Page 1

Savigliano, 27 Gennaio 2011 • ANNO 153 - N° 4 • E 1,20

Giornale più antico del Piemonte

e-mail: redazione@ilsaviglianese.com Abbonamento Annuo E 42,00 - Estero E 42,00 + spese postali - Poste Italiane: Sped. in Abb. Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) NO/CUNEO art. 1, comma 1 - Conto Corrente Postale N° 11755121- ASSOCIATO ALLA FIPEG Redazione: Piazza Santarosa, 21 Tel. 0172.71.39.29 Fax 0172.71.37.21 - Savigliano - Autorizzazione N.2 Tribunale Saluzzo 8/9/1946 - Direttore Responsabile: Valerio Maccagno - Pubblicità: RÉCLAME Via Pylos, 20, Savigliano Tel. 0172 71.12.79 Stampa: Editrice La Stampa - Torino. Tariffe a modulo: Commerciali E 16 - Occasionali E 17,00; Finanziari e Legali E 1,80 mm/c; Necrologie E 34,00; Economici E 0,53 p.p. Il giornale si riserva in ogni caso di rifiutare qualsiasi inserzione.

L’ANGOLO DEL PROVERBIO

Sarand ëd le cese, a s’ deurv ëd përsôn dai 4300 proverbi piemontesi

CAVALLERMAGGIORE

GENOLA

MARENE

MONASTEROLO

VILLANOVA

Novità in vista delle elezioni

Porta a porta: inizio positivo

Continuano i furti nelle case

È scontro sulla pista ciclabile

Accolto don Mario il missionario

a pagina 12

a pagina 14

a pagina 15

Lo assicurano i parroci dopo le voci di un ridimensionamento

«Il santuario resta aperto»

I fedeli saviglianesi sono molto attaccati al Santuario della Sanità

«L’idea di impoverire o chiudere la Sanità non ci ha mai neanche sfiorato. Condividiamo, con tutti voi, l’affetto e la devozione per questo santuario e apprezziamo ciò che per moltissimi rappresenta». Don Roberto, don Paolo e don Marco hanno raccolto la “provocazione” da noi lanciata la scorsa settimana, e condivisa da moltissimi frazionisti e non, tutti preoccupati del futuro di questa struttura religiosa. Nel prossimo futuro, così come spiegato dal pro-vicario della Diocesi, don Piero Del Bosco, la cura pastorale rimarrà praticamente la stessa che nel passato, con l’unica novità: la messa domenicale dal mese di febbraio sarà anticipata alle 9.30. Il rovescio della medaglia è che, per “coprire” la Sanità, si ridurranno le funzioni a Suniglia e all’Apparizione. Servizio a pagina 2

a pagina 16

In tre alla conquista delle vette asiatiche

Paolo Rabbia, Giacomo Para e Giorgio Berutti, tenteranno la traversata invernale della catena del Tjan Shan. Venerdì partenza. Servizio a pagina 11

Parto “tradizionale” a Cavallerleone

Luci ed ombre nelle aziende del Racconigese

Josephine: nata in casa, come una volta

Monetti: è “cassa”

Si è tornati indietro nel tempo a 40 anni fa, domenica scorsa, alla cascina Cascinetto. Questi gli anni che erano trascorsi dall’ultimo cavallerleonese nato nella propria abitazione. L’evento si è ripetuto grazie a mamma Valerie e a papà Marco, che hanno aderito al progetto per il parto a domicilio dell’ospedale S. Anna di Torino. Scoprite come è stato possibile. Servizio a pagina 15

Calcio: Maghi travolgenti al rientro Servizio a pagina 28

Josephine con i genitori

Sono 42 i dipendenti che da lunedì scorso – per 5 settimane – sono in Cassa Integrazione. E tra le maestranze c’è preoccupazione per il futuro, specialmente per quanto riguarda l’area vassoi. Alla Monetti tutti aspettano che la Bonetto, che ha affittato quest’azienda fino a fine maggio, si decida ad acquistarla definitivamente. Lo scenario industriale del Racconigese presenta una situazione in chiaroscuro: meno ricorso alla Cassa, ma netto calo dei lavoratori. In sintesi i vari casi. Servizio a pagina 17

Preso dopo spettacolare inseguimento

Punta il coltello all’ex convivente

Servizio a pagina 3

ABBONAMENTI 2011 ATTENZIONE questo è l’ultimo numero inviato a chi non ha ancora rinnovato

Affrettati a rinnovare per non perderne neanche uno IN EDICOLA 38 euro POSTALE 42 euro VISITATE IL SITO WWW.ILSAVIGLIANESE.COM

a pagina 16

Carnevale: si cercano le maschere Chi si offre? Servizi a pagina 7

“Mens sana in corpore sano” Lo dimostra il prof. Castelli Lo stabilimento racconigese. L’altro è a Monasterolo

Servizio a pagina 10


2

savigliano

giovedì 27 gennaio 2011

Mussetto: «Collaboriamo per un nuovo corso» A titolo personale, il presidente del circolo Amici della Sanità, Luciano Mussetto, interviene ancora sulla vicenda del futuro del Santuario: «Il Santuario non è chiuso – sostiene – grazie alle ragazze della Comunità Papa Giovanni XXIII, che si incaricano dell’apertura e della chiusura, e dell’interessamento di don Paolo ad occuparsi del sistema di allarme; la frazione, pur con difficoltà, non è morta. Alla soddisfazione dei Luciano Mussetto frazionisti per il ripristino della S. Messa della domenica alle 9.30 fa seguito da parte mia un rammarico per non essere riuscito ad avere una Messa prefestiva al sabato sera, che sarebbe andata incontro alle esigenze di tanti fedeli di Savigliano e dintorni (ancora più numerosi dei frazionisti). Altro aspetto da risolvere riguarda la guida del Santuario (il Rettore), indispensabile per assicurarne un futuro. Circa l’apporto di sacerdoti esterni per celebrare S. Messe – aggiunge ancora Mussetto – non voglio assolutamente stravolgere la pastorale proposta dalle parrocchie saviglianesi. Sicuramente bisognerà trovare, per supplire alla mancanza di funzioni, altre soluzioni per mantenere vivo e vitale il Santuario ricco di storia e tradizioni con il suo prezioso museo ex voto. Auspico dunque una stretta e proficua collaborazione tra parrocchie, frazionisti, circolo e fedeli per un nuovo corso del nostro amato Santuario».

IL CASO

I tre parroci assicurano il loro interesse per la Sanità

«Non chiuderemo il Santuario» Dopo il nostro articolo della scorsa settimana, i parroci intervengono sul futuro del Santuario della Sanità. «Recuperando le immagini di esordio dell’articolo – dicono don Paolo, don Marco e don Roberto – diremmo che vogliamo soffiare il vento buono sulle nubi nere e dense, affinché sul Santuario torni il sereno. L’idea di impoverire, o peggio ancora di chiudere il Santuario cittadino della Sanità, non ci ha mai neanche sfiorato. Sentiamo, piuttosto di condividere con tutti voi l’affetto e la devozione per il Santuario e apprezziamo ciò che per moltissimi rappresenta». È un sentimento condiviso anche da “Il Saviglianese”, che ha sollevato la questione proprio per salvaguardare quell’amore della città verso il luogo di culto mariano. «Siamo vicini a don Alfredo Vallo in questo tempo di convalescenza – specificano i sacerdoti – e gli siamo tutti riconoscenti per

Don Roberto, don Paolo e don Marco soono nella nostra città da un anno e mezzo circa essersi speso nella cura del Santuario. Crediamo che tanti segni di impegno concreto per il Santuario ci siano stati, anche di recente, e che non saranno gli ultimi; pensiamo ai rapporti di accordo e collaborazione con massari e frazionisti, agli interventi tempestivi

per la custodia, la pulizia e la messa in sicurezza realizzati grazie alla pronta disponibilità di tanti volontari, all’impegno quotidiano delle ragazze della Comunità Papa Giovanni XXIII ad aprire, chiudere e tenere in ordine la chiesa». Le decisioni per le funzioni del Santuario, comunicate il 16 gennaio dal pro-vicario della Diocesi, don Piero Del Bosco, ribadiscono che la cura pastorale del Santuario deve rimanere legata ed in sintonia con le scelte pastorali delle parrocchie della città. Comunicano i parroci che «saranno garantite: la Santa Messa domenicale e festiva (che dalla prima domenica di febbraio sarà celebrata alle 9.30 dal direttore dei Salesiani di Fossano don Graziano Ceschia, a cui si alterneranno periodicamente i parroci e don Cesare, scelta che implica una riduzione delle messe nelle frazioni di Suniglia e dell’Apparizione, in cui don Graziano attualmente collabora), oltre che le funzioni religiose nelle ricorrenze mariane, le preghiere e le Sante Messe del mese di maggio, tutte le regolari funzioni per la festa cittadina della Sanità, l’apertura quotidiana del Santuario per le preghie-

ALSTOM

re e le devozioni personali». Questo, per l’immediato. «Chiaramente, allo stato attuale delle cose – specificano i parroci – alcune scelte definitive non possono essere fatte: verrà il tempo in cui il Vescovo definirà l’avvicendamento del rettore e della conseguente responsabilità giuridico-amministrativa della Sanità; intanto, l’essenziale per la vita del Santuario ci pare rimanga abbondantemente assicurato. Non sottovalutiamo che presto anche Savigliano dovrà fare sempre più i conti con le inevitabili conseguenze della perdurante carenza del clero. Forse è anche opportuno ricordare che Il Vescovo ci ha inviato nella città di Savigliano con il preciso mandato di guidare e far crescere la comunione e la collaborazione tra le parrocchie e le diverse espressioni ecclesiali del territorio; ora, questa armonizzazione, pur nel rispetto di ciascuna autonomia, passa anche attraverso un ripensamento più organico ed essenziale delle varie celebrazioni. Siamo certi che crescere nella comunione darà i suoi frutti, crediamo che valga qualche sacrificio da parte di tutti. La Vergine della Sanità accompagni il nostro cammino».

La ripresa ci sarà solo a giugno

Cassa integrazione per 135

Attualmente presso lo stabilimento Alstom di via Ottavio Moreno ci sono 134 operai in cassa integrazione (su un totale di 350, poi ci sono 700 impiegati). Ci si avvicina sempre di più al tetto massimo concordato di 170 persone. Infatti, dall’incontro di martedì 18 gennaio scorso tra azienda e sindacati, è trapelato che ci saranno ritardi sia sulla commessa dei treni inglesi (un mese) che sui Pendolini per Nuovo trasporto viaggiatori (40 giorni). Ad aprile, quindi, non ci sarà una prima ripresa (come si prospettava a fine anno); anzi, il personale in cassa integrazione potrebbe aumentare. La produzione dovrebbe invece tornare a crescere verso giugno, quando partirà il secondo lotto della commessa per Ferrovie Nord Milano. Ancora nessuna novità, invece, sul fronte di una possibile – quanto sperata – commessa per la produzione di treni destinati alla Polonia. Intanto, si torna a parlare di una distensione dei rapporti tesi tra Alstom ed il Gruppo Fs guidato da Mauro Moretti. In questi giorni ci dovrebbe essere un atteso incontro al vertice per discutere la possibilità di convertire in treni (da produrre in Italia) le penali di 200 milioni dovute al gruppo ferroviario italiano.


savigliano

CRONACA

giovedì 27 gennaio 2011

Aggredisce l’ex convivente con un grosso coltello

“Stalker” inseguito ed arrestato Stalking ed un inseguimento automobilistico in puro stile “Hazzard”. Questi gli ingredienti del pomeriggio di terrore vissuto a Fossano domenica scorsa. Ne è stata, suo malgrado, protagonista una donna di 49 anni di Savigliano. Nel momento in cui, in un parcheggio di viale Regina Elena nei pressi del supermercato Famila, stava risalendo sulla propria auto, è stata improvvisamente aggredita dal suo ex convivente, F.E., 56 anni, anche lui di Savigliano. L’uomo si è materializzato alle sue spalle e con fare minaccioso – aveva infatti impugnato un grosso coltello da caccia e lo stava puntando al fianco della donna – voleva obbligarla a lasciare la sua vettura e stava cercando di trascinarla sul proprio fuoristrada. La concitata scena non è però sfuggita ad un conoscente della donna, lo stesso che l’aveva riaccompagnata al parcheggio, che interveniva, affrontava l’aggressore, e permetteva alla donna, che nel frattempo era riuscita a sfuggire all’ex compagno, di rifugiarsi nella vettura, un monovolume da cui era appena scesa. Iniziava così un vero e proprio inseguimento, ad alta velocità, per le strade di Fossano, con la donna e il suo conoscente che cercavano di dileguarsi, tallonati a breve distanza da F.E. che, anzi, ha cercato più volte di urtare e speronare l’altra macchina,

EVENTO

Più pattuglie dei Carabinieri sono accorse a sirene spiegate all’inseguimento per le vie cittadine

nel tentativo, fortunatamente non riuscito, di farli uscire di strada. Una scena in puro stile telefilm americano con i passanti che riuscivano a malapena a scansarsi tra uno stridere di gomme, potenti accelerate ed improvvise frenate. Nei pressi della stazione la rabbia di F.E. sembrava aver avuto il sopravvento: riusciva, infatti, a tamponare violentemente la macchina che stava inseguendo che sbandava, girava su se stessa, e si fermava di traverso sulla carreggiata. Non contento, F.E. continuava a centrarla più volte sulla fiancata, desistendo solo quando sentiva sempre più vicine le sirene dei Carabinieri di Fossano che

erano stati messi in allarme da numerose telefonate giunte al 112. Vistosi scoperto, e a sua volta inseguito, l’aggressore sgommando cercava di far perdere le sue tracce allontanandosi a tutta velocità verso Savigliano, incurante delle condizioni fisiche dei due investiti. I Carabinieri, dopo essersi sincerati che i due occupanti del monovolume fossero illesi, si lanciavano all’inseguimento di F.E., comunicando via radio con la centrale per far disporre un posto di blocco lungo la provinciale per Savigliano, da dove era anche partita a sirene spiegate una gazzella. All’altezza di Cussanio F.E. veniva accerchiato e si lascia-

va catturare dai militari che gli sequestravano anche il coltello da caccia con cui aveva minacciato la sua ex convivente. Portato in caserma, si scopriva che l’uomo era già stato, poco tempo fa, denunciato per stalking dalla donna. Inevitabile, quindi, il suo arresto – ora si trova al carcere Cerialdo di Cuneo – per aver commesso gravi reati, dagli atti persecutori al porto abusivo d’arma, dalla minaccia aggravata al danneggiamento doloso e alla violenza privata. La signora e il suo conoscente fortunatamente non hanno riportato alcuna ferita, tranne – nel caso della donna – spavento e choc. Ingenti danni, invece, quelli subiti dalla monovolume.

parecchie adesioni. «L’iniziativa – ci dicono i tre organizzatori – sta riscontrando un buon successo sul social network Facebook. La nostra ambizione sarebbe far diventare questo evento una tradizione saviglianese, con un’ampia e fantasiosa partecipazione». Speriamo che qualcuno prenda sul serio il loro inviti e trovi il fegato per misurarsi con i tre, che ormai possiamo considerare veterani di bagni al fiume d’inverno! v.q.

Giornata della Memoria Per la Giornata della Memoria, che cade il 27 gennaio, il Comune, in collaborazione con l’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea in provincia di Cuneo “Dante Livio Bianco” e gli istituti scolastici cittadini, organizza una serie di incontri sul tema dell’olocausto e delle persecuzioni razziali. Da giovedì 27 gennaio a giovedì 17 febbraio, il primo piano del municipio ospita la mostra “Nella notte straniera. La storia degli ebrei di Saint-Martin-Vésubie” realizzata dagli studenti del “Cravetta-Marconi”. Orario: dal lunedì al sabato, 8.30-18.30; ingresso libero. Venerdì 28 gennaio, alle 9.30, presso la Crosà Neira di piazza Misericordia, sarà proiettato “1943, Le temps d’un répit” film-documentario sugli ebrei di Saint-Martin-Vésubie a cura dell’Istituto Storico della Resistenza. Interverrà il presidente Livio Berardo. Seguirà una conferenza sulla comunità ebraica saviglianese e le leggi razziali a cura della direttrice dell’Archivio Storico comunale, Silvia Olivero. Ingresso riservato agli alunni degli istituti superiori cittadini. La sera, alle 21, lo stesso documentario sarà proiettato per tutti, ad ingresso libero. Interverrà Michele Calandri, direttore dell’Istituto storico della Resistenza. Giovedì 17 febbraio, invece, si terrà la 3ª tappa

Fossano-Racconigi del progetto “Passo dopo passo 15 febbraio - 1° maggio 2011” a cura di Officina Residenza Multidisciplinare e compagnia Il Melarancio. Si tratta di un viaggio a piedi da Borgo San Dalmazzo ad Auschwitz ripercorrendo il percorso dei ventisei ebrei catturati in provincia di Cuneo e deportati nel lager tedesco il 15 febbraio 1944. Alle ore 10.30, in piazza Santarosa, i partecipanti al progetto incontrano la cittadinanza e gli allievi delle scuole cittadine. A seguire, sarà possibile accompagnare a piedi il gruppo fino a Racconigi. Fino al 3 febbraio prossimo, invece la biblioteca civica ospiterà letture di brani sulle persecuzioni razziali e sull’Olocausto riservate agli studenti delle superiori. Inoltre, ogni istituto scolastico, attraverso specifiche unità didattiche, proiezione di film, mostre, conferenze e dibattiti, affronterà i temi della “Giornata della memoria”. Per ulteriori informazioni sulle iniziative in programma consultare il sito www.comune.savigliano.cn.it.

Il lager di Auschwitz

In occasione della “Giornata della memoria”, giovedì 27 gennaio, alle ore 10, presso la sala San Giovanni a Cuneo (via Roma n. 4), si svolgerà la cerimonia di consegna delle “Medaglie d’onore” conferite ad 81 cittadini della provincia (di cui 55 alla memoria) dal presidente della Repubblica. L’onorificenza spetta “ai cittadini italiani – sia militari che civili – ed ai familiari dei deceduti che siano stati deportati od internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra”. Tra gli insigniti, troviamo anche Antonio Battisti di Savigliano.

Bagnetto nel Maira: chi vuole unirsi? presa: Simone Bertello, Davide Cussa e Luca Cerutti. Nel 2010, solo loro trovarono il coraggio di immergersi nelle acque freddissime del Maira e corredarono l’impresa con divertenti fotografie, in cui improvvisavano pose da modelli e culturisti. Il loro coraggioso tuffo fece notizia – noi de “Il Saviglianese” ne parlammo addirittura in prima pagina – e subito scattò la voglia di ripetere l’evento. Attraverso il sito internet Facebook, è stata quindi riproposta l’idea, che già conta

Incontri per riflettere sull’Olocausto

Medaglia d’onore ad Antonio Battisti

Simone, Davide e Luca cercano compagni d’avventura

Che i più temerari preparino costumi, accappatoi e ciabatte per il mare. Non è ancora arrivata l’estate, nonostante le piacevoli temperature di questi giorni, ma torna, per la sua seconda edizione, il “Bagnetto al fiume”. Il fiume in questione è il Maira e l’appuntamento è per sabato 5 febbraio, con ritrovo alle ore 14 presso il piazzale della piscina comunale di Savigliano. A promuovere l’evento sono i tre “temerari” che l’anno scorso si cimentarono nell’im-

CULTURA

3

I tre “temerari”


4

savigliano

giovedì 27 gennaio 2011

BREVI DALLA CITTÀ Società di Mutuo Soccorso

Messa e tesseramento Sabato 29 gennaio, alle ore 17, presso il salone della Società di Mutuo Soccorso di piazza Cesare Battisti n. 8, sarà celebrata la tradizionale Messa a ricordo dei soci defunti. Si ricorda ai soci della Società Mutuo Soccorso tra gli Operai che non hanno ancora rinnovato la tessera del 2011 che potranno farlo giovedì 27 gennaio e giovedì 3 febbraio, dalle 17 alle 19, presso la sede (in alternativa, tutti i giorni, in orario di ufficio, presso la sede de “Il Saviglianese” in piazza Santarosa n. 21).

Femminile: nuovo direttivo Domenica 16 gennaio si sono tenute le votazioni per il rinnovo del Consiglio direttivo della Società Femminile di Mutuo Soccorso. Sono state elette Ermelinda Panero (presidente), Margherita Franco (vice presidente); Maresa Ambrassa, Clara Chiari, Maria Teresa Mana, Irma Tomatis e Luciana Torre (consigliere). Revisori dei conti Emilia Mellino e Anna Panetto.

Tamponamento multiplo

Tre mezzi coinvolti a Vottignasco Incidente senza particolari conseguenze martedì 18 gennaio. Verso le 16.40, a Vottignasco in via Villafalletto, si è verificato un tamponamento multiplo che ha visto coinvolti due autocarri e un’autovettura. Feriti in modo lieve i tre conducenti.

Nigeriane inseguite

Scappavano dai Carabinieri Nel pomeriggio di giovedì 20 gennaio, i Carabinieri della stazione di Moretta hanno rintracciato in via Villanova due giovani prostitute nigeriane che, vedendoli arrivare, hanno cercato di sfuggire scappando nelle campagne circostanti. Rincorse e raggiunte, una delle due donne, O.B., 28 anni, domiciliata a Torino, è stata tratta in arresto in quanto, durante le fasi dell’identificazione, ha volutamente fornito ai militari operanti delle generalità false, mentre per la seconda sono state avviate le procedure per l’espulsione. La giovane straniera arrestata è stata portata alla casa circondariale di Torino.

EVENTO

Preghiera, musica e cultura in onore del patrono

Celebrato San Sebastiano Per la ricorrenza della Festa di S. Sebastiano, patrono di Savigliano, venerdì sera alla “Crosà Neira” ha avuto luogo una serata culturale organizzata da Pro Loco ed assessorato alla Cultura. Il sindaco Sergio Soave ha ringraziato Maria Teresa Sora, presidente della Pro Loco, per aver tratto dall’oblio, 5 anni fa, la figura di questo Santo e la sua festa. Nel corso della serata, oltre al concerto del Coro polifonico e della Corale Unitré – accolti da calorosi applausi – Rosalba Belmondo, direttrice del Museo Civico, ha tenuto una conferenza riguardante “Conventi e monasteri in Savigliano, dal Medioevo al Risorgimento”. Il primo ordine monastico sorto in Savigliano nel secolo XII fu quello benedettino di S. Pietro, il cui potere temporale era molto forte, al punto di ledere gli interessi del Comune. E questo nel 1268 favorì, affinché si contrapponessero allo strapotere dei benedettini, l’insediamento dei domenicani, colti e preparati su questioni politiche e diplomatiche, che attendevano alle funzioni del Tribunale dell’Inquisizione. Nel 1454 con il sostegno economico dei benedettini, fu costruito il convento dei frati Minori Osservanti della Re-

L’applaudita esibizione della corale Unitrè, diretta dal maestro Sergio Daniele, alla Crosà Neira

gola di S. Francesco, che godevano la protezione delle ricche famiglie appartenenti alla consorteria della “Società popolare”. Nel XVI secolo, benedettini e domenicani furono impegnati nella riparazione delle parti danneggiate dei loro conventi, e nell’adeguamento delle chiese ai canoni estetici del tempo. Durante l’assedio alla città del 1546, i conventi di S. Agostino, S. Francesco, S. Monica e S. Chiara, insediati in Borgo Pieve, subirono costosi danni. Nel 1640 le famiglie dei religiosi acquistarono delle case consunte per riedificare i conventi distrutti dal-

l’esercito francese.Trent’anni dopo, quando lo spirito della Controriforma era penetrato profondamente anche in Savigliano, vi si insediarono nuove congregazioni religiose, tra cui quella dei Padri di San Filippo Neri. Nella prima metà del Settecento, la favorevole congiuntura edilizia permise alla maggior parte degli ordini religiosi con i conventi in città, di ampliarli e adeguarli alle nuove esigenze. Questa espansione dagli isolati tradizionalmente occupati da religiosi, accrebbe la loro autorità a scapito di quella detenuta dalla nobiltà e soprattutto dalla nuova

Arrestato un uomo

Dovrà rimanere in carcere Su ordine dell’autorità giudiziaria, i Carabinieri di Savigliano hanno arrestato e condotto al carcere di Saluzzo Z.A., 38 anni, domiciliato a Savigliano, in quanto condannato a scontare la pena di un anno, un mese e 21 giorni di reclusione per il reato di maltrattamenti in famiglia commesso nel dicembre 2009.

Gruppo Alpini

Ricordo dei caduti Il gruppo cittadino dell’Associazione nazionale Alpini, come ogni anno invita i soci, le autorità, le associazioni d’Arma con i vessilli, i familiari dei caduti e tutta la popolazione saviglianese a partecipare alla celebrazione della S. Messa per ricordare i soci defunti e tutti i caduti della Divisione Alpina Cuneense nella campagna di Russia 1942‘43. La funzione sarà celebrata domenica 30 gennaio, alle ore 9.30, presso la chiesa parrocchiale di S. Giovanni e sarà animata dal coro Ana “Rino Celoria”. «A sessantotto anni dalla tragica ritirata del corpo di spedizione alpina in Russia – afferma il capogruppo Secondo Cavallo – stringiamoci attorno ai pochissimi sopravvissuti durante quell’assurda tragedia ed ai familiari dei 123 caduti saviglianesi». I soci sono pregati di partecipare col cappello alpino. Al termine della funzione religiosa, ci si recherà in corteo al monumento all’Alpino per un momento di raccoglimento dove sarà suonato il silenzio e depositata una corona d’alloro. Seguirà rinfresco in sede.

Giornata per la Vita

Banchetto con le primule Domenica 6 febbraio si festeggia la XXXIII Giornata per la Vita. Anche a Savigliano ci sarà un banco con le primule. «Grazie – dicono i volontari del Centro di aiuto alla vita – a tutti coloro che generosamente acquisteranno le primule sostenendo la nostra attività in favore della vita nascente». La manifestazione sarà preceduta da un momento di preghiera, giovedì 3 febbraio, dalle 14.30 alle 15.30, nella cappella dell’ospedale con l’Adorazione eucaristica sul tema: “Educare alla vita per dare speranza”. «Con il vostro e nostro impegno daremo la possibilità anche quest’anno a molti bimbi di sorridere alla vita» assicurano i volontari.

San Francesco di Sales

In frazione Tetti Roccia In frazione Tetti Roccia inizia la festa di San Francesco di Sales. Giovedì 27 gennaio, ore 20, gara a Scala 40 individuale; iscrizione 10 euro. Venerdì 28 gennaio, ore 20, gara a Tresette; iscrizione 10 euro. Sabato 29 gennaio, ore 14,30, presso la bocciofila di Levaldigi gara alle bocce a sorteggio unico pilotato (almeno un bocciatore per formazione terne o quadrette) libera a tutti, escluse cat. A-B; iscrizione 13 euro. Ore 20, gara a Scala 40 individuale; iscrizione 10 euro. Domenica 30 gennaio, ore 12, S. Messa Solenne per tutti i frazionisti defunti. Seguirà, alle ore 12,45, Pranzo di S. Francesco riservato a frazionisti, parenti, e tesserati al circolo Libertas di Tetti Roccia; prenotarsi entro giovedì 27 gennaio presso il circolo Libertas o la Pro Loco.

Tante le autorità presenti alla Messa di San Sebastiano che è stata celebrata domenica 23 gennaio

MUNICIPIO

borghesia al governo della città. In seguito alla soppressione - ordinata nel 1802 da Napoleone Bonaparte le cui truppe occupavano il Piemonte - degli ordini religiosi e all’incameramento dei loro beni da parte del Demanio Nazionale, i monasteri furono venduti ai privati o destinati a vari usi. Nel 1860 i privati non poterono più acquistarli, perché la proprietà era nelle mani dell’amministrazione dello Stato o dei Comuni che l’avevano acquisita. Alla fine del secolo XIX il fabbricato di S. Caterina apparteneva ai privati; quello di S. Chiara al Comune che lo utilizzava prevalentemente per scopi militari; quello di S. Domenico fungeva da casermaggio militare; quello di S. Filippo ospitava per buona parte le sezioni della Scuola Elementare; quello di S. Francesco era in parte Magazzino Provinciale di Sale e Tabacchi, in parte casermaggio militare; quello di S. Monica veniva utilizzato come Ospedale Militare; quello di S. Pietro era destinato a vari usi e la chiesa a chiesa parrocchiale. Il convento dei cappuccini e quello degli agostiniani, situati entrambi in Borgo Pieve, erano stati abbattuti nella prima metà del secolo. Giovanni Bosio

Riconoscimento per la Banda musicale e le Corali cittadine

Saranno “Gruppi d’interesse comunale” Sono tanti i Comuni italiani che, martedì della scorsa settimana, hanno convocato i Consigli comunali aperti per affrontare il tema inerente “La Musica popolare e amatoriale dal 1861 ad oggi” in occasione delle celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia. Invece, qui da noi, la stessa tematica è stata affrontata in un incontro pubblico in quanto alcuni consiglieri avevano espresso la loro contrarietà alla convocazione di un’assemblea cittadina dedicata esclusivamente a tale argomento. Comunque, nel Consiglio comunale del 27 gennaio, la banda musicale ed i cori verranno poi riconosciuti ufficialmente “Gruppi di interesse comunale” con la conseguente possibilità di allestire uno spazio gratuito presso il Museo delle arti e tradizioni di Roma e quindi di dare una maggior visibilità al patrimonio culturale locale. All’incontro erano presenti il sindaco Sergio Soave, il presidente del Consiglio comunale Antonio Motta, l’assessore alla Cultura Chiara Ravera ed alcuni altri esponenti della Giunta, nonché diversi consiglieri comunali ed i rappresentanti dei vari gruppi musicali presenti in città. Il dibattito è iniziato con dei brevi interventi degli amministratori ed è poi proseguito con una dettagliata ed esau-

Consiglieri e rappresentanti dei gruppi musicali cittadini presenti alla riunione stiva disamina su “La Musica popolare e Amatoriale dal 1861 ad oggi” a cura della professoressa Rita Portera. Nella sua relazione, la docente ha evidenziato che, con il termine “musica popolare”, si intende comunemente la musica scritta con il linguaggio del popolo e pensata per il popolo. Inoltre, ha spiegato che in tale contesto si deve anche includere la musica folkloristica dalla quale spesso si trae ispirazione, assumendone stilemi e linguaggi. Per quel che concerne invece la “musica amatoriale”, la relatrice ha precisato che, oltre a favorire il legame tra le diverse generazioni e di essere eseguita senza scopi di lucro, ha la peculiarità di essere orecchiabile per favorire la memorizzazione dei testi e della lirica. Dopo la signora

Portera, hanno preso la parola Aldo Lovera del Complesso bandistico e folkloristico “Città di Savigliano”, Beppe Masento della Corale Alpina “Rino Celoria”, Sergio Chiarlo della Corale “Sorelle Milanollo”, Michelangelo Alocco del Coro del civico istituto musicale “Fergusio” e Sergio Daniele del Coro polifonico “Città di Saviglia-

no” per ricordare le origini dei loro rispettivi gruppi e per illustrarne le attività. A mettere un po’ di pepe nel dibattito ci ha pensato Aldo Lovera con qualche “frecciatina” contro gli amministratori che, secondo lui, non sono sufficientemente vicini al complesso bandistico. Dino Pagliero

Convocato il Consiglio comunale Giovedì 27 gennaio, in municipio, alle ore 19, è convocato il Consiglio comunale. Dopo lo spazio riservato alle interrogazioni dei consiglieri al sindaco ed agli assessori sui problemi della città, l’aula dovrà varare il “Programma triennale per la trasparenza e l’integrità 2011-13” e poi dovrà riconoscere i gruppi musicali locali “di interesse comunale”. Inoltre, ci sarà la nomina di un rappresentante della minoranza nella commissione del premio “Olmo”.


savigliano

CROCE ROSSA

Bilancio dell’attività svolta lo scorso anno

«Siamo volontari a 360 gradi» Presenti alle nostre emergenze, 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Ecco i volontari della Croce Rossa: abbiamo incontrato Luciano Mina, presidente del Comitato Locale di Savigliano. «Siamo nati nel 1996 e quest’anno festeggeremo i quindici anni di attività. Siamo 220, divisi nelle tre componenti dei Volontari del Soccorso (170), Femminile (35) e Pionieri (15). Mi fa piacere definirci volontari a 360 gradi». I Pionieri? «Sono giovani volontari, hanno un’età tra i 14 e i 25 anni. A Savigliano sono nati lo scorso anno e stanno muovendo i primi passi». C’è anche la componente femminile: promuove e coordina tutte le iniziative tendenti ad integrare l’assistenza sanitaria e sociale verso chi ha bisogno. Alcune delle iniziative saviglianesi? «In primis il Punto di Ascolto dove abbiamo affiancato i servizi sociali di Savigliano – spiega Maria Teresa Sora, presidente del Comitato femminile – in un’ottica di “ascolto” delle necessità e dei bisogni delle famiglie più disagiate: nel 2010 abbiamo cercato di venire incontro e aiutare oltre una sessantina di famiglie. Abbiamo poi promosso delle raccolte fondi sempre per progetti nel campo della solidarietà. Abbiamo anche fatto visita alle popolazioni martoriate dell’Aquila colpite dal tremendo sisma dello scorso aprile. I nostri prossimi appuntamenti saranno il 3 marzo con la gara di burraco e nel mese di aprile con la gara di golf». Tornando all’attività del Comitato di Savigliano, i dati del 2010? «L’area di nostra competenza riguarda i comuni di Savigliano, Marene, Monasterolo, Ruffia, Genola e Cervere – continua Mina –. Principalmente, ma non solo, ci occupiamo di soccorso, di emergenza e di trasporti infermi. Abbiamo fatto circa 4.800 interventi: di questi il 50% di emergenza sa-

Don Dino con il presidente Luciano Mina durante la benedizione di un mezzo

nitaria con il 118, poi trasporto infermi e dializzati. Inoltre, alcuni dei nostri volontari sono anche di supporto sulle piste da sci – a Limone Piemonte e nel Mondolè Ski – e nella stagione estiva nelle piscine delle Cupole Lido e delle Terme di Vinadio». I mezzi che usate? «Il nostro parco conta 5 ambulanze, tutte medicalizzate, e 3 mezzi per il trasporto delle persone malate che necessitano di terapie adeguate. Nel 2010 abbiamo in tutto percorso ben 140 mila chilometri. Purtroppo le ambulanze diventano presto “vecchie” ed abbiamo difficoltà di rotazione. Chiediamo aiuto alle fondazioni bancarie che ci sono state sempre molto vicine. Avremo a breve una nuova ambulanza di soccorso avanzato per le emergenze grazie al lascito testamentario di una saviglianese». Parliamo della sede.

«Quando siamo nati eravamo in corso Roma, poi nel ‘99 ci siamo trasferiti in Borgo Pieve – piazza Arimondi – e a settimane, dopo tanti travagli, dovremmo gettare la prima pietra della nuova sede che sorgerà a ridosso dell’entrata del Pronto Soccorso, in un’area del parcheggio ex Sacoop». Chi fosse interessato, come si diventa volontario? «Bisogna frequentare un corso, ne facciamo uno all’anno. Quello del 2011 è iniziato da poco, si sono iscritti in 20: dura circa 9 mesi e alla fine, dopo aver superato un esame, otterranno l’abilitazione. Nuovi ingressi sono sempre i benvenuti, anche perché pur essendo 220, non dobbiamo dimenticare che tutti hanno un lavoro e una famiglia». Paolo Biancardi

giovedì 27 gennaio 2011

5


6

POLITICA

Apericena al bar “Roma Room”

Ecco i Giovani Padani

Il neo nato gruppo con i vertici federali del movimento

Domenica 23 gennaio, presso il bar Roma Room, il neo gruppo del Movimento Giovani Padani di Savigliano ha organizzato un’“apericena” aperta a tutti per presentarsi alla città e stabilire un programma di iniziative da organizzare sul territorio di Savigliano. A portare le congratulazioni per la creazione del gruppo sono intervenuti una ventina di ragazzi e ragazze saviglianesi, in particolare il vicecoordinatore federale Alessandro Giglio Vigna, il coordinatore provinciale Alberto Brignone ed i due vicecoordinatori provinciali Flavio Gastaldi e Filippo Valsetti. Soddisfatto il neo coordinatore saviglianese Matteo Gagliasso: «Durante la campagna elettorale per le elezioni regionali a sostegno del nostro segretario di sezione Guido Ghione (il quale ci ha assicurato il suo appoggio, in accordo con la sezione della Lega Nord, per le nostre iniziative future) avevamo creato un bel gruppo che durante i mesi si è

SCUOLA

disperso. Ora siamo pronti a ripartire, questa semplice “apericena” è solo l’inizio del presidio costante del territorio che organizzeremo con gazebo e volantinaggio da questo momento in poi». Il vicecoordinatore provinciale di zona Flavio Gastaldi commenta così la creazione del gruppo: «A Savigliano, così come in molte altre città, i giovani si stanno avvicinando alla Lega Nord in numero sempre crescente e lo abbiamo nuovamente constatato sabato scorso durante il volantinaggio fuori dalle scuole in concomitanza con tutti i giovani padani del Piemonte. I ragazzi sanno che nella Lega Nord e nel Movimento Giovani Padani trovano un ambiente sano, in cui alle grandi ideologie del 900 si preferiscono gli ideali, siano essi di libertà dei popoli, di difesa delle lingue locali o delle nostre culture e tradizioni». I Giovani Padani si riuniranno insieme alla sezione saviglianese nei locali di piazza Santarosa ogni mercoledì alle 21.

Invitati Taricco e Bergesio

Dibattito sulla politica oggi Sabato 29 gennaio, al cinema Aurora, si svolgerà “La politica oggi”, dibattito organizzato dai rappresentanti d’istituto del “Cravetta-Marconi” e dall’associazione “17.03”. L’incontro inizierà alle 8.30 – per il biennio – con la presentazione di video di Marta Lombardo e l’introduzione di Roberto Cavalli. “Bis” alle 10.30 per il triennio. Alle 11, dibattito con il consigliere regionale Mino Taricco, con il presidente del Consiglio provinciale Giorgio Bergesio e con la preside Anna Maria Barra. Modera Francesca Longobardi.

ATC

savigliano

giovedì 27 gennaio 2011

Provvedimenti sugli incarichi professionali

Favoriti giovani e territorialità L’Atc (Azienda Territoriale della Casa) di Cuneo vuole adottare provvedimenti che, per quanto riguarda gli incarichi professionali, vanno nella direzione di privilegiare – ovviamente nei limiti consentiti dalla legge – i giovani professionisti e la territorialità. Spiega il presidente Marco Buttieri: «Per la scelta dei nostri collaboratori esterni, nello spirito della consueta traspaMarco Buttieri renza che ha sempre caratterizzato l’operato del cda dell’Atc, abbiamo scelto di adottare come criterio preferenziale, ove possibile, gli studi professionali che hanno sede nella città in cui il cantiere oggetto di intervento si trova». «Inoltre – precisa il presidente dell’Atc – abbiamo ritenuto opportuno, per gli incarichi il cui importo non supera i 5.000 euro, nello spirito di favorire l’occupazione giovanile in una stagione in cui l’edilizia ristagna, privilegiare chi ha meno di 35 anni. È una novità che abbiamo voluto introdurre per incentivare i giovani professionisti a lavorare per un ente pubblico qual è il nostro». Per ulteriori chiarimenti è possibile consultare il testo integrale al link http://www.atc.cuneo.it/albo.aspx oppure inviare una mail a presidente@atc.cuneo.it. Si invitano i professionisti interessati ad iscriversi all’albo fornitori sempre attraverso il sito internet dell’Atc.

