Issuu on Google+

Giornale più antico del Piemonte J’ani a s’seguô, ma a së smijô maj

dai 4300 proverbi piemontesi

Savigliano, 4 gennaio 2012 • ANNO 154 - N° 1 • E 1,20 • Sped. in Abb. Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) NO/CUNEO art. 1, comma 1 • e-mail: redazione@ilsaviglianese.com • www.ilsaviglianese.com

Sanità piemontese

Importante traguardo

Racconigi verso il voto

Per ora le Asl restano separate Monchiero rimane

Esterina ha compiuto cento anni

Elezioni comunali Otto liste a darsi battaglia?

A pagina 7

Savigliano, a pagina 5

A pagina 20

Dopo un Natale sottotono, buoni affari in vista. Polemica per gli orari “liberi”

Vottignasco

Il commercio spera nei saldi

Riordinata biblioteca comunale

Giovedì iniziano i saldi. Quest’anno saranno particolarmente vantaggiosi perché – non avendo fatto granché freddo – i clienti avranno a disposizione una scelta più ampia rispetto al passato e molti guardaroba potranno essere rinnovati a prezzi vantaggiosi. Il commercio locale attende questo momento per “fare cassa” dopo un Natale un po’ sottotono nei consumi, «anche se – assicurano dalla Confcommercio – le previsioni erano state più “nere” di quel che poi effettivamente è successo».

Popolazione in lieve crescita

Ma un’altra questione infiamma ora i commercianti: il governo Monti, nel suo pacchetto “salva-Italia”, ha deciso di liberalizzare totalmente gli orari dei negozi, che potranno aprire a piacimento sia durante le feste che di notte. Una rivoluzione che fa storcere il naso ai piccoli commercianti ed all’Ascom: «Come faremo a tenere sempre aperto? Con quali forze economiche e... fisiche?». Saranno però i Comuni a decidere se aderire o meno al nuovo regime. Servizio a pagina 3

pagina 13

Cavallermaggiore

pagina 14

Caramagna Cucina multietnica Il cous-cous incontra ancora la bagna caoda pagina 19

Cavallerleone Pro Loco, Fissore pronto al 3° mandato pagina 19

Da giovedì, caccia ai prezzi scontati: partono i saldi, per scacciare un Natale “parsimonioso”

Via Russo, arriva Colombero

Al Santissima Annunziata cresce di poco il numero dei parti

Preside saviglianese al 2° Circolo didattico

Nella culla... bimbi italiani

Antonio Colombero

Come avevamo già scritto nelle scorse settimane, il preside del liceo classico di Cuneo Franco Russo, 65 anni, che da settembre 2011 aveva anche la reggenza del 2° Circolo di Savigliano, è andato in pensione. Da lunedì 2 gennaio il suo posto alle elementari cittadine è stato preso, sempre in qualità di reggente, dal saviglianese Antonio Colombero, preside titolare alle superiori “Denina” di Saluzzo.

Marco, l’ultimo nato dell’anno passato...

...e Maria, la prima arrivata del nuovo anno

Ancora incidenti stradali In un anno, 51 vittime Nel 2011, sulle strade della Granda ci sono ancora state 51 vittime per incidenti stradali. Continuano le iniziative di prevenzione – il numero di morti nel 1997 era 150 – ma il problema permane. Anche nei giorni scorsi, sulle strade della nostra zona, ci sono stati numerosi incidenti, per fortuna senza vittime. L’ultimo scontro a Savigliano risale a martedì pomeriggio. Poco dopo le 15, all’incrocio di via Alba con la circonvallazione, un autocarro Iveco condotto da C.P., 40 anni, residente in provincia di Torino, si è scontrato con un’Opel Corsa condotta da una donna: M.L., abitante in provincia di Asti. La conducente dell’autovet-

CICLISMO Grande anno per Picco

4 vittorie in 3 sere La storia

Cane ritrova signora scomparsa

Il ciclista saviglianese Alessandro Picco, portacolori del Team Mapei, ha concluso alla grande l’anno conquistando quattro vittorie nella manifestazione su pista “3 sere Master” di Montichiari. Nel corso del suo fantastico 2011, Picco ha ottenuto 60 successi assoluti. Servizio a pagina 25

BOXE

CALCIO

Antonio De Vitis a Cuneo per il titolo europeo

Cuneo: i biancorossi mai così in alto

A pagina 6

tura è stata trasportata dall’ambulanza del 118 all’ospedale di Savigliano, mentre il conducente dell’autocarro è rimasto illeso. Sono intervenuti i Carabinie-

ri della Radiomobile di Savigliano e della stazione di Marene, oltre ai Vigili del Fuoco di Savigliano e Saluzzo. Altri servizi a pagina 6

pagina 23

VOLLEY

Savigliano Lo scontro tra un’auto ed un camion all’incrocio di via Alba

In un’Italia depressa dal punto di vista demografico (e forse non solo) stupisce che i bimbi nati a cavallo del nuovo anno siano entrambi italiani. L’ultimo arrivato all’ospedale Santissima Annunziata è stato Marco Zanetti di Caramagna, mentre la piccola Maria Acatte di Cappellazzo (frazione di Cherasco) è stato il primo impegno per la cicogna nel 2012. Cresce di undici unità il numero dei parti all’ospedale saviglianese, che si conferma uno dei punti principali per il “lieto evento” nel panorama regionale. Servizio a pagina 2

Vandali in azione nelle feste

A pagina 3

Le saviglianesi under 16 brindano sotto l’albero pagina 23

NUOTO

pagina 24

Olimpic Savigliano 25 anni e non sentirli pagina 24

Futsal: chi va e chi viene pagina 25

Gli azzurrini ad Alba pagina 24

Racco 86 tra gli anziani pagina 24


2

savigliano

mercoledì 4 gennaio 2012

BREVI DALLA CITTÀ

Variano alcune norme del bando per riqualificare piazza Turletti

NASCITE

Il 2012 si inaugura con il fiocco rosa di Maria

Undici culle in più all’ospedale

Al fine di facilitare e rendere maggiormente stimolante la partecipazione al bando “Concorso di idee per la riqualificazione dell’area antistante il civico teatro Milanollo” (piazza Turletti), la Consulta per l’Arte presieduta da Giacomo Lorenzato ha deciso di ridurre gli elaborati richiesti massimo 2 formati “A0” con piante, sezioni, prospetti e rendering; inserire un rappresentante dell’Ordine degli Architetti, P.P. e C. di Cuneo nella giuria incaricata della valutazione dei lavori. Non variano le altre condizioni.

La Befana fa una tappa alla Società di Mutuo Soccorso Venerdì 6 gennaio, dalle 9 alle 12, ci sarà la tradizionale consegna dei pacchi-dono “della Befana” alla Società di Mutuo Soccorso fra gli operai. In tale occasione, si potrà anche votare per il rinnovo del direttivo. Alle ore 10, infine, ci sarà la consegna di medaglie e targhe ai soci con 25 e 50 anni di iscrizione al sodalizio. Sabato 28 gennaio, alle ore 17, sempre presso la sede, ci sarà invece la messa a ricordo dei soci defunti.

Alla San Vincenzo cittadina ottomila euro per il riscaldamento

Marco, ultimo nato del 2011, con la mamma Lucia

La notizia è che i due nati a cavallo del cambio di data sono entrambi italiani. E che hanno nomi tradizionali: non esotici e né esterofili. Negli ultimi anni, spesso, sono stati figli di migranti, in tendenza con l’andamento demografico nazionale, che vede sempre meno figli da parte delle coppie italiane. L’ultimo neonato del 2011 è stato posato dalla cicogna nel reparto di Ostetricia dell’ospeDon Marco consegna i fondi raccolti alla San Vincenzo Nei giorni scorsi, il moderatore dell’Unità pastorale Savigliano-Monasterolo, don Marco Di Matteo, ha consegnato ai rappresentanti delle Conferenze di San Vincenzo saviglianesi la somma di 8.000 euro, provenienti dalla suddivisione dei fondi dell’8x1000 donati alla Chiesa cattolica e destinati alle Conferenze di San Vincenzo di Savigliano e Monasterolo a sostegno del progetto “Riscaldamento”. Un grazie, da parte della S.Vincenzo, a tutti coloro che nella dichiarazione dei redditi hanno apposto la propria firma per la destinazione dell’8x1000 alla Chiesa cattolica.

Raccolta degli scarti verdi sospesa a gennaio e febbraio Il Comune ricorda alla cittadinanza che il servizio di raccolta degli scarti vegetali (erba, foglie e ramaglie), sarà sospeso nei mesi di gennaio e febbraio. Riprenderà regolarmente da marzo, con cadenza settimanale.

Cioccolato e vin brulé con il Leo club a favore dell’associazione Ashas Il Leo Club Saluzzo-Savigliano organizza, con l’aiuto del Gruppo Alpini, un “Cioccolat” Party e Vin Brulè a go-go. L’appuntamento si terrà sabato 7 gennaio, dalle ore 16 alle ore 19, in piazza Santarosa. Il ricavato andrà a favore dell’associazione Ashas che da trent’anni si dedica all’assistenza e alla vicinanza delle famiglie di portatori di handicap saviglianesi.

CRONACA

dale Santissima Annunziata alle 13.29 del 31 dicembre è un caramagnese: si tratta di Marco Zanetti (3 chili e 3 etti), figlio di Carlo e Lucia Cozzolino. Entrambi sono vigili urbani a Torino, ma vivono a Caramagna. la coppia ha già un altro figlio: Alessandro, di venti mesi. Se l’anno vecchio si è concluso con un fiocco azzurro, quello nuovo si è aperto con un fiocco rosa: Maria Acatte, 3 chili e 4 etti. È figlia di Marco,

Maria, la prima nata del nuovo anno, tra le braccia di Elena

operaio, ed Elena Tibaldi, segretaria. È la prima figlia della coppia che vive a Cappellazzo, frazione di Cherasco. È venuta alla luce alle 4.27 del 1° gennaio. Si fa ancora attendere, invece, la nascita del primo bimbo saviglianese. Come di consueto, in questa occasione tracciamo un bilancio annuale delle nascite al Santissima Annunziata. Nell’anno che si è appena chiuso so-

no arrivati in tutto 1.365 bimbi, undici in più rispetto al 2010. Ecco i dati degli ultimi dieci anni: 1.225 (2000), 1.216 (2001), 1.363 (2002), 1.330 (2003), 1.193 (2004), 1.264 (2005), 1.245 (2006), 1.186 (2007), 1.313 (2008), 1.385 (2009) e 1.354 (2010). «Ci confermiamo – dice il primario Luciano Galletto – uno dei centri ospedalieri più importanti per quanto riguarda i parti».

Servizi per la sicurezza stradale e contro i furti nei negozi

Nelle feste, la prevenzione dei Carabinieri «L’aumento del traffico durante le festività natalizie ha imposto una maggiore attività di controllo della circolazione stradale nei comuni del saviglianese perseguendo, in particolare, i comportamenti più irresponsabili e pericolosi alla guida degli automezzi». Come ha voluto sottolineare il Comandante della Compagnia Carabinieri di Savigliano, Capitano Marco Campaldini, l’Arma ha svolto nelle settimane scorse un’ampia attività di prevenzione. Sono stati denunciati a piede libero dieci automobilisti per guida in stato di ebbrezza alcolica, con immediato ritiro della patente. Si tratta di N.D., 19 anni, cittadino portoghese domiciliato a Savigliano; R.M., 20 anni di Cuneo; A.A., 48 anni di Cuneo; S.N., 28 anni di Moretta; F.A., 40 anni di Racconigi; P.P., 38 anni di Bra, B.S., 22 anni di Villastellone, P.C., 51 anni di Torino, G.M., 22 anni di Roccasparvera, e B.L., 38 anni di Monasterolo. Sono stati inoltre denunciati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Saluzzo L.S., 21 anni di Moncalieri, e B.L., 38 anni di Monasterolo, per guida sotto l’effetto di

sostanze stupefacenti con contestuale ritiro delle patenti di guida. Contestate nell’ultima settimana ad altrettanti automobilisti indisciplinati 31 contravvenzioni al Codice della Strada, per un totale di 54 punti decurtati dalle patenti. «Considerato, poi, il notevole afflusso di persone per gli acquisti di fine anno – continua il capitano Campaldini – abbiamo disposto specifici servizi preventivi presso i centri della grande distribuzione, nelle stazioni ferroviarie ed all’uscita degli esercizi pubblici maggiormente frequentati». Sono state denunciate a piede libero quattro persone per altrettanti furti di lieve entità di profumi e prodotti di cosmetica commessi al Bennet di Genola e alla Leclerc di Savigliano. Infine, specifici servizi di prevenzione e rappresentanza in uniforme storica all’ingresso delle chiese e nel centro storico, hanno garantito la sicurezza della cittadinanza durante le principali cerimonie religiose e negli orari di maggiore afflusso di persone per gli acquisti di Natale.

Per Natale, Carabinieri in alta uniforme

POLITICA Segretario provinciale Udc

Delfino segue il padre Il nuovo segretario provinciale dell’Udc è Giuseppe Delfino. Lo ha eletto all’unanimità il congresso provinciale che si è svolto a Cuneo domenica 18 dicembre. «Un congresso vivace e dibattuto dal quale è emersa una grande volontà di partecipazione alla politica – ha detto il neo segretario –. Noi vogliamo rappresentare tutti i moderati – ha proseguito Delfino –. Siamo il partito della responsabilità, della famiglia, dei valori profondi, dalle radici democratiche cristiane e popolari». Nel comporre la lista del Comitato provinciale “è stata superata – si legge in una nota – la logica della vecchia politica” sollecitando l’indicazione dei componenti direttamente dai territori in totale autonomia: «un criterio, questo, che vuole mettere al centro coloro i quali si impegnano in prima persona, responsabilizzandoli direttamente». Dal Saviglianese ne fanno parte Massimiliano Gosio (anche delegato al congresso nazionale), Simone Alberto, Emilio Bosio, Edoardo Busso ed Edmondo Tallone. Giuseppe Delfino, 35 anni, è assessore comunale a Busca, già commissario nazionale dei giovani Udc e dirigente del partito nazionale, dove ha ricoperto il ruolo di vice-responsabile nazionale del tesseramento.


savigliano

COMMERCIO Dopo le vendite natalizie, giovedì si comincia

Saldi, affari “a chilometri zero”

Livio Raballlo, dirige l’Ascom

Dopo un Natale più spirituale che materiale, con i consumi compressi dal clima di “terrore monetario” che sta serpeggiando nel Bel Paese, il commercio cittadino si prepara a giocare le sue carte migliori nel periodo dei saldi, che si aprono in tutto il Piemonte giovedì 5 gennaio. «Quello natalizio – spiega il vicepresidente di Confcommercio Cuneo, Luigi Isoardi – è stato uno shopping “parsimonioso”, ma nonostante le previsioni nere, le vendite non sono andate troppo male e si è riusciti a limitare i danni». Secondo i dati diffusi dall’associazione provinciale dei commercianti, il settore che è andato meglio è l’enogastronomia; in stallo, invece, giocattoli, profumi e gioielleria. In sofferen-

Claudio Balansino (Ascom)

za il settore elettrodomestici. Il fanalino di coda spetta però all’abbigliamento, alle calzature ed agli articoli sportivi. «In questo caso – dice il direttore dell’Ascom di Savigliano, Livio Raballo – la causa non è solo la crisi economica, ma anche il meteo: quest’anno non ha fatto eccessivamente freddo – non ha nemmeno nevicato in montagna – e la gente non ha ancora rinnovato il guardaroba». Il momento giusto sembra essere proprio quello dei saldi. «Avendo venduto meno – continua Raballo – i negozi dispongono ora di una maggiore scelta rispetto al periodo dei saldi degli altri anni. Acquistare ora sarà un affare sia per i consumatori, che potranno accaparrarsi bei capi

Luigi Isoardi (Confcommercio)

Gianpiero Miraglio (Molo)

a prezzi scontati, sia per i commercianti, che potranno recuperare liquidità. Invito tutti ad approfittarne, è il momento opportuno». Sulla stessa linea d’onda Claudio Balansino, consigliere Ascom del settore abbigliamento: «Invitiamo i consumatori a fare acquisti a Savigliano – dice – perché nella nostra città c’è un’ampia offerta, che abbraccia dai prodotti più economici alle grandi firme. Ce n’è per tutte le tasche. Non c’è bisogno di spostarsi tanto per trovare la convenienza, qui è possibile fare affari a “chilometri zero”». Per Balansino gli acquisti natalizi, nella nostra città, non sarebbero andati così male: «È anche merito del rapporto personale di fiducia che si instaura con i clienti».

È la prima volta che i saldi iniziano contemporaneamente in tutte le città del Piemonte. «Siamo soddisfatti di questa novità – commenta ancora Raballo – perché prima, quando c’erano Comuni che iniziavano prima ed altri dopo, c’era chi si avvantaggiava e si creavano polemiche. La data d’inizio – puntualizza – è sempre un po’ troppo presto. I saldi, per definizione, dovrebbero essere “di fine stagione”, ma adesso sono praticamente di “inizio stagione”... Comunque, in anni eccezionali come questo, non è il caso di sottilizzare». I saldi dureranno fino a giovedì 1° marzo. Per dirla “alla Sophie Kinsella”, I love shopping... in Savian. Guido Martini

COMMERCIO Raballo e Miraglio bocciano il decreto di Monti

Negozi aperti di notte: «Pessimo» L’anno si è aperto con una “bomba” dal punto di vista commerciale. Il governo Monti, nell’ambito di un piano di liberalizzazioni, ha deciso di rendere totalmente libera l’apertura dei negozi: di festa, di futì, di notte e di giorno. Saranno però i singoli Comuni a decidere se applicare o meno la riforma (Roma e Napoli hanno detto «sì» già da lunedì). Il primo commento “a caldo” è quello del direttore dell’Ascom cittadina, Livio Raballo: «Per quanto riguarda i giorni di apertura, a Savigliano c’è già un regime di liberalizzazione che permette di aprire 52 domeniche l’anno. Quindi, da questo punto di vista, non cambia nulla. Diverso è il discorso degli orari. Il parere della mia associazione è estremamente negativo. Chi pensa di ri-

solvere il problema della depressione dei consumi con questi metodi, non ha ben chiare le cose. Prima si massacra il potere d’acquisto delle famiglie con aumenti di Iva e benzina, poi gli si dice: “andate a comprare anche di notte”. E con quali soldi? La nostra categoria – continua – è da sempre contraria all’abbattimento delle regole. In più, per i piccoli negozi sarà impossibile gestire sia economicamente che proprio fisicamente una situazione di apertura continua». «Ridicolo». Non usa mezzi termini il presidente del “Molo” Gianpiero Miraglio per definire il provvedimento. «Fa solo gli interessi della grande distribuzione, ma è distante dalla nostra realtà. Chi è che qui vorrebbe andare a far la spesa di notte? Forse un insonne a

prendersi un caffé... In questo settore – precisa – po’ di flessibilità ci vuole, ma le regole dovrebbero andare incontro alle esigenze di tutti». Intanto, «la Regione Piemonte impugnerà davanti alla Corte Costituzionale l’articolo 31 della manovra Monti – annuncia il presidente Roberto Cota – che si occupa degli orari di apertura. La materia è di competenza regionale. Le valutazioni devono essere fatte sul territorio, in base a specifiche esigenze. L’apertura indiscriminata non porta benefici per i consumi e, in compenso, causa grossissimi problemi ai piccoli esercizi già duramente colpiti». «La notizia è ancora fresca – conclude Raballo –: vedremo gli sviluppi a livello comunale e provinciale». G.Ma.

mercoledì 4 gennaio 2012

CRONACA

3

Numerosi atti vandalici

Giovani... “Attila” Brutto risveglio per i saviglianesi dopo le festività dei giorni di Natale. Sono “tornati” i vandali che, come i barbari al loro passaggio, hanno divelto panchine, distrutto giochi per bimbi, rovesciato e spaccato fioriere, bruciato tavoli e danneggiato gravemente biciclette. Gli atti vandalici si sono concentrati principalmente nella zona del parco Graneris e della Crosà Neira: da una sommaria stima, i danni ammontano a circa 5.000 euro. Come sottolinea l’assessore ai Lavori pubblici Claudio Cussa, «spiace che in un momento in cui le risorse pubbliche siano così scarse, si debbano spendere dei soldi per porre rimedio all’ignoranza di alcuni». Da segnalazione di alcuni cittadini, ora al vaglio della Polizia locale che sta conducendo le indagini, sembrerebbe che gli autori di tali inqualificabili atti siano dei ragazzi di età compresa tra i 15 ed i 18 anni. Dello stesso avviso è il sindaco Sergio Soave: «Sono episodi spiacevoli. L’ultima cosa che vogliamo, specie in questo momento, è spendere altri soldi. Ci appelliamo alle famiglie e al loro senso civico. Ed anche ai ragazzi. Anche perché questi vandalismi tornano poi a svantaggio della nostra comunità: i beni distrutti erano di tutti. Si è trattato di un gesto insensato». Paolo Biancardi

Tavolo bruciato e fontana danneggiata: son passati i vandali


MERCOLEDÌ 4 GENNAIO 2012 IL SAVIGLIANESE 4


savigliano

COMUNE

Riconoscimenti consegnati in Consiglio

Tante “eccellenze” in città All’ultimo Consiglio comunale dell’anno, tenutosi lo scorso 22 dicembre, non poteva mancare la consueta girandola di premiazioni, volta a conferire un riconoscimento a saviglianesi distintisi per le loro capacità anche al di fuori delle mura cittadine. Il primo premiato è stato Francesco Cordasco, volontario dell’Avis che ha da poco raggiunto la 304ª donazione di sangue e di plasma. Il sindaco Soave, nel consegnargli il riconoscimento per questo importante traguardo, ha ricordato l’importanza e la generosità della sezione locale saviglianese, che nel 2010 ha compiuto il 65° anno d’età. Si è passati quindi a Nicolò Marengo, giovane promessa del basket nazionale, pronto a ripetere (e perché non superare?) i risultati di un altro illustre ce-

stista saviglianese, Fabrizio Ambrassa, che ora è allenatore della Crabs Rimini, società nella quale milita, tra le giovanili, proprio Nicolò. Già convocato nelle rappresentative di categoria, il futuro sportivo sembra arridere al giovane Marengo, che però non dimentica la sua città natale, ritornandoci quando può e adoperandosi per il volontariato in parrocchia. Umile, con i piedi ben saldi per terra, nonostante l’altezza, il cestista è visibilmente soddisfatto del riconoscimento ricevuto dalle mani dell’assessore allo Sport Marco Paonne: «Questo è un premio che mi emoziona così tanto che non riesco nemmeno a trovare le parole per descrivere la mia felicità» ha detto. Le premiazioni si sono concluse con il conferimento dell’attestato ai gruppi di musica popolare amatoriale operanti sul

Fabrizio Ambrassa “svetta” in aula tra Gosio e Paonne

nostro territorio, nell’ambito di un’iniziativa, promossa in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, indetta dal Ministero per i Beni e le attività culturali. In particolare sono sta-

ti premiati il Complesso bandistico, il Coro Polifonico, la Corale Sorelle Milanollo, la corale alpina Rino Celoria ed il civico istituto musicale Fergusio. Valeria Quaglia

mercoledì 4 gennaio 2012

5

BREVI DALLA CITTÀ

I cent’anni di Esterina Invidiabile traguardo Festa grande, lo scorso 23 dicembre, per i 100 anni di Esterina Cecconello. La signora Esterina è nata a Correzzola, in provincia di Padova, dove ha vissuto sino al 1955 lavorando in campagna. Rimasta vedova, si è trasferita a Torino per stare vicino alla figlia primogenita Pina. Da allora ha sempre fatto la casalinga. Esterina ha anche una dote particolare. Infatti, ha sempre avuto la capacità, senza mai aver fatto dei corsi, di saper sistemare le articolazioni risolvendo distorsioni e piccoli traumi con le metodiche “di una volta”, utilizzando la sola manipolazione ed applicazione di imEsterina Cecconello pacchi “misteriosi”. Il tutto, sempre gratuitamente. Tra i suoi hobby c’era il cucito e, sino a quando la vista l’ha sorretta, la buona cucina. Dal 1998 si è trasferita a Savigliano seguendo la nipote Laura. A partire dall’aprile 2011, invece, risiede a Fossano, presso la casa di riposo “Opera Pia S. Anna – Casa Sordella”. La figlia Pina, i nipoti Laura e Roberto ed i pronipoti Riccardo e Davide fanno tanti auguri alla neo-centenaria. Auguri e congratulazioni cui si unisce la redazione de “Il Saviglianese”.

Actinidia: misure di emergenza Informazioni in municipio L’assessorato comunale alle Attività economiche avvisa che la Regione Piemonte, assessorato Agricoltura Settore Fitosanitario, ha approvato il Piano di applicazione in Piemonte del Decreto Ministeriale del febbraio 2011 “Misure di emergenza per la prevenzione, il controllo o l’eradicazione del cancro batterico dell’actinidia”, contenente le “Istruzioni operative sulle misure di profilassi, disposizioni per i nuovi impianti, delimitazione del territorio, sanzioni”. Per maggiori informazioni in merito, tutti i coltivatori di actinidia potranno rivolgersi, oltre che alle organizzazioni professionali agricole, anche all’Ufficio Agricoltura comunale (tel. 0172.710267) negli orari di apertura al pubblico (dal lunedì al venerdì, dalle 8,30 alle 12,30; il lunedì pomeriggio dalle 14,30 alle 17,30).

Ultimi giorni per la mostra “Mondopresepe in Sangiu”

Cordasco, super-donatore premiato dal sindaco

Premiati i gruppi di musica amatoriale e popolare di Savigliano

Fino a venerdì 6 gennaio si svolgerà, presso l’Agorà di via Torino, la seconda edizione di “Mondopresepe in Sangiu”.Tra le “chicche” dell’esposizione, un curioso presepe dei Puffi, quelli polacchi fatti con la stagnola ed arrivati da Cracovia, i presepi in miniatura del saviglianese Michelle Picco, senza dimenticare quello in chiesa, con padre Pio, di Renato Becchero. Orario 16-19, ingresso gratuito.


6

savigliano

mercoledì 4 gennaio 2012 I.P.

CSI-Piemonte elimina le code agli sportelli

Servizi ai cittadini... in un click L’informatica può semplificare la vita. È proprio il caso di dirlo. Per essere vicina alle persone, la Pubblica Amministrazione piemontese propone servizi digitali semplici, utili e facili da utilizzare. Quando prenotiamo una visita medica o paghiamo un ticket, tutte le volte che vogliamo evitare code agli sportelli pubblici per avere un certificato, quando aiutiamo i nostri figli a scegliere un percorso di studi o se andiamo alla ricerca di un itinerario enogastronomico: sono solo alcuni dei mille momenti della nostra vita nei quali un computer può farci risparmiare tempo e fatica. I servizi della Regione Piemonte e della Città di Torino sono accessibili via internet, e da un unico punto di accesso: così, non solo i cittadini possono risparmiarsi lunghe code agli sportelli pubblici, ma non dovranno nemmeno perdere la giornata tra i vari uffici. Tutto questo è possibile grazie al lavoro del CSI-Piemonte, che gestisce in modo unificato i dati anagrafici e sanitari e li collega per fornire il servizio di cui si ha bisogno, sempre e dovunque. Insomma, “a portata di click”. I cittadini piemontesi possono registrarsi a www.piemontefacile.it, per accedere ai servizi dei comuni che hanno aderito al progetto. Anche la sanità diventa più facile. Dal portale www.scelgolasalute.it si prenotano visite ed esami e si paga il ticket senza doversi recare agli sportelli sanitari. Non solo: è anche possibile scegliere, in base ai tempi di attesa, tra diverse strutture pubbliche e private che effettuano esami specialistici o visite di vario genere. A Torino il progetto è collaudato e si chiama Torinofacile. Attraverso il sito www.torinofacile.it, chi risiede in città può stampare certificati anagrafici, compilare autocertificazioni, inoltrare denunce e reclami, pagare tributi e multe, prenotare appuntamenti agli sportelli comunali, addirittura prenotare le pubblicazioni di matrimonio. Ci sono poi servizi pensati per semplificare il lavoro di diverse categorie professionali: commercialisti, notai, avvocati, geometri.

LA STORIA Cane “molecolare” aiuta a ritrovare le persone

Pepet, un fiuto infallibile In questi giorni, una signora anziana di Alba è scomparsa da casa. Fortunatamente è stata poi ritrovata a Ventimiglia. Gran parte del merito del ritrovamento lo si deve ad un fedele amico dell’uomo. Ovvero ad un cane “molecolare”, specializzato nella ricerca delle persone. Il suo padrone è il saviglianese Paolo De Conno, volontario del Nucleo unità cinofile da soccorso “Le Fiamme” di Centallo, aderente all’Associazione Nazionale Carabinieri che opera nell’ambito del coordinamento provinciale della Protezione civile. «Il cane si chiama Pepet – ci ha raccontato De Conno – è una femmina di 18 mesi, razza Bloodhound. Una razza specifica proprio per la ricerca molecolare. Mi spiego meglio: il cane cerca quelle molecole morte che noi persone perdiamo nei nostri movimenti nell’ambiente. Questo tipo di cane riesce a sentire e a seguire queste nostre tracce anche a distanza di tre settimane. È quindi in grado di indicare la direzione che la persona scomparsa, allontanandosi, potrebbe aver preso. Unico loro limite è che non riescono più a “sentire” quando le persone si recano in un luogo chiuso». Da sempre con i cani “molecolari”? «Ho Pepet da quasi un anno. Prima avevo un altro cane, un maschio, sempre

INCIDENTI REDAZIONE Piazza Santarosa, 21 Tel. 0172.71.39.29 Fax 0172.71.37.21 - Savigliano email: redazione@ilsaviglianese.com – www. ilsaviglianese.com DIRETTORE RESPONSABILE: VALERIO MACCAGNO ABBONAMENTO: Annuo €42,00 - Estero €42,00 + spese postali Autorizzazione N.2 Tribunale Saluzzo 8/9/1946 Poste Italiane: Sped. in Abb. Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) NO/CUNEO art. 1, comma 1 - Conto Corrente Postale N° 11755121 PUBBLICITÀ: RÉCLAME Via Pylos, 20, Savigliano Tel. 0172 71.12.79 STAMPA: Editrice La Stampa - Torino. Tariffe a modulo: Commerciali €16 - Occasionali €17,00; Finanziari e Legali €1,80 mm/c; Necrologie €36,00; Economici €0,53 p.p. Il giornale si riserva in ogni caso di rifiutare qualsiasi inserzione. ASSOCIATO ALLA FIPEG

Paolo De Conno con il suo fido Pepet

specializzato nella ricerca molecolare. L’ho tenuto per tre anni e con lui ho fatto un sopralluogo nella Bergamasca durante le ri-

cerche di Yara Gambirasio». Il suo addestramento? «Prima tre anni presso la Polizia svizzera del Canton Ticino, attualmente “lavoro” con l’Alpeverein, il soccorso alpino del Sud Tirolo, dove sono presenti istruttori specifici per i cani molecolari». Lei vive qui in città; anche Pepet sta a Savigliano? «Certo, il mio cane sta con me. E quando siamo chiamati per una ricerca sono proprio io che lo conduco. Lo tengo al guinzaglio lungo da 3 a 4 metri. Quando arriviamo sul posto chiedo un oggetto o un indumento della persona scomparsa. E poi Pepet, come nel caso della signora albese, ha preso una direzione. Proprio quella giusta». Dopo un ritrovamento, il cane com’è gratificato? «Di solito la “gratifica” arriva in allenamento: gli do del cibo». Una vita tra i cani, la sua, quindi… «Proprio così. Ma io non ho solo Pepet – a proposito in Italia i cani per la ricerca molecolare sono in tutto una ventina – ho anche cani da soccorso e per catastrofe, con i quali ho partecipato ai soccorsi dopo il terremoto che ha colpito l’Abruzzo nel 2010». Paolo Biancardi

Un terzo rispetto al 1997, ma occorre insistere sulla prevenzione

Nel 2011, ancora 51 vittime sulle strade Un tragico incidente a Vernante, l’ultimo giorno del 2011, ha purtroppo fatto salire a 51 il conteggio delle vittime lungo le strade della nostra provincia. Fino a quel momento, nei 12 mesi scorsi, si erano avuti 50 morti, un dato pesante, ma il più basso degli ultimi dodici anni, dal 2000 ad oggi.

Anche perché la Granda, prima dell’inversione di tendenza che si è manifestata a partire dal 2004, era ai primi posti in Italia in questa funesta classifica, con una percentuale superiore alla media nazionale che aveva fatto registrare autentici picchi: 150 vittime nel 1997, 138 nel 1998 e 125 nel 1999. Infatti, i dati sulla mortalità stradale nella Granda dal 2000 ad oggi hanno superato i triste primato dei 1.000 morti in dodici anni: le vittime sono state 122 nel 2000, 115 nel 2001, 116 nel 2002 e 2003, 105 nel 2004, 83 nel 2005, 71 nel 2006, 78 nel 2007, 72 nel 2008, 59 nel 2009 e 68 nel 2010. Ma quali le cause principali delle morti sulle nostre strade? In primis l’estensione geografica del territorio e l’assenza di grandi centri, il che comporta un alto numero di spostamenti per lavoro, salute, istruzione e divertimento. Prevenzione e repressione sono gli strumenti per combattere il fenomeno, oltre agli interventi sulla viabilità, con adeguamenti degli incroci, realizzazione di piste ciclabili, potenziamento della segnaletica, finanche stesura di asfalti ad alta rugosità. «Il minor numero di vittime della strada di sempre: una vittoria, senza dubbio, se raffrontata alle oltre cento vittime annue che ancora pochi anni fa pesavano come un macigno sulla nostra coscienza collettiva – ha detto Gianna Gancia, presidente della Provincia, ente che ha indicato tra le sue priorità la sicurezza stradale fin dai tempi di Costa –. Ma dobbiamo sempre pensare che al di là del dato statistico e dietro questo freddo numero ci sono altrettante tragedie e vite spezzate, famiglie disperate, drammi irreversibili. Voglio esprimere un ringraziamento sincero a tutti coloro che hanno contribuito al miglioramento: dalle forze dell’ordine al mondo della scuola, dal volontariato alla società in genere che nella nostra provincia hanno favorito il crescere d’una nuova coscienza civile». Sei sono state le vittime sul-

Sulle nostre strade, lo scorso anno ancora cinquantuno vittime

le strade del saviglianese e cinque i sinistri mortali. Il 12 marzo una vettura con due coniugi a bordo finì nel laghetto dei Salici a Caramagna. Il 17 maggio un uomo è perito dopo uno scontro contro la chiesetta di Madonna dei Belli a Monasterolo, mentre il 24 maggio un centauro si è

INCIDENTI

schiantato con la moto contro un muro a Caramagna. Ad agosto morì una ragazza albanese per le ferite riportate dopo un incidente alla Sanità. Infine, a settembre un decesso a seguito di un incidente sulla A6 all’altezza di Marene. Pa.Bi.

Diversi episodi in città

Scontri... di fine anno Festività natalizie contrassegnate da alcuni incidenti sulle strade saviglianesi, con un inteso lavoro per gli uomini della Polizia Locale diretti dal Comandante Marco Odasso. Il primo è successo martedì 20 dicembre alle ore 8.30 all’angolo tra via Villa e corso Indipendenza. Qui si è verificato un urto laterale-frontale che ha coinvolto due vetture: un’Opel Zafira condotta da una giovane di 28 anni residente a Savigliano, ed una Fiat Punto con alla guida un marenese di 37 anni. Giovedì 22 dicembre, alle ore 10.15, gli agenti sono stati chiamati in Strada Monasterolo per un anziano ciclista saviglianese, 76 anni, che era stato investito da una Renault Megane condotta da un nostro concittadino di 55 anni. È intervenuta anche un’ambulanza del 118 che ha trasportato il ciclista al Pronto Soccorso del SS. Annunziata. L’antivigilia di Natale, venerdì 23, alle ore 8, in via Ottavio Moreno un urto singolare. Una Ford Focus, di proprietà di un saviglianese di 35 anni, è stata investita e spostata da un’autogru con alla guida un lombardo, di Meda, di 34 anni. Mercoledì 28 dicembre, in piazza Schiaparelli, si è verificato un urto laterale tra un Ford Galaxy ed una Toyota Aigo: particolarità che le conducenti erano entrambe donne e di Racconigi, una di 48 e l’altra di 65 anni. Si erano forse date appuntamento? Infine, venerdì 30 dicembre, nel piazzale dell’ipermercato Leclerc, un urto ha interessato una Bmw condotta da un 76enne marenese ed una Ford con alla guida un torinese di 39 anni.


savigliano

SANITÀ Guida entrambe le aziende sanitarie della Granda

Asl: Monchiero confermato La Giunta regionale, nella riunione di martedì 27 dicembre, ha approvato una delibera presentata dall’assessore alla Sanità Paolo Monferino con la quale si è disposto, nell’attesa che il Consiglio si pronunci sulla nuova organizzazione territoriale delle aziende sanitarie ed ospedaliere, la proroga al 31 marzo 2012 degli incarichi dei commissari straordinari uscenti, in scadenza il 31 dicembre 2011. All’Asl Cuneo Uno, e Cuneo Due, quindi, continuerà fino al prossimo 31 marzo Giovanni Monchiero, mentre all’Azienda sanitaria ospedaliera S. Croce e Carle di Cuneo Mario Marchisio. Cota non deroga infatti ad alcuni capisaldi: «La rete ospedaliera rimane il presupposto fondamentale, perché toglie duplicazioni, sprechi e costruisce un sistema integrato e più moderno. Così come la centralizzazione delle funzioni di supporto, altro

CAVALLOTTA

elemento centrale che vogliamo mettere in atto. Per il resto, crediamo sia importante lavorare per il bene dei piemontesi, al di là di sterili contrapposizioni. Il confronto tra forze politiche dovrà portare ad un’intesa finalizzata a fare quel salto di qualità necessario per il nostro territorio». Scendendo più nel dettaglio, l’assessore Monferino sottolinea che «rimane imprescindibile la messa in rete e l’integrazione degli ospedali così come la loro gerarchizzazione per funzioni: elementi prioritari per razionalizzare il sistema sanitario liberando risorse economiche importanti. È inoltre indispensabile poter mettere tutte le attività di supporto (acquisti, logistica, sistemi, ecc) a fattore comune su dimensioni aziendali più vaste di quelle delle attuali aziende sanitarie territoriali». Per la proposta di architettu-

Giovanni Monchiero

ra del sistema sanitario che l’assessorato si è impegnato a predisporre sono al vaglio due ipotesi: portare all’interno delle sei reti ospedaliere anche le attività territoriali delle stesse aree geografiche; creare una sorta di holding che raccolga 2-3 o più aziende sanitarie territoriali ed ospedaliere in grado di organizzare tutti i servizi e le funzioni di supporto, in-

cludendo tra queste anche la programmazione sanitaria sia per la parte ospedaliera che per quella territoriale. Tale funzione avrebbe lo scopo di definire proprio la programmazione di tutti gli ospedali appartenenti alle aziende sanitarie subordinate a tali holding. Soddisfatto del rinvio dell’approvazione del nuovo piano sociosanitario Mino Taricco del Pd: «Oltre alla separazione ospedale-territorio, abbiamo ribadito la necessità di salvaguardare i Consorzi socio assistenziali, destinati all’estinzione secondo il disegno di legge dell’assessore Maccanti, che va quindi profondamente rivisto ,e altrettanto abbiamo ribadito la necessità di restituire un ruolo importante alle amministrazioni locali e ai sindaci nel rapporto tra la sanità e il territorio che rappresentano. Contnuiamo ad essere per le due Asl in provincia di Cuneo». Paolo Biancardi

L’ex scuola ora costa un po’ di meno zo è stato però ridotto del 10%, e quindi ora è fissato a 156.330 euro. Il consigliere Pier Giorgio Rubiolo (Pdl), che come il resto della minoranza si è astenuto, ha espresso pessimismo a riguardo: «È un brutto momento, questo, per vendere degli immobili». Ha replicato il sindaco Sergio Soave: «Ne sono consapevole, ma se indugiamo ancora il bene si deprimerà sempre di più». Se anche questa seconda asta dovesse risultare inutile, si potrà eventualmente andare a trattativa privata. «L’amministrazione ha operato bene. Ma non svendiamo il patrimonio comunale» è stato l’appello del coordinatore di maggioranza Fulvio D’Alessandro (Civica per

7

LUTTI IN CITTÀ

Angelo Cordasco, apprezzato nonno vigile È scomparso alcuni giorni prima di Natale Angelo Cordasco, 68 anni. Pensionato Fiat – lavorava allo stabilimento di Carmagnola – era arrivato nella nostra città giovanissimo da Acquaviva delle Fonti, in provincia di Bari, per raggiungere alcuni parenti. È stato uno dei primi “nonni vigili” ed era attivo anche nel Centro Anziani comunale. I funerali sono stati celebrati lo scorso venerdì 22 dicembre nella parrocchia di San Giovanni. Lascia la moglie Enza e la figlia Maria Cristina con la famiglia.

