Issuu on Google+

Savigliano, 21 Luglio 2011 • ANNO 153 - N° 29 • E 1,20

Giornale più antico del Piemonte

e-mail: redazione@ilsaviglianese.com Abbonamento Annuo E 42,00 - Estero E 42,00 + spese postali - Poste Italiane: Sped. in Abb. Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) NO/CUNEO art. 1, comma 1 - Conto Corrente Postale N° 11755121- ASSOCIATO ALLA FIPEG Redazione: Piazza Santarosa, 21 Tel. 0172.71.39.29 Fax 0172.71.37.21 - Savigliano - Autorizzazione N.2 Tribunale Saluzzo 8/9/1946 - Direttore Responsabile: Valerio Maccagno - Pubblicità: RÉCLAME Via Pylos, 20, Savigliano Tel. 0172 71.12.79 Stampa: Editrice La Stampa - Torino. Tariffe a modulo: Commerciali E 16 - Occasionali E 17,00; Finanziari e Legali E 1,80 mm/c; Necrologie E 36,00; Economici E 0,53 p.p. Il giornale si riserva in ogni caso di rifiutare qualsiasi

L’ANGOLO DEL PROVERBIO

’Na bôña anada a n’a cômpensa uña grama

CAVALLERMAGGIORE

MARENE

CARAMAGNA

CAVALLERLEONE

MONASTEROLO

Una donna alla guida del Borrone

Abbattuta una colonna del Bergamino

Don Pignata, volontariato “vero”

“Guerra” ai cani che sporcano

Cicloturisti alla scoperta dell’Umbria

a pagina 14

dai 4300 proverbi piemontesi

a pagina 16

a pagina 17

a pagina 18

a pagina 19

Batteriosi killer e prezzi sempre più giù

Kiwi e pesche, frutta “amara” È un brutto periodo per la frutta. Ultimamente il temporale si è abbattuto sui kiwi, con la batteriosi, ed ora – proprio al momento della raccolta – i fulmini colpiscono sia le pesche che le nettarine. Praticamente una... grandinata sulla frutta cuneese. Dicevamo della batteriosi che ha causato, tra estirpo e non più messa a dimora, la sparizione di 280 ettari. Fortunatamente il raggio

di sole è portato dai contributi della Regione che andrà a sovvenzionare le 238 domande di aiuto pervenute. Quanto alle pesche, il mercato è in profonda crisi. Due le cause: anticipo della raccolta e flessione dell’export. «È impossibile che 1 Kg di pesche costi meno del caffè al bar» dice l’assessore regionale all’Agricoltura Sacchetto. Servizio a pagina 10

Prezzi sempre più bassi per le nettarine, kiwi falciati dalla batteriosi: c’è da mettersi le mani nei capelli

I sindaci hanno espresso un altro «no»

Proposti da Comuni e parrocchie per i ragazzi

Asl con Alba-Bra Ipotesi più lontana

Tempo di campi estivi

I partecipanti all’assemblea dei sindaci – a pagina 2

Le scuole sono ormai finite da più d’un mese. Per venire incontro alle famiglie, da alcuni anni i Comuni e le Parrocchie del Saviglianese, come d’altronde nel resto d’Italia, propongono ed organizzano diverse iniziative, lontano da casa, per i ragazzi. Momenti solo apparentemente ludici, perchè in realtà sono i primi capisaldi della formazione sociale, ed anche spirituale, degli uomini del futuro. Che per la prima volta si staccano dal cordone ombelicale. Servizi nelle pagine interne

Anche Mussolini e Del Piero contro l’«Iper» a Racconigi Benito Mussolini, Silvio Berlusconi, Madre Teresa di Calcutta, Alex Del Piero, Antonella Clerici. Sapevate che anche questi personaggi sono contro l’apertura di un nuovo ipermercato a Racconigi? Lo si può vedere leggendo parte delle 2.000 firme che l’Ascom aveva consegnato al sindaco Tosello. Purtroppo non siamo nel periodo di Carnevale e questi nomi portano un po’ “in burletta” l’iniziativa dei commercianti locali. Non si pretendeva un notaio, ma almeno si richiedeva maggiore serietà. Servizio a pagina 20

S. Giacomo inaugura le feste patronali Servizio a pagina 6

Sanità: al via i lavori per il nuovo salone polifunzionale Momento di svago per i ragazzi di “Estateinsieme” a Savigliano

SPORT BOCCE Sfida fra le Parrocchie di Savigliano a pagina 28

BEACH VOLLEY

Servizio a pagina 5

Nei prossimi mesi, arrivano i droni

A Levaldigi in volo gli aerei senza pilota

Successo per la 24 ore a pagina 28

CALCIO Maghi: inizia una nuova era a pagina 29

Continua il mercato al “Calcio incontri” a pagina 29

Acquisti eccellenti per Futsal e Time Warp a pagina 30 Delegati dell’Ascom consegnano le firme al sindaco Tosello

VISITATE IL SITO WWW.ILSAVIGLIANESE.COM

MOTOCICLISMO Montagnana 5° a Varano a pagina 30

Un “Predator” americano è un “drone” senza pilota – A pagina 4


2

savigliano

giovedì 21 luglio 2011

BREVI DALLA CITTÀ Cordoglio per Mura

Lavorava all’Alstom Venerdì scorso, in tarda serata, Giovanni Mura, 53 anni, è deceduto in ospedale in seguito ad un malore. L’uomo, dopo aver trascorso la serata alla Bocciofila Saviglianese, stava rincasando in bicicletta quando si è accorto di non sentirsi bene ed è tornato in bocciofila per chiedere aiuto. È stata subito chiamata un’ambulanza che lo ha trasferito d’urgenza al “Santissima Annunziata”, ma purtroppo per lui non c’è stato più nulla da Giovanni Mura fare. Mura, originario della Sardegna, da tanti anni viveva nella nostra città e lavorava presso il Servizio assistenza clienti dell’Alstom Ferroviaria, ruolo per il quale si spostava spesso sia in Italia che all’estero. Il funerale si è svolto mercoledì 20 luglio a San Giovanni. “Il Saviglianese” porge sentite condoglianze.

Una vita per gli altri

Addio al commendator Mana Si è spento nei giorni scorsi il commendator Domenico Mana, 81 anni. Persona molto conosciuta nella nostra città, aveva lavorato come impiegato all’ufficio tecnico dell’Enel. Mana si era speso per molti anni al servizio degli altri: dal giugno del 1985 era entrato nell’amministrazione della casa di riposo Chianoc, divenendone presidente dal settembre 1994 al dicembre 2001. È stato, inoltre, tra i fondatori della sezione saviglianese dell’Aido Domenico Mana (Associazione italiana donatori organi) ricoprendo per lungo tempo la carica di vicepresidente. È stato anche “capolega” dei pensionati Cisl di Savigliano. I funerali si sono svolti mercoledì 20 luglio a San Giovanni. Il commendatore lascia la moglie Michelina Bersano ed il figlio Paolo con la famiglia. “Il Saviglianese” porge sentite condoglianze.

Incidente sul cavalcavia

Feriti quattro operai

Nella mattinata di martedì 12 luglio, verso le ore 9.30, si è verificato un incidente stradale in prossimità della rotonda di via Cuneo, più precisamente sul cavalcavia della variante che conduce a Marene. Il tamponamento ha visto coinvolti due camioncini – un Iveco Fiat 35 di una ditta di Narzole, condotto da un giovane di 30 anni con due passeggeri, ed un Ford Transit di una ditta di Canelli con alla guida una persona di 42 anni e tre trasportati – ed un autoarticolato Scania di una ditta di Sondrio, condotto dal titolare. Ad avere la peggio i quattro passeggeri, tutti operai, che si stavano recando al lavoro e che occupavano il Ford Transit rimasto incastrato tra i due mezzi. I feriti sono stati soccorsi e portati dal 118 all’ospedale di Savigliano; presenti sul posto, oltre ai Vigili del Fuoco di Savigliano, Carabinieri e Vigili urbani.

Consiglio “estivo”

Poco da discutere... Sarà un Consiglio comunale “estivo”, con molta probabilità, quello di giovedì 21 luglio, convocato alle 19.30 in municipio. In programma ci sono solo due punti: il trasferimento di alcuni tronchi stradali dalla Provincia al Comune ed il parere per l’iscrizione all’albo della nuova Pro Loco di località San Giacomo. Prima, spazio ad interrogazioni ed interpellanze. Ma se queste non saranno molte, è previsto che il “rompete le righe” arrivi abbastanza in fretta. Del resto, ultimamente, i Consigli si sono decisamente accorciati.

Ludoteca cittadina

Chiusa nel mese di agosto La ludoteca La Casa sull’Albero va in vacanza per tutto agosto. Riaprirà lunedì 5 settembre dalle 16.30 con numerose iniziative nei locali in via Mutuo Soccorso n. 8. Si avvisa che l’iniziativa “Intrecciamoci” prevista per domenica 7 agosto nel parco di via Mussa è annullata. «Auguriamo a tutti i bimbi e alle loro famiglie buone vacanze!» dicono Ombretta e Tatiana.

Consulta Anziani

Incontro con l’assessore Cussa Giovedì 21 luglio, alle ore 15, presso il Centro incontro anziani di piazza Nizza n. 11 avrà luogo una riunione della Consulta Anziani e Pensionati. Con l’intervento dell’assessore Claudio Cussa si parlerà di viabilità, raccolta rifiuti, casa di riposo Chianoc e seconda linea CityBus urbano; seguirà il rendiconto della 13ª edizione Festa del Pensionato e dell’Anziano. Infine, si discuterà la proposta di soggiorno marino per l’autunno 2011.

SANITÀ

I sindaci non vogliono il Commissario con Alba e Bra

Asl: altro «no» all’unificazione Approvazione all’unanimità, con applauso “propiziatorio”. È finito così l’incontro cuneese dei sindaci dell’Asl che si è tenuto mercoledì scorso: una settantina di primi cittadini presenti ha detto sì al documento che la Rappresentanza degli stessi (la formano i Comuni di Cuneo, Fossano, Savigliano, Mondovì e Saluzzo) aveva deliberato ed inviato al presidente della Giunta regionale Roberto Cota. Tra i “nostri” hanno partecipato Mario Riu (Caramagna), Sergio Soave (Savigliano), Edoardo Pelissero (Marene), Antonio Parodi (Cavallermaggiore), Giovanni Miniotti (Murello), Gianfranco Capello (Genola); per Cavallerleone il vice sindaco Giovanni Bongiovanni, per Racconigi l’assessore Federico Scarpino, mentre da Monasterolo un delegato sostituiva Marco Cavaglià. La voce dei territori cuneese, saluzzese e saviglianese è una sola: no al commissario “a scavalco”, ovvero non si vuole un direttore proveniente dall’Asl di Alba-Bra o dall’Azienda ospedaliera “S. Croce e Carie” di Cuneo. «A noi non compete fare un nome, vogliamo dare indicazioni di merito e metodo alla Regione. Nessun problema su quello di Monchiero, persona di cui tutti conosciamo professionalità, capacità ed esperienza – ha spiegato il sindaco di Fossano Francesco Balocco –. Ma oggi pensare ad un accorpamento con Alba – quando solo tre anni fa abbiamo unito il Cuneese, il Saviglianese e il Monregalese e il processo di riorganizzazione sa-

PARROCCHIE

Tanti i sindaci e gli assessori della nostra pianura presenti in riunione a Cuneo

nitaria non è ancora completato del tutto – è forzato: e poi anche gli stessi albesi sono contrari». Quello che spaventa e fa paura nell’ottica della paventata “coabitazione” con Alba e Bra è il nuovo ospedale di Verduno che – continua Balocco – «avrà bisogno di ingenti risorse per essere avviato e gestito. Essere nella stessa Asl ci preoccupa. Ora gli accorpamenti non servono a nulla: alla Regione diciamo che se è vero che bisogna razionalizzare, questo non vuol dire lasciare interi territori senza assistenza sanitaria adeguata». Da Cuneo, la richiesta dei sindaci è quella “di non insistere sull’accorpamento, oltre a fare insieme un cammino serio ed a vantaggio del cittadino”. Se Cota, nonostante tutto, rimanesse sordo alle richieste che arrivano dalla Granda, «il nostro compito sarà quello di marcare e tutelare il nostro territorio – risponde il primo cittadino di Cuneo Alberto Valmaggia – oltre a caratterizzare la Rappresentanza dei Sindaci di una presenza più stretta e pungolante. La

Regione ci vede come difensori dei nostri piccoli campanili; comunque è positiva la sospensione della nomina di Monchiero, che era data per sicura». Mario Riu, sindaco di Caramagna, ha voluto ricordare la raccolta di firme a sostegno «del mantenimento e, possibilmente, del potenziamento» del Poliambulatorio di Racconigi («la volevo lasciare per memoria») e, intervenendo sulla questione ha detto: «C’è confusione e serve chiarezza. Dobbiamo

portare a termine l’unificazione della Asl Cuneo Uno». Le ultimissime notizie sono che Corrado Bedogni prenderà servizio a Genova il 1° agosto prossimo e che il più accreditato a sostituirlo dovrebbe essere proprio Giovanni Monchiero. Nessun accorpamento tra le due Asl però, perché Monchiero dovrebbe fare solo il supplente fino alla nomina del nuovo direttore generale. Paolo Biancardi

Sarà Monferino il nuovo assessore? Nulla di ufficiale, ma salvo colpi di scena toccherà a Paolo Monferino, ex manager Iveco, attualmente direttore generale della sanità piemontese tenuto in grande considerazione dal Governatore Cota, a diventare assessore regionale subentrando all’inquisita, e dimissionaria, Caterina Ferrero. Si aprirà il mini rimpasto in Giunta e, come contropartita “politica”, il Pdl potrebbe ottenere due o tre assessorati ritagliati Paolo Monferino frazionando le deleghe degli esistenti: Assistenza, Istruzione, magari Protezione civile e Polizia locale. «Qualunque cosa dovessi fare, non sarò mai un politico» ha detto Monferino.

Alla scoperta di una terra da cui provengono grandi Santi

Pellegrinaggio in Umbria con l’abate Un gruppo di saviglianesi ha partecipato ad un pellegrinaggio in Umbria, sotto la guida di don Paolo Perolini, abate e parroco di S. Andrea e S. Pietro. L’Umbria è terra di grandi santi, dai più conosciuti – come S. Francesco e S. Chiara d’Assisi – a S. Benedetto da Norcia e S. Rita da Cascia. Ad Assisi i luoghi e le chiese – la Porziuncola a S. Maria degli Angeli, la basilica maggiore con gli stupendi cicli di affreschi di Cimabue e di Giotto, la basilica di S. Chiara con il crocifisso di S. Damiano – sono la testimonianza dell’incontro con Gesù che, in modo improvviso e radicale, ha cambiato la vita di Chiara e Francesco, elevandoli ad esempio di virtù e santità. Questo è un luogo santo e da qui partono segni di amicizia, pace, benedizione. A Norcia il pensiero va a S. Benedetto ed all’importanza dei monasteri benedettini; luoghi isolati di campagna e montagna che, nel primo Medioevo, diventarono il sistema di protezione e riferimento della popolazione: la regola benedettina di preghiera e lavoro (ora et labora) si tradusse anche nell’organizzazione del territorio e nella coltivazione delle piante officinali per la cura delle malattie. L’Abbazia di Sassovivo, esempio importante dell’insediamento benedettino nel Medioevo, dopo secoli di abbandono, è ora restaurata e abitata dai fratelli di Charles de Foucault; le sue parole sembrano risuonare nel bellissimo chiostro, luogo particolare di meditazione e preghiera: “Bisogna attraversare il deserto... lasciare posto a Dio...”. A Cascia domina invece la figura di S. Rita, la donna umile ed obbediente che nella società avvelenata da violenze e vendette ha ope-

I saviglianesi hanno visitato luoghi della Fede come Assisi, Norcia e Cascia

rato con forza e amore per la pace; testimone di eventi straordinari – la spina in fronte, la rosa fiorita – Rita non ha fatto miracoli, ma la sua santità è stata riconosciuta nella vita cristiana di ogni giorno, in ogni tappa dell’esistenza. «Il pellegrinaggio – dicono i partecipanti – è un viaggio particolare, un’esperienza comunitaria di ricerca e cammino di fede, non disgiunta dall’esperienza turistica e culturale della visita a luoghi ameni e ricchi di opere d’arte. In questo senso, la visita delle città di Perugia e Orvieto con gli splendidi monumenti, la Rocca paolina, il magni-

fico Duomo e la puntata a Spello sono state oltremodo affascinanti. Ottima l’organizzazione logistica della Cisalpina, grazie ad Emanuele, che ha guidato con grande perizia, ed a Luca, che ci ha accompagnato con professionalità e competenza. Grazie anche a don Paolo, che ci ha fatto conoscere, con dovizia di particolari, la vita dei santi Francesco e Chiara e di S. Rita, invitandoci a riflettere sulla loro funzione di mediatori della parola di Dio per noi. L’abate è stato anche animatore instancabile del viaggio nella convivialità e nell’amicizia con tutti».


savigliano

CURIOSITÀ

Schindler ha perso la “c”. E Galateri... non è più lui

Una targa sbagliata? No, due! Ultimamente, spesso con lo zampino di Carmine Bonino, alcune aree cittadine sono state intitolate a personaggi famosi, anche non italiani, come Ferenc Molnar (lo scrittore ungherese autore de “I ragazzi della via Paal”). Il consigliere della lista civica per Soave – tra le tante proposte avanzate – ha sempre avuto un occhio di riguardo per le vicende legate alla Seconda guerra mondiale ed al dramma della Shoah. Nel recente passato aveva già fatto modificare la targa di via Palestro (aggiungendovi “ex contrada del ghetto”) ed aveva tentato di far intitolare qualcosa (via o giardinetto, non importava) a Claus Von Stauffenberg, l’attentatore di Hitler reso famoso da Tom Cruise con il film “Operazione Valkiria”, ed a Simon Wiesenthal, il “cacciatore di nazisti” polacco. In entrambi i casi, il povero

Carmine non fu “profeta in patria” (ma chi riesce ad esserlo?), visto che le sue proposte qui non vennero accolte, ma trovarono asilo a Boves (Von Stauffenberg) ed a Torino (Wiesenthal). Ma chi conosce Bonino, sa che non demorde. E allora ecco l’ultima proposta, questa volta approvata dalla Commissione toponomastica comunale: un giardino, nei pressi di corso Isoardi, dedicato ad Oskar Schindler (1908-1974), l’imprenditore tedesco che salvò oltre mille ebrei dai campi di concentramento. Anche in questo caso, il personaggio era oscuro ai più fino all’uscita, nel 1993, del film di Steven Spielberg “Schindler’s list” (la lista di Schindler). Tutto bene, dunque? Non ancora. Nei giorni scorsi era stata finalmente posizionata la tar-

La piazza è intitolata ad Annibale, non alla famiglia

SANITÀ

Questa targa è stata rimossa per la correzione

ga nel giardino, ma poi ci si è accorti che c’era un errore: “Schindler” era stato scritto “Shindler”, senza la “c”. Poco male: lunedì la targa errata era già stata rimossa e sarà sostituita da quella giusta. L’importante è essere pronti per l’inaugurazione ufficiale, prevista in autunno, per la quale Bonino vuole invitare autorità tedesche e membri della Comunità ebraica di Torino. «Sono già in contatto sia con loro che con l’ambasciata tedesca» riferisce Carmine con entusiasmo. La targa di Schindler, però, non è l’unica ad essere sbagliata nella nostra città. Anche in piazza Galateri c’è un errore. Questa volta, però, la grammatica non c’entra nulla: l’errore è, come si dice, “nel merito”. La targa apposta nel punto dove si fermano i bus, infatti, recita:

Anche al SS. Annunziata un progetto specifico

Un aiuto per chi cresce dei gemelli La percentuale di gemelli nella popolazione tende ad aumentare con i parti multipli, frequenti nelle gravidanze assistite, e per l’aumento dell’età media delle madri. La situazione di avere gemelli, da un lato è densa di aspetti positivi, dall’altro necessita di una particolare attenzione per prevenire alcuni problemi tanto della madre, quanto dei bambini. Proprio per questo, dal 2001 presso il dipartimento di Psicologia dell’Università di Torino, grazie al finanziamento della Regione Piemonte (assessorato Welfare e Lavoro), è attivo il Progetto Gemel-

li, coordinato dalla prof.ssa Piera Brustia, che da anni affronta e approfondisce la tematica gemellare. Il progetto realizza attività di ricerca, formazione, informazione e sostegno alla genitorialità. Sono stati organizzati nelle diverse province del Piemonte, gruppi per genitori ed educatori di gemelli, al fine di sostenere le famiglie e gli insegnanti nel percorso di crescita dei loro bambini. La provincia di Cuneo, in particolare, ha sempre risposto in modo molto significativo diventando una sede “privilegiata” per la numerosità e l’intensità degli incontri. Ed a Savigliano è stato at-

tivato, in collaborazione con il Dipartimento Materno Infantile dell’Asl Cuneo Uno, uno spazio di consulenza dedicato ai futuri genitori ed ai neo-genitori di gemelli gestito dalla dott.ssa Elena Messa, psicologa e collaboratrice del Progetto Gemelli. Ogni quarto giovedì del mese, dalle 15 alle 20, è possibile usufruire di colloqui di informazione, di sostegno e di consulenza presso il Reparto di Ginecologia-Ostetricia dell’ospedale SS. Annunziata di Savigliano; bisogna prenotarsi allo 011.6703059, oppure tramite mail a progetto.gemelli@unito.it. La partecipazione è gratuita.

“piazza Galateri – insigne famiglia saviglianese”. Non dovrebbe essere così. «La piazza – dice infatti il professor Luigi Botta, profondo conoscitore della storia cittadina – è invece intitolata ad Annibale Galateri, per lunghi anni podestà di Savigliano ed autore, tra l’altro, del monumento a Schiaparelli che si trova proprio su quella piazza». G.Ma.

giovedì 21 luglio 2011

3


4

savigliano

giovedì 21 luglio 2011

AEROPORTO

BREVI DALLA CITTÀ

E tensione allo scalo per il ritardo di un volo

I droni decollano da Levaldigi

Nuovo Doblò per l’Avo

Sarà consegnato giovedì sera

Il Doblò è stato donato dalla famiglia Bramardi Giovedì 21 luglio, alle ore 18, presso la casa di riposo Chianoc, in via Donatori del Sangue n. 2, si svolgerà la cerimonia di benedizione e consegna del veicolo Fiat Doblò, donato dalla famiglia Bramardi all’Associazione volontari ospedalieri.

“Cantiere di lavoro”

Per dieci disoccupati della nostra zona Il Comune di Savigliano attiverà un “cantiere di lavoro” della durata di 80 giornate lavorative per 10 persone. Possono presentare domanda i disoccupati iscritti presso il Centro per l’impiego e residenti in uno dei seguenti Comuni: Savigliano, Caramagna, Casalgrasso, Cavallerleone, Cavallermaggiore, Faule, Marene, Monasterolo, Murello, Polonghera, Racconigi, Ruffia,Villafalletto,Villanova Solaro e Vottignasco. La retribuzione giornaliera di legge è di 31,92 euro lordi (7 ore di lavoro per 5 giorni alla settimana). Gli interessati si presentino in municipio presso l’ufficio Solidarietà (tel. 0172/710260 - 0172/710271 - 0172/710279) esclusivamente nel periodo compreso tra lunedì 25 luglio a venerdì 5 agosto. Orario: dal martedì al venerdì 8.30-12.30, lunedì 8.30-17.30.

Una saviglianese da 100

Torna agli onori della cronaca l’aeroporto di Levaldigi con due notizie. La prima è che la Giunta regionale, su proposta dell’assessore Massimo Giordano, ha approvato la scelta dello scalo cuneese per la sperimentazione di nuovi sistemi di volo senza pilota per iniziative nel campo civile. Nell’aeroporto si è ultimata, infatti, la costruzione di un nuovo hangar finanziato per l’80% dalla Regione Piemonte, che ha concesso alla Geac, la società che gestisce Levaldigi, un contributo di circa 250 mila euro.Tra alcuni mesi, guardando in cielo, si potranno scorgere i voli di prova di ben tre “Droni” – aerei teleguidati che gli Usa stanno già impiegando in azioni militari – avveniristici velivoli che fanno parte di un progetto di Alenia. I tre Droni – due partiranno dalla base di Levaldigi, e un terzo da Bene Vagienna – voleranno a tre altitudini differenti: grazie proprio al fatto di non aver nessuna persona a bordo,

SOLIDARIETÀ

Il “Predator” americano è un drone, ovvero un aereo senza pilota

potranno essere impiegati in missioni riguardanti calamità naturali o di protezione civile. D’altronde, avevano fatto la loro comparsa sugli schermi cinematografici di “Guerre stellari”, ovvero dalla finzione alla realtà il passo è breve. L’altra notizia è conseguente in parte alla chiusura della pi-

sta di Caselle, che ha dirottato a Levaldigi tutto il traffico lowcost del Piemonte e del fatto che lo scalo cuneese è chiuso ogni notte dalle 24 alle 6.Venerdì 15 luglio l’aereo delle 22.10 che doveva ripartire per Casablanca – si sarebbero imbarcati oltre 160 passeggeri – non è atterrato: a causa di un guasto aveva ac-

cumulato ore di ritardo cosicchè è dovuto scendere a Malpensa. E la decisione di spostare, tramite bus, i passeggeri a Malpensa ha scatenato la protesta con tensioni nella hall dello scalo, che hanno richiesto l’intervento delle forze dell’ordine. «Chiedevano che la Compagnia, l’Air Arabia Maroc, pagasse l’hotel per la notte e ci fosse il mattino seguente un volo per Casablanca» dicono a Levaldigi, mentre il presidente dello scalo Guido Botto vuole ringraziare le forze dell’ordine «che sono state determinante. La protesta è accettabile da parte di chi si vede annullare il volo, ma non è scusabile quando degenera». Ha cercato di riportare la tranquillità anche il referente della comunità marocchina della Granda Rashid El Yandouzi: «avevano paura di non trovare nessuno a Milano. Abbiamo garantito che non sarebbe stato così. Purtroppo a Levaldigi, con 4 voli settimanali da e per il Marocco, mancano indicazioni e personale in lingua araba».

Alcune associazioni cittadine aiutano “Semi di Baobab”

Federica “matura” al Soleri di Saluzzo

Un sostegno all’“altra faccia” dell’Africa

Nella rassegna degli studenti meritevoli, non dimentichiamo i saviglianesi che studiano, con risultati eccellenti, fuori città. È il caso di Federica Brero che, all’istituto Soleri di Saluzzo, indirizzo socio-pedagogico, ha concluso l’esame di “maturità” con la massima votazione: 100. Chi volesse ancora segnalarci degli studenti che sono usciti con cento all’esame di maturità, può inviare dati e foto all’indirizzo e-mail redazione@ilsaviglianese.com oppure passare direttamente in redazione (piazza Santarosa n. 21), dal lunedì al venerdì in orario d’ufficio.

Il baobab non è soltanto un albero spirituale, inteso come luogo d’incontro, di consiglio, di preghiera. È il nome dell’associazione nata due anni fa a Racconigi per offrire un valido sostentamento alle popolazioni del Burkina Faso. Le strutture scolastiche sanitarie e di accoglienza, così come i progetti che favoriscono l’emancipazione dalla povertà, sono solo alcune delle attività che “Semi di

Federica Brero

Baobab” ha realizzato. Ma molto è ancora da fare. Parecchi sono infatti i problemi del Paese subsahariano: le malattie parassitarie, la febbre gialla e la malaria; la malnutrizione, che abbassa totalmente le difese immunitarie, soprattutto dei bambini; l’acqua potabile, della quale il sottosuolo è ricco, ma per cui non è possibile costruire i pozzi a causa della mancanza di fondi. L’altra faccia dell’Africa, dunque, lontana dagli alberghi di lusso e dai safari per occidentali, che nonostante ciò non si arrende e si affida all’agricoltura per sopravvivere e alla speranza e alla perseveranza per progredire. Perseveranza che, evidentemente, non manca nemmeno all’associazione “Semi di

LUTTO

Baobab”, che continua incessantemente la sua opera di volontariato, riuscendo a coinvolgere anche i saviglianesi. Grazie al Circolo Sub, all’associazione “Tam Tam”, ai ragazzi del centro “Calor”, ad Adelaide e Giovanni Gullino, è stato infatti possibile raccogliere 20 bancali contenenti pasta, riso, pomodori, biscotti, piselli, tonno, olio, e molti altri generi alimentari, che salperanno da Genova e serviranno a nutrire la popolazione indigena. Non solo. Tre centri educativi agricoli riusciranno a risparmiare soldi, permettendo così a un centinaio di ragazzi di continuare a studiare e lavorare. «Al mondo c’è ancora un mostro che ammazza milioni di esseri umani: la fame – spiega Lu-

Sperano i bambini del Burkina

ca Gonella, volontario dell’associazione –. Per colpa sua, malattie curabili come dissenteria, polmonite e malaria, diventano letali. Eppure, basterebbe poco per evitare queste inutili tragedie. Semi di Baobab ne è un esempio». Valentina Barbuto

I Bonadé Bottino venivano dalla val Grande di Lanzo

Con Catterina, scompare una casata Venerdì scorso, nella chiesa di tina. Gli altri tre aprirono una latteSan Giovanni, si sono svolti i funeraria a Torino, in corso Francia. Pietro li di Catterina Bonadè Bottino, deprese in moglie Giovanna Borda Bosceduta improvvisamente a Breno, sana da Revello ed ebbe due figlie, frazione di Chialamberto, borgo Felicita e Catterina. montano nella val Grande di Lanzo Nata a Saluzzo nel 1930, all’età dove, come da ottant’anni a questa di 3 anni Catterina venne ad abitare parte, trascorreva i mesi estivi nella a Savigliano con i genitori, che avevacasa avita. no rilevato un negozio di generi aliStando ai registri parrocchiali mentari situato di fronte al municisparsi nelle varie cappellanie, che dipio. Rimasta orfana del padre nel ligentemente (ma non è solo una Catterina Bonadè Bottino 1941, aiutò la mamma (chi non ricorquestione di diligenza: è una passioda la minuta “madama Bonadè”?) nelne che da sempre gli ribolle nel sangue e le nume- la conduzione dell’esercizio commerciale finché rose pubblicazioni storiche, a cominciare dalla “Sto- non andò in sposa a Giovanni Battista “Tino” Saria di Cavallermaggiore” del 1967 sono lì a testi- bena (col quale aveva festeggiato recentemente il moniarne la sua grandezza) il nostro concittadino sessantesimo anniversario delle nozze) allietate daldon Sebastiano Galletto ha raccolto nell’archivio la nascita di tre figli, Piero,Vittoria e Paolo. della parrocchia di Chialamberto, vi sono tracce La sua vita è stata tutta spesa al servizio del della famiglia Bonadè Bottino nella frazione di Bre- marito, dei figli e degli otto nipoti. Ed in particolare, no fin dal 1500, anche se inizialmente compariva per aiutare la figlia che le ha dato quattro nipoti, ha unicamente il cognome “Bottinus” e solamente ver- girato il mondo da Bruxelles a Parigi, passando per so l’inizio del ‘700, stante la necessità di distingue- Londra, Seoul ed Hong Kong. re le varie famiglie che portavano lo stesso cognoSarà un caso, o forse il destino, o forse ancora me in un paesino molto isolato dal resto del mon- una di quelle strane e complicatissime trame con i do, comparve un “Bottinus vulgo Bonadero”. E da al- quali la natura su diverte ad intrecciare le vite di lora il ramo della famiglia si chiamò Bonadè Botti- noi mortali, ma proprio nella stessa casa, nella stesno. sa camera da letto che aveva visto nascere la famiNel 1957, in quella casa dagli spessi muri in pie- glia Bonadè Bottino cinquecento anni fa, si è conclutra secca, morì il nonno di Catterina, Giacomo, clas- sa l’avventura terrena non solo di Catterina, ma di se 1868. Dei suoi tre figli e due figlie solamente il tutta la casata. “L’uomo mortale non ha che questo di primo, Pietro, classe 1897, si sposò. Degli altri fratel- immortale; il ricordo che porta e il ricordo che lascia” li uno, Bernardo (Pinot), emigrò nel 1926 in Argen- scrisse Cesare Pavese.


savigliano

SANITÀ

giovedì 21 luglio 2011

Presentata la festa del santuario, ma i problemi restano

Attesa la visita del vescovo Quest’anno alla Sanità si farà festa per mantenere i riflettori sempre accesi su di un santuario molto amato dai fedeli, sia saviglianesi che forestieri. Nei giorni scorsi è stato varato il programma delle celebrazioni religiose e dei divertimenti, che inizieranno domenica 21 per concludersi domenica 28 agosto (la novena inizierà l’11 agosto). Per quanto attiene alla sfera spirituale, la notizia più importante è che per la seconda volta in pochi mesi, il nuovo vescovo della Diocesi di Torino, monsignor Cesare Nosiglia, sarà in città (ad aprile aveva incontrato i giovani a Sant’Andrea). Presiederà infatti la messa delle 11 di martedì 23 agosto. In occasione della visita, gli amici del Circolo della Sanità gli chiederanno di intervenire non solo per la cura delle loro anime, ma anche per risolvere problemi più “mondani”. Il momento, si sa, non è dei migliori. «Combattiamo contro i mulini a vento – dice Luciano Mussetto, presidente del circolo – perché la situazione del santuario, dopo l’infortunio occorso quasi un anno fa al rettore don Alfredo Vallo, è sempre in bilico. Ci sostiene il fatto che don Roberto, parroco della Pieve, sia stato nominato “prorettore”, ma forse eravamo troppo ben abituati prima, quando il rettore pensava a tutto e manteneva vive ed in funzione sia la chiesa che le strutture annesse. La festa, infatti – aggiunge Mussetto – secondo noi ha un senso se serve a valorizzare un santuario funzionante quotidia-

Assessori, frazionisti della Sanità e volontari di Attività e Cultura presentano il programma

namente. Invece, adesso viene aperto solo per una messa la settimana... Parleremo di questa situazione al vescovo. Non gli chiederemo la luna; speriamo solo di riuscire a trovare una soluzione per mantenere vivo il santuario e le sue attività, tra cui il museo degli ex voto, che è una particolarità». Sul fronte dei divertimenti, in calendario vengono confermati molti appuntamenti: i tornei di ping-pong, la corsa podistica, le serate danzanti, la festa della birra per i giovani (dopo un esordio di successo, lo scorso anno), la “merenda sinoira”. Come sempre, mercoledì ci saranno i fuochi d’artificio e giovedì la cena dell’amicizia. Ma questo non sarà l’ultimo appuntamento della festa, perché quest’anno, a cura dell’associazione “Attività e

Per i bambini, tradizionale benedizione con lancio di palloncini

Cultura per Savigliano” (che già si occupò del restauro degli ex voto), ci sarà una giornata per gli amanti della natura: “Le ore del sole e le ore delle stelle”, in programma per sabato 27 agosto. Al pomeriggio si farà visita al bosco ed al canneto della famiglia Canelli; poi si potranno ammirare le meridiane di villa Tolosana e del santuario della Sanità; la sera, infine, dopo una pausa “mangereccia”, ci sarà l’apertura del museo degli ex voto con una “visita risorgimentale” e l’osservazione delle stelle con l’aiuto di esperti (tra cui il giovane saviglianese Marco Lijoi). Ancora due novità, entrambe previste per domenica 21: il servizio navetta eccezionalmente collegato con la Sanità (prima era un pullman chiamato da don Vallo) ed una proiezione su di un trekking dal titolo “Sulle orme di Santorre”. Non mancherà infine il 10° premio “Piero, Stefy ed Enrico” per le scuole materne, elementari e medie, giunto alla decima edizione. Ai ragazzi è stato chiesto – in onore dei 150 anni dell’unità d’Italia – di “colorare” il monumento di Santorre di Santarosa (solo sulla carta, tranquilli...). Guido Martini

ALPINI

5

Partono i lavori per il salone polivalente La presentazione del programma della festa patronale 2011 ha dato modo al presidente del Circolo “Amici della Sanità” di annunciare che in questi giorni partiranno i lavori per la realizzazione di un salone polivalente nei locali adiacenti al santuario. «L’intervento – ha spiegato Luciano Mussetto – costerà sui 130.000 euro, anche se temiamo che non bastino. Per dotare i locali di tutti i servizi necessari e a norma di legge, infatti, ci sono tanti interventi da realizzare, con i relativi costi. I lavori sono stati finanziati da contributi del Comune, delle Fondazioni CRTorino e CRSavigliano, da contributi di privati (chi con materiale, chi con lavoro, chi con denaro) e da fondi propri. Abbiamo richiesto altri contributi e prossimamente faremo ancora appello ai tanti, saviglianesi e non, che hanno a cuore il santuario». L’idea è quella di creare un locale di servizio sia per i frazionisti che per i fedeli in visita alla chiesa oppure al museo degli ex voto (attualmente aperto solo su richiesta). «Si tratta di un salone di 80 metri quadrati – precisa Mussetto – che sarà dotato anche di cucina e dispensa». Quindi andrà bene sia come locale di ritrovo che per momenti conviviali. Il Comune ha sostenuto quest’opera con 40.000 euro e, specialmente con l’intervento dell’ultima Giunta Soave, ha anche dato una mano per l’organizzazione della festa, la più importante della città. «Anche se è un momento difficile per le casse comunali – dice l’assessore alle Finanze Gianpiero Piola – siamo intervenuti volentieri. Lo scorso anno c’è già stato un congruo contributo da parte nostra ed anche per quest’anno ci sarà un bando a cui si potrà accedere».

