Page 1

Giornale più antico del Piemonte Ij Sant neuv a scassô j vej

dai 4300 proverbi piemontesi

Savigliano, 20 marzo 2013 • ANNO 155 - N° 12 • E 1,20 • Sped. in Abb. Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) NO/CUNEO art. 1, comma 1 • e-mail: redazione@ilsaviglianese.com • www.ilsaviglianese.com

CHIESA - Eletto un Santo Padre argentino-piemontese

Savigliano

Don Bergoglio, parente del papa già viceparroco a San Giovanni: «Caro Francesco, dovrai lottare»

Telecamere all’incrocio 1 mese, 100 infrazioni pagina 5

Fiera agricola «Bilancio positivo»

A pagina 7

Incontro sul pirogassificatore Serata aperta a tutti i cittadini C’è già un Comitato «No» E il Comune: «Verificheremo» Dopo aver “scaldato” Genola, la questione pirogassificatore fa discutere anche Savigliano. Del nuovo impianto a biomasse, che dovrebbe sorgere in via Alba, si è parlato mercoledì scorso in Consiglio comunale. Il Comune non è tenuto a dare un parere per l’autorizzazione

dell’impianto, ma è deciso a chiedere le verifiche sulle emissioni da parte degli organi dell’Asl e dell’Arpa. Intanto, in settimana si è costituito il Comitato “Aria pulita” per il «no». E giovedì prossimo, 28 marzo, ci sarà un incontro aperto a tutti. Servizio a pagina 3

pagine 10 e 11

Cavallermaggiore Dimissioni in massa alla Pro Loco pagina 15

Caramagna Il Consiglio comunale approva la Tares pagina 18

Monasterolo L’addio al sacerdote don Pierino Chiavazza pagina 20

Racconigi Le Erbe officinali cercano... casa Della questione del pirogassificatore si è discusso mercoledì scorso in Consiglio comunale

pagina 23

CAVALLERLEONE Addio isolamento

Riforma sanitaria, caos in Regione: Monferino se ne va?

Aperto il ponte sul torrente Maira

Emodinamica per ora resta

Giacosa e Bongiovanni

Ci sono voluti sette anni, ma alla fine Cavallerleone ce l’ha fatta. Sabato mattina è stato inaugurato il ponte sul torrente Maira che permetterà al paese di uscire dall’isolamento. Si pensi che prima la Pedaggera, che è una località cavallerleonese, si poteva raggiungere solo da Cavallermaggiore e Racconigi. Così ora il paese si affaccia sulla strada regionale 20, che è tutta un’altra cosa. Servizio a pagina 21 Paolo Monferino

La discussione sui servizi di Emodinamica infiamma la Giunta regionale. Andiamo con ordine. In settimana si è appreso quello che – a livello di “voci” – si bisbigliava da tempo. L’Emodinamica di Savigliano, almeno per ora, resterà al Santissima Annunziata. Ma rimarrà solo fino a quando non sarà pronto il nuovo ospedale di Verduno (che servirà la zona di Alba e Bra). Fino ad allora, probabilmente non prima del 2015, Emodinamica ci sarà sia a Savigliano che ad Alba. Nelle ultime ore, però, proprio la discussione sulla riorga-

Il sito de Il Saviglianese diventa ancora più ricco Il nostro sito internet si è rifatto il maquillage. Digitando www.ilsaviglianese.com si può accedere alle pagine web tutte nuove. È cambiata la grafica, più chiara, leggibile e sobria (uno stile che il rango di “giornale più antico del Piemonte” c’impone), ma sono rimasti i contenuti che i nostri lettori hanno dimostrato di apprezzare. Ovviamente, abbiamo arricchito alcune sezioni. Ogni settimana, sulla home page del sito si trovano le sei notizie più importanti, catalogate secondo la provenienza (Savigliano, Racconigi, Caval-

lermaggiore e paesi vicini). Sono state aperte, inoltre, due nuove sezioni, riguardanti gli spettacoli e lo sport, due “piatti forti” del nostro settimanale. Ma la vera novità riguarda le gallerie di foto e di video sui principali avvenimenti, a cui si può accedere dal menù principale o da apposite finestre collocate nella colonna di destra della home page. Questa settimana abbiamo iniziato con le foto della Fiera della meccanizzazione agricola e con due video: uno riguardante l’apertura della fiera e l’altro sull’inaugurazione del nuovo ponte sul Maira a Cavallerleone.

Inoltre, sempre dalla home page gli abbonati potranno accedere al giornale on-line, mentre tutti potranno visualizzare la prima pagina dell’ultimo numero. Completano il panorama alcune notizie e link utili, oltre ad un riquadro per il meteo. Ma la “rivoluzione digitale” riguarda anche il cartaceo. Nelle pagine, in calce agli articoli, troverete i riquadri “commenta la notizia”, “fotogallery”, “videogallery”. Così, potrete conoscere subito per quali notizie sono proposti gli approfondimenti. Il restyling è stato curato dalla Enryweb di Enrico Cigna. Buona navigazione!

nizzazione del servizio sanitario ha fatto esplodere un “caso” in Regione. Martedì mattina si è diffusa la notizia che l’assessore regionale alla Sanità, Paolo Monferino, fosse sul punto di dare le dimissioni. Motivo? I mugugni, provenienti sia dalla minoranza che dalla maggioranza, sulla riorganizzazione di alcuni servizi sanitari come le Emodinamiche ed i punti nascita. L’argomento è all’ordine del giorno del Consiglio regionale di mercoledì, per il quale il barometro prevede tempesta. Infatti, molti consiglieri – come detto, di entrambi gli schieramenti – hanno presentato delle mo-

zioni per chiedere modifiche al piano sanitario. E Monferino, minacciato persino dal fuoco amico, sembra deciso a dire basta. «Se se ne va lui, me ne vado anch’io!» tuona però il presidente della Regione Roberto Cota che, da Roma, si appresta a rifare le valigie velocemente per tornare a Torino. Secondo il governatore leghista, se passasse la linea dei “congiurati”, si stravolgerebbe la riforma sanitaria. E per questo anche lui sarebbe pronto a dimettersi. Gongola l’opposizione: «La legislatura di fatto è finita». Sarà proprio così?

CALCIO Fiera del goal e delle emozioni

Un’incredibile Effeci! Musica

Un disco registrato in Abbey Road

Domenica pomeriggio da incorniciare per l’F.C. Savigliano del tecnico Fabrizio Gallo (nella foto) che batte il SusaBruzolo per 4-3 e per la prima volta dall’inizio del campionato si tira fuori dalla zona play-out. Gala, Mandarà e doppio Barison i match-winners. Servizio a pagina 26

VOLLEY

CALCIO

Savigliano vs Novara per continuare a sognare

I Maghi scivolano ancora

A pagina 9

pagina 25

Televisione

PUGILATO

Anche Irene elimanata da “Amici”

Sanfilippo campione vero nel torneo di Ovada

A pagina 9

pagina 27

Racconigi lascia due punti

pagina 27

pagina 25

BOCCE Gara “Genitori & Figli” pagina 31

Marene domina e vince pagina 28

CALCIO A 5 Il Futsal deve inchinarsi pagina 29


2

savigliano

mercoledì 20 marzo 2013

CONSIGLIO COMUNALE

In breve

del 13-3-2013

a cura di Guido Martini

Apparizione dei “grillini” in aula per la questione pirogassificatore

Gli attivisti del Movimento 5 Stelle presenti in aula

Esordio in aula, sebbene ancora nel pubblico, per il Movimento 5 Stelle (seconda forza politica saviglianese dopo il 23,75% ottenuto alla Camera, nelle recenti elezioni politiche). Gli attivisti del gruppo di Beppe Grillo – poco meno di una decina – hanno ascoltato attentamente, registrandola, la discussione sul pirogassificatore. Per lo stesso motivo, sempre nei seggi riservati al pubblico, erano presenti anche alcuni ambientalisti.

Tutti seduti puntualmente nei banchi, ma con un occhio su piazza S. Pietro Possibile che si convochi un Consiglio comunale proprio la sera in cui si elegge il nuovo papa? O che si elegga il nuovo papa proprio la sera in cui si tiene il Consiglio comunale? Celie a parte, mercoledì sera i più dotati tecnologicamente tra i nostri consiglieri ed assessori comunali si sono sintonizzati via internet con piazza San Pietro per conoscere in diretta il nome del nuovo Santo Padre. Infatti, la fumata bian- Piola con un occhio a Rai News ca era arrivata mezz’ora prima dell’inizio del Consiglio (fissato per le 19.30) e il mondo attendeva ancora di sapere chi si sarebbe affacciato dalla loggia di San Pietro. Saputo che era stato eletto l’argentino-piemontese Bergoglio, il sindaco lo ha detto in aula. Ma, non per vanto, i giornalisti presenti lo avevano già battuto di pochi secondi, bisbigliando la notizia al pubblico ed ai consiglieri più vicini.

Bonetto, neo vicepresidente, lamenta: «Finora non mi avete coinvolto» In apertura di seduta, il neo vicepresidente del Consiglio comunale Claudio Bonetto, eletto il 19 dicembre scorso, ha espresso le sue lamentele al sindaco Sergio Soave ed al presidente del Consiglio Antonio Motta per non essere stato abbastanza coinvolto, sinora, nelle attività istituzionali che il nuovo ruolo richiederebbe. Dai due chiamati in causa sono arrivate parole di rassicurazione: Il vice Bonetto con Motta il “vice” sarà coinvolto.

CONSIGLIO

COMUNE I consiglieri non vogliono “radiografie” eccessive

Trasparenza? Sì, però... In ossequio ad una legge sulla trasparenza voluta dall’ex ministro Brunetta, dal 30 giugno prossimo gli amministratori comunali dovranno pubblicare sul sito internet municipale il loro reddito ed il loro patrimonio. Questa eventualità non sembra esaltare la maggior parte dei nostri consiglieri comunali (ma diciamo la verità, a nessuno piace farsi fare queste radiografie). Mercoledì scorso, in aula, si è assistito ad un dibattito all’insegna del «sì, però....». Come dire: la trasparenza va bene, però non esageriamo. La ratio di questa legge è dimostrare che chi ha incarichi pubblici non ne tragga profitti indebiti. Secondo il sindaco Sergio Soave, la norma «è un grande incentivo al voyeurismo nazionale» ed è a suo parere «aggirabile da chi fa azioni illecite». Inoltre, per il primo cittadino bisognerebbe sì indicare il proprio patrimonio, ma evitare di scrivere almeno l’indirizzo di casa: «se no, chi ce l’ha con te arriva subito con la bomboletta spray». Sulla stessa linea, ma ancor più catastrofista, il presidente del Consiglio comunale, Antonio Motta (Moderati), che pensa ci sia «il pericolo di essere presi di mira dai ladri o persino sequestrati». «Se siamo arrivati a questo punto – sostiene invece Fulvio D’Alessandro (Civica), il primo

La discussione è avvenuta nel corso del Consiglio comunale di mercoledì sera, 13 marzo

disponibile mettere on-line i propri documenti – è perché la classe politica non ha garantito la trasparenza per troppi anni». Anche Mino Daniele (Pd) prende atto «postitivamente della delibera, che va incontro alla richiesta di trasparenza che ci arriva dai cittadini. Bisogna però ricordare che questa legge è nata perché c’è chi ruba, mentre qui da noi questi fatti non sono mai accaduti». Anche secondo Daniele, comunque, bisogna fare in modo che «i dati non ledano la privacy di ognuno di noi». Ironico Guido Ghione (Lega Nord): «D’accordo a non

mettere troppi particolari: via, numero civico, quando vado al mare... – scherza – ma bisogna vedere anche quali dati indicheranno gli altri Comuni». Infatti, come ha ricordato in aula la segretaria comunale Genziana Soffientini, la legge non ha previsto un modulo, uguale per tutti a livello nazionale, da riempire con i dati richiesti. Quindi, c’è un margine di discrezionalità. Per Massimiliano Gosio (Udc) la trasparenza è cosa buona («nel mio programma parlavo di “Comune come una casa di cristallo”»); l’importante è

che non si coinvolgano anche i familiari: «Io, candidandomi sindaco, ho accettato di diventare una persona pubblica, ma i miei congiunti no». Il Consiglio comunale ha dunque votato il regolamento sulla trasparenza, impegnandosi entro il 30 giugno prossimo a predisporre anche un modello con il quale fare la dichiarazione. Da quel che è emerso in aula, si cercherà di non mettere troppi particolari sulla vita privata dei nostri amministratori. “Casa di vetro” sì, ma che sia almeno un po’ zigrinato. Guido Martini

CONSIGLIO Cerimonia

Medaglia di bronzo La medaglia di bronzo conferita il 16 gennaio scorso alla nostra città dal Presidente della Repubblica campeggiava sul gonfalone cittadino esposto in aula mercoledì sera. Il sindaco ha voluto mostrare il nuovo orgoglio di Savigliano ai capigruppo consiliari ed ai presidenti delle varie associazioni d’arma, che sono stati invitati a partecipare alla seduta. Sono intervenuti Pasquale Eandi (Anpi - Partigiani), Vincenzo Cauterucci (Carabinieri), Maria Carla Miretti (Nastro azzurro),

Visita

Capigruppo consiliari e delle associazioni col sindaco e il consigliere Bonino, tutti davanti al gonfalone

Secondo Cavallo (Alpini), Michele Nirino (Invalidi di guerra) e Francesco Paonne (Bersaglie-

ri). La bella iniziativa era stata voluta e portata avanti dal con-

sigliere della lista civica Carmine Bonino, visibilmente soddisfatto del risultato ottenuto.

CONSIGLIO Polemica

Iracheni in città

Vie “in rosa” Se ne discute

La seduta del Consiglio comunale di mercoledì 13 marzo si è aperta con una gradita visita internazionale: una piccola delegazione irachena, formata da quattro persone, è stata ricevuta in aula. Si tratta di autorità della zona di Ninive e del distretto di Mosul (rappresentate dal sindaco locale). Motivo della visita, la partecipazione alla Fiera della meccanizzazione agricola e l’apertura di contatti con la nostra università (nella delegazione c’era anche un professore). Gli ospiti iracheni, grazie alla traduzione dello scrittore Younis Tawfik (che abita in Ita-

“Rivolta” delle consigliere: la questione delle vie al femminile, un’iniziativa dimenticata ad un anno dall’8 marzo 2012, quando venne lanciata, è stata riportata in aula mercoledì scorso con un’interrogazione trasversale firmata da Laura Albertini (Pd, con delega alle Pari Opportunità), Federica Brizio (Pdl), Betty Cifani (Pd) e Rinella Carena (Lega). «Il 29 marzo 2012 – ha spiegato Albertini – il Consiglio comunale s’impegnò a dare la precedenza, nelle dediche a vie, piazze e giardini, a tre donne». Per farlo, la Consulta aveva anche indetto un sondaggio in città, raccogliendo i nomi più graditi.

La delegazione irachena ricevuta dal sindaco in Consiglio comunale

lia ed era già stato alcune volte a Savigliano), hanno relazionato brevemente sulla loro terra d’origine, spiegandone le principali peculiarità artistiche, culturali ed economiche. È seguito un breve scambio di doni: gli iracheni hanno portato un piatto decorato – che il sindaco ha descritto mi-

nuziosamente – mentre a loro sono andati libri riguardanti la nostra città, oltre al gagliardetto con lo stemma ufficiale. I graditi ospiti hanno soggiornato per alcuni giorni in città, visitandone gli angoli più suggestivi. E non sono mancati, ovviamente, alla fiera.

Presto ci saranno nomi di donne su cartelli come questi?

Passato un anno, però, non si è fatto nulla. La miccia era stata riaccesa qualche settimana fa da Vilma Bressi, componente della Consulta, che aveva tuonato contro l’intitolazione “maschilista” del giardino Juve-Toro. «Quella domanda – ha riferito il sindaco Sergio Soave – era stata presentata prima, già nel 2011.

Riguardo la questione delle vie al femminile, invece, attualmente abbiamo un parco in costruzione ancora senza nome. Ne parleremo in Commissione». Il parco dovrebbe essere quello di via Mormanno (nella nuova area residenziale di via Suniglia), ma alle consigliere andrebbe bene anche uno dei ponti sul Maira.


savigliano

PRIMO PIANO La questione pirogassificatore in Consiglio

«Chiederemo pareri tecnici» Anche se non può dire preventivamente la sua, il Consiglio comunale vuole vederci chiaro sul pirogassificatore, l’impianto a biomasse che dovrebbe sorgere presto in via Alba. È quanto emerso mercoledì scorso, 13 marzo, in aula. Sul tema sono state presentate due interpellanze (poi riunite in un’unica discussione) dai consiglieri Fulvio D’Alessandro (lista civica) e Federica Brizio (Pdl): uno di maggioranza ed uno di minoranza. Oltre a chiedere informazioni sull’impianto, fornite in sala dall’assessore all’Ambiente Claudio Cussa, i consiglieri interpellanti – a cui si sono accodati tutti – vogliono sapere quale sia l’impatto dell’impianto in termini di emissioni in atmosfera. «Quello che dobbiamo chiederci – ha sottolineato D’Alessandro – è se prevale l’intendimento virtuoso nel produrre energia pulita oppure, ancora una volta, risulta semplicemente una speculazione per fare cassa». Attualmente ci sono degli incentivi per questo tipo di impianti e, visto che scadono il prossimo 30 giugno, «c’è la corsa» ha riferito Cussa. E, ha aggiunto l’assessore, per impianti come questo, al di sotto dei 200 kw di potenza elettrica (199,99 kw, nel caso in questione), «non servono autorizzazioni preventive, solo una dichiarazione di inizio lavori. E dopo trenta giorni si può cominciare a costruire. Secondo me – ha commentato – è una legge sbagliata, perché i Comuni vengo-

Tra il pubblico in aula, anche gli attivisti del Movimento 5 Stelle ed alcuni ambientalisti

no estromessi da un’importante decisione». In aula si è sentito un coro unanime sulla necessità di saperne di più. «Valutiamo a fondo il problema, anche nelle Commissioni comunali» ha detto Rubiolo (Pdl). Sulla stessa linea Guido Ghione (Lega Nord): «I cittadini devono essere informati sui pro e sui contro dell’operazione». E Mino Daniele (Pd): «Dobbiamo sapere se l’impianto avrà conseguenze sull’ambiente: sul piano sanitario e su quello urbanistico, anche se in questo caso sembra scarsamente impattante. Cerchiamo dei pareri tecnici. E di lì, ci muoviamo». «Non c’è almeno la possibilità di regolare la distanza di questi impianti dalle case?» chiede il capogruppo Udc Massimiliano Gosio, ma Cussa scuote la testa. E lui: «È

PIROGASSIFICATORE

assurdo che non si possa». Chiude gli interventi il consigliere Luca Grindatto (Savigliano Futura): «Diciamo sì ad una corretta informazione per i cittadini ed anche per noi amministratori comunali. Sono molto perplesso sul fatto che la legge non ci permetta di dire la nostra su un tema così delicato». L’aula ha dunque stabilito che presto saranno chiesti pareri all’Asl e all’Arpa (Agenzia regionale per la protezione del-

Commenta la notizia su www.ilsaviglianese.com

Incontro aperto alla cittadinanza Si avvisa la cittadinanza che giovedì 28 marzo, alle ore 21, presso la sala Consiglio sita al piano primo del palazzo municipale (corso Roma n. 36), si terrà una riunione della Consulta ecologica, aperta a tutti i cittadini interessati. L’argomento all’ordine del giorno sarà il progetto di un impianto di generazione elettrica alimentato da biomasse (pirogassificatore) in progetto nel territorio comunale di Savigliano.

I dati tecnici forniti in aula

Come sarà l’impianto di via Alba Quali caratteristiche avrà il pirogassificatore che un privato vuole costruire nel nostro Comune? I dati tecnici sono stati snocciolati dall’assessore all’Ambiente Claudio Cussa durante il Consiglio comunale del 13 marzo. «La domanda – ha detto – è arrivata ad inizio marzo. Per impianti sotto i 200 kw di potenza elettrica c’è bisogno solo di una Dia (Dichiarazione d’inizio lavori) e dopo 30 giorni si può iniziare a costruire. È una procedura che vale anche per il biogas, l’idroelettrico ed il fotovoltaico». «L’impianto, della potenza di 199,99 kw – ha aggiunto Cussa – sorgerà in via Alba, subito dopo l’area artigianale verso Marene. Coprià una superficie di circa 430 metri quadrati e sarà realizzato in un capannone già esistente». «Si tratta – ha specificato l’assessore – di un pirogassificatore di biomasse legnose provenienti da filiera corta (cioè, il legno usato deve provenire dal territorio circostante). Per alimentarlo verrà usato un cippato di diverse qualità di alberi. Il consumo annuo di biomassa sarà di 980 tonnellate, per un funzionamento di circa ottomila ore. L’energia prodotta sarà usata an-

l’ambiente). «Riteniamo fondamentale – ha tirato le somme Cussa – acquisire questi due pareri. E al loro responso ci atterremo fino in fondo. Per ora, non ci schieriamo né a favore, né contro. Vogliamo però che, dopo l’intervento, le emissioni nella nostra aria risultino minori rispetto a prima». Guido Martini

Un modello di pirogassificatore (foto d’archivio)

che per teleriscaldare le cascine vicine. La produzione annua attesa è di un milione e 600 mila Kwh». Per impianti di questo genere, così come per quelli a biogas, ci sono degli ecoincentivi che scadono il 30 giugno. «Dunque – ha concluso Cussa – attualmente c’è la corsa a realizzarli in tempo».

mercoledì 20 marzo 2013

3

Comitato “Aria pulita” per dire no all’impianto Mercoledì 13 marzo scorso si è costituito il comitato cittadino anti-pirogassificatore, denominato “Aria pulita a Savigliano. No ai pirogassificatori”. “Nei prossimi giorni – si legge in un comunicato – il Comitato provvederà a promuovere tutte le azioni necessarie a fare chiarezza sul progetto in questione e ad informare in modo corretto e trasparente la cittadinanza. In tale ottica si sta lavorando all'organizzazione di una serata informativa i cui dettagli saranno resi noti a breve”. L'adesione al comitato è aperta a tutti, cittadini ed associazioni, che condividano lo scopo del comitato stesso. Per informazioni, e-mail: ariapulitasav@gmail.com.


4

mercoledì 20 marzo 2013

BREVI DALLA CITTÀ

Albero pericolante all’ospedale Intervengono i Vigili del Fuoco

L’autoscala dei Vigili del Fuoco nel cortile dell’ospedale

Lunedì 18 marzo, i Vigili del Fuoco del distaccamento cittadino sono stati chiamati per un albero pericolante nel cortile dell’ospedale SS. Annunziata, nei pressi della camera mortuaria. Era diveuto pericoloso probabilmente a causa della nevicata che si era abbattuta nella notte. È anche intervenuta l’autoscala dei Vigili del Fuoco di Cuneo. L’albero è stato sfrondato.

Autocisterna fuori strada sulla Regionale per Genola Mercoledì 13 marzo, alle ore 10, lungo la regionale tra Savigliano e Genola, poco prima del distributore Q8, un’autocisterna Iveco che trasportava alimenti zootecnici è uscita fuori strada. Il rimorchio, dopo aver danneggiato un pezzo della banchina stradale, è finito dentro un fosso irriguo, e poi, grazie anche alla prontezza del conducente, un 58enne di Chivasso, è rientrato sulla sede stradale. È intervenuta una pattuglia della Polizia Locale di Savigliano.

Controlli dei Carabinieri Quattro giovani denunciati Nell’ambito dei vari servizi di prevenzione svolti per la Fiera della meccanizzazione agricola, i Carabinieri della Compagnia di Savigliano hanno denunciato in stato di libertà un cittadino rumeno B. R., 19 anni, colto in flagranza di furto presso un esercizio commerciale saviglianese. Poco prima, infatti, si era impossessato di una trentina di confezioni di pasta per dentiera, occultandole all’interno di uno zaino. Inoltre, i Carabinieri di Savigliano hanno deferito in stato di libertà due giovani di origini marocchine – E. R., 18 anni, e M. Z., 22 anni, residenti rispettivamente a Cavallermaggiore e a Racconigi – e un giovane italiano – C. C., 19 anni, residente nel braidese – in quanto responsabili di un furto di un telefono cellulare di proprietà di un ragazzo 20enne di Mondovì. L’episodio è avvenuto presso la stazione ferroviaria della nostra città.

savigliano

PROGETTO Con “Cambia-mente” svilupperanno innovazione

Lavoro per dieci giovani La crisi, ormai lo sappiamo, sta “mordendo” duramente. A farne le spese sono anche (e soprattutto) i giovani, per cui trovare lavoro è diventato una “mission impossible”. A cercare di renderla un po’ più... “possible” arriva l’innovativo progetto “Cambia-mente, sviluppiamo talenti” la cui essenza emerge già nella grafica del logo, che evidenzia tre parole: “cambiamento”, “mente” e “te”. Tale progetto (che ha come “anima” l’ex presidente dell’Ente Manifestazioni Martino Grindatto e la sua associazione “Mestieri in corso”) ha l’obiettivo di creare un contesto che favorisca l’inserimento di dieci giovani nel mondo lavorativo «per sviluppare competenze innovative». Concretamente, ciò verrà perseguito in due modi: tramite un tirocinio retribuito (600 euro mensili) di sei mesi presso aziende sensibili all’in-

SCUOLA Gli

La presentazione del progetto è avvenuta giovedì scorso in municipio

novazione ed attraverso un percorso strutturato (coinvolgente l’intero gruppo di ragazzi scelti e parallelo allo stage) che porti alla presa di coscienza delle proprie capacità e faccia sì che ciascun partecipante sviluppi il proprio progetto personale e professionale. Dieci le aziende coinvolte (Ascom, Entec, Etinet, Gip, L’Artistica, Lrc Servizi, Tecnoword, Vanzetti Fruit, Vivai Alasia e Crosetto)

e dieci, di conseguenza, i progetti formativi proposti, uno per ogni candidato. Può partecipare qualunque giovane residente in provincia di Cuneo, d’età compresa fra i 18 e i 29 anni, tenendo conto che il bando verrà aperto il 15 aprile e chiuso il 18 maggio. Un consiglio agli aspiranti candidati? «Devono essere ragazzi propositivi – hanno affermato i responsabili delle azien-

de coinvolte – che non pensino al tempo o allo stipendio, ma che mettano tanta passione in ciò che fanno. Detta in termini moderni... devono essere “intrippati”!». Per chi volesse saperne di più, è presente sia il sito internet (www.cambia-mente.it) che la pagina facebook (Cambiamente), dove sono indicate tutte le modalità per partecipare. Matteo Garnero

alunni sono coinvolti in attività che “aprono” al mondo

Settimana interculturale al “Papa Giovanni XXIII” Nell’Istituto Comprensivo Papa Giovanni XXIII ha preso il via un’importante ed originale iniziativa. Per la prima volta, contemporaneamente, tutti i plessi condividono la “Settimana Interculturale”: da lunedì 18 a sabato 23 marzo, i bambini e i ragazzi sono coinvolti in atti-

RICORRENZA

vità attinenti al tema della conoscenza fra i popoli e della valorizzazione delle diverse culture.Tale iniziativa nasce dall’esigenza di educare i bambini e i ragazzi alla curiosità e all’apertura verso chi proviene da altri Paesi, in un mondo, come quello attuale, sempre più

globalizzato e multietnico. Gli istituti interessati sono in città le scuole dell’infanzia “Filippo Curti” e “Principe di Piemonte” e la scuola primaria “Papa Giovanni”, e a Marene la scuola media “Marconi”. Considerate le diverse età degli alunni, le attività proposte

sono state calibrate in base alle capacità, alle esigenze ed agli interessi dei ragazzi, spaziando dalla musica alla cucina, dalla lettura alla visione di film, da incontri con genitori “esperti” a conversazioni e produzioni grafiche sul tema proposto.

Ricordando i fasti dei successi rossoblù, in attesa di giorni migliori

5ª Rimpatriata delle vecchie glorie dei “Maghi”

Processo Piemonte Latte La difesa: «Assolveteli» Ultime battute per il processo Piemonte Latte, che va verso la sentenza. Giovedì scorso, in tribunale a Saluzzo, le difese hanno chiesto l’assoluzione per tutti gli imputati, replicando così alle richieste di condanna pronunciate dalla Procura il 26 febbraio scorso (3 anni per il presidente della cooperativa saviglianese, Tommaso Mario Abrate, 2 anni e 4 mesi per Armando Bessone, 2 anni per Silvia Marengo, 1 anno e 6 mesi per gli altri 24 coinvolti). Il giudice Fabrizio Pasi, dopo aver ascoltato tutte le arringhe, ha rinviato l’udienza a mercoledì 20 marzo, alle 9.30, per le eventuali controrepliche delle parti e per la camera di consiglio. I ventisette imputati sono sotto processo per truffa aggravata ed evasione Iva per un presunto raggiro al sistema delle quote latte.

“Formicamica” a scuola Raccolti 340 chili di cibo Anche quest’anno la scuola primaria Papa Giovanni XXIII ha partecipato al progetto “Formicamica” e alla settimana del “Donacibo”. In tutto il plesso sono stati raccolti 340 Kg di generi alimentari a lunga scadenza. «Si ringraziano le famiglie – dicono dalla scuola – per la calorosa partecipazione, soprattutto in questo momento, dove in tutte le case si presentano tante difficoltà economiche. Questo ci dimostra quanto sia ancora forte lo spirito del saper donare in ciascuno di noi, e quanto sia importante trasmetterlo alle nuove generazioni».

REDAZIONE Piazza Santarosa, 21 Tel. 0172.71.39.29 Fax 0172.71.37.21 - Savigliano email: redazione@ilsaviglianese.com – www. ilsaviglianese.com DIRETTORE RESPONSABILE: VALERIO MACCAGNO ABBONAMENTO: Annuo € 42,00 - Estero € 42,00 + spese postali Autorizzazione N.2 Tribunale Saluzzo 8/9/1946 Poste Italiane: Sped. in Abb. Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) NO/CUNEO art. 1, comma 1 - Conto Corrente Postale N° 11755121 PUBBLICITÀ: RÉCLAME Via Pylos, 20, Savigliano Tel. 0172 71.12.79 STAMPA: Editrice La Stampa - Torino. Tariffe a modulo: Commerciali € 16 - Occasionali € 17,00; Finanziari e Legali € 1,80 mm/c; Necrologie € 36,00; Economici € 0,53 p.p. Il giornale si riserva in ogni caso di rifiutare qualsiasi inserzione. ASSOCIATO ALLA FIPEG

Tra i partecipanti a questa quinta edizione della rimpatriata anche dei volti nuovi

Sabato scorso, in pieno clima fieristico ed in una giornata fredda, ma caratterizzata da un cielo terso, presso il ristorante “Gran Baita” di Savigliano, si sono ritrovate le vecchie glorie dei “maghi” per la quinta rimpatriata del glorioso, ma purtroppo ormai decaduto, sodalizio rossoblù. Al raduno conviviale, organizzato magistralmente da Elio Correndo, Roberto Gentile & C., quest’anno si sono registrate una cinquantina di partecipazioni; sarebbero state molte di più se l’influenza non avesse avuto il sopravvento su diversi ex calciatori dell’U.S. Saviglianese Calcio. Nell’anno 2013 abbiamo annotato parecchie “new-entry”. Citiamo tra gli altri: Bruno Allasia, Andreano Audetto, Michele

Gallè, Roberto Morosini, Giuseppe Origlia, Roberto Riva,Vincenzo Rolando, Paolo Rossi, Giuseppe Silvestrini e Fulvio Vola. Durante il pranzo si è parlato e discusso ampiamente sulle varie vicissitudini che hanno caratterizzato le alterne fortune della società di viale Gozzano fondata nel’ormai lontano 1919. Inoltre, grazie alla preziosa raccolta di fotografie conservate dall’illustre collega Fiorenzo Panero, sono venuti in mente tanti amarcord con gli ultras dei “maghi” nella fossa dei leoni dello stadio “Ottavio Morino” detto anche “Maracanà della Granda”. Certo è che una volta si giocava e si portava in giro il nome della città di Savigliano in stadi tipo Carbonia, Carrara, Civi-

tavecchia, Firenze, Olbia, Roma, Siena, ecc. Ora, tristemente retrocessi in Prima Categoria (non accadeva dalla stagione 1970-71 ndr), non si esce più dalla nostra provincia e si va a giocare sui campetti di Genola, Montà, Robilante, Tarantasca, Verzuolo.... ottenendo tra l’altro risultati modesti. Chissà mai se un giorno torneranno tempi migliori e con dirigenti del calibro di Giuseppe Petitti, Luigi Bordone, Sebastiano Longanizzi, Sebastiano Origlia... i quali hanno fatto di tutto e di più per il sodalizio rossoblù. Dopotutto… sognare non è proibito. Franco Bonis (Lo spulciatore dei Maghi)


savigliano

VIABILITÀ Il semaforo “intelligente” è attivo da un mese

Vista Red, cento infrazioni È passato poco più di un mese dall’attivazione del semaforo intelligente Vista Red, all’incrocio tra la regionale Cuneo-Torino e via Suniglia. Molte erano state, infatti, le proteste giunte all’Amministrazione comunale riguardanti numerose violazioni che si verificavano – soprattutto passaggi con il rosso – sulla direttrice CuneoTorino in entrambi i sensi di marcia, con grave pericolo per chi si trovava a percorrere in auto, in bici, o semplice pedone, via Suniglia. Il Comune, allora, di concerto con il Comando della Polizia Locale, nell’intento di aumentare la sicurezza di chi attraversava la regionale, aveva deciso di installare, proprio in quell’incrocio, un sistema di rilevamento delle infrazioni semaforiche, il Vista Red appunto. Questo sistema effettua la registrazione di un filmato video di 45 fotogrammi, criptato e non modificabile, quando un veicolo oltrepassa le due spire magnetiche poste sotto l’asfalto in corrispondenza della linea di arresto ed il semaforo proietta luce rossa nel senso di marcia. Inoltre, per ogni infrazione vengono estrat-

5

I.P.

La Trattoria dell’Angelo a Monasterolo

Rinascita della piola d’un tempo

Michela e Pino della Trattoria dell’Angelo

Il Vista Red è stato posizionato all’incrocio tra la direttrice Cuneo-Torino e via Suniglia

ti tre fotogrammi, di cui uno al passaggio prima della linea di arresto, uno dopo il superamento della stessa ed il terzo quando il veicolo si trova circa al centro dell’incrocio. In questi 30 giorni circa le infrazioni rilevate sembrerebbe essere state circa un centinaio: a passare con il rosso sono state

sia vetture che camion, sia italiane che straniere, di giorno, ma anche con l’oscurità. Ma cosa rischia chi passa con il semaforo rosso? Una sanzione amministrativa pecuniaria – la cosiddetta “multa” – di 162 euro; la decurtazione di 5 punti sul documento di guida (i punti sono raddoppiati per i condu-

centi neopatentati titolari di patente entro i primi tre anni dalla data del rilascio; e la sospensione del documento di guida alla seconda violazione nell’arco di un biennio. In breve tempo dovrebbero partire i verbali di contestazione. Pa. Bi.

CRONACA Sono stati scoperti dalla Guardia di Finanza di Fossano

Tassisti abusivi all’aeroporto di Levaldigi “Taxi driver”. Era un famoso film del 1976 diretto da Martin Scorsese con protagonista Robert De Niro. E i Finanzieri di Fossano l’hanno usato per chiamare l’operazione con cui la scorsa settimana, all’aeroporto di Levaldigi, sono stati fermati alcuni tassisti abusivi. Ovvero, trasportavano passeggeri a pagamento, ma sprovvisti sia di licenza che di un vero taxi, utilizzando cioè autovetture private. I sei tassisti fermati, tutti di origine magrebina, operavano pressoché quotidianamente presso lo scalo di Levaldigi, assicurando il proprio servizio in coincidenza dei voli da e per il Marocco. Semplicissimo il loro sistema truffaldino: arrivavano in aeroporto per accompagnare i passeggeri in partenza ed adescavano altri clienti tra chi era appena atterrato direttamente negli

mercoledì 20 marzo 2013

spazi dell’aerostazione, prima che potessero raggiungere gli autobus o i taxi in sosta fuori dall’aerostazione.Va da sé che praticavano tariffe più convenienti rispetto a quelle normalmente applicate dai gestori dei trasporti regolari. Per non farsi scoprire, gli abusivi parcheggiavano le proprie autovetture nell’area antistante all’aeroporto adibita a libero parcheggio e si confondevano nella folla di parenti ed amici in attesa dei passeggeri in arrivo. I clienti, una volta a bordo dei taxi, venivano istruiti su come rispondere alle forze di polizia in caso di controllo stradale: dovevano, semplicemente qualificarsi, come amici o parenti del guidatore. Attraverso tali espedienti il lucroso giro d’affari era aumentato considerevolmente e con esso anche il gruppo di autisti abu-

sivi. L’attività dei Finanzieri ha permesso di appurare, attraverso una serie di appostamenti, pedinamenti e rilievi fotografici, che tale gruppo operava con sistematicità, già da alcuni mesi, creando un giro d’affari completamente “in nero”. Le Fiamme Gialle, coordina-

te dal sottotenente Francesca Campanaro, sono intervenute a poche centinaia di metri dall’aeroporto, procedendo al fermo dei sei taxi, con i clienti a bordo. I mezzi sono stati sequestrati e poi saranno confiscati. Contestualmente, i Finanzieri hanno anche ritirato patenti e carte di circolazioni.

Operazione “Taxi driver”, così l’ha chiamata la Guardia di Finanza

E’ la rinascita della piola di un tempo, della trattoria di campagna con i suoi piatti ricchi di tradizione. Piatti poveri che riempivano di felicità le aie delle cascine nelle serate d’estate. E’ possibile convivere con la piola dei nostri padri e dei nostri nonni anche all’inizio dell’ormai super tecnologico Terzo Millennio? Pare proprio di sì e la sfida parte da Monasterolo di Savigliano, piccolo centro, poco più di un borgo ricco di storia, dove il buon mangiare era ed è da sempre nel Dna delle persone. La sfida porta la firma di Pino Astegiano, prima creativo e grafico, promoter d’avanguardia delle pubblicità grandi formati dei supermercati degli Anni Novanta, poi cuoco nelle Terre Alte, ai quasi duemila metri della Valle Varaita a imparare l’arte della cucina povera, e adesso nuovamente nella Piana a unire le pietanze dei montanari ai piatti della campagna di un tempo. La figlia Michela opera in sala seguendo le orme del padre. La Trattoria dell’Angelo, di piazza della Libertà 20, tutti i giorni a pranzo propone menù veloci o alla carta e, nei fine settimana, si trasforma nel locale della tradizione: acciughe in salsa piemontese, anguille in carpione, insalata russa e la finanziera che faceva sorridere il burbero Conte di Cavour. E lumache e tomini alla boscaiola, peperoni in bagna caoda, flan di verdure, tonno di coniglio e di cappone, insalata di carne cruda alla moda degli ortolani del Tanaro, lingua in bagna verde, vitello tonnato e capunet di verza di Chianale. Non mancano le minestre, la pasta e fagioli, la trippa con patate, gli agnolotti dell’Angelo, i tajarin al ragù di lumache e la zuppa di Chianale. Poi al brasato, al merluzzo ai porri con polenta, allo spezzatino di cinghiale, al pollo alla cacciatora e al coniglio al vino. Poteva mancare il gran bollito misto alla piemontese? Sicuramente no, con tutti i suoi tagli pregiati e meno pregiati. Per tenere a battesimo cotanta tradizione si è iniziato con la serata dedicata all’Ula, che prende il nome dallo storico contenitore di terracotta, ma che racchiude tutta la sapienza, la voglia e la necessità montanara.Le serate a tema avranno sempre un costo fisso; per i menù alla carta i prezzi vanno dai 25 ai 35 euro con il vino della casa. Il locale dispone di ampi saloni per banchetti con menu personalizzati. È sempre meglio prenotare la vostra presenza. Info: 0172.373241.


6

savigliano

mercoledì 20 marzo 2013

BREVI DALLA CITTÀ

Papa Giovanni XXIII: don Marco spiega ai ragazzi il diritto canonico

Don Marco con i ragazzi della primaria Papa Giovanni XXIII

Venerdì 8 marzo le classi quinte della scuola primaria Papa Giovanni XXIII hanno invitato don Marco di Matteo per approfondire lo studio sulla gerarchia della Chiesa e sulle leggi che la governano. “Dopo alcune settimane in cui questi argomenti venivano affrontati nelle ore di religione – hanno commentato i ragazzi – don Marco ci ha aiutati a capire che anche la Chiesa ha le sue leggi che vanno rispettate ed osservate come qualsiasi altra legge. Naturalmente abbiamo anche parlato del conclave e della votazione del Papa… È stato molto interessante”. Dai ragazzi delle classi 5 A, B e C della scuola primaria Papa Giovanni un «grazie, don Marco, per essere venuto a spiegarci tutte queste cose. È stato bello averti nella nostra scuola».

Nuovo saggio di Giovanni Galli “Quando Rayna incontra la Luce” Giovanni Galli, dal novembre 2012, è stato inserito nella importante Collana “Koiné” con il saggio “Quando Rayna incontra la Luce – Ipotesi interpretative su Dai fondali azzurri del cuore”, fianco a fianco con alcuni fra i più autorevoli studiosi occidentali di teologia, gnoseologia, sociologia, psicoanalisi, esoterismo e critica letteraria. Galli mira, con quest’ultimo lavoro, pacatamente ad accostare i cultori di poesia religiosa (saviglianesi e non) all’universo lirico del poeta e canonico per antonomasia Giovanni Maurilio Rayna, in spirituale simbiosi con i virtuosismi iconografici del suo fido maestro d’immagini Enrico Vignolo.

Danze occitane Inizia un corso di II livello Mercoledì 27 marzo inizierà un corso di danze occitane di secondo livello, che si svolgerà al palazzetto dello sport ogni mercoledì, dalle 21 alle 22.30. L’insegnante è Daniela Mandrile. Sono necessarie scarpe pulite. Per informazioni, telefonare al n. 334.7539997 oppure 0172.22162 (ore serali) e chiedere di Carla.

“Tra il sacro e il profano” a Cuneo “Corto” di Destefanis 3° al concorso Sabato 23 marzo, al Centro Incontri della provincia a Cuneo, Gianni Destefanis riceverà il terzo premio del concorso nazionale “Fest Fest Italia 2013 – Festival delle feste Italiane”. Il nostro concittadino ha partecipato con il cortometraggio “Tra il sacro e il profano”, della durata di 12 minuti, in cui vi sono immagini tratte dal Mortorio di Villafalletto e dalla Processione di pasqua di Savigliano. Il cortometraggio saviglianese e gli altri 12 partecipanti al concorso saranno proiettati, sempre sabato 23 marzo, a partire dalle ore 20.30 con ingresso libero, presso il Centro Incontri della provincia a Cuneo.

Le uova per “Adotta uno scolaro” Solidarietà con la San Vincenzo Non si sono fatti scoraggiare dalla neve e si sono ripresentati sul “molo” di piazza del Popolo animati dal nobile scopo del loro progetto: lo studio per tutti. I giovani della San Vincenzo cittadina hanno colto l’occasione della Fiera della meccanizzazione agricola per continuare a promuovere la loro iniziativa benefica “Adotta uno scolaro”. Nella giornata di domenica scorsa hanno venduto parecchie uova di Pasqua per poter ricavare fondi attraverso i quali finanziare borse di studio destinate a ragazzi meritevoli che si trovano ad affrontare gli anni dell’istruzione secondaria con poche risorse finanziarie. I volontari spiegano che questa iniziativa «è nata dal bisogno essenziale di non rimanere indifferenti di fronte a certe realtà di povertà estrema, che spesso sono davvero vicinissime a noi» e che il progetto può essere sostenuto, anche con pochi euro, da chiunque possa essere interessato.

I giovani della San Vincenzo cittadina con le loro uova sul “molo”

TESTIMONIANZA Un gruppo alla manifestazione di Libera

In marcia per la legalità «Non facciamoli morire una seconda volta» è il monito inequivocabile che è risuonato lo scorso weekend a Firenze durante la Marcia organizzata dall’associazione Libera di don Luigi Ciotti. In occasione della “Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie” (21 marzo), più di 150.000 persone hanno camminato insieme per dire no alle mafie. Nella folla, c’era anche una novantina di spumeggianti giovani saviglianesi che hanno portato il loro entusiasmo a sostegno degli ideali a favore della legalità e della lotta contro la criminalità. «È stata una giornata emozionante ed intensa» dicono Federica, Stefania e Ilaria e Pietro aggiunge che «è stato bellissimo sentirsi parte di un gruppo così grande di gente che marciava e manifestava per la stessa causa». Nel liceo della nostra città alcuni di questi ragazzi avevano già avuto modo di lavorare sul tema della mafia, allestendo anche uno spettacolo tea-

AVIS

I giovani saviglianesi che lo scorso weekend hanno partecipato alla Marcia organizzata da Libera

trale. Partecipando alla Marcia, hanno avuto voglia di rinnovare il loro impegno in questa direzione. Se gli si chiede cosa significhi per loro combattere la criminalità organizzata la risposta è all’insegna della responsabilità: «Significa, nel nostro piccolo, essere consapevoli di voler essere cittadini onesti in tutto ciò che facciamo e soprattutto trasmettere la cultura della lega-

lità». Federica aggiunge che «L’atteggiamento del “tanto non mi riguarda”è il miglior modo di dimenticare», mentre Elisa riporta una frase di don Ciotti che l’ha particolarmente colpita: «”La cultura è il termometro di salute di uno Stato, perché la Mafia teme più la Scuola che la Giustizia”, un vero e proprio inno all’istruzione». Cosa ci si porta a casa do-

po una giornata come quella di sabato? «La serenità dell’essere stati bene in compagnia di gente che condivide gli stessi ideali, il tremolio alle gambe, un po’ per la stanchezza, ma soprattutto per le parole di don Ciotti che hanno davvero il potere di emozionare e di farti venire voglia di alzarti e andare a cambiare il mondo», rispondono. Chiara Tavella

Nel nuovo direttivo provinciale c’è anche il saviglianese Francesco Cordasco

Lorenzo Isaia, Oscar della Generosità Ci sono anche due donatori del saviglianese che hanno ricevuto l’Oscar provinciale della Generosità 2012 nel corso della 55ª assemblea provinciale dell’Avis che si è svolta a Cuneo lo scorso sabato 16 marzo. Sono Lorenzo Isaia ((Avis Savigliano) su proposta del consiglio direttivo provinciale e Paolo Panero (Avis Cavallermaggiore); gli altri Oscar sono andati a Giorgio Culasso (Avis Saluzzo) e a Carlo Barberis (Avis Faule). È stata, infine, consegnata l’onorificenza di Cavaliere della Repubblica italiana a Flavio Zunino (Avis Alba). Nel corso dell’assemblea, Giorgio Groppo ha consegnato, a nome dell’Avis provinciale, a Florio Ghinelli presidente dell’Avis Ferrara – le due realtà sono gemellate dal 2011 – la somma di 10.000 euro, che saranno utilizzati per risistemare le sedi dell’associazione danneggiate dal terremoto. Ghinelli, visivamente commosso, ha così commentato: «L’Avis è davvero una grande famiglia: è solidarietà, comprensione, aiuto. Ci insegna a vivere meglio e a non dimenticarci di chi è meno fortunato di noi». L’assemblea provinciale è stata un’occasione importante per esaminare il lavoro svolto nell’anno appena passato, i cui dati e le relative percentuali di incremento, confermano un buon successo con aumento di

In primo piano, gli Oscar della Generosità 2012 (Isaia è il primo da sinistra)

donazioni in ogni area della Granda. «Svolgiamo questa assemblea immersi nelle preoccupazioni della nostra quotidianità – ha commentato il presidente Giorgio Groppo –. Nonostante il difficile momento che stiamo attraversando, nel 2012 l’Avis provinciale ha continuato a svolgere egregiamente il suo servizio sul territorio. Questi dati ci confortano e ci dimostrano che è possibile ripartire dalla strada, dall’ascolto della gente, per ritrovare buone ragioni per il vivere insieme costruendo at-

Notizie dalla Provincia

traverso il dialogo relazioni positive delle quali avere cura». A conclusione dell’assemblea i delegati Avis hanno poi votato i 23 componenti del direttivo provinciale: tra questi, dal saviglianese, Antonino Ghigo (Madonna del Pilone), Aldo Del Monte (Marene) e Francesco Cordasco (Savigliano). Il nuovo direttivo, che resterà in carica per il quadriennio 20132016, si riunirà martedì 26 marzo per l’assegnazione dei diversi incarichi.

a cura di Giulio Ambroggio

Mancano 11 milioni di euro per chiudere il bilancio 2013 Martedì 5 marzo si è tenuto un Consiglio provinciale all’insegna del “volemose bene”: infatti, tutti i vari punti sono stati approvati all’unanimità, dopo discussioni estremamente pacate. Si trattava, in sostanza, di tre delibere: la prima riguardava il procedimento amministrativo, cioè tutti quegli atti finalizzati all’emanazione di un provvedimento amministrativo da parte della Provincia; la seconda, il regolamento sul sistema dei controlli interni, particolarmente interessante perché, in base alle nuove disposizioni di legge sulla trasparenza degli amministratori pubblici, prevede anche le modalità di pubblicazione dello stato patrimoniale di consiglieri ed as-

sessori. Cioè, a partire da quest’anno, non sarà più sufficiente la pubblicazione della dichiarazione dei redditi dei vari amministratori, cosa che in provincia di Cuneo è sempre stata fatta, ma bisognerà indicare con grande precisione tutto ciò che un amministratore possiede: case, terreni, auto, titoli, ecc. Resteranno esclusi soltanto i conti correnti con i loro contenuti. La terza delibera era relativa all’acquisto da parte della Provincia di pezzi di terreni per poter consentire l’ultimazione di una strada dalle parti di Carrù. È seguita, infine, l’approvazione all’unanimità di un ordine del giorno, proposto dal gruppo Pd, contro

la volontà di chiusura, da parte della Regione, del laboratorio di analisi chimiche del terreno di Ceva, indispensabile per la nostra agricoltura. Ma l’aspetto più interessante della seduta è stato quando la presidente Gianna Gancia ha chiesto la parola e, avutala, ha fatto un discorso, in tono molto dimesso, annunciando all’assemblea provinciale che mancano undici milioni di euro per chiudere il bilancio del 2013. Quindi un accorato appello a tutti i gruppi consiliari per cercare di fare fronte assieme a questa situazione drammatica. Il capogruppo del Pd, Pierpaolo Varrone, è intervenuto dicendo che il maggior gruppo di opposizione,

avendo senso di responsabilità, non si sarebbe tirato indietro e la sua parte l’avrebbe fatta. Ovviamente la maggioranza deve fare la sua, cominciando a ridurre gli assessori, come già approvato dal Consiglio alla fine dello scorso anno. Staremo a vedere se nel prossimo Consiglio, già convocato per il 26 marzo, arriverà il tanto atteso annuncio.


savigliano

CHIESA Jorge Bergoglio, Francesco I, è di origini astigiane

Papa argentino-piemontese La chiesa cattolica ha un nuovo Papa. Francesco I è il nome scelto dal cardinale argentino, ma di origini piemontesi (i nonni sono emigrati in America latina da Portacomaro, nell’astigiano) Jorge Mario Bergoglio, 76 anni, arcivescovo di Buenos Ayres. I cardinali elettori hanno eletto papa Bergoglio mercoledì scorso. L’elezione di questo Pontefice venuto «dalla fine del mondo», come ha detto lui stesso, ha suscitato tanto entusiasmo. È piaciuta molto la sua semplicità. Un Papa outsider, che nessuno si aspettava. «L’annuncio – ci dicono i nostri parroci don Marco, don Paolo e don Roberto – ha colto tutti noi di sorpresa. Le previsioni sono state spiazzate; il disegno di Dio, sicuramente no. Francesco è un Papa comunicativo e le poche parole familiari pronunciate, i primi gesti semplici e informali hanno già conquistato la simpatia di tutti». Un papa che scalda i cuori dunque, capace forse di riportare la gente, o meglio il popolo, vicino alla Chiesa. Il preludio, come sostengono in molti, ad un rinnovamento. Papa Francesco

INTERVISTA Già

Jorge Mario Bergoglio, papa Francesco I

farà certamente pedalare la Chiesa. Anche don Piero Gallo è di questo parere: «Credo proprio che il suo stile semplice e sobrio sarà un segno importante capace di svecchiare un po’ la Chiesa. Sono convinto che nella scelta di questo Papa ci sia stato un po’ il soffio dello Spirito Santo». Anche la scelta del nome Francesco ha suscitato parecchi consensi: il richiamo al fraticello di Assisi, alla sua spiritualità e povertà rappresentano probabilmente il programma di questo pontificato che, come sostengo-

no molti vaticanisti, sarà foriero di novità. Papa Bergoglio nel suo primo Angelus, domenica scorsa, ha spiegato i motivi di questa scelta. Un nome, Francesco, che rafforza ancora di più il suo legame con Italia (San Francesco è il santo patrono del nostro Paese), la terra d’origine della sua famiglia. Qualche perplessità, invece, desta l’età del nuovo pontefice; si pensava che le dimissioni di Benedetto XVI avrebbero portato ad un erede di Pietro più giovane. In fondo, lo stesso Papa Ratzinger aveva lasciato per

far posto ad una persona più giovane, capace di guidare la Chiesa verso le sfide, sempre più gravose, che l’attendono. Invece il conclave ha scelto un uomo di 76 anni. Pensare ad un papato di transizione non è corretto, le parole, ma soprattutto i gesti di questi primi giorni fanno presagire ben altro e spezzano una lancia a favore dello Spirito Santo. L’elezione ha spiazzato tutti, il nome di Bergoglio non appariva in nessuna previsione. Eppure i Cardinali hanno scelto questa figura, giudicata moderatamente progressista, che 8 anni fa aveva conteso, dopo il ritiro del card. Martini, il soglio pontificio al card. Ratzinger. Ora sono tante le sfide che attendono il nuovo Papa, ma il suo carisma e le sue capacità dovrebbero rappresentare un buon viatico. «Lui conosce bene la realtà latino-americana – conclude don Gallo – le sue contraddizioni, le sue grandi potenzialità. Altrettanto bene conosce l’Europa , non solo per le sue origini familiari. Questo sarà un aspetto importante del suo pontificato». Liliana Cimiero

viceparroco a San Giovanni, è un parente del papa

Don Bergoglio: «Francesco, dovrai combattere» Essendo salito al soglio di Pietro un papa argentino di origini piemontesi, tutti i giornali locali si sono dati da fare per trovare un “parente del papa”. Anche noi ce l’abbiamo fatta. E il discendente che abbiamo trovato è pure un sacerdote. È don Agostino Bergoglio (stesso cognome di papa Francesco I), che fu viceparroco a San Giovanni dal 1966 al 1970. Oggi, che ha 70 anni appena compiuti, vive alla Casa del Clero di Torino e si occupa dei problemi quotidiani dei fedeli. Don Agostino, lei, dunque, è un parente del papa... Sì, avevo fatto delle indagini già dopo l’altro conclave, quando il cardinale Bergoglio era stato uno dei più votati. E cosa ha trovato? Dobbiamo risalire all’Ottocento: la nostra famiglia proveniva da Santena ed in parte si era spostata nell’Astigiano (e poi in Argentina, ndr). I nostri avi erano tanti fratelli e sorelle e spesso

si chiamano con lo stesso nome, come usava un tempo. Perciò, non sono riuscito a capire il grado preciso di parentela, ma la famiglia è quella. Cosa ha provato quando l’ha visto apparire dalla loggia di San Pietro? Un’emozione forte. Se l’aspettava? Non me l’aspettavo più, perché lui ha 76 anni ed aveva già sfiorato l’elezione l’altra volta. Anche se, sotto sotto, me l’auguravo, perché dall’Argentina, dove abbiamo molti parenti, mi dicono che è una persona benvoluta. Inoltre, a differenza delle cose che hanno detto certi giornali o Tv, si era opposto alla dittatura. È uno che vive in mezzo ai poveri, vivendo lui stesso da povero. Come vede la sua elezione per il futuro della Chiesa? Finora è partito molto bene. Finalmente abbiamo un papa che non viene più dalla Curia romana e dall’Europa.

