Issuu on Google+

Savigliano, 23 Giugno 2011 • ANNO 153 - N° 25 • E 1,20

Giornale più antico del Piemonte

e-mail: redazione@ilsaviglianese.com Abbonamento Annuo E 42,00 - Estero E 42,00 + spese postali - Poste Italiane: Sped. in Abb. Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) NO/CUNEO art. 1, comma 1 - Conto Corrente Postale N° 11755121- ASSOCIATO ALLA FIPEG Redazione: Piazza Santarosa, 21 Tel. 0172.71.39.29 Fax 0172.71.37.21 - Savigliano - Autorizzazione N.2 Tribunale Saluzzo 8/9/1946 - Direttore Responsabile: Valerio Maccagno - Pubblicità: RÉCLAME Via Pylos, 20, Savigliano Tel. 0172 71.12.79 Stampa: Editrice La Stampa - Torino. Tariffe a modulo: Commerciali E 16 - Occasionali E 17,00; Finanziari e Legali E 1,80 mm/c; Necrologie E 36,00; Economici E 0,53 p.p. Il giornale si riserva in ogni caso di rifiutare qualsiasi inserzione.

L’ANGOLO DEL PROVERBIO

Trist col ann che Domini a ciapa Gioann dai 4300 proverbi piemontesi

CAVALLERMAGGIORE

GENOLA

MURELLO

CARAMAGNA

MONASTEROLO

Eletta la Commissione edilizia

Successo per la partita “del cuore”

Tutto pronto per “Sbronz Pizza”

Festa d’estate e del volontariato

Arrivano i musicisti viaggianti

a pagina 12

a pagina 14

a pagina 14

Sentenza al processo per sei morti bianche alla Ferroviaria

Amianto: tutti assolti

Il momento della sentenza del processo celebrato al tribunale di Saluzzo

Sono stati assolti i tre ex direttori della Ferroviaria nel processo celebratosi a Saluzzo per sei “morti bianche” causate dal mesotelioma della pleura avvenute negli ultimi anni nello stabilimento saviglianese. Il giudice Fabio Franconiero, dopo circa un’ora di camera di consiglio, ha stabilito che i tre – in carica per periodi che vanno dal 1986 al 1995 – non sono rei di “omicidio colposo”.

Anche il pm Ezio Basso, venerdì scorso, nella requisitoria finale, ne aveva chiesto l’assoluzione, in quanto “non responsabili delle patologie tumorali che si sono sviluppate prima degli anni ‘80”. Le indagini avevano riguardato anche un quarto direttore, la cui posizione è stata archiviata causa decesso. All’interno, tutti i particolari ed i commenti. Servizio a pagina 2

a pagina 17

Carovana nomade di paese in paese

Attualmente i nomadi sono a Racconigi – Alle pagine 12 e 21

C’è il castello tra le sedi possibili

Un giovane muore durante un’escursione

Casinò a Marene, les jeux sont faites?

Tragedia in montagna

Giocate milionarie in arrivo?

«Munsù, ‘l gieu a l’è fait». Diranno così i croupier se l’idea di realizzare un casinò a Marene prenderà corpo? Sì, avete letto bene: tavoli verdi e slot machines proprio qui da noi: nella Patria del gioco ci mancavano – dopo quintali di lotterie e di gratta e vinci – anche nuovi casinò. Che bisogno ci sarà di andare a Montecarlo o Saint Vincent, quando la fortuna sarà qua? Servizio a pagina 16 Giorgio Sattanino, appassionato di montagna, durante un’escursione

Il pallone diventa più grande Calcio: 2 squadre a Savigliano

I giocatori del Futsal nel giorno del battesimo della società (2010)

Sarà presentata ufficialmente, giovedì sera all’hotel Granbaita, la seconda società calcistica di Savigliano. È il Futsal, squadra di calcio a cinque che ha deciso – ad un solo anno dalla sua fondazione – di fare il salto di qualità e di lanciarsi sui campi di calcio a undici, con una “prima squadra” e le giovanili. C’è grande entusiasmo per un gruppo di amici che ha deciso di intraprendere l’avventura. I primi particolari. Servizio a pagina 28

VISITATE IL SITO WWW.ILSAVIGLIANESE.COM

a pagina 18

Si è conclusa sul Monviso, a causa di una caduta, la vita del giovane saviglianese Giorgio Sattanino, 28 anni, grande appassionato di montagna. Sabato scorso, insieme ad un amico, stava intraprendendo un’escursione quando ha messo un piede in fallo. Nonostante i soccorsi, non ce l’ha fatta. Non è stata questa, purtroppo, l’unica brutta notizia della settimana. Lunedì, il corpo di un indiano è stato ritrovato senza vita sulla linea ferroviaria Savigliano-Fossano. Servizi alle pagine 2 e 3

Commercio: continua la polemica a Racconigi Servizio a pagina 21

Nel week-end 11° Music Beer Festival a Levaldigi Servizio a pagina 10

Folta rappresentanza dalla pianura

Consorzio rifiuti C’è il nuovo cda Cambiare vita fa bene L’esempio di Sandra Servizio a pagina 10

La pianura saviglianese ha fatto il suo ingresso con una folta truppa nel nuovo Consiglio di amministrazione del Consorzio rifiuti. Dimessosi il precedente cda, l’arduo compito di “staccare la spina” al consorzio (la gestione rifiuti deve passare alla Provincia) tocca ora ad una schiera di assessori. Col presidente Rubiolo (di Saluzzo), ci saranno anche alcune nostre conoscenze... Servizio a pagina 5

La raccolta porta a porta


2

savigliano

giovedì 23 giugno 2011

GIUSTIZIA

BREVI DALLA CITTÀ Cadavere sui binari

Ritrovato sulla linea per Fossano Lunedì mattina, dalle ore 10.40, treni bloccati e in ritardo sulla linea ferroviaria tra Torino e Savona, poiché è stato rinvenuto un cadavere sulla massicciata tra le stazioni di Fossano e Savigliano. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della nostra città, che hanno proceduto agli accertamenti del caso. L’uomo deceduto è un indiano che risiedeva in zona. Gli inquirenti stanno indagando per capire se si è trattato di una disgrazia o di un gesto volontario. Fino alle ore 12.30, quando è stata ripristinata la normale circolazione dei treni, Trenitalia aveva istituito un servizio con autobus sostitutivi tra Fossano e Cavallermaggiore e fra Cuneo e Fossano. Nell’interruzione del servizio sono stati coinvolti 25 treni regionali: 15 cancellati e sostituiti con bus, 10 hanno registrato ritardi tra 15 e 30 minuti.

Anziana investita

È finita al Pronto Soccorso Giovedì scorso, 16 giugno, poco prima delle 15, sul tratto di circonvallazione di fronte all’Inps, un’auto Renault Kangoo guidata da un cittadino marocchino di 38 anni ha investito una pensionata di 71 anni che, bicicletta alla mano, stava accompagnando la nipote a lezione di danza. L’anziana ha riportato alcune ferite ed è stata soccorsa dall’ambulanza del “118”. È poi stata medicata al Pronto Soccorso e successivamente dimessa.

Maxi tamponamento

Coinvolte quattro auto Quattro persone sono rimaste ferite in un maxi-tamponamento tra quattro auto nel pomeriggio di giovedì 16 giugno. A scontrarsi sulla strada che porta da Saluzzo a Savigliano (SP 662), nei pressi dello stabilimento “Panna Elena”, sono state l’Alfa Romeo Giulietta di O.A., 22 anni, di Polonghera; la Fiat Punto di C.F., 28 anni, di Verzuolo; l’Opel Astra di A.M., 38 anni, di Saluzzo, e la Fiat Stilo di P.F., 49 anni, di Savigliano (quest’ultima vettura è finita fuori strada). I feriti sono stati soccorsi e trasportati agli ospedali di Saluzzo e Savigliano.

Si formano le classi

Alle Medie Schiaparelli-Marconi Martedì 28 giugno, presso le sedi delle scuole medie cittadine Schiaparelli e Marconi, saranno pubblicati gli elenchi dei gruppi-classe che costituiranno le classi prime per l’anno scolastico 2011/2012. I genitori interessati potranno prenderne visione e, nel contempo, informarsi sui criteri adottati per la formazione dei suddetti gruppi. L’insegnante referente sarà presente presso la sede Schiaparelli mercoledì 29 giugno dalle 9 alle 11. Il sorteggio dei gruppi-classe per l’abbinamento ai vari corsi avverrà venerdì 1° luglio alle 9, presso l’aula magna della sede Marconi, in piazza Molineri n. 9.

Premio “Padre Melis”

Vince una poesia di Galli La commissione giudicatrice del XXV concorso nazionale “Padre Raffaele Melis o.m.v.”, presieduta dal poeta genzanese Getulio Baldazzi e dal cardinal Angelo Sodano, ha assegnato – all’unanimità – al prof. Giovanni Galli il primo premio assoluto per la lirica “Travaglio serale” (sezione: poesia religiosa – Card. Edouard Gagnon). La proclamazione pubblica dei vincitori si è svolta nel pomeriggio di domenica 12 giugno presso il teatro San Luca di Roma.

Il professor Galli

La donna immaginata

Una mostra a Cuneo L’ufficio Pari opportunità di Cuneo promuove, presso il Museo Casa Galimberti, la mostra itinerante realizzata dal Consiglio regionale del Piemonte “La donna immaginata – l’immagine della donna” che sarà visitabile da mercoledì 22 giugno a giovedì 7 luglio con i seguenti orari: dal martedì al venerdì dalle 15 alle 17; sabato e domenica dalle 15.30 alle 19. Ingresso libero. Sarà presente anche l’associazione saviglianese “Mai + sole”.

SCUOLA

Avete la media dell’8? Portate la foto

Studenti, vi aspettiamo! Anche quest’anno “Il Saviglianese” intende dedicare una pagina agli studenti più meritevoli che nel corso dell’anno si sono distinti, ottenendo una media uguale o superiore all’8 presso le scuole superiori cittadine (Arimondi-Eula e Cravetta-Marconi). Ragazzi, fatevi avanti! Se avete conseguito la media uguale o superiore all’8 e volete pubblicare la vostra foto su “Il Saviglianese”, potrete portarla presso la nostra redazione (in piazza Santarosa n. 21) a partire dal giorno dell’uscita dei risultati scolastici, oppure inviarcela via e-mail (redazione@ilsaviglianese.com) o semplicemente passare presso di noi per farvela fare sul momento. Il tutto, ovviamente, gratis. Una volta raggiunto un numero sufficiente di foto, sarà realizzata la pagina.Vi aspettiamo!

Sentenza al processo amianto per le “morti bianche”

Assolti i tre ex direttori Sentenza al processo amianto celebrato a Saluzzo. I tre ex direttori della Ferroviaria sono stati assolti per non aver commesso il fatto. Si tratta di Alfredo Bacci, 63 anni di Livorno, Pietro Silvestro, 57 anni di Cuneo, ed Arturo Bonesio, 65 anni di Torino, rispettivamente al vertice dello stabilimento dal 1986 al 1990, nel corso 1991 e dal 1991 al 1995. I tre erano sotto processo per omicidio colposo. Secondo la tesi accusatoria, non avrebbero informato i dipendenti dei rischi connessi alle lavorazioni con l’amianto. In particolare, il processo riguardava sei “morti bianche” per mesotelioma pleurico, il cancro provocato dall’esposizione alle fibre di minerale ignifugo. Le vittime sono Luciano Bergese, morto l’8 luglio 2003; Pierino Garelli, il 13 novembre 2007; Giovanni Ghersi, il 12 maggio 2007; Pietro Leardo, il 19 giugno 2004; Roberto Mauro, il 28 marzo 2006; Matteo Pettavino, il 7 ottobre 1999. Il giudice Fabio Franconiero, dopo circa un’ora di camera di consiglio, ha stabilito che i tre non sono colpevoli. Anche il pm Ezio Basso, venerdì scorso, nella requisitoria finale, aveva chiesto l’assoluzione. «Il Tribunale ha accolto la mia tesi – spiega il sostituto procuratore saluzzese –. Da una lettura degli atti del processo, infatti, è emerso come gli imputati non siano responsabili delle patologie tumorali che si sono sviluppate prima degli Anni ’80. Dalla documentazione e da alcune testimonianze è emerso che nel 1986, quando Bacci assunse la carica, non c’era più amianto nelle lavorazioni della Ferroviaria». La Procura, dunque, non ricorrerà in Appello. L’assoluzione è stata accolta con estremo favore dalla difesa. «Siamo molto soddi-

MEMORIA

Il momento della lettura della sentenza in tribunale a Saluzzo

sfatti – dichiara l’avvocato Giovannandrea Anfora di Torino, che tutelava tutti gli imputati – perché abbiamo dimostrato che nel periodo oggetto del processo la Ferroviaria ha rispettato la legge. Per i miei clienti è finito un momento travagliato». Le indagini condotte dalla procura saluzzese negli anni scorsi avevano riguardato anche Enzo Giungi di Torino, direttore della Ferroviaria dal 1983 al 1986, la cui posizione è stata archiviata dopo la sua morte. Il giudice dell’udienza preliminare aveva disposto il rinvio a giudizio il 14 gennaio 2010 ed il dibattimento si era aperto il 16 luglio. «La sentenza non individua nessun responsabile per i sei decessi da mesotelioma. Non è colpa di nessuno. Sono morti e basta» commenta Armando Vanotto, presidente dell’Aiea (Associazione italiana esposti amianto), insoddisfatto per il verdetto. «A partire

dal 1984, su richiesta delle “Fs” – prosegue – non è più stato usato amianto, ma nello stabilimento c’era anche dopo quell’anno. Noi non vorremmo altri processi. Vorremmo, invece, che i dirigenti facessero prevenzione ed evitassero le morti sul lavoro» (l’intero intervento è riportato nella pagina “Lettere”). Alfio Arcidiacono, segretario Fiom-Cgil, costituitasi parte civile, aggiunge: «Nessuno in questo processo ha messo in dubbio che gli operai fossero esposti all’amianto. Purtroppo, però, non sono le aziende che sono perseguibili, ma solo le persone ed in questo caso non sono emerse responsabilità specifiche. La nostra battaglia contro le “morti bianche” continua». Le parti civili Aiea e Cgil hanno annunciato che attenderanno la lettura delle motivazioni per decidere se presentare o meno ricorso in Appello. Andrea Garassino

In tanti a ricordare le gesta del sacerdote dedito al sociale

Celebrato don Operti nel decennale della scomparsa Non par vero di dover constatare che sono già passati 10 anni da quando don Mario Operti ha terminato la sua corsa (aveva 51 anni). Ce lo hanno ricordato gli amici che sono arrivati sabato scorso da Torino, ma anche da molte regioni d’Italia per fare memoria, per non lasciare cadere quanto questo prete, nostro concittadino, ha fatto nell’arco della sua breve esistenza. Soprattutto quanto ha lasciato di positivo, che ha dato e sta dando ancora frutti evidenti nella Gioc (Gioventù operaia cristiana), ma soprattutto nel progetto Policoro, nato e in sviluppo nel sud d’Italia. Sabato mattina, gli organizzatori hanno accolto i numerosi partecipanti presso il cimi-

tero, dove c’è stato un momento di preghiera guidato dall’Assistente nazionale della Gioc don Paolo Magnani, che si è svolto in grande comunione di spiriti. Ci si è poi spostati a S. Andrea dove, anziché nel salone, ci si è dovuti accomodare in chiesa, visto l’elevato numero dei presenti. In un clima di palpabile emozione si sono susseguite le testimonianze di quanti hanno incontrato e sono vissuti con don Mario nei vari luoghi del suo operare. Nel pomeriggio, presso la Crosà Neira, in tanti si sono ritrovati per ricordare, attraverso le testimonianze di sacerdoti e laici, la vita e il pensiero di don Mario. Il sindaco Sergio Soave conobbe Operti – cinque anni più giovane di lui – quando frequentava l’oratorio della chiesa di San Giovanni. Nonostante la giovanissima età, dal modo di ragionare e da altri indizi, faceva presagire già allora che fosse animato da una vocazione autentica alla vita sacerdotale. Successivamente lo rivide qualche volta a Torino, quando frequentava l’Università, e più tardi a Roma, quando Tanta gente ha partecipato alle commemorazioni era all’inizio della sua

Anche il sindaco Sergio Soave ha ricordato la figura di don Operti

L’intervento di Luciano Galletto

attività politica di parlamentare. Tutte le testimonianze riconoscono a don Operti la capacità di trovare, in ogni circostanza, una mediazione per appianare i contrasti e giungere ad un accordo. Ciò che più gli stava a cuore erano le condizioni di vita dei giovani lavoratori, specialmente quelli che provenivano dal sud Italia. Prima di entrare in seminario, don Mario lavorò come operaio in un’azienda metalmeccanica della Granda e, quando si licenziò, ai compagni di lavoro che gli chiedevano se avesse trovato un’altra occupazione, rispondeva: «Vado a farmi prete». Non è dato sapere se questa sua opera di evangelizzazione, esercitata per circa un anno nel mondo lavoro, abbia dato qualche frutto o gli abbia procurato soltanto una delusione. Tra i vari episodi citati, è stato ricordato che, nell’estate del 1967, con altri sacerdoti, mise in scena per i villeggianti in Liguria un recital ispirato ai dettami del Vangelo. Prossimamente sarà pubblicata la sua biografia a cura della Fondazione torinese a lui dedicata, e di altre istituzioni pubbliche per le quali svolse degli incarichi. Oltre al sindaco Sergio Soave, erano presenti all’assemblea i sacerdoti saviglianesi e le suore della Sacra Famiglia. Osvaldo Pignata Giovanni Bosio


savigliano

CRONACA

Escursione fatale per un giovane saviglianese

Cade e muore sul Monviso Tragedia della montagna sabato 18 giugno nei pressi del rifugio Giacoletti, sul Monviso. Il saviglianese Giorgio Sattanino, 28 anni compiuti lo scorso 28 aprile, durante un’escursione è caduto in un canale ed è morto all’ospedale Santa Croce di Cuneo dove i soccorritori, per mezzo di un elicottero del 118, lo avevano trasportato con un trauma cranico. Vi era giunto già in condizioni molto serie e, con il passare delle ore, è progressivamente peggiorato, fino alla morte. Il programma della gita prevedeva il canalone del Couloir Bianco, la salita al colle, la discesa sul versante francese, l’ascensione a Punta Venezia, la risalita al colle del Couloir du Porc e l’arrivo al bivacco per consumare un frugale pasto. La disgrazia è avvenuta durante la discesa dalla parte italiana: a 2.900 metri di quota, Giorgio è scivolato per 150 metri lungo il canalone che finisce vicino al Giacoletti. Rifugio da cui sono subito partiti i soccorsi – il compagno di cordata, Luca, l’ha tro-

ANZIANI

La montagna era la grande passione di Giorgio Sattanino

vato privo di sensi – con una quindicina di alpinisti, tra cui due medici e lo stesso gestore del rifugio, Andrea Sorbino, guida alpina. Veniva immediatamente allertata anche l’eliambulanza che, ostacolata dal cattivo tempo, giungeva solo dopo le ore 18. Per Sattanino, socio del Cai, la montagna e le scalate erano davvero “tutto”: basta in-

Mercoledì, incontro coi sindacati

Assemblea alla “Chianoc” Si è svolta sabato mattina, nella sede di via Donatori del sangue, l’assemblea della casa di riposo “Chianoc”. Durante l’incontro, i soci hanno dato pieno mandato al consiglio di amministrazione guidato da Angela Ambrosino affinché continui la trattativa con i sindacati per arrivare al più presto ad un accordo definitivo che sancisca il “passaggio di consegne” alla nuova gestione. Il consesso deve anche esprimersi sullo scioglimento Angela Ambrosino della stessa associazione Chianoc, chiesto dai sindacati: da quanto è emerso, è probabile che questo avvenga una volta venduto l’immobile e sia così sanato il deficit, ammontante a circa 4 milioni di euro. Il progetto è noto. La casa di riposo verrebbe venduta alla ditta Soges di Piacenza, che ne curerebbe i lavori di ristrutturazione senza spostare gli anziani. La gestione passerebbe poi al Consorzio Obiettivo Sociale dell’albese Paolo Spolaore. In una manica della struttura, invece, l’Agenzia Territoriale della Casa, presieduta dal saviglianese Marco Buttieri, realizzerebbe dei mini-alloggi per anziani.Tutto questo piano è però subordinato all’accordo definitivo con i sindacati. Per trovarlo, le parti si riuniranno di nuovo mercoledì in municipio, con la supervisione del Comune. Resta il nodo dei fondi che rimarrebbero nelle casse della Chianoc dopo tutta l’operazione. In merito, l’associazione ha chiesto lumi in Regione. Secondo i funzionari interpellati, non è possibile destinare queste somme ai lavoratori, dal momento che non si tratterebbe di un utilizzo “a scopo sociale” del patrimonio. Un’alternativa potrebbe essere l’istituzione di un fondo destinato a progetti di “umanizzazione” per gli ospiti ed a corsi di aggiornamento per il personale.

fatti collegarsi alla sua pagina “Facebook” per vedere quanto fosse attratto dalle cime innevate, dalle scalate su pareti ghiacciate, dallo sci-alpinismo. Tant’è che aveva anche visitato le isole Svarbald, in Norvegia, per un’avventura “polare” ed era uno degli organizzatori della Festa del ghiaccio di Pontechianale. Le cause della disgrazia so-

UNIVERSITÀ

no ancora in via di definizione. Tra le ipotesi, una scivolata su una roccia o un accumulo di neve sotto gli scarponi: certo è che, come conferma anche lo stesso Sorbino, «la neve era ancora abbastanza molle, ed era anche piovuto. Purtroppo, nei canali di neve ci sono sempre “punti oscuri”». Diplomatosi perito nel 2002 all’Istituto Vallauri di Fossano, Sattanino lavorava in uno studio di progettazione e certificazione di impianti elettrici ed elettrotecnici a Savigliano. Lascia nel dolore - ed a loro vanno le condoglianze de Il Saviglianese - la mamma Laura, i fratelli Andrea e Lucia, la fidanzata Chiara. I famigliari hanno dato il loro consenso all’espianto degli organi. I funerali sono stati celebrati mercoledì pomeriggio a S. Pietro e gli amici più cari si erano già ritrovati a casa sua lunedì sera. «Se mi accadesse qualcosa in montagna, voglio che mi ricordiate per come sono, senza nessuna particolare celebrazione» diceva Giorgio. Il suo corpo sarà cremato.

Non garantirà per gli altri

Strappo della Provincia Colpo di scena per quanto riguarda il Patto locale per i corsi dell’Università di Torino in provincia. Si doveva sottoscrivere la nuova bozza dell’accordo in base alla quale, grazie al contributo di enti ed amministrazioni locali, più le fondazioni bancarie, docenti e ricercatori dell’ateneo subalpino avrebbero “prestato servizio” nella Granda. Originariamente, la convenzione sarebbe dovuta cessare nel 2019 con un versamento pari a 1,5 milioni di euro l’anno: ora, invece, durerà fino al 2023 con un esborso annuale più contenuto e di solo 1 milione di euro. La scorsa settimana, però, si è verificato un autentico colpo di scena, ovvero l’uscita della Provincia dal Patto. A causa di una clausola, quella di garanzia, in base alla quale l’amministrazione guidata da Gianna Gancia avrebbe coperto metà del finanziamento di quegli enti che non avrebbero (nonostante la sottoscrizione) pagato quanto di loro spettanza. E che già quest’anno avevano comportato un versamento di 150 mila euro aggiuntivi. «Una scelta definitiva è necessaria – ha precisato l’assessore al decentramento universitario Licia Viscusi – la Provincia uscirà dal Patto e ognuno prenderà i propri impegni.

Ma la Provincia resta, comunque, il primo contribuente dei corsi universitari, sostenendo metà delle spese di funzionamento e di gestione dei corsi. E non dimentichiamoci che fino al 2012 daremo altri 400 mila euro per i corsi del Politecnico a Mondovì». Ad oggi dovrebbero sottoscrivere il nuovo Patto la Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo (500 mila euro), il Comune di Cuneo (200 mila euro), la Fondazione Cassa di Risparmio di Savigliano (65 mila euro), la Camera di Commercio di Cuneo (50 mila euro), l’Associazione insediamenti universitari (30 mila euro) e il Comune di Alba (15 mila euro). Sottoscriverà il nuovo Patto, pur senza alcuna contribuzione, il Comune di Savigliano, mentre la Fondazione cassa di Risparmio di Torino dovrebbe partecipare con 150 mila euro. Paolo Biancardi

giovedì 23 giugno 2011

3

BREVI DALLA CITTÀ Corpus Domini

Solenne processione Giovedì 23 giugno si celebra il Corpus Domini. Alle ore 21, sarà celebrata la S. Messa a San Pietro. Al termine, partirà la solenne processione che toccherà via Danna, corso Roma, il municipio, via Torino ed arriverà nella chiesa di in San Giovanni, dove ci sarà la preghiera conclusiva e la Benedizione eucaristica. Chi volesse addobbare balconi e finestre lungo il percorso renderà più bella questa tradizionale processione.

Giovani e lavoro

Incontro in municipio Mercoledì 29 giugno, dalle 17.30 alle 20, presso la sala del Consiglio comunale in municipio (corso Roma n. 36) si terrà l’incontro “Giovani e lavoro: quali domande e quali possibili interventi a livello locale”. Interverranno il vicesindaco Silvana Folco, l’assessore provinciale al Sociale Beppe Lauria, il consigliere delegato al Tavolo anticrisi Mino Daniele. Seguiranno le relazioni di Fabiana Delle Noci (presidente Gioc), Andrea Genova (vicepresidente cooperativa Orso) e il sociologo Silvio Crudo. Moderatore: Bruno Mellano della cooperativa Orso.

Orari delle Messe

A luglio si cambia Nei mesi di luglio ed agosto l’orario delle SS. Messe presso le parrocchie cittadine ed al Santuario della Sanità subirà alcune variazioni: S. Andrea: Prefestiva: –; Festive: ore 11-18 - S. Pietro: Prefestiva: ore 18; Festive: ore 9.30 - S. Giovanni: Prefestiva: ore 18.30; Festive: ore 9.30-11 - S. Maria della Pieve: Prefestiva: ore 18.30; Festive: ore 8.30-10.30-20.30 -Santuario della Sanità: Festiva: ore 9.30.

Gita al bivacco Costi-Falchero

Due percorsi, per più o meno esperti Nuovo appuntamento col Cai, domenica 26 giugno. La gita sociale al bivacco Costi-Falchero si svolgerà su un percorso abbastanza impegnativo (classificato EE – per escursionisti esperti), all’interno del parco Alpi Marittime. La giornata sarà un buon allenamento per gli appuntamenti clou dell’estate, quali l’Uia di Ciamarella ed il Dome de Neige. La partenza è fissata alle ore 6.30 dall’Ala di piazza del Popolo. Il programma della giornata prevede pure una gita escursionistica alternativa, facile ed adatta anche a famiglie con bambini, sempre nel vallone della Vagliotta, limitata al primo tratto del percorso, con meta al Gias della Vagliotta. Partenza fissata alle ore 8.15, sempre dall’Ala. Il rientro a valle nel pomeriggio riunirà le due comitive.

Lista Civica per Soave

Riunione strategica Venerdì 24 giugno, alle ore 20.50, presso l’hotel Granbaita, è indetta una riunione della lista “Civica per Soave” guidata dal capogruppo consiliare Fulvio D’Alessandro. Tema della serata: due anni di amministrazione a sostegno dei cittadini di Savigliano e Levaldigi; prospettive future: indipendenza politica o possibili alleanze? A partecipare sono chiamati «i cittadini liberi della nostra città».

Testimoni di Geova

Assemblea di distretto Tutti i testimoni di Geova della provincia di Cuneo sono invitati a partecipare, da venerdì 24 a domenica 26 giugno, a Cairo Montenotte (Sv), all’assemblea di distretto sul tema “Venga il tuo Regno!”. Orari: venerdì e sabato 9.20-16.55; domenica 9.20-15.45. Discorso pubblico domenica, ore 11.10, su “L’uomo rovinerà il pianeta Terra?”. La Sala delle assemblee è in via Buglio n. 21.


4

savigliano

giovedì 23 giugno 2011

GIOVANI

Iniziativa con Rotary e scuole

Il golf fa crescere

I ragazzi provano il golf sul “green” saviglianese

Il Rotary Club, in collaborazione con il Golf Club Savigliano, si è posto l’obiettivo di far apprendere il gioco del golf, ancora da noi poco conosciuto, per le sue molteplici valenze positive. Il progetto prevedeva di far provare il gioco a tutti gli alunni delle Scuole Medie di Savigliano, Cavallermaggiore e Racconigi a costo zero. La prima fase, appena conclusa, ha portato 7 classi della 3ª Media di Racconigi e 3 classi della Media di Cavallermaggiore (per un totale di 185 alunni, di cui 6 disabili), a provare il gioco del golf. Purtroppo, non ha aderito la Scuola Media di Savigliano, “nonostante – si legge in un comunicato – l’impegno profuso dai presidenti di Rotary e Golf Club per dare anche ai giovani di Savigliano l’opportunità di provare uno sport che nei paesi anglosassoni, in Usa e Giappone diventa un requisito indispensabile nel curriculum personale per scuole superiori e lavoro”. La seconda fase consiste

in un corso di 20 ore di lezioni pratiche, per 20 alunni scelti tra coloro che nella prima fase hanno dimostrato disponibilità e attitudine. Per questi, il Rotary Club Savigliano mette a disposizione una “borsa premio” consistente nel pagamento del corso e l’iscrizione per l’anno in corso al Golf Club cittadino. L’attrezzatura è fornita dal circolo. Sabato 25 giugno, presso il Golf Club Savigliano, verranno premiati gli alunni con la consegna delle “borse premio” con una giornata di golf aperta a tutti. Programma: ore 14.30, Driving Contest; ore 15.30 Putting Green; ore 16.30, Approcci; ore 17.30, esibizioni sportive dei giocatori e degli studenti delle scuole medie; ore 18.30, consegna delle “borse-premiogolf” agli alunni delle scuole medie; ore 19, “apericena” e serata di intrattenimento musicale. L’incasso della manifestazione sarà devoluto a favore dell’Ashas (diversamente abili) di Savigliano.

ARTE

Si è aperta la rassegna che ricorda il bimbo scomparso

Premio di pittura “Leonardo” I dipinti che partecipano alla seconda edizione del premio nazionale di pittura “Leonardo” rimarranno esposti sotto l’Ala di piazza del Popolo fino a domenica 26 giugno con il seguente orario: dal lunedì al giovedì dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 19.30; venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 22.30. Contemporaneamente, si potranno ammirare anche i quadri “fuori concorso” esposti in appositi stand ed i disegni eseguiti dai bambini che frequentano l’asilo nido “Peter Pan” e la scuola dell’infanzia “G. Gullino”, nonché dalle allieve della “Leonardo Art Academy”, fondata a Meru, in Kenya, con il sostegno dell’associazione saviglianese “Piccoli Passi”, presieduta da Maria Bossolasco. All’ingresso dell’Ala, i visitatori della mostra – allestita dalla galleria “Senesi Arte” ed inaugurata sabato scorso dal vicesindaco Silvana Folco – posso-

Domenico Moraglio è presente in mostra con una serie di suggestivi dipinti

no scrivere su di un apposito bigliettino il nome dell’artista o il numero del quadro preferito. La premiazione dei

Tommaso Rocca mostra il suo stand dove propone le copie dei “grandi” della pittura

vincitori del concorso, cui hanno partecipato pittori e disegnatori rappresentativi dei vari generi d’arte figurativa, avrà luogo nel pomeriggio di domenica prossima, 26 giugno. Folta la truppa di artisti saviglianesi che prende parte alla rassegna: Domenico Moraglio, Mariangela Fania, Elena Mellano, Rosalba Borasi, Assunta Mellano, Tommaso Rocca, Barbara Figlioli, Giuseppe Oliva, Cristina Saimandi, Matteo Soldano ed Alberto Perini. Sempre dalla nostra zona, arrivano i racconigesi Fabiola Panero e Corrado Grappeggia. In tutto partecipano alla kermesse 97 artisti, provenienti in gran parte dalla provincia di Cuneo e dal Torinese, ma ce ne sono anche da fuori regione. Il concorso è dedicato a Leonardo, un bambino scomparso per atrofia muscolare spinale, ed è organizzato dall’associazione culturale no profit “L’Onda”.


savigliano

RIFIUTI

giovedì 23 giugno 2011

5

Il nuovo direttivo è presieduto dal saluzzese Rubiolo

Csea: sì a Cussa, Alesso e Allasia Il Consorzio servizi ecologia ambiente, familiarmente detto “consorzio rifiuti”, del Saviglianese, Saluzzese e Fossanese (54 Comuni) ha un nuovo consiglio di amministrazione. Sarà guidato dall’assessore Fulvio Rubiolo di Saluzzo, che è stato eletto nuovo presidente dall’assemblea dei sindaci riunitasi giovedì scorso, 16 giugno, nel municipio saluzzese. Con lui, una “coalition of the willing” di assessori all’Ambiente disposti a lavorare a costo zero. Questa “coalizione di volenterosi” è formata dal “nostro” Claudio Cussa, da Bartolomeo Allasia di Racconigi, da Luciano Alesso di Monasterolo e da Marco Margaria di Paesana. Molto rappresentata, dunque, la pianura

SCUOLA

Fulvio Rubiolo

Claudio Cussa

saviglianese, che prima poteva già contare su Carmine Bonino di Savigliano e Chiara Toselli di Cavallermaggiore. «L’obiettivo del nostro mandato – ha detto Rubiolo – è gestire il Consorzio fino all’entrata in vigore delle nuove disposizioni regionali che prevedono il passaggio della gestione dei rifiuti alle Province. Ci auguriamo che questo avvenga al più presto».

Marco Margaria

Luciano Alesso

Il nuovo cda di amministratori comunali in carica, definito “politico”, prende il posto di quello “tecnico” presieduto da Aldo Galliano. Tale consiglio si era infatti dimesso qualche settimana fa per protesta contro l’azzeramento delle indennità deciso dalla Finanziaria. Su quanto dovrà essere fatto dal nuovo cda parla chiaro l’assessore all’Ambiente savi-

Bartolo Allasia

glianese Claudio Cussa: «Avremo – dice – l’arduo compito di chiudere il Consorzio. In questi mesi seguiremo gli appalti del servizio di raccolta che sta andando a regime nei diversi Comuni e l’ampliamento della fossa presso la piattaforma di Villafalletto. Intanto, terremo i contatti con la Provincia, che sarà chiamata a gestire il servizio dopo di noi». G.Ma.

