Issuu on Google+

Savigliano, 8 Settembre 2011 • ANNO 153 - N° 33 • E 1,20

Giornale più antico del Piemonte

e-mail: redazione@ilsaviglianese.com Abbonamento Annuo E 42,00 - Estero E 42,00 + spese postali - Poste Italiane: Sped. in Abb. Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) NO/CUNEO art. 1, comma 1 - Conto Corrente Postale N° 11755121- ASSOCIATO ALLA FIPEG Redazione: Piazza Santarosa, 21 Tel. 0172.71.39.29 Fax 0172.71.37.21 - Savigliano - Autorizzazione N.2 Tribunale Saluzzo 8/9/1946 - Direttore Responsabile: Valerio Maccagno - Pubblicità: RÉCLAME Via Pylos, 20, Savigliano Tel. 0172 71.12.79 Stampa: Editrice La Stampa - Torino. Tariffe a modulo: Commerciali E 16 - Occasionali E 17,00; Finanziari e Legali E 1,80 mm/c; Necrologie E 36,00; Economici E 0,53 p.p. Il giornale si riserva in ogni caso di rifiutare qualsiasi inserzione.

L’ANGOLO DEL PROVERBIO

A la fôrtuña a venta sempre lasseje ‘na porta duverta

CAVALLERMAGGIORE

VILLANOVA

MURELLO

CARAMAGNA

RACCONIGI

A rischio il centro prelievi?

La festa della Madonna della Noce

Il parroco don Stefano si dimette

Acqua: polemica frizzante

Donna muore sotto il treno

a pagina 18

dai 4300 proverbi piemontesi

a pagina 21

a pagina 21

a pagina 22

a pagina 24

Sono finiti i lavori di ristrutturazione

Restituito alla città il teatro Milanollo Sono finiti i lavori che per oltre un anno hanno privato i saviglianesi del loro teatro. Ma ora il Milanollo può tornare al suo antico splendore. È stata restaurata la facciata in stile neoclassico, mentre all’inizio si era intervenuti sull’edificio attiguo, quello che un tempo ospitava la casa del custode. Il tutto grazie ad un finanziamento dell’U-

nione europea, oltre a contributi di altri partner. In autunno ci sarà l’inaugurazione ufficiale con la nuova stagione teatrale. Ma ci potrebbe essere un’ulteriore novità, di cui da un anno si parla in Comune, ovvero l’apertura di un ristorante “stellato” a fianco proprio del Milanollo. Per dei dopo-teatro gastronomici?.... Servizio a pagina 4

Dopo la casa del custode, che diventerà un ristorante, ora si sono conclusi anche i lavori sul teatro

Il servizio viene esteso alla Sanità

Domenica le celebrazioni a Savigliano

Il “porta a porta” va in campagna

15 anni di Croce Rossa

La raccolta porta a porta

Fin dal momento della sua introduzione, il Comune di Savigliano aveva pensato di introdurre il sistema di raccolta rifiuti “porta a porta” anche nelle campagne più vicine alla città. Dalla prossima settimana, il progetto diventerà realtà, con l’obiettivo di aumentare sempre più la percentuale di raccolta differenziata. Si comincia dalla Sanità. Servizio a pagina 6

Si svolgeranno domenica, a partire dalle ore 11, le celebrazioni per il quindicinale del Comitato locale di Savigliano della Croce Rossa. Una giornata ricca di eventi dove i volontari incontreranno i cittadini. Servizio a pagina 5

Volontari e volontarie della Croce Rossa saviglianese

Alstom, trovato l’accordo per gestire i 55 “esuberi”

L’accordo sarà discusso dai lavoratori in assemblea

Nei giorni scorsi è arrivato finalmente l’accordo tra l’Alstom e i rappresentanti sindacali per le modalità di gestione dei 55 “esuberi” individuati dalla multinazionale dei treni per la fabbrica di Savigliano. Si è cercato di rendere i provvedimenti il meno traumatici possibile facendo ricorso ad ammortizzatori sociali ed incentivi. Ma mentre escono 55 “colletti bianchi”, entrano in produzione in questi giorni una trentina di “interinali”. Servizio a pagina 10

VISITATE IL SITO WWW.ILSAVIGLIANESE.COM

SPORT ALPINISMO Il Cai ha celebrato i 150 anni del Monviso a pagina 33

CALCIO Maghi sconfitti a Fossano, una partenza in salita a pagina 34

Esordio amaro per il Futsal contro il Villanovetta a pagina 35

Pareggio con tanti goal per il Racconigi a pagina 35

In arrivo un Mister X per l’Atletico Racconigi a pagina 36

Tragico Rally Auto esce di strada: una vittima Ferito un saviglianese Servizio a pagina 3


2

savigliano

giovedì 8 settembre 2011

BREVI DALLA CITTÀ Giro della Padania

Martedì è passato da noi Anche la nostra città è stata attraversata dal “Giro ciclistico della Padania” organizzato dall’associazione sportiva Monviso-Venezia e dalla società ciclistica “Alfredo Binda” di Varese. La carovana dei corridori è arrivata, martedì 6 settembre, a Savigliano proveniente da Saluzzo e diretta verso Genola, sul percorso della prima tappa da Paesana a Laigueglia. Tra i partecipanti, Ivan Basso, vincitore del Giro d’Italia nel 2006 e nel 2010; 20 squadre professionistiche e due squadre nazionali ufficiali, Slovenia e Polonia.

Bacheca de “Il Saviglianese”

Sotto i portici di piazza Santarosa Da qualche settimana, la prima pagina de “Il Saviglianese” può essere consultata – sin dal mercoledì pomeriggio, “fresca di stampa” – da chi passa sotto i portici di piazza Santarosa. Tutto questo grazie alla nuova bacheca, sistemata proprio sotto la nostra redazione, realizzata dalla “Artifer” di Danilo Perona e progettata dall’architetto Paolo Fissore. Un modo per dare una prima occhiata alle notizie della settimana.

Lavori in piazza Cavour

Miglioramenti per il mercato

SOCIALE

Sempre più tagli nei bilanci del Consorzio assistenziale

La protesta di Monviso Solidale Il mondo del sociale scende in piazza: basta con i tagli che minano i servizi a favore dei cittadini. Proprio in un momento di crisi come questo (non solo economica), servirebbero più fondi per far fronte alle emergenze, non di meno. Martedì 13 settembre, il Consorzio Monviso Solidale e gli altri enti che in Piemonte gestiscono i servizi sociali andranno davanti al palazzo della Regione per manifestare. A nulla sono valsi gli sforzi del mese scorso quando, dopo un incontro con l’assessore regionale Elena Maccanti, gli amministratori locali sembravano un po’ sollevati. Invece no. «Il “mondo del sociale” – dice la presidente del “Monviso Solidale”, Ivana Borsotto – sta vivendo un periodo di grande difficoltà ed incertezza. A fronte di un aumento della domanda di servizi da parte dei cittadini fragili, che la crisi economica sta contribuendo a moltiplicare, i pesanti tagli dei finanziamenti statali destinati alle politiche sociali – non compensati dai Fondi regionali – che gli enti gestori dei servizi stanno subendo, mettono a repentaglio la nostra capacità di garantire i giu-

VIABILITÀ

Un’assemblea dei sindaci del Consorzio Monviso Solidale: oggi sono a rischio i servizi alla collettività

sti e legittimi interventi a favore delle famiglie e delle singole persone per assicurare i loro diritti previsti dalla Costituzione del nostro Paese». Le cifre sono da brivido. «Si pensi – continua Borsotto – ad esempio che il solo Consorzio Monviso Solidale, dopo una riduzione di circa 1 milione di euro per progetti speciali, subirà nel 2011 un ulteriore taglio di oltre 659 mila euro anche sui Fondi ordinari, che ci è stato comunicato a fine luglio». Per questo è stata decisa la

manifestazione ed i rappresentanti degli enti socio-assistenziali – con sindaci, amministratori locali, cittadini, volontari e famiglie – hanno deciso di manifestare in piazza Castello. «Questa iniziativa – spiega la presidente – rappresenta un modo concreto per esprimere la comune contrarietà a riforme delle politiche sociali basate esclusivamente sulla diminuzione delle risorse ed il comune impegno a favore della continuità e della qualità dei servizi. Riteniamo, infatti, che non vada sottovalutato il rischio

effettivo del depauperamento economico e strutturale delle politiche sociali: questa manifestazione è una prima occasione per contrastare questa prospettiva». Il Consorzio Monviso Solidale è un’alleanza tra 58 Comuni dell’area di Savigliano, Saluzzo e Fossano che si sono uniti per gestire i servizi a favore di anziani, disabili e bisognosi. Negli ultimi mesi ha già dovuto lottare perché in un primo tempo la Regione aveva pensato di eliminare tutti i consorzi. Ora questa nuova battaglia.

In contemporanea è stato aperto un nuovo tratto di via Togliatti

“Spariscono” le angurie in via del Follone L’intervento in piazza Cavour si concluderà entro fine mese Si concluderanno probabilmente entro fine mese i lavori in piazza Cavour, propedeutici ad alcune modifiche per migliorare le condizioni d’uso dell’area per i commercianti ambulanti che mettono i loro banchi ai mercati del martedì e del venerdì. Gli interventi riguardano sia la sistemazione delle fogne, che il miglioramento dell’approvvigionamento di acqua ed elettricità, con pozzetti per l’acqua ed apposite “torrette” che sbucano dal fondo strada, come in piazza Santarosa. Nei primi giorni dei lavori, a luglio, si era sprigionato anche un notevole odore, creando qualche lamentela tra i residenti. «La fogna era otturata – spiega l’assessore ai Lavori pubblici Claudio Cussa – e si è provveduto a sistemarla. L’obiettivo dei lavori – aggiunge – è anche quello di evitare gli allagamenti». In tutto, la spesa per l’intervento sulla piazza è di 40.000 euro circa.

Soggiorno al mare per anziani

Si va a Diano Marina: come iscriversi Il Comune intende organizzare un soggiorno marino per cittadini anziani autosufficienti residenti in Savigliano presso l’hotel “Napoleon” di Diano Marina nel periodo compreso tra il 4 ed il 18 ottobre 2011. Il costo della pensione completa con sistemazione in camere a due posti è di 504 euro (36 euro al giorno). Il costo in camera singola è di 644 euro (46 euro al giorno) limitatamente a 10 posti. I partecipanti corrisponderanno direttamente all’hotel la quota di partecipazione. Le spese di viaggio in autobus saranno a carico del Comune. Gli interessati sono invitati a presentarsi per l’iscrizione all’ufficio Solidarietà Sociale, sito al piano rialzato, lato destro, del municipio (corso Roma n. 36) da mercoledì 14 a venerdì 16 settembre, ore 8.30 – 12.30. Informazioni al numero tel. 0172.710271.

Smantellata la baracca delle angurie di via del Follone. Dopo alcuni mesi di inattività, la costruzione utilizzata per la vendita dei cocomeri è stata definitivamente smontata. Nei giorni scorsi, gli operai comunali hanno provveduto allo smontaggio del manufatto. Intanto, venivano realizzati i lavori di asfaltatura del nuovo tratto di via Togliatti. «I lavori sono stati necessari in quanto nella zona è stato creato un outlet di abbigliamento per bambini e secondo la normativa vigente – spiega l’assessore Claudio Cussa – è necessario che la proprietà di questi esercizi commerciali garantisca alcune opere di viabilità che rendano raggiungibili in sicurezza l’accesso al negozio». Via Togliatti, che parte all’incirca all’altezza degli uffici dell’INPS, si interrompeva all’incrocio con via del Follone. Ora, invece, prosegue fino verso il cimitero correndo parallela alla strada regionale per Torino. La baracca aveva chiuso lo scorso autunno appena terminata la “stagione delle angurie” e in primavera, come era solita fare, non

SICUREZZA

Dopo mesi di inattività, è stata smantellata la baracca delle angurie in via del Follone

aveva più riaperto. «Il chiosco – continua l’assessore Cussa – è stato smontato per la costruzione della nuova strada, ma il proprietario ha mantenuto la licenza ed eserciterà come ambulante».

Il nuovo comandante, che sostituisce Antonio Giordano, è Adriano Ariaudo

Cambio della guardia tra i Vigili del Fuoco volontari Lo scorso 3 agosto c’è stato il “cambio della guardia” al distaccamento dei Vigili del fuoco volontari di piazza Nizza. Antonio Giordano, dopo quarant’anni di servizio nei pom-

pieri, ha lasciato per sopraggiunti limiti di età, rimettendo anche l’incarico di comandante, che aveva ricoperto dal 2007 (dal 1983 al 2003 era invece stato vice). Al suo posto ora

Combattenti e reduci

Raduno provinciale La federazione provinciale di Cuneo dell’Associazione nazionale combattenti e reduci organizza, per domenica 25 settembre a Cuneo, presso il mercato coperto, il 27° Raduno provinciale 10° interregionale. I partecipanti arriveranno a partire dalle 8, mentre alle 9 ci sarà l’apertura del raduno con i saluti delle autorità ed i discorsi ufficiali. Alle 11, la messa officiata da don Aldo Benevelli. Alle 12.30, “rancio sociale” al prezzo di 27 euro. Prenotazione obbligatoria, il prima possibile. Telefonare ad ore pasti ai numeri 0172.31564 (Secondo Cavallo) o 346.1252197 (Claudio Cerato). In base alle adesioni, sarà valutato se organizzare un pullman o se recarsi a Cuneo con mezzi propri.

La baracca era stata trasferita, non senza polemiche, lungo la statale qualche anno fa in seguito ai lavori di sistemazione di piazza Nizza. l.c.

Gabriele Aimar, Antonio Giordano, Adriano Ariaudo e Roberto Ambrassa

c’è Adriano Ariaudo, da undici anni attivo nel corpo dei Vigili del fuoco. Con l’avvicendamento, sono cambiati anche i “vice”: al posto di Roberto Ambrassa (che ricopriva l’incarico dal 2003) è subentrato Gabriele Aimar. Attualmente, il distaccamento è composto da 19 volontari, ma presto altre 6 persone frequenteranno il corso di addestramento. «Rivolgiamo un ringraziamento particolare – dicono i pompieri saviglianesi – ad Antonio Giordano per il suo operato di servizio volontario svolto in tutti questi anni, per la sua professionalità e coerenza nel garantire l’operatività del distaccamento. Un augurio da tutto il personale. Un cordiale augurio va al nuovo Capo distaccamento Adriano Ariaudo ed al vice Gabriele Aimar, nei rispettivi ruoli garanti nella continuità del mandato per la sicurezza ed il benessere dei cittadini». “Il Saviglianese” ringrazia Giordano per la preziosa collaborazione, certi che continuerà anche con i nuovi vertici, cui augura buon lavoro.


savigliano

CRONACA

giovedì 8 settembre 2011

3

Auto fuori strada: un morto. Ferito un saviglianese

Tragedia al Rally delle valli per i collegamenti tra direzione gara e percorso, 55 cronometristi, oltre 50 ufficiali Csai per la gestione della gara dalle verifiche all’arrivo, oltre naturalmente alle forze dell’ordine. In seguito a questa disgrazia il comitato organizzatore ha perciò deciso di interrompere la competizione. Pa. Bi.

Dalla telecamera piazzata su un’auto in gara si vedono le tre persone che di lì a poco verranno travolte

Un bel sabato sportivo per gli appassionati di rally della Granda e non solo. Si sta infatti correndo il 17° Rally delle Valli Cuneesi ed è il momento della prova speciale di Montemale (lunga 11,7 km), terza di 11 tratti cronometrati che avrebbero dovuto concludersi intorno alle 21. Sono le 12.35: in un momento, lo sport diventa tragedia. Una vettura – la Citroen Cs3 con Giacomo Costenaro (il pilota, 22 anni, di Marostica) e Giacomo Ciucci (il navigatore, 24 anni, di Camigli) – sbanda in un rettilineo, esce di strada, piomba su un gruppetto che stava osservando la corsa e finisce il volo tra gli alberi.Tra il fuggi-fuggi degli spettatori, due rimangono a terra, tra le piante. Arrivano immediatamente i soccorsi con 3 ambulanze e poi l’elicottero: purtroppo per Mario Scanavino, classe 1951, di Bardonecchia, ex navigatore di rally negli anni 80, sposato, una figlia, non c’è stato più nulla da fare: è deceduto sul colpo. È ricoverato, invece, all’ospedale di Cuneo per un trauma cranico con una ferita lacero-contusa alla testa (ma non in pericolo di vita e in via di miglioramento), il saviglianese Livio Tesio, 39 anni, dipendente della Bottero di Cuneo e grande appassionato di rally. Illeso, vicino a loro, Gianfranco Dogliani, consigliere provinciale PdL e pilota non professionista di rally. L’equipaggio non ha riportato lesioni, solo un fortissimo

CRONACA

choc; mentre, nella concitazione della fuga, altri due spettatori sono rimasti leggermente contusi. Le indagini sono condotte dai Carabinieri di Cuneo: dai primi rilievi, sembrerebbe che su un tratto in rettilineo da percorrere a 150 km/h, appena dopo una curva veloce a sinistra, il pilota abbia perso il controllo, poi abbia provato a controsterzare, invece è finito nella riva a destra, investendo Scanavino e Tesio. Ha capottato più volte nella scarpata e si è fermata tra gli alberi, che ne hanno anche rallentato la caduta. Panico e terrore, dicevamo, per gli spettatori che in quel momento erano assiepati sui due lati del rettilineo: gli uni si sono visti la vettura piombare sulle loro teste, gli altri – tra cui alcuni saviglianesi – hanno tentato subito di soccorrere quelli investiti. E con che animo l’abbiano fatto gli amici di Tesio – al momento non sapevano in che condizioni l’avrebbero trovato – è facilmente immaginabile. Quando si dice il destino o la sorte: la vita può finire a seconda di decisioni impercettibili, come ad esempio quella di mettersi a destra oppure a sinistra di un rettilineo. Ancora una volta emergono questioni sulle condizioni di sicurezza per chi assiste ad una gara di rally. Già quattro anni fa, durante una prova speciale del “ Valle Varaita”, ad Isasca era morto un fotografo di Dronero. In queste ore rimbalzano le

voci dei presenti e degli organizzatori. Da una parte, e tra questi anche alcuni spettatori, si dice che quella non era una postazione vietata al pubblico: «Non ho visto il cartello, non c’erano strisce bianco-rosse – afferma Gianfranco Dogliani – nessuno mi ha detto nulla, altrimenti me ne sarei subito andato. Mi hanno poi riferito che altri spettatori erano stati invitati a spostarsi». Dall’altra – altri spettatori e gli adetti alla “sicurezza di gara” – si risponde che «quella era una zona vietata. I commissari li hanno avvisati e rimproverati più volte. Non hanno voluto ascoltare». Emotivamente distrutto il presidente del comitato organizzatore, Piero Capello, che soltanto il 5 luglio era stato assolto, insieme al direttore di gara, al pilota ed al responsabile della sicurezza, dall’accusa di omicidio colposo per la morte dello spettatore avvenuta nel corso dell’edizione 2007 del rally. Una tragica fatalità, avevano sancito i giudici. Per questo motivo, questa edizione, che avrebbe dovuto festeggiare i 30 anni di organizzazione gare da parte di Sport Rally Team, era stata molto curata sotto il profilo della sicurezza. In cifre: 255 commissari addetti alla sicurezza sul percorso, 40 volontari di protezione civile, 12 medici anestesisti, 12 ambulanze medicalizzate, 6 squadre di pronto intervento antincendio, 30 radioamatori

Il cantiere era deserto. Via Muratori chiusa per alcune ore

Crolla il tetto di un edificio in ristrutturazione

Via Muratori: ecco come si presentava, martedì mattina, il tetto dell’edificio nel punto del crollo

Lunedì sera, in via Muratori, è crollata una delle travi portanti dell’ex cinema Ritz, edificio in fase di ristrutturazione da alcuni mesi. Il crollo del tetto ha interessato anche una parte di muro, che si è abbattuto nell’area recintata del cantiere. Per fortuna, al momento nessuno si trovava sul lavoro. A scopo precauzionale, però, i vicini sono stati invitati a passare la notte presso parenti. Sul posto sono giunti i Vigili del fuoco, che hanno subito bloccato il transito: la

via è rimasta chiusa al traffico anche nella giornata successiva, per i lavori di ripristino del cantiere. «L’edificio era già in sicurezza e continua a esserlo – ha garantito l’architetto Osvaldo Tortone, che segue i lavori di ristrutturazione ed è anche assessore in Comune –. La penultima capriata del tetto originale ha ceduto. Per fortuna, è crollata verso l’interno dell’edificio, senza provocare danni a persone o cose».

Un momento dei soccorsi sul tracciato. La gara è stata fermata


4

savigliano

giovedì 8 settembre 2011

Dedicato alle due violiniste, venne inaugurato nel 1836 L’area attualmente occupata dal teatro Milanollo fu sede dell’antico ospedale o Lazzaretto dal 1579 al 1709. In seguito allo spostamento del nosocomio nella nuova sede, qui sorse un precario salone teatrale in muratura e legno, poi riprogettato nel 1745. Nel 1834 una società di cittadini incaricava l’architetto Maurizio Serafino Eula (1806-1883) di redigere un nuovo progetto di sostituzione, mentre, nel luglio del medesimo anno, giunse l’autorizzazione all’apertura del nuovo esercizio firmata da re Carlo Alberto. Il progetto dell’Eula fu realizzato dal 1834 al 1836 dall’impresario luganese Pancini. L’armoniosa struttura architettonica del teatro è legata ai raffinati canoni compositivi del Neoclassicismo. La facciata è sobria ed elegante. È composta da un avancorpo, da due ali laterali e conclusa da un cornicione con sovrastante attico. Nelle nicchie ai lati sono ospitate le statue della Commedia e della Tragedia, mentre il Genio della Gloria, che incorona Musica e Poesia, sovrasta il fronte. Anche l’interno dell’edificio è improntato ad una misurata eleganza: il sipario s’apre su due ordini di palchi, oltre galleria e loggione. Particolarmente scenografica la sala del ridotto, con la loggetta dei musici. Di gusto raffinato le pitture che videro impegnati, tra gli altri, pittori di fama attivi quali Pietro Ayres (sipario e rosone) ed Angelo Moia, attivi nell’orbita del grande Pelagio Palagi. Quest’ultimo realizzò sia il rosone che il sipario rappresentante Apollo e le nove Muse ispiratrici sul Monte Parnaso (1835). Elaborati gli ornamenti, argentati e verniciati a mecca.Il teatro, inaugurato il 10 aprile 1836 con la rappresentazione dell’opera “L’esule di Roma” di Gaetano Donizetti, è proprietà del Comune dal 1864 ed è dedicato alle celebri violiniste saviglianesi Teresa e Maria Milanollo.

150 anni d’Italia I nostri protagonisti Silvio Pellico A causa della salute malferFoto M. Mondino ma e delle alterne fortune economiche della sua famiglia, Silvio Pellico, nato a Saluzzo il 25 giugno del 1789, trascorse tristemente l’infanzia e l’adolescenza. Dopo aver vissuto per un certo periodo a Lione presso un cugino della madre, che tentò invano di avviarlo al commercio, nel 1809 raggiunse la famiglia che risiedeva da tre anni a Milano. Qui si presentò alla visita di Leva e venne scartato per la propria debole costituzione. Quando la famiglia ritornò a Torino, non la seguì, avendo deciso di guadagnarsi da vivere dando lezioni di francese in scuole e collegi e facendo l’istitutore in famiglie patrizie. Nel 1813 compose una prima tragedia, Laodamia, lodata dal poeta Ugo Foscolo, e due anni dopo acquisì una certa notorietà nel mondo teatrale, grazie allo strepitoso successo della Francesca da Rimini, interpretata da Carlotta Marchionne, una promettente attrice. Nel settembre del 1818 uscì il primo numero del bisettimanale “Il Conciliatore”, organo ufficiale del Romanticismo italiano, di cui Pellico era segretario. Sebbene fin dal titolo il periodico tradisse i suoi intenti di riformismo moderato, era malvisto dalla Polizia austriaca per il suo profondo realismo quasi rivoluzionario, quindi fu costretto a cessare le pubblicazioni. Il 13 ottobre del 1820 venne arrestato sotto l’accusa di essere affiliato alla Carboneria, una società segreta di origine francese, che si ispirava ad ideali umanitari e progressisti. A tradirlo fu una lettera trovata fra le carte del musicista Pietro Maroncelli, forlinese, con il quale scontò dieci anni di prigione nella lugubre fortezza dello Spielberg, in Moravia. Tornato in libertà nel giugno del 1830, andò ad abitare a Torino con la famiglia e l’Abate Giordano, curato della sua parrocchia, gli consigliò di narrare le sofferenze della sua prigionia nel libro dal titolo Le Mie Prigioni, quale alta testimonianza dell’immensa carità del Signore nei confronti degli infelici che si appellano alla sua grazia. Temendo che il suo racconto potesse inasprire le passioni politiche che allora divampavano in Italia ed in tutta Europa, procurandosi così dei nemici, parlò con sua madre del progetto ed ella gli disse di pregare Dio affinché lo illuminasse. Pochi giorni dopo Silvio le annunziò la decisione di scrivere il libro, poiché avrebbe potuto ben disporre i giovani a rispettare la religione ed a studiarla. Nel frattempo aveva accettato, dalla contessa Eufrasia Solaro, l’invito a trascorrere una vacanza nel suo castello di Villanova Solaro, perché proprio in quei giorni stava cercando un luogo tranquillo, dove riposare il corpo e lo spirito ed iniziare la stesura de Le Mie Prigioni. Giovanni Bosio

CRONACA

Si sono conclusi i lunghi lavori di ristrutturazione

Ecco il “nuovo” Milanollo Sta per alzarsi il sipario sul “nuovo” teatro Milanollo, rimesso a punto dopo un anno e quattro mesi di lavoro. Nei giorni scorsi, i teloni che – proprio come un sipario – hanno nascosto la facciata del nostro teatro per tutto questo tempo sono stati tolti. «I lavori sono pressoché terminati – dice l’assessore Claudio Cussa, che ha seguito tutto l’iter con l’architetto Giovanni Rabbia – al momento attuale non abbiamo ancora deciso la data d’inaugurazione, ma sarà senz’altro in autunno, per essere pronti alla stagione teatrale». Lo scorso anno, infatti, con il Milanollo chiuso, gli spettacoli “migrarono” al cinema Aurora che, grazie alla sua versatilità, poté ospitare alcune pièce per non lasciare a bocca asciutta gli appassionati. Ora gli attori potranno tornare nella loro cornice naturale. Una cornice, tra l’altro, che ha già affascinato più volte anche il mondo del cinema, tant’è che negli ultimi anni registi come Marco Bellocchio (“Vincere”) e Mario Martone (“Noi credevamo”) hanno piazzato le loro cineprese tra gli ori ed i velluti dei palchi di piazza Turletti. Un primo assaggio alla popolazione di quel che sarà il Milanollo con il make-up rifatto è stato già servito lo scorso 2 luglio, quando il teatro è stato aperto per lo spettacolo “DéBaTailles”, con una

RELIGIONE

La facciata in stile neoclassico del teatro Milanollo è stata riportata a nuovo splendore

compagnia francese in scena. Perché proprio grazie ad un’alleanza con il Paese d’Oltralpe è stato possibile avere un finanziamento di 340.000 euro dall’Unione europea che, aggiunti agli 85.000 messi dal Comune, hanno coperto una spesa totale di 425.000 euro. A questi si aggiungono 25.000 euro messi a disposizione dalla Consulta per l’arte, che sono serviti al restauro della facciata. E non è tutto. Lo scorso anno c’era stata una prima tranche d’intervento (conclusasi ad ottobre

2010) per la ristrutturazione dell’edificio attiguo, con una spesa di 760.000 euro (finanziata da Regione, Fondazione CRS e Comune). Proprio in quelle stanze, dove un tempo c’era la casa del custode, c’è il progetto di voler aprire un ristorante di classe. È circa un anno che in Comune si dice che «stiamo predisponendo il bando» (Soave e Cussa l’hanno riferito più volte); quindi, si presume che prima o poi questo bando salterà fuori e magari si comincerà ad udire il tintinnar di forchette.

Nell’attesa, resta ancora da riqualificare piazza Turletti, per cui il sindaco Soave recentemente aveva ipotizzato un “concorso di idee”. Il teatro Milanollo, costruito in stile neoclassico su progetto dell’architetto Maurizio Eula (cui oggi è intitolato l’istituto tecnico per geometri), venne aperto nel 1836. Ultimamente, si era già rifatto il maquillage tra il 1983 ed il 1989. Ora che è pronto a ritornare sulla scena, lo si faccia in grande stile. Guido Martini

La testimonianza delle difficoltà superate da Dario e Lorenzina

Geova: «I sordi “odono” la buona notizia» Verso gli anni 70 del secolo scorso i Testimoni di Geova cominciarono a impegnarsi «per insegnare la verità biblica» ai non udenti. Tra questi ci sono una coppia di sordi, Dario e Lorenzina Massa, che furono tra i primi a diventare Testimoni di Geova a Busca. Gli abbiamo chiesto di raccontarci come hanno fatto a imparare la verità riguardo a Dio, visto che erano circondati da udenti e non c’erano i mezzi odierni di comunicazione. «Quando le adunanze dei Testimoni di Geova non si tenevano nella lingua dei segni italiana (LIS) e non c’erano gli interpreti – dicono – qualcuno si sedeva al nostro fianco e scriveva degli appunti su un foglio o su una lavagna per aiutarci a capire cosa veniva detto». Comunicando con loro ci si rende conto di quanta difficoltà e sofferenza hanno incontrato quando non riuscivano a farsi capire, dato che erano impegnati a predicare anche agli udenti. Come facevano? «In mano tenevamo un foglietto – rivelano – su cui era scritta una presentazione semplice, mentre nell’altra avevamo gli ultimi numeri della “Torre di Guardia”. Inizialmente predicavamo anche a qualche conoscente sordo, ma era un’impresa studiare la Bibbia con un altro sordo usando pubblicazioni

I Testimoni di Geova si impegnano ad “insegnare la verità biblica” ai non udenti. Qui, la sala cittadina

stampate che né l’insegnante né lo studente comprendevano del tutto. Pian piano, degli udenti nella congregazione si diedero da fare imparando la lingua dei segni italiana. Nel tempo si è formato un gruppo a Dronero e poi a Caraglio e nel 2005 è nata una congregazione LIS a Cuneo». A livello mondiale, le lingue dei segni in cui sono disponibili pubblicazioni sono attualmente 46. La “Torre di Guardia” viene tradotta in 9 di queste lingue e parti della Bibbia sono presentate nella lingua dei segni americana, brasiliana, colombiana, italiana, messicana e russa. Sono attive 54 filiali che traducono pubblicazioni in questo idioma. Le varie pubblicazioni in

lingua dei segni come libri, opuscoli, volantini, video e drammi biblici sono disponibili su Dvd o scaricabili da Internet. A Savigliano c’è una congregazione formata da 30 Testimoni di Geova (15 non udenti e 15 udenti) e circa una trentina di simpatizzanti. Ma cosa sta facendo la comunità dei Testimoni di Geova per i sordi nella nostra città? «La società odierna – commentano i coniugi Massa – tende a emarginare i sordi perché quotidianamente non sono in grado di comprendere gli altri al lavoro a scuola, mentre le nostre adunanze sono un’oasi dove i sordi possono regolarmente conoscere Dio, comunicare liberamente e godere di una compa-

gnia calorosa. I giovani udenti che hanno imparato la lingua dei segni italiana sono molti. Pur di insegnare la Bibbia ai sordi fanno grandi sacrifici volontariamente e gratuitamente e questo è davvero un atto di grande amore e generosità. In un mondo in cui spesso i sordi vivono isolati a livello linguistico e sociale, queste congregazioni sono un’oasi in cui fioriscono la comunicazione e l’amicizia». I Testimoni di Geova sottolineano l’armonia che esiste nelle loro adunanze: sono tutti uguali, non si distinguono udenti e non udenti. «Tutti – specificano – si trattano con rispetto e amore! In questo ambiente non ci sono limiti, solo opportunità per lodare Geova con le proprie capacità».


savigliano

ANNIVERSARIO

Domenica S.Messa, benedizione e celebrazioni

Croce Rossa attiva da 15 anni Persone in prima persona. Sono i Volontari della Croce Rossa Italiana che sono presenti a Savigliano da 15 anni. Sempre presenti nel momento del bisogno, anno dopo anno, si adoperano a prestare il loro aiuto ed il loro soccorso durante le emergenze sanitarie o raccogliendo fondi per i più disagiati. Proprio per ricordare i tre lustri (1996-2011) al servizio della comunità saviglianese, tutte le componenti del Comitato Locale, dai Volontari del Soccorso alle Patronesse ai Pionieri, vogliono invitare la cittadinanza ad una giornata celebrativa alla quale saranno anche presenti rappresentanti delle sezioni della Croce Rossa sia della provincia che della regione. «Vogliamo condividere con i cittadini saviglianesi questo momento per sentire il loro sostegno – dicono dalla sede di piazza Arimondi –. Abbiamo organizzato

SANITÀ

I giovani volontari della Croce Rossa - i Pionieri - durante la festa del Santuario della Sanità

una giornata all’insegna della convivialità, dell’armonia e del divertimento». L’appuntamento è per domenica 11 settembre. Alle ore 11, presso l’Ara della Vittoria di corso Roma, sarà celebrata una Messa commemorativa. Constestualmente avverrà la

benedizione di tre nuovi veicoli: due ambulanze, una delle quali acquistata grazie al lascito testamentario della famiglia Bramardi di Savigliano; e un’autovettura per le operazioni di Protezione civile che è stata donata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Torino. Al-

le ore 12.45 sfilata dei mezzi della Croce Rossa. Alle ore 13, sotto l’Ala Polifunzionale di piazza del Popolo, avrà luogo il pranzo ufficiale. Infine, verso le ore 17 intrattenimento musicale in piazza del Popolo. Paolo Biancardi

I 4 progetti degli Amici del SS. Annunziata

PELLEGRINAGGIO

COMPLEANNO

5

Festa alla Chianoc per Giolitti

Giorgio, volontario infaticabile

Giolitti festeggiato dai nipoti e dagli amici della “Chianoc”

Parte una raccolta fondi per avere un ospedale all’avanguardia

Si avvicina la data del 16 settembre, venerdì, quando alle ore 21, presso la Crosà Neira, la nuova associazione “Amici dell’ospedale Santissima Annunziata” si presenterà alla popolazione. Vediamo quali sono i quattro progetti per cui il sodalizio guidato da Ezio Nava intende raccogliere fondi, allo scopo di dotare il nostro ospedale di moderne tecnologie. Il primo riguarda la Tac. L’apparecchiatura attualmente in dotazione in Radiologia, installata nel 2007, rimane all’avanguardia per la velocità di esecuzione degli esami e per la qualità diagnostica delle immagini prodotte. L’obiettivo è acquistare un software che permette di ridurre di circa il 60% la dose di radiazioni sul paziente. Ciò renderebbe possibile l’impiego della Tac anche in pazienti più giovani e nelle indagini di screening per la diagnosi precoce di alcuni tumori (polmone, vescica, colon). Tale software verrebbe applicato anche alla coronaro-Tac, indagine per la diagnosi di malattia coronarica per la prevenzione dell’infarto miocardico. Costo: 60.000

giovedì 8 settembre 2011

euro. Serve inoltre un nuovo ecografo. Purtroppo la radiologia di Savigliano è dotata di un ecotomografo ormai datato, installato nel 2005, che deve essere al più presto sostituito per garantire un servizio diagnostico al passo con i tempi. Costo: 120.000 euro. Il terzo progetto servirà a mettere in campo più tecnologia contro il tumore. Nel campo diagnostico dell’endoscopia l’impiego di migliori sistemi di illuminazione e di telecamere più panoramiche e sensibili permette infatti di raggiungere diagnosi sempre più precoci associate a procedure terapeutiche più affidabili e definitive. Il sistema di endoscopia attual-

mente in dotazione presso l’ospedale di Savigliano è limitato dalla scarsa dotazione tecnologica e merita un aggiornamento per raggiungere un elevato livello qualitativo. Lo screening del tumore del colon retto, eseguito presso gli ambulatori dell’Asl Cuneo Uno, otterrà sicuri benefici dal miglioramento tecnologico dell’endoscopio in dotazione. Costo: 72.000 euro. Infine, un occhio al miglioramento dell’ecografia neonatale. L’impiego di un ottimo ecotomografo in diagnostica ostetrica permette di ottenere diagnosi precoci e particolarmente precise di malformazioni fetali e di offrire, con i nuovi sistemi 3D, immagini complete del feto, facilmente interpretabili, e capaci di emozionare favorevolmente le mamme al fine di una serena gestione della gravidanza. Oggi, la diagnostica ostetrica dell’Ospedale di Savigliano è affidata ad un’apparecchiatura ormai superata dalle ultime apparecchiature proposte dal mercato. L’acquisto di un nuovo ecotomografo garantirebbe un sistema diagnostico completo capace

La chiesa di S. Filippo in un viaggio di fede e di amicizia

Hanno visitato Beauraing e Banneaux Un’istantanea del pellegrinaggio della chiesa di San Filippo, dello scorso luglio, ai Santuari del Belgio e dei Paesi Bassi: Beauraing (la Madonna del Cuore d’oro), Banneaux (la Vergine dei Poveri), Lussemburgo, Aquisgrana, Amsterdam, la grande diga,Volendam, Marken, Colonia e Strasburgo. Un viaggio delle meraviglie tutto vissuto nel vincolo dell’amicizia e della fraternità, all’insegna dell’arte, della fede e della natura.

di servire ottimamente il numero elevato di nascite del nostro ospedale. Costo: 140.000 euro. Già durante la serata di presentazione ci si potrà iscrivere come soci sostenitori (100 euro), ordinari (50 euro) o affiliati (25 euro). Saranno inoltre rese note tutte le possibilità di contribuzione per centrare l’obiettivo di modernizzare sempre più il SS. Annunziata.

Martedì 30 agosto, Giorgio danze con una giovane e grazioGiolitti ha festeggiato il suo 85° sa ragazza, mostrando di essecompleanno, che ricorreva pro- re ancora, nonostante la veneprio quel giorno, alla casa di ri- randa età, un ballerino infaticaposo “Chianoc”, dove da tren- bile. A fargli il più bel regalo per tuno anni presta il servizio di il suo compleanno sono stati il volontariato. Nel porgergli gli nipote Marco Panuzzo e la fiauguri, la presidente Angela Am- danzata Debora Allasia, campiobrosino lo ha ringraziato per la ni di ballo, che si sono esibiti in sua encomiabile dedizione agli sgargianti costumi. Per gli ospianziani. A sua volta, il presiden- ti della “Chianoc” questo spette Avo Bartolo Donalisio ha af- tacolo, al termine del quale è fermato che Giolitti è la colon- stato offerto loro un rinfresco, na portante della sezione savi- è stato una sorpresa inimmagiglianese della benemerita asso- nabile. ciazione volontari ospedalieri. Giovanni Bosio La festa si è svolta nel salone al piano rialzato ed è stata animata da “I Musici” di Racconigi, un’orchestrina di quattro elementi con nel proprio repertorio indimenticabili musiche da ballo, in voga nella seconda metà del secolo scorso. GiorMarco, Giorgio e Debora alla festa gio ha aperto le


6

savigliano

giovedì 8 settembre 2011

BREVI DALLA CITTÀ Oncologia ginecologica

Ospedale alleato con Genova

Andrea Puppo (Genova) con Luciano Galletto Il reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale Santissima Annunziata di Savigliano, diretto da Luciano Galletto, ha stipulato una convenzione con l’Oncologia ginecologica dell’Istituto nazionale per la ricerca sul cancro di Genova del prof. Paolo Cristoforoni, per un interscambio di attività di ricerca nel campo della chirurgia ginecologica oncologica. Obiettivi dell’accordo sono la ricerca scientifica e formativa nel campo della ginecologia oncologica e della chirurgia laparoscopica di secondo livello; lo scambio di esperienze con studio di casistica di entrambe le realtà per ottenere un miglioramento dell’atto terapeutico globale e per il perfezionamento dell’attività chirurgica di eccellenza. «Considero questa collaborazione – dichiara il primario Galletto – un fatto importante, soprattutto per la possibilità offerta alle due équipe di avviare una collaborazione che si annuncia proficua sia sotto l’aspetto scientifico che quello formativo». L’attività di collaborazione si perfezionerà mediante accessi quindicinali alle strutture.

RIFIUTI

Il “porta a porta” si allarga Se ne parlava da tempo ed ora si comincia. Il servizio di raccolta differenziata dei rifiuti varca i confini di Savigliano città e va in campagna. Come primo ampliamento è stata scelta strada Sanità, dal ponte sul Maira fino all’incrocio con via delle Valli. Un provvedimento che interesserà una trentina di famiglie. Il servizio di raccolta, gestito dalla ditta Aimeri, inizierà la prossima settimana: i giorni di raccolta saranno gli stessi della “zona verde” (che in città comprende l’area della Mellonera e le zone limitrofe), ovvero il mercoledì ci sarà il ritiro della carta e dell’indifferenziato, mentre il sabato della plastica e dell’indifferenziato. I sacchi appositi ed il contenitore per la carta vanno sistemati fuori dalla porta di casa entro le 6 del mattino, affinché gli addetti possano ritirarli. «Nei giorni scorsi – ha detto l’assessore all’Ambiente Clau-

Canti di San Grato

Raccolta poetica di Galli «C’è un amore profondo, smisurato per la sua terra e per la sua gente. Nei versi di questa raccolta il poeta saviglianese canta continue lodi a tutto ciò che riconosce come cose che gli appartengono: dalla parlata alle montagne remote, dai paesaggi agresti alla luna, fino all’epopea delle masche e ai saggi proverbi popolari. È una poesia copiosa, straordinariamente ricca di immagini, rispettosa di un angolo di Piemonte reso sacro da storie millenarie di uomini». Con sì lusinghiera motivazione critica, redatta dalla giuria del XX Premio Letterario “Città di Pinerolo”, è recentemente giunto in libreria il volume di poesie “Canti di San Grato” del prof. Giovanni Galli. Ottantotto pagine di versi corredate di un’ampia introduzione dell’autore, di un esauriente corpus di note e di dettagliati particolari biobibliografici. La raccolta di liriche è stata elegantemente data alle stampe dalla casa editrice Montedit di Melegnano (Milano) nella prestigiosa Collana “I gigli”.

Dalla prossima settimana, servizio esteso alla Sanità

SANITÀ

Stanno per andare in pensione i cassonetti alla Sanità: si passa al nuovo metodo

dio Cussa – abbiamo contattato le famiglie ed abbiamo distribuito loro i sacchetti ed i contenitori per la raccolta, oltre a fornire le informazioni sul servizio. Con questo intervento abbiamo eliminato i cassonetti – tra l’altro sempre pieni – in strada Sanità. Il nostro obiettivo è quello di aumentare

sempre più la percentuale di raccolta differenziata e di portare sempre meno materiali in discarica». Da quando è stato introdotto il nuovo metodo di ritiro dei rifiuti, a novembre dello scorso anno, è stato compiuto un balzo notevole nella percentuale: si è passati in un colpo dal 50%

al 65% circa. Poi, la cifra si è assestata. Ad agosto abbiamo comunque raggiunto quota 67,7%. Un risultato che fa ben sperare per raggiungere presto il 70%, mentre per la quota di legge fissata come obiettivo nel 2012 – 65% – dovremmo essere tranquilli.

Successo per la giornata culturale che ha chiuso i festeggiamenti

Hanno scoperto i segreti del sole e delle stelle Nel pomeriggio di sabato 27 agosto un folto gruppo di persone ha visitato, accompagnato dal saluzzese Fabio Garnero, un esperto in materia, le meridiane del Santuario della Sanità e di Villa Tolosana, dove ha fatto gli onori di casa Lidia Scioneri. Alla giornata “Le ore del sole – Le ore delle stelle” hanno partecipato anche il sindaco Sergio Soave e gli assessori Chiara Ravera e Claudio Cussa. Nell’antichità, per misurare il tempo Egiziani, Assiri e Babilonesi stabilivano la posizio-

Gruppo Alpini Il folto gruppo dei partecipanti con l’esperto Fabio Garnero

Si parte per Frassino Per domenica 18 settembre, gli Alpini rinnovano la tradizionale polentata a Frassino (menù con polenta, salsiccia, spezzatino, gorgonzola, parmigiano, frutta e dolce). È necessario portarsi tavoli da pic-nic, sedie e stoviglie. Prezzo: 10 euro (bambini sotto i dieci anni, gratis). Per motivi organizzativi, si prega di affrettarsi a prenotare: contattare al più presto il capogruppo Secondo Cavallo (tel. 0172.31564), il vicecapogruppo Carlo Cussa (tel.0172.713083) oppure Piero Lenta (0172.21720), ore pasti.

Città del Pendolino

Cartello nuovo di zecca Ad agosto è stato sostituito il cartello stradale “Città del Pendolino” che appare agli ingressi dell’abitato, giusto sotto il segnale “Savigliano”. Quello vecchio, con la foto del Pendolino su sfondo bianco, si era via via sporcato ed ultimamente risultava piuttosto brutto. Quello nuovo prevede una sagoma stilizzata del Pendolino, in bianco su sfondo blu. Insieme al disegno è apparso anche il logo di Alstom, la fabbrica che produce attualmente il treno veloce (nato sotto marchio Fiat).

Il nuovo cartello all’ingresso della città

Il sindaco Sergio Soave si diletta con l’ornitologia

ne del sole seguendo l’ombra degli obelischi. Più tardi furono costruite le prime meridiane, formate da un’asta (gnomone) che proietta l’ombra del sole sulle linee orarie tracciate su di un quadrante. Col progredire nel corso dei secoli della scienza e della tecnica, sorsero altri sistemi più efficienti per misurare il tempo, determinando nella prima metà dell’Ottocento il declino delle meridiane. Da allora, questi antichi orologi fungono da elemento decorativo per mura esterne di palazzi, campanili, case e altri edifici pubblici e privati. Le due meridiane del Santuario della Sanità, restaurate circa quattro anni orsono, furono realizzate nel 1765 sul muro a sinistra della facciata, decorata dagli stemmi delle corone di Sardegna e di Francia, fatti apporre dalla regina francese Maria Adelaide in segno

di devozione alla Madonna. La costruzione delle quattro meridiane di Villa Tolosana, invece – due sulla facciata prospiciente il parco e due sul muro a destra di essa – risale pressappoco alla stessa epoca, ma sono in cattivo stato di conservazione, al punto che si possono riconoscere solamente dall’asta che sporge dal muro.

La visita alle meridiane è stata organizzata dall’associazione “Attività e cultura per Savigliano”. Durante la giornata si sono svolte anche la visita al canneto della famiglia Canelli, una “marenda sinoira”, una “visita risorgimentale” al museo degli ex-voto e l’osservazione delle stelle con esperti del settore. Giovanni Bosio

Sanità: gli amici ricordano “Drea” Lunedì 22 agosto scorso, nell’ambito dei festeggiamenti patronali al Santuario della Sanità, si è voluto ricordare un caro amico scomparso recentemente. Un palloncino con un messaggio che riportiamo è stato liberato nel cielo per salutare e ringraziare Andrea Supertino. “Ciao, Drea, siamo gli Amici della Sanità: te ne sei andato senza lasciarci il tempo di salutarti e ringraziarti e noi questo vogliamo: porgerti il nostro saluto e il nostro ringraziamento. Grazie per le ore che ha trascorso con noi, negli anni, a preparare la festa. Grazie per la tua simpatia, la tua arguzia e le tue battute che ci hanno permesso di sorridere anche nei momenti di tensione. Grazie, anche per essere sempre arrivato tra i primi ogni mattina della festa per dare una mano a preparare ogni cosa. Ora ti salutiamo, Drea, e affidiamo questo messaggio ad un palloncino. Ciao da tutti noi e ancora grazie”.


GIOVEDÌ 8 SETTEMBRE 2011 IL SAVIGLIANESE 7


8

giovedì 8 settembre 2011

BREVI DALLA CITTÀ Un altro incidente...