A San Maurizio di Cervasca, Imperia ed a Frassino

In autunno, tre appuntamenti Il direttivo del Gruppo Alpini ricorda a soci, familiari e simpatizzanti i tre appuntamenti per il prossimo autunno. Domenica 4 settembre ci sarà il tradizionale ritrovo a San Maurizio di Cervasca per ricordare i caduti della gloriosa Divisione Alpina Cuneense. Domenica 11 settembre si va invece ad Imperia, in Liguria, per il raduno del 1° Raggruppamento Alpini. Il direttivo saviglianese ha organizzato la gita di un giorno per partecipare alla manifestazione. Si parte in pullma alle ore 5 dall’Ala di piazza del Popolo. Dopo una sosta in autogrill per la colazione libera, si arriverà ad Imperia per prendere parte alla sfilata. Seguiranno il pranzo libero e la visita alla città. Alle 17, rientro (con sosta in autogrill). Alle 20, cena al ristorante “Cavallo Rosso” di frazione Cavallotta, con un ricco menù. Il prezzo (trasporto + cena) è di 45 euro (minimo 40 persone). Per motivi organizzativi, contattare al più presto il capogruppo Secondo Cavallo (tel. 0172.31564) oppure Piero Lenta (0172.21720). Infine, domenica 18 settembre, si rinnova la tradizionale polentata alpina a Frassino (menù con polenta, salsiccia, spezzatino, gorgonzola., parmigiano, frutta e dolce). «Alpini, con i vostri familiari ed amici, siete tutti invitati a passare una domenica in allegria» dice il capogruppo Secondo Cavallo.

La tradizionale polentata a Frassino tornerà il 18 settembre

Raduno degli ex combattenti La federazione provinciale di Cuneo dell’Associazione nazionale combattenti e reduci organizza, per domenica 25 settembre a Cuneo, presso il mercato coperto, il 27° Raduno provinciale 10° interregionale. I partecipanti arriveranno a partire dalle 8, mentre alle 9 ci sarà l’apertura del raduno con i saluti delle autorità ed i discorsi ufficiali. Alle 11, la messa officiata da don Aldo Benevelli. Alle 12.30, “rancio sociale” al prezzo di 27 euro. Prenotazione obbligatoria entro il 5 settembre. Telefonare ad ore pasti ai numeri 0172.31564 (Secondo Cavallo) o 346.1252197 (Claudio Cerato). In base alle adesioni, sarà valutato se organizzare un pullman o se recarsi a Cuneo con mezzi propri.


6

savigliano

giovedì 21 luglio 2011

TETTI ROCCIA

Celebrazioni per Sant’Anna

Festeggiamenti patronali A Tetti Roccia è la festa patronale di Sant’Anna. Giovedì 21, ore 20.30, gare alle bocce a coppie sorteggiate, libera a tutti (escluse cat. A e B); e a Scala 40. Venerdì 22, ore 20.30 proseguimento gara alle bocce; ore 20.30, gare a Scala 40 e Tresette. Sabato 23, ore 14, proseguimento e finale gara a bocce; ore 20.30, gara a Scala 40. Domenica 24, ore 10, S. Messa solenne con processione; ore 15, gara a bocce lui e lei; ore 16, giochi popolari per bambini e ragazzi per tutti; ore 20, polenta, salsiccia, spezzatino, gorgonzola e un bicchiere di vino (6 euro); ore 21, serata danzante con l’orchestra Duo x Due (ingresso libero). Lunedì 25, ore 14, gara alle bocce a coppie sorteggiate, libera a tutti (escluse cat. A e B); ore 15.30, S. Messa per nonni

ed anziani (seguirà rinfresco); ore 20, grande serata del bollito (costo 11 euro, bevande escluse); ore 21, serata danzante con l’orchestra Maurizio e la Band (ingresso libero). Martedì 26, ore 14, gara alle bocce a coppie sorteggiate, riservata a frazionisti, parenti ed offerenti; ore 20.30, Cena dell’Amicizia (adulti 25 euro, bambini fino a 10 anni 13 euro). Prenotazioni, entro lunedì 25 luglio, presso il Circolo Libertas e la Pro Loco ai numeri 0172.374264 e 0172.374118. Giovedì 28, ore 20.30, gara alle bocce lei e lei a coppie sorteggiate, libera a tutte (esclusa cat. A femminile). Da lunedì 1 a mercoledì 10 agosto, presso il circolo Libertas, si terrà la “Gara a terne senza vincolo” di bocce. Quota d’iscrizione 50 euro a terna; per informazioni Paolo (cell. 333.2199567).

SAN GIACOMO

Il gruppo appena costituito organizza la patronale

Nuova Pro Loco all’esordio “Tutto è pronto” annuncia la Pro Loco di San Giacomo. Lunedì sera sono partite le manifestazioni per la festa patronale: dal 18 al 21 luglio, infatti, nella chiesetta di San Giacomo, alle ore 21,viene celebrato il Santo Rosario. Domenica 24, alle ore 9.30, verrà officiata la Santa

BREVI DALLA CITTÀ Madonna della Neve

Aperte le prenotazioni per la cena Si avvicina la festa alla Madonna della Neve. Da lunedì 1° agosto, alle ore 21, inizierà la novena. Per quanto riguarda i festeggiamenti civili, sono in programma gare, giochi, serate danzanti e momenti conviviali (sui prossimi numeri, tutto il programma). La cena si terrà sabato 6 agosto, alle 20.30. Le prenotazioni sono aperte fino al 3 agosto ai numeri 0172.21720 (Lenta), 0172.21531 (Ramello) o 0172.33406 (Ferrero).

Bocciofila Vitanova

Si festeggia Sant’Anna Alla società bocciofila Vitanova si festeggia Sant’Anna. Sabato 23 luglio, alle ore 8, sarà celebrata una messa in ricordo dei defunti; alle ore 8.30, rinfresco. Alle ore 14.30 ci sarà la gara alle bocce a baraonda, con premi a punteggio per tutti (1° premio, 4° memorial Giacomo Abrate; 2° premio, 9° memorial Alberto Pinta, Giulio Guglielmino, Marco Gianoglio). Alle ore 20 ci sarà la cena per tutti gli aderenti alla categoria di Sant’Anna, dipendenti e familiari. Le iscrizioni si raccolgono entro giovedì 21 luglio, telefonando ai numeri 0172.31754 (Mauro Lingua), 0172.712920 (Franco Paonne), 0172.716075 (Claudio Iotti) o 0172.716088 (Piero Tomatis). Per tutti, lotteria gratuita con ricchi premi.

“Come cenere d’oro”

Flavia Franco vince concorso letterario Il concorso letterario nazionale per un racconto inedito “Le Storie del Novecento” (XII edizione), promosso dal Comune di Serravalle Scrivia ed annoverato tra i 30 più prestigiosi premi letterari nazionali, ha raggiunto quest’anno la sua XII edizione. Dodici anni di un concorso che rinnova ad ogni ediFlavia Franco riceve la targa zione la propria vitalità con la partecipazione di racconti che provengono in maniera omogenea da ogni parte d’Italia, da nord a sud. Ad aggiudicarsi questa edizione è stata la saviglianese Flavia Franco, prima classificata con il racconto “Come cenere d’oro”, premiato con 1.000 euro e la pubblicazione in antologia.

La bottiglia celebrativa

ECONOMIA

Messa. Al termine, avverrà la consegna di un riconoscimenti ai “frazionisti più longevi”. Lunedì 25, la funzione è fissata per le 8.30. Queste le celebrazioni religiose. Per i festeggiamenti “profani”, invece, l’appuntamento è per venerdì 22 e sabato 23 con la Festa della birra. Sotto le stelle, fiumi di nettare dorato scorreranno per accompagnare una pizza in compagnia e per ballare a ritmo di musica. Ripresisi dalle due serate, domenica 24, al pomeriggio, i frazionisti (ma non solo) sono invitati ai giochi popolari per bambini ed adulti (ore 16). Alle 21, si disputerà una gara a Scala 40, aperta a tutti. Lunedì 25, dalle 20, “Buffet di San Giacomo”: sotto il cabaret, chi vuole, può portare un piatto, dolce o salato, da condividere tutti insieme, per una cena un po’ “alternativa” e concludere così questi sette giorni. Durante i festeggiamenti, resta attivo il servizio bar.

La chiesetta di San Giacomo sarà il centro delle funzioni religiose

«Una delle novità di quest’anno è il concorso “Disegna il Logo”, aperto a tutti, frazionisti e non, da 0 a 99 anni – sottolineano gli organizzatori –. È sufficiente scatenare tutta la fantasia per disegnare il logo, che comparirà nella tessera nominativa per associarsi alla Pro Loco. Il vincitore verrà annunciato nella serata di lunedì, quando verranno estratti i biglietti vincenti della sottoscrizio-

ne a premi». Nel frattempo, chi volesse diventare socio della Pro Loco, potrà iscriversi durante le serate di festa, per un costo di 3 euro. Ma gli “aficionados”, non potranno farsi mancare la bottiglia celebrativa della Pro Loco (10 euro) di Nebbiolo 2009, a cui, in omaggio, verrà allegata la tessera dell’associazione. Valeria Quaglia

Era al 10%. Gandolfo di Confartigianato Cuneo esprime soddisfazione

Ridotta al 4% la ritenuta sui bonifici dei lavori incentivati Nei giorni scorsi, è stato approvato un provvedimento (pubblicato il 6 luglio in Gazzetta Ufficiale) che riduce dal 10% al 4% la ritenuta sui bonifici versati alle imprese che hanno svolto lavori incentivati con le detrazioni fiscali del 36% (ristrutturazione edilizia) e del 55% (risparmio energetico). «Esprimo estrema soddisfazione – commenta Luciano Gandolfo, rappresentante provinciale del settore edili di Confartigianato, nonché vice presidente nazionale di Anaepa – per il ridimensionamento di una norma che, oltre a non portare alcun vantaggio concreto, pesava sulle piccole e medie imprese e si tra-

SCUOLA EDILE

duceva in una minor disponibilità monetaria». «L’aliquota del 10% – ricorda ancora Gandolfo – era stata introdotta con il decreto legge 78/2010 “Misure urgenti per la stabilizzazione finanziaria e la competitività economica”, che imponeva a partire dal 1° luglio 2010 a banche e Poste Italiane di operare una ritenuta sulle somme versate tramite bonifico dai soggetti che effettuano lavori di ristrutturazione e riqualificazione energetica beneficiando degli incentivi fiscali». Con la precedente norma si istituiva di fatto una ulteriore anticipazione del prelievo che sommandosi ai normali acconti di

imposta già versati, determinava un incremento delle posizioni a credito. «Più volte – commenta Domenico Massimino, presidente provinciale Confartigianato Cuneo – avevamo sollecitato un superamento della norma o quanto meno una riduzione della percentuale di aliquota applicata. Grazie all’opera congiunta delle organizzazioni sindacali si è riusciti a trovare un accordo con il ministro dell’Economia Giulio Tremonti e ad arginare questo inutile fardello che andava ad aggiungersi alle già ingenti problematiche finanziarie delle imprese legate all’attuale congiuntura economica».

Luciano Gandolfo

Tra i premiati, anche studenti dell’istituto per geometri Eula

Concorso “Progettare e lavorare in sicurezza”

Poesia e giornalismo

Mariano in giuria al premio Acqui Il presidente dell’Ordine dei giornalisti del Piemonte, Alberto Sinigaglia, quale presidente della giuria del premio Acqui Terme per la poesia ed il giornalismo, ha chiamato nella stessa giuria il saviglianese Beppe Mariano, condirettore della rivista nazionale “Il cavallo di Cavalcanti”. Gli altri giurati sono Bruno Quaranta, giornalista de La Stampa e di Tuttolibri, e Loris Marchetti, vicepresiBeppe Mariano dente della Fondazione Lattes. La premiazione si svolgerà ad Acqui il prossimo 3 settembre e prevede anche un premio speciale alla carriera, che sarà conferito al linguista e docente universitario torinese Gian Luigi Beccaria.

Gli studenti con le autorità della Scuola Edile durante la premiazione svoltasi a Vicoforte nel mese di maggio

Alla fine dell’anno scolastico, a Vicoforte, la Scuola Edile di Cuneo ha premiato 21 studenti che si sono distinti per l’attenzione, la sensibilità ed il profitto sui temi della sicurezza nei cantieri nel concorso “progettare e lavorare in sicurezza”. L’attività di promozione e sensibilizzazione sulla sicurezza ha interessato 22 classi (12 quarte e 10 quinte) e 395 studenti (221 di quarta e 174 di quinta) degli Istituti per Geometri di Bra, Ceva, Cuneo, Mondovì, Saluzzo e Savigliano. La prova del concorso è stata sostenuta dai 152 studenti di quinta, dopo aver partecipato alle attività di orientamento al set-

tore e di sensibilizzazione e formazione sulla sicurezza proposte ai ragazzi dalla Scuola Edile. Particolarmente importanti le visite cantiere seguite dalle attività formative in aula che hanno avuto come principali argomenti la conoscenza delle norme (Testo Unico sulla sicurezza), delle fasi di lavoro che si svolgono in un cantiere edile e dei rischi delle lavorazioni, oltre naturalmente alle metodologie da adottare per la elaborazione della valutazione dei rischi. «La speranza – dicono dalla Scuola Edile – è che queste attività di orientamento e di sensibilizzazione sulla sicurezza proposte agli studen-

ti aiutino le nuove generazioni ad assumere consapevolezza sulla necessità di progettare e lavorare sempre meglio ed in sicurezza, riducendo al minimo i potenziali rischi nel cantiere e limitando al massimo gli infortuni, in particolare quelli mortali. Un grazie ai ragazzi, ai loro insegnanti dirigenti scolastici per la loro attenzione, sensibilità ed impegno dimostrato». Tra gli studenti premiati troviamo Daniele Agueli, Luca Peruccio, Luca Ferreri, Luca Rivoira, Diego Beltrando ed Angelo Fasciglione dell’Istituto per geometri “Eula” di Savigliano; Giacomo Calliano e Francesco Gastaldo di Racconigi.


GIOVEDÌ 21 LUGLIO 2011 IL SAVIGLIANESE 7


8

giovedì 21 luglio 2011

BREVI DALLA CITTÀ Concorso del “Molo”

Gli ultimi due vincitori

savigliano

PARROCCHIE

Divertimento, attività formativa, compiti e gite

5 settimane con Estateinsieme

L’associazione “Il Molo” ha reso noti gli ultimi due vincitori del concorso “Vinci la musica”: si tratta di Andrea Fiorito, cliente del distributore Agip di Allocco e Aimetta, ed il possessore della “Savigliano card” numero 3210655402032822, cliente de La Stella dei Sapori, di cui purtroppo gli organizzatori non hanno un recapito. Ricordiamo che i premi in palio sono un cd musicale a scelta estratto per ogni punto vendita; il cd potrà essere scelto e ritirato dai vincitori (che dovranno essere muniti di “Savigliano card” e carta d’identità) direttamente presso il negozio Exit Music di via Tapparelli.

Leva 1951

Buon compleanno sessantenni La leva del 1951 lancia un appello a tutti coloro che sono nati in quell’anno e che sono, quindi, arrivati alle sessanta primavere. Partecipate numerosi all’incontro conviviale, in cui ci si potrà scambiare reciprocicamente gli auguri, domenica 18 settembre. A breve seguiranno ulteriori comunicazioni con i dettagli sul programma.

Smarriti chiavi ed orecchino

In piazza D’Armi e in viale Del Sole La scorsa settimana è stato smarrito, in zona piazza D’Armi, un mazzo di chiavi con portachiavi in pelle nero. Chi l’avesse trovato è pregato di consegnarlo presso la redazione de “Il Saviglianese” in piazza Santarosa n. 21. Sabato scorso, nel pomeriggio, è stato smarrito in viale Del Sole un orecchino a vera in oro giallo di grande valore affettivo. Chi l’avesse trovato è pregato gentilmente di consegnarlo presso la redazione de “Il Saviglianese” in piazza Santarosa n. 21. Offresi ricompensa.

150 anni d’Italia I nostri protagonisti Il Tricolore Nel 1796 Napoleone invase la Lombardia, formò la repubblica Traspadana e dotò ogni reparto della milizia milanese di uno stendardo. Un po’ perché le uniformi dei miliziani erano bianche e verdi, un po’ per imitare il tricolore francese, alla nuova bandiera furono conferiti i colori verde, bianco e rosso ed ebbe essenzialmente una funzione militare. Le bandiere nazionali, nate nel Settecento con la rivoluzione americana del 1775 e di quella francese del 1789, divennero il simbolo dello stato libero ed indipendente, il simbolo delle aspirazioni di tutto il popolo e non soltanto Foto di M. Mondino delle classi governanti. La bandiera nazionale italiana fu ideata ufficiosamente nell’autunno del 1794 da due studenti patrioti dell’Università di Bologna, unendo il bianco ed il rosso delle città di Bologna ed Asti al verde, colore della speranza. Essi furono poi catturati ed uccisi dalla Polizia pontificia per aver organizzato una rivolta contro la Chiesa, affinché restituisse l’antica indipendenza al comune di Bologna. Ad usare per prima questi tre colori in una bandiera nazionale fu la federazione Cispadana, sorta a Modena nell’ottobre del 1796, con le strisce disposte orizzontalmente. Il tricolore verticale, uguale a quello usato oggi, divenne la bandiera della repubblica Cisalpina, fondata nel maggio del 1797. Gli Austriaci proibirono l’uso del tricolore, ma esso rimase come bandiera dei patrioti e come simbolo dell’unità e della libertà. Lo adottò anche Carlo Alberto nel 1848 e dal 1870 è la bandiera italiana, tranne per lo Stato del Vaticano e di San Marino. Dopo aver utilizzato numerose coccarde e bandiere durante i moti risorgimentali, questo simbolo divenne comune a monarchici e repubblicani, democratici e moderati, eliminando così le loro distinzioni sociali. Nel marzo del 1861, durante la sua prima seduta, il nuovo Parlamento italiano proclamò la costituzione del Regno d’Italia e decise di adottare come bandiera nazionale quella del Regno di Sardegna, con i colori verde, bianco e rosso e nel mezzo lo stemma di Casa Savoia. Questo venne cancellato quando la Repubblica ottenne la maggioranza dei voti, benché risicata, in occasione del referendum istituzionale del 2 giugno 1946. Oggi la bandiera è il simbolo di uno Stato, viene esposta da tutti gli edifici pubblici durante le feste nazionali e, essendo molto preziosa, per esporla si deve chiedere il permesso alla pubblica autorità. Giovanni Bosio

Un’immagine emblematica di quanto sia stata partecipata l’iniziativa: i due centri al parco Galvagno di Marene

le 8 gite, le uscite nei dintorni e le riflessioni con gli animatori in revisione. Soprattutto riuscire a gestire i numeri di partecipanti, compresi quelli dello Staff composto da giovani dalla 1ª Superiore in su e da adulti di tutte e quattro le nostre Comunità, facendo amalgamare tutti quanti per creare quello spirito di amicizia che è proprio delle attività estive, sin dalla loro nascita nelCentro ragazzi - Giochi nel parco Graneris le varie parrocchie. Quanta gioia, poi, nel vedere le proprie fatiche Si è conclusa venerdì 15 luglio scorso l’e- concretizzarsi per la felicità dei bambini e dei dizione 2011 di Estateinsieme, le cinque set- ragazzi, delle famiglie, di tutti». timane di svago, divertimento, attività formaConfermano anche i coordinatori (Elena tive, gite e compiti organizzate dalle parroc- Bongiovanni, Marco Benigni, Giulia Casale per chie di Savigliano. il Centro Ragazzi, Manuela Rosso, MassimiI numeri: 282 bambini e ragazzi dalla 1ª liano Gosio per Centro Giovani e coordinaElementare alla 3ª Media iscritti nei due Cen- mento generale, Annamaria Barra e Isa Vastri attivati rispettivamente presso le Parroc- sallo per il coordinamento catechiste e mamchie di S. Andrea (Centro Ragazzi) e della Pie- me): «Sicuramente il dato più significativo di queve (Centro Giovani), uno staff di 185 perso- sta attività estiva è il clima di entusiasmo e di ne (130 animatori ed animatrici, 50 mamme impegno costante. Questo, insieme alla grinta di e catechiste, 3 don, 2 addetti alla segreteria) uno staff superlativo, cui va un grazie enorme, che si sono impegnate anima e corpo nella alla fiducia ed al sostegno dei parroci don Marpreparazione e nella realizzazione delle cir- co, don Paolo e don Roberto, alla stima delle faca 280 ore di attività nelle varie ed impegna- miglie, all’affetto dei ragazzi e dei giovani, ci dà tive giornate svolte. il polso di una iniziativa che ogni anno si consoTutti sono concordi nello Staff di Esta- lida nelle cose positive». teinsieme: «Come sempre, è stata una bella faDi Estateinsieme, dunque, rimane tutto tica realizzare le tante attività: i laboratori crea- questo, ma anche una nutrita serie di immativi, i momenti dei compiti, le attività formative gini scattate durante le 5 settimane che so(rispettivamente sul tema dell’accoglienza nella no a disposizione di chi ne volesse copia presdiversità). E poi i momenti di preghiera, i giochi, so “Foto Gino”.

Centro giovani - Giochi con l’acqua

Ciau cerea Come nelle fiabe Le fiabe esistono, è bene che lo sappiate. Ultimamente se ne sono avverate alcune: fanciulle comuni, bele fie senza sangue blu che hanno impalmato principi giovani o principi un po’ più arsis. È già successo anche il contrario: principesse che, come l’edera, si avvinghiano ai loro istruttori di palestra e non li mollano più. Fino ad ora, però, non era ancora accaduto che anche i nanetti potessero dettare legge in campo sentimentale. Noi che abbiamo una certa età li conosciamo bene, avendoli vi-

sti all’opera nei film della Disney. Sun tignus, nuius ed anche ‘n po’ blagheur. A casa di Biancaneve pensano di fare tutto loro, riorganizzando la vita della fanciulla dalla A alla zeta. Licenziano subito gli uccellini, gli scoiattoli ed i procioni che, fino a quel momento, erano stati un aiuto irrinunciabile per la ragazza, dividono il lavoro in modo pignolo e maniacale su due turni: uno in miniera ed uno per le faccende domestiche. Al povero Eolo (rinite cronica) negano la possibilità di mettersi in mutua ed a Cucciolo vietano categoricamente di ridere. Ov-

Centro giovani - Locandine per attività

Centro giovani - Giochi al mare a Varazze

Centro ragazzi - L’avventura del rafting sul Po

di Giacomilla

viamente, lettini vuoti al piano superiore e zero pennichella per tutti, se non vogliono ritrovarsi declassati a boscaioli precari. Ebbene, non ci crederete mai: uno di questi nanetti, Brunettolo, ha finito per sposarsi la Tommasa Titti Biancaneve, nonostante la differenza di centimetri. Ed è riuscito a farlo prendendo tutti in contropiede. Il sì è stato pronunciato di notte, onde evitare che gli animaletti del bosco, ormai senza lavoro da mesi, potessero rovinargli il Matrimonio. Al sì hanno assistito vassalli, valvassori, valvassini, scudieri

e portaborse (piene di euro ovviamente). Come nelle fiabe più rinomate, c’erano anche alcune streghe travestite da fatine: le maghe Carfagna e Gelmina, gli stregoni Cicchitti e Sacconi. Con la speranza che nessuno abbia lanciato un anatema, non ci resta che congratularci con il nanetto arrivista: Brunettolo, il principe dei nani…


savigliano

VIABILITÀ

Per l’incolumità di ciclisti e pedoni di viale Del Sole

Basteranno due fioriere? Dopo l’interrogazione di Claudio Bonetto (Pdl) sulla pericolosità dell’incrocio tra viale Del Sole e via Trossarelli, l’assessore alla Viabilità Osvaldo Tortone (Pd) ha fatto un sopralluogo con i tecnici comunali al fine di trovare una soluzione. Il problema è che gli automobilisti che arrivano da via Trossarelli, prima di fermarsi allo stop su viale Del Sole, incrociano un attraversamento pedonale e ciclabile. A onor del vero si tratta di un attraversamento molto visibile, perché segnato in rosso; tuttavia, gli automobilisti hanno come riferimento per la fermata lo stop,

LEVALDIGI

Ecco come si presenta ora l’incrocio oggetto di polemiche

che si trova pochi metri più avanti. Così, finiscono per inchiodare all’ultimo se prima di

fermarsi vedono arrivare un pedone, una bici o una carrozzina. Prima che qualcuno si fac-

cia male seriamente, una soluzione va trovata. In Consiglio, Tortone aveva ipotizzato di montare un sistema di specchi. Poi, dopo un sopralluogo con i tecnici comunali effettuato nei giorni scorsi, la soluzione è stata accantonata. «A mio avviso – ha motivato Tortone – lo specchio non sarebbe stato utilizzato né dagli automobilisti, né dai pedoni o ciclisti. Si è optato invece di posizionare due fioriere agli angoli delle case. In questo modo, sia il ciclista che il pedone non rasentano più il muro, risultando più visibili all’automobilista. È una prova. Se non funziona, valuteremo altre soluzioni».

Raccolta una discreta somma che servirà a pagare i due condizionatori appena acquistati

I 150 anni d’Italia festeggiati alla casa di riposo F.lli Ariaudo Mercoledì 6 luglio chi transitava nell’abitato di Levaldigi sicuramente è stato attratto da uno sventolare di tricolori, proprio in corrispondenza della Casa di Riposo. Bandiere in ogni dove, palloncini rigorosamente verdi, bianchi e rossi, ma un osservatore attento avrebbe anche visto in cortile tutta una serie di tavoli, con tovaglie e tovaglioli in tema “patriottico”! «Ebbene sì, anche noi ospiti della struttura abbiamo voluto festeggiare il 150° anniversario dell’unità d’Italia – scrivono gli ospiti della F.lli Ariaudo – e lo abbiamo fatto davvero nei migliori dei modi. Circondati da parenti e amici, da numerosi levaldigesi, dai nostri Alpini e dai sempre presenti e indispensabili volontari, abbiamo raggiunto il ragguardevole numero di 200 persone, riunite per consumare la più buona delle “merende sinojre” che si potesse immaginare!». «Quest’anno – proseguono – il nuovo presidente, il Cav. Egidio Boglione, ha presentato il nuovissimo labaro, eleggendone a Madrina la “nostra” carissima Sig.ra Faustina Ruffa, in qualità di

Addobbato con palloncini e bandiere tricolori il cortile della casa di riposo volontaria con più anzianità di volontariato, ovviamente!!». Il presidente ha poi ringraziato le numerose autorità che sono intervenute durante la festa. Durante la cena è intervenuto il Cav. Giuseppe Allasia, primo presidente della Casa di Riposo, che ha ricordato le tappe più importanti della storia di questa struttura, dal lontano 1985 fino al 2003. Al «carissimo maestro» Allasia è stata donata una targa a ricordo e ringraziamento per il lavoro svol-

to, come pure al geom. Silvio Pelassa, che gli era succeduto alla presidenza ed è stato in carica fino al dicembre scorso. «Abbiamo trascorso veramente una bella serata, con sottofondo musicale di Luigi, Francesco e Guglielmina del gruppo Anteas – concludono – e vogliamo ringraziare chi che si è prodigato per la sua ottima riuscita: le super cuoche, il personale, tutti i volontari e gli Alpini, l’Amministrazione, Liliana e Antonella».

giovedì 21 luglio 2011

TRASPORTI

9

Sulla navetta molti commenti positivi

City Bus, l’abbiamo testato Il City Bus può essere ormai considerato un vero e proprio fiore all’occhiello per la nostra città. Infatti, fino ad ora, quasi tutti i commenti sul servizio pubblico attualmente in funzione sono stati positivi, sia quelli dei saviglianesi che quelli degli abitanti delle città limitrofe che vengono qui da noi. Tempistiche, qualità delle prestazioni e l’uso gratuito del mezzo sono probabilmente i fattori che hanno influito maggiormente sui giudizi della gente. Anche gli aspetti ecologici non sono però da sottovalutare, in quanto l’uso della navetta per gli spostamenti quotidiani pare abbia fatto diminuire la circolazione delle auto con la conseguente riduzione dei gas inquinanti. È opinione comune che il pulmino della prima linea, con i suoi dieci posti a sedere e con gli altrettanti posti in piedi, abbia le dimensioni ideali per il traffico giornaliero dei passeggeri. Inoltre, le quattordici fermate ed i soli venti minuti di attesa tra una corsa e l’altra fanno sì che i passeggeri possano spostarsi celermente in lungo ed in largo. Appaiono insignificanti le poche lamentele riferite ai giorni di mercato, specialmente nel periodo invernale, che evidenziano come gli utenti, al martedì ed al ve-

nerdì, debbano sostare nell’abitacolo appiccicati come acciughe. Salendo sul City Bus non si può fare a meno di notare la sobrietà e la pulizia interna del mezzo, oltre alla gentilezza e la professionalità dei conducenti che molti non hanno esitato a definire “gli autisti dal piede di velluto” per il modo con cui riescono ad evitare improvvise accelerazioni, brusche frenate, oltre a rendere appena percettibili i sobbalzi dei dossi stradali. Ad usufruire della navetta c’è un’utenza davvero variegata. Sul mezzo si possono infatti incontrare ragazzi, anziani, donne che vanno a fare shopping, giovani coppie e mamme che portano i bimbi a fare un “giretto” per trascorrere loro un po’ di tempo fuori dalle mura domestiche. Addirittura, ci sono delle signore che, a volte, per ammazzare il tempo percorrono due o tre volte l’intero tragitto stando comodamente sedute a chiacchierare dei fatti loro. d.p.