Addio a Giorgio Fava, ricostruiva gli pneumatici Venerdì scorso, nella chiesa parrocchiale di San Pietro, si sono svolti i funerali di Giorgio Fava, deceduto all’età di 87 anni. Nel 1951, suo padre Camillo aveva trasferito la propria attività di ricostruzione pneumatici, intrapresa quando era ancora in corso la seconda guerra mondiale, nei locali a pianterreno di uno stabile, tuttora esistente, situato all’angolo tra via Chianoc e via Ospedali. L’attività, cui partecipò anche Giorgio, venne condotta fino agli anni ’70, quando venne meno la convenienza a ricostruire gli pneumatici. La ditta contava su una quarantina di operai e due impiegate. Negli anni successivi, Fava rimase nel settore, dedicandosi al commercio degli pneumatici. Persona gioviale e conosciuta in città, da giovane era stato uno sportivo, eccellente nel lancio del peso e nelle sfide a braccio di ferro. Lascia i figli Pier Giorgio e Luciano, le sorelle Renata ed Esterina con le rispettive famiglie.

“Mino” Rondinone, tipografo e sindacalista

Ancora nessun acquirente La scuola della Cavallotta è stata chiusa nel giugno del 2010, ma è difficile prevedere quale sarà il destino dell’edificio nel prossimo futuro. Dopo l’alienazione decisa a settembre dello scorso anno, era stata infatti messa una prima volta all’asta, che scadeva il 30 novembre scorso, al prezzo di 173.700 euro. Da allora, però, nessuna proposta concreta è pervenuta in Comune. Durante la seduta dello scorso 22 dicembre, dunque, il Consiglio comunale, grazie ai voti favorevoli della maggioranza di centro-sinistra e del consigliere Gosio (Udc), ha deciso di indire una nuova asta per lo stesso immobile, che è di proprietà comunale. Il prez-

mercoledì 4 gennaio 2012

L’ex scuola della frazione Cavallotta Soave). Si è astenuta la minoranza. La scuola della frazione era stata costruita nel 1932 e nel dopoguerra era stata intitolata al partigiano cuneese Duccio Galimberti. V.Q.

È scomparso nei giorni scorsi Bartolomeo Rondinone, all’età di 73 anni. “Mino”, com’era familiarmente chiamato, aveva lavorato come tipografo e linotipista prima a Saluzzo, poi a Torino ed infine all’Artistica di Savigliano. Da sempre aveva fatto attività sindacale nella Cgil. Negli anni della pensione si era dedicato, come volontario, all’attività dello Spi (Sindacato pensionati italiani) e del Sunia (sindacato degli inquilini), entrambi affiliati alla Cgil. «Era una persona molto attiva ed intelligente – lo ricorda il sindacalista Francesco Sabetta – ed era molto sensibile ai temi sociali. Abbiamo collaborato tanti anni e Mino era proprio una brava persona». Tra le passioni di Rondinone c’era senz’altro la musica: suonava infatti nella Banda della nostra città. I funerali si sono tenuti sabato scorso alla Pieve. Lascia la moglie Vera, le figlie Katia e Rosella con le rispettive famiglie e la sorella Maddalena.


8

savigliano

mercoledì 4 gennaio 2012

BREVI DALLA CITTÀ

Passaggio a livello dell’Alstom Rfi: «Il segnale acustico è regolare»

COMUNE Durante la votazione del bilancio in Consiglio

Piola tira in ballo Cicerone

Per il mese di gennaio, l’incontro di preghiera di Padre Pio presso la chiesa di S. Filippo sarà posticipato a venerdì 13 gennaio: ore 8.30 S. Rosario e ore 9 S. Messa. I mesi successivi riprenderà regolarmente il primo venerdì del mese.

Se la manovra finanziaria del governo Monti ha fatto piangere la maggior parte degli italiani, quella approvata dal Consiglio comunale non ha certo portato allegria tra i saviglianesi. L’assemblea cittadina dello scorso 22 dicembre ha approvato il bilancio di previsione del 2102 che, oltre a prevedere un taglio alle spese di gestione da parte del Comune, costringe i cittadini a mettere mano al portafoglio. La decisione è stata presa con l’ok della maggioranza e del consigliere di minoranza Massimiliano Gosio (Udc). La lega Nord si è astenuta dal voto, mentre il Pdl ha espresso parere contrario. Prima di illustrare la manovra finanziaria, l’assessore al Bilancio Gianpiero Piola (Pd) ha ritenuto opportuno ricordare una famosa riflessione politica di Cicerone che risale al 55 a.C.: “La finanza pubblica deve essere sana, il bilancio deve essere in pareggio, il debito pubblico deve essere ridotto, l’arroganza dell’amministrazione deve essere combattuta e controllata e l’aiuto ai paesi stranieri deve essere diminuito per evitare il fallimento di Roma. La popolazione deve ancora imparare a lavorare

Cif: via alle iscrizioni Incontro mensile con suor Anna

CULTURA

Tutto regolare al passaggio a livello tra le vie Villa e Moreno, quello dell’Alstom per intenderci. Alla Polizia Locale erano giunte segnalazione – da parte sia di cittadini che di utenti – che l’avvisatore acustico di apertura e chiusura sbarre era talmente debole che i pedoni, i ciclisti, nonché i conducenti di veicoli non riuscivano a percepirne il segnale sonoro. Gli uomini del Comandante Odasso hanno fatto le opportune verifiche scrivendo anche a Rfi (Rete Ferroviaria Italiana), proprietaria dell’impianto, per segnalare tale problema. La quale, da par sua, ha svolto i propri accertamenti ed ha convenuto che la segnalazione acustica risulti conforme alle caratteristiche richieste dal Codice della Strada.

Raccolta oli usati, ancora pasticci dentro gli appositi contenitori Utilizzare i contenitori di raccolta dislocati in città è semplice. Per buttare la bottiglia, svuotata del contenuto di olio, il cittadino ha vicino a ciascuno dei contenitori, il cassonetto per vetro e lattine (se la bottiglia è di vetro) o un cestino o cesto per l’immondizia (se è di plastica)... Ma come si può veL’olio va buttato senza le bottiglie! dere... è più facile lasciare tutto nella bacinella di raccolta, senza nemmeno vuotare l’olio! Ora sono anche scritte queste semplici regole, ma a giudicare dalle foto forse ancora non basta.

“Preghiera di Padre Pio” Posticipato l’appuntamento

Il Centro italiano femminile avvisa che da martedì 10 gennaio si aprono le iscrizioni per l’anno 2012. La quota annuale rimane di 30 euro e nel prezzo è compreso l’abbonamento alla rivista “Cronache e opinioni” edita dal Cif nazionale. La sede è aperta al martedì ed al venerdì, dalle ore 10 alle ore 11, in via Savio n. 9. Inoltre ,si comunica che mercoledì 11 gennaio, alle ore 17, si terrà la preghiera mensile guidata da Suor Anna presso la chiesa dell’Istituto Sacra Famiglia.

Marco Tullio Cicerone

invece di vivere di sussidi pubblici». Poi, l’assessore stesso, tra il serio ed il faceto, ha commentato: «La crisi dura da 2.066 anni... questo ci tranquillizza». Dal bilancio preventivo di quest’anno emerge che la civica amministrazione dovrà fare a meno di circa 540.000 euro rispetto al 2011. Infatti, dalle casse comunali mancheranno 300.000 euro che l’ex governo Berlusconi aveva deciso, a suo tempo, di non erogare più ai Comuni, e 240.000 euro derivanti dall’incasso “extra” dalla concessione per l’impianto fotovoltaico nel parcheggio dell’ospedale, già incassati interamente lo scorso an-

Gianpiero Piola

no. Con tale cifra in meno e visto che stiamo attraversando un grave periodo di crisi economica e sociale a livello nazionale e locale, è stato previsto di tagliare la spesa per i servizi, senza però intaccare quelli sociali, e di incrementare l’addizionale comunale Irpef (Imposta sulle persone fisiche). A questi esborsi dovrà anche aggiungersi il ritorno dell’Ici sulla prima casa, che sarà probabilmente conglobata nella futura Imu (Imposta municipale unica). Però, per conoscere le aliquote del nuovo “balzello” si dovranno aspettare i cosiddetti decreti attuativi del Governo. Per quel che riguarda gli in-

vestimenti, la civica amministrazione, dovendo rispettare il patto di stabilità e non avendo soldi a disposizione, si limiterà a finanziare alcune iniziative: coprire il campo di calcetto presso la piscina, offrire un contributo per il rifacimento dell’asilo della Pieve, realizzare una nuova pista ciclabile, dare inizio ai lavori di ristrutturazione del chiostro di San Pietro, potenziare l’illuminazione pubblica e garantire la manutenzione delle strade. Le manifestazioni cittadine invece verranno programmate solo se si reperiranno i finanziamenti necessari a coprire le spese per il loro allestimento. Anche i contributi alle associazioni resteranno in forse fino a quando non si troveranno i soldi da elargire. Inoltre, la seconda linea del City Bus, in funzione solo da pochi mesi, è a rischio soppressione da fine giugno per mancanza di fondi. Dulcis in fundo, il sindaco, gli assessori ed il presidente del Consiglio comunale hanno deciso di ridursi lo stipendio del 10%. È una goccia in mezzo al mare, che tuttavia ha fatto scendere i costi della politica locale da 105.000 a 95.000 euro all’anno. Dino Pagliero

Presentato al liceo Arimondi un libro sull’attentatore di Hitler

Claus Von Stauffenberg, un eroe... a fumetti Nel settembre scorso, presso l’editore Fusta di Saluzzo, è uscito il volume dal titolo “Un uomo contro Hitler” (prezzo di

copertina 13 euro), realizzato a fumetti da Cinzia Cannavale, dedita all’attività artistica e all’insegnamento per gli alunni disabili nelle scuole primarie di Napoli. L’uomo a cui allude il titolo si chiamava Claus von Stauffenberg, aveva trentacinque anni e apparteneva a un’illustre famiglia dell’aristocrazia tedesca. Dopo aver combattuto su vari fronti, nel 1942, in Tunisia, saltò su una mina con la sua macchina e perse l’occhio sinistro, la mano destra, i timpani e riportò delle gravissime ferite alle ginocchia. Nonostante questo, nell’autunno del 1943 riprese servizio, fu designato capo di Stato Maggiore e assunse la direzione dell’operazione “Valchiria”, condotta da ufficiali tedeschi per eliminare Hitler con una bomba. Verso le otto del mattino del 20 luglio 1944, Stauffenberg si recò al quartier generale del Fuhrer per riferire sulla disponibilità di truppe da inviare in linea. Dopo aver collocato sotto il tavolo, intorno al quale avevano preso posto gli intervenuti alla riunio-

SCUOLA

Franco Magliano, Giulio Ambroggio e Carmine Bonino

ne, la valigetta che aveva con sé contenente una bomba, con un pretesto uscì dalla sala. Dieci minuti dopo l’ordigno, che nel frattempo era stato allontanato inavvertitamente dalla sedia su cui Hitler era seduto, esplose lasciandolo miracolosamente illeso. Stauffenberg e altri congiurati furono fucilati quella sera stessa alla luce dei fari delle automobili, poiché erano già calate le tenebre della notte. Prima di Natale il libro è stato presentato – con un linguaggio chiaro e avvincente – dal professor Giulio Ambroggio agli studenti del liceo “Arimondi”, e il

consigliere comunale Carmine Bonino ha ricordato gli antefatti della sua pubblicazione. Nel 2008 egli aveva proposto alla commissione toponomastica del comune di Savigliano di intitolare una via a Stauffenberg, ma la proposta fu respinta. Invece fu accolta più tardi, con favore, da Boves, città martire della Resistenza, che gli intitolò un giardinetto pubblico. Quanto al libro è stato realizzato grazie all’interessamento del professor Iezza, ex preside del liceo “Arimondi”, e riguarda proprio il fallito attentato al Fuhrer. Giovanni Bosio

Mario Collino a Levaldigi

Divertirsi “con poco” Mercoledì 21 dicembre, nella palestra della Scuola Primaria di Levaldigi, Mario Collino (più conosciuto come “Prezzemolo”), ha avuto un simpatico incontro con gli alunni e le insegnanti. Dalle sue tre capienti valigie sono usciti tanti sacchetti e scatole, contenenti una varietà incredibile di giochi tipici dei nostri nonni. Sono stati tutti da lui realizzati con materiali di uso comune (legno, spago, stoffa…). Materiali che molti avrebbero buttato nella pattumiera. Davanti agli occhi sorpresi

dei bambini si sono animati pupazzi e vari tipi di oggetti, che “Prezzemolo” muoveva in modo abile con brevi spiegazioni e qualche battuta spiritosa. Anche un semplice tovagliolo è diventato via via un coniglio, una bambolina alla moda, un topolino che saltellava. Mario Collino, alias “Prezzemolo” Sulla parete illuminata dal sole, le mani di Prezzetano le insegnanti – che hanno molo hanno inoltre dato vita e fatto intuire ai bambini l’abilità ma“voce” a tanti animali. nuale, l’ingegnosità e l’utilizzo di «Sono state due ore di piace- tanti semplici materiali da parte vole intrattenimento – commen- dei nostri nonni».


savigliano

RECENSIONE Il professor Scavino sul nuovo libro di don Rayna

«E’ un libro da meditare» Poesia ed arte fotografica sono espressioni di una stessa concezione della vita, perché la prima ci dice con le parole ciò che la seconda esprime con la rappresentazione degli oggetti della natura. Per questo motivo accogliamo tanto più volentieri, e con gioia, questo terzo volume del trittico – “Dai fondali azzurri del cuore” – che raccoglie poesie e fotografie che illustrano il “cammino comune nell’arte” di don Giovanni Maurilio Rayna e di Enrico Vignolo. La vita è, infatti, un cammino. Per alcuni è invece uno stare. In attesa di che cosa? Non lo sanno. Ma chi le vuole dare un senso sa che essa è un impegno e che non solo le parole, ma ogni elemento della realtà che ci è dinanzi, sono un monito ed una guida. La prima lirica della raccolta è perciò programmatica. Il sentiero che si snoda nel bosco è un invito ad incamminarsi verso la luce che arrossa il cielo al di là dei monti. Luce che è il termine di ogni umana fatica: luce di Fede, luce di Verità, luce che attira chiunque muova i suoi passi verso la propria meta, senz’altro scopo che l’amore del vero. Il pregio del libro non sta solo nella bellezza dei versi e delle immagini. Sta nella perfetta aderenza tra i primi e le seconde. Entrambi sono mezzi di comunicazione, e le immagini mettono in luce il significato delle parole, ne accrescono la vitalità e la forza espressiva, aggiungono qualcosa alla potenza dei concetti e delle espressioni poetiche. In una parola, sono anch’esse poesia. Ed anch’esse, come la poesia, sono

al servizio della mente e dell’intelletto: saziano l’umana sete di bellezza e di verità. E sono anch’esse insostituibili: senza, infatti, la realtà materiale non esisterebbe l’attività del pensiero. Senza la bellezza della natura non esisterebbe quella della poesia. Per questo ci sembra che l’interazione tra testo poetico ed immagine non giovi solo ad abbellire la veste grafica del libro. Esse parlano in uguale misura alla nostra mente, perché ci dicono le stesse cose. Poesia e Natura sono due delle tante voci della verità che ci si rivela dall’alto. Anche le parole possono scolpire delle immagini, e le immagini a loro volta rivelare, a chi le sa leggere, delle qualità interiori. Ed infine la meta del viaggio, di cui avevamo parlato all’inizio, e che compare puntualmente al termine della raccolta, il “silenzio sottile”, o il “silenzio luminoso” di Dio, si manifesta in un capo coronato di spine, simbolo dell’umana sofferenza, ma anche della gloria e della felicità che, rovesciando il modo umano di pensare, si rivelano in quella forma al fedele che le attende al termine della vita. La poesia insegna, infatti, a guardare “con occhi nuovi” la realtà circostante, come avvertono gli autori al termine della loro impresa. Quegli scogli che appaiono sulla copertina del libro non sono scogli e quei fondali non sono dei fondali, e la stessa cosa si deve dire della superficie azzurra del mare, delle rocce e del verde che le sormonta. Fu detto che la natura è una metafora universale dello spirito. Se questo è vero, gli elementi della realtà so-

Don Maurilio Rayna

no la veste metaforica di altre cose: concetti, affetti, sentimenti, emozioni e sensazioni che il lettore non sarebbe in grado di scoprire dentro di sé, senza le parole del poeta e senza le immagini che le accompagnano.

La raccolta di don Maurilio Rayna e di Enrico Vignolo ci racconta, dunque, il viaggio di una vita. Una vita che sa di avventura, facile da leggere, un po’ meno da interpretare, come di chi passa da una meraviglia all’altra della creazione, in attesa dell’epilogo, conservando intatta la facoltà di vedere nelle cose più umili e più consuete della realtà quotidiana l’impronta del divino. Questa impronta si manifesta nel sentimento che ci coglie nel leggere le poesie e nel contemplare il corredo fotografico: che l’amore verso tutti gli aspetti della natura e l’amore verso tutti gli esseri umani sono le due facce della presenza del divino in ciascun uomo. E ciò rende ancora più vero ciò che dice uno dei due autori nella sua presentazione: questo è un libro non solo da leggere, ma più ancora da meditare. Renato Scavino

OFTAL Incontro di “preghiera itinerante”

Per ricordare don Rastelli Arriva nella nostra città la “Preghiera Itinerante” promossa dall’Oftal (Opera Federativa Trasporto Ammalati a Lourdes) in occasione dell’80° anniversario di fondazione dell’associazione (1932) e del centenario del primo pellegrinaggio a Lourdes con un malato. Mercoledì 11 gennaio, presso la parrocchia di San Giovanni, alle ore 20.45, si svolgerà l’adorazione “una solida vita interiore illuminata dall’umiltà e dallo spirito di preghiera: per stare in piedi bisogna stare in ginocchio”. Un’occasione per riflettere su una storia nata dall’intuizione del vercellese don Alessandro Rastelli, che, dopo un viaggio a Lourdes quale suo ringraziamento per essere sopravvissuto ad un grave incidente, decise di ritornarvi nel maggio del 1912 portando con se un malato. Quest’anno il pellegrinaggio a Lourdes si terrà dal 5 all’11 agosto, mentre tra il 15 e il 18 marzo, in occasione del viaggio a Roma, udienza speciale dal Santo Padre Benedetto XVI. Per ulteriori informazioni, si può contattare il responsabile della sezione Oftal “Bra Lombriasco” al 333.7980112.

mercoledì 4 gennaio 2012

CRONACA

9

Allontanato da due locali

Uomo importunava i clienti Nei giorni scorsi, ci sono giunte parecchie segnalazioni riguardanti la presenza, in città, di un uomo sulla sedia a rotelle che chiedeva insistentemente l’elemosina. In due occasioni, nella serata di domenica e durante la giornata di lunedì, i proprietari di due locali pubblici hanno dovuto perfino richiedere l’intervento delle forze dell’ordine – Carabinieri e Polizia Locale – per sedare l’uomo che era visibilmente alterato. Dal comando della Polizia Locale apprendiamo che l’uomo è senza fissa dimora, è privo di documenti, e ha detto di essere nato a Vercelli circa una quarantina di anni fa. È sulla sedia a rotelle in quanto privo parzialmente della gamba destra. Accompagnato all’ospedale, è stato visitato nel reparto di psichiatria, dove è stato dimesso senza riscontrare alcunché.

SAN SALVATORE In scena “Polvere di stelle”

Natale all’asilo Miretti

I bambini nella storia della pecorella Gisella “Natale è… la magia di una parola: Amore, Amore da condividere con gli affetti più cari”. Questa è stata la poesia che, proposta dall’insegnante Rossana, ha aperto la recita di Natale all’Asilo di San Salvatore. Poi, una volta aperto il sipario, l’attenzione è andata ai piccoli attori che hanno presentato “Polvere di Stelle”, ovvero la storia della pecorella Gisella che la notte di Natale non aveva sonno e, guardando il cielo, sognava di essere una stella. Grazie alla polvere di stelle avuta dalla Cometa, Gisella diventò una pecorella speciale, una stella in terra, luccicante. Così quella magica

notte, ha potuto aiutare la Cometa in cielo a guidare i pastori e i Re Magi alla capanna per rendere omaggio al Bambinello, che come primo dono ricevette proprio quella “polvere di stelle” che rese la mangiatoia, nella quale era deposto, il simbolo di luce e speranza visibile a tutti. Veramente una bellissima rappresentazione, resa suggestiva dalla pianola dell’immancabile Maestro Pino. Sul finire, come consuetudine, prima degli Auguri, da una porta laterale è spuntato… Babbo Natale, un po’ acciaccato, con la barba bianca ed un grosso sacco pieno di doni.


10

lettere

mercoledì 4 gennaio 2012

I LETTORI CI SCRIVONO Capodanno al Centro Anziani Riceviamo e pubblichiamo. C’è un detto che dice: “Anche le cose belle finiscono”, ma non vorrei che questo succedesse al nostro Centro Anziani con le dimissioni del presidente Angelo e di tutto il suo Direttivo. Anche questo Capodanno trascorso presso il nostro Centro è stato non solo caratterizzato da un servizio cordiale ed attento, ma da un ristorante a 5 stelle… che si potrebbero tranquillamente raddoppiare. Grazie sempre di cuore al nostro Presidente Angelo, alla signora Anna ed a tutto il Direttivo, che sanno dimostrare la loro capacità, la buona volontà e la bravura nel servirci e nel farci star bene. Buon anno a tutti ancora per molto tempo, un abbraccio ed un sorriso con affetto. Meri – Savigliano

Uno sfogo contro le “leggi-Soviet” Stim.mo direttore, perché, viste le regole “Soviet” vigenti, la prossima settimana ritirerò 4.700 euro dalla banca in contanti!? - Perché, anche se “mala tempora currunt”, li ho! - Perché sono miei; sono risparmi ed introiti da pensione, vendita di cose mie e di mia moglie e regali, in contanti, delle mie zie per Natale; - perché li voglio usare a mio gusto senza che mi si dica cosa devo farne; - perché mi ritengo un libero e cittadino (c.f. Gipo Farassino) - perché voglio donare 2.200 euro a famiglie povere che conosco (non hanno conti in banca, quindi non posso fare bonifici, non possono fatturare perché non hanno attività private e sono difese dalla privacy); - perché voglio comprare carta igienica per 5 famiglie per tutto il 2012 (sedi varie, 600 euro a scontrinaggio totale, esenti da dichiarazione. Non si possono scalare!); - perché voglio regalare 900 euro a mia figlia, ed ai suoi amici, come rimborso spese, in quanto stanno faticando come dannati per superare l’obsoleto quanto discutibile Esame di Stato per essere autorizzati a fregiarsi del titolo di avvocato (lotta improba contro una delle tante Caste!); - perché voglio divertirmi, a pagamento, con qualche allegra donnina: euro 1.000 – 3 mesi – ma nessuna mi può rilasciare fattura, anche se tutte potrebbero essere tassate! Difficile per politici e contabili di turno toccare questi ed altri argomenti! Più facile aumentare benzina, autostrade, addirittura tabacco ex trinciato, Iva e via dicendo. È più facile mantenere gli stipendi dei politici e destabilizzare l’ex Fiat (o c’è ancora?) immettendo sul mercato delle auto “marchionnicamente” e vergognosamente Usa riciclate (vedasi la 300 Chrisler ribattezzata Thema prodotta fuori Italia e venduta a prezzi decisamente superiori alla sua musa ispiratrice!). Interventi che avrebbe potuto fare ognuno di noi senza andare a studiare alla Bocconi! Comunque, totale ritiro, euro 4.700, tutto compreso e tutto da spendere in settori non tassabili, né scalabili. E vediamo cosa potranno dirmi i geni della finanza che non sia la solita manfrina dell’antimafia e riciclaggio! Giorgio Barberis – Savigliano

Caramagnesi sconcertati Egr. direttore, visto e sentito lo scontento di tanti caramagnesi, nostri concittadini, desideriamo rendere note alcune nostre considerazioni agli attuali amministratori, riguardo ai recenti interventi eseguiti in Caramagna. Considerazioni che vanno interpretate senza alcuna vena polemica, ma con assoluto spirito costruttivo. Restiamo convinti, poggiandoci su quel minimo di esperienza acquisita a seguito degli incarichi comunali ricoperti qualche decennio or sono, che il voler cambiare a tutti i costi non sia sempre la via più costruttiva ed indicata per portare miglioramenti alla realtà cittadina. In particolare, facendo riferimento ad interventi relativi al Piano del Traffico Urbano, siamo rimasti piuttosto perplessi per alcune decisioni prese probabilmente “a cuor leggero”, tralasciando le esigenze dei cittadini che transitano abitualmente lungo le vie caramagnesi. Ci appare altresì inappropriato aver assegnato ad una ditta, sicuramente esperta del settore (la “Tau Trasporti ed Ambiente Urbano s.r.l.” di Milano), ma piuttosto lontana dalla realtà caramagnese, la redazione del documento che dovrebbe rivedere la viabilità di un paese che, fortunatamente, non è quasi mai stato interessato da sinistri stradali di una certa entità. Un Piano Urbano del Traffico che comporta tra l’altro costi non indifferenti. Il dialogo pubblico, gli incontri con i cittadini al fine d’instaurare un rapporto democratico tra i vertici amministrativi di Caramagna e la popolazione, vero cavallo di battaglia della Vostra lista in sede di campagna elettorale, è passato in questo caso in secondo piano. Chi meglio di qualche caramagnese Doc avrebbe potuto dare qualche consiglio per lo sviluppo di modifiche funzionali alla viabilità del paese? Non vogliamo assolutamente sminuire il lavoro di tecnici, certamente preparati ed istruiti, ma al tempo stesso crediamo che sarebbe stato utile organizzare dei pubblici incontri per illustrare e spiegare ai caramagnesi l’utilità di sensi unici, piattaforme rialzate e limitazioni varie, previste nel Piano del Traffico ed attualmente in fase di realizzazione ed inserimento. Qualche perplessità ha destato la realizzazione della piattaforma rialzata nei pressi della Scuola Materna: la riduzione del numero di parcheggi e la costruzione di una chicane che potrà essere un’insidia nel periodo delle nebbie e con asfalto ghiacciato, dovrebbe servire a limitare i pericoli per i bambini. Ma la sicurezza dei pargoli non era sufficientemente garantita dal servizio egregiamente svolto dai “nonni-vigili”? Senza contare l’esorbitante costo che ha richiesto l’intera opera. A nostro avviso, le priorità che richiedevano un immediato intervento erano altre. Ad esempio, la realizzazione di attraversamenti pedonali in via Luigi Ornato, cuore pulsante del nostro Comune, a discapito di percorsi ciclo-pedonali utili, ma talvolta incompleti e non sufficientemente illuminati. Apprezzando sinceramente l’impegno profuso a tutela dei pedoni,Vi domandiamo tuttavia se non fosse stato meglio realizzare un percorso lungo il lato di strada che costeggia l’area degli impianti sportivi, evitando attraversamenti pericolosi in Strada Carmagnola. E ancora, in merito alla realizzazione del percorso ginnico in località “Carmagnotta”, non sarebbe stato opportuno realizzare un’area simile in una zona più accessibile all’intera popolazione (ad esempio nei pressi dell’area della “Crocetta”, recentemente riqualificata), anziché lungo una strada (Strada Sommariva), difficilmente percorribile dai pedoni? Sappiamo che il progetto relativo al Piano del Traffico ed agli interventi da esso previsti sono stati a lungo esposti nell’atrio del Comune, ma non tutti i cittadini sono abituati a frequentare la Sede Comunale ed a consultare i vari atti e mappali esposti. Per questo Vi richiediamo maggiore trasparenza nel rapporto con i cittadini di Caramagna.

Un altro quesito, che ci siamo in questi giorni posti, riguarda la realizzazione dell’impianto fotovoltaico presso gli impianti sportivi di Strada Carmagnola: non sarebbe stato meglio mettere la cittadinanza a conoscenza dei costi e dei guadagni che deriveranno da questa opera d’importanza non indifferente? Considerando che è stato acceso un mutuo con ammortamento di anni 20 a tasso fisso, sarebbe stato forse opportuno render pubbliche le varie spese che dovranno essere sostenute e mantenute anche oltre la scadenza del mandato dell’attuale Amministrazione. Chiudiamo con una piccolo consiglio che può essere considerato come un suggerimento banale, ma sempre appropriato: cambiare tanto per cambiare non è quasi mai funzionale sull’economia di un paese. Infatti, la capacità di un’amministrazione comunale non si misura con cambiamenti introdotti, ma con la prosecuzione (certamente inserendo le opportune migliorie) di un progetto che per anni ha dato frutti positivi. Cordiali saluti, Luciano Demichelis, Cornelio Emanuel, Francesco Pignata Amministratori anni 70-80 – Caramagna

Ironia quotidiana Riceviamo e pubblichiamo. Oggi si soffre di “automobilite acuta” e ci si dà da fare per creare nuove e vecchie aree di parcheggio, ma forse non si sono mai presi in esame gli studi che fanno presente che la creazione di nuovi parcheggi rende, dopo pochi mesi, la situazione ingestibile come prima. Per cui, l’unico sistema serio consiste nel favorire l’uso delle gambe e delle bici rendendo le città più vivibili con aree pedonalizzate, tenendo presente che la nostra, date le sue dimensioni, è usufruibile a piedi come in bicicletta, fatta salva la necessità di carico per spese pesanti ed oggetti ingombranti o il trasporto di persone con problemi, e in questi casi ben venga l’auto. Per tutto il resto, se l’uso fosse questo, non ci sarebbero problemi né di traffico, né di parcheggi, né di inquinamento. Dunque si può vivere la città a piedi e, se si sa osservare, c’è da divertirsi comprendendo il grado di civiltà di quanti ci vivono. Basta andare a fare il dovere civico di mettere negli appositi cassonetti vetri e lattine per vedere quanta cura nel differenziare pongano i cittadini: non è necessario mettersi a scavare, basta alzare il coperchio per ammirare gonfie borse di plastica che era troppo faticoso svuotare e altro peggio. Se, per caso, si alza il coperchio dell’umido, non va meglio, ma procurarsi i sacchetti biodegradabili che vengono distribuiti gratis deve essere un’operazione faticosa, giacchè tra i sacchetti ci sono sempre borse di ogni genere e anche di contenuto improprio. La cosa più strana capita poi dove c’è la raccolta dell’olio di frittura, che essendo più impegnativa si potrebbe pensare che chi lo raccoglie sia parimenti solerte nel vuotarlo. Invece, quando si alza il coperchio, il piccolo spazio con griglia di filtraggio è zeppo di bottiglie abbandonate, ma anche di sacchetti con bottiglie da svuotare e non basta che sul bidone, a lettere grandi, ci sia la spiegazione sul come fare: o si è analfabeti, o il senso civico sta da un’altra parte. Quando poi ci si avvicina alle vetrine è grazioso vedere gli esercenti che rendono piacevole il luogo con fioriere e può capitare di imbattersi in un magnifico ciclamino dai grandi fiori sul quale campeggia la scritta: “Sono un ciclamino! Non il wc per il vostro cagnolino!!!”, questo in via Torino, ma se ci si sposta in via Pylos, angolo via Savio, appesi ai muri ci sono piccoli manifesti con inviti similari circa le deiezioni dei graziosi animaletti. Oh, poveri animali! Che cattiveria, c’è pure chi pretende che non gliela facciano nel vaso fiorito, sulla porta, contro il portone o contro il muro, sui marciapiedi. Ma quale violenza si vuole imporre alla libertà dei cani o dei loro padroni, avendo anche ricevuto una telefonata che m’illuminava sul fatto che i cani non portano il pannolino. Lascio ai lettori il giudizio sull’educazione e sul senso civico di chi non conosce il rispetto per gli altri, senza accomunare quanti fanno il loro dovere raccogliendo gli escrementi e non lasciando lordare le cose altrui. La città è bella anche per questo; se poi si va a passeggio lungo la sponda del Maira si vede che quella pseudo strada fatta spostando la ghiaia, più volte, dal centro del fiume alla sponda sinistra idrografica è di nuovo sparita e il fiume è ricco di isolotti. C’è da sperare – voglia l’intelligenza – che, anziché tornare a fare un lavoro costoso e inutile, si creino le condizioni per una costante liberazione di quanto le piene portano giù ad ogni stagione piovosa, tenendo basso il fiume, ricuperando denaro prezioso per le casse comunali dalla vendita della ghiaia, evitando permessi di scavo che riducono il territorio in laghetti, perdendo ettari di fertile terreno che è utile per produrre cibi di vitale importanza. Sarà difficile fare le cose facili? Osvaldo Pignata – Savigliano

Ancora sulla banda Egregio direttore, mi ero ripromesso di non replicare alle considerazioni del “dimissionario” ex presidente della banda cittadina, ma essendo stato chiamato in causa come “tuttologo” rispondo volentieri al solito “monologo”. Mi sembrano ingenerose le affermazioni del “dimissionario” ex presidente volte a sostenere di aver ereditato una banda disastrata. Queste affermazioni non corrispondono al vero e offendono il bravo Fogliacco e poi il direttivo che, insieme a me e per alcuni mesi, ha sempre lavorato gratuitamente e con pochissime risorse per sostenere i musicisti volontari della banda. Preso dalla foga del momento e dalla ribalta mediatica, il “dimissionario” ex presidente ha forse un po’ esagerato. Per quanto mi riguarda, con soli 2.000 euro l’anno, abbiamo garantito (sempre) tutti i servizi richiesti dall’amministrazione, abbiamo consegnato un bilancio senza alcun debito e, soprattutto, abbiamo cercato di sostenere i volontari a discapito di chi ha utilizzato la banda per soli fini personali. Il “dimissionario” ex presidente ha sempre fatto largo uso di aggiunti a pagamento provenienti da altre bande (nel recente concerto di Natale è arrivato a coinvolgerne ben 19) nonostante la tanto decantata scuola di musica che, di fatto, è servita prevalentemente a sostenere economicamente solo i maestri e non i volontari. Ragione per cui, proprio perché è prevalso nell’attività del “dimissionario” ex presidente esclusivamente il culto della personalità con una dipartita un po’ patetica e strappalacrime, sono convinto che adesso si possano finalmente recuperare le disponibilità e le professionalità di molti musicisti sul territorio e di molti soggetti seri in grado, forse meglio di altri, di far crescere anche (non solo) la banda cittadina. Soprattutto spero adesso si possano armonizzare e coinvolgere tutte le risorse musicali della nostra città evitando divisioni, presunzioni e deleterie contrapposizioni personalistiche. Vedremo, magari anche in Consiglio comunale. Fulvio D’Alessandro, Capogruppo consiliare, Savigliano

Pd racconigese verso le elezioni Riceviamo e pubblichiamo. Con una riunione degli iscritti al Pd racconigese, tenutasi a fine novembre, si è conclusa la prima fase di avvicinamento alle elezioni amministrative della prossima primavera. In questa circostanza si è fatto il punto sulle

scelte e sul lavoro portato avanti negli ultimi mesi dal Partito Democratico di Racconigi e sentito il parere di iscritti e simpatizzanti. Crediamo a tal riguardo che sia anche un diritto dei cittadini di essere informati, nel modo più trasparente possibile, su come si stia muovendo la locale sezione del Pd in vista delle prossime amministrative. Lo riassumiamo dopo una brevissima premessa. È evidente come il sistema politico, in generale, stia pericolosamente deviando da ciò che dev’essere la sua principale missione: una seria conoscenza dei problemi sociali, l’equilibrio, la costanza e la giusta dose di pragmatismo nelle scelte per risolverli. I ritardi, gli immobilismi e le improvvisazioni, spesso generati da scontri gratuiti e sterili esercitazioni ideologiche, nulla hanno da spartire con l’amministrazione e con gli interessi della comunità, nazionale o cittadina che sia. E in un periodo di pesanti difficoltà sociali ed economiche come quello che stiamo attraversando, con un tale comportamento si rischia di fare pagare doppiamente i cittadini. È da queste considerazioni, e per via del rispetto che proviamo e dobbiamo ai cittadini di Racconigi e alla città stessa, nonché in ossequio a un’idea di politica fatta al di fuori dell’interesse dei singoli ma nell’interesse della comunità, che è derivata la scelta del Pd di Racconigi di accettare il confronto con altri soggetti e rappresentanti politici, anche al di fuori della sua attuale area di riferimento politico. Una lunga serie di incontri tenuti in questi mesi con rappresentanti e forze politiche locali ha convinto noi e le persone con cui ci siamo confrontati dell’opportunità e forse, visti i tempi difficili in cui un Comune attualmente si trova ad operare, della necessità di costituire una larga alleanza per la città che abbia delle solide basi di stabilità e le giuste dosi di competenza amministrativa e di rinnovamento allo stesso tempo. Un progetto che dovrà essere condotto non solo dagli “addetti ai lavori”, ma anche da cittadini impegnati e competenti, appartenenti alla società civile, e ovviamente da giovani, motore indispensabile di qualsiasi cambiamento. Con questo presupposto si passerà alla fase per la formazione di una lista che dall’area della sinistra, passando per quella di centrosinistra del Pd, arrivi all’area di centro. Una lista civica la cui scelta del candidato a sindaco verrà condivisa da tutte le componenti dell’alleanza. Intanto si sono formati dei gruppi di lavoro, aperti al contributo dei cittadini che fossero interessati, che s’impegneranno nei prossimi mesi nella realizzazione della proposta di programma. A tal riguardo, le indicazioni che stanno giungendo attraverso il questionario promosso dai giovani del Partito Democratico di Racconigi, spedito alle famiglie, costituiranno un contributo significativo. Il Coordinamento del Partito Democratico, Unione territoriale di Racconigi: Luca Meinardi, Rocco Agostino, Oreste Allocco, Gianpiero Brunetti, Bruno Crippa, Enrico Facciolo, Francesco Lisi, Giulia Lisi, Osvaldo Milanesio, Giusy Maiorano, Pasquale Maiorano, Bruna Paschetta, Giacomo Rosso, Roberto Sanson

Ringraziamenti La Pro Loco di Savigliano, a conclusione di “Aspettando Natale”, svoltasi domenica 18 dicembre scorsa, ringrazia vivamente: l’amministrazione comunale per aver concesso l’uso della “Crosà Neira”, la Fondazione CRS, la Provincia di Cuneo, la Ferrero di Alba, l’Acqua S. Anna, la pizzeria “Livello pizza” di Savigliano, la Vela Service di Marene per la concessione di gadget natalizi e prodotti alimentari e l’hotel “Granbaita”. Un grazie, inoltre, calorosamente porge a: Simone Frulio e Martina Campagna, che con le loro fantastiche esibizioni hanno reso grandiosa la manifestazione, Doriano Mandrile per la brillante conduzione dell’iniziativa e tutti quanti hanno collaborato per l’ottima riuscita di “Aspettando Natale”: Ornella, Marina, Maria Teresa S., Maria Teresa B., Margherita, Manuela, Elisa, Carla, Giovanna, Marcello, Piero L., Piero C., Italo, Francesco, Renato ed Asis. La presidenza e lo staff della Pro Loco, gratificati da tanto successo e motivati a fare sempre meglio e di più, rivolgono ai numerosi giovani presenti alla manifestazione un caloroso invito ad aderire alla Pro Loco di Savigliano ed a collaborare all’organizzazione di nuove iniziative con l’apporto di nuove e brillanti idee proprie della loro età. A nome personale, e di tutti i soci del Cenacolo “C. Rebora”, ringrazio sentitamente la famiglia Portera dell’offerta profusa per il nostro impegno culturale nel fraterno ricordo di Mario Portera, nostro assiduo estimatore. Prof. Antonio Scommegna – Presidente Cenacolo “C. Rebora” – Savigliano Le insegnanti e le rappresentanti del “Modulo Rosso” della scuola per l’Infanzia “Gullino” di Savigliano ringraziano sentitamente il supermercato UNES – U2 per aver contribuito, in modo estremamente generoso, con materiale di vario tipo ad un buon svolgimento delle attività didattiche ed allo spettacolo natalizio. I volontari delle Conferenze di S. Vincenzo di Savigliano ringraziano sentitamente la Fondazione CRS per la concessione di un ulteriore contributo a sostegno del progetto “Riscaldamento” utile alle famiglie bisognose seguite dalle nostre Conferenze. Anche quest’anno la Fondazione Cassa di Risparmio di Savigliano ha elargito, con generosità, un contributo di 7.000 euro finalizzato al completamento del laboratorio linguistico e dei laboratori di informatica dell’I.C. “B. Muzzone” di Racconigi. La Fondazione CRS, ancora una volta, ha risposto con puntualità alle esigenze della scuola pubblica che, in un periodo di crisi e di tagli come quello attuale, si trova a dover far fronte a problemi organizzativi ed educativo-didattici con risorse sempre più esigue. Ringrazio quindi, a nome mio personale e dell’Istituto che rappresento, ivi compresi gli alunni e le loro famiglie, la Fondazione CRS, che crede nell’importanza di investire nelle iniziative progettuali della scuola, finalizzate al miglioramento dell’Offerta Formativa. Noi , come voi, crediamo sia fondamentale investire nei giovani di oggi, i cittadini di domani. Dott.ssa Giulia Colla - Dirigente Scolastica Reggente - Racconigi L’associazione di volontariato Piccoli Passi onlus ringrazia la famiglia Lupo-Botteri per l’offerta di 80 Euro, frutto della donazione della famiglia Eandi in ricordo della compianta mamma Clotilde. L’offerta sarà utilizzata per i progetti di aiuto all’infanzia abbandonata seguiti dall’associazione in Africa, Kenya. Il Gruppo di Volontariato Vincenziano di Cavallermaggiore ringrazia, nella persona del dott. Giuseppe Lamberto, la locale Società di Mutuo Soccorso per il dono di quaranta panettoni offerti alle famiglie per il Santo Natale 2011. L’occasione è gradita, inoltre, per formulare i migliori auguri di Buon anno a tutta la cittadinanza.


savigliano

AVVENTURA

Nei primi giorni, tracciato il percorso

Alpi, partita la spedizione È partita lo scorso 26 dicembre la nuova spedizione alla conquista invernale delle Alpi. Gli alpinisti Paolo Rabbia e Giacomo Para, già protagonisti dell’avventura sui monti del Kirghizistan lo scorso anno, questa volta sono accompagnati anche da Massimo Piras, accademico del Cai ed esperto scalatore di pareti di ghiaccio. Al seguito della spedizione, come già nel 2011, c’è il rallista Giorgio Berutti, con un Land Rover Defender super-equipaggiato. Nei primi giorni, ha partecipato anche Luigi Dematteis, esperto conoscitore delle Alpi, per individuare il tracciato assieme a Paolo e Giorgio. Poi è rientrato. «Abbiamo già perlustrato tutte le vallate dall’Italia alla Germania – ci ha detto Berutti, lunedì – ed abbiamo tracciato il percorso della traversata vera e propria, che inizierà il 7 gennaio con l’arrivo di “Jack” (Para, ndr).

