Issuu on Google+

Giornale più antico del Piemonte Fioca ‘d fervé a buta poch gran an-t ël grané

dai 4300 proverbi piemontesi

Savigliano, 8 febbraio 2012 • ANNO 154 - N° 6 • E 1,20 • Sped. in Abb. Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) NO/CUNEO art. 1, comma 1 • e-mail: redazione@ilsaviglianese.com • www.ilsaviglianese.com

CASO CRS - Primi commenti politici alla vicenda

Cavallermaggiore

«Prima di giudicare, aspettiamo» Ma sul domani della banca c’è chi fa già un “pensierino”

La Giunta Parodi: «Aziende in arrivo»

A pagina 4

pagina 20

Murello “Box” in strada contro la velocità delle auto pagina 22

Brrr... che freddo a -20°! Il vento siberiano porta il gelo Grandi scivoloni e treni in tilt Si prevedono altre nevicate Altroché “quest’anno l’inverno non lo fa”! Da qualche giorno, dopo le nevicate della scorsa settimana, siamo costretti a convivere con temperature polari portate dal “Burian”, un vento siberiano. Il termometro lunedì mattina ha superato i -20° in tutta l’a-

rea saviglianese. Addirittura, sabato a Villanova Solaro sono giunte le troupe dei Tg Mediaset perché, nella notte fra venerdì e sabato, il paese era risultato il “più freddo d’Italia” in pianura. E nei prossimi giorni sembra che debba nevicare... Servizi nelle pagine interne

Caramagna Si è dimesso l’assessore Daniele pagina 23

Marene Una quarta sezione alla scuola materna? pagina 24

Monasterolo Edoardo, primo nato pagina 25

Villanova Solaro Troupe di Mediaset per il grande freddo C’è chi non ha paura del gelo: sabato pomeriggio cinque ragazzi hanno fatto il bagno nel Maira!

pagina 25

Guida anche gli Amici della Musica

Sindacati e politici chiedono la ricollocazione dei lavoratori

Banda: Ubaldo Rosso è il nuovo presidente

Braccio di ferro sulla Novaplast

Ubaldo Rosso

Sarà Ubaldo Rosso a prendere le redini della Banda musicale saviglianese, rimasta “orfana” dal 31 dicembre scorso con la fine del mandato di Aldo Lovera. Dopo alcune settimane di consultazione, il nuovo direttivo ha scelto Rosso, che essendo sia musicista che organizzatore di eventi (è anche presidente degli Amici della Musica) è sembrata la persona più adatta. I suoi primi progetti... Servizio a pagina 6

Una manifestazione della Novaplast, nei giorni scorsi a Cuneo

Discarica a cielo aperto nelle campagne saviglianesi Un cumulo di rifiuti plastici è stato ritrovato nei giorni scorsi nelle campagne saviglianesi, abbandonato in un campo. A scoprirlo sono stati tre enti ambientalisti: il nucleo operativo di vigilanza del Wwf (World Wildlife Fund), la più grande organizzazione ecologista del mondo, il servizio faunistico della Provincia e la vigilanza della Lac (Lega per l’abolizione della caccia). Una vera e propria “discarica a cielo aperto” fatta di contenitori per concimi e fitofarmaci e cassette in polistirolo. Sembrava tutto pronto per essere bruciato... Servizio a pagina 3

I lavoratori della Novaplast di Racconigi non mollano. Dopo la chiusura dello stabilimento che dava lavoro a 69 persone, in maggioranza donne, sono proseguite le proteste al presidio organizzato di fronte alla fabbrica di via Caramagna. Nemmeno il gelo polare ha scoraggiato i lavoratori: al gazebo fornito dalla Croce Rossa si è aggiunto quello dell’Arci di Carmagnola. Chi passa davanti, è invitato a trombettare in segno di solidarietà. In tanti, nei giorni scorsi, hanno fatto sentire un po’ di calo-

CALCIO In tre al posto di Mauro Martini

Restyling ai Maghi Alpinismo

Allps: Rabbia infortunato, abbandona

Ennesimo ribaltone sulla panchina della Saviglianese. Mauro Martini si è fatto da parte ed a succedergli alla guida tecnica dei rossoblù sarà addirittura una triade composta dallo stesso patron Brisciano, dal neo-patentato “Dada” Zavattero (nella foto) e da Gian Curti. Servizio a pagina 32

VOLLEY

BOCCE

Savigliano: tre punti con il minimo sforzo

Serie B: Marene vince e spera nella salvezza

A pagina 10

L’intervento delle guardie ambientaliste che hanno scoperto i rifiuti

re a queste persone che rischiano il loro futuro. Due gli appuntamenti importanti delle ultime ore: martedì, nel primo pomeriggio, i sindacati hanno incontrato i vertici aziendali. Più tardi, in sala Consiglio a Racconigi, si è riunito il tavolo guidato dal sindaco Adriano Tosello per fare il punto della situazione. L’azienda si è detta disponibile a ricollocare solo 13 persone, ma il Comune ed i sindacati puntano i piedi: «Cinquanta» è la loro richiesta. Servizio a pagina 26

pagina 29

pagina 30

Martiri delle foibe

CICLISMO

BASKET

Si celebra il Giorno del Ricordo

Picco in grande spolvero a Parigi e Ginevra

La Cogein gelata dai liguri del Sarzana

A pagina 10

pagina 29

BOXE

pagina 31

CALCIO

De Vitis: conto alla rovescia pagina 30

Torneo “Città di Savigliano” pagina 32


2

savigliano

mercoledì 8 febbraio 2012

METEO Dopo le nevicate, il termometro è andato oltre i venti gradi sotto zero

Freddo glaciale dalla Siberia

“Santorre di Santarosa sotto la neve” (foto di Patrizia Sanino)

NEVE

Ordinanza del sindaco ai cittadini

Come comportarsi Continuando la neve e il gelo nella nostra città, la Polizia Locale vuole richiamare l’ordinanza, emanata lo scorso ottobre dal sindaco Sergio Soave, in caso di nevicata.Tutto ciò per prevenire eventuali pericoli per l’incolumità dei pedoni e l’integrità dei veicoli, nonché notevoli inconvenienti alla circolazione connessi all’ingombro delle strade e dei marciapiedi. La neve rimossa da cortili o altri luoghi privati non deve in alcun caso essere sparsa e accumulata sul suolo pubblico. Inoltre, ogni proprietario o inquilino è tenuto a provvedere allo sgombero della neve dai marciapiedi antistanti gli immobili di perti-

nenza. I proprietari o gli amministratori di stabili devono provvedere affinchè siano tempestivamente rimossi i ghiaccioli formatisi su grondaie, balconi o terrazzi o su altre sporgenze, nonché tutti i blocchi di neve o di ghiaccio che sporgono dai tetti. E contemporaneamente è fatto obbligo agli stessi di segnalare tempestivamente qualsiasi pericolo con transenne. Infine, alla rimozione della neve dai passi carrabili devono provvedere i loro utilizzatori. In caso di inadempienza, e salvo che il fatto costituisca più grave reato, le violazioni saranno punite con la sanzione amministrativa pecuniaria da 25 a 500 euro.

I ghiaccioli sui tetti vanno rimossi

METEO

E chi l’avrebbe mai detto? Siamo nella morsa del gelo. A Savigliano, lunedì mattina il termometro ha toccato i -23° e tutta la nostra zona (da Racconigi a Genola) ha fatto registrare le stesse cifre (i dati sono del Centro meteo italiano). La causa di tutto questo si chiama Burian, un vento freddo che arriva dalla Siberia. Dopo le nevicate dei giorni scorsi, c’è stato qualche inevitabile mugugno. La prima neve, quella dell’ultimo week-end di gennaio, non ha causato grossi disagi: le strade sono state pulite con tempestività. Molte proteste, invece, per la condizione delle vie e delle piazze cittadine dopo la seconda nevicata, quella di martedì 31 gennaio. «La neve è stata tolta come sempre – dice l’assessore ai La-

“Helsinki-SanPietroburgo o Savigliano-Saluzzo?” (di Gigi Galaverna)

servizio fondamentale». Cussa snocciola alcuni numeri: «Da sabato sera, in modo continuativo, abbiamo in movimento 13 mezzi nel centro abitato e 6 fuori, oltre a 3 mezzi addetti allo spargimento di sabbia; in azione ci sono 8 operai del Comune

“Antifurto naturale” per questa bici alla stazione di Cavallermaggiore

vori pubblici Claudio Cussa – ma con l’abbassarsi delle temperature, l’azione del sale è meno efficace e il manto nevoso aderisce velocemente al suolo, creando uno strato scivoloso e compatto difficile da rimuovere. Dal canto nostro, continuiamo a passare con i mezzi spargisale: si pensi che abbiamo già speso più del doppio di quanto preventivato: 85.000 euro invece di 40.000 (di cui 25.000 euro è un costo fisso), ma i cittadini possono stare sicuri sul fatto che non taglieremo questo

si di chi è rimasto con il gasolio “ghiacciato”) ed ai cancelli automatici. Problemi anche per l’agricoltura: Coldiretti segnala che sono particolarmente colpite le strutture di servizio agli allevamenti, dove le condutture che portano acqua agli abbeveratoi del bestiame sono gelate. Questi impianti non reggono a temperature inferiori a meno 10 gradi (la capannina meteo piazzata dalla Coldiretti a Rigrasso lunedì segnava -19,9°). Gli allevatori si sono prodigati nel tentativo di scongelare tali impianti con acqua bollente e altri attrezzi tendenti ad alzare le temperature dei tubi conduttori dell’impianto idraulico. Per i prossimi giorni, sono previste altre nevicate. L’inverno che sembrava non arrivare, si sta intrattenendo volentieri a casa nostra. Alla faccia del riscaldamento globale. Guido Martini

ed 8 della Tecnoverde. Ad oggi sono stati gettati per le strade 3.840 quintali di sale». Il sito internet del Comune è aggiornato con consigli utili per affrontare il drastico abbassamento delle temperature, che ha dato alcuni problemi alle tubazioni (molti si sono trovati l’acqua gelata), alle auto die“Snoopy nevoso” (foto di Elisabetta Frandino) sel (numerosi i ca-

Causa la copiosa nevicata e il sopraggiungere del gelo, il trasporto ferroviario è andato in tilt

Se arriva la neve, attento: non puoi fidarti del treno Possibile che nel terzo millennio le calamità climatiche debbano sempre procurare problemi alla circolazione? Pare di sì, se ci soffermiamo su quello che è accaduto anche alla stazione di Savigliano la scorsa settimana dopo la copiosa nevicata e il gelo che ha fatto sprofondare la colonnina del termometro a temperature siberiane. Nonostante il pronto intervento dei mezzi spazzaneve e spargisale, la situazione sulla viabilità provinciale è ben presto peggiorata: achi doveva, quindi, spostarsi – in primis i pendolari – non rimaneva altro che servirsi dei mezzi pubblici, dalle cosiddette corriere ai treni. Ma qui viene il bello, perché se il trasporto su gomma è stato pressoché normale, pur compatibilmente con alti ritardi, per il trasporto ferroviario si è trattato di un’autentica debacle. In Provincia di Cuneo, come in Piemonte, come in Italia se leggiamo le cronache nazionali. Una Caporetto dei treni alla quale l’utenza – leggi anche i viaggiatori delle linee per Tori-

no, per Cuneo e per Savona – sono stati coloro che hanno dovuto pagare il fio più pesante (basta leggere lo sfogo di un gruppo di pendolari che pubblichiamo nella pagina delle lettere). Come non bastassero i ritardi che ora dopo ora si accumulavano sulle rotaie, iniziava a farla da padrone il “Protocollo Neve”, ovvero la soppressione di più di un buon 25% dei convogli. Il tutto naturalmente senza alcuna comunicazione agli ignari viaggiatori che il più delle volte – anche consultando il sito Internet delle ferrovie, orari e percorrenze non erano aggiornati in tempo reale – venivano amaramente a scoprire, una volta arrivati al binario, che il treno per tornare a casa era stato soppresso. Oppure ogni volta che la voce metallica gracchiava dall’altoparlante si arrivava a sperare che il “proprio” treno arrivasse a breve. Possibile che oggi, nell’epoca del robot umano, gli scambi gelino e rimangano inservibili, oppure che un albero caduto ostruisca per ore una linea ferroviaria internazionale?

Ecco come si presentava mercoledì scorso la stazione ferroviaria a Savigliano

Sulla questione è intervenuto anche il presidente della Regione Roberto Cota, che si è detto preoccupato per i forti disagi subiti dai pendolari piemontesi e ha voluto chiamare l’amministratore delegato delle Ferrovie Mauro Moretti per un incontro: «Capisco il maltempo – ha detto Cota – ma penso che il diritto dei piemontesi ad avere un servizio ferroviario adeguato sia una priorità.Treni nuovi affrontano meglio condizioni meteoro-

logiche particolarmente avverse». Anche l’assessore regionale ai Trasporti Barbara Bonino ha criticato la gestione dell’emergenza maltempo da parte di Trenitalia. «I pendolari piemontesi non possono essere costretti a viaggiare su treni ridotti a ghiacciaie: hanno dovuto subire maggiorazioni delle tariffe fino al 23% e devono poter usufruire di un servizio adeguato – spiega –. Invece, dobbiamo constatare percentuali inaccettabili di ritardi e sop-

pressioni dei convogli regionali, imputabili nella massima parte a difetti del materiale rotabile. La Regione è dalla parte degli utenti e non esiteremo ad applicare le doverose sanzioni: per questa settimana di disservizi interminabili non verseremo un solo euro a Trenitalia, oltre a richiamarla al rispetto del contratto di servizio, che prevede l’acquisizione di nuovi treni per un investimento pari a 280 milioni di euro». Paolo Biancardi


savigliano

CRONACA Trovato

mercoledì 8 febbraio 2012

in un campo un cumulo di plastica

Discarica a cielo aperto Il nucleo operativo di Vigilanza Wwf, insieme al Servizio Faunistico-Ambientale della Provincia ed alla Vigilanza Ambientale della Lega per l’Abolizione della Caccia, prima delle nevicate, ha scoperto nelle campagne intorno alla nostra città una vera e propria discarica a cielo aperto. In un’area di circa 40 metri quadri sorgeva, infatti, un enorme cumulo di rifiuti costituito quasi per intero da materiali plastici derivanti da attività agricola, quali contenitori per concimi e fitofarmaci, nonché cassette in polistirolo per piantine ortofrutticole. L’intera area è stata immediatamente posta sotto sequestro dalla Guardie provinciali e dalle Guardie volontarie del Wwf e della Lac, in modo tale da evitare che la situazione degenerasse ulteriormente. Secon-

L’intervento delle guardie alla “discarica”

do gli agenti, presumibilmente questi rifiuti sarebbero stati pronti per esser dati alle fiamme; il che avrebbe sviluppato una notevole quantità di diossina ed altre sostanze nocive e pericolose che si sarebbero in parte disperse nell’aria, in parte depositate sul terreno sul quale in primavera sarebbero nuovamente stati coltivati alcuni prodotti ortofrutticoli. Il responsabile – un agricoltore della zona – dopo essere stato individuato è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per “deposito incontrollato di rifiuti”. Rischia l’arresto da 6 mesi a 2 anni e un’ammenda da 2.600 a 26 mila euro, oltre alle spese per la bonifica dell’intera area. Pa. Bi. L’area posta sotto sequestro nelle campagne saviglianesi

CULTURA Il Fondo Ambiente Italiano ha scelto l’ex assessore

Saglione guiderà il gruppo Fai cittadino Si è costitutito il Gruppo Fai di Savigliano; a guidarlo sarà l’ex assessore alla Cultura Gianfranco Saglione. La riunione costitutiva, che ha visto la presenza di oltre 30 persone interessate a conoscere gli ideali e la “mission” del Fondo Ambiente Italiano, si è svolta venerdì 3 febbraio. Era presente il sindaco Sergio Soave che, dopo il saluto istituzionale, ha lasciato la parola all’assessore alla Cultura Chiara Ravera, la quale si è dimostrata molto interessata all’argomento ed ha dichiarato «massima disponibilità da parte dell’amministrazione comunale, in quanto siamo consa-

pevoli dell’importanza di valorizzare un territorio come quello saviglianese che offre chicche storico-artistiche di enorme pregio». Marcello Cavallo, capo delegazione FAI di Cuneo, ha illustrato ai presenti le finalità del Fondo Ambiente Italiano e le attività che la delegazione cuneese svolge in parallelo con le altre delegazioni sul territorio nazionale. Un evento che si estende all’intera penisola, è la Giornata di Primavera: quest’anno prevista – nella Granda – nelle città di Alba, Cherasco e Manta e che, come ha sottolineato Marco Fraire, vicecapo delegazione e respon-

sabile dell’organizzazione della Giornata FAI a livello cuneese, diventa ogni anno un appuntamento molto seguito ed utile a far conoscere il sodalizio. Magari l’anno prossimo potrebbe esserci anche Savigliano ad ospitare le Giornate Fai. Dopo aver ricevuto la nomina di coordinatore del gurppo cittadino, Gianfranco Saglione ha dichiarato: «Sono fiducioso sulla numerosa partecipazione al gruppo; i saviglianesi amano il loro territorio e con un po’ del loro tempo possono prendere parte alla tutela, alla valorizzazione e alla promozione delle bellez-

Gianfranco Saglione

ze tipiche del luogo in cui vivono. Vi chiederei dunque di farvi avanti e di unirvi a noi». Chi fosse interessato, può chiamare lo 0171.67575.

Sabato c’è il Banco Farmaceutico

Anche a Savigliano, come nel resto d’Italia, sabato 11 febbraio, recandosi nelle farmacie che espongono la locandina del Banco Farmaceutico, si potrà acquistare e donare un farmaco da banco a chi oggi vive ai limiti della sussistenza (8 milioni 272 mila persone, secondo i dati Istat sulla povertà in Italia, 2010). L’iniziativa è della Fondazione Banco Farmaceutico Onlus in collaborazione con la Compagnia delle Opere Sociali. La XII Giornata Nazionale di Raccolta del Farmaco (l’ottava a cui partecipa la nostra città) riguarderà oltre 3.500 farmacie distribuite in 85 province e in più di 1.200 Comuni. L’anno scorso sono stati raccolte, solo in provincia di Cuneo, 5.637 scatole di farmaci per un valore di oltre 37.000 euro, ridistribuite subito tra gli enti assistiti. Il dato di raccolta ha fatto registrare un aumento del 4% rispetto all’anno precedente, in linea con l’incremento nazionale che ha permesso di raccogliere in tutt’Italia 365.000 scatole di farmaci, grazie all’intervento di circa 10.000 volontari. A beneficiare dell’iniziativa saranno le oltre 450.000 persone che quotidianamente vengono assistite dai 1.390 enti caritatevoli convenzionati con il Banco Farmaceutico in tutta Italia. In 11 anni sono stati raccolti oltre 2,4 milioni di medicinali, per un valore di circa 15,4 milioni di euro. Donare un farmaco: un gesto importante in un momento di crisi come questo: in città si potrà fare nelle farmacie Bonelli di via San Giovanni, della Torre e Dominici di piazza Santarosa. I farmaci verranno destinati alle persone assistite da tre enti cittadini: le case famiglia e la casa di pronta accoglienza dell’associazione Papa Giovanni XXIII, Anffas La Rosa Blu e Oasi Giovani Onlus.

3


4

savigliano

mercoledì 8 febbraio 2012

I controlli sono scattati dopo l’esposto di due dipendenti licenziati Due ex impiegati responsabili di controlli interni – Giandomenico Demichelis e Roberto Mina – il 16 dicembre scorso si erano rivolti alla Procura per denunciare tre fatti: prelievi effettuati dalla vicedirettrice della filiale di Monasterolo per 35.000 euro dal conto di un anziano, che sarebbero avvenuti a sua insaputa (l’uomo ora è morto); un ex direttore della stessa filiale avrebbe inoltre accreditato 400.000 euro su conti di clienti droneresi, inconsapevoli delle operazioni; il collocamento di “obbligazioni subordinate” della CRS (valore: 15 milioni di euro) a clienti con profili di rischio non adatti a quel tipo di investimento. Per questi fatti, i due ex impiegati hanno puntato il dito contro l’amministratore delegato Giuseppe Allocco, dicendo che avrebbe impedito loro di fare i necessari controlli. Il 23 novembre, Demichelis e Mina erano stati licenziati “per giusta causa”. Allora avevano deciso di rivolgersi in Procura e simul-

taneamente presentare una causa davanti al Tribunale del lavoro. Il 16 gennaio scorso, la Finanza ha effettuato alcuni controlli nella sede di piazza del Popolo, alla filiale di Monasterolo ed a casa dell’amministratore delegato. Proprio Allocco, lunedì 30 gennaio ha dato le proprie dimissioni, respinte dal consiglio di amministrazione che lo ha ritenuto sempre corretto e professionale. La Banca ha inoltre rigettato le accuse, sostenendo di aver sempre agito «nello scrupoloso rispetto di tutte le normative vigenti». Sul caso dei titoli, ha risposto che «la procedura è stata pienamente corretta, anche sotto il profilo della trasparenza e dell’analiticità delle informazioni rese. Gli investimenti sono stati effettuati dai clienti dopo l’adeguata informativa da parte della banca con la piena consapevolezza dell’operazione che andavano ad eseguire». Ora l’indagine, condotta dal sostituto procuratore di Saluzzo, Cristina Bianconi, dovrà appurare la verità.

CASO-CRS

Sotto sotto, la politica muove le sue pedine

C’è chi pensa già al domani Negli ultimi giorni, in città si è parlato molto dei controlli della Guardia di Finanza alla Cassa di risparmio di Savigliano e delle possibili conseguenze che potrebbero avere. Del “caso” dei due licenziati si chiacchierava già da alcune settimane – circolavano le più disparate versioni – ma prima di dar credito a semplici “voci” su un tema così delicato, abbiamo aspettato di apprendere qualche elemento ufficiale. Adesso conosciamo sia le tesi dell’accusa che quelle della difesa, in attesa che la giustizia faccia il suo corso. Inutile negare che “l’affaire-CRS” stia mettendo in moto anche il mondo politico saviglianese. Il rinnovo del consiglio di amministrazione della Banca, previsto ad aprile, si avvicina e la politica – scommettiamo? – ci vorrà mettere lo zampino. Tutti sanno che in città, da oltre quindici anni, c’è un sostanziale sistema di contrappesi che regge il potere politicoeconomico. In municipio, lo scettro è saldamente in mano al centro-sinistra da quando c’è Sergio Soave sindaco; la banca, invece, è espressione di un sentimento più “conservatore”. I due poteri si sono sempre bilanciati a vicenda e spesso si sono mal sopportati. Ora, insieme alla notizia dei controlli della Finanza, sono già iniziate le grandi manovre per piazzare i propri uomini. La partita durerà almeno un anno. Ricordiamo infatti che la banca è una società per azioni detenute per il 70% dalla Fondazione (espressione di tante realtà cittadine e provinciali, che nominano al suo interno un proprio rappresentante) e

La sede di piazza del Popolo della CRS è stata visitata dalla Finanza

per il 30% dalla Banca popolare dell’Emilia Romagna (Bper). È la Fondazione, il cui cda scade nel 2013, il luogo dove la politica può piazzare le proprie pedine; perché è l’assemblea dei soci (Fondazione + Bper) che nomina il cda della Banca. Inutile negare che quel 70% è una fettona di torta che interessa molto al centro-sinistra cittadino. Riuscire a morsicarla vorrebbe dire gustare anche quell’altra metà di potere che ancora non si è potuta assaggiare. Già circolano le più dispara-

Il sindaco Sergio Soave

Mino Daniele (Pd)

Lasciamo alla magistratura indagini e giudizi sulla correttezza di ciò che è accaduto. Del resto, il Comune non ha e non deve avere parte nella gestione della Banca. Il Comune ha invece una modesta rappresentanza (solo due su dodici) nella Fondazione, cui spetta il compito di nominare il consiglio di amministrazione e di distribuire gli utili a vantaggio del territorio saviglianese. In questa sede, sarà utile discutere le eventuali ripercussioni di ciò che sta accadendo e sopratutto il futuro di un istituto così importante per la nostra economia e la nostra società. Rimane, ad esempio, sempre sullo sfondo

La Banca Cassa di Risparmio è da oltre 150 anni al centro della vita economica di Savigliano: di conseguenza, nel bene e nel male, ha contribuito a determinarne lo sviluppo come uno dei punti di riferimento di risparmiatori ed investitori, con un positivo rapporto con le istituzioni locali ed il Comune. Sono venuto a conoscenza delle questioni riguardanti la Cassa di Risparmio dai giornali, che hanno correttamente esercitato il diritto di informare. Senza voler interferire su problemi che non conosco, come amministratore e come saviglianese auspico che le indagini della Magistratura facciano rapidamente chiarezza

l'interrogativo su quale futuro sia riservato a banche come la nostra, stanti le nuove norme di ricapitalizzazione, e se non sia il caso di ripensare, salva restando la nostra autonomia, a rapporti con altri istituti, come ci viene richiesto. Mentre il riserbo sul resto è doveroso (insieme all’augurio che tutto possa risolversi per il meglio), sugli indirizzi generali un’apertura di dibattito sarebbe auspicabile.

Luca Grindatto (Sav. Futura) Trasparenza prima di tutto. La Cassa di Risparmio di Savigliano è una realtà molto importante e strettamente legata alla nostra città. Mi auguro che le vicende anticipate dalla stampa trovino una ragionevole spiegazione. La magistratura provvederà a fare chiarezza e non sarebbe giusto anticipare giudizi su fatti non ancora accertati. Tuttavia, come criterio generale, mi sento di affermare che il miglior antidoto ai sospetti sia

in ogni caso la trasparenza. Peraltro, questo vale tanto per una banca o una qualsiasi realtà economica privata, quanto per una pubblica amministrazione. Il buon nome di una istituzione si tutela non nascondendo eventuali errori od abusi, ma favorendo sempre trasparenza e rispetto della legalità.

te voci su alcuni nomi che sarebbero già pronti per la “scalata” al marmoreo istituto di piazza del Popolo. Ma ancora una volta non diamo troppo credito a dei sussurri che magari non hanno nessun fondamento: i nomi – per adesso – rimangono a livello di chiacchiera da bar. Anche nei commenti che riportiamo qui sotto – com’è normale che sia – i nostri esponenti politici auspicano che “prima vengano accertati i fatti”, ma sotto sotto già si organizzano per non restare spiazzati. Non si sa mai.

sulla vicenda, per ridare piena fiducia e serenità ai cittadini saviglianesi, al tessuto produttivo ed ai risparmiatori piccoli e grandi. Se, come mi auguro, questo avverrà, agli organismi di gestione per il futuro spetterà fare scelte che contribuiscano ad una continuità operativa nella massima trasparenza, non escludendo eventuali innovazioni. Ciò per continuare a svolgere un ruolo di sviluppo economico e per la tranquillità di tutti i cittadini.

Pier Giorgio Rubiolo (Pdl) Mi ha stupito leggere di questa questione che ha interessato la nostra banca locale e ovviamente i suoi vertici. Lascerei passare un po’ di tempo prima di esprimermi in merito; conosco personalmente l’amministratore delegato Allocco come persona attenta sia alle esigenze della clientela sia a quelle dell’istituto: essendo un imprenditore posso capire che non sempre le “cose”, e soprattutto i rapporti con il personale, possano essere idilliache, ma ritengo che ciò che è stato fatto fino ad oggi da lui e dai suoi collaboratori più stretti nell’ambi-

to della gestione della banca sia importante per tutta la città. Giusto indagare visto che c’è stato un esposto; se maggiormente informati, in seguito potremo ragionare meglio. Ad oggi, nessuna preoccupazione per il futuro ovviamente in sintonia col consiglio di amministrazione della banca, che mi pare si sia espresso in maniera chiara e decisa.

Massimiliano Gosio (Udc)

Fulvio D’Alessandro (Civica)

Non esprimo sicuramente giudizi sui fatti, perché ciò non mi compete, ma mi affido con fiducia alle risultanze delle indagini in atto ed alla competenza della magistratura, cui spetta fare chiarezza a 360°. Mantengo nei confronti delle persone coinvolte la massima stima, alla luce dei lunghi anni di conoscenza personale sia dell’amministratore delegato Allocco, che dei due dipendenti parte in causa. Sicuramente questa vicenda cade in momento complesso sia, a livello più ampio, con la crisi di fiducia della gente verso gli istituti di credito e dell’economia in generale che, a livello locale, con l’approssimarsi delle scadenze delle cariche in ambito CRS. Mi auguro, data l’importanza della Cassa di Risparmio di Savigliano per il territorio e per i cittadini, importanza che è economica, ma anche sociale, che non ci siano ripercussioni sull’istituto bancario “storico” della città. Mi auguro anche, in vista dei rinnovi delle cariche, che non venga meno il ruolo equilibratore e

Sul caso CRS lo stupore prevale. Personalmente sono un garantista sia nei confronti dei vertici della banca saviglianese sia nei confronti dei dipendenti licenziati, pare, per giusta causa. Saranno gli inquirenti e le Fiamme Gialle a fare, spero in fretta, piena luce sull’intricata vicenda. Esprimo però una considerazione sottolineando che il 70% del capitale CRS è controllato dalla Fondazione. Proprio nella Fondazione sono stati “collocati” dalla politica membri autorevoli, rappresentanti, prevalentemente, della sinistra saviglianese. Forse anche nel Consiglio di amministrazione siedono soggetti d’area politica. È mai possibile che non sapessero nulla? È mai possibile che abbiano avallato senza riserva i licenziamenti? È mai possibile che oggi sostengano, più o meno in silenzio e senza alcun dubbio le ragioni, per quanto comprensibili, di una sola parte? Io non ho elementi chiari per farmi un’opinione definita, in quanto anche gli organi di

corretto da sempre esercitato, anche in questo contesto, dal ragionier Allocco e che non ci siano parti politiche che ritengano, a mio parere scorrettamente, di approfittare di un momento di difficoltà per assumere atteggiamenti e posizioni da “assalto al treno”. Da sempre, personalmente e come Udc saviglianese, siamo lontani come stile dalle logiche della lottizzazione e della corsa alle poltrone. Riteniamo, tuttavia che, anche e soprattutto in frangenti come questi, ci debba essere da parte di tutte le formazioni politiche senso di responsabilità e correttezza reciproca e che, in un ambito importante come quello del principale istituto di credito cittadino, ci sia spazio sempre per un’equilibrata espressione e rappresentanza di tutte le parti e le realtà significative del territorio.

stampa sono prudenziali nei giudizi. Insegna il “caso bocciodromo” dove amministratori e tecnici galantuomini, ingiustamente accusati a seguito esposto anonimo alla Procura della Repubblica, mi vengono in mente Alerino, Lovera, Galletto e tanti altri, dopo anni di tribolazioni e gogna mediatica, si sono visti riconoscere la propria onestà, dignità, correttezza amministrativa e personale. Attendo come consigliere comunale e come semplice cittadino lo sviluppo delle indagini. Spero si risolva al meglio sicuramente per l’immagine e l'operatività dell’importante istituto bancario, ma anche per i dipendenti licenziati. Intanto io non chiudo assolutamente il mio conto corrente alla CRS, non ne vedo proprio il motivo.


savigliano

mercoledì 8 febbraio 2012

GIOVANI Ventisei volontari hanno concluso l’arricchente esperienza

BREVI DALLA CITTÀ

Servizio civile al “Monviso”

Buttieri nel direttivo nazionale di Federcasa

Tre ore di festeggiamenti per celebrare la fine del servizio civile. È quanto avvenuto martedì 31 gennaio, presso il Centro famiglie di Savigliano. A “brindare”, ben 26 volontari, facenti parte del progetto “Mai più soli”, realizzato nel territorio del Consorzio Monviso. Per un anno, ragazzi e ragazze (18-28 anni) si sono cimentati in servizi per anziani, disabili e persone in difficoltà, sia a domicilio che in struttura. Tra i volontari, si sono ritrovati i nostri concittadini Alessandro Ariaudo, Michele Ferrero, Maria Giulia Montalbano, Andrea Talida Spalla, i racconigesi Corrado Dipasquale, Elena Lovisolo, Giulia Magri, Giovanni Siviglia ed Alessandro Trevisan, oltre a Manuele Angaramo di Villanova Solaro. Con loro, anche alcuni Olp (Operatore locale di progetto, ndr), il responsabile dell’ufficio di servizio civile Ivano Bresciano, il referente volontari Roberto Colombero, ed Irma Salvagno e Livio Tesio, rispettivamente componente del consiglio di amministrazione e direttore generale del Consorzio Monviso So-

DONNE

5

Marco Buttieri, presidente dell’Atc (Agenzia territoriale per la casa) è stato eletto nel direttivo nazionale di Federcasa, l’ente che raggruppa le rappresentanze delle Atc di tutte le regioni italiane. «Al di là della mia personale gratificazione – commenta Buttieri – sono soddisfatto soprattutto perché è un risultato che vede riconosciuto e premiato il lavoro fatto in questo primo anno di attività dall’intera struttura dell’ ATC cuneese. Inoltre – aggiunge il presidente – questa mia presenza nel direttivo nazionale renderà più agevole il dialogo con Marco Buttieri le strutture statali su temi per noi di cruciale importanza quali l’imposizione fiscale, i finanziamenti per l’edilizia sociale e vari altri aspetti connessi al funzionamento delle Atc». Buttieri rappresenterà il Piemonte insieme ai presidenti di Torino e Novara e al vicepresidente dell’Atc di Alessandria. La sua elezione è avvenuta al termine dell’assemblea nazionale svoltasi a Napoli il 20 gennaio scorso. I “neo diplomati” con gli operatori ed i vertici del Consorzio Monviso Solidale

lidale. «Il servizio civile offre la possibilità di dedicare un anno della propria vita ad attività importanti, che rendono i giovani cittadini consapevoli, operosi nei confronti della società, delle sue risorse e dei suoi beni», ha detto la dottoressa Salvagno. «Attualmente – ha aggiunto Livio Tesio – c’è una vera e pro-

pria operazione di resistenza per difendere il servizio civile, che oggi più che mai sta vivendo un momento molto delicato, tra risorse esigue e una riforma difficile da varare. A quasi dieci anni dal suo avvio, si gioca infatti la scommessa più grande: il giusto riconoscimento ad un servizio apprezzabile tanto per i ragazzi quanto per il nostro Paese». Già, perché

così come hanno sottolineato gli stessi volontari, «è un’esperienza bellissima, che ti insegna ad amare la vita e a comprendere meglio le persone, coltivando un senso di attenzione responsabile nei confronti dei più bisognosi e del bene comune». Per avere maggiori info visitare il sito: www.monviso.it/. Valentina Barbuto

Musica e balli alla casa di riposo Sabato scorso, alla casa di riposo Chianoc, c’è stato un pomeriggio di allegria grazie alla musica proposta da quattro fisarmonicisti di Caramagna: Dino, Sandra, Giovanna ed Ernestina. Con loro, ad allietare gli ospiti, sono arrivati anche i campioni di ballo Marco e Deborah.

“Mai + Sole” presenta due nuove iniziative

Una “schiacciata contro la violenza” Le situazioni di difficoltà vissute da molte donne sono terreno fertile per abusi e violenze e l’indipendenza economica è alla base per un riscatto sociale. L’ultimo progetto messo in campo dall’associazione “Mai + Sole” si chiama “Schiacciata contro la violenza”. Con il finanziamento della Provincia di Cuneo (assessorato alle Politiche Sociali ed alla Famiglia), in collaborazione con l’assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Savigliano, il Consorzio Monviso Solidale e il Centro Famiglie, il sodalizio guidato da Adonella Fiorito che si batte contro la violenza sulle donne, vuole propor-

re un laboratorio e corso di cucina finalizzato ad un futuro lavorativo. «Cucinare è sempre un ottimo pretesto per confrontarsi su tematiche importanti legate alla vita quotidiana – spiegano dall’associazione –; l’idea è quella di coinvolgere donne italiane e di altre nazionalità con lo scopo di far loro condividere culture diverse e diversi piatti. Da questo primo passo si potrebbe valutare di costituire, successivamente, un servizio catering per dare un’opportunità di lavoro concreta». In contemporanea, l’associazione prevede di promuovere la pratica sportiva femminile delle

giovani attraverso la collaborazione con l’Asd SavInVolley: la società pallavolistica è in grado di gestire l’attività di un centinaio di ragazze provenienti da situazioni familiari diversificate. “Mai + Sole” sta raccogliendo le adesioni e la partecipazione è completamente gratuita. Evento conclusivo del progetto sarà il torneo “Schiacciata contro la violenza – volley in rosa”, idoneo strumento di verifica delle attività sportive e culinarie messe in campo. Durante tale appuntamento le partecipanti al corso di cucina faranno servizio catering con buffet aperto a tutti, nel quale sarà presen-

Adonella Fiorito

tata una simbolica “schiacciata” (focaccia) contro la violenza. Per avere maggiori informazioni sul progetto ed eventualmente iscriversi, le donne interessate possono partecipare all’incontro che si terrà in via Beggiami n. 7 lunedì 13 febbraio, alle ore 18, oppure telefonare al 335.1701008.

Giorgio e Deborah ballano al suono della “fisa”


6

mercoledì 8 febbraio 2012

BREVI DALLA CITTÀ

Tamponamento in piazza Schiaparelli

savigliano

ASSOCIAZIONI Il presidente degli Amici della Musica “raddoppia”

Rosso guiderà la Banda

Nella serata di venerdì 3 febbraio, verso le ore 21, una Fiat Stilo ha preso fuoco in piazza Cavour, poco oltre la tettoia. Il pronto intervento dei Vigili del Fuoco di Savigliano scongiurava che l’incendio (che in leggera parte ha interessato anche una autovettura adiacente) si estendesse alle altre auto. Per i rilievi del caso si è recata sul posto anche una pattuglia dei Carabinieri di Savigliano.

Ubaldo Rosso è il nuovo presidente della Banda musicale di Savigliano. La nomina è stata ufficializzata sabato scorso dal direttivo del Complesso, che sarà così composto: Isabella Avanzi (segretaria/tesoriere), Antonello Baldo e Guido Ambrassa (responsabili sede e gestione archivio), Renato Rabbia (responsabile materiale), Diego Socchi (aspetti legislativi), Tonino Rimbici (relazioni esterne). Completano lo staff i maestri Sergio Daniele e Dante Costamagna. Sarà Rosso, dunque, a prendere in mano le redini della banda dopo l’addio, a fine 2011, di Aldo Lovera. «Ringraziamo – ha detto Rimbici – chi ci ha preceduto per il grande lavoro che è stato fatto. Lovera aveva chiesto continuità ed in breve tempo il direttivo, molto coeso, ha trovato un presidente “di peso”». Ubaldo Rosso, infatti, è sia un musicista che un organizzatore di eventi, essendo da anni alla guida degli “Amici della Musica”. «Ho accettato con entusiasmo – ha detto – anche perché io mi dedico da tempo agli strumenti a fiato e per questo mi sento molto vicino alla Banda. Sono stato molto impressionato dalla qualità dei

Autocarro esce di strada in corso Indipendenza

CULTURA Nel

Lunedì 6 febbraio, verso le ore 9, in piazza Schiaparelli si è verificato un tamponamento che ha coinvolto due autovetture. Un’Alfa Romeo con alla guida un 28enne di Revello e una Mercedes Classe C condotta da una donna di Savigliano di 33 anni. Fortunatamente nessuna lesione ai due occupanti. È intervenuta una pattuglia del Nucleo Radiomobile dei Carabinieri di Savigliano.

Auto in fiamme in piazza Cavour

La Fiat Stilo divorata dalle fiamme

Causa il fondo stradale nevoso e ghiacciato, lo scorso giovedì 2 febbraio, verso le ore 8, in corso Indipendenza, un autocarro Nissan è uscito di strata. Percorreva il corso in direzione dell’ospedale quando il conducente, un extracomunitario di 21 anni residente a Fossano, ha perso il controllo del mezzo che, dopo essere fuoriuscito dalla sede stradale, è finito contro un palo dell’illuminazione pubblica. Il conducente è stato trasportato da un’ambulanza del 118 al SS. Annunziata e sul posto è intervenuta una pattuglia della Polizia Locale.

La StraSavian sarà “europea” La StraSavian quest’anno sarà in versione “europea”. Domenica 13 maggio, infatti, Savigliano tornerà a colorarsi delle migliaia di partecipanti alla stracittadina che approfitterà del fatto che la nostra è “Città Europea dello Sport 2012” per darsi un tocco d’internazionalità. Salvo cambiamenti “dell’ultima ora” il percorso rimane lo stesso, ormai collaudato ed apprezzato dai partecipanti, delle scorse edizioni. La macchina organizzativa si è appena messa in moto, e si stanno già pensando alcune iniziative per incentivare le iscrizioni di gruppo, come, ad esempio, istituire una speciale classifica per vie. Ci saranno altre novità e le scopriremo con il passare del tempo.

Cena di Carnevale organizzata dalla Pro Loco Continua la campagna tesseramento alla Pro Loco di Savigliano. La tessera costa, come gli anni scorsi, 10 euro. Il sodalizio sta inoltre organizzando una cena di fine Carnevale al ristorante Granbaita, fissata per giovedì 16 febbraio, alle 20. Al costo di 20 euro si potrà degustare il menù dal titolo “quand che l’üma massà el crin”: lard, pansëtta, salam crù – salamin càud cun pürea – öss bujì ëd crin con cappelletti – sautissa, cotlëtta ëd crin, friciol dus, fidich, biscotin dus cun la marmlada, fricieul ëd pom – macedönia cun gelato – cumpagnüma tut suci cun un bon bicer ëd dusset. I soci possono portare simpatizzanti che vogliano unirsi alla “grande famiglia della Pro Loco”. Per prenotazioni, tel. 0172.712060, dalle 18.30 alle 22, entro martedì 14 febbraio. Il ristorante Granbaita ha accordato un prezzo di favore in quanto tutto lo staff fa parte della Pro Loco Savigliano.

REDAZIONE Piazza Santarosa, 21 Tel. 0172.71.39.29 Fax 0172.71.37.21 - Savigliano email: redazione@ilsaviglianese.com – www. ilsaviglianese.com DIRETTORE RESPONSABILE: VALERIO MACCAGNO ABBONAMENTO: Annuo € 42,00 - Estero € 42,00 + spese postali Autorizzazione N.2 Tribunale Saluzzo 8/9/1946 Poste Italiane: Sped. in Abb. Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) NO/CUNEO art. 1, comma 1 - Conto Corrente Postale N° 11755121 PUBBLICITÀ: RÉCLAME Via Pylos, 20, Savigliano Tel. 0172 71.12.79 STAMPA: Editrice La Stampa - Torino. Tariffe a modulo: Commerciali € 16 - Occasionali € 17,00; Finanziari e Legali € 1,80 mm/c; Necrologie € 36,00; Economici € 0,53 p.p. Il giornale si riserva in ogni caso di rifiutare qualsiasi inserzione. ASSOCIATO ALLA FIPEG

Rimbici, Avanzi, Daniele, Costamagna, Rosso, Baldo, Rabbia e (sotto) Socchi e Ambrassa

componenti e questo sarà senz’altro un buon punto di partenza». Due gli obiettivi: il primo è potenziare la scuola di strumenti a fiato – che attualmente resta gratuita – magari “agganciandola” ai corsi ad indirizzo musicale presenti alla scuola media cittadina; il secondo è far diventare la Banda sempre più un’“orchestra di fiati” che suoni non solo alle feste civili, durante i cortei, ma anche negli auditorium. Per questo sarà

anche rinnovato il repertorio, allo scopo di renderlo maggiormente fruibile da un pubblico giovane. Sono allo studio, inoltre, delle sinergie tra la Banda e gli Amici della Musica. «Un primo avvicinamento tra le due associazioni – ha detto Rosso – potrebbe essere una tessera per gli studenti dei corsi della Banda che dia accesso agli spettacoli organizzati dagli “Amici”». Resta un nodo da sciogliere, quello dei finanziamenti, la cui

scarsità era stata più volte denunciata già da Lovera. «Il problema permane – ha riferito Rosso – e ci muoveremo fin da ora per cercare contributi specifici a livello regionale e ministeriale».

libro di Bosio, i protagonisti locali

Per ricordare i 150 anni di Unità L’anno scorso, il nostro giornale ha contribuito alle celebrazioni cittadine del 150° anniversario dell’Unità d’Italia con la rubrica: “150 anni d’Italia. I nostri protagonisti” curata da Giovanni Bosio. Ora le puntate sono state raccolte in un volumetto in vendita, al prezzo di otto euro, nelle edicole di piazza Santarosa, via Torino, via Saluzzo, presso la cartolibreria in piazza Molineri e presso la redazione de “Il Saviglianese”. Nella presentazione, l’assessore alla Cultura Chiara Ravera ha riepilogato succintamente le

varie iniziative sull’argomento messe in atto dal Comune con l’ausilio delle associazioni locali dedite, a titolo di volontariato, alla diffusione della cultura tra la gente comune. Proprio quest’ultima, in anni recenti ha dato prova, a giudicare dall’incremento degli iscritti all’Unitre e dalla crescente partecipazione a conferenze, letture pubbliche, presentazioni di libri, spettacoli teatrali e cinematografici, di una maggior propensione ad acculturarsi. Dodici pagine del libro sopracitato sono occupate dalla biografia di Santorre di Santa Rosa,

il cui monumento compare nella vecchia cartolina dell’omonima piazza, che illustra la copertina. Le più interessanti sono quelle dedicate alle vicende della sua vita di esiliato politico, essendo quasi – se non del tutto – sconosciute. Rivestono un particolare interesse anche le biografie dei patrioti risorgimentali: Damiano Rittatore, Silvio Appiotti, Eugenio Schiaparelli, Ettore Perrone di San Martino e Giovanni Ambrassa, poiché finora poco o nulla si sapeva di loro. Ad esempio, a fornire all’autore del libro delle notizie relative ad Ambras-

sa, è stato un pronipote che conserva ancora il suo Foglio Matricolare. Questa ed altre interessanti storie si possono ora trovare su “Santorre di Santa Rosa e altri personaggi del Risorgimento”.

CULTURA Serata dell’associazione “Prometeo” con il professor Ambroggio

La riforma protestante e la nascita della modernità Nonostante il freddo polare in città, venerdì sera, presso la sala del Mutuo Soccorso, vi era un numeroso pubblico attento alla conferenza del prof. Giulio Ambroggio sulla riforma protestante e la nascita della modernità. La serata era organizzata dalla associazione culturale Prometeo che, appena fondata, sta già raccogliendo ampi consensi. Il relatore ha affrontato questo non facile tema in una dimensione storica, iniziando dal contesto in cui la Riforma è avvenuta, cioè il Rinascimento, che portò con sé anche una volontà di rinnovamento in campo religioso. Poi è passato ad analizzare le motivazioni che suscitarono la rivolta del monaco agostiniano Martin Lutero, personaggio estremamente controverso che aveva in sé un’ansia di modernità unita ancora ad elementi di religiosità medievale. Poi l’analisi si è spostata sui grandi temi di innovazione che hanno avuto effetti non solo religiosi ma anche, e soprattutto, sociali, politici e culturali. Dalla nascita di una nuova idea di uguaglianza dal momento che tutti i lavori sono eguali, al controllo politico dal basso che sarà uno dei cavalli di battaglia di un altro grande riformatore, Giovanni Calvino, dalla necessità che il credente legga

direttamente le scritture e le interpreti in base alla sua coscienza, al prestito ad interesse che non è più condannato, anzi, è incentivato. Il pubblico, che ha seguito con grande attenzione attivando, a relazione finita, un interessante dibattito, era formato essenzialmente da giovani, cosa che fa ben sperare.

Il prossimo appuntamento di Prometeo sarà il 9 marzo con una conferenza tenuta dal prof. Angelo Tartaglia, docente di fisica al Politecnico di Torino, che parlerà sul rapporto tra energia e politica. Tema oltremodo interessante e di grande attualità sempre presso la sala del Mutuo Soccorso, sempre alle 21.

Il professor Ambroggio con i ragazzi dell’associazione “Prometeo”


savigliano

CONFERENZA Lo psicologo Galletto: «Riappropriarsi della vita»

La fatica di vivere il lutto Sala Bonino gremita di gente, lo scorso 24 gennaio, per l’intervento dello psicologo-psicoterapeuta Giovanni Galletto, sulla fatica di vivere il lutto. Si è partiti dalla difficoltà dell’accompagnamento alla fine della vita e dal fatto che la cura dello psicologo non è medica, ma è cura della parola. Rifacendosi al Vangelo dell’Apostolo Giovanni, Galletto ha fatto rilevare come la stessa abbia anche un che di sacro se “In principio era la Parola”, così che il silenzio dell’Universo è stato riempito dalla Parola. Ed è attraverso la parola che si esprime il non senso della perdita, ma è necessario trovare le parole per dare un nome alla sofferenza e alla fatica di vivere, perché è liberatorio quando riusciamo a dare un nome, a esprimere la nostra sofferenza. Altrimenti si sviluppa un tarlo interiore che divora tutto. È poi entrato nella specifica del lutto, quando manca la relazione con la persona cara, momento in cui dobbiamo aprirci a noi stessi, ritrovare i significati. Il

Lo psicologo Giovanni galletto durante la relazione

che non significa avere risposte ai nostri interrogativi, che risposte non hanno, ma dobbiamo riprendere il senso della vita, perché come, dice Frankl, “la grande sofferenza dell’umanità è avere perso il senso della propria esistenza”. Rifacendosi poi a Madre Teresa, ha fatto presente l’importanza del grado di compassione che si mette per aprirsi agli altri, avendo

la forza di non patire da soli. Il pericolo che si corre è quello di fare guerra con la vita, mentre si deve avere la capacità di vivere col dubbio, giacchè la risposta alla depressione è vivere, sentirsi vivi perché, se non impariamo a vivere, nell’incertezza viviamo male. La ribellione non porta da nessuna parte, mentre l’accettazione non è rassegnarsi, ma guardare in faccia l’accaduto per ripartire, riprendere in mano la vita, saper guar-

dare avanti, perché la vita vera sta davanti a noi e ci spinge verso nuovi obiettivi. Galletto si è poi fermato sulla necessità del lungo allenamento alla perdita, perché se si guarda bene, la vita è costellata di perdite e ognuna può essere occasione di acquisizione di pacificazione e di saggezza, giacchè la vita è un mix di perdita e di acquisizione cui ci si deve allenare. Necessario poi non perdere noi stessi, perché sommersi dai sensi di colpa e dall’incapacità conseguente di perdonarci dopo la perdita di una persona cara, ma la fatica di vivere è proprio saper uscire dalla nostra solitudine per guardare attorno a noi, solo così si può sperare in un’intima guarigione. Dunque andare oltre, accettare ciò che siamo e abbiamo, altrimenti viviamo distrattamente e non impariamo dall’esperienza, perchè tutti dobbiamo imparare fino all’ultimo istante che ci è concesso di vivere. Galletto ha concluso dicendo che la vita è un’avventura che ci chiede umilmente di dare una nuova possibilità alla vita che è in noi. Osvaldo Pignata

Percorso di auto-mutuo-aiuto

La sala Bonino gremita di persone

Per chi lo desidera, sul sito www.cielointerra.com, è riportato il video di quest‘incontro. Inoltre, gli atti sono a disposizione, martedì 14 febbraio, prima e dopo la Messa delle ore 18 del gruppo “Figli in Cielo”, presso l’Istituto Sacra Famiglia di Savigliano. Grazie alla relazione dello psicologo, più di 15 persone si sono iscritte al percorso di auto-mutuo aiuto per il lutto, che inizierà martedì 14 febbraio alle ore 16,30 presso i locali della Sacra Famiglia (per ulteriori informazioni telefonare al 340.3683307).

mercoledì 8 febbraio 2012

7

BREVI DALLA CITTÀ

Incontro di preghiera nello spirito di Medjugorje Domenica 12 febbraio, presso la chiesa di San Giovanni, alle ore 14.30 ci sarà un “Incontro di preghiera ed adorazione nello spirito di Medjugorje”. Sarà recitato il Santo Rosario, cui seguiranno la Santa Messa, l’Adorazione e le testimonianze; chiuderà la Consacrazione alla Madonna. Ospite della giornata di preghiera sarà lo scrittore Diego Manetti di Casale Monferrato. Docente di Storia e Filosofia nella scuola superiore, ha curato la pubblicazione di saggi e collane su tematiche religiose. Collabora con Radio Maria. È autore di “Sulle tracce di Maria. Storia e spiritualità di dodici santuari mariani” (Sugarco, 2010), di “Ipotesi su Medjugorje” (San Paolo, 2011) e “Il Ritorno di Cristo”. Per ulteriori informazioni, chiamare il 347.9015108 o il 328.2919297.

