Page 1

Savigliano, 17 Marzo 2011 • ANNO 153 - N° 11 • E 1,20

Giornale più antico del Piemonte

e-mail: redazione@ilsaviglianese.com Abbonamento Annuo E 42,00 - Estero E 42,00 + spese postali - Poste Italiane: Sped. in Abb. Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) NO/CUNEO art. 1, comma 1 - Conto Corrente Postale N° 11755121- ASSOCIATO ALLA FIPEG Redazione: Piazza Santarosa, 21 Tel. 0172.71.39.29 Fax 0172.71.37.21 - Savigliano - Autorizzazione N.2 Tribunale Saluzzo 8/9/1946 - Direttore Responsabile: Valerio Maccagno - Pubblicità: RÉCLAME Via Pylos, 20, Savigliano Tel. 0172 71.12.79 Stampa: Editrice La Stampa - Torino. Tariffe a modulo: Commerciali E 16 - Occasionali E 17,00; Finanziari e Legali E 1,80 mm/c; Necrologie E 36,00; Economici E 0,53 p.p. Il giornale si riserva in ogni caso di rifiutare qualsiasi inserzione.

L’ANGOLO DEL PROVERBIO

Ogni cosa a sôa stagiôn

CAVALLERMAGGIORE

VILLANOVA

MARENE

CARAMAGNA

RACCONIGI

Cordoglio per la scomparsa di Seia

Bandiere tricolore agli scolari

Carnevale: coriandoli... con polemiche

Nel lago con l’auto: due morti

Sfilata annullata per pioggia

a pagina 16

dai 4300 proverbi piemontesi

a pagina 18

a pagina 20

a pagina 22

a pagina 24

La kermesse si espande e guarda oltre confine

Trent’anni con la fiera Trenta, ma non li dimostra. Parliamo della Fiera della Meccanizzazione Agricola che da venerdì 18, e fino a domenica, assurgerà a protagonista assoluta di Savigliano. A Borgo Marene tutto è già pronto, allestiti i circa 350 stand ed esposte le ultime novità in fatto di macchinari a servizio dell’agricoltura. Tra le novità di questa edizione il Progetto “Business to Business” che vedrà arrivare nella nostra città gli imprenditori dell’Africa mediterranea – una decina in tutto, provenienti da Egitto e Marocco – per confrontarsi e stipulare accordi commerciali con i costruttori di casa nostra. Quest’anno la Fiera guarda sia al

passato con il Percorso del Grano che animerà piazza del Popolo che al futuro con una rassegna dedicata ai prodotti biologici. Ma dire Fiera significa anche EcoTech con i nuovi ritrovati delle energie alternative, e il concorso, dedicato alle scuole del settore, riguardante le innovazioni tecniche. Chi accompagnerà gli appassionati dei trattori, non si perda la Fiera di Primavera che domenica 20 marzo, per l’intera giornata, animerà con bancarelle di ogni sorta il centro cittadino, una vetrina commerciale a cielo aperto.Nel nostro speciale, tutto ma proprio tutto. Servizi da pagina 4 a pagina 7

Sono attese decine di migliaia di visitatori presso l’area fieristica ed il centro di Savigliano

Via ai festeggiamenti per i 150 anni

Si è svolta la prima riunione a Torino

Scocca l’ora dell’Italia unita

Rinvio per l’ipermercato

Tricolore sulla Torre civica

Giovedì 17 marzo ricorrono i 150 anni dell’Unità d’Italia e anche il Saviglianese non si è fatto trovare impreparato. In città, come nei comuni della nostra zona, è tutto un fiorire di bandiere, i tricolori sono affissi ovunque. Savigliano anticipa le celebrazioni con la Festa del Tricolore. Nelle pagine interne orari e luoghi dei tanti appuntamenti.

L’area su cui potrebbe sorgere il nuovo centro commerciale

Si è risolta con un nulla di fatto e con un rinvio la prima conferenza dei servizi chiamata a dare un parere sulla richiesta di un nuovo maxi insediamento commerciale a Savigliano. Giovedì scorso a Torino una società ha presentato il progetto per realizzare quattro strutture di vendita per un totale di oltre 10.000 metri quadrati. Sono state avanzate numerose richieste di modifica. Nel frattempo, la tanto attesa moratoria della Regione potrebbe bloccarne l’iter. Servizio a pag. 9


giovedĂŹ 17 marzo 2011

GRAFICA:

Marco Arese

2

Da oltre 150 anni al servizio dell’informazione


savigliano

giovedì 17 marzo 2011

3

ITALIA 150 Per Carducci fu Santarosa a far esordire la nostra bandiera

“Diè a l’aure primo il tricolor” La nostra città si è imbandierata per la festa nazionale del 17 marzo, giorno in cui, 150 anni fa, il parlamento insediatosi a Torino proclamò il regno d’Italia con a capo Vittorio Emanuele II. E proprio un saviglianese potrebbe essere stato il protagonista di una delle vicende risorgimentali più significative, legata al simbolo che abbiamo appeso ai nostri balconi: la bandiera tricolore italiana. Il poeta Giosué Carducci, infatti, nella sua ode “Piemonte” (1890), scrive: “Innanzi a tutti, o nobile Piemonte, quei che a Sfacteria dorme e in Alessandria diè a l’aure primo il tricolor, Santorre di Santarosa”. Dai versi del poeta, sembrerebbe che il nostro patriota più celebre, durante i moti del 1821 nella cittadella di Alessandria, avesse sventolato per primo la bandiera italiana. C’è chi vorrebbe cogliere la palla al balzo in un impeto di “saviglianesità”. «Sarebbe opportuno – sottolinea Carmine Bo-

ITALIA

Fu Santarosa a sventolare per primo il tricolore? Per Carducci, sì

nino, consigliere comunale da sempre propenso a celebrare le nostre peculiarità – che la nostra città commemorasse in qualche modo l’avvenimento. È un primato di cui andare fieri». Sarebbe bello. Purtroppo, però, delle nobili parole di Carducci non si trova conferma

storica. Non si sa se il Santarosa prese effettivamente in mano il tricolore per sventolarlo. «Potrebbe anche essere, ma non è detto» è il commento del professor Giulio Ambroggio, docente presso il liceo Arimondi. «La sicurezza storica – spiega – al momento non c’è. La citazione

di Carducci fa parte della retorica tardo-ottocentesca, ma purtroppo manca una conferma sul piano strettamente storico. Inoltre, non è chiaro se quello sventolato fu proprio il “nostro” tricolore (quello che deriva dal vessillo della repubblica Cispadana, ndr) o una bandiera adottata dagli insorti. Probabilmente il Santarosa arrivò quando la guarnigione si era già sollevata, ma non si può escludere che abbia comunque compiuto quel gesto. Il fatto – conclude Ambroggio – è comunque marginale. In quel periodo Santarosa ebbe molti meriti e tanto ci basta». Proprio per ricordare le gesta del patriota e di altre figure del Risorgimento, la nostra città ha previsto un nutrito calendario di iniziative, mentre su “Il Saviglianese” inizia questa settimana una nuova rubrica “Italia 150 anni – I nostri protagonisti” che ci svelerà le vicende legate all’unificazione, specialmente quelle che impegnarono i personaggi “di casa nostra”. Guido Martini

150 Tanti gli appuntamenti in città per celebrare la ricorrenza

S’inizia con la Festa in piazza e si finisce a dicembre Gli appuntamenti in città per le celebrazioni dei 150 anni dell’unità nazionale si aprono mercoledì 16 marzo, alle 18, in piazza Santarosa, per la “Festa tricolore”. Parteciperanno gli allievi delle scuole primarie cittadine, il Complesso bandistico e folkloristico Città di Savigliano, la corale alpina Rino Celoria ed il coro polifonico Città di Savigliano. Una dolce sorpresa finale sarà a cura dei volontari del gruppo comunale di Protezione civile. Presenta Doriano Mandrile. Giovedì 17 marzo, alle 8, all’ara della Vittoria, di fianco al municipio, appuntamento per l’alzabandiera ed il saluto della città “in onore all’alba dell’Italia”. Giovedì, anche l’arte parlerà di unità nazionale, grazie all’iniziativa dedicata specificatamente alla gipsoteca: “Risorgimento e scultura”. È prevista infatti un’apertura straordinaria gratuita della gipsoteca “Calandra”, con

visite guidate ai monumenti di tema risorgimentale di Davide Calandra. Orario. 15-18.30. Partenza visite guidate ogni mezz’ora. In occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia, il Comune di Savigliano ha inoltre predisposto un fitto calendario di iniziative comprendenti itinerari turistico-culturali, eventi espositivi, spettacoli, laboratori didattici, conferenze a partire dal mese di aprile fino a dicembre, che abbiamo già presentato nelle scorse settimane e di cui daremo di nuovo notizia all’avvicinarsi dei vari appuntamenti. I programmi sono disponibili anche su internet, ai siti www.comune.savigliano.cn.it o

www.savigliano150.it. Anche i Giovani del Pd hanno organizzato un dibattito, sabato 19 marzo, alle 16.30, dal titolo “Possiamo dirci italiani? L’Italia unita è ancora da celebrare?”. Interverrà il sindaco Sergio Soave, docente di storia contemporanea all’Università di Torino. L’incontro è aperto a tutti. L’invito a tutti i saviglianesi è di esporre dai balconi e dalle finestre la nostra bandiera tricolore: non solo giovedì, ma per tutto l’anno.

Garibaldi scolpito dal Calandra

150 anni d’Italia I nostri protagonisti Il Risorgimento

Carlo Alberto sconfitto a Novara il 23 marzo 1849 (foto M. Mondino) Il cinquantennio del Risorgimento italiano si divide in due fasi: dal 1820 al 1848 e dal 1848 al 1870. La prima è l’epoca delle società che cospiravano segretamente contro l’Austria ed i governi sostenuti da essa. Gli affiliati erano giovani appartenenti alla borghesia intellettuale, le cui idee impiegarono parecchio tempo a diffondersi fra le masse popolari, impreparate a comprenderne le finalità politiche e sociali. Molte agitazioni patriottiche fra il 1820 ed il 1831, naufragate nell’insuccesso, furono animate dal movimento dei “carbonari”, cui aderì il saluzzese Silvio Pellico, poeta e drammaturgo. Arrestato nel 1820 dalla Polizia austriaca, fu condannato a vent’anni di prigione, ma ne scontò soltanto dieci nella fortezza dello Spielberg, in Moravia. I frutti del suo sacrificio e quello di molti altri patrioti si videro a partire dal 1848, avendo l’Austria mostrato di essere il principale avversario di ogni cambiamento. Un cambiamento reclamato quello stesso anno dai popoli di tutta Europa. Il Re di Sardegna e Piemonte, Carlo Alberto di Savoia, concesse la Costituzione e, con il proposito d’ingrandire territorialmente il suo piccolo Stato a danno dell’Austria, le dichiarò guerra. Sconfitto a Novara il 23 marzo 1849, abdicò in favore del figlio, Vittorio Emanuele II, che di concerto con il primo ministro, Camillo Benso conte di Cavour, nel 1855 rafforzò l’amicizia con la Francia, partecipando con le proprie truppe alla spedizione in Crimea dei franco-inglesi, alleati dei turchi contro lo zar di Russia. Quattro anni dopo, Vittorio Emanuele II e Napoleone III, imperatore dei francesi, entrarono insieme trionfalmente in Milano, sgombrata dagli austriaci in seguito alla loro sconfitta nella seconda guerra d’Indipendenza, combattuta dalle truppe franco-piemontesi, coadiuvate dai “cacciatori delle Alpi”, sotto il comando di Giuseppe Garibaldi. Questi, appresa la notizia di un’insurrezione di patrioti a Palermo, con un migliaio di volontari imbarcati su due navi, salpò verso la Sicilia e con la forza delle armi annesse il Regno delle Due Sicilie, di cui era sovrano Francesco II di Borbone, alla nuova Italia, alla quale già si erano aggiunte le cittadinanze umbre e marchigiane. Il 14 marzo del 1861, Vittorio Emanuele II assunse la corona del Regno d’Italia, che contava 22 milioni di abitanti ed aveva un’estensione di 260 mila chilometri quadrati. A completare l’unificazione mancava il Lazio con la città di Roma, ultimo lembo dello Stato Pontificio, e le tre Venezie, ancora in possesso dell’Austria. Cavour trattò l’annessione dello Stato pontificio, ma morì a Torino il 6 giugno del 1861. A tutela della “città eterna”, la Francia stanziò nel Lazio un contingente di truppe, attaccato due volte da Garibaldi senza altro risultato che un inutile spargimento di sangue. Nel 1865, la capitale del Regno d’Italia fu trasferita da Torino a Firenze, e nell’anno successivo, avendo perso la guerra contro la Prussia e l’Italia, l’Austria cedette a quest’ultima il Veneto, ma trattenne Venezia Giulia e Tridentina. In seguito al rovinoso conflitto contro la Prussia, in Francia fu proclamata la Repubblica, che esentò l’Italia dall’impegno di rispettare lo Stato Pontificio, conquistato dai soldati italiani il 20 settembre del 1870. Giovanni Bosio


4

giovedì 17 marzo 2011

NOVITÀ

speciale fiera della meccanizzazione

Per sapere tutto, ma proprio tutto sull’evento

Touchscreen e collegamenti radio «Vorremmo che la fiera fosse sempre più collegata al centro della città e non un evento a sé – spiega Martino Grindatto, presidente dell’Ente Manifestazioni – per questo abbiamo pensato di utilizzare la radio in filodiffusione come primo passo per portare, almeno virtualmente, la manifestazione nel cuore di Savigliano». Ma non ci sarà solo la radio per comunicare gli eventi. Nei tre giorni si sperimenterà un nuovo servizio messo a disposizione dalla Tenet di Savigliano: sarà installato, all’ingresso principale (lato via Canavere), un touch screen che aiuterà i visitatori a cercare gli espositori, i servizi nell’area, a informarsi sulle passate edizioni della manifestazio-

ne, ma anche sulle varie iniziative nella città di Savigliano; inoltre, si potrà usufruire di un servizio internet wi-fi. Per gli amanti della tradizione, non mancheranno i classici punti informativi presenti nelle tre entrate dell’area fieristica, dove gli alunni dell’Istituto Cravetta-Marconi daranno informazioni distribuendo i cataloghi e la planimetria della fiera.Trs Radio fornirà informazioni puntuali e complete attraverso interviste agli organizzatori, ai collaboratori ed agli espositori. Questa diretta quotidiana sarà trasmessa nel centro cittadino attraverso l’impianto audio utilizzato nel periodo natalizio, che l’Ascom ha messo a disposizione suppor-

tando e credendo nelle iniziative dell’Ente Manifestazioni. «A mano a mano la collaborazione con l’Ente si va ad intensificare – commenta Livio Raballo, direttore Ascom di Savigliano – e questo è sicuramente un segnale positivo per la città». Da venerdì a domenica,Trs Radio sarà presente all’interno dell’area fieristica di borgo Marene per le notizie in tempo reale sugli appuntamenti, i convegni, le novità, ma anche per intervistare gli espositori e catturare commenti e riflessioni dai visitatori. Radio 103 darà informazioni sulla Fiera ed effettuerà varie interviste in diretta nei 3 giorni della manifestazione.

Venerdì s’inaugura Venerdì sarà inaugurata la Fiera Nazionale della Meccanizzazione Agricola che giunge quest’anno alla 30ª edizione. Si svolgerà, come di consueto, nell’area fieristica di borgo Marene, uno spazio espositivo di 46 mila metri quadri su cui troveranno posto circa 350 espositori di attrezzature e macchinari agricoli nuovi e usati, per la pianura, la collina, la montagna ed il giardinaggio e concessionarie di autovetture. Domenica, come da tradizione, si terrà la Fiera di Primavera, giunta alla sua 14ª edizione. Trecento bancarelle nel centro della città: da via Saluzzo fino a piazza Molineri, passando in piazza del Popolo, corso Roma e di via Danna, trovandosi poi in piazza Battisti per andare fino in via Sant’Andrea passeggiando per piazza Santarosa e piazza Cavour. È la vetrina più significativa per le aziende ed i commercianti. La città accoglierà i visitatori provenienti da ogni dove (ne sono attese decine di migliaia), con i colori e le forme degli stand degli ambulanti, ma anche con il calore e l’atmosfera dei negozi, ristoranti e bar che, per l’occasione, rimarranno aperti.