Alla curva di Santa Rosalia Incidente stradale giovedì 1° settembre, alle ore 9, sulla provinciale tra Savigliano e Cavallermaggiore, all’altezza della curva di Santa Rosalia. Nell’urto si sono scontrate un’Opel Tigra condotta dalla signora R. V., 33 anni di Casalgrasso, e una Ford Fiesta guidata dalla signora Z.V., 34 anni, di Savigliano.

Scontro all’incrocio

Tra un furgone ed uno scooter Venerdì 2 settembre, alle ore 13.35, sulla provinciale per Marene, all’altezza dell’incrocio con via Alba, si è verificato uno scontro fronto-laterale che ha visto coinvolti due mezzi. Un furgone Toyota con alla guida I. C., 47 anni, di Lagnasco ed uno scooter Suzuki cc. 200 condotto da B. F. , 33 anni, di Cavallermaggiore. Quest’ultimo, trasportato all’ospedale di Savigliano è stato poi dimesso.

“Prima” per Mariano

In scena la sua “Mistà” È andato per la prima volta in scena “Mistà: ballata dei monti perduti” di Beppe Mariano, a cura del “Teatro del Forno del pane” con la regia di Maria Silvia Caffari, la quale già aveva messo in scena, per otto anni con grande successo, l’altra ballata di Mariano: “La leggenda di Mòria” (rappresentata anche al prestigioso “Roccolo della poesia”). “Mistà”, con le voci di Maria Silvia CaffaBeppe Mariano ri, Mario Cottura e dell’autore e con le musiche occitane (flauti, ghironda) suonate dallo stesso Cottura, è stato rappresentato a Cartignano, in val Maira, di fronte ad un numeroso pubblico.

savigliano

ARCHEOLOGIA

Cavallero tra gli artefici della prestigiosa scoperta

Fabio ha scovato il tempio Pochi lo sanno, ma anche Savigliano ha dato i natali ad uno Schliemann dei giorni nostri. Si tratta di Fabio Cavallero, 27 anni, salito alle cronache di questi giorni per aver scoperto, grazie a nuove indagini archeologiche, il “tempio dei divi Traiano e Plotina”, l’edificio voluto dall’imperatore Adriano per celebrare i suoi “genitori” divinizzati che lo avevano adottato, tempio che si “cerca” fin dall’800. La scoperta è stata annunciata con un articolo di Fabio Cavallero sulla rivista “Archeologia Viva”: un’anticipazione dell’Atlante di Roma Antica, a cura di Andrea Carandini e Paolo Carafa, che uscirà per le edizioni Electa all’inizio del 2012. «Dopo le superiori a Savigliano mi sono trasferito a Roma per fare archeologia all’Università La Sapienza – racconta Cavallero, da sempre appassionato di storia –. Mi sono laureato a fine luglio di quest’anno e, nel team del professor Carafa, ordinario di archeo-

Vinci la musica

Premi ancora da ritirare Nel mese di luglio si è concluso il concorso “Vinci la musica” proposto dal centro commerciale naturale “Il Molo” che metteva in palio un cd musicale per ogni punto vendita, da scegliere e ritirare direttamente presso il negozio Exit Music di via Tapparelli. Queste sono le card dei vincitori che ancora non hanno ritirato il premio: 3210655479961586 – 3210655478793485 – 3210655478518006 – 3210655479816423 –3210655479530836 – 3210655402032822 – 3210655479843392 – 3210655478891172 – 3210655478917642 – 3210655479655494. Invitiamo i possessori delle suddette card a ritirare il premio entro il 15 di settembre, rivolgendosi all’Ascom.

Fabio Cavallero

Il tempio dei divi Traiano e Plotina a Roma, oggetto degli studi di Fabio

logia e storia dell’arte greca e romana alla Sapienza, e del professor Andrea Carandini, emerito di archeologia classica alla Sapienza, abbiamo svolto “indagini” grazie ad un nuovo sistema innovativo informatico – nel 2006 è stato realizzato uno strumento in grado di gestire tutte le informazioni necessarie a conoscere e ricostruire i paesaggi urbani di Roma, dalla nascita della città all’inizio del Medioevo – e la grafica Cad. Il tutto ci ha permesso di identificare con esattezza, nel foro di Traiano a Roma, l’area dove venne eretto il tempio dedicato all’imperatore Traiano e a sua moglie Plotina». Secondo la nuova ricostruzione, il tempio sarebbe stato disposto a nord-ovest della Co-

lonna Traiana e avrebbe avuto sei colonne sulla fronte, come il successivo tempio di Antonino e Faustina, al quale esso forse fornì il modello. L’imperatore Adriano completò il progetto urbanistico dei Fori Imperiali recintando l’area compresa tra le aule e le domus alle pendici del Quirinale con un alto muro sorretto da fondazioni: al centro di questo spazio, in asse con la Colonna e aperto verso l’ingresso al Foro di Traiano, venne innalzato il Tempio di Traiano e Plotina. «Possiamo immaginare il podio del Tempio – ha continuato, spiegando, Cavallero – composto da sette ambienti racchiusi da una fodera di blocchi necessaria a

sorreggere il colonnato del pronao e i muri della cella. Lungo il grande muro che recingeva l’area del tempio possiamo immaginare colonne aggettanti su un alto plinio che decoravano la nuova area sacra ed inquadravano l’ingresso di età traianea sull’esempio della biblioteca voluta dallo stesso Adriano ad Atene». Da 5 anni a Roma, e Savigliano? «Mi piacerebbe molto tornare - dice -. Un pezzo di cuore è a Savigliano, dove vivono ancora i miei genitori, però la grande scuola archeologica è solo a Roma. Spero, con questa scoperta, di aver fatto inorgoglire i miei genitori. Anzi, voglio dedicare proprio a loro questa scoperta». Paolo Biancardi I.P.

Le proposte di studio e formazione della Scuola Edile

Impara l’arte e gioca le tue carte! La formazione organizzata nel settore costruzioni è una opportunità per i giovani in cerca di occupazione, per gli studenti che devono ancora scegliere il loro futuro professionale e per gli occupati che vogliono migliorare le loro competenze professionali. La offre la Scuola Edile. I mestieri possibili sono tanti nel settore costruzioni. C’è chi progetta e chi costruisce. E tra chi costruisce, c’è chi coordina gruppi di lavoratori (capi squadra, capi cantiere) e chi si specializza nelle singole lavorazioni. C’è chi si occupa delle strutture (carpentieri, muratori), chi delle “finiture” (intonacatori, decoratori, piastrellisti) e chi ancora dei trasporti e del movimento dei materiali (gruisti, operatori macchine movimento terra). Ci sono tanti, poi, che si occupano dei lavori “artistici” (i restauratori, i pittori, i mosaicisti). “Imparare facendo” è la linea guida della metodologia didattica proposta nei diversi percorsi formativi. Si impara acquisendo le necessarie competenze per programmare meglio la propria progressione di carriera e per ottenere dei buoni risultati economici. Particolare importanza hanno assunto negli ultimi anni i “progetti integrati”, gestiti insieme agli Istituti per Geometri, che consentono ai ragazzi di poter decidere più consapevolmente nei primi 2

anni di scuola secondaria superiore se proseguire gli studi per conseguire il diploma di “geometra” oppure iscriversi alla Scuola Edile per conseguire la qualifica di “operatore edile polivalente”. Questi ultimi, in seguito allo stage effettuato presso imprese del settore, saranno “accompagnati” dall’Ente Scuola Edile nella ricerca del lavoro in un settore sempre più trainante (8.000 addetti, 1.700 imprese nella Granda). A tutti i ragazzi ed alle loro imprese sarà offerta la

possibilità di inserirsi nel Progetto di Sviluppo Professionale, che ha come obiettivo il miglioramento della qualità del lavoro e lo sviluppo di una positiva “progressione di carriera” all’interno dell’impresa e/o del settore. Per informazioni ed iscrizioni: Ente Scuola Edile – corso Francia 14/c – 12100 Cuneo – Tel. 0171/697306 – Fax 0171/698991 – e-mail scuolaed@scuolaedilecuneo.it – sito internet: www.scuolaedilecuneo.it


savigliano

SCUOLA

Due nuovi presidi alla guida degli Istituti cittadini

Per chi suona la campanella Ci siamo. Le vacanze sono finite e la campanella suonerà nella mattinata di lunedì 12 settembre. Molte le novità ai vertici delle nostre scuole. Al primo circolo didattico, al posto di Paolo Cattero di Cuneo ora siede Luciano Scarafia, proveniente dal “Da Vinci” di Verzuolo. Al secondo circolo, invece del preside Gianpiero Sola, passato all’istituto superiore ArimondiEula, ci sarà Franco Russo. Le scuole medie saranno affidate ancora a Sola, mentre l’istituto professionale Cravetta-Marconi sarà ancora guidato da Anna Maria Barra. Ecco gli orari dei primi giorni. PRIMO CIRCOLO Nella scuola dell’infanzia Gullino di corso De Gasperi, da lunedì 12 a venerdì 16 settembre, l’orario sarà dalle 7.55/8.45 alle 11.40/12.45 (senza refezione). Servizio pre-scuola dalle 7.45. Scuola primaria Santorre di Santa Rosa, classi prime a tempo pieno: lunedì 12, ore 9-12.10; da martedì 13 a venerdì 16, ore 8.05/8.10-12.10 (senza refezione, prescuola ore 7.35). Classi prime a tempo normale: lunedì 12, ore 9-12.20; da martedì 13 a sabato 17, ore 8.05/8.10-12.20 (pre-scuola ore 7.35). Classi a tempo pieno (2ª – 5ª): da lunedì 12 a venerdì 16, ore 8.05/8.1012.10 (senza refezione, pre-scuola ore 7.35). Classi a tempo normale (2ª – 5ª): da lunedì 12 a sabato 17, ore 8.05/8.10-12.20 (pre-scuola ore 7.35). Per la primaria di Levaldigi: da lunedì 12 a sabato 17, ore 8.20/8.25-12.35. SECONDO CIRCOLO Le Scuole materne statali di via Einaudi e via Muratori iniziano lunedì 12 settembre. Nella prima settimana l’orario sarà limitato al turno antimeridiano: dalle 8 alle 12.30 senza servizio mensa. Gli alunni potranno essere ritirati a partire dalle ore 11.30. Da lunedì 19 settembre, il funziona-

giovedì 8 settembre 2011

9

BREVI DALLA CITTÀ Si parla di “Rebirthing”

Alla “Girandola” con la dott.ssa Ramon Mercoledì 14 settembre, alle ore 20.30 presso La Girandola, in via dell’Artigianato n. 5 a Savigliano, la dott.ssa Chiara Ramon terrà una conferenza su “Il Rebirthing – Vedere il mondo con occhi nuovi”. Dalla cultura dello yoga un modo di respirare che permette di ascoltare intimamente il proprio corpo e di svelare l’origine di inquietudini e di blocchi emozionali che creano riduzione energetica, sessuale e malattie. Una forza più grande respira, purifica e guarisce l’individuo che ritrova il contatto con se stesso e la naturale apertura del cuore. Ingresso libero. Per informazioni contattare lo 339.6988421, oppure mail a educarericerche@libero.it.

Corsi all’Ascom

Ancora posti disponibili

Lunedì è tempo di ritrovare amici ed insegnanti: si torna tra i banchi

mento della scuola avverrà con l’orario richiesto all’atto dell’iscrizione. Particolari iniziali adattamenti orari per gli alunni nuovi iscritti potranno essere concordati con le insegnanti. Scuola elementare Papa Giovanni XXIII. Lunedì 12 settembre, le classi prime osserveranno l’orario 9-12.15; le classi dalla 2ª alla 5ª, invece, dalle 8.10 alle 12.15. A partire da lunedì 19, orario definitivo. Classi 1ª D, 2ª C e 3ª D, dal lunedì al sabato, ore 8.10-12.15 (martedì 13.55/1416.30); 4ª C, 5ª C e 5ª D, dal lunedì al sabato, ore 8.10-12.15 (martedì e giovedì 13.55/14-16.30). Classi dalla 1ª alla 5ª dal lunedì al venerdì, ore 8.10-16.30 (venerdì 8.10-12.15). Nella prima settimana, non ci sono servizio mensa e pre-scuola. SCUOLE MEDIE Orari di lunedì 12 settembre. Sede Marconi. Classi prime G-H: ingresso ore 9, uscita ore 12. Classi prime I-L:

ingresso ore 10, uscita ore 12. Classi 2ª e 3ª: ingresso ore 8, uscita ore 12. Sede Schiaparelli. Classi prime A-BC: ingresso ore 9, uscita ore 12. Classi prime D-E-F: ingresso ore 10, uscita ore 12. Classi 2ª e 3ª: ingresso ore 8, uscita ore 12. Orari da martedì 13 a sabato 17 settembre per entrambe le sedi. Tutte le classi: dalle 8 alle 12. Classi a settimana corta: rientro pomeridiano martedì 13 e giovedì 15, ore 13.55-15.45. Venerdì 9 verrà affisso un comunicato con le materie del primo giorno di scuola. Per la prima settimana, non è attivo il servizio mensa. ISTITUTO ARIMONDI-EULA All’istituto di istruzione superiore “Arimondi-Eula”, sia per la sede di Savigliano che per quella di Racconigi l’orario della prima settimana di lezione sarà il seguente: lunedì 12 settembre, dalle 9 alle 12, per tutte le classi; da martedì 13 a sabato 17 settembre dalle 8 alle 12 per tutte le classi.

L’Associazione Commercianti di Savigliano comunica che in riferimento ai corsi in partenza presso la propria sede, di agente d’affari in mediazione immobiliare (l’idoneità del corso è valida ai fini dello svolgimento dell’attività di mediazione nell’ambito immobiliare) e di agente e rappresentante di commercio (obbligatorio per l’iscrizione al ruolo professionale tenuto dalla Camera di Commercio di Cuneo) sono ancora disponibili dei posti. Per informazioni sulle modalità di iscrizione, sull’orario e sui costi è possibile rivolgersi presso la sede Ascom in via Mabellini n. 2/1 (tel. 0172.241211, fax 0172.717134, mail saviglianoformazione@ascomsavigliano.it).

Un golfino smarrito...

...e uno ritrovato Nel mese di luglio, nei pressi del centro, una ragazzina ha smarrito un golfino bianco con fili di lamé (marca Iana) di grande valore effettivo. Chi l’avesse trovato può consegnarlo presso la redazione de “Il Saviglianese” in piazza Santarosa n. 21. Nel mese di agosto è stato ritrovato, su una panchina di piazza D’Armi, un golfino bianco in cotone con colletto lavorato a punto traforato e bottoni con brillantino incastonato (marca Idexé). Chi l’avesse smarrito può ritirarlo presso la redazione de “Il Saviglianese” in piazza Santarosa n. 21.

Il doposcuola riapre

All’Oasi Giovani Il Centro diurno di Oasi Giovani (doposcuola per i ragazzi delle scuole elementari e medie) riapre le iscrizioni per l’anno scolastico 2011/2012 (si inizia lunedì 12 settembre). Per informazioni rivolgersi in segreteria, telefonare allo 0172.712584 o al cell. 393.9953165. Chi è interessato può visitare i locali e conoscere le attività tutti i pomeriggi dalle 14.30 alle 18, direttamente presso la sede di corso Roma n. 117.


10

savigliano

giovedì 8 settembre 2011

BREVI DALLA CITTÀ Baravalle in pensione

Ispettore dei “Vigili”

Adriano Baravalle con il Comandante Marco Odasso È andato in pensione, dopo 31 anni di servizio, l’ispettore di Polizia locale Adriano Baravalle. Assunto come vigile urbano nel 1980, è stato promosso Ispettore nell’aprile 2005. Dopo aver svolto mansioni inerenti la viabilità, da qualche anno si occupava di accertamenti ed informazioni. È molto conosciuto in città, anche perché da anni è volontario della Croce Rossa. L’amministrazione comunale di Savigliano ed il comandante del Corpo desiderano ringraziare il dipendente per il lungo periodo di diligente servizio prestato presso il nostro Comune. «Un saluto ed un augurio – dice il Comandante Marco Odasso – speriamo di vederlo presto tra i “nonni-vigile”!».

LAVORO Trovato l’accordo per i 55 esuberi. Assunti degli “interinali”

Alstom: c’é chi entra e chi esce Alstom: gli esuberi annunciati lo scorso 22 marzo restano, ma ora c’è l’accordo per gestirli. Dei 1.380 lavoratori che dovranno lasciare la multinazionale in tutta Europa, 280 sono in Italia e 55 a Savigliano (qui, tutti impiegati). L’intesa tra sindacati e vertici aziendali è stata raggiunta a Milano lo scorso 31 agosto ed ora dovrà passare al vaglio delle assemblee di stabilimento (a Savigliano, il 14 settembre), che si concluderanno con un referendum da tenersi entro fine mese. Cosa prevede l’accordo? Per gli addii alla fabbrica di via Ottavio Moreno si farà prevalentemente ricorso alla volontarietà di chi è prossimo al pensionamento. Ci saranno inoltre dimissioni incentivate, ma anche la possibilità di ricollocarsi in altri siti del gruppo. Chi non ha maturato i requisiti per la pensione, ma deciderà di lasciare la scrivania spontaneamente, riceverà al massimo 12 mensilità

In questi giorni sono entrati una trentina di interinali

(con inizio dal mese di agosto). Alstom ha inoltre previsto di offrire un incentivo economico di 10.000 euro alle aziende che decideranno di assumere i suoi lavoratori in esubero con contratto a tempo indeterminato (per posti che non superino i 50 km dall’abitazione della persona assunta) oltre ad un’integrazione della retribuzione, se inferiore a quella attuale, per dodici mesi. Infine, per i lavoratori che

vorranno “mettersi in proprio”, Alstom metterà a disposizione assistenza e consulenza. “Le organizzazioni sindacali ed il coordinamento nazionale Fim Fiom Uilm – si legge in un comunicato – esprimono un giudizio positivo sull’intesa perché, coerentemente con quanto sottoscritto con la multinazionale a livello europeo, oltre a fornire tutele ai lavoratori, impegnano direttamente l’azienda alla realizzazione de-

gli obiettivi industriali in settori particolarmente importanti per il nostro Paese”. All’ombra della “madunina”, la multinazionale non ha discusso solo di gestione degli esuberi con le forze sindacali, ma ha anche presentato un piano industriale di investimenti, che prevede interventi sia sui prodotti (fonti sindacali riferiscono che ci sarebbe anche uno studio di fattibilità per un nuovo Pendolino da 300 km/h) sia sulle strutture. Il sito di Savigliano viene confermato centro d’eccellenza per la tecnologia tilting (quella che fa pendolare il Pendolino) e per i treni Coradia Meridian ed Xtrapolis. Intanto, nei giorni scorsi, in fabbrica sono entrati una trentina di lavoratori interinali addetti alla produzione, che a breve potrebbero anche aumentare. Secondo quanto ha reso noto la Uilm, infatti, a Milano è stato anche riferito che l’attuale carico di lavoro dovrebbe durare fino alla primavera 2012.

Addio a Dompé

Stimato mobiliere È mancato a 76 anni Franco Dompé. Persona molto conosciuta e stimata in città, aveva un laboratorio di falegnameria in via Brero. Per anni ha fabbricato su ordinazione i mobili in stile d’epoca. I funerali si sono svolti giovedì scorso, 1° settembre, nella chiesa di S. Maria della Pieve. Lascia la moglie Angela ed i figli Claudio e Corrado.

«Tutti da Bossi!»

Pullman leghista per Paesana Venerdì 16 settembre la Lega Nord Savigliano organizza un autobus gratuito per andare a Paesana ad assistere al comizio del ministro Umberto Bossi in occasione del “rito dell’ampolla” che si ripete ogni anno alla festa del partito “padano”. La partenza è per le ore 14 da piazza del Popolo, lato ala. Da Paesana si ripartirà alle ore 18 (arrivo a Savigliano alle ore 19 circa). Le iscrizioni si ricevono entro il 14 settembre, tel. 338.7296513 (Lillo) o 340.4921661 (Matteo).

“Figli in cielo”

Riprendono gli incontri L’associazione “Figli in cielo” riprende i suoi itinerari di fede e di preghiera presso l’istituto Sacra Famiglia di via San Pietro n. 9. Gli incontri mensili fino a maggio si terranno il martedì dalle 17.30 con il rosario meditato o con i vespri, cui seguirà la messa alle 18. Si comincia martedì 13 settembre. Sono inoltre previsti due momenti di formazione (4 ottobre, confronto tra partecipanti, e 24 gennaio, con lo psicologo Giovanni Galletto), oltre ad un pellegrinaggio a Valsesia (8 giugno).

Corsi di cucito

Alla Sacra Famiglia Sei creativa? Hai voglia di imparare? Cucito... Ricamo...? Mettiti alla prova...!!! È in programma un corso gratuito per adolescenti e giovani (4 lezioni - 1°-2° livello). Le iscrizioni si ricevono presso la “Sacra Famiglia” (numero chiuso). Per informazioni: 389/1158892.

Vinti 10.000 euro

Con un “Gratta e vinci” Nei giorni scorsi, presso la tabaccheria “T14” di via Allione un fortunato giocatore ha vinto 10.000 euro con un “gratta e vinci” della serie “Il miliardario”. Inoltre, nella stessa settimana ci sono state due vincite da 500 euro, sempre grazie allo stesso tipo di “gratta e vinci”. Ultimamente, la dea bendata è stata avvistata spesso in via Allione...

LAVORO

Protesta dei sindacati Fim e Uilm davanti alla Prefettura

«No alla manovra ed al licenziamento facile» I sindacati del settore metalmeccanico Fim Cisl e Uilm Uil, lunedì mattina hanno manifestato davanti alla Prefettura di Cuneo. In questo modo hanno voluto segnalare al prefetto Patrizia Impresa il forte dissenso presente tra i lavoratori delle fabbriche metalmeccaniche in merito alle criticità emerse dalla manovra economica del Governo. Durante la giornata, il prefetto ha anche incontrato i manifestanti. «Ci dichiariamo insoddisfatti – ha detto Tiziana Mascarello (Cisl) – rispetto alla norma della manovra sull’articolo 8 e ribadiamo che per noi sarà determinante quanto previsto in merito dall’accordo del 28 giugno 2011. Inoltre, come Fim Cisl provinciale, rimarchiamo l’indisponibilità a firmare alcun accordo in deroga all’articolo 8, atto a promuovere il licenziamento dei lavoratori. Diamo un giudizio negativo, in quanto riteniamo tale norma inutile per il risanamento dei conti pubblici». La protesta svoltasi pacificamente era volta a chiedere maggiore equità sul “contributo di solidarietà”, una forte lotta agli sprechi, alle inefficienze della spe-

GIUSTIZIA

I rappresentanti sindacali di Fim e Uilm durante la protesta di fronte alla Prefettura di Cuneo

sa pubblica, una vera lotta all’evasione fiscale, garanzie che gli accordi aziendali possano essere siglati solo dalle organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative ovvero da Cgil, Cisl e Uil. Il Prefetto ha ricevuto, dalla delegazione delle segreterie Fim Cisl e Uilm Uil, un documento da far pervenire al Governo, ai parlamentari cuneesi e agli enti isti-

tuzionali competenti. «Manteniamo lo stato di mobilitazione e agiremo sulle forze politiche perché nella discussione in Parlamento arrivino le modifiche che riteniamo necessarie affinché la manovra sia giusta ed efficace. Bisogna far pagare finalmente chi continua ad evadere e ridurre i costi della politica senza mettere in discussione l’assetto democratico del Paese» ha ri-

badito Bruno Gosmar (Uil). Sempre Cisl e Uil, martedì scorso (giorno dello sciopero generale indetto dalla Cgil a livello nazionale), hanno organizzato una giornata di sciopero in Alstom Ferroviaria a Savigliano, per protestare contro la manovra che «tutela le caste a scapito dei lavoratori dei quali si fa macelleria sociale».

Nelle pieghe della manovra economica, il ministro vorrebbe “tagliarli”

Tempi duri per giudici di pace e piccoli tribunali Addio alle sezioni distaccate di tribunale e al giudice di pace nei piccoli comuni. Questo è quanto ha stabilito il ministro della giustizia Francesco Nitto Palma, che con un emendamento alla manovra economica di Ferragosto (decreto legge 138/2011), vorrebbe ridisegnare con la falce la geografia giudiziaria del Belpaese. Stando al testo della norma, gli uffici di primo grado andrebbero infatti ridotti ed accorpati ai tribunali maggiori superstiti, stabiliti sulla base di alcuni parametri tra cui l’estensione dei territori, i carichi di lavoro, il numero di procedimenti che ogni anni alimentano gli uffici, gli abi-

tanti, il tasso di criminalità. Ad essere toccate sarebbero anche le procure, con la conseguenza che i pubblici ministeri sarebbero chiamati ad esercitare le proprie funzioni presso più palazzi di giustizia. Ma non sarebbero i soli a doversi spostare. In caso la manovra diventasse operativa, la soppressione delle sezioni distaccate (a loro volta in molti casi eredi delle vecchie preture) provocherebbe per il cittadino la necessità di viaggiare sia per il contenzioso che per la richiesta di attestazioni o pratiche amministrative (dai certificati del casellario alle autentiche di documenti).

Gli uffici del giudice di pace saranno infine diminuiti, eliminando prioritariamente quelli dislocati in sede diversa da quella circondariale. In questo senso, dunque, nella provincia di Cuneo sparirebbe anche Savigliano, insieme a Venasca, Borgo San Dalmazzo, Fossano e Dronero. A rischio anche i tribunali di Saluzzo, Mondovì ed Alba. A sopravvivere sarebbe soltanto Cuneo. Tutto questo per tagliare la spesa pubblica, far fronte alla cronica carenza di personale ed all’assenza di fondi e risorse. Con effetti, tuttavia, devastanti per la giustizia, così come sottolineato dal Consiglio dell’Or-

dine degli Avvocati di Saluzzo, riunitosi d’urgenza il 1° settembre scorso al fine di ufficializzare il proprio orientamento e dissenso critico nei confronti della manovra: «Ci troviamo dinanzi ad una legge assolutamente irricevibile ed iniqua – dicono – che riversa il carico di pendenze civili, penali, di volontaria giurisdizione ed esecutive su strutture già generalmente sovraccariche o prossime al loro naturale limite di gestibilità e si pone in contrasto con norme costituzionali cogenti in tema di parità di diritti del cittadino, nonché di attuazione da parte dello Stato del più ampio decentramento amministrativo». Valentina Barbuto


savigliano

VOLONTARIATO

Giornata di festa per gli anziani delle case di riposo

Estate Avo, atto conclusivo Gran finale, mercoledì 31 agosto al lago La Sirenetta di Solerette, per l’Estate Avo 2011, l’attività dell’Associazione volontari ospedalieri del territorio a favore degli anziani delle case di riposo della zona. Le iniziative – che si concluderanno ufficialmente il 9 settembre – prevedono l’uscita degli anziani dalle strutture per la visita ai mercati; pomeriggi nei giardini delle case di riposo con rinfreschi, gelati ed animazioni; otto uscite fuori porta presso santuari (Cussanio, Fontanelle o alla Sanità per la festa patronale) oppure in località a contatto con la natura (al Centro cicogne di Racconigi, al lago La Sirenetta). Il tutto con l’aiuto degli studenti in vacanza, coordinati dai volontari adulti, e con la collaborazione della Croce Rossa Femminile. La giornata si è aperta con

EVENTO

11

Anteprima domenica a “Mondovicino”

Arriva la Festa del Pane

Lo staff dei volontari che si occupa degli anziani durante i mesi estivi: tutti noi dobbiamo esser loro grati

la celebrazione della S. Messa da parte del cappellano dell’ospedale Santissima Annunziata, don Dino, e del parroco di Genola, don Marco. Successivamente, si è svolto il pranzo in un clima di convivialità. Ad accompagnare gli anziani di Savigliano, Genola e Levaldigi erano presenti i volontari delle sezioni Avo di Savi-

gliano, Saluzzo e Genola, con un volontario del Servizio civile nazionale e le giovani Elizabeth Alberione e Sara Scommegna. Alla giornata hanno partecipato anche il vicesindaco Maria Silvana Folco, il sindaco di Genola Gianfranco Capello, la presidente della casa di riposo Chianoc Angela Ambrosino, il

Una bella tavolata per gli anziani delle case di riposo, che con “Estate Avo” riscoprono la voglia di uscire

MOSTRA

giovedì 8 settembre 2011

direttore ed il gestore della struttura di Genola, Fabrizio Cravero e Paolo Spolaore, oltre al presidente dell’Avo regionale, Leonardo Patuano, ed alla presidente della sezione femminile della Croce Rossa di Savigliano, Maria Teresa Sora. «Al termine della giornata – ci hanno riferito alcuni ospiti della casa di riposo “Chianoc” – eravamo felici dei bei momenti appena trascorsi, ma allo stesso tempo tristi di lasciare quel bel posto. Aspetteremo con ansia la prossima estate per poter uscire tutti insieme in compagnia dei nostri amici volontari. Anche se ci sarà molto da fare per la ristrutturazione della nostra casa di riposo, siamo sicuri che non mancheranno le attività che la casa ha sempre organizzato per il benessere di tutti. A tutti un gentile grazie».

Federica Borgato: «Credo nella fotografia come metafora della vita»

L’Africa raccontata da immagini di donne ché accomunate dalle paure ti fatto conoscere a Federica la dura realtà toe dalle insicurezze da sempre golese fatta di donne che, come lei, mettono presenti e da cui non si può a repentaglio la propria vita per provvedere al sfuggire. sostentamento dei propri figli; soggetti vulne«Grazie all’’Istituto Euro- rabili, privati di ogni più basilare diritto. «Per peo del Design, che ho frequen- questo – ha aggiunto l’artista – ho deciso di reatato per tre anni a Torino, ho lizzare un’esposizione che non fosse minimalista avuto l’opportunità di vivere e concettuale, ma piuttosto riuscisse a raccontagiornate intense con le donne re l’Africa attraverso un linguaggio descrittivo e del luogo, conoscendo così le lo- pieno di dettagli, un po’ intimista, in grado di smuoro abitudini – ha detto Federi- vere le coscienze». Grazie a questo metodo ca –. In particolare, mi sono espressivo l’osservatore arriva infatti a perceconcentrata sulla quotidianità pire le sensazioni delle donne rappresentate del “gentil sesso”, di età com- e diventa egli stesso protagonista, mescolanpresa tra i 5 e i 65 anni». Che, dosi alla bellezza del mondo da Federica inUno scatto che ritrae Philippine, ex prostituta togolese com’è tristemente noto, è da contrato. sempre vittima del «Credo molto nella fotografia Ritratti di donne africane. Questo il tema mercato della prostituzione, perché – ha infine rivelato la giovane ardella mostra fotografica della giovane venti- costretto a trascorrere le giornate tista – come metafora della vita, treenne Federica Borgato, tenutasi venerdì, sa- con chili e chili di mercanzie sulla tecome possibilità non solo di espribato e domenica scorsi all’Ala Polifunzionale, sta, per poi tornare a casa e scenmersi, ma anche di far vedere l’alin occasione della festa dei Giovani Democra- dere in strada a vendere il proprio tro lato delle cose, quello nascosto, tici. Non semplici istantanee, ma vere e pro- corpo, spinto dalla necessità. Ne è quello meno ovvio. Nel lungo terprie interpretazioni della realtà del Togo (Sta- un esempio Philippine, ex prostitumine spero di portar avanti queto dell’Africa occidentale, ndr), descritta attra- ta malata di AIDS che, così come ha sta mia passione nel miglior modo verso un percorso introspettivo dove volti spiegato la giovane fotografa, «rappossibile. Per ora, ci provo con tutfemminili, avvolti da colori, paesaggi e luci per- presenta la parte più bella del Contite le mie forze, lavorando sia a Tovase da una magica atmosfera, segnano l’iden- nente Nero, per forza espressiva e dirino che in Brasile». tità di persone lontane ma in fondo simili, per- gnità sociale». Quest’ultima ha infatValentina Barbuto Federica Borgato

A fine settembre, torneranno in città i migliori panificatori

La Festa del Pane avrà una gustosa anteprima domenica 11 settembre a Mondovicino Outlet Village, centro commerciale di Mondovì. Sabato 24 e domenica 25 settembre per le vie di Savigliano si terrà, infatti, la sesta edizione della Festa del Pane, nata dalla collaborazione dell’Ente Manifestazioni con l’Associazione panificatori della provincia di Cuneo e con i panificatori saviglianesi. «È sempre un onore per Mondovicino Outlet Village offrire i propri spazi per promuovere e presentare al pubblico i maggiori eventi della zona – ha affermato Giacomo Caramelli –. In questo senso prosegue la collaborazione con l’Ente Manifestazioni di Savigliano che, per la seconda volta, dopo l’anticipazione lo scorso maggio di QuintEssenza 2011, ha scelto Mondovicino per presentare in anteprima la sua iniziativa». Continuazione della storica Sagra del Grano, la Festa del Pane è oggi la festa per eccellenza delle migliori tradizioni panificatorie della zona e si declina come vero e proprio viaggio nella storia e nella geografia del pane. Unica iniziativa che presenterà al pubblico l’evento, l’Anteprima Festa del Pane a Mondovicino Outlet Village prevede la presenza di produttori selezionati di pane, grissini, pizze, prodotti dolciari e farine: il loro inebriante profumo accompagnerà i visitatori nelle vie e nelle piazze dell’Outlet,

“stuzzicando” loro i sensi in attesa dell’evento ufficiale. Immancabili gli espositori di libri sull’argomento, le degustazioni e le vendite di eccellenti prodotti da forno. Alimento fondamentale e immancabile sulle nostre tavole, il pane sarà protagonista assoluto di un evento unico per tutti i palati e per tutti i gusti. Mondovicino Outlet Village è nato per essere una piacevole sosta sulla strada della vacanza sia per chi va al mare che per chi va in montagna. «Per la sua posizione e disposizione, infatti, l’Outlet si presta ad essere lo spazio ideale per coniugare il piacere dello shopping a cultura e divertimento – continua Caramelli –. Il ricco cartellone di eventi Mondovivo coglie l’esigenza di un’offerta più ampia che spazia dall’offerta delle migliori marche, con taglie e modelli in continuo assortimento, a degustazioni enogastronomiche, dagli appuntamenti culturali all’attenzione per i bambini con laboratori didattici a tema». Con più di 85 negozi, è una struttura facilmente raggiungibile e usufruibile: ha una viabilità molto scorrevole, grazie alle 15 porte del casello autostradale, a vie di accesso ampie e a ben 4.700 posti auto, di cui 1.500 coperti. I visitatori potranno anche trovarvi un distributore di carburante in cui vengono praticati prezzi tra i più convenienti d’Italia.

Il pane, alimento fondamentale sulla nostra tavola


12

savigliano

giovedì 8 settembre 2011

MISSIONI

Padre Gullino: «Momento difficile»

Ritorno in Costa d’Avorio

Padre Silvio Gullino con i ragazzi della missione di Sago

Il missionario Padre Silvio Gullino, in partenza per la Costa d’Avorio, ha inviato questa lettera. Sto partendo per l’ennesima volta per un Paese di missione. Questa volta è la Costa d’Avorio, dove lavoro già da otto anni. Sto rientrando in un momento difficile della situazione. Infatti, la Costa d’Avorio sta uscendo da una crisi che dura ormai da undici anni e da una crisi elettorale di sei mesi, che ha lasciato una sequela di morti e sfollati anche nel territorio di Sago dove esercito la mia missione. Tramite “Il Saviglianese” voglio esprimere la mia riconoscenza per tutti i gesti di soli-

darietà che ho ricevuto in questo periodo, a cominciare dall’offerta di tutte le parrocchie di Savigliano in occasione della Quaresima di fraternità. Servirà soprattutto per la mensa dei bambini che frequentano la scuola della missione di Sago. Un ringraziamento particolare alla Pro Loco della Cavallotta ed a tutti i frazionisti con i quali ho condiviso il pane dell’Eucaristia e il pane per i più poveri della mia missione. Il mio grazie sia pure a tutte quelle persone che mi sono state vicino e hanno saputo condividere il frutto del loro lavoro che mi servirà a compiere opere di sviluppo e gesti di solidarietà.

Sago, Costa d’Avorio: una processione guidata da padre Silvio

URBANISTICA

Ciclo di incontri e dibattiti

La città domani: come sarà? A settembre, a Savigliano si terrà un ciclo di incontri sul futuro della città e del suo territorio. L’iniziativa, promossa dall’assessorato all’Urbanistica ed Assetto del Territorio, in collaborazione con la professoressa Attilia Peano del Politecnico e dell’Università di Torino (Dipartimento interateneo del territorio) intende promuovere una serie di conferenze-dibattito sulla situazione e il futuro del proprio territorio. Lo scopo è quello di informare e sensibilizzare la popolazione sulle questioni che a livello culturale, politico e sociale, sono oggetto di discussione e di studio e con lo scopo di recepire dal dialogo con i soggetti del territorio problemi, bisogni e aspirazioni che richiedono risposte dalle politiche locali.

Le serate e i temi Giovedì 22 settembre, ore 21 – Palazzo Comunale – Sala Consiglio, “Le città del futuro: verso smart cities?” Giovedì 6 ottobre, ore 21 – Palazzo Comunale – Sala Consiglio, “Spazi e paesaggi rurali: una risorsa per la città e l’economia”. Giovedì 20 ottobre, ore 21 – Palazzo Comunale – Sala Consiglio, “Centro storico e «altra» città: un sistema integrato o universi separati?”. Giovedì 10 novembre, ore 21 – Palazzo Comunale – Sala Consiglio, “Non solo commercio. Dal centro commerciale alle polarità integrate”. Giovedì 24 novembre ore 21 – Palazzo Comunale – Sala Consiglio, “Conclusioni e dibattito”. Ulteriori particolari sul progetto saranno diffusi nei prossimi giorni.

Numerosi esperti discuteranno sulla città del futuro

ARGENTINA

Si ritrova la famiglia partita dall’Apparizione nel 1881

I Torre si riabbracceranno La data non è ancora stata fissata con esattezza, ma si prevede che l’incontro – singolare ed epocale – si terrà nella seconda metà del mese di novembre. La famiglia dei Torre, quella che nel 1881 ha lasciato il cantone Apparizione per avventurarsi in un viaggio a rischio in Argentina, alla ricerca di nuova vita, torna a riunirsi. Da Savigliano erano partiti in diciannove (il più piccino aveva pochi mesi) e ora, centotrent’anni dopo, sono poco meno di seicento, disseminati un po’ ovunque nella Pampa argentina, tutti desiderosi di rivendicare la loro origine e di riconoscere Savigliano come il luogo ove i loro antenati, Vincenzo Torre e Catterina Viglione, avevano creato un nucleo di forte consistenza, capace di muoversi all’unisono in un’avventura non certo tra le più semplici. Festeggeranno i loro 130 anni d’Argentina con un singolare almuerzo che si terrà a Villa Maria – la città gemellata con Savigliano –, auspice l’amministrazione municipale di quella città ed il sindaco-deputato Edoardo Accastello. Alla famiglia Torre, oggi, in una lunga eredità secolare, appartengono le categorie più svariate (sindaci, professori universitari, ingegneri, professori, ma anche agricoltori, artigiani, liberi professionisti, commercianti ed operai), che sono lo spec-

MEMORIA

chio di un attivismo frenetico che nell’arco dei centotrent’anni ha percorso in largo ed in lungo buona parte dell’Argentina mettendo qua e là le bandierine di presenze stabili e consolidate. Rappresentanti di questa folta schiera di ex saviglianesi (che si ritengono però tutti saviglianesi) sono presenti a Cordoba, Tortugas, Corral de Bustos (Gustavo Miguel Torre, sindaco, nel 2007 ha siglato il gemellaggio con Bra), Las Perdices, Laborde, Villa Maria, Pascanas, Baldissera, Rosario e Santa Fe. Per ogni località, un responsabile si farà carico di contattare l’intera parentela coinvolgendola al fine di portare a Villa Maria il maggior numero di persone. Si festeggerà, si raccoglieranno testimonianze, si scambieranno fotografie, si creeranno i presupposti per nuove amicizie nate nella parentela originaria ma disperse per la grande diffusione territoriale dei componenti la famiglia. La foto di gruppo rappresenterà il momento della vera rinascita e diventerà lo stimolo a consolidare la storia nel tempo, quella storia che, lontana dal proprio Paese d’origine, acquista vieppiù sempre maggior significato e sempre più intensa emozione. Di questa grande famiglia che lasciò Savigliano nel 1881 già abbiamo scritto dedicandovi una pagina lo scorso 24 febbraio. Una pagina che in Ar-

1916: la famiglia di Cipriano Torre (coi baffi), immigrato nel 1881

gentina è stata riprodotta più e più volte ed è diventata un lasciapassare, un passaporto di identità, capace di ridare animosità a persone che desiderano ora riconoscersi e riconoscere il loro luogo d’origine. Se si tiene questo almuerzo, questo incontro, è un po’ anche merito nostro. Ne siamo felici. Così come siamo felici di incontrare, ogni qualvolta ne hanno l’opportunità, quei componenti della famiglia Torre che approdano a Savigliano (e ad og-

gi sono già numerosi), accompagnandoli a visitare la città e i luoghi dell’Apparizione ove i loro antenati ebbero origine e dai quali si mossero poi in direzione di paesi lontano, oltre Oceano, dall’altra parte del mondo. All’incontro di Villa Maria, idealmente, ci saremo anche noi. Ci auguriamo che qualche saviglianese possa essere presente. Un avvenimento del genere non è certo da tutti i giorni!

Ritratto dell’uomo cui è stato dedicato l’asilo, oggi centro ricreativo

Arnaldo Bruno: dalla Cavallotta a Roma

Il dottor Arnaldo Bruno esercitava la professione di ginecologo

Il Centro ricreativo della Cavallotta, presieduto da Monica Barale, è intitolato ad Arnaldo Bruno, scomparso nel 1961 all’età di 55 anni. Per ricordarne l’importante figura, abbiamo incontrato la famiglia Gullino ed i nipoti Occelli, che gentilmente ci hanno accolti. Oggi, tali famiglie sono re-

sidenti in cascina “Bel riguardo”, appartenuta un tempo al padre Carlo. Conseguita la laurea in medicina e chirurgia, Arnaldo Bruno si stabilì a Roma e qui intraprese la professione di ginecologo. Qui si guadagnò una certa fama, tanto che tra le sue pazienti vi erano anche delle dive del cine-

Un’immagine storica dell’asilo intitolato ad Arnaldo Bruno

ma. Arnaldo aveva però anche uno spirito generoso: spesso, infatti, si prendeva cura anche delle donne non in grado di pagargli la parcella. Alla morte del padre, avvenuta nel 1958, ereditò la cascina “Bel riguardo” e la concesse in affitto a Francesco Gullino, che aveva dieci figli ancora in tenera età, tra cui Silvio, oggi padre missionario della Consolata in Costa d’Avorio (vedere articolo in questa stessa pagina, ndr). Durante un soggiorno a Bordighera, nella chiesetta di Sant’Ampelio, Arnaldo incontrò una bella giovane di nome Amalia, che sarebbe divenuta qualche tempo dopo sua moglie. Rimasta vedova nel 1961 ed unica erede dei beni del marito – poiché non ebbero figli – la signora fece costruire in sua memoria un asilo infantile alla Cavallotta, e chiamò a reggerlo le suore domenicane di Mondovì.

Siccome era stata educata in un collegio svizzero per ragazze di buona famiglia, Amalia confezionò con le proprie mani l’arredo sacro della cappella, dove il tredicesimo giorno di ogni mese faceva celebrare una messa in suffragio del consorte, e dove il 22 giugno 1972 Elsa Gullino e Aldo Occelli celebrarono il loro matrimonio. Nel 1984 l’asilo cessò l’attività, dopo averla ospitata per ventidue anni, e rimase abbandonato per parecchio tempo, finché venne ristrutturato qualche anno fa per essere adibito a Centro ricreativo. La cerimonia di inaugurazione si tenne il 27 gennaio del 2008.Tuttora il centro è attivo ed ospita incontri e manifestazioni della frazione. Le spoglie mortali di Arnaldo Bruno e di sua moglie, deceduta nel 1993, sono sepolte nel cimitero degli Inglesi a Bordighera. Giovanni Bosio

La signora Amalia Bruno (al centro) assieme alla famiglia Gullino


GIOVEDÌ 8 SETTEMBRE 2011 IL SAVIGLIANESE 13


14

savigliano

giovedì 8 settembre 2011

S. SALVATORE

C’è anche un’inaugurazione

Tra balli, sorrisi e cene Si svolgerà da giovedì 8 a martedì 20 settembre la Festa patronale del SS. Salvatore. Questo il programma. Giovedì 8 ore 20 gara a Tresette, gara a Scala 40 individuale ai 151 punti (iscrizione 10 euro), gara a Scopa a gironi. Venerdì 9 ore 21 festa della Birra con il gruppo “Back to the best” e Giorgio Rabbia Dj. Inizio grande gara alle bocce. Sabato 10 ore 14 grande gara alle bocce a sorteggio (esclusa cat. A e B); ore 21 serata di balli occitani con il gruppo “Jamis del Peilo” (ingresso libero). Domenica 11 ore 15 biciclettata in compagnia con rinfresco; ore 16.30 divertimenti popolari per bambini; ore 21 serata di ballo liscio con l’orchestra “I Festivals” (ingresso gratuito). Lunedì 12 ore 20 cena in compagnia: nel padiglione festa del Bollito aperta ai parrocchiani, offerenti, colletta e sponsor (posti limitati a 200 partecipanti, portare stoviglie e bevande). Le iscrizioni si ricevono, entro sabato 10, presso Panetteria Testa (0172.377176) e Alimentari Cavallotta (320.1971838) versando una cauzione di 5 euro. Martedì 13 ore 19 in collaborazione con l’associazione Pro loco San Salvatore inaugurazione del nuovo circolo ricreativo. Ore 20 cena in compagnia: nel padiglione festa del

MATTIONE

La chiesa di San Salvatore

bollito aperta ai parrocchiani, offerenti, colletta e sponsor (posti limitati a 200 partecipanti, portare stoviglie e bevande). Le iscrizioni si ricevono, entro sabato 10, presso panetteria Testa (0172.377176) e alimentari Cavallotta (320.1971838) versando una cauzione di 5 euro. Mercoledì 14 ore 20 gara alle bocce femminile a sorteggio libera a tutti. Giovedì 15 ore 20 gara alle bocce individuale, esclusa cat. A e B. Venerdì 16 ore 20 gara alle bocce per parrocchiani, frazionisti ed offerenti. Martedì 20 si concludono i festeggiamenti con la grande Cena dell’Amicizia 2011 presso “La vecchia trattoria”. Prenotarsi entro venerdì 16 in trattoria (0172.377116) e panetteria Testa (0172.377176). Durante i festeggiamenti è presente il banco di beneficenza.

SUNIGLIA

E gli eventi “evergreen” hanno ancora il loro fascino

S. Bernardo, promosse le novità Numerosa partecipazione hanno registrato le iniziative della festa di San Bernardo in frazione Suniglia. Tra le novità che hanno riscosso maggiore partecipazione, la “Grande Grigliata d’Estate” organizzata in collaborazione con la cucina FlyFood di sabato 20 agosto, accompagnata dall’intrattenimento musicale di Radio 103, e la “Polenta e Salciccia, formaggi misti e un bicchiere di vino” di domenica 21 agosto. Sia le gare a carte che a bocce hanno visto sfidarsi numerosi concorrenti, mentre domenica 21 agosto una cinquantina di cani con i padroni hanno preso parte alla tradizionale “Camminata col cane nel dì di festa”, giunta alla sedicesima edizione, che quest’anno ha avuto come meta l’agriturismo “All.ti Sole”. Nel pomeriggio, partecipatissimi sono stati la biciclettata, con partenza dalla Parrocchia di Santa Maria della Pieve, i divertimenti per bambini e adulti e la rottura delle pi-

gnatte; in tanti si sono “esibiti” nei nostri balli tradizionali durante le due serate danzanti proposte con il “Duo per Due” e “Massimo e Micheal” e nelle serate giovani di venerdì 19 e sabato 20 agosto, rispettivamente animate dal Dj Massimo e da Radio 103. Lunedì si è inoltre svolta la gara delle torte, che ha visto numerose donne e alcuni uomini cimentarsi in simpatiche e deliziose creazioni dolciarie. A chiusura dei festeggiamenti, frazionisti e non si sono riuniti sotto il padiglione

Sempre in tanti alla “Passeggiata col cane nel dì di festa”

La gara di torte: molto gustose, tutte fantasiose e tutte vincitrici

per la tradizionale cena dell’amicizia, realizzata dalla cucina FlyFood di Cervere. In serata è inoltre avvenuta l’estrazione dei premi i quali in parte sono stati ritirati in serata, in parte attendono ancora un proprietario: n°2774, n°685, n°2043, n°1901, n°1551, n°1751, n°1837. Chi è in possesso di tali numeri può far riferimento a Bergesio al 333.3409549. Arrivederci alla Festa di San Bernardo 2012!