POLITICA Campagna di sensibilizzazione della Consulta degli studenti

I ragazzi e la “cosa pubblica” In questi confusi giorni, pieni di scandali e inchieste giudiziarie, la politica torna ad avvicinarsi ai giovani. E il contatto è ancora più significativo, visto che a richiedere l’incontro è proprio il mondo giovanile. Sabato mattina, presso il cinema Aurora, si è infatti svolta una conferenza riguardante l’educazione alla politica e all’amministrazione pubblica, organizzata dal presidente della Consulta provinciale degli studenti, Alberto Deninotti, e dalle due rappresentanti degli studenti del liceo Arimondi, Francesca Brero e Valentina Ruffo. All’iniziativa hanno partecipato le classi del trienno dell’Arimondi ed alcune classi (sempre del trienno) dell’Eula. Protagonista della conferenza il presidente del Consiglio provinciale Giorgio Bergesio; accanto a lui, al tavolo dei relatori, si sono seduti il sindaco Sergio Soave e gli esponenti dei principali partiti giovanili saviglianesi: Matteo Gagliasso (Giovani padani), Giuseppe Bori (Giovane Italia), Davide Cussa (Giovani democratici). Deninotti ha sottolineato lo scopo dell’incontro. «Vogliamo sensibilizzare i ragazzi alla “cosa pubblica” – ha detto –, alla conoscenza dei diversi aspetti dell’amministrazione ed alla formazione dei cittadini futuri. L’assemblea è un esempio della tanto decantata democrazia che al giorno d’oggi si va ricercando. L’avvicinamento alla politica dei giovani dovrebbe essere sempre più a livello di lezione po-

POLITICA

Soave e Bergesio, insieme agli altri relatori, durante l’incontro al cinema Aurora

litica, capace di strutturare dei cittadini pensanti». Soave e Bergesio hanno illustrato le funzioni e le competenze dell’amministrazione comunale e provinciale, soffermandosi anche sulla storia delle istituzioni. Non sono mancate domande “scomode”, come quando Bergesio (che milita nella Lega Nord) è stato chiamato a spiegare la legge cosiddetta “Porcellum”, voluta dal ministro leghista Roberto Calderoli. La parola è poi passata ai giovani relatori, che hanno descritto il funzionamento dei loro partiti, chiarendone l’organizzazione anche a livello nazionale. Davide Cussa, inoltre, in quanto presidente della

Consulta Giovani della nostra città ha poi presentato quest’assemblea, nato da pochi mesi, che cerca di trovare soluzioni per i problemi della nostra città. L’evento si è concluso con la proiezione di un video promosso dalla Provincia di Cuneo per celebrare il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. «Intendo ringraziare calorosamente il sindaco Sergio Soave, il presidente del Consiglio provinciale Giorgio Bergesio (il quale, nonostante numerosi impegni, si è reso disponibile a partecipare), i tre coordinatori giovanili ed il preside Pasquale Iezza, che ha permesso l’organizzazione dell’assemblea» ha concluso Deninotti. Valeria Quaglia

Tre incontri pubblici insieme ai Giovani democratici

Moiso: «Per sentirci tutti più italiani» In occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia, il circolo cittadino del Pd ha programmato tre incontri pubblici che avranno come tema portante delle discussioni “La nostra storia in tre tappe”. L’iniziativa è stata dei Giovani Democratici che intendono coinvolgere sull’argomento tutta la cittadinanza ed in particolare i loro coetanei. I tre dibattiti si terranno presso la sala Miretti ed inizieranno tutti alle 16.30. Il primo appuntamento è stato inserito in agenda sabato 29 gennaio per affrontare il tema “1946: Italia unita, Italia repubblicana. Stato e cultura nel dopoguerra: la rinascita italiana” ed avrà come relatore il professor Giulio Ambroggio. Il secondo si terrà poi il 26 febbraio per discutere, con il professor Carlo Turco, di un altro importante argomento: “L’Unità d’Italia tra movimenti sociali del ‘68 e la strategia della tensione”. Infine, l’ultimo incontro

I giovani del Pd vogliono coinvolgere tutta la cittadinanza

con i cittadini è fissato per il 19 marzo con all’ordine del giorno una riflessione posta dal professor Sergio Soave: “Possiamo dirci italiani? L’Italia unita è ancora da celebrare?”.

A proposito dell’iniziativa del Pd saviglianese per i 150 anni dell’Unità d’Italia, il segretario del Circolo locale del partito, Daniele Moiso, ha voluto sottolineare il lavoro svolto dalle gio-

vani leve del partito. «In questi incontri - ci ha detto - i giovani del Pd intendono coinvolgere la gente per trovare nuovi elementi di confronto in merito all’Unità d’Italia, che è stata purtroppo messa in discussione più volte. Inoltre, gradirebbero recepire nuovi spunti di approfondimento sull’Italia repubblicana. Sarebbe opportuno che, in questo periodo in cui si punta di più sul locale che su un’aggregazione nazionale, ci sentissimo tutti più italiani, non solo quando gioca la nazionale di calcio». Alle parole del numero uno del Partito democratico cittadino fanno eco quelle del coordinatore dei Giovani Democratici, Davide Cussa. «Il nostro – ha precisato – è stato un lavoro di gruppo. Abbiamo organizzato i tre dibattiti con lo scopo di coinvolgere la cittadinanza su un argomento di grande attualità, ma anche con l’intento di recepire nuovi spunti di discussione». d.p.

Savigliano-Torino: il diretto della politica di Pietro Francesco Toselli

Consiglio regionale aperto sulle case di riposo Quante volte ho sentito, anche nel Saviglianese, lamentele e segnalazioni sulle liste d’attesa per accedere a case di riposo o strutture per disabili! Se ne è parlato a lungo a Palazzo Lascaris nel corso di un Consiglio aperto, con la partecipazione di molti operatori del settore. Da parte di diversi esponenti dei Consorzi socio-assistenziali si è lamentata l’incertezza in cui vivono i cittadini a causa dei tagli dei servizi e dell’allungarsi delle liste d’attesa. I posti di per sé non mancano, ma le famiglie non possono accollarsi una spesa di 3.000-3.500 euro al mese per pagare le ret-

te dei ricoveri. Altro tema controverso è quello dei contratti per le cooperative di servizio. È emerso, da un sondaggio attuato in tutto il Piemonte, che il 75% delle residenze convenzionate non ha sottoscritto il contratto secondo lo schema tipo deliberato dalla Giunta nel 2009. Da qui derivano sofferenze finanziarie per l’accesso al credito, anche a causa dei ritardi nei pagamenti delle Asl. Numerosi intervenuti hanno sottolineato che in Piemonte mancano migliaia di posti letto per la cura socio-sanitaria degli anziani cronici non autosufficienti. Soprattutto per

quanto riguarda la presa in carico dei malati di Alzheimer, dei malati di autismo e dei minori con problemi psichiatrici si verificano notevoli carenze e ritardi. È un dato di fatto che il sistema vada riorganizzato complessivamente, non solo a livello regionale ma nazionale, e che la spesa sanitaria debba diventare sostenibile. Dal 2008 a oggi, per quanto riguarda le strutture per gli anziani non autosufficienti, il numero dei posti letto convenzionati è aumentato da circa 14 mila a oltre 16 mila. La Regione ha garantito lo stesso volume di risorse finanziarie del 2009 per

il 2010, con oltre 171 milioni di euro previsti per il fondo indistinto agli enti gestori per le politiche per la famiglia, gli anziani e i disabili. Per fare di più occorre uno sforzo dell’intero sistema, che tenga conto che le risorse sono limitate, anche se queste categorie, anziani e disabili, debbono avere senz’altro la priorità.


savigliano

CARNEVALE

Appello a chi voglia impersonare le due maschere

Sarasët e Sarasëtta cercansi A lanciare l’appello sono l’assessore Marco Paonne e il consigliere comunale Massimiliano Gosio: «Cerchiamo persone che vogliano impersonare Sarasët e Sarasëtta e il loro corteo di paggi e damigelle!». Certo, quest’anno Carnevale cade tardi (la seconda settimana di marzo), ma sembra che più nessuno si ricordi delle due maschere divenute simbolo del Carnevale saviglianese. «Con lo scioglimento del gruppo storico dei costumi – spiega con rammarico Gosio – sono venute a mancare anche le persone che vogliono assumere questo divertente ma impegnativo ruolo. Si tratterebbe di rappresentare la nostra città nelle sfilate delle maschere e dei carri che si tengono nei comuni del circondario. Inoltre, sono previste una serie di visite ad asili, all’ospedale e

PRO LOCO

Sarasët e Sarasëtta sono il simbolo del Carnevale saviglianese

alla casa di riposo». Sarasët e Sarasëtta, con la loro corte, saranno poi i protagonisti della domenica saviglianese, quando il Carnevale riempirà piazza Santarosa e non l’Ala polifunzionale, come è successo lo

scorso anno (l’Ala verrà utilizzata solo in caso di cattivo tempo). «Un gradito ritorno, come molti ci avevano già suggerito» ha commentato Gosio. Secondo le prime indiscrezioni, infatti, nonostante un pro-

gramma ridotto (niente più festeggiamenti il martedì grasso, visto che anche le scuole non chiuderanno per il ponte), la festa tornerà ad animare la piazza Vecchia, con giochi e scherzi che coinvolgeranno i più piccoli. Ci svela Massimiliano: «Quest’anno, il tema del Carnevale saranno i grandi film: grazie al coinvolgemento degli oratori saviglianesi, saranno organizzate animazioni e divertimenti legati alle grandi pellicole cinematografiche». Non mancherà anche la Banda musicale della Città di Savigliano, a cui spetterà l’importante ruolo di apertura dei festeggiamenti. Nella speranza che qualcuno si presenti come Sarasët e Sarasëtta, può dunque partire il conto alla rovescia... Valeria Quaglia

Al viaggio che ha inaugurato il volo per Trapani da Levaldigi

Reciproco scambio di conoscenza ed esperienza Un successo il viaggio della Pro Loco di Savigliano che si è svolto negli scorsi giorni. Senza dimenticare che ha inaugurato, sabato 15 gennaio, il volo Ryanair partito da Levaldigi ed atterrato all’aeroporto di Trapani Birgi: ben 40, infatti, erano i partecipanti al viaggio Pro Loco che hanno riempito quasi tutta l’aeromobile. Non solo Trapani. Il tour ha toccato anche Buseto Palizzolo, Palermo, Erice, Segesta, e Castellamare del Golfo: in queste località i saviglianesi, con a capo la presidente Maria Teresa Sora, hanno ricevuto un’ottima accoglienza dalle rispettive Pro Loco, a testimonianza dell’appartenenza ad una grande famiglia, quella dell’Unpli, l’Unione nazionale delle Pro Loco d’Italia. Un viaggio che – commenta la Sora – «ci ha dato l’opportunità di un reciproco scambio di esperienza e di conoscenza tra tutte le Pro Loco in un territorio ricco di accoglienza, disponibilità e cortesia da parte di tutti. Abbiamo apprezzato la bellezza dei luoghi visitati, i prodotti tipici, l’artigianato e il folklore». Un viaggio che ha posto le basi di tante nuove amicizie, tant’è che le Pro Loco visitate a breve ricambieranno la visita: «a loro daremo la possibilità di visitare i tesori e l’arte che circondano la nostra città. E chissà che non nasca un gemellaggio che ci unisca sempre di più». Perché non si deve dimenticare che la Pro Loco di Savigliano, che è nata nel 2003, è

un’associazione di volontariato locale che si occupa di valorizzazione turistica e del tempo libero, entrambi – conclude la presidente Sora – «oggetto di futura crescita sul nostro territorio». Otto anni di vita per questa associazione che opera nel settore culturale – «noi non facciamo le sagre di paese» – e che, polemizza la Sora, «purtroppo non siamo mai stati chiamati in causa dalla città, né gratificati». Un volontariato “silenzioso” che ha accompagnato, tra le varie manifestazioni di questi anni, Pro Loco Donna, San Sebastiano, StraSavian, Ottobrando e Aspettando Natale; «e poi i nostri volontari hanno allestito l’unico punto di ristoro ufficiale nella tappa dello scorso Giro d’Italia».

In occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia la proposta della Pro Loco è quella di far visitare ai cittadini di Savigliano Palazzo Carignano a Torino, che oggi ospita il Museo del Risorgimento. Attualmente i soci sono 52, la tessera annuale costa 10 euro, la sede è in via Saluzzo n. 1 (tel. 339.8940519) ed è aperta tutti i martedì e venerdì dalle 17 alle 19: oltre alla presidente Sora, le cariche sociali annoverano Marcello Quaglia vice presidente, Renato Ruffino tesoriere, Ornella Marongiu segretaria. Prossima iniziativa, dal 9 al 16 maggio prossimo, la crociera con la Costa Fortuna alla scoperta delle Isole Greche. Paolo Biancardi

I partecipanti al viaggio in Sicilia: hanno preso il volo inaugurale Levaldigi-Trapani

giovedì 27 gennaio 2011

7

BREVI DALLA CITTÀ Uniti in preghiera

All’Istituto Sacra Famiglia Le suore dell’Istituto Sacra Famiglia comunicano: «Ci troviamo insieme a pregare per dare un aiuto concreto alle famiglie del nostro tempo che, alla luce della Fede, possono trovare forza, coraggio e perseveranza nell’affrontare le difficoltà di ogni giorno. La data dell’incontro è fissata per domenica 30 gennaio, dalle ore 14 alle ore 17, presso l’Istituto Sacra Famiglia. Don Cesare ci aiuterà a riflettere sul senso della “unità” che Gesù vuole da coloro che credono in Lui. Pregare insieme è un aiuto grande per tutti.Vi aspettiamo».

Successo per “Torna la Lira”

Iniziativa de “Il Molo” Grande successo per l’originale iniziativa del Molo, la quale ha permesso, nel periodo dall’11 ottobre al 31 dicembre scorsi, che nei negozi aderenti potessero avere corso legale anche le care vecchie Lire. Gli acquisti con il vecchio conio hanno totalizzato 32 milioni 581 mila 780 lire – ben 16.827 euro – grazie anche ad un servizio del Tg Uno che aveva fatto scoprire questa “curiosità”, ideata da Claudio Chiappero dell’Igloo, in tutta Italia. Le Lire sono state consegnate alla Cassa di Risparmio di Savigliano che le ha inviate, per il cambio, alla Banca d’Italia.

Iscrizioni 1° e 2° Circolo

Anno scolastico 2011-2012 Scuola Infanzia 1° Circolo Possono iscriversi i bambini nati nel 2006, 2007, 2008 e nei primi 4 mesi del 2009. Gli alunni anticipatari verranno inseriti ad esaurimento delle liste d’attesa con le modalità stabilite dal collegio docenti. Le iscrizioni inizieranno martedì 1° febbraio e termineranno sabato 12 febbraio presso la direzione didattica del 1° Circolo con i seguenti orari: dal lunedì al sabato (9-13); martedì, mercoledì, giovedì e venerdì (14,30-17). La modulistica relativa alle nuove iscrizioni sarà in distribuzione, a decorrere da sabato 29 gennaio, al piano terreno della direzione didattica. Scuola primaria 1° Circolo Sono soggetti all’obbligo scolastico le bambine e i bambini nati dal 1° gennaio al 31 dicembre 2005; possono iscriversi per anticipo i nati entro il 30 aprile 2006. Le iscrizioni inizieranno martedì 1° febbraio e termineranno sabato 12 febbraio presso la direzione didattica del 1° Circolo con i seguenti orari: dal lunedì al sabato (9-13); martedì, mercoledì, giovedì e venerdì (14,30-17). Sabato 29 gennaio, alle ore 9 presso la sede della direzione didattica in via Ferreri n. 9, avrà luogo una riunione nella quale verranno fornire alle famiglie tutte le informazioni riguardanti gli orari di funzionamento e l’organizzazione educativa e didattica; al termine sarà possibile ritirare i moduli per la domanda di iscrizione. Ricordiamo che la modulistica delle iscrizioni alla Scuola Infanzia e Scuola Primaria è anche scaricabile dal sito della scuola: http://share.dschola.it/primocircolosavigliano (area: rapporti scuola-famiglia). Scuola Infanzia 2° Circolo Possono iscriversi i bambini nati nel 2008. Le iscrizioni inizieranno giovedì 3 febbraio e termineranno sabato 12 febbraio presso l’ufficio di segreteria della direzione didattica 2° circolo nei seguenti orari: dal 3 al 12 febbraio dalle 9 alle 12,30; il 3 e il 10 febbraio anche dalle 15 alle 18. Scuola primaria 2° Circolo Sono soggetti all’obbligo scolastico le bambine e i bambini nati dal 1° gennaio al 31 dicembre 2005 e possono iscriversi per anticipo i nati entro il 30 aprile 2006. Le iscrizioni inizieranno giovedì 3 febbraio e termineranno sabato 12 febbraio presso l’ufficio di segreteria della direzione didattica 2° circolo nei seguenti orari: dal 3 al 12 febbraio dalle 9 alle 12,30; il 3 e il 10 febbraio anche dalle 15 alle 18.


8

savigliano

giovedì 27 gennaio 2011

La “tracciabilità” è legge

M a d e in I ta ly : a d d io ta r o c c h i E lunedì si discute sul futuro della “Pac” Continuano a ritmo serrato gli incontri a livello politico, in ambito europeo, per delineare la nuova norma a livello comunitario, ovvero la nuova Pac (Politica agricola comunitaria) che interesserà gli stati membri nel settennio che andrà dal 2014 al 2020. Di questo tema si discuterà all’hotel HoAngelo Frascarelli liday Inn (vicino all’ex casello di Marene), lunedì 31 gennaio, dalle 9.45, al convegno “La Pac dopo il 2013”, organizzato dal Caagci Piemonte (Centro Assistenza in Agricoltura). Interverranno Federica Lotti, direttore nazionale Caagci; Claudio Sacchetto, assessore regionale all’Agricoltura; Giancarlo Sironi, commissario straordinario Arpea; Angelo Frascarelli, docente di Politica agraria e sviluppo rurale presso la Facoltà di Agraria dell’Università degli studi di Perugia. Il Caagci è stato costituito il 22 gennaio 2009 da Agci Nazionale e dal settore agro-ittico-alimentare dell’associazione stessa, Agci Agrital, insieme all’Anpa (Associazione nazionale produttori agricoli). Nella nostra provincia ha sede a Savigliano, in via Biga n. 1 – tel. 0172-726598.

AGRICOLTURA Per la Fiera della meccanizzazione

Delegazioni dall’Africa

Una veduta sulla Fiera agricola cittadina, che compie 30 anni

Per la sua 30ª edizione, la Fiera della meccanizzazione agricola guarda oltreconfine. L’evento saviglianese – già “regionale” dal 1997 e “nazionale” dal 2005 – potrebbe, in un prossimo futuro, diventare internazionale. Primo passo in questa direzione è il progetto “Business to Business”, reso possibile grazie alla grande collaborazione tra l’Ente Manifestazioni, la Camera di Commercio di Cuneo ed il Centro Estero Alpi del Mare (azienda speciale della Camera di Commercio di Cuneo). L’iniziativa riguarda l’organizzazione di incontri tra operatori esteri e costruttori piemontesi, alcuni dei quali espositori della Fiera della meccanizzazione agricola. Dopo approfondite ricerche, il Centro Estero Alpi del Mare ha reso noto che Egitto e Marocco sono Paesi che tradizionalmente si rivolgono al mercato italiano per l’acquisto di macchine ed attrezzature agricole. L’Italia è collocata rispettivamente al 1° posto in Egitto (con il 16,93% dell’import egiziano) ed al 3° posto in Marocco (con il 17,72% dell’import marocchino) tra le nazioni esportatrici in quei Paesi con volumi d’affari significativi. Per questo piano lavorativo, l’Ente Manifestazioni ha avuto anche importanti consigli e suggerimenti da parte dell’Unacoma (Unione nazionale costruttori macchine agricole), ente organizzatore dell’Esposizione internazionale di macchine per l’agricoltura di Bologna. Da mercoledì 16 a sabato 19 marzo, quindi, operatori egiziani e marocchini saranno ospiti della nostra città, già in contatto con queste culture grazie all’evento “Terra Madre”. Il giovedì, nelle aule universitarie, gli imprenditori esteri incontreranno i costruttori italiani per instaurare nuovi rapporti commerciali. Il venerdì, invece, saranno all’inaugurazione della fiera. Ogni operatore estero avrà a disposizione un interprete. L’Ente Manifestazioni sta iniziando a contattare le Facoltà universitarie di Lingue presenti sul territorio per proporre stage utili agli studenti, ma chi fosse interessato a presentarsi come interprete per questo progetto (conoscendo l’arabo, il francese e l’inglese) può direttamente contattare l’Ente Manifestazioni allo 0172.712536.

AGRICOLTURA

Parla Elio Gasco, segretario di zona della Coldiretti

«Una vittoria per tutto il Paese» Elio Gasco, quarantenne monregalese, è dal 1° ottobre 2009 segretario di zona della Coldiretti di Savigliano (era già stato qui dal 2001 al 2005 con altro incarico). Lo abbiamo incontrato. Gasco, lei è qui da più di un anno. Come si è trovato? Bene, c’è una buona sinergia tra la dirigenza Coldiretti e le amministrazioni della zona. Qual è stata la maggiore difficoltà che ha dovuto affrontare? È un momento economico negativo che si ripercuote in tutti i settori. Ultimamente c’è stato un lieve miglioramento per latte e cereali, ed anche l’ortofrutta patisce meno. È sempre crisi, invece, nella zootecnia: bovini e suini. Uno dei grattacapi tipici di questa zona è il settore del latte... Abbiamo realizzato un percorso economico attraverso la

AGRICOLTURA

Elio Gasco è qui dall’ottobre ‘09

cooperativa Compral-Latte ed i conferimenti alla torre di sprayatura di Moretta. E sul tema “quote”, abbiamo mantenuto la linea della legalità, chiedendo a tutti di operare nel rispetto delle regole. Com’è la situazione dei tesseramenti? Nel 2010 il saldo delle tessere è tornato in attivo: +4. È un buon segno. Siamo comun-

que sempre il sindacato maggiormente rappresentativo. La recente legge sulla tracciabilità (di cui parliamo a parte, ndr) è una vostra vittoria... Sì, ma io dico che lo è per il Paese intero. Per gli agricoltori, che non vengono messi in concorrenza con prodotti esteri spacciati per italiani; per i consumatori, che non vengono più truffati, pagando prezzi alti per prodotti non di qualità; per le aziende serie e trasparenti, che faranno una scelta di qualità realizzando prodotti tracciati “made in Italy”. Per i consumatori, però, aumenterà il prezzo? Non penso. Credo che sarà il prezzo del prodotto “finto italiano” a scendere, visto che non è di qualità. Il consumatore potrà scegliere con maggiore consapevolezza. Un’altra vostra battaglia è per la “filiera corta” (l’acquisto del consumatore direttamente

dal produttore). Funziona? Quello dei “mercatini dei berretti gialli” è stato l’inizio di un percorso per far apprezzare al consumatore il “made in Italy”. Questa esperienza ha fatto da volano per accordi di filiera corta con grandi gruppi: il grano per la Barilla, il latte per la Ferrero, le nocciole per Sebaste, e così via per miele, ortaggi... insomma, accordi di filiera corta per produzioni su larga scala. Quale sarà la sfida del 2011? Dovremo vigilare sull’applicazione della legge sulla tracciabilità. Stiamo aspettando i decreti attuativi. Inoltre, dobbiamo affrontare la crisi dei suini e della carne piemontese. Anche qui serve un discorso di filiera chiara, perché l’invasione di questi prodotti dall’estero ha portato un eccesso di offerta che ha fatto diminuire i prezzi. Guido Martini

Ecco cosa prevede la legge sulla tracciabilità, a tutela dei consumatori

Mai più prodotti stranieri con confezioni ingannevoli «Alla fine ce l’abbiamo fatta!». Esulta Sergio Marini, presidente nazionale di Coldiretti. La norma che obbliga ad indicare l’origine geografica del prodotto agricolo su tutti i generi alimentari è diventata legge dello Stato. Per una volta tanto, dopo gli ultimi casi di carni alla diossina e mozzarelle blu, i nostri politici hanno messo da parte le divisioni ed hanno detto «sì» all’unanimità ad una legge che servirà a far capire ai consumatori qual è il vero “made in Italy” e quali sono invece i prodotti “taroccati”, spacciati come nazionali ma con materie provenienti dall’estero. La normativa, al fine di dare una completa e corretta informazione ai consumatori sulle caratteristiche dei prodotti alimentari che si trovano in vendita, prevede l’indicazione in etichetta del luogo di origine degli ingredienti. Chi non lo fa, rischia una sanzione fino a 9.500 euro. L’omissione costituisce infatti una “pratica commerciale ingannevole”. In questo modo sarà possibile arginare la pratica di indicare come “italiani” prodotti che non lo sono. L’origine, infatti, non dovrà comparire solo sull’etichetta, ma anche nella “comunicazione commerciale”. «Niente più pubblicità del succo di arancia con le immagini della Sicilia se

I presidenti Gai (zona), Marini (nazionale) e Gatto (provinciale) ai presidi frontalieri

viene utilizzato quello proveniente dal Brasile – spiegano alla Coldiretti – come purtroppo spesso avviene. O ancora, niente pubblicità alle mozzarelle con le immagini del Golfo di Napoli se provengono dalla Germania, com’è successo per quella diventata blu». In attesa dei decreti attuativi, che dovranno essere emanati entro sessanta gior-

ni, la Coldiretti e le associazioni di consumatori si godono i frutti di oltre dieci anni di battaglie, che avevano visto i “berretti gialli” presidiare persino le frontiere per controllare le merci che arrivavano dall’estero, «contrastando – conclude Marini – la sfacciata supponenza degli affaristi del finto “made in Italy”».


savigliano

TRADIZIONE

Tanti in piazza per la cerimonia di Sant’Antonio

Benedetti siano gli animali Domenica a mezzogiorno, favorita dalla splendida giornata di sole, una folla di partecipanti si è recata alla tradizionale benedizione degli animali organizzata dall’Arciconfraternita della Pietà in occasione della festa di Sant’Antonio Abate. In molti si sono dati appuntamento in piazza Cesare Battisti con cani, gatti e cavalli (erano presenti i “Cavalieri del Maira”, c’era persino una carrozza). Come sempre, l’allevatore Bruno Cera ha portato un maestoso bovino, per significare l’antico legame del santo con il lavoro della terra. Alla benedizione, impartita dall’abate don Paolo Perolini, hanno partecipato il vicesindaco Maria Silvana Folco, il consigliere provinciale Giulio Ambroggio e numerosi amministratori comunali. Un nutrito gruppo di volontari ha curato l’organizzazione ed il momento conviviale, servendo vin brulé e cioccolata calda. Alla manifestazione ha contribuito la Cassa di Risparmio di Savigliano.

C’era persino una carrozza

I “Cavalieri del Maira” hanno portato in piazza i loro cavalli

Qui e sotto, cani e gatti, animali considerati “di famiglia” La benedizione di don Paolo

Bruno Cera con un maestoso esemplare di razza piemontese

giovedì 27 gennaio 2011

9

I.P.

Seminario informativo gratuito alla Salucom

Staminali per la cura del bambino Le cellule staminali da sangue del cordone ombelicale. Che cosa sono? A che cosa servono? Perché potrebbero essere molto utili per la salute del mio bambino? A queste e altre domane risponderà l’esperto BiotechSol nel corso del seminario GRATUITO informativo giovedì 10 febbraio – giovedì 7 aprile – giovedì 9 giugno – giovedì 6 ottobre e giovedì 1° dicembre 2011 alle 20.30 presso il centro medico Sa.lu.com di Savigliano – via Cuneo 27/A1 (Rotonda Gran Baita). Si richiede conferma di presenza, posti limitati (0172 21992). Al termine della presentazione verrà offerto un rinfresco. Intervista all’Ing. Stefania Mariani, Direttore Marketing BiotechSol, un’azienda attiva nel settore delle biotecnologie e della diagnostica che, oltre ad essere al servizio di importanti strutture sanitarie pubbliche, si occupa anche di raccolta e conservazione autologa di sangue cordonale. Quali sono i vantaggi della conservazione di sangue da cordone ombelicale per uso autologo? I vantaggi sono molteplici dal punto di vista terapeutico. In primo luogo, nel caso sia necessario effettuare un trapianto, il campione è già disponibile senza dover cercare un donatore compatibile. Inoltre, le cellule staminali sono disponibili in maniera immediata: bastano poche ore per lo scongelamento e il trasporto. In ultimo, ma non per questo meno importante, va tenuto conto che la possibilità di rigetto è minimizzata dal fatto che l’HLA (Human Leucocyte Antigens) è lo stesso. Vanno tenuti presente anche i vantaggi della conservazione a livello familiare, in quanto la compatibilità all’interno dello stesso nucleo è elevata. Quali malattie si possono attualmente curare e guarire impiegando le cellule staminali? Sono principalmente le malattie del sangue, ovvero anemie e linfomi. Va poi considerato che ci sono protocolli sperimentali a livello molto avanzato per la cura del diabete, del lupus, dei danni al tessuto cardiaco. La ricerca si sta muovendo molto in questo settore, basti pensare che è recente la notizia dell’avvio di un protocollo sperimentale per la cura della paralisi cerebrale nei bambini. Il protocollo prevede il reclutamento di 40 bambini tra i 2 e i 12 anni e si svolgerà negli USA (Università della Georgia). Inoltre, già sono in atto altri protocolli di ricerca per la cura del morbo di Alzheimer, di Parkinson e della sclerosi multipla, ma in questo caso si tratta di fasi sperimentali.

Nel caso in cui in futuro ci sia bisogno delle cellule staminali conservate per uso autologo, in che modo se ne rientra in possesso? In caso di necessità del campione conservato, documentata da certificazione medica che motivi l’impiego terapeutico, il campione sarà restituito ai genitori entro 96 ore dal ricevimento da parte di BiotechSol della opportuna modulistica firmata dai genitori. Quali garanzie ha la donatrice che il sangue prelevato dal cordone ombelicale del proprio bambino venga effettivamente conservato e non venga messo a disposizione di terzi? La garanzia è data dalla completa tracciabilità del campione dal momento del prelievo in sala parto, durante il trasporto, all’arrivo in laboratorio, durante il trattamento e la conservazione. Il campione viene identificato con un codice personale e univoco che riporta i dati dei genitori e del bambino. Tale codice segue il campione in tutto il suo ciclo di vita e i dati sono salvati su sistemi elettronici protetti per essere conservati con assoluta sicurezza. È giusto pensare che la conservazione autologa sia una forma di assicurazione sulla vita del bambino? Questo tipo di conservazione viene considerata come un’assicurazione sulla vita non solo del bambino, ma di tutta la famiglia, visto che la percentuale dei trapianti effettuati tra fratelli è maggiore di quelli autologhi. A testimoniare ciò va considerato che il primo trapianto effettuato con cellule staminali da sangue da cordone ombelicale è stato realizzato nel 1988 in Francia per curare il fratellino della donatrice affetto da anemia di Fanconi. Che cos’è la crioconservazione? La crioconservazione è un procedimento che prevede un graduale abbassamento della temperatura, ovvero le cellule vengono “addormentate” dolcemente per non danneggiarne la struttura cellulare e far sì che le stesse siano ancora attive al loro graduale “risveglio”. Per quanto tempo si “mantengono” le cellule staminali da cordone ombelicale? E per quanto tempo vengono comunque conservate? Non esiste ad oggi una “data di scadenza” per le cellule staminali. Poiché i primi dati scientifici relativamente a campioni conservati e utilizzati risalgono a 20 anni, ma questo non vuol dire che con il passare degli anni non sia possibile aumentare la durata della conservazione.


10

savigliano

giovedì 27 gennaio 2011

BREVI DALLA CITTÀ Crosetto riceve il pubblico

Sabato mattina, su appuntamento Sabato 29 gennaio, a partire dalle 9.30, il sottosegretario Guido Crosetto sarà nella sede Pdl di via Pylos per il ricevimento del pubblico, come promesso all’inaugurazione, nel dicembre scorso. «Riteniamo, come gruppo Pdl locale – dice il coordinatore Marco Buttieri – che questa sua disponiGuido Crosetto e Marco Buttieri bilità ribadisca quanto l’ex sindaco di Marene sia legato al suo territorio e disponibile a seguirne i problemi da vicino. Lo ringraziamo sin d’ora per la disponibilità». Il ricevimento è esclusivamente su appuntamento, telefonando al 335.6304667 (Marco Buttieri) oppure scrivendo a coordinatore@pdlsavigliano.it entro venerdì alle ore 12.

Tavolo sulla Sanità “cattolica”

Vi parteciperà monsignor Fiandino

PERSONAGGIO

Insegnante con la passione per le gare massacranti

Riccardo, “prof” d’acciaio Lo sport. Per molti è soltanto un modo per bruciare calorie e magari perdere un po’ di peso. Per il “prof” saviglianese Riccardo Castelli è invece una vera e propria filosofia di vita, una sfida verso sé stessi che esalta in un insieme armonico le qualità del corpo, la volontà e lo spirito. Nel 2008 ha partecipato alla mezza Ironman di Rappersvil, in Svizzera (gara di triathlon consistente in 1,9 km di nuoto, 90 di bici, 21,097 di corsa, ndr). Non contento, lo scorso 26 settembre ha raddoppiato le distanze, portando a termine l’Elbaman. Lo abbiamo incontrato. A quanti anni è nata questa passione? Potermi dedicare al triathlon era un sogno che avevo nel cassetto da molto tempo. Ho deciso di trasformarlo in realtà soltanto nel 2008, quando a 42 anni suonati mi sono tesserato con una società di Cuneo ed ho cominciato a fare gare: prima sprint, poi più lunghe, fino ad arrivare al tanto desiderato “Iron”. “Iron”, appunto, che hai preparato in pochissimo tempo. Come hai fatto?

Sabato 29 gennaio sarà costituito, presso la Curia arcivescovile di Torino – presenti Mons. Cesare Nosiglia, arcivescovo e presidente della Consulta Episcopale del Piemonte, e Mons. Guido Fiandino, Vescovo delegato Cep per la Pastorale della Salute – il “Tavolo fra gli organismi di ispirazione cristiana operanti nel settore sanitario nella Regione Piemonte”. Il progetto è nato come segno di attenzione da parte della Chiesa piemontese nei confronti della missione che queste opere, segno della comunità cristiana, svolgono a favore dei malati e della promozione della vita e della salute in Piemonte.

Corso di ginnastica

Il mercoledì sera alle “Marconi” È ripreso, presso la palestra delle Scuole Medie Marconi di Savigliano, il corso di ginnastica specifica di allungamento e tonificazione muscolare. Tutti coloro che lo desiderano possono ricevere informazioni o iscriversi contattando il numero 345/1749156 (prof. Beppe Ferrero). Le lezioni si svolgeranno ogni mercoledì sera dalle ore 19.30 alle ore 20.30.

Riccardo non potrebbe vivere senza sport

Arriva don Ciotti

Per una giornata sulla legalità L’associazione “Noi con Voi” Onlus di Savigliano, in collaborazione con il Centro Servizi per il Volontariato “Società Solidale” e con l’istituto superiore Arimondi-Eula, organizza una giornata con don Luigi Ciotti dal titolo “Cittadino anch’io, dalla legalità alla solidarietà”. L’evento si terrà venerdì 4 febbraio presso il cinema Aurora di via Ghione n. 10. Al mattino don Ciotti incontrerà più di 600 studenti, mentre alle 21 è previsto un incontro, ad ingresso libero, aperto a tutta la cittadinanza.

Associazione “La Girandola”

Due nuove iniziative Due nuove iniziative dell’associazione no profit per il mondo dell’infanzia “La Girandola” di via dell’Artigianato n. 5. Per i bambini dai 4 ai 10 anni, da venerdì 28 gennaio, dalle 16.45 alle 18.15, pomeriggio con “Storie da leggere… Storie da creare” a cura di Romina Panero, illustratrice e conduttrice di laboratori. Per informazioni ed iscrizioni – 10 sono gli appuntamenti, tutti i venerdì – rivolgersi allo 0172.370895 o al 338.4349450. Mercoledì 2 febbraio, alle ore 17, presentazione dei “Homeschooling. Istruzione familiare” ovvero la possibilità affascinante di insegnare ai bambini dalla classe prima alla quinta elementare: si invitano i genitori con i propri bambini.

Cento poetri contro la mafia

Sergio Gallo va a Marsala C’è anche Sergio Gallo, poeta di Savigliano, ne “L’impoetico mafioso. Cento poeti contro la mafia”. In quest’antologia un significativo numero di poeti italiani esprimono il loro disappunto per la cultura mafiosa, ossia la cultura dei favoritismo, della raccomandazione, del prevalere dei propri interessi personali sui diritti altrui, del nepotismo, dell’illegalità, dell’assenza di responsabilità verso il territorio, l’ambiente, le persone, le generazioni future; infine la cultura del pizzo, dell’estorsione, della prepotenza, della violenza, della connivenza, dell’omertà. Una poesia attiva e fattiva contro tutte le mafie. La raccolta è stata presentata a Marsala sabato 22 gennaio.

Centro italiano femminile

Ultimi giorni per il tesseramento Il Centro italiano femminile ricorda che, da venerdì 4 febbraio, scade la possibilità d’iscriversi all’associazione per l’anno 2011. La quota annuale rimane invariata a 30 euro e comprende l’abbonamento alla rivista “Cronache e opinioni”. La sede del Cif è aperta al martedì ed al venerdì, dalle ore 10 alle ore 11, in via Savio n. 9.

MONTAGNA

Castelli all’arrivo col figlio Luca. «I muscoli sono importanti, ma la testa è fondamentale» dice

Allenandomi praticamente sempre. Ho la fortuna di fare un lavoro, quello dell’insegnante, che mi ha permesso e mi permette tuttora di correre e nuotare in settimana e di pedalare nei week-end. Quanto conta la volontà? I muscoli hanno un ruolo importante, ma la testa è fondamentale, tanto negli allenamenti quanto durante le gare: quando il giudice dà il via, entro in uno stato di concentrazione mentale che mi accompagna per tutta la competizione. Non mi piace mollare. Piuttosto soffro, stringo i denti, penso a chi mi è vicino, a chi non c’è più, a volte recito addirittura qualche preghiera, ma cerco ad ogni costo di arrivare fino alla fine. Immagina una vita senza sport… Non posso, fa parte del mio Dna: è l’emozione che ho provato da piccolo, dopo aver segnato un goal ai campionati amatoriali di calcio; è la soddisfazione ottenuta al termine delle salite che ho affrontato

con la mia Olmo; è la gioia che ho sentito quando durante l’“Iron” ho preso mio figlio per mano per percorrere insieme a lui gli ultimi metri che mi separavano dal traguardo. Traguardo che evidentemente non sarà l’ultimo… Esatto. Al momento mi sto allenando per partecipare alla maratona di Roma che si svolgerà il prossimo 20 marzo. Poi, l’Embrunman: uno degli “Ironman” più dure al mondo, dove la frazione ciclistica presenta un dislivello impressionante e la maratona è tutt’altro che pianeggiante. Ho assistito di persona all’edizione del 2008 e da allora niente e nessuno è più riuscito a togliermi questo “tarlo” dalla testa. Spero che il fisico possa reggere la fatica e mi permetta ancora una volta di prendere mio figlio Luca per mano per concludere con lui questa nuova ed entusiasmante avventura. Valentina Barbuto

Sancito anche uno sconto per i componenti del Cai

Giornata agli impianti di Pontechianale Si è svolta domenica scorsa a Pontechianale la giornata del Cai di Savigliano in collaborazione con la nuova gestione degli impianti del centro della valle Varaita. È stato anche sancito un accordo in base al quale tutti i soci del Cai, presentando alla cassa la tessera, avranno diritto allo stesso sconto – sul giornaliero è di 3 euro – degli Sci club. Sono ancora aperte le iscrizioni al corso di Escursionismo Invernale con racchette da neve, in collaborazione con la sezione Cai Monviso. Tre lezioni teoriche presso la sede Cai di Saluzzo il giovedì sera dalle 21 alle 22.30 (27 gennaio, 10 e 24 febbraio), e 3 uscite pratiche la domenica (30 gennaio, 13 febbraio, 26 e 27 febbraio). Per informazioni chiamare Matteo (0172.22051) o Pier Giorgio (0172.712135).

Con il Cai saviglianese, c’era il sindaco di Pontechianale Alfredo Campi, saviglianese anche lui

Ciau cerea Occhio ai pedaggi! Da gennaio 2011 sono scattati gli aumenti per le tariffe dei pedaggi autostradali. Autostrade per l’Italia ne ha dato notizia attraverso un comunicato ufficiale. La media degli aumenti si aggira intorno al 3,3% con punte che vanno dal 5% per il transito dei trafori del Monte Bianco e del Frejus all’8% sulla A24 e A25 nel centro Italia. Sulla tangenziale di Napoli, unica tangenziale a pagamento in Europa, negli ultimi 4 anni i gestori hanno aumentato il pedaggio del 40%.

Dato che non si tratta dell’unico aumento previsto per il 2011 (luce, gas, assicurazioni auto e trasporto pubblico ci attendono al varco), munta ‘l flin… Grazie alla globalizzazione, pare non sia un problema solo nostro. In Cina, infatti, un contadino è stato condannato all’ergastolo (più 300.000 dollari di multa) per avere “evaso” per otto mesi i pedaggi dell’autostrada. Se considerate che in Cina per rapimenti o omicidi sono state comminate pene di 15 anni, viene da chiedersi: in Cina non pagare l’autostrada è

di Giacomilla

più grave che uccidere? Sembrerebbe proprio di sì, anche se va detto che l’ammontare “evaso” sarebbe attorno al mezzo milione di dollari, una cifra enorme (anche considerato il costo dei pedaggi). Per evitare di pagare, l’uomo avrebbe acquistato al mercato nero due targhe militari, dato che i mezzi dell’esercito sono esentati dal pagamento delle autostrade È stato forse l’impersonare alti ufficiali militari ad essere considerata un’aggravante: infatti, i media locali hanno sollevato molti dubbi sui reali motivi della condanna,

estremamente severa, tanto che il giudice che ha presieduto il processo ha dovuto organizzare una conferenza stampa per confermare la veridicità dell’accaduto. Sta di fatto che il poveretto marcirà in galera. Ci serva da monito. Qui da noi non potrebbe mai succedere, comunque… mei nen fè la fin del giari… tanto, paga Pantalone!


savigliano

giovedì 27 gennaio 2011

11

Alla conquista del Tjan Shan AVVENTURA Nuova sfida per Rabbia Il richiamo dell’avventura ha vinto ancora. Ad un anno dall’impresa del “Giro delle Alpi”, effettuato per la prima volta in pieno inverno, il nostro campione di alpinismo, Paolo Rabbia, parte per una nuova spedizione. Venerdì 28 gennaio, il 48enne saviglianese volerà alla volta del Kirghizistan (stato ex sovietico a Nord della Cina) per tentare la traversata invernale della catena del Tjan Shan, che conta punte di oltre 7.000 metri ed una temperatura agghiacciante, che in questo periodo dell’anno si aggira sui –30°. Un nuovo “balìn” per il nostro “Balìn” (così è soprannominato Paolo), che avrà come compagno di avventura il chianalese Giacomo Para, classe 1952, esperto di sci estremo e maestro di sci in val Thorens. Ad accompagnare (a distanza) l’intrepida coppia ci sarà, a bordo di un fuoristrada con tutti i materiali necessari alla spedizione, Giorgio Berutti, saviglianese, classe 1942, esperto rallysta. Tra la coppia e Giorgio è previsto all’incirca un incontro ogni due giorni. La traversata sarà effettuata dai due alpinisti senza usare mezzi di trasporto: solo sci ed attrezzature sportive. Si tratta di una “maratona dei ghiacci” di pressappoco 800 chilometri, che il gruppo si prefigge di compiere in un mese circa.