ECOTECH

Organizzate anche visite a Monasterolo e Vottignasco

Risparmio energetico? È possibile Conferma per il settore Eco Tech, che quest’anno spegne le tre candeline ed avvia un’importante collaborazione con Energethica. Nell’area coperta si potranno trovare impianti e tecnologie per il risparmio energetico, impianti fotovoltaici, impianti di cogenerazione a biomasse animali/vegetali, caldaie a pellet, cippato e legna, ma anche tutte le informazioni su impianti di riscaldamento ed impianti di biogas. Nell’area scoperta, invece, le aziende espositrici presenteranno inseguitori solari, rotopresse, macchine agricole per la lavorazione del legno, impianti taglia spacca legna, cippatrici a disco e a tamburo, teleferiche per esbosco, macchine e impianti per legna da ardere, impianti per segheria, caldaie a mais. La ditta Rota Guido organizza visite gratuite al nuovo impianto di biogas realizzato presso l’azienda agricola Bergese di Mona-

L’area Eco Tech apre i battenti per il terzo anno consecutivo

sterolo, che sarà inaugurato giovedi 17 marzo: le visite, guidate da Sergio Sanmartino, saranno venerdì 18 alle 16 e sabato 19 marzo alle 10 ed alle 15 (per prenotazioni e informazioni telefonare al 335. 6140831). Novità è l’appuntamento proposto dall’Environment Park di Torino, venerdì 18 marzo alla

Crosà Neira: alle 14, organizzata nell’ambito del progetto Denitren, finanziato dalla Regione Piemonte, si svolgerà la tavola rotonda dal titolo “Sistemi di gestione dei reflui zootecnici”. Dalle 15, visita guidata gratuita all’impianto sperimentale di trattamento dei reflui presso l’azienda agricola “La Valle” di Vottignasco.


speciale fiera della meccanizzazione

Un sapore mediterraneo La Fiera diventa internazionale con il progetto Business to Business, a cui hanno collaborato la Camera di Commercio di Cuneo, il Centro estero Alpi del Mare e l’Unione nazionale costruttori macchine agricole. Il progetto prevede alcuni incontri tra sette operatori egiziani e quattro marocchini, e 13 costruttori piemontesi di macchine e attrezzature agricole, in gran parte espositori della Fiera della meccanizzazione agricola. L’Italia, infatti, è al 1° posto in Egitto (con il 16,93% dell’import egiziano) ed al 3° posto in Marocco (con il 17,72 % dell’import marocchino) per esportazione di macchine agricole. Da mercoledì 16 marzo, gli egiziani e i marocchini saranno ospiti della città, quasi un proseguimento dell’esperienza con queste culture iniziata e maturata con l’accoglienza per “Terra Madre” nello scorso settembre. Giovedì 17 marzo, gli incontri tra imprenditori esteri e costruttori italiani si svolgeranno all’Università, mentre venerdì 18 marzo gli ospiti stranieri saranno presenti all’inaugurazione della fiera, con la possibilità di ammirare e di visitare gli stand delle aziende costruttrici.

ACCORDO

Savigliano collaborerà con Bastia Umbra e Vittoria

AgriCultura: parte il gemellaggio Tra le novità previste per la 30ª edizione, di rilievo l’accordo proposto da Sandro Liberatori, direttore dell’Ente nazionale meccanizzazione agricola (Enama), tra nord, centro e sud. Il progetto, denominato “AgriCultura”, vede la collaborazione tra tre importanti Fiere di settore: quella saviglianese in rappresentanza del nord, Agriumbria per il centro, e Agrem-Expo AgroalimentareOrtofloricoltura, per il sud. «Seguiamo con grande attenzione questa iniziativa che coinvolge i tre enti fieristici – spiega Liberatori – perché può costituire un valido strumento di divulgazione dei temi cari ad Enama, ovvero la sicurezza in agricoltura per gli operatori, per l’ambiente e per le produzioni agricole ed è particolarmente significativo che gli enti coinvolti abbraccino di fatto, con le loro fiere incentrate in questo caso sull’agricoltura, l’intero terri-

Le macchine in esposizione attraggono l’attenzione dei visitatori

torio nazionale, dal nord al centro al sud». Nel mese di febbraio è stato siglato l’accordo definitivo e nell’ambito della 30ª edizione della Fiera di marzo vi sarà la presentazione pubblica. A siglare il gemellaggio è stato creato anche un logo che va puntualmente a cogliere il concetto di collaborazione tra nord, centro e sud nel settore

della meccanizzazione agricola. «Non posso che essere orgoglioso della scelta dell’Enama nel cercare e sostenere questa unione – dice Martino Grindatto – ciò ci conferma che queste fiere sono ritenute un appuntamento di riferimento per il settore e sicuramente questa collaborazione porta con sé i presupposti di un buon successo».

NOVITÀ

giovedì 17 marzo 2011

5

Primo anno per il settore dedicato al biologico

“CamBio... per un’altra Terra” Da quest’anno la Fiera è anche in città con la 1ª edizione di “CamBio… per un’altra Terra” che sarà inaugurata sabato 19 marzo alle 11.30. Un’area interamente dedicata al mondo del biologico che si sviluppa su due differenti percorsi. Da quello più culturale e istituzionale, con lo scopo di fornire informazioni il più possibile specializzate su questi argomenti, a quello più strettamente commerciale.Gli espositori presenteranno solo prodotti biologici tra i quali miele e vino, verdura e frutta fresca e trasformata, formaggi, uova, cereali e farine, estratti vegetali per la cura delle piante, ma anche materiale informativo riguardo la produzione, il

commercio e la lavorazione di fertilizzanti, di sementi e in merito ai macchinari agricoli per l'agricoltura biologica. L’area biologica sarà dislocata all’interno dell’ala polifunzionale di piazza del Popolo e, a fare da cornice a questo tema, sarà allestita un’esposizione di trattori ed attrezzature per l’agricoltura di un tempo.Verrà presentato, grazie alla collaborazione col Club Trattori & Trattoristi di Murello, il “Percorso del Grano”: dall’aratura alla preparazione del terreno, dalla semina alla sarchiatura, fino ad arrivare alla mietitura ed alla trebbiatura attraverso la saggezza dell’agricoltore che già pensa alla prossima semina. Inoltre, saranno pre-

senti anche i fratelli Pignata, artigiani inventori, che presenteranno lo studio e l’esecuzione di modellini dinamici di macchine antiche a vapore, stirling, vakum mangia fiamma, con abbinamento di macchine utensili d’epoca mediante moto con trasmissione a cinghia da loro studiati e creati. La Coldiretti, in collaborazione con il Creso, ha organizzato, sabato 19 marzo, alle 9, alla Crusà Neira, l’incontro "Terramica presenta il Biologico": situazione della realtà piemontese e prospettive future del settore. A seguire un aperitivo biologico presso l’area Terramica all’interno dell’Ala Polifunzionale.


6

giovedì 17 marzo 2011

speciale fiera della meccanizzazione

CONCORSI

Un premio alle aziende innovatrici ed ai migliori studenti

Idee: la linfa per progredire All’area fieristica sono attese decine di migliaia di visitatori

Sono due i concorsi legati alla fiera. Il primo è il Concorso delle Novità Tecniche, volto a premiare l’innovazione tecnologica. Il cimento culturale ha lo scopo di valorizzare la realizzazione – da parte dei costruttori di macchine, attrezzature e componenti di macchine – di innovazioni costruttive e funzionali o perfezionamenti idonei ad assicurare un progresso tecnico nell’ambito della meccanizzazione agricola. Tale concorso è indetto dal Cnr-Imamoter (Consiglio nazionale delle ricerche-Istituto per le macchine agricole e movimento terra). Le proposte presentate vengono valutate da un comitato composto da tecnici qualificati; ne fanno parte, oltre al Cnr-Imamoter anche l’ Arproma (Associazione regionale produttori macchine ed attrezzature agricole), l’Unacma (Unione nazionale commercianti macchine agricole), l’Enama (Ente nazionale meccanizzazione agricola) e l’Unacoma (Unione nazionale costruttori macchine agricole), oltre ai rappresentanti delle associazioni di categoria. Le migliori novità saranno premiate venerdì 18 marzo, durante l’inaugurazione della fiera. Il secondo concorso è indetto dall’Arproma in collaborazione con la Banca Cassa di Risparmio di Savigliano. È rivolto agli allie-

SICUREZZA

I ragazzi premiati al concorso lo scorso anno. “Terra = ricchezza” è il fortunato slogan

vi degli Istituti professionali per l’agricoltura e degli Istituti tecnici della regione. Da sempre l’Arproma è presente in fiera ed anche quest’anno ha presentato il concorso “Terra = Ricchezza” (4ª edizione), finalizzato alla realizzazione di un elaborato che riporti, dal punto di vista degli studenti, azioni concrete ed utili per i settori di sviluppo e di valorizzazione della meccanizzazione agricola, al servizio della “Terra Madre” ed in particolare che riporti la filiera di un prodotto del ter-

Convegni per aggiornarsi

TRAFFICO

ritorio immaginando come la meccanizzazione agricola possa aiutare a sviluppare questo progetto, integrata in un contesto di sicurezza e rispetto degli ecosistemi e capace di plasmarsi secondo le esigenze di ogni prodotto di ogni luogo ed al servizio della terra. Una qualificata commissione assegnerà il 1° premio (mille euro) il 2° premio (seicento euro) ed il 3° premio (quattrocento euro). La premiazione avverrà presso lo stand Arproma, sabato 19 marzo, alle ore 11.

In borgo Marene ed in centro

Doppio appuntamento Attenzione ai divieti

La sicurezza è una tematica di crescente interesse per il settore agromeccanico. Perciò, sono stati organizzati due incontri sull’argomento: uno rivolto agli agricoltori e l’altro rivolto a costruttori e rivenditori. Il primo appuntamento, venerdì 18 marzo, alle ore 20.30, presso la Crosà Neira (piazza Misericordia), dal titolo “Igiene e Sicurezza sul lavoro in Agricoltura. Le macchine agricole usate – Adeguamenti previsti dal Nuovo Testo Unico – D. Lgs. n.° 81/2008. Iniziative in atto”, affronterà le modifiche e gli aggiornamenti su infortuni, la prevenzione e gli adeguamenti. Il convegno è organizzato in collaborazione con CnrImamoter, Enama, SpresalAslCn1 ed associazioni di categoria. Il secondo appuntamento viene presentato mercoledì 23 marzo, alle ore 20.30, sempre presso la Crosà Neira. Il titolo dell’incontro è “Macchine e attrezzature agricole nuove e

Il presidente Martino Grindatto

usate. Gli adeguamenti delle macchine agricole usate previsti dalla normativa vigente in capo ai costruttori e ai rivenditori”.Verranno presentati gli adempimenti dei rivenditori, il Piano regionale di prevenzione in agricoltura ed il ricondizionamento per la rivendita della macchine agricole usate. Il convegno è organizzato in collaborazione con il Cnr-Imamoter, l’Enama, l’Unacoma, lo SpresalAslCn1, le associazioni di categoria, l’Arproma e la Confartigianato.

Occhio alle modifiche alla viabilità! Presso l’area fieristica, sabato 19 e domenica 20 marzo (ore 8-20) c’è il senso unico: in via Alba in direzione est, nel tratto tra via Moreno e la Circonvallazione; in via Canavere, in direzione sud nel tratto compreso tra via Alba e le aree adibite a parcheggio; dall’uscita della caserma Carabinieri verso via Alba. Da venerdì a domenica (ore 8-20) vige inoltre il divieto di sosta in via Canavere (su ambo i lati, nel tratto compreso tra via Alba e l’imbocco del sottopasso; solo su lato Ovest, tra la caserma Carabinieri e l’ex Bersaglio (in questo caso è già in vigore, fino al 21 marzo, sempre ore 8-20); anche sul lato est il divieto è già in vigore (fino al 25 marzo, ore 8-20) nel tratto compreso fra la caserma dei Carabinieri e l’isola ecologica. Sono stati anche attivati quattro parcheggi per disabili in via Canavere, nei pressi dell’ingresso della Fiera (da venerdì 18 a domenica 20, dalle 8 alle 20). Inoltre, in via Ca-

navere – tra la caserma dei Carabinieri e la biforcazione – il limite di velocità è dei 20 all’ora. Nel centro, per la Fiera di primavera, domenica 20 (ore 5-20) saranno chiuse al traffico piazza C. Battisti, piazza del Popolo, via Palestro, piazza Cavour, via Alfieri, piazza Santarosa, via Cernaia,via Mabellini,via Saluzzo da piazza del Popolo a via Trento, corso Roma da piazza del Popolo a piazza Galateri, via Danna, via S.Pietro, piazza Molineri, via Garibaldi (tra piazza Molineri e via Misericordia),via S.Andrea (tra via Jerusalem e piazza Santarosa),via Miretti,via Trossarelli. Inoltre, via Villa sarà a senso unico in uscita dalla città. Divieto di sosta con rimozione forzata in p. del Popolo, via Saluzzo (da p. del Popolo a via Trento), via Alfieri, p. Santarosa, p. Cavour, via S.Andrea (da via Jerusalem a p. Santarosa), corso Roma (da p. del Popolo a p. Galateri), via Danna, p. Molineri, vicolo Nazzari.


speciale fiera della meccanizzazione

Tutto il programma 18-19-20 marzo - Area fieristica di borgo Marene, via Alba 30ª FIERA NAZIONALE della MECCANIZZAZIONE AGRICOLA Orario: dalle ore 8.30 alle ore 19 - Ingresso gratuito

I visitatori alla Fiera di primavera. Sotto il testo, i due loghi della fiera: il primo del 1982 e quello attuale

Giovedì 17 marzo, ore 10.30-13, inaugurazione dell’impianto di biogas di Rota Guido presso l’azienda agricola Bergese di Monasterolo. Seguirà rinfresco. Partecipazione gratuita. Per info: Sergio Sanmartino, tel. 335.6140831. Giovedì 17 e venerdì 18 marzo, per tutto il giorno, all’Università, incontri “Business to Business” con delegazioni di Egitto e Marocco, riservato agli operatori. Venerdì 18 marzo, ore 10.30, area fieristica, inaugurazione 30ª edizione Fiera nazionale della meccanizzazione agricola e 3ª edizione EcoTech. Venerdì 18 marzo, ore 11, area fieristica, presentazione gemellaggio “AgriCultura” tra tre fiere del settore: Fiera nazionale della meccanizzazione agricola (Savigliano), Agriumbria – Mostra Nazionale Agricoltura (Bastia Umbra) ed AgremExpo Agroalimentare-Ortofloricoltura (Vittoria). Venerdì 18 marzo, ore 11.30, area fieristica, premiazione Concorso novità tecniche in collaborazione con il Cnr-Imamoter. Venerdì 18 marzo, ore 14, Crosà Neira, tavola rotonda “Sistemi di gestione dei reflui zootecnici” organizzata da Environment Park; successiva visita guidata presso impianto sperimentale di trattamento dei reflui, azienda agricola “La Valle” di Vottignasco. Venerdì 18 marzo, ore 16, visite gratuite dell’impianto di biogas di Rota Guido presso l’azienda agricola Bergese di Monasterolo. Partenza visita area fieristica Borgo Marene (ingresso principale via Canavere). Per info e prenotazioni: Sergio Sanmartino 335.6140831. Venerdì 18 marzo, ore 20.30, Crosà Neira, convegno sulla sicurezza rivolto agli agricoltori: “Igiene e Sicurezza sul lavoro in Agricoltura. Le macchine agricole usate – Adeguamenti previsti dal Nuovo Testo Unico – D. Lgs. n.° 81/2008 Iniziative in atto. Modifiche ed aggiornamenti su infortuni, la prevenzione, gli adeguamenti”.

Sabato 19 marzo, ore 9, Crosà Neira, convegno Coldiretti “Terramica presenta il biologico” in collaborazione con il Creso. A seguire (ore 12) aperitivo biologico presso area Terramica sotto l’Ala Polifunzionale di piazza del Popolo. Per info: terramica.cn@coldiretti.it - 0171/447349. Sabato 19 marzo, ore 10 e ore 15, visite gratuite dell’impianto di biogas di Rota Guido presso l’azienda agricola Bergese di Monasterolo. Partenza visite area fieristica Borgo Marene (ingresso principale lato via Canavere). Per info e prenotazioni: Sergio Sanmartino, tel. 335.6140831. Sabato 19 marzo, ore 11, area fieristica, stand Arproma, premiazione concorso rivolto agli allievi degli Istituti professionali per l’agricoltura e degli Istituti tecnici della regione promosso da Arproma in collaborazione con la Banca Crs. Sabato 19 marzo, ore 11.30, ala polifunzionale, inaugurazione 1ª edizione “CamBio… per un’altra Terra” - Fiera dedicata al Biologico. – “Percorso del grano”: esposizione di trattori ed attrezzature d’epoca organizzata dall’associazione Trattori & Trattoristi - fronte ala polifunzionale; – Borsa di Studio in onore di Luigi Ponsi, all’Istituto Cravetta- Marconi di Savigliano. Domenica 20 marzo, tutto il giorno, centro di Savigliano, 14ª edizione Fiera di Primavera: 300 bancarelle di ambulanti per le vie e le piazze. Mercoledì 23 marzo, ore 20.30, Crosà Neira, convegno sicurezza rivolto a costruttori e rivenditori: “Macchine e attrezzature agricole nuove e usate. Gli adeguamenti delle macchine agricole usate previsti dalla normativa vigente in capo ai costruttori e ai rivenditori. Gli adempimenti dei rivenditori, il Piano regionale di prevenzione in agricoltura e il ricondizionamento per la rivendita della macchine agricole usate. Per aggiornamenti: www.fierameccanizzazioneagricola.it.

