacum Paluzza (UD). Info: 0433 775344 prolocopaluzza@libero.it ▶ Sagra dei Santi Giacomo e Anna Venzone (UD). Info: 0432 985034 provenzone@libero.it ▶ Sagre d’Avost Martignacco (UD). Info: 348 7011792 info@sagredavost.it ▶ Festa di Mezza Estate Pagnacco (UD). Info: 348 5398870 arte-pagnacco@libero.it ▶ Gnots a Mueç Moggio Udinese (UD). Info: 0433 51514 proloco@moggioudinese.info ▶ Festa campestre a Vidulis Dignano (UD). Loc. Vidulis. 0432 944920 segreteria@comdignano.regione.fvg.it ▶ Fieste in te Tor Reana del Rojale (UD). Info: 0432 856211 protocollo@comreana-del-rojale.regione.fvg.it ▶ Sagre dai Poles Buttrio (UD). Info: 0432 636111 segreteria@com-buttrio. regione.fvg.it ▶ Arti & Sapori Zoppola (PN). Info: 0434 979947 biblioteca@comunezoppola3.191.it ▶ Sant’Anna – Formeaso Festeggia Zuglio (UD). Loc. Formeaso. Info: 339 5375311 prolocojuliumcarnicum@gmail.com ▶ Festa della Trota e del Formaggio Travesio (PN). Info: 333 7474760 protravesio@libero.it ▶ Sagra di San Giorgio Pagnacco (UD). Info: prolocopagnacco@gmail.com ▶ Sagra di San Jacum Ampezzo (UD). Loc. Oltris. Info: 331 1496592 prolocotinisa@hotmail.it ▶ Festeggiamenti di San Liberale Frisanco (PN). Info: 347 9954512 prolocovalcolvera@libero.it ▶ Fiesta de la Mont Montereale Valcellina (PN). Info: 333 7113733 info@cheideltalpa.it ▶ Festa di Sant’Anna


L U Sedegliano (UD). Info: 0432 915519 segreteria@com-sedegliano.regione.fvg.it ▶ Sagre dala Bisate Rivignano (UD). Località Ariis. Info: 346 7217282, prolocoariis@gmail.com Live music ▶ Fabri Fibra 7 Guerra e Pace in Tour Majano (UD). Area Concerti del Festival. Ore 21.30. € 25 Info: www.azalea.it ▶ Allan Taylor Folkest 2013 Spilimbergo (PN). Piazza Duomo. Ore 21.30. Info: www. folkest.com DOMENICA 28-07-13

Classic art ▶ Cori d’Europa Festival internazionale coristico Udine. Chiesa di San Giorgio, via Grazzano. Ore 21. Info: www.udinecultura.it Folklore ▶ Taste the Borders Pontebba (UD). Info: www.tastetheborders.eu ▶ Artisti in strada Barcis (PN). Centro storico. Info: www.barcis.fvg.it ▶ Tradizionale Sagra di Sant’Ermacora Chions (PN). Info:348 2208640“ ▶ Sagre di San Jacum Paluzza (UD). Info: 0433 775344 prolocopaluzza@libero.it ▶ Sagra dei Santi Giacomo e Anna Venzone (UD). Info: 0432 985034 provenzone@libero.it ▶ Sagre d’Avost Martignacco (UD). Info: 348 7011792 info@sagredavost.it ▶ Festa di Mezza Estate Pagnacco (UD). Info: 348 5398870 arte-pagnacco@libero.it ▶ Gnots a Mueç Moggio Udinese (UD). Info: 0433 51514 proloco@moggioudinese.info ▶ Festa campestre a Vidulis Dignano (UD). Loc. Vidulis. 0432 944920 segreteria@comdignano.regione.fvg.it ▶ Fieste in te Tor Reana del Rojale (UD). Info: 0432 856211 protocollo@comreana-del-rojale.regione.fvg.it ▶ Sagre dai Poles Buttrio (UD). Info: 0432 636111 segreteria@com-buttrio. regione.fvg.it ▶ Arti & Sapori Zoppola (PN). Info: 0434 979947 biblioteca@comunezop-

G

L

I

O

pola3.191.it ▶ Sant’Anna Zuglio (UD). Loc. Formeaso. Info: 339 5375311 prolocojuliumcarnicum@gmail.com ▶ Festa della Trota e del Formaggio Travesio (PN). Info: 333 7474760 protravesio@libero.it ▶ Sagra di San Giorgio Pagnacco (UD). Info: prolocopagnacco@gmail.com ▶ Festa del Gambero Amaro (UD). Corte Schönau. Info: 345 3932712 prolocoamaro@virgilio.it ▶ Sagra di San Jacum Ampezzo (UD). Loc. Oltris. Info: 331 1496592 prolocotinisa@hotmail.it ▶ Festa degli Aquiloni Cercivento (UD). Info: 0433 778408 comune@com-cercivento.regione.fvg.it ▶ Fasin la Mede Sutrio (UD). Info: 0433 778921 prolocosutrio@libero.it ▶ Festa della “Pitina” Tramonti di Sopra (PN). Info: 0427 869412, 338 1950319 protramontidisopra@virgilio.it ▶ Sagre dala Bisate Rivignano (UD). Località Ariis. Info: 346 7217282 prolocoariis@gmail.com Live music ▶ Franco Battiato 8 Apriti Sesamo Live Tarvisio (UD). Piazza Unità. Ore 21. € 50 Info: www.azalea.it ▶ Antonella Ruggiero Folkest 2013 Spilimbergo (PN). Piazza Duomo. Ore 21.30. Info: www. folkest.com Sport ▶ Coppa Alpe Adria Gara internazionale di Mountain Bike Tarvisio (UD). Località Camporosso. Ore 10. Info: http://pedaletarvisiano.org ▶ Stafete dai Cirubiz Gara di corsa in montagna Cercivento (UD). Campo sportivo. Ore 10. Info: www.turismofvg.it LUNEDÌ 29-07-13

folklore ▶ Tradizionale Sagra di Sant’Ermacora Chions (PN). Info: 348 2208640 ▶ Sagra dei Santi Giacomo e Anna Venzone (UD). Info: 0432 985034 provenzone@libero.it ▶ Festa di Mezza Estate

/

A G

O

S

T O

Pagnacco (UD). Info: 348 5398870 arte-pagnacco@libero.it ▶ Gnots a Mueç Moggio Udinese (UD). Info: 0433 51514 proloco@moggioudinese.info ▶ Estate a Moruzzo ▶ Sagra dell’Anguilla Rivignano (UD). Località Ariis. Info: 346 7217282, prolocoariis@gmail.com ▶ Fieste in te Tor Reana del Rojale (UD). Info: 0432 856211 protocollo@comreana-del-rojale.regione.fvg.it ▶ Sagra dello Struzzo Pozzuolo del Friuli (UD). Info: proloco.pozzuolo@libero.it MARTEDÌ 30-07-13

folklore ▶ Tradizionale Sagra di Sant’Ermacora Chions (PN). Info:348 2208640“ ▶ Sagra dei Santi Giacomo e Anna Venzone (UD). Info: 0432 985034 provenzone@libero.it ▶ Festa di Mezza Estate Pagnacco (UD). Info: 348 5398870 arte-pagnacco@libero.it ▶ Gnots a Mueç Moggio Udinese (UD). Info: 0433 51514 proloco@moggioudinese.info ▶ Fieste in te Tor Reana del Rojale (UD). Info: 0432 856211 protocollo@comreana-del-rojale.regione.fvg.it ▶ Sagra dello Struzzo Pozzuolo del Friuli (UD). Info: proloco.pozzuolo@libero.it Live music ▶ Teho Teardo & Blixa Bargeld e Rover Doppio concerto Sesto al Reghena (PN). Piazza Castello. Ore 21.30. € 10 Info: www.sextonplugged.it MERCOLEDÌ 31-07-13

folklore ▶ Sagra dei Santi Giacomo e Anna Venzone (UD). Info: 0432 985034 provenzone@libero.it ▶ Festa di Mezza Estate Pagnacco (UD). Info: 348 5398870 arte-pagnacco@libero.it ▶ Gnots a Mueç Moggio Udinese (UD). Info: 0433 51514 proloco@moggioudinese.info ▶ Fieste in te Tor Reana del Rojale (UD). Info: 0432 856211 protocollo@comreana-del-rojale.regione.fvg.it ▶ Sagra dello Struzzo Pozzuolo del Friuli (UD). Info: proloco.pozzuolo@libero.it

GIOVEDÌ 01-08-13

folklore ▶ Biofesta Ragogna (UD). Info: 0432 940310, info@prolocoragogna.it ▶ Agosto Ronchese Ronchi dei Legionari (GO). Info: 0481 777441, 331 1140070 prolocoronchi@libero.it ▶ Sagra dello struzzo Pozzuolo del Friuli (UD). Info: proloco.pozzuolo@libero.it ▶ Festa di mezza estate Pagnacco (UD). Info: 348 5398870 Fun ▶ Moda d’Autore sfilate Lignano Sabbiadoro (UD). Terrazza a Mare. Info: www. modadautore.com Meeting ▶ Incontri con l’autore e con il vino dialoghi letterari Lignano Sabbiadoro (UD). PalaPineta, Lignano Pineta. Ore 18.30. Info: 0431 422143 www.lignanonelterzomillennio.it VENERDÌ 02-08-13

folklore ▶ È Festa - Drio al Campanil Fogliano Redipuglia (GO). Info: 0481 489139, plfogliano@tiscali.it ▶ Tempus est jocundum Gemona del Friuli (UD). Info: 0432 981441 info@gemona. fvg.it info@prolocogemona.it ▶ Festa di Mont Vito d’Asio (PN). Info: 335 7475200 piero.gerometta@ gmail.com ▶ Sagra dai Grops Prato Carnico (UD). Info: 0433 69420 info@valpesarina.org ▶ Sagra di San Lorenzo Arzene (PN). Info: 349 8124485 prolocosanlorenzo@libero.it ▶ Festa dei Ciclamini Polcenigo (PN). Info: info@prolocomezzomonte.com ▶ Festeggiamenti di Sant’Antonio Latisana (UD). Loc. Pertegada. Info: 0431 55036 info@pertegada.org ▶ Sagra dai Cjalsons Paluzza (UD). Loc. Cleulis. Info: 392 4226972 ing.hpuntel@gmail.com ▶ Sagra dell’Anguria e della Madonna della Neve Remanzacco (UD). Loc. Selvis, Borc dai Cûs. Info: 328 1198122 ▶ A Tutto Frico


A G Flaibano (UD). Info: associazioneproflaibano@virgilio.it ▶ Festeggiamenti dell’Assunta Reana del Rojale (UD). Info: 0432 856211 protocollo@ com-reana-del-rojale.regione.fvg.it ▶ Sagra dello struzzo Pozzuolo del Friuli (UD). Info: proloco.pozzuolo@libero.it ▶ Sagre d’Avost Matignacco (UD). Info: 348 7011792 ▶ Agosto Ronchese Ronchi dei Legionari (GO). Info: 0481 777441, 331 1140070 prolocoronchi@libero.it ▶ Sagra di S. Giorgio Pagnacco (UD). Info: prolocopagnacco@gmail.com Fun ▶ Moda d’Autore sfilate Lignano Sabbiadoro (UD). Terrazza a Mare. Info: www. modadautore.com SABATO 03-08-13

folklore ▶ Biofesta Ragogna (UD). Info: 0432 940310, 340 9654196, info@ prolocoragogna.it segreteria@prolocoragogna.it ▶ Ovedasso in Festa Moggio Udinese (UD). Info: 347 8666751 ▶ È Festa - Drio al Campanil Fogliano Redipuglia (GO). Info: 0481 489139, plfogliano@tiscali.it ▶ Tempus est jocundum Gemona del Friuli (UD). Info: 0432 981441 info@gemona.fvg.it ▶ Festa di Mont Vito d’Asio (PN). Info: 335 7475200 piero.gerometta@ gmail.com ▶ Sagra dai Grops Prato Carnico (UD). Info: 0433 69420 info@valpesarina.org ▶ Sagra di San Lorenzo Arzene (PN). Info: 349 8124485 prolocosanlorenzo@libero.it ▶ Festa dei Ciclamini Polcenigo (PN). Info: info@prolocomezzomonte.com; ▶ Festeggiamenti di Sant’Antonio Latisana (UD). Loc. Pertegada. Info: 0431 55036 info@ pertegada.org ▶ Sagra dai Cjalsons Paluzza (UD). Loc. Cleulis. Info: 392 4226972 ing.hpuntel@gmail.com ▶ Sagra dell’Anguria e della Madonna della Neve