Santuario della Sanità si prega insieme Mercoledì 15 febbraio, alle ore 21, presso il Santuario della Sanità si terrà l’incontro mensile di preghiera aperto a tutta la cittadinanza.

Unzione degli infermi Giornata del malato In occasione della XX Giornata mondiale del malato, sabato 11 febbraio, alle 15.30, nella chiesa dell’ospedale, sarà celebrata una Santa Messa durante la quale sarà amministrato il sacramento dell’Unzione degli infermi. Di seguito trovate il calendario delle domeniche nell’anno 2012 in cui si amministrerà ancora il sacramento, durante la messsa delle ore 16: 11 marzo,15 aprile, 13 maggio, 17 giugno, 9 settembre, 14 ottobre, 11 novembre e 9 dicembre.

Madonna di Lourdes Messa anticipata Quest’anno la ricorrenza della Festa della Madonna di Lourdes cade sabato 11 febbraio; pertanto, per non interferire con le funzioni religiose domenicali presso le parrocchie, la celebrazione che, in tale data, viene organizzata nella chiesa della Madonnina di Macra viene anticipata a venerdì 10 febbraio con la S. Messa e la benedizione degli infermi alle ore 16.30.

Smarrito un telefono cellulare Nei giorni scorsi, un nostro lettore ha smarrito – nei pressi di via Garibaldi – un cellulare Nokia di colore azzurro. Chi lo avesse ritrovato, telefoni al numero 0172.712770 oppure lo consegni presso la nostra redazione, in piazza Santarosa n. 21.


8

savigliano

mercoledì 8 febbraio 2012

CORSO Promosso dall’associazione Kerigma

Mangiar bene, viver meglio Prenderà il via la prossima settimana “Mangiar bene per vivere meglio”, corso promosso dall’associazione Kerigma – gruppo di acquisto solidale con il patrocinio del Comune di Savigliano e in collaborazione con il Centro Famiglie e la parrocchia di Sant’Andrea. Primo appuntamento lunedì 13 febbraio con “Il carrello sostenibile”. Interverranno Enrico Nada di Nova Coop con “Fare la spesa nel rispetto dell’ecologia familiare”, e a seguire Luca Persia e Matteo Allocco, rispettivamente produttore caseario e apicoltore, mostreranno le fasi della produzione di formaggio e miele, di cui seguirà una degustazione. Lunedì 20 febbraio, sul tema “La produzione degli alimenti”, discetterà Enrico Chiappetta, insegnante nel campo delle Scienze e Tecnologie Alimentari, che mostrerà le differenti tecniche colturali e le loro ripercussioni sull’alimentazione. Successivamente Antonio Battisti e Alida Borghino, produttori agricoli, racconteranno invece come produrre ortaggi e frutta. Entrambi gli incontri si svolgeranno alle ore 20.45 presso il Centro Famiglie di

via Mutuo Soccorso. Conclusione sabato 3 marzo presso la parrocchia di Sant’Andrea con un pomeriggio dal titolo “Le mani in pasta”. Dalle ore 15 verranno allestiti dei laboratori per l’autoproduzione dei trasformati (pane, pasta, yogurt) con una cena finale di condivisione con i prodotti preparati nel corso dei laboratori. Al termine, è previsto un incontro finale di verifica sul percorso. Per informazioni e prenotazioni – entro venerdì 10 febbraio, iscrizioni 20 euro – è possibile scrivere all’indirizzo e-mail retekerigma @gmail.com.; telefonare al 339.6815252; i posti sono limitati a 35 partecipanti. «Anche quest’anno l’associazione Kerigma promuove alcuni incontri di formazione per ricercare e perseguire stili di vita ecologici – afferma Saverio Laporta, presidente di Kerigma –. Lo scopo non è solo quello di incrementare il nostro livello di consapevolezza ecologica, ma anche quello di coltivare quel tessuto sociale in grado di dare una maggiore sensazione di sicurezza emotiva, in alternativa al dilagante contagio dell’individualismo che alimenta ansia ed egoismo».

MAIRA Si

è ripetuto per la terza volta il bagno invernale

Il gelo non li spaventa Bagnetto al fiume: terza edizione. Viene il dubbio che lo facciano per una carrettata di soldi, dovendo sponsorizzare qualche nuovo prototipo di costume resistente alle temperature più fredde. Nemmeno la follia più amletiana infatti riuscirebbe a spiegare questo gesto che ha movimentato il sabato saviglianese. Un pomeriggio freddo, -5° gradi, che faceva seguito ad una settimana gelida, con temperature che non si registravano da anni. Le abbondanti nevicate dei giorni scorsi, che hanno mandato in tilt trasporti e città, fanno sembrare la nostra città un comune alpino a duemila metri. «Staranno poi male. Mica lo faranno?!» si chiedevano increduli i più scettici. «Rinviate, aspettate la prossima settimana». li consigliavano i più saggi. Ma cinque temerari – Simone Bertello, Fabrizio Bosio, Luca Cerutti, Davide Cussa ed Andrea Mussetti (la new entry dell’anno) – non hanno voluto deludere le aspettati-

I cinque ardimentosi: Simone, Luca, Davide, Fabrizio e Andrea (l’anno scorso erano otto)

ve. Puntuali con costume, accappatoio e ciabatte (rigorosamente indossate con le

AVVOCATI Solo una novità nel consiglio

L’ordine non cambia Il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Saluzzo è stato pressoché integralmente riconfermato nella sua composizione. A guidarlo sarà ancora il saluzzese Maurizio Bonatesta. Sono stati confermati Gabriella Berardo, Flavio Caselli, Elena Pomero, Riccardo Reinaudo e Paola Rossa di Saluzzo, oltre a Fabrizio Testa ed Enrico Giraudo di Savigliano. Unica nuova eletta, Patrizia Gorgo di Racconigi (sostituisce AlMaurizio Bonatesta berto Savio, che non si era più candidato). Oltre al presidente Bonatesta, sono stati confermati nei loro ruoli anche Riccardo Reinaudo (segretario) e Paola Rossa (tesoriere). «La pressoché integrale riconferma del Consiglio – si legge in una nota degli avvocati saluzzesi – costituisce motivo di grande soddisfazione per l’Ordine forense saluzzese, stante l’evidente riconoscimento da parte dei colleghi del notevole impegno profuso. Di questi tempi siamo chiamati a confrontarci su innumerevoli fronti, a partire dalla battaglia per la sopravvivenza del Tribunale, nonché dalla complessa attività richiesta dalla istituzione e dalla gestione del nuovo Organismo di Mediazione presso l’Ordine degli Avvocati, per arrivare poi al confronto sui grandi temi della riforma dell’Ordinamento Professionale e delle contestate ed impropriamente definite “liberalizzazioni”, in merito alle quali gli avvocati saluzzesi tutti si sono uniti alla ferma protesta a livello nazionale contro quella che ritengono una politica punitiva e di allontanamento dei cittadini dal servizio-Giustizia ed una dequalificazione della categoria, a tutto danno degli utenti e della qualità della formazione (riduzione del periodo di tirocinio) e dell’offerta professionale, il cui mercato – sostengono – finirebbe solo per essere asservito ai “poteri forti”, finanziari e commerciali». Fiore all’occhiello dell’attività del Consiglio è stata la positiva attuazione del progetto del Processo Civile Telematico in tutte le materie di possibile competenza. Questo fatto ha reso il Tribunale di Saluzzo quale l’unico tribunale “sub-provinciale” d‘Italia (e uno dei soli tre fra tutti, unitamente a Biella ed Ancona) ad essersi dotato integralmente del servizio di deposito di tutti gli atti in via telematica, in qualsiasi materia. «Con evidente fiducia e speranza che questa “eccellenza” costituisca forte ed insuperabile ostacolo ad ogni tentativo di soppressione dell’Ufficio Giudiziario – concludono gli avvocati – a questo punto da ritenersi non solo contraria a criteri di recupero di efficienza e di risparmio di spesa, ma anche irrazionale dal punto di vista tecnico, poiché - non essendovi in provincia altri Tribunali, neppure quello di Cuneo - abilitati a tale servizio, non potrà trovare soluzione il problema della conservazione degli atti “virtuali” o “telematici” qualora il Tribunale venisse “accorpato” ad altro ufficio “non telematico”».

I cinque “orsi polari” sguazzano (per pochi secondi) nelle gelide acque del torrente Maira

ASSOCIAZIONI

calze) si sono presentati presso il piazzale della piscina, per cimentarsi nell’impresa invernale più attesa: il bagnetto nel Maira. Dopo le foto di rito, selezionato con cura il luogo da cui effettuare il fatidico tuffo, i cinque eroi si sono sfilati gli asciugamani e, tra uno sfottò ed un incitamento del pubblico radunatosi per ammirare il coraggio dei nostri “orsi polari”, si sono gettati nel fiume. Una corsetta nell’acqua gelida, poi qualcuno ha persino provato ad improvvisare qualche bracciata. Solo pochi secondi, che per Simone, Fabrizio, Luca, Davide ed Andrea paiono un eternità. Un’ultima “stella” e via, a recuperare accappatoi e uscire dal Maira, accolti dal “caldo” applauso dei presenti, che per ammirare l’impresa da vicino sono sprofondati nella neve che ricopre le sponde. «Un bagnetto tonificante» la prima dichiarazione “a freddo” dei temerari che, dopo sabato pomeriggio, non avranno paura degli inverni più gelidi. Valeria Quaglia

Rinnovato il direttivo. “Vice” la giovane Federica La Pietra

Il circolo fotografico Imago conferma Rivarossa Il 2012 porta novità e conferme al circolo fotografico “Imago”. È stato infatti rinnovato il direttivo. Nella serata di lunedì 23 gennaio, una nutrita compagine di soci si è riunita nella sede di via S. Pietro per votare e i nuovi consiglieri per il biennio 2012/13 sono: Giovanni Rivarossa, Aldo Lanfranco, Antonio Flauret, Edmondo Tallone, Federica La Pietra, Fabrizio Demaria, Diego Vignolo e Franco Gastaldi. In una serata successiva il direttivo ha provveduto ad eleggere presidente e vice-presidente. All’unanimità è stato rieletto alla guida dell’Imago Giovanni Rivarossa e ad affiancarlo nella vicepresidenza la giovane Federica La Pietra. Que-

CULTURA

Il nuovo direttivo col presidente Rivarossa (primo da destra)

st’anno l’Imago compirà i 20 anni dalla fondazione e sono in pro-

gramma alcune iniziative per festeggiare degnamente questo im-

portante traguardo. Continuano, invece le attività che hanno contribuito a fare grande questo attivissimo circolo culturale (ad esempio, “Lunedimago”, vedere le pagine di Spettacoli). Come il “Corso di Fotografia di base”, otto lezioni settimanali, più due uscite pratiche, con particolare attenzione alla fotografia digitale. Le lezioni saranno tenute dal socio Diego Vignolo, il costo, compresa tessera di associazione Imago, è 60 euro e si inizia martedì 6 marzo alle 21 in sede (via San Pietro n. 6). La prima lezione, introduttiva e gratuita, è aperta a tutti. Per maggiori informazioni, telefonare al 334.90.74.040.

Presentazione di un libro, ancora per la “Giornata della Memoria”

La drammatica testimonianza di Isacco Levi Continuano le iniziative per celebrare la Giornata della Memoria. L’assessorato alla cultura e la biblioteca civica “Luigi Baccolo” organizzano venerdì 10 febbraio, alle ore 18, nell’ex chiesa di Sant’Agostino in piazzetta Arimondi, la presentazione del romanzo di Ermanno Giraudo “Isacco e le tredici stelle di David – I Levi di Saluzzo” edito da Araba Fenice. Nel suo primo romanzo, Ermanno Giraudo ha voluto dar voce ad uno dei protagonisti, ancora vivi, di una delle pagine più tristi e tragiche della nostra storia recente. La follia nazista e le sue persecuzioni antisemite raccontate da chi quel dramma lo ha vissuto sulla propria pelle: Isacco Levi. Isacco è un partigiano ebreo saluzzese, ha 86 anni e

vive a Moretta. È l’unico superstite di tredici famigliari deportati e trucidati nel lager di Auschwitz per la sola colpa di essere ebrei. Dopo la morte della moglie ha deciso di raccontare e oggi è uno dei più apprezzati testimoni della barbarie nazista. “…La mia era una famiglia bella! Bella e normale…”. Famiglia bella, normale ed ebrea, quella di Isacco Levi, ancora inconsapevole che, ben presto, gli eventi della storia l’avrebbero cancellata senza un vero perché insieme a quella di molte altre famiglie, belle e normali, il cui sangue ha macchiato gli anni drammatici dell’ultimo conflitto mondiale. Vite distrutte, beni e affetti perduti, ma anche la forza di lottare per cambiare le sorti di un Paese allo sbando.

in un momento in cui i testimoni diretti stanno scomparendo e presto rimarranno pagine scritte storicamente corrette e precise, ma prive delle emozioni di chi ha vissuto questi tragici eventi, la testimonianza di Isacco levi (che sarà presente alla serata, insieme all’autore e al nostro sindaco Sergio Soave) diventa ancora più preziosa. Nel suo lavoro Giraudo ha cercato di raccontare i contenuti così come gli erano stati narrati dal protagonista, con la consapevolezza di non essere uno storico, ma uno scrittore. Proprio per questo in grado di comunicare e trasmettere le suggestioni e le emozioni provate ascoltando il racconto di chi ha vissuto davvero quella tragedia. l.c.


savigliano

SCUOLA Studenti

mercoledì 8 febbraio 2012

9

nella nostra redazione

Liceali e notizie Al suono della campanella non si entra in classe per seguire le lezioni “tradizionali”. Per tre giorni l’anno, il liceo Arimondi organizza le “Giornate seminariali” durante le quali si parla di materie diverse, ospitando relatori che non provengono dal mondo della scuola. Così, con grande piacere, anche “Il Saviglianese”, giovedì scorso, ha preso parte a questa bella iniziativa, di cui finora aveva solo parlato dalle sue colonne. Una cinquantina

di studenti – divisi in due gruppi – hanno partecipato al seminario “Il giornalismo e gli effetti sulla società”. Il direttore Valerio Maccagno ed il giornalista Guido Martini hanno incontrato gli studenti per spiegare loro come si realizza un giornale, come si diventa giornalisti e quali sono le regole alla base di una professione che per i ragazzi delle scuole resta sempre una delle più affascinanti. Durante la “lezione”, gli

studenti hanno potuto avanzare le proprie curiosità ed anche perplessità sul mondo dei media. Poi, accompagnati dalle insegnanti, si sono recati nella nostra redazione, in piazza Santarosa, a scoprire materialmente come nascono le notizie locali. Accompagnati dal giornalista Paolo Biancardi, gli studenti – anzi, dovremmo dire le studentesse, visto che erano la stragrande maggioranza – hanno potuto vedere da vicino

La visita dei liceali (divisi in due gruppi) era in programma per le “Giornate seminariali”

SCUOLA Presentato

l’impaginazione del giornale, dall’arrivo della notizia alla pagina terminata. Inoltre, visitando il nostro archivio hanno potuto constatare l’evoluzione de “Il Saviglianese” che, con i suoi 153 anni di storia, è oggi – come i nostri lettori ben sanno – il giornale più antico del Piemonte tra quelli attualmente in edicola. «Un’esperienza molto interessante – ha commentato il direttore Valerio Maccagno – che ci ha arricchiti molto. Siamo disponibili a ripeterla in futuro».

all’Arimondi-Eula, si terrà ad aprile al castello di Racconigi

Quattrocento studenti per il convegno sulla stampa Venerdì 20 aprile, circa 400 studenti provenienti da tutta Italia saranno ospitati presso le Serre Reali del Castello di Racconigi dall’istituto Arimondi – Eula di Savigliano e Racconigi, promotore di una tra le più importanti iniziative scolastiche nazionali: quella che annualmente riunisce il Comitato Interregionale della Stampa Studentesca. «Per la prima volta, da quando è nato a Piacenza su iniziativa di Giovanni Schinardi – ha voluto sottolineare la professoressa Loredana De Robertis, che in quest’avventura è seguita dalla collega Mara Mancardo – il convegno si tiene nella nostra provincia. Il nostro obiettivo è come si possano valorizzare i beni culturali e come i giovani possano entrare, lavorativamente parlando, a farne parte». Il tema del convegno sarà “Giovani e risorse culturali, artistiche e naturalistiche dei nostri territori” con ricadute appunto sulle nuove opportunità occupazionali legate ai beni culturali, alla valorizzazione dei nostri territori, all’ambiente, al turismo. Su tali argomenti l’istituto Arimondi – Eula, rappresentato nel progetto dal Liceo Scientifico di Racconigi, ha elaborato una serie

di tesi sottoposte allo studio preventivo delle scuole invitate. I risultati daranno vita al dibattito e alla stesura di un manifesto che costituirà l’elaborato conclusivo del Convegno Interregionale della Stampa Studentesca, da inoltrare al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. All’organizzazione dell’evento – quest’anno è la diciannovesima edizione, «ma noi da Racconigi è il settimo anno che prendiamo parte al convegno» ha proseguito la professoressa De Robertis – partecipano la Direzione Regionale dei Beni Culturali e Paesaggistici del Piemonte, l’Associazione Terre dei Savoia, i Comuni di Racconigi e Savigliano, le Fondazioni Bancarie di Torino, Cuneo e Savigliano, la Consulta Provinciale degli Studenti di Cuneo, il Coordinamento Interregionale della Stampa Studentesca (Racconigi, Piacenza, Cuneo,Torino, Alessandria, Asti, Brescia). Il liceo Scientifico di Racconigi da molti anni, infatti, pubblica “Il Messaggero”, organo di stampa interno a cui collaborano sia studenti che professori che personale non docente: «vogliamo che i ragazzi siano consapevoli di poter scrivere. Dal “Messaggero” discende il

Mara Mancardo, Gianpiero Sola e Loredana De Robertis

desiderio dei ragazzi di leggersi a vicenda e capire le problematiche della scuola. E, da quando siamo stati accorpati, siamo diventati “Il Messaggero dell’Eula”, la sinergia tra i plessi di Savigliano e di Racconigi ha fatto sistema». L’istituto sente molto il giornalismo: negli anni ha ottenuto svariati riconoscimenti, tra cui il primo premio al Concorso Anapie per una pubblicazione dedicata all’ecologia con Carlin Petrini, e l’essere in finale a Siena alla ma-

nifestazione “Giornalisti per un giorno”. «Come scuola siamo orgogliosi di poter ospitare questo convegno» ha chiosato il preside Gianpiero Sola. Per informazioni e servizi di segreteria, aperti a tutte le scuole del cuneese, rivolgersi all’IIS Arimondi-Eula, sez. di Racconigi, Segreteria di piazza Muzzone 6 (0172.83660, fax. 0172.820432, racconigi@iiseula.it). Paolo Biancardi

LICEO Giulia, appassionata di numeri e parole

Un racconto vincente Giulia Morello è una studentessa del liceo Arimondi che si è classificata al secondo posto nel concorso “Sì viaggiare” promosso dall’associazione culturale Uomini e Terre, con il racconto “L’avventura di Aliou” che parla dell’Italia vista da un lavoratore straniero. L’abbiamo incontrata. Giulia, raccontaci di te, delle tue passioni e dei tuoi interessi. Mi ritengo una ragazza determinata e abbastanza ambiziosa, anche se un po’ timida e a volte pigra. Come tutti gli adolescenti amo stare in compagnia, mi piace molto seguire lo sport in Tv, ascoltare musica e leggere. Come hai vissuto la notizia del premio? Te lo aspettavi? La notizia del premio mi è giunta durante le vacanze di Natale, ma assolutamente non me l’aspettavo. Ho svolto il tema quest’estate, partendo da un’esperienza realmente accaduta ed ho partecipato al concorso più per la voglia di scrivere che per ambire ai primi posti. Ovviamente, però, sono stata molto felice di questo risultato, forse proprio perché era inaspettato. Cos’è per te la scrittura? Dopo averla “sottovalutata” per molto tempo, forse perché non era il mio forte, recentemente mi sono resa conto che la scrittura è davvero un ottimo metodo per rendere permanenti alcuni pensieri, per trasmettere agli altri sensazioni difficilmente comunicabili diversamente o semplicemente per sfogarsi in maniera un po’ originale. Una scrittrice che frequenta il Liceo scientifico? Non è una contraddizione? A mio avviso, assolutamente no. Frequentare un Liceo

Giulia Morello

Scientifico significa privilegiare le materie di quell’ambito, ma non necessariamente mettere da parte le materie umanistiche. Che posto hanno nella tua formazione le materie umanistiche? Personalmente preferisco le materie scientifiche, in particolare la matematica, ma non trascuro assolutamente quelle umanistiche. Il tipo di scuola che frequento offre la possibilità di avere una preparazione che spazia su 360 gradi, quindi cerco di applicarmi al meglio anche in materie come italiano, latino, storia e filosofia. Se sviluppassi solo una parte delle competenze che ho l’opportunità di acquisire, infatti, sarei sicuramente più limitata nel scegliere il mio futuro. Cosa pensi del latino? Molto spesso il latino viene etichettato come una “lingua morta”, e criticato perché materia assolutamente inutile. In realtà è veramente utile per costruire in modo corretto pensieri anche, e soprattutto, in lingua italiana, migliorando il proprio modo di scrivere. Inoltre, si tratta di una materia che richiede ragionamento (nulla infatti è così scontato) e contribuisce notevolmente allo sviluppo delle capacità logiche di uno studente; e la logica serve anche alla matematica!


10

savigliano

mercoledì 8 febbraio 2012

BREVI DALLA CITTÀ

“Giorno del Ricordo” per i martiri delle foibe

La cerimonia annuale in via Martiri delle foibe Con la Legge del 30 marzo 2004 n. 92, “la Repubblica riconosce il 10 febbraio quale Giorno del Ricordo, al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli Italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli Istriani, Fiumani e Dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale”. L’Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, Comitato provinciale di Cuneo, per onorare la ricorrenza del Giorno del Ricordo, farà celebrare a Savigliano una S. Messa giovedì 9 febbraio nella Chiesa Collegiata di S. Andrea alle ore 18, e depositerà una corona d’alloro in Via “Martiri delle Foibe” presso la targa di intitolazione. Tutti coloro che lo desiderano sono invitati a partecipare.

“Sull’argine nudo” Premiata poesia di Galli Venerdì 18 novembre 2011, la giuria del IV Concorso Letterario Nazionale “Poetare è d’Amore”, presieduta dallo scrittore e giornalista Salvatore Bernocco, ha conferito – in Ruvo di Puglia (Bari) – il primo premio assoluto alla lirica d’amore “Sull’argine nudo” del saviglianese Giovanni Galli i cui “Canti di San Grato” (Montedit Editrice, Collana “I gigli”, Melegnano, 2011) poche settimane fa sono riusciti particolarmente graditi al prof. Lamberto Maffei, insigne presidente dell’Accademia nazionale dei Lincei, istituzione di cultura scientificoumanistica di rango mondiale, con sede in Roma.

ALLPS

Ma la spedizione invernale sulle Alpi continua

Paolo lascia per infortunio La spedizione “Allps” perde il suo principale protagonista. L’alpinista Paolo Rabbia ha abbandonato per infortunio il “giro invernale delle Alpi” che stava compiendo con alcuni amici sportivi a partire dallo scorso 26 dicembre. A fermare “Balìn”, com’è soprannominato, è stato un infortunio alla gamba sinistra. Il viaggio sulla catena montuosa europea si svolge da Est ad Ovest. Paolo ha dovuto dire «stop» lo scorso 31 gennaio, dopo aver percorso già 600 chilometri. «Siamo entrati in Svizzera, nella zona di Davos – ha raccontato Rabbia al suo rientro – dopo aver attraversato il Tirolo. La gamba sinistra, che già in passato mi aveva dato dei problemi, aveva preso a farmi male da alcuni giorni. Ho tenuto duro sin quando ho potuto, perché avrei voluto collegarmi all’itinerario di tre anni fa». Allora, Rabbia aveva compiuto la traversata scialpinistica della

catena da solo. Ed era stato il primo a compiere l’impresa in pieno inverno. Dunque, tutti a casa? Nemmeno per sogno. La spedizione continua. A portarla avanti al momento è Giacomo Para, scialpinista di Chianale, già insieme a Rabbia lo scorso anno nel Tjan Shan, la catena montuosa del Kirghizistan. “Jack” è sempre seguito dal saviglianese Giorgio Berutti, esperto rallista, che sta accompagnando tutta la spedizione con il suo attrezzatissimo Land Rover Defender messo a disposizione da Paolo Damilano di Cuneo. Con loro, si alternano altri atleti, come Massimo Piras, accademico del Cai e grande specialista di scalate sulle pareti di ghiaccio, o Fabrizio Bruno, esperto di parapendio. Del gruppo, all’inizio ha fatto parte anche Luigi Dematteis, uno dei maggiori conoscitori delle Alpi e dei suoi segreti. Attualmente, Giacomo sta

Giacomo “Jack” Para e Paolo “Balìn” Rabbia si sono separati

seguendo una squadra del Soccorso alpino svizzero che sta

Carnevale di solidarietà insieme a “Noi con voi” e “Piccoli passi” Il Carnevale è un’occasione ghiotta per divertirsi in modo spensierato, ma può anche trasformarsi in un’occasione ideale per sostenere iniziative che… sanno di buono! Per questo le associazioni di volontariato Noi con Voi e Piccoli Passi Onlus propongono una “cena di solidarietà pro-Africa” per sabato 18 febbraio, alle ore 20, presso il salone sotto l’asilo di San Giovanni (ingresso da piazza Schiaparelli). Con un’offerta libera (minimo 15 euro) sarà possibile assaporare polenta, salsiccia, spezzatino ed altre prelibatezze. Il ricavato della serata sarà utilizzato per progetti di aiuto all’infanzia abbandonata o di emergenza alimentare in Burkina Faso e in Kenya, a Meru. Per informazioni e prenotazioni entro venerdì 10 febbraio: Gabriella cell. 349.5238784 e Silvia cell. 349.7001190 di Noi con Voi; Maria cell. 349.6929747 di Piccoli Passi Onlus.

Seminario in Confindustria sul tema dell’Outsurcing

Massimo Allasia e Lorenzo Tassone durante il seminario Si è svolto nei giorni scorsi, presso la sede di Confindustria a Cuneo, un incontro dal titolo “Outsourcing: tipologie contrattuali, esame delle singole clausole e conduzione delle trattative”, secondo appuntamento del ciclo di seminari sulla terziarizzazione dei servizi rivolto alle aziende della sezione Terziario e Servizi di Confindustria Cuneo. Ad introdurre i lavori è stato Massimo Allasia della Five Stars, componente della sezione Terziario di Confindustria Cuneo, ed è intervenuto l’avvocato Lorenzo Tassone. Nel corso dell’incontro si è parlato della durata del contratto, di livelli di servizio: verifiche e penali; limitazioni di responsabilità, esclusive, garanzie, subappalto, riservatezza, recesso e risoluzione.

Soggiorno invernale per anziani Si va a Diano Marina Il Comune organizza un soggiorno marino per persone anziane autosufficienti, e residenti in Savigliano, che si svolgerà presso l’Hotel Napoleon di Diano Marina dal 28 febbraio al 13 marzo. Il costo della pensione completa – la somma dovrà essere corrisposta direttamente all’hotel – con sistemazione in camera a due posti è di 36 euro al giorno per un totale di 504 euro. Per chi ha un Isee non superiore al valore di 8.000 euro, il soggiorno costerà 404 euro. Supplemento camera singola, 14 euro al giorno. Le iscrizioni potranno essere effettuate da mercoledì 8 a venerdì 10 febbraio 2012 presso l’Ufficio Solidarietà Sociale dalle ore 8,30 alle ore 12,30. Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere all’Ufficio Solidarietà Sociale (tel. 0172.710271, fax 0172.710310, mail f.demarchi@comune.savigliano.cn.it).

L’intrepido Giorgio Berutti continua a seguire la spedizione con il Land Rover Defender

POLITICA La

svolgendo un’ esercitazione. La temperatura è intorno ai 30° sotto lo zero. Lunedì sera, accompagnato dal suo amico Lorenzo (incontrato lungo il percorso), ha raggiunto il rifugio Miryam in val Vanninio, traversa della val Formazza, passando per il rifugio Maria Luisa. La parte più difficile è stata la traversata del colle S.Giacomo (2313 metri). Tutta la spedizione si può seguire giorno dopo giorno sul sito della Entec, ditta tra gli sponsor della traversata, all’indirizzo www.entecsrl.it. L’obiettivo è di compiere l’impresa entro il 31 marzo praticando diverse discipline sportive. G.Ma.

gestione del locale in piazza Santarosa era troppo onerosa

La Lega Nord cerca una nuova “casa” Da alcuni mesi sono state ammainate le bandiere del Carroccio che facevano bella mostra di sé sulla facciata della sede del partito in piazza Santarosa. In merito a questa decisione, i leghisti hanno cercato di mantenere il massimo riserbo, ma qualcosa è trapelato. I vessilli padani sono stati rimossi da piazza Vecchia in attesa di essere poi issati in una casa di via San Pietro dive probabilmente sorgerà la nuova fortezza di Albero da Giussano. Per il momento, non sono ancora state esposte insegne, ma i nostri “007” ci hanno riferito che i locali sono già stati tinteggiati – forse di bianco e non più di verde per scaramanzia – ed arredati.Visto però che l’operazione dei leghisti è ormai diventata un segreto di Pulcinella, gli appassionati di politica già ne parlano.Tra le tante voci che si rincorrono, ci sono anche le confidenze di alcuni iscritti e simpatizzanti del partito. «Per la gestione di un locale così sfarzoso come quello di piazza Vecchia – ci ha sussurrato in un orecchio un padano doc – serviva il supporto economico di qualche big del partito, o di chi sperava di diventare tale. Invece, proprio chi aveva puntato tutto sulla sua carriera politica ed è poi rimasto deluso ha ritenuto opportuno chiudere il portafoglio, rinnegando di fatto le promesse sventolate a tutto campo nella passata campagna elettorale per il rinnovo della giunta regionale». In questo momento sembra proprio che, a livello locale, la delusione degli amici di Bossi e di Maroni sia grande. Infatti, alcuni di loro ci hanno detto, rigorosamente a taccuini chiusi, di aver provato in tutti i modi ad avere

Tutti felici all’inaugurazione della sede in piazza Vecchia, ma è durata poco...

un minimo di riconoscimento da parte del gotha provinciale per i risultati ottenuti alle ultime elezioni regionali e per aver dimostrato un’obbedienza cieca, totale ed assoluta verso le direttive del partito. Inoltre, i malpancisti hanno aggiunto di aver sempre agito con pazienza e senso di responsabilità e che è ormai giunta l’ora di contestare il governatore del Piemonte Roberto Cota, colpevole di aver preso degli impegni con loro, anche se molto vaghi, che poi si sono rivelati delle autentiche promesse da marinaio. Probabilmente, se il Carroccio di Savigliano si rode il fegato per essere stato

costretto a rimuovere la sede da piazza Vecchia, il Pd sorride sotto i baffi. Si mormora infatti che la rimozione dei vessilli padani da piazza Santarosa abbia fatto andare in brodo di giuggiole molti amici di Bersani che non vedevano l’ora di vedere spazzati via i simboli dei “fazzoletti verdi” nel cosiddetto salotto cittadino. D’altronde, chi ha buona memoria si ricorderà il gran polverone politico sollevato da una gran fetta del Partito Democratico che, addirittura, si espose sul web criticando duramente la mossa dei padani locali. Dino Pagliero


savigliano

mercoledì 8 febbraio 2012

11

CURIOSITÀ In onda la trasmissione con Raspelli

Scaraffia su Rete 4 Edoardo Raspelli, il critico gastronomico, non farà mai il pasticcere. La prova si è avuta durante la trasmissione “Melaverde”, andata in onda domenica 5 febbraio su Rete Quattro, e che ha visto Savigliano protagonista. La puntata era dedicata al kiwi piemontese, uno dei frutti autunnali per eccellenza, e alla sua trasformazione in pasticceria: quest’ultima ha avuto quale scenario la pasticceria Scaraffia di piazza Santarosa di cui sono proprietarie la signora Lucia Magliano e le due figlie Luciana e Daniela. Raspelli era stato invitato nella Granda dai tecnici frutticoli dalla Coldiretti cuneese ed aveva registrato in città, come vi avevamo già riferito nelle scorse settimane, giovedì 19 gennaio. L’Italia è il primo produttore mondiale di kiwi e la trasmissione ha voluto dare un’informazione a 360 gradi su questo frutto. Si è partiti dalle campagne di Verzuolo presso l’azienda agricola di Michele Quaglia dove è stata illustrata l’operazione di potatura di questa pianta selvatica che «nei nostri terreni ha trovato il suo habitat naturale, il suo areale perfetto». Il momento più… gustoso, però, sono state proprio le riprese effettuate nel laboratorio di Scaraffia in cui Raspelli ed il pasticcere Luciano Varetto hanno fatto vedere alcuni dolci a base di kiwi, ad esempio il kiwi candito: «la nostra pasticceria – ha detto Varetto – ha una tradizione storica sulla canditu-

RECITAL

PRESENTAZIONE RICHIESTE DI CONTRIBUTO - ANNO 2012 La Fondazione Cassa di Risparmio di Savigliano, persona giuridica privata senza fini di lucro, persegue scopi di utilità sociale e svolge la propria attività di promozione dello sviluppo economico e sociale del territorio come previsto dall’art. 2 dello Statuto. Ai sensi dell’art. 2 del Decreto Ministeriale 18 maggio 2004, n. 150 e dello Statuto, la Fondazione opera in prevalenza, individuandoli tra quelli ammessi ex art. 11 della Legge 448/2001, nei seguenti settori rilevanti:

Edoardo Raspelli in una pausa delle riprese alla pasticceria Scaraffia

ra del marrone. Ne abbiamo voluta fare anche una versione col kiwi». Ma in Tv si è potuta pure vedere la preparazione della crema pasticcera e delle sue due varianti, quella al moscato e quella allo zabaione. Senza dimenticare – autentica golosità, per di più ammirata all’ora di pranzo – la neve “alimentare” sui bottoni di cioccolato. Passato il momento dolciario, ci si è soffermati sulle proprietà nutrizionali del kiwi con Luca Castellino, assaggiatore e consulente Coldiretti, che ha ricordato come questo frutto contenga vitamina C in quantità doppia rispetto all’arancia e potassio al pari della banana. Mentre Giancarlo Bodrero, presidente e direttore della cooperativa Jolly di Verzuolo ha raccontato come il frutto, dopo la

raccolta, viene confezionato. La Granda – pochi lo sanno – è il primo polo di confezionamento in Europa con 150 mila tonnellate all’anno. Infine Cesare Gallesio, tecnico di Coldiretti e coordinatore dell’Osservatorio frutticolo regionale, ha poi fornito i dati relativi alla produzione cuneese, italiana e mondiale (qui il dato è di 2 milioni di tonnellate) e sulla sua destinazione commerciale. La puntata si è poi chiusa con una simpatica scenetta che ha visto Raspelli mangiare una varietà di kiwi che aveva richiesto molti anni di preparazione e, proprio per questo, veniva benevolmente sgridato da Cesare Gallesio. Alla prossima a Savigliano per Raspelli, anche se vorremo tanto conoscere Ellen Hidding. Paolo Biancardi

Una serata promossa da Cav e MpV all’Aurora

Educare i giovani alla vita

o Arte, attività e beni culturali o Salute pubblica, medicina preventiva e riabilitativa o Educazione, istruzione e formazione, incluso l’acquisto di prodotti editoriali per la scuola o Volontariato, filantropia e beneficenza o Realizzazione di lavori pubblici o di pubblica utilità La Fondazione inoltre può intervenire nei seguenti settori ammessi: o o o o o o o o

Famiglia e valori connessi Crescita e formazione giovanile Assistenza agli anziani Sviluppo locale ed edilizia popolare locale Protezione civile Attività sportiva (limitatamente alla realizzazione di impianti) Patologie e disturbi psichici mentali Protezione e qualità ambientale

La Fondazione Cassa di Risparmio di Savigliano invita pertanto gli Enti e le Associazioni interessate, purché regolarmente costituiti e senza finalità di lucro, a presentare iniziative, programmi e progetti il cui scopo sia riconducibile ad uno dei citati settori di intervento e per i quali sia possibile individuare con precisione il contenuto, ed i soggetti coinvolti, i beneficiari e gli obiettivi che si intendono raggiungere, nonché le risorse ed i tempi necessari per la loro realizzazione. Sono esclusi interventi a sostegno di enti con fini di lucro, imprese di qualsiasi natura, ad eccezione delle imprese strumentali, delle imprese sociali di cui al Decreto Legislativo 155/2006 e delle cooperative sociali di cui alla legge 381/91 e successive modificazioni, di partiti o associazioni politiche e sindacali, nonché qualsiasi intervento finalizzato direttamente o indirettamente ad influenzare le campagne elettorali e referendarie; sono altresì esclusi interventi a favore di soggetti che mirano a limitare la libertà e la dignità dei cittadini o a promuovere ogni forma di discriminazione. Il Processo erogativo è disciplinato dal Regolamento per l’esercizio dell’attività Istituzionale approvato dal Consiglio Generale con provvedimento del 22 dicembre 2011 e pubblicato sul sito internet della Fondazione. Si invitano pertanto gli Enti ed Associazioni interessate a prendere visione del Regolamento sul sito internet della Fondazione Cassa di Risparmio di Savigliano (link “Fondazione” del sito www.bancacrs.it). Ogni singola istanza di intervento sarà valutata attribuendo priorità ai seguenti profili: a) sostenibilità e fattibilità dell’istanza, riguardo alle risorse stanziate nell’anno nel settore di riferimento; b) finalità contenute nell’istanza; c) grado di incidenza del progetto o dell’iniziativa sul territorio di tradizionale operatività della Fondazione; d) coerenza del contenuto della richiesta in relazione ai mezzi utilizzati per attuarla e agli obiettivi perseguiti dall’Ente richiedente in termini di sviluppo locale, culturale ed economico del territorio; e) grado di compartecipazione finanziaria al progetto; f) radicamento sul territorio e reputazione dei soggetti richiedenti; g) completezza della documentazione presentata.

In scena all’Aurora ci saranno anche i bimbi della scuola dell’infanzia “Gullino”

Venerdì 10 febbraio, alle ore 21 al cinema Aurora, il Centro Aiuto alla Vita e il Movimento per la Vita nella Provincia di Cuneo organizzano, in collaborazione con la Parrocchia di San Giovanni, una serata per le famiglie all’insegna della musica e del ballo con lo scopo di “educare i giovani alla vita offrendo esempi, testimonianze e cultura che diano sostegno al desiderio di impegno che in tanti di loro si accende appena trovano adulti disposti a condividerlo”. L’evento, ad ingresso libero, fa parte delle iniziative in programma per la 34ª Giornata per la Vita. Durante la serata si esi-

biranno il cantautore dronerese Fabio Massano e la sua band affiancati dai piccoli artisti in erba del “Modulo Giallo” della Scuola d’infanzia “Gullino” di Savigliano diretti dalle loro insegnanti. I bambini hanno voluto in questo modo continuare a dar voce all’impegno che con le loro famiglie hanno profuso nel mese di dicembre con la raccolta di indumenti e giochi da donare alle mamme del Cav e i loro bimbi in occasione delle feste natalizie. Saranno inoltre presenti il corpo di ballo del gruppo artistico “LaportAperta” di Marene e la corale giovani della Parrocchia Santa Maria e San Gio-

vanni di Racconigi. A tutti loro si uniranno i ragazzi del Movimento per la Vita della Provincia di Cuneo che, dopo l’esperienza del viaggio premio a Loreto, Urbino, Recanati e San Marino, hanno continuato il cammino insieme in difesa della vita. Le canzoni e i balletti proposti nelle diverse esibizioni tratteranno temi incentrati sui valori fondamentali della vita umana visti e interpretati dall’universo infantile, giovanile e adulto. «Ringraziamo sin d’ora tutti coloro che vorranno unirsi a noi per assistere allo spettacolo» hanno detto i volontari del Cav e MpV.

Le richieste di contributo, redatte su apposito modulo che può essere ritirato presso gli uffici della Fondazione Cassa di Risparmio di Savigliano - Piazza del Popolo n. 15, 12038 Savigliano – oppure acquisito tramite internet (link “Fondazione” del sito www.bancacrs.it), vanno presentate entro il 30/04/2012 presso la sede della Fondazione o spedite a mezzo posta raccomandata purché venga rispettato il termine di consegna di cui sopra. Per le richieste di contributo riguardanti il settore rilevante dell’ “Educazione, istruzione e formazione, incluso l’acquisto di prodotti editoriali per la scuola” il termine per l’invio è fissato al 17/09/2012. In caso di spedizione a mezzo posta farà fede la data del timbro postale di invio. I dati forniti verranno trattati nel rispetto delle previsioni del Decreto Legislativo 30 Giugno 2003, n. 196 ("Codice in materia di protezione dei dati personali”) e secondo le modalità indicate nell'informativa disponibile presso la Fondazione Cassa di Risparmio di Savigliano. Per ulteriori informazioni gli Uffici della Fondazione sono disponibili per dare supporto agli Enti e agli Organismi interessati alla presentazione delle istanze. IL PRESIDENTE (Dott. Roberto Governa)


12

mercoledì 8 febbraio 2012

BREVI DALLA CITTÀ

Addio a “Geppe” Allasia, lavorava alla Coras Il 31 gennaio scorso, all’età di 79 anni, è mancato il signor Giuseppe Allasia. “Geppe” era conosciuto per aver lavorato presso la ditta Coras di corso Vittorio Veneto, ora MaxiSconto. Là aveva fatto il magazziniere della pregiata azienda di coloniali che faceva capo all’imprenditore Guglielmo Rabbia. Nacque a Mellea, primo di una numerosa famiglia che si era poi trasferita nella nostra città nei primi Anni ’50. Aveva iniziato la vita lavorativa insieme al padre, apprendendo il mestiere di Giuseppe Allasia muratore, ma era poi approdato al lavoro di magazziniere, in sostituzione di un fratello partito per il servizio militare, posto che aveva poi occupato fino al pensionamento. Di carattere dolce, disponibile verso tutti, godeva dell’apprezzamento e dell’amicizia di molti, e ciò è stato sottolineato dalla numerosissima partecipazione al funerale, nonostante il freddo e la fitta nevicata che ha caratterizzato la giornata della sua dipartita. Le esequie sono state celebrate mercoledì scorso nella chiesa parrocchiale di San Pietro. O.P.

Ancora rinviato il debutto del “nuovo” mercato Ancora un rinvio per il “nuovo” mercato cittadino. Nelle intenzioni del Comune, la rinnovata sistemazione dei banchi in piazza Santarosa ed in piazza Cavour sarebbe dovuta vedersi lo scorso 31 gennaio. Poi la neve ed il gelo avevano indotto ad un primo spostamento al 7 febbraio e poi ancora al 14, a causa del persistente maltempo. Alla fine, l’assessore al Commercio Gianpiero Piola ha tagliato la testa al toro: «Cominceremo martedì 21, sperando che il gelo passi».

Pasticcio di fiabe e circo con i ragazzi dell’Ashas Giovedì 9 febbraio si terrà, presso palazzo Taffini, uno spettacolo con i ragazzi dell’Ashas. “Pasticcio di fiabe” e “Circo all’incirca”, questi i due titoli, saranno rappresentati al pomeriggio alle ore 15, alle ore 17.30 ed anche alla sera, quando il sipario si alzerà alle ore 21. Ingresso gratuito con raccolta fondi a beneficio dell’associazione che si occupa della quotidianità dei ragazzi disabili saviglianesi.

Riunione annuale dei soci Federcaccia Federcaccia informa che venerdì 10 febbraio, alle ore 21, presso la sede di Savigliano, si terrà la riunione annuale. I soci cacciatori sono invitati a partecipare. Si ricorda, inoltre, di portare la scheda-riepilogo dei capi abbattuti.

savigliano

CHIESA «Un freno alle messe celebrate fuori dalle parrocchie»

Nosiglia, bilancio della visita Finita la visita pastorale, il nostro Arcivescovo ha voluto tracciare un bilancio dei giorni trascorsi nella nostra città. In una lettera inviata ai sacerdoti saviglianesi (5 pagine fitte di osservazioni e pensieri che ben mettono in luce la sua grande capacità di comunicare) monsignor Cesare Nosiglia consegna ai parroci alcuni degli impegni che dovrebbero orientare la loro attività della nostra unità pastorale (Savigliano e Monasterolo). Nel documento, il vescovo indica alcuni punti di forza come quello della formazione, dove invita a rivedere alcuni aspetti del catechismo per i bambini ed a valorizzare itinerari differenziati, ricchi di contenuto di fede, di preghiera e di esperienza comunitaria, impostati sulla Parola di Dio, per gli adulti. Sottolineando come “solo un cristiano formato alla scuola della Parola e dell’insegnamento della Chiesa, potrà farsi ministro e servo del Signore e dei fratelli e potrà testimoniare coraggiosamente il Vangelo nel suo ambiente di vita e di lavoro”. “Particolare cura – aggiunge ancora Nosiglia – va riservata oggi alla pastorale dei battesimi mediante la quale è possibile sostenere i genitori nella consapevolezza del dono che i loro figli ricevono, ma anche riscoprire la bellezza e la necessità della loro fede. Importante per il vescovo è anche mantenere un rapporto stretto con le famiglie, soggetti primi di evangelizzazione e di catechesi”. Il vescovo invita poi i parroci a procedere sulla via dell’’Unità pastorale. “Diventare Chie-

L’arcivescovo di Torino, monsignor Cesare Nosiglia, ha visitato anche i malati all’ospedale

sa – scrive – comporta per voi l’impegno a procedere sulla via dell’unità con sicurezza e facendo passi avanti graduali, ma continui. Non dimentichiamo – aggiunge ancora mons. Nosiglia – che l’unità si fonda sull’amore vicendevole, che trova il suo momento concreto e forte nella celebrazione del Giorno del Signore. È a partire dall’Eucaristia che è possibile consolidare il cammino dell’unità nelle singole parrocchie e tra loro”. E qui l’arcivescovo sostiene la necessità a non far proliferare le funzioni religiose domenicali fuori dalle parrocchie. Il vescovo ha anche espresso apprezzamento per la cura con cui vengono preparate e per la partecipazione alle messe domenicali. Mons. Nosiglia raccomanda anche ai sacerdoti della nostra città di curare la missione e l’ac-

coglienza, non solo degli ultimi, ma anche di chi non frequenta più la comunità o vive ai suoi margini. “La missione – si legge – riguarda l’accoglienza delle nuove famiglie che vengono ad abitare in zona, le quali, se avvicinate, possono sentire forte l’abbraccio umano e solidale delle comunità. Resta il grave problema di tante famiglie, giovani in particolare, che non frequentano più la comunità o vivono ai suoi margini. Verso questi fratelli e sorelle va impostata una pastorale di prossimità e di primo annuncio, che passa attraverso tante vie umane e iniziative di incontro di cui debbono farsi carico le famiglie e i giovani credenti”. In conclusione, mons. Nosiglia spende parole di apprezzamento per la casa di riposo Chianoc, per il nostro ospedale e per le tante realtà da lui incontrate

durante la sua visita. Ai giovani conclude scrivendo: “siate giovani di speranza nelle vostre famiglie e comunità, impegnandovi sia nel servizio generoso verso gli altri, sia nella testimonianza della fede e dell’amore. Avete tante forze e risorse positive nel cuore; tiratele fuori con gioia e mettetele a disposizione delle vostre comunità. La Chiesa oggi ha bisogno del vostro entusiasmo, della vostra partecipazione al suo cammino di unità, del vostro impegno verso i coetanei che vivono fuori di essa. E voi avete bisogno delle vostre comunità, in cui potete incontrare Cristo e vivere in amicizia tra voi l’avventura più stupenda della vita, quella della fede nel Signore, che riempie il cuore di gioia vera e duratura”. l.c.