Località alle porte di Levaldigi Un momento dei festeggiamenti sotto il padiglione

Piccolo santuario, grande festa PARROCCHIA

I frazionisti di Suniglia dopo la messa celebrata a San Bernardo

Oltre alle funzioni religiose, momenti di divertimento per tutti

Santa Maria della Pieve, ancora tanti eventi Continua fino a domenica 11 settembre la settimana la Festa patronale di Santa Maria della Pieve. Ecco il programma dei restanti appuntamenti religiosi e delle altre iniziative. Giovedì 8, ore 21, spettacolo teatrale “Sgnor giute-me ma buta an po’ ed deuit” con la compagnia “Amis dl teatru”. Venerdì 9, ore 21, ballo per tutti con l’orchestra “I Papillons”.

Uno scorcio sul santuario della Madonna di Mattione

Da venerdì 9 a lunedì 12 settembre si terrà la Festa della Madonna di Mattione a Levaldigi. Venerdì 9 ore 20.30 S. Messa; a seguire costinata per gli amici di Mattione e offerenti (12 euro, bevande escluse; prenotarsi entro giovedì 8). Ore 21 gara individuale a Scala 40 a gironi, gara a Tresette. Sabato 10 ore 14 gara alle bocce su campi tracciati a sorteggio (riservata ai frazionisti e ex, parenti, amici e circonvicini. Escluse cat A e B). Ore 21 gara individuale a Scala 40 a gironi. Domenica 11 ore 11 S. Messa solenne presso il Santuario, ore 17 benedizione eucaristica a cui sono invitati tutti i bambini, ore 17.30 giochi popolari per bambini e adulti seguita da merenda con nutella party. Ore 19 distribuzione

di polenta e salsiccia accompagnata da una bottiglia di vino, per cenare in compagnia e, per chi lo desidera. è possibile continuare la cena al sacco (adulti 6 euro, bambini 3 euro). Ore 21 gara individuale a Scala 40. Lunedì 12 ore 14 gara alle bocce su campi tracciati a sorteggio riservata ai frazionisti e ex, parenti, amici e circonvicini (escluse cat. A e B). Ore 20.30 Cena dell’Amicizia sotto il cabaret, servita dal ristorante “Carla e Remo” di Gerbo (25 euro). Si richiede la prenotazione entro giovedì 9 settembre per la costinata ed entro domenica 11 settembre per la cena presso i componenti del comitato ai numeri: 0172.374107, 0172.374196, 333.9057381, 0172.374291 oppure presso Alimentari Bruno e Panetteria Serra di Levaldigi.

MUSICA

La chiesa della Pieve

Sabato 10, ore 14.30, in chiesa, benedizione dei bambini alla ripresa dell’anno scolastico («portate lo zainetto») e a seguire giochi per bambini in oratorio (nel salone se piove). Ore 20, cena comunitaria per stare tutti insieme: prenotazioni ed iscrizioni – 10 euro – presso Pasta Fresca Cocordano e Trossarello panetteria. Seguirà la presentazione del progetto del nuovo Asilo parrocchiale.

Domenica 11, ore 10.20 S. Messa e festa degli anniversari di matrimonio; ore 14.30 giochi per bambini e ragazzi. Ore 20.45 processione per le vie della parrocchia. Tutti i giorni, alle ore 18, in cappella feriale, preghiera dei Vespri prima della Messa. E sabato 10 le Confessioni dalle 8 alle 10. Durante la Festa sottoscrizione a premi: in palio una bicicletta.

Dopo il corso hanno animato la “messa grande” in Basilica

Coristi di Canto gregoriano a Vicoforte Presso la Casa Regina Montis Regalis di Vicoforte, ad agosto si è tenuto il XVII corso intensivo di Canto Gregoriano. L’iniziativa, cui hanno partecipato anche persone dalla zona di Savigliano, ha avuto il suo momento di grande espressività la domenica durante la S. Messa delle undici, in Basilica, celebrata dal Vescovo di Mondovì, monsignor Luciano Pacomio. I fedeli hanno potuto ascoltare i canti proposti dal coro diretto dall’abate benedettino Padre Giorgio Guido Bianchi. Per l’intera settimana i coristi hanno studiato lettura, solfeggio e notazione gregoriana intervallati da molte ore di tecnica vocale e canto corale. I componenti del coro provenivano da diverse parti d’Italia, accomunati dal desiderio di affinare la tecnica del Canto Gregoriano con maestri di livello internazionale, quali Padre Paolo Maria Gionta, proiore dell’Abbazia della Novalesa, Rosalia Schettini, per anni allieva del soprano Renata Tebaldi, Claudio Accorsi, studioso di gregoriano e direttore di coro. I cinquanta coristi si sono dati appuntamento il prossimo anno per il corso di perfezionamento, che si articolerà in altri due anni di studio

A dirigere, l’abate benedettino Padre Giorgio Guido Bianchi. Nel coro anche saviglianesi teorico e di pratica corale e che si svolgerà sempre a Vicoforte. Padre Guido Bianchi si è impegnato nel promuovere, durante l’anno, almeno tre incontri al fine di mantenere vivo l’entusiasmo dei coristi e affinare la loro preparazione. Il corso è stato patrocinato dalla Regione Pie-

monte, dalla Provincia di Cuneo, dal Comune di Vicoforte e dalla Curia di Mondovì. Chi fosse interessato ad iniziare o perfezionare lo studio del Canto Gregoriano può contattare sin da ora gli organizzatori, Anna Cuffia e Paolo Minio, tel. 0174.597272 o 335.8008297; email anna.cuffia@libero.it.


savigliano

FESTA PD

Tanta politica, «ma anche» giochi e buona cucina

A pancia piena si ragiona meglio Domenica scorsa si sono spenti i riflettori sulla terza edizione della Festa Democratica organizzata dal circolo locale del Pd. È stata una tre giorni ricca di appuntamenti dedicati alla politica, alla voglia di confrontarsi e di stare insieme. Durante la manifestazione non sono mancati momenti di svago e di divertimento con musica, balli ed abbuffate. Sembra che le “buone forchette” abbiano apprezzato molto gli apQuest’anno è stato anche allestito il banchetto con i fiori

Nostalgico grembiule per Cussa

puntamenti conviviali a base di grigliate di carne, paella, cucina locale, dolci, fiumi di birra e buon vino. Prendendo in considerazione i momenti ludici della manife-

stazione, bisogna dare il giusto merito a chi ha contribuito al loro successo. Ai fornelli si è messo in evidenza Claudio Cussa che, come di consueto, si è dedicato alla sua specialità: la grigliata di carne. L’assessore si è impegnato al massimo nel curare la cottura del cibo, nonostante operasse in un ambiente davvero rovente a causa dell’afa e del calore emanato dal braciere. Però, a mali estremi, estremi rimedi. Infatti, per soffrire meno il caldo, ha indossato dei pantaloncini corti, una sottile maglietta e, come lo scorso anno, un nostalgico grembiule che poneva in evidenza la Quercia, tipico simbolo degli ex Ds. Accanto a lui, un concentratissimo Guido Matinata si

dedicava alla cottura delle salsicce maneggiando l’insaccato con mani di velluto. Poco distante dai due cuochi provetti,Wilma Bressi - moglie dell’ex assessore Lorenzo Morello, nonché icona delle kermesse del partito per le sue innumerevoli partecipazioni - si impegnava nella preparazione degli antipasti e dei piatti tipici piemontesi. Mentre il profumo proveniente dalla cucina inondava la sala, Mino Daniele, con uno stile da far invidia ai più famosi sommeliers, si dava un gran da fare nella preparazione dei vini e nello studio dei possibili abbinamenti con le varie portate al fine di non deludere gli amici di Bacco. E Giulio Ambroggio? Il vicepresidente del Consiglio provinciale,

oltre a dedicarsi alle pubbliche relazioni, assaggiava e mangiucchiava, mentre cercava di convincere gli ospiti ad acquistare i biglietti della sottoscrizione a premi. Tutti avevano un ruolo ben preciso e nulla è stato lasciato al caso. La novità della Festa Democratica di quest’anno è stato il torneo di Calcio Balilla. A tal proposito, anche noi del “Saviglianese” ci eravamo domandati in modo scherzoso: “Balilla? Sarà mica un pericoloso intruso?”. Ma no... tant’è che prima di ogni partita pare ci siano state delle accese discussioni tra i giocatori per la scelta degli “omini”. Tutti volevano giocare con quelli rossi! d.p.

Vino “rosso” per Mino Daniele

La sottoscrizione a premi

Le donne democratiche si dilettano con la preparazione del banchetto

FESTA PD

Sottoscrizione a prem della Festa democratica, i biglietti estratti: netbook Acer (Marene online) 2512, bicicletta (Fondazione CRS) 1545, viaggio ai mercatini di Natale a Milano (Odeon tour) 1481, forno elettrico (E. Leclerc) 2439, affettatrice (E. Leclerc) 1998, buono presso Martorelli 2378, buono cena per 4 (Gran Baita) 1090, buono cena per 2 (Gran Baita) 1008 e 1271, buono per 30 caffè (Café ristretto) 2052, buono 30 caffè (Caffé ristretto) 1030, buono 5 pizze e birra (Livello Pizza) 1341 e 2796, buono cena per 1 (Gran Baita) 2300 e 1165. In caso di vincita contattare il n. 320.5504383 per il ritiro del premio.

Dibattito con due “esperti del settore”

Ma le province servono o no? Da venerdì a domenica della scorsa settimana si è svolta la Festa Democratica. Durante i tre giorni della manifestazione ci sono state due serate dedicate ai confronti politici. La prima di queste si è tenuta il giorno dell’inaugurazione della kermesse con un dibattito su un tema venuto prepotentemente alla ribalta in occasione dell’ultima manovra finanziaria: “I costi della politica. Le Province sono ancora utili?”. A disquisire sull’argomento sono intervenuti il presidente della Provincia di Torino Antonio Saitta ed il vicepresidente del Consiglio provinciale Giulio Ambroggio. Dopo una breve introduzione al dibattito del coordinatore del Pd locale, Daniele Moiso, sono saliti in cattedra Saitta ed Ambroggio. «Le Province – ha evidenziato l’esponente del Pd saviglianese – servono o non servono? Per il momento, pare che l’argomento sia stato accantonato dal Governo che ancora una volta ha dimostrato di essere farraginoso nelle sue decisioni. Anche il nostro partito non si è comportato molto bene, in quanto non è stato in grado di avanzare delle proposte con-

Il segretario Moiso col presidente Saitta e il consigliere Ambroggio crete. Anche qui da noi sono state fatte delle ipotesi assurde, che però sono rimaste tali. Addirittura, qualcuno aveva proposto di dare vita alla Provincia delle Alpi Marittime o a quella del Vino, inserendo nel contesto l’Albese e l’Astigiano». Saitta ha dedicato solo un breve spazio all’abolizione delle Province perché ha preferito immergersi in una lunga disamina – come previsto molto critica – dell’attuale situazione politica nazionale. «È ora di finirla con gli slogan – ha puntualizzato il presidente della

Il pubblico (non molto, a dire il vero...) ha seguito attento

Provincia di Torino –. La tecnocrazia è ormai imperante. Dobbiamo cambiare l’attuale “status quo” e contrastare con tutte le forze il qualunquismo». Il discorso di Saitta pare sia piaciuto alla platea, anche se qualcuno tra pubblico lo ha commentato negativamente per il contenuto troppo velleitario ed eccessivamente teorico. Tra l’altro, i pochi delusi dall’intervento hanno sottolineato che il Pd, a livello nazionale, ha nel suo interno alcuni esponenti di spicco che la pensano diversamente l’uno dall’altro, impedendo di fatto al centrosinistra di proporsi come una credibile alternativa al centrodestra. D’altronde, sono note a quasi tutti le diversità di vedute tra Pierluigi Bersani,Valter Veltroni, Massimo D’Alema e Matteo Renzi, il sindaco di Firenze che capeggia i cosiddetti “rottamatori”. E poi con Di Pietro e Vendola come la mettiamo? Dino Pagliero

giovedì 8 settembre 2011

FESTA PD

15

Le proposte degli “Young-dem”

Politica: si fa o si subisce

L’incontro dei giovani: Bosonetto, Cussa Jr e Michele Grimaldi

La Festa democratica ha riservato anche uno spazio ai giovani. Tra gli ospiti della kermesse Pd, Luca Bosonetto e Michele Grimaldi, rispettivamente segretario regionale e nazionale dei Giovani Democratici (la “primavera” del partito), che durante l’incontro di sabato scorso hanno parlato di politiche giovanili e tanto altro, insieme al “padrone di casa” Davide Cussa. Dall’evasione fiscale alla manovra economica, dalla riduzione dei vitalizi dei parlamentari alla liberalizzazione degli ordini professionali, sono state molte le tematiche affrontate, così come molte sono state le proposte di legge di iniziativa popolare illustrate. «La politica – ha detto Bosonetto – o la fai o la subisci. Per questo, è indispensabile che noi giovani ci impegniamo affinché ci sia data l’opportunità di essere ascoltati e coinvolti attivamente da parte delle istituzioni nelle decisioni che riguardano scuola, famiglia, ambiente e lavoro». Argomento, quest’ultimo, caro soprattutto agli under 35, in possesso di un titolo di studio medio-alto, generalmente laureati, alla ricerca di un’occupazione che dia spazio all’attuazione delle conoscenze acquisite, ma costretti a ripiegare nei call-center, nei bar e in prestazioni saltuarie per sopravvivere con quegli agognati e famigerati 1.000 euro. «La precarietà è la piaga sociale da combattere, perché attanaglia milioni di giovani, partorendo sfiducia, sconforto e disillusione – ha aggiunto Grimaldi –. Il primo passo da fare è quindi limitare i tempi dei tirocini, remunerare gli stessi per una cifra pari al 50% degli stipendi assegnati, nelle aziende, alle mansioni corrispondenti a quelle del tirocinante, ridurre le tasse per i primi due anni per chi assume a tempo indeterminato, istituire un fondo di garanzia per l’acquisto della prima casa da parte delle nuove generazioni”. Ma non solo. Tra le altre proposte dei GD c’è inoltre l’attuazione dell’art. 49 della nostra Costituzione, che difende il finanziamento pubblico ai partiti, vincolandolo a processi di trasparenza e democrazia. Molti i progetti, dunque, tutti accomunati da un filo conduttore: la volontà da parte dei giovani di riappropriarsi del proprio futuro, scegliendo la politica come forma e strumento di rappresentazione dei propri bisogni, di emancipazione collettiva, e di partecipazione vera. Valentina Barbuto


16

l’approfondimento

giovedì 8 settembre 2011

embra di vedere una città in coprifuoco.Strade deserte,individui frettolosi e vestiti all’inverosimile,sguardi fugaci e comportamenti circostanziati. Non è la solita Savigliano. È una Savigliano alla quale non siamo abituati e che documenta giorni freddi,da «galaverna»,con il sole che filtra a fatica tra i muri del centro e i cittadini,tutti,nessuno escluso,che preferiscono rimanere chiusi in casa.Giorni da influenza,giorni che dovrebbero far intravedere un’impellente primavera ma mostrano invece l’espressione più cruda e più tremenda dell’inverno. La «Candlera», cioè il periodo più freddo dell’anno,per il quale il vecchio dialetto piemontese ha stilato un proverbio che calza a pennello al caso nostro:«Candlera,o gran fraid o gran nivera».Ebbene,è proprio nei giorni da brivido del 2010 che Google,il più visitato motore di ricerca della «rete», ha mandato a Savigliano la sua auto equipaggiata con la macchina da ripresa a documentare la città per poterne poi disporre nello speciale «StreetView» che concede ai visitatori della «rete» l’opportunità di «sfogliare» le città indagandole nei loro aspetti più reconditi. A Savigliano l’equipe di Google si è fermata alcuni giorni. Lo documenta la nostra fotografia, che è di sabato 29 gennaio, e lo indicano le immagini del sito, che mostrano una città col mercato (quindi venerdì), qualche studente, pochi pensionati, chiese chiuse, negozi con pochissimo via vai. Col tempo che appare bello, a tratti, e brutto, in altri casi. Il meteo conferma. Il 28 gennaio 2010, venerdì, la temperatura tocca i -10°, con un’umidità del 91 per cento ed il cielo coperto. Idem il 29, con «galaverna» tutto il giorno ed umidità al 94 per cento. Il lunedì, 31, e martedì, 1 febbraio, la storia non va meglio: cielo sereno, umidità ridotta al 56 per cento ma temperatura in ulteriore calo a 12° e -13°, più o meno tutto il giorno. È, questo, il contesto nel quale si è mossa l’auto di Google che ha scandagliato la città e che ora mostra in «rete» il risultato ottenuto. E, allora, vediamolo. Innanzitutto accontentiamoci di quel che «passa il convento» ed immaginiamo che se le riprese fossero state estive

S

di Luigi Botta

rano esattamente le ore 11:59.02 del 29 gennaio 2010, un sabato, quando la nostra macchina fotografica incrociava in via Pietro Santa Rosa l’auto di Google che, con tutta la sua attrezzatura montata sul tettuccio, stava rilevando le strade ed i palazzi

E

altri presunti problemi avrebbero sollecitato ulteriori commenti. Le strade sono a macchia di leopardo, con la neve che compare qua e là, segno evidente di una o più precipitazioni che il gelo ha mantenuto in vita nei punti di maggiore addensamento. Il sole lancia ombre lunghe e le riprese, all’apparenza, seppure in giorni diversi, sono tutte mattutine. Lo confermano le ore disseminate nei punti strategici della città: il campanile di Sant’Andrea segna le 10,42, l’orologio del municipio le 11,05, l’ala le 11,10, la stazione le 11,25 ed il digitale della farmacia Bonelli le 13,31. La curiosità impone di sapere, per individuare i giorni di ripresa, se le edicole locali espongono le tradizionali locandine e quali siano le segnalazioni che vengono fornite. Di locandine manco a parlarne. La benedetta «privacy» impone l’annebbiamento dei titoli. Così come sempre la «privacy» impedisce la lettura dei visi, delle targhe automobilistiche e degli altri elementi che riconducono a qualcosa di molto personale. E non solo. Comunque l’immagine non impedisce di ricostruire la prima pagina dei nostri settimanali e, attraverso l’archivio, rilevare le notizie del numero ultimo in edicola (28.1.2010). C’è il problema della casa di riposo, la morte di Gino Ponsi, l’inquinamento della Morina, la crisi vista da

Ore 11:59:02 di Savigliano per documentarli poi nel sito di «Google Maps». Forse le riprese erano già iniziate il venerdì, ma sicuramente erano poi proseguite nelle giornate di lunedì e martedì, 31 gennaio ed 1 febbraio, come documentano ampiamente le immagine pubblicate dal sito.

Pino Allocco, la nevicata fuori dell’usuale e l’impegno del sindaco a portare la Forestale a Savigliano. La città e la sua impressione. Il mouse e lo zoom permettono una navigazione progressiva. Luci, ombre, spazi solari ed aree nuvolose

dimostrano come l’operatore sia tornato più volte sui suoi passi ed il montaggio abbia poi assemblato «storie» ricavate in giornate ben distinte. Di tanto in tanto, nel procedere della lettura, scompaiono persone, autovetture ed elementi

di evidenza mobile. Sparisce pure il mercato di piazza del Popolo, che si legge ben presente dalla prospettiva di corso Roma (in una giornata uggiosa) e che non c’è più (con un bel sole) quando la piazza diventa protagonista delle riprese. Addirittura appare problematica la lettura della fotografia da noi scattata in via Pietro Santa Rosa al seguito dell’auto dell’operatore di Google. Si scorge una persona a metà strada (che sparisce nelle immagini della «rete»). In «Street View» compaiono alcune locandine affisse al segnale di senso unico (che invece sono assenti nella nostra foto). Per raccontare alcune curiosità. In piazza del Popolo: sono 27 in tutto le persone che stazionano al sole; da una finestra una signora incu-

SAVIGLIANO

ON «MAPS»

CON GOOGLE «STREET VIEW» SI PUÒ «SFOGLIARE» LA CITTÀ, STRADA PER STRADA, INDAGANDONE I PARTICOLARI

riosita indica ad un giovane il passaggio del marchingegno di ripresa, così come sul «molo» l’attenzione dei pochi presenti è anch’essa rivolta all’insolita presenza. Gli studenti: in 9 transitano in via San Pietro, uno staziona dinnanzi al Liceo in piazzetta Baralis, 4 attraversano la strada in prossimità dell’Ipc ed un bel gruppo è nell’attesa di accedere alla palestra di via Malines. Poco distante, in piazzetta Villa Maria, una motoretta non ha trovato di meglio che parcheggiare sul giardino. Un po’ più in qua don Cesare Giraudo (è l’unico che si riconosce) compare in un’immagine (e poi sparisce) in procinto di raggiungere la sua parrocchia. Un po’ più in là, dinanzi al Maxisconto di corso Vittorio (che è la via in assoluto più trafficata), un extracomunitario si appoggia alla parente ed allunga la mano nel gesto dell’elemosina. Un po’ ovunque le scritte «Urlo Maira» mostrano la memoria di un conflitto urbano e sociale che ha lasciato il suo segno.Anche l’ospedale è poco trafficato.Tre sole persone stanno transitando nel suo ingresso, come in piazza Pieve un solo individuo, a piedi, taglia sui tre quarti lo spazio della strada. A dir del vero l’impressione della presenza umana è fortemente assente e castigata. Curiosa, anzi curiosissima, la scena del passaggio a livello che si alza. Nel contesto di via Villa deserta e via Moreno desolata, le immagini di Google mostrano le sbarre in via di progressivo sollevamento (l’intera operazione dura ben 7 scatti). Ce n’è per tutti. L’invito è a scoprire la città e a farla scoprire a chi, dall’altra parte del mondo, non l’ha mai neppure vista. Nella consapevolezza, nel bene e nel male, che questa è l’immagine che noi offriamo a chiunque, nella rete, clicchi «Savigliano» in «Google Maps». Un’ultima curiosità: l’intera operazione porta la firma del suo autore. Nello specchio di contrada Beccherie, in via Sant’Andrea, compare infatti riflessa l’immagine dell’auto e del suo armamentario sul tettuccio che è servito per scattare le foto.


lettere

giovedì 8 settembre 2011

17

I LETTORI CI SCRIVONO In ricordo di Carlo Sismonda Riceviamo e pubblichiamo. Lunedì 29 agosto 2011, varcata la soglia degli 82 anni, è mancato al mondo dell’arte il grande Maestro Carlo Sismonda. L’ultima personale del noto pittore e compositore racconigese di fama internazionale, tenutasi nel 2010, accompagnata da una preziosissima pubblicazione ufficiale e dalla editazione di una tesi di laurea discussa all’Accademia di Belle Arti di Cuneo su iniziativa del prof. Mario Menardi e curata dallo scrivente, venne intitolata “La Pittura del Silenzio”: quel silenzio che si è fortuitamente imposto lunedì. Con Carlo scompare un Personaggio con la “P” maiuscola: artista straordinario ed anticipatore di interpretazioni personalissime in ordine all’uso dell’“a’ plats pittorico”; amante della musica e compositore di sinfonie e brani tanto classici quanto incontrovertibilmente moderni; attento cultore della psicologia e della filosofia di tutti i tempi; poeta; critico analista, nel bene e nel male, del mondo che ha conosciuto ed in cui viviamo; sottile interprete di una realtà sempre più schiava di convenzioni e diktat stereotipati; uomo libero, felicemente piemontese, ma totalmente, per scelta personale e grande cultura intrinseca, Cittadino del Mondo. Uno dei pochi artisti che, come il noto Savinio, sia riuscito a concentrare nel proprio lavoro tutto lo scibile incarnato dalle muse di greca memoria e che, per carattere forte ed attento, abbia travalicato i confini nostrani estraniandosi dalla metodicità e dalla più facile commercializzazione locale per imporsi, “senza trucco e senza inganno”, in tutte le aree culturali della Terra. Sono ormai globalmente riconosciuti i successi di questo autore nostrano ottenuti in Canada, Stati Uniti, Germania (dove dal 2002 al 2005 fu presente nei più grandi musei con una mostra itinerante), Giappone, Olanda, e via discorrendo, in qualità di pittore, di scrittore, compositore ed esecutore di sonate da camera e sinfonie: suo grande ispiratore musicale il magico Beethoven. In ordine alla pittura? “È il veicolo che mi ha canonizzato dagli anni ’60 in poi – mi rivelò tempi addietro l’Artista con molta umiltà e lo sguardo perso negli anni trascorsi da allora – quando frequentavo Spazzapan, gli esponenti dell’Arte Concreta profetizzati dal bravo Albino Galvano, studiavo la Parigi dell’informale e della Costa Azzurra riferendomi, come molti altri, a maestri quali Picasso, Chagall, Matisse e Carrà”. Poi la teoria di tante analisi e recensioni critiche; tanti abbinamenti e parallelismi di facile adduzione, molti biechi attentati alla sua personalità, paragonata ora a questo ed ora a quello. Come era “diventato” Sismonda? Meditando, studiando, osservando, deducendo, discutendo, sperimentando: lo si poteva fare anche a Racconigi, a sua indiscutibile detta, ma solo guardando con occhio critico ciò che lo circondava, se si operava ricordando che il Vangelo e la figura di Cristo, ispiratori di tanti lavori pittorici collocati nelle migliori Sedi Apostoliche, potevano essere il tramite per sollevarsi da una inconscia quanto deleteria solitudine. Anche se il tutto era già dentro la persona ed è sempre emerso, espressionisticamente parlando, in ogni attimo della sua vita. Una vita unica e che rimarrà, come vollero Aristotele, Cézanne, Picasso,Vauxcelles e Foscolo, in ciò che ha costruito e dato più di quanto abbia ricevuto o, a volte, gli sia stato riconosciuto. La vita vissuta ed interpretata da un personaggio come Carlo Sismonda che, con queste poche righe, vorrei giustamente omaggiare, ricordare e salutare come amico di Gran Classe (specie in via di estinzione per decerebramento globale) e, in primis, come pictor optimus contemporaneo poiché, con i suoi lavori, ha riportato il mondo dell’Arte ad una esecuzione globale vera ed imperitura collaborando a diffondere ovunque la nostra bella regione e la propria cultura. Ciao Carlo, coloraci le nuvole. Giorgio Barberis – Savigliano

«Sindaco, tuteli i diritti della Chiesa!» Lettera aperta al sindaco di Savigliano, Sergio Soave. Premetto subito che parlo a titolo personale, non a nome dell’Associazione-Comunità Papa Giovanni XXIII, di cui cogestisco presso il Santuario della Madonna della Sanità la casa-famiglia “Maria Madre dell’amore”, che ha un responsabile che non sono io. In nome del cavouriano “Libera Chiesa in Libero Stato” si sono perpetrati crimini gravissimi contro il popolo cattolico durante quello che giustamente la storica Angela Pellicciari (una tra i tanti storici che non hanno pregiudizi ideologici sul Risorgimento) ha chiamato “Risorgimento anticattolico”: rapina dei beni del popolo cattolico, incarcerazione di Vescovi, soppressione di ordini religiosi... insomma, si è calpestato in tutti i modi il diritto di Santa Romana Chiesa, che è diritto soprannaturale, cioè di origine divina a tutela e salvaguardia e salvezza dell’umanità. Ma cosa significa “Libera Chiesa in Libero Stato”? Non si tratta d’altro che di una versione aggiornata del protestantico “Cuius regio, eius (et) religio”, che in pratica asserva la Chiesa allo Stato, il potere spirituale a quello temporale, negando in sostanza il primato dello spirito sulla materia. Don Oreste Benzi, fondatore dell’Associazione-Comunità Papa Giovanni XXIII, accusava giustamente il Protestantesimo di aver voluto cancellare il concetto e la sostanza di popolo di Dio negando il primato di Pietro, la Sacra Tradizione, la Successione Apostolica, il Magistero della Chiesa, nonché parte della Sacra Scrittura. “Libera Chiesa in libero Stato”, ovvero la Chiesa è libera e sottomessa allo Stato. Lo Stato che non riconosce i diritti sovrastatali, perché sovrumani, della Chiesa Cattolica di fatto lede i diritti di Dio, di Cristo e della Sua Chiesa e così facendo schiaccia l’uomo imago Dei e capax Dei (vedi ad esempio la legalizzazione dell’aborto). Mi auguro, dunque, che le Sue decisioni politiche in merito al Santuario della Sanità siano ispirate al senso della vera libertà di coscienza religiosa, e non, come infelicemente da lei dichiarato ai giornalisti (“Il Saviglianese”, giovedì 1° settembre, pag. 4), al famigerato “Libera Chiesa in libero Stato”. Senza troppi peli sulla lingua, il suo definirsi politicamente schierato col centro-sinistra mi porta alla memoria il fatto che alla nascita del Partito Democratico andai a leggere la sua carta fondativa e vi trovai dichiarata esplicitamente la volontà di protestantizzare l’Italia, perché, vi si leggeva, il mancato processo di protestantizzazione d’Italia ha comportato un grave ritardo nell’allargamento delle basi democratiche del nostro Paese. Non a caso chi esalta il Risorgimento italiano trascura di rilevare come, durante tale periodo storico, si sia tentato di dare al Protestantesimo in Italia una spinta decisiva, fino al punto che frange estreme dei gruppi filo-protestanti cercarono di ammazzare don Bosco (che scampò a più attentati), campione del Cattolicesimo e fedelissimo al Papa, nonché severissimo ammonitore della Casa Reale dei Savoia alleata col Piemonte massonico: “La famiglia reale che tradisce la Chiesa”, disse il santo, “non arriva alla terza generazione”. Senza ovviamente accusare né il centro-sinistra né tantomeno i protestanti di connivenza ideologica con certi atti criminosi del passato, mi auguro comunque che lei, egregio signor sindaco, rispetti, tuteli e promuova sempre i sacrosanti diritti della nostra cara Madre, la Santa Chiesa Cattolica, a beneficio del popolo cattolico di Savigliano. Gianluca Valpondi – Savigliano

Ambulanza in Africa: vale la pena? Riceviamo e pubblichiamo. È apparsa sulla vostra testata una notizia a dir poco curiosa: l’associazione “Noi con voi” ringrazia un’altra associazione, le “Misericordie” di Cuneo, per aver donato loro un’ambulanza dismessa che è stata spedita in un Paese africano

Riceviamo e pubblichiamo. Mercoledì 24 agosto i bambini del centro estivo Maramignolo si sono recati in gelateria all’Oasi del Gelato, all’angolo dei portici di piazza Schiaparelli, per scoprire con si prepara un buon gelato. Grazie alla disponibilità del signor Beppe e di sua moglie, hanno potuto miscelare tutti gli ingredienti per ottenere un ottimo gelato ai gusti fragola e fiordilatte. Ogni bimbo ha potuto poi gustare il frutto del proprio lavoro. Siamo tornati in sede soddisfatti e con una gran scorta di gelato generosamente offerto dai proprietari della gelateria. I bimbi del Maramignolo e le educatrici ringraziano molto per l’ospitalità, la disponibilità, la pazienza e la gentilezza con cui sono stati accolti e grazie alla quale hanno potuto fare una nuova esperienza. Centro estivo Maramignolo – Savigliano

Sacra Famiglia, che dedicano tutta la loro vita a queste persone, ha completato l’esperienza.Vissute in un clima famigliare di ascolto e di accoglienza, e non come una visita allo “zoo” dei poveri, sono state molto arricchenti. I ragazzi si sono interessati alle problematiche dovute alla povertà post-comunista, alle alluvioni cicliche, alle malattie, ascoltando con serenità le loro storie con le tristezze e le gioie. Quasi per incanto e senza una programmazione iniziale sono nate le prime azioni spontanee di aiuto ed è nato un lungo elenco di medicine e di prodotti da reperire in Italia e da inviare alla missione al più presto. Nelle giornate di animazione e gioco con i bambini (tanti e tutti belli) si è rivissuto un clima forse a volte scomparso nel nostro ricco mondo, fatto di cose semplici, di coinvolgimento e di tanto entusiasmo. Nelle condivisioni è nata una comune volontà propositiva e, con insistenza, è venuto fuori l’interrogativo del come porsi davanti a questo mondo povero e di come poter fare qualcosa di costruttivo e di concreto.Tante idee, tanti sogni, forse anche utopie, ma è stato bellissimo sentire la sincera volontà di questi giovani di poter fare qualcosa in questo mare di bisogni. Si è subito parlato di una prossima esperienza, magari anche con più adulti, per poter aiutare a concretizzare qualche progetto che le Suore hanno nel cassetto. Grazie ragazzi, perché siete stati fortemente contagiosi nei nostri confronti e ci avete trasmesso quella gioia immensa della gratuità, del lasciarsi coinvolgere, dello sporcarsi le mani gratuitamente. Grazie per aver risvegliato in noi questi valori che forse con il passare degli anni si erano in parte assopiti dietro una marea di scuse di pessimismo e di giustificazioni false. Grazie perché in modo concreto avete dimostrato che a volte le prevenzioni, i facili giudizi, la cronica mancanza di fiducia falsano tanti problemi e che forse, con una fede più matura, si poterebbe veramente lavorare e vivere bene insieme tutti. Grazie perché avete rafforzato quella fiducia che occorre avere nei vostri confronti, nella vostra inventiva, nella vostra naturale e spontanea capacità di fare cose belle. Grazie a voi Consacrati – Don Marco, Suor Clemens, Suor Isolina, Suor Annix (Anna), Don Ardian – perché avete dato fiducia a tutti noi, credendo e spendendo il vostro tempo per questi progetti che sicuramente rendendo molto più credibile e reale la vera Chiesa dei poveri. Adelaide e Guido – Savigliano

Barriere architettoniche al castello

Ringraziamenti

Riceviamo e pubblichiamo. Sono un fisioterapista di Racconigi che sente la necessità di commentare, sicuro di scrivere lontano dalle sensazioni di rabbia destatesi alla lettura dello sfogo di Claudia G. del 29/06/2011 su La Stampa, “Specchio dei Tempi”, ove segnalava carenze nella gestione delle visite al castello di Racconigi da parte di persone affette da disabilità motorie. A mio avviso, un elemento di riflessione deve essere il pesante ritardo nella messa a punto, perlomeno parziale, di un percorso senza barriere architettoniche all’interno di un sito di tale bellezza ed importanza artistica; a maggior ragione, rappresenta un altro elemento degno di valutazione la presunta mancanza di umiltà e di accettazione di critica da parte di un professionista, quale la Guida Turistica che, pur non responsabile delle carenze in esame, non può e non deve essere scortese o evasivo nei confronti di chi subisce il problema, vedi i commenti fuori luogo attribuiti alla guida dall’insegnante Claudia G.. Le difficoltà di accoglienza di un pubblico con problematiche motorie erano state oggetto di discussione mia nell’inverno 2009 con la compianta architetto Mirella Macera, persona che ho avuto l’onore di conoscere ed allora responsabile del Castello e del Parco di Racconigi; progetti di individuazione di percorsi adeguati alle disabilità gravi erano già stati presentati ed erano solo più in attesa di autorizzazione! La mia non vuole essere assolutamente una sterile polemica, inutile, bensì un ulteriore stimolo a percorrere le strade giuste perché realmente tutte le persone, a prescindere dalle abilità motorie, possano avvalersi di una visita al “nostro” castello senza doversi imbattere in barriere architettoniche o, peggio, nella necessità di doversi aspettare prestazioni supplementari dal personale in servizio. Davide Piovano – Racconigi

La signora Carla Ghiglione di Savigliano ringrazia sentitamente la persona che, in forma anonima, ha consegnato presso l’Ufficio oggetti smarriti del Comune il borsellino contenente alcuni effetti personali che lei aveva smarrito.

dentro un container. Senza dubitare della buona fede di entrambe le associazioni, viene da chiedersi se, visti i costi di spedizione, valga la pena di inviare in Burkina Faso un mezzo obsoleto con centinaia di migliaia di chilometri, dal momento che nemmeno i commercianti di auto usate operano in tal senso, proprio per evitare di fare dell’Africa il nostro rottamaio. L’altra domanda che è legittimo porsi è che se l’ambulanza in questione è un mezzo in piena efficienza o seminuovo, beh, allora, le “Misericordie” dispongono di così tante risorse da poter donare mezzi costosissimi che vengono normalmente acquisiti grazie a contributi di Enti e Fondazioni bancarie piemontesi? Se questo fosse il caso, gli stessi facciano un’attenta verifica prima di elargire fondi a chi forse ha già ben oltre quanto sia necessario per la propria attività di volontariato; risorse che peraltro dovrebbero essere utilizzate per il nostro territorio, come viene specificato e richiesto anche dai bandi. Forse sarebbe stato meglio raccogliere i soldi e comprare un’ambulanza, magari nuova, sul posto e si sarebbe anche evitato un costoso viaggio di mesi in un container. Dott. Giovanni Milano

Una passeggiata golosa

Festa democratica: tutto ok Egregio direttore, si è da poco conclusa la terza edizione della Festa democratica promossa dal circolo PD di Savigliano. La manifestazione, oltre ad offrire momenti conviviali, si è posta l’obiettivo di affrontare temi di attualità politica. Ad una riflessione costruttiva sulle proposte del PD sulla riduzione dei costi della politica è seguito un vivace dibattito sulle proposte presentate dai Giovani Democratici. L’attenzione alle politiche giovanili è necessaria per costruire una prospettiva positiva ad una generazione che, intrappolata tra precarietà ed il bisogno di tutele famigliari, necessita di strumenti nuovi per potersi emancipare. I servizi offerti: cucina, bar, nonché la sottoscrizione a premi ed il banco fiori rappresentano gli strumenti che utilizziamo per finanziare in modo trasparente le attività promosse dal nostro Circolo. Concludo ringraziando sentitamente i numerosissimi volontari che, mettendo a disposizione il proprio tempo e le proprie qualità, hanno consentito la realizzazione della manifestazione. Daniele Moiso – Segretario PD Circolo di Savigliano

Bushat, andata e ritorno Riceviamo e pubblichiamo. Siamo gli adulti che hanno accompagnato il gruppo di ragazzi in Albania e vorremmo con queste poche righe aggiungere alcune considerazioni a quanto già detto direttamente dai ragazzi (su “Il Saviglianese” del 1° settembre). Non neghiamo qualche nostro timore iniziale, soprattutto sul programma e sul come ci saremmo posti davanti a una realtà completamente diversa dalla nostra, ma l’accoglienza nella missione da parte delle Suore della Sacra Famiglia ha creato subito un’atmosfera positiva e un terreno costruttivo. Fin dal primo giorno abbiamo constatato che stava nascendo in noi e nei ragazzi una grande volontà di non stare alla finestra a guardare questo mondo così diverso, ma il forte desiderio di voler dare tutto il meglio di noi per inserirci nel contesto locale, e di fare una vera e sincera amicizia con le persone che si incontravano. Nelle partite a calcio dei primi giorni si è visto subito che si faceva sul serio (anche e soprattutto don Marco) e che non c’erano timori e paure. Nelle prime condivisioni serali è iniziata tra di noi una proficua messa in comune sui motivi che ci avevano portati in questa missione e su cosa ci aspettavamo. Nei giorni successivi, le visite alle comunità di disabili di Madre Teresa hanno rotto ogni indugio. L’accoglienza dei disabili è stata molto emozionante: la loro mano tesa nei nostri confronti ha ricevuto subito una commovente risposta promuovendo un coinvolgimento totale, nessuno si è sentito a disagio e tutti si son messi in gioco, al punto che in breve tempo nessuno di noi è rimasto inattivo e si sono immediatamente avviate le più svariate impensate attività. Il tempo è volato velocemente e il distacco serale ha generato qualche tristezza da parte di tutti. Nella condivisione è emersa pian piano la consapevolezza che questa esperienza non si poteva esaurire in quei pochi giorni, e che soprattutto tutti stavamo ricevendo molto di più di quanto stavamo dando. Le visite alle famiglie più in difficoltà, organizzate dalle due stupende Suore della

Il Direttivo Ashas di Savigliano ringrazia vivamente gli “Amici della Sanità” per l’accoglienza riservata e per la gentilezza dimostrata durante i festeggiamenti della Madonna. L’associazione “L’Ora di generosità - Dott. Maurizio Ferrero” di Cavallermaggiore ringrazia i compagni di Leva per la generosa offerta in ricordo del compianto Antonio Alasia. L’AIL – Sezione di Cuneo ringrazia Vitalia, Pino, Alessandro ed Ilenia per l’offerta devoluta in memoria del compianto Mario Trucco. A festeggiamenti conclusi, ringraziamo vivamente il Reverendo don Marco Di Matteo e Padre Silvio Gullino per le funzioni religiose, l’organista Giovanni Monge per aver animato le celebrazioni liturgiche, la Cassa di Risparmio di Savigliano SpA, la Bene Banca Credito Cooperativo di Bene Vagienna - Filiale di Savigliano, la Banca Sella, Cicli Angaramo per l’organizzazione e la sponsorizzazione della pedalata ecologica. Un ringraziamento particolare al cabaret L’Isola sull’Aia di Boeris - Staffarda per l’ospitalità della cena. Un sentito grazie a società Siae, Comune di Savigliano, Carrozzeria Longo, Zurich Assicurazioni, Girando Adriano Autotrasporti, Pulicenter soc. cooprl, Immobiliare Santarosa di Lenta, GEC sas, Impresa Costruzioni Edili, Monge Renzo, Studio Estetica Callista di Mara Lenta, Mogna Officina meccanica, Daniele&Tesio snc soccorso stradale, Carrozzeria 2000 Chiavazza Mario, Fratelli Caula falegnameria, Panero Luciano e Figlio autoriparazioni - via Mellonera, Pettinatrice Allasia Anna Maria, Assicurazione Mina, Aimeri Trasporti srl, US Giuliano, Concessionaria Citroën Ghia - via Monasterolo, Gramaglia Concessionaria Peugeot, Edicola Forastelli di via S. Giacomo per la sua disponibilità, Nuova Europane di Pautassi, Fredino Botta e Stefano Panero, Somale Off. Costruzioni Meccaniche - via S. Giuliano n. 1, Allianz-Ras Assicurazioni, Demar Viaggi Ag. di via Saluzzo n. 18, Salumificio di Bolla F.lli srl - via Saluzzo, Cars Autoriparazioni di Peirasso Tiziano e Cinus Alessio di strada Monasterolo n. 3,Tutta Natura di Borio Claudio ed indistintamente tutti i borghigiani ed offerenti che, con il loro contributo tramite colletta, riescono a mantenere viva la tradizionale festa, permettendo così di poter passare qualche giorno in allegria. Un grazie particolare lo rivolgiamo, infine, alle persone che da anni si prendono cura della Cappella. Grazie di cuore a tutti quanti, scusandoci per eventuali dimenticanze, ed arrivederci al 2012. I Massari della Madonnina della Neve – Savigliano L’Associazione club alcolisti in trattamento (ACAT) di Savigliano, a nome del presidente Nazzareno Tosarello e delle famiglie tutte, esprime sentiti ringraziamenti per la generosità dimostrata dalla Fondazione Banca CRS, costantemente molto sensibile al problema dell’abuso di sostanze alcoliche, ai giorni nostri sempre più dilagante e devastante. Siamo i genitori di Esmeralda, nata venerdì 22 luglio nel Reparto di Ostetricia dell’ospedale “SS. Annunziata” di Savigliano. Scriviamo per ringraziare tutto il personale medico, ostetrico, infermieristico ed oss. Rivolgiamo la nostra gratitudine, inoltre, all’ostetrica Marianna Consiglio ed all’allieva Alessandra che, con tanta pazienza e determinazione, ci hanno assistito; a Mariarosa Tecchioni con i suoi “scrolloni”...; a Stefania Ramundo, che ci ha accompagnato in questo percorso con sensibilità e professionalità; a Francesca, Manuela, Maria, Maurizia, Silvia, Noemi e Daniela, all’infermiera del Nido Antonietta Devita, ad Elisa, Alessandra Perdicchia, Caterina e Maddalena. Infine, un sentito ringraziamento alle dottoresse Alessandra Bongiovanni e Maria Magurano, che sono state parte importante di tale grande ed emozionante gioia. Questa è la nostra esperienza ed era importante ringraziarvi pubblicamente. GRAZIE! Famiglia Vettoretto-Caiazzo A conclusione della manifestazione “Le ore del sole. Le ore delle stelle”, svoltasi lo scorso 27 agosto presso il Santuario della Sanità, l’associazione Attività e Cultura per Savigliano, promotrice dell’evento, porge un sentito e doveroso ringraziamento per la disponibilità e la calorosa accoglienza ai signori Canelli, Bertero, Cappellino, Gè e Scioneri, agli ausiliari di vigilanza per il servizio offerto ed al Circolo Amici della Sanità per la preziosa collaborazione nell’organizzazione della merenda sinoira, i cui prodotti sono stati gentilmente offerti dal Salumificio Real, dal Caseificio Rabbia di Ruffia, dal Caseificio Mellano di Monasterolo, dall’Apicoltura Matteo Allocco e dalla signora Rosanna Milanesio. Infine, un grazie particolare ai numerosi partecipanti che, ancora una volta, hanno dimostrato di apprezzare le nostre iniziative. Associazione Attività e Cultura per Savigliano


18

giovedì 8 settembre 2011

CULTURA

Lezioni in “casa Bonino”

Si inaugura l’Unitre Il nuovo anno accademico dell’Università per le tre età sarà inaugurato martedì prossimo, 13 settembre, alle ore 21 presso il teatro S. Giorgio. Nel corso della serata saranno presentati i corsi ed i docenti. Quest’anno proseguirà la collaborazione con Racconigi, Polonghera e Caramagna, nata in tempi recenti. «Desideriamo continuare – afferma il vicesindaco ed assessore alla cultura Marco Leone – il sodalizio con i paesi vicini nato grazie al lavoro encomiabile svolto da Domenico Racca e Teresa Martini della precedente Giunta». Il costo della tessera resterà invariato e sarà ancora fissato a 25 euro (per le sedi di Cavallermaggiore, Racconigi, Polonghera e Caramagna); chi lo desidera, pagando altri 10 Euro, potrà seguire anche i corsi di Savigliano. Grazie al rinnovo della convenzione, le auto dell’ Ora di generosità” trasporteranno chi vuole seguire le lezioni nei paesi vicini. A Cavallermaggiore, invece, i corsi si terranno in casa Bonino, presso la ex ala comunale o, in casi specifici, in locali commerciali. Le iscrizioni si apriranno subito dopo la cerimonia di

inaugurazione di martedì 13 settembre, durante la quale saranno distribuiti depliant con tutte le informazioni necessarie. I primi corsi partiranno ad inizio ottobre e gli ultimi termineranno a fine aprile. In maggio ci sarà una cerimonia per la conclusione delle lezioni. Molti i corsi confermati a Cavallermaggiore.Tra le novità si segnalano “I nostri amici animali” tenuto dalla dott. Stefania Scacchetti sulla cura di cani, gatti, piccoli animali, cuccioli; le lezioni sulla realtà del mondo carcerario che avranno come relatore Davide Sannazzaro; un corso di erboristeria tenuto dal dottor Matteo Chiesa; le lezioni di cucina curate da Giancarlo Ghibaudo; il corso base di francese tenuto dalla maestra Luisa Crivellari. Non mancherà il ballo liscio e latino-americano con Germano Fissore e Monica Ramello. Per frequentare alcuni corsi a Cavallermaggiore sarà necessaria una piccola integrazione di spesa. «Stiamo già contattando – conclude Leone – docenti per il futuro, ci piacerebbe attivare serate dedicate ai balli occitani nel 2012. Siamo aperti ad idee nuove e suggerimenti». L.M.

cavallermaggiore

CRONACA

I tagli mettono a rischio la struttura che fa i prelievi

Perderemo il poliambulatorio? Cavallermaggiore rischia di perdere il servizio di poliambulatorio, che consente a tante persone, soprattutto anziani, della nostra città di effettuare in loco i prelievi del sangue senza essere costrette a spostarsi? Questa la voce diffusasi all’inizio della settimana, suffragata dalle parole dell’ex sindaco Baravalle: «Il poliambulatorio – ha detto – è un servizio assolutamente fondamentale per la città; si pensi che effettua 250/300 prelievi ogni mese; oggi si può avere un appuntamento di primo mattino, alle 7.15-7.30 non perdendo la giornata lavorativa. Se dovesse essere soppresso ciò non sarebbe più possibile ed inoltre le persone che non guidano, in particolar modo gli anziani, dovrebbero affrontare gravi difficoltà, essendo costrette a recarsi in ospedale a Savigliano col treno o facendosi trasportare in auto. Ho discusso tante volte col dott. Eraldo Airale, responsabile per l’ASL dei servizi di poliambulatorio perché questo servizio rimanesse nella nostra città. Non possiamo perderlo, né affidarlo ai medici di base, che avevano promesso un orario di 12 ore nella nuova struttura che poi non si è mai realizzato e sono già oberati di lavoro». «Mi rendo perfettamente conto –

I locali del Centro prelievi in piazza Santa Chiara, vicino al Centro medico

ha affermato il Sindaco Antonio Parodi – del significato e dell’importanza del poliambulatorio per Cavallermaggiore. Ho incontrato il dott. Airale, che ha lamentato una mancanza di personale dovuta ai recenti tagli. Tale situazione metterebbe a rischio la struttura della nostra città. Ho però ribadito chiaramente al responsabile dell’ASL la nostra ferma volontà di mantenere il ser-

CRONACA

Furti nelle case

Durante i fuochi d’artificio

Consiglio comunale

Si discute dei programmi Venerdì prossimo, alle ore 21, si terrà una seduta del Consiglio comunale. Tra i punti in discussione, alcune variazioni di bilancio, modifiche al Piano Regolatore e presentazione da parte del sindaco Antonio Parodi delle linee programmatiche relative alle azioni ed ai progetti da realizzare durante il mandato politico-amministrativo 2011/2016.