Con il laboratorio di cinema attivato presso il Liceo Arimondi

Nuovo corto per i ragazzi del prof. Turco Dopo aver raccontato drammi giovanili, il Laboratorio di cinema del liceo Arimondi quest’anno ha scelto una commedia dal retrogusto un po’ amaro, tratta da un’idea di Marco Gerbaudo e sceneggiata da Arianna Vasserot e Greta Biancotti. Dopo il lavoro di un anno passato a discutere soggetti, sceneggiatura, cast e troupe, giovedì 9 giugno i ragazzi, guidati dal professor Carlo Turco ed alle direttive del regista Remo Schellino, hanno realizzato il loro cortometraggio. La trama. I protagonisti Marco e Luca, dopo una notte di festeggiamenti in preda ai fumi dell’alcool, tentano la mattina successiva di ricostruire la serata mettendo insieme i cocci: ma qualcosa non torna. A chi avrà consegnato Marco l’anello donatole da Giulia, la sua ragazza? Da questo dubbio quasi amletico si svilupperà la trama, ricca di equivoci come in un’opera di Plauto (e forse strizzando l’occhio al ben più moderno “Una notte da leoni”, di cui in questi giorni è uscito il sequel). Gli allievi sono cresciuti e hanno acquisito nuove conoscenze nel corso del Laboratorio; questo bagaglio ha permesso loro di mettersi alla prova sul set e dirigere alcune scene. Davanti alla macchina da presa si sono alternati Marco Gerbaudo, Luca Otella, Gabriel Ciolpan, Marianna Mina, Ester Colombero, Giorgia Vitiello e Sara Cedrani. Come aiuto-registi si sono prestati Greta Biancotti, Anna Vitagliano, Valentina Ruffa, Arian-

na Vasserot, Gabriel Ciolpan, Luca Liendo. Segretarie d’edizione Federica Barbuto, Giorgia Vitiello, Ester Colombero, Domiziana Lizzadro, Arianna Avalle. Del suono si sono occupati Luca Otella ed Alex Giusiano. Al trucco Lucia Rea, mentre il ciak è stato dato da Ilaria Buccino e Sarah Cigna. I fotografi di scena sono stati Chiara Torrisi, Marianna Mina, Carl Principe. Come ogni anno, l’obiettivo è il SottoDiciotto Film Festival di Torino: sull’esito delle selezioni di questo concorso si saprà qualcosa a settembre. Non ci resta che augurare a tutti gli arimondini il tradizionale... in bocca al lupo! Valeria Quaglia

CONVEGNO

All’incontro di Roma ha partecipato il dott. Abram

Social housing e costruire sostenibile Venerdì 10 giugno il dott. Dimitrij Abram, amministratore delegato della Certa S.r.l di Savigliano, è intervenuto al convegno organizzato a Roma, presso l’Ambasciata Svizzera, sul tema del social housing e del costruire sostenibile. L’intervento del dott. Abram, dal titolo “Social Housing: come fare di necessità virtù”, si è concentrato sulla soluzione dei principali aspetti problematici che si trovano ad affrontare le Pubbliche amministrazioni e gli operatori privati nell’avvio di operazioni di social housing. Al convegno, organizzato da Hoval S.p.a. e Wolf Haus, ha partecipato, tra gli altri, il dott. Norbert Lantschner, direttore dell’Agenzia Casaclima di Bolzano. Dimitrij Abram (terzo da sinistra) al convegno di Roma

Ciau cerea Notizie velenose Adoro queste notizie. Mi argallano davvero tanto. Forse perché, quando le leggo, mi rendo conto che il genere umano a cui apparteniamo è davvero baravantan, al di là di ogni più rosea immaginazione. Allora, iniziamo dal luogo in cui si è svolta la vicenda: Piazza Armerina (Enna). E già questo la dice lunga. Quando? Il 4 giugno. Sta per iniziare l’estate, le caudane sono in agguato. La protagonista: una cinquantenne (Maria

Gli studenti hanno appreso come si realizza un set cinematografico

Santa, propri l’età balurda!). L’antagonista: il marito fedifrago (che forse stava tentando di sparare le ultime cartucce). La vicenda: la moglie, stanca dei presunti tradimenti del consorte, prepara un miscuglio di farmaci per avvelenarlo. Ebbene, direte voi, tutto qui? Piuttosto banale. A quale moglie, nel corso della felice convivenza con il proprio partner, non è venuto in mente almeno una volta? Ma la meticolosa signora di Piazza Armerina, che pare detesti

di Giacomilla

l’improvvisazione, è andata al di là. Per essere sicura che l’operazione andasse a buon fine ha preferito testare gli effetti della sostanza sulla vicina di casa offrendole un bicchiere d’acqua, in cui aveva sciolto compresse di farmaci e zucchero. La vicina si è salvata (fornendo così la prova che l’intruglio sarebbe stato inefficace). Purtroppo, prima che la cinquantenne avesse il tempo di correggere le dosi, è stata denunciata dalla vicina stessa. Ora su di lei pende l’accusa di lesioni

Dal 1981 aggravate. Due considerazioni: primo, non ci sono più i vicini disponibili di una volta; secondo, come farà ora la donna a trovare la giusta quantità di farmaci per stendere il marito? Terzo: che farà il marito? Io una mezza idea ce l’ho… Boia fauss, che storia!

L’Associazione per continuare ad aiutare i DISABILI ha bisogno del tuo CONTRIBUTO Savigliano - Via Allione, 7 - Tel. 0172.31214


6

savigliano

giovedì 23 giugno 2011

SCUOLA

I libri sono stati donati dalle famiglie

Nuova biblioteca alla Gullino

I bambini con la nonna che ha cuscito i cuscini

Una nuova biblioteca arricchisce la scuola per l’infanzia “Gullino”. Una biblioteca fatta dai bambini e dalle loro famiglie: tanti volumi sugli scaffali (per ora provvisori), tutti donati dai piccoli alunni, pareti decorate da mamme con l’estro artistico e grandi cuscini cuciti dalle abili mani di nonne, in cui sprofondare per iniziare un viaggio avventuroso nel mondo della lettura. La biblioteca è nata grazie al contributo di tutti – sottolineano dalla scuola – ed è già diventata un luogo prezioso. «Vogliamo ringraziare – dicono le maestre – tutti i bimbi che ci hanno regalato i loro libri, la mamma di Giulia Bori, Elena Mellano per aver decorato le pareti e alla signora Francesca Cappellaro per aver cucito i cuscini». l.c.

150 anni d’Italia I nostri protagonisti Eugenio Schiaparelli Foto M. Mondino

GIOVANI

Savinpalla: gioia, festa e musica Settimana densa di tornei per “Savinpalla”: dal 13 al 16 giugno scorsi si è svolto il Volley 4x4, che ha coinvolto una quarantina di ragazze e ragazzi. «A causa del maltempo – spiegano gli Educatori di Strada – il torneo si è svolto al Palazzetto dello sport. Per tre sere si è respirato un clima gioioso e festoso. Molto apprezzata la formula “sport e musica”: si è giocato sempre con un sottofondo musicale, in pratica a passo di danza, con qualche palla consapevolmente mancata per finire il balletto in corso…». Le squadre hanno avuto anche a disposizione un “jolly” per ogni set, ovvero la possibilità di giocarsi un punto, nel caso fossero in svantaggio, che valeva 4 punti effettivi, e così recuperare lo svantaggio. Nella categoria ‘96-‘99, visto che i partecipanti erano solo una quindicina, le squadre, dietro proposta degli stessi partecipanti, sono state cambiate ogni sera per dare più colore al torneo, a dimostrazione che la voglia di stare insieme e divertirsi era maggiore di quella di vincere. Di conseguenza, sono stati premiati tutti i partecipanti, con l’aggiunta di premi speciali a Sara Borello per la grande collaborazione, a Martina Zorniotti per il fair play, ad Alberto Scarati per il coraggio (giocatore più giovane del torneo) ed a Gabriele Olivero come miglior giocatore.

VIABILITÀ Avendo vinto il concorso per esservi ammesso, Eugenio Schiaparelli, nato a Savigliano nel 1840, fratello minore dell’astronomo Giovanni Virginio, compì gli studi superiori presso il collegio Carlo Alberto di Torino. Mancava poco tempo al conseguimento della Laurea in Matematica, quando apprese da un suo compagno di Università che stava per scoppiare la seconda guerra d’indipendenza italiana. Deciso a parteciparvi nelle file dell’esercito sardo piemontese, e consapevole che i suoi genitori non gli avrebbero dato il loro consenso, si presentò all’ufficio di arruolamento sotto falso nome. Venne arruolato volontario nel 12° Reggimento di Fanteria, Brigata Casale, con il nome di Antonio Carlini, studente in Medicina da Padova. Partecipò alla battaglia di San Martino e Solferino, due località collinari poco distanti dal Lago di Garda, avvenuta il 24 giugno del 1859, passata alla Storia come il più sanguinoso dei fatti d’arme delle guerre d’indipendenza, cui presero parte tre eserciti: francese, italiano ed austriaco. In quello stesso anno, il conte Luigi Torelli di Tirano di Valtellina manifestò il proposito di dare una degna sepoltura ai caduti, poiché erano stati sepolti frettolosamente ed a così poca profondità da essere messi a nudo dai lavori agricoli. Per attuarlo attese, come prescrive la legge relativa all’esumazione dei cadaveri, che fossero trascorsi dieci anni dalla battaglia. Nel mese di agosto del 1869 costituì una società destinata a far erigere due ossari, uno a San Martino e l’altro a Solferino, nei quali furono raccolte le spoglie mortali dei caduti nelle due località, durante lo scontro dei tre eserciti. Gli ossari furono inaugurati solennemente il 24 giugno del 1870, presenti il principe ereditario Umberto, il colonnello De La Haie, il colonnello A. De Pollak, quali rappresentanti rispettivamente del re Vittorio Emanuele II, dell’imperatore Napoleone III e dell’imperatore Francesco Giuseppe. Un’altra iniziativa della Società fu di premiare i soldati che avevano combattuto a San Martino, utilizzando la somma considerevole raccolta con una sottoscrizione per i feriti e le famiglie dei caduti nella campagna del 1859. Nel corso della battaglia, Eugenio Schiaparelli fu ferito al gomito sinistro da una palla di fucile. Gliela tolsero nell’ospedale di San Clemente di Brescia; poi, il 23 luglio, venne ricoverato in quello di Santa Giulia per essere sottoposto all’amputazione del braccio. Dopo questo doloroso intervento chirurgico, le sue condizioni sembravano fossero migliorate, ma sopravvenne una febbre violenta e nel volgere di pochi giorni egli morì. Aveva solamente 19 anni. Giovanni Bosio

Si sono conclusi i tornei di volley 4x4 e di calcetto

Partecipanti ed organizzatori del torneo di volley “4x4” al palazzetto dello sport

Nella categoria superiori (‘92-‘95) si è classificata prima la squadra “I Budini”, seconda “Cippa la trippa” e terza “Myoxothis”. Anche per questa categoria, premi speciali a Emanuele Curti (fair play), a Jessica Mana (miglior giocatrice-ballerina) e alla squadra “Cippa la trippa” per la toccante onestà. Undici squadre, per circa

un’ottantina di partecipanti, si sono invece affrontate sabato nell’antistadio del Morino per il torneo di calcetto delle superiori. «Finalmente all’aperto, anche se con qualche goccia di pioggia, il torneo – dicono gli Educatori – si è svolto contemporaneamente su tre campi. I giocatori hanno fatto convivere competizione e divertimento, poiché

I “Sandali coi calzini” vincitori del torneo di calcetto

hanno giocato con grande agonismo, ma senza perdere di vista l’obiettivo principale di “Savinpalla”, ovvero l’aggregazione e il piacere dello sport». Al terzo posto si sono classificati i Black and Decker, al secondo i Terrons ed al primo i “Sandali coi calzini”. Meritano di essere menzionati anche i Polli Mannari, quarti classificati, che hanno lottato fino alla fine tenendo gli spettatori col fiato sospeso. Com’è ormai tradizione, il torneo di calcetto premia anche giocatori che si sono particolarmente distinti, ovvero il capocannoniere (Alessio Rondinelli), il miglior portiere (Antonio Valiani), il miglior giocatore del torneo (Kevin Busano). Premio speciale anche al goal più veloce (Francesco Portolese). Ultimo appuntamento sabato 25 giugno con il torneo di basket.

Rotonda di via della Morina: interrogazione in Provincia di Ambroggio

Rossetto: «Il cantiere si aprirà nel 2012» Un mese fa, avevamo appreso che la Provincia aveva posticipato al 2012 la realizzazione di una rotonda tra la strada provinciale 662 (la “Savigliano-Saluzzo”) con via Della Morina. Un crocevia che è stato più volte teatro di gravi incidenti ed i cui lavori di sistemazione sarebbero dovuti già partire quest’estate. Il vicepresidente del Consiglio provinciale Giulio Ambroggio (Pd) ha presentato nei giorni scorsi un’interrogazione per conoscere il futuro dell’intervento, finanziato con 300.000 euro circa. «In questi giorni – ha risposto il vicepresidente della Provincia Giuseppe Rossetto (Pdl) – si sta provvedendo agli incarichi per la presa di possesso dei terreni che saranno occupati dall’opera. Si tratta comunque – precisa – di aree di limitata ampiezza. Il progetto definitivo – aggiunge poi l’assessore, ex sindaco di Alba – è già stato redatto; le autorizzazioni necessarie sono state acquisite e si sta provvedendo alla stesura del progetto esecutivo, che si ritiene potrà essere pronto per luglio di quest’anno. Si reputa – conclude – che il cantiere potrà avere inizio con il 2012 e terminare nell’anno stesso».

TRASPORTI

Questo incrocio negli anni è stato teatro di molti tragici incidenti

Bocciato in Regione l’OdG del consigliere dell’Italia dei Valori sullo scalo di Levaldigi

Amareggiato Ponso: «Anche Toselli ha votato contro» Questione di vita o di morte per l’aeroporto di Levaldigi. Senza la concessione ventennale – è la condizione indispensabile perché i privati entrino nella gestio-

L’aeroporto di Levaldigi

ne – il futuro dello scalo è fosco. Come se non bastasse, il Consiglio regionale ha votato contro un Ordine del Giorno presentato da Tullio Ponso (IdV) che chiedeva che la Giunta promuovesse ogni iniziativa utile a garantire l’operatività dell’aeroporto. È amareggiato Ponso, che poi polemizza con alcuni dei rappresentanti della Granda nel parlamentino subalpino e fa nomi e cognomi. «Trovo pretestuosa l’accusa di non averli coinvolti. Il problema di Levaldigi non è solo di oggi, per cui mi chiedo come mai non si sia mai fatta “squadra” nel passato. Toselli e Gregorio avrebbero potuto dimostrare il loro attaccamento al territorio votando e facendo votare il mio OdG. Che si tratti, forse, di una questione di mancata visibilità? Di solito Tosel-

li si lamenta quando non viene considerato per questioni che riguardano la sua area di interesse, ad esempio il Mellea o l’ospedale di Savigliano e adesso Levaldigi. Stigmatizzo anche il voto contrario del grillino Biolè che parla delle risorse spese negli anni. Cosa vogliamo fare, dire che si è scherzato e buttare via i molti denari pubblici investiti sinora? Bisogna, invece, salvaguardare questi investimenti, altrimenti andrebbero perduti». «La Regione – questo si augura Ponso – si deve impegnare per realizzare il sistema aeroportuale integrato che rappresenta l’altra soluzione, oltre all’ingresso dei privati nella gestione, per consentire un futuro allo scalo di Levaldigi. Ma Levaldigi non deve venire penalizzato o, peggio, fagocitato, da Caselle». Paolo Biancardi


savigliano

INFANZIA

L’iniziativa è del Consultorio familiare dell’Asl

Massaggiare il proprio bambino “5 lezioni per imparare a massaggiare il vostro bambino”. Potrebbe essere questo lo slogan dell’iniziativa realizzata dal Consultorio familiare della nostra Asl (dipartimento Materno-infantile diretto dalla dr.ssa Miriam Di Vita), ma il corso di massaggi per i bimbi da 0 a 1 anno è qualcosa di più di semplici parole. Le ostetriche del nostro ospedale Daniela Berutti, Noemi Levrone ed Augusta Margaria lo sanno bene e ci spiegano cosa significa massaggiare un bebè. Cosa significa massaggiare un bambino? Non è soltanto una tecnica, ma un momento di relazione fra mamma e bambino. Massaggiare vuol dire anche semplicemente toccare il bimbo, prenderlo fra le braccia… Creare una continuità del contatto instaurato in sala parto. La tecnica arriva dopo? In un secondo tempo si può perfezionare “il tocco” partecipando ad un corso di massaggi. Si può iniziare dal primo mese di vita. Tutti i momenti, nel primo anno del bambino, sono comunque buoni per cominciare a massaggiare. Ma come si massaggia? Prima di tutto con il cuore. Le mani della mamma passano ciò che essa ha dentro; per questo il massaggio è efficace. Ma chi massaggia ai corsi? Le mamme o voi ostetriche? Ogni mamma massaggia il suo piccolino. Noi ostetriche

SCUOLA

Le ostetriche Noemi Levrone e Daniela Berutti

mostriamo solamente i movimenti da fare servendoci di Albertone, il nostro bambolotto… Ma c’è una tecnica particolare? Tutti gli operatori (i corsi si tengono anche a Saluzzo e Fossano) sono iscritti all’Aimi (Associazione italiana massaggio infantile) ed utilizzano il massaggio indiano, quello svedese e anche un po’ di riflessologia plantare. Ma possono massaggiare anche i papà? Certamente. Ci sono anche dei papà che partecipano ai corsi. Pochi, a dire al vero, perché gli orari non sono comodissimi per chi lavora. Comunque, le mamme a casa possono mostrare i movimenti da fare anche ai loro compagni. Massaggiare fa bene allo spirito, ma ci sono anche dei

Studenti del liceo premiati al concorso

I “nuovi” cittadini europei

Studenti del Liceo Arimondi premiati in Consiglio Regionale Giovedì 9 giugno scorso, a Torino, il vicepresidente del Consiglio regionale Riccardo Molinari, delegato alla Consulta europea, ha premiato gli oltre 150 vincitori del concorso “Diventiamo cittadini europei”. «Il concorso, giunto alla 27ª edizione – ha detto Molinari – rappresenta da sempre una delle attività più importanti organizzate dalla Consulta europea. Questa iniziativa infatti stimola i ragazzi allo studio, al confronto ed alla critica costruttiva con l’obiettivo di far crescere in loro lo spirito di partecipazione alla cittadinanza europea». Il concorso è riservato agli studenti delle scuole secondarie di tutta la regione. Quest’anno ha proposto due tracce: i rapporti fra unità nazionale italiana, nel 150° anniversario, e unificazione europea; il ruolo delle Regioni italiane nei confronti delle istituzioni europee, nell’ambito del processo di riforma federale dello Stato. Dopo la prima selezione dei

lavori, effettuata in ogni istituto, sono stati 1.097 i temi inviati alla Consulta europea: 830 (il 75,6%) relativi alla prima traccia e 267 (il 24,4%) alla seconda. Fra gli studenti premiati, accompagnati dalle professoresse Anna Arese, Maria Grazia Calcagno, Fiorella Pignata e Cinzia Mario, anche 5 allievi dell’Istituto Arimondi-Eula: Alessandro Iezza (2ª classico), Lorenza Piumatti (1ª classico), Paolo Rovera (3ª B scientifico), Francesco Ruighi (4ª B scientifico) e Andrea Vaschetto (4ª L liceo scientifico Racconigi). I premi consistono in viaggi di studio di grande interesse: Alessandro Iezza e Andrea Vaschetto sono già andati a Strasburgo dall’11 al 14 maggio ed hanno visitato il Parlamento europeo; Paolo Rovera si recherà a Bruxelles per conoscere le sedi della Commissione europea e del Parlamento europeo e Francesco Ruighi parteciperà ad un seminario di studi di quattro giorni a Bardonecchia.

benefici “terapeutici” per il bambino? Anche il fisico del bimbo trae giovamento, perché il massaggio contribuisce a risolvere o ad alleviare alcuni problemi come quello delle coliche. Inoltre, contribuisce a regolarizzare

l’attività intestinale, fortifica il sistema immunitario, regola il sonno e la veglia, migliora i valori ematici e stimola tutto l’organismo. Massaggiare fa bene perché è un nutrimento non solo per il bambino, ma anche per le mamma. In che senso? Massaggiare fa bene alle mamme perché migliora la relazione con il proprio piccolo e la fiducia in sé stesse. Durante il corso si crea anche un sostegno, un rapporto di fiducia e di condivisone fra le donne e le ostetriche. Tutte cose utili quando si inizia questo cammino. E poi massaggiare è anche una sorta di investimento per il futuro. Cioè? Nel senso che se massaggi il bimbo è probabile che poi lui, da grande, massaggerà a sua volta. Magari anche la mamma. Liliana Cimiero

giovedì 23 giugno 2011

SOLIDARIETÀ

7

3.400 euro dai saggi di danza

“Un infermiere per Haiti” Dal 10 al 12 giugno giugno scorsi, al Palazzetto dello Sport, si sono tenuti i saggi di danza delle associazioni “B.V. Gym” e “Ars Armonica 08”, dirette da Viviana Mondino. Il ricavato di 3.400 euro, già al netto di tutte le spese organizzative e di allestimento dello spettacolo, è andato al progetto “Un infermiere per Haiti” seguito dal Gruppo Missione e Sviluppo Onlus. «La cifra – fanno sapere dal GMS – servirà a garantire per almeno cinque anni un’attività continuativa e qualificata di un infermiere presso l’ospedale di una delle zone più povere e trascurate del mondo. La somma è già stata inviata in questi giorni a destinazione. Ringraziamo i tanti volontari e tutto il pubblico intervenuto per la buona riuscita delle serate e il sostegno offerto al progetto “Un infermiere per Haiti” portato avanti da padre Gianfranco Lovera ad Haiti, nell’ospedale dei padri camilliani».

Gli aiuti vanno ai bambini di Haiti colpiti dal terremoto


8

savigliano

giovedì 23 giugno 2011

ESTETICA

Grazie ad una serie di restauri

Elegante corso Roma

Facciate di edifici restaurati in corso Roma, via sempre più bella

L’impressione è piacevole e positiva. Nelle settimane scorse, anche l’ultimo ponteggio è stato eliminato e così corso Roma, tinteggiata praticamente per intero, si mostra elegante e pulita, bella e stimolante, forse quasi come era stata immaginata – più o meno un secolo fa – dall’urbanista che ne aveva tracciato il percorso prendendo lo spunto da qualche bel viale francese. Una strada vissuta molto intensamente nel suo arredo (si affiancano alla siepe ed agli alberi, a complemento della pavimentazione, le lose, l’acciottolato di fiume, i cordoli in pietra, i cubetti di porfido), ben distribuita dal punto di vista del commercio, fornita egregiamente di esercizi di ristorazione e bar, molto varia negli spazi riservati ai pedoni e nelle diverse componenti che ne caratterizzano l’insieme. I privati hanno fatto la loro parte, e l’hanno fatta anche bene. Negli anni – e neppure poi

LIBRO

tanti – gli edifici sono stati riattati, resi attuali ed abitabili, e le facciate trasformate con l’uso di colori adeguati, serramenti rimessi a nuovo e balconi tutti egregiamente ritinteggiati. Ora il Comune dovrebbe forse ripensare al proprio ruolo. Risale ormai a trent’anni fa il colore dato al municipio (e i toni un po’ sbiaditi lo dichiarano). L’ara della vittoria ha sempre un aspetto truce e semiabbandonato (perché non trasformarla in un bel giardino con tappeto inglese e panchine ove la gente – e non solo i bambini nell’intervallo scolastico – possa usufruirne?). E gli alberelli non sono proprio quelli immaginati e voluti da chi progettò il corso (erano acacie trattate a filare con impianto monumentale): forse varrebbe la pena cominciare ad esaminare qualche modifica – non strutturale – portandola in cantiere poco alla volta, anno dopo anno.

Lavorare senza rinunciare ai sogni

La metafora della rana Lara

L’autore Cristiano Ghibaudo

Ha introdotto Bruno Mellano

La protagonista è Lara, una rana che vive in uno stagno chiamato “Tranquillo”. Con lei, una moltitudine di altre rane: quelle che si lamentano in continuazione, sempre tristi e depresse; le aggressive, che dubitano di tutto e di tutti; le pigre, che tendono a rimandare ogni impegno; e infine le conservatrici, tali perché fedeli alla tradizione. Così comincia il libro “Le rane che si credevano pesci”, pubblicato nel 2008 da Sperling & Kupfer, e presentato giovedì 9 giugno alla Sala Miretti dall’autore fossanese Cristiano Ghibaudo. Più che una favola, una storia come tante: la crisi economica, le rane scoraggiate e pessimiste. E Lara, che fiduciosa cerca di costruirsi un futuro più sicuro e, perché no, ricco di soddisfazioni. Un obiettivo sicuramente ambizioso, ma non di certo impossibile. Almeno per Ghibaudo, per cui, con un po’ di sacrifici e di buona volontà, si può raggiungere. «E se le rane rimaste passeranno il tempo a litigare fra loro senza trovare una soluzione

– spiega l’autore – la protagonista compirà un viaggio che la cambierà per sempre: troverà chi le sarà d’aiuto, scoprirà nuove cose, farà errori, riconoscerà il suo talento, e imparerà passo dopo passo a scegliere la propria meta». Sarà così che riuscirà a fare il tanto agognato “balzo”, che le permetterà di respirare fuori dall’acqua, conoscendo il resto del mondo. Già, perché la curiosa e intraprendente ranocchia non crede al vecchio adagio secondo cui “chi si accontenta gode”, ma, anzi, è persuasa che solo attraverso il cambiamento si possa dare un senso alla propria vita. «Per uscire dallo stagno – afferma Ghibaudo – è necessario affrontare la realtà con il coraggio di Lara, e fare della sua intraprendenza la metafora di un percorso di crescita e maturità. Trovare un lavoro senza rinunciare ai propri sogni, a una buona qualità della vita e al tempo da dedicare a se stessi e agli altri, è infatti l’unico modo per superare i problemi di sempre, e, in un certo senso, esser felici». V. B.

SCUOLA

Il progetto Fair Play ha coinvolto 300 studenti

Giocare rispettando gli altri Giocare per divertirsi e con lealtà; portare rispetto a compagni di squadra, avversari, arbitri e spettatori; promuovere l’integrazione e la coesione. Questi sono solo alcuni dei dettami del Fair Play, regola non scritta ma stabilita da un codice d’onore presente nello sport, che pone a proprio fondamento il principio dell’onestà. Questi sono, del resto, i motivi che hanno ispirato il “Progetto Fair Play”, iniziato il primo marzo grazie agli educatori Valdocco (impegnati nel servizio di assistenza specialistica presso la scuola elementare Papa Giovanni XXIII, ndr) e terminato martedì 7 giugno al Palaferrua. Palestra che proprio quel giorno ha ospitato 14 classi dalla 1ª

I bambini impegnati in una delle prove che si sono tenute al PalaFerrua, tutte all’insegna del fair play

alla 5ª, per un totale di 303 bambini. A guardarli, i genitori, il vicesindaco Silvana Folco ed il titolare della palestra Open Space, Aniello Flauto, che ha collaborato con i pedagoghi a titolo gratuito, con l’obiettivo

Chi non stava giocando, faceva il tifo per i propri compagni

LAVORO

di favorire la socializzazione, soprattutto da parte dei normodotati, nei confronti dei diversamente abili. «Oggi come ieri – ha spiegato Claudia Rossi, ideatrice del progetto – i disabili non si sentono coinvolti dalla società. Lo dimostrano gli studenti, la cui integrazione è difficile, e a cui spesso è negato il diritto allo studio; lo dimostrano gli adulti, molte volte ostacolati nello svolgimento della propria professione. Per questo, si è pensato ad un momento educativo extrascolastico, che potesse offrire opportunità di coesione, contrastando l’isolamento e la solitudine, e facendo al contempo propria la filosofia del Fair Play». Che, evidentemente, è stata applicata e compresa appieno da tutti i bambini, finalmente in

grado di giocare insieme, rispettando il prossimo. «Allo sport è tradizionalmente attribuito il merito di essere una palestra di valori. Attraverso esso, dunque, abbiamo voluto diffondere con continuità, capillarità e costanza, quei principi morali che dovranno poi essere compagni di vita e di coscienza dei ragazzi», ha detto la dottoressa Rossi, che ha aggiunto: «Ringrazio gli istruttori dell’Open Space, intervenuti in modo professionale ma soprattutto umano, Alex Astegiano per il montaggio del dvd a titolo gratuito, il dott. Paolo Cattero ed Elisabetta Cifani, la responsabile del sostegno Alessandra Blengino, Maria Giorsino ed infine Doriano Mandrile, animatore e speaker della festa». Valentina Barbuto

Esperti seguiranno passo dopo passo le idee concretizzabili

Vuoi fare l’imprenditore? Vai allo sportello Lo sportello provinciale di consulenza alla creazione d’impresa è nuovamente operativo presso il centro per l’impiego di di corso Roma n. 111. Interamente finanziato da risorse pubbliche, è nato per sostenere ed accompagnare il potenziale imprenditore all’avvio di un’attività in proprio. Due le modalità di consulenza: dall’accompagnamento con un tutor per valutare il progetto di impresa, analizzando i prodotti ed i servizi offerti, il mercato e le scelte di marketing, la struttura dell’impresa; ad una consulenza più snella per chi si presenti allo sportello con un’idea già sufficientemente definita e valutata e necessiti di avviare l’attività in tempi brevi. Il business plan redatto verrà poi sottoposto alla validazione provinciale da parte di una commissione tecnica composta da esperti. In caso di esito positivo, si potrà accedere ad eventuali

CISL

La responsabile Tiziana Altina

contributi regionali. Un primo contributo è “in conto capitale”, pari al 100% delle spese sostenute per la costituzione dell’impresa (ditta individuale o società) sino ad un limite massimo di 3.000 euro lordi (parcella notarile riguardante la costituzione d’impresa, i contratti per gli allacciamenti e i collega-

menti delle utenze, spese di promozione e pubblicità, spese per l’iscrizione alla Camera di Commercio). Un altro contributo è “in conto esercizio” per la fase di avvio dell’impresa, sempre pari a 3.000 euro lordi (subordinati alla condizione, certificata, di disoccupazione o di mobilità) per il titolare e per ciascuno dei soci lavoratori della neoimpresa, fino ad un massimo di 5 soci. L’impresa costituita, infine, può beneficiare di un tutoraggio per i primi tre anni di attività, utile per verificare la realizzazio-

ne degli obiettivi previsti dal business plan e risolvere le eventuali problematiche che possono presentarsi nella delicata fase di avvio, con il supporto di professionisti del settore. Può usufruire di questo servizio tutta la popolazione disoccupata e occupata, residente o domiciliata in Piemonte che intende creare impresa in provincia di Cuneo (sede operativa). Responsabile dello sportello – aperto il lunedì dalle 9 alle 14 – è Tiziana Altina; per informazioni ed appuntamenti telefonare allo 0172.712349.

Tante le neo imprenditrici premiate Sono state 41 le neo imprese nate da un’idea imprenditoriale e diventate realtà nell’ultimo anno tramite gli Sportelli Creazione d’impresa. La Provincia ha premiato venerdì scorso a Cuneo questi neo imprenditori. Nell’elenco, quasi tutte donne: a Savigliano Sandra Ballario (Estetica Sandra), Ottaviano Ferraro (agenzia pubblicitaria Big & Low) ed Anna Tesio (Non solo carta service); a Cavallerleone Elena Marchisio (bigiotteria E.M. & M.).

Gita del sindacato Fnp

Pensionati a Stresa Nelle scorse settimane , la Fnp Cisl ha organizzato, per iscritti e simpatizzanti, una bella gita a Stresa e all’Isola Bella, sul lago Maggiore. Prossimo appuntamento, mercoledì 29 giugno al Real Park di Entracque, la 20ª edizione della Festa dei Pensionati Cisl saviglianesi guidati da Liliana Pellegrino. La giornata inizierà alle ore 10.30 con gli interventi sull’attualità politico-sindacale delle segreterie provinciali e regionali della Fnp e della Cisl. A seguire, prima l’aperitivo e poi il ricco pranzo. Nel pomeriggio spazio a giochi e danze. Per prenotazioni, rivolgersi alla sede di via Cernaia n. 11, oppure chiamare lo 0172.31501.

I pensionati iscritti al sindacato Fnp Cisl hanno ammirato le bellezze del lago Maggiore


GIOVEDÌ 23 GIUGNO 2011 IL SAVIGLIANESE 9


10

savigliano

giovedì 23 giugno 2011

LEVALDIGI

Sagra d’ij pnon: i biglietti vincenti

11° Beer Music Festival Continuano le serate di festa a Levaldigi.Venerdì 24 e sabato 25 giugno è in programma l’11° Beer Music Festival, la festa della birra durante la quale si esibiranno il venerdì i “Way to Hollywood” e il sabato gli Anomalia. Pubblichiamo inoltre i biglietti estratti durante la cena dell’amicizia della Sagra d’ij pnon. 1° premio week-end in Toscana 2990 (assegnato a Luca Fea), 2° bicicletta CRS 2647 (Marinella), 3° fotocamera 0464 (non assegnato), 4° trapano 0653 (non assegnato), 5° ferro da stiro 0747 (Maurizio Calvo), 6° mixer 0708 (Mauro Bruno), 7° lenzuola 0428 (Mauro Bertoglio), 8° accappatoio 0019 (Mauro Bertoglio), 9° caraffa filtrante 0476 (Francesca Cravero), 10° pnon 0533 (Tullio Ponso), 11° pnon 0312 (Mario Cravero), 12° pnon 0514 (Lucetta Ariaudo), 13° formine per dolci 0381 (Martina Mana), 14° portafoto 2793 (Aldo Bruno). Premi di consolazione: tappetini mouse 2841 (Marisa), 2796 (Aldo Bruno), 2919, (Luca Fea); freccette 2731 (Marinella), 2596 (Fabiano Brizio), metro + matita 2835 (Marisa), metro + rotella 2862 (Michele Lamberti), metro 2600 (Gesualda Bruno). Per i biglietti non assegnati rivolgersi in bocciofila o telefonare al 333.9696249 (Paola) o al Venerdì, i Way to Hollywood 333.9057381 (Maurizio).

BREVI DALLA CITTÀ Asilo nido comunale

Ultimi giorni per iscrivere i bimbi Giovedì 30 giugno, alle ore 12, scade il termine per l’iscrizione all’asilo nido comunale Peter Pan per i bambini nati negli anni 2009, 2010 e 2011 che intendano essere inseriti nelle graduatorie di ammissione per l’anno scolastico 2011/2012. Gli interessati possono rivolgersi presso la sede di corso Vittorio Veneto n. 46, dove potranno compilare il modulo di domanda e ottenere tutte le informazioni necessarie. Orario: lunedì, martedì e giovedì dalle 8 alle 12.30; mercoledì dalle 13 alle ore 16 (per concordare altri orari o chiedere chiarimenti, tel. 0172.712277).

Corso di geocaching

Un hobby adatto a tutti

PERSONAGGIO

Sandra ha cambiato vita: ci racconta come

Dall’ufficio alla campagna

Dopo aver lavorato in un’azienda interinale, Sandra è tornata all’antico: eccola al mercato

A volte capita di desiderare una vita diversa, di voler mollare tutto e cambiare completamente. Spesso si tratta solo di un desiderio che difficilmente si realizzerà. Ci sono però persone che hanno il coraggio di fare il salto e lasciarsi alle spalle la vita di prima, magari un lavoro sicuro (che di questi tempi non è poca cosa) per mettersi in proprio. È il caso di Sandra Bertaina, 35 anni, una laurea in Economia e commercio, una brillante carriera all’interno di un’importante azienda di lavoro interinale, che un bel giorno decide di lasciar e tutto e di dedicarsi alla campagna ed in particolare all’allevamento. Sandra, come sono andate le cose? Proprio così. La mia è stata effettivamente una scelta di vita; niente di particolare, ma sicuramente molto diversa da quello che facevo prima. Cosa facevi prima? Per più di 10 anni mi sono occupata della selezione di personale, poi dell’area commerciale ed infine ho diretto due filiali.

CULTURA

Libro di vignette sui personaggi che hanno fatto l’Italia

Il Risorgimento raccontato da Paparelli

Il Nordic Walking Monviso presenta, giovedì 23 giugno, alle ore 18, presso il negozio Giuggia Sport (via Sant’Andrea n. 35), il corso di Geocaching, un hobby per “sportivi e non sportivi” che può essere abbinato a tutti gli sport di movimento.

Divertirsi a “Sport camp”

A fine agosto, iniziativa per i ragazzi La neonata associazione “Free Time Cuneo”, con sede a Savigliano, propone un’iniziativa per trasmettere una mentalità sportiva nuova, avente come priorità il divertimento, senza l’esasperazione dell’agonismo. É il Savigliano Sport Camp, che si terrà dal 22 agosto al 2 settembre. Il messaggio è rivolto ai genitori che intendono avvicinare allo sport i bambini dai 6 ai 10 anni. Tra le attività che si svolgeranno dal lunedì al venerdì (ore 14-18), ci saranno nuoto, calcio a 5, basket, dodgeball ed altre. I promotori ringraziano per la disponibilità l’assessore allo Sport Marco Paonne, il direttore della piscina Andrea Cuteri ed il presidente dell’Oasi Giovani Sergio Cravero. Per informazioni rivolgersi ai promotori dell’iniziativa Alberto Fissore e Roberta Testa, entrambi laureandi istruttori in Scienze Motorie, al numero: 333.3185139.

«La Media chiamò!»

Ultimo giorno alla Primaria 1° Circolo Venerdì 10 giugno 2011: ultimo giorno di scuola e, per i ragazzi delle quinte del 1° Circolo didattico, ultimo giorno alla Scuola Primaria. Per salutarli, gli alunni delle classi quarte hanno voluto dedicare loro questa nuova versione dell’Inno d’Italia, “L’inno alle quinte”: compagni di quinta / la scuola è finita / la media vi aspetta / andateci in fretta. / Dov’è la cartella? / e poi la pagella / che una maestra / un dì mi donò. / Stringiamoci forte / sfidiamo la sorte / stringiamoci forte / la media chiamò”. Sì!