L’angolo della poesia

POESIA Scommegna del Cenacolo Rebora commenta il libro di don Rayna

I mulini a vento di Zaanse Schans

«Un libro prezioso, da leggere e rileggere»

“Forse il mondo è un giardino celeste che ha, come fiori, razze e civiltà. Alcuni godono di una perfetta fioritura, altri vedono volar via i propri petali. Qui uno è appassito, là, al suo fianco, uno stelo vuoto è l’unica cosa che rimane a ricordarci un grande fiore dal cuore rosso”. (GIBRAN) Lascia ch’io t’ami terra d’Olanda risucchiata al mare sotto il cielo bianco e stormi d’uccelli migranti in volo e sconfinati campi di tulipani in fiore… I tuoi mulini a vento con le pale innalzate a braccia nude aperte a croce oranti e silenziose: nel frantoio stilla la dolcezza infinita l’olio che fa brillare il volto dell’uomo il vino che allieta il cuore dell’uomo, e si chiamano per nome al sibilo del vento con parole arcane sussurrate sottovoce. I mulini del tempo macinano la vita giorno dopo giorno inesorabilmente la luce è spenta sui campi abbandonati della giovinezza lontana senza rimpianto, e tutti aspettiamo il traghetto che passa sopra il fiume verso la foce ma brilla in lontananza l’arcobaleno e s’avvivano i colori della speranza ogni dolore ritorna alla sua pace. Lascia ch’io t’ami terra d’Olanda risucchiata al mare sotto il cielo bianco e stormi d’uccelli migranti in volo e sconfinati campi di tulipani in fiore… Giovanni Maurilio Rayna (LUGLIO 2011)

“Dai fondali azzurri del cuore” è un libro prezioso, di quelli che, ultimata la lettura, non si collocano sullo scaffale della propria libreria, ma lo si trattiene, lo si tiene a portata di mano, ci accompagna e poco a poco lo si rilegge, si riammirano le foto e la riflessione si fa più intensa per passione e sapienza. Poesie ed immagini in cui si declina, riconoscibile tra un verso e l’altro, la biografia sofferta e consapevole di una storia, un attraversamento interiore e spirituale, della condizione esistenziale che, in fine, riguarda chiunque legge. Lo scopo della poesia è produrre in noi un certo stato, cioè una sensazione emotiva pura e semplice? Direi proprio di no. La poesia è un movimento di conoscenza e di affetto che va oltre la sensazione, ciò che si è percepito perché essa ravvisa una conoscenza “ulteriore”, che si trasforma in una torcia fiammeggiante che passa di mano in mano, dal poeta al lettore; perché il poeta in realtà non offre una risposta, la rinvia alla sua poesia più che alla sua riflessione. L’essenza della poesia misura la sua forza nel suo avvicinarsi all’abisso, all’indigenza, alla fragilità della vita. È acuta capacità di ascoltare il dolore, l’abbandono, il nulla, la delusione, il rimpianto. Seguendo le intuizioni del Poeta ci appaiono i volti della fragilità umana, ma ci chiediamo però: è tutta qui l’esperienza dell’uomo sulla terra? È possibile una poesia che faccia appello allo stupore del mondo, ad una ostinata speranza, al capovolgimento delle apparenze, alla ricerca di una strada praticabile, all’intuizio-

ne di un significato. Che cosa potrebbe esserci di più vero ed alto della parola poetica, per metterci a contatto con quanto di più autentico e profondo è nel nostro esistere? La percezione del naufrago e lo stupore della salvezza sono abissi in radice differenti, opposti, ma tuttavia è la loro intuizione a dare corpo all’esperienza poetica. La poesia ci innalza al di sopra della rete empirica delle circostanze che forma il nostro destino, ci spinge verso una conoscenza più profonda e radicale; la stessa teologia accosta l’esperienza della creazione a quella dell’ispirazione, che in qualche modo è partecipe di quel soffio vitale che presiede le misteriose leggi che governano l’universo e s’incontra con il genio dell’uomo e ne stimola la capacità creativa. La raggiunge con una sorta di illuminazione interiore, che unisce insieme l’indicazione del bene e del bello, e risveglia in lui le energie della mente e del cuore rendendolo atto a concepire l’idea ed a darle forma nella Poesia. Ogni occasione, se raccolta dalla poesia, diventa preziosa ed importante perché, prima di essere una riflessione sul presente e sul destino dell’uomo, è sempre anche una meditazione in immagini che combacia con l’esperienza radicale della realtà, esperienza che non ha nulla di aleatorio, esoterico od ermetico; è la garanzia dell’emozione più alta, la consapevolezza di smantellare ogni sottigliezza intellettualistica. Risulta evidente che il quadro di riferimento sia del poeta che del fotografo è quello di un nuovo Paradiso terrestre. Esso risulta chiaro dai

continui riferimenti alla natura, alla freschezza del rapporto con la terra, ai tratti edenici ed idealizzati con cui ne parla. I versi, se ben letti, esprimono l’attesa di una visione, il tendere inesausto verso una novità radicale, la profezia di un rapporto pieno tra l’uomo e la sua terra, di una fratellanza radicale tra gli uomini, di una laboriosità maestosa che sia reale con-creazione del mondo, l’attesa di una parola “vera” che dica la realtà e non resti solamente appesa a fantasie. Ecco dunque espressa la radicale condizione umana: l’incompiutezza, l’essere in attesa di un compimento, il desiderio che la primavera pervada l’essere dell’uomo e del mondo e renda giustizia al suo destino. Antonio Scommegna


MERCOLEDÌ 8 FEBBRAIO 2012 IL SAVIGLIANESE 13


14

savigliano

mercoledì 8 febbraio 2012

Si muove la politica: Delfino e Ponso dicono... Sulla vicenda dell’aeroporto di Levaldigi hanno preso posizione sia l’On. Teresio Delfino che il consigliere regionale Tullio Ponso. Per il primo, lo scalo cuneese «deve rientrare tra gli aeroporti di interesse nazionale, per l’ampia zona che serve. È una struttura fondamentale per la Granda». Delfino ha inoltre preannunciato un’interrogazione ai ministri dell’Economia e dei Trasporti. E la concessione ventennale? La risposta che Delfino ha avuto è che questa si trova ancora presso il dicastero dell’Economia: «gli uffici hanno chiesto all’Enac una bozza di linee guida sugli aeroporti a valenza nazionale e regionale».Va da sé che Cuneo deve fare sinergia tra le forze sociali, politiche ed istituzionali, senza dimenticare il ruolo attivo della Regione che non deve “tirarsi indietro”, ma «sostenere concretamente il sistema aeroportuale piemontese – conclude Delfino – con un coinvolgimento più puntuale e necessario da anni su Levaldigi, mentre concentra le poche o tante risorse su Caselle». Anche Ponso è fortemente convinto della sopravvivenza di Levaldigi. «Sarebbe un errore buttare tutto via, quando oggi l’aeroporto dimostra la sua vitalità a forza di incremento di passeggeri. E poi in questa struttura negli anni sono stati versati ingenti finanziamenti pubblici, cioè dei cittadini». Ponso ha poi chiesto un appuntamento con l’assessore regionale ai Trasporti Barbara Bonino, «ma al momento non ho ricevuto risposte». Pa. Bi.

CUNEO

L’Aci per la sicurezza stradale

La tua guida sotto esame

AEROPORTO Il presidente Botto si scaglia con chi non paga la quota

«O arrivano i soldi, o si chiude» Segnatevi questa data. Martedì 14 febbraio. Si svolgerà l’assemblea degli azionisti della Geac, la società che gestisce l’aeroporto di Levaldigi e di cui fa anche parte il Comune di Savigliano (l’1,81% del capitale sociale pari a 26.944,72 euro). Ad oggi, ad eccezione della Camera di Commercio (19,87%, 295.214,06 euro) infatti, gli altri due grandi azionisti – la Regione Piemonte (che nel frattempo ha ceduto la sua partecipazione pari a 15,51% a FinPiemonte Partecipazioni) e la Provincia di Cuneo che detiene il 27,34% (406.085,66 euro) – non hanno ancora saldato le loro quote. Quindi, «in assenza di un’assunzione formale di impegno da parte dei soci per garantire la continuità aziendale, il Consiglio di amministrazione dovrà, senza indugio, proporre la messa in liquidazione della Geac spa». Nelle parole del presidenze Guido Botto c’è tutta la sostanza del difficile momento che sta vivendo lo scalo: da una parte ha appena raggiunto una movimentazione passeggeri di 225 mila unità, dall’altra è in forse la sopravvivenza stessa dello scalo. Anche perché l’impegno dei due principali azionisti era stato assunto in una riunione che si era svolta a Torino

SOCIALE

Adesso che a Levaldigi ci sono tanti voli e tanti passeggeri, i soci si tirano indietro. Mah...

presso la Regione lo scorso mese di giugno, quando, in ottemperanza al Piano economico 2011-2012 presentato dalla Geac, i tre principali soci avevano deciso di sostenere la struttura con 1 milione e 300 mila euro per il 2011 e circa 1 milione per il 2012. «Questi accordi – continua Botto –sono rimasti per ora sulla carta, tanto che la Geac è stata letteralmente messa in ginocchio». Tra dieci giorni sapremo il futuro di Levaldigi poiché «se non arriveranno dagli azionisti le risorse finanziarie (dai 150 ai 200 mila la Regione e 250 mila la Provincia) sufficienti al mantenimento in vita dell’aerostazione – prosegue il presidente Botto – si dovrà mettere in liquida-

zione la società. Il che andrebbe anche a ricadere negativamente sull’occupazione, sia diretta che indiretta, che gravita intorno a Levaldigi». Senza dimenticare, poi, che lo scalo cuneese è anche pista di partenza ed atterraggio di numerosi voli charter che portano turismo nella Granda. Nonostante tutto Botto, però, si mostra fiducioso sul futuro dello scalo e della società, «soprattutto che gli azionisti abbiano apprezzato il lavoro che abbiamo fatto in questi anni. Spero quindi possano fare tutto il possibile affinchè l’aeroporto continui ad essere un luogo strategico per la crescita del territorio». Come rispondono FinPiemonte e la Provincia alla loro

mancata sottoscrizione? «Abbiamo appena ricevuto le quote dalla Regione – ha confermato direttore generale Bruno Mazzetta –. Non c’è stato ancora un momento istituzionale in cui affrontare la questione, ma la tratteremo in un apposito Consiglio prima del 14 febbraio». La Provincia, invece, «sta valutando con gli altri soci l’orientamento con cui presentarsi all’assemblea degli azionisti». Vedremo dunque nei prossimi giorni quale sarà il futuro del nostro aeroporto, la sua sopravvivenza o meno e, in caso positivo, se ci sarà un aumento di capitale o ulteriori versamenti dei principali soci. Paolo Biancardi

Durante il viaggio, a giugno, incontro con le suore della S. Famiglia

“ConTe partirò”... alla volta dell’Albania

Il simulatore di guida con cui cimentarsi

Sabato 11 e domenica 12 febbraio, dalle ore 9 alle ore 20.30, presso il centro commerciale La Grand’A di Cuneo, l’Automobile Club Cuneo organizza una prova gratuita di guida sicura con il simulatore Ready2Go. L’evento, in collaborazione con la Provincia di Cuneo e il centro commerciale La Grand’A, darà la possibilità a giovani e non giovani di simulare la guida di un’autovettura in tridimensionale. Al termine della prova, un report indicherà tutte le infrazioni eventualmente commesse e il totale dei punti patente decurtati a causa delle infrazioni. Personale Aci esaminerà il test e distribuirà materiale informativo per una guida in completa sicurezza. «Con questa prova di guida sicura a bordo del nostro simulatore – ha affermato il direttore di Automobile Club Cuneo, Giuseppe De Masi – vogliamo dare la possibilità, soprattutto ai giovani, di mettersi alla prova per evidenziare le loro eventuali carenze formative e criticità nella guida. I giovani neopatentati, ad esempio, trovano difficoltà nel guidare durante le ore notturne e in condizioni di traf-

fico intenso, mentre i conducenti con più anni di esperienza palesano una mancata preparazione ed una relativa difficoltà di guida con condizioni climatiche avverse come nebbia, ghiaccio e neve». All’avvio del programma di simulazione ogni persona che si cimenterà con il simulatore si troverà di fronte ad una schermata in cui appariranno tre segnali d’obbligo ed il logo Guida Sicura dell’Aci. Ogni segnale rappresenta un percorso automobilistico differente: percorso urbano, percorso extraurbano e percorso autostradale. La prova, della durata di un minuto circa, prevede diverse condizioni di guida (giorno, nebbia, neve, notte); ad ogni infrazione il simulatore emetterà un avviso acustico che riprodurrà il fischio di un vigile urbano. La due giorni prende spunto dall’impegno sociale dell’Aci volto alla creazione nella Granda di un network di scuole guida a marchio Aci, denominato appunto “Ready2Go”, per trasmettere una vera e propria cultura della sicurezza volta a ridurre la mortalità e l’incidentalità causata da

Anche quest’anno l’Associazione “conTE” ha intenzione di organizzare un viaggio alla scoperta dell’Albania, presumibilmente dal 3 al 10 giugno prossimi, con partenza e ritorno dall’aeroporto di Levaldigi. È prevista la visita alle località paesaggistiche, storiche ed artistiche dell’Albania: Durazzo, Berat, Apollonia, Butrinto, Saranda, Gjrokastro,Valona, Tirana con l’escursione in funivia al Monte Dajti, e Scutari. Durante il viaggio ci sarà anche un momento di incontro con le Suore della Sacra Famiglia di Savigliano a Barbulloje, dove hanno iniziato una nuova attività sociale. Al fine di illustrare il programma, quanto prima verrà

La bella isola pedonale di Scutari: l’Albania rivela scorci affascinanti, sconosciuti agli occidentali

organizzata una serata di proiezione sui viaggi compiuti negli scorsi anni. Coloro che

fossero interessati a compiere questa esperienza sono invitati a prendere contatti con

Notizie dalla Provincia

il presidente dell’associazione al 349.7150643.

a cura di Giulio Ambroggio

Quale destino per l’istituzione provinciale? Il 24 gennaio scorso ho partecipato a Torino alla riunione dei presidenti dei Consigli provinciali delle otto province piemontesi in sostituzione del nostro presidente assente per impegni di lavoro.Tutti erano presenti, mancava solo il rappresentante della Provincia di Asti. L’ordine del giorno della riunione era di estrema importanza: quale il futuro delle Province? È emersa la proposta di indire per il 31 gennaio Consigli provinciali aperti ovunque per dire no alla proposta del governo sul futuro delle province. Noi a Cuneo questo consiglio non lo abbiamo fatto perché ne avevamo già appena fatto uno ed un altro è previsto per il 13 febbraio. In compenso,

per quel giorno i dipendenti hanno convocato una assemblea sindacale alla quale hanno anche invitato gli amministratori. È stato un utile ed interessante momento di confronto. Personalmente penso che dire un «no» rigido alla proposta del governo sia un errore. Intanto perché la Province, secondo questa proposta, non vengono abolite: saranno completamente trasformate. Abolite le giunte, dieci consiglieri, eletti dai consigli comunali, che nomineranno a loro volta il presidente; restano ancora da definire i compiti di questo Consiglio. Di sicuro questo incarico sarà a titolo totalmente gratuito. E poi, vedendo la determinazione con cui questo

governo opera, penso che difficilmente tornerà indietro da quanto deciso. Stando così le cose il problema principale, secondo me, è quello dei dipendenti: bisogna fare tutti gli sforzi immaginabili e possibili per garantire ai circa cinquantaseimila lavoratori delle province italiane (a Cuneo sono 730) un futuro. Quindi, prima cosa da fare è stabilire quali sono le competenze, attualmente delle province, che passeranno ai Comuni e quali quelle che passeranno alle Regioni; poi, in base a questo, preparare un piano che preveda il riutilizzo dei lavoratori attualmente in forza nelle Province. Sarebbe veramente un peccato che così tante compe-

tenze, professionalità, capacità tecniche, esperienze, andassero perdute. Ovviamente, questo delicato compito sarà essenzialmente a carico del sindacato; le forze politiche potranno e dovranno dare tutto il loro incondizionato appoggio sperando che la situazione si possa risolvere al meglio. Per intanto bisogna stare all’erta e non fare passi falsi.


MERCOLEDÌ 8 FEBBRAIO 2012 IL SAVIGLIANESE 15


16

attualità

mercoledì 8 febbraio 2012

AGRICOLTURA

Le analisi svolte a Torino

Mais della Granda: no Ogm Sono stati resi noti, in questi giorni, i risultati delle analisi effettuate dal Laboratorio Chimico della Camera di commercio di Torino su 48 campioni provenienti da aziende della Granda, relative alla produzione 2011. L'iniziativa, promossa dall’ente camerale cuneese, ha riconfermato i risultati positivi già rilevati negli anni passati. In particolare, sono state rilevate tracce relative alla presenza di organismi geneticamente modificati in tre campioni soltanto, in misura vicina o inferiore al limite di rilevazione del metodo: in pratica tracce quasi impercettibili. Non solo, ma a causa della debolezza del segnale, non è stato possibile identificare le caratteristiche del transgenico presente. «Non possiamo che essere soddisfatti dell'esito della ricerca – commenta il presidente camerale Ferruccio Dardanello –. Come nelle indagini relative alle campagne 2009 e 2010, la provincia non ha tradito le aspettative. Il tutto in un contesto che, con il passare degli anni, si fa sempre più articolato, complesso e difficile, mettendo a dura prova la serietà e coerenza degli operatori del settore». Lo screening, svolto su 48 campioni, ha riguardato anche la ricerca delle micotossine (aflatossine e fumonisine). Anche in questo caso i risultati sono stati confortanti; si è rilevata in alcuni campioni la presenza di aflatossine, in misura comunque inferiore ai limiti di legge per il mais ad uso zootecnico.

IN BREVE

Corso per non fumare all’Asl Cuneo Uno L’Azienda Sanitaria Cuneo Uno organizza un corso “Insieme per non fumare più” dal 27 febbraio al 3 marzo prossimi presso il salone del Servizio Dipendenze Patologiche di Cuneo, con orario 1920.30. Il corso prevede una fase intensiva di 5 serate consecutive della durata di circa un’ora e mezza ciascuna e di altri 4 incontri a cadenza settimanale avente come obiettivo il consolidamento delle dinamiche di auto-mutuo-aiuto sviluppate nella prima parte del corso stesso. L’iscrizione al corso è di 60 euro. Per informazioni, si può telefonare allo 0171.450128 (dal lunedì al venerdì in orario ufficio) e allo 0171.908123 (martedì 15-18.30 e giovedì 9–11).

Compagnia di San Paolo Riconfermato Groppo Giorgio Groppo, 47 anni, presidente del Csv Società Solidale di Cuneo e consigliere del Cnel, è stato riconfermato consigliere generale della Compagnia di San Paolo. Quella di Groppo è stata la prima designazione e la scelta unanime della sua persona è il riconoscimento ai meriti conseguiti sul campo, anche a livello nazionale, ma è anche un segnale di un mondo, quello del non profit, che vuole contare di più in un consesso di prestigio quale è la fondazione torinese.

TASSE

Le somme che incamera dai principali tributi

Quanto incassa la Regione? Quanto incassa la Regione attraverso i principali tributi? Siamo andati a scoprirlo - i dati sono riferiti all’esercizio finanziario 2010. Irap: 1.516.323.234,25 euro. L’Irap colpisce i soggetti che svolgono abitualmente una attività autonomamente organizzata diretta alla produzione e allo scambio di beni nonché alla produzione di servizi nel territorio della regione. Addizionale regionale dell’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef): 825.000.000 di euro. L’addizionale è dovuta alla Regione in cui il contribuente ha il domicilio fiscale alla data del 31 dicembre dell’anno cui si riferisce il tributo; nel caso di lavoratori dipendenti o assimilati essa è dovuta alla Regione in cui il sostituito ha il domicilio fiscale alla data delle operazioni di conguaglio. Tassa regionale di circolazione su veicoli ed autoscafi: 450.000.000 di euro. La tassa è dovuta dai residenti intestatari dei veicoli nella regione (in misura fissa per anno solare, non è ammesso il rimborso della stessa). Addizionale regionale all’imposta di consumo sul gas metano: 84.820.788,55 euro.

VIABILITÀ

La facciata del Palazzo della Regione in piazza Castello a Torino

Nelle regioni a statuto ordinario il consumo di gas naturale è assoggettato oltre che all’Iva, anche a una accisa e a un’addizionale regionale. Gettito derivante dal tributo speciale per il deposito di discariche di rifiuti solidi: 7.327.459,58 euro. Il tributo è dovuto alle Regioni, ma una quota pari al 10% di esso spetta alle Province nel cui territorio è situata la discarica. Sono tenuti al pagamento del tributo i gestori delle imprese di stoccaggio definitivo, che hanno diritto di rivalsa nei confronti di colui che ha effettua il conferi-

Calderoli: no all’autorizzazione da parte della Giunta del Senato La Giunta del Senato, mercoledì 1° febbraio, ha negato l’autorizzazione a procedere contro Roberto Calderoli per la vicenda dell’utilizzo dell’aereo di Stato, quando era ministro, “per finalità non istituzionali”. Per questo era stato accusato dai pm di Roma di “truffa”. Tutto era partito dall’esposto denuncia del consigliere regionale del Movimento 5 Stelle che aveva fotografato proprio l’aereo, un Airbus A 319-115 CJ dell’Aeronautica Militare con sulla fiancata la dicitura “Repubblica Italiana”, sulla pista dell’aeroporto di Levaldigi. La presenza a Cuneo di Calderoli è stata ritenuta dalla Giunta “compatibile” con il ruolo di ministro. Ora spetterà al Senato decidere se autorizzare il processo penale.

“Il welfare cuneese alla luce dei tagli” Assemblea provinciale del Pd Si svolgerà lunedi 13 febbraio a Saluzzo, presso l'Antico Palazzo comunale, l'Assemblea provinciale del Partito Democratico convocata dal Presidente, l'albese Gigi Garassino.All'ordine del giorno, le prospettive del welfare cuneese alla luce degli ulteriori tagli di fondi. Interverranno l'onorevole Livia Turco e il consigliere Regionale Mino Taricco. L’Assemblea è aperta tutti i cittadini.

nale in materia di raccolta dei tartufi: 552.089,00 euro. Compartecipazione regionale all’Iva: 5.728.966.519,59 euro. Partecipazione regionale al gettito dell’accisa sulla benzina:135.939.475,74 euro. La compartecipazione all’accisa sulla benzina è stata istituita a favore delle Regioni a statuto ordinario dove avviene il consumo. Partecipazione regionale al gettito dell’accisa sul gasolio per autotrazione: 146.671.240,24 euro. Paolo Biancardi

L’On. Delfino soddisfatto della risposta del Sottosegretario Improta

Bretella autostradale: siamo nei tempi

Caro Monti ti scrivo... Cartolina di Confagricoltura Caro Monti, ti scrivo. Le prime cartoline sono partite da Pavia. Ora l’idea di indirizzare al Presidente del Consiglio, Mario Monti, un fiume di cartoncini con la fotografia di un lussureggiante paesaggio agricolo e sul retro l’appello al premier – “Per salvare l’Italia l’agricoltura non può morire” – si è allargata alla provincia di Cuneo e ad altre zone del Paese registrando un successo spontaneo tra gli associati di Confagricoltura. La foto scelta dall’associazione cuneese ritrae un gruppo di bovini di razza Piemontese in alpeggio. “Siamo pronti a fare la nostra parte, ma la terra non è un bene di lusso da tassare: è un fattore primario per lo sviluppo del Paese”, continua poi il testo dell’appello. Seguono nome dell’azienda e firma del titolare. «L’agricoltura – sottolinea Confagricoltura Cuneo – non può rischiare di rimanere solo una foto ricordo in cartolina».

mento. Gettito dall’applicazionedi aliquote sulla produzione della coltivazione di idrocarburi: 3.130.847,03 euro. Tassa di concessione regionale in materia di caccia: 2.220.702,60 euro Tassa sulle concessioni regionali: 2.337.730,99 euro. La tassa sulle concessioni regionali si applica agli atti e provvedimenti adottati dalla Regione nell’esercizio delle sue funzioni o dagli enti locali nell’esercizio delle funzioni regionali a esse delegate. Tassa di concessione regio-

La bretella autostradale è fondamentale per il nostro comprensorio

«Sono soddisfatto della risposta del Governo anche per la dichiarata volontà di fare in modo che tutti gli adempimenti procedurali in corso si concludano nei termini di legge. Ho evidenziato al Sottosegretario Improta l’opportunità di man-

COMMERCIO

tenere alto il controllo sul loro effettivo rispetto e sul conseguente, concreto, avvio dei lavori di realizzazione della bretella autostradale, fondamentale infrastruttura per il comprensorio Saluzzo-Savigliano. Ritengo, inoltre, importante sviluppare un

forte rapporto con l’ANAS e con la Società Autostradale Torino-Savona da parte di Regione, Provincia e Comuni interessati tramite il quale ottenere tempi ancora più celeri rispetto al crono-programma che rappresenta i termini temporali massimi entro i quali dovrebbero essere espletati la progettazione e gli adempimenti autorizzativi». Con queste parole l’On. Teresio Delfino (Udc) ha commentato la risposta del Sottosegretario Improta alla sua interrogazione rivolta al Ministro delle Infrastrutture e Trasporti. La realizzazione del collegamento tra la strada regionale 20, la Reale e l’autostrada Torino-Savona, in corrispondenza dello svincolo di Marene, è prevista dall’articolo 2-bis della Convenzione unica, sottoscritta tra l’A-

nas e la «Autostrada Torino-Savona» (ATS), divenuta efficace in data 22 dicembre 2010. Il Sottosegretario ha confermato come ad oggi risultano in fase di elaborazione gli elaborati progettuali preliminari (già positivamente valutati da Anas per quanto attiene allo studio di fattibilità), che, una volta approvati secondo i termini di legge, consentiranno di redigere il progetto definitivo, da valutarsi anche sotto il profilo dell’impatto ambientale (tempistica stimabile in circa 9 mesi) per la successiva attivazione delle espropriazioni (tempistica stimabile in circa 6 mesi). Tale iter tecnico-amministrativo dovrebbe concludersi non prima del secondo semestre del 2013.

Rete territoriale integrata per le nuove leve impegnate nel terziario

Under 40: quando uno sportello ti agevola Il Gruppo Giovani Imprenditori Confcommercio della provincia di Cuneo ha ricevuto, da parte dell’organismo di coordinamento nazionale, il Premio 2011 per un progetto di rete territoriale integrata che si propone di venire incontro alle nuove leve già impegnate nel terziario o intenzionate a farlo. L’obiettivo è stato perseguito con la creazione, in tutte le sedi provinciali di Confcommercio, di sportelli dedicati agli “Under 40”, mirati alla realizzazione di un canale privilegiato in grado di accompagnarli nella fase di apertura dell’azienda, prospettando specifiche attività formative ed evidenziando le op-

portunità nel campo del credito e le agevolazioni in vigore. Un’iniziativa di supporto, attivata in un momento delicato, coincidente con l’avvio o l’evoluzione dell’attività imprenditoriale. Lo stesso che, spesso, vede le nuove leve alle prese con questioni burocratiche complesse e procedure molto articolate. Di qui i dubbi e le richieste di aiuto che hanno portato alla nascita della rete, con sviluppo sul territorio di Granda. La premiazione ha avuto luogo a Venezia, nel corso di un forum dal titolo esplicito, “Cercasi futuro, ostinatamente”. I riconoscimenti previsti per i singoli sono andati a tre imprenditori di Udine, Palermo e Pisa;

Lino Mollo

quello per gruppi, alla provincia di Cuneo. «Il nostro – ha detto il presidente dei Giovani Confcommercio, il braidese Lino Mollo – è un progetto in continua evoluzione, avviato con servizi basilari, per articolarsi successivamente in una serie di iniziative

concordate anche con l’Amministrazione provinciale e la Camera di Commercio di Cuneo e veicolate attraverso le 10 sedi decentrate in provincia». Allo scopo, in ogni sede Confcommercio della provincia di Cuneo, è stata creata una figura professionale specifica addetta allo sportello, con funzione di referente, sia nella fase di avvio che in quella di gestione dell’attività imprenditoriale. «Cerchiamo di essere a fianco dei giovani – ha concluso Mollo – nell’aiutarli a superare senza traumi le difficoltà collegate all’inesperienza ed alla mancata conoscenza delle misure che possono favorire la nascita e la crescita di nuove imprese».


l’approfondimento on è facile immaginare quali e quante fossero le sofferenze di coloro che, più o meno un secolo fa, o poco più, decidevano di lasciare il proprio territorio d'origine per spingersi in migrazioni destinate ad attraversare l'Oceano. Li aspettava qualcosa di bestiale. Il viaggio in nave era quanto di più disumano potesse immaginarsi: non esistendo regole, i viaggiatori venivano ammassati in luoghi disonorevoli, abbandonati al loro destino (molti si ammalavano ed altrettanti, defunti, venivano scaricati in mare con una penosa cerimonia) e messi a dormire in camerate-corridoi bassissimi, nei quali si camminava piegati e si riposava in brande a castello appiccicate le une alle altre. Il cibo, sufficiente in quantità, era scarsissimo in qualità. L'igiene quasi nulla. La promiscuità tanta. Il tempo della traversata era variabile -mai codificato anche per via delle incertezze atmosferiche e del mezzo utilizzato- e poteva durare da una decina di giorni ad

N

mercoledì 8 febbraio 2012

manoscritte, senza la certezza di un risultato. Più utile, forse, l'archivio di Ellis Island (che adesso è diventata una fondazione ed un museo), che ha messo in «rete» quanto pazienti trascrittori hanno rilevato dai registri compilati tra il 1892 ed il 1924. Qualcuno scrive che si tratta di 20 milioni di dati relativi ad altrettante immigrazioni; qualcun altro cala il dato a soli 12 milioni.Tra i tutti, comunque, con una ricerca complessa e non completa (errori vennero fatti in conseguenza alle dichiarazioni degli interessati, alle compilazioni dei registri, alle incomprensioni di linguaggio, alle successive trascrizioni e infine anche nella ricerca), compaiono anche i saviglianesi. Cinquantuno in tutto. Che riportiamo nell'elenco annesso. Elenco che deve prendersi con le «pinze» perché riferito esattamente come rilevato e, quindi, con quegli errori e quelle inesattezze dovute ai fattori di complicanza appena riferiti. Alcune annotazioni -senza entrare nel merito della storia delle singole persone qui citate (che potrà eventualmente essere approfondita indagando altri documenti)- si rendono necessarie e vanno fatte affinché sia chiaro a tutti come i dati debbano essere interpretati a dovere. I cognomi non sempre sono giusti.

di Luigi Botta

DA SAVIGLIANO A NEW YORK

Gli archivi di Ellis Island mostrano come dal 1892 al 1924 siano stati 51 i saviglianesi che hanno solcato l’Oceano per emigrare verso la «Grande Mela» e i suoi dintorni

un mese. Si partiva da Genova, da Napoli, da Marsiglia, ma si utilizzavano anche i porti di Le Havre, l'Olanda o addirittura l'Inghilterra. I «bastimenti», con i loro carichi puzzolenti, attraversata Gibilterra prendevano la via del Nord o del Sud. L'emisfero meridionale si affacciava sul Venezuela, sul Brasile, sul'Uruguay e sull'Argentina. Quello settentrionale sugli Stati Uniti e sul Canada. Era soprattutto Ellis Island, un isolotto in precedenza adibito ad arsenale militare alla foce dell'Hudson, il fiume che attraversa New York, il sogno di tutti coloro che vedevano nella «Merica» la loro fortuna, la soluzione a tutti i problemi, l'unico sbocco ad una sopravvivenza che altrove, Italia compresa, era particolarmente difficile.Tutte le navi dopo aver costeggiato la Liberty Island e fatto sospirare i propri passeggeri con la visione dell'imponente statua della libertà attraccavano ad Ellis Island. Non era un'inferno dantesco ma quasi. La bolgia più assoluta. Il sogno stava per avverarsi e pertanto gli emigranti, illumina-

ti da una luce che avevano a lungo immaginato, si gettavano a capofitto, con i loro miseri bagagli, alla ricerca di uno squarcio che potesse offrire senza problemi l'accesso alla città. Gli americani, però, volevano vederci chiaro e cercare di capire chi stava mettendo piede sul loro territorio. Ellis Island era organizzata proprio e soltanto per questo. Ogni viaggiatore veniva ospitato provvisoriamente ed inquadrato. L'iter di accettazione era lungo e faticoso. Prioritarie erano le condizioni di salute: un medico contrassegnava sulla schiena con un gesso coloro che dovevano essere sottoposti ad un ulteriore esame per accertare eventuali malattie (ad esempio: PG per donna incinta, K per ernia e X per problemi mentali). Chi superava il primo ostacolo doveva dare al personale di controllo la certezza di una sua presenza nei limiti di legge. Era chiamato a mostrare i propri documenti, a certificare la regolarità del viaggio, a fornire informazioni -tante, tantissime- relative all'origine, alla famiglia, alle condizioni,

cognome nome

residenza

età

nascita

arrivo

Aimarotti Francesca Aimarotti Francesco Aimarotti Lorenzo Albertuzzi Angela Albertuzzi Cesare Alessio Giovanni Altobello Angelantonio Bellorno Giovanni Canda Stefanina Cantannitto Luigi Chiabrando Lucia Chiabrando Lucia Chiuvassa Ambagio D'Apice Assunta De Prospero Francesco Driglia Domenico Ferrario Fagno Mario Fia Gio Francesco Fino Guiseppe Fiocito Francesco Fratelio Pampilio Gabutti Francesco Gabutti Giovanni Gasperini Osaspare Gazzera Antenia Jea Giuseppe Kinmont Monasterolo Caterina Maglione Giuseppe Mentana Carlo Mentana Caterina Mentana Lueia Mentana Petronilla Miano Sebastiano Miretti Paolo Monasterolo Luigi Montana Domenico Muratore Maddalena Muratore Martino Olivero Carle Olivero Margherita Olivero Rosina Paricia Carolina Pontey Teresa Rosselli Clara Ruffino Maggiorino Sarafinis Giuseppy Sasso Angiola Tammaro Giuseppe Tolla Rocco Vacchetto Matteo Zenti Regina

Savigliano Savigliano Savigliano Savigliano, Italy Savigliano, Italy Savigliano, Italian Savigliano Saviglione Savigliano, Cuneo Savigliano Saviglano Savigliano Savigliano, Italian Savigliano, Italy Savigliano, Italy Savigliano, Cuneo Savigliano, Italy Savigliano, Cuneo Savigliano Savigliano, Italy Savigliano Savigliano, Italy Savigliano, Italy Savigliano, Italy Savigliano, Cuneo Savigliano Savigliano, Italy Savigliano, Itailie Savigliano, Cuneo Savigliano, Cuneo Savigliano, Cuneo Savigliano, Cuneo Savigliano, Italy Savigliano, Italian Savigliamo, Cuneo, Italy Savigliano, Italy Savigliano Savigliano Savigliane, Italy Savigliane, Italy Savigliane, Italy Savigliano Savigliano Savigliano, Italy Savigliano Savigliano Savigliano, Italy Savigliano Savigliano Savigliano, Italy Savigliano, Italy

7 9 5 26 25 23 22 23 35 37 27 28 25 16 44 27 24 25 21 22 15 24 24 26 32 28 23 46 3 4 1 9 19 25 36 36 17 24 56 14 19 17 22 32 21 23 20 31 31 40 28

1900 1898 1902 1883 1884 1889 1881 1884 1887 1866 1878 1879 1887 1896 1878 1879 1886 1896 1880 1889 1888 1888 1897 1886 1889 1876 1897 1861 1918 1917 1920 1912 1893 1887 1884 1885 1889 1882 1866 1908 1903 1887 1884 1875 1872 1881 1892 1883 1872 1880 1880

1907 1907 1907 1909 1909 1912 1903 1907 1922 1903 1905 1907 1912 1912 1922 1906 1910 1921 1901 1911 1903 1912 1921 1912 1921 1904 1920 1907 1921 1921 1921 1921 1912 1912 1920 1921 1906 1906 1922 1922 1922 1904 1906 1907 1893 1904 1912 1914 1903 1920 1908

• Oltre ad un’immagine del profilo di New York, della statua della Libertà ed alcune scene del centro di raccolta all’inizio del ‘900, mostriamo tre belle foto di Lewis Hine, il cantore indiscusso di «Ellis Island»

alla destinazione, ai ricongiungimenti, al lavoro previsto, alle capacità cognitive, all'alfabetizzazione, alle lingue conosciute, al possesso di denaro e tanto altro. Non v'era spazio per i clandestini, i paz-

17

zi, i deformi, i vecchi, i truffaldini e gli ammalati, che venivano ricaricati immediatamente sulla nave con la quale erano arrivati e rispediti al paese d'origine (un destino che mediamente toccava al due per cento degli arrivi). Chi superava tutti gli sbarramenti otteneva il permesso di sbarcare ed era accompagnato al molo del traghetto per Manhattan. Nella «Grande Mela», poi, ognuno, a prescindere da quanto dichiarato o ufficializzato ai funzionari di Ellis Island, prendeva la propria strada. Anche molti saviglianesi hanno seguito questo iter. Si sono imbarcati, hanno viaggiato e si sono poi dispersi, per lavoro, su tutto il territorio americano. Non sappiamo quanti, non sappiamo chi. I registri dei censimenti ci possono dare una mano, ma sovente i pur integerrimi ufficiali di stato civile hanno mancato di approfondire notizie che ritenevano superflue, o registrare informazioni che non avevano o non avevano mai avuto. E poi, vieppiù, l'indagine attraverso i censimenti vorrebbe dire sfogliare migliaia e migliaia di pagine

Chiuvassa (che viaggia con Miretti e Alessio, tutti e tre «farmer», agricoltori) è da intendersi Chiavassa; Driglia («baker», panettiere) è naturalmente Origlia; Fia («smith», cioè fabbro) è probabilmente Pia; Fiocito non può esser che Fiorito; Fratelio risulta essere un errore (è il fratello di Altobello, ma potrebbero non giungere da Savigliano); Jea (che viaggia con Paricia, per la quale sono richieste ulteriori informazioni) in realtà è Fea; Maglione («farmlab», lavoratore di campagna, che si imbarca a Brema) altro non è che Saglione; Serafinis è Serafino; Zenti (figlia di Giovanna Migliore fu Domenico, destinata a San Francisco a fare l'«housewife», cioè la casalinga) ha in Genti il suo giusto appellativo. Altri problemi dell'elenco:Tammaro è inserito erroneamente (originario di Savignano Irpino); Gasperini, Miano e Sasso, seppure risultino imbarcati in contemporanea, sono introvabili nell'elenco manoscritto. Mancano sicuramente dei nominativi: uno fra tutti quello di Antonio Mondino (figlio di Marco), che si accompagna nel viaggio con Stefanina Cauda (e non Canda) ma è assegnato alla città di Cuneo. E come lui altri, che non sappiamo, perché la ricerca in «rete» non ammette errore, perché magari sfuggiti alle «maglie» di Ellis Island, perché forse sbarcati altrove, giunti via terra od entrati con un falso nome. Chissà!


18

lettere

mercoledì 8 febbraio 2012

I LETTORI CI SCRIVONO Spiacevole episodio alla Stazione Egregio direttore, che il maltempo abbia paralizzato la circolazione ferroviaria procurando danno agli utenti è stato sotto gli occhi di tutti: le immagini dei viaggiatori rimasti intrappolati per ore all’interno di vagoni, senza luce e senza riscaldamento, hanno fatto il giro dei telegiornali lasciando sgomenta l’opinione pubblica. E per fortuna che era stato diffuso l’invito a lasciare a casa l’auto e servirsi dei mezzi pubblici per evitare di congestionare il traffico su strada già messo a dura prova dalla presenza di neve e ghiaccio. Ma c’è dell’altro. Oltre ai disagi materiali, si aggiunge, in taluni casi, anche la scarsa professionalità fino all’impudenza, del personale ferroviario di bordo e di terra. Giovedì 2 febbraio, infatti, uno spiacevole episodio è accaduto nella stazione FS di Savigliano. Sono le ore 18 circa e tante persone affollano l’atrio in attesa di un treno per tornare a casa dopo una giornata di lavoro o studio. Uno stato di incertezza generale: treni soppressi, mai partiti, in ritardo, lascia letteralmente allo sbando centinaia di pendolari. Gli occhi sono puntati al tabellone, quando la voce dall’altoparlante annuncia che il treno 4405 delle ore 18:11 per Saluzzo è stato cancellato. Nonostante il maltempo fosse ampiamente previsto, nevicava ormai da cinque giorni, di un pullman sostitutivo non c’era nemmeno l’ombra. Unica alternativa: attendere un’altra ora per un convoglio che chissà se sarebbe mai arrivato. Come viaggiatori ci sentiamo ormai esasperati dal perdurare della situazione e chiediamo, invano, una spiegazione al funzionario di terra che in quel momento si trovava a presidiare l’ufficio movimento. Abbiamo bisogno anche solo di una parola di conforto, ma i toni del funzionario sono freddi, distaccati, manifestando la più totale indifferenza fino a cadere in maleducazione, tanto che ad un certo punto alza la voce e agita le braccia minacciando di cacciarci dall’ufficio. Le minacce, dapprima verbali, diventano fisiche e il funzionario spinge uno dei viaggiatori, una donna, fuori dalla stanza, richiudendo violentemente la porta alle sue spalle. Di fronte a questo atto grave e privo di ogni giustificazione è bene che l’azienda ferroviaria si faccia carico delle proprie responsabilità e si renda conto dei danni materiali ed esistenziali che sta provocando alla propria clientela. Basta rassegnazione, invece, da parte degli utenti: non possiamo chinare la testa, ma dobbiamo far valere le nostre ragioni nel pieno esercizio dei nostri diritti. Non è possibile continuare a tollerare che il servizio sia peggiorato a fronte dell’aumento del prezzo di biglietti e abbonamenti. Difendiamo la nostra dignità di clienti mostrando quella civiltà che è venuta meno in Trenitalia. Un gruppo di viaggiatori

Complimenti alla Biraghi Gentilissimo direttore, utilizzo lo spazio da lei cordialmente concesso per complimentarmi con la ditta casearia Biraghi per l’importante riconoscimento “Prodotto dell’Anno 2012” ottenuto dal “GrattugiaFacile di GranBiraghi” durante la cerimonia svoltasi al Teatro Vetra di Milano. Il premio è motivo di orgoglio per la ditta, le maestranze e per tutta la città di Cavallermaggiore. Ancora complimenti! Michele Baravalle - cittadino cavallermaggiorese

Giorno del Ricordo: non dimentichiamo! Egregio direttore, Il 10 febbraio, come ogni anno, la Giovane Italia di Savigliano renderà omaggio ai martiri delle foibe e agli esuli di Istria, Fiume e Dalmazia. Questa infatti è la data, istituita nel 2005, in cui si commemorano le vittime degli eccidi dell’esercito di Tito, barbaramente uccise ed “infoibate”, gettate – alcune ancore vive – negli inghiottitoi carsici che diventarono la loro tomba. Per anni, ed ancora oggi, l’oscurantismo ed il negazionismo hanno avvolto e biecamente strumentalizzato questo avvenimento. Il giorno del ricordo viene visto da alcuni come l’alternativa politica ed ideologica alla giornata della memoria, dimenticandosi che chi rende omaggio ai martiri delle foibe commemora anche le vittime della Shoah. C’è chi ancora continua, come il governo sloveno e purtroppo alcuni partiti politici italiani, a sostenere la tesi della “giusta” rappresaglia politica e della guerra di liberazione di Tito, andando però contro ai fatti e ad una precisa ricerca storica che sbugiarda chi non vuole ammettere, nonostante tutto, la verità: si trattò di pulizia etnica. Chi trovò la morte in quelle tombe carsiche aveva un’unica colpa: essere italiano. Le oltre 10.000 vittime della cieca furia e follia dell’esercito titino appartenevano a strati politici e sociali disparati e a tutte le fasce d’età: tra i caduti infatti non figurano solo personalità legate al Partito fascista, ma anche funzionari e dipendenti pubblici, insegnanti, sacerdoti, parte dell’alta dirigenza italiana contraria sia al comunismo sia al fascismo, esponenti di organizzazioni partigiane o anti-fasciste, autonomisti fiumani, sloveni e croati anti-comunisti e semplici cittadini. Il 10 febbraio si celebrerà quindi il giorno del ricordo e non della “memoria”, elemento oggettivo, solo del “ricordo”, più parziale e intimistico: questa però dovrebbe essere una giornata di tutti gli italiani! Nella giornata di venerdì, pertanto sarà doveroso proiettarsi al ricordo di questo barbaro genocidio con la speranza che in un prossimo futuro le nubi del negazionismo, dell’oscurantismo e della strumentalizzazione politica si diradino per far splendere il sole della verità su questo giorno che dovrebbe essere di tutti e non di pochi. Giovane Italia Saviglianese

Il secchio e il mare Egregio Direttore, mi impadronisco delle parole di un noto giornalista italiano non allineato per cercare di darmi una spiegazione riguardo alla logica che sta guidando la nostra politica economica. L’operazione governativa in atto sembrerebbe un gigantesco bluff, ma intanto ha costretto i nostri vertici ad istituire un governo tecnico proprio mentre l’Italia stava per entrare in una fase di depressione, naturalmente in buona compagnia. Di certo non sarà un buco nell’acqua per coloro che hanno organizzato questa offensiva contro l’Italia e una parte dell’Europa, in quanto essi detengono potenti mezzi di persuasione di massa. Pensare ad un risanamento quando siamo in caduta libera, oltretutto senza paracadute, è puro esercizio intellettuale, per fervidi sognatori. Un po’ come cercare di svuotare il mare con un secchio forato. Sarà una caduta di impatto catastrofico per lavoratori e pensionati, storicamente facile preda nella rete di manovre economiche bipartisan, ma anche per settori cruciali, e sottolineo cruciali, dei ceti medi. Un peso che graverà drammaticamente sulla schiena dei più deboli e indifesi.Tutto questo in base ad una scommessa: cioè che gli italiani sopporteranno. Scommessa che qualcuno ri-

tiene mal fondata perché ci sono limiti oltre i quali la gente, quella però da sempre vessata, non crede più alle favole e poi non è disposta ad accettare. Le domande sono: dove erano i professori bocconiani fino a poco tempo fa? Su qualche altro pianeta del sistema solare? È mai possibile che nessuno si sia accorto di nulla? Chi sta giocando e chi sono questi organizzatori? Le grandi banche di investimento, andate in fallimento tra il 2007 e il 2010, hanno magicamente recuperato la propria posizione, ricapitalizzate dalla FED che ha erogato trilioni di dollari inventandoseli dal nulla. Quindi, una volta rientrate in possesso di denaro stile Harry Potter, queste entità si sono gettate sugli unici assets che ritenevano sicuri: quelli degli Stati dell’Euro, protetti dalla moneta unica, ritenuti non suscettibili di azzeramento, come invece era accaduto con i mutui facili. Hanno iniziato “a fare i buoni”, ma non come dice una nota pubblicità di un panettone fossanese, bensì a comprare Buoni del Tesoro dei Paesi in difficoltà che avevano naturalmente i tassi di interesse più alti. L’Italia ha il debito privato tra i migliori in Europa, il 42% del PIL, mentre la GB ha il 103%. L’Italia non è un Paese fallito e chi lo afferma dice volutamente una cosa non vera. L’Italia sta molto meglio di Francia, Belgio, Spagna, Gran Bretagna. Sta meno bene solo della Germania.Tutto questo appetitoso banchetto da merenda sinoira è stato organizzato dalla finanza internazionale che è venuta a comprarsi (anche) il nostro Paese a prezzi di saldo e sta usando leve legislative che la stessa Europa dei burocrati le ha offerto su un piatto d’argento. A chi sono stati dati i soldi dalla BCE al tasso dell’1% (centinaia di miliardi di euro)? Agli Stati o alle banche? Alle banche. Ah, allora pare evidente che questo discorso sia largamente speculativo e vada contro i popoli. Se ne sono accorti in tempo gli islandesi, che hanno impedito di farsi calpestare. Svenderemo i nostri patrimoni ad un manipolo di persone che si gettano sulle prede a loro allegramente offerte dall’Europa dei funzionari nel nome del “risanamento”? Siamo arrivati al punto in cui la Merkel auspica che la Grecia sia guidata da un commissario esterno, sottraendole quindi di fatto la sovranità, secondo un concetto da neolingua orwelliana di “democrazia conforme al Mercato”. In un momento in cui c’è bisogno di democrazia dal basso perché nessuno di noi si sente rappresentato dalle liste “chiuse” delle segreterie dei partiti, questi vengono e ce la sottraggono con ribaltoni “bianchi”? Certo, il nostro Paese ha bisogno di essere risanato. Duemila miliardi di debito derivano sì dagli sprechi denunciati da tutti in pompa magna (così è più facile far digerire i tagli alle spese sociali) ma anche dal fatto che milioni di italiani hanno evaso impunemente le tasse in questi 40 anni e che pochi altri si siano appropriati delle concessioni statali. Da qui a cancellare il futuro dei nostri giovani (già gravati, prima di nascere, dal peso insostenibile della “bufala” del debito e degli interessi), la nostra sovranità, e quel poco di democrazia che rimane, in nome del Mercato e di un’Europa targata Goldman Sachs e dei suoi “camerieri”, c’è di mezzo il mare. Schettino permettendo… Paolo Arduino – Marene

Esperienza a Medjugorje Riceviamo e pubblichiamo. Sono passati alcuni giorni da quando sono tornato dal pellegrinaggio di Medjugorje. Mi sono portato a casa una bellissima vita spirituale, ricca d’emozioni, nuovi amici, ma soprattutto ricordi indimenticabili. Arrivando a Medjugorje, senti già nell’aria un senso di pace e tranquillità, non vedi l’ora di scalare il monte Podbrdo, dove c’è stata la prima apparizione ai sei veggenti. Ho detto scalare; ma in realtà, essendo un disabile, un gruppo d’amici mi ha portato su con una portantina. Era un giorno piovoso e freddo, essendo il periodo delle feste natalizie. I miei amici erano pronti per portarmi davanti alla statua della Madonna, calpestando i grossi sassi di color rosso mattone, scivolosi e nello stesso tempo pericolosi. Pioveva, quel giorno, ma nessuno di noi rinunciò ad andarci, perché sapevamo cosa ci aspettava. Ci aspettava un momento di preghiera alla Madonna per dirle: “Ecco siamo qui, ci hai chiamato ed ora preghiamo te per i nostri ammalati in famiglia, per noi stessi, affinché ci guidi verso quella strada che porta alla vera fede”. La Madonna, in molti dei suoi messaggi ai veggenti, manda a dire: “Non pregate solo per voi stessi, ma per tutti quei fedeli che sono ancora molto lontani alla fede di Dio, avvicinateli a me con le vostre preghiere”. A Medjugorje ho notato molte cose: una di queste sono i pellegrini che percorrono a piedi i luoghi di preghiera con il rosario in mano pregando; mi hanno stupito molto, perché ho capito che quel luogo povero è ricco di fede. La fede dentro i nostri cuori, la quale ti da molta serenità, ti senti più buono e molto vicino a Dio e alla Madonna. Per andare a Medjugorje, mi sono preparato spiritualmente; tutti i giorni pregavo per poterci andare e, una volta arrivato davanti alla statua della Madonna sul monte Podbrdo, una vocina dentro di me mi ha sussurrato: hai visto che sei venuto? Fatti vedere. In quest’istante che sto scrivendo per raccontarvi le mie emozioni, forse molti di voi non credono in ciò che dico, ma vi assicuro che è tutta verità. Un’altra cosa che mi è successa, è avvenuta l’ultimo giorno del nostro pellegrinaggio. Era il mattino del 2 gennaio. Ci siamo recati verso la croce blu dove, alle nove circa, la veggente Mirjana aveva l’apparizione con la Madonna. Durante il mio tragitto, sulla carrozzella spinta da un amico del nostro gruppo, eravamo giunti sotto la collina dell’apparizione dove c’era molta gente. Era impossibile avvicinarsi sempre di più, ma gli amici, che ci tenevano che il sottoscritto sentisse il messaggio letto, cominciarono a chiedere permesso alle persone davanti a noi. Ad un tratto si aprì un varco libero, circondato da fedeli, e con l’aiuto dei giovani del posto, sollevando la mia carrozzina con me sopra, raggiunsi il posto più vicino all’apparizione. Durante la mia salita, una donna mi toccò il braccio destro e mi disse: porta i saluti alla Madonna da parte mia. Mi sentivo miracolato, ma in realtà ero il prediletto di Maria. Ha voluto accontentarmi, perché sapeva che avevo bisogno di stare ancora una volta vicino a lei. Durante il silenzio, senti la necessità di pregare. In questi luoghi di preghiera senti, dentro di te, una forte serenità e bontà. Sembra che all’improvviso il tuo stato d’animo si purifichi dalle malefatte. Raccontare l’esperienza di essere stato a Medjugorje non è facile, perché ci sono poche cose da descrivere, ma tante da trasmettere a chi non c’è mai stato. In quattro giorni di pellegrinaggio non sì e solo pregato o andati a messa, ma abbiamo avuto la possibilità di visitare alcune comunità e sentire le loro testimonianze di preghiera. Una di queste comunità, che mi ha colpito profondamente dentro di me, è quella di Suor Cornelia. La sua comunità ospita bambini orfani di guerra, ragazze madri e anziani rimasti soli. Le sue parole, piene di gioia e bontà, mi sono rimaste incise nei miei ricordi. Ho voluto registrare la sua testimonianza. Ora che sono a casa, la sento, quando ho nostalgia di Medjugorje. Con l’ascolto, ritorno a Medjugorje con la mente. Per finire, vorrei ringraziare tutto il gruppo di preghiera di don Pierino di Manta. Il gruppo di ragazzi, che ogni anno organizza il pellegrinaggio a Medjugorje, attirando molti giovani da ogni parte della provincia di Cuneo, verso il cammino di fede. Un grazie va all’artefice di quest’iniziativa, Don Pierino, che quest’anno per motivi di salute non è potuto venire, ma era con noi con le sue e nostre preghiere. Piero Taricco

S. Valentino salverà Levaldigi? Riceviamo e pubblichiamo. Ho letto le dichiarazioni del presidente della Geac Guido Botto, in merito al rischio di chiedere la messa in liquidazione della società di gestione dell’aeroporto di Levaldigi se non ci sarà un intervento dei soci. Dai contatti che ho avuto con gli amministratori della Geac, ho saputo che lo scorso 16 maggio si era tenuto un incontro per esaminare la situazione e delineare i termini dell’intervento da parte dei principali azionisti. La Regione, per bocca dell’assessore a Trasporti e Infrastrutture Bonino, aveva ribadito la volontà di addivenire alla costituzione di un unico sistema aeroportuale del Piemonte tra gli aeroporti di Caselle e Cuneo; la sua collega Maccanti, assessore con delega alle Partecipate della Regione, aveva ritenuto che, in attesa del perfezionamento di questo progetto, la Regione potesse concorrere al sostegno di Geac con la somma già versata a Cassa Depositi e Prestiti in qualità di garante del mutuo contratto da Geac. L’assessore al Bilancio e Finanze Quaglia si era impegnata a valutare con i suoi uffici la possibilità di convertire questa somma (438 mila euro) in aumento di capitale. Da allora non si è più saputo nulla di questi impegni presi dagli assessori regionali nei confronti di Geac. L’unico socio che al momento ha versato quanto stabilito è la Camera di Commercio di Cuneo, mentre negli altri soci prevale l’immobilismo. Ora, detto che sulla necessità di poter avere un aeroporto in provincia di Cuneo si dovevano fare altre valutazioni ma molto tempo fa, oggi abbiamo una struttura per la quale sono stati versati ingenti finanziamenti pubblici, cioè dei cittadini, per cui sarebbe davvero un errore buttare tutto via quando oggi l’aeroporto dimostra la sua vitalità a forza di incremento di passeggeri. Mi sono fatto carico della questione sollecitando un appuntamento con l’assessore Bonino, vista l’urgenza segnalata dal presidente Botto, che ha parlato della difficoltà di pagare ai dipendenti lo stipendio di febbraio ma, al momento, non ho ricevuto risposte. Mi è stato detto che l’assessore è impegnata nel risolvere l’emergenza nel trasporto pubblico a seguito del maltempo, ma la mia richiesta è precedente alla situazione in essere. Nel caso specifico, poi, oltre alle risorse impiegate, che andrebbero irrimediabilmente perse, bisogna pensare anche alla situazione dei dipendenti che perderebbero il lavoro, nel caso di messa in liquidazione della Geac e ritengo che questa sia un’urgenza da trattare con sensibilità pari a quella del maltempo. La prossima assemblea dei soci Geac è stata convocata per il 14 febbraio, San Valentino. Bisognerà appellarsi al Santo protettore degli innamorati per arrivare ad una soluzione e salvare l’aeroporto? Tullio Ponso – Consigliere regionale Idv

Ringraziamenti Grazie a Maria per avermi aiutato a nascere, grazie alla dott.ssa Bongiovanni ed al dott. Zerbino per aver capito ed operato in tempo, grazie a Laura, Manuela, Lorena, Maria Rosa, Stefania e Giuliana ed a tutte le altre ostetriche per il loro lavoro, grazie agli anestesisti, grazie a Margherita ed a tutte le O.S.S., grazie alle puericultrici del Nido, grazie al dott. Oddo ed al dott. Bricchi per il costante monitoraggio, grazie al dott. Pavanello per essersi preso cura di me fin da quando misuravo pochi mm e grazie soprattutto a voi, anonimi donatori di sangue e plasma, che avete trasferito nuova vita alla mia mamma. Pietro (nato martedì 24 gennaio all’1.29 presso l’ospedale “SS. Annunziata” di Savigliano) Quando il sentiero diventa impervio ed il cammino risulta faticoso, procedere da soli è quasi impossibile... Incontrare sulla strada chi ti sorregge e ti dà una mano è una fortuna. Sentiamo fortemente il bisogno di ringraziare chi, con generosità, professionalità e calore umano, ci ha accompagnato ed aiutato in questi anni: l’assistente sociale signora Blua, il dott. Bonafede ed in particolare il dott. Allasia, sempre disponibili; il direttore ed il personale tutto della cooperativa laboratorio “I Girasoli” di Cavallermaggiore, che si sono rivelati dei veri e propri angeli custodi per l’assistenza e l’armonia che abbiamo trovato in questa efficiente struttura; i volontari Natale Ghigo, Giorgio Gianoglio, Domenico Bossolasco e Laura Bossolasco, con relative famiglie, che gli hanno donato momenti di gioia, svago e convivialità; l’amico di sempre Francesco Alesso con la presenza costante; parenti ed amici tutti. …semplicemente GRAZIE! La famiglia Sento il dovere di ringraziare veramente di cuore il dott. Antonio Motta, medico di famiglia, che senza sosta si è prodigato per mia moglie in un’impegnata e seria diagnosi, prescrivendole cure adatte al caso. Grazie. Diego Gallo – Savigliano “L’Ora di generosità” - Associazione dott. Maurizio Ferrero di Cavallermaggiore ringrazia la famiglia Reinaudo-Costamagna per la generosa offerta ricevuta da parenti, amici e vicini di casa in memoria del caro Bernardo. Il sottoscritto don Giuseppe Brunato, parroco pro-tempore della parrocchia di S. Maria della Pieve e di San Michele in Cavallermaggiore, desidera – con la presente – tramite il vostro pregiato settimanale esprimere il proprio cordiale ringraziamento per l’offerta di 300 euro donata alla nostra comunità parrocchiale dal “Gruppo del ricamo” come aiuto e sostegno alle varie necessità della parrocchia. Con osservanza. Don Giuseppe Brunato – Parroco di Cavallermaggiore Al termine dell’apprezzata mostra allestita presso il museo civico A. Olmo,“Pettiniamo le bambole o giochiamo al fortino?”, dedicata ai giocattoli e giochi dagli Anni ’50 agli Anni ’70, che ha registrato un ottimo afflusso di visitatori, l’Amministrazione comunale e la Direzione del museo rivolgono un sentito grazie a tutti coloro che l’hanno resa possibile. In primo luogo ai privati prestatori di oggetti: Afeltra Ciro, Allocco Giuseppe, Ambrassa Liliana, Baricco Alessandro, Beltramo Mario, Bono Giuliana, Borge Giovanni, Ceratto Marilena, Cimiero Liliana, Falco Concetta, Ferrero Giovanni, Fissore Paolo, Flesia Paolo, Gazzano Ada, Ghione Ornella, Giolitti Gualtiero, Giovenale Paolo, Girodengo Sergio, Lattanzio Ruggiero, Mandrile Giuseppe, Martorelli Alessandra, Mondino Marino, Olocco Amalia, Panero Giovanni, Perottino Giuseppe, Picco Luisella, Porrera Francesco, Rinaldi Annalisa, Rognone Tortone Ada, Sacco Margherita, Saccione Nicola, Scotta Silvia, Tealdi Maria Grazia (tutti di Savigliano), Bagnasco Pier Luigi, Alba, Bellino Barbara, Saluzzo, Garino Liliana, Cuneo, Giochi Renna, Ceva, Moretto Raffaella, Pinerolo, e Testa Domenico, Scarnafigi. Si ringraziano inoltre l’associazione “Attività e Cultura per Savigliano”, l’Ente Manifestazioni, Casasole Alessandro di Fossano, la scuola Cnos Fap di Savigliano, “L’angoletto di Cravero Elisa” di Savigliano ed il ristorante Granbaita.