10

savigliano

giovedì 21 luglio 2011

AGRICOLTURA

Alla guida dell’Anga Cuneo

Riconferma per Ingaramo

Ingaramo, Sacchetto, Abellonio, Mellano durante l’assemblea

Il saviglianese Andrea Ingaramo è stato riconfermato alla guida dell’Associazione nazionale giovani agricoltori (Anga) di Cuneo avvenuta durante l’annuale assemblea del gruppo, che si è tenuta alla discoteca Evita di Cavallermaggiore nei giorni scorsi. A coadiuvarlo nel prossimo triennio ci saranno tre vicepresidenti: Alberto Giordano, Davide Cravero e Massimo Chionetti. Completano il nuovo Consiglio Filippo Demarchi, Massimiliano Giraudo, Francesco Cravero, Paolo Cravero, Roberto Mellano, Paolo Brondelli, Vincenzo Pecchenino, Matteo Soria, Enrico Racca, Andrea Testa ed Alessia Cobelli. All’incontro hanno partecipato l’assessore regionale all’Agricoltura, Claudio Sacchetto, l’assessore provinciale all’Agricoltura, Roberto Mellano, e il neo-presidente di Tecnogranda, Massimiliano Cardia che, insieme al direttore provinciale della Confagricoltura, Roberto Abellonio, hanno discusso dei

principali problemi che affliggono il comparto in questo non semplice momento. Anche una delegazione ventimigliese dell’Anga di Imperia, guidata dal presidente Marco Damele, ha partecipato alla tradizionale festa dei “cugini” di Confagricoltura di Cuneo. Al termine della parte istituzionale si è tenuta la tradizionale festa con giovani, agricoltori e non, che si sono incontrati nel corso dell’“apericena” ed hanno trascorso una serata all’insegna della musica e del divertimento nella discoteca all’aperto. «Dopo tre anni intensi e ricchi di esperienze positive – ha commentato Ingaramo subito dopo la riconferma – accolgo con soddisfazione e nuova responsabilità la rielezione a presidente del gruppo Anga di Confagricoltura Cuneo. Sono pronto a lavorare per favorire l’ingresso di nuovi soci under 35 in quella che considero una valida palestra di idee ed innovazione, che per un imprenditore agricolo moderno è fondamentale».

FRUTTA

Sempre più giù il prezzo di vendita delle nettarine

Momento “nero” per le pesche Una crisi di mercato sta interessando pesantemente la produzione di pesche nettarine in provincia di Cuneo. Se n’è parlato martedì 12 luglio presso la sede saviglianese di Confagricoltura. Ad analizzare la situazione, la “sezione frutticola” guidata da Carlo Barbero. Con lui, il direttore di Confagricoltura Cuneo, Roberto Abellonio, il direttore della zona di Savigliano e Saluzzo, Marco Bruna, ed una trentina di frutticoltori associati. Durante l’incontro sono emerse diverse iniziative e richieste per alleviare in parte gli effetti della crisi nei frutteti cuneesi. «I produttori sono al collasso – sottolinea Abellonio – e, visti i prezzi irrisori con cui vengono remunerate pesche e nettarine, hanno deciso di sospendere la raccolta ed il conferimento della produzione da industria, cercando alternative maggiormente remunerative come la fornitura di frutta agli impianti a biogas presenti sul territorio».

KIWI

Purtroppo sono crollate le quotazioni delle pesche e delle nettarine

Una delle principali cause del drastico calo dei consumi di frutta e verdura è da ricercarsi nella psicosi dovuta al batterio “E. Coli”, che si è diffusa tra l’opinione pubblica. A questo proposito, nei giorni scorsi, il presidente di Confagricoltura, Mario Guidi, ha scritto al ministro per le Politiche agricole, Saverio Romano, per sottoporgli la gravità della situazione in cui si trova il comparto ortofrutticolo,

chiedendogli di intervenire presso la Commissione europea per prorogare le misure di sostegno istituite e di allargare la gamma dei prodotti che ne possono beneficiare. Confagricoltura Cuneo apprezza le iniziative della Regione Piemonte nel farsi portavoce delle istanze dei produttori, sollecitando governo e istituzioni europee ad estendere l’accesso ai contributi anche ai frutticoltori.

Solo nell’ultima settimana il prezzo delle pesche è calato del 14%, delle nettarine del 25%; il caldo eccezionale ha anticipato la maturazione della frutta estiva ingolfando i mercati con prodotto nazionale ed estero. Sono crollate le quotazioni all’origine, con effetti disastrosi sui redditi delle aziende agricole. In provincia di Cuneo i produttori stanno raccogliendo pesche nettarine di prima qualità che vengono retribuite molto poco sul mercato. «I prezzi di vendita non riescono a coprire neppure i costi di produzione – dichiara il presidente di sezione Carlo Barbero – per questo, tra le altre richieste avanzate da Confagricoltura, c’è lo sgravio contributivo nei confronti delle aziende che assumono manodopera per il periodo della raccolta delle pesche. Se non si riesce ad uscire da questa situazione di crisi – conclude Barbero – i nostri produttori intendono ricorrere ad azioni dimostrative anche eclatanti».

Coldiretti: «I finanziamenti devono essere europei, non solo regionali»

Contributi contro la batteriosi dell’actinidia Per far fronte al diffondersi della batteriosi dell’actinida, patologia che ha colpito parte delle piantagioni di kiwi presenti sul nostro territorio, la Regione ha approvato dei provvedimenti. Ha infatti dato il via libera ai criteri per la concessione dei contributi per l’attuazione delle misure obbligatorie urgenti di prevenzio-

ne nel mese di febbraio, definite le misure di profilassi sanitaria e aperto il bando regionale per la presentazione di domande d’aiuto nel mese di marzo. Mediante determina, in questi giorni, sono stati ammessi al Piano regionale tutti i richiedenti. Approvate dunque le domande di contributi, sono state pubblicate le graduatorie. Agli uffici provinciali competenti, alla data di chiusura del bando fissata al 20 aprile scorso, le domande di aiuto validamente pervenute sono risultate 238. Nel mese di aprile, calcolato il contributo complessivo necessario per soddisfare le richieste avanzate, è stata incrementata la dotazione finanziaria per l’anno 2011 dall’iniziale milione di euro a 2,8 milioni. «Da parte nostra – dice l’assessore regionale all’Agricoltura, il cuneese Claudio Sacchetto – sono stati mantenuti gli obiettivi prefissati: gli agricoltori che si sono attenuti alle direttive provenienti dalla Regione saranno indennizzati. Le erogazioni potranno dunque partire e la volontà è quella di pagare tutti dalla fine del 2011. Nel sottolineare la prontezza e la rapidità di azione del Piemonte nell’affrontare l’emergenza della batteriosi del kiwi non posso che complimentarmi con il settore fitosanitario, il quale ha lavorato con impegno ed alta professionalità in tutte le fasi affrontate, con il Creso e i tecnici sul territorio». «Ci sembrano stanziamenti sufficienti, ma solo in prima battuta – commenta il segretario di zona della Coldiretti, Elio Gasco – ma crediamo che il problema richieda finanziamenti a livello nazionale, se non europeo. Diamo atto alla Regione dello sforzo, ma serve di più». Gli agricoltori, però, non chiedono solo soldi. «Servono soluzioni alternative – continua Gasco – per chi ha dovuto smettere o smetterà di produrre kiwi. La Coldiretti ci sta lavorando. Un esempio è l’accordo con la Saclà per la produzione di ortaggi, ma cercheremo ancora altre strade». In provincia di Cuneo (dove

Nella Granda sono 280 gli ettari di kiwi colpiti dalla batteriosi

le coltivazioni sono presenti quasi esclusivamente nella nostra pianura) sono 280 gli ettari di actinidia colpiti, tra estirpati e non più piantati; 200 le aziende che avevano fatto domanda per l’estirpo.

Le aziende agricole che producono kiwi sono in tutto 1.600, per un totale e di 4.600 ettari (per 1.100.000 quintali l’anno). «Tuttora – conclude il segretario – cure per la batteriosi non ce ne sono. Si può solo prevenire».

L’angolo della poesia ...Speranza... ...Dimmi, dimmi Amore mio... ...dimmi, dimmi se sei TU quella stella che brilla sempre più... ...Dimmi, dimmi Amore mio... ...dimmi... dimmi se sei TU quel raggio di sole che avvolge i miei pensieri, tiene accesa la fiamma del cuore quando il destino amaro congela la sorgente dell’anima... ...quando i ricordi sospesi di quel giorno, immortalati pace non trovano, rassegnarsi non vogliono... ...quando i miei occhi fissano il vuoto e il mondo diventa una nera nuvola invalicabile... e d’un riflesso sfavillante segna la via di salvezza. ...Dimmi, dimmi Amore mio se dalla Casa del Signore percepirò il calore del nostro amore, ad ogni soffio di vento le tue carezze nei miei sogni. ...Dammi Amore mio... un piccolo segnale dall’aldilà, diversamente il tutto senso non ha... ...Amore mio... la tua anima brilli dalla Casa di Dio... Sonia Marino


GIOVEDÌ 21 LUGLIO 2011 IL SAVIGLIANESE 11


12

attualità

giovedì 21 luglio 2011

CONVEGNO Assemblea di Confagricoltura Cuneo

«Non siamo merce di scambio»

Tra i molti soci, erano presenti Teresio Delfino e Claudio Sacchetto

È un’agricoltura che vuole tornare ad essere al centro della politica economica italiana ed europea, quella che è emersa dall’assemblea annuale dei soci dell’Unione Provinciale Agricoltori di Cuneo, svoltasi venerdì 8 luglio al Real Park di Entracque. L’agricoltura cuneese chiede la giusta considerazione e rivendica un ruolo strategico nella programmazione economica provinciale, regionale, nazionale ed europea. «Nonostante le evidenti difficoltà che stiamo vivendo, in azienda come in famiglia – ha detto il presidente di Confagricoltura Cuneo, Roberto Arione – siamo consapevoli che l’agricoltura rimane uno dei punti fermi dell’economia della nostra provincia, un settore trainante dello sviluppo locale. Non a caso la Granda si è confermata essere, anche nel 2010,

R. Abellonio e R. Arione

la provincia piemontese a maggior vocazione agricola e tra le province italiane con la maggior incidenza di settore, rappresentando, con le sue 23.159 aziende, il 31% del totale delle imprese registrate». «Capisco la difficoltà dei nostri rappresentanti politici di dover operare e confrontarsi con un sistema spesso sordo a tutto ciò che riguarda l’agricoltura vera e propria – ha affermato il direttore di Confagricoltura Cuneo, Roberto Abellonio –. Proprio per questo, l’Unione Provinciale Agricoltori vuole farsi portavoce aperta e costruttiva delle esigenze delle aziende, formando imprenditori che non accettano di rimanere ai margini della vita economica e di essere additati solo come fruitori di contributi pubblici. I nostri soci non sono più disposti a permettere che si continui a trattare l’agricoltura come una merce di scambio sui mercati internazionali, al solo fine di favorire altre produzioni, svendendo i nostri prodotti e la nostra professionalità». Al termine dell’assemblea, i vertici di Confagricoltura Cuneo e le autorità intervenute hanno poi consegnato le onorificenze degli “Aratro d’Oro” a cinque imprenditori agricoli associati, tra cui Rita Giuganino Antida di Caramagna Piemonte.

SPORT

Miniraduno in valle Pesio per la “Vecchia Signora”

Benvenuta Juve, la Granda ti aspetta Quest’anno la Juventus si allena in casa. Potrebbe essere questo lo slogan del mini raduno estivo di quattro giorni – dal 4 al 7 agosto prossimi – della Prima Squadra in valle Pesio Valle che è bianconera da ben dieci anni: risale infatti al 2001 il primo ritiro del settore giovanile Juventus sul territorio. E a seguito del rinnovo dell’accordo triennale siglato nel 2010, quest’anno si profila una nuova fase nel binomio Juventus-valle Pesio: grazie a SportValGranda Eventi, l’associazione nata per gestire gli eventi legati alla presenza bianconera, la Juve dei Del Piero, Buffon e Pirlo alloggerà a Pianfei e si allenerà al comunale di Chiusa Pesio. Gli allenamenti della Prima Squadra si svolgeranno presso lo Stadio Comunale tutti i giorni alle 10 ed alle 17; e sempre allo stadio, ampliato per l’occasione a 6.200 spettatori, si giocherà l’amichevole JuventusCuneo venerdì 5 alle ore 17. Stessa location per la presentazione ufficiale della rosa, in programma sabato 6 agosto alle 21: allo show, condotto da Pierluigi Pardo di Mediaset, parteciperanno il comico di Zelig Andrea Di Marco e l’artista Luca Virago. Nella stessa area sarà allestito, in collaborazione con Ima Piemonte, Acqua Lurisia e Caseificio Valle Josina, il “Pala Gusto Piemonte”, struttura dove sarà possibile pranzare e cenare a base di prodotti tipici locali: un mezzo per promuovere

L’assessore al Turismo Alberto Cirio e Gianluca Pessotto con amministratori locali e giovani calciatori

il mangiar sano piemontese e le eccellenze gastronomiche di questo territorio. Al via anche una lotteria, il cui ricavato sarà devoluto a favore della popolazione del Niger, con un progetto per la formazione di personale sanitario in loco. Il concorso si chiamerà “Lo sport e la Valle Pesio per il Niger”: con 5 euro sarà possibile acquistare un biglietto ed ottenere una tshirt ufficiale del ritiro in omaggio. L’estrazione avverrà venerdì 26 agosto a Chiusa Pesio: in palio, autografati dai giocatori della Prima Squadra, 10 magliette e 5 palloni. Da questa settimana sono aperte le prevendite per l’amichevole tra la Juventus e il Cuneo, fresco vincitore dello scudetto della serie D. Cinque i punti predisposti in tutta la Granda: Chiusa Pesio (Sport-

Val Granda eventi, tel. 366.2867149, e-mail info@sportval.com); Cuneo (Atl), Bra e Saluzzo (Ascom), Alba (Ufficio turistico). A Chiusa Pesio, inoltre, sarà possibile acquistare i biglietti per gli allenamenti e per la presentazione della Prima Squadra. Felici per la presenza della Juventus in Granda sono Pierino Sassone, neo presidente degli albergatori cuneesi («sarà un rafforzativo per la presenza turistica»); Giuseppe Lauria, assessore allo Sport di Cuneo («lo sport è un veicolo che fa crescere meglio i giovani, ecco perché mi “batto” per l’accesso gratuito allo sport. E poi, in onore dei 150 anni, prima delle partite si potrebbe suonare l’Inno di Mameli»); Alberto Cirio, assessore al Turismo del Piemonte («come regione crediamo molto in questo rapporto

con la Juventus per una promozione turistico-sportiva del nostro territorio»). Da ultimo Gianluca Pessotto, indimenticato terzino sinistro ed ora responsabile organizzativo del Settore Giovanile: «questo mini ritiro sarà un bellissimo esempio di aggregazione, ed è la ciliegina sulla torta per tutti i tifosi juventini. Le istituzioni locali sono state brave a riuscire a portare la Juventus in questa vallata. Il campo da calcio ha un fondo meraviglioso, l’ideale per divertire e divertirsi». E a chi gli chiede di sbilanciarsi sulla prossima Serie A, Pessotto confida che vede «determinazione, competenza e volontà nei bianconeri. Conte, soprattutto, è un allenatore che ha grandi idee di calcio. E sa cosa serve per vincere. Tutti noi ci auguriamo che sia vincente». Paolo Biancardi

AGRICOLTURA Torna l’iniziativa promozionale sulla frutta estiva

Pesca Cuneo: “E mangiami!” Anche quest’anno torna nel cuneese “E mangiami!”, la campagna promozionale tesa a far apprezzare e individuare la pesca locale, in nome dell’obiettivo del consumo a chilometri zero di un frutto dai requisiti eccellenti: “Pesca Cuneo si presenta ai consumatori con caratteristiche qualitative definite da un preciso disciplinare e controllate da un organismo terzo. L’iniziativa, come negli scorsi anni, è della Camera di Commercio di Cuneo con la collaborazione di Assortofrutta, le organizzazioni professionali agricole, Confcommercio e Confcooperative, il contributo della Regione e di Ima Piemonte ed il sostegno della Provincia di Cuneo. “E mangiami!”, presentato lunedì 11 luglio a Cuneo nel salone dell’ente camerale, ricalca le modalità già attuate, con successo, nelle annate precedenti. Pesche e nettarine, confezionate in bauletti da 2 o 3 chili, o in alternativa proposte sfuse e singolarmente contrassegnante dal bollino “Pesca Cuneo”, saranno portate al consumatore attraverso una rete distributiva estesa al territorio piemontese e alle aree confinanti, facente capo ad alcune importanti catene della grande distribuzione, a una serie di negozi di vicinato coordinati da Confcommercio o alla vendita diretta da parte dei produttori. Utili suggerimenti per il consumo e prelibate ricette tradizionali sono riportate sulle cartoline realizzate dall’ente camera-

Mellano, Dardanello, Paschetta e Gatto

le che verranno inserite nelle confezioni. A fornire le pesche sarà proprio Assortofrutta, a cui aderiscono le tre organizzazioni di prodotto: Piemonte Asprofrut, Lagnasco Group e Ortofruit Italia. I prezzi non sono ancora definiti, ma saranno dettati dall’andamento di un mercato che, per la nostra regione, proprio in queste settimane, si sta avviando. Come spiega Ferruccio Dardanello, presidente della Camera di Commercio di Cuneo, «l’azione promozionale va a favore di una produzione d’eccellenza del territorio cuneese, una grande risorsa che va valorizzata e che, in passato, non sempre è stata apprezzata adeguatamente dai consumatori locali. La possibilità di consumare frutta maturata a pochi chilometri di distanza, in grado di approdare alla tavola in ottime condizioni di freschezza, non può essere ignorata. La nostra iniziativa, inserita nel discorso più ampio della pubblicizzazione di

quanto si produce in Granda, guida al riconoscimento del prodotto e cerca di realizzare la fidelizzazione del destinatario finale, portandolo a un consumo razionale, vissuto consapevolmente». La campagna promozionale “Pesca Cuneo” verterà su manifesti e locandine posti nei punti vendita ed un adeguato battage pubblicitario sui media. «La campagna 2011 – dicono alla Coldiretti – si prospetta ottima, grazie alle condizioni atmosferiche del mese di giugno e della prima metà di luglio. Si registra un anticipo delle operazioni di raccolta che, sul piano della commercializzazione, sta creando qualche sovrapposizione con altre aree frutticole. È confermato il sostanziale rispetto dei livelli quantitativi del passato, con un milione e mezzo di quintali tra pesche e nettarine e l’ormai consolidata prevalenza di queste ultime. Una larga fetta dei quantitativi disponibili, circa il 70%, è destinata all’estero».


lettere

giovedì 21 luglio 2011

13

I LETTORI CI SCRIVONO Via Alba, «Comune “inchiodato”»

«Casta sempre più intoccabile»

Riceviamo e pubblichiamo. Alla fine del mese di giugno è stata pubblicata la delibera della conferenza dei servizi della Regione Piemonte che, nella sua riunione del 30 maggio, ha definitivamente espresso il suo parere favorevole all’insediamento in via Alba di una grande e di tre medie strutture commerciali, per un totale di 12.459 metri quadri. Dal verbale della riunione risulta che il rappresentante della Regione Piemonte si è astenuto dalla votazione “in quanto, come riporta il documento, è emerso nel corso della disamina di questa pratica e delle precedenti che il Comune attribuisce agli atti di programmazione alla scala regionale una valenza prescrittiva e non di indirizzo, attribuendo in tal senso all’ente Regione una responsabilità diretta nelle scelte delle aree e delle destinazioni d’uso da attribuire alle aree stesse”. Una dichiarazione che afferma in modo ufficiale, in quanto resa in un atto pubblico, la stessa posizione da noi più volte difesa e che inchioda il Comune davanti alle sue precise responsabilità. Nel dicembre scorso, in quanto associazioni saviglianesi contrarie all’apertura di nuove grandi strutture commerciali, in considerazione del fatto che l’amministrazione comunale aveva nel dibattito sull’apertura del nuovo centro commerciale di via Torino anch’essa espresso pubblicamente la sua contrarietà, abbiamo proposto – con una lettera inviata al sindaco ed all’assessore all’urbanistica – che, con una manifestazione di volontà e coraggio, ma anche di coerenza, venisse rivista la destinazione d’uso dell’ampia zona (235.000 mq circa) compresa tra la nuova circonvallazione per Marene e via Alba, attualmente destinata dal Piano Regolatore ad area produttiva e commerciale e la cui destinazione era stata voluta da un’amministrazione comunale guidata dallo stesso Soave. Ora rimangono ancora disponibili per strutture commerciali di quel tipo, nella sola area di via Alba, altri 87.000 metri quadrati; cosa farà il sindaco? Continuerà a dirsi contrario all’apertura di nuovi centri commerciali, ma a lasciare le cose come stanno e, al massimo, di fronte a nuove eventuali domande a preoccuparsi dei possibili problemi creati alla viabilità come ha fatto sinora? Il lungo silenzio di fronte alla nostra proposta dimostra inequivocabilmente che né la coerenza, né il coraggio sono doti della nostra amministrazione. Altrove, a Racconigi per esempio, alcuni amministratori hanno non solo dichiarato la loro contrarietà alle grandi strutture commerciali, ma hanno anche dato le loro dimissioni da assessori di fronte all’approvazione di nuovi progetti. Se il nostro sindaco fosse altrettanto coerente con le sue dichiarazioni, poiché, come precisato nella delibera della conferenza dei servizi, gli atti di programmazione della Regione non hanno valenza prescrittiva, lavorerebbe per rivedere, come da noi richiesto, le aree destinate dal Piano regolatore alla grande distribuzione da quasi un anno. A noi questo non risulta e ancora una volta ne chiediamo pubblicamente le ragioni. Associazioni “Il Molo” e “Stop al consumo di territorio” – Savigliano

Egregio direttore, gli “zombi della politica” si stanno portando via tutto; è accaduto che i parlamentari si siano ribellati perché il Consiglio dei ministri ha cominciato a discutere di tagli alla politica o, se preferiamo, alla casta. Ogni tanto c’è chi risorge, tant’è che i presidenti di Montecitorio e Palazzo Madama (Fini e Schifani) hanno imposto “l’alt”. Eh no, si parla del nostro futuro, mica degli italiani; toccano i nostri stipendi, le nostre auto ed i nostri aerei “blu” ed il finanziamento ai partiti: non si può fare. Per questi, quando si tratta d’intervenire sul futuro del popolo, tutto corre liscio ed è normale: aumenta qui, innalza là... tanto a pagare saranno i cittadini. Ma quando si è parlato del tema del portafoglio dei politici, del loro stipendio, dei loro benefit, delle loro prebende, i parlamentari non ci stanno, perché si sentono colpiti in prima persona. Dobbiamo sforzarci di capirli: questi signori di palazzo sono seriamente preoccupati. E poi, lo stipendio dei parlamentari italiani deve o non deve essere simile a quello di tutti gli altri parlamentari europei? Per loro, urgono commissioni di studio, tavoli di approfondimento, animate discussioni... e di fatto il rinvio dei provvedimenti relativi alla casta, sempre più intoccabile. Incredibile è dir poco. Paradossale, assurdo, offensivo... scegliete voi l’aggettivo che ritenete più appropriato. Tutto questo con un’aggravante, la ciliegina sulla torta indigesta è stata messa dalla sinistra che fa il diavolo a quattro e non ha perso l’occasione per coprirsi di ridicolo. Concludo invitando tutti i cittadini di continuare a protestare e, se non la capiscono con le buone, cominciare ad agire con modi drastici, mandandoli tutti a v... come grida il comico Grillo. Ricordatevi, cari politici, che il popolo ha il potere di mandarvi tutti a casa. Eugenio Dario Arese – Savigliano

Grazie di cuore ai nonni Cerutti Carissima nonna Eleonora e carissimo nonno Carlo, innanzitutto vi ringraziamo per l’amore e per la pazienza che ci avete donato e dedicato in tutti questi anni. La vostra “Casa Alpina”, per noi nipoti, ha rappresentato i momenti più felici e spensierati della nostra infanzia e continua a rallegrare la nostra giovinezza. Nei nostri ricordi rimarranno sempre i vestiti fatti di stracci, tende e coperte confezionati con l’aiuto di nonna. Il nostro rotolarsi giù per i prati avvolti nelle lenzuola oppure a bordo di un qualsiasi giocattolo dotato di almeno una ruota, sfidando gli innumerevoli quanto invani rimproveri del nostro nonno brontolone. Per non parlare poi delle polpette, del risotto, delle bistecchine di pollo, degli gnocchi e degli agnolotti che con tanto amore, cara nonna, ci preparavi e continui a prepararci. Nei nostri cuori conserveremo sempre il ricordo dei pic-nic e di come bastasse allontanarci solo pochi metri da casa per sentirci già liberi e grandi. Tutto ciò era reso ancora più vero dalla coperta a quadrettoni rossi e neri e dal cestino che nonna ci riempiva con panini alla Nutella, bottigliette di the ed ovviamente con gli immancabili crackers ed i Pavesini.

Nonno, ti ringraziamo per aver trasformato una vecchia casa di montagna in un’abitazione confortevole e capiente per la tua numerosa famiglia. Le cose più significative che tu hai realizzato sono state il tavolo, il “penacolo” sotto il quale la tua famiglia si è radunata in molte sere d’estate ed il portico dietro casa, dove i tuoi nipoti giocavano e continuano a giocare in molti pomeriggi di sole. Con questa lettera, in questo giorno così speciale per voi (50 anni di Matrimonio), noi nipoti vogliamo dimostrarvi il nostro affetto e la nostra gratitudine, ma soprattutto intendiamo dirvi GRAZIE. Grazie per tutte le occasioni in cui vi siete occupati di noi e per tutte le volte in cui vi siete dimostrati disponibili ed amorevoli quando avevamo bisogno di voi. Grazie soprattutto per tutti i bei ricordi che ognuno di noi si porterà nel cuore, ma anche per i tanti rimproveri di nonno e per i tanti consigli di nonna, che nonostante tutto ci hanno aiutato ad essere ciò che siamo oggi e ciò che saremo in futuro. Vi vogliamo molto bene… un abbraccio! Nipoti, nipoti acquisiti e pronipoti

Costruire una sanità per tutti Riceviamo e pubblichiamo. Grande partecipazione a Torino dei pensionati e della categoria Fp alla manifestazione unitaria Cgil-Cisl-Uil, che si è tenuta il 18 luglio sul tema della sanità piemontese per evidenziare i grandi problemi che emergono dal piano di rientro concordato nella Conferenza StatoRegioni, presentato dalla Regione stessa, che da un lato blocca il turnover e le assunzioni del personale e dall'altro opera sulla chiusura di molti ospedali minori, mentre le fasce più deboli della popolazione rischiano di non usufruire più dell'assistenza socio-sanitaria precedente. Durante la manifestazione è stata data voce alle Rsu dei principali ospedali regionali e ai pensionati, che ripropongono alla Regione l'approvazione della Legge per la Non Autosufficienza sostenuta dalla consegna a settembre di 300 mila cartoline inviate al Presidente Cota da tutta la popolazione per ricordare l'importanza della tutela dei più deboli tra i cittadini. La Segreteria Regionale Fnp Piemonte ha proposto alla Segreteria Cisl Regionale due manifestazioni da organizzare a inizio settembre unitariamente alle altre Confederazioni sindacali a sostegno della Tav e contro la vergognosa manovra finanziaria appena entrata in vigore. Proprio contro la manovra sono già in corso iniziative territoriali unitarie portate avanti dai Pensionati. Francesco Cargnino – Segretario Generale – Fnp Cisl Piemonte

Ringraziamenti L’associazione “L’Ora di generosità” - dott. Maurizio Ferrero e l’associazione PAU (Piccoli Aiuti Umanitari) - adozioni a distanza ringraziano per l’offerta ricevuta in memoria della compianta Serafina Del Ponte ved. Cigna. L’associazione “Casa Baratà” desidera ringraziare vivamente la Fondazione Cassa di Risparmio di Savigliano per il contributo ricevuto di 1.000 euro utile a sostenere le spese necessarie allo svolgimento delle attività.


14

cavallermaggiore

giovedì 21 luglio 2011

CRONACA

CRONACA

Nel giardino vicino alla chiesa

Borrone, il presidente è donna

Poche luci a San Pietro

Il “Giardino dei semplici” al momento della sua realizzazione A fianco della millenaria chiesa di S. Pietro sorge da qualche tempo un giardino, o meglio un “Giardino dei semplici”, dove sono stati piantati alberi ed essenze. Questo spazio è stato creato dall’ex amministrazione comunale su progetto del Comitato Permanente per la Tutela del Patrimonio Culturale di Cavallermaggiore, in quanto adeguato all’area adiacente ad un edificio religioso medievale. La realizzazione del giardino prevedeva una curata illuminazione, che ha rappresentato uno degli elementi di forza dell’intervento. Luci appositamente studiate sono state disposte per evidenziare nelle ore notturne sia la chiesa medievale, sia l’area circostante. Ora, però, forse in seguito alle abbondanti piogge degli ultimi mesi, l’illuminazione del giardino è stata danneggiata. Molte lampade sono spente. Occorre, dunque, ripristinarle affinché torni-

L’incarico a Luisa Cigna: «L’asilo per me è una famiglia»

no a svolgere appieno la loro funzione originaria. Il “Giardino dei semplici” costituisce anche la “sede” di un’importante iniziativa: la sua manutenzione è stata affidata in forma volontaria agli ospiti dei Gruppi Appartamento del nostro comune. È stato avviato, dunque, un esperimento di ortoterapia, una pratica riabilitativa riconosciuta a livello internazionale e applicata negli ospedali e nelle strutture di cura. Il contatto con piante, fiori, ortaggi produce, infatti, benefici per la salute e si applica anche in situazioni di disagio e difficoltà psicofisica. Si tratta, quindi, di un progetto dalla notevole valenza educativa e sociale, in quanto nella nostra città è rivolto alle persone dei Gruppi Appartamento, che possono, in tal modo, migliorare la qualità della loro vita e trarne benefici. L.M.

IN BREVE Incidente stradale

Luisa Cigna in Nicola è la nuova presidente dell’asilo privato Borrone, storica istituzione religiosa e sociale della nostra città. È stato deciso venerdì scorso durante la riunione del consiglio di amministrazione. Sarà lei, che vanta una decina di anni di esperienza nell’ente (una prima volta a fine anni Ottanta e poi di nuovo negli ultimi cinque), a prendere il testimone da Massimiliano Testa. Quest’ultimo aveva retto le sorti dell’asilo per alcuni mesi dopo le dimissioni di Antonio Parodi, ritornato alla politica comunale nella veste di sindaco. Vicepresidente è stata confermata Clizia Mana in Fumero (già “numero 2” durante la “reggenza” di Testa). Nel con-

CRONACA

Posteggi ed autovelox

Continua l’azione del Comune Come annunciato dal sindaco Antonio Parodi, negli ultimi giorni sono partiti i controlli atti a combattere il fenomeno dei “parcheggi selvaggi” nel centro cittadino. Inoltre, continuerà l’azione dei Vigili con l’autovelox che, oltre ad essere piazzato di fronte al Comune, potrà controllare altre zone in città, ma anche Motta Gastaldi o la strada Reale.

“I love Caulimur”

Due sere con la festa della birra Doppio appuntamento con la 2ª festa della birra “I love Caulimur” al campo sportivo vicino alla stazione.Venerdì sera suoneranno i Tv Juice (cover cartoni animati), mentre sabato sera toccherà ai The Big One (cover anni ’80 e ’90). Organizzano Train de vie cafè e Liberty pub.

“Cur a Cavalimur”

Aperte le iscrizioni alla manifestazione Sono aperte le iscrizioni per la 5ª edizione della corsa podistica non competitiva e di fitwalking “Cur a Cavalimur”, chi si terrà il prossimo 23 agosto, dalle 19, sulla distanza di 5 chilometri. L’adesione costa 5 euro (gratis i ragazzi fino a 14 anni, che faranno solo 4 km). Sono previsti ricchi premi. Organizzano Asd Millone Accornero e Pro Loco. Per informazioni ed iscrizioni, tel. 388.8489655 (Giorgio Aimetta) o 333.2887558 (Salvatore Salamone). Maggiori particolari nelle pagine sportive dei prossimi numeri.