Perché finalmente? Perché c’era il grosso pericolo che eleggessero un papa italiano, soprattutto Scola o Bagnasco, che sono “più che conservatori”. Lei invece è nettamente riformista, mi par di capire... Sì, io sono con il cardinal Martini, che diceva che la Chiesa è indietro di duecento anni! Pensa che un giorno o l’altro avrà modo d’incontrare Francesco I? Spero proprio di sì. O faremo una “carovana” con tutti i Bergoglio del Piemonte per andare da lui, oppure verrà lui qui da noi. A Torino ha ancora una cugina di secondo grado e so che veniva da lei regolarmente. Magari la prossima volta passerà da Asti e Torino... Chi lo sa! Speriamo. Adesso lasciamolo un po’ tranquillo, che si ambienti, poveretto. Perché penso che nella Curia romana avrà da combattere parecchio. Guido Martini

Don Agostino Bergoglio

mercoledì 20 marzo 2013

7

Ricreazione finita? “Habemus Papam”. Abbiamo visto scene di gioia sincera, insieme al «c’ero anch’io» di pura curiosità. E forse c’era pure un po’ di fanatismo.Tutte cose che non hanno oscurato l’evento, ma che devono fare riflettere sulla nostra qualità di uomini legati spesso all’apparire più che all’essere. Comunque, è stato un grande sollievo ed ha suscitato una qualche ilarità quel simpatico vaticanista che, conosciuto il nome dell’eletto, a chi gli chiedeva della Curia, ha risposto «la ricreazione è finita». Un bel modo, questo, che lascia spazio a molte considerazioni (spesso non proprio lusinghiere) e richiede un ripensamento su tutta la struttura vaticana che deve confrontarsi col Vangelo. Il neo eletto ha un compito non indifferente, ma numerosi sono i segnali positivi che ha dato subito. Si è detto giustamente «Vescovo di Roma», cui spetta coordinare tutte le varie realtà ecclesiali: un’affermazione non da poco, perché significa la fine del Papa-Re e collegialità nella guida. Anche il nome scelto, Francesco, quello del poverello d’Assisi che così bene si concorda con l’evangelo (“chi vuol essere il primo sia l’ultimo… mettiti all’ultimo posto… non sono venuto per essere servito, ma per servire…”) indica una volontà. Altro segnale, il saluto, «buonasera», come si usa tra persone, termine educato e nel contempo usuale, umano. Poi niente discorsi altisonanti. Ha fatto ciò che un Vescovo deve fare: insieme alla Chiesa, popolo di Dio, ha pregato, poi ha chiesto umilmente che in silenzio tutti pregassero su di lui e per lui. Sono indicazioni nette, probabilmente quelle che il popolo cristiano (e non) si attendeva: semplicità e vicinanza. C’è stato subito chi ha fatto le pulci giocando alla denigrazione; fa parte del giornalismo, e guai se tutti la pensassero allo stesso modo. Siccome però viene dall’America Latina, terra di grandi contrasti, il quotidiano “Avvenire” si è premurato, ma avrebbe po-

tuto farne a meno, di rendere noto che è un pastore che da sempre è stato attento ai poveri, ma non ha mai ceduto alle sirene della Teologia della liberazione e già perchè questa fu messa a tacere da Giovanni Paolo II attraverso l’opera di Ratzinger, poi Benedetto XVI. La vicenda ancora brucia, perché è probabile che di liberazione ce ne sia bisogno, non in modo violento, ma dal male, dall’oppressione, dal potere e dal denaro di cui anche il Vaticano, come Stato, non è certo immune. Un compito immane aspetta Francesco, Vescovo di Roma, perché il potere temporale è una pesante palla al piede di chi predica il Vangelo e si comporta poi secondo le mai limpide logiche degli Stati. Non sarà facile fare una riforma radicale, indispensabile e necessaria se si vuole che il mondo colga in pienezza il Dio di Gesù Cristo. Forse tornerà a prendere slancio la profezia emersa dal “Vaticano II” con la scelta privilegiata dei poveri e con la realizzazione di quanto tale assise propose, che per lo più è stata affossata perché il conservatorismo ha fatto premio, per paura, sulla profezia. Su cosa e come spereremmo fosse riformato il Vaticano dall’uomo oggi chiamato a reggere, come successore di Pietro, la Chiesa, abbiamo già scritto e per chi volesse approfondire si leggano i libri recenti di Adriana Zarri, di don Paolo Farinella, gli articoli di Hans Kung e di altri. Se si vuole che la Chiesa abbia ancora una funzione nel mondo, specie in Occidente, presentando in modo credibile e affascinante il Cristo, per cui la gente torni a pensare che la salvezza viene da Lui e per questo valga ancora la pena di giocarsi la vita su chi è Via,Verità e Vita, non si dovrà perdere tempo. Altrimenti nel giro di qualche decennio, se il cambiamento non sarà rapido, avremo a disposizione tanti ambienti vuoti da destinare a musei, anziché a celebrazioni religiose. Osvaldo Pignata


8

mercoledì 20 marzo 2013

BREVI DALLA CITTÀ

Mattoni e inerti in viale Del Sole Sono caduti da un camion

Sulla stada ancora traccia dei mattoni e inerti caduti dal camion

Giovedì 14 marzo, tra le 12 e le 12.30, in viale Del Sole, un camion, che proveniva da piazza Cavour, ha perso il carico di mattoni, laterizi e inerti di costruzione. Sul posto è intervenuta una pattuglia della Polizia Locale di Savigliano che in breve tempo è riuscita a rintracciare il mezzo. Il viale è stato, poi, pulito dai detriti persi.

“Sguardi sul contemporaneo” Ciclo di incontri con gli autori La Biblioteca del Dipartimento di filosofia e scienze dell’educazione dell’Università di Torino, in collaborazione con il Centro studi sul pensiero contemporaneo (Cespec), realizza una serie di incontri alla biblioteca universitaria di piazza Turletti n. 9, dal titolo “Sguardi sul contemporaneo”. Si tratta di presentazioni di libri in special modo di docenti della sede saviglianese, al fine di consolidare il legame tra l’Università e il territorio della Granda. Il primo incontro, mercoledì 20 marzo, alle ore 18, verterà sull’opera di Bruno Maida, appena pubblicata da Einaudi, “La shoah dei bambini. La persecuzione dell’infanzia ebraica in Italia (1938-1945)”. Insieme all’autore sarà presente il sindaco di Savigliano Sergio Soave.

Toilette automatica alla stazione Il servizio è stato ripristinato A seguito delle segnalazioni di alcuni consiglieri comunali, ad un sopralluogo dell’Asl ed ai pressanti inviti dell’amministrazione comunale, nei giorni scorsi il funzionamento della toilette automaticaautopulente presso la stazione ferroviaria è stato ripristinato. Torna così un servizio fondamentale per gli utenti.

Processione di Pasqua Si cercano volontari Domenica 31 marzo torna la Processione di Pasqua organizzata dall’Arciconfraternita della Pietà. Fervono i preparativi per questa tradizionale manifestazione religiosa, particolarmente amata dai saviglianesi. L’amministrazione della Pietà, oltre a persone abili nel cucito, invita volontari a collaborare per portare le tre statue in processione. Gli interessati possono prendere contatto con i signori Roberto Pio (347.9649647), Stefano Galvagno (349.0769027) o Francesco Porrera (333.9198096). Si raccomanda, inoltre, la partecipazione delle associazioni con i propri labari.

savigliano

PROTESTA I dipendenti della Ed.In.Tec hanno manifestato

Da Milano per essere pagati Erano 20, erano giovani e forti. Prendiamo in prestito, parafrasandoli, alcuni versi de “La spigolatrice di Sapri”, la celebre poesia composta nel 1857 da Luigi Mercantini sulla sfortunata spedizione di Carlo Pisacane nel Regno delle Due Sicilie, per raccontare l’inizio di una protesta che ha avuto luogo, lo scorso giovedì 15 marzo, nei pressi dell’area artigianale di via Alba. Alcuni operai della Ed.In.Tec di Rozzano (Mi), insieme all’amministratore delegato Massimo Viscido, hanno voluto incontrare i responsabili della GDTelecomunicazioni – azienda saviglianese, che fa parte del consorzio Eurotec, e che si occupa di impiantistica e manutenzioni telefoniche – per risolvere il mancato pagamento di quasi 150 mila euro a fronte di lavori in subappalto eseguiti fino alla primavera dello scorso anno. «Siamo in forte crisi di liquidità. Rischiamo di dover chiudere l’azienda – così Viscido ha voluto spiegare le ragioni della loro protesta – e di dover lasciare a casa i dipendenti per colpe che non sono assolutamente nostre. Siamo venuti qui perché finora la proprietà della GDT si è sempre negata e non riuscia-

I dipendenti della Ed.In.Tec che hanno protestato davanti alla sede della GDT

mo a metterci in contatto con nessuno». Viscido ha il conforto e il sostegno dei suoi dipendenti: «finora ci ha sempre pagato e non ci ha mai nascosto questo problema, ma negli ultimi tre mesi le difficoltà sono aumentate – hanno detto alcuni degli operai presenti – tant’è che noi, per garantirci il posto di lavoro e per non far chiudere la nostra ditta, abbiamo restituito parte delle mensilità». «Siamo stati regolarmente pagati per i primi due mesi – ha continuato Viscido – poi l’azienda saviglianese non ci ha

più corrisposto alcunché. A maggio abbiamo interrotto i rapporti e siamo in credito di poco più di 147 mila euro». Sotto la GDT, la delegazione milanese ha trovato ad attenderla i Carabinieri, la Polizia Locale e due agenti della Questura di Cuneo: accompagnati dal Capitano Tommaso Gioffreda e dal Maresciallo Piras dell’Arma, e dal Comandante Marco Odasso della Polizia Locale, Viscido e un rappresentante dell’azienda milanese sono saliti al primo piano della palazzina che ospita gli uffici dove

hanno incontrato i vertici della GDT ed hanno dato vita ad una contrattazione. Dopo due ore, la tanto attesa “fumata bianca” tra le due parti. L’intesa prevede che Edintec faccia uno sconto alla GDT sull’importo finale e che quest’ultima si impegni a saldare i 130 mila euro rimanenti in 10 rate, ad iniziare dal 25 marzo. «Questo accordo ci dà un po’ di speranza – dicono i dipendenti, soddisfatti dall’esito della vicenda – il nostro augurio è che venga rispettato». Paolo Biancardi

ALLEVAMENTI Martedì 5 marzo, si è svolta la nona edizione organizzata dall’Anaborapi

Il Meeting dei Bovini Piemontesi all’azienda Gullino La nona edizione del Meeting Annuale, organizzata da Anaborapi, l’Associazione Razza Bovina Piemontese, con il sostegno del Consorzio Agrario Province Nord Ovest è stata nuovamente un grande successo. Le ampie e suggestive strutture dell’azienda GullinoOccelli di cascina Belriguardo, composte da una storica corte e da moderne stalle, hanno accolto martedì 12 marzo oltre mille persone, tra allevatori, tecnici e professionisti del settore provenienti da tutto il Nord Italia. L’azienda agricola, condotta da un affiatato nucleo familiare, alleva oltre 250 ani-

L’Anaborapi ha premiato tutti i componenti dell’azienda agricola Gullino-Occelli

po i saluti della presidente della Provincia di Cuneo, Gianna Gancia, i partecipanti hanno

Corso per agente di commercio Posti disponibili all’Ascom

pranzato degustando piatti tipici a base di carne Piemontese, fornita dalla Compral.

Sono ancora disponibili dei posti per il corso di “agente e rappresentante di commercio” (obbligatorio per l’iscrizione al ruolo professionale tenuto dalla Camera di Commercio di Cuneo) che si terrà presso la sede Ascom di via Mabellini n. 2/1. Per informazioni sulle modalità di iscrizione, sull’orario e sui costi è possibile rivolgersi in sede (telefono: 0172.241211; e-mail: saviglianoformazione@ascomsavigliano.it).

“La sfida dell’integrazione” Prometeo ospita don Piero Gallo L’associazione culturale per Savigliano “Prometeo” ha organizzato per venerdì 22 marzo, alle ore 21 nella sala del Mutuo Soccorso in piazza Cesare Battisti n. 8, un incontro con don Piero Gallo, ex parroco di San Salvario a Torino e vincitore del Peace Building Award 2004, sul tema “La sfida dell’integrazione”. La serata è stata organizzata in collaborazione con le parrocchie saviglianesi.

Incontro mensile di preghiera all’Istituto Sacra Famiglia Mercoledì 27 marzo, dalle ore 14.45 alle ore 17 presso l’istituto Sacra Famiglia si svolgerà l’incontro di preghiera del mese di marzo. «Ci aiuterà a prepararci – dicono le religiose – alla Pasqua di Risurrezione del Signore Gesù. Rifletteremo sulla via dolorosa di Gesù al Calvario per riparare i nostri peccati e quelli del mondo intero. Pregando insieme davanti a Gesù, capiremo che anche noi dobbiamo chiedere perdono».

L’azienda agricola Gullino-Occelli vista dall’esterno

mali, abbinando grande esperienza e funzionalità ed è stata una delle prime ad aderire al Libro Genealogico della razza Piemontese che oggi conta oltre 260.000 capi iscritti in 4.300 allevamenti. «Il meeting – ha spiegato Albino Pistone, presidente Anaborapi – richiama ogni anno un gran numero di partecipanti perchè rappresenta un importante evento tecnico e di incontro che mette in risalto gli obiettivi ottenuti con la selezione genetica e le eccellenti produzioni della nostra prestigiosa razza». Alla fine della mattinata, do-

Al termine, degustazione di piatti tipici a base di carne piemontese

Tour all’interno delle moderne stalle dell’azienda di cascina Belriguardo


savigliano

CURIOSITÀ Un disco in Abbey Road per Paolo e gli Ame Noire

Sulle orme dei Fab Four Per un gruppo musicale, qualsiasi sia il suo genere, il modello a cui guardare è quello dei quattro ragazzi di Liverpool che cambiarono, per sempre, la storia della musica. I Beatles. Possiamo quindi facilmente immaginare l’emozione di una giovane band che, poche settimane fa, ha lavorato proprio negli stessi studi di Londra, nella mitica Abbey Road. Una via che è anche il titolo dell’ultimo disco dei “Fab Four”, che ha come copertina la celebre fotografia di Ringo, Paul, John e George mentre attraversano la strada. A lavorare in quegli studi sono stati L’Ame Noire, nome che ben spiega l’essenza della band, che accompagna a musica a tratti “scura” a tematiche di amore esistenzialistico. Le influenze della band sono variegate. Blues, grunge, heavy, elettronica. A raccontarci la storia de L’Ame Noire è l’ultimo arrivato, il saviglianese Paolo Tesio (chitarra e cori), che nel gennaio 2011 si è unito agli altri tre componenti, Maurizio Griglio (chitarra e voce), Niccolò Mazzari (basso e cori) e Maurizio Franco (batteria). «La band – spiega Paolo – si è formata sul finire del 2009. Nel 2010 incide una demo autoprodotta dal titolo “Les Ames Noires”, caratterizzata da sonorità più aggressive e da strutture che ancora guardano a generi più heavy. Seguono all’uscita della demo una serie di date live, tra le quali l’apertura di concerti per Poisonblack e The Rock ‘n Roll Kamikazes». Con l’arrivo di Paolo, nel dicembre

TV Dopo

I ragazzi del gruppo L’Ame Noire negli studi londinesi di Abbey Road con Simon Gibson

2012, L’Ame Noire firma un contratto discografico per 2 dischi con la Top Records/Et Team. L’Ep (un mini-album, ndr) viene prodotto da Ettore Diliberto (Custodie Cautelari) e distribuito da Edel. Prosegue Tesio: «L’Ep è stato registrato al Jungle Music di Narni e gli studi dell’Et Team di Parma. Presso gli studi di Abbey Road abbiamo masterizzato quello che sarà il singolo di lancio dal titolo “Il Deserto”, brano che darà poi il nome all’Ep. L’esperienza londinese è stata a dir poco fantastica: entrare in uno degli studi più importanti al mondo ed aver la possibilità di lavorare con Simon Gibson (Queen, Cold-

play, nonché vincitore di un Grammy Awards per il remastering dell’opera completa dei Beatles) è stata davvero una gran fortuna, fonte di crescita artistica e professionale. Probabilmente ci ritorneremo per il mastering del secondo disco». L’uscita del singolo in digital delivery è prevista per maggio 2013, mentre il cd fisico si potrà trovare nei punti ascolto e cataloghi Mondadori dal mese di giugno. Seguirà un tour promozionale che, tra le altre, prevede date di supporto a Custodie Cautelari, Clara Moroni ed Irene Grandi. Culminerà in ottobre con una data a Londra. Valeria Quaglia

Giosué Amato, l’ex saviglianese eliminata dal “talent”

Anche per Irene finisce la favola di Amici Manca ancora qualche mese alla proclamazione del vincitore di “Amici”, ma una cosa purtroppo è certa: non sarà “made in Savigliano”. Dopo Giosuè Amato, la scorsa settimana è stata eliminata anche Irene Rausa, nata diciotto anni fa nella nostra città (dove ha vissuto per dodici anni) ed ora residente a Nociglia, in provincia di Lecce. In questi giorni, in vista del “serale” (fase cruciale in cui il programma viene trasmesso in prima serata), gli alunni vengono sottoposti ad alcuni esami, dal cui esito dipende la loro permanenza nella scuola televisiva più famosa d’Italia. Ire-

to di rosso, è apparsa l’inequivocabile scritta “Sei eliminata”. «Riteniamo – le hanno spiegato gli insegnanti – che tu non abbia ancora la maturità giusta per accedere al serale, sei ancora “piccola”, hai un sacco di tempo per crescere. Questa decisione a te sembra uno stop; in realtà sarà la tua salvezza. La tua fortuna te la creerai tu, è solo questione di tempo». Irene Rausa affranta dopo l’eliminazione “È stata un’ esperienza molto intensa per me ne, particolarmente tesa ed emo- – ha scritto Irene qualche giorzionata sia prima che durante l’e- no dopo sul proprio profilo fasame, ha eseguito con passione i cebook –. La vita va avanti ed ogni brani che le sono stati richiesti porta in faccia è un momento di dai professori, ma al termine del- crescita infinito. Canto e canterò l’esibizione sullo schermo, colora- sempre, perché è ciò che mi dà il

respiro ogni giorno...Vi abbraccio tutti, un bacio”. Matteo Garnero

mercoledì 20 marzo 2013

9

LEVALDIGI Presto un incontro sul traffico

Camion deviati dal centro? «La mia frazione è iscritta a un concorso a premi? Più incidenti facciamo, più vinciamo? Non ho capito cosa, però!». Ha affilato gli artigli la consigliera Federica Brizio (Pdl), stanca di dover sentire le lamentele dei suoi compatrioti levaldigesi che si lamentano dei pericoli della viabilità in frazione. Mercoledì scorso, in Consiglio comunale, ha riportato il tema alla ribalta. Ed ha ottenuto la promessa della convocazione di un “tavolo” con l’assessore Osvaldo Tortone ed i Casa colpita in via Tholosan frazionisti, allo scopo di trovare una soluzione. Lo spunto per riportare in aula il problema è stato – come scritto già sul “Saviglianese” la scorsa settimana – un recente incidente occorso in via Tholosan: un autoarticolato (un “Tir”) è andato a sbattere contro una casa nel punto in cui la via si restringe, «provocando – ha detto la consigliera – danni al fabbricato, con pericolosità per le persone e le vetture». Di questo problema si era già parlato in una Commissione viabilità del 19 aprile scorso, quasi un anno fa. Ma la questione era rimasta irrisolta. La consigliera aveva esposto il problema anche alla Provincia, avanzando alcune soluzioni per la deviazione del traffico. Da Cuneo era arrivato l’«ok», «ma – ha riferito Brizio – mi era stato detto che avrebbero provveduto a cambiamenti soltanto a seguito di una richiesta da parte del Comune competente». È passato quasi un anno. «In quale cassetto saranno finite le mie proposte?» ha ironizzato la combattiva “azzurra”. Ad aprirlo ci ha pensato l’assessore Tortone. «Il problema di Levaldigi – ha detto – è che si trova al centro di due direttrici di traffico pesante: una Cuneo-Torino, l’altra Fossano-Villafalletto. Non ci sono percorsi alternativi in frazione, perché da tempo aspettiamo la tangenziale Est, più volte promessa e mai costruita». Detto questo, Tortone ha illustrato due alternative possibili: «La prima è quella di istituire un divieto di parcheggio su entrambi i lati di via Tholosan, per evitare ulteriori strettoie. La seconda è una deviazione dei Tir in arrivo da Fossano in via dell’Aeroporto. Però, così facendo, i camion passerebbero in una zona critica per la presenza di pedoni, ciclisti e luoghi molto frequentati (bocciofila, campo di calcio, parco giochi per bambini). Con l’assessore Cussa abbiamo fatto un sopralluogo e abbiamo visto un’ulteriore criticità: i Tir che da via dell’Aeroporto devono immettersi sulla strada per Torino non avrebbero problemi. Difficilissima, invece, la svolta per Cuneo». Al vaglio c’è però anche una terza soluzione: «Obbligare – ha spiegato Tortone – i veicoli con massa a pieno carico di almeno 7,5 tonnellate a percorrere la strada provinciale 184, che passa a Sud della frazione, e che collega Fossano con Villafalletto». Almeno sulla direttrice Est-Ovest, i camion passerebbero così fuori della frazione. Presto ci sarà l’incontro per decidere, proposta ben accolta da Brizio: «È un primo passo per arrivare ad una soluzione». G.Ma.


10

mercoledì 20 marzo 2013

CONVEGNO Apprezzato intervento di Mercalli

Clima, ecologia e agricoltura

Il meteorologo Luca Mercalli col sindaco Sergio Soave

Il meteorologo Luca Mercalli, con papillon verde, marca inconfondibile del suo stile eccentrico, è arrivato venerdì scorso di fronte al pubblico numeroso della Crosà Neira: gli toccava un compito mica facile, parlare di clima, ecologia ed agricoltura. L’impegno è stato reso più serio dalla defezione, all’ultimo minuto, dell’altro ospite della serata, l’ambientalista Ermete Realacci, a Roma a causa delle incombenze di deputato eletto alla Camera. Mercalli è riusciuto ad assolvere il suo compito con successo, grazie alla sua precisa e approfondita conoscenza della materia, alla sua indubbia capacità espositiva e alla sua simpatia e alle doti da intrattenitore maturati grazie alla pluriennale presenza al programma televisivo di Rai Tre Che Tempo che Fa, condotto da Fabio Fazio. «Il legame tra cibo e clima è doppio – ha esordito Mercalli –. Pensiamo alle carestie nel passato influenzate da eventi climatici. Recentemente, poi, la produzione agricola ha iniziato a modificare il clima, condizionato dall’uso sempre più pervasivo del petrolio. La mecca-

CONVEGNO

nizzazione ha avuto un impatto negativo sulle condizioni meteorologiche. Allo stesso modo la cementificazione senza criterio del suolo agricolo ha sottratto terreni fertili per la produzione di cibo». Nei prossimi decenni vedremo in azione quattro tipi di forze: la tendenza demografica, la domanda di risorse naturali, il cambiamento climatico e la globalizzazione. La riflessione di Mercalli ha ben illustrato la dinamica tra scienza e natura: molte volte, nella sua storia, l’uomo si è servito delle sue invenzioni sfidando i limiti dell’ambiente e del nostro pianeta, senza badare a quanto pesanti sarebbero state le conseguenze per le generazioni future. Ora però che i danni di questo comportamento sono ben noti a tutti, occorre attrezzarsi. Ha sostenuto Mercalli: «Dobbiamo essere in grado di realizzare un’agricoltura che riduca al minimo il suo impatto sulla Terra e capace al contempo di adattarsi alle variazioni climatiche in atto, rispettando la qualità dei prodotti». Valeria Quaglia

Importanti per l’economia

Tra invenzioni e brevetti

Bonino e Solavaggione con i vertici dell’Andi (inventori)

Quale data migliore per parlare di brevetti, invenzioni e scoperte se non il 14 marzo, la “giornata del P greco”? Giovedì scorso, presso la Crosà Neira, si è tenuto il convegno “L'importanza dei brevetti nell'economia di una nazione”, organizzato dall'Andi, l'associazione nazionale degli inventori nata a Roma nel 1947. Oltre a Carmine Bonino, al sindaco Sergio Soave e all'assessore Gianpiero Piola, erano presenti, in veste di relatori, l'avvocato Vincenzo Falcucci (presidente Andi), il vicepresidente Andrea Fabi, Teresa De Santis e l'ing. Roberto Ragazzi, responsabile dell'ente Tilting nel dipartimento di ingegneria dell'Alstom saviglianese. Nella prima parte del convegno è stata più volte sottolineata (anche con esempi concreti) l'importanza, spesso sottovalutata, dei brevetti come tutela di un'invenzione e del suo inventore. «Quasi trent'anni fa – ha raccontato Falcucci – venne da noi un signore semi-analfabeta che ci espose la sua idea di met-

tere le ruote alla valigia, poiché troppo vecchio e stanco per sollevarla. Dal suo brevetto è nato quello che tutti conosciamo e utilizziamo: il trolley. Ed il signore è diventato miliardario». L'incontro è stato anche l'occasione, per l'Andi, di parlare della propria attività e in modo particolare di “Inventeco”, l'unico “Expò internazionale degli inventori e delle invenzioni”, che si svolge ogni anno a Roma (quest'anno avrà luogo dal 4 al 10 maggio) ed è volto a «favorire gli scambi internazionali di proprietà intellettuale ed il trasferimento tecnologico». Nell'ultima parte del convegno l'ing. Roberto Ragazzi ha tracciato la storia (nata nel maggio del 1969) di un brevetto indissolubilmente legato alla nostra città: il Pendolino. Quest'ultimo prese vita dagli ing. Di Maio e Santanera, che vollero provare a ridurre i tempi di percorrenza agendo non sull'infrastruttura, ma sul materiale rotabile (il treno). E ci riuscirono. M.G.

savigliano - fiera

EVENTO Il riconoscimento va a chi lavora e rispetta l’ambiente

L’innovazione degli Oscar Green Sabato scorso, presso palazzo Taffini, anche Savigliano ha avuto la sua giornata degli Oscar. Non del cinema, ovviamente, ma dell'agricoltura: l’“Oscar Green della meccanizzazione agricola italiana”, il primo rapporto sulle innovazioni tecnologiche agricole “green”, a cura della fondazione Symbola per le Qualità Italiane e della Coldiretti, in collaborazione con l'Ente Manifestazioni, l’Enama (Ente nazionale per la meccanizzazione agricola), e con il patrocinio morale del Ministero dell’Ambiente. Tale rapporto ha preso vita da un'indagine qualitativa avente per protagonista alcune aziende della meccanizzazione agricola italiana che hanno saputo imporsi nel campo delle innovazioni rispettose dell'ambiente e che di conseguenza si sono distinte per una riduzione dei consumi energetici, o per un’ottimizzazione dell'uso di materie prime o, ancora, per un limitato utilizzo di prodotti chimici. Sabato, dunque, è stata l’occasione per assegnare una menzione a sette aziende. Per il settore “produzione industriale” sono state premiate la

CONCORSO

Ecco i premiati con il primo “Oscar Green” rilasciato dalla Fiera della meccanizzazione agricola

“Maschio s.p.a” (che ha installato pannelli fotovoltaici in uno dei suoi stabilimenti) e la “Fradent”, che ha puntato sui pannelli solari e su una centrale a biomassa. La ditta “Ricca Andrea e C.”, avendo introdotto sistemi innovativi per operare in sicurezza nel comparto degli spaccalegna, si è imposta nel settore “gestione delle risorse forestali”, mentre la “Caffini Sprayers Equipment” si è distinta nella se-

zione “protezione delle colture” per l'ottimizzazione conseguita nella distribuzione dei fitofarmaci. Nel settore “trattrici” la menzione è andata alla ditta “Merlo”, per il sistema di gestione elettronica delle sue macchine, e alla “Cnh”, produttrice di trattrici ad alta efficienza energetica. Infine, la “AgriART” è stata menzionata nella sezione “agricoltura di precisione” per gli ele-

vati investimenti compiuti in tale settore. «Sono molto lusingata – ha affermato la Presidente dell'Ente Manifestazioni di Savigliano Gloria Monasterolo – della scelta di Savigliano come sede di questo ambito premio, e auguro che la Fiera della meccanizzazione agricola abbia così il giusto riconoscimento per tutto il lavoro fatto in questi anni». Matteo Garnero

Hanno apportato innovazioni nella meccanizzazione

Novità Tecniche: ecco tutti i premiati Subito dopo l’inaugurazione della fiera, venerdì 15 marzo scorso, sono stati consegnati i riconoscimenti attinenti al concorso riguardante le Novità Tecniche, organizzato dal Cnr - Imamoter, in collaborazione con l’Arproma, l’Enama e la FederUnacoma. Queste le ditte premiate. Barale e Olivero di Fossano per una pressa compattatrice imballatrice/fasciatrice; Bella Enrico & C. di Piscina (To) per una sarchiatrice-rincalzatrice; Berra Massimo di Pinerolo (To) per un gruppo diserbo portato a ridotto impatto ambientale; Boffa Guido Costruzioni meccaniche di Diano d’Alba per un veicolo a trazione elettrica a tre ruote motrici; Colombardo Mauro di San Marzano Oliveto (At) per una trivella idraulica versatile; Merlo di San Defendente di Cervasca per un sollevatore te-

CONVEGNO

I rappresentanti delle ditte premiate per aver inventato macchinari e processi innovativi

lescopico Multifarmer 40.9; Ricca Andrea & C. di Busca per uno spaccalegna orizzontale Hacca. E poi le due del saviglianese. La Metal Agricola di Levaldigi per un pianale e un verricello per spallegna verticale: “spaccalegna verticale dotata di tavolo gire-

vole plastico che permette di ridurre la fatica di utilizzo della macchina durante l’adattamento richiesto da pezzature diverse dei tronchetti unitamente ad un nuovo verricello dotato di dispositivo di avvolgimento e svolgimento controllato del cavo”.

Infine, la ditta Racca di Marene per un’unità cippatrice per tutoli di mais: l’unità è applicabile a mietitrebbiatrice e consente, durante le normali fasi di trebbiatura, di sminuzzare e raccogliere contemporaneamente anche i tutoli di mais.

Partecipato incontro sui temi europei, organizzato dalla Cia

Il bilancio Ue e la riforma della Pac

Il numeroso pubblico presente nella sala della Crosa Neira

Il processo di riforma della Pac è stato l’oggetto di un partecipato convegno organizzato dal Cipaat in collaborazione con la Cia Piemonte, alla Crosa Neira, il 12 marzo scorso. Sono intervenuti Massimo Benelli, Gianfranco

Latino, Stefano Aimone, Giuseppe Cornacchia, Roberto Ercole e Marzia Serasso. Hanno fornito una ingente quantità di dati che hanno delineato un esaustivo quadro della situazione, per altro molto fluida e suscettibile di molti cam-

biamenti perché il processo di riforma è ancora in corso ed i protagonisti, la Commissione, il Consiglio e l’Europarlamento, devono ancora trovare un accordo. La principale novità è costituita dal ruolo dell’Europarlamento che per la prima volta è codecisore nel processo di riforma della Pac. La procedura legislativa di codecisione conferisce lo stesso peso al Parlamento europeo e al Consiglio dell'Unione in numerosi ambiti, tra cui quelli del bilancio e della Pac. Nessuna riforma della Pac potrà essere approvata senza il raggiungimento di un accordo tra le due Istituzioni, che al momento appare problematico. Il negoziato, hanno detto i relatori al convegno, si presenta molto complesso perché tra le

due Istituzioni non c’è identità su questioni non secondarie, a partire dal quadro finanziario fino ad alcuni contenuti rilevanti della proposta di riforma della Pac. Nel corso dell’incontro sono state anche esaminate le ricadute della riforma della Pac sulla nostra regione. A causa della riduzione del budget, è prevedibile una riduzione degli aiuti diretti e delle risorse destinate al secondo pilastro, la cui entità definitiva si conoscerà solo al momento in cui si concluderà il processo di riforma. Particolare attenzione è stata dedicata al greening, la componente verde del primo pilastro che riconosce un 30% di contributi diretti in più e sarà erogato insieme al pagamento base.


savigliano - fiera

BILANCIO

mercoledì 20 marzo 2013

11

Fiera agricola sempre più internazionale

«Tanti affari conclusi» «La tre giorni della Fiera della meccanizzazione agricola è andata benissimo. Venerdì i visitatori erano nella media; nella giornata di sabato, forse anche complici le previsioni nefaste per la domenica, abbiamo avuto moltissimi visitatori. Oltremodo interessati, tant’è che si sono fatti moltissimi contratti». Le parole di Gloria Monasterolo, presidente dell’Ente Manifestazioni, così racchiudono la 32ª edizione della manifestazione. Unico neo, purtroppo, la neve di domenica che, se da un lato non ha scoraggiato chi ha voluto recarsi nell’area fieristica di Borgo Marene, dall’al-

A tagliare il nastro, tra le autorità presenti, è stata il questore Isabella Fusiello

le della Fiera, venerdì 15 marzo. Una giornata nella quale la nostra città era assurta a punto di riferimento nazionale – ma anche internazionale, per la presenza di operatori economici di

Tanti visitatori venerdì e sabato. Poi, domenica, la nevicata

tro ha pressoché annullato la Fiera di Primavera con le tante bancarelle allestite in città. «Il maltempo ha rovinato la giornata di domenica – ha proseguito Gloria Monasterolo – con ricadute negative non solo sugli ambulanti, ma anche sui negozi che, rimasti aperti per l’occasione, si aspettavano di fare una buona giornata di lavoro». E pensare che il sole aveva “baciato” la giornata inaugura-

Polonia, Repubblica Ceca, Slovenia e Iraq – nel campo della meccanizzazione agricola. Un settore, questo, in cui le nostre aziende sono molto competitive: come ha ricordato, infatti, l’assessore Gianpiero Piola, «il 51% del fatturato dell’industria meccanica arriva dall’estero. Negli ultimi 5 anni, l’export della meccanizzazione agricola è passato da 126 a 330 milioni di euro. E in un anno è cresciuto

del 27%». Export non solo all’interno del continente europeo, «dal 2011 al 2012 – ha ancora evidenziato Piola – l’esportazione extra Ue è aumentata del 37%». E qui si capisce il valore importante, specie in questi tempi di crisi, della nostra Fiera. «Celebra il senso della competitività maggiore di chi esporta – ha chiosato – pensate, poi, che proprio nei tre giorni della manifestazione si verifica tra il 20 e il 30% dei contatti». Ma quest’anno la Fiera ha guardato lontano, oltre ai confini dell’Europa: oltre al Business to Business, era infatti presente anche una delegazione irachena che arrivava da Ninive e dal distretto di Mosul. Una Fiera che, anno dopo anno, sa guardare avanti, alle innovazioni – e in quest’edizione si è svolta, per la prima volta, la consegna degli Oscar Green della meccanizzazione: «le aziende sono state contente perché hanno visti premiati i oro sforzi. Abbiamo gettato le basi per un premio che può diventare molto importante» il commento di Gloria Monasterolo – ma è anche spia di un’u-

nione tra agricoltura da una parte e il mondo dell’artigianato e dell’industria dall’altro. «Arproma crede molto in questa manifestazione – ha significativamente evidenziato il neo presidente Luca Crosetto – e fa sì che le imprese aderenti portino il meglio della loro produzione. Ma – e qui ha lanciato una stoccata al legislatore – abbiamo bisogno di buon senso: le nostre imprese vogliono continuare a mantenere accesa la luce, non sappiamo però per quanto». Gli ha fatto eco Marcello Gatto, che ha parlato a nome degli utilizzatori primi delle macchine agricole: «Non ci stiamo contro l’eccessiva burocratizzazione –

In fiera anche delle macchine dalle proporzioni gigantesche

ha detto – bisogna che questo Paese ritorni a crescere nella consapevolezza di lasciar lavorare tranquillamente chi ne ha voglia». Finita l’edizione 2013, tra poco sarà messa in cantiere quella dell’anno prossimo. «Tra le novità – ha spiegato la presidente Monasterolo – c’è quella

di voler ampliare, oltre a quello con Bastia Umbra e Vittoria, il gemellaggio con altre fiere in Europa di questo settore, e delle nostre dimensioni. Più che avere la qualifica di internazionale, ci interessa che i nostri espositori siano sempre più contenti di quello che avviene nei giorni della manifestazione». Si era anche parlato della possibilità di allungare a quattro i giorni della Fiera. «Siamo ancora in dubbio – ha concluso la Monasterolo –. Abbiamo fatto un sondaggio tra gli standisti, alcuni sono favorevoli, altri invece non sono d’accordo. Quest’aspetto dovrà essere esaminato ed approfondito». Paolo Biancardi

Videogallery su L’Italia è il primo paese esportatore di macchine agricole nel mondo

www.ilsaviglianese.com


12

mercoledì 20 marzo 2013

EVENTO

Festival letterario col Rebora

Ed ora il Premio “Kolbe” Si concludono gli appuntamenti del 5° Festival di Espressione artistica e di Impegno civile “La poesia, espressione di tensione umana e spirituale”, organizzato dal Cenacolo Clemente Rebora. Giovedì 21 marzo, Giornata mondiale della poesia. Alle ore 8.30, presso l’aula 121 dell’Università (via Garibaldi n. 5), avrà luogo il convegno “Turoldo: l’Uomo, il Frate, il Poeta” a vent’anni dalla sua morte; intervengono L. Buscatti, A. Scommegna, “C. Rebora”, A. Derro, Elia Bacchiega, S. Soave. Alle ore 11 gli studenti delle scuole saviglianesi, le autorità comunali, provinciali e regionali parteciperanno al “Giardino Letterario” in via Vittorio Veneto (vicino al Maxisconto) alla messa in posa dell’ albero dedicato a David M. Turoldo. Alle ore 17, alla libreria Messaggi di via Torino n. 70, reading “Pensieri e poesie di David Maria Turoldo” con A. Scommegna, A. Donna, E. Bacchiega; liriche lette dall’attrice Rosalba Legato ed interventi musicali a cura del “G.B. Fergusio” di Savigliano. Venerdì 22 marzo, alle

ore 16.30, presso Palazzo Taffini in via Sant’Andrea n. 51, si svolgerà la presentazione della silloge “Viaggio” di Daniele Armando e del “Cantavita 2012”. A seguire la premiazione della sez. D (studenti/universitari) del Premio di poesia e narrativa “Massimiliano Kolbe”. Intervengono L. Buscatti; M. Genovese, A. Scommegna; M. G. Gobbi; le giurie ed autorità. Reading con i poeti presenti. Momenti musicali a cura del Civico Istituto Musicale “G.B. Fergusio” di Savigliano. Sabato 23 marzo, alle ore 9, nella chiesa di S. Filippo celebrazione della S. Messa per i Poeti. Alle ore 10.15 nel Salone d’Onore di Palazzo Taffini (via S. Andrea n. 51), si terrà la cerimonia di premiazione della XX edizione del concorso di Poesia e Narrativa “Massimiliano Kolbe” (sezione studenti/ universitari e sezione adulti). Saranno presenti M. Genovese, A. Scommegna, C. Failla, saggista; giurie ed autorità; liriche lette dagli attori del Teatro del Marchesato di Saluzzo, interventi musicali a cura di Marco Abbadessa e Daniela Quaglia. Ingresso libero.

Primo incontro in libreria

Donna, Grandesso, Dallorto Peroni e Bertolini all’incontro Nel pomeriggio di sabato scorso, l’associazione culturale “Clemente Rebora”, presieduta dal professor Antonio Scommegna, ha presentato presso la libreria “Messaggi” il saggio “Il poeta e la sua lucciola, la storia d’amore di Lydia Natus e Clemente Rebora”, di Angela Donna. Introducendo l’incontro, Scommegna ha ricordato che il Cenacolo “Clemente Rebora”, fondato nel 1980, si propone di operare in modo da appassionare giovani e adulti alla poesia. Un’impresa non facile, e per questo a maggior ragione degna di lode. Da come l’hanno raccontata Angela Donna, autrice del saggio, Maria Franca Dallorto Peroni, poetessa saviglianese, ed Enrico Grandesso, critico letterario, la vita di Clemente Rebora è imparagonabile. Dalle lettere e altri documenti che la suora americana Margherita Marchione ci ha fatto conoscere si evince che il poeta è stato letteralmente trasformato dalla conversione religiosa. Con estrema semplicità, nel 1929 si ritirò nell’ordine dei Rosminiani al Monte Calvario di Domodossola, depose la penna e divenne educatore religioso. La riprese soltanto in tarda età e compose liriche di intensa ispirazione religiosa. Durante l’incontro, gli intermezzi musicali sono stati curati dalla giovane chitarrista Caterina Bertolini, allieva del civico istituto musicale “G.B. Fergusio”. Giovanni Bosio

savigliano

INPS Un cambiamento che interessa i pensionati italiani

Modello Cud solo via internet Il modello CUD, la certificazione unica dei redditi di lavoro dipendente, pensione ed assimilati, arriva solo più via internet. Lo prevede la recente legge di stabilità, per abbattere tempi e costi di consegna. Il cittadino può visualizzare e stampare il proprio CUD direttamente dal sito istituzionale www.inps.it, seguendo il percorso: “Servizi al cittadino” > inserimento codice identificativo PIN > “Fascicolo previdenziale per il cittadino”. Chi non è ancora in possesso del PIN può richiederlo direttamente online sul sito istituzionale – sezione Servizi/PIN online; tramite Contact Center (al numero 803.164 gratuito da rete fissa o al numero 06164164 da cellulare, a pagamento) oppure presso le Agenzie territoriali dell’Inps. Ai cittadini in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (già noto all’Inps), il CUD verrà recapitato alla propria casella. Per coloro che ne faranno richiesta sarà, comunque, possibile ottenere il CUD in formato cartaceo. Ci sono diversi modi. Sportelli veloci delle Agenzie dell’istituto: in tutte le strutture territoriali dell’Inps durante il primo trimestre dell’anno almeno uno sportello veloce verrà dedicato al rilascio del CUD cartaceo, indipendentemente dalla gestione previdenziale. Postazioni informatiche self service: gli utenti in possesso del codice Pin potranno

Nei primi giorni ci sono state diverse code agli uffici Inps

stampare i certificati reddituali utilizzando le postazioni selfservice negli uffici Inps ricorrendo – se necessario – all’aiuto del personale di supporto. Posta elettronica: tutti i cittadini possono ottenere gratuitamente l’attribuzione di una casella di posta certificata attraverso i servizi disponibili sul sito www.postacertificata.gov.it. Una volta ottenuto l’indirizzo Pec potranno fare richiesta di ricevere il certificato reddituale sulla propria casella di posta scrivendo al seguente indirizzo richiestaCUD@postacert.inps.gov.it.

Centri di assistenza fiscale: per ottenere il CUD i cittadini possono rivolgersi e dare mandato ad un Centro di assistenza fiscale. Il mandato conferito dal cittadino insieme alla fotocopia del documento del richiedente dovranno essere conservati dal CAF prescelto ed esibiti a richiesta dell’Inps. Uffici postali: è possibile ottenere il CUD anche presso lo “Sportello Amico” degli Uffici postali aderenti al progetto “Reti Amiche”. Per questo servizio Poste Italiane prevede il pagamento di una somma pari a

2,70 euro più Iva. Sportello mobile per utenti ultra85enni e per pensionati residenti all’estero: si tratta di un servizio dedicato al rilascio con modalità agevolate di alcuni prodotti istituzionali. Gli utenti ultra85enni titolari di indennità di accompagnamento possono richiedere telefonicamente, all’operatore dello Sportello Mobile della propria sede Inps, l’invio a domicilio del certificato reddituale. I pensionati residenti all’estero potranno richiedere il CUD contattando direttamente i seguenti numeri telefonici dedicati: 06.59054403 – 06.59053661 – 06.59055702, attivi dalle 8 alle 19 (ora italiana) e fornendo i propri dati anagrafici e il codice fiscale. Spedizione CUD a domicilio: l’Inps garantisce, comunque, l’invio del CUD a domicilio ai cittadini che ne facciano specifica richiesta attraverso il Contact Center. Rilascio del CUD a chi non è titolare: il CUD può essere rilasciato anche a persona diversa dal titolare, che dovrà esibire il proprio documento identificativo, la delega e la fotocopia del documento di riconoscimento dell’interessato. Se il delegato invia la richiesta tramite la propria posta elettronica certificata può non allegare il proprio documento di riconoscimento. Con le stesse modalità sopra indicate per il CUD è possibile stampare o richiedere anche il certificato di pensione (ObisM).

SCIOPERO Venerdì lo stop per protestare contro i tagli

Si fermano i mezzi di Granda Bus Le segreterie nazionali dei sindacati Filt-Cgil, Fit-Cisl e UilTrasporti hanno indetto per venerdì 22 marzo uno sciopero nazionale di 24 ore del trasporto pubblico locale. Il consorzio Granda Bus, titolare del servizio in provincia, comunica che per effetto dello sciopero non saranno garantite le corse nelle seguenti fasce orarie: 0-5, 8.30-12 e 14.3024 per tutte le aziende aderenti

al Consorzio; 0-5, 8-12 e 15-24 per i mezzi della Nuova Benese; 0-6.30, 9.30-11.30 e 14.30-24 per i mezzi della STP. «Il perdurare della drammatica situazione finanziaria delle aziende del consorzio Granda Bus – dice il presidente Clemente Galleano – che si trovano sull’orlo del fallimento a causa dei mancati pagamenti degli arretrati per i servizi svolti negli anni 2011 e 2012 (circa 14 mi-

lioni di euro), ha costretto il Consorzio a notificare un primo decreto ingiuntivo alla Provincia Cuneo. Non possiamo rischiare che il collasso del sistema finanziario regionale e provinciale si ripercuota direttamente sul consorzio che svolge un servizio pubblico essenziale». Mancano risorse e si annunciano nuovi tagli. Per Galleano, questo potrebbe significare l’isolamento di intere zone del cuneese; scuole

Clemente Galleano

senza trasporto studenti, il licenziamento di 200 dipendenti senza mobilità e la chiusura di alcune aziende del consorzio.

Una mimosa per le donne del Centro anziani

Le donne sono state protagoniste dei festeggiamenti al Centro anziani di piazza Nizza in occasione dell’8 Marzo

Anche al Centro anziani di piazza Nizza è stata celebrata la Festa della Donna, con un pomeriggio in allegria, durante il quale le signore presenti sono state omaggiate dal direttivo di un mazzo di mimosa. Durante la festa si è ballato ed è stato servito un gustoso rinfresco.

RIUNIONE Sabato 23 marzo, con inizio alle ore 15.30, nei locali del Circolo Anziani di piazza Nizza, si terrà una riunione per l’approvazione del bilancio consuntivo 2012. Il direttivo invita tutti i soci a partecipare. Al termine della riunione, inizieranno le danze.


MERCOLEDÌ 20 MARZO 2013 IL SAVIGLIANESE 13


14

mercoledì 20 marzo 2013

IN BREVE

Amministratori comunali ricordano le vittime del lavoro

cavallermaggiore

IL CASO Calcio e football americano usano lo stesso campo

Sport, problema convivenza In realtà, i Bills avevano lasciato tutto pulito ed il campo, a parte quell’area, era a posto. Per scongiurare ogni problema futuro – ha poi aggiunto l’assessore – abbiamo chiesto ai dirigenti del football americano di mettere le panchine all’esterno del rettangolo di gioco utilizzato per il calcio. In tal modo, la situazione dovrebbe migliorare. Subito dopo la recente partita, comun-

Lo scorso 10 marzo, ad Alba, si è tenuto l’incontro “Donne, lavoro, infortunio, ieri, oggi e domani” per commemorare i fatti del 1882, quando 12 donne di Cavallermaggiore persero la vita in una filanda della “capitale” delle Langhe. L’evento era organizzato da Anmil Onlus. Di fronte ad un qualificato pubblico, alcune donne infortunate sul lavoro hanno portato la loro testimonianza. Per la nostra cittadina hanno partecipato l’assessore alla Cultura Davide Sannazzaro ed il consigliere comunale Patrizia Bravo.

Avis, a Paolo Panero l’Oscar della Generosità Sono stati assegnati, sabato scorso a Cuneo, gli “Oscar della Generosità” dell’Avis, l’associazione dei donatori di sangue.Tra i premiati troviamo anche Paolo Panero, appena rieletto segretario della sezione cittadina. Servizio a pagina 6.

Serata sull’iperattività “La sindrome dei monelli” Mercoledì 13 marzo scorso, un numeroso e attento pubblico, composto da genitori e docenti, è intervenuto presso l’atrio della scuola Elementare “Sobrero” alla serata organizzata dall’Istituto comprensivo locale e dall’Aifa (Associazione italiana famiglie Adhd), per la presentazione del film “La sindrome dei monelli” di Alberto Coletta. L’incontro è stato introdotto dal dirigente scolastico Paolo Groppo, dalla dottoressa Alessandra Scalmani, psicoterapeuta e componente del Consiglio d’istituto, e da Cinzia Corradi, referente Aifa per la Granda. È seguita la proiezione di un toccante film, girato in parte in provincia di Cuneo, su iperattività e disattenzione dei ragazzi. Per informazioni: www.aifa.it.

Concorso per le scuole sui temi del lavoro

que, abbiamo fatto un sopralluogo ed abbiamo fatto “battere” il campo dove era necessario. Un secondo sopralluogo è stato fatto prima degli incontri di calcio del sabato. Ora la situazione è normale. Grazie a questi accorgimenti concordati con la società, confidiamo che al ritorno in campo dei Bills, ad aprile, tutto vada per il meglio». L.M.