O

Remanzacco (UD). Loc. Selvis, Borc dai Cûs. Info: 328 1198122 ▶ A Tutto Frico Flaibano (UD). Info: associazioneproflaibano@virgilio.it ▶ Festeggiamenti dell’Assunta Reana del Rojale (UD). Info: 0432 856211 protocollo@ com-reana-del-rojale.regione.fvg.it ▶ Sagra dello struzzo Pozzuolo del Friuli (UD). Info: proloco.pozzuolo@libero.it ▶ Sagre d’Avost e dai gjambars di flum Bagnaria Arsa (UD). Loc. Castions delle Mura. Info: 329 2277676 ▶ Sagre d’Avost Martignacco (UD). Info: 348 7011792 ▶ Agosto Ronchese Ronchi dei Legionari (GO). Info: 0481 777441, 331 1140070 prolocoronchi@libero.it ▶ Sagra di S. Giorgio Pagnacco (UD). Info: prolocopagnacco@gmail.com ▶ Sagrute Furlane di Vilalte Fagagna (UD). Info: info@cheidevile.it Fun ▶ Moda d’Autore sfilate Lignano Sabbiadoro (UD). Terrazza a Mare. Info: www. modadautore.com Live music ▶ David Guetta musica in consolle Lignano Sabbiadoro (UD). Stadio Teghil . Ore 20. € 35-50 Info: www.azalea.it Sport ▶ Trofeo Carnia in MTB 19^ edizione Paularo (UD). Partenza da piazza Nascimbeni. Ore 16. Info: www.carniabike.it ▶ Marcia delle quattro chiese Podismo non competitivo Arta Terme (UD). Piano d’Arta. Info: www.turismofvg.it DOMENICA 04-08-13

Folklore ▶ Sagra dei cjarsons Arta Terme (UD). Località Rivalpo-Valle. Info: www.turismofvg.it ▶ Sagra dai Cjalsons Paluzza (UD). Loc. Cleulis. Info: 392 4226972 ing.hpuntel@gmail.com ▶ Biofesta

S

T O

Ragogna (UD). Info: 0432 940310, info@prolocoragogna.it ▶ Ovedasso in Festa Moggio Udinese (UD). Info: 347 8666751 ▶ Sagra dello struzzo Pozzuolo del Friuli (UD). Info: proloco.pozzuolo@libero.it ▶ Sagra di San Lorenzo Arzene (PN). Info: 349 8124485 prolocosanlorenzo@libero.it ▶ Rassegna del Folklore Ovarese Ovaro (UD). Info: 0433 67223, 339 3256817 proloco_ovaro@libero.it ▶ È Festa - Drio al Campanil Fogliano Redipuglia (GO). Info: 0481 489139, 346 1761913 plfogliano@tiscali.it ▶ A Tutto Frico Flaibano (UD). Info: associazioneproflaibano@virgilio.it ▶ Festeggiamenti Agostani Claut Valcellina (PN). Info: 333 3550024 prolococlaut@ gmail.com ▶ Festeggiamenti dell’Assunta Reana del Rojale (UD). Info: 0432 856211 protocollo@ com-reana-del-rojale.regione.fvg.it ▶ Festeggiamenti di Sant’Antonio Latisana (UD). Loc. Pertegada. Info: 0431 55036 info@ pertegada.org ▶ Sagra dell’Anguria e della Madonna della Neve Remanzacco (UD). Loc. Selvis, Borc dai Cûs. Info: 328 1198122 ▶ Festa di Mont Vito d’Asio (PN). Info: 335 7475200 piero.gerometta@ gmail.com ▶ Sagre d’Avost e dai gjambars di flum Bagnaria Arsa (UD). Loc. Castions delle Mura. Info: 329 2277676 ▶ Sagra dai Grops Prato Carnico (UD). Info: 0433 69420 info@valpesarina.org ▶ Festa dell’Amicizia a Passo Pramollo Pontebba (UD). Info: 0428 90693 prolocopontebba@virgilio.it ▶ Sagra di Coritis Resia (UD). Info: 0433 53353 proloco.resia@resianet.org ▶ Agosto Ronchese Ronchi dei Legionari (GO). Info: 0481 777441, 331 1140070 prolocoronchi@libero.it ▶ Festa dei Ciclamini Polcenigo (PN). Info: info@prolocomezzomonte.com Sport

▶ FIAT 500 alla conquista del Friuli Raduno Tolmezzo (UD). Ore 9.30. Info: 342 7739045 LUNEDÌ 05-08-13

Classic art ▶ Tra Terra e Mare Festival Internazionale delle Arti di Strada Lignano Sabbiadoro (UD). Viale Venezia. Ore 21.30. Info: www.traterraemare.com Folklore ▶ Festa della Madonna della Neve Precenicco (UD). Info: 0432 414511 ▶ Festeggiamenti dell’Assunta Fiume Veneto (PN). Loc. Bannia. Info: prolocobannia@ prolocobannia.it ▶ Agosto Ronchese Ronchi dei Legionari (GO). Info: 0481 777441, 331 1140070 prolocoronchi@libero.it ▶ Sagra dai Cjalsons Paluzza (UD). Loc. Cleulis. Info: 392 4226972 ing.hpuntel@gmail.com ▶ A Tutto Frico Flaibano (UD). Info: associazioneproflaibano@virgilio.it ▶ Sagra dell’Anguria e della Madonna della Neve Remanzacco (UD). Loc. Selvis, Borc dai Cûs. Info: 328 1198122 MARTEDÌ 06-08-13

Classic art ▶ Tra Terra e Mare Festival Internazionale delle Arti di Strada Marano Lagunare (UD). Piazza Vittorio Emanuele II. Ore 21.30. Info: www.traterraemare.com Folklore ▶ Agosto Ronchese Ronchi dei Legionari (GO). Info: 0481 777441, 331 1140070 prolocoronchi@libero.it ▶ A Tutto Frico Flaibano (UD). Info: associazioneproflaibano@virgilio.it ▶ Sagra del Bignè Comeglians (UD). Info: 0433 60052 protocollo@com-comeglians.regione.fvg.it MERCOLEDÌ 07-08-13

Classic art ▶ Tra Terra e Mare Festival Internazionale delle Arti di Strada Ronchis (UD). Piazza Trombetta. Ore 21.30. Info: www.traterraemare.com


A G

O

Folklore ▶ Agosto Ronchese Ronchi dei Legionari (GO). Info: 0481 777441, prolocoronchi@libero.it ▶ A Tutto Frico Flaibano (UD). Info: associazioneproflaibano@virgilio.it ▶ Sagra del Bignè Comeglians (UD). Info: 0433 60052 protocollo@com-comeglians.regione.fvg.it GIOVEDÌ 08-08-13

Classic art ▶ Tra Terra e Mare Festival Internazionale delle Arti di Strada Palazzolo Dello Stella (UD). Piazza Libertà. Ore 21.30. Info: www.traterraemare.com Folklore ▶ Agosto Ronchese Ronchi dei Legionari (GO). Info: 0481 777441, prolocoronchi@libero.it ▶ A Tutto Frico Flaibano (UD). Info: associazioneproflaibano@virgilio.it ▶ Sagra della trota e del formaggio salato Tramonti di Sopra (PN). Info: 333 2556359 patriziabertoncello@libero.it Meeting ▶ Incontri con l’autore e con il vino dialoghi letterari Lignano Sabbiadoro (UD). PalaPineta, Lignano Pineta. Ore 18.30. Info: 0431 422143 www.lignanonelterzomillennio.it VENERDÌ 09-08-13

Classic art ▶ Tra Terra e Mare Precenicco (UD). Piazza Roma. Ore 21. Info: www.traterraemare.com Folklore ▶ Festival Internazionale del Folklore Aviano-Piancavallo 45^ edizione Aviano (PN). Località Piancavallo. Info: 328 4818079 www. danzerinidiaviano.it ▶ Agosto Ronchese Ronchi dei Legionari (GO). Info: 0481 777441, prolocoronchi@libero.it ▶ A Tutto Frico Flaibano (UD). Info: associazioneproflaibano@virgilio.it ▶ Sagra della trota e del formaggio salato Tramonti di Sopra (PN). Info: 333 2556359 patriziabertoncello@libero.it ▶ Festa dell’Oca Morsano al Tagliamento (PN). Info: 0434 696026 prolocomorsanoaltagl_to@yahoo.it ▶ Festa dei Ciclamini Polcenigo (PN). Info: info@prolocomezzomonte.com ▶ Sagre dal Frico Dignano (UD). Loc. Carpacco. Info: 0432 944920 segreteria@ com-dignano.regione.fvg.it SABATO 10-08-13

Classic art ▶ Tra Terra e Mare Festival Internazionale delle Arti di Strada Latisana (UD). Ore 21. Info: www.traterraemare.com Folklore ▶ Sagre d’Avost e dai gjambars di flum Bagnaria Arsa (UD). Loc. Castions delle Mura. Info: 329 2277676 ▶ La nostra terra - Terra di Arrotini Resia (UD). Località Stolvizza. Info: www.vivistolvizza.org ▶ Festival Internazionale del Folklore Aviano-Piancavallo Aviano (PN). Località Piancavallo. Info: 328 4818079 www. danzerinidiaviano.it ▶ Palio “das Cjarogiules” Paluzza (UD). Info: 339 8284470 info@paliodipaluzza.it ▶ Sagra das Cartufulas Socchieve (UD). Loc. Mediis. Info: 0433 80080 protocollo@ com-socchieve.regione.fvg.it ▶ Festa del Toro a Corgnolo Porpetto (UD). Loc. Corgnolo. Info: 335 7010923 ▶ Agosto Ronchese Ronchi dei Legionari (GO). Info: 0481 777441, prolocoronchi@libero.it ▶ A Tutto Frico Flaibano (UD). Info: associazioneproflaibano@virgilio.it ▶ Sagra della trota e del formaggio salato Tramonti di Sopra (PN). Info: 333 2556359 patriziabertoncello@libero.it ▶ Festa dell’Oca Morsano al Tagliamento (PN). Info: 0434 696026 prolocomorsanoaltagl_to@yahoo.it ▶ Sagre dal Frico Dignano (UD). Loc. Carpacco. Info: 0432 944920 segreteria@ com-dignano.regione.fvg.it DOMENICA 11-08-13

Classic art 76

|

settembre-ottobre 2007

| L’INFORMAFREEMAGAZINE

S

T O

▶ Tra Terra e Mare Festival Internazionale delle Arti di Strada Latisana (UD). Ore 21. Info: www.traterraemare.com Folklore ▶ Sagre d’Avost e dai gjambars di flum Bagnaria Arsa (UD). Loc. Castions delle Mura. Info: 329 2277676 ▶ La nostra terra - Terra di Arrotini Resia (UD). Località Stolvizza. Info: www.vivistolvizza.org ▶ Festival Internazionale del Folklore Aviano-Piancavallo Aviano (PN). Località Piancavallo. Info: 328 4818079 www.danzerinidiaviano.it ▶ Palio “das Cjarogiules” Paluzza (UD). Info: 339 8284470 info@paliodipaluzza.it ▶ Sagra das Cartufulas Socchieve (UD). Loc. Mediis. Info: 0433 80080 protocollo@com-socchieve.regione.fvg.it ▶ Festa del Toro a Corgnolo Porpetto (UD). Loc. Corgnolo. Info: 335 7010923 ▶ Agosto Ronchese Ronchi dei Legionari (GO). Info: 0481 777441, prolocoronchi@libero.it ▶ A Tutto Frico Flaibano (UD). Info: associazioneproflaibano@virgilio.it ▶ Sagra della trota e del formaggio salato Tramonti di Sopra (PN). Info: 333 2556359 patriziabertoncello@libero.it ▶ Festa dell’Oca Morsano al Tagliamento (PN). Info: 0434 696026 prolocomorsanoaltagl_to@yahoo.it ▶ Sagre dal Frico Dignano (UD). Loc. Carpacco. Info: 0432 944920 segreteria@comdignano.regione.fvg.it Sport ▶ Trofeo Carnia in MTB 19^ edizione Moggio Udinese (UD). Partenza da località Bevorchians. Ore 10. Info: www.carniabike.it ▶ Staffetta del Monte Lussari Corsa in montagna Tarvisio (UD). Località Camporosso. Ore 9.30. Info: http://ustositarvisio.it LUNEDÌ 12-08-13

Folklore ▶ Sagre d’Avost e dai gjambars di flum Bagnaria Arsa (UD). Loc. Castions delle Mura. Info: 329 2277676 ▶ Festival Internazionale del Folklore Aviano-Piancavallo Aviano (PN). Località Piancavallo. Info: 328 4818079 www.danzerinidiaviano.it ▶ Festa del Toro a Corgnolo Porpetto (UD). Loc. Corgnolo. Info: 335 7010923 ▶ Sagra della trota e del formaggio salato Tramonti di Sopra (PN). Info: 333 2556359 patriziabertoncello@libero.it MARTEDÌ 13-08-13

Folklore ▶ Festival Internazionale del Folklore Aviano-Piancavallo Aviano (PN). Località Piancavallo. Info: 328 4818079 www.danzerinidiaviano.it ▶ Festa del Toro a Corgnolo Porpetto (UD). Loc. Corgnolo. Info: 335 7010923 ▶ Sagra della trota e del formaggio salato Tramonti di Sopra (PN). Info: 333 2556359 patriziabertoncello@libero.it ▶ Festa Triennale Marano Lagunare (UD). Info: 0431 67045 ▶ Ferragosto Timavese Paluzza (UD). Loc. Timau-Cleulis. Info: 380 7045778 prolocotimaucleulis@hotmail.it MERCOLEDÌ 14-08-13