SCUOLA

giovedì 17 marzo 2011

7

Gli allievi del “Cravetta” hanno ideato due loghi

Borsa di studio per ricordare Ponsi Per il secondo anno, l’Ente Manifestazioni ha deciso di consegnare una borsa di studio in onore di Gino Ponsi, ex presidente, scomparso lo scorso anno. La borsa andrà all’istituto d’istruzione superiore CravettaMarconi di Savigliano, sempre pronto a collaborare in modi differenti per la città con l’Ente Manifestazioni ed il Comune: quest’anno sarà consegnata agli alunni della classe 4ªB dell’indirizzo grafica pubblicitaria, seguiti dal prof. Marco Filippa, che hanno lavorato alla creazione di nuovi loghi inerenti la Fiera della Meccanizzazione Agricola. I ragazzi si sono dedicati principalmente al logo della 1ª edizione di “CamBio… per un’altra terra”, la nuova area dedicata interamente al biologico che sarà allestita nell’Ala Polifunzionale sabato 19 e domenica 20 marzo. «Il logo scelto è frutto di un lavoro congiunto di 2 alunni – rivela Martino Grindatto, presidente dell’Ente Manifestazioni

Gino Ponsi, ex presidente

– ma la decisione è stata davvero difficile perché tutti i ragazzi hanno dimostrato capacità grafiche particolari. I complimenti quindi vanno a tutta la classe per l’impegno nel dedi-

carsi a questo progetto, ma anche al professor Filippa, che ha saputo ispirare e coinvolgere il team creativo con un brief accurato». La classe ha lavorato poi su alcune idee di base del logo per la 3ª edizione di EcoTech, area dedicata alle soluzioni ecologiche che si sta potenziando con gli anni e sta creando sempre più interesse. Il logo, ancora in fase embrionale ma molto valido come idea, è stato poi sviluppato e trasformato in forma esecutiva da Stefania Bertoncello, art director della Tec Arti Grafiche di Fossano, diventando una creazione grafica che coglie e comunica puntualmente il concetto a cui è legato.


8

savigliano

giovedì 17 marzo 2011

CRONACA

Scomparsa

Chi l’ha vista? È dalla mattina di sabato 5 marzo che non si hanno più notizie di Egle Trucco. Intorno alle 10 era uscita di casa per andare a fare la spesa e da allora non vi ha fatto ritorno. I familiari sono preoccupati ed hanno segnalato il fatto ai Carabinieri, che ora stanno comEgle Trucco piendo le ricerche. La signora è alta circa un metro e sessantacinque centimetri, ha capelli castani lisci e corti, occhi marroni e porta gli occhiali da vista. Quando è uscita indossava un paio di jeans scuri ed un giaccone nero. Portava inoltre una borsa a mano, scura. Chi avesse notizie di Egle o l’avesse vista, è pregato di contattare i Carabinieri di Savigliano al numero 0172.241400 o i familiari al numero 338.5309435.

AGRICOLTURA Un video celebra gli imprenditori e la meccanizzazione

Artigiani “grandi nella Granda” Aspettando la 30ª Fiera Nazionale della Meccanizzazione Agricola, venerdì scorso, alla Crosà Neira, si è svolta la serata “Grandi nella Granda” in cui è stato presentato il video, ideato dalla Confartigianato di Cuneo, dedicato agli imprenditori del settore della meccanizzazione agricola. Presentato da Franco Ghirardi dell’associazione Attività e Cultura, il video – collaborazione dell’Ente Manifestazioni, contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Savigliano, riprese e montaggio video di Videomnibus – presenta delle interviste allo scopo di documentare e valorizzare l’imprenditoria artigianale, tipica della nostra zona, finalizzata alla meccanizzazione dell’attività agricola, forte di una esperienza nata e cresciuta nel tempo che ha dimostrato la tenacia e la creatività dell’artigiano cuneese. Un tributo a chi, con intelligenza, coraggio e visione del futuro, ha saputo sviluppare un settore industriale oggi assolutamente all'avanguardia, in continuo svi-

CULTURA

Martino Grindatto, Roberto Mellano, Sergio Soave, Gianpiero Piola e Michele Giacosa

luppo e riconosciuto per eccellenza progettuale e costruttiva. Tra le ditte che hanno partecipato al video ci sono le saviglianesi Abimac, Agrisav di Ettore Noci, Bravo, Elettromeccanica F.lli Giacosa, Fassi Motor System di Domenico Fassi, Domenico Galfrè & C., Iis Cravetta-Marconi, Ing. Oberto di Enrico & C., Massano A. & Figli, Omar. Da Marene Agrimec di Elio Crosetto, Fissore di Va-

lerio & Ivano Fissore, Racca Gabriele & C. Infine, Alessandro Bertola di Cavallermaggiore, Chialva Aratri di Murello e Fasano Agri di Racconigi. Al termine della proiezione, sono intervenuti il Prof. Giuseppe Berta dell’Università Bocconi di Milano, Amilcare Merlo in rappresentanza di Confindustria, Domenico Massimino presidente Confartigianato Cuneo ed il Conte Guido Brondel-

li di Brondello presidente della Banca Cassa di Risparmio di Savigliano. Conclusione della serata con un ricordo ed un applauso nei confronti dell’ex presidente onorario dell’Ente Manifestazioni, Gino Ponsi, scomparso lo scorso anno, che, ha affermato Guido Brondelli, «ha sempre lavorato con passione per lo sviluppo della fiera saviglianese».

Folla di persone all’incontro con il noto giornalista della Tv

Augias nei meandri del potere del Vaticano «La Chiesa sta divenendo per molti l’ambizione umana del potere, il piccolo teatro di uomini che, con la loro pretesa di amministrare il Cristianesimo ufficiale, sembrano per lo più ostacolarne il vero spirito». È questa la terribile profezia lanciata trent’anni fa dall’allora teologo Joseph Ratzinger, evidentemente già conscio di una realtà che, soprattutto negli ultimi tempi, i mass media ci hanno abituato a vedere. È questo, del resto, il mondo che Corrado Augias ha di recente raccontato ne “I segreti del Vaticano. Storie, luoghi, personaggi di un potere millenario”, di cui ha parlato sabato scorso in una Crosà Neira piena di gente. Un libro che ripercorre la storia della Chiesa, svelandone tutti i vizi capitali, i peccati e le colpe di cui si è macchiata nel corso del tempo, dalle sante crociate fino agli scandali contemporanei. Un percorso pec-

Corrado Augias ha firmato numerose copie del libro per i suoi fans

caminoso, dunque, che parte dall’assunzione sacrilega del potere temporale e prosegue con le lotte per il trono pontificio, passando per il nepotismo, la contorta vicenda della Donazione di Costantino (uno dei falsi

più famosi della Storia), le tragedie del mausoleo di Adriano e di Ignazio di Loyola, fondatore della Compagnia di Gesù. Non solo. Tra le malefatte più recenti non ha infatti risparmiato la strana morte di Giovanni Pao-

lo I, il papa che «parlava più come un parroco che come un regnante», che osò mettere il naso nella gestione finanziaria dello Stato, né l’oscura vicenda, rimasta ancora irrisolta, di Emanuela Orlandi (una cittadina vaticana, figlia di un commesso della Prefettura della Casa Pontificia, scomparsa in circostanze misteriose il 22 giugno 1983 all’età di 15 anni, ndr). «Che piaccia o meno – ha detto lo scrittore sul finire dell’incontro – esistono circostanze che hanno legittimato questo andazzo per anni, incluso un sistema ben documentato di negazione e insabbiamento in un’istituzione con miliardi di seguaci». Andazzo che, verrebbe da dire, continua pessimo, vista la sequela di riprovevoli vizi che tuttora attanagliano la Santa Sede, come dimostrano i tanti casi di pedofilia di cui si parla ancora troppo poco. Valentina Barbuto


savigliano

COMMERCIO

Prima riunione per via Alba: tutti schierati per il «no»

Ipermercato, primo rinvio “Nulla di fatto” giovedì scorso, a Torino, alla conferenza dei servizi per l’esame della domanda di insediamento di un nuovo centro commerciale in via Alba. Al tavolo si sono seduti i proponenti del progetto, la Minerva Srl, ed i rappresentanti di Comune (c’erano gli assessori Pittavino, Piola e Cussa), Provincia e Regione. Tra il pubblico, i vertici dell’Ascom cittadina. Come avevamo anticipato la scorsa settimana, il progetto prevede quattro fabbricati per un totale di oltre 10.000 metri quadrati di superficie di vendita (quasi il doppio di quelli recentemente approvati in via Torino, sui quali si sollevò un gran polverone). La responsabile della Direzione Commercio della Regione, arch. Vernoni, ha condotto la conferenza ed ha ricordato la legittimità della richiesta nell’ambito della programmazione commerciale di Savigliano, «risalente a 10 anni fa – specifica l’assessore alle Attività economiche Gianpiero Piola –. Il progetto – aggiunge – mirava ad ottenere l’autorizzazione nei tempi più brevi possibile, per stessa ammissione

SOLIDARIETÀ

Livio Raballo (Ascom)

L’assessore Gianpiero Piola

dei presentatori. Come ho più volte sottolineato, questo è l’effetto che ha prodotto l’annuncio di un anno fa dall’assessore regionale Casoni di una “moratoria” ovvero di un blocco delle autorizzazioni. Si sta assistendo ad una corsa alla presentazione dei progetti». Un comunicato dell’assessorato saviglianese riferisce che in conferenza sia la Regione che il Comune hanno avanzato al progetto alcune osservazioni. In particolare sui flussi di traffico, che apparirebbero «discordanti» con il Piano comunale varato nel 2007. «Inoltre – riferisce la nota – il numero e l’impostazio-

ne dei parcheggi sono apparsi inadeguati e, già solo per questo, il progetto non sarebbe accoglibile. È stato rilevato da parte della presidente della conferenza dei servizi che il progetto era da ritirare, in quanto carente in molte parti. Da parte dei progettisti è stato richiesto un semplice aggiornamento della riunione, che è stato concesso (tra un mese circa, ndr) non dopo diverse precisazioni. Secondo l’arch. Vernoni la moratoria sarebbe in dirittura d’arrivo e per cui probabilmente questa richiesta subirà un blocco di almeno 15 mesi». Le posizioni. «L’amministra-

Tre associazioni raccolgono fondi per il Camerun

«Sosteniamo suor Albertina» Anche nel 2011 il Gruppo Missione e Sviluppo, il Circolo Amici Sanità e il Gruppo Missioni 3 di S. Giovanni continueranno la loro opera di solidarietà. Per sostenere quest’anno un progetto nella missione in Camerun di suor Albertina Viara dell’Istituto Sacra Famiglia. La missione di Makoulahé è stata aperta nel 1980 dalle suore Annunziata Fruttero ed Alessandra Testa (purtroppo deceduta nel 1988). Nella missione sono presenti quattro suore – oltre ad Annunziata ed Albertina, ci sono anche le consorelle Magna ed Assunta – si trova la scuola primaria con 12 classi e circa 800 bambini che le suore sostengono soprattutto nell’acquisto del materiale scolastico. Le suore preparano i catechisti che svolgono, nei diversi centri, la liturgia della Parola di Dio, e inoltre curano la formazione delle donne insegnando le elementari norme di pulizia e igiene, la diversificazione nella cottura degli alimenti. Ci sono poi il “foyer de jeunes” (l’oratorio) che accoglie una rifornita biblioteca, una sala ritrovo e una sala giochi, oltre al campo da calcio, da pallacanestro e pallavolo, per il gruppo di giovani e di bambini della comunità. I Podoko – la popolazione appartiene a questa etnia – vivono in case spoglie, senza tavoli o letti, fatte di mattoni di terra e tetto in paglia di miglio (“sarè”), non hanno né luce né acqua in casa e spesso devono fare 2-3 km a piedi per recuperarne un secchio. L’attività di costruzione di pozzi e forage (pozzi con pompa a pedale) è indispensabile per far fronte alle richieste di acqua della comunità, spe-

CULTURA

L’opera di suor Albertina in Cameroun

cie durante i frequenti periodi di siccità. L’acqua dopo l’estrazione dai pozzi va trasportata ed è stata perciò prevista la costruzione di un acquedotto con una conduttura di almeno 2,5 km con numerosi punti di prelievo (fontane) lungo il percorso. Proprio per questo si chiede un aiuto per supplire a tali emergenze. Ad esempio donando il 5 per mille dell’Irpef: sarà sufficiente indicare il codice fiscale del Gruppo Missione e Sviluppo Onlus (il codice fiscale è il seguente: 95017360041) nella propria dichiarazione dei redditi. Grazie al 5 per mille dei primi tre anni sono stati destinati alla missione della dott.ssa Tortore in Congo oltre 70.000 euro e per il 2009 (redditi 2008) oltre 18.900 euro andranno a favore della dott.ssa Laura Villosio. Dai gruppi missionari cittadini «un grazie a tutti coloro che sosterranno questa iniziativa!».

Incontro con il docente di storia Giulio Ambroggio

Il Lions celebra Cavour, uomo e statista Lunedì sera, presso il ristorante Granbaita, il Lions club Savigliano-Saluzzo, presieduto da Fulvio Saulo, ha organizzato una serata sul Risorgimento, in occasione dei 150 anni dell’unità nazionale. Relatore il professor Giulio Ambroggio, docente di storia, che ha parlato del conte Camillo Benso di Cavour e del ruolo centrale che lo statista piemontese ha avuto nel processo di unificazione nazionale.

La relazione del professor Giulio Ambroggio sulla figura di Cavour

zione comunale – fa sapere Piola – dopo aver verificato di non poter rimuovere l’insediamento dalla pianificazione commerciale rimane sostanzialmente contraria. Si vedrà ora se i progettisti riformuleranno la richesta nei brevi tempi concessi, se prevarrà un rinvio o se arriverà prima la moratoria». «Siamo sempre più preoccuapati – dice il direttore dell’Ascom Livo Raballo – perché non sappiamo ancora chi si insedierà in via Torino e già si parla di un altro ipermercato. Chiediamo a Comune, Provincia e Regione che tengano conto della “devastazione commerciale” che si creerebbe. Intanto, aspettiamo l’annunciata moratoria regionale e continueremo ad opporci con tutte le nostre forze. Alcune iniziative sono già allo studio. Faccio appello ai commercianti che restino uniti, perché da soli non otterremo nulla». G.Ma.

giovedì 17 marzo 2011

9

I.P.

Si può trovare presso “La Crota”

Italia 150: bottiglia celebrativa È in vendita presso “La Crota” di via Sant’Andrea la bottiglia dedicata al 150° anniversario dell’Unità d’Italia. La bottiglia di Barbaresco Docg è stata realizzata in collaborazione con il Comune, che ha provveduto alla scelta dell’etichetta che raffigura la statua dedicata a Santorre di Santarosa, grande patriota piemontese e sindaco di Savigliano. Il vino – la bottiglia è in vendita in negozio al prezzo di 12 euro; giovedì 17, aperto fino alle 12.30 – deve essere bevuto ad una temperatura consigliata di 18 gradi, aprendo Roberto Barale mostra la bottiglia la bottiglia almeno un’ora o due prima del consumo. Ottimo in abbinamento agli arrosti; si accompagna magnificamente anche a selvaggina, pollame, brasati e formaggi stagionati e piccanti. Il titolare Roberto Barale ricorda che proprio a “La Crota” è stato allestito, per gli amanti dei vini frizzanti, un nuovo impianto per spillare e imbottigliare, già refrigerati, i vini bianchi e rossi. «Potrete portare, come sempre, le vostre bottiglie o bottiglioni – suggerisce ancora Barale – oppure potrete acquistarli da noi, ed insieme sceglieremo il vino che più fa per voi». Acquistare vino sfuso è semplice ed economico: potete avere dallo stesso Roberto un aiuto nella scelta dei vini bianchi o rossi presenti in negozio e farvi consigliare per l’abbinamento del vino adatto per ogni tipo di cibo.


10

savigliano

giovedì 17 marzo 2011

BREVI DALLA CITTÀ Casa di riposo Chianoc

Primo incontro con i sindacati È stata una riunione interlocutoria quella di mercoledì 9 marzo alla casa di riposo Chianoc. Al tavolo si sono seduti i rappresentanti sindacali degli oltre 40 lavoratori interessati a mantenere il posto di lavoro nel delicato passaggio tra la vecchia e la nuova proprietà della struttura per anziani. «Come avevamo richiesto – ha riferito Danila Botta della Fp-Cgil – la nuova proprietà ha presentato le sue intenzioni rispetto al futuro della “Chianoc” e noi abbiamo domandato una maggiore documentazione, aggiornandoci poi alla prossima riunione». «Abbiamo a cuore – ha dichiarato Luciano Marchisone della Fp-Cisl – sia il futuro dei lavoratori che quello degli utenti. Siamo disponibili a discutere sui contratti, ma non vogliamo che vengano toccati gli stipendi. Ci auguriamo comunque di trovare un accordo». La riunione è stata aggiornata a mercoledì 16 marzo, in serata.

Un arresto in pieno centro

Che cosa è successo? Domenica movimentata nel centro della città.Verso le ore 17, una pattuglia dei Carabinieri ha effettuato un arresto nei pressi del palazzo delle Poste, in corso Nazario Sauro. Al momento, gli inquirenti non rilasciano dichiarazioni, ma probabilmente nei prossimi giorni ci saranno novità.

POLITICA

Esponenti del Carroccio hanno spiegato il federalismo

In tanti alla “scuola leghista” Una sala Miretti gremita – circa centocinquanta persone – ha accolto a Savigliano il primo dei tre appuntamenti sul territorio della Granda con la Scuola Politica organizzata dalla Segreteria provinciale della Lega Nord. Dopo il Segretario provinciale Stefano Isaia, soddisfatto per il lavoro svolto dagli organizzatori e per il folto numero di persone presenti nella Sala Miretti di piazza Santarosa, il prof. Maurizio De Lio, moderatore, ha introdot-

Maurizio De Lio, Stefano Isaia, Michelino Davico, Maria Piera Pastore e Roberto Ponte

Auto contro ambulanza

Un ferito e quattro contusi Un’ambulanza ed un’auto si sono scontrate martedì sulla strada per Saluzzo. Nell’incidente è stato ferito A.P., 24 anni, di Fossano, volontario della Croce Rossa, rimasto incastrato sotto l’ambulanza che si è ribaltata in un campo. Sul posto, per i soccorsi, sono giunti i Vigili del fuoco e la Polstrada. Oltre al giovane, trasportato all’ospedale di Savigliano, sono rimaste contuse altre 4 persone.