MERCOLEDÌ 8 FEBBRAIO 2012 IL SAVIGLIANESE 19


20

cavallermaggiore

mercoledì 8 febbraio 2012

EDILIZIA

IN BREVE

Contributi per gli affitti Le domande in Comune Per tutti coloro che necessitano di un sostegno economico è possibile presentare domanda di contributo per il pagamento del canone di affitto. Può fare domanda chi affitta un alloggio ed è: titolare di pensione; lavoratore dipendente e assimilato; appartenente a nucleo familiare con almeno tre figli a carico; monoreddito; soggetto con invalidità pari o superiore al 67%; lavoratore che sia stato sottoposto a procedure di mobilità o licenziamento nell’anno 2010. Occorre inoltre non aver superato il reddito di 11.996,40 euro nel 2010. Sono esclusi coloro che in tale anno erano titolari di una casa di edilizia sociale. Ulteriori informazioni all’ufficio segreteria del municipio o sul sito del Comune. La domanda va presentata presso l’ufficio segreteria del Comune di Cavallermaggiore entro il 22 febbraio.

Cambio nel direttivo del Mutuo Soccorso Giovedì 26 gennaio si è riunito il Consiglio direttivo del Mutuo Soccorso di Cavallermaggiore. All’ordine del giorno la sostituzione del vicepresidente Gianni Bovolo, prematuramente scomparso. Nel corso della serata, durante la quale è stato discusso anche il Bilancio, è stato cooptato un nuovo consigliere, Luca Martini. L’assemblea ha poi deciso di rinviare ad una successiva riunione l’elezione del nuovo vicepresidente.

Olimpiadi “indoor” domenica all’oratorio L’associazione “Mondo Insieme” propone per domenica 12 febbraio un pomeriggio di giochi con le Olimpiadi “indoor”. Possono partecipare i bambini e i ragazzi di ogni età. L’appuntamento è per le ore 14.30 nei locali dell’oratorio.

Racca vicepresidente del Comitato tutela patrimonio Nella riunione di lunedì 30 gennaio, il Comitato permanente per la tutela del patrimonio culturale di Cavallermaggiore, presieduto da Alessandra Giraudo, ha provveduto all’elezione delle altre cariche, vacanti da tempo. Nuovo vicepresidente è Domenico Racca, mentre il ruolo di segretario sarà ricoperto da Marita Curiotto.

Premiato formaggio prodotto da Biraghi

La Giunta Parodi risponde agli ambientalisti

«In arrivo nuove aziende» Ospitiamo questa settimana la replica dell’amministrazione comunale di Parodi alle osservazioni delle associazioni “Stop al consumo del territorio” e “Salviamo il paesaggio e i territori”. Questi gruppi sostengono, in breve, che la Giunta Parodi non abbia rispettato le promesse della campagna elettorale non modificando le scelte del passato e lasciando sostanzialmente invariato un Piano regolatore che prevede eccessive possibilità di edificare immobili, non adeguate alle reali esigenze di Cavallermaggiore. In risposta a tali considerazioni il gruppo di maggioranza “Cambiare per Crescere”, ritenendo che solo il racconto dei fatti possa consentire ai cittadini di farsi un’idea della questione, scrive: “Dispiace constatare che, pur avendo invitato ed incontrato ad inizio dicembre i referenti delle associazioni ambientaliste per illustrare gli eventi che andiamo ad elencare, queste, nella lettera inviata ai giornali, non ne abbiano minimamente tenuto conto, come se non ci fossimo mai confrontati. Cos’è successo?”. Secondo l’amministrazione di Parodi le mancate modifiche al Piano regolatore dipenderebbero dalla volontà della maggioranza di favorire l’insediamento di aziende interessate a stabilirsi a Cavallermaggiore in tempi rapidi. “Il nostro gruppo – proseguono gli esponenti della lista di Parodi – ha lavorato intensamente, sin dall’inizio del mandato, valutando le diverse possibilità di revisione del Piano regolatore per introdurre le modifiche annunciate in campagna elettorale. L’evolversi degli eventi ha poi imposto una scelta diversa: negli ultimi mesi del 2011 alcune imprese hanno mostrato un concreto interesse a inse-

EVENTO

La maggioranza comunale risponde alle critiche degli ambientalisti sul Piano regolatore

diarsi a Cavallermaggiore, purché ciò fosse possibile in tempi rapidi. A questo punto, si prospettavano due scelte: proseguire con il lavoro di revisione iniziato, scelta che avrebbe prolungato i tempi di approvazione del Piano, oppure dare priorità assoluta alla possibilità di portare nuovi posti di lavoro a Cavallermaggiore, opzione che concretamente comportava l’accelerazione dell’iter di approvazione della variante (i tempi del mondo dell’impresa spesso non coincidono con le lungaggini burocratiche proprie della macchina amministrativa). Il gruppo ha allora deciso, seppure con rammarico, di rimandare ad un successivo procedimento l’introduzione di alcune delle modifiche prospettate al Piano regolatore, privilegiando l’iter più rapido per favorire l’insediamento di nuove aziende”. La scelta di confermare, per il momento, il vecchio e criticato Piano regolatore dipenderebbe, dunque, dalla presenza di aziende che avrebbero già offerto la loro disponibilità a tra-

La 13ª edizione della manifestazione si terrà a fine aprile

Fiera di San Giorgio: aperte le iscrizioni

Un formaggio prodotto dalla Biraghi di Cavallermaggiore, il “GrattugiaFacile di GranBiraghi” è stato dichiarato “Prodotto dell’anno 2012” durante una cerimonia tenutasi al teatro Vetra di Milano. Il riconoscimento è destinato a marchi che propongano novità basate su tecnologie innovative, creando una nuova categoria e ponendo al centro le esigenze dei consumatori.

Corso di pittura ad olio con l’artista Rodolfo Allasia Venerdì 10 febbraio, alle ore 20.30, nella Sala Incontri di via Turcotto, l’artista Rodolfo Allasia proporrà il corso pratico di pittura ad olio. L’ingresso è libero. Per coloro che intendono avvicinarsi alla pittura classica è richiesta l’iscrizione all’associazione “C quadro”, che organizza l’evento in collaborazione con l’assessorato alla cultura del Comune.

sferirsi nella nostra città. “D’altra parte – concludono gli amministratori comunali – abbiamo sempre affermato, già in campagna elettorale, che la priorità del nostro programma era e rimane il lavoro. L’iter della variante strutturale prosegue ora con le conferenze di pianificazione e, se non ci saranno intoppi imprevisti, si concluderà con l’approvazione prevista entro la fine dell’estate 2012. I fatti sono questi: ognuno si faccia, legittimamente, la sua opinione”. «In autunno – afferma il vicesindaco Leone – metteremo mano a una nuova variante del Piano regolatore, con la quale limiteremo i nuovi insediamenti e la cementificazione, puntando sulle ristrutturazioni e sulle aree edificate ed attualmente inutilizzate. Nessuno nega il cambio di rotta che abbiamo fatto per favorire l’insediamento di nuove aziende; nella fase successiva, però, intendiamo rispettare quanto promesso in campagna elettorale». L.M.

Un’immagine della Fiera di San Giorgio dello scorso anno

Sembra strano, nel freddo polare di questi giorni, parlare di primavera; eppure è possibile, almeno in chiave-manifestazioni.

LUTTI

La neo-eletta Pro loco di Marco Martini avrà, infatti, il primo importante banco di prova in occasione della Fiera di S. Giorgio, giunta alla tredicesima edizione.

È già stato scelto il periodo in cui si svolgerà questo importante appuntamento primaverile, che attende il rilancio dopo le difficoltà incontrate in tempi recenti: la settimana di domenica 22 aprile (date più precise saranno comunicate in seguito). Sul sito del Comune sono già disponibili le domande di partecipazione rivolte alle attività commerciali ed alle imprese che desiderino presentare i loro prodotti: dovranno essere inviate per posta (con una lettera raccomandata) o consegnate a mano all’ufficio protocollo del Comune di Cavallermaggiore entro il 22 febbraio 2012 (informazioni presso l’ufficio Commercio, tel. 0172/381055). L’auspicio è che l’assessore alle Manifestazioni Sannazzaro e il rinnovato e ringiovanito gruppo Pro Loco sappiano proporre un programma ricco ed accattivante.

Michele Lovera e Lucia Gastaldo “vivono nel ricordo”

Due concittadini ci hanno lasciato L’artista racconigese Rodolfo Allasia terrà il corso

Grazie La Confraternita della Misericordia detta “Battuti Neri” e l’associazione PAU - Adozioni a distanza nel Camerun ringraziano le volontarie del Gruppo ricamo di Cavallermaggiore per la generosa offerta. L’asilo Borrone di Cavallermaggiore ringrazia il locale Gruppo Volontariato di Ricamo per la generosa offerta elargita per le necessità della scuola. Il presidente Luisa Cigna

Due persone sono decedute nei giorni scorsi a Cavallermaggiore. È mancato Michele Lovera, 91 anni. Agricoltore in pensione, persona socievole, era rimasto vedovo molti anni fa. Per tutta la vita ha lavorato in campagna, vivendo prima nella cascina del castello dei Templari in via Roma e in seguito nella casa di via San Pietro. Attivo nella vita cittadina, è stato un grande frequentatore del Centro d’incontro anziani “Giuseppina Bosio Milanesio”. Era, inoltre, iscritto alla Confraternita di San Rocco. Recentemente

Michele Lovera

Lucia Gastaldo

aveva subito una grave perdita, la morte del figlio Antonio,

prematuramente scomparso. Lascia la figlia Maria Madda-

lena con il marito Vincenzo e le nipoti Daniela e Paola. Il funerale è stato celebrato mercoledì 1° febrraio nella chiesa della Pieve. È poi scomparsa Lucia Gastaldo, 81 anni. Molto conosciuta in paese era nota come “Cia” o “Lusiota”. Vissuta a lungo con la sorella, è mancata presso la locale casa di riposo. Lascia tre sorelle ed un fratello. Il funerale è stato celebrato martedì 7 gennaio nella chiesa della Pieve. La redazione de “Il Saviglianese” porge alle famiglie dei defunti sentite condoglianze.


cavallermaggiore

POLITICA Incontro con Grande, capogruppo di Bene Comune

«Vigileremo sul Mellea» Silvio Grande, 44 anni, laureato, impiegato in un’azienda privata di servizi di telecomunicazione, è capogruppo consiliare di minoranza della lista Bene Comune (che comprende anche Marco Martinelli). Lo abbiamo incontrato ne giorni scorsi per discutere alcuni temi di attualità politico-amministrativa. Gli ambientalisti contestano Parodi per non aver cambiato le scelte del Piano Regolatore di Baravalle che prevede ancora ampie possibilità di edificare immobili a Cavallermaggiore. Secondo lei chi ha ragione? Penso sia indubbio che la scelta della Giunta Parodi di procedere con l’iter della variante strutturale prevista da Baravalle non risponda propriamente a quanto promesso in campagna elettorale.

CRONACA Non

Silvio Grande

In Consiglio c’è stato disaccordo tra maggioranza ed opposizione sulle questione degli argini del Mellea, da realizzare contemporaneamente a Savigliano per evitare allagamenti. Cosa rimprovera alla Giunta in tal senso? Cavallermaggiore ha puntato su un’unica soluzione per due problemi, ovvero la tangenziale sud-est sia per ri-

durre l’impatto del traffico verso il centro sia come argine per il Mellea: come minoranze abbiamo sollecitato la Giunta sul progetto (e continueremo a farlo) preoccupati soprattutto per gli slittamenti temporali. Ogni tanto si riparla della eventuale costruzione di un ipermercato a Cavallermaggiore. Lei sarebbe favorevole o no? Perché? Non credo né alle semplificazioni né che esistano argomenti tabù: resto convinto che l’indebolimento dell’offerta dei piccoli negozi sia letale per la vivibilità di un paese come il nostro e che per l’insediamento di ipermercati saremmo in generale fuori tempo massimo. Ma tutto evolve e quindi se emergesse qualche opportunità innovativa, di qualità e rispettosa di quanto detto in precedenza, avremmo il dovere di valutarla.

Ha criticato la scelta di aumentare le tariffe al Palazzetto dello sport. Per quale ragione? Confermo le valutazioni fatte in Consiglio Comunale: la scelta è stata fatta poco dopo l’assegnazione del bando su proposta del gestore e senza evidenti benefici per i cittadini. Per concludere, quali sono i rapporti del suo gruppo con la maggioranza di Parodi e con l’altro gruppo di minoranza guidato da Chiara Toselli? Dalla maggioranza ci saremmo aspettati una maggiore apertura con l’istituzione della Commisione bilancio. Con il gruppo consiliare di Chiara Toselli e Michele Fumero il confronto è quotidiano e aperto: buono il livello di iniziativa comune in termini di controllo e stimolo proprio delle minoranze. Luca Martini

siamo stati risparmiati dall’ondata di gelo siberiano

Temperature polari sotto la torre

A Cavallermaggiore, dopo l’ultima nevicata, temperature a -20°

Anche il viale della stazione ha un che di poetico

L’ondata di gelo fuori dal comune che ha colpito la nostra zona non ha risparmiato, come era ampiamente previsto, Cavallermaggiore. Le temperature sono scese fino a valori intorno ai meno venti gradi, soprattutto nelle ore notturne. Lunedì scorso il sito “Centro meteo italiano” indicava -23.2 gradi di prima mattina; “meteogiornale” -17.1 (percepita). Un freddo “pazzesco”. Molti cittadini cavallermaggioresi con qualche primavera in più affermano di non avere mai assistito ad uno spettacolo simile, se non negli anni ‘50. Il grande gelo ha inevitabilmente causato problemi: ghiaccio e neve a terra, “candelotti” sui cornicioni, tubature del gas e dell’acqua gelate in alcune abitazioni. Secondo le previsioni, la situazione dovrebbe migliorare questa settimana, ma nel momento in cui scriviamo la temperatura in città si aggira ancora sui tredici sotto zero. Non male! In data 3 febbraio il Sindaco Parodi, emanando un’apposita ordinanza, aveva messo in guardia la popolazione. Nel documento, che è stato affisso e si può anche leggere sul sito del comune (www. comune.cavallermaggiore.cn.it), si invitano tutte le persone ad essere prudenti e ad uscire di casa solo se necessario: particolare cautela si raccomanda gli an-

ziani. Si ricorda, poi, che i proprietari delle case che si affacciano sulla pubblica via devono rimuovere la neve dai marciapiedi e che, per circolare in auto in caso di nevicate, occorre montare catene o pneumatici da neve. Si consiglia inoltre di adottare precauzioni per impedire che le tubazioni del riscaldamento, dell’acqua, del gas possano gelare e si raccomanda di prestare attenzione anche agli animali domestici, che potrebbero patire un freddo così intenso. Intanto, per migliorare la condizione delle strade, gli operai del comune hanno sparso sabbia e sale. Sul versante dei servizi, l’Istituto comprensivo cittadino (Materne, Elementari e Medie) è rimasto aperto, una scelta condivisa anche da alcuni Comuni vicini. Il Sindaco ha però chiesto ai genitori di accompagnare i bambini a scuola a piedi, per evitare pericolosi ingorghi di automobili. «Presso gli edifici scolastici – ha scritto il primo cittadino – la regolazione del riscaldamento è stata modificata anticipando l’accensione ed aumentando le temperature di soglia, che vengono mantenute anche di notte; per evitare disagi agli studenti nella giornata di lunedì, si manterrà una temperatura adeguata anche nel corso del week-end». L.M.

mercoledì 8 febbraio 2012

21

EDUCAZIONE Serata per genitori e ragazzi

Parliamo di regole

L’assessore Davide Sannazzaro con Marco Bertoluzzo

Ha avuto un buon successo di pubblico ed ha suscitato interesse, venerdì scorso, la serata del percorso “Creare alleanze educative”, che ha visto dialogare i genitori e i ragazzi delle Scuole Medie. Il positivo andamento dell’iniziativa ha coronato gli sforzi di Assessorato alla famiglia, Consorzio Monviso Solidale, Istituto Comprensivo di Cavallermaggiore, Oratorio e gruppo Genitori in Movimento, che hanno organizzato l’appuntamento. La serata si è aperta con gli interventi dell’assessore Davide Sannazzaro, dell’insegnante cavallermaggiorese Rosella Demichelis e di Daniela Bertolino per il gruppo “Genitori in movimento”; successivamente ,hanno preso la parola i ragazzi, che hanno raccontato un interessante percorso di quattro incontri condotto dagli educatori del Consorzio. Dalle parole dei giovani è emerso che si sono trovati

bene con gli operatori ed hanno così potuto riflettere sull’importanza delle regole per poter fondare una convivenza civile e sociale. È intervenuto, quindi, il sociologo Marco Bertoluzzo che, con il suo stile brillante, ha saputo far interagire gli adulti e gli alunni delle medie presenti, facendoli assurgere ad assoluti protagonisti e aiutandoli a capire il punto di vista educativo su cui si fondano le norme a loro imposte. La serata è stata conclusa dalla dottoressa Filena Marangi del Consorzio, che ha sintetizzato i risultati dell’incontro, affermando che la volontà di dialogare dimostrata sarà l’inizio di un percorso che muove oggi i suoi primi passi. Il prossimo incontro destinato ai genitori (in data ancora da stabilirsi) sarà sul tema delle tecnologie e dell’uso della rete di internet. Lo ha annunciato il Coordinatore del progetto Roberto Rolfo.

Auguri Tantissimi auguri alla piccola principessa ELISA FISSORE di Caramagna, che il 14 febbraio soffia sulla seconda candelina. Ti vogliamo un mondo di bene, bacioni! Madrina, zio Tac…, nonna e zio Giampy di Cavallermaggiore Auguri a NONNA GIOVANNA di Cavallermaggiore che il 24 febbraio festeggia i primi 75 anni Elisa, figli, genero e nuora

IL SAVIGLIANESE ABBONAMENTI 2012 Postale 42 euro In edicola 40 euro On-line 33 euro Rivolgiti all’edicola o al corrispondente del tuo paese: Luca Martini (Cavallermaggiore), Gianluca Gianoglio (Cavallerleone), Albina Ambrogio (Marene), Renzo Otella (Monasterolo), Silvia Godano (Murello), Stefania Aimetta (Genola), Beatrice Becchis e Marco Sannazzaro (Racconigi). A Vottignasco, Caramagna, Villanova Solaro e Ruffia gli abbonamenti si raccolgono presso le edicole. In regalo un pratico guanto da cucina

Via Martinetto con le piante stracolme di fiocchi

La neve non ferma i più giovani

Un anno di notizie e sport tutto a colori


22

paesi

mercoledì 8 febbraio 2012

MURELLO Era stato abbandonato nelle campagne

Musolo è da adottare L’avevano battezzato Musolo. Abbandonato nelle campagne murellesi, si era timidamente avvicinato a qualche casa. Entrava talvolta nei cortili di alcune abitazioni del paese. Aveva imparato a fiutare le persone di buon cuore, che gli offrivano cibo e un po’ di coccole. Discretamente aveva cominciato a scortare i murellesi che nelle sere estive passeggiavano per le vie del paese. Non si lasciava avvicinare facilmente, né aveva preso dimora stabile presso nessuno dei suoi benefattori. Forse l’esperienza dell’abbandono aveva prosciugato in lui la fiducia nell’uomo, chi lo sa. È giunto l’autunno, poi l’inverno, incredibilmente mite agli inizi. Poi le temperature sono scese. La gente, chiusa nelle proprie case, ha dimenticato Musolo. Questi prova ancora ad avvicinarsi a quegli stessi cortili che erano stati la sua salvezza durante l’estate, ma la sua presenza è ora più ingombrante. Nessuno pare aver voglia di occuparsene.

MURELLO

Il cane Musolo

Oggi Musolo è un cane nero focato di grossa taglia. È stato catturato dagli addetti del canile Pinco Pallino di Cussanio. Era un cane libero. Oggi la sua casa è una gabbia. È stato rieducato alla presenza costante dell’uomo e, seppur dietro le sbarre, ha dimostrato di avere un ottimo carattere, ma ha bisogno di un padrone vero. Il comune di Murello comunica che si renderà disponibile, a chi scegliesse di adottare Musolo, a contribuire con una fornitura di alimenti per il suo mantenimento. S. G.

Rino Celoria e Santostefanese

Corali per la ritirata di Russia Nell’ambito delle cerimonie di commemorazione del 69° anniversario della ritirata di Russia, si terrà sabato 11 febbrario il concerto di due corali alpine cuneesi: la Santostefanese di S. Stefano Roero e la corale Rino Celoria di Savigliano. L’appuntamento è alle ore 21 presso la parrocchia S. Giovanni Battista di Murello. Il capogruppo degli Alpini di Murello Giuseppe Delpopolo invita tutti, alpini e non, a partecipare all’evento. La commemorazione ufficiale della ritirata si svolgerà invece domenica 19 febbraio,

a partire dalle ore 9.30, quando i partecipanti si incontreranno presso il centro polivalente in via C. Calandra 13. Alle 10.30 avrà inizio la sfilata per le vie cittadine che si concluderà con la deposizione delle corone presso la lapide del municipio e il monumento ai caduti in Piazza della Chiesa. Seguirà, alle ore 11.15, la S. Messa. Infine, alle 12.30 verrà servito il tradizionale pranzo presso il centro polivalente. Chi desidera aderire al pranzo è pregato di prenotarsi entro il 15 febbraio contattando il capogruppo Giuseppe Del Popolo (tel. 0172.98167).

MURELLO

Il progetto tende a ridurre la velocità delle vetture

“NoiSicuri” sulle strade E’ stato illustrato lo scorso martedì presso il salone comunale A. Sobrero il progetto “NoiSicuri”, che presto verrà avviato nel nostro comune. Il progetto, già attivo in 250 comuni italiani, è teso a monitorare le nostre strade allo scopo di ridurre la velocità delle automobili, soprattutto lungo le principali arterie di ingresso nel paese. Ridurre la velocità non significa soltanto diminuire il rischio di incidenti, ma soprattutto scongiurare le loro conseguenze più gravi. Gli incidenti stradali, infatti, sono dovuti alla combinazione di più fattori. All’elevata velocità si sommano la distrazione del conducente, le cattive condizioni della carreggiata e altri fattori più o meno prevedibili. È però evidente che un impatto a 70 km orari avrà conseguenze

MURELLO

Uno dei box arancioni

decisamente più gravi rispetto ad un impatto analogo a 30 km orari. Dunque, intervenire sul fattore velocità significa contenere il numero di incidenti gravi. Come tutti i murellesi sanno, la via

Tanta neve e temperature fino a -26° L’intera penisola è stretta nella morsa del gelo. Le colonnine di mercurio scendono rapidamente. A Murello, nelle scorse notti, i termometri hanno segnato fino a 26 gradi sotto lo zero. Il freddo record ha creato non pochi problemi nelle numerose aziende agricole del paese, dove molti macchinari si sono fermati ostacolando il normale svolgimento dei lavori, che non si pos-

sono certo interrompere. Disagi anche per i pendolari che si recano ogni giorno, per lavoro o studio, nel capoluogo piemontese. Chi può rimane chiuso in casa, a guardare i tetti coperti di neve o le campagne bianche come non si vedevano da anni. Per le vie centrali del paese, la neve è stata completamente rimossa, grazie all’intervento tempestivo dell’impresa Tortone (ad-

Trattori spazza neve in funzione per le strade

Lavorando a coppia, due trattori hanno pulito le strade dalla neve

GENOLA Durante la messa delle ore 11 di domenica 12 febbraio si terrà la Festa del Bambino. Un’iniziativa promossa dalla catechesi pre e post-battesimale, insieme con la Scuola Materna, e rivolta a tutti i bimbi dai 3 ai 6 anni.

Continua “Paternamente” I prossimi appuntamenti GENOLA Continua l’appuntamento con “Paternamente” un percorso itinerante per i papà. Mercoledì 8 febbraio “L’arte di essere padre e il tiro con l’arco”. Dopo una parte pratica di esercizio con il tiro con l’arco, seguirà dibattito e discussione in base a quanto emerso e il collegamento con l’essere padre oggi. Seguirà mercoledì 15 febbraio l’incontro su “Indiana Jones e il padre benedetto”, autobiografia di un momento di gioco tra padre e figlio e successivo dibattito/confronto sul senso dell’avventura.

Presepe vivente Realizzato dvd VOTTIGNASCO Come già per le precedenti edizioni, durante le due serate del presepe vivente si sono svolte alcune riprese che sono state utilizzate per la realizzazione di un dvd che è stato visto in anteprima durante il pranzo dell’Epifania presso il bar ristorante Fantasy. Chi fosse interessato ad averne una copia può rivolgersi direttamente al bar. Il presepe vivente

tengano sempre le apparecchiature – spiegano i responsabili del progetto – esse sono mobili, potranno essere spostate da un box all’altro. L’obiettivo non è tanto “fare cassa” o terrorizzare i conducenti con una valanga di sanzioni. L’efficienza di un’amministrazione non si misura nel numero di sanzioni effettuate. L’obiettivo è un controllo “soft”, ma sempre presente. Gli automobilisti non sapranno quali e quanti box conterranno l’apparecchiatura, in tal modo avranno la percezione di un controllo costante, 24 ore su 24». E chi si vuole preparare ai nuovi ospiti sulle nostre strade, potrà fare un giro a Narzole, comune nel quale si sta sperimentando da qualche tempo il medesimo progetto. Silvia Godano

Un grazie dagli abitanti a chi ha ripulito le strade dal manto bianco

BREVI DAI PAESI

Festa del bambino dai 3 ai 6 anni

centrale che attraversa il paese è un ampio rettilineo che fa gola agli amanti della velocità. Eppure, le automobili che entrano in paese a velocità elevata rappresentano un pericolo per i numerosi pedoni che ogni giorno sono sulle nostre strade. Mettere in sicurezza il centro del paese dunque, sembra essere il motivo principale che ha indotto l’amministrazione Miniotti ad avviare il progetto NoiSicuri. Presto infatti, nelle tre principali arterie d’ingresso al paese (da via Santuario, da Polonghera e da Racconigi) saranno posizionati 6 box arancioni. Si tratta di cilindri alti all’incirca 1,60 metri che potranno contenere le apparecchiature atte a rilevare la velocità delle automobili, in entrambi i sensi di marcia. «Non è detto che i box con-

laborazione tra i residenti. Per le strade non si vedevano soltanto i volontari delle associazioni, ma tante persone che sentivano di dovere e potere dare una mano. Questo accade in pochi comuni», commenta la titolare di un esercizio commerciale in paese. Anche il sindaco Miniotti si è complimentato per l’eccellente lavoro svolto: «di più non si poteva fare» ha dichiarato. S. G.

to siberiano “burian” che ha portato la colonnina di mercurio a temperature di -15 gradi!! bato e domenica in piazzetta don Un ulteriore ringraBosco a Genola. L’intero incasso ziamento a tutta la di 418 euro – 378 euro il contro- popolazione di Gevalore delle confezioni che costa- nola che, come vano 9 euro cadauna, più offerte sempre, si è dimovarie – è già stato interamente de- strata attenta e senvoluto all’Airc. Un sentito ringra- sibile nei confronti ziamento va, naturalmente, ai vo- della ricerca sul La vendita delle arance della salute lontari – da Vanda a Beppe, da An- cancro. Parallelamente, tonio all’altro Beppe con il figlio – Aiuto alla Vita che assiste le mamper l’ottimo lavoro svolto, visto venivano vendute le primule il cui me che trovano difficoltà, sopratche hanno sfidato il micidiale ven- incasso verrà devoluto al Centro tutto di tipo economico, a portare a termine la gravidanza. Sempre domenica, si sono svolti anche i battesimi comunitari. Sono stati i piccoli Eva Aimetta, Marika Tosco e Samuele Buluggiu ad impersonare la massima espressione della vita e il trionfo della creazione ricevendo il sacramento del Battesimo. E se l’amore alla vita è l’unico denominatore comune che lega tutti gli uomini tra loro, indipendentemente da credo e tradizioni, Genola lo ha voluto esprimere a 360 gradi. E la sensibilità dimostrata ha sottolineato quanto questo valore sia contemporaneamente dono ed impegno. Genitori, parenti e amici insieme ai piccoli che sono stati battezzati Stefania Aimetta

GENOLA Arance della salute e primule per la vita

Domenica di solidarietà Quella di domenica 5 febbraio sarà ricordata come una giornata all’insegna della solidarietà. Ecco allora sfidare le temperature siberiane e allestire gli stand per la vendita delle “arance della salute”, promossa dall’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro e messa in atto dai volontari della protezione civile. Ben 42 sono state le reticelle di arance vendute dai volontari nelle giornate di sa-

detta alla rimozione della neve) e al lavoro di molti volontari che, armatisi di pale e buona volontà si sono divisi in squadre e hanno ripulito il paese in tempi record. Gli abitanti di Murello, e soprattutto i commercianti, hanno espresso la loro gratitudine nei confronti di chi è sceso in strada per ripulire il comune. «Mi ha fatto piacere constatare che si sia creata spontaneamente una rete di col-


caramagna - cavallerleone

CARAMAGNA Decisa una cauzione di 150 euro per il Palasport

In Comune solo chi è autorizzato Consiglio comunale seconda tranche, ovvero la disamina di alcuni altri punti messi indiscussione nella seduta dello scorso mercoledì 25 gennaio. Dopo la scontata approvazione dei verbali riguardanti la precedente riunione, il Consiglio si è espresso all’unanimità per il sì all’adozione del progetto preliminare del Piano di Edilizia Convenzionata riguardanti le vie Bussolino e XXV Aprile. Si prevede la costruzione di circa 14 case, e sono previste strade, aree verdi e naturalmente illuminazione pubblica. Come da comunicazione del sindaco Riu, «in via Bussolino, se le risorse ce lo consentiranno, vorremmo coprire un pezzo della bealera». Un punto che sembrava dovesse filare via liscio è stato quello dell’approvazione del nuovo regolamento per il trattamento dei dati sensibili e giudiziari. Come è stato spiegato, l’avvocato Chiara Vaccari ha predisposto un documento programmatico a tutela della sicurezza delle pratiche e degli incartamenti che sono conservati negli uffici comunali. Dicevo sembrava, perchè dalle file dell’opposizione è salita la

CARAMAGNA

questione: «Bisogna, però, anche salvaguardare che gli uffici non siano anche “terra di nessuno”». Ovvero, come ha esplicitato la consigliera Giovanna Ingaramo, «anche oggi ho visto persone che erano in aree riservate ai dipendenti e stavano usando dotazioni di proprietà dell’Amministrazione». Riu ha cercato subito di spegnere sul nascere le eventuali polemiche – anche legittime, dal momento che in caso di eventuale incidente queste persone avrebbero poi fatto rivalsa sul Comune? – garantendo su questi soggetti. «Continuamenete, e per fortuna, c’è gente che viene in Comune a darci una mano. E poi c’è chi collabora con me a titolo personale». Questa la difesa di Riu, che ha poi ancora assicurato – qui parlava da sindaco – che «chi è negli uffici è autorizzato ad esserci. Ma nessuno usa i computer che l’Amministrazione ha in dotazione e nessuno può accedere ai dati cosiddetti sensibili». Il punto è stato poi approvato con quattro astenuti. Come da tradizione, ad inizio gennaio il Comune è poi tenuto ad compiere una ricognizione sul-

Per il Palasport è stata decisa una cauzione di 150 euro

le società di cui detiene una partecipazione. Per Caramagna queste sono l’Associazione “Terre dei Savoia” di Racconigi con una quota del 2,6%, l’Associazione “Insieme per la Solidarietà” di Racconigi, l’Istituto Storico della Resistenza e della Società Contemporanea in Provincia di Cuneo (0,380%), il Consorzio Servizi Ecologia Ambiente Csea (1,57%), l’Autorità d’Ambito n. 4, il Consorzio Monviso Solidale, e l’Azienda Cuneese dell’Acqua (1,04764%). Tutti favorevoli, poi, ad eccezione del consigliere Becchio che si è astenuto, riguardo al gettone di presenza dei consiglieri. Indennità che anche per l’anno 2012 è stata confermata in 16,27 euro per

ogni effettiva partecipazione alle sedute del Consiglio Comunale. All’unanimità sono anche state approvate le modifiche al regolamento per la concessione al pubblico delle aree pubbliche e degli immobili di proprietà comunali. Le differenze riguardano l’istituzione di una cauzione pari 150 euro per chi vuole utilizzare il Palasport. Inoltre, per la sala riunioni e la cucina comunale, le associazioni l’avranno a titolo gratuito con una cauzione di 50 euro, mentre i privati residenti, oltre alla cauzione, dovranno pagare anche l’affitto di 50 euro e le spese di riuscaldamento (dal 1° ottobre al 15 aprile) che sono state fissate in 30 euro. Paolo Biancardi

Operette col Regio di Torino

Le arie del bel tempo che fu Mercoledì 8 febbraio alle ore 21 presso il Salone Polivalente di piazza Boetti n. 6 si svolgerà l’annuale concerto in onore del Patrono San Biagio. Il concerto da camera "Viva l'operetta" è organizzato dal Teatro Regio di Torino; ingresso libero. Ne sono interpreti Eugenia De Gregori, soprano; Angelica Buzzolan, contralto; Giancarlo Fabbri, tenore; Davide Motta Fré, basso; accompagnati al pianoforte da Giulio Laguzzi. Il programma prevede musiche di Franz Lehár (18701948): “È scabroso le donne studiar” da “La vedova allegra”;

CARAMAGNA

di Robert Katscher (18941942): “Lisetta va alla moda” da “ Wonder Bar”; di Robert Stolz (1880-1975): “Occhioni blu” da “Al cavallino bianco”; di Paul Abraham (1892-1960): “Pardon madame” da “Vittoria e il suo ussaro”; di Johann Strauss figlio (1825-1899): “Mein Herr Marquis (Couplet di Adele)” da “Il pipistrello”; di Emmerich Kálmán (1882-1953): “Duetto delle rondini” da “La principessa della Czarda”. Ed ancora arie di Franz Lehár: “Se le donne vo’ baciar” da “Paganini”; di Carlo Lombardo (1869-1959): “FrouFrou del Tabarin” da “La duchessa del Bal Tabarin”; di Franz

mercoledì 8 febbraio 2012

23

CARAMAGNA Rimarrà in carica come consigliere

Daniele si è dimesso Il dottor Antonio Daniele si è dimesso da assessore comunale alle Politiche sociali “per motivi personali”. Resterà in carica come consigliere (ricordiamo che fu il candidato che ottenne il maggior numero di preferenze). Ha detto il sindaco Mario Riu: «Mi spiace che Il dottor Daniele non possa più continuare nel suo prezioso impegno in Giunta. Sono certo che continuerà la collaborazione in Consiglio, dove peraltro ci troviamo assieme da oltre tre lustri! Lo ringrazio per quel che ha fatto e farà ancora, per il bene di Caramagna, a nome di tutti. Nei prossimi giorni faremo una riunione della nostra lista e decideremo come riorganizzarci per proseguire nell’interesse della comunità».

CARAMAGNA

Antonio Daniele

Finora, per la nomina ad assessore, si è usato il criterio dei più votati: ai primi posti ora ci sono Daniela Oddenino, Dario Colombano, Piera Maria Capello e Dario Gastaldi. Sarà uno di loro il nuovo assessore alle Politiche sociali?

Prossima la scadenza del bando

Sostegno alla locazione Anche quest’anno è possibile reperire presso gli uffici comunali il modulo di richiesta per ricevere il contributo per il pagamento del canone d’affitto, previsto dalla Legge 431/98 con il Fondo di sostegno alla locazione e promosso dalla Regione Piemonte. Il canone di locazione di riferimento è quello pagato nell’anno 2010.

CARAMAGNA

Possono fare richiesta tutti i cittadini che alla data del 5 gennaio 2012 avevano regolare residenza presso il Comune di Caramagna Piemonte. Il limite di reddito per accedere ai contributi è di euro 11.996,40 (per l’intero nucleo familiare). La scadenza per la presentazione delle domande è mercoledì 22 febbraio.

Celebrata da don David Duò

Messa in onore di S. Biagio I cinque protagonisti del concerto in onore di San Biagio

Lehár: “Sei tu felicità” da “Il conte di Lussemburgo”, “Tu che mi hai preso il cuor” da “Il paese del sorriso”, “Tace il labbro” da “La vedova allegra”. Infine di

Carlo Lombardo e Virgilio Tanzato il pubblico potrà ascoltare “Oh Cin-Ci-Là” da “Cin-Ci-Là” e “Fox della luna” da “Il paese dei campanelli”.

Terzo appuntamento con la commedia dialettale

Nosgnor giutme... ma buta en po’ ed doit L’associazione teatrale J’amis del teatro di Carmagnola, nasce nel 1989 da un gruppo di ragazzi dell’oratorio di borgo S. Giovanni. Dopo aver presentato alcune commedie dialettali in oratorio, decidono di coinvolgere adulti del borgo e non, e portare in giro per il Piemonte numerose commedie di autori noti e di autori del gruppo. La commedia che presenteranno sabato 11 febbraio presso il cinema teatro in piazza Boetti di Caramagna Piemonte alle ore 21, sarà “Nosgnor giutme... ma buta en po’ ed doit!!!” di cui è autrice Anna Carena, ormai al suo quinto testo, componente del gruppo e interprete di uno dei personaggi. La commedia è ambientata in una sacrestia della chiesa di un paesino di montagna dove è stato mandato un giovane parroco un po’ vanitoso, accompagnato dalla sorella zitella; ad aiutarlo ci sono una

Sabato si balla

In scena la Compagnia teatrale J’amis di Carmagnola

suora, già un po’ avanti con gli anni, ed un sacrestano. Il parroco, nonostante cerchi di compiere al meglio la sua missione, ogni tanto, per rompere la monotonia che regna in quel piovoso paesino, scende a valle e si lascia trascinare dagli eventi mondani.

Coinvolto in una serie di circostanze imbarazzanti, che riesce tuttavia a risolvere brillantemente, si concede un piacevole relax, ma il Signore, o meglio la Curia, lo rimette alla prova... Ingresso 7 euro. Pa. Bi.

Continuano le serate danzanti al Palasport di Caramagna. Sabato 11 febbraio sarà la volta dell’Orchestra spettacolo “La nuova immagine” che ha in repertorio musica da ballo, latino americano, balli di gruppo, pop italiano ed internazionale, non solo liscio... Perchè quando la musica diventa spettacolo si balla con l’Orchestra spettacolo “La nuova immagine”. Durante la serata uno spuntino gratis a sorpresa. Ingresso 7 euro. Prossimo appuntamento con il ballo sabato 18 febbraio con l’Orchestra Beppe Giotto, bugie gratis per tutti e premio alle tre migliori maschere.

Autorità civili, militari e religiosi per San Biagio 2012

Foto di gruppo di San Biagio con don David Duò che è viceparroco alla Parrocchia del Santo Natale di Torino, ma ha fatto gli ultimi anni di preparazione alla Messa a Carama-

CAVALLERLEONE

gna dove ha anche celebrato la sua prima Messa nel giugno 2007. Don Duò è stato invitato quest’anno a celebrare la Messa in onore di San Biagio.

Nuovo segretario

Consiglio comunale È stata fissata per la serata di martedì 7 febbraio (ore 21) la prima seduta del Consiglio comunale del 2012. Numerosi, ben 13, i punti all’ordine del giorno. In primis verrà presentato il nuovo segretario comunale, che sarà condiviso con i comuni di Osasio e Lombriasco, si parlerà poi di I.M.U., di servizi, di questioni urbanistiche, di gettoni di presenza dei consiglieri, del piano di alienazione di beni immobili del Comune,

del bilancio, di rifiuti, di furti. Ed ancora i consiglieri esamineranno la gestione del servizio cattura e custodia dei cani vaganti e l’ordine del giorno a sostegno del mantenimento del Tribunale di Saluzzo. Gli argomenti trattati risulteranno senz’altro di grande interesse per la cittadinanza: nel prossimo numero riporteremo la cronaca dettagliata del Consiglio e l’esito sul dibattimento dei temi in discussione. Gianluca Gianoglio


24

marene

mercoledì 8 febbraio 2012

IN BREVE

LaportAperta a Savigliano Serata per il Cav

SCUOLA Forse a partire dal prossimo anno scolastico

Materna: una quarta sezione?

Venerdì 10 febbraio alle ore 21, presso il Cinema Aurora di Savigliano, si terrà una serata organizzata dal Cav e dal Movimento per la Vita di Savigliano a cui parteciperà anche il corpo di ballo del gruppo artistico LaportAperta. L’incontro – una serata di musica, balli e recitazione – sarà realizzato da grandi e piccini, da professionisti e non, per divertirsi condividendo sul palco i “Sogni di vita”. Ospiti della serata saranno il cantautore Fabio Massano e la sua band, i bimbi della Scuola d’Infanzia G.Gullino, il corpo di ballo del gruppo artistico Laportaperta di Marene, la Corale della parrocchia San Giovanni di Racconigi e i giovani del M.P.V. nella provincia di Cuneo. L’ingresso sarà libero, e le offerte raccolte durante la serata saranno destinate al Centro di Aiuto alla Vita di Savigliano. In arrivo alla scuola materna una quarta sezione?

Polenta in fantasia Centro Anziani Il Centro Incontro Anziani di Marene organizza sabato 11 febbraio alle ore 19.30 la “Polenta in fantasia”, una serata conviviale aperta a tutti i tesserati. L’appuntamento è in sede e occorre prenotarsi entro giovedì 9 febbraio presso il bar del Circolo in Palazzo Galvagno. I posti disponibili sono al massimo per 50 persone.

Costo di costruzione edifici Deciso nuovo valore Recependo la nota del 7 dicembre 2011 con cui la Regione Piemonte proponeva per l’anno 2012 un adeguamento del costo di costruzione degli edifici residenziali sulla base della variazione degli indici Istat, la Giunta ha adottato, per l’applicazione dell’aliquota prevista per il rilascio di concessioni edilizie per gli interventi su nuovi edifici residenziali, il nuovo valore di 385,15 euro per mq di superficie. Il provvedimento sarà applicato a tutte le pratiche per cui il calcolo del costo di costruzione non sia ancora stato determinato in modo definitivo.

Spettacoli viaggianti Aree disponibili e calendario La Giunta ha approvato l’elenco delle aree disponibili e il relativo calendario per l’installazione di spettacoli viaggianti e dei parchi divertimento. In piazza Carignano saranno ammessi, dal 7 all’11 settembre, un numero massimo di dieci attrazioni, di cui un mestiere novità e un banco torrone. In piazza Sinaglia, invece, saranno ammessi circhi equestri soltanto nel periodo extra scolastico, a patto che l’utilizzo non comporti l’intera occupazione del parcheggio; in piazza Carignano i circhi equestri saranno ammessi tutto l’anno, fatta eccezione del mercoledì per la concomitanza con lo svolgimento del mercato. Le carovane dei titolari delle attrazioni dovranno posizionarsi esclusivamente in piazza Sinaglia, osservando le indicazioni assegnate dall’Ufficio di Polizia Municipale dell’Unione o dall’Ufficio Tecnico Comunale.

Via Sant’Anna Manutenzione straordinaria È stato approvato il progetto definitivo esecutivo dei lavori di manutenzione straordinaria di un tratto di via Sant’Anna, che costerà all’amministrazione 52.300 euro circa, e che sarà finanziato in parte con un contributo regionale.

Finanziato Progetto Impronte Prevenzione al disagio giovanile La giunta ha approvato anche per il 2012 il Progetto Impronte, nato nel 2007 come progetto di “educatore di comunità”, per promuovere interventi educativi di prevenzione al disagio giovanile in collaborazione col Consorzio Monviso Solidale, e trasformatosi nel 2008 nel Progetto Impronte. Il Comune finanzierà l’iniziativa con 8 mila euro circa, trasferendo la somma al Consorzio per la realizzazione del progetto.

Contributi alla scuola Anche per materiale didattico Per l’anno scolastico 2011/2012 il Comune ha stanziato un contributo di 2.500 euro a favore della Direzione Didattica II Circolo (per il plesso di Marene), di cui 1.500 euro da utilizzare per la fornitura di sussidi audiovisivi e materiale didattico, per l’assistenza scolastica a favore di alunni indigenti e portatori di handicap psico-fisici (ad esempio per l’acquisto di specifici materiali didattici di consumo e non) e per l’eventuale copertura (a seconda delle esigenze) delle quote di partecipazione a viaggi di istruzione e a visite di studio. I rimanenti 1.000 euro saranno, invece, utilizzati per il progetto di musica.