“Tutto model show”

A settembre al Lago Isola Si terrà domenica 4 settembre, dalle 10 alle 17, al Lago Isola, il “Tutto model show”, manifestazione di modellismo statico e dinamico. Sono previste dimostrazioni di modellismo con mezzi di terra, aria ed acqua. L’ingresso sarà gratuito.

siglio di amministrazione ci sono anche Milena Ambrogio in Racca ed Elisa Abbà (rappresentanti dei genitori con Clizia Mana), Nadia Allasia e Silvio Grande (per maggioranza e mi-

tenuto tantissimo – dice Luisa Cigna – e farò di tutto per farlo andare avanti nel miglior modo possibile. Certo, sarà difficile eguagliare l’operato di Parodi, cui tutti riconoscono un grande valore. Il Borrone ha un’impronta particolare, diversa dalla scuola dell’infanzia statale, e voglio mantenerla. Subito dovremo affrontare i mesi estivi che, non essendoci le rette, sono i più gravosi dal punto di vista economico. Intanto, incontrerò il personale, gli insegnanti, i genitori ed i volontari che ci hanno sempre dato una mano per vedere quali sono le esigenze più pressanti. Spero – conclude la neo presidente – di riuscire a mantenere il clima attuale: il Borrone sembra una grande famiglia e così vorrei che rimanesse».

Cappella invasa da scritte e rifiuti

Che degrado a S. Giorgio! Una delle cappelle “campestri” (anche se ormai inglobata nel tessuto urbano) più amate della nostra cittadina, la chiesa di S. Giorgio, versa in uno stato di deplorevole degrado. Non si tratta solo di questioni relative alla conservazione della struttura e della muratura, oggetto in passato di interventi di restauro, ma soprattutto dell’ambiente esterno. I muri della cappella, infatti, sono imbrattati e pieni di scritte, talvolta oscene, realizzate da tempo

Sulla provinciale verso Bra Domenica scorsa, alle 20 circa, si sono verificati problemi alla linea ferroviaria in località Roberi, sulla strada per Bra. La causa è da imputare ad un’autonoma uscita di strada di una Renault Clio condotta da una ragazza di Saluzzo, 26 anni, che ha perso il controllo della vettura. La Clio ha invaso leggermente la linea ferroviaria e, con la parte posteriore, è andata a sbattere contro la recinzione in cemento della casa cantoniera. Nessuna conseguenza per la giovane guidatrice, mentre la Clio è stata rimossa immediatamente, anche se questo, tuttavia, ha causato lievi ritardi nella circolazione dei treni.

Luisa Cigna eletta al vertice

noranza comunali), Laura Gariglio in Racca (Consiglio pastorale), il parroco don Beppe ed il sindaco Antonio Parodi (membri di diritto). Luisa Cigna, che siede nel cda per incarico della Curia, è stata eletta a maggioranza e rimarrà in carica fino al marzo 2013. Massimiliano Testa, invece, ha deciso di non ripresentarsi. «Mi sono dimesso per motivi di lavoro – spiega –: prima ero a Savigliano; ora sono ad Alba, più lontano. Oltre a questo impegno, c’è la famiglia. Sono dispiaciuto, ma non sarei riuscito a far tutto». Tra i rappresentanti dei genitori, ha quindi lasciato subito il posto da consigliere, sostituito da Elisa Abbà. «All’asilo Borrone ho sempre

ITALIA

e mai pulite; tutto intorno, inoltre, si è esercitata la scarsa educazione della gente: non mancano rifiuti e sporcizia varia gettati a terra. È un vero peccato, anche perché, oltre al valore artistico della chiesa, S. Giorgio è un simbolo di Cavallermaggiore (campeggia sul suo stemma) ed è uno dei santi protettori della città. La chiesa fu costruita forse all’inizio del ‘200, restaurata una prima volta nel 1403 e successivamente nei secoli seguenti.

Scritte (anche oscene) sui muri, cartacce e mozziconi dappertutto

Papa Benedetto XIII (Pietro Francesco Orsini, 1649-1730) concesse speciali indulgenze a chi avesse visitato la cappella nel

giorno della festa del santo, il 23 aprile. Non si potrà proprio fare nulla per restituire a questo luogo decoro e dignità?

150 Gli eventi più significativi per il nostro comune durante l’unificazione

Il Risorgimento ci portò in dote il titolo di “città” Nel 2011 l’Italia celebra i 150 della sua Unità, che fu il frutto del periodo risorgimentale. Tale epoca è caratterizzata da memorie di interesse storico anche nel nostro Comune. Il XIX secolo si aprì, infatti, con la restaurazione. In Piemonte, a Carlo Emanuele IV nel 1802 era succeduto il fratello Vittorio Emanuele I, che poté rientrare dalla Sardegna e fu accolto a Cavallermaggiore il 16 maggio 1814, in un clima di grande festa.Tale atmosfera venne rinnovata due anni dopo, quando Vittorio Emanuele I transitò diretto a Nizza. Cavallermaggiore risultò estranea ai primi moti risorgimentali; non sono attestati episodi di ribellione né nel

EVENTO

1821, né nel 1831 e neppure nel 1848. Insomma, le insurrezioni non contagiarono il piccolo centro piemontese, che pagò invece un tributo di sangue durante le guerre di indipendenza. A ricordo dei caduti nelle battaglie che portarono all’Unità d’Italia venne collocata una lapide nel cortile del palazzo comunale, dove è tuttora visibile. Negli anni in cui veniva realizzata l’unità italiana il fervore e l’attività che caratterizzavano l’intero Paese si diffusero anche a Cavallermaggiore, dove vennero realizzate numerose opere degne di nota: furono aperte nuove strade, mentre altre vennero modificate e migliorate in dire-

zione dei principali paesi vicini: Savigliano, Racconigi, Monasterolo, Cavallerleone. Vennero costruiti alcuni ponti, tra i quali spiccano quello sul torrente Maira, prima in legno e poi in pietra e mattoni, e quello del Mulino; venne perfezionata gradualmente l’illuminazione pubblica delle strade; nel 1877 venne ingrandita la piazza di San Michele, intitolata a Vittorio Emanuele II, re d’Italia. Dal momento che verso il 1850 venne realizzata la linea ferroviaria Torino-Cuneo, nel 1852 la linea per Alessandria e nel 1885 quella per Moretta, Cavallermaggiore divenne (e lo è tuttora) un importante nodo ferro-

viario, centro di movimento di passeggeri e di commercio. Gli eventi del periodo risorgimentale portarono il 13 settembre 1863 Re Vittorio Emanuele II a conferire a Cavallermaggiore il titolo di “Città”. A ricordo di tale evento, circa un anno dopo, il comune fece erigere una lapide nell’atrio che così recita: “S.M.Vittorio Em. II sulla relazione e proposta del ministro dell’interno Ubaldo Peruzzi con decreto reale 13 settembre 1863 accordava a Cavallermaggiore il titolo di Città. Il Municipio a perenne memoria della regale munificenza innalzava questo monumento addì 5 giugno 1864”. Luca Martini

Squadra di Football americano

In festa con i “Bills” Ha avuto successo la prima edizione del “Bills Beer Fest”, la festa di fine stagione dei Bills Cavallermaggiore, squadra di Football americano. In tanti hanno invaso sabato scorso il campo sportivo di via Fiume per una serata di festeggiamenti in occasione della chiusura della stagione sportiva. Due gruppi, “January 3rd” e “Mamalook”, si sono alternati sul palco esaltando il pubblico presente, mentre al servizio bar gestito da Caffè del centro, Bar Circolo, Liberty Pub e Train de Vie Cafè sono stati serviti fiumi di birra e grandi quantità di carne e panini.

Per rappresentare i Bills era stato realizzato uno stand dove era possibile conoscere le attività della società ed ammirare le divise da gioco ed i trofei vinti nei tre anni di vita della squadra. Una mostra fotografica con gli scatti più belli dell'ultimo campionato ed un proiettore che presentava video e fotografie della storia dei Bills hanno permesso di accendere l'emozione per uno sport in forte crescita che vede nella squadra cavallermaggiorese una buona rappresentazione del panorama nazionale. Per divertire i bambini ed i curiosi sono stati allestiti alcuni giochi che permettevano di provare il lan-

Grande successo per la festa di fine stagione organizzata dai Bills

cio della palla ovale ed il calcio tra i pali. A fare da contorno sono poi stati esposti alcuni mezzi americani: dai più moderni fino ad alcune auto d’epoca originali con targa statunitense ed alcune moto che rappresentano l'inconfondibile stile Usa.

«Visto il successo della serata – dicono gli organizzatori – ringraziamo tutti gli intervenuti, gli sponsor, il servizio bar, le band, il dj, gli amici che hanno messo a disposizione i mezzi, lo staff e sopratutto il pubblico, pensando già alla prossima stagioneed alla prossima Bills Beer Fest!».


GIOVEDÌ 21 LUGLIO 2011 IL SAVIGLIANESE 15


16

marene

giovedì 21 luglio 2011

PARROCCHIA

Quasi cento i ragazzi che hanno partecipato ai due turni

I campi estivi a Bardoneccchia

IN BREVE Asdc Marene Bocce

Assemblea annuale L’Asdc Marene Bocce ha convocato per venerdì 22 luglio l’assemblea annuale ordinaria dei soci, che si terrà alle ore 21 presso il Centro Sportivo Don Avataneo. Fra i punti all’ordine del giorno, l’approvazione del bilancio, la relazione sull’attività agonistica 2010/2011 e la programmazione per la prossima stagione 2011/2012. Sono invitati a partecipare tutti i soci tesserati.

Grande Gioco dell’Oca

Aperte le iscrizioni Sono aperte le iscrizioni al grande “gioco dell’oca” organizzato dalla Consulta Giovani, che si svolgerà domenica 18 settembre per le vie del paese. Per motivi organizzativi, le iscrizioni si ricevono entro e non oltre il 31 agosto presso il bar del Centro Sportivo Don Avataneo “Giobbe’s Bar” e presso il “Cafè d’la Piasa”, dove sarà possibile ritirare il modulo di iscrizione. Al momento dell’iscrizione la squadra dovrà fornire i nomi e la data di nascita di tutti i componenti e il nome e un recapito telefonico di un caposquadra. La quota individuale di partecipazione al gioco dell’oca è di 12 euro per ciascun componente della squadra, da versare al momento dell’iscrizione. Dopo la chiusura delle iscrizioni a ciascuna squadra verrà consegnato il regolamento con tutte le indicazioni circa lo svolgimento del gioco.

GIOVANI

Volley in ricordo di Federica

Torneo “Divertiti con Noi”

Si sono conclusi domenica 17 luglio i campi estivi a Bardonecchia organizzati dalla parrocchia. Alla presenza di don Efisio Edile e di una straordinaria équipe di animatori coordinata da Armida Racca, i giovani marenesi hanno vissuto due settimane indimenticabili all’insegna della riflessione, della condivisione, del Vangelo e anche del divertimento. Il primo turno, per 50 ragazzi dalla terza media alla terza superiore, aveva come tema la storia della “Gabbianella e il gatto”, con riflessioni legate alla diversità, alla comprensione, alla salvaguardia del Pianeta. Durante il secondo turno, che ha coinvolto 42 ragazzi dalla quinta elementare alla seconda media, si è parlato di sei parabole del Vangelo, commentate e comprese grazie all’aiuto degli animatori. Per tutti un inno al grido di “Credi” degli 883, per tutti anche la S. Messa quotidiana, i giochi, le camminate, le escursioni. Poi, alla sera, un momento di preghiera e di raccoglimento ascoltando le note di un piano davanti all’immagine di Cristo, il centro che tutti avvicina a sé, il centro da cui tutto l’Amore

CRONACA

I ragazzi del primo turno, dalla terza media alla terza superiore

Il secondo turno ha coinvolto 42 ragazzi, dalla quinta elementare alla seconda media

di Dio si espande. I commenti, straordinariamente positivi, raccontano di un gruppo di animatori preparato ed unito; di una

coordinatrice, la signora Armida Racca, impegnata e creativa, e di un sacerdote, don Efisio Edile, che ha amorevolmente

accompagnato i suoi ragazzi in questo importante percorso di crescita cristiana. Albina Ambrogio

Domenica una vettura vi aveva sbattuto violentemente contro

Abbattuta una colonna rossa del Bergamino Nel pomeriggio di domenica 17 luglio, verso le ore 15, un’autovettura Ford Fiesta con a bordo due giovani rumeni, un ragazzo (19 anni) e una ragazza (16 anni), nel percorrere la provinciale 662 per Savigliano, all’altezza della strada privata Bergamino, è autonomamente uscita di strada andando a sbattere violentemente contro uno dei pilastri che delimitano l’ingresso alla via. Nell’urto, uno dei pilastri in muratura è stato talmente lesionato che nella giornata di lunedì 18 luglio è stato completamente abbattuto perché pericolante. Gli occupanti la vettura, feriti, sono stati trasportati all’Ospedale di Savigliano con l’ambulanza del 118. Sono intervenuti sul posto, oltre ai Vigili del Fuoco di Savigliano, anche i Carabinieri.

Uscita di strada la Ford Fiesta ha sbattuto violentemente contro uno dei due pilastri rossi

Una delle squadre partecipanti al torneo in ricordo di Federica

“Divertiti con noi” è il titolo del torneo di pallavolo organizzato dall’Oratorio Circolo Noi in ricordo della cara amica Federica Pelissero. «A questa prima edizione – ci spiegano gli organizzatori – hanno partecipato 42 ragazzi e ragazze di 1ª, 2ª e 3ª media, divisi in 6 squadre seguite e coordinate da 12 ragazze più grandi». «Lo scopo del torneo – secondo il presidente dell’Oratorio Giovanni Racca – è stato quello di stare insieme e divertirsi, impegnando momenti di tempo libero nello sport e in ricordo della loro amica Federica. La prima esperienza è stata positiva, quindi lo riproporremo sicuramente l’anno prossimo con la speranza di aumentare ancora il numero dei partecipanti. Un grande grazie va a tutti coloro che hanno partecipato!». Al.Am.

ANZIANI

Si è inaugurata la nuova biblioteca alla casa di riposo Residenza la Corte

“Qui si balla, si legge, si coltiva e si mangia” Da parte degli organizzatori, ancora una volta, va «un grande grazie al gruppo Alpini e ai volontari, che quotidianamente ci sostengono e passano del tempo insieme agli ospiti!». Al.Am.

Alcuni ospiti della casa di riposo si divertono allegramente al suono della fisarmonica

Stare insieme e divertirsi, questo lo scopo del torneo

Al grido di “Casa di riposo…mica tanto!” si è svolta la festa d’estate della Residenza La Corte. Non solo pace e quiete dunque, ma anche “qui si balla, si legge, si coltiva, si mangia”, il tutto anche grazie al prezioso aiuto dei numerosi volontari che, coordinati dal personale, si occupano di parte del tempo libero degli ospiti. La festa d’estate è stata aperta a tutto il territorio ed è stata l’occasione per inaugurare la nuova biblioteca, con tanto di taglio del nastro da parte dell’anziano ospite che si è occupato della catalogazione

dei libri, e la mostra fotografica sugli oggetti antichi. Durante il pomeriggio c’è stato spazio anche per canti e danze popolari e per una succulenta merenda sinoira, ma soprattutto per la presentazione del nuovo progetto orto. “Ortolandia”, questo il nome dato all’iniziativa, si propone di recuperare il rapporto più stretto con la natura: l’idea è quella di impegnare costruttivamente gli ospiti, dare loro uno spunto nuovo per relazionarsi gli uni agli altri, vedere crescere insieme le piantine di basilico, pomodori, melanzane…

È stato presentato il progetto “Ortolandia”


caramagna

giovedì 21 luglio 2011

SOLIDARIETÀ Giovanna Ingaramo, presidente della Don Pignata Onlus

«Questo è il volontariato vero» «Questo è il volontariato vero, non quello delle feste». Nelle parole del suo presidente, Giovanna Ingaramo, c’è tutta la sostanza della Don Pignata Onlus, associazione non lucrativa di utilità sociale fondata a Caramagna il 21 aprile 2006 con sede in via Vittorio Veneto 22/A (aperta dalle 9 alle 12, tel. 0172.89754) e che, in base alla legge quadro sul volontariato, è iscritta al n. 374 del registro provinciale delle organizzazioni di volontariato. «Caramagna è un paese fuori dalle “comodità” – continua il presidente Ingaramo – ed avevamo il sentore di quest’esigenza delle persone anziane. Che erano sole con nessuno che poteva accompagnarle alle visite mediche, o esami clinici, o acquisto alimenti. Ecco perché siamo nati, e nel nome ci richiamiamo a Don Pignata, il fondatore della nostra casa di riposo che poi ha donato al paese». Quali sono le finalità della Don Pignata? «Migliorare la vita degli anziani, sia autosufficienti che non autosufficienti. Sostegno alla casa di riposo San Giuseppe e collaborazione con il comune per il servizio dei “Nonni Vigili” davanti alle scuole. Favorire l’integrazione sociale nella comunità e tutelare le persone anziane e i disabili, mediante trasporto a visite mediche o esami clinici. Organizzare corsi di ginnastica dolce e di fit-walking per il benessere personale». Ci illustra le vostre attività, meglio quelle dei volontari che attualmente sono quasi una settantina? «Siamo presenti nella casa di riposo San

I volontari della don Pignata hanno anche accompagnato gli anziani a Lourdes

Giuseppe con attività di animazione e fisioterapia, laboratori di cucito e stireria, aggregazione sociale degli ospiti mediante feste, passeggiate, attività ludico-ricreative. Organizziamo – per questo abbiamo a disposizione una Fiat Panda donata dal Comune e dalla cassa di Risparmio di Torino. Ma tante volte usiamo le nostre stesse vetture – il trasporto degli anziani e delle persone sole residenti nel nostro comune quando si devono recare per visite ed esami clinici. Oltre al ritiro dei farmaci nel periodo di chiusura della farmacia del Comune presso farmacie limitrofe. Ma non solo assistiamo le persone anziane, sole o in condizione di disagio fisico, mentale e riabilitativo, poiché proponiamo attività per il tempo libero tra cui gite e passeggiate alla scoperta del nostro territorio». Oltre al presidente Giovanna Ingara-

mo, il direttivo è composto dal vice Francesco Pignata, dal segretario Antonio Mina e dai i consiglieri Antonio Alessio, Bartolomeo Becchio, Maria Antonietta Boenzli, Emanuel Cornelio, Maria Giordana, Antonio Boris, Giovanni Camisassa. Cercate nuovi volontari? «Con la gioia, con la voglia di fare e con l’entusiasmo, speriamo di coinvolgere un numero sempre maggiore di persone per realizzare i progetti che sono in cantiere e in fase di realizzazione – conclude Giovanna Ingaramo –. Ricordo che essere volontari significa poter sostenere attivamente le iniziative dell’associazione. È una scelta importante, non importa quante ore al giorno, al mese, o all’anno: il tuo tempo sarà comunque prezioso per gli altri». Paolo Biancardi

GEMELLAGGIO

Aquilonia

Si va in Irpinia

Lo scorso anno la delegazione della cittadina irpina venne a far visita a Caramagna

Per la Festa dell’Assunta, il Comune organizza un viaggio ad Aquilonia, la località dell’Irpinia con cui lo scorso anno si è realizzato il gemellaggio. Par-

CICLISMO

tenza l’11 agosto con pullman GT. Sabato 13 è prevista una visita a Napoli. Il giorno di Ferragosto si assisterà alla Solenne

Processione dell’Assunzione di Maria Vergine, un evento molto partecipato soprattutto per il ritorno degli emigranti per le vacanze. Il 16, dopo colazione,

si riparte per Caramagna. La quota, comprensiva di viaggio, trasferta e visita a Napoli, pensione completa ad Aquilonia, è di 385 euro (supplemento di 60 euro per camera singola). Per chi usufruirà del soggiorno ad Aquilonia presso parenti od amici, la quota di partecipazione è di 170 euro. Il viaggio, aperto a tutti, sarà possibile solo al raggiungimento di una quota minima di 20 partecipanti. Iscrizioni presso gli Uffici Comunali (0172.89004) entro sabato 23 luglio, acconto euro 150.

Una targa ricordo è andata alla squadra di Caramagna Ligure

Successo di pubblico e partecipanti per le due ruote Successo di pubblico e di partecipanti, ben 126 ragazzini iscritti alla corsa ciclistica “Secondo Trofeo Comune di Caramagna Piemonte”, la mattina di domenica scorsa. Qualche goccia di pioggia non ha fermato la manifestazione organizzata dal Racconigi Cycling Team del presidente Giacomino Carrera in un anello del centro storico caramagnese, con il patrocinio del Comune. Prima della consegna dei premi, gli amministratori comunali – presenti il sindaco Riu, il vice Maria Coppola, gli assessori Chiaraviglio e Osella, i consiglieri Bono e Colombano – hanno voluto consegnare un ricordo alla squadra di Caramagna Ligure, il comune ora assorbito da Imperia, fondato all’inizio delle scorso millennio dalle monache benedettine dell’Abbazia

17

Passeggiata eco-solidale Si svolgerà domenica 24 luglio la terza edizione della “Passeggiata eco-solidale” nei boschi di Caramagna organizzata dall’associazione di volontariato Don Pignata. Lo scopo dell’iniziativa è quello di trascorrere insieme una giornata nei boschi e di promuovere le attività dell’associazione: la manifestazione darà la possibilità di vivere una piacevole giornata all’aria aperta, pranzando e giocando nei boschi. «L’invito è rivolto a tutti i caramagnesi e non solo da 0 a 99 anni, i minorenni devono essere accompagnati da un maggiorenne.Ti ringraziamo fin da ora per la partecipazione e per il contributo che darai» dicono gli organizzatori. Il programma della giornata prevede alle ore 9 il ritrovo dei partecipanti davanti alla sede dell’associazione, alle ore 9.30 l’inizio della passeggiata, alle ore 11.30 la S. Messa nei boschi del Merlino, alle ore 12.30 il pranzo , alle ore 14 la grande lotteria, alle ore 15 musica dal vivo con Giovanna Cattaneo, Ernestina Prato, Bruno Manassero e Davide Zerbini. Quota di partecipazione: bambini fino a 5 anni gratis, ragazzi fino a 10 anni 5 euro, adulti 10 euro. Ricordiamo che tutto il ricavato verrà destinato per le iniziative dell’associazione, «andiamo avanti con le nostre forze» dice il presidente Giovanna Ingaramo. Iscrizioni presso lavanderia Ponzone, macelleria Bono, alimentari Pignata e la sede dell’associazione Don Pignata. In caso di maltempo la manifestazione si svolgerà presso l’Oratorio.

IN BREVE Festa sulla sabbia

Elezione di tipo e tipa da spiaggia Sabato 23 e domenica 24 luglio si svolgerà la due giorni della Festa sulla sabbia, promossa dal Gruppo Giovani di Caramagna. Sabato 23 luglio, con inizio alle ore 18.30, presso l’area degli impianti sportivi, aperitivo on the beach con ricco buffet, cocktail e dj set “all night long”. La novità 2011 sarà l’elezione di “tipo” e “tipa” da spiaggia – equivalente di mister e miss – e la possibilità di campeggio nell’area adiacente, «quindi, se volete, portate la tenda!» dicono gli organizzatori. Domenica 24 luglio, torneo di beach volley, ad iscrizione gratuita, a partire dalle ore 9.30.

Divieto di transito

Nel Bosco del Merlino Ordinanza del sindaco Mario Riu per disciplinare e regolamentare il transito dei mezzi a motore nell’area del Bosco del Merlino. Proprio sulla base della considerazione che il transito di motocicli, e in generale di tutti i veicoli a motore, provoca considerevoli danni ai prati, ai boschi ed al patrimonio faunistico ed ambientale alla zona naturale del Merlino. Ecco che dallo scorso mercoledì 13 luglio – si legge nell’ordinanza – è istituito nella zona naturale del Bosco del Merlino il divieto di transito per tutti i veicoli a motore, ad esclusione dei mezzi dei proprietari e conduttori di terreni, delle forze dell’ordine in servizio attivo, dei mezzi di soccorso e dei veicoli al servizio di disabili muniti di apposito contrassegno.

Giovani artisti si raccontano

Incontro per “Apertamente” “Giovani artisti si raccontano”, questo il titolo della serata che si terrà giovedì 21 luglio alle ore 21, presso il cortile del Comune. L’iniziativa si inserisce nel programma “ApertaMente”, il ciclo di incontri culturali organizzati dalla Biblioteca Civica in collaborazione con il progetto “Occasioni” rivolto alle giovani generazioni. L’incontro è aperto a tutta la cittadinanza. Un gruppo di giovani racconteranno le loro passioni: poesia, arte, fotografia, musica, teatro...offrendo alcuni assaggi delle loro creazioni al pubblico. Di certo non mancheranno i 35 ragazzi e ragazze che stanno vivendo in queste settimane l’esperienza dell’EstAdò - l’estate adolescenti. Questa, come altre serate, vuole essere un’alternativa alla noia e un’occasione per far emergere il protagonismo giovanile! «Non mancate. Potreste appassionarvi e aiutarvi a scoprire l’artista che si nasconde in ognuno di voi!» dice Celeste Abrate, che lavora al progetto “Occasioni”, voluto dal Comune e dal Consorzio Monviso Solidale.

LAVORI Grazie ai volontari della Protezione civile

Restauri alla Crocetta

Hanno ricevuto le coppe giovanissimi campioncini delle due ruote: tra loro si nasconde un nuovo Moser?

di Caramagna Piemonte. Alla fine le premiazioni, a cominciare da quella voluta dalla Famiglia Alessio, il “Primo Memorial Giobattista Alessio”, il cui figlio Giuseppe ha fatto da

apripista con la moto a tutte le corse. Poi i premi, coppe dal 1° al 5° maschile e dal 1° al 3° femminile (agguerritissime le ragazze!) per le varie categorie.

Infine, i Trofei di Società offerti dal Comune, con l’impegno di un “arrivederci all’anno prossimo” e un ringraziamento a tutti quanti hanno dato una mano alla riuscita dell’evento.

Restauri alla “Crocetta” “O Crux Ave Spes Unica - Il Popolo di Caramagna - 1910”: questa è la scritta che sta ai piedi della Croce in pietra che si trova sulla “Reale”. Tutto attorno, da alcuni anni si sta approntando un piccolo parco che, alle soglie del bel bosco caramagnese, potrà diventare un’area di sosta confortante. Nei mesi scorsi sono state reimpiantate delle piantine, in quanto gli alberi precedenti non avevano attecchito se non in parte, e nei giorni scorsi è stato predisposto un impianto di irrigazione. «Se ne sono presa cura alcuni volontari della Protezione Civile – ha dichiarato l’assessore Marco

Osella –. Si è anche notato che la Crocetta, messa li dai caramagnesi proprio 101 anni fa, aveva bisogno di alcuni interventi, in particolare mancava la scritta “INRI” e la ruggine stava corrodendo la Corona di Spine, mentre la pietra si stava aprendo. I volontari si sono messi d’impegno e tutti insieme hanno rimesso a nuovo questo prezioso monumento. Devo ringraziare a nome del Comune tutti i volontari, e non faccio nomi per non dimenticare nessuno salvo ricordare che anche in questo caso sono state le preziose mani di Donato Costi a ripristinare la scritta sulla cima della Croce e a preparare le fasce in acciaio per contenerla».


18

paesi

giovedì 21 luglio 2011

BREVE DA GENOLA “Sololo hospital”

Incontro con suor Josemma Venerdì 22 luglio, dalle ore 21, presso il bar “La cittadella” si terrà un incontro sul volontariato.Verrà presentato il progetto “Sololo hospital” in Kenya. Purtroppo – seppur nessuno dica nulla – la situazione sta peggiorando giorno dopo giorno. Un aiuto può esser fondamentale. Interverranno alla serata suor Josemma Giusiano e il coordinatore Francesco Bono.

MURELLO Gara di bocce tra le penne nere, 3° anno

Terzi gli Alpini di Delpopolo Si è conclusa lo scorso venerdì la terza edizione del torneo a bocce “Divisione Alpina Cuneense”. Molti i gruppi alpini della Granda che si sono dati battaglia sui campi murellesi. La premiazione dei vincitori si svolgerà sabato sera 23 luglio presso il centro polivalente in via Claudio Calandra. Il gruppo Ana di Murello, intanto, rende nota la classifica: al primo posto gli alpini di Polonghera, subito dopo il gruppo di S. Stefano Roero. Anche i murellesi sul podio:

CAVALLERLEONE

la squadra dei nostri concittadini ha infatti conquistato il terzo posto in classifica. Il gruppo proveniente da Bra si è invece piazzato in quarta posizione. Il capogruppo Ana di Murello, Giuseppe Delpopolo, ringrazia tutte le squadre che hanno partecipato con entusiasmo al torneo e invita tutti a prendere parte alla serata di sabato, in cui si svolgerà la premiazione e, come da tradizione, verrà servita un’ottima cena presso i locali del centro polivalente. Silvia Godano

Comune: «Passeremo alle multe»

Cani liberi, annoso problema

GENOLA

Enzo Fogliarino ha partecipato a tutte le 25 edizioni

Torneo delle vie: vince S. Maria Si è concluso alla grande il 25° torneo delle vie. Il concreto impegno degli organizzatori (i massari) – Lorenzo Mondino, Fabio Riva, Alessio Tosco, Lorenzo Gianoglio, Sarah Longordo, Erica Gastaldi e Irene Racca – ha fatto sì che la manifestazione possa dirsi pienamente riuscita. Un appuntamento che come sempre coinvolge e unisce tutto il paese ed ha la forza di richiamare grandi e piccini, uomini e donne sugli spalti per assistere ad una sana sfida fatta sì di agonismo, ma soprattutto di amicizia: viene infatti definito anche Torneo dell’Amicizia. È stata quest’anno la squadra del Santa Maria ad aggiudicarsi il 25° trofeo grazie ad una rete ad inizio partita di Mattia Politanò. Argento al via Vernetto, che dopo 21 anni non arrivava in finale, e bronzo al via Aldo Moro. Quarta classificata via Roma seguita da via San Ciriaco e via Marconi. Al termine della sfida sono poi stati assegnati i premi per gli sportivi più meritevoli. Coppa per il miglior portiere: Mattia Pansa; coppa per il miglior goal: Ugo Mondino del via Aldo Moro; coppa per la miglior promessa: Mattia Tavella del via Aldo Moro; coppa per il miglior straniero: Christian Grasso del via Aldo Moro; coppa per il capocannoniere: Gabriele Cesa-

GENOLA

Riscaldamento iniziale per la squadra del Santa Maria, vincitrice del torneo

In posa la squadra di via del Vernetto che si è classificata al secondo posto

no del via Vernetto; coppa per il miglior giocatore: Andrea Tosto del via Santa Maria; coppa per il miglior difensore: Davide Origlia del via Roma; coppa per il “fair play”: via San Ciriaco. Una targa di riconoscimento è andata ad Enzo Fogliarino del via San Ciriaco a

titolo di premio fedeltà per aver partecipato a tutte le edizioni del torneo! Al termine delle premiazioni un omaggio floreale è andato alla vedova di Francesco Politanò, fedelissimo del torneo, mancato prematuramente lo scorso anno. Stefania Aimetta

Si è voluto ricordare l’anniversario dell’apertura con una grigliata

In tanti hanno festeggiato al Centro Anziani

Nella piazza un cartello riporta l’ordinanza comunale

È un problema annoso quello degli escrementi dei cani, lasciati liberi dai padroni, nel centro del paese: un piccolo cruccio che già aveva visto impegnata l’amministrazione Bongiovanni, e che vede ora l’amministrazione Giacosa ugualmente agguerrita per risolvere con decisione il problema. È l’attuale vicesindaco Bongiovanni a ricordarci i provvedimenti presi quando era lui il primo cittadino: «Nel 2007 la mia amministrazione aveva emesso un ordinanza in cui si prescriveva l’utilizzo del guinzaglio e della museruola per i cani di taglia maggiore ritenuti pericolosi, inoltre i padroni erano tenuti a munirsi di sacchetto per rimuovere eventuali escrementi». Come ammonimento, nelle zo-

ne centrali del paese, erano anche stati affissi alcuni cartelli, in cui si ricordava che il mancato rispetto dell’ordinanza avrebbe portato a sanzioni pecuniarie fino a 500 euro. Tali contravvenzioni non si sono in realtà mai applicate, ma, pur essendo una parte della cittadinanza virtuosa e ben rispettosa delle regole, rimane una piaga la presenza costante di escrementi di cani, soprattutto in piazza davanti al sagrato della Chiesa e in via Carlo Alberto. Prosegue Bongiovanni: «Si tratta di un danno sia dal punto di vista igienico-sanitario, oltre che il sintomo una mancanza di civiltà. Così si rovina l’immagine del nostro centro storico, che noi Amministrazione, insieme a tanti cittadini, ci sforziamo di rendere sempre più presentabile. Il ripetersi di questo problema, che si presenta quasi quotidianamente, ci costringerà a passare dagli ammonimenti alle vere e proprie contravvenzioni, oggetto della suddetta ordinanza. Ovviamente l’Amministrazione non vuole arrivare a ciò e preferisce invece chiedere a tutti cittadini un po’ di impegno e di attenzione, dato che basta veramente poco per risolvere problemi piccoli, ma fastidiosi, come questo». Gianluca Gianoglio Davanti al sagrato i cani sono liberi

Ogni ricorrenza è una buona scusa per ritrovarsi e festeggiare. Sabato 16 luglio si è voluto sottolineare con una sontuosa grigliata mista l’anniversario di apertura del Centro Anziani. Ecco allora un bel gruppo di volontari, coordinati dall’instancabile Maria, si sono attivati per cucinare la carne alla bra-

ce ed allestire i tavoli. Tanti dovevano essere per accogliere i 120 commensali che hanno dato vita ad una maratona di festeggiamenti protrattasi tutto il giorno. A suon di gare a carte e bocce e pasteggiando in compagnia si sono rincorse le ore. Alla sera dunque la cena tutti insieme brindando ai vincitori dei sin-

Tanti hanno voluto festeggiare l’anniversario di apertura del Centro

Centoventi i commensali che hanno partecipato alla cena

PAESI

goli tornei. Nella gara a carte ha trionfato Dario Arnolfo aggiudicandosi il premio della Stirella, mentre nelle bocce a strappare il primo premio consistente in una macchina fotografica è stato Agostino il panettiere. Entrambi i premi sono stati generosamente offerti da Vittorio Pautassi.