AGRICOLTURA

GIOVANI

11

Incontro sulle “rinnovabili”

Le energie di Prometeo

Un pubblico di giovani ha preso parte all’incontro di “Prometeo”

Giorgio Berutti seguirà gli alpinisti con un Land Rover Defender super-attrezzato per la spedizione

Ora siamo accampati a Bad Geisteim, sotto le pareti di ghiaccio. Il Defender va molto bene, anche nelle situazioni più proibitive». Lunedì, il gruppo è stato al Watz-

mann ed ha visitato il “Nido delle aquile” di Hitler. «Abbiamo passato una notte in tenda, sotto una fitta nevicata» rivela Berutti. L’obiettivo della spedizione è di

scalare tutto l’arco alpino (2.800 km) entro il 21 marzo, praticando cinque discipline sportive: sci-alpinismo, roccia, ghiaccio, parapendio e snowboard.

Appoggiata da tutto il Consiglio una battaglia della Coldiretti

Il Comune dice «Sì» ai prodotti made in Italy Recentemente, la Coldiretti di Cuneo ha invitato i comuni della Granda a supportare le iniziative che intendono tutelare il made in Italy agroalimentare e ad opporsi alla commercializzazione di prodotti con un “finto” marchio italiano, seppur non abbiano nulla a che fare con le produzioni del nostro territorio. Detto, fatto. Il Consiglio comunale dello scorso 22 dicembre ha deciso, con parere unanime, di appoggiare tale iniziativa – firmata trasversalmente da molti consiglieri – ritenendola utile per salvaguardare gli interessi delle imprese che fanno parte della

mercoledì 4 gennaio 2012

filiera agroalimentare del nostro territorio. La decisione dell’assemblea cittadina ha fatto particolarmente piacere al consigliere del Pdl Maurizio Occelli, che è anche membro del direttivo zonale della Coldiretti. «Sono molto soddisfatto che il Consiglio comunale abbia preso una decisione così importante – ci ha detto il giovane imprenditore agricolo della Cavallotta –. Molti dei prodotti “made in Italy” provengono dalla nostra zona e quindi chi mette sul mercato quelli contraffatti penalizza fortemente le aziende locali. È vero che qui da noi la manodopera è più cara che altrove, ma

è altrettanto vero che la qualità della merce è probabilmente la migliore che si possa reperire sui mercati. Ci vuole una regolamentazione più dettagliata e soprattutto un’attenta vigilanza a tutela del comparto agroalimentare». Tale settore rappresenta oltre il 16% del Pil (Prodotto interno lordo) nazionale ed ha fatto registrare un giro d’affari di quasi 28 miliardi di euro, pari ad una crescita del 13% rispetto all’anno precedente, nonostante la crisi economica che da tempo ci affligge. «Bisogna – si legge in una nota della Coldiretti – attuare politiche incisive volte alla promozione ed alla

difesa del made in Italy di qualità, al fine di dare maggior competitività al Paese ed in particolare alla nostra realtà. È necessario valorizzare il lavoro, il capitale ed il territorio, nonché sfruttare nel migliore dei modi il potenziale commerciale di penetrazione all’estero delle imprese italiane. Inoltre, bisogna impedire che l’inganno circa la vera origine geografica della produzione agroalimentare metta a dura prova la buona fede dei consumatori che, sovente, non sono più in condizione di scegliere in modo consapevole i prodotti da acquistare». di.pa.

I giovani dell’associazione culturale Prometeo, spinti dal desiderio di risolvere molti punti interrogativi e di avvicinare curiosi e appassionati a tematiche fresche ed attuali, venerdì 16 dicembre, alle ore 21, hanno dato il via al secondo incontro dal titolo “Energeticamente”. Dopo la risposta positiva del primo incontro e l’ampio consenso raccolto dalla presentazione ufficiale dell’associazione formata da giovani studenti e dal prof. Giulio Ambroggio, i riflettori questa volta si sono spostati su una tematica spinosa e controversa, quella delle energie rinnovabili, quanto mai degna di attenzione. Con la partecipazione di un esperto d’eccezione, l’ing. Guido Chiesa, la serata si è aperta all’insegna dell’ecologia, partendo da una visione globale di ciò che realmente sta accadendo, lo sfruttamento del petrolio e l’inquinamento in primis, per poi vagliare le risposte dei paesi e la situazione globale. Le considerazioni ed i timori legati all’incertezza che sembra avvolgere le energie rinnovabili e non solo, passando per i nostri stili di vita e le idee dietro a queste, sono stati affrontati anche dai presenti, tra i quali anche generando così interventi coinvolti

e appassionati che hanno dimostrato il grado di interesse e di partecipazione collettiva. Quale futuro ci attende? Si risolverà il problema dell’inquinamento? Le energie rinnovabili possono realmente rivelarsi uno strumento utile e vantaggioso? Nell’arco di una sola serata molti sono stati gli interventi e si sono aperti degli scambi di opinioni diverse ma egualmente interessanti, trasformando questo appuntamento in un confronto diretto di pensieri, idee e giudizi. Queste e le altre domande trattate durante l’incontro hanno guidato l’intenzione dei ragazzi di Prometeo, giovani desiderosi di affrontare tematiche spinose per conoscere e far conoscere, dimostrando che il richiamo della cultura e della voglia di conoscere non si è spenta. Esiste ancora una parte di gioventù che insegue il sapere con determinazione perché, contrariamente ai luoghi comuni e ai pregiudizi, i giovani di oggi sentono ancora il desiderio di approfondire certi aspetti e di guardarsi attorno, e Prometeo ne è l’esempio lampante. «Un arrivederci al prossimo incontro – dicono i ragazzi – con la rinnovata speranza di vedere un pubblico sempre più numeroso all’insegna della cultura».


12

savigliano

mercoledì 4 gennaio 2012

CONSIGLIO COMUNALE

Approvazioni

del 22-12-2011

a cura di Quaglia e Pagliero

«Sì» agli alloggi per anziani alla casa di riposo Chianoc Tutti i consiglieri si sono espressi favorevolmente in merito ad una variante parziale del Piano regolatore: con questo voto, una porzione della casa di riposo Chianoc diventa a destinazione residenziale pubblica agevolata.Vi verranno costruiti alloggi per anziani da parte dell’Atc. Ha commentato il consigliere di minoranza Pier Giorgio Rubiolo (Pdl): «Un ulteriore passo per la soluzione del “problema casa di riposo”. Speriamo sia la migliore».

Immobili in vendita Aggiornato l’elenco L’assessore all’Urbanistica Silvio Pittavino ha riferito riguardo all’aggiornamento dell’elenco degli immobili che potrebbero essere oggetto di alienazione, determinando la classificazione del bene come patrimonio disponibile. Il piano è stato approvato grazie ai voti della maggioranza, più il consigliere Massimiliano Gosio (Udc). Si è astenuta, invece, la minoranza.

Edilizia residenziale pubblica e attività produttive Con il voto favorevole della maggioranza, a cui si è unito il consigliere Massimiliano Gosio (Udc) si è constatato che il Comune non possiede, attualmente, aree da cedere in proprietà o in diritto di superficie per l’attuazione di interventi di edilizia residenziale pubblica o per l’insediamento di attività produttive terziarie. La minoranza si è astenuta.

Contributi per gli edifici di culto Non sono pervenute richieste Il sì della maggioranza e del consigliere Gosio dell’Udc (la minoranza si è astenuta) ha certificato che al Comune non sono pervenute richieste di contributo da destinare agli interventi sugli edifici di culto. Il sindaco Soave, però, ha colto l’occasione per dire che il Comune darà comunque un aiuto alla ricostruzione dell’asilo in borgo Pieve.

L’Ici nel bilancio ...in attesa dell’Imu Nonostante la manovra economica appena approvata dal governo abbia deciso l’introduzione della nuova tassa Imu, il Comune, in attesa di conoscere i particolari del suo funzionamento (ed il conseguente gettito che entrerebbe nelle casse municipali), ha deciso di inserire in bilancio i proventi derivanti dall’Ici. Ghione (Lega Nord) è perplesso: «La situazione è poco chiara. Perché fissare qualcosa che poi verrà modificato?». Questo – secondo la Giunta – è però l’iter da seguire: dunque, la maggioranza e Gosio (Udc) ha votato favorevolmente, mentre il Pdl si è espresso contrariamente. La Lega si è astenuta.

Aumento addizionale Irpef Minoranza contraria L’assessore alle Finanze Gianpiero Piola (Pd) ha rilevato che «per far fronte alle spese previste, occorre aumentare l’aliquota dell’addizionale Irpef» (come abbiamo visto, sarà progressiva a scaglioni in base al reddito). La proposta ha contrariato la minoranza. Rubiolo (Pdl): «È una forzatura infierire su una manovra già molto pesante». Bonetto (Pdl): «Non voglio essere complice di questa mattanza fiscale». Ghione (Lega) ha invece constatato la necessità della modifica, ma ha polemizzato: «I governi cambiano, i tagli aumentano». Dopo un botta e risposta sulle responsabilità del precedente governo, la proposta è stata approvata con il voto favorevole della maggioranza più Gosio (Udc). Contraria la minoranza.

Confermati i tre revisori dei conti È stato deliberato - con il parere favorevole della maggioranza, della Lega e dell’Udc, ma con il voto di astensione del Pdl - di riconfermare i componenti del Collegio dei revisori dei conti composto da Anna Maria Dellacroce, Laura Fina e Gian Luca Monge, che è già stato in carica dal 2009 al 2011. Al presidente Anna Maria Dellacroce spetterà un compenso pari 6.135 euro, oltre agli oneri fiscali, mentre gli altri due contabili incasseranno 4.090 euro, sempre oltre agli oneri fiscali.

Tutto il Consiglio a favore dei fondi per non-autosufficienti Sia i consiglieri di maggioranza che quelli di minoranza hanno deciso di aderire alla petizione popolare di numerose associazioni di volontariato che ha lo scopo di sollecitare i parlamentari a sostenere il finanziamento dei Lea (Livelli essenziali di assistenza). Si tratta di un progetto che riguarda l’assistenza delle persone non autosufficienti. In particolare, le associazioni di volontariato intendono offrire un aiuto ai cittadini con handicap gravemente invalidanti, agli anziani con patologie croniche, ai soggetti colpiti da demenza senile ed ai malati psichiatrici gravi.

POLITICA Bori lascia i Pdl-boys e lancia un progetto apartitico

Nuova lista civica “giovane” Ora è ufficiale: Giuseppe Bori, 22 anni, studente, lascia la Giovane Italia e il Pdl per fondare un nuovo movimento che, pur rifacendosi ai valori del centrodestra, cerca di concentrarsi più specificatamente in ambito saviglianese. Quali sono i motivi che ti hanno portato ad allontanarti dai berlusconiani? Da parecchio tempo faticavo a riconoscermi nelle linee guida del partito. A partire dalla riforma Gelmini, molte sono state le scelte del Pdl difficili da accettare, come giovane ed italiano: la mancanza di prospettive per il futuro, i dubbi crescenti verso la competenza dei “ministri” del governo Berlusconi, la perdita di credibilità del partito e del suo leader mi hanno fatto sentire totalmente fuori posto. Da ciò nasce la mia rinuncia al ruolo di coordinatore cittadino della Giovane Italia e al mio posto nel coordinamento saviglianese del Pdl. Al di là delle scelte politiche, ci tengo però a ringraziare alcune persone che sono state per me importanti nella mia crescita politica e umana: But-

SCUOLA

Giuseppe Bori

tieri, Rubiolo, Bonetto, Brizio, Occelli, Tesio e Toselli. Cosa resterà del gruppo della Giovane Italia? A loro va un grande ringraziamento, perché mi hanno sempre sostenuto e sempre sono stati disponibili nell’organizzare le numerose iniziative di cui siamo stati protagonisti. A tal proposito ci tengo a sottolineare il mio suggerimento personale per colui che ritengo più adatto a ricoprire il posto di coordinatore da me lasciato va-

gante: Paolo Rovera. Parliamo ora di questo nuovo soggetto politico... Il nome del nuovo movimento verrà rivelato solamente in seguito alla prima riunione ufficiale con tutti i membri del gruppo. La filosofia che dovrà contraddistinguere il nuovo soggetto sarà il rifiuto verso ogni forma di partito attualmente esistente in Italia, con una connotazione più “civica” possibile, affinché si possa lavorare per il bene di Savigliano, senza dover dipendere da gerarchie o da schemi prestabiliti dall’alto, seguendo il motto “i partiti non cambiano il mondo, le persone lo fanno”. Con quali obiettivi vi proponete alla città? Questo movimento non parte con una connotazione puramente elettorale, come ci hanno sempre abituato le liste civiche a Savigliano negli ultimi anni. Entro i prossimi sei mesi verrà stilato un documento da presentare alla città dove verranno sottolineati quelli che secondo noi sono i cambiamenti immediati di cui necessita Savigliano in determinati campi: viabilità, even-

ti culturali, politiche giovanili, lavoro, solidarietà, sport... Quale sarà perciò la vostra “mission”? Sarà quella di creare una nuova mentalità nei saviglianesi, avvicinandoli di più alla politica, che dovrà tornare alla sua connotazione originaria, ossia a quell’arte in grado di governare la società, e non all’insieme scomposto di partiti che basano il proprio programma sull’attaccare ciò che propongono gli altri. Chi si unisce a te? Molti giovani, sia del gruppo che faceva parte della Giovane Italia, sia di esterni alla politica che, indipendentemente dagli ideali politici, hanno come me il solo obiettivo di migliorare Savigliano. Ti vedremo a breve concorre per la poltrona di sindaco? (ride) Direi proprio di no. Magari fra dieci anni potrebbe essere una possibilità, ma in questo momento preferisco continuare ad imparare, sia come consigliere comunale a Melle, sia con questo nuovo movimento. Valeria Quaglia

Consegnati i certificati “Ket” agli alunni delle Schiaparelli

Do you speak english? Yes, of course! Giovedì 15 dicembre sono stati consegnati, presso la scuola media Schiaparelli, i certificati Key English Test. Il progetto, avviato per la prima volta nell’anno scolastico 2009/2010 con la collaborazione del British Centre di Mondovì, ha visto la partecipazione di 39 studenti delle classi terze (di tutte le sedi: Schiaparelli, Marconi e Marene) che hanno seguito le 10 lezioni di preparazione all’esame, tenute da insegnanti di madre lingua, primo fra tutti Robert Dunn. Il progetto, che certifica le abilità a livello A2 del Quadro Comune Europeo di riferimento, ha avuto la finalità di consolidare le quattro abilità linguistiche: listering, writing, speaking, reading in situazioni

SCUOLA

Hanno ricevuto il diploma 39 studenti delle tre sedi della scuola media: Schiaparelli, Marconi e Marene

di contesto quotidiano. Numerosa la partecipazione degli studenti i quali hanno raggiunto soddisfacenti risultati; e nove alunni hanno superato l’esame con merito.

Alla consegna erano presenti la professoressa Giuseppina Morrone, che ha sostenuto l’iniziativa, Robert Dunn, che ha illustrato le finalità del progetto, e la professoressa Fava-

suli, referente del progetto stesso per la scuola. «Agli studenti – dicono i “prof” – le congratulazioni e l’augurio di continuare con successo il percorso intrapreso».

Grazie al progetto “Ragazzi in aula” hanno ideato una legge

Studenti sugli scranni della Regione Quando gli studenti vestono i panni dei consiglieri. Anche quest’anno, Palazzo Lascaris ha ospitato, a dicembre, la giornata finale di “Ragazzi in Aula, una speciale seduta dell’Assemblea regionale in cui gli studenti si sostituiscono nei banchi ai consiglieri. L’iniziativa è stata avviata nel 1998 dall’ufficio di Presidenza del Consiglio regionale in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale. Giunta alla 14esima edizione, ha lo scopo di far conoscere ai giovani delle scuole superiori del Piemonte la realtà del Consiglio regionale e di far vivere loro la realtà dei lavori dell’assemblea legislativa presentando, discutendo e votando progetti di legge da loro proposti. «Con progetti come “Ragazzi in Aula” anche il Consiglio regiona-

le, con l’aiuto di famiglie e insegnanti, vuole contribuire alla formazione del senso civico dei giovani – ha commentato il presidente del Consiglio regionale Valerio Cattaneo –. I giovani sono il presente e ci auguriamo possano sfidare la crisi di valori che è in atto nella nostra società con un rinnovato impegno civile e ideale». Quest’anno hanno aderito a “Ragazzi in Aula” dodici scuole superiori delle province del Piemonte – tra queste l’istituto Arimondi-Eula di Savigliano – presentando 24 progetti di legge elaborati in tutto da oltre 160 giovani. Ogni proposta di legge (redatta da gruppi di 7 studenti coordinati da un docente) è stata valutata da una Commissione costituita da direttori e funzionari delle Direzioni dell’assemblea regionale e del processo legislativo, insieme a tre

La 5ª H dell’Arimondi-Eula ha proposto una legge sui fiumi

membri dell’Ufficio scolastico regionale. Uno dei sei elaborati che sono stati approvati in aula – 37 sì, 2 no, 2 astenuti – è quello della scuola saviglianese, la cui 5ª H (Sylvie Bonetto, Roberta Culla-

ri, Antonella De Stefano, Giulia Fiorito, Elisa Sabena, Michela Sasia, Marzia Secondini; docente Angela Russo) ha presentato la proposta di legge “Interventi per la valorizzazione e la rivitalizzazione delle fasce fluviali”.


paesi

VILLANOVA Partecipata recita natalizia dei bimbi della scuola infantile

Un Natale da... favola

Con le favole i bimbi dell’asilo hanno voluto augurare Buon Natale ai genitori e ai nonni presenti

Giovedì 22 dicembre, alle ore 21, nell’ex Confraternita di San Lorenzo, si è tenuta la tradizionale recita natalizia dei bambini della scuola dell’infanzia paritaria “Delfina Rinaudo Colonna” dal titolo “Un Natale da favola”. Lo spettacolo è stato molto apprezzato dal folto pubblico presente: i genitori, i nonni e le

ispettrici si sono molto divertiti nel seguire le avventure dei personaggi delle favole che improvvisamente si sono trovati disoccupati! I bambini moderni ormai preferiscono la tv e i giochi elettronici, così Pinocchio, la Bella Addormentata, I tre porcellini e il Gatto con gli stivali si sono dovuti rivolgere all’agenzia interinale “C’è posto per te” gestita

VOTTIGNASCO L’ha riordinata l’assessore Cismondi

Biblioteca: oltre 2.000 volumi Abbiamo visitato la biblioteca comunale, riordinata da Massimo Cismondi, assessore alle Politiche Sociali e Giovanili, dopo il suo trasloco in un locale al piano superiore della scuola Primaria. La biblioteca, fornita di un computer, conta circa duemila volumi, allineati

Massimo Cismondi

in bel ordine sugli scaffali, è aperta attualmente il martedì sera e prossimamente anche il sabato pomeriggio. I libri più richiesti sono quelli di narrativa; romanzi, racconti e novelle di ogni epoca e paese. Poi le biografie dei grandi personaggi della storia dell’umanità e i saggi su vari argomenti. I meno richiesti sono i libri di poesie e si può dire altrettanto delle enciclopedie, in quanto sono state soppiantate dall’avvento di Internet. A disposizione degli utenti vi è anche una vecchia collana di romanzi polizieschi, i cosiddetti “gialli” dal colore della copertina, e delle opere di storia locale, riguardanti i Comuni di Vottignasco, Caramagna Piemonte,Villanova Solaro e Savigliano. Giovanni Bosio

VOTTIGNASCO Speranza per un futuro migliore

Viaggio nel mondo della musica Gli alunni della scuola Primaria hanno festeggiato il Natale con uno spettacolo canoro, svoltosi nel salone municipale, intitolato un “Viaggio nel mondo della musica”. Vi hanno assistito il sindaco Daniela Costamagna, l’assessore all’Agricoltura, alla Cultura e all’Istruzione, Giuseppe Caredda, e numerose persone. Con il loro viaggio essi hanno trasmesso un messaggio di speranza nell’avvento di un mondo migliore, a chi non ha un letto in cui dormire, a chi è ammalato, a chi è solo e senza figli, ai bambini che non hanno il papà né la mamma, a chi non ha un tetto sotto cui ripararsi, a chi non ha di che sfamarsi. Nonostante la loro brevità, i canti eseguiti accompagnandosi con flauti e tamburelli di fortuna, inducevano a riflettere sul significato del Natale, imbarbarito dalla società dei consumi, che alla vita spirituale antepone quella materiale, sebbene sia soltanto fonte di infelicità. I genitori degli alunni hanno manifestato alle maestre della scuola, con ripetute acclamazioni, la loro gratitudine per aver impartito ai figli un’eccellente istruzione musicale. G. B.

Gli alunni della Primaria hanno festeggiato con Babbo Natale

dal gatto e dalla volpe per trovare una nuova occupazione. Dopo molte peripezie, grazie anche all’aiuto di Babbo Natale e della piccola fiammiferaia, tutto è tornato a posto: ogni personaggio è “rientrato” nella sua fiaba e tutti i bambini hanno ripreso a sognare con i loro personaggi preferiti! Alla fine della serata, il consueto scambio di auguri e i doverosi ringraziamenti da parte dell’amministrazione dell’ente a tutti coloro che durante l’anno si prodigano per il bene dell’asilo. Paolo Biancardi

mercoledì 4 gennaio 2012

13

RUFFIA Vendita dei biglietti a favore dell’asilo

Estrazione della lotteria Venerdì 6 gennaio, l’Epifania, dopo la S. Messa, alle ore 12.15, presso i locali dell’asilo infantile in via Vittorio Veneto 14, si svolgerà l’estrazione dei premi della lotteria. Il ricavato dalla vendita dei biglietti, come spiegano dall’amministrazione della scuola «servirà per la normale gestione del plesso scolastico, gestione che è sempre più “compromessa” dai sempre più numerosi tagli all’istruzione». Al momento di andare in stampa, rimangono ancora dei biglietti in vendita al costo di un euro ciascuno: un piccolo esborso che potrebbe dare non solo un grande premio,

ma anche la possibilità, per i piccoli alunni, di avere un buon “soggiorno” all’asilo. Tra i premi in palio, un televisore Lcd, una bicicletta, un navigatore satellitare, cesti natalizi, borse soprese ed anche un abbonamento a “Il Saviglianese”. Prima di Natale, sabato 17 dicembre si erano anche venduti i panettoni e i pandori sempre Pro Asilo. «La vendita è andata piuttosto bene. Siamo rientrati dalle spese», ci hanno detto dall’Asilo. E siccome la beneficenza chiama beneficenza, quelli rimasti saranno dati ad associazioni di volontariato. Pa. Bi.

Continuano le visite al presepe meccanico Fino a domenica 8 gennaio il presepe meccanico, vanto di Villanova, rimarrà aperto con questo orario. Giorni feriali e prefestivi dalle ore 14 alle ore 18.30; giorni festivi dalle ore 10 alle ore 12 e dalle ore 14 alle ore 18.30. Ricordiamo anche le aperture straordinarie di sabato 14 e sabato 21 gennaio, sempre dalle ore 14 alle ore 18.30 e delle domeniche 15 e 22 gennaio con orario 10-12 e 14-18.30. Per maggiori informazioni si possono contattare gli Amici del Presepe al 340.8350551 o allo 0172.99331.

A settembre si era inaugurata la nuova area ludico-educativa


14

cavallermaggiore

mercoledì 4 gennaio 2012

CRONACA Approvata in Consiglio comunale

Variante al Piano regolatore Un Consiglio comunale si è tenuto negli ultimi giorni dell’anno, precisamente mercoledì 21 dicembre. All’ordine del giorno soltanto due punti: la discussione delle controdeduzioni alle osservazioni alla variante strutturale al Piano regolatore ed un ordine del giorno presentato dalla Coldiretti di Cuneo sulla contraffazione dei prodotti made in Italy. Per quanto riguarda il Piano regolatore, si tratta di un documento fondamentale: come è noto, disegna il “volto” della città, le aree ad edificazione residenziale, artigianale, produttiva, oltre alle zone in cui, per varie ragioni, non si può costruire. L’amministrazione di Antonio Parodi ha deciso di sottoporre al Consiglio comunale la stessa variante al Piano regolatore già presentata dalla precedente Giunta comunale, senza modifiche. Il consigliere di minoranza Chiara Toselli è allora interve-

nuta sostenendo che si sarebbe attesa cambiamenti del Piano regolatore da parte della amministrazione del nuovo sindaco, anche in base a quanto era stato detto in campagna elettorale e alle risposte fornite al comitato “Stop al consumo di territorio”: invece la variante al Piano regolatore è stata approvata così come predisposta dalla precedente Giunta. Parodi ha invece detto che il ritardo con cui la variante sembra essere stata analizzata è dovuto alle problematiche del lavoro, che sono molto cambiate a Cavallermaggiore rispetto a qualche tempo fa, circostanza che nel prossimo futuro intende dimostrare. L’opposizione ha comunque votato a favore della maggior parte delle controdeduzioni, astenendosi solo su quelle più tecniche. L’ordine del giorno contro la contraffazione del made in Italy è stato, poi, approvato all’unanimità.

IN BREVE

Notte di Capodanno Controlli della Polizia Durante la notte di Capodanno, una pattuglia della Polizia stradale di Saluzzo ha stazionato in piazza Vittorio Emanuele ed ha effettuato controlli sullo stato psicofisico dei guidatori, nell’ambito dell’operazione “Brindo con prudenza”. Secondo quanto riferisce il comandante Palmiro Romoli, sessanta sono stati gli automobilisti fermati: nessuno è risultato in stato d’ebbrezza. A dieci fortunati conducenti sono stati consegnati – come prevede l’iniziativa, effettuata in collaborazione con l’Ania (Associazione nazionale imprese assicuratrici) – dieci biglietti d’ingresso omaggio alla discoteca “Evita”.

ALLEVAMENTO Successo dei Vighetti alla fiera di Moncalvo

Vacca grassa da record

Ezio Vighetti con l’esemplare vincitore

MUSICA

In dicembre, a Moncalvo, in provincia di Asti, in occasione della 174ª Fiera del Bue grasso, l’azienda dei fratelli Ezio e Fabrizio Vighetti di Cavallermaggiore ha ottenuto un prestigioso riconoscimento. Grazie alla mucca portata all’esposizione, di nome “Merla”, i cavallermaggioresi si sono infatti aggiudicati il primo premio attribuito dall’apposita Giuria nella categoria “Vacca grassa”. Il successo per quanto riguarda il bue grasso è invece andato ad un animale di proprietà di un macellaio di Aosta. Alla giornata ha partecipato il patron di “Eataly” Farinetti, che alla guida della sua azienda sta ottenendo uno strepitoso successo in tutto il mondo, promuovendo il cibo di qualità. Ma come deve essere una mucca per rientrare nella categoria “vacca grassa”? «Oltre

L’ensemble Monteverdi si è esibito per i 35 anni del presepio

Emozionante concerto al santuario L’antivigilia di Natale è stata celebrata a Cavallermaggiore da un concerto natalizio dal titolo “dal Vangelo al Presepio” , tenuto nel Santuario della Beata Vergine delle Grazie, uno dei luoghi più amati dai cavallermaggioresi. L’evento, organizzato dall’associazione culturale “Le Nuove Muse” e dagli Amici del Presepio (che hanno così voluto celebrare il 35° “compleanno” del presepe storico) ha visto l’esibizio-

ne dell’ensemble Claudio Monteverdi diretto da Giovanna De Liso. Per circa un’ora e mezza i musicisti, giovani allievi del conservatorio, hanno trasportato il copioso pubblico presente in un’atmosfera da favola, tipicamente natalizia. Molto nutrito il programma, che spaziava dall’antica Lauda ai “Carol” inglesi del ‘400, a grandissimi della storia della musica quali Bach, Vivaldi, Schubert, Brahms. Non potevano L’ensemble Claudio Monteverdi diretto da Giovanna De Liso

Train de vie café preso di mira Quattro furti in un anno Il bar “Train de vie”, presso la stazione ferroviaria di Cavallermaggiore è stato nuovamente preso di mira dai ladri (è la quarta volta in un anno). Nonostante le porte fossero state rinforzate dal proprietario, i malviventi si sono introdotti nel locale dall’arco superiore: qui hanno rubato denaro, sigarette, prodotti.

Stazione: biglietteria automatica di nuovo fuori servizio Un annoso problema si ripropone alla stazione ferroviaria di Cavallermaggiore. Una delle due macchinette per stampare i biglietti presenti nell’atrio è infatti, “fuori servizio”. L’ultima volta che tale inconveniente si verificò ci vollero più di un anno e l’intervento del presidente della provincia per tornare alla normalità. Speriamo questa volta di essere più fortunati.

Vivono nel ricordo Tre lutti in città Tre persone sono decedute a Cavallermaggiore la scorsa settimana. È scomparsa Domenica Olocco, ved. Miolans, di 88 anni. Casalinga, si occupò sempre della sua famiglia. Era iscritta alla Confraternita dei Battuti Bianchi e partecipava con entusiasmo alle sue attività. Lascia i figli Ernesta e Matteo con le rispettive famiglie. È deceduto in giovane età, all’ospedale Carle di Cuneo dove era ricoverato, Dario Gonella, di soli 44 anni, agricoltore residente in località Rusco. Lascia il fratello Bruno e le sorelle Silvana e Tiziana con le rispettive famiglie. È mancato, poi Bernardo Fissore di 83 anni. Agricoltore in pensione, dopo essere vissuto in frazione Madonna del Pilone, si era trasferito alla Motta di Sanfré. Lascia la sorella Maddalena, i fratelli Antonio e Sebastiano. Il funerale è stato celebrato il 31 dicembre nella parrocchia di Madonna del Pilone. Alle famiglie giungano le condoglianze della redazione de “Il Saviglianese”.

D. Olocco

D. Gonella

B. Fissore

ad essere ovviamente di considerevole peso e dimensione – spiega Ezio Vighetti – deve avere una muscolatura particolare ed una raffinatezza elevata». L’animale presentato dai fratelli Vighetti era di razza piemontese e pesava oltre 800 Kg. «Grazie all’utilizzo della genetica – prosegue Ezio – il notevole accrescimento della coscia di vacche e vitelli è diventato un fatto normale; il risultato si è ottenuto incrociandoli tra loro e migliorando notevolmente l’alimentazione. Si vede oggi una differente morfologia: anche i vitelli possono arrivare a 600 Kg nel corso di un anno». L’azienda Vighetti si trova il località Motta Gastaldi e conta 150 capi di razza piemontese ed altri 150 di razza frisona. Nell’allevamento lavorano i fratelli Ezio e Fabrizio, aiutati dal papà Martino. Luca Martini

Il numeroso pubblico presente al santuario B. V. delle Grazie

STATISTICHE

mancare pezzi tipicamente natalizi, quali Adeste fideles (XV secolo) o Stille Nacht (1818). L’ensemble, al quale il pubblico ha tributato calorosi applausi era composto da Chiara Merlo, Chiara Fantino e Federico Piccolo (pianisti), Alessia Musso (Arpa), Elisa Golisano (violino), Anna Sbordogni (flauto), Massimiliano Romolo Andrea (percussioni), Stefano Arnaudo, Caterina Chiappero, Eleonora Conforti,

Clara Giordano, Simona Mana e Alessandra Torrani (voci). Al termine del concerto, la serata è proseguita nei locali dell’ala comunale dove c’è stata una piacevole cena organizzata da Calisto Alasia, vera anima della serata. La direttrice dell’ensemble Giovanna De Liso ha, infatti, voluto dedicare uno dei brani finali del concerto alla compianta sposa di Calisto, Giuseppina Nicola. L.M.

La crescita (+15) ancora dovuta più all’immigrazione che alle nascite

Popolazione in lieve aumento: siamo 5.516 Cresce ancora la popolazione di Cavallermaggiore. Oggi siamo 5516, con un aumento di 15 residenti rispetto a dodici mesi fa. L’incremento, come negli anni passati, non è però determinato dal numero delle nascite, bensì dal saldo positivo dell’immigrazione. In sostanza, nuovi cittadini hanno deciso di vivere qui, giungendo da altri comuni o dall’estero. Un altro dato interessante

FRAZIONI

riguarda il rapporto maschifemmine, tradizionalmente a favore dei primi nella nostra cittadina. La situazione è confermata, ma ormai i numeri si avvicinano: i maschi residenti sono, infatti 2.762, le femmine 2.754. I nuovi nati nel corso del 2011 sono stati 44, di cui 28 maschi e 16 femmine; i defunti sono stati 47, di cui 26 maschi e 21 femmine. Il saldo

complessivo nascite/decessi è dunque negativo e segna -3. A compensare tale situazione, i dati su immigrazione ed emigrazione. Nel 2011 ben 186 persone hanno deciso di stabilirsi a Cavallermaggiore. tra queste 87 sono uomini e 99 donne; Un numero abbastanza significativo ha, invece, deciso di lasciare la nostra cittadina: se ne sono andate in altri comuni

o all’estero 168 persone, equamente suddivise tra i sessi: 84 uomini ed 84 donne. Il saldo immigrazione/emigrazione è positivo e fa registrare un +18. Tra i nuovi venuti in città, 42 arrivano dall’estero, di cui 19 maschi e 23 femmine, 144 da altre città italiane.Tra chi se ne è andato, invece, 9 si sono stabiliti all’estero, mentre 159 in altri comuni italiani. L.M.

Spettacolo

Natale al Pilone In occasione della vigilia di Natale, alle ore 22, nella parrocchia di Madonna del Pilone. i ragazzi dell’oratorio hanno presentato lo spettacolo “Aspettando Natale”. L’iniziativa ha avuto successo: da rilevare, come di consueto, l’encomiabile lavoro dei giovani animatori. Dopo la messa della vigilia, le famiglie si sono ritrovate nei locali parrocchiali per scambiarsi gli auguri, il tutto “allietato” da una fetta di panettone e una tazza di cioccolata calda.

ABBONAMENTI 2012 postale 42 euro, in edicola 40 euro, on-line 33 euro. Rivolgersi in redazione, in edicola o ai corrispondenti dei paesi


cavallermaggiore

PRIMO PIANO Vasta offerta, grande successo di pubblico

E’ la città dei presepi Cavallermaggiore è a tutti gli effetti, e da molti anni, la “città dei presepi”. Un ruolo che si è rinnovato con straordinario successo in occasione delle festività 2011/2012. Gli allestimenti presenti nella nostra cittadina attirano migliaia di visitatori da tutto il nord Italia. Un gradimento che si perpetua nel tempo e che costituisce anche un’attrazione turistica di ottimo livello. Nei giorni di festa, in particolare da Natale in poi, si sono formate code all’ingresso del presepe storico (per motivi di sicurezza può entrare un numero limitato di visitatori per volta). L’ambientazione creata dagli “Amici del Presepio”, curata nei minimi dettagli stupisce chi la vede per la prima volta, ma continua ad ammaliare anche visitatori abituali, che tornano ad ogni Natale. Grande successo e riscontro di pubblico anche per la Mostra “Presepi dal mondo” di Michele Sola esposizione itinerante proposta in tutto il Piemonte in prestigiose sedi, che quest’anno, grazie al suo organizzatore, è tornata a Cavallermaggiore dopo una lunga assenza. Anche qui grandi

emozioni e suggestioni di fronte a 250 natività di tutto il mondo che mostrano in che modo i vari popoli della Terra hanno saputo interpretare la loro devozione verso Gesù, utilizzando materiali, conoscenze, colori dei loro luoghi d’origine. Non vanno, però, scordati in questa carrellata altri presepi, non meno interessanti, come quello sul torrente Maira, realizzato con grandi sagome e pieno di fascino, soprattutto di notte quando è illuminato (si può ammirare dal ponte sul Maira in direzione Monasterolo-Cavallerleone). O, ancora, quello allestito presso Il Santuario della B.V. delle Grazie, di dimensioni più ridotte ma molto curato. O, infine, quello realizzato in un’abitazione privata sul ponte di S. Sebastiano, creato con attenzione ai dettagli. Gli orari per visitare sia il Presepe Storico che la mostra di Sola sono identici: 14.30-18.30 (feriali); 10-12; 14.30-18.30 (festivo) fino all’8 gennaio. Ingresso libero. Gli altri presepi si possono visitare tutto il giorno (quello del Santuario, negli orari di apertura della chiesa).

La mostra dei presepi dal mondo di Michele Sola in S. Teresa

Anche al presepio storico i Re magi si sono messi in viaggio

Il presepe allestito all’interno del santuario cittadino

Il presepe di sagome realizzato sulle sponde del torrente Maira

mercoledì 4 gennaio 2012

COMUNE

15

«Rispettiamo le regole»

Novità all’isola ecologica Presso l’isola ecologica sono state introdotte recentemente alcune importanti novità. È stato installato un nuovo container dove si potranno mettere i rifiuti ingombranti non recuperabili, per migliorare la raccolta differenziata. La novità, introdotta dal Consorzio rifiuti Csea, gestore del servizio, riguarda nello stesso tempo sia le utenze domestiche (cioè dei privati cittadini) che non domestiche (in particolare attività artigianali e agricole, imprese edili). «Tale cambiamento – afferma il consigliere delegato all’Ambiente Roberto Cigna – ha prodotto alcune difficoltà ed un po’ di confusione. Il Consiglio comunale approverà un nuovo regolamento per la gestione dei rifiuti». Intanto è bene ricordare che i rifiuti da portare all’isola ecologica si dividono in “riciclabili” (carta, cartone, vetro, legno, vegetali, macerie, metalli, plastica, elettrodomestici, pneumatici, toner, pile e farmaci, batterie e olio minerale per auto, olio vegetale, vernici e solventi, abiti usati purché puliti e non danneggiati); “ingombranti recuperabili” (materassi, divani, sci, grossi oggetti in plastica come casette gioco per bimbi, mobili per giardino in plastica, cucce per cani, ecc.); “ingombranti non recuperabili” (stracci, giocattoli per bimbi di piccole dimensioni, bacinelle, caschi per moto, scarponi usati, indumenti non più utilizzabili, ecc...). «All’isola ecologica – prosegue Cigna – possono entrare tutti i cittadini e le ditte (le “utenze non domestiche”, come artigiani, agricoltori e aziende in genere) seguendo alcune regole». Bisogna arrivare all’isola ecologica avendo già differenziato i rifiuti, per facilitare il controllo da parte del personale; non portare i rifiuti con-

tenuti in sacchi di cui non si possa verificare il contenuto; non utilizzare il cassone degli ingombranti come “bidone di comodo” per buttare tutto mescolato senza differenziare i rifiuti; non iniziare le operazioni di scarico senza che l’operatore abbia registrato i dati dell’utente ed abbia dato indicazioni su dove buttare ciascun rifiuto; seguire sempre le direttive dell’operatore presente sul luogo che è responsabile della qualità dei rifiuti raccolti. Il personale dell’area è autorizzato a scaglionare gli accessi. I privati cittadini possono conferire tutte le tipologie di rifiuti: riciclabili, ingombranti recuperabili e non recuperabili. Gli artigiani, gli agricoltori e le imprese edili possono portare tutti i materiali riciclabili negli appositi cassoni poiché sono assimilati ai rifiuti urbani. Non possono smaltire rifiuti specifici prodotti dall’attività agricola, di allevamento o produttiva poiché, essendo originati da aziende, sono speciali e vanno smaltiti tramite ditte specializzate convenzionate. Possono logicamente conferire come privati cittadini secondo le modalità descritte precedentemente. «Sul sito del comune (area news) e sui volantini disponibili all’isola ecologica – conclude Cigna – si trova un elenco dettagliato dei materiali che possono o non possono essere conferiti. In base alle leggi vigenti, agricoltori, imprese edili ed artigiani producono rifiuti speciali, diversi da quelli urbani: ecco perché non si possono portare all’area ecologica. Inoltre, l’eventuale loro conferimento in tale sito comporterebbe spese di smaltimento ingenti a carico della collettività. Scusandoci per il disguido che si è potuto creare nell’ultimo periodo, invitiamo tutta la popolazione ad attenersi a queste semplici regole».