Cappella della Consolata

Sante Messe durante la Quaresima Con l’inizio della Quaresima riprendono le Sante Messe alla cappella della Consolata. Da quest’ anno verranno celebrate il mercoledì alle ore 18. Queste le date: mercoledì 16, mercoledì 23, mercoledì 30 marzo; mercoledì 6, mercoledì 13, e mercoledì 20 aprile. Il Gruppo Volontari è già al lavoro per il programma religioso e civile riguardante la festa che si terrà nel mese di giugno: «Come tutti gli anni confidiamo nella generosità di privati e aziende per portare avanti una tradizione che si protrae da decenni». I volontari sono anche presenti sul sito Facebook con una propria pagina in cui si possono trovare notizie, foto, avvenimenti inerenti la chiesa. Per ulteriori informazioni rivolgersi al 345.4569288.

Pro Loco in assemblea

Si discutono bilancio e programmi Si svolgerà venerdì 18 marzo, alle 18.30, presso la sede della Pro Loco in via Saluzzo n. 1, l’assemblea ordinaria annuale. Ordine del giorno: approvazione bilancio consuntivo anno 2010, programmazione iniziative anno 2011. «Si invitano coloro che volessero impegnarsi e tutti i soci Pro Loco a partecipare» è l’appello del direttivo.

Autobus per Saluzzo

Cambia un percorso A decorrere da lunedì 21 marzo viene modificato il percorso a Savigliano dell’autobus in partenza da Saluzzo alle ore 13. La corsa effettuerà il percorso delle altre corse della linea e precisamente: via Saluzzo, corso Roma, piazza Galateri, corso Marconi e piazza Sperino (stazione ferroviaria). Sarà pertanto soppressa la fermata di Savigliano di piazza Nizza (davanti all’ospedale).

Tesseramento Spi-Cgil

Nella sede di corso Roma Il sindacato pensionati Spi-Cgil comunica che possono la tessera 2011 di ritira presso la sede di corso Roma n. 29 (ore 9-12 dal lunedì al venerdì, e 15-16.30 il mercoledì). In sede, inoltre, opera il patronato Inca-Cgil che è a disposizione di tutti i cittadini per l’assistenza gratuita nelle pratiche di lavoro. Gli iscritti avranno anche agevolazioni per avvalersi del servizio fiscale (Caaf).

I leghisti, tra cui tanti giovani con fame di politica, hanno gremito la sala Miretti per la prima lezione

INCONTRO

to il tema della serata leggendo alcune frasi-chiave del pensiero di Luigi Einaudi, la cui figura è il filo conduttore degli incontri. Su “Gli enti locali, il Comune” e il codice delle Autonomie locali sono intervenuti l’on. Maria Piera Pastore (deputato novarese, responsabile Lega Nord per gli Enti locali) e il Sen. Michelino Davico (Sottosegretario agli Interni con delega agli Enti locali). Roberto Ponte, sindaco di Piasco, ha invece sviluppato “L’autonomia dei Comuni: dalla teoria alla pratica”.

Buone proposte, ma poca gente alla serata del Movimento 5 Stelle

Il grillino Biolé: «Fuori i soldi dalla politica» La serata di martedì 8 marzo non è iniziata nel migliore dei modi. L’antico palazzo comunale in via Miretti, luogo deputato per la tappa saviglianese degli incontri organizzati dal Movimento 5 Stelle Piemonte per presentare la petizione denominata “Fuori i soldi dalla politica”, era incredibilmente occupato da un altro evento. Si è deciso quindi di rimandarlo di un’ora. Pubblico presente: meno di dieci persone, che commentano come «il Movimento 5 Stelle qui a Savigliano non riesce proprio ad attecchire». E pensare che qualche anno fa la nostra città era stata per un po’ di tempo anche sede di un “meet-up” del gruppo di Beppe Grillo. La serata ha offerto l’occasione per parlare del Movimento 5 Stelle che – lo spiega il consigliere regionale Fabrizio Biolè, cuneese – «nasce in seguito al successo del blog e dagli spettacoli di Beppe Grillo. L’8 settembre 2007 ha avuto luogo, in molte piazze italiane, con un grande seguito, il V-

Day. Quella giornata è stata l’occasione per la raccolta firme per una proposta di legge per un Parlamento più pulito. Abbiamo raggiunto 336.144 firme. La proposta di legge però non è ancora stata discussa in Senato!». Nel 2009, poi, vede la luce il Movimento 5 Stelle, un movimento, non un partito, che si ispira alle idee del comico genovese. Nelle scorse elezioni regionali, qui in Piemonte, ha presentato Davide Bono come candidato presidente: i voti avuti hanno permesso ai “grillini” di portare due consiglieri a Palazzo Lascaris: Davide Bono e Fabrizio Biolè (eletto a Cuneo). Una volta insediati, hanno portato avanti la proposta di legge, ripresa poi in toto dalla petizione “Fuori i soldi dalla politica”, mai presa in considerazione dai loro colleghi. «“Fuori i soldi dalla politica” è una “fotocopia” della proposta di legge numero 7 presentata in Consiglio Regionale il 4 giugno 2010 e ignorata dalle altre forze politiche

Il consigliere regionale Fabrizio Biolé con l’attore Beppe Grillo

elette a Torino. Sono previste variazioni nella retribuzione dei consiglieri regionali del Piemonte, tra cui la soppressione dei gettoni di presenza di circa 122 euro a seduta, la soppressione dei rimborsi forfettari, la riduzione dei rimborsi spese chilometrici, l’abolizione del vitalizio, erroneamente chiamato pensione, variabile dai 3.000 euro

mensili dopo 5 anni di mandato fino ai 9.000 euro dopo 20 anni di mandato. Il risparmio totale stimato in 5 anni è di oltre 70 milioni di euro, e cioè oltre 6 milioni di euro l’anno per i consiglieri e la Giunta in carica, più i 7,6 milioni di euro annui tagliati dai vitalizi degli ex-consiglieri». v.q.


savigliano

SANITÀ

Secondo Buttieri sarà al pari di Mondovì e Verduno

«Ottimista per il nostro ospedale» «Ho buone ragioni per essere fiducioso circa il destino dell’ospedale Santissima Annunziata». Il coordinatore del Pdl saviglianese, Marco Buttieri, che plaude all’iniziativa del consigliere regionale Francesco Toselli di istituire un tavolo provinciale per esaminare il problema del riordino della Sanità, si mostra ottimista. «Ho la certezza – motiva – che Savigliano sia stata inserita nella categoria degli ospedali che i tecnici hanno catalogato come “Spoke”, vale a dire strutture sanitarie di media complessità. Questo significa, ad esempio, per quanto riguarda il Pronto Soccorso, che il Santissima Annunziata viene messo sullo stesso piano delle due nuove strutture sanitarie di Mondovì e Verduno. Significa, in sostanza, che sarà sede di Dea (Dipartimento di Emergenza) e avrà davanti a sé, sul territorio provin-

SCUOLA

Marco Buttieri (Pdl): fiducioso

ciale, soltanto il Santa Croce-Carle di Cuneo, che già era sede di Aso (Azienda ospedaliera)». Buttieri sottolinea – secondo quanto ha avuto modo di ap-

prendere dall’ assessorato regionale alla Sanità – che non solo l’ospedale non verrà declassato, ma che i dati attualmente all’esame di chi sta redigendo il nuovo Piano Sanitario sono tutti assolutamente confortanti per quanto riguarda Savigliano. «Capisco – aggiunge – la preoccupazione del sindaco Soave. Mi pare però che questo susseguirsi di riunioni finisca con l’alimentare caos più che servire a fornire strumenti di analisi utili a chi al Piano sta faticosamente lavorando. Da parte della giunta regionale ritengo che ci sia la massima disponibilità a recepire proposte e suggerimenti, anche se mi pare inevitabile che si debba procedere ad una razionalizzazione dei costi. Non si può infatti dimenticare che il deficit di bilancio causato dalla precedente amministrazione guidata da Mercedes Bresso, proprio sulla Sa-

nità, ha lasciato una pesante eredità alla quale in qualche modo va posto rimedio». Il coordinatore cittadino del Pdl sollecita, dunque, una collaborazione ad ampio raggio. «Invito il sindaco a raccogliere tutti i suggerimenti che arrivano dai primari del Santissima Annunziata e dalle categorie produttive della città, in modo da poter offrire utili e concrete proposte al tavolo di lavoro coordinato dall’assessore regionale Caterina Ferrero, che sarà a Savigliano a fine mese proprio per ascoltare le nostre richieste. Credo – afferma in conclusione Buttieri – che la Giunta Cota sia ben disponibile a recepire tutte quelle indicazioni utili a far sì che il Piano sanitario vada nella direzione di migliorare i servizi ai cittadini, in un’ottica però di risparmio dalla quale non si può prescindere».

I volontari di “Attività e Cultura” alla materna “Sacro Cuore”

Concluso il laboratorio di lettura ad alta voce Si è concluso giovedì scorso il laboratorio di lettura ad alta voce organizzato da “Attività e Cultura per Savigliano” presso la scuola materna Sacro Cuore di San Giovanni. I piccoli si sono “armati” dei loro amici che in otto incontri li hanno accompagnati, illustrando il magico mondo della fantasia, tra stelle lontane e misteriosi pianeti, elefantini e pesci parlanti, draghi paurosi e pasticcioni. Divertimento assicurato, ma anche importanti momenti di riflessione e di conversazione, resi possibili grazie alla notevole capacità di ascolto dei bambini. Un’esperienza entusiasmante, il cui successo si deve, oltre alla spontaneità dei bimbi, alla professionalità, alla sensibilità e alla preziosa collaborazione delle maestre Roberta, Laura, Stefania e Francesca e alla disponibilità di don Marco.

giovedì 17 marzo 2011

11

BREVI DALLA CITTÀ Contro l’ictus cerebrale

Una serata promossa da “Alice” Giovedì 24 marzo, alle 20.30, presso la cooperativa “La Lavotori” di via Ghione n. 5/a, si terrà un incontro con i cittadini organizzato dalla Alice (Associazione per la Lotta all’Ictus Cerebrale) di Cuneo: “Alla scoperta di una corretta alimentazione per salvaguardare il nostro organismo e l’ambiente”. Guidati dalla biologa Barbara Giordano, biologa nutrizionista, sarà illustrato tutto quello che c’è da sapere sul cibo per fare scelte consapevoli, razionali e sostenibili. Durante l’incontro, Alice Cuneo proietterà un proprio filmato sugli stili di vita e per ricordare che la cattiva alimentazione concorre, a medio-lungo termine, all’insorgenza di malattie quali l’ipertensione arteriosa e le sue complicanze conseguenti, come l’ictus. Maggiori informazioni sul prossimo numero.

Corso di fotografia

Promosso dal circolo Imago

Comprare una macchina fotografica e leggerne il libretto delle istruzioni... non trasforma chiunque di noi in un fotografo. Il circolo fotografico Imago, il cui scopo principale è la diffusione della passione per la fotografia, propone da martedì 22 marzo, alle 21, un “Corso di fotografia” (nella foto). Dopo una serata introduttiva – libera a tutti, senza obbligo di iscrizione e ad ingresso gratuito – nella sede di via San Pietro n. 6, si susseguiranno sei serate di corso e due uscite direttamente “sul campo”. Proprio per favorire l’arrivo di “forze nuove”, il costo è stato particolarmente contenuto: 50 euro, comprensivi della tessera Imago per tutto il 2011 (del valore di 25 euro) che permette di aderire a tutte le attività del circolo e di poter utilizzare le svariate attrezzature presenti in sede. Per informazioni, contattare il 334.9074040 o andare sul sito www.circoloimago.it.

“Finché vita non ci separi”

Roano presenta il romanzo

I bambini della scuola materna protagonisti del laboratorio con i volontari dell’associazione

Venerdì 18 marzo, alle ore 21.30, al Pelledoca wine & food bar, reading musicale o “contrabbando” di parole e musica con Andrea Roano che presenterà il suo romanzo dal titolo “Finchè vita non ci separi”. La serata, che fa parte del ciclo “Raccontare l’avventura e l’avventura del raccontare”, vedrà la colpevole complicità del poeta Sergio Gallo e dei musicisti Gianluca Martini (contrabbasso) e Claudio Losito (batteria).


12

savigliano

giovedì 17 marzo 2011

BREVI DALLA CITTÀ Kit per la differenziata

Dal 1° aprile si ritirano in Comune Il Comune avvisa che dal prossimo 1° aprile il kit ed i sacchetti per la raccolta differenziata dei rifiuti potranno essere ritirati da presso il servizio informazioni all’ingresso del Comune (al piano terra). Orari: martedì e giovedì dalle ore 8.30 alle ore 12.30. Può ritirare il kit chi non lo avesse mai ritirato o chi ha già finito il primo. Per altre informazioni, rivolgersi all’ufficio Ecologia che si trova al secondo piano.

Il kit per la differenziata

“La locanda dei tre merli”

Spettacolo benefico: prevendita aperta Si svolgerà venerdì 25 marzo, alle ore 21, presso il cinema Aurora di via Ghione, “La locanda dei tre merli”, libero adattamento della commedia dialettale in tre atti di Carlo Gallo: sulla scena la compagnia “Amici del Teatro” di Beinette. Ingresso 8 euro: prevendita presso Fiori e Piante Perlo a Monasterolo (tel. 347.6887382). Il ricavato della serata sarà devoluto all’associazione Ital.glicog per finanziare la ricerca genetica.

“Molo club live”

Si inizia con gli Smoked Flowers Si apre venerdì 18 marzo l’evento “Molo club live”, organizzato dall’associazione Il Molo con i locali Lord Byron e Tre Scalin. Il primo showcase trasmesso su Trs radio (104.800 in Fm o su www.trsradio.it) andrà in onda dal Lord Byron di via Mazzini. Di scena gli albesi Smoked Flowers. La band si forma nel 2007 e mostra di avere una forte componente rock-blues. Capitanati dalla voce di Giada Bessone, ripropone il repertorio della leggendaria Janis Joplin, mantenendone il suo calore e la sua verve, nonchè l’abbigliamento suo e dei componenti della Big Brother and the Holding Company, gruppo originale di cui Janis faceva parte.

CULTURA

Racconti, poesie ed un albero per Schiaparelli

Il premio Kolbe entra nel vivo Continuano gli appuntamenti del XIX Premio Kolbe, inserito nel 3° Festival “La poesia, espressione di tensione umana e spirituale” del cenacolo Rebora. Giovedì 17 marzo, alle 17.30, al bar caffetteria San Pietro di vicolo Nazzari n. 2, “Napoli: versi, musica e colori”, conversazione con A. Scommegna, presidente del cenacolo “Clemente Rebora”, e Pasquale Iezza, dirigente scolastico dell’Arimondi Eula. Due momenti venerdì 18 marzo: alle 10.30, presso il Salone d’Onore di palazzo Taffini, premiazione del concorso “Massimiliano Kolbe – sezione studenti/universitari”; alle 17.30, al bar caffetteria San Pietro, presentazione dell’antologia “Il Cantavita 2010”: interverranno A. Scommegna, presidente del Cenacolo; L. Buscatti, giornalista; C. Failla, saggista; R. Scavino, saggista. I vincitori della sezione adulti – tra questi la saviglianese Angiola Bottero Bodrero – saranno premiati sabato 19 marzo, alle 10.30, nel Salone d’Onore di palazzo Taffini; le letture saranno affidate agli attori del Teatro del Marchesato di Saluzzo; prima, alle 9, presso la chiesa di San Filippo, si celebrerà la S. Messa per i soci del Cenacolo e i poeti. Lunedì 21 marzo, in occasione della Giornata mondiale della Poesia, alle 10.30 “La Poesia …tra le stelle”: gli studenti, le autorità comunali, provinciali e regionali parteciperanno presso il giardino sito in via

PELLEGRINAGGIO

I premiati dell’edizione 2008: da quest’anno l’organizzazione è passata al cenacolo Rebora

V. Veneto (presso il Maxisconto) alla messa in posa dell’albero dedicato a “Giovanni Virginio Schiaparelli”. In tutti gli appuntamenti, ad eccezione della Messa, intermezzi musicali a cura a cura del civico istituto musicale “G.B. Fergusio”; inoltre, a tutti i partecipanti sarà regalato un libro di poesie. Nell’anno mondiale dell’Astronomia, una sezione speciale, dedicata all’astronomo saviglianese Giovanni V. Schiaparelli, ci proietta in quell’universo oggi conosciuto come luogo dove le stelle nascono, collassano e muoiono, un tempo immaginato co-

me una sfera a cui erano appese stelle immortali. Accerchiati da antiche mitologie, nuova scienza e fantascienza, possiamo, grazie a Galileo a Schiaparelli a Leopardi, riavvicinarci con sguardi nuovi, ma anche antichi, a guardare il cielo stellato. Hanno ricevuto il premio molti studenti dell’Arimondi-Eula, mentre il premio speciale della Giuria è andato ad un alunno del Cravretta-Marconi” per l’originalità del lavoro, consistente nella realizzazionene di un cd, con testo poetico musicato, dedicato al nostro astronomo Schiaparelli.