La lotteria ha visto poi aggiudicare il primo premio della bicicletta – offerta dalla Cassa di Risparmio di Savigliano - ad Anna Cravero. Davvero una giornata ricca in tutti i sensi: di emozioni, di regali, di intrattenimenti. Ancora una volta il Centro ha fatto centro! St.Aim.

Accolti dalle famiglie

I ragazzi di Chernobyl È atterrato sulla pista di Levaldigi, il gruppo di bambini e ragazzi bielorussi ospiti delle famiglie di Smile - Gruppo Maira, capitanato da Vincenzo Ferrotta e dall’insostituibile moglie Alessandra Giraudo. Fino al 28 luglio, le famiglie ospitanti sono 20 distribuite tra Racconigi (6), Murello (1), Sommariva del Bosco (1), Cherasco (1), Savigliano (1), Cavallermaggiore (10). L’ interprete per i nuclei famigliari interessati è Ania coadiuvata dalla dott.ssa Iryna Ihnatovich. Tutti i ragazzi partecipano all’”Estate Ragazzi”, chi a Cavallermaggiore chi a Caramagna Piemonte, presso l’Ad Tennis Europa. In precedenza i comuni aiutavano l’associazione, e di conseguenza le famiglie, a sostenere le spese per la partecipazione a queste iniziative estive. Dallo scorso anno, per ristrettezze economiche degli stessi, tutte le spese, iscrizione e pasti, sono completamente a carico delle famiglie che ospi-

Il gruppo dei bambini e ragazzi bielorussi ospiti delle famiglie di Smile-Gruppo Maira

tano questi bambini. Un sentito grazie alla titolare e presidente del Tennis Europa, Claudia Priotti, maestra federale di tennis, coadiuvata dal maestro Paolo Ballatore, che ha “largamente contenuto” i prezzi d’iscrizione facendo si che le spese addossate agli ospitanti non lievitassero ulteriormente. Grazie agli assistenti bagnanti Mario Borea-

naz, Matteo Rosso e Federica Fabaro; agli animatori: Silvia Laudati, Elena Mazzone, Giovanna Tesio, Ettore Fico, Raffaele Bono, Arianna Ravera, Cristina, Lucia Porsotti. A Chiara Garofalo da tutti i partecipanti, animatori, collaboratori e famiglie une sincero “se non ci fossi, bisognerebbe inventarti!!”. Tiziana Garnero


monasterolo

CICLOTURISMO Assisi, lago Trasimeno, Siena, Gubbio tra le mete visitate

In bici alla scoperta dell’Umbria I ciclisti monasterolesi quest’anno hanno scelto l’Umbria per pedalare una settimana intera tra le verdi colline ed i magici saliscendi dei colli umbri. Un agriturismo di Tuoro sul Trasimeno è stato il punto di riferimento e di soggiorno dell’intero gruppo composto dai “pedalatori” Luciano Alesso, Barbara Baldi, Domenica e Silvio Bossolasco, Piero Boglione, Franco Delpiano, Roberto Lovera, Alessandro Marengo e Livio Marengo, Mario Miolano, e Sergio Villois, accompagnati dagli autisti Romano Alesso e Guido Monge. Partenza di buon’ora lunedì 4 luglio alle ore 5.30 con arrivo alle 12.30 presso il casale che ospitava il gruppo. Dopo aver preso possesso delle camere e il pranzo, si è “assaggiata” la strada facendo il giro del lago Trasimeno, «così tanto per sgranchire le gambe», 65 km tra saliscendi collinari. Martedì 5 alle ore 8, dopo una sostanziosa colazione partenza con destinazione Assisi. Tutto bene durante il viaggio anche se un po’ complicato attraversare Perugia; la salita fino all’eremo è stata completata solo da Barbara e Roberto mentre gli altri a metà strada sono tornati indietro. Perché? Era tardi? Già ora di mangiare? Faceva caldo? La salita era dura? Guido e Romano si superano trovando un posto formidabile per il pranzo all’ombra della chiesa di S.M. Degli Angeli: grande bagna nt l’oli e pastasciutta innaffiata dal dolcetto che non manca mai per dar forza e tono alla muscolatura. Al ritorno si cerca una via alternativa per evitare Perugia, percorrendo stradine con saliscendi continui, anche del 15-17%. Fi-

I cicloturisti hanno trascorso una settimana pedalando tra le bellezze dell’Umbria

nanche due temporali accompagnano i temerari che ritornano, attorno alle 19.40, dopo 145 Km in 6 ore e 57 minuti un po’ cotti. Mercoledì 6 luglio destinazione Siena, un percorso nervoso e lungo, 186 km di strade tortuose in un caldo torrido attraversando zone tra le più belle d’Italia, immerse tra dolci colline e piccoli borghi ricchi di storia; purtroppo è rimasto poco tempo per visitare la città. Giovedì 7 luglio destinazione Gubbio. Subito dopo alcuni km una bella salita impegnativa fino a Castel Rigone; il paese si trova dislocato sulle colline orientali che delimitano il territorio del lago Trasimeno ad un’altezza di 653 metri, gran bella vista sul Lago, poi discesone su Umbertide e risalita dolce fino a Gubbio in una giornata calda e soffocante. Il ritorno è stato fatto attraverso Mercatale per un totale di 136 km.Venerdì 8 luglio Montepulciano, bellissima città storica conosciuta principalmente per l’imponenza dei suoi palazzi rinascimentali per l’elegante bellezza delle sue chiese e per il “Vino Nobile”, uno dei vini toscani più apprez-

zati a livello internazionale. Poi proseguimento verso Pienza e nel mentre, come al solito, l’ottimo pranzo di Guido e Romano, cuochi insuperabili capaci di appagare la fame e la sete degli impavidi pedalatori (ad esempio, in questa giornata carne cruda di Montepulciano e pecorino Doc di Pienza non potevano certamente mancare sulla tavola dei nostri impavidi). Dopo pranzo ulteriore cavalcata tra i sali e scendi fino a Cortona sotto un caldo mostruoso, ma i nostri autisti si prodigavano per fornire acqua fresca ogni mezzora. Sabato 9 luglio ul-

COMUNE

tima passeggiata, bella salita (impegnativa) passando per Cortona per poi scendere a Mercatale, proseguimento fino a Città di Castello e ritorno con l’ultima salita e discesa a Tuoro. Un grazie particolare a Tere e Bartolo Garello della ditta G.M Service, per la loro disponibilità. Grazie a loro che, sensibilmente e senza nulla chiedere, mettono sempre a disposizione il mezzo di trasposto indispensabile per lo svolgimento di queste cicloturistiche tradizionali giunte ormai alla ottava edizione. Renzo Otella

In via XXV Aprile e piazza Libertà

Lavori di abbellimento in centro Che questa amministrazione intendesse procedere ad alcuni lavori di abbellimento del centro era cosa risaputa. Il progetto sta realmente prendendo corpo. Si sta vagliando la possibilità di rivestire con pietra alcuni tratti del muro di contenimento del viale alberato in via XXV Aprile e dei giardini in piazza Libertà. Sono state esaminate alcune soluzioni proposte da ditte locali che forniscono materiali di rivestimento e si presume che la spesa sia attorno ai 18 mila euro finanziati con fondi propri del Comune.

giovedì 21 luglio 2011

SCUOLA

19

L’attuale edificio fu inaugurato nel 1977

Da via Ruffia al Castello Negli ultimi anni dell’Otto- pubblica il consiglio comunale, cento, il consiglio comunale nella seduta del 20 ottobre stanziò i fondi per aprire la 1967, deliberò la costruzione di scuola serale durante la stagio- un nuovo edificio scolastico su ne invernale; alcuni suoi mem- un’area di proprietà del comubri si pronunciarono, invece, per ne, ubicata a sud del castello. Il l’istituzione di un corso di inse- progetto, redatto il 20 novemgnamento nei giorni festivi. So- bre 1970 dallo studio dell’archispesa durante la grande guerra, tetto Pompeo Trisciuolio di Tola scuola riprese nel 1922 e pro- rino, ottenne l’approvazione, il seguì fino agli anni Quaranta; per 3 giugno 1971, da parte del un certo periodo di tempo, ver- provveditorato regionale alle so il 1930, il podestà affidò la cu- Opere pubbliche di Torino. Esra delle lezioni serali alle suore so prevedeva la realizzazione di della Piccola casa della divina un edificio moderno e razionaprovvidenza di Torino, che gesti- le, disposto su un solo piano e vano, oltre la casa di riposo per costituito da cinque aule, da un anziani e l’asilo infantile, anche vestibolo, da un salone per lo una scuola elementare diurna svolgimento delle attività colletprivata. Il consiglio comunale di- tive, da un’aula suppletiva e da scusse più volte, come attesta- numerosi locali per i servizi. I lano alcune delibere risalenti a vori, iniziati nel novembre 1973, dopo la grande guerra, i proble- proseguirono con una certa lenmi sollevati dalla difficoltà a si- tezza per alcuni imprevisti e per stemare in modo adeguato l’e- delle varianti apportate durandificio scolastico, che da oltre te l’esecuzione. L’opera non era 80 anni era ubicato nel vecchio ancora ultimata quando, il 22 otedificio di “via Ruffia”. Per que- tobre 1976, crollò la parete sto motivo, nella seduta del 21 esterna della torre del castello, febbraio 1926, i consiglieri co- rendendo inagibili le aule sottomunali espressero parere favo- stanti. L’anno scolastico proserevole all’acquisto del castello guì nei locali dell’oratorio pardei Solaro, poi perfezionato il 3 rocchiale. Il nuovo edificio fu gennaio 1928. Ben presto, però, inaugurato con l’apertura delle anche questo edificio si dimo- scuole nell’autunno del 1977. strò inadeguato a contenere (2-fine) r.o. l’aumentata scolaresca, per cui, nel 1936, il podestà affittò da Anna Brunetti Rossi, proprietaria di “casa Lupo”, tre locali al pianoterra che adattò ad altrettante aule scolastiche. Detto contratto venne rinnovato fin verso il 1970. Sotto la pressione dell’opinione Le scuole ebbero la loro sede anche al Castello


20

racconigi

giovedì 21 luglio 2011

Lettera aperta dell’Ascom per ringraziare la Gancia In data 18 luglio il Consiglio Direttivo della Confcommercio, zona di Savigliano e Racconigi ha inviato una lettera aperta al presidente della Provincia di Cuneo Gianna Gancia in cui, a nome della categoria rappresentata e costituita da piccole e medie imprese operanti nel settore del commercio, del turismo e dei servizi, esprime “viva soddisfazione per la posizione da Lei recentemente espressa in ordine al fenomeno degli insediamenti della grossa distribuzione ed alle speculazioni che, spesse volte, stanno dietro la loro proliferazione”.

CONSIGLIO COMUNALE

“Si tratta di una problematica, quella da Lei sollevata, molto sentita dagli operatori del settore, dalle loro famiglie e dagli addetti che, a vario titolo, contribuiscono a svolgere un servizio prezioso e tradizionale rispetto all’identità urbana delle nostre città – afferma la lettera –. Risulta quindi assolutamente condivisibile, e peraltro non più procrastinabile, il proposito di assumere iniziative tese ad arginare il dilagare di questa tipologia d’insediamenti, anche al fine di preservare quelle caratteristiche, valori e risorse che, da sempre, connotano il nostro territorio”.

COMMERCIO

Una delegazione consegna 2000 firme al sindaco Tosello

«È un processo alle intenzioni»

Convocato mercoledì sera

Consulta giovani al via Non compare all’ordine del giorno del Consiglio comunale convocato per la sera di mercoledì 20 luglio (ore 20,30) la discussione sulla modifica del piano commerciale che tanto sta facendo discutere di questi tempi. Per coloro che sono curiosi di vedere come si pronunceranno i vari assessori e consiglieri, comunque, si tratta solo di avere pazienza ancora qualche giorno, dal momento che il sindaco Tosello ci ha confermato che a questo proposito sarà convocato un apposito Consiglio entro il mese di luglio. Mercoledì sera, invece, all’ordine del giorno compaiono sei punti. Dopo una comunicazione del sindaco sulla nomina di Elda Minero ad assessore, i due punti successivi riguardano la discussione dei regolamenti della Consulta Giovanile Comunale e dello Skate Park. Il quarto ed il quinto punto sono una ratifica di Variazione di Bilancio e la salvaguardia degli equilibri del Bilancio stesso. Il sesto ed ultimo punto all’ordine del giorno, come di routine, è riservato alle interrogazioni e alle mozioni.

SPETTACOLI

“La Traviata” di Verdi nel parco reale

Quel sottile filo di seta È un sottile filo di seta quello che unisce Racconigi al Giappone. Lo ha ricordato il sindaco Tosello nell’incontro-sopralluogo dell’Associazione Amici della Scala e della Musica di Milano in vista delle tre serate che. il 29, 30 e 31 luglio, riporteranno la grande musica nel parco reale. Come ha spiegato il sindaco, infatti, ai tempi in cui nella nostra città era particolarmente prospera la produzione della seta, una malattia endemica colpì i bachi e gli imprenditori locali, costretti a cercare all'estero uova che non fossero infette, le trovarono nel Paese del Sol Levante. Il legame tra Racconigi ed il Giappone continuò poi anche quando non fu più necessario importare dall’Oriente uova “sane” e si è concretizzato in tempi recenti con una visita di una troupe televisiva giapponese che ha realizzato un lungo filmato in particolare sul castello e sul parco. Un legame che si rinnova con la scelta del soprano Midori Sakaguchi, moglie del conso-

OSPEDALE

le giapponese a Milano, come interprete dell’opera di Verdi “La Traviata” nello spettacolo di domenica 31 luglio, e nell’intenzione di devolvere i fondi raccolti nella manifestazione a favore delle zone colpite dal disastroso terremoto che si è abbattuto proprio sul Giappone. Nella serata di venerdì 29 luglio la cantante Aida Aime e il tenore Sergio Cerutti, accompagnati dal giovane pianista Andrea Benelli eseguiranno canzoni e brani del repertorio moderno e classico, italiano e internazionale. Sabato 30 e domenica 31 sarà la volta de “La Traviata”. Nel ruolo di Violetta si alterneranno Roberta Salvati e, per l’appunto, Midori Sakaguchi. Suonerà l’Orchestra di Parma, sotto la direzione del maestro Alessandro Ferrari. Il coro della Fondazione Milano per la Scala sarà diretto da Marco De Gasperi. Piazzale nord del castello. Inizio rappresentazioni: ore 21.15. Ingresso: per il concerto del venerdì 10 euro, per la Traviata 25.

Centinaia di faldoni e documenti

L’archivio salvato Centinaia di faldoni e documenti, appartenuti all’ospedale civile di Racconigi, sono stati sottratti alla distruzione e trasferiti dai locali di via Ormesano alla sede degli “Amici della Storia di Racconigi”, presso il convento dei Cappuccini. Si tratta di una Un operaio del Comune all’opera documentazione molto eterogenea e di interesse differenziato (alcuni fogli sono antichi di oltre 150 anni) che meriterebbe di essere catalogata e riordinata. Al momento però per questo intervento non ci sono soldi.

Il presidente dell’Ascom Pietro Rubiolo consegna le firme al sindaco

Niente corteo mercoledì 13 luglio davanti al Palazzo comunale, ma solo alcuni commercianti ed i dirigenti dell’Ascom di Savigliano Pietro Rubiolo, Livio Raballo e Mauro Arduino che, con una delegazione degli esercenti locali, hanno consegnato al sindaco la busta contenente le 2000 firme raccolte nelle settimane scorse. Nella mattinata uggiosa, i rappresentanti dell’Associazione commercianti avevano atteso invano che aumentasse il numero dei partecipanti: «In effetti erano stati avvisati solo

due giorni prima e non è facile organizzare una sostituzione in negozio» li giustifica Raballo. La raccolta di firme era stata promossa per testimoniare il disaccordo dei racconigesi con la giunta Tosello che intende individuare un’area commerciale nel nuovo Piano Regolatore. Il presidente dell’Ascom Rubiolo, nel consegnare il plico al primo cittadino, lo ha dunque invitato a “ripensarci”. «Questo è un processo alle intenzioni – ha replicato Tosello –: una raccolta firme contro non si sa cosa, dal momen-

to che non abbiamo richieste di insediamenti. Dopo vent’anni un Piano regolatore va adeguato e spero questa volta possa vedere la luce». «Non è un processo alle intenzioni – gli ha risposto Raballo –: se indicherete un’area commerciale, anche se adesso, come sostenete, non ci sono domande, per qualcuno rappresenterà poi un’opportunità». «Se ci saranno, valuteremo le proposte – ha incalzato il sindaco –, noi alla nostra città ci teniamo. E posso dire che, trattandosi di un’area all’ingresso del viale, è prevista configurazione consona alle residenze sabaude. Hanno detto che voglio costruire 4-5 capannoni: questo non è assolutamente vero. A Savigliano, da voi, invece sì che stanno insediandosi centri commerciali». Raballo ha puntato il dito anche sul secondo punto della raccolta firme: la ristrutturazione di piazza Castello. «Perché la nostra categoria non è stata consultata? avremmo avuto sicuramente qualche cosa da dire, per esempio sulla elimina-

zione dei parcheggi». «È dal 2002 che si parla di ristrutturare la piazza – ha replicato Tosello –, ora abbiamo il progetto definitivo e non intendiamo perdere i fondi europei, altrimenti chi li restituisce 5 milioni di euro? il nostro progetto era stato studiato nell’ambito del programma delle Residenze Sabaude ed è solo slittato per dare precedenza alla tangenziale. Sul discorso dei parcheggi, il direttore regionale della Sovrintendenza Mario Turetta si è reso disponibile a parlarne». Abbiamo chiesto a Raballo un commento sull’incontro e sulla posizione di Racconigincentro: «Per noi era importante arrivare con una delegazione. Quanto a Racconigincentro è d’accordo con noi. Non mi convincono le dichiarazioni del sindaco, né quelle sull’area commerciale, né quelle sulla piazza. Parteciperemo al Consiglio comunale in cui si discuterà di questi argomenti e valuteremo altre strade, sperando che le scelte fatte vengano riviste». Beatrice Becchis

Anche Mussolini e Berlusconi contro l’ipermercato Il sindaco ha in mano il “pesante” pacchetto di firme, di racconigesi e non, contro l’apertura di nuovi ipermercati. E ci fa notare che, tra coloro che hanno firmato, ci sono grossi nomi: Madre Teresa di Calcutta, Benito Mussolini da Predappio e Silvio Berlusconi da Arcore (che ha addirittura firmato due volte!), Del Piero e Di Canio, Adriano Galliani ed Antonella Clerici… Nomi che rendono un po’ burlesca l’iniziativa. Ma duemila firme non sono comunque un segnale di disaccordo con la scelta dell'amministrazione? «Quando me le hanno consegnate ho detto subito che le avrei controllate – afferma il sindaco Tosello –. Apro le prime pagine ed incomincio leggere: Berlusconi, Mussolini, Madre Teresa... Ma allora, se si voleva fa-

re una cosa seria, qualcuno avrebbe dovuto dare un'occhiata a quelle pagine. Prendo atto che ci sono dei cittadini contrari all'individuazione di un'area commerciale, perché altro non esiste, altrimenti me lo dimostrino, ma quelli in buona fede in questo modo sono screditati. Facendo un calcolo dei circa 65 paesi di provenienza dei firmatari, uno anche dal Ghana, e quelle di personaggi famosi, ed altre non ben specificate, arriveremo forse a mille firme». «Continuo a non capire l'atteggiamento dell'Ascom e di tutti quelli che mi danno contro – conclude Tosello –: siamo circondati da centri commerciali, a Savigliano come a Carmagnola, dove ne è in costruzione uno di notevole dimensione. E nessuno protesta. Da noi invece, e credo in linea con i tempi, ci sarà un'area per un

solo centro di media distribuzione». «In dieci giorni abbiamo raccolto circa 2500 firme, perchè altre sono ancora arrivate in sede – replica Raballo –. Il nostro scopo era quello di sensibilizzare la gente ed il risultato l'abbiamo ottenuto. Se poi il sindaco ha tempo ad andare a spulciare tutte le firme, se sono scarabocchiate, o di un'unica parentela, faccia pure: non abbiamo messo un notaio in ogni negozio. E poi questo succede in una qualsiasi petizione. Quindi, il sindaco deve ammettere che ci sono almeno 1500 persone contrarie al Piano regolatore e alla ristrutturazione della piazza. Cosa che non sta facendo perché va avanti da solo in questa battaglia senza accettare confronti». b. bec.

COMUNE L’assessore Scarpino spiega gli interventi effettuati in asili, elementari e medie

Lavori per oltre 60 mila euro nelle scuole «L’Amministrazione comunale, come già in passato, continua il percorso di rinnovo ed adeguamento strutturale, funzionale e ludico dei plessi scolastici di proprietà comunale – sottolinea l’assessore Federico Scarpino – e, anche se le disponibilità economiche attuali non consentono di effettuare tutte le opere richieste e necessarie, è nostra intenzione stanziare appena possibile altri fondi». L’assessore procede quindi ad elencare i lavori già effettuati. Scuola dell’Infanzia. Nel plesso di corso Regina e nelle sezioni staccate presso la scuola elementare sono stati installati copritermosifoni e protezioni per una spesa di 11.538 euro. Alla scuola Salvo D’Acquisto è stata consolidata la fondazione del lato est, dove erano visibili crepe strutturali correnti fino al secondo piano (spesa: 6.360 euro) e sono stati sostituiti i vetri lesio-

nati sulla pensilina di accesso (3.918 euro). Per quanto riguarda le sezioni staccate nel plesso di via Ton sono stati sostituiti i vetri del corridoio, dei servizi igienici e del dormitorio con altri antisfondamento (2.126 euro) e posata la

L’assessore Federico Scarpino

Lavori nel plesso di via Ton

pavimentazione antitrauma nell’area esterna dove giocano i bambini (9.147 euro). Scuola elementare di via Ton. Sono state posizionate idonee ringhiere e barriere di protezione (13.920 euro) e 12 nuove postazioni elettriche che consentiranno il potenziamento della rete informatica (2.760 euro). Scuole medie. Sono state cambiate le porte di alcune aule e dei bagni (8.136 euro) ed ade-

guati gli impianti elettrici per consentire il posizionamento di alcune lavagne multimediali (1.190 euro). Nelle diverse scuole sono stati infine effettuati lavori di fissaggio dei mobili e scaffali alle pareti, sistemati e segnalati i dispositivi di sicurezza (estintori e bocchette antincendio) ed eseguiti altri lavori di piccola manutenzione e di tinteggiatura in economia da parte della squadra operai del Comune. «Gli impegni economici finora assunti per i plessi scolastici ammontano complessivamente a 59.096 euro, oltre alle opere in economia svolte dalla squadra operai del Comune che possono essere stimate in 2.000,00 euro – tiene a precisare l’assessore Scarpino –. La percentuale di incidenza delle spese scolastiche sulla spesa corrente complessiva nel bilancio esercizio 2011 è pari al 16,11%».


GIOVEDÌ 21 LUGLIO 2011 IL SAVIGLIANESE 21

Palazzo LascariS

UFFICIO DI PRESIDENZA Presidente Valerio Cattaneo Vicepresidenti Riccardo Molinari, Roberto Placido Consiglieri segretari Lorenzo Leardi, Gianfranco Novero, Tullio Ponso

• Luglio 2011 • www.consiglioregionale.piemonte.it

A cura della Direzione Comunicazione Ufficio Stampa - Via Alfieri, 15 - 10121 Torino tel 011 5757 251-252 • uff.stampa@consiglioregionale.piemonte.it

Attività istituzionale

Disposizioni collegate alla Legge Finanziaria Il provvedimento è stato votato nella seduta consiliare del 6 luglio

È stato approvato (con 31 sì della maggioranza e del gruppo Udc, 11 astensioni dei gruppi Pd, 5 Stelle, Moderati e Insieme per Bresso e 4 non votanti dei gruppi Idv, Fds e Sel) il ddl n. 101 “Disposizioni collegate alla Legge Finanziaria per l’anno 2011”. “Il provvedimento è molto utile per la comunità piemontese e contiene numerose

norme condivise dai vari gruppi consiliari” è stato il commento del presidente del Consiglio regionale Valerio Cattaneo. La legge - il cui esame era iniziato il 27 aprile con le relazioni di Angelo Burzi (Pdl) per la maggioranza e di Mino Taricco (Pd) per la minoranza e la discussione generale (conclusa il 18 maggio) - ha avuto un iter com-

plesso. La situazione si è sbloccata quando la Giunta regionale ha rinunciato all’inserimento di diverse disposizioni su caccia, agricoltura e ambiente, in base a un accordo politico con i gruppi consiliari, con l’inserimento di numerosi emendamenti. Oltre alla riforma del Corecom, rilevante nel testo la norma che prevede la possibilità, da parte degli Enti locali, di utilizzare i fondi regionali assegnati per funzioni conferite, senza vincolo di destinazione. Prima della votazione finale sul provvedimento l’Assemblea ha approvato unanime un odg, primo firmatario Taricco, che impegna la Giunta regionale, prima dell’approvazione, “a informare la competente Commissione consiliare, per un approfondimento e un confronto” sul regolamento del Sistema di qualità delle produzioni agroalimentari.

Attività istituzionale

Abolizione del bollino blu “Ringrazio il presidente della Regione Roberto Cota il quale, dimostrando sensibilità e condivisione sulla mia proposta, ha già provveduto ad abolire il bollino blu per la stragrande maggioranza degli automo-

tato con soddisfazione la notizia della delibera della Giunta regionale che abolisce definitivamente il bollino blu per le auto Euro 3, 4 e 5 a partire dal 1° settembre 2011. Viene così accolto l’indirizzo espres-

bilisti, con ben quattro mesi di anticipo rispetto a quanto chiesto alla Giunta”. Con queste parole il presidente del Consiglio regionale Valerio Cattaneo ha commen-

so dal Consiglio regionale il 23 giugno con l’approvazione all’unanimità di un ordine del giorno, primo firmatario Cattaneo, sottoscritto da 53 consiglieri di tutti i gruppi politici.

Petizione popolare

Attività istituzionale

Ufficio di Presidenza

Firme per il Piemontese

Riforma del Corecom

Ricevuto monsignor Nosiglia

L’Ufficio di presidenza ha ricevuto, il 27 giugno, le 12 mila firme raccolte a sostegno della petizione popolare per l’inserimento del Piemontese nell’elenco delle lingue minoritarie riconosciute. Il documento è stato presentato dal movimento culturale Gioventura Piemonteisa e sostenuto da 19 gruppi e associazioni di tutto il Piemonte.

Il Consiglio regionale ha approvato, il 6 luglio, nell’ambito della discussione sul collegato alla finanziaria, la riforma del Corecom (Comitato regionale per le comunicazioni), che prevede la riduzione dei commissari da otto a tre e una sensibile diminuzione delle indennità. Gli emendamenti in materia sono stati illustrati rispettivamente dai primi firmatari Ro-

berto Placido (Pd) e Mario Carossa (Lega Nord). La riforma permetterà un risparmio complessivo per le casse regionali di 2 milioni di euro per l’intera legislatura. Il provvedimento è giunto a pochi giorni dal termine del mandato di cinque anni del direttivo del Corecom, che lo scorso anno ha gestito più di 4 mila conciliazioni con un esito favorevole dell’85%.

Accoglienza, emergenze sociali, scuola e lavoro sono stati i principali temi affrontati da monsignor Cesare Nosiglia, arcivescovo di Torino, che il 4 luglio è stato ricevuto dal presidente del Consiglio regionale Valerio Cattaneo per una visita istituzionale. Hanno partecipato all’incontro anche il vicepresidente Riccardo Molinari e i consiglieri segretari Gianfranco Novero e Tullio Ponso.

Eventi e mostre

Eventi e mostre

“Piazze del Piemonte”

Rassegna teatrale “Voci dei luoghi”

È visitabile, fino al 18 settembre, a Chambéry in Francia, presso l’Hotêl de Cordon (Centro di interpretazione dell’architettura e del patrimonio), la mostra fotografica itinerante “Piazze del Piemonte. Architettura, Urbanistica, Eventi, Quotidianità”, realizzata dal Consiglio regionale. Le fotografie mostrano le piazze piemontesi che rivestono per la regione un’importanza particolare.

La rassegna teatrale estiva “Voci dei luoghi”, promossa dal Consiglio regionale, Comitato Resistenza e Costituzione, cui è delegato il vicepresidente Roberto Placido, in collaborazione con l’analogo Comitato della Provincia di Torino e l’Uncem, nel mese di agosto farà tappa, sempre a partire dalle ore 21: a Frossasco il 2, a Vesime il 5, ad Alto il 7, a Ostana il 10, ad Alpette l’11, a Boccioleto il 13, a Vinadio il 16, a Valgioie il 17, a Oulx il 18, a Formazza il 19, a Cannero Riviera, ad Armeno e a Torre Pellice il 20, a Berzano di Tortona il 21, a Montechiaro d’Acqui il 26 e a Usseglio il 28.

Difensore civico Il Difensore civico tutela gratuitamente i diritti e gli interessi dei cittadini nei confronti della pubblica amministrazione. La sede dell’ufficio è in via Francesco Dellala 8 a Torino (tel. 011 5757387 - 524 - 655, difensore. civico @consiglioregionale.piemonte.it). Il Difensore riceve in tutti i capoluoghi di provincia presso le sedi dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico della Regione, previo appuntamento (tel. 011 4321647, www.regione.piemonte.it/urp/sedi/index.htm).


22

racconigi

giovedì 21 luglio 2011

DIMORE SABAUDE

Su “Famiglia Cristiana”

Corona di delizie

Le cucine del castello reale Il castello ed il parco di Racconigi continuano a collezionare "nomination" nell'ambito artistico, turistico e di prestigio. Maratonarte li aveva iscritti tra i siti d’eccellenza a livello nazionale, ed il parco è stato premiato come il più bello d'Italia. La reggia dei Savoia figura anche tra le 22 Residenze Sabaude tutelate dall'Unesco come patrimonio culturale dell'umanità. E la "Corona di delizie" piemontesi, come vengono definite

le regge sabaude, sono state oggetto di un ampio servizio sul numero 27 del settimanale "Famiglia Cristiana". L’articolo, a firma di Alberto Chiara, è intitolato “Benvenuti a corte”. “Potere, sfarzo, amori, gusti e cultura raccontati da splendide architetture” recita il sommario. «Le residenze sabaude possono orgogliosamente reggere il paragone con i castelli della Loira» vi dichiara il direttore regionale ai Beni Culturali del Piemonte Mario Turetta. E nelle foto di Nino Leto che corredano il servizio compare non solo la facciata del nostro castello, ma anche una delle camere da letto reali e le cucine. Il sindaco Adriano Tosello commenta soddisfatto tutto questo e aggiunge: «Sono stato invitato a partecipare come rappresentante al Piano di Gestione "Residenze Sabaude con Venaria". Il primo incontro ha avuto luogo la scorsa settimana a Palazzo Chiablese».

EVENTO

Venerdì in piazza Uomini “Mani in pasta tricolore”

La notte bianca dei bambini Dopo la serata dedicata alla musica, alle canzoni ed alle danze della settimana scorsa, venerdì 22 luglio sarà la volta de “La notte bianca dei bambini”. L’evento è organizzato dal Comune e da RacconigiEventi nell’ambito dei “Venerdì d’estate”. Dalle ore 21, in piazza degli Uomini, avrà luogo l’attività dal titolo “Mani in pasta tricolore”: un gruppo di volontarie allestiranno un lungo tavolo sul quale i bambini, attrezzati con tanto di grembiali, avranno a disposizione pasta bianca, rossa e verde e consigli per preparare la sfoglia con i macchinari della nonna e confezionare delle tagliatelle che potranno portare a casa. Il colorato laboratorio si concluderà con un lancio di palloncini. In piazza Muzzone si esibiranno i piccoli acrobati del Circobus – Scuola di circo Macramè. In via Levis “Esposizione abi-

Nelle foto di questa pagina: ballerini in azione venerdì scorso in occasione della “Notte di note... note di danza”

ti 150” a cura di Emilia Osella. In piazza Roma Luisa Perlo presenterà il libro di Silvio Marengo “Ho fatto nascere gli animali: diario di un veterinario”. In piazza San Giovanni ci saranno i gonfiabili per i bambini.