“L’itinerario non è stato deciso neppure in linea di massima, dal momento che solo una volta atterrati in Kirghizistan sarà possibile rendersi conto delle condizioni di questo inverno”, scrivono i tre sul sito www.entecsrl.it, che seguirà giorno per giorno l’evento, con continui aggiornamenti accessibili a tutti. “In base alla possibilità di spostamento di questo inverno – aggiungono – speriamo di riuscire ad avere un minimo di supporto dalla nostra Jeep. Per il resto saremo autosufficienti, sia dal punto di vista del cibo che da quello dell’energia, con dei pannelli solari appositamente montati sui nostri zaini”. Venerdì, dunque, la partenza in aereo da Malpensa per la capitale kirghiza Bishkek. E poi, via sulle vette innevate. Alcune di esse non hanno ancora un nome. Chissà che in programma non ci sia anche qualche “battesimo”. Guido Martini

Paolo Rabbia, alpinista

Paolo e Giacomo cercheranno di conquistare in un mese le vette della catena montuosa kirghiza. Giorgio li supporterà con un fuoristrada

Giacomo Para, chianalese

Giorgio Berutti, esperto di Rally

Cari amici, tra poco partirete per un viaggio affascinante ed impegnativo allo stesso tempo. Cercherete di attraversare la catena montuosa del Tian Shan, che si trova in Asia Centrale – vicino al deserto del Taklaman e tra i confini di Kazakistan, Kirghizistan e la provincia cinese di Xinjiang – nel periodo invernale. Una cosa non facile. Paolo, Giorgio e Giacomo: sarete voi a raccontarci con entusiasmo l’esperienza vissuta per un mese in quei luoghi fantastici, al vostro ritorno. Quindi, allo “stambecco delle Alpi” (Paolo), all’autista-pilota (Giorgio) ed a “Giaculin” (Giacomo), il popolo saviglianese manda un grosso «in bocca al lupo!». Gian Curti


12

cavallermaggiore

giovedì 27 gennaio 2011

CRONACA

Assurda operazione “fai da te”

Gatto vittima di crudeltà Giovedì scorso, 20 gennaio, nel pomeriggio, è stato scoperto un increscioso episodio di violenza ai danni di un animale domestico. Un gattino di circa quattro mesi è stato notato mentre attraversava la strada di fronte al comune da Antonella Lingua, dell’agenzia di viaggi Nagoy. La bestiola presentava una ferita, un taglio netto al livello dello scroto: aveva subito un tentativo di castrazione rimasto “a metà”. Immediatamente, il gatto è stato portato nello studio veterinario della dott. Stefania Scacchetti; qui è stato sottoposto ad un intervento chirurgico per asportare i testicoli che ormai erano esposti. La ferita è stata suturata, il gatto sta bene

ed è stato “adottato” dalla signora Antonella. L’episodio rimane però molto spiacevole. Due sono le ipotesi che si possono avanzare sull’accaduto: un gioco crudele da parte di ragazzini, oppure un tentativo di castrazione “fai da te” da parte di qualcuno che voleva risparmiare i soldi di un intervento in un ambulatorio veterinario e ha deciso, per così dire, di “operare” senza anestesia e senza perizia alcuna. In ogni caso si tratta di un comportamento grave e sanzionato dalla legge: chi maltratta gli animali è, infatti, punibile penalmente con l’arresto fino ad anno di carcere. Prima di mettere in atto azioni di questo genere è bene ricordarlo.

ELEZIONI

Si va verso una sfida a due liste, entrambe civiche

Mar Politico leggermente mosso È leggermente mosso, come direbbe l’antico Colonnello Bernacca o una “meteorina” dei nostri tempi, il mare della politica cittadina. Sembra sempre più probabile che in occasione delle elezioni amministrative di primavera saranno due gli schieramenti a confrontarsi: uno guidato da Antonio Parodi, che dovrebbe proporre un radicale cambiamento a palazzo Garneri, sede del Comune, l’altro da Chiara Toselli, in continuità con l’esperienza degli “Indipendenti per Cavallermaggiore”, al governo della città dal 1999.

Nessuno dei due potenziali candidati, tuttavia, si è finora sbilanciato sulla sua futura partecipazione alle consultazioni per la poltrona di sindaco. Ciò nonostante, la scorsa settimana si sono diffuse voci su Parodi, considerato da qualche tempo vicino al gruppo “Cavallermaggiore viva”, che ha animato il dibattito politico in città nei mesi scorsi. Ebbene, qualche giorno fa si è parlato di una “rottura” tra lo stesso Parodi ed il gruppo, dopo ad un iniziale avvicinamento. Questa circostanza sembra, però, non vera. Il

Antonio Parodi

Chiara Toselli

IN BREVE Alpini, si vota

Rinnovo delle cariche Sabato 29, domenica 30 e lunedì 31 gennaio si terranno le elezioni per il rinnovo delle cariche sociali del gruppo locale dell’Associazione nazionale alpini (Ana). Le votazioni si svolgeranno presso la sede, dove saranno disponibili le schede, dalle ore 9 alle ore 12. Sarà possibile scegliere fino a 10 nominativi tra i membri del gruppo.

Ora di Generosità

Cambia la convenzione per i locali Nel dicembre scorso, il Comune ha stipulato una convenzione di cinque anni con l’associazione “L’Ora di generosità” concedendo i locali della bocciofila estiva in via S. Pietro a titolo gratuito. Ora la Giunta ha modificato tale accordo, evidenziando il fatto che al termine dei cinque anni il Comune tornerà in possesso dell’immobile entro 30 giorni dalla scadenza contrattuale; potrà inoltre appropriarsi nuovamente della bocciofila, anche prima dei cinque anni, con un preavviso di sei mesi.

Giornata della memoria

Celebrata con film e conferenza Ha destato molto interesse l’incontro in occasione della Giornata della memoria, organizzato sabato scorso dal Comune per i ragazzi delle scuole e per la cttadinanza. Oltre alla proiezione del film “1943: il tempo di una tregua” di Andrè Waksman è stato ricordato l’esodo degli ebrei dalla Francia a Borgo S. Dalmazzo. Sono intervenuti l’assessore alla Cultura Domenico Racca e l’esperto di cinema Valerio Costanzia.

Volo inaugurale per la Sicilia

ASSOCIAZIONI

Vivono nel ricordo

Celestina Gonella È mancata la scorsa settimana Celestina Cane ved. Gonella, pensionata di 83 anni che risiedeva in località Favera. Lascia il figlio Roberto con la moglie Maria ed il nipote Giuseppe. Il funerale è stato celebrato lunedì scorso, 24 gennaio, nella Chiesa di S. Maria della Pieve. La redazione de “Il Saviglianese” porge alla famiglia sentite condoglianze.

Angelo Manfredi Dopo una breve malattia, è mancato nei giorni scorsi a Castellar, dove risiedeva, Angelo Manfredi, 76 anni, che visse a lungo a Cavallermaggiore prima di trasferirsi nella cittadina del saluzzese. Pensionato, appassionato hobbysta, si dedicava alla costruzione di orologi e altri oggetti; lascia i fratelli Franco, Giorgio e Luisa. Il funerale è stato celebrato venerdì scorso, 21 gennaio, nella parrocchia di Castellar. La redazione de “Il Saviglianese” partecipa al dolore della famiglia. ATTENZIONE! Questo è l’ultimo numero che viene inviato a chi non ha ancora rinnovato l’abbonamento. I prezzi 2011: in edicola 38 euro, postale 42 euro, on-line 33 euro. Rivolgiti all’edicola o al corrispondente Luca Martini (per l’abbonamento on-line regìstrati su www.ilsaviglianese.com)

rapporto tra Parodi e l’associazione pare prosegua senza particolari problemi e potrebbe sfociare in un’alleanza in vista delle elezioni. Anche sull’altro fronte, la lista appare in via di costruzione e non ci sono ancora certezze assolute sul leader: la guida più accreditata continua, comunque, ad essere l’attuale assessore al Bilancio Chiara Toselli. Con lei dovrebbero schierarsi Domenico Racca, Tere Martini e forse qualche altro nome dell’amministrazione uscente. Anche la lista della Toselli (se sarà davvero lei a guidarla) alla fine sarà co-

Il direttivo ha reso noto il calendario delle iniziative

Un anno di pesca sportiva al “Lago Isola” Fervono i preparativi da parte del direttivo della società pesca sportiva “Lago Isola” di Cavallermaggiore in vista della prossima stagione 2011. L’attività partirà domenica 27 febbraio e proseguirà ogni domenica dalle 9.30 alle 18 ad eccezione del giorno di Pasqua e di tutto il mese di agosto. La chiusura della pesca è prevista per il 30 ottobre. Il primo invito rivolto ai soci è quindi per domenica 27 febbraio, giorno in cui è fissato l’inizio dell’attività sportiva; nella stessa data è stata convocata l’assemblea generale dei soci, durante la quale sarà presentato il calendario per questo nuovo anno, di cui andiamo a darvi un anticipazione.

Presente l’assessore Teresa Martini C’era anche l’assessore all’Ecologia Teresa Martini sul volo inaugurale Levaldigi-Trapani della compagnia aerea Ryanair. «Colgo l’occasione – ha detto l’assessore – per ringraziare la signora Maria Teresa Sora per tutto il suo interessamento per l’ottima riuscita del soggiorno in Sicilia, il signor Piero della Gran Baita per la sua disponibilità e ringrazio e saluto tutto il gruppo, che ci ha fatto compagnia nei bellissimi tre giorni trascorsi in Sicilia». Servizio nelle pagine di Savigliano.

Bernacca non prevede tempesta

munque decisamente rinnovata, con l’ingresso di giovani e “forze fresche”. Questo gruppo, a quanto si dice, aveva contattato anche il capo della minoranza in Consiglio Franco Ferrero che, stando ad indiscrezioni, non sembrerebbe però interessato a partecipare al progetto. Qualche tempo fa “Il Saviglianese” scrisse che pure la Lega Nord, avrebbe potuto prendere in considerazione la possibilità di “scendere in campo” alle comunali di Cavallermaggiore. Tale ipotesi, più concreta di quanto non si pensi, pare però tramontata. Stesso discorso per gli altri partiti che vantano esponenti o gruppi organizzati nel nostro territorio: sia il Partito Democratico (rappresentato in città da Silvio Grande) che il Popolo delle Libertà (non si scordi l’influenza di Pierfrancesco Toselli) si sono riuniti, ma si dice abbiano entrambi rinunciato a costituire liste. Resta, tuttavia, il mistero su chi appoggeranno: Parodi, Toselli o qualche “Mister X” rimasto fino ad ora nell’ombra. Luca Martini

TEATRO

Un momento di pesca in tranquillità sulle sponde del Lago Isola

Gli incontri sociali a carattere aggregativo saranno numerosi: sono, infatti, previste iniziative la vigilia di S.Valentino, 13 feb-

“Andy & Norman” al S. Giorgio

Spettacolo benefico Sabato 29 gennaio, alle ore 21, il Salone S. Giorgio in via Turcotto, a Cavallermaggiore, ospiterà un nuovo spettacolo a scopo benefico, a favore dell’associazione “I sogni dei bambini Onlus”. Gli attori Federico Raviolo, Corrado Vallerotti ed Annachiara Busso (per la regia di Mario Bois) interpreteranno “Andy & Norman”, un testo comico di Neil Simon, autore contemporaneo americano adatto a tutti. Annachiara Busso, saviglianese cresciuta artisticamente al Teatro del Marchesato di Saluzzo, sulle scene ormai da 15 anni afferma: «Dopo tutto questo tempo ho pensato fosse una buona cosa mettere in scena uno spettacolo per un’associazione benefica. Ci siamo così riuniti io ed altri tre amici, dando vita ad un progetto che si stacca dalla realtà per cui operiamo normalmente – il Teatro del Marchesato – e prende corpo in modo autonomo. L’associazione per cui decidiamo di raccogliere fondi è saluzzese: si chiama “I so-

gni dei Bambini Onlus” e si occupa di realizzare infrastrutture per l’infanzia in Paesi del terzo e quarto mondo: scuole, asili, doposcuola, case di accoglienza. Sul posto operano contatti diretti che seguono il proseguimento dei lavori, assicurandosi così che i fondi inviati vengano davvero destinati alla realizzazione dei progetti». Le musiche dello spettacolo sono state scritte dal maestro Enzo Fornione, mentre la talentuosa Cristina Pedratscher durante le serate si occupa di realizzare una serie di foto sul tema “come si monta e si crea uno spettacolo”. Il biglietto costa 7,50 euro (non è prevista prevendita). Il ricavato sarà devoluto all’associazione, che sta dando aiuto anche a Suor Albertina Viara della Sacra Famiglia per trovare risorse con cui riempire il granaio della missione. Dopo Cavallermaggiore, a febbraio lo spettacolo sarà riproposto a Cuneo e Mondovì, ad aprile a Bagnolo, a maggio a Busca, in primavera a Savigliano.

braio, il lunedì di Pasquetta, 25 aprile, la domenica di Ferragosto, 15 agosto, ed infine il giorno di chiusura della stagione, il 30 otto-

SOLIDARIETÀ

bre. Sul fronte del tempo libero, le gite sociali in programma sono due: la prima il 15 maggio in Liguria, con visita ai giardini Hanbury e pranzo a base di pesce (o carne) a Ospedaletti; la seconda invece per la visita ai mercatini di Natale l’11 dicembre. Una novità è stata ideata per il 12 giugno con la festa dei nonni e dei nipoti, giornata nella quale sono previste attività curiose e divertenti per tutti. In ultimo, i responsabili hanno definito il calendario delle gare di pesca che si svolgeranno nelle domeniche 10 aprile, 29 maggio, 19 giugno, 25 settembre e 16 ottobre. L’appuntamento conclusivo sarà arricchito dalla gara per i pierini.

Si organizzano i soggiorni

Per i bimbi bielorussi Lunedì 31 gennaio, alle ore 21, presso il salone S. Giorgio in via Turcotto, è in programma una serata informativa in vista dell’accoglienza in famiglia dei bambini bielorussi nel 2011 organizzata dal Gruppo Maira, espressione dell’associazione Smile, un sorriso per Chernobyl (sito www.chernobyl.it/public), formato da venticinque famiglie che vivono nei comuni di Cavallermaggiore, Cherasco, Murello, Racconigi, Sommariva Bosco, Monasterolo e Savigliano che cercano, per il quinto anno consecutivo, di offrire un supporto ai ragazzi nati nella terra devastata nel 1986 dall’incidente alla centrale nucleare di Chernobyl. Quando i giovani giungono in Italia nei mesi estivi, sono accolti dalle famiglie, che garantiscono vitto e alloggio e consentono loro di partecipare a centri estivi, feste, gite ed altre iniziative organizzate in collaborazione con Parrocchie, associazioni ed enti locali.

Per contribuire al miglioramento della loro salute fisica e psichica si permette ai ragazzi di trascorrere una vacanza sana ed allegra al fine di rafforzare le loro difese immunitarie, indebolite dall’esposizione alle radiazioni. Un progetto scientifico, realizzato dalla commissione interna Smile Health nel 1998, ha appurato che vivere un periodo di tempo, anche breve, in zone non contaminate, e soprattutto alimentarsi con cibi privi di radionuclidi, permette di perdere dal 40 al 60% della radioattività assorbita, riducendo così il rischio di essere colpiti da tumore alla tiroide, leucemia, ed altre patologie collegabili alle conseguenze della contaminazione radioattiva. Il Gruppo Maira nel corso dell’anno organizza incontri con la popolazione locale, promuovendo raccolte di fondi e per sostenere progetti umanitari in Bielorussia. Informazioni al numero 347/9275695.


GIOVEDÌ 27 GENNAIO 2011 IL SAVIGLIANESE 13


14

genola - caramagna

giovedì 27 gennaio 2011

GENOLA

Vigili: Raimondo nuovo comandante

“Cambio della guardia” In occasione della festa di San Sebastiano, patrono della polizia municipale, giovedì 20 gennaio, nella sala rossa del Comune di Fossano, si è tenuta la prima edizione della festa dei Vigili. In questa occasione il presidente dell’Unione Gianfranco Capello (sindaco di Genola) – con Francesco Balocco (sindaco di Fossano), Francesco Dadone (primo cittadino di Montanera), l’assessore provinciale e consigliere comunale Anna Mantini, consiglieri ed assessori dei Comuni aderenti all’Unione del Fossanese insieme con il corpo dei “civich” al completo – ha ringraziato il comandante della polizia municipale uscente, Paolo Crociani che ha terminato la propria collaborazione con l’Unione il 31 dicembre scorso per diventare dirigente nel Comune di Racconigi, ma che ha dato la sua disponibilità a continuare per alcune

Dario Raimondo

ore, ancora per qualche tempo. Capello ha dato l’annuncio del nuovo coordinatore comandante della polizia municipale dell’Unione: Dario Raimondo, 44 anni, in servizio alla Polizia Municipale di Fossano (poi diventata dell’Unione dei Comuni) dall’aprile del 1996. La cerimonia è terminata con la partecipazione alla Messa celebrata nella cattedrale di Fossano. st.aim.

GENOLA

Il Comune: «Segnalateci mancanze ed irregolarità»

Rifiuti, primo bilancio positivo Dopo le prime settimane di rodaggio l’amministrazione fa il bilancio sulla raccolta differenziata, e lo fa pubblicamente con un incontro che si è tenuto martedì 18 gennaio nel salone Manifestazioni. Una serata all’insegna soprattutto del ripasso e delle precisazioni necessarie affinché i cittadini, ancora e sempre di più, si adoperino in questo senso, essendo l’unica strada percorribile. L’amministrazione tuttavia commenta positivamente l’inizio di questo sistema sottolineando che la popolazione risponde bene alla chiamata anche se sono ancora molte le cose da migliorare. Tra le novità, in linea coi vicini comuni di Savigliano e Fossano, verranno messi 5 cassonetti – contraddistinti dal colore rosso – adibiti alla raccolta dei pannolini. Uno sarà certamente sistemato in prossimità del Baby

Rifiuti nei vecchi sacchi abbandonati di fianco ai cassonetti

Birba mentre gli altri saranno dislocati ragionevolmente nel resto del paese. Coloro che fossero interessati, avendo in famiglia un bambino oppure un anziano, potranno fare richiesta delle chiavi per l’uso dei suddetti cassonetti. Nuovamente in evidenza anche la sfera dei ri-

fiuti legati allo “sfalcio dei giardini”: si è discusso di concedere dei cassonetti a coloro che ne facciano richiesta, anche se è ancora in fase di valutazione lo smaltimento degli stessi. Questo, insieme al ripasso di quanto già più volte esposto sia con incontri che attraverso pubbli-

cità a più riprese, è stato il filo conduttore della serata. Restano comunque ancora da convertire gli irriducibili che oltre a non fare la differenziata, abbandonano i rifiuti in prossimità delle zone dove prima c’erano i cassonetti e dove ora restano i soli adibiti a vetro e umido. L’amministrazione chiede la collaborazione dei cittadini nel segnalare mancanze e irregolarità per ridurre le infrazioni. Sono già arrivate le prime segnalazioni e i “trasgressori” hanno già ricevuto un monito. Per ora l’amministrazione procederà con riprese e ammonizioni in considerazione del fatto che si è all’inizio, ma nel prossimo futuro e per i recidivi arriveranno ben presto le multe. Questo anche e soprattutto a tutela di chi fa la differenziata con impegno e attenzione. Stefania Aimetta

Un centro destinato a diventare il cuore culturale del paese

BREVI DA GENOLA

GENOLA

Giornata della memoria

“La finestra sul castello” apre le sue persiane

Si proietta il film “L’onda” Sarà la proiezione del film “L’onda” che celebrerà la “Giornata della Memoria” il prossimo giovedì 27 gennaio. Lo spettacolo è per le ore 20.45 nel salone della nuova Biblioteca civica. Il film narra di un insegnante di liceo che propone un esperimento per mostrare ai suoi studenti come funziona un governo totalitario. Inizia così un gioco di ruolo dalle tragiche conseguenze.

Fisco a misura di famiglia

Incontro-dibattito con l’esperto Il Forum delle associazioni familiari ha organizzato una serata di approfondimento in materia di riforma fiscale in collaborazione con il Gruppo Lavoratori Genola e l’associazione genitori “In Cortile” e con il patrocinio del Comune di Genola e dell’Unione del Fossanese. L’incontro-dibattito, introdotto dal dottor Germano Pellegrino, si terrà venerdì 28 gennaio, dalle ore 21, nei locali della nuova Biblioteca civica.Titolo della serata sarà “Per un fisco a misura di famiglia: vediamo da vicino cos’è il fattore famiglia”.

Festival della creatività

Aperte le prenotazioni La cooperativa La Finestra propone il “Festival della Creatività”. Un invito che parte dai ragazzi della cooperativa e che si estende a tutti i giovani. Una giornata nella quale sbizzarrirsi con l’arte nelle sue tante forme, con i materiali messi disposizione: tempere, acquarelli, carta, pennelli, acrilici. L’arte è uno strumento che permette di socializzare e proprio questo è un bisogno primario delle famiglie che hanno persone con handicap, specie intellettivo. L’appuntamento è per il prossimo 13 febbraio in via Cussino n. 11, presso la Cittadella Sociale, a partire dalle 15. La festa, corredata di musica e danze, prevede un piccolo rinfresco offerto dai ragazzi della cooperativa. La manifestazione coinvolgerà ragazzi con e senza handicap. I posti sono disponibili fino a esaurimento. Prenotazioni entro lunedì 7 febbraio (347.2489673).

Sabato sera a teatro

“Duchessa” con la “Corte dei folli” Sabato 29 gennaio, alle 21, presso il salone Manifestazioni, la compagnia “La Corte dei folli”, porterà in scena lo spettacolo “Duchessa”. La prevendita è presso l'ufficio anagrafe del Comune o presso la libreria Novità Cattoliche di Fossano. Costo: 7 euro. st.aim.

Uno scorcio del complesso “La finestra sul castello”, polo culturale

CARAMAGNA

Castello, “La finestra sul castello” dovrà diventare fulcro del centro storico ed anima delle attività culturali del paese, convertendo quella che era un’area libera in disuso in un parco pubblico con aree verdi ed una struttura capace di ospitare eventi e manifestazioni, vantando anche ampi saloni. Una parte di essa è già pienamente funzionale sotto la gestione dall’associazione “La Finestra”. La restante parte del complesso pian piano si sta ultimando e si apre al pubblico con i primi incontri: la Giornata della Memoria, la serata sul fisco e il Festival della Creatività.

Mantenuti i servizi sociali; discussione sui gettoni dei consiglieri

Il Comune vara un bilancio 2011 “di crisi” Venerdì scorso si è tenuto il Consiglio comunale: erano assenti l’assessore Marco Osella e il consigliere Celestino Bono, entrambi in Argentina (a proprie spese) per i 10 anni del gemellaggio con Alicia. Nella seduta è stato approvato il bilancio di previsione con il voto favorevole della maggioranza e di Oreste Becchio, astenuti Giovanna Ingaramo e Marco Fissolo. Il sindaco Mario Riu, illustrandolo, ha lamentato i tagli del governo che si accaniscono contro i Comuni. Si prevede un minor introito di 47 mila euro dai trasferimenti statali, e di 50 mila euro dagli oneri di urbanizzazione (con la crisi, si costruiscono meno case). Così, tutte le spese sono state sforbiciate; sono state man-

tenute quelle per la famiglia, i minori, i cassintegrati ed i disoccupati. È anche aumentato di 5 mila euro il contributo al Monviso Solidale, per fronteggiare i tagli che ha subito. Sui rifiuti si continuerà a praticare lo sconto del 15% agli ultrasessantacinquenni che vivono soli. Per quanto riguarda gli investimenti, si dovrebbe realizzare il fotovoltaico sui tetti degli impianti sportivi, che a regime potrebbe garantire un discreto introito oltre al risparmio sull’energia elettrica. Si continuano i lavori di ristrutturazione del Municipio. Si realizzeranno inoltre altri interventi sul “Piano del traffico”. Così come altri 50 mila euro sono stati ottenuti su un progetto finanziato dall’8 per mille (la parte che resta allo Sta-

Arance contro il cancro

Un film per la “Giornata della memoria”

Banco della Protezione civile

Ci si prepara a celebrare la “Giornata della memoria”, istituita nel 2000 dal Parlamento italiano in ricordo delle persecuzioni e dello sterminio del popolo ebraico. Giovedì 27 gennaio, alle ore 21, presso il Cinema Teatro Comunale, sarà proiettato “Il bambino con il pigiama a righe”, film del 2008 del regista Mark Herman, con Asa Butterfield, Zac Mattoon O’Brien, Domonkos Németh, Henry Kingsmill,Vera Farmiga. «L’amicizia può unire quello che le barriere dividono»: questo il messaggio della pellicola alla cui visione, che è ad ingresso libero, tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.

Torna anche quest'anno la vendita delle arance per la ricerca sul cancro. Sabato 29 gennaio, dalle 17.30 in poi, e domenica 30 gennaio (il mattino, dalle 8.30 in poi), i volontari della Protezione civile, coordinati come sempre da Antonio Ruffino, saranno a disposizione per vendere le arance provenienti direttamente dalla Sicilia. Il ricavato come ogni anno sarà interamente devoluto all’Airc, Associazione italiana per la ricerca sul cancro. La vendita verrà effettuata in piazzetta Don Bosco, di fronte alla chiesa.

Nata come idea in seno al “progetto Stura” per volontà dell’Unione dei Comuni del Fossanese a Genola nel 2006, l’ambizioso progetto “La finestra sul castello” in via Cussino, vede ora aprire le... persiane. Con il nobile obiettivo di valorizzare e gestire in modo integrato gli spazi urbani (e rurali), le aree protette e le risorse naturali, oltreché di sostenere azioni concrete nel comparto turistico finalizzate alla valorizzazione delle risorse presenti sul territorio, Genola da anni accarezza questo sogno che ora vede parte della sua realizzazione. Nel cuore del paese, a lato del

to) per l’informatizzazione dell’archivio storico. Il bilancio pareggia a 3.685.000 euro, il fondo cassa al 31 dicembre risultava di 1.468.407,97 euro. La consigliere Giovanna Ingaramo ha proposto di prevedere uno stanziamento, da reperire attraverso un mutuo, per contribuire alla realizzazione della circonvallazione verso Sommariva che si chiede alla Provincia di portare avanti. Il sindaco si è impegnato a prevederlo in sede di assestamento del bilancio. Precedentemente aveva suscitato un vivace scambio di battute il punto in discussione che prevedeva l’indennità di presenza ai Consiglieri comunali, che veniva proposta nella stessa entità dello scorso anno. Giovanna Ingaramo e Marco Fissolo proponevano di rinunciarvi. Ne seguiva uno scambio di battute, in cui venivano chiamate in causa le indennità, più consistenti, di sindaco ed assessori (stabilite dalla Giunta stessa). Intervenivano Daniela Oddenino, Dario Gastaldi, Oreste Becchio, sostenendo come i “gettoni” fossero giustificati dall’impegno profuso. Riu invitava ad approvare la delibera, lasciando alla coscienza di ognuno l’eventuale

devoluzione delle indennità. Il provvedimento veniva approvato con due voti contrari (Ingaramo e Fissolo) e un astenuto (Becchio). Le minoranze si astenevano anche sull’adesione all’associazione ReCoSol, Rete dei Comuni Solidali denominata “Comuni della Terra per il Mondo” che ha come capofila il Comune di Carmagnola ed adesioni da tutta Italia, e si occupa di cooperazione decentrata col Terzo Mondo, adesione per la quale il Comune deve contribuire con 50 euro l’anno. Astensione anche per quanto riguarda l’adesione (in questo caso gratuita) all’AISPA, Associazione Italiana Servizi Pubbbliche Amministrazioni, che ha lo scopo di offrire appunto servizi ai Comuni. Chiudendo la seduta il sindaco ha dato comunicazione della nomina alla casa di riposo di Andrea Baravalle, in sostituzione di Angelo Lolli, che è stato ricordato con commozione, rivolgendo i sentimenti di cordoglio del Consiglio comunale ai familiari, nella fiducia che gli inquirenti possano approdare al più presto a scoprire l’assassino, di modo che si possa uscire dall’inquietitudine di queste settimane.


cavallerleone - marene

CAVALLERLEONE

I genitori hanno aderito al “parto a domicilio”

Josephine, nata a casa sua

La piccola Josephine con papà Marco e mamma Valérie

Hanno ormai quasi tutti raggiunto la soglia dei 40 anni i nostri compaesani che possono

MARENE

vantare di avere “Cavallerleone” come luogo di nascita, visto che da decenni il parto in

casa è ormai diventato un fatto rarissimo e la maggior parte di noi è nata nel vicino ospedale di Savigliano. Così, siamo tornati indietro negli anni con ciò che è successo nelle prime ore di domenica 23 gennaio presso la “Cascinetta”, dove, tra le mura di casa, per preciso volere della mamma Valérie e del papà Marco, è venuta alla luce la piccola Josephine Buttolo. I due genitori hanno aderito al progetto per il parto a domicilio dell’ospedale S. Anna di Torino, interamente finanziato dalla Regione. Tale parto ha luogo soltanto se la salute della mamma e del bambino rispettano dei parametri molto severi ed è as-

sistito da due ostetriche messe a disposizione dall’ospedale. «I primi miei due figli, Maurice e Cami, erano nati in ospedale. Partorire a casa è stata un’esperienza unica, che mi ha permesso di vivere questo momento nel massimo della naturalità. Ringrazio di cuore le ostetriche del S.Anna, che hanno operato con la massima professionalità ed umanità, rendendoci veramente un servizio perfetto», commenta mamma Valérie. Dalla Redazione i migliori auguri alla famiglia di Josephine e la speranza che le nascite di gennaio siano propizie per un anno di crescita demografica per il nostro paese. Gianluca Gianoglio

Negli ultimi tempi sono state “visitate” altre abitazioni

Ancora e sempre... furti con scasso a tutte le ore Nonostante il livello di guardia fra i marenesi da ottobre in poi sia sempre stato molto elevato, non sembra essersi ancora arrestata l’ondata di furti (notturni e non) che ha investito il paese. Gli abili malviventi hanno messo a segno ancora diversi colpi, di cui alcuni soltanto pochi giorni fa. Per la maggior parte dei casi si tratta di furti eseguiti di notte, quando i proprietari dormono beata-

MARENE

mente in casa: la refurtiva spesso si concretizza in denaro e carte di credito, gioielli, televisori. Anche in questo periodo non mancano le voci di tentativi di intrusione andati a finire male: i ladri, forse disturbati o forse spazientiti dalla difficoltà dello scasso, si sono dileguati, tentando di intrufolarsi in altre abitazioni. Siamo inoltre venuti a conoscenza di un pazzesco furto messo in atto nei giorni

precedenti il Natale: questa volta, fortunatamente, i padroni di casa erano assenti. Pare che i ladri abbiano prima divelto le inferriate di almeno due ingressi (portando via, insieme alle strutture in ferro, anche parte del muro) poi, alla stregua di originali “babbi natale” si siano portati via pacchetti e pacchettini preparati per la tradizionale festa di alcuni giorni dopo. Al momento sono ancora in cor-

so le indagini dei Carabinieri, che dall’inizio di ottobre hanno intensificato l’attività di vigilanza e di controllo, in particolare nelle ore notturne. A questo proposito è molto importante la collaborazione dei cittadini per essere tempestivi negli interventi, chiamando il 112 per ogni segnalazione che possa essere di aiuto all’attività investigativa. Albina Ambrogio

Che la sua vita sia monito e insegnamento ai nostri ragazzi

Giornata della memoria con Isacco Levi L’assessorato alla Cultura, in collaborazione con il Centro Incontro Anziani, la Biblioteca, l’associazione ex Combattenti e Reduci e la scuola media, organizza per sabato 29 gennaio un incontro sulla “Giornata della Memoria”. Ospite speciale dell’evento sarà il professore saluzzese Isacco Levi, classe 1924, vittima morale della feroce deportazione nazista nel lager di Auschwitz, che colpì tragicamente tredici membri della sua parentela. La sua famiglia, commercianti ebrei da generazioni, gestiva banchi ambulanti in diverse piazze della provincia di Cuneo, e venne fortemente ostacolata dal fascismo di Saluzzo negli anni della seconda guerra mondiale, prima dell’arresto e dell’interna-

MARENE

mento nel campo raccolta di Don Viale a Borgo San Dalmazzo. Isacco Levi fu comandante partigiano nel distaccamento Squadra volante della 181a Brigata Garibaldi Mario Morbiducci XI Divisione Saluzzo: dopo l’armistizio egli scelse la montagna e la valle Varaita, ed evitò così la deportazione nazista che colpì invece la sua famiglia. Nel periodo della resistenza partecipò a numerose azioni, spostandosi spesso nella pianura cuneese per recuperare le provviste per il nucleo partigiano; nell’inverno 1944 si rifugiò per alcuni mesi in una grotta a Rossana insieme a suoi compagni. Sua nonna, Anna Segre Levi, venne rinchiusa nelle carceri nuove a Torino con la staffetta della brigata, poi diven-

Isacco Levi

tata scrittrice, Lidia Beccaria Rolfi. Impegnato in numerosi istituti scolastici italiani, nel gennaio 2008 è stato ospite del Treno della Memoria promosso dalla Regione Piemonte, che lo ha

portato ad Auschwitz dove ha potuto pregare per la sua famiglia davanti al monumento che ricorda i milioni di ebrei morti nel lager. Il professor Levi prosegue da anni nelle scuole l’opera di divulgazione della memoria e del dramma del nazismo: in occasione della celebrazione della Giornata della Memoria del gennaio 2009 è stato invitato dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano al Quirinale. Qui, nel salone dei corazzieri, Isacco Levi ha consegnato al Capo dello Stato il collare della memoria. L’appuntamento con la “Giornata della memoria” è per sabato 29 gennaio alle ore 15.30 presso la sala consiliare di Palazzo Galvagno. A.A.

Tanti appuntamenti per parlare di disabilità attraverso l’arte

Teatro e film per dare voce a chi... non ce l’ha “L’Airone” di Manta, in occasione dell’apertura del Centro Federica Pelissero, propone la Rassegna “La Voce del Silenzio” per dare voce a chi non c’è l’ha. Il Centro, pensato per i bambini e ragazzi con disabilità e le loro famiglie, è dedicato alla giovane marenese Federica Pelissero scomparsa lo scorso marzo. L’obiettivo, ci spiegano, «è quello di parlare di disabilità attraverso diverse forme di arte e con le parole e le storie di persone con disabilità». La prima serata di lettura e musica “In punta di… parole” si terrà a Manta presso la Chiesa di Santa Maria del Monastero, giovedì 3 febbraio alle 21: all’incontro interverrà Giam-

La piccola Federica Pelissero

paolo Sandri, autore del libro “Cammino da seduto”. A Saluzzo, giovedì 10 febbraio alle 21 presso l’antico Palazzo Comunale,

verrà proposto il film “Inside I’m dancing”, storia di un’amicizia tra due ragazzi disabili, cui seguiranno un dibattito e alcune testimonianze. Sempre a Saluzzo, venerdì 18 febbraio alle 21 presso il teatro dell’Oratorio Don Bosco, andrà in scena “Clara va al mare. La giornata normale di un’infanzia speciale”, a cura della Cooperativa Tangram: seguirà il dibattito con la protagonista Lilia Marcucci. Martedì 22 febbraio alle 21 a Piasco, presso la sala polivalente, sarà proiettato il film “Temple Grandin – una donna straordinaria”, la storia vera di una donna con autismo, seguito da dibattito e testimonianze. Chiusura sabato 12 marzo al-

le 21 a Marene presso il teatro dell’Oratorio S. Giuseppe con lo spettacolo “Oscar e la dama in rosa” della Compagnia Anna Bolens tratto dal libro di Eric-Emmanuel Schmitt, che racconta la storia di un bambino malato di leucemia e della volontaria nonna Rosa nel percorso di vita attraverso la malattia. Interverranno Silvia Simionato, mamma di Federica Pelissero, e la dottoressa Marina Dabbene. Il progetto è stato finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo ed è organizzato con la Fondazione Paideia di Torino ed i Comuni di Manta, Saluzzo, Piasco e Marene. Al. Am.

giovedì 27 gennaio 2011

CAVALLERLEONE

15

Protezione civile a Fossano

Presidiato... il presidio

Volontari cavallerleonesi al presidio di Fossano

A partire da martedì scorso, diversi gruppi formati da elementi della Protezione civile di Cavallerleone si sono alternati per 3 giorni nel turno di guardia al Presidio Territoriale di Fossano. Si tratta del quartier generale della Protezione civile cuneese, centro nevralgico della grande macchina organizzativa e magazzino di un gran numero di macchinari ed attrezzature messe in campo per fronteggiare le emergenze. Gruppi di volontari, provenienti da tutti i Comuni dell’area, affiancano quotidianamente i funzionari della Protezione civile nel presidio della sede e nei lavori di manutenzio-

ne ordinaria delle attrezzature e dei locali. Considerando il gran numero di Comuni coinvolti, ogni unità della Protezione civile è chiamata al turno di guardia circa una volta ogni anno e mezzo. Dei gruppi formati dal nostro Comune per i turni che dovevano coprire i cavallerleonesi hanno fatto parte i seguenti volontari: Ilario Alesso, Ida Aimar, Giuseppe Donalisio, Andrea Olivero, Marcellino Peretti, Marcellina Prino, Piermarco Testa, Giovanni Tuninetti e Piero Vola. Terminato il turno di Cavallerleone, il testimone è passato ai nostri vicini di Ruffia. G.G.

Furto notturno anche dal “Granatin” CAVALLERLEONE. Furto notturno nel magazzino del Granatin in località Pedaggera, sulla strada tra Cavallermaggiore e Racconigi. I ladri hanno divelto la rete di recinzione di un vicino stabilimento, sono entrati nel cortile ed hanno sfondato una porta che dà l’accesso al magazzino. Una volta nel locale, hanno sottratto mangimi, concimi e fertilizzanti. Finora non è ancora stata definita l’entità del danno subito.

BREVI DA MARENE Compagnia Teatrale

In scena la nuova commedia brillante Il nuovo spettacolo della Compagnia Teatrale Marenese “A iè pi nen ed pas manc en paradis”, sarà messo in scena nel salone del Circolo Noi sabato 29 gennaio alle ore 21, domenica 30 gennaio alle ore 20, sabato 5 febbraio alle ore 21 e domenica 6 febbraio alle ore 15. Per esigua disponibilità di posti i biglietti sono in prevendita presso “Despar alimentari” e “Macelleria Racca”.

Ritirata di Russia

Si celebra il 68° anniversario Sabato 29 gennaio alle ore 18 sarà celebrata una S. Messa in chiesa parrocchiale «per non dimenticare, ricordare e rendere onore agli Alpini caduti e dispersi durante la ritirata dalla Russia, di cui ricorre il 68° anniversario», come spiega il capogruppo della sezione Antonio Bressi. La Messa sarà anche l’occasione per ricordare due tesserati recentemente scomparsi, Giovanni Grosso e Michele Racca, ultimo reduce dalla Russia. Alle ore 17.30 è previsto il ritrovo davanti alla sede; dopo la S. Messa seguirà il rinfresco offerto dagli Alpini.

Il futuro della ludoteca

Incontro con gli interessati Giovedì 27 gennaio alle ore 20,45 presso la sala consiliare del Municipio si svolgerà un incontro aperto a tutti promosso dalle volontarie della ludoteca “La capanna dei birbanti”. L’obiettivo della serata è di ragionare insieme ai genitori, e con qualunque adulto marenese interessato, sul futuro della ludoteca e sulle iniziative da intraprendere riguardo i bambini del paese. «Sarà innanzitutto un’occasione di confronto - spiegano le mamme volontarie - ma anche un modo per individuare problemi e richieste ad ampio raggio».