Buoni pasto scolastici

Il prezzo rimane invariato Il comune per quest’anno scolastico ha deciso di non aumentare il costo dei buoni pasto, del trasporto alunni e del prescuola. «Siamo consapevoli del difficile momento socio economico del nostro paese – afferma l’assessore all’istruzione Davide Sannazzaro – e teniamo fede a quanto dichiarato in campagna elettorale: avere un occhio di riguardo alle famiglie cavallermaggioresi. L’amministrazione ha voluto ascoltare le indicazioni regionali, inserendo nelle categorie che possono richiedere le tariffe agevolate anche chi è in cassa integrazione, chi ha perso il lavoro e percepisce l’indennità di disoccupazione ordinaria e chi ha perso il lavoro e non percepisce l’indennità di disoccupazione». Gli interessati possono presentare domanda in Comune: con l’apposita certificazione allegata potranno accedere alle tariffe scolastiche agevolate.

“Il calamaio” tutto nuovo

Ha riaperto la cartolibreria La cartoleria “Il calamaio” ha riaperto nei giorni scorsi dopo lavori che ne hanno rinnovato i locali rendendoli più funzionali e moderni. La titolare Luciana Tavella invita i concittadini a visitare il suo negozio in via Roma.

Luciana Tavella accoglie i clienti in negozio

Interventi della Protezione civile

Allagamenti per la pioggia

IN BREVE

Mercoledì sera della scorsa settimana, durante i fuochi d’artificio in regione San Giorgio, si sono purtroppo verificati alcuni furti in abitazione. Sono state prese di mira, in particolare, le zone di via Bra e di via Martinetto. A quanto è dato apere, in certi casi i furti sono andati a segno, in altri sono stati soltanto tentati.

vizio. E’ stata avanzata anche la proposta di affidare i prelievi ai medici di base, ma mi sembra difficile da realizzare. Nei prossimi giorni incontrerò di nuovo Airale per trovare una soluzione. Lottare contro la mancanza di risorse non è facile, ma faremo sicuramente tutto il possibile nell’interesse della popolazione». Luca Martini

Allagamenti in campagna (foto di repertorio)

Domenica sera un violento temporale, scatenatosi a partire dalle ore 18, ha causato problemi già verificatisi in passato in alcune aree di Cavallermaggiore. Questa volta le zone colpite sono state numerose. Ci

VIABILITÀ

sono stati, infatti, allagamenti un po’ su tutti i terreni oltre la sponda ovest del torrente Maira, in direzione di Monasterolo di Savigliano. «In località Castiglione – racconta il responsabile della protezione civile Mi-

chelangelo Rosso, intervenuto con il consigliere comunale Marco Martinelli – l’acqua ha invaso, oltre alle cantine, anche alcune abitazioni; sul posto c’erano le squadre dei pompieri che cercavano di liberare le case da circa 60 cm d’acqua; sono stati inoltre colpiti, la strada per Ruffia nella parte iniziale e prima della Favera, il centro della Motta Gastaldi, la strada per Monasterolo di fronte al cimitero e nella fascia tra località Pradonio e l’Olmetto, la parte iniziale della strada per località Castiglione. In località Pradonio, in particolare, la stra-

da è stata allagata perché un ponte che la attraversa era stato chiuso con un serraglio ricoperto di terra, impedendo all’acqua di passare e facendone crescere il livello su uno dei lati; dopo aver tolto il serraglio, la situazione è tornata normale nel giro di mezz’ora. Tutte le strade interessate dagli allagamenti sono state transennate». Acqua in abbondanza anche in via S. Pietro e a nord della città, in Via Solferino. Scantinati e taverne allagati anche nella parte finale di via Roma, nelle case che precedono la rotonda vicina all’Asta del Mobile.

Atteso incontro con l’assessore regionale Barbara Bonino

Circonvallazione della Trebbiè: se ne parla Lunedì 12 settembre sono attesi a Cavallermaggiore l’assessore regionale ai trasporti, infrastrutture, mobilità e logistica Barbara Bonino ed il vicepresidente della Provincia di Cuneo Giuseppe Rossetto. Scopo della visita dei due rappresentanti politici, invitati dall’amministrazione comunale, il tentativo di risolvere l’annoso problema della realizzazione della bretella di collegamento tra la provinciale 48 per Bra e la provinciale 20 per Savigliano: in altre parole la ormai celebre “circonvallazione della Trebbié” destinata nelle speranze di tutti (ed in particolare dei residenti) ad alleggerire il traffico in via Bra. Secondo le dichiarazioni diffuse dal palazzo comunale, il sindaco Antonio Parodi ritiene che contattare l’assessore regionale sia una buona via per sbloccare la situazione e costruire, finalmente, l’opera. «All’atto dell’insediamento del nuovo Consiglio comunale – ha affermato il primo cittadino – abbiamo trovato una situazione tutt’altro che definita e in dirittura d’arrivo. Numerosi fattori avevano di fatto bloccato l’iter di realizzazione dell’opera: ricorso al TAR, esposto alla Procura della Repubblica, lungaggini burocratiche, temporeggiamen-

Barbara Bonino

ti vari per il fatto che erano pendenti ricorsi ed esposti alla giustizia amministrativa e civile… Una situazione controversa e complessa che rischiava di compromettere anche il finanziamento dell’opera». Il sindaco ha partecipato ad incontri presso il Tribunale di Saluzzo, presso il TAR regionale per quanto attiene all’esposto ed al ricorso; si è inoltre, recato presso gli uffici della Provincia e della Regione per capire a quale punto fosse l’iter di realizzazione della bretella stradale. Al termine, citando le sue parole, ha «preso atto di una situazione di blocco tota-

La prima firma per la nuova circonvallazione: era il 2003...

le». «Occorre a questo punto mettere ordine per cercare di portare a termine l’opera – ha aggiunto Parodi –. Oltre a sollecitare gli uffici competenti affinché si proceda con la redazione del progetto esecutivo definitivo e poi si dia corso alle gare di appalto per la realizzazione dell’opera stessa, era necessario informare l’Assessore regionale per renderla edotta sulla questione, ormai grottesca, e per chiedere l’interessamento dei politici per costruire finalmente la strada. Sia il livello politico e sia quello tecnico devono essere coinvolti e responsabilizzati per arrivare all’obiettivo. Inoltre, grazie

all’interessamento del Comune, si è conseguita l’archiviazione dell’esposto alla Procura della Repubblica avanzato da soggetti che intendevano bloccare la realizzazione della strada, quindi questo primo ostacolo è superato. Ora bisogna proseguire». In base al programma l’assessore regionale Barbara Bonino arriverà a Cavallermaggiore verso le ore 18 ed incontrerà la Giunta comunale. In seguito, visiterà i siti dove dovrebbe passare la circonvallazione della Trebbié per poter valutare direttamente la situazione.


cavallermaggiore

RELIGIONE

In tanti dietro la statua della B.V. delle Grazie

La devozione in processione

giovedì 8 settembre 2011

EVENTO

19

Gli stand al campo di via Fiume

Torna “Sport in piazza”

“Sport in piazza” si svolge in tantissimi Comuni della Granda

Le confraternite hanno aperto la processione: qui i Battuti Neri...

Una grande folla di fedeli ha preso parte martedì scorso 30 agosto alla Processione della Beata Vergine delle Grazie. Il corteo, con in testa le Confraternite (S. Rocco, Battuti Bianchi, Battuti Neri) è partito dal santuario; vicino alla statua della Vergine, il parroco e rettore don Giuseppe Brunato, i due padri missionari don Angelo e don Gianmaria, che hanno animato la novena facendo ricorso anche a mezzi audiovisivi grazie ai quali hanno reso più attuali le loro omelie, il Sindaco e le autorità (Il Santuario è, come tutti sanno, di proprietà comunale). La processione ha percorso via XXIV Maggio, via S. Pietro, via

GIOVANI

Europa, via Roma, Via Solferino, per tornare poi al Santuario della B.V. delle Grazie per la benedizione finale, che ha concluso le celebrazioni previste per la fe-

...e qui i Battuti Bianchi. Presente anche San Rocco

stività religiosa. Sul versante “ludico” e profano, la festa è proseguita la sera seguente, mercoledì 31, con uno spettacolo pirotecnico molto bello, pre-

sdisposto dalla Pro Loco in regione San Giorgio. Al termine, il numeroso pubblico presente si è prodotto in un lungo applauso. Luca Martini

Tutte le società sportive della città incontreranno la popolazione domenica prossima, 11 settembre, dalle ore 10 alle ore 18, presso il campo sportivo di via Fiume in occasione della manifestazione “Sport in piazza”, che dopo due anni di stop torna in città. In mattinata si potranno provare i vari sport ed osservare gli spazi espositivi ed informativi delle società; nel pomeriggio, dalle ore 15 saranno presentate esibizioni di ballo, ginnastica, spinning ed arti marziali. La manife-

COMUNE

stazione terminerà alle ore 18 con il sorteggio dei premi, al quale potranno partecipare tutti i bambini e ragazzi che avranno completato le schede di partecipazione di “Sport in piazza”. «Invito tutte le famiglie ad intervenire – ha detto l’assessore Davide Sannazzaro – per rendere questa giornata una vera festa fatta di sano divertimento e mettersi alla prova in nuove attività. Un sincero ringraziamento anticipato va alla Pro Loco per il supporto tecnico».

Pubblicato l’elenco ufficiale

Contributi alle associazioni Il parroco don Beppe con i giovani chierichetti

Folla a perdita d’occhio dietro la Vergine

Cinque squadre in competizione per la vittoria finale

Pallavolo: grandi sfide al torneo dell’oratorio

Nel primo incontro “Quelli del gelato” hanno vinto di misura...

Il Comune di Cavallermaggiore ha deliberato lo scorso 29 agosto una prima serie di contributi concessi ad associazioni o realtà cavallermaggioresi che ne avevano fatto richiesta per il 2010. Tali finanziamenti, infatti, vengono erogati l’anno successivo a quello in cui si è presentata la domanda. «Le somme sono un po’ più basse – spiega il Vicesindaco Leone – perché dobbiamo tenere conto del netto calo dei trasferimenti da parte dello Stato». I beneficiari dei contributi (tra parentesi è indicato il nome del legale rappresentante) sono: Frazione Madonna del Pilone (Abrate Osvaldo), Euro 400. Co-

...contro i Seve(n) Foi, formazione tra le più interessanti del torneo

LUTTI

mitato festeggiamenti Pasco (Geuna Ubertino), Euro 280; Junior Cavallermaggiore calcio, settore giovanile (Gattino Gualtiero), Euro 4.000; Scout Agesci (Ottaviano Cesare), Euro 500; Estate Ragazzi Parrocchiale (don Brunato), Euro 500; Estate Ragazzi Madonna del Pilone (Abrate Osvaldo), Euro 150; Unione Sportiva Millone Accornero (Salamone Salvatore), Euro 150; F.C. Cavallermaggiore Calcio femminile (Fasciani Monica), Euro 100. Il totale dei contributi erogati in questa tranche è di 6.080 Euro. In autunno saranno concessi ad altre associazioni ulteriori finanziamenti. L.M.

Cordoglio per Martorana e Pairona

Decedute due donne

Sfida generazionale tra i Marenda Sinoira...

...ed i giovanissimi Cska Vodka, sconfitti nonostante la buona prova

È iniziato lunedì sera, sul campo dell’oratorio attiguo alla chiesa della Pieve, il tradizionale torneo di pallavolo che chiude l’estate sportiva cavallermaggiorese. Sono cinque quest’anno le compagini che si affrontano sul terreno di vicolo San Bernardino. La prima sera hanno esordito in quattro: Quelli del Gelato hanno battuto di misura, in un match molto combattuto (finito 2-1) i Seve(n) Foi. A seguire, un match “generazionale” tra i giovanissimi Cska Vodka ed i Marenda Sinoira (in campo, persino figlio contro papà). L’incontro è stato nettamente vinto da questi ultimi (3-0). Martedì è scesa in campo anche l’ultima squadra (che conosceremo la prossima settimana): i Mila Without Shiro. I giocatori che si sfidano al torneo provengono da Cavallermaggiore e dalle città vicine. Le squadre si battono in un torneo all’italiana (si gioca lunedì, martedì e giovedì). Gran finale giovedì 15 settembre, alle 21, tra le prime due classificate nel girone.

Due lutti hanno colpito nei giorni scorsi la comunità di cavallermaggiore. A fine settimana è infatti deceduta Domenica Martorana D. Martorana F. Pairona ved. Martorana, 81 anni. Originaria del Sud, casalinga, si pre- nio, alla morte del marito si se cura della famiglia. Il ma- trasferì in centro paese, in rito gestì per anni il negozio via XXIV Maggio. Casalinga, di vini in via Roma, vicino al- si è occupata della cura dell’attuale oreficeria. Lascia i la famiglia. Lascia i figli Pier figli Pino, Enza e Mauro con Mario e Fiorenzo. I funerale delle due donne sono stale rispettive famiglie. Nello stesso giorno è ti entrambi celebrati lunedì mancata Francesca Panero scorso nella chiesa di S. Mived. Pairona, 82 anni. Dopo chele. “Il Saviglianese” porge essere vissuta a lungo in campagna, in località Prado- sentite condoglianze.


20

paesi

giovedì 8 settembre 2011

BREVE DA MONASTEROLO Gruppo Alpini

Commemorazione a Cervasca

MONASTEROLO Ripristinate le tinture di pregio che erano state coperte

Torna l’antico decoro in Consiglio

Anche quest’anno il gruppo Alpini di Monasterolo organizza il giorno 18 settembre una commemorazione presso il Santuario di Cervasca Madonna degli Alpini per ricordare i caduti Monasterolesi durante le guerre libera a tutti, parenti e simpatizzanti. Alle ore 10.30 sarà celebrata la Santa Messa e la processione in onore di San Maurizio protettore degli Alpini.

Dopo l’intervento l’antico decoro della sala sarà riportato in auge

Anche lo scorso anno il Gruppo Alpini era andato a Cervasca

Tempo fa erano stati affidati alla Ditta Fabrica Restauri, con sede in via Po n. 25 a Torino, i lavori di manutenzione ordinaria, mediante tinteggiatura, della sala consigliare comunale. Durante l’esecuzione dei

GENOLA

Con Enzo Cortese

Un week end di fine estate piuttosto autunnale ha un po’ rovinato la Festa Country che l’associazione “Genola InVita” e la Proloco hanno organizzato intitolandola Festa dell’Amicizia e che si è svolta lo scorso 3 e 4 settembre. Sabato 3 settembre, onde evitare di essere sorpresi dalla pioggia, la cena country che doveva svolgersi in Via Pirandello è stata dirottata in piazza Marcos Juarez, più sicura per ripa-

Centro Anziani

Gita al lago la Sirenetta Giovedì 8 settembre gli amici del Centro Anziani hanno organizzato una gita al lago “La Sirenetta”. Partenza prevista per le ore 10, seguirà pranzo alle ore 12.

strati di tinta, la stuccatura delle parti deteriorate e l’assorbimento delle effluorescenze saline presenti su alcune porzione delle pareti. L’importo previsto per la realizzazione dell’intervento ammonta ad euro 4.200

più iva per un costo totale di 5.040 euro. Questo lavoro, pertanto, verrà realizzato al fine di ripristinare il decoro murale della sala consigliare. Renzo Otella

Partecipazione nonostante la pioggia

BREVI DA GENOLA Cabaret Sabato 10 settembre alle ore 20.45, negli spazi de “La Finestra sul Castello” si terrà una serata di cabaret con Enzo Cortese: brillate artista già conosciuto dal pubblico genolese.

lavori, sono emerse, sotto le varie tinteggiature realizzate negli anni passati, alcune parti di un sottostante decoro di pregio. Su specifica richiesta, la ditta torinese ha presentato il preventivo per la rimozione degli

Così si presenta il soffitto della sala consigliare comunale

Festa country in amicizia ro e coperto. Una serata comunque riuscita dove sono stati serviti fagioli tex-mex, manzo stufato alla one-ciop e pasta. Anche domenica il programma ha subito qualche piccola variazione. Ciononostante in tanti si sono nuovamente dati appuntamento in Piazza per condividere un pranzo in allegria con un’abbondante grigliata mista. E ancora per divertire i più piccini i simpatici gonfiabili e tanti intrattenimenti per grandi e pic-

I bambini si divertono tantissimo giocando con i gonfiabili

cini. Peccato davvero per l’inclemenza del tempo che pur avendo fatto modificare un po’ il ca-

lendario, non ha però rovinato il bel clima di amicizia che questa festa sa offrire. St.Aim.

Chiesetta di Santa Maria

Festeggiamenti

GENOLA

La piccola, ma vivace, frazione di Santa Maria di Genola, anche quest’anno festeggia la patrona con la Santa Messa di domenica 11 settembre alle ore 9. Seguiranno nel pomeriggio giochi per i bambini. Lunedì 12, alle ore 15, S. Messa in suffragio di tutti i defunti della frazione.Venerdì 16 settembre la 1° festa della Birra presso la chiesetta.

2ª Partita del Cuore

Ingresso ad offerta libera Si terrà giovedì 29 settembre la 2ª Partita del Cuore con inizio alle ore 19.30 presso lo stadio comunale. Al termine la classica braciolata al costo di 10 euro (caparra di 5 euro per prenotazione). Il ricavato dell’evento verrà devoluto per la realizzazione di progetti dei ragazzi della Cooperativa Sociale “La Finestra”. Per informazioni telefonare al 340.7411230 oppure presso il bar “La cittadello” in via Castello.

VOTTIGNASCO

C’erano stati alcuni disservizi

L’Ufficio postale non chiuderà Nei mesi scorsi si erano verificati alcuni “disservizi” dell’ufficio postale tant’è che alcuni cittadini si sono allarmati pensando che l’ufficio fosse in procinto di chiudere. Al fine di chiarire la situazione, la Giunta con il sindaco daniela Costamagna si è attivata per contattare la direzione delle Poste ed ha potuto parlare con gli uffici del dott. Pomero, responsabile del personale di Poste Italiane a Cuneo. Una volta esposti i timori della popolazione, è stato assicurato che le chiusure anticipate in alcuni giorni che si sono verificate tempo fa sono derivate dalla necessità di

sottoporre il personale a corsi di aggiornamento necessari. È stato, inoltre, spiegato che la carenza di personale abbinata a dei turni di lavoro molto rigidi, non permette la sostituzione del personale impegnato in corsi di aggiornamento o quant’altro. La stessa situazione ricorre nel caso di malattia dei dipendenti o assenze improvvise per motivi personali. In sostanza, le Poste non riescono a sostituire il personale se non nei casi in cui l’assenza dal servizio sia programmata in anticipo come nel caso delle ferie.

Gita degli ospiti della casa di riposo

Alla Sirenetta con l’Avo Alcuni degli ospiti della casa di riposo di Genola, lo scorso 31 agosto, sono stati accompagnati presso il lago della Sirenetta per una piacevole giornata in compagnia. Una positiva esperienza che ha fatto registrare piacevoli commenti ai simpatici nonnini attratti soprattutto dalla bellezza e dalla calma che questo laghetto sa regalare. Dopo l’apertura con la S. Messa celebrata da Don Marco,

VOTTIGNASCO

la parola è stata data ai presidenti Avo che hanno esposto il programma del volontariato. Allo scoccare dell’ora di pranzo, tutti in sala da pranzo dove ad attenderli c’erano invitanti tavole imbandite. E dopo ancora relax e per allietare il pomeriggio una simpatica esibizione di chitarra e fisarmonica. Il rientro poi col pulmino, ha riportato gli anziani nel soggiorno a Genola, forti di una giornata bella e armo-

Si ripetono negli anni le gite con i volontari Avo alla Sirenetta

niosa. La presenza di numerosi volontari AVO ha contribuito al-

la buona riuscita delle gita. Stefania Aimetta

Una serata per la giovanissima ballerina e il piccolo calciatore

Jessica e Lorenzo, da grandi faranno strada na Oxa dal titolo “Quando nasce un amore”. Marta, Noemi, Giada e Benedetta, hanno dedicato, invece, un ballo ai genitori, facendo loro una cortesia inusuale. Jessica ha eseguito un ballo con il nastro, fatto roteare in sincronia Jessica Turinetti, Lorenzo Cismondi, e il presidente della Pro Loco con le note musicali con grande destrezza, suscitando l’ammiraJessica Turinetti, giovanissima ballerina dilettante, giovedì sera della scorsa settimana zione dei bambini, seduti sul palco, che sotsi è esibita nel salone polivalente comunale, to la sua guida hanno imparato a muoversi tra i ripetuti applausi della folla che lo gremi- a passo di danza, sebbene all’inizio fossero va. Hanno condiviso il suo successo i venti- un po’ disattenti. Per ringraziarla della sua paquattro bambini di ambo i sessi, da lei adde- zienza, le mamme dei bambini le hanno fatstrati gratuitamente nei locali della canonica, to un bel regalo. In occasione del saggio, terminato con un in modo da far dichiarare ai loro genitori di essere molto soddisfatti. Valentina di undici ballo latino-americano. è stato festeggiato ananni e sua cugina Serena che ne ha soltanto che il decimo compleanno di Lorenzo Ciotto, oltre aver partecipato al saggio di bal- smondi, praticante del gioco del calcio e tifolo, hanno cantato, mostrando di possedere so della Juventus. I volontari della Pro Loco delle eccellenti doti canore, la canzone di An- gli hanno donato la bandiera della sua squa-

dra del cuore, un cuscino con la fodera a strisce bianco e nere, e un bel portachiavi. Dopo la scritta a caratteri cubitali “Tanti auguri a te”, sul grande schermo installato sul palco è comparsa la fotografia che lo ritrae mentre spegne, osservato dal fratello Simone, una candelina infilata in una fetta di torta. Jessica, raggiante di gioia per lo strepitoso successo della sua prima esibizione pubblica, lo ha baciato affettuosamente sulla guancia. Giovanni Bosio

Il festeggiato Lorenzo attorniato dagli amici


villanova – murello

VILLANOVA Non mancano le serate danzanti e lo spettacolo pirotecnico

In festa per la Madonna della Noce guito i monaci di Fruttuaria Canavese sostituirono costruendo la Chiesetta della Noce. Giovedì 8, appunto, iniziano i festeggiamenti: alle ore 21, in piazza Vittorio Emanuele II, presso il padiglione coIl Santuario della Madonna della Noce è poco fuori Villanova perto, serata danzante con Da giovedì 8 a lunedì 12 settembre Vil- l’Orchestra Luigi Gallia, ovvero “questa selanova si animerà di appuntamenti per la ra ne suoniamo due a Villanova… venite Festa patronale della Madonna della Noce ne’…”. organizzata dai Rettori del Santuario – queVenerdì 9, dalle ore 21.30, Festa della st’anno sono i signori Antonio Grosso e birra. Sotto il padiglione allestito in piazza Michele Fornero – e dalla Pro Loco del pre- Vittorio Emanuele II grigliata e volontà con sidente Roberto Botta. costine e salsiccia innaffiate da ottima birIl Santuario della Madonna della No- ra. La serata sarà allietata dalla musica dece, eretto nella campagna a circa tre chilo- gli “Eclettica” e degli “Infinguardian”. metri da Villanova, è stato oggetto di nuSabato 10 settembre, alle ore 21, granmerose leggende riguardo la sua costruzio- de evento musicale: Michele Fenati canta ne, la più nota delle quali parla di un bo- Lucio Battisti. Accompagnato da Vincenscaiolo rimasto gravemente ferito all’addo- zo Fabbri al pianoforte, Stefano Martini al me mentre abbatteva un noce con l’ascia. violino e Giulia Costa al violoncello, MiPoiché in quei paraggi non c’era anima vi- chele Fenati guiderà il pubblico in un veva, sarebbe morto dissanguato se la Vergine, ro e proprio viaggio musicale dedicato al apparsa tra i rami dell’albero subito dopo cantautore nato a Poggio Bustone: si poche l’uomo si era infortunato, non lo aves- tranno, quindi, ascoltare, brani celebri che se salvato grazie ai suoi poteri soprannatu- hanno reso grande la musica italiana e che rali. Come ringraziamento per l’avvenuto sono conosciuti da tutti – da “La canzone miracolo, il boscaiolo fece erigere in quel- del sole” a “Il mio canto libero” – ma anlo stesso luogo un pilone votivo, che in se- che brani meno conosciuti, ma non per

MURELLO

questo meno importanti – “Prendila così”, “L’aquila” – per rivivere le tappe fondamentali della straordinaria carriera di Lucio Battisti. Domenica 11 settembre è il giorno della Festa. Alle ore 10 processione dalla parrocchia fino al Santuario dove don Claudio Lerda celebrerà la Santa Messa solenne. Al termine, verso le ore 11.30, sul sagrato del Santuario verrà benedetto il sonetto dedicato alla gentilissima signora Deborah Sivestro in Ambrogio e a seguire l’esibizione della banda musicale di Villafranca Piemonte e un rinfresco per tutti. Alle ore 21, in piazza Vittorio Emanuele II, nel padiglione coperto torna la musica ed il ballo con l’orchestra spettacolo I “Ciao cerea”. Alle ore 22, tutti col naso all’insù per ammirare, i fuochi e l’intrattenimento pirotecnico realizzato dalla ditta Parente di Chieri. Lunedì 12 settembre, alle ore 10, al Santuario Santa Messa di inaugurazione dell’anno scolastico 2011-12 con presenza dei bimbi delle elementari, dell’asilo e loro insegnanti; alle ore 15.30 giochi per i bimbi seguiti da merenda per tutti i partecipanti. Alle ore 20, avrà luogo la cena di fine festeggiamenti offerta dai rettori a tutti i villanovesi: prenotarsi al più presto ai numeri 339.7292291 e 335.8366612. Ricordiamo ancora che giovedì 8 settembre, alle ore 20 ci sarà il S. Rosario e alle ore 20.30 la celebrazione della S. Messa; mentre venerdì 9 alle ore 14.30 si terranno le confessioni per i ragazzi e alle ore 16 la funzione di affidamento dei bambini alla Madonna. Paolo Biancardi

giovedì 8 settembre 2011

VILLANOVA

Il banco è nell’ex Confraternita

Beneficenza per l’Asilo

Così si presenta il Banco di beneficenza per l’Asilo infantile

Durante i festeggiamenti per la Madonna della Noce è stato allestito un grandioso banco di beneficenza presso l’ex Confraternita di Villanova. L’apertura è prevista per giovedì 8 settembre alle ore 21 proprio in concomitanza con l’inizio della festa. Il banco rimarrà aperto giovedì 8, venerdì 9 e sabato 10 settembre dalle ore 21 alle ore 24, domenica 11 dalle ore 15 alle ore 19 e dalle ore 21 alle ore 24; infine lunedì 12 settembre dalle ore 16 alle ore 19 e dalle ore 21 alle ore 24. L’organizzazione e l’allestimento sono stati curati dai membri del Consiglio di Amministrazione dell’Asilo infantile e da volontari villanovesi (adulti, ragazzi e ragazze): l’intero ricavato sarà, come sempre, devoluto all’associazione Asilo Infantile “Delfina Rinaudo Colonna”. Si potranno vincere ricchi premi – un biglietto 1,5 euro, quattro numeri 5 euro – tra i quali: televisore 21 pollici con decoder; bicicletta Cassa di Risparmio di Savigliano, soggiorno in una località turistica italiana, articoli in legno fatti a mano da un mastro mobiliere villanovese, quadri, giochi per bambini, casalinghi, e molto altro ancora. Pa.Bi.

VILLANOVA

Si presenta la nuova squadra di calcio

Partita con le vecchie glorie

Il Vescovo ha accettato le sue dimissioni. Da lui un «No comment»

Don Stefano rinuncia all’ufficio parrocchiale

Don Stefano Martini al momento dell’ingresso a Murello nel 2005

Il 31 agosto scorso, la diocesi di Torino ha reso nota la notizia della rinuncia di don Stefano Martini all’ufficio di Parroco delle Parrocchie di Murello, Faule e Polonghera. Don Stefano, nato a Villafranca il 26 marzo del 1942,

MURELLO

fu ordinato sacerdote nel giugno del 1967. A Murello giunse dopo una lunga esperienza in parrocchie più grandi: era il 10 settembre del 2005 quando la comunità lo accolse dopo alcuni anni travaglia-

ti. Prima di lui, infatti, i murellesi ricordano con affetto don Stefano Gioda, che resse la parrocchia per 27 anni, dal 1976 al 2003. Egli, aveva perso, negli ultimi anni, la vivacità d’un tempo, fino a che una grave malattia lo costrinse ad abbandonare la parrocchia. Dopo un periodo in cui godette dell’accoglienza dei sacerdoti della Parrocchia di Racconigi, trascorse gli ultimi mesi della sua esistenza presso una residenza ad Alpignano accanto ai Missionari della Consolata, reduci dalle missioni. La sua morte, avvenuta il 3 novembre 2003, scosse il paese. Fu allora nominato parroco di Murello don Aldo Giraudo (già parroco a Racconigi), cui i fedeli murellesi sono ancora oggi grati per la dedizione con i quali questi riuscì a far fronte agli impegni nella sua Parrocchia, pur assicurando un ottimo servizio an-

che alla comunità murellese. L’ingresso di don Stefano, in tempi di carenza di sacerdoti, fu accolto con entusiasmo dalla popolazione, che non sperava più di avere un parroco tutto per sé. Nel marzo 2009, don Stefano accettò di occuparsi anche delle vicine parrocchie di Faule e Polonghera, che riuscì a gestire grazie alla sua grande determinazione e all’aiuto dei salesiani di Lombriasco. Oggi, don Stefano rinuncia all’incarico: «la mia richiesta di dimissioni è stata accolta», dichiara, ma preferisce non dare spiegazioni riguardo ai motivi che l’hanno indotto a prendere tale decisione. Intanto, non sembra esserci alcuna novità riguardo al destino della parrocchia di Murello, così come delle comunità di Faule e Polonghera. Silvia Godano

Il Comune, con 36,8% è sotto la media del Consorzio

«Murellesi, dovete differenziare di più» “È necessario provvedere ad un incremento della raccolta differenziata”, recita una comunicazione del sindaco datata 31 agosto 2011. È fondamentale che la popolazione presti una maggiore attenzione allo smaltimento dei rifiuti: lo ha fatto presente una recente segnalazione del consorzio S.E.A. (Servizi, Ecologia, Ambiente) che gestisce la raccolta rifiuti in ben 54 comuni del circondario. Stando agli ultimi dati resi noti dal consorzio, la percentuale di differenziata nel comune di Murello è drasticamente sotto la media consortile: i dati provvisori disponibili, relativi ai primi sette mesi del 2011, mostrano infatti che, se la media consortile di differenziata si attesta intorno al

59,4 %, la percentuale di differenziata nel comune di Murello è del 36,8% . I numeri si commentano da sé: il comune di Murello non si può certo definire virtuoso sotto questo profilo. Entro la fine dell’anno, la normativa europea, prevede il raggiungimento del 60% di differenziata. Il consorzio non è lontano dall’obiettivo, ma è fondamentale l’impegno di tutti i comuni associati. I recenti episodi di abbandono rifiuti non giocano certo a favore del nostro comune: a fronte dei numerosi cittadini che fanno il loro dovere, c’è ancora chi si fa beffe della raccolta differenziata, ignorando che questa non solo è imprescindibile da un punto di

Sabato 10 settembre alle

ore 18 tutti al campo sportivo: verrà presentata al paese e ai tifosi la nuova squadra di calcio di Villanova. Per festeggiare l’evento, verrà disputata una partita amichevole contro le Vecchie Glorie locali. Dopo la partita un rinfresco per far sì che i tifosi possano conoscere i loro nuovi beniamici calcistici. Pa.Bi.

BREVI DA MURELLO Incontro con l’Arma

Su microcriminalità e violenza Il prossimo 16 settembre, alle ore 20.30, si svolgerà presso il salone comunale A. Sobrero, un incontro promosso dall’arma dei carabinieri. Si discuterà della microcriminalità ai danni di anziani e dall’emergenza della violenza sulle donne. Il sindaco, data l’attualità e l’importanza dei temi trattati, invita la popolazione a partecipare.

“Vapore reale” a Racconigi

Parteciperà Trattori e Trattoristi Ci sarà anche l’associazione Trattori & Trattoristi, amici dei mezzi d’epoca, alla grandiosa esposizione del 10 e 11 settembre presso il parco del castello di Racconigi, su “Vapore reale e nobili trattori, 150 anni di meccanizzazione agricola in Italia: uno sguardo al passato per capire il futuro”. Si potranno ammirare antiche locomobili, trattori a vapore e macchinari che hanno fatto la storia delle nostre campagne.

Fiori d’arancio A Murello la differenziata non decolla

vista ecologico, ma è conveniente per le tasche dei cittadini: i costi di smaltimento in discarica sono infatti altissimi (si parla di 108 euro a tonnellata più iva). S.G.

21

Sabato 3 settembre ALESSANDRO e REBECCA hanno coronato il loro sogno d’amore!!!!!! Ancora auguri e ringraziamenti per la bellissima festa. Gli amici di Murello.


22

caramagna – ruffia

giovedì 8 settembre 2011

CARAMAGNA

Sabato 10 cena e serata danzante

Anche i Gangaglietti in festa Weekend in frazione Gangaglietti con la Festa della Natività di Maria, alla quale è dedicata la sua chiesetta. Una Chiesa che è l’antico Santuario di Caramagna: e proprio via del Santuario si chiamerà d’ora in poi la strada, in riva al rio Rovarino, che le corre davanti e che verrà inaugurata giovedì 8 settembre, dopo la Santa Messa delle ore 21. Le Messe saranno anche celebrate, sempre alle ore 21, venerdì 9 e domenica 11 settembre. Sabato 10 settembre, dalle 20.30, i frazionisti organizzano la tradizionale “Cena ai Gangaglietti”. A seguire tutti in pista con l’Orchestra Enzo & Massimo con Sonia De Castelli.

CARAMAGNA

«Abbiamo rilanciato da due anni la Festa della nostra frazione, e quest’anno abbiamo voluto proporre un’orchestra affermata, allestendo anche una nuova pista per poter ballare e far festa – ha dichiarato Enzo Tuninetti a nome degli organizzatori – e ci aspettiamo tanta gente a cenare e ballare con noi». Al prezzo di 17 euro (10 euro i bambini sino ai 12 anni, gratis sotto i 5 anni) il menu prevede carne cruda, lingua in salsa, insalata russa, pasta al pomodoro, spalla al forno con piselli, formaggi misti, budino, frutta, caffè, digestivo – il vino ognuno se lo porta (se vuole) – prenotarsi al più presto al numero di telefono 347.9500650.

Scritte dai ragazzi che sono andati

Gmg: le nostre riflessioni Queste le riflessioni dei ragazzi e ragazze di Caramagna dopo la Giornata Mondiale della Gioventù di Madrid. «La GMG è stata per ognuno di noi qualcosa di speciale anche se vissuta in maniera diversa, a seconda dell’età e del periodo della vita in cui l’abbiamo vissuta. I più giovani di noi hanno apprezzato più tutto ciò che ci circondava, quella marea infinita di giovani che giungeva da qualsiasi parte del mondo, affrontando le barriere della distanza, della cultura e della lingua, per un unico scopo: incontrare Gesù.Tutto ciò ha riempito i nostri cuori di un nuovo coraggio, ci ha dato la carica necessaria per portare la testimonianza di Dio nella nostra vita ogni giorno, non soltanto in quei dieci giorni in cui la sua presenza nella nostra vita era facilmente percepibile. Quelli tra noi che invece avevano già partecipato ad altre GMG hanno invece apprezzato l’aspetto forse più profondo di questa esperienza: la ricerca di quel Qualcuno con

la Q maiuscola che riempa quel senso di vuoto che ogni tanto attanaglia ognuno di noi quando ci facciamo prendere dallo sconforto vedendo tutti i fatti orribili che accadono intorno a noi. Chiunque abbia partecipato a questa “avventura” era alla ricerca di qualcosa; qualcuno ne è cosciente, qualcuno non sa bene perchè è lì...Ma tutti lo scoprono più avanti. E poi.. C’è qualcuno che riesce davvero a vivere istanti di Amore Infinito, riesce davvero a scoprire Gesù come Vero Uomo e Vero Dio che ti tiene nelle sue mani. Questo è un dono che Qualcuno riceve mentre a qualcun’altro, magari senza che se ne accorga, Dio mette dei semi di Amore da donare che germoglieranno poi più avanti, magari a casa... Partecipare alla Gmg è lasciare che Dio arpeggi con le corde di noi stessi.... Sta poi a ciascuno di noi continuare a farle vibrare nel tempo ordinario, nella nostra vita di ogni giorno».

CARAMAGNA A Us. Caramagnese e ad Ass. Bocciofila

Gestione impianti sportivi La Giunta Comunale ha affidato anche per la prossima annata la gestione degli Impianti Sportivi all’U.S. Caramagnese, ed all’Associazione Bocciofila. L’U.S. Caramagnese, che riceve dal Comune un contributo che lo scorso anno era di circa 9 mila euro, gestirà il campo di calcio in erba naturale ed i due campi in erba sintetica, per i quali ultimi è autorizzata ad introitare direttamente i proventi della concessione in uso (60 euro/ora per il campo piccolo e 100 euro/ora per quello grande). Con i proventi l’associazione si impegna alla manutenzione di tutta la struttura riguardante l’area dei campi di calcio, mentre il Comune si fa carico delle spese dell’energia elettrica e del riscaldamento. L’Associazione Bocciofila, che ha in gestione il Palazzetto del Bocciodromo (escluso il bar), si impegna alla manutenzione ordinaria dei 5 campi interni ed esterni con relative tribune, della sede e dei servizi. L’Amministrazione Comunale si fa carico del pagamento del 75% delle spese di energia elettrica e riscaldamento, mentre il restante 25% è a carico dell’associazione. «Il Palasport ed il campetto di beach volley sono gestiti direttamente dall’assessorato comunale allo Sport. Sta per entrare in funzione anche il campetto libero per il calcio, aperto a tutti» ha dichiarato l’assessore Luigi Chiaraviglio.

CARAMAGNA

CARAMAGNA

Relatore Ernesto Concio, dal 12 al 15 settembre

Quattro serate sul libro antico

Ernesto Piero Concio, che terrà i 4 appuntamenti, e il sindaco Riu

“Il libro antico: un mondo a parte” è il titolo del ciclo di quattro serate, ad ingresso libero, dedicate alla scoperta del libro antico, promosso dal Comune con la Biblioteca Civica “Luigi Ornato”. Gli appuntamenti si terranno lunedì 12, martedì 13, mercoledì 14 e giovedì 15 settembre, sempre alle ore 21, presso la Sala Consigliare del Munici-

pio, ad eccezione di mercoledì 14 che avrà luogo nel cinema teatro comunale in occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico dell’Unitrè. Gli incontri saranno tenuti dal signor Ernesto Piero Concio, appassionato e competente bibliofilo. «Il signor Concio lo scorso anno ha fatto dono al Comune di una copia cinquecentesca, in suo possesso, degli antichi

Statuti Comunali del Quattrocento – ha detto la consigliera delegata alla cultura, prof. Daniela Oddenino –. Grazie al munifico dono, gli è stata conferita la cittadinanza onoraria di Caramagna, che egli ha voluto a sua volta onorare con questa serie di conferenze. L’ingresso alle serate è libero e costituisce un’occasione unica per avvicinarsi ad un mondo, quello del libro antico, spesso confinato ad un gruppo ristretto di appassionati». La prima serata, lunedì 12, sarà dedicata alla storia del libro antico, partendo dagli incunaboli del Quattrocento (i primi libri stampati in Europa) per arrivare all’esame delle cinquecentine (i libri stampati nel XVI secolo). La seconda conferenza, martedì 13, tratterà nello specifico il capolavoro dei libri umanistici, l’Hypnerotomachia Poliphili, stampato da Aldo Manuzio

il Vecchio a Venezia nel 1499 con 170 splendide xilografie: il libro descrive il combattimento amoroso in sogno di Polifilo, viaggio iniziatico che ha per tema centrale la ricerca della donna amata, metafora di una trasformazione interiore alla ricerca dell’amore platonico. La terza, mercoledì 14, illustrerà il simbolismo cristiano delle cattedrali medievali, con specifico riferimento alla basilica di S. Andrea a Vercelli. Infine, la quarta serata, giovedì 15 settembre, sarà dedicata alla storia della legatura, in particolare esaminando le bellissime legature liberty di inizio Novecento. È prevista, inoltre, in autunno – ma la data è ancora in via di definizione – una visita a Vercelli, per ammirare i codici del Museo del Duomo, la Basilica di S. Andrea e la Pinacoteca Borgogna.

CARAMAGNA L’installazione è stata inaugurata sabato scorso, ma non manca la protesta

Acqua frizzante? Certo, basta andare alla casetta sere che si possono acquisire in alcuni negozi caramagnesi e su cui la Pro Loco ha voluto inserire un invito a "scegliere Caramagna". Questo servizio di erogazione dell’acqua non è riservato ai soli residenti a Caramagna, ma vi potranno accedere anche gli abitanti dei paesi vicini. Da tenere presente che, essendo la casetta ubicata all’interno degli impianti sportivi, nelle ore notture, dopo le ore 23, il I bambini hanno appena “inaugurato” la casetta dell’acqua servizio rimarrà chiuso. Dopo il taglio del nastro, il Parroco Don ToSabato scorso alle 18 è stata inaugurata la "Casa dell'acqua" presso gli impianti sporti- nino Borio ha benedetto la nuova reavi. L'impianto dell'acqua è stato installato dal- lizzazione aggiungendo sale all'acqua, la ditta Cryos di Peveragno, il prezzo è di 5 ricordando il passo del Vecchio testacentesimi al litro per acqua fresca e frizzan- mento in cui appunto "Eliseo purifica te, 3 centesimi per acqua "piatta". L'erogazio- l'acqua aggiungendovi del sale". Ma qualche caramagnese vuole ne avviene o attraverso introduzione di monete da 5 centesimi in su – ricordiamo, però, “boicottare” la fontana pubblica. Infatche l’impianto non dà resto – o attraverso ti, come riportato nel sito tessere ricaribali presso la stessa casetta, tes- www.acquasporca.blogspot.com, si fa

RUFFIA

notare come, da questa realizzazione, il Comune economicamente ci rimetterà circa 900 mila euro all’anno per pagare acqua e corrente elettrica che dovrebbe invece accollarsi il gestore. Sembra che questa protesta – copia del volantino è stata distribuita il giorno dell’inaugurazione – sia figlia del mancato “contatto”, tra le ditte interpellate per la realizzazione della casetta, della locale Pierh20 e che già aveva portato il titolare di quest’ultima in piazza. Pa. Bi.

Si puà avere sia acqua gasata che naturale

Questo lo slogan scritto sulle nuove magliette indossate dai volontari della Pro Loco

“È sempre stato un mio sogno venire alla festa di Ruffia...” «La festa di San Grato è andata abbastanza bene – racconta il presidente della Pro Loco di Ruffia Stefano Giovanni Bergese – l’unico cruccio è stata la pioggia che è caduta nella giornata e serata di domenica. Comunque nei tre giorni sono state servite oltre 500 pizze sfornate dalla pizzeria Monsola di Villafalletto».

Non solo appuntamenti gastronomici e con il ballo, ma anche un’originale stima di una trota e di uno storione che, durante la festa, nuotavano in una vasca presso il campo sportivo di Ruffia. «Un mio concittadino, Aldo Dalmasso di Ruffia, ha azzeccato la stima dello storione e se l’è portato a casa – continua il presiden-

te Bergese – mentre la trota è andata ad un murellese, il signor Rubiolo». Questo perché non solo gli abitanti di Ruffia hanno partecipato alla festa di San Grato, ma anche i residenti nei comuni vicini. Tutti sono stati accolti dallo staff dei volontari della Pro Loco che per l’occasione sfoggiavano

simpatiche magliette, altra idea vincente del direttivo: dopo quelle, di colore gialle, con su scritto “I love Ruffia”, le nuove sono di colore azzurro: campeggia il faccione Ohmer e Maggie Simpson e la scritta “È sempre stato un mio sogno venire alla festa di Ruffia!”. Paolo Biancardi

Mostra della saluzzese Arbasio

“L’energia della psiche” Riprendono le mostre d’arte nell’antica Torre del Vecchio Consiglio nel cuore dei portici medioevali. Sabato 3 settembre, alle ore 16, ha avuto luogo il vernissage dell’esposizione delle opere di Ombretta Arbasio. Una giovane pittrice, nativa di Cuneo e residente a Saluzzo, Laureata all’Accademia delle Belle Arti di Cuneo “schiva, elusiva, ma dotata di un talento eccezionale, esce vincitrice da ogni confronto di tipo accademico pur riconoscendo l’importanza fondamentale di tale insegnamento”, come scrive Corrado Grappeggia. La mostra, che ha come titolo “L‘energia della psiche”, resterà aperta, con ingresso libero, sino al 18 settembre il sabato e la domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 18.

Molte le tavolate a destra...