Porta con sé dei fondi per un progetto di solidarietà

È partita una comitiva per Mediugorje da tutta Italia – farà qualcosa in più. Consegnerà infatti oltre 1.500 euro di offerte raccolte in città (il dettaglio nel riquadro a parte) e le destinerà a tre comunità per persone bisognose: “Malinco Cielo”, “Oasi Giovanni Paolo II” (suor Cornelia) e “Surmanci”. Oltre alle offerte, sono partiti per la località bosniaca anche due scatoloni pieni di medicinali, vestiario, caffè, pannolini e materiale utile. Durante il breve viaggio (torneranno già domenica 20 marzo) i pellegrini assisteranno – venerdì

Gli Smoked Flowers propongono pezzi di Janis Joplin

18 marzo, presso la “Croce blu” – alla preghiera di Mirijana nel momento in cui asserisce di vedere la Vergine. Inoltre, poseranno una targa ricordo di Lucrezia Ariaudo sul monte Krisevak. «La nostra iniziativa di solidarietà – spiegano i promotori – vuole essere solo l’inizio di una serie di progetti, molto importanti. Nel frattempo, ringraziamo di cuore tutti i saviglianesi che hanno contribuito, ma il miglior ringraziamento per tutto quello che abbiamo raccolto sarà il sorriso dei bambini di Mediugorje».

«Grazie per le offerte raccolte» Mediugorje, in Bosnia, è luogo di ritrovo per i devoti alla Vergine

È partito martedì sera dalla nostra città un gruppo di trenta persone che si è recato in pellegrinaggio a Mediugorje, in BosniaErzegovina. Come molti sapranno, la località è diventata celebre nel mondo perché, dal 24 giugno 1981, Vicka Ivankovic, Mirijana Dragicevic, Marija Pavlovic, Ivan Dragicevic, Ivanka Ivankovic e Jakov Colo (che allora avevano tra 10 e 16 anni, oggi sono tutti adul-

SCUOLA

ti, padri e madri di famiglia) affermano di ricevere apparizioni della Vergine Maria, che si presenterebbe con il titolo di "Regina della Pace". Da allora, Mediugorje è un luogo molto frequentato dai devoti alla Madonna, che vi giungono da tutto il mondo per pregare. Il gruppo saviglianese – che strada facendo s’incontrerà con altre venti persone, provenienti

Il Gruppo ringrazia per le offerte raccolte: € 94,80 – Bar Madagascar, € 165 – Sugar Cafè, € 56 – B&B Art Hair, € 65,51 – Bar Cavour, € 65 – Tabaccheria Perauch, € 30,40 – Supermercato Unes, € 20 – Mogna Simone Officina, € 20 – Luciano Fava, € 20 – Vincenzo Bono, € 50 – Fam. Racca-Bonelli, € 30 – Fam. Ferrante-Racca, € 50 – Gianni Lovera, € 50 – Claudia Bono, € 50 – Luigi Lovera, € 50 – Laura Lovera, € 10 – Fam. Desero, € 10 – Fam. Lupo, € 543 – Liomatic Piemonte – Savigliano, € 10 – Vincenzo Flauto, € 20 – Roberto Fiorito, € 30 – Fam. Donalisio, € 50 – Laura e Michele Mina, € 20 – Fam.Villois Vittorio, € 50 – Fam. Chiavassa Mario, € 20 – Bar Kursaal, Simona Ingrassano, € 50 – Mario Vinai, € 10 – Fam. Demichelis, € 15 – Fam. Marenda. Ringrazia inoltre, per la collaborazione ed il sostegno: Fam. Vasserot Paolo, Fam. Fiorito, Cassa di Risparmio di Savigliano, Paolo Alberici e Farmacia Bonelli.

Partecipato corso per docenti al “Cravetta”, polo di riferimento sul tema

Nuove tecnologie contro i disturbi da apprendimento Nelle scorse settimane, presso l’aula magna dell’Istituto Cravetta, scuola-polo per l’aggiornamento sui disturbi specifici dell’apprendimento (Dsa), si è svolto il primo appuntamento di un corso sull’uso delle nuove tecnologie per supportare gli allievi con Dsa. All’incontro erano presenti un centinaio di docenti di ogni ordine e grado. Marco Occelli, perito informatico ed esperto delle nuove tecnologie a supporto dei disturbi specifici di apprendimento, ha presentato in quell’occasione i più recenti supporti informatici in grado di facilitare lo studio agli alunni Dsa e ren-

dere più proficuo l’insegnamento da parte dei docenti. Nei prossimi appuntamenti, i docenti potranno seguire una lezione in modalità laboratoriale, sempre presso l’istituto saviglianese. Al termine del corso l’istituto Cravetta-Marconi metterà a disposizione degli allievi un software composto da scanner e sintesi vocale in grado di trasformare i testi scritti in letture sia in italiano che in lingue straniere per facilitare lo studio e docenti adeguatamente formati in grado di guidare gli allievi con disturbi specifici di apprendimento all’utilizzo della nuove tecnologie.

L’istituto Cravetta-Marconi


savigliano

GIUSTIZIA

Il nuovo provvedimento non piace agli avvocati

Controversie legali: si media La mediazione legale taglia l’ultimo traguardo. E si avvia al debutto. Dal 20 marzo prossimo, scatterà infatti l’obbligo del tentativo di conciliazione nella quasi totalità delle controversie civili e commerciali, come presupposto per avviare il processo. I “litiganti”, prima di catapultarsi davanti al giudice, dovranno aver concluso tale procedimento, che non potrà durare più di quattro mesi, trascorsi i quali ci dovrà essere un esito: se si raggiungerà l’accordo tra le parti, questo dovrà essere omologato dall’autorità giudiziaria, per poi avere efficacia a tutti gli effetti tra i contendenti. In caso contrario, se cioè sarà rifiutata la proposta di mediazione, si andrà in Tribunale, col rischio che la parte ostile, anche se vincente, possa essere comunque costretta a pagare le spese sostenute dall’avversario. Il tutto per disincentivare i cittadini a instaurare cause inutili, velocizzando di conseguenza la giustizia del nostro Paese, fanalino di coda in Europa per l’eccessiva lunghezza dei processi: ci vogliono circa 35 mesi per vedere conclusa una controversia di lavoro, mentre il 42% dei fallimenti dichiarati nel 2001 risulta ancora aperto dopo otto anni. Mo-

LAVORO

Gli avvocati Maurizio Bonatesta e Riccardo Reinaudo

tivi, questi, per cui subiamo le maggiori sanzioni dalla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo. Ma non è tutto. Deteniamo il record delle liti, soprattutto condominiali. Troppe anche le sedi giudiziarie, gli uffici dei Giudici di Pace e le leggi. Eppure la mediazione non piace. In particolar modo agli avvocati che, dal 16 al 22 marzo, si asterranno dalle udienze civili, penali e amministrative, in segno di protesta. «Stiamo combattendo una battaglia senza frontiere – spiegano Maurizio Bonatesta e Riccardo Reinaudo, rispettivamente presidente e segretario dell’Ordine degli avvocati di Saluzzo – perché ci troviamo dinanzi ad una legge asso-

Coinvolti anche gli impiegati

Altra cassa per 13 settimane Martedì, in un incontro tra azienda e sindacati, si è parlato della proroga della cassa integrazione per 13 settimane all’Alstom Ferroviaria (dal 4 aprile al 2 luglio). “In tale periodo – riferisce una nota sindacale – saranno coinvolti un numero massimo di 180 operai e 15 impiegati nelle aree già interessate dai preUn momento di lavoro all’Alstom cedenti periodi di “cassa” con l’aggiunta, per gli nendo difficilmente conseguiimpiegati, dell’area di industria- bile la piena occupazione, a lizzazione. L’azienda ha inoltre partire dal mese di luglio, cauconfermato che è prevista la sa sia dei ritardi accumulati sia piena occupazione, senza ri- di problemi ancora non risolcorso alla cassa integrazione, ti». Un prossimo incontro in fra i mesi di luglio e dicembre”. programma a Parigi martedì I sindacati, però, esprimono prossimo potrebbe fornire «grande preoccupazione, rite- nuove indicazioni.

AMBIENTE

Banchetto in piazza Santarosa

«L’acqua rimanga pubblica» Domenica 20 marzo sarà presente in piazza Santarosa, davanti al negozio ex Trucco, un banchetto informativo promosso dal gruppo locale di “Stop al consumo del territorio”, insieme all’associazione cristiana Kerygma ed all’associazione Consumatori, sui prossimi referendum per impedire la privatizzazione dell’acqua. La campagna referendaria mira ad ottenere che la gestione degli acquedotti sia solo ed esclusivamente pubblica e partecipata, ovvero avvenga attraverso enti di diritto pubblico con la partecipazione dei cittadini e delle comunità locali. «La raccolta, l’anno scorso, di oltre 400 firme a favore del referendum dimostra che anche per i saviglianesi è importante che l’acqua torni a essere considerata un bene comune» dicono i promotori. Per le attività locali è possibile consultare http://stopmalconsumoditerritoriosaviglianese.wordpress.com/ o contattare il Comitato provinciale all’indirizzo glacuneo@lillinet.org (telefono 320.1425545).

lutamente irricevibile e iniqua. Dal 20 marzo, prima di potersi rivolgere al proprio giudice naturale per la tutela dei diritti, ognuno di noi sarà obbligato a subire una nuova pasticciata procedura che comporterà costi e ritardi. Bisognerà, infatti, rivolgersi prima ad un mediatore, versando, per una causa di medio valore, da 240 a 432 euro, senza, però, avere la sicurez-

za che la diatriba venga risolta pacificamente. Il paradosso è che tutto potrebbe finire ugualmente in un’aula di Tribunale». Tutto vero. Così com’è impossibile negare che certi aspetti, specialmente economici, della miniriforma possano essere discutibili o passibili di miglioramento. Ma siamo sicuri che siano questi i reali motivi della protesta? Nella veste di mediatore non ci sarà infatti un magistrato togato, bensì società, assicurazioni, banche, camere di commercio. Semplicemente, basterà essere iscritto ad un albo professionale o avere una laurea triennale per diventare, al termine di un corso di 50 ore, conciliatore. Il che significa molto meno lavoro per gli avvocati. Vien da chiedersi, dunque, se con l’astensione si vogliano preservare i diritti dei cittadini, o piuttosto difendere la categoria. Valentina Barbuto

giovedì 17 marzo 2011

13

BREVI DALLA CITTÀ Mostra di Biolatti al “Village”

“Pastelli. Essenza della natura morta” “Pastelli. Essenza della natura morta” è il titolo della nuova mostra, tutta da scoprire, di Michelangelo Biolatti, artista e commerciante saviglianese, che ha al suo attivo già molte esposizioni, apprezzato tra i suoi concittadini, ma conosciuto anche oltre le mura della nostra città. La vetrina per le sue realizzazioni sarà nuovamente il Village Art Cafè di via Alfieri, dove già lo scorso anno era stata allestita la mostra “Il cielo dipinto”. Inaugurazione venerdì 18 marzo, alle ore 18,30: resterà visitabile fino al 28 aprile, tutti i giorni con orario continuato, eccetto il mercoledì.

Gita a Venezia e nel Veneto

Con il Centro italiano femminile Il Centro italiano femminile, in collaborazione con l’agenzia “Cisalpina Tours”, organizza dal 13 al 15 maggio una gita di tre giorni a Venezia ed alle Ville venete. Le iscrizioni sono aperte e si ricevono, presso la sede del Cif in via Savio n. 9, al martedì ed al venerdì, dalle ore 10 alle ore 11, versando un acconto di 100 euro. La quota di partecipazione per le associate al Cif è di 370 euro, mentre per gli aggregati è di 390 euro. Supplemento camera singola: 60 euro.


14

lettere

giovedì 17 marzo 2011

I LETTORI CI SCRIVONO Un’Urologia di alto livello Gent. direttore, in merito a quanto comparso sul Suo settimanale in data 3 marzo 2011 all’interno dell’articolo “No all’accorpamento con Alba”: “…per i nostri “dottori” è necessario che Savigliano venga subito dotata dei due primari mancanti (Chirurgia ed Urologia) e che venga mantenuto l’alto livello di professionalità presente”. Essendo parte in causa, vogliamo precisare che: non ci sentiamo, ma soprattutto, non siamo privi di una guida come dimostra la quantità e la qualità dell’attività clinica, chirurgica e didattica svolta (come da Voi peraltro riconosciuto) da quando il dottor Patrizio Polledro è stato investito della carica di direttore facente funzioni della nostra struttura. Riteniamo di fondamentale importanza ribadire come l’alto livello di professionalità raggiunto sia il risultato del lavoro di tutto il personale (medici, infermieri, operatori socio assistenziali) certamente favorito sia dalle qualità tecniche-organizzative dei singoli che dal clima di fiducia, armonia ed affiatamento presente nella nostra struttura in continuità con quanto fatto negli anni precedenti sotto la direzione del dottor Gabriele Fontana. Gaetano Ambruoso, Roberto Borsa, Giantommaso Cordara, Maria Teresa Filocamo, Andrea Moiso, Riccardo Rossi, Diego Rosso – Dirigenti Medici S.C. Urologia Savigliano ASL CN 1

La gatta Brunilde e la bontà Riceviamo e pubblichiamo. Brunilde è tornata a casa. L’abbiamo ritrovata questa mattina a circa 1 km da casa, in un cortile dove fortunatamente vive una ragazza gentilissima e sensibile che ha subito riconosciuto la nostra gattina e si è precipitata a chiamarci. In questo periodo in cui il mondo intero soffre per disgrazie immense e pochezze umane, trovare persone che perdono il proprio prezioso tempo “solo” per un micino – e credetemi ce ne sono tante, anzi tantissime – mi spinge a pensare che in fondo in fondo un po’ di bontà esista ancora, ma purtroppo ci ostiniamo a tenerla molto nascosta, perché per alcuni è segno di debolezza... E allora, viva i deboli!!! Ringrazio immensamente per la vostra disponibilità e saluto cordialmente. Cristiana Massimino – Savigliano

ti noi e vedere con quanto interesse abbiano partecipato i ragazzi ci fa credere che stiamo lavorando nella giusta direzione. Chi volesse mettersi in contatto con “Mai + Sole” - Centro Antiviolenza Donna può telefonare al 335/1701008 – 331/6893698 – 331/6893684. Adonella Fiorito – Presidente “Mai + Sole” – Savigliano

«Grazie per la collaborazione» Egregio direttore, a mezzo della sua cortesia, vorremmo ringraziare per le collaborazioni prestateci in questi tempi utili allo svolgimento delle nostre funzioni: l’amministratore delegato rag. Allocco ed il rag. Paolo Ruffino della Banca Cassa di Risparmio di Savigliano ed il geom. Marco Miolano di Paesana. È stato un periodo intenso, nel quale però il testamento della compianta Lucia Bramardi ha avuto pieno adempimento ed ottima realizzazione a favore di tante organizzazioni benefiche. Abbia i nostri cordiali saluti. Angela Golè e Riccardo Signorile (esecutore testamentario) – Manta

Esponete la bandiera! Riceviamo e pubblichiamo. Complimenti alla nostra Cassa di Risparmio ed alla sua Fondazione per l’iniziativa di regalare ai saviglianesi le bandiere. Però, cari concittadini, non mettetele nel cassetto, ma appendetele alle finestre ed ai balconi e lasciatele lì per tutto il 2011. Per favore, non fate i “vergnacchi” come al solito! Volete o non volete bene alla Vostra Patria? Matteo A. – Savigliano

Il tricolore

P.S. Brunilde sta bene, anche se è un po’ spaventata; è tornata a dormire nella sua cesta vicino al termosifone e con la sua amica cagnetta Tata.