Folklore ▶ Sagre d’Avost e dai gjambars di flum Bagnaria Arsa (UD). Loc. Castions delle Mura. Info: 329 2277676 ▶ Ferragosto Timavese Paluzza (UD). Località Timau. Info: www.turismofvg.it ▶ Alpenfest Tarvisio (UD). Piazza Unità. Info: http://comuneditarvisio.com ▶ Festival Internazionale del Folklore Aviano-Piancavallo Aviano (PN). Località Piancavallo. Info: 328 4818079 www.danzerinidiaviano.it ▶ La Madona de agost da curtì a curtì Montereale Valcellina (PN). Info: www.prolocomontereale.it ▶ Perdon dal Tôr Torviscosa (UD). Info: 0431 92086 ▶ Rievocazione Storica della Macia Spilimbergo (PN). Info: 0427 2274 info@prospilimbergo.org ▶ Festa del Toro a Corgnolo Porpetto (UD). Loc. Corgnolo. Info: 335 7010923 ▶ Sagra della trota e del formaggio salato Tramonti di Sopra (PN). Info: 333 2556359 patriziabertoncello@libero.it ▶ Festa Triennale Marano Lagunare (UD). Info: 0431 67045 ▶ Sagre dal Frico Dignano (UD). Loc. Carpacco. Info: 0432 944920 segreteria@com-di-


gnano.regione.fvg.it ▶ Festa dell’Oca Morsano al Tagliamento (PN). Info: 0434 696026 prolocomorsanoaltagl_to@ yahoo.it Sport ▶ Acro Fire Works Volo acrobatico Trasaghis (UD). Località Alesso. Info: www.vololiberofriuli.it GIOVEDÌ 15-08-13

Folklore ▶ Sagre d’Avost e dai gjambars di flum Bagnaria Arsa (UD). Loc. Castions delle Mura. Info: 329 2277676 ▶ Ferragosto Timavese Paluzza (UD). Località Timau. Info: www.turismofvg.it ▶ Festa del Lampone e del Mirtillo Trasaghis (UD). Località Avasinis. Info: 0432 984138 http://prolocoavasinis.it ▶ Alpenfest Tarvisio (UD). Piazza Unità. Info: http://comuneditarvisio.com ▶ Festival Internazionale del Folklore AvianoPiancavallo Aviano (PN). Località Piancavallo. Info: 328 4818079 www.danzerinidiaviano.it ▶ La Madona de agost da curtì a curtì Montereale Valcellina (PN). Info: www.prolocomontereale.it ▶ Perdon dal Tôr” Torviscosa (UD). Info: 0431 92086 ▶ Rievocazione Storica della Macia Spilimbergo (PN). Info: 0427 2274 info@prospilimbergo.org ▶ Festa del Toro a Corgnolo Porpetto (UD). Loc. Corgnolo. Info: 335 7010923 ▶ Sagra della trota e del formaggio salato Tramonti di Sopra (PN). Info: 333 2556359 patriziabertoncello@libero.it ▶ Festa Triennale Marano Lagunare (UD). Info: 0431 67045 ▶ Sagre dal Frico Dignano (UD). Loc. Carpacco. Info: 0432 944920 segreteria@com-dignano.regione.fvg.it ▶ Festa della Montagna Ampezzo (UD). Info: 0433 80050 ▶ Ferragosto a Sigilletto Forni Avoltri (UD). Info: 0433 72080-72202 infoforniavoltri@libero.it ▶ Mostra Ornitologica Gradisca d’Isonzo (GO). Parco della Rotonda. Info: 340 5122146 ▶ Festa del Formaggio Salato e di Malga Sauris (UD). Loc. Lateis. Info: 0433 86076 info@sauris.org ▶ Festa dell’Oca Morsano al Tagliamento (PN). Info: 0434 696026 prolocomorsanoaltagl_to@ yahoo.it Sport ▶ Acro Fire Works Volo acrobatico Trasaghis (UD). Località Alesso. Info: www.vololiberofriuli.it ▶ Giro delle Malghe Gara podistica non competiva Chiusaforte (UD). Sella Nevea. Ore 9. Info: 347 3326041 ▶ La Ciaminada Gara di corsa non competitiva Forni di Sopra (UD). Ore 10. Info: www.fornidisopra.org VENERDÌ 16-08-13

Folklore ▶ L’Incendio del mare Spettacolo pirotecnico Lignano Sabbiadoro (UD). Arenile antistante Pineta. Ore 23.30. Info: 0431 422143 ▶ Ferragosto Timavese Paluzza (UD). Località Timau. Info: www.turismofvg.it ▶ Festa del Lampone e del Mirtillo Trasaghis (UD). Località Avasinis. Info: 0432 984138 http://prolocoavasinis.it ▶ Alpenfest Tarvisio (UD). Piazza Unità. Info: http://comuneditarvisio.com ▶ La Madona de agost da curtì a curtì Montereale Valcellina (PN). Info: www.prolocomontereale.it ▶ Sagra di Prato Prato Carnico (UD). Info: 0433 69420 info@valpesarina.org ▶ Festeggiamenti Agostani Precenicco (UD). Piazza del Porto. Info: 0431 589655 prolocoprecenicco@libero.it ▶ Festa dell’Oca Morsano al Tagliamento (PN). Info: 0434 696026 prolocomorsanoaltagl_to@ yahoo.it ▶ Rievocazione Storica della Macia Spilimbergo (PN). Info: 0427 2274 info@prospilimbergo.org ▶ Festa del Toro a Corgnolo Porpetto (UD). Loc. Corgnolo. Info: 335 7010923 ▶ Sagra della trota e del formaggio salato Tramonti di Sopra (PN). Info: 333 2556359 patriziabertoncello@libero.it ▶ Festa del Formaggio Salato e di Malga Sauris (UD). Loc. Lateis. Info: 0433 86076 info@sauris.org ▶ Sagre dal Frico Dignano (UD). Loc. Carpacco. Info: 0432 944920 segreteria@com-dignano.regione.fvg.it SABATO 17-08-13

Folklore ▶ Ferragosto Timavese Paluzza (UD). Località Timau. Info: www.turismofvg.it ▶ Festa del Lampone e del Mirtillo Trasaghis (UD). Località Avasinis. Info: 0432 984138 http://prolocoavasinis.it ▶ Alpenfest


A G

O

Tarvisio (UD). Piazza Unità. Info: http://comuneditarvisio.com ▶ La Madona de agost da curtì a curtì Montereale Valcellina (PN). Info: www.prolocomontereale.it ▶ Festa dell’Oca Morsano al Tagliamento (PN). Info: 0434 696026 prolocomorsanoaltagl_to@yahoo.it ▶ Festa del Toro a Corgnolo Porpetto (UD). Loc. Corgnolo. Info: 335 7010923 ▶ 740ª Sagra dei Osei Sacile (PN). Info: 0434 72273 info@prosacile.com segreteria@prosacile.com ▶ Festa del Formaggio Salato e di Malga Sauris (UD). Loc. Lateis. Info: 0433 86076 info@sauris.org ▶ Festeggiamenti Agostani Precenicco (UD). Piazza del Porto. Info: 0431 589655 prolocoprecenicco@libero.it ▶ Festa della Meda e del Miele di Montagna Porzûs (UD). Info: 349 5183928 proloco.porzus@libero.it ▶ Sagra di Prato Prato Carnico (UD). Info: 0433 69420 info@valpesarina.org ▶ Sagre dal Frico Dignano (UD). Loc. Carpacco. Info: 0432 944920 segreteria@com-dignano.regione.fvg.it Live music ▶ Africa Unite con Mellow Mood e Playa Desnuda Lignano Sabbiadoro (UD). Arena Alpe Adria. Ore 21.30. € 15 Info: www.azalea.it DOMENICA 18-08-13

Folklore ▶ Ferragosto Timavese Paluzza (UD). Località Timau. Info: www.turismofvg.it ▶ Festa del Lampone e del Mirtillo Trasaghis (UD). Località Avasinis. Info: 0432 984138 http:// prolocoavasinis.it ▶ Alpenfest Tarvisio (UD). Piazza Unità. Info: http://comuneditarvisio.com ▶ La Madona de agost da curtì a curtì Montereale Valcellina (PN). Info: www.prolocomontereale.it ▶ Festa dell’Oca Morsano al Tagliamento (PN). Info: 0434 696026 prolocomorsanoaltagl_to@yahoo.it ▶ Festa del Toro a Corgnolo Porpetto (UD). Loc. Corgnolo. Info: 335 7010923 ▶ 740ª Sagra dei Osei Sacile (PN). Info: 0434 72273 info@prosacile.com segreteria@prosacile.com ▶ Festa del Formaggio Salato e di Malga Sauris (Ud). Loc. Lateis. Info: 0433 86076 info@sauris.org ▶ Festeggiamenti Agostani Precenicco (UD). Piazza del Porto. Info: 0431 589655 prolocoprecenicco@libero.it ▶ Festa della Meda e del Miele di Montagna Porzûs (UD). Info: 349 5183928 proloco.porzus@libero.it ▶ Festeggiamenti di San Bartolomeo Chiusaforte (UD). Info: 347 8869253 prolocochiusaforte@libero.it ▶ Sagra di Prato Prato Carnico (UD). Info: 0433 69420 info@valpesarina.org ▶ Sagre dal Frico Dignano (UD). Loc. Carpacco. Info: 0432 944920 segreteria@com-dignano.regione.fvg.it Sport ▶ Trofeo Carnia in MTB 19^ edizione Comeglians (UD). Partenza da località Tualis. Ore 10. Info: www.carniabike.it ▶ Staffetta Tre Rifugi Gara internazionale di corsa in montagna Forni Avoltri (UD). Località Collina. Ore 10. Info: www.3rifugi.com ▶ Lignano Air Show Esibizione delle Frecce Tricolori Lignano Sabbiadoro (UD). Ore 16.45. Info: 0431 409111 LUNEDÌ 19-08-13

Live music ▶ Pordenone Blues Festival Concerti, mostre, eventi letterari Pordenone. Info: www.pordenonebluesfestival.it Meeting ▶ Alpe Adria Puppet Festival Teatro di marionette, burattini e oggetti a ombre Grado (GO). Info: 0431 898221 turismo@comunegrado.it MARTEDÌ 20-08-13

Live music ▶ Pordenone Blues Festival Concerti, mostre, eventi letterari Pordenone. Info: www.pordenonebluesfestival.it Meeting 78

|

settembre-ottobre 2007

| L’INFORMAFREEMAGAZINE

S

T O

▶ Alpe Adria Puppet Festival Teatro di marionette, burattini e oggetti a ombre Grado (GO). Info: 0431 898221 turismo@comunegrado.it MERCOLEDÌ 21-08-13

Live music ▶ Pordenone Blues Festival Concerti, mostre, eventi letterari Pordenone. Info: www.pordenonebluesfestival.it Meeting ▶ Alpe Adria Puppet Festival Teatro di marionette, burattini e oggetti a ombre Grado (GO). Info: 0431 898221 turismo@comunegrado.it GIOVEDÌ 22-08-13