English Day Finanziata la secondaria Alla scuola secondaria di I grado “Schiaparelli-Marconi” (plesso di Marene) andrà un contributo straordinario di 1.190 euro per la realizzazione del progetto English Day per l’anno scolastico 2011/2012.

Durante l’anno scolastico 2011/2012, nonostante i ripetuti allarmismi per l’eventuale impossibilità di soddisfare tutte le iscrizioni, alla scuola materna “S. Teresa del Bambin Gesù” le lezioni sono iniziate con due posti ancora liberi. All’epoca, l’amministrazione della scuola, guidata da Marco Racca, in collaborazione col Comune, aveva valutato la possibi-

CLIMA

lità di creare una quarta sezione ed aveva ottenuto l’autorizzazione dell’Asl ma, numeri alla mano, le iscrizioni non erano state sufficienti per giustificare una tale iniziativa. Per il prossimo anno scolastico, invece, la situazione appare molto diversa: la scuola ha accettato trenta domande di iscrizione, mentre ne ha lasciate in stand by dieci, come ci spiega Marco Rac-

ca, ovvero bambini «ammessi con riserva perché li inseriremo se sarà possibile creare una classe in più». Rimarrebbero comunque ancora “fuori dalla lista degli iscritti” quattro bambini, di cui tre non residenti e un marenese, iscritto però in ritardo. Amministrazione comunale e consiglio direttivo della scuola d’infanzia fanno quadrato sulla questione e ribadiscono che c’è «l’intenzione di aprire una quarta sezione ed è dimostrata dai dati; aprendo una nuova classe avremo rette in più e va considerato che oggi abbiamo già un’insegnante in più con la prospettiva di aprire un’altra classe». Come ci spiega il vice sindaco Roberta Barbero, «in questi giorni ci riuniremo per valutare la soluzione migliore a livello di logistica dei locali e cercheremo di capire come e cosa fare se si dovesse superare il livello cento,

considerando numeri del personale e dei bambini, per essere assolutamente in regola con tutta la normativa antincendio». L’intenzione del presidente Racca è di poter dare quanto prima, intorno a marzo o aprile, una risposta alle famiglie dei bambini “ammessi con riserva”, sempre considerando che i soggetti coinvolti sono tanti e tutti dovranno essere d’accordo sulla realizzazione della nuova sezione. Non solo direttivo della scuola quindi, ma anche Comune, Congregazione delle Suore Carmelitane, Asl, Provveditorato agli Studi e Vigili del Fuoco. La disponibilità c’è da parte di tutti e va detto che già l’anno scorso l’amministrazione comunale aveva stanziato una somma in conto capitale per finanziare l’opera. Ora si attendono i prossimi sviluppi… Albina Ambrogio

L’allerta rimane alta a causa di prossime nevicate e temperature siberiane

Neve e gelo: le regole per difendersi Il Comune, in conformità a quanto previsto dal vigente Piano di Protezione Civile, ha avvisato i marenesi che, nei prossimi giorni, sono previsti drastici abbassamenti delle temperature che scenderanno anche a valori prossimi ai – 15 C°. La raccomandazione dell’amministrazione comunale è quella di “prendere le necessarie cautele per proteggere le persone più anziane o malate, a cui il freddo potrebbe causare problemi fisici. Anche le persone che godono di buona salute è consigliabile che si proteggano adeguatamente con abiti, copricapi e calzature invernali se hanno necessità di uscire di casa nelle ore più fredde (soprattutto nelle prime ore del mattino), evitando di farlo se non è strettamente necessario”. Un’attenzio-

TESTIMONIANZA

Anche a Marene la neve ha imbiancato strade e tetti

ne in più anche per gli animali, che “dovrebbero essere opportunamente protetti dal drastico abbassamento delle temperature, per evitare loro problemi fisici e comunque assicurare loro il dovuto benessere”. Ma i problemi legati all’ondata di gelo non riguardano solo le persone, perché

l’emergenza si sta facendo sentire anche in casa o nelle aziende, dove si sono verificati problemi a causa del gelo degli impianti dell’acqua o del riscaldamento. Il Comune consiglia di “adottare le necessarie precauzioni per impedire che il gelo possa danneggiare o compromettere il funziona-

mento di tubazioni dell’acqua potabile, impianti di riscaldamento o altri impianti e servizi, organi di motori a scoppio, soprattutto diesel, altri organi e dispositivi meccanici in movimento come cancelli e serrande, che potrebbero bloccarsi”. Non manca un appello alla massima prudenza durante la guida “di autoveicoli e biciclette, a causa di possibili tratti ghiacciati sulle strade, che comunque verranno cosparse di sale; percorrendo a piedi strade e marciapiedi è altresì raccomandata accortezza al fine di evitare pericolose cadute a causa di strati di ghiaccio che potrebbero formarsi”. La viabilità al momento è nella norma, ma nelle prossime ore sono attese altre nevicate: l’allerta rimane alta. Al. Am.

Ne abbiamo parlato con Maria Teresa Milano

Per non dimenticare: Terezin e Regina Jonas Il 27 gennaio abbiamo celebrato il Giorno della Memoria, per non dimenticare l’Olocausto degli ebrei durante la Seconda Guerra Mondiale, per parlare di memoria e fare memoria. Eppure la Memoria su ciò che è stato non si limita ad una data, ma va coltivata, per conoscere, sapere, riflettere. In questo senso vanno lette le ultime due pubblicazioni della cerverese Maria Teresa Milano, dottore di ricerca in ebraistica e autrice di saggi sulla cultura ebraica e sulla didattica della Shoah. Nel 2008 la ricercatrice ha curato l’edizione italiana di H. Krasa, Brundibar, operina composta a Terezín, mentre nel 2009 ha pubblicato Il libro della Shoah. Ogni bambino ha un nome (con S. Kaminski); recentemente ha presentato Terezín. La fortezza della resistenza non armata e Regina Jonas. Vita di una rabbina (Berlino 1902 – Auschwitz 1944). Come ci spiega l’autrice, «il Giorno della Memoria ci parla della vita ebraica, ma anche di una società disintegrata dal regime nazifascista, dalle leggi razziali e dalle persecuzioni, persone vessate

dalla Germania di Hitler e dall’Italia di Mussolini. Nel processo di radicamento della politica antisemita nel pensiero comune in entrambi i paesi gioca un ruolo fondamentale la propaganda, che si serve di ogni mezzo di comunicazione e che vede il punto massimo di realizzazione e di abiezione nel ghetto “modello” di Terezín, istituito per volere di Heydrich nel 1941, presso la cittadina – fortezza a 70 km da Praga». A Terezín dal 1941 al 1945 vennero internate 140.000 persone, e tra loro 15.000 bambini: al momento della liberazione gli adulti sopravissuti furono 3.800, i bambini 142.Terezín non fu soltanto un “laboratorio diabolico” a servizio del regime, ma ci racconta anche “di una profonda dignità umana e della straordinaria capacità di resistere al male, e ci restituisce un’immagine vivida della fortezza e del suo universo umano, simbolo della resistenza spirituale”. Ma qual è il significato, oggi, della storia che è passata attraverso il ghetto “modello”? Secondo Maria Teresa Milano, «leggere l’universo Terezín significa conosce-

La tragedia della Shoah: i giovani non devono dimenticarla

re una realtà di fame, violenza, morte e orrore, ma soprattutto riscoprire la forza vitale della dignità umana, della cultura come valore, dell’educazione come responsabilità, che vede la sua massima espressione nel lavoro narrativo e didattico sviluppato dagli insegnanti per i bambini nel ghetto, unica speranza per l’universo infantile distrutto». A Terezín è anche legata la figura della Regina Jonas, che nel libro della Milano viene presentata «sia nel contesto della tradizione ebraica, sia in relazione alla società femminile della Berlino nei primi anni Trenta del Novecen-

to. Una rabbina, infaticabile insegnante e curatrice di anime, nel contesto della resistenza non armata a cui durante la seconda guerra mondiale presero parte tanti intellettuali tedeschi, ebrei e non, e che trova la rappresentazione massima nel ghetto di Terezín, dove lei stessa verrà deportata. Ha scelto coscientemente di rimanere a condividere il destino con i suoi correligionari e, ancora una volta, la sua decisione scaturisce dall’etica personale e dall’insegnamento dei padri. Solo così potrà difendere il valore più sacro per l’ebraismo: la vita». Al. Am.


monasterolo - villanova

MONASTEROLO Si recupera un edificio prestigioso

La storia della cascina Bargis

Lavori di ristrutturazione alla cascina Bargis

Il rustico della cascina denominata Bargis o Barge, venne eretto verso la fine del 600 al tempo dell’insediamento dei coloni in località sempre più distanti dal centro abitato. A questo periodo, ed ai primi decenni del secolo successivo, risalgono la bonifica di molti terreni e la quasi totale scomparsa dell’incolto e del gerbido. La sua costruzione forse risale a Bartolomeo Bargis di Caramagna del quale porta ancora il nome. Il fabbricato compare raffigurato nella planimetria redatta il 23 maggio 1714 dagli agrimensori Mabellino e Rebaudi per la definizione dei confini

VILLANOVA

fra i comuni di Monasterolo e di Savigliano. Nel successivo catasto del territorio di Monasterolo di Savigliano, redatto fra il 1754 ed il 1760 da Giovanni Francesco Clerico, risulta che detta masseria appartenesse a Lodovico Aubert. I diversi appezzamenti di terreno figuravano registrati a catasto in località denominate “Cirisola, Ceresola, Bargiana, Ormetto”. Il fabbricato si ergeva su un lotto di terreno di circa 33,39 giornate, confinante a ponente, con le proprietà del conte Rambaudi, la strada pubblica ed un fossato. Interventi di riadattamento del rustico furono effettuati nel

1759 come dimostra una data incisa su un muro che regge il sottotetto. Nel 1801 gli eredi alienarono oltre 41 giornate ad agricoltori della zona e, pochi anni dopo, le restanti 127.48.6 giornate al conte Bardesono di Rigrasso che nel 1811 volturò la masseria al cav. Bernardino Trojano il quale, come risulta dal catasto del 1839, acquistò numerosi appezzamenti di terreno nel comune di Monasterolo. Dagli eredi del cav. Trojano queste proprietà, con atto del 3 ottobre 1875, passarono al cav. Pietro Denina fu Domenico. Al cav. Bernardino Trojano si devono la ristrutturazione e l’ampliamento dei rustici, nonché la costruzione della cappella dedicata alla Beata Vergine del Buon Consiglio aperta al culto il 10 ottobre 1823 dal pievano di Monasterolo, il teologo don Guglielmo Allasia. Quest’ultima, attualmente di proprietà di Pier Mario Galletto, ha un’originale forma ottagonale che conferisce all’interno, decorato da pochi fregi e da un solo altare, un aspetto molto raccolto e particolare. Ai nostri giorni non vi sono più celebrate funzioni religiose. La proprietà della cascina

Bargis passò, con testamento del 22 dicembre 1876, al figlio cav. Vincenzo; poi, per atto di divisione del patrimonio di famiglia, fu assegnata a Pierina Denina, moglie dell’avvocato Cesare Bonvicino. La proprietà della cascina Bargis, per testamento olografo del 10 marzo 1932 e atto di successione del 4 novembre 1933, passò a Elena Bonvicino coniugata Frigerio, alla quale successero i figli Pietro Alberto, Ippolita ed Eva. Questi, nel 1962 alienarono il fabbricato alla Saint Gobain, alla quale nel 1969 subentrarono i fratelli Lorenzo e Mario Gaveglio. A questi nella proprietà della cascina seguirono: nel 1977 Domenica Maria Carena, Anna Narbona in Gaveglio e Ivana, Lino, Mario Gaveglio; nel 2000 la società per azioni “Porta Rossa” di Vigone e la s.r.l. “Barge” di Giovanni Rabbia (socio unico). Quest’ultimo nel 2005 sottopose il rustico a radicali lavori di ristrutturazione che lo riportarono all’originaria bellezza e lo resero funzionale alle esigenze del tempo. Negli scorsi mesi l’edificio è stato acquistato da Sandra Monge. Renzo Otella

Numerosi servizi sulle reti Mediaset

La più fredda d’Italia Villanova all’ordine dell’Italia con svariati passaggi nei notiziari delle reti Mediaset. Da Studio Aperto al Tg5 alle all news del Tg com24, Villanova è stata citata come il paese più freddo d’Italia. La colonnina del mercurio è infatti arrivata, nella notte tra venerdì e sabato, ai -19,7 gradi, record sfondato poi successivamente fino ad arrivare ai 23,4 gradi. Le troupe Mediaset sono arrivate sabato in mattinata

VILLANOVA

per la diretta del telegiornale delle ore12.25 e sono rimasti fino a sera per la diretta delle ore 18.30 e per il TG5 delle ore 20. Sono poi ritornate nella giornata di martedì per altri collegamenti. Tra le persone che sono state intervistate, Maurizio Giordana all’uscita dalla panetteria («un freddo così è un record»), Sara Angaramo all’uscita della tabaccheria («queste sono le mie temperature») e Giacinta Costamagna («è tutto gelato anche nei gara-

Beppe Gandolfo in collegamento per Studio Aperto

ges»), infine, mentre stavano rientrando a casa, Marcello Tasca in compagnia di suo figlio

Leonardo («ci ha gelato l’acqua in casa»). Pa. Bi.

È il nipote del sindaco

Edoardo, primo nato È nato domenica 29 gennaio, alle ore 12.05, il primo monasterolese del 2012. Edoardo Cavaglià, figlio di Elisa Ponsi e Claudio Cavaglià, ha visto la luce in una giornata di intense nevicate. Felicitazioni vivissime ai novelli genitori, ai nonni Margherita e Nanni Ponsi, al nonno Michele Cavaglià, presidente Avis, nonchè al sindaco Marco ed alla moglie Marta, rispettivamente zio e zia del nascituro.

BREVI DA MONASTEROLO

Pro Loco Elezione del direttivo Giovedì 9 febbraio, alle ore 21, avranno luogo le votazioni e la nomina del nuovo direttivo della Pro Loco e del presidente.

Segretario comunale in convenzione con Monticello d’Alba e Polonghera Con delibera del 1° febbraio è stata approvata la bozza di convenzione tra i Comuni di Monticello d’Alba, Polonghera e Monasterolo per una nuova gestione di servizio di segreteria comunale in forma associata. Nuovo segretario comunale sarà Anna Negri. L’intenzione dell’Amministrazione è quella, in un primo momento, di ripartire le ore di servizio in egual modo tra i tre Comuni, riservandosi, nel giro di qualche mese, di ridurre le ore a otto per oggettivi motivi di contenimento dei costi. Capo convenzione è il Comune di Polonghera presso il quale Anna Negri presta tutt’ora servizio. Il segretario comunale sarà presente a Monasterolo il lunedì mattina e giovedì per l’intera giornata.

Il Comune ha pubblicato un bando per offrire un sostegno economico al pagamento del canone di affitto dell’alloggio, sostenuto nell’anno 2010. Possono partecipare al concorso i cittadini residenti affittuari di alloggio, con contratto regolarmente registrato relativo all’anno 2010, in possesso dei requisiti di reddito e canone indicati nel bando.Termine ultimo per presentazione della domanda e documentazione richiesta entro il 22 febbraio 2012, alle ore 12.30, all’Ufficio protocollo. Per le domande inoltrate a mezzo lettera raccomandata, fa fede, per il rispetto del suddetto termine, la data del timbro postale di spedizione.

VILLANOVA I cresimandi hanno venduto le primule

Piccoli e grandi aperti alla vita

Società Pescatori: lenza in acqua stati sostituiti, con approvazione unanime, da Arnaldo Canavesio, Enrico Bori e Michelangelo Colombero. Nel segno della continuità la presidenza e la vice presidenza con la conferma, ad unanimità di consensi, rispettivamente di Massimo Tavella e di Felice Grosso. La tessera annuale costa 45 euro ed è comprensiva dell’iscrizione a tutti i 5 raduni: per maggiori informazioni, o per il tesseramento, si può contattare uno dei membri del direttivo oppure telefonare al 339. 5934677 oppure ancora tesserarsi direttamente in uno dei prossimi raduni. Il presidente Massimo Tavella, a nome proprio e dell’associazione, intende ringraziare vivamente i membri uscenti del direttivo per l’impegno, la dedizione e la disponibilità dimostrate in questi anni, ed insieme porgere un grande benvenuto ai nuovi consiglieri. Un «gradito e doveroso» ringraziamento al

MONASTEROLO

25

Sostegno economico agli affitti

Quest’anno i raduni sono cinque

Mancano meno di 20 giorni al via della stagione di pesca 2012 per l’Associazione Pescatori di Villanova. L’inizio sarà, infatti, domenica 26 febbraio, col primo di cinque raduni che si svolgeranno nella bealera Ochetta, presso l’area attrezzata del “Parco delle Cicogne”, nei pressi della Cascina Luisa. Gli altri raduni saranno organizzati domenica 18 marzo, domenica 1° aprile, domenica 29 aprile e domenica 20 maggio, tutti con inizio alle ore 9. Come abbiamo già riportato sullo scorso numero, lunedì 30 gennaio si è riunita l’annuale assemblea dei soci dell’associazione durante la quale, oltre all’approvazione del rendiconto relativo all’anno 2011, è stata pianificata e deliberata l’imminente stagione di pesca. Parzialmente riorganizzato il direttivo che ha visto le dimissioni dei consiglieri Claudio Tognoli, Pierantonio ed Enrico Barberis che sono

mercoledì 8 febbraio 2012

Anche quest’anno presso la bealera Ochetta si svolgeranno i raduni

geom. Pairotti della Selghis, alla ditta Devalle Arredamenti di Villanova Solaro e alla Banca Cassa di Risparmio di Savigliano perchè è solo grazie ai contributi erogati da questi che si permette all’associazione di partire positivamente con le attività della nuova stagione. In ultimo, ma non per ordine di importanza, un cordiale ringraziamento va al sindaco di Villanova Solaro ed all’Amministrazione co-

munale – ha detto Tavella – «per il sostegno e la collaborazione nel miglioramento, nel mantenimento e nella pulizia dell’area attrezzata ove si svolgono i raduni, affinché quest’ultima possa diventare sempre più gradevole ed accogliente, non solo in occasione dei raduni di pesca, ma per ogni altro evento che potrà coinvolgere l’intera comunità». Paolo Biancardi

Sì è tenuta sabato 4 e domenica 5 febbraio la 34ª Giornata per la vita avente come tema: “Piccoli e grandi aperti alla vita”. Sono stati invitati alla celebrazione delAlice, Martina e Alessia e le primule le ore 10 della domenica tutti i bimbi battezza- di nascita all’altare. Dopo la S. ti nel corso del 2011; ai genito- Messa di sabato delle ore 17, ri è stato donato il catechismo Alessia, Alice e Martina hanno dei bimbi da 0 a 6 anni e, con venduto le primule della vita l’occasione del battesimo della presso il battistero all’interno piccola Veronica, anche Viola, della parrocchia, causa neve, Giorgia e Serena hanno parte- mentre Alberto, Fabio e Nicolò cipato con gioia alla festa della si sono incaricati della vendita vita “esponendo” i loro fiocchi dopo la S. Messa di domenica delle ore 10. Il compito del banchetto delle primule viene ormai svolto egregiamente tutti gli anni dai ragazzi che si preparano a ricevere il sacramento della Cresima con entusiasmo, allegria e ottimi risultati. Infatti – e degno di nota – il ricavato della vendita è stato di circa 580 euro. Pa. Bi. Alberto, Fabio e Nicolò e le primule


26

mercoledì 8 febbraio 2012

Mercoledì pomeriggio suonavano le campane Suonavano le campane a Racconigi, alle 16 di mercoledì1 febbraio. Poco dopo numerosi negozi cittadini abbassavano le serrande in segno di solidarietà con i 69 lavoratori della Novaplast che dall’oggi al domani hanno perso il posto di lavoro. In quelle stesse ore a Cuneo era in corso una manifestazione sindacale, che aveva portato davanti alla sede dell’Unione Industriale numerosi dipendenti della ditta racconigese (arrivati fin là con un pullman) ma anche quelli di altre aziende della Provincia: Michelin, Abet Laminati, Arpa Industriale e Alpitour, unitamente ad esponenti politici locali, venuti a portare la loro solidarietà. Ma soprattutto, in quello stesso pomeriggio, proprio a Cuneo era in corso un importante incontro tra le segreterie provinciali Filctem Cgil e Uilcem Uil, i rappresentanti della Rsu e l’azienda. Sul tavolo la richiesta di un posto di lavoro, se non a Racconigi almeno all’interno del Gruppo Abet Laminati che è presente con due stabilimenti a Bra ed uno a Caramagna Piemonte. Alla fine l’esito dell’incontro è stato valutato con una certa soddisfazione dai sindacati e dai lavoratori. Innanzitutto, infatti, hanno ottenuto che durante l’iter di discussione della messa in liquidazione l’azienda pagherà normalmente le retribuzioni (per un massimo di 75 giorni). Inoltre le parti hanno convenuto sulla necessità che ad accompagnare il percorso di chiusura dell’azienda si verifichi la fattibilità di tutti gli ammortizzatori sociali ottenibili (Cassa Integrazione Straordinaria, Cassa Integrazione in deroga e Mobilità ). Permangono invece ancora importanti distanze rispetto alla ricollocazione del personale Novaplast all’interno del Gruppo. Infatti se l’azienda ha dichiarato di volersi far carico del problema sociale legato alla perdita dei posti di lavoro, non si è però resa disponibile, come richiesto dalle organizzazioni sindacali, ad impegnarsi sulla piena e totale assunzione delle lavoratrici e dei lavoratori all’interno degli stabilimenti del gruppo. «Sulla base di quanto emerso dall’incontro e non avendo ricevuto una chiusura sulle nostre richieste, valutiamo non negativamente l’avvio del negoziato, seppur ancora distanti dalla definizione dell’accordo che è comunque nostro obiettivo raggiungere – scrivono i sindacati in un comunicato –. Pertanto il presidio e l’occupazione dell’azienda va avanti, in attesa di ulteriori sviluppi».

CRISI Incontri a Cuneo ed in Comune per trovare una soluzione

Novaplast: ore decisive Ore decisive per la soluzione della crisi Novaplast. Nel pomeriggio di martedì 7 febbraio erano infatti in programma due appuntamenti: alle 14,30 a Cuneo i sindacati sono tornati ad incontrare l’azienda, alle 17,30 in sala consiliare a Racconigi si è riunito il tavolo istituzionale promosso dal sindaco Tosello. L’incontro di Cuneo non ha dato i frutti sperati. La proprietà era presente, ma ha fatto un passo indietro rispetto alla riunione precedente: non si è infatti dichia-

rata disponibile a ricollocare che 13 lavoratori: 8 presso l’Abet di Bra e 5 alla Lamicolor di Caramagna. La notizia è stata commentata con sconcerto dai lavoratori e dai rappresentanti dei Comuni dove questi risiedono, riuniti qualche ora dopo a Racconigi. L’assessore provinciale Blengini ha insistito per un’immediata riapertura delle trattative. Rsu e sindacati hanno fatto presente che. dei 69 dipendenti iniziali della Novaplast, coloro che hanno ne-

Un momento della manifestazione sindacale di mercoledì a Cuneo

DISAGI

cessità di essere ricollocati sono solo 50, perché per gli altri sono attivabili l’avviamento alla pensione o altre soluzioni alternative. L’assessore Blengini si è impegnato a convocare un tavolo di crisi in Provincia ed ha sollecitato i consiglieri regionali Taricco (Pd) e Biolè (Movimento 5 stelle), presenti all’incontro, a portare la vertenza in Regione. La proposta dell’assessore di rendere la Provincia soggetto attivo nella crisi Novaplast è stata valutata con soddisfazione dai sindacati, dai lavoratori e dagli amministratori presenti all’incontro. Il sindaco Tosello ed il vicesindaco Allasia hanno infine insistito sulla necessità di stringere i tempi della trattativa. Da parte del Comune, infatti, c’è la volontà di deliberare la variazione d’utilizzo – da industriale a residenziale – dell’area di via Caramagna dove sorge lo stabilimento, ma solo in presenza di un impegno preciso dell’azienda sulla ricollo-

Sindacalisti per la Novaplast

cazione del personale in esubero. «Per fare questo occorre una variazione del Piano Regolatore – ha ricordato Bartolo Allasia – e per noi tra breve scadrà il mandato e ci saranno nuove elezioni. Proprio per questo occorre assolutamente stringere i tempi».

Case e scuole senza acqua

Nella morsa del gelo Il presidio non lascia: raddoppia Ad andare in tilt questa volta non è stata la circolazione, anche se auto e camion non partiti o bloccati lungo le strade non si contano. A scricchiolare sotto l’ondata di ghiaccio è invece stata la rete dell’acqua potabile: abitazioni, ville, cascine e stalle sono rimaste senz’acqua, nel centro come nelle campagne. Gran lavoro per idraulici e tecnici delle Acque Potabili che hanno girato in lungo ed in largo Racconigi armati di bombole e cannello per riscaldare i tubi e liberarli dai blocchi che si erano formati. Fantasmagorie di stalattiti dai tetti Acqua e riscaldamenDopo la neve è arrivato il ge- to in tilt anche presso le scuole lo. Un “freddo siberiano” lo han- medie, dove una ventina di tubi no definito i mass-media. A Rac- dell’impianto, che risale agli anni conigi il termometro aveva già ‘70, sono rimasti bloccati dal getoccato un picco di –22°C nella lo: i tecnici hanno lavorato tutto notte tra sabato e domenica, ma sabato e domenica per risolvere nelle notti successive è stato an- il problema e lunedì, all’inizio delche peggio e la colonnina del l’orario scolastico, la situazione mercurio finora non è più risali- era tornata regolare. ta sopra lo zero, nemmeno in Lavoro anche per i Vigili del presenza di un timido sole. I tet- Fuoco volontari del distaccamenti si sono ammantati di una fan- to cittadino, impegnati per rimuotasmagoria di stalattiti. Gli alberi vere alberi spezzati dal freddo e hanno vestito i colori del gelo. rami pericolanti.

INDICENTE Scivolato sulla strada ghiacciata

Camion fuori strada Incidente stradale nella mattina di giovedì 2 febbraio sulla strada provinciale tra Cavallerleone a Racconigi. Erano circa le 9,30 quando un autocarro spargisale che lavorava per la Provincia si è fermato ai margini della carreggiata per un problema. Al momento di ripartire il camion è scivolato sul ghiaccio, rimanendo pericolosamente in bilico sul fosso

che costeggia la strada. Immediatamente la provinciale è stata bloccata al traffico e sul luogo sono intervenuti i pompieri volontari di Racconigi: il pesante autocarro è stato quindi rimosso da un mezzo privato, dal momento che la gru dei Vigili del Fuoco di Cuneo era già impegnata per un altro intervento. Illeso il guidatore.

Per tutta la settimana sono proseguiti il presidio di fronte allo stabilimento di via Caramagna e l’occupazione dell’azienda da parte dei lavoratori. Dopo le visite illustri di Eleonora Artesio (Rifondazione Comunista), Tullio Ponso (Italia dei Valori) e Giuseppe Lauria (Pdl), di cui abbiamo dato notizia già la settimana scorsa, i lavoratori in lotta altre ne hanno ricevuto, meno illustri forse, ma altrettanto gradite. Associazioni, gruppi, singoli cittadini hanno infatti portato la loro solidarietà al dipendenti dell’azienda rimasti senza lavoro. Un presidio che non molla nemmeno di fronte al gelo di questi giorni di tardivo inver-

no. Anzi raddoppia: raddoppia nei gazebo (a quello della Croce Rossa di Racconigi essendosi aggiunto quello messo a disposizione dai giovani dell’Arci di Carmagnola) ma raddoppia soprattutto nella determinazione a raggiungere l’obiettivo prestabilito: il completo ritorno al lavoro di coloro che sono stati messi in mezzo alla strada. Tra le iniziative in fase di programmazione, oltre all’opera quotidiana di sensibilizzazione della cittadinanza, anche l’organizzazione di un concerto di musica giovane, che potrebbe avere luogo venerdì 24 febbraio presso l’auditorium delle scuole medie, con musica dal vivo e dj. Un concerto ad offerta li-

Giuseppe Lauria nella fabbrica occupata bera: i fondi raccolti saranno messi a disposizione del presidio (anche se la speranza di tutti è che per quella data sia terminato, in presenza di un accordo soddisfacente tra le parti) che valuterà come utilizzarli.

TANGENZIALE OVEST Dura lettera per chiedere che venga fatta chiarezza

Tosello e Allasia contro la Provincia Allasia e Tosello alla festa Ana Passa un anno, passa l'altro, ma la Tangenziale ovest del Borgo Macra non decolla. Ed il sindaco Tosello ed il vicesindaco Allasia, giunti alla fine del loro mandato, prendono carta e penna e scrivono una lettera di fuoco alla Provincia togliendosi più di un sassolino dalle scarpe. Per prima cosa ripercorrono minuziosamente il contorto iter burocratico dell'opera, che prende le mosse dall'ormai lontanissimo 1995 con un primo stanziamento a bilancio della Provincia di quasi 2 miliardi delle vecchie lire. Nel 2003 la Regione approva l'Accordo di Programma, che prevede la realizzazione del raccordo della SR 20 con la SP 30 per Casalgrasso per un importo stimato di 2.230.000 euro che vengono così ripartiti: 1.930.000 alla Regione stessa, 250.000 alla Provincia e 50.000 al Comune. Due anni dopo (2005) viene sottoscritta la convenzione attraverso la quale gli enti si impegnano a garantire le ri-

corse economiche per la realizzazione dell'opera. Come un fulmine a ciel sereno però la Regione (è intanto trascorso un altro anno e siamo nel giugno 2006) riferisce che, contrariamente a quanto stimato inizialmente, il costo dell'opera è salito a 5.570.000 euro. E arriviamo al 2007: l’Accordo viene modificato un’altra volta, attribuendo nuovamente alla Provincia di Cuneo la qualità di stazione appaltante con una somma prevista pari a 3.500.000 euro. Ma solo nel marzo 2011 viene finalmente approvato il progetto esecutivo. «Ma da allora – accusano Tosello ed Allasia – nulla è stato fatto per portare avanti i lavori e non comprendiamo per quali motivi, nonostante la Provincia avesse già in cassa, sin dal 2010, 2.083.630 euro, erogati dalla Regione. L'unica ipotesi plausibile, nell'interesse della Provincia, ma contro gli interessi dei cittadini, è che la mancata spesa di tale ingente somma ha probabilmente garantito alla provincia il rispetto del patto di stabilità nel 2010: sarà così anche per la somma di euro 1.416.384 che la Provincia riceverà

dalla Regione nel 2012? Nel frat- innumerevoli sforzi, passati addirittempo i costi lieviteranno e, come tura attraverso la decadenza dell'oprevisto dall'ultimo capoverso dell'ar- riginario Accordo di programma, non ticolo 5 dell'accordo di programma, si è ancora riusciti ad avere una pa“le maggiori spese per la realizza- rola fine sulla tempistica di realizzazione dell'intervento saranno a cari- zione. In realtà nei mesi estivi abbiaco della Provincia e/o del Comune”. mo assistito, da semplici spettatori, Ma sia ben chiaro sin da ora che noi a momenti conviviali nei quali codenon siamo disposti ad accollarci le sta Amministrazione provinciale si eventuali maggiori spese per ritar- prodigava nel garantire al “comitato di che hanno favorito le politiche di del Borgo Macra” tempi sicuri e cerspesa della Provincia». ti. Pensiamo, dunque, sia venuto il moSindaco e vicesindaco fanno mento di fare chiarezza: diversamenrilevare che “tre mandati ammini- te non si potrà pretendere che la costrativi non sono stati sufficienti a siddetta “gente” creda ancora alla realizzare un’opera per la quale i politica “del fare” che avrebbe dovuconsiglieri comunali racconigesi si so- to contraddistinguere codesta Ammino spesi senza riserve”. In partico- nistrazione provinciale». lare propro i due scriventi. Non solo, ma “nel periodo compreso tra l'agosto del 2008 e marzo del 2011 l’Amministrazione racconigese ha provveduto alla redazione delle diverse fasi progettuali (preliminare, definitivo ed esecutivo)”. «In questi ultimi 5 anni – concludono Tosello ed Allasia – dopo Borgo Macra è ormai stufo di aspettare...


racconigi

mercoledì 8 febbraio 2012

27

ALPINI Due giorni di manifestazioni ricordando Njkolajewska

INCONTRO

Le penne nere in festa

Amici dell’ospedale

I ragazzi della media coordinati dal Progetto Cantoregi hanno ravvivato il pomeriggio del sabato

Il 69° anniversario della battaglia di Njkolajewka, un puntino geografico nella steppa russa divenuto luogo-simbolo del sacrificio delle penne nere nell’ultimo conflitto mondiale, è stato ricordato quest’anno con due giorni di iniziative, ad opera dell’Amministrazione comunale, assessorato alla Cultura, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Alpini, l’Associazione Nazionale Famiglie dei Caduti e dei Dispersi in Guerra e l’Associazione Progetto Cantoregi. Nel pomeriggio di sabato 4 febbraio, in una Chiesa di Santa Croce particolarmente affollata, lo scrittore (e politico) Giorgio Ferraris ha presentato il proprio libro “Alpini dal Tanaro al Don”, edito dalla Casa Editrice Araba Fenice. La manifestazione è stata ravvivata da canti e letture, protagonisti il coro “Rino Celoria” di Savigliano e gli alunni della media di Racconigi, coordinati dal Progetto Cantoregi con la direzione di Vincenzo Gamna. Nella mattinata di domenica 5 febbraio la manifestazione è proseguita presso la Chiesa di San Domenico. Dopo l’alzabandiera è stata celebrata la Santa Messa in ricordo degli alpini caduti, alla presenza di numerose penne nere di Racconigi e dei dintorni e del-

le autorità civili e militari. La cerimonia è stata conclusa in modo toccante dalla preghiera dell’Alpino e dalle nostalgiche note di “Vecchio scarpone” intonate dal coro “Le Filere”. Sono quindi state consegnate le borse di studio, intitolate agli alpini Antonio Sardo e Renato Grasso, a tre alunni meritevoli dell’istituto superiore cittadino. A riceverle, quest’anno, sono stati il liceale Fabio Catalano (attualmente iscritto alla facoltà di Fisica), al perito Luca Laverni-

cocca (che frequenta la facoltà di Lingue) ed alla geometra Martina Bregliano (iscritta ad Architettura). Era presente la signora Daniela Grasso che ha ricordato lo zio per la sua rettitudine e la sua generosità: «Non era uno studente modello – ha sottolineato commossa – ma abbiamo voluto ricordarlo con queste borse di studio perché era ben consapevole del valore e dell’importanza dell’istruzione». Il preside dell’Arimondi-Eula, Gianpiero Sola, che per l’occasione si era rimesso il cappello da alpino dopo tanto tempo, ha ricordato l’importanza assunta dalla sede racconigese dell’istituto ed ha invitato tutte le componenti interessante a fare sinergia per lo sviluppo della scuola. Ha preso infine il microfono il prof. Gianfranco Capello che ha ricordato monsignor Carlo Chiavassa, cappellano militare, autore di un libro di ricordi sulla campagna di Russia, nonché importante protagonista della Lotta di Liberazione a Racconigi.

L’intervento del preside Sola durante la consegna delle borse di studio nella chiesa di San Domenico

ELEZIONI Luisa Perlo soddisfatta

ELEZIONI Elda Minero determinata

Venerdì in Comune

Il tavolo delle autorità nell’incontro di venerdì sera in sala consiliare Gli “Amici dell’Ospedale SS. Annunziata” di Savigliano, venerdì sera, hanno incontrato gli amministratori locali. Presso la sala consiliare, il presidente Ezio Nava ha illustrato le finalità dell’associazione: una Onlus, senza scopo di lucro, con 135 soci che si pone come impegno di aiutare nel modernizzare e mantenere i servizi dell’ospedale, salvaguardandone la struttura pubblica. «Non è una questione di campanilismo, ma vogliamo difendere l’Ospedale di Savigliano, riportandolo a quell’eccellenza che è stata di sempre» ha detto Nava. Gli investimenti nelle strutture ospedaliere sono sempre minori e le apparecchiature sempre più datate: sostituendoli si tutelerebbe in maniera più efficace la salute di tutti. Occorre migliorare i vari reparti: Urologia è da ripristinare e all’Emodinamica, è notizia di queste settimane, si è rotto l’ecografo e mancano dei primari. «Il dott. Monchiero ha promesso che, se il 31 marzo sarà confermato commissario dell’Asl Cn1, nominerà immediatamente il primario per la Chi-

rurgia» ha riferito Nava. Il sindaco Tosello ha accolto e compreso l’iniziativa della delegazione, composta anche da Remigio Galletto, Luigi Ambrogio e Pio Roberto. «Sono lo Stato e la Regione che dovrebbero provvedere a garantire la salute dei cittadini – ha affermato il sindaco –, invece i nostri parlamentari perdono tempo a rincorrere il vitalizio e la finta riduzione degli stipendi». Dopo di lui, lo sfogo è stato generale da parte di amministratori comunali alle prese con la crisi e la difficoltà a mantenere i servizi, e liberi cittadini uniti per contribuire a difendere un bene comune. Lo scopo dei soci dell’Associazione “Amici dell’Ospedale SS. Annunziata” è infatti quello di raccogliere fondi da parte di benefattori e donatori per raggiungere grandi obiettivi. Primo: un nuovo software per la Tac, che riduca del 60 per cento la dose di radiazioni. Per informazioni: amici.ospedalesavigl@libero.it. b. bec.

ELEZIONI Luigi Reynaudo incerto

«La lista è pronta» «Non mi ricandido» «I giochi sono aperti» «La lista è pronta: ci siamo arrivati, anche contro i pareri di qualcuno che abbiamo colto qua e là» esordisce soddisfatta Luisa Perlo. Ora è sicuro, Racconigi avrà un candidato-sindaco donna: Luisa Perlo, docente di Lettere presso l’Istituto superiore Arimondi-Eula della nostra città, sposata con Gabriele Trombetta presidente dell’A.C. Racconigi, madre di due figli. Quando ha iniziato a lavorarci su? «È un anno e mezzo che ci troviamo per dare vita ad una Lista Civica. Il punto Luisa Perlo di partenza è stato il rispetto per l’ideologia di tutti coloro che partecipano, anche se divergente dalla mia, ma accomunati dalla voglia di fare qualche cosa per cambiare Racconigi. È stato un percorso difficilissimo ma alla fine l’abbiamo realizzato». Da chi sarà formata la lista? «Aderiranno dei giovani, che potranno essere il futuro della città. Ci saranno alcune donne. Sinceramente credevo che ci fossero più donne disponibili a mettersi in gioco, invece non si è ancora raggiunta la pari opportunità. E poi ci saranno dei professionisti». Personaggi che hanno già fatto politica attiva? «Avevo detto che non volevo consiglieri comunali uscenti: potrebbe invece essercene uno... non abbiamo ancora deciso». Avete già un programma di base? «Il nostro programma sarà caratterizzato da tre elementi. Primo: riaprire il discorso sul Neuro. Secondo: un’attenzione particolare al settore dell’Agricoltura, creando nuovi posti di lavoro. Ed a questo proposito in lista ci sarà un mio ex-allievo che, dopo la maturità, ha scelto di lavorare nell’azienda agricola dei suoi genitori. Terza priorità: creare un collegamento tra la città e il castello. Inoltre occorrerà lavorare sul commercio e per uno sviluppo culturale. Racconigi, dal punto di vista culturale, ha bisogno di fare un salto di qualità». E nell’ambito della scuola? «Per gli studenti è stato importante il rapporto con il parco reale. Molto di quanto è stato fatto a livello culturale nella scuola superiore è stato grazie alla vice-preside dell’Eula Claudia Bosso». Se dovesse vincere, la spaventa dover governare con pochi fondi ed una squadra di soli sette membri? «Il segretario comunale mi ha detto che la disposizione non è ancora ufficiale. Comunque non mi spaventa: ho sempre lavorato nella scuola, che non ha mai avuto finanziamenti. L’importante è darsi da fare. E, dal momento che non abbiamo nessun partito alle spalle, chiederò la collaborazione dei cittadini. Il nostro sarà un programma concreto: nessun libro dei sogni, non ci saranno lumières se vincerò le elezioni. Questa esperienza sarà una palestra di vita anche per le nuove generazioni. Il 6 maggio saranno i cittadini a decidere: quindi, onore al merito». Beatrice Becchis

Anche se Luisa Perlo scenderà in campo alle prossime elezioni amministrative e probabilmente anche Bianca Brignolo farà la sua lista, le donne racconigesi non sembrano così entusiaste di correre per una poltrona in Consiglio comunale. Lo conferma la rinuncia ad un posto in lista dell'assessore alle Pari Opportunità, Volontariato e Manifestazioini Elda Minero e di altre che inizialmente avevano dato la propria disponibilità nelle liste in preparazione e che ora hanno fatto marcia indietro. Coglie un po' di sorpresa la decisione della Minero di interrompere la sua carriera politica dopo aver maturato esperienza

PENDOLARI

in campo amministrativo. Candidandosi avrebbe potuto dare continuità ai progetti intrapresi. «È quasi sicuro che non mi ricandiderò – ci ha detto –, ho la possibilità di fare la nonna almeno tre giorni la settiElda Minero mana e ne sono contenta. Mi fermo in questa tornata e magari mi ripresenterò alle prossime elezioni». Con solo dieci nomi in lista, in casa Brunetti il problema è comunque quello di decidere chi deve rimanere fuori dalla corsa. «I lavori proseguono, ci stiamo incontrando per definire il programma e la lista è quasi pronta» assicura Brunetti.

Mariano sul piede di guerra

«Controffensiva» «È una vera e propria controffensiva a livello provinciale quella che intendo scatenare nei confronti di Trenitalia» assicura l’assessore Enrico Mariano, membro del comitato dei Pendolari racconigesi. Detto fatto ha preso carta e penna: «Ha scritto una lettera ai 249 sindaci della Provincia Granda – spiega –. Trenitalia ha espresso l’intenzione di sopprimere delle fermate sulla linea Torino-Cuneo perché dice che è troppo lenta, ma noi non ci stiamo a sopportare ulteriori disservizi. Pendolari e viaggiatori hanno il diritto ad un servizio puntuale ed efficiente. Per questo dobbiamo dire “No”, e farlo tutti insieme». L’assessore Mariano chiama in causa le istituzioni: «Alla provincia non interessano i problemi dei lavoratori e degli studenti che usufruiscono della linea ferroviaria e Trenitalia ha le sue responsabilità: nelle riunioni precedenti ha solo cercato di metterci gli uni contro gli altri, comitati e sindaci del Quadrante sud. Questa volta spero ci muoveremo compatti per tutelare un servizio di cui usufruiscono tanti pendolari».

Alle prossime elezioni amministrative ci sarà anche Luigi Reynaudo? «Non ho ancora deciso. L’intenzione di candidarmi c’è, come sindaco o anche in una delle tre liste che certamemte si faranno: quella di Brunetti, della Perlo e di Oderda. Per decidere c’è tempo fino al 6 aprile. Anche altri personaggi della politica cittadina devono ancora travare una collocazione, tra questi Reviglio. Non so se entrerà in una lista oppure se ne farà una per conto suo». Luigi Reynaudo, consigliere comunaLuigi Reynaudo le eletto nella lista “Con Tosello per Racconigi”, poche settimane dopo la vittoria aveva abbandonato la maggioranza: «Quest’anno è la prima volta che non prendo la tessera del Pdl. Forse non le hanno nemmeno più fatte, ma continuo ad essere un berlusconiano di ferro». Che idea si è fatto della tornata elettorale di questa primavera? «Che i giochi siano ancora tutti da fare, dipenderà anche dall’andamento nazionale. Ma certamente saranno delle votazioni interessanti in cui i partiti conteranno di meno». Quali sono le priorità del suo programma? «Il riutilizzo del Neuro ed il turismo inteso come un mare di possibilità per Racconigi». Probabilmente i consiglieri si ridurranno a dieci: non trova che siano un po’ pochi per una città come Racconigi? «No. Lo trovo positivo: con 4 assessori si fa una squadra compatta. Gli amministratori danno un indirizzo politico, e poi sta al personale portarlo avanti. Sicuramente vigilando e controllando. Cambiare le lampadine o riempire le buche nelle strade non deve rappresentare un vanto per un politico, ma un dovere da compiere. Il politico deve decidere il futuro della città in discorsi come il Prg». A proposito del Piano regolatore, lei lo voterà? «Lo voterei... se non dovessi uscire». La variante al Piano commerciale ha fatto molto discutere, cosa ne pensa? «È stato l’inizio della campagna elettorale. A mio parere è stato sbagliato aver lanciato messaggi che possono aver condizionato i commercianti verso il Piano stesso. Non ci sarà a Racconigi la grande distribuzione». Dopo cinque anni di silenzio in Consiglio comunale lei ha deciso di parlare e molti dei suoi interventi sono stati anche motivo di scontro con il suo collega di partito Oderda. Come mai? «Ho votato contro il Bilancio ed ho lasciato lo spazio perché la giunta potesse lavorare nella più ampia libertà. Io lavoro per costruire, l’ex assessore che si è dimesso ha avuto molto tempo per fare delle cose per la città».


28

mercoledì 8 febbraio 2012

FIORI D’ARANCIO “Vicu” Devalle ha detto sì

L’amore non ha età

Giovanni “Vicu” Devalle e Margherita Bravo novelli sposi Innamorarsi è un’esperienza senza età. Giovanni Devalle, per tutti “Vicu”, di anni 83, e Margherita Bravo, di anni 50, hanno coronato il loro sogno d’amore martedì 7 febbraio: alle ore 16 si sono uniti in matrimonio, presenti gli amici più intimi. Il rito è stato celebrato dall'amico di sempre dello sposo, Giacomino Ros-

so. Testimoni Aldo Rosso e Lino Racca. La sposa, infermiera alle Molinette di Torino, ha ricevuto in dono dall'Amministrazione comunale un mazzo di rose rosse. Giacomino Rosso ha regalato a “Vicu” una vecchia foto che lo ritrae con suo padre. Ai novelli sposi gli auguri dalla redazione "Il Saviglianese".

APPUNTAMENTI

Cai: secondo appuntamento di racconti e foto sulla Via francigena Nella serata di mercoledì 8 febbraio, presso la sede del Cai di Racconigi in via Muzzone 6 è in programma la seconda serata sul tema “La via francigena da Canterbury a Roma raccontata per immagini da Beppe Peretti”. Inizio ore 21. Il primo appuntamento ha avuto luogo venerdì 3 febbraio.

“Arthur e la guerra dei due mondi” nel week-end al cinema San Giovanni Venerdì 10 febbraio (ore 15,30) per il “Cinema diffuso”, in collaborazione con l’Unitre, sarà proiettato nel Salone San Giovanni di via Cesare Billia 10 “Incontrerai l’uomo dei tuoi sogni” di Woody Allen con Gemma Jones, Pauline Collins, Anthony Hopkins e Kelly Harrison. Il film in programma nel prossimo week-end è invece “Arthur e la guerra dei due mondi”, di Luc Besson con Freddie Highmore, Mia Farrow, Robert Stanton e Selena Gomez. Spettacoli sabato 11 (ore 21) e domenica 12 febbraio (ore 16).

Pesca alla trota: annullato il raduno in programma al Lago Verde A seguito dell’abbondante nevicata e all’eccezionale ondata di freddo che hanno determinato l’impraticabilità del Lago Verde, il direttivo dell’Associazione Dilettantistica Pescatori Sportivi Racconigesi si è visto costretto a rimandare a data da destinarsi il raduno sociale in programma per il pomeriggio di domenica 12 febbraio. Resta invece confermato il raduno d’apertura al Canale Brunotta, che si terrà domenica 26 febbraio. Chi fosse interessato a partecipare dovrà iscriversi, entro e non oltre domenica 19 febbraio, telefonando ai numeri 339.5770645 o 333.8578520.

Rinviato il convegno in Comune sugli alberi del viale monumentale A causa delle avverse condizioni climatiche di questi ultimi giorni che non permettono di effettuare i rilievi sulle alberate del viale monumentale, oggetto dell’incontro programmato per sabato 11 febbraio dal titolo "Giornata di studio sulle condizioni Fitosanitarie e Fitostatiche del Viale Monumentale", il convegno è stato rinviato a sabato 18 febbraio con lo stesso programma (ore 10, sala del Consiglio comunale).

Ottocento primule per la vita

Le volontarie del Cav offrono le primule per la Giornata della vita

racconigi

CARNEVALE Tempo di prenotarsi alle cene di RacconigiEventi

I giorni dell’allegria C’è tempo fino a venerdì 10 febbraio per prenotarsi ai due appuntamenti gastronomici del “Carlevè ‘d Racunis 2012” organizzati da RacconigiEventi: il veglione di sabato 18 ed il Gran fritto misto di domenica 19. Chi intendesse partecipare deve contattare Jack Casalis (333.4796015), Irene Fissore (presso Strumia Assicurazioni di via Levis 48 o telefonando al 329.0661072) o Luca Redigolo (presso Ottica AR di via Principessa Iolanda o telefonando allo 0172.811261). Il menù del “Veglione di Carnevale” di sabato 18 prevede: vitello tonnato, manzo alla valeriana e pomodorini con aceto balsamico, salsiccia ai funghi, penne all’arrabbiata, cosciotto con patate al forno, torta di mele, caffè, acqua e vino. Prezzo: 20 euro gli adulti, 10 i bambini fino a 10 anni. Il menù del “Gran fritto misto di Carnevale” di domenica 19 è: vitello tonnato, insalatina di pollo e verdure, risotto salsiccia e Castelmagno, fritto misto carne-pesce-dolce-frutta (14 portate), bugie miste con zabaglione, acqua, vino, caffè. Prezzo: 25 euro gli adulti, 12 i bambini fino a 10 anni. I festeggiamenti presso il Palatenda in piaz-

Il Carnevale dei Bambini edizione 2011 za Piacenza inizieranno venerdì 17 febbraio con “Carnevale targato Giovani + La notte dei dj” in collaborazione con l’Istituto superiore Arimondi-Eula (ingresso libero, ore 21,30). Tema della serata: “Vesti la tua passione”. Interverranno i dj GnaGna Team Miretti e Marchisio ed il trio Gastaldo-Gonella-Prato. Delicius cocktail by RacconigiEventi Staff Cafè.

Sabato 18, alle ore 15 “Carnevale targato Bimbi”, in collaborazione con il Circolo L’Aquilone: baby dance, truccabimbi, giochi in maschera e alla fine grande merenda (ingresso libero). Alle ore 20 cena in maschera “Veglione di carnevale”. Alle 22 serata live con i Disco Mania e la loro musica anni ‘60-’70-’80-’90 tutta da ballare. A seguire ancora danze con Dj Doctor, premio di RacconigiEventi per la maschera più originale e Delicius cocktail by RacconigiEventi Staff Cafè (prenotazione obbligatoria per la cena, ingresso libero al concerto). Domenica 19, alle ore 19,30, serata gastronomica con “Gran fritto misto di carnevale” (prenotazione obbligatoria) e premiazion di alcuni commercianti. Alle 21,30 serata danzante con l’orchestra “Sonia de Castelli” e Delicius cocktail by RacconigiEventi Staff Cafè (ingresso 5 euro, gratis i bambini fino ad 8 anni). Infine martedì 21, alle ore 19, apericena solidale in maschera organizzata da “I semi di Baobab” in collaborazione con la pasticceria Millebaci, e musica con i Diskopartizani (prenotazione obbligatoria presso Luca 340.8105914 o Matteo 348.0926016). Per informazioni : info@racconigieventi.it.