Gli alunni del 1° Circolo hanno salutato chi andrà alle Medie

Hai salito tutti i gradini della carriera, perché poi hai mollato tutto? Devo precisare che mi trovavo benissimo nella mia azienda; la scelta non è stata assolutamente dettata da malumori. Ad un certo punto, però, ho sentito la necessità di mettermi in gioco, la voglia di cambiare ha prevalso. La voglia di sviluppare le mie potenzialità per fare qualcosa di diverso rispetto a prima e rispetto al mio ceppo familiare. Oggi di che cosa ti occupi? Con un’ amica abbiamo avviato un’azienda agricola di allevamento suini e trasformazione e vendita di salumi. Non è un po’ insolito per due donne fare un lavoro del genere? Me lo dicono tutti… Siamo comunque coadiuvate dal marito della mia socia, già esperto del settore. Come ti trovi a lavorare in un mondo tipicamente maschile? All’inizio mi guardavano con un po’ di diffidenza. Ora sono soddisfatta; è bello sapere

che ciò che hai fra le mani lo hai fatto tu. Conosco il ciclo di produzione, so cosa c’è nei miei salumi: non ci sono conservanti, è un prodotto naturale, fresco, nuovo… Ma c’è ancora spazio in questo settore per una nuova attività? Il nostro è un prodotto di nicchia, la nostra azienda al massimo può ospitare 200 animali l’anno, ora siamo sulla cinquantina. Abbiamo puntato sulla genuinità e sulla tradizione, la ricetta dei nostri salami è quella di una volta. Ci è stata data da un anziano che poi ci ha seguito e fatto da maestro. Come hanno accolto i tuoi familiari questa decisone? Hanno sempre saputo che sono una persona fuori dalle righe e non si sono stupiti più di tanto. Mi hanno appoggiato e lasciato fare. Sebbene la notizia sia arrivata di botto… mi vedono serena, anche se stanca. Ma una scelta del genere paga? Dal punto di vista remunerativo in questo momento diciamo che preferirei tornare indietro subito…. Il prodotto deve ancora essere conosciuto, ma sono sicura che presto mi ripagherà. Dal punto di vista dell’appagamento personale il discorso cambia. Per scelta mia sono orientata al biologico e al naturale e questo vorrei fare. Dove ti troviamo? I nostri prodotti si possono acquistare al mercato (sabato mattina a Saluzzo) o nel nostro laboratorio in frazione Mellea n. 30 a Fossano (sito www.salumietradizioni.it). Come è stato passare da un ambiente confortevole come può essere quello di un ufficio alla stalla? Mentirei se dicessi che non me ne sono accorta. Il passaggio si è sentito, ma ha prevalso la voglia di fare. Sono dell’idea che ogni occasione debba essere colta, e ciò che conta sia provarci. Liliana Cimiero

La vignetta dedicata al Santarosa

“Viva Verdi, Bianchi e Rossi” (Nerosubianco editore) è il titolo del volume del vignettista cuneese Danilo Paparelli che rivisita in chiave satirica e moderna i più famosi personaggi storici del nostro Risorgimento, quelli che hanno contribuito all’unificazione del nostro Stato 150 anni fa. Una galleria di ritratti, non solo grafici ma anche biografici, in cui vengono tratteggiati i valorosi combattenti ed i “mâitre à penser” di quel particolare periodo storico. Un racconto interpretato come se l’autore fosse un vignettista satirico di quei tempi, seppur sempre ancorato all’attualità contemporanea, tanto da esserne coscientemente condizionato. Questa sensazione la si percepisce già nel titolo del libro, “Viva Verdi”, l’acronimo di “Viva Vittorio Emanuele Re d’Italia”, frase che i patrioti scrivevano sui muri delle case per incitare gli altri rivoluzionari all’insurrezione, con l’aggiunta di Bianchi e Rossi che sono sì gli altri due colori che compongono il nostro

Notizie dalla Provincia

tricolore, ma allo stesso tempo sono tra i cognomi italiani più diffusi. Un ipotetico abbraccio alla nazione unita. All’interno del libro, una carrellata di caricature dei principali interpreti della nostra storia. Da Garibaldi a Mazzini, da Cavour a Vittorio Emanuele II, fino al saviglianese Santorre di Santarosa. Una piacevole lettura, ma anche – perché no – un insolito ripasso della storia, sia per gli adulti che vogliono ripercorrere le gesta in questo anniversario così celebrato ed oltremodo osannato in tutt’Italia, sia per gli studenti che stanno per affrontare a scuola gli argomenti trattati. Paparelli ha voluto affidare la prefazione del libro all’amico Alberto Patrucco, negli anni passati comico di Zelig ed anche editorialista di Ballarò; un personaggio diventato scomodo alle istituzioni proprio in virtù di monologhi satirici oltremodo feroci nei confronti del potere: un autentico “carbonaro della satira”. Il libro costa 10 euro.

a cura di Giulio Ambroggio

Aperto l’ufficio provinciale di Pubblica tutela È stato istituito dalla Provincia di Cuneo l’ufficio provinciale Pubblica tutela che ha il compito di fornire supporto ai cittadini e agli operatori che svolgono la funzione di tutore, curatore o amministratore di sostegno e collabora con le istituzioni e gli uffici che intervengono in questa materia. Si rivolge ai singoli cittadini ed alle famiglie delle persone che necessitano di essere assistite e protette nel loro percorso di vita, a tutte le persone che esercitano la funzione di tutore, curatore o amministratore di sostegno, agli operatori sociali e sanitari che svolgono tali funzioni per conto dell’Ente Pubblico, agli

operatori sociali e sanitari che hanno in carico persone interdette, inabili o amministrate, agli enti ed alle associazioni. Cosa fa? Fornisce supporto ai cittadini nelle fasi che precedono la nomina del tutore, curatore o amministratore di sostegno; coordina l’accesso delle persone interessate alle prestazioni di consulenza gratuita fornite dai notai dei distretti di Alba, Cuneo, Mondovì e Saluzzo a seguito della convenzione stipulata con il Consiglio notarile nel 2008. Collabora con gli enti del territorio che intervengono nella tutela delle persone fragili, quali i tribunali ed i giudici tutelari, gli enti gestori delle funzio-

ni socio-assistenziali, le Asl…. Promuove iniziative di informazione, sensibilizzazione e formazione sulla tutela ed i diritti delle persone non autosufficienti o parzialmente limitate nella autonomia personale, attraverso incontri aperti alla cittadinanza e percorsi formativi. Promuove accordi e convenzioni con ordini professionali, associazioni, nell’interesse delle persone tutelate o amministrate. svolge attività di monitoraggio, raccolta dei dati e rilevazione dei bisogni. L’ufficio provinciale Pubblica tutela si trova a Cuneo in via XX settembre n. 48 ed è aperto con il seguente orario: lunedì, martedì e venerdì dalle 9 alle 12.

Giovedì dalle 14.30 alle 16.30. Su appuntamento martedì dalle 14.30 alle 16.30. Mercoledì e giovedì dalle 9 alle 12. I recapiti telefonici sono: 0171.445863 e 0171.445922. Indirizzo e-mail: u f f i cio.pubblicatutela@provincia.cu neo.it.; il sito è: www.provincia.cuneo.it (cliccare su “servizi” e poi su “ufficio pubblica tutela”).


lettere

giovedì 23 giugno 2011

11

I LETTORI CI SCRIVONO «Via Muratori, situazione imbarazzante»

Il referendum sia di stimolo

Egregio direttore, vorrei presentare le mie ragioni al consigliere Fulvio D’Alessandro, presidente della 2ª commissione “Urbanistica-lavori pubblici-viabilità”, il quale, affermando che la chiusura di un senso di marcia di via Muratori per ben due anni sia per lui una cosa assolutamente normale, rispondeva alla mia polemica con una lettera apparsa su “Il Saviglianese”. La scorsa settimana, infatti, mi paragonava con ironia ai nostri pensionati saviglianesi, i quali, a suo dire, sarebbero “prodighi di quesiti... consigli, indicazioni, considerazioni, ecc, ecc.”. Signor D’Alessandro, lei mi lusinga: infatti, l’essere lontanamente paragonato a persone più anziane di me e sicuramente con più esperienza mi riempie di gioia, ma purtroppo il suo paragone, denso di inappropriata ironia per lo scottante argomento, a mio avviso denota prima di tutto una scarsa attenzione a tutte quelle persone che con i loro consigli cercano solo di migliorare la città nel suo insieme. In secondo luogo, si legge chiaramente tra le righe del suo intervento il tentativo di minimizzare una situazione imbarazzante, che vede impegnato un assessore ed anche la sua commissione consiliare. Mi riferisco al fatto che, come lei cita nella sua lettera della scorsa settimana, nonostante la carica di presidente, fosse assolutamente all’oscuro del provvedimento: ma lei non è della maggioranza? Sono assolutamente d’accordo quando dice che gli uffici ed i funzionari hanno agito secondo le regole: ma è proprio qui che nasce la mia osservazione. Quando si interviene sulla viabilità per un periodo limitato (una, due settimane, un mese), sono totalmente d’accordo con la norma comunale che affida all’ufficio preposto la decisione. Ma quando si tratta di periodi molto lunghi (come in questo caso, due anni), carichi di conseguenze per la vita stessa della città, le procedure ritengo che dovrebbero essere diverse; dovrebbe per lo meno esserci una discussione in Commissione, in Consiglio, ma comunque una decisione amministrativo/politica. La prego pertanto di non banalizzare l’argomento con ridicoli ed inopportuni paragoni: io non voglio assolutamente insegnare a nessuna impresa come fare il proprio lavoro, ma mi conceda almeno di poter dire qualcosa sull’operato dell’amministrazione comunale, della quale, seppure nelle fila della minoranza, faccio parte ormai da tre legislature, grazie ad un sempre crescente appoggio dei miei concittadini in termini di numero di suffragi ottenuti. Claudio Bonetto – Consigliere comunale Pdl – Savigliano

Carissimi amici lettori, sia le amministrative che i quattro referendum abrogativi sono andati del tutto diversamente da come sperava il centrodestra guidato da Silvio Berlusconi. Questo è un grande segno di democrazia, perché gli italiani stanno dimostrando che vogliono cambiare e soprattutto pensare con la propria testa. Era difficile prevedere un risultato così eclatante a Milano e a Napoli, con l’elezione di Pisapia e di De Magistris; altrettanto imprevedibile il grande successo dei quattro “sì”.Tali esiti speriamo portino presto ad un cambiamento di governo tramite elezioni anticipate, che si dovrebbero svolgere con una nuova legge elettorale. Questi risultati sono stati possibili perché tutta la sinistra è stata unita contro il premier, il quale non avrebbe mai pensato ad insuccessi del genere, specialmente a Milano e a Napoli e – per quanto riguarda i referendum – al grande coro di “sì” che ha bocciato le sue leggi.Tutto ciò, nonostante Berlusconi, tramite le sue reti televisive e i Tg Rai “amici” (Tg 1 e Tg 2), abbia fatto il possibile per oscurare l’importanza dei referendum, dicendo che erano inutili e tentando persino di confondere gli elettori sulle date in cui si sarebbe votato. Dobbiamo essere contenti perché finalmente, dopo 17 anni, noi italiani abbiamo capito che Berlusconi è un imbonitore, un venditore di fumo e di false promesse. Adesso dobbiamo gioire di questi risultati ed essere stimolati tutti insieme a ricostruire un Paese che sta crollando da tutte le parti (lavoro, scuola, immigrazione... solo per citare alcuni problemi). Per far tutto ciò, raccomandiamo alla sinistra di essere unita, di rinunciare ai personalismi che tante volte emergono rovinando le possibili vittorie e di costruire un’unità basata più sui programmi che sulle ideologie, onde formare una vera alternativa di governo, fatta da uomini seri che si mettano veramente al servizio di noi italiani e non del proprio tornaconto, come è emerso continuamente nell’azione dell’attuale governo. Per sinistra intendo Pd, Idv, Sel e Rifondazione. Per quanto riguarda il “terzo polo”, è possibile un’alleanza con quelli che non tradiscono all’ultimo momento, ma che discutono con noi sui programmi, in modo serio. Gianni Lanfranco – Savigliano

Università: serve un’altra aula studio

Riceviamo e pubblichiamo. Il Comitato “2 sì per l’acqua bene comune” di Savigliano, nato un anno fa e composto dal movimento Stop al Consumo di Territorio, dall’associazione Kerigma e dal Popolo Viola, ringrazia tutti i cittadini che si sono uniti a loro nell’organizzazione della campagna referendaria ed i tanti saviglianesi che si sono recati alle urne, dimostrando in questo modo la loro volontà di partecipazione, sconfiggendo, insieme all’idea che tutti i beni e l’intera vita delle persone debbano essere assoggettati al mercato, anche quella di una democrazia delegata unicamente al sistema dei partiti. Il trionfo dei sì dimostra, infatti, non solo che i cittadini vogliono che la gestione dell’acqua sia ripubblicizzata e che i beni comuni debbano essere difesi, ma pure che un’altra democrazia è necessaria e possibile. Anche a Savigliano, ben prima dei partiti e delle liste civiche, dei politici di professione, si sono mossi i cittadini e le loro associazioni; per questo pensiamo si tratti di una vittoria dei cittadini, di una vittoria costruita giorno per giorno, fatica dopo fatica, da tutte quelle persone che – da anni, non da giorni – si sono spese in maniera del tutto gratuita e volontaria per la tutela del bene di tutti, e non di pochi. Per queste ragioni, il Comitato condanna fermamente tutti i tentativi da parte dei partiti di appropriarsi della vittoria referendaria; i referendum sull’acqua sono stati, come in tutta Italia anche a Savigliano, una vittoria dei cittadini che hanno raccolto le firme per i referendum e che sono andati a votare; i partiti sono arrivati dopo, sull’onda dell’entusiasmo raccolto dai referendum; a loro adesso tocca rispettare la volontà popolare. Il voto e la chiarezza con cui si è mostrata la volontà popolare ci dicono, infatti, anche quali dovranno essere le prossime cose da fare. I saviglianesi hanno detto, con almeno altrettanta chiarezza di tutti gli altri italiani, che vogliono che la gestione della loro acqua ritorni pubblica; per questo cominceremo con chiedere a quelle forze politiche che si sono volute unire a noi nella recente campagna referendaria, e che costituiscono la maggioranza del Consiglio comunale, di rispettare in pieno tale volontà, inserendo nello statuto comunale un articolo che riconosca l’acqua “bene comune” gestito fuori dalle regole del mercato. Chiediamo anche che i rappresentanti del Comune nella A.ATO4 (la nostra “autorità d’ambito”, ndr) si uniscano agli altri Comuni che stanno chiedendo la revoca della delibera 15/2010 che prefigura la gara d’appalto. Domandiamo, infine, che si avvii un percorso partecipato per trovare le modalità necessarie ad uscire, a scadenza della convenzione, dall’affidamento all’attuale azienda mista pubblico-privata ed a creare un’azienda speciale di diritto societario pubblico. Comitato “2 sì per l’acqua bene comune” di Savigliano

Egregio direttore, la possibilità di usufruire di un’aula studio all’interno del polo universitario di Savigliano è un’opportunità gradita e apprezzata dagli studenti, non solo delle facoltà presenti nel suddetto polo, ma anche da numerosi universitari pendolari saviglianesi che utilizzano il servizio di ritorno dalle lezioni, o durante le sessioni d’esame, per l’intera giornata. In tali periodi, la capienza dell’aula studio posta al primo piano risulta essere insufficiente. Chiediamo dunque, al fine di permettere ad un numero sempre crescente di studenti di poter frequentare un luogo in cui studiare in tranquillità, che l’università di via Garibaldi si doti al più presto di una nuova aula adibita a locale studio. Ringraziando per l’ospitalità, cogliamo l’occasione per porgere i saluti più cordiali. Gli studenti – Savigliano

Processo amianto: parla l’Aiea Riceviamo e pubblichiamo. Il Tribunale di Saluzzo, dopo un processo iniziato nel gennaio 2010 per sei vittime dell’amianto, ha assolto “per non aver commesso il fatto” i tre dirigenti della “Ferroviaria” di Savigliano. Questa sentenza non individua nessun responsabile per le sei morti di mesotelioma pleurico anche se nell’azienda, e fino ad oggi, sono state eseguite le bonifiche per eliminare materiale contenente amianto. A partire dal 1984, finita la riparazione, sulle carrozze ferroviarie di nuova costruzione su richiesta delle FS non è stato più impiegato amianto. È questa, in sintesi, la ragione per cui i tre dirigenti sono stati assolti, anche se gli avvocati delle parti civili dell’Aiea (Associazione italiana esposti amianto) hanno rimarcato che nell’ambito dello stabilimento l’amianto era presente anche dopo il 1984 e che – per mettere in sicurezza lo stabilimento stesso e prevenire la salute dei lavoratori – avrebbe dovuto essere attuato un risanamento ambientale al fine di eliminare tutto il materiale amiantifero e sottrarre definitivamente i lavoratori ad un’esposizione – anche se meno intensa – comunque sempre pericolosa per chi inconsapevolmente ne respira le fibrille. Questa sentenza – in un periodo di alta mortalità in cui le morti per malattie professionali da amianto sono 4.000 all’anno in Italia – non deve aprire la strada ad un atteggiamento volto alla non tutela della salute dei lavoratori all’interno della fabbrica. Poiché sappiamo quanto è difficile da parte nostra trovare persone disinteressate che portino avanti i ricorsi (che sono centinaia) per il recupero delle MP delle vittime, che in molti casi sono trascurate dai propri medici (non nelle cure), dal loro sindacato e dalle istituzioni territoriali. La verità noi la conosciamo. Come Aiea non vorremmo che i dirigenti della Fiat Ferroviaria – Alstom fossero rinviati a giudizio; non siamo noi che vogliamo i processi, venendo meno la tutela della salute, le vittime dell’amianto chiedono giustizia. Forti di queste affermazioni riteniamo doveroso dare un forte segnale per dire che la battaglia per la sicurezza e per la giustizia non si ferma; va avanti per perseguire il “rischio zero” per chi entra in contatto con sostanze nocive sui posti di lavoro e sul territorio. Associazione italiana esposti amianto – Savigliano

«Non c’é guarigione senza un sorriso...» Riceviamo e pubblichiamo. Un sabato normale come tanti altri, trascorso a fare la spesa necessaria per tutta una settimana e poi a casa con la propria famiglia. Quella sera, però, qualcosa non ha funzionato: non mi sono sentita bene, ho provato un dolore che non riesco a definire… Dopo 48 ore mi sono risvegliata in un letto presso il Reparto di Rianimazione dell’ospedale “SS. Annunziata” di Savigliano ed è proprio a tale proposito che vorrei ringraziare tutti coloro che mi hanno curata. Un grazie porgo al personale medico ed infermieristico del Pronto Soccorso, che insieme hanno affrontato e risolto uno stato di emergenza di notevole gravità, ed in particolare al dott. Claudio Omodeo Zorini, al dott. Simone Fenoglio ed al dott. Delio Tedeschi. Un sentito ringraziamento, inoltre, rivolgo a tutto il personale medico ed infermieristico ed agli operatori sanitari del Dipartimento di Rianimazione per la continuità delle cure, per la professionalità e la competenza. Un grazie anche al dott. Roberto Gioachin per la disponibilità nel comunicare la situazione ai miei familiari. Un ringraziamento di tutto cuore vorrei che arrivasse, altresì, a tutto il personale del Dipartimento di Cardiologia, medici, caposala, infermieri ed operatori sanitari, per l’assistenza, le cure, l’umanità e la gentilezza che traspare in ognuno di loro durante la propria attività professionale… Non c’è guarigione senza un sorriso… Ines G. – Savigliano

«Ora l’acqua torni bene comune»

Sos Dislessia: serata divulgativa Riceviamo e pubblichiamo. Mercoledì 25 maggio, presso l’ex cappella dell’Oasi Giovani in vicolo Orfane a Savigliano, si è svolta una serata divulgativa – organizzata dal gruppo

“Sos Dislessia” – sui disturbi dell’apprendimento nei bimbi e ragazzi in età scolare. All’incontro hanno partecipato sia i genitori dei bambini di prima elementare, sia i genitori di bambini e ragazzi con problemi di dislessia, disortografia, disgrafia e discalculia. L’iniziativa ha avuto tra gli obiettivi quello di far conoscere in termini generali e senza allarmare cosa sono i principali disturbi dell’apprendimento e come si manifestano, in un’ottica di prevenzione e di riconoscimento precoce anche da parte delle famiglie. L’idea, infatti, è che anche i genitori, in collaborazione con la scuola, debbano essere preparati ad individuare le difficoltà del proprio figlio, in modo tale da approfondirle ed affrontarle il prima possibile presso i servizi preposti e gli esperti in materia. Sono intervenuti al dibattito il dottor Roberto Rolfo, esperto in disturbi specifici di apprendimento (DSA), e le mamme fondatrici del gruppo, che hanno portato la loro esperienza raccontando, tra l’altro, quanto possa essere difficile accettare che il proprio figlio, del tutto sano e senza alcun deficit intellettivo, possa avere così tante difficoltà nella letto-scrittura e nel calcolo, ma che sia necessario accettare ed affrontare il problema e fare tutto il possibile per sostenere i bambini. Il progetto è nato con l’intento di aiutare non solo i bimbi in difficoltà e le loro famiglie, ma anche per formare le insegnanti dando loro le conoscenze necessarie. Un progetto innovativo e unico frutto di collaborazione tra famiglia, scuola e istituzioni. La serata ha concluso la seconda annualità del progetto Sos Dislessia, attivo presso i due circoli didattici di Savigliano, realizzato grazie al contributo ed alla collaborazione della Fondazione CRS, del Comune di Savigliano, delle scuole primarie saviglianesi, di alcuni privati e dell’Oasi Giovani. Molti i genitori presenti, molti gli interventi e grande l’interesse dei partecipanti. Decisamente soddisfatti gli organizzatori. Maria Angaramo ed Elena Lovaldi Fondatrici gruppo “Sos Dislessia” – Savigliano

Ringraziamenti Siamo i bambini frequentanti la scuola dell’Infanzia “Filippo Curti” e desideriamo ringraziare la direttrice della Biblioteca civica, Maria Grazia Castiglione, per la disponibilità e la competenza dimostrate anche in quest’anno scolastico. Ci ha accompagnati con la sua solita simpatia nello svolgimento dei nostri progetti didattici, “Con-tatto” e “Le storie e le parole”, accogliendoci sempre con un sorriso e scegliendo per noi fiabe e filastrocche inerenti agli argomenti trattati a scuola. Auguriamo a Casti buone vacanze e… arrivederci a presto! I bimbi della scuola “Filippo Curti” – Savigliano Desidero ringraziare la famiglia Mina (almeno credo sia questo il cognome) che la sera di sabato 11 giugno ha ritrovato e prontamente riconsegnato a mia madre il portafoglio che avevo smarrito in via Ferreri. Questo gesto rivela che tra i cittadini saviglianesi esiste ancora onestà e senso civico. Grazie! Anna Maria Pelissero – Savigliano Il Comitato organizzatore dell’80° di Fondazione del Gruppo Alpini Savigliano ringrazia la Banca e la Fondazione CRSavigliano, la Fondazione CRTorino, il Comune e le seguenti ditte: Affilmec di Riaudo, Mollea e Bertoglio, carrozzeria Chiapello, ferramenta Odasso di Fechino, SEM di Lingua Mauro, officina Sabena Giuseppe, SDM Italia (Self), El.Sa., officina Botta Chiaffredo, cartoleria Franco, panetteria “Il forno di Mario” e salumificio Badellino di F.lli Bolla. Si ringraziano, inoltre, Lanfranco Aldo, Eandi Bernardino, Comandù Domenico, Cerato Claudio, Cavallero Giovanni, Cavallo Secondo (capogruppo), Barbero Paolo, Baggio Giovanni, Lenta Piero, Cussa Carlo, Pittavino Silvio, Chiavassa Giacomo, Comandù Giovanni, bar Babau, geom. Bertola, Bellino Giuseppe, geom. Rivoira, fam. Riaudo Silvestro, Borghino Giuseppe, geom. Comandù Pier Giorgio, eredi di Bosio Antonio, Chiaramello, Governa dott. Roberto, Allocco rag. Giuseppe e signora. Tramite le pagine de “Il Saviglianese”, soddisfatti per il lusinghiero successo della “Festa dei nonni e nipoti” del 12 giugno scorso, intendiamo ringraziare chi ha contribuito alla buona riuscita della manifestazione (Edil Tutto, Fratelli Sartoris cereali, AVIS, ‘L panatè d’ San Michel, Mondino fratelli mangimificio, OMT di Bruno Matteo, Banca di Credito cooperativo di Cherasco, ditta Rainero, INA Assitalia di Giusiano Aldo, Banca Intesa San Paolo, ditta Bellino, ditta Cardellino, Corsi Raffaele studio oculistico, Asta del mobile). Un ringraziamento per la presenza all’iniziativa rivolgiamo al vice sindaco Marco Leone, all’assessore Davide Sannazzaro, al consigliere Giuseppe Mulassano ed ai membri della Commissione pittura (il presidente Elio Leone, Michele Sola, Daniela Magliano). Un grazie speciale a tutti coloro che hanno partecipato con tanto entusiasmo! Il Presidente del “Lago Isola” Ottavio Bellino e tutto il Direttivo Cavallermaggiore La Dirigente Scolastica, i docenti e gli alunni delle scuole dell’Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado di Caramagna Piemonte desiderano ringraziare il Sindaco e l’amministrazione comunale per l’attenzione e la sensibilità dimostrate e per la sollecitudine con cui hanno risposto alle richieste avanzate. Rilevanti sono stati, inoltre, gli adeguamenti strutturali per la messa in sicurezza degli edifici scolastici. I ringraziamenti sono doverosi anche per: i “nonni vigile”, il Gruppo Giovani, l’Associazione Nazionale Alpini - gruppo di Caramagna Piemonte, le Associazioni sportive di Caramagna (Okinawa Karatè, Scuola tennis Europa sport, Basket, Società bocciofila), le volontarie della Biblioteca che, con la loro collaborazione, hanno reso possibile l’arricchimento dell’offerta formativa.


12

cavallermaggiore

giovedì 23 giugno 2011

CONSIGLIO

Minoranza: è entrato Martinelli

Nuova Commissione edilizia

Marco Martinelli in minoranza con Grande, Toselli e Fumero

È durato circa un’ora il Consiglio comunale di lunedì sera. Nella fase iniziale della seduta si è provveduto alla sostituzione del consigliere di minoranza Ferrero (candidato a sindaco della lista “Bene comune”), che ha rassegnato le dimissioni. Al suo posto, come anticipato da “Il Saviglianese” la scorsa settimana, è stato accolto Marco Martinelli, che è entrato nell’assemblea cittadina dopo la rinuncia di Giuseppe Lamberto (il primo degli esclusi della sua lista). Martinelli ha preso posto in aula a fianco del capogruppo Silvio Grande, con cui costituirà uno dei due gruppi di minoranza (l’altro, “Noi per Cavallermaggiore”, è formato da Chiara Toselli e Michelino Fumero). In seguito è stato approvato l’aumento dallo 0,3 allo 0,4% dell’aliquota “addizionale Irpef”, provvedimento già adottato dalla precedente amministrazione nella seduta del 20 aprile scorso ed ora confermato. Il Consiglio comunale ha eletto, poi, la nuova Commissione edilizia, l’organo consultivo del Comune in campo urbanistico, che resterà in carica per tutto il mandato della Giunta Parodi e sarà formata da: arch. Enrico Gallo (12 voti), geom. Paolo Lampertico (8), geom. Fabrizio Lingua (12), geom. Giovanni Bussi (12), ing. Anna Baravalle (12), geom. Gianluca Milano (12), geom. Carlo Andrea Carità (8), geom. Ivano Mana (8), arch. Pierangelo Spertino. Hanno ricevuto voti, ma non sono stati eletti, l’arch. Alessandra Giraudo e il geom. Lorenzo Tosco (4 a testa). La seduta si è conclusa con l’elezione della Commissione agricoltura e foreste, presieduta dal Ssindaco; ne faranno parte un assessore, due membri eletti dal Consiglio comunale (Tino Testa per la maggioranza e Chiara Toselli per l’opposizione), oltre ai rappresentanti delle associazioni di categoria: Antonio Solavaggione, Michelino Audisio ed Enrico Paschetta. L.M.

CRONACA

Si è fermata per due giorni sul piazzale Einaudi

Ripartita la carovana di nomadi Venerdì scorso, verso le ore 18, una carovana di nomadi ha occupato il piazzale Einaudi, di fronte allo stabilimento Biraghi. La numerosa comunità è giunta con i suoi tipici mezzi di trasporto: in tutto 21 veicoli tra camper e roulottes; in precedenza, i nomadi erano stati a Genola, Marene e Scarnafigi; giunti a Moretta, avevano lasciato il paese dopo 24 ore ed un’ordinanza di sgombero notificata dal primo cittadino Sergio Banchio. La storia si è ripetuta nella nostra città, dove il sindaco Antonio Parodi si è immediatamente attivato con Carabinieri e Vigili Urbani, su segnalazione della ditta Biraghi. Dopo un’ordinanza del nostro primo cittadino, i componenti della carovana, Rom originari dell’Italia, della Francia e del Belgio hanno promesso che se ne sarebbero andati entro 48 ore. E così è stato. Domenica, in serata il piazzale di fronte alla Biraghi era già stato interamente sgomberato. L’ultimo mezzo aveva lasciato Cavaller-

PROTESTE

Gita dell’Avis

Tour della Puglia Sono aperte le iscrizioni alla gita sociale dell’Avis cittadina in Puglia. L’iniziativa prevede un tour dal 5 al 9 settembre con volo aereo e visite a Bari, Gallipoli, Lecce, Matera (Basilicata), Gioia del colle, Alberobello, S. Maria di Leuca, S. Cesarea, Otranto. Entro il 29 luglio è necessario indicare i nomi dei partecipanti e versare la caparra di 200 euro. Il saldo completo dovrà essere effettuato entro l’11 agosto. Per iscriversi contattare il Presidente Ruatta ai numeri 0172/381632; 328/5663273.

Battuti Bianchi

Si presenta il restauro Si ricorda l’appuntamento di mercoledì 22 giugno alle ore 20.30 nella chiesa dei Battuti Bianchi: in tale occasione saranno illustrati i lavori di restauro sull’edificio. La serata è organizzata in collaborazione con l’associazione culturale “Conservare per Innovare”. Chi lo desidera potrà salire sul ponteggio per osservare da vicino gli affreschi della cupola, oggetto dell’intervento in corso; saranno presenti il direttore lavori e i restauratori. Saranno, infine, presentate alcune diapositive mediante le quali si illustrerà nel dettaglio il progetto.

Corpus Domini

Nuovo itinerario della processione Giovedì 23 giugno, la processione del Corpus Domini partirà dal Santuario della Beata Vergine delle Grazie subito dopo la Messa delle ore 20.30. Il corteo si snoderà lungo le vie Santuario, Priocco, Giolitti, Puccini, Macra e XXIV Maggio, per arrivare nuovamente all’interno del Santuario, dove la celebrazione si concluderà.

mi gravi, se si escludono difficoltà legate all’igiene ed alla mancanza di servizi. Alcuni ragazzi appartenenti alla carovana, tuttavia, sabato pomeriggio hanno scavalcato le recinzioni dello stadio San Giorgio, penetrando all’interno del campo sportivo, ma sono stati allontanati dai Carabinieri intervenuti sul posto.

Via Bra, arriverà l’assessore regionale

L’assessore Barbara Bonino

Messa ai Battuti Neri Presso la Confraternita della Misericordia sarà celebrata una Messa in onore di San Giovanni Battista lunedì 27 giugno alle ore 21. I Battuti Neri ricorderanno la nascita del Santo, riproponendo e anche rivivendo la funzione tanto amata dai Confratelli negli anni passati. La Santa Messa verrà celebrata da Don Francesco Cavallo coadiuvato dalla corale diretta da Nadia Alasia; all’organo ci sarà Mario Garneri, alla tromba e cetra Anna Maria Testa. Al termine della funzione verranno proposte tre antiche lodi. Dopo la Messa, i Confratelli offriranno un rinfresco sulla piazzetta antistante.

maggiore alle ore 16.50. Ora sono a Racconigi. Era dal 1999 che la nostra città non vedeva un gruppo così numeroso di nomadi. Il loro arrivo ha creato apprensione tra la popolazione di Cavallermaggiore. Sembra che durante il breve periodo di permanenza non si siano verificati proble-

La Bonino attesa in città per verificare i disagi dei residenti

IN BREVE

In onore di San Giovanni Battista

Controlli dei Carabinieri sulla carovana nomade che sta attraversando la Granda

EDUCAZIONE

Continuano ad essere inquieti i cittadini residenti in via Bra, che da tempo lamentano gravi problemi legati alla circolazione stradale nei pressi del passaggio a livello. Quando le sbarre si abbassano (e ciò accade con grande frequenza) si formano code di automezzi nelle due direzioni, in entrata ed in uscita da Cavallermaggiore. Tale situazione genera una serie di problemi, che mettono a rischio la sicurezza di pedoni e ciclisti che transitano nell’area; le auto che non spengono il motore

mentre sono in coda, inoltre, riempiono la via di smog, con conseguenti e comprensibili lamentele dei residenti. I cittadini che vivono in via Bra hanno anche provato ad attuare una singolare protesta, appendendo lenzuola ai balconi e alle finestre con scritte che chiedono la costruzione della nuova tangenziale della Trebbié (che risolverebbe in buona parte il problema) ed invitano gli automobilisti a spegnere il motore. Finora, però, la situazione non si è sbloccata e la patata bollente è

passata dalla vecchia alla nuova amministrazione comunale. «Ho incontrato il Comitato di via Bra – ha detto il sindaco Antonio Parodi – ed ho sentito le loro esigenze. Grazie alla collaborazione del consigliere Pierfrancesco Toselli, ho concordato un incontro con l’assessore regionale ai trasporti Barbara Bonino che verrà a Cavallermaggiore il prossimo 12 settembre, alle ore 18.30, per rendersi conto personalmente della situazione». Luca Martini

Iniziativa ecologica della scuola dell’infanzia statale

I bimbi hanno imparato a seminare I bimbi della scuola dell’infanzia statale hanno vissuto esperienze interessanti sul tema dell’educazione ambientale: uscite sul territorio e la visita al parco Genta per imparare ad osservare i cambiamenti della natura e a rispettarla. Nel bel giardino della scuola, i bambini hanno seminato e piantato erbe aromatiche (esperienza dell’anno precedente) con l’aiuto di Cristina Grosso. Inoltre, con la guida del prof. Dario Milano, esperto di Educazione ambientale, hanno dato avvio al progetto “Wild flowers – La natura va a scuola”. L’idea di seminare fiori spontanei in ambienti urbani nasce dall’osservazione che nei terreni

GITA

L’ambientalista Dario Milano ha curato il progetto “Wild flowers”

poveri questi fiori rivelano un notevole valore ornamentale senza che si debba provvedere alla loro crescita con troppa cura ed ir-

rigazione. L’attività si è svolta a scuola nel corso di una mattinata, dove tutti i bambini hanno potuto sbizzarrirsi a seminare nel-

le fioriere presenti. Questa esperienza è stata condivisa anche con un nonno, Beppe Zabena, che ha invece coinvolto i piccoli nel piantare ortaggi. «Desideriamo ringraziare – dicono bambini ed insegnanti – tutti i nonni che sono stati disponibili ad aiutarci nelle molteplici esperienze, il Prof. Dario Milano e, per la castagnata, i nonni Decostanzi e Fasciani. Un grazie ancora, al medico clown Corrado Della Ferrera che a Natale ci ha intrattenuto con il gioco di animazione con i palloncini. Per finire un enorme grazie a tutte le mamme e i papà che con il teatro ci hanno veramente regalato un momento felice. Auguriamo a tutti buone vacanze».

Ventimiglia e Ospedaletti

Quelli del “lago”... sono andati al mare Il 15 maggio scorso, la società di pesca sportiva Lago Isola di Cavallermaggiore ha organizzato una gita al mare. La comitiva è stata prima ai giardini Hanbury, nei pressi di Ventimiglia, e poi ad Ospedaletti, in Liguria: un momento di svago che ha consentito di rinsaldare i legami tra gli iscritti ed i simpatizzanti. Il prossimo 11 dicembre è in programma un’altra gita, questa volta ai mercatini di Natale.