Live music ▶ Pordenone Blues Festival Concerti, mostre, eventi letterari Pordenone. Info: www.pordenonebluesfestival.it Meeting ▶ Incontri con l’autore e con il vino dialoghi letterari Lignano Sabbiadoro (UD). PalaPineta, Lignano Pineta. Ore 18.30. Info: 0431 422143 www.lignanonelterzomillennio.it ▶ Alpe Adria Puppet Festival Teatro di marionette, burattini e oggetti a ombre Grado (GO). Info: 0431 898221 turismo@comunegrado.it VENERDÌ 23-08-13

folklore ▶ Sagre de Ultime d’Avost Fagagna (UD). Loc. Ciconicco. Info: prolocociconicco@alice.it ▶ Palio di San Donato Cividale del Friuli (UD). Info: 0432 71042 turismo@cividale.net ▶ Fieste in Paìs Pasian di Prato (UD). Parco Azzurro a Passons. Info: 348 0989902 ▶ Festeggiamenti Agostani Precenicco (UD). Piazza del Porto. Info: 0431 589655 prolocoprecenicco@libero.it ▶ Festa del “Gialut” Roveredo in Piano (PN). Info: 0434 786143 pro.roveredo@ gmail.com ▶ Festa Paesana Lestizza (UD). Loc. Galleriano. Info: 366 1972633 prolocogalleriano@gmail.com Live music ▶ Pordenone Blues Festival Concerti, mostre, eventi letterari Pordenone. Info: www.pordenonebluesfestival.it SABATO 24-08-13

folklore ▶ Sagra das Panolas Enemonzo (UD). Loc. Quinis. Info: prolocoenemonzo@gmail. com ▶ Sagra di Clendis Ampezzo (UD). Info: 331 1496592 prolocotinisa@hotmail.it ▶ Sagre de Quarte d’Avost Pavia di Udine (UD). Loc. Risano. Info: 329 2097313 ▶ Sagre de Ultime d’Avost Fagagna (UD). Loc. Ciconicco. Info: prolocociconicco@alice.it ▶ Palio di San Donato Cividale del Friuli (UD). Info: 0432 71042 turismo@cividale.net ▶ Fieste in Paìs Pasian di Prato (UD). Parco Azzurro a Passons. Info: 348 0989902 ▶ Festeggiamenti Agostani Precenicco (UD). Piazza del Porto. Info: 0431 589655 prolocoprecenicco@libero.it ▶ Festa del “Gialut” Roveredo in Piano (PN). Info: 0434 786143 pro.roveredo@ gmail.com ▶ Festa Paesana Lestizza (UD). Loc. Galleriano. Info: 366 1972633 prolocogalleriano@gmail.com ▶ Festeggiamenti di San Bartolomeo Chiusaforte (UD). Info: 347 8869253 prolocochiusaforte@libero.it Live music ▶ Pordenone Blues Festival Concerti, mostre, eventi letterari Pordenone. Info: www.pordenonebluesfestival.it DOMENICA 25-08-13

folklore ▶ Palio di San Donato Cividale del Friuli (UD). Info: 0432 71042 turismo@cividale.net ▶ Festa Paesana Lestizza (UD). Loc. Galleriano. Info: 366 1972633 prolocogalleriano@gmail.com ▶ Festeggiamenti Agostani Precenicco (UD). Piazza del Porto. Info: 0431 589655 prolocoprecenicco@libero.it ▶ Festeggiamenti di San Bartolomeo Chiusaforte (UD). Info: 347 8869253 prolocochiusaforte@libero.it ▶ Festa del “Gialut” Roveredo in Piano (PN). Info: 0434 786143 pro.roveredo@ gmail.com ▶ Sagre de Quarte d’Avost Pavia di Udine (UD). Loc. Risano. Info: 329 2097313 ▶ Sagre de Ultime d’Avost


Fagagna (UD). Loc. Ciconicco. Info: prolocociconicco@alice.it ▶ Baite Aperte Tarvisio (UD). Info: 348 2667827 valcanale100@yahoo.it ▶ Fiesta da Polenta Prato Carnico (UD). Info: 0433 69420 info@valpesarina.org ▶ Rivive il Trecento medievale Cordovado (PN). Info: 331 8077203 procordovado@libero.it ▶ San Daniele in Festa San Daniele del Friuli (UD). Info: 0432 946536 Live music ▶ Pordenone Blues Festival Concerti, mostre, eventi letterari Pordenone (PN). Info: http://www.pordenonebluesfestival.it Sport ▶ Grado Air Show Esibizione delle Frecce Tricolori Grado (GO). Ore 17. Info: www.grado.info ▶ Skyrace Dolomiti Friulane Gara di corsa non competitiva Forni di Sopra (UD). Località Davost. Ore 8. Info: www.for-adventure.it LUNEDÌ 26-08-13

Folklore ▶ Festa del Gialut Roveredo in Piano (PN). Info: 0434 786143 pro.roveredo@gmail.com ▶ Sagre de Quarte d’Avost Pavia di Udine (UD). Loc. Risano. Info: 329 2097313 MARTEDÌ 27-08-13

Folklore ▶ Festa del Gialut Roveredo in Piano (PN). Info: 0434 786143 pro.roveredo@gmail.com MERCOLEDÌ 28-08-13

Folklore ▶ Festa del Gialut Roveredo in Piano (PN). Info: 0434 786143 pro.roveredo@gmail.com GIOVEDÌ 29-08-13

folklore ▶ Festa di Settembre Tarcento (UD). Loc. Collerumiz. Info: prolococollerumiz@yahoo.it ▶ Festeggiamenti Settembrini Fagagna (UD). 0432 801864 prolocofagagna@libero.it ▶ Sagra de le Raze Staranzano (GG). Info: 0481 710069 prolocostaranzano@libero.it ▶ Festa del Gialut Roveredo in Piano (PN). Info: 0434 786143 pro.roveredo@gmail.com Meeting ▶ Incontri con l’autore e con il vino dialoghi letterari Lignano Sabbiadoro (UD). PalaPineta, Lignano Pineta. Ore 18.30. Info: 0431 422143 www.lignanonelterzomillennio.it VENERDÌ 30-08-13

Folklore ▶ Festival Mondiale del Folklore Gorizia. Info: www.turismofvg.it ▶ Sagre dai Pirus Pavia di Udine (UD). Info: propavia@propavia.it ▶ Festa Paesana Lestizza (UD). Loc. Galleriano. Info: 366 1972633 prolocogalleriano@gmail.com ▶ Festeggiamenti Settembrini Fagagna (UD). Info: 0432 801864 prolocofagagna@libero.it ▶ Festa del “Gialut” Roveredo in Piano (PN). Info: 0434 786143 pro.roveredo@gmail.com ▶ Sagra de le Raze Staranzano (GO). Info: 0481 710069 prolocostaranzano@libero.it Meeting ▶ Festival vegetariano Gorizia. Piazza Vittoria. Info: http://festivalvegetariano.it SABATO 31-08-13

Folklore ▶ Festival Mondiale del Folklore Gorizia. Info: www.turismofvg.it ▶ Sagra dei Sest Polcenigo (PN). Info: http://prolocopolcenigo.com ▶ Sagra paesana a Lenzone Ovaro (UD). Info: 0433 67223, 339 3256817 proloco_ovaro@libero.it ▶ Antica Festa delle Campanelle Nimis (UD). Info: 335 5825078 proloconimis@yahoo.it ▶ Perdon di Sant’Antoni Mortegliano (UD). Loc. Lavariano. Info: 340 6972185 info@naturalmentelavariano.it ▶ Sagre dal paîs Varmo (UD). Area antistante Villa Giacomini. Info: prolocovildivar@gmail.com ▶ Sagre dai Pirus Pavia di Udine (UD). Info: propavia@propavia.it ▶ Festa Paesana Lestizza (UD). Loc. Galleriano. Info: 366 1972633 prolocogalleriano@gmail.com ▶ Festeggiamenti Settembrini Fagagna (UD). Info: 0432 801864 prolocofagagna@libero.it ▶ Festa del “Gialut” Roveredo in Piano (PN). Info: 0434 786143 pro.roveredo@gmail.com ▶ Sagra de le Raze Staranzano (GO). Info: 0481 710069; prolocostaranzano@libero.it Meeting ▶ Festival vegetariano Gorizia. Piazza Vittoria. Info: http://festivalvegetariano.it


F U O R I

R E G I O N E

T R E V I S O Fino al 14 luglio

▶FESTA DEA SARDEA L’atmosfera magica, la posizione ideale per trascorrere serate in compagnia, l’organizzazione eccellente sono le chiavi del successo della manifestazione, nata nel 1989 dalla bizzarra idea di un gruppo di amici di scendere da Silea a Venezia con una barca a remi lungo il Sile. Oggi la festa è un appuntamento imperdibile per chi cerca un momento di allegria, divertimento... e buona tavola. Per tutta la durata della festa è possibile deliziarsi gustando squisite pietanze a base di pesce azzurro accompagnate da ottimi vini regionali, ascoltando buona musica e assistendo a spettacoli di cabaret. Silea. Info: www.festadeasardea.it 3473647019, 3463222557 nevio.lucchese@gmail.com 14 luglio

▶LA PINA CYCLING MARATHON Ciclolonga con le tradizionali salite al Castello di Susegana e a Praderadego e la scalata del Monte Tomba Treviso. Partenza in Piazza del Grano ore 7:45. Info: 0422 420877 www.lapinarello. com 21 luglio

▶TERRE ROSSE  GRANFONDO DEL MONTELLO Il percorso di gara parte da Volpago snodandosi nella parte centrale del Montello. L’anello è lungo poco meno di 30 km e copre circa 950 metri di dislivello. Tre tipologie di percorsi: Percorso Hobby per le categorie amatoriali ed escursionistiche, Percorso Master per sole categorie amatoriali, Percorso Open per sole categorie open. Novità di quest’anno è la Rudy Project Relay Marathon, staffetta per squadre composte da tre atleti. Volpago del Montello. Info: 0422 1760252, 3924021741 www.laterrerosse.com info@laterrerosse.com 25 luglio - 11 agosto

▶SUONI DI MARCA 2013 Diciotto i giorni di concerti in programma con più di sessanta artisti pronti a calcare i due palchi secondari e il main stage. Assicurata musica di altissimo livello: il 27 luglio apre i battenti Il Cile (Lorenzo Cilembrini, cantautore tosco-emiliano premiato come rivelazione a Sanremo), seguito il 27 da The Bastard Sons of Dioniso, il 29 dall’intramontabile Premiata Forneria Marconi e il 30 dalle band Blastema e Airway. Treviso. Bastioni SS. Quaranta. Info: info@ suonidimarca.it, www.suonidimarca.it. 4 - 15 agosto

▶ARTIGIANATO VIVO 2013 Ritorna uno degli appuntamenti estivi più attesi di tutta la regione Veneto, in grado di catalizzare un numero sempre maggiore di visitatori e turisti, esperti del settore e non, artisti e uomini di cultura, provenienti da tutta Italia. Cison di Valmarino ancora una volta diventa la capitale dell’Artigianato per far incontrare tradizione, arte e folclore. Un viaggio alla scoperta di antichi saperi e mestieri manuali, per ricreare un curioso laboratorio artigiano a cielo aperto. Cison di Valmarino. Info: www.marcadoc.com Fino al 18 agosto

▶5X5 CINQUE PIANI PER CINQUE ARTISTI Marco Bernardi, Graziano Pompili, Bruno Raspanti,Claudia Steiner, Angelo Zennaro: cinque artisti contemporanei per ridare nuova vita alla Torre civica di Castelfranco Veneto, restituita alla città dopo un lungo restauro che l’ha resa finalmente fruibile al pubblico. Castelfranco Veneto. Museo Casa Giorgione. Info: 0423 735626, info@museocasagiorgione. it, www.museocasagiorgione.it. 80

|

settembre-ottobre 2007

| L’INFORMAFREEMAGAZINE


F U O R I

R E G I O N E

V E N E Z I A 20-21 luglio

▶FESTA DEL REDENTORE La tradizione del Redentore risale al 1577 e ricorda la fine di una terribile pestilenza, festeggiata con l’edificazione dell’omonima basilica del Palladio sull’isola della Giudecca, alla quale ci si può oggi recare in pellegrinaggio attraversando un imponente ponte di barche lungo 330 metri. Il week-end si conclude con la Regata su gondole, all’interno della Stagione Remiera di Voga alla Veneta. Venezia. Bacino di San Marco. Info: www.redentorevenezia.it Fino al 28 luglio

▶FESTIVAL “LO SPIRITO DELLA MUSICA DI VENEZIA” Il Festival ideato e curato dalla Fondazione Teatro La Fenice intende ripresentare con rinnovata attenzione lo straordinario patrimonio della musica veneziana. Venezia. Chiese, palazzo Ducale e Teatro La Fenice. Info: www.teatrolafenice.it 28 agosto - 7 settembre

▶MOSTRA INTERNAZIONALE DI ARTE CINEMATOGRAFICA Il 6 agosto 1932 al Lido di Venezia, sulla terrazza dell’Hotel Excelsior, ebbe inizio - ideato e realizzato dalla Biennale di Venezia - il primo festival cinematografico internazionale al mondo; anche quest’anno, la 70esima edizione rinnova la tradizione e promette grandi emozioni. L’elenco dei film sarà svelato a fine luglio, ma è già confermata la presenza, come presidente della sezione Orizzonti e autore di un film fuori concorso, di un gigante del cinema mondiale: Paul Schrader. Venezia. Lido. Info: www.labiennale.org 1 settembre

▶REGATA STORICA La Regata Storica è l’appuntamento principale del calendario di gare di Voga alla Veneta, disciplina unica al mondo praticata da millenni nella laguna di Venezia. È oggi resa ancora più spettacolare dal celebre corteo storico che precede le gare.Venezia. Info: 041 2412988 www.regatastoricavenezia.it 8 settembre

▶GRANDE FESTA DEL VINO Una meticolosa selezione delle migliori perle enologiche a portata di tutti. Un evento da non perdere, progettato come di consueto dall’enoteca Le Cantine dei Dogi. Mirano. Villa Morosini ed enoteca Le Cantine dei Dogi. Info: 041 5489920 www.lagrandefestadelvino.it Fino al 23 novembre

▶MOSTRA INTERNAZIONALE DI ARCHITETTURA  FUNDAMENTALS Per la 14^ edizione, il curatore Rem Koolhaas ha dichiarato: «Fundamentals si concentrerà sulla storia sugli inevitabili elementi di tutta l’architettura utilizzati da ogni architetto, in ogni tempo e in ogni luogo e sull’evoluzione delle architetture nazionali negli ultimi 100 anni. Questa retrospettiva darà luogo a una rinnovata comprensione della ricchezza del repertorio di fondamenti dell’architettura, che attualmente sembra essere esaurito».Venezia. Giardini della Biennale e Arsenale. Info: www.labiennale.org Fino al 24 novembre