Giacometta: «Non ho accusato nessuno» Paola Abrate, Giacometta, interviene a proposito del “chiacchiericcio” con cui Giorgia Busso, di RacconigiEventi, bollava le polemiche nate quest’anno attorno all’organizzazione del Carnevale. «Se questo “chiacchiericcio” fosse passato inosservato – ci dice – non ci sarebbe stato bisogno di riparlarne: invece evidentemente per qualcuno non è stato così. Da parte mia non ho accusato nessuno: nella mia intervista esprimevo solo il dispiacere nel vedere morire un Carnevale così importante. Se davvero si avesse voluto spendere in modo

positivo per la nostra città e usare il buon senso, passione e impegno, tutti insieme si sarebbe potuti arrivare ad un accordo». «Giandoja e Giorgio Reviglio hanno provato a presentare un progetto alternativo – prosegue Paola Abrate –, ma anche questo è stato bocciato. Quindi io mi chiedo: il Carnevale deve andare bene per chi? Anche per far festa bisogna litigare? È assurdo. C’è già tanto malumore in questo periodo e con due ore di sfilata non credo facessimo del male a qualcuno. Anzi, avrebbero portato anche del lavoro ai com-

mercianti». «Ormai per quest’anno è andata così – conclude Giacometta –: speriamo nel prossimo, a meno che non si sposti la Quaresima! Auguro comunque al gruppo di RacconigiEventi una buona riuscita delle serate: noi non ci saremo solo perché saremo impegnati a Saluzzo. Se davvero fosse stata importante la nostra presenza anche in questo caso si sarebbe potuta trovare una soluzione. Da parte mia, ripeto, non ho niente contro nessuno, ma solo un grosso dispiacere, come gran parte della gente di Racconigi. A tutti:

Paola Abrate è Giacometta buon divertimento».

SOLIDARIETÀ La scuola media aderisce alla raccolta di vecchi telefonini promossa dal Magis

Cellulari usati per lo sviluppo del Ciad Avete dei cellulari usati? dateli ad uno studente delle medie che provvederà a portarlo a scuola per riporlo nell'apposito contenitore per la raccolta. La media Bartolomeo Muzzone si è infatti mobilitata ed ha aderito, insieme ad oltre 450 gruppi disseminati in tutta Italia, all’iniziativa “Abbiamo tanti progetti appesi ad un filo” promossa dal Magis (Ong dei Gesuiti) per finanziare progetti di cooperazione e sviluppo nel Sud del mondo. Molti telefoni cellulari usati e rotti si trovano nelle nostre case dimenticati al fondo di qualche cassetto: sono stati utilizzati in media

due anni e, quando non funzionano più, non si sa mai bene dove buttarli. Ora questi oggetti acquistano un nuovo valore grazie al riuso da parte di una società specializzata che assicura al Magis un corrispettivo per ogni cellulare ricevuto dall'Italia. Gli introiti ricavati da questa raccolta sono destinati a finanziare la costruzione di cucine solari in Ciad. Il Ciad è un paese africano colpito da desertificazione e purtroppo le donne, dopo aver compiuto ore di cammino, tagliano quei pochi alberi che rimangono far farne legna da ardere. Con le cucine solari si impiega più tempo

per cucinare, ma almeno si rallenta il processo di desertificazione. Un aiuto fondamentale è stato dato da padre Franco Martellozzo, che vive in Ciad ormai da 40 anni e si é dedicato alla costruzione delle cucine solari. Finora, grazie a questo progetto, sono stati raccolti 15 mila cellulari in Campania, 10 mila in Sicilia e 9 mila in Lombardia. Bisogna continuare a donare questi telefoni vecchi e rotti, così altre famiglie riceveranno altre cucine e noi smaltiremo i nostri vecchi portatili in modo compatibile e rispettoso dell'ambiente. Alessio Morra

ARIMONDI-EULA Per gli studenti delle quinte

CONVEGNO Il prossimo 20 aprile alle Serre Reali

Incontri con esperti

Stampa studentesca

esperto di stermini e genocidi che hanno insanguinato il ‘900, ed il 9 marzo Sergio Soave, docente di Storia presso l’Università di Torino, che parlerà di fascismo e antifascismo. In data da defiTra gli ospiti Sergio Soave e Gustavo Zagrebelsky nirsi concluderà il ciclo Gustavo ZagrePer dotare gli allievi degli belsky, presidente emerito della strumenti necessari ad affronta- Corte Costituzionale, che spiere gli studi universitari e il mondo gherà ai ragazzi che cosa signifidel lavoro in questo periodo di chi essere cittadini responsabili e crisi, l’Istituto superiore Arimon- consapevoli. di-Eula ha programmato nella seInterverrà inoltre il racconide di Racconigi una serie di in- gese Claudio Minero, docente contri. Le classi quinte martedì presso la facoltà di Chimica del14 febbraio incontreranno in- l’Università di Torino, che tratterà fatti Marco Castelli di Savigliano, delle energie del futuro.

Il 20 aprile circa 400 studenti provenienti da tutta Italia, accompagnati da docenti e presidi, saranno ospitati presso le Serre Reali dall’Istituto Arimondi-Eula per partecipare all’incontro annuale del Comitato Interregionale della Stampa Studentesca (CIS). L’annuncio dell’importante convegno è stato dato nel corso di una conferenza-stampa tenutasi venerdì mattina nella presidenza dell’Istituto, a Savigliano. Maggiori informazioni su questo numero de “Il Saviglianese” a pagina 9.

La redazione del “Messaggero dell’Arimondi-Eula di Racconigi”


sport

giovedì 3 gennaio 2008

29 mercoledì 8 febbraio 2012

e-mail: sport@ilsaviglianese.com

VOLLEY SERIE C Tre punti conquistati con il minimo sforzo

Savigliano: vittoria netta SAVIGLIANO OCCIMIANO (25-18; 25-21; 25-22)

3 0

Gerbaudo Savigliano: Bergamin, Bossolasco, Casale F., Caula, Gallo D., Ghibaudo, Giolitti, Mana, Osella, Pattarino, Revello, Rossi. Lib.:Torassa. All.: Bonifetto R., Gallo O. Dir.: Bossolasco S. Il Savigliano con il classico “minimo sforzo” porta a casa la posta piena contro avversari privi del loro giocatore più importante, Spalla, per un ‘infortunio alla caviglia. Nelle file del Gerbaudo, a riposo Bossolasco

per problemi alla schiena, mister Bonifetto parte con Giolitti e Revello diagonale palleggio-opposto, Gallo e Mana, al suo rientro da titolare, di banda, Bergamin e Pattarino al centro,Torassa libero. Il grande freddo e un avversario dimesso non permettono all’incontro di decollare in quanto a spettacolarità. I padroni di casa conquistano i tre punti senza mai palesare particolari difficoltà a contenere i tentativi dell’Occimiano. A fine gara l'allenatore si dichiara molto soddisfatto in quanto, viste le condizioni fisiche non ottimali di

Il centrale Marco Pattarino

alcuni ragazzi, l'aver archiviato senza un eccessivo dispendio di energie la pratica Occimiano, permetterà al gruppo di lavorare intensamente in settimana per preparare il difficile impegno di domenica 12 febbraio a Santhià, per una sfida al vertice ricca di motivazioni (e per ripetere il successo dell'andata), alla quale seguirà l'importantissima finale di Coppa Piemonte. Il ritorno tra le mura amiche è previsto per sabato 25 febbraio (ore 18), quando andrà in scena un classico della pallavolo piemontese, il derby con il Villanova Mondovì.

VOLLEY SERIE C FEM. La squadra di Berra dà segni di vita

Racconigi batte un colpo... Lib.: Saimandi. All.: Berra Andrea, Simondi Massimo.

La palleggiatrice Nadia Sona RACCONIGI 2 PARELLA 3 (19-25; 29-27; 12-25; 25-18; 9-15) R.S. Racconigi: Barberis, Gala, Ronco, Vettori, Caula, Paletta, Sona, Bertero, Vendramini, Sampò.

VOLLEY SERIE

Il Racconigi, quando vuole, c’è! Lo ha dimostrato sabato scorso costringendo al tie-break una squadra, il Parella, che in classifica sta venti punti più in alto. «Siamo scesi in campo con la formazione al completo, o quasi – spiega il presidente del R.S.Volley, Michele Buo –. C’erano Gala e Barberis, mancava ancora la Carignano, da tempo a Ventimiglia per motivi di studio. E la sua assenza, contro una squadra d’esperienza come il Parella, si è fatta sentire». Il primo set è combattuto, ma le torinesi nelle fasi finali fanno valere la loro maggior esperienza. Bel-

lissimo il secondo parziale, punto a punto fin sul 24-22 per le racconigesi che si fanno raggiungere e rimontare ma riescono a reagire con la giusta grinta ed a chiudere alla grande 29-27. Da dimenticare il terzo set: scarsa concentrazione e molti errori. Entrano Caula e Bertero per far rifiatare Barberis e Paletta. Il quarto set è giocato benissimo dalle padrone di casa che si impongono lasciando le avversarie a 18. Senza storia il tiebreak, con la Berra-band ormai stremata dalla stanchezza e forse anche un po’ appagata. Un punto contro il Parella infatti è già un risultato: il Racconigi batte un colpo. È vivo. Ma un punto non è detto faccia primavera: «Sabato

prossimo dovremo incontrare l’Oleggio primo in classifica, e purtroppo non potremo contare su tutte le ragazze.Vedremo cosa ne uscirà fuori» si sfoga Buo. Risultati 15ª giornata: Romagnano-Lasalliano 3-1; BellinzagoOleggio 1-3; Canavese-Novara 32; Chieri 76-Lingotto 1-3; Racconigi-Parella 2-3; Cossato-Almese 3-1; Chisola-Villar Perosa 0-3. Classifica: Oleggio 39; Villar Perosa 38; Lingotto 35; Canavese 28; Parella 25; Chisola 23; Novara e Cossato 22; Romagnano 21; Lasalliano 18; Chieri 15; Almese 13; Bellinzago 12; R.S. Racconigi 4.

Serie C maschile – Girone A Risultati della 13ª giornata Caluso-Novi Ligure 0-3; Ciriè-Ovada 2-3; None-Santhià 0-3; Volpiano-Villanova 3-1; Collegno-Asti n.p.; Savigliano-Occimiano 3-0. Classifica Santhià 33; Novi Ligure 31; Gerbaudo Savigliano 29; Ovada 26;Villanova 23; Occimiano e Volpiano 20; Ciriè 16; Collegno* 11; None 10; Asti* 9; Caluso 3. (*) una partita in meno. Prossimo turno (sabato 11 / domenica 12 febbraio) Ciriè-None; Asti-Novi Ligure; Ovada-Caluso; Occimiano-Volpiano; Villanova-Collegno; Santhià-Gerbaudo Savigliano.

VOLLEY SERIE D Co.Ga.L ancora k.o.

È un momentaccio SAVIGLIANO 1 ALESSANDRIA 3 (18-25; 25-20; 23-25; 19-25) Co.Ga.L. Savigliano: Botta, Casale M., Cravero, Curti, Durando, Panero, Berohiti, Bergesio, Rosso, Nessi, Martini, Vivalda. Lib.: Rabbia. All.: Casale Aldo, Russo Paola. Prosegue il momento negativo della giovane squadra saviglianese, che cede tra le mura amiche all'esperta e cinica formazione di Alessandria. Le non perfette condizioni fisiche di alcuni imGianluca Cravero portanti elementi hanno agevolato la compagine avversaria che, ad eccezione del secondo set, ha tratto vantaggio dal servizio poco incisivo e della conseguente difficoltà in difesa dei padroni di casa. Sabato 11 trasferta a Mondovì. Risultati 15ª giornata: Montanaro-Ciriè 0-3; Busca-Rivoli 3-0; Savigliano-Alessandria 1-3; Acqui Terme-Venaria 2-3; Caraglio-Madonna delle Grazie 3-1; Collegno-Mondovì 3-1; Fossano-San Benigno 3-0. Classifica: Fossano 40; Acqui Terme 34; Busca 33; Caraglio 32; Collegno 29; Savigliano 24; Mondovì 22; Alessandria 18; Rivoli e Ciriè 16; Venaria e Madonna delle Grazie 14; Montanaro 13; San Benigno 10.

D FEM. A Pinerolo una sofferta vittoria per la squadra saviglianese

Le ragazze del Vbc sudano sette camicie PINEROLO – SAVIGLIANO (25-18; 11-25; 19-25; 23-25)

1-3

Edilcem B&B Savigliano: Bono, Brunetti (cap.), Bunino, Galletto, Galvagno, Germanetto, Lamberti, Mangarda, Pallonetto, Sito. Lib.:: Casale, Olocco. All.: Bianco Luca, Lucullo Maurizio. Dir.: Galvagno Giovanni. Dalla trasferta di Pinerolo la Edilcem-B&B porta a casa tre punti preziosi, ma anche un passo indietro nel gioco, soprattutto in ricezione. Sicuramente nelle gambe e nella testa delle ragazze sono mancati i due allenamenti annullati nella settimana precedente, risultando poco incisive e reattive. Si parte con Bono al palleggio, Mangarda opposto, Brunetti e Galvagno bande, Sito e Bunino centrali, Casale libero. Nel primo set, dopo un inizio equilibrato, il Pi-

nerolo imprime il primo allungo (11-6), le saviglianesi arrancano nel tentativo di recuperare, ma il gioco non decolla, la difesa subisce troppo e soccombe. Alla ripresa del gioco partenza a razzo delle ospiti: un 13-0 con capitan Brunetti al servizio che taglia letteralmente le gambe alle ragazze di casa, che non sono in grado di reagire e la Edilcem-B&B gestisce agevolmente il set. Anche nel terzo parziale le saviglianesi partono bene, creando subito un divario di 4/5 punti. Le giovani pinerolesi non ci stanno, cambiano marcia e si avvicinano pericolosamente (2119), ma con un guizzo finale la formazione di Bianco e Lucullo riesce ad imporsi. Il quarto è il set più equilibrato: schizza il Pinerolo sul 5-1, Steu e compagne recuperano parzialmente (8-9) anche se le locali riescono a mantenersi in vantaggio fino al 19-16. Poi,

con Illu al servizio, la Vbc passa a condurre 2119 e conclude vittoriosamente set e partita, pur con qualche affanno. Prossimo incontro sabato 11 febbraio tra le mure amiche di via Giolitti contro il Villanova, diretta concorrente che insegue ad un solo punto in classifica e che tenterà lo sgambetto per operare il sorpasso. Risultati 15ª giornata:Vicoforte-Cambiano 1-3; Lanzo-Saluzzo 0-3; Villanova-Casale 3-0; San Mauro-Caselle 3-1; San Francesco al Campo-Rivalta 0-3; Pinerolo-Vbc Savigliano 1-3;Venaria-Valle Belbo 3-1. Classifica: Saluzzo 42; Savigliano 34;Villanova 33;Venaria e Rivalta 30; San Mauro 28; Casale*, Pinerolo e San Francesco al Campo 20; Cambiano 18; Vicoforte* 14; Valle Belbo 13; Lanzo e Caselle 5. (*) una partita in meno.

CICLISMO MASTER Il pistard saviglianese in gara a Parigi e Ginevra

Alessandro Picco in grande spolvero Alessandro Picco, saviglianese del Team Mapei, è andato a centro anche a Parigi in una riunione open disputata il 28 gennaio con 60 pistard francesi, svizzeri e italiani al via. La prima gara è lo scracht su 60 giri di pista. Una velocità sempre superiore ai 50 orari non permette attacchi da lontano. Solo sul finale in tre riescono a guadagnare sul gruppo ma Picco con uno scatto si riporta su di loro e va a centrare una splendida vittoria. Seconda gara la corsa a punti sui

100 giri di pista, con volata ogni 10 giri e punti ai primi 4. Picco è protagonista e si aggiudica la seconda vittoria di giornata. Il Team Mapei chiude al 5° posto nella classifica a squadre della serata. Domenica 29 gennaio il velocista saviglianese torna in gara, questa volta sulla pista di Ginevra. Nella prima corsa, il giro di pista lanciato, fa segnare il secondo tempo. La seconda gara è lo scracht su 80 giri che Picco si aggiudica vincendo la volata finale. Nella terza gara, il kerin dietro

motori, Picco conquista la finale a sei (con 4 francesi ed il compagno di squadra Alberti).Tra spallate e testate, Alessandro tira la volata al compagno che va a vincere, salendo lui stesso sul terzo gradino del podio. Nell’ultima gara della giornata, il team sprint (velocità olimpica), il Team Mapei chiude al secondo posto dietro alla forte squadra Elite francese della Credit Agricole. I Mapei conquistano anche il secondo posto nella classifica a squadra della manifestazione.

Alessandro Picco a Parigi

I ragazzi dell’under 14 hanno vissuto una bella esperienza a Cuneo catori saviglianesi ed i troppi errori in ricezione. UNDER 14 A CUNEO UNDER 16 PALLAVOLO TORINO 3 SAVIGLIANO 2 (25-23; 19-25; 25-27; 25-19; 15-8) Self Volley Savigliano: Alasia, Alladio, Bertino, Bosio, Calcagno, Caula, Davicco, Mattis, Molitierno, Rabbia, Tallone, Torrengo. All.: Bonifetto Roberto. Dir.: Alladio Mauro. Se non fosse stata una trasferta in una palestra da temperature polari, sarebbe potuta sembrare benissimo ad un dejà-vu della partita del girone di andata. I saviglianesi iniziano bene (Calcagno firma 4 ace) e si portano sul 19-12. Poi la luce si spegne, gli avversari rimontano, sorpassano con 10 servizi consecutivi e chiudono 25-23. Il Self Volley Savigliano si riscatta però nel secondo set. Il terzo parziale sembra non finire più: il Savigliano lotta intensamente fino all'ultimo punto e riesce a vincere ai vantaggi. Il quarto ed il quinto set mettono in evidenza la mancanza di intesa tra i gio-

La squadra dell’under 14 del Volley Savigliano ha partecipato attivamente all’incontro di serie A tra Lannutti Cuneo e Lube Macerata: gli atleti hanno infatti collaborato con i giocatori passando loro i palloni e organizzando la pulizia del campo. Una bella esperienza che ha permesso di venire in contatto con una realtà che molti avevano visto solo in televisione. UNDER 13 NONE SAVIGLIANO (25-18; 25-21; 26-24)

3 0

SAVIGLIANO BENASSI ALBA (26-24; 25-21; 25-23)

3 0

Savigliano: Alasia, Alladio, Bartalena, Berbotto, Bergesio, Corbo, Dimitri, Mellano, Pucillo,Vojculescu. All.: Aragno. Il campionato inizia con un po' di sfortuna nella prima partita ma, grazie a una maggiore grinta e concentrazione, i saviglianesi si riscattano alla grande...


30

mercoledì 8 febbraio 2012

BOCCE SERIE B Marene concede il bis

Ora ci pende gusto

Tavella ha vinto con la terna MARENESE 11 ROSTA 9 Ottima gara della Marenese in casa contro Rosta, a dimostrazione della ferma volontà di risalire la classifica per evitare i play-out. La situazione punti vede al momento la squadra di Giordanengo ancora penultima ad un punto da Rosta, terzultima: saranno decisive le prossime due sfide, la prima

a Ventimiglia contro Roverino e la settimana successiva il derby con il Saluzzo. Contro Rosta ottima prestazione di Mattia Barbero-Mellano nella staffetta (43-41). Mellano perde il primo tiro tecnico (l’avversario sorprende tutti realizzando 30 punti!) e lo stesso fa Tavella. Il capitano Ambrogio si aggiudica il combinato e Massano lo pareggia. Barbero perde il progressivo. Si gira 7-5 per Rosta, ma la Marenese ci mette grinta e cuore e vince facilmente le prove tradizionali: Massano conquista punti nell’individuale, vince la coppia Mauro Barbero-Tavella, così come fa (con gli avversari in rimonta) il duo Ciravegna-Garelli. Nulla da fare, sul finale, per la terna Ambrogio-Arnolfo-Disderi. Appuntamento a sabato 11 febbraio contro Roverino.

Bocciofila Saviglianese CAMPIONATO DI SOCIETÀ DI PRIMA CATEGORIA RORETESE – SAVIGLIANESE 6-6 Nell'ultima giornata del Campionato regionale di Prima Categoria positiva novità per la “rosa” a disposizione del c.t. De Lorenzo: in una giornata caratterizzata dalle varie assenze nelle file saviglianesi il d.s. Daniele Depaoli ha accettato con entusiasmo di sostituire gli indisponibili ed ancora una volta, come spesso è accaduto nel corso della stagione, la scelta si è rilevata azzeccata. Depaoli, impegnato a terne sin da subito con Dubois e Gili (distinta la prestazione di entrambi), dopo un avvio tutto in salita (0-6 con Dubois che, colpendo un pallino impossibile, evita che il parziale sia più pesante), contraccambia la convocazione con un’ottima prestazione e, grazie ai compagni, agguanta la vittoria 13-8 ed il pareggio dell'incontro 6-6 nella trasferta a Roreto di Cherasco. Il match con la Roretese era iniziato, come mai successo nel corso della stagione, con Cravero sconfitto 4-13 nel primo tiro di precisione. Stessa sorte per Fiorito (14-17) nel secondo tiro tecnico.Via ai tradizionali con parziale dell’incontro 0-4. Fiorito-Salusso nella coppia 2 vengono travolti 5-13. Proprio quando si profilava la prima sconfitta per la Saviglianese, l'under Cravero nell'individuale, per nulla intimorito dal forte avversario, lo domina con un secco 13-3. Buona e vincente la prestazione della coppia 1 Somale-Perlo (13-11). Sul 4-6 la prodezza sopracitata della terna Depaoli-Dubois-Gili, con il pareggio, mantengono per la Bocciofila Saviglianese quell'imbattibilità che dura dall'inizio del campionato. Ora, per tutti gli appassionati e i simpatizzanti dei colori Saviglianesi, l'appuntamento è per sabato 25 febbraio a Chivasso presso il bocciodromo La Tola per la promozione al Campionato Nazionale CAMPIONATI DI SOCIETÀ 2012: SORTEGGI Giovedì 2 febbraio, presso il salone della Bocciofila Saviglianese, diretti da Daniele Depaoli, presidente provinciale FIB Cuneo, si sono svolti i sorteggi per i Campionati di Società 2012 di Seconda categoria (quattro gironi) e Terza categoria (sette gironi). Per la Seconda categoria la Saviglianese è stata sorteggiata nel girone D con Roddese, Ceva, A.B.F. Mondovì e Beccaria Scarnafigi. Per la Terza categoria, una formazione disputerà il girone D con Niellese, Sommarivese, La Concordia Carmagnola e Auxilium Saluzzo; l’altra il girone G con Centallese, Levaldigese e Bra Bocciofila 2. L'inizio é previsto per martedì 21 febbraio e giovedì 23 febbraio.

sport

PUGILATO Conto alla rovescia per la riunione saviglianese

De Vitis combatte per l’europeo Appena spente le luci del PalaCaselle di Arezzo, il 27 gennaio scorso, con la bellissima serata che ha fatto da cornice alla seconda difesa del titolo italiano dei superwelter da parte di Adriano Nicchi, lo staff di Rosanna Conti Cavini ha già iniziato il conto alla rovescia per il secondo appuntamento annuale, primo grandissimo evento della boxe italiana. Nella riunione di Savigliano, infatti, gli appassionati potranno godere, dal vivo presso il locale Bocciodromo di viale Gozzano, o attraverso le telecamere di Sportitalia, a una grande serata con due titoli in palio. Oltre al tentativo di conquista del titolo europeo dei superpiuma da parte di Antonio De Vitis, opposto sulle 12 riprese all'attuale campione, il belga Ermano Fegatilli, ci sarà anche un altro match-clou, la prima difesa del titolo italiano della stessa categoria da parte del torinese Benoit Manno in 10 riprese contro Angelo Ardito, fiorentino. De Vitis, Manno e Ardito sono tutti gestiti dalla manager Monia Cavini. Rosanna Conti Cavini ha proposto questo accorpamento ricevendo immediatamente l'entusiastica partecipazione e adesione della Lega Pro Boxe e della Boxe in Progress di Andrea Locatelli e Paolo Taveggia. La manifestazione è organizzata con il contributo dell'Amministrazione Comunale di Savigliano e

UNDER 16 FIPAV SAVINVOLLEY 0 BORGO S. DALMAZZO 3 (13-25; 24-26; 20-25) SavInVolley Ge.Cos.: Peletti, Pucillo, Famulari, Allocco, Gentile, Ponzi, Rinaudo (cap.). Lib.: Bertinotti. All.: M. Saimandi. Dir.: D. Gentile. Vince chi sbaglia meno nell’incontro con il Borgo, e le biancorosse sbagliano parecchio un po’ in tutti i fondamentali. Il primo set scorre via veloce e senza storia; più equilibrati gli altri due, in particolare il secondo, con un ennesimo 24-26 con due errori finali delle padrone di casa. UNDER 14 CSI SAVINVOLLEY 2 AUX. CUNEO “A” 1 (25-22; 23-25; 25-17) SavInVolley Five Stars Solutions: Garro (cap.), Serra, Carta,

UNDER 14 Domenica presso il Polisport Club di Carmagnola si è svolta la 2ª giornata del Campionato regionale under 14 a coppie: 17 le formazioni iscritte, in rappresentanza di 10 società. Le coppie della Bocciofila Saviglianese Jmmel Dubois-Alessandro Fervier e Iris AbramiGiovanni Deglaudi (nuovo tesserato) sono state fermate nei quarti.

G. B. Vita Nova CAMPIONATO DI SOCIETÀ DI PRIMA CATEGORIA COSTANZA TORINO – VITA NOVA 6-6 Sabato il G.B.Vita Nova ha concluso il suo cammino di qualificazione in campionato con un pari in casa della Costanza. È stato un pari inutile alla classifica ma utile a constatare la voglia di lottare per la vittoria anche in questa circostanza. I sei punti li hanno ottenuti: il solito Gallino nell’individuale, Rinaudo-Barbero a coppie e Mulassano-Abbà-Bosio M. a terne. Ora il gruppo potrà osservare un periodo di riposo, senza abbandonare gli allenamenti, per farsi trovare pronto sabato 25 febbraio a Chivasso dove le quattro società vincitrici il proprio girone (Bocciofila Saviglianese, Scarnafigi, Fortino e Vita Nova) si giocheranno i due accessi alla categoria superiore ed il diritto a disputare, a marzo, il campionato italiano per società con altre due squadre provenienti dal Veneto e dal sud Italia. POULE DI GENOLA Il Vita Nova ha fatto registrare, in settimana, un brillante secondo posto alla poule di Genola dove Cavigliasso-Gallino-Bosio M.-Rossone hanno ceduto di un soffio alla Forti e Sani di Fossano.

del Marrachella Group. Antonio De Vitis, campione brindisino per molti anni residente a Savigliano, giunto al match più importante di una già ricca carriera, si trova da qualche giorno in terra piemontese per rifinire la preparazione insieme al maestro Bruno Vottero, dopo aver svolto la maggior parte degli allenamenti a Brindisi agli ordini del maestro Antonio Musio nella palestra della Pugilistica Rodio. Quella con Fegatilli è anche una rivincita per il match con il palio il titolo dell'Unione Europea, sempre dei superpiuma, che si disputò in Belgio qualche anno fa e che fu forse ingiustamente attribuito all'avversario. È invece al terzo capitolo la saga tra Manno, che ha da poco conquistato nella sua Torino il titolo italiano della stessa categoria, e Ardito. I due incontri precedenti hanno visto la vittoria del piemontese di pochissimo. Per entrambi i pugili questo è dunque un match fondamentale: soprattutto per Ardito, che salirà sul ring con il desiderio di vendicare quelle sconfitte, oltre che per conquistare la cintura tricolore. Antonio De Vitis ed il maestro Bruno Vottero, già campione italiano, e gli organizzatori Umberto e Rosanna Conti Cavini, giovedì 9 febbraio saranno ospiti a Milano, nella sede di Sportitalia, della trasmissione "Knock Out",

De Vitis combatterà per il titolo europeo

condotta da Fabio Panchetti e Franco Ligas. Lunedì 13 febbraio a Bene Vagienna, presso il Bvh Hotel, si terrà invece la conferenza stampa di presentazione del grande evento con la presenza di tutte le testate giornalistiche più importanti, oltre all'emittente nazionale Sportitalia. Saranno presenti naturalmente Umberto e Rosanna Conti Cavini, gli amministratori di Savigliano, quelli di Bene Vagienna, Antonio De Vitis e Bruno Vottero.

Le ragazze della squadra under 14 del SavInVolley dopo la sorprendente vittoria contro le prime della classe Stan, Crosetto, Masento, Lovera, Droussi, Areddu. All.: M. Saimandi, C. Picco. Dir.: B. Ferrero. Continua a sorprendere la Five Stars Solutions che, dopo aver vinto a Cuneo con l’Auxilium B, batte anche le sorelle maggiori dell’Auxilium A, finora dominatrici incontrastate ed imbattute del

campionato. Le ragazze di Michele e Chiara annichiliscono le avversarie che tornano a casa incredule per la prima sconfitta stagionale. ALLIEVE CSI SAVINVOLLEY ROSSA 0 AUX. CUNEO 3 (15-25; 10-25; 20-25)

SavInVolley Rossa: Peletti, El Khazzari, S. Biglione, C. Biglione, Allocco, Grande, Cussa (cap.), Ponzi, Mondino. All.: L. Bainotti. Continuano le prestazioni altalenanti della squadra Rossa che contro le prime della classe scende in campo con poca grinta e viene travolta.

Brutta partita: la tecnica dimostrata è comunque buona, ma alle ragazze mancano determinazione e grinta.

MARENE VOLLEY

UNDER 12

PRIMA DIVISIONE CARAMAGNA 3 MARENE 0 (25-20; 25-16; 25-17) Marene: Bosio, Mana, Sobrero, Racca I., Racca L., Deninotti,Tortore, Bodrero. All.: Piras. Nulla da salvare nella partita contro il Caramagna per le ragazze di Piras. Si spera nella prossima gara.

SANT'ORSOLA ALBA 3 MARENE 0 (25-10; 25-9; 25-11)

UNDER 14 MARENE 0 SOMMARIVA PERNO 3 (10-25; 13-25; 5-15) Marene: Alladio, Bosio, Buttieri, Fissore F., Fissore I., Marengo, Monge, Ngombo, Racca A., Trovato. All.: Sanfilippo. Dir.: Lamberti Monica.

MARENE AREA 0172 BRA (16-25; 20-25; 17-25)

0 3

Marene: Lance, Gastaldi, Brundu, Goitre, Cavallotti, Racca, Urbinati, Goitre, Garrone, Bortolotti. All.: Bergese. Seconda giornata per le ragazze dell'under 12, che giocano decisamente bene le due partite del secondo concentramento, soprattutto contro il Bra, dimostrando grinta, determinazione e buoni fondamentali. Purtroppo però sono sempre un po’ in ritardo sulla palla e ne risente l'azione nel complesso. Il prossimo appuntamento sarà a Marene sabato 18 febbraio.

UNDER 16 RACCONIGI 1 VBC SAVIGLIANO 3 (11-25; 22-25; 25-23; 22-25) Il Savigliano vince meritatamente. Le racconigesi partono subito in salita: un brutto primo set in cui non riescono a contrastare le avversarie che giocano in modo ordinato e conducono tranquillamente per tutto il parziale. Più combattuti gli altri tre set, anche se nel quarto e decisivo le avversarie, con una serie di belle battute, rimontano dal 16-18 al 23-18, chiudendo l’incontro. «Quarta partita persa per le nostre ragazze – dicono i dirigenti del R.S. Volley –, ma questo campionato sta dimostrando un equilibrio notevole tra le squadre. A noi manca la

Giulia Esposito (Allieve Csi) freddezza e la cattiveria agonistica nei momenti fondamentali della partita e perdiamo punti per errori banali». ALLIEVE CSI RACCONIGI 3 KOALA 0 (25-6; 25-15; 25-14) Partita vinta facilmente dalla formazione racconigese che non ha problemi ad aggiudicarsi i tre punti in un'ora circa di gioco. L'allenatrice fa ruotare tutte le ragazze a propria disposizione e tutte danno il loro contributo al risultato finale.


sport

mercoledì 8 febbraio 2012

BASKET SERIE C NAZ. I biancorossi di Spanu nuovamente battuti

Cogein gelata dal Sarzana SARZANA SAVIGLIANO

69 65

nali, praticamente al fotofinish. Il match era iniziato male per i saviglianesi, che nel primo quarto lasciavano un divario importante ai padroni di casa (19-13). Di qui iniziava la rimonta ed il sorpasso si concretizzava poco prima del riposo lungo. Le due squadre rientravano in campo con la Cogein avanti di 3 (35-38), più che mai decisa a far valere la propria superiorità. E questo sembrava dovesse accadere, tanto più che nel terzo periodo le due squadre, molto con-

Cogein Savigliano: Nasari 20; Agazzani 17; Boella 9; Marcello; Martoglio 6; Beccaria 6; Garello 1; Grezda; Eandi; Sena. All.: Marco Spanu. Non è proprio annata per la Cogein Savigliano, che nella palestra gelida di Sarzana, in Liguria, lascia due punti caldi per la classifica ed il morale. Anche in questa volta l’incontro si è risolto nei convulsi minuti fi-

tratte, smettevano praticamente di segnare e chiudevano in equilibrio (9-9). Negli ultimi e decisivi 10’ però Sarzana risorge, rosicchia punto su punto, pareggia e si porta avanti sul 69-65 finale. Due sconfitte al fotofinish in due settimane: la classifica piange, anche se la Cogein mantiene il settimo posto in compagnia del Domodossola. Quando le partite finiscono sul filo di lana i saviglianesi hanno dimostrato di non avere quella grinta e quella deter-

minazione che sarebbero indispensabile per volgere a proprio favore il tabellone. Il morale tra giocatori e dirigenza ora non può dirsi al settimo cielo. Fortuna che sabato prossimo 11 febbraio, di ritorno tra le mura amiche del PalaFerrua, è atteso un avversario che (facendo i debiti scongiuri) sulla carta appare più che abbordabile: il Trecate penultimo in classifica con soli 10 punti al proprio attivo in 20 partite. Un avversario comunque da non sottovalutare.

Basket – Settore Giovanile

Gemma (Gators) UNDER 17 CAVALLERMAGGIORE 37 MONCALIERI 45 Sfel Cavallermaggiore: Gemma 14, Bosio 10, Appendino 3, Plaia 3, Baradello 2, Mana 2, Mellano 2, Alloa Casale 1, Amoroso 0, Burdese 0, Pampiglione 0. All. : Toselli, Dalmasso. Contro l’ostica formazione di Moncalieri, dopo un inizio contratto, gli Alligatori prendono il comando delle operazioni e chiudono 13-9 alla prima sirena. Moncalieri arriva però al

NORDIC WALKING

giro di boa avanti di 7. Nella ripresa i Gators rimontano lo scarto e si giunge agli ultimi dieci minuti con le due squadre appaiate (34-32 per gli ospiti). Nel quarto decisivo i canestri sono sporadici. Gli Alligatori avrebbero occasione per il sorpasso, ma manca il guizzo vincente e gli avversari ne approfittano per rimpinguare il gap: l’incontro si conclude con la vittoria di Moncalieri per 4537. Prossimo incontro mercoledì 8 febbraio al PalaFerrua nel derby con l’A.B. Savigliano (ore 18).

Tallone 14, Giuliano 12, Sorace 7, Durando 7, Berteina 4, Nikolli 4, Fontana 1, Balsamo, Martinez. All.: Testa.

UNDER 15 REG.

UNDER 14 ELITE

SAVIGLIANO A 80 SAVIGLIANO B 54 (17-14; 17-18; 26-11; 20-11)

SAVIGLIANO 88 MONCALIERI 82 (18-15; 16-28; 22-18; 20-15)

Savigliano A: Borsa 31,

Givo Serramenti Savi-

I ragazzi di coach Testa partono male ma poi recuperano e riescono a vincere già il primo parziale. Borsa, al rientro, serve una grande prova e aiuta moltissimo la squadra. Durante i momenti in cui la partita è stata più semplice, tutti i giocatori si sono messi in mostra. Prossimo turno sabato 11 febbraio a Torino contro il Kolbe.

gliano: Quercio 22; Bacci 20; Zorgniotti 15; Frangaj 10; Brero 7; Ferrero 6; Giordano 2;Testera 0; Bertolini 0; Ghiazza 0. All: Fiorito A. Il risultato non spiega quella che è stata la partita: i saviglianesi hanno giocato in modo super perdendo ai tempi supplementari quando a 9'' dalla fine erano in vantaggio di 2 punti. Grande orgoglio dello staff nel vedere la squadra lottare dall'inizio alla fine e per lunghi tratti dominare. Prossima partita domenica 12 febbraio contro Don Bosco Crocetta (ore 15). UNDER 13 ELITE GRANDA BASKET 52 SAVIGLIANO 36

(17-6; 13-8; 13-9; 9-13) Savigliano: Testera 8; Barberis 7; Bravo 6; Barbero 4; Cugno 4; Mondino P 4; Mondino G 2; Travaglio 1; Vasserot 1; Giraudo 0; Marchetti 0; Toscano 0. All.: Fiorito A. A Cuneo, nell'ultima partita del campionato Elite, i saviglianesi sono apparsi spenti e senza grinta e gli avversari ne hanno approfittato per dominare fin dal primo quarto, conseguendo una facile vittoria. Terminato così il campionato, inizia il girone ad 8 squadre tra le ultime classificate dei 4 gironi, nella speranza che il Savigliano riesca a trovare "la voglia di vincere" necessaria per disputare questo tipo di sport.

Pieno successo per il primo appuntamento annuale dell’Asd Monviso

Con Luca Speciani un clamoroso “sold-out” Nel pomeriggio di domenica 29 gennaio presso l’antico Refettorio francescano del Museo Civico “Antonino Olmo”di Savigliano si è svolta l’attesa conferenza del dott. Luca Speciani, noto medico alimentarista, dal titolo: “Camminare, dimagrire, stare bene con Dieta GIFT: dalle calorie ai segnali”. Nonostante la neve caduta in abbondanza, si è registrata una elevata partecipazione (oltre cento presenze), a riprova del forte richiamo sollevato dalle concezioni proposte da Speciani e dai suoi più vicini collaboratori. La conferenza è stata presentata e Un momento dell’incontro con il medico Luca Speciani moderata da Paolo Fissore, master trainer della Scuola Italiana Nordic Walking nutrizionale, avvalorata da molti esempi e pro(SINW) e coordinatore della locale Scuola ve scientifiche. Con un linguaggio immediato Monviso che ha coinvolto gli amici Fabrizio ed uno stile interattivo, il medico ha presenMagnaldi e Paola Napoli, colonne portanti del- tato i cardini della dieta GIFT (Gradualità, Inl’asd InMairaOutdoor di Cuneo che hanno in- dividualità, Flessibilità, Tono) da lui ideata, evivitato il pubblico presente ad Acceglio il pros- denziando quanto essa rappresenti una prosimo 30 giugno e 1 luglio per il “Festival del- posta valida per chi intende mantenere o recul’Outdoor”. perare uno stile di vita sano, attivo o più speLa relazione di Luca Speciani ha toccato tutti cificatamente sportivo. Il modello alimentare i punti salienti della sua originale impostazione GIFT supera totalmente il regime dietetico ba-

PRIMA DIVISIONE GRANDA CUNEO 2 VBC SAVIGLIANO 3 (16-25; 25-22; 25-18; 18-25; 15-17) Vbc Savigliano: Alasia, Boglione, Bosio, Fiorito, Merlo, Rabbia, Bodrero, Allasia, Galletto, Omento, Garrone, Miraglio. All.: Casale P., Miraglio G. Vittoria sul fil di lana in una partita che sulla carta prometteva

una facile vittoria. Dopo aver dominato il primo set le saviglianesi si complicano la vita con troppi errori. Il tie-break è deciso da un ace "sporco" di Stefy. Prossimo incontro sabato 10 febbraio in casa contro il Racconigi terzo in classifica. UNDER 16 RACCONIGI 1 VBC SAVIGLIANO 3 (11-25; 22-25; 25-23; 22-25) Vbc Savigliano: Allasia, Alasia, Boglione, Francesconi, Genovese A., Genovese M., Garrine, Bosio, Brero, Racca, Borello, Quaglia, Baudracco. All.: Casale P., Miraglio G., Francesconi T.

sato unicamente sulla restrizione calorica a favore di un’alimentazione generatrice di segnali biochimici in grado di stimolare correttamente il funzionamento dell’ipotalamo (cervello) e, a cascata, tutti i principali assi metabolici del nostro organismo. Luca Speciani ha spiegato come sia possibile incrementare la massa magra e ridurre la massa grassa nutrendosi in modo normocalorico, normoproteico, senza vivere ossessionati dalle grammature, ma rispettando la qualità e le giuste proporzioni dei cibinei pasti. L’esperto ha poi dedicato un’ultima parte all’alimentazione dello sportivo, cercando di abbattere altri luoghi comuni e le errate abitudini. L’asd Monviso spera di poter ritrovare presto Luca Speciani per approfondire la materia in occasione dei percorsi di aggiornamento rivolti agli istruttori di nordic walking appartenenti alla Scuola Italiana. Gli organizzatori ringraziano per l’impegno coloro che hanno contribuito alla piena riuscita della serata: direzione e staff del Museo Civico, della Biblioteca e l’assessorato alla Cultura del Comune di Savigliano.

Bella prestazione per le ragazze dei coach Piero, Tram e Tiziano. Dopo un primo set senza storia nel quale le saviglianesi travolgono le avversarie (25-11), la partita si fa più equilibrata ma alla fine le ospiti la spuntiamo.

in questa seconda fase.

SALUZZO VBC SAVIGLIANO (25-19; 21-25; 22-25)

1 2

UNDER 14

BUSCA VBC SAVIGLIANO (5-25, 21-25, 25-23)

1 2

DRONERO 3 VBC SAVIGLIANO 1 (25-20; 24-26; 25-21; 25-16) Vbc Savigliano: Cecia, Stefy, Otta, Claudia, Cri, Emma, Lolla, Marti, Francy, Marta. All.: Sergio, Alessandro. In Valle Maira, le saviglianesi sono state sconfitte per la terza volta

UNDER 12

Assente la sola Francesca per indisposizione, la squadra ha risposto alla grande inanellando due vittorie per 2-1. Con questi 4 punti le saviglianesi perdono la leadership del girone in favore del Mondovì, ma restano ad una lunghezza dalla vetta.

31

Divisione Nazionale C – Girone A Risultati della 20ª giornata Sarzana-Cogein Savigliano 69-65; Crocetta Torino-Biella 81-59; Sestri Levante-Mortara 80-88; Trecate-Cantù 83-72; Pavia-Novara 73-89; Derthona-Domodossola 84-57; Rho-Loano in programma il 23/2; Follo-Alessandria in programma l’8/2. Classifica Derthona 38; Novara 30; Pavia e Cantù 28; Mortara 26; Sarzana 24; Cogein Savigliano e Domodossola 20; Alessandria* 16; Follo*, Biella, Sestri e Rho* 14; Crocetta Torino 12; Trecate 10; Loano* 8. (*) una partita in meno. Prossimo turno (sabato 11 / domenica 12 febbraio) Loano-Sarzana; Biella-Rho; Cantù-Sestri Levante; Mortara-Follo; Cogein Savigliano-Trecate; Domodossola-Pavia; Novara-Derthona; Alessandria-Crocetta Torino.

Basket CSI GS MONVISO BRA 38 SAVIGLIANO 65 Savigliano: Bono 16, D'Orsi 12, Gastaldi 11, Asselle 10, Poccardi 6, Ambrosino 5, Bacci 3, Andreis 2, Faletti. All.: Filippo Franco. SAVIGLIANO 87 AUX. SALUZZO 30 Savigliano: D'Orsi 19, Bacci 18, Asselle 14, Bono 14, Poccardi 11, Gastaldi 6, Ambrogi 5. All.: Filippo Franco. Doppio turno di campionato la settimana scorsa per l'ASD Basket Savigliano Pizzeria Bucefalo. Fortunatamente due incontri a senso unico contro formazioni modeste in un periodo in cui coach Franco è costretto a fare a meno di vari giocatori a causa di infortuni. Due partite in cui, senza troppo sudare, i saviglianesi sono riusciti a imporsi grazie a una buona difesa ed a maggiori qualità tecniche e fisiche, su avversari diversi tra loro. Nel primo incontro, contro i ve-

Andrea Mike Bono terani di Bra, con Faletti infortunatosi nel riscaldamento, gli otto giocatori rimasti disponibili hanno gestito con tranquillità il match, trascinati da Bono, in grande forma fisica. Il veterano di Savigliano, Bacci, ha invece dato lezioni di pallacanestro ai giovani saluzzesi, ancora acerbi e inesperti, con una prestazione maiuscola fatta di difesa forte, rapide ripartenze e precisione al tiro. Ottime in entrambi i confronti anche le prestazioni offensive di Asselle, che sfrutta al meglio il maggior minutaggio concessogli. Ora l'ASD Basket Savigliano si prepara alla trasferta a Caraglio, decisiva per guadagnare il fattore campo nei playoff.

Basket – Campionato di serie D Le partite del campionato di serie D, girone A, Gators Cavallermaggiore-Sagrantino Rivoli e Pinerolo-Savigliano sono state rinviate per le avverse condizioni atmosferiche.

ATLETICA INDOOR Sabena bene a Torino

Un salto da campione

Nicholas Sabena nel salto in lungo in un’immagine di reperorio Sabato pomeriggio Cristina Martini e Nicholas Sabena hanno preso parte ai Campionati Regionali Indoor di salto in lungo organizzati nel rettilineo coperto dello stadio Primo Nebiolo di Torino. Cristina, un po’ scarica a livello di adrenalina dopo il successo ottenuto la scorsa settimana ai nazionali di Ancona, non è riuscita ad andare oltre la misura di 5,16 m che le è valsa la 4ª posizione assoluta. Nicholas, invece, sebbene non sia riuscito a preparare la gara per impraticabilità della pista di allenamento, ha saltato un buon 6.48 m arrivando 5° nella classifica assoluta (2° allievo) e confermando ampiamente il minimo di partecipazione ai prossimi italiani indoor di metà febbraio ad Ancona.

CAI Savigliano ALPINISMO GIOVANILE: GITA RINVIATA Causa maltempo, l’uscita di Alpinismo Giovanile, prevista per domenica 5 febbraio, è stata rinviata al 12 febbraio, sempre che il meteo e le condizioni dell’innevamento siano favorevoli. Per informazioni, rivolgersi in sede (tel. 0172.33472) in orario di apertura (giovedì, dalle 18 alle 19.30, venerdì dalle 21 alle 23).


32

sport

mercoledì 8 febbraio 2012

Calcio congelato Nel fine settimana del 4 e 5 febbraio era in programma la ripresa dei campionati di calcio dilettantistici di Eccellenza, Promozione, Prima categoria, Terza categoria e Juniores. Il lungo periodo di inattività deciso dalla Federazione, però, potrebbe ancora allungarsi perché dopo la neve ora è il ghiaccio il nemico più pericoloso che sta rendendo impraticabili i campi del Piemonte. Quindi tutte le gare che dovevano disputarsi il 4 e il 5 slittano all’11 e al 12 se non addirittura al 18 e 19 febbraio.

CALCIO A 5 ACSI Torneo giovanile

“Città di Savigliano” Nonostante il clima siberiano, sono stati regolarmente disputati tutti i recuperi di sabato a Monasterolo e tutte le partite in programma domenica scorsa nel palazzetto di via Giolitti, valide per il 4° Trofeo Città di Savigliano di calcio a 5, “Memorial Beppe Berardo”, organizzato dalla Lega Calcio di Cuneo dell’ACSI con il patrocinio del Comune di Savigliano. Risultati dei recuperi di sabato: per i Pulcini 2003 Busca CalcioGenola 7-8; per i Minipulcini 2004-2005 Villafalletto-Martinianese 50; per gli Esordienti 2000 Olmo Juve Academy-Martinianese 13-1, Valvaraita-Fossanese 2009 6-2 e Villafalletto-Auxilium Cuneo 0-9; per gli Esordienti 1999 Futsal Savigliano-Genola 1-12 e CaramagnaCaraglio 2-2; per i Pulcini 2002 Martinianese-Pedona 0-10 e Valvaraita-Scarnafigi 7-3. Risultati delle partite di domenica: per i Pulcini 2003 Genola-Saviglianese 5-2 e Fossanese 2009-Busca Calcio 1-2; per i Pulcini 2002 Valvaraita-Azzurra 2-1 e Scarnafigi-Pedona 1-11; per i Mini-pulcini 2004-2005 Scarnafigi-Villafalletto 1-9; per gli Esordienti 2000 CaraglioVillafalletto 8-0, Martinianese-Genola 1-16 e Fossanese 2009-Auxilium Saluzzo 2-10; per gli Esordienti 1999 Caramagna-Revello 3-4 e Caraglio-Genola 1-16. Il triangolare categoria Pulcini 2001 ha invece dato i seguenti risultati:Valvaraita-Futsal Savigliano 3-0; Futsal SaviglianoGenola 0-3; Genola-Valvaraita 1-2. Gli incontri dei gironi di qualificazione si concluderanno nella mattinata di domenica 12 febbraio, sempre nel Palasport di Savigliano. Nel pomeriggio inizieranno le semifinali. Alcune griglie del secondo turno sono intanto già complete. Per i Pulcini 2003 semifinali Genola-Fossanese e Saviglianese-Busca. Per la categoria Esordienti 2000 si incontreranno nei quarti Auxilium Cuneo-Fossanese, Genola-Villafalletto, Valvaraita-Caraglio e Olmo Juve Academy-Auxilium Saluzzo. Infine, per la categoria pulcini 2001 la finale di domenica 26 febbraio vedrà per protagonisti Valvaraita e Genola.

CALCIO Al posto di Martini il trio Zavattero-Curti-Brisciano

Maghi: restyling in atto Ennesimo ribaltone sulla panchina della Saviglianese. Mauro Martini, visti gli scarsi risultati ottenuti ed il poco appeal nei confronti della stragrande maggioranza dei giocatori, decide di farsi da parte. A succedergli alla guida tecnica rossoblù sarà addirittura una triade composta dallo stesso patron Brisciano, dal neo-patentato “Dada” Zavattero e da Gian Curti che, essendo già impegnato con i giovanissimi (che giocano anche di domenica) curerà in particolar modo la preparazione

Il saviglianese lascia il Torino

Matteo Fissore al Genoa È di questi giorni la notizia del passaggio dal Torino al Genoa del difensore saviglianese-doc Matteo Fissore (classe ’96). Dopo le convocazioni in azzurro la passata stagione per gli stage del selezionatore Francesco Rocca, per Fissore è arrivata la tanto attesa chiamata da una compagine di serie A. Matteo farà parte del gruppo degli Allievi nazionali. Il fiorente settore giovanile rossoblù della compagine ligure è ormai uno dei più competitivi ed organizzati d’Italia e cerca di valorizzare appieno i giovani.

Matteo Fissore va al Genoa

Savigliano Sub GIORNATE SEMINARIALI ALL’ARIMONDI-EULA Venerdì 3 febbraio, in concomitanza con le giornate seminariali, alcuni istruttori federali del circolo Savigliano Sub hanno tenuto quattro lezioni inerenti la biologia marina e l’uso dell’attrezzatura subacquea presso il liceo Arimondi-Eula di Savigliano. Circa 50 studenti delle diverse classi hanno preso parte alle lezioni con curiosità ed interesse. Sabato mattina 4 Febbraio alle ore 8, sfidando una temperatura esterna di -15°C, presso la piscina comunale per gli stessi studenti che lo desideravano è stato possibile partecipare ad una prova pratica di immersione con bombole, che è stata coordinata e supervisionata dagli istruttori del circolo sub saviglianese. Grandissimo l’entusiasmo dei ragazzi, ma ancora maggiore la soddisfazione degli istruttori nel vedere i giovani così emozionati per il loro primo... respiro sott'acqua.