LaportAperta

Riprendono le prove Venerdì 28 gennaio alle 21.15 presso l’Oratorio San Giuseppe riprenderanno le prove del gruppo artististico LaportAperta: il nuovo concerto che si svolgerà a settembre per ricordare Elisa Dho, i festeggiamenti per i 15 anni di attività e le date del musical “Around the Wall”, confermato per ora a marzo a Bra e a giugno a Cherasco. Alle prove di venerdì prossimo sono invitati tutti coloro che hanno partecipato alla riunione del 3 dicembre scorso, e tutti coloro che desiderano iniziare una nuova avventura artistica con LaportAperta.


16

paesi

giovedì 27 gennaio 2011

BREVI DA MONASTEROLO Arresto in flagranza

È un cittadino albanese I Carabinieri della Compagnia di Savigliano nei giorni scorsi hanno proceduto all’arresto in flagranza di reato del cittadino albanese di 46 anni domiciliato a Monasterolo. P.G., queste le sue iniziali, si è reso responsabile del reato di resistenza a pubblico ufficiale. Intervenuti in via Vittorio Veneto a Savigliano su richiesta della moglie che era stata minacciata dal marito – i due si stanno separando – i militari dapprima hanno invitato lo straniero, che aveva abusato di bevande alcoliche, ad avere un comportamento civile, in seguito sono stati ingiuriati e poi aggrediti con spinte e violenti strattoni. L’uomo, che dovrà rispondere anche del reato di oltraggio a pubblico ufficiale, è stato quindi tratto in arresto e condotto presso il carcere di Saluzzo.

Medaglia d’onore

In ricordo di Matteo Garello In occasione della “Giornata della memoria”, giovedì 27 gennaio, alle ore 10, presso la sala San Giovanni a Cuneo (via Roma n. 4), si svolgerà la cerimonia di consegna delle “Medaglie d’onore” conferite ad 81 cittadini della provincia (di cui 55 alla memoria) dal presidente della Repubblica. L’onorificenza spetta “ai cittadini italiani – sia militari che civili – ed ai familiari dei deceduti che siano stati deportati od internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra”.Tra gli insigniti alla memoria, il monasterolese Matteo Garello.

Giornata della memoria

Letture alla Biblioteca Giovedì 27 gennaio alle ore 15 presso la Biblioteca Comunale si svolgeranno delle letture in commemorazione della Giornata della Memoria 2011 “Per non dimenticare”. La popolazione è invitata a partecipare.

MONASTEROLO

Toselli e Ambroggio si punzeccchiano sui fondi

Scontro politico sulla ciclabile Pista ciclabile MonasteroloSavigliano, qualcosa bolle in pentola. Con contorno di polemiche tra due esponenti di primo piano, e avversari, della scena politica saviglianese. Ma veniamo ai fatti. Martedì 18 gennaio durante l’ennesima riunione in Regione con gli amministratori locali, la notizia è che, come ha riportato il vice presidente della Provincia Giulio Ambroggio, il comune di Monasterolo ha chiesto di potersi allacciare all’acquedotto di Savigliano: la tubatura correrebbe sotto la provinciale. Particolare non trascurabile, poi, che la Regione ha già da alcuni anni i 500 mila euro mandati dallo Stato. Assente – «il Comune di Savigliano si è “dimenticato” di coinvolgermi» – l’azzurro Toselli che ribadisce come, nonostante le promesse, la precedente Giunta Bresso non ha assegnato i fondi necessari, per cui l’opera ad oggi non è realizzabile. «L’impegno della Regione era di circa 567mila eu-

I ciclisti sono ancora costretti a “mischiarsi” con gli altri mezzi

ro – dice Toselli – ma questi fondi in realtà non sono mai esistiti, mai inseriti in bilancio, come “fondi reimpostati” come si dice con un tecnicismo. Per cui, già nel settembre 2007, la Regione aveva comunicato a tutte le Province che, per mancanza di risorse, non era possibile dar seguito al Programma di interventi individuato dalle Province stesse per il secondo piano di ripartizione». Per lo stesso Toselli «è stato perfettamente inutile, anzi dannoso, che la Provincia, su iniziativa del consigliere Giulio Ambroggio,

distogliesse i fondi dalla realizzazione della rotonda di Borgo Marene, che è estremamente necessaria per ridurre la pericolosità di questo nodo, e finanziasse invece, per la parte di sua competenza, la pista ciclabile da Savigliano a Monasterolo. Questa seconda opera non può essere realizzata, perché manca il co-finanziamento regionale, mentre la prima è stata abbandonata e non si sa quando potrà essere ripresa, pur essendo urgente». “Accuse” pesanti quelle di Toselli che però Ambroggio re-

spinge al mittente bollandole come «infondate». Per l’esponente del Pd saviglianese «la Provincia aveva fatto uno stanziamento per la pista ciclabile, ma poiché il lavoro non partiva si è deciso di non tenere i soldi fermi, utilizzandoli per altri interventi, pronti a trovarne altri non appena ci fosse stata la possibilità di far partire i lavori. Alla Bonino – l’assessore regionale competente, ndr – abbiamo chiesto se fossero disponibili i 500 mila euro che lo Stato aveva mandato alla Regione e che la Giunta Bresso aveva usato per altri interventi». Torna indietro anche la sua “colpa” di aver indirizzato altrove i soldi: «sono lusingato dalle parole di Toselli – continua Ambroggio – magari fossi così potente da poter decidere da solo come spendere i soldi pubblici! Le decisioni vengono prese dalla Giunta e nessun consigliere ha mai avuto il “potere” di spostare soldi su altri capitoli». pa.bi.

Usanze e tradizioni rivivono grazie a due piccole chiese

Marianna Lanteri, ex Bagutti

MURELLO

Viaggio con l’Us Acli al concerto

Eretta San Sebastiano, anche la peste cessò

Grande anteprima col Circolo Acli Us Monasterolese. Il sodalizio organizza domenica 20 marzo un viaggio a Salsomaggiore Terme, dove al Pala Liabel si potrà assistere al grande debutto dell’Orchestra Marianna Lanteri, ex solista dell’Orchestra Bagutti. Per informazioni e prenotazioni rivolgersi presso Tonino Prochietto al 339.8899687 o allo 0172.373253 (ore pomeridiane).

MONASTEROLO

Consegnati gli otto alloggi

Si abiterà il villaggio S. Anna

Una volta l’anno due piccole chiese nel centro abitato riprendono vita: c’è chi si occupa di pulirle, chi di rimetterle in sesto, chi dei fiori e degli addobbi. Parliamo delle cappelle di S. Antonio e S. Sebastiano di cui, la settimana scorsa, ricorrevano entrambe le celebrazioni. Lunedì mattina, a seguito del triduo di preghiera condotto nelle sere precedenti, è stata celebrata la Messa nella chiesa di S. Antonio, con la tradizionale distribuzione del “pane dei poveri”. La sera stessa è iniziato il triduo di preghiera in onore di San Sebastiano, santo patrono del paese dal 1398: all’epoca una tremenda pestilenza si era abbattuta sul paese. Immediatamente venne dipinto l’affresco raffigurante S. Cristoforo sul lato sinistro della facciata della parrocchia, di modo che i fedeli potessero pregare senza dover entrare in chiesa e rischiare il contagio; le famiglie più agiate facevano ritrarre sulle porte delle loro case i san-

Autorità locali e provinciali all’inaugurazione degli alloggi Alla presenza delle autorità e delle famiglie interessate mercoledì 19 gennaio sono state consegnate le chiavi degli 8 alloggi di nuova costruzione nel “Villaggio Sant’Anna” in via Sant’ Anna n. 12, a Monasterolo. Il complesso era stato acquistato dall’Agenzia Territoriale per la Casa che, tramite bando di concorso pubblico, ha provveduto a consegnare le abitazioni a quelle famiglie che avevano appropriati requisiti. Nel prendere la parola

sia il sindaco Marco Cavaglià che il presidente dell’Atc Marco Buttieri hanno sottolineato quanto sia importante per una famiglia la sicurezza di una casa.Volti sorridenti e felici quelli dei novelli affittuari che hanno visto realizzato un sogno così importante per tutte le famiglie. Gli alloggi messi a disposizione sono stati realizzati con finiture di qualità in una zona tranquilla di un paese dalle molte potenzialità. r.o.

VILLANOVA

ti protettori, eppure il morbo non cessava di mietere vittime. Fu il municipio a decretare la costruzione della chiesa di San Sebastiano. Si racconta che il giorno che venne celebrata la prima messa, la pestilenza cessò. Gli onori tributati al Santo furono immensi e le autorità si impegnarono ad intervenire alle celebrazioni in veste ufficiale. Con il trascorrere degli anni, la festa solenne si trasformò in una festa del borgo, quale è rimasta ancora oggi, ma «non dimenticate – ammonisce don Stefano – che San Sebastiano resta il patrono del paese». Ed è proprio don Stefano che i parrocchiani vogliono ringraziare: nonostante sia impegnato in tre parrocchie, infatti, riesce sempre ad attendere con puntualità a tutti gli impegni. Epilogo delle celebrazioni religiose, è stata la cena del borgo di S. Antonio, svoltasi sabato sera presso il centro polivalente. Silvia Godano

In Parrocchia Padre Mario ha parlato ai gruppi del catechismo

La spaventosa tragedia della guerra in Africa

BREVI DA VILLANOVA SOLARO Apre “Sapori in Villa”

Al posto del bar Happy Hour Domenica 30 gennaio, alle ore 18, avrà luogo l’inaugurazione di “Sapori in Villa”, il nuovo locale che prenderà il posto del bar “Happy Hour” sempre in piazza s. Martino 1. Caffè, tavola calda, e, tra le nuove specialità, aperitivo a buffet, cena a tema e il karaoke.

Adozioni a distanza

Incontro con Padre Angelo Sono attualmente una quindicina le famiglie villanovesi che hanno adottato a distanza il gruppo dei ragazzi di Padre Angelo in Brasile. Si è iniziato con don Piero Bocco nel 1999: mercoledì 26 si è tenuto un incontro con don Vincenti, missionario a Palmares in Brasile.

La chiesa di Sant’Antonio

Il missionario della Consolata, Padre Mario, ha incontrato i bambini che frequantano il catechismo

Venerdì 21 gennaio c’è stato l’incontro di Padre Mario, missionario della Consolata, con i ragazzi della parrocchia di San Martino. Per l’occasione tutti i gruppi del catechismo (dalla 1° elementare alle 2° media) si sono riuniti nei locali dell’ex Confraternita di San Lorenzo per assistere alla proiezione del filmato portato da don Mario. Ha commentato il filmato man mano che le immagini scor-

revano: bimbi malati, denutriti, affamati, orfani. Bambini soldato e bambini schiavi di uomini senza scrupoli, che pur di aumentare il loro profitto non esitano a farli lavorare 10, 12 e anche 15 ore al giorno. Ha poi fatto vedere la storia di Iqbal Masih, il bambino pakistano ucciso a soli 12 anni dalla mafia dei tappeti, solo perché si era ribellato alla schiavitù e aveva fatto arrestare i suoi padroni, libe-

rando così anche i suoi compagni. In seguito ha parlato a lungo delle piaghe che affliggono l’Africa: la guerra, la fame, le malattie e l’aids, mancanza di scuole e di ospedali. In particolare sta a cuore a Padre Mario la situazione a nord del Congo: ufficialmente la guerra è finita nel 2003, ma è ancora presente una guerriglia feroce, dimenticata dal resto del mondo, il

che rende le cose molto difficili. Ha “raccontato” la guerra facendo vedere immagini di bambini mutilati in seguito allo scoppio delle mine antiuomo, di cui l’Italia era una delle principali produttrici, prima della loro messa al bando. Infine, la fame nel modo: basterebbero 50 miliardi di euro per sconfiggerla mentre per le armi a livello mondiale si spende ogni anno il triplo di quella cifra. I ragazzi sono stati molto toccati dalle immagini viste e dalle parole di Padre Mario, il quale ha sottolineato che tutti, anche i più piccoli, possono fare qualcosa di concreto per i loro fratelli più poveri. Il missionario ha sottolineato il valore del sacrificio e della rinuncia, fatta dai ragazzi (meno giochi, meno regali, meno acquisti inutili e futili) in favore dei loro “amici africani”. Padre Mario ha celebrato le Messe di sabato 22 e di domenica 23: e tutte le offerte raccolte in questa visita sono state devolute alla sua missione che opera a nord del Congo.


giovedì 27 gennaio 2011

17

BREVI DALLA CITTÀ Incendio in via Fiume

Distrutta una tettoia al numero 13

AZIENDE

Preoccupazione in città ed a Monasterolo di Savigliano

Monetti: ritorna la Cassa Da lunedì scorso 24 gennaio nello stabilimento Monetti, affittato dal gruppo Bonetto fino a maggio, è tornata la Cassa integrazione. Il provvedimento, della durata di 5 settimane, interessa mezza dozzina di operai e gli impiegati a rotazione. Complessivamente, dopo la dichiarazione di fallimento dell'azienda, erano tornati a lavorare 23 operai e 19 impiegati (un altro operaio si è invece licenziato avendo trovato altro impiego). «La Cassa è stata richiesta per tutti i 42 dipendenti – spiega il sindacalista Mario Cravero, della Cgil – ma sicuramente una parte continuerà il lavoro, sia nel settore impiegati che nell'area produttiva». Già nel corso delle vacanze natalizie nello stabilimento la produzione era stato interrotto dal 20 dicembre al 9 gennaio. I lavo-

AZIENDE

ratori erano rientrati il lunedì 10. Un calo di commesse nei mesi di gennaio-febbraio può considerarsi fisiologico. Tra le maestranze, però, c'è preoccupazione per il futuro, specialmente per quanto riguarda i vassoi. «Siamo in presenza di un calo, in particolare nell'area vassoi che si ripercuote anche nella struttura impiegatizia» conferma Marco Cravero. Nei prossimi mesi il liquidatore fallimentare dovrà pubblicare il bando di vendita dell'industria con sedi a Racconigi e Monasterolo di Savigliano. La Bonetto, che si è assicurata l'ex-Monetti sino a fine maggio in affitto, è tra i probabili acquirenti: «Era stata l'unico concorrente a presentare ufficialmente la proprio offerta per l’affitto – ricorda Cravero – e già allora si era impegnata a trasformare l'affitto in acquisto

Sterpaglie e gomme in fiamme

In un campo nei pressi del Canapile Tanto fumo ed un odore impossibile, martedì pomeriggio, in una stradina di campagna poco distante dalla frazione Canapile, verso la circonvallazione est. Sul luogo sono intervenuti i Carabinieri ed i Vigili del Fuoco volontari di Racconigi: erano state appiccate le fiamme a delle sterpaglie sotto le quali erano state celate numerose gomme. Sono in corso indagini per risalire ai responsabili del gesto. Lo stabilimento cittadino della Monetti, lungo il viale dei platani

definitivo. Per noi questa è una garanzia, anche se tecnicamente potrebbe poi rinunciare pagando una penale. Staremo comunque a vedere se ci arriveranno anche altre offerte». Sono stati fatti investimenti? «No, se non per piccole manutenzioni. E d'altra parte questo passaggio di affitto non è certo

molto positiva: è normale che prima di procedere ad investimenti di una certa rilevanza si voglia avere la certezza di detenere la proprietà dell'azienda. Non solo: ma per il momento non sono state messe in atto politiche di marketing nè di rilancio adeguato.Tutto è fermo in attesa che la situazione si chiarisca».

Alfio Arcidiacono fa il punto sull’occupazione nel polo siderurgico

«Una situazione di luci ed ombre» tempo annunciato, ha cessato l'attività nello stabilimento racconigese al 31 dicembre: da quella data circa 60 dipendenti sono in Cassa integrazione straordinaria. Dai prossimi giorni però, una quindicina di lavoratori, tra cui diversi racconigesi, dovrebbero incominciare a lavorare nello stabilimento di Caselette, in aggiunta a quelli che erano già stati trasferiti in passato in quello stabilimento. A Caselette è infatti previsto un picco di lavoro che avrà una durata di un paio Un forte calo di dipendenti è stato registrato negli ultimi due anni nel polo siderurgico racconigese di mesi. Al di fuori dal polo siderurgico È una situazione di luci ed ombre quella che l'accompagnamento alla pensione. Nei prossiemerge dall'analisi di Alfio Arcidiacono, segre- mi mesi non si prevede Cassa integrazione ma, lungo la strada per Carmagnola, risulta che nè tario provinciale della Fiom-Cgil, sulle industrie con questi nuove mobilità, saliranno ad una ven- l'Annibale Viterie nè la V2 abbiano più richiesto della nostra zona. Le luci sono rappresentate tina i lavoratori che hanno lasciato i due stabi- Cassa integrazione. A pochi chilometri da Racconigi, a Murelda una generalizzata diminuzione del ricorso limenti senza essere sostituiti. alla Cassa integrazione. Le ombre sono un netAnche l'Ilva è, per dirla con Arcidiacono lo, la Boma terminerà nel mese di marzo i 12 to calo dei lavoratori rispetto a due anni fa. "molto dimagrita". Se i lavoratori erano 248, mesi di Cassa e la situazione all'interno della Martedì 25 gennaio i sindacati hanno in- ora sono rimasti 190. Anche qui non è previ- stabilimento sembra indurre all'ottimismo. Luci ed ombre dunque. «In generale si sta contrato i responsabili della Lita e della Profil- sto il ricorso alla Cassa integrazione: «La situamec, le due aziende del polo siderurgico rac- zione sembra stabilizzata – spiega Arcidiacono facendo meno Cassa – sottolinea Arcidiacono conigese riconducibili ad un unico proprieta- – e ci risulta che questa settimana verranno as- – e questo è proprio dovuto al fatto che nelle fabbriche della zona ci sono molti dipendenti rio. L'operazione in corso è l'accorpamento sunti alcuni interinali». della Lita all'interno della Profilmec. ContestualI sindacati hanno chiesto esplicitamente al- in meno di due anni fa: 60 all'Ilva, 20 alla Litamente verrà avviata la procedura di mobilità l'Ilva un impegno preciso per il ricollocamen- Profilmec, una decina alla Boma, tanto per civolontaria per alcuni dipendenti, finalizzata al- to del personale della CLN. Questa, come già da tare i numeri più importanti».

AZIENDE

Livio Costamagna parla delle piccole imprese

L’accordo Fiat e il mondo che sarà Quali effetti avrà l'accordo del Lingotto sulle industrie locali? Lo abbiamo chiesto ad Antonio Livio Costamagna, il racconigese che riveste il ruolo di presidente regionale della Piccola e Media Industria. «Alla Fiat ha vinto il sì: bisogna prenderne atto. Se è un modo per riuscire a mantenere l'occupazione, è un fatto positivo. Sicuramente questa competitività va a scapito di certe regole consolidate, ma è la condizione per esistere e far sì che la produzione non si trasferisca completamente in altre parti del mondo dove le regole sono diverse e così pure il trattamento

dei lavoratori». Questo vale anche per le piccole aziende? «Già ora le piccole aziende sono regolate dai contratti nazionali, ma attivati con deroghe. Bisogna riuscire a galleggiare in questo sistema molto burrascoso». Perciò dobbiamo attenderci una ricaduta degli effetti dell'accordo Fiat nelle nostre realtà? «Normalmente quello che succede prima nelle grandi aziende poi lo si ritrova a cascata nelle piccole. Questa è la direzione, questo è un po' il mondo che sarà, in fu-

Un violento incendio si è sviluppato, nella notte tra lunedì e martedì scorsi, in una tettoia all’interno di un cortile in corrispondenza del numero 13 di via Fiume, nel tratto di strada che congiunge l’exNeuro con piazza Luigi Gallo. Quando è stato dato l’allarme le fiammer erano già alte. La struttura è stato fortemente danneggiata fino alle tegole del tetto e sono andati distrutti mobili, suppellettili ed altri oggetti che si trovavano all’interno. Sul luogo sono intervenuti i Vigili del Fuoco di Racconigi che hanno lavorato a lungo per domare le fiamme. Il personale dell'Ufficio tecnico del Comune ha effettuato un sopralluogo e l'edificio è stato dichiarato inagibile in quanto necessita di interventi di ristrutturazione alla copertura.

turo. Penso però che in una prima fase non cambierà molto: in Germania questo sistema è stato adottato fin dal 2005 e mi risulta che solo il 7% delle industrie lo abbia adottato». Ma non sarebbe tutto interesse dei piccoli industriali instaurare rapporti di collaborazione con i loro dipendenti? «Certo. E già di fatto in molte realtà c'è questo rapporto preferenziale, familiare. Quando il titolare conosce per nome i propri lavoratori è normale che si crei un rapporto prioritario, senza filtri, a presa diretta».

Novità per la tangenziale?

La Provincia assicura interessamento Il sindaco alza i toni contro la Provincia per sbloccare la pratica sulla Circonvallazione Ovest. Questa volta Tosello si è veramente arrabbiato e la scossa prodotta dal primo cittadino di Racconigi è arrivata fino alla scrivania dell’ing. Enrici dove ormai da troppo tempo si è arenato il progetto della variante del Borgo Macra. E martedì mattina il funzionario ha telefonato direttamente al vicesindaco Allasia per rassicurarlo che la pratica verrà seguita: forse questa volta sarà veramente l’ultimo atto per la realizzazione della tangenziale. In primavera potranno incominciare i lavori: questo almeno è quanto si augurano i nostri amministratori.

Carnevale il 12 e 13 marzo

Gli organizzatori cercano sponsor «La festa del Carnevale si farà» assicura il presidente di Racconigieventi Redigolo. La manifestazione si svolgerà nei giorni 12 e 13 marzo. Sono in corso riunioni per organizzare nel migliore dei modi il percorso dei carri allegorici secondo le nuove norme di sicurezza. «Come Comune metteremo a disposizione dai 10 ai 15 mila euro: non uno di più, perché non possiamo permettercelo» afferma il sindaco Tosello. Mentre Racconigieventi è in cerca di sponsor per coprire il fabbisogno della manifestazione, Nini Gribaudo-Gianduia ammette: «Sarà una festa ridimensionata».

AZIENDE

Dopo il primo tentativo fallito

Asta al Caseificio Reale Sono ancora chiusi i cancelli del Caseificio Reale, l'azienda dichiarata fallita lo scorso anno. La prima asta per trovare un nuovo padrone è andata deserta, nonostante diversi nomi di industriali interessati all'acquisizione circolassero tra gli addetti ai lavori: grandi gruppi nazionali e magnati stranieri. «Un'altra asta dovrebbe essere indetta per fine gennaio – spiega il sindacalista Cgil Paolo Capra –, purtroppo però, come mi hanno confermato anche i colleghi della Cisl, non si sta facendo avanti nessuno». Intanto i circa 40 dipendenti sono in Cassa integrazione fino a giugno. E poi? «E poi bisognerà vedere che cosa deciderà di fare il curatore fallimentare – risponda il sindacalista –. Purtroppo le soluzioni che si prospettano sono molto negative: lo stabilimento fa formaggio e non può essere convertito a produrre altro».

La Streglio sponsor del Festival di Sanremo Antonio Livio Costamagna da gine e portarla ad un target più giovane. Andrealcuni mesi è al timone di comanmo anche alla fiera di Colonia, in Germania: do della Streglio di None, la ditta puntiamo infatti moltissimo sul mercato interproduttrice di cioccolato di alta nazionale. Il marchio Streglio è conosciuto e qualità che ha salvato dal fallimenriconosciuto in Italia, ma intendiamo portarlo to. Come vanno le cose? «Stiamo in tutto il mondo». lavorando molto bene. C'è un granPrima del fallimento i lavoratori erano de lavoro da fare: lo sapevo, ma non una cinquantina: quanti sono rientrati in mi aspettavo così tanto. In un setfabbrica? «Attualmente 22. Come ho detto fin tore tutto giocato con mesi d'anticidal primo giorno: non uno di più nè uno di mepo, però, il Natale appena trascorno rispetto al necessario. Progressivamente so era già stato tutto venduto nel puntiamo a riassorbire anche gli altri, ma le mese di luglio e noi ci allineeremo assunzioni devono essere competitive, non asal mercato solo nell'ottobre-dicemLivio Costamagna sistenziali». bre prossimi. È un processo fisiologiUn sogno nel cassetto? «Il 18 marzo il co, ma contiamo di arrivare alla fine del 2011 nei tem- presidente Giorgio Napolitano sarà a Torino per i 150 pi e nei modi che ci eravamo prefissati». anni dell'Unità d'Italia. Sarebbe bello facesse un salto Come vi state muovendo? «Abbiamo schierato per una cioccolata calda nel punto vendita che la Streun sessanta agenti in tutta Italia e saremo presenti co- glio ha aperto nel cuore della città». me sponsor al Festival di Sanremo per creare un'immam.san.


18

racconigi

giovedì 27 gennaio 2011

AGRICOLTURA

Servizio sui lavoratori stranieri

Racconigi al Tg1 La nostra città è stata protagonista di un servizio trasmesso al Tg1 delle ore 20 di lunedì 24 gennaio sui lavoratori stranieri che lavorano nel campo dell’agricoltura. Quella mattina stessa la troupe della Rai era stata a Racconigi dove aveva registrato varie riprese nelle stalle delle cascine di Monetti e Barra. Altre riprese erano state effettuate nell’azienda frutticola di Claudio Monge a Savigliano. L’inviato Massimo Mignanelli aveva quindi intervistato i diri-

SOLIDARIETÀ

genti della Coldiretti Elio Gasco e Michelangelo Pellegrino, il signor Monetti ed un suo collaboratore extracomunitario. Il servizio, dal titolo “Gli immigrati nelle campagne piemontesi”, sottolineava l’importanza della manodopera extracomunitaria nel lavoro dei campi (con un aumento del 5% rispetto allo scorso anno) e la necessità di trasformare i contratti stagionali in contratti di lavoro definitivo “per consolidare il rapporto delle aziende con lavoratori di professionalità elevata”.

Sabato sera a San Giovanni

Cena per i Saharawi Sabato 29 gennaio il Fondo di solidarietà di Racconigi organizza una cena solidale nel salone San Giovanni (inizio ore 19.30) per raccogliere la somma necessaria all'acquisto di 10 cisterne da portare al popolo saharawi ai primi di marzo, in sostituzione di quelle attualmente in uso che, per le condizioni in cui versano, sono causa di infezioni e di malattie soprattutto ai bambiUna profuga saharawi ni. Il prezzo della cena è di 15 euro. Menù: cibo all'italiana che ricorda colori, odori e sapori del mondo saharawi; polenta macinata a pietra; salsiccia alla cacciatora (là si mangiano spiedini di cammello alla sabbia); gorgonzola e tome (il sapore del formaggio: per i profughi, è di capra); dolci nostrani e le rituali tre tazze di the. Durante la cena si potranno vedere le fotografie del popolo saharawi, scattate da Giovanni Capello. Per prenotare telefonare al 347.1125705.

SOLIDARIETÀ

COMUNE

Preoccupazioni per il futuro dopo i tagli dello Stato

186 mila euro in meno I lavori di ristrutturazione ai locali del Palazzo comunale sono in via di ultimazione. L’azzurro e il giallo satinato di porte e pareti sono di effetto per le stanze del secondo piano adibite ad accogliere gli uffici dell'area Finanze e Tributi. Presto verrà dato il via ai trasferimenti dei vari servizi, suddividendoli tra i piani del Municipio secondo un progetto coordinato dall’assessore Andrea Beltrando. Mentre il vicesindaco Bartolomeo Allasia ed il funzionario Paolo Crociani commentano soddisfatti il risultato dei lavori, il sindaco Tosello, pur condividendo l’entusiasmo dei suoi collaboratori, non ha problemi a manifestare preoccupazioni per il futuro dei Comuni: «Per ora siamo ancora in grado di affrontare lavori di questo tipo, ma come Comune stiamo vivendo una situazione disastrosa: ci hanno confermato 186 mila euro in meno di trasferimenti statali. Saremo costretti a correre ai ri-

pari in diversi ambiti». Intanto la partita del Federalismo municipale è slittata al 3 febbraio per dare il tempo al ministro per la Semplificazione, il leghista Calderoli, di modificare il testo per venire incontro alle richieste principali dall’Anci. «Personalmente sono tra i sindaci contrari al testo sul Federalismo presentato – afferma Tosello –. Il fatto è che non abbiamo niente in mano, non sappiamo niente di preciso. Se ci chiudono i rubinetti come faremo a manIn Municipio sono quasi pronti i nuovi uffici per l’area Finanze e Tributi tenere i servizi? il fiato solo nel 2017, quando del servizio: se vengono rispettate e Stiamo studiando saranno estinti tutti i mutui. applicate». come intervenire Ma i Consorzi (e con essi anOra paga 400 mila euro di sulle priorità ma che quello dei rifiuti) non avrebmutui all’anno». non ci sono soldi. A proposito di tampo- bero dovuto essere aboliti? «Sì, L’Ici era una tassa nare: avete già dovuto anti- avrebbero dovuto passare alla Proconsolidata per i cipare dei soldi per il nuovo vincia, ma anche di questo punto cittadini e l’hanno contratto della raccolta ri- non ne sappiamo niente. Ed è protolta: si trattava di fiuti? «No: sul discorso dell’au- prio facendo i conti con tutte queun’entrata per i mento vogliamo vederci chia- ste incertezze che dovremo prepaComuni difficile da ro. E nel frattempo vogliamo rare il bilancio». reintrodurre. Racb. bec. anche verificare le modalità conigi potrà tirare Il sindaco Tosello

GIORNATA DELLA MEMORIA

Film, momenti di riflessione, un libro e uno spettacolo

Preti e falsari contro la follia nazista

Domenica presso la chiesa

Pranzo per i Cappuccini Ines Panero, presidente del Comitato "Pro chiesa di San Francesco" è soddisfatta dell'adesione al pranzo "della solidarietà" organizzato per domenica 30 gennaio (ore 12) nei locali attigui alla chiesa dei Cappuccini. I commensali saranno una cinquantina, ma molte sono state le persone che avrebbero voluto partecipare ma non hanno più trovato posto. «Abbiamo dovuto fissare un numero massimo di partecipanti adeguato alla ricezione della sala a disposizione – spiega la signora Panero –. Mi spiace per tutte le prenotazioni che non abbiamo potuto accettare: siamo grati a tutti e speriamo di vedere

ancora tanta gente nelle altre manifestazioni in programma». Il menù sarà speciale, preparato dalle signore del gruppo delle Terziarie francescane, tutte ottime cuoche. E nella giornata il direttivo promette qualche "bella sorpresa". I fedeli dei Cappuccini si stanno attivando in vario modo per vedere al più presto recuperato il loro bel edificio di culto. «Stiamo cercando di reperire fondi per dare inizio ai lavori di consolidamento della cupola – spiega il vicesindaco Bartolomeo Allasia –. Parteciperemo a dei bandi della Fondazione dell'Istituto Bancario Sanpaolo, Unicredit e Cassa di Risparmio di Cuneo».

Una scena del film “Il falsario” di Ruzowitzky Sarà il film "Il falsario" a caratterizzare la “Giornata della Memoria” 2011 nella nostra città. La pellicola del registra Stefan Ruzowitzky sarà proiettata tre volte al cinema di San Giovanni di via Cesare Billia: mercoledì 26 gennaio alle ore 10 per gli alunni della scuola media, giovedì 27 alle ore 10 per gli alunni dell’Istituto superiore “Arimondi-Eula” ed ancora giovedì 27 alle ore 21 per tutta la cittadinanza con ingresso gratuito. Il film austriaco, realizzato tre anni fa ed in-

signito di una Nomination all'Oscar 2008, si rifà ad una storia vera: quella di Salomon Sorowitsch, ebreo tedesco. Catturato alle SS nel 1944 e rinchiuso nel campo di concentramento di Mauthausen, si vede proporre un patto: dovrà aiutare i nazisti a stampare valuta pregiata, sterline false, per rimpinguare le casse esauste della Germania nazista. In cambio avrà salva la vita. Sorowitsch infatti è il re dei falsari: nel suo campo è un vero artista. Messo alle strette accetta e si pone al lavoro, ma poi inizia a riflettere ed a porsi dei dubbi, fino al drammatico finale. Oltre alle tre proiezioni cinematografiche, la "Giornata della Memoria" sarà ricordata a Racconigi giovedì 27 gennaio presso l’auditorium della scuola media (ore 10) con un momento di riflessione e di testimonianza alla presenza di un rappresentante della Comunità Ebraica di Torino, con la partecipazione degli alunni della scuola media. Infine, presso la chiesa di Santa Croce, lunedì 7 febbraio sarà presentato il libro “Oltre la cenere” di Monica Dogliani e Andrea Ronchetti (ore 17).

SOCIETÀ

I film della settimana

Al Cinema San Giovanni di via Billia

Opportunità e difficili scelte

Incontro su territorio, scuola e lavoro Il Comune e l’Istituto di Istruzione Superiore Arimondi-Eula di Racconigi, con la collaborazione del Lions Club Racconigi, organizzano per martedì 1 febbraio alle ore 20,30 presso l’Auditorium delle scuole medie un incontro, rivolto in particolare alle famiglie degli alunni di 3° media, dal titolo “Tra opportunità e difficili scelte”, durante il quale si parlerà di territorio, lavoro e scuola. Interverrà il vicepresidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria di Cuneo, Pietro Potettu. Durante l’incontro verrà presentato il bando per borse di studio del valore di 200 euro a favore degli alunni dell’Arimondi-Eula di Racconigi, residenti a Racconigi che, al termine della classe prima frequentata nell’anno scolastico 2011-2012, avranno ottenuto un punteggio scolastico almeno pari a 7,5/10.

“Il prete giusto” al Teatro Toselli di Cuneo

Nuovo presidente all’Atletico

Avvicendamento al vertice

APPUNTAMENTI

Pellicole in programmazione al Cinema San Giovanni di via Cesare Billia. Per il "Cinema diffuso" venerdì 28 gennaio "A single man" (ore 15,30). Sabato 29 gennaio (ore 21) e domenica 30 "La banda dei Babbi Natale" (ore 16 - biglietto: 5 euro, 3 per i minori di 10 anni). Ancora per il "Cinema diffuso" venerdì 4 febbraio "Genova" (ore 15,30).

Sempre nell’ambito della “Giornata della Memoria” un gruppo di racconigesi, collaboratori della Cooperativa Cantoregi, è al lavoro per portare in scena al Teatro Toselli di Cuneo “Il prete giusto”, libero riadattamento di un testo di Nuto Revelli. Due gli spettacoli in programma giovedì 27 gennaio per l’organizzazione della Curia (ed in prima persona di don Benevelli): alle ore 11 per le scuole ed alle 21, ad ingresso gratuito, per la popolazione.

Il vecchio ed il nuovo presidente dell’Atletico: in mezzo Beppe Bordese Avvicendamento ai vertici dell'Atletico Racconigi: dopo quattro anni Dario Bottanelli lascia la carica di presidente a Dino Casale. «Come da Statuto, la scorsa settimana ha avuto luogo il rinnovo del direttivo – spiega patron Beppe Bordese – ed il presidente Bottanelli ha deciso di passare il testimone, cosa che d'altra parte aveva già in più occasioni annunciato». Il direttivo presentava una novità importante: il numero dei soci è infatti stato allargato a tutti i giocatori racconigesi della prima squadra. «E proprio dalla volontà di questi ragazzi è scaturita la scelta di Dino Casale come nuovo presidente, ma anche quella di Germano Spertino come vice. Due persone che

essi sentono particolarmente vicini». Bordese mantiene l'incarico di responsabile del settore giovanile, oltre che di allenatore della prima squadra. Le altre cariche verranno decise in una riunione in programma nei prossimi giorni. Dino Casale, 72 anni, e Germano Spertino, 70, sono stati con Bordese fondatori dell'Atletico. Entrambi ex-infermieri del Neuro, non hanno mai giocato al pallone. Casale, però, ha alle spalle 23 anni trascorsi nelle file dell'A.C. Racconigi con diversi incarichi, undici dei quali come massaggiatore della prima squadra. Tra i suoi hobby le bocce, il tresette, la pesca e soprattutto l'apicoltura.

Il primo pensiero del neo-presidente va a chi lo ha preceduto: «Un ringraziamento a Bottanelli per l'opera svolta ed a tutti coloro che in questi primi quattro anni si sono impegnati per il raggiungimento degli obiettivi previsti, primo tra tutti il portare a Racconigi una scuola calcio». Programmi per il futuro? «Li stabiliremo nel dettaglio nella prima riunione del nuovo direttivo – risponde Casale –. Di sicuro: un ulteriore potenziamento del settore dei più giovani ed un più stretto contatto con la scuola elementare; l'attivazione di un doposcuola collegato allo sport e la pubblicazione di un libro che ripercorra il lavoro fin qui svolto. Libro che andremo a distribuire gratuitamente a tutte le famiglie racconigesi. Inoltre abbiamo dei contatti con la Caramagnese per dare vita di comune accordo ad una sorta di "campus" sui suoi impianti sportivi. Per quanto riguarda la prima squadra, infine, vogliamo puntare nei prossimi quattro anni a raggiungere la Seconda categoria, che riteniamo il maggior ambito possibile per i ragazzi di Racconigi». Nei programmi del nuovo

presidente dell'Atletico rientra però anche un "restyling" della società: «Purtroppo molti ci accusano di essere polemici – afferma infatti Casale –: uno dei nostri obiettivi primari sarà invece quello di far emergere la nostra parte costruttiva in sede allo sport cittadino. E questo iniziando con il farci promotori di quella famosa polisportiva di cui da tempo si parla senza mai approdare a nulla. In proposito abbiamo già sentito i presidenti Buo, per la pallavolo femminile, e Garello, per l'atletica». Cercherete la collaborazione delle altre società di calcio cittadine? «A dire il vero siamo l'unica società ad aver fatto un tentativo in questo senso, come è testimoniato da un documento depositato anche in Comune. La nostra iniziativa è stata definita "orrenda" ed "indecente", ma, ripeto, ad oggi è l'unico tentativo di ricerca di una collaborazione tra noi e l'A.C.». E nei confronti del Racco ‘86? «Con il Racco non ci sono ancora stati contatti, ma quella società noi la vediamo molto più vicina alle nostre vedute che non l'A.C.». m.san.


racconigi

INTERVISTA

Giusy Maiorano parla dei suoi impegni (politici e non)

Una ragazza acqua e sapone C'è un fantastico mondo di giovani che non tengono banco nelle prime pagine dei giornali e delle tivù. Sono giovani che hanno scelto di dare senso alla loro quotidianità: studiano, lavorano, amano e collaborano nella famiglia, fanno volontariato, si interessano ai problemi della loro città. Giusy Maiorano è una bella ragazza, semplice, come si dice "acqua e sapone". A giugno compirà 22 anni. Le sue giornate sono piene: «Basta organizzarsi e poi, più o meno, si riesce a fare tutto» dice. Crede nei valori della famiglia, del matrimonio, dei bambini, ed è convinta "che nel 2011 si può essere fermi su questi valori, considerando però che ci sono anche le coppie di fatto e le coppie gay, e che non vanno giudicate". Le abbiamo rivolto alcune domande per conoscerla meglio. Che facoltà hai scelto? «Studio Scienza della Formazione Primaria, sono al terzo anno e mi preparo per diventare insegnante della scuola dell'Infanzia.