▶55A ESPOSIZIONE INTERNAZIONALE D’ARTE Il titolo scelto dal curatore Massimiliano Gioni per questa edizione è: Il Palazzo Enciclopedico. La scelta del tema evoca l’artista auto-didatta italo-americano Marino Auriti, che il 16 novembre 1955 depositò presso l’ufficio brevetti statunitense i progetti per il suo Palazzo Enciclopedico, un museo immaginario che avrebbe dovuto ospitare tutto il sapere dell’umanità. Tantissimi artisti da tutto il mondo per un appuntamento irrinunciabile dedicato agli amanti dell’arte contemporanea. Venezia. Sedi sparse in tutta la città. Info: www.labiennale.org L’INFORMAFREEMAGAZINE

|

settembre-ottobre 2007

|

81


O L T R E

C O N F I N E

C R O A Z I A 10 luglio

▶SERATE TRADIZIONALI SULLA RIVA FASANESE Fiera dei souvenir e dei prodotti culinari istriani e realizzazione degli attrezzi tradizionali da pesca, accompagnati dal folclore istriano. Riva di Fasana. Info: www.istra.hr 13 - 27 luglio

▶PULA FILM FESTIVAL Il festival cinematografico più antico e visitato in Croazia, noto come uno dei più spettacolari all’aperto in tutta Europa. Pola. Info: www.pulafilmfestival.hr Fino al 14 luglio

▶DVIGRAD FESTIVAL  FESTIVAL DI MUSICA ANTICA All’inizio del Medioevo in quet’area c’erano due città di cui solamente una, chiamata Dvigrad-Duecastelli, fu abitata durante l’intera epoca medievale, fino al XVII secolo. Verso la metà dello stesso secolo l’Istria venne colpita dalla peste e nell’anno 1714 le ultime tre famiglie ivi residenti abbandonarono Duecastelli. La cittadina addormentata verrà risvegliata dal suono di questo festival di musica antica. Duecastelli. Info: www.istra.hr, info@istria-kanfanar.com 18 - 28 luglio

▶ATP TORNEO DI TENNIS Il torneo estivo ATP che si tiene a Umago da più di vent’anni rappresenta il culmine della stagione turistica dell’Istria nord-occidentale ed è uno degli eventi sportivi e sociali d’eccellenza in Croazia. Umago. ATP Stadion, Stella Maris. Info: www.coloursofistria.com 2 agosto

▶LEONARD COHEN IN CONCERTO Cantante, poeta, compositore: Leonard Cohen è uno dei più grandi artisti viventi e nello scenario notturno dell’arena di Pola si annunciano grandi emozioni. Pola. Arena romana. Ore 21. Info: www.eventim.hr 2 - 3 agosto

▶MONTEPARADISO FESTIVAL Festival di musica punk. Pola. Info: www.istra.hr

Fino al 31 agosto

▶LABIN ART REPUBLIKA Festival di teatro visuale, esibizioni teatrali e gruppi musicali. Il piccolo teatro, la chiesa, Piazza Vecchia, le vie e le gradinate si trasformano in scena aperta per concerti e recitazioni. Gruppi canori, musica classica, street art, cori, orchestre e folklore. Cittàvecchia. Info: www.istra.hr, info@istria-rabac.com 31 agosto

▶MARATONA INTERNAZIONALE DI NUOTO A DISTANZA “FAROS MARATHON” La prima lunga Swimming Championship International Distanza si è tenuta nel 1976 e da allora questa gara spettacolare non cessa di emozionare. Saranno presenti tutti i migliori atleti europei e mondiali. Cittavecchia. Info: www.stari-grad-faros.hr Fino al 15 settembre

▶TRADIZIONE DALLE NOSTRE MANI I souvenir fatti a mano, i prodotti autoctoni, i prodotti bio-ecologici, gli oggetti utili e decorativi fatti a mano, i suoni della musica tradizionale e il ballo, gli odori e gusti delle prelibatezze istriane,i laboratori creativi, la promozione diretta dell’artigianato. Pola. Piazza S. Tommaso. Info: www.istra.hr

11 luglio - 24 agosto

▶CARINTISCHER SOMMER 2013 Concerti di musiche da camera e jazz con grandi ospiti internazionali e le orchestre più prestigiose. Ossiach e Villach. Info: www.carinthischersommer.at 13 luglio

▶STARNACHT  LA NOTTE DELLE STELLE

I grandi personaggi della musica austriaca e internazionale vi invitano a un grande spettacolo: il suggestivo palco galleggiante sul lago Wörthersee è pronto a regalarvi emozioni uniche. Klagenfurt. Lago Wörthersee. Info: www.carinzia.at 13 luglio

▶KAISERFEST Festa in onore dell’imperatore d’Austria Francesco Giuseppe. All’interno della manifestazione avrà luogo anche un raduno di macchine d’epoca Puch - Fiat. Millstatt. Info: www.carinzia.at 27 - 28 luglio 2013

▶SPECTACULUM Nella suggestiva scenografia delle fortezze di Friesach risorge il medioevo fra le mura della vecchia abbazia. Friesach. Info: +43 (0) 4268 2213-43, www.friesach.at, tourismsuinformation@friesach.at


O L T R E C A R I N Z I A 28 luglio - 4 agosto

▶SAGRA DI VILLAGGIO  VILLACHER KIRCHTAG Oltre ai variopinti costumi tradizionali e alla musica folk, la festa sarà allietata da squisite specialità gastronomiche tra cui la “Kirchtagssuppe”. Villach. Info: www.carintia.at 1 - 18 agosto

▶FESTIVAL MEDIEVALE  “RITTERSPIELE”

Il campo del torneo e il villaggio medievale vicino al castello saranno teatro di un viaggio nel Medioevo. Sommeregg. Castello sul lago Millstätter See. Info: www.carintia.at 4 agosto

▶SALAMIFEST

Festa del salame all’abbazia di Eberndorf, che offre l’opportunità di provare squisiti assaggi e degustazioni. Eberndorf. Info: www.carinzia.at 9 - 10 agosto

▶“ALTSTADTZAUBER”

Lasciatevi incantare… e deliziare dalle specialità locali. Tutto il centro storico di Klagenfurt si trasformerà in palcoscenico con musica per tutti i gusti. Inoltre si svolgerà il mercatino delle pulci più grande della Carinzia. Klagenfurt. Info: www.carinzia.at

C O N F I N E S L O V E N I A Dal 19 al 21 luglio

▶LE GIORNATE DI BLED La manifestazione che attrae di più è sicuramente la tradizionale notte di Bled quando il lago e il castello si vestono di luce. I barcaioli calano sulla superficie del lago più di 15.000 piccole lucine che galleggiano su gusci d’uovo (creati dall’artista locale Andrej Vidic); si illuminano così il lago e le sue rive, mentre dal castello partono i fuochi d’artificio che avvolgono la cittadina di mille colori. Bled. Info: www.slovenia.info 23 luglio

▶BUENA VISTA SOCIAL CLUB CON OMARA PORTUONDO Omara Portuondo, una delle più conosciute cantanti cubane, dopo la sua partecipazione al film documentario Buena Vista Social Club del regista Wim Wenders, è diventata famosa in tutto il mondo. Ha iniziato la propria carriera nei tardi anni Quaranta dello scorso secolo, con una estensione vocale eccezionale ed è un interprete di prima classe di molti generi musicali, dai bolero al jazz. Križanke. Ore 21. Info: www.visitljubljana.com 3 agosto - 2 settembre

▶SUMMER PUPPET PIER 2013 Festival internazionale dei burattini che attrae circa 30 gruppi professionali ed amatoriali da tutto il mondo. Maribor. Info: www.lg-mb.si Fino al 25 agosto

▶IVO PRANČIČ: PA.PAINTING  EXHIBITION OF PAINTINGS Ivo Prančič è una delle figure più interessanti del panorama artistico sloveno, noto per le sue ambiziose creazioni dove la pittura astratta viene rielaborata in forma del tutto originale. Lubiana. Cankarjev dom. Info: www.visitljubljana.com 30 agosto - 1 settembre

▶FEI WORLD DRESSAGE CHALLENGE Lo scopo di questo concorso è di dare ai competitori di dressage meno esperti, che in circostanze normali non possono prendere parte a gare di dressage internazionale e vivono nei paesi più remoti, la possibilità di competere a livello internazionale senza dover lasciare il proprio paese. Sežana. Lipica. Info: www.slovenia.info 4 - 22 settembre

▶EUROBASKET 2013 Il più importante campionato di pallacanestro, che si svolge ogni due anni in Europa, sarà organizzato per la prima volta dalla Slovenia. Durante questo mese, quando il clima in Slovenia è ancora caldo e asciutto, potrete approfittarne per visitare le bellezze del paese. Lubiana, Celje, Capodistria e Jesenice. Info: www.eurobasket2013.org Fino al 30 settembre

▶IL GENIO  DA VINCI La mostra più grande del mondo su Leonardo Da Vinci comprende più di 200 oggetti, tra cui apparecchiature, costruite secondo i suoi disegni, riproduzioni delle sue opere d’arte nonché numerose presentazioni interattive. Lubiana. Fiera. Info: www.visitljubljana.com


AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI NÂş 5 â&#x20AC;&#x153;BASSA FRIULANAâ&#x20AC;? 63,520(75,(*5$78,7(3(5,)80$725,5(6,'(17,1(/7(55,725,2'(/',675(772(67 Dal mese di febbraio di questâ&#x20AC;&#x2122;anno, presso il poliambulatorio del distretto Est a Cervignano, in via Trieste n. 75, è partita la fase pilota di una sperimentazione di â&#x20AC;&#x153;sanitĂ  di iniziativaâ&#x20AC;? rivolta alle patologie dellâ&#x20AC;&#x2122;apparato respiratorio e in particolare alla bronco-pneumopatia cronica ostruttiva (BPCO). Si tratta di una delle principali malattie croniche che af          

   il riconoscimento precoce e lâ&#x20AC;&#x2122;avvio tempestivo di tratta           dei comportamenti a rischio, è determinante per evitare il progressivo aggravamento e lâ&#x20AC;&#x2122;insorgenza delle conseguenti invaliditĂ , in particolare la compromissione della            respiratoria. Tale condizione, nelle forme piĂš severe in cui è destinata a evolvere la malattia, può rendere necessario il ricorso allâ&#x20AC;&#x2122;ossigenoterapia, a frequenti ricoveri ospedalieri per le complicazioni anche a carico di altri organi e apparati (in particolare il sistema cardiovascolare) e alla morte. La BPCO è dunque una malattia cronica prevenibile e trattabile. Le alterazioni che provoca sono costituite da una ostruzione al                                latazione degli spazi terminali delle vie respiratorie e degli alveoli).        !       di fumo di sigaretta e di altri inquinanti come polveri, gas, vapori irritanti e anche da infezioni ricorrenti. Il fumo di sigaretta è però la causa della maggior parte dei casi ed è proprio su questâ&#x20AC;&#x2122;abitudine che è necessario intervenire per interrompere lâ&#x20AC;&#x2122;evoluzione inesorabile della patologia. Si tratta di una malattia molto subdola, in quanto si manifesta in maniera graduale, con sintomi che vengono per lungo tempo sottovalutati dallo stesso paziente: tosse con espettorazione (che dal fumatore viene accattata come diretta conseguenza della sua abitudine) e dispnea, cioè mancanza del respiro, che allâ&#x20AC;&#x2122;inizio avviene    "        in salita e per lunghi tratti o il salire e scendere le scale (a questo livello il disturbo viene di solito ancora sottovalutato dal paziente che si limita a ridurre inconsapevolmente la sua attivitĂ ), ma che con lâ&#x20AC;&#x2122;andar del tempo si presenta anche per attivitĂ  molto poco impegnative (piccole rampe di scale, brevi percorsi a piedi). Proprio per questo la persona che è colpita dalla BPCO arriva spesso tardi  #           e il danno allâ&#x20AC;&#x2122;apparato broncopolmonare è giĂ  in fase avanzata. Si tende a ritenere che il rischio per il fumatore sia sostanzialmente quello del tumore del polmone, che può anche risparmiare alcuni