... e le molte a sinistra sotto il padiglione coperto


paesi

MARENE

Il gruppo era accompagnato dal parroco don Efisio Edile

Gmg: «Un’esperienza fantastica» Anche un numeroso gruppo di giovani marenesi, accompagnato dal parroco don Efisio Edile, ha partecipato alla GMG di Madrid. Con tanto entusiasmo e trepida attesa in vista dell’incontro con papa Benedetto XVI, quasi 40 giovani hanno viaggiato alla volta della Spagna. In trenta hanno raggiunto Tarragona in pullman dove hanno trascorso i primi giorni, alcuni soggiornando in famiglia, altri in convento. Poi, insieme ad altri nove giovani marenesi volati in Spagna, il gruppo si è spostato a Madrid, dove ha alloggiato in palestre o piscine. Il programma prevedeva la catechesi al mattino con altri

gruppi di italiani, poi nel pomeriggio via libera alla scoperta della meravigliosa Madrid. Tra i momenti più coinvolgenti, ci spiegano alcuni di loro, c’è stata «la S. Messa di apertura col papa, poi la Via Crucis di venerdì. È stata un’esperienza fantastica, durante la quale abbiamo potuto conoscere gente proveniente da tutto il mondo: nelle piazze si faceva tutti insieme festa, eravamo tutti amici, e poi vedere di persona il Santo Padre ha toccato i nostri cuori». E le proteste anti-Papa? Per i giovani marenesi sono passate inosservate, perché «nessuno di noi ha visto niente e nemmeno ci siamo accorti di nulla». Albina Ambrogio

I giovani di Marene alla Gmg insime ai pari età francesi

giovedì 8 settembre 2011

MARENE

23

Allestito nei giardini del Municipio

Festa per i bimbi con ludobus Lunedì 12 settembre, giorno della festa patronale, nei giardini del Municipio verrà allestito il Ludobus, invitato per l’occasione dalla ludoteca “La capanna dei birbanti”. Come ci spiegano le mamme volontarie, «Il Ludobus è un furgone carico di giochi e attrezzature per permettere ai bambini ed ai loro genitori di inventare, giocare, costruire, imparare, saltare, colorare, correre, festeggiare, raccontare, sporcarsi, leggere, ruzzolare, truccarsi…». Ma non finisce qui: «Il ludobus è gestito da un’équipe di animatori che si occupa, in maniera educativa, dell’ideazione e della realizzazione dei programmi di gioco proposti e coadiuvati, in questa giornata, da noi volontarie della ludoteca marenese, il tutto in modo completamente gratuito». «Abbiamo pensato – dichiarano i responsabili della ludoteca – insieme ai genitori che frequentano la ludoteca ad un modo divertente per presentarci a chi ancora non ci conosce, e l’occasione della festa di settembre è sembrata la migliore. Così arriverà da Savigliano il ludobus per proporre stimolanti occasioni di gioco e di aggregazione per le famiglie». Anche durante la pausa estiva le volontarie della ludoteca hanno continuato a progettare per l’inizio delle nuove attività autunnali: «Vogliamo evidenziare che, durante l’estate, è stata creata una rete di scambi tra le cinque ludoteche presenti sul nostro territorio (Fossano, Manta, Marene, Saluzzo, Savigliano), al fine di presentare il nostro operato alla cittadinanza in un convegno che si svolgerà ad ottobre. Collegata a queste attività, sarà allestita una lotteria (i cui biglietti saranno in vendita nelle prossime settimane al costo di 1 solo euro) per raccogliere fondi da suddividere tra le ludoteche». Al. Am.

MARENE Il programma dei festeggiamenti patronali

“LaportAperta” in concerto Tutti insieme verso il Santuario de Nuestra Segnora de Loreto

MARENE

Porte aperte alla comunità indiana

“Aquilonata” tricolore La festa, questa volta, è riuscita a sconfiggere il maltempo: grande adesione infatti, soprattutto nel pomeriggio, per “Aquiloni a Marene”, presentati da Freesport di Biella con uno straordinario allestimento del campo volo con aquiloni statici e l’esibizioni di tutti i generi di aquiloni. Durante il pomeriggio i numerosi spettatori hanno potuto ammirare una sorprenden-

te “aquilonata tricolore” in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Per gli appassionati di cavalli è stata invece presentata una manifestazione di “gimkana western”, organizzata dai circoli ippici l’Orizzonte e Caval Maira, mentre anche la Comunità indiana Gurdwara Singh Sabha ha aperto le porte del proprio tempio a tutti i marenesi, che a fine giornata si contava-

CAVALLERLEONE Domenica 10 cm di pioggia

Nell’attesa che inizi la Messa celebrata dal vescovo a Madrid

no in più di cento. Per l’occasione il rappresentante della comunità, Avtar Singh Rana, ha accolto la cittadinanza, guidata dal sindaco Edoardo Pelissero, dall’assessore Brezzo e dal parroco don Efisio Edile, con un importante discorso. Rana ha innanzitutto ringraziato per «la vostra visita che ci fa sentire onorati e parte integrante di Marene. Questa sede è il punto di riferimento della nostra associazione, realizzata col vostro permesso nell’estate 2010 e, permettetemi di affermare, approvata anche dai cittadini di Marene e testimoniata dalla loro pre-

PAESI

senza oggi». Poi, ha proseguito Rana, «vorrei affermare che noi vogliamo rispettare i vostri valori e integrarci pienamente entrando a far parte della vita di questo Comune». La comunità indiana è aperta e disponibile “a ogni progetto d’interscambio culturale che si abbia voglia di realizzare”, con la convinzione che “la conoscenza reciproca di cultura, tradizioni, filosofia di vita facilitano l’integrazione tra le diverse comunità senza che alcuna perda la propria identità…per vivere in armonia e in pace”. Albina Ambrogio

Ancora modifiche al provvedimento

Allagata via Carlo Alberto Piccoli comuni: Giunta bye bye

Così si presentava domenica sera via Carlo Alberto

Dopo la violenta grandinata di fine luglio, che ha provocato non pochi danni in agricoltura, il maltempo funesta ancora il nostro paese. Nella giornata di domenica, a partire dall’alba fino a notte inoltrata, una serie di violenti acquazzoni si è abbattuta quasi ininterrottamente su Cavallerleone (oltre 10 cm di pioggia in meno di 24 ore), causando l’allagamento di numerosi garage e cantine. Verso il tardo pomeriggio, l’eccessivo sovraccarico ed un probabile intasamento delle

fognature hanno provocato l’allagamento di via Carlo Alberto, nei pressi della cappella di San Sebastiano, con conseguente momentaneo blocco del traffico. Fortunatamente gli abitanti della via sono prontamente intervenuti per ripulire i tombini e creare un passaggio per il drenaggio dell’acqua. In serata, in concomitanza con la diminuzione di intensità delle piogge, i disagi per la popolazione sono gradualmente rientrati. Gianluca Gianoglio

Piccoli comuni, ancora una modifica. Infatti, leggendo l’emendamento del Governo, presentato dal presidente della Commissione Bilancio, Antonio Azzolini, obbligatoriamente – entro 3 mesi – i comuni con popolazione inferiore ai 1.000 abitanti dovranno unirsi per gestire in forma associata tutte le funzioni amministrative e tutti i servizi pubblici loro spettanti sulla base della legislazione vigente. Le stesse Unioni dovranno provvedere anche alla programmazione economico-finanziaria e alla gestione contabile. I comuni più piccoli si dovranno aggregare in Unioni di almeno 5.000 abitanti, 3.000 per i comuni delle unità montane. Gli organi delle nuove unioni saranno il consiglio, il presidente e la giunta: il consiglio sarà inizialmente composto da tutti i sindaci e 2 consiglieri per ciascun comune. Nei comuni minori, ci sarà l’abolizione della giunta – queste decadranno con l’entrata in vigore della ma-

novra -: oltre al primo cittadino, fino ai 1.000 abitanti, ci saranno solo più sei consiglieri. «Se rimarrà così, è sostanzialmente peggio di prima – rivela il sindaco di Ruffia Boaglio – voglio ribadire, poi, che per me la Giunta è importante proprio perchè ci sono certe decisioni che devono essere prese collegialmente. Non voglio affatto diventare un “podestà”. E se la soluzione finale sarà questa, convocherò senz’altro un Consiglio comunale aperto». «Riteniamo, in accordo con l’Anci, che l’attuale proposta di 6 consiglieri, oltre al sindaco – dice il vice sindaco di Cavallerleone Giovanni Bongiovanni – sia deleteria per la rappresentanza e inutile ai fini del risparmio di denario pubblico, dato il costo trascurabile dei consiglieri comunali. I piccoli Comuni resterebbero fortemente esposti al rischio di commissariamento, data la maggioranza così esigua. Mi auguro che venga mantenuta la legge del 2010, che già aveva ridotto il numero dei consiglieri». Pa. Bi.

Ecco il programma completo per la festa patronale. Mercoledì 7 settembre, LaportAperta presenta il concerto “Eterna presenza”, venerdì 9 “Marene summer festival” con il gruppo Oxxa e festa della birra; sabato 10 settembre è prevista una serata danzante in piazza Carignano con l’orchestra “Luigi Gallia”. Per domenica 11 settembre ancora serata danzante in piazza Carignano con l’orchestra “Luca Frencia”, poi lunedì 12 in piazza Carignano ci sarà la tradizionale cena della “Polenta e salsiccia” preparata dalla Pro Lo-

MARENE

co e serata danzante con l’orchestra “Nunzia e la premiata band”. Gli appuntamenti continueranno domenica 18 settembre con “Il grande gioco dell’oca” presentato dalla Consulta giovani, mentre mercoledì 28 e giovedì 29 settembre si svolgerà, presso il Centro Incontro Anziani, la gara alle bocce “Trofeo dell’amicizia”. Durante i festeggiamenti patronali in piazza Carignano saranno allestiti il banco di beneficienza, la mostra del cucito e il luna park. Al.Am.

Esibizione sul palco in piazza Carignano

Musica, birra con gli OxxxA Dopo le quattro edizioni del Marene Summer Festival e l’ultima edizione della festa della birra di Marene, quest’anno il gruppo artistico Laportaperta e la Pro Loco esordiranno con un unico e grande evento, previsto per venerdì 9 settembre. A partire dalle ore 22, in piazza Carignano andranno in scena gli OxxxA, considerati da pubblico e critica una delle migliori cover band italiane. Indiscutibilmente carismatici, affiatati e coinvolgenti, gli OxxxA si avvalgono di un repertorio che tocca svariati generi di di-

verse epoche musicali, con un’unica caratteristica comune: devono essere (o essere stati) delle grandissime hits. L’appuntamento è per le ore 22 in piazza Carignano, dove ci saranno servizio bar e birra a volontà, con ingresso gratuito: un appuntamento da non perdere, per “un festival musicale e una festa della birra che ha intenzione di continuare a crescere insieme ai giovani che si prendono cura dell’organizzazione e animano la serata”. Al.Am.

MARENE 50 anni di ordinazione per don Battistino

Le celebrazioni religiose Anche la parrocchia ha definito un ricco programma in preparazione alla Festa Patronale. Mercoledì 7 settembre, alle ore 20.30 S. Messa con don Maurizio De Angeli sul tema “Appassiònati”, giovedì 8 alle ore 20.30 S. Messa celebrata da don Battistino Bergesio, in occasione del 50° anno di ordinazione, poi processione per il paese. Venerdì 9 settembre alle ore 15.30 sarà la volta della Festa dei pensionati, con Rosario, S. Messa e rinfresco. Lunedì 12

alle ore 10.30 in chiesa parrocchiale sarà celebrata la tradizionale S. Messa dei consacrati marenesi. Al.Am.

La Chiesa parrocchiale


24

giovedì 8 settembre 2011

CRONACA

Lastre di eternit in via Casalgrasso

Amianto abbandonato

Le lastre di eternit abbandonate Gli agenti della Polizia municipale hanno rinvenuto nelle adiacenze di via Casalgrasso delle lastre di eternit abbandonate. Ignoti le hanno scaricate da un camion presumibilmente nella notte del 1° settembre sulla stradina dietro al fabbrica di Annibale Viterie. Sono in corso indagini per risalire agli autori del gesto. Come è noto questo tipo di lastre sono causa di gravi problemi per la salute a causa della possibile liberazione di fibre di amianto che normalmente sono legate alla malta cementizia.

RIFIUTI

Al momento non vi è obbligo di rimozione delle coperture realizzate con questo materiale, che devono però essere mantenute in buono stato di conservazione. I materiali rimossi sono considerati rifiuto, pertanto devono essere conferiti in discarica autorizzata e non sono lecite altre tecniche di smaltimento quali interramento, rilevati stradali, incenerimento, etc.. Le operazioni di smaltimento devono essere effettuate da ditte specializzate. La legge vieta "l’abbandono e il deposito incontrollato di rifiuti sul suolo e nel suolo". La discarica abusiva è un reato penale che prevede l’arresto da sei mesi a due anni e un’ammenda da 2.600 a 26.000 euro, nel caso di rifiuti pericolosi.

Indicazioni dell’Ufficio ambiente

Come smaltire le siringhe L’Ufficio ambiente comunica che l’Azienda cuneese di smaltimento rifiuti ha segnalato che nei rifiuti plastici raccolti a Racconigi si riscontra la presenza di rifiuti sanitari, sia di provenienza domestica che da strutture di cura.Tra tali tipologie di rifiuto si rilevano, con sempre maggiore frequenza, siringhe le quali determinano notevoli problemi durante il trattamento, esponendo i lavoratori, che di tale rifiuto effettuano la cernita manuale, a seri rischi di contaminazione. Si ricorda, come dettato dalla vigente Dove buttare le siringhe? normativa, che le case di cura, ospedali e case di riposo devono smaltire le siringhe come rifiuti speciali attraverso gli idonei canali, mentre i cittadini devono gettarle nei contenitori per la raccolta dei rifiuti indifferenziati, avendo cura di proteggere l’ago rimettendo l’apposito cappuccio sulla siringa.

GARA

Domenica pomeriggio presso il Bar Plaza

Torneo di calciobalilla L'Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Racconigi, in collaborazione con il Centro Giovani, organizza il primo torneo di Calciobalilla a coppie fisse presso il Bar Plaza domenica 11 settembre a partire dalle ore

LABORATORI

15,30. Il torneo è aperto a tutti coloro che vogliono giocare su un calciobalilla. Iscrizione 5 euro a coppia entro mercoledì 7 settembre presso il bar di piazza Castello. La giornata sarà allietata dal Dj Disko Partyzani.

Iscrizioni gratis per gli under 30

Teatro e foto digitali L’Associazione Culturale Itaca e l’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune, grazie al sostegno della Provincia, organizzano due laboratori formativi di fotografia digitale e di teatro, gratuiti e riservati agli under 30. Il laboratorio teatrale, articolato in 12 incontri di 2 ore ciascuno, avrà luogo presso la sede di Voci Erranti, in via Fiume 22, e avrà per titolo “Prima o poi l’amore arriva”. L’obiettivo è di avvicinare gli studenti al linguaggio teatrale. Ogni incontro prevede momenti di lettura ad alta voce alternati a giochi-esercizi linguistici che coinvolgeranno direttamente i ragazzi, oltre a lavoro sull’improvvisazione e creazione di quadri teatrali con testi della letteratura e di composizione propria. Alla fine del percorso è prevista la realizzazione di una performance aperta al pubblico. Il laboratorio di fotografia digitale è rivolto a coloro che desiderano approfondire la propria passione per la fotografia. Le iscrizioni sono aperte fino al 30 settembre presso l’Ufficio Informagiovani di piazza Carlo Alberto 21, fino a esaurimento dei posti disponibili (tel. 0172.84562).

CRONACA

Incidente alla stazione: muore una rumena di 53 anni

Donna travolta dal treno Una donna di origini rumene è stata travolta da un treno in transito per Racconigi la sera di venerdì 2 settembre. Maria Lungu, 53 anni, collaboratrice domestica presso una famiglia di Torino, rientrava come ogni giorno dal lavoro con il treno delle 19 proveniente da Porta Nuova. Venerdì, dopo essere scesa al secondo binario, invece di recarsi al sottopassaggio come prescritto dalle Ferrovie, ha deciso di attraversare i binari utilizzando la passerella riservata ai disabili accompagnati. Questa imprudenza le è stata fatale perché proprio in quel momento sul primo binario stava sopraggiungendo un convoglio che, senza fermarsi nella nostra stazione,

ELEZIONI

procedeva a velocità sostenuta verso Torino. La donna si è accorta troppo tardi del pericolo: il locomotore l’ha travolta, trascinandola per alcuni metri fino in corrispondenza del passaggio a livello sulla strada per Caramagna. Sul luogo sono immediatamente giunti i sanitari del 118, ma a loro non è rimasto altro da fare che constatare il decesso. Nell’attesa che la salma venisse ricomposta e che Carabinieri di Racconigi e Savigliano e la Polizia ferroviaria di Bra svolgessero le indagini di rito, la circolazione sulla linea Torino-Fossano è rimasta bloccata fino alle 21. Sei treni sono stati soppressi e due deviati su altre linee.

Una bara tra i binari nel luogo dove è avvenuto il tragico incidente

Arrivata in Italia qualche anno fa, Maria Lungu si era stabilita prima a Genola per poi trasferirsi a Racconigi, in un allog-

gio di via Principe Oddone. Sentimentalmente legata ad un operaio italiano, aveva una figlia che abita a Torino.

Bianca Brignolo: un’altra donna si candida alla poltrona di sindaco

La politica si tinge di rosa Quest’estate a Racpo di persone, tra cui il figlio architetconigi la politica non è to, sul programma per rilanciare Raccoandata in ferie: i vari nigi. La loro collocazione politica è di schieramenti hanno centro destra CSU (Federazione Libecontinuato ad inconri Elettori Cristiani Solidali Uniti). trarsi ed a discutere. Le Quando le abbiamo chiesto se alle sue carte ne sono uscite ulspalle ci fosse l’ex-assessore Oderda teriormente rimescolaci ha risposto di no. te e si sono tinte ancor L’aspirante candidata ci ha parlato più di rosa: dopo la didei ricordi che la legano a scesa in campo della Racconigi ed al territorio: professoressa Luisa Perla falegnameria di famiglia, lo un’altra donna ha ani buoni formaggi di Biranunciato la sua intenzio- Bianca Emilia Brignolo ghi, i tempi in cui si fermane di candidarsi per la va ad acquistare i prodotpoltrona da sindaco alle elezioni della prima- ti di Osella sulla statale 20, il cavera 2012. Si tratta di Bianca Emilia Brigno- stello ed il viale... «Tengo molto lo, originaria di Cavallerleone, residena Racconite a Moncalieri, con parenti a Raccogi: ritengo nigi e Cavallermaggiore. Quindi con fondamenforti legami nella zona. tale valorizLa notizia circolava in città da alzarne le cune settimane, accolta con stupore e chiese e Luisa Perlo scetticismo. L’abbiamo raggiunta telefotutta la nicamente presso lo studio del mariparte artistica della to Sergio Forno, consulente di lavoro: città» ha insistito. ci ha risposto gentile e cordiale, conferSugli altri fronti, mando di avere accettato la proposta continua a tener piede formulatale da alcuni amici racconigela nascita di una coalisi. «Ho intenzione di candidarmi, anzione che potrebbe anche se premetto che non c’è ancora Gianpiero Brunetti dare da Scarpino a Caniente di ufficiale» ha precisato. vallo. Alla sua guida è Ha però accettato di rispondere ad alcu- sempre indicato Gianpiero Brunetti, unico ne domande: sta già lavorando con un grup- uomo politico, per ora sulla piazza, all’altezza

CURIOSITÀ

Lo hanno visto... dalla macchina

SCUOLE

di guidare una lista così eterogenea di uomini di Pd, Sel, Udc, Fli, Cittadini indipendenti e civici. Un gruppo che è andato costituendosi dopo le elezioni provinciali proprio in vista delle amministrative del 2012 e che già collabora da mesi a livello comunale. Restano alla finestra Rifondazione e il gruppo d’Insonnia… Brunetti dovrà chiarire se c’è spazio per loro nella sua lista oppure se ognuno andrà per la propria strada. In questo caso potrebbero correre da soli. Anche Luisa Perlo in questi ultimi mesi non è stata con le mani in mano. La sua lista ha preso consistenza: sembra siano entrati in campo alcuni giovani e una donna del Borgo Macra molto conosciuta. Anche se la campagna elettorale può dirsi già iniziata alla grande (e negli ambienti politici cittadini se ne ha chiaro sentore), i giochi non sono comunque ancora chiusi. Resta per esempio da vedere che cosa faranno Oderda, Milli e Forza Italia: difficilmente se ne staranno fuori. E resta da vedere che cosa farà Reviglio e la Lega. Intanto non è ancora stato chiarito un particolare di non poco conto: le liste della primavera 2012 saranno formate da 16 o da 12 candidati? Beatrice Becchis

Priolo all’elementare, la Colla alla media

Un fungo davvero maxi Una conferma e un ritorno

Alberto con il maxi-fungo Il giovane Alberto Bordese posa orgoglioso per il fotografo che lo ritrae con un fungo gigantesco che ha trovato nei pressi di Demonte: si tratta di un por-

cino dal peso di 1,600 kg. Curiose le modalità che hanno portato al ritrovamento: era il giorno di Ferragosto ed Alberto viaggiava in macchina con i suoi familiari diretto in montagna per vedere i cervi. Guardando dal finestrino, al suo occhio di falco non è sfuggito qualche cosa di strano in mezzo agli alberi. Ha gridato al babbo di fermarsi ed è corso nel bosco, dove le sue ipotesi sono state confermate: quello che aveva visto era un fungo di dimensioni veramente notevoli. Ora è stato fatto seccare e verrà mangiato con il risotto.

Una conferma ed un ritorno alla direzione delle scuole cittadine. A presiedere la Direzione didattica comprendente la Scuola dell’infanzia statale e l’elementare, è stato confermato Tarcisio Priolo. PerGiulia Colla Alloa Tarcisio Priolo mane dunque per il terzo anno l’accorpamento tra l’istituto di Cherasco, dove Priolo è titolare, e quello di Racconigi. Per quanto riguarda invece l’istituto comprensivo comprendente la scuola media Bartolomeo Muzzone e le scuole elementare e media di Caramagna, è stata affidata “a scavalco” alla dirigente Giulia Colla, già direttrice della nostra scuola elementare ed attualmente dell’istituto comprensivo di La Morra.


racconigi

LUTTO

L’estremo saluto dei racconigesi al maestro Sismonda

Anche la Gancia al funerale

Carlo Sismonda al suo tavolo di lavoro

Eravamo abituati a vederlo sotto i portici, nelle vie del centro storico, a passeggiare oppure a discutere animatamente con qualcuno. Perché era una persona che sentiva le responsabilità di un cittadino e niente di quanto succedeva a Racconigi, le cose belle e quelle brutte, lo lasciava indifferente. Veramente Carlo Sismonda era una parte di Racconigi, ed è per questo che non lo dimenticheremo. È mancato lunedì 28 settembre all'ospedale di Cuneo. La bara è giunta in città mercoledì mattina e l'Amministrazione comunale ha allestito la camera ardente nella Residenza Angelo Spada. In tanti, racconigesi, ammiratori, amici, hanno voluto recargli l'ultimo

saluto. I funerali sono stati celebrati nel pomeriggio di mercoledì 31 settembre. Il corteo funebre, preceduto dalla banda, ha percorso via Ormesano, le vie del centro storico, ed ha raggiunto la chiesa di San Giovanni Battista, dove il maestro aveva esposto tante volte i suoi quadri sacri e tenuto i suoi concerti d’organo. Ad attenderlo, tra una moltitudine di persone, la presidente della Provincia Gianna Gancia, gli amministratori della città, molti sindaci della zona, le autorità militari, critici d'arte, pittori e artisti suoi colleghi, il suo pubblico che per anni aveva applaudito la sua arte e la sua musica, i rappresentanti di Croce Rossa, Avis, Arsha, Ana, Vigili del Fuoco volontari... All’altare il parroco don Aldo, don Umberto, don Filippello e il parroco di Pollenzo don Mauro. Luisella Eula ha suonato per lui quell’organo testimone di tanti concerti. Carlo è stato ricordato con affetto dal sindaco Adriano Tosello, suo grande amico: «Era un uomo intelligente, battagliero, orgoglioso delle proprie idee, generoso... un artista che ha portato il nome di Racconigi in tutto il mondo. È entrato tante volte nel mio ufficio, al primo piano del Palazzo comunale, per proporre iniziative per la città oppure per presentarmi qualche lamentela. Iniziavano allora grandi discussioni, perché lui si intendeva di tutto. Ha dato tanto a Racconigi, ma forse la sua città non l'ha compreso. E di questo voglio chiedergli scusa a nome di tutti perché, come spesso capita, avendolo in casa non ci eravamo accorti della ricchezza di Carlo». Tosello ha raccontato alcuni aneddoti della vita del maestro: quando la Rai lo aveva intervistato in attesa delle elezioni di papa Ka-

RICORDANO IL MAESTRO

RICORDANO IL MAESTRO

Liprandi

Umberto Casale

Quando si incontra una persona, si intrecciano parole, pensieri e, se s’instaura un rapporto forte, costante… ognuno ha una sua modalità per esprimere sentimenti e dimostrare la simpatia, l’apprezzamento e la stima. Per il Maestro Carlo Sismonda il mio modo di esprimere e di evidenziare una valutazione estremamente positiva delle sue opere e una profonda stima, oltre al rapporto umano e artistico sincero, fu quello di cercare di abbinare una sua opera artistica con ognuna delle mie raccolte poetiche. Ora che Carlo ha valicato il confine terreno, sono ancor più contento della scelta fatta e voglio ricordarlo così con le sue artistiche pennellate di intensi colori che presentano i miei versi… Grazie Maestro! Costanzo Liprandi

La nota più originale dell’artista Carlo Sismonda (1929-2011) è stata quella di aver abbracciato due universi che sembrerebbero non contenibili in una sola vita: quello della musica e quello della pittura, rovesciando spesso l’uno nell’altro e dando vita a momenti di elevata poesia, ormai nota nei quattro angoli di mondo. Ne sono un brillante esempio le numerose tele raccolte sotto il titolo: “Beethoven con i colori di Sismonda” (parzialmente esposti nella mostra di Bonn del 1997): lo spirito di Beethoven, la serenità delle sue sinfonie, trovano nei quadri del pittore un riscontro poetico. La musica in effetti è il vincolo che unisce la vita dello spirito alla vita dei sensi, accesso immateriale al mondo della conoscenza superiore, mondo che abbraccia l’uomo; nella musica lo spirito vive, pensa, crea, per questo essa è – come dice il papa pianista: “un linguaggio universale”. Dello spirito e della sterminata opera artista di Carlo vorrei sottolineare due dati che, penso, ci permettono di cogliere a fondo il suo cuore e il messaggio che ha lasciato a tutti. Il primo è senza dubbio l’inquietudine: questo è stato il motore della vita interiore, senza mai fermarsi, anche attraverso difficoltà, errori, soffe-

Musica e colori Le tue dita agili e veloci son diventate note si rincorrono si toccano si fondono e le note sono petali di pensieri s’incontrano s’intrecciano si uniscono e i pensieri sono anime si specchiano s’abbracciano s’amano. Non c’è nota stonata non c’è parola che ferisce non c’è ombra di rancore nell’ultimo tramonto che incendia il cielo – e il vecchio cuore – quando l’aria si fa colore e i colori vapori d’una terra che palpita ancora … e domani un’esplosione di tinte forti sarà il giorno il tuo… per sempre.

Fedele lettore de “Il Saviglianese”

rol Woityla e quando, pochi anni dopo, a Montreal si trovò a porre la sua firma proprio a fianco di quella di Giovanni Paolo II. «Non c'è associazione che Carlo non l'abbia aiutata – ha sottolineato Tosello –: non ha mai detto di no a nessuno, Non tanti sono così disponibili». L'ufficialità e la cordialità di Sismonda sono state ricordate anche dal presidente della Provincia Gianna Gancia: «Quando ricevevo le lettere del pittore Carlo Sismonda era un piacere leggerle: i suoi versi erano pennellate di colore. Ringrazio il maestro del tributo che ha dato alla Provincia e mi impegno a divulgare e mantenere viva la sua arte nella Granda». La salma del maestro è stata tumulata nel cimitero di Racconigi. Sono intanto allo studio varie iniziative per ricordare la sua opera: verso fine settembre-inizio ottobre la nipote Marilena Audisio intende allestire una mostra dei suoi quadri presso la Galleria San Pietro, a Savigliano. b. bec.

Adriano Tosello e Gianna Gancia al funerale

Con alcuni degli amici più cari a Roma nel luglio 2004 renze, incomprensioni, ha tenute vive le domande, la sua ricerca della bellezza e della verità non è mai venuta meno. Del resto una vita senza ricerca – diceva già Socrate – non è degna dell’umano. Per questo, in ogni suo quadro, sia esso un paesaggio o un interno, un tramonto o un’alba, nature morte o persone vive, traspare tutto il pathos che l’artista vive interiormente, ogni tela diviene un’epifania di quel mondo, una traccia capace di comunicare – come solo l’arte sa fare – ciò che non è dicibile con sole parole. Si può così scorgere nei quadri e nelle composizioni musicali traccia del suo percorso esistenziale: si pensi, in particolare, all’ultimo tratto che egli chiamò “Pittura del silenzio”. Messaggio di grande attualità: chi oggi sa ascoltare e osservare il silenzio? L’altro aspetto sta nella capacità di Sismonda di aver saputo leggere in profondità (intus-legere: intelligenza) i due libri della manifestazione di Dio: la natura e la Scrittura, ha attinto – come dice M. Chagall – «il suo pennello in quell’alfabeto colorato che è la Bibbia». Non soltanto il ciclo dell’arte sacra (Dai Vangeli, opera presente nella Chiesa delle Vallette di Torino, Arte sacra, nella pinacoteca di S. Giovanni in Racconigi), ma ogni sua opera diviene come una porta aperta verso l’infinito, verso una bellezza e una verità che vanno oltre il vivere quotidiano. Un’esperienza estetica che ciascuno può fare davanti a un quadro, a una poesia, a un brano musicale: riscoprire nell’arte una parte di quella via pulchritudinis che l’uomo d’oggi dovrebbe ricuperare nel suo significato più

profondo. Soltanto lo sciocco «crede che la realtà sia quella che si vede» (E. Montale), soltanto i materialisti e i superficiali (quelli che credono a tv e giornali…) si chiudono a ogni esperienza artistica, resi incapaci di quell’apertura alla Trascendenza che è il tratto costitutivo dell’umano. Sismonda ha dunque saputo compiere un percorso di filocalia (amore della bellezza), ricercando nella bellezza l’apertura alla trascendenza, a scorgere attraverso la nuda materia la delicata presenza di Dio. Bellezza come ‘porta’ che dischiude l’offrirsi del “Tutto nel frammento”, dell’infinito che irrompe nell’infinito. Basti osservare e ‘gustare’ un volto del Cristo, tante volte raffigurato come Crocifisso e Risorto, per cogliere in Lui la rivelazione del Dio/Agape che si allea con gli uomini fino al dono totale di sé, e la rivelazione dell’uomo, chiamato come il Cristo alla pienezza della vita, alla Bellezza «che ha fatto bella ogni cosa a suo tempo» (Qoélet 3,11). In tutto questo egli è stato non soltanto musicista e pittore, ma anche poeta: sapeva ‘dipingere’ anche con i versi (come ha ricordato G. Gancia nel saluto al maestro). Se si vuole davvero raccogliere il messaggio dell’Artista, occorre fermarsi a contemplare una sua opera, e operare il passaggio dalla semplice realtà esteriore alla realtà più profonda che esprime, quella che ‘parla’ al cuore, capace di dire l’indicibile, per cogliere «il raggio di bellezza che ci colpisce, che quasi ci ‘ferisce’ nell’intimo e ci invita a salire verso Dio» (Benedetto XVI). Umberto Casale

giovedì 8 settembre 2011

25

RICORDANO IL MAESTRO

Mario Abrate Gli occhi dello spirito idealmente nel suo Monviso, alle ore 15 del 29 agosto, il generoso cuore del Maestro Carlo Sismonda, arrestandosi all’età di ottantadue anni, ha posto fine a quel tumultuoso, lussureggiante fluire di composizioni musicali e di opere pittoriche che dalla sua Mente e dal suo Cuore, per oltre settant’anni, ha fluito verso il mondo, suscitando dibattiti, raccogliendo crescenti consensi, fino ad imporlo uno dei maggiori artisti italiani della seconda metà del XX secolo. Della sua straordinaria costruzione estetica, dove musica e pittura compongono un inscindibile unicum, ha già detto molto, e molto dirà ancora la critica. Ora, nel momento della separazione dell’uomo dal mondo, nel discorso sulla complessa personalità dell’artista, vorrei soltanto dire della mia lunga comunione con lui: solo di questa mia personale esperienza All’organo di San Giovanni posso con vera e profonda autenticità dare alcuni sintetici cenni, attraverso i quali realizzare un’immagine vera, autentica, della luminosa complessa realtà dalle molte valenze che si definisce nella personalità artistica del pittore e musicista Carlo Sismonda. Proprio come tra infanzia e adolescenza, per la nascente coscienza, un momento fondamentale è l’incontro con il mondo fantastico della fiaba, un momento non meno decisivo, tra adolescenza e prima gioventù, per la maturazione nella persona di una forma spirituale vera e profonda, è l’incontro con l’arte, che io ho avuto il privilegio di imparare ad ascoltare, e in essa cogliere i valori profondi della vita, attraverso l’incontro con Carlo Sismonda. Ero un giovane che aveva incontrato e conosciuto la sofferenza fisica, ed Egli, che della sofferenza, e del senso di isolamento e solitudine nella quale chiude la persona, aveva profonda e meditata esperienza, mi venne incontro con lo slancio dell’uomo adulto che sa di dover comunicare a un giovane l’esperienza fondamentale della solidarietà, a fargli sentire che non è solo nel suo cerchio di solitudine. Era un abbraccio quello di Carlo Sismonda che mi avvicinava a un’esperienza di vita complessa e combattuta, che andava ben oltre i piccoli orizzonti della nostra città. Un abbraccio che era anche un trasfondermi, con e per l’affetto, la fiducia verso me di un uomo che aveva negli anni della vita percorso il mondo lungo le difficili strade della creazione artistica. Una creazione artistica della quale avevo allora un’immagine scolastica e didascalica, sfuggendomi ancora il profondo nesso di conoscenza del mondo che la persona raggiunge per la meditazione dei percorsi che ogni vero artista compie per tutti noi. Questo lo avrei capito soltanto per gradi, conseguenza di conversazioni con Carlo Sismonda, ma più ancora di esperienze concrete accanto a lui nel suo studio; seguendo il concreto realizzarsi di suggestivi momenti della sua ricerca artistica, sempre combattuta e da dubbi e riflessioni interiori, ma anche spesso da un cieco chiudersi: rifiutarsi del mondo. E non sempre per pura ottusità. In questi giochi di tensioni, tra viaggi e mostre e nelle principali città d’Europa e nel Canada e Stati Uniti, particolarmente bello e consolatore per il Nostro Artista, ho seguito l’affacciarsi e poi il definitivo affermarsi della presenza del mondo intero come spazio per la sua pittura. Ho vissuto l’intimo piacere, ma anche la tensione, il forte impegno a esprimersi nelle forme più alte del Nostro Carlo Sismonda, ogni volta che, ed è accaduto sempre più spesso, una galleria pubblica o privata o un’associazione culturale lo invitava a esporre. La felicità della pittura di Carlo Sismonda, felicità nella forma che gli è propria: penso al “Ciclo su Beethoven”, uno dei momenti fondamentali del suo slancio creativo, ma anche alla “Deposizione”; dove si ricapitola tutto il grande arco della pittura sacra di Carlo Sismonda, con al centro la figura del Cristo, nella sua doppia valenza di dolore umano e di riscatto divino. Ma penso anche a quei tanti suoi quadri, ognuno una conchiusa e appassionata emblematizzazione simbolica del destino dell’uomo. Un uomo tanto più presente e vivo quanto più ridotto a una notazione nel paesaggio, dove la sua opera tenace ed effimera si realizza e interviene, a segnare di una nota di ineffabile, dolorosa poesia la immodificabile perennità grandiosa dei cieli, dei soli, delle grandi notti stellate, delle vastità marine e degli scenari montani delle nostre comuni alpi. E tutto questo è anche qui intorno e soprattutto dentro noi a interrogarci. Per questo mi sia consentito di dire con ognuno di voi e per ognuno di voi il mio personalissimo grazie al maestro e amico Carlo Sismonda. Mario Abrate

Un grazie commosso da don Aldo Il parroco don Aldo e l’intera comunità ecclesiale di Racconigi, in occasione del trapasso del maestro Carlo Sismonda, rinnova il ringraziamento all’Artista che ha fatto un grande dono a tutti: le numerose tele che compongono il ciclo dell’Arte Sacra – con quadri che raffigurano eventi e personaggi della Bibbia (Antico e Nuovo Testamento) – ora esposte nella “Pinacoteca Carlo Sismonda”, sita nei locali della parrocchia S. Giovanni Battista in Racconigi.

Vive nel ricordo SANTINA FERRO Ha lasciato i suoi cari all’età di 72 anni Santina Ferro vedova Cavagnero. Ne danno il triste annuncio le figlie Tiziana (con il marito Angelo Bellissimo e la figlia Amanda che tanto amava) e Marina, la sorella Giuseppina, le cognate, nipoti e parenti tutti. I funerali sono stati celebrati nel pomeriggio di giovedì 1° settembre nella chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista. Alla famiglia nel dolore le condoglianze della redazione de “Il Saviglianese”.


26

racconigi

giovedì 8 settembre 2011

APPUNTAMENTI Festa di Borgo Santa Maria

Tre giorni di magia e grande musica

EVENTO

Nel parco rivive la storia della meccanizzazione agricola

Vapore reale e nobili trattori canica agricola”), William Dozza (“Il primo trattore agricolo e sua evoluzione fino al 1960”), Marco Limina (“Meccanizzazione agricola: gli ultimi cinquant'anni ed i prossimi cinquanta”) e Franco Zampicinini (“Le trebbiatrici: dagli albori alle moderne mietitrebbiatrici”). Nella giornata di domenica 11 settembre avverrà invece la trebbiatura del grano con una locomobile a vapore ed una trebbia Marshall’s Sons del 1906. Durante i due giorni di manifestazione si potrà assistere alla dimostrazione con locomobile e trattori a vapore degli anni 1890-1934 e alla messa in moto di trattori d’epoca con motori benzina/petrolio, testa calda e diesel. In particolare, presso il cortile nord del castello, verrà effettuata l’accoglienza Claas Italia, con l’esposizione dei primordi e

Iniziano giovedì 8 settembre i festeggiamenti di Borgo Santa Maria. La prima giornata è dedicata in particolare ai più piccoli: dalle ore 15 giochi per bambini sul piazzale delle chiesa, merenda, premiazioni e, alle ore 18, benedizione. Alle ore 21 spettacolo di magia con Mago Magozapo. Per concludere lancio delle lanterne volanti. Venerdì 9 settembre si danza con Mambo Jambo (ore 21) ed alle 22,30 arrivano i Take That per un concerto live. Sabato 10 settembre dalle ore 19,30 cena a pic nic sui tavoli approntati in piazza dal Comitato organizzatore, con dolce offerto dalle pasticcerie Reale e Millebaci. A seguire serata danzante con Andrea. Ospite live Raffaella Carrà. Tutte le sere intrattenimenti per i bambini e pitture viso.

Risorgimento e Resistenza

Con lo spettacolo delle scuole medie Il Progetto Cantoregi ripropone giovedì 8 settembre in piazza degli Uomini (ore 21) lo spettacolo “Addio, mia bella, addio!” realizzato con gli alunni della scuola media su testi di Maria Agnese Fossati e Vincenzo Gamna. La rappresentazione è stata programmata in occasione della serata dal titolo “Risorgimento e Resistenza” organizzata dall’ANPI, dal Comitato Nazionale 8 settembre e dal Comune. Interverranno il presidente provinciale dell’ANPI, senatore Attilio Martino, e don Aldo Benevelli. In caso di maltempo la manifestazione sarà rinviata al giorno successivo, venerdì 9 settembre.

delle macchine a vapore 18901910. Il percorso di visita proseguirà con la rassegna delle locomobili con caldaia a fiamma di ritorno, la trebbiatura con locomobile a vapore, i trattori dell’aratura di stato 1915-1918, i trattori Henry Ford, la serie Fordson 1917-1950, i trattori a petrolio dal 1930 al 1950. Alla Margaria avrà luogo l’accoglienza Nils, con i trattori a testa calda 1928-1955, i trattori diesel e semi-diesel 1940-1960 ed i trattori a vapore delle praterie americane. Alla manifestazione collabora l'associazione Trattori & Trattoristi, amici dei mezzi d'epoca di Murello. Ingresso: 2 euro (Uno per i giovani tra i 18 e i 25 anni, gratuito per i minori di anni 18 anni, gli over 65 ed i possessori della Tessera Musei Torino Piemonte).

Giornata dell’hobbista

Stand creativi in piazza degli Uomini Domenica 11 settembre, dalle ore 10 alle 19, piazza degli Uomini ospiterà gli stand degli hobbisti: RacconigiEventi e RacconigInCentro, in collaborazione con il Comune, propongono infatti la 4ª giornata dell'Hobby Creativo. Saranno presentate esposizioni di casette di pietra, origami, modellismo ferroviario, modellismo medioevale, costruzioni di carta, legno artistico, riproduzioni delle macchine di Leonardo, ceramiche, saponi, bambole di pezza... Per tutta la giornata saranno a disposizione insegnanti in grado di dare consigli e di iniziare coloro che lo desiderano alla scoperta del mondo fantastico degli hobby e sarà possibile acquistare presso i vari laboratori il materiale per partecipare ai corsi.

Principi tra storia e fiaba

Nelle proposte del castello per i bambini Domenica 11 settembre, dalle ore 10,30, al castello verrà proposta ai bambini e alle loro famiglie l’attività “L’educazione del piccolo principe.Da Emanuele Filiberto di Savoia Carignano ad Umberto II, ultimo re d’Italia, gli obiettivi dell’educazione di un bambino che nasceva principe e poteva/doveva diventare re”. Sempre domenica, nel parco ritorna il “Bosco delle fiabe”. Passeggiando lungo i sentieri del giardino storico sarà possibile incontrare i personaggi delle più tradizionali fiabe dell’infanzia: Cappuccetto Rosso e il lupo, Cenerentola, la Bella Addormentata ed il suo Principe Azzurro e tanti altri ancora.

Festa del grano alla Pedaggera: correva l’anno 1997

“Vapore reale e nobili trattori: 150 anni di meccanizzazione agricola” è il titolo della manifestazione in programma sabato 10 e domenica 11 settembre, dalle 10 alle 19, nel parco reale. Si tratta di un’importante esposizione storica di locomobili, trattori a vapore e trattori storici. Fin dalla seconda metà dell’Ottocento la tenuta del Castello era stata sede di sperimentazioni di nuovi macchinari, esposti alle fiere di meccanizzazione agricola.

MOSTRA

Sabato 10 settembre, alle ore 10, in occasione dell‘apertura dell’esposizione, è stata organizzata una tavola rotonda sui “150 anni di meccanizzazione agricola in Italia”. Dopo il saluto della soprintendente Giuse Scalva, la parola passerà ai relatori: Renato Balestrino (che parlerà sul tema: “L’azienda della Real Casa del Castello di Racconigi“), Aldo A. Mola (“L'ammodernamento dell'agricoltura nel Vecchio Piemonte e nella Nuova Italia”),Vittorio Marchis (“Archeologia della mec-

In occasione dei 150 anni della prima ascensione al Monviso

Il Re di Pietra in fotografia

Ritorna “Sport in piazza”

Domenica nel parco dell’ex-Neuro Ritorna domenica 11 settembre la manifestazione “Sport in piazza 2011”, organizzata dall’assessorato allo Sport in collaborazione con il Coni provinciale e l’assessorato della Provincia di Cuneo. Dalle ore 14 nel parco dell’ex-Neuro (ingresso da via Fiume) le associazioni e i gruppi sportivi operanti sul territorio di Racconigi incontreranno tutti coloro che sono interessati a conoscere maggiormente le varie discipline sportive ed a sperimentare, sotto la guida esperta degli istruttori, vari esercizi di ogni singola specialità.

Per i beati racconigesi

Caterina de Mattei e Clemente Marchisio Per la festa della Beata Caterina, fino a venerdì 9 settembre verranno celebrate delle messe presso la casa natale della Beata alle ore 8,30 e 20,30. Per la festa del Beato Clemente Marchisio, da lunedì 13 a venerdì 17 settembre messe nella chiesa di San Giovanni Battista alle ore 8,30 e 20,30. Domenica 18 settembre, Festa dei Beati Racconigesi Caterina de Mattei e Clemente Marchisio, messa solenne nella chiesa di San Giovanni Battista alle ore 10.

Mostre in città

Pittura, scultura, grafica, fotografia Sono numerose le mostre in programma questo mese in città. Dal 10 al 25 settembre il gruppo spontaneo di pittura del lunedì espone le proprie opere nella sacrestia della casa della Beata Caterina con il titolo di “Tavolette” (inaugurazione sabato 10 alle ore 17). Dal 15 al 18 settembre nel Palabiscotto sotto l’ala di via Carlo Costa “Arboles”, personale del pittore carmagnolese Coco Cano. Dal 15 al 25 settembre il Circolo Fotografico Racconigese propone la mostra “Un tema, un autore” nella chiesa di San Giovanni Decollato (orari: giovedì 15 e venerdì 16 ore 21-22; sabato 17 e domenica 18 ore 16-19 e 21-23; sabato 24 e domenica 25 ore 18-19). Dal 17 al 26 settembre nella chiesa di Santa Croce verrà allestita la mostra “Ancora insieme”: grafica, pittura e scultura di Giovanni, Ettore, Mario ed Umberto Allemani.

Mietitura con trattore d’epoca nel parco reale nel giugno del 2002

Foto del Monviso nella chiesa di Santa Croce

RASSEGNA

Il Monviso visto da un’angolazione inedita: dalla pianura. È questo il tema della mostra fotografica aperta fino a venerdì 9 settembre nella chiesa di Santa Croce a cura della sezione CAI di Racconigi, in collaborazione con il Circolo Fotografico Racconigese (orario di apertura: 17-19). Sono una quindicina i fotografi che hanno esposto le loro opere: Andrea Burzio, Angelo Alberelli, Angelo Gambetta, Beppe Fava, Claudio Racca, Davide Dutto, Domenico Brizio, Fabrizio Mondino, Giovanni Rolando, Giuseppe Cuntuliano, Mariagrazia Baj, Pierpaolo Viola, Rocco Agostino e Tonino Milanesio. Nella mostra è possibile ammirare anche una carta geografica “degli Stati Sardi in terraferma” datata 1852, quando il Monviso ancora non era stato scalato. La manifestazione rientra nell’ambito delle iniziative in occasione del 150° anniversa-

rio della prima ascensione effettuata da Mathews. La mostra si concluderà venerdì 9 con una serata condotta da Mario Monasterolo nel corso della quale verranno letti i racconti delle prime pionieristiche scalate alla vetta del Monviso, tra cui prorio quella di Mathews e di Quintino Sella. In questa occasione è stato inoltre ristampato il libretto “1925-2000, una croce sul Monviso”. In esso, attraverso rare fotografie ed una ricca documentazione, si racconta l’impresa di un gruppo di racconigesi della Gioventù Cattolica che il 30 agosto 1925 portarono in cima al Monviso la croce di ferro. La sera di venerdì 23 settembre infine (ore 21) presso la Sala Donegani dell’exospedale civile, è in programma una conferenza dal titolo “Da Mathews alla posa della croce (1925)”, racconti di varie scalate sulla grande montagna.