I Bills in azione durante una partita di Football americano...

Possono convivere una squadra di football americano ed una di calcio utilizzando lo stesso terreno di gioco? È la domanda che si sono posti qualche giorno fa i responsabili delle due società calcistiche cittadine, lo Sporting ed il Cavallermaggiore calcio femminile, preoccupate che l’utilizzo dell’impianto da parte dei Bills possa produrre un’usura eccessiva

RELIGIONE

del campo, vista la foga che caratterizza il gioco del football americano. «Ci siamo fatti carico del problema – ci ha spiegato l’assessore allo Sport Davide Sannazzaro – e speriamo di averlo risolto. Il tutto era nato dal fatto che i Bills avevano giocato dopo alcuni giorni di pioggia ed una parte del terreno poteva apparire non in buone condizioni.

...e una partita di calcio al San Giorgio (foto di repertorio)

Cavallermaggioresi e saviglianesi al pellegrinaggio

«A Medjugorje, come una famiglia»

“La Fabbrica del Lavoro”, di cui fa parte lo Studio di Consulenza del Lavoro “Milanesio” di Cavallermaggiore, ha indetto un Concorso a premi per i ragazzi delle Elementari e delle Medie sul tema “I problemi del lavoro: come sono visti e vissuti nella mia famiglia”. Il concorso sarà diviso in due sezioni: una per le prime tre classi delle Elementari (si dovranno realizzare disegni); l’altra per le classi quarta e quinta Elementare e per le Medie della provincia (si dovrà realizzare un testo scritto). Iscrizioni entro il 15 aprile; presentazione degli elaborati entro il 15 maggio. I vincitori riceveranno del materiale didattico.Tutti i risultati saranno pubblicati sul sito www.lafabbricadellavoro.it. Informazioni ai numeri 0172.382812 e 338.6651352.

Cordoglio per Merulla, scomparso a 79 anni È mancato nei giorni scorsi Antonino Merulla, 79 anni, pensionato che risiedeva in via San Pietro. Lascia la moglie Catena ed i figli Giuseppe ed Angela. Quest’ultima gestì qualche anno fa la pizzeria di Cavallermaggiore. Il funerale è stato celebrato martedì nella chiesa di San Michele. La redazione de “Il Saviglianese” porge alla famiglia senAntonino Merulla tite condoglianze.

LUTTO

Aveva guidato il Centro anziani

L’addio a “Lele” Tesio E’ mancato lunedì scorso presso l’ospedale Carle di Cuneo, dove era ricoverato, Emanuele Tesio, 82 anni, pensionato. “Lele”, come lo chiamavano gli amici, aveva svolto molte attività di volontariato nella nostra cittadina ed era molto conosciuto. In gioventù lavorò in campagna, poi iniziò a fare la raccolta del latte presEmanuele Tesio so la ditta Biraghi. Iscritto agli “Ausiliari di Vigilanza”, per i quali aveva prestato servizio per anni, fino a quando la salute glielo aveva consentito, era inoltre un attivo membro del Centro d’Incontro Giuseppina Bosio Milanesio: aveva, infatti, ricoperto il ruolo di presidente dell’associazione cittadina, guidandola per tre anni. Gentile ed affabile, era consuetudine vederlo sfrecciare per le vie del centro con la sua bicicletta. Era iscritto alla Confraternita dei Battuti Bianchi. Lascia la moglie Domenica, i figli Silvana e Livio, il nipote Matteo. Il funerale si celebra oggi, mercoledì 20 marzo alle ore 14.30 nella chiesa di S. Maria della Pieve. La redazione de “Il Saviglianese” porge alla famiglia sentite condoglianze.

Tanti fedeli cavallermaggioresi e saviglianesi hanno preso parte, dal 5 al 10 marzo scorso, al pellegrinaggio a Medjugorje, in Bosnia-Erzegovina, luogo di apparizioni della Madonna. «Ringrazio tutti coloro che hanno partecipato – dice Giacinto, uno dei promotori – e vissuto il pellegrinaggio intensamente nella preghiera, come una famiglia unita». E lascia questa riflessione: “Voi scoprirete il senso della vostra vita quando avrete scoperto Dio nella preghiera. Perciò, figlioli, aprite la porta dei vostri cuori e capirete che la preghiera è gioia, senza la quale non potete vivere (messaggio del 25 luglio 1997)”.

CURIOSITÀ Primo appuntamento per i pomeriggi di cucina multietnica

Qual è “l’ingrediente che ci unisce”? Venerdì pomeriggio, nei locali dell’oratorio di Cavallermaggiore, è iniziato il progetto interculturale “L’ingrediente che ci unisce”. L’idea è presentare, in ogni incontro, le specialità culinarie di altri Paesi. Nel primo appuntamento, le protagoniste sono state le donne che hanno cucinato piatti tipici della tradizione albanese, greca e rumena, aiutate dallo chef Iaccone. Lo scambio interculturale è stato favorito offrendo la possibilità di confrontarsi sulle ricette. «Ogni partecipante – affermano gli organizzatori – ha avuto la possibilità di raccontare le proprie esperienze in materia di cucina, creando un momento di aggregazione. Lo chef ha concluso l’incontro con una dimostrazione sulla tecnica di marinatura del pesce fresco. Molto interessanti anche gli interventi dell’esperta dell’Asl Raffaella Lanfranchi in merito all’aspetto salutistico. Un ringraziamento ai giovani dell’Oratorio che hanno intrattenuto i bambini delle numerose mamme partecipanti». Il prossimo appuntamento con “L’ingre-

I presenti si sono cimentati nella realizzazione di piatti multietnici

diente che ci unisce” è per sabato 13 aprile, alle ore 17, sempre all’oratorio, per un incontro gastronomico-culturale con Marocco e Tunisia. L’iniziativa è scaturita dalla collaborazio-

ne tra Consorzio Monviso Solidale (programma transfrontaliero Alcotra “Star bene – Bien etre”), Comune, associazione Genitori in movimento, Oratorio Mondo Insieme e Biblioteca “Nuto Revelli”.


cavallermaggiore

CRONACA Il presidente: «Problema sicurezza, siamo stufi»

Pro Loco, dimissioni in massa

Il presidente Marco Martini

L’assessore Davide Sannazzaro

Nello scorso fine settimana la festa del S. Patrick Day, versione cavallermaggiorese della nota ricorrenza irlandese, organizzata dalla Pro Loco, ha avuto un notevole successo di pubblico. Non tutto, però, a quanto pare, è andato liscio. Domenica pomeriggio, infatti, il presidente della Pro Loco Marco Martini e tutto il Direttivo hanno rassegnato delle vere e proprie “dimissioni in massa”. Abbiamo, dunque, domandato le ragioni di questa scelta così radicale. «Intendiamo dimetterci – ha spiegato Martini – perché, nonostante gli ottimi rapporti con il Comune ed il vincolo di amicizia nato tra di noi, non siamo più in grado di gestire il problema della sicurezza. All’interno dei locali è andato tutto be-

ne, ma non possiamo intervenire sui disordini che accadono all’esterno ad opera di persone che nulla hanno a che vedere con la festa». Secondo quanto è stato riferito, infatti, sabato sera ci sono stati problemi di ordine pubblico fuori dall’area comunale. «Le manifestazioni come il S. Patrick Day o quelle precedenti, come l’Oktobercavafest o il Carnevale – continua Martini – non hanno bisogno di servizio d’ordine, perché sono destinate alle famiglie. Per la “Festa della fine del mondo”, invece, lo avevamo predisposto all’interno del locale. Abbiamo cercato di proporre divertimento con moderazione: non è mai stato servito alcool a minorenni, ci siamo attenuti alle regole. Purtroppo, però, non pos-

siamo far nulla per ciò che accade sulla piazza». E il Comune, che ne dice? «La Pro Loco – afferma l’assessore alle manifestazioni Davide Sannazzaro – ha dato in questo periodo una prospettiva diversa ai nostri giovani, ha attratto ragazzi da altri paesi, evitando ai cavallermaggioresi di doversi sempre spostare. Tutto questo non può finire a causa di poche persone che non si comportano bene. Prendiamo atto delle dimissioni della Pro Loco. Ora, però, come amministrazione comunale, organizzeremo un incontro con le forze dell’ordine per stabilire il da farsi». Il presidente dimissionario è molto amareggiato: «Viene meno

un progetto – afferma Martini – che offriva divertimento gratuito alle persone in un momento non semplice dal punto di vista economico per numerose famiglie. La Pro Loco non ha percepito neppure rimborsi spese, è stato tutto lavoro volontario. Desidero comunque ringraziare tutti quelli che hanno partecipato ai nostri eventi». Cosa accadrà ora? Le dimissioni della Pro Loco saranno irrevocabili o ci sarà spazio per un ripensamento? Quel che è certo è che i prossimi eventi in programma, “Canté j’euv” e la Fiera di San Giorgio, sono alle porte e Cavallermaggiore è priva di coloro che li dovrebbero organizzare…

Il St. Patrick Day è stata una bella festa, che ha attirato molta gente

mercoledì 20 marzo 2013

15

Protezione civile: Rosso ormai pronto a lasciare Il coordinatore del gruppo cittadino di Protezione civile Michelangelo Rosso sembra intenzionato a dare le dimissioni dalla carica, come già aveva annunciato qualche tempo fa. Martedì scorso si è recato a Fossano, in compagnia del vicesindaco Marco Leone, alla riunione del raggruppamento della nostra zona. Qui ha potuto sentire la relazione del presidente provinciale della Protezione CiMichelangelo Rosso vile Roberto Gagna, del responsabile del Comitato operativo misto n. 11 Sandro Taricco e di Paolo Cavallo, funzionario dell’Asl. All’ordine del giorno gli obblighi imposti dal Decreto legislativo 81/2008 in materia di sicurezza: tali norme pongono in capo serie responsabilità ai coordinatori dei gruppi di Protezione Civile, come ai lavoratori di altri ambiti. Nel corso della riunione è stato chiarito che sono state promosse modifiche ed integrazioni alla legislazione vigente, per far sì che i volontari non siano equiparati a dipendenti, con tutti gli obblighi, civili e penali, che ne derivano. Questo aspetto, in particolare, sembrava preoccupare Michelangelo Rosso che aveva dichiarato al nostro giornale di non essere più disponibile ad assumersi pesanti rischi per fare volontariato. Nonostante l’alleggerimento di tale situazione, tuttavia, probabilmente le dimissioni del nostro coordinatore arriveranno ugualmente. Motivi personali paiono, infatti, spingere Rosso a lasciare. «Se Michelangelo si dimetterà – ha detto il vicesindaco Leone – dovremo trovare un sostituto all’altezza, che sappia gestire le persone, organizzare riunioni ed esercitazioni, mediare tra le varie esigenze. Spero che, in ogni caso, Rosso rimanga nel gruppo sostenendoci con le sue competenze e la conoscenza approfondita dei corsi d’acqua e del territorio». Attualmente la Protezione Civile di Cavallermaggiore conta 13 volontari. L.M. I.P.

INCONTRO Dibattito promosso da “Cquadro” con tre relatori esperti

Sconti speciali a Mondovicino outlet village

“Testamento biologico”: per saperne di più

E’ già “bella stagione”

Gianfranco Ghiberti

Bruno Mellano

Don Piero Gallo

Nell’ambito di “CavaCultura2013”, l’associazione Cquadro e la biblioteca “Nuto Revelli”, or-

ganizzano per giovedì 21 marzo, alle ore 20.30, presso la Sala Incontri di via Turcotto,un dibatti-

to sul tema: “Il testamento biologico”. Animeranno la serata, condotta da Dario Milano e Domenico Racca, prestigiosi ospiti: don Piero Gallo (sacerdote) per l’aspetto morale e religioso; Gianfranco Ghiberti (medico geriatra) per quello scientifico e medico; Bruno Mellano (dirigente Partito Radicale) per quello etico e politico.

Domenica delle palme, le funzioni Sabato 23 marzo, alle ore 18, in occasione della messa prefestiva a San Michele, ci sarà la “Benedizione dell’ulivo” e la lettura della Passione secondo l’Evangelista Marco. Il 24 marzo, invece, si celebra la “Domenica delle palme”. Alle 20.30, sempre a San Michele, funzione e confessioni per tutti i fedeli.

«Si parlerà di un tema attualissimo – spiegano i promotori dell’incontro – la fine del rapporto con la vita. Come comportarsi di fronte alla sofferenza e alla impossibilità di guarire? Quali le scelte morali o etiche? Prolungare artificialmente la vita di un paziente, che morirebbe senza l’ausilio di apparecchiature extracorporee, senza speranza sulla sua guarigione e soprattutto senza sapere la sofferenza che può causare è una violenza immorale indegna di un paese civile? L’articolo 32 della Costituzione afferma che “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno – concludono gli organizzatori – può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana». Chi desidera approfondire tali argomenti è invitato a partecipare. Ingresso gratuito.

Fino a lunedì 25 marzo, Mondovicino Outlet Village lancia “Spring Preview”, l’anteprima delle collezioni primavera-estate che consente di fare acquisti a prezzi scontatissimi. I clienti della cittadella dello shopping che sorge all’uscita di Mondovì dell’autostrada Torino-Savona, troveranno prodotti ribassati di almeno un ulteriore 20% rispetto al prezzo outlet. Sarà l’occasione per rinnovare il guardaroba nel momento in cui si ripongono i capi invernali. Alcuni esempi: un abito C’N’C’ dal costo di 187 euro, con il prezzo outlet di 113 euro, si potrà acquistare a soli 90,40 euro; scarpe ballerine Sisley che a prezzo normale costerebbero 39,95 euro, in vendita nell’outlet a 27,96 euro, si troveranno a 22,37 euro; una borsa shopper C’N’C’ sarà offerta a 152 euro, contro i 190 euro del prezzo outlet e i 316 di quello normale. E ancora, basteranno 118,40 euro per delle scarpe sneakers C’N’C’ che a Mondovicino Outlet Village costavano 148 euro e in negozio 246. L’Outlet offrirà anche ai suoi clienti la possibilità di fare shopping sia a Pasqua che a Pasquetta, quando osserverà il consueto orario di apertura: 10-20. Intanto, prosegue l’iniziativa dei bus navetta gratuiti ogni prima domenica del mese, con partenza da Torino.


16

lettere

mercoledì 20 marzo 2013

I LETTORI CI SCRIVONO «Più rispetto per la città» Riceviamo e pubblichiamo. Ora basta!!! Le elezioni sono finite, è ora di manifestare il disappunto e l’amarezza che provo ogni qualvolta percorro le strade della mia città. Sono saviglianese di nascita. In questi ultimi anni ho notato che le nostre strade presentano un degrado, una trascuratezza, una mancanza di volontà, di responsabilità e d’impegno - da parte di tutti noi - nel tenerle pulite. Abbiamo un fiore all’occhiello - Parco Graneris - che è stato realizzato nel periodo della mia infanzia; ricordo che un tempo era soltanto un grosso prato incolto. Ma ora è un parco con aiuole, piante di diverse tipologie, panchine e cestini (per riporre i nostri scarti). Spesso noto che ci dimentichiamo che esistono i cestini: immondizia sulle panchine, cartacce di ogni genere, scatole di pizza e bottiglie di birra abbandonate per terra a pochi metri dai contenitori. Allora la mia mente comincia a porsi delle domande. Perché siamo diventati così pigri, irrispettosi e disattenti a tutto ciò che ci circonda? Siamo costantemente informati, in tempo reale, di ciò che accade nel mondo e non sappiamo cosa succede sotto i nostri piedi? Nei cassonetti del vetro si trova di tutto e di più, quando ci sono chiare disposizione di ciò che deve contenere. Noi tutti dobbiamo impegnarci per dare una mano agli “operatori ecologici”, con la costanza e la volontà di non lasciar cadere nell’incuria e nella trascuratezza una città che ha un cuore pulsante ricco di storia, arte, poesia e grazia. Destiamo le nostre coscienze. Una cittadina che ama la sua città (Savigliano)

Il cimitero degli elefanti Riceviamo e pubblichiamo. Volete vedere una moderna Pompei a pochi chilometri da Savigliano? Andate fino alla rotonda prima della Saint Gobain, girate a sinistra ed addentratevi fra un bel numero di scheletri di capannoni vuoti sparsi qua e là in quella che era una fiorente area agricola. Una visione più che malinconica, se non tragica: costruzioni con le sole quattro pareti ed un tetto, tutte incomplete ed inutilizzate, in attesa di chissà quale futura, frenetica, attività lavorativa. Ma c’era proprio bisogno di tirarli su così in fretta questi capannoni, poco prima che scoppiasse la crisi? Chi è interessato alla lotta contro il consumo del territorio può fare un bel giretto turistico horror: si arrabbierà così tanto che poi non potrà fare a meno di diventare un grillino (se già non lo era prima). Oh serva Italia, venduta ai capannoni! Enrico, Matteo e Giovanna (patiti di jogging e freschi Grillini) – Savigliano

Trasparenza e imbarazzi Egregio direttore, la settimana scorsa in Consiglio è approdata anche la delibera relativa alla trasparenza dei singoli amministratori. Se da un lato è vero che il termine utile è fine giugno per produrre tutta la documentazione, di fatto l’elefante ha partorito un topolino. Io avevo già presentato, senza se e senza ma, la mia dichiarazione dei redditi e il certificato del casellario giudiziale senza minimamente preoccuparmi delle leggi e dei regolamenti. Io non ho nulla da nascondere e quindi non ho avuto difficoltà a presentare quanto ritenevo e ritengo utile per garantire realmente l’enunciata trasparenza. Il sindaco Soave, un po’ risentito, ha sostenuto che ero comunque in difetto, perché dovevo produrre anche la dichiarazione dei miei familiari. Mah… rispetto al sindaco e non solo ho comunque prodotto la mia dichiarazione senza sollecitazione normativa alcuna, ma non ho problemi a produrre anche quella di mia moglie e di mio figlio. Poi però in Consiglio è emerso che proprio il sindaco aveva preso una cantonata, perlomeno rispetto a quello che la segretaria comunale ha invece evidenziato nella delibera. Stupore e imbarazzo. Si è arrivati al punto di sostenere che la Legge (Brunetta) è da interpretare. E chi l’ha interpretata? Poi ho sentito interventi veramente “simpatici”.Tutti a sostenere pomposamente di essere d’accordo con la trasparenza bla bla bla… però uno teme di essere magari rapito, l’altro teme di essere assillato sotto casa, non si vogliono dichiarare dati sensibili di parenti e affini, nel corridoio un professionista mi dice di temere così l’immotivata visita della Finanza o dell’Agenzia delle Entrate, si ha paura ad alimentare la curiosità, considerata da qualcuno “morbosa”, dei cittadini, non si vuole essere accomunati al malaffare politico nazionale, si ha paura a dichiarare il nulla perché magari non si è lavorato negli anni passati, si temono i ladri nel periodo estivo e altre considerazioni perlomeno bizzarre. Alcune di queste ritengo siano legittime, altre emerite baggianate. Mah… alla fine si è rimandato il tutto a data da destinarsi con il compiacimento di molti. Io comunque la mia dichiarazione del 2012 l’ho consegnata già tre settimane fa al Protocollo, ma mi è stato detto che è insufficiente (?). Devo presentare anche quella del 2009/2010/2011? Nessun problema. Quello che, invece, emerge oggi è che molti consiglieri e almeno un assessore non hanno nemmeno prodotto il curriculum vitae nel sito istituzionale del nostro Comune. Ho detto chiaramente in Consiglio comunale (dichiarazione registrata) che gli amministratori tutti ritengo siano corretti, onesti, anche trasparenti, ma il buon esempio, soprattutto il mio buon esempio, ancora una volta ha dato fastidio a molti e non ho capito perché. Fulvio D’Alessandro – Consigliere comunale – Savigliano

«Giunta, atteggiamento pilatesco» Gentile direttore, leggo della presunta ineluttabilità circa la realizzazione del pirogassificatore e dell’impotenza della civica amministrazione che, a suo dire, non avrebbe alcun titolo per intervenire sulla spinosa questione. Lo considero il solito atteggiamento pilatesco e di comodo, in quanto in passato norme di legge e regolamenti sono stati disinvoltamente scavalcati o aggirati, interpretando estensivamente norme di Piano regolatore a seconda della convenienza del momento, a tal punto che una sentenza del Consiglio di Stato, la n. 5061/2006, ha dichiarato illegittimo un permesso a costruire rilasciato dagli uffici comunali. È mai possibile che quando ci sono in ballo succulenti interessi economici, come nel caso di decisioni urbanistiche, si possa intervenire sempre e comunque, mentre quando si tratta della salute dei cittadini la Giunta alzi le mani, o peggio, se le lavi? Antonio M. Giaccardi – Savigliano

Dubbi su pirogassificatore, fiori e tasse Egregio direttore, mi permetto come umile suddito della Repubblica Italiana, nonché cittadino saviglianese, di sottoporre alle autorità locali competenti alcune domande che credo, visti gli argomenti, siano di interesse generale e non strettamente privato, con l’augurio che giungano risposte precise ed esaurienti. PIROGASSIFICATORE. Questa struttura che con ogni probabilità vedrà il suo sorgere futuro in via Alba, almeno come si evince dai settimanali locali, rappresenta un’utilità per la comunità intera oppure assume uno scopo prettamente privato e con colorazioni speculative, visto che sul fotovoltaico non si hanno più incentivi? Non sarebbe più utile dedicarsi alle tradizionali colture utili anche a scopo umanitario, a quei troppi cittadini che stentano, o a favore di anziani costretti a raccattare nella spazzatura gli scarti del mercato per combattere la morsa della fame? Dai nostri amministratori è

giunta solerte la segnalazione che nulla si può fare per fermare il decorso, ma non occorre forse rilasciare una concessione edilizia per fare tutto ciò? E se così fosse, chi è preposto a darla o chi l’ha data? Inoltre, autorevoli luminari della Medicina hanno sottolineato come non si tratti di una “semplice ed innocua stufetta” e che, anzi, vi siano seri rischi per la salute collettiva: dobbiamo continuare a sacrificare anche questa in nome del vil denaro e di una evoluzione tecnologica che tale non è? CAMPIONATO MONDIALE COMMUNITIES IN BLOOM (ossia, per i comuni mortali, fiori in quantità a Savigliano per il solito campionato). Leggo anche qui che la partecipazione non costerebbe nulla, perché massiccio risulterebbe l’intervento di sponsor e quant’altro: ma tali parsimoniosi sponsor non potrebbero dedicare questi fondi per il sociale e per l’emergenza che stiamo vivendo anche nella nostra cittadina con molte famiglie in enormi difficoltà? In questo momento congiunturale non è questa una priorità assoluta rispetto ad una superflua ed inutile competizione floreale? Se poi non costerà nulla ce lo dirà la tassa Tares che ingloberà, oltre ai rifiuti “porta a porta”, anche l’illuminazione pubblica ed il verde cittadino, assumendo le caratteristiche di un autentico salasso; non sarà che quel “costa niente” finirà, invece, nelle spese di manutenzione dei fiori medesimi? Sempreché non si decida di lasciarli divorare dai “Peru Peru” come nelle Zone 30. Proprio la Tares mi offre l’opportunità finale di rivolgermi al nostro Primo Cittadino, che solo poche settimane fa tuonava sulle pagine dei giornali con una dichiarazione che le tasse non sarebbero aumentate. Già prima del sottoscritto, altri hanno sottolineato l’infelicità di una frase pronunciata ben sapendo che non poteva corrispondere alla realtà dei fatti: era solo campagna elettorale oppure risulta così difficile essere sinceri e trasparenti facendo politica? Concludo dicendo alla nostra amministrazione tutta: facciamo le cose che servono a tutta la comunità e non solo a certi singoli.Vi invito ad essere d’esempio, con un concreto supporto al sociale, nei confronti di una politica che fatica a digerire tagli sui propri lauti incassi. Ecco, l’esempio potrebbe servire a rinunciare ai finanziamenti pubblici devolvendoli a chi, in questo momento, fatica a sopravvivere, magari cominciando dai 2 euro pro capite incassati nelle recenti primarie: sarebbe già un grande gesto con un piccolo sforzo. Claudio Ferrero – Savigliano

Galli: «Gratitudine e precisazioni» Egregio direttore, riconoscente per lo spazio che abitualmente riservi al mio cammino letterario, ti scrivo per esprimerti la mia sincera gratitudine e, congiuntamente, poiché avverto il dovere-piacere di esternare il più affettuoso sentimento di personale riconoscenza alla brillante e autorevole giornalista enviese Maria Grazia Gobbi. Ella, con tratti concisi quanto eleganti, nitidi e pertinenti, ha davvero saputo, in virtù della sua proverbiale sensibilità di cuore e di penna, porre in cristallina evidenza la più parte degli elementi portanti del saggio “Quando Rayna incontra la Luce”, da me fraternamente dedicato ad una delle più sublimi e corpose pagine poetiche del pio Rettore di San Filippo. Colgo altresì l’occasione per procedere a due, a mio avviso, opportuni (absit iniuria verbis) “ritocchi” ad altrettanti dettagli affacciatisi (ignoro come) nella lusinghiera recensione: 1. anziché presso l’Università di Torino, che mi vide studente, sono stato titolare di cattedra in “Lettere” negli Istituti Superiori (come inequivocabilmente specificato, nella nota biobibliografica, in quarta di copertina); 2. il saggio “Quando Rayna incontra la Luce” (come esplicitato sia in copertina sia nel frontespizio) è stato pubblicato, nella collana Koiné, dalla Montedit Editrice di Melegnano (Milano) e non dalla Pronto Stampa che, su commissione della Montedit stessa, ne ha soltanto eseguito le materiali fasi tipografiche presso lo stabilimento bergamasco di Verdellino. Giovanni Galli – Savigliano

«Inascoltato da Gesù Bambino» Riceviamo e pubblichiamo. Per le feste di Natale i miei nipoti più piccoli mi avevano chiesto di contattare Gesù Bambino per le tante cose da chiedergli. Non ho potuto rifiutare tale aiuto, anche perché non sanno ancora scrivere. Ho solo aggiunto che avrei anch’io espresso dei desideri. Sono passate le feste. È passato Gesù Bambino, al quale però devo aver chiesto troppo, perché molte cose non me le ha portate. Avevo chiesto la casetta dell’acqua, ovvero l’acqua del sindaco, che avrebbe permesso un bel risparmio per le famiglie, ma soprattutto sulla plastica. Ma mi ha fatto capire che nonostante Savigliano sia l’unica a non averla, tutto sommato era meglio così, perché l’acqua, quella dell’acquedotto, forse non si può imbottigliare. Avevo anche chiesto che tanti pendolari potessero avere, come avviene nelle altre città della provincia, un comodo parcheggio per evitare loro un’affannosa ricerca nelle vie attorno alla stazione, soprattutto durante le nevicate. Mi ha fatto capire che senza un’iniziativa locale non si superano gli inevitabili ostacoli burocratici. Avevo ancora chiesto che fosse finalmente liberata piazza Santarosa dall’impalcatura ormai perenne di un cantiere che non c’è più. Mi ha fatto notare che quel lenzuolo con su un’importante pubblicità rappresenta una modernità che rompe… col passato e alla quale non si può più rinunciare. Poi, per conto dei miei nipoti, avevo chiesto di limitare al periodo natalizio il parcheggio su piazza del Popolo e di evitare soprattutto che le auto uscendo non invadessero l’area riservata (?) ai pedoni. Mi ha risposto dicendomi di pazientare, che tutto si sarebbe risolto con i 50 futuri posti auto sotterranei. Ho obiettato che quelli saranno privati. Ma ha insistito che le autorità competenti prevedevano un parcheggio pubblico sotto piazza Schiaparelli, anche se i commercianti avrebbero difficilmente rinunciato a far parcheggiare i potenziali clienti in piazza del Popolo. Infine avevo chiesto, perché solo Lui avrebbe potuto farlo avverare, che almeno una volta il Comune approvasse una variante al Piano regolatore in “diminutio”. E cioè che, a seguito di richiesta di privati, il Comune – ad esempio – invece di fare una variante da edilizia privata normale a edilizia convenzionata e agevolata, ne facesse una per riportare il terreno, sul quale il costruttore non ha più interesse a costruire, ad area verde. Questa volta mi ha solo parzialmente convinto, mescolando ragioni di cassa con altre di buoni rapporti nei confronti dei richiedenti. I conti non mi tornano, manca qualche risposta. Dimenticanza? Necessità di documentarsi? Anche Gesù Bambino trova difficoltà ad avere e dare risposte. Aldo Garaventa – Savigliano

Racconigi, la RSU sugli orari Egregio direttore, sentiamo il dovere di intervenire riguardo a quanto affermato da un vostro lettore in merito agli orari di apertura al pubblico del municipio di Racconigi, allo scopo di correggere alcune informazioni e chiarire il punto di vista dei dipendenti. L’attuale amministrazione ha richiesto, attraverso un confronto con la Rappresentanza sindacale dei dipendenti, un ampliamento degli orari degli uffici comunali; a seguito del confronto è stata prevista l’apertura anticipata degli uffici fin dalle 8.30 di tutte le mattine e aggiunta quella del martedì pomeriggio, dalle 14.30 alle 17.30. Pure in presenza dei previsti tagli alla spesa ed al personale degli enti locali, i dipendenti del Comune hanno inteso concordare un ampliamento dell’orario settimanale di ulteriori 5 ore e mezza di apertura al pubblico degli sportelli degli uffici comunali, nell’esclusivo interesse dell’utenza e della cittadinanza di Racconigi. La RSU del Comune di Racconigi

«Morìa di pesci: nessun responsabile» Riceviamo e pubblichiamo. Avevo letto con rammarico l’articolo e la lettera di denuncia dell’inquinamento della bealera del Mulino, ed ho voluto constatare di persona i fatti. Mi sono recato vicino al passaggio a livello per strada Foresto ed ho constatato, e fotografato, oltre un centinaio di pesci, già di taglia medio-grossa, morti in una pozzanghera di acqua sporca e stagnante; uno spettacolo deprimente. Però, nei giorni successivi ho letto la risposta delle persone responsabili della gestione del corso d’acqua: ci informano che è stato fatto tutto a dovere e che nessuno è responsabile; ciò mi ha sollevato il morale, per cui i responsabili sono solo i pesci... si sono dimenticati di respirare e sono morti.... poverini! Lino Capello – Cavallermaggiore

Orti gratis a Cavallermaggiore Egregio direttore, in fase di stesura del programma per le elezioni comunali del 2011, proposi di inserire: “Orti gratis in città”. Purtroppo venni preso poco sul serio e la proposta morì prima di essere sviluppata. Cavallermaggiore si poteva rendere disponibile a concedere, su richiesta, appezzamenti di terreno, di proprietà comunale o appartenenti a privati, accessibili all’acqua per la loro posizione: piccoli lotti che potevano essere coltivati. Le concessioni dovevano essere a titolo gratuito, i terreni facilmente raggiungibili e, in un tempo successivo, parcellizzati in lotti da circa 150 metri quadrati. Le città di Caramagna e di Mondovì sono gli ultimi esempi di questo progetto. Sono convinto che, in un periodo di grande disagio socio-economico, questa disponibilità potrebbe rappresentare un palliativo, piccolo ma interessante, per qualche famiglia bisognosa. Si avrebbe anche la possibilità di considerare gli spazi verdi cittadini, apparentemente vuoti, inseriti nel mare di cemento e mattoni e poco visibili. Chissà se i nuovi amministratori avranno la voglia, la possibilità ed il tempo per prendere in considerazione il mio modesto suggerimento. Domenico Racca – Cavallermaggiore

Un semaforo “intelligente”? Gent. direttore, Ho letto su “Il Saviglianese” del 27 febbraio un articolo nella pagina di Cavallermaggiore che parla del “semaforo intelligente”, quello di via Roma verso Biraghi, disattivato. L’assessore all’Urbanistica di Cavallermaggiore, Federico Bertola, è scritto, ha detto che dopo il passaggio del limite di velocità da 50 a 30 Km/h l’idea era di invertire il semaforo, ma che l’operazione era troppo costosa e quindi è stato disattivato rendendolo lampeggiante. Attualmente è orientato in uscita dal paese e l’intenzione di girarlo o di disattivarlo è una implicita autorizzazione dell’amministrazione ad uscire da Cavallermaggiore alla velocità che si vuole; intanto di controlli in questo tratto di strada e in quel senso non ce ne sono. L’amministrazione che lo ha sistemato, invece, ha pensato correttamente di posizionarlo in quel senso poiché, anche dopo il semaforo, è sempre centro abitato, la strada ha un solo marciapiede dal lato del semaforo stesso, ha la carreggiata “sinusoide” con tratti in “ombra”, il traffico è intensissimo e si rallentano i veicoli che si slanciano con l’ausilio della discesa nel primo tratto di strada dopo piazza Vittorio Emanuele. Già quando il semaforo era attivo ed era tarato su oltre cinquanta chilometri orari era rispettato molto raramente, a dimostrazione dell’alta velocità alla quale si percorre questo tratto di strada in direzione sud. Mi piacerebbe sapere cosa spinge a pensare di doverlo girare e non potendolo fare volerlo disattivare. Dà tanto fastidio? A Murello ci sono le colonnine fisse che misurano la velocità non solo in entrata, ma anche in uscita su tutte le strade; un altro mondo? Cordialità. Mario Dellavalle – Cavallermaggiore

Ringraziamenti Ringraziamo le panetterie Calandri, Allocco, Tavella e Mulassano per la fornitura gratuita di pane, che ci permette di riproporre “La violenza sulle donne è pane quotidiano”, momento di confronto per capire a che punto siamo, ed ogni anno riscopriamo di essere sempre più attuali. Un grazie sincero anche a chi, nonostante il tempo di crisi, continua a sostenere la nostra attività, rinnovando la tessera al costo di 10 euro. Mai+Sole – Savigliano L’Ente Manifestazioni desidera ringraziare tutti coloro che hanno collaborato all’organizzazione della 32ª edizione della Fiera Nazionale della Meccanizzazione Agricola. Gli sponsor: Banca CrSavigliano (Gold Sponsor) anche per la gentile concessione di Palazzo Taffini d’Acceglio, le ditte Agrimec di Crosetto Elio & C. e la Merlo Spa come Main Sponsor, la ditta Racca insieme a Confindustria Cuneo, Confartigianato Imprese Cuneo, l’Arproma (Associazione Regionale Produttori Macchine ed Attrezzature Agricole) come official sponsor, Coldiretti e Fondazione Symbola come partner. Pier H2O come Technical Sponsor,Tec, Data Meteo e TRS Radio come media Partner Tenet Sistemi di Savigliano come Info.Tech Sponsor. Il Comune di Savigliano e l’Ufficio Tecnico, il Vice Presidente dell’Ente Manifestazioni Lorenzo Morello, la Polizia Locale, la Protezione Civile, gli Ausiliari di Vigilanza, i Comuni dell’Unione Terre della Pianura, la Camera di Commercio di Cuneo e il Centro Estero Alpi del Mare (Azienda speciale della Camera di Commercio di Cuneo), la Regione Piemonte, la Provincia di Cuneo, il Ministero delle Politiche Agricole, le Facoltà di Scienze della Formazione e di Farmacia dell’Università di Savigliano, il Consorzio In.For. di San Secondo di Pinerolo. L’Enama, Umbriafiere SpA (Agriumbria - Bastia Umbra), AMFM Fiera Emaia (Agrem- Vittoria), CNR-Imamoter, l’UNACOMA, l’UNACMA, Confagricoltura Cuneo, la CIA (Confederazione Italiana Agricoltori), l’Andi (Associazione Nazionale degli Inventori), la Fondazione CRSavigliano, la ditta Rota Guido, l’Azienda agricola San Giuliano di Borgognone Fratelli, Autolinee Allasia, la Cooperativa Chianoc, il Circolo Imago, l’Istituto AimoneCravetta e Marconi, l’Associazione “Amici dei Veicoli storici - Trattori & Trattoristi”, il Museo Ferroviario Piemontese “Sommelier, Grandis, Grattoni”, La Stampa, Repubblica, Il Sole 24 ore, Italia Oggi, Avvenire, la Rai,Telecupole e Telegranda. La Tec Arti Grafiche di Fossano, AlFiere di Marene, Fly Srl di Cervere, il bar Caffè della Torre di Savigliano, la Ditta Galfrè di Savigliano, la Biraghi di Cavallermaggiore, l’Hotelristorante GranBaita di Savigliano,Tecnoverde di Torino, Floricoltura Monviso di Savigliano, Aimeri Ambiente e la Sicas Asfalti. Ringraziamo anche Luca Mercalli e Davide Longo. Un grazie particolare a tutto lo staff dell’Ente Manifestazioni ed a tutti coloro che, a vario titolo ed in varie forme, hanno collaborato alla realizzazione della Fiera. Ringraziamo sentitamente anche tutti i visitatori e tutti gli espositori e operatori per aver scelto la nostra manifestazione nonostante il maltempo nella giornata di domenica. Ci auguriamo di poter continuare ancora per molti anni con lo stesso entusiasmo e partecipazione da parte di tutti. Ci spiace constatare che, dopo tutto lo sforzo fatto per informare i lettori sulla Fiera (dalla presentazione, allo speciale della scorsa settimana, dalla presenza alla kermesse fino agli articoli post-evento ed allo spazio concesso a questo scritto), i due giornali locali siano stati completamente ignorati al momento dei “ringraziamenti”. Grazie. Il direttore


MERCOLEDÌ 20 MARZO 2013 IL SAVIGLIANESE 17


18

COMUNE

Interrogazione della minoranza

Niente vigili di notte I consiglieri di minoranza Celestino Bono, Giovanna Ingaramo e Marco Fissolo hanno presentato un’interrogazione, che è stata discussa in Consiglio, in cui si chiedeva di utilizzare i due Vigili urbani in patNiente vigili urbani di notte tugliamenti di pubblica sicurezza, nelle ore serali e notturne, affiancando il già pregevole servizio dei Carabinieri, dato l’incremento di furti nelle abitazioni. «In questo momento – ha risposto il sindaco Riu – non è possibile attivare il servizio in quanto i vigili non possono essere incaricati come agenti di pubblica sicurezza. Ciò comporterebbe una maggiorazione di stipendio che farebbe sforare il tetto rigorosamente previsto per le retribuzioni del personale. In attesa, e nella speranza che qualcosa si modifichi, si sta pensando comunque di far fare qualche servizio al traffico in ore particolari, il che è un segnale di presenza sempre importante». Non appena ci sarà chiarezza sulle risorse del bilancio, infine, si vorrebbe anche sperimentare un servizio di vigilanza privata nelle ore notturne, come già è stato fatto per le notti di Natale e di Capodanno.

AVIS

caramagna

mercoledì 20 marzo 2013

Sarà anche possibile effettuare donazioni

Si vota il direttivo Domenica 24 marzo, dalle ore 8 alle ore 11, si effettueranno le votazioni per il rinnovo del Direttivo Avis sezionale. Questi i componenti del Consiglio uscente: Claudio Bono (presidente), Ivano Cominetti (vice presidente), Giovanni Badellino (segretario), Pietro Demichelis (amministratore e presidente onorario), ed i consiglieri Andrea Brunetto, Giovanni Emanuel, Stefano Osella. Come ricorda agli iscritti il presidente Claudio Bono, «è molto importante la tua partecipazione a questo momento decisionale,

per nominare il Direttivo che dovrà guidare la nostra sezione per i prossimi quattro anni! Ti aspettiamo in sede in via S. Biagio 36 (Scuola materna) per esprimere il tuo voto. In caso di impossibilità facci avere la scheda votata con la tua delega firmata». In base allo Statuto, hanno diritto a votare, e ad essere eletti, tutti i donatori effettivi ed i donatori emeriti. Domenica sarà anche possibile effettuare le donazioni con visite in sede grazie alla presenza dell’equipe medica di Torino.

IN BREVE

Benedizione delle Palme Processione in parrocchia Domenica 24 marzo, la domenica delle Palme, alle ore 9,45 si terrà la benedizione delle Palme alla Confraternita e poi si andrà in processione alla chiesa parrocchiale dove, alle ore 10, sarà celebrata la S. Messa con la Passione del Signore.

Via Crucis cittadina Il percorso Venerdì 22 marzo, alle ore 20.45, si svolgerà la Via Crucis cittadina. Questo il percorso, con partenza dalla Chiesa: piazza Castello, via Luigi Ornato, via Beata Caterina, via Lamberti, via San Biagio, piazza Umberto I, via Vittorio Veneto, via Baldovino, via Vittorio Emanuele II, via Garessio, piazza Castello.

Via Monsignore Costamagna Divieto di transito Da lunedì 18 marzo è in vigore una nuova ordinanza del sindaco Mario Riu per il traffico e la viabilità cittadina. Preso atto delle condizioni del piano viabile di via Monsignore Costamagna e delle ridotte dimensioni della carreggiata, al fine di garantire la sicurezza della circolazione pedonale e veicolare, è stato istituito in via Monsignore Costamagna il divieto di transito (dall’ingresso di via Alicia) a tutti i veicoli, eccetto quelli dei residenti e delle forze dell’ordine in servizio attivo, con relativa zona 30 km/h, sia dall’ingresso di via Alicia che da quello di via San Sebastiano.

Teatro in piemontese Si conclude la rassegna Si conclude sabato 23 marzo, con inizio alle ore 21, la diciassettesima rassegna del Teatro piemontese organizzata, come negli scorsi anni, dalla compagnia “Punto e Virgola” nel salone di piazza Boetti, : in scena la compagnia “Siparietto S. Matteo” di Moncalieri con “Preuva d’amor”, tre atti di Secondino Trivero. Biglietto d’ingresso a 7 euro. Per prenotazioni e prevendita biglietti, ci si può rivolgere presso Lavanderia Mario Ponzone (tel. 340.2176582, ore pasti) e Alimentari Marilena Pignata (tel. 0172.89067). Quest’anno la rassegna ha una finalità benefica: tutto il ricavato delle tessere e dei biglietti sarà devoluto per la ricostruzione della scuola elementare di Mirabello, in provincia di Ferrara, che è stata distrutta dal terremoto del maggio dello scorso anno.

COMUNE

Nuovo tributo per i rifiuti e servizi “indivisibili”

Il Consiglio approva la Tares «Un sogno di speranza in un momento difficile». Con l’omaggio al nuovo papa Francesco (l’argentino Jorge Maria Bergoglio) il sindaco Mario Riu ha aperto, venerdì 15 marzo, il Consiglio comunale. Subito dopo, anche un ricordo ad Aldo Moro ed all’anniversario del suo rapimento, «avvenuto – ha continuato – nel momento di un delicato passaggio per la composizione di un Governo, dopo le elezioni che avevano creato una situazione di stallo, che per certi versi richiama, con le dovute differenze, le difficoltà di oggi». Fulcro della serata la Tares, il “nuovo” tributo che non solo deve coprire la spesa totale del servizio raccolta e smaltimento rifiuti, ma anche gli altri “servizi indivisibili” del Comune: illuminazione pubblica, manutenzione delle strade, polizia locale, aree verdi. Il Comune dovrà autofinanziarsi incrementando di 30-40 centesimi al metro quadro la tariffa attuale. Il regolamento ed i calcoli relativi sono stati predisposti direttamente dagli uffici comunali «con tempestività e perizia» come hanno sottolineato i consiglieri che sono intervenuti lamentando nel contempo l’onerosità di questa nuova “tassa” a carico di famiglie ed imprese, di cui devono farsi carico i Comuni per conto dello Stato.  «L’impegno dichiarato dall’Amministrazione comunale – ha spiegato Riu – è stato quello di contenere il più possibile gli aumenti, utilizzando i coefficienti minimi per le varie suddivisioni a famiglie ed imprese e contenendo nei 30 centesimi la sovra tariffazione al metro quadro». «Aumento reso peraltro obbligatorio – ha proseguito il

SCUOLA

Lo scorso venerdì 15 marzo il Consiglio ha approvato il regolamento comunale sulla Tares

sindaco – dal fatto che lo Stato non trasferirà più al Comune questa somma (circa 64 mila euro), somma che verrà ripartita in base alla superficie di ogni abitazione od impresa». Si manterrà il 5% di sconto per chi utilizza il composter fornito dal Comune. Secondo le proiezioni degli uffici comunali, ci sarà un aumento intanto per le case agricole, che usufruivano di riduzioni. Soprattutto, vedranno aumentare i costi le famiglie numerose, mentre per chi vive solo sarà anche possibile una riduzione. Il totale annuo dei costi di gestione del ciclo dei rifiuti ammonta a 335 mila euro che devono essere ripartiti tra le varie utenze, prima di tutto suddividendo la quota tra il 75% di rifiuti domestici e 25% di non domestici. Per stabilire le tariffe per utenze domestiche la novità maggiore è che oltre ai metri quadri dell’abitazione si andrà ad utilizzare il numero dei componenti familiari, ricalcolato in base a dei coefficienti stabiliti già con la leg-

ge 158 del 1999 (che prevedono di poter scegliere tra un minimo ed un massimo), parametrato con due conteggi separati. Uno, la cosiddetta tariffa fissa, prevede l’applicazione per ogni metro quadro dell’abitazione di un coefficiente, che va dallo 0,80 all’1,30 in base agli abitanti, partendo da uno fino a sei (oltre i sei resta fisso), moltiplicato per il costo unitario per utenza ricavato suddividendo i costi fissi per il numero delle utenze. L’altro, la cosiddetta tariffa variabile, prevede che per ricavare la quota a metro quadro, il coefficiente familiare – variabile tra lo 0,6 e il 3,4 – venga moltiplicato per il costo unitario dello smaltimento e per il peso medio smaltito per ogni utenza, ricavato dall’anno precedente: in pratica, i costi variabili sono quelli di raccolta e smaltimento. Quanto alle utenze non domestiche, la stessa legge del 1999 stabilisce un coefficiente per i vari tipi di attività produttive – ad esempio, dal 2,6 al 4,2 per scuole, as-

sociazioni, luoghi di culto, musei e biblioteche; dal 49,72 all’85,6 per l’attività esclusiva di ortofrutta, pescherie, fiori e piante – che dovrà essere moltiplicato per i metri quadri, anche questo suddiviso in tariffa fissa e variabile come per le utenze domestiche, calcolato sul 25% dei costi totali. Poi si aggiungeranno i trenta centesimi per metro quadro e la quota della Provincia. Chi è proprietario di più immobili che risultano tutti occupati dalla sua famiglia, si vedrà moltiplicare tutte le superfici interessate per i coefficienti di carico familiare, rischiando aumenti considerevoli: è bene rivolgersi per informazioni agli uffici comunali. Quanto ai pagamenti, potranno essere effettuati anche in tre rate. Il regolamento comunale sulla Tares è stato approvato con una sola astensione, quella del consigliere Becchio. Pa. Bi.

Commenta la notizia su www.ilsaviglianese.com

Il maestro Costanzo Liprandi ha incontrato gli alunni della primaria

“Come un bambino ha vissuto la guerra” A febbraio, il maestro in pensione Costanzo Liprandi, autore di numerosi testi poetici, è stato ospite della scuola primaria, con la quale da anni collabora per un progetto sulla poesia. Ha incontrato le classi quarte e quinte s le insegnanti Giovanna Tesio e Anna Alessio, con cui ha affrontato il tema, dal titolo “Come un bambino ha vissuto la guerra”, avendo lui stesso vissuto da bambino gli orrori della seconda guerra mondiale. Grazie alla sua disponibilità, al suo approccio coinvolgente e al suo grande calore umano, i suoi interventi sono stati molto apprezzati dagli alunni.

TURISMO

Il maestro in pensione Costanzo Liprandi con i ragazzi delle classi quarte e quinte della scuola primaria

Sono aperte le iscrizioni alla gita a Sanremo e Ospedaletti

Tra i fiori della Riviera e le melodie d’arpa

L’arpista Claudia Murachelli

Sono aperte le iscrizioni alla gita di domenica 7 aprile a Sanremo ed Ospedaletti. Il costo del viaggio è di 14 euro, 7 euro per i bambini; prenotazioni entro il 2 aprile presso il municipio o il Centro incontri. L’occasione è data dalla manifestazione “Floranga 2013”, realizzata ad Ospedaletti dai giovani della Confagricoltura, che hanno a loro volta partecipato alla Sagra della Frittella caramagnese. In mostra i fiori delle aziende imperiesi, a cornice le foto di un suggestivo concorso dei mesi scorsi e un concerto

dell’arpista Claudia Murachelli. E si potrà visitare Sanremo, che è non solo il Casinò, l’Ariston o lo splendido lungomare, ma anche lo storico quartiere della Pigna, la Cattedrale, le ville prestigiose... La partenza del pullman è prevista alle 7.30, al mattino visita a Sanremo, poi pranzo libero, il pomeriggio si va ad Ospedaletti. L’organizzazione della gita è a cura dell’Unitre con l’associazione caramagnese La Torre; per informazioni si può contattare il 348.4991006.


marene - genola

MARENE

Un convegno per parlare di lutto e disabilità

Noi “Non siamo soli” L’associazione Federica Pelissero, in collaborazione con la parrocchia di Marene e il patrocinio dei Comuni di Marene, Manta, Savigliano e il Consorzio Monviso Solidale, organizza un convegno in due giornate dal titolo “Non siamo soli”. Si inizia sabato 23 marzo con il tema “Affrontare il lutto”, si proseguirà il 20 aprile con “Vivere la disabilità”. Abbiamo chiesto a Silvia Simionato, mamma di Federica, com’è nata l’idea di un convegno: «L’idea è nata da Silvana Garello (neuropsichiatra infantile) e da Alessandra Mina (psicoterapeuta). Hanno chiesto l’appoggio organizzativo dell’associazione Federica Pelissero per realizzare questo convegno. Siamo stati ben felici di accogliere la loro proposta e abbiamo scelto di organizzare la prima data a

GENOLA

Federica Pelissero

marzo, legandola al periodo degli anniversari di Federica, il suo compleanno e la sua morte. Con Federica abbiamo vissuto sia la disabilità che il lutto, e il convegno in due giorni tratterà entrambi i temi. Vorrei sottolineare che non si tratta di un convegno solo per gli addetti ai lavori, ma

sarà aperto a tutti: penso alle famiglie, ai genitori, fratelli, a tutti coloro che, per i motivi più diversi, sono toccati o interessati ad approfondire con noi il lutto e la disabilità». Il programma della prima giornata (che sarà moderata da Oreste Favole), sabato 23 marzo, prevede alle ore 14 l’accoglienza e la registrazione dei partecipanti, alle ore 14.30 la presentazione dei convegni “Non siamo soli” da parte dell’associazione Federica Pelissero, alle ore 14.40 “L’accompagnamento nel fine vita” (Bruno Durbano, dirigente medico SC cure palliative Asl Cn1 e responsabile Hospice di Busca, e Carla Chialva, infermiera case manager cure palliative), alle ore 15.10 “Il lutto oggi - Difficoltà, esperienze e risorse per il sostegno” (Ana Cristina Vargas,

direttore scientifico Fondazione Fabretti di Torino). Alle ore 16 “Il dolore e la morte: le domande dei bambini” (Alessandra Mina, psicoterapeuta di bambini), alle ore 16.20 “Posso? Una comunità interpellata dalla sofferenza” (Eliana Brizio, educatrice e insegnante), alle ore 16.30 “Il lutto nella scuola e nella comunità” (Flavia Franco, insegnante di scuola primaria, e i compagni di scuola di Federica), alle ore 17 “Il valore spirituale del lutto” con don Efisio Edile. Conclusione alle ore 17.20 con le “Armonie sonore” di Manuel Torello e il suo Hang. Alle ore 18, per chi lo desidera, sarà celebrata la S. Messa in chiesa parrocchiale. La partecipazione è libera e gratuita; per informazioni, www.fondazionefedericapelissero.it. Albina Ambrogio

Le tante iniziative messe in luce nella giornata dedicata al volontariato

Dici Caritas e si apre la solidarietà Domenica 17 marzo si è celebrata la giornata della Caritas parrocchiale con la quale si è voluto far conoscere alla comunità l’importante servizio svolto. La Caritas è l’organismo pastorale parrocchiale che ha il compito di animare, coordinare, e promuovere la testimonianza della carità nella nostra comunità. Nello specifico, dunque, si impegna attivamente a far sì che situazioni di disagio e di difficoltà vengano colmate con beni e servizi che vengono attinti dalla generosità della comunità stessa. A tal fine si propone di sensibilizzare tutti a vivere e testimoniare la carità, di conoscere le varie forme di povertà, di disagio e di bisogno presenti sul territorio e favorendone la comune presa di coscienza di tali situazioni. Ciò premesso cerca di coordinare l’impegno di volontariato, collaborando con le altre forze (come i servizi sociali) presenti sul territorio. Nello specifico la Caritas genolese si concretizza attraverso i seguenti settori operativi. Il Centro di Ascolto: un servizio per tutta la comunità – per conoscere i bisogni, per informare, per dare riferimenti e per distribuire indumenti – attivo il mercoledì dalle ore 17 alle ore 18 e il sabato dalle ore 10.30 alle

GENOLA Teatro

I volontari Avo nel giorno della visita di Mons. Cavallotto, vescovo di Cuneo-Fossano, agli ospiti della Casa di riposo

ore 11.30 nei locali del Comune. La Scuola di Alfabetizzazione: un servizio verso i nuovi cittadini della comunità, extracomunitari e non, perché la conoscenza della lingua è un elemento indispensabile per l’integrazione. Si svolge il martedì dalle ore 9.30 alle ore 11.30 e il giovedì dalle ore 15 alle ore 16.30 nei locali del Comune. La Solidarietà: accoglienza e ospitalità verso famiglie o persone che hanno difficoltà ad inserirsi oppure che vivono momenti di difficoltà economica. Nello specifico si concretizza con l’aiuto alimentare ad alcune famiglie del paese (nel 2012 sono stati consegnati circa 600 pacchi a un

La favola dei cambiamenti

L’associazione Genitori in Cortile, insieme con il Comune di Genola e le scuole primaria “Lidia Rolfi” e secondaria “Sacco-Boetti-Paglieri” promuovono: “Favolosofia Numero Uno. La favola dei cambia-

19

BREVI DA MARENE

Contributo della Giunta alla Asd Podistica 2000 La Giunta ha liquidato la somma di 275 euro a favore dell’associazione Asd Podistica 2000 Marene quale saldo del contributo stanziato per il finanziamento delle attività in programma per la stagione sportiva 2012.