Gli infermieri Marcella Battello, Donato Zerbinati e Adriana Baldassi, responsabili del servizio di spirometria e screening.   "   $        processo patologico sopra descritto (la BPCO) che, oltre a rappresentare la quarta causa di morte nei paesi occidentali, è, fra le malattie, al quinto posto nel mondo per il numero di anni vissuti con disabilitĂ , condannando molte persone a vivere con sofferenza e gravi limitazioni la seconda parte della propria vita. La sperimentazione avviata nel Distretto Est ha quindi lo scopo di arrivare a una diagnosi precoce di BPCO e di consentire a chi ne risultasse affetto di intraprendere in tempo le cure appropriate e di assumere lâ&#x20AC;&#x2122;atteggiamento e il comportamento corretto per interrompere lâ&#x20AC;&#x2122;evoluzione della malattia. Il servizio di spirometria di screening del Distretto, gestito da alcuni infermieri appositamente addestrati, è dedicato ai soggetti fumatori ed ex fumatori, di etĂ  compresa fra 20 e 40 anni. Presso la sede del distretto, le persone che accedono per prenotazione vengono sottoposte a una breve intervista e a una spirometria. Ricevono alcune informazioni riguardi i servizi che possono aiutare il percorso di disassuefazione dallâ&#x20AC;&#x2122;abitudine al fumo di sigaretta (ambulatorio â&#x20AC;&#x153;antifumoâ&#x20AC;? di Palmanova) e, in caso di positivitĂ  dellâ&#x20AC;&#x2122;esame spirometrico, vengono invitate a rivolgersi al proprio medico curante che potrĂ  visitarle e prescrivere loro una visita pneumologia di approfondimento con spirometria diagnostica, eseguibile in tempi brevi presso lâ&#x20AC;&#x2122;ospedale di Palmanova. Le persone interessate, per accedere al servizio, possono consultare in proposito il proprio medico curante o lâ&#x20AC;&#x2122;infermiere di comunitĂ  del proprio comune, ma possono anche rivolgersi direttamente al distretto, al seguente numero telefonico: 0431 387735%      $  $  $ dalle 11 alle 12. Dott. Luciano Pletti (Direttore del Distretto Est)


http://umorebenigno.files.wordpress.com (Salvador Dalì, La persistenza della memoria)

AFFRONTARE IL PRESENTE

Rubrica a cura di Giuliana De Stefani

P S I C O L O G I A

Hic et nunc

86

Se volessimo ben analizzare l’antica ma eterna espressione latina (in italiano, “qui e ora”), ci ritroveremmo presto a trattare due temi che appartengono al linguaggio delle scienze umane. In psicologia il “qui e ora” viene raccomandato quasi come un farmaco contro lo stress e il disagio interiore. La capacità di calarsi emotivamente e cognitivamente nel presente che stiamo vivendo ci permette di convogliare l’attenzione dei nostri sensi su un oggetto ben definito (un accadimento, un problema, la relazione con una persona) permettendoci di meglio comprendere “cosa sta succedendo”. Spesso invece la nostra paura di soffrire, la smania di cogliere più occasioni possibile o la scarsa fiducia nelle proprie risorse di gestione dei problemi, non ci permette di “entrare fino al collo” nelle situazioni critiche: cerchiamo di scappare, non vogliamo immergerci nel “qui e ora” connotato da conflitto, problema o perdita. Tralasciando le ovvie conseguenze pratiche della mancata gestione delle criticità, che succede alla nostra psiche? Dal punto di vista psicodinamico la mente non |

luglio-agosto 2013

|

riesce a stare centrata sul presente, è costretta alla fuga all’indietro, con ricordi di passati insuccessi, alla fuga in avanti con lo sviluppo di fantasie negative o addirittura catastrofiche, o purtroppo alla fuga nella patologia (dipendenze come fuga in una quotidianità senza senso, un “non pensare o pensare altro”). Il conseguente comportamento pratico spesso risente di questo “inquinamento dei dati del problema”, una sorta di annebbiamento che ci toglie la chiarezza e che provoca l’indebolimento della capacità di giudizio: in altre parole, si possono fare cose stupide, ulteriormente dannose. Viceversa, resistere al desiderio infantile di annullare magicamente le contingenze negative e calarsi nel “qui e ora” critico, ci consente di affrontare le difficoltà come se “fossero fuori da noi” e non dentro di noi. Questa espulsione della situazione critica dalla nostra identità rientra in una strategia di igiene mentale, abbatte l’ansia e le paure. Inoltre permette di evidenziare una realtà oggettiva dai contorni più definiti: il problema appare più chiaro.


Contesto e situazione sono due costrutti molto studiati in sociologia, la scienza che si occupa di fenomeni umani derivanti dall’aggregazione. In questo caso diventano rilevanti altri aspetti del “qui e ora”: la geografia (al singolare!), le culture, i linguaggi, le storie e le politiche (al plurale!). Su ogni scenario geografico (qui), in determinati momenti (ora) si incrociano macro fattori, espressione di identità di popoli. Questo breve accenno ai temi della sociologia, per analogia ci apre la mente su un aspetto che spesso trascuriamo: ogni singolo individuo è depositario di un bagaglio complesso di fattori che determinano la sua “situazione personale”: il luogo di nascita, la lingua, la storia familiare e sociale, il complesso culturale e di istruzione a cui è stato esposto. Dobbiamo però precisare che questi elementi costituivi della nostra identità sono sì codificati nella nostra personalità adulta, però non li viviamo come appartenenti al presente ma piuttosto come eredità, la nostra “storia” ormai immutabile perché generata nel nostro passato. Ma come utilizzare questo consistente e originale patrimonio storico individuale, a volte ingombrante ma anche fondante le nostre radici più vere? Prima abbiamo detto che l’igiene mentale, il vivere serenamente richiede il “qui e ora”, lo stare immersi nella realtà senza elucubrare o fuggire… Non c’è contraddizione. La nostra storia passata, il “lì e allora”, può costituire il fondamentale criterio di riferimento per tutte le nostre scelte attuali e future: è il luogo in cui sono depositati i nostri “valori”. Queste pietre miliari sul cammino della nostra esistenza sono resistenti ma non immutabili: le nuove sensibilità sociali ci propongono nuovi valori per una convivenza più civile ed evoluta. Il senso quindi è: conoscere meglio i propri valori di riferimento personali, selezionare e cercare nuovi valori. Saremo più consapevoli e tolleranti, quindi più sicuri.

Giuliana De Stefani Psicologa psicoterapeuta


HOMO TECHNOLOGICUS

Servizio a cura di Diego Zanelli

P E D A G O G I A

Giovani e nuove tecnologie,

una cifra del nostro tempo

Poco meno di un anno fa (14 settembre 2012) Facebook raggiunse un miliardo di utenti attivi, ossia di coloro che si connettono almeno una volta al mese, mentre si ipotizzava che gli utenti semplicemente iscritti fossero quasi il doppio. Nello stesso anno, il noto social network stimò circa 219 miliardi di foto caricate e 62 milioni di brani musicali ascoltati. L’identikit dell’utente medio di Facebook, infine, venne individuato nei giovani di 22 anni. Questo è solo l’esempio più popolare di un avvento, quello delle nuove tecnologie, le cui cifre segnano una portata demografica e geografica senza precedenti. Il progresso tecnologico avvenuto nel ‘900 è stato considerato superiore a quello che c’è stato nel resto di tutta la storia. Se questa, come l’hanno definita autorevoli filosofi, è l’età della tecnica, allora dobbiamo abbandonare l’idea dell’homo sapiens sapiens per abbracciare quella dell’homo technologicus, cioè dell’individuo pensato in relazione al suo rapporto con la tecnologia. In questa cornice i giovani sono coloro che vengono definiti “nativi digitali”, nati in seno a tale progresso, di cui sono i primi fruitori. Sappiamo inoltre che l’adolescenza è un tempo in cui i ragazzi maturano un’identità, un’appartenenza e una morale che risentono del panorama in cui si costruiscono. Pensato in questi termini, il binomio giovani e nuove tecnologie rappresenta un nodo educativo cruciale, le cui derive ci vengono ricordate spesso dalle notizie di cronaca in cui si sente parlare di cyberbullismo, di studenti costretti a cambiare scuola in seguito a denigrazioni online o, ancora, di atti sconsiderati ripresi e 88

|

luglio-agosto 2013

|

divulgati tramite videotelefoni. Interrogarsi su questa tematica significa avviare una riflessione responsabile su una delle cifre più significative del nostro tempo. Possiamo esplorare il rapporto tra i giovani e le nuove tecnologie a partire dal modo in cui si vivono il corpo e il linguaggio. La corporeità è il primo elemento che viene ridefinito quando parliamo di new media, ossia dei nuovi strumenti di comunicazione. Il medium è quel dispositivo che media la relazione tra due soggetti, permettendogli di superare il limite del faccia a faccia. In questo modo il corpo non è più l’interlocutore diretto con l’altro, ma interagisce direttamente solo con il dispositivo. Quest’evaporazione del corpo si accompagna a un venir meno di tutto quel corredo di significati ed emozioni che con esso sono veicolati, trasformando così il modo di comunicare. Pensando invece al rapporto diretto con lo strumento, ci troviamo davanti a una corporeità vissuta in diversi modi. C’è il multitasking quando si svolgono più attività simultanee sdoppiando l’uso dei sensi, come studiare con la musica o navigare in rete mentre si è al telefono. C’è il corpo sedentario, poiché l’interazione con le nuove tecnologie privilegia gli arti superiori a discapito del resto (è il caso di chi preferisce i pomeriggi alle console piuttosto che al campetto). C’è il corpo che vede nel dispositivo una sua estensione, e al venir meno di esso viene meno una parte di sè, con le relative conseguenze. L’hanno battezzata nomofobia (no mobile fobia) quell’ansia che si genera alla consapevolezza di aver dimenticato il cellulare. Fino ad arrivare a una deriva più drammatica, quando il corpo sem-


bra dissociarsi dalla persona per farsi oggetto a sè stante, e alla stregua di un oggetto può essere esibito, mercificato e pubblicizzato in quell’ambiente in cui, godendo dell’anonimato, si abbattono i limiti tra pubblico e privato, e assieme a essi quelli del pudore, per cui sembra non ci sia nulla di cui vergognarsi nel condividere la propria intimità. Basta fare un giro nei social network per vedere l’immagine di sé che molti giovani mostrano o di cui approfittano per definire l’identità virtuale dei propri compagni. Accanto al corpo, anche il linguaggio si evolve secondo diverse traiettorie. Tra queste pensiamo ai nuovi termini entrati da qualche anno nell’uso corrente (come streaming, bannato, postare, loggarsi) oppure alla scrittura abbreviata che a volte dagli sms si trasferisce nei temi in classe. Evidenziare un cambiamento nel corpo e nel linguaggio significa altresì dire che cambia il modo di fare esperienza e di conoscere, in relazione alle nuove tecnologie. Da questa breve analisi possiamo evincere come le competenze tecnico-funzionali, ossia sapere usare un dispositivo, non siano garanti di un uso corretto sul piano psicologico, relazionale o morale. Si tratta di consegnare un’eredità, che è il progresso tecnologico, assieme alle istruzioni per l’uso. Occorre dunque fornire delle pratiche e dei sistemi di riferimento che orientino a un utilizzo critico e consapevole, e che educhino a un certo modo di viversi attraverso le tecnologie. Diversamente, “nativi digitali” rischia di essere quell’etichetta che rimarca un divario intergenerazionale e che rimanda esclusivamente ai giovani utenti la responsabilità sugli strumenti che impiegano.

Diego Zanelli


90

|

luglio-agosto 2013

|

F I G L I D I U N O S P O R T M I N O R E o v v e r o , s a r a n n o ( s t a t i ) q u a s i f a m o s i !