BURKINA FASO

Giuseppina Maiorano

I miei studi prevedono 400 ore di tirocinio da conseguire entro i quattro anni: attualmente faccio pratica presso la Scuola Primaria Salvo d'Acquisto. Mi piacciono molto i bambini ed infatti, per guadagnarmi qualche soldino, lavoro anche come baby sitter». Quali sono i tuoi impegni oltre la scuola? «Gioco a pallavolo nel campionato Csi nella squadra del Cir-

colo dell'Aquilone. Mi dedico al volontariato presso l'oratorio, in particolare il sabato e la domenica. Ho collaborato nella gestione del presepe meccanico e del banco di beneficienza. Partecipo da anni all'organizzazione del Bimbomaggio, dopo aver iniziato come bimba che cantava». E ti occupi di politica in modo attivo... «Sì, faccio parte dei Giovani Democratici. Credo che i giovani debbano impegnarsi in politica, lavorare per il loro futuro. Mi spiace quando, in iniziative come "Aperi... la mente", alcuni nostri coetanei ci vedevano solo come rappresentanti di un partito: erano momenti di confronto e di crescita culturale per tutti». Come hai maturato l'idea di entrare in un partito? «Mio papà ha sempre partecipato agli incontri della politica locale ed ha incominciato a portare anche me: di lì mi sono appassionata e mi sono iscritta nel gruppo dei Giovani Democratici. Ritengo importanti gli ideali di de-

mocrazia e di meritocrazia che ci sono all'interno del partito. L'immagine del Pd a volte viene associata ai suoi contrasti interni: non sono sempre un bene, ma dimostrano che c'è libertà di dibattito, cosa che non succede in altri partiti». Il prossimo anno ci saranno le elezioni: cosa inseriresti nel programma per la tua città? «Delle nuove proposte per i giovani. Ma credo che i giovani dovrebbero vedere la politica come un'opportunità. Pur mantenendo le proprie idee, dovrebbero cogliere le proposte che si presentano e lavorare per far crescere il proprio paese». Un suggerimento per un migliore rapporto tra istituzioni e cittadini? «Penso che in un Comune ci vorrebbero più tavoli di lavoro, più incontri che mettano a confronto le istituzioni con i rappresentanti della scuola, dei servizi, dello sport...». Beatrice Becchis

Matteo Mondino ed i suoi amici sono tornati a casa

Il progetto “Acqua dal sole” è terminato

Volontari al lavoro per installare le pompe 2200 mq di savana irrigati automaticamente, già seminati a peperoni, cavoli, melanzane, papaya. pomodori...: finalmente possiamo dire che il progetto "Acqua dal sole 2011" è terminato! Un lavoro che ci ha visti impegnati quasi un anno e mezzo. Molto è stato fatto qui, con le nostre iniziative per raccogliere i fondi destinati all'acquisto di tutto il materiale, spedito ed arrivato in Burkina già ad agosto. Ma le

energie più importanti sono state spese dai i ragazzi, ma una menzione particolare la ri13 ragazzi (più o meno giovani) che nelle set- serverei a Matteo Bolla e a Sergio Astegiano: timane scorse sono andati sul posto a scavare, senza questi due grandi tecnici che ci hanno saldare, collegare. installare questo mega-im- regalato idee, tempo e fatica non saremmo pianto tutto automatico. Si potranno irrigare riusciti a realizzare questo speciale progetto. giornalmente, aiutati da una elettropompa che Un 'altro dato che vorrei lasciarvi sono i funziona esclu140 kg di farina impastata dal nostro pasivamente con sticcere Beppe Ferrero, 10 kg al giorno l'energia del soper fare pane, pizza, biscotti e anche dei le, filari e filari di dolci inventati con le poche cose che ofortaggi e frutta: fre il mercato di Koudougou, da regalare questa è una ai bambini che gravitano attorno al cencosa straordinatro. ria perché bisoSi chiude quindi, con un grande sucgna pensare che cesso la nostra iniziativa "Acqua dal soda quelle parti le 2011", ma già da ora Matto Mondino non piove da ed i suoi amici dell'Associazione Semi di ottobre sino a Baobab hanno in mente nuovi e grandi maggio. progetti, studiati in questi giorni in BurkiMi sento di na, che ci sveleranno al più presto. ringraziare tutti Beppe Ferrero nel centro di Roulou Luca Gonella

AVIS

Lo scorso anno 26 nuovi volontari

Donazioni stazionarie

Il monumento ai donatori Avis in piazza Burzio Donazioni stazionarie, nel

CIRCOLO L’AQUILONE

2010, alla sezione comunale Avis

di Racconigi: «Negli anni precedenti avevamo registrato un aumento – ci spiega il segretario Giovanni Panero –: questa volta invece sono state stabili». Complessivamente le donazioni effettuate lo scorso anno dai racconigesi sono state 1037, di cui 669 di sangue intero, 333 di plasmaferesi e 35 di RBCP. Di queste 953 sono avvenute presso la sede o presso i centri di Torino, 84 a Savigliano.

Quanto al numero dei donatori attivi, che si sono cioè sottoposti ad almeno una donazione nel corso dei dodici mesi, essi risultano 504.Ventisei i nuovi iscritti, 3 coloro che hanno ripreso le donazioni interrotte da qualche tempo. In 17 sono invece stati depennati dall'elenco dei donatori racconigesi, di cui 7 per limiti d'età e 3 perché si sono trasferiti altrove, Le visite mediche effettuate sono state 383.

I sabati e le domeniche pomeriggio Domenica 6 febbraio si terrà presso il salone di San Giovanni il pranzo di soci e simpatizzanti: tutti coloro che sono interessati a partecipare sono invitati ad iscriversi presso l’oratorio di Santa Maria il sabato pomeriggio in orario di apertura entro il 29 gennaio. Il direttivo dell'Aquilone coglie l’occasione per ringraziare tutti coloro che a qualsiasi titolo hanno collaborato e/o contribuito alla buona riuscita delle varie iniziative proposte nel periodo natalizio, in particolare i pittori che hanno messo a disposizione le loro ope-

19

C’era una volta... non tanti anni fa Oggi noi tutti siamo così presi dal presente e talmente proiettati verso il futuro che risulta difficile tenere viva le memoria del passato. La società in cui viviamo è caratterizzata da cambiamenti repentini, dalla pratica dell’ “usa e getta”, che ci porta ad usufruire di oggetti, strumenti o idee, per un brevissimo tempo ed a liberarcene appena ci viene proposto qualcosa di leggermente innovativo. Ci sembra inoltre che tutto ciò di cui godiamo nell’epoca attuale sia presente da sempre: è arduo, soprattutto per le nuove generazioni, immaginare come fosse la vita prima dell’invenzione di apparecchi come la televisione, il computer o il telefonino. Eppure c’è stato un tempo in cui l’esistenza aveva un altro “sapore”. Naturalmente non siamo qui per discutere se tale “sapore” fosse migliore di quello odierno o viceversa. In tanti, ben più autorevoli, se lo sono domandato, ma il quesito è inutile e sterile. Il consumismo e l’avvento della tecnologia, infatti, sono delle realtà ormai consolidate, con le quali dobbiamo confrontarci quotidianamente. Ecco perché appare oggi di primaria importanza recuperare il passato e le tradizioni delle nostre terre: si tratta dell’unico modo per guardare al presente e al futuro con maggiore spirito critico, accogliendo solo le innovazioni che riteniamo opportune e necessarie, senza farci travolgere dal cambiamento a tutti i costi. Occorre riesumare le antiche tradizioni per comprendere e contestualizzare la realtà attuale e riscoprire pratiche, ormai in disuso, che possono essere riproposte anche al giorno d’oggi, magari con qualche tocco di modernità. In questo spazio, “C’era una volta… non tanti anni fa”, vogliamo dunque rievocare la storia e le consuetudini di Racconigi e dintorni, dalle feste religiose ai folclori popolari, passando per gli antichi mestieri e le tradizioni culinarie, una sorta di “amarcord” degli usi e dei costumi in voga nelle nostre terre fino a non molto tempo fa. Laura Fossati

Le uova nella calce viva canapa, e si intrecciavano i vimini per costruire le gerle e le ceste. Sempre in pieno inverno, i contadini erano soliti dedicarsi al taglio e alla raccolta della legna, impiegata come combustibile per riscaldare le case, e alla potatura degli alberi. La La campagna dorme sotto il gelo invenale stagione fredda era il momento più adatto Nella brutta stagione la na- per sfrondare le piante. In tale tura si riposa, quasi fosse in le- periodo, infatti, gli alberi vivotargo e dunque, ieri come og- no una fase di stasi e dunque il gi, i lavori nei campi erano e so- rischio di infestazioni e infeziono limitati. Ciò, però, in passato ni provocate dal taglio, molto non determinava un arresto to- alto negli altri momenti dell’antale dell’attività agricola che, an- no, risulta minore. Di norma i che a ritmi meno serrati, pro- rami, scarti della potatura, veseguiva per tutto l’inverno. nivano ceduti ai panettieri, che Nelle giornate più fredde, li utilizzavano per alimentare i oltre a prendersi cura degli ani- forni a legna. mali, i contadini trascorrevano In generale, l’inverno era un molto tempo in casa o nella periodo davvero molto duro stalla, dove realizzavano picco- per le famiglie che abitavano li, ma utili e necessari lavori: gli nelle campagne: il freddo punuomini revisionavano o costrui- gente e la scarsità di cibo, infatvano attrezzi e utensili che sa- ti, rendevano la stagione partirebbero serviti nelle successi- colarmente grama. «Per soppeve stagioni, mentre le donne fi- rire alla carenza di uova duranlavano la lana, cucivano e ram- te il periodo invernale – racmendavano. conta Pierina Chiabrero, revelTra le tante attività, vi era lese di nascita e racconigese di anche la realizzazione delle sco- adozione – si ideavano le strape di saggina, che si otteneva- tegie più disparate. Mia mamno utilizzando le pannocchie ma, ad esempio, durante l’estadella meliga o del sorgo, una te metteva da parte alcune uopianta erbacea con spighette di va e le conservava fino all’inverfiori gialli. In autunno i contadi- no successivo, riponendole denni raccoglievano e pulivano i fu- tro ad un contenitore di latta e sti di meliga per poi fare dei ricoprendole con la calce viva mazzi da appendere ad essicca- sciolta nell’acqua. Naturalmenre fino all’inverno. Sopraggiunta te queste uova non potevano la brutta stagione, gli uomini an- essere usate crude, ma venivadavano nelle stalle a costruire no impiegate per cucinare dolcon i mazzetti di sorgo le sco- ci e frittate». pe, che sarebbero poi state usaInsomma, la parola d’ordite per la pulizia delle abitazio- ne era “arrangiarsi” per vivere ni. Oltre alle “ramasse”, si realiz- in maniera semplice ma dignizano le corde, ottenute con la tosa.

Vive nel ricordo

Riapre l’oratorio di Santa Maria Dopo la sosta invernale, il Circolo L'Aquilone ha riaperto l’oratorio nei locali di Santa Maria ogni sabato e domenica pomeriggio dalle 15 alle 18.30. Da sabato prossimo, 29 gennaio, verranno anche riattivati i laboratorio di creatività (tutti i sabati pomeriggio) e di danza (con periodicità quindicinale) dalle 15 alle 16. Per poter accedere alle attività del Circolo è necessario essere tesserati (il tesseramento, comprende la copertura assicurativa per tutto il 2011, viene svolto ogni sabato pomeriggio nell’oratorio stesso).

giovedì 27 gennaio 2011

ISABELLA TAVELLA

Ripartono i laboratori del Circolo L’Aquilone re, e le Associazioni e gli artigiani che hanno contribuito all’allestimento della Mostra “Angeli per caso” di San Giovanni Decollato.

Ha lasciato i suoi cari all’età di 92 anni Isabella Tavella vedova Varetto. Ne danno il triste annuncio la figlia Lorenza, i figli Giuseppe e Battista con le rispettive famiglie, nipoti, pronipoti, cugini e parenti tutti. I funerali sono stati celebrati nel pomeriggio di mercoledì 26 gennaio nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Maggiore. Dopo le esequie la cara Salma è proseguita per il cimitero di Cavallermaggiore. Alla famiglia nel dolore le condoglianze della redazione de “Il Saviglianese”.


20

spettacoli

giovedì 27 gennaio 2011

AL CINEMA

MUSICA

SAVIGLIANO

Le canzoni di Garibaldi

AURORA Via Ghione, 10 -Tel. 0172/71.29.57 La pecora nera merc. 26 e giov. 27 (21.15). Febbre da fieno ven. 28 e mart. 1 (21.15), sab. 29 (20-22), dom. 30 (18.30-21.15). Animals united dom. 30 (16.30). Lun. 31: chiuso per riposo. La nostra vita merc. 2 e giov. 3 (21.15).

Dalla “Bela Gigogin” a “Camicie rosse” della Mannoia

CINECITTÁ Via Torino, 252 - Tel. 0172/72.63.24 (informazioni e prenotazioni) Da ven. 28 a merc. 2 SALA 1: Immaturi (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16-18.10-20.20-22.30). SALA 2: Qualunquemente (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 1618.10-20.20-22.30). SALA 3: L’Orso Yoghi - 3D (Dom.: 16). The green hornet (Fer. e dom.: 18.10-20.20-22.30). SALA 4: Che bella giornata (Fer.: 20.2022.30; dom.: 16-18.10-20.2022.30). SALA 5: Parto con il folle (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16-18.10-20.20-22.30). Giov. 3: riposo.

BRA IMPERO Via V. Emanuele - Tel. 0172/41.23.17 - www.cinemaimperobra.it SALA GRANDE: Qualunquemente da giov. 27 a mart. 1 (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16.20-18.20-20.20-22.30). SALA MAX: Immaturi da giov. 27 a mart. 1 (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16.10-18.15-20.20-22.30). SALA MIGNON: Che bella giornata da giov. 27 a mart. 1 (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16.20-18.20-20.2022.30). Merc. 26: chiuso per riposo. VITTORIA Via Cavour - Tel. 0172/41.27.71 L’uomo che verrà merc. 26 (21). Vi presento i nostri giov. 27 (20.15-22.30). Vallanzasca - Gli angeli del male merc. 26 e giov. 27 (20-22.30). Da ven. 28 a lun. 31: programmazione in segreteria.

CENTALLO NUOVO LUX Via Roata Chiusani, 1 - Tel. 0171/211726 Bright Star ven. 28 - “Rassegna d’inverno” (21). We want sex da sab. 29 a lun. 31 (21).

CHERASCO GALATERI - Via Cavour, 37 - Tel. 0172/489205 Il concerto ven. 28 (21) - “Cinema diffuso”. Megamind sab. 29 (21) e dom. 30 (17-21).

SALUZZO

Garibaldi: dalla spada... alla chitarra

SAVIGLIANO. Secondo appuntamento “risorgimentale” con gli Amici della Musica, che intendono celebrare il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Sabato 29 gen-

naio, alle ore 21, presso la Crosà Neira di piazza Misericordia, ascolteremo “Le canzoni di Garibaldi” con Dario Leone, Stefano Torre e Luca Consolandi. Il Risorgimento fu un fenomeno anche musicale. A partire dal famosissimo canto de La Bela Gigogin, in cui ogni strofa è un simbolo della lotta contro gli occupanti austriaci (Gigogin fra i cospiratori voleva dire anche Italia). Uno storico dei Mille racconta che a volte bastava anche solo l’apparire di Garibaldi a scatenare il canto della “Gigogin”. Nell’autunno del 1847, Goffredo Mameli scrisse (o sottrasse) il testo de Il Canto degli Italiani. Il 10 novembre lo inviò al maestro Michele Novaro, che scrisse di getto la musica, cosicché l’inno poté debuttare il 10 dicembre, quando sul piazzale del Santuario della Nostra Signora di Loreto ad Oregina fu presentato ai cittadini genovesi ed a vari patrioti italiani in occasione del centenario della cacciata degli austriaci. Trentamila persone ascoltarono l’inno e l’impararono. Nel frattempo, Nino Bixio sulle montagne organizzava i falò della notte dell’Appennino. Dopo pochi giorni, tutti conoscevano l’inno. Durante le Cinque giornate di Milano, gli insorti lo intonavano a squarciagola. Per la famosa spedizione, Carlo Alberto Bosi scrisse, intorno al 1860, Addio mia

bella addio (L’addio del volontario). E poi nascono inni dedicati espressamente all’eroe, a partire dal più famoso, L’inno di Garibaldi, scritto nel 1858 da Luigi Mercantini (su richiesta dello stesso eroe dei due mondi) e musicato da Alessio Olivieri (che inizia coi famosi versi All’armi, all’armi! Si scopron le tombe, si levano i morti, i martiri nostri son tutti risorti). I volontari si esaltavano cantando Garibaldina, i Mille cantando ovviamente Camicia rossa. Garibaldi ispirò anche compositori moderni. Al canto risorgimentale, di autore anonimo, intitolato Garibaldi fu ferito, si ispirò il satirico Garibaldi blues di Bruno Lauzi e nel 1963, per uno spettacolo, fu scritta La morte di Anita Garibaldi, portata al successo dalla celebre cantante folk Giovanna Daffini con il Nuovo Canzoniere Italiano. L’eroe ha avuto anche il discutibile onore di approdare sul palco di Sanremo, dove nel 1987 Sergio Caputo portò in gara Il Garibaldi innamorato. Nel 1996 ci ha riprovato, non a Sanremo, Massimo Bubola, con una più seria Camicie rosse, nel suo disco Amore e guerra, ripresa anche da Fiorella Mannoia. Costo del biglietto: 10 euro (ridotto 8 e 5 euro). Prenotazioni: Circuito Piemonte Ticket.it oppure Exit Music, tel. 0172/715021.

CIVICO - Tel. 0175/43756 CHIUSO PER LAVORI ITALIA Tel. 0175/42223 Che bella giornata ven. 28, lun. 31 e merc. 2 (20-22.15), sab. 29 e dom. 30 (16-18-20-22.15). Uomini di Dio mart. 1 (21.15) - “Cineclub”. Immaturi ven. 28, lun. 31, mart. 1 e merc. 2 (20-22.15), sab. 29 e dom. 30 (16-18.05-20.1022.20). Qualunquemente ven. 28, lun. 31, mart. 1 e merc. 2 (20-22.15), sab. 29 e dom. 30 (16-18.05-20.10-22.20). Parto con il folle ven. 28, lun. 31, mart. 1 e merc. 2 (20-22.15), sab. 29 e dom. 30 (18-20-22.15). L’Orso Yoghi sab. 29 e dom. 30 (16). Giov. 3: chiuso per riposo.

RACCONIGI CINEMA S. GIOVANNI - Via Cesare Billia, 10 Il falsario giov. 27 (21) - “Giornata della memoria”. A single man - ven. 28 (15.30) - “Cinema diffuso”. La banda dei Babbi Natale sab. 29 (21) e dom. 30 (16).

BORGO S. DALMAZZO CINELANDIA: Tel. 0171/26.52.13 - Prenotazione posti al n. 199.151.645 o sul sito www.cinelandia.it Merc. 26 e giov. 27 SALA 1: Vi presento i nostri (21). SALA 2: Hereafter (20-22.40). SALA 3: Qualunquemente (21). SALA 4: Vallanzasca - Gli angeli del male (20-22.45). SALA 5: Che bella giornata (21.15). SALA 6: Immaturi (20.10-22.40). SALA 7: Skyline (20.15-22.45). SALA 8: Che bella giornata (20.30-22.40). SALA 9: Qualunquemente (20.20-22.45). SALA 10: Vi presento i nostri (20.20-22.45).

FOSSANO I PORTICI - Via Roma, 74 - Tel. 0172/833381 SALA VISCONTI: La rosa bianca - Sophie Scholl ven. 28 (11-17.30). Qualunquemente ven. 28 e sab. 29 (20.30-22.30), dom. 30 (16-18-20-21.45), lun. 31, mart. 1 e merc. 2 (21.15). Invito all’Opera - “Stagione teatrale di prosa” giov. 3 (21). SALA FELLINI: Parto con il folle ven. 28 e sab. 29 (20.20-22.30), dom. 30 (15.45-17.50-20-21.50), lun. 31 e mart. 2 (21). Il padre dei miei figli “Cineforum” merc. 2 (21.15). SALA DE SICA: Immaturi ven. 28 e sab. 29 (20.10-22.30), dom. 30 (15.30-17.40-20-21.50), lun. 31, mart. 1 e merc. 2 (20.45). Giov. 3: riposo.

NELLA FOTO: IMMATURI

RADIO

CINEMA

Al Ratatoj cinque film d’autore per riflettere sul nostro Paese

Per vedere “l’Italia che non si vede” SALUZZO. Una rassegna cinematografica per riflettere sul nostro Paese si aprirà, domenica 30 gennaio, presso il circolo Ratatoj di via Alessi. La rassegna – dal titolo “L’Italia che non si vede” – ha l’intento, secondo gli organizzatori, di «promuovere un cinema d'autore e di qualità che racconta il Paese reale, con i suoi problemi ed i suoi disagi attraverso la proiezione di film di registi italiani di valore usciti nelle sale negli ultimi due anni. Uno sguardo su aspetti dell'Italia spesso ignorati dai cliché della cinematografia contemporanea e dalla patinata fiction degli ultimi tempi». Pari opportunità, integrazione, degrado delle periferie urbane, cittadinanza sono alcuni dei temi proposti grazie ai cinque film scelti dal Ratatoj e dall'Anpi (Associazione nazionale partigiani italiani), in collaborazione con l’Ucca (Unione circoli cinematografici Arci) e con

Trasmissione su “Cuneo Nord”

la avrà il compito di sviscerare la storia di un ingrediente base di una ricetta considerata storica, spiegare perché quello che a noi risulta buono per un altro popolo possa essere perfettamente il contrario ed illustrare quanta politica territoriale è stata assodata affinché si sviluppasse un allevamento piuttosto di un altro. La trasmissione sarà legata da un filo d’antropologia culturale. Silvano Osella e Sergio Macario, titolare e direttore dell’emittente, non sono nuovi a questo genere di collaborazioni, utili a sviluppare trasmissioni atte ad evolvere e fare conoscere quelle “chicche alimentari piemontesi” ricchezza del nostro

il patrocinio del Comune. Si comincia con “Pietro” di Daniele Gaglianone, già ospite al Ratatoj con il suo primo film “I nostri anni”. La pellicola, presentata al festival di Locarno lo scorso anno, è un lavoro duro tra solitudine, violenza, rapporti familiari difficili, in un’ambientazione torinese rarefatta, ma emblematica, della nostra urba-

TEATRO

Il cibo: essenza di vita Il cibo: “Essenza di vita” è il titolo della nuova trasmissione condotta dal nostro collaboratore Silvano Osella, tutti i giovedì dalle ore 10.45, su Radio Cuneo Nord. La lotta per la difesa delle tradizioni agroalimentari del nostro Paese è ormai oggetto di battaglie ventennali e, durante questo periodo, Osella ha ottenuto il prestigioso titolo di Esperto in cultura dell’alimentazione e delle tradizioni enogastronomiche presso l’Università di Tor Vergata con la votazione di 110 e lode. La trasmissione è a filo diretto: l’ascoltatore potrà intervenire e raccontare al pubblico la sua ricetta tradizionale telefonando allo 0171/697034. Osel-

La pellicola di Daniele Gaglianone è ambientata a Torino

nità d’inizio secolo. Pietro (Pietro Casella) vive in un’anonima periferia. Ha un lavoro, una casa ed una famiglia. Guadagna pochi soldi in nero distribuendo volantini in strada. La sua casa è il vecchio appartamento lasciato dai genitori, ormai fatiscente, dove abita con il fratello Francesco (Francesco Lattarulo), che è

tutta la sua famiglia. Ma il loro rapporto è difficile. Francesco è un tossicodipendente, legato ormai in modo irreversibile al suo “amico” spacciatore NikiNiki (Fabrizio Nicastro) ed al suo gruppo di compari. L’unico modo che ha Pietro per mantenere un contatto con il fratello sembra che sia assecondare il ruolo di buffone ritardato affibbiatogli dalla corte degli amici. Le altre pellicole in programma, tutte la domenica sera: il 13 febbraio “Magari le cose cambiano” di Andrea Segre, il 27 febbraio “La bocca del lupo” di Pietro Marcello, il 13 marzo “Le quattro volte di Michelangelo Frammartino”, il 27 marzo “È stato morto un ragazzo” di Filippo Vendemmiati. Le proiezioni avranno inizio alle 21.30 (puntuali) presso il circolo. Ingresso libero per i soci Arci. Guido Martini

Per le scuole

Spettacolo in carcere

Silvano Osella

territorio. Cultura, alimentazione e piacere del “saper nutrirsi” saranno i temi utilizzati per far conoscere e far capire quanto cibo d’eccellenza è presente in Piemonte. A sorpresa saranno ospitate autorità locali, provinciali e regionali per difendere il nostro bagaglio enogastronomico.

SALUZZO. Ragazzi in carcere per assistere allo spettacolo “Non calpestare i fiori” realizzato dai detenuti della casa di reclusione “Morandi”. Dal 24 al 27 gennaio le porte della casa di reclusione saluzzese si sono aperte nuovamente ai ragazzi di alcune scuole della provincia, fra cui gli allievi dell’Istituto saviglianese “Eula”. «Sono molti – ci dicono gli organizzatori – gli insegnanti che hanno richiesto la possibilità di far partecipare le loro classi». Lo spettacolo, ideato e curato da Grazia Isoardi della Compagnia Voci Erranti, è il frutto di un anno di laboratorio teatrale con un gruppo di venti de-

Lo spettacolo “Non calpestare i fiori” messo in scena dai detenuti

tenuti che si sono confrontati con i principi della Costituzione Italiana. I fiori, infatti, rappresentano i pilastri su cui poggia la nostra carta costituzionale, fiori da difendere quindi e non da calpestare. Alle rappresentazioni è presente anche la saluzzese Paola Sibille, che porta agli studenti la propria testimonian-

za di donna che ha lottato per la libertà e la democrazia. L’iniziativa è resa possibile grazie al direttore Giorgio Leggieri, al responsabile dell’Area educativa Davide Sannazzaro, al Comandante Benedetto Novena ed alla Compagnia di San Paolo di Torino. l.c.


spettacoli

MUSICA

“Concerto dell’amicizia” tra le corali saviglianesi

Una città che ama cantare

giovedì 27 gennaio 2011

21

IN BREVE Reading di poesia

Sergio Gallo al Pelledoca SAVIGLIANO. Serata all’insegna della poesia con Sergio Gallo. Venerdì 28 gennaio, con inizio alle 21.30, presso il Pelledoca di via Cravetta, il poeta saviglianese propone un reading di poesia. Parole e immagini, grazie alle foto di Alex Astegiano, Elena Chesta, Nadia Lovera, Daniela Rinaldi e Dario Rivarossa. Dopo il successo del reading di Pinerolo, la possibilità di vedere il commento per immagini ad alcune delle poesie dell'ultima raccolta “Canti dell’amor perduto” edito da Puntoeacapo e di ascoltare tre componimenti inediti. l.c.

“Africa e dintorni” La corale femminile “Milanollo” diretta da Sergio Chiarlo

Il coro del civico istituto musicale “Fergusio”, diretto da R. Tallone

naldo Tallone, la corale femminile Milanollo di Sergio Chiarlo ed il coro polifonico Città di Savigliano diretto da Sergio Daniele. Potremo ascoltare repertori classici e popolari, alcune pagine di Mozart, canti gregoriani e sacri, oltre a pezzi tradizionali della nostra terra. La serata, sponsorizzata da Banca e Fondazione CRSavigliano, è aperta a tutta la cittadinanza. L’ingresso è gratuito.

Il coro polifonico Città di Savigliano, guidato da Sergio Daniele

SAVIGLIANO. Per onorare la festa di San Sebastiano, uno dei patroni della città, sabato 29 gennaio, alle ore 20.30, presso lo spazio Agorà (confraternita di via Torino), i gruppi canori cittadini proporranno un originale “Concerto dell’amicizia” per dimostrare quanto è bella una città che canta. Si esibiranno la corale Ana “Rino Celoria” diretta da Giancarlo Piacenza, il duo Toscanini (formato da Natascia ed Ivan Chiarlo), il coro Fergusio di Ri-

I dipinti di Donatella Ribezzo SAVIGLIANO. Nelle sale espositive del Roma Room Caffè di via Roma n. 128, da domenica 30 gennaio fino a domenica 20 febbraio, sarà possibile ammirare i quadri della mostra “Africa e dintorni” di Donatella Ribezzo, organizzata dall’associazione culturale “Giuseppe Morino”. Si potranno ammirare, spiegano i promotori, «i particolari lavori di una giovane artista “innamorata” delle bellezze umane, paesaggistiche e caratteristiche del Continente Nero, viste con l’occhio appassionato della bellezza e della curiosità che lo stesso può regalare, specie attraverso l’elegante potenza della sua fauna, a chi è ormai cooptato da una società inquinata moralmente e fisicamente». Coordinamento artistico: Donatella Ribezzo, Giorgio Barberis e Fulvio Berardo. Orari: da martedì a domenica, ore 10-21. Ingresso libero.

Fabri Fibra all’Evita

Dopo il concerto sold-out di Venaria

Il duo “Arturo Toscanini”

Il coro saviglianese dell’Associazione nazionale Alpini è intitolato a Rino Celoria. Dirige G. Piacenza

CAVALLERMAGGIORE. Durante la serata di sabato 29 gennaio, l’Evita disco ospiterà Fabri Fibra, “reduce” dal concerto che il rapper terrà la sera stessa al teatro della Concordia di Venaria Reale (i biglietti sono esauriti da tempo). Fabri Fibra sarà in discoteca per salutare i suoi fans, ma non effettuerà alcuna performance live. Sarà un’occasione, comunque, per vederlo di persona.

Il rapper Fabri Fibra


22

lettere

giovedì 27 gennaio 2011

I LETTORI CI SCRIVONO I ragazzi hanno “cattivi maestri” Egregio direttore, leggo sempre con attenzione le lettere pubblicate dal suo giornale perché rivelano il pensiero comune; in particolare, m’interessano quegli argomenti che sfociano in accese discussioni epistolari e, sperando sinceramente di non recarle disturbo, mi appresto a provocarne una nuova. Sul numero 3 del suo giornale è stata pubblicata una lettera, quella riguardante le cattive abitudini dei nostri giovani, che solleva un problema vero, ma a mio parere visto da un’ottica sbagliata. In tale lettera sono elencati una serie di difetti dei giovani d’oggi: in breve, si afferma che sono maleducati, volgari e senza valori, consumisti e amanti del lusso, vogliono tutto e subito, che non hanno rispetto per l’autorità e per gli anziani, eccetera. Poi, con un sussulto di buonismo, viene sottolineato il fatto che non bisogna generalizzare e che in fondo qualche bravo ragazzo esiste ancora. Nel suo immenso pessimismo, l’autore di quella lettera ha dimenticato un aspetto importantissimo, cioè la mancanza di rispetto dei giovani nei confronti della loro vita e il sempre più assiduo utilizzo di sostanze stupefacenti, ma soprattutto non pone domande sulle cause che inducono i nostri giovani a comportarsi così. Partendo dal presupposto che ognuno di noi impara dalle esperienze che vive quotidianamente in famiglia, nella scuola, nel lavoro, nello sport, nel tempo libero, nella politica, si può facilmente concludere che il comportamento dei giovani è davvero un problema, ma le cause sono da ricercare al loro esterno; potremo dire che sono soltanto “gli attori del film, ma il copione lo scrive qualcun altro”. Se provassimo a guardarci intorno, vedremo facilmente che il nostro Paese è guidato da un 70enne circondato da mediocri raccomandati che, invece di dare il buon esempio, insegnandoci la convivenza civile, il disinteresse, il rispetto del prossimo, della diversità, della giustizia, dell’onestà, invece incarnano proprio i disvalori che ci creano indignazione quando sono praticati dai nostri giovani. Chi governa ha la responsabilità più grossa se le istituzioni non godono più del rispetto dei cittadini; ciò, infatti, accade perché sono occupate per risolvere i problemi personali o di gruppi di potere politico e/o commerciale, invece di occuparsi della collettività. Difficile biasimare i giovani alle prese con le incertezze del futuro che noi gli stiamo offrendo, difficile incoraggiarli se non c’è lavoro e nessuno s’impegna per aiutarli, difficile indicargli la via dell’impegno e del sacrificio se gli insegniamo che per fare carriera non serve il talento e la perseveranza, ma è sufficiente svendere il proprio corpo e che, se questo non ha mercato o non basta, possiamo usare come merce di scambio la nostra dignità. Detto tutto ciò mi stupisco positivamente, nello scoprire quotidiano, che ci sono ancora tanti giovani sani, vogliosi di creare un futuro migliore, impegnati nella politica e nel volontariato, giovani che hanno il coraggio di ribellarsi all’orrendo declino al quale i beneducati vecchietti li hanno condannati. Mi sento solidale con questi ragazzi che hanno avuto la fortuna di trovare sulla loro strada degli uomini veri, che hanno saputo valorizzarli, facendoli uscire dal guscio apatico creato ad arte intorno a loro per renderli soli e schiavi del commercio sfrenato, ecco perché, in varie forme, traspare il loro disagio. Forse, egregio direttore, questi giovani sono meglio di noi e dei loro padri e magari saranno proprio loro a costruire un mondo migliore, ammesso che, lasciandogli lo spazio per farlo, il 70enne di cui sopra insieme a tutti i suoi lacchè si tolga finalmente dai piedi. Roby Lopreiato – Savigliano

Giovani: non tutto è perduto Egregio direttore, in risposta alla lettera di Eugenio Dario Arese, del 20/1/2011, intitolata “Ah, questi giovani di oggi!”, riteniamo che, nonostante la volontà espressa nella sua premessa (posta in modo originale come conclusione) di “non generalizzare e fare d’ogni erba un fascio”, la sua analisi sui giovani d’oggi sia eccessivamente categorica e troppo approssimativa. Innanzitutto, la critica che fa ai giovani, ritenuti “apatici, arroganti, bamboccioni, cinici, consumisti, disimpegnati, egoisti, ignoranti, immaturi, incolti, incoscienti, insensibili, maleducati, mammoni, menefreghisti, scansafatiche, viziati, volgari”, potrebbe essere facilmente estesa alla società in generale, a prescindere dalla generazione di appartenenza. Siamo consapevoli del fatto che una parte della componente giovanile possa essere identificata in tutto o in parte con la sua descrizione. La gioventù del resto riflette e fa propri quei valori (se tali si possono definire) che la società in cui vive produce ed esalta. Le scriviamo dunque per farle presente che esistono ancora giovani volenterosi di partecipare attivamente alla vita pubblica (politica e sociale) e che vedono nella cultura, nella partecipazione e nel dialogo strumenti di progresso. Crediamo, quindi, che la sua critica manchi di finalità costruttive e che il semplice evidenziare realtà negative della nostra società giovanile, ignorando le cause che ad esse hanno portato e gli aspetti positivi ad esse parallele, sia più che altro fine a se stesso. Non può forse essere questa stessa profonda sfiducia nelle nuove generazioni una delle cause dei loro criticabili atteggiamenti? Un gruppo di giovani con qualche speranza: Davide, Giovenale, Andrea, Matteo, Davide, Carlo, Stefano, Federico, Leonardo

Chianoc: Buttieri replica ai sindacati Egregio direttore, senza occupare troppo spazio, intendo brevemente replicare alle lettere della scorsa settimana in merito alla casa di riposo Chianoc! Per prima cosa, voglio puntualizzare alla signora Botta, in qualità di coordinatore del PDL della città di Savigliano, che le considerazioni espresse nell’intervista resa al vostro giornale erano politiche e tali devono essere considerate senza strumentalizzazioni a carico dell’ente A.T.C. che presiedo, il quale, lavorando sul territorio, non fa distinzioni politiche di sorta, cosa che non sempre accade negli enti pubblici. Il mio ruolo politico, prima di consigliere comunale ed ora di coordinatore, impone un’attenzione particolare al problema Chianoc, che ho sempre sostenuto negli anni per la tutela degli anziani in primis, poi della struttura (demolirla era da sciacalli) e, come ho sempre cercato di fare, dei dipendenti! Mi rammarico per lo stupore della dottoressa Botta sul mio intervento ma, da cosa mi risulta, sia l’ente che presiedo e sia la mia persona sono stati citati in uno degli incontri in cui purtroppo non ero presente per replicare. Poco male.Vengo alla sostanza: mi viene contestata la proposta della contrattazione, ma ad oggi mi pare che nessun confronto sia stato avviato da parte dei sindacati; c’è stato solo il volantinaggio sulla pubblica piazza! Ritengo doveroso puntualizzare, anche a beneficio del gruppo “Stop al consumo del territorio”, che tutti seduti ad un tavolo di lavoro con dati certi e senza demagogia il problema si risolverebbe sicuramente. Non credo che la nuova gestione voglia penalizzare i dipendenti, in quanto sono loro che garantiscono il servizio e il buon nome della Chianoc da anni. Però bisogna ragionare su alcuni aspet-

ti. Se la struttura ha un bilancio con perdite milionarie, se ne devono analizzare le cause. La “Chianoc” è l’unica struttura in provincia di Cuneo con il più alto costo ora/assistenza per i servizi erogati oltre ad avere le rette tra le più basse. Se non ho contato male, la voce “personale” pesa sul bilancio più del 70%. Con questo, nella mia proposta di trattativa, non volevo dire “resa incondizionata ad ultimatum e ricatti” perché non mi pare ci siano stati. Sicuramente i due argomenti da discutere devono essere “personale” e “rette”, in quanto l’amministrazione della Chianoc ha già fatto tutto il possibile per limare le spese superflue. Come in tutte le trattative, se non si sbandierano principi di parte, la soluzione si trova! Da quanto ho letto, mi pare che il sindacato di categoria a Robilante abbia firmato un contratto pari a quello proposto per la Chianoc. Ritengo quindi demagogico e non costruttivo sparare a zero dicendo “perdita di diritti delle persone, ecc...”; serve una buona dose di buon senso nell’ambito di una trattativa corretta e tesa ad un unico intento: salvare la casa di riposo di Savigliano dalla chiusura! Altrimenti, sì che lasceremo a tutti, ospiti e dipendenti, “un piatto di lenticchie”! Marco Buttieri – Coordinatore PDL Savigliano

«Multe per chi sporca» Gentile direttore, approfitto del vostro giornale, il principale di Savigliano, per fare presente al Consiglio comunale una mia constatazione. Siccome la nostra città è molto abbellita da fiori e vasi ornamentali, vorrei segnalare che tutte le cacche dei cani sparse per le vie, i pacchetti di sigarette stropicciati ed i fazzoletti di carta buttati per comodità non danno un buon esempio di educazione civica.Vista la severità nel multare cittadini non attenti al codice stradale, perché non applicare anche multe per chi è poco attento a mantenere la città pulita. Sperando che questo appello venga letto da qualche autorità comunale, mi scuso e porgo distinti saluti. Una pensionata che possiede un cane – Savigliano

Un grazie a chi soccorre Riceviamo e pubblichiamo. Il 31 dicembre scorso, a seguito di un incidente in viale Vallauri a Fossano, sono stata soccorsa dal 118. Volevo ringraziare di cuore i volontari, l’infermiera e la dottoressa della Croce Bianca di Fossano per la loro bravura e la tempestività nell’intervenire. Grazie anche a medici, infermieri, personale del Pronto Soccorso e O.B.I. (Osservazione Breve Intensiva) di Savigliano per le cure e medicazioni prestatemi. La vostra gentilezza e cortesia valorizzano e rafforzano il vostro operato e la vostra indiscussa professionalità donando conforto e serenità a chi ne ha bisogno. A 118, Croce Bianca di Fossano, Pronto Soccorso e O.B.I. di Savigliano: BRAVI e ancora GRAZIE! L.M. – Fossano

Senza dignità Egr direttore, ci si sente allibiti, esterrefatti, annichiliti, dalle notizie che si susseguono a ritmo serrato: fossero notizie sull’occupazione, sul lavoro, sulla famiglia. No, sono sempre notizie turpi, che presentano comportamenti esecrabili tenuti da personaggi che, per il posto che occupano, hanno anche responsabilità pedagogiche. Ma essi queste le soddisfano, almeno nei confronti di quanti li hanno finora appoggiati, garantendo di essere contro l’aborto, l’eutanasia e il testamento biologico. Che poi i comportamenti siano distruttivi di ogni dignità e di ogni etica, poco importa. Poco pareva dunque importare, fatti salvi Famiglia Cristiana e successivamente Avvenire, alla Gerarchia, poi finalmente vi è stata prima una misurata presa di posizione da parte del presidente della Cei e successivamente del Segretario di Stato che, pur usando il bilancino diplomatico, non ha taciuta la gravità della situazione creatasi ed il conseguente disagio. Successivamente è intervenuto lo stesso Pontefice, che quasi all’unisono col Presidente della Repubblica si è espresso con una chiarezza che non lascia dubbi. Ha poi colpito l’assoluta mancanza di presa di posizione di quante si definivano femministe, perché da quello che ci è dato sapere ce n’è ben donde. Siamo stupiti di Formigoni che prudentemente tace, ma che nel listino aveva una tale Nicole Minetti, personaggio certo degno di farne parte per l’altissima moralità come si evince da quanto pubblicato. E notevole è pure la contro testimonianza ai valori del Vangelo di un altro noto personaggio, espressione di Comunione e Liberazione, capace di negare in tv perfino l’evidenza. È incomprensibile che il premier sia un uomo solo, che non abbia amici non servili e non fanatizzati che lo portino alla ragione e al rispetto dello stato di diritto, perché tra l’altro sta coprendo di ridicolo tutta la nazione e, come è stato fatto rilevare, fa specie che non ci sia un sussulto di dignità. È tragico avere una democrazia in simili mani: non si tratta di essere di destra o di sinistra perché c’è un’etica, magari nemmeno scritta, che tutti sono chiamati a rispettare, per cui in nessun Paese democratico ad un premier con queste accuse sarebbe concesso di governare. Ci pare che la destra, se vuol governare il Paese, abbia ben altri personaggi giacchè, al di là dei reati veri o presunti di cui si occuperà la magistratura, è inaccettabile che sia capo del governo chi fa mettere in ridicolo la nazione, chi non ha il senso dello Stato, chi non lavora per il bene comune ed è incapace di rispetto di sé e degli altri. Si smetta di dire che è un perseguitato, i magistrati fanno il loro dovere, che è quello di perseguire i reati: se il cavaliere è sicuro di non averli commessi vada dai giudici e porti le sue ragioni, ma in realtà li ha sempre evitati, dicendo poi di essere sempre stato assolto mentre non è vero, perché molti reati sono spariti grazie a leggi ad personam, per altri gli avvocati sono stati così abili da portarli in prescrizione, per ben tre volte ha avuto la concessione delle attenuanti generiche quindi… Ora cerca in tutti i modi, secondo il suo costume, di delegittimare ancora una volta la Magistratura dicendo addirittura che vuole punire chi fa il suo dovere: non si è mai dato che l’imputato voglia punire i giudici! Ci piacerebbe sapere cosa avranno pensato i familiari dei caduti in Afghanistan quando hanno saputo che chi li manda colà, mentre essi rischiano la vita, si diverte in festini. Forse chiedo troppo, ma chiudo citando un antico proverbio: «Il diavolo fa le pentole, ma non i coperchi». Che questa volta la pentola fosse troppo piena, per cui il luridume sovrabbondante sia uscito in modo irreversibile? Osvaldo Pignata – Savigliano