Lo staff di RacconigiEventi proporrà “Truccabimbi” e “Caricature d’artista”. Dalle 21 alle 24 i commercianti cittadini terranno aperti i negozi nella "Grande notte dei saldi", mentre via Angelo Spada a

partire dalle ore 18 ospiterà l’edizione serale de "Il Trovarobe". Proseguono infine le “Cene sotto le stelle”: serate enogastronomiche nei pressi di piazza degli Uomini (Info e prenotazioni al: 0172.84466).

BREVI DALLA CITTÀ Tuninetti riconfermato

Al vertice dell’Ass. Culturale Insonnia Giorgio Tuninetti è stato riconfermato presidente dell’Associazione Culturale Insonnia nel corso dell’assemblea dei soci tenutasi giovedì 30 giugno presso la sede di Solare Collettivo in piazza degli Uomini.Alla vicepresidenza resta Melchiorre Cavallo e nel suo complesso iI rinnovo del direttivo non presenta novità, essendo stato riconfermato quello precedente.

Gli spettacoli dialettali

“Per mariesse” in frazione Tagliata RASSEGNA

Presentata “La terra e i suoi frutti”: cinque serate a settembre

Quando la musica sposa la solidarietà Una scena della commedia “Doi ore d’le bale” di Gianni Cravero Luglio nel segno di Gianpiero Ambrassa, agosto con Gianni Cravero per El Fornel – Gianni Clerico. Sabato scorso la compagnia teatrale racconigese ha portato in scena a Rocca de Baldi la fortunata commedia in tre atti “Per mariesse venta fe bela figura” di Ambrassa, che sarà riproposta giovedì 28 luglio in frazione Tagliata nell’ambito dei festeggiamenti di Sant’Anna e venerdì 29 a Barge. Lunedì 15 agosto, invece, El Fornel sarà a Moncestino, in provincia di Alessandria, con “La rapina”, uno dei cavalli di battaglia di Gianni Cravero, che verrà replicata venerdì 19 agosto a Serralunga. Sempre di Cravero, il 26 agosto sarà portata in scena a Rocca de Baldi “Doi ore d’le bale”.

“La terra e i suoi frutti” è il titolo delhuile” nei locali di Villa Tanzi, sede dalla Cola rassegna di spettacoli che a settembre munità Arcobaleno. Mercoledì 14 all’Acoinvolgerà alcune comunità di solidarietà lambicco si esibirà Michele Banchio con cittadine. Il logo è stato realizzato da An“Le Sensazioni”. Giovedì 15 doppio apdrea Ferrara e l’iniziativa è promossa dalpuntamento: alle ore 18 presentazione del le associazioni “Le Serre” e “Arsha” e si libro “Aiutami a non avere paura”di Criavvale della collaborazione di RacconigiEstiana Voglino, alla sera omaggio a De Anventi e del patrocinio del Comune. drè con il Progetto Khorakhanè nella strut«Saranno momenti di festa e un’optura Villa Annarita. portunità per il territorio di conoscere le Quattro giorni di pausa per far spazio realtà racconigesi» ha spiegato Fabio agli appuntamenti del “Settembre” e poi Aprea, dell’Associazione “Le Serre”, nel Gli organizzatori della rassegna in programma a settembre gran finale, martedì 20 settembre in corso della conferenza stampa di mercopiazza degli Uomini, con complesso “LuciaLa rassegna inizierà lunedì 12 settembre no (Mondino) e i suoi carrelli” e con la parteledì 13 luglio, alla quale sono intervenuti anche il sindaco Tosello, che ha avuto parole di ap- con un concerto della corale del Milanollo nel- cipazione di tutti i gruppi protagonisti delle seprezzamento per l’iniziativa, ed il presidente di la chiesa di San Domenico (ore 21). rate precedenti. Inoltre esibizione della scuola Martedì 13 sarà la volta del duo “Patê a’l di circo Macramè e dei “Butter Clouwn”. RacconigiEventi Inverso.

Cena sociale al Lago Verde

Con i Pescatori Sportivi Racconigesi L’Associazione Pescatori Sportivi Racconigesi organizza per la sera di sabato 30 luglio la cena sociale presso il Lago Verde. Quota d’iscrizione 20 euro per i soci, 22 per i simpatizzanti. Le iscrizioni dovranno pervenire entro domenica 24 luglio presso il Lago Verde.

Maturità Ancora una racconigese bravissima all’esame di maturità. È Paola Devale, allieva della classe 5ª F dell’Istituto Alberghiero V. Mucci di Bra, che ha concluso gli studi superiori con la votazione di 100 e lode. A Paola le congratulazione della redazione de “Il Saviglianese”.

Paola Devale: 100 e lode

VILLA ANNARITA

Ospiti, parenti e... somali

PROFUGHI

In attesa di avere i documenti

Festa d’Estate 2011

A scuola di italiano

“Festa d’Estate 2011” venerdì 8 luglio presso la comunità Villa Annarita. Gli operatori ed il personale della struttura, sotto la guida di Marilena Panero, hanno Festa d’Estate nella Comunità Villa Annarita organizzato una giornata ricca di momenti parti- son” ed è proseguita con musicolari per gli ospiti ed i loro pa- ca e danze. Alla sera cena sotto renti. Quest’anno c’è stata anche le stelle e poi ancora danze per la partecipazione di un gruppo di tutti con le note di Gigi Mondisomali accolti nella struttura di no e Mario Rabbia. «Queste feste Ville Sacchetto. La festa è iniziata sono molto sentite e molto attese alle 17 con lo spettacolo teatra- dagli ospiti» sottolinea la psicolole “Le nuove avventure di Robin- ga Grazia Maiorano.

Dopo aver ottenuto il permesso di soggiorno, i profughi somali ospiti da oltre due mesi a Ville Sacchetto sono in attesa di terminare tutti i controlli e gli esami medici per entrare in possesso di documenti in regola e poter accedere ad attività lavorative. L’associazione “Giovannea” ha organizzato la permanenza temporanea degli extracomunitari, che si prolungherà almeno fino al mese di dicembre. Una delle attività quotidiane più importanti è la scuola di alfabetizzazione tenuta dall’educatrice dell’Agape.

Scuola di italiano per i profughi somali ospiti di Ville Sacchetto


racconigi

CIRCOLO L’AQUILONE

Volge al termine l’Estate a Santa Maria

Vent’anni trascorsi Insieme

Nelle foto alcuni momenti dell’Estate Insieme

alla terza media, divisi in 8 squadre aventi nomi ispirati alle note, e 60 animatori dalla prima superiore in su. Animatori che sono spinti da una forza interiore molto potente: l’impegno, il servizio alla comunità, vissuti con spirito autentico, come esperienza piena, gioiosa, contraddistinta dalla condivisione, dall’amicizia e dalle cose semplici. Gli animati si trovano di fronte un calendario di attività che vanno dalla gita al mare di Andora alla giornata in piscina a Cuneo, alla gita in montagna a Viozene, passando per un’allegra biciclettata e tanti pomeriggi tra laboratori, gio-

Estate 1991-estate 2011.Vent’anni son trascorsi dalla prima volta insieme. Ed è cosi che, come fermo immagini, passano tra il verde del campetto ed i canestri poco più in là volti, storie, parole di tanti giovani. L’avventura di quest’anno, sempre nel mitico oratorio di Santa Maria, è iniziata il 24 giugno ed ha come tema “La musica”. Ai nastri di partenza sono presenti 130 animati, età compresa dalla quinta elementare

chi (notturni e non), tornei e merende. Insomma, in oratorio non ci si annoia mai! L’avventura si concluderà con una grande festa. Per scoprire le tante sorprese, il bellissimo clima che si respira, la voglia di far conoscere cosa si è costruito in questo mese, non resta che darvi appuntamento a venerdì 22 luglio presso l’oratorio di Santa Maria. Due animatori

giovedì 21 luglio 2011

BOTTEGA REALE

23

Per il festival di Architettura

W il neo-neogotico Re Carlo Alberto di Savoia fu il primo e maggiore sostenitore in Italia di un nuovo stile artistico: il neogotico. Infatti la reggia di Racconigi, oltre ad essere un esempio insigne del barocco, lo è anche per il meno conosciuto neogotico, fiorito in epoca carloalbertina, nella prima metà Umberto Pecchini nella Bottega Reale dell'800. Partendo da queste considerazioni la Bot- lo sono intervenuti alla cerimotega Reale ha incominciato a ri- nia il presidente dell'Ordine decordare proprio il neogotico, a gli Architetti di Torino Riccardo partire dall'arredo del museum Bedrone e l'architetto Enzo Biffi superschop, nell’intento di valo- Gentile, direttore del MIAAO rizzare la specifica e molto par- Museo Internazionale delle Arti ticolare tradizione locale d’arte Applicate Oggi di Torino. «Nel corso della manifestae industria ‘neogotica’, riletta in zione il presidente Bedrone ha chiave contemporanea. E domenica, nella prima edi- promesso che, tra le iniziative del zione del "Festival Architettura in Festival Architettura in città, ci città" di Torino, la residenza sa- sarà anche spazio per la Bottega bauda ha ospitato il gruppo di Reale per presentare il suo neolavoro che ha firmato il proget- neogotico» afferma orgoglioso il to del neo-neogotico racconige- direttore delle Terre dei Savoia se. Con il sindaco Adriano Tosel- Umberto Pecchini.

DELIBERE DI GIUNTA Chiesa di San Francesco

Approvato il progetto definitivo La giunta comunale, nella sua prima riunione del mese di giugno, ha approvato il progetto definitivo, stilato dall’ing. Roberto Tina, del Risanamento conservativo della volta della chiesa di San Francesco d’Assisi. Tale progetto prevede la messa in opera di tiranti d’arco, un getto di rinforzo della volta in muratura ed il consolidamento del cannicciato. La spesa complessiva è stata valutata in 135 mila euro, dei quali 50 mila dovrebbero essere recuperati dal contributo di fondazioni bancarie ed altrettanti dall’Associazione appositamente creata tra i fedeli della zona. L’intervento è stato inserito nella programmazione triennale dei lavori pubblici 2011-2013, nonchè nell’elenco annuale 2011.

Associazioni sportive

Assegnati 24 mila euro

C’era una volta... non tanti anni fa di Laura Fossati Quando si andava in vacanza sulle rive del Maira Al giorno d’oggi si parla così tanto di vacanze da far pensare che esse siano esistite da sempre. E invece non è così. Prima della metà dell’800, infatti, erano pochissime le persone che potevano permettersi di abbandonare temporaneamente la propria routine per trascorre un certo periodo fuori casa. Tali privilegiati erano perlopiù nobili e aristocratici che amavano visitare le grandi capitali europee o che si recavano in lontane e affascinanti mete esotiche. Poteva anche capitare che qualche povero effettuasse dei viaggi, ma essi, di norma, si riducevano ai pellegrinaggi. Nel XIX secolo la ricca borghesia mutuò una pratica di vacanza tipica dell’aristocrazia: le famiglia benestanti, infatti, iniziarono a imitare i nobili, trascorrendo i periodi più caldi nelle ville di campagna e dando così origine al fenomeno della villeggiatura. Anche le scuole cominciarono ad adattarsi a questo cambiamento di costume, prevedendo un lungo periodo di vacanza proprio nella stagione estiva. Sempre nell’Ottocento affondano le radici delle ferie al mare e in montagna. Nel 1822, a Diep-

La colonia elioterapica in riva al Maira in una cartolina del 1934 pe, città di mare della Francia, nacque il primo stabilimento balneare della storia. Le vacanze al mare furono anche favorite dallo sviluppo delle ferrovie, che permisero di raggiungere con maggiore facilità le località balneari. In quello stesso periodo si diffuse l’amore per la montagna e iniziarono le prime scalate delle vette nostrane ed estere. Dopo il treno è l’automobile che, a inizio Novecento, favorì gli spostamenti, allungando il raggio delle vacanze. Bisogna però aspettare gli anni Trenta per poter definire le ferie un fenomeno meno elitario e alla portata di un numero maggiore di famiglie. Proprio all’epoca, infatti, venne sancito il diritto alle ferie retribuite e le va-

canze divennero dunque una prerogativa per tutti i lavoratori. Furono soprattutto i sindacati e le parrocchie ad organizzare le ferie di operai e impiegati, mettendo su case vacanza e colonie estive al mare e in montagna. Anche Racconigi, in un passato non così lontano, è stata una specie di meta balneare. Fino agli anni ’50 e ’60, infatti, le sponde del torrente Maira, soprattutto la domenica, erano affollate di numerosissime famiglie, provenienti da Racconigi e dintorni, che si concedevano una giornata di svago e divertimento. «La gente – racconta Giovanni Giordano, classe 1932 – veniva presto la mattina per accaparrarsi i posti migliori, magari sotto uno dei

tanti alberi che circondavano il Maira. Le famiglie, che arrivavano anche da Torino, portavano con sé tavolini, sedie e tutto l’occorrente per un buon pic-nic, oltre che il necessario per fare il bagno». All’epoca, infatti, l’acqua di Maira, così come quella di tutti gli altri torrenti dei dintorni, era talmente pulita che ci si poteva rinfrescare senza alcun pericolo. Grandi e bambini facevano il bagno, proprio come se fossero al mare, e qualcuno si cimentava anche nella pesca. A inizio Novecento Racconigi era addirittura attrezzata per ospitare i bambini e i ragazzi in vacanza. Lungo il torrente Maira, nella zona che precede la località Stramiano, fu costruita una vera e propria colonia estiva. «Fino agli anni ’40 – racconta ancora il signor Giovanni – c’era una grande tettoia, che ospitava per tutta l’estate i giovani. Davanti erano stati costruiti dei gradini in pietra, che discendevano fino al fiume, dove i ragazzi facevano il bagno». Bei tempi, dunque, quando le famiglie racconigesi e dei dintorni andavano in gita a “Racconigi beach”, evitando lunghe code e infinite attese in autostrada…

La Giunta comunale, nella riunione del 6 aprile aveva stabilito l’assegnazione di contributi ordinari a società sportive diverse per la stagione sportiva 2010/2011. A beneficiarne, per un totale di 24 mila euro, sono state: A.C. Racconigi (7.700 euro), R.S.Volley (7.700 euro), A.S. Racconigi ‘86 (4.500 euro), Atletica Racconigi (600 euro), Ciclistica Racconigese (500 euro), Cycling Team Racconigi (2.000 euro) e Circolo Tennis Racconigi (1.000 euro).

Casetta ciclo-officina

Sarà posizionata a Stramiano La Giunta comunale, nella riunione del 6 di aprile, ha stipulato una convenzione tra il Comune ed il signor Bruno Vaschetti per il posizionamento a titolo gratuito di una casetta in legno presso Cascina Stramiano, nell’ambito del Progetto Cyclo territorio del PIT “Monviso: l’uomo e le territoire. Programma Alcotra 2007 – 2013 Italia – Francia”. La struttura sarà utilizzata come ciclo-officina in un punto ritenuto strategico del percorso transfrontaliero.

Vive nel ricordo GIOVANNA PACINO Ha lasciato i suoi cari all’età di 82 anni Giovanna Pacino vedova Damiano. Ne danno il triste annuncio i figli Nicola (con la moglie Margherita Pallo), Epifanio (con la moglie Maria Catena Destito), Giorgio (con la moglie Marilena Giraudi), Tonina (con il marito Riccardo Pezzi), Carmelo, Franco (con la moglie Patrizia Fidanza), Gaspare (con la moglie Teresina Fissore) e Giovanni (con la moglie Luisella Gibin), la nuova Tatiana Boscolo, fratelli, cognate, cognato, zia, nipoti, pronipoti, cugini e parenti tutti. I funerali sono stati celebrati nella mattina di lunedì 18 luglio nella chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista. Le offerte raccolte in sua memoria sono state devolute in opere di bene. Alla famiglia nel dolore le condoglianze della redazione de “Il Saviglianese”.


24

spettacoli

giovedì 21 luglio 2011

PERSONAGGIO

Michele, ragazzo di talento

Ha cantato coi grandi

Il giovane talento Michele Eandi sul palco di Chieri

SAVIGLIANO. Lo abbiamo lasciato vincitore della manifestazione canora “Bimbomaggio sotto le stelle”, tenutasi il 17 giugno a Racconigi, e lo abbiamo ritrovato alla finale regionale di Chieri del 3 luglio scorso, dove ha reso omaggio alla nostra regione con la canzone inedita “Tuber magnatum pico”. Si tratta di Michele Eandi, l’“enfant prodige” che, a soli otto anni, si è esibito al “Gran Palio delle Regioni” davanti ad un pubblico di duemila appassionati. Con lui, i grandi numeri della musica italiana, tra cui i Matia Bazar, Eugenio Bennato ed i Nomadi. Un evento importante e prestigioso, dunque, in cui Michele ha dimostrato tutto il suo talento, cantando dal vivo, in un atmosfera tutt’altro che competitiva. Divertirsi e stare insieme con uno scopo più profondo rispetto al semplice gioco, cercando di dare con le proprie

canzoni messaggi di grande valore morale ed attualità, sono infatti le priorità della manifestazione, che da sempre utilizza la musica come mezzo di comunicazione ed aggregazione tra i ragazzi. Presente all’evento anche il coro del “Bimbomaggio”, dove il piccolo Michele, insieme alla sorella più grande Sara, ha intonato l’Inno di Mameli ed “Italia Arcobaleno”, inedita scritta dal maestro Pelassa in occasione del centocinquantenario dell’unità del Paese. «È stata una bella esperienza, piena di emozioni – spiega la madre Cristina Barbero –, che credo accompagnerà mio figlio per molto tempo. Dopo le meritate vacanze, tornerà a dedicarsi al suo amore di sempre, la musica, presso il Civico istituto musicale “G.B. Fergusio”, sostenuto dal prezioso aiuto degli insegnanti Portera ed Allasia, che ringraziamo». Valentina Barbuto

AL CINEMA CINECITTÁVia Torino, 252 - Tel. 0172/72.63.24 (informazioni e prenotazioni) Da giov. 21: CHIUSURA ESTIVA

SALUZZO ITALIA Tel. 0175/42223 Harry Potter e i doni della morte - Parte II da ven. 22 a merc. 27 (21.30), dom. 24 (16-18.45-21.30). Captain America - Il primo vendicatore da ven. 22 a merc. 27 (20-22.15), dom. 24 (16-19-22). Per sfortuna che ci sei da ven. 22 a merc. 27 (20-22.15), dom. 24 (16-1820-22.15). Cars 2 da ven. 22 a merc. 27 (20), dom. 24 (16-18). The conspirator da ven. 22 a merc. 27 (22.15), dom. 24 (20-22.15). Giov. 28: chiuso per riposo.

FOSSANO I PORTICI - Via Roma, 74 - Tel. 0172/833381 SALA VISCONTI: Harry Potter e i doni della morte - parte II ven. 22 e sab. 23 (20-22.30), dom. 24 (16-18.30-21), da lun. 25 a merc. 27 (21). SALA FELLINI: L’altra verità ven. 22 e sab. 23 (20.1522.30), dom. 24 (16.30-18.45-21.15), da lun. 25 a merc. 27 (21.15). SALA DE SICA: Le donne del 6° piano ven. 22 e sab. 23 (20.30-22.30), dom. 24 (16.30-18.30-21.15), da lun. 25 a merc. 27 (21.15). Giov. 28: chiuso per riposo.

Estate in città tra concerti, teatro e... “Aperitivi all’anice”

Le proposte per chi resta qui SAVIGLIANO. Ricchissimo il calendario settimanale di “Estate in città”. Chi non è partito per le spiagge o i monti, non si perda d’animo... Mercoledì 20 luglio, alle ore 21, presso l’Arciconfraternita della Pietà, in piazza Cesare Battisti, per l’XI edizione dei Concerti Spirituali si esibirà il duo “Ricercare” con Isabella Stabio (sax soprano e contralto) e Luca Massaglia (organo). Giovedì 21 luglio, alle ore 21.30, nel cortile di piazza Baralis (Liceo), sarà messo in scena “Aspettiamo Garibaldi”, spettacolo “a geometria

variabile” a cura del Gruppo Lemm. È il racconto con musica, parole e immagini della vita di Giuseppe Garibaldi, per scoprire com’era l’Italia allora e come appare oggi. Sabato 23 luglio, alle ore 21.30, in piazza Baralis (cortile Liceo), concerto dei “Les Sanspapier”, che presentano il loro disco “Aperitivi all’anice”. Nati nel 2007 nel quartiere multietnico torinese di San Salvario dall’incontro di musicisti provenienti dalla provincia di Cuneo, in occasione dell’uscita del loro primo disco “Aperitivi all’anice” tornano dopo il successo dello scorso anno. Profumo unico

Les Sanspapier, musica folk e meticcia nel loro primo disco

ed inconfondibile, sapore fresco ma denso, leggero se allungato con acqua, pungente se bevuto d’un fiato. Questo è un aperitivo all’anice: a questo aroma pensa la band per definire la propria musica, senza etichette di genere, senza confini linguistici (i testi mescolano francese ed italiano soprattutto, ma anche spagnolo, dialetto piemontese…). Musica meticcia, ma con un sound ben riconoscibile; ine-

SAVIGLIANO. Per motivi tecnici dei componenti della band del cantautore Fabio Massano il concerto previsto venerdì 22 luglio, alle 21.30, in piazza Baralis n. 4 è annullato.

In settimana anche Ex-Otago, Lou Dalfin e Nic Dawson Kelly

Concerto “in casa” per i Marlene CUNEO. Se il caldo della pianura vi soffoca, salite al parco della Gioventù del capoluogo della Granda: il festival Nuvolari Libera Tribù vi rinfrescherà. Si presentano con un ghiacciolo in mano i simpatici Ex-Otago, gruppo genovese fattosi conoscere con una cover di “The rythm of the night” di Corona (discomusic anni ‘90), che suonerà giovedì 21 luglio. Prima di loro, i Tororospo (elettronica). Giocano in casa venerdì 22 luglio i Marlene Kuntz, la band “made in Cuneo” più famosa nel mondo. Godano e compagni presentano l’ultimo album ed i loro superclassici. Biglietto: 15 euro in cassa (11,50 + diritti in prevendita, a Savigliano da Exit Music).

Rassegna

“Ricoveri virtuali e sexy solitudini” è l’ultimo disco dei Marlene

Aprono la serata i Diverba ed i Kash, per una serata a tutto rock. Si cambia decisamente registro sabato 23 luglio: sul palco i Lou Dalfin di Sergio Berardo, il

TEATRO

Vadi e Lofo “Still live”

SALUZZO. Un’incredibile energia ha caratterizzato il concerto del gruppo transalpino “Ceux qui marchent debout” di sabato scorso alla Fondazione Bertoni per il Festival Jazz Visions: rassegna di musica ed arti visive organizzata dall’Associazione Cenacolo “Michele Ginotta”. La kermesse del gruppo francese – per la prima volta in Italia – ha dato vita a una performance intrigante e travolgente, dove la sonorità funk è stata reinventata con l’utilizzo degli strumenti in

CARAGLIO. Venerdì 22 luglio, alle ore 21, presso la Biblioteca dell’ex Convento dei Cappuccini (via Cappuccini 29), andrà in scena “Still Live”, spettacolo teatrale rientrante nell’ambito del progetto di cooperazione transfrontaliera Alcotra “Cat - Confrontations Artistiques Transfrontalières”. La prima parte di queste “cronache” - il cui titolo originale era “Servizio di Pulizia” era stata ambientata nel mondo del lavoro: con proposte per servizi di ogni genere, i due protagonisti Vadi e Lofo cercavano disperatamente di inventarsi un lavoro ed una speranza. Esem-

I Ceux qui marchent debout al loro esordio in Italia

co per l’esecuzione dei tre bis finali. Il Festival Jazz Visions concluderà la stagione 2011 con un concerto, ancora da definire, ad ottobre presso il Teatro Sociale di Pinerolo per l’ultimo appuntamento in cartellone.

gruppo di musica d’Oc per eccellenza: una serata per scatenarsi nelle danze e nella festa. Poesia e musica si intrecciano domenica 24 luglio nel rea-

ding-concerto de “Il grande fresco” con le canzoni di Federico Siriani ed i versi di Guido Catalano. Martedì 26 luglio tocca al folk di Nic Dawson Kelly: chitarra acustica, armonica, voce per un concerto da non perdere. Ad aprire la serata ci pensa il blues della Pacific Blues Band. Mercoledì 27 luglio, spazio alla musica locale con la serata dedicata al “Rock’n’roll show” di Radio 103, trasmissione condotta dal giornalista cavallerleonese Michele Donalisio con l’attrice Marlen Pizzo, la “voce radiofonica” del Nuvolari. Se non specificato diversamente, i concerti (che iniziano al calar del sole) sono gratuiti.

Progetto Cat

Arrivederci Jazz Visions

uso nelle “street brass band” della più classica della tradizione di New Orleans. I circa 200 spettatori – subito presi dalla musica e dalla vitalità del gruppo – si sono fatti via via coinvolgere per un gran finale “tutti in piedi”, con i musicisti in mezzo al pubbli-

Giovedì, teatro su Garibaldi

briante e dolciastra, ma con un carattere deciso ed un tocco d’amaro nel retrogusto. Domenica 24 luglio, alle ore 21, presso la Crosà Neira, in piazza della Misericordia, si conclude “Savigliano Summer Jazz 2011”, con l’esibizione di Enrico Pieranunzi in “Piano solo” (articolo nella pagina seguente). E come si è cominciato, così si finisce (la settimana di appuntamenti che vi segnaliamo). Mercoledì 27 luglio, alle ore 21, all’Arciconfraternita della Pietà, in piazza Cesare Battisti, si svolge un altro “Concerto spirituale”. Di scena “Canzoni e Racconti d’Irlanda” con Cristina Bertana (arpa celtica) e Rosanna Castelluccio (voce recitante). L’XI rassegna “Concerti spirituali” è organizzata in collaborazione con Regione Piemonte, Arciconfraternita della Pietà, civica associazione musicale Carlo e Anna Ferrua e civico istituto musicale “G.B. Fergusio”.

Annullato il concerto di Massano

MUSICA

SAVIGLIANO

MUSICA

EVENTI

Vadi e Lofo. Lo spettacolo è promosso dall’associazione Marcovaldo

pi? Servizio di distruzione di opere d’arte, di redazione di lettere d’amore, di affitto d’organi e di teatro... Con “Still Live”, invece,Vadi e Lofo si ritrovano in una situazione nuova: hanno acquisito valore sul mercato perché hanno investito su se stessi. Con questo capitale di base in tasca, partono alla ricerca di

un avvenire migliore e decidono di avvalersi di consulenti specializzati per non sbagliare direzione.Tante le domande che suscita lo spettacolo: aver investito su se stessi è stato ragionevole? Qual è il valore di ciascuno di noi e chi lo definisce? L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti.


spettacoli

MUSICA Pieranunzi a Summer Jazz

“Piano solo” SAVIGLIANO. Si conclude domenica 24 luglio, presso la Crosà Neira (in piazza Misericordia), alle ore 21, la rassegna “Savigliano Summer Jazz”, organizzata dagli Amici della Musica. Per il gran finale ci sarà il concerto “Piano solo” di Enrico Pieranunzi. Pianista, compositore, arrangiatore, è da anni considerato tra i più prestigiosi musicisti jazz della scena internazionale. Ha registrato più di 70 dischi a suo nome e suonato, in studio d’incisione o in concerto, con Chet Baker, Paul Motian, Charlie Haden, Joey Baron, Chris Potter, esibendosi nei più importanti festival europei e, numerose volte, negli Stati Uniti. Da una sua tournée in Giappone del 2004 con Marc Johnson e Joey Baron è stato tratto il doppio cd “Live in Japan”, pubblicato dalla CamJazz, etichetta per la quale incide in esclusiva. Biglietto: 10 euro (ridotto 8 euro; soci 3 euro). Prevendite da Exit Music, via Tapparelli n. 43, tel. 0172.715021. La rassegna si svolge in collaborazione con Comune di Savigliano, Ente Manifestazioni, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Piemonte (“Piemonte in Musica”), Provincia di Cuneo, Banca e Fondazione CRSavigliano.

Il grande pianista Enrico Pieranunzi concluderà la rassegna jazz

MUSICA Lucina Lanzara ripropone i brani di “Faber”

De André sul Monviso OSTANA. Prosegue a pieno ritmo la 7ª edizione della stagione musicale “Suoni dal Monviso”. La rassegna, organizzata e curata da I Polifonici del Marchesato, dopo lo straordinario debutto nell’Abbazia di Staffarda, dove sabato scorso si è esibito il Coro Sat di Trento, domenica 24 luglio sale ai 1.000 m. di Ostana per ospitare “Canto e racconto De Andrè”, spettacolo di Lucina Lanzara fra reading e musica. Il concerto, in programma in piazza Caduti alle ore 17, vedrà dunque quale protagonista assoluta la cantautrice palermitana, compositrice ed artista versatile, la quale farà rivivere le emozioni del musicista genovese, recuperando e rielaborando in chiave mediterranea i suoi brani più famosi, tracciando la storia che li ha fatti vivere. Questo spettacolo è stato presentato all’Auditorium Rai di Palermo in occasione del 9° anniversario della morte di De Andrè ed è stato trasmesso in diretta su Radio Rai International nella trasmissione Taccuino Italiano. La voce "magica" di Lucina Lanzara, capace di fondere insieme le più diverse sfumature di suono, roca e cristallina nel medesimo tempo, ironica ed intensa, originale e spiazzante, ma anche estremamente rigorosa e fedele a quella del suo ispiratore De Andrè, proporrà le pagine più famose del cantautore ligure: La guerra di Piero, Marinella, La ballata dell’amore cieco, la canzone dell’amor perduto, Dan Raffè, Il pescatore… e tante

altre. La cantante sarà accompagnata, nella sua performance, dalla voce maschile di Massimo Sigillò Massara (leader dei Sei Ottavi, tra i protagonisti di Suoni dal Monviso nel 2009), dalla chitarra di Michele Piccione e dalle percussioni di Benedetto Basile. E, dopo questo appuntamento pop, Suoni dal Monviso cambierà nuovamente abito per il concerto dei “padroni di casa” dei Polifonici del Marchesato, in programma domenica 31 luglio al rifugio Alpetto (nel comune di Oncino). L’evento, in programma alle ore 12, è inserito nelle celebrazioni per i 150 anni della prima ascesa al Viso ed è stato organizzato in collaborazione con il Comitato Monviso 150 in occasione dell’inaugurazione del “museo degli albori dell’Alpinismo” al ricovero dell’Alpetto, prima struttura ricettiva del Club Alpino Italiano (1866).

RASSEGNA

Recondite armonie, 2° appuntamento

“Mameli” di Leoncavallo

25

IN BREVE “Montagna tra ieri e oggi”

Concorso fotografico in valle Po CRISSOLO. In occasione dei 150 anni della prima ascensione al Monviso, che avvenne il 30 agosto 1861, e del 50° anniversario della fondazione della “Escolo dou Po” (Crissolo, 14 agosto 1961), nella località turistica della valle Po si tiene un Concorso fotografico organizzato dalla Pro Loco e dal Comune. Il tema è “La montagna, tramonto delle identità tradizionali, costruzione di un’identità personale”. Le foto vanno consegnate entro il 31 luglio. Regolamento sul sito www.comune.crissolo.cn.it. Il 7 agosto avverrà la premiazione ed aprirà una mostra con gli scatti. Un appuntamento “patriottico” nei 150 anni dell’unità nazionale

CUNEO. La rassegna “Recondite Armonie 2011 – …O mia patria sì bella e perduta”, organizzata e promossa dall’associazione Amici della Musica di Savigliano, prosegue sabato 23 luglio, alle ore 21.15, in piazza Virginio, ove andrà in scena “Mameli” di Ruggero Leoncavallo. L’opera, sottotitolata «azione storica in due episodi», si svolge a Milano, nell’autunno 1848, in casa del patriota Carlo Terzaghi, del quale Mameli sposò la figlia, ed a Roma, nel giugno 1849, in una casa sul Gianicolo, mentre infuria la battaglia che segnò la fine della breve esperienza della Repubblica Romana. Tra gli interpreti, Paolo Bartolucci sarà Goffredo Ma-

meli e Lorenzo Battaglion sarà Carlo Terzaghi. Anche quest’anno la rassegna è stata resa possibile grazie al contributo della Compagnia di San Paolo, che ha selezionato l’iniziativa nell’ambito dell’edizione 2011 del bando “Arti sceniche in compagnia”, oltre che alla collaborazione con i Comuni ospiti. «È grazie a queste collaborazioni – spiega il presidente Ubaldo Rosso – che è stato possibile contenere il prezzo del biglietto nella cifra simbolica di 3 euro». Contribuiscono all'iniziativa numerosi partner. Il posto a sedere si può prenotare da Muzak dischi o presso l’Ufficio turistico di Cuneo, tel. 0171/ 693258 (3 euro + 2 di prevendita).

“Venaria Real Music”

Ultime tre serate alla Reggia VENARIA. Ultime tre date per il “Venaria Real Music”, festival che si tiene alla Reggia. Martedì 26 luglio si esibirà il cantante Morgan (già voce dei Bluvertigo ed ex giudice di XFactor) con l’Ensemble Simphony Orchestra di Massa Carrara. Mercoledì 27 luglio, serata particolare con l’astronoma Margherita Hack, in compagnia della cantante Ginevra Di Marco (ex Csi). Si chiude giovedì 28 luglio con l’Ensemble Notte della Taranta (Mauro Pagani, Raiz e Radiodervish). Informazioni sul sito internet www.venariarealmusic.it. Inizio concerti ore 21.30.