4,25 4 ,25

%*


16

mercoledì 4 gennaio 2012

MARENE Al via un corso di gastronomia multietnica

Cucina con “La Terra Golosa” Il Comune e la Proloco, in collaborazione con il Circolo Noi, organizzano “La Terra Golosa”, un corso di cucina multietnica per conoscere i sapori del mondo. Il corso si svolgerà il 14 e 28 gennaio, il 10 marzo, 14 aprile e 5 maggio. Il primo incontro sarà dedicato ai sapori dell’Africa centrale, seguiranno il nord Africa, l’Est europeo, l’India e l’Italia. Il corso si svolgerà nel pomeriggio a partire dalle ore 15 presso la sede della Proloco al costo di 10 euro per lezione, con la possibilità di partecipare anche una volta soltanto. Dopo l’incontro sarà possibile partecipare a momenti

MARENE

conviviali presso il salone dell’Oratorio, per degustare insieme le golosità del mondo. Le serate sono aperte a tutti e saranno un’ottima occasione per conoscere usi e costumi di Paesi vicini e lontani, ma soprattutto per trascorrere insieme momenti di allegria. I posti sono limitati: ci si può iscrivere presso le Cartolibrerie Bravo e Panero o presso la Macelleria Racca entro sabato 7 gennaio. Le prenotazioni per le serate del 14 e del 28 gennaio devono pervenire entro martedì 10 gennaio presso i punti indicati per le iscrizioni. Al. Am.

Festeggiamenti al baby parking

Tanti piccoli Santa Klaus

marene - murello

MARENE Alla seconda edizione hanno partecipato 35 famiglie

Presepi: vince Michele Racca

Il presepe che ha vinto il concorso è stato quello di Michele Racca

L’amministrazione comunale ha organizzato, per il secondo anno consecutivo, la manifestazione “Un presepe per Marene”, presentata nella nuova veste di concorso. L’invito del Comune era quello di realizzare un presepe in luoghi visibili a tutti in ogni momento della giornata, come un giardino, una finestra, un picco-

MARENE

lo anfratto, un fienile, un angolo curioso o magari un albero cavo. Alla seconda edizione hanno partecipato ben 35 famiglie, che hanno aperto la porta dei loro giardini in occasione della camminata notturna per le vie del paese. «La camminata è stata un grande successo – spiega il vice sindaco Roberta Barbero – più di cento per-

sone, tra grandi e piccini, hanno visitato i presepi preparati dalle famiglie. Non è stato possibile vederli tutti, solo alcuni presenti del centro di Marene, ma rappresentavano comunque un buon numero. Purtroppo il freddo ci ha accompagnati rendendo meno piacevole il percorso. Un ringraziamento va alla famiglia Bresciano, che ha ospitato i pellegrini nel proprio cortile offrendo ristoro a tutti, con l’aiuto dell’alpino Francesco Gastaldi. Caramelle per tutti sono state offerte lungo il percorso dal piccolo Fabio Bergese e dalla famiglia Chiavassa». Una manifestazione, quella dei presepi, che ha colpito al cuore la sensibilità dei marenesi, che hanno dimostrato, attraverso la loro partecipazione, di apprezzare molto l’iniziativa. Una giuria nominata ad hoc

ha poi decretato i nomi delle famiglie vincitrici: il presepe di Michele Racca si è classificato primo, quello di Giovanni Biolatti secondo, mentre quello di Clara Allasia è risultato terzo classificato. Da parte di Roberta Barbero sono doverosi i «complimenti a tutti i partecipanti per l’impegno e l’originalità dei presepi. Ringraziamo tutte le famiglie che hanno gentilmente aperto i loro cortili accogliendo i visitatori, i fotografi Elisa Angaramo e Renato Panetto, anche membri della giuria insieme a Michele Trabucco, Antonio Bressi e Bartolo Racca. Grazie inoltre alla Proloco, sempre perfetta nell’organizzazione». Non ci resta che aspettare l’edizione 2012 di “Un presepe per Marene”! Albina Ambrogio

Esibizione insieme al coro della Luigi Einaudi diretto dal maestro Pelassa

Dolci melodie natalizie con la scuola primaria Al baby parking i bimbi hanno indossato un cappellino rosso

Simpatici festeggiamenti natalizi anche al baby parking “Il mondo di Alis” la sera di venerdì 23 dicembre. I bimbi hanno indossato un cappellino rosso e, dopo aver augurato in coro buone feste, hanno consegnato a mamma e papà i doni che hanno preparato: un piccolo Babbo Natale di carta e cotone, decorazioni per l’albero di pasta sale, tempera e porporina dorata insieme a … un grosso bacio! Le mamme hanno gentilmente pensato al buffet, portando ogni genere di leccornia, mentre Alis ha regalato a tutte le famiglie un calendario per l’anno nuovo con la foto dei bambini, per ricordare un bel momento d’incontro per le famiglie e una bella festa per i piccoli. Al. Am.

MURELLO Donato ai volontari dalla RG Arredamenti

Borsone per la Protezione civile

I bambini della primaria hanno augurato buon Natale insieme al coro diretto dal maestro Andrea Pelassa

Grande festa alla scuola primaria per il Natale 2011. Tutti riuniti in palestra comunale, i bambini dalla classe prima

alla quinta, e il coro della Luigi Einaudi diretto dal maestro Andrea Pelassa, si sono esibiti davanti a genitori ed amici cantando dolci

MURELLO Saggio dopo le lezioni “circensi”

e simpatiche melodie natalizie. Una volta terminato il concerto, tutti i presenti si sono spostati nei locali della scuola per il “mer-

catino delle torte e dei biscotti”, il cui ricavato andrà in beneficienza e per la scuola. Al. Am.

MURELLO Primo Natale in paese per don Gianni

Mini clown e giocolieri Lo scambio degli auguri

Il sindaco Miniotti, alcuni volontari e i borsoni donati I volontari della protezione civile di Murello si possono definire con poche parole incisive: intraprendenti, cordiali, sempre disponibili e, da oggi, attrezzati di tutto punto. Per questo Natale è infatti giunto un graditissimo regalo: ciascun volontario ha ricevuto un borsone nuovo fiammante targato RG Arredamenti. «Siamo dotati di tutti i mezzi e le attrezzature necessarie per ogni intervento. L’entusiasmo non ci manca. I nuovi borsoni blu d’ora in poi ci accompagneranno nelle nostre trasferte. E’ un regalo utilissimo», commentano alcuni volontari ringraziando il generoso sponsor murellese.

MURELLO

Elda Paschetta

Postina in pensione Con la fine dell’anno appena trascorso si è conclusa anche l’attività lavorativa di Elda Paschetta, dal 2002 impiegata presso gli uffici postali di Murello e di Ruffia. A lei vanno il ringraziamento delle amministrazioni comunali dei due paesi e dei loro abitanti, per la sua professionalità e disponibilità. Compatibilmente con l’apertura a giorni alterni degli uffici postali, Elda ha sempre cercato di offrire il miglior servizio possibile ai clienti che, inutile dirlo, le si erano affezionati. L’augurio di tutti è che la pensione possa rappresentare un nuovo inizio per Elda, ricco di sorprese e stimoli.

I bambini hanno dato prova delle loro abilità circensi e teatrali

Piccoli giocolieri, buffi clown, attori irriverenti e comici esilaranti. Lo scorso sabato mattina, i bambini della scuola elementare Edoardo Calandra di Murello hanno dato prova delle abilità circensi e teatrali apprese durante il ciclo di lezioni tenute dall’educatore Giuseppe Porcu. Sul palco del salone comunale A. Sobrero sono saliti bambini spigliati e sicuri di sé: «uno degli obiettivi principali del mio corso – ha spiegato Porcu – è l’abbattimento dei pudori». I bambini hanno imparato a servirsi del proprio corpo e della propria voce per interpretare sensazioni ed emozioni che non provavano, come i veri attori. In platea, il folto pubblico, piacevolmente sorpreso dai piccoli attori, applaudiva divertito come non mai. «I bambini hanno fatto davvero un salto di qualità. Hanno

imparato ad usare il proprio corpo come uno strumento e hanno acquisito una buona dose di fiducia in sé stessi – commentano alcuni genitori – ci auguriamo che questa bella esperienza possa essere ripetuta l’anno prossimo». Al termine dello spettacolo, Anna, portavoce di tutti i bambini, ha preso in mano il microfono per ringraziare Giuseppe, le maestre e l’insostituibile “bidi” Graziella, che non è soltanto una collaboratrice scolastica, ma diventa ora una mamma, ora un’aiutante tuttofare o un’organizzatrice di eventi. Sul palco è anche salito il dirigente scolastico Paolo Groppo, che ha fatto gli auguri a tutti i presenti e ha comunicato una gradita notizia in tempi di tagli: «da gennaio riusciremo ad avere una maestra in più per qualche ora». Silvia Godano

Scambiarsi gli auguri sorseggiando una cioccolata calda e gustando una fetta di panettone è una delle abitudini che più evocano l’atmosfera natalizia a Murello. Dopo la tradizionale messa di mezzanotte moltissimi murellesi hanno affollato il centro polivalente del paese, dove li attendevano le tavole imbandite e l’entusiasmo dei signori Pina e Beppe, gestori del centro. Tra gli ospiti, don Gianni Carignano: questo è stato per lui il primo Natale trascorso a Murello. La messa della vigilia, celebrata alle 22 per permettere a don Gianni di essere presente anche nelle altre due Parrocchie che segue, ha visto protagonisti i più piccoli. C’era chi impersonava gli angioletti, chi vestiva i panni di Maria e Giuseppe, chi ha aiutato don

Gianni a celebrare la funzione: in men che non si dica il Natale tanto atteso è sceso su Murello. La celebrazione si è conclusa con gli auguri del sindaco Miniotti, che ha ricordato quanto sia difficile fermarsi e trarre un bilancio dell’anno appena trascorso, «un anno da dimenticare per molti versi e per molti di noi. Non posso che augurarvi prosperità per il nuovo anno». Dal canto suo, don Gianni, che sembra già perfettamente inserito in paese, ha ringraziato tutti i presenti, l’amministrazione comunale, il coro, e tutti coloro i quali si sono messi al lavoro nei giorni passati per rendere agibili i locali della canonica così che l’attività di catechesi potesse riprendere regolarmente. re di buon auspicio per l’anno venturo.

I murellesi si sono scambiati gli auguri al centro polivalente


MERCOLEDÌ 4 GENNAIO 2012 IL SAVIGLIANESE 17

Finanziamenti

Fondo di garanzia per il microcredito Da tempo la Regione Piemonte si è dotata di uno specifico strumento per favorire l’accesso al credito da parte di persone che, pur avendo valide idee imprenditoriali o progetti di autoimpiego, non sono in grado di realizzarli perché non dispongono di capacità di garanzia propria e non in grado di far ricorso autonomamente al credito bancario ordinario, in quanto “soggetti non bancabili”. Si tratta di una misura che può rappresentare un’opportunità importante innanzitutto per i giovani, le donne e gli stranieri e per tutti quei soggetti, esclusi dal circuito tradizionale del credito, che vogliono avviare un’attività economica. II Fondo di garanzia, costituito presso Finpiemonte S.p.a, viene utilizzato per prestare garanzie fideiussorie agli istituti di credito convenzionati sui finanziamenti che erogano a favore di imprese di nuova costituzione in forma giuridica di società di persone, società cooperative di produzione lavoro, incluse le società cooperative sociali e ditte individuali e di soggetti titolari di partita Iva nella fase di avvio dell’attività.

III Offerta diversificata e di qualità

In Piemonte la formazione è all’avanguardia Interessa giovani e adulti che vogliono inserirsi nel mercato del lavoro con adeguate competenze III

In Piemonte la formazione professionale è un’eccellenza, che la Regione finanzia con i Fondi Strutturali Europei 2007-2013 nell’ambito dell’Obiettivo Competitività e occupazione. “Il Piemonte è un esempio di eccellenza – precisano il presidente Roberto Cota e l’assessore Claudia Porchietto – Nel 2010 l’offerta formativa è stata di circa 10mila corsi rivolti a 120mila allievi. I destinatari sono gli adolescenti in obbligo di istruzione, i giovani e gli adulti che necessitano di interventi di rafforzamento delle competenze per l’inserimento o il reinserimento lavorativo, gli occupati che, su iniziativa aziendale o individuale, intraprendono percorsi di apprendimento permanente”. Formazione professionale iniziale. È uno strumento strategico per la lotta alla dispersione scolastica e per l’inserimento occupazionale. La Regione ha di recente assunto l’impegno di 80 milioni di euro l’anno insieme alla scelta di avviare una sperimentazione per il quarto anno. Formazione superiore (post diploma). La Regione intende salvaguardare l’offerta relativa alla Direttiva Mercato del Lavoro, il cui dimensionamento complessivo non potrà superare quello dell’ultimo anno (40 milioni), mentre sui percorsi integrati sono in corso approfondimenti intesi a

Avviati 10mila corsi rivolti a 120mila allievi per favorire l’inserimento o il reinserimento lavorativo valorizzare le esperienze che ottengono un effettivo riscontro dalle imprese. Alta formazione universitaria. L’obiettivo è valutare i riscontri occupazionali generati e coordinare le risorse (17 milioni) con quelle destinate ai percorsi di formazione superiore che prevedono il coinvolgimento degli Atenei. Soggetti svantaggiati. La Regione intende mantenere e, compatibilmente con le risorse disponibili, aumentare l’attenzione verso queste persone, per le quali i percorsi della Direttiva Mercato del Lavoro potranno tendenzialmente fare affidamento sulle risorse stanziate negli anni scorsi. Apprendistato. È una delle leve prioritarie ai fini dell’inserimento “tutelato” dei giovani nel mercato del lavoro. L’obiettivo è valo-

Iniziativa di comunicazione istituzionale co-finanziata con il Fondo sociale europeo rizzare le esperienze positive, a partire dall’estensione a tutto il Piemonte della formazione in impresa sperimentata nelle province di Torino e Cuneo. Inoltre, è prevista la sperimentazione dell’offerta formativa per l’acquisizione di una qualifica o di un diploma regionale da parte di giovani con meno di 25 anni. Per potenziare l’alto apprendistato saranno invece programmate ulteriori risorse per la sperimentazione delle lauree di primo livello e magistrali. Progetto anticrisi. Nel 2010 ha permesso di coinvolgere oltre 11.000 persone nei soli percorsi formativi e la sua attuazione proseguirà per tutto il 2012.

www.regione.piemonte.it/lavoro

Occupazione

Aiuti regionali per far crescere le cooperative La Regione ha provveduto a riordinare in un’unica legge l’insieme delle misure a favore del settore della cooperazione. Il programma degli interventi stabilisce che le società cooperative a mutualità prevalente, così come i relativi consorzi, possano presentare domande per il sostegno dei soggetti di nuova costituzione. Analogamente si può richiedere un aiuto per gli investimenti che portino a un incremento occupazionale.

www.regione.piemonte.it/lavoro

www.regione.piemonte.it/lavoro

Mentelocale, l’informazione per tutti www. regione.piemonte.it/mentelocale

III Lavoro I giovani fanno tirocinio nelle imprese III L’assessorato al Lavoro e alla Formazione professionale della Regione ha deciso di destinare i fondi residui del 2011 in materia di tirocini, circa 400mila euro, per attivare la misura “Giovani nelle imprese”. L’obiettivo è di favorire l’occupabilità dei giovani neodiplomati e neolaureati tramite tirocini in azienda della durata di 3/6 mesi garantendo una borsa lavoro mensile di 500 euro. Potranno partecipare i diplomati in scuole tecniche e professionali e i laureati che hanno conseguito il titolo di studio entro un anno dall’emanazione del bando.

www.regione.piemonte.it/lavoro

III Imprenditoria Fasce deboli, accesso al credito più facile III Il fondo di garanzia a favore dell’imprenditoria femminile e giovanile è uno strumento specifico che si inserisce nelle nuove dinamiche dei prestiti bancari per l’abbattimento degli ostacoli che creano difficoltà all’accesso al credito alle aziende già operanti. Il Fondo, istituito presso Finpiemonte Spa, destinato inizialmente alle piccole imprese a conduzione o a prevalente partecipazione femminile, è stato esteso anche all’imprenditoria giovanile. Le prime hanno però priorità nella valutazione e nella destinazione delle risorse. Le aziende, per accedere alle agevolazioni, devono essere operative da almeno un anno.

www.regione.piemonte.it/lavoro

III Nuove misure III Seconda edizione del Progetto E’-quality Un piano per i giovani

Quando le aziende investono sulle donne

III Nelle scorse settimane la Giunta regionale ha approvato il Piano Giovani 2011-2013, un pacchetto di dieci misure specificatamente studiate per favorire il lavoro e l’occupazione giovanile, per il quale è previsto uno stanziamento complessivo di circa 11 milioni di euro. Il Piano diventerà operativo tra fine gennaio e inizio febbraio, quando verranno pubblicati i bandi per l’erogazione dei diversi finanziamenti.

III Insieme al riconoscimento di “Azienda che investe sulle donne” alle realtà imprenditoriali piemontesi che hanno dimostrato di saper puntare sulle donne, Claudia Porchietto, assessore al Lavoro della Regione, e le consigliere regionali di Parità hanno presentato nei giorni scorsi la seconda edizione del progetto “E’-quality viaggio nelle imprese dove parità è qualità”. Dare spazio al talento femminile è il messaggio che emerge dai da-

Imprese protagoniste di un cambiamento manageriale e culturale

ti del Rapporto biennale sulla situazione del personale 2008/2009 delle aziende piemontesi con oltre 100 dipendenti, l’unico ad offrire un quadro disaggregato per genere rispetto alle assunzioni, cessa-

DICEMBRE 2011

zioni, accesso alla formazione, progressione di carriera, utilizzo del part-time, distinti per uomini e donne a tutti i livelli, nelle più importanti imprese del Piemonte. Dalle 1.016 realtà del campione è

emerso un gruppo con una media di donne in organico del 62%, distribuite a livello apicale per il 47,5% nella dirigenza e per il 50,5% nei quadri. Sono Centro Diagnostico Cernaia S.p.A, Delgrosso S.p.A, Associazione Gruppo Abele Onlus, Mondoffice-Staples S.r.l, Sipra S.p.A, Sistemi Soluzioni Informatiche e Telematiche S.p.A, System Evolution S.r.l. A queste se ne aggiungono 11 che per il biennio 2006/2007 avevano già ricevuto il riconoscimento e che hanno riconfermato il loro impegno su queste posizioni. Tre le aziende individuate nel progetto per le loro “best practice” in tema di pari opportunità: la Ferrero Spa, Iren Energia Spa e Reale Mutua Assicurazioni. www.kila.it


18

mercoledì 4 gennaio 2012

GENOLA Domenica alla Messa la benedizione dei bimbi

Esibizione canora alla materna

I bimbi della materna hanno fatto gli auguri per un felice Natale

È stato un successo il tenero augurio che bambini della scuola materna G. B. Reyneri di Genola hanno voluto regalare ai loro genitori nelle giornate di lunedì 19 e martedì 20 dicembre scorsi. Un’esibizione canora che ha commosso il cuore dei genitori accorsi per vedere i loro piccini all’opera. Sono 108 i bambini che frequentano la scuola materna suddivisi in 4 sezioni che, a gruppi di due hanno voluto au-

GENOLA

gurare Buon Natale alle famiglie. La tenerezza di questi bambini è poi stata riproposta nella giornata di mercoledì ad esclusivo appannaggio dei nonni cui è stata dedicata una performance esclusiva e a loro riservata. E domenica 8 gennaio, in occasione della festa del Battesimo di Gesù, durante la messa delle ore 11 si terrà la Benedizione dei Bambini. St. Aim.

Gli auguri di Mons. Cavallotto

Il Vescovo alla casa di riposo

genola - monasterolo

GENOLA

Continua la “tradizione” dello spettacolo a Natale

Vigilia con “La bella e la bestia” Una tradizione che dura da decenni e che è stata recuperata dopo un anno di pausa. Un gradito ritorno che caratterizza la vigilia di Natale e che precede la tradizionale Messa di mezzanotte. Un teatro gremito per la rappresentazione teatrale “La Bella e la Bestia” portata in scena dai giovani. Molti gli attori veterani, ma tante anche le new entry. Un nuovo cast dunque che ha saputo catturare l’attenzione del numeroso pubblico e regalare momenti di comicità, simpatia e emozioni fiabesche. E in tutti, soprattutto nei ragazzi, è vivo il grande esempio di Aida Generoso che per tanti anni ha guidato e diretto i giovani di tante generazioni inculcando l’amore per il teatro e soprattutto facendo diventare la vigilia di Natale un appuntamento immancabile e a cui si è voluta dedicare questa prima edizione, orfana della sua presenza fisica ma non emotiva. A lei dunque si è voluto simbolicamente dedicare lo spettacolo, offrendole il primo meritato applauso di ringraziamento. La serata si è aperta con l’interpretazione della canzone “Metti in circolo il tuo amore” di Ligabue. È seguita poi la presentazione, interamente in rima, di quella che è una favola conosciuta e amata da grandi e piccini, e proprio questi ultimi hanno riempito le prime fila della platea. In essi soprattutto si è letta la splendida riuscita dello spettacolo perché i loro occhi hanno, più di ogni parola, offerto stupore, divertimento, coinvolgimento, suspense e amore: tutte emozioni che si volevano trasmettere. E questo è stato possibile grazie alle magistrali interpretazioni dei protagonisti: la Bestia superbamente interpretata dal bravis-

MONASTEROLO

Tanti e nuovi giovani attori hanno raccolto gli insegnamenti di Aida Generoso

simo Stefano Racca, la dolce Belle egregiamente impersonata da Francesca Lamberti e poi i grandiosi Alberto Pompejano (Tokkins) e Luca Costamagna (Lùmiere), l’esilarante Stefano Mana nella parte di Maurice. E ancora Simone Montalbano e Simone Longordo nelle rispettive parti di Gaston e LeFou, Sara Longordo (la materna Mrs. Pott), Erica Gastaldi (l’irresistibile Fifì) e Matteo Vasile (il tenero Kikko). E ancora: Giorgia Racca, Elena e Francesca Testa, Annalisa Panero, Marzia Daniele, Sara e Aurora Lamberti, Erika Aimetta, Cristiano e Federico Lamberti, Giacomo Gaggiassi, Edoardo Fresia, Davide Franco, tutti bravissimi. Un particolare ringraziamento va a chi ha curato le parti musicali: Stefania Testa e Elisa Viara, le scenografie: Marilena Dompè, l’allestimento: Lorenzo Gianoglio, le sceneggiature e recitazione: Sandra Nicola e Stefania Aimetta, ai tecnici luci e audio: Daniele Cravero, Marco Testa e Stefano Ribe-

ro, a Micol Bonavia per la realizzazione della libreria. «All’inizio non credevamo che ce la potessimo fare ad accollarci una così pesante “eredità” – questo il commento di Flavio Gastaldi, che insieme a Francesca Lamberti, ha gestito l’organizzazione dello spettacolo – Genola era abituata a determinati standard e noi non credevamo di essere all’altezza, poi abbiamo scoperto che aver vissuto cinque spettacoli con Aida ha insegnato davvero tanto. Siamo molto soddisfatti della risposta che abbiamo avuto dai genolesi sia come gradimento che come affluenza, anche se personalmente la mia soddisfazione più grande è quella di aver visto dieci nuovi ragazzi che hanno scelto di intraprendere questo percorso con noi. Saranno loro che porteranno avanti questa tradizione così importante per Genola». Si replica giovedì 5 gennaio alle ore 21 sempre nel salone dell’ex-dopolavoro. Stefania Aimetta

L’esposizione rimarrà aperta fino all’Epifania tutti i pomeriggi

Un successo per “Espongo il mio presepe” Mons. Cavallotto ha voluto augurare di persona buon Natale

Martedì 20 dicembre, nel pomeriggio, S.E. Mons. Giuseppe Cavallotto ha portato i suoi personali auguri agli ospiti della casa di riposo Papa Giovan-

ni XXIII di Genola. Una visita gradita dagli ospiti, dal personale della struttura e dai volontari Avo. St. Aim.

BREVI DA MONASTEROLO

Incidente a Scarnafigi Coinvolto un quarantenne Lunedì 26 dicembre, alle ore 5.36, sulla provinciale n. 133, a Scarnafigi, un’Alfa Romeo 147 è autonomamente uscita di strada. Il conducente, un giovane quarantenne di Monasterolo, ha riportato lesioni di medie entità ed è stato trasportato dall’ambulanza del 118 all’ospedale di Saluzzo. Per i rilievi sono intervenuti i Carabinieri di Savigliano.

Lutto in paese Scomparsa Eleonora

È iniziata proprio il giorno di Natale l’ottava mostra dei presepi che ormai, come consuetudine, si tiene nella Chiesa della Confraternita fino al 6 gennaio 2012, con orario dalle 15 alle 17. Richiama sempre un numeroso pubblico, specialmente dai paesi limitrofi vengono a visitare questa simpatica mostra che rappresenta un fiore all’occhiello per le manifestazioni monasterolesi del periodo natalizio. Un lavoro che Franco Alesso e Bastiano Galletto svolgono con passione e professionalità, preparando la mostra cercando sempre nuovi manufatti per rendere omaggio ad una tradizione ad un tema tan-

to caro e sentito come quello della Natività. Presepi tradizionali e vere opere d’arte fanno bella mostra in questa chiesetta; all’ingresso, il presepe meccanico, opera di Giovanni Barbero di Racconigi con le statuine che percorrono la strada che li separa dalla capanna. C’è una piccola botte che racchiude la realizzazione di Bartolo Rostagno di Moretta, l’impresa Rosso di Moretta ha eseguito una vera opera d’arte con pietre e mattoni perfettamente collocati. I monasterolesi Lidia Abbà e Franco Alesso hanno eseguito dei presepi caratteristici per la ricchezza di particolari ed ingegno-

MONASTEROLO Sono riecheggiate le sonorità di “White Christmas” e “Adeste Fideles”

Musiche ed atmosfere natalizie per i ragazzi

Si sono svolti venerdì 23 dicembre alle ore 10.30 presso la Parrocchia di Monasterolo, i funerali di Eleonora Anna Giordan in Audisio di anni 57. Giungano le più vive condoglianze dalla redazione de Il Saviglianese al marito Giuseppe, alla figlia Debora col marito Stefano ai nipoti Cassandra, Giulia e Nicolas e al figlio Denis con la moglie Eleonora.

È mancato “el giardinè” Simone Bergese Martedì 27 dicembre è mancato Simone Bergese, molto conosciuto in paese come “el giardinè” avendo svolto per 40 anni il giardiniere in casa Fontana. Lascia la moglie Felicita Caraglio, il figlio Massimo con Susie, Simona con il marito Massimo, Elisa con il marito Massimo, Silvia ed il marito Beppe ed i nipoti Monica, Matteo, Alex, Jasmine, Paolo e Giulia. Il funerale ha avuto luogo presso la Parrocchia di Monasterolo giovedì 29 dicembre. Giungano ai famigliari tutti le più vive condoglianze della redazione de Il Saviglianese.

si, tra cui una radice di albero recuperata nel Varaita ed usata allo scopo, creando paesaggi su più piani. Svariate le tecniche e diversi i materiali usati, così che i visitatori della mostra possano rivivere la magica atmosfera di un tempo, quando il presepe non era soltanto un Un presepe reso unico dalla botte che lo contiene oggetto o un simbolo, ma anche un fattore di unio- grandi e piccini. Renzo Otella ne famigliare che coinvolgeva

Dai bambini gli auguri di Natale in tutte le lingue

Martedì 20 dicembre i ragazzi della scuola primaria hanno tenuto la recita natalizia. Folta la presenza dei genitori che hanno fatto da contorno a questa simpatica manifestazione dei ragazzi di Monasterolo e di Ruffia. Si è iniziato con la simpatica melodia “Il Pino di Betlemme” e a seguire i bimbi della classe seconda hanno proposto una riflessione con una recita

dal tema molto attuale che trova risposta nella canzone “Caro Gesù ti scrivo”. La classe quarta ha eseguito al flauto la celebre melodia “Adeste Fideles”, poi i ragazzi delle classi seconda e quinta hanno eseguito “White Christmas”, tutti insieme hanno poi intonato “A Natale puoi’’, proprio per sottolineare come questo sia un periodo magico di gioia e serenità.

Nuovamente col flauto la classe quinta ha eseguito i brani “Christmas Tree” e “We Wish You a Merry Christmas”. A conclusione della festa, è stato espresso dalle autorità presenti – don Mauro, il sindaco Cavaglià, il sindaco di Ruffia Boaglio e la responsabile della Banca CRS, istituto che è sempre molto sensibile ai problemi della nostra scuola – un sentito ringraziamento ed un augurio

più vivo ai bimbi che così intensamente hanno svolto la recita ed un ringraziamento particolare alle maestre che contribuiscono alla crescita dei ragazzi preparandoli dignitosamente e con particolare attenzione. La responsabile del plesso Elda Bertolotto a sua volta ha ringraziato i presenti ricordando il difficile momento che sta vivendo l’istruzione italiana. r.o.

Elda Bertolotto ha voluto ringraziare tutti i presenti


caramagna - cavallerleone

CARAMAGNA Scelto il libro più bello degli ultimi 150 anni

Festa Tricolore per gli Alpini

Lo scorso anno fu dato un riconoscimento a Filippo Garello

Il Comune darà ufficialmente inizio ai festeggiamenti per i 50 anni del Gruppo Alpini con il concerto della Banda Musicale di Moretta per la Festa del Tricolore che si terrà sabato 7 gennaio, giorno in cui ricorre ufficialmente la Giornata Nazionale della Bandiera Italiana, alle ore 21 al Teatro Polivalente. La Banda Musicale di Mo-

CARAMAGNA

retta, meglio nota come Filarmonica morettese e diretta dal Maestro Mauro Galliano, è la banda che nell’area del saluzzese accompagna gli Alpini nelle adunate annuali e nessuno meglio di questo gruppo musicale, in divisa da Alpini, avrebbe potuto dare inizio ad una serie di eventi che si svolgeranno nel 2012 e che a Caramagna saran-

no dedicati proprio alle truppe da montagna dell’esercito italiano, sezione locale. Durante la serata del 7 gennaio verrà anche premiato il “libro più bello degli ultimi 150 anni”, iniziativa in corso e promossa dalla Biblioteca che con un sondaggio fra i caramagnesi e i frequentatori della biblioteca ha voluto individuare il libro più amato e letto da quando è nato il nostro Paese. «Il libro vincitore, con 12 voti, è “Il nome della Rosa” di Umberto Eco – ci ha detto Daniela Oddenino, consigliere delegato alla Cultura –. Secondo posto, a pari merito con 8 voti, per “Se questo è un uomo” di Primo Levi e “Il fu Mattia Pascal” del drammaturgo siciliano Luigi Pirandello; terzo, con 5 voti, “Uno, nessuno e centomila” sempre di Pirandello. I

votanti sono stati circa un centinaio , abbiamo iniziato ad ottobre con la Sagra della Frittella quando abbiamo lanciato il bookcrossing». Un premio anche per chi ha partecipato al sondaggio? «Certamente – continua la Oddenino –. Abbiamo anche estratto cinque votanti, ognuno dei quali vincerà un libro tra i più belli usciti quest’anno. Da “Uno ed indivisibile” del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano a “Il silenzio dell’onda” di Gianrico Carofiglio, da “Cosa tiene accese le stelle” del direttore del quotidiano La Stampa Mario Calabresi a “Imparare a dirsi addio” di Concita De Gregorio a “Cose che nessuno sa” dell’insegnante scolastico Alessandro D’Avenia». Paolo Biancardi

Continuano le serate danzanti organizzate dalla Pro Loco

Alla Befana si balla con l’orchestra Allegra Compagnia Lunedì 26 dicembre, con l’esibizione dell’orchestra “Daniele e la Band - tributo a Bagutti”, che ha saputo intrattenere i numerosi ballerini con un grande spettacolo di musica, sono iniziate le serate danzanti organizzate dalla Pro Loco di Caramagna al Pala-

sport. Questo il prossimo appuntamento di gennaio. Venerdì 6 gennaio animazione e musica con l’orchestra Allegra Compagnia: panettone gratis per tutti e a fine serata estrazione biglietti della lotteria con ricchi premi. Ingresso 7 euro.

L’ultimo nato a Savigliano è di Caramagna Tanta gente ha ballato a Santo Stefano al Palasport

CARAMAGNA

L’ultimo nato del 2011 all’ospedale di Savigliano è di Caramagna: è Marco Zanetti, figlio di Carlo e Lucia Cozzolino. Servizio a pagina 2

Concerto con la corale La Reis

mercoledì 4 gennaio 2012

CARAMAGNA

19

Anche piatti della Costa d’Avorio

Cous cous e bagna cauda

Prelibatezze gastronomiche dai cinque continenti

Dopo il successo ottenuto sin dalla prima edizione, si ripete anche quest’anno la tradizionale degustazione “couscous e bagna cauda”. L’evento, in programma per giovedì 5 gennaio nei locali della parrocchia, è organizzato dall’Associazione La Torre con il Csv Società Solidale di Cuneo. Durante la serata verranno proposti assaggi di cucina di tante parti del mondo, preparati rigorosamente da cuoche e cuochi residenti a Caramagna. Quest’anno il tradizionale appuntamento con “couscous e bagna cauda” vedrà unirsi alle altre comunità già presenti e attive sul territorio di Caramagna quella ivoriana. Infatti, un gruppo di richiedenti asilo della Costa D’Avorio è arrivato in paese una decina di giorni fa tramite richiesta del C.u.f.r.a.d.

CARAMAGNA

di Sommariva del Bosco e della Regione Piemonte. I giovani ivoriani, in attesa di riconoscimento dello status di rifugiato politico, sono stati accolti dalla comunità caramagnese e dal sindaco Mario Riu che per rendere omaggio allo spirito dell’integrazione li ha invitati a partecipare a questo evento, che da sempre è simbolo di volontà attiva di conoscere persone diverse per origine e cultura, superando differenze e diffidenze. Il sindaco Mario Riu, ideatore dell’iniziativa e amante della cucina etnica, definisce questa serata come «un modo per segnalare la volontà di conoscersi per integrarsi tra persone di diversa origine, superando differenze e diffidenze, in un locale aperto a tutti come l’oratorio parrocchiale».

Il rinnovo deciso dal referendum

Per ricordare Angelo

Lamicolor: sì al premio

Caramagna ha atteso la vigilia di Natale e festeggiato con il coro La Reis di San Damiano Macra in un concerto, tenutosi il 23 dicembre e preceduto dalla S. Messa in parrocchia, in ricordo di Angelo Lolli, amico di tutti i caramagnesi e scomparso lo scorso anno. Gi amici che hanno voluto questa serata in memoria di Angelo, scomparso un anno fa ringraziano il Parroco Don Tonino Borio per aver

Alla Lamicolor i lavoratori hanno approvato il rinnovo del premio aziendale. Al referendum – l’hanno proposto le organizzazioni sindacali Uilcem Uil, Femca Cisl, Filctem Cgil e le Rsu aziendali – i sì sono stati il 78%: per il futuro, sono stati decisi sostanziali adeguamenti della parte economica ed alcuni miglioramenti della parte normativa. Attualmente la Lami-

CAVALLERLEONE

voluto ospitare questo concerto, che vuol essere un momento di ricordo e di condivisione per tutta la comunità caramagnese, tragicamente colpita da quell’evento e dalle vicende che vi sono succedute. Il coro ha condiviso con tutti e nei canti la nostra tradizione e la nostra cultura ripercorrendo con la memoria valori come quelli tramandati dagli Alpini, dai mestieri del passato e del Santo Natale.

Prima del concerto si è voluto ricordare l’amico Angelo Lolli

Nelle prossime settimane, rinnovo della Pro Loco

Fissore: «Sono pronto al terzo mandato»

Francesco Fissore

Mentre la Società Bocciofila del presidente Bartolomeo Peiretti si sta già riunendo in questi giorni per il rinnovo del Consiglio direttivo, lo stesso de-

stino spetterà nelle prossime settimane alla Pro Loco, diretta negli ultimi 6 anni (2 “mandati”) da Francesco Fissore. È lui stesso a fare un bilancio di questi ultimi anni: «Siamo ormai nel 2012 e nelle prossime settimane, supportati dal Comune, organizzeremo un’assemblea per la formazione del nuovo consiglio direttivo e per l’elezione del presidente. Negli ultimi tempi il numero di persone che hanno collaborato, e che ringrazio di cuore per il tempo che hanno dedicato a questa associazione, è stato discreto, tuttavia per l’organizzazione degli eventi, in primis la festa patronale di maggio,

servono tante idee e tante braccia. Quindi invito giovani e meno giovani a partecipare alla formazione della nuova pro loco, quanti più siamo meglio è». Fissore, che ha dato molto all’associazione in questi anni, è quindi determinato a proseguire: «Io continuo ad impegnarmi nella pro loco, per qwuanto riguarda la presidenza sarà il consiglio a decidere per una nuova elezione o per un eventuale mia conferma. La cosa più importante è che la pro loco rimanga in vita e che non si perdano le belle tradizioni che caratterizzano il nostro paese». Gianluca Gianoglio

BREVI DA CAVALLERLEONE

Lutto in paese Deceduta Giovanna Paschetta E’ deceduta pochi giorni prima di Natale Giovanna Paschetta ved. Alladio, dopo un breve ricovero all’ospedale e un repentino peggioramento delle sue condizioni di salute. La signora, pensionata, aveva 78 anni e, dal 2008, era rimasta vedova del marito Giovanni Alladio. Lascia i due figli Giuseppe e Domenico e quattro nipoti. Alla famiglia vanno le più sentite condoglianze de “Il Saviglianese”.

Raccolta porta a porta Si distribuiscono i sacchetti La raccolta differenziata “porta a porta” è ormai entrata a regime: il Comune ha avviato da alcuni giorni la distribuzione dei sacchi per la plastica e l’indifferenziato alle famiglie di Cavallerleone. La cittadinanza è pertanto invitata a recarsi negli uffici comunali per ritirare i sacchetti. G.G.

color occupa 103 addetti, è associata al gruppo Abet di Bra, produce laminati plastici ed è stata fondata 40 anni fa dal racconigese Giovanni Donalisio. «Quest’accordo è stato raggiunto senza alcuna conflittualità – ha detto, per i sindacati, Alberto Dotta della Uilcem Uil – a testimonianza della qualità positiva e della volontà costruttiva di entrambe le parti».

ABBONAMENTI 2012

in edicola 40 euro postale 42 euro on-line 33 euro Sottoscrivi l’abbonamento in edicola, presso il corrispondente del tuo paese oppure presso la redazione di Savigliano (piazza Santarosa n. 21). In omaggio un guanto da cucina ed il pratico calendario de Il Saviglianese.


20

mercoledì 4 gennaio 2012

ELEZIONI Ben otto le liste in embrione

Alle urne per scegliere il successore di Adriano IV Il 2012 ci porta le elezioni amministrative: nei prossimi mesi i racconigesi saranno chiamati a scegliere il successore di Adriano IV. Da mesi la campagna elettorale è lanciata. Ma a questo punto su nomi e schieramenti il puzzle non è ancora completato. A sentire le voci che si inseguono in città sarebbero infatti ben otto le liste in embrione che scalpitano ai nastri i partenza, pronte a correre per la vittoria. C’è una lista di centro-centro-sinistra formato da uomini dell’attuale maggioranza e dell’attuale minoranza in Consiglio: dal Pd a Udc e Indipendenti, strizzando anche l’occhio a sinistra (Cavallo?), al centro-destra (Scarpino?) e a nuovi volti di giovani. Candidato sindaco: Gianpiero Brunetti. C’è la lista di centro-destra che Oderda sta mettendo insieme pezzo per pezzo attingendo anche al mondo imprenditoriale e giovanile. Con qualche sorpresa in serbo. Candidato sindaco: forse lo stesso Oderda, o forse no. Ma, sempre in casa Pdl, anche Luigi Reynaudo va dicendo che non intende star fuori dai giochi e, senza clamori, starebbe valutando la possibilità di mettere insieme un gruppo competitivo dosando adeguatamente esperienza e volti nuovi. E, ancora a destra, c’è Bianca Emilia Brignolo in Forno. La signora moncalierese con ascendenti racconigesi si sta dando un gran daffare: incontri, dichiarazioni di solidarietà ai lavoratori Novaplast, un messaggio indirizzato ai racconigesi in cui annuncia la propria candidatura. Quanto al suo avvicinamento a “La Destra” pubblichiamo a pagina 21 un’intervista a Ruggiero Vignaduzzo. Altra lista, altra donna: la professoressa Luisa Perlo, cavouriana di ferro. È partita con grande entusiasmo e grande anticipo nell’intento di battere tutti sul tempo e dare una svolta al mondo politico racconigese. Si è però vista fare terra bruciata tutto intorno ed ora sembra frenata da qualche difficoltà. Difficoltà che invece non scoraggiano Giuseppe Simone, leader locale dell’Italia dei Valori. Aveva fatto sapere al mondo politico racconigese di esserci anche lui e di essere disposto a mettersi in gioco. Nessuno finora lo ha cercato ma lui non desiste: «Vado avanti lo stesso» ci dice. Mercoledì 4 sarà in giro con alcuni pezzi grossi del partito di Di Pietro per “rendersi conto delle criticità di Racconigi”. Non demordono nemmeno i grillini: dopo essersi fatti notare con i loro banchetti nei giorni di mercato sembra ora si stiano contando e programmando nuove iniziative. Infine il gruppo della sinistra-sinistra, che è tutto un’incognita. Ha varato un programma denominato “Lavori in corso” ma di questi incontri per ora è top segret. Intendono dare vita a una “lista civica alternativa” nata dal basso ed il loro candidato sindaco potrebbe essere Tuninetti (o Giacomo Castagnotto?). Va da sé che otto liste sono decisamente troppe. Difficile pensare che riescano tutte a trovare, se non 16, almeno 12 nomi da mettere uno dietro l’altro sui manifesti elettorali. Ed ancora più difficile pensare che riescano tutte a raccogliere quel centinaio di firme necessarie per presentarsi alla tenzone. Si arriverà dunque ad una inevitabile scremazione, a forfait, accordi ed apparentamenti in una darwiniana selezione della specie. Ma prima di allora ne vedremo ancora delle belle e andremo a raccontarvele attraverso le pagine di questo settimanale.