Un plauso ai piccoli giornali Riceviamo e pubblichiamo. Breve pensierino della sera, reduce dall’ennesima puntata di quella trasmissione che, oramai, io intitolerei “Spazio Santoro, Anno Niente” (non rinomino Floris,Vespa, ecc... perché non mi va di perdere tempo). In sostanza: ormai è evidente che quasi tutte le maggiori testate nazionali, le Tv, le radio, i motori di ricerca e via dicendo, di destra, centro e sinistra, dedicano paginate

intere, la prima in particolare, ai casi di “smignottamento” pubblico citando ogni due righe o due parole il nome del presidente del Consiglio da tutti tanto aborrito quanto peraltro ammirato (è uno che, dicono, “ciula” come un riccio, quindi fa anche un po’ invidia!). E, come ben sottolineato dal direttore Mieli, nessuno si occupa più del caro benzina, dell’aumento dei prezzi al consumo, di un’economia che è arrivata al ventesimo tiro di cinghia, dei nostri soldati che lasciano le penne in terre di fuoco, degli accordi di Mirafiori. Insomma, dei veri problemi del Paese relegati in tagli minimalisti pieni di pubblicità. Amare riflessioni: 1) è evidente che il tutto è costruito per distrarre il popolo in ordine alle esigenze reali del quotidiano e per aumentare vendite di giornali ed audience varie (situazione certo da basso impero); 2) mi stupisce il fatto che i Sinistri ed i Contro Governo non si accorgano che il citare a raffica il nome del Gran Capo diventa martellante pubblicità indiretta per il medesimo (il gradimento della base sta aumentando a dismisura!); 3) da giornalista, conoscendo bene il codice etico della categoria, mi pare che lo stesso sia ormai cestinato da tempo e mi fa insorgere il dubbio che molti colleghi ci sguazzino alla grande. E poiché il tutto fa decisamente venire il voltastomaco, rivolgo alle varie testate locali i più sinceri complimenti per essersi sempre distinte dai “Grandi” della comunicazione operando con serietà, dignità, competenza, deontologia professionale e con la speranza che, nel prosieguo, non vengano contaminate dalla melma dell’ormai imperante malcostume mediatico. Giorgio Barberis – Savigliano

«Fondo amianto: servono migliorie» Riceviamo e pubblichiamo. In data 13 gennaio 2011, i ministri del Lavoro e dell’Economia hanno emanato il decreto attuativo della legge istitutiva del Fondo per le Vittime dell’Amianto (legge 28 dicembre 2007, n. 244, art.1, commi 241-246). Il decreto avrebbe dovuto essere emanato a 90 giorni dalla sua promulgazione. La mobilitazione da parte delle associazioni delle vittime e l’insistenza istituzionale dei senatori che le sostengono è stata pressante e duratura ed ha portato a questo primo risultato. Il decreto è inadeguato e non è soddisfacente per quanto richiesto e voluto dalle associazioni, dai familiari delle vittime, dagli esperti, dagli stessi parlamentari interessati. Infatti, hanno diritto al Fondo solo “i titolari di rendita… che hanno contratto patologie asbesto-correlate per esposizione all’amianto ed alla fibra fiberfrax riconosciute dall’Inail…”. Coloro invece che sono stati esposti in ambiente non lavorativo e non sono stati riconosciuti dall’Inail, come i familiari dei lavoratori esposti o i cittadini vicino ad altre fonti, e che ora non hanno alcun diritto, non otterranno nulla. Il nostro impegno e la nostra mobilitazione pertanto continuano, perché: a) per dovere di giustizia, la legge vada interpretata nel senso dell’estensione del diritto a tutti coloro che si sono ammalati o sono morti per malattie da amianto; b) il Fondo per le vittime abbia un finanziamento maggiore di quello stabilito, adeguato al numero delle persone colpite; c) il diritto alle prestazioni venga considerato un diritto soggettivo. Per entrare maggiormente nel merito del problema ed in occasione della presentazione della petizione rivolta al presidente del Senato, corredata da 10.000 firme raccolte dalla nostra associazione, affinché la proposta di legge sull’amianto già presentata nel 2008 esca dal cassetto della Commissione competente e venga discussa e approvata, con il Senatore Felice Casson e gli altri senatori firmatari è stata indetta una conferenza stampa presso il Senato della Repubblica, alle ore 12, di giovedì 3 febbraio prossimo. Per l’Associazione Italiana Esposti Amianto, Armando Vanotto (presidente) e Fulvio Aurora (segretario)

Savigliano-Saluzzo: la situazione Gentile direttore, intervengo in merito alle dichiarazioni del consigliere regionale Giovanni Negro in cui si fa accenno ai collegamenti viari a servizio di Saluzzese e Saviglianese, con particolare riferimento alla strada provinciale 662: mi preme, in proposito, ricordare come la competenza esclusiva spetti, in materia, alla Provincia che rappresento in qualità di assessore con delega a Piano nodi ed investimenti sulla rete stradale trasferita. Ciò detto, ben vengano gli interventi del consigliere regionale Negro, autore di un’interrogazione sul tema, come dei primi cittadini, tutti animati da spirito di collaborazione ed attenzione nei confronti di una problematica che investe una vasta porzione del territorio provinciale. Occorre però una precisazione di carattere generale. L’accordo tra gli enti prevedeva per il Piano nodi riguardante la provincia di Cuneo il finanziamento integrale delle opere entro il 31 dicembre 2009. In realtà, in quella data la Provincia ha incamerato solo una parte minoritaria, pari al 40% dell’importo totale previsto e necessario alla realizzazione di tutti gli interventi a calendario. Utilizzando questi fondi sono state realizzate alcune infrastrutture. Cito, fra tutte, la tangenziale di Sommariva del Bosco inaugurata di recente e la variante di Beinette che entrerà in attività a breve. Ad oggi esiste un accordo per la riformulazione del piano, in sintonia con l’assessore regionale Barbara Bonino, con la quale abbiamo avviato un fattivo rapporto di collaborazione. La nuova calendarizzazione risponderà al criterio di attenzione alle risorse imposto dalla congiuntura in atto, tramite l’individuazione di priorità che ricomprenderanno certamente la Saluzzo-Savigliano quale arteria di collegamento tra due importanti territori e dell’area di competenza alla rete autostradale. Venendo al nodo viario in esame, una volta acquisiti gli ultimi elementi richiesti alla Società di committenza della Regione Piemonte, sarà possibile pervenire ad una soluzione in poche settimane. La decisione sarà comunque preceduta da un ulteriore confronto con gli amministratori locali coinvolti e con il mondo produttivo. Seguirà l’avvio dell’iter progettuale dell’opera che farà parte, ribadisco, del nuovo piano nodi di prossima definizione. L’assessore provinciale Roberto Russo – Cuneo

Confagricoltura, telefoni in tilt Egregio direttore, con la presente intendo porgere le scuse ai soci e agli utenti della nostra associazione che, nel corso degli ultimi dieci giorni, non sono riusciti a contattare la segreteria provinciale e l’ufficio di Cuneo.Tengo a sottolineare che i disservizi ed il cattivo funzionamento delle linee telefoniche non sono da imputare in alcun modo alla Confagricoltura di Cuneo che, pur avendo provveduto a segnalare i problemi sulle linee tempestivamente e ripetutamente alla compagnia di telecomunicazioni “B.T.”, non ha ottenuto immediato e risolutivo intervento. Augurandoci che una tale situazione di disagio non abbia più a ripetersi, invitiamo i nostri utenti a contattare, solo in caso di urgenze, il numero telefonico 338/6442699. Roberto Abellonio – Direttore di Confagricoltura Cuneo


rubriche

Cucina del territorio piemontese a cura dell’Accademico Silvano Cav. Osella

Il mondo del cioccolato Il cioccolato fondente é da estimatori, si ama o si odia, è di gradimento oppure è totalmente indifferente, ma è un alimento sempre motivo di studio e di ricerche. Io, personalmente, amo definirlo un alimento che ha già fatto storia, ma continua imperterrito nella sua strada. Si narra che, in un’antica leggenda degli Aztechi, una principessa si fece uccidere per difendere il tesoro del popolo. Il sangue della principessa bagnò il terreno e nacque una pianta che dava frutti amari come il suo sacrificio, forti e decisi come il suo coraggio e dal colore rosso come il sangue. Questa pianta aveva dei poteri magici, ossia aveva il dono d’impartire a chi si avvicinava la forza e l’energia. Quetzalcòatl, il dio dal corpo piumato a forma di serpente, decise di regalarla agli uomini affinché trovassero giovamento alla stanchezza data dal duro lavoro. La fava di cacao è un frutto dalla forma piuttosto allungata, che contiene circa una quarantina di semi avvolti in una polpa bianca. Fondamentale é la raccolta di questi frutti a totale maturazione, in modo da evitare la trasformazione in un sapore sgradevole ed amaro. Importantissimo successivamente sarà il passaggio della fermentazione, che permetterà di ottenere profumo ed aromi. Naturalmente più questi elementi saranno intensi e più incideranno sul prezzo finale al consumatore. I maggiori produttori di cioccolato sono la Costa d’Avorio, il Brasile e la Malesia. Il Criollo, il Forastero e il Trinitario sono i tre tipi di piante che maggiormente determinano la produzione di cioccolato in Europa. La pianta originaria degli Aztechi e dei Maya è il Criollo. Questa é una pianta che dà una scarsa produzione, ma da cui si ottiene anche il cacao più pregiato, dal sapore molto delicato, aromatico e pochissimo amaro. Per tale motivo, la sua coltivazione é poco presente (5%) ed é

prodotta in maggior quantità nell’America Latina. In Africa Occidentale la pianta del cacao è il Forastero, molto più resistente della Criollo, ma soprattutto molto più redditizia. Oggi, il Forastero ricopre quasi l’80% della produzione mondiale e produce un cacao molto meno gradevole, più amaro. Queste due caratteristiche fanno sì che venga utilizzato come ingrediente base per fare i tagli delle miscele. In Ecuador la varietà del Forastero, detta Amenolado, è considerata di alta qualità e pregio. Il Trinitario è un incrocio di due specie originarie dell’isola caraibica di Trinidad ed é presente in America Latina, Indonesia e Sri Lanka. Si può rilevare una differenza di acidi grassi tra i tre diversi tipi di piante, ma gli acidi grassi presenti sono palmitico, stearico, oleico, linoleico, arachidonico e benzoico. Le vitamine idrosolubili presenti nel cacao sono la tiamina, la niacina, la riboflavina, il piridossalfosfato, l’acido ascorbico e l’acido pantotenico; fra le liposolubili la vitamina E e la vitamina A. L’anandamide é un lipide endogeno in grado di legarsi al recettore dei cannabinoidi, quindi di generare effetti comportamentali e di produrre effetti sul tono dell’umore e sulle funzioni cognitive, quali l’apprendimento e la memoria. Naturalmente, il tutto deve essere usato con moderazione, perché la dipendenza e l’obesità é il risvolto dell’abuso. Il cacao è quotato in borsa, quella di Londra per il cacao africano e del sud-est asiatico. Il cacao sudamericano è quotato in borsa a New York. Il cioccolato è un piacere da vivere e da rivivere con il senso della misura.

La fava di cacao contiene una quarantina di semi

da mercoledì 26 gennaio 2010 a mercoledì 2 febbraio 2010

Grana. Il sabato e la domenica appuntamenti audiovisivi su prenotazione. Ingresso libero. Aperto tutti i giorni, chiuso il martedì.

Viticoltura

Arte in grotta

Convegno alla Castiglia

Ceramiche e natura

SALUZZO. “Viticoltura e paesaggio” è il convegno, organizzato dalla Fondazione “Amleto Bertoni”, che si terrà venerdì 28 presso il Centro "Giuseppe di Rovasenda" (alla Castiglia). Inizio, ore 9.30. Nel pomeriggio, visita guidata all’azienda viticola sperimentale La Bicocca di Verzuolo e l’Educational tour presso l’azienda delle Colline Saluzzesi. Informazioni allo 0175.43527.

BOSSEA, Val Corsaglia. Le Grotte di Bossea ospitano una mostra permanente di arte contemporanea – “Arte in grotta” con opere posizionate negli angoli più suggestivi, perfettamente inserite in uno scenario naturale antico di millenni. La materia utilizzata è la ceramica. Informazioni ai numeri 0174.349240 o 347.0594646.

Sulla “sua” Cuneo CUNEO. Fino a domenica 30 si può visitare la mostra “Tutta la mia città... Cuneo”, raccolta di oltre 200 fotografie di Paolo Bedino 1963-1973, esposte in Palazzo Samone, via Amedeo Rossi n. 4. Ingresso libero con orario: martedì-mercoledì ore 10-13, dal venerdì alla domenica ore 16-19. Info: Biblioteca Civica tel. 0171.444640.

Immagini Pop

Mostra di pittura CUNEO. Fino a fine gennaio è visitabile la mostra di pittura “Immagini Pop”, a cura di Riccardo Balestra, al Bar/Ristorante Dopolavoro Ferroviario (Lungo Stura).

Visite guidate

Alle bellezze monregalesi MONDOVÌ. Il tour operator Terre di Emozioni propone tutti i giorni visite guidate a Mondovì con partenza dalla funicolare – Stazione di Breo alle ore 15.30. Quota di partecipazione: 16 euro (include: passaggio in funicolare, visita guidata, degustazione vino locale). Durata indicativa: 2 ore. Prenotazioni entro 72 ore prima. Informazioni e prenotazioni: e-mail info@terrediemozioni.com o telefono 0174.44343.

Centro studi Catari

Luogo di cultura VALGRANA. Presso il Centro studi Catari, i visitatori possono consultare libri sulla storia locale, sulla saggistica e sulla spiritualità e usufruire della sala lettura. Sono inoltre presenti dépliant su Valgrana e la Valle

GIORNATA

Pattinaggio

In valle Varaita SAMPEYRE. Nella località turistica della val Varaita c’è una pista di pattinaggio di 650 metri quadrati, aperto tutti i giorni nei week-end fino al 27 febbraio, con il seguente orario: dalle 14.30 alle 18.30 e dalle 20.30 alle 23. Manterrà lo stesso orario di apertura il bar del Centro sportivo, dove si possono gustare cioccolate calde e “bombardini”. Il biglietto di ingresso è invariato rispetto agli anni scorsi: 8 euro (ingresso pista + noleggio pattini), 5 euro (solo ingresso pista). Informazioni: Pro Loco Sampeyre tel. 347.6808605.

Memoria

Per non dimenticare Tante le iniziative in provincia per la Giornata della Memoria, giovedì 27. In municipio a Cuneo c’è la mostra “Prove di sterminio, l’eliminazione dei disabili nella Germania nazista”. A Costigliole Saluzzo, proiezione del film “Train de vie”, alle 10 nel salone parrocchiale. A Saluzzo, in Sinagoga (via Deportati ebrei n. 10), alle 10, cerimonia ufficiale con letture a cura degli studenti. Seguirà visita al cimitero ebraico. Alle 18.30, camminata sulle tracce degli ebrei saluzzesi guidati da Mariella Ca-

23

Fiocco rosa Sabato 15 gennaio la cicogna è atterrata sulla casa dei coniugi Chiara Dellavalle e Davide Sasia ed ha portato loro, con immensa gioia, la piccola CAROLINA. Ai neo-genitori ed ai familiari tutti sincere felicitazioni dalla redazione de “Il Saviglianese”.

Auguri Tanti auguri, SIMONE PANELLA, per i tuoi meravigliosi 18 anni! Ti vogliamo bene! Mamma, papà, Carolina e Riky

Francesco e Serena Bisotti porgono tanti auguri alla sorellina ARIANNA, che il 25 gennaio ha spento la sua prima candelina. Bacioni anche da mamma, papà, nonni e zii!

Dove andare

Foto di Bedino

giovedì 27 gennaio 2011

Una scena di Train de vie, proiettato a Costigliole

rena e Sandro Capellaro dell’associazione “Giorgio Biandrata”. Ritrovo davanti al municipio. A Mondovì, proiezione del film “1943. Il tempo di una tregua”, presso la sala conferenze di corso Statuto n. 11. A Bagnolo, alle 21, in biblioteca, sarà presentato il volume di Ornella Giordano “Il buio prima della li-

bertà”, raccolta di poesie. A Piasco, presso il Museo dell’Arpa Victor Salvi saranno presentati i libri “Il giardiniere” di Cinzia Degiovanni e “Elementi pericolosi: antifascismo cuneese 1922-1943” di Livio Berardo. Modera il prof. Guido Monge (prenotazioni al numero 0175.270510).

Buon compleanno al piccolo NICOLÒ che sabato 29 gennaio soffierà sulla sua prima candelina! Madrina e padrino

La generosità dei saviglianesi - La famiglia Bacchetta, in memoria di Salvatore, ha devoluto un’offerta alla parrocchia di S. Andrea, all’Istituto S. Famiglia ed alla chiesa di S. Filippo. Ha, inoltre, destinato ulteriori somme raccolte per l’assegnazione di due borse di studio ad alunni meritevoli dell’I.I.S. “Cravetta-Marconi” di Savigliano. Vicini di casa e conoscenti a caro ricordo di Rina Abrate hanno beneficato: € 115 – PARR. S. ANDREA € 115 – CHIESA MADONNINA DI MACRA AIDO € 100 – Agnese Mortarotti Garzino per il S. Natale; € 200 – Ing. Ernesto Frandino; € 10 – Anita Audisio in memoria del padrino Giuseppe Garbarino. AVIS € 20 – Vincenzo Supertino in suffragio dei defunti Supertino e Borra; € 20 – N.N.; € 80 – Fam. Gianoglio in suffragio di Mariuccia Gianoglio; € 20 – Rita Riaudo in ricordo di Angelo Riaudo; € 200 – Ing. Ernesto Frandino per il S. Natale; € 10 – Anita Audisio in memoria di Renata Ferrero. AVO € 100 – Fam. Ferrero Sergio-Racca in suffragio di mamma Renata. CASA DI RIPOSO CHIANOC € 20 – Clara e Guido Ambrassa in memoria di Lucia Allasia ved. Chiapello. CHIESA MADONNINA DI MACRA € 80 – Le amiche Carla Allocco, Nuccia Blengino, Giulia Correndo, Tere Correndo, Rita Fresia, Lucia-

na Fresia, Rosalba Richelmi e Serica Risso in ricordo di Rina Abrate. FOND. PIEM. RICERCA CANCRO (Candiolo) In suffragio di Vittoria Pagliero ved. Racca hanno beneficato: € 45 – Fam. Beltramo Francesco, Beltramo Mario e Sasia Michele; € 90 – Fam. Buttieri Alessandro, Buttieri Michelangelo, Pansa Silvana, Mellano Graziella, Operto Vittorio, Frandino Elio, Reynaudo Michele, Cesano Antonio e Demaria Mario. OASI GIOVANI € 50 – Avv. Giuseppe Trucco. PARR. S. ANDREA € 50 – Teresina Ferrero, Maria Morello, Elda Rosso, Franca Avena e Valentina Bergesio in memoria di Maria Santina Taricco ved. Tesio; € 160 – Condominio di via S. Andrea n. 70 (Savigliano) in suffragio di Francesca Ambrogio ved. Berardo. PARR. S. GIOVANNI € 50 – Famiglia Barge (per il riscaldamento). PARR. S. PIETRO € 75 – Condominio S. Giuseppe (Savigliano) in suffragio di Caterina Sola. SANTUARIO APPARIZIONE € 120 – Fam. Moriondo, Marengo, Gili, Comandù, Riaudo e Mellano Domenico in suffragio di Teresa Racca ved. Gennero. Si avvisano i lettori che non vengono più pubblicati elenchi con oltre 10 nominativi per offerta. Chiediamo, pertanto, di sintetizzare i nomi da pubblicare onde evitare spiacevoli malintesi. Grazie per la collaborazione.


24

rubriche

giovedì 27 gennaio 2011

Savigliano nera 1910 - Un oste investito da un’automobile Erano le due del pomeriggio di lunedì 15 maggio 1910, quando il proprietario di un’osteria situata nelle vicinanze del Santuario dell’Apparizione incorse in un incidente mentre percorreva in bicicletta la strada da Savigliano a Suniglia. Una strada costellata di buche, più o meno profonde, in una delle quali incappò la ruota anteriore del suo velocipede, facendolo ruzzolare a terra. In quel preciso momento sopraggiunse dal lato opposto della strada un’automobile, guidata dal capitano dei Ber-

saglieri Vincenzo Stevano, nativo di Savigliano, che nel 1870 aveva partecipato alla conquistata di Roma sotto il comando di Raffaele Cadorna. Pur avendo azionato immediatamente i freni, e cercato di scansarlo, egli investì il ciclista, poi lo aiutò premurosamente a rizzarsi in piedi, lo fece salire sulla propria automobile e lo portò all’ospedale civile di Savigliano. I medici constatarono che aveva una gamba rotta e delle ferite di poco conto rimarginabili nel volgere di alcuni giorni. Per la guarigione

Massimi Ritardi

della gamba sarebbero occorsi invece non meno di tre mesi, purché non fossero sorte delle complicazioni. Quanto alla spesa per la degenza in ospedale ed alle cure cui sarebbe stato sottoposto se le addossò Stevano, ritenendosi colpevole dell’incidente sebbene fosse avvenuto accidentalmente. L’indomani mattina la moglie dell’oste, molto preoccupata perché non era ancora ritornato a casa, andò a denunciarne la scomparsa ai Carabinieri ed appena seppe che era ricoverato all’ospe-

Lotto sistemi

Superenalotto

Sistema sul numero 32 ritardatario sulla ruota di Roma

79 51 16 32 32 32 32 32 32 32 32

8 32 47 16 8 79 83 83 8 83 9

5 51 47 9 5 9 8 47

83 9 5

51 16 79 51

dale andò a fargli visita. Egli la pregò di recarsi subito in Suniglia, dove sua sorella lo aspettava già dal giorno prima, in quanto la loro mamma era in fin di vita. E quando ritornò da lui gli procurò un grande dolore, dicendogli che sua madre, ormai incapace di proferir parola, era spirata dopo averlo cercato inutilmente con gli occhi. Giovanni Bosio

QUOTE A

T

0,50

0,50

Q

TOT 1,00

0,50

0,50

1,00

0,50

0,50

1,00

0,50

0,50

1,00

1,50

0,40

0,10

2,00

1,50

0,40

0,10

2,00

1,50

0,40

0,10

2,00

1,50

0,40

0,10

2,00

TOTALE 12,00

28-34-54-60-71-73-79 23-42-43-47-61-64-68 29-39-45-69-76-79 7-20-30-63-83-89 40-53-59-66-78-85-88 4-9-11-47-48-77-80 40-44-52-62-86-88 36-53-57-78-80-83 24-33-42-50-60-71 25-27-31-51-87-88 15-18-21-23-27-31 3-8-12-20-25-46-74-81 1-5-19-52-72-75-90

La foto curiosa

1/14 di quota L 5,00 con numero SuperStar

“Siamo andati fino a New York per sentirci come a casa!”. (Foto scattata da Enrica ed Enrico)

ARIETE 21 Marzo - 20 Aprile Amore e lavoro si danno il cambio in questa settimana ricca di novità. Ad un cambiamento di idea fanno seguito grandi opportunità, non fatevele scappare! Conquista intrigante per i cuori solitari, ma occhio alle illusioni.Tensioni tra amici su questioni d’interesse.

TORO 21 Aprile - 20 Maggio L’amore vi picchia in testa, ma la prospettiva di una relazione stabile vi mette in allarme; avete bisogno di spazio libero e tempo da dedicare ad interessi ed ideali. Ansia scatenata dalle responsabilità professionali; accettate la sfida, ma vi innervosite per un rivale.

O

ROSCOPO

LEONE 23 Luglio - 23 Agosto Incerti se accelerare per emergere o collaborare in team, attraversate una fase conflittuale che vi rende irritabili. Contrattempi dribblati con abilità... la fortuna torna a sorridervi! Nonostante gli impegni professionali, avete una gran voglia di uscire, siete pieni di vitalità!

VERGINE 24 Agosto - 22 Settembre Mettete i sentimenti in standby per tuffarvi nel lavoro, stringere contatti ed occuparvi di questioni pratiche. Il vostro fascino fa centro: discreti anche i guadagni e le vincite, che pareggiano le spese in abbigliamento e viaggi. Se ultimamente avete accusato acciacchi, ora c’é la ripresa.

GEMELLI 21 Maggio - 21 Giugno

BILANCIA 23 Settembre - 22 Ottobre

Il partner accampa pretese, ma innamorati come siete gliele date tutte vinte. Occhio a non idealizzare situazioni e persone, basta un’inerzia a ferire la vostra sensibilità. Nel lavoro dovete essere concreti: non pretendete quei successi che solo con la costanza si potranno raggiungere.

Superata l’iniziale timidezza, il sentimento esplode con forza, tingendo le giornate di rosa. Se una delusione brucia ancora, ricordate che “chiodo scaccia chiodo”. Per quanto riguarda la sfera professionale, affrontate i doveri quotidiani in modo positivo, con idee brillanti e determinazione.

CANCRO 22 Giugno - 22 Luglio Le vostre energie sono assorbite dal lavoro, ma nell’ultima settimana ci sarà la rivincita del cuore. Se avete iniziato una storia, viaggerete beati; se il fuoco si è spento, ravviverete la fiamma. Salute: le vostre abitudini alimentari dovranno seguire un regime ordinato.

SCORPIONE 23 Ottobre - 22 Novembre Complice una relazione che vi mette in discussione, cercate un contatto più intimo con voi stessi, per sconfiggere complessi e paure. Fuori le idee nel lavoro: non dovrete più tenere chiuse nel cassetto le vostre qualità, che saranno riconosciute da chi conta.

SAGITTARIO 23 Novembre - 21 Dicembre L’entusiasmo e la smania di cambiamento vi spingono a cercare soluzioni originali ed innovative per ogni problema, attenti però ai falsi maestri, che influenzano le vostre opinioni. In famiglia filate d’amore e d’accordo: con il partner non correte il rischio di annoiarvi.

CAPRICORNO 22 Dicembre - 20 Gennaio Il lavoro vi mette ko. Siete confusi e stressati, ma vi consola un tenero amore. Non rovinate tutto con la gelosia! Fidatevi dei giudizi di un amico obiettivo, che si fa in quattro per tirarvi su e sconfiggere il vostro malumore. Finanze: riprendono le entrate dopo un problema burocratico.

ACQUARIO 21 Gennaio - 19 Febbraio Qualcuno vi gira intorno, ma voi restate fedeli alla persona del cuore. Amore a gonfie vele! Studi ed affari avanzano col vento in poppa, anche perché la fortuna vi sorride sfacciatamente. Serenità in famiglia, nonostante qualche problema economico che fronteggiate con decisione.

Riflessioni della scacchiera Via Chianoc, 6 - Savigliano Aperto ogni giovedì dalle ore 21 Settore Giovanile ogni lunedì dalle ore 17,15 alle 19,45 Per informazioni: 393/2277051 Quando gioco a scacchi, e riesco a concentrarmi davvero, non penso più a nient’altro; il tempo passa rapido e si crea tutta intorno a me un’impenetrabile parete che mi separa dal mondo esterno. Mille sono i modi che abbiamo per raggiungere questa condizione di beatitudine: finalmente liberi dall’assillo del “reale”, dai problemi concreti da risolvere, dalle ansie e dalle paure, dalla fatica e dal tedio del vivere quotidiano. Mille sono i modi: il mio è giocare a scacchi, anche se il “reale” non mi assilla ma mi gratifica, i problemi cerco di risolverli, le ansie e le paure le combatto e quelle che non riesco a sconfiggere me le tengo; la fatica è solo una voce che mi dice di fermarmi a riposare un momento, magari davanti ad una scacchiera, dove il tedio non mi potrà mai raggiungere. IL BIANCO MUOVE E DA’ SCACCO MATTO IN DUE MOSSE. SOLUZIONE: la torre bianca dà scacco al re nero in e7, obbligandolo a catturare il pedone f6; raggiunta questa posizione, la regina bianca muove in e5 dando scacco matto.

a cura di NEL da giovedì 27 gennaio a mercoledì 2 febbraio 2011

Avete delle foto curiose? Portatecele in redazione (piazza Santarosa n. 21) o inviatecele via e-mail a redazione@ilsaviglianese.com

PESCI 20 Febbraio - 20 Marzo Tra tenerezze e sospetti, il rapporto zoppica. Per rafforzare il sentimento lavorate sul dialogo, comportandovi con spontaneità. Lavoro e denaro stanno al centro dei vostri interessi, per emergere siete pronti a sostenere tour de force mettendo in secondo piano affetti e famiglia.

Tutti i mercoledì - ore 9,30 “DENTRO LA NOTIZIA” Commento ai fatti della settimana con IL SAVIGLIANESE


piazza affari

A nnunci E conomici SAVIGLIANO zona centrale – AFFITTASI, ad una persona, monolocale ammobiliato. Tel. 0172/715699. • SAVIGLIANO zona campi da tennis – AFFITTASI bilocale con cantina (riscaldamento autonomo). No spese condominiali. Tel. 0172/715839 ore pasti. • SAVIGLIANO via Chianoc – AFFITTASI trilocale: ingresso/soggiorno, cucina accessoriata e servizi oltre a zona letto e bagno in soppalco (termoautonomo). Tel. 348/0077574 – 348/7298980. • SAVIGLIANO via Torino – AFFITTASI bilocale arredato, con cantina e garage, in condominio di recente costruzione. Libero da marzo 2011. Tel. 0172/726196 ore pasti. • SAVIGLIANO-BRA – AFFITTANSI, solo a referenziati, bilocali arredati (termoautonomo). No agenzie. Tel. 349/5662877. • SAVIGLIANO – CERCASI IN AFFITTO piccolo appartamento (piano primo o rialzato).Telefonare al 388/8922620. • SAVIGLIANO – ACQUISTASI alloggio o casetta: cucina, sala, 2-3 camere, bagno, garage e cantina. No agenzie. Tel. 345/9460427. • CAVALLERMAGGIORE centro storico – VENDESI casa d’epoca. Piano terreno: locali

destinati ad attività commerciale / sui due livelli superiori: alloggio composto da cucinino, sala da pranzo, soggiorno, 3 camere e bagno. Cortile privato. 230.000 euro.Tel. 346/0125480. • CAVALLERMAGGIORE via Roma – VENDESI alloggio (2° piano): cucinino, soggiorno, 2 camere, ripostiglio, bagno, 2 balconi, cantina e garage (termoautonomo). 110.000 euro. Tel. 346/0125480. • RACCONIGI centro storico – Privato VENDE appartamento finemente ristrutturato (100 mq), ultimo piano con ascensore + box auto. Tel. 338/3361120. • CERCASI baby-sitter con esperienza. Sede di lavoro Savigliano. Scrivere a: Il Saviglianese, piazza Santarosa n. 21, Savigliano. Rif. 88. • Signora italo-argentina CERCA lavoro purché serio: collaboratrice domestica, baby-sitter, lavapiatti, aiutante cuoca, operaia o pulizie casa/ufficio. Si impartiscono anche ripetizioni di spagnolo. Tel. 333/7896301. • Signora operatore socio sanitario CERCA lavoro come assistenza anziani a domicilio in SAVIGLIANO. Tel. 349/5952768. • Ragazza 23enne italiana CERCA lavoro part-time in SAVIGLIANO come baby-sitter a bambini di età non inferiore ai 6 anni. Tel. 348/8204585. •

Signora CERCA lavoro come badante full-time. Tel. 380/1491010. • Signora referenziata CERCA lavoro come domestica o badante part-time / full-time. Tel. 333/5486704. • Diplomata, con esperienza in ambito amministrativo e contabile, bella presenza, massima serietà, CERCA lavoro impiegatizio. Tel. 331/3232620. • Magazziniere specializzato italiano CERCA lavoro come operaio generico. Tel. 347/1411309. • Cogibit Srl Impresa Edile stradale del Saluzzese RICERCA operatore addetto macchina vibrofinitrice patente C. Tel. 0175/274781. • Ditta in zona CAVALLERMAGGIORE CERCA operaio generico automunito. Tel. 328/2127197. • MANTA – CEDESI chioscobar. Prezzo interessante. Tel. 338/1229595. • VENDESI camera da letto stile Barocco in noce. Prezzo modico. Tel. 0172/33105. • Si ESEGUONO lavori di battitura tesi e relazioni con stampa su laser. Tel. 0172/713929. • Dalla veterinaria CERCANO casa gatto certosino adulto sterilizzato e gattina tigrata grigia. Tel. 339/8593190.

L’abbonamento a IL SAVIGLIANESE è scaduto Affrettati a rinnovarlo per non perdere nessun numero!

Ringraziamenti Attraverso “Il Saviglianese” vorrei esprimere a nome mio, e di tutta la comunità parrocchiale di Cavallermaggiore, il più caloroso «GRAZIE» al gruppo di volontariato del ricamo per la somma di 500 euro elargita a sostegno della spesa affrontata dalla nostra comunità per il ripristino del tetto della chiesa di San Michele. Con osservanza. Don Giuseppe Brunato - Cavallermaggiore L’Arciconfraternita della Pietà ringrazia la Banca e la Fondazione Cassa di Risparmio di Savigliano ed il Comune di Savigliano che hanno contribuito alla tradizionale “Benedizione degli Animali”, nella ricorrenza della festività di S. Antonio Abate, che si è tenuta domenica 23 gennaio scorsa. Rivolge un ringraziamento particolare all’Abate di S. Andrea e Priore di S. Pietro don

Paolo Perolini, che ha impartito in un’atmosfera gioiosa, favorita dalla bella giornata di sole, la solenne benedizione. Si ringraziano tutte le autorità presenti, la vice-sindaco Silvana Folco ed i numerosi amministratori comunali, il vicepresidente del Consiglio provinciale Giulio Ambroggio, il gruppo numeroso dei “Cavalieri del Maira”, il signor Cera Bruno, che ha presentato un’eccezionale “madama piemonteisa”, e tutti coloro che hanno presenziato alla cerimonia in compagnia dei loro affezionati animali. Un grande grazie al gruppo di volontari, che si sono prodigati al servizio logistico ed hanno provveduto a preparare ed offrire alle persone presenti l’ottimo “vin brulè” e la cioccolata, all’Ufficio Tecnico ed ai Vigili urbani del Comune. È stata una sentita e partecipata cerimonia: grazie a tutti!

Condoglianze In Cuneo è mancato il signor GIOVANNI ROSSO di anni 78 Alla moglie Angela Eandi; ai figli Valter con la moglie Cecilia Chiabrando, Dario con la moglie Elena Sabena, Livio con la moglie Daniela Monti e Mario con Cristina Bonetto; ai nipoti Davide, Luca, Giulia, Paolo, Mauro, Sergio, Francesco, Giorgio e Linda; al fratello; alle sorelle; ai cognati; alle cognate; ai nipoti; ai pronipoti; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo sentite

condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Savigliano. In età di 81 anni è mancato il signor GIOVANNI BAUDUCCO Alla moglie Alda Daghero; ai figli Laura, Flavio con Nadia ed Alberto e Donatella con Claudio e Giuliano; al cognato; alla cognata; ai nipoti; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo vive condoglianze.

A Cuneo è mancata la signora ELSA REVELLI in MELLANO di anni 58 Al marito Mario P.G; ai figli Laura con il marito Enrico ed il piccolo Mattia e Luca con Susanna; alle sorelle; ai cognati; alle cognate; ai nipoti; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo sentite condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Savigliano e la cara salma tumulata nel cimitero di Peveragno.

Turni benzinai SABATO 29 GENNAIO (POMERIGGIO) TURNO D AGIP - S.R. 20 Allocco - Aimetta Via Liguria, 1 Aperto lavaggio rapido ERG - Gianoglio Massimo Via Cervino, 2 (S.R. 20) TOTAL Via Savigliano, 29/A (Monasterolo) ERG S.P. 662 Km 10+417 (Marene)

Turni farmacie Giovedì 27 - Farmacia Bonelli Via Torino - Tel. 0172/712.366 Venerdì 28 - Farmacia Albertini P. Santarosa - Tel. 0172/712.272 Sabato 29 - Farmacia Paschetta P. Santarosa - Tel. 0172/712.978 Domenica 30 - Farmacia Dominici - Via Cambiani - Tel. 0172/712.258 Lunedì 31 - Farmacia Monchiero - P. del Popolo - Tel. 0172/712.389 Martedì 1° febbraio - Farmacia Bonelli - Via Torino - Tel. 0172/712.366 Mercoledì 2 - Farmacia Albertini - P. Santarosa - Tel. 0172/712.272 Giovedì 3 - Farmacia Paschetta P. Santarosa - Tel. 0172/712.978

Veterinari Alesso Matteo Tel. 0172/85996-336/230139 Biolatti Pier Giuseppe Tel. 340/3928825 Chiavassa Enrico Tel. 0172/382560-335/6060220 Bosio Emilio Tel. 0172/33506-335/6027039 Fissore Mario Tel. 0172/31682-335/7890231 Miglietti Enrico Tel. 337/226616 Ricossa Paola 0172/713360-339/2012836 Alesso Cinzia 339/7790752-0172/377154 Michele Teobaldi 335/7890232 Cirlig Michela 338/5042748

giovedì 27 gennaio 2011

25

Calendario Unitre SAVIGLIANO Venerdì 28 gennaio ore 9: Ginnastica in acqua (2° corso) ore 11: Riabilitazione motoria e 3ª Età 5 ore 18.30: Spagnolo 2 (avanzato) ore 19: Ginnastica per adulti 1 Lunedì 31 gennaio ore 10: Attività motoria - 1° corso ore 11: Attività motoria - 2° corso – Riabilitazione motoria e 3ª Età 1 ore 16.30: Canto corale ore 18.30:Yoga 1 – Arabo (principianti) – Francese 2 (avanzato) ore 20.30: Taglio e cucito – Yoga 2 Martedì 1° febbraio ore 9: Nuoto (1° corso) ore 10: Riabilitazione motoria e 3ª Età 2 ore 11: Riabilitazione motoria e 3ª Età 3 ore 15: Ricamo Bandera ore 15.30: Il Marchesato di Saluzzo ore 19: Ginnastica per adulti 1 ore 20: Panetteria-pasticceria – Ginnastica per adulti 1/bis – Pilates - corso B (4° turno) ore 20.30: Fotografia

ore 21: Chitarra 1 (principianti) Mercoledì 2 febbraio ore 9: Ginnastica in acqua (1° corso) ore 11: Riabilitazione motoria e 3ª Età 4 ore 15: Disegno dal vero B ore 15.30: Il pianeta Terra ore 18.30: Yoga 3 – Inglese 1 (principianti) – Francese 3 (proseguimento) ore 20.30: Yoga 4 – Inglese 2 (avanzato) Giovedì 3 febbraio ore 10: Attività motoria - 3° corso ore 11: Attività motoria - 4° corso ore 14.30: Pittura su ceramica a terzo fuoco (1° corso) ore 15.30: Psicologia e Parapsicologia ore 20: Pilates - corso B (4° turno) ore 20.30: Informatica (modulo 2) LEVALDIGI Venerdì 28 gennaio ore 19.30: Ginnastica dolce ore 20.30: Ginnastica per adulti Martedì 1° febbraio ore 19.30: Ginnastica dolce ore 20.30: Ginnastica adulti LAVORO CERCASI Geometra piemontese, 27enne, automunito, disposto a viaggiare, diploma 100/100, praticantato completato, attestato coordinatore sicurezza in fase di progettazioneesecuzione lavori, patente europea informatica (ECDL), conoscenza Autocad-ARCHICAD, qualifica tecnico impresa edile (corso teorico-pratico: 1.200 ore), PET Lingua Inglese University of Cambridge con “Pass with Merit”. Tel. 347/4478874.