I partecipanti alla gita in Liguria organizzata dal Lago Isola di Cavallermaggiore


cavallermaggiore

INTERVISTA Bertola: «I primi giorni ho dormito poco»

L’assessore più giovane Federico Bertola 23 anni, studente di architettura, ha ottenuto un ragguardevole risultato elettorale (108 preferenze) ed è stato successivamente nominato assessore ad Urbanistica, lavori pubblici, arredo urbano, tutela patrimonio artistico ed architettonico nell’ambito della Giunta di Antonio Parodi. Lo abbiamo incontrato. Si attendeva di fare il pieno di voti? È stata una grande sorpresa. Non immaginavo nemmeno lontanamente di ottenere un risultato simile, tutto è andato molto al di là delle più rosee aspettative. Una soddisfazione pazzesca. Secondo lei sono stati i giovani a sostenerla? I giovani di tutte le liste hanno ottenuto un elevato consenso, segnale di una certa volontà di rinnovamento, peraltro condizione non anomala dopo due legislature della stessa amministrazione. Che ruolo ha giocato internet in queste elezioni? Ho l’impressione che la sua lista sia stata molto attiva su Facebook e sui social network… Abbiamo scelto di essere molto presenti sui social network, un fenomeno che ormai da anni è una realtà. Lavorare in rete e sulla rete è imprescindibile per chiunque si appresti a gestire una qualunque attività, figurarsi amministrare. È un’opportunità continua ed immediata di confronto e sti-

L’assessore Federico Bertola

molo, due situazioni necessarie per lo sviluppo che Cavallermaggiore merita. L’amministrazione non deve inventare niente di nuovo; dobbiamo ascoltare e imparare da chi già effettua un buon lavoro, per poter gettare solide fondamenta nell’interesse di tutti. Lei ha ottenuto un assessorato chiave, l’urbanistica. Come sa, questo ambiente non fa complimenti. Vista la sua giovane età, non teme di essere “sbranato”? A esser sincero, la prima settimana ho dormito davvero poco. Una volta entrato nel merito, ho però capito come l’umiltà, il lavoro e la dedizione rappresentino una risorsa che, spesa nel modo corretto, può aiutarmi nel trovare la giusta soluzione. Sono convinto che grazie alla collaborazione di Antonio, di tutti i consiglieri ed alla

grande disponibilità dei tecnici con cui collaboro, riusciremo nei nostri intenti. In molti comuni i capannoni ad oltranza cominciano ad essere messi in discussione. C’è spazio secondo lei a Cavallermaggiore per nuove aree “a base di cemento”? La cementificazione selvaggia del suolo è un problema rilevato a tutte le scale e non solo in Italia. La risorsa suolo deve divenire tale e quindi va tutelata. Al tempo stesso, Cavallermaggiore vive una realtà lavorativa problematica che necessita di investimenti. Il nostro obiettivo è raggiungere il giusto punto di equilibrio e percorrere la strada di una crescita sostenibile. Cosa pensa dell’attuale Piano regolatore? È adeguato alla città o prevede nuove aree di edificazione eccessive? Il Piano è uno strumento tecnico e amministrativo che deve diventare “patto sociale” ed essere il mezzo per definire le necessità e tracciare le linee di intervento. La variante strutturale n.3 contempla numerosi aspetti condivisibili frutto di un notevole lavoro (adeguamento al Piano di assetto idrogeologico, piano del commercio). Altri aspetti invece necessitano di una revisione e approfondimento. Tra questi, c’è probabilmente anche l’adeguamento alle previsioni di espansione urbanistica. L.M.

CARABINIERI

giovedì 23 giugno 2011

13

Vince la squadra dell’Associazione di Savigliano

Quarto memorial Enrico Marengo Giovedì scorso, 16 giugno, sul campo sportivo di via Fiume è stato disputato il quadrangolare di calcio in memoria del Brigadiere dei Carabinieri Enrico Gregorio Marengo. Enrico scomparve in un incidente stradale sulla provinciale per Bra, quasi 20 anni fa. Giovane brillante, dopo essersi diplomato al Liceo Scientifico, decise di intraprendere la carriera militare nel corpo dei Carabinieri. Dopo il periodo di formazione a Velletri, venne assegnato per il servizio a Calizzano, in Liguria. La sua promettente carriera venne, però, interrotta dal fatale incidente, accaduto mentre rientrava a casa. I familiari e gli amici lo ricordano ancora oggi con affetto e stima immutati. Per onorarne la memoria si sono affrontate sul campo da calcio le squadre della Compagnia Carabinieri di Savigliano,

CALCIO

Il presidente Cauterucci viene premiato dal maresciallo Fanara

della Compagnia Carabinieri di Saluzzo, dell’ANC (Associazione nazionale Carabinieri) di Savigliano e dell’ANC di Cavallermaggiore. Gli incontri sono stati combattuti; alla fine, al quarto posto si è classificata la Compagnia Carabinieri di Saluzzo, al terzo la locale Sezione dell’ANC, al secondo la Compagnia Carabinieri di Savigliano ed al

primo la sezione dell’ANC di Savigliano. I vincitori sono stati premiati alla presenza del papà di Enrico, Giuseppe. La famiglia Marengo e la presidenza della sezione di Cavallermaggiore ringraziano tutti gli sponsor e coloro che hanno contribuito alla buona riuscita del quadrangolare. Luca Martini

La squadra ha vinto il campionato di categoria

Allievi campioni: complimenti!

La squadra allievi della Junior ha concluso il campionato di calcio ottenendo un prestigioso primo posto ed uscendo sconfitta con onore (1-0 con l’Olmo) nella finale a livello provinciale. Nella foto i ragazzi cavallermaggioresi con i dirigenti e l’allenatore Franco Gianoglio.


14

paesi

giovedì 23 giugno 2011

BREVI DA GENOLA Via Pirandello

Cena in strada: iscrizioni aperte

GENOLA

Giornata per coronare il progetto di pedagogia

Genitori e figli, che emozioni!

Sabato 2 luglio si svolgerà la “cena in strada” per tutti i residenti ed i simpatizzanti di via Pirandello. La cena sarà preparata da Ilario. Il menù prevede l’aperitivo, 17 portate tra piatti caldi e freddi, trofie al pesto e gamberetti, formaggi, macedonia, gelato e caffè. Gli organizzatori penseranno a tavoli, tovaglie e birra alla spina; i partecipanti al pane e alle bevande. Il costo per gli adulti è di 22 euro; per i bambini da 3 a 12 anni 12 euro. La prenotazione è obbligatoria, entro e non oltre martedì 28 giugno, in Bocciofila.

Concerto dei Lou Dalfin

Successo per la musica occitana Nell’ambito di “Cammin’Alpi 2011”: grande trek transfrontaliero a cavallo – cui partecipano cavalieri esperti italiani e francesi – è stata proposta a Genola una serata con i Lou Dalfin, gruppo di musica occitana fondato da Sergio Berardo. Un complesso che ha avuto la sua prima esperienza con un impegno musicale che riprendeva canti e musiche tradizionali dell’area occitana caratterizzata dall’uso di strumenti acustici come ghironda, fisarmoniche, violino, clarinetto, plettri. Questa prima formazione poi si scioglie nel 1985 per riformarsi nuovamente nel 1990 adottando una nuova impostazione: recuperare sì la musica tradizionale, ma rielaborarla e contaminarla con la musica moderna, in particolare rock, jazz, reggae. Agli antichi strumenti acustici, dunque, si affiancano strumenti tipici del rock come chitarra elettrica, basso elettrico, batteria e tastiere. Un esordio che parte con concerti nelle vallate occitane espandendosi con manifestazioni di più importante livello, sia nazionale che internazionale, scandito dalla pubblicazione di diversi album. Molti i riconoscimenti e i premi, tra cui il più importante è stato il Premio Tenco nel 2004 come miglior album in dialetto. L’esibizione regalata sabato sera 18 giugno a Genola negli spazi della Finestra sul Castello ha richiamato un pubblico che – seppure non numerosissimo – si è dimostrato molto appassionato e si è lasciato travolgere dal ritmo sciogliendosi in animate danze. La parte di rinfresco e area degustazioni è invece stata curata da alcune delle Pro Loco del Fossanese, in primis quella locale.

GENOLA

Il «grazie» delle Elementari alla CRS

Un momento della “giornata per famiglie” al termine del progetto “Pedagogia dei genitori”

Nell’ambito del progetto “Pedagogia dei Genitori”, l’asssociazione Genitori In Cortile ha organizzato domenica 29 maggio scorso una giornata dedicata proprio alle famiglie. L’obiettivo del progetto è educare, condividere problemi e soluzioni che possono essere comuni, creare una rete sociale finalizzata alla solidarietà per favorire una genitorialità diffusa, un’integrazione scolastica e sociale di qualità, contro solitudine ed indifferenza. Prevenire anziché reprimere, affinché ci sia una rete di collegamento prima che insorgano le problematiche. Alla luce di tutto ciò, si è tenuta una maratona di incontri per aiutare i genitori nel loro difficile compito di educatori. Un me-

GENOLA

Solidarietà

Completato il Progetto Cortile

Nobile sfida

Le seconde della scuola Elementare “L. Rolfi” vogliono ringraziare la Banca CRSavigliano per il generoso contributo, utilizzato per il completamento del Progetto Cortile attivato dagli alunni in prima.

Giovedì 16 giugno, la beneficenza è scesa in campo per disputare la prima partita del cuore. Un evento sportivo particolare, che ha riunito un bel gruppo di amanti del calcio, genolesi e non solo, che si sono sfidati per una nobile causa. Non la competizione, dunque, ma la solidarietà ha fatto goal nella porta dell’altruismo. Giocatori di svariate nazionalità, di età diverse che – anche se non in piena forma – hanno dato vita ad una bella partita ed hanno entusiasmato il caloroso pubblico grazie alla lo-

CAVALLERLEONE

In estate, l’esecuzione dei lavori

Si ristruttura la scuola

Le scuole elementari del paese, intitolate a Vittorio Rena Sono stati appaltati dal Comune alcuni lavori di edilizia per la messa in sicurezza delle scuole elementari “Vittorio Rena”. L’edificio, risalente agli anni ’30, è stato negli ultimi tempi oggetto di piccoli lavori manutentivi per l’adeguamento funzionale. La realizzazione dell’intervento programmato inizierà a breve, in modo da poter consegnare la scuola “rimessa a nuovo” per l’inizio delle lezioni a settembre.Verranno ristrutturati i bagni e realizzato un apposito servizio per disabili; saranno istallati dei corrimano presso le scale interne ed esterne; saranno anche risistemati i serramenti e saranno predisposti, all’interno e nel cortile, vari rivestimenti e dispositivi architettonici atti a ridurre ogni rischio per l’incolumità dei bambini. I lavori sono stati appaltati all’impresa edile cavallerleonese “F&F di Valinotti e Milone” e parte dell’importo sarà coperto da un contributo economico giunto “ad hoc” dalla Provincia. L’intervento assume una valenza simbolica, poichè ribadisce la volontà ferma, da parte del Comune, di continuare ad investire nel nostro istituto scolastico, nonostante lo scorso anno il suo futuro sia stato considerato a rischio, alla luce dei provvedimenti ministeriali. Gianluca Gianoglio

todo nato circa 20 anni fa come strumento per valorizzare le competenze educative dei genitori di bambini disabili. Medici e esperti si sono resi conto che, oltre al sapere scientifico e diagnostico, era importante anche il sapere dei genitori che sono, per esperienza e vocazione, dei formatori. Il metodo è stato poi esteso ai genitori di tutti i bambini e si sta diffondendo in modo capillare ed efficace. Così, grazie alla disponibilità del Comune, della Scuola Materna, dell’educatore Graziano Pellegrino, con il supporto dell’associazione In Cortile e di molti genitori interessati, a novembre è partito il primo gruppo di narrazione, che ha coinvolto una ventina di mamme e an-

che qualche papà. Incontri che si sono susseguiti mensilmente e che, come ha detto la mamma di un bimbo “speciale”, «sono state serate molto emozionanti ed interessanti, tanto che quando ritornavo a casa non riuscivo ad addormentarmi a causa del “pieno” di sentimenti, pensieri, ricordi ed emozioni. Per me, raccontare mio figlio significa dar voce e dignità al mio ruolo di mamma, significa fermarmi e osservarlo attentamente – cosa che, con i ritmi frenetici di oggi, non è così facile fare – significa vedere in lui le cose più belle ed i suoi lati positivi; significa creare un’alleanza educativa con gli insegnanti che lo seguono. Inoltre, sentire le narrazioni degli altri genitori ha creato un’empatia che mi ha aiutato a sentire i loro figli anche un po’ miei ed a ricostruire così una genitorialità allargata, una responsabilità collettiva di cui si faceva esperienza in tempi passati e che ora è andata persa». Ciò che si è raccontato dei propri figli è poi stato scritto, facendone scaturire lavori di narrativa bellissimi che un giorno i figli potranno leggere come pezzo di storia personale vista dagli occhi e dal cuore dei genitori. La giornata si è conclusa in grande stile, con un laboratorio di narrazione seguito da un intrattenimento da parte di un mago e un saggio di hip-hop proposto da un gruppo di bambini. Poi, una merenda “sinoira” condivisa; il tutto, nell’area della Finestra sul Castello. Stefania Aimetta

MURELLO

Giocatori di diverse nazionalità si sono sfidati nella “partita del cuore” a scopo benefico

ro forte motivazione. La partecipazione all’evento prevedeva un’offerta libera; a fine partita si sono riusciti a ricavare 150 euro che verranno destinati alla realizzazione

di progetti dei ragazzi della Cooperativa La Finestra. Gli organizzatori ringraziano di cuore i “calciatori per un giorno” che si sono prestati a questa proposta, il pubblico dei

tifosi, i ragazzi del 118 e soprattutto l’allenatore Urasini, che ha creduto ed ha contribuito all’organizzazione di questa manifestazione. st.aim.

Hanno conosciuto la centenaria Maria, “fan” delle penne nere

Gli Alpini al raduno di Gozzano, nel Novarese Domenica scorsa, un drappello di Alpini murellesi si è recato a Gozzano (Novara), a pochi passi dal lago d’Orta, per il consueto raduno organizzato dal gruppo A.N.A locale. La delegazione murellese, rigorosamente in camicia rossa a quadri, era accompagnata dal capogruppo Giuseppe Delpopolo e dal sindaco Giovanni Miniotti. Questi, insieme alla prima cittadina Carla Biscuola ed al maresciallo dei Carabinieri di Gozzano, ha aperto il corteo tra gli ombrosi castagni secolari, fino alla radura dove è

stata celebrata la messa. Gli Alpini, di ritorno, ci hanno raccontato la giornata: lo scambio di doni tra le autorità, l’aperitivo e il ricco pranzo all’ombra delle verdi fronde. Momento di particolare commozione, la premiazione della signora Maria che, a cent’anni, è un'affettuosa fan degli Alpini. Poi, «come tutte le cose belle», conludono i nostri Alpini, «la giornata è terminata: tutti sul pullman per il ritorno a casa», con qualche ricordo e qualche amicizia in più. Silvia Godano

I sindaci di Gozzano e Murello aprivano il corteo delle “penne nere”

Venerdì sera c’è “Sbronz Pizza” MURELLO Conto alla rovescia per Sbronz Pizza: si terrà questo venerdì (24 giugno), la seconda edizione dell’evento che, già lo scorso anno, ha aperto l’estate. Pizze per tutti in piazza Capitano Occello a partire dalle ore 19: gli staff delle due pizzerie locali (il Birbet e L’osteria del Vapore) sono pronti a sfornare le loro specialità. In piazza ci sarà anche il caffè Italia Boglione, che servirà le bevande. Infine, ci assicurano i ragazzi della Pro loco, organizzatori dell’evento, non mancherà una piacevole colonna sonora: ad accompagnare la serata, le voci e gli strumenti di Alex Negro, Stefania Garione, Angie Zoggia e Nunzio Adragna. Gli Alpini murellesi hanno partecipato con la loro camicia ufficiale


GIOVEDÌ 23 GIUGNO 2011 IL SAVIGLIANESE 15


16

giovedì 23 giugno 2011

SCUOLA

A chi si impegnerà nelle attività sociali

Crediti scolastici ai ragazzi Il Comune di Marene, in collaborazione con l’assessorato al Sociale di Emilia Brezzo, ha pensato di valorizzare l’impegno da parte dei giovani nelle attività sociali e, per promuovere tale impegno, intende riconoscere crediti scolastici ai ragazzi che vorranno prestare il loro servizio sul territorio comunale. L’iniziativa ha incontrato il favore di diverse scuole ed è già stata approvata dai dirigenti di alcuni Istituti saviglianesi (Licei, Eula e Ipc Cravetta), ma è possibile che si estenda anche ad altre scuole. Come spiega l’asEmilia Brezzo sessore Brezzo, «nel nostro Comune sono numerose le associazioni che, a livello di volontariato, operano nel tessuto sociale, pertanto i giovani che desiderano mettere a disposizione un poco del loro tempo possono farlo in vari settori: associazioni sportive, servizio presso la biblioteca civica, doposcuola, assistenza anziani, protezione civile, animazione culturale». Ma in che modo verrà gestito e valutato l’impegno dei ragazzi? «L’assessorato al Sociale, attraverso gli operatori che prestano il loro servizio da diversi anni, si impegna a certificare il lavoro svolto dai giovani – continua l’assessore –: in particolare verrà fatto compilare un registro di presenze che prevede un minimo di 25 ore di impegno. Questo tempo potrà essere speso con cadenza settimanale o con frequenza giornaliera, a seconda della disponibilità dello studente».Va inoltre sottolineato che la scuola potrà dare, agli studenti che avranno ottenuto l’attestato siglato dal Comune di Marene, il credito formativo previsto dai singoli Piani dell’Offerta Formativa. Infine «il Comune si impegna a gratificare attraverso benefit gli studenti volenterosi che raggiungeranno le 100 ore di impegno»: allora via libera all’impegno sociale, pubblicamente riconosciuto! Albina Ambrogio

EVENTO

Sfida tra i quattro borghi del paese

Al via i Giò di Cantun 2011 Tutto è finalmente pronto per l’edizione 2011 dei Giò di Cantun, con i quattro cantoni del paese contendersi la coppa del vincitore: i cantun d’la tur, d’la piasa, d’la furnasa, e d’l punt ‘d pera. Le squadre da tempo si allenano in gran segreto per arrivare pronte alla competizione, che si terrà domenica 26 giugno alle ore 20.30 presso il campo sportivo parrocchiale. Le quattro squadre saranno formate da 20 giocatori, tutti di età non inferiore ai 15 anni, guidati da un capitano che potrà, durante lo svolgimento dei giochi, entrare nel campo per seguire da vicino i concorrenti e dare loro consigli. Sale dunque l’aria di sfida fra i Rossi guidati da Paolo Baudino, i Verdi con Alberto Fissore, i Bianchi capeggiati da Alessandro Racca e i detentori del titolo, i Blu di Aldo Allemandi e Piero Allasia. La prima vera sfida dell’edizione 2011 sarà venerdì 24 giugno quando, presso il Circolo Noi, saranno presentate le squadre e il loro Jolly, con relativa premiazione. Il tema del Jolly 2011 è “Il cantun festeggia i 150 anni dell’Unita’ d’Italia”: sarà premiato il più bello, il più originale, il più stravagante. Sarà ancora l’anno dei Blu?

marene

IL CASO

Tra i siti ipotizzati nella Granda c’è anche il castello

Casinò in paese: è solo un’idea? È di alcuni giorni fa la notizia dell’incontro a Sinio dei promotori di “Un casinò per la Granda”, il comitato nato nel 2009 per portare una casa da gioco nella provincia cuneese. L’iniziativa, sostenuta a livello nazionale dalla ministra del Turismo Michela Brambilla e, a livello regionale, dall’assessore Alberto Cirio, aveva lo scopo di tracciare una mappa delle sedi più papabili. Sorpresa sorpresa, anche il castello di Marene è stato indicato come una delle sedi ideali fra una ventina di siti adatti, fra

cui il castello della Volta a Barolo, quello di Cravanzana e Sinio stessa. A questo proposito abbiamo incontrato il sindaco Edoardo Pelissero, che ci ha spiegato di essere al corrente dell’indagine del comitato, ma che «ufficialmente non c’è mai stata alcuna richiesta». Secondo il primo cittadino, «nel Piano Regolatore non abbiamo previsto la presenza di una casa da gioco, ma di fatto non è neanche vietato». Esiste infatti, nei criteri riguardanti la prossima ristrutturazione del castello, la possibi-

Il castello di Marene

lità dell’insediamento di attività turistico-ricettive, e que-

sto potrebbe probabilmente anche includere la presenza di un casinò. «Con i tempi che viviamo sarebbe un’opportunità dal punto di vista economico – prosegue Pelissero – ma ho molte perplessità in merito alla questione etica, anche se si è parlato di una sorta di codice etico legato all’iniziativa». In qualunque caso, e soprattutto se sarà davvero Marene uno dei siti più adatti, solo a quel punto l’amministrazione potrà fare le sue valutazioni. Per ora sono solo parole…. Albina Ambrogio

SCUOLA Saggio primaria

Piccoli attori Come da tradizione, anche in questo giugno i bambini della scuola primaria si sono esibiti di fronte a genitori ed amici per lo spettacolo di fine anno. Ad animare la serata c’erano i cori delle cinque annate, dalla prima alla quinta, preparati dal maestro Andrea Pelassa. In un gremito salone parrocchiale, i bambini hanno raccontato attraverso la musica il loro anno scolastico, dandosi appun-

COMPLEANNO

I bambini della scuola primaria Luigi Einaudi hanno dato vita ad un bellissimo spettacolo

tamento al prossimo settembre. Durante la serata si sono esibite anche le maestre, in un canto-ballo all’insegna dell’allegria.

A far da cornice allo spettacolo, l’intervento del sindaco Pelissero, che ha inneggiato all’impegno costante e amorevole del-

le insegnanti attraverso le parole di una poesia dal titolo “Maestre”. Al.Am.

Sono stati sorteggiati i biglietti vincenti della lotteria

Laportaperta: i primi 15 anni del gruppo artistico

IN BREVE Gita a Fenestrelle

Organizza il Gruppo Alpini Sono aperte fino al 26 giugno le iscrizioni per la gita sociale organizzata dal gruppo Alpini al Forte di Fenestrelle e al lago di Avigliana. La gita si svolgerà il 16 luglio, con partenza alle ore 6.30 dalla sede: è prevista la visita guidata al Forte, cui seguirà una tappa a Sestriere e in Val Susa ai laghi di Avigliana. Per iscriversi: Antonio Bressi (0172.742416), Francesco Allocco (333.6830008), Antonio Dompè (0172.742655), versando la quota di 60 euro.

Pellegrinaggio notturno

A piedi al santuario di Fontanelle Sabato 2 luglio si terrà il tradizionale pellegrinaggio notturno a Fontanelle. Il ritrovo è fissato alle ore 20 in piazza Carignano, possibilmente muniti di torcia e giubbotto riflettente. I partecipanti raggiungeranno a piedi il santuario di Fontanelle, e la mattina seguente parteciperanno alla S. Messa delle ore 7. Il gruppo sarà scortato da due macchine che presteranno soccorso in caso di necessità. Per motivi organizzativi è necessario dare la propria adesione, non vincolante, presso il negozio Cartofollia di Erica e Daniela Panero oppure telefonare al numero 0172.743047.

Campeggi a Bardonecchia

Con la parrocchia Sono aperte le iscrizioni per i campeggi a Bardonecchia organizzati dalla parrocchia, che si terranno le prime due settimane di luglio. Da lunedì 4 a domenica 10 luglio sarà il turno dei nati nel 1997 –96– 95 – 94 (3° media – 1°/ 2°/3° sup.), mentre da lunedì 11 a domenica 17 luglio sarà la volta dei ragazzi e ragazze nati nel 2000 – 99 – 98 (5° elementare – 1°e 2° media). Chi fosse interessato ad iscriversi può farlo recandosi presso l’Ufficio parrocchiale entro il 25 giugno, versando la quota di partecipazione di 150 euro.

Il direttivo del gruppo artistico Laportaperta

Domenica 19 giugno si è svolta la festa del gruppo artistico Laportaperta, che ha voluto riunire tutti coloro che, in questi 15 anni di attività, hanno sostenuto e partecipato alle iniziative del gruppo. Alla giornata di festa hanno partecipato oltre 200 persone: «è stata una bella occasione – spiegano gli organizzatori – per ritrovare anche vecchi amici del gruppo che, per diversi motivi, non

INCONTRO

hanno più fatto parte de Laportaperta». Gli organizzatori desiderano «ringraziare tutti coloro che, a vario titolo, hanno sponsorizzato l’iniziativa: Roberto Tibaldi di Sommariva Perno, Surrauto di Cervere, APS Piemonte, e i marenesi Domenico Lamberti, Domito Caffè, Sepertino Formaggi, Panetteria Bosio, Alimentari F.lli Testa, Giobbe’s Bar, la Pro loco, il Circolo Noi, la parrocchia e l’ amministrazione comunale».

Il pranzo è stato servito da cuochi e camerieri volontari

Durante la giornata, che è stata arricchita dallo spettacolo di magia “Close up” del marenese Davide Brizio, dal concerto degli Strings & Melodies con Dario Brizio e Sara Sciortino, sono stati sorteggiati i biglietti vincenti della lotteria, che pubblichiamo qui di seguito: n. 149 veekend in una capitale europea; n. 1157 computer; n. 1319 tv lcd; n. 1441 macchina fotografica; n. 3157 materassino ortopedico terapeuti-

co; n. 3144 macchina caffè; n. 949 orologio; n. 2128 bicicletta; n. 1365 scopa elettrica; n. 2186 walkman digitale; n. 3749 stampante/scanner/fotocopiatrice; n. 2421 bicicletta. I premi sorteggiati e non ritirati durante la giornata di domenica, possono essere richiesti entro il 31 luglio 2011 rivolgendosi a Enrico Bergese (cell. 338.5437938). Al.Am.

Tutto al femminile

Un tè a Palazzo A detta delle donne presenti, l’iniziativa promossa da Comune, Assessorato alle Politiche Sociali e Assessorato alla Cultura è stata senz’altro una bellissima occasione di scambio culturale. “Un tè a Palazzo, per un mondo di donne” è stato un incontro tutto al femminile, durante il quale le partecipanti hanno scoperto i segreti della cura di sé e della bellezza del corpo anche in culture lontane dalla nostra, ma oggi a noi vicine. Lo spunto è stata la conclusione del corso di alfabetizzazione per le mamme straniere tenuto, presso i locali della scuola, dalla maestra Anna, ma l’invito è stato esteso a tutte le donne che avessero voglia di confrontarsi all’in-

Le partecipanti a quella che è stata una bellissima occasione di scambio culturale

terno di uno spazio tutto dedicato al mondo femminile. «Un’esperienza da ripetere, un buon inizio per uno scambio culturale tra donne, una bella occasione per stare insieme ed

imparare a conoscersi», così hanno raccontato le donne presenti. Appuntamento, quindi, a presto! Al.Am.


caramagna

MANIFESTAZIONE Gran finale, domenica 26, con spettacolo pirotecnico

“Drumcircle” per il volontariato Torna, per la 7ª edizione, la festa d’estate – festa del volontariato presso gli impianti sportivi il 24, 25 e 26 giugno prossimi. E gran ritorno, dopo il successo dell’anno scorso, dell’Orchestra Bagutti al Palasport sabato 25 alle ore 21. Questa è una serata dedicata, in particolare, alla promozione del dono: in questo modo la sezione Aido di Caramagna conclude l’anno di festeggiamenti dedicati al ventennale di costituzione, iniziati un anno fa, con l’inaugurazione del Monumento al dono, celebrato proprio nella Festa d’Estate. Informazioni e prenotazioni: 335.5853994 (Marco). Domenica 26 si ripropone la giornata del volontariato, realizzata dall’Associazione La Torre con il Csv Società Solidale e dedicata quest’anno al tema dell’intercultura. Nel pomeriggio dalle ore 15 il mercatino con gli stand delle associazioni (chi è interessato può essere presente anche negli altri giorni: informazioni al

Con i 600 strumenti a percussione si creerà musica in armonia

348.4991006, oppure e-mail torrecara@hotmail.it). Alle ore 16 un laboratorio di creatività per i piccoli, alle ore 18 un incontro sul volontariato internazionale in cui si cercherà di fare il punto di fronte alle risorse ridotte e verificare la possibilità di lavorare in rete. Alla sera “Tamburi di Pace”, l’evento del Drumcircle che

coinvolgerà tutto il pubblico che avrà a disposizione circa 600 strumenti a percussione da suonare tutti insieme. Gli organizzatori guidano e incoraggiano i partecipanti a creare musica. Lo scopo è quello di incentivare la comunicazione e la collaborazione tra le persone: qualsiasi tipo di strumento a percussione è ben

accetto, anche se proveniente da diverse culture o prodotto artigianalmente. Tutte le sere, momenti gastronomici, a cominciare dal venerdì tutto a base di pesce, con il karaoke, che si aggiunge a grigliate di carne, spalla al forno, tajarin con farina doc, formaggi locali, ecc. Ma è anche la festa di tutti gli sport. Il Beach Volley, sul nuovo campetto, con finale proprio la sera di venerdì 24, dalle ore 20.30; il calcio, con il torneo “Mastrototaro”, che giocherà le semifinali la sera di venerdì 24 e domenica 25 dalle 20.30 la finale; il rugby, con un quadrangolare sabato 25 dalle ore 17.30; il Mini Beach Soccer, una “24 ore” che inizierà sabato 25 alle ore 18. Gran conclusione, domenica 26 alle ore 23, con uno spettacolo pirotecnico, a cura della ditta Bisone di Palazzo Canavese, su “Inno all’Europa” proprio per celebrare l’Anno Europeo del Volontariato, Paolo Biancardi

CASO Per il Comune non esiste alcun problema: “PierH2O” non ha presentato domanda

Giordana: «Quella fontanella potevo metterla io» Passato il referendum, ma l’acqua continua a tenere banco. Da una parte il Comune, dall’altra Pierbartolo Giordana, titolare della “PierH2O” di Caramagna, azienda che vende, installa, esegue manutenzioni ed assistenza, su depuratori d'acqua ad uso alimentare, sia civile che professionale. Motivo del contendere l’installazione di una nuova fontanella pubblica che, situata nei pressi degli impianti sportivi, distribuirà acqua potabile, sia naturale che frizzante. La scorsa settimana, per esternare pubblicamente il suo disaccordo, Giordana ha insce-

nato una protesta sonora tramite un impianto acustico collegato ad un generatore. E, dopo aver attirato la gente in piazza dei Battuti Bianchi, si è lamentato dell’iter comunale riguardo la scelta della ditta che effuetterà la realizzazione: la Cryos di Peveragno. «L’affidamento è stato diretto senza che fosse predisposto un bando pubblico: perchè il Comune ha ignorato le aziende viciniori? – queste le “rimostranze” di Giordana che naturalmente ha un certo interesse nella vicenda –. Così facendo non si sarebbero ottenuti prezzi (ora sono 5 centesimi per la friz-

zante e 3 per la naturale) più vantaggiosi per il consumatore finale. E bisogna pure provvedere all’acciamento della fontanella (stimati 1.500 euro) e tener conto di quelli legati all’utilizzo dell’acqua». Per Riu, invece, «l’affidamento ha rispettato tutte le normative. L’offerta della Cryos era interessante ed abbiamo approvato la delibera. Poi non esiste alcun obbligo di assegnazione alle ditte locali. E se dalla “Pierh2o” fosse arrivata una proposta – prosegue il sindaco – l’avremmo considerata: ma nulla fu protocollato, nè Giordana salì in Comune». Alla prossima puntata, meglio... getto.

giovedì 23 giugno 2011

17

Concerto per Piergiuseppe Prologo giovedì 23 alle ore 21 nella Chiesa Parrocchiale: il “Coro Polifonico Città di Savigliano” proporrà un concerto con tema il 150° dell’Unità d’Italia. Si vuole ricordare Piergiuseppe Giordana, a vent’anni dalla scomparsa e con lui gli altri amici che “sono andati avanti”. Dice Mario Riu, presidente dell’Associazione La Torre: «Piergiuseppe ci ha lasciato sulla soglia dei 40 anni. Consigliere comunale con me, ma soprattutto era una persona molto attiva e generosa, come può testimoniare chiunque si sia recato allora all’Ufficio postale dove lavorava, come non dimentica chi ha collaborato con lui all’oratorio, o nella redazione di “Piccole Cronache”, il giornaletto che si faceva con i piccoli comuni della zona. Non lo dimentica Pieta con Anna e Alessia e tutti i suoi cari. Sono contento che si offra questa occasione per ricordarlo e insieme a lui gli altri amici con cui abbiamo fatto tante cose e che ci hanno lasciati, e mi vengono in mente Sebastiano, Beppe, Angelo».

SPORT In programma una corsa podistica benefica

La Giornata dell’Ercolino Domenica 26 la Giornata dell’Ercolino, manifestazione benefica a favore della Fondazione Crescere Insieme al Sant’Anna impegnata da anni nel Reparto di Neonatologia dell’Ospedale Sant’Anna di Torino. Il ritrovo è previsto alle 8.30; alle 9,30 parte una corsa podistica non competitiva – iscrizione adulti 6 euro, categorie giovanili 3 euro) – di circa km. 8 organizzata dalla “Podistica Caramagna” a cui alle 9.45 si aggiungono delle gare per le categorie giovanili con percorsi tra i 150 e i 900 metri. Alle 10 inizia, organizzato da “Calcio a 7”, il quadrangolare di calcio “primi calci insieme”. Alla premiazione della corsa interverranno il presidente della Fidal Cuneo ed un responsabile della Fondazione Crescere Insieme al Sant’Anna Onlus per illustrare l’ambizione progetto di ristrutturazione e ampliamento del reparto di Terapia Intensiva Neonatale dell’Ospedale Sant’Anna. A seguire il pranzo di beneficienza). Nel pomeriggio, dalle ore 14.45, proseguiranno gare e giochi per i piccoli Ercolini; poi premiazione per tutti.

Incontro sulla viabilità con la presidente Gancia Venerdì 24 giugno alle 10,30 il presidente della Provincia Gianna Gancia e il sindaco Mario Riu inaugureranno la nuova rotonda realizzata all'ingresso a sud (all’altezza del Lago dei Salici). Prima si terrà un incontro in municipio per affrontare insieme i problemi della viabilità locale, a cominciare dalla circonvallazione per Sommariva, ma anche della sicurezza della strada Reale, in particolare all'incrocio con frazione Maniga.


18

paesi

giovedì 23 giugno 2011

BREVI DA MONASTEROLO Nuovo direttivo Csea

Entra l’assessore Alesso Dopo le dimissioni del CdA uscente, giovedì scorso 16 luglio in municipio a Saluzzo si è tenuta l’elezione del nuovo Consiglio di Aministrazione dello Csea, il Consorzio servizi ecologia ambiente, l’ente che gestisce il ciclo dei rifiuti in 54 Comuni del Saviglianese, Saluzzese e Fossanese. Tra i nuovi consiglieri c’è anche l’assessore Luciano Alesso. Il servizio sul nuovo direttivo – presidente l’assessore saluzzese Fulvio Rubiolo – è nelle pagine di Savigliano.

Festa Circolo Acli

Cena e intrattenimento musicale Sabato 25 giugno si terrà la Festa del Circolo Acli – Us. Monasterolese in piazza Castello 5/A. Alle ore 20.30 si terrà la cena, allestita nel dehor del circolo, con il seguente menù: affettati misti, carne cruda, pasta al sugo, capocollo al forno con patate, formaggio, crostata, vino e acqua (costo 15 euro, bambini fino ai 12 anni 10 euro). Intrattenimento musicale con i “Music Coco”. Prenotazioni entro giovedì 23 giugno ai seguenti numeri: 0172.373253 – 339.8899687 – 0172.373407. Sono disponibili 150 posti.