Riceviamo e pubblichiamo. È oltremodo umiliante che in una comunità come Savigliano non ci sia negozio che abbia una bandiera tricolore! Impossibile trovarla in questa nostra città di 20.000 abitanti, che vanta cittadini illustri, patrioti, combattenti, martiri e una Storia che detta lustro all’italianità. Neppure una sola bandiera a simbolo della nostra patria, tanto più in un momento in cui questo nostro Paese si sente offeso per la generale indifferenza europea. Neppure una sola bandiera ci é stato possibile di trovare, per esporla orgogliosamente sui nostri balconi a memoria della nostra Indipendenza! Gilbert Pietropaoli – Savigliano

Riflettere sull’8 marzo

Elogi al laboratorio teatrale

Egregio direttore, le chiedo un po’ di spazio per ringraziare tutti coloro che hanno contribuito al successo dell’iniziativa “La violenza sulle donne è pane quotidiano”, svoltasi a Savigliano sabato 5 marzo, nell’ambito delle iniziative per la “Festa della donna”. Il più caloroso grazie va alle panetterie saviglianesi,Trossarello, Gullino, fratelli Calandra e Carrefour, che ormai da anni sostengono l’iniziativa, fornendo gratuitamente il pane; alle numerose volontarie (e volontari) impegnate nell’iniziativa; a tutte/i coloro che hanno contribuito con la loro offerta ed il loro incoraggiamento. Credo che sia stata un’idea felice della nostra associazione la promozione del concorso “Le donne non devono essere mai + sole”, che si è appena concluso. Desidero ringraziare i dirigenti scolastici, gli insegnanti e tutte le studentesse e gli studenti che hanno accettato di confrontarsi su di un tema quanto mai attuale: i componenti della commissione giudicatrice, la Fondazione Cassa di Risparmio Savigliano, i sindaci e gli assessori di Savigliano e Racconigi, la Consulta delle Pari Opportunità, il CSV Società Solidale, il capitano dei Carabinieri Marco Campaldini, il dott. Giorgio Nova, la prof.ssa Elena Petricola, le associazioni Telefono Donna, Donna per Donna, Anello Forte, le volontarie e tutti quanti hanno contribuito alla buona riuscita dell’iniziativa. Festeggiare l’8 marzo riflettendo sui diritti delle donne e sulle pari opportunità, ritenute erroneamente acquisite e superate, è diventata oggi una vera emergenza culturale, economica e politica. Per sconfiggere alla base la violenza sulle donne è fondamentale confrontarci con i giovani, affinché acquisiscano una corretta cultura del rispetto tra generi, perché solo quando i giovani – che costituiranno la società di domani – ne saranno consapevoli, il problema sarà superato. Ritengo che l’iniziativa abbia costituito un momento molto importante per tut-

Riceviamo e pubblichiamo. Desideriamo esprimere il nostro elogio al Laboratorio teatrale dell’Università delle Tre Età di Caramagna Piemonte per l’originalità dello spettacolo di sabato scorso e per la pertinenza dell’argomento sia alla Festa della Donna che al 150° dell’Unità d’Italia. Con la rappresentazione d’interesse storico-culturale avete unito celebrazioni e ricorrenze. Attraverso i personaggi scelti ad arte, il messaggio ci è stato trasmesso in modo molto chiaro e gradevole. Un gruppo di alunne dell’UNItre di Cavallermaggiore

Era solo un gioco Riceviamo e pubblichiamo. Spongebob al Carnevale di Marene era bellissimo, ma anche il piccolo vichingo che teneva stretta la mano del suo papà si sentiva bellissimo, o che dire del piccolo Teletubbies verde che ha sfilato con tanto timore, anche lui era stupendo; bellissimi erano anche la spagnola bionda vestita di rosso ed il pagliaccio che tutti gli anni colora il Carnevale, ma che ormai non è più originale: anche loro si sentivano meravigliosi, e lo erano… ma hanno condiviso il gioco. La realtà è che era una festa, e gli adulti avrebbero dovuto insegnare ai bambini a divertirsi. Invece hanno giudicato e criticato soprattutto colui che tutti gli anni dedica un sacco di tempo per far divertire i nostri figli in modo giusto e corretto; invece lo hanno insultato perché Spongebob non ha vinto (non faceva neanche parte della giuria). Sarebbero doverose delle scuse, e proprio chi lo ha giudicato dovrebbe “mettere i piedi per terra”… era un gioco ed i bimbi dovevano solo divertirsi.

Colgo l’occasione per ringraziare la persona, ed i suoi collaboratori, che ogni anno dedica anima e corpo per far felici i nostri figli: se pochi ti hanno giudicato, siamo in tanti che ti ammiriamo e ti ringraziamo. I fans dell’organizzatore – Marene

Energie rinnovabili: quale futuro? Riceviamo e pubblichiamo. Lo scorso 3 marzo il Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto assai preoccupante per un settore in forte espansione come quello delle energie rinnovabili. Preoccupante in quanto, dichiarando la sospensione del terzo conto energia per gli impianti fotovoltaici che non risultano “allacciati” entro il 31 maggio, ha di fatto gettato nel panico un settore che oggi è proiettato sul fronte degli investimenti e corre seri rischi, in assenza di certezze, di implodere miseramente. Il nuovo decreto introduce inoltre il principio della soglia insuperabile, rinviando però la definizione della sua entità e di buona parte dei nuovi meccanismi di incentivazione ad una serie di decreti periodici di adeguamento, il primo dei quali dovrebbe arrivare entro la fine di aprile per entrare in vigore già a partire dal prossimo giugno. Il clima di incertezza che ne deriva rischia di bloccare i cantieri in corso e quelli che stanno per partire: sono già numerosi gli istituti di credito che in queste condizioni non intendono più finanziare le aziende e le famiglie che desiderano realizzare impianti fotovoltaici. A breve assisteremo ai drammatici effetti sull’occupazione e sulle imprese, anche nella nostra Provincia, con il blocco delle assunzioni e la perdita di qualificati posti di lavoro. Il freno che viene posto al fotovoltaico ed in generale a tutta la “green economy” rappresenta una grande offesa ad un comparto che in questi anni si è distinto per la capacità di creare nuovi posti di lavoro e di essere trainante per l’economia. Si tratta di un’azione davvero sorprendente da parte del governo: dobbiamo ricordarci che l’Italia si è impegnata a produrre entro il 2020 almeno il 17% della sua energia da fonti rinnovabili, e quindi, per evitare pesanti sanzioni, è necessario che il ricorso a tali fonti venga sostenuto e non limitato. Promuovere lo sviluppo delle energie rinnovabili non significa soltanto favorire l’incremento dell’occupazione, ma una “scelta strategica” come propulsore di una vera e propria rivoluzione energetica. Una sfida, che il decreto appena emanato rischia di bloccare proprio nel momento più delicato di consolidamento e stabilizzazione. Partendo da queste considerazioni, il gruppo Cavallermaggiore Viva intende organizzare un incontro di approfondimento dal titolo “Quali energie per quale futuro”. L’obiettivo è quello di promuovere una discussione di merito, non ideologica, presentando il quadro normativo in vigore e le prospettive di sviluppo, le tecnologie più all’avanguardia, il loro impatto sull’ambiente e le opportunità d’investimento. Laura Gotta – Gruppo Cavallermaggiore Viva

Ringraziamenti Oasi Giovani è stato beneficiato da un legato testamentario disposto dalla signora Lucia Bramardi per 20.100 euro. Oasi Giovani intende evidenziare il gesto di generosità verso un Ente che assiste centinaia di minori e che perennemente lotta per superare le difficoltà economiche della gestione dell’attività. Oasi Giovani inserisce Lucia Bramardi tra i suoi benefattori ed addita il suo esempio a quanti hanno sensibilità ai suoi problemi. Tramite “Il Saviglianese” intendo ringraziare il Primario dott. Leonardi, la dott.ssa Zorzan, i medici, la caposala, il personale infermieristico ed i fisioterapisti del Reparto di Ortopedia dell’ospedale “SS. Annunziata” di Savigliano per gli ottimi risultati ottenuti in seguito ad un intervento sostenuto nei giorni scorsi. Andrea Panero – Savigliano La squadra della Cavallotta (Savigliano), che domenica 6 marzo ha vinto il 12° Trofeo delle Frazioni di bocce, vuole ringraziare l’Osteria Cavallo Rosso ed il negozio di alimentari di Federica Pignata per avere regalato le maglie con cui hanno partecipato ed aggiungono: «Che siano state proprio queste che, dopo due secondi posti, ci hanno portato fortuna, facendoci arrivare primi?».


GIOVEDÌ 17 MARZO 2011 IL SAVIGLIANESE 15


16

Cavallermaggiore

giovedì 17 marzo 2011

IN BREVE Si parla di 1ª guerra mondiale

Ciclo di incontri al S. Giorgio

ELEZIONI Ci sono anche voci di un possibile gruppo da fuori città

La 3ª lista lascia o raddoppia?

La Società di Mutuo Soccorso, in collaborazione con il Comune e il Gruppo Alpini organizza una serie di incontri sulla prima guerra mondiale. Il programma si articola in tre conferenze. S’inizia sabato19 marzo con “Le cause della prima guerra mondiale”. Il secondo ed il terzo incontro sono, invece, in programma per sabato 26 marzo e sabato 2 aprile. I relatori saranno il prof. Luca Martini del Liceo “Giolitti Gandino di Bra” (19 marzo), il Col. Giuseppe Lamberto, docente di scienze strategiche, (26 marzo e 2 aprile), l’Avv. Giulio Fumero, Capogruppo degli Alpini e il dott. Paolo Panero, che approfondiranno nel corso delle tre giornate con le loro relazioni aspetti specifici del conflitto. Durante gli incontri saranno proiettati filmati d’epoca. Parteciperanno all’iniziativa gli alunni delle classi Terze Medie dell’Istituto Comprensivo di Cavallermaggiore con i loro insegnanti.

Alpini: eletti Fumero e Revelli

Nel direttivo della sezione di Cuneo

Data ormai per assodata (benché manchi l’ufficializzazione) la presenza di Antonio Parodi e Chiara Toselli alle prossime elezioni amministrative per l’elezione del nuovo Sindaco, sembrano prendere consistenza le voci che, da più di un mese, si rincorrono sulla presenza di un eventuale terza lista. Se davvero si farà, è molto probabile che venga allestita dall’attuale minoranza in Consiglio comunale, che potrebbe decidere di ripresentarsi al completo o almeno in parte. Alla guida di questo terzo polo potrebbe quindi riproporsi Franco Ferrero in compagnia di Valentino Piacenza, Giuseppe Lamberto e, forse, Michelino Raso e Pierluigi Baradello. Non ci sono, però, certezze sulla partecipazione al completo della squadra. Il nome nuovo

potrebbe essere rappresentato, come si dice da qualche tempo, dal dottor Gianni Bovolo, che sarebbe interessato a prendere parte al progetto. L’impressione è che siano giorni decisivi per la eventuale presenza del “terzo polo” locale. Sul fronte Parodi–Toselli, da segnalare che i due capolista stanno attendendo alcune conferme per completare le squadre. Per concludere, una nuova ipotesi. Corre voce che vi siano forze politiche interessate a presentare una lista di persone non cavallermaggioresi. Una circostanza simile si verificò, qualche anno fa a Cavallerleone. Sembra, però, una possibilità piuttosto remota. Luca Martini

Il Gruppo Alpini di Cavallermaggiore ha comunicato che due suoi membri sono stati eletti nel direttivo della Sezione Alpini di Cuneo. Il Capogruppo di Cavallermaggiore, Avv. Giulio Fumero, è stato eletto Consigliere della Sezione, mentre il Dott. Luigi Revelli, Capogruppo di Cavallermaggiore per oltre un ventennio, è stato eletto Revisore dei Conti supplente della Sezione.

LUTTO

Rifiuti, sacchetti irregolari

Cordoglio per Seia, scomparso a 55 anni

Il Comune: «Rispettate le regole» In seguito a controlli sul territorio sono stati rinvenuti sacchetti per la raccolta differenziata diversi da quelli utilizzati dal nostro Comune ed è stata trovata carta all’interno di sacchetti per la plastica. Si invita pertanto la popolazione a utilizzare correttamente i sacchetti semitrasparenti grigi per la raccolta del rifiuto indifferenziato, i sacchetti semitrasparenti gialli per la raccolta della plastica e i contenitori paper box per la raccolta della carta per evitare sanzioni. I sacchetti si possono acquistare nei giorni ed orari indicati sugli avvisi esposti sotto la Torre Civica; in tale ufficio ed in comune si può ritirare il depliant “Centalogo di tutti i rifiuti dalla A alla Z” che descrive in modo dettagliato come smaltirli.

L’Italia in maschera

Laboratorio didattico in biblioteca Dov’è nato Gianduja? A Torino? Ebbene no: a Caglianetto d’Asti! E Beppe Nappa? Siciliano doc…Pulcinella? Facilissimo: a Napoli! Meneghino è di Milano, ma sua moglie… chi è? Queste e molte altre curiosità sono state svelate sabato 26 febbraio in un laboratorio didattico presso la biblioteca. L’iniziativa è nata dalla collaborazione con i Lettori Creativi dell’associazione Attività e Cultura per Savigliano. Protagonisti i piccoli delle Elementari a cui sono state narrate le vicende spesso ingarbugliate delle maschere, poi disegnate e collocate sulla gigantografia dell’Italia. Il progetto rientra nelle celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia e si deve alle maestre Antonella e Teresa ed al direttore della biblioteca Dario Milano.

Serata sul federalismo

Con “Cavallermaggiore viva” Venerdì 18 marzo, alle ore 21, presso il Salone S. Giorgio, si tiene la serata d’informazione sul federalismo fiscale dal titolo “Quale impatto su Cavallermaggiore?” Interverranno Fabrizio Salvatico, Segretario comunale di Cavallermaggiore, Marco Perosino, Presidente della Commissione Economica della Provincia di Cuneo e Sindaco di Priocca e Luca Gosso, Sindaco di Busca del Movimento dei Sindaci del Piemonte. Modera il giornalista Giampaolo Testa.

Mike Bongiorno in “Lascia o raddoppia”

Grande partecipazione ai funerali del dirigente Enel

È improvvisamente deceduto mercoledì scorso Piermaria Seia, di soli 55 anni, lasciando nello sgomento e nel dolore i suoi familiari e l’intera cittadina di Cavallermaggiore. Lo ha portato via una malattia che ha avuto un decorso breve, ma, purtroppo fatale. Lunedì scorso, 7 marzo, Piermaria non si era recato al lavoro non sentendosi bene. In poco tempo, tuttavia, la situazione si è aggravata; il nostro concittadino è stato ricoverato in ospedale, ma ormai era troppo tardi. Il decesso è avvenuto nella giornata di mer-

AMBIENTE

coledì, forse a causa di un virus. Persona molto seria e riservata, Piermaria Seia aveva percorso una brillante carriera all’Enel. Dopo essere stato direttore dell’area di Savigliano, era successivamente passato a Cuneo e quindi ad Alba. Era, infine, approdato nelle sedi del torinese: ricopriva, infatti il ruolo di direttore a Rivoli. Persona di notevoli qualità umane e professionali, non amava mettersi in mostra; era, però, molto attivo a Cavallermaggiore, dove era impegnato

ta. I funerali, che hanno visto una grande partecipazione della cittadinanza, sono stati celebrati sabato scorso nella chiesa di S. Maria della Pieve. La redazione de “Il Saviglianese” porge sentite condoglianze. L.M.

Agroenergie: come gestire gli impianti a biogas Martedì scorso, 8 marzo, nel Salone S. Giorgio, si è tenuta la giornata formativa sul tema “Agroenergie: Normative e aggiornamenti – Gestione e funzionamento degli impianti a biogas” organizzata da Confcooperative Cuneo in collaborazione con Fedagri Piemonte ed il Consorzio Gest-Cooper. Nel corso dell’incontro ha preso la parola il dott. Claudio Fabbri del Centro Ricerche Produzioni Animali di Reggio Emilia ed esperto in materia di agroe-

CRONACA

nergie, proponendo ai numerosi, soci di cooperative agricole presenti una serie di considerazioni sui parametri che occorre conoscere e controllare per far funzionare al meglio gli impianti a biogas, detti anche a digestione anaerobica. «Il tema delle agroenergie si sta rilevando interessante come integrazione al reddito delle imprese agricole – hanno affermato Domenico Paschetta e Massimo Gallesio, rispettivamente presidente e direttore generale di Confcooperative Cuneo - ma

Terminato il corso

Restauro mobili

Alla Scuola dell’infanzia In occasione del Carnevale, i bambini della Scuola dell’infanzia statale hanno incontrato il clown Trinchetto, al secolo Daniele Demarchi, che ha dato vita ad uno spettacolo fatto di giochi e magia. Per i piccoli è stato un giovedì “grasso” molto bello. Un sincero grazie da bambini e insegnanti va a Trinchetto.Venerdì 4 marzo, per concludere, grande festa a sorpresa con le maschere locali ed il gruppo folkloristico; balli, canti e dolci confezionati da tutti i bambini.

Cordoglio per Bocca È mancato la scorsa settimana Sebastiano Bocca, 77 anni, pensionato, da tutti conosciuto come “Nini”. Nato in una famiglia originaria di Cavallermaggiore, in gioventù, dopo aver lavorato alla Fiat, esercitò la professione di commerciante di automobili ed autocarri. Persona affabile ed aperta, molto conosciuto nella realtà locale, lascia le sorelle Emilia e Teresa ed il fratello Mario. I funerali sono stati celebrati sabato scorso nella chiesa della Pieve. La redazione de “Il Saviglianese” porge alla famiglia sentite condoglianze.

Piermaria Seia

Si è svolta la giornata formativa promossa da Confcooperative

Carnevale con Trinchetto

Commerciante d’auto

nell’associazionismo e nel volontariato. Era stato, inoltre, tra i fondatori della locale sezione degli “Amici del presepio” che tante soddisfazioni ha dato alla nostra città nel corso degli anni. La scomparsa di Piermaria lascia un grande vuoto, come testimonia anche il commosso testo inviato in suo ricordo e pubblicato nella pagina “Lettere”. In tanti hanno voluto stringersi alla famiglia in questi giorni di dolore. Piermaria lascia la moglie Silvana, il figlio Matteo con Elisa, la mamma Agostina, il fratello Giovanni e la sorella Margheri-

I partecipanti alla festa di fine corso al ristorante Granbaita Giovedì scorso è terminato il secondo corso di “Restauro mobili–Conservazione del mobile antico” (giunto al 10° anno) condotto da Beppe Grande di Marene e promosso dall’assessorato alla Cultura del Comune nell’ambito dell’Università per le Tre Età. Come sempre la partecipazione è stata numerosa, tanto che le lezioni si

sono tenute presso l’ala perché i locali di Casa Bonino erano troppo piccoli. Gli iscritti ringraziano vivamente il docente Beppe Grande per la competenza, la disponibilità e la pazienza, l’assessore Tere Martini e Gastone De Palo per il loro entusiasmo ed interesse nel seguire lo svolgimento delle attività.