26 giovedì 27 gennaio 2011

VOLLEY SERIE

e-mail: sport@ilsaviglianese.com

C Riprende il campionato per la squadra di Bonifetto

Savigliano aspetta il Chieri Cuneo è ancora capitale del Volley italiano: domenica infatti la squadra del capoluogo della nostra provincia è andata a vincere la Coppa Italia. Contemporaneamente, per quanto riguarda il campionato di serie C, domenica è stata assegnato la Coppa Piemonte: ad aggiudicarsela è stata Villanova Mondovì, che si è imposta per 3-1 sulla corazzata Vercelli. Per i vercellesi questa è la prima sconfitta della stagione. A bocca asciutta Ma.Gi.A Torino e Villafranca, battute in semifinale. Il fatto che tre delle quattro semifinaliste della Coppa appartengano al girone A, lo stesso in cui milita la Gerbaudo Savigliano, sta sicuramente a dimostrare in modo concreto quale sia il girone più difficile tra i due che raggruppano le

squadre piemontesi. I ragazzi di Bonifetto intanto hanno fatto il pieno di morale andando in settimana a vincere per 3-1 una bella amichevole in casa del Fossano di serie B2 e chiudendo così in modo positivo la pausa per la Coppa Italia. Purtroppo però i saviglianesi continuano ad avere l’infermeria piena, con “Jack“ Ghibaudo lungodegente per l’infortunio alla spalla, Rostagno fresco infortunato ad una mano e “Dado” Ghibaudo, il libero, che a Fossano ha giocato un solo set per il riacutizzarsi del dolore alla schiena. Per questa amichevole di lusso mister Bonifetto aveva dunque a disposizione: Giolitti, Mana, Avalle, Fiorito, Casale, Tripolino, Rossi, Bergamin, Torassa, Sannazzaro, ed i liberi Bos-

solasco e Ghibaudo Davide Dall’altra parte della rete il Fossano ha dato largo spazio agli esperimenti. Sono scesi in campo un bel gruppetto di exSavigliano diretti dal neo-coach Roberto Torassa e comprendente gli schiacciatori Omar Petitti, “Pippi” Stefano Alasia e “Lollo” Vittone. Il Savigliano ha perso il secondo set e ha vinto gli altri con parziali risicati. Tra i giocatori che maggiormente si sono distinti vanno segnalati lo schiacciatore Marco Torassa, “re del mani fuori”, gli opposti Avalle e Fiorito, “Jonny” Mana preciso in ricezione. Nelle fasi finali si è messo in evidenza anche il giovane Marco Casale. Ritornati in palestra lunedì sera, i saviglianesi sono al lavoro per preparare al meglio la partita casalinga con il Chieri di

L’opposto Saverio Fiorito

sabato 29 gennaio (ore 18). Vincere è fondamentale per continuare ad inseguire la zona play off. Davide Sannazzaro

BOCCE SERIE

B In trasferta a San Damiano

Marenese ancora ko SANDAMIANESE MARENESE

14 6

Ancora una partita fuori casa per la Marenese Centrometal, e ancora una netta sconfitta, questa volta per 6 a 14. La giornata è stata caratterizzata dalle assenze e dai rimaneggiamenti continui della formazione, che in poche ore ha visto l’uscita di Longo per infortunio, la rinuncia di Ciravegna all’ultimo momento per il riacutizzarsi di un dolore al ginocchio, ed il reinserimento di Ambrogio che invece meritava un turno di riposo. Le gare di corsa, decimate, hanno decretato l’impossibilità di recuperare traguardi e punteggi accettabili. Conquistano comunque punti utili Garelli nel combinato, Ambrogio nel tiro di precisione e la coppia Disderi-Arnolfo.

Afferma il tecnico Geo Vergnano: «I risultati si commentano da soli! Non riusciamo a ritrovare un po’ d’orgoglio, siamo demotivati, e non riusciamo a reagire. Le condizioni fisiche ci sono, anche se ognuno, chi per un motivo e chi per un altro, manifesta i suoi problemi. Il livello di gioco è alquanto al di sotto delle nostre possibilità e non c’è tuttavia nessuna reazione. Ha ragione l’ex allenatore Mario Trucco quando, vedendo tutto dal di fuori, asserisce che la squadra è totalmente passiva». Ma non è tutto da buttare: «Ricercheremo – prosegue Vergnano – i motivi, si vedrà da sabato cosa succede, e speriamo che non ci siano le assenze che ci hanno obbligati, ad esempio, a far correre la staffetta a Garelli».

NOTIZIE IN BREVE Bocce: gara a terne veterani

SOCIETÀ

Una cinquantina di soci si sono riuniti sabato per approvare il bilancio

Assemblea Pescatori Saviglianesi

Premiazione al termine di un raduno di pesca lungo il Maira organizzato nella stagione 2010

Sabato 22 gennaio nei locali della Società Bocciofila Saviglianese, gentilmente concessi, si è svolta l’annuale assemblea della Società Pescatori Sportivi Saviglianesi. I circa 50 soci presenti hanno approvato il bilancio di chiusura 2009-2010 e quello di previsione 2011-2010. Il programma di gestione 2011 comincerà con l’immissione preapertura di un quantitativo di materiale adul-

SOCIETÀ

to e proseguirà nei mesi di febbraio-marzo con la semina degli avanotti fario nelle acque comunali. Sono previsti a scalare tre raduni sociale di cui il primo gratuito o semi-gratuito (si ricorda che i pescatori con più di 65 anni ed i giovani con meno di 14 non sono tenuti a pagare la licenza di pesca). Il tesseramento 2011 è aperto presso tutti i membri del direttivo e presso i negozi Arme-

ria Meazza di via Macra, Tutto Pesca di via Mazzini, la Crota di Barale Roberto di via Sant’Andrea alla quota di 10 euro. Da parte del presidente Alessandro Pelazza un ringraziamento a tutti gli esercenti che hanno offerto premi estratti in serata ed in particolar modo al negozio “Il Martin Pescatore” di via Spilberg 99 a Saluzzo che, per la prima volta interpellato, non ha esitato a dare la propria disponibilità, ed alla “Crota” di Barale Roberto che, bontà sua, appoggia invece da sempre la società. «È inutile sottolineare – ricorda il presidente Pelazza – che solo con un tesseramento costante e numeroso, vista anche l’irrisorietà della cifra richiesta, il direttivo sarà in grado di fronteggiare nel miglior modo possibile tutte le nuove problematiche che si presenteranno durante l’anno e che spesso non possono essere superate solo con la buona volontà che, credeteci, da parte nostra non è mai mancata. Attendendo adesioni, che ci auguriamo numerose, colgo l’occasione per salutare cordialmente tutti i pescatori che hanno avuto la bontà di accordarci fin qui la loro fiducia, che ci auguriamo non sia mai stata delusa».

Rinnovo del Consiglio direttivo in casa racconigese

Volti nuovi al Cycling Team Volti nuovi dopo le elezioni per rio Ruggiero che, pur non avendo il rinnovo del Consiglio direttivo alle spalle trascorsi ciclistici, è endel Racconigi Cycling Team, che trato nel gruppo da timido geniresterà in carica per tore per diventare a poil prossimo biennio. co a poco grande collaAlla presidenza è boratore della società. stato riconfermato Segretario, nonché diretlo “storico” dirigentore sportivo, è stato te Giacomino Careletto Silvio Traversa. rera che, pur non Sono inoltre stati conavendo figli impegnafermati consiglieri: Mati nell’attività ciclistirio Macchiarella, Giusepca, è ormai da diverpe Alessio e Claudio si anni il promotore Dario Ruggiero Vassallo, nella pluriveste dell’attività della fordi genitore, direttore mazione racconigese, dalle gare sportivo e sponsor. ai rapporti con la scuola prima- Una ventata di energia e gioventù ria a tutte le varie iniziative della arriva inoltre dal neo-consigliere società. Michele Chiodi, arrivato a RacNew entry il vice-presidente Da- conigi per amore avendo sposa-

to Lorena Macchiarella. Michele vanta un grande passato ciclistico: infatti ha corso fino alla categoria dilettanti ed è anche stato compagno di squadra di Vincenzo Nibali. Già nella primavera scorsa si è unito al Racconigi Cycling Team come allenatore ed è molto amato dai giovanissimi per la sua simpatia e per il coinvolgimento che sa dare loro negli allenamenti. Ancora una volta dunque il Racconigi Cycling Team è in crescita, sia di atleti che di gruppo. Il presidente Carrera ricorda che chiunque fosse interessato a praticare il ciclismo può rivolgersi per eventuali informazioni allo 0172.85273. Possono partecipa-

Sui campi della Bocciofila Saviglianese Giovedì 20 gennaio presso la Società Bocciofila Saviglianese si è svolta la gara dei veterani con la partecipazione di 20 terne che si sono dati battaglia a partire dalle ore 9. La manifestazione è stata vinta dalla terna Cappellino di Barge. Alle ore 13 tutti i partecipanti si sono riuniti a tavola per consumare un ottimo pranzo preparato e servito dai gestori della Bocciofila. La Società si sente in dovere di ringraziare: La Crota di Barale Roberto, Arcostanzo Giuseppe & Flavio e Caffe Domito di Tomatis Guglielmo, che hanno fatto da sponsor.: grazie a loro ogni partecipante ha potuto usufruire di un dono.

CAI: passeggiata lungo il Maira

Con il gruppo “Rosa, ma non solo” Il CAI Savigliano informa che, mercoledì 2 febbraio, è in programma il primo appuntamento per il gruppo “Rosa, ma non solo” con percorso in pianura sul sentiero del Maira, nel tratto verso Cavallermaggiore, intitolato all’ex-presidente del CAI Franco Pacifico. Ritrovo ore 13,20 sul piazzale del ristorante “La Prateria” (partenza alle 13.30). Rientro previsto a Savigliano verso le 17.30. Per partecipare all’escursione occorre essere iscritti al CAI o con nuovo tesseramento per il 2011 o essendo in regola con il tesseramento 2010 (questo scade, infatti, il 31 marzo). I non soci devono, invece, provvedere all’assicurazione che, in questo caso, ammonta a € 4, da pagare in sede al momento dell’iscrizione alla camminata. Per chiarimenti rivolgersi alla referente Franca F. (tel.3335220108.

In quattro al cross della Pellerina

Riprende l’attività della Podistica 2000 Domenica 23 gennaio esordio stagionale della ASD Podistica 2000 Marene che era presente con quattro atleti (Albiero Maurizio, Luzzo Claudio, Nieddu Franco e Vigna Giuseppe) alla Campestre regionale al Parco della Pellerina, a Torino, disputata sulla distanza di km 7,100. La Podistica 2000 Marene coglie l’occasione per ricordare che le iscrizioni per l'anno nuovo sono aperte e invita tutti gli amanti della corsa podistica, sia uomini che donne, che desiderano far parte di una squadra, a rivolgersi al presidente Giuseppe Venere (0172.742525; e-mail: info@podistica2000.org oppure visitando il nuovo sito, aggiornato frequentemente, www.podistica2000.org).

Slalom senza frontiere a Vars

Manifestazione a iscrizioni gratuite

Michele Chiodi con Carrera

re tutti/e i/le ragazzi/e dai 7 ai 12 anni. L’attività sta per riprendere dopo la pausa invernale.

Un appuntamento da non perdere per tutti gli appassionati dello sci di discesa: a Vars, domenica 30 gennaio torna lo Slalom Senza Frontiere Si tratta di un'agguerrita competizione di slalom gigante che avrà luogo nello Stadio dello Slalom di Vars e che nelle 16 precedenti edizioni ha sempre riscosso il tutto esaurito. Una gara, ma soprattutto una grande festa sulla neve, una giornata di sport nella cornice mozzafiato del comprensorio delle Alpi del Sud di Vars. Le iscrizioni gratuite (ski pass compreso) si ricevono presso Massi Sport di Borgo San Dalmazzo.Tra i premi in palio ci sono soggiorni a Vars, articoli sportivi, ski-pass e molto altro. Per ogni tipo di informazioni Vars dispone di un dinamico ufficio turistico pronto a soddisfare tutte le esigenze, via web su www.varsski.com. Per saperne di più dall'Italia è possibile contattare Radio Piemonte Sound Amica Radio (0171.260900), che seguirà l'evento in diretta .


sport ATLETICA

MARENE

Pomeriggio di festa e di premi sabato scorso a Fossano

Sabena miglior cadetto della Provincia nali conquistati e al 3° posto nella classifica nel Granprix cuneese, ha ricevuto il riconoscimento speciale di miglior prestazione cuneese nella categoria Cadetti grazie al suo 6,80 m nel salto in lungo. INDOOR AD AOSTA Domenica 813 iscritti hanno letteralmente invaso il palaindoor di Aosta. Nonostante la numerosa concorrenza e i tempi di attesa snervanti (anche 5 ore per correre la propria batteria), i portacolori dell’Atletica Savigliano hanno ottenuto ottimi risultati. Caterina Bertolini, Nicholas Sabena e Andrea Dutto Giulia Abrate, cat. Cadette, ha corso i 60 m attorno ai propri limiti personaFESTA A FOSSANO li in 9”78, mentre Sara Panero, cat. AlSabato presso il salone “Brut e lieve, è riuscita a limare il personal beBon” di Fossano si è svolta la st portandolo a 8”72. Cristina MartiFesta dell’Atletica Cuneese, ni, cat. Junior, ha brillantemente esorappuntamento annuale che dito nella distanza dei 60 hs con altezpremia i migliori atleti della za 84 cm: 9”60 in batteria e 9”75 in fistagione agonistica appena nale (quarto posto assoluto). Cristina conclusa. Tra i premiati del ha corso anche i 60 m in 8”54. Nicho2010 c’erano anche i savigliaSara Panero e Giulia Abrate las Sabena è stato uno dei protagonisti nesi Caterina Bertolini, Andrea dello sprint: ha dominato la propria Dutto, Andrea Giraudo e Nicholas Sabena. Nicho- batteria con un eccellente 7”30 (personale di due las, oltre ai premi legati ai titoli provinciali e regio- decimi) ed è giunto terzo in finale con 7”32.

UNDER 16 MOROZZO 0 SAVIGLIANO 3 (16-25; 21-25; 18-25) Leclerc Volley Savigliano: Rabbia,Vivalda, Calcagno, Alladio, Caula, Bergesio, Alasia, Martini, Arnolfo, Gozzelino, Davicco. Dir.: Calcagno. Nonostante un campo ostico per illuminazione e fondo e l’iniziale smarrimento a causa dell’assenza dell’allenatore, vicino alla moglie per una partita ben più importante – auguri Davide per

PRIMA DIVISIONE SAVIGLIANO 3 CENTALLO 0 (25-17; 26-24; 25-8) VBC Savigliano Avagnina: Fiorito, Germanetto, Lamberti (cap), Miraglio, Olocco, Omento, Peluffo, Rabbia, Bosio, Galletto. Liberi: Macaluso, Merlo. All.: Bozzano Davide. Dir.: Macaluso Mariano. Battuta la capolista Centallo per 3-0. Le ragazze sono state per quasi tutto l'incontro ordinate e "presenti", capitalizzando all'ennesima potenza l'occasione dell'anno per sconfiggere le prime in classifica, battendo bene ed aprendo spesso e volentieri il gioco in zona 2 o 4, giocando forse meno al centro ma non dando punti di riferimento alle avversarie. Prossimo incontro, nuovamente in casa, venerdì contro il Mondovì ultimo in classifica. UNDER 16 SAVIGLIANO 1 SANCASSIANO 3 (21-25; 21-25; 25-22; 9-25) VBC Savigliano B&B: Alasia, Bosio, Galletto, Omento, Fiorito, Olocco, Bodrero, Genovese A.,Genovese M., Boglione. Liberi: Ramonda, Gallo. All.: Bozzano Davide. Assente Giulia, domenica anche il palleggio Francy (capitana per l'occasione) si è infortunata inoltre Maky e Elisa G. continuano ad avere problemi. Comunque tre set combattuti nei quali, con un briciolo di attenzione in più, le saviglianesi avrebbero potuto

la nascita della figlia! - la squadra si è ben comportata mostrando la sua superiorità tecnica. Tutti i giocatori portati in trasferta martedì 18 contro il Morozzo sono stati impiegati e sono anche stati provati gli schemi e le formazioni che dovranno garantire la continuità di risultati nel prossimo anno. I parziali fotografano l’andamento di una partita in cui, nonostante un avversario coriaceo, i ragazzi hanno sempre condotto il gioco. CUNEO “A” 3 SAVIGLIANO 0 (25-20; 10-25; 23-25) Leclerc Volley Savigliano: Rabbia,Vivalda, Calcagno, Alladio, Caula, Bergesio, Alasia, Martini, Arnolfo, Morello, Mattis, Davic-

co. All.: Casale Aldo. Dir.: Calcagno Giacomo. Ottima partita dei ragazzi di Savigliano contro l’imbattuto Cuneo A sabato 22 gennaio. Nonostante il 3-0 per la Bre Banca, la squadra di Casale è riuscita a rispondere colpo su colpo nel 1° e 3° set mantenendo incerto il risultato finale e ottenendo nell’ultimo set il parziale di 23-25. Le mancanze più significative sono state nella difesa, nell'imprecisione di facili ricezioni e in alcune battute poco incisive mentre l’attacco ha funzionato bene. Tutto sommato i ragazzi si sono comportati egregiamente nel fronteggiare dei coetanei fisicamente più dotati. Prossima turno contro l’Alba sabato 29 gennaio (ore 15.30) ini via Giolitti.

Alcune delle giovanissime delle formazioni del minivolley forse ottenere almeno un punticino. Il San Cassiano non è apparso trascendentale, ma ha avuto il merito di mettere a segno i punti importanti. Nota stonata della giornata l'andamento del quarto set in cui, scariche emotivamente, le ragazze sono state travolte dalle avversarie. Prossimo turno domenica in trasferta contro il Volley Saluzzo. UNDER 14 SAVIGLIANO 3 CENTALLO 0 (25-14; 25-14; 25-11) VBC Savigliano Bertolotto Porte C.E.M.: Alasia, Bodrero, Galletto, Maglio, Brero, Boglione (cap.), Baudracco, Racca, Bonetti. All.: Villois Sergio, Aimar Alessandro. Le atlete di coach Sergio hanno sempre condotto la gara, consentendo al loro allenatore di poter ruotare tutta la rosa a disposizione. Un bel 3-0, che consentendo alle saviglianesi di tornare in lizza per l'agognata final-four. E sabato prossimo incontro "di fuoco" contro le cugine del RS Racconigi. MINIVOLLEY

Vbc Savigliano: Bedino Francesca, Cavallero Chiara, Caputo Martina, Vasserot Marta, Armellini Cecilia, Pieroni Carlotta, Negro Beatrice, Chiavassa Giorgia, Bosio lucrezia, Morra Elena, Riggio Alessia,Vigna Silvia, Priolo Matilde, Bosio Chiara, Rocca Francesca, Fiorito Aurora, Gavatorta Elisa, Chieppa Matilde, Biancotto Sara, Njehrema Ellvira, Leonardi Alma, Zurlo Arianna, Rossi Martina, Pignata Sara (ed inoltre uno speciale saluto alle tre influenzate che non hanno potuto prendere parte alla trasferta: Cravero Lucia, Rossone Carlotta e Piola Elisabetta). Le baby atlete hanno iniziato la loro stagione "agonistica" domenica a Racconigi. Sei le società presenti: con la VBC, Racconigi, Marene, Caraglio, Morozzo e Cervere. 24 saviglianesi, accompagnate dai coach Anahbi e Matteo e dai dirigenti Anna e Livia, erano presenti alla manifestazione, suddivise in cinque squadre che hanno partecipato con entusiasmo ed allegria alle varie partitelle. Bravissime tutte indistintamente. Il prossimo concentramento è in programma il 20 febbraio nel Palazzetto dello Sport saviglianese.

giovedì 27 gennaio 2008

MARENE VOLLEY OPEN MISTO MARENE 3 COSTIGLIOLESE 0 (25-21; 28-26; 25-17) Marene: Alasia, Minetti, Panero D., Panero E., Alloa Casale, Rosso, Dallorto (cap.), Bergese, Trucco, Gianoglio. Il Volley Marene vince ancora con risultato netto una partita equilibrata e combattuta da entrambe le parti. Nel primo set le squadre lottano punto a punto, nel secondo set la formazione marenese mantiene il vantaggio, poi la Costigliolese rimonta e tenta di strappare il risultato senza riuscirci. Nell’ultimo set il Volley Marene, nonostante l’infortunio del capitano Dallorto, riesce a mantenere la concentrazione e va a vince. Complimenti a tutta la squadra per l’ottima partita disputata. Il prossimo appuntamento sarà martedì 25 gennaio alle ore 21.30 per la prima partita del ritorno contro B.F.C. Scarnafigi. OPEN FEMMINILE CENTRO STORICO 3

OPEN CSI BORGO S. DALMAZZO 3 SAVINVOLLEY 0 SavInVolley MetaSoftLab: Filomena, Ambrogio, Bergia, Sito (cap.), Borgognone,Volta, Marengo, Pelazza, Allocco, Mana. Libero: Spalla. All.: Mollo, Saimandi. JUNIORES CSI SAVINVOLLEY 0 PIASCO 3 (10-25; 21-25; 22-25) SavInVolley MetaSoftLab: Saglietto, Bainotti, Colombero (cap.), Peirano, Spalla, Ariaudo, Bertola, Oggero, Cussa, Monterosso. Libero: Gramaglia. All.: C. Marino. Brutta sconfitta tra la mura amiche contro un Piasco senza atlete in panchina. Le saviglianesi hanno deluso sotto tutti gli aspetti: numerosi errori in tutti i fondamentali, poco carattere, poca concentrazione. Si è trattato di una enorme occasione persa per risalire la classifica. Venerdì trasferta in quel di Demonte per tentare il pronto riscatto, forse l'ultimo treno per non rischiare di rimanere inchiodate a fondo classifica. UNDER 16 FIPAV MONDOVÌ 3 SAVINVOLLEY 0 (25-13; 25-11; 25-7) SavInVolley Five Stars Solutions: Bergese, Borello, M. Panero, Rinaldi, Allasia, Rinaudo (cap.), G. Gentile, Famulari. Libero: A. Gentile. All.: M. Bergese. Dir.: S. Sito. Buono il primo set nel quale le ragazze sono riuscite, almeno nella prima parte, a combattere con grinta tenendo testa alle monregalesi. Buone le ricezioni che hanno consentito alla palleggiatrice e alle schiacciatrici di organizzare attacchi soddisfacenti e vincenti. Discreto il secondo parziale dove però si è iniziato ad avvertire un calo

0

Marene: Angaramo, Racca I., Racca L., Sobrero, Deninotti, Bosio M., Tortore, Arduino, Monge, Bosio E. All.: Piras. Dir.: Angaramo. Sconfitta ieri sera per le ragazze della Open. Le marenesi di coach Fabrizio escono sconfitte 3-0 senza troppa storia in quel di Alba contro il Centro Storico, giocando una partita costellata da troppi black out lunghi e dannosi, che pregiudicano spesso le partite. ALLIEVE KOALA MARENE (12-25; 16-25; 19-25)

0 3

Marene: Angaramo, Monge, Sobrero, Racca, Daniele, Baudino, Alloa Casale, Maccagno, Zana, Mina. All.: Gaveglio Simona. Dir.: Baudino Paolo. Le ragazze dell’under 16, dopo la giornata di riposo dello scorso sabato, hanno affrontato la formazione del Koala con una netta vittoria. In tutti e tre i set la formazione marenese ha dimostrato una netta superiorità rispetto alle avversarie, segno di un gruppo che sta lavorando bene. Sabato prossimo 29 gennaio si conclude il girone di andata sul campo del Sommariva, sperando in un altro buon risultato.

di convinzione al quale si è aggiunto qualche momento di confusione dovuto ad alcuni cambi di ruoli sperimentati per la prima volta dall’allenatore. Decisamente faticoso il terzo set, dove stanchezza e delusione hanno preso il sopravvento. Al di là del risultato, l’allenatore si ritiene soddisfatto per i miglioramenti delle sue ragazze. Prossimo turno domenica in casa contro il Villanova. UNDER 16 CSI BLACK SPINET 1 SAVINVOLLEY ROSSA 2 SavInVolley Five Stars Rossa: A. Bergese, Borello, Rinaldi, Lingua, Gugliotta, S. Bergese, Famulari, Rinaudo, A. Gentile. All.: S. Sito. Dir.: D. Gentile. Faticosa vittoria della Five Stars Solutions Rossa che in una palestra solitamente ostica per le squadre biancorosse, pur giocando malissimo, è riuscita ad ottenere la vittoria sulla diretta concorrente ed accedere ai play-off. PASSATORE 1 SAVINVOLLEY BIANCA 2 UNDER 14 FIPAV DOGLIANI SAVINVOLLEY (25-12; 25-12; 25-14)

3 0

SavInVolley Ge.Cos.: Peletti, Biglione, Allocco, Bertinotti, Francesconi, Sanmartino (cap.), Pucillo. All.: T. Francesconi. UNDER 14 CSI CERVASCA SAVINVOLLEY (25-18; 16-25; 25-16)

2 1

SavInVolley Ge.Cos.: Peletti, Lo Fiego (cap.), Grande, Cussa, Nunes Dinis, Bertinotti, Ponzi, Pucillo. All.: T. Francesconi, L. Bainotti. Le saviglianesi non riescono ad imporsi sul Cervasca, portando a casa un solo punto in classifica. L'incontro inizia con il piede sbagliato, con un netto ed inaspettato vantaggio delle avversarie. La musica cambia completamente nella seconda frazione, che vede un momento positivo per il Savigliano. Con un po' più di determinazione ed

27

UNDER 13 MARENE MAIRA (8-25; 14-25; 3-25)

0 3

MARENE SAVINVOLLEY (4-25; 13-25; 14-25)

0 3

Marene: Bortolotti, Monge, Fissore F., Ngombo, Fissore I., Capocotta, Buttieri, Alladio, Bosio S., Trovato. All.: Fissore Ylenia. Dir.: Lamberti. Due sconfitte per le ragazze di Fissore tra le mura amiche contro le pari età del Savinvolley e del Maira. Le ragazze in alcuni momenti sono riuscite a ribattere agli attacchi delle avversarie, che però vantavano una preparazione nettamente superiore a quella delle marenesi. Da segnalare la partita contro il Savinvolley, in cui le marenesi si sono dimostrate più incisive e grintose. Il prossimo appuntamento sarà sabato 29 gennaio a Vicoforte. MINIVOLLEY Domenica scorsa sono iniziati i concentramenti di Minivolley che vedranno 15 bambine marenesi divertirsi contro le loro coetanee di altre società della provincia di Cuneo. Dalla dirigenza “un in bocca al lupo a loro e alle loro allenatrici Sara Monge e Laura Racca, e al dirigente Nico Bergese”.

un bel break in battuta, le ragazze riescono a portarsi in netto vantaggio e ad aggiudicarsi il set in scioltezza. Un disastroso inizio di terzo set, però, porta la squadra locale alla vittoria. Prossima giornata a Monasterolo mercoledì 26 gennaio, ospitando la capolista Vicoforte. UNDER 13 FIPAV MARENE SAVINVOLLEY (4-25; 13-25; 14-25)

0 3

SAVINVOLLEY MAIRA (10-25; 9-25; 10-25)

0 3

SavInVolley Five Stars: Davicco, Borello, Alberto, Petitti, Scarati, Ruginosu, Tifni, Garro, Famulari, Ghersi, Miretti (cap.). All.: V. Mammone, A. Spalla. La giornata di recupero contro il Marene si apre con una facile vittoria sulla squadra di casa. Le ragazze di Vanessa, sicure di vincere, si sono accontentate di un gioco lento e senza grandi prestazioni. Bello, invece, lo spettacolo nella partita contro il Dronero. Le avversarie tecnicamente più brave si sono imposte con un secco 3-0, ma la SavInVolley ha saputo controbattere al gioco, senza lasciarsi spaventare troppo dalle schiacciate delle avversarie. UNDER 12 FIPAV SAVINVOLLEY SANT’ORSOLA (4-25; 14-25; 11-25)

0 3

SavInVolley Savidecor: Areddu, Benhammi, Bosio, Brucato, Carta, Droussi, Lo Fiego (cap.), Lovera, Masento, Plaia, Serra, C. Soffientino, F. Soffientino. All.: M. Saimandi. Nel primo set le ragazze di Michele Saimandi, timorose ed un po’ impacciate, vanno in tilt sulle battute avversarie. Un po’ meglio negli altri due parziali, ma le ospiti si sono dimostrate tecnicamente superiori in tutti i fondamentali e non hanno fatto troppa fatica ad avere la meglio. Doppio appuntamento per la terza giornata a Cuneo, sabato 5 febbraio, contro le squadre del Mondovì Blu e della Granda Volley Rossa.


28

sport

giovedì 27 gennaio 2011

Il punto sulla Promozione Concluse tutte le feste e digerito l’ultimo panettone è ripartito il campionato con i recuperi lasciati in eredità dal 2010. I botti li hanno fatti non solo i tappi di champagne che hanno salutato il nuovo anno. I più esplosivi arrivano da Savigliano, Narzole ed Orbassano. L’ex-capolista Olmo perde penne e speroni al cospetto di un Bene Narzole rigenerato da “Momo” Dogliani. Mattatore di giornata Parussa, con una doppietta. Donatacci firma il tris. Per i cuneesi goal della bandiera di De Stefano. Falsa partenza anche per il Corneliano, costretto a soccombere sotto i colpi dell’Orbassano. Nonostante l’incertezza societaria, nonostante le numerose assenze, l’undici di Gambino c’è. Un autogoal di Berbotto ed una rete di Rizzolo decidono il match e consentono ai torinesi di affiancare in vetta il Mirafiori. Carmagnola sfortunato nell’incontro con la Pro Dronero. Torinesi in vantaggio con Camisassa. Quando la vittoria sembra in saccoccia arriva il goal beffa, nel finale, di Dutto. Uno a uno anche in Pedona-Sommariva Perno. Ospiti in vantaggio con Ardito. Il pari dei locali è firmato da Quaranta.

CALCIO

Atletico contro Racco ‘86 al Trombetta

Derby a Racconigi

CALCIO

I rossoblù a forza quattro brindano all’anno nuovo

Per i Maghi il poker è Reale PROMOZIONE RecARNISDUALTTAA-RTITI ORNO CLASSIFICA squadre

P. G V N P GF GS

Orbassano 36 18 11 3 4 Mirafiori 36 19 11 3 5 Olmo 35 18 10 5 3 Carmagnola 31 19 8 7 4 Saviglianese 30 18 8 6 4 Corneliano 27 18 6 9 3 Cavour 25 17 6 7 4 Vigone 22 19 5 7 7 Pedona 22 18 5 7 6 Grugliasco 22 19 6 4 9 Bene Narzole 21 19 4 9 6 Carignano 21 19 5 6 8 Tre Valli 20 18 4 8 6 P. Dronero 18 16 4 6 6 Somm. Perno 13 18 2 7 9 Pozzomaina 11 19 3 2 14

SAVIGLIANESE GRUGLIASCO

Mister Beppe Bordese (Atletico)

Mister Paolo Grosso (Racco ‘86)

Domenica 30 gennaio, tempo permettendo, riparte il campionato di Terza categoria con i recuperi dell'anno 2010 ancora inevasi. Ed a Racconigi riparte alla grande, con il derbyssimo tra Atletico e Racco 86. Una partita carica di valenze, in cui entrambe le società metteranno in campo le proprie ambizioni di rimanere nelle zone alte della classifica e di continuare a recitare un ruolo da protagonisti in questo campionato. In più ci sono le motivazioni personali di ragazzi che in passato hanno giocato con la stessa maglia, spesso nella stessa squadra, e che ora si trovano per la prima volta ad affrontarsi in campo aperto. Da entrambe le società arrivano comunque messaggi nel nome della sportività. «Affrontiamo questo derby con la massima serenità e la massima tranquillità – assicura Paolo Grosso, allenatore del Racco 86 –. Vogliamo che sia una pura festa: la festa del calcio. Comunque vada, alla fine ci stringeremo la mano». «Sarà una partita più delicata delle altre, ma sempre una partita di calcio – conferma Beppe Bordese, allenatore dell'Atletico –. Dovremo tenere a freno i nervi, che spesso si sono rivelati il nostro punto debole». Nella pausa invernale l'Atletico si è rinforzato richiamando in squadra il carmagnolese Marco Filieri, centrocampista in grado di ricoprire anche tutti i ruoli della difesa. Inoltre sta attendendo una risposta da parte di Gianni Marchetta. Venerdì sera ha affrontato in amichevole il Verzuolo di Seconda categoria, sul bel sintetico di quella squadra, ed ha ottenuto una convincente vittoria per 2-1 con goal di Zaccaria e Goffo. Successo per 2-1 anche per il Racconigi 86, venerdì sera nell'amichevole disputata contro il Moretta a Madonna del Pilone, con goal di Giovanni Milanesio e Bori. La squadra ha ripreso gli allenamenti dal 10 gennaio con tre sedute la settimana ed ha recuperato gli infortunati Capello, Tesio e Luigi Sardo. Paolo Grosso potrà dunque affrontare la sfida stracittadina con tutta la rosa al gran completo. L'appuntamento è per domenica 30 gennaio alle ore 15 al campo Trombetta. E vinca il migliore.

CALCIO

Nel torneo degli Juniores regionali

U.S.D. Saviglianese: prossime gare Sabato 29 gennaio Juniores Saviglianese-Cherasco ore 15

O. Morino

Domenica 30 gennaio Giovanissimi 96 Saviglianese-Roero ore 10,30 O. Morino Giovanissimi Fb Villastellone-Saviglianese ore 16 Villastellone

4 0

Saviglianese: Cravero, Vagliano, Camisassa, Campi, Mondino (55’ Busano), Torta, Garagliano, Lembo, Reale, D’Amato (77’ D. Bosio), Bazzoni (65’ Zavattero). A disp.: Ronzino, Bosco, Sobrero, Miretti. All.: S. Marenco. Grugliasco: Ferrato, Re, Marceca, Lucadamo, Gueli, Cesca, Ricchizzi (59’ Burgio), Pavanello (63’ Santi), Aniello, Balice, Mecca (46’ Pisani). A disp.: Mascia, Pisano, Francavilla, Bertoncini. All.: M. Brunetti. Arbitro: sig. Foresto di Torino. Reti: 24’ D’Amato, 32’ Mondino, 72’ Reale, 82’ D. Bosio. Note: giornata soleggiata ma fredda. Terreno in discrete condizioni. Osservato un minuto di raccoglimento in memoria dell’alpino Luca Sanna caduto in Afghanistan. Espulso al 75’ Balice (doppia ammonizione). Maghi a forza quattro. Inizia con il botto il primo appuntamento dell’anno nuovo. Come uno tsunami, la Saviglianese ha spazzato via il Grugliasco in poco più di mezz’ora. Tanto è bastato all’undici di Maren-

CALCIO

Rec R30I/T1OoRreN1O5 Pedona - Corneliano Cavour - Saviglianese Tre Valli - Orbassano Olmo - P. Dronero RECUPERO 2/2 ore 20,30 P. Dronero - Somm. Perno

co, facendo sembrare i temuti torinesi uno sparring partner qualsiasi. E a nulla è valso l’orgoglioso secondo tempo degli ospiti per porre rimedio ad una gara che ha avuto il sapore della disfatta. Quattro goal senza neppure dannarsi l’anima. I rossoblù non potevano ricominciare in modo migliore. La compagine di Brunetti ha scelto di giocare la gara alla pari e questo, alla resa dei conti, le è stato fatale. Giocare a viso aperto contro questa Saviglianese è pura follia. CRONACA Benvenuti al luna park saviglianese. Se qualcuno si vuole divertire, può salire sulla giostra gestita da Stefano Marenco. Hanno provato a farlo anche quelli del Grugliasco, ma sono scesi con il mal di testa. Qualcuno a fine partita ha avuto bisogno di un analgesico per riprendersi. In pratica all’O. Morino non c’è mai stata partita. I Maghi hanno dominato regalando momenti di puro spettacolo. Merito di Marenco che ha cucito un abito perfetto alla sua Saviglianese, e merito anche dei “geni” Lembo e D’Amato che hanno regalato perle alla platea. Gli ospiti riescono a reggere il confronto per un quarto d’ora e Cravero è bravo a sventare prima su

Andrea Reale, gran protagonista della vittoria contro il Grugliasco tiro rasoterra di Ricchizzi e poi su conclusione di Marceca. Poi salgono in cattedra i rossoblù e per i biancorossi ospiti è notte fonda. 20’. Bazzoni per Reale che è stoppato al momento di concludere. Sarà il preludio al vantaggio. 24’. Mondino dalla sinistra pesca Lembo a centro area. Palla a D’Amato che si avvita ed infila nell’unico pertugio libero: rasoterra a fil di palo. 1-0. Qualche giro di lancetta e gara virtualmente chiusa. 32’. Vagliano per Reale che apparecchia per Mondino. Gran destro di quest’ultimo e rotondetta che si infila nel sette. 2-0. Gran goal. Nel finale Cravero sventa in tuffo un tiro di Mecca. RIPRESA Qualche sprazzo degli ospiti generosi e nulla più e occasioni a go-go per i padroni di casa. 10’. Reale (ottima la sua prestazione) in velocità per Bazzoni. Tiro in semi-rovesciata fuori di poco. 27’. Arriva il tris. Perla di D’Amato che pesca Reale sul filo dell’off-side. L’ex-Carmagnola aspetta l’uscita del portiere e lo fredda con un rasoterra a giro. 3-0. 30’. Ancora occasione goal per Reale, ma stavolta Ferrato si supera e nega il goal. 38’. Il poker è servito. Reale per il

nuovo entrato Davide Bosio che infila rasoterra a fil di palo. 4-0. Per questa volta può bastare! Buona ed incoraggiante la prova dell’ultimo arrivato “Dada” Zavattero. DOPOGARA Buona la prima! I Maghi iniziano, come meglio non si potrebbe, il nuovo anno. I rossoblù non si fermano più. Dopo Pozzomaina e Orbassano anche il Grugliasco è costretto a capitolare. È la consapevolezza che le prime posizioni non sono più un miraggio. Merito di Marenco che ha saputo inculcare positività al gruppo: «Anche sul vantaggio non ci siamo chiusi, cercando sempre di proporci. Grande prova di maturità. La squadra cresce e mi fa immensamente piacere». Sull’altro versante mister Marco Brunetti non può far altro che elogiare gli avversari: «Contro questa Saviglianese c’era ben poco da fare. Dopo il primo goal subito ci siamo disuniti ed è arrivato il tracollo. Giornata nerissima». PROSSIMO TURNO Dopo il Grugliasco domenica toccherà al Cavour completare la serie dei recuperi. Campo ostico e gara delicatissima per i rossoblù. Ci vorrà la miglior Saviglianese. Nima

Mezzo passo falso contro la Roretese, fanalino di coda del girone

Racconigi non va oltre il pareggio 1ª CATEGORIA GIRONE G

Al vertice si sgomita Con 14 gare disputate il girone F del campionato juniores regionale ha già raggiunto (e superato) il tradizionale giro di boa e si appresta, nel 2011, ad offrire le 12 giornate restanti del girone di ritorno per stabilire quale sarà la squadra che andrà a giocarsi il titolo regionale con le altre sei vincitrici di girone e le 5 migliori seconde (tra le quali potrebbe esserci anche una compagine del girone F). In vetta con 32 punti è il Fossano guidato da Aurelio Seoni. Appaiate a 31 punti Saviglianese e Saluzzo. Quarto posto per il Bra con 29. Sembrano queste, ad oggi, le quattro compagini in grado di lottare per le posizioni di vertice. Si riprenderà sabato 29 gennaio. La Saviglianese sarà impegnata all’O. Morino contro la Cheraschese.