MONASTEROLO

Arriva una carovana itinerante molto speciale

Balacaval: musica e convivialità È in dirittura d’arrivo a Monasterolo, alla Cascina Ingea gestita da Rolando Aita e Maurizio Olivero, una carovana molto speciale. Si tratta di una compagnia di musicisti, a bordo di quattro carri trainati da cavalli, che allestisce nei luoghi di sosta una sala da ballo in plein air, dove si svolgono cine-concerti e laboratori di musica e danza per bambini e adulti. Il progetto non è solo artistico, ma prevede una vera e propria esplorazione del territorio e molti momenti di incontro e

La carovana Balacaval sta percorrendo il Piemonte Sud a bordo di quattro carri trainati da cavalli

convivialità. La tappa prevista a Monasterolo di Savigliano, al centro ippico e agriturismo “L’O-

VOTTIGNASCO Al Santuario della Madonna del Bosco

Cercasi persone volenterose

Per ogni tappa spettacoli e laboratori di musica e danza per tutti

MONASTEROLO Il Santuario ricorda l’apparizione della Madonna nel 1648

Si cercano delle persone volenterose, disposte ad aiutare il cantoniere Sergio Navetto a pulire e riverniciare le panchine collocate nella piazzola inghiaiata del Santuario della Madonna del Bosco, e il cancello d’ingresso. All’interno di questo piccolo tempio mariano, un affresco ricorda l’apparizione in quel luogo della Madonna, avvenuta nell’estate del 1648, a una pastorella sor-

domuta fin dalla nascita, alla quale donò l’udito e la favella. Nel 1806, per effetto delle norme di igiene pubblica emanate da Napoleone Bonaparte, dopo aver invaso con le sue truppe il Piemonte, dal centro abitato del paese le sepolture furono trasferite in un’area vicino al Santuario, consacrata dal parroco don Domenico Busso. Giovanni Bosio

VILLANOVA Le classi hanno adattato alcune favole

Saggio in lingua piemontese

rizzonte”, è fissata dal 23 al 25 giugno; gli spettacoli avranno inizio alle ore 21. Nella serata di venerdì, i gestori del maneggio propongono un’invitante merenda sinoria, aperta a tutti i curiosi e agli amanti della musica e degli animali. Per la serata di sabato, è previsto il concerto del gruppo ospite Fishtank, band di musicisti virtuosi di gypsy trapiantato in California. La carovana sta affrontando quattro mesi di viaggio, per un percorso di 500 chilometri nelle province di Cuneo, Asti e Torino. Il tour è stato ideato a partire dal tema della mobi-

lità lenta, con la finalità di realizzare un percorso ad alta vivibilità che porti alla riscoperta dei sentieri di campagna, invitando a tal fine il pubblico a percorrere dei tratti insieme alla carovana e a lasciarsi coinvolgere nelle feste da ballo e negli spettacoli. Come riassume Stefania Bosio, assessore alla cultura, «proprio con la cascina Ingea ha inizio il Cascina Tour”, una decina di serate autogestite con la collaborazione di 4 intraprendenti cascine. Ci si aspetta un pubblico numeroso per un evento unico ed affascinante che certamente sorprenderà i monasterolesi, grandi e piccini!».

Non solo momenti di enogastronomia locale nei quattro giorni

Primo weekend di luglio con la Sagra del Pollo

Domenica si terrà la mostra mercato con molte bancarelle

Il primo weekend di luglio è diventato un appuntamento fisso non solo per i monasterolesi. Si rinnova – è il secondo anno – la Sagra del pollo e dei prodotti tipici locali. Quattro giorni, da venerdì 1 a lunedì 4 luglio, in cui a Monasterolo si sussegueranno appuntamenti

col buon cibo, musicali, e di divertimento. Per le buone forchette non si può non tenere conto delle tre serate gastronomiche con piatti a base di pollo e dei prodotti locali nel padiglione delle feste: quella di venerdì è su prenotazione (339.7924611), sabato e dome-

nica cena a self service. Quanto alla musica, sabato dalle 21 intrattenimento e danza con Sonia de Castelli e l’orchestra di Enzo e Massimo, mentre domenica animazione del Trio Capinera. Tra gli altri eventi, domenica la Fiera Mostra Mercato con bancarelle dei prodotti tipici locali eno-gastronomici, macchinari agricoli ed esposizioni artigianali locali. Mentre venerdì, alle 22, si disputerà, in piazza Castello, il 1° Palio dei “Comuni Felici di Essere Piccoli” con le 7 squadre dei Comuni di Casalgrasso, Cavallerleone, Faule, Monasterolo di Savigliano, Murello, Polonghera, Ruffia che si sfideran-

no in simpatici giochi. Infine, sabato 2 luglio, alle ore 18 nella sala d’oro del Castello, inaugurazione della mostra fotografica “Cabo Verde é Saby” a cura dell’Amses con gli scatti delle mamme capoverdiane.

MONASTEROLO Al maneggio

Bimbi e cavalli Le classi 1ª e 2ª ne “La lepre e la tartaruga”

Saggio delle scuole martedì 7 giugno. Le classi 1ª e 2ª hanno messo in scena la favola "La lepre e la tartaruga" adattata in lingua piemontese; la classe 3ª ha fatto lo stesso con la favola di Cenerentola; le classi 4ª e 5ª hanno messo in scena la favola "La cicala e la formica" e a seguire il racconto "La principessa, il ciabattino e l'oca". È stata una serata molto divertente e la rilettura di questi classici delle fiabe in chiave dialettale è stata molto efficace e il pubblico si è divertito. Bella e suggestiva la scenografia e particolarmente curati i costumi di tutti i personaggi. Di grande effetto l'accompagnamento musicale per cui ad ogni favola seguiva una canzoncina in tema, e, tra queste, due assoluti classici del dialetto: "Oh ciau ciau Maria Catlin-a" e "Marjeme veuj marjeme". Il salone era pieno all'inverosimile – come sempre in queste occasioni – e il pubblico è stato molto colpito nel sentire parlare i ragazzi in dialetto (cosa che ormai non succede quasi più) e nel notare quanto i ragazzi stessi si siano impegnati, e divertiti, nella preparazione e realizzazione dello spettacolo, con l'indispensabile lavoro del corpo docente e non docente. Pa.Bi.

Lunedì 13 giugno i bambini della scuola materna di Monasterolo sono stati ospiti della famiglia Aita presso il maneggio “L’Orizzonte” di Cascina Ingea. «Abbiamo trascorso una bellissimna giornata – dicono in coro affidandoci questi loro piccoli pensierini – a contatto con la natura e abbiamo imparato tante cose interessanti sui cavalli grazie alle pazienti spiegazioni di Rolando e Romina. Abbiamo scoperto quante cose bisogna fare prima di montare un cavallo: spazzolare per bene la coda, la criniera e il corpo del cavallo, togliere terra e sassolini dagli zoccoli e poi ungerli con il grasso per ammorbidirli. Prima di salire in groppa, poi, è necessario mettere una coperta sul dorso del cavallo per non far male all’animale e per ultimo la sella. Prima di pranzo abbiamo cavalcato “Sissi”, una

Al termine della giornata, foto ricordo dei bambini, delle insegnanti e delle cuoche davanti alla scuderia

cavalla mansueta abituata a stare con i bimbi e poi abbiamo giocato all’aria aperta. Le sorprese non sono ancora finite e passeggiando per la cascina abbiamo conosciuto il mulo “Simba”, i cani “Ice”,

“John” e “Pupi” e cinque teneri vitellini. Per concludere, abbiamo mangiato un ottimo pranzo preparato dalle cuoche Manuela e Luciana, e poi siamo tornati a scuola felici e contenti per la bellissima giorna-

ta che avevamo vissuta». Da ultimo i bambini vogliono «ringraziare di cuore la famiglia Aita per la calorosa accoglienza e per i cappellini che ci hanno regalato».


GIOVEDÌ 23 GIUGNO 2011 IL SAVIGLIANESE 19

Palazzo LascariS

UFFICIO DI PRESIDENZA Presidente Valerio Cattaneo Vicepresidenti Riccardo Molinari, Roberto Placido Consiglieri segretari Lorenzo Leardi, Gianfranco Novero, Tullio Ponso

• Giugno 2011 • www.consiglioregionale.piemonte.it

A cura della Direzione Comunicazione Ufficio Stampa - Via Alfieri, 15 - 10121 Torino tel 011 5757 251-252 • uff.stampa@consiglioregionale.piemonte.it

Attività istituzionale

Approvata la legge sul Wi-Fi libero La norma riduce gli ostacoli all’utilizzo di Internet gratuito senza fili

Il 20 aprile il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità e con alcuni emendamenti la legge a sostegno della realizzazione di servizi di accesso Internet Wi-Fi gratuiti e aperti (primo firmatario il vicepresidente Roberto Placido). Il provvedimento semplifica le

norme, migliorando nel contempo l’accesso alla rete sul territorio. Lo stanziamento per il 2011, pari a 750 mila euro, è destinato all’erogazione dei contributi per i soggetti che offrono al pubblico il servizio di accesso Wi-Fi. La Regione si impegna, inoltre, a installare access point pubblici gratuiti presso ogni sua sede. • Nella stessa seduta l’Aula ha varato la legge sui “grandi cantieri”, a favore dei territori interessati dalla realizzazione di grandi infrastrutture. • Il 27 aprile è invece diventata legge la norma “Interventi a sostegno del Museo regionale dell’emigrazione vigezzina nel mondo” (primo firmatario il presidente Valerio Cattaneo), che sancisce la nuova denominazione dell’attuale Museo dello Spazzacamino, isti-

tuito dal Comune di Santa Maria Maggiore (VCO), per documentare il fenomeno. • Il 18 maggio è stata infine approvata la legge che snellisce le procedure di designazione dei componenti del Consiglio delle Autonomie Locali (CAL).

Comitati e Consulte

Nuovo logo per i CCR La proposta dei ragazzi di Tortona ha avuto la meglio sulle oltre 200 inviate in Consiglio regionale in risposta al bando per la scelta del nuovo logo dei Consigli Comunali dei Ragazzi. Lo ha annunciato il presidente del Consiglio regionale Valerio Cattaneo alla premiazione, che ha avuto luogo il 28 maggio nel Centro incontri della Regione durante la Giornata dei Consigli comunali dei Ragazzi, convocata in occasione del 150° dell’Unità d’Italia. I loghi presentati, esposti a Palazzo Lascaris a giugno, sono disponibili per allestimenti itineranti qualora i Consigli comunali dei Ragazzi ne facciano richiesta. La mostra sarà visibile a luglio a Saluggia (VC), a ottobre a Saluzzo (CN) e a novembre a Occimiano (AL) e a Monastero Bormida (AT).

Comitati e Consulte

Diventiamo cittadini europei Il vicepresidente del Consiglio regionale delegato alla Consulta Europea Riccardo Molinari ha premiato, l’8 e il 9 giugno nell’Aula di Palazzo Lascaris, gli oltre 150 studenti delle scuole secondarie di tutta la regione, vincitori del concorso “Diventiamo cittadini europei”. Due i temi del concorso, giunto alla 27esima edizione: il rapporto fra unità nazionale,

Consigli Comunali dei Ragazzi

nel 150° anniversario, e unificazione europea e il ruolo delle Regioni italiane nei confronti delle istituzioni europee, nell’ambito del processo di riforma federale dello Stato. Dopo la prima selezione dei lavori, effettuata in ogni istituto, sono stati 1.097 i temi inviati alla Consulta Europea: 830 (il 75,6%) relativi alla prima traccia e 267 (il 24,4%) alla seconda.

Rassegna teatrale ”Voci dei luoghi” Prende il via a luglio la 5a edizione di “Voci dei luoghi: Guerra e Resistenza 1940-1945. Lettura e Musica” che proseguirà fino a settembre. “Voci dei Luoghi” è la rassegna teatrale estiva organizzata dal Consiglio regionale attraverso il Comitato Resistenza e Costituzione, cui è delegato il vicepresidente Roberto Placido, in collaborazione con l’analogo Comitato della Provincia di Torino e l’UNCEM (Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani). Gli spettacoli sono ospitati da 24 Comuni delle 8 province piemontesi, dalla Città di Torino e da 19 Comunità montane. La “pri-

ma” è prevista per il 5 luglio al Martinetto di Torino, il calendario completo è presente su www.consiglioregionale.piemonte.it.

Eventi e mostre

Cittadini e amministrazione

Menù piemontesi

Attività del Difensore Civico

Intesa Corecom-Provincia di Cuneo

Nel trentennale dell’istituzione del Difensore civico della Regione, è stato presentato, l’8 giugno a Torino, in collaborazione con l’Unitre, il progetto “Adotta la tua cit t à. Rivolgiti al Difensore Civico”, che prevede la creazione di sportelli per la segnalazione di situazioni critiche e di cattiva amministrazione. All’incontro sono intervenuti il presidente del Consiglio regionale Valerio Cattaneo, il Difensore civico della Regione Piemonte Antonio Caputo, il giornalista Guido Tiberga, il professor Carlo Marletti e il presidente Unitre Gian Franco Billotti. Info: www.consiglioregionale.piemonte.it/organismi/dif_civico/index.htm

Il Consiglio regionale, rappresentato dal presidente Valerio Cattaneo, e la Provincia di Cuneo, con l’assessore alla Tutela del consumatore, Anna Mantini, hanno firmato, il 6 giugno a Palazzo Lascaris, un’intesa per favorire l’iter delle domande per le conciliazioni in materia di comunicazione. La Provincia si impegna a raccogliere le istanze degli utenti cuneesi e a inoltrarle al Corecom, il Comitato regionale per le comunicazioni del Piemonte, che ha sede in Via Lascaris 10 a Torino.

È visitabile fino al 31 agosto nella Biblioteca della Regione (Via Confienza 14, Torino) la mostra “Menù piemontesi dall’Unità d’Italia al primo conflitto mondiale”. L’allestimento, curato dal collezionista Domenico Musci, raccoglie un’ottantina di menù, testimoni di un viaggio ideale attraverso la gastronomia piemontese dal 1861 al 1915. Info: 011 5757 371

Telecomunicazioni


20

attualità

giovedì 23 giugno 2011

FISCO Chi lo deve presentare e cosa si può detrarre

Tempo di Modello 730 e Unico È in corso, presso gli studi dei commercialisti e i Centri di assistenza fiscale, la compilazione, tramite i modelli 730 e Unico, della Dichiarazione dei Redditi relativa all’anno 2010. Non sono tenuti a presentarla coloro che possiedono soltanto redditi di lavoro dipendente, di pensione e sono proprietari della casa di abitazione. Però è nel loro interesse presentarla se nel 2010 hanno sostenuto spese sanitarie, spese per gli invalidi permanenti e per i loro veicoli, spese per l’acquisto di cani guida, spese per l’istruzione, spese funebri, spese per addetti all’assistenza personale, spese per attività sportive praticate dai ragazzi, spese per l’intermediazione immobiliare. Ed ancora spese per i canoni di locazione sostenute da studenti universitari fuori sede, spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio, spese per interventi di risparmio energetico, hanno corrisposto alle banche gli interessi sui mutui e hanno stipulato con le agenzie di assicurazione delle polizze sulla vita, sugli infortuni, sull’invalidità e la non autosufficienza. Per tutte queste spese è previsto un rimborso dell’imposta trattenuta mensilmente nel corso dell’anno, sulla busta paga o sull’assegno della pensione, dalle aziende e dagli istituti previdenziali. I lavoratori dipendenti e i pensionati che non presentano la dichiarazione dei redditi, ma desiderano destinare l’8 per mille dell’imposta allo Stato, alla Chiesa Cattolica, all’Unione Chiese cristiane, alle Assemblee di Dio, alla Chiesa Valdese, alla Chiesa Evangelica Luterana, all’Unione Comunità Ebraiche, possono utilizzare l’apposito modello allegato al Cud, rilasciato dalle aziende e dagli enti previdenziali. Lo stesso Cud serve anche per la destinazione del cinque per mille dell’imposta al finanziamento sia della ricerca sanitaria che di quella scientifica e della Università, a sostegno delle attività sociali svolte dal Comune di residenza e delle associazioni sportive dilettantistiche riconosciute ai fini sportivi dal Coni. Giovanni Bosio

SANITÀ

L’ex assessore regionale nega ogni suo coinvolgimento

Arrestata Caterina Ferrero Turbativa d’asta e abuso in atti d’ufficio. Per questi reati, da martedì 14 giugno, Caterina Ferrero, l’ex assessore regionale alla Sanità, è agli arresti domiciliari nella sua villa di Leinì. Non più, quindi, solo una semplice indagata nell’inchiesta sugli appalti della Sanità perchè sospettata di aver favorito "amici" insieme a Bruno Gambarino, già in carcere da più di due settimane. Ma un’arrestata eccellente: il gip Cristiano Trevisan ha motivato la misura cautelare con un giudizio di “elevata pericolosità sociale” che “non può dirsi cessato o scalfito dall’avvenuta rimessione delle deleghe”. Ed ancora, “ha dimostrato come, in un breve arco di tempo, meno di un anno, abbia pervicacemente strumentalizzato la propria po-

VOLONTARIATO

L’ex assessore Caterina Ferrero

sizione in seno alla Regione per perseguire... interessi particolari rappresentati dalla necessità di consolidare il consenso elettorale per sé e per la sua coalizione”. Un movente politico-elettorale, quindi, quello alla base

della condotta illegale della Ferrero come, ad esempio, nel caso dell’aggiudicazione alla Federfarma dell’accordo sui pannoloni – valore oltre 50 milioni di euro. Come si legge nell’ordinanza del gip, l'assessore avrebbe favorito i farmacisti per "ottenere un consenso di ritorno da utilizzare per le prossime scadenze elettorali". Nell’interrogatorio, durato due ore, l’ex assessore ha però negato ogni coinvolgimento personale, sia nel caso della revoca della gara d’appalto che in quello dell’apertura – “in tempo utile” per le elezioni amministrative di quel Comune – del servizio di emodinamica all’ospedale di Chivasso. Il suo legale, Roberto Macchia, al termine dell’incontro con il gip ha precisato come, non essendosi

«affrontata la questione del “movente politico”», chiederà la revoca degli arresti domiciliari. Proprio per dirimere ogni questione, il Governatore Cota è «favorevole a qualsiasi iniziativa che vorrà prendere il Consiglio regionale per favorire l’approfondimento e la chiarezza rispetto a quanto è successo, non importa se proposta da maggioranza o minoranza». Nei prossimi giorni dovrebbe arrivare in Consiglio regionale la proposta di legge per la creazione di un’Agenzia di controllo interno sugli atti della Regione e delle società partecipate con funzione preventiva. A Savigliano ricordiamo l’ex assessore Ferrero quando aveva partecipato, lo scorso 29 marzo, in Comune, ad una riunione sul futuro del SS. Annunziata. Paolo Biancardi

Protagonisti i donatori di sangue della Provincia Granda

Un “fiume di solidarietà” ha sfilato a Cuneo IN BREVE Trasmissione radiofonica

Politica su Radio Stereo 5 Da giovedì 23 giugno, alle 19.10, partirà un nuovo programma radiofonico su Radio Stereo 5 (FM100,600). La trasmissione, dal titolo “Le verità di Cassandra”, sarà condotta da Lamberto Giusti e tratterà di attualità e politica. I primi ospiti sono l’ex consigliere regionale Mariano Rabino e l’ex parlamentare della Lega Guido Rossi.

Proprietà Fondiaria

Confermato Cordero di Montezemolo Eletto il nuovo Consiglio direttivo provinciale della Proprietà Fondiaria per il triennio 2011-2014. Riconfermato presidente Pietro Cordero di Montezemolo, vice presidenti Isabella Moschetti, Giuseppe Lamberti ed Enrico Sandra; consiglieri Milca Solaro, Lauretta Brovida, Alessandro Roccavilla, Giuseppe Guidobono Cavalchini e Roberto Abellonio. La Proprietà Fondiaria da statuto aderisce alla Confagricoltura e si propone di tutelare gli interessi dei fondi rustici, studiare i problemi che riguardano la proprietà nella Granda, trattare e stipulare contratti ed accordi di carattere sindacale e designare i propri rappresentanti in tutte quelle commissioni locali previste per legge. «C’è bisogno di un impulso nuovo per rilanciare il ruolo della Proprietà Fondiaria in provincia di Cuneo; l’agricoltura è molto cambiata negli ultimi anni e anche noi desideriamo confrontarci con i problemi reali e collaborare con gli imprenditori per una conduzione sinergica delle aziende agricole» ha detto Pietro Cordero di Montezemolo.

Accordo transfrontaliero

Cuneese, Liguria e Paca È stato siglato, venerdì 10 giugno, presso il teatro “Alla Confraternita” di Limone Piemonte, l’accordo transfrontaliero per la promozione congiunta del Cuneese, la Riviera dei Fiori ed il Dipartimento francese del Paca. Firmatari l’Atl del Cuneese, il Sistema Turistico Locale di Imperia, l’Association Développement Touristique RoyaBévéra e la Città di Mentone. L’impegno è promuovere tutte le proposte turistiche Gianni Vercellotti di questo territorio attraverso la distribuzione, a titolo gratuito, di materiale informativo, la diffusione di eventi ed iniziative, la partecipazione congiunta a fiere e la collaborazione alla creazione di progetti turistici mirati. Inoltre, si vuole incentivare l’utilizzo di vettori ecocompatibili, ponendo una particolare attenzione alla salvaguardia ambientale del territorio, a mettere in atto tutte le possibili azioni che possano portare ad un incremento della frequenza e della qualità dei collegamenti, ferroviari e non, tra il Cuneese, la Liguria ed il territorio francese, con particolare attenzione allo sviluppo di corse di tipo turistico. L’accordo stipulato avrà validità fino al 31 dicembre 2012, quando gli enti firmatari, in base ai risultati raggiunti, valuteranno se, ed in che modo, continuare la collaborazione.

“Donare il sangue è un dovere sociale”. Questo è il messaggio che i partecipanti alla V Giornata provinciale del donatore di sangue, svoltasi a Cuneo domenica 12 giugno, hanno voluto trasmettere. Un vero e proprio “fiume” di solidarietà – presenti circa 1.000 donatori, più di 100 labari e 22 sindaci – accompagnato dal gruppo sbandieratori del Borgo Moretta di Alba e dalla banda musicale Duccio Galimberti di Cuneo. Silvano Barbero (Commissario provinciale donatori di sangue della Croce Rossa) ha sottolineato l’importanza di sensibilizzare, soprattutto i giovani, alla donazione, affinché questo gesto di solidarietà diventi un vero e proprio dovere sociale. Cesare Fulcheri (presidente SOS Sangue) si è augurato che questa sia un’op-

RIFLESSIONE

portunità affinchè molte persone si presentino ai centri trasfusionali per la prima donazione, mentre Giuseppe Audisio (presidente Gruppo Autonomo Sangue Mombracco) ha messo in evidenza il far sì che le associazioni lavorino sempre più in rete. Alessandro Biadene (presidente provinciale Fidas) ha invece sottolineato l’importanza di avvicinare nuovi soci e di fidelizzare chi ha già fatto le prime donazioni perché, anche se la Granda ha raggiunto l’autosufficienza per il sangue, per il plasma non sempre è così. Giorgio Groppo (presidente provinciale Avis) – «i donatori di sangue non danno solo il loro tempo, ma una parte di sé» – ha sottolineato l’importanza di questa manifestazione: i donatori festeggiano insieme senza di-

La sfilata dei donatori di sangue per le vie di Cuneo

stinzioni né antagonismi con il comune obiettivo di sensibilizzare la cittadina a questo gesto silenzioso fondamentale per salvare vite umane. La giornata è stata promossa dal Csv “Società Solidale”, in

collaborazione con l’Avis, la Fidas, i Donatori di sangue della Croce Rossa, l’SOS Sangue e il Gruppo Autonomo Sangue Mombracco e con il patrocinio della Regione, della Provincia e della Città di Cuneo.

Il Pm Boccassini a difesa delle istituzioni e della democrazia

Quant’è difficile ed “eroico” fare il proprio dovere Fare il proprio dovere in tempi come questi (almeno fino a ieri) stava diventando quasi eroico perché abbiamo visto con quale protervia chi commette reati cerchi di dimostrare il contrario, aiutato in questo da una pletora di servi pronti a tutto pur di impedire alla giustizia di fare il suo corso. Abbiamo una democrazia in pericolo perché un leader – che leader non è – cerca di asservire i poteri dello stato. C’è già riuscito col potere legislativo attraverso oltre 300 yes-man che votano a comando le leggi più vergognose per garantirgli l’impunità. Che poi sottosegretari abbiano organizzato la gazzarra davanti al palazzo di giustizia indica di quale livello siano. Ad esempio la Santanchè – che tra l’altro utilizza un cognome non suo (lei sarebbe Garnero, Santanché è l’ex marito) – si è permessa di chiamare “metastasi” chi fa il suo dovere opponendosi al sopruso e allo strapotere del potente. Noi, tali personaggi, dovremmo pure chiamarli onorevoli? Però le falsità, la rissa, la denigrazione dell’avversario utilizzata in campagna elettorale, quasi che per i voti tutto fosse lecito, fortunatamente non

Il Pm Ilda Boccassini

è riuscita e il gioco sporco è stato punito, così come è stata punita la pochezza di chi in un consesso internazionale (il G8) si era intrattenuto con il presidente degli Stati Uniti per denigrare uno dei poteri dello Stato. È una vergogna, infatti, che la verità venga negata, l’insulto e la menzogna resi norma per dire che sono gli altri, gli avversari, la causa di tutti i mali: perfino per la spazzatura di Napoli si era data la colpa alla magistratura. Ora, in questo clima di bassa politica e di dittatura strisciante, per fortuna ci sono stati la roccia del Presidente

della Repubblica e la Magistratura, che fanno e hanno fatto valere le loro prerogative, ma anche la gente, col voto amministrativo e referendario, ha dimostrato chiaramente di averne abbastanza, che la misura è colma e oltre non si può andare. Non sappiamo quali strategie userà ora il Cavaliere per restare in sella, ma il riappropriarsi della democrazia da parte della gente depone a favore di un cambio di stagione e, speriamo, di etica. Sarebbe stato più facile adeguarsi per non prendersi dei “brigatisti”, affermazioni dalle quali poi qualcuno si era sentito autorizzato a fare certi manifesti. Aver affermato che ci sia un’associazione a delinquere tra i magistrati, significa solo che quel “signore” che ha pronunciato tali parole non si è mai guardato allo specchio, né ha volto lo sguardo attorno a sé per vedere da chi fosse circondato. In questo clima di trivialità e intimidazione dobbiamo essere grati a quanti, al loro posto, hanno fatto e fanno il loro dovere, cioè applicano la “legge uguale per tutti” e dunque anche per quei potenti di cui il Cardinale Tettamanzi, in un’omelia diventata famosa, aveva det-

to: “Perché molti agiscono con ingiustizia, ma non vogliono che la giustizia giudichi le loro azioni?”. Certo, solo pochi hanno avuto il coraggio di esternare la verità e di agire in un clima così tremebondo che, per fortuna, grazie ad un sussulto di civiltà, forse sta cambiando e proprio per questo tali personaggi emergono in tutta la loro grandezza per il ruolo e l’ufficio esercitato. Tra questi, in modo particolare, quel Pm dai capelli fulvi, Ilda Boccassini, che agisce in assoluto silenzio al servizio della legge e quindi a difesa delle istituzioni e della democrazia. È estremamente difficile – quando si viene insultati, quando si viene sbattuti sui giornali, quando la denigrazione assume toni così gravi, specie da parte di chi esercita altro potere – avere la schiena dritta.. Molto, come cittadini, dobbiamo, a difesa della libertà e della democrazia, alla Procura di Milano, dallo smantellamento della Loggia P2 fino a colpire la mafia insediatasi al Nord e, se il Premier non vuole farsi giudicare, la smetta di compiere reati, glielo ha detto il popolo sovrano esercitando il voto con intelligenza. Osvaldo Pignata


giovedì 23 giugno 2011

21

BREVI DALLA CITTÀ Zingari al ponte di Maira

Il sindaco ordina lo sgombero in 48 ore

EVENTO

Successo per la Fanfara dei bersaglieri di Guidonia

Piume e note al vento La carovana di nomadi accampata nel piazzale del torrente Maira Da Cavallermaggiore, da dove era stata allontanata, domenica sera la carovana di nomadi sinti è arrivata a Racconigi e si è accampata nel piazzale del Maira: un’ottantina di persone a bordo di camper e roulotte. Sono intervenuti i Carabinieri che hanno identificato gli zingari. Il sindaco Tosello ha emesso un’ordinanza di allontanamento entro 48 ore, dal momento che l’area su cui si sono stabiliti non è idonea ad accoglierli sotto il profilo igienico-sanitario. I nomadi, in viaggio verso Bologna, si spostano a piccole tappe ed hanno assicurato che lasceranno al più presto la nostra città.

Squillano le trombe dei fanti piumati

Sabato 18 giugno, la Fanfara di Guidonia-Montecelio ha festeggiato il 175° compleanno della fondazione del corpo dei Bersaglieri a Racconigi. A loro hanno rivolto gli auguri il sindaco Adriano Tosello e il grande pubblico intervenuto al concerto nel piazzale del castello, tra cui anche un gruppo di bersaglieri toscani che, recandosi all’adunata di Torino, ha voluto fare tappa nella nostra città. La giornata racconigese per i bersaglieri della capitale è iniziata al mattino con la sistemazione presso la palestra delle scuole medie e la visita alla città e alla residenza sabauda. Nel pomeriggio primo appuntamento

AVIS: chiarimento al vertice

Esposito ha ritirato le dimissioni I bersaglieri racconigesi che hanno organizzato il concerto della Fanfara di Montecelio davanti al castello reale

ufficiale: la deposizione di una corona di fiori alla lapide dei caduti. I bersaglieri sono arrivati in piazza Carlo Alberto scattanti, con i loro strumenti a fiato, il bel cappello dalle piume di cedrone e la divisa grigioverde (alla sera avrebbero invece indossato la tenuta scura, uguale a quella originale dei tempi della breccia di Porta Pia). Ad attenderli la sezione locale “Stefano Biga”, con il presidente Franco Bordese ed il

rappresentante provinciale Antonello Vietri. Numerose le autorità militari e civili in piazza, con l’assessore Scarpino nelle veci del sindaco. L’esibizione dei “fanti piumati” è proseguita lungo le vie del centro storico ed in piazza degli Uomini. Il gruppo era composto da circa 45 persone, tra le quali i 30 elementi della Fanfara. A pranzo ed a cena ha potuto deliziarsi delle prelibatezze cucinate dal cuoco Bruno Gonella. Il repertorio del concerto serale, cui hanno assistito 1500

persone, verteva su colonne sonore di film famosi e marce militari, oltre naturalmente all’immancabile e doveroso Inno di Mameli. Nel corso della serata si è svolto lo scambio dei doni tra la città laziale e quella sabauda. Doni sono anche stati consegnati agli organizzatori della manifestazione per conto del Comune, Nini Gribaudo e Luciana Fossati. Sono inoltre stati ringraziati per la loro collaborazione: Croce Rossa, Protezione Civile e Gruppo Ana. Beatrice Becchis

A seguito di un chiarimento avvenuto giovedì 16 giugno presso la sede Avis alla presenza del presidente provinciale Giorgio Groppo, si è ricomposta la frattura venutasi a creare tra il presidente della sezione racconigese Terenzio Vaschetto ed il suo vice Gelsomino Esposito. Le dimissioni di quest'ultimo, rassegnate ad inizio mese per incomprensioni, sono così rientrate e la riunione si è conclusa con una stretta di mano. «La Sezione Avis di Racconigi è una delle migliori della Provincia di Cuneo con dirigenti capaci e di valore – ha dichiarato il presidente provinciale Groppo –, per cui abbiamo valutato i motivi di dissidio che sono stati causati unicamente dalla voglia dei dirigenti avisini di fare sempre meglio e di più. Terenzio Vaschetto è una bandiera dell'Avis, ma Gelsomino Esposito è una persona di cuore e per questo devono necessariamente lavorare insieme, con le proprie personalità, ma guardando sempre al bene dell'associazione e dei donatori, che entrambi amano tantissimo».

Vandali all’ex-Neuro

Strappati i cartelloni del teatro

La Fanfara di Guidonia di corsa per le vie del centro storico cittadino

IL CASO

Davanti al Comune per l’omaggio alla lapide dei Caduti

A proposito di commercio e nuovo Piano regolatore

La Giunta: «Facciamo chiarezza» urbana) diversamente, le aree di colle- mento cardine di programmazione dell’Ente gamento, e non periferiche, diventino (ovvero il Piano Regolatore), di valenza perlola sede di localizzazione delle attività meno ventennale, di ipotizzare possibili scenacommerciali di maggiore entità capaci ri di sviluppo che diversamente contribuirebdi attirare clientela anche dai comuni bero ad isolare il territorio racconigese e con contermini grazie alla rete viaria attua- esso le attività ivi ricadenti. le e futura (riferimento alla bretella ove“La scelta strategica che si propone è quelst) di cui dispongono e disporranno ta- la di individuare un’area nella parte del concenli zone. trico urbano a vocazione residenziale nella quaNaturalmente, quando si parla di le consentire l’inserimento di strutture di venattività di maggiore entità si fa esclusi- dita di più ampia dimensione rispetto al vicinavo riferimento alla media distribuzio- to, in maniera tale da consentire però una eleL’area scelta per accogliere i nuovi insediamenti ne, quindi a parametri dimensionali che vata integrazione con quella parte del commernon hanno niente a che cio che opera nel contesto più cenLa Giunta comunale rompe il silenzio sulla trale, …”: è sempre la medesima requestione della modifica del Piano commercia- vedere con gli insediamenti che lazione, di accompagnamento ai crile, che da ormai più di un mese sta facendo di- caratterizzano centri ben più picteri, ad evidenziare la necessità di scutere in città. E lo fa attraverso il seguente coli e nelle immediate vicinanze di Racconigi. ammodernare l’intero comparto dicomunicato stampa. Peraltro la stessa relazione di stributivo, nella convinzione che “la «Con la recente comparsa dei manifesti presenza di una offerta commerciaevocanti, in modo non corretto, la presunta ce- accompagnamento agli emananle che si vada ad integrare con quanmentificazione del viale monumentale nonché di criteri commerciali si fonda sulto presente nelle realtà urbana cenl’imminente apertura “indiscriminata” alla “gran- le seguenti considerazioni “la retrale, rappresenta una sicura capade distribuzione”, risulta quanto mai necessa- te distributiva presenta un basso cità di attrarre risorse sia umane che rio ed opportuno fornire in chiave istituziona- livello di presenza di strutture di economiche che riverseranno benele quali siano le intenzioni che hanno animato la medie e di grandi dimensioni” ed ficamente sul territorio i loro effetGiunta nell’adeguamento dei criteri di program- ancora “i comuni intorno a RacL’assessore Allasia ti”. Sul punto è bene precisare che mazione commerciale, nell’ambito del ben più conigi di riferimento storico per tale opportunità, per la media distriampio processo di revisione del vigente Piano gli acquisti dei residenti, Carmagnola e Savigliano, sono dotati non solo di una buzione, incontrerà, nelle norme di attuazione regolatore comunale. Ne consegue che occorre programmare la rete commerciale nel complesso di maggior pe- del Nuovo Piano Regolatore, ulteriori prescrirete commerciale della città in funzione di uno so, ma sono anche provvisti di numerose strut- zioni di natura architettonica, con l’introduziosviluppo duplice, in cui da un lato il centro sto- ture in attività di grande dimensione, mentre ne di ben precisi vincoli paesaggistico-ambienrico sia la sede prediletta degli esercizi di vici- ulteriori nuovi insediamenti di grandi struttu- tali, unitamente a misure compensative volte a rafforzare il legame con le attività ricadenti nel nato, pubblici e di altro (cosa peraltro effettua- re si realizzeranno nel prossimo futuro”. Da qui la necessità, nell’ambito dello stru- centro storico rilevante». ta nell’ambito del Programma di qualificazione

I cartelloni ed il materiale pubblicitario de “La Fabbrica delle Idee – RacconigiFestival” sono stati fatti oggetto delle bravate dei soliti idioti che, nottetempo, hanno infierito su di essi strappando e distruggendo. Il fatto si è ripetuto per due settimane consecutive, sempre nella notte del giovedì. In uno dei casi i vandali sono addirittura penetrati all’interno del locale di portineria del Neuro per consumare il loro stupido gesto. Agli organizzatori della rassegna, arrivati al mattino per montare le scene di un nuovo spettacolo, non è rimasto altro da fare che ricostruire pazientemente quanto era stato distrutto, chiedendosi a chi possa giovare tanta cattiveria.

Raccolta firme nei negozi Gli operatori commerciali della città di Racconigi aderenti all’Associazione Commercianti della zona di Savigliano si mobilitano “contro la volontà dell’Amministrazione Comunale di voler pianificare insediamenti commerciali di grande distribuzione nella zona del viale monumentale”. È infatti intenzione far partire in tutti i negozi della città una raccolta firme per contrastare questa iniziativa e sensibilizzare al tempo stesso l’opinione pubblica perché prenda posizione. Negli obiettivi dei promotori c’è anche quello di pre-

sentare i risultati della raccolta firme in un momento pubblico “nel quale si parlerà, oltre che di sviluppo e di tutela del commercio, anche di viabilità e di parcheggi, con particolare riferimento alla riqualificazione di piazza Carlo Alberto”. “Continuiamo a non comprendere l’atteggiamento di chiusura dell’Amministrazione di Racconigi ed in particolare dell’assessore Allasia verso ogni possibilità di dialogo e di collaborazione per giungere a soluzioni condivise” conclude la Confcommercio di zona di Savigliano.