Patrocinio del Comune all’associazione Federica Pelissero Il Comune ha concesso il proprio patrocinio all’associazione Federica Pelissero onlus di Marene per l’iniziativa “Non siamo soli”. La concessione del patrocinio non comporta l’assegnazione di alcun contributo e l’assunzione di alcuna spesa o responsabilità per il Comune.

Lavoro cercasi... Il Comune approva il progetto La Giunta ha recentemente approvato il progetto: “Lavoro cercasi...nella tradizione locale”, così come predisposto dal Comune di Savigliano (ente capofila) e da altri 10 Comuni, tra cui Marene, nell’ambito dell’attuazione della pianificazione strategica provinciale per i giovani, che ha ottenuto il finanziamento provinciale. La Giunta ha inoltre approvato la bozza di accordo per la gestione del progetto.

Concorso letterario “L’Ibrovolante” Si possono ancora inviare elaborati Il Comune di Marene, in collaborazione con l’associazione Amici della Biblioteca e Le Terre dei Savoia, organizza “L’Ibrovolante”, nona edizione del concorso letterario gratuito rivolto a grandi e piccini e a tutti coloro che desiderano sperimentarsi come scrittori e hanno qualcosa da raccontare. Il tema del concorso 2013 è: “A come ape, B come balena, C come cane… quanti animali ci circondano. Ci danno nutrimento aiuto e affetto. E tu? Cosa vorresti fare per loro?”. Il testo proposto dovrà essere assolutamente inedito, mai pubblicato in un volume, sulle pagine di un giornale, su un supporto digitale o veicolato attraverso Internet. Gli elaborati dovranno pervenire al Comune di Marene entro le ore 12 dell’8 aprile 2013. Il regolamento completo è pubblicato nella sezione bandi e avvisi del sito www.comune.marene.cn.it.

Confessioni in parrocchia Benedizione degli ulivi

per famiglie e ragazzi

Gli interpreti di “Favolosofia”

mercoledì 20 marzo 2013

menti” nella giornata di sabato 23 marzo. Una grande giornata di teatro per le famiglie e i ragazzi di Genola. «La filosofia per ragazzi potremmo dire che è l’esercizio quotidiano di ogni genitore, insegnante, adulto impegnato a raccontare la vita del mondo – sottolineano gli organizzatori –. Un’occasione per le famiglie di vivere un momento speciale insieme ai propri ragazzi e ai loro insegnanti». Nel salone dopolavoro, per la scuola secondaria Sacco-Boetti-Paglieri alle ore 11 e nel pomeriggio alle ore 15 per la scuola primaria Lidia Rolfi. L’ingresso è libero.

centinaio di persone); l’aiuto economico (sono stati erogati 12.700 euro: 5.500 euro dall’8 per mille; 5.000 euro dalla parrocchia; 700 euro dalla giornata della Caritas Parrocchiale e raccolta al cimitero; 1.500 euro dalle offerte dei fedeli) a 13 famiglie indigenti della nostra comunità, di cui 6 italiane, e in vari aiuti saltuari; collaborazione con l’assistenza sociale. L’Avo, ovvero il servizio volontari per ospiti della residenza e anziani della Comunità. Quanto alla casa di riposo, i volontari aiutano per pasti, animazione feste, uscite. L’Avo, poi, accompagna gli anziani soli in casa per visite, porta la spesa e le medicine

quando sono impossibilitati ad uscire. Senza dimenticare il trasporto disabili e anziani sia del paese che della casa di riposo con pullmino offerto dalla Fondazione CRT (per questo servizio, si può fare riferimento al parroco o a Piera Boglio). Ricordiamo che nello specifico esistono urgenze concrete. Si ricercano, infatti, volontari per accompagnare gli ospiti della casa di riposo per uscite al mercoledì; e volontari per la scuola di alfabetizzazione. Nel contempo si cercano indumenti per bambini (0-12 anni), lettini, biciclette e abbigliamento per uomo e donna. Stefania Aimetta

Giovedì 21 marzo, alle ore 15.30, sono previste in parrocchia le confessioni per i ragazzi delle medie, mentre alle ore 20.45 si terrà la celebrazione penitenziale.Venerdì 22 marzo, alle ore 20.45, si svolgerà la Via Crucis cittadina con partenza davanti alla scuola materna. Domenica 24 marzo alle ore 10.30 ci sarà la benedizione degli ulivi davanti alla nuova biblioteca; seguirà la processione alla chiesa parrocchiale e la S. Messa. Nel pomeriggio, alle ore 15, si terrà la Festa del Perdono per i ragazzi della 3ª elementare.

Primo soccorso pediatrico Aperte le iscrizioni al corso Sono aperte le iscrizioni al corso di primo soccorso pediatrico che si svolgerà presso il baby parking “ Il Mondo di Alis” in via Don Rolle a Marene, organizzato in collaborazione con SaiPed, Studio Associato Infermieri Pediatrici. Il corso prevede 12 ore di lezione. Per ulteriori informazioni ed iscrizioni ci si può rivolgere a www.saiped.it - 345.510858.

Si snoderà per le vie del paese

BREVI DA GENOLA

Ecco la Via Crucis

Neo genitori Benedizione in chiesa

GENOLA

Si terrà lunedì 25 marzo, alle ore 20.30, la Via Crucis per le vie di Genola. Prima stazione in piazza Marcos Juarez (animata da S. Antonio: Gesù condannato a morte); seconda stazione presso via Silvio Pellico (Gruppo Ministri straordinari dell’eucarestia: Gesù incontra la folla di Gerusalemme); terza stazione in via Pirandello, presso fam. Allasia\Bedino (Gruppo Famiglie: Gesù cade sotto il peso della Croce); quarta stazione in via Battitore (Gruppo Catechiste: “Oggi sarai con me in Paradiso!”); quinta stazione in via Aldo Moro (Gruppo Giovani: Gesù muore in Croce).

Si invitano le famiglie delle vie interessate ad illuminare il percorso, dove possibile, con lumini. St. Aim.

Domenica 24 marzo alle ore 12 ci sarà la benedizione delle mamme e dei papà in attesa di un bimbo.

Le Sante Quarantore Adorazione liturgica Le Sante Quarantore – adorazione del mistero eucaristico in preparazione alla Santa Pasqua – si terranno giovedì 21 e venerdì 22 dalle ore 8 alle ore 17. Giovedì S. Messa alle ore 20.30 e venerdì alle ore 17.30. Sabato, alle ore 10, S. Messa conclusiva.

Confessioni pasquali Il Calendario Via Crucis 2012, ultima stazione

Le confessioni per la Pasqua si terranno mercoledì 27 marzo dalle ore 16.30 alle ore 19.30 e dalle ore 20 in poi.Venerdì 29 marzo dalle ore 16 alle ore 17 e sabato 30 marzo dalle ore 9 alle ore 12 e dalle ore 16 alle ore 18.


20

mercoledì 20 marzo 2013

MONASTEROLO Chiavazza era nato in paese

Scomparso don Pierino

Don Pierino Chiavazza

Don Chiavazza, don Pierino per gli amici, era originario di Monasterolo di Savigliano, dove era nato il 18 giugno1927. Entrato in seminario dopo le scuole elementari, all’età di 11 anni, aveva frequentato prima il seminario di Giaveno e poi Rivoli dove, essendo tempo di guerra, la vita era particolarmente difficile. Era poi stato ordinato prete il 29 giugno 1950. Subito dopo era stato destinato al servizio dei rifugiati e profughi istriani alle Casermette di Borgo San Paolo a Torino e in seguito venne mandato a fare esperienza pastorale, in qualità di vice parroco, presso la comunità delle Vallette dove si celebrava la messa nei capannoni dell’ Atm e dove, insieme al parroco don Macario, promosse la costruzione della chiesa parrocchiale di Santa Caterina in Lucento, periferia della grande città che si trovava ad affrontare i problemi della immigrazione dal Sud verso la Fiat. Tra l’altro, ebbe l’incarico e la responsabilità della conduzione della “Casa per Vacanze” di Signols, vicino a Bardonecchia, casa frequentatissima in quegli anni da giovani e da famiglie, gestita in collaborazione con le suore dell’Istituto “Immacolata Regina Pacis” di Mortasa, suore che per molti anni si sono occupate di scuola materna e di attività giovanili presso la parrocchia di San Giovanni Battista in Sa-

vigliano. Dopo questa feconda e impegnativa esperienza, fu nominato parroco negli anni ’70 a Grugliasco dove svolse brillantemente il suo ministero e anche lì costruì la chiesa di San Francesco. Negli anni ’80 lascia la parrocchia e si ritira sulle colline di Manta per problemi alle corde vocali, ma poco dopo viene richiamato dal Vescovo che lo destina a Villafranca Piemonte, dove riunisce 5 parrocchie in una sola. Proprio in quegli anni, ancora nel pieno delle forze e dell’impegno apostolico, si aggrava quella malattia che avrebbe segnato il resto della sua vita, pur non condizionandola più di tanto. Era infatti costretto, dalle sue corde vocali, a periodi di afonia, seguiti da momenti di normalità di voce o appena di abbassamenti. Lasciò perciò l’attività pastorale nel 1993 per ritirarsi da monaco, stile di vita per cui aveva sempre manifestato una certa predisposizione fin dagli anni giovanili, tornando sulle colline di Manta di Saluzzo, dove in un piccolo eremo, accoglieva singoli e gruppi che guidava alla conoscenza approfondita di Dio e nella preghiera. Aveva sempre avuto una grande ammirazione per la Madre di Gesù, cui rivolse particolare attenzione con 60 presenze a Medjugorje. Quando l’eremo, col passare degli anni, durante la stagione invernale gli creava qualche difficoltà, passava qualche tempo ospite dell’Istituto saviglianese della Sacra Famiglia. Nell’ottobre del 2011, gli acciacchi della vecchiaia e l’aggravarsi del vecchio problema alle corde vocali, lo condussero a concludere il suo percorso di vita presso la casa del clero di Cervignasco, dove si è spento lunedì scorso. Mercoledì 20 marzo, alle ore 15,30 nel Duomo di Saluzzo sarà celebrato il suo funerale. Al termine, la salma verrà tumulata nel cimitero di famiglia a Monasterolo. Osvaldo Pignata

monasterolo - villanova

MONASTEROLO I piccoli lettori si muovono tra le pagine dei libri

L’asilo va in biblioteca La biblioteca di Monasterolo, dal mese di gennaio, ha nuovi ospiti: ogni quindici giorni, infatti, vi fanno visita i bambini che frequentano l’ultimo anno della scuola materna per sfogliare, scegliere e prendere in prestito uno dei tanti libri per bambini che è possibile trovare. La scelta di questo percorso di avvicinamento alla lettura rientra nel piano dell’offerta formativa elaborato

dalle insegnanti della scuola materna che, in accordo con la direzione della biblioteca comunale, hanno pensato di accompagnare periodicamente i bambini in un luogo che ad alcuni di loro era ancora sconosciuto e che tutti hanno subito apprezzato. Fin dal primo appuntamento, quando ad ognuno è stata fatta una tessera, i bimbi si sono dimostrati curiosi e affascinati dalla

I bimbi della materna, nuovi lettori della biblioteca

I bimbi della materna stanno sfogliando i loro primi libri in biblioteca

Mercoledì 20 marzo, dalle ore 20.30 alle ore 21.45, si svolgeranno le prove del Coro Giovani. Domenica 24 marzo, alle ore 9.30, la benedizione e processione con i ramoscelli d’ulivo da piazza Vittorio Emanuele II alla parrocchia, facendo così memoria dell’ingresso di Gesù a Gerusalemme. Seguirà la S. Messa. Martedì 26 marzo, alle ore 20.30 a Torre San Giorgio, si

terrà il primo incontro tra i genitori dei ragazzi che si accosteranno al Sacramento della Prima Comunione ed Eliana Brizio, responsabile della Pastorale Giovanile. Don Claudio ricorda che al fondo della Chiesa si trova un quaderno su cui scrivere gli Anniversari di Matrimonio che saranno celebrati come ogni anno a Pasquetta nel Santuario di “Madonna della Noce”.

I ragazzi portano all’altare le “Tarcisiane” (foto A. Scotta)

sessore comunale alla Pubblica istruzione e alla Cultura – i piccoli lettori hanno modo di inoltrarsi tra le pagine dei libri, qualcuno preferisce viversi individualmente l’avventura, qualcuno la condivide con l’amico più caro e qualche altro ancora si stringe intorno all’insegnante per sentir narrare dalla sua voce… Ciò che conta è che sia una buona lettura per tutti!».

MONASTEROLO Il nuovo direttivo resterà in carica fino al 2018

Materna: riconferma per Bosio Volti nuovi e meno nuovi formano il rinnovato consiglio di amministrazione della scuola materna di Monasterolo, consiglio che resterà in carica per il quinquennio 2013-2018. Venerdì 8 marzo, infatti, è stato confermato presidente Oddino Bosio, affiancato dai consiglieri Baldassarre Monge, neo vice presidente, da Alberto Arese, nel ruolo di segretario, e da Gian Lui-

gi Otella, Paola Picco e Danilo Perona, chiamati a collaborare per garantire il buon funzionamento di questo fondamentale servizio per i piccoli monasterolesi e per le loro famiglie. Fanno, inoltre, ancora parte del consiglio, il parroco don Mauro Gagna, che è membro di diritto, e Michele Mana in rappresentanza dell’Amministrazione comunale.

Oddino Bosio è stato riconfermato all’asilo

VILLANOVA Il corso è stato tenuto da don Claudio e dalla catechista Pina Supertino

Mandato e vestizione dei chierichetti

VILLANOVA Processione con i ramoscelli d’ulivo

Appuntamenti parrocchiali

grande varietà di libri a loro disposizione; è interessante, e piacevole osservare, che alcuni suggeriscono ai compagni letture che sono state gradite, altri spaziano da un libro all’altro chiedendo consigli alle maestre, mentre altri ancora hanno già sviluppato un gusto personale in base al quale scelgono il nuovo libro. «Grazie a questa iniziativa – ha sottolineato Stefania Bosio, as-

I Chierichetti “blu” con don Claudio e la catechista Pina Supertino

Domenica 17 marzo, alla S. Messa delle ore 10, per la V domenica di Quaresima, una folla di ragazzi ha partecipato alla celebrazione liturgica, in occasione del conferimento del “mandato e della vestizione dei chierichetti”. In tutto 34 ragazzi, che si sono impegnati a frequentare lo speciale corso per chierichetti, organizzato da don Claudio, con la preziosa e puntuale collaborazione della catechista Pina Supertino, che li ha seguiti

passo passo da novembre fino a marzo. Una serie di lezioni teoriche e pratiche, della durata di circa 30/45 minuti ogni volta, che si tenevano il sabato pomeriggio (dopo la S. Messa delle ore 17) oppure la domenica mattina (dopo la S. Messa delle ore 10) per dare modo a tutti di partecipare. Nel corso dei mesi i ragazzi hanno imparato e perfezionato il loro “essere giovani ministranti” prendendo confidenza con gli oggetti e gli

I Chierichetti “rossi” con don Claudio e la catechista Pina Supertino

arredi liturgici usati nelle celebrazioni, con le posizioni e gli atteggiamenti più corretti da tenere durante la Messa, con i vari compiti distribuiti a seconda della loro età e della loro esperienza. Un corso semplice, ma importante, volto a valorizzare il servizio che i nostri ragazzi svolgono all’altare durante tutto l’anno liturgico, e un modo per farli sentire parte integrante della grande famiglia comunitaria,

servizio prestato; essere sempre allegri e gioiosi». Al gruppo dei “principianti”, delle classi 1ª, 2ª e 3ª elementare, che hanno frequentato il corso per la prima volta, è stata consegnata la croce con il cordoncino giallo; al gruppo dei “mediani” delle classi 3ª, 4ª e 5ª elementare, che hanno già frequentato il corso l’anno precedente, è stata consegnata la croce con il cordoncino blu; al gruppo

I Chierichetti “gialli” con don Claudio e la catechista Pina Supertino

che conta sul loro impegno. Dopo aver conferito personalmente ad uno ad uno il mandato e consegnato ad ognuno la “tarcisiana” con la relativa croce, Don Claudio ha ricordato tre importanti aspetti del loro servizio: «prendere a cuore l’appuntamento settimanale con la S. Messa festiva al sabato pomeriggio, oppure alla domenica mattina; non vergognarsi di essere “chierichetti”, anzi essere molto fieri del

degli “esperti” delle classi 1ª, 2ª e 3ª media è stata consegnata la croce con il cordoncino rosso. Alla fine della vestizione, alla quale hanno partecipato anche i genitori, e prima dell’inizio della solenne liturgia eucaristica, i tre gruppi si sono sistemati attorno all’altare per il proseguimento della celebrazione, diventando parti attive del servizio. Paolo Biancardi


paesi

mercoledì 20 marzo 2013

CAVALLERLEONE Collegherà il paese sull’asse Cuneo-Torino

Finalmente, c’è il ponte

Molte autorità al taglio del nastro del nuovo ponte. Un’opera attesa sei anni

Si è tenuta nella mattinata di sabato scorso l’attesa inaugurazione della strada di collegamento tra il territorio comunale di Cavallerleone e la località Pedaggera, attraverso il ponte sul Maira. La data del 16 marzo 2013 rimarrà senz’altro negli an-

nali del nostro Comune, per l’importanza dell’opera che si è inaugurata, a fronte dei mezzi a disposizione dell’Amministrazione. Il bel tempo ha accompagnato la cerimonia, aperta dal sindaco Gianpiero Giacosa che, con

un breve discorso ha spiegato l’importanza di questa nuova infrastruttura per Cavallerleone, riservando un encomio per l’attuale vice sindaco Giovanni Bongiovanni, ideatore e strenuo difensore dell’opera durante il suo mandato di primo cittadino.

Giacosa ha poi sottolineato con orgoglio come i costi dell’opera siano stati sostenuti in gran parte (80%) con fondi comunali. La popolazione di Cavallerleone ha partecipato numerosa ed entusiasta al “taglio del nastro”, a cui hanno presenziato, oltre al nostro Consiglio comunale al completo, numerosi sindaci e amministratori di paesi vicini, rappresentanti delle forze dell’ordine e l’onorevole Guido Crosetto, che ha da sempre sostenuto l’idea di Bongiovanni, dando voce a Roma alle istanze dell’amministrazione cavallerleonese a tal riguardo. A microfoni spenti, il sindaco Giacosa ci ha confessato con amara ironia la sua piccola delusione in merito all’assenza di rappresentanti della Provincia e della Regione: «Quest’assenza pesante, nonostante l’invito, non mi meraviglia. Evidentemente i loro rappresentanti avevano qualche impegno considerato più importante. Noi piccoli paesi siamo un po’ dimenticati, avevamo già notato con disappunto l’assenza di rappresentanti della Provincia ai funerali del compianto sindaco di Murello, Giovanni Miniotti, lo scorso settembre». Gianluca Gianoglio

Videogallery su Il progettista, l’ing. Giraudo

MURELLO

Sabato mattina sul nuovo ponte c’erano anche molti sindaci del circondario

Quaderni di scuola e bastoni intarsiati Rossi, classe 1932, che nelle scorse settimane ha rinvenuto, all’interno di un armadio dove aveva riposto l’archivio di suo papà – Maurizio Rossi, nato nel 1889 – un libretto di Avviamento al Lavoro. “La calligrafia nelle scuole secondarie”, questo il titolo del

Giuseppe Rossi con il suo bastone su cui ha inciso il suo indirizzo

quaderno dell’alunno Rossi, autore il prof. F. Balbis, edito dalla Società Editrice Internazionale. Un quaderno di esercizi di scuola, riferito alla classe seconda della regia scuola di avviamento al lavoro: tra le pagine, il saggio di calligrafia, l’albero genealogico di casa Savoia, il diagramma della demografia italiana, la lunghezza comparata delle superfici e delle popolazioni. «Mio papà, che ha combattuto per quattro anni all’epoca della Prima Guerra Mondiale, è morto quando io avevo solo 9 anni – continua Giuseppe Rossi – e questo suo quaderno me lo ha fatto ricordare». Ma Giuseppe Rossi ha anche una passione che gli ha trasmessa suo papà, quella – ci spiega – «di intarsiare il legno e di scolpire, con uno scalpello, le-

Oltre un milione di euro e sette anni d’attesa Risale ad una riunione di giunta del 2006, come ricordato sabato dall’allora assessore Giacosa, la proposta ufficiale di Giovanni Bongiovanni, secondo cui Cavallerleone aveva veramente necessità di questa infrastruttura. È lo stesso Bongiovanni, ora vice sindaco, a descrivere l’opera e l’iter che ha portato alla sua realizzazione: «L’opera, concepita nel 2006, ha subito un iter progettuale e burocratico, di concertazione con il progettista ing. Giraudo e l’Aipo, concluso nel 2008, quando si sono appaltati i lavori, con la costruzione del ponte e successivamente della strada. Il collegamento è lungo 1.200 metri, compreso il ponte (lungo 90 metri e largo 12.50 metri). Il costo totale dell’opera è di 1.150.000 euro, di cui l’80% proveniente dalle casse del Comune, il 20% dal finan-

Presenti all’inaugurazione anche i bambini della primaria

gni, bicchieri, palot… Ad esempio, sul bastone che uso quotidianamente, ho inciso il mio indirizzo». Pa. Bi.

CAVALLERLEONE Raccoglie molti appassionati

È nato il “Moto Club I Book” Giovedì 14 marzo, alle ore 21 nella sala della biblioteca civica di Cavallerleone, si è riunito un folto gruppo di amanti delle due ruote, provenienti da diversi paesi del circondario: Murello, Monasterolo di Savigliano, Villanova, Ruffia, Cavallermaggiore, Racconigi. Dopo una esaustiva spiegazione sui motivi della riunione e sui vantaggi che dall’iscrizione alla Federazione Motociclistica Italiana ne potevano derivare, all’unanimità è stato fondato un Moto Club. A maggioranza è stato eletto il direttivo che ha ricevuto l’incarico dall’assemblea a formalizzare l’iscrizione alla FMI e raccogliere le adesioni al “Moto Club I Book”. Il

MURELLO

VOTTIGNASCO

ziamento da parte delle istituzioni». Riguardo al tracciato, il vice sindaco ci dice: «abbiamo valutato quello che era il più economico e meno impattante sul territorio. Infatti, il ponte è stato costruito nel punto in cui le sponde del Maira erano le più vicine, inoltre dal lato della Pedaggera era già presente una strada di campagna». Infine, anche Bongiovanni sfoggia l’orgoglio di avere realizzato quest’opera: «Siamo fieri di avercela fatta, pur senza grossi aiuti, andando avanti a piccoli passi ma senza mai fermarci, nonostante i numerosi intoppi. Abbiamo avuto la prontezza e la fortuna di iniziare prima della congiuntura economica, un ulteriore attesa di qualche anno e il progetto probabilmente non sarebbe mai decollato». G. G.

www.ilsaviglianese.com

I ricordi del padre e le passioni di Giuseppe Rossi, classe 1932

«La mia famiglia è di Ghigo di Polonghera. Nel 1950 ci siamo trasferiti a Murello, nella cascina Robella verso Polonghera. Ci siamo occupati sia si seminativo che di bestiame. Ora però che l’età avanza e sono solo faccio solo più seminativo». Le parole sono di Giuseppe

21

In sua memoria è stato modellato un busto in Comune

direttivo è composto dal presidente Dario Gattino, dal vice presidente Andreino Minetti, dal segretario Marcellino Peretti; e dai consiglieri Carlo Grosso ed Enrico Gullino. La neonata associazione invita tutti ad iscriversi: «Tutti gli amici delle due ruote sono ben accetti in questo nostro club – hanno sottolineato – per apportare idee e condividerle in assoluta libertà». Per informazioni ed iscrizioni, 393.9678699 (Dario), 339.4918546 (Marcellino) oppure via e-mail motoclubibook@live.it, compilando la domanda di ammissione a socio e versando la quota sociale. G. G.

A causa del maltempo

Annullato il motoraduno

Antonio Barberis, speziale e benefattore Dopo averla respinta nella seduta del 28 marzo 1846, in quella successiva i consiglieri comunali di Vottignasco approvarono la richiesta presentata dalla Congregazione della Carità, di onorare la memoria dello “speziale” (oggi diremmo farmacista) Antonio Barberis a un anno dalla sua morte, facendo modellare il suo busto a spese del Comune. Il busto venne collocato nella sala consigliare del Municipio, poi trasferito sulla parete del grande scalone da cui si accede al piano superiore, dove si trova tut-

Il busto in memoria di Barberis

tora. Conseguita all’Università di Torino la laurea in Farmacia, il Barberis andò ad abitare a Villafalletto, dove possedeva molti beni immobili, e laggiù intraprese la professione di “speziale”, allora esercitata da pochissimi dottori in medicina. Il 2 aprile del 1845, sentendo approssimarsi la sua ultima ora, sopravvenuta ventidue giorni dopo, fece venire al suo capezzale il notaio Antonio Martinengo per la stesura del testamento. Alla seconda moglie che, al pari della prima, non gli aveva

dato dei figli, lasciò tutti i beni che possedeva a Villafalletto e Vottignasco. Alla morte della donna, la locale Congregazione di Carità divenne proprietaria delle terre e delle cascine situate nel territorio del Comune e, nel contempo, assunse l’obbligo di ripartire annualmente la somma di 300 lire tra gli abitanti più bisognosi. Inoltre, era tenuta a corrispondere al medico di Villafalletto che curava gli ammalati di Vottignasco, un compenso annuo di 400 lire. Giovanni Bosio

L’anno scorso il motoraduno si era svolto regolarmente

Niente di fatto per i centauri murellesi. Il motoraduno e la benedizione dei motociclisti previsti per la scorsa domenica sono, infatti, stati annullati causa maltempo. Il pranzo era già stato annullato durante la settimana, mentre l’ultimo sole di sabato ha ancora fatto sparare che la benedizione si potesse fare. I nuvoloni e i pesanti fiocchi di neve di domenica hanno, però, trattenuto le moto in garage. S. G.


22

mercoledì 20 marzo 2013

CRONACA Due rumeni fermati dai Carabinieri

Denunciati per ricettazione Nella mattina di sabato, verso le ore 9, i Carabinieri di Racconigi, nel corso di un’attività di controllo delle aree rurali, hanno notato in una stradina che costeggia la provinciale, tra Racconigi e Cavallerleone, due individui che armeggiavano con una tanica nei pressi di una Volkswagen Sharan. I due – B. A., 20 anni, e S. C., 25, entrambi cittadini rumeni, domiciliati a Racconigi – stavano travasando del gasolio da una tanica nell’automobile. Dal momento che alla richiesta dei militari sul motivo per il

quale si trovassero su quella strada e sulla provenienza del gasolio, non sapevano fornivano alcuna giustificazione, i militari procedevano alla perquisizione del mezzo al cui interno rinvenivano un’altra tanica vuota, un tubo in gomma della lunghezza di circa 1,5 metro ed un imbuto che emanavano un forte odore di gasolio. I due rumeni venivano accompagnati in caserma dove sono stati denunciati in stato di libertà per ricettazione. Il materiale rinvenuto in loro possesso è stato posto sotto sequestro.

ELEMENTARE Un progetto che coinvolge 295 alunni di 20 classi

Pedibus come abitudine

CRONACA Marocchini arrestati per furto aggravato

Sorpresi a rubare al Lidl Sabato scorso, verso mezzogiorno, i Carabinieri di Racconigi sono accorsi, dopo una richiesta al 112 effettuata dal personale del supermercato Lidl, in via Principessa di Piemonte dove un cittadino extracomunitario stava occultando merci prelevate sugli scaffali, infilandole dentro la giacca. E. H., 30 anni, marocchino, residente a Centallo, è stato fermato dai militari mentre stava per salire a bordo di una Golf alla cui guida si trovava il connazionale D.E., 21enne, anche lui residente a Centallo.

Dopo un sommario controllo operato dai militari, E. H. veniva trovato in possesso delle merci appena trafugate e ancora nascoste nella giacca, mentre nell’autovettura i militari scoprivano e recuperavano dell’altra merce asportata poco prima dallo stesso esercizio commerciale. Il responsabile del supermercato Lidl ha sporto denuncia di furto e le merci, per un valore di circa 100 euro, sono state tutte restituite. Per i due marocchini è scattato l’arresto per furto aggravato in concorso.

CRONACA Madre e figlio a bordo di una Ford Fiesta

Bloccati nel sottopasso Brutta avventura, nel primo pomeriggio di lunedì scorso, per una racconigese ed il suo figlioletto di circa 12 anni, intrappolati dall’acqua sotto un sottopasso della tangenziale est. Erano circa le 15,30 quando la donna, al volante della sua Ford Fiesta, si apprestava a transitare nel sottopasso che si trova lungo le complanari della bretella, tra il Canapile e la tenuta Angiolina. A causa della pioggia e della neve degli ultimi giorni sul fondo del sottopasso si era accumulata dell’acqua. La donna, pensando si trattasse di pochi centimetri, ha proseguito ma, una volta trovatasi in fondo al sottopasso, l’acqua ha incominciato ad entrare nella vettura, che si è bloccata senza più saperne di andare né avanti né indietro.

Spaventatissimi la racconigese ed il figlio sono usciti dalla macchina e sono risaliti alla superficie, con l’acqua che arrivava loro al ginocchio. Sono intervenuti i Vigili del Fuoco volontari di Racconigi che hanno provveduto a recuperare il mezzo. In questi casi nei sottopassi della tangenziale dovrebbero entrare in funzione le pompe per smaltire l’acqua ed il semaforo dovrebbe segnalare il pericolo: né le une né l’altro però hanno funzionato. Quel giorno stesso i pompieri volontari racconigesi erano già stati allertati per un incendio camino a Cavallermaggiore e per rimuovere un albero caduto, a causa della neve, sulla strada carrareccia che costeggia il muro di cinta a nord del parco.

Bibino venerdì ha accolto i bambini davanti alla scuola elementare

C’era il clown Bibino, al secolo Corrado Gallo, venerdì scorso ad attendere davanti al plesso di via Ton i bambini che arrivavano a scuola a piedi. Quattro salti, un saluto ed un gran sorriso per la strada e poi una visita ed altri lazzi e frizzi, nelle classi ed in palestra. La giornata di sole primaverile ha fatto il resto ed è stato bello fare “Pedibus” in tanti, in allegria, in compagnia… «L’obiettivo è convincere un numero sempre maggiore di famiglie a portare i bambini a scuola a piedi non in giorni speciali, ma

Il clown in classe tra la curiosità degli alunni della scuola primaria...

Da “In Terre di seta” 800 euro per le famiglie in difficoltà Il presidente dell’Associazione “In Terre di seta”, Bartolo Gariglio, comunica che la sua associazione, in questo momento di grave crisi economica, ha deciso di devolvere 800 euro destinati all’acquisto di generi alimentari a favore delle famiglie racconigesi in difficoltà.

... ed in un’aula della scuola dell’Infanzia del plesso di via Ton

Vinti 8.700 euro al Lotto

Luciano Piovano (Pack Service) vicepresidente della Confapi Cuneo

Luciano Piovano

no si avvale di due nuovi sponsor – interviene l’assessore Beltrando –: la CRS che ha fornito parte degli elementi per realizzare il nuovo look, e la Campiello». «Le classi della scuola elementare e dell’asilo che aderiscono sono 20, per un totale di 295 bambini – ci informa il referente del progetto, Mimmo Monachino –. Abbiamo iniziato a novembre con due giornate ed abbiamo proseguito anche durante la brutta stagione con un venerdì al mese. Ci sono state delle edizioni speciali del Pedibus in occasione della giornata del risparmio energetico ed ora con questi due momenti di festa, venerdì scorso con il clown e venerdì prossimo, quando è in programma uno spettacolo al Palazzetto dello Sport. Dopo Pasqua, e fino alla fine dell’anno, poi, estenderemo la proposta a tutti i venerdì del mese». L’appuntamento è dunque per venerdì 22 marzo per un altro bel momento di festa e di socializzazione: i bambini dell’elementare e dell’asilo partiranno tutti insieme da via Ton in un lungo serpentone che si sposterà per le vie del centro storico, in assoluta sicurezza, fino al Palazzetto dello Sport, dove è in programma uno spettacolo a sorpresa.

CRONACA Con un terno secco alla ricevitoria Talpo

NOTIZIE IN BREVE

Luciano Piovano, titolare della Pack Service, è entrato nel gruppo Direttivo di Confapi Cuneo (Associazione Piccole e Medie Imprese) in qualità di vicepresidente. L’Associazione, presieduta dal riconfermato Giuseppe Cavallotto, imprenditore braidese titolare di Siecab, ha ora come vicedirettori, oltre a Piovano, Giuseppe Piumatti della Bra Servizi ed il grinzanese Giovanni Battaglino della B&B automazioni industriali. Del Direttivo fa parte anche un altro racconigese, Antonio Livio Costamagna, attuale presidente di Confapi Piemonte e già al vertice del sodalizio provinciale agli inizi del Duemila.

proprio come abitudine» sottolinea l’assessore Beltrando. «Quest’anno, da parte della scuola e dell’Amministrazione co-

munale, che lavorano di comune accordo, abbiamo decise di rilanciare “Pedibus”, estendendolo a più giornate – gli fa eco il dirigente didattico Giannino Marzola –. La risposta delle famiglie è stata positiva: è importante creare l’abitudine a spostarsi a piedi o, per la scuola media, in bicicletta. Ed è quello che poco per volta sta avvenendo. «Per bambini e ragazzi – prosegue il dirigente scolastico – è anche un bel modo di fare gruppo, di socializzare, di sentirsi protagonisti e non dei pacchi spostati in macchina da un posto all’altro. E tutto questo grazie anche alla preziosa collaborazione dei nonni-vigili e dei genitori che si sono resi disponibili, sostenuti dall’Associazione Alpini». «Il progetto Pedibus quest’an-

Marina Giordanengo e Diego Talpo

La dea bendata è tornata a fare visita alla ricevitoria numero 1 di piazza Castello, di Diego Talpo e Marina Giordanengo. Un fortunato vincitore si è portato a casa la bella cifra di 8.700 euro: ha puntato un euro sull’ambo e due sul terno sulla ruota di Milano nell’estrazione del Lotto di giovedì 14 marzo, azzeccando un terno secco con i numeri 6-9-62. Non ci sono indiscrezioni che conducano ad identificare il fortunato scommettitore.

Non è la prima volta che la ricevitoria dei coniugi Talpo viene baciata dalla fortuna. In passato si erano già registrate alcune vincite da 10 mila euro al Gratta&Vinci e, per quanto riguarda il Lotto, una vincita di 9 mila euro lo scorso settembre, una di 13 mila ed una addirittura di 38.000 euro. Numerosissime inoltre le vincite al “Gioco e Lotto”, l’ultima delle quali, di 1.500 euro, solo la settimana scorsa.

CURIOSITÀ Un mons. Giovanni Bergoglio a Borgo Macra

Un antenato del papa a Racconigi C’è un mons. Giovanni Bergoglio nella storia di Racconigi. Ed è parente del papa argentino. La famiglia dei Bergoglio era originaria di Santena. Fu nell’800 che una parte di essa si trasferì in Argentina. Altri si sparsero in tutto il Piemonte. Il monsignore che ebbe a che fare con la nostra città era nato proprio a Santena il 18 febbraio 1866. Musico e compositore, organista e concertista, fu prelato

domestico di papa Pio XII ed insegnante stimato dal re Umberto II, che lo nominò cappellano reale onorario, rettore del Santuario Votivo Madonna delle Grazie. Morì il 29 aprile 1949 ed è sepolto nella tomba dei sacerdoti di Santena. Nel santuario di Borgo Macra lo ricorda una lapide in cui sono elencati i “sacerdoti rettori”. Il primo fu il carmagnolese don Giovanni Ribotta, che officiò il tempio per 28 anni fino al 1865. A lui

seguirono don Sebastiano Bella di Narzole d’Alba e poi il nobile racconigese don Biagio Balladore, che venne nominato Cavaliere dell’Ordine della Corona d’Italia dal re Vittorio Emanuele III. Fu lui a battezzare Umberto II. Alla sua morte, avvenuta nel 1925, gli succedette appunto monsignor Bergoglio, cui fecero seguito i canonici Lorenzo Osella e Stefano Traversa e l’attuale rettore, don Gian Franco Troya.

L’elenco dei “sacerdoti rettori”


racconigi

INTERVISTA Luisa Perlo parla dei suoi dieci mesi in Comune

«Si fa poco per la Cultura»

Il consigliere Luisa Perlo

Eletta nella lista che portava il suo nome accompagnato dalla frase “La politica come amore per la città”, Luisa Perlo è giunta al decimo mese del proprio mandato di consigliere comunale. Siede nei banchi della minoranza e tra Consulte, Commissioni ed incontri porta avanti il proprio impegno di donna in politica, volta a migliorare la sua città. Docente presso la scuola superiore della nostra città, predilige l’ambito della Cultura: un campo in cui vorrebbe impegnarsi in modo particolare: «Per ora la

Consulta sulla Cultura si è incontrata una sola volta – spiega –: ci sono stati degli ottimi suggerimenti da parte dei suoi componenti, ma mi aspettavo che il Comune facesse di più in questo campo, perché la Cultura contribuisce alla crescita dei cittadini». Ma è iniziato proprio domenica il Festival Musicale... «Per fortuna. E questo l’ho apprezzato. Come Arimondi-Eula, con il patrocinio della città di Racconigi, stiamo lavorando con gli studenti su un tema culturale: quello della legalità, in prospettiva di due incontri, per le scuole e per la popolazione, che si svolgeranno il 17 aprile ed il 17 maggio. Interverranno Gabriella Ebano ed il fratello di Peppino Impastato per portare la loro testimonianza sulla mafia». Continuano gli incontri tra i gruppi di minoranza? quali sono i rapporti tra voi? «Dopo la fase iniziale, superati certi scogli accumulati in campagna elettorale, ci eravamo trovati per parlare del Neuro e del Piano Regolatore. Stiamo aspettando da mesi che vengano resi noti i dati dello studio di fattibilità di cui è stato incaricato lo Studio Chintana, a cui il Comune

ha già versato 40 mila euro. E vorremmo conoscere da dove proverranno i finanziamenti e le possibili prospettive per la Cittadella degli studi proposta dalla maggioranza. A questo proposito vorremmo anche conoscere la superficie del Neuro utilizzabile per il polo scolastico». Palazzo Pochettino, Ala comunale, salone Soms: quale è la vostra posizione? «Uno dei punti principali del nostro programma elettorale era quello di non investire su Palazzo Pochettino per il fatto che non è di proprietà del Comune e nemmeno non ci sono i soldi per acquistarlo. E quando si è parlato di ristrutturare l’Ala comunale, avevamo suggerito di valutare il salone Soms. È necessario avere una sala da utilizzare anche in inverno, quando fa freddo, ed il salone sociale dovrebbe passare al Comune». E per quanto riguarda piazza Carlo Alberto? «I tecnici della nostra lista, Bonetto e Busso, ritengono che il tipo di pavimentazione prevista non sia adeguata, ma l’assessore Rosso ha risposto che non è possibile modificare il progetto». Come vede il futuro turi-

stico della città? «Il parco non si sa se lo apriranno ancora ed iniziative in castello non ce ne sono: non volevamo un turismo mordi e fuggi, ma ora anche i visitatori sono diminuiti e le iniziative in città sono poche». Nell’ultimo anno ci sono stati cambiamenti in città? «Grossi cambiamenti non li vedo e non ho visto iniziative per incentivare il commercio. La nota positiva è il fermento che colgo tra i giovani: c’è un maggiore senso civico, la voglia di mettersi in gioco...». La Consulta del Regno intendere ricordare i trent’anni dalla morte di Umberto II organizzando un convegno a settembre. Ritiene che il Comune dovrebbe partecipare? «Sono d’accordo per una commemorazione storica dell’ultimo re d’Italia: l’importante è che non venga strumentalizzata. Un convegno lo ritengo possibile perché i Savoia sono stati l’unica casa regnante d’Italia. E sarebbe interessante mettere a confronto le varie posizioni sul comportamento della monarchia dopo l’8 settembre». Beatrice Becchis

LAVORI PUBBLICI Non più Palazzo Pochettino nè l’Ala comunale, ma la Soms

Erbe officinali: si cambia ancora... Inizialmente il “polo per la conoscenza delle erbe officinali” avrebbe dovuto essere dislocato presso il Palazzo Pochettino di Serravalle, in via Morosini. La sua ristrutturazione, però, è stata poi abbandonata e l’intervento è stato spostato sull’Ala comunale di via Carlo Costa. L’intenzione dell’Amministrazione comunale era di affiancare, all’interno dell’ala, il polo delle erbe officinali ad uno spazio polivalente ed a questo scopo ha predisposto un progetto preliminare, approvato dalla Giunta nella sua seduta dell’11 dicembre scorso. Ora però sono sorte difficoltà: la struttura dell’Ala comunale, stretta e lunga, e la presenza delle colonne interne in ghisa, creerebbero infatti problemi nella distribuzione degli spazi e la sala polifunzionale avrebbe finito con il rivelarsi troppo esigua rispetto alle originarie aspettative. Inoltre, la soluzione obbligata di soppalcare, almeno in parte, la tettoia comunale, e di creare un locale interrato, avrebbero probabilmente incontrato difficoltà ad ottenere i prescritti pareri dalla Soprintendenza per i Beni architettonici e paesaggistici. La giunta ha perciò deciso di cambiare un’altra volta la dislocazione del “polo delle erbe of-

Le erbe officinali nel salone Soms: definitivo? ficinali”: non più Palazzo Pochettino e nemmeno l’Ala comunale, ma il salone Soms. In una nuova delibera di Giunta, datata 5 marzo, si fa infatti notare che le dimensioni dell’edificio e la sua conformazione, suddivisibile in due piani fuori terra, consentono di alloggiare in modo più funzionale non solo il “polo per le erbe officinali” ed una cucina didattica, ma di creare altresì uno spazio per conferenze e proiezioni al primo piano, connesso al polo di-

dattico. L’ex cinema è attualmente di proprietà della Società Operaia, ma la Prefettura ha avviato le procedure per lo scioglimento della Società, che comporterà il trasferimento del locale al Comune. “Detta possibilità si è concretata solamente in queste ultime settimane – si legge nella delibera – e pertanto, al momento della candidatura regionale non sarebbe stato ancora possibile proporre tale alternativa progettuale al posto dell’Ala comunale. Occorre, pertanto, provvedere alla progettazione preliminare dell’intervento per la sua trasmissione ai competenti Uffici regionali”. Nelle intenzioni di sindaco e giunta il recupero del salone Soms si presenta come primo stralcio di un progetto più ampio, comprendente anche il restauro dell’Ala comunale, che verrebbe posticipato al 2015, limitatamente alla creazione della sala polivalente. Per il 2016 è invece prevista la pedonalizzazione di via Carlo Costa e delle aree limitrofe.

su www.ilsaviglianese.com

ANNIVERSARIO A 30 anni dalla morte di Umberto II

Gli alpini ricordano i caduti

I monarchici al Santuario Reale

Domenica 17 marzo, nella ricorrenza del 152° Anniversario dell’Unità d’Italia, il Gruppo Alpini ha ricordato i racconigesi caduti nelle Guerre risorgimentali. Alla cerimonia, oltre agli alpini racconigesi, hanno preso parte il sindaco Gianpiero Brunetti, gli assessori Mariano e Rosso, un maresciallo in rappresentanza della locale Stazione Carabinieri, la bandiera dell’Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi in Russia, gli alpini del Gruppo di Caramagna e la locale Sezione Bersaglieri.

I monarchici con don Troya

Sabato 16 marzo ad Hautecombe, in Savoia, è stata celebrata una Messa in ricordo di Umberto II, ultimo re d’Italia, a trent’anni dalla morte, officiata dal vescovo di Chambery. Domenica 17 marzo, nel Santuario Reale della Madonna delle Grazie di Racconigi, don Gian Franco Troya ha celebrata una funzione eucaristica, sempre in suffragio di Umberto di Savoia.Tra i presenti: il membro della Consulta dei Senatori del Regno Giovanni Seia, la presidente del Panathlon Club Maira Patrizia Notario e Pietro Bruno, delegato della Guardia d’Onore del Pantheon.

23

Voci che mi porto dentro di Costanzo Liprandi

La mantella nera Polvere d’anni tra siepi di biancospino. Una mantella nera Non so quanti anni possa durare un indumento come quello classico del tempo della mia infanzia: la mantella. La mia (meglio la “nostra”) durò più di trent’anni sicuramente. Acquistata da mio padre nel primo inverno di matrimonio (1916) passò alla sua morte sulle spalle dei miei due fratelli, prima l’uno poi l’altro, e infine giunse a me. Quando incominciò a coprirmi era già stata “ridotta”, perché ad ogni strappo provocato dall’usura, strappo che avveniva quasi sempre sulle spalle, mia madre provvedeva a ripararla e, se non aveva una “toppa” nera di una stoffa simile, ne ricavava una o più dal bordo riducendone l’altezza. Così la mantella, almeno da una certa distanza, appariva sempre presentabile, in modo da non dar spunto a qualche compagno, i soliti, di deridermi. Per essa, pur essendo io di indole pacifica, un giorno mi arrabbiai moltissimo. Era l’inverno della quarta elementare. Nevicava. I compagni del “centro” (immaginatevi il centro di un paese di nulla come Ceriolo) attendevano coloro che, come me, arrivavano da case sperdute nella campagna per coprirci di neve infilandocela persino nel collo. Mentre si divertivano in questo gioco, uno dei più grossolani (ricordo il suo nome: come è difficile cancellare il nome di chi ti fa soffrire!) mi strappò la mantella proprio sulle spalle. Allora per la prima volta… riuscii a picchiare un compagno. Per una mantella?! Forse per me non era solo “una” mantella. Mi seguì anche in collegio. Alla sera dopo cena uscendo in cortile per l’ultima ricreazione mi

La mantella dei contadini avvolgevo in essa e sentivo il tepore della mia casa, della stalla e l’abbraccio dei miei. E quando mi coricavo la stendevo sul letto, ma attendevo che l’assistente spegnesse la luce, affinché non s’accorgesse, altrimenti mi avrebbe sgridato, perché la mantella nera “stonava” sul copriletto bianco, uguale agli altri… Poi mi addormentavo tranquillo come fossi ancora là, nella “casa schiacciata dal tempo”. E oggi? Con gli armadi pieni di vestiti... «Non ho più nulla da mettermi!» Anche per chi ha tanto… manca sempre qualcosa! “È rimasta la tua mantella nera fradicia di malinconia per coprire gli orfani tuoi figli. Prima ai fratelli, poi giunse a me quando essi ebbero dalla Stato quella grigio-verde dell’ultima agonia. Lunga fino ai piedi mi coprì la fanciullezza nelle fredde mattinate di scuola – ero nell’ultimo banco e la fumante stufa arrossava solo i volti dei più piccini –. Giorni senza voce e senza sole avvolti nella mantella nera d’una precaria esistenza”.

ANPI Ai

neo-eletti

Benvenuti!

Commenta la notizia

ANNIVERSARIO L’Ana commemora l’Unità d’Italia

La cerimonia dell’Ana per l’Anniversario dell’Unità d’Italia

mercoledì 20 marzo 2013

Il manifesto dell’Anpi

L’Anpi, Associazione Partigiani d’Italia, sezione di Racconigi, presieduta da Beppe Marinetti, tramite un manifesto affisso nella bacheca sotto i portici di via Morosini si congratula con i nuovi eletti: sia nell’ambito della chiesa che in quello della politica nazionale. “Papa Francesco, Laura Boldrini, Pietro Grasso: benvenuti!”

Vivono nel ricordo MIRELLA BIORA È mancata all’età di 73 anni all’ospedale di Saluzzo Mirella Biora. Ne danno il triste annuncio il fratello, la cognata e parenti tutti. I funerali sono stati celebrati nella mattina di sabato 16 marzo nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Maggiore. MARIO CALABRESE Ha lasciato i suoi cari all’età di 81 anni Mario Calabrese. Ne danno il triste annuncio la moglie Giusi, i figli Claudio (con Silvia ed il figlio Alessandro),Tiziana (con Marco) e Dario, e parenti tutti. I funerali hanno avuto luogo nel pomeriggio di martedì 19 marzo nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Maggiore. Dopo le esequie la Salma è proseguita per il cimitero di Murello. Le offerte raccolte in sua memoria sono state devolute in opere di bene. Alle famiglie nel dolore le condoglianze della redazione de “Il Saviglianese”.


24

mercoledì 20 marzo 2013

Nella seconda serata il film “18 jus soli”

Lunedì 25 marzo sarà proiettato il documentario “18 jus soli”

Dopo il successo della prima serata del ciclo “L’immigrazione dai genitori ai figli”, gli organizzatori guardano con fiducia ai prossimi appuntamento in calendario. La seconda serata è fissata per lunedì 25 marzo (ore 21) con la proiezione del film “18 ius soli - Il diritto di essere italiani” di Fred Kuwornu. Saranno presenti il regista di origini ghanesi e Pietro Schwarz, responsabile del “Progetto Macramè” e di “Riuscire di +” del Consorzio Monviso Solidale. Il ciclo si concluderà venerdì 5 aprile (ore 17,30) con la presentazione del libro “Clandestinità (e altri errori di destra e di sinistra)” alla presenza dell’autore, il magistrato Paolo Borgna, che risponderà alle domande del dirigente scolastico dell’istituto comprensivo racconigese Giannino Marzola.

APPUNTAMENTI

Ritorna venerdì sera la Via Crucis per le vie della città Nell’ambito delle celebrazioni della Quaresima, venerdì 22 marzo è in programma la tradizionale Via Crucis per le vie della città. La funzione inizierà alle ore 20,45 nella chiesa di Santa Maria. Le stazioni della Via Crucis saranno disseminate lungo il percorso: piazza Santa Maria, via Ospedale, via Levis, piazza Muzzone, piazza del Gesù, via Angelo Spada, piazza Uomini, piazza Roma, via San Giovanni, piazza Burzio, via Santa Chiara, via Santa Maria, piazza Santa Maria.

Chiude la chiesa di Santa Maria da sabato funzioni a San Giovanni Scatta l’alternanza delle chiese cittadine: da sabato 23 marzo verrà chiusa la parrocchiale di Santa Maria Maggiore e tutte le messe e le celebrazioni avranno luogo a San Giovanni Battista.

La processione dei bambini per la Domenica delle Palme Domenica 24 marzo, “Domenica delle Palme”, alle ore 9,45 avrà luogo una celebrazione in piazza Burzio e sul sagrato della chiesa, con la benedizione degli ulivi. Prima della messa delle ore 11, invece, è in programma la processione dei bambini dall’oratorio alla chiesa.