ASSISTENZA Una proposta in Consiglio comunale

Per salvare il Consorzio

COMMERCIO

Piccola inchiesta nei negozi del centro città

Natale ai tempi della crisi Abbiamo fatto i conti in tasca ai racconigesi. Ed ai commercianti racconigesi. Come sono andate, economicamente parlando, queste feste di Natale e di fine anno attanagliate dalla crisi economica? Non benissimo ma neppure poi così male, si potrebbe riassumere in estrema sintesi. I racconigesi non hanno scialato ma neppure hanno rinunciato a scambiarsi i regali: magari meno che negli anni delle vacche grasse, e soprattutto facendo attenzione a non spendere troppo. E sul mangiare non hanno lesinato. Il fatto che in molti siano rimasti a casa, rinunciando a viaggi e pranzi al ristorante, ha finito per incidere positivamente sulle vendite degli alimentari. Questo almeno è quanto emerge da una nostra breve inchiesta (che non ha certo la pretesa di essere esaustiva) a zonzo per i negozi del centro cittadino. Abbiamo diviso i nostri intervistati in tre categorie: quelli che hanno risposto che le vendite natalizie sono andate “bene”, quelli del “benino” e quelli del “male, in alcuni casi “malissimo”. Partiamo dalla prima categoria, anche perché la si sbriga rapidamente, contenendo solo tre esercizi commerciali: di alimentari, gastronomia e... fiori. «È andata bene – ci dice Valeria Testa, del minimarket Mar.Val di via Santa Maria –. Quest’anno per i doni la gente si è rivolta verso il settore alimentare: dal vino ai formaggi all’olio ai vasetti di acciughe... Tantissima pasta. Anche tanti cesti, borse, ma puntando a cose molto semplici: in declino i prodotti esotici, strani, particolari, si è puntato sui Dop, sui Doc, su qualsiasi cosa purché genuina ed italiana», «Sarà che ci siamo organizzati meglio, sarà che la gente è rimasta a casa, ma per noi è andata benissimo, meglio che negli scorsi anni – affermano Luciano e Cristina di Pasta Fresca, in via Roma –. Durante le feste abbiamo lavorato giorno e notte». Soddisfatta anche Carla Mustat di Fumero Fiori, in via San Giovanni: «I fiori vanno sempre: stelle di Na-

Quest’anno poche luci e affari ridotti per i commercianti del centro storico tale, ciclamini, confezioni con bacche, pungitopo e rami di pino… Con 10 euro si fa già un pensierino». Se pochi brindano entusiasti al 2012, è invece lungo l’elenco di coloro che si dichiarano “abbastanza soddisfatti”. E di questi tempi non è cosa da poco. Partiamo dalla pasticceria Millebaci di via Morosini: «Abbiamo avuto più clienti ma acquisti più ridotti. Un dolce continua ad essere un dono gettonato ed accessibile a tutte le tasche. Anche con poco uno fa un regalino. Quest’anno è andato forte il Real Biscotto di Racconigi». La signora Fumero di Baby Shop, in via Levis: «È andata abbastanza: certamente con più fatica che in passato, facendo più pacchetti, ma nel complesso non possiamo lamentarci». «Sì, è andata abbastanza bene: abbiamo lavorato» ci dicono anche i dipendenti di Ortolandia, negozio di frutta e verdura dei fratelli Appendino, in piazza Roma. «Si è lavorato – fa loro eco Renata della Cartoleria Arcobaleno , in via Levis –. Il movimento c’è stato. Ovviamente più ridotto come potenzialità di soldi: libri per bambini e di cucina, giocattoli, le bambole che tirano sempre ed i giochi da tavolo che sono tornati alla grande. E poi gadget e presepi. Tutto sommato un Natale non diverso da quello dell’anno scorso». «Abbiamo venduto soprattutto

cose utili, pratiche: tutto il superfluo è stato escluso – dichiarano le titolari di Abracadabra, negozio di merceria e abbigliamento in piazza degli Uomini –. La gente è molto preoccupata e si tiene nelle spese». «Molti oggi vedono nero nel futuro – spiega Mariella Raynero, abbigliamento e maglieria di via Morosini –. Ho venduto soprattutto capi utili. A Natale non è periodo per cose eleganti, ma sfiziose, festaiole. Se hanno acquistato più gli uomini o le donne? Certamente le donne. Un uomo rinuncia più facilmente, le donne qualche cosa se lo comprano comunque». «Sono tre anni che abbiamo aperto questo negozio e questo è stato il Natale peggiore: nonostante questo non posso dire sia andato male» afferma Daniela Di Vincenzo di L’Angolo Naturale, erboristeria di via Roma. «Non ho ancora tirato giù i conti definitivi, ma un lieve calo rispetto allo scorso dicembre c’è stato – conferma Fabio Bocchino della gastronomia Il Ghiotto, via San Giovanni –. Tra i piatti più richiesti i tortellini e l’insalata di mare». «Nel clima generale di crisi un calo di vendite era da mettere in conto, ma tutto sommato non posso lamentarmi – ammette Roberta del Centro Video, negozio di elettrodomestici di via Levis –. Quest’anno c’è stato il boom dei cellulari, e poi rasoi per uomini, macchine del caffè, i doni classici…».

E passiamo ora al terzo gruppo: quelli che si mettono le mani nei capelli. Gianpiero Ambrassa della Merceria Gribaudo, in via San Giovanni: «In trent’anni che sono qui non ho mai visto una crisi così forte. Non si sentiva proprio il Natale. Siamo stati aperti la domenica: al mattino si vedeva passare qualcuno che usciva da messa, al pomeriggio niente. Sembrava ci fosse il coprifuoco. Un Natale povero, un povero Natale!». E Domenico Rocca, de L’Emporio, negozio di abbigliamento di via Priotti: «Non è andata bene: molto meno dello scorso anno. Qualche camicia, qualche maglia, le cose che costano meno…». Oreficeria Cortese di via Levis: «Incassi inferiori agli anni scorsi: evidentemente l’oro non è stato percepito come un bene di rifugio». Paola Fiorio dell’agenzia di viaggi Last Minute Tour: «Un Natale molto soft, anche se regalare un viaggio è sempre un’idea carina». Luisa Devalle della Videoteca Mak di via Ormesano: «La gente non ha soldi: qualche regalo, ma non più di tanto. I centri commerciali hanno svenduto quegli articoli che noi siamo obbligati a vendere a prezzo fisso. Il noleggio invece è andato bene, segno che molti sono stati a casa». Fuori dal coro Adriano Pettenuzzo della Pasticceria Reale di piazza Muzzone. È andata bene? «Assolutamente no!». È andata male? «Assolutamente no!». È andata così così? «Assolutamente no!». E allora? «E allora Racconigi è una bella cittadina, florida, fatta di tante persone intelligenti, gente splendida. Siamo in un territorio, il Cuneese, che si deve vantare delle proprie tradizioni. Un territorio fatto di grandi castelli e di piccole imprese che sono la sua grande ricchezza. Ed io sono orgoglioso di essere riuscito in questi otto anni a costruirmi un’affezionata e stimolante clientela che mi ha accettato e che mi ama. Natale o Pasqua non c’entrano: io da otto anni, tutti i mesi dell’anno, lavoro sette giorni su sette». m. san.

Gianpiero Brunetti e Giacomino Rosso durante la conferenza stampa La Finanziaria 2010 ha stabilito la soppressione dei consorzi socio-assistenziali, una legge che rischia di mettere in serie difficoltà i Comuni. I consiglieri comunali del Pd, Gianpiero Brunetti e Giacomino Rosso intendono sostenere la proposta dell’on. Livia Turco volta a salvaguardare i consorzi attraverso una modifica alla legge da inserire nelle “Mille proroghe” della manovra. «Il Consorzio Monviso Solidale interviene in 58 comuni a favore delle famiglie disagiate, dei portatori di handicap, delle persone in difficoltà – fa osservare Brunetti –. Se questo dovesse essere abolito, come farà un Comune ad accollarsi tutti questi servizi?». Brunetti e Rosso intendono portare il documento all’ordine del giorno nel prossimo Consiglio comunale: «Sarebbe importante che tutti i Comuni facenti parte del Consorzio approvassero la proposta nella seduta con-

siliare e l’iniziativa fosse imitata in tutta Italia» aggiunge Rosso. In prossimità delle elezioni amministrative di primavera, il Pd ha inoltre preparato un comunicato per informare i cittadini sul percorso fin qui intrapreso. “In ossequio a un’idea di politica fatta al di fuori dell’interesse dei singoli ma nell’interesse della comunità, che è derivata la scelta del Pd di Racconigi di accettare il confronto con altri soggetti e rappresentanti politici, anche al di fuori della sua attuale area di riferimento politico – recita il comunicato –. Si passerà ora alla fase per la formazione di una lista che dall’area della sinistra, passando per quella di centrosinistra del Pd, arrivi all’area di centro. Una lista civica la cui scelta del candidato a sindaco verrà condivisa da tutte le componenti dell’alleanza”. Il testo completo del comunicato è pubblicato nella pagina delle lettere.

PARROCCHIA Anche quattro novantenni tra le donne che ogni settimana si incontrano a ricamare

In gruppo per amicizia e solidarietà Il ricavato del loro lavoro lo donano per finanziare i progetti della parrocchia: questo è l’obiettivo del “Gruppo Amicizia”. Tutto è iniziato nell’aprile del 1986: un gruppo di amiche ha preso ad incontrarsi un giorno la settimana mettendo a disposizione degli altri l’arte del cucito, del ricamo, del lavoro ai ferri e all’uncinetto con cui creare grandi e piccoli capolavori. Il materiale era acquistato tramite una cassa comune ed i lavori eseguiti (maglie, coperte, asciugamani, babbucce, presine, sciarpe, lenzuola…) venivano esposti in una mostra ed offerti al pubblico. «In passato eravamo anche arrivate ad essere una trentina di componenti – ci spiega la signora Dina –. Per noi ritrovarci una volta alla settimana è l’occasione per trascorrere delle ore piacevoli insieme a chiacchierare e ad aiutarci vicendevolmente». Ora, a distanza di anni, alcune hanno raggiunto un’età invidiabile: le quattro veterane del gruppo nel 2011 hanno infatti festeggiato i 90 anni. Si tratta di Francesca Abbà, Marian-

Caterina Vaschetto

Anna Portesio

na Dotta, Anna Portesio e Caterina Vaschetto. Il Gruppo Amicizia continua ad ritrovarsi tutti i mercoledì presso il salone San Giovanni, dalle 13,30 alle ore 17,30-18. E se non organizzano più la mostra è perché i lavori artigianali ora vengono eseguiti tutti su ordinazione. La preoccupazione delle volontarie è quella che un giorno il gruppo finisca, sia a causa di una diminuzione della richiesta di lavoro, sia perché manca un ricambio generazionale. Attraverso il nostro giornale rivolgono quindi un ap-

Marianna Dotta

Francesca Abbà

pello: le famiglie racconigesi che intendono rinnovare le tendine di casa, o desiderano avere degli asciugamani ricamati o delle lenzuola preziose, o ancora indossare calde maglie, guanti, sciarpe fatte a mano, o rallegrare la casa di centrini e bordure all’uncinetto, o bomboniere originali per gli sposi, possono rivolgersi al Gruppo Amicizia. Sarà un nobile gesto che contribuirà alla continuità del gruppo ed arricchirà i committenti di autentici capolavori di artigianato.


racconigi

PROFUGHI Dopo sette mesi di permanenza a Ville Sacchetto

I somali sono stati trasferiti bia sconvolta I profughi di origine sodalla guerra domala hanno lasciato Raccove si trovavano nigi.Venti ospiti sono stati acper lavoro. Docolti in una comunità di frapo essere stati zione Ricchiardo di Sommaaccolti in diverriva Bosco e 4 sono stati trasi centri dell’Itasferiti in una struttura di Setlia meridionale, timo Torinese. tramite la ProteIl giorno 23 dicembre zione civile delhanno fatto le valigie, prenla Regione Piedendo solo le cose indispenmonte, erano sabili e lasciando nelle stanstati trasferiti a ze molto vestiario e scarpe Tre profughi somali ospitati a Ville Sacchetto Racconigi nella che nei sette mesi di permanenza avevano ricevuto in dono da persone struttura gestita dall’associazione “La Giovannea s.r.l.”. generose. “Qui – precisa la Protezione civile in un Entro il mese di febbraio i rifugiati dovrebbero ottenere la cittadinanza italiana con comunicato – hanno sempre goduto di buotre anni di validità, nel corso dei quali avran- na salute. Sono stati sottoposti a periodici controlli effettuati dalle strutture sanitarie no la possibilità d’integrarsi nel paese. I 24 nordafricani erano scappati dalla Li- competenti per territorio e solo in alcuni e

sporadici casi sono state riscontrate positività a patologie tipiche delle aree di provenienza, trattate secondo i protocolli sanitari standard applicati in Italia”. Per il 2012 l’associazione “La Giovannea” non aveva più rinnovato la convenzione di ospitalità predisposta dal Consiglio dei Ministri in seguito alla situazione di emergenza verificatasi in Nord Africa. Accogliere i profughi rappresenta un’espressione solidale di un paese e delle persone che ci abitano: questa esperienza dimostra però che sono necessarie regole chiare e un’adeguata preparazione e formazione per chi lavora per l’integrazione degli stranieri. Lo afferma anche Marilena Panero, direttrice della struttura ospitante: «Nonostante l’umanità ed il grande lavoro degli operatori della Comunità Agape, la gestione di questo gruppo si è rivelata difficile». b. bec.

NEURO Permane il senso unico alternato in via Ormesano

Chiarugi: i lavori proseguono L’imponente padiglione del Chiarugi rischia di crollare. Detentore di tante storie tristi e tragiche di malati psichici che hanno trascorso l’intera vita nei suoi cameroni, l’edificio si è ora ribellato agli anni, all’incuria ed alle intemperie stagionali. Gli amministratori comunali avevano più volte segnalato all’Asl Cn1, proprietaria della struttura, la situazione sempre più degradata in cui versava lo stabile. La relazione stilata dall’ing. Giuseppe Pistone ha ora accertato che

la struttura presenta pericoli di crollo. Con questa sentenza, il Comune di Racconigi si è attivato innanzitutto per tutelare i residenti nelle case adiacenti al Chiarugi e, alla vigilia di Natale, ha emesso un’ordinanza che impone all’azienda sanitaria di farsi carico della messa in sicurezza del padiglione e della zona. In via precauzionale in via Ormesano è stato introdotto un senso unico alternato, regolato da un semaforo, ed è stato stabilito il di-

vieto di transito per i mezzi pesanti, onde evitare ulteriori vibrazioni che possano causare crolli nell’edificio pericolante. «Attualmente stanno proseguendo i lavori per la messa in sicurezza della facciata nord del Chiarugi, prospicente via Ormesano – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Bartolomeo Allasia – terminato questo intervento, probabilmente verso il 20 gennaio, sarà tolto il semaforo. Seguiranno interventi sull’ala ovest di via Fiume».

Senso unico alternato per lavori

Scende in campo anche La Destra

Ruggiero Vignaduzzo «Anche “La Destra” sta meditando di presentare una lista alle elezioni amministrative 2012» ammette Ruggero Vignaduzzo, segretario di Racconigi e Savigliano del partito di Storace. Come mai questa voglia di scendere in campo? «Non vedo niente di nuovo all’orizzonte e Racconigi ha bisogno di scelte coraggiose, cosa che non ho visto fare né da Scarpino e né da Gribaudo. Avevamo due rappresentanti in Consiglio comunale: mi aspettavo che mantenessero

ALBERATE

Interventi

abbiamo parlato dell’idea di presentare una lista comune a Racconigi». Su quali punti vi siete trovati d’accordo? «A me interessano le idee, ma in particolare i fatti ed ho apprezzato il programma economico e di investimenti che ha in mente la Brignolo. Ha un’idea innovativa, per esempio, sul rilancio del turismo locale sul modello di quella sperimentata in Francia, in Vandea, che conosco. A livello locale abbiamo perso molte attività: si sarebbe dovuto fare qualche cosa di più incisivo per salvare i 40 dipendenti del Caseificio Reale, come anche quelli della Monetti. Mentre della Brignolo una cosa che non mi è piaciuta è il fatto che abbia incontrato determinati personaggi locali che non hanno niente da spartire con la storia politica della destra».

GIOCHI

La Brignolo si è presentata come candidata sindaco e fa parte del movimento Cristiani Solidali Uniti. Con quale simbolo correrete? «Se ci saranno i presupposti per fare una lista sono d’accordo che sia lei il candidato sindaco: sarà una lista civica, con un simbolo appropriato. I nomi dei racconigesi con cui stiamo lavorando li farò più avanti: per me ora è importante il programma elettorale che ho in mente, e che dovrà coincidere con quello della Brignolo». E se l’alleanza non dovrebbe andare in porto? «Abbiamo iniziato un dialogo e sono attesa di conoscere il loro programma elettorale: se ci saranno le condizioni andrò avanti, altrimenti non correrò per le comunali». Beatrice Becchis

La dea bendata in piazza Castello

Tree climbing

Una vincita da 10 mila euro

Proseguono a ritmo serrato i lavori di messa in sicurezza e potatura delle alberate pubbliche. In via Divisione Alpina Cuneense gli operai comunali sono impegnati sui platani con l’aiuto dei volontari della Squadra Ana di Protezione Civile, mentre in piazza IV Novembre lavora la ditta Arborando di Emanuele Paschetta di Racconigi, specializzata in tree climbing, una tecnica di lavoro sugli alberi innovativa ed ecocompatibile. La ditta interverrà anche per le alberate di piazza Carlo Alberto

Baciata dalla fortuna il giorno 30 dicembre 2011: una donna racconigese ha terminato l’anno giocando un Gratta e Vinci da 5 euro nella ricevitoria Talpo di piazza Castello e intascandone 10 mila. «Si tratta di una cliente che veniva regolarmente da noi per comprare le sigarette e per fine anno ha deciso di tentare la sorte – spiegano i Talpo –. Qui ogni settimana ci sono sempre persone, uno o due, che vincono anche 500 o mille euro. Si tratta sempre soldi...». La dea bendata da Talpo Da lunedì 2 gennaio è però arrivata una stangatina anche sulle vincite del Gratta e Vinci e dell’Enalotto: una tassa del 6 per cento sulle vincite superiori ai 500 euro. Ma non basterà certo questo a scoraggiare i giocatori.

In piazza IV Novembre

21

LUTTO Attore e scrittore dialettale

È morto Bertalmia Se ne è andato all’età di 89 anni in una giornata uggiosa, lasciando in coloro che l’hanno conosciuto quel senso di tristezza che provoca il distacco da una persona amata e stimata. Erano però l’allegria ed il sorriso a caratterizzare il carattere di Pio Bertalmia. L’allegria ed il sorriso ma non solo, perché nel corso della cerimonia funebre di lunedì pomeriggio nella parrocchia Collegiata di Carmagnola don Giancarlo Avataneo l’ha ringraziato ed ha ricordato la sua grande fede, la pratica della preghiera e la devozione all’Immacolata. Tanta gente ha voluto accompagnarPio Bertalmia alla Tagliata lo per l’ultimo saluto: tra amici e parenti, il sindaco di Carmagnola Silvia Testa e numerosi rappresentanti di Compagnie teatrali, tra cui anche il racconigese Gianpiero Ambrassa. I tanti che lo conoscevano lo ricorderanno come bravo parrucchiere e grande attore di teatro, ma anche scrittore di commedie dialettali, da solo o in coppia con il fratello Nino. Era molto conosciuto anche alla Tagliata, dove trascorreva le sua estati. Profondamente impegnato nella vita della sua città, Pio faceva parte della Pro Loco e, cinquant’anni orsono, aveva creato le prime maschere carnevalesche carmagnolesi: Re Peperone (all’epoca Sebastiano Craveri) e la Regina Tomatica (Elena Monticone) riservando per sè il ruolo di Principe Azzurro. Lascia nel dolore la moglie Maria Tesio, i figli Roberto (con la moglie Antonella Sandrone), Massimo (con la moglie Mariangela Alasia) e Alessandra (con il marito Massimo Canalis), i nipoti Giulia, Ilaria, Chiara, Elisa, Marco e Andrea, la cognata, i nipoti, i pronipoti, i consuoceri, i cugini ed i parenti tutti. A loro le condoglianze della redazione de “Il Saviglianese”.

Auguri

AINTERVISTA Vignaduzzo parla dei suoi contatti con Bianca Brignolo

la linea politica della destra. Invece hanno buttato via anni di lavoro creato in città. Avrebbero dovuto distinguersi all’interno della maggioranza e fare valere i nostri principi, per intenderci Dio, patria e famiglia. Ed opporsi su determinate scelte, come non votare per l’area commerciale. Anche Gribaudo si è appiattito sul discorso del Pdl e quindi non farà parte del mio gruppo. Non ha più niente a che vedere con il Dna della destra». Invece Bianca Brignolo, di Moncalieri, ha deciso di fare una lista con lei? «Precisiamo: sono io che potrei fare una lista con la Brignolo». Come siete venuti a contatto? «Ci siamo conosciuti durante in Congresso de “La Destra” a Torino. ci ha presentati Chiarenza ed

mercoledì 4 gennaio 2012

31 dicembre 1996. Tutti hanno ricordi particolari legati ad un Capodanno. Noi più di altri. Sei nato tu, che da perfetto rompiscatole, WALTER CAVALLO, hai deciso di presentarti al mondo ed a noi con un po’ di anticipo. Ebbene, è stato il miglior Capodanno, festeggiato in compagnia di altri piccoli esserini urlanti. In questo mondo in continua e frenetica evoluzione, è bello sapere che tu cresci e non cambi il tuo modo di essere. Con affetto mamma Tiziana, papà Paolo, Miriana, nonna Nico e zia Maria Cara LAURA ALESSO, il 1° gennaio hai festeggiato l'anniversario della tua nascita.Vivi il tuo presente, sogni il tuo futuro, abbi cura però di riprendere nel passato quel che ti aiuterà a costruire ciò che vuoi essere. L'augurio è che ogni cosa desiderata, piccola o grande che sia, possa realizzarsi. Ti auguriamo un meraviglioso compleanno. Tiziana, Patrizia, Daniela, Rita e famiglie

Ad un a persona frizzante, colma di gioia di vivere, esuberante, amica sempre presente. A SANDRA BERGIA, che il 6 gennaio festeggia il suo compleanno: che tu possa vivere quanti più momenti felici ti offrirà la vita. Con affetto Tiziana, Marisa, Fina, Giorgia e famiglie

Gli alpini augurano Buon anno Il Direttivo del Gruppo A.N.A. di Racconigi augura a tutti i Racconigesi un Felice 2012 e ricorda agli iscritti del Gruppo che è aperto il rinnovo della tessera.

L’abbonamento a “Il Saviglianese” è scaduto L'abbonamento a "Il Saviglianese" è scaduto. Affrettatevi a rinnovarlo: per tutto il 2012 potrete così ricevere il vostro settimanale preferito già il mercoledì mattina. Il prezzo per dodici mesi di cronaca, politica, cultura, costume e tutto lo sport cittadino è di: 42 euro per posta, 40 in edicola. In regalo un simpatico guanto da cucina. È possibile abbonarsi: - presso tutte le edicole cittadine, - rivolgendosi direttamente a Beatrice Becchis (tel. 0172.84436) ed ai collaboratori locali, - presso la Banca Cassa di Risparmio di Savigliano, - mediante il c/c. postale n. 11755121.


22

mercoledì 4 gennaio 2012

APPUNTAMENTI

racconigi

CONCERTI Due donne alla guida di gruppi musicali racconigesi

Mostre nel castello reale e nella chiesa di Santa Croce

Largo al gentil sesso...

Ultimi giorni di apertura per le mostre natalizie. Nel castello reale è possibile visitare fino al 15 gennaio (sabato e domenica in orario 1019) la mostra “Nino Pirlato e il tempo delle mele” che raccoglie una sessantina di opere del maestro racconigese. La mostra nella chiesa di Santa Croce, dal titolo “Oltre la Casa”, allestita con i lavori degli allievi dell’Istituto superiore Arimondi-Eula nell’ambito delle iniziative per l’orientamento (corsi di periti meccanici dell'automazione, geometri e liceo scientifico) sarà invece ancora aperta al pubblico giovedì 5 gennaio (ore 9-12) e sabato 7 (ore 9-12 e 15-17).

Due donne alla guida di gruppi musicali nel panorama racconigese: lo ha sottolineato con soddisfazione il sindaco Tosello la sera di venerdì 23 dicembre nel corso del concerto offerto dalla Banda nella chiesa di San Francesco. A dirigere la banda racconigese, infatti, ormai da anni c’è Ga-

Le funzioni dell’Epifania nelle chiese parrocchiali cittadine

Il maestro Gabriella Giovine con la Banda musicale cittadina al termine del concerto in San Francesco

Giovedì 5 gennaio, vigilia dell’Epifania, saranno celebrate due messe: alle ore 16 presso la residenza Angelo Spada ed alle 18 a Santa Maria. Venerdì 6 gennaio, Epifania del Signore, le funzioni seguiranno l’orario festivo: messe alle 8,30 nella chiesa di San Francesco, ed alle ore 10, 11,15 e 18 a Santa Maria.

Il film “ll gatto con gli stivali” nel week-end al cinema S. Giovanni La prima pellicola del 2012 nel Salone San Giovanni di via Cesare Billia 10 è “Il gatto con gli stivali”: sarà proiettata sabato 7 dicembre (ore 21) e domenica 8 (ore 16). La programmazione prosegue venerdì 13 gennaio (ore 15,30) con la proiezione dei film “Another year” per la rassegna del “Cinema diffuso” in collaborazione con l’Unitre di Racconigi.

Vivono nel ricordo GIOVANNI ARNAUDO Ha lasciato i suoi cari all’età di 61 anni Giovanni Arnaudo. Ne danno il triste annuncio la moglie Maria Grazia Gianoglio, la mamma Laura, fratelli, sorelle, cognati, cognate, nipoti, pronipoti, cugini e parenti tutti. I funerali sono stati celebrati nella mattina di giovedì 22 dicembre nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Maggiore. GIOVANNI MARIA BURZIO Ha lasciato i suoi cari all’età di 92 anni Giovanni Maria Burzio. Lascia nel dolore i figli Filippo (con la moglie Silvana ed i figli Maurizio, Marcella e Michelina) e Francesco (con la moglie Silvana ed i figli Monica e Marco), nipoti, pronipoti e cugini. Il rito funebre è stato celebrato nella mattina di mercoledì 28 dicembre nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Maggiore. DOMENICA MINA È improvvisamente mancata all’affetto dei suoi cari all’età di 78 anni Domenica Mina vedova Alladio. Ne danno il doloroso annuncio i figli Annarita con Dario e Gualtiero con Valentina, i nipoti Valeria, Uba, Alberto, Marta, Giorgia, Alice e Aurora, la sorella Bernardina e famiglia, le cognate, il cognato, i nipoti, i pronipoti, cugini e parenti tutti. I funerali sono stati celebrati nel pomeriggio di mercoledì 28 dicembre nella chiesa di Santa Maria Maggiore. Le offerte raccolte in sua memoria sono state devolute in opere di bene. GIACOMO CASALIS È mancato all’affetto dei suoi cari all’età di 86 anni Giacomo “Baldi” Casalis. Lo piangono la moglie Cristina Gambetta, la figlia Simonetta, i cognati, le cognate, i nipoti, i pronipoti, cugini e parenti tutti. I funerali sono stati celebrati nel pomeriggio di domenica 1° gennaio nella chiesa di Santa Maria Maggiore. Le offerte raccolte in sua memoria sono state devolute per la ricerca sul cancro. LUCIA DOMINICI Munita dei Santissimi Sacramenti è mancata all’età di 98 anni Lucia Dominici vedova Appendino. Ne danno il triste annuncio i figli Gianfranco e Luciano con le rispettive famiglie, le nipoti, i cugini e parenti tutti. I funerali sono stati celebrati nel pomeriggio di lunedì 2 gennaio nella chiesa di Santa Maria. Le offerte raccolte in sua memoria sono state devolute alla Croce Rossa di Racconigi. CRISPINO CANINO Ha lasciato i suoi cari all’età di 76 anni Crispino Canino. Lascia nel dolore la moglie Giuseppa Brignolo, le figlie Antonella (con le figlie Tania con marito e Michela) e Rosanna (con le figlie Emanuela e Erika) e amici. I funerali sono stati celebrati nella mattina di martedì 3 gennaio nella chiesa parrocchiale di Santa Maria. Alle famiglie nel dolore le condoglianze della redazione de “Il Saviglianese”.

Silvana Ferrero dirige Le Verne

briella Giovine, mentre alla guida della Corale Polifonica Le Verne – Giuseppe Milano, da quest’estate troviamo Silvana Ferrero. La Banda ha aperto e chiuso il suo concerto con due brani dedicati a due grandi maestri racconigesi: “Notte al Tabarin” di Carlo Sismonda e “Racunis” di Giuseppe Rossetti. In mezzo di tutto e di più: da “Last Christmas” a “Bianco Natale”, da “Volare” a “Spider-man” ad un collage di musiche per ricor-

dare i 150 anni dell’unità d’Italia. Il presidente del gruppo bandistico Giorgio Reviglio ha consegnato un premio al Cai, ritirato da Carla Rolando, per la collaborazione fornita, unitamente alla Compagnia del Buon Cammino, per la realizzazione del concerto al Pian del Valasco. Le offerte raccolte nel corso della serata sono state devolute per il proseguimento dei restauri della chiesa dei Cappuccini. La corale Le Verne si era inve-

ce esibita la sera precedente, giovedì 22 dicembre, nella chiesa di Santa Maria, unitamente alla corale di Osasio. Il trittico di concerti che ha caratterizzato la settimana precedente il Natale si è infine concluso sabato 24 dicembre nella chiesa di San Giovanni con lo spettacolo preparato dai volontari della parrocchia, diretti da Sergio Bellonio, in una serie di brani nuovi e rivisitati.

NATALE Grande successo per le proposte dell’Aquilone

Presepe: boom di visitatori Boom di visitatori quest’anno per il presepe meccanico allestito dai volontari del Circolo L’Aquilone nella chiesa del Gesù. Nel solo pomeriggio del 26 dicembre sono stati 1180 coloro che hanno varcato la porta della chiesa, censiti uno ad uno dal contapersone sistemato nei locali. Tra loro anche gente venuta da lontano, compreso un gruppo di Mantova che, nell’attesa dell’orario di prenotazione al castello reale, ha voluto ammirare il nostro bel presepio.

Bene anche il banco di beneficenza. Nel pomeriggio di venerdì 6 gennaio avrà luogo il tradizionale sorteggio della Befana: all’asta i quadri di Anna Ferraresi, Pinuccia Bosio, Rodolfo Allasia, Claudia Orlando ed una stampa del compianto maestro Sismonda (sul prossimo numero i biglietti fortunati). Il presepio meccanico sarà ancora aperto al pubblico tutti i giorni fino a domenica 8 gennaio (feriali 14,30-18,30, festivi 10,3012,30 e 14,30-18,30) e poi saba-

to 14 e domenica 15. In quelle stesse date e orari sarà possibile visitare anche la mostra “Sacra Famiglia” a Madonna della Porta (costruita attorno ad una bella tela di Carlo Sismonda) e la mostra “Presepi dal mondo” a San Giovanni Decollato (con natività esotiche e nostrane, spolveri del maestro Pirlato ed un originale presepe allestito sulla scalinata del castello reale in grande scala, su cui Valerio Biga sta lavorando ormai dal 1996).

Presepe sullo scalone del castello

PERSONAGGI Con un coinvolgente spettacolo al Centro Diurno Il Germoglio

Prezzemolo è ritornato a Racconigi Mario Collino, in arte “Prezzemolo”, è tornato a Racconigi. C’era già stato in primavera, camminatore tra i camminatori della marcia Cuneo-Auschwitz che aveva fatto tappa nella nostra città. È tornato nel pomeriggio di martedì 20 dicembre, nella sua veste di giocoliere ed affabulatore, ospite del Centro Diurno Il Germoglio. Di fronte agli utenti ed al personale del centro ed agli amici che si erano stretti attorno a loro, Prezzemolo ha fatto rivivere i giochi e le storie di un tempo in uno spettacolo curioso, interessante e decisamente coinvol- Mario Collino, in arte Prezzemolo, al Centro Diurno gente. Mario Collino, pensionato buschese, non è della Città dei ragazzi di Cuneo, arrivò in bici nuovo a queste performance, come non è nuo- al santuario della Salette. Per ben 34 volte è savo alle marce su lunghe percorrenze. Il suo pri- lito a piedi da Busca a Sant’Anna di Vinadio e mo pellegrinaggio importante risale al 1962: poi a Castelmagno,Valmala, Fontanelle,Vicoforaveva appena 15 anni quando, con un gruppo te Mondovì, Cussanio… Insomma, non c’è san-

tuario della provincia che Mario Collino non abbia raggiunto a piedi. Ma la svolta è arrivata nel 2002 quando è partito, in solitaria, con destinazione Santiago di Compostela: 1947 km in 72 giorni, di cui 58 di cammino effettivo. In seguito si è recato, sempre a piedi, a Roma e al Monte Santangelo.Tre anni fa, con sette compagni, è partito da Savona per raggiungere Lourdes in un pellegrinaggio lungo 928 km, coperti in 40 giorni. Lo scorso anno un film realizzato a bordo strada sulla sua vita ha vinto il Festival cinematografico della Lessinia. Questa primavera Auschwitz... Il tutto senza avere in tasca nemmeno il telefonino: «Chiamo a casa solo quando trovo un telefono pubblico – spiega –: è una scelta e fa parte dell’atteggiamento del pellegrino che si affida alla Provvidenza».

SOLIDARIETÀ A favore dei bambini malati

Babbi Natale in moto Ottomila Babbi Natale per i bambini malati. E tra questi ottomila Babbi Natale radunatisi sul piazzale antistante l'ospedale infantile Regina Margherita di Torino, c’erano anche due racconigesi: Claudio Bori e Rosario Corbo, in sella alle loro motociclette. Partiti con la nebbia da Racconigi, i due centauri sono arrivati a Torino accolti da uno splendido sole. La manifestazione di beneficenza, organizzata dalla Fon-

dazione FORMA, un'associazione Onlus che si propone di dare sostegno ai piccoli degenti e alle loro famiglie, è iniziata alle 10 ed è proseguita in un susseguirsi di spettacoli e giochi. Visto il successo di questa edizione, i promotori già guardano al Natale 2012: l’obiettivo è raggiungere i 13.000 Babbi Natale ed entrare così nel Guinness dei Primati. Tiziana Garnero

I Babbi Natale Rosario e Claudio alla partenza per Torino


sport

giovedì 3 gennaio 2008

23 mercoledì 4 gennaio 2012

e-mail: sport@ilsaviglianese.com

BOXE Sfida per il titolo europeo con l’italo-belga Fegatilli

De Vitis torna sul ring Il pugile Antonio De Vitis, beniamino degli sportivi locali per aver vissuto per molti anni a Savigliano, è ormai prossimo a disputare un match che potrebbe proiettarlo definitivamente nell'Olimpo della grande boxe. Infatti, il campione italiano dei pesi Super Piuma, esponente di spicco della scuderia di Rosanna Conti Cavini di Grosseto, salirà sul ring il prossimo 25 febbraio a Cuneo per cercare di strappare al pugile italo-belga Ermanno Fegatilli il prestigioso titolo europeo di categoria. Non è stato semplice portare il campione europeo in Italia, ma grazie ai buoni uffici della promoter internazionale Monia Cavini, De Vitis avrà l'occasione di combattere praticamente in casa per conquistare quel titolo a cui aspira da parecchio tempo. Il boxeur brindisino è

uno dei migliori professionisti italiani, sia come completezza tecnica che per la pesantezza del suo pugno. In passato ha già raccolto molti successi che lo hanno fatto salire alla ribalta della cronaca: il titolo italiano, l'Internazionale Ibf, il Mediterraneo Wbc e l'Intercontinentale Wbf. Adesso, la possibile conquista del titolo continentale lo collocherebbe nell'album delle graduatorie iridate. De Vitis è già concentratissimo sull'incontro di Cuneo, che potrebbe dare una svolta definitiva alla sua carriera. «È un'opportunità che non debbo farmi sfuggire – ha dichiarato –. Un ringraziamento particolare va alla mia manager Monia Cavini ed a Umberto e Rosanna Conti Cavini, che sono riusciti a programmare questo match che aspettavamo da tempo. Mi sto

Antonio De Vitis punta in alto

allenando al massimo e non li deluderò». Attenzione però, l'incontro con in palio il titolo europeo si prospetta alquanto difficile per De Vitis. Infatti, tempo fa, il nostro pugile aveva già incrociato i guantoni con Fegatilli in una sfida valida per la conquista della corona dell'Unione Europea; allora, era stato battuto ai punti dall'italo-belga. Tuttavia bisogna ricordare che, in tale occasione, il nostro beniamino venne dichiarato sconfitto, al termine di un durissimo match, da una decisione dei giudici di gara molto contestata dal pubblico e dagli addetti ai lavori perché ritenuta eccessivamente favorevole all'avversario. Ma quella sconfitta non ha intaccato più di tanto l'eccellente curriculum di De Vitis. d.p.

VOLLEY UNDER 16 FEM. Finale a sorpresa nel torneo di Natale a Racconigi

Sotto l’albero brinda il Vbc Savigliano Babbo Natale ha fatto dono al “Christmas Volley 2011” di una finale a sorpresa. La finale che non ti aspetti: Savigliano contro Testona. Ed alla fine ha prevalso Savigliano aggiudicandosi la tre giorni natalizia racconigese riservata alla categoria under 16 femminile. Altre erano le favorite della vigilia. Bre Banca Cuneo ed R.S. Volley Racconigi, tanto per cominciare. Ed infatti Cuneo e Racconigi avevano vinto alla grande i rispettivi gironi di qualificazione. Le racconigesi avevano relegato al secondo posto il Testona e poi Collegno, Borgo e Sant’Orsola Alba. Nell’altro girone le cuneesi avevano messo dietro il Fossano e solo terzo il Vbc Savigliano, appaiato al Pgs La Folgore di San Mauro. Buon ultimo il Villafranca. Ai quarti di finale il colpo di scena: derby tra vicini di casa, Racconigi contro Savigliano, con le prime che affrontano l’impegno con eccessiva sufficienza e le seconde che tirano fuori le unghie. Il primo set va al Racconigi in scioltez-

za, il secondo è equilibrato, si trascina ai vantaggi e le padrone di casa sciupano cinque set-ball consecutivi, salvo poi farsi infilare dalle avversarie alla prima occasione. Si va al tiebreak ma ormai le saviglianesi sono galvanizzate e finisce 15-13 per loro. Racconigi precipita così da un possibile primo posto addirittura al settimo, perché nella Il vicepresidente del Consiglio regionale Roberto Placido premia il Vbc semifinale con il Fossano l’allenatrice Roberta Saimandi fa giustamen- do, Mariano e Scarpino ed il consigliere-tifoso te giocare tutta la rosa a propria disposizione e Tebano) e riflettori per il vice-presidente del perde, salvo poi aggiudicarsi l’ultima partita con- Consiglio regionale Roberto Placido che, nel suo intervento, plaude ai trent’anni del R.S.Voltro il Borgo San Dalmazzo. Savigliano vola ley Racconigi, all’impegno di tanti volontari che nella finale con il rendono possibile la vita delle società sportive Testona e vince ed all’aspetto formativo dell’attività fisica e luuna partita rima- dica tra i giovani. Infine premi, trofei, coppe, apsta aperta fino al plausi, foto, baci, abbracci, strette di mano… terzo set, vinto La classifica vede dunque al primo posto il Vbc 27-25, in virtù so- Savigliano, al secondo Testona, al terzo Bre Banprattutto della ca Cuneo, al quarto Collegno. A seguire: San panchina più lun- Mauro, Fossano, Racconigi, Borgo San Dalmazga che, dopo tre zo, Villafranca e Sant’Orsola. Miglior palleggiagiorni di gare, si trice Francesca Bosio (Savigliano), miglior atrivela determi- taccante Sofia Quaglia (Testona), miglior libero Luisa Alberto (Cuneo), miglior giocatrice del nante. Alla premiazione torneo Noemi Perotti (Collegno). gran parterre di E un premio speciale a Michele Buo, “passato, politici locali (gli presente e futuro del volley a Racconigi”. m. san. Un premio speciale a Michele Buo dalle ragazze del R.S. Volley Racconigi assessori Beltran-

Libero: A. Spalla. All.: M. Saimandi.