Serate musicali per l’handicap

La Terra e i suoi frutti “Racconigi un autunno a colori” debutta con un ciclo di serate in musica dal titolo “La Terra ed i suoi frutti”, organizzate dalle Associazioni Le Serre e Arsha. La rassegna sosterà presso le residenze per portatori di handicap della nostra città, portando in quei luoghi le note allegre della musica e invitando la gente a riflettere su temi che ci coinvolgono tutti in prima persona. Si inizierà martedì 13 settembre (ore 21) presso la Comunità Arcobaleno di villa Tanzi con il gruppo “Pàtê à huile”. Si proseguirà mercoledì 14 all’Alambicco di via Generale Dalla

Chiesa con Michele Banchio e “Le SensAzioni”. Giovedì 15 sarà la volta di Villa Anna Rita dove si esibiranno Gualtiero Alladio ed i suoi amici del “Progetto Khorakhané” (il concerto sarà preceduto alle ore 17,30 dalla presentazione in Biblioteca civica del libro “Aiutami a non aver paura” di Cristiana Voglino). La rassegna si chiuderà alla grande, martedì 20 settembre, in piazza degli Uomini con uno spettacolo della Scuola di Circo Macramé, Butter Clown, il gruppo musicale “Gli amici d’infanzia” e l’intervento dei rappresentanti di tutti i gruppi che han-

Michele Banchio e le SensAzioni

Gualtiero Alladio e i Khorakhané

no partecipato alle precedenti serate della rassegna. Il ciclo avrebbe dovuto iniziare già lunedì 12 settembre nella chiesa di San Domenico con un concerto del Coro del Milanol-

lo di Savigliano. Fabio Aprea, a nome degli organizzatori, informa però che “purtroppo, a causa di problemi non dovuti all'organizzazione, la serata è stata cancellata”.


attualità

POLITICA Torna il tradizionale appuntamento della Lega Nord alle sorgenti del Po

Il rito dell’ampolla con Bossi & C. Torna, come ogni anno a metà settembre, la Festa dei Popoli Padani, il tradizionale appuntamento – il rito dell’ampolla, ricordate? – che la Lega Nord celebra da sempre in Provincia di Cuneo. L’evento vedrà la partecipazione delle personalità più importanti del movimento, primo tra tutti il segretario federale e ministro delle Riforme Umberto Bossi, che sarà accompagnato dal ministro per la Semplificazione Normativa Roberto Calderoli, dal governatore del Piemonte nonché segretario nazionale Roberto Cota, dalla presidente della Provincia Gianna Gancia. Primo momento giovedì 15, alle ore 8, con la partenza della Cicloturistica Monviso-Venezia,

GASTRONOMIA

corsa non competitiva che seguirà il tragitto del fiume Po per arrivare nella città della Serenissima in occasione del comizio finale di domenica 18 settembre, quando l’acqua raccolta a Crissolo verrà riversata nella laguna veneta. Venerdì 16 settembre a Pian del Re, sotto il Monviso, alle ore 12.30 si svolgerà la tradizionale cerimonia del prelievo dell’acqua alle sorgenti del Po con l’ampolla, seguita dal pranzo con le autorità alle ore 13 a Pian della Regina – ricordiamo che ci si può prenotare allo 0175.94907, i posti sono liberi fino ad esaurimento. La festa cuneese si concluderà alle ore 16 a Paesana, in piazza Piave, con il comizio di

I leghisti cuneesi alle sorgenti del Po per il rito dell’ampolla

Umberto Bossi. «Festeggeremo perché dopo l’approvazione dei decreti attuativi sono entrati in vigore i costi standard per l’erogazione dei servizi – spiega il segretario provinciale della Lega Nord Stefano Isaia –. È un anticipo del federali-

smo fiscale che rende uguali tutte le parti d’Italia. Fino ad oggi il Sud era avvantaggiato e molti ci hanno lucrato a discapito del Nord. D’ora in poi, invece, tutti i costi saranno uguali e tutti i cittadini avranno uguali diritti».

Un depliant raccoglie le 74 manifestazioni della Granda

Le prelibatezze degli itinerari di “Autunno con Gusto” Da alcuni anni l’Azienda Turistica Locale del Cuneese presenta al pubblico proposte ed eventi per meglio “gustare” il territorio di montagna e pianura della Provincia Granda. Un vero e proprio itinerario turistico-gastronomico in cui sono inserite quelle manifestazioni aventi come denominatore comune i prodotti tipici, la gastronomia, la tradizione ed il loro legame con il territorio. Un percorso, quindi, attraverso le feste tradizionali, il folklore delle valli alpine, i cibi e la cultura contadina. Basta scorrere il calendario delle manifestazioni per rendersi conto che le proposte sono numerose e che, per chi ama davvero la buona tavola, è difficile resistere alla tentazione. Il depliant di “Autunno con Gusto”, in distribuzione gratuita da alcuni giorni, è disponibile in un’unica versione

RIFLESSIONE

Il buon mangiare: polenta, funghi e castagne

bilingue (italiano e francese). Il calendario include 74 manifestazioni dedicate ai più svariati prodotti tipici e naturalmente anche al prodotto principe dell’autunno cuneese, la castagna. Per ognuna delle fie-

re sono indicati il titolo, il luogo e le date di effettuazione, gli orari, i riferimenti telefonici ed i siti internet per ottenere maggiori informazioni. È anche allegata una dettagliata mappa della provincia di Cuneo per aiutare il turista a giungere a destinazione per incontrare la gastronomia cuneese e visitare splendidi centri storici, borghi, castelli, palazzi nobiliari e antiche pievi. Chiunque voglia ricevere una copia del nuovo opuscolo può far richiesta direttamente agli uffici dell’Atl del Cuneese in via Vittorio Amedeo II a Cuneo (tel. 0171.690217), info@cuneoholiday.com. L’elenco degli eventi può anche essere consultato collegandosi online al sito dell’Atl: www.cuneoholiday.com. Paolo Biancardi

Dalla manovra economica alla Giornata Mondiale della Gioventù

Una storia di ordinaria... rivoluzione europea Ci eravamo lasciati mentre veniva approvata una manovra economica che non è bastata a tranquillizzare i mercati e ci troviamo ancora con altra manovra e stessi problemi cui non si sa o non si vuole mettere una pezza. Oggi poi lo spauracchio pare essere la parola “mercati”, ma questi cosa sono? Ecco cosa scrive Josè M. Castillo: “I mercati finanziari concentrano quantità impressionanti di capitali il cui destino fondamentale non è la produzione o la distribuzione di beni finchè la gente viva, ma è l’accumulo di ricchezza per il profitto…”. Si tratta, quindi, “di quantità impressionanti di capitali il cui destino fondamentale è il guadagno, la concentrazione di questo capitale, in poche mani con detrimento inevitabile della produttività. Risulta impossibile calcolare il danno che l’efficacia (per i ricchi) di questo sistema economico sta arrecando precisamente alla gente più povera della Terra”. Mentre leggevo queste parole dal libro “Fuori dalle righe”, mi sono state passate due cartelle che girano su Internet e che parlano di una pacifica rivoluzione avvenuta in Islanda e che tutti i media avrebbero taciuto. Il titolo è “Storie di ordinaria rivoluzione” autore Marco Pala. “Il popolo islandese è riuscito a far dimettere un governo al completo; sono state nazionalizzate le principali banche commerciali; i cittadini hanno deciso all’unani-

Come sempre folla di giovani alla Giornata Mondiale con il Papa

mità di dichiarare l’insolvenza del debito che le stesse banche avevano sottoscritto con la Gran Bretagna e con l’Olanda, forti dell’inadeguatezza della loro politica finanziaria; infine, è stata creata un’assemblea popolare per riscrivere l’intera Costituzione, il tutto in maniera pacifica. Una vera e propria rivoluzione contro il potere che aveva condotto l’Islanda verso il recente collasso economico. Sicuramente vi starete chiedendo perché questi eventi non siano stati resi pubblici durante gli ultimi due anni. La risposta ci conduce verso un’altra domanda, ancora più mortificante: cosa accadrebbe se il resto dei cittadini europei prendessero esempio dai ‘concittadini’ islandesi? Questi ultimi hanno impartito una lezione di democrazia diretta e di sovranità popolare e monetaria a tutta l’Europa, opponendosi pacificamente al sistema ed esaltando il pote-

re della cittadinanza di fronte agli occhi indifferenti del mondo”. Alzando un poco gli occhi, è parso dare qualche speranza quella gioventù riunita per la GMG, ma ormai siamo un po’ scettici perchè finora, a queste adunate oceaniche, non è seguito nulla di reale: pace, bene comune o attività politica. Mica saranno finiti tutti in convento i milioni di partecipanti agli incontri che si sono succeduti in un ormai lungo lasso di tempo? Ma nel momento del loro incontro col Pontefice, nelle chiese echeggiava la domanda che Gesù poneva ai suoi discepoli e che ora pone agli uomini d’oggi? Ovvero “e voi chi dite chi io sia?”. Conosciamo la risposta di Pietro, ma quale è la nostra? È interessante notare come la domanda, risuonata a Cesarea, continui a creare ancora interrogativi inquietanti. Per molti giovani Gesù rappresenta oggi la novità, la freschezza, la contestazione di una

società di un sistema vecchio, arido, privo di fantasia e creatività. Ma non si vedono prese di posizione. Qualche anno addietro, alle masse oppresse dell’America Latina (dove si terrà la prossima giornata GMG) Gesù era apparso come un liberatore, il simbolo di una speranza che non è soltanto in un Aldilà mitico e misterioso, ma Roma ha provveduto a mettere a tacere le comunità che s’ispiravano alla Teologia della Liberazione e la normalizzazione è stata un terribile passo indietro. Agli operatori sociali Gesù era apparso come un rivoluzionario che lotta contro l’ingiustizia, l’oppressione, lo sfruttamento dell’uomo sull’uomo e si potrebbe continuare. Sono risposte diverse, date o ancora da dare, giuste o sbagliate, eppure è proprio dalla risposta alla domanda posta dal Cristo che conseguono poi comportamenti tali da cambiare con le persone anche il mondo, come hanno ampiamente dimostrato i primi discepoli e quanti nella Storia si sono messi alla sequela del Rabbì di Nazareth. Il tempo d’agosto è finito, ma i problemi che coinvolgono le nostre vite sono rimasti e ci chiedono vigilanza, impegno, serietà, ognuno al proprio posto. Dai sacrifici non potremo esimerci, ma, almeno, speriamo in una equità che per ora è mancata, soprattutto da parte di chi dovrebbe darne l’esempio. Osvaldo Pignata

giovedì 8 settembre 2011

27

CONVEGNO Previste borse di studio per i partecipanti

Si parla della libertà religiosa Anche quest’anno il Centro studi sul pensiero contemporaneo mette a disposizione degli studenti una borsa di studio per la partecipazione alla Summer School 2011, organizzata in collaborazione con il St. Mary’s College of Maryland in Alba e con le sedi di Cuneo della Facoltà di Giurisprudenza e della Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Torino, grazie al sostegno del Comune di Cuneo, della Fondazione CRT e della Fondazione CRC. Il titolo scelto per la quarta edizione, in programma a Cuneo dal 20 al 24 settembre prossimi, è “Libertà religiosa e trasformazioni democratiche. Dalle ‘rivoluzioni’ nell’area mediterranea ai problemi globali”. «Grazie ai contributi dei finanziatori – spiega il presidente del Cespec, Sergio Carletto – i candidati che presentano domanda hanno la possibilità di usufruire di una borsa di studio per la partecipazione alla Summer School 2011, che approfondirà da un punto di vista pluridisciplinare il tema della libertà religiosa, in modo tale da far emergere problematicamente il legame tra tradizioni religiose e violenza, nonché le molteplici modalità politiche, sociali e culturali attraverso cui hanno preso piede le attuali trasformazioni democratiche o, al contrario, si sono consolidate forme differenti di intolleranza. L’evento cercherà, in particolare, di mettere a confronto le tradizioni religiose del mondo occidentale con quelle proprie dell’area arabo-mediterranea». La borsa contribuisce alla copertura delle spese per il trasferimento e per la permanenza durante l’iniziativa. Ad avere la possibilità di accedere alla borsa saranno studenti, laureati, dottorandi e ricercatori delle discipline coinvolte nella Summer School: filosofia, storia moderna e contemporanea, sociologia, scienze giuridiche, scienze politiche, scienze religiose e discipline affini. Gli interessati devono inviare una richiesta di erogazione, comprendente i propri dati e contatti, esclusivamente tramite posta elettronica (school.cespec@gmail.com o davide.sisto@cespec.it), allegando il curriculum vitae e le motivazioni che li hanno spinti a partecipare.

IN BREVE Quote rosa nella Granda

«Poche» secondo Futuro e Libertà Sbirciando tra i regolamenti comunali delle cosiddette sette sorelle, Futuro e Libertà punta il dito sul fatto che solo il comune di Mondovì, in modo esplicito, promuove e favorisce la presenza di entrambi i sessi nella Giunta e che gli altri parlano in modo generico di pari opportunità o addirittura evitano l’argomento. Per quel che concerne la presenza femminile in Giunta, Fli evidenzia che il primato va a Saluzzo, dove le donne sono quattro su otto, mentre nelle altre città la presenza degli “assessori-donna” scende: a Savigliano ed Alba due su otto, a Cuneo due su nove, a Mondovì ed a Bra una su otto ed a Fossano zero su otto. Ed in Provincia? Le donne in Giunta sono 3 su 11, tra cui la presidente Gianna Gancia.

Confartigianato Cuneo

Nuovo direttore generale Cambio al vertice di Confartigianato Imprese Cuneo. Alessandro Mario Ferrario, classe 1965, ha lasciato il ruolo di amministratore delegato di Tecnogranda SpA, per diventare, dal 1° settembre, direttore generale. Ferrario, che subentra a Gianangelo Brovia, ha lavorato in Italia e all’estero per imprese multinazionali di largo consumo e dei servizi. Ha al suo attivo un’esperienza consolidata nella gestione dell’innovazione tecnologica. Inoltre, dal 2003 al 2007 è stato professore a contratto presso l’ateneo di Parma e dal 2007 al 2008 presso il Politecnico di Torino. Infine nel 2008 e 2009 è stato direttore generale di Finpiemonte. Gianangelo Brovia rimarrà, comunque, nel gruppo direzionale. «Mi piace definire questo passaggio come l’impostazione di “una continuità nella discontinuità” – ha spiegato il presidente di Confartigianato Cuneo, Domenico Massimino –. La continuità vuole sottolineare l’ottimo lavoro svolto finora da chi ha dimostrato doti umane e professionali non comuni nel gestire l’Associazione, sia dal punto di vista sindacale che di servizio. La discontinuità, invece, rapprsenta il valore aggiunto, quella nuova vitalità nel guardare al futuro, di cui il nostro comparto ha fortemente bisogno».

“Camminata per l’India”

Solidarietà per Mangalore Domenica 11 settembre si tiene la 3ª “Camminata per l’India” ai laghi di San Lorenzo di Fossano, promossa da “Insieme per l’India”, l’associazione nata in memoria di Rupert, il ragazzino indiano adottato da una famiglia di San Lorenzo e morto a diciassette anni. Il ritrovo è fissato alle ore 15,30 presso la chiesa di San Lorenzo, alle ore 16 la partenza. È prevista una merenda dolce ai laghi, a metà percorso, e una merenda sinoira sul piazzale della ex scuola di San Lorenzo, sede del Circolo della frazione. L’iscrizione costa 8 euro: il ricavato servirà per comprare un boiler per l’ospedale di Mangalore, in India, dove le suore, in carenza di mezzi, sono costrette a scaldare l’acqua per sterilizzare gli strumenti per le cure dei 400 ospiti accendendo il fuoco a legna. Per prenotazioni e iscrizioni contattare i seguenti numeri: 0172.691543 - 347.9516280 - 346.3685509 - 0172.693059 - 0172.691263.


28

spettacoli

giovedì 8 settembre 2011

Sono aperte le iscrizioni ai corsi di recitazione

AL CINEMA

TEATRO

SAVIGLIANO

Riapre il Centro Milanollo

AURORA Via Ghione, 10 -Tel. 0172/71.29.57 Terra ferma ven. 9 e mart. 13 (21.15), sab. 10 (20.15-22.15) e dom. 11 (16.3018.30-21.15). Chiuso per riposo: lun. 12. CINECITTÁ Via Torino, 252 - Tel. 0172/72.63.24 (informazioni e prenotazioni) Da ven. 9 a merc. 14 SALA 1: Super 8 (Fer.: 20.30-22.30; dom.: 16.30-18.30-20.30-22.30). SALA 2: Bad Teacher - Una cattiva maestra (Fer.: 20.30-22.30; dom.: 16.30-18.30-20.30-22.30). SALA 3: Contagion (Fer.: 20.30-22.30; dom.: 16.30-18.3020.30-22.30). SALA 4: Kung Fu Panda 2 - 3D (Fer.: 20.30-22.30; dom.: 16.30-18.30-20.30-22.30). SALA 5: Le amiche della sposa (Fer.: 20.30; dom.: 16.30-18.30-20.30). Cose dell’altro mondo (Fer. e dom.: 22.30). Giov. 15: giorno di riposo settimanale.

BRA IMPERO Via V. Emanuele - Tel. 0172/41.23.17 - www.cinemaimperobra.it SALA GRANDE: Kung Fu Panda 2 - 3D merc. 7 e giov. 8 (20.20-22.30), ven. 9, sab. 10, lun. 12 e mart. 13 (20.20), dom. 11 (16.20-18.20). Box office - 3D ven. 9, sab. 10, lun. 12 e mart. 13 (22.30), dom. 11 (20.20-22.30). SALA MAX: Bad Teacher - Una cattiva maestra merc. 7 e giov. 8 (20.20-22.30). Contagion da ven. 9 a mart. 13 (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16.20-18.20-20.20-22.30). SALA MIGNON: Cose dell’altro mondo merc. 7 e giov. 8 (20.20-22.30). Bad Teacher - Una cattiva maestra da ven. 9 a mart. 13 (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16.2018.20-20.20-22.30).

SAVIGLIANO. Gestire un Centro di formazione teatrale di questi tempi è una scelta alquanto impegnativa. I gravi e continui tagli economici nel campo della cultura (che dovrebbe essere il “petrolio” dell’Italia), l’impossibilità di reperire altre fondi e l’amarezza che si vive nel constatare con quanta facilità vengono soppresse realtà artistiche che hanno segnato la storia del nostro Paese portano ad un senso di sfiducia e di demotivazione generale. Tanto più nei giovani. Nonostante le numerose difficoltà, è sicuramente una bella realtà cittadina e provinciale quella del Centro di forma-

zione teatrale Milanollo, nato nel 2006 per volontà dell’associazione Voci Erranti e dell’assessorato alla Cultura di Savigliano, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio e che vanta la partecipazione di molti giovani bravi, seri e fortemente motivati nell’impegno, desiderosi di apprendere e di sperimentare nell’ambito dell’arte della recitazione. Allievi che, attraverso le lezioni settimanali, gli stages mensili, i tirocini e le esperienze in diverse realtà teatrali hanno la possibilità di fare pratica. Il teatro è un’arte molto ricca, in quanto comprende la musica e la danza, la recitazione e l’immagine, la

VITTORIA Via Cavour - Tel. 0172/41.27.71 SALA METROPOLIS: Lanterna verde - 3D merc. 7 e giov. 8 (20-22.30). SALA MILLENNIUM: Professione assassino merc. 7 e giov. 8 (20.15-22.30).

CENTALLO NUOVO LUX Via Roata Chiusani, 1 - Tel. 0171/211726 CHIUSURA ESTIVA

CHERASCO GALATERI - Via Cavour, 37 - Tel. 0172/489205 CHIUSURA ESTIVA

SALUZZO CIVICO - Tel. 0175/43756 CHIUSO PER LAVORI ITALIA Tel. 0175/42223 Kung Fu Panda 2 da merc. 7 a merc. 14 (20-22.15), dom. 11 (16-18-20-22.20). Lanterna verde merc. 7 (2022.15). Super 8 da ven. 9 a merc. 14 (20-22.15), dom. 11 (16-18-20-22.20). Terraferma da merc. 7 a merc. 14 (2022.15), dom. 11 (16-18-2022.20). Come ammazzare il capo... e vivere felici merc. 7 (20-22.15). Lanterna verde da ven. 9 a merc. 14 (20-22.15), dom. 11 (16-18-20-22.20).

RACCONIGI CINEMA S. GIOVANNI - Via Cesare Billia, 10 CHIUSO - Le proiezioni riprenderanno nel mese di ottobre

BORGO S. DALMAZZO CINELANDIA: Tel. 0171/26.52.13 - Prenotazione posti al n. 199.151.645 o sul sito www.cinelandia.it Merc. 7 e giov. 8 Bad Teacher - Una cattiva maestra (20.30-22.40). Come ammazzare il capo... e vivere felici (20.20-22.40). Fright night - Il vampiro della porta A (20.15-22.40). Kung Fu Panda 2 (20-20.20-22.35). Kung Fu Panda 2 - 3D (20.30-22.40). Lanterna verde - 3D (20.10-22.40). Le amiche della sposa (22.40). Professione assassino (20.10-22.45). Questa storia qua - Il film (20.30-22.35). Solo per vendetta (20.15-22.45).

FOSSANO I PORTICI - Via Roma, 74 - Tel. 0172/833381 SALA VISCONTI: Kung Fu Panda 2 ven. 9 e sab. 10 (20.30), dom. 11 (16.1518.15), da lun. 12 a merc. 14 (20). Cose dell’altro mondo ven. 9 e sab. 10 (22.30), dom. 11 (21), da lun. 12 a merc. 14 (21.45). SALA FELLINI: Questa storia qua ven. 9 e sab. 10 (21-22.30), dom. 11 (16.30-18.30-20-21.30), da lun. 12 a merc. 14 (21). SALA DE SICA: Box office 3D - Il film dei film ven. 9 e sab. 10 (20.15-22.30), dom. 11 (16.30-18.45-21), da lun. 12 a merc. 14 (21). Giov. 15: chiuso per riposo. NELLE FOTO: SUPER 8

POESIA

Il Centro è attivo dal 2006 ed è coordinato da Grazia Isoardi

MUSICA

scrittura e la regia. La scuola, coordinata da Grazia Isoardi di “Voci Erranti”, ha come docenti bravi artisti quali Riccardo Maffiotti, Doriana Crema, Jean Mening ed i danzatori della Compagnia Tecnologia Filosofica di Torino. Il Centro Milanollo è luogo di formazione, ma anche occasione di incontro e confronto con i diversi artisti che collaborano, spazio di ricerca e di creazione artistica, opportunità di partecipazione a festival, rassegne e produzioni teatrali. Inoltre, da anni, collabora con l’Università degli Studi di Torino realizzando progetti con la Facoltà di Scienze dell’Educazione.

Il percorso formativo si rivolge a studenti, docenti, educatori, animatori, operatori socio-culturali ed in generale a tutti coloro che sono interessati a sviluppare una competenza teatrale che coniughi una seria professionalità ad una sensibilità psico-sociale. Tutte le lezioni sono aperte alla cittadinanza come opportunità di conoscenza del lavoro dietro le quinte e di incontro con gli artisti coinvolti. Le iscrizioni sono aperte fino al 28 settembre; tel. 0172/89893, cell. 328/ 7677563 dal lunedì al venerdì (ore 9-17) oppure scrivere a info@vocierranti.org.

Serata di aggregazione con gruppi locali ed i Lou Seriol

La terra ha musica per chi ascolta MANTA. Sabato 10 settembre, alle ore 21, in piazza del Popolo, l’associazione Giarintussià ed il gruppo Charleston, in collaborazione con il Centro Servizi per il Volontariato “Società Solidale”, organizza la serata “La terra ha musica per coloro che ascoltano”, che vedrà la partecipazione dei Lou Seriol ed il coinvolgimento attivo di gruppi musicali locali. L’evento, rivolto a tutta la comunità mantese, si propone di coinvolgere i giovani e le loro famiglie promuovendo un positivo scambio intergenerazionale volto a far vivere momenti di divertimento positivo. La musica, infatti, rappresenta per i giovani uno straordinario mezzo di espressione e comunicazione. Poterla conoscere e praticare, a partire dal proprio territorio, permette ai ragazzi di avere uno strumento in più per crescere in maniera sa-

Rassegna

MUSICA

L’associazione di giovani mantesi “Giarintussià” organizza l’evento culturale e musicale

na ed equilibrata e per sviluppare storie di protagonismo che si irradino nel Paese e poi ritornino alla musica come nuove idee, strumenti e progetti.

Arie e duetti dell’Ottocento

BUSCA. Domenica 11 settembre, alle 16.30, presso le Serre del Castello del Roccolo avrà luogo l’incontro con la poesia di Gianni Marchetti, primo appuntamento di “Flatus Vocis”, rassegna di letture di poeti organizzata dall’associazione culturale Marcovaldo con il sostegno della Regione Piemonte e con la direzione artistica di Giovanni Tesio nell’ambito della quinta edizione de “Il Roccolo della Poesia”. «La poesia non è improvvisazione, ma al contrario è un tessuto di reminiscenze – spiega il curatore della rassegna Gio-

SOMMARIVA DEL BOSCO. Concerto d'organo e voci nella chiesa dei Battuti Bianchi, venerdì 9 settembre, alle ore 21. L'antico organo sarà suonato da Bruno Manassero che con Maddalena Rocca, soprano, e Pier Burdese, baritono, daranno vita al "Concerto di arie e duetti d'opera e da camera dell'Ottocento". Un omaggio ai "150 d'Italia in Musica", con brani di Verdi, Kerll, Donizetti, Tosti e Quirici. L'iniziativa è organizzata dal Comune di Sommariva del Bosco con l'associazione "Voci Erranti", il contributo della Cassa di Risparmio di Bra ed il copatrocinio del Comune di Ca-

La rassegna si apre con Gianni Marchetti

ci sono molti modi di intenderla, come ce ne sono altrettanti di negarla, di negarne l’esistenza e la necessità». Per maggiori informazioni rivolgersi al numero verde della Regione Piemonte 800.329329, telefonare al numero 0171.618260 o visitare il sito www.marcovaldo.it.

A partire dalle ore 18.30, inoltre, i Lou Seriol saranno disponibili per incontrare i gruppi emergenti e per sviluppare con loro un dibattito costruttivo.

Organo e voci

Flatus Vocis al Roccolo

vanni Tesio –; non solo quelle che ogni singolo poeta mette nella sua “voce”, ma anche quelle che nutrono, oltre che immagini e memoria, ogni altra poesia, anche quella che a tutta prima sembrerebbe spontanea e immediata. Certo, ci sono molti modi di accostarsi alla poesia, maniere diverse di farne “pratica”, perché

Uno spettacolo del Centro di formazione teatrale Milanollo

Il concerto è parte delle celebrazioni per i 150 anni dell’Italia unita

ramagna Piemonte. «Questo – dicono i promotori – vuole essere il primo di una serie di concerti che abbiamo ideato assieme al sindaco di Caramagna, dove vive il bravissimo organista Bruno Manassero, che vorremmo potesse suonare alcuni dei preziosi organi della zona accompagnato non solo da voci, come in questa occasio-

ne, ma anche da strumenti, dando la possibilità non solo agli appassionati, ma a sempre più persone, di apprezzare la musica d'organo. Ringraziamo l'associazione racconigese Voci Erranti e la Banca CRB per aver consentito di realizzare questo spettacolo a Sommariva, nella splendida cornice dei Battuti Bianchi».


spettacoli

MUSICA

giovedì 8 settembre 2011

Gruppi rock locali si sono esibiti alla Festa del Pd

Un palco per giovani band SAVIGLIANO. Quello tra la musica e la sinistra italiana è sempre stato un connubio forte: da De Gregori a Guccini, fino più recentemente a Jovanotti, i grandi cantautori italiani hanno legato il proprio nome a questa sponda politica. Anche il Pd di Savigliano ha deciso di rinnovare e rendere omaggio alla musica con una serata, organizzata durante la Festa democratica, tenutasi sotto l’Ala di piazza del Popolo, in cui era prevista la Festa della Birra animata dalle note delle band di giovanissimi ed emergenti artisti del nostro territorio. La regia della manifestazione è stata totalmente dei Giovani Democratici saviglianesi, guidati da Davide Cussa. Dopo la parte più squisitamente politica, per cui rimandiamo il lettore alle pagine di cronaca, è stato dato spazio alla musica. L’apertura è stata appannaggio degli esordienti (erano alla loro prima esibizione in formazione completa) dei One Year Later, cha hanno eseguito cover di brani conosciuti, quelli dei Beatles su

MUSICA

Gli One Year Later, con due voci femminili, sul palco...

tutti. La band, formata da Martina (voce) ed Arianna (voce), Emilio (basso), Luca (chitarra), Christian (batteria) ed Alex (chitarra) non si è fatta tradire dall’emozione ed ha strappato applausi al pubblico presente sotto l’Ala. Si è cambiato decisamente genere con il sound più rock dei Details, gruppo formato dai saviglianesi Alex (chitarra), Nico (voce, chitarra), Ale (basso), Max (tastiere) e Christian (batteria). La terza formazione ad esibirsi è stata quella dei più noti Those of the Cellar, che possono contare già su numerose

Iscrizioni aperte al “Fergusio”

Vuoi suonare? Cantare? Sono aperte fino al 23 settembre le iscrizioni ai corsi di musica al civico istituto musicale “G.B. Fergusio”, sedi di Savigliano e Verzuolo (Palazzo Drago). I corsi sono indirizzati all’apprendimento della musica, con lezioni individuali, collettive o personalizzate. Per ogni tipo di strumento e per il canto sarà possibile iscriversi ai corsi di musica classica, moderna e jazz con orientamento professionale (in conformità alle leggi di riforma) od amatoriale. Per quanti lavorano sono istituiti orari serali e preserali di lezione. Per quanto riguarda i programmi professionali, il “Fergusio” è convenzionato con Conservatori di musica - Istituti di Alta Formazione Artistica e Musicale. Insegnanti specializzati terranno i seguenti Corsi principali: arpa, batteria, basso elettrico, canto, canto jazz, canto moderno e musica leggera, chitarra classica, chitarra acustica, chitarra elettrica, chitarra jazz, clarinetto, composizione, contrabbasso, contrabbasso jazz, corno, fagotto, fisarmonica, flauto, mandolino, musicoterapia (per educatori), oboe, organo, percussioni, pianoforte, sax, tromba, trombone, violino, viola, violoncello, musica elettronica, tastiera elettronica. Saranno, inoltre, attivi i corsi complementari di teoria e solfeggio, analisi, armonia complementare, armonia jazz, arte scenica per cantanti, letteratura poetica e drammatica, lettura della partitura, pianoforte complementare, storia della musica e corsi prescritti dalle convenzioni coi Conservatori. Continua ad avere molta importanza l’esperienza della Musica d’insieme (voci e stru-

menti) per bambini, ragazzi ed adulti: corsi gratuiti per gli iscritti, dal piccolo Ensemble al Coro ed all’Orchestra.Vengono inoltre organizzati concerti, laboratori, seminari, ascolti, trasferte, corsi di perfezionamento e master class. Inoltre, viene rilasciato un tesserino nominativo per l’ingresso gratuito ai concerti organizzati dallo stesso istituto e da associazioni concertistiche collaboratrici. Per i bambini dai 3 anni in su: alfabetizzazione musicale, violino, violoncello, chitarra ed arpa (metodo Suzuki). I corsi sono tenuti esclusivamente da Insegnanti formati ed autorizzati dal Centro Italiano Suzuki e dal Centro Europeo Suzuki (centro-pilota abilitato). Tra le particolarità, tornano i corsi di Cultura musicale generale (per formare studenti ed ascoltatori consapevoli) e “Finalmente intonati!” per imparare a cantare intonati. Eventuali altre nuove discipline potranno essere istituite al raggiungimento del numero minimo di iscritti. Per informazioni ed iscrizioni la segreteria dell’Istituto di Savigliano (via Einaudi n. 4, con accesso da piazza Arimondi n. 15 - interno cortile, a fianco della Croce Rossa – piano 1°) e sede di Verzuolo (Palazzo Drago, via Marconi n. 13) sarà aperta dal lunedì al venerdì ore 17-20.30. Info: tel./fax 0172712269, cell. 347-5794078 e www.fergusio.it, con continui aggiornamenti.

esibizioni e su un Ep appena realizzato. Michele Nicolino

(voce e chitarra), Alessandro (chitarra e seconda voce), Massimo Barberis (sintetizzatore e seconda voce), Andrea (basso) e Tambu (batteria) erano senza dubbio i più attesi e non hanno deluso le aspettative. La chiusura è toccata al gruppo metal dei January 3rd: Gianluca (chitarra), Federico (voce), Luca (chitarra), Nicolò (basso) ed Alessandro (batteria) hanno eseguito cover e brani scritti da loro chiudendo la serata, del cui esito gli organizzatori si dicono pienamente soddisfatti. Valeria Quaglia

...e i Those of the Cellar pronti per l’esibizione

29

IN BREVE A favore dei disabili

Recital di Michelangelo Banchio RACCONIGI. Mercoledì 14 settembre, alle ore 21, presso il cortile dell’Antico Alambicco in via Generale C. Alberto Dalla Chiesa n. 25 (impianti sportivi), si terrà il Recital di Michelangelo Banchio, voce della band “Le SensAzioni”, in occasione della manifestazione organizzata con il contributo di diversi gruppi che si occupano della disabilità sul territorio. Il repertorio comprende alcune canzoni dello stesso Michele Banchio Banchio, brani dei Nomadi e di altri cantautori italiani e stranieri. Alla serata interverrà anche Claudio Broglio, rappresentante dell’associazione “Augusto per la vita”, intitolata alla scomparsa dell’indimenticabile cantante dei Nomadi, che da anni si occupa di devolvere fondi per gli studi e per la ricerca oncologica. L’ingresso è gratuito. Maggiori particolari nelle pagine di Racconigi.

C’è Eugenio Finardi

Per le celebrazioni dell’8 settembre CUNEO. Sarà Eugenio Finardi, con un concerto gratuito in piazza Virginio, il momento clou delle celebrazioni dell’8 settembre a Cuneo. Il cantante si esibirà in uno spettacolo concepito apposta per l’occasione, accompagnato da una formazione acustica. Il concerto, organizzato dal Comune di Cuneo e dal Comitato delle Associazioni Combattentistiche per le Celebrazioni dei 150 anni dell'Unità d'Italia, si svolgerà giovedì 8 settembre, alle ore 21, in piazza Virginio. Il cantautore Eugenio Finardi

da mercoledì 7 settembre 2011 a mercoledì 14 settembre 2011

Dove andare Ugo Nespolo

Palazzi storici

Mercatini

Mostra “Una storia”

Visite culturali

Alcune proposte

BRA. A palazzo Mathis (piazza Caduti Libertà n. 20), è visitabile, da giovedì 8 (dalle ore 19), “Una storia”, mostra del pittore Ugo Nespolo. Aperto fino al 6 novembre dal lunedì al venerdì (ore 16-19) e sabato e domenica (ore 10-12.30 e 16-23).

COSTIGLIOLE SALUZZO. Castelli aperti, domenica 11, per visite ai palazzi storici: Giriodi di Monastero, Sarriod de La Tour, Castello Rosso e cripta del Cristo di Pietà (durata: due ore). Partenze alle ore 10, 14.30 o 16.30. Costo: 2 euro. Informazioni allo 0175.230121.

IN PROVINCIA. Per gli appassionati di antiquariato, oggetti da collezione e tipici, gli appuntamenti con i mercatini domenica 11 sono a Cherasco (600 banchi nel centro storico), Ormea,Vezza d’Alba e Dronero (viale della stazione).

Artigianato

Rassegna pinerolese PINEROLO (TO). Si terrà da giovedì 8 a domenica 11, nelle vie del centro, la 35ª edizione della rassegna dell’Artigianato pinerolese. Sono cento i gazebo previsti per un evento che attira migliaia di visitatori.

Dalla cella...

...all’atelier SALUZZO. La Castiglia riapre le porte da sabato 10 (ore 17) con il nuovo allestimento – “Dalla cella all’atelier” – della Collezione Permanente di Arte Contemporanea dell’Igav di Torino. Aperto ogni domenica di ottobre (unica eccezione: sabato 8 invece di domenica 9) ed il 6 novembre. Orari: 15-19. Ingressi: 5 euro (sabato 8 sarà invece gratuito). Informazioni: tel. 0175.46710.

A tavola...

...con le parole MONFORTE. “A tavola con le parole” è un viaggio nel mondo del cibo e del vino attraverso le parole di autori liguri e piemontesi. Sabato 10, alla Fondazione Bottari Lattes, orario: 9.15-12 e 15-18. Ingresso libero.

Rievocazione

È atteso Giulio II SALUZZO. “Giulio II e la nascita della Diocesi di Saluzzo” è la rievocazione storica che si tiene sabato 10 e domenica 11. L’inizio è previsto dalle 16.30 del sabato.

Non solo Arneis

Passeggiata gastronomica CASTELLINALDO. Domenica 11 si svolge la 17ª edizione di “Non solo Arneis”, passeggiata enogastronomica di 5 chilometri tra vigneti e cascine. Si parte alle ore 10.30. Il costo è di 35 euro, 15 euro per gli under 12. Prenotazione obbligatoria allo 0173.213021.

ARTE

Antica chiesa

Con affreschi del ‘400 VERZUOLO. Nell’ambito del Festival Mistà, domenica 11, apre alla visite l’antica chiesa dei Santi Filippo e Giacomo con affreschi quattrocenteschi. Ore 15-17. Ingresso libero. “Bis” previsto per domenica 18. Gli eventi di Savigliano e paesi limitrofi li trovate nelle pagine di cronaca

50 opere in mostra

Retrospettiva su Michele Baretta CUNEO. Al Centro incontri della Provincia (corso Nizza n. 21) si può visitare, fino a domenica 18, “Michele Baretta 1916-1987 –Verso il venticinquennio dalla scomparsa”. La mostra retrospettiva, a cura di Giovanni Baretta, Davide Zuccarello, Giorgio Barberis, ospita opere dell’artista di Vigone, una figura di assoluto rilievo nel panorama culturale del ‘900 piemontese. Orario: martedì-domenica ore 16-19 (lunedì chiuso). Ingresso libero. «Potrete ammirare – dice il critico d’arte saviglianese Giorgio Barberis – oltre cinquanta opere di un artista di livello internazionale che, con la sua grande arte, ha saputo conquistare i favori sia della critica sia del grande pubblico». Enti promotori: Provincia, associazione Giuseppe Morino di Savigliano e Centro d'Arte Tiziano di Pinerolo.

Michele Baretta, Mantello rosso - 1969


30

rubriche

giovedì 8 settembre 2011

Editoria del territorio Personaggi illustri e sconosciuti del cuneese Un po’ di tempo fa Adriano Restifo ha posto mano alla stesura del libro dal titolo “Personaggi illustri e sconosciuti del cuneese”, dopo aver girato in lungo ed in largo la nostra provincia alla ricerca di dati e notizie che li riguardano e per fotografare i loro monumenti. Nelle 180 pagine del volume, di lettura dilettevole, istruttiva e che può essere richiesto all’autore (Tel. 0172/337559), sono raccolte le loro brevi biografie. Biografie di personaggi illustri e come tali conosciuti dalla maggioranza dei cultori della storia dell’umanità e, per converso, biografie di personaggi poco o del tutto sconosciuti, tra cui Domenico Ghigliano, Paola Gambara ed Antonio Barberis, sui quali soffermiamo brevemente l’attenzione. Nato a Dogliani il 9 dicembre del 1790, Domenico Ghigliano fu aiutante di bottega del farmacista monregalese Baruffi, il quale lo avviò a questa professione. Dopo aver acquisito una certa notorietà con preparati medica-

Massimi Ritardi

mentosi assai efficaci, nel 1832 Ghigliano inventò il fiammifero detto a sfregamento, avendo la capocchia fatta di una sostanza infiammabile se sfregata su una superficie ruvida. Paola Gambara, di origine lombarda, sebbene avesse desiderato fin da bambina di mettersi al servizio di Dio, sposò il conte Lodovico Antonio Costa ed andò a vivere nel suo castello di Bene Vagienna. Pregava, soccorreva i poveri del suo feudo e sopportava con rassegnazione le relazioni extraconiugali del marito. Quando una malattia ripugnante colpì la sua amante, divenuta la padrona del castello, Paola si prese cura di lei finché morì. Nell’aprile del 1845, sentendo approssimarsi la fine del suoi giorni, Antonio Barberis fece venire al suo capezzale il notaio Antonio Martinengo e gli dettò le sue ultime volontà. Alla seconda moglie che, come la prima, non gli aveva dato dei figli, lasciò tutti i beni che possedeva a Villafalletto e Vottignasco. Le terre

e le cascine situate in quest’ultimo Comune, alla morte della donna, divennero di proprietà della locale Congregazione di Carità, la quale assunse nel contempo l’obbligo di ripartire annualmente la somma di 300 Lire tra gli abitanti più bisognosi. Giovanni Bosio

Calcio scommesse

Superenalotto

SERIE A

Milan-Lazio Cesena-Napoli Juventus-Parma Catania-Siena Chievo-Novara Fiorentina-Bologna Genoa-Atalanta Lecce-Udinese Roma-Cagliari Palermo-Inter

1,60 3,30 1,45 1,95 1,80 1,65 1,70 2,85 1,45 3,75

3,50 3,30 4,00 3,10 3,25 3,40 3,40 3,25 4,00 3,40

da giovedì 8 a mercoledì 14 settembre 2011

ARIETE 21 Marzo - 20 Aprile A rendervi così distesi e creativi è l’amore. L’ottimismo crea positività intorno a voi; anche sul lavoro siete più disponibili, gli impegni non vi pesano, ma l’obiettivo è, sembra, lontano. Salute: praticate attività fisica regolare e tranquilla, piuttosto che cercare di oltrepassare i vostri limiti.

La foto curiosa

1/14 di quota L 5,00 con numero SuperStar

SCOMMESSE SPORTIVE

a cura di NEL

5,75 2,10 7,00 4,00 4,50 5,50 5,00 2,35 7,00 1,90

28-34-54-60-71-73-79 23-42-43-47-61-64-68 29-39-45-69-76-79 7-20-30-63-83-89 40-53-59-66-78-85-88 4-9-11-47-48-77-80 40-44-52-62-86-88 36-53-57-78-80-83 24-33-42-50-60-71 25-27-31-51-87-88 15-18-21-23-27-31 3-8-12-20-25-46-74-81 1-5-19-52-72-75-90

O

ROSCOPO

LEONE 23 Luglio - 23 Agosto Le vostre idee strampalate disorientano il partner che contrattacca con forza. Per rimettervi in equilibrio occorrono comprensione, dialogo ed uscite frequenti. Per quanto riguarda la sfera lavorativa, se vi impegnate al massimo ben presto i vostri meriti saranno riconosciuti.

Segnali stradali bizzarri… (Foto scattata da Alessandra di Savigliano in Corsica)

Avete delle foto curiose? Portatecele in redazione (piazza Santarosa n. 21) o inviatecele via e-mail a redazione@ilsaviglianese.com

SAGITTARIO 23 Novembre - 21 Dicembre Contro le impennate del partner tenete duro, forti del vostro senso di giustizia. Per due settimane siete in attesa, alle prese con emozioni e ricordi, poi la svolta che vi restituisce sicurezza. Opportunità professionali vi piovono addosso perché avete grinta!

Riflessioni della scacchiera Via Chianoc, 6 - Savigliano Aperto ogni giovedì dalle ore 21 Per informazioni: 340/9099455

Attenti a confidarvi con la persona sbagliata: è vero che le questioni di cuore vi danno del filo da torcere, ma col sostegno di amici saggi riuscite a far luce in voi stessi. Si sono accumulate incombenze sul lavoro: il rodaggio sarà alquanto faticoso... ma ce la farete!

GEMELLI 21 Maggio - 21 Giugno

BILANCIA 23 Settembre - 22 Ottobre

Magari nel lavoro non è tutto rose e fiori, ma presi dall’entusiasmo non ve ne accorgete nemmeno. La vostra forza è l’adattabilità: affrontate volentieri il rischio, sfidando critiche e giudizi. Superare un’incomprensione di coppia non è facile, ma con un dialogo sincero potete farcela.

La testa vaga tra le nuvole, ma quando si tratta di far valere i vostri diritti tornate subito coi piedi per terra. Troppi non detti in amore vi rendono insofferenti, ma una lettera chiarisce ogni dubbio, restituendovi il buon umore. Scrupolo maggiore sul piano delle abitudini alimentari.

CANCRO 22 Giugno - 22 Luglio Serenità e soddisfazione su tutti i fronti: non indagate, accettate con gioia, senza crearvi ulteriore confusione. Nel lavoro la creatività si allea all’impegno con risultati promettenti. Sono in arrivo mail ed inviti da amici smaniosi di fare follie: accettateli al volo!

SCORPIONE 23 Ottobre - 22 Novembre Che gli altri siano d’accordo o no, la carriera è il principale obiettivo, fonte di guadagno e soddisfazione. Benone anche l’amore, se il rapporto ha basi solide resiste alle vostre impennate. Dedicatevi all’attività fisica senza il timore di stancarvi troppo: siete carichi di energia!

CAPRICORNO 22 Dicembre - 20 Gennaio Amore e lavoro si spartiscono il territorio equamente, evitando sconfinamenti. Ottimismo e fiducia sono la leva su cui puntare quando una grana professionale porta scompiglio anche in casa. Il bilancio finanziario vi preoccupa, ma con una gestione equilibrata vi riprendete in fretta.

ACQUARIO 21 Gennaio - 19 Febbraio I contrattempi sono all’ordine del giorno, ma voi non ci badate, aspettando che le situazioni si delineino. In amore fedeltà e costanza sono messe alla prova dalle impennate del partner: sotto la spinta emotiva una storia può chiudersi per far spazio ad un rapporto più appagante.

PESCI 20 Febbraio - 20 Marzo Le amicizie hanno un ruolo decisivo ed ancor di più l’amore, che può mettervi in urto con la famiglia. Stregati dal carisma del partner non pensate che a lui, tralasciando la professione. Godete di un’ottima tonalità energetica e non avvertite più di tanto la stanchezza.

Nel pomeriggio di sabato 27 agosto, in occasione della festa patronale di Cavallermaggiore, la Società Mutuo Soccorso locale ha organizzato un torneo semilampo di scacchi non affiliato alla FSI aperto a tutti, amatori e giocatori da torneo, con molti premi di fascia. I turni di gioco erano sei, con un tempo di riflessione di 15 minuti a partita per ogni giocatore. La partecipazione è stata numerosa: 24 giocatori da Cavallermaggiore, Cuneo, Fossano, Savigliano, Carignano e Cherasco. Il vincitore è Luca Blengino 1N (prima nazionale) di Cavallermaggiore con 5,5 punti su 6, numerose volte campione provinciale under 16; al secondo posto Michelangelo Araniti 1N di Cuneo con 5,5/6; terzo Andrea Sattanino 1N di Savigliano con 4,5/6; quarto Andrea Aloi 1S (prima sociale) di Cherasco con 4/6. Il premio per la scacchista migliore è stato vinto da Paola Borello 1S di Savigliano, che precede Cristina Aliberti di Villafranca. I premi per i giocatori NC sono andati a Giovanni Fiorito ed Eros Ravera di Fossano, Francesco Malaspina di Savigliano e Giacomo Rosso di Cavallermaggiore. Il premio per il giocatore under 16 più bravo è andato a Matteo Bosco di Cavallermaggiore. Per maggiori informazioni visitate il sito www.saviglianoscacchi.net. IL NERO MUOVE E DA’ SCACCO MATTO IN DUE MOSSE.

SOLUZIONE: l’alfiere nero muove in h3 dando scacco al re bianco, ma questo cattura l’alfiere e, raggiunta questa posizione, il cavallo nero muove in f4 dando scacco matto.

TORO 21 Aprile - 20 Maggio Anche senza parole il partner vi capisce al volo, giustificandovi se un lavoro imprevisto vi rende irritabili. Momento magico per i single... un’amicizia si fa più tenera ed intima: una bella storia. Movimenti finanziari rassicuranti mitigano alcune vostre incertezze.