27 9 27 21 33 21 20 15 27 19 30 26 20 16 25 26 20 23 20 28 30 26 27 26 26 32 25 36 23 29 19 46

Bene Narzole - Olmo 3-1 Orbassano - Corneliano 2-0 Pedona - Somm. Perno 1-1 Saviglianese - Grugliasco 4-0 P. Dronero - Carmagnola 1-1

CLASSIFICA squadre

P. G V N P GF GS

V. Mondovì 44 18 13 5 Cameranese 39 18 11 6 Boves Mdg 39 19 12 3 Revello 38 19 11 5 Tarantasca 32 19 9 5 A.B. Ceva 32 18 9 5 Gem Busca 27 18 6 9 Centallo 25 18 6 7 Europa 20 19 4 8 Genola 20 18 4 8 Sommarivese 19 18 5 4 Dogliani 14 18 3 5 Racconigi 12 18 3 3 Paesana V.Po 11 18 2 5 Bisalta 11 18 2 5 Roretese 10 18 1 7

RACCONIGI RORETESE

0 1 4 3 5 4 3 5 7 6 9 10 12 11 11 10

42 13 49 23 31 17 32 14 26 14 25 18 21 19 30 29 20 18 26 30 22 30 20 44 18 42 25 43 10 29 26 40

1 1

Rec1RªISURLITTOARTNI O A.B. Ceva - Boves Mdg Europa - Cameranese Dogliani - Gem Busca V. Mondovì - Genola Centallo - Revello Racconigi - Roretese Paesana V.Po - Sommarivese Bisalta - Tarantasca

1-2 1-2 1-2 4-2 2-1 1-1 2-3 1-1

Rec 23ª0/1RoIrTe O15RNO Roretese - A.B. Ceva Genola - Bisalta Tarantasca - Centallo Boves Mdg - Dogliani Gem Busca - Europa Revello - Paesana V.Po Sommarivese - Racconigi Cameranese - V. Mondovì

Racconigi: Montone G, Lisa, Montone F, Garbin, Bordignon, Barrese, Travella, Longobardi

(Monetti), Gerbaudo, Ferrantelli (Giaccardi), Panero M. A disp: Biga, Lamberti, Morra, Martinuzzi. All.: Chiarla Nicola. Rete: Giaccardi. Il campionato del Racconigi riparte subito con uno scontro diretto per la salvezza contro il fanalino di coda Roretese, ma sul proprio terreno di gioco i ragazzi di mister Chiarla non vanno oltre il pareggio. Iniziano bene gli ospiti che rischiano subito di passare in vantaggio, ma la conclusione ravvicinata è da dimenticare. Il Racconigi prende in mano il pallino del gioco ma con il solo Gerbaudo in attacco fatica a dare profondità all'azione, creando comunque due belle occasioni sul finire del primo tempo con Ferrantelli prima e Marco Panero poi, senza però trovare la via del goal. Nella ripresa i padroni di casa scendono in campo con meno convinzione e la Roretese ne ap-

profitta macinando gioco e schiacciando i racconigesi nella propria metacampo, ma al 20’ si divorano un goal fatto calciando fuori da un metro davanti alla porta sguarnita. Il goal però è nell’aria e arriva pochi minuti dopo: Montone si supera per deviare un colpo di testa destinato all'angolino, ma sulla ribattuta l'esterno avversario arriva in corsa e trova lo spiraglio per insaccare la rete del vantaggio ospite. Passano appena 5 minuti e il Racconigi pareggia con Giaccardi che conclude potentemente verso la porta superando un non impeccabile portiere avversario. Dopo il pareggio nessuna delle due squadre si sbilancia più di tanto e al fischio finale tutti sotto la doccia con la spartizione della posta in gioco. Domenica 30 gennaio altra sfida delicata per i ragazzi di mister Chiarla, in quel di Sommariva. Andrea Trombetta


sport

CALCIO A

5 SERIE D I rossoblù salgono in classifica

CALCIO A

Futsal al 2° posto PLAY MONCALVO FUTSAL SAVIGLIANO

4 7

Futsal Savigliano: Paciello G.,Tavella, Cossotti, Daniele, Busano, Pettavino, Garello, Serale, Ternavasio E., Berteina, Ternavasio G., Dominici. All.: Matteo Testa, Samuele Borello Dir.: P. Paciello. Reti: 3 Ternavasio E., Garello, Serale, Busano, Ternavasio G. . Si sono allenati bene e questo lo sapevamo, ma il carattere e la determinazione vista sul campo di Moncalvo lunedì sera hanno fatto pensare che questa squadra può raggiungere obiettivi ambiziosi. Di sicuro non abbiamo visto il miglior Futsal Savigliano della stagione, ma poco importa perché i tre punti portati a casa sono stati strappati all’avversario sul campo. Avversario che dal canto suo non ha mollato fino all’ultimo minuto. La partita è stata piacevole, a tratti un po’ rissosa, ma mai scontata fino a 7-8 minuti dal termine. Questo grazie anche all’arbitraggio un po’ casuale e improvvisato. La cronaca ha visto il Futsal Savigliano subito in vantaggio con la rete realizzata da Garello nel momento migliore del Moncalvo. Nonostante la manovra ancora lenta e macchinosa, i saviglianesi hanno cercato insistentemente il palleggio con un possesso palla an-

Marco Garello cora da perfezionare. Il Moncalvo non si è mai tirato indietro cercando con un pressing offensivo,a volte esagerato, di ostacolare la manovra degli ospiti ma Pettavino e banda, senza troppi rischi, hanno trovato su calcio d’angolo il raddoppio grazie ad una rete di Ternavasio Enrico. Un piccolo crollo fisico ha permesso il recupero degli avversari che a fine primo tempo sono riusciti a pareggiare il conto dei goal. Il secondo tempo riparte con un grande Futsal Savigliano che è riuscito a bloccare l’avversario e a fissare il risultato sul momentaneo 2 a 4 grazie alle reti di Serale e Busano. Gli animi in campo si sono scaldati, forse troppo, l’arbitro ha sventolato qualche cartellino giallo e

giovedì 27 gennaio 2011

5 SERIE D Il 2011 inizia con una vittoria

Time Warp: buona ripartenza

pure uno rosso al Moncalvo, ma la partita è rimasta intensa e piacevole. I padroni di casa raggiungono il pareggio creando forte entusiasmo tra il pubblico numeroso sugli spalti. Ultimo sforzo per gli ospiti, che non si sono arresi nonostante mancasse poco alla fine del match. Doppietta di Ternavasio E. e goal al debutto dell’ultimo acquisto Ternavasio G. Finale 4 a 7 per il Futsal Savigliano. È stata una partita particolare, decisamente intensa e a tratti ben giocata da entrambe le formazioni. Il Futsal deve ancora raggiungere la miglior condizione ma questo risultato dà fiducia e coraggio per riprendere la stagione. Ancora dieci partite alla fine del campionato e la strada sembra quella giusta. Con questa vittoria la squadra saviglianese ha ottenuto il secondo posto in classifica generale in attesa della partita di lunedì prossimo contro la capolista Busca. Vi aspettiamo numerosi alle 21.30 ai campetti di Borgo Marene per sostenere i giocatori saviglianesi. Ricordiamo come sempre che per chi volesse seguire le vicende del Futsal Savigliano basta connettersi a www.asdfutsalsavigliano.com dove si possono trovare curiosità di tutto il mondo del calcio a 5, e da oggi, c’è anche la possibilità di lasciare un proprio commento alle news pubblicate.

CARMAGNOLA TIME WARP

RACCONIGI JUNIOR

2 0

Racconigi: Crivelli, Perrone, Bocchiola (Lopumo), Soufiane, Lamberti, Decostanzi (Demarco), Martinuzzi, Zahhar, Malavenda, Scaglione, Gregorio (Arone). All.: Gallè Michele. Dir.: Rimola Pietro, Andreis Gino. Reti: Scaglione, Malavenda. Se il buon giorno si vede dal mattino, mister Gallè spera che questo 2011 sia ricco di soddisfazioni per i suoi juniores: «Il vecchio anno si era chiuso con la partita stregata di Genola – ricorda –, ma sabato contro il Cavallermaggiore abbiamo dimostrato di essere una buona squadra. E questo nonostante man-

CALCIO

cassero numerosi titolari ed avessimo ben pochi allenamenti nelle gambe». Fin dai primi minuti i locali prendono in mano la matassa del gioco e mettono sotto pressione gli ospiti, arrivando al tiro con Martinuzzi, Malavenda e Scaglione. Dall'altra parte del campo Crivelli è praticamente disoccupato. Poco dopo il quarto d'ora Scaglione sblocca il risultato con un calcio di puni-

Francesco Crivelli

zione da fuori area che si infila nel sette. I racconigesi continuano a spingere e sfiorano il raddoppio con Malavenda, che coglie il palo su punizione, e Mohamed Zahhar sottoporta. Raddoppio che arriva nel finale con Malavenda che, ben servito da Gregorio, supera il portiere della Junior con un pallonetto. Nel secondo tempo i racconigesi calano ed i cavallermaggioresi cercano di riaprire la partita, ma Crivelli si esibisce in alcune ottime parate. Con ripartenze in contropiede i ragazzi di Gallè si rendono comunque ancora pericolosi con Zahhar, Malavenda, Martinuzzi e Scaglione. Finisce 2-0. E sabato 29 gennaio altro recupero, ancora in casa, que-

L'ASD Time Warp inizia bene il girone di ritorno, imponendosi per 9-6 sul campo del TV Ristrutturazioni di Carmagnola dove all’andata vi fu la prima sconfitta La squadra torinese, pur occupando le ultime posizioni della classifica ed anche grazie a nuovi innesti acquistati nel mercato invernale, ha dato filo da torcere ai verdi di Monasterolo. Il campo si presentava scivoloso con temperatura rigida, posta in palio molto alta: bisognava iniziare positivamente il girone di ritorno e anche "vendicare" la sconfitta dell'andata. Che dire: obiettivo raggiunto al termine di una gara condita però da troppi errori dei monasterolesi, soprattutto nelle fasi offensive, troppi sprechi sotto porta che potevano costare caro. Formazione inedita all'inizio, con capitan Barale in porta, Borio centrale e Drago (carmagnolese, quindi profeta in patria) punta, con Caramanno e Calvo laterali. Avvio molto contratto degli ospit,

Dopo un primo tempo arrembante

Un Villanova spento AUX. SALUZZO 3 VILLANOVA S. 1 Villanova Solaro: Barberis, Buschini, Murazzano (Bertero),Tempavalente, Rinero, Bodrero, Bolle, Ghio, Turi, Romano, Correndo, Allasia. A disp.: Galesio, Rea, Marino. All.: Vische. Rete: Romano. È un Villanova a due facce quello visto contro l'Auxilium a Saluzzo. Il primo tempo è aggressivo e determinato, con buone azioni d'attacco che permettono agli ospiti di passare in vantaggio all'8’ con Romano, e spaventano ancora i saluzzesi sia al 15’ che al 23’ con buone combinazioni tra gli attaccanti. Nel secondo tempo, invece, dopo alcune azioni an-

cora buone; come quella di Turi 3’, sventata sul filo del goal da un difensore, inizia il crollo della squadra che si scopre e permette agli avversari di riprendere in mano le redini della partita. Il pareggio arriva dopo 8’ sugli sviluppi di una rimessa laterale. Al 26’ ancora una punizione per i padroni di casa si va a insaccarsi dai venti metri alla destra di Barberis proteso in tuffo. Due a 1 per il Saluzzo che ora conduce la partita. Il Villanova non riesce a reagire e al 32’ soccombe ancora combinando dei pasticci sul lato sinistro della difesa e lasciando il terreno dispiegato per l'attacco avversario, che manda a segno il terzo goal. Il resto della partita è pressochè privo di grandi reazioni se non per un tiro di Ghio dalla distanza, che sfiora il palo

sta volta contro il Sanfrè.

0 5

Racconigi: Aronica, Pautasso, Saber, Lopumo, Busso, Teora, Anas, Abdoulla, Squillacioti, Cannella, Capalbo. All.: Chiarla Nicola. Dir.: Giustetto Carlo. Avvicendamento sulla panchina racconigese della categoria Giovanissimi: mister Davide Busso lascia la guida della squadra per motivi di lavoro ed a prendere il suo posto arriva Nicola Chiarla, l'allenatore della prima squadra dell'A.C. Racconigi. I giocatori rossoblù, che entrano in campo in numero contato, nulla possono però contro l'Olmo 84, squadra

Andrea Busso più tonica e concreta. Gli ospiti passano in vantaggio dopo pochi minuti con un tiro dalla distanza ed incrementano il vantaggio fino a quota 5: non vanno oltre sia per l'impegno della difesa racconigese che per la bravura del portiere Alex Aronica, prelevato dalla categoria esordienti. Questi, in particolare, si esibisce nel secondo tempo in un doppio intervento da applausi.

Atletico – Giovani

Alberto Magliano GIOVANISSIMI MOREVILLA 4 ATLETICO 0 Atletico Racconigi: Biolatto, Magliano, Kerbal, Cherragui, Pappalardi, Cavallo, Ouassiri, Caricato, Porta, Lifandali Zaid, Marino. A disp.: Dimaria, Mantovani, Beoletto, Garis, Bono,

Alberto Calvo che, dopo aver subito il primo goal dagli avversari, riescono con centri di Caramanno, Borio e del neo entrato Di Guida a ribaltare il risultato, ma nei minuti finali del primo tempo due sviste difensive permettevano alla squadra di casa di andare al riposo sul 3-3. Secondo tempo fotocopia della prima frazione: avversari in vantaggio e pronta reazione della Time Warp, ma questa volta la squadra è più attenta e, grazie anche allo sbilanciamento degli avversari, porta a casa un comodo 9-6. Rimangono alcune lacune da verificare, sia in fase difensiva e soprattutto in attacco, ma oggi serviva la vittoria, quindi risultato raggiunto e non possiamo che essere contenti, anche perché il grup-

Lotrecchiano. All.: Bongiovanni Andrea. Dir.: Caricato Ugo. Dura solo un tempo la partita dell'Atletico Racconigi, sceso in campo con un solo allenamento nelle gambe dopo la pausa natalizia. I giovanissimi di Andrea Bongiovanni lottano a viso aperto per l'intera prima parte della gara ed hanno da recriminare per almeno due occasioni nitide non concretizzate: una traversa piena colpita da Magliano ed un goal già fatto sciupato da Alex Caricato. Due anche le occasioni per i padroni di casa che, più cinici e precisi, le concretizzano entrambe. Nella ripresa i racconigesi sono a corto di fiato e di gambe e depongono le armi. Prossimo turno sabato 29 gennaio ad Alba contro l'Europa.

Risultati 12ª giornata: Absolute 5-Cercenasco 3-1; Play Moncalvo-Futsal Savigliano 4-7; Pro Villafranca-Giemme 5-4; Scarnafigi-Polisportiva Garino 6-5; T.V. Ristrutturazioni-Time Warp 5-9; Gem Busca-Vaccheria 7-3. Classifica: Gem Busca 28; Futsal Savigliano 27;Vaccheria 2+6; Scarnafigi 24; Cercenasco 22; Time Warp 21; Pro Villafranca e Play Moncalvo 15; TV Ristrutturazioni 11; Absolute 5 e Polisportiva Garino 8; Giemme Calcio a 5 3.. Prossimo turno (lunedì 31 gennaio, ore 21): Polisportiva GarinoAbsolute5; Futsal Savigliano-Gem Busca; Giemme Calcio a 5-Play Moncalvo; Time Warp-Pro Villafranca; Vaccheria-Scarnafigi; Cercenasco-TV Ristrutturazioni.

Saviglianese – Pulcini PULCINI 2000 “ANTEPRIMA 2011”

GIOVANISSIMI RACCONIGI OLMO 84

po si dimostra molto unito, i nuovi acquisti di dicembre sembrano ben integrati, e la preparazione invernale studiata da mister Bosio darà sicuramente buoni frutti. Ottime le prestazioni di Barale, alla migliore prova stagionale, di Calvo, sempre presente soprattutto in fase difensiva, e di un Longo che nel secondo tempo ha dato il cambio di marcia alla partita. Da segnalare anche due autoreti La prossima partita è in programma lunedì prossimo contro la Pro Villafranca, ore 21, a Monasterolo.

6 9

Time Warp Monasterolo: Barale (cap), Calvo, Caramanno, Borio, Riccio, Drago, Longo, Di Guida, Ballauri. Reti: 3 Caramanno, 2 Longo, 2 Drago, Borio, Di Guida.

A. D. C. Racconigi – Settore Giovanile JUNIORES

29

SAVIGLIANESE 5 CAMBIANO 0 Saviglianese: Tallone, Mina Matteo, Mina Marco, Paolillo, Giannattasio, Ponzi, Peletti, Gallè, Borghino, Bottasso, Nikolli. All.: Sergio Saimandi, Paolo Gallè. Dir.: Roberto Peletti. Reti: 2 Peletti, 2 Giannattasio, Bottasso. La fase di qualificazione del torneo torinese si conclude bene per i piccoli maghetti del 2000, con un’altra bella partita, contro il Cambiano. Una prestazione condita da cinque reti, ottimo gioco corale e la determinazione già vista nelle gare precedenti. La Saviglianese accede al secondo turno come prima classificata del girone A. Nei prossimi week-end, dunque, la squadra dovrà affrontare match piuttosto impegnativi, contro le qualificate dei gironi B e C, con la concomitan-

za del torneo “pulcino di Pasqua”, che partirà Sabato 29 Gennaio a Moretta PULCINI 2001 “PULCINO DI PASQUA” SAVIGLIANESE CHISONE

3 0

Saviglianese: Cardona, Giordano, Bedino,Toselli, Ricci, Caputo, Sabena, Abrigo. All.: Bosio. Reti: 2 Caputo, Abrigo. Ben 84 squadre hanno iniziato il prestigioso torneo organizzato dal Barcanova Salus, compresi i giovani maghetti, inseriti in girone con Cuneo, Chisone, Cumiana, sul sintetico di Moretta. Buona la prima, con un risultato positivo, frutto del gioco di squadra, buone trame e impegno, sempre supportati dal numeroso e caloroso pubblico rossoblù. Complimenti a tutto il gruppo per l'impegno, con buoni propositi per la crescita dei ragazzi.

Memorial Berardo È in corso di svolgimento presso il Palazzetto dello Sport di via Giolitti il “Torneo di calcio a 5 indoor Città di Savigliano, 3° Memorial Beppe Berardo”, organizzato dalla Lega Calcio ACSI di Cuneo, con il patrocinio del Comune di Savigliano. Le gare sono iniziate il 9 gennaio e proseguiranno ogni domenica fino al 6 marzo. La manifestazione, come già nelle precedenti edizioni del torneo indoor, si propone di dare spazio ai giovani talenti in “erba”, all’insegna del vero spettacolo. Il torneo coinvolge le categorie: Mini-pulcini 2003-04 (squadre impegnate:Villafalletto,Val-

varaita, Genola e Fossano 2009), Pulcini 2002 (Centallo, Tarantasca Saluzzo, Valvaira, Martiniana e Cuneo Academy), Pulcini 2001 (Pedona, Centallo, Valvaraita, Genola, Fossano 2009 e Cuneo Academy), Pulcini 2000 (Genola, Monasterolo Calcio, Villafallettom Valvaraita e Cuneo Academy nel girone A; Monasterolo B, Auxilium Saluzzo, Centallo e Tarantasca nel girone B) ed Esordienti 1998-99 (Caraglio, Saviglianese, Olmo Juve Academy grigio e Valvaraita nel girone A; Centallo, Martiniana, Olmo Juve Academy bianchi e Genola nel B; Pedona, Olmo Juve Academy rossi e Azzurra nel C).


30

sport

giovedì 27 gennaio 2011

BASKET SERIE

D Baby-pantere allo sprint

Piegato il Pinerolo SAVIGLIANO – BASKET PINEROLO (21-18; 17-13; 16-22; 15-12)

69-65

InCasa Savigliano: Giorsino 16, Giacone 15, Bertello 11, Mussetti 10, Mondino 8, Fissore 5, Garello 4, Osella, Testa, Castelli. All.: Graceffa, Frandino. Nei primi due quarti i padroni di casa partono bene, ma il ritmo è alquanto basso. Le baby pantere fanno sfoggio di un gran possesso palla ma non riescono mai a costruire un vantaggio consistente. Al rientro dall’intervallo lungo gli ospiti sembrano piò determinati e arrivano al sorpasso. Peggiora inoltre per i saviglianesi la situazione dei falli che costringe coach Graceffa a schierare quintetti di emergenza. Anche l’ultima frazione cominciano male per i biancorossi: lenti e macchinosi ma soprattutto in netta inferiorità ai rimbalzi e nel giro di pochi minuti si infortunano prima Bertello (con Pinerolo che va anche sul +7) e poi un dinamico Fissore. Ma Mussetti, entrato al posto di Fissore, piazza due bombe che consentono all’InCasa di mettere nuovamente la testa avanti. Dopo questi canestri (che si riveleranno determinanti), un’altra bell’azione conclusa da Giorsino e la conseguente difesa attenta consentono di acciuffare il risultato. Nuova vittoria importantissima arrivata per la seconda volta consecutiva sul filo di lana. Prossima partita venerdì 28 gennaio a Giaveno.

BASKET SERIE

C I biancorossi di coach Spanu espugnano Mortara

Cogein ancora vittoriosa MORTARA SAVIGLIANO (25-25; 18-26; 14-20; 7-14)

64 85

Cogein Savigliano: Francione 15, Agazzani 14, Marcello 11, Arnolfo 10, Beccaria 9, Martoglio 9, Nasari 8, Taffettani 4, Giacone 3, Giorsino 2. All.: Spanu. Dir.: Tamagnone e Cordasco. Nella seconda di ritorno la Cogein “vendica” ampiamente la sconfitta rimediata in ottobre fra le mura amiche contro l’Expo Inox Mortara. Una vittoria con un ottimo margine di vantaggio che permette ai biancorossi di staccare nettamente i pavesi negli scontri diretti, particolare importante in chiave play-off. Un risultato oltremodo importante dato l’accor-

ciamento della classifica in un turno che ha visto la caduta della capolista Cus Torino sul campo di Domodossola (75-72) e la vittoria dell’Azimut Loano, corsaro in casa del 7 Laghi Gazzada (68-74). Ancora una volta è stata la vittoria del gruppo, dove tutti hanno la soddisfazione di iscrivere il proprio nome sul tabellino e portano in dote alla squadra canestri preziosissimi. La prima frazione ha visto i padroni di casa (reduci da due sconfitte) tentare di imporsi subito, facendo anche leva sul fattore campo. Primo parziale in perfetta parità, 25-25. Dal secondo in poi la sicurezza di gioco delle pantere ha preso il sopravvento con Martoglio e Ar-

da Schianno.

nolfo determinati e con una forma che si avvicina sempre più al top. Anche Nasari, nonostante l’infortunio subito in allenamento, lotta con abnegazione su tutti i palloni. 43-51 il punteggio all’intervallo e poi un finale in crescendo con i padroni di casa che a questo punto sembrano crederci meno. La Cogein risolve così in grande sicurezza un match molto delicato e si pone nell’atteggiamento mentale giusto per le prossime sfide con due squadre (7 Laghi Gazzada e Loano) immediatamente alle spalle dei saviglianesi e quindi da tenere a debita distanza.. Appuntamento dunque sabato 29 gennaio (ore 21,15), al Palaferrua per la sfida con il 7 Laghi Gazza-

p.d. Risultati 15ª giornata: Trecate -Sestri Levante 84-72; Don Bosco Crocetta Torino-Tortona 5161;Tigullio Santa Margherita Ligure-Busto Arsizio 63-73; MortaraCogein Savigliano 64-85; 7 Laghi Gazzada Schianno-Loano 68-74; Alessandria-Varese 81-77; Domodossola-Cus Torino 75-72. Classifica: Tortona e Cus Torino 24; Alessandria 22; Domodossola, Cogein Savigliano e Mortara 18; 7 Laghi Gazzada 16; Loano e Busto Arsizio 14;Trecate 12; Crocetta Torino 10; Varese e Sestri Levante 8;Tigullio Santa Margherita Ligure 4.

Amatori Basket – Settore giovanile UNDER 17 REG. BRA BASKET 74 CAVALLERMAGGIORE 25 (16-6; 14-4; 28-7; 14-8)

GRUGLIASCO 65 CAVALLERMAGGIORE 51 (17-11; 13-14,; 17-10; 18-16) Mitutela B.C. Cavallermaggiore Savigliano: Scotta 10, Zuccarelli 10, Ambrogio 9, Sabena 6, Ghione 5, Missenti 5, Baruzzo 4, Marano 1, Cerutti1, Borello n.e. All.: Mondino, Nasari. La partita si rivela più difficile del previsto, con i Gators che incappano nella seconda sconfitta consecutiva in questo girone di ritorno. L’inizio della gara vede i padroni di casa più concentrati ed efficaci in attacco e il punteggio alla fine del primo periodo segna 17-11 per Michelin. Ad inizio secondo quarto le due compagini continuano a commettere molti errori, sia in fase offensiva che difensiva. È però ancora Grugliasco a prendere l’iniziativa, e al riposo il punteggio si fissa sul 30-25. Ci si aspetta una reazione da parte di Cavallermaggiore, che però non arriva, complici i troppi sbagli da sotto canestro e la bassa percentuale al tiro da fuori. Grugliasco riprende a segnare, gli Alligatori non riescono a

Davide Missenti replicare a dovere e precipitano all’ultimo intervallo lo score vede Michelin avanti 47-35. Il 4° periodo si gioca inizialmente sui binari dell’equilibrio. A 3 giri d’orologio dal termine, Scotta prova a suonare la carica con la bomba del meno 10, ma la difesa ospite concede oltremisura e Grugliasco non perdona, tornando oltre la doppia cifra di vantaggio (58-45). Ambrogio, l’ultimo a mollare, realizza nuovamente da tre punti, ma è troppo tardi. Seguono falli sistematici, che modificano il punteggio nei numeri ma non nel significato, con Cavallermaggiore che subisce un’amara sconfitta per un punteggio finale di 65 a 51. C’è da lavorare per ritrovare quell’armonia di gioco che aveva ben impressionato nella prima parte del campionato. Prossimo incontro venerdì 28 gennaio alle ore 21,15 contro ASD Ginnastica (Palasport – Regione San Giorgio - Cavallermaggiore).

Cavallermaggiore Savigliano: Baradello 6, Esposito 6, Gemma 4, Mana 4, Pampiglione 3, Mellano 2, Rubatto 0. All.: Botta. Trasferta ancora amara per il BC Cavallermaggiore Savigliano contro Bra Basket. E dire che i primi 5 minuti promettevano bene. Purtroppo, già dai successivi si intravede il cambio di rotta, con i padroni di casa più aggressivi in difesa e cinici in attacco. Dopo il primo quarto chiuso 16-6, la seconda frazione di gioco vede Cavallermaggiore sbagliare anche l'impossibile, permettendo a Bra di andare al riposo sul +20 (30-10). La ripresa vede ancora sterilità in attacco, tanto che con un parziale di 120 Bra chiude i giochi definitivamente. Il resto della partita è un monologo casalingo. Prossimo incontro, sabato 29 gennaio (ore 15,30) contro il Chieri 2009, presso Palazzetto dello Sport Reg. S.Giorgio. UNDER 15 OPEN

A.S.D. Basket Savigliano SAN DEFENDENTE – BASKET SAVIGLIANO 47-56 Villois Racing Basket Savigliano: Bacci Andrea 6, Aimetta Roby 0, Andreis Tia 7, Asselle Steve 9, D’Orsi Nick 8, Canavesio Canabeach 3, Bono Mike 1, Dalicco n.e, Franco Filip 0, Gastaldi Elio 10, Castellano Stef 12. All.: Giletta. Pronto riscatto del Villois Racing nell’ottava giornata del Campionato CSI, a Vignolo contro la squadra rivelazione di questo torneo. Inizio di gran carriera per i ragazzi di coach Giletta – privi di Poccardi, Ambrogi e Chiaramello - che ritrovano il contropiede smarrito e – pur inferiori come stazza e centimetri – dominatori dei rimbalzi da cui partono fulminei attacchi in velocità ben orchestrati da un monumentale Stefano Castellano. Il primo quarto si chiude 8-23, con gli avversari annichiliti oltre che privi dopo soli 8 minuti dell’allenatore espulso per proteste. Come spesso capita dal secondo quarto scende il buio e il gioco smette di essere frizzante: i saviglianesi lentamente si fanno raggiungere sino al 28-32 a metà gara. Ad inizio quarto le cose si mettono al peggio per i biancoblù: D’Orsi si procura una distorsione e lascia il campo, Gastaldi soffre di un cronico mal di schiena, Bacci gioca stringendo i denti. Il terzo quarto si chiude sul filo della parità (39-41). La svolta avviene nell’ultimo periodo, con il Villois Racing che passa alla difesa a zona mandando in palla totale i padroni di casa grazie a Gastaldi, vero signore degli anelli, ad Andreis sempre lucido ed essenziale e ad uno stoico D’Orsi. È stata una vittoria del cuore per tutto quello che i saviglianesi hanno saputo mettere in campo e che permette di non perdere la testa della classifica, che vede adesso Granda e Dronero prime con una sola sconfitta, seguite dal Villois Racing che ne ha perse due.

ASTI 75 SAVIGLIANO 58 (21-16; 19-17; 13-13; 23-11) La Frutta Savigliano: Bodrero 13; Plaia 13; Mus-

L’under 14 regionale, formazione “A”, dell’Amatori Basket Savigliano griffata Sale & Pepe Superplast setto 12; Bosio 5; Giannotto 4; Politanò 4; Appendino 2; Calvo 2; Galluccio 2; Racca 1; Quercio 0; Ronchi 0. All.: Toselli. Esce a testa alta dal Palazzetto di Asti l’Under 15 Open dopo 40’ minuti di battaglia contro la forte compagine astigiana. Nell’ultimo quarto le baby pantere agguantavano il pareggio, ma erano poi costrette a sventolare bandiera bianca per l’uscita anticipata per falli di diversi giocatori. Da segnalare il rientro di Capitan Galluccio, limitato però dalla maschera protettiva per il naso. Prossimo incontro: sabato 29 gennaio in casa contro Bra (ore 18). UNDER14 REG. ASTI 90 SAVIGLIANO “A” 39 (30-8; 11-10; 26-15; 23-6)

MOTOCICLISMO

Savigliano A: Berteina 9; Borsa 6; Gentina 6; Sorace 4; Durando 3; Balsamo 2; Gianoglio 2; Fontana 0; Giuliano 0; Martinez 2; Parodi 2. All.: Toselli. Sconfitta netta contro un avversario decisamente più dotato fisicamente e tecnicamente. Le baby pantere comunque giocano la propria partita con grinta e cuore, cercando di limitare in difesa gli avversari e pronti a ripartire in contropiede. All’andata i biancorossi avevano perso con uno scarto di cento punti. Da segnalare la buona prova di Berteina in attacco e di Balsamo in difesa. Prossimo incontro: domenica 6 febbraio in casa contro Alessandria (ore 10.30). CASTENUOVO 89 SAVIGLIANO “B” 45

(25-10; 12-13; 23-8; 29-14)

(12-4; 19-10; 9-20; 18-8)

Ghemar Savigliano "B": Demichelis 19, Bacci 11, Angaramo 4, Marengo 4, Zorniotti 4, Canfora 2, Ambrogio 1, Volpiano, Spertino 4, Givo. All.: Frandino.

Cemental Savigliano: Bergese 20;Testera 5; Bravo 4; Barbero A. 4; Mondino G. 3; Mondino P. 2; Barbero F. 2; Marchetti 0; Giraudo 0; Barberis 0;Travaglio 0; Barbero E. 0. All.: Fiorito A.

Prima di ritorno e trasferta infrasettimanale molto lontana in zona Scrivia: a ciò si aggiunge una squadra decimata da infortuni, influenze e indisponibilità, ma con 3 "baby" del '98 pronti a dare tutto in campo. La squadra gioca però praticamente un solo quarto, il secondo, e nient'altro. Prossimo incontro sabato 29 gennaio in casa contro Castellazzo Bormida (ore 17,30). UNDER 13 REG. SALUZZO SAVIGLIANO

58 42

La squadra ospite inizia timorosa e distratta facendosi mettere sotto. Il secondo quarto è fotocopia del primo, con i saviglianesi mai in controllo del match. Nel quarto successivo l’intervallo si rivede il vero Savigliano, con una buona difesa e con un attacco finalmente più concreto che accorcia le distanze. Purtroppo i giovani saviglianesi spengono la luce nel quarto periodo, concedendo la vittoria ai padroni di casa. Prossima partita sabato 5 febbraio contro Alba (ore 16).

Festa provinciale nel ristorante “Da Lory” di Fossano

Ezio Musso e Giuliano Aimar premiati

Giuliano Aimar è stato premiato Anche quest’anno la manifestazione riservata alla premiazione dei campioni provinciali e dei conduttori che si sono distinti a livello nazionale ed internazionale nelle varie specialità motociclistiche, ha avuto un buon successo di partecipanti. Il delegato provinciale della Fede-

razione Motociclistica Italiana, Pier Giuseppe Dutto, che ha nuovamente scelto, per la sua posizione centrale, la città di Fossano, dopo aver ringraziato gli sponsor che hanno contribuito alla piena riuscita della manifestazione, si è detto molto soddisfatto della serata, alla quale ha presenziato un gran numero di piloti e di pubblico. Erano presenti l’assessore provinciale Anna Mantini, il consigliere provinciale Alberto Anello, l’assessore allo Sport del Comune di Fossano Emilio Bertero, il presidente del CONI provinciale Attilio Bravi, il presidente del CO.RE. FMI Piemonte Vittorio Angela e numerosi altri esponenti della FMI

piemontese. In un angolo dell’ampio locale del Bar Ristorante “Da Lory”, erano esposti i nuovi modelli delle Concessionarie Boano Moto di Caraglio Fresia Moto di Beinette, Marabotto Moto di Villanova Mondovì, Marinomoto di Savigliano, Motoracing di Villanova Mondovì, Osenda Racing di Busca e Sanino Moto di Dogliani, che hanno contribuito alle premiazioni mettendo a disposizione numerosi gadget. Tra i numerosi premiati Ezio Musso per le gare di Velocità in salita e Giuliano Aimar, secondo classificato nella Premier Cup 1000 Stock, entrambi del Moto Club Provincia Granda Vottignasco.

Ezio Musso (velocità in salita)


nel ricordo MERCOLEDÌ 2 FEBBRAIO – ore 18 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio della carissima

MARIA NOVELLA SANTUCCI ved. GOVERNA I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. SABATO 29 GENNAIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata la S. Messa di Trigesima in suffragio della carissima

La moglie, i figli ed i familiari tutti riconoscenti per la dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata al loro carissimo

GIOVANNI ROSSO nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale si sono uniti al loro dolore. Un grazie particolare porgono ai Primari, ai medici ed al personale infermieristico dei Reparti di Cardiologia e di Cardiochirurgia dell’ospedale S. Croce di Cuneo ed indistintamente a tutti i vicini di casa, amici e conoscenti. Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

La figlia, il genero, la nuora, i nipoti ed i familiari tutti riconoscenti per la dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata alla loro carissima

giovedì 27 gennaio 2011

31

Ermelinda, Sergio ed i parenti tutti vogliono esprimere un ringraziamento ad Emilia, a don Oggero e don Cesare, a suor Rosalba, al dott. Formaggio, a tutto il personale Oss del 3° piano Residence della casa di riposo “Chianoc” di Savigliano per l’assistenza alla cara

LUCIA ALLASIA ved. CHIAPELLO ed agli amici che hanno dato loro conforto nel triste momento del funerale.

In Cuneo è mancata la signora

SABATO 29 GENNAIO – ore 9 nella chiesa di S. Filippo sarà celebrata una S. Messa di secondo Anniversario in suffragio del carissimo

LUNEDÌ 31 GENNAIO – ore 18 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro sarà celebrata una S. Messa di diciannovesimo Anniversario in suffragio della carissima

SABATO 29 GENNAIO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa di secondo Anniversario in suffragio della carissima

ELSA REVELLI in MELLANO di anni 58

VITTORIA PAGLIERO ved. RACCA (Angiolina)

SEBASTIANO BRERO

I familiari ringraziano quanti si uniranno nelle preghiere e nel ricordo. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

La famiglia commossa per la grande dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata alla loro carissima

MARGHERITA ARIAUDO ved. OLOCCO nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale si sono uniti al loro dolore. Un grazie particolare porgono a don Marco, al medico curante dott. Antonio Motta, al servizio ADI, all’amica Laura ed indistintamente a tutti i vicini di casa, amici e conoscenti. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata: SABATO 29 GENNAIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni.

La famiglia ringrazia quanti si uniranno nelle preghiere e nel ricordo. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

SABATO 29 GENNAIO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa di secondo Anniversario in suffragio del compianto

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

CATERINA ARIETTI ved.TORTONE nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringrazia quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale vollero unirsi al grande dolore. Un grazie particolare porge al Reparto di Chirurgia dell’ospedale SS. Annunziata di Savigliano, a Francesca Alladio, al medico curante dott.ssa Nicoletta Rabbia, alle infermiere dell’ADI, alle assistenti domiciliari, ad Anna Perrone ed indistintamente a tutti i vicini di casa, amici e conoscenti che furono di aiuto e conforto nella triste circostanza. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata: SABATO 29 GENNAIO – ore 9 nella chiesa di S. Filippo. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

DOMENICA 30 GENNAIO – ore 10 nella chiesa parrocchiale di S. Maria Maggiore in RACCONIGI sarà celebrata una S. Messa di secondo Anniversario in suffragio del compianto

I familiari tutti riconoscenti per la dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto dimostrata al loro carissimo

Il marito, le figlie, i genitori, la sorella con i propri familiari, la suocera, gli zii, le zie ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. “Il Tuo ricordo è indelebile nei nostri cuori”. SABATO 29 GENNAIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale della Natività di Maria Vergine in MARENE sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio della carissima

ELSA BARBERO ved. CESANO

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

ERMANNO MINA nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente esprimono la loro profonda gratitudine a tutti coloro che con presenza, scritti, fiori ed opere di bene si sono uniti al loro dolore. Un grazie particolare porgono all’Abate don Paolo Perolini, al medico curante dott.ssa Paschetta, alla Direzione, al personale ed agli ospiti tutti della casa di riposo “Chianoc” di Savigliano, all’AVO, al dottor Diana ed a vicini di casa, amici e conoscenti. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata nella chiesa parrocchiale di S. Andrea in Savigliano: SABATO 5 FEBBRAIO – ore 9.

I familiari di I familiari ed i parenti tutti ringraziano le gentili persone che si uniranno loro con presenza e preghiere. Racconigi; 27/1/2011

“Il Tuo ricordo vive silenzioso nel nostro cuore e nel pensiero di ogni giorno”. La moglie ed i familiari SABATO 29 GENNAIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale della Natività di Maria Vergine in MARENE sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio del compianto

TERESA CAPELLINO ved. BERARDO La cognata, il cognato, i nipoti, i pronipoti, i cugini ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

1961

2011

“Sono trascorsi 50 anni da quel tragico incidente, ma il Tuo ricordo è sempre vivo nei nostri cuori e nei nostri pensieri”. SABATO 29 GENNAIO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni Battista sarà celebrata una S. Messa in suffragio del

GIOVANNI MULASSANO profondamente commossi da tanta partecipazione al loro dolore, nell’impossibilità di rivolgersi personalmente a tutti, ringraziano di vivo cuore quanti di persona, con scritti ed offerte sono stati loro vicini. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata: DOMENICA 30 GENNAIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di Maria Madre della Chiesa in Frazione BOSCHETTO di Bra. Bra; 27/1/2011 Imp. Fun. Lusso e Racca – Bra

FRANCESCO MERLO I nipoti Merlo, Tomatis, Pettiti, Caula e Veglia ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. SABATO 29 GENNAIO – ore 9.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio del carissimo

I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Marene; 27/1/2011 SABATO 29 GENNAIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio della compianta

Cav. STEFANO MINA I figli ed i familiari ringraziano quanti vorranno unirsi loro nella preghiera. AL MIO CARO MARITO Il 6 gennaio, su di me, ho visto cadere una stella: era lui. Ha illuminato il nostro cammino per 49 anni. Abbiamo incontrato tante difficoltà, ma quella luce non si è mai spenta. Il suo russare nella notte era per me come un ruscello che scendeva giù dai monti, dove siamo nati. Il suo respiro era il vento della primavera che risvegliava le meraviglie di quei verdi prati; ora quella stella non si è spenta, ma è salita in Cielo, da dove potrà illuminare la sua cara famiglia che gli ha voluto tanto bene. Grazie nonno e… arrivederci! Rina

La moglie, i figli, le nuore, i generi, i nipoti ed i familiari tutti riconoscenti per la dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata al loro carissimo

MARGHERITA TALLONE ved. PANERO LORENZO MINA Si ringraziano coloro che si uniranno nel ricordo e nelle preghiere. Marene; 27/1/2011 Imp. Fun. Lusso & Racca – Bra

On. Fun. Panero & Mo - Racconigi

La moglie, le figlie, i generi, i nipoti ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

VENERDÌ 28 GENNAIO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni SABATO 29 GENNAIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni saranno celebrate le SS. Messe di primo Anniversario in suffragio del compianto

La moglie, il figlio, la nuora, la nipote ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

GIORGIO MARCHISIO

SIMONE AUDISIO

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

GABRIELLA SCOTTA in DE LIO

VITTORIO LAMBERTI

On. Fun. Ghione Pierfranco – None

DOMENICA 30 GENNAIO – ore 10.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve sarà celebrata una S. Messa di secondo Anniversario in suffragio del compianto

Ne danno il doloroso annuncio: il marito MARIO P.G; i figli LAURA con il marito Enrico ed il piccolo Mattia e LUCA con Susanna; le sorelle; i cognati; le cognate; i nipoti; i cugini ed i parenti tutti. Il funerale è stato celebrato, martedì 25 gennaio, nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni a Savigliano e la cara salma tumulata nel cimitero di Peveragno. Cuneo; 23/1/2011

DOMENICA 30 GENNAIO – ore 9.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa di quarto Anniversario in suffragio del compianto

FRANCESCO CAPELLO Mariuccia, Claudia, Francesca ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nella preghiera e nel ricordo.

FRANCO AMARI La famiglia ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno nelle preghiere e nel ricordo. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

I figli, i generi, la nuora, i nipoti ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

SABATO 29 GENNAIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio della compianta

SABATO 29 GENNAIO – ore 10 nella chiesa parrocchiale di Maria Vergine Assunta in LEVALDIGI sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio del carissimo

CATERINA BIGA ved. RIVOLTA

ANTONINO ABRATE

Le figlie, i generi, i nipoti ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Levaldigi; 27/1/2011

nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale vollero unirsi al loro dolore. Un grazie particolare porgono a don Romano e don Roberto, al Gruppo folkloristico, al Centro d’incontro comunale, ai compagni della Leva di Limone Piemonte, alla Saviglianese Calcio ed indistintamente a tutti gli amici e conoscenti. Le SS. Messe di Trigesima saranno celebrate: SABATO 29 GENNAIO – ore 9.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve – Savigliano DOMENICA 30 GENNAIO – ore 11 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro in Vincoli – LIMONE PIEMONTE

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

NICOLAO DALMASSO


GIOVEDÌ 27 GENNAIO 2011 IL SAVIGLIANESE 32


27-1-2011  

giornale locale

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you