OPEN MISTA CSI SAVINVOLLEY 2 BOVES 1 (21-25; 25-22; 25-23) SavInVolley MetaSoftLab: A. Novakovic, F. Giraudo, S. Sito (cap.), C. Colombero, L. Bainotti, V. Quaglia, A. Delpiano, G.L. Quaglia, C. Granzotto, M. Saimandi.

Nel recupero della quarta giornata di campionato, la SavInVolley, in emergenza a fronte di numerose assenze, dimostra una grande prova di carattere. Dopo un primo set regalato al Boves per colpa di troppi errori dei biancorossi, scesi in campo senza grinta, qualcosa scatta nelle file dei saviglianesi che paiono trasformati e, grazie ad una perfetta regia, un solido muro ed un servizio efficace, piegano le resistenze degli avversari, mai completamente domi. Una vittoria che

consegna alla SavInVolley punti preziosi per la classifica e garantisce il mantenimento dell'imbattibilità casalinga. JUNIORES CSI PIASCO SAVINVOLLEY (25-27; 25-20; 19-25)

1 2

SavInVolley Panetteria Calandri: C. Saglietto, M. Bainotti, E. Colombero, G. Peirano, A. Perona, C. Picco, C. Bertola, C. Cussa (cap.), V. Gramaglia, B. Gjergji, Y. Longhi, A. Somà. All.: D. Gentile. Dir.: E. Bainotti.

Bella vittoria per le ragazze della Juniores che tornano dal recupero di Piasco con tre punti importanti sia per la classifica che per il morale. Il primo set, giocato, punto a punto con grinta e determinazione, vede le saviglianesi prevalere sulle avversarie con il punteggio di 27-25. Il secondo parziale, causa qualche errore di troppo, viene vinto dalle avversarie rimandando tutto al terzo e decisivo set nel quale le ragazze riescono ad imporsi dimostrando tanta voglia di vincere ed esprimendo anche un gioco più che accettabile.

VOLLEY La preparazione prosegue

Per tornare al vertice Per affrontare al meglio la ripresa del campionato dopo la sosta natalizia ed affinché i propri atleti siano fisicamente preparati e tonici per ritornare al vertice della classifica di serie C, il Volley Savigliano maschile ha raggiunto un accordo con la palestra “Vitality Wellness” di via Togliatti 78, a Savigliano.

La preparazione prosegue in palestra

UNDER 16 BUSCA 1 SAVIGLIANO 3 (20-25; 25-23; 18-25; 17-25) Self Volley Savigliano: Alasia, Alladio, Bertino, Bosio, Caula, Davicco, Mattis, Molitierno, Rabbia, Tallone, Torrengo. All.: Bonifetto. Dir.: Lovera. Il 2011 si conclude con la terza vittoria consecutiva: questa volta a farne le spese è il fanalino di coda Busca. Nel primo set il Savigliano cerca di garantirsi un margine di distacco per dare la possibilità a tutta la rosa di entrare in campo, ma il margine non arriva e l’allenatore effettua un unico cambio a tre punti dalla fine, sufficiente a vincere il parziale. Nel secondo parziale il Busca si porta sul 22 pari e poi chiude, complici alcuni errori dei savi-

UNDER 13 RACCONIGI L'ALBA VOLLEY (4-25; 2-25; 5-25)

0 3

DRONERO RACCONIGI (23-25; 25-18; 25-6)

2 1

R.S. Racconigi: Alessia Boglione, Noemi Decostanzi, Alessia Ghione, Francesca Cavallo, Rachele Antonielli, Sofia Cavaglià, Clara Bertinotti, Alice Panero, Denise Pagliaro, Chiara Baradello, Anna Fumero. All.: Massimo Simondi.

glianesi. Rinfrancati, i padroni di casa lottano punto a punto nella prima parte del terzo set per poi cedere alla distanza. Stessa musica nel quarto, con una girandola di cambi da parte di entrambe le squadre. «Ho visto i nostri avversari notevolmente migliorati – dichiara l'allenatore Roberto Bonifetto –. Eravamo privi di Damiano Calcagno e, motivo ricorrente quest'anno, alla ricerca continua dell'assetto migliore. Sono contento per aver potuto dare spazio a Tallone e Bosio che se lo meritavano ed hanno giocato bene, ma non sono ancora soddisfatto dell'atteggiamento agonistico di troppi dei miei giocatori. Siamo migliorati tecnicamente e confido che riusciremo a modificare in positivo il nostro approccio alle partite». Classifica del girone alla terza giornata di ritorno: BreBanca Cuneo 30; Lasalliano e Villanova 21; Pallavolo Torino 19; Savigliano 16; Chisola* 7; Pinerolo* 3; Busca 0. (*) una partita in meno.

Dopo tre mesi di lavoro le ragazzine del R.S. Volley hanno conquistato il loro primo punto in classifica, strappando con i denti il primo set contro il Dronero. La partita contro L’Alba Volley non ha avuto storia: troppo forti le albesi. Le racconigesi hanno difeso qualcosa e fatto qualche punto, il massimo che potevano... Contro il Dronero hanno invece giocato bene per un set e mezzo: vinto il primo parziale a 23, sono rimaste in partita fino al 16 pari del secondo set. Poi si è spenta la luce. Mister Simondi comunque è molto soddisfatto: «Negli ultimi 15 giorni abbiamo fatto miglioramenti enormi: le ragazze si allenano veramente tanto e stanno diventando delle vere atlete di pallavolo».

Le ragazzine di Simondi migliorano di settimana in settimana


24

sport

mercoledì 4 gennaio 2012

CALCIO L’Atletico Racconigi festeggia

Cena a Migliabruna Cena di fine anno a cascina Migliabruna per la prima squadra dell’Atletico Racconigi. È stata l’occasione per scambiarsi gli auguri e fare conoscenza con i nuovi arrivati, frutto della campagna acquisti al mercato dicembrino. Ed è anBeppe Bordese premiato dai suoi giocatori che stata l’occasione per i giocatori per manifestare la loro gratitudine e la loro fiducia verso il presidente Dino Casale, il suo vice Germano Spertino e l’allenatore-factotum Beppe Bordese: a loro il capitano Rino Sorrentino e l’immancabile Andrea Bongiovanni, novelli re magi, hanno portato doni a nome di tutta la squadra. Nel suo intervento, Bordese ha ripercorso ancora una volta il trionfale 2011 che ha fruttato la promozione in Seconda categoria: «Il gruppo ce l’abbiamo, la squadra c’è – ha sottolineato prendendo spunto dall’allegria che regnava tra i suoi giocatori –. E se è vero che non si può passare dalle scuole elementari alle medie senza incontrare qualche difficoltà, anche noi in questa prima parte del campionato abbiamo dovuto studiare la categoria superiore. Ora però è tempo di cambiare marcia. Ed il prossimo anno potremo magari pensare alla Prima: a me fermarmi non piace». Quanto ai volti nuovi che hanno familiarizzato a tavola con i compagni prima di farlo sul campo si tratta del portiere Mattia Botta (proveniente dal calcio a 7) e Federico Valenti (fratello di quel Francesco che rappresenta una delle bocche da fuoco dell’Atletico).

Dirigenti, giocatori e parenti nelle inedite vesti di cuochi e camerieri

CALCIO

In visita a Villa Biancotti Levis

CALCIO I biancorossi provano il grande salto in Prima divisione

Cuneo: mai così in alto Si è chiuso un anno magico per il Cuneo: promozione in Lega Pro, tricolore dei Dilettanti e, finora, un campionato sempre al vertice. Così in alto non è stato mai. Nella sua ultracentenaria storia la squadra biancorossa, che pure aveva militato e convinto nell’ex-C2 lustri addietro, non aveva mai vissuto tanta grazia. SPECIALE 2011 Un anno irripetibile, probabilmente unico, senz’altro straordinario, sicuramente indimenticabile. Dodici mesi che prima hanno sancito la vittoria del campionato, assolutamente dominato, poi regalato la gioia del primo titolo nazionale, quello scudetto dei dilettanti conquistato a Trento nella finalissima contro il Perugia, e ancora, consegnato agli onori delle cronache sportive e degli annali una squadra che, per quanto rinnovata, è arrivata al giro di boa del girone d’andata destando ottima impressione. Sì, perché, a dispetto di tutto, Cuneo c’è. È caduto, ha faticato, si è rialzato e, alla fine, è stato premiato. Gli sono occorsi tre anni di purgatorio per ritornare laddove, da sempre, ha sentito di meritare di stare. Ha cambiato proprietà, rivoluzionato la società, imparato a crescere e, in particolar modo, è riuscito a vincere. Tutto iniziò poco più di tre anni fa: fu allora, in un travagliato giorno di luglio, che la famiglia Arese, dopo l’amara retrocessione, cedette il club a Marco Rosso, giovane imprenditore del territorio. I più lo guardarono con diffidenza ma lui,

con il riserbo che lo contraddistingue, disse di avere un programma triennale e di volerci provare. Così, insieme alla famiglia Morano, iniziò la nuova avventura e, come promesso, il Cuneo ha realizzato il proprio sogno. Ha vinto tutto e contro tutti. Anche se c’è ancora molto da fare perché la storia è tutta da vivere, e raccontare. «Quando rilevammo la società da Franco Arese ci prefiggemmo l’obiettivo di tornare nei prof e siamo riusciti nel nostro intento. Abbiamo commesso degli errori, certo, ma anche imparato e, alla fine, dimostrato la bontà del nostro progetto – racconta patron Marco Rosso –. Concluso il primo triennio, si è deciso di riorganizzare la società conferendole la necessaria professionalità nei ruoli chiave e, quindi, abbiamo insignito Massimo Bava del ruolo di d.g. e ingaggiato Ezio Rossi come allenatore. Professionisti di comprovato valore. L’auspicio è quello di mantenere la categoria, per poi provare a puntare a qualcosa di più, anche se non nascondo che l’impegno professionale ed economico è notevole». «Affinché si possano perseguire con efficacia certe ambizioni, occorre che il tessuto socio-economico di una delle Province più ricche e laboriose del Bel Paese si renda sempre disponibile a partecipare, ed a supportare, un progetto che intende valorizzare piazza e territorio» puntualizza Rosso. MASSIMO BAVA L’uomo mercato, è arrivato in punta di piedi, si è conquistato la fiducia di tutti e, di fatto, ha riorganizzato la società così come impone-

la Seconda divisione – spiega Bava –. Abbiamo capito di potercela giocare con tutti, ma se il mercato ci offrirà soluzioni interessanti non ci tireremo indietro».

Ezio Rossi, cuore granata va il salto di categoria. Direttore generale, deus ex-machina del Cuneo, ha plasmato il club a propria immagine e somiglianza – rispetto delle regole e buona educazione –, ma anche con colpi di mercato e conferme eccellenti, con un occhio, o forse due, al bilancio: «Essere al Cuneo mi fa davvero piacere – confessa il d.g. biancorosso –. Sono arrivato in una società importante e, insieme al presidente e allo staff, stiamo lavorando per crescere sotto tutti i punti di vista. Il presidente Rosso mi ha dato totale fiducia e assoluta autonomia. In questi mesi la struttura è migliorata ma si può sempre far meglio e, quindi, cerchiamo di crescere ulteriormente». Dentro e fuori dal campo, perché a lui i tifosi si rivolgono per soddisfare i desideri di mercato: «Direi che il pubblico si può ritenere soddisfatto: il Cuneo ha vinto il campionato, lo scudetto ed ora è al vertice del-

EZIO ROSSI Valore aggiunto della società, al suo arrivo il d.g. lo ha accostato alla ciliegina da mettere sulla torta. Lui, che non ha bisogno di presentazioni, si è detto onorato della stima e della fiducia e, al contempo, intenzionato a trasformare in realtà un sogno che a queste latitudini non è mai riuscito a nessuno: portare il Cuneo nei palcoscenici più luminosi e belli del calcio nazionale, la Prima divisione. Rossi, ragazzo del “Fila”, difensore prima e allenatore poi, con otto promozioni complessive all’attivo, ha da subito convinto tutti, nonostante la pesante eredità lasciata da Jacolino. Schietto, determinato, sicuro e sincero. Il suo calcio è divertimento, e spesso spettacolo, audace e coraggioso. Abile nel valorizzare i giovani, capace di esaltare i più esperti il tecnico torinese, con quasi 200 panchine tra serie A e B, rappresenta veramente un valore aggiunto per la categoria: «Sono felice di allenare il Cuneo – dichiara –. Mi ha convinto il progetto del presidente e quindi ho firmato un biennale con questa società, alla quale vorrei poter regalare un futuro ricco di soddisfazioni. Ho a disposizione un ottimo collettivo, un gruppo con valori tecnici e umani che ha dimostrato di potersela giocare contro chiunque». Nima

Racco 86 con gli anziani CALCIO

Compleanno per la società fondata da Andrea Supertino

Olimpic: 25 anni e non sentirli Il vicepresidente Lino De Simone con i suoi ragazzi a Villa Biancotti Anche quest’anno, come gli anni passati, una delegazione del settore giovanile del Racconigi 86 si è recata, giovedì 22 dicembre, accompagnata da allenatori ed educatori, a far visita agli anziani di Villa Biancotti Levis per i tradizionali auguri di Natale. I ragazzi con i lori balli, canti e affettuosi doni hanno decisamente rallegrato il pomeriggio degli ospiti della casa di riposo.Tornati nelle proprie famiglie, i giovani atleti si sono resi conto che donare un po’ del proprio tempo a delle persone che si sentono sole e sono meno fortunate di loro riempie il cuore di gioia e allevia le sofferenze altrui. f. bon.

NUOTO Fatima Lazhar e Nota tra i convocati

Gli azzurrini ad Alba

Lazhar azzurrina di fondo È stato scelto l’impianto di Alba come ritiro delle squadre nazionali giovanili del nuoto di fondo. L’importante riconoscimento del-

l’impianto albese gestito dalla società CSR è avvenuto grazie alla collaborazione che i tecnici Albonico-Pautassi-Briatore hanno instaurato con lo staff della nazionale di fondo. Il CSR negli ultimi anni si è distinto nei campionati italiani riuscendo ad ottenere la seconda piazza nazionale a squadre nella categoria ragazzi maschile e femminile, ed i frutti di questi risultati vedono la convocazione nel collegiale di Alba di due atleti CSR: Fatima Lazhar e Andrea Nota. Gli altri sette convocati dal tecnico Simone Menoni sono: Francesca Arredondi (Nuotatori Milanesi), Alisia Tettamanzi (Rane Rosse Aqvasport), Matilde Volpi (Team Insubrika), Alberto Brumana (Asti Nuoto), Elia Mozzachiodi (R.N. Spezia), Matteo Serventi (Vittoria Alata Nuoto) e Guglielmo Zanasi (Modena Nuoto).

In questi giorni turbolenti per le società “maggiori” di calcio della città vorrei dare notizia di una realtà che quest’anno gira la boa dei 25 anni di attività e continua a funzionare in maniera egregia: l’Olimpic Bar Cavour di Savigliano. Questa squadra ha visto la luce nel lontano 1987 per mano del compianto Andrea Supertino che ha raccolto tutti quei giocatori stufi di passare le proprie domeniche pomeriggio sui campi della regione con le maglie del Savigliano ’81 e della Saviglianese, ma desiderosi ancora di giocare a calcio. L’Olimpic ha mutuato il nome da una società saviglianese che nel 1981 aveva dato vita, fondendosi con l’Audax, al Savigliano 81 ed ha partecipato ininterrottamente a 25 campionati di calcio a livello amatoriale. Per la stagione in corso la dirigenza, formata da alcuni dei giocatori “figli” di Andrea Supertino, ha deciso di scommettere su un progetto ambizioso: allargare il parco giocatori al fine di iscrivere ben due squadre al campionato di Eccellenza del comitato amatoriale Acsi. La scommessa nasceva per dare un’occasione a quei ragazzi che si vedevano “tagliati” dalle squadre giovanili in cui militavano (squadre non necessariamente di calcio: del-

MARENE VOLLEY UNDER 16 MARENE VALLE STURA (25-6; 25-8; 25-9)

3 0

l’Olimpic fanno parte infatti anche validi cestisti, pallavolisti nonché dei fantastici autodidatti) e che a 17-18 anni avrebbero dovuto appendere le scarpe al chiodo. Il progetto è partito con tutte le cautele del caso. I giocatori che si sono sommati alla precedente formazione hanno portato l’organico ad una trentina di ragazzi, appena sufficienti ad allestire due “rose”. Il nostro factotum Sergio Trucco ha perso il sonno nel cercare di mettere in piedi due formazioni sufficientemente competitive, scegliendo di mantenere una squadra con un’ossatura collaudata e di inserire alcuni elementi “esperti” nella seconda compagine formata dai nuovi arrivati. La prima giornata di campionato è coincisa, per diversi motivi, con la prima volta in cui le squadre si schieravano con le formazioni definitive... e sono state due sconfitte. Da quel momento le partite si sono susseguite con “prestiti” da una compagine all’altra per schierare un numero sufficiente di giocatori, in un crescendo di risultati positivi. Al termine dei gironi di andata entrambe le formazioni si trovano nei quartieri alti delle rispettive classifiche e quindi il bilancio non è solo positivo: è straordinario.

La cosa che, però, ci rende orgogliosi del progetto non sono i risultati agonistici, bensì le presenze agli allenamenti: i ragazzi che vi prendono parte sono sempre più di venti e si parla di gente che studia, lavora e che deve ritagliare nel proprio tempo lo spazio da dedicare a queste sgambate. Abbiamo anche diversi ragazzi che giocano a calcetto e che, spesso, finita la partita si presentano per l’ultima parte dell’allenamento agli ordini del nostro “sergente di ferro” Andrea Chiavassa che non permette si batta la fiacca. Non è stato tutto rose e fiori, ovvio. Ai primi risultati non proprio positivi i mugugni si sono fatti sentire. La paura di avere indebolito una squadra che funzionava bene per dar vita a due che balbettavano era sentita. Ora possiamo dire che le cose vanno decisamente meglio. Si mugugna ancora, è vero, ma sappiamo come son fatti i calciatori... Alla fine dell’anno si fanno i bilanci ma anche i ringraziamenti: iniziamo da chi si è “sbattuto” di più per mettere in piedi questa realtà: il nostro consumatore Lexotan, Sergio Trucco. Una menzione di merito va ai due mister, Claudio Cussa per l’Olimpic 1987 e Ivan Allasia per l’Olim-

Marene: Sabena, Maccagno, Zana, Baudino, Alloa Casale, Daniele, Abrate, Mina. All.: Sanfilippo Claudia. Dir.: Baudino Paolo.

Con questo risultato il Volley Marene balza al comando della classifica del proprio girone: davvero un ottimo risultato per le ragazze di Claudia Sanfilippo.

In tutti e tre i set la formazione del Marene ha sempre dimostrato una netta superiorità rispetto alle avversarie: non c’è mai stata partita e questo ha permesso anche di provare nuove soluzioni di gioco, sia in attacco che in difesa.

UNDER 14 MONTÀ MARENE

3 0

Marene: Trovato, Monge, Fisso-

Il mitico Andrea Supertino pic 2011, che fanno esercizi di modestia ma devono andar fieri di avere portato le proprie squadre nelle prime posizioni di classifica. Vanno menzionati tutti gli altri dirigenti che hanno seguito le squadre nel freddo dei campi della provincia (veramente freddi ‘sti campi!). E un grazie agli sponsor che ci hanno sostenuti. Per ultimo lascio i ragazzi che mi fa veramente piacere vedere così uniti. Beh: un po’ di rivalità tra le due squadre è nata, ma continuano ad esserci le contaminazioni con giocatori che vanno di qua e di là. Quindi tutto abbastanza sotto controllo. Sperando di scrivere note altrettanto positive a fine stagione faccio gli auguri a tutti (anche alla Saviglianese ed al Futsal) di un ottimo 2012. Edoardo Gerbaudo re I., Fissore F., Marengo, Bosio E., Ngombo, Racca M., Racca A. Buttieri, Alladio. All.: Monge Sara. Dir.: Lamberti. Brutta partita per le marenesi, scese in campo senza grinta e senza convinzione contro un buon avversario. Un match disputato sottotono, fattore sul quale il duo Monge-Sanfilippo dovrà lavorare nel nuovo anno.


sport

mercoledì 4 gennaio 2012

CALCIO Anno nuovo vita nuova: gli acquisti della società saviglianese

Futsal: chi va e chi viene Anno nuovo, vita nuova. Un finache porta il nome del saviglianele ed un inizio di anno molto se Simone Gerbaudo, fino al meparticolare per la giovane società se scorso in forza al Futsal calsaviglianese del Futsal Savigliano. cio a 11. Per lui dunque solaOltre ad alcune partenze di cui mente un cambio di disciplina già abbiamo detto e scritto ci sonella stessa famiglia. no stati piacevoli arrivi sia nella «In questa società mi trovavo prima squadra a 11 che in quelbene – ha detto il neo arrivo – la a 5. e non vedevo motivi per andarDopo l’addio del presidente mene nonostante avessi altre riGiorgio Chiapello a metà del chieste nel calcio a 11». mese scorso e del consecutivo A lui un grande “in bocca al luabbandono di Maria Cavallo dalpo” per la nuova esperienza e, la segreteria della società, ci sone siamo certi, per un campiono state anche piacevoli notizie Gerbaudo va nel calcio a 5 nato di alto livello. con l’arrivo di volti nuovi. CALCIO A 11 CALCIO A 5 Dopo le partenze di Bordignon, Cervella e GerLa squadra di mister Gaviglio è tornata a pie- baudo la società aveva messo a segno tre colno regime dopo aver osservato solo pochi gior- pi importanti che portavano la firma di Luca ni di riposo. Infatti Pettavino e compagni sono Maina, Enzo Donatacci e Umberto Negro. Ma il tornati ad allenarsi già martedì 27 dicembre per direttivo non ha voluto fermarsi lì e, prima delpreparare al meglio la sfida della prima giorna- lo scoccare della mezzanotte, si è assicurata il ta di ritorno in programma per il 23 gennaio centrocampista fossanese Marco Ballario (fino contro il Vaccheria. ad oggi in forza all’Olmo) che conta un trascorMercoledì 4 gennaio in programma ci sarà la so anche tra le fila della Saviglianese, oltre a due prima amichevole del 2012 contro la compagi- nuovi giovani saviglianesi. Si uniscono al grupne amica del Bra calcio a 5 di C1. A disposizio- po infatti Luca Cavallero (classe ’90, ex-Juve e ne del mister ci sarà anche una pedina in più Parma) e Massimo Bassano (classe ’93, prove-

niente dalla Saviglianese Calcio). Con questi innesti la squadra è più che completa e decisamente attrezzata per il salto di categoria. Gli ultimi arrivi, a titolo gratuito, hanno aumentato ulteriormente la soddisfazione del lavoro svolto fino ad oggi da tutta la dirigenza. Ora mister Pengue si trova tra le mani tutte le risorse necessarie per completare il campionato nel migliore dei modi. La squadra ha ripreso ad allenarsi martedì 3 gennaio e comincerà il campionato domenica 5 febbraio con la seconda giornata di ritorno contro il Tarantasca. SETTORE GIOVANILE Il direttivo invita ancora una volta tutti i ragazzi che avessero intenzione di provare a praticare questo bellissimo sport a presentarsi dal lunedì al venerdì presso il campo sportivo di Borgo Marene, fronte ex-sede Savigliano ’81. Il responsabile del settore giovanile Andrea Chiavassa (cel. 345.2552536) e tutti gli allenatori saranno a completa disposizione per fornire le informazioni necessarie. La segreteria riaprirà lunedì 9 gennaio dalle ore 17.30 alle ore 19.30. Intanto il Futsal Savigliano augura a tutti gli atleti e alle proprie famiglie i migliori auguri di buon anno.

25

PESCA Lazzari si riconferma campione sociale

86 trote per un titolo

Il podio 2011: Bruzzone, Lazzari e Pelazza con il presidente Bertero Assemblea generale dell’Associazione Pescatori Sportivi Racconigesi, venerdì 16 dicembre presso la sede A.N.P.I. di corso Principi di Piemonte. I 17 soci hanno approvato il bilancio 2011, dopo di che il presidente ha premiato i campioni sociali: al primo posto Maurizio Lazzari con 40 punti e 86 trote catturate, al secondo Alessandro Pelazza con 38 punti e 75 catture, al terzo Andrea Bruzzone con 29 e 83 trote.

È stato quindi redatto il calendario del Campionato sociale 2012: gare il 4 e 25 marzo, 15 aprile, 6 maggio, 10 giugno, 16 settembre e 28 ottobre. Inoltre il 12 febbraio si terrà il raduno alla trota grossa, il 26 il raduno d’apertura in Brunotta, il 19 maggio la gara riservata ai Pierini ed il 20 quella delle donne, il 7 ottobre un raduno al Lago Verde. La serata si è conclusa con un rinfresco offerto dai neo campioni sociali.

BREVI DI BOCCE CICLISMO

MASTER Picco conclude alla grande la stagione 2011

Quattro successi in tre sere

Picco in azione a Montichiari Gran finale di stagione per il ciclista saviglianese Alessandro Picco nella “3 sere Master” sulla pista di Montichiari il 28-29-30 dicembre. Nella classifica finale il portacolori del team Mapei, in coppia con Luca Mangiarotti, ha conquistato il secondo gradino del podio dietro all’ex-professionista plurititolato Gianmarco Agostini in coppia con Matteo Nervi. Al terzo posto la coppia Ravasio-Pezzetti. La manifestazione è iniziata con la gara dello scratch su 35 giri di pista. Al 10° giro sono usciti dal gruppo 7 corridori che rimangono in 4 a tre giri dalla fine. Picco tenta la fuga solitaria ma a 30 metri dall’arrivo Agostini lo riprende e va a vincere. Secondo Picco, terzo Ravasio.

ATLETICA

La seconda gara, il doppio giro di pista lanciato, vede la vittoria di Agostini-Nervi con il tempo di 30”23 davanti a Picco-Mangiarotti (30”30) e Alberti-Zilioli (32”20). La prima vittoria per la coppia della Mapei arriva nella terza gara della serata, la corsa a punti sui 60 giri. Alle spalle di Picco-Mangiarotti si classifica la coppia dei fratelli Salvadeo. La seconda serata di gare inizia con la corsa ad eliminazione. Dopo 40 giri rimangono solo più in tre: Picco cerca di sorprendere gli avversari ma Ravasio gli chiudere la traiettoria rischiando di trascinarlo in una rovinosa caduta (in pista si corre con il pignone fisso e senza freni ). Con un colpo di reni evita per miracolo lo scontro ma perde terreno e viene tagliato fuori dai giochi per la vittoria, dovendo accontentarsi del terzo posto. Si prende comunque la rivincita nella seconda gara della serata, il doppio giro di pista. Qui Alessandro compie un capolavoro: nel giro di lancio fa fermare il cronometro sul tempo di 14”20, alla media di 66 km/h. Mangiarotti, con un ottimo secondo giro, chiude con il tempo totale di 29”92 , conquistando una bellissima vittoria davanti ad Agostini-Nervi (30”37 il loro tempo).

Secondo gradino del podio per la coppia Mapei infine, nella terza gara, la corsa a punti. Al termine delle prime due serate di gare la coppia Agostini-Nervi indossa la maglia di leader con 4 punti su Picco-Mangiarotti e 12 su Ravasio-Pezzetti. La serata conclusiva, il 30 dicembre, inizia con la corsa ad eliminazione nella quale si registra l’ennesima vittoria di Agostini su Salvadeo.Terzo posto per Picco. La coppia Mapei vince la gara a squadre. La seconda gara è il doppio giro di pista, e qui Alessandro replica la bellissima prestazione della sera precedente: nel giro di lancio fa fermare il cronometro su 14”21 e Mangiarotti, con un ottimo secondo giro, chiude con il tempo totale di 29”98, conquistando una bellissima vittoria davanti ad Agostini-Nervi (30”14) e Alberti-Zilioli. Ultima gara: la corsa a punti su 80 giri. Prima Picco con altri cinque fuggitivi conquista il giro sul gruppo poi, a 10 giri dalla fine, Mangiarotti attacca in compagnia di Agostini, Codenotti e dell’ex-campione del modo dei professionisti su pista Brugna. Al suono della campana Agostini apre il gas andando a vincere l'ultima gara in programma. Picco conclude la prova in quinta posizione.

Il tempo di aggiornare le classifiche e la cerimonia finale assegna la maglia di leader della manifestazione alla coppia Agostini-Nervi davanti a Picco-Mangiarotti e a Ravasio-Pezzetti. Una manifestazione ben riuscita, che ha visto alla partenza i migliori pistard e stradisti italiani. Picco conclude così un anno ricco di successi e titoli, con 60 vittorie assolute, 2 titoli di campione italiano, un argento e 2 bronzi ai campionati italiani, un titolo di campione europeo e 2 bronzi conquistati nella stessa manifestazione, 3 titoli di campione regionale lombardo e 2 argenti, medaglia d’oro agli “European master games” di Lignano Sabbiadoro nella prova su strada, il primo posto nella classifica finale assoluta del giro d’Italia delle piste e cinque maglie di leader delle rispettive specialità. Da ricordare inoltre il record italiano sul chilometro da fermo, il record italiano e quello europeo nella velocità olimpica e ancora una serie di prestigiose vittorie in Europa: a Newcastle (Inghilterra), Losanna (Svizzera), Minsk (Biellorussia) e Sanpietroburgo (Russia). Per l'atleta saviglianese l’attività 2012 inizierà nel mese di gennaio ad Amsterdam. Poi ci saranno Zurigo e Parigi.

Ragazzi ed esordienti nelle manifestazioni indoor

A Bra racconigesi sotto i riflettori sto in gara 18 portacolori dell’Atletica Racconigi, guidati da Michela. Come sempre le gare dei ragazzi di questa età hanno carattere di gioco e non esistono classifiche individuali. Più impegnativa, dal punto di vista agonistico la manifestazione riservata ai ragazzi 98/99 e agli esordienti 2000/2001, alla quale erano presenti 14 atlete racconigesi. Le allieve di Martina ed Alexa hanno gareggiato sui 60 ostacoli e 60 piani (cateLe giovani allenatrici Martina e Alexa goria ragazze) e sui 50 Si sono disputate nel mese di di- ostacoli e 50 piani (le esordienti). cembre due manifestazioni al pa- Risultato di particolare rilevanza lazzetto dello sport di Bra. La pri- è quello ottenuto sui 60 piani da ma, riservata agli esordienti, ha vi- Chiara Finotto, seconda assoluta

con l’ottimo tempo di 8”87. Chiara giungeva poi quinta assoluta nel biathlon che sommava i risultati delle due gare. Buoni anche i piazzamenti delle altre ragazze, tra i quali segnaliamo il 9° posto di Cecilia Gazzera sui 60 ostacoli, ed il 5° di Silvia Alasia, l’8° di Annalisa Piacenza ed il 9° di Francesca Ascrizzi su 50 ostacoli esordienti. Al di là di questi risultati occorre ricordare che i portacolori dell’Atletica Racconigi si allenano una/due volte alla settimana in palestra o in mezzo alla strada, nei giardini delle medie. Quindi qualsiasi risultato ottenuto è segno di bravura delle allenatrici e di talento dell’atleta. Nel mese di dicembre ha inoltre avuto luogo la cena in compagnia di genitori ed atleti organizzata

La Bocciofila Saviglianese seconda alla poule del Vita Nova Poule serale organizzata dal Vita Nova di Savigliano e onorevole secondo posto per la formazione della Bocciofila Saviglianese composta da Fiorito, Salusso, Imberti (Mollo) e Somale (Migliore). Finale conquistata grazie ad un'impeccabile semifinale, vinta nettamente contro la formazione dei cugini del Vita Nova. Combattutissima la finale contro l'Auxilium Saluzzo, qualificatasi ai danni di una formazione di Marene. In alcune fasi della partita è però mancata la concentrazione sull'accosto ed i rivali si sono imposti con un risultato che non dà spazio a commenti: 6-7. Da segnalare la grande serata di Stefano Migliore, autentico cecchino di pallini. Ne ha colpiti sei.

Una quadretta della Granda Nord si impone nel Trofeo Rolfo di Bra Bella affermazione dei portacolori del Gruppo Bocce Granda Nord nel Trofeo Rolfo di Bra, poule a 16 quadrette BBCC: Nico Olivero, Lorenzo Cornaglia, Luigi Gianoglio e Luigi Negro (in un paio di serate sostituito da Ambrogio) si sono aggiudicati per 13-7 la finale contro una quadretta braidese.

Al via un gara a 64 coppie a Racconigi e Cavallermaggiore Il Gruppo Bocce Granda Nord organizza un gara a 64 coppie, con 4 gironi DD e 4 CC, che verrà disputata a partire dalla settimana prossima sui campi di Racconigi, Caramagna, Cavallermaggiore e Foresto. Iscrizione: 22 euro a coppia. Primo premio: 500 euro. Già praticamente completo il tabellone.

Basket – Giovanili UNDER 17 REG. SAVIGLIANO 79 PIOSSASCO 34 (24-4; 23-10; 13-17; 19-3) Le Chat Savigliano: Testa 19, Giannotto 10, Mussetto 7, Bodrero 6, Salvador 6, Politanò 6, Sorasio 6, Calvo 6, Racca 6, Pizzo 4, Bossolasco 2, Quercio 1. All.: Cordasco. Prossimo incontro: domenica 15 gennaio a Carmagnola. UNDER 15 ELITE

Michela Di Pasquale dalla società al ristorante “Da Mosè”. La dirigenza ringrazia tutti i partecipanti per la bella serata. Sul sito www.atleticaracconigi.it è possibile trovare le foto delle manifestazioni. Per quanto riguarda i prossimi appuntamenti il più vicino è quello del 14 gennaio: un’indoor riservata alla categoria esordienti.

SAVIGLIANO 82 BRA 101 (18-19; 14-29; 28-25; 22-25) Ghemar Savigliano: Angaramo 16, Demichelis 15, Marengo 15, Amateis 12, Ambrogio 10, Didoli 8, Origlia 3, Canfora 2, Crepaldi 1, Giordano, Berger. All.: Frandino, Casale. La seconda giornata di ritorno vede le pantere biancorosse di fronte alla capolista Bra: all'andata era stata una disfatta, con Sa-

vigliano che non era riuscita ad opporsi ai biancoblù. Il primo parziale vede subito gli ospiti salire in cattedra, prendere un buon vantaggio ma poi mollare un po' ed i biancorossi rientrano in partita e chiudono sul -1. Nel secondo periodo Bra si impone nettamente con un +15 che segna la partita, con Savigliano che commette errori e viene regolarmente punita. Alla ripresa si vede anche qualcosa di buono: Savigliano risale fino al -7, ma appena abbassa la guardia Bra è pronto a punire e chiude con un punteggio perentorio. Nel complesso una partita non all'insegna delle difese, specie quella biancorossa quasi impotente di fronte allo straripante attacco braidese che tira con percentuali altissime e mette a segno quasi 10 giochi 2+1. Dall'altra parte anche l'attacco biancorosso funziona, mentre la difesa non è neanche lontana parente di quella vista nelle 3 vittorie consecutive. Prossima partita: domenica 8 gennaio a Piossasco.


26

spettacoli

mercoledì 4 gennaio 2012

CINEMA

Sequel

CINEMA

Concorso

Immaturi Il viaggio

Registi cercansi

Esce mercoledì 4 gennaio nelle sale “Immaturi - Il viaggio”, il sequel del fortunato film (“Immaturi”, 2011) su un gruppo di quarantenni “richiamato” a rifare l’esame di maturità per un vizio di forma. Tanti i nomi “eccellenti” nel cast: Raoul Bova, Luca & Paolo, Ricky Memphis, Ambra Angiolini, Barbora Bobulova... Dopo essersi ritrovati per affrontare gli esami della maturità, i sette protagonisti del film decidono di organizzare quel famoso viaggio di fine scuola che non erano riusciti

Fino al 10 gennaio sono aperti i bandi del “Piemonte Movie gLocal film festival” (Torino, 6 - 11 marzo). Due le sezioni. La prima è “Spazio Piemonte”, il concorso di “corti” riservato ai registi piemontesi od ai cineasti che hanno scelto la nostra regione come set. Anche quest’anno sarà anticipato dall’anteprima “Too short to wait” al cineporto di Torino (1-6 febbraio), dal quale emergeranno 30 finalisti. Il miglior lavoro vincerà mille euro. La seconda sezione è “Panoramica doc”, dedicato alla documentaristica regionale. Saranno dieci le opere selezionate dalla giuria. Al vincitore andranno ben

La variopinta compagnia vivrà una seconda giovinezza?

a fare ai tempi del Liceo. Accompagnati, chi volontariamente e chi no, da mogli, fidanzate, genitori e figli, vivranno nuove avventure e nuovi percorsi di crescita in un'isola della Grecia, rivelando ognuno nuove debolezze, a dimostrazione che la vera

“maturità” non si raggiunge mai completamente. Insomma, “gli esami non finiscono mai...”. Il film è di produzione italiana, dura cento minuti, ed è firmato dal regista Paolo Genovese, che già aveva messo in scena il primo capitolo.

“Adina e Dumitra” di Dario Leone (in concorso nel 2011)

2.500 euro. Per partecipare, andare sul sito www.piemontemovie.com oppure telefonare al numero 328.8458281. E non è tutto. All'interno dell’edizione 2012 – la dodicesima – grande spazio sarà dedicato a Daniele Gaglianone, autore apprezzato dalla critica na-

zionale ed internazionale. Al regista sarà dedicato un omaggio che avrà come fulcro proprio il festival di marzo, ma che continuerà tutto l’anno con eventi nei “presidi cinematografici”. Il festival è promosso dall’associazione Piemonte Movie, in collaborazione con numerosi partner.

AL CINEMA

MUSICA Una serata di canto tra il natalizio e il patriottico

SAVIGLIANO

“Christmas carol” al Taffini

AURORA Via Ghione, 10 -Tel. 0172/71.29.57 Arthur e la guerra dei due mondi giov. 5 e sab. 7 (20), ven. 6 e dom. 8 (16.30). The artist giov. 5 e sab. 7 (22), ven. 6 e dom. 8 (18.30-21.15), mart. 10 (21.15). Lun. 9: chiuso per riposo. CINECITTÁ Via Torino, 252 - Tel. 0172/72.63.24 (informazioni e prenotazioni) Da merc. 4 a merc. 11 SALA 1: Immaturi - Il viaggio (Fer.: 20.20-22.30; fest.: 16-18.10-20.20-22.30). SALA 2: Finalmente la felicità (Fer.: 20.20; fest.: 1618.10). Vacanze di Natale a Cortina (Fer.: 22.30; fest.: 20.20-22.30). SALA 3: Il gatto con gli stivali - 3D (Fer.: 20.20; fest.: 16-18.10). Sherlock Holmes Gioco di ombre (Fer.: 22.30; fest.: 20.20-22.30). SALA 4: J. Edgar (Fer.: 21.30; fest.: 16-18.45-21.30). SALA 5: Alvin Superstar 3 - Si salvi chi può (Fer.: 20.2022.30; fest.: 16-18.10-20.20-22.30). Giov. 12: chiuso per riposo.

BRA IMPERO Via V. Emanuele - Tel. 0172/41.23.17 - www.cinemaimperobra.it SALA GRANDE: Immaturi - Il viaggio da merc. 4 a mart. 10 (Fer.: 20.2022.30; sab.: 18.20-20.20-22.30; ven. e dom.: 16.20-18.20-20.20-22.30). SALA MAX: Alvin Superstar 3 - Si salvi chi può da merc. 4 a mart. 10 (Fer.: 20.2022.30; sab.: 18.20-20.20-22.30; ven. e dom.: 16.20-18.20-20.20-22.30). SALA MIGNON: Vacanze di Natale a Cortina merc. 4, giov. 5, lun. 9 e mart. 10 (22.30), ven. 6 e dom. 8 (18.20-20.20), sab. 7 (20.20). Il gatto con gli stivali merc. 4, giov. 5, lun. 9 e mart. 10 (20.20), ven. 6 e dom. 8 (16.20), sab. 7 (18.20). Finalmente la felicità da ven. 6 a dom. 8 (22.30). VITTORIA Via Cavour - Tel. 0172/41.27.71 SALA METROPOLIS: J. Edgar merc. 4, giov. 5 e sab. 7 (20-22.30), ven. 6 e dom. 8 (17-20-22.30), lun. 9, merc. 11 e giov. 12 (21). Arthur Christmas - Il figlio di Babbo Natale - 3D ven. 6 e dom. 8 (16.30). SALA MILLENNIUM: Scherlock Holmes - Gioco di ombre merc. 4, giov. 5, ven. 6, sab. 7 e dom. 8 (20-22.30), lun. 9, merc. 11 e giov. 12 (21).