L’ATL Cuneo con Oderda e Milli L’Azienda Turistica del Cuneese esprime “piena approvazione per la decisione assunta dagli Assessori di Racconigi di dimettersi, in ordine all’approvazione di accettare un’ulteriore ferita all’aspetto urbanistico della città ammettendo elementi di grande distruzione proprio nel delicatissimo prospetto della Reggia Sabauda. Racconigi reca già impresse, purtroppo, immedicabili lesioni accettate in passato proprio sulla grande piazza – prosegue il comunicato – cui altre si aggiungerebbero ora, mentre si sta rivitalizzando il centro urbano, se ne sta curando il miglioramento e l’attrattiva, si sta vitalizzando il commercio sia esteticamente con le nuove insegne che qualitativamente con l’offerta di prodotti locali. Racconigi è punto centrale e vitale della nostra offerta turistica e la decisione degli assessori dimissionari sottolinea la loro sensibilità estetica e sociale. Per questo l’ATL si schiera con loro e con quanti intendono limitare i danni che la grande distribuzione provoca all’attrattiva delle località e alla vitalità commerciale”.


22

racconigi

giovedì 23 giugno 2011

CONVEGNO

Dell’ass. All’ombra del Monviso

Il mistero del tempo L’Associazione All’ombra del Monviso ripropone sabato 25 giugno l’ormai tradizionale convegno al Centro Cicogne di Tenuta Stramiano che quest’anno avrà per tema “Kronos & kairòs: il tempo della coscienza, la coscienza del tempo” (ore 14,30, ingresso libero). Le rela“Paesaggio blu” di Carlo Sismonda zioni saranno tenute da Franco Russo, Umberto Casale, Marilena Audisio, Piero Flecchia, Renato Coda, Mario Abrate, Daniela Ribetto, Ezio Fulcheri, Lino Lantermino, Gimmi Basilotta, Beppe Mariano, Gianni Rabbia, Ezio Albrile, Sergio Soave, Vanna Pescatori, Paolo Tamporini, Massimo Martinelli, Lorenzo Orione e Savino Roggia. Alle 19,30 è in programma un concerto del soprano Natascia Chiarlo in suites latino-americane, accompagnata da Ivan Chiarlo (pianoforte), Eugenia Ruggieri (flauto), Enrico Arnolfo (batteria), Alessandro Paschetta (chitarra) e dalle coriste Caterina Cortese e Alessandra Margaria. Seguirà la cena (30 euro). Il maestro Carlo Sismonda ha collaborato all’iniziativa realizzando una litografia dal titolo “Paesaggio blu” che verrà posta in vendita al prezzo di 20 euro. Informazioni e prenotazioni presso Mario Abrate: 338.9375436, mario.abrate@asl17.it

MANIFESTI

TEATRO

Al Neuro prosegue con successo “La Fabbrica delle Idee”

Tra fiaba e rumori di acque Successo di pubblico, nonostante il tempo inclemente, anche per la seconda settimana di spettacoli della “Fabbrica delle Idee – RacconigiFestival”. Martedì 14 e mercoledì 15 giugno il Progetto Cantoregi ha riproposto “Elogio alla mitezza”, che lo scorso anno aveva concluso la rassegna sotto forma di studio. Tra gli spettatori anche l’assessore provinciale alla Cultura Licia Viscusi. Venerdì 17 la Compagnia Zappalà Danza ha invece presentato il suo inquietante “Odisseo: pre-testo 1. Naufragio con spettatore”. I due danzatori, Adriano Coletta ed il francese Antoine Roux-Briffaud, la cantante Sabrina Mazzamuto ed il pianista Luca Ballerini hanno fatto tappa a Racconigi di ritorno da Praga e già con la valigia in mano per

Danzica. La rassegna teatrale “Fabbrica delle Idee – RacconigiFestival” prosegue giovedì 23 giugno (sempre nel parco del Neuro con inizio alle ore 21,30) con “Grimmles” per la Compagnia Ricci/Forte. Grimm è la fiaba, il passaggio dall’infanzia all’età adulta. Fiaba per nonni e nipoti, ciascuno con il proprio bagaglio di aspettative, desideri, frustrazioni… Il tutto senza lieto fine. Venerdì 24 giugno sarà invece la volta della Compagnia Pippo Delbuono in “Racconti di giugno” in cui memoria e narrazione si sovrappongono senza fine. Domenica 26 giugno il Teatro della Valdoca con Danio Manfredini proporrà “Notte trasfigurata”, di Cesare Ronconi e

Mariangela Gualtieri, inno alla potenza arcaica del teatro. L’ultimo spettacolo della rassegna nel parco del Neuro è in programma martedì 28 giugno: si tratta di “Rumore di acque” con il Teatro delle Albe, regia di Marco Martinelli. L’edizione 2011 de “La Fabbrica delle Idee” si concluderà nel Teatro Comunale P. M. Cantoregi di Carignano sabato 2 e domenica 3 luglio con “La Giovine Italia (Studio n. 1)”, assaggio di uno spettacolo che Marco Pautasso e Vincenzo Gamna stanno preparando, con la regia di Koji Miyazaki, sulla gioventù: quella mazziniana e risorgimentale e quella dei giorni nostri. Per informazioni e prenotazioni numeri: 335.8482321 o 388.1226863 (ore 15-19).

L’inquietante “Odisseo”

Per un inesistente evento gastronomico

Le cicogne? In pentola Certo non amano le cicogne gli ignoti organizzatori di una fantomatica “Settimana della cicogna” che annunciano un evento gastronomico al prezzo di 45 euro (bevande escluse). Il menù, pubblicizzato in tutta una serie di manifesti affissi ai muri della città, è infatti completamente a base di carne di questi grandi uccelli: petti di cicogna fumè sulla sua ratatouille di verdure e prosciutto di cicogna con melone come antipasti, panzerotti di magro al ragù di cicogna e maccheroni al pettine con stracotto di cicogna come primi, stufato di cicogna al Madera con patate novelle e supreme di cicogna al tartufo nero come secon-

di. Cicogne in pentola, insomma. Segue un numero telefonico per informazioni e prenotazioni al quale naturalmente non risponde nessuno. L’iniziativa, che vorrebbe essere goliardica ma è semplicemente stupida, ha suscitato sconcerto in città. Gli operai del Comune sono stati inviati a staccare i manifesti, ed a loro si sono aggiunti i soci di RacconigiEventi. Quest’ultima associazione, infatti, si è sentita chiamata in causa dal fatto che gli organizzatori si qualificassero come “Pro Loco di Racconigi“. Di qui un comunicato della stessa RacconigiEventi che va a chiarire “di non avere nulla a che fare con l’iniziativa“.

APPUNTAMENTI

QUESTURA

I profughi di Ville Sacchetto dichiarati “richiedenti asilo politico”

Permessi di soggiorno ai somali mese. Insieme alla direttrice della struttura, Marilena Panero, e a una donna somala in veste di traduttrice, i funzionari hanno chiamato uno per volta gli immigrati per farli firmare il documento che li dichiara “richiedenti asilo politico”. Ora che sono in possesso del documento e di un attestato che equivale in parte alla nostra carta d’identità, gli extracoL’ispettore capo della Questura Vizio con i profughi somali munitari potranno uscire da L’Ispettore capo Vizio della Questura di Cu- Racconigi e recarsi in altre località. neo ed il luogotenente Manigrasso martedì poTra i vantaggi di questo “permesso di sogmeriggio si sono recati presso Ville Sacchetto giorno temporaneo” della durata di tre mesi, per consegnare i permessi di soggiorno ai pro- per gli uomini e donne alloggiati nei locali delfughi somali che vi sono ospitati da oltre un l’Agape, c’è quello di poter essere curati da un

medico e fare uno screening per valutare il loro stato di salute. Se però otterranno asilo politico lo stabilirà solo una commissione deputata per tali controlli con sede a Torino. Nei tre mesi a disposizione affinché la burocrazia possa fare il suo corso, gli immigrati somali non potranno però cercare un lavoro. Come si evolverà la permanenza dei 24 ospiti a Racconigi lo stabiliranno i responsabili di Ville Sacchetto nei prossimi giorni. La cosa certa è che, dai loro commenti, Racconigi (e anche Cuneo) non li hanno delusi: «Racconigi è bella e buona e noi stiamo bene con mamma Marilena» dicono. L’ispettore Vizio, congedandosi molto cordialmente da loro, ha invitato tutto il gruppo alla “Festa dei colori del mondo” in programma a Cuneo. Un invito accolto calorosamente da tutti.

Triduo per San Giovanni

SCUOLE

Festeggiamenti per il santo patrono

Venti bocciati Musiche di Bach e di Mozart

La parrocchia di Racconigi festeggia San Giovanni, patrono della città. Fino a giovedì 23 giugno triduo alle ore 8,30 con lodi e Santa messa. Venerdì 24, festa di San Giovanni, alle ore 10 ed alle 20,30 messa e supplica al Santo patrono. Alle 21,30 preghiera con i ragazzi dell’Estate Insieme, seguita dal falò in oratorio.

Cena e danze in piazza Burzio

E musica dal vivo nei bar del centro Per i “Venerdì d’estate” organizzati da RacconigiEventi il 24 giugno cena di San Giovanni, alle ore 19 nell’area pic-nic allestita nei giardini di piazza Burzio (attrezzata e libera). A seguire “Ballando ballando” con il duo liscio Giuly e Riky. A partire dalle ore 20.45, inoltre, musica dal vivo nei bar Centrale di via Levis, Dolomiti di via Morosini e Plaza Cafè di piazza Castello.

Festa del Corpus Domini

Scrutini alle medie

Alle scuole medie si è tornati a bocciare: saranno infatti ben 20 i ragazzi che, al termine degli scrutini, hanno ricevuto la cattiva notizia di dover ripetere l’anno. Di questi 5 sono stati fermati in prima (3 nella sezione B ed uno ciascuno nel corso C e D), 7 dovranno ripetere la classe seconda (3 nella sezione A, 2 nella C e uno nella B e nella D) e otto non sono stati ammessi all’esame di terza media (3 nella sezione A e C, uno nella B e nella D). Gli studenti delle classi terze, intanto, stanno sostenendo gli esami: la settimana scorsa sono state effettuate le prove scritte ed attualmente sono in fase conclusiva i colloqui orali, che si concluderanno sabato 25 giugno.

CONCERTO

Con il Coro Valdese di Torino e l’Ensemble MusicAstratta

nerdì sera si è proposta non come protagonista di un concerto, ma come organizzatrice. La serata, offerta ai racconigesi nella chiesa di San Giovanni Battista, verteva su musiche di Bach e Mozart, eseguite dal Coro Valdese di Torino, dall’Ensemble MusicAstratta e dagli allievi dell’Istituto Musicale Arcangelo Corelli di Pinerolo e del Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino, con l’apporto del soprano Petronela Tudosa, del contralto Silvia Richiardone, dei tenori MaUn momento del concerto organizzato dalle Verne nu Buzzanca e Ivo Giusiano e del basso Mario Sbardellotto. La Corale Polifonica Le Verne-Giuseppe Mi- A dirigere il tutto era stato chiamato un veclano, come ha sottolineato la presidente Ma- chio amico della corale racconigese, il maeria Vittoria Peirano introducendo l’evento, ve- stro Walter Gatti

Un nuovo percorso per la Processione Processione solenne al termine della messa delle ore 10, domenica 26 giugno in occasione del Corpus Domini. Data la concomitanza con il mercatino del Trovarobe, la processione non potrà effettuare il suo percorso tradizionale ma, partendo dalla chiesa di San Giovanni Battista, transiterà per via Cesare Billia e via Santa Maria per raggiungere la chiesa di Santa Maria dove avrà luogo l’adorazione e la benedizione eucaristica. Il parroco invita le famiglie che abitano lungo il tracciato ad addobbare le finestre ed i balconi con fiori, vasi, lumini e ornamenti, come vuole la tradizione. A partire da domenica 26 giugno, e fino al 28 agosto, sarà sospesa la messa delle ore 11,15 in San Giovanni.

Giornata per le Terze medie al Centro Giovani

Giallo al castello

E antichi giochi nel parco Anche nella mattina di domenica 26 giugno il castello riproporrà l’attività “Giallo al castello”, dedicata ai bambini e alle loro famiglie. Nel pomeriggio, nel parco presso la dacia russa (ore 14,30-18), “Giocavamo così”, per riscoprire gli antichi giochi da cortile.

Com’è abitudine ormai da qualche anno, l’ultimo giorno di scuola il Centro Giovani ex-Gil ha aperto le porte ai ragazzi delle Terze medie racconigesi.Venerdì 10 giugno è stata una giornata dedicata esclu-

sivamente a loro, nella quale gli operatori hanno spiegato ai futuri fruitori dello spazio (in quanto alla struttura si accede dalla Terza media in poi) che cosa sia e cosa si faccia al Centro Giovani.


racconigi

BANDA

Un concerto dedicato al trombettista Mario Lavacca

Con la musica nel sangue Mario Lavacca festeggiato sul palco

È iniziato con “La bandiera dei tre colori” e “Le campane di San Giusto” il concerto della Banda Musicale, giovedì scorso in piazza degli Uomini. Si è concluso, dopo due ore di note argentine, con “Va Pensiero” ed una scatenata “Festa tropicale”. In mezzo tante marce e colonne di film famosi, ma anche “Azzurro” di Celentano, “Gli occhi miei” di Dino e “L’amore è una cosa meravigliosa”. Un concerto ormai tradizionale quello che la Banda offre ai racconigesi nel mese

VENERDÌ D’ESTATE

di giugno, ma quest’anno con qualche cosa in più. Infatti è stata l’occasione per salutare un amico che, arrivato all’età di 83 anni, ha deciso “di attaccare la tromba al chiodo”, e per presentare le nuove leve dei giovanissimi. Ecco allora salire sul palco insieme ai musicisti il trombettista Mario Lavacca per ricevere ancora una volta gli applausi del pubblico. E con gli applausi i doni e l’affetto dei suoi colleghi di note, in prima persona da Edoardo Perottino, il più giovane, e Giovanni Gai, che senza di lui diventa ora il più anziano. Quando gli chiediamo come abbia incominciato a suonare, Mario neppure riesce a ricordarselo perché, ci dice, “la musica ce l’ho nel sangue”. Lui che viene da una famiglia di musicisti, con uno zio ed un cognato che facevano parte della banda di Mussolini. Il suo primo strumento? «Il tricorno soprano, a dodici anni. Nella banda musicale di Foggia, il mio paese». E poi la tromba? «Sì, la tromba. In orche-

stre, nelle riviste e nell’avanspettacolo. Ma ho anche suonato alla Fenice di Venezia ed all’Auditorium Rai di Torino. Ho suonato di tutto, ma quelle che mi piacevano di più erano le opere…». Il brano cui è più affezionato? «La quinta Sinfonia di Beethoven».

Gabriella Giovine con le nuove leve della banda

Michele Eandi semifinalista del Gran Palio delle Regioni

Bimbomaggio sotto le stelle Nonostante il pomeriggio piovoso e le nuvole nere che stazionavano sulla città, la manifestazione in piazza Uomini ha attirato un buon pubblico. Tanti anche i bambini ed i ragazzi del coro: circa novanta. Accanto alle canzoni, non sono mancati i tradizionali balletti, anche questi replicati dal Bimbomaggio maggiore. Il presidente di RacconigiEventi, Enrico Inverso, ringrazia a titolo personale e di tutto il direttivo

il Circolo l’Aquilone per la collaborazione offerta nella realizzazione della serata: «Grazie al presidente del Circolo Rosaria Bulzis ed a tutto il suo staff per questo “magico appuntamento” che ha visto protagonisti i nostri bambini nel più bel salotto della nostra città – afferma –. E grazie a tutti i genitori che, a fine serata, hanno offerto il loro contributo raccogliendo le 500 sedie. Un bell’esempio per tutti!»

Michele Eandi festeggiato venerdì scorso in piazza degli Uomini Anche quest’anno Bimbomaggio ha avuto un bis in piazza Uomini. Ma a differenza del giugno scorso, quando il successo di Giulia Cornaglia nella manifestazione principale era stato riconfermato dalla piazza, questa volta si sono registrati due vincitori diversi. Ad imporsi nella serata di venerdì scorso è infatti stato Michele Ean-

ASSEMBLEA

di, che ha cantato la canzone dello Zecchino d’Oro “Un topino, un gatto… e un grande papà”. Sarà lui che domenica 3 luglio parteciperà a Chieri alla finale regionale del Gran Palio delle Regioni. Dal concorso di Chieri uscirà infatti il nome del concorrente piemontese alla kermesse nazionale in programma a Milano.

giovedì 23 giugno 2011

LUTTO

23

Tanta gente lunedì ai funerali

È morto Giovanni Panero per 40 anni segretario Avis Ha lasciato i suoi cari all’età di 75 anni Giovanni Panero. Sergio Bellonio così lo ha ricordato lunedì durante la funzione funebre in San Giovanni: “Signore, Tu che disponi il tempo del nascere e del morire, hai accolto Giovanni tra le Tue braccia amorose di Padre. Noi ti ringraziamo per tutto il bene che ha seminato nella sua vita, nella sua famiglia come marito e padre presente e disponibile, nel suo lavoro a contatto con la sofferenza, nelle associazioni di volontariato in cui ha speso tante energie e nella Parrocchia dove ha fatto tanto bene mettendo a disposizione di tutti le sue capacità.Ti ringraziamo soprattutto perché con il suo esempio ci ha indicato un modo di vivere concretamente il Vangelo. La sua partecipazione assidua al coro, il suo modo gentile di accostarsi agli altri, la sua disponibilità sono le tracce del suo passaggio nella vita della nostra comunità. Fa che ognuno di noi faccia tesoro di questo esempio di vita semplice e generosa e accoglilo nel tuo coro celeste, dove avrà il suo posto, come lo aveva qui nel coro della nostra Parrocchia...” La malattia ha portato via Giovanni in pochi mesi. Già infermiere del Neuro, era sposato con Lucia Bosio con la quale, oltre alla famiglia condivideva molte iniziative di volontariato. Dal loro matrimonio sono nati tre figli: Daniela, Silvia e Enrico. Negli ultimi anni era diventato anche nonno e bis-nonno e sovente lo si incontrava nel centro storico in bicicletta con un nipotino nel seggiolino. Era un uomo colto, ma aveva mantenuto una grande semplicità. Per 40 anni era stato segretario della sezione locale Avis. «Sempre presente, attento e disponibile, con la battuta pronta per sdrammatizzare situazioni a volte difficili, ha sa-

Giovanni Panero aveva 75 anni puto farsi voler bene da giovani, adulti e meno giovani – lo ha ricordato il presidente dell’Avis Teresio Vaschetto –. In questi ultimi mesi arrivare in Sezione e non vederlo dietro la scrivania ci dava un senso di vuoto…. Non mancava mai, è venuto fino all’ultimo, senza mai lamentarsi. E quando non ce la faceva più si è ritirato in silenzio ma ha continuato a seguire le attività dell’AVIS». Collaborava nei vari progetti della Comunità e la sua bella voce l’aveva messa a disposizione dei cori della parrocchia. Per anni aveva lavorato come dirigente ed allenatore nella società di calcio cittadina. Era uno dei volontari che contribuivano al funzionamento della Biblioteca civica. In tanti hanno voluto stringersi intorno ai familiari nel suo ultimo viaggio. Gli avisini della provincia di Cuneo erano presenti con i labari. Il parroco don Aldo nell’omelia ha ringraziato Giovanni per la sua opera prestata negli anni al servizio della Comunità parrocchiale. Le offerte raccolte in suo ricordo sono state devolute alla parrocchia ed all’Avis di Racconigi. Ai familiari nel dolore le condoglianze della redazione de “Il Saviglianese”.

Vivono nel ricordo DOMENICA PAGLIUZZI

Il coro del Bimbomaggio era composto da quasi cento bambini e ragazzi

Rinnovato (e snellito) il Consiglio di Amministrazione

Terre dei Savoia: esempio di sinergia gionamento dei fondi ci consentono una relativa serenità per lo sviluppo dei programmi approvati» ha spiegato il presidente Quaglia. Ai sindaci Al tavolo dei relatori Pecchini, il presidente Quaglia, Evelina Christillin e Davico ed agli amminiCura dimagrante per il Consiglio di Ammi- stratori intervenuti numerosi all’incontro, il dinistrazione dell’Ass. Le Terre dei Savoia. Sono rettore Pecchini ha riferito che Le Terre dei Sastati confermati, con il presidente onorario Eve- voia intendono sostenere la volontà e le linee lina Christillin, Giovanni Quaglia (presidente), d’attività pienamente sinergiche emerse tra i Sergio Soave (vice) ed in veste di consiglieri il di- Comuni associati. Come esempio di queste sirettore dei Beni Culturali del Piemonte Mario nergie è stata portata la collaborazione tra i Turetta, il sottosegretario agli Interni Micheli- Comuni di Racconigi, Savigliano, Saluzzo e Mano Davico e il sindaco di Racconigi Adriano To- rene per il cyclo-territorio. sello. Umberto Pecchini, già amministratore deUmberto Pecchini ha elencato le attività legato, è stato nominato direttore generale. strategiche ed i finanziamenti Alcotra di Slow Non fanno più parte del Consiglio Antonio Mi- Tourisme insistendo sulla necessità di una svolglio, Paolo Odello e Chiara Toselli. ta a favore degli investimenti nell’economia e Nell’assemblea dell’Associazione di sabato nel turismo. 18 giugno sono stati approvati il rendiconto Evelina Christillin ha citato, tra i progetti che economico ed il calendario delle attività dei hanno riscosso maggiore successo, la “Cantoprossimi dodici mesi. «Pur in un quadro eco- regi che ha fatto parte del Teatro Stabile con nomico e sociale che continua a preoccupare, opere culturali importanti”. La Christillin ha le risorse affidateci e la politica nell’approvvi- inoltre invitato l’associazione a considerare

“l’Expo 2005 un treno da non perdere”. I relatori si sono soffermati anche sui tagli: la convenzione tra Ministero, Regione e Terre dei Savoia, infatti, ha ridotto i fondi destinati a quest’ultima di circa il 50%. «Occorre alimentare nuove forme di ricavi – è stato sottolineato – e fare in modo che i proventi delle attività di valorizzazione rimangano nella disponibilità d’impiego sul territorio e non finiscano nelle tasche dei privati o in quelle delle tesorerie ministeriali» (“Alla faccia del Federalismo” ha fatto notare Quaglia, rivolto a Davico). Di eguale avviso il referente del castello di Racconigi, Renato Balestrino: «Abbiamo avuto 180 mila visitatori lo scorso anno, 130 mila a metà giugno, ma se i proventi dei biglietti continuano ad andare a Roma, come si può valorizzare le nostre realtà? Chiedo a chi di competenza di creare dei tavoli di lavoro». In cantiere alcune novità per una migliore comunicazione da parte dei Comuni per incontrare le esigenze del turista, azioni operative che verranno varate nel prossimo semestre. Sarà creata una piattaforma promocommerciale suddivisa in quattro club di prodotto, i quali avranno lo scopo di valorizzare le attività ricettive e produttive e i servizi delle Terre dei Savoia. Beatrice Becchis

È tornata a Dio Domenica Pagliuzzi vedova Clerici. Ne danno il triste annuncio i cugini Paruccia, Clerici e Tesio e parenti tutti. I funerali sono stati celebrati nella mattina di venerdì 17 giugno nella chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista. ORLANDO PAPA Ha lasciato i suoi cari all’età di 80 anni Orlando Papa, vice-brigadiere in congedo. Ne danno il triste annuncio i figli Massimiliano, Giuseppe ed Alessandro con le rispettive famiglie, Antonella con i figli, cugini e parenti tutti. I funerali sono stati celebrati nel pomeriggio di lunedì 20 giugno nella chiesa di San Giovanni Battista. Le offerte raccolte in sua memoria sono state devolute in opere di bene. Alle famiglie nel dolore le condoglianze della redazione de “Il Saviglianese”.

Auguri Zitto zitto, quatto quatto, anche quest’anno è arrivato. E che traguardo! Pensavi di passarla liscia… invece no! Abbiamo fatto finta di niente, ma nessuno di noi può scordare il compleanno di una persona super come te, FINA. Un universo di auguri per i tuoi… vent’anni per tre meno uno. da Tiziana, Marisa, Giorgia e famiglie.


24

spettacoli

giovedì 23 giugno 2011

AL CINEMA SAVIGLIANO AURORA Via Ghione, 10 -Tel. 0172/71.29.57 La donna che canta merc. 22 e giov. 23 (21.15) - “Nuova rassegna”. Sala impegnata: sab. 25. The tree of life ven. 24 e mart. 28 (21.15), dom. 26 (18.30-21.15). Chiuso per riposo: lun. 27. Il grinta merc. 29 e giov. 30 (21.15) - “Nuova rassegna”. CINECITTÁ Via Torino, 252 - Tel. 0172/72.63.24 (informazioni e prenotazioni) Da ven. 24 a merc. 29 SALA 1: L’ultimo dei templari (Fer.: 20.30-22.30; dom.: 16.30-18.3020.30-22.30). SALA 2: Cars 2 (Fer.: 20.30-22.30; dom.: 16.3018.30-20.30-22.30). SALA 3: I guardiani del destino (Fer.: 20.30-22.30; dom.: 16.30-18.3020.30-22.30). SALA 4: Cars 2 - 3D (Fer.: 20.30-22.30; dom.: 16.30-18.30-20.30-22.30). SALA 5: London Boulevard (Fer.: 20.30-22.30; dom.: 16.30-18.30-20.30-22.30). Giov. 30: giorno di riposo settimanale.

BRA IMPERO Via V. Emanuele - Tel. 0172/41.23.17 - www.cinemaimperobra.it SALA GRANDE: L’ultimo dei templari da giov. 23 a lun. 27 (Fer.: 20.2022.30; dom.: 16.20-18.20-20.20-22.30). SALA MAX: I guardiani del destino da giov. 23 a lun. 27 (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16.20-18.20-20.20-22.30). SALA MIGNON: London Boulevard da giov. 23 a lun. 27 (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16.2018.20-20.20-22.30). Mart. 28: chiuso per riposo. VITTORIA Via Cavour - Tel. 0172/41.27.71 SALA METROPOLIS: Cars 2 - 3D merc. 22 e giov. 23 (20.15-22.30). SALA MILLENNIUM: Libera uscita merc. 22 e giov. 23 (20.15-22.30).

CENTALLO NUOVO LUX Via Roata Chiusani, 1 - Tel. 0171/211726 CHIUSURA ESTIVA

CHERASCO GALATERI - Via Cavour, 37 - Tel. 0172/489205 CHIUSURA ESTIVA

SALUZZO CIVICO - Tel. 0175/43756 CHIUSO PER LAVORI ITALIA Tel. 0175/42223 Cars 2 merc. 22, ven. 24, sab. 25, lun. 27 e mart. 28 (20-22.15), dom. 26 (1618.05-20.10-22.20). I guardiani del destino merc. 22 (20-22.15). L’ultimo dei templari ven. 24, sab. 25, lun. 27 e mart. 28 (20-22.20), dom. 26 (16-18-2022.20). Libera uscita merc. 22 (20-22.15). The tree of life ven. 24, sab. 25 e lun. 27 (21.15), dom. 26 (16-18.30-21.15). L’altra verità mart. 28 (21.15) - “Cineclub”. L’ultimo dei templari merc. 22 (20-22.15). I guardiani del destino ven. 24, sab. 25 e lun. 27 (20), dom. 26 (16-18-20). Libera uscita ven. 24, sab. 25 e lun. 27 (22.15), dom. 26 (22.20). The tree of life mart. 28 (21.15). Da merc. 29: Transformers 3. Giov. 23: chiuso per riposo.

RACCONIGI CINEMA S. GIOVANNI - Via Cesare Billia, 10 CHIUSO - Le proiezioni riprenderanno nel mese di ottobre

Musica nei luoghi sacri SAVIGLIANO. Approda in città la prestigiosa rassegna “Musica nei luoghi dello Spirito” organizzata dall’Accademia Maghini di Torino in collaborazione con il civico istituto musicale G.B. Fergusio. In questa sesta edizione sono previsti 10 appuntamenti in diverse località. La manifestazione intende valorizzare i monumenti destinati al culto religioso attraverso concerti nel loro interno di opere musicali ispirate ai più alti valori spirituali: così, martedì 28 giugno, presso l’Arciconfraternita dell’Assunta, alle ore 21, il gruppo “Accademia degli Imperfetti” presenterà “Cantate Domino in Cymbalis” – Il teatro dei sacri affetti nella musica del ‘600 italiano. Il prestigioso ensemble è formato da Elisa Franzetti (soprano), Marinella Di Fazio (tiorba) e Maurizio Less (viola da gamba). La serata vuole evidenziare gli “affetti” della poetica barocca, cioè le emozioni ed i sentimenti dell’animo umano, ed i protagonisti saranno alcune figure femminili: la Vergine, la Maddalena, quindi pagine di grande commozione, di dolore, ma anche di esultanza e giubilo. Fra gli altri, musiche di Monteverdi, Frescobaldi e Merula. Ingresso libero.

MUSICA

ARTE

Al Pelledoca la mostra di quattro fotografi

Venti scatti sulla città

Uno dei suggestivi scatti che si potranno ammirare

SAVIGLIANO. La città come non si era mai vista. Da venerdì 24 giugno, e per tutta l’estate, Savigliano sarà infatti “esposta” al Pelledoca, in una raccolta di venti scatti già presentati in occasione della scorsa edizione di QuintEssenza ed eseguiti dal fotografo Alex Astegiano, insieme a Giangi Orio, Piero Bertoglio e Massimiliano Perlo. «La mostra – hanno detto – accompagna il visitatore in un racconto che si snoda in un percorso dove volti, colori, paesaggi e luci, pervasi da una magica atmosfera, segnano l’identità

della nostra città». Che, evidentemente, è stata rappresentata al meglio, grazie all’uso di una particolare tecnica fotografica, fondata sulla natura fisica della luce. Non semplici istantanee, dunque, ma vere e proprie interpretazioni della realtà, ottenute attraverso l’azione combinata dell’obiettivo e della pellicola, capace di simulare la reazione occhio-cervello. «Controllando le fonti di luce in modo pressoché totale – ha spiegato Orio – abbiamo cercato di catturare ogni minimo dettaglio dei paesaggi

Al Nuvolari Modena, Poggipollini, Perturbazione e il metal

Dal folk al rock ai “suoni estremi”

BORGO S. DALMAZZO CINELANDIA: Tel. 0171/26.52.13 - Prenotazione posti al n. 199.151.645 o sul sito www.cinelandia.it Merc. 22 e giov. 23 6 giorni sulla Terra (20.10-22.30). Cars 2 (20-21-22.35). Cars 2 - 3D (20.10-22.40). I guardiani del destino (20.15-22.40). L’ultimo dei templari (20.10-22.45). Libera uscita (20.20-22.40). Priest - 3D (20.3022.40). Una notte da leoni 2 (20.20-22.40). X Men - L’inizio (20-22.45).

FOSSANO I PORTICI - Via Roma, 74 - Tel. 0172/833381 SALA VISCONTI: Cars 2 ven. 24 e sab. 25 (20-22.15), dom. 26 (16.15-18.3020.45), da lun. 27 a merc. 29 (20.30). SALA FELLINI: L’ultimo dei templari ven. 24 e sab. 25 (20.30-22.30), dom. 26 (16.30-18.30-21), da lun. 27 a merc. 29 (21). SALA DE SICA: Libera uscita ven. 24 e sab. 25 (20.30-22.30), dom. 26 (16.15-18.30-21), da lun. 27 a merc. 29 (21). Giov. 30: chiuso per riposo.

I Perturbazione vengono da Rivoli. Il primo disco è del 1998

NELLE FOTO: CARS 2

MUSICA

CUNEO. Il fine settimana al Nuvolari Libera Tribù parte con il botto: giovedì 23 giugno arrivano i Modena City Ramblers, il gruppo folk modenese che presenta l’ultimo disco più i grandi

A “Zenzero”

classici di un gruppo che vanta ormai vent’anni di storia. Ingresso 15 euro (in prevendita 11,50 euro + diritti). Apre la serata la Kachupa Folk Band. Altro grande nome venerdì

MUSICA

Il “Fergusio” in val Chisone

SAVIGLIANO. Mercoledì 22 giugno presenta il suo primo album ai microfoni di Andrea Caponnetto nel salotto di “Zenzero”, varietà comico-musicale di TRS radio (frequenza 104.800, www.trsradio.it). È Riccardo Polidoro, fresco vincitore del Festival show, pronto per la sua prima esperienza discografica con un album intenso, romantico, con ballate rivolte al pubblico dei giorni nostri, ai ragazzi di Facebook ed ai social networks. “Ladro di sorrisi” costa 9,90 euro, contiene 12 brani inediti. È un’opera ragionata, che risente di influssi pop sul filone di Tiziano Ferro e Paolo Mene-

SAVIGLIANO. Domenica 12 giugno il Coro Fergusio dell’omonimo Istituto Musicale si è esibito, all’interno della manifestazione Incontri Corali, nel Tempio Valdese di Pomaretto, amena località della Val Chisone, in provincia di Torino. È stato ospite del coro “Turba concinens” di Pinerolo, diretto da Riccardo Bertalmio, che era stato a sua volta ospite dei saviglianesi nel 2009 a palazzo Taffini. Entrambi i cori hanno presentato brani sacri e profani, dal Rinascimento al ‘900, con grande apprezzamento del numeroso pubblico presente.

Riccardo Polidoro sarà intervistato da Andrea Caponnetto

apre le porte ai fans del giovane artista (via Sant’Andrea n. 20: prenotazione sulla pagina Facebook di “Lo Zenzero”). Riccardo ha già un buon seguito sul web e migliaia di visualizzazioni sui suoi canali Youtube. L’album è prodotto e scritto con Max Titi. Il primo singolo dell’album è “I love to be ”.

Federico Poggipollini

24 giugno: arriva Fede Poggipollini, chitarrista che ha suonato con i Litfiba e Ligabue, ma che ha inciso anche album da solista. Prima di lui, i Ready to Rock. Sabato 25 giugno tocca ai

Perturbazione, i sei musicisti di Rivoli che si sono affermati nel mondo della canzone d’autore italiana con una linea indipendente. Aprono la serata i cuneesi Minus Four. Domenica 26 giugno sarà invece proiettato il film del laboratorio estivo di film d’animazione che si è tenuto per i bambini al parco della Gioventù. Dopo la chiusura del lunedì, martedì 28 giugno tocca al gruppo rock degli Esterina (ex Apeiron). Prima sul palco, gli Airportman. Mercoledì 29 giugno, invece, la serata è dedicata ai suoni “più estremi”: è la Wedge Loud Night, con i gruppi Ape Unit, Lacrima Obscura e 5 Star Grave.

Tempio valdese

Polidoro su Trs radio

guzzi, ma comprende anche passaggi parlati, mutuati dal rap. C’è qualcosa in Polidoro che ricorda Cristiano De Andrè, l’enfasi poetica non sembra mai fare a pugni con una certa solida realtà che le nuove leve mostrano di aver bene afferrato, compreso e fatto coraggiosamente loro. “Zenzero” per l’occasione

immortalati». A dir poco sorprendenti, per forza espressiva e senso della composizione. Dalla Crosà Neira a piazza Nizza, dalla chiesa di S. Andrea a quella di S. Pietro, si trasmette infatti il senso viscerale dell’appartenenza e della meraviglia, grazie ad un linguaggio descrittivo, un po’ intimista, in cui è possibile riconoscersi ed immedesimarsi. «Il percorso espositivo è senza dubbio innovativo – ha poi affermato Astegiano – e rompe il canonico rapporto frontale con l’osservatore, che non solo arriva a percepire i rumori e gli odori dei luoghi rappresentati, ma diventa egli stesso protagonista, mescolandosi alla bellezza del racconto fotografico e del mondo da noi incontrato». I quattro hanno, infine, rivolto un particolare ringraziamento all’Ente Manifestazioni Savigliano ed al suo presidente Martino Grindatto, «senza il quale tutto ciò non sarebbe stato possibile». Per approfondire ed avere maggiori informazioni, è possibile visitare il sito: www.photodoc.it. Valentina Barbuto

Il coro Fergusio diretto dal maestro Rinaldo Tallone

Per concludere, grande emozione ha suscitato l’esecuzione a cori riuniti, guidati dal direttore dell’ensemble saviglianese Rinaldo Tallone, dell’Agnus Dei di Francesco Cavalli per doppio coro ad 8 voci: splendido esempio di luminosa ed elaborata polifonia barocca veneziana.