I l ‘ r i m o r c h i a t o rRubrica e ’ diuMichele m aD’Urso no Un famoso campione di ciclismo degli anni ’30 del secolo scorso, Learco Guerra, era detto la locomotiva umana per le sue grandi doti di potenza e resistenza. È raro trovare atleti simili, e se il nostro degno emulo di cotanto talento è legato allo sport della pagaia, chiamarlo il ‘Rimorchiatore umano’ è una diretta conseguenza. Sto parlando di Alessandro Pieri (in basso in una foto degli anni Ottanta), bisiaco di Ronchi dei Legionari, classe 1963, campione di canoa, finalista olimpico a Seul nel 1988. Alessandro, la leggenda narra che una volta hai rimorchiato da solo, durante un allenamento, una barca rimasta in panne… Alessandro, quasi due metri di omone, arrossisce. «Non è vero… e poi era piccolissima». Quindi la leggenda è vera perché, piccola o grande, la barca c’era. «Era il gommone del mio allenatore, Sergio Soranzio, che aveva avuto noie al motore mentre ci seguiva in allenamento. Mi ha lanciato una cima e io l’ho rimorchiato fino in sede». Come è nato il tuo amore per la canoa? «Per istinto. La mia era una tradizionale famiglia di operaicontadini dediti al lavoro: non ho avuto esempi di sportivi, però dentro di me ho sempre desiderato mettermi alla prova fisicamente. Tutto è cominciato da una passeggiata in bicicletta fatta d’estate e con un caldo tale da beccarmi un’insolazione di quelle che non scordi mai; non mi sentii bene per un paio di giorni e i clienti che venivano a comprare il vino dai miei, quasi per canzonarmi, mi dissero di andare a fare canottaggio, così avrei avuto modo di rinfrescarmi». E tu hai preso alla lettera il consiglio… «Il mio istinto e la mia voglia di sport mi portarono, pochissimo tempo dopo, alla società Timavo, dove rimasi colpito dalla grinta e dal fisico degli atleti. Ho fatto un paio di mesi canottaggio, e poi sono passato alla canoa. Avevo quasi 14 anni». Non giovanissimo, per uno sport dove la maturità atletica arriva dopo anni di duro allenamento. «Sì, non ero il più giovane, e all’inizio ho avuto le mie difficoltà. A casa mia il mondo dello sport era così sconosciuto che appariva, se non inutile, perlomeno strano. Il supporto morale più grande l’ho avuto, e ancora oggi li ringrazio, dalla famiglia Steccherini, che all’epoca erano soci della

Timavo, e dall’amico Moreno Lentini, che già dagli inizi tifavano per me». A scuola come te la cavavi? «Diciamo che non brillavo, e visto che a casa c’era bisogno, ancora minorenne sono andato a fare l’operaio. E credo che proprio in quegli anni di lavoro al chiuso, in ambienti spesso proibitivi (lavoravo al forno in siderurgia, vicino a mille gradi di calore) ho capito l’importanza di realizzare se stessi. Una mattina entrai in fabbrica e dissi che, in quello stesso istante, smettevo di lavorare per loro. Persi la buonuscita e tre mesi di contributi, ma fu la svolta». Abbandonare il certo per l’incerto: scelta coraggiosa… «Avevo capito che se volevo riuscire nella vita dovevo fare qualcosa che la massa non era in grado di fare». Tipo vincere il Campionato italiano juniores, poi quello senior, ed essere quindi ammesso al gruppo sportivo delle Fiamme Gialle nel 1982 e, infine, partecipare al Campionato mondiale senior nel 1983? «Volendo fare un riassunto veloce, è così; ma in mezzo ci sono state milioni, miliardi di pagaiate». Duro lavoro il canoista. Io penso che allenarsi seriamente sia come lavorare con mani e piedi contemporaneamente per ore e ore. Sei d’accordo? «Assolutamente. Considera inoltre che all’epoca eravamo dei pionieri dell’allenamento. Tante cose le abbiamo imparate dalla scuola ungherese (in Ungheria la canoa è uno sport popolarissimo, come la pallanuoto, n.d.r.), sperimentandole sulla nostra pelle, a discapito di tempo ed energie». Il tuo allenatore della Nazionale era Oreste Perri, cremonese, leggenda della canoa, più volte campione del mondo; ti torchiava? «Senza risparmio. Con lui giunsi alle Olimpiadi di Seul nel 1988, passando per una medaglia d’argento nel Singolo alle Universiadi del 1987 svoltesi a Zagabria». La voce del campione si vela nella nostalgia del ricordo. «Andavo fortissimo. Alle Olimpiadi ero accreditato su due equipaggi: il K2 e il K4 1000 metri. Nel K2 ero in coppia con Bruno Dreossi, anche lui bisiaco doc come me, con il quale avevo diviso tutta la gavetta e l’adolescenza, e andavamo forte, più forte che col K4, e…». E invece arrivaste in finale col K4, settimi al traguardo, mentre foste eliminati in semifinale nel K2. Forse l’emozione? «La classifica finale fu così, ma l’emozione c’entra poco. La verità è che la sera prima delle competizioni venne da me in camera Perri pregandomi di dare tutte le mie energie nel K4 trascurando il K2; e io ho obbedito. Questi erano gli ordini del tecnico ed era ciò che la Federazione voleva… Perché giungere a una finale spremuto da un’altra competizione sarebbe stato un danno per tutto l’equipaggio». Questa tua dedizione agli ordini venne almeno apprezzata? «Purtroppo no. Alla fine quasi risultò che la mancanza dei successi fosse colpa mia… Ricevetti tante critiche. Una cosa che mi ferisce e mi imbarazza ancora oggi». Il gigante ha la voce rotta, si capisce che soffre davvero. «Dreossi poi, a Barcellona nel 1992, vinse il bronzo in coppia con Antonio Rossi, il pluricampione olimpico, e venne in


|

parte ricompensato dalla sorte. Sono felice per lui perché se lo è meritato, senza dubbio alcuno. Io invece mi ammalai di polmonite, divenni allergico a un po’ di cose e non riuscii più ad essere competitivo perché ogni primavera ero un disastro. È anche vero che i miei rivali erano dei fenomeni: Bonomi, Scarpa, Rossi, tutta gente che ha conquistato medaglie ovunque, dai Mondiali alle Olimpiadi, ma io non ero assolutamente da meno. Ma questo veniva annullato dalle malattie». Quindi la tua carriera finì a Seul? «Non proprio. Sono rimasto nel gruppo sportivo fino al 1993, proprio perché comunque ero di alto livello e le Fiamme Gialle decisero di puntare ancora su di me. Però, in uno sport olimpico si fanno programmi quadriennali: se c’è una piccola possibilità che tu finisca il tuo periodo di forma migliore prima dell’Olimpiade, sei fuori dai giochi. E le mie malattie mi impedirono di essere al meglio. Tuttavia ci tengo a sottolineare che io ho stima di tutti gli atleti, straordinari anche come uomini, che ho incontrato sul mio cammino di agonista. Il rimpianto è solo per le critiche che misero in dubbio la mia buona fede e che, ancora oggi, sono un fardello pesante da portare». Un ricordo dolce e amaro... «Sono sempre stato positivo. Negli anni del gruppo sportivo sentii il bisogno di tornare a studiare e presi il diploma di ragioniere. Poi, sempre in quegli anni, conobbi mia moglie, e mi dedicai a lei e alla famiglia. Abbiamo sei figli. Anche questo fu un motivo di abbandono dell’agonismo». Qualcuno dei tuoi figli pratica la canoa? «Si. Sia chiaro che non pretendo niente; ognuno può vivere la vita come vuole. Però io sono un pessimo esempio, nel senso che a me la canoa è rimasta nel sangue, e quindi, quando li vedo pagaiare, mi si illuminano gli occhi». Hai vissuto per anni nel Circeo, posto affascinante dove si trova il centro sportivo delle Fiamme Gialle; che rapporto hai col mare?

luglio-agosto 2013

|

91

«Io sono un uomo di fiume, di acqua dolce, anche perché in mare aperto è molto difficile pagaiare in modo ottimale. Anche ai tempi della Timavo, la gran parte degli allenamenti li facevamo sul canale Brancolo». Sei molto legato alla tua prima società, vero? «Sì. Lì sono nato sia come uomo che come sportivo. Ripenso spesso, con nostalgia, a quei tempi di sudore e allegria. A volte, se passo in sede per un saluto, mi sembra di essere ancora parte dell’ambiente». Alla fine ti consideri fortunato o no? «Diciamo che la porta della fortuna sportiva mi si è chiusa in faccia troppo presto. Quella della vita, invece, è ancora aperta, e spero che lo resti per sempre». Caro Alessandro, te lo meriti proprio. Diciassette volte campione italiano di canoa, finalista di una Olimpiade, sei volte al Mondiale di velocità e una a quello di Maratona, e sei volte papà. Un uomo completo in tutti i sensi. Oggi, la tua sensibilità, mi ha fatto capire cosa provasse l’alpinista Bonatti ai tempi in cui lo accusavano di non aver fatto il proprio dovere sulla scalata del K2. Solo dopo anni gli venne riconosciuto il suo valore. Mentre ti vedo andare via esprimo il desiderio che qualcuno, che tu sai, ti stringa la mano, per tirar via quel velo di tristezza dai tuoi occhi, causato dal rimpianto per la scelta che fu, e per renderti la serenità che meriti. Grazie Alessandro, per la tua semplice, ma profonda, umanità. Michele D’Urso

Chiunque voglia segnalare “un mito della porta accanto”, può scrivere alla redazione di iMagazine info@imagazine.it


|

A.S.D. FIUMICELLO 2004: IL CALCIO COME PALESTRA DI VITA

luglio-agosto 2013

|

93

«Gioco. Rispetto. Impegno»: è il motto dell’A.S.D. Fiumicello 2004, che da anni sta portando avanti una nuova visione del gioco del calcio, incentrata sulla cultura e il rispetto delle persone. Tutela, trasparenza, onestà, valorizzazione delle risorse umane sono infatti alla base della responsabilità sociale: valori che rendono lo sport una palestra di vita e sui quali si regge l’intero programma pluriennale dell’associazione, pensato come un vero e proprio servizio orientato al miglioramento e al supporto della giovane comunità di Fiumicello e dintorni. Fondamentale è il lavoro di squadra: quest’ultima deve poter lavorare insieme in modo che tutti spingano nella stessa direzione, agendo come un’unica entità coordinata. I giocatori-chiave, in questo senso, non sono quelli che desiderano essere sempre protagonisti in campo, bensì coloro che collaborano con lo staff tecnico, dimostrano attaccamento alla maglia, comprendono la filosofia del progetto, si distinguono per etica, determinazione e combattività, aiutano gli altri giocatori a inserirsi nel gruppo e sono da esempio con il loro comportamento. Alimentazione sana, corretto riposo, allenamento costante, impegno,

concentrazione, puntualità, disponibilità: sono questi i punti di forza di ogni buon giocatore, assieme alla giusta percezione dei propri limiti, inseriti all’interno di una cultura della fatica e del sacrificio senza la quale non è raggiungibile alcun risultato. Perché le sole competenze calcistiche, pur necessarie, non bastano. Nel corso della prossima stagione la società prevede un ‘doppio’ lavoro: quello riservato al settore giovanile (dai Piccoli Amici ai Giovanissimi) e quello dedicato alla prima squadra. Il supporto alle attività tecniche sarà demandato a un gruppo di allenatori selezionati, coadiuvati da un preparatore dei portieri e da un preparatore atletico che si occuperà anche della parte coordinativa. Inoltre, uno psicologo lavorerà alla stesura di metodi efficaci in ambito di comunicazione, mentre l’intero staff tecnico affinerà le metodologie di allenamento passando dall’attuale programmazione per contenuti a quella a tema. Ogni iniziativa sarà vagliata e discussa da dirigenti, allenatori, genitori e ragazzi. Tutto ciò per creare una nuova e rinnovata mentalità vincente nel calcio della Bassa Friulana. Info: www.asdfiumicello2004.it

FIUMICELLO, RITORNA “TERRA DI RACCONTI”

VOUCHER AL TEST DEI COMPENSI

Dal 24 al 31 luglio laboratori e rappresentazioni teatrali sulla storia del paese.

Il lavoro occasionale accessorio retribuito con i cosiddetti voucher (o buoni) è stato modificato dalla riforma del mercato del lavoro e continua a essere oggetto di interventi amministrativi volti a precisarne l’ambito di operatività. Con la legge Fornero il legislatore ha individuato nel parametro economico il discrimine per il corretto ricorso ai voucher: 5.000 euro massimi ad anno solare in capo al singolo prestatore, che si riducono a 2.000 nei confronti dei committenti imprenditori commerciali o professionisti. Particolari disposizioni sono invece state previste per il settore agricolo; inoltre per l’anno 2013 è stata prorogata la possibilità di ricorrere ai voucher in capo ai percettori dei trattamenti di sostegno al reddito (nel limite massimo di 3.000 euro). I limiti economici di cui sopra devono intendersi come “netti” per il prestatore. Dato che al superamento della soglia massima di reddito percepibile può conseguire la trasformazione in lavoro subordinato a tempo indeterminato, il committente può liberarsi da eventuali rischi facendosi rilasciare dal prestatore una dichiarazione in cui si attesta il non avvenuto superamento del massimo consentito. Nella gestione di queste pratiche gli stessi committenti si possono rivolgere ai consulenti del lavoro (intermediari abilitati Inps), poiché, pur trattandosi di una fattispecie che dovrebbe essere semplificata, il lavoro retribuito con i voucher comporta alcune particolarità che – in caso di mancato rispetto – possono portare all’applicazione di pesanti sanzioni. In ogni caso, è bene proprio ricordare come il semplice acquisto dei voucher – con le diverse modalità ormai previste (telematica, presso le Poste, presso i tabaccai, eccetera) – non esoneri il committente dall’effettuare la denuncia preventiva di utilizzo.