Lago Verde: gara di pesca alla trota valida per il campionato sociale La seconda gara del campionato sociale 2013 di pesca alla trota dell’Associazione Pescatori Sportivi Racconigesi è in programma domenica 24 marzo presso il Lago Verde. I partecipanti avranno un’ora a disposizione in 4 “tempi” senza limiti di catture, a partire dalle ore 8,30. Alle 10 premiazione e divisione del pescato fra tutti i partecipanti. La quota d’iscrizione è di 15 euro

I Testimoni di Geova commemorano la morte di Gesù

racconigi

INCONTRO I figli degli immigrati avranno la cittadinanza onoraria

Il futuro parla straniero «Sono passati i tempi in cui gli immigrati arrivavano cercando un lavoro con il pensiero di tornare nel loro Paese. Oggi i loro figli crescono e vanno a scuola con i nostri e l’integrazione sta avvenendo, poco per volta, lentamente. Nessuno di noi può pensare di fermare la globalizzazione: dobbiamo cercare di gestirla bene, tutti insieme» ha affermato il sindaco Brunetti venerdì scorso presso la chiesa di Santa Croce, introducendo la prima serata del ciclo “L’immigrazione dai genitori ai figli” organizzato dal Comune in collaborazione con il Consorzio Monviso Solidale e l’Istituto Comprensivo Bartolomeo Muzzone. Tanti i presenti alla serata e, fatto è importante, tra loro anche numerosi rappresentanti delle varie nazionalità presenti in città, dal Marocco al Senegal alla Romania. «L’obiettivo di questa Amministrazione, e vorremmo che fosse l’obiettivo di tutta Racconigi, è quello di dare un segnale forte concedendo la cittadinanza onoraria ai ragazzi che sono nati nella nostra città o nella nostra nazione – ha proseguito il primo cittadino –. È un percorso che solleverà magari delle critiche, delle polemiche, ma che siamo

Venerdì a Santa Croce è iniziato il ciclo per parlare d’immigrazione

felici di fare. Anche in questo momento di difficoltà è nostro dovere dare speranza alla gente». Le cifre dell’immigrazione sono state portate da Fredo Olivero, già direttore dell’Associazione Migrantes della diocesi di Torino: oltre 5 milioni gli stranieri presenti in Italia, circa 450 mila in Piemonte. Le previsioni sono che tra 50 anni (ma forse molto prima) su 63 milioni di italiani gli stranieri saranno 18 milioni. Olivero ha subito voluto sfatare un tabù: non è vero che gli immigrati “costano” allo Stato. Tra tasse e contributi essi, in un anno, sborsano 12 miliardi e 800 milioni mentre tra sanità, scuola, servizi sociali, giustizia ecc. costano 11 miliardi e 100 milioni. Dunque; un saldo positivo di 1 miliardo e 700 milioni.

«Gli immigrati sono in media molto più colti di noi e molto più giovani: il futuro sarà loro» ha concluso Fredo Olivero. «Da quindici anni mi occupo a vario titolo di immigrazione e sono sempre più insofferente per l’approccio che si ha verso questa realtà, che viene vista come un problema: o di sicurezza o di assistenza sociale, dimenticando che ci troviamo a rapportarci con delle persone» gli ha fatto eco Luisella Lamberti. Illustrando l’attività dello sportello stranieri, la sindacalista della Cgil ha evidenziato le tante discriminazioni con cui gli stranieri si trovano a dover fare i conti: «La loro è una vera e propria vita ad ostacoli tra permessi di soggiorno, lavoro, documenti da compilare e pagare carissimi...».

RACCONIGIEVENTI Sabato a Castagnito per la serata finale di “Cantè j’euv”

In anteprima il panino al cappone Sabato 23 marzo, RacconigiEventi sarà presente a Castagnito alla serata finale di “Cantè j'euv” per promuovere il Real Biscotto di Racconigi ed il Real Cappone di Racconigi. Quest'ultimo verrà proposto in un innovativo "sanguis d' capun", panino caldo farcito con cappone cotto alla brace... Il Cantè j’euv Roero è un’antica tradizione: in coincidenza con la Quaresima ed i primi giorni di primavera, gruppi di giovani cantori andavano nottetempo per le colline del basso Piemonte, nelle piccole comunità rurali delle Langhe, del Monferrato e del Roero, a “cantar le uova”, portando la buonase-

ra ai contadini e chiedendo un po' di uova e un bicchier di vino in cambio della loro allegria contagiosa. La consuetudine “riuniva” dopo l'inverno i paesani, riconciliava gli animi e dava ai giovani del paese l'occasione di corteggiare le ragazze. Con le uova, il giorno di Pasquetta, si cuoceva una grande frittata da consumare insieme sul prato. Un’altra tradizione vuole invece che le uova venissero vendute e con il ricavato i giovani si potessero così comprare il vestito buono per la festa della maggiore età. La consuetudine di “Cantè j'euv”, ormai quasi scomparsa, da una trentina d'anni è stata risco-

Lo stand di RacconigiEventi a “Cantè j’euv” edizione 2011 perta e riproposta. Oggi gruppi di I moderni “Cantè j’euv” sono giovani e meno giovani, insieme a organizzati all’insegna dalla solidacuriosi e ad amanti di questa tra- rietà: anche sabato, secondo tradidizione, si ritrovano per una not- zione, tutti i gruppi devolveranno te intera a intonar canti e mangia- gran parte del ricavato delle quere delizie culinarie tipiche. stue in beneficenza.

CATECHISMO I bambini di quinta elementare domenica a Villa Biancotti

Auguri di Pasqua in casa di riposo

Nella sala del Regno dei Testimoni di Geova, in via Sapegno 4, è in programma martedì 26 marzo (ore 19,30) l’annuale commemorazione della morte di Gesù Cristo. Dopo un discorso rievocativo, che spiegherà agli intervenuti il significato della morte di Gesù di Nazareth, saranno fatti passare tra i presenti pane azzimo e vino rosso, simboli rispettivamente del corpo e del sangue di Cristo.

Corso su sicurezza e igiene sul lavoro L’Amministrazione comunale organizza un corso gratuito sulla sicurezza e l’igiene sul lavoro, obbligatorio per lavoratori e disoccupati in cerca di occupazione. Al corso sono invitati tutti coloro che non sono in possesso dell’Attestato di Sicurezza e Igiene sul lavoro per i quali, nell’eventualità di una possibile assunzione, la ditta sarà esonerata dal pagamento del corso stesso. Il corso si svolgerà sabato 13 aprile dalle ore 14 alle 18 nei locali della Biblioteca civica di piazza Burzio. Per le iscrizioni, massimo 30 persone, rivolgersi all’Informalavoro in piazza Carlo Alberto 21 (presso l’Ufficio Turistico) dal martedì al venerdì dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle 14 alle 18. Per ulteriori informazioni e per iscrizione telefonare allo 0172.84562 o via mail: info@lavororacconigi.it

Luisella ha quindi portato il discorso sulla seconda generazione di immigrati: «Sono loro i più arrabbiati perché, mentre i loro genitori sono spesso adattati ed un po’ rassegnati, essi hanno obiettivi molto più alti ma trovano ovunque difficoltà a realizzarli». Sul discorso della seconda generazione di immigrati ha proseguito anche Sergio Durando, attuale presidente di Migrantes Piemonte, che è partito da un dato: un milione e 200 mila. Tanti sono infatti in Italia i figli degli immigrati. Un numero in costante crescita. «Un’intera generazione, nata in questo Paese, che rischia di rimanere straniera» ha avvertito. Per evitare che questo accada occorre lavorare sul piano legislativo ma anche sui genitori, “che in alcuni casi rischiano di diventare ostacolo ai processi di integrazione dei loro figli”. Quali sono stati gli errori più gravi della politica italiana verso gli stranieri? ha chiesto Livio Tesio. «Quello di affrontare il fenomeno come un’emergenza, un terremoto, e quello di aver pensato che l’immigrazione capitasse una volta sola e non fosse la normalità» ha risposto Fredo Olivero.

Domenica i bambini del catechismo hanno fatto visita agli anziani delle case di riposo Nel pomeriggio di domenica 17 marzo, in occasione della giornata di catechismo, una cinquantina di bambini delle classi di quinta elementare, appartenenti al gruppo parrocchiale di Racconigi, si sono recati, con i propri

animatori e catechisti, a far visita agli anziani ospitati alla casa albergo Villa Biancotti Levis e alla casa di riposo, sempre di Racconigi, per portare gli auguri di Buona Pasqua. Per l’occasione i piccolini hanno prepara-

to delle simpatiche formine, raffiguranti i simboli pasquali: coniglietti, pulcini, uova, campane, ecc... contenenti frasi di auguri. Il gruppone inizialmente si è diviso: una parte si è recata alla casa di riposo dove si sono cimentanti in canti gioiosi di Chiesa, chiacchierato con gli anziani e conosciuto le infermiere, le quali sono state molto disponibili ad accogliere i bambini. Hanno poi mangiato tutti assieme un pezzo di colomba. Successivamente gli stessi hanno raggiunto i propri compagni a Villa Biancotti Levis, anche qui per portare i propri auguri di Pasqua e rallegrare con i canti ed il loro entusiasmo la giornata nevosa degli anziani. Gli ospiti di casa albergo, seguiti con tanta gioia e amore dalla signora Maria e dalle sue colleghe, per ringraziare i bambini della visita hanno preparato dei graziosi cofanetti con all’interno ovetti di cioccolato, molto graditi dai piccolini. La giornata si è conclusa con la Messa delle ore 18, con la consapevolezza di aver donato gioia e aver compiuto una bella azione per il periodo pasquale. Fabio Bonino


sport

giovedì 3 gennaio 2008

25 mercoledì 20 marzo 2013

e-mail: sport@ilsaviglianese.com

VOLLEY SERIE C Sabato con Novara partita decisiva per i ragazzi di Bonifetto

Savigliano insegue il sogno CARAGLIO SAVIGLIANO (23-25; 24-26; 11-25)

0 3

Gerbaudo Savigliano: Bertola, Bossolasco F., Durando, Gallo D., Nervo, Osella, Pattarino, Rabbia, Revello, Rivero, Vinci. All.: Bonifetto Roberto. Dir.: Bossolasco S. Da quel di Caraglio sabato sera arriva per i saviglianesi l’ottava vittoria da tre punti nelle ultime nove gare. Il Gerbaudo inizia con Nervo e Revello in diagonale palleggio-opposto, Bossolasco e Gallo in banda, Pattarino e Bertola al centro e Rivero libero. Vittone è a riposo dopo una settimana di pochi allenamenti per un problema al tendine di Achille. La partita non è bellissima sotto

il profilo tecnico: i ragazzi di Bonifetto sono più fallosi del solito e tengono in partita con i loro errori un avversario tecnicamente molto inferiore. L’allenatore avversario cambia continuamente formazione e ruolo ai propri giocatori togliendo così punti di riferimento ai saviglianesi, che nei primi due set risultano poco efficaci in attacco ed in difesa, anche se mettono a segno ben 14 muri. Nel corso dell’incontro c’è ampio spazio per Osella in luogo di Nervo e per i giovani Vinci e Durando. Nel terzo set, registrata la mira in attacco, fondamentale dal quale erano arrivati la maggior parte degli errori, non c’è più partita, ed il Savigliano con un sestetto under 20 per quattro settimi dei suoi

componenti, vola agilmente a chiudere l’incontro. Le notizie che giungono dagli altri campi purtroppo continuano a non essere favorevoli ai colori del Gerbaudo, che vede invariata la distanza dall’ultimo posto utile per i playoff. Sabato presso il palazzetto di via Giolitti arriva il Novara, secondo in classifica: partita delicatissima! Una vittoria, oltre che di prestigio, servirebbe per mantenere vive le speranze di agganciare la zona playoff, una sconfitta invece vorrebbe dire sicura esclusione. Certamente sarà una bella partita: con l’aiuto del pubblico di casa la truppa del presidente Rosso farà di tutto per continuare nel periodo positivo di risultati che ormai dura da oltre tre mesi.

Serie C maschile – Girone B Risultati della 18ª giornata Valsusa-Ciriè 3-2; Novara-Cus Torino 3-1; Go Old Marene-Romagnano 3-0; Caraglio-Savigliano 0-3; San Paolo-Busca 1-3. Riposava: San Paolo. Classifica Go Old Marene 43; Novara* 41; Busca* 37; Gerbaudo Savigliano* 32; San Paolo 28; Ciriè 22; Villanova* 18; Valsusa* 15; Cus Torino* e Romagnano* 14; Caraglio 6. (*) una partita in meno. Prossimo turno (sabato 23 marzo) Cus Torino-Valsusa; Villanova-Go Old Marene; Gerbaudo Savigliano-Novara; Romagnano-San Paolo; Busca-Caraglio. Riposa: Ciriè.

Serie D femminile – Girone B

VOLLEY I corazzieri di Piovano e Giletta guardano già al match di Villanova

Risultati della 20ª giornata Vbc Savigliano-Dogliani 3-0; Barge-Pinerolo 3-1; Edilcotto Racconigi-Cambiano 3-0; Châtillon-Pont Saint Martin 2-3; La FolgoreMontalto Dora 0-3; Dravelli-Settimo 3-2; Santena-Cogne 3-0. Classifica Cogne 51; Barge 49; Santena 45; Edilcotto Racconigi e Vbc Savigliano 39; Montalto Dora 37; La Folgore 35; Pont Saint Martin 30; Pinerolo 26; Cambiano 20; Dogliani 17; Châtillon 16; Dravelli 15; Lilliput Settimo 1. Prossimo turno (sabato 23 / domenica 24 marzo) Pinerolo-Dogliani; Cambiano-Barge; Pont Saint Martin-Edilcotto Racconigi; Cogne-Châtillon; La Folgore-Dravelli; Montalto DoraSantena; Lilliput Settimo-Vbc Savigliano.

Marene: 65’ per far fuori Romagnano

PUGILATO

GO OLD MARENE ROMAGNANO (28-26; 25-18; 25-15)

Sanfilippo campione vero

3 0

Go Old Volley Marene: Giolitti, Briatore, Rossi, Bergamin, Alasia, Pettiti, Stassi, Piovano, Rostagno, Gini,. Lib.: Premoli, Torassa. All.: Piovano Claudio, Giletta Aldo. L'attenzione è alta in casa Go Old. La battuta d'arresto del sabato precedente e l'avversario di turno, il Pavic Romagnano, già capace all'andata di strappare un punto, rendono la serata piena di interrogativi, che per fortuna trovano risposte affermative in 65’ di gioco. Il duo Piovano e Giletta si affida alle mani di Giolitti e alle schiacciate di zona due di Pettiti, con Alasia e Briatore di banda, Bergamin ed il veteranissimo Marco Gini a far coppia dal centro. Gini è autore di una partita maiuscola: muri importanti e punti in

Il quasi esordiente Marco Premoli

Il veteranissimo Marco Gini

attacco nei momenti caldi, a dare respiro alla manovra Go Old verso la vittoria. A dirigere la ricezione il "quasi" esordio di Marco Premoli, causa un leggero fastidio al ginocchio per Torassa, tenuto precauzionalmente a riposo. Dall'altra parte della rete i super

giovani del Romagnano, guidati da Sganzetta, si gettano a testa bassa nella partita, con tanta voglia di risalire sul pulmino con qualche soddisfazione e magari un punto. Il primo set è da brivido: i Go Old hanno una potenza di fuoco maggiore, ma alcune indecisioni in ri-

Riccardo Revello

cezione compromettono la costruzione del gioco. Una serie di filotti da entrambe le parti rendono il set avvincente ed indeciso fino alla fine, quando un briciolo di esperienza in più assegna la vittoria ai locali sul 28-26. Il resto della gara è in discesa: il Pavic ha il morale sotto le scarpe. La partenza del secondo set vede i Go Old in vantaggio per 6-1. Dopo una lieve reazione degli avversari che cercano di rimanere in gioco, il divario diventa importante ed i padroni di casa conducono sia il secondo che il terzo set sempre avanti di dieci punti. Sabato 23 marzo per il Marene è in programma la trasferta a Villanova Mondovì, prima della lunga pausa per Pasqua ed il turno di riposo. Poi rimarranno da giocare le ultime due partite di campionato, quanto mai decisive per la classifica finale.

VOLLEY FEMM. SERIE D Racconigi

VOLLEY FEMM. SERIE D Savigliano

Edilcotto tranquillo

Demolito il Dogliani V.B.C. SAVIGLIANO DOGLIANI (25-23; 25-13; 25-10)

Barberis e Giordana durante il riscaldamento prima dell’incontro RACCONIGI CAMBIANO (25-18; 25-13; 25-13)

3 0

Edilcotto Racconigi:Tebano, Brandino, Carbonari, Reviglio, Sicca, Barberis, Ainaudi, Sona. Lib.: Giordana. All.: Roberta Saimandi, Massimo Simondi. Dir.: Contratto Andrea. Un Edilcotto in super-emergenza (assenti le infortunate Vendramini, Caula e Testa) passeggia contro l’Involley e mette nel carniere altri tre punti importanti. «Solo nel primo set le avversarie

ci hanno dato qualche problema, ma per il resto abbiamo controllato con tranquillità la partita – assicura il presidente del R.S.Volley Michele Buo –. Non solo, ma con parecchie giocatrici fuori ruolo abbiamo anche giocato bene». Prossimo appuntamento per le racconigesi domenica in Valle d’Aosta contro il Pont Saint Martin: «Anche se speriamo di recuperare qualcuna delle infortunate – si augura Buo –, dovremo comunque ancora mandare in campo un sestetto ampiamente rimaneggiato...».

3 0

Edilcem-B&B-Avagnina Vbc Savigliano: Allasia, Bono, Bosio, Brunetti, Fiorito, Galletto, Galvagno, Pallonetto, Rabbia, Sito. Lib.: Fissore , Cammardella. All.: Bianco Luca, Lucullo Maurizio. Dir.: Bono Nino. In poco più di un’ora di gioco la Edilcem-B&B-Avagnina sconfigge il Dogliani, mantenendo il quarto posto in classifica e ancora un piccolo spiraglio aperto nella corsa per accedere ai play-off, anche se la inaspettata vittoria del Santena sul Cogne complica la situazione. Non è stato un incontro eccezionale: dopo il primo tiratissimo set non c’è stata più partita e le padrone di casa hanno imposto la loro netta superiorità. Si inizia con Bono in palleggio, Galletto opposto, Galvagno e Brunetti bande, Sito e Allasia cen-

trali, Fissore libero. Nel primo set le saviglianesi partono bene (5-2) ma presto, a causa di scarsa concentrazione e di conseguenti errori, le avversarie recuperano e si avvantaggiano di 2-3 punti, che riescono a gestire bene, impedendo alle locali di rientrare. Sotto 22-13, con Elly al servizio, la Edilcem-B&B-Avagnina ha un guizzo e va a chiudere 25-23. Scampato il pericolo, nel secondo parziale Steu e compagne cambiano ritmo e, in un crescendo incontrastabile, demoliscono le doglianesi. Stesso andamento anche nel terzo parziale, dove le saviglianesi sconfiggono le avversarie ancora più marcatamente. Da segnalare le prestazioni delle riserve che Luca ha inserito durante l’incontro, tutte pronte e protagoniste nel gioco. Prossimo incontro domenica 24 marzo alle ore 16 a Settimo Torinese contro il fanalino di coda Lilliput.

Nel torneo giovanile di Ovada

Archiviato con successo il torneo interregionale Piemonte-Liguria per pugili a livello giovanile, tenutosi sabato 16 marzo scorso a Ovada, in provincia di Alessandria. Eccellente tra i nostri è stato Alessio Sanfilippo, che già alla prima ripresa della semifinale ha conquistato il ring dimostrando di essere un vero campione. Per nulla intimorito dalla maggior altezza dall'avversario Riccardo Schiroli, del Boxing Club Vercelli, Alessio è infatti riuscito a danzargli intorno facendo valere la maggiore potenza dei pugni; ha saputo gestire l'incontro con la perseveranza di un mastino, e in più di un'occasione ha colpito duro tra le incitazioni di un pubblico più carico a ogni gong. Ma è al secondo round che sono arrivate le emozioni, quando il nostro portacolori ha letteralmente dominato lo sfidante, costringendo l'arbitro a fermare il match, e aggiudicandosi, così, una meritatissima vittoria per ko.

Il promettente Alessio Sanfilippo In finale avrebbe dovuto vedersela con Chatbi Hanza, della Boxe Pallanza, ma prima ancora che cominciasse l'incontro, quest'ultimo denunciava un'improvvisa influenza, e consegnava ad Alessio il titolo. Nel complesso un successo apprezzabile, che ha gratificato gli sforzi dell'allenatore Tony Dalmasso, e lascia ben sperare in un immediato futuro per appuntamenti anche più importanti. Valentina Barbuto

CAI Tre new entry per il triennio 2013-2015

Eletto il nuovo direttivo Dalle elezioni del Cai Savigliano chiusesi venerdì scorso, è uscita la composizione, con 3 new entry, del Direttivo che resterà in carica per il triennio 2013-2015: Bartolo Abrate, Stefano Bellan, Giuliano Biga, Romano Bodino, Carla Daniele, Pier Giorgio Fiorito, Franca Fissore, Gianluca Gavatorta, Renzo Lanfranco, Matteo Lucca e Luca Mellano. La prima riunione si terrà entro fine mese: all’ordine del giorno, la nomina del presidente e l’assegnazione delle deleghe. Si ricorda intanto che sono aperte le iscrizioni alla traversata scialpinistica da Chiappera a Bellino in programma domenica 24 marzo, per la quale si richiede una buona andatura ed è previsto il pullman (costo: 16 euro a persona). Ci si può iscrivere in sede giovedì (18-19) e venerdì (21-23). Per info: 335462348 (Giangi). Il programma prevede: partenza alle 5,30 da piazza Schiaparelli. Stanti le recenti abbondanti nevicate ed il meteo incerto per il prossimo week-end, gli organizzatori si riservano di rinviare la traversata a domenica 7 aprile. Entro venerdì sera tutti i partecipanti verranno informati della decisione presa.


26

sport

mercoledì 20 marzo 2013

Il punto sulla Promozione Nella domenica delle grandi piogge (e nevischio) spicca il ritorno in vetta del Fossano, la grande favorita del girone. La capolista alza la voce a Pianezza e a rullo affonda i malcapitati avversari. Torinesi subito vicini al goal con Aloisi. Lo stesso Aloisi si fa parare il penalty da Cravero. Il vantaggio ospite arriva come un fulmine a ciel innevato: Sellam prima e A. Ballario poi portano la neo-capolista sul doppio vantaggio. Aloisi riaccorcia le distanze, ma sarà un fuoco di paglia perché M. Ballario, Bergese e Bonelli portano l’incontro sull’1-5 finale. Se la neo-capolista festeggia, mastica amaro l’ex. Il Virtus Mondovì vince in rimonta. Collimato porta in vantaggio la PiscineseRiva.Vinai e Jaku regalano i tre punti ai monregalesi. Imprevisto scivolone dell’Alpignano per mano del Castagnole Pancalieri. Rossi, Corsaro e Messineo il tris dei padroni di casa. L’ambo dell’Alpignano porta la firma di Piccolo e Saponaro. Posta in palio spartita in modo salomonico tra Don Bosco Nichelino e Villafranca. A Di Sansa risponde Alessandrin. Carmagnola senza pietà contro il fanalino di coda Bassa Valle Susa. Doppiette di Frigerio, Capobianco e Benetollo e reti di Grigorescu e Montemurro.

Promozione – Girone C Risultati della 22ª giornata Csf Carmagnola-Bassa Valle Susa 8-0; Castagnole Pancalieri-Alpignano 3-2; Don Bosco Nichelino-Villafranca 1-1; F.C. Savigliano-SusaBruzolo 4-3; Pianezza-Fossano 1-5; Virtus Mondovì-PiscineseRiva 2-1. Rinviate: Pedona-Boves; Revello-Grugliasco. Recupero della 18ª giornata: Virtus Mondovì-Revello 2-1. Classifica Fossano 41; PiscineseRiva 40; Boves* 37; Alpignano 34; Pianezza 33; Pedona*,Villafranca e Castagnole Pancalieri 32; Don Bosco Nichelino 30; Csf Carmagnola e Virtus Mondovì 29; F.C. Savigliano 28; SusaBruzolo 27; Revello* 26; Grugliasco* 25; Bassa Valle Susa 8. (*) una partita in meno. Prossimo turno (domenica 24 marzo, ore 15) Alpignano-SusaBruzolo; Boves-Pianezza; Grugliasco-F.C. Savigliano; Bassa Valle Susa-Virtus Mondovì; Castagnole Pancalieri-Don Bosco Nichelino; Fossano-Revello; PiscineseRiva-Pedona, Villafranca-Csf Carmagnola.

CALCIO

All’O. Morino fiera del goal e delle emozioni

Un’incredibile Effeci! F.C. SAVIGLIANO 4 SUSABRUZOLO 3 F.C. Savigliano: Tonello, Bellino, Morra, Casamassima, Muctar (Pagliero), A. Bortolas, Chiarelli, E. Bortolas (Divanno), M. Barison, Cavallero (Mandarà), Gala. A disp.: Milanesio, Lenza, Chiambretto, Brondello. All.: F. Gallo. Arbitro: sig. Schirinzi di Nichelino. Reti: 15’ Gala, 31’ Rizq, 40’ M. Barison; 55’ e 61’ Diblasi, 58’ M. Barison (rig.), 75’ Mandarà. Toccare il cielo con un dito, anche se grigio e con un po’ di nevischio. Domenica pomeriggio da ricordare ed incorniciare per l’F.C. Savigliano del tecnico F. Gallo che mette la freccia e centra il sorpasso sul SusaBruzolo. Per la prima volta in questo campionato l’Effeci è fuori dalla zona play-out. Rossoblù da pazzi: paradiso, inferno e ritorno. Giornata di sofferenza e di passione, che racconta di una compagine che non muore mai, brava a non perdere la rotta neanche quando arriva la reazione dei torinesi che per ben tre volte riescono a rimontare. Una squadra esagerata nel bene e nel male, che alla fine ringrazia le prodezze di Gala, M. Barison e Mandarà. CRONACA L’F.C. Savigliano fa il colpo dopo una gara sulle montagne russe.

Racco ‘86 1 2

Racconigi 86: Gabaldo, De Simone Francesca, Oitana, Marengo,Tammaro, Caffaratti,Testa, Magri, Belasla, De Simone Andrea, Demichelis Alessia, Caka, Dimaria, Bono, Franco. All.: Godano Luciano. Rete: Belasla. Quando si parla di derby, i ragazzi del Racco 86 si dimenticano come si gioca a calcio, fornendo una prestazione scadente rispetto alle ultime partite. Dopo una fase di studio, Demichelis sbaglia una facile occasione su assist di Andrea De Simone, che poi in altre 3 occasioni non tira o incespica sul pallone solo davanti al portiere. L'Atletico fallisce una facile occasione ma va in vantaggio su un clamoroso errore del portiere biancorosso. Il Racco pareggia con l'unica bella azione della partita. 1-1. Nella ripresa il Racco non entra più in campo e solo le grandi parate di Gabaldo impediscono la goleada agli avversari. ESORDIENTI ATLETICO RACCONIGI 86 (0-0; 0-0; 1-3)

2 3

Racconigi 86: Alladio, Fusero A., Caffaratti M., Stabile, Botta, Vallarino F., Chiavassa, Fadlaoui, Mellano L., Sandrone, Scicchitano, Audisio, Oderda, Tribunella. All.: Anselmo S., Pioppi M. Dir.: Biga S., Caffaratti W. Reti: 2 Tribunella, Oderda. Un correttissimo derby si è concluso con la vittoria in extremis del Racco 86. Il primo tempo è povero di occasioni: un paio di tiri da lontano dei biancorossi e alcune incursioni dell’Atletico non spaventano particolarmente in due portieri ed il tempo si chiude con un giusto pareggio. Il secondo tempo vede le squadre più incisive: Alladio è bravo in

RIPRESA È subito Gala (migliore in campo) a seminare il panico nella difesa valsusina. Prima incorna alto su assist di E. Bortolas, poi impegna Lo Sacco con un tiro a mezza altezza. Ma alla prima mezza sbavatura difensiva gli ospiti ancora una volta

non perdonano. 10’. Rizq scambia il favore a Diblasi. Il n. 10 torinese va via ad A. Bortolas, entra in area e brucia Tonello in uscita. 2-2. È un confronto entusiasmante e senza respiro. 13’. Effeci di nuovo avanti. Errato disimpegno difensivo del SusaBruzolo che favorisce E. Bortolas che si invola in area ed è placcato in modo indiscutibile da Plano. L’ottimo direttore di gara non ha nessuna esitazione ad indicare il dischetto del rigore. Alla battuta lo specialista M. Barison non dà scampo (con una bordata) a Lo Sacco. 3-2. Gli ospiti non mollano e vengono premiati. 16’. Punizione dalla tre-quarti calciata da Ferraris (ex-Mago) per la testa di Diblasi. Incornata a fil di traversa e goal. Nell’occasione non esente da colpe il giovane portiere Tonello, troppo avanti. 3-3. L’equilibrio si spezza per l’ultima e decisiva volta al 30’. M. Barison di forza (non gli manca di certo) conquista palla sul portiere in uscita. Rotondetta per Mandarà che a porta vuota infila. 4-3. Nel finale Squillace, tutto solo in piena area, sbaglia il più facile dei goal calciando fuori. Poi, in pieno recupero, Schirinzi sorvola su un possibile penalty di Tonello sull’esperto marocchino Rizq. DOPOGARA L’Effeci non si ferma più. Quattro goal e altri tre punti in cascina.

Marco Gala dopo il goal

Gallo e l’F.C. Savigliano ci hanno preso gusto e non sbagliano un colpo. Tre vittorie ed un pareggio in quattro gare: «Come dice la classifica questa vittoria vale doppio. E per come è arrivata vale doppio veramente.Temevo le condizioni del campo e la forza degli avversari e non mi sbagliavo. Nel finale abbiamo rischiato grosso». Sull’altro versante è netta la sensazione di aver subito uno scippo. Amareggiato il trainer D. Gousse: «Sconfitta ingenerosa anche perché nel finale c’era un rigore grosso come una casa per noi. Sulla gara si potevano evitare il terzo e quarto goal solo con un po’ più di attenzione. Ora la lotta si fa dura». PROSSIMO TURNO Domenica ennesimo scontro-salvezza. Difficile match esterno con il Grugliasco.

F.C. Savigliano – Settore giovanile

GIOVANISSIMI RACCONIGI 86 ATLETICO

Grandi emozioni e spettacolo all’O. Morino. Il match è uno dei più intensi dell’anno e regala goal e sorprese come raramente capita di vedere. Nonostante il campo pesante le due compagini si affrontano a viso aperto. Partono forte i padroni di casa, dando subito l’impressione di non voler sprecare tempo per archiviare la pratica. 15’. E. Bortolas (sempre tra i migliori in campo) pennella dal versante destro un pregevole assist. Si avventa come un falco Gala che di testa anticipa il portiere e deposita in rete.1-0. Le possibilità per il raddoppio non mancano ma a sorpresa arriva il pari. 31’. Azione che si sviluppa sulla destra. Diblasi per Rizq che di puntone anticipa Tonello ed infila a fil di palo.1-1. Nel finale di tempo M. Barison con un gran goal riporta l’incontro sui binari giusti. 40’. Gala conquista palla sulla trequarti e smarca alla perfezione il super-bomber rossoblù. L’ex-centravanti del Chisola elude al portiere ed infila, poi, nell’angolino basso. 2-1.

JUNIORES REG. SALUZZO 1 F.C. SAVIGLIANO 0 Marco Alladio (Esordienti) due occasioni a deviare in angolo i tiri dei ragazzi di Sorrentino, mentre il Racco 86 si rende pericoloso con un tiro dalla distanza di Chiavassa ed un paio d’incursioni di Audisio. Nel terzo tempo arrivano finalmente i goal. All’8’ sono i biancorossi a passare in vantaggio con Oderda su lancio di Tribunella, proprio quando l’Atletico stava spingendo e sembrava dover passare da un momento all’altro. Il pareggio arriva immediato con Sacco. La partita si riapre e l’Atletico sfiora due volte il goal. Negli ultimi minuti sono però i ragazzi di Anselmo a passare con una bellissima doppietta di Tribunella. PULCINI SALMOUR 0 RACCONIGI 86 3 (0-4; 0-1; 0-6) Racconigi 86: Gribaudo, Dashi Bernardo, Cosentino, Lumicisi Chiara, Chiarle, Oitana, Anselmo, Ortu, Corona Sabrina, Castelli, Dashi Massimo. All.: Monasterolo Piero. Reti: 5 Anselmo, 3 Oitana, 2 Corona Sabrina, Chiarle. Tutto facile per i pulcini di Piero Monasterolo in quel di Salmour contro una formazione composta quasi interamente da 2005-2006 ed iscritta per la prima volta ad un campionato federale. Sbrigata la formalità con 11 goal, i due mister si accordano per far disputare un quarto tempo d’amicizia ed i racconigesi vanno ancora a segno con doppietta di Castelli e reti di Massimo e Bernardo Dashi. «Per noi è stato un ottimo allenamento» dichiara il mister.

F.C. Savigliano: Montecchiani, Gentile, Zaccaria, Botta, Baldin, Engolò, Panero (Tonello), Bolaboto (Pagliero), Pantaleoni, Damiano, Caula. All.: Boglione, Bosio. Sconfitta di misura per l'F.C. Savigliano contro la prima in classifica, maturata negli ultimi 5’ di gioco. Nonostante le numerose assenze, la squadra saviglianese gioca alla pari con gli avversari per tutto l'incontro e sul campo non si nota la differenza di punti in classifica tra le due formazioni. Il pari sarebbe stato il risultato più giusto ma la solita distrazione difensiva punisce oltremisura l'undici ospite. ALLIEVI F.C. SAVIGLIANO 8 SPORGENTE 1 F.C. Savigliano: Lugay, Botta, Lovera, Beltrando, Pengue, Buccino, Giraudo, Galfione, Adam, Martino, Lembo. A disp.: Martino A., Gramaglia, Gerbaudo, Bravo. All.: Curti, Miretti,Tolve. Gara subito in salita nel recupero infrasettimanale per l'espulsione immediata ed altrettanto frettolosa a scapito del centrale Buccino, reo di aver espresso la propria rabbia per un fallo subito, gesto non gradito dal direttore di gara. Nonostante ciò i ragazzi hanno dimostrato maturità e generosità infliggendo un secco 8-1 ad

un avversario sempre in difficoltà e tutto sommato poco tecnico e volenteroso. I marcatori della gara: doppietta di Martino, Lembo e Adam, con Beltrando ed un ottimo Pengue, nel ruolo inedito di centrale difensivo. CORNEGLIANO 3 F.C. SAVIGLIANO 1 F.C. Savigliano: Martino A., Botta, Lovera, Buccino, Galfione, Beltrando, Giraudo, Pengue, Schiraldi, Gerbaudo, Barbero. A disp.: Gramaglia, Bravo. All.: Miretti. Rete: Beltrando. Trasferta difficile sabato scorso su un campo ostico ma con un risultato che non dice la verità su come effettivamente è andata la partita. Sono bastati due mezzi tiri e un corner nei primi 20’, intervallati da un rigore solare su Barbero e realizzato da Beltrando e la partita e praticamente è finita per il Cornegliano. Nel secondo tempo, spostando alcune pedine, i ragazzi di Miretti hanno chiuso gli avversari nella loro area e non hanno concesso alcuna occasione, mentre con Pengue si colpiva la traversa, ma il risultato non cambiava. Complimenti ai ragazzi che, nonostante fossero rimaneggiati dagli infortuni, hanno dimostrato che in questo campionato si può e si deve ancora lottare per l’alta classifica. F.C. SAVIGLIANO 5 RACCONIGI 86 2 F.C. Savigliano: Ligay,

La formazione degli Allievi B del F.C. Savigliano Botta, Beltrando, Lovera, Favole, Pengue, Giraudo, Kouy, Barbero, Lembo, Gerbaudo. A disp.: Martino, Schiraldi, Galfione. All.: Curti, Tolve. Reti: 3 Gerbaudo, 2 Lembo. Partita a senso unico contro un Racco '86 volenteroso, ma non all'altezza per controbattere le folate agonistiche dei saviglianesi. Con una tripletta di gerbaudo e una doppietta di lembo si definiva l'andamento della gara,nonostante due piccole sbavature che portavano a subire due reti nel finale. Il risultato di 5-2 concludeva la partita, disputata sotto una nevicata continua ma ben sopportata. GIOVANISSIMI F.C. SAVIGLIANO 1 RACCONIGI 6 F.C. Savigliano: Nikolly, Frau, Temporale S., Rivoira, Temporale, Bettiga M., Afran, Portolese, Hotay, Gianoglio, Alessio. A disp.: Marengo, Laouini Anas,

Laouini Akim, Bettiga P., Scarati. All.: Isaia. Rete: Portolese S. (rig.).

spetto dell avversario.

Brutta prestazione dei ragazzi di Isaia, mai in partita. Si salvano in pochi nella debacle biancorossoblù. Goal di Silvio Portolese su rigore.

SCARNAFIGI F.C. SAVIGLIANO

PULCINI 2002 F.C. SAVIGLIANO VALVARAITA F.c. Savigliano: Mondino, Becchio, Poggio, Kasneci, Brugiafreddo, Giovenale, Botta, Daniele, Truscelli, Bosso. All.: Bosio. Comincia contro il Valvaraita il campionato di ritorno per i baldi 2002 Effeci in una bella partita giocata solo come lo sanno fare i bambini, senza tatticismi e sceneggiate, dando vita ad un incontro piacevole e corretto. Si ricorda che si gioca senza arbitro e non esiste classifica per dare ai ragazzi le giuste motivazioni che sono il divertimento e il ri-

PULCINI 2003

All.: Guerini. PULCINI 2004 F.C. SAVIGLIANO SALUZZO All.: Landro. Per le due più piccole rappresentative Effeci ottime indicazioni per il proseguo della stagione e per la crescita non solo sportiva degli atleti che dimostrano di crescere a vista d’occhio e di saper far “gruppo” come non mai divertendosi. Bravi Santino e Mauri! Complimenti e un grazie a tutti gli allenatori ed i collaboratori che, sotto l’occhio vigile di Robi Allocco, stanno portando avanti alla grande una stagione che, complice il maltempo, si rivela non facile da gestire per i tanti rinvii e spostamenti.


sport

CALCIO

mercoledì 20 marzo 2013

I rossoblù affondano in un match nervoso

I Maghi scivolano ancora MONTATESE SAVIGLIANESE

2 1

Saviglianese: Serra, Sobrero, Miretti, Vanacore, Vianello, Lisa, Ferroglio, Campi, D. Bosio (Ferrero), Garagliano, Rognetta (Mautone). A disp.: Cussa, Jakini, Celeghini, Marku. All.: “Dada” Zavattero. Reti: 45’ D. Bosio, 49’ Aresti, 85’ Tosi. Note: espulsi al 73’ Aresti e Sobrero, all’80’ Miretti. Piove sul bagnato in casa rossoblù. La Saviglianese va avanti con il passo del gambero. Dopo aver accarezzato il sogno primi posti nella prima parte di campionato, la compagine di Zavattero si è infilata in un vortice di negatività che pare non avere fine. La Montatese stravolge il match nel finale e fa sprofondare nella crisi più nera i Maghi, alla terza sconfitta nelle ultime quattro gare. Goal, emozioni, sotto una neve copiosa, e scontri ai limiti (ed anche oltre) del regolamento. È questa, forse, la sintesi migliore del derby tra Montatese e Saviglianese. Finisce 2-1 per i ragazzi di Ma-

CALCIO

schiarello che vincono in rimonta. L’unica nota negativa è l’eccessivo nervosismo che ha caratterizzato tutto l’incontro. La ragione probabilmente va ricercata nella gara di andata, le cui polemiche evidentemente non erano ancora state smaltite. I padroni di casa si sono presi la rivincita ma hanno dovuto attingere a tutte le loro risorse per rimettere in piedi una gara assolutamente in salita. E sì, perché i Maghi partono meglio, giocano un buon calcio su di un terreno ai limiti della praticabilità e trovano il meritato vantaggio allo scadere della prima frazione. Primo squillo al 12’. Vianello vola sulla destra e serve al centro Rognetta che trova la coordinazione per battere a rete. La conclusione esalta i riflessi di Fenocchio, bravo a sventare la minaccia. Passa 1’ e gli ospiti costruiscono ancora una sontuosa trama con palla che scorre rapidamente da Campi a Rognetta e per finire a Vianello che in spaccata non trova il bersaglio grosso. 30’. Bosio si divora un’opportunità incredibile a tu per tu con l’estremo locale. Per l’attaccante c’è solo l’esterno della rete. 35’. Garagliano dalla bandierina.

Rognetta in azione

Inzucca di prepotenza Lisa. Fenocchio c’è e devia in angolo. 40’. La Montatese interrompe il monologo degli avversari. F. Morone sfiora il vantaggio con una bella conclusione a giro dal vertice alto dell’area di rigore. E quando sembra che si possa andare negli spogliatoi su risultato di parità, D. Bosio riscatta l’errore precedente e porta avanti i suoi con un bel goal in scivolata sull’assist di Garagliano. 0-1. Nella ripresa però la Montatese ritrova subito il pari, dopo appena 4’. Aresti vince con caparbietà

un contrasto in area e scarica alle spalle di Serra un missile in cui c’è tutta la voglia del bomber di portare a casa i tre punti. 1-1. Gli animi cominciano a surriscaldarsi. Il derby è molto tirato. Al 15’ i locali reclamano un penalty, ma è nella seconda parte della seconda frazione che si vedono le cose peggiori. Al 28’ ed al 29’ vengono espulsi in rapida successione Aresti e Sobrero, strattonatisi a vicenda con palla lontana. Al 35’ finisce anticipatamente sotto la doccia pure Miretti per un presunto pestone volontario su un avversario a terra. A questo punto si gioca 10 contro 9 ed i roerini sfruttano cinicamente la superiorità degli effettivi, completando la rimonta al 40’: punizione di G. Morone e testa di Tosi. Il pubblico di casa esplode con il n. 10 che corre ad esultare sotto le tribune. 2-1. I tre punti vanno ai padroni di casa che lamentavano tra squalifiche ed infortuni ben sette elementi assenti. Euforia alle stelle nel clan montatese per un successo importante ed insperato alla vigilia. Nel clan rossoblù si è sempre più in attesa di tempi migliori... Domenica all’O, Morino arriva la compagine cuneese del Bisalta.

I ragazzi di Chiarla in doppio vantaggio si fanno rimontare

Il Racconigi lascia due punti nella neve RACCONIGI EUROPA

2 2

Racconigi: Cera, Verre, Panero, Furno, Fusta, Lisa V., Sismonda,Vinai, Giordano, Mendola, Sorace (Lisa F.). A disp.: Olivero, Parola, Mbengue, Perrone, Bordignon, Camara. All.: Nicola Chiarla. Reti: 1’ Sorace, 7’ Sismonda Sotto una fitta nevicata non poteva incominciare meglio la partita contro l'Europa, formazione in lotta per la salvezza. Dopo ap-

pena 7 minuti, infatti, il Racconigi si trovava già avanti di due reti grazie alle segnature, dopo un giro d’orologio, di Sorace (complice un pasticcio difensivo degli albesi) ed al 7' di Sismonda che a tu per tu con il portiere non sbagliava. Ma nonostante il doppio vantaggio i pericoli corsi dai padroni di casa sono stati parecchi: addirittura dopo appena 20” dall’inizio della partita, e quindi prima ancora del vantaggio racconigese, la punta dell'Europa si era trovata sola davanti a Cera ma aveva calciato maldestramente alto. Poi,

sul risultato di 2-0, un colpo di testa su calcio d'angolo colpiva in pieno il palo. Sono il preludio ai due goal segnati nell'arco di 120 secondi (al 29' ed al 31') dalla formazione ospite. Goal meritati per quello fatto vedere nel primo tempo. Da segnalare ancora una clamorosa occasione di Sismonda che, dopo aver saltato anche il portiere albese, si era visto ribattere il tiro sulla linea di porta da un difensore. La seconda frazione di gioco, su un terreno al limite della praticabilità, vede il Racconigi tirare i re-

mi in barca consentendo ai roerini di fare la partita fino alla mezz'ora e trovandosi in difficoltà in più di un’occasione. Poi il Racconigi si risveglia e finalmente produce alcune azioni d'attacco con le conseguenti occasioni favorevoli per passare in vantaggio, ma gli ospiti reggono bene e l'incontro si chiude con un giusto pareggio. Mercoledì 20 marzo, condizioni atmosferiche permettendo, è in programma il recupero contro il Villar 91, mentre domenica 24 i racconigesi sono attesi in trasferta a Ceva contro l'Ama Brenta.

Saviglianese – Settore giovanile GIOVANISSIMI ‘99 SAVIGLIANESE TRE VALLI

1 2

Saviglianese: Singh, Camporelli, Lovera, Bosio A., Lo Medico, Solavaggione, Galleano, Bonetti, Gastaldo, Marino, Bernardi. A disp.: Leone, Gramaglia, Galletto, Ghersi, Zavattero, Trossarello. All.: Giordano. Dir.: Leone. Rete: Gastaldo. Sconfitta che fa male quella patita tra le mura amiche contro i pari età del Trevalli. Primo tempo chiuso in vantaggio e

con buone occasioni per il raddoppio, ma la ripresa vedeva gli ospiti costantemente in attacco che raggiungevano il meritato pareggio. Proprio sul finire della gara un veloce contropiede sanciva il raddoppio dei monregalesi. Un pari sarebbe stato il risultato più giusto, ma i ragazzi sapranno subito reagire con nuove buone prestazioni a questa inaspettata battuta d’arresto. ESORDIENTI 2000 SAVIGLIANESE BENARZOLE

3 0

(1-0; 1-0; 5-0) Reti: 2 Mina Matteo, 2 Peletti, Giannattasio, Memcaj, Ponzi. SAVIGLIANESE SALUZZO (0-1; 0-0; 0-1)

0 3

Saviglianese: Tallone, Mina Mr., Ponzi, Trupja, Peletti, Paolillo, Mirabile, Cupi, Giannattasio, Memcaj, El Bouazzaoui, Gianoglio, Mina Mt., Mongiardo, Gallè, Riorda, Brundu Simone, Brundu Stefano, Borghino. All.: Saimandi, Giannattasio. Dir.: Peletti.

Maghetti a due volti. Nel recupero infrasettimanale ottima prova della squadra, con buone giocate e grande spirito di sacrificio, convinzione e grinta sino all’ultimo minuto. In evidenza Peletti con doppietta d’autore e Matteo Mina, che nel ruolo di terzino destro ha realizzato ben due delle 7 reti totali. Sabato, invece, contro il Saluzzo, la squadra non ha risposto con la stessa solidità e concentrazione. Una gara caratterizzata da errori madornali in tutti i settori del campo, e reti “mangiate” davanti al portiere. Il Saluzzo invece sfrutta le uniche due occasioni nitide realizzando i due goal decisivi. PULCINI 2003 PRO DRONERO SAVIGLIANESE

I maghetti 2003 si sono classificati al terzo posto nel torneo invernale di Santa Rita

0 3

Saviglianese: Borgie, Lingua, Elias, Favole, Boaglio, Lukani, Buzziol, Areddu, Aiman, Medi,

Lorenzo Gramaglia Bairami, Gilletta, Allasia, Edo, Scalise, Hotaj. I maghetti 2003 terminano il torneo invernale di Santa Rita (Torino) al 3° posto ricevendo i complimenti dai responsabili del settore giovanile per aver giocato con i parietà di squadre blasonate come Torino, Juve, Chieri, Cbs, S.Rita ecc... Nel girone di ritorno di campionato sono ospiti del Pro Dronero. I rossoblu giocano tutti e tre i tempi con grande intensità, lottando su tutti i palloni e mettendo in mostra belle triangolazioni dal portiere ai terzini per concludere con l’attacco, facendo divertire il numeroso pubblico presente. Esordio positivo in porta di Samuele Borgie. Bravi tutti.

27

Prima categoria – Girone G Risultati della 22ª giornata Bisalta-Ama Brenta Ceva 3-0; DueEffe-Tre Valli 5-0; Montatese-Saviglianese 2-1; Racconigi-Europa 2-2; Sommariva Perno-Villanovetta 2-0; Valvermenagna-Cameranese 0-2 Vicese-Tarantasca 0-0; Villar 91-Genola 2-3. Recuperi del 13 marzo: Bisalta-Villar 91 22; Tre Valli-Montatese 3-5; DueEffe-Cameranese 2-1. Classifica Tarantasca 52; Genola 44; Montatese 38; DueEffe* 37; Sommariva Perno* 36; Cameranese** 34; Racconigi* 32; Saviglianese* 31; Bisalta* 30;Vicese* 28; Valvermenagna e Villanovetta 21; Europa 19;Villar 91** 17; Ama Brenta Ceva 14; Tre Valli** 6. (*) una partita in meno. Prossimo turno (domenica 24 marzo, ore 15) Ama Brenta Ceva-Racconigi; Cameranese-Villar 91; Europa-DueEffe; Tarantasca-Genola; Saviglianese-Bisalta; Tre Valli-Sommariva Perno; Vicese-Montatese; Villanovetta-Valvermenagna.

Sporting GIOVANISSIMI SPORTING GENOLA

1 2

Sporting Cavallermaggiore: Cigna, Pautasso, Lupo, Bonino, Pansa, Chiavassa M., Mana, Omar, Pecollo, Costa, Ferrero. A disp: Costamagna, Rosso, Revelli, Chiavassa U, Barra. All.: Gianoglio Franco. Dir.: Secco Alessio. Rete: Pecollo. Dopo un primo tempo dominato ma in cui segnano una sola rete con Pecollo. Nell’unica azione d’attacco del Genola Cigna si supera. Nella ripresa gli ospiti pareggiano. I locali si innervosiscono e gli ospiti trovano un goal che lascia l’amaro in bocca. ESORDIENTI VALLE VARAITA SPORTING

2 0

Filippo Pecollo (Giovanissimi) SPORTING 0 BUSCA 2 ATLETICO 2 SPORTING 0 Sporting: Actis, Prisco, Pampiglione, Fumero, Pecollo, Trentanelli, Raso, Oggero, Allkanjari, Bini, Pina Suosa. All.: Fissore. Dir.: Actis Luca. Con un organico ridotto all'osso le tre gare rispecchiano le difficoltà che la squadra si porta dietro dall’inizio. I pur volenterosi ragazzi non fanno mancare l'impegno e limitano i danni.

Marene GIOVANISSIMI MARENE San SEBASTIANO

4 2

Marene: Bucca, Rinaldi, Gallo, Carena, Olivero, Castelli, Lupo, Murazzano, Arduino, Brundu, Bajrami, Gastaldi, Fissore, Ballatore, Cappa, Roasio, Tamagnone, Testa N. All.: Beninato Giuseppe. Dir.: Arduino Adriano. Reti: 2 Arduino, Bajrami, Carena. Dopo l'incredibile gara di sabato scorso, non disputata perché l'arbitro aveva di meglio da fare, il Marene interrompe il digiuno di vittorie trovando un'affermazione convincente e meritata. Dopo un primo tempo in equilibrio chiuso sull'1-1, i padroni casa prendono il largo nella ripresa andando a segno 3 volte. Nel finale il San Sebastiano accorcia le distanze su rigore. ESORDIENTI MARENE GENOLA (0-1; 0-0; 0-1)

1 3

Marene: Favole, Astegiano, Bosio, Racca E., Alladio, Mina M., Mina N., Racca, Barge, Fiorito, Rabbia, Daniele, Racca D., Grosso, Brundu. All.: Chiavassa Michele. Dir.: Astegiano Marco. Battuta d'arresto per gli Esordienti di Chiavassa che devono cedere il passo ad un ottimo Genola. Ha pesato molto la superiore stazza fisica di alcuni degli ospiti, grazie alla quale i genolesi hanno tenuto meglio il campo. La partita è stata combattuta ed equilibrata, con i marenesi che fino all'ultimo hanno cercato di recuperare. Poche le occasioni da goal da entrambe le parti e la solita maleducazione fuori dal campo, da parte di persone che con troppa facilità non sanno pesare le parole.

Alessandro Arduino PULCINI 2003 FOSSANO 3 MARENE 2 (1-1; 0-0; 3-0) Marene: Graglia, Fissore, Bosio, Lance, Ferrua, Carena M., Sabena, Petitti, Carena F. All.: Carena Alessandro. Rete: Carena M. Impresa sfiorata dai piccoli di Carena che tengono testa ai fossanesi, costringendoli al nulla di fatto per i primi due tempi e trovando anche la gioia del goal. Nell'ultima frazione i padroni casa mettono in campo tutti gli elementi fisicamente più dotati per riuscire ad imporsi. La prestazione dei 2003 è stata tra le più convincenti della stagione. PULCINI 2004 MARENE 2 SAVIGLIANESE 3 (1-1; 2-3; 1-1) Marene: Cochis, Licata, Manissero, Racca, Supertino, Bosio. All.: Licata Carmelo. Reti: 2 Licata, 2 Racca. Bellissima prestazione dei piccoli di Licata, che hanno dato battaglia con grande grinta alla Saviglianese disputando una partita di alto livello. Spostati per l'occasione sul campo in erba, i 2004 marenesi hanno ceduto solo nella seconda frazione, mentre solo una sfortunata deviazione in area non ha consentito loro di aggiudicarsi la terza. Prima doppietta per Matteo Licata (oltre alla solita di Davide Racca).


28

sport

mercoledì 20 marzo 2013

Campionati di Seconda Cat.