CENTALLO NUOVO LUX Via Roata Chiusani, 1 - Tel. 0171/211726 Sherlock Holmes - Gioco di ombre ven. 6, sab. 7 e lun. 9 (21) e dom. 8 (1517-21). Dragon Trainer ven. 6 (16).

CHERASCO

SAVIGLIANO. Aleggiava lo spirito del Natale lo scorso 22 dicembre a palazzo Taffini. L’occasione è stato il concerto “in amicizia” del coro polifonico Città di Savigliano e della corale Unitre, entrambi diretti dal maestro Sergio Daniele. La serata è iniziata con l’esibizione del gruppo canoro dell’Università delle Tre Età (ensemble nato “sui banchi di scuola” vent’anni fa). Il pubblico ha potuto così ascoltare canti natalizi della tradizione italiana ed internazionale. Notevoli alcuni passaggi da solista della cantante Pinuccia Veglia, che ha anche introdotto i vari brani con una breve spiegazione. È toccato poi ai polifonici saviglianesi esibirsi in un bel repertorio comprendente i “Canti di Natale nel mondo”, con pezzi tradizionali da tutto il globo (tra cui le famose “Christmas carol”), presentati da Simona Trabucco. Particolarmente “caldo” il pubblico, che fin dalle prime battute ha cominciato a chiedere i “bis”, che non sono mancati nel finale di serata. Molto apprezzato è stato il brano Holy Night, cantato dal coro e da due soliste: Federica Tovoli e Suma Mellano. Prima che si spegnessero i riflettori sul concerto, le due corali si sono riunite per proporre il “Canto degli italiani”, l’Inno di Mameli, musicato da Novaro, che ha così simbolicamente chiuso l’anno di celebrazioni per l’Unità d’Italia. Ha presentato la serata il giornalista Guido Martini de “Il Saviglianese”. In platea anche l’amministratore delegato della Banca CRS, “padrona di casa” al Taffini, Giuseppe Allocco.

Sul palco del Taffini si sono esibiti la corale dell’Università delle Tre Età...

...ed il coro polifonico Città di Savigliano. Entrambi sono diretti da Sergio Daniele

GALATERI - Via Cavour, 37 - Tel. 0172/489205 Matrimonio a Parigi ven. 6 e sab. 7 (21) e dom. 8 (17-21).

SALUZZO ITALIA Tel. 0175/42223 Immaturi - Il viaggio da merc. 4 a merc. 11 (20-22.15), ven. 6, sab. 7 e dom. 8 (16-18.05-20.10-22.20). Sherlock Holmes - Gioco di ombre da merc. 4 a merc. 11 (20-22.15), ven. 6, sab. 7 e dom. 8 (16-18.05-20.15-22.30). Alvin Superstar 3 - Si salvi chi può da merc. 4 a merc. 11 (20-22.15), ven. 6, sab. 7 e dom. 8 (16-18-20-22.20). Anonymous mart. 10 (21.15) - “Cineclub”. Il gatto con gli stivali merc. 4 e giov. 5 (20), ven. 6, sab. 7 e dom. 8 (16-18). Vacanze di Natale a Cortina merc. 4 e giov. 5 (22.15), ven. 6 (20-22.20). Capodanno a New York sab. 7 e dom. 8 (20-22.20), da lun. 9 a merc. 11 (20-22.15). Giov. 12: chiuso per riposo.

MUSEO

Attività e laboratori per i più piccoli che visitano l’esposizione

Coi bimbi alla mostra sui giocattoli

RACCONIGI CINEMA S. GIOVANNI - Via Cesare Billia, 10 Il gatto con gli stivali sab. 7 (21) e dom. 8 (16).

BORGO S. DALMAZZO CINELANDIA: Tel. 0171/26.52.13 - Prenotazione posti al n. 199.151.645 o sul sito www.cinelandia.it Merc. 4 e giov. 5. Alvin Superstar 3 - Si salvi chi può (14.20-16.20-18.2020.20-22.35). Immaturi - Il viaggio (15-17.30-20.10-22.40). J. Edgar (14.2017.10-20-22.45). Finalmente maggiorenni (15.30-17.40-20.30-22.40).

FOSSANO I PORTICI - Via Roma, 74 - Tel. 0172/833381 SALA VISCONTI: Il gatto con gli stivali - 3D merc. 4 e giov. 5 (20.15), ven. 6 (16-18), sab. 7 (20.15) e dom. 8 (15.15-17.45). Vacanze di Natale a Cortina merc. 4, giov. 5 e sab. 7 (22.30), ven. 6 (20.30-22.30), dom. 8 (19.45-21.45), lun. 9 e mart. 10 (21.30). Corpo celeste merc. 11 (21.15) - “Cineforum”. SALA FELLINI: J. Edgar merc. 4 e giov. 5 (21015), ven. 6 e dom. 8 (16-18.4521.15), sab. 7 (19.45-22.15), da lun. 9 a merc. 11 (21.15). SALA DE SICA: Immaturi - Il viaggio merc. 4, giov. 5 e sab. 7 (20.30-22.30), ven. 6 (16-1820.30-22.30), dom. 8 (16.15-18.15-21.15), da lun. 9 a merc. 11 (21.15).

Visitatori nelle sale del museo “Olmo” per la mostra sui giochi di ieri

SAVIGLIANO. Continua fino al 16 gennaio “Pettiniamo le bambole o giochiamo al fortino? Giocattoli e giochi dagli anni ‘50 agli anni ‘70”, la mostra allestita al museo civico “Antonino Olmo” in collaborazione con l’En-

te Manifestazioni e l’associazione “Attività e Cultura per Savigliano”. I visitatori sono già stati centinaia. I giochi esposti provengono in piccola parte dal museo civico e per il resto sono stati tut-

ti prestati da privati, non solo saviglianesi. Mostrare ai bambini di oggi giochi veri, tridimensionali, animati e personalizzati è quasi una sfida lanciata al mondo dei videogiochi e della consolle elettronica, ma i personaggi di Walt Disney, le piste per macchinine e le casette delle bambole fanno ancora brillare di interesse gli occhi di molti visitatori, sia grandi che piccini. Contemporaneamente alla mostra, sono previste attività gratuite di intrattenimento per i bambini. Venerdì 6 gennaio, dalle 15.30 alle 18 (con replica domenica 15 gennaio), laboratorio “Colora, ritaglia, componi il tuo gioco” per bambini dai 4 ai 10 anni (durata di circa 45 minuti). Si accettano fino a 15 bambini per ogni laboratorio. Domenica 8 gennaio, alle 15.30 (replica alle 16.30), “I giochi, le ‘dumure’ di un tempo”, spettacolo

di Mario Collino, detto “Prezzemolo”, che racconterà come si giocava quando non c’erano pile e corrente elettrica, ma solo materiali di recupero, tanta fantasia e sapienza popolare. Lo spettacolo è gentilmente offerto dall’associazione culturale “Attività e cultura per Savigliano”. Orari: giovedì e sabato 15-18, domenica 10-13 e 15-18, apertura straordinaria venerdì 6 gennaio (15-18); in settimana aperto su prenotazione per gruppi e scolaresche (tel. 0172.712982). Ingresso libero. COMUNICAZIONE AI LETTORI Per motivi di spazio, questa settimana la rubrica “Dove Andare” non viene pubblicata. Tornerà sul prossimo numero. Ce ne scusiamo con i lettori.


programmi tv

mercoledì 4 gennaio 2012

27

Mettiamoci all’opera (Rai 1 - 21.10)

Forum (Canale 5 - 11.00)

I fatti vostri (Rai 2 - 11.00)

Ballando con le stelle (Rai 1 - 21.10)

Presa diretta (Rai 3 - 21.30)

La figlia del capitano (Rai 1 - 21.10)

Lazio-Verona (Rai 2 - 20.55)

Dall’Auditorium Rai di Napoli, Pupo (foto), affiancato da Nina Senicar, presenta il talent show dedicato alle voci nuove della lirica. Le 8 giovani promesse si sfideranno su diversi repertori.

Nel tribunale più famoso del Bel Paese condotto da Rita Dalla Chiesa, c’é anche il Giudice Stefano Marzano nato a Roma il 16 ottobre 1962 e laureato in Giurisprudenza alla Sapienza.

Con Magalli (foto) anche oggi, giorno dell’Epifania, si continua più che mai a giocare alla tombola, che mette in palio molti giocattoli per i più piccoli. Per partecipare telefonare al 894.433.

Milly Carlucci, sempre affiancata da Paolo Belli (foto) e la sua Big Band, dà il via stasera all’ottava edizione. Il ricco cast di concorrenti vede tra gli altri Vieri, Rivera, Delvecchio, ecc.

Parte il nuovo ciclo con la prima di 11 puntate che si occupa della situazione in Tunisia. Riccardo Iacona (foto) ha attraversato il Paese per descrivere il regime del dittatore Ben Alì.

Pjotr (Primo Reggiani, foto) è un giovane aristocratico viziato e ribelle che il padre spedisce a farsi le ossa in un avamposto di frontiera, fra tribù ostili e selvagge. Qui conosce Mascia.

Questo 8° di finale segna il ritorno al calcio che conta dell’Hellas Verona, gloriosa società, vincitrice dello scudetto 1985, che il tecnico Andrea Mandorlini (foto) sta riportando ad alto livello.

MERCOLEDÌ 4

GIOVEDÌ 5

VENERDÌ 6

SABATO 7

DOMENICA 8

LUNEDÌ 9

MARTEDÌ 10

11.05 12.00 13.30 14.10 15.15 17.00 17.15 18.50 20.00 20.30 20.35 21.10

Occhio alla spesa (rubrica) La prova del cuoco (rubrica) Tg/Tg 1 Economia/Focus Verdetto finale (talk show) La valle degli orsi (film) Tg 1 /Che tempo che fa Un’altra occasione (film) L’eredità (game show) Telegiornale (notiziario) Qui Radio Londra Soliti ignoti (game show) Mettiamoci all’opera (t.s.)

11.05 12.00 13.30 14.10 15.15 17.00 17.15 18.50 20.00 20.30 20.35 21.10

Occhio alla spesa (rubrica) La prova del cuoco (rubrica) Tg/Tg 1 Economia/Focus Verdetto finale (talk show) Miacarabefana.it (film) Tg 1/Che tempo che fa La magnifica coppa (film) L’eredità (game show) Telegiornale (notiziario) Qui Radio Londra Soliti ignoti (game show) Che Dio ci aiuti (serie Tv)

12.00 12.20 13.30 14.10 15.15 17.00 17.15 18.50 20.00 20.30 20.35 21.10

Recita Angelus (Roma) La prova del cuoco (rubrica) Tg/Tg 1 Economia/Focus Verdetto finale (talk show) Un amore tutto suo (film) Tg 1/Che tempo che fa Una vacanza d’amore (film) L’eredità (game show) Telegiornale (notiziario) Qui Radio Londra Soliti ignoti (game show) La prova del cuoco (lotteria)

10.55 12.00 13.30 14.00 17.00 17.15 17.45 18.50 20.00 20.35 21.10 00.30

Unomattina - Storie vere Menù della Prova del cuoco Telegiornale (notiziario) Le amiche del sabato (t.s.) Tg 1 / Che tempo che fa A sua immagine (rubrica) Passaggio a Nord-Ovest L’eredità (game show) Tg/Tg Sport Soliti ignoti (game show) Ballando con le stelle Di che talento sei?

10.55 12.00 12.20 13.30 14.00 16.30 16.35 18.50 20.00 20.40 21.30

Santa Messa (Bolzano) Recita dell’Angelus (Roma) Linea verde (rubrica) Tg / Tg1 Focus Domenica In - L’arena Tg1 (notiziario) Domenica In Così è la vita L’eredità (game show) Telegiornale (notiziario) Soliti ignoti (game show) Il restauratore (serie tv)

11.00 11.05 12.00 13.30 14.10 15.15 18.50 20.00 20.30 20.35 21.10 23.25

11.00 13.00 14.00 16.15 17.05 17.45 18.45 19.35 20.30 21.05 22.55 23.10

I fatti vostri (contenitore) Tg/Costume/Medicina 33 Italia sul Due (rubrica) Ghost whisperer (telefilm) L’Africa nel cuore (telefilm) Tg 2 Lis/Meteo/Sport/Tg 2 Numb3rs (telefilm) Squadra speciale (telefilm) Tg 2 (notiziario) Come d’incanto (film) Tg 2 (notiziario) Tracce

11.00 13.00 14.00 16.15 17.05 17.45 18.45 19.30 20.30 21.05 23.00 23.15

I fatti vostri (contenitore) Tg/Costume/Medicina 33 Italia sul Due (rubrica) Ghost Whisperer (telefilm) L’Africa nel cuore (telefilm) Tg 2 Lis/Meteo/Sport/Tg 2 Numb3rs (telefilm) Squadra speciale (telefilm) Tg 2 (notiziario) Ratatouille (film) Tg 2 (notiziario) CUT (50 anni di comicità)

11.00 13.00 14.00 16.15 17.05 17.45 18.45 20.20 20.30 21.05 22.25 23.55

I fatti vostri (contenitore) Tg/Costume/Eat parade Italia sul Due (rubrica) Ghost Whisperer (telefilm) L’Africa nel cuore (telefilm) Tg 2 Lis/Meteo/Sport/Tg 2 La bella e la bestia (film) Masha e Orso (cartoni) Tg 2 (notiziario) Gli aristogatti (film) La spada nella roccia (film) Tg 2 (notiziario)

13.00 Tg 2 giorno (notiziario) 14.00 Robin Hood (film) 15.30 Le follie dell’imperatore (film) 16.45 Masha e Orso (cartoni) 17.10 Sereno variabile (rubrica) 18.00 Tg 2 Lis/Meteo 18.05 Crazy Parade 18.35 Sea Patrol (telefilm) 19.30 Squadra speciale (telefilm) 20.30 Tg 2 (notiziario) 21.05 Castle (telefilm)

10.15 10.50 11.30 13.00 13.45 15.40 17.05 18.00 19.35 20.30 21.00 21.45

Ragazzi c’é Voyager A come avventura (rub.) Mezzogiorno in famiglia Tg 2 giorno/Motori/Meteo Quelli che aspettano (t.s.) Quelli che il calcio (t.s.) Tg 2 Lis/Meteo/Sport 90° minuto Lasko (telefilm) Tg 2 (notiziario) N.C.I.S. (telefilm) Charlie’s Angels (telefilm)

11.00 13.00 14.00 16.15 17.50 18.45 19.35 20.30 21.05

12.25 12.50 13.10 14.00 15.05 15.55 17.40 19.00 20.00 20.15 20.35 21.05

Le storie - Diario italiano Geo&Geo (documentario) La strada per la felicità Tg Regione/Tg 3/Meteo Lassie (telefilm) Cose dell’altro Geo (rubr.) Geo&Geo (documentario) Tg 3/Tg Regione/Meteo Blob (magazine) Stanlio e Ollio Un posto al sole (soap) Indian (film)

12.25 12.50 13.10 14.00 15.05 15.55 17.40 19.00 20.00 20.15 20.35 21.05

Le storie - Diario italiano Geo&Geo (documentario) La strada per la felicità Tg Regione/Meteo/Tg 3 Lassie (telefilm) Cose dell’altro Geo (rubr.) Geo&Geo (documentario) Tg 3/Tg Regione/Meteo Blob (magazine) Stanlio e Ollio Un posto al sole (soap) 34° Circo di Montecarlo

12.25 12.50 13.10 14.00 15.05 15.55 17.40 19.00 20.00 20.15 20.35 21.05

Le storie - Diario italiano Geo&Geo (documentario) La strada per la felicità Tg Regione/Tg 3/Meteo Lassie (telefilm) Cose dell’altro Geo (rubr.) Geo&Geo (documentario) Tg 3/Tg Regione/Meteo Blob (magazine) Stanlio e Ollio Un posto al sole (soap) La grande Storia (docum.)

12.55 14.00 14.50 16.55

12.25 12.55 13.25 14.00 14.30 15.05 17.55 19.00 20.00 20.10 21.30 22.35

07.30 08.40 10.30 12.30 14.20 16.00 17.40 19.30 21.00 22.55 23.30 01.25

Diavoli alati Venezia, la Luna e tu Dio come ti amo L’ora della verità Il diario di Jack Il tulipano d’oro I passi dell’amore L’orca assassina Barquero Ladri di biciclette (rubrica) Tournée Cabaret

07.30 Ollio sposo mattacchione 08.40 L’audace colpo dei soliti ignoti 10.30 Chimera 12.20 L’orca assassina 13.50 Viaggio d’estate 15.40 Shine 17.30 Mio padre, che eroe! 19.20 Anything for her 21.00 The hunted - La preda 22.30 Discesa nelle tenebre 00.20 Crank

08.00 09.40 11.15 13.05

07.40 09.15 10.50 12.40 14.20 16.55 19.00

Nel giorno del Signore Rita la figlia americana I racconti di Terramare The hunted - La preda Profumo di donna Il velo dipinto Sono un fenomeno paranormale 21.00 Troppo forte 22.55 Duello a El Diablo 00.45 Five Fingers Gioco mortale

08.10 09.45 11.10 13.05 13.40

15.20 17.10 19.20 21.00 22.35 00.20 01.00

Operazione S. Gennaro Io bacio... tu baci Azur e Asmar L’Albatross oltre la tempesta Un pesce di nome Wanda Cabaret Alla scoperta di Charlie Le seduttrici Rogue - Il solitario Ladri di biciclette (rubrica) Bug

11.30 12.00 13.00 13.50 15.10 16.15 16.55

11.30 12.00 13.00 13.50 15.10 16.15 17.00

18.55 19.35 20.30 21.10

Tg 4/Meteo/Vie d’Italia Detective in corsia (tel.) La signora in giallo (tel.) Il tribunale di Forum (rub.) Hamburg Distr. 21 (tel.) Sentieri (soap) Agatha Christie: 13 a tavola (film) Tg 4/Meteo Tempesta d’amore (soap) Walker T.R. (telefilm) The pacific (film)

Tg 4/Meteo/Vie d’Italia Detective in corsia (tel.) La signora in giallo (tel.) Il tribunale di Forum (rub.) Hamburg Distr. 21 (tel.) Sentieri (soap) Segni particolari: bellissimo (film) Tg 4/Meteo Tempesta d’amore (soap) Walker T.R. (telefilm) Il capo dei capi (film)

10.50 11.30 12.00 13.00 13.50 15.10 16.05 18.55 19.35 20.30 21.10 23.40

Ricette di famiglia (rubrica) Tg 4/Meteo/Vie d’Italia Detective in corsia (tel.) La signora in giallo (tel.) Il tribunale di Forum (rub.) Hamburg Distr. 21 (tel.) La stangata (film) Tg 4/Meteo Tempesta d’amore (soap) Walker T.R. (telefilm) Arma letale (film) Storie di confine (report.)

09.45 10.50 11.30 12.00 13.50 15.05 17.00 18.00 18.55 19.35 21.15 23.45

Monk (telefilm) Ricette di famiglia (rubrica) Tg 4/Meteo/Vie d’Italia Detective in corsia (tel.) Forum (rubrica) Poirot (telefilm) Psych (telefilm) Miti del cinema (Gaetano) Tg 4/Meteo Tempesta d’amore (soap) La promessa (film) Legame di sangue (film)

10.00 11.00 11.30 12.00 13.20 14.00 15.10 16.50

10.55 11.00 13.00 13.40 14.10 14.25 16.30 18.15 18.50 20.00 20.30 21.10

Grande Fratello (reality) Forum Tg 5/Meteo Beautiful (soap) Grande Fratello (reality) Un bianco Natale a B.H. Sorpresa a Natale (film) Grande Fratello (reality) The money drop (game s.) Tg 5/Meteo Striscia la notizia (show) Il 13° apostolo (serie tv)

10.55 11.00 13.00 13.40 14.10 14.25 16.30 18.50 20.00 20.30 21.10

Grande Fratello (reality) Forum (rubrica) Tg 5/Meteo Beautiful (soap) Grande Fratello (reality) A casa con Babbo Natale Solo per amore (film) The money drop (game s.) Tg 5/Meteo Striscia la notizia (show) Tutti insieme inevitabilmente (film)

10.55 11.05 13.00 13.40 14.10 14.25 16.30 18.50 20.00 20.30 21.10

Grande Fratello (reality) Forum (rubrica) Tg 5/Meteo Beautiful (soap) Grande Fratello (reality) Il principe e il povero (film) Equivoci d’amore (film) The money drop (game s.) Tg 5/Meteo Striscia la notizia (show) Il curioso caso di Benjamin Button (film)

Beethoven 4 (film) Tg/Meteo/Sport I Simpson (cartoni) Big bang theory (s.c.) La famiglia Addams (film) Dragon Ball (cartoni) Tg/Meteo/Sport Dr. House (telefilm) C.S.I. (telefilm) Io vi dichiaro marito e... marito (film) 23.35 Bulletproof (film)

10.30 Continuavano a chiamarlo Beethoven (film) 12.25 Tg/Meteo/Sport 13.40 I Simpson (cartoni) 15.00 Big bang theory (s.c.) 15.35 La famiglia Addams 2 (film) 17.30 Dragon Ball (cartoni) 18.30 Tg/Meteo/Sport 19.25 Dr. House (telefilm) 20.20 C.S.I. (telefilm) 21.10 Sherlock Il grande gioco (film)

10.30 12.25 13.40 14.35 16.35

10.35 11.25 12.25 13.30 14.05 16.15 17.30 19.30 20.00 20.30 21.10 22.35

L’aria che tira (rubrica) S.O.S. Tata (reality show) I menù di Benedetta (rub) Tg La 7 I tre moschiettieri (film) Atlantide (documenti) L’Ispettore Barnaby (tel.) G’Holiday (varietà) Tg La 7 Otto e mezzo (attualità) Impero (speciale) Apocalypto (film)

10.35 11.30 12.25 13.30 14.05

12.00 12.30 13.50 14.30 16.00 18.00 18.30 19.30 20.45 21.00 23.00 23.30

Tg 4 Saluti salutissimi Tg 4 Camper magazine Romagna mia Detto tra noi Musica vera sì o no? Tg/Paese che vai/Meteo Mondo artigiano Scacciapensieri Tg 4 Coming Soon

10.30 12.25 13.40 15.00 15.35 17.30 18.30 19.25 20.20 21.10

Tg 1 (notiziario) Occhio alla spesa (rubrica) La prova del cuoco (rubrica) Tg / Tg1 Economia/Focus Verdetto finale (t.s.) La vita in diretta (contenitore) L’eredità (game show) Telegiornale (notiziario) Qui Radio Londra Soliti ignoti (game show) La figlia del capitano (film) Porta a porta

11.00 11.05 12.00 13.30 14.10 15.15 18.50 20.00 20.30 20.35 21.10 23.20

Tg 1 (notiziario) Occhio alla spesa (rubrica) La prova del cuoco (rubrica) Tg / Tg1 Economia/Focus Verdetto finale (t.s.) La vita in diretta (contenitore) L’eredità (game show) Telegiornale (notiziario) Qui Radio Londra Soliti ignoti (game show) La figlia del Capitano (film) Porta a porta

I fatti vostri (contenitore) Tg/Costume/Medicina 33 Italia sul 2 (rubrica) Desperate housewives Tg 2 Lis/Meteo/Sport/Tg 2 Numb3rs (telefilm) Squadra speciale (telefilm) Tg 2 (notiziario) Tutto quello che non vi ho detto... (Brignano-Samarelli) 23.10 Tg 2 (notiziario) 23.25 L’Ispettore Coliandro (s.t.)

11.00 13.00 14.00 16.15 17.45 18.45 19.30 20.30 20.55 23.10 23.25 00.25

I fatti vostri (contenitore) Tg 2/Costume/Medicina 33 Italia sul 2 (rubrica) Desperate housewives Tg 2 Lis/Meteo/Sport/Tg 2 Numb3rs (telefilm) Squadra speciale (telefilm) Tg 2 (notiziario) Lazio-Hellas Verona (calcio) Tg 2/Punto di vista Rai Educational E.R. (telefilm)

Telecamere salute (rub.) Prima della 1ª (Donizetti) Il capitale di P. Daverio Tg Regione/Meteo/Tg 3 In 1/2 h Alle falde del Kilimangiaro Per un pugno di libri Tg 3/Tg Regione/Meteo Blob (magazine) Che tempo che fa (t.s.) Presa diretta (inchieste) Tg 3/Tg regione

12.45 13.10 14.00 15.05 15.55 17.40 19.00 20.00 20.15 20.35 21.05 23.15

12.45 13.10 14.00 15.05 15.55 17.40 19.00 20.00 20.15 20.35 21.05 23.15

Le storie - Diario italiano La strada per la felicità Tg Regione/Meteo/Tg 3 Lassie (telefilm) Cose dell’altro Geo (rubr.) Geo&Geo (documentario) Tg 3/Tg Regione/Meteo Blob (magazine) Stanlio e Ollio Un posto al sole (soap) Ballarò (talk show) Glob spread

L’evaso L’orca assassina Mio padre, che eroe! Ladri di biciclette (rubrica) Sono un fenomeno paranormale Il diario di Jack Acque profonde Quel che resta del giorno Aeon Flux - Il futuro ha inizio A sangue freddo

07.45 10.00 11.40 13.30 15.10 17.10 19.20 21.00

La contessa scalza Kriminal Subway Waiting in Beijng La notte dell’aquila Crazy Squadra antifurto 1855: la prima grande rapina al treno 22.50 A history of violence 00.30 Il Re dei giardini di Marvin 02.15 Quel grande pezzo...

07.25 Guerra e pace: Natasha Rostova 08.40 Il ladro di Bagdad 10.20 Ratataplan 12.00 Due sporche carogne 14.00 Acque profonde 15.35 Danton 17.55 Mille bolle blu 19.20 Squadra antitruffa 21.00 La mia super ex ragazza 22.30 L’uomo senza sonno 00.10 La moglie del soldato

S. Messa (Afragola) Pianeta mare (attualità) Tg 4/Meteo Melaverde (rubrica) Pianeta mare (attualità) Life (documentario) Poliziotti a domicilio (film) Zanna Bianca alla riscossa (film) 18.55 Tg 4/Meteo 19.35 Album Tempesta d’amore 21.30 Evelyn (film)

11.30 12.00 13.00 13.50 15.10 16.15 16.50 18.55 19.35 20.30 21.10

Tg 4/Meteo/Vie d’Italia Detective in corsia (tel.) La signora in giallo (tel.) Il tribunale di Forum (rub.) Hamburg Distr. 21 (tel.) Sentieri (soap opera) Il Commissario Cordier Tg 4/Meteo Tempesta d’amore (soap) Walker T.R. (telefilm) Programmato per uccidere (film)

11.30 12.00 13.00 13.50 15.10 16.15 16.35 18.55 19.35 20.30 21.10 23.10

Tg 4/Meteo/Vie d’Italia Detective in corsia (tel.) La signora in giallo (tel.) Il tribunale di Forum (rub.) Hamburg Distr. 21 (tel.) Sentieri (soap opera) La donna del West (film) Tg 4/Meteo Tempesta d’amore (soap) Walker T.R. (telefilm) Lie to me (film) Sfera (film)

08.50 Loggione (musica) 09.45 Finalmente arriva Kalle (telefilm) 10.45 I 12 cani di Natale (film) 13.00 Tg 5/Meteo 13.40 Segue il tuo cuore (film) 15.30 Verissimo (rubrica) 18.50 The money drop (game s.) 20.00 Tg 5/Meteo 20.30 Striscia la notizia (show) 21.10 Italia’s got talent (t.s.) 00.30 Tg 5 notte/Meteo

10.30 12.45 13.00 13.40 14.00

Innamorati cronici (film) Grande Fratello (reality) Tg 5/Meteo Grande Fratello (reality) La vita segreta di mio padre (film) Inga Lindstrom (film) Flicka - Uno spirito libero The money drop (game s.) Tg 5/Meteo Paperissima sprint (show) Distretto di Polizia 11 (s.t.)

08.40 11.00 13.00 13.40 14.10 14.45 16.15 16.55 18.50 20.00 20.30 21.10

Mattino 5 (contenitore) Forum (rubrica) Tg 5/Meteo Beautiful (soap) Centovetrine (soap) Uomini e donne (t.s.) Amici (real Tv) Pomeriggio 5 (contenitore) The money drop (game s.) Tg 5/Meteo Striscia la notizia (show) Grande Fratello (reality)

08.40 11.00 13.00 13.40 14.10 14.45 16.15 16.55 18.50 20.00 20.30 21.10

Mattino 5 (contenitore) Forum (rubrica) Tg 5/Meteo Beautiful (soap) Centovetrine (soap) Uomini e donne (t.s.) Amici (real Tv) Pomeriggio 5 (contenitore) The money drop (game s.) Tg 5/Meteo Striscia la notizia (show) Il peccato e la vergogna

Tyco il terribile (film) Tg/Meteo/Sport I Simpson (cartoni) Ice Galà 2012 La leggenda della montagna incantata (film) Tg/Meteo/Sport Supercuccioli nello spazio (film) Supercuccioli a Natale (film) Come cani & gatti (film)

10.50 12.20 12.25 13.40 14.35 16.45

12.25 Tg 13.00 Guida al campionato (rub.) 14.00 La principessa e la magia del drago (film) 16.40 Air Bud Campione a 4 zampe (film) 18.30 Tg/Meteo 19.00 Bugs Bunny (cartoni) 19.10 Pallottole cinesi (film) 21.30 Mi presenti i tuoi? (film) 23.55 Controcampo Linea notte

08.40 10.35 12.25 13.40 14.35 15.35 17.30 18.30 19.25 21.10 23.00

21.10

Scooby Doo (film) Maledetti scarafaggi (cart.) Tg/Meteo/Sport I Simpson (cartoni) Vivere un sogno - Goal! Soccer girl - Un sogno in gioco (film) Tg Mr. Bean (telefilm) Una promessa è una promessa (film) Asterix alle Olimpiadi (film)

Una mamma per amica Grey’s anatomy (telefilm) Tg/Meteo/Sport I Simpson (cartoni) Dragon Ball (cartoni) Agente Cody Banks 2 Dragon Ball (cartoni) Tg/Meteo/Sport CSI (telefilm) CSI New York (telefilm) White Collar Fascino criminale (film)

08.40 10.35 12.25 13.40 14.35 15.00 15.35 17.30 18.30 19.25 21.10 24.00

Una mamma per amica Grey’s anatomy (telefilm) Tg/Meteo/Sport I Simpson (cartoni) Dragon Ball (cartoni) Big bang theory (s.c.) Tiger-Team (film) Dragon Ball (cartoni) Tg/Meteo/Sport CSI (telefilm) Wild - Oltrenatura (doc.) Romanzo criminale (film)

10.10 La Fayette, una spada per due bandiere (film) 12.25 I menù di Benedetta (rub) 13.30 Tg La 7 14.05 La gabbianella e il gatto (film) 15.45 Krull (film) 17.50 Relic Hunter (telefilm) 19.30 G’Holiday (varietà) 20.00 Tg La 7 20.30 Italialand remixata!!! 21.30 Moll Flanders (film)

10.00 11.05 11.35 12.25 13.30 14.05 16.00 18.15 20.00 20.30 21.30 23.20

Bookstore (rubrica) La 7 doc (Biliardi) L’aria che tira I menù di Benedetta (rub) Tg La 7 Il cane e il Poliziotto (film) Basket (Teramo-Milano) I magnifici sette (telefilm) Tg La 7 In onda In & out (film) In nome del Papa Re

10.00 10.40 11.40 13.30 14.05 17.10

16.35 17.30 19.30 20.00 20.30 21.10

L’aria che tira (rubrica) S.O.S. Tata (reality show) I menù di Benedetta (rub) Tg La 7 Pomodori verdi fritti (alla fermata del treno) Relic Hunter (telefilm) L’Ispettore Barnaby (tel.) G’Holiday (varietà) Tg La 7 Otto e mezzo (attualità) Piazza pulita (attualità)

20.00 20.30 21.30 23.40 23.50

MODA (rubrica) La 7 doc (Bonnie e Clyde) Due South (telefilm) Tg La 7 Ma anche no (film) Point Break Punto di rottura (film) Tg La 7 In onda La duchessa (film) Tg La 7 I ladri della motocicletta

09.40 11.10 12.30 13.30 14.05 16.15 17.30 19.30 20.00 20.30 21.10 23.45

Coffee break L’aria che tira I menù di Benedetta (rub) Tg La 7 Inganni di sangue (film) Atlantide (documenti) L’ispettore Barnaby (tel.) G’Day (varietà) Tg La 7 Otto e mezzo (varietà) L’infedele (attualità) Innovation (rubrica)

09.40 11.10 12.30 13.30 14.05 16.15 17.30 19.30 20.00 20.30 21.10 23.05

Coffee break L’aria che tira I menù di Benedetta (rub) Tg La 7 Star Trek (film) Atlantide (documenti) L’ispettore Barnaby (tel.) G’Day (varietà) Tg La 7 Otto e mezzo (varietà) L’ispettore Barnaby (tel.) NYPD blue (telefilm)

13.50 14.15 14.30 16.00 18.00 18.30 19.00 19.30 20.45 21.00 23.45 24.00

Tg 4 Saluti salutissimi Ski magazine Superfolk Car show Musica vera sì o no? Alla scoperta del Piemonte Tg/Paese che vai/Meteo Alla scoperta del Piemonte Servizio pubblico Tg 4 Car show

12.30 13.50 14.15 14.30 16.00 18.00 18.30 19.00 19.30 20.45 21.00 23.00

14.15 14.30 15.00 15.30 18.00 18.30 19.00 19.30 20.45 21.00 22.30 23.00

Saluti salutissimi Dimensione Vintage Fuori strada in video (rub) Biker explorer Car show (rubrica) Bouquet Tv La sciuera Tg/Paese che vai/Meteo Wine & food L’ mercà dla smana Girovagando in Trentino Tg 4

11.00 12.05 13.25 13.30 17.00 18.30 19.00 19.15 20.30 21.00 23.00 23.30

Itinerari (rubrica) Obiettivo agricoltura (rub) Gusto giusto Ballando “Le Cupole” Car show (rubrica) Agrisapori (rubrica) Coming soon (rubrica) Obiettivo agricoltura (rub) Itinerari (rubrica) Scacciapensieri Tg 4 Piemonte notizie

13.45 14.15 14.30 16.00 18.00 18.30 19.00 19.30 20.45 21.00 22.30 23.00

Tg 4 Saluti salutissimi Piemonte notizie Romagna mia Stile corsa (rubrica) Musica vera sì o no? Fermo immagine Tg/Paese che vai/Meteo Dalla parte del consum. Piemonte a teatro Detto tra noi Tg 4/Meteo

12.30 13.50 14.15 14.30 16.00 18.00 18.30 19.00 19.30 20.45 23.30 24.00

Saluti salutissimi Tg 4 Saluti salutissimi Detto tra noi Romagna mia Car show (rubrica) Musica vera sì o no? Quattro zampe in Tv Tg/Paese che vai/Meteo Ballando “Le Cupole” Tg/Paese che vai/Meteo Car show (rubrica)

18.55 19.35 20.30 21.10

18.30 19.25 21.10 23.05

Saluti salutissimi Tg 4 Saluti salutissimi Superpass Romagna mia Videotop Musica vera sì o no? Click Tv - 4 zampe in Tv Tg/Paese che vai/Meteo Alla scoperta del Piemonte Parla pa Tg 4

19.00 20.00 20.10 21.30 23.45 00.05

18.30 19.00 19.25

Tgr Ambiente Italia (rub.) Tg Regione/Tg 3/Meteo Rai educational Lassù qualcuno mi ama (film) Tg 3/Tg Regione/Meteo Blob (magazine) Che tempo che fa (talk s.) Incontriamoci a Las Vegas (film) Tg 3/Tg Regione Un giorno in Pretura

15.30 17.10 18.50 21.00 22.30

15.30 17.00 18.50 20.00 20.40 21.30

Le storie - Diario italiano La strada per la felicità Tg Regione/Meteo/Tg 3 Lassie (telefilm) Cose dell’altro Geo (rubr.) Geo&Geo (documentario) Tg 3/Tg Regione/Meteo Blob (magazine) Stanlio e Ollio Un posto al sole Air Force One Correva l’anno


28

rubriche

mercoledì 4 gennaio 2012

Copertina di Michela Di Prenda

Editoria del territorio

Congratulazioni a LUCA TESIO di Savigliano che mercoledì 21 dicembre ha conseguito la Laurea specialistica in Architettura presso l’Università degli studi di Torino. Complimenti da Mirella Daniele ed Antonio Marengo.

“1+1 = 1”: nuovo romanzo di Valentina Vertucci Il 22 ottobre scorso è uscito in tutta Italia il nuovo romanzo di Valentina Vertucci intitolato “1+1=1” e pubblicato dalla casa editrice Albatros. «Il libro racconta una storia d’amore – spiega l’autrice – ma non una storia d’amore classica e tradizionale, di quelle in cui c’è una coppia che si innamora, diventa dolce, romantica e vive di felicità massima. I protagonisti della mia storia sono due persone “sbagliate”. Due ragazzi che dalla vita hanno tutto: sono dannatamente belli, ricchi, viziati. Hanno tutti i soldi che vogliono. Hanno macchine e case loro. Hanno genitori pronti ad aprire il portafoglio ogni volta che loro glielo chiedono, ma che poi non si preoccupano di capire o vedere come i propri figli spendono quei soldi. E quando uno è giovane, e ha tutto, spesso rischia di finire male». Ed è ciò che succede a Viola e Daniele, protagonisti del romanzo. Droga e alcol, sesso, potere, vizi… diventano gli scopi delle loro esistenze. Si sentono quasi degli dèi che possono tutto. E questo li

trasforma anno dopo anno in persone fredde, distaccate dalla realtà, insensibili, incuranti di tutto, ciniche, senza cuore. Poi si incontrano. «Ciò che mi premeva di più mostrare e spiegare – aggiunge l’autrice – è come l’amore sa travolgere chiunque, anche chi non lo vuole o non se lo aspetta o lo respinge. Mi piaceva far capire che l’amore è una forza talmente grande e potente che nessuno può vincerla o opporsi». E così si innamorano, per la prima volta nella loro vita. E provano a migliorare, perché chiunque sa che quando uno ama prova sempre a migliorare. Se non per il mondo, sicuramente per la persona che ha accanto. Ma non tutti ci riescono. È come se improvvisamente Viola e Daniele non potessero più fare a meno uno dell’altro… ma neanche sapere come vivere una vita in due e non più da soli. «Questo – conclude Vertucci – è ciò che volevo raccontare. La parte di sognatrice e romantica che c’è in me e ha sempre la meglio direbbe che, quando ami per davvero, un modo per stare insieme lo tro-

Cucina del territorio piemontese a cura dell’Accademico Silvano Cav. Osella

Amari e digestivi Parlare di amari è tremendamente difficile, perché è un settore altamente in crisi. L’italiano medio, dopo il caffè, in pizzeria o al ristorante amava intrattenersi e concludere il pasto con un amaro; oggi, però, è restato soltanto l’amaro in bocca a chi lo produce. Il pensiero comune è che con la crisi si toglie dal proprio consumo il superfluo e questo prodotto rientra in quella tipologia. Liquore amaro: tipologia variegata con grandi difficoltà di collocazione e di precisa definizione, tranne il fatto che dona piacere a chi lo beve. La cosa certa ed affermata nei tempi è che vanta una storia di secoli: dalle Alpi all’Appennino si preferiva a base di radici ed erbe; nel Sud dell’Italia e della Sicilia, dopo l’influenza della cultura mediterranea ed orientale, si preferivano le spezie. Bisogna sottolineare che la nostra penisola era ricca di conventi che fecero di erbe e di liquori un vero motivo di ricerca e passione. La storia è lunghissima sugli amari: basti ricordare l’Alpe-

stre, creato dai Padri Maristi del convento di Borgo Salsasio di Carmagnola, derivazione dall’Arquebuse, che pare sia nato in Francia dagli stessi Padri Maristi emigrati a Carmagnola. La maggior curiosità è scoprire che, in tempo di guerra, la Tanacetum vulgare e la Chrysanthemum crispum venivano messe a macerare per un mesetto in alcol puro ed utilizzate come antico metodo per curare le ferite da arma da fuoco. Queste due erbe avevano ed hanno proprietà insetticida ed appartengono allo stesso gruppo del piretro. Alcuni amari puri a base di genziana hanno proprietà leucocitarie, depurative e febbrifughe; quelli da centaura minore sono stimolanti e depurativi; quelli dal trifoglio fibrino sono tonici, depurativi, antiemicrania, stimolanti per la funzionalità epatica, se poi vengono associati alla crocifere sono un antiscorbuto efficace. Chi li realizzava, nei tempi passati, era un vero cultore e studioso, quasi tutti uomini che

Auguri vi sempre e comunque. Un finale positivo è l’unica cosa che l’amore conosce. La mia parte di scrittrice razionale e calma invece potrebbe pensarla in modo diverso. Non vi dico quale parte ha vinto in questo romanzo. È da scoprire leggendo». Valentina Vertucci, classe 1984, braidese, vive a Milano dove fa la sceneggiatrice. È al suo secondo romanzo.

hanno dedicato la loro vita al convento. Molti amari hanno una gradazione superiore ai 30 vol. e questo potrebbe essere rivisto dalle aziende produttrici, in quanto l’alcol oggi è da bere con moderazione e pertanto i benefici ed il piacere di degustare questi sentori si potrebbero realizzare con una base alcolica maggiormente ridotta, tipo il Vermouth. Una bottiglia di amaro, per anni, è stata idea-regalo per il Natale, e da questo si capisce perché moltissime famiglie sono detentrici di veri piccoli bar privati. Un problema sorge sempre nel momento di servirlo: con o senza ghiaccio? L’amaro del Capo, negli Anni ‘70, pubblicizzava

il suo prodotto scrivendo: “Vecchio amaro del Capo, ghiacciato è formidabile”. Non possiamo dimenticare il Cynar, pubblicizzato servito in un calice con ghiaccio al tavolino di un cliente al centro di una via altamente trafficata da macchine. Come deve essere servito? Ognuno lo beve come meglio gli aggrada e non ci sono regole, tranne che il proprio desiderio diventi una realtà! Il trifoglio rosso è un’erba che entra per eccellenza nella composizione di diversi amari e nei nostri prati ce n’è moltissimo, ma più nessuno lo raccoglie, perché la tradizione e la sua cultura nel riconoscerlo è morta, caduta per sempre nell’oblìo.