VERGINE 24 Agosto - 22 Settembre


piazza affari

A nnunci E conomici SAVIGLIANO centro – AFFITTASI appartamento: ampio soggiorno con angolo cottura, camera da letto, bagno, ampia cantina e giardino comune (riscaldamento autonomo). Tel. 333/3061802. • SAVIGLIANO zona centrale – AFFITTASI, solo a referenziati, alloggio da arredare: disimpegno, cucina, 2 camere, servizi e cantina.Tel. 338/9258790. • SAVIGLIANO – AFFITTASI alloggio arredato a persona referenziata (riscaldamento autonomo). Tel. 380/7328375. • SAVIGLIANO via Chianoc – AFFITTASI trilocale su due livelli: ingresso/soggiorno, cucina accessoriata arredata e servizi, soppalco con zona letto e bagno (termoautonomo). Tel. 348/7298980 – 348/0077574. • CERCASI in SAVIGLIANO mono o bilocale da affittare. Tel. 346/3808513 – 328/3672238. • GENOLA – AFFITTASI trilocale. Tel. 0172/68723. • SAMPEYRE – VENDESI monolocale arredato in “Condominio Anemone IV” composto da: ingresso letto, soggiorno letto, antibagno, bagno, cucinino, balcone, ripostiglio, cantina e giardino condominiale molto vasto. Prezzo: 68.000 euro (trattabili). Tel. 347/4489359. • Diplomata 29enne, con esperienza in ambito amministrativo e contabile, bella presenza, massima se-

335.1701008

rietà, CERCA lavoro impiegatizio. Tel. 331/3232620. • Signora piemontese, con esperienza, CERCA lavoro (anche part-time): assistenza anziani, baby-sitter o per fare iniezioni. Tel. 349/2815256. • Signora 60enne, con esperienza di oltre 11 anni e buone referenze dimostrabili, OFFRESI come babysitter od accompagnamento anziani in SAVIGLIANO. Tel. 0172/371139 ore pasti. • Ragazza CERCA lavoro in zona Saluzzo/valle Po, part-time o fulltime, come badante, domestica o baby-sitter. Tel. 389/492063. • Signora 40enne italiana CERCA lavoro full-time come commessa, baby-sitter, barista o assistente domiciliare. Tel. 348/6923943. • 28enne CERCA lavoro come accompagnatrice disabili o anziani, domestica, baby-sitter, aiuto-cuoco, cameriera, commessa o parrucchiera-truccatrice. Tel. 329/7322486. • Si ESEGUONO lavori di abbattimento piante e pini pericolosi presso abitazioni, potatura e manutenzione giardini. Tel. 348/7902395. • SAVIGLIANO – Bar CERCA aiuto barista con esperienza di bella presenza. Tel. 0172/726401. • VENDESI Toyota Yaris 1.4 diesel, anno 2004, Euro 4, 5 porte, tagliandata (possibilità di permuta).

Tel. 333/9391028. • VENDESI Chevrolet Matiz 1.0, ecologica Gpl, 5 porte, nera, Euro 4, anno 2008 (possibilità di permuta). Tel. 333/9391028. • Privato VENDE bellissima uva Dolcetto di Diano e Nebbiolo d’Alba. Consegna con pigiatura a domicilio. Massima serietà. Tel. 333/6643147 dopo le 14. • Si ESEGUONO lavori di battitura tesi e relazioni con stampa su laser. Tel. 0172/713929. Matrimoniali e amicizie Anna e Anna Club per single Risiede nel Saviglianese, 36enne, attraente, carattere riservato, artigiana, libera sentimentalmente, CERCA compagno per la vita.Tel. 342/0629715. • È una bella donna, capelli castani con occhi verdi, diplomata, ama la lettura, la buona cucina, non frequenta locali, 44enne, senza figli, SOGNA un lui di cui innamorarsi. Tel. 348/9016101. • 52enne, aspetto curato, cuoca in un agriturismo, semplice, ha lavorato tutta la vita per mantenere la sua famiglia, ora DESIDEREREBBE dedicare le sue cure ad un uomo onesto. Tel. 329/6412710. • Bell'uomo, simpatico, Ufficiale delle forze dell'ordine, laureato, alto, brizzolato, 59enne, benestante, CONOSCEREBBE donna semplice, con buona cultura. Tel. 334/9720858.

Azienda carattere nazionale settore monouso operante nei settori terziario e food RICERCA un bravo agente per Cuneo e provincia. Offresi fisso mensile, provvigioni, portafoglio clienti. Possibilità di carriera. Tel. 011/3583310 – cell. 331/5374958. Impresa Panero Agostino e figlio Geom. Giovanni snc in Roreto di Cherasco VENDE appartamenti di varie metrature in corso di costruzione in via Torino a Savigliano. Tel. 335/291953.

Studio professionale RICERCA urgentemente collaboratore/trice part-time per attività di disegnatura meccanica e segreteria tecnica nel settore ferroviario. Richiesta buona conoscenza Autocad/Solidworks ed Office. No perditempo. Tel. 335/6884731.

giovedì 8 settembre 2011

31


32

giovedì 8 settembre 2011

Auguri A luglio, la signora CLELIA SINAGLIA GRAZIANO ha festeggiato l’importante traguardo dei 90 anni con una bella festa al ristorante “Granbaita” di Savigliano. Auguri dalla redazione de “Il Saviglianese”.

rubriche

Cucina del territorio piemontese a cura dell’Accademico Silvano Cav. Osella

Il mirtillo, il re dei frutti, cerca la regina Cara nonna BARBARA, mercoledì 31 agosto hai compiuto 70 anni e con questa dedica ti vogliamo ricordare che ti vogliamo un mondo di bene! Sei davvero speciale! I tuoi nipoti Jessica, Marco, Mattia, Alessio, Isabel, Luca, Jenny e Cristina

I migliori auguri per i suoi primi 60 anni a nonna MARIELLA FERRANTE da tutti i suoi figli ed i suoi 11 nipoti!

Dopo 37 anni di servizio presso l’Asl è arrivato il meritato momento di riposo anche per le nostre colleghe LILIANA AMBRASSA e FIORELLA BASSO, due colonne portanti del Distretto socio-sanitario dell’Azienda. Il loro volto è noto ai molti cittadini che, in questi anni, si sono rivolti agli sportelli per la scelta e la revoca del medico di famiglia, com’è nota la professionalità e la cortesia che le ha sempre contraddistinte. Per loro si apre una nuova parentesi e dobbiamo dire che un po’ le invidiamo per tutto il tempo libero di cui potranno finalmente disporre, ma ci rattrista anche il pensiero di non poterle più incrociare sul comune posto di lavoro. Comunque non mancheranno le occasioni per vederci. Auguroni, Liliana e Fiorella!... Tutte le persone che hanno condiviso con voi amicizia e lavoro e tanti stupendi momenti...

Culle Sabato 6 agosto è nata la piccola ALICE Bertero. Alla mamma Daniela Mondino, al papà Graziano ed ai familiari tutti sincere congratulazioni dalla redazione de “Il Saviglianese”. Lunedì 8 agosto, a Savigliano, è arrivato il piccolo LEONARDO Perhauc. Alla mamma Carmela Lembo, al papà Stefano ed ai familiari tutti vive felicitazioni dalla redazione de “Il Saviglianese”. Auguri al piccolo EMANUELE Anrico, che lunedì 22 agosto è arrivato tra di noi per la gioia di papà Romolo e mamma Silvia, dei nonni Mario e Teresina, Augusto e Caterina Schiavone, di zii, zie e cuginetti! Vive felicitazioni dalla redazione de “Il Saviglianese”. Caterina e Lucia Ambroggio, con mamma Elena e papà Alessandro, i nonni e lo zio, annunciano la nascita del piccolo GIOVANNI. Sincere congratulazioni dalla redazione de “Il Saviglianese”.

Il mirtillo è ricco di cianidina, delfinidina e malvidina, che sono degli antociani raggruppati nei flavonoidi, la grande famiglia dei pigmenti fenolici vegetali che sono responsabili della colorazione di numerosi legumi, frutti e fiori. Molto importante è mangiare i mirtilli, perché i suoi componenti appartenenti ai flavonoidi, oltre

S TUDIO C

a dar la colorazione ai prodotti di origine vegetale, grazie alla loro struttura polifenolica (molto simile a quella dei vari terpeni), sono antiossidanti, molto efficaci perché si presentano allo stato di orto-difenoli ed hanno subito idrolisi della frazione glucidica. Per lo stesso motivo si comportano da chelanti. Si può afferma-

di Cesare Clerico

Invito all’autodiagnosi In un centro medico campeggia un cartello secondo il quale, se il proprio medico curante richiesto di visita domiciliare non riscontra diagnosi di gravità può esigere il pagamento della visita stessa. Tradotto in soldoni, se io sto

male, e non mi sento di uscire per recarmi in ambulatorio, devo decidere da solo – cioè autodiagnosticare – se la mia sintomatologia definisca una malattia grave o banale! Domando scusa, ma l’autodiagnosi è da sconsigliarsi in

Fiori d’arancio Sabato 3 settembre, presso la chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve in Savigliano, PAOLO BRERO e MONICA AIRAUDO si sono uniti in Matrimonio. Vi auguriamo che la gioia di questo giorno vi accompagni per tutta la vita! Ai novelli sposi sincere felicitazioni da familiari, amici e redazione de “Il Saviglianese”.

re che, grazie a questi due meccanismi concomitanti, contribuiscono ad inibire l’ossidazione reagendo con i radicali liberi e chelando i catalizzatori minerali dell’ossidazione. Vari flavonoidi, essendo dotati di struttura terpenica, sviluppano proprietà batteriostatiche e battericida soprattutto nei batteri Gram +. Un certo numero di composti flavonici ha la proprietà di rinforzare i capillari (attività vitaminica P), altri sono antagonisti della vitamina P. La storia chimica e le proprietà nutritive del mirtillo sono da sempre riconosciute, peccato che questo può determinare il prezzo elevato dei succhi che si ottengono molte volte con ingrediente principale l’acqua anziché

quanto chi non è medico ha più facilità di commettere errori in proposito, anche perché appunto sofferente e quindi non lucido di mente, ed inoltre l’autodiagnosi apre la porta ad un’altra pratica sconsigliabile che è l’autoterapia, cioè curarsi da sé con le medicine che si hanno in casa o mandando qualcuno a comprarle in farmacia, dove se si paga gran parte dei farmaci, anche di fascia A, vengono consegnati, eccezion fatta invece per i medicinali che richiedano specificamente la firma del medico. Quindi delle due l’una: - o io mi autodiagnostico il ma-

con il succo del frutto medicamentoso. Ricordatevi sempre, prima di acquistare il succo leggete accuratamente gli ingredienti e scoprirete che a volte l’acqua è venduta molto bene. Sappiate che l’informazione è sempre la prima regola del mercato e deve essere la prima regola da seguire per l’acquisto. Non riuscite a capire cosa c’è scritto? Evitate l’acquisto, questa è la vostra prevenzione. Il mirtillo è semplicemente un frutto eccezionale, di facile lavorazione ed è anche per le papille più esigenti. Il suo prezzo di vendita dai coltivatori è modesto, benché comporti un grande lavoro manuale. Difendiamo le eccellenze della provincia di Cuneo.

lanno, il che è sbagliatissimo perché non essendo un medico posso sbagliare più di lui (sbagliano anche loro, altroché) - o posso sentirmi chiedere dei soldi perché non ho avuto la forza di recarmi in ambulatorio, e non ho voluto autodiagnosticare, cioè commettere un abuso. Come fare? Scrivere a: Studio C c/o “Il Saviglianese” - piazza Santarosa n. 21 - 12038 Savigliano.

Sos animali Cercano casa:

Sabato 3 settembre, alle ore 16, presso la chiesa parrocchiale di Sant’Andrea in Savigliano, si sono uniti in Matrimonio SILVIA DELLAROSSA e GIANLUCA RUGO. Da oggi finalmente siete sposi! Questo giorno così meraviglioso segna per voi l’inizio di un percorso di vita insieme, che vi auguriamo sia di complicità e rispetto, ricco di amore e di gioia. Simona e Pier, amici e familiari

Feste di Leva CLASSE 1951 – Savigliano Come promesso eccovi il dettaglio del programma della nostra festa che si terrà domenica 18 settembre: ore 9.30 Santa Messa presso la chiesa parrocchiale di S. Pietro in Savigliano; ore 10.30 ritrovo in viale Gozzano, davanti alla Vita Nova, e partenza in pullman; ore 12 aperitivo presso l’azienda agricola Fratelli Savigliano – via G. Cane n. 20 – Frazione Valle Talloria – Diano d’Alba; ore 13 pranzo presso il ristorante Schiavenza – via Mazzini n. 4 – Serralunga d’Alba. Al termine del pranzo visita al Castello di Serralunga d’Alba. Le adesioni si ricevono presso il Bar Manuel – via Macra e presso Articoli Casalinghi Allasia Bruno – piazza Cesare Battisti previo versamento di 10 euro. CLASSE 1961 – Savigliano Domenica 16 ottobre festeggeremo i “50” con una bellissima gita nel Golfo del Tigullio. Il programma prevede la visita al caratteristico borgo marinaro di Camogli ed il pranzo tipico di mare in ristorante a Recco con musica dal vivo. Le iscrizioni si ricevono entro sabato 1° ottobre presso: Odeon Tour in piazza Santarosa n. 20 (Silvia) – Renato parrucchiere in via Macra n. 1 (Renato) – Caffè Centro in piazza del Popolo n. 7 (Lella) – Prestigio in piazza Santarosa n. 40 (Ivana). Maggiori dettagli sui prossimi numeri de “Il Saviglianese”. Avete scattato la tradizionale foto di gruppo in occasione della festa di Leva e volete pubblicarla? Portatecela in redazione (piazza Santarosa n. 21 - Savigliano) o inviatecela via e-mail a: redazione@ilsaviglianese.com.

Chi l’ha preso? Chi l’ha visto? Mercoledì 31 agosto, a Scarnafigi, è stato smarrito un gatto (quello di destra nella foto) di colore rosso tigrato con pancia e zampe bianche. È un gatto grosso (7 Kg circa), affettuoso e sterilizzato. Chiunque avesse notizie in merito, può contattare a qualsiasi ora il numero 393/9059552 (Maurizia Tavella). I padroni ne sono molto, molto, affezionati ed offrono una ricompensa a chiunque lo riporti a casa!!! Nuovi ingressi presso l’area affidamento di Pollenzo-Bra in via Langhe n. 23 (zona industriale) aperta al pubblico tutti i giorni (esclusa la domenica) dalle 9 alle 12 e dalle 15.30 alle 18.30. Per informazioni telefonare al 335/6594325 (Lida Alba-Bra). Gli ospiti di questo canile sono tutti vaccinati e microchippati e le femmine sterilizzate.

CARTUCCIA: femmina di taglia piccola, circa 10 mesi (garantiamo la sterilizzazione);

ZIZÙ: maschietto di taglia piccola, circa 10 mesi, dolcissimo ed affettuoso;

OSCAR: incrocio bassotto, circa 7/8 mesi, simpaticissimo.

Turni benzinai

Turni farmacie

SABATO 10 SETTEMBRE (POMERIGGIO) TURNO D

Giovedì 8 - Farmacia Dominici - Via Cambiani - Tel. 0172/712.258 Venerdì 9 - Farmacia Albertini - P. Santarosa - Tel. 0172/712.272 Sabato 10 - Farmacia Bonelli - Via Torino - Tel. 0172/712.366 Domenica 11 - Farmacia Dominici - Via Cambiani - Tel. 0172/712.258 Lunedì 12 - Farmacia Albertini - P. Santarosa - Tel. 0172/712.272 Martedì 13 - Farmacia Bonelli - Via Torino - Tel. 0172/712.366 Mercoledì 14 - Farmacia Dominici - Via Cambiani - Tel. 0172/712.258 Giovedì 15 - Farmacia Albertini P. Santarosa - Tel. 0172/712.272

AGIP - S.R. 20 Allocco - Aimetta Via Liguria, 1 Aperto lavaggio rapido TOTALERG Gianoglio Massimo Via Cervino, 2 (S.R. 20) TOTAL Via Savigliano, 29/A (Monasterolo) SALCA srl S.P. 662 Km 10+417 (Marene)


sport

giovedì 3 gennaio 2008

33 giovedì 8 settembre 2011

CAI SAVIGLIANO

e-mail: sport@ilsaviglianese.com

Mostra fotografica, corale alpina e balli occitani

Festa in piazza Santarosa Martedì 30 agosto scorso, la sezione saviglianese del Club Alpino Italiano, nell’ambito del Comitato Monviso 150, ha voluto festeggiare nella suggestiva cornice di piazza Santarosa il centocinquantesimo anniversario della prima salita al Monviso. È stata quindi allestita per tutta la giornata una mostra itinerante di fotografie di epoca mentre la serata è stata dedicata all’esibizione della corale alpina “Rino Celoria” seguita da musiche e balli occitani con il gruppo “’I amis del Peilo”. La Sezione desidera ringraziare il Comune, che ha reso possibile l’evento, il gruppo corale “R. Celoria” e tutti i soci che si sono prestati per l’ottima riuscita della manifestazione. Domenica prossima 11 settembre è in calendario, nell’ambito del programma di gite ed ascensioni della stagione 2011, una gita al monte Vaccia. Il monte Vaccia s’innalza a 2472 metri sullo spartiacque tra il vallone del Piz e quello dell’Ischiatòr in valle Stura. L’escursione prevista non presenta difficoltà tecniche e si sviluppa su circa novecento metri di dislivello La partenza è fissata per le ore 6,30 dall’Ala di piazza del Popolo. Per informazioni e iscrizioni rivolgersi in sede in via Pylos angolo via Novellis in orario d’apertura: giovedì dalle 18 alle 19,30 e venerdì dalle 21 alle 23, telefono 017233472. Le manifestazioni per i 150 anni della prima ascensione alla vetta del Monviso proseguono con il seguente calendario. SETTEMBRE Sabato 17 settembre, ore 21 a Saluzzo, Teatro Don Bosco,

ATLETICA

Quarto posto ai mondiali

Rigaudo giù dal podio Ai campionati del mondo di Atletica Leggera a Daegu, in Corea del Sud, Elisa Rigaudo, 31 anni, di Roccavione, è arrivata quarta nella 20 km di marcia del 31 agosto scorso, undici mesi dopo essere diventata mamma di Elena, nata il 26 settembre 2010. Ha mancato il bronzo (l’aveva ottenuto ai Giochi di Pechino 2008) di 31" secondi, nella gara vinta dalla russa Olga Kaniskina. L’argento è finito al collo della compagna di allenamenti, la cinese Hong Liu (le due si allenano con il saluzzese Sandro Damilano); terzo posto per un’altra russa, Anisia Kirdiapkyna.

Elisa Rigaudo quarta a Daegu

Racconigi Cycling Team L’imponente parete del Moviso vista dal rifugio Quintino Sella

Coro del “CAI Milano”, in collaborazione con la “Corale Le Tre Valli” per la 10° Rassegna di Canto Popolare. Da sabato 17 a domenica 25 settembre, “Monviso Rock, Climbing Festival”, raduno competitivo di arrampicata con coinvolgimento dei Comuni di Barge, Envie, Ostana, Saluzzo e Sanfront. In chiusura (24-25 settembre) prova di Coppa Italia Lead su struttura artificiale nel centro cittadino di Saluzzo. Iniziativa a cura dell’Associazione Sportiva O-zone. Venerdì 23 settembre, ore 21 a Racconigi, Sala Donegani dell’Ospedale civile, conferenza “Da Mathews alla posa della croce sul Monviso (1925)”, racconti di varie salite al Monviso a cura del CAI di Racconigi. Data da definire,Vallone di Val-

lanta (alta Valle Varaita), inaugurazione del Sentiero “Nicoli”, prima via di salita nel Vallone delle Forciolline. OTTOBRE Domenica 2 ottobre, ore 21 nella Cattedrale di Saluzzo, concerto di chiusura: il Gruppo corale I Polifonici del Marchesato e l’Orchestra Bruni di Cuneo, insieme in occasione dei 500 anni della Diocesi di Saluzzo. Iniziativa dei “Suoni dal Monviso”. NOVEMBRE Sabato 26 novembre, a Saluzzo, Oratorio Don Bosco, convegno interregionale del CAI (Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta) per gli Accompagnatori di Alpinismo giovanile. Il primo serio tentativo di scalare il Monviso era stato compiu-

to il 24 agosto del 1834 dal geometra saluzzese Domenico Ansaldi, che arrivò fino alla quota di circa 3.700 m ma poi, a causa di un macigno giudicato insormontabile e della nebbia, fu indotto a rinunciare. L'ascensione alla vetta fu compiuta per la prima volta con successo dai più organizzati William Mathews, Frederick Jacomb, Jean Baptiste Croz e Michel Croz il 30 agosto 1861. La comitiva era partita da Castello, in valle Varaita, il 29 agosto ed aveva risalito il Vallone di Vallanta e raggiunto i Laghi delle Forciolline. Dopo aver pernottato poco lontano dall'attuale bivacco Boarelli (2.835 m), gli alpinisti partirono prima dell'alba, alle 4,30, e conquistarono la vetta alle ore 9,20 dopo essere passati sotto il colle delle Sagnette ed aver scalato la parete Sud.

CAI SAVIGLIANO Per

“Monviso 150”

Una rappresentanza del Racconigi Cycling Team, accompagnata dal presidente Mino Carrera, ha partecipato al “25° Meeting Nazionale giovanile Adriano Morelli” disputato a Isola della Scala, in provincia di Verona, dal 1° al 4 settembre. Nelle prove di sprint nessuno degli atleti racconigesi è riuscito ad entrare nelle fasi finali. Il miglior risultato l’ha ottenuto Camilla Vassallo con il 21° tempo. Su strada Diego Rocca, Gioele Castagno, Alberto Ghiberti e Antonio Vassallo hanno concluso in gruppo le rispettive batterie. Nella categoria G. 6 ottavo posto per Luca Pipino in campo maschile, undicesimo per Camilla Vassallo tra le ragazCamilla Vassallo ze. È stata una bella ed entusiasmante manifestazione a cui hanno partecipato 2700 atleti provenienti da tutte le regioni italiane, 260 società, 12000 persone tra atleti ed accompagnatori. Soddisfazione nella dirigenza della squadra e nei genitori al seguito, con il piccolo rammarico di non aver vinto medaglie. Lunedì 5 settembre, il giorno dopo le ultime gare di Isola della Scala, si è corsa la gara in notturna organizzata dall’Esperia a Cherasco in occasione della presentazione del “Giro di Padania” per professionisti. Alla gara hanno partecipato le categorie G. 5 e G. 6 Giovanissimi, Esordienti e Allievi. Nella categoria G. 5M secondo posto per Luca Pipino, quarto per Federico Pipino e sesto per Antonio Vassallo. Tra i G. 6 sesto posto assoluto per Camilla Vassallo (prima donna), mentre Gianluca Brero ha chiuso in gruppo. La squadra si è aggiudicata il trofeo per la categoria Giovanissimi. Ricchissimo il “parterre de roi” con il senatore Michelino Davico, il presidente nazionale FCI Renato Di Rocco e vecchie glorie come gli inossidabili Italo Zilioli e Franco Balmamion.

Esperienza indimenticabile

Sul Tre Chiosis

Il folto gruppo di saviglianesi che hanno raggiunto la vetta di Cima Tre Chiosis

Domenica 28 agosto, più di quaranta soci del CAI di Savigliano, con la presenza del comune rappresentato dall’assessore Pittavino, si sono dati appuntamento a Pontechianale per la gita sociale programmata dalla Sezione saviglianese nell’ambito del Comitato “Monviso 150”. L’escursione, che aveva come meta la vetta dei Tre Chiosis è stata organizzata per commemorare i centocinquant’anni dalla prima salita al

Monviso (“montagna del cuore” per noi alpinisti ed escursionisti della zona). Il tempo splendido e il simpatico gruppo sono stati la cornice ideale per quello che era il vero appuntamento della giornata. L’impegno delle cinque Sezioni che hanno aderito all’iniziativa (Barge, Cavour, Racconigi, Saluzzo e Savigliano) era di raggiungere altrettante punte intorno al Monviso (la salita al “Re di Pietra" e ad altre vette più tecniche

era riservata a Istruttori e Accompagnatori esperti) e accendere contemporaneamente, alle ore 11, un rosso fumogeno. Dire che sia stato uno spettacolo unico è poco, tanto è vero che, spontaneamente, tutti, parecchi con gli occhi lucidi, si sono espressi con un lungo applauso alla vista delle colonne colorate come bandiere della fratellanza che sventolavano da Monviso, Dado di Vallanta, Visolotto, Gastaldi, Caprera, Roma, colle della Losetta, Udine. Nascoste alla nostra vista punta Dante e Viso Mozzo. La Sezione, nel manifestare soddisfazione per l’ottima riuscita della gita ricorda ai soci il prossimo appuntamento al monte Vaccia, domenica 11 settembre. Questo monte s’innalza a 2472 metri sullo spartiacque tra il vallone del Piz e quello dell’Ischiatòr in valle Stura. L’escursione non presenta difficoltà tecniche e si sviluppa su circa novecento metri di dislivello. La partenza è fissata per le ore 6.30 dall’Ala di piazza del Popolo. Per informazioni ed iscrizioni rivolgersi in sede in orario d’apertura.

Un gruppo di giovani sulla vetta del Re di Pietra

Lunedì 22 agosto cinque ragazzi saviglianesi hanno raggiunto la vetta del Monviso. La gita era stata organizzata dal CAI di Savigliano. I ragazzi erano partiti il giorno precedente, domenica 21, per arrivare al rifugio Quintino Sella, dove hanno poi pernottato e da dove il mattino seguente, unitisi ad altri 8 giovani, sono ripartiti per la meta prefissata. Affiancati da accompagnatori adulti esperti, hanno raggiunto la cima del Monte in meno di 5 ore. Ora sono stati entusiasti dell’esperienza vissuta e per questo desiderano ringraziare la sede del Cai di Savigliano e le persone che hanno reso possibile quest’avventura: la fatica della camminata è stata assolutamente ricompensata dallo spettacolo che hanno potuto ammirare una volta giunti in cima!


34

sport

giovedì 8 settembre 2011

Il punto sulla Promozione Prima giornata tra conferme, sorprese, promossi e bocciati. Le “grandi” o presunte tali sono partite con il piede giusto: Fossano, Carmagnola e Don Bosco Nichelino. C’è chi ha stupito: il Tre Valli. In attesa delle rimandate Corneliano, Bene Narzole e Cavour. Sotto di due goal, il Carmagnola riesce a rovesciare la gara come un calzino e ad imporsi per 3-2. Ospiti in vantaggio con centri di Papalia e Collino. La rimonta dei locali è firmata da Musto, Cavallo e Citeroni (rig.). Un goal del giovane Valentino spezza il cuore al Crv Rivoli e permette al Don Bosco Nichelino di festeggiare la prima vittoria. Finale da fuochi d’artificio tra Corneliano e Tre Valli. I roerini vanno in vantaggio a tre minuti dal termine con Di Stefano su rigore. Sembra fatta, ma invece in pieno recupero arriva la doccia fredda col pareggio di Giacosa. Un punto buono per tutti in Ciriè Orbassano-Bene Narzole. Poche le occasioni da rete, con portieri inoperosi. Pari ricco di goal in Virtus Mondovì-Roero. Monregalesi in vantaggio con Salvatico prima e Blua dopo. In due minuti a metà ripresa gli ospiti si salvano con centri di Perri e Sacco. Un Pedona roccioso stoppa l’ambizioso Cavour. Ad inizio ripresa Parola porta in avanti gli ospiti. Nel finale Capobianco riequilibra il match. Arriva anche il primo rinvio stagionale. Un violento acquazzone al momento dell’appello non permette a Revello e Piscinese Riva di scendere in campo.

Promozione – Girone C RISULTATI DELLA PRIMA GIORNATA Carmagnola – Bsr Grugliasco 3-2 Cavour – Pedona Borgo San Dalmazzo 1-1 Ciriè Orbassano – Bene Narzole 0-0 Corneliano – Tre Valli 1-1 Don Bosco Nichelino – Crv RivoliGiaveno 1-0 Fossano – Saviglianese 1-0 Virtus Mondovì – Roero Calcio 2-2 Revello – PiscineseRiva 1964 rinviata per pioggia CLASSIFICA Carmagnola, Don Bosco Nichelino e Fossano punti 3; Roero Calcio, Pedona Borgo San Dalmazzo, Cavour, Ciriè Orbassano, Bene Narzole, Corneliano,Tre Valli e Virtus Mondovì 1; Revello*, PiscineseRiva 1964*, Crv RivoliGiaveno, Saviglianese e Bsr Grugliasco 0. (*) Revello e PiscineseRiva 1964 una partita in meno.

CALCIO

A Fossano i rossoblù ci provano, ma la mira non c’è

Maghi: partenza in salita FOSSANO SAVIGLIANESE

1 0

Fossano: Serra, Delsoglio, Bianco, Ambrosino, Dotto, Giordano (48’ Bergese), Faule (70’ Curti), G. Brizio, Sellam (91’ F. Bosio), Raspo, Pala. A disp.: Rinaldi, Baudino, A. Brizio, Baratteri. All.: G. Curetti. Saviglianese: Tallone, Cesano (61’ Flauto), Vagliano, Lupinacci (53’ Morrone), Sobrero, Marocco, Garagliano, Zavattero, D. Bosio, Mondino (67’ Minelli), Monetti. A disp.: P. Bosio, Camisassa, Bassano, Ferrero. All.: P. Lamberti. Arbitro: sig. Rossi di Pinerolo. Rete: 49’ Sellam. Note: giornata soleggiata. Terreno in discrete condizioni. Il derby cuneese per eccellenza incorona i ragazzi di mister Curetti. La Saviglianese è caricata a salve. Il Fossano ne approfitta per conquistare l’intera posta in palio. Basta una rasoiata dello stagionato bomber Sellam per rovinare la “prima” dei Maghi. I rossoblù non hanno saputo concretizzare tre nitide occasioni da goal. Gli avversari hanno gestito la gara rendendosi pericolosi al momento giusto e stando attenti a non scoprirsi. Le transenne dei lavori in corso in casa saviglianese sono ancora lì, ben visibili nel cantiere di Pie-

rantonio Lamberti, cioè una compagine ancora da assemblare e soprattutto da potenziare. La Saviglianese attuale è una squadra con buone individualità, ma destinata ad arrancare se non verrà reperita sul mercato quella prima punta necessaria (come il pane) per finalizzare le numerose opportunità create. CRONACA In uno stadio gremito di tifosi, le due squadre iniziano il loro campionato con la fortuna di avere il sole sulle loro teste, diversamente da altri campi dove imperversavano acquazzoni. Durante la prima frazione di gara le due contendenti si misurano a vicenda, senza concedere grandi spazi. Sono però gli ospiti a farsi preferire prendendo da subito in mano il “pallino”. 6’. L’episodio che avrebbe potuto cambiare il corso del match. Davide Bosio si invola in area e viene agganciato dal portiere in uscita. Il direttore di gara non se la sente di prendere la doppia decisione (espulsione di Serra e penalty) e lascia correre. 10’. Si fa avanti Monetti: da fuori area punta l’angolo, ma Serra blocca sicuro. 21’. Sellam la spunta nell’uno contro due con la difesa avversaria e, da posizione interessante, tenta il colpaccio, ma il suo potente tiro centrale non sorprende Tallone. Nel finale è ancora Sellam a sfiorare la rete con un tiro su palla inattiva (rotondetta che sfiora l’in-

PROSSIMO TURNO (domenica 11 settembre) Bene Narzole – Fossano Crv RivoliGiaveno – Ciriè Orbassano Don Bosco Nichelino – Bsr Grugliasco Pedona Borgo San Dalmazzo – Revello PiscineseRiva 1964 – Carmagnola Roero Calcio – Cavour Saviglianese – Corneliano Tre Valli – Virtus Mondovì

CALCIO

Roberto Mazzafera Scocca l’ora per i Pulcini e i Piccoli amici alla Saviglianese, che da martedì 6 e giovedì 8 settembre riprendono l’attività calcistica, con allenamenti il martedì e giovedì dalle 17,30 alle 19 presso il campo sportivo Allocco di borgo Marene. I Pulcini 2001 del terzo anno saranno guidati da Guglielmo Bosio e Davide Giordano. I Pulcini 2002 avranno come allenatori Valerio Grosso e Pier Paolo Galipò. I Pulcini 2003, alla loro prima esperienza da pulcini del primo anno, saranno seguiti dagli allena-

tori Paolo Gallè e Kevin Busano. Per i Piccoli amici, nati nel 2004, 2005 e 2006, il primo raduno della stagione è fissato per martedì 13 settembre, dalle 17,30 alle 19, presso lo stadio Morino, Avranno come istruttori Roberto Mazzafera e Marco Taricco. Per i nuovi bambini che si avvicinano per la prima volta allo sport del calcio, ci sarà la possibilità di avere a disposizione un periodo di prova gratuita di un mese. Per informazioni sugli allenamenti, sulle linee programmatiche e su ogni altro argomento, ci si può rivolgere presso la segreteria della società allo stadio Morino, dal martedì al venerdì dalle 18 alle 19,30. I dirigenti del settore giovanile della Saviglianese ricordano che la “Scuola calcio Lentini” vuole essere un punto di riferimento importante per tutti i bambini e ragazzi, con obiettivo la socializzazione, il divertimento e il crescere insieme con entusiasmo durante le sedute di allenamento. Durante i pomeriggi calcistici, saranno sempre presenti i coordinatori e responsabili del settore, in appoggio agli istruttori, a disposizione anche per ogni eventuale informazione.

RIPRESA Di ritorno dagli spogliatoi la musica cambia ed il derby regala più emozioni. 2’. Occasionissima per i rossoblù. Zavattero (migliore in campo) imbecca alla perfezione D. Bosio, che va via in velocità e si presenta tutto solo davanti a Serra. Conclusione da dimenticare (tiro altis- Davide Zavattero migliore in campo nel derbyssimo simo). Goal mangiato, goal subito. La re- di Lamberti arriva al 45’ con Zagola del calcio è impietosa. In men vattero che, ormai stremato, non che non si dica i fronti si inverto- centra lo specchio della porta. no e arriva la risposta dei padroDOPOGARA ni di casa. 4’. Azione sulla sinistra di Pala con Il Fossano inaugura nel migliore palla in mezzo per Sellam che si dei modi la stagione battendo i destreggia bene e, approfittando cugini storici. Di lavoro la compadelle larghe maglie della retro- gine di Curetti dovrà ancora farguardia rossoblù, infila con un pre- ne, ma le indicazioni sono rassiciso rasoterra Tallone sulla sua de- curanti: «La mancanza di Viviano, Tosto, Salomone e Falco mi hanstra. 1-0. Sull’azione del goal partita oltre no costretto a mandare in camai due centrali, ci è parso non po troppi giovani. La vittoria ci ha esente da colpe anche il portiere. premiato forse eccessivamente. I Maghi non ci stanno e le prova- Se devo essere sincero il rigore no tutte per pareggiare i conti, ma su Bosio ci stava». sciupano occasioni ghiottissime. Falsa partenza per i Maghi. La de18’. Azione travolgente di Zavat- lusione si legge a caratteri cubitatero che appoggia su un piatto li sul volto di Pierantonio Lamberd’oro la palla a Morrone. Il neo- ti: «Non meritavamo di perdere. entrato ciabatta in modo disgu- I ragazzi ci hanno dato l’anima e vanno elogiati. Sicuramente non stoso. 30’. Monetti manca di precisione possiamo però permetterci di ma si guadagna l’angolo. Morrone, continuare a sbagliare simili goal». ben appostato, cerca l’angolino basso ma, sulla strada di una palla PROSSIMO TURNO che sembrava già dentro, c’è Ser- Domenica per la prima casalinga altro derby elettrizzante. All’O. ra a dire di no. L’ultimo colpo di reni dell’undici Morino arriva il Corneliano. Nima

U.S. D. Saviglianese: prossime gare

Attività delle giovanili rossoblù

Pulcini e Piccoli amici

crocio).

Nico Monetti durante un contrasto nella partita di Fossano

CALCIO FEMMINILE

Sabato 10 settembre Allievi ‘96 Fb Saviglianese-Roretese Domenica 11 settembre Allievi ‘95 Saviglianese-Cheraschese Mercoledì 14 settembre Allievi ‘96 Fb Cheraschese-Saviglianese Giovanissimi ‘97 Marene-Saviglianese Giovanissimi ‘98 Fb Poirinese-Saviglianese

ore 16

O. Morino

ore 10

O. Morino

ore 19 ore 19 ore 19

Cherasco Marene Poirino

Inizia domenica a Saluzzo il campionato di serie C

“Quelle del calcio” a Cavallermaggiore Il campionato regionale di serie C, al quale partecipa il Cavallermaggiore Calcio Femminile, inizia domenica prossima, 11 settembre. Il quarto posto ottenuto al termine dello scorso campionato fa ben sperare: le cavallermaggioresi potrebbero rivestire un ruolo da protagoniste anche nella prossima stagione. La squadra è sostanzialmente confermata, secondo la volontà del presidente Monica Fasciani: la compagine è affiatata, dal momento che, da alcuni anni, le ragazze giocano insieme. «Siamo qui per un altro anno di calcio in rosa – ha detto la presidente – nonostante quest’estate alcune persone poco informate parlassero di un possibile scioglimento della nostra società. Nulla di più falso, anzi noi vogliamo crescere: infatti, tante ragazze giovani di Cavallermaggiore e dintorni hanno deciso di unirsi alla squadra per vivere una bella esperienza fatta di sport e divertimento. Per la guida tecnica della formazione abbiamo scelto due allenatori giovani, Diego Bonetto e Michele Servidio, che hanno già avuto esperienza nel calcio a cinque femminile. In loro, e nell’entusiasmo delle nostre atlete, riponiamo

Le ragazze del Cavallermaggiore Calcio Femminile disputeranno la serie C tutta la nostra fiducia. Un ringraziamento lo dobbiamo alla nuova Amministrazione comunale, che ha dimostrato fin dal primo momento una grande sensibilità ai nostri problemi». Il nuovo allenatore Diego Bonetto introduce così il campionato: «Il gruppo c'è, la forma sta crescendo e sono convinto che anche quest'anno possiamo fare bene, cercando di migliorare l’ottimo piazzamento della scorsa stagione». Domenica 11 settembre le ragazze saranno subito messe alla prova da un debutto impe-

gnativo: si inizierà a Saluzzo nel derby con il Musiello. Una interessante iniziativa è stata, infine, presa dalla società in occasione dei 10 anni del calcio femminile a Cavallermaggiore, che ricorreranno nel 2012. È uscito nei giorni scorsi “Quelle che il Calcio”, un volumetto che racchiude le immagini più suggestive di un decennio di sport e festa. Il libro è stato presentato durante la locale festa patronale. Chi lo desidera può trovarlo presso la salumeria Turletti o il Caffè del Centro.


sport

CALCIO

La squadra di Pengue domina il primo tempo, poi si spegne

Futsal Centallo a metà FUTSAL CENTALLO 0 VILLANOVETTA 1 Futsal Centallo: Milanesio, Sthjefni(Rinaldi), Nasi, Cervella, Pizzano, Pocchiesa (Pengue M.), Chiarelli, Gerbaudo, Cardellino, Barison (Zou). A disp.: Dompè, Bordignon, Badellino S., Aragno. All.: Nino Pengue. Giornata uggiosa quella che fa da battesimo alla nuova Futsal Centallo, ma l’atmosfera che si respira nel catino dell’O. Morino è radiosa e solare come nelle giornate migliori. Già, perché l’attesa e la curiosità per questo neonato e ambizioso progetto sportivo è forte e lo si percepisce chiaro sui volti dei primi supporters rossoblù che arrivano alla spicciolata già a mezz’ora dall’inizio della gara con un fare quasi timido e impacciato, da ansia della “prima volta”. Questo clima quasi surreale svanisce inesorabile alle ore 15, il fischio dell’arbitro scandisce l’inizio di un sogno sportivo cullato e chiacchierato per tutta un’estate, si apre il sipario, la tribuna è gremita in ogni suo posto, a poco a poco anche le tensioni di giocatori, dirigenti e tifosi sembrano sciogliersi un po’.

CALCIO

Un risultato bugiardo ha rovinato la festa d’esordio del Futsal Centallo

CRONACA Mister Pengue si affida ad un 43-3 molto dinamico modello “spagnolo”, fatto di pochi centimetri ma tanti piedi buoni. La prima mezz’ora è da antologia, quasi un esercizio di possesso palla contro i malcapitati ospiti. Il Futsal Centallo è completamente padrone del campo e la manovra si sviluppa fluida e armoniosa con un Pocchiesa che, nonostante la giovane età (classe 91), sembra un professore nel dirigere le operazioni in mezzo al campo. 6’. Combinazione in velocità sulla destra Cardellino-Pocchiesa, cross di quest’ultimo per la testa di Barison, palla fuori di poco. 8’. Ancora Pocchiesa per Gerbaudo che da limite area salta un uomo e scocca una rasoiata con palla che sfiora il palo. 17’. Ancora Centallo. Barison sguscia via sulla destra, traver-

sone teso in mezzo per Cardellino che appoggia all’accorrente Stjefni. Tiro alto di poco. 22’. Nasi di testa su angolo dalla sinistra di Cardellino, conclusione debole. 26’. Cardellino si accentra e tira, palla fuori. Il forcing dei padroni di casa finisce qui e il primo tempo scivola via senza più sussulti. RIPRESA La seconda parte della gara è di tutt’altro tenore: la squadra appare confusa e stanca dai carichi di lavoro della preparazione e così il timido Villanovetta prende coraggio. 10’. Chiari, capitano degli ospiti, fermato da un fuorigioco molto dubbio. 20’. Conclusione dal limite del Villanovetta con palla che sfiora il palo alla sinistra di Milanesio. 24’. Mister Pengue mischia le

carte per dare un po’ di vivacità ad un centrocampo in debito d’ossigeno. Fuori Barison dentro Zou con Chiarelli che avanza sulla linea degli attaccanti. 38’. Ancora Villanovetta pericoloso con palla alta di poco su tiro in spaccata. È il preludio al goal che arriva un minuto dopo. 39’. Su disimpegno errato della difesa locale bomber Chiari colpisce con una fiondata precisa. Nulla può Milanesio. 0-1. 45’. Pengue prova il tutto per tutto, escono Stjefni e Pocchiesa, entrano Rinaldi e il baby Marcello Pengue. 50’. La Futsal sfiora il meritato pareggio. Fucilata di Chiarelli, miracolo del portiere ospite, sugli sviluppi dell’azione cross in mezzo di Pengue e tap-in fuori di poco dell’accorrente Nasi. Risultato bugiardo che sta strettissimo ai padroni di casa, con maggior cinismo sotto porta e con il raggiungimento di una condizione fisica ottimale i risultati arriveranno presto, prestissimo perché la caratura tecnica della squadra è indiscutibile e la mano di mister Pengue già si vede. PROSSIMO TURNO Domenica impegno in quel di Tarantasca, ghiotta occasione per rifarsi da subito.

Per la formazione a 5 e quelle delle categorie Juniores e Giovanissimi

È già tempo di incontri amichevoli

Primo triangolare della stagione per la squadra a 5 del Futsal CALCIO A 5 Sabato pomeriggio, 3 settembre, per l’esattezza nell’impianto sportivo di Rivoli, la squadra di mister Gaviglio è stata impegnata in un triangolare amichevole con il Futsal Alessandria (che milita nel campionato di serie C2) e lo Sportiamo (C1). Nonostante le tante assenze per il Futsal Savigliano è stata una ottima opportunità per riuscire a mettere in pratica le prime idee tattiche della stagione. Berteina, Borgognone, Paciello,Ternavasio G.,Ternavasio E., Pettavino, Tavella, Busano, Draga e Garello i giocatori che hanno preso parte alla manifestazione. Due partite da 40 minuti, 20 per tempo. Il primo match, contro l’Alessandria, si è concluso con il risultato di 3-1 per i grigioneri. Per la squadra saviglianese in goal Enrico Ternavasio. La squadra è partita contratta in difesa, tralasciando la fase offensiva. Molto meglio nella seconda partita, persa per 3-2 ma giocata alla pari fino all’ultimo minuto, in cui è arrivato il goal vittoria per la compagine dello Sportiamo. Le reti, che portano la firma di Garello e Ternavasio E., avevano fatto sperare ad un possibile pareggio, svanito per un errore difensivo nel finale. Risultato tutto sommato abbastanza corretto. Due sconfitte dunque, ma molte note positive. Su tutte il recupero dei due infortunati, Ternavasio G. e Berteina, che sembrano essere rientrati in buona condizione fisica. Bene la fase difensiva a zona, soprattutto nella seconda partita dove i ragazzi sono riusciti a contenere gli attacchi dello Sportiamo.

Tra le cose ancora da migliorare c’è sicuramente la condizione fisica, lontano dall’ottimale, e i contropiedi offensivi, molti ma con scarsa percentuale di realizzazione. «In alcune occasioni è mancata la sicurezza e la concentrazione che ho chiesto, ma arriveranno insieme alla condizione fisica – ha dichiarato a fine gara mister Gaviglio –. Per il resto, considerate le numerose assenze, la squadra si è comportata molto bene. Oltre alle aspettative».