Prende il via a Fiumicello nell’ultima settimana di luglio la terza edizione di Terra di racconti. Il progetto è legato alla “memoria” e intende recuperare storie di personaggi e di vita paesana, creando nel contempo momenti di incontro e di scambio fra culture e generazioni diverse. «Alcuni attori dilettanti – spiega l’assessore alla cultura, Bruno Lasca – incontreranno persone del paese e chiederanno loro di raccontare le proprie esperienze personali, di lavoro, di vita. Si ascolteranno le loro storie o storie di altri, aneddoti, canti, così da confrontare passato e presente. Il pomeriggio poi gli attori, guidati Antonio Tucci dai loro registi, rielaboreranno le storie raccolte in mattinata per trasformarle in performance teatrale e per alcune sere, all’aperto, in diversi luoghi del paese, mostreranno questo “teatro di storie” agli abitanti, come davanti a uno specchio, in ruoli scambiati». Il percorso si svolgerà dal 24 al 31 luglio e sarà condotto da Antonio Tucci, regista e ideatore del progetto, e dall’attrice fiumicellese Desy Gialuz, che potranno contare su un gruppo di “attori locali” di varia provenienza per età ed esperienza, in prevalenza Desy Gialuz appartenenti alla Filodrammatica “Amis Furlans” e al Laboratorio teatrale della Scuola Media di Fiumicello. «Il simbolo del progetto – conclude Lasca – è l’albero, che sarà presente in tutti i luoghi delle rappresentazioni, essendo la metafora della memoria che cresce nel corso del tempo e che ha bisogno di essere alimentata in continuazione perché i ricordi, come i rami, rimangano vivi». Date delle rappresentazioni VENERDÌ 26 LUGLIO - ore 21.15: San Lorenzo - Giardino ex Scuola Elementare DOMENICA 28 LUGLIO - ore 21.15: Papariano - via Brancolo MERCOLEDÌ 31 LUGLIO - ore 21.15: Fiumicello - Casa Bolaffio (via Trieste 82) In caso di cattivo tempo le rappresentazioni si terranno nella Sala “Bison”.

A cura del Consiglio Provinciale dell’Ordine dei Consulenti del lavoro di Udine


94

|

luglio-agosto 2013

|

AL VIA IL CERVIGNANO FILM FESTIVAL Organizzato dal Ricreatorio San Michele, in palio il prestigioso “Cervo d’Oro”. Iscrizioni fino al 31 luglio.

Il cinema del confine e del limite. Sarà questo il filo conduttore della prima edizione del Cervignano Film Festival, organizzato dal Ricreatorio San Michele, e rivolto a registi e aspiranti registi di età compresa tra i 15 e i 40 anni, che intendano ideare, sviluppare e promuovere un proprio progetto audiovisivo. Tutti i partecipanti avranno tempo fino al 31 luglio per inviare le proprie opere, dalla durata compresa tra i 3 e i 20 minuti, in supporto DVD video (da inviare a CervignanoFilmFestival - Centro Giovanile di Cultura e Ricreazione Ricretaorio San Michele, via Mercato 1, 33052 Cervignano del Friuli): a valutarle sarà una prestigiosa giuria, presieduta dalla filmaker, videoartista e regista udinese Stefania Rota, che sarà affiancata da Piero Colussi, operatore culturale di lungo corso e tra i fondatori delle “Giornate del Cinema Muto di Pordenone” e dal professor Leonardo Quaresima, docente di cinema, televisione e produzione multimediale presso l’Università di Udine. Cinque le sezioni previste: - RealityShorts – documentari(cronaca, reportage, documentario storico, documentario scientifico); - FictionShorts – cortometraggi di finzione; - Videoclip (solo per opere realizzate in FVG); - Picture for fun – sezione dedicata alla creatività giovanile e alla libera espressione (riservata ai non professionisti); - Trailer (ogni opera dovrà essere accompagnata da un trailer della durata massima di 30” che sarà pubblicato online 15 giorni prima della manifestazione al fine di promuovere ogni singolo film. Il miglior trailer sarà premiato da una speciale giuria web). Per tutte le sezioni, si potrà proporre un’opera a tema libero oppure incentrata sul tema della manifestazione: quello del cinema di confine e del limite. «La nostra regione – spiega il direttore artistico del festival Piero Tomaselli, regista cervignanese di stanza a Roma – è, per definizione, terra di confine e crocevia di popoli e di culture. In particolare Cervignano fino al 1915 era l’ultimo avamposto dell’impero asburgico. Queste elementari constatazioni ci hanno suggerito di approfondire i temi del limite e del confine attraverso il filtro di un festival cinematografico che provi a raccogliere i migliori cortometraggi e documentari di giovani filmaker». Al primo classificato verrà riconosciuto un premio in denaro di 500 euro e il prestigioso “Cervo d’Oro”, opera simbolica che vuole sottolineare le radici cervignanesi della manifestazione. Saranno inoltre previsti altri premi in base all’originalità del progetto, al valore artistico della sceneggiatura presentata, alla compattezza narrativa, alla fotografia, al montaggio e alla bravura degli interpreti. La cerimonia di premiazione, con la proiezione delle opere premiate dalla giuria, avrà luogo sabato 28 settembre presso il Teatro Sala Aurora. Il giorno seguente, nello stesso luogo, dalle 14 alle 18, sempre nell’ambito della manifestazione, Piero Tomaselli coordinerà un workshop a iscrizione gratuita incentrato sulle nuove forme dell’audiovisivo contemporaneo, al termine del quale sarà rilasciato un attestato di partecipazione. Parallelamente al concorso sono previste proiezioni di film, seminari e dibattiti. Tutte le informazioni sul festival, il bando completo e i moduli di iscrizione sono reperibili sul sito ufficiale dell’evento: www.cervignanofilmfestival.it


my

|

luglio-agosto 2013

|

95

1 luglio Auguri Massimo! Stefano, Eva, Luigi 6 luglio Buon compleanno Eugenio!

Luisa, Andrea, Marina

15 luglio Buon anniversario, Miky! Alessio 15 luglio Buon compleanno Alexandra! Eva, Stefano, Luigi, Giorgio, Tarita 18 luglio Auguri di buon compleanno a Marta! papà Stefano 19 luglio Congratulazioni al neo dottore Tommaso Luca, Livia e Antonella 27 luglio Buon compleanno Giada! Michela e Laura 3 agosto Tantissimi auguri a Elena Nonna Lucia e nonno Alfredo 9 agosto Buon compleanno Ida Giancarlo 16 agosto Auguri Paolo! Rosanna, Vanni e Alan 29 agosto Tanti auguri Max! Lo staff di iMagazine 31 agosto Felicitazioni a Elisa e Riccardo! The Family Mandaci entro il 1º agosto i tuoi auguri per le ricorrenze di settembre e ottobre! Li pubblicheremo gratuitamente su iMagazine! Segnalaci giorno, evento, mittente e destinatario e spedisci il tutto via e-mail (info@imagazine.it), via posta ordinaria (iMagazine, c/o via Aquileia 64/a, 33050 Bagnaria Arsa – UD) o via fax (040 566278).


96

|

luglio-agosto 2013

Fonte: Federfarma Gorizia e Udine

FARMACIE DI TURNO

|

TRESCA via XXIV Maggio 1 Aiello d. F., tel. 0431 99011 CORRADINI c.so Gramsci 18 Aquileia, tel. 0431 91001 SORANZO via Vittorio Veneto 4 Bagnaria Arsa, tel. 0432 920747 RUTTER c.so Marconi 10 Campologo Tapogliano, tel. 0431 999347 COMUNALE via Monfalcone 7 Cervignano d.F., tel. 0431 34914 SAN ANTONIO via Roma 52/1 Cervignano d.F., tel. 0431 32190 LOVISONI p.zza unità 27 Cervignano d.F., tel. 0431 32163 DEBIASIO via Gramsci 55 Fiumicello, tel. 0431 968738 MONEGHINI via Roma 15/A Ruda, tel. 0431 99061 SATTI via 2 Giugno 4 Terzo d’Aquileia, tel. 0431 32497 GRIGOLINI p.zza del Popolo 2 Torviscosa, tel. 0431 92044 SANTA MARIA via Gorizia 44 Villa Vicentina, tel. 0431 967263 FLEBUS via Montello 13 Visco, tel. 0432 997583 FAVARO via Roma 48 S. Vito al Torre, tel. 0432 997445 FACINI borgo Cividale 20 Palmanova, tel. 0432 928292 LIPOMANI borgo Aquileia 22 Palmanova, tel. 0432 928293 MORANDINI piazza Grande 3 Palmanova, tel. 0432 928332 CINQUETTI via Manzoni 159 Mariano d. Fr., tel. 0481 69019 MORETTI via Olivers 70 Mossa, tel. 0481 80220 LAZZARI via Petrarca 15 Moraro, tel. 0481 80335 DELLA TORRE via Latina 77 Romans d’Is., tel. 0481 90026 SORC piazza Montesanto 1 S. Lorenzo Is., tel. 0481 80023 LABAGNARA via Monte Santo 18 Villesse, tel. 0481 91065 ALLA SALUTE via Cosulich 117 Monfalcone, tel. 0481 711315 CENTRALE pzza Repubblica 16 Monfalcone, tel. 0481 410341 COMUNALE 1 via Aquileia 53 Monfalcone, tel. 0481 482787 COMUNALE 2 via Manlio 14 Monfalcone, tel. 0481 480405 REDENTORE via IX Giugno 36 Monfalcone, tel. 0481 410340 RISMONDO via Toti 53 Monfalcone, tel. 0481 410701 SAN ANTONIO via Romana 93 Monfalcone, tel. 0481 40497 SAN NICOLÒ via Iº Maggio 92 Monfalcone, tel. 0481 790338 ALL’ANGELO via Roma 18 Ronchi dei L., tel. 0481 777019 ALLA STAZIONE v.le Garibaldi 3 Vermegliano, tel. 0481 777446 LEDRI via Marina 1 Grado, tel. 0431 80058 COMUNALE via C. Colombo 14 Grado, tel. 0431 80895 ZANARDI via Trieste 31, Staranzano, tel 0481 481252 AL LAGO via Roma 13, Doberdò, tel 0481 78300 LUCIANI via Dante 41, Sagrado, tel 0481 99214 SPANGHERO via Aquileia 89, Turriaco, tel 0481 76025 VISINTIN via Matteotti 31, San Pier d’Isonzo, tel 0481 70135 RAMPINO piazza Venezia 15, San Canzian d’Is., tel 0481 76039 DI MARINO via Redipuglia 77, Fogliano, tel 0481 489174 CORAZZA via Buonarroti 10, Capriva del Friuli, tel 0481 808074 RAJGELJ CHIARA via Scuole 9, Medea, tel 0481 67068

COMUNE DI

CERVIGNANO del FRIULI Abitanti: 13.781

nati: 19, deceduti: 25, immigrati: 120, emigrati: 67, matrimoni 3 (dati Anagrafe mar - apr 2013) Recapiti: 0431 388411, www.cervignanodelfriuli.net

VOLLEY, AUSA PAV CAMPIONE REGIONALE UNDER 15 MASCHILE L’annata sportiva 2012/13 si conclude con un prestigioso risultato per i colori cervignanesi: i ragazzi dell’under 15 di coach Ferrara si sono laureati campioni regionali di categoria. Lo scorso anno il gruppo era arrivato settimo nell’under 14 regionale: quest’anno, con la riforma dei campionati, i ragazzi si sono trovati ad avere una seconda possibilità e non hanno fallito. Dopo aver concluso la stagione regolare al secondo posto nel proprio girone, nelle finali regionali disputate a Gorizia, i giovani dell’Ausa Pav hanno avuto la meglio prima sul Win Volley Pordenone e poi sui padroni di casa dell’Olympia, partite vinte entrambe con il punteggio di 3 set a 1. Merita una menzione tutto il gruppo: Paolo Ancona, Matteo Lanari,


Le farmacie contrassegnate dal fondino arancione anticipano di un giorno le date di turno indicate.

z z

z

z

z

z

z

z

z

z z

z

z z z

z

z

z

z z

z z

z

z

z

z

z z

z

z

z

z

z

z

z

z

z

31-06

z z

z

24-30

z

z

z

z

17-23

10-16

03-09

27-02

20-26

13-19

06-12

29-05

| 97 LUGLIO| luglio-agosto 2013 AGOSTO

z z

z

z z

z

Riccardo Mian,Walter Nadalin, Riccardo Tippi, Davide Beltramino, Matteo Parenzan, Alex Tamai, Giudo Vianello, Christian Tuccio, Nikola Zijacic, Andi Kadiu. Un plauso allâ&#x20AC;&#x2122;allenatore, Marco Ferrara, e al secondo allenatore Romeo Papa per il lavoro svolto. Livio Nonis Gorizia, palestra Spaapan - I ragazzi di Coach Ferrara esultano dopo la consegna della coppa di Campioni Regionali Under 15.


ED

IZI CE RV C ONE PE IGENR RL PA GAOVNIG E FAM 34295|/2 IG 00 LM ROIZNDA AN IAENLO LIE DI 11023 OV FRDE A IULLF IRIU LI

luglio-agosto2012 2013 || 98 | marzo-aprile

10 agosto, la notte dei desideri Devo esprimerli tutti? Ai 10 di Avost, la gnot dai desideris Aio di dîju ducj? Diese de agost, la note dei disideri. Devo sprimarli tuti?

10 agosto, la notte dei desideri: devo esprimer tuti?

10. avgust, noč želja Si moram zaželeti prav vse?

10. August, die Nacht der Wünsche. Soll ich alle diese Wünsche äußern? Per le traduzioni si ringrazia: Marjeta Kranner e Anna Magaina (sloveno), Isa Dorigo - Ufficio comunità linguistiche Provincia di Gorizia (friulano), Andrea Coppola - Università di Udine (tedesco), Marianna Martinelli (bisiaco), Alessandro Samez (triestino).


45 low dip12  
Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you