Auguri alla piccola “piripubibi” CHIARA SAGLIETTI per il suo primo compleanno da mamma, papà, bisnonni, nonni e zii!

La foto curiosa

Avete delle foto curiose? Portatecele in redazione (piazza Santarosa n. 21) o inviatecele via e-mail a redazione@ilsaviglianese.com

Calendario Unitre SAVIGLIANO Alcuni amari hanno proprietà curative

1910 - Misterioso ferimento su cui erano state depositate 90 lire, appresero che il ferito era un girovago di 53 anni, celibe, nato a Belvedere Langhe, dove non risiedeva più da parecchio tempo. Al dottor Brero, intento a medicargli la ferita alla gamba destra, raccontò che uno sconosciuto l’aveva sorpreso alle spalle e gli aveva sparato un colpo di pistola; poi, gettatala via, si era allontanato furtivamente, scomparendo tra le tenebre della notte. L’indomani mattina, Rinaldi e Bergese fecero un sopralluogo dov’era avvenuta l’aggressione e rinvennero

Martedì 3 gennaio FELI CIGNA ha festeggiato 90 anni. Dai nipoti Nirino, Maina e dalla cognata Nini i più affettuosi auguri alla cara zia di buon compleanno!

Questa dolce gatta ha pensato bene di entrare a far parte del Presepe… (Foto scattata da Stefania Vanzetti)

Savigliano nera La sera del 30 aprile 1910, gli agenti della forza pubblica Rinaldi e Bergese stavano effettuando il consueto giro di perlustrazione per prevenire le azioni dei malviventi, quando furono avvertiti dal signor Dutto che in piazza d’Armi c’era un uomo ferito che perdeva molto sangue. Senza alcun indugio essi accorsero laggiù per soccorrerlo e portarlo all’Ospedale Maggiore, temendo che un’emorragia potesse essergli fatale. Dai documenti che aveva in tasca, unitamente ad un libretto della Cassa postale di risparmio,

Laurea

l’arma, a cui mancavano però due colpi. Interrogato dagli inquirenti, il girovago fornì un’altra versione del fatto, facendo sorgere il sospetto che stesse mentendo. Allo scopo di fare piena luce sul misterioso ferimento, rivelatosi meno grave di quanto era apparso ai due agenti in un primo momento, venne interrogato anche il signor Dutto. Costui dichiarò di aver udito due esplosioni d’arma da fuoco e di aver scorto, subito dopo, un uomo seduto su una panchina che si lamentava perché una gamba gli faceva male. Mes-

so alle strette dagli inquirenti, il girovago confessò che a sparargli, per difendersi, era stato l’uomo che lui, dopo averlo seguito fin nei giardini pubblici di piazza d’Armi, venuto il momento opportuno, aveva tentato di derubare. Per questo reato i giudici del tribunale di Cuneo gli inflissero sei mesi di prigione. Giovanni Bosio

Lunedì 9 gennaio ore 9: Attività motoria - 5° corso ore 10: Attività motoria - 1° corso ore 11: Attività motoria - 2° corso – Riabilitazione motoria e 3ª Età 1 ore 15.30: Canto e vocalità ore 16.30: Canto corale ore 18.30: Francese 3 (proseguimento) – Yoga 1 ore 20.30:Yoga 2 Martedì 10 gennaio ore 9: Nuoto (1° corso) ore 10: Riabilitazione motoria e 3ª Età 2 ore 11: Riabilitazione motoria e 3ª Età 3 ore 15: Ricamo bandera ore 15.30: Principi di igiene e prevenzione delle malattie ore 17: Pittura su stoffa ore 19: Ginnastica per adulti 1 (turno A) ore 20: Pasticceria (corso avanzato) – Pilates - corso B (3° turno) – Ginnastica per adulti 1 (turno B) ore 21: Chitarra 1 (principianti)

Mercoledì 11 gennaio ore 9: Ginnastica in acqua (1° corso) ore 11: Riabilitazione motoria e 3ª Età 4 ore 15.30: Il Protestantesimo: storia, idee ed attualità ore 18.30: Yoga 3 – Inglese 3 (proseguimento) – Arabo 1 (principianti) Giovedì 12 gennaio ore 10: Attività motoria - 3° corso ore 11: Attività motoria - 4° corso ore 14.30: Pittura su ceramica a terzo fuoco (1° corso) ore 15.30: Medicina ore 18.30: Inglese 2 (avanzato) – Spagnolo 1 (principianti) ore 20: Pilates - corso B (3° turno) ore 20.30: Informatica (modulo 2) LEVALDIGI Martedì 10 gennaio ore 19.30: Ginnastica dolce ore 20.30: Ginnastica per adulti


piazza affari

A nnunci E conomici SAVIGLIANO zona Alstom Ferroviaria – AFFITTASI, solo a referenziati, alloggio ammobiliato: cucina, soggiorno, 2 camere da letto, bagno e cantina (termoautonomo). Tel. 338/5286984. • SAVIGLIANO via Biga n. 41 – AFFITTASI garage. Tel. 340/5621364. • SAVIGLIANO – Referenziato CERCA monolocale o miniappartamento in AFFITTO. No agenzie. Tel. 346/3808513 – 328/3672238. • SAVIGLIANO via del Pascolo – VENDESI alloggio: ampio salone, cucina, 2 camere, servizi, cantina e garage. No agenzie. Tel. 348/2798914. •

SAVIGLIANO zona c.so Matteotti / via dei Prati – VENDESI appartamento di recente costruzione: 3 camere, salone, cucina, 2 bagni, ampio garage e cantina. No agenzie. Tel. dalle ore 18 alle ore 20 al 347/8178583. • CAVALLERMAGGIORE zona piazza S. Michele – Privato VENDE appartamento (3° piano) con ascensore. Unità così composta: ingresso, ampio soggiorno, cucina abitabile, due camere, un bagno, ripostiglio e due ampi balconi (termoautonomo). Superficie: 110 mq circa. Cantina ed autorimessa al piano terra. Prezzo interessante. Trattativa privata. Tel. 0172/381401. • Trentenne, con esperienza in

ambito amministrativo e contabile, bella presenza, massima serietà, CERCA lavoro impiegatizio. Tel. 331/3232620. • Laureato IMPARTISCE lezioni di chimica, fisica, matematica e materie tecnico-scientifiche in genere a studenti di vario livello (Medie, Superiori e corsi universitari). Tel. 333/8685326. • Signore straniere CERCANO lavoro come badanti (part-time o full-time), pulizie, ecc.Tel. 389/1566673 – 329/8168302 – 329/8779140. • Signora marocchina CERCA lavoro come badante full-time in SAVIGLIANO o dintorni. Tel. 327/4711264. •

mercoledì 4 gennaio 2012

29

S.O.S. ANIMALI Signora con esperienza CERCA lavoro come assistente anziani (pomeridiano o notturno) o come domestica. Tel. 333/5486704. • CERCASI imprenditore (ditta individuale o società) per gestione distributore di carburanti sito in CHERASCO. Inserire il proprio curriculum nel sito “www.fulloil.it <http://www.fulloil.it>” nella sezione “Diventa Gestore”. • CERCASI persona per lavori di manutenzione giardino. Tel. 335/6005178. • Si ESEGUONO lavori di battitura tesi e relazioni con stampa su laser. Tel. 0172/713929.

In via Torino a Savigliano è stato TROVATO un gatto tigrato con coda spezzata. È molto docile, quindi probabilmente domestico. Chi l’avesse smarrito, o volesse adottarlo, può rivolgersi presso la cartolibreria “Lo Scarabocchio” di via Torino n. 102 o telefonare allo 0172/31778. La veterinaria REGALA tre giovani gatte già sterilizzate. Tel. 339/8593190. REGALANSI cucciolini di razza Barboncino. Tel. 0172/642142 – 0172/33058. Tre gattini tigrati di 2 mesi circa, ritrovati in un cassonetto del-

la spazzatura a Savigliano, CERCANO urgentemente una casa. Solo amanti degli animali. Tel. 335/230595 (Enrica). Due splendide gattine di 3 mesi, abbandonate sulla circonvallazione di Savigliano, CERCANO urgentemente una famiglia amante degli animali che le accolga. Tel. 335/230595 (Enrica). È stato RITROVATO, in zona Vernetta a SAVIGLIANO, gatto grigio-bianco con collarino verde. Chiunque l’avesse smarrito è pregato di contattare i numeri 0172/31216 o 0172/21364 ore pasti.

Dal mondo degli scacchi Via Chianoc, 6 - Savigliano Aperto ogni giovedì dalle ore 21

Il candidato ideale ha già maturato esperienza come capo reparto nel settore pescheria. La risorsa, fondamentale nell’organizzazione dell’azienda, gestirà l’area commerciale, economica e delle risorse umane del proprio reparto. Si richiede: precedente pluriennale esperienza nella mansione; conoscenza dei principali programmi informatici; disponibilità a lavorare nei festivi; residenza in zona. Sede di lavoro: Savigliano. Gli interessati sono pregati di lasciare curriculum vitae (Aut.privacy D.Lgs. 196/2003) c/o il box informazioni del supermercato o inviare a: risorse.umane@savidis.it - fax al 0172/241555 specificando la posizione di interesse.

Turni benzinai

Turni farmacie

Alesso Matteo Tel. 0172/85996-336/230139 Biolatti Pier Giuseppe Tel. 340/3928825 Chiavassa Enrico Tel. 0172/382560-335/6060220 Bosio Emilio Tel. 0172/33506-335/6027039 Fissore Mario Tel. 0172/31682-335/7890231 Miglietti Enrico Tel. 337/226616 Ricossa Paola 0172/713360-339/2012836 Alesso Cinzia 339/7790752-0172/377154 Michele Teobaldi 335/7890232 Cirlig Michela 338/5042748

SABATO 7 GENNAIO (POMERIGGIO) TURNO A

Mercoledì 4 - Farmacia Paschetta P. Santarosa - Tel. 0172/712.978 Giovedì 5 - Farmacia Bonelli - Via Torino - Tel. 0172/712.366 Venerdì 6 - Farmacia Monchiero P. del Popolo - Tel. 0172/712.389 Sabato 7 - Farmacia Bonelli - Via Torino - Tel. 0172/712.366 Domenica 8 - Farmacia Albertini - P. Santarosa - Tel. 0172/712.272 Lunedì 9 - Farmacia Paschetta - P. Santarosa - Tel. 0172/712.978 Martedì 10 - Farmacia Dominici Via Cambiani - Tel. 0172/712.258 Mercoledì 11 - Farmacia Monchiero - P. del Popolo - Tel. 0172/712.389

SHELL Panetto Corso Indipendenza, 8 Lavaggio rapido EUROPAM (IP) - Barra Via Cervino, 17 (S.R. 20) SHELL (C.P.P.) Via Cuneo - S.R. 20 Autolavaggio TOTALERG S.P. 662 Km 7+15 (Marene)

“PENSIERI CONTRO” Afghanistan: 10 anni di guerra inutile

La guerra non ha portato nessun beneficio alla popolazione Sono passati dieci anni, e decine di migliaia morti, da quando gli Stati Uniti ed i suoi alleati hanno lanciato l’attacco all’Afghanistan. Dieci anni dopo la guerra continua e probabilmente durerà almeno altri dieci anni (secondo alcune stime le truppe statunitensi non andranno via prima del 2024). Dieci anni dopo tutto come prima: tranne le casse delle multinazionali di armi, molto attive in campagna elettorale, tra le poche a gioire per questa inutile guerra. Non è un caso che, assieme a quelle petrolifere, siano sempre in prima linea finanziando massicciamente i comitati elettorali dei candidati al congresso ed alla presidenza. Good morning Afghanistan. E buoni affari ai mercanti di armi e morte. Era il 7 ottobre 2001, il cuore di New York ancora fumava, il mondo era sotto shock e gli Stati Uniti feriti dovevano reagire. Era stato individuato il colpevole, Osama Bin Laden, l’ideatore del micidiale attacco, ed i Talebani, colpevoli di dargli ospitalità. In Afghanistan c’era la centrale operativa, il Quartier generale delle for-

ze del male, la stanza dei bottoni di Al Qaida. Urgeva un’azione militare. A distanza di 10 anni un piccolo bilancio può essere fatto. Il primo e più drammatico è questo: 67 mila vittime (secondo le stime ufficiali fornite da Onu, Nato, Croce Rossa) e, solo negli ultimi 5 anni, 730 mila sfollati (stimati dall’agenzia Onu per i rifugiati, Unhcr). La povertà assoluta è passata dal 23 al 36% e la mortalità infantile è passata dal 147 al 149 per mille. A diminuire invece sono: l’aspettativa di vita, che passa da 46 a 44 anni, ed il tasso di alfabetizzazione, che passa dal 31 al 28 per cento. Secondo Amnesty International, la guerra, oltre ai sacrifici di migliaia di vite umane, non ha portato nessun beneficio alla popolazione: anzi, in molti casi, ne ha peggiorato le condizioni. Tutto questo nonostante la comunità internazionale dal 2001 ad oggi abbia speso 40 miliardi di dollari di “aiuti umanitari”. Un altro dato è l’esplosione della produzione di oppio che ha superato quella prodotta ai tem-

pi dei talebani: si è passati dagli 82 mila ettari coltivati nel 2000 ai 123 mila ettari di oggi. L’Afghanistan, secondo stime ufficiali, esporta circa 400 tonnellate di eroina ogni anno. Non meno preoccupante è l’uso che se ne fa: in Afghanistan si stimano circa 350 mila tossicodipendenti, con tutto ciò che questo comporta. Non dimentichiamoci che l’industria della droga è in forte espansione ed i proventi vengono reinvestiti solo in parte in attività illecite, mentre una buona parte di questi capitali sono immessi nell’“economia lecita”. Una manna dal cielo per il mondo degli investimenti finanziari, soprattutto in un periodo di crisi di liquidità, come quello attuale. Oltre ai chiari insuccessi militari, testimoniati dalle cifre, alcuni dubbi sulla legittimità di questa guerra restano. Eccone alcuni. a) Ma davvero crediamo che 4 barbari ignoranti arroccati in una caverna a migliaia di chilometri di distanza avessero la forza, le capacità e l’ingegno di eludere i più sofisticati sistemi di controllo e di autodifesa del più potente esercito al mondo? b) L’attacco contro l’Afghanistan è iniziato il 7 ottobre, ovvero appena 26 giorni dopo l’11 settembre. È mai possibile che un’operazione bellica così sofisticata sia stata preparata in così poco tempo, senza un preventivo piano d’attacco? Tutti gli analisti militari lo possono confermare. c) Se i Talebani erano così cattivi perché l’amministrazione Bush ha dato loro, nel marzo 2001 (pochi mesi prima della guerra), 43 milioni di dollari? Perché, se crediamo tanto nell’esportazione dei diritti umani,

GRUPPO MISSIONE E SVILUPPO non bombardiamo l’Arabia Saudita? Non è forse quello un regime che reprime i più elementari diritti civili e dove alle donne è proibito persino guidare? A meno che non vogliamo credere che la questione dei diritti umanitari sia solo un facile slogan propagandistico. Non sarà mica così? (Da Microchip)

Per informazioni: 340/9099455 L’Associazione Sportiva Dilettantistica Scacchistica Saviglianese organizza il Torneo sociale 2012 valido per le variazioni Elo FSI/FIDE. Il torneo inizia giovedì 12 gennaio e si conclude giovedì 1° marzo. I turni si giocano il giovedì sera alle ore 21. La sede di gioco del torneo è in via Chianoc n. 6 all’interno dal Circolo ARCI “Il Drago” in Savigliano. Il tempo di riflessione è 90 minuti più 30 secondi a mossa (cadenza Fisher) per ogni giocatore. Il torneo è aperto a tutti gli scacchisti. Per l’iscrizione telefonate a Cosimo (cell. 339/4135770) oppure inviate una e-mail a circolo@saviglianoscacchi.net. Per maggiori informazioni visitate il sito www.saviglianoscacchi.net. Il montepremi verrà stabilito in base al numero dei partecipanti con premi proporzionali alle categorie. L’organizzazione si riserva di apportare al presente bando tutte le variazioni che si rendessero necessarie per il buon esito della manifestazione ed in conformità alle nuove regole Fide consentirà un ritardo massimo di 30 minuti. IL BIANCO MUOVE E DA’ SCACCO MATTO IN DUE MOSSE. SOLUZIONE: l’alfiere bianco muove in c5; raggiunta questa posizione, se il re nero va in a5, la torre bianca cattura il pedone a3 con scacco matto; se il nero avanza il pedone a3 in a2, la torre bianca lo cattura con scacco matto.

CAPO REPARTO SETTORE PESCHERIA

Veterinari


30

rubriche

mercoledì 4 gennaio 2012

Franco Berardo in memoria della mamma: € 30 – SANTUARIO DELLA SANITÀ € 30 – PARR. S. ANDREA € 30 – CHIESA BEATA BONINO

via Suniglia (Savigliano) in memoria di Altina Teresa ved. Tavella.

Marcello Garello, Gioachino Trucco, Franca Piumatti, Giacomino Ferrero, Antonietta Gandolfo, Mario e Remo Rosso, Piero Chialvo e Guido Pinta in suffragio di Giacomo Coccalotto hanno beneficato: € 40 – CONF. S. VINCENZO (Parr. S. Andrea) € 40 – FOND. PIEM. RICERCA CANCRO (Candiolo)

ASHaS - Bice ed Heinz dalla Germania ricordando Wilma; € 30 – Enza, Toni e Sabrina Fazzari in ricordo dell’amico Angelo Cordasco; € 300 – Fam. Miretti Walter, Fam. Toma Fulvio, Teresa Bocca ved. Miretti, Fam. Gagliano Aldo, Fam.Testa Michele, Fam. Peano Raffaele e Fam. Predieri in memoria di Anna Gari ved. Pennetta; € 50 – Fam. Beltramo Sergio in suffragio di Francesco Beltramo; € 20 – Lorenzo, augurando buone feste; € 100 – Silvia e Michele con l’augurio di buon anno; € 20 – Fam. Cordasco Angelo in suffragio di Nunzio Longo; € 50 – Gino Cantarella in memoria della moglie.

AIDO € 200 – Amici nel fraterno ricordo di Mario Portera; € 100 – Agnese Mortarotti Garzino. ANFFAS (La rosa blu) € 200 – Gli amici nel fraterno ricordo di Mario Portera; € 30 – La famiglia Calvi in suffragio di Riccardo Sorasio; € 50 – La famiglia in suffragio di Francesco Sismondi; € 80 – I vicini di casa e gli amici di

ARCICONFRATERNITA DELLA PIETÀ € 30 – Angela Allocco Fiorito.

AUSER € 170 – Amici del Circolo fotogra-

Massimi Ritardi

La generosità dei saviglianesi fico Imago (Savigliano) in ricordo di Mario Portera; - Lucia Manassero ed Ermelinda Massimino in suffragio di Pina Garzoli. AVIS € 25 – Giuseppe Angaramo in suffragio di Angela Boglione; € 100 – Agnese Mortarotti Garzino; € 20 – Antonietta Puddu; € 20 – Nipoti Mellano in suffragio di Cristoforo Sabena; € 20 – Vincenzo Supertino in ricordo dei defunti Borra e Supertino; € 200 – Amici nel fraterno ricordo di Mario Portera; € 100 – Fam. Gullino ed Occelli in ricordo dei familiari defunti.

29 29 29 29 29 29 29 29

57 80 28 31 31 80 31 52

1 55 56 52 1 52 80 56

31 52 1

55 57 28 55

CASA MARIUCCIA ARAGNO (Brasile)

FOND. PIEM. RICERCA CANCRO (Candiolo)

Calcio scommesse

QUOTE A

T

0,50

0,50

Q

TOT 1,00

0,50

0,50

1,00

0,50

0,50

1,00

0,50

0,50

1,50

0,40

0,10

2,00

1,50

0,40

0,10

2,00

1,50

0,40

0,10

2,00

1,50

0,40

0,10

2,00

1,00

TOTALE 12,00

a cura di NEL da mercoledì 4 a martedì 10 gennaio 2012

ARIETE 21 Marzo - 20 Aprile Forse non siete irrazionali, ma avete la tendenza a buttarvi nella vita sull’onda di un’istintività spesso nemica della logica: tutto subito, a qualunque costo e prima che passi l’attimo. Svolta decisiva nel lavoro: magari una promozione o anche la possibilità di trovare finalmente un’occupazione.

TORO 21 Aprile - 20 Maggio Amore: di minestrine tiepide e consolatorie in linea di massima non saprete che farvene in questa settimana in cui la parte più segreta di voi preme per cercare esperienze intense ed appaganti.Per piacervi e piacere dimenticherete la prudenza: l’autostima sarà l’investimento più redditizio.

O

LEONE 23 Luglio - 23 Agosto Adesso sì che si ragiona.Voi, in genere abituati a pensare le cose ed a farle senza grossi indugi né impedimenti, vi siete invece ritrovati a confrontarvi con dubbi e ripensamenti: insomma con un nemico interiore (spesso il peggiore) più che con ostacoli esterni.

VERGINE 24 Agosto - 22 Settembre Se ancora non vi siete liberati da quell’aria defilata che a volte non rende giustizia ai vostri talenti, fatelo adesso: è il periodo giusto per toccare con mano che solo chi non si accontenta gode davvero. Amore: il coinvolgimento mentale con il partner tende a farsi più totalizzante.

GEMELLI 21 Maggio - 21 Giugno

BILANCIA 23 Settembre - 22 Ottobre La vostra indecisione non deriva da un rifiuto delle responsabilità, ma spesso proprio dalla preoccupazione di riflettere a lungo prima di fare la scelta migliore, l’unica di cui non potreste mai pentirvi. Un grande amore (improvviso o risorto) potrebbe bussare alla porta.

Poiché in genere nessun dato vi sfugge, gli elementi per giudicare realisticamente i fatti non vi mancano: spesso siete un archivio vivente di tutto quanto accade intorno a voi. Salute: al vostro benessere non serviranno stress e sfide, ma la tranquillità domestica che vi dà sicurezza.

Siena-Lazio 3.05 Inter-Parma 1.35 Udinese-Cesena 1.42 Atalanta-Milan 5.75 Bologna-Catania 2.35 Cagliari-Genoa 2.30 Lecce-Juventus 7.00 Novara-Fiorentina 2.75 Roma-Chievo 1.58 Palermo-Napoli 2.80

3.15 4.50 4.25 3.50 3.00 3.00 3.75 3.00 3.60 3.25

2.35 9.00 7.50 1.63 3.20 3.30 1.50 2.65 6.00 2.45

ROSCOPO

L’obiettivo prioritario sarà quello di conquistarvi maggiori spazi di libertà e di più incisiva indipendenza in tutti gli ambiti della vita: tenervi buoni e fermi sarà praticamente impossibile, così come legarvi a qualcosa od a qualcuno contro la vostra volontà.

CANCRO 22 Giugno - 22 Luglio

CONF. S.VINCENZO (Parr. S. Giovanni) € 40 – Fam. Allocco e Borge in suffragio di Giuseppina Gonella ved. Pagliero.

AVO € 100 – O.F.S. Fraternità di Savigliano; € 15 – Lucia Donalisio; € 70 – S.P.; € 50 – Graziella Bertinotti.

Sistema sul numero 13 ritardatario sulla ruota di Genova

80 13 56

CAV € 250 – N.N.; € 150 – R.O.; € 500 – N.N.; € 100 – N.N.; € 25 – Damiano e Liliana Fea in ricordo dell’amico dott. Mario Portera.

CONF. S.VINCENZO SAVIGLIANESE € 100 – Una parrocchiana; € 25 – Anna Lega; € 500 – Fam. Oberto; € 500 – Piero Trucco; € 350 – Fam. Busso (via Lamarmora - Savigliano).

Lotto sistemi 28 55 57

- Bice ed Heinz dalla Germania ricordando Wilma.

SCORPIONE 23 Ottobre - 22 Novembre Molto spesso vi piace scombinare le carte, creare ad arte qualche stimolante complicazione che vi procuri la dose minima garantita di sana adrenalina di cui avete bisogno per sentirvi vivi: alla “tranquillità” molto spesso rinunciate deliberatamente, lasciandola ai rassegnati.

SAGITTARIO 23 Novembre - 21 Dicembre Spesso sono proprio le insoddisfazioni a far nascere in voi la necessità di mettere il naso fuori per andare a caccia di nuovi stimoli. Si prevedono svolte gratificanti: forse una proposta imprevista ed insperata oppure un lavoro diverso, che si riveleranno più fruttuosi.

CAPRICORNO 22 Dicembre - 20 Gennaio Tutto è sotto controllo, a cominciare da voi stessi: non sia mai detto che vi facciate prendere la mano dall’emotività e dagli istinti. D’altronde le vostre qualità sono razionalità, saggezza e rigore. La tendenza al risparmio è la vostra sicurezza, la radice che vi ricollega al passato.

ACQUARIO 21 Gennaio - 19 Febbraio Attivi, decisi e pronti ad afferrare le occasioni che la vita vi offre: tali doti vi permetteranno di essere sulla cresta dell’onda. Questo aspetto è galvanizzante, dinamico, che imprime una maggiore velocità alle vostre azioni e reazioni, consentendovi d’intuire cosa funziona e cosa meno.

PESCI 20 Febbraio - 20 Marzo Ammettiamolo: la vostra insofferenza ai legami troppo strutturati e routinari è pari solo alla necessità (spesso inconfessata) di tenerveli stretti. Perché è di amore ed intimità che avete un gran bisogno per affrontare la vita con i vostri tuffi mentali nell’infinito.

€ 20 – Rita e Pino Fresia in memoria di Angelo Cordasco. GRUPPO MISSIONI 3 (Parr. S. Giovanni) € 50 – In ricordo delle famiglie Ambrassa, Fumero e Gallarà. GRUPPO PENSIONATI (Parr. S. Giovanni) € 20 – B.D.P.. OASI GIOVANI € 150 – Prof. Sergio Soave e gli ausiliari di Savigliano “Nonni Vigili”: Dario Taricco, Giuseppina Peirone, Ottavia Racca, Pasquale Fuggetta, Giuseppe Rivetti, Riccardo Bruno, Francesco Filippi, Sergio Rosso, Lazzaro Rivarossa, Antonino Trentacoste, Giulio Murittu, Vittorino Villois, Giancarlo Cavallero, Carlo De Marchi, Giuseppe Masento, Vittorio Ariaudo, Nicolino Allocco e Maria Luisa Gibelli, in suffragio di Angelino Cordasco. PADRE SILVIO GULLINO (Costa D’Avorio) € 50 – Vincenzo e Rosita La Porta in suffragio del dott. Michelangelo Gagliano.

PARR. S. ANDREA € 20 – Le amiche di Franca in suffragio di Matteo. PARR. S. GIOVANNI € 25 – Coniugi Cardona ricordando i 50 anni di Matrimonio; € 100 – Fam. Gambino; € 200 – I cognati Giovanna e Bartolomeo Dogliani, Maddalena ved. Testa e famiglia in suffragio di Domenico Colombano. RESIDENZA CHIANOC € 50 – In ricordo del marito Tommaso. SANTUARIO DELLA SANITÀ € 50 – Rita Galvagno in suffragio dei defunti. SCUOLA MATERNA S. MARIA DELLA PIEVE € 110 – I vicini di casa e gli amici di via Suniglia (Savigliano) in memoria di Teresa Altina ved. Tavella. Si avvisano i lettori che non vengono più pubblicati elenchi con oltre 10 nominativi per offerta. Chiediamo, pertanto, di sintetizzare i nomi da pubblicare onde evitare spiacevoli malintesi. Grazie per la collaborazione.

Condoglianze È mancato il signor ANGELO CORDASCO di anni 68 Alla moglie Enza Cobisi; alla figlia Maria Cristina con Michele e le adorate nipoti Vanessa e Noemi; ai fratelli; alla sorella; alle cognate; ai cognati; ai nipoti; agli zii; alle zie; ai cugini; agli amici; ai vicini di casa ed ai parenti tutti porgiamo vive condoglianze. In Ivrea è mancata la signora LUIGINA GIACHINO ved. BRUNIALDI di anni 78 Ai figli Enrica con Massimo Blanc, Dario, Gabriella con Luca Peretti e Paolo; ai nipoti Valentina, Federico, Andrea ed Alessandro; ai fratelli; alla sorella; alle cognate; ai consuoceri; ai nipoti ed ai parenti tutti porgiamo sentite condoglianze. In Saluzzo è mancata la signora ELEONORA ANNA GIORDAN in AUDISIO di anni 57 Al marito Giuseppe; ai figli Debora con il marito Stefano e Denis con la moglie Eleonora; agli adorati nipoti Cassandra, Giulia e Nicolas; al fratello; alla sorella; ai cognati; alle cognate; ai nipoti; agli zii; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo vive condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Monasterolo di Savigliano. In Marene è mancata la signora VIRGINIA BERRUTI in GALLIANO di anni 86 Al marito Piero ed ai parenti tutti porgiamo sentite condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Montabone (At). In età di 97 anni è mancata la signora TERESA ALTINA ved.TAVELLA Alle figlie Carla, Maria Teresa e Piera; alle nipoti Cinzia, Erica, Cristina, Maura e Laura con le rispettive famiglie; ad Aurora e famiglia; alle cognate; ai nipoti; ai pronipoti; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo vive condoglianze. È mancato il signor SILVIO MUSTAT di anni 60 Alla moglie Marianna; ai figli Giovanni, Elvira, Margherita e Nunzio; ai fratelli Lorenzo e Romano; agli suoceri; ai cognati; alle cognate; ai nipoti ed ai parenti tutti porgiamo sentite condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Levaldigi. In Savigliano è mancato il signor SIMONE BERGESE di anni 75 Alla moglie Felicita Caraglio; ai figli Simona con il marito Stefano, Massimo con la moglie Susie, Eli-

sa con il marito Massimo e Silvia con il marito Beppe; ai nipoti Monica, Matteo, Alex, Jasmine, Paolo e Giulia; ai fratelli; alle cognate; ai nipoti; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo vive condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Monasterolo di Savigliano. In età di 87 anni è mancato il signor GIORGIO FAVA Ai figli Pier Giorgio con Roberta e Luciano con Nella; alle sorelle Renata ed Esterina con le rispettive famiglie; alla cognata; ai nipoti; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo sentite condoglianze. È mancato il signor BARTOLOMEO RONDINONE (Mino) di anni 73 Alla moglie Vera Ramondetti; alle figlie Katia con il marito Franco e Rosella con il marito Silvano; ai nipoti Fabrizio, Giulia e Vanessa; alla sorella Maddalena; ai cognati; alle cognate; ai nipoti; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo vive condoglianze. Il Circolo di Savigliano del PARTITO DEMOCRATICO partecipa al dolore della famiglia per la prematura scomparsa del caro BARTOLOMEO RONDINONE (Mino). Il Presidente, il Direttivo e tutti i componenti del COMPLESSO BANDISTICO “CITTÀ DI SAVIGLIANO” porgono le più sentite condoglianze alla famiglia RONDINONE per la dipartita del caro MINO. Direttivo e soci del CIRCOLO AMICI SANITÀ partecipano al dolore della famiglia RONDINONE per la perdita del caro BARTOLOMEO (Mino). In età di 86 anni è mancato il signor DOMENICO COLOMBANO Alla moglie Maria Marengo; ai figli Aurelio con Giuliana e le figlie Francesca ed Amalia ed Alessandra con Stefano ed il figlio Matteo; alle sorelle Mariuccia con Oreste ed Emma ved. Rosso con le rispettive famiglie; alle cognate Maddalena ved. Testa e Giovanna con Bartolomeo e famiglie; ai nipoti; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo sentite condoglianze. In Cuneo è mancato il signor DANILO ALLOA CASALE di anni 60 Al figlio Alberto con Francesca; al papà Alberto; a Miriam; al fratello Graziano con Adelma e Silvia ed ai parenti tutti porgiamo vive condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Borgo S. Dalmazzo.


nel ricordo La moglie, la figlia, il genero, i nipoti ed i familiari tutti commossi per la grande dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata al loro carissimo

DOMENICA 8 GENNAIO – ore 18 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di terzo Anniversario in suffragio del compianto

DOMENICA 8 GENNAIO – ore 10 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve in Cavallermaggiore sarà celebrata una S. Messa di secondo Anniversario in suffragio della carissima

mercoledì 4 gennaio 2012

31

d a l 19 2 0

MOLLEA

Impresa Pompe Funebri

Di Mario Mollea e Gianluca Bertoglio

Via Danna, 14 - Savigliano - Tel. 0172.716654

GIOVANNI BRUNO

SILVANO ZABENA

nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale vollero unirsi al loro dolore. Un grazie particolare porgono al Parroco don Giovanni Giobergia, ai medici curanti dott.ssa Vilma Cravero e dott.ssa Donatella Giorgis, alle infermiere domiciliari ed indistintamente a tutti i vicini di casa, amici e conoscenti che furono di aiuto e conforto nella triste circostanza. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata: SABATO 7 GENNAIO – ore 17 nella chiesa parrocchiale di Maria Vergine Assunta in Levaldigi.

I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. DOMENICA 8 GENNAIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale della Natività di Maria Vergine in Marene sarà celebrata una S. Messa di secondo Anniversario in suffragio del carissimo

LUNEDÌ 9 GENNAIO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di tredicesimo Anniversario in suffragio della compianta

Il marito, i figli ed i familiari tutti La ricorderanno nella S. Messa che verrà celebrata nella chiesa parrocchiale di S. Maria in Racconigi: MERCOLEDÌ 11 GENNAIO – ore 20.30. Si ringraziano quanti si uniranno nel ricordo e nelle preghiere. On. Fun. BONETTO – Racconigi – Tel. 0172/811145

La moglie, la figlia, il genero ed i familiari tutti riconoscenti per la dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata al loro carissimo

DOMENICA 8 GENNAIO – ore 11 nella chiesa parrocchiale dei SS. Pietro e Paolo in Monasterolo di Savigliano sarà celebrata una S. Messa di terzo Anniversario in suffragio della carissima

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

La moglie, le figlie, i generi, i nipoti ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

La famiglia ringrazia quanti si uniranno nelle preghiere e nel ricordo.

DIESELLA D’ALESSANDRO (Disa)

DOMENICA 8 GENNAIO – ore 10.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di terzo Anniversario in suffragio della compianta

I familiari del compianto

I figli, le nuore, i nipoti ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

IOLANDA PANERO in BELLOCCHIO Il marito, la figlia, il genero ed il nipote ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

SABATO 7 GENNAIO – ore 18 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di quarto Anniversario in suffragio del carissimo

I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. SABATO 7 GENNAIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di sesto Anniversario in suffragio del compianto

La moglie, la figlia ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

ANSELMO BERARDO

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

TERESA CALCAGNO n. LANZARDO

GIUSEPPE GALVAGNO nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale vollero unirsi al loro dolore. Un grazie particolare porgono a don Paolo e don Dino, al medico curante dott. Antonio Motta, al servizio 118, ai medici ed al personale infermieristico del Reparto di Neurologia dell’ospedale SS. Annunziata di Savigliano. Un ulteriore ringraziamento porgono alle bravissime nipoti Bruna e Tiziana, che sempre Lo hanno seguito nella malattia, a Ritina e Marisa Gandolfo, agli amici ed ai vicini di casa. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata: SABATO 7 GENNAIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea in Savigliano.

ANDREA SANINO

ANTONIA MARCHISONE ved. MELLANO commossi per le manifestazioni di stima tributate al loro caro estinto, nell’impossibilità di farlo singolarmente, porgono un doveroso grazie a quanti con preghiere, scritti, parole di conforto e con la personale partecipazione ai funerali presero parte al loro dolore. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata: SABATO 7 GENNAIO – ore 17 nella chiesa parrocchiale di Maria Vergine Assunta in Levaldigi.

Gabriella, Giorgio, Michele ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

“Grande il vuoto che ci avete lasciato, ma il Vostro dolce ricordo ci accompagna nel cammino di ogni giorno e la Vostra silenziosa presenza ci aiuta nei momenti difficili. Vi vogliamo bene”.

SABATO 7 GENNAIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea in Savigliano SABATO 14 GENNAIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale della Natività di Maria Vergine in Marene saranno celebrate le SS. Messe di primo Anniversario in suffragio della compianta

SABATO 7 GENNAIO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano sarà celebrata una S. Messa in suffragio dei carissimi

DOMENICA 8 GENNAIO – ore 11 nella chiesa parrocchiale di S. Maria delle Grazie in Lagnasco sarà celebrata la S. Messa di Trigesima in suffragio della compianta

PIETRO FERRERO La moglie, i figli, la nuora ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. “Chi Ti ha conosciuto Ti ricorderà per sempre, chi Ti ha amato Ti porterà sempre nel cuore”. SABATO 7 GENNAIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale della Natività di Maria Vergine in Marene DOMENICA 8 GENNAIO – ore 10 nella chiesa parrocchiale di S. Lorenzo in Frazione Riva di Bra saranno celebrate le SS. Messe di primo Anniversario in suffragio del compianto

nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale vollero unirsi al loro dolore. Un grazie particolare porgono a don Cesare e a don Paolo, al medico curante dott. Roberto Formaggio, alla Direzione, al personale, agli ospiti ed ai volontari della casa di riposo “Chianoc” di Savigliano ed indistintamente a tutti i vicini di casa, amici e conoscenti. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata: SABATO 7 GENNAIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea in Savigliano. Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

Il figlio, la nuora, il nipote ed i parenti tutti riconoscenti per la dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata alla loro carissima

On. Fun. LA CATTOLICA – Fossano – Tel. 0172 633340

RINA ABRATE n. PENNICINO

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

DANIELE ALESSIO

GUIDO SICURTÀ

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

SABATO 7 GENNAIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea in Savigliano DOMENICA 8 GENNAIO – ore 11 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni Battista in Villastellone saranno celebrate le SS. Messe di primo Anniversario in suffragio della carissima

MADDALENA AMBROSINI in TABUSSO

La sorella, i nipoti, i pronipoti ed i parenti tutti riconoscenti per la dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata alla loro carissima

MARGHERITA BANCHIO

STEFANO COMANDÙ I fratelli, le cognate, i nipoti, i pronipoti ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

SABATO 7 GENNAIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di terzo Anniversario in suffragio del carissimo

I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

“Io vivo nella serena e gioiosa attesa… Tu pensami così; nelle tue battaglie pensa a questa meravigliosa casa, dove non esiste la morte… Non piangere più se veramente mi ami”. (S. Agostino)

SABATO 7 GENNAIO – ore 9.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di secondo Anniversario in suffragio del carissimo

FRANCESCA AMBROGIO ved. BERARDO (Piera) I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

LUNEDÌ 9 GENNAIO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di terzo Anniversario in suffragio del compianto

MADDALENA CELESTINA GHIGO (Cele) nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale vollero unirsi al loro dolore. Un grazie particolare porgono ai medici ed al personale infermieristico del Reparto di Rianimazione dell’ospedale “SS. Annunziata” di Savigliano. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata: SABATO 7 GENNAIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea in Savigliano. Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

DOMENICA 8 GENNAIO – ore 10.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di ottavo Anniversario in suffragio del carissimo

GIULIO FAVOLE nel secondo Anniversario

Geom. CLAUDIO LAMBERTI

e

AURELIA CISMONDO ved. MONDINO

TERESA MANA

ROCCO RACCA

LODOVICO FERRERO

nel ricordo

I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

Le figlie ed i familiari tutti Li ricordano e ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere.

I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

La moglie, il figlio, la nuora, il nipotino ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

Imp. Fun. LUSSO & RACCA – Bra – Tel. 0172/412716

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654


MERCOLEDÌ 4 GENNAIO 2012 IL SAVIGLIANESE 32


4-1-2012