CALCIO

I rossoblù di Dario Tonso mettono k.o. l’Azzurra

GIRONE G Risultati Baldissero-Atletico Santena 3-0; Canale-San Luigi Cambiano 5-2; Ferrero-Andezeno 0-1; San Bernardo-Poirinese 1-2. Rinviate: Leo Chieri-Atletico Racconigi; Mezzaluna-Scarnafigi. Classifica Scarnafigi 39; Poirinese 36; Mezzaluna 33; Baldissero 32; Atletico Santena 27; Canale 24; Andezeno 23; Atletico Racconigi e Stella Maris 20; Ferrero 18; San Bernardo 15; Leo Chieri e San Luigi Cambiano 11. Prossimo turno (domenica 24 marzo, ore 15) Andezeno-Stella Maris; Atletico Racconigi-Mezzaluna; Atletico Santena-Poirinese; Baldissero-Canale; San Luigi Cambiano-Ferrero; Scarnafigi-San Bernardo.

Marene domina e vince

GIRONE Q Risultati Azzurra-Marene 0-2; Benese-Dogliani 0-2; Carrù-Sanmichelese 2-2; Magliano Alpi-Monforte Barolo Boys 5-1; Roretese-Cortemilia 1-0; Trinità-Garessio 2-3;Villanova-SportRoero 3-3. Classifica Garessio 40; SportRoero 35; Dogliani 33: Marene 31; Magliano Alpi 30; Monforte Barolo Boys 22; Roretese 21; Cortemilia e Trinità 17; Azzurra e Sanmichelese 16; Benese 12; Carrù 10;Villanova 8. Prossimo turno (domenica 24 marzo, ore 15) Cortemilia-Azzurra; Dogliani-Carrù; Garessio-Magliano Alpi; Marene-Villanova; Monforte Barolo Boys-Benese; Sanmichelese-Roretese; SportRoero-Trinità.

Reti: Angaramo, Biondi.

Terza categoria – Girone B Risultati 15ª giornata Bandito-Villanova Solaro 1-1; Pro Savigliano-Sanfrè 1-2; Racconigi 86-Orange Cervere 2-1; Salice-Fortesan Genola 1-0; SportGenteCaramagnese 1-4;Villaggio della Fonte-Vottignasco 5-4. Classifica Salice 33; Orange Cervere* 28; Sanfrè** 27; Caramagnese 26; Racconigi 26* 20; Bandito 18; Fortesan Genola* 15;Villaggio della Fonte* 14; Pro Savigliano* 13; SportGente** e Villanova Solaro 9;,Vottignasco* 7. (*) una partita in meno. Prossimo turno (venerdì 22 / domenica 24 marzo) Caramagnese-Villaggio della Fonte; Orange Cervere-Pro Savigliano; Sanfré-Salice; SportGente-Bandito; Villanova Solaro-Fortesan Genola; Vottignasco-Racconigi 86. Marcatori 12. Marengo Luca (Cervere); 10. Testa Luigi (Cervere); 9. Bordone Amedeo (Caramagnese) e Saetti Omar (Salice); 8. Brizio Matteo (Sanfrè); 7. Baiardini Mattia (Bandito) e Testa (Salice). 6. Margaria (Vottignasco), Migliore Roberto (Villaggio Fonte) e Plepi Robert (SportGente). 5. Brandino Gabriele (Cervere), Franco Domenico e Gallo Luca (Caramagnese), Grimaldi Davide (Bandito), Roca Alberto (Villaggio Fonte) e Sufaj Eltion (Sanfrè). 4. Breda Massimo (F. Genola). 3. Abrate Luca (Villanova Solaro), Eandi (Vottignasco), Fervier Paolo e Novo Pierpaolo (Villaggio Fonte), Fissore Marco (Bandito), Gerbaldo Andrea (Genola), Panero Luca (Racco 86), Pelazza (Pro Savigliano) e Piras F. (Bandito).

AZZURRA MARENE

Marene: Dompè, Raspo, Ambrassa, Sellini, Coaloa, Panero, Carena D. (Rinaldi), Carena I., Biondi (Gerbaldo R. e poi Gerbaldo A.), Racca, Angaramo. A disp.: Gastaldi, Murazzano, Rinero, Mondino. All.: Dario Tonso. Le condizioni meteo non aiutano, ma il Marene scende in campo molto combattivo: lo spirito per far bene c’è, non resta che concretizzare i buoni propositi. Nei primi minuti le due squadre si studiano, poi sale in cattedra il Marene che prende coraggio e at-

CALCIO

Pro Savigliano: Giordana, Buschini, Ezziani, Riccardi, Berardo, Mazzola, L. Mondino, Bertola, Cobisi, Valente, Giraudo. A disp.: B. Testa, Gianoglio, Pintavalle, Modugno, Dellorto, Bracco, Poponcini. All.: Lele Bodrero.

RACCONIGI O. CERVERE

Rete: Marco Valente. Vince il Sanfrè, ma se chiedete ai padroni di casa vi parleranno di uno scippo. La Pro Savigliano cade sotto i colpi dei braidesi e per effetto dei fischi di un arbitro non certo benevolo. I gialloblù espu-

Matteo Buschini

gnano lo Stefano Allocco grazie anche alla gentile complicità del direttore di gara che adopera due pesi e due misure. L’1-2 finale lascia solo spazio alle recriminazioni biancorosse. L’espulsione di Cobisi ad inizio ripresa è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. L’attaccante saviglianese, vistosi strattonato vistosamente in area, ha protestato vibratamente ricevendone in cambio prima l’ammonizione e poi l’espulsione. La gara non ha più avuto storia e nel finale Brizio, da un’azione di calcio d’angolo, mette il sigillo all’incontro. In precedenza Sufaj aveva portato in vantaggio il Sanfrè. Pareggio di Marco Valente su perfetto assist di Cobisi. Poi sale in cattedra la giacchetta nera e per la Pro è notte fonda.

2 1

Racconigi 86: Biga, Allasia, Milani, Mollo, Maiorano, Tosello, Busso Pierdino, Milanesio (Sardo), Bori, Panero (Busso Mauro), Dema. A disp.: Bonino, Rimola, Porchietto, Tolve, Marengo. All.: Testa Claudio. Dir.: Bori, Morra, Capello. Reti: Milanesio, Milani (rig.). «È’ stata la partita perfetta, forse la più bella giocata fino a questo momento» sono le parole dell’allenatore Claudio Testa dopo la superba prestazione del Racco 86 contro il Cervere. La voglia di rivincita dei biancorossi è alle stelle, in quanto all’andata fu una Caporetto, con i racconigesi che persero per 0-8. I ragazzi di Testa sono entrati nel vivo del match da subito, senza lasciare molti spazi agli ospiti. Nei

primi 10’ sono già due le occasioni da goal sfumate: la prima sugli sviluppi di un calcio d’angolo con Milani che spedisce sul fondo colpendo di testa, e la seconda con Milanesio che su punizione non trova la porta di poco. Il Cervere si vede per la prima volta al 22’ con una punizione insidiosa che Biga devia in corner. Pochi minuti dopo è ancora la formazione ospite che si rende pericolosa in due occasioni: la prima al 26’, ma l’estremo difensore biancorosso para tranquillamente e al 27’ il numero 10 a tu per tu con Biga calcia clamorosamente fuori. Al 32’ rigore netto negato al Racco: il portiere ospite prende con le mani un retropassaggio di un proprio difensore: la punizione a due in area, calciata da Dema e diretta sotto al sette, è intercettata e deviata con il gomito alto di uno dei giocatori presenti in barriera. Per il direttore di gara è tutto re-

golare. Sei minuti più tardi è il Cervere a passare in vantaggio dagli undici metri: questa volta l’arbitro concede il rigore per un’entrata fuori tempo di Mollo, che il numero 10 realizza alla destra di Biga. 0-1. Al 39’, probabilmente per compensare l’errore commesso in precedenza, l’arbitro concede un rigore generoso ai padroni di casa. Dal dischetto Milani non sbaglia ed è l’1-1. I biancorossi vogliono la vittoria, e due minuti dopo Maiorano calcia d’esterno destro, ma troppo centralmente. Il portiere para. Nella ripresa il Cervere si rende subito pericoloso con due tiri dalla distanza, che però non impensieriscono Biga. Al 6’ Milani cerca la doppietta con una rasoiata: parata del portiere. Il goal del sorpasso è nell’aria e infatti al 20’ Milanesio estrae dal cilindro un capolavoro: sulla trequar-

Mister Claudio Testa ti avversaria lascia partire un potente e preciso tiro che prima batte sul palo e poi entra in rete per la gioia di tutta la squadra. 2-1. Gli ultimi minuti di gioco sono un assedio arancione, ma i racconigesi riescono a portare a casa la vittoria: tre punti importantissimi e meritatissimi. A fine match si contano quattro ammonizioni per il Racco (Mollo, Milanesio, Dema e Panero), e due per gli ospiti. Fabio Bonino

A.D.C. Racconigi – Giovani

JUNIORES

Luca Mondino

tacca per 10’ a più non posso. La prima vera occasione arriva al 9’ con Racca, che batte una bella punizione, parata. 12’. Biondi tira in porta per ben

la paura di non tenere lo stesso ritmo della prima frazione di gioco, ma la musica non cambia. 60’. Angaramo porta la sua squadra in vantaggio. 75’. Biondi raddoppia su ripartenza da dietro, tirando fuori un campanile che sorprende il portiere avversario. Lo 0-2 non sembra bastare ai rossoblù, che continuano ad attaccare sprecando diverse occasioni, di cui una splendida a firma di Roberto Gerbaldo. Una squadra in salute insomma, che fa bene tutti i reparti. Da sottolineare anche l’ottima prestazione di Marco Dompè, che si è esibito in due belle e importanti parate. Prossimo turno domenica con la cenerentola Villanova.

La partita perfetta del Racco 86

Il bomber Cissè

PRO SAVIGLIANO 1 SANFRÉ 2

Di Angaramo il primo goal

due volte, ma il portiere avversario para in due tempi mantenendo inviolata la propria porta. Il Marene gioca molto bene, è ben disposto in campo: Angaramo domina a sinistra, Daniel Carena a destra, in mezzo al campo Ivan Carena e Sellini “martellano” chiunque arrivi. Unica nota negativa nei primi minuti è il direttore di gara, che non concede agli ospiti due rigori evidenti per interventi su Racca e Biondi. 29’. Altra occasione, questa volta con Coaola, ancora respinta dal portiere dell’Azzurra. Da sottolineare che nel primo tempo il Marene colleziona ben nove calci d’angolo consecutivi. Nel secondo tempo da parte della formazione di Tonso c’è un po’

L’undici di Testa vendica la pesante sconfitta dell’andata

CALCIO Il Sanfrè deve ringraziare l’arbitro

Pro scippata

0 2

BENARZOLE 2 RACCONIGI 1 Racconigi: Olivero,Vendramini (Piccicuto), Lopumo Marco (Khadrin), Lamine, Demarco (Vispo), Panero Alberto, Aimaretti (Lopumo Mauro), Magliano, Cissè, Sobrero, Cocri. A disp.. Giletta, Putto. All.: Gonella Pietro. Dir.: Berardo Stefano. Rete: Cissè. I racconigesi danno filo da torcere ai primi della classe. Gli ospiti vanno vicini al goal per due volte con Cissè, ma sono i padroni di casa a sbloccare il risultato approfittando di

Mauro Lopumo

un’ingenuità difensiva. Il Racconigi preme, creando occasioni con Lamine, che colpisce la traversa, e Cissè. Al 35’ arriva il pareggio: lancio lungo dalla metacampo, velo di Magliano e goal di Cissè. Nella ripresa l’incontro prosegue equilibrato, con Cocri e Sobrero vicini al vantaggio, finché gli ospiti restano in dieci per espulsione di Magliano per un fallo di gioco. L’arbitro concede un rigore molto generoso ai padroni di casa che realizzano la rete del 2-1. ALLIEVI ’97 CHERASCHESE RACCONIGI

6 1

Racconigi: Cavalleris, Gallè, Diluna, Lopumo, Panero,Vispo, Moumine, Sacco, Glorioso, Capello, Altamura. All.: Parola Daniele. Dir.: Cavalleris Bruno. Rete: Sacco.

Mario Scuteri

Al di là del pesante risultato gli allievi di Daniele Parola non sfigurano sul campo di La Morra contro la forte Cheraschese. Il primo tempo è anzi equilibrato e si chiude sul 2-1 per i locali. A firmare il goal racconigese è Sacco che si fa trovare puntuale a ribadire in rete una punizione dalla tre-quarti di Panero. Ancora una volta, però, ai racconigesi sono fatali gli ultimi 10 minuti.

Simone Olivero Danilo Fissore teggi tennistici. Con questa prima vittoria arriva anche una sferzata d’energia a proseguire sulla strada intrapresa.

GIOVANISSIMI F.C. SAVIGLIANO 1 RACCONIGI 6 Racconigi: Grappeggia, Scuteri, Mercuri (Baravalle), Gallè, Solavagione, Tlili (El-Rachid), Cavaglià (Fissore), Gerbino, Capello, Caratto, Altamura. A disp.. Osella, All.: Gallè Michele. Dir.: Scuteri Rino, Gerbino Francesco, Capitta Francesco. Reti: 3 Cavaglià, Caratto, Gerbino, Capello. Dopo due partite perse giocando alla grande i giovanissimi di Gallè raccolgono i frutti contro l’F.C. Match a senso unico, con gli ospiti che chiudono il primo tempo sul 3-0 e nella ripresa incrementano il vantaggio fino a pun-

ESORDIENTI DOGLIANI RACCONIGI (4-0; 0-2; 1-0)

2 1

Racconigi: Correggia Stefano, Correggia Manuel, Bsairi, Grosso, Er-Retili, Barbero, Discaro, Salk, Carollo,Vallone, Borra,Tognoli,Vaschetto,Tetto. All.: Moscato Nicola. Dir.: Alessandrin Renzo. Reti: Carollo, Tetto. Partono forte i locali e nel primo tempo sembrano padroni del campo. Dopo il riposo però gli ospiti schierano una formazione più competitiva e vanno a segno con due bei goal di Carollo e Tetto. Terzo tempo equilibrato e deciso da una rete del

Dogliani nei minuti finali. «Bella partita, va bene così» sintetizza il dirigente Alessandrin. PULCINI 2003 RACCONIGI 3 CENTRO STORICO ALBA 1 (0-0; 1-0; 1-0) Racconigi: Delfino, Tetto, Cavaglià, Pathania, Dejay, Olivero, Kaddouri, Riitano, Squillacioti. All.: Tramontana Massimo, Rosso Gino. Dir.: Tetto Roberto, Cavaglià Roberto. Reti: Squillacioti, Kaddouri. Faticano più del previsto i pulcini di Gino e Massimo per aver ragione degli albesi del Centro Storico. Dopo un primo tempo equilibrato, sblocca il risultato bomber Squillacioti e mette al sicuro il vantaggio Kaddouri nel terzo tempo, ribadendo a rete una palla rubata ad un difensore. Sabato 23 marzo trasferta a Corneliano.


sport

mercoledì 20 marzo 2013

CALCIO A 5 SERIE C1 I saviglianesi cedono alla capolista Astense

Il Futsal deve inchinarsi FUTSAL 4 LIBERTAS ASTENSE 8 Mitutela Futsal Savigliano: Valiani, Barra A., Tavella, Gerbaudo, Di Fiore, Pettavino, Garello, Ternavasio E., Draga, Borgognone, Sassetti. All.: Rocca, Gandolfo. Dir.: L. Mallone. Reti: 2 Draga, Di Fiore, Gerbaudo. Al Palagiolitti il Futsal Savigliano incontra il Libertas Astense, motivata a vincere per assicurarsi la conquista matematica del passaggio in serie B. I saviglianesi sono privi di Leo e Ternavasio G., (in tribuna squalificati) e con Ternavasio E. sottotono a causa di una

brutta influenza. Dopo solo tre minuti di gioco l’Astense insacca per la prima volta e poi quasi immediatamente per la seconda. Il Futsal subisce in area e le azioni di attacco sono poche ed inconcludenti. Il primo tempo termina 0-2, ma nella ripresa il distacco della capolista aumenta di altri due goal subiti in contropiede. Il Futsal non sembra voler cedere però, ed ecco che Pettavino intercetta un pallone in area, sottraendolo ad un avversario, e serve Draga che solo davanti al portiere non sbaglia. 1-4. Nuovamente gli astigiani tornano protagonisti e festeggiano, con eccesso di manifestazioni, il sesto e settimo goal, portati entrambi a

segno dal proprio capitano. È poi Gerbaudo che mette in rete il secondo goal della formazione di casa grazie ad un assist di Draga. Mancano 10 minuti ai tre fischi finali e, nonostante la stanchezza, il Futsal cambia gioco ed inizia a pressare alzando la linea di difesa, cosa che aumenta il rischio di contropiede avversario. Infatti arrivano il settimo e l’ottavo goal. Il nuovo gioco consente però ai saviglianesi di mettere a segno le due reti dell’orgoglio, ad opera prima di Draga e poi di Di Fiore. 4-8 è il risultato finale. Non resta che fare i meritati complimenti al Libertas Astense per la vittoria del campionato regionale di serie C1 e sperare nella vittoria del prossimo incontro

Luca Tavella

che si terrà a Grugliasco, sabato prossimo, contro il Top Five.

Una Caporetto per il Time Warp Time Warp: Pontarelli, Sabena, Deljia, Seminara, Longo, Caramanno, Dominici, Ferrante, Sichera, Zanetti, Nicotra, Lacorte, Panuzzo, Sichera, Barale. All.: Alessandro Pontarolo. Reti: 2 Dominici, Deljia, Seminara, Rodofili. Una disfatta. Non ci sono altri termini per descrivere la brutta battuta d’arresto che, lunedì sera, i ragazzi del Time Warp hanno subito tra le mura amiche di Cavallermaggiore contro un abbordabile avversario, almeno sulla carta, come il Real Mirafiori. Una prestazione incolore, notevolmente sottotono da parte di tutti i giocatori, che

Antonio Seminara hanno sofferto passivamente il gioco degli ospiti senza riuscire a trovare la lucidità e precisione per riaprire la gara. Una gara che, nonostante il risultato finale pesante (5-

12), gli uomini di mister Alessandro Pontarolo avrebbero potuto riacciuffare se la delusione iniziale avesse lasciato spazio alla fame di riscatto e vittoria. La cronaca del match è riassunta tutta nel primo tempo: dopo i primi dieci minuti di studio, con le squadre attente, il Real Mirafiori trova la via del goal e in poco meno di tre minuti va a segno tre volte, per poi allungare ancora al 23’ con una bella azione. 0-4. In questa prima frazione il Cavallermaggiore non gioca male, ma la poca precisione sottoporta influiscono negativamente sul morale della squadra. Si va al cambio di campo con Pontarolo che fin da subito rischia qualcosa in più schierando il portiere in movimento: dopo una rete avversaria, il Time Warp trova fi-

Calcio a 5: serie C1 Risultati della 19ª giornata Sportiamo-I Bassotti 0-8; Futsal Savigliano-Libertas Astense 4-8; Emmeffe-Sporting Rosta 3-5; Don Bosco Caselle-Top Five 3-3; Fenalc-Vaccheria 4-3. Riposava: G3 Happy Time. Classifica Libertas Astense 49; I Bassotti* 39; Fenalc* 31; Top Five 26; Emmeffe* 25; Sporting Rosta 24; Futsal Savigliano* 22; Don Bosco Caselle* 21;Vaccheria* 19; G3 Happy Time* 8; Sportiamo* 6. (*) una partita in meno Prossimo turno (sabato 23 marzo, ore 15) Sporting Rosta-Don Bosco Caselle; I Bassotti-Emmeffe; G3 Happy Time-Fenalc; Top Five-Savigliano; Vaccheria-Sportiamo. Riposa: Libertas Astense.

Calcio a 5: serie C2 - girone B

CALCIO A 5 SERIE C2 Per Cavallermaggiore una sconfitta senza attenuanti

TIME WARP 5 REAL MIRAFIORI 12

nalmente il goal con Delija. 5-1. Ma chi credeva in uno scatto d’orgoglio resta deluso: gli avversari sono ancora i padroni del campo e segnano ripetutamente, mentre il Cavallermaggiore trova soltanto più le reti di Dominici, Rodofili e Seminara. Il risultato finale è senza possibilità d’appello: una sconfitta che assottiglia la distanza tra il Time Warp, sempre terzo in classifica, e le dirette inseguitrici, orami a soli due punti di distanza. «Dobbiamo dimenticare quanto prima questa brutta sconfitta e ritrovare la serenità necessaria per proseguire il campionato» è il commento della dirigenza del Time Warp. Prossimo appuntamento, fuori casa, lunedì prossimo contro il Villasport (ore 21.30).

Risultati della 19ª giornata Pinasca-Atletico Tv 2-4; Borgaretto-Cantarana 8-3; Asa Eventi-Gabetto 6-5; Pasta-Gem Busca 0-0; Time Warp-Real Mirafiori 5-12; Scarnafigi-Villasport 5-9. Classifica Atletico Tv 47; Gem Busca 41; Time Warp 32;Villasport 30; Borgaretto 24; Real Mirafiori 23; Asa Eventi 22; Pinasca 21; Pasta 18; Scarnafigi 15; Gabetto 10; Cantarana 9. Prossimo turno (lunedì 25 marzo, ore 21.30) Real Mirafiori-Asa Eventi; Gabetto-Borgaretto; Atletico Tv-Pasta; Cantarana-Pinasca; Gem Busca-Scarnafigi;Villasport-Time Warp.

CALCIO FEMM.

Apine superate dal Cossato

Il bel gioco non basta CAVALLERMAGGIORE 1 COSSATO 2

Il difensore Ilaria Giraudo

Atletico Racconigi – Giovani ESORDIENTI RACCONIGI 86 ATLETICO B (0-0; 0-0; 3-1) Ijon Kruja GIOVANISSIMI ATLETICO 2 RACCONIGI 86 1 Atletico: Bellino (Emanuel), Ouassiri, Gambino, Dainotti, Savarese, Monte, Gariglio, Natile (Capello), Calello, Dashi, Parricchia (Kruja). All.: Bongiovanni Andrea. Dir.: Bordese Franco, Eliseo Michele. Reti: Dashi, Monte. I giovanissimi di Bongio vanno a cogliere la prima vittoria del girone proprio nella gara più attesa: il derby con il Racco. «Non siamo dei fenomeni – ammette il mister – ma per la prima volta ho visto i miei ragazzi giocare con la grinta giusta e questo li ha premiati». Sblocca il risultato Dashi con un gran tiro dalla distanza su cui il portiere avversario sbaglia il tempo d’entrata. Poco prima del riposo arriva però il pareggio del Racco. Nella ripresa Monte mette a segno il goalpartita: si invola sulla fascia ed insacca con un tiro angolato a fil di palo.

3 2

Atletico Rino: Gentile, Sorrentino, Tate, Sacco, Achraf, Frasca, Goli, Achab, Audisio, Gastaudo, Beoletto. A disp.: Goffrey, Farfarello. All.: Sorrentino Rino. Dir.: Sacco Walter. Rete: Sacco. «Bel derby, giocato bene in tutti e tre i tempi: onore a loro che hanno vinto, ma noi avremmo meritato almeno un pareggio. Sono molto soddisfatto dei miei ragazzi che hanno fatto più di quanto mi aspettassi» afferma mister Sorrentino. Primi due tempi combattuti ed equilibrati, senza reti. Nel terzo fuochi pirotecnici: a segno il Racco, pareggia Sacco e Frasca ha una grande occasione per andare in vantaggio, parata dal portiere. E nei minuti fina-

PULCINI 2002

Atletico Gianluca: Pipino, Carena, Ceniccola, Galvagno, Giaconia, Murabito, Finocchiaro P., El Rhofi A., El Rhofi M. All.: Finocchiaro G. Dir.: Finocchiaro C. Rete: Ceniccola. I ragazzi di Finocchiaro appaiono subito lenti e macchinosi ma mantengono il primo tempo in pareggio fino pochi minuti dalla fine, quando gli avversari riescono ad andare in vantaggio. Il secondo tempo è dominato dagli albesi, con i racconigesi che non riescono a concludere. Terzo tempo in sostanziale equilibrio. «La prova dei ragazzi è stata al di sotto delle precedenti, anche se si sono intraviste buone giocate» commenta il mister.

CHERASCHESE ATLETICO (0-0; 1-1; 1-1)

Rete: Giacosa.

3 1

PULCINI 2003

Davide Sacco

Cavallermaggiore: Borgna, Giraudo, Straffi, Fasciani, Pesante (75' Azzan), Graglia (75' Lauria), Giacosa, Parola, Comino, Olivero (82' Carato), Tosa (85' Bertola). A disp.: Gazzera. All.: Bonetto Diego.

li arrivano due goal dei biancorossi.

FERRERO ATLETICO (1-0; 2-0; 1-1)

3 3

Atletico: Celiento, Mura, Ghione, Castellano,

Mattia Salice Lorenzo Testa Obeahon, Ligorio, Bosio Martina, Pettiti. All.: Testa Sandro, Obeahon Samson. Reti: Testa, Castellano. Il risultato fotografa l’andamento di una partita estremamente equilibrata tra due squadre che si equivalevano. I pulcini racconigesi, ancora privi di mister Castellano, all’estero per motivi di lavoro, sono stati seguiti anche in questa trasferta dal duo Testa-Obeahon. PULCINI 2004 BRA ATLETICO (2-0 ; 6-0 ; 2-1)

29

3 0

Atletico Marocco: Audisio, Preka, Bau Walid, Goli, Marocco, Batakai, Neddar Ikram, Carena, Preka. All.: Marocco Lello. Rete: Carena. Sottotono la prestazione dei piccoli di Marocco: poco concentrati, praticamente non entrano mai in

partita. L'allenatore, dopo la bella prestazione della settimana precedente, si aspettava decisamente qualche cosa di più. ATLETICO 2 ROERO CALCIO 3 (0~0; 0~2; 1~1) Atletico Lopreiato: Zaki, Salice, Lopreiato, Kouhlani, Gamri, Belbahloul, Reviglio,Gallo, Manirakiza. All.: Lopreiato. Rete: Reviglio. Partita iniziata con poche emozioni nella prima frazione. Nel secondo tempo l'Atletico gioca più offensivo e perde dimostrando di avere Kevin in giornata sfortunata per gli infortuni subiti. Nell'ultimo tempo, dopo aver segnato 1~0 con Reviglio, si fa raggiungere all'ultimo secondo, nonostante le ottime parate di Anas.Tutto sommato da segnalare la buona prestazione di tutti i bambini ed un risultato bugiardo, viste le tante occasioni sprecate da Lopreiato e Reviglio.

Non si arresta, purtroppo, la scia di sconfitte del Cavallermaggiore che contro il Cossato, pur giocando bene, ha dovuto arrendersi alle avversarie, su un campo reso pesante dalla neve. Resta la consolazione di aver visto una bella partita. La prima frazione si apre con le ospiti che controllano il gioco e pressano: il predominio porta a due belle occasioni, la prima sbagliata a pochi passi dalla porta difesa dalla Borgna e la seconda con un gran tiro da fuori area su cui il portiere del Cavallermaggiore si supera e devia in angolo.

Il Cavallermaggiore si fa vedere al 25' con Graglia che, sbucando alle spalle della difesa, conquista la palla e da pochi passi calcia addosso al portiere ospite. Al 38' il Cossato passa in vantaggio: un attaccante semina il panico nella difesa nerogialla e porge la palla al centro ad una compagna accorrente che beffa Borgna con un bel pallonetto. 0-1. Il secondo tempo inizia con il Cavallermaggiore che preme sull'acceleratore e trova subito il pareggio: al 5', su angolo di Comino, Giacosa è la più svelta a trovare la palla e a scagliarla in rete. La partita è riaperta. Il Cossato gioca un bel calcio fatto di triangolazioni veloci mentre la squadra di mister Bonetto (ancora priva del trio d'attacco Pegoraro, Griglio e Ferrero) cerca di ripartire in contropiede. L'equilibrio viene spezzato al 70' quando il Cossato, su calcio d'angolo, trova lo spiraglio giusto e di testa sigla il vantaggio definitivo. «Faccio i miei complimenti alle avversarie che esprimono un calcio corale veramente apprezzabile – dichiara l’allenatore Diego Bonetto – ed anche alla mia squadra che domenica ha giocato con grinta e coraggio. Dobbiamo però fermare la striscia negativa al più presto per ritrovare la fiducia che avevamo ad inizio stagione». Ora per le apine ci saranno due settimane di sosta, decretate dalla Federazione per l’impegno della rappresentativa e per la Pasqua: le cavallermaggioresi torneranno in campo, al San Giorgio, domenica 7 aprile contro l'Asterix.

Calcio Femminile – Serie C Risultati della 20ª giornata Musiello Saluzzo-Romagnano 1-1; Biellese-Aosta 4-0; Casale-Juventus sospesa; Luserna-Pro Polonghera 6-0; Cit Turin-Asterix 9-0; Cavallermaggiore-Cossato 1-2. Riposa: AstiSport. Classifica Musiello Saluzzo 47; Luserna* 44; Juventus** 41; Romagnano* 36; Casale* 32; Cit Turin* 27; Cossato* 26; AstiSport* 24; Cavallermaggiore 21; Biellese 12; Asterix* 9; Pro Polonghera* e Aosta* 7. (*) una partita in meno. Prossimo turno (domenica 24 marzo, ore 15) Juventus-Musiello Saluzzo; Asterix-Biellese; AstiSport-Cossato; Romagnano-Luserna; Aosta-Cavallermaggiore; Pro Polonghera-Cit Turin. Riposa: Casale.


30

sport

mercoledì 20 marzo 2013

Calcio Uisp a 11 RACCONIGI 86 0 CARIGNANO 4 Racconigi 86: Ramasso, Rainero, Lottario (Porchietto), Zeko (Mautone), Lamberti (Scarpino), Lingua, Alloa (Bessone), Audisio, Grammaldo, Sardo (Sola), Scagliarini. All.: Caffaratti, Perrucci. Dir.: Dolce. Altra partita scialba e senza storia in questa bruttissima stagione per la formazione Uisp del Racco ‘86. Al 15’ i biancorossi subiscono già la prima rete: calcio di punizione dal limite dell’area e colpo di testa solitario di un giocatore ospite che batte Ramasso. I racconigesi s’innervosiscono e subiscono 3 ammonizioni in 10’ per fermare le incursioni degli avversari, che giungono al raddoppio al 25’ con un tap-in dopo una difficoltosa respinta di Ramasso. Al 30’ gran numero di

Grammaldo che libera Sardo davanti alla porta, il pallonetto dello stesso si spegne poco alto sulla traversa. Due minuti dopo lo stesso Grammaldo lascia partire un gran tiro dal limite, di poco a lato. La seconda frazione inizia con l’ennesima espulsione di Scagliarini e chiude qualsiasi ipotesi di rimonta dei racconigesi. Il 3-0 arriva al 15’ in contropiede e malgrado la generosità messa in campo dai biancorossi arriva anche il 4-0 su infortunio di Ramasso, che non controlla un retropassaggio di Lingua e la palla s’infila incredibilmente in rete. Prossimo impegno sabato 23 marzo alle 15,30 a Cisterna d’Asti.

Calcio ACSI – Campionati a 11 CALCIO A UNDICI Merito girone B MORETTA ASDC MARENE

Marene: Panero S., Bravo L., Barbero M., Bosio M., Gianoglio, Bravo D., Marchisone (Fissore A.), Bertola, Barbero E. (Panero St.), Ambrogio (Pignata), Cravero. A disp.: Fissore E. All.: Allemandi, Racca. Rete: Cravero. Buon esordio dopo la lunga pausa invernale per i rossoblù, che collezionano due pareggi in due partite (lunedì scorso avevano giocato contro il Costigliole) e raggiungono il quarto risultato uti-

Classifica: Piobesi 25; Cisterna d’Asti 22; Carignano 17; Veglia 14; Sanfrè 13; Bria 96 8; Sangio 7; Roero United 5; Racco 86 1. PRIMA DIVISIONE

“Città di Savigliano” calcio a 5

SAVIGLIANO 3 SALUZZO 0 (28-26; 25-18; 25-17)

TONY MOTORS 11 INDEX 1 Tony Motors: Allasia, Essamri, Galletto,Tallone M., Mazzarella, Zarfi. Reti: 3 Tallone M., 3 Zarfi, 2 Mazzarella, 2 Essamri, Galletto,. Quarta vittoria consecutiva per i Tony Motors dalla ripresa del campionato. La partita si sblocca dopo pochi minuti con un colpo di testa di Marco Galletto, al suo primo goal staMarco Galletto gionale, su perfetto assist del portiere Valerio Allasia. La squadra dilaga poi con le triplette di Mattia Tallone e di Federico Zarfi e le doppiette di Ivan Mazzarella e Nidal Essamri.

Co.Ga.L. Savigliano: Bergesio, Berohiti, Botta, Cravero, Curti, Mana, Nessi, Rosso, Tripolino. All.: Tavella G. I ragazzi di Tavella con un'ottima prestazione corale battono con un netto 3-0 la capolista Saluz-

PRIMA DIVISIONE MARENE 3 SAVINVOLLEY 0 (25-21; 25-20; 25-21)

UNDER 14 MARENE 2 VOLLEY ROERO 1 (26-24; 25-23; 13-15) Marene: Racca V., Blasi, Bosio S., Gamba, Marengo, Cavallotti,

Alessia Filippone (under 14) Bertaina, Bosio E., Safi, Filippone, Racca A., Goitre, Garrone. All.: Sanfilippo, Racca. Dir.: Allasia. Ottima gara contro il Sommariva quinto in classifica. La partita è stata molto combattuta come dimostrano i parziali: la formazione di casa è riuscita ad esprimere un buon gioco, frutto di una maggior sicurezza e fiducia reciproca. Ottima prova anche delle ragazze che sono entrate dalla panchina, sempre preparate e molto concentrate.

MONASTEROLO 94 SS. MICHELE GRATO

SavInVolley Ge.Cos.: Mana, Ponzi, L. Famulari, Picco, Giu. Mondino, C. Allocco, M. Panero, Gerbaldo, S. Quaglia, Pucillo. Lib.: A. Spalla, G. Famulari. All.: M. Bergese. Dir.: D. Macrì. Finisce a Marene la serie positiva della Ge.Cos. Prive di alcuni elementi importanti, in gita scolastica, le biancorosse si difendono con onore, ma riescono solo ad impegnare a fondo le padrone di casa.

PRIMA DIVISIONE VBC SAVIGLIANO 2 VILLANOVA 3 (26-24, 15-25, 18-25, 2519, 7-15) Non male le saviglianesi contro la capolista Villano-

1 2

Monasterolo 94: Oggione, Godino Fabrizio, Olivero, Godino Roberto, Cravero, Sepertino, Allasia

zo, vendicandosi della sconfitta patita in semifinale di Coppa Comitato. Nel primo set rimontano da 14-18 fino a 21-20 a proprio favore e chiudono il set con un ace del capitano. Poi il Co.Ga.L. prende in mano le redini dell'incontro a spese di un nervoso Saluzzo. Nel turno infrasettimanale la Co.Ga.L. aveva espugnato il campo del Morozzo con un secco e facile 3-0 (12-25; 13-25; 14-25). UNDER 15 CUNEO

BERNEZZO SAVINVOLLEY

Prossimo Incontro: 21 marzo (ore 21,30) contro Non Solo Bar.

UNDER 16 CERVASCA 0 MARENE 3 (22-25; 24-26; 21-25) Marene: Alladio, Engolo, Fissore, Giraudi, Marengo, Monge, Racca, Trovato. All.: Sanfilippo. Partita combattuta punto a punto per tutti i set, ma la volontà e la concentrazione portano le ragazze marenesi alla vittoria.

CALCIO A UNDICI Eccellenza girone C

3

OPEN MISTA CSI

TONY MOTORS – OFFICINA DEL GUSTO 7-1 Tony Motors: Allasia, Mazzarella, Bonetti, Zarfi, Tallone M. Reti: 3 Zarfi, 2 Tallone M., Mazzarella. Bonetti. Con altre tre reti il bomber Federico Zarfi si conferma capocannoniere della squadra, seguito dal compagno Mattia Tallone che ne realizza due. Le altre marcature sono di Mazzarella e Bonetti.

MARENE VOLLEY

1 1

le consecutivo. A Moretta la squadra del duo Allemandi-Racca è ben posizionata in campo e gestisce bene una partita molto equilibrata. Da segnalare la buona prestazione del portiere Simone Panero, protagonista di almeno due preziosi interventi. Il goal arriva con Cravero, che insacca di testa su calcio d’angolo.

2 1

SavInVolley Bar Tre Scalin: V. Quaglia, C. Colombero, Sito, G. L. Quaglia, Delpiano, Granzotto, Tesio, Giordano, Orusa, Brero. Lib.: Perona. All.: P. Giordano. Altro stop contro una formazione che negli ultimi turni si è rinforzata con giocatori di livello superiore. Molti però i rimpianti per i ragazzi di Paolo Giordano: troppi gli errori in ricezione e in battuta. La vittoria del terzo set consente comunque di portare a casa un punto prezioso, che fa ancora sperare nell'aggancio di Je OPEN FEM. CSI BEINETTE 3 SAVINVOLLEY 0 (25-14; 27-25; 25-19)

va, già battuta all’andata per 3-2. Purtroppo questa volta troppi errori nel secondo e nel terzo set spianano la strada alle avversarie. Nel tie-break la differenza di età e di esperienza si fa sentire ed il Villanova ne approfitta per chiudere sul 15-7. UNDER 16 VBC SAVIGLIANO 3

Elia, Allasia Alessandro, Rahamati Adil, Aimetta, Ramiz. A disp.: Anselmo, Carrieri, Perlo, Rahamati Said, Schiavino. All.: Ponsi Nanni. Dir.: Galletto Massimo. Rete: Sepertino Marco (rig.). Dopo la lunga sosta invernale è ripreso non nel migliore dei modi il campionato Asci del Monasterolo 94. La squadra monasterolese è uscita sconfitta nella partita d’esordio, sul campo di casa contro il S.S. Michele e Grato di Carmagnola. Dopo un inizio equilibrato gli ospiti passavano in vantaggio verso la meta del primo tempo, e, dopo aver controllato agevolmente il resto della frazio-

SAVIGLIANO (25-22; 25-6; 25-16 )

0

E.Leclerc Savigliano: Alasia, Calcagno, Fumero, Olivero, Osella, Pansa, Pucillo, Rosso. All.: Aragno R. Dir.: Rosso G. La giovane formazione dell'E.Leclerc non riesce a sfatare il tabù Cuneo e per la seconda volta in una settimana (martedi scorso nella semifinale del campionato provinciale) incappa in un secco 3-0. Primo set giocato alla pari fino al 18-17 a proprio favore. Secondo set da dimenticare e cenni di risve-

SavInVolley MetaSoftLab: Saglietto, Mana, E. Colombero, Peirano, Biancotti, M. Spalla, Bertola, Brero, Barbuto, Morelli, Cavigliasso, Colombano. Lib.: Ramonda. All.: A. Mollo. JUNIORES CSI SAVINVOLLEY CUNEO MDG

2 1

SavInVolley Five Stars Solutions: Monterosso, Borgognone, Gjergji, C. Panero, C. Cussa, Gentile; All.: D. Gentile. Dopo un inizio disastroso (0-5) cambia l’atteggiamento alla partita e le saviglianesi si portano a casa il set. Nel secondo parziale subiscono un filotto di ace da parte delle avversarie che pareggiano il conto. Comincia male il terzo e decisivo set (1-6; 10-17). Poi le saviglianesi cominciano a giocare, ri-

CARRÙ 1 (25-15; 17-25; 26-24; 25-23) Le saviglianesi vendicano la sconfitta dell'andata giocando una bella gara, con caparbietà ed impegno. Nel primo set ragazze quasi perfette. Nel secondo rinvengono le ospiti. Nel terzo e nel quarto è lotta punto a punto ma alla fine giunge la meritata vittoria.

ne, raddoppiavano a pochi secondi dal riposo. Nella ripresa il Monasterolo 94 cercava di reagire alzando il baricentro del proprio gioco e riusciva ad accorciare le distanze grazie ad un rigore trasformato da Marco Sepertino. Subiti dopo era il portiere monasterolese Oggione ad ergersi a protagonista: prima causava ingenuamente un rigore contro la propria squadra e poi respingeva sia il tiro dagli undici metri che la successiva ribattuta. Dopo questo episodio gli uomini di mister Nanni provavano ancora ad agguantare il pareggio ma uno scarso peso offensivo non permetteva loro di riequilibrare l’incontro.

glio nel terzo, per una sconfitta che poteva essere decisamente meno amara. UNDER 19 Vittoria a tavolino 3-0 per la Euroglass Service Savigliano causa forfait dell'Alto Canavese Volley, falcidiato da infortuni ed influenze. UNDER 14 MONDOVÌ 1 SAVIGLIANO 2 (19-25; 19-25; 25-23) SAVIGLIANO PIVIELLE

0 3

baltano il risultato (21-20) e chiudono la partita con il punteggio di 27-25. UNDER 16 MOROZZO 3 SAVINVOLLEY 2 (21-25; 25-20; 21-25; 2514: 16-14) SALUZZO 1 SAVINVOLLEY 3 (16-25; 25-23; 18-25; 22-25) SavInVolley Ge.Cos.: Peletti, Pucillo,Tifni, Scarati, L. Famulari, C. Allocco, Grande, S. Quaglia, Alberto, Ponzi, Zorgniotti,. Lib.: Bertinotti. All.: M. Saimandi. A Morozzo la partita è sempre stata in pugno alle saviglianesi, con un’unica piccola flessione nel quarto set. Domenica le delfine hanno fatto bottino pieno a Saluzzo, pur giocando un po’ ad alti e bassi. Con quest’ultima

UNDER 12 VBC SAVIGLIANO 3 CHERASCO 0 (25-9; 25-18; 25-12) VBC SAVIGLIANO 2 VICOFORTE 1 (25-13; 24-25; 25-12) La Vbc inizia la seconda fase del campionato con due vittorie contro le parietà di Cherasco e Vicoforte Mondovì.

(20-25; 19-25; 22-25) E.Leclerc Savigliano: Alasia, Bartalena, Bergesio, Dimitri, Galli, Mellano, Osella, Pucillo, Rosso, Vigna. All.: Aragno. I saviglianesi nella partita contro i padroni di casa mettono da subito in campo precisione e regolarità che li portano a vincere i primi due set. Gli avversari del Pivielle invece mettono i ragazzi di Roberta in difficoltà, con un gioco di buon livello e un’ottima ricezione. Tre set difficili e la vittoria non arriva.

vittoria, approfittando del turno di riposo che ha osservato il Morozzo, la squadra di Michele Saimandi balza in testa alla classifica del girone. ALLIEVE CSI SAVINVOLLEY 1 CARAGLIO "B" 2 (23-25; 25-21; 17-25) SavInVolley Five Stars Solutions: S. Biglione, C. Biglione, Crosetto, E. Cussa, Mondino, Droussi, Rivarossa, Lovera; All.: F.Tesio. La Five Stars Solutions conferma anche contro il Caraglio B il male che la affligge e che la vede uscire sconfitta contro squadre che la seguono in classifica, mentre con le squadre che la precedono, e quindi in teoria più forti, le biancorosse sanno tirare fuori il meglio di sé, spesso andando a vincere.

MINIVOLLEY Domenica a Caramagna Piemonte si è svolto il terzo concentramento di minivolley, al quale hanno partecipato ben 37 ragazzine in maglia Vbc suddivise in 2 squadre di palla rilanciata e 5 di palla normale. Le bambine saviglianesi hanno conseguito tante vittorie, alcuni pareggi e poche sconfitte.

UNDER 16 BUSCA R.S. RACCONIGI

3 0

R.S.Volley Racconigi: Brandino, Missenti, Reviglio, Esposito, Ainaudi, Correggia, Sicca, Candelo, Chiavazza. Lib.: Sanmartino. All.: Roberta Saimandi. Dir.: Ainaudi. Penultimo impegno di stagione per le racconigesi che a Busca

Beatrice Candelo contendono alle locali il 5° posto nella classifica provinciale. Prive della Caula, le ragazze di Roberta non riescono ad avere la meglio sulle locali. Mercoledì alle 18,30 nel palazzetto di via Mafalda di Savoia partita di ritorno con le buschesi.

GOLF Prima

gara per il Club Savigliano

Sulle 18 buche di Cogoleto Il Golf Club Savigliano ha inaugurato la stagione sportiva con la prima gara del “Trofeo Golf Club Savigliano” che si è disputata domenica 10 marzo sul percorso del Golf Club Sant’Anna di Cogoleto.

Alla competizione, una 18 buche Stableford a 2 categorie, hanno partecipato 93 giocatori di cui 23 del Golf Saviglianese. I migliori del Circolo sono stati: in 1ª cat. Roberto Isaia, Roberto Mei-

Un gruppo dei partecipanti saviglianesi alla gara di Cogoleto nero e Stefano Bertolo ed in 2ª Franco Ghibaudo, Giorgio Albe-

rione e Dario Gallo. Tra le donne Giovanna Drai.


sport

mercoledì 20 marzo 2013

BOCCE Singolare competizione sociale alla Bocciofila Saviglianese

In gara “Genitori & Figli” Domenica 17 marzo, presso il bocciodromo comunale coperto di viale Gozzano 2, organizzata dal direttivo dell'A.S.D. Bocciofila Saviglianese, si è svolta una singolare gara sociale, denominata “Genitori & Figli”. Hanno partecipato tutti i ragazzi, dai 9 ai 14 anni, tesserati per la Asd Bocciofila Savi-

Giuseppe Dubois e Alessandro Fervier

glianese con i propri genitori e parenti. La formula di questa competizione ha visto l'iscrizione dei 12 ragazzi tesserati con un rappresentante familiare che, in 9 formazioni su 12, ha visto gareggiare il padre. Le coppie, formate dall'allenatore giovanile Michel Dubois, risultavano accoppiamenti senza vincolo familiare. Le formazioni, sorteggiate a baraonda, si sono affrontate in 3 partite con tempo limite di 70 minuti ai 13 punti, tutte svolte al mattino. La classifica finale è stata stilata considerando prima le partite vinte, a seguire i punti fatti, e nei casi di ulteriori parità, i punti mancanti agli avversari. I vincitori di questa edizione sono il giovanissimo Alessandro Fervier in coppia con Giuseppe Dubois. Al secondo posto il neo-saviglianese Lorenzo Musso in coppia con Franco Bergesio. Al termine

Dodici coppie hanno dato vita alla gara sociale “Genitori & figli”

delle tre partite le due formazioni si sono trovate appaiate con 69 punti e la vittoria è stata assegnata a Fervier-Dubois grazie alla miglior differenza punti mancanti. Al terzo posto Jmmel Dubois con Susy Dedino, staccati di due punti dai vincitori. Numeroso il pubblico accorso per la singolare manifestazione, molto apprezzata dai familiari dei giovanissimi atleti. Il presidente della Bocciofila Savi-

Dopo due successi consecutivi, la Granda Nord di Seconda categoria incappa in una serata storta, specie per i bocciatori, e torna seccamente sconfitta dal campo di una Niellese ordinata ma non certo trascendentale. Nelle file dei giocatori in maglia blu

non ha funzionato praticamente nulla, a cominciare da Francesco Piasco, sconfitto 5-13 nel “tappeto” per passare alla terna Garneri-Minetti-Marino (8-13), alle coppie Piasco-Cornaglia Lorenzo (513) e Tortone-Tortone (8-13) e a Tamagnone nell’individuale (6-13). Prossimo turno, per un pronto riscatto, giovedì 21 marzo a Racconigi contro il Caraglio.

4 6

Ancora una sconfitta per i racconigesi di Piermatteo Chiesa. Contro i carmagnolesi del Polisport perde di misura Marco Manissero nel tiro tecnico (10-11) e perdono la terna Negro-Alasia-Bosco (11-13) e la coppia Manissero-Monetti (10-

Alberto Cometto 13). Le due partite vinte sono quelle di Alberto Cometto nell’individuale (11-6) e della coppia Renato Migliore-Maurizio Cornaglia (136). Prossimo turno contro il Carrù in casa.

Con il cuore

Sabato 16 marzo un gruppo di arditi fitwalkers racconigesi si è recato nella capitale per partecipare alla 19ª Maratona di Roma. Alcuni mesi prima Carla, Chiara, Claudia, Domenica, Marco, Sebastiano, Silvana,Tiziana e Valentina si sono innamorati di quest’idea e l’hanno inseguita con entusiasmo e un pizzico di follia. Un’idea presa seriamente, ma non troppo. Un’idea incastrata tra famiglia e lavoro, senza l’aiuto di personal trainer e cardiofrequen-

zimetri, rubando ore al sonno e seguendo le proprie sensazioni magari sbagliate, ma tutte loro. Finalmente l’atteso giorno è arrivato e domenica 17 marzo i nostri “atleti racconigesi” si sono trovati insieme agli altri 11000 partecipanti, provenienti da tutto il mondo, al nastro di partenza e, con una grande emozione nel cuore, hanno iniziato la fantastica avventura dei fatidici 42,195 Km.

7 3

La squadra guidata da Mario Trucco è scesa in campo provando dei cambiamenti di formazione rispetto alle precedenti giornate. Nonostante diverse partite giocate ad armi pari, i marenesi hanno però dovuto cedere agli avversari, perdendo l'incontro. La prossima giornata è in programma giovedì 21 marzo sui campi di Marene contro la Società Bocciofila Saviglianese.

TERZA CATEGORIA MARENE SOMMARIVA BOSCO

2 8

La squadra maranese di Terza categoria è scesa in campo agguerrita e convincente, ma ha dovuto arrendersi al livello leggermente più elevato della formazione schierata dal Sommariva Bosco, perdendo così l'incontro. La prossima gara è prevista sui campi di Marene contro il Vottignasco.

S.B.S.: sconfitta esterna

MARATONA A Roma

I portacolori dell’Atletica Racconigi che sabato hanno partecipato alla Maratona di Roma

VILLANOVA MARENE

BOCCE Nel campionato di Terza categoria

TERZA CATEGORIA GRANDA NORD POLISPORT

Marene cade a Villanova

La formazione marenese di Terza è stata sconfitta dal Sommariva

Serata storta per la Granda Nord 10 0

Nel campionato di Seconda cat.

glianese, Daniele Depaoli, durante la premiazione, visto l'entusiasmo dei presenti, ha dato appuntamento all'edizione estiva, da svolgersi prima delle ferie. Un ringraziamento per la riuscitissima manifestazione va alla Ferrero Nutella, sempre presente con i propri apprezzatissimi prodotti, agli arbitri Giachello e Gianoglio, ai genitori dei ragazzi, alla Crota di Roberto Barale ed al biscottificio Bon Gust di Ruffia.

BOCCE Brutta sconfitta nel campionato di Seconda categoria

NIELLESE GRANDA NORD

BOCCE

31

Il percorso si snodava tra bellezze artistiche e monumenti storici su cui era impossibile non posare lo sguardo, senza dimenticare però i “sanpietrini” che potevano insidiare i loro passi. Chilometro dopo chilometro la fatica iniziava a farsi sentire , ma le voci degli spettatori accalcati alle transenne “Daje”, “Braviiiii”, “Ja fate!!!” sono state i loro integratori naturali. E così tra chiacchiere, folate di vento, gocce di pioggia, spugnaggi e ristori i nostri intrepidi atleti sono giunti all’agognato traguardo. Con gli occhi lucidi di commozione ed il cuore gonfio di soddisfazione hanno ricevuto gli applausi e la meritata medaglia. Non importa se davanti c’erano mille o diecimila maratoneti, resterà la soddisfazione di aver compiuto un’impresa personale che rimarrà indimenticabile nella storia di ciascuno di loro.

GRANDA NORD – SAVIGLIANESE 8- 2 Sconfitta esterna, per la formazione di Terza categoria guidata dal c.t. Michel Dubois, impegnata contro la formazione della Granda Nord. Marco Ternavasio ha vinto il tiro di precisione per 17-5, conquistando gli unici due punti dell'incontro. Prestazioni sottotono in tutte le prove tradizionali: nell'individuale Garelli non trova sbocchi (4-13), nella terna Ternavasio-Botto-Pellissero smarriscono presto la strada del buon gioco (5-13), la coppia Mottura-Monasterolo perde di misura (11-13,), mentre Sabena-Iotti sanno contrastare gli avversari per 90 minuti ma poi si arrendono sul 9-13. SECONDA CATEGORIA Per la formazione del c.t. Daniele Depaoli giovedì 21 marzo impegno in trasferta a Marene contro i locali. La formazione saviglianese cerca la vittoria esterna per affrontare il girone di ritorno senza affanni, avendo da disputare tre incontri casalinghi su quattro. PETANQUE Mercoledì 20 marzo a Passatore appuntamento con la terza giornata del campionato di società 2013 di petanque, categoria D: i saviglianesi, che sono alla ricerca della prima vittoria, affronteranno i locali cuneesi.