COMUNICAZIONE AI LETTORI Per motivi di spazio, questa settimana la rubrica “Dove Andare” viene pubblicata nelle pagine dedicate alle “Rubriche”.


rubriche

giovedì 23 giugno 2011

25

Fiori d’arancio

S.O.S. Alcol Rubrica mensile a cura delle ACAT

Simona e l’alcol Il 7 febbraio 2010 era una domenica. «Chi era diventata Simona?»: me lo domandavo da tempo, ma poi cosa facevo? Facevo finta di niente ed andavo avanti; ogni giorno per me era normale, ma, consapevole che non lo fosse, lavoravo come attualmente faccio, mi prendevo cura della piccola Giulia, come attualmente faccio, insomma… in poche parole le mie giornate scorrevano come quelle di una qualsiasi donna con mille cose da fare, una donna separata, anche un po’ sola. In fondo non sempre sola… c’erano quei buchi colmati da amici, ma sbagliati. Con loro era un gran piacere riempire alcune serate, scambiando quattro parole davanti ad un bicchiere di birra o forse di vino. Quelle serate diventavano lunghe e piacevoli ed una birra non bastava a riempire tutte quelle ore. Ci si guardava da amici, solo scambiandoci lo sguardo, ci si capiva e se ne ordinava un’altra. Quanta allegria, quanta spensieratezza, non si pensava più a nulla, almeno così sembrava. Era quasi ora di tornare a casa, si prendeva l’auto, quasi convinta di essere in grado di mettermi alla guida, e ci riuscivo, eccome, con difficoltà, ma ci riuscivo, mi sentivo totalmente forte da po-

tercela fare… Apro la porta di casa, la piccola Giulia molto sovente è dalla zia, per lei quasi come una seconda mamma; entro in casa, una casa vuota, quell’allegria all’improvviso svanisce e subentra dentro di me una totale solitudine. Tutto non ha più rumore, neanche la televisione che rimane accesa, c’è solo la grande voglia di appoggiare la testa sul cuscino e di dormire all’infinito. Ma il mattino ti arriva presto a svegliare e quel nuovo giorno diventa un nuovo giorno “normale”, lavoro, casa e famiglia. La giornata è di nuovo finita, Giulia è a casa dei nonni, cosa fare? Il pensiero di tornare a casa e di non sentire alcun rumore m’incomincia giorno dopo giorno a mettere sempre più paura. Mi metto alla guida terminato il lavoro, mi serve qualche spesa, entro al supermercato e, ma sì, quasi quasi infilo nel cesto della spesa una confezione di birra.Torno a casa, è quasi ora di cena, ma non ho molta fame, è più grande la voglia di prendere dalla borsa quella birra… quella maledetta birra e di aprirla subito, non esito a lungo ed in pochi secondi ne ho subito una in mano aperta, la bevo per riuscire a sentire di nuovo quei rumori che quando mi trovo sola mi spaventano. Come sto be-

ne adesso, io e la mia bottiglia… mi rendo conto che è già finita, ma ne ho ancora una ed un’altra ancora, tanto mi dico che sono sola e posso permettermi di bere perché non corro alcun pericolo, e poi insomma… Sto bene, riesco di nuovo a sentire la televisione accesa od un cd che tanto mi piace ascoltare. Con la compagnia dell’alcol tutto si schiarisce, tutte le paure sembrano scomparse nel giro di poche ore. E così trascorrono i giorni, i miei giorni, trascorrono gli anni, 5 lunghi anni che piano piano diventano più oscuri, sempre più oscuri… fino a quando Simona, improvvisamente, si rende conto di essere caduta in una dipendenza totale… la dipendenza dall’alcol. Mi rendo conto di cosa mi stanno combinando quelle bottiglie di birra, di cui non riesco più a farne a meno, quando non ci sono vado al supermercato a comprarle di corsa, ancora prima del detersivo. Ho paura di essere scoperta, anche se so che la mia famiglia da tempo dubita qualcosa o sta cercando di scoprire qualcosa. Ma quando le bugie diventavano sempre più grandi, e quando venivo scoperta come una qualsiasi alcolista, continuavo a mentire, dicevo che nulla di ciò era vero, che bevevo sì, ma solo qualche

birra ogni tanto… Ora penso tra me e me: «Maledetto alcol, che da quel 7 febbraio del 2010 mi sono buttata alle spalle perché ho toccato il fondo». Grazie, 7 febbraio 2010; grazie mamma e papà che tanto mi avete sostenuta così intensamente in quei terribili giorni e sempre più intensamente oggi. Giorno per giorno stiamo continuando insieme ed insieme stiamo percorrendo il nostro cammino, che sempre più luce ci sta restituendo. La voglia di andare avanti è sempre più grande, le bottiglie di birra non ci sono più, c’è sempre più luce e voglia di vivere, anche nelle piccole cose. Adesso i rumori della casa sono più belli e più intensi, la televisione accesa, tutto è diverso, tutto è luce e non esiste più il buio, non lo ricordo più. Totalmente è immensa la mia voglia di vivere e di andare avanti. Sono entrata di nuovo nel mondo e nella società. Con grande affetto. Simona

Cammina e gusta

I sapori dell’Alevè

2 Cavalli e derivate

Nelle campagne

Sagra dei prodotti tipici

VINADIO. Il forte Albertino ospita, da venerdì 24 a domenica 26, il raduno di Citroen 2 Cavalli e derivate. Possono iscrivesi anche le “due ruote” storiche. Sabato sera, concerto di Nomadi e Lou Seriol. Informazioni allo 0171.384145.

FARIGLIANO. Si svolge domenica 26, a partire dalle 9, la “Camminata del gusto”: passeggiata enogastronomica tra le campagne fariglianesi di dodici chilometri circa, alla scoperta dei sapori tipici. Costo 22 euro (per under 14, ridotto a 12 euro). Informazioni allo 0173.76109.

PONTECHIANALE. Torna domenica 26 la rassegna “I sapori dell’Alevè”. Per tutta la giornata, esposizione e mercatino di prodotti tipici. Ore 9.30 e 14.30: visite guidate al bosco dell’Alevè; nel pomeriggio musica occitana con Lu Truc.

BUSCA. Sarà visitabile da sabato 25 (inaugurazione alle 17), al castello del Roccolo, “A tavola nel Risorgimento” (organizzazione Marcovaldo). In mostra dai gran banchetti ai menu popolari. Aperto fino al 30 ottobre. Orari: sabato e festività infrasettimanali 14.30-19; domenica 10-19. Ingresso 6 euro. Informazioni allo 0171.945900.

Gemelle Nete

Indimenticabili cantanti TRINITÀ. La palazzina del castello ospita da sabato 25 (inaugurazione ore 17) la mostra sulla vita delle Gemelle Nete, le due cantanti Anna e China Costamagna. Aperto fino al 17 luglio. Informazioni allo 0172.66131.

“IsoladiMondo”

Festa multietnica CUNEO. Si tiene sabato 25 e domenica 26, nel centro storico, “IsoladiMondo”, 13ª edizione della festa multietnica, con stand, mostre e spettacoli.

Visite guidate

Al castello MANTA. Il castello ospita, domenica 26, dalle 14 alle 18, le visite guidate “Alla corte di Alessandro e Semiramide”. Si consiglia la prenotazione allo 0175.87822. Ingresso 8 euro (5 euro fino a 12 anni).

Sagra del Salume

Fiera di S. Giovanni PIANFEI. Si tiene, domenica 26, la Fiera di San Giovanni e Sagra del Salume: esposizione di prodotti tipici ed artigianato locale, più gemellaggio culinario con il prosciutto crudo toscano. Durante la giornata, intrattenimento folkloristico e giri in mongolfiera. Informazioni al 366.8719215.

EVENTO

Foto Costanza Bono

Per qualsiasi informazione rivolgersi a: ACAT Savigliano - via Luigi Einaudi n. 4 - tel. 340/2618471; ACAT Fossano - via Roma n. 103 - tel. 0172/635714; ACAT Saluzzo e Valli - piazza Vineis n. 11 - tel. 333/8398208.

Raduno

...nel Risorgimento

Sabato 11 giugno, presso la chiesa di San Giovanni, si sono uniti in Matrimonio ROMINA GIANOGLIO e LUCA ZERBINI dell’agenzia di comunicazione “Uninventiva” di Savigliano. Il giorno delle Nozze si è concluso con un’entusiasmante festa presso il ristorante “L’Arancera” di Racconigi.

da mercoledì 22 giugno 2011 a mercoledì 29 giugno 2011

Dove andare

A tavola...

Foto Jesus Castellano

Ombre degli avi

Itinerario medievale SALUZZO. “Ombre degli avi” è il tema delle visite guidate del ciclo “SaluzzOttocento inedita”, un’iniziativa alla riscoperta del borgo medievale che si sviluppa tra porta Vacca, via palazzo di Città, Casa Cavassa, la Castiglia, le antiche mura e porta Santa Maria. Domenica 26, ore 15; ingresso 5 euro. Informazioni allo 0175.46710.

Sabato 18 giugno, presso la cappella di Frazione S. Martino (Fossano), hanno coronato il loro sogno d’amore ALICE CAVALLO e STEFANO BOSCHETTI. Dopo la cerimonia, tra le storiche mura del ristorante “Castello dei Solaro” di Villanova, i festeggiamenti sono proseguiti, fino alle ore piccole, in allegra compagnia di parenti ed amici. Ai novelli sposi sincere congratulazioni dalla redazione de “Il Saviglianese”.

Auguri Tanti auguri a ZOE GALLO, che sabato 25 giugno soffia sulla sua seconda candelina. Buon compleanno da mamma, papà, nonni e bisnonni!

Sfide tra paesi

Dieci anni di Baroliadi LA MORRA. Si svolgerà sabato 25 giugno, presso il campo sportivo “Tarditi”, la decima edizione delle Baroliadi, la competizione ispirata al mondo del vino che vedrà come protagonisti un centinaio di giocatori dei paesi del Barolo suddivisi in otto squadre. L’evento, organizzato dalla Pro Loco con il sostegno di numerosi partner, avrà luogo la sera (inizio alle ore 21), e coinvolgerà le squadre dei comuni di Barolo, Castiglione Falletto, La Morra, Monforte d’Alba, Novello, Roddino, Serralunga d’Alba e Vergne. La ragione ispiratrice delle Baroliadi risiede, da un lato, nell’intento di valorizzare il territorio, diffondendo tra visitatori e turisti la conoscenza delle ricchezze paesaggistiche, storico-artistiche e vitivinicole che ne sono l’elemento distintivo, e, dall’altro, nella volontà di promuo-

Il Palio che viene assegnato al vincitore

vere lo spirito agonistico e di sana competizione tra i residenti nei paesi del Barolo, in sintonia con lo spirito olimpico. Come di consueto, al termine dei giochi, il vincitore riceverà quale riconoscimento per l’abilità dimostrata il Palio delle Baroliadi, un drappo dipinto che dovrà custodire sino alla prossima edizione.

La foto dei ricordi ANNO 1934 – La famiglia Lamberti di Savigliano… ma la mamma non c’è più…


rubriche

giovedì 23 giugno 2011

Segnalibro di Luciano BONA OSCURE VERITÀ NELLA “CASA DEI CORPI…” Ruth Galloway è un’archeologa forense, un’esperta di datazione di ossa antiche. Il suo contributo è richiesto a Norwich, in Inghilterra, presso il sito di un’antica villa romana di cui si stanno riportando alla luce i resti e nell’antica dimora sono stati ritrovati i resti ossei di un giovane corpo. Alla prima occhiata, quello che colpisce Ruth è la grande somiglianza del corpo con un altro da lei da poco analizzato e ritrovato durante la demolizione di un vecchio orfanotrofio vittoriano nella parte vecchia della città. Può esserci un legame fra i due ritrovamenti? Da quanto tempo? Solo Ruth può dare una risposta a queste domande, e chiede aiuto all’unica persona di cui si fida:

S.O.S. animali

Harry Nelson, ispettore della Omicidi e sua vecchia conoscenza. L’interrogatorio serrato cui Nelson sottopone il vecchio direttore dell’orfanotrofio, un sacerdote cattolico, porta alla luce un’inquietante verità: quarant’anni prima, dalle fredde stanze dell’istituto, sono spariti due bambini e l’increscioso episodio è stato ben insabbiato per non ledere il buon nome del centro... Ruth inizia ad indagare in questa direzione: ben presto, però, scopre che più si avvicina alla verità più qualcuno nascosto nell’ombra cerca di sviarla, allontanarla da quello che sembra essere un segreto custodito per tanto, troppo, tempo... Un romanzo intrigante, fitto di misteri e verità oscure.

Si REGALANO gattini ad amanti animali. Gli interessati sono pregati di contattare il numero 335/7714323 dopo le ore 13. Grazie alla segnalazione di alcuni cittadini, domenica mattina, è stato catturato, con la collaborazione della Tabaccheria Gentile e dello Studio veterinario Savigliano, un gatto che, chissà come, era finito chiuso all’in-

Griffiths Elly - LA CASA DEI CORPI SEPOLTI - Garzanti Editore - 320 pagine - 18,60 euro

Lotto sistemi

Massimi Ritardi

22 22 22 22 22 22 22 22

19 22 7 80 19 4 8 8 19 8 25

30 90 7 25 30 25 19 7

8 25 30

90 80 4 90

QUOTE A

T

0,50

0,50

Q

TOT 1,00

0,50

0,50

1,00

0,50

0,50

1,00

0,50

0,50

1,50

0,40

0,10

2,00

1,50

0,40

0,10

2,00

1,50

0,40

0,10

2,00

1,50

0,40

0,10

2,00

1,00

TOTALE 12,00

a cura di NEL da giovedì 23 a mercoledì 29 giugno 2011

ARIETE 21 Marzo - 20 Aprile Con il lavoro ve la cavate a meraviglia, sono le finanze a preoccuparvi. Anche in amore si annuncia un momento di crisi: dubitate del partner perché siete i primi a voler evadere dalla solita routine. Acqua in bocca su una confidenza che richiede molta discrezione.

TORO 21 Aprile - 20 Maggio Gli amici si fanno in quattro per voi, regalandovi appoggi pratici ed utili consigli.Voi, nel frattempo, avete una gran voglia di cambiamento. Colpi di scena positivi per la carriera, ma non in amore. Salute: in genere non vi negate i piaceri del cibo, ma sarebbe meglio non eccedere!

O

LEONE 23 Luglio - 23 Agosto Grandi trasformazioni impegnano la vostra mente, cercate soluzioni nuove a problemi di carriera e di cuore: volete sicurezza ed un cambiamento di carica. Nuovi contatti vi stimolano. Piacevoli occasioni di svago con gli amici: attenzione, però, a non esagerare!

VERGINE 24 Agosto - 22 Settembre Familiari e parenti reclamano la vostra attenzione: si festeggiano eventi e si chiariscono malintesi. Attenzione sul lavoro: cozzate contro un capo che minaccia di intralciarvi la carriera. La necessità di risparmiare non preclude un breve viaggio: ne avete bisogno!

GEMELLI 21 Maggio - 21 Giugno

BILANCIA 23 Settembre - 22 Ottobre Se l’amore è la vostra priorità, questa settimana vi delude, le redini le tiene il partner e voi vi sentite fuori gioco. Noie in famiglia per via di situazioni mai chiarite: datevi una mossa! Le finanze reclamano una revisione: è il momento per effettuare nuovi investimenti.

L’amore rimette in discussione le vostre scelte; non idealizzate il partner con il rischio di innamorarvi di un sogno. Per quanto riguarda il lavoro, avrete la possibilità di ottenere gratificazioni, piccoli o più significativi successi, con un netto aumento della voglia di fare.

28-34-54-60-71-73-79 23-42-43-47-61-64-68 29-39-45-69-76-79 7-20-30-63-83-89 40-53-59-66-78-85-88 4-9-11-47-48-77-80 40-44-52-62-86-88 36-53-57-78-80-83 24-33-42-50-60-71 25-27-31-51-87-88 15-18-21-23-27-31 3-8-12-20-25-46-74-81 1-5-19-52-72-75-90

SCORPIONE 23 Ottobre - 22 Novembre Avete la situazione in pugno ed anche se vi costa fatica andate avanti con determinazione. Bene l’amore, senza gelosia ancora meglio. Particolare cura andrà posta nelle relazioni professionali, dato che qualcuno potrà opporsi alle vostre idee non apprezzate come vorreste.

La foto curiosa

1/14 di quota L 5,00 con numero SuperStar

ROSCOPO

Periodo conflittuale, ma molto produttivo: da una parte i vostri sogni, dall’altra problemi da affrontare con successo. Per le questioni pratiche non siete tagliati: fate un po’ di confusione, ma c’é chi ci pensa per voi. Cogliete al volo un’occasione: cambiando ruolo sarete più motivati.

CANCRO 22 Giugno - 22 Luglio

REGALANSI, solo ad amanti animali, gattini di vari colori. Tel. 0172/31250 – 349/6290855.

Superenalotto

Sistema sul numero 22 ritardatario sulla ruota Nazionale

4 90 80

terno del cortile dietro la Torre Civica. La povera bestiola è sopravvissuta come minimo una settimana senza cibo, bevendo acqua piovana. Chi l’avesse smarrita o intendesse adottarla, può chiamare lo 0172/710223.

Su “Il Saviglianese” si possono trovare notizie che interessano un po’ tutti... anche Lia ed Alex... (Foto scattata da Matilde)

Avete delle foto curiose? Portatecele in redazione (piazza Santarosa n. 21) o inviatecele via e-mail a redazione@ilsaviglianese.com

SAGITTARIO 23 Novembre - 21 Dicembre Attenti alle relazioni con collaboratori e colleghi: le parole dovranno in qualche occasione rimanere misurate. Per l’amore, invece, è proprio un momento magico... l’atmosfera si fa sempre più romantica! Salute: chi accusa acciacchi, godrà di un significativo recupero.

CAPRICORNO 22 Dicembre - 20 Gennaio Un’incomprensione con un amico vi mette di malumore, perdete la voglia di folleggiare con il gruppo. Amore: se siete single accontentatevi di un’amicizia amorosa; gli accoppiati sono a rischio baruffa. Nella professione siete super affidabili: raramente vi farete trovare impreparati!

ACQUARIO 21 Gennaio - 19 Febbraio Conflitto tra carriera e famiglia, per arrivare in alto trascurate gli affetti, ma il partner rimette in discussione le vostre scelte. Per quanto riguarda la salute non siete al meglio: molti di voi potranno non sentirsi al top della forma! Attenti anche all’umore: non fatelo scendere troppo in basso.

PESCI 20 Febbraio - 20 Marzo Tra sogno e realtà la frattura si approfondisce, tutto cambia troppo in fretta per mantenervi in equilibrio. Anche se sembrate aver cambiato un po’ carattere, è tutta un’illusione: l’irrequietezza preme e la voglia di avventura vince. Partner e famiglia criticano i vostri atteggiamenti.

Riflessioni della scacchiera Via Chianoc, 6 - Savigliano Aperto ogni giovedì dalle ore 21 Per informazioni: 340/9099455 L’altra mattina, i miei due cani sono scappati forzando la rete di recinzione del giardino dove sono ospitati. Attirati dagli odori e dalle tentazioni di un’estate alle porte, hanno abbandonato un luogo sicuro ed accogliente pieno di cibo, di coccole e di erbetta morbida su cui correre per l’avventura, l’ignoto, il richiamo della foresta. Sono finiti, dopo poche ore, dietro le sbarre di un box del canile di Cuneo e li ho riportati a casa il giorno stesso; loro con la coda fra le gambe e tremanti di paura, io con il cuore felice di averli ritrovati. Com’è brutta la sensazione di essere abbandonati, anche “solo” da un cane! Un lutto difficile da elaborare, che spesso non ci spieghiamo e che lascia un segno profondo. Negli scacchi si “abbandona” quando si riconosce la superiorità dell’avversario, quando ormai non c’è più nulla da fare e la partita è sicuramente persa. Ma attenzione: siamo sicuri di sapere quando davvero è finita ed è inutile continuare a lottare? Siamo sicuri di sapere quando è arrivato il momento dell’abbandono? Paolo Simonazzi IL NERO MUOVE E DA’ SCACCO MATTO IN DUE MOSSE. SOLUZIONE: la torre nera d4 muove in d1, dando scacco al re bianco; raggiunta questa posizione, se la regina bianca la cattura, l’alfiere nero in h6 cattura l’alfiere bianco in e3 dando scacco matto; se la torre viene catturata dal cavallo c3, la regina nera muove in f1 con scacco matto.

26


piazza affari

A nnunci E conomici Famiglia saviglianese referenziata CERCA in SAVIGLIANO alloggio 4-5 vani con box auto. No agenzie. Tel. 0172/726081 ore pasti. • SAVIGLIANO via S. Andrea n. 44 (di fronte palazzo Taffini) – AFFITTASI locali su due piani (terreno ed interrato) uso ufficio/negozio di complessivi mq 90. Tel. 339/3989508. • SAVIGLIANO zona Pieve – AFFITTASI nuovo trilocale (termoautonomo): ingresso/soggiorno, cucina accessoriata arredata e servizi; zona letto e bagno in soppalco.Tel. 348/7298980-348/0077574. • CAVALLERMAGGIORE – AFFITTASI appartamento (1° piano): cucina, soggiorno, camera, bagno, cantina e garage (riscaldamento autonomo). Tel. 338/7366727. • GENOLA vicino alle scuole – VENDESI alloggio (2° piano) con ascensore: 3 camere da letto, cucina, tinello, doppi servizi, terrazzo e balcone (termoautonomo). Garage e cantina. Tel. 0172/68505. • BUSCA centro (zona residenziale) – VENDESI alloggio (2° piano): 4 camere con balconi, garage, cantina ed orto. Tel. 0172/717685. • Insegnante di Latino ed Ita-

liano IMPARTISCE, durante i mesi estivi, lezioni di preparazione alla Scuola Superiore a ragazzi di Terza Media. Possibilità di lezioni di gruppo. Per informazioni telefonare al 329/0907623. • Signora CERCA lavoro come badante full-time o per pulizie. Tel. 328/0864150. • Disegnatore, ottima conoscenza del disegno 2D/3D, CERCA lavoro. Possibilità di tirocinio. Tel. 347/3651769. • Signora piemontese, con esperienza, CERCA lavoro (anche part-time): assistenza anziani, baby-sitter o per fare iniezioni.Tel. 349/2815256. • Diplomata, con esperienza in ambito amministrativo e contabile, bella presenza, massima serietà, CERCA lavoro impiegatizio.Tel. 331/3232620. • Signora CERCA lavoro come badante full-time (disponibile anche il sabato). Tel. 329/8168302 – 338/7032646. • Magazziniere specializzato saviglianese CERCA lavoro come operaio generico. Tel. 347/1411309. • Mi OFFRO come animatore per feste, matrimoni, battesimi, ecc. Tel. 348/1601887. • VENDESI Citroën Saxo, di-

cembre 2001, in buone condizioni ed a modico prezzo. Tel. 348/0348431. • Si ESEGUONO lavori di battitura tesi e relazioni con stampa su laser. Tel. 0172/713929. Matrimoniali e amicizie Anna e Anna Club per single Nubile, 38 enne, molto carina, abita nella zona di Savigliano, è una donna riservata, non frequenta locali. VORREBBE CONOSCERE un uomo con cui condividere il resto della vita. Tel. 331/3372632. • Signora 45enne, divorziata, senza figli, affascinante, bruna, occhi chiari, un po’ timida, volontaria presso CRI, INCONTREREBBE uomo serio con cui costruire famiglia. Tel. 339/1262291. • Uomo affascinante, 56enne, medico, alto, brizzolato, occhi chiari, romantico sognatore, VORREBBE CONOSCERE donna intelligente, solare. Tel. 334/7773872. • Donna piacevole, molto semplice, 52enne, ama la campagna e gli animali, sola da tempo, sarebbe disponibile a trasferirsi, qualora INCONTRASSE un uomo leale con cui condividere rapporto duraturo. Tel. 346/3941533.

Veterinari

Turni benzinai

Turni farmacie

Alesso Matteo Tel. 0172/85996-336/230139 Biolatti Pier Giuseppe Tel. 340/3928825 Chiavassa Enrico Tel. 0172/382560-335/6060220 Bosio Emilio Tel. 0172/33506-335/6027039 Fissore Mario Tel. 0172/31682-335/7890231 Miglietti Enrico Tel. 337/226616 Ricossa Paola 0172/713360-339/2012836 Alesso Cinzia 339/7790752-0172/377154 Michele Teobaldi 335/7890232

SABATO 25 GIUGNO (POMERIGGIO) TURNO A

Giovedì 23 - Farmacia Paschetta - P. Santarosa - Tel. 0172/712.978 Venerdì 24 - Farmacia Dominici - Via Cambiani - Tel. 0172/712.258 Sabato 25 - Farmacia Albertini P. Santarosa - Tel. 0172/712.272 Domenica 26 - Farmacia Bonelli - Via Torino - Tel. 0172/712.366 Lunedì 27 - Farmacia Albertini P. Santarosa - Tel. 0172/712.272 Martedì 28 - Farmacia Paschetta - P. Santarosa - Tel. 0172/712.978 Mercoledì 29 - Farmacia Dominici - Via Cambiani - Tel. 0172/712.258 Giovedì 30 - Farmacia Bonelli Via Torino - Tel. 0172/712.366

SHELL Panetto Corso Indipendenza, 8 Lavaggio rapido EUROPAM (IP) - Barra Via Cervino, 17 (S.R. 20) SHELL (C.P.P.) Via Cuneo - S.R. 20 Autolavaggio TOTALERG S.P. 662 Km 7+15 (Marene)

Laurea L’11 giugno DAVIDE MINA si è laureato, Cum Laude, in Business Administration – Finanza alla International University del Principato di Monaco, discutendo una Tesi dal titolo: “Fusioni ed Acquisizioni nel settore automobilistico”. Congratulazioni ed auguri di una brillante carriera a Davide da familiari, amici e redazione de “Il Saviglianese”.

giovedì 23 giugno 2011

27

Per motivi organizzativi gli articoli e le inserzioni devono pervenire in redazione entro il lunedì precedente la pubblicazione. Grazie


28 giovedì 23 giugno 2011

CALCIO

e-mail: sport@ilsaviglianese.com

Un progetto ambizioso per lo sport cittadino

Il Futsal pensa in grande Solo un anno fa era ancora in fasce ma ora cresce già a vista d’occhio. Parliamo del Futsal Savigliano che, nato nel 2010 come squadra di “calcio a cinque” (“futsal” in Brasile vuol proprio dire quello) si appresta a diventare la seconda società calcistica della città, lanciandosi anche nel calcio a undici. «Dopo dieci anni di esperienza come “Carrozzeria Chiapello” ed un titolo di campioni italiani – dice Alberto Pettavino, vicepresidente – nel 2010 abbiamo dato vita al Futsal, centrando subito l’obiettivo della promozione in serie C2. Da un po’ di tempo ragionavamo sulla possibilità di uscire dal calcio amatoriale e di dar vita anche ad un settore giovanile, per guardare al futuro». Così, è partito il progetto di espansione. «In città – aggiunge Pettavino – c’è spazio per una seconda squadra, che non nasce per fare concorrenza alla Saviglianese, ma perché tra i giovani c’è molta gente che ha voglia di giocare». Come sarà strutturato il nuovo Futsal? Il quartier generale sarà in borgo Marene, presso la sede e il campo che furono del Savigliano

PETANQUE

’81. Le giovanili giocheranno lì, mentre la squadra di calcio a cinque – dopo un anno passato sui campetti del medesimo borgo – ha chiesto di potersi spostare al chiuso. «Ho fatto domanda – conferma Pettavino – per poter disputare le partite in un palasport: PalaFerrua o via Giolitti non ha importanza. La questione è in via di definizione». La curiosità principale riguarda la squadra di calcio a undici. «Abbiamo acquisito – rivela il vicepresidente – i diritti del Centallo, squadra che milita in Prima categoria. E da lì cominceremo. Per un anno dovremo ancora chiamarci “Centallo”, perché una norma lo impone, però scenderemo in campo al “Morino”, schierando tanti giocatori della nostra città che ultimamente giocavano fuori. Il nostro obiettivo sarà la salvezza, ma siamo sicuri di poter far bene». Nutrito lo staff, con nomi molto conosciuti nell’ambito del calcio locale. Presidente Giorgio Chiapello, vice Alberto Pettavino, direttore sportivo della “prima squadra” Giacomo Crosetto, responsabile del settore giovanile Andrea Chiavassa, direttore tecnico del settore giovanile Santino Landro,

L’assessore Marco Paonne con i dirigenti del Futsal Savigliano direttrice della segreteria organizzativa Maria Cavallo, coordinatore del calcio a 11 Marco Burzio, coordinatore del calcio a cinque Samuele Borello, tesoriere “Jerry” Massimino, consiglieri Gianpietro Paciello e Gigi Racca. La nuova società sarà presentata ufficialmente giovedì 23 giugno, alle 20.30, al ristorante Granbaita. Lì si potranno conoscere tutti i particolari.

«Le “prime squadre” a 11 ed a 5 sono il nostro biglietto da visita – conclude Pettavino – ma siamo decisi a valorizzare il settore giovanile; per questo, le quote da pagare per giocare saranno alla portata delle famiglie». I colori sociali saranno il bianco, il rosso e il blu. Per conoscere tutto il resto, l’appuntamento è per giovedì sera. G.Ma.

CICLIMO UDACE

Colombano 1° a Lanzo

Osvaldo scatenato Osvaldo Colombano, portacolori del G.S.C. Racconigi Cicli MC Groppo, si conferma sempre più protagonista. Dopo aver conquistato il 13° posto in due granfondo, la prestigiosa Valli Monregalesi e l’impegnativa gara valdostana di Saint Vincent, ha tagliato il traguardo per primo nella cicloscalata Lanzo-Sant’Ignazio, precedendo il forte Seletto. In evidenza, lo scorso week-end, anche altri atleti della società racconigese. Sabato Marco Giovenino ha gareggiato nella corsa dei bersaglieri, organizzata al Parco Ruffini di Torino. Andato in fuga con Stefano Caporali, ha ottenuto un prestigioso secondo posto. Domenica, invece, tre atleti racconigesi hanno preso il via nella bella corsa a cronometro di Busano Torinese. Una settantina in gara, tra cui tutti i più forti nella specialità. Patron Claudio Groppo ha ottenuto il 13° tempo (3° di categoria), Riccardo Gentile un ottimo 16° posto (5° di categoria), mentre Omar Moussa ha chiuso secondo di categoria.

Osvaldo Colombano

Riccardo Gentile

Racconigi Cycling Team

Centallo batte Saluzzo e vince il titolo italiano a coppie serie D

A Savigliano una finale tutta cuneese Bruno Velmo è stato premiato come miglior giocatore della finale con il trofeo “Il giocatore di Petanque” realizzato dal socio ed artista Armando Martino. L’inno nazionale ha concluso la manifestazione. Gli organizzatori porgono un ringraziamento particolare alla F.I.B. per targhe, medaglie e maglie, al Comune di Savigliano per le coppe, alla Cassa di Risparmio di Savigliano che ha sempre un occhio particolare per dette manifestazioni, al presidente dell’A.S.D. Bocciofila Saviglianese, a tutti gli sponsor, e a quanti con il proprio lavoro hanno contribuito alla perfetta riuscita della manifestazione.

La premiazione dei campionati italiani a coppie di serie D di Petanque disputati a Savigliano Si è svolto domenica 19 giugno sui campi dell’A.S.D. Bocciofila Saviglianese il Campionato Italiano a coppie di serie D di Petanque, fortemente voluto dal presidente della F.I.B. Piemonte Daniele Depaoli. A contendersi la maglia tricolore ben 32 formazioni, qualificatesi nelle eliminatorie, provenienti da Toscana, Liguria, Lombardia, valle d’ Aosta e Piemonte. La finale, ben diretta, come tutta la competizione, dagli arbitri Ermanno Re e Bartolo Carena, è stata giocata di fronte al vicepresidente

del Consiglio provinciale Giulio Ambroggio, all’assessore allo Sport Marco Paonne ed a un numeroso pubblico. Il titolo di Campione d’Italia per la categoria è andato alla coppia della Bocciofila Centallo Riorda-Vielmo che ha battuto in finale per 15-3 la coppia Garetto-Melifior dell’ Auxilium Saluzzo. Al terzo posto ex-aequo le formazioni della Bocciofila Paesana Marossero-Camporgno e quella della Bocciofila San Rocco di Genova Graziani-Roccatagliata.

CICLISMO MASTER Con

Alessandro Picco in gara a Newcastle

Alessandro Picco a Newcastle Giovedi 14 giugno, nello storico velodromo inglese di Newcastle, si è svolta la prima giornata del Midsummers Open Cycle Track

Impegnativo week-and per gli atleti del Racconigi Cycling Team. Sabato a Chieri, in una gara di velocità, vittorie di Ikram Neddar nella categoria G. 1F e di Camilla Vassallo nella G. 6F. Nella G. 2M Samuele Galvagno si classifica 5° e Raffaele Squillacioti 6°. Nella categoria G. 4M Luca Ruggieri giunge ai piedi del podio, Diego Rocca è 8° e Davide Gonella 9°, mentre Chiara Brero e Salwa Neddar sono rispettivamente 3ª e 4ª in campo femminile. Nei G. 5M terzo posto per Gioele Castagno e quinto per Luca Pipino. Federico Pipino, Antonio Vassallo, Gianluca Brero ed Alberto Ghiberti non riescono a passare alle fasi finali. La squadra ha vinto il trofeo per la società più numerosa. Domenica i ragazzi hanno partecipato al “3° Trofeo Santangelo” a Sommariva del Bosco, ga-

ra organizzata dal Racconigi Cycling Team. Ancora una vittoria per Ikram Neddar (G. 1F), settimo posto per Raffaele Squillacioti (G. 2M), quinto per Samuele Galvagno e 11° per Simone Burzio (G. 3M). Nella categoria G. 4M Luca Ruggiero, Diego Rocca e Davide Gonella si classificano rispettivamente 7°, 9° e 11°. Nella G. 5M Luca Pipino conquista il secondo gradino del podio, Gioele Castagno è 6°, Federico Pipino 7° ed Antonio Vassallo 12°. Nella G. 6M Alberto Ghiberti e Gianluca Brero si piazzano rispettivamente 14° e 15°, mentre in campo femminile Camilla Vassallo sale sul gradino più alto del podio. Anche il prossimo week-end sarà molto intenso per i ciclisti racconigesi a Verzuolo: sabato gara di velocità in salita e domenica gara su strada.

Anche il presidente Somale si cimenta nella petanque

la nazionale azzurra sulla prestigiosa pista inglese

Mett. Alla manifestazione hanno partecipato 105 atleti, tra cui 30 elite, 20 dilettanti, 17 juniores della nazionale inglese, 35 top master inglesi ed il terzetto della nazionale italiana “master”: Alberti, Veschetti e Picco. La prima gara della giornata, il kerin dietro motocicletta, vede nella finale a sei tutti e tre gli atleti italiani che, con un ottimo gioco di squadra, conquistano una grande vittoria: Alberti 1° davanti al campione inglese Bruce Croall, Picco 3° e Veschetti 4°.

I portacolori del team racconigese in evidenza nella categoria G. 6

Nella prova della velocita olimpica, il terzetto azzurro affronta gli inglesi campioni europei in carica e, nonostante una partenza non perfetta, ottiene la vittoria più bella dell’anno, con uno spettacolare 49”90, nuovo record italiano. Alessandro Picco bissa poi la vittoria nella terza gara della giornata, il giro di pista da fermo. Dopo una giornata di allenamenti nel favoloso velodromo di Manchester con la nazionale inglese elite ed il campione del mondo e olimpionico Criss Hoy, gli azzurri

tornano a gareggiare sabato 16 giugno, sotto una forte pioggia che scombussola il programma. Nella gara della velocità sui 200 m, i tre italiani entrano a far parte dei top 12, scendendo tutti e tre sotto i 12” (unici 3 atleti master nei migliori 12). Picco chiude il torneo al 7° posto assoluto, primo master. L’atleta saviglianese sale poi sul secondo gradino del podio nella gara sprinters win & out e conclude quarto nell’ultima gara della giornata, lo scracht sui 50 giri di pista.