Morgan, già leader dei Bluvertigo, riscopre la canzone d’autore

da mercoledì 20 luglio 2011 a mercoledì 27 luglio 2011

Dove andare Passeggiata

“Barolo night”

Mare e montagna

Storica e spirituale

Con i migliori chef

Salone dell’editoria

VERZUOLO. Per la serie “I Santi, compagni di viaggio”, giovedì 21, a Santa Cristina si terrà una breve passeggiata con la Compagnia del buon cammino ed un momento di riflessione storica e spirituale. Ritrovo alle 17.30; ore 19, merenda sinoira. Informazioni al n. 338.7908771.

LIMONE. Sulla centrale piazza del municipio torna, sabato 23 e domenica 24, il “Salone del libro e dell’editoria di mare e montagna”, giunto alla 7ª edizione. Le case editrici presentano romanzi, guide, saggi, libri fotografici sul tema del mare e della montagna. Orari: 10-20, ingresso libero.

Gastronomia...

LA MORRA. Sabato 23, dalle 19.30, si svolge la “Barolo night”: passeggiata tra le bellezze architettoniche e paesaggistiche con cena itinerante preparata dai migliori chef in luoghi singolari, aperti ai partecipanti per l'occasione. Piatti esclusivi abbinati a tre grandi annate di Barolo di La Morra. Un evento unico nel suo genere. Prenotazione obbligatoria al numero 0173.500896.

...e musica

Notte bianca

Fiera e divertimento

TRINITÀ. Per la rassegna “Appuntamenti gastronomici con serate musicali”, venerdì 22, al parco del castello, dalle 19.30 si potrà cenare con antipasto, pesce e patatine (8 euro bevande escluse). A seguire, si danza sul ballo a palchetto con “Flavio e la band”.

Tante iniziative

REVELLO. Entra nel vivo domenica 24 la “Sagra della pesca”, che inizia venerdì 22. Dalle 8 alle 20, fiera di artigianato locale e commerciale. Durante la giornata, degustazioni, passeggiata di Fitwalking, visite guidate, giochi, premiazioni e spettacoli. Informazioni al 338.9552170.

“Stura riders”

Motoraduno VINADIO. Si svolge da venerdì 22 (ritrovo alle 18) a domenica 24, al Forte Albertino, il motoraduno “Stura riders”: tre giorni di relax, musica e divertimento su due ruote. Informazioni al n. 333.7461051.

Sagra degli antipasti

A “Via dei Romani” SALUZZO. In località “Via dei Romani” torna la “Sagra degli antipasti”: da venerdì 22 fino a lunedì 25, cene e serate danzanti gustando prelibatezze gastronomiche. Informazioni al n. 0175.71284.

Arte & natura

Visita tra bosco e lago

Lucina Lanzara

giovedì 21 luglio 2011

PONTECHIANALE. “Sentier Arte & Natura” è una visita guidata lungo il sentiero del girolago in frazione Castello e nel bosco dell’Alevé che si tiene sabato 23, dalle 9. Si partecipa gratis, prenotandosi entro venerdì allo 0175.970640. Si replica sabato 30.

VENASCA. Sabato 23 il paese vivrà una “notte bianca” con negozi aperti, musica, concorso di bellezza, sfilate di moda, mercatini, intrattenimenti e visite guidate. Informazioni al n. 0175.567353. Inizio alle 21.

EVENTO

Sagra della pesca

Nel paese dell’arte all’aperto

“Festa della luna” MAGLIONE (To). Venerdì 22 luglio l’associazione Nuovoteatrottanta presenterà l’edizione speciale della Festa della Luna in via Castello, in un immaginario “foier” di un teatro all’aperto. Maglione è paese noto in tutta Italia ed all’estero per il M.A.C.A.M., il Museo di Arte Contemporanea all'Aperto, che ha costellato il borgo di affreschi ed installazioni dei più grandi artisti internazionali. Alle ore 20.30 il pubblico si radunerà nella piazza antistante la chiesa. Dopo la distribuzione delle bandiere, ed al suono dei tamburini, ritmati dai giovani garibaldini, ovvero gli

allievi del Centro di formazione e sperimentazione teatrale del Nuovoteatrottanta, il corteo si muoverà verso via del Castello, per raggiungere l’area dello spettacolo al ridosso dei resti del Castello. Lì verrà cantato da tutti l’Inno di Mameli e la serata avrà inizio.Tema della festa saranno, infatti, i 150 dell’Unità d’Italia. La serata prevede un concerto in due tempi di famose arie di Giuseppe Verdi (1813-1901). Saranno interpretate da ospiti d’eccezione: il soprano Patrizia Capello ed il tenore Roberto Covatta, accompagnati al pianoforte da Andrea Turchetto, con la

Tutti davanti alla chiesa

partecipazione del tenore leggero Teobaldo Busso in veste di presentatore. Il pubblico è invitato a partecipare alla serata indossando a piacere “qualche cosa” di patriottico. Al termine brindisi e degustazione di pesche e vino. Ingresso intero 10 euro, ridotto 7 euro (Abbonamento Musei). Prenotazioni: al 377.2523154.


26

rubriche

giovedì 21 luglio 2011

Lauree

Auguri

Mercoledì 13 luglio, presso l’Università degli Studi di Torino, FRANCESCA GIORDANA di Savigliano ha conseguito la Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia, ottenendo la votazione di 110/110 con lode e dignità di stampa, discutendo la Tesi dal titolo: “Confronto tra diverse opzioni terapeutiche in pazienti con stenosi aortica severa ad elevato rischio chirurgico: risultati a breve e medio termine”. Relatore: prof. Fiorenzo Gaita. Alla neo-dottoressa complimenti ed auguri per un brillante futuro da mamma, papà, sorella e nonna.

Domenica 10 luglio, presso la chiesa parrocchiale di Santa Maria in Paesana, i coniugi CARLO CERUTTI ed ELEONORA CONTE hanno celebrato i 50 anni di Matrimonio, circondati dall’affetto di figli, nipoti, pronipoti e parenti. Auguri di cuore da tutta la vostra numerosa famiglia!!! Alla nostra cara nipotina MATILDE QUAGLIA, che venerdì 22 luglio spegnerà la sua prima candelina, aiutata dalla sorellina Annalisa, tantissimi auguri! Siete le nostre gioie… vi vogliamo tanto bene! Nonni, zie, zii e cugini

Mercoledì 13 luglio, MARTINA e MICHELA PETTAVINO hanno completato il loro percorso di studi ottenendo entrambe la Laurea Magistrale in Businness Administration presso la Facoltà di Economia di Torino con la valutazione di 110/110 e lode. Hanno rispettivamente discusso le Tesi: “La produzione su commessa e l’analisi dell’overstock di magazzino: il caso Alstom Spa“ e “Dall’ordine alla gestione del prodotto finito: il caso Burgo Spa“. Alle neo-dottoresse i complimenti più sinceri, come augurio per il prossimo futuro lavorativo, da mamma, Federica, Roberto ed Alberto. Giovedì 14 luglio, presso l’Università degli Studi di Torino, MICHELA DI BARTOLOMEO ha ottenuto la Laurea specialistica in Letteratura, filologia e linguistica italiana (disciplina: “Storia della lingua italiana”), con la votazione di 110/110 e lode, discutendo la Tesi: “Un dialetto ‘al quadrato’. La poesia di Franco Loi”. Alla neo-dottoressa congratulazioni da mamma, papà, fratello, familiari ed amici tutti.

a cura di NEL

ARIETE 21 Marzo - 20 Aprile Grandi aspettative, ma qualcosa che vi pesa sul cuore sulle prime vi impedisce di lasciarvi andare. La pazienza del partner e la disponibilità degli amici vincono il vostro malessere. Sul lavoro la stanchezza e la noia della routine rendono insopportabili questi giorni d’estate.

TORO 21 Aprile - 20 Maggio I vostri progetti reclamano segretezza, anche se la fortuna vi sorride ed amore e lavoro filano a gonfie vele. Novità nei rapporti sociali: non tutti gli incontri sono validi, ma siete protetti contro chi non fa per voi. Spese impreviste: non pensateci, ma godetevi le vacanze!

O

ROSCOPO

LEONE 23 Luglio - 23 Agosto Puntate a conquistare la persona che vi sta a cuore o a rinsaldare un rapporto che ha perso smalto. Cupido vi dà una mano intrufolandosi anche tra gli amici. Lavoro: vi sentite forti, ma occhio a non esagerare con la grinta, senza accorgervene diventate aggressivi col rischio di ferire gli

VERGINE 24 Agosto - 22 Settembre Le novità sono vitamina per l’anima: grazie ad incontri ed esperienze insolite, diventate più produttivi al lavoro e tolleranti nei rapporti. Dopo un periodo di scarso benessere, non si profila alcun disturbo di rilievo. Anche fare sport vi piacerà di più, sentendo meno la fatica.

GEMELLI 21 Maggio - 21 Giugno

BILANCIA 23 Settembre - 22 Ottobre

In coppia le discussioni sono all’ordine del giorno, ma in vacanza i contrasti si placano. Recuperate la magia dei primi tempi e fate progetti. Carriera bloccata da situazioni indipendenti da voi, ma la fiducia trasforma gli imprevisti in opportunità... prendetela con filosofia!

Sentirvi apprezzati vi restituisce l’autostima, rendendovi più comunicativi. Magari il partner cerca di dominarvi, ma con l’occhio languido siete voi a tenerlo sotto! Tensioni in ambiente professionale: in vista cambiamenti ai vertici che ridefiniscono i ruoli.

CANCRO 22 Giugno - 22 Luglio La voglia di vacanza ed avventura si scontra con le esigenze famigliari e di lavoro. Guadagni e spese alla pari, opportunità di lavoro al rientro; non fidatevi però di amici che promettono e non mantengono. Salute: dovrete cercare di muovervi, l’attività fisica vi farà molto bene.

SCORPIONE 23 Ottobre - 22 Novembre Se siete immusoniti e scontenti, la colpa è del vostro carattere: pretendete troppo e vi fate dei nemici. Fa eccezione il partner che stravede per voi. Se con qualcuno avete sbagliato, scusatevi. Il centro dei vostri interessi è il lavoro: aspirate ad una posizione solida e la ottenete con l’impegno.

SAGITTARIO 23 Novembre - 21 Dicembre Lontano da casa ed in compagnia di persone piacevoli vi sentite emergenti: conquistate tutti con la vostra chiacchiera e magari trovate anche l’amore. Il cambiamento di vita ed abitudini di cui andate orgogliosi salassa le finanze? Ecco, con tempismo, un aumento meritato!

CAPRICORNO 22 Dicembre - 20 Gennaio Dovete fare compromessi con la vita del cuore: incontri promettenti per i single; frizioni col partner, seguite da rappacificazioni. Gli altri vi intralciano e la fortuna vi rema contro, ma siete ancora voi a tagliare il traguardo per primi perché avete classe ed intelligenza.

ACQUARIO 21 Gennaio - 19 Febbraio Problemi sul lavoro vi rendono nervosi; se non siete in coppia, vi affidate agli amici. Il loro entusiasmo contagia: parlando vincete la timidezza e scoprite potenzialità. Il malumore non va assolutamente affrontato con l’immobilismo: fate movimento tutti i giorni con regolarità.

Senza parole… (Foto scattata da E.G. a Parigi)

Avete delle foto curiose? Portatecele in redazione (piazza Santarosa n. 21) o inviatecele via e-mail a redazione@ilsaviglianese.com

Riflessioni della scacchiera Via Chianoc, 6 - Savigliano Aperto ogni giovedì dalle ore 21 Per informazioni: 340/9099455 Per avere qualche possibilità di vittoria in più nel nostro gioco, una delle regole da seguire è usare sempre la stessa apertura e studiare un numero di varianti sufficienti per potersi ritrovare il più possibile su strade conosciute, dov’è più facile difendersi ed attaccare. Sempre la stessa partita, o quasi, per giorni, mesi ed anni, per conoscerla alla perfezione ed avere sempre meno avversari in grado di batterti, ma alla fine che noia! La voglia di cambiare, o prima o poi, viene a tutti; provare finalmente a giocare mosse nuove! Sacrificare pezzi, aprire colonne e diagonali, scardinare le difese avversarie con acrobatiche combinazioni, sentirsi di nuovo vivi, padroni della scacchiera, padroni della propria vita. Ma non sempre è così: il più delle volte le incognite di una strada sconosciuta hanno il sopravvento e l’Astuto Avversario, senza pietà, ti fa subito pagare la tua avventatezza e la tua presunzione. Non importa se si tratta solo di una partita a scacchi ma, nella vita, non ci ritroviamo spesso nella stessa situazione? Paolo Simonazzi

PESCI 20 Febbraio - 20 Marzo Il sorriso nasconde un’ironia pungente, con chi amate sembrate tolleranti, ma diventate ben presto intransigenti. Non tenetevi i dubbi, toglietevi un peso dal cuore. Ambizioni professionali da realizzare in équipe; meglio non rivelare per ora un progetto appena abbozzato.

IL NERO MUOVE E DA’ SCACCO MATTO IN DUE MOSSE. SOLUZIONE: la regina nera cattura la torre c1 dando scacco al re bianco, ma l’alfiere b2 la cattura e, raggiunta questa posizione, la torre nera f8 muove in f1 dando scacco matto.

Tantissimi auguri a GABRIELE ZAVATTERI che, sabato 23 luglio, compie 18 anni!!! Mamma, papà, Stefano, nonni Giovanni, Marghe ed Anna

da giovedì 21 a mercoledì 27 luglio 2011

La foto curiosa


piazza affari

A nnunci E conomici PIETRA LIGURE vicinissimo al mare – AFFITTASI, mese di agosto, alloggio di 5 posti letto. Tel. 0172/713852. • Disegnatore, ottima conoscenza del disegno 2D/3D, CERCA lavoro. Possibilità di tirocinio. Tel. 347/3651769. • Si IMPARTISCONO lezioni di chitarra e pianoforte. Tel. 348/1601887. • Signora piemontese, con esperienza, CERCA lavoro (anche part-time): assistenza anziani, baby-sitter o per fare iniezioni. Tel. 349/2815256. • Ragazza 28enne si OFFRE per ripetizioni e/o aiuto compiti di inglese e francese a studenti di qualsiasi livello. Tel. 346/9539026. • Magazziniere specializzato saviglianese CERCA lavoro come operaio generico. Tel. 347/1411309. • Caposquadra tempo indeterminato presso stabilimento industriale alimentare per conto cooperativa di servizi facchinaggio, gestione magazzini, SELEZIONASI. Requisiti: età max 45 anni; diploma scuola superiore; esperienza e competenza uso muletti e computer, gestione personale.Tel. 018/4255032 (Coseva Pluriservizi). • OFFRESI attrezzatura professionale attività calzolaio e pelletteria; incluso insegnamento. Minimo investimento. Tel. 348/1811593. • SAVIGLIANO via S. Giacomo – VENDESI orto con pozzo e casetta ricovero attrezzi.Tel. 0172/33443 ore pasti. • Mercedes Classe A del 2005 - Modello 150 Elegance - 5 porte - 1.500 benzina, consumi ridottissimi - grigio metallizzato in ottime condizioni VENDESI a 10.000 euro trattabili. Macchina tagliandata pronto uso. Tel.

Veterinari Alesso Matteo Tel. 0172/85996-336/230139 Biolatti Pier Giuseppe Tel. 340/3928825 Chiavassa Enrico Tel. 0172/382560-335/6060220 Bosio Emilio Tel. 0172/33506-335/6027039 Fissore Mario Tel. 0172/31682-335/7890231 Miglietti Enrico Tel. 337/226616 Ricossa Paola 0172/713360-339/2012836 Alesso Cinzia 339/7790752-0172/377154 Michele Teobaldi 335/7890232 Cirlig Michela 338/5042748

320/2747028 (ore ufficio). • VENDESI batteria completa Pearl, colore nero lucido, composta da: 1 grancassa, 3 tom, 1 rullante, 2 piatti + charleston a sgabello. Quasi mai usata. Prezzo interessante. Tel. 0172/713751 ore pasti. • VENDESI moto Honda HM (Honda Montese) 50 cc Derapage usata pochissimo. Tel. 0171/941928 – 345/2138535 (chiedere di Fabrizio). Matrimoniali e amicizie Anna e Anna Club per single Ama dipingere, nubile, 38enne, insegna alle scuole Elementari, molto bella, carattere riservato, INCONTREREBBE uomo affidabile per seria unione. Tel. 339/1262291. • Vedova, 45enne, non ha figli, vive in una cascina, donna romantica, carina, un po’ timida, SOGNA D’INCONTRARE un uomo onesto, lavoratore, con cui condividere il resto della vita. Tel. 334/7773872. • Signora piemontese, 55enne, vedova, cuoca presso una mensa scolastica, semplice, carattere mite, aspetto curato, volontaria presso la Pro Loco del suo paese, CONOSCEREBBE uomo serio e tranquillo. Tel. 346/3941533. • La sua passione sono i cavalli, è un bell’uomo, 47enne, libero sentimentalmente, possiede un agriturismo, fisico atletico, brizzolato, ama la vita, la compagnia, DESIDEREREBBE incontrare una lei semplice. Tel. 348/9016101. • Romantico, uomo all’antica, distinto, medico chirurgo, 58enne, gioca a cricket, viaggia nel mondo, VORREBBE INCONTRARE una signora intelligente di cui innamorarsi. Tel. 338/4953600.

Turni farmacie Giovedì 21 - Farmacia Paschetta P. Santarosa - Tel. 0172/712.978 Venerdì 22 - Farmacia Bonelli - Via Torino - Tel. 0172/712.366 Sabato 23 - Farmacia Monchiero P. del Popolo - Tel. 0172/712.389 Domenica 24 - Farmacia Bonelli Via Torino - Tel. 0172/712.366 Lunedì 25 - Farmacia Monchiero P. del Popolo - Tel. 0172/712.389 Martedì 26 - Farmacia Dominici Via Cambiani - Tel. 0172/712.258 Mercoledì 27 - Farmacia Bonelli Via Torino - Tel. 0172/712.366 Giovedì 28 - Farmacia Monchiero - P. del Popolo - Tel. 0172/712.389

Turni benzinai SABATO 23 LUGLIO (POMERIGGIO) TURNO A SHELL Panetto Corso Indipendenza, 8 Lavaggio rapido EUROPAM (IP) - Barra Via Cervino, 17 (S.R. 20) SHELL (C.P.P.) Via Cuneo - S.R. 20 Autolavaggio TOTALERG S.P. 662 Km 7+15 (Marene)

Per motivi organizzativi le inserzioni devono pervenire in redazione entro il lunedì precedente la pubblicazione. Grazie

Bellissimi gattini CERCANO casa. Tel. 349/6010177.

giovedì 21 luglio 2011

SOS ANIMALI

Tre micette trovatelle di circa 2 mesi e mezzo CERCANO casa. Tel. 0172/713360. In via Antica Fornace a Savigliano è

stata TROVATA una micetta. Chi l'avesse smarrita o volesse adottarla può telefonare al 339/8563544. La veterinaria REGALA bellissimo cane maltese, bellissima gattina nera e bianca e splendidi gattini arancio. Tel. 339/8593190.

27

CERCASI in SAVIGLIANO domestica referenziata part-time (4 ore al pomeriggio dal lunedì al venerdì), automunita, per completa gestione della casa. Scrivere rif. 04/LL – “Il Saviglianese” – piazza Santarosa n. 21 – Savigliano.


sport

giovedì 3 gennaio 2008

28 giovedì 21 luglio 2011

BOCCE

e-mail: sport@ilsaviglianese.com

Sfida tra le Parrocchie di Savigliano e frazioni

Sant’Andrea vince il torneo Sedici formazioni hanno preso parte al 2° Trofeo a quadrette “Parrocchie di Savigliano e Frazioni” sui campi della Società Bocciofila Saviglianese. La manifestazione si è conclusa venerdì 15 luglio di fronte ad un numeroso pubblico decretando la vittoria dalla squadra della Parrocchia di Sant’Andrea composta da Stefano Accastello, Francesco Abbà, Michele Bosio e Piero Lamberti. Al secondo posto si sono classificate a pari merito la seconda quadretta della Parrocchia di Sant’Andrea (Francesco Massolino, Renzo Pellissero, Giovanni Bossolasco e Riccardo Giraudo)

e quella di San Salvatore (Piero Barale, Claudia Tortone, Evaldo Piras e Guido Allione). La serata si è conclusa con un’ottima spaghettata. L’organizzatore Mario De Lorenzo, in collaborazione con ASD Bocciofila Saviglianese, ringrazia Mario Giachello e Mario Brero per l’arbitraggio nelle serate eliminatorie Ringraziano inoltre gli sponsor Vini Arcostanzo, i gestori della Bocciofila, la Cassa di Risparmio di Savigliano, La GranBaita, Caffè Domito ed il numeroso pubblico, e danno appuntamento a tutti i partecipanti al prossimo anno.

La quadretta di Sant’Andrea vincitrice del torneo delle Parrocchie

I portacolori della parrocchia di S. Salvatore hanno conquistato il 2° posto

La seconda formazione di Sant’Andrea a pari merito al posto d’onore

Memorial Baravalle al Circolo La Quercia

BEACH VOLLEY

GIOVANISSIMI A CARAMAGNA Domenica 17 luglio la società Racconigi Cycling Team è stata impegnata nell’organizzazione del 2° Trofeo Comune di Caramagna Piemonte, gara ciclistica per la categoria Giovanissimi disputata su un circuito cittadino e che ha visto alla partenza oltre 100 ragazzi e ragazze. Risultati soddisfacenti per i portacolori del Racconigi Cycling Team, con la vittoria di Ikram Neddar nella cat. G. 1F, il 2° posto di Raffaele Squillacioti nella cat. G. 2M, il 6° di Samuele Galvagno e il 12° di Simone Burzio nella categoria G. Davide Gonella a Caramagna 3M. Nella categoria G. 4, quarto posto per Salwa Neddar in campo femminile, mentre tra i ragazzi Luca Ruggiero ha tagliato il traguardo quinto, Diego Rocca ottavo, Matteo Anselmo, Andrea Mariano e Davide Gonella hanno concluso la corsa in gruppo. Nella gara della cat. G. 5M Federico Pipino è salito sul secondo gradino del podio, con Gioele Castagno sesto e Antonio Vassallo nono. Luca Pipino è invece rimasto coinvolto in una sfortunata caduta ed ha dovuto ritirarsi. L’unico partecipante racconigese nella cat. G. 6M, Alberto Ghiberti, è giunto in gruppo. Essendo la gara anche “Memorial Giobattista Alessio”, i vincitori delle varie categorie sono stati oggetto di una premiazione supplementare grazie alle medaglie messe in palio dai familiari. La società ringrazia coloro che hanno contribuito attivamente alla buona riuscita della manifestazione: il Comune di Caramagna Piemonte, la Protezione Civile, la famiglia Alessio ed il Bar Montecarlo. CAMILLA VASSALLO A MANTOVA Camilla Vassallo, categoria G. 6F, domenica ha partecipato ad una gara riservata a sole ragazze in provincia di Mantova classificandosi in decima posizione.

BOCCE Successo di Monasterolo-Morra

Sabato 9 luglio, presso i campi da gioco del Circolo La Quercia di Santa Rosalia, è stato disputato il Memorial Banca Cassa di Risparmio di Savigliano di bocce intitolato a Silvio Baravalle. La manifestazione ha visto una grande partecipazione di appassionati e non: ben 64 giocatori si sono sfidati a coppie durante tutta la giornata. La gara si è conclusa in tarda serata con la sfida finale, il cui via è stato dato dalla signora Tiziana Baravalle con il tiro del pallino. La coppia Gianpiero Monasterolo-Giuseppe Morra

Racconigi Cycling Team

La signora Tiziana Baravalle con i vincitori

Il ragionier Toselli con Mellano e Croce

ha avuto la meglio sulla coppia Fabrizio Mellano-Franco Croce con il punteggio di 12 a 7. Alla premiazione, oltre alla signora Tiziana che ha consegnato il premio ai primi classificati, ha partecipato, in rappresentanza della Banca CRS, anche il ragionier Toselli, che ha premiato i secondi classificati.

Il direttivo del Circolo La Quercia, organizzatore del MemoriaI, intende porgere un sentito ringraziamento alla Banca CRS, quale sponsor della manifestazione, ed alla signora Tiziana per aver presenziato alla finale ed alla premiazione. Un grazie, infine, a tutti i giocatori ed al numeroso pubblico presente.

DOMENICA GARA ALLA TAGLIATA Prossimo appuntamento domenica 24 luglio alla frazione Tagliata di Racconigi, gara organizzata dal Racconigi Cycling Team.

Samuele Galvagno (G. 3M)

Ardens Savigliano

Sessanta giocatori alla manifestazione di Cavallermaggiore

Successo per la 24 ore alla baraonda Domenica pomeriggio, la lancetta piccola dell’orologio aveva appena compiuto un intero giro del quadrante quando Bruno Berutti, 37 anni, nome molto noto nel panorama pallavolistico locale, alzava la targa di vincitore della “24 ore di beach volley” di Cavallermaggiore. Un’edizione – la quarta – ricca come non mai di partecipazione. Sessanta giocatori, provenienti in gran parte dalla nostra zona, sono stati divisi in squadre da tre (due ragazzi ed una ragazza), con il metodo della “baraonda”: ad ogni turno si

veniva sorteggiati con compagni diversi. Data la rapidità delle partite (12 minuti l’una), in campo c’era un continuo ricambio e chi aspettava il turno successivo non aveva di che stufarsi. Infatti, nell’area del torneo gli organizzatori, guidati dall’indiscusso “patron” Silvio Alladio (semplicemente “Ci” per gli amici), avevano pensato proprio a tutto: c’era un’area tende per riposarsi, i gazebo per recuperare le forze, una piscina per rinfrescarsi e persino un mini-campo da badminton. Col passare delle ore, sul campo si

delineavano i finalisti che domenica pomeriggio, al termine delle partite della “regular season”, si sono sfidati per il titolo finale: da una parte, il primo classificato fino a quel punto, Gianluca Cravero (Savigliano), con Silvio Capello (Cavallermaggiore) e Mara Carbonari (Racconigi); dall’altra, Bruno Berutti (Cavallermaggiore), Federico Paschetta (Cherasco) e Mariana Paletta (Chieri). La seconda squadra ha avuto la meglio e – punteggi alla mano – Berutti è risultato il giocatore con più punti. Il suo nome

va dunque ad aggiungersi a quello di Mary Coppola (2008), Silvio Alladio e Silvio Capello (ex aequo nel 2009) e Marco Cavallo (2010). Al di là del dato sportivo, va registrato il crescente successo di un evento (sponsorizzato anche da “Il Saviglianese”) che fa innamorare a prima vista. La dimostrazione? C’è chi, mentre ripiega la propria tenda, dice: «Il prossimo anno contatemi, io ci sono». Non è forse questa la migliore delle soddisfazioni? Guido Martini

Le tre ragazzine terribili dell’Ardens Savigliano con il trofeo Buoni risultati per i ciclisti dell’Ardens Savigliano che domenica hanno preso parte alla gara per Giovanissimi di Caramagna organizzata dal Racconigi Cycling Team, prova valevole per il trofeo Nallino. Primo e secondo posto per Ilaria Capellino e Giulia Giannotto nella cat. G. 4F. Podio anche per Aurora Micheletti, terza nella G. 2F. Questi risultati hanno fruttato all’Ardens il trofeo co-

Ben sessanta giocatori hanno partecipato alla “24 ore di beach volley” di Cavallermaggiore organizzata sotto la regia di patron Silvio Alladio

me miglior squadra femminile. In campo maschile sesto posto per Lorenzo Ferrero (G. 2M) e settimo per Mattia Micheletti (G. 4M).Tra i più grandicelli della G. 6M buon 5° posto per Nicolò Ferrero e 7° per Mario Dutto, mentre Davide Gavatorta ha concluso la corsa in gruppo. Prossimo impegno per i giovanissimi saviglianesi domenica 24 luglio nel “Trofeo d’la Taja”, in frazione Tagliata di Racconigi.


sport

CALCIO

Maxi-restyling per i rossoblù che calano il settebello

Maghi: inizia una nuova era L’inizio di una nuova era: è partita la stagione 2011-2012 per i Maghi, fra novità e grandi ambizioni. È un ambiente carico e positivo. I rossoblù scaldano i motori in vista degli ormai imminenti impegni di ritiro pre-campionato. Dopo qualche esitazione iniziale il mercato della Saviglianese sta prendendo impulso: c’è da progettare il futuro. E le idee sembrano chiare. La Società di Viale Gozzano si appresta a cambiare quasi in toto volto alla squadra. Un cuore che pulsa a colpi secchi e decisi. Il popolo rossoblù aspetta da anni la rinascita della “beneamata”. Patron Brisciano ed i suoi collaboratori non mollano la presa ed azzannano il mercato cercando di rinforzare una compagine che vorrà recitare un ruolo da protagonista la prossima stagione. I Maghi incominciano ad acquisire una loro precisa identità ed il trainer Pier Antonio Lamberti gongola. Quello che era un disegno ben

CALCIO-MERCATO

Alessio Marocco, centrale classe ‘88

Carmelo Morrone, punta classe ‘85

tratteggiato si sta trasformando in un’opera compiuta. Nel giro di quattro giorni, messi a segno ben sette colpi. La Saviglianese, quindi, c’è. Ecco chi sono i nuovi arrivati. Espressamente voluto dal neo-mister il navigato portiere Giancarlo Tallone (‘78), ex Centallo. Farà coppia col giovane Giulio Ronzino.