Il Consiglio direttivo del Circolo Savigliano Sub

Il neo-allenatore “Dada” Zavattero

due-tre rinforzi. Intanto anche la neve sta dando una mano alla squadra. Con il prolungamento della sosta i rossoblù avranno un po’ più di tempo per riassestarsi, per mettere assieme i cocci, inserire i nuovi acquisti e farsi trovare pronti alla ripresa del campionato. Per domenica 12 febbraio verrà riproposto il match con il Corneliano ma con ogni probabilità, causa neve e ghiaccio, l’incontro verrà nuovamente posticipato. Nima

CALCIOMERCATO I volti nuovi sono un attaccante, un portiere ed un difensore

Ora il Cuneo è ancora più forte Nulla di eccezionale, non ve n’era bisogno. Del resto il Cuneo dispone già di un collettivo attrezzato e nutrito e, quindi, il mercato non ha portato rivoluzioni in casa biancorossa, ma solo alcuni specifici interventi laddove si avvertiva la necessità di puntellare una “rosa” già ampiamente competitiva. Il direttore generale Massimo Bava (che voci sempre più insistenti danno vicino al trasferimento al Torino nelle vesti di responsabile del settore giovanile) ha badato al sodo, acquistando insieme ad un portiere e ad un difensore, un cen-

CALCIO CALCIO

atletica e l’aspetto psicologico, e cercherà di incutere nei giocatori quell’autostima che è venuta finora a mancare. «Non potevamo dire di no alla chiamata del presidente –affermano “Dada” e Gian –. Per noi è un onore guidare la Saviglianese. Siamo nell’ambiente e conosciamo bene i giocatori. I margini per una miracolosa salvezza ci sono ancora e noi ci crediamo e ce la metteremo tutta». Sul fronte arrivi il d.g. Michele Di Mauro si sta attivando per portare in rossoblù almeno

travanti di razza, del calibro di Carlo Emanuele Ferrario (’86). Un attaccante che risponde appieno all’identikit del bomber e, al contempo, in grado di ricoprire sia il ruolo di prima punta così come quello di seconda, consentendogli di conseguenza di giocare a fianco di Fantini e di Varricchio. E lui, il gioiello di un calciomercato oculato e ragionato, dopo un anno e mezzo al Monza in Prima divisione, con all’attivo 11 goal in 31 presenze, ricomincia da quella Seconda categoria nella quale aveva debuttato, appena maggioren-

ne, con la maglia del Lecco, dopo aver imparato a giocare e segnare nelle giovanili del Milan. Cambio di guardia in porta. Cristian Pascarella passa in prestito al Lumezzane (Prima divisione), società da cui il Cuneo ha prelevato a titolo temporaneo Francesco Rossi (’91) di proprietà dell’Atalanta. Il terzo acquisto è quello del difensore Marco Arcari (’92) proveniente dalla Cremonese. Il terzino, in comproprietà tra Cremonese ed Atalanta, arriva a Cuneo in prestito.

Carlo Emanuele Ferrario

La formazione dei Giovanissimi ‘97 regionali della Saviglianese ai raggi X

I Maghetti all’inseguimento della capolista La super-Saviglianese del tecnico Pier Luigi Dalmasso, dopo le prime sei giornate di campionato regionale, si candida come una delle protagoniste del girone D. Il cammino è lungo e le gare da giocare ancora tante, ma i maghetti hanno dimostrato il loro valore contro le compagini più blasonate e sanno di poter competere contro tutti. La classifica vede l’Atletico Gabetto a punteggio pieno, il gruppetto formato da Saviglianese, Derthona,Vianney segue con 11 punti e l’Astisport a 10. Dopo i consecutivi pareggi con Vianney (4-4) e Derthona (2-2) i ragazzi di mister Dalmasso non hanno più sbagliato e sono arrivate le vittorie con Don Bosco Nichelino, Astisport

PESCA

e Fortitudo, salvo la battuta d’arresto per 2-3 contro l’inarrestabile capolista. «Ad essere sincero – commenta il tecnico rossoblù – il Derthona mi ha impressionato decisamente di più della prima della classe. Credo che gli alessandrini siano i favoriti per la vittoria finale. Comunque le posizioni in alto si giocheranno tra queste due squadre, il Vianney ed i miei ragazzi, che finora sono andati sicuramente oltre le aspettative». Secondo Dalmasso la sua Saviglianese non è stata attrezzata per vincere il campionato, ma i risultati esaltanti impongono ai ragazzi e all’ambiente di crederci fino alla fine. Trascinata dai goal di Massimo Martino (7 re-

Approvato il Bilancio societario

All’assemblea annuale Giovedì 2 febbraio, nei locali della Società Bocciofila Saviglianese, gentilmente concessi, si è svolta l’annuale assemblea generale della Società Pescatori Sportivi Saviglianesi. I circa 40 soci presenti hanno approvato il bilancio di chiusura 2010-2011 e quello di previsione 2012-2013. «Il programma di gestione 2012 – spiega il presidente Alessandro Pelazza – comincerà con l’immissione pre-apertura di un quantitativo di materiale adulto e proseguirà nel mese di marzo con la semina degli avannotti fario nelle acque comunali». Sono previsti a scalare quattro raduni sociali, di cui il primo gratutito o semi-gratuito. Il presidente Pelazza ricorda che i pescatori con più di 65 anni ed i giovani con meno di 15 non sono tenuti a pagare la licenza di pesca e che la misura per la trota iridea è tornata a 20 cm, mentre

per il barbo comune è stata portata a 25. Il tesseramento 2012 è aperto presso tutti i membri del direttivo e presso i negozi Giraudo Pesca di via Nicolosino, Armeria Meazza di via Macra, Tutto Pesca di via Mazzini e la “Crota” di Barale Roberto di via Sant’Andrea alla quota di 10 euro. «È inutile sottolineare che solo con un tesseramento costante e numeroso, vista anche l’irrisorietà della cifra richiesta, il Direttivo sarà in grado di fronteggiare nel miglior modo possibile tutte le nuove problematiche che si presenteranno durante l’anno e che spesso non possono essere superate solo con la buona volontà da parte di tutti – conclude il presidente –. Attendendo le adesioni, che ci auguriamo numerose, colgo l’occasione per salutare cordialmente tutti i pescatori che hanno avuto la bontà di accordarci fin qui la loro fiducia, che ci auguriamo sarà ancora accordata in futuro».

CALCIO A 5

ti in 6 incontri) la squadra ha dimostrato di saper competere ai piani alti grazie ad un gruppo non troppo numeroso (solo 16 gli effettivi) ma ben assortito e composto da ragazzi dello stesso livello. Se c’è qualcosa che può migliorare, è il reparto difensivo, come ammette l’allenatore:«Facciamo tanti goal ma ne subiamo altrettanti: 20 all’attivo e 14 al passivo. Ecco perché sto cercando di perfezionare qualche meccanismo difensivo, anche se il vero problema è la mancanza di fisicità nel reparto». Per cercare di ovviare al problema sono pronti ad unirsi al gruppo, in caso di necessità, i difensori classe ’98 Oberto e Berardo.

Amichevole per il Time Warp

In campo contro il freddo

Mister Alessandro Pontarolo A causa delle avverse condizioni climatiche, la Figc ha sospeso i campionati di calcio a cinque anche per questa settimana. Per non restare fermi, il direttore sportivo del Time Warp, Massimo Manna, ha allora accettato la proposta di patron del Gem Busca, Rocca, di incontrarsi lunedì sera, nella palestra dei Salesiani di Fossano, per un’amichevole.

Il Time Warp ha disputato un’ottima prova contro la squadra ospitante, che milita nel campionato di categoria superiore, la C2 Figc. I galletti monasterolesi, nonostante la sospensione del campionato e di alcuni allenamenti, hanno giocato bene, vincendo addirittura con un goal di scarto. La partita è stata affrontata con i giusti toni e l’agonismo si è visto da ambo le squadre. La vittoria ha fatto bene ai galletti, anche se non era il risultato la cosa più importante. La rosa di mister Pontarolo ha dimostrato più volte di saper affrontare ogni situazione con il giusto carattere e la giusta voglia di giocare. I complimenti vanno anche al Gem Busca, che ha dimostrato di avere i numeri nelle gambe, e futuro, vista la rosa dei giovanissimi giocatori. La società di Monasterolo di Savigliano coglie l’occasione per comunicare ai propri tifosi che da qualche giorno il sito internet www.asdtimewarp.it è in fase di ripristino.


programmi tv

mercoledì 8 febbraio 2012

33

Striscia la notizia (Canale 5 - 20.30)

Sirene (Rai 3 - 23.10)

Attenti a quei due (Rai 1 - 21.10)

Italia’s got talent (Canale 5 - 21.10)

Il generale dei briganti (Rai 1 - 21.30)

Cose dell’altro Geo (Rai 3 - 15.55)

Festival di Sanremo (Rai 1 - 20.30)

Michelle Hunziker (foto), per l’ottava volta consecutiva dietro il bancone del Tg satirico insieme ad Ezio Greggio, ha una figlia di 15 anni, Aurora, nata dalla sua unione con Eros Ramazzotti.

Margherita Granbassi (foto), la cui passione per il fioretto è nata nei Carabinieri, conduce un nuovo programma dedicato a chi difende la nostra sicurezza. Si parte dal blitz del Regg. S. Marco.

Prosegue il programma condotto da Paola Perego (foto), con Biagio Izzo, i sedici ballerini e l’orchestra diretta dal maestro Palatresi. Il programma si è difeso bene contro il team di “Zelig”.

In attesa del nuovo vincitore del programma condotto da Belen Rodriguez e Simone Annicchiarico (foto), ricordiamo che le prime due edizioni sono state vinte da C. Masola e F. Vendramin.

È il 1864 ed il deputato Mariano Aiello ha messo una taglia sulla testa del più temuto brigante, Carmine Crocco (Daniele Liotti, foto). Ma tutto ha origine anni addietro, quando...

Massimiliano Ossini (foto), con i suoi ospiti, ci spiega cos’é il reiki e quanto può fare bene al nostro spirito. Continua poi Sveva Sagramola che ci parla dei piatti del Carnevale.

Gianni Morandi, annunciato sul palco dell’Ariston da Luca e Paolo, presenta i 14 “Artisti”. Con lui anche l’attore Rocco Papaleo e la top model Ivana Mrazova. Ospite: Adriano Celentano (fo-

MERCOLEDÌ 8

GIOVEDÌ 9

VENERDÌ 10

SABATO 11

DOMENICA 12

LUNEDÌ 13

MARTEDÌ 14

06.45 11.00 11.05 12.00 13.30 14.10 15.15 17.00 18.50 20.00 20.30 23.10

Unomattina (contenitore) Tg (notiziario) Occhio alla spesa (rubrica) La prova del cuoco (rubrica) Tg/Tg 1 Economia/Focus Verdetto finale (talk show) La vita in diretta (contenitore) Tg 1 /Che tempo che fa L’eredità (game show) Telegiornale (notiziario) Milan-Juventus (calcio) Porta a porta (talk show)

06.45 11.00 11.05 12.00 13.30 14.10 15.15 17.00 18.50 20.00 20.30 23.10

Unomattina (contenitore) Tg (notiziario) Occhio alla spesa (rubrica) La prova del cuoco (rubrica) Tg/Tg 1 Economia/Focus Verdetto finale (talk show) La vita in diretta (contenitore) Tg 1/Che tempo che fa L’eredità (game show) Telegiornale (notiziario) Siena-Napoli (calcio) Porta a porta (talk show)

12.00 13.30 14.10 15.15 17.00 18.50 20.00 20.30 20.35 21.10

La prova del cuoco (rubrica) Tg/Tg 1 Economia/Focus Verdetto finale (talk show) La vita in diretta (contenitore) Tg 1/Che tempo che fa L’eredità (game show) Telegiornale (notiziario) Qui Radio Londra Soliti ignoti (game show) Attenti a quei due La sfida (show) 23.25 Tv 7 (rubrica)

11.10 12.00 13.30 14.00 17.00 17.15 17.45 18.50 20.00 20.35 21.10 00.30

Unomattina storie vere La prova del cuoco Telegiornale (notiziario) Le amiche del sabato (t.s.) Tg 1 / Che tempo che fa A sua immagine (rubrica) Passaggio a Nord-Ovest L’eredità (game show) Tg/Tg Sport Soliti ignoti (game show) Ballando con le stelle (show) Di che talento sei? (show)

10.55 12.00 12.20 13.30 14.00 16.30 16.35 18.50 20.00 20.40 21.30 23.30

Santa Messa (Bari) Recita dell’Angelus (Roma) Linea verde Tg / Tg1 Focus Domenica In - L’arena Tg1 (notiziario) Domenica In / Così è la vita L’eredità (game show) Tg/Tg Sport Soliti ignoti (game show) Il generale dei briganti (m.s.) Speciale Tg1

11.00 11.05 12.00 13.30 14.10 15.15 18.50 20.00 20.30 20.35 21.10 23.20

Tg 1 (notiziario) Occhio alla spesa (rubrica) La prova del cuoco (rubrica) Tg / Tg1 Economia/Focus Verdetto finale (t.s.) La vita in diretta (contenitore) L’eredità (game show) Telegiornale (notiziario) Qui Radio Londra Soliti ignoti (game show) Il generale dei briganti (m.s.) Porta a porta (talk show)

06.45 11.00 11.05 12.00 13.30 14.10 15.15 18.50 20.00 20.30 00.40

11.00 13.00 14.00 16.10 16.55 17.45 18.45 19.35 20.30 21.05 23.20 23.35

I fatti vostri (contenitore) Tg/Costume/Medicina 33 Italia sul Due (rubrica) Ghost whisperer (telefilm) Hawaii Five-0 (telefilm) Tg 2 Lis/Meteo/Sport/Tg 2 Numb3rs (telefilm) L’isola dei famosi (reality) Tg 2 (notiziario) Desperate housewives (t.) Tg 2 (notiziario) Rai 150 anni

11.00 13.00 14.00 16.10 16.55 17.45 18.45 19.35 20.30 21.05 00.10 00.25

I fatti vostri (contenitore) Tg/Costume/Medicina 33 Italia sul Due (rubrica) Ghost whisperer (telefilm) Hawaii Five-0 (telefilm) Tg 2 Lis/Meteo/Sport/Tg 2 Numb3rs (telefilm) L’isola dei famosi (reality) Tg 2 (notiziario) L’isola dei famosi 9 (reality) Tg 2 (notiziario) Rai 150 anni

11.00 13.00 14.00 16.10 16.55 17.45 18.45 19.35 20.30 21.05 23.25 23.40

I fatti vostri (contenitore) Tg/Costume/Eat parade Italia sul Due (rubrica) Ghost whisperer (telefilm) Hawaii Five-0 (telefilm) Tg 2 Lis/Meteo/Sport/Tg 2 Numb3rs (telefilm) L’isola dei famosi (reality) Tg 2 (notiziario) Senza traccia (telefilm) Tg 2 (notiziario) L’ultima parola (talk show)

13.00 13.25 14.00 15.35

Tg 2 giorno (notiziario) Dribbling London live 2.0 (show) Jane Doe: la dichiarazione d’indipendenza (film) Sereno variabile (rubrica) Tg 2 Lis/Meteo Sea Patrol (telefilm) L’isola dei famosi (reality) Tg 2 (notiziario) Castle (telefilm) The good wife (telefilm)

10.50 11.30 13.00 13.45 15.40 17.05 18.00 19.35 20.30 21.00 21.45 22.35

A come avventura (rub.) Mezzogiorno in famiglia Tg 2 giorno/Motori/Meteo Quelli che aspettano (t.s.) Quelli che il calcio (t.s.) Tg 2 Lis/Meteo/Sport 90° minuto Lasko (telefilm) Tg 2 (notiziario) N.C.I.S. (telefilm) Charlie’s Angels (telefilm) La domenica sportiva

11.00 13.00 14.00 16.10 16.55 17.45 18.45 19.35 20.30 21.05 00.10 00.25

I fatti vostri (contenitore) Tg/Costume/Medicina 33 Italia sul 2 (rubrica) Ghost whisperer (telefilm) Hawaii Five-0 (telefilm) Tg 2 Lis/Meteo/Sport/Tg 2 Numb3rs (telefilm) L’isola dei famosi (reality) Tg 2 (notiziario) L’isola dei famosi (reality) Tg 2 (notiziario) Rai 150 anni

11.00 13.00 14.00 16.10 16.55 17.45 18.45 19.35 20.30 21.05

12.45 13.10 14.00 15.05 15.55 17.40 19.00 20.00 20.15 20.35 21.05 23.15

Le storie - Diario italiano La strada per la felicità Tg Regione/Tg 3/Meteo Lassie (telefilm) Cose dell’altro Geo (rubr.) Geo&Geo (documentario) Tg 3/Tg Regione/Meteo Blob (magazine) Stanlio e Ollio Un posto al sole (soap) Chi l’ha visto? (inchieste) Glob spread

12.45 13.10 14.00 15.05 15.55 17.40 19.00 20.00 20.15 20.35 21.05 23.10

Le storie - Diario italiano La strada per la felicità Tg Regione/Tg 3/Meteo Lassie (telefilm) Cose dell’altro Geo (rubr.) Geo&Geo (documentario) Tg 3/Tg Regione/Meteo Blob (magazine) Stanlio e Ollio Un posto al sole (soap) Shall we dance? (film) Sirene (rubrica)

12.45 13.10 14.00 15.05 15.55 17.40 19.00 20.00 20.15 20.35 21.05 23.10

Le storie - Diario italiano La strada per la felicità Tg Regione/Meteo/Tg 3 Lassie (telefilm) Cose dell’altro Geo (rubr.) Geo&Geo (documentario) Tg 3/Tg Regione/Meteo Blob (magazine) Stanlio e Ollio Un posto al sole (soap) Nine (film) Sette storie istriane (doc.)

12.25 12.55 14.00 14.55 16.45 18.10 19.00 20.00 20.10 21.30

Tgr il settimanale (rub.) Tgr Ambiente Italia (rub.) Tg Regione/Tg 3/Meteo Tv talk Un caso per due (telefilm) 90° minuto - serie B Tg 3/Tg Regione/Meteo Blob (magazine) Che tempo che fa (talk s.) Nanuk - Prove d’avventura (documentari) 23.35 Tg 3/Tg Regione

12.25 12.55 13.25 14.00 14.30 15.05 17.55 19.00 20.00 20.10 21.30 23.35

Telecamere salute (rub.) Prima della 1ª (Rossini) Il capitale di P. Daverio Tg Regione/Meteo/Tg 3 In 1/2 h Alle falde del Kilimangiaro Per un pugno di libri Tg 3/Tg Regione/Meteo Blob (magazine) Che tempo che fa (t.s.) Presa diretta (inchieste) Tg 3/Tg regione

12.45 13.10 14.00 15.05 15.55 17.40 19.00 20.00 20.15 20.35 21.05 22.40

Le storie - Diario italiano La strada per la felicità Tg Regione/Meteo/Tg 3 Lassie (telefilm) Cose dell’altro Geo (rubr.) Geo&Geo (documentario) Tg 3/Tg Regione/Meteo Blob (magazine) Stanlio e Ollio Un posto al sole (soap) Il mondo dei replicanti Banlieue 13 (film)

12.45 13.10 14.00 15.05 15.55 17.40 19.00 20.00 20.15 20.35 21.05 23.15

Il quarantunesimo Vai e vedi Dove la terra scotta Ladri di biciclette (rubrica) Nati stanchi Quel che resta di mio marito Shanghai surprise Stupidi - The stupids Windtalkers Vivere e morire a Los Angeles

08.15 09.00 11.45 13.20 15.15 17.05 18.50

Nel giorno del Signore Il grande attacco Stupidi - The stupids La città proibita La corsa dell’innocente Ballroom - Gara di ballo ...e poi lo chiamarono Il Magnifico 21.00 Blueberry 23.10 Scomodi omicidi 01.00 Mirror (chi vive in quello specchio?)

08.45 Quando volano le cicogne 10.15 ...e poi lo chiamarono Il Magnifico 12.20 Lady Henderson presenta 14.05 Analisi di un delitto 15.50 Red Baron 17.40 Il mio migliore amico 19.20 Luna di miele in tre 21.00 Baciati dalla sfortuna 22.45 La sposa di Chucky 00.25 Gli innocenti dalle mani sporche

Tg 4/Meteo Melaverde (rubrica) Pianeta mare (attualità) Donnavventura (attualità) Prossima fermata: Paradiso (film) Walker T.R. (telefilm) Tg 4/Meteo L’album di Tempesta d’amore (soap) Poseidon (film) Matrimoni all’italiana (film)

12.00 13.00 13.50 15.10 16.15 16.30 18.55 19.35 20.30 21.10

Detective in corsia (tel.) La signora in giallo (tel.) Il tribunale di Forum (rub.) Flikken - Coppia in giallo Sentieri (soap opera) Il Commissario Cordier Tg 4/Meteo Tempesta d’amore (soap) Walker T.R. (telefilm) La battaglia dei tre regni (film) 00.05 Seta (film)

12.00 13.00 13.50 15.10 16.15 16.30 18.55 19.35 20.30 21.10 23.15

Detective in corsia (tel.) La signora in giallo (tel.) Il tribunale di Forum (rub.) Flikken - Coppia in giallo Sentieri (soap opera) I cannoni di San Sebastian (film) Tg 4/Meteo Tempesta d’amore (soap) Walker T.R. (telefilm) Le comiche (film) Ray (film)

Romantici equivoci (film) Grande Fratello (reality) Tg 5/Meteo Grande Fratello (reality) Un avvocato per papà (film) Domenica 5 (varietà) The money drop (game s.) Tg 5/Meteo Paperissima sprint (show) Centovetrine (telefilm) Terra! (attualità)

11.00 13.00 13.40 14.10 14.45 16.15 16.55 18.45 20.00 20.30 21.10 00.15

Forum (rubrica) Tg 5/Meteo Beautiful (soap) Centovetrine (soap) Uomini e donne (t.s.) Amici (real Tv) Pomeriggio 5 (contenitore) The money drop (game s.) Tg 5/Meteo Striscia la notizia (show) Grande Fratello (reality) Mai dire Grande Fratello

11.00 13.00 13.40 14.10 14.45 16.15 16.55 18.45 20.00 20.30 21.10 00.10

Forum (rubrica) Tg 5/Meteo Beautiful (soap) Centovetrine (soap) Uomini e donne (t.s.) Amici (real Tv) Pomeriggio 5 (contenitore) The money drop (game s.) Tg 5/Meteo Striscia la notizia (show) Zodiac (film) Tg 5/Meteo I Simpson (cartoni) Dragon Ball (cartoni) Camera Café (sit com) The middle (telefilm) La vita secondo Jim (s.c.) Trasformat (game show) Tg/Meteo/Sport Tutto in famiglia (s.c.) I Simpson (cartoni) CSI (telefilm) Wild - Oltrenatura (doc.) Romanzo criminale 2 (s.t.)

17.05 18.00 18.05 18.50 20.30 21.05 21.50

Uno mattina Tg 1 (notiziario) Occhio alla spesa (rubrica) La prova del cuoco (rubrica) Tg / Tg1 Economia/Focus Verdetto finale (t.s.) La vita in diretta (contenitore) L’eredità (game show) Telegiornale (notiziario) Festival di Sanremo Tg 1 notte/Focus/ Che tempo che fa

I fatti vostri (contenitore) Tg 2/Costume/Medicina 33 Italia sul 2 (rubrica) Ghost whisperer (telefilm) Hawaii Five-0 (telefilm) Tg 2 Lis/Meteo/Sport/Tg 2 Numb3rs (telefilm) L’isola dei famosi (reality) Tg 2 (notiziario) Criminal minds: suspect behavior (telefilm) 22.40 The good wife (telefilm) Le storie - Diario italiano La strada per la felicità Tg Regione/Meteo/Tg 3 Lassie (telefilm) Cose dell’altro Geo (rubr.) Geo&Geo (documentario) Tg 3/Tg Regione/Meteo Blob (magazine) Stanlio e Ollio Un posto al sole (soap) Ballarò (talk show) 90° minuto Champions

07.40 Vittoria amara 09.30 Le grandi vacanze 11.00 Due bianchi nell’Africa nera 12.40 Cominciò tutto per caso 14.15 Pulse 15.40 A/R Andata + Ritorno 17.30 Amore e altri disastri 19.05 Ecco noi... per esempio 21.00 Will Hunting - Genio ribelle 23.10 Ladri di biciclette (rubrica) 23.45 La terra dell’abbondanza

08.45 Nemici per la pelle 10.20 Tutti a scuola 11.55 Zucker... come diventare ebreo in 7 giorni 13.30 Gli occhi del delitto 15.35 Alla scoperta di Charlie 17.10 Caterina va in città 19.00 L’emigrante 21.00 The guardian Salvataggio in mare 23.20 Premonition 01.00 Tutti i colori del buio

10.35 Giuro che ti amo 12.00 Mani di fata 13.35 The guardian Salvataggio in mare 15.55 Cash 17.40 A spasso con Daisy 19.20 Fico d’India 21.00 Porzus 23.05 Hot movie - Un film con il lubrificante 00.40 Ladri di biciclette (rubrica) 01.15 La terra dell’abbondanza

07.05 08.40 10.30 12.10 13.55 15.50 17.40 19.20

Schiava d’amore Mio padre, che eroe Noi c’eravamo Zanna Bianca Qualcosa di travolgente Un pesce di nome Wanda Fico d’India Zucker... come diventare ebreo in 7 giorni 21.00 La finestra di fronte 22.50 Dove la terra scotta 00.35 Intacto, gioca o muori

08.40 10.10 12.20 14.05 14.40 16.10

12.00 13.00 13.50 15.10 16.15 16.40 18.55 19.35 20.30 21.10

Detective in corsia (tel.) La signora in giallo (tel.) Il tribunale di Forum (rub.) Flikken - Coppia in giallo Sentieri (soap) Amore per sempre (film) Tg 4/Meteo Tempesta d’amore (soap) Walker T.R. (telefilm) ...altrimenti ci arrabbiamo! (film) 23.35 Maverick (film)

12.00 13.00 13.50 15.10 16.15 18.55 19.35 20.30 21.10 23.05 24.00

Detective in corsia (tel.) La signora in giallo (tel.) Il tribunale di Forum (rub.) Flikken - Coppia in giallo Il campione (film) Tg 4/Meteo Tempesta d’amore (soap) Walker T.R. (telefilm) Bones (telefilm) Lie to me (telefilm) The exorcism of Emily Rose (film)

09.40 10.50 11.30 12.00 13.00 13.50 15.35 18.55 19.35 20.30 21.10 23.55

R.I.S. Roma 2 (s.t.) Benessere Tg 4/Meteo Detective in corsia (tel.) La signora in giallo (tel.) Il tribunale di Forum (rub.) Gli invincibili (film) Tg 4/Meteo Tempesta d’amore (soap) Walker T.R. (telefilm) Quarto grado (inchieste) Lantana (film)

11.30 12.00 13.00 13.50 15.05 16.55 18.00 18.55 19.35 21.15 23.45

Tg 4/Meteo Detective in corsia (tel.) La signora in giallo (tel.) Forum (rubrica) Perry Mason (serie tv) Monk (telefilm) Pianeta mare (rubrica) Tg 4/Meteo Tempesta d’amore (soap) Il cliente (film) Landspeed - Massima velocità (film)

11.30 12.00 13.20 14.00 15.05

13.00 13.40 14.10 14.45 16.15 16.55 18.45 20.00 20.30 21.10

Tg 5/Meteo Beautiful (soap) Centovetrine (soap) Uomini e donne (talk s.) Amici (real tv) Pomeriggio cinque (cont.) The money drop (game s.) Tg 5/Meteo Striscia la notizia (show) Appuntamento con l’amore (film) 23.40 Matrix

11.00 13.00 13.40 14.10 14.45 16.15 16.55 18.45 20.00 20.30 21.10 23.35

Forum (rubrica) Tg 5/Meteo Beautiful (soap) Centovetrine (soap) Uomini e donne (talk s.) Amici (real tv) Pomeriggio cinque (cont.) The money drop (game s.) Tg 5/Meteo Striscia la notizia (show) È complicato (film) Vizi di famiglia (film)

11.00 13.00 13.40 14.10 14.45 16.15 16.55 18.45 20.00 20.30 21.10 23.30

Forum (rubrica) Tg 5/Meteo Beautiful (soap) Centovetrine (soap) Uomini e donne (talk s.) Amici (real tv) Pomeriggio cinque (cont.) The money drop (game s.) Tg 5/Meteo Striscia la notizia (show) Zelig (show) Ti odio, ti lascio, ti... (film)

08.50 09.45 10.45 13.00 13.40 14.10 15.30 18.50 20.00 20.30 21.10 00.30

Loggione (musica) Finalmente arriva Kalle (t.) Partnerperfetto.com (film) Tg 5/Meteo Grande Fratello (reality) Amici (real tv) Verissimo (rubrica) The money drop (game s.) Tg 5/Meteo Striscia la notizia (show) Italia’s got talent (t.s.) Mai dire Grande Fratello

10.30 12.45 13.00 13.40 14.00

15.30 16.20 16.45 17.45 18.30 19.20 19.50 20.20 21.10

Camera Café (sit com) The middle (telefilm) La vita secondo Jim (s.c.) Trasformat (game show) Tg/Meteo/Sport Provaci ancora Gary (s.c.) I Simpson (cartoni) CSI (telefilm) La fabbrica di cioccolato (film) 23.20 I fratelli Grimm e l’incantevole strega (film)

13.40 14.35 15.30 16.20 16.45 17.45 18.30 19.20 19.50 20.20 21.10 24.00

I Simpson (cartoni) Dragon Ball (cartoni) Camera Café (sit com) The middle (telefilm) La vita secondo Jim (s.c.) Trasformat (game show) Tg/Meteo/Sport Provaci ancora Gary (s.c.) I Simpson (cartoni) CSI (telefilm) Le Iene show Nikita (telefilm)

13.40 14.35 15.30 16.20 16.45 17.45 18.30 19.20 19.50 20.20 21.10 23.00

I Simpson (cartoni) Dragon Ball (cartoni) Camera Café (sit com) The middle (telefilm) La vita secondo Jim (s.c.) Trasformat (game show) Tg/Meteo/Sport Provaci ancora Gary (s.c.) I Simpson (cartoni) CSI (telefilm) True justice (film) Nikita (telefilm)

12.20 12.25 13.40 14.35 16.30 18.30 19.00 19.25 21.10 22.55 00.40

Maledetti scarafaggi Tg/Sport I Simpson (cartoni) Samurai Girl (miniserie) Un principe tutto mio 2 Un matrimonio da favola Tg Bugs Bunny (cartoni) Space jam (film) Planet 51 (film) Robots (film) Studio sport XXL

07.00 07.40 12.25 13.00 14.00 17.55 18.30 19.00 21.30

Fantaghirò 4 (telefilm) Cartoni animati Tg Guida al campionato (rub.) Le isole dei pirati (film) La vita secondo Jim (s.c.) Tg/Meteo Tutti pazzi per Mary (film) Chiambretti sunday show (varietà) 00.20 Controcampo (sport) 01.35 Poker1mania (show)

13.40 14.35 15.30 16.15 16.40 17.45 18.30 19.20 19.50 20.20 21.10 23.00

I Simpson (cartoni) Dragon Ball (cartoni) Camera Café (sit com) The middle (telefilm) La vita secondo Jim (s.c.) Trasformat (game show) Tg/Meteo/Sport Tutto in famiglia (s.c.) I Simpson (cartoni) CSI (telefilm) CSI New York (telefilm) Nickname: enigmista (film)

13.40 14.35 15.30 16.15 16.40 17.45 18.30 19.20 19.50 20.20 21.10 00.30

09.45 11.10 12.30 13.30 14.05 16.15 17.30 19.20 20.00 20.30 21.10 23.15

Coffee break L’aria che tira (rubrica) I menù di Benedetta (rub) Tg La 7 In fuga dalla legge (film) Atlantide (documenti) L’Ispettore Barnaby (tel.) G’Day (varietà) Tg La 7 Otto e mezzo (attualità) Gli intoccabili (film) Crossing Jordan (film)

11.10 12.30 13.30 14.05

09.45 11.10 12.30 13.30 14.05 16.15 17.30 19.20 20.00 20.30 21.10 24.00

Coffee break L’aria che tira (rubrica) I menù di Benedetta (rub) Tg La 7 Mike Hammer (telefilm) Atlantide (documenti) L’Ispettore Barnaby (tel.) G’Day (varietà) Tg La 7 Otto e mezzo (attualità) Le invasioni barbariche Sotto canestro (sport)

11.10 12.30 13.30 14.05 16.05 18.20 19.15 20.00 20.30 21.30 24.00 00.10

L’aria che tira (rubrica) I menù di Benedetta (rub) Tg La 7 Noi siamo Angeli: Dollari Assassinio sull’Eiger (film) I magnifici sette (telefilm) The show must go off Tg La 7 In onda The show must go off Tg La 7 Italia-Inghilterra (rugby)

11.45 13.30 14.05 15.05

16.15 17.30 19.20 20.00 20.30 21.10 24.00

L’aria che tira (rubrica) I menù di Benedetta (rub) Tg La 7 Diane, uno sbirro in famiglia (film) Atlantide (documenti) L’Ispettore Barnaby (tel.) G’Day (varietà) Tg La 7 Otto e mezzo (attualità) Piazza pulita (attualità) Tg La 7

00.30

Ti ci porto io (rubrica) Tg La 7 I menù di Benedetta (rub) Agli ordini del Fuhrer e al servizio di sua maestà Mammamia che domenica The show must go off Tg La 7 In onda Uomini che odiano le donne (film) Novecento (film)

09.45 11.10 12.30 13.30 14.05 16.15 17.30 19.20 20.00 20.30 21.10 23.45

Coffee break L’aria che tira I menù di Benedetta (rub) Tg La 7 Halifax (telefilm) Atlantide (documenti) L’ispettore Barnaby (tel.) G’Day (varietà) Tg La 7 Otto e mezzo (varietà) L’infedele (attualità) Innovation (rubrica)

12.30 I menù di Benedetta (rub) 13.30 Tg La 7 14.05 Assassinio sul palcoscenico (film) 16.15 Atlantide (documenti) 17.30 L’ispettore Barnaby (tel.) 19.20 G’Day (varietà) 20.00 Tg La 7 20.30 Otto e mezzo (varietà) 21.10 Assassinio sull’Eiger (film) 23.20 L’uomo dalla cravatta di cuio (film)

11.00 12.00 12.30 13.50 14.30 18.00 18.30 19.30 20.45 21.00 23.00 23.30

Attimi Tg 4 Saluti salutissimi Tg 4 Camper magazine Detto tra noi Musica vera sì o no? Tg/Paese che vai/Meteo Mondo artigiano Scacciapensieri Tg 4 Coming Soon

12.30 13.50 14.15 14.30 18.00 18.30 19.00 19.30 20.45 21.00 23.45 24.00

Saluti salutissimi Tg 4 Saluti salutissimi Dimensione vintage Car show Musica vera sì o no? Alla scoperta del Piemonte Tg/Paese che vai/Meteo Alla scoperta del Piemonte Servizio pubblico Tg 4 Car show

12.30 13.50 14.15 14.30 18.00 18.30 19.00 19.30 20.45 21.00 22.30 23.30

Saluti salutissimi Tg 4 Saluti salutissimi Superpass Videotop Musica vera sì o no? Click Tv - 4 zampe in Tv Tg/Paese che vai/Meteo Alla scoperta del Piemonte Notte cabaret Transalp Tg 4

12.30 13.50 14.15 14.30 18.00 18.30 19.00 19.30 20.45 21.00 22.30 23.00

Saluti salutissimi Tg 4 Saluti salutissimi Transalp Car show (rubrica) Bouquet Tv La sciuera Tg/Paese che vai/Meteo Wine & food L’ mercà dla smana Girovagando in Trentino Tg 4

11.00 12.00 12.05 13.30 17.00 18.30 19.00 19.15 20.30 21.00 23.00 23.30

Itinerari (rubrica) 3 minuti con P. Ottavio Obiettivo agricoltura (rub) Ballando “Le Cupole” Car show (rubrica) Agrisapori (rubrica) Coming soon (rubrica) Obiettivo agricoltura (rub) Itinerari (rubrica) Scacciapensieri Tg 4 Piemonte notizie

13.50 14.15 14.30 18.00 18.30 19.00 19.30 20.45

17.45 19.25 21.00 23.15

17.00 18.55 19.35 21.30 23.40

16.05 18.50 20.00 20.40 21.30 23.30

17.40 19.00 20.00 20.30 21.30

Tg 4 Saluti salutissimi Piemonte notizie Stile corsa (rubrica) Musica vera sì o no? Fermo immagine Tg/Paese che vai/Meteo Dalla parte del consumatore 21.00 Piemonte a teatro 22.30 Detto tra noi 23.00 Tg 4/Meteo

12.00 12.30 13.50 14.15 14.30 18.00 18.30 19.00 19.30 20.45 23.30 24.00

Tg 4 Saluti salutissimi Tg 4 Saluti salutissimi Detto tra noi Car show (rubrica) Musica vera sì o no? Quattro zampe in Tv Tg/Paese che vai/Meteo Ballando “Le Cupole” Tg/Paese che vai/Meteo Car show (rubrica)


34

spettacoli

mercoledì 8 febbraio 2012

AL CINEMA

MUSICA Sbronzi all’alba senza sigarette e Sirianni

SAVIGLIANO

Small Town Festival

AURORA Via Ghione, 10 -Tel. 0172/71.29.57 Sorelle mai merc. 8 e giov. 9 (21.15) - “Nuova Rassegna”.Ven. 10: sala impegnata. The iron lady sab. 11 e lun. 13 (21.15) e dom. 12 (18.30-21.15). I Muppet dom. 12 (16.30). Mart. 14: sala impegnata. Jane Eyre merc. 15 e giov. 16 (21.15) - “Nuova Rassegna”. CINECITTÁ Via Torino, 252 - Tel. 0172/72.63.24 (informazioni e prenotazioni) Da ven. 10 a merc. 15 SALA 1: Com’é bello far l’amore (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16-18.10-20.20-22.30). SALA 2: Mission impossible - Protocollo fantasma (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16-18.10-20.20-22.30). SALA 3: Hugo Cabret - 3D (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16-18.10-20.20-22.30). SALA 4: Benvenuti al Nord (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16-18.10-20.20-22.30). SALA 5: A.C.A.B. (Dom.: 16). Millenium - Uomini che odiano le donne (Fer.: 21.30; dom.: 18.30-21.30). Giov. 16: chiuso per riposo.

BRA IMPERO Via V. Emanuele - Tel. 0172/41.23.17 - www.cinemaimperobra.it SALA GRANDE: Benvenuti al Nord giov. 9 (20.20-22.30). Star wars - Episodio I - 3D da ven. 10 a mart. 14 (Fer.: 20-22.30; dom.: 16.30-20-22.30). SALA MAX: Mission impossible - Protocollo fantasma giov. 9 (20.10-22.30). Com’é bello far l’amore da ven. 10 a mart. 14 (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16.2018.20-20.20-22.30). SALA MIGNON: A.C.A.B. giov. 9 (20.20-22.30). Benvenuti al Nord ven. 10, sab. 11, lun. 13 e mart. 14 (20.20), dom. 12 (16.05-18.05). Mission impossible - Protocollo fantasma ven. 10, sab. 11, lun. 13 e mart. 14 (22.30), dom. 12 (20.10-22.30). VITTORIA Via Cavour - Tel. 0172/41.27.71 SALA MILLENNIUM: Millenium - Uomini che odiano le donne merc. 8 e giov. 9 (21). SALA METROPOLIS: Beyond merc. 8 (21) - “Rassegna al cinematografo”. Hugo Cabret giov. 9 (20-22.30).

CENTALLO NUOVO LUX Via Roata Chiusani, 1 - Tel. 0171/211726 Il villaggio di cartone ven. 10 (21) - “Rassegna d’inverno”. El balin dla selebrità sab. 11 (21) - Compagnia teatrale “J scapa dla rua”. Grigné a Carlevè dom. 12 (21) - Compagnia teatrale centallese. Magic show mart. 14 (21) - Con Mago Zapotek ed Elena.

CHERASCO GALATERI - Via Cavour, 37 - Tel. 0172/489205 127 ore ven. 10 (21) - “Rassegna film d’autore”. Midnight in Paris sab. 11 (21) e dom. 12 (17-21).

SALUZZO ITALIA Tel. 0175/42223 Com’è bello far l’amore da ven. 10 a merc. 15 (20-22.15), sab. 11 e dom. 12 (16-18-20-22.20). J. Edgar mart. 14 (21.15) - “Cineclub”. Benvenuti al Nord ven. 10 e lun. 13 (20-22.15), sab. 11 e dom. 12 (16-18.05-20.10-22.20). Com’è bello far l’amore mart. 14 (20-22.15). Millenium - Uomini che odiano le donne merc. 15 (21.30). Millenium - Uomini che odiano le donne ven. 10, lun. 13 e mart. 14 (21.30), sab. 11 e dom. 12 (18.30-21.30). Hugo Cabret merc. 15 (21.30). J. Edgar sab. 11 e dom. 12 (16). Hugo Cabret ven. 10, lun. 13 e mart. 14 (21.30), sab. 11 e dom. 12 (16-18.30-21.30). Benvenuti al Nord merc. 15 (20-22.15). Giov. 16: chiuso per riposo.

RACCONIGI CINEMA S. GIOVANNI - Via Cesare Billia, 10 Incontrerai l’uomo dei tuoi sogni ven. 10 (15.30) - “Cinema diffuso”. Arthur e la guerra dei due mondi sab. 11 (21) e dom. 12 (16).

Federico Sirianni sarà al Lord Byron con la sua band

SAVIGLIANO. Dopo una settimana di stop dovuto alle condizioni del tempo (il concerto di Matteo Castellano in programma al Lord Byron è stato rinviato a data da destinarsi) riprende lo Small Town Festival, la rassegna di musica e teatro ospitata da due attivi locali cittadini: il Lord Byron e il Tre Scalin. Il Festival è alla sua terza edizione ed ha riscosso sinora notevole successo. Giovedì 9 febbraio, alle ore 21.30, il Tre Scalin birra bar di via Sant’Andrea ospita lo spettacolo “Sbronzi all'al-

RASSEGNA Sei

ba senza sigarette”. È il progetto poetico-musicale realizzato dal poeta torinese Guido Catalano e dal musicista Andrea Gattico insieme alla violinista giapponese Mayumi Suzuki. Il Trio Catalano, Gattico, Suzuki si forma nel 2004 con l'obiettivo di creare una fusione di poesia e musica che si traduce in una serie di spettacoli a metà tra il concerto e il reading poetico. Dopo due anni di intensa collaborazione in studio e dal vivo, il trio lancia sul mercato globale un cd che raccoglie 18

Ripartono i “LunedImago”

CINELANDIA: Tel. 0171/26.52.13 - Prenotazione posti al n. 199.151.645 o sul sito www.cinelandia.it Merc. 8 e giov. 9 SALA 1 - digitale: The help (21). SALA 2 - digitale: I Muppet (20.10-22.35). SALA 3 - digitale: A.C.A.B. (20.20-22.45). SALA 4 - digitale: Millenium - Uomini che odiano le donne (22). SALA 5 - 3D: Hugo Cabret (20-22.40). SALA 6 - digitale: Mission impossible - Protocollo fantasma (21.10). SALA 7 - digitale: Benvenuti al Nord (21). SALA 8 - digitale: Millenium - Uomini che odiano le donne (20.10). SALA 9 - digitale: Benvenuti al Nord (20.10-22.40). SALA 10 - pellicola: Mission impossible - Protocollo fantasma (20-22.45).

FOSSANO

Con le foto di Fabrizio Demaria si salirà in treno... ad alta quota

CINEMA In 3d

MUSICA Al Margot

Guerre stellari

Tra folk e latino

A volte ritornano, con il maquillage rifatto. Venerdì 10 febbraio arriva nelle sale la riedizione in 3D dell’episodio 1 di Guerre Stellari: “La minaccia fantasma”. L’originale, del 1999, è firmato da George Lucas. Potrebbe essere solo il primo della serie ad essere realizzato in 3 dimensioni. Le relazioni sono tese tra la Federazione dei Mercanti ed il pianeta di Naboo. La giovane regina del pianeta, Amidala, decide di inviare come ambasciatori il Maestro Jedi QuiGon Jinn ed il suo allievo ObiWan Kenobi, ormai giunto alla fine dell’addestramento. I negoziati di pace non hanno luo-

CARMAGNOLA. Doppio interessante appuntamento al Circolo Margot. Venerdì 10 febbraio, alle 22, ci sarà l’Acoustic Live della “Casa del vento” con Luca Lanzi (voce e chitarra, Casa del Vento) e Francesco Moneti (violino, Modena City Ramblers). Il minitour fuori dagli ordinari schemi delle rispettive formazioni fa tappa anche a Carmagnola in una serata patrocinata da Emergency. I due riproporranno in set acustico il repertorio della Casa del Vento, band aretina che ha sempre saputo interpretare il folk con grande emozione, nei testi, tra i più importanti contributi ita-

Il futuro nell’ombra del giovane Anakin Skywalker

go perché i rappresentanti della Federazione, consigliati dal perfido Darth Maul, decidono di eliminare i due Jedi, i quali riescono tuttavia a fuggire e a rifugiarsi nella città sottomarina dei Gungan guidati da un buffo nativo di nome Jar-Jar. Ricchissimo il cast: Liam Neeson (Qui Gonn), Ewan

In momenti di crisi, i piemontesi non rinunciano all'arte e alla cultura di qualità: si avvicinano a quota 55 mila le persone che oggi posseggono l’abbonamento Musei Torino Piemonte 2012, la tessera che permette di accedere liberamente ai musei piemontesi e da quest'anno - a molte mostre e istituzioni museali in Italia. La vendita dell'Abbonamento Musei 2012 va quindi oltre le migliori aspettative e in controtendenza rispetto alla generale contrazione dei consumi. Le tariffe sono 49 euro intero; 30 euro ridotto (under 26 e over 65, soci delle Associazioni Amici dei Musei aderenti) Per gli abbonati 2011 che rinnovano la tessera nel 2012 le tariffe sono 44 euro per il rinnovo dell’abbonamento intero e 28 euro per il rinnovo dell’abbonamento ridotto. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito internet www.abbonamentomusei.it e presso il numero verde gratuito 800 329 329. A Savigliano, la tessera si può trovare anche al museo civico “Olmo” di via San Francesco n. 17.

proiezioni fotografiche dei soci del circolo saviglianese

BORGO S. DALMAZZO

I PORTICI - Via Roma, 74 - Tel. 0172/833381 SALA VISCONTI: Operetta mon amour ven. 10 (21) - “Stagione teatrale di prosa”. Com’é bello far l’amore sab. 11 (20.30-22.30), dom. 12 (16-18.30-21), lun. 13 e mart. 14 (21). L’illusionista merc. 15 (21.15) - “Cineforum”. SALA FELLINI: Hugo Cabret ven. 10 e sab. 11 (20-22.30), dom. 12 (15.30-18-20.45), lun. 13 e mart. 14 (20.45). Com’é bello far l’amore merc. 15 (21). SALA DE SICA: Com’é bello far l’amore ven. 10 (20.30-22.30). Millenium - Uomini che odiano le donne sab. 11 (19-22), dom. 12 (15.15-18.15-21.15), lun. 13 e mart. 14 (21.15), merc. 15 (21). Giov. 16: riposo.

storie da ascoltare, da leggere e da vedere come piccoli film. Parallelamente parte il tour "Sbronzi all'alba senza sigarette Live" nel quale gli artisti propongono al pubblico uno spettacolo unico nel suo genere (a Savigliano è un ritorno a grande richiesta). Venerdì 10 febbraio, alle 21.30, tocca invece al Lord Byron pub di via Mazzini ospitare il grande Federico Sirianni, accompagnato dalla sua formidabile band musicale. Sirianni nasce a Genova in un taxi e, sfruttando il cuore spezzato del tassametro, si fa portare nei vicoli della città vecchia da cui non si muoverà per un po’. «Ho vissuto a Genova, Roma, Milano, Parigi, Pennabilli, Sofia, Yalta – dice di sé – mi hanno portato su un battello a vapore dragando il Po fino a Torino e qui mi sono sistemato da diversi anni. Ho scritto settecento canzoni e pubblicato due dischi». Con lui sul palco ci saranno Vito Miccolis (ex Tribà, oggi con i Calipson che sabato suonano al Margot di Carmagnola) alle percussioni, Eugenio Odasso alla chitarra elettrica, e Simone Bellavia al contrabbasso.

Tessera Musei Piemonte

McGregor (Obi-Wan Kenobi), Natalie Portman (Regina Padmé Amidala), Jake Lloyd (Anakin Skywalker), Pernilla August (Shmi Skywalker), Ian McDiarmid (Senatore Palpatine), Ray Park (Darth Maul), Samuel L. Jackson (Mace Windu), Sofia Coppola (Saché), Keira Knightley (Sabé).

SAVIGLIANO. Lunedì 13 febbraio c’è il primo appuntamento della nuova serie di “LunedImago”, le serate di proiezioni fotografiche che ogni anno riempiono di appassionati la sala di palazzo Miretti, in piazza Santarosa. La serata, come sempre ad ingresso libero, prevede numerose proiezioni. S’inizia con “Le nuvole” di Aldo Lanfranco (la proiezione è dedicata ad un’amica fotografa che amava la natura e ci ha lasciati lo scorso anno); segue “Safari ad aramba” sempre di Aldo Lanfranco. Aramba è termine dialettale piemontese che significa vicino, a fianco. Un in-

vito a scoprire il mondo che è lì, “aramba” a noi. Fabrizio Demaria propone invece “Jungfraujoch, un treno tra nevi eterne e cielo” nel cuore dell'Oberland Bernese. Segue “Stelutis Alpinis”, immagini scattate e montate da Ezechiele Villavecchia: una visione dei monti che ci circondano. Edmondo Tallone propone infine due proiezioni: “La finestra si racconta” è la storia di una finestra che narra di un virtuale viaggio nel tempo; “Questo mondo meraviglioso (Armstrong)” è invece una canzone da gridare all’universo intero. È l’inno di chi apprezza la vita e gusta le semplici cose che il mondo ci offre.

I Calipson sono un gruppo nato sulle ceneri dei Tribà

liani a canzoni contro la guerra, così come nelle note. Sabato 11 febbraio, alle 22, tornano invece i Calipson, il proseguimento naturale del progetto Tribà, nato alla fine degli anni ’80 come uno dei primi esempi nazionali di band multietnica. A metà del 2008, Vito Mic-

colis – fondatore dei Tribà – insieme a Juan Carlos Calderin, Enzo Mesiti, Janier Isusi e Tony Velardi fondano i Calipson, per dare continuità al progetto iniziale arricchendo l’inconfondibile sound dei Tribà con le sonorità del calypso. Ingresso gratuito con tessera Arci ad entrambi gli eventi.


spettacoli

mercoledì 8 febbraio 2012

MUSICA Con la soprano Cirillo ed il pianista Albertini

TEATRO

Concerto lirico “italiano”

Angelica Cirillo, abituale frequentatrice dei maggiori teatri italiani

SAVIGLIANO. Sabato 11 febbraio, alle ore 21, alla Crosa Neira di piazza Misericordia, gli Amici della Musica presentano il “Concerto lirico”. Saranno eseguite alcune tra le più celebri pagine dei maggiori compositori operisti italiani: Gaetano Donizetti, Vincenzo Bellini, Giacomo Puccini e Giuseppe Verdi. Ad interpretare un programma tanto vario quanto impegnativo, Angelica Cirillo, soprano lirico, abituale frequentatrice delle scene dei maggiori teatri italiani. Accompagnatore al pianoforte Andrea Albertini.