BOCCE Quadretta marenese in evidenza a Saluzzo

Terzi al Trofeo De Chiesa

MEZZA MARATONA Quattro saviglianesi nella gara in Liguria

Ad Imperia un grande Maina Gli atleti del Tri Team Savigliano continuano il loro percorso di avvicinamento ai primi triathlon della stagione partecipando alle numerose gare podistiche che si svolgono in questo periodo. Domenica 10 marzo la società saviglianese ha schierato 4 tesserati al via della mezza maratona di Imperia. Splendida giornata di sole, 15° di temperatura e un po' di vento hanno accolto i 400 atleti che si sono cimentati sui 21,097 km. Significativa anche la presenza di oltre 50 atleti provenienti dalla vicina Francia, in particolare da Marsiglia e Nizza. Si preannunciava una gara molto battagliata da cui sarebbe potuto

venire fuori un significativo riscontro cronometrico. Purtroppo, il vento ha condizionato il tempo finale, ma l'agonismo non è mancato, con gli atleti africani che hanno preso quasi subito le redini della gara. Ha vinto il marocchino Kisri in 1h 05', mentre in campo femminile ha prevalso Emma Quaglia in 1h 15'. Molto buoni i risultati dei saviglianesi presenti: Giovanni Maina ha chiuso al 33° posto assoluto in 1h 25', mentre Chiaffredo Bergesio si è piazzato 48° in 1h 28'. Ottime anche le prestazioni di Michele Gugliotta in 1h 31' e del neo-tesserato Luca Gobetti che ha chiuso con il tempo di 1h 34'.

Molto soddisfatto Maina: «Questa era la mia seconda gara sulla distanza dei 21 km, e sono riuscito ad abbassare il mio personale. Il percorso era semplice, senza troppi saliscendi, ma il caldo e il vento mi hanno un po’ tagliato le gambe nel finale. Comunque sono contento e faccio i complimenti anche ai miei compagni di squadra!». Nel mese di aprile si apriranno le danze sulla triplice distanza: già in programma gli sprint di Torino e di Fossano. Per informazioni e curiosità sul mondo del triathlon si rimanda al sito www.triteamsavigliano.it e alla pagina facebook della società.

I marenesi classificatisi terzi al Trofeo De Chiesa di Saluzzo Ottimo piazzamento per la quadretta marenese sponsorizzata dalla CIP al Trofeo "De Chiesa" di Saluzzo, una delle più importanti manifestazioni boccistiche nella provincia Granda. La squadra formata da Vittorio Ambrogio, Seba-

stiano Fumero, Sebastiano Garrone e Piero Tavella ha sbaragliato parecchi avversari fino a raggiungere le semifinali. Per i granata un ottimo terzo posto, con le congratulazioni del direttivo dell'Asd Marene Bocce.

ATLETICA Saviglianesi terza società più numerosa

Esordienti a Centallo Giovanni Maina

Sabato 16 marzo, nel palazzetto dello sport di Centallo, si è disputata l’ultima manifestazione indoor esordienti. Per l’Atletica Savigliano erano presenti: Anita Barbero, Gabriele Bertone, Riccardo Bonis, Lorenzo Ilarda, Francesco Mellano, Alessio Poggio, Francesco Quartararo, Andrea e Pietro Rolfo che hanno vinto la coppa come terza società per numero di iscritti.


32

sport

mercoledì 20 marzo 2013

Serie D regionale – Girone A Risultati della 23ª giornata Torino Basket Club-Alfieri 62-50; Atlavir Rivalta-Savigliano 70-59; Gators Cavallermaggiore-Tam Tam Torino 61-45; Ginnastica-Torino Teen Basket 52-32; Agnelli-Fenice 61-47; Reba-KappaDue 80-77; Giaveno-Pinerolo 62-72. Classifica Pinerolo 34; Savigliano 32; Ginnastica 30; Giaveno, Atlavir Rivalta e Torino Basket 28; KappaDue e Agnelli 26; Alfieri 24; Fenice 18; Gators Cavallermaggiore 16;Torino Teen Basket 14; Reba 12;Tam Tam Torino 4. Prossimo turno (venerdì 22 / domenica 24 marzo) Savigliano-Torino Basket; Alfieri-Giaveno; Pinerolo-Reba; KappaDue-Agnelli; Fenice-Ginnastica; Torino Teen Basket-Gators Cavallermaggiore; Tam Tam Torino-Atlavir Rivalta.

BASKET SERIE D Savigliano sconfitto a Rivalta e sorpassato in classifica

Le Baby-pantere perdono la testa RIVALTA 70 SAVIGLIANO 59 (13-20; 22-11; 19-12; 16-16) Futurcop Savigliano: Grezda 17, Icardi 14, Mondino P. 13, Sena 6, Mondino A. 4, Mussetti 2, Testa 2, Masento 1, Eula, Tomatis. All.: Testa, Cordasco. Savigliano perde la partita a Rivalta e con questa il primato in classifica. Ora la capoclassifica è Pinerolo solitaria a 34 punti con Savi-

gliano a inseguire a 32. La partita contro l'Atlavir ha evidenziato i problemi della serie D saviglianese: il tabellino dei punteggi vede il ritorno di Icardi, l'ottima prestazione di Grezda, la discreta gara di Paolo Mondino e l'assoluta inconsistenza del gruppo, spesso molto prolifico, di Mondino A., Testa e Mussetti, capaci in tre di realizzare 8 punti a fronte di pochissimi tiri presi (lo scout evidenzia 1 su 1 per Mondino A.,

0 su 3 per Testa e 1 su 4 per Mussetti). Se a tutto ciò si aggiunge la grande determinazione dei torinesi, si giustifica un verdetto che non ammette appelli. Eppure l'inizio era stato tutto di marca saviglianese. Il quintetto base Icardi, Mussetti, Testa e i Mondino's riesce a imprimere la giusta marcia iniziale e con buone soluzioni chiude il primo quarto avanti di 7. Alla buona partenza consegue

purtroppo una parte centrale della gara tutta di marca Atlavir che ottiene apporto da tutti i propri giocatori. Nel quarto finale a nulla vale la reazione delle baby-pantere che riescono solo a impattare il parziale di 16 a 16 ma non impensieriscono mai i locali che vincono meritatamente. Prossima partita domenica 24 marzo alle ore 18 contro Torino Basket Club.

BASKET SERIE D Per i Gators Cavallermaggiore

Amatori Savigliano – Giovanili

Un altro passo avanti

Andrea Tagliano GATORS TAM TAM TORINO (19-7; 14-15; 8-13; 20-10)

61 45

Zetaemme Gators: Ghione 11, Garello 9, Grosso 9, Ambrogio 6, Lovera 6, Tagliano 6, Sabena 5, Sarvia 4, Missenti 3, Nicola 2. All.: Mondino, Scotta. Contro il Tam Tam, ultimo in classifica, l’ottima fluidità di gioco degli Alligatori permette loro di mettere subito le cose in chiaro (11-4). I Gators sono implacabili e Sabena domina la scena grazie a moltissimi rimbalzi catturati, spesso convertiti in punti. Negli ultimi istanti del primo periodo Lovera realizza i punti che fissano lo score sul 19-7 per gli Alligatori, dominatori incontrastati della prima frazione di gioco. Nei secondi dieci minuti i torinesi si fanno più decisi, mentre i Gators devono fare i conti con il forfait di Nicola uscito per infortu-

nio. Tagliano risponde a Tam Tam, ma gli ospiti confezionando un parziale di 8-2. La tripla di Grosso riporta in doppia cifra il vantaggio degli Alligatori, saldamente in testa sul 28-18. A metà gara il tabellone segna 33-22 in favore dei padroni di casa. Al cambio i Gators mantengono saldamente la leadership, ma Tam Tam ha il merito di restare in partita. Giunti agli ultimi dieci minuti di gioco, il punteggio è di 41-35 per i Gators. L’ultimo periodo si apre con Garello, ancora decisivo, che aggiunge dall’arco altri tre punti al proprio bottino. Sotto le plance Lovera è protagonista. I suoi punti, uniti ai canestri di Grosso e Tagliano, sospingono gli Alligatori fino al +11 dopo 3 minuti di gioco. La tripla di Ambrogio suona come una sentenza sulla sfida. Nella parte finale i padroni di casa gestiscono con freddezza e saggezza ogni possesso, mantenendo e talvolta incrementando il gap nei confronti di Tam Tam. I punti di Ghione e Lovera fanno scorrere i titoli di coda su una gara a larghi tratti dominata. Finisce 61-45. Grazie a questo successo, gli Alligatori guadagnano ulteriore terreno in classifica generale e possono guardare con fiducia ai prossimi delicati incontri. Prossimo incontro domenica 24 marzo a Pino Torinese contro Teen Basket.

Gators – Giovanili PRIMA DIVISIONE BUTTIGLIERA ALTA CAYMANS (15-18; 9- 8; 20-13; 12-7)

56 46

Sfel Caymans: Gemma 12, Riva 10, Giambrone 9, Cerutti 6, Alloa Casale 4, Allocco 2, Burdese 2, Amoroso 1, Dalmasso, Mellano. All.: Mondino. I cavallermaggioresi affrontano l'inizio del match con grande determinazione, coesi in difesa e decisi in attacco. Nel secondo quarto cala l'intensità: le squadre faticano a trovare il canestro, le difese si serrano e aggrediscono senza che l'arbitro punisca i falli. I Caymans arrivano alla pausa lunga con un margine esiguo di vantaggio (24-26). Il terzo quarto è fatale per i caimani: Buttigliera matura in poche azioni il sorpasso. L'ultimo quarto vede alternarsi buone giocate ad errori superficiali, ottimi canestri in contropiede a passaggi di scarsa qualità. I Caymans non concedono molto, ma perdono ancora un po' di terreno. UNDER 13 REG. GATORS FOSSANO (7-28; 6-20; 7-29; 16-18)

36 95

ABC Servizi Gators Cavallermaggiore: Toma 13, Lino 8,

UNDER 15 ECC. OMEGNA SAVIGLIANO

72 77

Givo & Figli Savigliano: Bacci, Bertolini, Brero, Donalisio, Ferrero, Frangaj, Ghiazza, Giordano, Givo, Quercio, Zorgniotti. Ottima prestazione dei giovani biancorossi che espugnano per la seconda volta il PalaPaffoni di Verbania. Partita anomala in quanto caratterizzata dall’assenza di coach Alfero per seri motivi familiari: la gara è stata gestita nei

cambi dal capitano Luca Bacci, che ha saputo trascinare i compagni ad una meritata vittoria. Le giovani pantere sono state sempre in vantaggio, tranne che per un breve periodo del terzo quarto, nel quale i padroni di casa della Fulgor sembravano poter rimontare. Savigliano però non cede e con l’impegno di tutti, quintetto e panchina, strappa un prezioso successo che la porta in testa al girone. Prossimo appuntamento domenica 24 contro l’Alter 82 Piossasco.

La formazine under 15 griffata Givo & figli esulta dopo aver espugnato Verbania

NUOTO MASTER Grande prova di Pasquale Martino e Giovanni Gullino a Tortona

Tre podi saviglianesi ai regionali

La comitiva del CSR ai campionati regionali master di Tortona È stata una trasferta vittoriosa, quella di domenica 10 marzo. I nuotatori master hanno infatti por-

tato in alto il vessillo saviglianese, guadagnando tre podi di tutto rispetto ai regionali di Tortona. A sa-

lire sul gradino più alto è stato Pasquale Martino, che con le sue performance d'autorità ha conquistato due primi posti nei 200 stile e nei 200 rana, con, rispettivamente, 2'40'' e 2'53''. Meritatissimo anche il bronzo di Giovanni Gullino, che in appena 5'15'' è riuscito a chiudere i 400 stile. Successi importanti, dunque, grazie ai quali il CSR si è piazzato quinto nella classifica generale, confermando ancora una volta la sua grandezza. «L'entusiasmo è tanto e tanta la voglia di migliorare» ha detto l'allenatrice Patrizia Martino, visibilmente soddisfatta dei risultati ottenuti, frutto della fatica dei suoi atleti. E anche se gli allenamenti si sono in-

tensificati, il piacere di nuotare insieme è rimasto e rimane lo stesso di sempre. Sia per i veterani, che per le new entry, tra cui val la pena di ricordare la giovanissima Sara Dogliani, ex-agonista dalla classe cristallina, motivo di grande orgoglio per la squadra. «Archiviata nel cassetto la magnifica esperienza appena passata, ci prepariamo ora alle gare estive – ha concluso Patrizia –. Un ringraziamento speciale va alla direzione, da anni attenta alle esigenze dei miei atleti e senza cui, probabilmente, tutto ciò non sarebbe stato possibile». Valentina Barbuto

KARATE Saviglianesi in evidenza ai campionati piemontesi di Giaveno

Elena Chiri 4ª tra le cinture arancio Andrea Craco (under 13) Levrone 6, Stanciu 6, Pavan 2, Pagoto 1, Gallo, Craco, Lifandali, Berbotto, Quaranta. All.: Nasari, Scotta. Tra gli alligatori si contano molte assenze importanti, ma gli 11 convocati, tra cui si rivede Gallo dopo l'infortunio al braccio, sono decisi a ben figurare. L'inizio di partita è però molto negativo per Pagoto e compagni: Fossano fa valere la maggior fisicità e riesce a trovare ottimi canestri. Il secondo quarto è sulla stessa falsariga, Fossano continua a dominare, Toma e Stanciu provano a suonare la carica, ma la difesa biancorossa è troppo permissiva. Solo nell'ultimo quarto i Gators tirano fuori l'orgoglio e riescono finalmente a contrastare gli avversari, difendendo bene e trovando buoni spunti in attacco con Lino ed un ottimo Levrone, autore di sei punti e di una prestazione molto convincente.

Domenica 10 marzo i ragazzi dell'Open Space Savigliano hanno partecipato ai loro primi campionati regionali. La manifestazione, disputata a Giaveno, ha visto in palestra oltre 300 atleti venuti da tutta la Regione Piemonte. In tutte le categorie è stata una battaglia apertissima, dal momento che il livello sportivo a queste competizioni è molto elevato. Normale quindi che i ragazzi fossero emozionati, ma anche consapevoli delle loro ottime capacità. Dagli allenatori dell’Open Space,

Vincenzo La Martina

i fratelli Rossella e Franco Natile, che si avvalgono della supervisione del maestro Piero Giraudo, VI dan, un complimenti a tutti i loro allievi che hanno dato il meglio di se stessi. In particolare complimenti vivissimi a Elena Chiri, cintura arancio, che ha sfiorato il podio classificandosi al quarto posto. Per lei è stata una competizione molto sudata, dal momento che ha dovuto gareggiare più volte per arrivare ad un passo dal podio. Vincenzo La Martina ha invece vissuto l'incontro più impegnativo:

Greta Murazzano

Alexia Lenta

ha combattuto fino all'ultimo minuto classificandosi quinto. «I ragazzi migliorano giorno dopo giorno – affermano entusiasti Rossella e Franco –, siamo sicuri che presto saranno in grado di cogliere risultati ancor più gratificanti». I partecipanti dell’Open Space ai campionati regionali sono stati: Simone Gamba, cintura bianca; Greta Murazzano, cintura arancio; Elena Chiri, cintura arancio; Francesca Flauto, cintura arancio; Marco Maglione, Lorenzo Gallesio, Alexia Lenta, Sonia Terazzi e Vincenzo La Martina.

Lorenzo Gallesio

Francesca Flauto

Quarto posto per Elena Chiri

Sonia Terazzi

Marco Maglione


programmi tv

mercoledì 20 marzo 2013

33

Mistero (Italia 1 - 21.10)

Brasile-Italia (Rai 1 - 20.15)

Quarto grado (Rete 4 - 21.10)

Metropoli (Rai 3 - 21.30)

The money drop (Canale 5 - 18.50)

La tortura della freccia (Rai Movie - 21.15)

Detto fatto (Rai 2 - 14.00)

Per i casi d’oltreoceano il programma si affida a Rachele Restivo (foto), corrispondente da New York. L’inviata indaga su misteri avvolti attorno alla morte di personaggi famosi...

Si terrà un’amichevole di lusso a Ginevra per l’Italia di Cesare Prandelli (foto), che affronta il Brasile di Felipe Scolari, tornato sulla panchina verde-oro lo scorso mese di novembre.

Oltre a seguire gli sviluppi dei gialli irrisolti nel nostro Paese, Salvo Sottile e Sabrina Scampini (foto) si occupano dei casi di cronaca internazionale, tra i quali quello di Oscar Pistorius.

Valerio Massimo Manfredi (foto) parla della storia di Firenze, a partire dalle tragiche alluvioni del 1333 e del 1966. Spazio poi alla massoneria ed alla vita di un mercante nel Medioevo.

I concorrenti hanno a disposizione 1 milione di euro, diviso in 40 blocchetti da 25.000 euro. Il montepremi rimarrà intatto se si risponderà correttamene alle domande di Gerry Scotti (foto).

Per non sottomettersi ai nordisti che hanno vinto la guerra di Secessione, un sudista parte e si vota interamente alla causa dei Pellerossa. È forse il migliore dei 4 western di Fuller.

Il nuovo programma condotto da Caterina Balivo (foto) si avvale delle consulenze di esperti in vari settori. Tra gli altri, il fiorista Antonio Scaburri, la nutrizionista Carla Lertola...

MERCOLEDÌ 20

GIOVEDÌ 21

VENERDÌ 22

SABATO 23

DOMENICA 24

LUNEDÌ 25

MARTEDÌ 26

10.25 11.05 12.00 13.30 14.10 15.15 17.00 18.50 20.00 20.30 21.10 23.30

Unomattina rosa Unomattina storie vere La prova del cuoco (rubrica) Tg 1/ Economia Verdetto finale (talk show) La vita in diretta (contenitore) Tg 1 / Che tempo fa L’eredità (gioco) Tg 1 Affari tuoi (gioco) Che Dio ci aiuti 2 (s.T.) Porta a porta (talk show)

10.00 10.25 11.05 12.00 13.30 14.10 15.15 17.00 18.50 20.00 20.15 23.10

Unomattina Occhio alla spesa Unomattina rosa Unomattina storie vere La prova del cuoco (rubrica) Tg 1/Economia Verdetto finale (talk show) La vita in diretta (contenitore) Tg 1/Che tempo fa L’eredità (gioco) Tg 1 Brasile-Italia (calcio) Porta a porta (talk show)

11.05 12.00 13.30 14.10 15.15 17.00 18.50 20.00 20.30 21.10

Unomattina storie vere La prova del cuoco (rubrica) Tg 1/Economia Verdetto finale (talk show) La vita in diretta (contenitore) Tg 1/Che tempo fa L’eredità (gioco) Tg 1 Affari tuoi (gioco) Red or black? Tutto o niente (game show) 23.35 Tv7 - Settimanale del “Tg 1”

13.30 14.00 14.30 17.00 17.15 17.45

Tg 1 Easy Driver (rubrica) Le amiche del sabato (t.s.) Tg 1/Che tempo fa A sua immagine (rubrica) Passaggio a Nord-Ovest (documentari) L’eredità (gioco) Tg 1/Rai Tg Sport Affari tuoi (gioco) I migliori anni (show) S’é fatta notte

09.25 12.25 13.30 14.00 16.30 16.35 17.35 18.50 20.00 20.40 21.30 23.35

Benedizione Palme e Messa Lineaverde (rubrica) Tg 1 Automobilismo (Malesia) Tg 1 Domenica In - L’arena Domenica In - Così è la vita L’eredità (gioco) Tg 1/Rai Tg Sport Affari tuoi (gioco) Un medico in famiglia 8 (s.T.) Speciale “Tg 1” (rubrica)

10.25 11.05 12.00 13.30 14.10 15.15 17.00 18.50 20.00 20.30 21.10 23.15

Unomattina rosa Unomattina storie vere La prova del cuoco (rub.) Tg 1/Economia Verdetto finale (talk show) La vita in diretta (contenitore) Tg 1/Che tempo fa L’eredità (gioco) Tg 1 Affari tuoi (gioco) Qualcosa di speciale (film) Porta a porta (talk show)

10.00 10.25 11.05 12.00 13.30 14.10 15.15 17.00 18.50 20.00 20.30 23.20

Unomattina Occhio alla spesa Unomattina rosa Unomattina storie vere La prova del cuoco (rub.) Tg 1/Economia Verdetto finale (talk show) La vita in diretta (contenitore) Tg 1/Che tempo fa L’eredità (gioco) Tg 1 Malta-Italia (calcio) Porta a porta (talk show)

13.50 14.00 16.05 17.00 17.45 18.45 19.35 20.30 21.05 22.40 23.25 23.40

Medicina 33 Detto fatto (rubrica) Tutti pazzi per amore (s.T.) Army Wives (telefilm) Tg 2 Lis/Meteo/Sport/Tg 2 Cold case. Delitti irrisolti Squadra speciale Cobra 11 Tg 2 Tutto Dante (Benigni) A gifted man (telefilm) Tg 2 Little big soldier (film)

13.30 13.50 14.00 16.05 17.00 17.45 18.45 19.35 20.30 21.05 23.45 24.00

Tg 2 Costume e società Medicina 33 Detto fatto (rubrica) Tutti pazzi per amore (s.T.) Army Wives (telefilm) Tg 2 Lis/Meteo/Sport/Tg 2 Cold case. Delitti irrisolti Squadra speciale Cobra 11 Tg 2 The voice of Italy (talent s.) Tg 2 Made in Sud (show)

13.50 14.00 16.05 17.00 17.45 18.45 19.35 20.30 21.05 22.45 23.30 23.45

Tg 2 Sì, viaggiare Detto fatto (rubrica) Tutti pazzi per amore (s.T.) Army Wives (telefilm) Tg 2 Lis/Meteo/Sport/Tg 2 Cold case. Delitti irrisolti Squadra speciale Cobra 11 Tg 2 Rex 4 (telefilm) Nyc 22 (telefilm) Tg 2 L’ultima parola (talk show)

13.45 Automobilismo (Malesia) 14.55 Senza traccia (telefilm) 15.40 Omicidi nell’alta società: la carta del destino (film) 17.10 Sereno variabile (rubrica) 18.00 Tg 2 Lis/Meteo 18.05 Amore senza pietà (film) 19.35 Squadra speciale Cobra 11 20.30 Tg 2 21.05 Castle (telefilm) 22.40 Nyc 22 (telefilm) 23.25 Tg 2

11.30 13.00 13.45 15.10 16.35 18.00 18.10 19.35 20.30 21.00 21.50 22.40

Mezzogiorno in famiglia Tg 2/Motori/Meteo Sul filo del pericolo (film) ll gioco dell’inganno (film) Fuga dal passato (film) Tg 2 Lis/Meteo 90° minuto (rubrica sport) Squadra speciale Cobra 11 Tg 2 N.C.I.S. (telefilm) Elementary (telefilm) Nyc 22 (telefilm)

13.50 14.00 16.05 17.00 17.45 18.20 20.30 21.05 21.50 22.40 22.40 23.25

Medicina 33 Detto fatto (rubrica) Tutti pazzi per amore (s.T.) Army Wives (telefilm) Tg 2 Lis/Sport/Tg 2 Italia-Ucraina U21 (calcio) Tg 2 N.C.I.S.: Los Angeles (tel.) Blue bloods (telefilm) Cold case. Delitti irrisolti The good wife (telefilm) Tg 2

13.00 13.30 13.50 14.00 16.05 17.00 17.45 18.45 19.35 20.30 21.05 23.05

Tg 2 giorno Tg 2 Costume e società Medicina 33 Detto fatto (rubrica) Tutti pazzi per amore (s.T.) Army Wives (telefilm) Tg 2 Lis/Sport/Tg 2 Cold case. Delitti irrisolti Squadra speciale Cobra 11 Tg 2 Pretty princess (film) Tg 2 / Tg 2 Punto di vista

12.45 13.10 14.00 15.10 16.00 17.40 19.00 20.00 20.10 20.35 21.05 23.15

Le storie. Diario italiano Lena, amore della mia vita Tg Regione/Meteo/Tg 3 La casa nella prateria (tel.) Cose dell’altro Geo (rub.) Geo & Geo Tg 3/Tg Regione/Meteo Blob (magazine) Stanlio e Ollio (comiche) Un posto al sole (soap) Chi l’ha visto? (inchieste) Glob Porcellum

13.10 14.00 15.10 16.00 17.40 19.00 20.00 20.15 20.35 21.05

Lena, amore della mia vita Tg Regione/Meteo/Tg 3 La casa nella prateria (telef.) Cose dell’altro Geo (rub.) Geo & Geo Tg 3/Tg Regione/Meteo Blob (magazine) Stanlio e Ollio (comiche) Un posto al sole (soap) Guardia, Guardia scelta, Brigadiere e Maresciallo (f.) 22.55 Rai 150 anni

12.00 12.45 13.10 14.00 15.10 16.00 17.40 19.00 20.00 20.15 20.50 23.05

Tg 3/Meteo/Tg 3 Fuori Tg Le Storie - Diario italiano Lena, amore della mia vita Tg Regione/Meteo/Tg 3 La casa nella prateria (telef.) Cose dell’altro Geo (rub.) Geo & Geo Tg 3/Tg Regione/Meteo Blob (magazine) Un posto al sole (soap) Italia-Russia U21 (calcio) Glob del venerdì (show)

12.55 14.00 14.55 17.00

12.55 13.25 14.00 14.30 15.05

Rai educational Passepartout (rubrica) Tg Regione/Meteo/Tg 3 In 1/2 ora Alle falde del Kilimangiaro (documenti) Per un pugno di libri (rub.) Tg 3/Tg Regione/Meteo Blob (magazine) Che tempo che fa (t.s.) Presadiretta (inchieste) Tg 3/Tg Regione

13.10 14.00 15.10 16.00 17.40 19.00 20.00 20.10 20.35 21.05

Lena amore della mia vita Tg Regione/Tg 3/Meteo La casa nella prateria (telef.) Cose dell’altro Geo (rub.) Geo & Geo Tg Regione/Tg 3/Meteo Blob (magazine) Stanlio e Ollio (comiche) Un posto al sole (soap) Che tempo che fa del lunedì (talk show) 22.50 Neripoppins (show)

12.45 13.10 14.00 15.10 16.00 17.40 19.00 20.00 20.10 20.35 21.05 23.20

Le storie - Diario italiano Lena amore della mia vita Tg Regione/Meteo/Tg 3 La casa nella prateria (telef.) Cose dell’altro Geo (rub.) Geo & Geo Tg 3/Tg Regione/Meteo Blob (magazine) Stanlio e Ollio (comiche) Un posto al sole (soap) Ballarò (talk show) Glob Porcellum

11.25 12.00 14.00 15.50 17.40 17.45

Moviextra (magazine) Questo e quello Lo scafandro e la farfalla Notturnobus Rainews (giorno) Tris di donne & abiti nuziali Ma che ci faccio qui! The wrestler Suite noire: l’imbarcadero degli Angeli Movie drugstore (magaz.)

09.00 10.30 12.10 13.55 15.35 17.10 17.15 19.25

I fichissimi Fathers and sons Caterina va in città Un gelido inverno Notizie degli scavi Rainews (giorno) John Rabe Star system - Se non ci sei non esisti 21.15 Pensieri pericolosi 22.50 100 pallottole d’argento (magazine)

08.20 10.05 11.55 14.00 15.45 17.45 17.50 19.25 21.05 23.20 00.50 01.00

Totò diabolicus Il tocco della medusa C’eravamo tanto amati A casa nostra Corsari Rainews (giorno) In viaggio con Evie Legame mortale Gomorra Valzer con Bashir Rainews (notte) La liceale

10.10 10.40 12.00 14.10

Uno scugnizzo a New York Metropolis Piccolo dizionario amoroso La battaglia di Alamo Laws of attraction Matrimonio in appello Rainews (giorno) È già ieri Loverboy Solitary man Sex and the city Moviextra (magazine)

08.10 Vedo nudo 10.15 La ragazza del metrò 11.50 Fatto di sangue fra due uomini 13.55 A single man 15.30 Serious moonlight 16.55 Grido di libertà 19.30 Rainews (giorno) 19.35 La mia pistola per Billy 21.15 La tortura della freccia 22.45 Movie drugstore (magaz.) 23.15 Nella valle di Elah

10.15 12.15 14.15 16.00

Giuramento L’Armata Brancaleone The others And now... ladies and gentlemen... Rainews (giorno) Nuovo cinema Paradiso Happy family 100 pallattole d’argento (magazine) Premonition Rainews (notte)

La signora in giallo (tel.) Tg 4/Meteo Lo sportello di Forum Hamburg Distretto 21 (tel.) My life. Segreti e passioni La maschera di fango (film) Tg 4/Meteo Tempesta d’amore (soap) Walker Texas Ranger (tel.) Mission impossible III (film) Grindhouse A prova di morte (film)

11.30 12.00 12.55 14.00 14.45 15.30 16.35 18.55 19.35 20.30 21.10 23.10

Tg 4/Meteo Detective in corsia (tel.) La signora in giallo (tel.) Tg 4/Meteo Lo sportello di Forum Hamburg Distretto 21 (tel.) Quella nostra estate (film) Tg 4/Meteo Tempesta d’amore (soap) Walker Texas Ranger (tel.) The closer (telefilm) Bones (telefilm)

10.50 11.30 12.00 12.55 14.00 14.45 15.35 18.55 19.35 20.30 21.10 24.00

12.55 14.00 14.45 15.30 16.35

23.30

La signora in giallo (tel.) Tg 4/Meteo Lo sportello di Forum Hamburg Distretto 21 Shenandoah, la valle dell’onore (film) Tg 4/Meteo Tempesta d’amore (soap) Walker Texas Ranger (tel.) Tierra de Lobos L’amore e il coraggio (s.T.) Basic instinct 2 (film)

11.00 13.00 13.40 14.10 14.45 16.05 16.50 18.50 20.00 20.40 21.10 23.35

Forum (rubrica) Tg 5/Meteo Beautiful (soap opera) Centovetrine (soap opera) Uomini e donne (talk s.) Amici (real Tv) Pomeriggio 5 (contenitore) The money drop (gioco) Tg 5/Meteo Striscia la notizia (show) Hereafter (film) Match point (film)

11.00 13.00 13.40 14.10 14.45 16.05 16.50 18.50 20.00 20.40 21.10 23.20

Forum (rubrica) Tg 5/Meteo Beautiful (soap opera) Centovetrine (soap opera) Uomini e donne (talk s.) Amici (real Tv) Pomeriggio 5 (contenitore) The money drop (gioco) Tg 5/Meteo Striscia la notizia (show) Femmine contro maschi (f.) Scusa ma ti voglio sposare

10.35 12.25 13.40 14.35

ER - Medici in prima linea Tg/Meteo/Sport I Simpson (cartoni) What’s my destiny Dragon Ball (cartoni) Le avventure di Lupin III Chuck (telefilm) La vita secondo Jim (s.c.) Tg/Meteo CSI New York Mistero (reportage) The vampire diaries (tel.)

10.35 12.25 13.40 14.35

12.30 13.30 14.05 14.40 15.30

17.10 18.50 20.00 20.30 21.10 00.15

I menù di Benedetta (rub) Tg La 7 Tg La 7 cronache Le strade di S. Francisco (tf) Jane Doe: furto al museo (film) Il commissario Cordier (t.) I menù di Benedetta (rub) Tg La 7 Otto e mezzo (rubrica) Le invasioni barbariche Omnibus notte

14.15 14.30 15.00 18.00 18.30 19.00 19.15 19.30 20.45 20.50 21.00 23.00

Saluti salutissimi L’ merca dla smana Shopping con Telecupole Musica vera sì o no Shopping con Telecupole Rubrica istituzionale Coming s./News/Econom. Tg/Paese che vai/Meteo Tg Coldiretti Flash Mondo artigiano Scacciapensieri Tg 4

19.30 21.05 22.55 24.00 12.55 14.00 14.45 15.30 16.35 17.00 18.55 19.35 20.30 21.10 24.00

15.00 15.50 17.40 18.30 19.20 21.10 00.15 12.30 13.30 14.05 14.40 15.30

18.50 20.00 20.35 21.10 24.00

17.25 19.00 20.00 20.10 21.30 23.25

TgR Ambiente Italia (rub.) Tg Regione/Meteo/Tg 3 Tv talk (Rai educational) Timbuctu: i viaggi di Davide (reportage) Live is life - 80... e tanta voglia di rock (film) Tg 3/Tg Regione/Meteo Blob (magazine) Che tempo che fa (talk s.) Metropoli (documenti) Tg 3/Tg Regione

18.00 19.00 20.00 20.10 21.30 23.25 08.15 09.55 11.45 13.40 16.20

16.00 17.45 17.50 19.40 21.10 23.20 00.55

Movie drugstore (magaz.) Grand theft parsons Departures Piccolo dizionario amoroso Miracolo italiano Rainews (giorno) Onegin Squadra antigangsters K-19 Preparati la bara! Rainews (notte)

Ricette di famiglia (rub.) Tg 4/Meteo Detective in corsia (tel.) La signora in giallo (tel.) Tg 4/Meteo Lo sportello di Forum I cowboys (film) Tg 4/Meteo Tempesta d’amore (soap) Walker Texas Ranger (tel.) Quarto grado (inchieste) Le verità nascoste (film)

12.00 12.55 14.00 14.45 15.30 17.00 18.00 18.55 19.35 20.40 21.30 23.30

Detective in corsia (tel.) La signora in giallo (tel.) Tg 4/Meteo Lo sportello di Forum Poirot (telefilm) Monk (telefilm) Pianeta mare Tg 4/Meteo Tempesta d’amore (soap) Walker Texas Ranger (tel.) Sfida tra i ghiacci (film) Life (telefilm)

11.00 11.30 12.00 13.05 14.00 14.40 15.15 18.00 19.35 21.30

Le storie di “Viaggio a...” Tg 4/Meteo Pianeta mare Donnavventura (reportage) Tg 4/Meteo Ieri e oggi in Tv special Piccolo mondo antico (film) Tg 4/Meteo Il comandante Florent (t.) Die hard Vivere o morire (film) 00.20 Trappola criminale (film)

12.55 14.00 14.45 15.30 16.35 16.55 18.55 19.35 20.30 21.10 23.55

La signora in giallo (tel.) Tg 4/Meteo Lo sportello di Forum Hamburg Distretto 21 My life. Segreti e passioni Le indagini di Padre Castell (telefilm) Tg 4/Meteo Tempesta d’amore (soap) Walker Texas Ranger (tel.) Quinta colonna (talk show) Terra!

11.00 13.00 13.40 14.10 14.45 16.05 16.50 18.50 20.00 20.40 21.10 23.20

Forum (rubrica) Tg 5/Meteo Beautiful (soap opera) Centovetrine (soap opera) Uomini e donne (talk s.) Amici (real Tv) Pomeriggio 5 (contenitore) The money drop (gioco) Tg 5/Meteo Striscia la notizia (show) Il clan dei camorristi (film) Supercinema (magazine)

09.05 10.00 11.00 13.00 13.40 14.10 16.00 18.50 20.00 20.40 21.10 24.00

Zoo Doctor (telefilm) Melaverde (rubrica) Forum (rubrica) Tg 5/Meteo Cougar Town (telefilm) Amici (talent show) Verissimo (talk show) The money drop (gioco) Tg 5/Meteo Striscia la notizia (show) Italia’s got talent (t.s.) X-stye (rotocalco)

09.40 10.00 11.55 13.00 13.40 14.00 18.50 20.00 20.40 21.30

TgCom (notiziario) South Pacific (document.) Melaverde (rubrica) Tg 5/Meteo L’arca di Noé (rubrica) Domenica live (contenit.) The money drop (gioco) Tg 5/Meteo Striscia la domenica (show) Karol - Un uomo diventato Papa (film) 01.00 Tg 5 notte/Meteo

11.00 13.00 13.40 14.10 14.45 16.05 16.50 18.50 20.00 20.40 21.10 23.40

Forum (rubrica) Tg 5/Meteo Beautiful (soap) Centovetrine (soap) Uomini e donne (talk s.) Amici (real Tv) Pomeriggio cinque (cont.) The money drop (gioco) Tg 5/Meteo Striscia la notizia (show) Zelig circus (show) Baciati dall’amore (s.T.)

11.00 13.00 13.40 14.10 14.45 16.05 16.50 18.50 20.00 20.40 21.10 23.35

Forum (rubrica) Tg 5/Meteo Beautiful (soap) Centovetrine (soap) Uomini e donne (t. show) Amici (real Tv) Pomeriggio cinque (cont.) The money drop (gioco) Tg 5/Meteo Striscia la notizia (show) Donne in gioco (miniserie) Speciale “Tg 5”

ER - Medici in prima linea Tg/Meteo/Sport I Simpson (cartoni) What’s my destiny Dragon Ball (cartoni) Le avventure di Lupin III Chuck (telefilm) La vita secondo Jim (s.c.) Tg/Meteo CSI New York Superman returns (film) Le Iene (show)

10.35 12.25 13.40 14.35

ER - Medici in prima linea Tg/Meteo/Sport I Simpson (cartoni) What’s my destiny Dragon Ball (cartoni) Le avventure di Lupin III Chuck (telefilm) La vita secondo Jim (s.c.) Tg/Meteo CSI New York Una notte da leoni (film) Lui, lei e babydog (film)

13.40 In viaggio per il college (f.) 15.20 Cadet Kelly - Una ribelle in uniforme (film) 17.25 La vita secondo Jim (s.c.) 17.50 Magazine C. League 18.30 Tg/Meteo 19.00 Life bites (sit. com.) 19.15 Richie Rich - Il più ricco del mondo (film) 21.10 Harry Potter e il calice di fuoco (film) 00.05 Blade (film)

12.25 Tg/Meteo 13.00 Sport Mediaset XXL (rub.) 14.00 La famiglia del professore matto (film) 16.05 Bowfinger (film) 18.05 La vita secondo Jim (s.c.) 18.30 Tg/Meteo 19.00 Così fan tutte (sit.com.) 19.10 2 cavalieri a Londra (film) 21.25 Le Iene show (varietà) 00.35 2 broke girls (telefilm) 01.30 Californication (telefilm)

08.45 10.35 12.25 13.40 14.35

Una mamma per amica ER - Medici in prima linea Tg/Meteo/Sport I Simpson (cartoni) What’s my destiny Dragon Ball (cartoni) Le avventure di Lupin III Superman (film) Tg/Meteo CSI New York Arrow (telefilm) Nikita (telefilm)

08.45 10.35 12.25 13.40 14.35

Una mamma per amica ER - Medici in prima linea Tg/Meteo/Sport I Simpson (cartoni) What’s my destiny Dragon Ball (cartoni) Le avventure di Lupin III Superman II (film) Tg/Meteo CSI New York Wild - Oltrenatura (report.) Le morti di Ian Stone (film)

14.05 Tg La 7 cronache 14.40 Le strade di S. Francisco (tf) 15.30 Lezioni di giallo: il frutto dell’ambizione (film) 17.10 Il commissario Cordier (t.) 18.50 I menù di Benedetta (rub) 20.00 Tg La 7 20.30 Otto e mezzo (rubrica) 21.10 Crozza nel Paese delle meraviglie 22.20 Zeta 00.15 Omnibus notte

11.05 11.45 13.30 14.05 14.40 16.55 17.55 20.00 20.30 21.30 23.00 01.30

Bookstore (rubrica) 4 donne e un funerale (tf.) Tg La 7 Tg La 7 cronache Soldati a cavallo (film) The district (telefilm) L’Ispettore Barnaby (telef.) Tg La 7 In onda La 7 Doc Nel nome del Padre (film) Tg La 7 Sport

11.05 12.00 12.30 13.30 14.05 14.40 16.15 17.55 20.00 20.30 21.30 00.30

Fuori di gusto La cucina di Vissani (rub.) I menù di Benedetta (rub) Tg La 7 Tg La 7 cronache Piedipiatti (film) The district (telefilm) L’Ispettore Barnaby (telef.) Tg La 7 In onda (attualità) I Borgia (serie Tv) Tg La 7 Sport

12.30 13.30 14.05 14.40 15.30 17.10 18.50 20.00 20.30 21.10 23.45

I menù di Benedetta (rub) Tg La 7 Tg La 7 cronache Le strade di S. Francisco (tf) Lezioni di giallo: il purosangue (film) Il commissario Cordier (t.) I menù di Benedetta (rub) Tg La 7 Otto e mezzo (attualità) Piazzapulita Omnibus notte

13.30 14.05 14.40 15.30

17.10 18.50 20.00 20.30 21.10 23.45

I menù di Benedetta (rub) Tg La 7 Tg La 7 cronache Le strade di S. Francisco (tf) Lezioni di giallo: fino a prova contraria (film) Il commissario Cordier (t.) I menù di Benedetta (rub) Tg La 7 Otto e mezzo (rubrica) Servizio pubblico Omnibus notte

22.50

Tg La 7 Tg La 7 cronache Le strade di S. Francisco (tf) Lezioni di giallo: il mistero della sala chiusa (film) Il commissario Cordier (t.) I menù di Benedetta (rub) Tg La 7 Otto e mezzo (attualità) Assassinio al galoppatoio (film) Assassinio sul treno (film)

14.15 14.30 15.00 18.00 18.30 19.00 19.15 19.30 20.45 21.00 22.30 23.00

Saluti salutissimi Agenzia del tempo Shopping con Telecupole Car show Musica vera sì o no 4 zampe in Tv Coming s./News/Econom. Tg/Paese che vai/Meteo Dalla parte del consumatore Il teatrino di Telecupole Detto tra noi Tg 4

14.15 14.30 15.00 18.00 18.30 19.00 19.15 19.30 20.45 21.00 22.30 23.00

12.30 13.50 14.15 14.30 15.00 18.00 18.30 19.05 19.30 20.45 21.00 23.00

Saluti salutissimi Tg 4 Saluti salutissimi Transalp Shopping con Telecupole Car show Bouquet Tv Alla scoperta del Piemonte Tg/Paese che vai/Meteo Wine & food L’ mercà dla smana Tg 4

11.57 12.00 13.25 13.30 16.00 17.00 18.30 19.00 19.15 20.30 21.00 23.00

Tre minuti con P. Ottavio Obiettivo agricoltura Sapori e buoi dei paesi tuoi Ballando “Le Cupole” Shopping con Telecupole Car show Agrisapori Coming soon Obiettivo agricoltura Itinerari Scacciapensieri Tg 4 settegiorni

13.50 14.15 14.30 15.00 18.00 18.30 19.00 19.15 19.30 20.45 22.00 23.00

Tg 4 Saluti salutissimi Piemonte notizie Shopping con Telecupole Stile corsa Musica vera sì o no Fermo immagine Coming soon/News/Econ. Tg/Paese che vai/Meteo Alè Toro! C’era una volta in Tv Tg 4 / Meteo

12.25 13.50 14.15 14.30 18.00 18.30 19.00 19.15 19.30 20.45 23.00 23.30

Saluti salutissimi Tg 4 Saluti salutissimi Shopping con Telecupole Car show Musica vera sì o no Quattro zampe in Tv Coming soon/News/Econ. Tg/Paese che vai/Meteo Ballando “Le Cupole” Tg/Paese che vai/Meteo Evita Club

15.00 15.50 17.40 18.30 19.20 21.10 00.10

15.00 15.50 17.40 18.30 19.20 21.10 23.15

Saluti salutissimi Borgo Italia Shopping con Telecupole Videotop Musica vera sì o no Agenzia del tempo Coming s./News/Econom. Tg/Paese che vai/Meteo Alla scoperta del Piemonte Romagna mia in Italy Transalp Tg 4

17.50 17.55 19.40 21.05 22.30 00.50

15.00 15.50 18.30 19.20 21.10 23.00

18.10 18.15 21.10 22.45 22.50 00.25

18.55 19.35 20.30 21.15

15.00 15.50 18.30 19.20 21.10 00.30

17.10 18.50 20.00 20.30 21.10


34

mercoledì 20 marzo 2013

spettacoli

AL CINEMA

RASSEGNA Equinozi e solstizi scanditi dal ritmo della musica

SAVIGLIANO

Ritorna “Cambi di stagione”

AURORA Via Ghione, 10 -Tel. 0172/71.29.57 Quello che so sull’amore merc. 20 e giov. 21 (21.15) - “Rassegna”. La cuoca del Presidente ven. 22 e mart. 26 (21.15), sab. 23 (22) e dom. 24 (18.30-21.15). Vita di Pi sab. 23 (20) e dom. 24 (16.30). Lun. 25: chiuso per riposo. Cammino per Santiago merc. 27 e giov. 28 (21.15) - “Rassegna”. CINECITTÁ Via Torino, 252 - Tel. 0172/72.63.24 (informazioni e prenotazioni) Da giov. 21 a mart. 26 SALA 1: Benvenuto Presidente! (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16-18.1020.20-22.30). SALA 2: Gli amanti passeggeri (Fer.: 20.2022.30; dom.: 16-18.10-20.2022.30). SALA 3: Il grande e potente Oz (Fer.: 20.15; dom.: 15.45-18). La madre (Fer.: 22.30; dom.: 20.20-22.30). SALA 4: I Croods (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16-18.10-20.20-22.30). SALA 5: Il lato positivo (Fer.: 20.20; dom.: 16-18). Buongiorno papà (Fer.: 22.30; dom.: 20.20-22.30). Merc. 27: giorno di riposo settimanale.

BRA IMPERO Via V. Emanuele - Tel. 0172/41.23.17 - www.cinemaimperobra.it SALA GRANDE: I Croods - 3D da giov. 21 a mart. 26 (Fer.: 20.20-22.30; sab.: 18.20-20.20-22.30; dom.: 16.20-18.20-20.20-22.30). SALA MAX: Gli amanti passeggeri da giov. 21 a mart. 26 (Fer.: 20.20-22.30; sab.: 18.20-20.20-22.30; dom.: 16.20-18.20-20.20-22.30). SALA MIGNON: Il grande e potente Oz giov. 21, ven. 22, lun. 25 e mart. 26 (20.10), sab. 23 (18) e dom. 24 (15.55-18.10). Buongiorno papà giov. 21, ven. 22, lun. 25 e mart. 26 (22.30), sab. 23 (20.2022.30) e dom. 24 (20.25-22.30). VITTORIA Via Cavour - Tel. 0172/41.27.71 SALA METROPOLIS: Il rosso e il blu merc. 20 (21) - “Rassegna”. SALA MILLENNIUM: La frode merc. 20 (20.15-22.30).

CENTALLO NUOVO LUX Via Roata Chiusani, 1 - Tel. 0171/211726 Il principe abusivo da sab. 23 a lun. 25 (21), dom. 24 (15-17).

SALUZZO ITALIA Tel. 0175/42223 I Croods da giov. 21 a lun. 25 (20-22.15), sab. 23 e dom. 24 (16-18-20-22.20). La bicicletta verde mart. 26 (17-21.15) - Rassegna “Cineclub”. Benvenuto Presidente! da giov. 21 a lun. 25 (20-22.15), sab. 23 e dom. 24 (16-18.05-20.1022.20). I Croods mart. 26 (20-22.15). Buongiorno papà da giov. 21 a lun. 25 (20), sab. 23 e dom. 24 (16-18.05-20.10). La frode da giov. 21 a lun. 25 (22.15), sab. 23 e dom. 24 (22.20). Benvenuto Presidente! mart. 26 (20-22.15). Il lato positivo da giov. 21 a lun. 25 (20-22.15), sab. 23 e dom. 24 (20-22.20). Il grande e potente Oz sab. 23 e dom. 24 (16). Buongiorno papà mart. 26 (20). La frode mart. 26 (22.15). Merc. 27: riposo. POLITEAMA Tel. 0175/43756 Gli amanti passeggeri da giov. 21 a lun. 25 (20-22.15), dom. 24 (16-18-2022.20).

BORGO S. DALMAZZO CINELANDIA: Tel. 0171/26.52.13 - Prenotazione posti al n. 199.151.645 o sul sito www.cinelandia.it SALA 1 - digitale: La frode da giov. 21 a merc. 27 (20.30-22.45), sab. 23 e dom. 24 (15.20-17.35-20.30-22.45). SALA 2 - digitale: Buongiorno papà da giov. 21 a merc. 27 (20.15-22.40), sab. 23 e dom. 24 (15.15-17.40-20.15-22.40). SALA 3 - 3D: Il grande e potente Oz da giov. 21 a merc. 27 (20.05), sab. 23 e dom. 24 (14.40-17.25-20.05). SALA 3 - digitale: Sinister da giov. 21 a merc. 27 (22.45). SALA 4 - digitale: Il lato positivo da giov. 21 a merc. 27 (20.1022.40), sab. 23 e dom. 24 (15-17.35-20.10-22.40). SALA 5 - 3D: I Croods da giov. 21 a merc. 27 (20.20-22.30), sab. 23 e dom. 24 (15.20-17.30-20.20-22.30). SALA 6 - digitale: Gli amanti passeggeri da giov. 21 a merc. 27 (20.15-22.35), sab. 23 e dom. 24 (15.15-17.35-20.15-22.35). SALA 7 - digitale: La madre da giov. 21 a merc. 27 (20.30-22.45), sab. 23 e dom. 24 (15.30-17.45-20.30-22.45). SALA 8 - digitale: Benvenuto Presidente! da giov. 21 a merc. 27 (20.20-22.40), sab. 23 e dom. 24 (15.20-17.40-20.20-22.40). SALA 9 - digitale: I Croods da giov. 21 a merc. 27 (20.10-22.20), sab. 23 e dom. 24 (15.10-17.20-20.10-22.20). SALA 10 - digitale: Il grande e potente Oz da giov. 21 a merc. 27 (20-22.40), sab. 23 e dom. 24 (14.30-17.15-20-22.40).

FOSSANO I PORTICI - Via Roma, 74 - Tel. 0172/833381 SALA VISCONTI: Un amore di gioventù merc. 20 (21.15) - “Cineforum”. SALA FELLINI: Buongiorno papà merc. 20 (21.30). SALA DE SICA: La frode merc. 20 (21.30). Giov. 21: chiuso per riposo. NELLA FOTO: BENVENUTO PRESIDENTE!

Il sassofonista Javier Girotto

MONFORTE D’ALBA. Melodie barocche, sonorità argentine e spagnole, jazz, arie di opere liriche italiane, musiche e canti celtici e tanta chitarra classica con una maratona di tre giorni dedicata alle sei corde. È il timbro sonoro della quarta edizione del Festival internazionale di musica Cambi di Stagione, che per il 2013 propone un cartellone all’insegna delle contaminazioni. Inaugura sabato 23 marzo, alle 21, alla Fondazione Bottari Lattes di via Marconi n. 16, con i suoni argentini del sassofonista Javier Girotto e del suo gruppo

Aires Tango; domenica 24 mar- gitte Stærnes (Norvegia); il ba e dall’associazione Amici delzo, alle 17, tocca alle melodie ba- Quartetto d’archi Rimskij-Kor- la Musica di Savigliano, insieme rocche-jazz del quartetto tedesco sakov di San Pietroburgo (Rus- all’associazione Premio Bottari Baroque and Blue, che ha appe- sia); l’Orchestra da Camera del- Lattes Grinzane. «Questa 4ª edil’Opera di Montecar- zione – spiega Rosso – prosegue na inciso l’album lo (Principato di Mo- sulla strada del dialogo tra diAmericana. naco). Spazio anche verse sonorità ed accentua le “Cambi di Stagioai giovanissimi, con contaminazioni sonore. Non sone” ritorna nelle Lanle classi di chitarra lo per rendere più ricco, accatghe con la propria fordel maestro France- tivante e vario il programma mumula originale, che lo sco Biraghi, docente sicale, ma anche per avvicinare contraddistingue nel al Conservatorio Ver- sempre di più il grande pubblipanorama delle rasseco ed i giovani alla musica da di di Milano. gne musicali: concerIdeata dal diretto- camera. Uno “sguardo” sonoro ti proposti nei quattro re artistico Ubaldo che incuriosirà anche le orecperiodi magici delUbaldo Rosso Rosso (saviglianese, chie più esigenti». l’anno, l’inizio delle Costo dei biglietti: intero 10 stagioni, scanditi da equinozi e flautista, docente ed attento insolstizi. E per il 2013, accanto ai terprete di musica antica con euro; ridotto 8 euro (a Savigliaconcerti, diverse novità, come la strumenti storici), la rassegna è no prevendite da Exit Music). Informazioni peri il pubblimostra di chitarre storiche appar- organizzata dalla Fondazione tenenti al collezionista e liutaio Bottari Lattes di Monforte d’Al- co: tel. 0173.789282. Gianni Accornero, le esibizioni di brani operistici e la tre giorni dedicata alla chitarra che coinvolgerà anche giovanissimi studenti di questo strumento. Quattordici gli appuntamenti in cartellone che porteranno in Langa una trentina di artisti di fama internazionale, tra cui: i chitarristi Guillermo Fierens, definito “l’erede del grande Segovia” (Argentina), Jukka Savijoki (Finlandia), Martin Haug (Norvegia) e Nello Alessi; gli arpisti Enrico Euron ed Anne–Gaëlle Il gruppo Baroque and Blue si esibirà domenica Cuif (Francia); la violinista Bri-

FOTOGRAFIA Ultima

proiezione con i soci del circolo saviglianese

Gran finale per il “LunedImago”

Un suggestivo scatto di Aldo Lanfranco su Salvianum Inquisita

SAVIGLIANO. Siamo giunti all’ultima delle 8 serate a base di fotografia intitolate “LunedImago”, organizzate dal circolo fotografico “Imago” nell’antico

palazzo comunale (alla sala Miretti di piazza Santarosa) con inizio, come al solito, alle 21. Dopo l’enorme successo della serata “in rosa” e dopo il

MUSICA Al Margot

MUSICA Concerto

Kachupa Folk Band

Applausi per il Milanollo

CARMAGNOLA. Serata folk, sabato 23 marzo, al circolo Margot di via Donizetti n. 23. Dalle ore 22, la Kachupa Folk Band salirà sul palco per un concerto tutto da ballare. La Kachupa è un piatto tipico di Capo Verde (Africa) con verdura, frutta, legumi, cereali e pesce: ingredienti poveri, ma ricchi di vitamine e di vita. L’energia Kachupa nasce da questa zuppa, simbolo di semplicità e di amore verso la natura. Il gruppo nasce come band di strada. E di strada ne ha mangiata davvero tanta in giro per l’Europa. All’inizio c’era un piccolo carretto sul quale il batterista suonava cassa e pentole ed il resto

TORINO. Serata felice, quella dell’8 marzo scorso, per il coro femminile Milanollo di Savigliano, diretto dal maestro Sergio Chiarlo. Il gruppo, accompagnato al pianoforte da Ivan Chiarlo, si è esibito nella splendida cornice della corte medievale di palazzo Madama. Un’occasione per celebrare in musica la Festa della donna. Il numerosissimo pubblico ha tributato calorosi applausi al raffinato programma offerto dalla corale saviglianese, che ha spaziato dal canto popolare alla polifonia religiosa, all’opera lirica. A testimonianza del gradi-

La Kachupa Folk Band porta i ritmi scatenati della musica folk

della band suonava intorno alla carovana. Questo carretto magico ha fatto vendere circa 5.000 cd alla band in Italia e Francia. I Kachupa sono Lidyia Koycheva alla voce, Davide Borra all’accordèon, Mattia Floris alle chitarre, Alberto Santoru al basso, Corrado Vergano alle percussioni, Manuel Prota alla batteria

ed Angelo Dalmasso alle tastiere. «Ora – assicura la band – un nuovo treno Kachupa è pronto per partire e toccare nuovi luoghi, culture, gente… per mescolarsi insieme e far nascere l’energia Kachupa, un miscuglio unico e divertente di musica e magia». Ingresso libero con tessera Arci.