Per la difesa il roccioso centrale Alessio Marocco (‘88), da un paio d’anni titolare inamovibile nel Don Bosco Nichelino (giocatore di sicuro affidamento). Per l’attacco la scommessa si chiama Carmelo Morrone (‘85). Fisico possente alla Bobo Vieri. In tutte le Società dove ha militato ha lasciato buoni ricordi oltre ad un

congruo numero di reti (Giaveno Coazze, Gassino, Vianney, ecc…). Per la fascia (esterno sinistro) è stato scelto il giovane scuola Juve Enrico Minelli (‘91), che la scorsa stagione ha contribuito alla salita in Eccellenza del Borgaro. Le premesse e le referenze sono incoraggianti. Infine la Saviglianese si è assicurata tre giovani promesse del ’94, che potranno venire utili sia alla Prima squadra che alla Juniores che, dopo la vittoria di campionato della scorsa stagione, tenterà il bis. Le premesse ci sono tutte. Dal Chisola l’esterno sinistro Giovanni Flauto. Dalla Cheraschese il centrocampista Christian Cesano e dal Cavallermaggiore l’attaccante Oscar Ibrahim. Sono attesi ancora giovani del ‘93 e ‘94 per rinforzare ulteriormente la Juniores ed un centrocampista ed una punta di esperienza per la Prima squadra. Nima

La calda estate di Piazza Affari nell’area della piscina

Le squadre fanno shopping a Fossano Sotto le stelle è bello fantastie giovani da scoprire come Mirko Valcare, sognando ad occhi aperti. fré (’94) dal Don Bosco Nichelino ed Eccoci finalmente nel vivo del il ’92 Manuel Personé dall’Albinoleffe. Calcio mercato che, una volta Per il resto si cercheranno di cogliescaldato il motore, ribolle di re altre opportunità dal mercato con trattative. In attesa di altri colMassimo Bava, sempre presente a Mipi al “Calcio incontri” è tempo lano nei luoghi caldi del Calcio merdi premiazioni. Ben quattro i ricato. conoscimenti: a Luca Perri “per SERIE D essere stato il capocannoniere L’Albese comincia a muoversi. Il neopiù prolifero con 35 centri”. presidente Piero Cordero ed il d.s. L’allenatore Michele Del VecBruno Cavallo hanno ufficializzato i chio è stato, invece, premiato “per aver conseguito al corso Muctar Gazali va a Villar primi sei accordi. Oltre alla riconferma di capitan Christian Nebbia, sono arMaster di Coverciano l’abilitazione al patentino di allenatore professionista”. rivati Mirimin e Cuttini dal Santhià, due giovani Il consigliere del Comitato Regionale FIGC, dal Cuneo Baudena e Bono (‘93) ed il giovanisMaurizio Martino, ha ottenuto un meritato rico- simo Lugliengo (’94) dal Tre Valli. noscimento: “grazie al suo costante lavoro è ECCELLENZA riuscito a far crescere tutto il movimento FIGC Per ora non si registrano altri arrivi nel mercanel Cuneese”. Infine, premio particolare a Val- to coi fiocchi del Bra, ma i colpi di Marchio, ter Vercellone “che, da dirigente del Cuneo, ha Anderson, Briano, Graci, Ammendolea e Gai contribuito alla vittoria del Campionato di se- mettono il team di Daidola in pole-position. rie D ed allo scudetto dei Dilettanti”. Lavoro frenetico alla Cheraschese: dopo i vaLEGA PRO ri Davello, Dotti, Cavaglià, Carrassi, Reina e PuIl Cuneo è già al lavoro nel ritiro di Ormea, pillo, ecco per le strategie d’attacco Sese Zaforte del gruppo tricolore dello scorso anno matoko, attaccante classe ‘91, che nella scorsa puntellato da giocatori conosciuti ed affidabili stagione ha vestito la maglia Juniores del Cue qualche giovane interessante. Nei conferma- neo (ma anche tre reti con la Prima squadra ti figurano Passerò, Sentinelli, Morabito, Lodi, durante la poule scudetto). Prima ancora tutta Longhi, Garavelli e Fantini. Con loro i due nuo- la trafila nelle Giovanili del Toro. vi portieri classe ‘91: Cristian Pascarella dal Ca- La Pro Dronero del passionale patron Cornavese e Davide Negretti dalla Sampdoria. In rado Beccacini, dopo il sì di mister Caridi, si difesa sono arrivati, invece, Luca Carretto dal scatena: il bomber del Saluzzo Alessio Ballario Canavese, Renato Garrone (‘93) dalla Juve e Lu- ed il portiere Rosano. Ultimi colpi il difensore ca Ferri (‘91) dall’Albinoleffe. A centrocampo Francesco Madrigano dal Saluzzo ed il centroinseriti Marco Cristiani ed il giovane Fabio Bor- campista Alan Kjeldsen (ex Fossano). retaz (‘93) sempre dal Canavese. In attacco un L’Olmo aggiunge Salvo Modica, centrocampiarrivo d’esperienza come Giuseppe Ingari (‘84) sta (‘92) in arrivo dal Bisalta, al terzetto del ‘93 dal Savona, ma ex Reggiana (forte fisicamente), Basko-Bianco-Ghisolfi dal Cuneo, ma soprat-

CALCIO

tutto apre una corsia preferenziale col Bra: dopo aver ingaggiato in difesa Matteo Dalmasso (‘90), pare probabile anche l’arrivo di Simone Molinaro. Ufficiale l’ingaggio del veterano centrocampista Marco Ballario. PROMOZIONE Il Bene Narzole si assicura il carisma e l’esperienza di Sergio Bittolo Bon, ex Airaschese. Il Revello, dopo il portiere Copetti, ingaggia il difensore Brigante, sempre via Cavour, e risolve il rebus in attacco tramite l’accordo con Luca Carta (ex Busca). Il Fossano ufficializza l’ex Revello Mohamed Sellam, autore di 16 centri nel 2010-2011. Il Corneliano ingaggia il forte attaccante Jeremias Busato (ex Albese) e il giovane centrocampista Proglio in uscita dall’Albese. Pietro Boscolo (ex Pro Dronero) accompagnerà Luca Perri nell’avventura al Roero. PRIMA CATEGORIA Il Genola del d.s. Beppe Gullino chiude la trattativa con l’ex portiere della Pro Dronero Giorgio Bersano (cavallo di ritorno) e con la punta Diego Racca (ex Fossano). Il Moretta del trainer “Cecu” Perlo e del d.s. Daniele Capello tessera Pelassa e Kumar dal Castagnole Pancalieri; Grande (Polonghera); Gaeta (Villafranca) e dal Bra il giovane Pasquale Miele (‘92). Colpo della neopromossa Villar ’91, che dopo Giraudo (Busca), Olivero e Ferione (Pro Dronero), Durando (Pedona) e Landra (Centallo) ingaggia l’esperto centrocampista Muctar Gazali (ex Saviglianese). L’Europa si regala un trucco nuovo. A Stroppiana e Michelino Casu si aggiungono Gianni Casu, Nervo e Tagliaferro (entrambi provenienti dal Corneliano). Nima

L’obiettivo è raggiungere una salvezza senza patemi

Il Racconigi si affida a Sismonda L’A.C. Racconigi punta sui goal di Matteo Sismonda per conquistare una salvezza tranquilla nel campionato di Prima categoria. «L’obiettivo è garantirci la salvezza con meno patemi d’animo che nelle ultime stagioni – dichiara infatti il presidente Gabriele Trombetta –: per questo abbiamo puntato su Sismonda affinché ci dia tranquillità». Con Sismonda (racconigese, già Dogliani, già Bra) sono arrivati alle dipendenze di mister Chiarla il portiere Cera (dal Mondovì), il centrale difensivo Amorese (già Pancalieri), il centrocampista Daniele Parola (già Tarantasca, Revello e Saviglianese) ed il centravan-

ti Fabio Borda (cavallo di ritorno a Racconigi dopo un anno a Moretta). Sono stati confermati Garbin, Barrese, Lisa, Marco Panero, il portiere di riserva Sola ed i giovani racconigesi Lamberti, Martinuzzi, Gianmarco Ferrantelli, Perrone, Abrate, Morra e Andrea Trombetta. L’intenzione è fare debuttare in prima squadra altri due elementi del vivaio: Scaglione e Malavenda. Al capitolo partenze ci sono i nomi di Biga, Longobardi, Giaccardi, Bordignon, Travella e Gerbaudo, cui potrebbero aggiungersi Luca Panero e Monetti. L’inizio della preparazione è fissato per giovedì 18 agosto e già so-

no state calendarizzate due amichevoli, con Dogliani e Roero. Per i ragazzi di Chiarla il tempo stringe perché la squadra è stata iscritta alla Coppa Piemonte di Prima categoria, che inizierà il 28 agosto. Probabilmente l’A.C. Racconigi non allestirà più la squadra Uisp il cui allenatore Massimo Caratto è emigrato a Villanova Solaro portando con sè alcuni giocatori, primi tra tutti i due Apuzzo. Una vera e propria rivoluzione è invece stata attuata nel settore giovanile, con l’ingaggio di Sandro Camon come responsabile tecnico e organizzativo e l’avvio di una stretta collaborazione con il Pan-

giovedì 21 luglio 2011

CALCIO

29

Tra mercato e formazioni giovanili

Volti nuovi per la Junior

Marco Mana con il papà La Junior Cavallermaggiore, svanita la promozione in Seconda categoria e ingaggiato, come ormai noto, il tecnico Bellavia al posto di Michele Chiavassa, è alle prese con il cosiddetto calciomercato. Sarà riconfermata quasi tutta la rosa, ad eccezione forse di Simone Toselli, che sembra intenzionato a smettere di giocare, Giovanni Martino, per difficoltà a viaggiare da Sommariva Perno, e un paio di giovani, dubbiosi se proseguire o meno l’attività agonistica (anche se l’augurio è che continuino). Il portiere Dompè ha chiesto di essere trasferito e la dirigenza cercherà di accontentarlo. Sul fronte arrivi dalla Saviglianese (ma via Racco ’86) arriverà il nuovo estremo difensore Christian Macheda e, sempre dalla Saviglianese (anche se ha disputato l’ulti-

CALCIO

ma stagione a Villanova Solaro), il forte difensore Matteo Buschini. Dalla Fossanese 2009 arriveranno poi in prestito Genco e Laione, anch’essi di proprietà di patron Brisciano. Da segnalare inoltre la cessione alla Saviglianese del promettente juniores Oscar Ibrahim. Per quanto riguarda i piccoli, bella soddisfazione per la Junior il passaggio nientemeno che al Torino del promettente portierino Marco Mana, classe 2000. Gli allenatori della Junior, oltre a Bellavia che si occuperà della prima squadra, saranno ancora una volta Gigi Leatico per la Juniores, Franco Gianoglio per i giovanissimi, Lino Iacolino per gli esordienti ’99 e Osvaldo Fissore per gli esordienti 2000. Giampiero Fissore inizierà invece l’avventura con i pulcini 2001. Per quanto riguarda i 2002, candidato principale rimane Luca Actis che dovrebbe, in caso di arrivo di un altro mister, coadiuvare Osvaldo Fissore. Da risolvere pure la questione dell’allenatore dei portieri nel caso Claudio Dompè non dovesse più dare la propria disponibilità. Claudio Chiavassa e Romina Dutto, intanto, sono partiti con le iscrizioni delle varie squadre, da quest’anno “on line”. In seguito sarà la volta dei tesseramenti. I ragazzi che intendono iniziare a giocare a pallone possono rivolgersi al presidente Gualtiero Gattino o ai dirigenti Claudio Fantino, Claudio Chiavassa, Franco Gianoglio, Mara Strumia e Romina Dutto.

Iscrizioni aperte alla Saviglianese

La politica del sorriso La Saviglianese si prepara ad affrontare al meglio i campionati della prossima stagione. In questi giorni proseguono i lavori per compilare i programmi futuri. In particolare nella scuola calcio le grandi novità, introdotte e presentate una settimana fa in conferenza stampa presso la Crosa Neira, saranno uno dei fiori all’occhiello del sodalizio rossoblù. Grazie alla supervisione tecnica del neo-allenatore della prima squadra Pierantonio Lamberti, in collaborazione con il coordinatore tecnico Sergio Saimandi, si pongono basi importanti per Piccoli amici, Pulcini Roberto Mazzafera ed Esordienti, settore importante perché la crescita in queste età risulta fondamentale per gli anni a venire. I punti focali saranno senz’altro tecnica, ritmo e, cosa più importante, entusiasmo e divertimento: due pilastri su cui costruire grandi cose. Per i tanti bambini e ragazzi la priorità sarà in primis il sorriso e la voglia di partecipare ogni settimana all’allenamento, che dovrà fungere da momento di aggregazione, sana attività sportiva, stimolante e entusiasmante. Naturalmente il tutto condito da programmi tecnici nuovi, moderni, a disposizione dei vari istruttori di ogni annata. Nei Piccoli amici un occhio di riguardo particolare, in quanto i bimbi si avvicinano per la prima volta a questo sport, e risulta importante quindi l’approccio e la fantasia con cui coinvolgerli. A tal proposito si evidenzia la riconferma per acclamazione dei due istruttori che già negli anni precedenti si sono prodigati in questo delicato compito, Roberto Mazzafera e Marco Taricco, che continueranno con la loro grande passione a seguire i bambini delle annate 2004, 2005 e 2006. Il coordinatore tecnico Saimandi ricorda che, sia per i Primi calci, sia per gli Esordienti e Pulcini, le iscrizioni sono già aperte presso la sede dello stadio Morino in viale Gozzano, dal martedì al venerdì dalle ore 18 alle 19,30, ed il sabato dalle 9,30 alle 11, per tutti i mesi di luglio e agosto, con eccezione del periodo dal 1° al 15 agosto per chiusura ferie.

Le date della nuova stagione Il talentuoso Matteo Sismonda calieri. «Vogliamo tornare a disputare tutte le categorie, dai Primi calci agli Juniores» afferma il presidente Trombetta. Gli allenatori delle squadre giovanili saranno Michele Gallè, Angelo Milani, Stefano Capello e Davide Busso.

Vademecum dell’inizio dell’attività ufficiale stagione 2011/2012. Domenica 28 agosto: Coppa Italia per Eccellenza e Promozione; Coppa Piemonte per la Prima categoria. Domenica 4 settembre: inizio campionato per Eccellenza, Promozione e Prima categoria. 10-11 settembre: via alla Seconda categoria e alle categorie giovanili di Allievi e Giovanissimi. 17-18 settembre: partono la serie C1 calcio a 5 e gli Juniores regionali e provinciali. 24-25-26 settembre: iniziano i campionati di Terza categoria e serie C2 calcio a 5. 10 ottobre: serie D calcio a 5.


30

sport

giovedì 21 luglio 2011

MOTOCICLISMO

A Varano con il Team Villois

Montagnana quinto ha saputo mettere Andrea nelle condizioni di trovare l’assetto ottimale che gli permetteva di migliorare costantemente i propri crono sino al secondo turno di qualifiche, dove si aggiudicava la sesta posizione in griglia. In gara, dopo una partenza poco brillante e i primi giri rallentati da un avversario che lo precedeva, il pilota della Villois racing Il paddock del team Villois a Varano iniziava una costante riDomenica 17 luglio sul circui- monta, segnando al 12° giro il to di Varano de’ Melegari il pi- proprio miglior tempo, che lo lota saviglianese del Moto Club portava a concludere in quinta Provincia Granda Andrea Mon- posizione di classe e salire, cotagnana ha esordito con i co- sì, sul gradino più basso del polori della Villois racing nella ca- dio. Un risultato sicuramente tegoria Stock 600 del Trofeo positivo che lascia ben sperare Italia Interforze, il campionato per il prossimo appuntamento italiano riservato a piloti appar- di Magione. tenenti alle forze dell’Ordine. Andrea Montagnana ringrazia Il week end è iniziato il venerdì tutto lo staff per l’instancabile con le prove libere, durante le ed eccellente lavoro svolto duquali si è cercato il set up idea- rante l’intero week end, in parle per poter affrontare i suc- ticolare i tecnici Sergio Chiacessivi turni di qualifica. Fonda- vassa e Denis Cravero, Chicco mentale si è rivelato il suppor- Villois, e i marchi: Markas serto di Igor di SBK gomme che, vice, Villois parfum, Colorsycon estrema professionalità ed stem, Givo & f. serramenti e esperienza nelle competizioni, SBK gomme.

CICLISMO

Gran fondo Fossano-Maddalena

Arrivo alla stele di Coppi

CALCIO

Quasi chiusa la campagna acquisti per l’11 e il 5

Futsal Savigliano: che colpi! CALCIO A 11. Futsal arrembante. Scatenati i dirigenti saviglianesi che per mano di Crosetto e Burzio stanno ultimando la costruzione della prima squadra con ambizione e cura. Dalle prime osservazioni mister Nino Pengue sembra soddisfatto. Oltre ai saviglianesi Bordignon, Gerbaudo e Cullari, e dopo la conferma ufficiale dell’arrivo di Cardellino, Mathija Klesti e del portiere Milanesio, la società ha ufficializzato altri acquisti. Per il reparto di metacampo arrivano a Savigliano Eric Cervella direttamente dalla Promozione, e più precisamente dal Tre Valli di cui è stato capitano negli ultimi cinque anni, e Artin Stiefnj dalla Roretese. Anche nel reparto offensivo grandi novità: oltre alla conferma del talentuoso Bellas, classe ‘90, già tesserato al Centallo Calcio negli anni passati, arriva Barison, classe ’89, dall’Airaschese. Colpo dell’ultima ora è Davide Pizzano, classe ’89, centrale difensivo del Pro Settimo che ha militato in passato

CALCIO A

nella Sestrese. E ci sono poi importanti accordi con il Bra e la Fossanese per alcuni prestiti. CALCIO A 5. È ufficiale l’addio di Paolo Serale che, insieme al compagno-amico Alberto Dominici, giocherà la prossima stagione con i cugini del Time Warp. Sullo stesso asse, con direzione opposta, Claudio Borio è ritornato a Savigliano, per lui la prima volta al Futsal Savigliano, entusiasta di poter partecipare al campionato di C2 e di poter contribuire personalmente a questo progetto. E nella prossima stagione ci sarà anche Cristiano Di Fiore, classe ’73, esordiente nella FIGC o quasi, dopo una breve parentesi in una squadra del cuneese di C2 di qualche anno fa. Matteo Gandolfo, “Teo”, seguirà la squadra nella preparazione atletica per tutta la durata della stagione, dopo anni di militanza nel basket. SETTORE GIOVANILE. In modo inatteso la prima squadra del settore ad essere stata com-

Il tecnico Alfio Stellini pletata è quella della Juniores che inizialmente non era prevista dalla società, dato che la maggior parte dei ragazzi di questa categoria normalmente sono vincolati. Un altro obiettivo raggiunto è stato quello di riuscire a coinvolgere Alfio Stellini. La sua collaborazione con mister Pengue permetterà di creare un’importantissima sinergia con la prima squadra. Il Futsal coglie l’occasione per ringraziare le tantissime famiglie e i ragazzi che hanno apprezzato il programma proposto dalla società, e che

in questo periodo hanno comunicato l’intenzione di voler far parte in modo attivo del progetto. Al fine di poter iscrivere le squadre ai vari campionati, preghiamo tutte le persone che fossero interessate ad iscriversi, di presentarsi dal dehor dei campetti di calcio a 5 (fronte l’ex-sede Savigliano ’81) dal martedì al venerdì dalle ore 18 alle 20. Il responsabile del settore giovanile, Andrea Chiavassa (345. 2552536), la direzione tecnica, Santino Landro (339.2768078) e la direzione della segreteria, Maria Cavallo (349.5158896) sono a completa disposizione per condividere con i ragazzi e le famiglie il progetto che si vuole realizzare. Ricordiamo nuovamente la nuova partnership commerciale con il settimanale “Il Saviglianese” che ogni settimana riporterà tutte le notizie riguardanti il mondo Futsal. Per tutti i tesserati e per le famiglie di essi ci sarà uno sconto sull’abbonamento. Tutto sarà meglio spiegato nei prossimi giorni sul sito ufficiale www.asdfutsalsavigliano.com.

5 SERIE D Anrico-Manna si assicurano Ruggero, Serale e Sabena

Al Time Warp tanti arrivi eccellenti

La scorsa settimana avevamo zata e pronta a farsi in quattro per parlato del cambio alla guida tecnivenire incontro alle richieste dei mica della formazione monasterolester e della squadra: complimenti Domenica 10 se dell’ASD Time Warp. anche a loro. Un grazie speciale a luglio si è svolNel lasciare l’incarico l’ex mitutte quelle persone che han dovuta la 29ª edizioster Igor Bosio ha salutato Monato sopportare scelte non facili: grane della Gran sterolo con una lettera aperta alzie anche a loro, perché ho imparaFondo ciclistica la società, ai giocatori ed ai tifosi: to ancora di più cosa vuol dire voFossano-Colle “Ciao ragazzi, io parto, Ho riporler giocare per vincere. Ciao a tutdella Maddalena tato la borsa con la divisa indietro ti e buona fortuna per la prossima Stele di Coppi. ai dirigenti e ho sentito un'emostagione. Forza Time Warp”. La classifica ha zione dentro che affiorava. È staOra vorremmo parlare dei visto il succes- Premiazione della Fossano-Colle della Maddalena to un anno fatto di grandi emozio- Bosio saluta la società cambiamenti nel reparto giocatori, so della Free ni che mi hanno lasciato il segno, dove il duo Anrico-Manna ha messo Bikers di Fossano con 26 iscritti, 2ª la Nizza Lingotto, 3° il Velo perchè ho conosciuto persone stupende e di pesantemente mano. Club Frejus, 4ª la Roracco, 5° il Velo Club Bergamin, 6ª la Cervagrande intelligenza: un gruppo fantastico che Iniziamo dai partenti: per fine prestito saschese, 7ª la Società Ciclistica Fossano, 8° il Punto Cicli Conte, 9ª Montà, 10ª la Gran Roero, 11ª l’Ac Bra, 12ª la Rolfo veicoli industria- traeva la sua forza dalla voglia di fare bene, che lutano Ballauri e Di Guida, mentre per motivi non si è mai scoraggiato nei momenti difficili. di lavoro Fiorito ha dovuto rinunciare a contili, 13ª la Giordano Cicli e 13ª la Uisp Trinità. anzi ne usciva sempre con più forza ancora. Mi nuare con la squadra, Inoltre è notizia di questa dispiace lasciarvi ma so che chi arriverà dopo settimana il trasferimento di Borio ai cugini del me avrà la fortuna di avere a che fare con ra- Futsal Savigliano. A tutti loro va il ringraziamengazzi stupendi e con un potenziale tutto da svi- to della società per un’annata sportiva vissuta luppare. E poi cosa dire della dirigenza? che non con amicizia e professionalità. ne avevo mai trovata prima una così organizPer rinforzare il reparto arretrato arriva-

no il portiere Ruggero (con un passato nei professionisti del calcio a 11) e l’esperto Davide Sabena dal Caramagna. I laterali potranno contare sugli innesti di Lovera dal Caraglio e Dominici dal Futsal, infine arrivano due saviglianesi che copriranno il ruolo di pivot: Serale e Panuzzo, rispettivamente ex-Futsal e Villaggio della Fonte. Con loro la società è fiduciosa di poter recitare un ruolo da protagonista nella prossima serie D.

ASDC Marene Bocce

CALCIO

La presentazione dell’esperto Davide Sabena

L’ex-allenatore ritorna in veste di direttore sportivo e punta sui giocatori locali

Marene riparte da Michele Chiavassa Mattia Barbero, Matteo Garello e Andrea Bazzano a Roma TRICOLORI UNDER 18 Sono stati disputati, presso il Centro Federale di Roma, i Campionati Italiani per la categoria Allievi under 18. L’Asdc Marene Bocce è tornata a casa senza salire sul podio, ma “arricchita da un’esperienza bella e formativa – come ci spiega Marica Trucco, che ha accompagnato gli allievi Barbero, Garello e Bazzano – e per questo devo ringraziare i tre ragazzi che hanno partecipato per il loro grande l’impegno”. Mattia Barbero e Matteo Garello hanno disputato la gara a coppie, perdendo la partita per salire sul podio contro i primi classificati della Dolada di Udine. Nella terna i marenesi non hanno superato la poule eliminatoria, mentre nel campionato di società la formazione ha perso per un soffio contro Rivignano. L’appuntamento è ora alla prossima stagione con un grosso

punto interrogativo: ufficialmente, infatti, Bazzano rimarrà l’unico allievo della Marenese, dal momento che Barbero e Garello per età non potranno più esserlo. Da dove attingerà nuove forze la società? COPPA ITALIA Il 9 e 10 luglio scorsi due formazioni marenesi, qualificate per la Coppa Italia di categoria D e B, hanno affrontato una nuova sfida a livello nazionale. La categoria B ha giocato ad Aosta con la quadretta composta da Vittorio Ambrogio, Franco Bergese, Aurelio Massano e Carlo Giordanengo, che però non ha superato la poule eliminatoria. La categoria D si è invece trasferita ad Avellino, dove Luca Mandola, Marco Panetto, Michele Testa e Piervittorio Trucco hanno perso per salire sul podio contro i vincitori della gara, la società di “Porta Puglia”.

Grandi novità in casa marenese, dove fervono i preparativi per una stagione sportiva che, si spera, sarà all’altezza delle aspettative. Iniziamo da Michele Chiavassa, storico allenatore della prima squadra che, dopo un’esperienza che lui stesso definisce “bellissima” a Cavallermaggiore, torna a Marene nella nuova veste di direttore sportivo. «Ho lasciato la Junior innanzitutto per impegni lavorativi che non mi permettevano più, come tempo a disposizione, di seguire una prima squadra – ci spiega Chiavassa –. Lì comunque ho fatto un grande lavoro, ho trovato una squadra giovane, vogliosa e partecipe e un ambiente molto collaborativo». «Ora ho scelto di tornare a Marene – prosegue il mister – anche per una questione di attaccamento. Porterò avanti la mia scelta con passione e determinazione e parto con grande entusiasmo, soprattutto nell’intento di dare una mano al presidente

Marco Racca e al suo vice Armando Correndo». Chiavassa, come nuovo ds marenese, ha gettato le basi per la prima squadra, che sarà guidata da Gianni Arrigo, in arrivo da un’intensa e molto positiva esperienza sportiva a San Sebastiano. Arrigo, anche lui marenese e desideroso di spendere la propria professionalità per la propria città, siederà in panchina affiancato dal secondo Piero Allasia. «Sono convinto che questa strada darà risultati – assicura Chiavassa –: puntiamo soprattutto su giocatori fatti in casa, e in questo modo potremo dare per il futuro un punto di arrivo anche per i più piccoli». Un progetto a lungo termine, che nasce dalla volontà di creare un vivaio forte da cui attingere con continuità. A dimostrazione di questo intento, lo stesso Chiavassa sarà presente nel settore giovanile come allenatore degli Esordienti Misti (1999-2000). Ma come sarà la nuova prima squadra? «Riguardo ad Arrigo sia-

Michele Chiavassa è tornato mo convinti della scelta fatta e la rosa di giocatori che avrà a disposizione è valida. L’obiettivo è di fare bene, il meglio possibile. Puntiamo in alto: dopo tutto il Marene viene da tre quarti posti e un quinto negli ultimi quattro anni. Per la Seconda abbiamo voluto uomini seri, capaci di entrare in un bel gruppo». Vediamo nel dettaglio la lista di chi va e chi viene. In uscita troviamo il portierone Sarale (che sarà sostituito da Simone Mila-

nesio proveniente da Murazzo), Andrea Cravero e Igor Ariaudo. In entrata troviamo Lorenzo Rosano, rientrato dopo un periodo di stop. A rafforzare il centrocampo Ivan Carena (fratello di Daniel, già in forze al Marene) e Massimo Bruno (“uomo squadra”, come lo definisce Chiavassa). Rientra, dopo un’esperienza a Genola anche Biondi, che in tre anni a Marene ha firmato ben 40 goal, e Murazzano dal Villanova Solaro. In prima squadra, per “la volontà condivisa da Arrigo, Chiavassa e il presidente di inserire i giovani”, anche i due ’94 Ivan Chiavassa e Luca Bertola. Per quanto riguarda il settore giovanile, le tre squadre di Pulcini 2001, 2002 e 2003 saranno guidate da Sandro Carena e Silvio Ambrosino, mentre Beninato sarà il mister dei Giovanissimi ’97-’98. Sugli obiettivi per la stagione 2011/2012 il presidente Marco Racca è ottimista ma non si sbilancia: sa di avere due assi nella manica, Arrigo e Chiavassa, “poi si vedrà!”.


nel ricordo SABATO 23 LUGLIO – ore 17 nel Santuario della B.V. delle Grazie in CAVALLERMAGGIORE sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in ricordo di

La moglie, i figli, il genero, la nuora ed i nipoti riconoscenti per la dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata al loro carissimo

SABATO 23 LUGLIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro sarà celebrata una S. Messa di terzo Anniversario in suffragio della carissima

giovedì 21 luglio 2011

31

d a l 19 2 0

MOLLEA

Impresa Pompe Funebri

Di Mario Mollea e Gianluca Bertoglio

Via Danna, 14 - Savigliano - Tel. 0172.716654

VENERDÌ 22 LUGLIO – ore 9 nella chiesa di S. Filippo sarà celebrata una S. Messa di secondo Anniversario in suffragio del compianto

GIUSEPPE MIOLANS La moglie ed i figli con le rispettive famiglie ringraziano quanti si uniranno loro nel ricordo e nelle preghiere. Cavallermaggiore; 21/7/2011 Imp. Fun. Cardellino – Cavallermaggiore

SABATO 23 LUGLIO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa di settimo Anniversario in suffragio del compianto

GIUSEPPE BOSSOLASCO La moglie, le figlie, i generi, i nipoti ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

GIOVENALE GERBALDO (Nale) nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale si sono uniti al loro dolore. Un grazie particolare porgono a don Cesare Giraudo, all’Abate don Paolo Perolini, al medico curante dott. Paolo Siccardi, al Primario, ai medici ed al personale infermieristico del Reparto di Rianimazione dell’Ospedale civile di Saluzzo, al servizio ADI, all’équipe del 118, alle assistenti sociali, al dott. Paolo Ghiglione, alla dott.ssa Antonella Roccatagliata, al fisiatra Pasquale, a Tina, ai parenti tutti, in particolare al fratello Giorgio, ed indistintamente a tutti i vicini di casa, amici e conoscenti che sono stati di aiuto e conforto nella triste circostanza. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata: SABATO 23 LUGLIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro.

SABATO 23 LUGLIO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa di sesto Anniversario in suffragio del carissimo

SABATO 23 LUGLIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio del carissimo

Dott. ALFREDO DOMINICI

CATERINA CALVO Le sorelle, i cognati, i nipoti ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

“Sei sempre nei nostri cuori”. SABATO 23 LUGLIO – ore 18 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro sarà celebrata una S. Messa di secondo Anniversario in suffragio della carissima

GIACOMO NICOLINO

BARTOLOMEO BERARDO

La moglie, la figlia, il genero ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

La cognata, i nipoti ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

La moglie, i figli, le nuore ed i nipoti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

SABATO 23 LUGLIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata la S. Messa di Trigesima in suffragio della compianta

SABATO 23 LUGLIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio della carissima

TERESA ARTUSIO ved.TERNAVASIO

TERESA BERARDO ved. GARNERO

I figli, i generi e la nuora ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

MARTEDÌ 26 LUGLIO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa di quarto Anniversario in suffragio della compianta

MARIA BRERO ved.TESIO I figli, i generi, la nuora, i nipoti ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

SABATO 23 LUGLIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio del carissimo

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

SABATO 23 LUGLIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro sarà celebrata una S. Messa di secondo Anniversario in suffragio del carissimo

SABATO 23 LUGLIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro sarà celebrata una S. Messa di terzo Anniversario in suffragio della carissima

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

La figlia, il genero, i nipoti ed i familiari tutti commossi per la grande dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata alla loro carissima

GIOVANNI SANINO La moglie, le figlie, i generi, il fratello, le cognate, i nipoti, i pronipoti ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

GIOVANNI FIORITO I familiari ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

SABATO 23 LUGLIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro sarà celebrata una S. Messa in suffragio dei carissimi

SABATO 23 LUGLIO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa in suffragio dei carissimi

ELIA BRUGIAFREDDO in PAUTASSI Il marito, la figlia, il genero, il nipote ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

“Cara mamma, è bello pensare che tu sei Là, nell’amore infinito di Dio. Sappiamo che ci sei vicina sempre, anche se a volte la Tua mancanza si sente. Prega per noi ed aiutaci a vivere con la fiducia che un giorno ci incontreremo di nuovo. Grazie del tuo amore”.

GIUSEPPE FALCO MARIA FISSORE in BOCCHIOLA

nel sesto Anniversario e

nel primo Anniversario e

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale vollero unirsi al loro grande dolore. Un grazie particolare porgono al medico curante dott. Antonino Varvarà, ai Reverendi Sacerdoti don Maurilio Rayna, don Cesare Giraudo e don Paolo Perolini, a Carlo Zolin, alla cognata Emma Vaudagna, agli amici di Francesca ed indistintamente a tutti i vicini di casa, amici e conoscenti. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata: SABATO 23 LUGLIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

Gino Cantarella nel tredicesimo Anniversario della morte di Ester Cantarella ha beneficato: € 100 – PARR. S. ANDREA € 50 – ASHaS € 50 – AUSER

ASHaS € 60 – Agostino, Vittoria e Luciana Racca a caro ricordo di Francesco Beltramo; € 100 – La famiglia Racca Beppe di Solerette (Savigliano) in occasione del 50° Anniversario di Matrimonio dei coniugi Brero Antonino e Teresina. AVO € 250 – N.N.. CASA DI RIPOSO CHIANOC € 20 – D.D. in memoria di Gino Grosso. FOND. PIEM. RICERCA CANCRO (Candiolo) € 100 – Amici di Francesca Mollea a caro ricordo di Maddalena Arese ved. Supertino. GRUPPO PENSIONATI (Parr. S. Giovanni) € 30 – Antonia Allocco in suf-

MARIA VITTORIA SELVATICO ved. FISSORE

nel sedicesimo Anniversario I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

La S. Messa di primo Anniversario sarà celebrata: SABATO 23 LUGLIO – ore 9 nella chiesa parrocchiale della Natività di Maria Vergine in MARENE. Marene; 21/7/2011

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

On. Fun. La Cattolica – Fossano

DOMENICA CARENA in FALCO MARIO BOCCHIOLA nel quattordicesimo Anniversario I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

Le figlie, i generi, i nipoti ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

La generosità dei saviglianesi

ANFFAS (La rosa blu) € 50 – M.B. in memoria dei genitori.

MADDALENA ARESE ved. SUPERTINO

ANNA MARIA MILANESIO SERENO

AVVISO PER NECROLOGIE L’ultimo numero prima della pausa estiva uscirà mercoledì 3 agosto. Pertanto, le necrologie da pubblicare nelle settimane successive dovranno pervenire in redazione entro venerdì 29 luglio alle ore 17.30. “Il Saviglianese” sarà di nuovo in edicola mercoledì 31 agosto.

fragio di Alberto Strumia. MAI+SOLE € 200 – Gli amici del ’56 in ricordo di Margherita Faule. PARR. S. ANDREA - I nipoti Paschetta Elio e mamma, Dossena e Guerrini in suffragio di Agnese Piumatti in Paschetta. PARR. S. PIETRO € 50 – Angela Tomatis, Luciana e Giovanni Ghersi in memoria di Angela Capello ved. Rabbone. SANTUARIO DELLA SANITÀ (salone polifunzionale) € 100 – La figlia Andreina in ricordo del caro papà Francesco Beltramo; € 165 – Vanda e Mario Torassa, Paola ed Elio Frandino, Rina Pansa, Anita e Cesare Cravero, Anna Maria e Cosimo Lembo, Elsa e Marco Bertero, Marinella e Michele Racca, Giusy e Bruno Mondino, Ada ed Aldo Tomatis, Piero Tomatis, Ines e Pier Mario Buschini, Giovanna e Dario Cerato, Maura e Franco Paonne, Concetta e Mario Mondino, Ornella e Luciano Mussetto, Mary e Guglielmo Tomatis, Marina e Luciano Gerbaudo in ricordo di Francesco Beltramo.

Condoglianze È mancato il signor Comm. DOMENICO MANA di anni 81 Alla moglie Michelina Bersano; al figlio Paolo con la moglie Maria Ramellini; agli adorati nipoti Luca ed Andrea; al cognato; alle cognate; ai consuoceri; ai nipoti; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo condoglianze.


GIOVEDÌ 21 LUGLIO 2011 IL SAVIGLIANESE 32


21-7-2011