Issuu on Google+

il

Vasto

anno 1 n. 88 redazione@ilvasto.it

www.ilvasto.it

venerdì 24 gennaio 2014

PAURA IN VIA CICCARONE

BOMBA CARTA DAVANTI L’AGENZIA DI POMPE FUNEBRI

STEFANO LANZANO Chi lo ha sentito, nel cuore della notte, riferisce di essere saltato dal letto. Un boato fortissimo ha turbato il sonno di molti cittadini, mercoledì poco dopo la mezzanotte, che abitano nei pressi di via Ciccarone e quartieri limitrofi. Una bomba carta è esplosa davanti l’entrata di un’agenzia di pompe funebri. L’ordigno era stato preparato per far danni, infatti a mostrare i segni dell’esplosione non è solo la porta d’ingresso dell’agenzia, completamente in frantumi, ma anche tutto ciò che si trovava nel raggio dello scoppio. Le schegge hanno investito anche il negozio di fiori che si trova di fronte, frantumandone la vetrina e persino il parabrezza di un’automobile parcheggiata lì vicino. Il botto ha svegliato tutti i residenti che, agitati, sono scesi in strada per verificare quanto accaduto. Immediatamente sono accorsi gli uomini del Commissariato di Pubblica Sicurezza e i Carabinieri della Compagnia di Vasto. L’esplosione non ha per fortuna colpito nessun passante, nonostante alcune schegge siano riuscite a raggiungere alcuni balconi degli appartamenti presenti nella zona dello scoppio.

Portavoce del Sindaco senza contratto.

Il comune risponde a Desiati

Non si è fatta attendere la risposta del Comune di Vasto a Massimo Desiati. Due giorni fa il consigliere comunale di Progetto Per Vasto aveva segnalato l’assenza di contratto del Portavoce del sindaco che però, nel frattempo, già lavora. Nel documento che lo stesso Desiati ha diffuso si legge la risposta del Municipio: “Facendo seguito alla sua richiesta di rilascio della copia del contratto d’incarico di Portavoce del Sindaco, le comunico che essendo il contratto in corso di formalizzazione la copia può esserle rilasciata nei prossimi giorni”. Sarcastico il commento di Desiati “diffondo questo documento in ordine alla inesistenza del contratto di incarico per il “Portavoce del

Sindaco”, non senza stigmatizzare la superficialità, l’incauto e sorprendente agire dell’Amministrazione comunale.


Tempi biblici per approvare due regolamenti del referendum comunale “Quanto tempo occorre per approvare i due regolamenti attuativi dell’istituto del referendum comunale previsti dallo Statuto? Un giorno? Dieci giorni? Un mese? Tre mesi?” L’Associazione Civica PortaNuova accusa la lentezza mostrata per approvare due regolamenti del referendum comunale. “In tre mesi Matteo Renzi progetta di cambiare la legge elettorale... A Vasto è trascorso un anno e siamo ancora a zero o quasi.” scrive l’Associazione “Eppure il 14 gennaio 2013 il Consiglio comunale aveva approvato, all’unanimità, un Ordine del Giorno che “impegna il Sindaco ed il Presidente del Consiglio comunale a dar corso, nel breve tempo, alle procedure ed alle iniziative di carattere burocratico-amministrativo al fine di

giungere alla definizione dei regolamenti, previsti dallo Statuto comunale e mai redatti”. Nel breve tempo. Stiamo aspettando ancora. L’abbiamo detto, e lo ripetiamo: la questione dell’assetto di Punta Penna, vale a dire il rapporto tra l’area industriale, le attività turistico-ricreative, le attività commerciali, la Riserva regionale, è una questione di primaria importanza, che riguarda la città nella sua interezza. Ma sino ad oggi è stata gestita da pochissimi. Se qualcosa anche da noi può e deve cambiare, ebbene noi crediamo sia questo uno dei nodi essenziali. Per ora siamo costretti a constatare che, come purtroppo era ampiamente prevedibile, esaurita la piena della mobilitazione cittadina gli impegni presi vengono puntualmente ignorati.”

Quella del 22 gennaio 2014 (a quasi un anno dalla nascita dell’associazione) segna una data importante per la FIAB Vasto Pedala e per la mobilità sostenibile in città. In sinergia con il Comando della Polizia Municipale di Vasto e con la direzione dell’Istituto Tecnico Comm. le e per Geometri, infatti, è stato organizzato un incontro con gli studenti del bienno e del trienno con tema la “mobilità sostenibile e la sicurezza stradale”. Il programma dell’incontro si è fondato su diversi temi: cos’è la mobilità sostenibile e i vantaggi che porta alla comunità, l’importanza del rispetto dell’ambiente, cosa stimola la parola “bici” nell’immaginazione dei ragazzi e la tematica molto interessante sulla percezione del rischio e il suo sviluppo, ossia valutazione e decisione. Quest’ultima tematica ha coinvolto i ragazzi in due semplici giochi atti a evidenziare il senso cognitivo rispetto alla percezione del rischio. Successivamente sono stati proiettati video sulla mobilità sostenibile (soprattutto di realtà olandesi) ed è stato somministrato un questionario per conoscere le abitudini o l’uso che i

ragazzi fanno della bici. Interessante apporto è stato quello del tenente dei vigili Del Moro che ha illustrato la situazione della sicurezza stradale nella nostra città facendo seguire il suo intervento con contributi video che evidenziano i pericoli che si corrono in strada e che vengono usati come materiale didattico in altre loro iniziative divulgative. Il direttivo di FIAB Vasto Pedala è soddisfatto di questa iniziativa che ha coinvolto circa trecento persone (tra studenti e insegnanti) e si pone, fin d’ora, a disposizione per altre iniziative simili volte ad accrescere quella base culturale e civica per rendere l’uso della bicicletta sempre più diffuso e sempre più sicuro.

La FIAB Vasto Pedala entra nelle scuole di Vasto

Compostaggio, strumenti innovativi per la riduzione dei rifiuti la regione Abruzzo e ARCO Consumatori, invitano i cittadini a partecipare al I° convegno “Il compostaggio di comunità – strumenti innovativi per la riduzione dei rifiuti” che avrà luogo presso il Camping Village Grotta del Saraceno, località Punta Penna di Vasto, Giovedì 23 Gennaio a partire dalle ore 9:00. “Gli scarti sono una ricchezza, bisogna conoscere come possiamo trasformali – sottolinea il Sindaco di Vasto Luciano Lapenna – tale trasformazione può essere effettuata proprio dai soggetti che li producono. Nel 2013 la struttura turistica Grotta del Saraceno ha trasformato i rifiuti organici della ristorazione in ammendante, cioè in fertilizzate, che nella prossima primavera sarà utilizzato sui propri terreni. Il Comune di Vasto, la Regione Abruzzo e l’Arco Consumatori hanno seguito questa sperimentazione con molta attenzione, perché, effettivamente, il compostaggio di comunità ha le potenzialità per favorire una significativa riduzione dei rifiuti prodotti – continua Lapenna – per superare le emergenze rifiuti ed i costi elevati della loro gestione”.Ai partecipanti al convegno verrà rilasciato certificato di partecipazione da parte degli Ordini dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali d’Abruzzo.

il

Vasto

Autorizzazione del Tribunale di Vasto n.138 del 21/06/2013 Proprietario del periodico: Associazione Culturale “Officina Dei Sogni” Presidente Associazione: Fabio Neri Direttore Responsabile: Stefano Lanzano Redazione Nino Cannizzaro, Nicola Cinquina, Federica Iuso, Norma Carusi Email: redazione@ilvasto.it www.ilvasto.it


Ilvasto24gennaio2014