“recupero” della serata con il “Click Photo Club Mario A.” di Pianezza, lunedì 25 marzo sarà il gran finale con tutti gli autori dell’Imago. La serata si aprirà con le immagini di uno splendido parco naturale croato, scattate da Fabrizio Demaria. Si va poi in Messico, con le foto del presidente Giovanni Rivarossa, tra siti archeologici Maya e panorami mozzafiato. Si cambia decisamente argomento, poi, con la proiezione curata da Edmondo Tallone, “Spalle al muro”, dedicata al cantante Renato Zero, che nell’omonima canzone parla della condizione degli anziani. Successivamente, Antonio Flauret ci parla di Gioacchino Chie-

sa, scultore di Santa Vittoria d’Alba, e delle sue opere. Si torna a viaggiare invece con la proiezione di Mario De Matteis, che ci porta alla scoperta del Lago Inle, in Birmania. Il lago è popolato dagli Intha, che vivono in villaggi realizzati sulle palafitte. Si torna in Piemonte, poi, per “Aranceri”, la proiezione curata da Carlo Bragagnolo che parla del famoso Carnevale di Ivrea e della battaglia delle arance. Enrico Vignolo ci porta, invece, al mercato, tra colori che affascinano tuttora. Infine, Aldo Lanfranco mostra gli scatti del suggestivo spettacolo “Salvianum Inquisita”. L’ingresso è gratuito. Si raccomanda la puntualità.

La corale femminile Milanollo è diretta da Sergio Chiarlo

mento riscosso dal coro Milanollo presso gli spettatori, l’organizzatore dell’evento, Ettore Galvani (presidente dell’Associazione cori piemontesi) ha già rivolto ai saviglianesi un invito per una nuova esibizione, questa volta dedicata al canto gregoriano, che si terrà presso il castello del borgo medie-

vale di Torino.Tale invito è stato accettato con entusiasmo dal maestro Chiarlo, in quanto – proprio nella categoria “canto gregoriano” – la corale Milanollo si è aggiudicata il 1°, 2° e 3° posto al concorso “Guido d’Arezzo”, ritenuto la vetrina più prestigiosa a livello internazionale.


spettacoli

TEATRO Al Milanollo è di scena il classico

La pace di Aristofane

Lo spettacolo è messo in scena dalla compagnia “Teatro degli acerbi”, per la regia di Oscar De Summa

SAVIGLIANO. Sabato 23 marzo, alle 21, al teatro Milanollo va in scena “La pace”, tratto dall’opera di Aristofane (compagnia Teatro degli Acerbi). Una trama semplice ed ironica: in groppa ad un gigantesco scarabeo stercorario, il contadino Trigeo vola in cielo a chiedere a Zeus di far cessare la catastrofe bellica che da dieci anni sta insanguinando la Grecia. Il nostro interesse per questa commedia nasce dalle peculiarità dell’Autore: la sua incredibile attualità ed il tono ironico con cui tratta temi di rilevanza universale. Pensia-

mo, infatti, che il pubblico contemporaneo possa divertirsi a cogliere parallelismi graffianti tra la nostra società e quella greca antica. Rotture metateatrali, ritmi serrati, momenti di intensa comicità alternati a riflessioni amare e poetiche sono il linguaggio scelto per rappresentare il modulo drammaturgico. Anziché rappresentare letteralmente il testo originario di “La Pace”, ricco di riferimenti all’attualità del contemporaneo dell’autore, abbiamo scelto di adottare il modus operandi dello stesso Aristofane per arrivare ad una riscrittura assolu-

RECENSIONE “Disco-teatro” su D’Annunzio

Il mito del Vate tra amori e battaglie

tamente contemporanea che mantiene un forte legame con i temi classici e con le problematiche universali. Una commedia fantastica, spassosa ed onirica ed insieme lucidamente concreta e spietata nella denuncia di politiche criminali ed ipocrite. In scena Massimo Barbero, Patrizia Camatel, Dario Cirelli, Fabio Fassio, Elena Romano e Tommaso Massimo Rotella; regia e drammaturgia di Oscar De Summa. Biglietti da 10 a 16 euro; informazioni presso l’ufficio Cultura (tel. 0172.710235).

“Mauri” in mostra da Senesi

lese, marchesina che lo sposò nonostante il diniego del padre, alla governante Amélie Mazoyer alla divina Eleonora Duse, a Luisa Baccara, in un turbine di concubine ed amanti… L’elemento femminile è, tuttavia, anche un espediente narrativo per sfogliare le pagine del libro dell’esistenza di Gabriele, che doveva nascere all’insegna dell’amore per il bello e divenire “un’opera d’arte”. Non mancano incursioni nelle più celebri pagine tratte dai romanzi “Il Piacere”, “Il fuoco” o da “Alcyone” con l’evocativa “Pioggia nel pineto” ed il suo panismo. D’Annunzio ritorna in tutte le sue sfaccettature: l’avventuriero, l’intellettuale, il politico, il soldato: il coraggio del poeta rivive nel ricordo della beffa di Buccari, del volo su Vienna, dell’occupazione di Fiume, dell’incidente aereo che lo privò temporaneamente della vista, dando origine alle prose del “Notturno”. La trama si dipana fino all’epilogo, la morte del Vate nel 1938. Una serata da ricordare. Luca Martini

35

Itinerario al museo civico Olmo

Domenica di passione

“Mauri” Oddenino

SAVIGLIANO. Per domenica 24 marzo, la “Domenica delle Palme”, il museo civico “Antonino Olmo” (via San Francesco n. 19) propone “Domenica di Passione”, un itinerario tra le opere del museo che trattano la Passione di Cristo. Si tratta di un percorso tematico tra dipinti, sculture ed arredi sacri provenienti da chiese o di devozione privata per capire come l’arte ha contributo a consolidare nei secoli la religiosità popolare ed i riti della Settimana Santa. Per capire, inoltre, le sensibilità diverse degli artisti di fronte alle tappe della Passione di Cristo: dall’Ecce homo alla Salita al Calvario alla Pietà; dal Crocefisso da Una Crocifissione in mostra al museo camera alla grande Croce processionale. Un itinerario che riproduce visivamente con grande immediatezza il Racconto della Passione (la “Passio Christi”), la cui lettura è il momento centrale della celebrazione eucaristica della domenica delle Palme, e che prepara alla comprensione della tradizionale Processione Pasquale per le vie di Savigliano della domenica successiva. La visita guidata prevede partenze fisse alle ore 15.30, 16.30 e 17.30. Il costo della visita guidata è compreso nel biglietto di ingresso del museo.

da mercoledì 20 marzo 2013 a mercoledì 27 marzo 2013

Dove andare C’è Gino Paoli

“Ramuliva”

Mercato e raduno

La poesia secondo lui

Olio e dintorni

Antiquariato e motori

SERRALUNGA D’ALBA. La Fondazione Mirafiore (via Alba n. 15) venerdì 22, alle ore 18.30, ospita la lectio magistralis del cantautore Gino Paoli, sul tema “La poesia: come la vedo io”. Ingresso libero, prenotazione obbligatoria sul sito internet www.fondazionemirafiore.it.

SALUZZO. La Fondazione Bertoni (piazza Montebello n. 1), sabato 23 e domenica 24, ospita la 4ª edizione di “Ramuliva”: in programma degustazioni di olio e prodotti derivati, convegni ed iniziative in tema. Orari: 15-19.30. Ingresso: 3 euro.

CHERASCO. Domenica 24, in centro città, per tutto il giorno, si tiene il grande mercato dell’antiquariato (500 espositori) e la mostra di moto d’epoca, con raduno. Informazioni, tel. 0172.427050.

Una questua spensierata SAVIGLIANO. Un sogno in cui si materializza la figura del Vate, mentre una teoria di evocazioni ed apparizioni restituisce vita e corporeità alle persone ed agli eventi che ne hanno caratterizzato l’esistenza: questa è stata l’impressione assistendo allo spettacolo “Gabriele D’Annunzio tra amori e battaglie” ispirato al testo “L’amante guerriero” di Giordano Bruno Guerri, andato in scena giovedì scorso al teatro Milanollo. Il poeta pescarese, magistralmente impersonato da Edoardo Sylos Labini, si muove sulla scena; nel contempo una sorta di alter ego compare nello specchio alle sue spalle, contrappuntando le parole del protagonista con la musica che sgorga da una postazione dove un piatto disco si associa al mixer, ma anche a pile di libri antichi. Sylos Labini-D’Annunzio, immerso in questa sorta di contaminazione tra letteratura e musica, è naturalmente circondato dalle donne, presenza costante in tutta la vita del Vate: dall’ingenua Maria Hardouin di Gal-

ARTE

SAVIGLIANO. La galleria Senesi Arte di via Sant’Andrea n. 44 propone la mostra “Tra musica e colori”, personale dell’artista Mauri (Maurizio Oddenino). L’ inaugurazione sarà sabato 23 marzo alle ore 17. Appassionato di pittura e musica fin dalla gioventù, Mauri inizia la sua attività negli anni Ottanta, a Carmagnola. Partecipa poi a numerosi concorsi e mostre in Piemonte e regioni limitrofe, anche in Francia. Ha curato anche le scenografie di alcune pièces teatrali. L’esposizione resterà aperta fino al 14 aprile, con i seguenti orari: feriali 9-12.30 e 15.30-19; festivi 15.3018.30. Chiuso il lunedì. Informazioni allo 0172.712922.

“Canté j’euv”

Gli attori durante lo spettacolo al Milanollo

mercoledì 20 marzo 2013

CASTAGNITO. Torna sabato 23, dalle 20.30, “Canté j’euv”, la festa del Roero che ripercorre l’antica tradizione della “Questua delle uova” in tempo quaresimale. Una serata di canti spontanei, degustazioni, musica e balli. Quest’anno, il ricavato della serata andrà a favore di un progetto scolastico in Kenya, nella missione delle Figlie di San Paolo di Alba, a cura di suor Teresa Marcazzan. Informazioni allo 0173.611900.

Giornate Fai

I siti da visitare IN PROVINCIA. Per le “Giornate Fai di primavera”, sabato 23 e domenica 24, saranno aperti i beni del Fondo per l’ambiente italiano: a Mondovì la funicolare, chiese e palazzi; a Montaldo di Mondovì il sito archeologico dell’età del ferro, la parrocchiale e il romitorio; a Manta, il castello. Orari: sabato 14-18; domenica 10-12.30 e 14-18. Ingresso libero.

Torte “scolpite”

In mostra a S. Gregorio CHERASCO. Le meravigliose torte di Fabio Orlando, vere e proprie sculture in pasta di zucchero, saranno esposte da sabato 23 nella chiesa di San Gregorio. Aperto fino al 14 aprile; orari: 9.30-12.30 e 14.3018.30; ingresso libero.

Tulipani a corte

A passeggio tra fiori e arte GOVONE. Il castello sabaudo ospita domenica 24, dalle 10 alle 18, la 15ª edizione di “Tulipani a corte”. Sono previste passeggiate tra i fiori con momenti musicali, mostre d’arte, spettacoli per i bimbi, sfilate in costume, visite guidate e degustazioni. Informazioni allo 0173.58103.

EVENTO

Festival del volo

Aquiloni e... VERGNE. Domenica 24, nella frazione di Barolo e Narzole, si tiene il 18° Festival del volo. Dalle 10, esibizioni di aquiloni, elicotteri radiocomandati, ultraleggeri e deltamotori. Informazioni allo 0173.77305. Gli eventi di Savigliano e paesi limitrofi li trovate nelle pagine di cronaca

Mostra

Videro e credettero CUNEO. Sabato 23 marzo, alle 17, presso l’aula magna del Seminario vescovile di via Amedeo Rossi n. 28 sarà inaugurata la mostra itinerante per l’Anno della fede dal titolo “Videro e credettero. La bellezza e la gioia di essere cristiani” (visitabile fino al 31 marzo, con orario: dal lunedì al venerdì, ore 17-20, sabato e domenica, 15-20; info: 0171.605660). La mostra, costituita da 32 pannelli suddivisi in cinque sezioni, propone un

La locandina della mostra sul “bello di essere cristiani”

percorso di testi ed immagini che, partendo dal contesto di un «mondo dopo Gesù senza Gesù», per usare un’espressione del poeta Péguy, intende mettere in luce il realismo e la ragionevolezza della fede come l’unica che può rispondere al cuore dell’uomo, fatto per l’infinito. L’esposizione è promossa dal Centro servizi per il volontariato di Cu-

neo “Società Solidale”, con numerosi partner. All’inaugurazione interverranno don Luca Favretto, responsabile dell’ufficio Beni culturali della Diocesi di Cuneo e Fossano, don Carlo Pertusati, docente di Patrologia all’Istituto superiore di Scienze religiose di Fossano, e Sandro Chierici, curatore dell’apparato iconografico della mostra.


36

rubriche

mercoledì 20 marzo 2013

Scorci e personaggi ‘dla veja Savian

di Giovanni Bosio foto di Marino Mondino

Giardini e viale I Maggio La cartolina postale qui riprodotta è dei primi Anni 50 del secolo scorso. Nella foto si vedono sei persone vicine alla siepe dei giardini pubblici, dove, il 20 maggio del 1939, Mussolini pose la prima pietra della Casa del Fascio, mai costruita. A chiudere la buca con il cemento fu chiamato un muratore, che si presentò con indosso la camicia nera presa in prestito da un amico, perché lui, di fede comunista, possedeva soltanto quella rossa. Mussolini, come faceva sempre in simili circostanze, pronunciò un discorso con le mani strette sui fianchi, affascinando con il suo sguardo magnetico i Figli della Lupa, i Balilla, gli Avanguardisti ed una folla di curiosi intervenuti alla cerimonia.

La foto dei ricordi

Lauree Un mondo di auguri a NADIA QUAGLIA, che lunedì 11 marzo, presso la Facoltà di Economia e Commercio dell’Università degli studi di Torino, si è laureata a pieni voti con Lode e dignità di stampa in Economia e Direzione delle Imprese. Congratulazioni vivissime ed auguri per il futuro da amici, parenti tutti e redazione de “Il Saviglianese”.

ANNO 1946 - La Saviglianese Calcio

a cura di NEL da mercoledì 20 a martedì 26 marzo 2013

ARIETE 21 Marzo - 20 Aprile L’amore vi turba: urgono chiarimenti con il partner e forse scelte drastiche. Meglio i rapporti di lavoro e le relazioni di amicizia che sollevano il morale. Cresce la voglia di evasione e di esperienze insolite: la settimana è animata da viaggi, conoscenze e stimoli culturali.

TORO 21 Aprile - 20 Maggio Pretese esagerate possono costarvi care nel lavoro. Misurate le parole, specie con i superiori: rischiate di farvi nemici importanti. In amore vi accontentate troppo facilmente ed il partner rischia di annoiarsi. Probabili disturbi di salute: da non drammatizzare, ma neppure da trascurare.

O

ROSCOPO

LEONE 23 Luglio - 23 Agosto Tante idee e grandi progetti: selezionate le priorità, non potete fare tutto! Sereno e costruttivo il clima sull’ambiente di lavoro, ma in famiglia l’atmosfera è pesante: state alla larga dalle diatribe. In coppia la tensione si taglia a fette: fate un gesto distensivo. Amici vi aiutano nelle difficoltà!

VERGINE 24 Agosto - 22 Settembre Se il rapporto sentimentale è debole, difficilmente vedrà la primavera, altrimenti uscirà rafforzato da questa fase di conflitti. Le finanze crescono e l’impegno nel lavoro è ricompensato da risultati appaganti. Un tono vitale soddisfacente vi riaprirà la strada alle attività fisiche in generale.

GEMELLI 21 Maggio - 21 Giugno

BILANCIA 23 Settembre - 22 Ottobre

Il partner vi sorprende ed emoziona. Non chiedete di meglio: la monotonia vi terrorizza. Le idee migliori non sempre sono le vostre: ricordatevelo nel contesto lavorativo. Una spesa preventivata lievita più del previsto, ma le finanze reggono. Salute: cercate di sfoltire l’agenda degli impegni.

Settimana frizzante e stimolante: inseguite progetti ambiziosi e vi aprite a nuove conoscenze. Non fidatevi di tutti o rischiate qualche delusione. In amore chiedete molto e concedete poco: il partner è generoso, ma non approfittatene. Nuovi passatempi: la mente è attiva e vivace.

CANCRO 22 Giugno - 22 Luglio Creativi ed ingegnosi, avviate mille progetti: selezionate quelli prioritari. Nemici ed avversari vi remano contro nel lavoro, ma potete spuntarla. Al partner riservate premure ed attenzioni che non sempre merita. Chi ama gioisce più nel dare che nel ricevere, ma non viziatelo troppo!

Mercoledì 13 marzo, FEDERICA SOMALE ha conseguito la Laurea Magistrale in Economia e Direzione delle Imprese ottenendo la votazione di 102/110 e discutendo la Tesi: “La creazione di valore per il territorio: lo sviluppo del settore vitivinicolo delle Langhe”. Alla neo-dottoressa congratulazioni dalla redazione de “Il Saviglianese”.

SCORPIONE 23 Ottobre - 22 Novembre L’unica cosa che soffrirete è la routine: tutto ciò che rappresenta una ventata di novità, quindi, sarà benvenuto. Il partner è inquieto, a volte ostile, ma voi sapete disarmarlo con un sapiente mix di ironia e romanticismo. Gli impegni crescono, ma centrate gli obiettivi che vi stanno a cuore.

SAGITTARIO 23 Novembre - 21 Dicembre In amore il partner è abilissimo nel fiutare i vostri cambi d’umore e nel comportarsi di conseguenza. In arrivo ghiotte opportunità di lavoro, ma serve prudenza nelle transazioni commerciali e negli investimenti. Salute: in alternativa alle lunghe sessioni sul divano, praticate più sport.

CAPRICORNO 22 Dicembre - 20 Gennaio Progetti da studiare e collaborazioni da rafforzare: il lavoro richiede più impegno. Concentratevi su ciò che conta davvero: ve lo chiede anche il portafoglio. Con il partner riuscite a condividere idee ed emozioni come non succedeva da tempo: piccoli scontri non turbano il rapporto.

ACQUARIO 21 Gennaio - 19 Febbraio Affari e lavoro sono promossi da partnership fortunate: positivo il trend economico. In amore il partner pretende molto, ma vi offre moltissimo. Se avete un sogno nel cassetto è l’ora di realizzarlo: avete la giusta complicità. Se siete single, una vecchia fiamma torna ad ardere.

PESCI 20 Febbraio - 20 Marzo Il partner è un po’ tiranno, ma voi siete abilissimi nel fargli credere di avere il comando: in realtà decidete quasi tutto voi. Attivi e creativi, nel lavoro date il meglio: gli affari girano bene ed i profitti crescono e danno ossigeno alle finanze. Siete alla ricerca costante di svaghi!

Giovedì 14 marzo, presso il Politecnico di Torino, all’età di 22 anni, GIORGIA PODESTÀ ha conseguito la Laurea triennale in Ingegneria meccanica, discutendo la Tesi: “Sicurezza intrinseca di robot antropomorfi per impieghi domotici ed industriali”. Congratulazioni e buon proseguimento di studi da familiari, Federico, parenti, amici e redazione de “Il Saviglianese”.

Calendario Unitre SAVIGLIANO Venerdì 22 marzo ore 9: Ginnastica in acqua (5° corso) ore 11: Riabilitazione motoria e 3ª Età 5 ore 15.30: I gradi del processo penale ore 18.30: Spagnolo 1 (principianti) ore 19: Ginnastica per adulti 2 (turno A) ore 19.30: Ginnastica in acqua (6° corso) ore 20: Ginnastica per adulti 2 (turno B) ore 20.30: Psicologia ed educazione cinofila Lunedì 25 marzo ore 9: Attività mot. (5° corso) ore 10: Attività mot. (1° corso) ore 11: Attività motoria (2° corso) – Riabilitazione motoria e 3ª Età 1 ore 16.30: Canto corale ore 18.30: Yoga 1 – Inglese 2 (avanzato) ore 20.30:Yoga 2 Martedì 26 marzo ore 9: Nuoto (3° corso) ore 10: Riabilitazione motoria e 3ª Età 2 ore 11: Riabilitazione motoria e 3ª Età 3

ore 15: Ricamo Bandera ore 15.30: La pittura attraverso i grandi maestri del passato ore 17.30: Libera conversazione: lets talk about this ore 19: Ginnastica per adulti 2 (turno A) ore 20: Pasticceria: focaccia e pizza al taglio (modulo 2) – Ginnastica adulti 2 (turno B) ore 20.30: Fotografia Mercoledì 27 marzo ore 9: Ginnastica in acqua (4° corso) ore 11: Riabilitazione motoria e 3ª Età 4 ore 15.30: Le composizioni di F. Chopin ore 18.30:Yoga 3 Giovedì 28 marzo ore 10: Attività mot. - 3° corso ore 11: Attività mot. - 4° corso ore 20: Pilates - corso C (2° turno) ore 21: Ballo LEVALDIGI Venerdì 22 marzo ore 19.30: Ginnastica dolce ore 20.30: Ginnastica adulti Martedì 26 marzo ore 19.30: Ginnastica dolce ore 20.30: Ginnastica adulti


piazza affari

A nnunci Economici SAVIGLIANO piazza del Popolo – AFFITTASI ampio monolocale arredato di nuova costruzione (posizione luminosa e tranquilla) con posto auto. Tel. 347/7427460. • SAVIGLIANO via Aires n. 87 – AFFITTASI, a referenziati, appartamento ristrutturato: 2 camere da letto. tinello, cucinotta, cantina. No garage. Tel. 333/9892881. • SAVIGLIANO – Ufficio centralissimo OFFRESI a professionisti o imprese in condivisione spese, disponibile subito, interamente ristrutturato, regolarmente fatturato. Tel. 338/1669390. • SAVIGLIANO – CERCASI alloggio in AFFITTO composto da: cucina abitabile, sala, 2 camere da letto, bagno, cantina e garage (riscaldamento autonomo). Tel. 338/8789058 ore serali. • SAVIGLIANO zona artigianale (via Alba) – AFFITTASI, a persone serie e ben referenziate (no single), trilocale (85 mq) con giardino e garage (riscaldamento autonomo). Tel. 0172/742602. • Signora straniera CERCA la-

voro in SAVIGLIANO come badante, baby-sitter o per pulizie. Tel. 335/1712670 – 338/8798902. • Signora straniera CERCA lavoro come badante full-time o per pulizie.Tel. 327/6693472 – 320/2211365. • 24enne perito elettrotecnico, con esperienza quadriennale, CERCA lavoro. Tel. 331/8630766. • Ragazza 34enne CERCA lavoro come badante, lavapiatti, pulizie, disponibile dalle ore 18 in poi (sabato e domenica inclusi). Tel. 389/0238924. • Ingegnere, tecnico commerciale, controller, acquisti, DISPONIBILE trasferta e trasferimenti. Tel. 348/8134551. • CHERASCO – Sts International srl RICERCA addetto/a ufficio contabilità. Inviare c.v. a. commercialestsinter.it. • Zona SAVIGLIANO – CERCASI gestore ramo bar di prestigiosa sala giochi (tutto incluso). Astenersi curiosi e perditempo. Tel. 0172/33924 dopo le ore 10. •

Tipografia CERCA operaio con esperienza su macchine da stampa offset. Scrivere Rif. 4/LC – “Il Saviglianese” – piazza Santarosa n. 21 – Savigliano. • Attrezzatura per macelleria VENDESI: tritacarne, insaccatrice, forno da 10 teglie come nuovi. Tel. 339/3639893. • Si ESEGUONO lavori di battitura tesi e relazioni con stampa su laser. Tel. 0172/713929.

Proviene da una famiglia cattolica, vive in campagna, 34enne, nubile, carattere dolce, INCONTREREBBE uomo serio per formare famiglia. Tel. 333/8767220. • Molto bella, non contenta della sua situazione sentimentale, 42enne, senza figli, CONOSCEREBBE uomo serio di cui innamorarsi. Tel. 345/7785076. • Vedova, 52enne, vive sola, volontaria Pro Loco, SI TRASFERIREBBE qualora incontrasse uomo semplice ed onesto. Tel. 348/9016101.

Turni Benzinai

Turni Farmacie

Alesso Matteo Tel. 0172/85996-336/230139 Biolatti Pier Giuseppe Tel. 340/3928825 Chiavassa Enrico Tel. 0172/382560-335/6060220 Bosio Emilio Tel. 0172/33506-335/6027039 Fissore Mario Tel. 0172/31682-335/7890231 Miglietti Enrico Tel. 337/226616 Ricossa Paola 0172/713360-339/2012836 Alesso Cinzia 339/7790752-0172/377154 Michele Teobaldi 335/7890232 Cirlig Michela 338/5042748

SABATO 23 MARZO (POMERIGGIO) TURNO B

Mercoledì 20 - Farmacia Dominici - Via Cambiani - Tel. 0172/712.258 Giovedì 21 - Farmacia Monchiero - P. del Popolo - Tel. 0172/712.389 Venerdì 22 - Farmacia Bonelli - Via Torino - Tel. 0172/712.366 Sabato 23 - Farmacia Albertini - P. Santarosa - Tel. 0172/712.272 Domenica 24 - Farmacia Paschetta - P. Santarosa - Tel. 0172/712.978 Lunedì 25 - Farmacia Dominici Via Cambiani - Tel. 0172/712.258 Martedì 26 - Farmacia Monchiero - P. del Popolo - Tel. 0172/712.389 Mercoledì 27 - Farmacia Bonelli Via Torino - Tel. 0172/712.366

Europam (IP) Via Saluzzo, 41 Autolavaggio a mano Sirtam (ERG) Via Cuneo – S.R. 20 Autolavaggio E.LECLERC Via Saluzzo, 65

Azienda carattere nazionale con prodotti largo consumo operante settori terziario/food/medico/estetico RICERCA agenti per Cuneo e provincia. Offresi: fisso mensile di 1.500 euro, provvigioni, portafoglio clienti. Possibilità di carriera. Tel. 011/3583310 – cell. 331/5374958.

Sos animali

Matrimoniali e amicizie Anna&Anna Club per single

Veterinari

Tractiongas (AGIP) Via Alba Autolavaggio

SAVIGLIANO - Centro odontoiatrico RICERCA assistente alla poltrona esperta con conoscenze informatiche, contabili e gestione segreteria. Gradite referenze. Inviare c.v. al numero di fax 0172/375925.

mercoledì 20 marzo 2013

37

Auguri Mercoledì 20 marzo, il piccolo LORENZO MAZZONE spegne la sua prima candelina. Buon compleanno da nonni, zii e… zia Giulia!

La foto curiosa

Questo bellissimo gatto si è SMARRITO e cerca i suoi padroni o qualcuno disposto a prendersi cura di lui. Tel. 335/1435480. ROMEO è stato SMARRITO nella zona di via Biga a Savigliano. Chi lo ritrovi contatti per cortesia lo 0172/715591. È prevista una ricompensa. Il 19 gennaio scorso è stato smarrito MIGNOLO presso la Frazione Cappellazzo di Cherasco. È un cane maschio, taglia piccola, di anni 10. Ha un collare blu con medaglietta di metallo, sulla quale è inciso il nome ed il numero di telefono. Ha tatuaggio n° 60 CN 405G e microchip n° 380260080187314. Ricompensa per chi ci aiuta a riportarlo a casa. Chi lo vedesse o avesse notizie può contattarci ai numeri: 328/8259375 333/6603379.

Papa Francesco parla anche agli animali… (Foto scattata da Anna - Savigliano)

Avete delle foto curiose? Portatecele in redazione (piazza Santarosa n. 21) o inviatecele via e-mail a redazione@ilsaviglianese.com

Tutti i mercoledì - ore 9,30 “DENTRO LA NOTIZIA” Commento ai fatti della settimana con IL SAVIGLIANESE


38

rubriche

mercoledì 20 marzo 2013

L’anno della fede

SABATO 23 MARZO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro in Savigliano sarà celebrata una S. Messa in suffragio dei compianti

di Osvaldo Pignata

“Volgetevi a me e sarete salvi...” “Volgetevi a me e sarete salvi paesi tutti della terra, perché io sono Dio, non ce n’è un altro” (Isaia) Uno degli aspetti della Fede è la salvezza che troppo spesso è stata nei tempi passati, presentata come salvezza individuale, mentre più probabilmente è collettiva, essendo il Cristianesimo relazione dove la salvezza viene dalla relazione, dall’incontro con l’Altro ed attraverso gli incontri con gli altri nei fatti pratici della vita. Ce lo insegnano le Beatitudini: “Avevo fame… avevo sete… ero malato, carcerato, ignudo…”, ce lo insegna

quel valore, veramente l’unico indisponibile, che è “l’amore dei nemici”. Spesso abbiamo confuso la Fede con la dottrina e l’abbiamo fatta derivare da questa, pure necessaria, perché per amare l’altro bisogna conoscerlo, ma come scrive A. Paoli, “la fede di domani (e già di oggi, ndr) non sarà comunicazione di dottrina, ma testimonianza di vita”. La Fede allora non è tanto conoscere la verità – “anche i demoni conoscono e fremono” ci dice S. Giacomo, proprio perché non vogliono lasciarsene coinvolgere – quanto un dire sì al Signore, pur mentre cerchiamo

di approfondire sempre di più chi sia Dio e come lui ci veda e ci voglia, noi come persone e come attori della storia umana. “È questo che ci rende veramente adulti, consapevoli e responsabili nella vita cristiana” così scrive Mons. Bettazzi. Questo perché il “sì” della Fede non può essere solo una formula verbale: “Non chi dice Signore entrerà nel Regno dei cieli, ma chi fa la volontà del Padre mio che è nei cieli” per cui il “sì” deve essere adesione di tutta la persona negli atteggiamenti interiori e nei comportamenti esterni. In poche parole la Fede è coerenza tra conosciuto, accet-

“PENSIERI CONTRO” Sono sempre più numerosi gli stranieri che donano il sangue, fornendo un prezioso ed insostituibile contributo, perché spesso portatori di quei gruppi rari che da noi scarseggiano e perché si tratta generalmente di persone giovani in buone condizioni di salute. Lo spiega Annamaria Fantauzzi, docente di Antropologia culturale e responsabile dell’“Osservatorio nazionale per la cultura del sangue” dell’Avis, nel suo libro “Sangue migrante. Pratiche e culture dell’emodonazione tra il Marocco e l’Italia” - Franco Angeli editore, 2012, e ripreso in un servizio di Missioni Consolata. Il libro parte da un’esperienza pilota di donazione del sangue da parte di immigrati marocchini, avvenuta a Torino nel 2005 per iniziativa dell’“Associazione islamica delle Alpi”. «Io donavo già il sangue a titolo personale, ma ho pensato che sarebbe stato bello coinvolgere gli altri membri del gruppo» racconta Karim Smahi, educatore professionale che vive in Italia da circa 20 anni, «così abbiamo invitato due emoteche dell’Avis nella

40.000 i donatori stranieri in Italia nostra sede, ed oltre un centinaio di noi si sono resi disponibili per la donazione. Da allora continuiamo a donare il sangue con regolarità, 1-2 volte l’anno». L’iniziativa è stata imitata in Lombardia, Liguria, Lazio, Emilia-Romagna, dove sono stati coinvolti donatori rumeni, polacchi, afghani, cingalesi e pakistani.

CITTADINANZA REALE, CITTADINANZA SIMBOLICA «Le motivazioni per cui si dona il sangue sono spesso diverse per i cit-

Il punto di vista biblico

La mamma, il papà, la moglie, i figli ed i familiari tutti del caro

tato e vissuto. Oggi troppo si presume di sapere, spesso il razionale uccide lo spirito, acceca i cuori, li rende chiusi all’oltre ed aperti solo ai piccoli idoletti nostrani, fede sempre materiale legata agli dei degli stadi, alle squadre del cuore, al denaro facile, alle tecnologie imperanti, ecc. Sono piccole fedi che oggi ci sono e domani svaniscono, mentre la Fede in Cristo è per l’eternità.

tadini italiani e per gli immigrati: gli italiani non donano solo per spirito altruistico, molti vanno a donare il venerdì o il lunedì perché, con la giornata di congedo dal lavoro, possono prolungare il week-end» spiega la dott.ssa Fantauzzi. «Mentre nel caso degli immigrati - che magari ignorano questa possibilità o hanno lavori irregolari per cui non potrebbero beneficiarne, e anzi preferiscono donare il sabato o la domenica - le motivazioni sono altre, potremmo dire che il dono è più puro». Di solito, infatti, gli stranieri, in particolare i musulmani, donano il sangue per motivi etico-religiosi, legati all’idea di salvaguardia della vita, che è sacra: «Quando dono per me è un gesto d’amore, non sto a pensare a chi andrà il mio sangue, di che nazionalità o religione è la persona che lo riceverà». La vita è un dono di Dio e nel Corano c’è scritto: “Chi salva una vita è come se avesse salvato tutta l’umanità” (Sura 5,32). Ma c’è anche un’altra motivazione, che agisce come marcia in più negli stranieri: «Per il migrante la donazione è uno

strumento di integrazione, meglio ancora di convivenza, di condivisione e decostruzione dei pregiudizi di cui è vittima» spiega Annamaria Fantauzzi. Ne sono un chiaro esempio le parole di Karim, secondo cui il dono del sangue è «una forma di unione con L’Italia. Perché noi siamo lontani dalla nostra terra e ne cerchiamo un’altra in cui però ci vogliamo sentire partecipi e realmente presenti. È come se chiedessimo alla città in cui viviamo adesso di prenderci come nuovi abitanti, come suoi cittadini». Nadia aggiunge: «Da noi in Marocco si dice che chi convive con un gruppo per 40 giorni diventa uno di loro». Secondo l’Osservatorio nazionale dell’Avis, attualmente, nel nostro Paese i donatori stranieri sono circa 40.000 e rappresentano il 4% delle donazioni totali, con punte dell’8% in Lombardia. In Toscana i donatori stranieri sono raddoppiati in soli 3 anni. Alcuni donano in forma personale, altri più spesso attraverso giornate comunitarie promosse dalle associazioni d’immigrati. (1 - continua)

Rubrica a cura dei Testimoni di Geova

sù si inginocchia e con forti grida e lacrime pronuncia un’accorata preghiera. Sulle sue spalle grava l’immensa responsabilità di non biasimare il suo amato Padre qualora venisse meno in questa tremenda prova; si rende conto che dalla sua fedeltà dipende il futuro del genere umano. Oltre allo stress mentale, dovette fare i conti con delusioni ed umiliazioni. Fu tradito da un suo apostolo, abbandonato dai più intimi amici, subì un processo irregolare durante il quale fu schernito, sputacchiato e preso a pugni. Fu flagellato ed infine inchiodato al palo. Più tardi, quel pomeriggio, Gesù morì. Fedelmente portò a termine il suo mandato. Vogliamo che non sia solo un evento carico di emotività, ma bensì vogliamo ricordare. Che cosa? La Commemorazione della morte di Gesù. Il suo sacrificio costò molto sia a lui che al Padre suo, Geova. Il provvedimento del riscatto che Dio ha preso è davvero il suo “indescrivibile dono” che rende possibile la liberazione dal peccato e la vita eterna per chi esercita fede nel sacrificio di Cristo (Giov. 3:16). A questo punto ci si chiede: perché è importante ricordarsi di lui? Com’è possibile che la morte di “un solo uomo”, avvenuta così tanto tempo fa, possa incidere positivamente sulla nostra vita? Quest’anno l’anniversario della morte di

LENA CAPELLO n. ROLANDO nel diciassettesimo Anniversario

LORENZO MELLANO

GIOVANNI CAPELLO nel ventiquattresimo Anniversario

commossi ringraziano per la stima e l’affetto dimostrati al loro caro e per quanti si uniranno nella preghiera e nel ricordo. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata nella chiesa parrocchiale di S. Maria delle Grazie in Lagnasco: DOMENICA 24 MARZO – ore 11. Imp. Fun. DEGIOVANNI-RACCA - Verzuolo - Tel. 0175/85426

Gesù ci salva: come? In un pomeriggio di primavera, un centurione romano osservò tre uomini morire di una morte lenta e straziante. Quel soldato fu colpito in particolare da uno: Gesù Cristo. A mezzogiorno, mentre si avvicinava il momento della sua morte, il cielo si oscurò. Quando morì, la terra tremò con violenza, ed il soldato esclamò: “Certamente quest’uomo era il Figlio di Dio!” (Marco 15:39) Prima di arrivare a questo evento tragico, ma pieno di significato, ripercorriamo gli ultimi stadi della vita di Gesù. Dopo aver predicato ed insegnato per tre anni e mezzo, Gesù sa che la sua vita terrena sta per finire e che i suoi nemici religiosi hanno deciso di farlo mettere a morte. Ma prima che ciò accada, quella sera deve aver luogo qualcosa di molto significativo. L’ultima sera, Gesù si riunì con gli apostoli per osservare la Pasqua. Dopo aver congedato Giuda, istituì una nuova celebrazione: il Pasto Serale del Signore. Prese un pane e, pronunciata una preghiera, lo diede agli 11 apostoli. Quindi disse: “Questo significa il mio corpo che dev’essere dato a vostro favore. Continuate a far questo in ricordo di me”. Fece lo stesso con il calice di vino, dicendo: “Questo calice significa il nuovo patto in virtù del mio sangue”. (Luca 22:19,20) Da lì in poi gli eventi furono davvero strazianti: nel Getsemani, Ge-

DORA LAZZARIS ved.TORRI Le famiglie Torri e Pelizzari ringraziano per ogni espressione di cordoglio a loro dimostrata.

GRUPPO MISSIONE E SVILUPPO

Donatori di sangue: anche stranieri

Martedì 12 marzo, in Varazze, si è spenta

RENATO CAPELLO nel ricordo I familiari ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere. DOMENICA 24 MARZO – ore 9.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di ottavo Anniversario in suffragio del carissimo

SABATO 23 MARZO – ore 16.30 nella chiesa di S. Domenico in Racconigi sarà celebrata una S. Messa di nono Anniversario in ricordo del Caro

STEFANO DALMASSO GIOVANNI FERRERO I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

Mamma, papà e familiari tutti ringraziano quanti si uniranno nelle preghiere. On. Fun. PANERO & MO - Racconigi - Tel. 0172/86239

Condoglianze L’assessore alla Cultura, la coordinatrice, i volontari e gli iscritti all’Università delle Tre Età di Savigliano ed il personale comunale sono vicini e partecipano al dolore dell’iscritta Secondina Fossati per la scomparsa del marito ENRICO. È mancata la signora MARIA LUCIA PANSA in BARALE di anni 76 Al marito Guido; al figlio Mario con la moglie Federica; agli adorati nipoti Carola ed Andrea; ai cognati; alle cognate; ai nipoti; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo sentite condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Lagnasco.

Gesù ricorre martedì 26 marzo e per l’occasione sarà pronunciato un discorso biblico che approfondirà ed accrescerà la nostra riconoscenza per ciò che fecero il nostro amorevole Dio ed il suo caro Figlio Gesù. Vi invitiamo alla celebrazione che si terrà alle ore 18.45 ed alle ore 20.30 presso la Sala del Regno dei Testimoni di Geova in via G. Leopardi n. 29 a Savigliano. Prossimo appuntamento importante domenica 7 aprile, alle 16.30, sempre alla Sala del Regno, per il discorso speciale basato sulla Bibbia dal tema “La morte è la fine di tutto?”. Francesca Barroero

“La Tua presenza cammina silenziosa accanto a noi ogni giorno con l’amore e l’affetto di sempre”.

In Savigliano è mancata la signora CATERINA BORRETTA ved. RIVOIRA di anni 87 Ai figli Pier Giorgio con la moglie Alida ed Adriana con il marito Romano; a Frà Michele; alla sorella Mariuccia; alle cognate; ai nipoti; ai cugini ed ai parenti tutti vive condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Falicetto. In età di 84 anni è mancato GIUSEPPE FRESIA Alla moglie Enrica Barelli; al fratello Battista; alla sorella Maddalena; ai cognati; alle cognate; ai nipoti ed ai parenti tutti porgiamo sentite condoglianze. È mancata la signora MARIA BIOLATTI ved. LOVERA di anni 90 Ai figli Caterina con Riccardo, Ma-

rio e Michele con Elda; ai nipoti Silvia con Antonio e la piccola Chiara e Margherita con Walter; al cognato; alle cognate; ai nipoti; ai pronipoti; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo vive condoglianze. In età di 88 anni è mancata MADDALENA MARENGO ved. ZABENA Ai figli Anna con il marito Michelangelo e Nicola; ai nipoti Manuela,Valerio ed Alessia; al fratello; alla sorella; ai cognati; alle cognate; ai nipoti; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo sentite condoglianze. È mancato il signor ANTONINO MERULLA di anni 79 Alla moglie Catena Montagna; ai figli Giuseppe ed Angela con il marito Angelo; alla nuora Cinzia; alle nipoti Vanessa, Mara e Roberta; ai fratelli; alle sorelle; ai cognati; alle cognate ed ai parenti tutti porgiamo vive condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Cavallermaggiore. In Cervignasco è mancato il signor Don PIERINO CHIAVAZZA di anni 85 Al Vescovo Mons. Giuseppe Guerrini; al Clero; alla Diocesi di Saluzzo; ai Gruppi di Preghiera; al fratello Mario con la moglie Elena; alla sorella Maria; alle cognate Francesca e Paola; alla figlioccia Miriam; ai nipoti; ai pronipoti; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Saluzzo e la cara salma tumulata nel cimitero di Monasterolo di Savigliano.


nel ricordo DOMENICA 24 MARZO – ore 11 nella chiesa parrocchiale dei SS. Pietro e Paolo in Monasterolo di Savigliano sarà celebrata la S. Messa di Trigesima in suffragio della compianta

GIOVEDÌ 21 MARZO – ore 18 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di sesto Anniversario in suffragio della carissima

MARIA RENALDI PENÈ Il marito, la mamma, il cognato e la cognata ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

MARIA BOGLIONE in PERLO

Il nipote, il figlio, le nuore ed i parenti tutti commossi per la dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata alla loro carissima

La moglie, i figli, le nuore, il genero, i nipoti ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

mercoledì 20 marzo 2013

I figli ed i familiari tutti riconoscenti per la dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata alla loro carissima

MARIA BIOLATTI ved. LOVERA nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale si sono uniti al loro dolore. Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

SABATO 23 MARZO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di secondo Anniversario in suffragio della compianta

GIOVANNI MONASTEROLO nel decimo Anniversario e

“È già trascorso un anno dalla Tua scomparsa, ma la Tua presenza è sempre viva nel nostro cuore”.

MADDALENA FOLCO v. BONAMICO FRANCESCA DOMENICA BERTAINA in LONGO

LUIGINA STROCCO ved. COLOMBO nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, preghiere, opere di bene e presenza al funerale vollero unirsi al loro grande dolore. Un grazie particolare porgono ai vicini di casa di viale del Sole n. 17 (Savigliano), alla signora Franca Massolino, alla volontaria AVO Grazia Franco ed alla casa di riposo di Cavallermaggiore. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata: SABATO 23 MARZO – ore 9 nella chiesa di S. Filippo in Savigliano.

SABATO 23 MARZO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio della carissima

DOMENICA 24 MARZO – ore 10.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di ottavo Anniversario in suffragio del compianto

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

LUNEDÌ 25 MARZO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano sarà celebrata una S. Messa in suffragio dei carissimi

39

I figli ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

PIETRO MELLANO La moglie, i figli, i generi, le nuore, i nipoti ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. SABATO 23 MARZO – ore 17 nella chiesa parrocchiale di Maria Vergine Assunta in Levaldigi sarà celebrata una S. Messa di quinto Anniversario in suffragio del carissimo

“Più passa il tempo, più ci manchi. Sei con noi nel ricordo di ogni giorno”. SABATO 23 MARZO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio della carissima

I familiari ringraziano tutti coloro che si uniranno nella S. Messa di primo Anniversario che sarà celebrata: SABATO 23 MARZO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano. On. Fun. LA CATTOLICA - Fossano - Tel. 0172/60145

SABATO 23 MARZO – ore 19 nella chiesa parrocchiale di S. Salvatore (Savigliano) sarà celebrata una S. Messa di terzo Anniversario in suffragio della carissima

BARBARA CAULA in RINERO Il marito, i figli ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

SABATO 23 MARZO – ore 17.30 nel Santuario Reale Madonna delle Grazie in Racconigi verrà celebrata una S. Messa di quarto Anniversario in ricordo della Cara

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

“…non è vero che le lacrime non sono esseri viventi: in ognuna c’è un po’ del nostro cuore…”. I familiari della compianta

Geom. GIUSEPPE PRONE MARIA SEIA in MONASTEROLO

La moglie, la figlia, il genero, il nipote ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

nel sedicesimo Anniversario I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nel ricordo e nelle preghiere. La figlia, il genero, la nipote ed i familiari tutti commossi per la grande dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata alla loro carissima

ANNA SODA ved. CASTELLI nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale vollero unirsi al loro dolore. Un grazie particolare porgono al medico curante dott.ssa Silvia Salsotto, al Parroco don Marco Di Matteo, al servizio del 118, al Pronto Soccorso ed al personale del Reparto O.B.I. dell’ospedale “SS. Annunziata” di Savigliano, al Preside, ai vice Presidi, ai docenti, al personale A.T.A. ed agli alunni dell’I.I.S. “Arimondi-Eula” di Savigliano e Racconigi, in particolare ai nipoti Carmen e Marco per l’assidua presenza, alle signore Margherita, Grazia e Giusi ed indistintamente a tutti i vicini di casa, amici e conoscenti. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata: SABATO 23 MARZO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

RITINA ALLASIA ved. BRUNO commossi per la grande dimostrazione di stima e di affetto tributata alla loro congiunta, nell’impossibilità di farlo personalmente, ringraziano tutti coloro i quali, con la presenza, gli scritti, i fiori e le offerte hanno partecipato al loro dolore. Un grazie particolare porgono al Parroco don Mauro Cagna, al medico curante dott. Ferruccio Porrati, alla cara amica Anna ed a tutte le persone che Le sono state costantemente vicine. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata: SABATO 23 MARZO – ore 17 nella chiesa parrocchiale dei SS. Pietro e Paolo in Monasterolo di Savigliano.

ADELINA MANA ved. GIRAUDO

GIOVANNA RACCA in PIUMATTI

La famiglia ringrazia quanti si uniranno nelle preghiere e nel ricordo.

Il marito, i figli, i generi, la nuora ed i nipoti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

SABATO 23 MARZO – ore 19 nella chiesa parrocchiale di S. Salvatore (Savigliano) sarà celebrata una S. Messa di secondo Anniversario in suffragio della carissima

ALESSANDRO BUSSO La famiglia ringrazia quanti si uniranno nelle preghiere e nel ricordo.

Il marito, i figli con le rispettive famiglie ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere. On. Fun. PANERO & MO - Racconigi - Tel. 0172/86239

“La vita non è che un giorno in cui alla sera ci ritroveremo per non lasciarci più”.

MERCOLEDÌ 27 MARZO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di quinto Anniversario in suffragio del carissimo

CATTERINA BOTTA in MONDINO

MARIA CAGNASSO in MACCHIORLATTI VIGNAT

BERNARDINO BURDESE (Dino)

DOMENICA 24 MARZO – ore 9.30 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di terzo Anniversario in suffragio della carissima

CATERINA OSELLA in STASSI

Il marito, i figli, le nuore, i nipoti ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

La S. Messa di secondo Anniversario sarà celebrata: SABATO 23 MARZO – ore 18 nella chiesa parrocchiale della Natività di Maria Vergine in Marene.

Il marito, il figlio, la nuora, i nipoti ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

On. Fun. LA CATTOLICA - Fossano - Tel. 0172/60145

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654 Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

MERCOLEDÌ 27 MARZO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di secondo Anniversario in suffragio della carissima

SABATO 23 MARZO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di secondo Anniversario in suffragio del carissimo

La generosità dei saviglianesi Sorella e figli in suffragio di Filippo Avena: € 30 – CHIESA MADONNINA DI MACRA (tetti) € 20 – ARCICONFRATERNITA DELLA PIETÀ ANFFAS (La rosa blu) € 200 – I familiari in suffragio di Maria Biolatti ved. Lovera; € 40 – Sandra Di Trapani, Giolly e Lucetta Tomatis e Mariuccia Vassallo in memoria di Giuseppe Fresia.

NUNZIA BARETTA n. BONELLI La famiglia ringrazia quanti si uniranno nelle preghiere e nel ricordo. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

MARIO PANERO La moglie, i nipoti ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

ASHaS € 110 – Gli amici del 1941 in ricordo di Enrico Oberto. ASILO SACRO CUORE (Parr. S. Giovanni) - Fam. Filippi e Ruffa in ricordo di Maria Biolatti ved. Lovera.

AVIS € 20 – Giuseppe e Giovanna Angaramo in suffragio di Maria Boglione in Perlo.

lo-Ariaudo, Vivalda, Fogliato, Trucco, Pettavino, Allasia e Brunetti a caro ricordo e suffragio di Antonietta Tortone ved. Galletto.

CHIESA MADONNINA DI MACRA In memoria di Filippo Avena: € 40 – Luciana Racca, Maddalena Racca, Sandra Supertino e Marcella Tallone; € 100 – Fam. Racca-Magliano, Filippi Francesco, Filippi Federica, Liberti Giuseppe, Peroni Maria Franca, Sepertino Aldo, Borghi Agostina, Ruffa Margherita, Beltramo Mario ed Abrate Davide; € 40 – N.N..

CRI (Savigliano) - Fam. Baldracco, Marocco e Gerbino in memoria di Maria Antonietta Tortone veg. Galletto.

CONF. S.VINCENZO SAVIGLIANESE € 90 – Fam. Dogliatti, Rosa, Gal-

OASI GIOVANI In memoria di Enrico Oberto: € 50 – Anna Maria, Isabella e Giuseppe Botta; € 20 – Osvaldo e Domenico; - € 300. PARR. S. GIOVANNI € 50 – I nipoti Bosio e Galvagno in suffragio di Maria Biolatti ved. Lovera.


MERCOLEDÌ 20 MARZO 2013 IL SAVIGLIANESE 40

20-3-2013  

giornale locale

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you