Issuu on Google+

il

Vasto

anno 1 n. 102 redazione@ilvasto.it

www.ilvasto.it

Vasto, C/so Mazzini 338 tel 0873.361727 San Salvo, Centro Commerciale Insieme tel. 0873.670081

venerdì 14 febbraio 2014

IL COMUNE GLI ASSEGNA UNA CASA POPOLARE MA LA TROVA ABITATA DA UNA FAMIGLIA

mi hanno occupato la casa

STEFANO LANZANO Due giorni fa avevamo raccontato di un cittadino vastese Domenico Cobea, 55 anni, disoccupato, che sta tentando in tutti i modi di proporsi per qualsiasi tipo di occupazione, ma senza successo, in questi anni di crisi (chi vuole può telefonargli al numero 3472367234). Avevamo anche accennato dell’occupazione della sua abitazione, assegnata dal Comune. La disavventura capitata a questo signore è immediatamente rimbalzata in città, sui social network, addirittura su alcune testate giornalistiche abruzzesi e nazionali. I dettagli dell’incredibile vicenda di Domenico meritano però di essere spiegati nella loro interezza, senza tralasciare l’iter che ha dovuto seguire prima di trovarsi a vivere un’esperienza inverosimile. Domenico vive con la compagna una situazione difficile, è senza lavoro e non può permettersi di affittare, e tantomeno acquistare, una casa nella quale vivere. Si rivolge quindi al Comune per ottenere una casa popolare. A marzo 2009 proprio il Comune dirama un bando per l’assegnazione di alloggi ERP (Edilizia Residenziale Pubblica). Domenico decide di parteciparvi, compila i moduli e li consegna in ufficio. Leggendo il bando si deduce che possono prendervi parte “i cittadini in possesso di provvedimento esecutivo di sfratto che non sia stato

66054 Vasto (CH) Via Incoronata,57 Tel 0873.378386 Fax 0873.391195

65011 Spoltore (PE) Viale Europa,29 Tel 085.4171283 Fax 085.411189

Il documento con il quale il Comune ha assegnato l’alloggio a Domenico Cobea intimato per inadempienza contrattuale, in possesso di ordinanza di sgombero, senza fissa dimora, che occupano locali non destinati ad abitazione, con figli minori a carico che abitino in alloggio che debba essere rilasciato a seguito di sentenza del Tribunale in materia di separazione e in situazioni di difficoltà segnalati dal Servizio Socio Assistenziale.” Nella graduatoria definitiva Cobea

comparirà al 13esimo posto. Il 24 settembre 2013 il Comune di Vasto invia una lettera a Domenico nella quale lo invita a presentarsi, il giorno successivo, all’Ufficio Politiche della Casa del Comune per “procedere alla scelta di un alloggio di ERP_. Il 26 settembre il Comune lo contatta di nuovo, questa volta si tratta della “Trasmissione determina di assegnazione alloggio ERP comunale”. Domenico si è visto (continua in seconda..)


IL SUO CASO HA INTERESSATO RAI3 E LA7 (continua dalla prima...)

dunque assegnare definitivamente l’alloggio ERP in via G. Spataro con un documento firmato dal Dirigente di Settore Dott. Vincenzo Marcello. Fino a quel momento nulla lasciava presagire nessun intoppo alla procedura. Appena qualche giorno dopo aver ricevuto la notizia, Domenico si è recato nell’abitazione a lui assegnata; ed è proprio lì che ha inizio la sua incredibile vicenda. La palazzina, in via G. Spataro, risultava già abitata da un’altra famiglia. Domenico ha allora cercato di spiegare agli inquilini la sua posizione, mostrando naturalmente i documenti ricevuti dal Comune di Vasto. Da quel momento Cobea vive in un garage “prestato” da un conoscente. Le immagini delle stanze in cui vive con la propria compagna sono state guardate da un numero altissimo di utenti sul web e hanno suscitato lo sdegno verso un’ingiustizia che fino ad ora non ha una spiegazione logica. Domenico vive in pochi metri quadri, oppresso da umidità, spazi angusti e pochissima luce. Cobea ha partecipato regolarmente al bando indetto dal Comune per l’assegnazione dell’alloggio, per-

avvicina il tuo smartphone per vedere il video di Domenico ché non è stato accertato se questo fosse abitato? L’abitazione in via G. Spataro è stata occupata dall’attuale famiglia perché incustodita? Qualcuno ha permesso a questa famiglia di abitarci nonostante la regolare assegnazione a Domenico Cobea? Troppe domande a cui urge una risposta rapida e chiara. Intanto Cobea ha già consegnato un documento indirizzato al sindaco Lapenna e al Dirigente del II Settore Vincenzo Marcello con il quale chiede “A codesta Amministrazione, nella persona del Dirigente del II Settore, dott. Vincenzo Marcello: quali siano i motivi del ritardo e quali opportune

Dopo Twitter il Comune apre la sua pagina Facebook Dopo l’approdo su Twitter ora il Comune di Vasto è ufficialmente su Facebook, all’indirizzo: www.facebook.com/comunedivasto. “Uno straordinario strumento di comunicazione che riduce la distanza tra i cittadini e la Pubblica Amministrazione” – sottolinea Lapenna – “uno strumento utile per comunicare iniziative, progetti, eventi e ogni informazione utile per i cittadini, i turisti e i tanti vastesi residenti all’estero.” “Il profilo Facebook del Comune di Vasto” – continua il sindaco – “è un vero e proprio biglietto da visita utile per la promozione del nostro territorio e si inserisce in una strategia di comunicazione della P.A. finalizzata a rendere i cittadini maggiormente consapevoli delle iniziative, dei pro

getti e degli eventi in essere. Insieme a Twitter, YouTube, Flickr e Slideshare, tutte famose piattaforme di social networking, vogliamo lanciare un forte segnale di innovazione, di trasparenza e di condivisione a tutta la città e ai suoi abitanti.”

azioni la stessa ha messo in essere da settembre 2013 ad oggi”. Il suo caso ha fatto e farà ancora discutere: ha già attirato l’attenzione del programma TV “Servizio Pubblico” condotto da Michele Santoro in onda su La7 e, ieri, anche della RAI.

SERIE DI INIZIATIVE CONTRO LA VIOLENZA In occasione dell’evento mondiale “ ONE BILLION RISING” che si terrà oggi, il Centro DonnAttiva del Comune di Vasto organizza una serie di iniziative contro la violenza. Il problema della violenza in generale e particolarmente quella alle donne è sempre di estrema attualità. Per questo motivo il Consorzio Vasto in Centro desidera esprimere il suo plauso a questa iniziativa a Vasto affinché la solidarietà e la ferma convinzione nel combattere questa piaga sociale siano sempre espresse nei comportamenti dei cittadini, una chiara e visibile presa di posizione che grida forte il NO ALLA VIOLENZA in qualsiasi modo essa si manifesti. Il simbolo di questo evento sono le scarpe rosse che verranno posizionate dinanzi alle attività del centro storico

il

Vasto

Autorizzazione del Tribunale di Vasto n.138 del 21/06/2013 Proprietario del periodico: Associazione Culturale “Officina Dei Sogni” Presidente Associazione: Fabio Neri - Direttore Responsabile: Stefano Lanzano - Redazione Nino Cannizzaro, Nicola Cinquina, Federica Iuso, Norma Carusi - info tel. 333.3799353 - Email: redazione@ ilvasto.it - www.ilvasto.it


Ilvasto14febbraio2014