Ardens Savigliano I giovanissimi dell’Ardens Savigliano domenica scorsa sono scesi in gara a Sommariva Bosco. Il miglior risultato è stato ancora una volta conquistato da Ilaria Capellino, seconda nella G. 4F, categoria in cui Giulia Giannotto si è classificata al quarto posto. Podio anche per Aurora Micheletti, terza nella G. 2F. In campo maschile Lorenzo Ferrero si classifica 8° nella G. 2 e Mattia Micheletti decimo nei G. 4. Nella gara dei più grandicelli, la G. 6, quinto posto per Nicolò Ferrero e undicesimo per Mario Dutto, mentre Davide GaMario Dutto (G. 6) vatorta è arrivato in gruppo. Prossimi appuntamenti: sabato 25 giugno sprint a Villa di Verzuolo e domenica 26 giugno gara su strada, sempre a Verzuolo.


sport

CALCIO

È stato presentato giovedì il nuovo tecnico biancorosso

A Cuneo inizia l’era Rossi-Bava Come ampiamente annunciato da settimane, sarà Ezio Rossi il successore di Salvatore Jacolino sulla panchina dei campioni d’Italia del Cuneo. La Società del presidente Marco Rosso punta sull’esperienza dell’ex Canavese. Una scelta ponderata, quella dell’ex granata, che ha firmato un biennale “perché a Cuneo si vuole costruire qualcosa d’importante. Punto ad avere una squadra con pochi cambiamenti rispetto al gruppo vincente: chi mi ha preceduto ha fatto un grandissimo lavoro, soprattutto dal punto di vista dei valori umani. Da parte mia porto nella nuova Società l’esperienza di 30 anni di calcio professionistico, a diversi livelli”. Una carriera, quella del nuovo allenatore biancorosso, iniziata nelle Giovanili del Toro con l’approdo in prima squadra e la soddisfazione di guidare, fra le diverse formazioni, anche quella “granata”. Ezio Rossi ha le idee chiare sul mercato del Cuneo: «Servono giovani, del ’91, almeno tre.Trovare bravi talenti è durissimo, ma con tante squadre che non potranno iscriversi…». Prime conferme, intanto, sull’organico a disposizione. Il d.s.Vercellone ed il d.g. Bava hanno rinnovato l’accordo con Fantini e Lodi: a breve arriveranno le conferme per Mazzotti, Garavelli, Sentinelli, Longhi, Morabito, Galfré, Bono e Sese. Ed il bomber De Paola? «Un giocatore che stimo – spiega Vercellone – ma ha aumentato le sue richieste economiche. La proposta del Cuneo è adeguata: la porta non è ancora chiusa».

BASKET

Intanto l’ex tecnico Danilo Bianco è stato nominato responsabile del Settore Giovanile. L’obiettivo è portare il professionismo anche a livello giovanile con allenamenti nel primo pomeriggio. Guiderà la formazione della Berretti Marco Malabaila (ex Canavese). Gli Allievi Nazionali: Fioratti. SERIE D Uno squarcio di luce si è aperto nel nebuloso futuro dell’Albese Calcio: «L’Albese continuerà, sia con il Settore Giovanile che con la Serie D… con o senza Franco Rava». Il Presidente ha assicurato così la continuità del progetto. Ha fatto un passo indietro Ezio Grasso: «Rimarrò in famiglia, ma non voglio più avere nessuna carica. Mi prendo un po’ di vacanza perché devo ricaricare le batterie». Per l’allenatore conferma di Giancarlo Rosso. ECCELLENZA Il Bra della prossima stagione pensa in grande e punta alle zone alte della classifica. Dopo l’ingaggio del bomber Alessio Ammendolea, è stato raggiunto l’accordo con un altro big: Andrea Gai, 16 goal con la maglia del Villalvernia. Tra i pali non si muove Antonio Maio. A guardargli le spalle Massimiliano Marchio dal Settimo e la roccia Anderson Santos De Carvalho, exNovese. Due colpi anche per il Saluzzo di patron Giampiero Boretto e del nuovo d.s. Silvio Degiovanni; i due dirigenti hanno trovato l’accordo con il portiere d’esperienza Miche-

dell’organico bisognoso di innesti di esperienza e giovani del ’93 e del ’94. Il Bene Narzole, sempre alla ricerca di un centrocampista e di un attaccante, ha risolto la grana portiere (Cera a Mondovì e Benali libero) ingaggiando dalla Saviglianese Michele Cravero. Il sogno del Tre Valli è di portare a casa l’espertissimo (e prolificissimo) bomber Luca Perri.

Ezio Rossi allenerà il Cuneo le Basano (Canelli) ed il forte attaccante Luis Daniel Caserio l’anno scorso allo Sciolze. Entrambi in passato avevano già indossato la maglia granata. La Cheraschese ufficializza il giovane Marco Pupillo dal Chieri ed il centrocampista Giovanni Carrassi del Gassino. PROMOZIONE Sembra finalmente conclusa la telenovela allenatore a Corneliano: il sostituto di Rosario Lo Nano sarà Maurizio Battaglino, attualmente al Roero; è il diretto interessato a confermare la trattativa: «Sono di Corneliano ed ho giocato tanti anni in Prima squadra, è un treno che passa una volta sola, nei prossimi giorni deciderò; penso di essere la prima scelta». Settimana cruciale per la Saviglianese, con la scelta del nuovo direttore sportivo, del nuovo allenatore e la definizione delle linee strategiche per il completamento

PRIMA CATEGORIA Tris di arrivi al Sommariva Perno che si assicura Ferrero (Bene Narzole), Pizzigalli (Bra) e l’attaccante Ceccarelli dal Dogliani: «Puntiamo a risalire – afferma il d.s. roerino Aldo Ferrero, padre del neoacquisto Dario –. Dopo la retrocessione vogliamo subito riscattarci». Alla Sommarivese è stato nominato il nuovo presidente: si tratta di Marco Martinetto ed a guidare la squadra in panchina andrà l’ex giocatore della Caramagnese Alessandro Lovera. Ancora in fase embrionale il Racconigi del presidente Trombetta. Nel mirino un portiere d’esperienza. Quasi certi gli addii di Simone Gerbaudo ed Edoardo Bordignon, destinati alla nuova Società di Savigliano. Nella casella degli arrivi si dovrebbe registrare il ritorno del difensore Fabio Borda (quest’anno al Moretta). A Villafranca, in panchina, ad Agostino Tuninetto subentra Davide Triberti. Primo acquisto: Simone Righero (’91) centrocampista, ex Orbassano. Nima

Al termine di una stagione straordinaria a tutti i livelli

Tempo di bilanci per il presidente Testa cietà che ha consentito loro di lavorare in serenità per tutto l’anno.Voglio sottolineare anche la crescita di molti giovani del vivaio, ormai inseriti in pieno nella prima squadra come Giorsino, Giacone, Mondino e altri». «Il settore giovanile è il nostro fiore all’occhiello – prosegue Testa –: ci sta dando molte soddisfazioni, sia sul piano qualitativo che su quello quantitativo. Abbiamo atleti ed allenatori delle giovanili ormai inseriti in pianta stabile nelle selezioni junior federali come Federico Amateis e Andrea Fiorito. L’anno prossimo saLa gioia del presidente per la vittoria in gara 2 di semifinale ranno oltre 10 le squadre iscritte ai Per il presidente Marco Testa è tempo di bilan- campionati agonistici». ci, con lo sguardo già proiettato al lavoro da E la prossima che stagione sarà? svolgere. «Un’annata, quella 2010-2011, che re- «Il difficile sarà proprio migliorare. Anzi, già mansterà negli annali, con la Cogein arrivata sino alle tenere lo stesso livello sarà problematico. La crisi semifinali dei play-off, miglior risultato di sempre, economica generale tocca soprattutto il mondo e l’InCasa fermatasi al primo turno del post-sea- sportivo dilettantistico. Il mio obiettivo è arrivare ad son ma dopo un fantastico secondo posto in cam- avere una prima squadra formata il più possibile, pionato. Tutto questo è merito dei giocatori e dei se non esclusivamente, da giovani saviglianesi. Per rispettivi coach e vice-coach, ma anche della so- la definizione dell’organigramma tecnico siamo an-

BOXE

cora in attesa di una decisione da parte di Marco Spanu, che ha avuto richieste da società prestigiosissime». Quali sono i problemi principali dello sport a Savigliano? «Ho già detto che sono molto soddisfatto dei nostri numeri: siamo la realtà sportiva saviglianese con più tesserati. Purtroppo il problema è legato alla carenza di impianti per consentire un adeguato numero di allenamenti ai nostri atleti e il mantenimento della qualità del nostro vivaio. È un problema non solo per noi ma per tutte le società di tutti gli sport che operano sul nostro territorio. La questione sarà da affrontare con gli organi comunali competenti. Sono però fiducioso che il riferimento istituzionale in materia, l’assessore Marco Paonne, riuscirà a trovare la “quadra”. Il Comune molto ha fatto in passato e molto fa ora, garantendo fasce a tariffa agevolata per l’utilizzazione degli impianti». Ci sono ringraziamenti particolari da fare? «In questa sede “pubblica” i ringraziamenti più sentiti sono per le famiglie di tutti i nostri atleti, dal minibasket in su, e per i nostri tifosi. Senza di loro una stagione così non sarebbe stata possibile».

giovedì 23 giugno 2011

ATLETICA

29

Due titoli regionali per la Vassallo

Morena 5ª in Italia La racconigese Morena Vassallo, portacolori della società Vittorio Alfieri di Asti, insieme alle compagne Orrù, Melardi e Margaglio ha conquistato il titolo regionale juniores nella 4x100 ai campionati piemontesi di staffetta disputati a Santhià, correndo la distanza con il tempo di 50”30. Domenica 5 giugno la giovane atleta racconigese si è ripetuta, conquistando, sotto una battente pioggia, il titolo individuale dei 200 m ai Campionati Regionali Piemontesi di Cuneo. Grazie a questi risultati, da veMorena impegnata nella 4x100 nerdì 17 a domenica 19 giugno Morena e le compagne di squadra Francesca Tommasella, Giulia Melardi e Valentina Margaglio, hanno avuto l’opportunità di gareggiare ai Campionati italiani di Bressanone, in Trentino, dove hanno tenuto alti i colori del Piemonte conquistando il quinto posto nella staffetta 4x100 juniores a livello nazionale.

ATLETICA

Primo nella categoria master 55

Bonavia doma il Faudo Continua a pieno ritmo l’attività dell’ Atletica Racconigi che ha spaziato dalla sempre emozionante trasferta allo stadio Ruffini di Torino per il meeting Internazionale “Primo Nebiolo” alle gare su strada. Da segnalare in modo particolare Gli atleti racconigesi con la coppa vinta a Polonghera il master 55 Giovanni Bonavia che, dopo alcuni anni tribolati causa infortunio, è tornato alla grande. Giovanni, in queste ultime settimane, ha vinto nella sua categoria una gara in salita nell’alessandrino e la durissima “Salita al monte Faudo” ad Imperia, dove è giunto 30° assoluto compiendo i 18,5 km del percorso in 1h 26’14”. Il gruppo dei master ha partecipato alla Strasavian, alla Straracconigi ed alla Strapolonghera di domenica 19 giugno, dove è giunto 4° come numero di partecipanti mentre Antonello Marocco e Daniele Rossetti hanno tagliato il traguardo quarti assoluti a pari merito. Bene anche Giovanni Bonavia, Mauro Miretti, Mohamed Douass e l’amico Luigi Bechis, che per l’occasione si era aggregato al gruppo. Alla Strapolonghera dei piccoli hanno partecipato Giulio Garello (primo dopo una entusiasmante volata nella categoria fino alla terza media) e Chiara Garello (seconda nella categoria fino alla terza elementare).

Bocciofila Saviglianese Sono ancora i giovani, questa volta gli Under 11, a mettersi in mostra nel panorama boccistico regionale. Domenica 12 a Castelnuovo Don Bosco era in programma una competizione a livello regionale, trofeo Minibocce. Su un lotto di 56 partecipanti, i due giovanissimi giocatori saviglianesi, Pietro Tavella e Andrea Gaviglio, si piazzavano meritatamente ex-equo al secondo posto della classifica finale. Ai "piccoli" rappresentanti del-

la Bocciofila Saviglianese il plauso di dirigenti e sostenitori, con l'augurio che sia solo l'inizio di tante soddisfazioni a livello sportivo.

FESTA FINE STAGIONE Sabato 11 giugno si è svolta presso il Lago della Sirenetta la oramai consueta "festa di fine stagione agonistica" della VBC Savigliano. Ben 152 i presenti alla costinata (peccato per la concomitanza con il saggio di danza in cui erano impegnate alcune piccoline), con atlete di tutte le squadre, allenatori, dirigenti e genitori. Una allegra compagnia che ha voluto festeggiare una splendida stagione, fatta di molte vit-

torie, alcune sconfitte ma tanta tanta passione per il volley. La serata è stata allietata dalla proiezione di oltre 600 fotografie della stagione appena trascorsa, a cura di Enrico e della fotografa Laura. Si è svolta inoltre la consueta estrazione a premi (che fortuna Mila, e cosa dire del quartetto Bono, Bunino, Gioelli e Brunetti?). La VBC ringrazia tutti gli intervenuti, innanzitutto per la loro presenza, per le leccornie generosamente "condivise" ma principalmente per il "Credere nel progetto" della società. A tutti una felice estate e appuntamento a fine agosto/inizi di settembre per l'inizio della nuova annata sportiva.

I due campioncini under 11

Il peso massimo saviglianese mantiene l’imbattibilità

Tris di successi per Modugno Agnosine, 22 aprile. Maclodio, 7 maggio. Parma, 11 giugno. Per molti, città e date “normali”. Per Matteo Modugno, invece, appuntamenti unici, in cui è riuscito a conquistare tre vittorie consecutive, imponendosi nettamente sugli avversari. E proprio a Parma, dove ormai da tempo si allena con boxeur quotati, seguito da tecnici di fama internazionale, il peso massimo ha dato il meglio di sé: in sei riprese ha letteralmente sbaragliato il più rodato trentatreenne ungherese Gabor Farkas, anche grazie alla preziosa guida del maestro Maurizio Zennoni. Già nei primi due round, il ragazzone marenese ha infatti attaccato senza sosta il rivale, al punto da costringerlo a chiudersi in difesa. Le emozioni sono però arrivate al terzo gong, quando Modugno ha messo a segno

due ganci rapidi e ben assestati, che hanno completamente disorientato Farkas. Proprio quest’ultimo, per non subire ulteriori danni, si è rifugiato in break. Alla sesta ripresa, il portacolori della Boxe Parma ha poi cercato il ko, senza tuttavia riuscirci. L’incontro si è comunque concluso con un vero e proprio trionfo di Matteo, che ha così centrato la sua ottava vittoria come professionista. «Modugno ha risposto positivamente alle nostre aspettative, e per questo si è meritato l’affetto del pubblico, che lo ha accolto sul ring con un lungo e caloroso applauso» ha affermato Zennoni, orgoglioso delle gesta del suo atleta. Tutt’ora imbattuto, il fuoriclasse ventiquattrenne vanta infatti un alto tasso tecnico e una potenza di colpi senza pari. Caratteristiche che, nonostante la giovane

Matteo Modugno con Maurizio Zennoni età, gli hanno permesso di dimostrare grande solidità e talento, tanto da fargli ricevere i complimenti di Clemente Russo, del quale è stato sparring partner prima che si aggiudicasse il titolo alle WSB individuali in Cina. Ora Matteo si sta allenando per il mondialino Youth e il combattimento a Toscolano Maderno. Due incontri importanti, che lo pongono sulla giusta strada per tentare la scalata al titolo italiano. Valentina Barbuto


30

giovedì 23 giugno 2011

PESCA

Nel raduno sul canale Brunotta

Pierini alla riscossa Domenica 19 giugno è andato di scena il quinto raduno di pesca alla trota dell’A.S.D. Liberi Pescatori Racconigesi di Michele Mina. Più di 20 partecipanti si sono ritrovati alle 7,30 presso il canale Brunotta per tentare la cattura di oltre 100 kg di trote iridee. Al momento dell’iscrizione al raduno, tutti i pescatori sono stati piacevolmente sorpresi nel ritirare anche una scatola di cioccolatini offerti dalla ditta Streglio del cav. Costamagna che ha contribuito alI giovani dell’Atletico con la canna da pesca la riuscita della giornata. Alle 10,30 sono andati di scena i pierini: un gruppo di bambini dell’A.S.D. Atletico Racconigi si è cimentato a sua volta nella cattura dei pesci. Sotto la guida di Beppe Bordese, Dino e Roby Casale e del presidente Mina i piccoli si sono avvicinati per la prima volta al mondo della pesca, riuscendo anche nella cattura di alcune prede di taglia. Dopo tanto calcio durante tutta la stagione, l’iniziativa è stata molto gradita anche dalle mamme presenti, alle quali sono state donate le trote e tanti suggerimenti per ricette di ogni tipo.

ATLETICA

Ai campionati italiani di Bressanone

Martini stratosferica Conferma a livello nazionale per Cristina Martini ai Campionati Italiani Juniores di Bressanone. La saviglianese ha corso la batteria dei 100 hs in 15”57 (personale e l’11° posto assoluto in Italia). Nel salto in lungo, sotto un vero diluvio, ha conquistato il 7° posto assoluto (la serie di salti: 5.45 m, 5.61 m, 5.54 m e, in finale, 5.16 m, 5.57 m e 5.36 m). Questi risultati arrivano dopo il 5° posto in Italia nelle prove multiple indoor e il 5° nelle prove multiple outdoor. La Società ringrazia l’assessore Paonne che ha dimostrato particolare sensibilità e attenzione nei confronti degli allenamenti di questa atleta. Trasferta da dimenticare invece per Nicholas Sabena, impegnato anche lui a Bressanone per i Nazionali di Prove Multiple Allievi. Dopo un inizio di ottimo livello con un 11”34 nei 100 m (2°), la controprestazione nel salto in lungo (6.17 m) ha compromesso tutto il resto: 6.80 m nel peso, 55”62 nei 400 m, 17”94 nei 110 hs, 1.50 nell’alto, 28.98 m nel giavellotto, 3’17”80 nei 1000 m. Il punteggio finale di 3984 punti ha relegato Nicholas al 48° posto assoluto. I portacolori dell’Atletica Savigliano hanno partecipato ai Campionati Provinciali di Prove Multiple organizzati a Fossano. Erano in gara Giulia Abrate (cat. Cadette), Andrea Dutto e Luca Orusa (cat. Cadetti) e Lorenzo La Porta (cat. Ragazzi). Lorenzo, impegnato nel tetrathlon, ha chiuso al 16° posto assoluto con 1.446 punti (11”94 nei 60 hs, 3.29 m nel lungo, 8.07 m nel peso e 1’59���97 nei 600 m). Giulia ha conquistato il 5° posto assoluto con 2.326 punti (15”32 negli 80 hs, personale, 1.20 nell’alto, 20.32 m nel giavellotto, personale, 3.90 m nel lungo e 1’59”27 nei 600 m). Molto bene Luca che con il punteggio finale di 2.182 punti ha ottenuto il 4° posto assoluto (17”60 nei 100 hs, 1.50 nel salto in alto, 15.84 m nel giavellotto, 4.78 m nel salto in lungo e 2’54”03 nei 1000 m). Altrettanto bravo Andrea che ha totalizzato 1.851 punti che gli sono valsi il 6° posto assoluto (18”90 nei 100 hs, 1.35 nel salto in alto, 25.40 m nel giavellotto, 4.48 m nel salto in lungo e 3’07”69 nei 1000 m).

Calcio ACSI a 7 MONASTEROLO 94 MURAZZO

5 4

Monasterolo 94: Oggione, Anselmo, Buttieri, Perlo, Isoardi, Allaria Enrico, Fissore Fabio, Rovere. All.: Perlo Silvio. Reti: 4 Rovere, Allasia. Nell’ultima partita, sul campo di casa contro il Murazzo, il Monasterolo a 7 ha colto una vittoria di misura che mitiga un po’ le delusioni delle ultime pessime prestazioni. Passati presto in vantaggio con Enrico Allasia, i monasterolesi si facevano raggiungere dagli avversari ma reagivano e, cominciando a giocare con maggiore intensità, prendevano il largo con tre reti di Domenico Rovere, terminando così il primo tempo in vantaggio per 4-1. All’inizio della ripresa era ancora Rovere ad andare a segno, ma da questo punto la formazione del Murazzo saliva in cattedra ed accorciava ripetutamente le distanze fino ad arrivare ad una sola lunghezza dai padroni di casa. Il bilancio di questa stagione è

da ritenersi positivo per le squadre del Monasterolo 94 in quanto il terzo posto conquistato dalla squadra a 11 ed il netto miglioramento della posizione di quella a 7 non possono passare inosservate. Resta un unico interrogativo che rammarica la direzione ed è quello di sapere quali risultati si sarebbero potuti ottenere se si fosse potuto contare sempre sull’organico al completo. Ora però non resta che chiudere con i dovuti ringraziamenti. In primo luogo al comune di Monasterolo che ha messo a disposizione gli impianti sportivi, ed alla custode Graziella per il costante impegno. Poi agli sponsor delle squadre, le ditte Monge e Derby di Franco Berardo, entrate quest’anno, e le ditte “storiche” la M.G. Service di Bartolo Garello e l’ortopedica la sanitaria di Silvio Perlo, a cui va il più sincero grazie da parte di tutti i tesserati con un arrivederci alla prossima stagione.

sport

CALCIO GIOVANILE

In tanti allo “SportInsieme” racconigese

Una grande festa dei ragazzi Alcuni momenti della manifestazione di sabato al campo di Racconigi «Questa è la festa dei ragazzi, non delle società: che poi l’abbia organizzata l’A.C. non importa. Potevano anche farlo altri» sottolinea il responsabile del settore giovanile dell’A.C. Racconigi Aldo Fissore. Una festa riuscita, quella di sabato scorso al campo comunale Trombetta, con un’ottantina di bambini e ragazzi suddivisi in otto gruppi di età. C’erano i racconigesi, naturalmente, tesserati per l’A. C. e per l’Atletico, ma c’erano anche quelli della Saviglianese, della Carmagnolese, del Pancalieri e del Polonghera arrivati con i loro allenatori. E c’erano ragazzini ancora senza tessera, ma appassionati dello sport del calcio. Si sono presi cura di loro gli allenatori Davide Busso, Massimo Caratto, Stefano Capello, Paolo Africano e Corrado Luino, coadiuvati da Paolo Gallè della Saviglianese, Alfonso De Prisco della Carmagnolese e Titone del Pancalieri. Al mattino tanto lavoro tecnico, alle prese con pa-

letti, cavalletti, birilli, corse, passaggi, colpi di testa, tiri in porta ed accese sfide al calciotennis sul campo messo a disposizione dal Circolo Tennis Racconigi. Dopo il pranzo, preparato da dirigenti e genitori, un medico dello Sport ha dato consigli sull’alimentazione di un giovane sportivo. Infine, sotto lo sguardo del preparatore atletico della Primavera del Torino FC Salustri e del responsabile del calcio giovanile provinciale Panero, sono stati disputati tornei di football, pallacanestro e rugby. «Solitamente i bambini iniziano giocando a pallone, ma poi devono essere messi in condizione di scegliere quale sia lo sport più congeniale al loro fisico ed al

loro temperamento» spiega infatti Aldo Fissore, che tiene a sottolineare come la giornata fosse aperta a tutti, indipendentemente dalle società di appartenenza: «Non dimentichiamoci che i proprietari dei ragazzi non sono le società ma i genitori che devono essere supportati nel difficile compito di crescere gli uomini del domani». «Le polemiche stupide non servono – afferma ancora il dirigente dell’A.C. – Rispettiamo tutti coloro che lavorano con serietà sui ragazzi, indipendentemente dal fatto che siano più bravi o meno bravi nell’insegnare il gioco del calcio. Serietà e rispetto devono venire prima di tutto».

Calcio – Memorial Baroncini, Bello, Dalmasso

I Galaxi, primi nel girone B Il torneo estivo “Memorial Baroncini, Bello e Dalmasso”, organizzato dal Comune, Assessorato alle Politiche giovanili, e dall’Associazione Sportiva Ludo Ergo Sum sul campo in sintetico dell’ex-Gil di Racconigi, sta entrando nel vivo. Questa settimana si concludono i gironi eliminatori (passano il turno le prime due di ogni girone e le due migliori terze). Lunedì 27 e martedì 28 giugno quarti di finale (inizio ore 20,30), giovedì 29 semifinali, finali e premiazioni venerdì 1° luglio. Questi i risultati della seconda settimana di incontri. Girone A: Selecao-New Team 104; Piemontesi Tosti-LC Parrucchieri 3-3; Tre puntini-Selecao 1-3;Tutte le escort-New Team 5-1; LC Parrucchieri-Tre puntini 3-4. Guidano la classifica i Tre puntini di sospensione con 9 punti, seguiti da Selecao (con una partita in meno) e Tutte le escort a 7. Girone B: Longobarda-New Baby Lorenzo 3-5; CT Racconigi-Matador 5-5; Tacchini per

Detective

Gruppo Arditi di Fabio

LC Parrucchieri

Plaza Cafè, capolista del girone C

caso-New Baby Lorenzo 3-6; Galaxi-CT Racconigi 15-0; Matador-Tacchini per caso 11-4. Guidano la classifica i Galaxi con 9 punti, seguiti da New Baby Lorenzo e Matador (con una partita in più) a 7. Girone C: Lasuma Pardi-Scartati 9-1; Detective-BFIF 2-11; Plaza Cafè-Scartati 14-1;

Gruppo Arditi-Detective 6-2; Lasuma PardePlaza Cafè 1-3. Guida la classifica il Plaza Cafè con 12 punti, seguito da Gruppo Arditi (con una partita in meno) e Lasuma Pardi a 6. La classifica dei marcatori vede al comando Giuseppe Apuzzo (Matador) con 13 reti seguito da Luigi Longo (Selecao) con 11.

Volley misto – Memorial Riccardo Fogliato

Barcollo ma non mollo

Noi Ebbasta

I Sarvai

Continuano a Marene le gare serali del Memoria Riccardo Fogliato, con sfide sempre più competitive. Questi i risultati delle ultime partite disputate. Girone 1: Suma sempre si-Noi ebbasta 20 (25-12; 25-20), N.E.R.D.-Noi ebbasta 2-1

(23-25; 27-25; 25-11), Suma sempre si-Farfa & Friends 2-0 (25-17; 25-21), Noi ebbastaFarfa & Friends 2-0 (25-18; 25-22), N.E.R.D.Gli Amis d'el Tavan 2-0 (25-20; 25-23). Girone 2: Inemonef-Cly ro ride 2-1 (18-25; 25-9; 25-23), Barcollo ma non mollo-Sarvai 2-0 (25-

12; 25-12); Gaute da suta-Smarties 2-1 (2516; 23-25; 25-14), Smarties-Cly to ride 2-0 (25-18; 25-18), Barcollo ma non mollo-Inemonef 2-0 (25-13,; 25-22), Gaute da sutaSarvai 2-0 a tavolino per la mancanza di ragazze da parte di questi ultimi.


nel ricordo La moglie, le figlie, i generi, i nipoti ed i familiari tutti commossi per la grande dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata al loro carissimo

MARTEDÌ 28 GIUGNO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa di secondo Anniversario in suffragio della compianta

Caterina, Giovanni, Mari e Lella RABBIA con i familiari tutti riconoscenti per la dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata al loro carissimo

BEPPO

ALBERTO STRUMIA (Tino) nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale vollero unirsi al loro grande dolore. Un grazie particolare porgono ai Reparti di Pronto Soccorso, Cardiologia e Medicina dell’ospedale “SS. Annunziata” di Savigliano, al medico curante dott. Paolo Siccardi, all’amica Michela Viberti, al servizio ADI, alla Società Mutuo Soccorso, al Gruppo Anziani Fiat Ferroviaria ed indistintamente a tutti i vicini di casa, amici e conoscenti che furono di aiuto e conforto nella triste circostanza. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata: SABATO 25 GIUGNO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

SABATO 25 GIUGNO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata la S. Messa di Trigesima in suffragio del compianto

GIOVANNA FISSOLO in FERRERO Il marito, il figlio, la nuora, le nipoti ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. SABATO 25 GIUGNO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa di ottavo Anniversario in suffragio del compianto

nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale si sono uniti al loro dolore. Un grazie particolare porgono agli amici fraterni Nino Bertino, Emilia Folpini e Paola Culotta, a don Marco Di Matteo ed a padre Silvio Gullino, al medico curante dott. Bartolomeo Allasia, ai medici ed al personale infermieristico dell’ospedale S. Croce e Carle di Cuneo ed al servizio ADI per la premurosa assistenza, al dott. Paolo Siccardi, al Liceo Arimondi di Savigliano, ai suoi coetanei ed ai commercianti saviglianesi per la grande partecipazione. Un ulteriore ringraziamento rivolgono ad Anna, Peppo, Gigi, Luciana e Rita. Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

SABATO 25 GIUGNO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio del carissimo

VENERDÌ 24 GIUGNO – ore 18.30 nella Cappella della parrocchia di S. Giovanni sarà celebrata la S. Messa di Trigesima in suffragio della compianta

SABATO 25 GIUGNO – ore 18 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro sarà celebrata una S. Messa di dodicesimo Anniversario in suffragio del compianto

GUGLIELMO ROSSI I familiari Lo ricordano con immutato affetto e ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere. SABATO 25 GIUGNO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa di secondo Anniversario in suffragio del compianto

La moglie, i figli, le nuore, i nipoti ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

FRANCESCO PERONA La moglie, le figlie ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. SABATO 25 GIUGNO – ore 18 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro sarà celebrata una S. Messa di secondo Anniversario in suffragio del caro

MARIO MASSIMINO

SEBASTIANO LICARI

Moglie, figlia, genero, nipote, fratello, cognati, cognate e parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

La moglie, le figlie ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

La generosità dei saviglianesi BERNARDO FRANCO

I figli ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

La moglie e la famiglia ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

VENERDÌ 24 GIUGNO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa di secondo Anniversario in suffragio del nostro caro angioletto

LEONARDO

MERCOLEDÌ 29 GIUGNO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa di secondo Anniversario in suffragio della carissima

TERESA DE LUCA in SOLA

Le famiglie Garini e Senesi ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

I figli, i generi, la nuora, i nipoti ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

Le necrologie devono TASSATIVAMENTE pervenire in redazione entro il lunedì alle ore 12.30 della settimana in cui devono essere pubblicate. Grazie per la collaborazione.

In Fossano è mancato il signor VIRGINIO ALESSO (Gilio) di anni 77 Alla moglie Clara Rosso; alle figlie Denise con il marito Ferdinando e Gabriella; ai nipoti Giuliano e Samuele; alle sorelle; ai cognati; alle cognate; ai nipoti; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo vive condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Monasterolo di Savigliano.

Michele con Caterina, Giuseppina con Giovanni e gli adorati Enrico con Valentina e la piccola Elena, Laura, Paola e Francesca; al fratello; ai cognati; ai nipoti ed ai parenti tutti porgiamo sentite condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Centallo. La sezione di Savigliano del CLUB ALPINO ITALIANO partecipa al dolore della famiglia e degli amici per la tragica ed improvvisa morte del socio GIORGIO SATTANINO e porge le più vive condoglianze.

In ricordo di “Beppo” Rabbia FRANCESCO PEIRANO

PIETRO FERRERO

ODILE ZUFFEREY ved. SANITATE

AVVISO PER NECROLOGIE

Condoglianze

Adelmina, Antonella e Marco con i parenti tutti Lo ricordano e ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere. DOMENICA 26 GIUGNO – ore 11 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea sarà celebrata una S. Messa di sesto Anniversario in suffragio del compianto

Di Mario Mollea e Gianluca Bertoglio

Via Danna, 14 - Savigliano - Tel. 0172.716654

È mancato il signor GIUSEPPE GARELLO di anni 89 Alla moglie Maria Abello; ai figli

SABATO 25 GIUGNO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve sarà celebrata una S. Messa di sesto Anniversario in suffragio di

STEFANO AIMAR

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

MOLLEA

Impresa Pompe Funebri

La moglie Anna, Paola e Stefania, con le rispettive famiglie, ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. SABATO 25 GIUGNO – ore 18 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro sarà celebrata una S. Messa di quarto Anniversario in suffragio del carissimo

31

d a l 19 2 0

MAURO PIOVANO

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

Giovanna,Tiziana e Pino con i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

giovedì 23 giugno 2011

ANFFAS (La rosa blu) € 50 – Germano, Margherita e Michele con le rispettive famiglie in suffragio di Giuseppe Ferrero. ASHaS € 80 – I cugini Elda e Giovanni, Mirella e Pierluigi, Silvana, Claudio e gli zii Francesco e Giovanna Silvestro ricordando con affetto Carlo Marenchino. € 100 – Fam. Garello Teresio e Corrado, Fam. Operti, Fam. Crosetti Luigi, Fam. Crosetti Bernardo e figli, Fam. Franco Simone, Fam. Tortone, Fam. Gallo Luciano, Fratelli Somale, Fam. Cravero Teresio e Fam. Bonino in ricordo di Giuseppe Ferrero; € 70 – Beppe Gerbaldo, Agnese Gerbaldo, Domenica Racca, Giuseppe Morello, Dino Biga, Cesare Cravero e Fam. Gallo Giovanni in ricordo di Giuseppe Ferrero; € 100 – Gli alunni della scuola Primaria di Levaldigi per gli amici dell’Ashas; € 75 – Fam. Becchio, Panero, Zolin, Perlo Carla ed Enrico,

Germano Lucetta, Tortone, Testa Liliana e Gianoglio Anna in memoria di Francesca Olocco ved. Tortone; € 50 – Silvio e Silvana Pittavino in suffragio di Carlo Marenchino. CONF. S.VINCENZO (Parr. S. Giovanni) € 20 – Angela e Domenica Biga in suffragio di Lino Tavella. PARR. S. GIOVANNI € 60 – Sorella e cognato in memoria di Marianna Amateis. CASA DI RIPOSO CHIANOC € 50 – Fam. Garello Nicola e Garello Andrea, Fam. Chiavassa, Fam. Fiorito e Fam. Bergesio in memoria di Giuseppe Ferrero; - La famiglia nell’Anniversario di Domenico Mariano. SUOR ALBERTINA (Cameroun) € 100 – I nipoti Graziella e Valerio Maccagno in memoria dello zio Alberto Strumia.

Pur tenacemente aiutato da tutta la famiglia, impegnato da tempo in una terribile battaglia contro la malattia, con alti e bassi da montagne russe, Beppo è mancato il 13 giugno scorso. Una volta lo si chiamava male incurabile, ora dicono che le terapie siano più efficaci e che aumentino i casi di sopravvivenza, ma le reali cause d’incremento esponenziale del numero di persone colpite nes“Beppo” Rabbia suno lo spiega con certezza convincente. E quando ti succede ti senti il cavaliere di Bergman, impegnato a scacchi con la Morte, per guadagnare tempo e realizzare ancora quanto rimasto in sospeso. Un altro personaggio importante della nostra comunità se n’è andato, ci mancheranno i confronti domenicali sul rebus e le spiritose e-mail. “Moriamo ogni giorno: ogni giorno, infatti, è diminuita una parte di vita, anche quando stiamo crescendo la vita decresce. Abbiamo perduto l’infanzia, poi la fanciullezza, poi la gioventù. Fino a ieri tutto il tempo che è trascorso è morto: questo stesso giorno che trascorriamo lo dividiamo con la morte” (L.A. Seneca) Sergio e Luisa Quando assisto al male che la perversa natura è capace di compiere contro i suoi stessi figli, mi assale un profondo sconcerto. Per buon cristiano ch’io sia, mi si conceda tutto il risentimento, l’avversione e l’odio avverso questa nostra genitrice dal duplice volto. E appieno comprendo il dolore che tanto maggiormente si prova quanto più improvvisa e imprevedibile accade la sciagura. Beppo condusse serena la sua vita, nel calore della famiglia e nel lavoro che lo soddisfaceva. Tutti lo conoscevano e tutti gli volevano bene per la sua gentilezza, la sua cordialità, l’aperta disponibilità verso i suoi clienti. Il suo bar, il Caffè del Centro, la sua vita, la mamma, la dolce moglie Caterina, la sorella e il figlio Giovanni. Un’attività famigliare in cui regnavano il rispetto, la comprensione e l’amore. Non voglio incontrare i loro sguardi in questo momento più acuto del dolore. Alla famiglia esterno le mie più profonde condoglianze. A Beppo il mio ricordo, che possa accompagnarlo nel suo lungo viaggio verso i cieli. Gilbert Pietropaoli

Ad Alessandro Damassin... Carissimo Ale, ormai è passata un’eternità, da quando te ne sei andato lasciandoci qui a chiederci il senso di questa scomparsa così improvvisa ed insensata, almeno per noi che siamo ancora in cammino. Ti voglio rassicurare: nonostante il trascorrere veloce del tempo e la frenesia nella quale si vive tutti quanti, nessuno ha A. Damassin smesso di pensare a te, con tanto amore e tanta nostalgia! Spesso mi trovo a parlare con te, guardando in cielo, e mi pare di scorgerti tra le nuvole, mentre mi guardi sorridendo. Ora che conosci la dimensione dell’eternità, sai che la vita terrena è un soffio al suo confronto, ed in men che non si dica ci riabbracceremo. Fino ad allora, ti terrò stretto nel mio cuore. Arrivederci, caro Alessandro. E., una tua amica


GIOVEDÌ 23 GIUGNO 2011 IL SAVIGLIANESE 32


23-6-2011