è importante avere adeguate conoscenze in materia al fine di ottimizzare l’efficienza degli impianti e rispettare i tempi di rientro del capitale investito. Visto l’aumentare di società cooperative dedite all’attivazione e gestione di impianti di produzione di energia elettrica a biogas – continuano da Confcooperative Cuneo – abbiamo ritenuto opportuno organizzare tale seminario coinvolgendo uno dei massimi esperti del settore. Ringraziamo a nome di Confcooperative Cuneo, Fedagri Piemonte ed il Con-

sorzio Gest-Cooper, il Dott. Fabbri per la sua dettagliata relazione ed il Comune di Cavallermaggiore per l’ospitalità». La nostra città accoglierà in futuro una centrale a biomasse sulla strada vecchia del Foresto e la domanda per un secondo impianto giace, al momento, in comune. Approfondire questo argomento, sottolineando vantaggi e svantaggi di tali scelte è, dunque, nell’interesse non solo degli operatori del settore ma della popolazione.

CHIESA Don Pierangelo, Aldo e Gabriella Cerutti

Nuovi pastori degli sposi La comunità di Incontro matrimoniale della Granda ha un nuovo “team pastori”, vale a dire un nuovo gruppo di coordinatori composto da una coppia e un sacerdote: Gabriella e Aldo Cerutti di Cavallermaggiore e il prete Aldo, Gabriella e don Pierangelo fossanese don Pierangelo Chiaramello, che fa anche parte del team regionale. Le elezioni si sono svolte venerdì 4 marzo a Cussanio, in un clima di festosa amicizia, alla presenza dei “pastori” regionali Patrizia e Carlo Casadidio. I Cerutti e don Chiaramello sostituiscono Marina e Marcello Barbero, che per tre anni hanno guidato la comunità insieme a don Danilo Bedino. «Fin dalla nostra partecipazione al Week-end sposi – ha detto Gabriella nell’accettare il nuovo incarico – ho pensato che questa fosse casa nostra perché ho sentito che la comunità di Incontro matrimoniale rispondeva proprio ai nostri bisogni». «Siamo una coppia normale - ha aggiunto Aldo - che fatica come tutte; per questo vogliamo essere vicini soprattutto a chi ha un cammino difficile. Intendiamo far capire che le coppie di Incontro matrimoniale non sono “coppie con l’aureola”, ma normali, che ogni giorno sono alle prese con difficoltà di relazione tipiche di qualsiasi unione».


GIOVEDÌ 17 MARZO 2011 IL SAVIGLIANESE 17


18

paesi

giovedì 17 marzo 2011

BREVI DA MONASTEROLO Intitolazione giardini

Alla Divisione Alpina Cuneense

I giardini di piazza Libertà onoreranno la Cuneense

Dopo la specifica richiesta del Gruppo Alpini, il Comune ha deciso di onorare, intitolandole un luogo nel territorio comunale al contingente alpino che venne decimato nella campagna militare in Russia durante la II Guerra Mondiale. Sono stati scelti i giardini di piazza Libertà perché vi è situato il monumento ai caduti Monasterolesi, sul quale compaiono 12 nominativi di giovani caduti o dispersi sul fronte russo, dei quali 8 dispersi erano proprio appartenenti alla Divisione Alpina Cuneense. L’inaugurazione della piazza avverrà domenica 10 aprile, in occasione dei festeggiamenti per il primo lustro della fondazione del Gruppo Alpini.

Recupero salone parrocchiale

Proseguono i lavori Si procede ormai con un buon ritmo per i lavori di recupero del Salone Parrocchiale che fu il cinema negli anni 70. Ora questa struttura sarà recuperata ed adibita a sala polivalente che, con l’appoggio finanziario della Curia e del Comune, avrà per il paese un’ importante rilevanza e verrà sfruttata per scopi e programmi sociali. Presumibilmente l’inaugurazione avverrà nel mese di ottobre; si spera che i programmi vengano rispettati senza ulteriori intoppi burocratici che ne avevano rallentato i lavori in precedenza.

MONASTEROLO

Sinergia con la scuola primaria e la biblioteca

Dall’asilo... gli uomini del futuro Il mondo dell’istruzione vede l’Asilo Parrocchiale e la Scuola Primaria due vere roccaforti di sinergia e collaborazione: diverse iniziative, grazie anche alla collaborazione della biblioteca locale, vengono realizzate cercando di seguire le tracce per un corretto inserimento dei bimbi in quel mondo che li vedrà crescere e diventare uomini del futuro. Una scuola capace di dare ai bambini gli strumenti e le competenze necessarie ad affrontare il mondo che li aspetta, in grado di promuovere iniziative tra corpo insegnante e famiglie, attenta all’evoluzione culturale e fisica, ma anche psicologica degli alunni. L’istruzione come tale, riesce a trasformare la vita, l’arricchisce, costruendo così un futuro migliore per ogni bambino, ma è anche una porta aperta che contribuisce allo sviluppo della propria comunità. Abbiamo voluto, proprio per questo, sentire dalla viva voce delle insegnanti dell’Asilo come riescono a

VILLANOVA

Il presidente dell’asilo parrocchiale Dino Bosio

sviluppare i progetti in corso. Claudia ci ha spiegato come, con le fiabe ed il loro ruolo educativo, riescono ad accompagnare i bimbi durante tutto l’arco dell’anno: li mettono a contatto con un mondo fantastico, un mondo immaginario, ma che non è solo fantasia. È un mondo che può far capire loro la differenza sostanziale tra il bene ed il male, riuscendo così ad apprendere quei valori universali come l’amore ed il rispetto degli altri. Eleonora continua

Da parte del Comune

Bandiere in dono agli scolari Anche Villanova partecipa alle celebrazioni per i 150 anni dell’Italia. Da alcune settimane il centro del paese è stato tutto imbandierato ed ora si presenta rivestito da un tripudio di tricolori. Mercoledì 16 marzo, alle ore 10, il sindaco Secondo Brunetti, accompagnato dai presidenti del Gruppo Alpini Giuseppe Vignolo, della protezione civile Giuseppe Costamagna, delle associazioni combattenti Giorgio Ferrusso, dal genera-

I bambini dell’asilo (e sotto quelli della media) durante le celebrazioni per l’Unità d’Italia

le a riposo Giuseppe Manno, e dal Comandante dei Carabinieri di Scarnafigi Maresciallo Francesco Mandaglio, si è recato presso le scuole elementari e all’asilo infantile Rinaudo Delfina Colonna dove hanno incontrato i bambini e le loro maestre. A tutti sono state donate bandiere tricolori formato 70x100, affinchè una volta tornati a casa possano, come ha espresso più volte il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, appenderla ai balconi, fieri di essere italiani. «L’augurio che voglio estendere a tutti è che si possa festeggiare questa ricorrenza non solo domani – ha detto il sindaco Brunetti – ma che continui per sempre. E che sia di monito perchè torni la pace dove si combatte». Paolo Biancardi

Il vecchio cinema parrocchiale diventerà un salone polivalente

Richiesta contributi

Entro il 31 marzo Il 31 marzo prossimo è la data di scadenza per presentare la richiesta di contributi al Comune da parte di associazioni sportive o gruppi, Comitati per festeggiamenti, Pro-Loco, Gruppi promotori attività folkloristiche, turistiche e commemorative, Gruppi donatori di sangue, Gruppi donatori di organi operanti nel territorio comunale, Circoli ricreativi e culturali esistenti nel territorio comunale, Consorzi (di cui non fa parte il Comune, ma operanti nel territorio), Bande musicali, Corali, Scuole ed Asili privati, Scuole dell’obbligo, Enti morali, Istituzioni religiose, comunità ed associazioni per attività a carattere sociale-religioso, così come previsto dal regolamento comunale disciplinante la concessione di contributi.

VOTTIGNASCO

CAVALLERLEONE

La celebrazione dei 150 anni dalla nascita del nostro Paese

Giacosa: «Esponete il tricolore sulle vostre case»

Sinistro sulla provinciale

Rumeno positivo all’etilometro Domenica scorsa, 13 marzo, alle ore 14, a Vottignasco, sulla strada provinciale n. 156 che collega Vottignasco a Villafalletto si è verificato uno scontro tra due due veicoli. Si tratta di un furgone Peugeot Expert, di cui il guidatore, un cittadino rumeno, aveva perso il controllo ed una Mitsubishi Colt condotta da un signore italiano, sulla cinquantina, e residente nel comune di Costigliole Saluzzo. Sul posto è inter-

venuta una pattuglia dei Carabinieri della Compagnia di Savigliano che, viste le condizioni del conducente del furgone, decideva di sottoporlo a più approfonditi accertamenti etilici: questi davano risultato positivo e al rumeno veniva ritirata la patente, con successiva segnalazione all’Autorità giudiziaria. Fortunatamente per il conducente della Mitsubishi tanto spavento, ma nessune lesione riscontrata.

dicendo che le fiabe che sono state proposte – “Cappuccetto rosso” e “I tre Porcellini” – hanno come temi comuni il comportamento del bambino e le reciproche paure. Attraverso queste fiabe scoprono quali realmente sono i corretti comportamenti dei personaggi associandoli ad essi stessi, incamerando quali possono essere i rischi nel non rispettare le regole di vita comportamentale. Prosegue Claudia, spiegando come il progetto “Il mondo

delle Fiabe” preveda il racconto, la conversazione, la drammatizzazione e la costruzione dei vari personaggi e la costruzione di plastici quali il bosco e le rispettive casette. Proprio durante il carnevale i bimbi hanno realizzato il costume da porcellino spugnando le maglie (tra l’altro offerte dalla Cassa di Risparmio sempre sensibile alle necessità della struttura) che poi sono state portate a casa il venerdì prima di carnevale. Insomma – concludono le maestre – «il nostro asilo permette ai bambini di inserirsi nel mondo del futuro senza pregiudizi e senza timore di affrontare responsabilità al di sopra delle proprie capacità cognitive, perché rilascia quegli stimoli necessari che resteranno loro inculcati come valori nel proseguo della loro vita futura». E noi ne siamo convinti vedendo con quale amore e serietà seguono i piccini che si sentono come a casa propria….. lo si legge nei loro vispi occhietti! Renzo Otella

Il sindaco Giampiero Giacosa

Anche Cavallerleone celebrerà, nel suo piccolo, il centocinquantesimo anniversario del-

l’Unità d’Italia. Come ormai tutti sanno, giovedì 17 marzo, data in cui nel 1861 nacque ufficialmente il Regno d’Italia, sarà festa nazionale. Il nostro Comune ha organizzato, per tale giorno, una mattinata interamente dedicata alla celebrazione dell’importante evento. Ci si ritroverà alle ore 9.30 in piazza per la S. Messa nella chiesa parrocchiale; in seguito, alle 10.30 circa, di fronte al municipio, tutti i rappresentanti delle forze armate presenzieranno all’alzabandiera, sulle note dell’Inno di Mameli. Subito dopo i presenti si raduneranno nel salone del Palazzo Balbo-Ferrero, presso cui si terrà una piccola conferenza sulla storia dell’Unità d’Italia, cui prenderanno parte, quali relatori, il professor Fabio Ales-

so, docente di storia e letteratura italiana, e Davide Damilano, esperto di lingua, cultura e storia del Piemonte. La mattinata si concluderà con un rinfresco offerto dell’Amministrazione comunale. Il sindaco Giampiero Giacosa lancia un appello a tutti i cavaller-

leonesi: «invito tutta la popolazione alla cerimonia; inoltre sarebbe bello che, per celebrare questa ricorrenza, tutte le famiglie di Cavallerleone esponessero, per la giornata del 17 marzo, il tricolore sulle proprie abitazioni». Gianluca Gianoglio

Deceduta “Giuanina” Paschetta Si è spenta all’alba di domenica scorsa, dopo una repentina agonia, Giovanna Paschetta vedova Peretti, nota in paese come “Giuanina”. Ottantasei anni, vedova da una decina d’anni del marito Biagio Peretti, lascia tre figli, numerosi nipoti e una bis-nipote. Ha affrontato, grazie alla sua proverbiale forza d’animo, i problemi di salute che, data l’età, inevitabilmente si presentavano. Si è arresa solo negli ultimi giorni, tanto che la notizia della sua morte ha colto quasi di sorpresa la comunità. Alla famiglia, sentite condoglianze della redazione de “Il Saviglianese”.


genola

TEATRO

Ancora uno spettacolo per la rassegna in piemontese

Può attendere il Paradiso? Entusiasmo e simpatia ha riscosso la seconda proposta teatrale di venerdì 11 marzo che ha visto calcare il palco la compagnia teatrale “D’la Vila di Verzuolo” con “Son trova-me … en paradis”. Si tratta di una commedia in tre atti ispirata da “Il paradiso può attendere” di Harry Segall. Una storia che narra di Giorgio Pellegrini, in arte Joe che fa l’attore ed è stato ingaggiato come protagonista di una commedia brillante. Motivo che porta a festeggiare col suo manager Max il quale muore improvvisamente. Una volta giunto in Paradiso scopre che è morto prima del tempo a

VIABILITÀ

causa di un capriccio della Zia Olivia già trapassata in precedenza. Ha inizio dunque un travagliato iter burocratico ultraterreno per riportarlo sulla terra. Essendo stato cremato c’è necessità di trovare un nuovo corpo: quello di Leo spregiudicato uomo d’affari. Subentrano ulteriori fastidi con la moglie di Leo che complotta con l’amante ed un innamoramento improvviso con Amanda. Insomma una situazione complicata dai risvolti comici e sentimentali con un romantico ed inatteso lieto fine che lascia spazio a magia e al surreale. Il pubblico si è divertito ed è stato omag-

IN BREVE Down D’Oc

Dedicata a Trisomia 21

Primo Soccorso pediatrico

Nuovo appuntamento Con i D’la Vila di Verzuolo “Son trova-me ... en paradis”

giato con un delizioso dolcetto. Il prossimo appuntamento è per venerdì 25 marzo con l’ultimo

appuntamento del palinsesto teatrale. Stefania Aimetta

Per lavori chiude 24 ore la strada per Levaldigi tolari, la esecuzione dei banchettoni per la posa della barriera stradale guardrail e la bitumatura del tratto interessato. Il traffico proveniente da Savigliano in direzione Cuneo sarà deviato a Genola lungo la provinciale 428 verso Fossano e poi lungo la provinciale 192 verso Levaldigi per reinstradarsi poi sulla provinciale 20. Il traffico proveniente da Cuneo verso Savigliano verrà deviato a Levaldigi lungo la provinciale 192 verso Fossano e poi a Fossano sulla provinciale 428 verso Genola per rimettersi ancora sulla provinciale 20. Per ricordare agli automobilisti la chiusura della strada, precedentemente verranno affissi dei

19

Il 21 marzo è la giornata mondiale della Sindrome di Down, chiamata Trisomia 21. Ecco perché l’Associazione Italiana Persone Down di Savigliano, Fossano e Saluzzo ha scelto tale data per fissare questa importante ricorrenza. A livello locale la giornata evocativa sarà anticipata a domenica 20 marzo dove verrà proposto “Down D’Oc”. L’iniziativa si terrà dalle 15 alle 18 presso il Bar La Cittadella in via Castello 16: animazione e buffet con danze occitane e musica dal vivo. Per informazioni telefonare allo 0172.648130.

La circonvallazione è stata inserita tra le tre priorità della Granda

Giovedì 24 marzo sarà chiuso al traffico un tratto della strada provinciale n. 20 – la GenolaLevaldidi – dalle 5 del mattino fino alle 24 (comunque fino al termine dei lavori). La chiusura si è resa necessaria per il cedimento strutturale di un vecchio ponticello esistente su un rio all’altezza della strada comunale che collega Levaldigi e via Garaita di Genola. I lavori, eseguiio dalla ditta Bruno Crosetti di Revello, prevedono la demolizione totale dell’attuale ponticello in mattoni e cemento ad arco con rispettivi muri d’ala e la ricostruzione in scatolari in cemento armato prefabbricato, la risagomatura delle scarpate del fosso, la costruzione della nuova soletta sugli sca-

giovedì 17 marzo 2011

cartelli con le indicazioni delle deviazioni dei percorsi. Per qualsiasi informazione è possibile rivolgersi agli Uffici Tecnici della Provincia al numero 0171.445235. Ricordiamo, però, che i lavori potranno esssere eseguiti esclusivamente con condizioni meteo favorevoli: in caso contrario i lavori saranno rimandati al giovedì successivo. «Mi auguro – ha detto il vice presidente ed assessore provinciale alla Viabilità Giuseppe Rossetto – che questa sia solo la premessa a successivi e consistenti lavori sulla tratta stradale, sia per quanto riguarda provinciale 184 Fossano-Levaldigi, sia per la soluzione del nodo viario di Genola». Proprio su questo nodo, il futuro, do-

po anni di vane attese, sembra roseo: la variante – quotidianamente attraversano Genola quasi 12 mila veicoli – è stata inserita tra le prime tre priorità del cuneese. «La circonvallazione rappresenta una condizione inderogabile per ricucire la divisione verticale interna al paese – spiega il sindaco Gianfranco Capello –. Siamo convinti del tracciato ipotizzato, un percorso a raso intervallato da due rotatorie per ragioni di sicurezza e di incanalamento del traffico. La nostra particolarità è che non abbiamo all’interno del territorio comunale degli attraversamenti ferroviari e ciò è anche un vantaggio in termine di impegno finanziario richiesto per l’opera». Paolo Biancardi

Il successo riscosso dai due appuntamenti del corso di Primo Soccorso Pediatrico, ha spinto l’associazione dei genitori “In Cortile” a proporre una terza lezione che si terrà mercoledì 30 marzo alle 20.30. Si approfondiranno le tematiche riguardanti ferite e ustioni: istruzioni su come comportarsi.