SETTORE GIOVANILE Grande entusiasmo e fermento in tutto il settore giovanile della Futsal Savigliano. Ogni settimana, con grande stupore del direttivo, si riscontra un aumento esponenziale dei ragazzi iscritti alla società. Ormai l’ossatura di tutte le squadre è praticamente completata. A partire dai Piccoli Amici (classe 2006) fino alla Juniores (classe 1992) è stato raggiunto il numero di ragazzi per iscrivere tutte le squadre ai rispettivi campionati. «Teniamo a ringraziare tutti i ragazzi e le famiglie che hanno aderito al nostro progetto – affermano i dirigenti del Futsal –. Possiamo dire con grande felicità che lo slogan che ha lanciato il settore giovanile: ”C’è di più: diventiamo Grandi Insieme” oggi è una realtà. Grande soddisfazione è data dal fatto che molti ragazzi oggi iscritti, in passato avessero deciso di non praticare più al gioco del calcio. Invece, grazie ai valori che abbiamo cercato di diffondere e che sono alla base del progetto, siamo riusciti a fargli cambiare idea. A partire dal direttivo, con tutto lo staff di collaboratori della Futsal Savigliano, faremo di tutto per essere all’altezza delle attese con la speranza di non deludere tutte le persone che ci hanno dato fiducia». Questo weekend hanno avuto luogo le prime amichevoli. La Juniores, guidata da mister Stellini, ha particolarmente impressionato contro i quotatissimi allievi ’96 della scuola calcio Europa di Alba per il potenziale e la compattezza dimostrata. All’incontro era presente mister Pengue come osservatore speciale. Ottima performance anche per la squadra dei

Giovanissimi guidati da mister Miretti, che sul campo del Marene ha dato prova di grande solidità e unione dopo solo una settimana di ritiro. «Invitiamo ancora una volta tutti i ragazzi che avessero intenzione di iscriversi al nostro settore giovanile a presentarsi dal martedì al venerdì dal campo sportivo di Borgo Marene, fronte exsede Savigliano ’81 – affermano i dirigenti della squadra –, il resp. del settore giovanile Andrea Chiavassa (345.2552536), il dt Santino Landro (339.2768078) e la direzione della Segreteria, Maria Cavallo (349.5158896), saranno a completa disposizione per fornire tutte le informazioni». Ricordiamo nuovamente la nuova partnership commerciale con il settimanale “Il Saviglianese“ che ogni settimana riporterà tutte le notizie riguardanti il mondo Futsal. Per tutti i tesserati e per le loro famiglie ci sarà uno sconto sull’abbonamento.Tutto sarà meglio spiegato nei prossimi giorni sul sito ufficiale

CALCIO

giovedì 8 settembre 2011

35

Prima Categoria – Girone G RISULTATI DELLA PRIMA GIORNATA Boves MDG Mondovì – Valle Stura Cameranese – Ama Brenta Ceva Caramagnese – Bisalta Centallo – Villanovetta Gem Busca – Villar 91 Genola – Tarantasca Sommariva Perno – Racconigi Sommarivese – San Sebastiano

4-1 4-1 3-1 0-1 1-0 1-0 2-2 4-2

CLASSIFICA Boves MDG Mondovì, Cameranese, Caramagnese, Gem Busca, Villanovetta, Genola e Sommarivese 3; Sommariva Perno e Racconigi 1; Centallo, Villar 91, Tarantasca, San Sebastiano, Bisalta, Ama Brenta Ceva e Valle Stura 0. PROSSIMO TURNO (domenica 11 settembre) Ama Brenta Ceva – Sommarivese Bisalta – Genola Racconigi – Boves MDG Mondovì San Sebastiano – Caramagnese Tarantasca – Centallo Valle Stura – Gem Busca Villanovetta – Sommariva Perno Villar 91 – Cameranese

CALCIO

Giusto pareggio in quel di Sommariva

Racconigi a suon di goal SOMMARIVA P. RACCONIGI

2 2

Racconigi: Cera, Perrone, Lisa, Garbin, Barrese, Parola, Sismonda, Sorace, Borda (Lamberti), Morra, Panero M. A disp.: Sola, Trombetta, Martinuzzi, Ferrantelli, Malavenda. All.: Chiarla Nicola. Reti: 2 Sismonda. Finisce con il risultato di 2-2 la prima sfida dell'A.D.C.Racconigi nella stagione 2011-2012 contro un'avversaria ordinata e molto quadrata in campo, con ambizioni sicuramente maggiori rispetto alla squadra di mister Chiarla. Partono bene i padroni di casa e si rendono subito insidiosi sulle fasce, senza però creare grosse apprensioni a Cera. Tra il 25’ e la mezz'ora il Racconigi dà sfoggio del potenziale in attacco e passa in vantaggio con Sismonda dopo un uno-due in area con Borda. Poco dopo ancora Sismonda, servito da Panero, si presenta a tu per tu con il portiere sommarivese superandolo con un pregevole pallonetto per il 2-0. I padroni di casa però non abbassano la testa e, in modo ordinato, ricominciano a ricostruire gioco: l'estremo difensore racconigese compie un grande in-

Doppietta per Matteo Sismonda

tervento sventando in angolo una conclusione ravvicinata. Nella ripresa il Sommariva è più pimpante e accorcia subito le distanze sfruttando un'incomprensione tra la difesa e il centrocampo ospite, e stringe d'assedio la porta racconigese sino al 35’, quando trova la rete del giusto pareggio sugli sviluppi di un cross proveniente dalla sinistra. Alla fine dei 90 minuti di gioco il risultato rispecchia l'andamento della gara: una partita equilibrata con un tempo a testa che sicuramente non ha annoiato gli spettatori sugli spalti. Domenica debutto casalingo per il Racconigi, alle 15 contro il Boves. Andrea Trombetta

Accordo di collaborazione tra A.D.C. Racconigi ed Atletico

Una storica stretta di mano tra presidenti Una storica stretta di macietà di creare no tra i presidenti deluna propria forl’A.D.C. Racconigi, Gamazione compebriele Trombetta, e queltitiva per questa lo dell’Atletico Racconicategoria, A.D.C. gi, Secondo Casale, ha Racconigi e Atlesancito un accordo tra le tico Racconigi due società. hanno concordaÈ la prima volta, da quanto di iscrivere al do l’Atletico ha fatto la campionato prosua comparsa nel panoravinciale una squama calcistico racconigedra “mista”. Per se, che le due squadre dequesta stagione cidono di collaborare ad Mister Ugo Caricato sportiva essa è un progetto comune, che stata affidata, train questo caso riguarda la categoria mite un sorteggio, all'A.D.C. RaccoAllievi. L’incontro è avvenuto nel tar- nigi, con l'intesa per un cambio di gedo pomeriggio di lunedì al campo stione il prossimo anno. A guidare i Trombetta, preparato da una serie giovani racconigesi ci saranno Ugo di abboccamenti tra i dirigenti dei Caricato e Luca Beoletto, con alle due club. spalle un team di dirigenti formati Vista la difficoltà per entrambe le so- da entrambe le società.

Un passo in avanti, dunque, dopo anni di dissidi e contrasti, con l'obiettivo comune di seguire i giovani. «L’obiettivo non farà che giovare ai calciatori racconigesi che potranno così ancora giocare tra le mura amiche» commenta il presidente dell’A.D.C.Racconigi, Trombetta. «Penso che questa collaborazione cancelli definitivamente i pregiudizi che volevano l’Atletico arrogante e non disponibile a dialogare con le altre realtà cittadine – gli fa eco il presidente dell’Atletico, Secondo Casale –: in realtà noi lavoriamo per migliorare il calcio racconigese e non per distruggerlo». Il campionato degli Allievi inizierà la prossima settimana: le partite casalinghe verranno disputate la domenica mattina alle ore 10.30 sul campo sportivo di via De Gasperi.


36

sport

giovedì 8 settembre 2011

CALCIO

Domenica per i granata esordio in Seconda categoria

Atletico: arriva “mister X”? Smaltiti i festeggiamenti, l’Atletico esordirà domenica in Seconda

CALCIO A

5 SERIE D Nuova stagione

Time Warp al via

Il discorso di inizio preparazione del mister Pontarolo

Sono passati pochi mesi dalla conclusione della stagione 20102011 e già l’ASD Time Warp di Monasterolo ha ripreso la preparazione in vista del campionato che inizierà ad ottobre (le date non sono ancora state comunicate dalla Federazione). Molti i volti nuovi tra le fila dei galletti biancoverdi: prima di tutto il nuovo mister Pontarolo, poi diversi nuovi acquisti che hanno portato una ventata di entusiasmo ad un gruppo già affiatato. Chi tra gli atleti si aspettava Caramanno nuovo capitano una ripresa degli allenamenti blanda ha avuto subito una brutta sorpresa: l’allenatore astigiano ha subito fatto sudare i suoi nuovi giocatori, ed ha impostato un lavoro molto duro dal punto di vista fisico, condito da diversi esercizi tecnico-tattici per plasmare il gioco della squadra secondo le sue direttive. Da segnalare anche la presenza di ben cinque portieri, che sono seguiti dall’accoppiata Grosso-Barale, che avranno sicuramente l’imbarazzo della scelta! Un’altra novità è stata il passaggio della fascia di capitano dal braccio di Omar Mellano a quello del talentuoso Giuseppe Caramanno, scelta che l’ormai ex-capitan Mellano spiega così: «Ho preferito non lasciare la squadra senza un capitano come la passata stagione, per me un calvario di infortuni che non mi hanno permesso di collezionare neanche una presenza. Quest’anno proverò con calma a rientrare, ma ho preferito lasciare la fascia a Giuseppe, che ha dimostrato attaccamento alla maglia ed è rispettato e stimato da tutto lo spogliatoio». Diversi saranno gli appuntamenti delle prossime settimane, la prima amichevole è stata disputata lunedì 5 settembre a Villafranca Piemonte contro il Futsal Villa, formazione di serie C1.

CICLISMO UDACE

Osvaldo Colombano Ancora un acuto di Osvaldo Colombano, portacolori del GSC Racconigi Cicli MC Groppo. Quando la strada inizia a salire, anche i più forti devono fare i conti con lui. La scorsa settimana abbiamo dato notizia del suo quinto posto nell’inedita cronoscalata di Sinio d’Alba. Ora siamo qui a ripeterci a proposito della classica “Memorial Luigi Bevilacqua” da Paesana a Pian Munè. La corsa di sabato 3 settembre è iniziata sotto un autentico acquaz-

L’Atletico incomincia domenica a La Loggia la sua avventura in Seconda categoria, presentandosi al via con una rosa di 20 giocatori che hanno iniziato gli allenamenti sotto la guida di mister Beppe Bordese lunedì 22 agosto. Alla rosa che ha vinto il campionato di Terza categoria si sono aggiunti tre ragazzi: Mina, proveniente dal Fossano, Dema dalla Caramagnese e Caracciolo dal Sanfrè. «Sono soddisfatto per come i miei giocatori hanno affrontato la preparazione – afferma il mister –: tutti hanno lavorato sodo e con serietà, consapevoli che il campionato che va ad cominciare sarà pieno di insidie e dovrà essere affrontato con la giusta concentrazione. Gravi motivi familiari costringono Valenti a rimanere lontano dai campi per questo inizio stagione e, considerata la prolungata assenza di Lacinej, siamo costretti ad andare ancora alla ricerca di una punta. Il presidente Casale ci ha promesso un piccolo sacrificio per riuscire a portare a Racconigi quello che per ora chiamero “mister x”: un giocatore di categoria superiore. Per il momento non voglio rivelarne il nome, anche se non nascondo la speranza di poterlo schierare in campo fin dalla prima giornata». Obiettivo della stagione? «Vogliamo raggiungere il più presto possibile i 30 punti che sarebbero garanzia di salvezza» risponde il presidente Secondo Casale. L’Atletico è stato inserito nel girone N

CALCIO

Andrea Bongiovanni

Rino Sorrentino

Daniele Diana

Andrea Goffo

Michele Eliseo

Vincenzo Farias

Walter Sacco

Samson Obehaon

di Seconda, dove sono raggruppate squadre della Langa e di Torino. Si comincia domenica alle 15 sul campo de La Loggia. Per vedere l’Atletico a Racconigi bisognerà attendere domenica 18, alle ore 15 sul campo comunale Graziano Trombetta contro lo Scalenghe. In casa Atletico è iniziata anche l’attività del settore giovanile. Sono state iscritte ai rispettivi campionati federali le squadre dei Giovanissimi (seguiti da Andrea Bongiovanni e Vincenzo Farias, che disputeranno le partite casalinghe al campo Trombetta), due squadre di Esordienti misti (delle quali una sarà seguita da Da-

niele Diana, l’altra da Andrea Goffo e Michele Eliseo, che disputeranno le partite casalinghe al campo di via De Gasperi), una squadra di Pulcini misti (sotto la guida di Rino Sorrentino, Walter Sacco e Samson Obehaon), due squadre di Pulcini 2002 (a seguirli saranno Francesco Ferrantelli e Roberto Casale) ed una squadra di Pulcini 2003 (allenati da Marco Visconti e Mario Fissore). Ad occuparsi dei Primi calci saranno anche quest’anno Visconti e Diana. Questi gruppi svolgeranno la loro attività presso il campetto delle elementari in via Ton.

La squadra di mister Gianni Arrigo condizionata da numerosi infortuni

Marene riparte dal derby di Saluzzo Crescono l’entusiasmo e la trepidazione in casa marenese in vista della prima gara del campionato, di Seconda categoria che l’Asdc Marene giocherà durante l’anticipo di venerdì 9 settembre a Saluzzo. Il Marene si presenterà ai saluzzesi forte di un’intensa preparazione iniziata lo scorso 22 agosto insieme al nuovo mister Gianni Arrigo. Per il momento l’unico temporaneo intoppo sono gli infortuni: innanzitutto l’atteso ritorno in prima squadra di Lorenzo Rosano dovrà ancora attendere in seguito al serio infortunio al ginocchio riportato lo scorso luglio durante la partecipazione al Torneo delle ditte marenesi. Manca all’appello, per il momento, per problemi di salute anche Denis

Cravero, mentre Angaramo, Mondino e Bruno sono temporaneamente non disponibili per infortuni rimediati durante l’amichevole con il Genola. Ci spiega il ds Michele Chiavassa: «Come società siamo molto contenti: c’è un buon inserimento dei giovani. Speriamo di recuperare presto qualche infortunato. Siamo molto fiduciosi nell’operato del mister Gianni Arrigo, che sta dando spazio a tutta la rosa a disposizione e sta sperimentando diverse soluzioni. Certo, con questi infortuni, il parco attaccanti è un po’ a corto, ma Arrigo sa bene come fare e troverà la tattica giusta». In fase di preparazione la squadra ha disputato tre amichevoli: il 27 agosto contro Mondovì Piazza,

Nella Paesana-Pian Munè

Lorenzo Rosano ancora out

Denis Cravero manca all’appello

persa 092, poi contro il Genola, finita 1-1 con un notevole miglioramento dal punto di vista del gioco. Il 3 settembre, infine, contro

Castelletto Stura la formazione marenese ha perso (un secco 03) ma ha dovuto fare i conti con le numerosissime assenze in for-

CICLISMO UDACE

Tra i veterani bene Lanfranco

Ancora superColombano

Fissore è primo a Macello

zone. Trentotto i ciclisti in gara, che partono ad andatura sostenuta anche nel tratto turistico, fino al bivio per Pian Munè. Poi il via: 843 metri di dislivello in 13,300 km ed una pendenza media di poco superiore del 6%. Attacca subito Leonardo Viglione (Ezio Borgna Team) ed il gruppo si allunga. Alla sua ruota restano solo Consolino, Gianti,Viglione e Porro. Poco staccato Colombano, che controlla e cerca di non perdere contatto. Dopo qualche chilometro smette di piovere, ma le posizioni di vertice non cambiano. Viglione si presenta solo sulla linea del traguardo dopo 38'27"2 alla media di 20,572 km/h e con una Vam di 1315 m/h. Gianti e Consolino sono a soli 6 secondi. Porro arriva a 50”, seguito dal tenace Colombano (secondo categoria seniores) e dal sorprendente cadetto Peyrot, autore di una bella rimonta. Codebò, settimo as-

le loro spalle gli altri portacolori del team di Fissore svolgono un ottimo lavoro come stopper. A nulla valgono dunque i tentativi degli inseguitori (tra i quali è attivissimo Alessandro Agù, portacolori del GSC Racconigi Cicli MC Groppo) per ricucire lo strappo. Dopo la lunga fuga, i sette coraggiosi si giocano il successo in volata: Fissore parte da lontano e riesce ad imporsi dopo una bella lotta con Luciano Canino (Angaramo Cicli). Da notare che i primi 5 posti vanno a degli atleti veterani, mentre il sesto è Peyrot, categoria cadetti. Ottavo Rosario Canino (Angaramo), veterano anche lui. Media del vincitore 42,559 km/h. Anche la corsa dei meno giovani vive su una fuga lanciata da lontano. A prendere il largo già nel primo giro sono in quattro: il saviglianese Piero Lanfranco, il suo grande amico Giuseppe Dell’At-

soluto, accusa un ritardo di 3’52”. Diciassettesima, Simona Massaro, che si aggiudica la classifica femminile davanti a Valentina Canepa e Sabina Monaco. All’arrivo un rinfresco con i fiocchi: bevande, tranci di torta e dolciumi per l’organizzazione del Team Cicli Reinaudo. Prossimo appuntamento sabato 24 settembre a San Germano Chisone per l’ultima prova del Campionato della Montagna. Classifica: 1°) Viglione Leonardo (Ezio Borgna Team) 38'27,2; 2°) Gianti Christian (Cicli Pepino) 38'33,1; 3°) Consolino Stefano (Cicli Pepino) 38'33,2; 4°) Porro Mauro (Ezio Borgna Team) 39'17,1; 5°) Colombano Osvaldo (Racconigi Cicli MC Groppo) 40'05,8; 6°) Peyrot Alessandro (Team Licheri Passion Bike) 42'13,2.

Sergio Fissore di nuovo primo Sergio Fissore, cavallermaggiorese accasato al Vc Olmo La Biciclissima, si è imposto nell’11° Memorial Angelo Licheri a Macello. Cento gli atleti in gara su un circuito pianeggiante di 9,4 km da ripetere 8 volte, con una breve appendice per raggiungere il traguardo dopo 75,2 km di corsa. La gara dei più giovani è caratterizzata da una fuga a sette che si sviluppa già al secondo giro. I battistrada ci credono, instaurano tra loro una buona intesa e non verranno più ripresi, anche perché al-

ti, il vincitore della scorsa edizione della gara Cacioppo e Fabrizio Salvatico. Il gruppo insegue con accanimento, guidato da uomini come Panepinto,Vincenzo Canino e Marletta. All’inizio del 5° giro altri quattro corridori si riporta sui primi ed a giocarsi la vittoria sono così in otto. Il successo premia Guido Mello Rella, ex Campione Europeo (Pedale Borgodalese), davanti a Claudio Crosa (Gs Quinto al Mare), Valter Giletta (Vigor), Fabrizio Salvatico (Cicli Pepino), Antonio Cacioppo (Poirinese), Antonio Bungaro (Poirinese), Piero Lanfranco (Angaramo Cicli) e Giuseppe Dell’Atti (Antilia Team). Lo sprint dei più immediati inseguitori, a 1’23”, è regolato dal racconigese Ferdinando Marletta (Angaramo Cicli). Il plotone arriva ad oltre 3 minuti. Media della corsa: 40,280 km/h.


sport

NORDIC WALKING

Tante proposte per chi vuole imparare la tecnica

Corsi a Savigliano e Brossasco CORSO DI FITWALKING PER TUTTI

Intenso calendario per gli istruttori della Scuola Italiana Nordic Walking Monviso CAMMINATA NORDICA E SALUTE L’importante rivista “La nostra salute”, con la quale la Lega Italiana Lotta Tumori (LILT) promuove la prevenzione per debellare questo male, ha dedicato un articolo al Nordic Walking ed in particolare al ruolo che la camminata nordica può assumere nell’affiancare le attività riabilitative di alcune patologie tumorali. Nell'articolo viene preannunciato il protocollo di lavoro con il nordic walking attivato presso il Centro di Riabilitazione Oncologica di Firenze che opera nella struttura Villa delle Rose. Un importante progetto che va ad aggiungersi a quello che la Scuola Italiana Nordic Walking ha già in atto dalla primavera del 2011 con la Bayer, per la prevenzione e la cura del diabete, che sta dando risultati interessanti. CORSO ONEDAY A BROSSASCO “Impara il Nordic Walking in un solo giorno a Brossasco” è la proposta che arriva dalla Scuola Italiana Nordic Walking Monviso e dall’Associazione “Segnovia Porta di Valle”. La SINW Monviso con il suo staff di istruttori certificati offrono la possibilità di apprendere o perfezionare la tecnica della camminata nordica in un solo giorno attraverso un apposito corso chiamato “Monviso Nordic Walking Oneday” basato su una metodologia appositamente studiata dagli Istruttori coadiuvati dal

“team salute e benessere”. L’appuntamento è per sabato 10 settembre. Alle ore 9 ritrovo alla Porta di Valle e consegna dei bastoncini da Nordic ai partecipanti. Seguiranno l’introduzione al corso da parte di Paolo Fissore, Master Trainer SINW, e la presentazione degli aspetti tecnici, salutistici e in generale delle motivazioni che stanno alla base della pratica della camminata nordica. Dalle 9,45 alle 12,15 sono in programma le lezioni pratiche guidate dagli istruttori SINW Monviso. I partecipanti sono invitati a presentarsi con abbigliamento sportivo e calzature ginnastica/running (no pedule). Il corso è basato sull’apprendimento della giusta tecnica e non richiede preparazione fisica. Costi: 25 euro, incluso l’uso dei bastoncini; 20 euro per chi ha già effettuato un corso baso o un corso Oneday presso la Scuola Nordic Walking Monviso e desidera un refresh o perfezionamento. Con soli 5 euro aggiuntivi (facoltativi) si avrà la tessera della ASD Nordic Walking Monviso valevole fino alla fine dell’anno. Iscrizioni fino alle ore 12 di venerdì 9 settembre, Informazioni e prenotazioni: Segnavia Porta di Valle a Brossasco (0175.689629, Bianca) o segnavia@interfree.it e a Savigliano Giuggia Sport di via Sant’Andrea 35 (0172.712260, Beppe) e Il Capriccio pizza al taglio di via Alfieri 18 (0172.712883, Andrea).

A partire da lunedì 12 settembre gli istruttori Paolo Fissore, Andrea Chiavassa e Bianca Mottura terranno a Savigliano un corso di Fitwalking “Metodo Maurizio Damilano” basato su un format costruito allo scopo di acquisire una corretta tecnica del cammino Fitwalking ed essere in grado di raggiungere la capacità di camminare alla velocità di almeno 6 Km/h (velocità indicata come ingresso del cammino nell’area sportiva) per almeno 45’. Il corso si sviluppa su 10 lezioni della durata di un’ora, 2 volte a settimana (prevalentemente il lunedì e mercoledì dalle ore 19 alle 20), suddiviso in 2 cicli. Il primo ciclo, di 5 lezioni “basic”, sarà dedicato all’apprendimento della tecnica del Fitwalking. Il secondo ciclo, di 5 lezioni “perfect”, sarà finalizzato al perfezionamento della tecnica del Fitwalking in corso di pratica, apprendimento di tecniche di allenamento base, preparazione fisica e aerobica. Durante il corso si effettueranno 2 test di funzionalità cardio-circolatoria: uno basale e uno di confronto. Il corso si svolgerà con un minimo di 6 iscritti. Ritrovo del primo incontro: lunedì 12 settembre alle ore 18,50 dalla fontanella del Parco Graneris. Costo 100 euro (inclusa assicurazione ASD NWMonviso, report sui test e rilascio di Attestato di partecipazione al corso). Chi lo desidera può acquistare a parte: tessera Fitwalking Club 2011 (al costo di 30 euro, che include l’abbonamento alla rivista bimestrale “Camminare”, due test di cammino e altri vantaggi); abbonamento alla rivista bimestrale “Camminare” al costo di 15 euro; tessera ASD Nordic Walking Monviso 2011 (info su Istruttori, statuto, iniziative e vantaggi su www.nordicwalkingmonviso.com). Iscrizioni da: Il Capriccio Pizza al taglio in via Alfieri 18 (Andrea). Info: 348.6710391 (Paolo). CORSO PER NORDIC WALKERS A partire da lunedì 12 settembre gli istruttori Paolo Fissore, Andrea Chiavassa e Bianca Mottura terranno a Savigliano un corso per Nordic Walkers riservato agli iscritti al Nordic Walking Monviso. Il corso di avviamento alla camminata senza bastoncini include 2 lezioni di tecnica di cammino con esercizi specifici e 3 camminate di perfezionamento di circa 45 minuti + stretching. Ritrovo del primo incontro: lunedì 12 settembre alle ore 18,50 dalla fontanella del Parco Graneris. Costo: 40 euro. Iscrizioni da: Il Capriccio Pizza al taglio in via Alfieri 18 (Andrea). Info: 348.6710391 (Paolo).

giovedì 8 settembre 2011

37

Cammino sportivo a Racconigi Lunedì 19 settembre inizia a Racconigi un corso di avviamento alla pratica del cammino con il metodo “Fitwalking” introdotto in Italia dal campione olimpico di marcia, Maurizio Damilano. Il corso, della durata di 10 lezioni, si svolgerà al lunedì e al venerdì con orari diversificati dalle ore 14 alle 15 o dalle 18 alle 19 e sarà tenuto da istruttrici abilitate presso la scuola del cammino di Saluzzo. Prima lezione: lunedì 19 settembre, con ritrovo alle ore 18 presso i giardini della scuola media. Il Fitwalking è una piacevole camminata a passo veloce grazie alla quale si brucia un significativo numero di calorie, si raggiunge una prestazione aerobica di tipo sportivo e si gusta la bellezza della natura condividendo il percorso in amicizia. Informazioni ed iscrizioni: Carla MarDomenica Tesio chisio (cell. 339.6697658),Valentina Tabusso (328.7481225) e Domenica Tesio (338.3030016).

Nordic Walking Monviso SETTEMBRE Sport in piazza a Savigliano: domenica 18 settembre Corso base a Savigliano martedì 13 settembre dalle 19,00 alle 20,30 giovedi 15 settembre dalle 19,00 alle 20,30 martedì 20 settembre dalle 19,00 alle 20,30 giovedi 22 settembre dalle 19,00 alle 20,30 Costo: € 55 incluso noleggio bastoncini + tessera ASD Corso “Circuit Walking” a Savigliano (a richiesta di gruppo min. 10 persone) Sabato 17 settembre dalle 9,00 alle 12,00 Sabato 24 settembre dalle 10,00 alle 11,30 Costo: € 35 incluso noleggio bastoncini OTTOBRE Corso “Oneday” a Savigliano o altra sede (modulo A e B, tecniche avanzate, aspiranti istruttori) Sabato 8 ottobre dalle 9,30 alle 12,30 Costo: € 25 incluso noleggio bastoncini (Soci ASD € 20) Costo modulo con tecniche avanzate-aspiranti istruttori € 50 (modulo A e B, tecniche avanzate, aspiranti istruttori) Corso base a Savigliano martedì 18 ottobre dalle 19 alle 20,30 giovedi 20 ottobre dalle 19 alle 20,30 martedì 25 ottobre dalle 19 alle 20,30 giovedi 27 ottobre dalle 19 alle 20,30 Costo: € 55 incluso noleggio bastoncini. + tessera ASD Corso “Oneday” a Savigliano o altra sede (modulo A e B, tecniche avanzate, aspiranti istruttori) Sabato 22 ottobre dalle 9,30 alle 12,30 Costo: € 25 incluso noleggio bastoncini (Soci ASD € 20) Costo modulo con tecniche avanzate-aspiranti istruttori € 50 NOVEMBRE

PODISMO

Quaranta coraggiosi hanno sfidato il maltempo a Marene

La strada delle querce sotto la pioggia Si è svolta domenica 4 settembre, sotto una pioggia battente, la corsa podistica marenese “La strada delle querce”, gara non competitiva organizzata in collaborazione dall’Asd Podistica 2000 Marene e la Consulta Giovani. Dopo il ritrovo, previsto per le ore 8 presso il Centro sportivo don Avataneo, è iniziata la gara, che ha contato la partecipazione di 40 persone, fra

atleti, simpatizzanti e famiglie. Il percorso prevedeva un tratto di 6.5 chilometri, al termine del quale si sono svolte le premiazioni. In primis sono state premiate le tre società partecipanti (Marene 2000, Buschese e Fossanese, che si è aggiudicata anche la coppa del vincitore grazie al proprio tesserato che, per primo, ha tagliato il traguardo), poi è stato segnalato il podista più giovane,

PRESENTAZIONE

il marenese Luca Carena. Quello appena trascorso per l’Asd Podistica 2000 Marene è stato un weekend molto intenso, che ha visto la partecipazione di sei staffette marenesi alla gara di Chiusa Pesio e di ben 14 propri tesserati alla maratonina del Peperone di Carmagnola: durante quest’ultima gara è salito sul gradino più alto del podio il marenese E. Mustafà.

Mostafa Errebah 1° a Carmagnola

Venerdì pomeriggio presso la Duke Palestra

Nasce una nuova associazione Venerdì 9 Settembre a partire dalle ore 18 sarà inaugurato a Savigliano in viale Marconi 5 il rinnovato centro Fitness "Duke Palestra". Gestito dalla neonata e omonima associazione sportiva dilettantistica, il centro fitness "Duke Palestra" riapre le proprie porte dopo una lunga estate di lavori di ristrutturazione. «Abbiamo voluto ridare una sferzata di

energia – spiega il presidente Paolo Lanfranco – ampliando l'offerta dei servizi già consolidati dalla precedente gestione con nuovi corsi e nuovi attrezzi all'avanguardia nel mondo del fitness e della preparazione sportiva». «Io e mio fratello Daniele – prosegue Paolo Lanfranco – abbiamo dedicato la

nostra adolescenza allo sport e collaborato come istruttori nella precedente gestione. Ora siamo orgogliosi di poter gestire insieme, nella nostra città, questa palestra coadiuvati da uno staff entusiasta e competente. Invitiamo tutte le persone che ci conoscono all'aperitivo inaugurale, venerdì 9 settembre a partire Paolo Lanfranco dalle ore 18».

Total Nordic Walking (base, presciistico, programma di 8 sedute+ 2 escursioni) Si faranno due gruppi : un gruppo con gli allievi del corso base che si svolgerà in due lezioni intensive; gli altri inizieranno il total nordic walking; entrambi i gruppi svolgeranno contestualmente anche 2 test aerobici per la valutazione dello stato di fitness. (uno di inizio corso ed uno di fine corso). Mercoledi 2 novembre dalle 18,30 alle 20: tecnica del N.W., mobilità articolare, stretching Venerdi 4 novembre dalle 18,30 alle 20: tecnica del N.W., esercizi di tonificazione con elastici gymstik, stretching Mercoledi 9 novembre dalle 18,30 alle 20: camminata N.W. per migliorare base aerobica Venerdi 11 novembre dalle 18,30 alle 20: camminata N.W. tipo intervall-training Sabato 12 novembre dalle 9 alle 12: escursione su circuito di media montagna (3 h circa) Mercoledi 16 novembre: camminata N.W., esercizi pliometrici, stretching Venerdì 18 novembre dalle 18,30 alle 20: camminata N.W., esercizi propriocettivi, stretching Mercoledi 23 novembre dalle 18,30 alle 20: camminata N.W. per migliorare base aerobica Venerdi 25 novembre dalle 18,30 alle 20: camminata N.W. tipo intervall-training Sabato 26 novembre dalle 9 alle 12: escursione su circuito di media montagna (3 h circa) Costi Total nordic walking (corso base, presciistico ed escursioni): € 90 Iscrizione alle prime due lezioni base: € 30 Iscrizione alle prime due lezioni + 1 escursione: € 45 Iscrizione alle sole escursioni: € 15 cadauna Iscrizione alle sole lezioni di nordic + tonificazione Gymstick: € 15 cadauna Iscrizioni da Giuggia Sport via Sant’Andrea 35 (tel. 0172.712260, Beppe) e Il Capriccio Pizza al taglio via Alfieri 18 (cell. 333.8721522, Andrea). Info sui corsi al 348 6710391 (Paolo).


38

giovedì 8 settembre 2011

Paola e Laura ROSSINI, nell’impossibilità di farlo singolarmente, ringraziano commosse tutti coloro che in modi e tempi diversi con fiori, scritti, parole di conforto e presenza al funerale si sono uniti al loro dolore per la perdita dell’indimenticabile

MARTEDÌ 13 SETTEMBRE – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve sarà celebrata una S. Messa di quinto Anniversario in suffragio della compianta

nel ricordo “Nessuno muore nel cuore di chi resta”. La figlia, il genero, i nipoti ed i familiari tutti riconoscenti per la dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata alla loro carissima mamma

SABATO 10 SETTEMBRE – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa di decimo Anniversario in suffragio del compianto

Claudio e Marco uniti ai familiari ed ai parenti della cara

ANNA MARIA GIRAUDO in DELFINO

ANTONIETTA Un grazie particolare porgono al Reverendo Abate, al medico curante dott. Giordano, alla carissima Aicha, agli amici di sempre, ai vicini di casa ed ai colleghi di Laura e Daniele. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

SABATO 10 SETTEMBRE – ore 9.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in ricordo del caro

ANTONELLA PIUMATTI in RIVAROSSA VALENTINA SOLA in TRUCCO Il marito, i figli, le nuore, le nipoti ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. SABATO 10 SETTEMBRE – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio della carissima

CLOTILDE SOTTINI ved. BOTTARI nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti si sono uniti al loro grande dolore. Un grazie particolare porgono ai medici ed al personale infermieristico del Pronto Soccorso dell’ospedale “SS. Annunziata” di Savigliano.

Arch. ORESTE GARZINO I familiari, ricordandoLo con affetto e rimpianto, ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere. 2010

2011

“Il Tuo ricordo vive silenzioso nel nostro cuore e nel pensiero di ogni giorno”.

VENERDÌ 9 SETTEMBRE – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa in suffragio dei compianti

MERCOLEDÌ 14 SETTEMBRE – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve sarà celebrata una S. Messa di quinto Anniversario in suffragio della carissima

MARIO GIORDANO I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nel ricordo e nelle preghiere.

non potendo giungere a tutti personalmente ringraziano commossi per l’affettuosa partecipazione al loro dolore. Un sentito grazie porgono al dott. Persico, ai medici ed al personale infermieristico dell’Hospice di Busca e dell’ADI per le cure e l’assistenza prestate. La S. Messa di Trigesima verrà celebrata nella chiesa parrocchiale di M.V. Assunta in SCARNAFIGI: SABATO 17 SETTEMBRE – ore 9.30. Scarnafigi; 8/9/2011 Imp. Fun. Chiavazza – Scarnafigi

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

Il marito, i figli ed i familiari tutti riconoscenti per la dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata alla loro carissima

nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale si sono uniti al loro dolore. Un grazie particolare porgono a don Roberto, al medico curante dott. Bartolomeo Giordano, al caro amico dott. Martino Macchiolo, ai medici ed al personale infermieristico del Reparto di Otorinolaringoiatria dell’ospedale “SS. Annunziata” di Savigliano, a Zeni, Ivan e Domenica, alle amiche Silvana, Teresina ed Anna ed indistintamente a tutti i vicini di casa, amici e conoscenti. Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

DOMENICA 11 SETTEMBRE – ore 11 nella chiesa parrocchiale dei SS. Pietro e Paolo in MONASTEROLO di Savigliano sarà celebrata una S. Messa di quinto Anniversario in suffragio della carissima

On. Fun. Brizio – Cavallermaggiore – Tel. 366/4733487

GIUSEPPINA MANTELLI (Jose) AVVISO PER NECROLOGIE Le necrologie devono TASSATIVAMENTE pervenire in redazione entro il lunedì alle ore 12.30 della settimana in cui devono essere pubblicate. Grazie per la collaborazione.

RICORDI

DOMENICO TESTA

I familiari La ricordano con immutato affetto e ringraziano quanti si uniranno loro nella preghiera. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

L’ETERNO RIPOSO DONA LORO, O SIGNORE...

MADDALENA TOSELLI ved. BERGESIO Silvana, Simone ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

Le SS. Messe di primo Anniversario saranno celebrate: SABATO 10 SETTEMBRE – ore 9 nella chiesa parrocchiale della Natività di Maria Vergine in MARENE DOMENICA 11 SETTEMBRE – ore 11 nella chiesa parrocchiale di S. Lorenzo in Frazione FORESTO. Si ringraziano coloro che si uniranno nel ricordo e nelle preghiere.

MADDALENA TESTA ved. ARNOLFO NINO BRUGIAFREDDO nel sesto Anniversario e

I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Monasterolo di Sav.; 8/9/2011 Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

SABATO 10 SETTEMBRE – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve sarà celebrata una S. Messa in suffragio dei compianti

Imp. Fun. Lusso & Racca - Bra

Hanno contribuito alla crescita culturale del cenacolo “Clemente Rebora”

Addio ai poeti Perosino e Paschetta L’associazione culturale cenacolo “Clemente Rebora” di Savigliano partecipa con grande tristezza al dolore che ha colpito le famiglie Perosino e Paschetta per la morte dei nostri soci Giuseppe Perosino e Franco Paschetta: uomo mite e schivo Giuseppe, capace di grande affetto e socialità Franco. Averli conosciuti è stato un grande dono.

ROMANA FERRETTO BRUGIAFREDDO nel tredicesimo Anniversario I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

SABATO 10 SETTEMBRE – ore 18 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro sarà celebrata una S. Messa di terzo Anniversario in suffragio del compianto

V. La Porta consegna a Perosino il premio (ultima edizione Kolbe)

A. Scommegna, L. Lorini e F. Paschetta a Palazzo Taffini

• GIUSEPPE PEROSINO

• FRANCO PASCHETTA

I suoi versi sono lo specchio trasparente di sentimenti nei quali il poeta fonda in un’unica fiamma i più puri e più nobili ideali della propria esistenza, che si riflettono ancora nell’amore spontaneo e sincero per l’infinita bellezza della vita. Una voce che vive dignitosamente le inquietudini della vita con un’unità di percezioni che si fondono in un’inaspettata globalità di sentimenti. Versi che hanno la forza del ricordo come pagine di un diario. Il pessimismo traspare dall’impiego di un linguaggio, a volte, asciutto e disadorno, privo di enfasi, fatto di espressioni aspre, ma quanto mai corrispondenti alla realtà.

Il poeta ha l’occhio limpido della memoria, di chi ha vissuto una vita dura. La sua scrittura è schietta ed il suo stile esercitato e disinvolto, ricrea con parole semplici gioie ed affanni del nostro tempo; emozioni e sensazioni piacevoli alla memoria ed alla nostalgia del lettore.

SUPPLICA Ho vissuto continuità di smarrimento. Ho percorso sentieri di superbia. Ho creduto di raggiungere il cielo, ma sono naufragato nella palude dell’inganno. Non inseguirò nelle parole del mondo

le risposte ai miei dubbi. Raccatterò i cocci della mia anima. Te li offrirò in una supplica di speranza, con lacrime di silenzio. M’inginocchierò davanti alla tua croce, e ascolterò la voce dell’Infinito che mi indicherà la Via.

PËRFUM D’ANTAN Ën marciand dos-man arlongh a Pò, doss as sent un bon përfum d’antan; bianch, ross, bleu: l’é cost ël nòst Drapò, l’asur dël nòst bel cel a-i fà pandan. Pàsia la sèira, ‘l feu a s-ciupliss, ëns la sea ‘l di ch’a nia, sbrincia d’ombre, ‘l di già niss a l’arengh ëd la farnija. J’arcòrd doss dij nòsti vej, gorègn, drit parèj dij fus, a son la bin al cheur, che bei, rivo ‘n sengh, ‘me splanghe ‘d lus. Brilio aj’euj, coma j’anej, nòste gent, Piamont a ‘n cus, j’euj përdù ‘nt l’òr dël tramont, tut grinor. Gent ëd Piamont.

GIORGIO CIGNA La moglie, la figlia, il genero, il nipote ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. SABATO 10 SETTEMBRE – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro sarà celebrata una S. Messa di quinto Anniversario in suffragio del carissimo

FRANCO PACIFICO La sorella, il fratello e la cognata ringraziano quanti si uniranno loro nella preghiera e nel ricordo.

Cav. PIETRO GIACOMO BIAVA e

MARGHERITA BIAVA n. GARDA Il figlio, le nuore ed i nipoti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. SABATO 10 SETTEMBRE – ore 9 nella chiesa di S. Filippo sarà celebrata una S. Messa di terzo Anniversario in suffragio del carissimo

LUIGI COSTAMAGNA La figlia, i nipoti ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.


nel ricordo La moglie, i figli ed i parenti tutti commossi per la grande dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata al loro carissimo

Le famiglie Diale e Donalisio riconoscenti per la dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata alla loro carissima

SABATO 10 SETTEMBRE – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve sarà celebrata una S. Messa di ottavo Anniversario in suffragio del compianto

giovedì 8 settembre 2011

39

d a l 19 2 0

MOLLEA

Impresa Pompe Funebri

Di Mario Mollea e Gianluca Bertoglio

Via Danna, 14 - Savigliano - Tel. 0172.716654 I familiari commossi per la grande dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata al loro carissimo

FRANCESCO POLIA nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale vollero unirsi al loro grande dolore. Un grazie particolare porgono al Parroco don Cesare Giraudo, ai coristi, al medico curante dott. Antonio Motta, al dott. Fabrizio Motta dell’Unità operativa di cure palliative ASL CN1, al servizio ADI, ai medici ed al personale che L’ebbero in cura presso l’ospedale SS. Annunziata ed alla Società di Mutuo Soccorso. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata: SABATO 10 SETTEMBRE – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

SABATO 10 SETTEMBRE – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro sarà celebrata la S. Messa di Trigesima in suffragio della carissima

MARIA MANNA in DIALE nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale si sono uniti al loro dolore. Un grazie particolare porgono alle operatrici dell’ADI ed indistintamente a tutti i vicini di casa, amici e conoscenti che sono stati di aiuto e conforto nella triste circostanza. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata: MERCOLEDÌ 14 SETTEMBRE – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve.

Il marito, la nipote ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

SABATO 10 SETTEMBRE – ore 18 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro sarà celebrata una S. Messa di terzo Anniversario in suffragio della carissima

La famiglia ringrazia quanti si uniranno nelle preghiere e nel ricordo. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

SABATO 10 SETTEMBRE – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa di secondo Anniversario in suffragio della carissima

“Il giusto vivrà per sempre nel Signore: la sua lampada non si estinguerà nella notte”. SESTO ANNIVERSARIO Dal Cielo, dove con la mamma vivi nella pace dei Santi, continua a vegliare su di noi.

TERZO ANNIVERSARIO “Resta con noi il Tuo caro ricordo”.

GIUSEPPE ALLASIA (Pino)

I familiari La ricordano con affetto nella S. Messa di Anniversario che sarà celebrata presso la Cappella di TERMINE di Villafalletto: DOMENICA 11 SETTEMBRE – ore 9.30. Un ringraziamento a tutti i presenti. Costigliole Saluzzo; 8/9/2011 DOMENICA 11 SETTEMBRE – ore 18 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve in CAVALLERMAGGIORE sarà celebrata una S. Messa di secondo Anniversario in suffragio del carissimo

Con immutato affetto i figli Luciana, Ester, Franca Marina,Valeria, Mario, Maria Grazia, Sergio, Roberta e Manuela, con le rispettive famiglie ed i parenti tutti, Lo ricorderanno nella S. Messa di sesto Anniversario che verrà celebrata: SABATO 10 SETTEMBRE – ore 18 nella chiesa parrocchiale di MONASTEROLO di Savigliano. Grati a quanti si uniranno in comunione di preghiera. Monasterolo di Sav.; 8/9/2011

CLAUDIO ALLASIA nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale vollero unirsi al loro grande dolore. Un grazie particolare porgono a don Roberto, alle Suore dell’Istituto Sacra Famiglia, alla cantoria della Pieve, ai Vigili urbani, ai colleghi ed ex colleghi, alla dott.ssa Lucetta Paschetta ed indistintamente a tutti i vicini di casa, amici e conoscenti che furono di aiuto e conforto nella triste circostanza. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata: SABATO 10 SETTEMBRE – ore 9.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

SABATO 10 SETTEMBRE – ore 18 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro sarà celebrata una S. Messa in suffragio dei compianti

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

SABATO 10 SETTEMBRE – ore 9.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio della carissima

MARIA CHIAVAZZA ved. GHIONE nell’ottavo Anniversario e

LUCA BOSIO CATERINA CAPELLINO ved. BECCHIO

La moglie, il figlio, la nuora, il nipote ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

MARIA BRERO

MARIA TURLETTI in DUTTO

FRANCO SANDRONE

La moglie, i figli, i genitori, le sorelle, i cognati, le cognate, il suocero ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Cavallermaggiore; 8/9/2011

LUCREZIA ARIAUDO in LOVERA Il marito, i figli, la nuora, il genero ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

VITTORIO GHIONE nel ventitreesimo Anniversario I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere.

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

DOMENICA 11 SETTEMBRE – ore 11 nella chiesa parrocchiale dei SS. Pietro e Paolo in MONASTEROLO di Savigliano sarà celebrata una S. Messa di quinto Anniversario in suffragio del carissimo

SABATO 10 SETTEMBRE – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve sarà celebrata una S. Messa di nono Anniversario in suffragio della compianta

“Nel pensiero di ogni giorno vivi sempre nel cuore dei Tuoi cari”.

Cav. MICHELE MELLANO

È mancato il signor FRANCO DOMPÈ di anni 76 Alla moglie Angela Fissore; ai figli Claudio con la moglie Isabella e Corrado con Tiziana; ai nipoti Marco, Eleonora e la piccola Sofia; alla sorella Mariuccia ved. Biga e famiglia; alla cognata Anita ved. Costamagna e famiglia; ai nipoti; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo sentite condoglianze. In Busca è mancata la signora PIETRINA LIO

ved. LO IACONO (Piera) di anni 66 Ai figli; alle nuore; ai generi; ai nipoti ed ai parenti tutti porgiamo vive condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Levaldigi. In età di 90 anni è mancata la signora MARIA COLOMBANO ved. CRAVERO Ai figli ed ai parenti tutti porgiamo sentite condoglianze.

La generosità dei saviglianesi Paola e Laura Rossini, in memoria della mamma Antonietta, hanno beneficato: - SANTUARIO DELLA SANITÀ - PARR. S. MARIA DELLA PIEVE - CONF. S. VINCENZO (Parr. S. Andrea) - CASA MARIUCCIA ARAGNO (Brasile) I parenti, gli amici ed i conoscenti in memoria di Andrea Supertino hanno beneficato: € 250 – ASHaS € 250 – ASSOCIAZIONE DIABETICI € 250 – SANTUARIO DELLA SANITÀ (salone polifunzionale) € 100 – CHIESA MADONNINA DI MACRA ANFFAS (La rosa blu) € 500 – Direttivo, amici e soci dell’ASD Bocciofila Saviglianese in suffragio di Giovanni Mura; € 60 – Fam.Tesio Alessandro,Tesio Massimo e Reinaud Michelangelo a caro ricordo di nonno Iose Rovera. ASHaS € 430 – I dipendenti e gli amministratori dei comuni di Cervere e di Marene in memoria del Cav. Domenico Mana; € 60 – Fam. Berteina, Barra e Vassallo in memoria di Giuseppe Rovera. CARITAS (Emergenza Somalia) In memoria di Teresa Testa ved. Amateis: € 50 – I vicini di casa: Virginio Tortone, Sandrino Audagna, Maria A. Albera, Domenico Galvagno, Teresa Ponsero, Beatrice Rocca, Santina Gramaglia, Ermelinda Massimino, Giovanni Gramaglia e Giovanni Grasso; € 50 – Gli amici Gian Franco Giordano, Domenico Colombano, Giovanni Ferrero, Donato Ferrero, Rosa Biancotti, Fam.Ter-

navasio-Galleani, Domenico Raballo, Eugenia Fabbri, Lorella Ariaudo e Grazia Alloa. CHIESA MADONNINA DI MACRA € 40 – Caula Renato, Zuccon, Zucchini, Ambrassa Giovanna, Becchio Remo, Becchio Cristian e Fam. Ciartano in memoria di Andrea Supertino; € 30 – Anna e Iovalda Dossena in memoria di Andrea Supertino; € 5 – N.N. in suffragio di Claudio Allasia. FOND. PIEM. RICERCA CANCRO (Candiolo) € 225 – Gli amici Corazza, Di Sanza, Rosso, Guerrini, Fiorito, Inaudi, Bordino, Marengo, Quaglia, Mattiuzzi, Gullotto, Michelis, Ballario, Buttarelli e Calvo in memoria di Francesco Polia; € 50 – N.N. in ricordo dell’amico Francesco Polia. GRUPPO MISSIONARIO (Parr. S. Andrea) € 90 – Le amiche in suffragio di Lidia Bertoglio. PARR. S. GIOVANNI € 30 – Giuseppina Amateis in memoria della cognata Teresa Testa. S.C. CURE PALLIATIVE (Busca) € 50 – Il cognato Eusebio in memoria di Francesco Polia. SCUOLA MATERNA S. MARIA DELLA PIEVE € 200 – I nipoti Domenico ed Anna Maria Ambrassa, Cristina e Biagio Martin, Anna Maria e Pino Botta, Rinuccia e Giacomo Appendino in suffragio della carissima Antonietta Ambrassa Rossini; € 70 – Franca A., Osvaldo R., Rita C., Marina C., Rinuccia C., Elide F. e Maresa S in memoria di Franco Dompè.

«CIAO, PAPÀ...»

GIOVANNI BIGA

MARIA BARBERIS in GALLO

Condoglianze

ANNA MARIA FANTINI in PORRERA

Il marito, il figlio, la nuora ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

I figli, le nuore, i nipoti ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Monasterolo di Sav.; 8/9/2011

Il marito, la sorella, il cognato, le cognate, i nipoti ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

La moglie, i figli ed i familiari tutti Lo ricorderanno nelle SS. Messe di primo Anniversario che saranno celebrate: SABATO 10 SETTEMBRE – ore 10.30 nella chiesa parrocchiale di S. Salvatore di Savigliano SABATO 17 SETTEMBRE – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea di Savigliano. On. Fun. La Cattolica Fossano

Sei stato il mio modello ed il mio eroe... Non riesco a pensarti lontano da me, il nostro era un legame che andava oltre al rapporto tra padre e figlio. Noi eravamo AMICI... GRANDI AMICI... Questo maledetto destino ha voluto portarti via troppo presto... ed è morta Armando Martino una parte di me... è tutto così assurdo... Mamma ed io siamo rimasti soli, ma tutte le persone che ci vogliono bene ci daranno la forza per andare avanti. La tua voglia di vivere e la tua grinta erano in contrasto con ciò che la vita ti avrebbe proposto. Ti ricorderò forte, sanguigno, generoso. Metterò in pratica tutto ciò che mi hai insegnato e posso solo dirti GRAZIE. Ciao, Papi. Il tuo COCCOLO


GIOVEDÌ 8 SETTEMBRE 2011 IL SAVIGLIANESE 40


8-9-2011