Soprano lirico di agilità, la Cirillo intraprende lo studio del canto lirico con il soprano Josella Ligi, perfezionandosi in seguito con i maestri Franca Mattiucci, Ottavio Garaventa, Luisa Maragliano, Denia Mazzola Gavazzeni. I regolari studi musicali e di pianoforte vengono seguiti dal maestro Doria Miglietta presso l’Accademia Ducale di Genova. Segue i corsi di studio e approfondimento dello spartito d’opera con il maestro Roberto Negri ed in seguito a Firenze interpretazione e stile con il maestro Marco Balderi. La sua vocalità scura

MUSICA Brondi e Calibro 35 all’Hiroshima

Gualazzi al Regio

e molto duttile le permette di affrontare con successo un vastissimo repertorio che spazia dalla musica operistica, da camera, sacra e profana con incursioni anche nell’operetta. Nato nel 1966, Andrea Albertini si è diplomato in pianoforte presso il conservatorio “N. Paganini” di Genova con il maestro Danilo Macchioni. Ha collaborato con la scuola di perfezionamento vocale e scenico del mezzosoprano Franca Mattiucci, con la quale ha già partecipato alla realizzazione di diverse opere liriche e concerti, anche con importanti solisti in

TORINO. Tris di appuntamenti questo fine settimana all’Hiroshima Mon Amour di via Bossoli, uno dei quali anche in “trasferta”. Si parte venerdì 10 febbraio, alle 22, con il concerto di “Le luci della centrale elettrica”. Entrato nell'immaginario intellettuale collettivo italiano nel 2008 col disco di debutto “Canzoni da spiaggia deturpata”, il giovane artista ferrarese Vasco Brondi, che del progetto “Le luci della centrale elettrica” è l'ideatore, in questi ultimi tre anni ha aperto concerti di artisti importanti come Afterhours, Capossela e Jovanotti. Ha scritto un libro/diario, “Cosa racconteremo di questi c... di anni zero” e tenuto concerti sempre più gremiti di pubblico. Nel 2011 è tornato con “Per ora noi la chiameremo felicità”, il secondo album, e con “C’eravamo tanto amati”, disco uscito in allegato alla rivista XL, che contiene un inedito, alcune cover e alcuni live. L’ingresso costa 13 euro. Sabato 11 febbraio, alle 22, i “Calibro 35” presentano il

nuovo disco uscito il 7 febbraio scorso: il titolo è “Ogni riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti è puramente casuale”. Proprio da qui ripartono i Calibro 35. E non poteva essere altrimenti per una formazione che affonda le sue radici nella lunga stagione dei film di genere “poliziottesco” made in Italy. “Trasferta”, dicevamo, al teatro Regio: lunedì 13 febbraio, alle ore 21, arriva il jazzista Raphael Gualazzi, trionfatore nella categoria giovani all’ultimo festival di Sanremo. A compimento di un anno dominare classifiche e platee di mezza Europa, Gualazzi esce con “Reality and Fantasy Special Edition”, la riedizione del suo album di esordio. Oltre al disco originale, sono stati aggiunti cinque nuovi brani più un dvd con un ‘Live Documentary’ del concerto tenutosi il 24 giugno scorso a Roma ed un video racconto in cui Raphael parla del suo esordio. Tra gli inediti da segnalare New Orleans, dedicato alla capitale del jazz e del blues. I prezzi anno dai 20 ai 36 euro.

Terza “domenica” per famiglie

In mezzo al mare

prestigiose location in Italia ed all’estero. Per l'edizione 2008 di Perosiana, ha riscoperto, pubblicato e registrato la “Messa da Requiem” di L. Perosi nella versione orchestrale inedita. L’ingresso costa 12 euro; per iscritti Unitre, soci+eventi e studenti 10 euro; soci Amici della Musica 5 euro. Prossimo appuntamento sabato 25 febbraio, sempre alla Crosa Neira, con uno spettacolo teatrale per due voci, sassofono e pianoforte, tratto dal romanzo in versi “The Wild Party" di Joseph M. March.

Il maestro Andrea Albertini accompagnerà al pianoforte

In scena ci sarà l’autore ed attore Silvano Antonelli

SAVIGLIANO.Terzo appuntamento, domenica 12 febbraio, alle ore 16.30, con le “Domeniche a teatro”, spettacoli per bambini e famiglie al Milanollo. La compagnia Stilema Unoteatro presenta “In mezzo al mare” di e con Silvano Antonelli. La scena evoca un mare: è tutto coperto da un telo azzurro. Entra nuotando un personaggio; potrebbe essere un naufrago della vita quotidiana. È spaesato, si è ritrovato lì, in mezzo al mare, non si spiega come ci sia arrivato e dove stia andando. Sta aspettando una nave che lo raccolga e lo porti a terra, chissà quando arriverà? Oggetti sommersi, anch’essi blu come il mare, emergono qua e là sulla scena. Sul fondo, una quinta armata che si muove

evocando lo sciabordio del mare. Il nostro nuotatore cerca di tenersi a galla con i differenti oggetti che di volta in volta compaiono in scena, evoca alcuni episodi di vita quotidiana visti con gli occhi di un “immaginario” proprio del bambino. Il nostro personaggio riuscirà a raggiungere la sua nave e a riposare forse solo dopo aver imparato a rimanere a galla in un gioco continuo di rimescolamenti di situazioni, proprio della vita… Le tecniche usate sono quelle del teatro di attore con l’uso di oggetti e di musica dal vivo. Il biglietto costa 4 euro, ridotto a 3 euro per i soci Unitre. La rassegna è curata dalla Fondazione Teatro ragazzi e giovani Onlus.

da mercoledì 8 febbraio 2012 a mercoledì 15 febbraio 2012

Dove andare Carnevale

Amos Gitai

Custodi del bosco

Prime sfilate e feste

Presenta un romanzo

Opere di Diatto

PRADLEVES. Alla pista di pattinaggio domenica 12, alle 14.30, si svolge il “Carnevale sui pattini”, con premiazione delle maschere più originali e bugie per tutti.

ALBA. Domenica 12, il regista israeliano Amos Gitai è ospite presso il palazzo mostre e congressi di piazza Medford. Presenta il suo romanzo “Efratia”, storia di una famiglia ebrea. Ingresso libero su prenotazione al 335.6585866.

MONDOVÌ. Il centro espositivo S. Stefano ospita la mostra “Custodi del bosco”. L’artista Claudio Diatto presenta suggestive sculture laser. Aperto tutti i giorni, lunedì escluso. Orario: martedì-venerdì 15.30-19; sabato e domenica 10-12 e 15.30-19.

Fede e cultura

“Cissi’n’desert”

Incontro con Carello

Evento per ragazzi

ALBA. “L’alleanza necessaria. Fede e cultura: il dialogo vincente” è il tema dell’incontro con Rosario Carello, giornalista e conduttore televisivo che si terrà lunedì 13, alle 21, presso il Centro culturale San Paolo, in piazza S. Paolo n. 14. L’ingresso è libero.

DESERTETTO (Valdieri). L’associazione Youth4Youth organizza “Cissi’n’desert”: un evento per ragazzi (13-20 anni) dal 17 al 19 febbraio. Informazioni al 392.1476800.

MONDOVÌ. In rione Breo, domenica 12, dalle 14.15, sfilata di carri allegorici e gruppi mascherati, alla presenza di maschere di Venezia e Firenze (in caso di maltempo, rinvio a domenica 26). Gualazzi è reduce da un tour estivo di successo (foto Marco Craig)

35

CENTALLO. Domenica 12, alle 14, ritrovo in piazza V. Emanuele; alle 14.30 sfilata delle maschere con spettacolo di magia ed animazioni per bambini. Alle 19, nel centro sportivo di San Biagio, cena (15 euro). Informazioni al 327.0847636. PAESANA. Domenica 12, dalle 12, sfilata di maschere e carri con distribuzione di polenta e spezzatino. Al pomeriggio, nuova sfilata con degustazione di bugie. SALUZZO. Dalle 14.30 di domenica 12 ci sarà il corteo mascherato da Borgo San Martino. Alle 15, sotto l’Ala di ferro, investitura della Castellana e di Ciaferlin; ore 20, Cena del Carnevale in musica. Prenotazioni allo 0175.43527.

C’è Renzi

Il “rottamatore” SERRALUNGA D’ALBA. La Fondazione Mirafiore sabato 11, alle 18.30, ospita il sindaco di Firenze Matteo Renzi. Prenotarsi sul sito www.fondazionemirafiore.it.

Mercatino

Antiquariato BORGO SAN DALMAZZO. Si svolge sabato 11, in via Giovanni XXIII, un mercatino di antiquariato, artigianato ed oggetti da collezionismo.

Gli eventi di Savigliano e paesi limitrofi li trovate nelle pagine di cronaca

SCIENZA Prolungata

Mostra su Steve Jobs TORINO.Visto il grande successo di critica e di pubblico, “Steve Jobs 19552011”, l’approfondimento culturale dedicato all’imprenditore californiano, inventore e co-fondatore di Apple Inc. e allestito presso il Museo Regionale di Scienze Naturali è stato prorogato fino al 15 aprile (tutti i giorni 10-19; chiuso il martedì). La mostra, organizzata dall’Assessorato alla Cultura della Regione Piemonte e dal gruppo torinese BasicNet, che possiede una delle più complete collezioni al mondo di personal computer e sto-

Marco Boglione e Michele Coppola in visita

ria dell’informatica, ha registrato infatti un grande successo: 25.000 visite dal 1° dicembre. «Un grandissimo risultato – commenta l’assessore regionale alla Cultura, Michele Coppola – che conferma la validità del modello di collaborazione pubblico-privato. Il coinvolgimento di BasicNet è stato garanzia di

qualità e le nostre strutture hanno lavorato molto bene insieme. Stiamo già pensando infatti a una nuova iniziativa dedicata alla rivoluzione informatica da realizzare nel periodo autunnale. Ringrazio Marco Boglione per aver reso disponibili fino al 15 aprile i suoi “gioielli informatici”».


36

rubriche

mercoledì 8 febbraio 2012

Scorci e personaggi della veja Savian

di Giovanni Bosio foto di Marino Mondino

La fabbrica della menta La fabbrica della menta nella fotografia a fianco riprodotta, di proprietà della ditta H. Charles, era situata in regione San Giacomo. Nei primi due anni di attività, gli agricoltori che le procuravano la menta da distillare fecero dei buoni affari. Ma in quelli successivi ripresero la coltivazione dei cereali, più abbondante, a parità di terreno utilizzato, rispetto a quella della menta, quindi anche più redditizia. Dovendo procurarsi la materia prima da altri parti, la ditta subì un aggravio dei costi di produzione, tale da costringerla a chiudere lo stabilimento. Il quale, dopo essere stato adibito ad attività artigianali, venne demolito negli anni Sessanta del secolo scorso, quando il boom economico fece crescere la domanda di aree destinate all'edilizia.

Romania: gli orfani bianchi Sono 67 mila i minori romeni che hanno la mamma all’estero. Alina non dimentica le prime parole che le rivolse il piccolo Stevan al suo ritorno: «Dov’eri tu quando avevo bisogno e piangevo? Tu per me non esisti». La donna, partita per l’Italia in cerca di un lavoro poco tempo dopo la nascita di Stevan, era tornata in Romania quando il figlio aveva già 8 anni. “Vi amo, vi amerò sempre e mi dispiace separarmi da voi in questo modo” è il messaggio lasciato da un bambino di 12 anni che si è impiccato, perché la madre era partita per mantenere lui e gli altri figli. Sono i piccoli ed i grandi drammi privati che si nascondono dietro l’immigrazione femminile dall’Europa dell’Est: un fenomeno che interessa soprattutto la Romania e la Repubblica Moldava, ma anche l’Ucraina e la Lituania. Sono oltre 350 mila in Romania i cosiddetti left behind (gli “abbandonati”): bambini e ragazzi (il 37 per cento dei quali ha tra i 10 ed i 14 anni), che nella lo-

ro vita hanno sperimentato, per periodi variabili, la mancanza di uno od entrambi i genitori, perché emigrati all’estero. Così sta crescendo una generazione affidata a nonni, parenti e vicini di casa. Bambini per i quali la mamma è, se va bene, una voce all’altro capo del telefono. «I bambini che crescono lontani dai genitori hanno una marcia in meno» spiega Patrizio Paoletti, presidente della fondazione L’albero della vita, una Onlus che si occupa di disagio infantile e che nel 2010 ha realizzato un dossier sul fenomeno degli “orfani bianchi” romeni: «Manifestano disturbi psicologici, dall’ansia alla depressione, fino all’aggressività. La loro situazione scolastica si deteriora ed alcuni di loro scelgono la strada». «Talvolta il senso di abbandono può generare una sofferenza tale da provocare anche una reazione estrema come il suicidio» afferma Paoletti. «Accade che i genitori, incapaci di affrontare la situazione, se ne vadano quasi di nascosto; così i figli lo vengono a sapere so-

Auguri

lo poco prima della partenza od addirittura a partenza avvenuta. I piccoli si colpevolizzano, pensano di essere stati abbandonati perché sono cattivi. E quando un bambino arriva ad interiorizzare una tale responsabilità può davvero fare di tutto». «Il Governo sa che questa migrazione è necessaria, grazie alle rimesse conclude Paoletti - ma tende a sottostimare il fenomeno dei ragazzi soli, riconoscendone solo 82.654». In Romania sopravvive il sussidio statale per i bambini privi di genitori: l’equivalente di poco più di 22 euro al mese, fino al compimento del 18° anno di età. Ma solo una piccola parte di chi va all’estero lo dichiara al Comune, così i figli rimangono anche senza tutela legale, cosa che crea problemi al momento dell’iscrizione a scuola, o nel caso servisse un ricovero ospedaliero. «All’inizio per noi era una grazia quando una persona poteva partire, soprattutto per l’Italia (dove i romeni sono un milione e 300 mila), perché condividiamo la stessa identità cristiana e le stesse origini latine» os-

Informatutto su: pensioni, infortuni e... a cura del Patronato E.P.A.C.A.

Rivalutazione pensioni e norme di salvaguardia In considerazione della contingente situazione finanziaria, la rivalutazione automatica dei trattamenti pensionistici, secondo il meccanismo stabilito dall’articolo 34, comma 1, della Legge 23 dicembre 1998, n. 448, per il biennio 2012 e 2013 è “riconosciuta esclusivamente” ai trattamenti pensionistici di importo complessivo fino a due volte il trattamento minimo Inps, nella misura del 100 per cento. L’articolo 18, comma 3, del decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito con Legge 15 luglio 2011, n. 111, e successive modificazioni ed integrazioni, è soppresso. Per le pensioni di importo supe-

riore a due volte il trattamento minimo Inps ed inferiore a tale limite, incrementato della quota di rivalutazione automatica spettante ai sensi del presente comma, l’aumento di rivalutazione è comunque attribuito fino a concorrenza del predetto limite maggiorato. Tutti i giorni il Patronato Epaca è al servizio dei cittadini, gratuitamente, in piazza Schiaparelli n. 10 a Savigliano (Tel. 0172/727001 - Fax 0172/715903), dove potete indirizzare anche le vostre lettere.

serva monsignor Anton Cosa, vescovo di Chisinau, capitale della Repubblica Moldava. «La prospettiva era guadagnare di più: in questa zona il salario medio è di 50 euro, mentre la vita costa quasi come nel resto d’Europa. Poi, anche le donne hanno cominciato ad andare. Nessuna di loro prima aveva mai pensato di fare la badante. C’era un bisogno e lo hanno coperto». «Alcune si sono innamorate e sono tornate solo per divorziare dal marito» rincalza suor Elisabetta Barolo, delle suore missionarie della Passione di Gesù, che dirige una casa di accoglienza per minori a Butea, nel distretto di Iasi, in Romania. «Dei cinquemila abitanti del Paese, più della metà se ne sono andati, o all’estero o nelle grandi città. Così circa 200 bambini vivono con i nonni». Oltretutto, con la crisi, anche le rimesse si sono dimezzate. Molti che lavoravano in nero sono rimasti disoccupati. Non hanno più mandato soldi ed i parenti hanno abbandonato i bambini. (da Famiglia Cristiana, 42/2011)

Calendario Unitre SAVIGLIANO

A CATERINA FERRERO, che venerdì 10 febbraio festeggerà il suo 97° compleanno, auguri di vero cuore da tutta la famiglia!

GRUPPO MISSIONE E SVILUPPO

Venerdì 10 febbraio ore 9: Ginnastica in acqua (2° corso) ore 11: Riabilitazione motoria e 3ª Età 5 ore 15.30: I Savoia: il ramo cadetto dei Carignano ore 17: What to say??!! ore 18.30: Inglese 1 (principianti) ore 19: Ginnastica per adulti 1 (turno A) ore 20: Ginnastica per adulti 1 (turno B) Lunedì 13 febbraio ore 9: Attività motori - 5° corso ore 10: Attività mot. - 1° corso ore 11: Attività motoria - 2° corso – Riabilitazione motoria e 3ª Età 1 ore 15.30: Canto e vocalità ore 16.30: Canto corale ore 18: Taglio e cucito (proseguimento) ore 18.30: Francese 3 (proseguimento) – Yoga 1 ore 20.30:Yoga 2 Martedì 14 febbraio ore 9: Nuoto (2° corso) ore 10: Riabilitazione motoria e 3ª Età 2 ore 11: Riabilitazione motoria e 3ª Età 3 ore 15: Ricamo bandera ore 15.30: Storia della musica: le opere di Verdi ore 17: Problemi con l’inglese? … No problem! ore 19: Ginnastica per adulti 2 (turno A)

ore 20: Pilates - corso B (3° turno) – Ginnastica per adulti 2 (turno B) ore 20.30: Fotografia ore 21: Chitarra 2 (proseguimento) Mercoledì 15 febbraio ore 9: Ginnastica in acqua (3° corso) ore 11: Riabilitazione motoria e 3ª Età 4 ore 15: Disegno dal vero A ore 15.30: La sostenibilità ambientale ore 18.30: Yoga 3 – Inglese 3 (proseguimento) – Arabo 1 (principianti) Giovedì 16 febbraio ore 10: Attività motoria - 3° corso ore 11: Attività motoria - 4° corso ore 15.30: Medicina ore 18.30: Inglese 2 (avanzato) – Spagnolo 1 (principianti) ore 20: Pilates - corso B (3° turno) ore 20.30: Informatica (modulo 2) ore 21: Ballo LEVALDIGI Venerdì 10 febbraio ore 19.30: Ginnastica dolce ore 20.30: Ginnastica adulti Martedì 14 febbraio ore 19.30: Ginnastica dolce ore 20.30: Ginnastica adulti

La foto curiosa

La cagnetta Mila sfida la fortuna giocando a Poker… (Foto di Gabriele Giraudo - Savigliano)

Avete delle foto curiose? Portatecele in redazione (piazza Santarosa n. 21) o inviatecele via e-mail a redazione@ilsaviglianese.com

Dal mondo degli scacchi Via Chianoc, 6 - Savigliano Aperto ogni giovedì dalle ore 21 Per informazioni: 340/9099455 Continua il Torneo sociale, arrivato a metà percorso, dell’A.S.D. Scacchistica Saviglianese, e non senza sorprese. Il quarto turno è stato giocato incompleto a causa dell’arrivo della neve, seguito dal gelo siberiano che ha lasciato a casa i più prudenti che arrivano da fuori Savigliano. Comunque ci sono stati molti intrepidi che, nonostante le pessime condizioni delle strade, si sono messi in viaggio da Cuneo, Mondovì e da Bra e non hanno rinunciato alla sfida scacchistica che la serata gli offriva. Come ho scritto, le sorprese non sono mancate. La prima è la sconfitta in prima scacchiera del campione provinciale Cosimo Sotgia per opera del più giovane Andrea Sattanino che aspira a diventare (e non lo nasconde), per la prima volta, il campione sociale della nostra Associazione; la seconda sorpresa è la vittoria del nostro socio n° 1 Paolo Simonazzi 3N con il più giovane Alessio Farina 1N campione sociale in carica che, senza nulla togliere alla performance di Paolo, non sta attraversando un buon momento di forma; la terza sorpresa è la sconfitta di Dario Flego 2N di Fossano con il nostro socio milanese Alberto Riccardi 3N. In tutte le altre partite il pronostico è stato rispettato. Resta da recuperare la partita non giocata a causa del maltempo tra il monregalese Ivano Mondino 2N ed il saviglianese Luigi De Vecchis 3N. Per ulteriori informazioni visitate il sito www.saviglianoscacchi.net. IL BIANCO MUOVE E DA’ SCACCO MATTO IN DUE MOSSE SOLUZIONE: la torre bianca muove in h2 dando scacco al re nero; raggiunta questa posizione, se il re muove in f3 la torre muove in f2 dando scacco matto; se il re muove in g1, il cavallo g3 si sposta in e2 dando scacco matto.

“PENSIERI CONTRO”


piazza affari

A nnunci E conomici SAVIGLIANO piazza Santarosa – AFFITTASI locali terziariocommerciali di mq 100 circa. Tel. 335/8380458. • SAVIGLIANO vicinanze ospedale – AFFITTASI trilocale su due livelli con cucina completa accessoriata (termoautonomo). Tel. 348/0077574. • SAVIGLIANO zona Pieve – AFFITTASI piccolo bilocale arredato con cucina completa (termoautonomo). Tel. 348/7298980. • SAVIGLIANO centro – AFFITTASI trilocale di nuova costruzione con finiture di pregio, cantina e garage. Tel. 335/8118767. • SAVIGLIANO via Torino ang. via Biga – AFFITTASI box auto. Tel. 348/2658630. • CAVALLERMAGGIORE zona centrale – AFFITTASI, solo a referenziati, bilocale arredato ed autonomo (piano terra) ideale per coppia. Tel. 346/5743500. • SAVIGLIANO via del Pascolo – VENDESI alloggio: ampio salone, cucina, 2 camere, servizi, cantina e garage. No agenzie. Tel. 348/2798914. • SAVIGLIANO – VENDESI alloggio: salone, cucina, 3 camere, doppi servizi, box auto e cantina. Tel. 339/4883411. • CAVALLERMAGGIORE zona piazza S. Michele – Privato VENDE appartamento (3° piano) con ascensore. Unità così composta: ingresso, ampio soggiorno, cucina abitabile, due camere, un bagno, ripostiglio e due ampi balconi (termoautonomo). Superficie: 110 mq circa. Cantina ed autorimessa al piano terra. Prezzo interessante. Trattativa privata. Tel.

0172/381401.

• MONASTEROLO di Sav. – VENDESI alloggio: salone, cucina abitabile, 2 camere da letto, bagno, terrazzo, balcone, garage, cantina, porzione di orto privato, cortile e giardino. Prezzo interessante. No agenzia.Tel. 338/7192109. • Ragazzo saviglianese CERCA qualsiasi tipo di lavoro purché serio anche su turnazione. Tel. 349/6858309. • Signora piemontese, con esperienza, CERCA lavoro (anche part-time): assistenza anziani, baby-sitter, pulizie o per fare iniezioni. Tel. 349/2815256. • Signora straniera con esperienza CERCA lavoro full-time come badante. Tel. 388/1239108 (Dorina). • Signora straniera con esperienza CERCA lavoro come assistente anziani (pomeridiano o notturno) o come domestica. Tel. 333/5486704. • Signora con esperienza CERCA lavoro come badante parttime o full-time (sabato e domenica compresi). Tel. 340/5233282. • Signora straniera CERCA lavoro come assistente anziani, diurno o notturno, lavapiatti o per pulizie. Tel. 329/7633534. • 28enne CERCA lavoro come badante (part-time / full-time), domestica, baby-sitter, aiutocuoco, cameriera o per compagnia a persone anziane. Tel. 329/7322486. • CERCASI imprenditore (ditta individuale o società) per gestione distributore di carburanti sito in CHERASCO. Inserire il proprio curriculum nel sito www.fulloil.it nella sezione “Di-

venta Gestore”. • Azienda florovivaistica Il Giardino della Contea CERCA addetta alla vendita con esperienza nel settore. Tel. 338/9975692. • Studio dentistico CERCA assistente alla poltrona con minimo di esperienza. Orario iniziale part-time flessibile con possibilità di tempo pieno in contratto di apprendistato. Inviare curriculum a dslservices@virgilio.it. • VENDESI Alfa 147 Progression, 1.6 iniezione, anno 2004, 5 porte, unico proprietario, cerchi in lega originali, 1 set pneumatici da neve già montati + 1 set pneumatici nuovi, chiusura centralizzata, ABS, Airbag, alzacristalli elettrico, autoradio e climatizzatore. Tel. 338/3416174. • VENDESI - Opel Corsa 1.7 diesel, anno 2000, 700 euro non trattabili.Tel. 338/8650349. • VENDESI Liberty 50 (Piaggio) seminuovo. Prezzo da concordare.Tel. 0172/712398 ore pasti. • Si ESEGUONO lavori di battitura tesi e relazioni con stampa su laser. Tel. 0172/713929. Matrimoniali e amicizie Anna e Anna Club per single Semplice, carina, 35enne, nubile, CERCA compagno serio per la vita. Tel. 329/6412710. • Bellissima, veterinaria, 41enne, senza figli, pratica tiro con l’arco, INCONTREREBBE uomo affidabile. Tel. 347/9972155. • Vedova, 52enne, vive in campagna, si trasferirebbe qualora INCONTRASSE un uomo cui dedicare affetto.Tel. 346/3941533.

mercoledì 8 febbraio 2012

37

SOS animali

Sabato 21 gennaio è stato SMARRITO a Savigliano, in via Torino n. 49, questo gatto di nome VERZINO. È di colore grigio tigrato e bianco. Se qualcuno ne avesse notizia è pregato di telefonare ai numeri 392/2188704 o 338/6248238 a qualsiasi ora. Grazie. Due splendidi micetti, un maschio ed una femmina, CERCANO una famiglia amante degli animali che li accolga. Tel. 335/230595 (Enrica). La veterinaria REGALA tre giovani gatte già sterilizzate. Tel. 339/8593190. È stato RITROVATO, in zona Vernetta a SAVIGLIANO, gatto grigio-bianco con collarino verde. Chiunque l’avesse smarrito è pregato di contattare i numeri 0172/31216 o 0172/21364 ore pasti.

La foto dei ricordi ANNI ‘20 – Vincenzo e Giuseppina Cosentino.

REGALANSI urgentemente gatti teneri e splendidi. Se realmente interessati contattare il 334/3362186 (Diego – Genola). Tre micette trovatelle di circa 2 mesi e mezzo CERCANO casa. Tel. 0172/713360.

Veterinari

Turni benzinai

Turni farmacie

Alesso Matteo Tel. 0172/85996-336/230139 Biolatti Pier Giuseppe Tel. 340/3928825 Chiavassa Enrico Tel. 0172/382560-335/6060220 Bosio Emilio Tel. 0172/33506-335/6027039 Fissore Mario Tel. 0172/31682-335/7890231 Miglietti Enrico Tel. 337/226616 Ricossa Paola 0172/713360-339/2012836 Alesso Cinzia 339/7790752-0172/377154 Michele Teobaldi 335/7890232 Cirlig Michela 338/5042748

SABATO 11 FEBBRAIO (POMERIGGIO)

Mercoledì 8 - Farmacia Paschetta P. Santarosa - Tel. 0172/712.978 Giovedì 9 - Farmacia Dominici - Via Cambiani - Tel. 0172/712.258 Venerdì 10 - Farmacia Monchiero - P. del Popolo - Tel. 0172/712.389 Sabato 11 - Farmacia Bonelli - Via Torino - Tel. 0172/712.366 Domenica 12 - Farmacia Albertini - P. Santarosa - Tel. 0172/712.272 Lunedì 13 - Farmacia Paschetta P. Santarosa - Tel. 0172/712.978 Martedì 14 - Farmacia Dominici Via Cambiani - Tel. 0172/712.258 Mercoledì 15 - Farmacia Monchiero - P. del Popolo - Tel. 0172/712.389

TURNO B Tractiongas (AGIP) Via Alba Autolavaggio Europam (IP) Via Saluzzo, 41 Autolavaggio a mano Sirtam (ERG) Via Cuneo – S.R. 20 Autolavaggio


38

rubriche

mercoledì 8 febbraio 2012

di Giovanni Bosio

Sul filo della memoria

FOTO DI M. MONDINO

Aymone Cravetta, professore e senatore Quando, il 9 ottobre del 1504, Aymone Cravetta venne al mondo, i suoi genitori esultarono di gioia, avendo atteso per molto tempo di festeggiare questo evento. Nel 1527 egli abbandonò l’insegnamento a Torino della giurisprudenza ed assunse la carica di giudice a Cuneo, dalla quale si dimise qualche anno dopo per intraprendere, nella capitale del Piemonte, l’esercizio dell’avvocatura. Dopo aver insegnato a Grenoble ed all’Università di Avignone, ritornò in Italia e, poco tempo dopo, Alfonso d’Este, duca di Ferrara, lo chiamò a leggere in quell’Università. Nel 1556 accettò la nomina, propostagli da Filippo re di Spagna, di professore in leggi all’Università di Pavia e tenne le lezioni finché Emanuele Filiberto, ritornato sull’avito trono, lo invitò a sedere presso l’Università piemontese, insediata a Mondovì.Vedendo che, nonostante le sue preghiere e le sue minacce, non si risolveva a ritornare in patria, il duca di Savoia ordinò la con-

fisca dei suoi beni. Ma ritrasse l’ordinanza perché Cravetta, consigliato dalla moglie e dagli amici, si affrettò a presentare le proprie dimissioni al re Filippo, che gliele concesse muovendogli un bonario rimprovero. Al suo arrivo a Savigliano, il 16 ottobre 1561, accolto festosamente dai suoi concittadini, gli furono consegnati 40 scudi per le spese di trasferimento dei suoi libri da Pavia. Trascorse alcuni giorni nel castello della Salsa presso Marene, dove la sua famiglia era in villeggiatura, poi si stabilì a Mondovì. Qui, alle lezioni che teneva all’Università accorrevano molte persone e tuttavia rinunciò alla proposta di andare a spiegare il Codice a Padova ed a Bologna, quando l’Università piemontese fu trasferita da Mondovì a Torino, città che gli piaceva moltissimo.Verso la fine di settembre del 1569, mentre trascorreva la villeggiatura nel castello della Salsa, si ammalò, e nel volgere di pochi giorni morì all’età di 65 anni. La sua

Massimi Ritardi

statua e le sue opere di insigne giurista si trovano nel museo civico “Antonino Olmo” di Savigliano.

ASHaS € 80 – Le famiglie Janse in memoria di Marco Somale; - Fam. Trucco Pasquale in ricordo di Maria Ida Leone; € 160 – Le amiche di Marisa in ricordo del caro marito Severino Rubiolo; € 500 – Un ex obiettore per i ragazzi dell’Ashas. ASSOCIAZIONE ITALIANA SCLEROSI MULTIPLA € 40 – Domenica e Teresa Lamberti in suffragio di Giuseppe Allasia. Aymone Cravetta

Calcio scommesse

Sistema sul numero 64 ritardatario sulla ruota di TORINO

64 64 64 64 64 64 64 64

52 64 6 32 52 13 79 79 52 79 47

9 16 6 47 9 47 52 6

79 47 9

16 32 13 16

QUOTE Q

A

T

0,50

0,50

TOT 1,00

0,50

0,50

1,00

0,50

0,50

1,00

0,50

0,50

1,00

1,50

0,40

0,10

2,00

1,50

0,40

0,10

2,00

1,50

0,40

0,10

2,00

1,50

0,40

0,10

2,00

TOTALE 12,00

a cura di NEL da mercoledì 8 a martedì 14 febbraio 2012

ARIETE 21 Marzo - 20 Aprile Le ambizioni corrono, ma non siete coscienti dei vostri limiti... se volate troppo in alto rischiate di fare la fine di Icaro. Con il partner è tempo di riavvicinamento dopo una fase conflittuale. Ma i problemi non svaniranno per magia: datevi da fare. Salute: prendetevi più cura di voi stessi.

TORO 21 Aprile - 20 Maggio Rispolverare un sogno nel cassetto? Ok, ma non trascurate i progetti già avviati. Ce la metterete tutta per riportare l’armonia nella vita di coppia. Ma dove voi costruirete, chi vi sta accanto lascerà macerie... relazione a rischio! Attenzione: occasioni in vista per un nuovo guadagno.

O

Tra coccole e premure reciproche, la dolcezza non mancherà all’interno della vita di coppia. Quanta ambizione! Volete un avanzamento nel lavoro ed un aumento di stipendio. Forse sarete accontentati! Seguite l’intuito ed imboccherete le strade giuste in ogni campo.

VERGINE 24 Agosto - 22 Settembre Con il partner avrete entrambi dubbi e paure... ma proprio per questo vi confronterete con sincerità totale. Il feeling crescerà! Forma ed umore hanno visto periodi migliori. Tenete un profilo basso e ridimensionate certe ambizioni! Cautela nelle questioni legali.

GEMELLI 21 Maggio - 21 Giugno

BILANCIA 23 Settembre - 22 Ottobre

Ogni tanto il partner proverà a farvi perdere le staffe, ma con l’ironia stroncherete i conflitti sul nascere. Per quanto riguarda la sfera professionale, la vostra mente sarà una fabbrica di idee originali, ma spinti da ambizioni fuori controllo potreste fare parecchi buchi nell’acqua.

Tra impegni di lavoro e beghe famigliari, lo stress cresce. Dialogo e confronto sono parole che non conoscete, questa settimana. Non lascerete spazio ai punti di vista altrui. Sostegno morale ed aiuti concreti arrivano dagli amici: non rifiutateli per orgoglio!

CANCRO 22 Giugno - 22 Luglio In amore chi vi sta accanto farà di tutto per evitare gli scontri, ma voi vi divertirete a provocarlo. Non tirate la corda... L’energia sprizza da tutti i pori: siete attivi soprattutto nel lavoro, dove la voglia di fare è tanta, ma i dubbi vi frenano. Attenti: l’eccessiva prudenza può paralizzarvi.

Lazio-Cesena Udinese-Milan Cagliari-Palermo Parma-Fiorentina Catania-Genoa Atalanta-Lecce Inter-Novara Bologna-Juventus Napoli-Chievo Siena-Roma

1,50 2,60 2,15 2,30 2,20 1,85 1,25 5,50 1,50 3,20

3,75 7,00 3,30 2,60 3,10 3,50 3,00 3,30 3,15 3,30 3,30 4,25 5,5011,00 3,50 1,65 3,75 7,00 3,20 2,25

ROSCOPO

LEONE 23 Luglio - 23 Agosto

SCORPIONE 23 Ottobre - 22 Novembre Nutrirete aspettative esagerate nei confronti del partner. E la delusione, inevitabile, vi farà infuriare. Per chi è single, il confine tra amore ed amicizia si fa labile e questi dubbi affettivi vi distraggono dal lavoro. Attenti: certe occasioni non bussano due volte.

ANFFAS (La rosa blu) € 130 – I colleghi di Laura in memoria di Alda Daghero ved. Bauducco. ARCICONFRATERNITA DELLA PIETÀ € 10 – Margherita Rinero a caro ricordo di Marco Somale.

Lotto sistemi 13 16 32

La generosità dei saviglianesi

SAGITTARIO 23 Novembre - 21 Dicembre I battibecchi non mancheranno con la vostra “dolce metà”, ma eviterete i toni aspri e saprete riconoscere i torti. Il vostro contributo è essenziale per risolvere un problema in famiglia. Nel lavoro, invece, il sostegno serve a voi: chiedetelo! La salute richiede qualche attenzione.

CAPRICORNO 22 Dicembre - 20 Gennaio Di solito è il partner che vi fa ingelosire, ma questo mese gli farete assaggiare la sua stessa medicina. Non esagerate, però. Nel lavoro avete i contatti giusti per mettere a segno un bel colpo, che vi porterà ad un veloce avanzamento economico. Salute: regalatevi un po’ di relax.

ACQUARIO 21 Gennaio - 19 Febbraio In amore siete più vicini, più complici. Non tutti i problemi scompaiono, ma li affronterete in modo costruttivo. Malinconie, vecchi ricordi, pensieri rivolti al passato: che succede? La vita è qui ed ora. E vi riserva opportunità da non farvi assolutamente sfuggire.

PESCI 20 Febbraio - 20 Marzo Poesia e romanticismo? Vostre prerogative. Il partner pensa agli aspetti prosaici della vita a due. Ma che affiatamento! Gli inviti fioccano, le proposte si moltiplicano. Ma voi siete chiusi, introversi. Non isolatevi, soprattutto nel lavoro. Entrate di denaro in vista.

CHIESA MADONNINA DI MACRA € 30 – La famiglia in memoria di Maria Arese ved. Cavallero. CHIESA DI S. FILIPPO

- N.N. in suffragio di Giuseppe Allasia. IST. SACRA FAMIGLIA € 50 – Fam. Masento-Ambrassa a caro ricordo della zia Giuseppina Masento; € 90 – Vicini di casa del condominio “Jannucci” (Savigliano) in suffragio di Annita Ramputi ved. Coletti. SCUOLA MATERNA S. MARIA DELLA PIEVE € 70 – Le amiche Severina Francia, Ines Gestro, Rita Donalisio, Giulia Correndo, Carla Allocco, Tere Correndo e parrucchiera Barbara in suffragio di Maria Perlo in Groppo. SCUOLA MATERNA S. CUORE (Parr. S. Giovanni) I vicini di casa in suffragio di Giovanni Ceresa Gastaldo: € 80 – Fam. Soldano Antonio, Soldano Matteo, Demarchi Carlo, Casale Giovanna e Reineri Franca; € 80 – Fam. Gaudino Romano, Bertaina e Beccaria,Tomaselli Mirella e Strumia.

Condoglianze È mancato il signor GIUSEPPE ALLASIA di anni 79 Alla moglie Giuseppina Chiarlo; ai fratelli; alle sorelle; ai cognati; alle cognate; ai nipoti; ai pronipoti; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo sentite condoglianze.

GLIA (Cate).

La CLASSE 1932 partecipa al lutto dei familiari per la scomparsa del loro caro GIUSEPPE ALLASIA e porge sentite condoglianze.

In età di 77 anni è mancato il signor GIOVANNI BATTISTA QUAGLIA (Peru) Alla moglie Anna Comba; al cognato; alle cognate; ai figliocci; ai nipoti; ai pronipoti; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo vive condoglianze.

In età di 89 anni è mancata la signora MARIA ARESE ved. CAVARERO Ai figli Sergio con la moglie Costanza Prato e Maria Teresa con il marito Alessandro Bravo; ai nipoti Stefania con Paolo e Ramona, Roberta, Marco con Raffaella, Paolo, Davide e Giulia; all’amica Santina; a Liliana e Dani; alla cognata; ai nipoti; ai pronipoti; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo vive condoglianze. È mancata la signora CATERINA MONGE ved.VEGLIA (Cate) di anni 76 Al figlio Gianni con la moglie Gabriella Dalmasso; ai nipoti Francesca, Stefano e Michele; ai fratelli Domenico e Dario; alle cognate; ai nipoti; ai pronipoti; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo sentite condoglianze. Le socie ed il direttivo della SOCIETÀ ARTIGIANE FEMMINILE di Mutuo Soccorso partecipano al dolore dei familiari per la scomparsa della loro cara CATERINA MONGE ved. VE-

Il CIRCOLO AMICI SANITÀ di Savigliano partecipa al dolore di Giovanni Veglia e familiari per la perdita della cara mamma CATERINA MONGE ved. VEGLIA (Cate).

È mancata la signora DOMENICA GAMBETTA ved.VASSALLO di anni 87 Alle figlie Rinuccia con il marito Lodovico Galvagno, Albina con il marito Giuseppe Devalle e Germana con il marito Gino Picollo; ai nipoti Adriana con Gian Paolo, Paola con Dino, Pier Marco, Maurizio e Paolo; ai pronipoti Elisa ed Andrea; ai nipoti; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo sentite condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Murello. Tutto il personale medico, infermieristico, OSS ed amministrativo della S.C. di Urologia dell’ospedale SS. Annunziata di Savigliano è vicino alla propria coordinatrice infermieristica Maria Valente ed al figlio Jacopo e partecipa al grande dolore che li ha colpiti per la morte del loro congiunto MICHELANGELO STATTI

IN MEMORIA DELLO ZIO GIACOMO Caro zio, queste feste sono trascorse con una serata velata di malinconia. Mi solleva il pensiero che ora sei in un luogo sicuramente migliore di questo, e privo di sofferenza, ma ciò non basta a farmi sentire di meno il vuoto che si è creato nel mio cuore con la tua scomparsa. Negli ultimi anni abbiamo avuto meno occasioni per stare insieme, e da quando ti sei trasferito nella nuova casa io ho sentito molto la tua mancanza. Ricordo con gioia i giorni in cui vivevamo ad un solo piano di distanza: io scendevo le scale di corsa per raggiungerti nell’orto e per aiutarti come potevo.Ti seguivo con la carriola e mi sentivo, con orgoglio, un vero contadino. Insieme tagliavamo l’erba, raccoglievamo i profumati mucchi di fieno illuminati dal sole e, ogni volta, segnavo con una tacca sul calendario i giorni che passavano, stupendoci della velocità con cui sfugge il tempo, nella clessidra della vita. E per te ha iniziato d’un tratto a scendere troppo veloce. Dopo che hai cambiato casa, e durante i giorni della crudele malattia che ti ha portato via, non ho mai mancato di chiedere tue notizie, attendevo con ansia il minimo cenno di miglioramento, fino a che ogni speranza si è spenta… Ora ti penso sempre con lo stesso affetto di quando eri vicino a me e ti dedico le mie preghiere. Sarai sempre nel mio cuore. Il tuo nipote Massimo


nel ricordo La moglie ed i figli con le rispettive famiglie commossi per la sincera dimostrazione di stima ed affetto tributata al caro

La famiglia FRANCO profondamente commossa per la dimostrazione di stima e di affetto tributata al suo caro

mercoledì 8 febbraio 2012

39

Gianni e Lella con Francesca, Stefano e Michele ed i familiari tutti riconoscenti per la dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata alla loro carissima

CATERINA MONGE ved.VEGLIA (Cate)

GIORGIO BARBERO ringraziano con viva riconoscenza tutte le gentili persone che con fiori, scritti, preghiere, opere di bene e presenza al funerale hanno voluto essere di aiuto e conforto nella triste circostanza. Un ringraziamento particolare rivolgono ai dottori Diego Rosso e Giacomo Panero, al personale medico ed infermieristico del Reparto di Medicina dell’ospedale di Fossano ed alla Confraternita di S. Rocco. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata: DOMENICA 12 FEBBRAIO – ore 11.15 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve in Cavallermaggiore. La moglie, i figli ed i familiari tutti commossi per la dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata al loro carissimo

PIETRO sentitamente ringrazia tutti coloro che con fiori, scritti, preghiere ed intervenendo al funerale vollero unirsi al suo grande dolore. Un particolare ringraziamento porge a don Willi, a don Mondino, ai medici ed al personale tutto del Reparto di Chirurgia dell’ospedale SS. Annunziata di Savigliano, al dott. Viglietta ed alla Croce Bianca di Fossano. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata: SABATO 11 FEBBRAIO – ore 10 nel Santuario di Cussanio di Fossano.

nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale si sono uniti al loro dolore. Un grazie particolare porgono a don Roberto Milanesio, al medico curante dott. Paolo Siccardi, alla Direzione, al personale ed agli ospiti della casa di riposo “Chianoc” di Savigliano, al Reparto di Dialisi dell’ospedale “SS. Annunziata” di Savigliano ed indistintamente a tutti i vicini di casa, amici e conoscenti che sono stati di aiuto e conforto nella triste circostanza. Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

2001

“Nel pensiero di ogni giorno vivete sempre nel cuore dei Vostri cari, che mai potranno scordarVi”.

COSTANZO RAMONDA IOLANDA MALLONE ved. RAMONDA nel dodicesimo Anniversario

2012

“Il destino Ti ha tolto troppo presto all’affetto della famiglia, ma non Ti toglierà mai dalla nostra memoria e dal nostro cuore”.

nel sesto Anniversario La S. Messa sarà celebrata: GIOVEDÌ 9 FEBBRAIO – ore 20.30 nella chiesa dei Battuti Bianchi in Marene. On. Fun. LA CATTOLICA - Fossano - Tel. 0172/60145

DOMENICA 12 FEBBRAIO – ore 17.30 nella chiesa di S. Nicola in Saluzzo sarà celebrata una S. Messa di quarto Anniversario in suffragio del compianto

GIAN PAOLO GARASSINO (Gipo) I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

On. Fun. LA CATTOLICA - Fossano - Tel. 0172/60145

Il marito, i figli, il genero, la nuora, i nipoti ed i parenti tutti commossi per la grande dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata alla loro carissima

SABATO 11 FEBBRAIO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di quarto Anniversario in suffragio del compianto

SABATO 11 FEBBRAIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio della compianta

DOMENICO BOSIO

CATERINA LOVERA ved. SCAVARDA

SABATO 11 FEBBRAIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio del carissimo

GIULIO GUGLIELMINO La mamma, il papà, i fratelli, le cognate, i nipoti e tutti coloro che gli vollero bene Lo ricordano.

DOMENICO COLOMBANO nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale vollero unirsi al loro dolore. Un grazie particolare porgono al medico curante dott. Pierdomenico Bossolasco, al dott. Paolo Ghiglione, al Parroco don Marco Di Matteo, a don Domenico Oggero, a don Dino Patrito, alle rappresentanze dell’Istituto superiore Eula ed indistintamente a tutti i vicini di casa, amici e conoscenti che furono di aiuto e conforto nella triste circostanza. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata: SABATO 11 FEBBRAIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano.

MARIA PERLO in GROPPO nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale vollero unirsi al loro grande dolore. Un grazie particolare porgono a tutti i vicini di casa, amici e conoscenti che furono di aiuto e conforto nella triste circostanza. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata: SABATO 11 FEBBRAIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro in Savigliano. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

“Silente sfioravo il buio di una notte senza fine… Rispunta l’alba: ora mi abbracciano i colori e la luce eterna”.

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

I familiari del compianto

SABATO 11 FEBBRAIO – ore 18 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di decimo Anniversario in suffragio della carissima

La moglie, i figli ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. DOMENICA 12 FEBBRAIO – ore 11 nella chiesa parrocchiale di S. Cassiano (Alba) sarà celebrata una S. Messa di quarto Anniversario in suffragio del compianto

SABATO 11 FEBBRAIO – ore 18 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve in Cavallermaggiore sarà celebrata una S. Messa di quarto Anniversario in ricordo di

nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale vollero unirsi al loro grande dolore. Un grazie particolare porgono alla nipote Marisa Gallo, al personale tutto della casa di riposo “S. Anna” di Fossano ed indistintamente a tutti i vicini di casa, amici e conoscenti. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata: SABATO 11 FEBBRAIO – ore 9.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve in Savigliano. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

On. Fun. LA CATTOLICA - Fossano - Tel. 0172/60145

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

SABATO 11 FEBBRAIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di secondo Anniversario in suffragio del carissimo

FABRIZIO SCHIABEL Paola, Giorgia ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

SABATO 11 FEBBRAIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano sarà celebrata la S. Messa di Trigesima in suffragio del compianto

LORENZO BONAMICO

SABATO 11 FEBBRAIO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di secondo Anniversario in suffragio della compianta

Le figlie con le rispettive famiglie ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

nell’impossibilità di farlo personalmente rivolgono il loro più vivo ringraziamento a tutti coloro che furono di conforto e di sollievo nella triste circostanza. Un grazie porgono al medico curante dott. Allasia, ai medici ed al personale infermieristico del Reparto di Medicina (5° piano) dell’ospedale SS. Annunziata di Savigliano ed indistintamente a tutti i volontari e gli amici che furono di aiuto e conforto. A tutto il personale del gruppo appartamento “I Girasoli” di Cavallermaggiore, che hanno camminato con Lui in questi ultimi anni, porgiamo un particolare ed affettuoso ringraziamento. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata: SABATO 11 FEBBRAIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano.

I familiari ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

La moglie, i figli, la nuora, il genero, i nipoti ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

GIUSEPPINA ARESE ved. PASCHETTA

I figli, le nuore, i nipoti ed i parenti tutti commossi per la grande dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata alla loro carissima

ANNITA RAMPUTI ved. COLETTI

GIANNI GIORDANENGO

GIACOMO TESIO La moglie, le figlie, i generi, il nipote ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. SABATO 11 FEBBRAIO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di settimo Anniversario in suffragio del compianto

MARCO SOMALE La moglie, il figlio, la nuora, la nipote, la sorella ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

GIAN LUIGI MAGLIANO La moglie, le figlie ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

L’ETERNO RIPOSO DONA LORO, SIGNORE...

MARIA CORRADO in PERACCHI

ANTONIO MONGE

I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

La moglie, i figli, le nuore, il genero, i nipoti ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

«RICORDANDO MIO PAPÀ MARCO» Caro papà, per comporre queste poche, umili, frasi, sono venuto a sedermi, solo, davanti alla tua ultima dimora su questa terra. Qui, in un’idilliaca calma, che sempre più inesorabilmente allontaniamo dalla nostra vita quotidiana, nel luogo definito dai burloni come «l’albergo più tranquillo e sereno del mondo», dove si riposa per l’eternità e dove i bambini, costretti ad essere qui troppo presto, sicuramente giocano, ma in rispettoso silenzio, riesco a fermare la falsa ed eccessiva frenesia della vita umana e rivedo, con sincera e serena gioia, quello che è stato il nostro lungo, meraviglioso, cammino insieme. Non voglio nemmeno accennare a tutte le sfortunate traversie che hanno costellato la tua vita terrena, perché parenti, amici e conoscenti sono perfettamente al corrente dei tuoi lunghissimi periodi di sofferenza, a volte fisica, a volte morale, che si sono intercalati ai troppo brevi momenti di serenità. Voglio, invece, mettere in risalto il grande amore fraterno, che ha permesso a te ed alle tue tre sorelle di superare inenarrabili difficoltà, quando avete perso mamma e papà in giovane età, e voglio osannare l’immenso amore che hai condiviso con mamma, la tua indivisibile, inossidabile, consorte Gina! Tu e mamma, privandovi di tutto e di più, avete fatto in modo che io vivessi la mia vita senza che il più piccolo problema potesse sfiorarmi; mi avete trasmesso inestimabili tesori di saggezza e di onestà; avete sacrificato il vostro bene per fare il mio bene! Mai e poi mai, per quanti sforzi possa fare, potrò degnamente ripagarvi! Serve a ben poco, ma posso soltanto urlare a gran voce…«GRAZIE!!!», e tentare con mia moglie e mia figlia di imitare il tuo esemplare operato come marito e come papà, anche se so che, sicuramente, non ce la farò. Chiedo scusa a chi crede nei Santi, ma, per me, l’unico Santo sei stato tu, e Santa lo è la mamma, che continua sinceramente ad amarti, come ha fatto nei 63 anni di Matrimonio, che avete festeggiato proprio lo scorso giorno di Natale! Ciao papà!… Tu continui a vivere costantemente al fianco mio e di noi tutti! Aiutami a proseguire l’onesto cammino che mi hai indicato e quando sbaglio, per favore, fa in modo che me ne accorga in tempo!!! Con tutto l’amore umano possibile. Tuo figlio Danilo


MERCOLEDÌ 8 FEBBRAIO 2012 IL SAVIGLIANESE 40


8-2-2012