Corso di decoupage

Al Centro pensionati Giovedì 24 marzo appuntamento presso il Centro pensionati con il corso di découpage organizzato e curato dalla cartoleria Minni di Fossano e la collaborazione di “Antonella Fiori”. Per informazioni su questa simpatica iniziativa che vuole dare spazio all’estro e all’arte di ognuno di noi, telefonare allo 0172.689038.

Incontro pastorale sull’acqua

Si svolgerà all’oratorio di Cervere Sabato 19 marzo alle ore 20.45 presso il Salone dell’oratorio di Cervere avrà luogo l’incontro della zona pastorale sul tema dell’acqua. Saranno coinvolte le comunità parrocchiali di Genola, Cervere, Levaldigi, S. Antonio Baligio, San Lorenzo, Grinzano, Montarossa, Tagliata, Loreto, Salmour.

Serata sulla Quaresima

Approfondimento e riflessione La comunità parrocchiale propone una serata di approfondimento e di riflessione per la Quaresima. L’incontro, dal titolo “Il racconto della Morte e Risurrezione di Gesù secondo Matteo”, si svolgerà martedì 22 marzo alle ore 20.45 nel Salone Parrocchiale.


20

marene

giovedì 17 marzo 2011

CARNEVALE

La sfilata dei bambini ha lasciato uno strascico

Coriandoli con... polemiche I travestimenti dei più piccini al baby parking

IN BREVE Centro anziani

Il Carnevale, con i suoi colori e la sua gioia, ha portato momenti di allegria ai bambini e agli adulti. Non solo all’Oratorio, di cui abbiamo dato conto nello scorso numero , ma anche al baby parking “Il mondo di Nais”, per le strade del paese e delle frazioni e, a sorpresa, anche alla Casa di Riposo “Don Rolle”, dove gli anziani ospiti hanno festeggiato alla grande il Carnevale insieme ai complean-

ni dei nati a gennaio, febbraio e marzo, gioiosamente animati dal personale e dai preziosi volontari. Purtroppo quest’anno la sfilata ha lasciato una coda polemica riguardante le votazioni dei costumi più belli. Come sempre, a rimetterci sono gli stessi bambini forse, troppe volte, contagiati dalla “vis” dei propri genitori. Nelle lettere, dopo i ...fans di Spongebob, i ...fans dell’organizzatore.

Le tante maschere colorate di frazione Rolle

Mimose e “pizza in compagnia”

Il presidente Franco Caraffini dona mimose alle signore presenti Anche per gli anziani della casa di riposo divertimento e allegria

Quale bambina si riconosce?

Martedì 8 marzo il Centro Incontro Anziani ha festeggiato le signore tesserate con una “pizza in compagnia”, organizzata in occasione della festa della donna. Durante la serata il presidente Franco Caraffini ha regalato profumate mimose a tutte le signore intervenute.

TEATRO

Ricordata Chiara Lubich

Ricordando Federica, “Oscar e la dama in rosa”

Cittadina onoraria dal 2002 Durante la Santa Messa di domenica 13 marzo delle ore 11 è stata ricordata la fondatrice del Movimento dei Focolari Chiara Lubich nel terzo anniversario della sua morte. Chiara Lubich, che dal 2002 è cittadina onoraria di Marene per “l’impegno profuso al servizio della pace e della solidarietà umana”, è stata inoltre la protagonista dell’incontro di lunedì 14 marzo (giorno dell’anniversario) nell’aula magna dell’Oratorio. Durante la serata è stato proposto un altro frutto del Carisma di Chiara Lubich, “La Parola di Vita”, concreta ed efficace forma di evangelizzazione all’interno della comunità locale. L’incontro è stato inoltre l’occasione per ricordare la giovane Beata Chiara Luce Badano.

Rispristinato Internet

Alla Biblioteca Alla biblioteca sono stati ripristinati sia il servizio Internet che la linea telefonica, che la scorsa settimana erano stati momentaneamenti sospesi a causa di problemi tecnici. Gli utenti ora possono prenotarsi per l’utilizzo del computer sia telefonando che recandosi direttamente nella sede di via Marconi.

Itinerari marenesi

Progetto con cartina e pieghevoli La Giunta ha approvato la realizzazione di un intervento volto alla promozione e alla conoscenza del territorio comunale, chiamato “Itinerari marenesi”. Il progetto prevede la stesura di una cartina esplicativa, poi stampata in 3000 copie e in altrettanti pieghevoli (gratuiti entrambi perché offerti dalla Litostampa Astegiano), pannelli illustrativi e frecce direzionali. Il progetto, per un totale di 5.000 euro (ma si spera ancora in contributi dell’ultima ora), sarà finanziato coi proventi delle concessioni edilizie. Probabilmente in maggio sarà organizzata una camminata per inaugurare ufficialmente gli “itinerari marenesi”.

Cremazione dei defunti

Contributo di 200 euro Una delibera di Giunta ha soppresso dallo scorso 1° gennaio la tariffa comunale per il servizio di cremazione (100 euro) e riconosce, per tutto l’anno, un contributo unico di 200 euro al famigliare più prossimo di un defunto residente a Marene che si sia avvalso del servizio di cremazione. Chi volesse rivolgersi al Consorzio intercomunale di cremazione per avere tale servizio dovrà corrispondere direttamente alla società la somma di 450 euro.

Nuovo bocciodromo

Oltre un milione il costo totale È stata approvata la contabilità finale per i lavori di costruzione del nuovo bocciodromo: sono stati spesi in tutto 1.090.422 euro, con un’economia di 6.480 euro.

Il testo di Schimtt ha chiuso il ciclo “La voce del silenzio”

Sabato 12 marzo, presso il salone dell’Oratorio, la Compagnia Anna Bolens ha messo in scena lo spettacolo teatrale “Oscar e la dama in rosa”, tratto dall’omonimo racconto di Eric-Emmanuel Schimtt. Lo spettacolo chiudeva la rassegna “La voce del silenzio”, promossa dall’associazione di genitori “L’Airone” e dal Centro Federica Pelissero, che ha toccato le città di Manta, Saluzzo e Piasco. Il pubblico è intervenuto numeroso, a riprova del grande affetto dei marenesi per Federica e della volontà di continuare ad onorarne la memoria. Ad introdurre la serata sono stati il vice sindaco Roberta Barbero e i rappresentanti dei Comuni di Saluzzo e Manta; al termine della rappresentazione sono intervenute Silvia Simionato, mamma di Federica, e la dott.

Marina Dabbene. Quest’ultima ha posto l’accento sulla «grande capacità dei bambini di vivere il presente», pur nella malattia, come «grande insegnamento per noi adulti! Ho avuto l’onore di accompagnare Federica in particolare negli ultimi mesi e questa capacità di vivere l’istante presente era straordinaria. Ha avuto una grande sofferenza, ma non appena il dolore cessava o si attenuava con la medicina, subito un sorriso illuminava il suo volto». A concludere la rassegna “La voce del silenzio” è stata Silvia Simionato, che ha condiviso la sua esperienza di vita con i presenti in sala: questa mamma ha raccontato di aver letto “La dama in rosa” alla figlia perché «diceva esattamente quello che avevo io in mente in un modo semplice, persino allegro e simpatico. Allora l’ho letto a Federica e quando le ho chiesto se le era

FAMIGLIE La Capanna dei Birbanti aggrega

Cosa serve alla ludoteca? La Capanna dei Birbanti si propone non solo come importante centro aggregativo per le famiglie, ma anche come luogo di riflessione e slancio educativo. In questo senso la ludoteca organizza, sabato 26 marzo alle 18.45, un aperitivo, con l’obiettivo di incontrare i genitori ed informarli sulle iniziative legate alla “Capanna dei Birbanti”. L’appuntamento fa seguito alla riunione svoltasi alcuni mesi fa tra gli operatori della ludoteca, le volontarie e i genitori e si pone obiettivi non solo di tipo aggregativo, informativo e di coinvolgimento, ma anche ludico, perché ci sarà ampio spazio per i bambini. Saranno allestiti nel bar dell’Oratorio due tavoli: il primo illustrerà le attività della ludoteca (con il materiale prodotto dai bambini durante i laboratori e alcuni dati sulla frequentazione dello spazio), il secondo sarà il luogo del “perché i genitori devono riunirsi per riflettere e agire?”. Sul tavolo i partecipanti troveranno materiale informativo sulle esperienze di genitori di altre città, che hanno deciso di unire le forze in virtù di un fine comune: l’idea non è quella di “consegnare” ai genitori una forma di aggregazione precostituita, ma piuttosto di dare loro modo di decidere come incontrarsi, di trovare un “collante”, uno scopo che li unisca, e scegliere, perché no, la strada dell’associazionismo. «Si è pensato ad un incontro molto rilassato – spiegano gli organizzatori – nel quale, tra genitori, si possa trovare un argomento che appartenga a tutti e che susciti il desiderio di realizzare qualcosa insieme. L’apertura straordinaria della ludoteca permetterà di lasciare i bambini a giocare tra loro e con le animatrici, consentendo ai genitori di dialogare in tutta calma. Se avete voglia di pensare con noi a cosa è utile per le famiglie marenesi e per la ludoteca, venite a prendere l’aperitivo!».

Federica Pelissero

piaciuto lei ha alzato il pollice». Ma quale parallelo c’è fra due storie di sofferenza apparentemente così diverse? «Fra Oscar ed i suoi genitori c’è stata incomunicabilità causata non dalla mancanza di af-

EVENTO

fetto, ma dalla paura di affrontare la situazione. Anche fra noi e Federica c’è stata incomunicabilità, anche se nel nostro caso era dovuta al fatto che lei non riusciva più a parlare. Noi le leggevamo dei libri, storie o poesie, ascoltavamo musica, a volte le cantavo delle canzoni, le stavamo anche solo vicini in un silenzio intervallato da baci e carezze. Ma in certi momenti sentivo che queste cose non bastavano: lei era immobile, ma cosciente». Come un dono arriva “La dama in rosa”, con la sua “semplicità e leggerezza”. Silvia ci dice di aver «subito sperato che questo spettacolo si potesse fare a Marene, perché per me questo libro ha un significato particolare e poi è stato un bel modo di onorare Federica tra il 7 marzo, giorno del suo anniversario, e il 14 marzo, giorno del suo compleanno». Albina Ambrogio

Bandiere, coccarde, fiocchi e vetrine

Viva il tricolore italiano I marenesi hanno accolto con entusiasmo l’invito del Consiglio comunale dei ragazzi di “ideare, nella settimana dal 14 al 20 marzo ed in particolare il 17 marzo, la giornata di festa nazionale, un addobbo tricolore”. Ed ecco che, a sorpresa, il paese si è colorato di verde, bianco e rosso, i colori del vessillo italiano: come per incanto, sono apparse bandiere, coccarde, fiocchi, composizioni Un tricolore tra i ..quarti di bue floreali, vetrine dei negozi ispirate da un’inaspettata la fantasia. A spiccare, fra tutti, il “tricolore per l’Unità” realizzato dai bambini e dalle maestre della scuola primaria che è stato apposto su tutte le finestre esterne delle aule, e l’illuminazione notturna della Torre civica, uno degli edifici marenesi più antichi, che per l’occasione si è “vestita” di bianco, rosso e verde. Al.Am.


GIOVEDÌ 17 MARZO 2011 IL SAVIGLIANESE 21


22

giovedì 17 marzo 2011

BREVI DA CARAMAGNA Cineforum

“Gran Torino” con Clint Eastwood Penultima proiezione del Cineforum nel Cinema Teatro.Verrà proposto giovedì 17 marzo, alle ore 20.45, “Gran Torino”, il film interpretato e diretto da Clint Eastwood. Chiuderà la rassegna dei film d’autore “Noi credevamo”, il film di Martone che è ispirato al 150° dell’Unità d’Italia, giovedì 24 marzo. La tessera completa costa 15 euro, la singola proiezione costerà 5 euro (3 euro ridotti). Prenotazioni e informazioni presso il Municipio, allo 0172.89004.

Karaoke

Con la Pro Loco Karaoke e balli di gruppo, sabato 19 marzo alle ore 21 al Salone Polivalente di piazza Boetti. Con la collaborazione della Pro Loco si canterà e danzerà sui ritmi liscio e dance anni 70/80; la serata è animata da “Musicandre” e Gianni Zappino. L’ingresso è di 5 euro a persona.

“La guerra delle donne”

Un grazie da Milly Emanuel Un folto pubblico ha seguito con attenzione e partecipazione “La Guerra delle donne”, lo spettacolo proposto dal laboratorio teatrale dell’Unitre sabato scorso. «Voglio ringraziare del calore con cui ci hanno accolto tutti i presenti e le associazioni che hanno sostenuto la serata – ha dichiarato Milly Emanuel che dello spettacolo è stata l’anima –. Sono soddisfatta di come le allieve attrici hanno tenuto la scena, alcune erano alla prime esperienze. Bene anche l’accompagnamento musicale e l’esibizione dei ballerini. Ringrazio anche i tecnici e il sindaco che ha voluto introdurre la serata con un suo intervento». Alla fine dello spettacolo-rievocazione è stato donato a tutte le donne presenti un mazzetto di mimose.

Pasta e basta

Menù con 4 “sfiziosi” primi Il Gruppo Giovani vi invita ad una serata di "Pasta e basta” che si terrà sabato 26 marzo, alle ore 20, presso il Palazzetto dello Sport di Strada Carmagnola 5. Il menù prevede 4 portate con sfiziosi primi, dolce e caffè. Quota di partecipazione: 16 euro; bambini fino a 6 anni gratis, dai 7 ai 10 anni 8 euro. Sarà presente un servizio bar nel corso della serata. Dopo la cena, festa con Dj set Spillo & Bris (ingresso libero). Per prenotazioni e informazioni ci si può rivolgere presso: Panetteria Aria, Macelleria Bono,Tabaccheria Bertero e Palestra Ingame entro e non oltre sabato 19 marzo.

CARAMAGNA

caramagna - murello

CARAMAGNA

Vittima una coppia di 54enni carmagnolesi

Un’auto finisce nel lago Fatale incidente nella notte tra venerdì 11 e sabato 12 marzo nei pressi di Caramagna. Vittime due coniugi di Carmagnola, entrambi di 54 anni: Cosmo De Caro e Lidia Gabriele. La loro Jaguar X-Type è finita nel laghetto artificiale che è all’interno del ristorante “Il lago dei Salici” e sono morti rimanendo imprigionati nella vettura. Cosmo De Caro, accompagnato dalla moglie Lidia, si stava recando a Savigliano a prendere, per riportarlo a casa, uno dei tre figli, Roberto, di 20 anni. L’ipotesi più accreditata è che il marito – al volante dell’auto – giunto alla rotonda che sulla strada Reale permette anche di entrare in Caramagna, potrebbe essersi sbagliato ed aver preso l’uscita che immette direttamente al parcheggio del ristorante. Tant’è che la Jaguar

CARAMAGNA

Sono intervenuti una gru dei pompieri e i sommozzatori (foto di repertorio)

ha tirato dritto, ha urtato contro una palizzata in legno alta due metri riuscendo a sfondarla, ed è caduta nel lago, anche perchè la riva non è molto lontana dalla palizzata stessa. Nulla da fare per la coppia, nonostante il figlio, non vedendoli arrivare all’appuntamento e non ottenendo alcuna risposta

al cellulare, avesse avvertito immediatamente i Carabinieri. L’atroce scoperta in mattinata, quando uno dei proprietari del ristorante si è accorto della palizzata divelta e di tracce di pneumatici fin dentro il lago. Venivano immediatamente allertati i Vigili del Fuoco di Cuneo, Saluzzo e Savigliano

che, grazie ad una telecamera subacquea, riuscivano a rintracciare, a 7 metri di profondità ed ad una quindicina dalla riva, la Jaguar. Interveniva da Milano il Nucleo sommozzatori a cui toccava fare la macabra scoperta. La vettura è stata, poi recuperata, con la gru dei Vigili del Fuoco del Comando provinciale. Abitavano a Carmagnola i De Caro: lei casalinga, lui magazziniere e tuttofare all’azienda alimentare “Di Vita”. Oltre a Giovanni, hanno altre due figli maschi, Paolo di 26 anni, ed Andrea di 17. Le indagini sono svolte dai Carabinieri di Savigliano e Racconigi che devono accertare la dinamica esatta: a quanto è dato sapere non hanno trovato nè frenate nè sbandate. Paolo Biancardi

Si inaugura la sala consigliare restituita al suo antico splendore

Gli appuntamenti per la nascita dell’Italia unita L’antica sala consigliare, restituita al suo splendore, sarà inaugurata la sera del 16 marzo, in occasione delle celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Grazie ai lavori eseguiti dalla “NelsonRestauri” torneranno a brillare sia il cielo della volta con vasi di fiori e magnifici uccelli fatto affrescare nel 600 dalla Marchesa Oseglia di Varisella; che la tappezzeria su carta delle pareti, che racconta una fuga d’a-

more su un paesaggio montano. Sono stati riportati alla luce i decori del basamento, ricoperti da più strati di imbiancatura. Rimessi a nuovo anche i sovrapporte “cinesi” e le porte settecentesche ed alcuni arredi. «Il Comune ha potuto realizzare tutto questo grazie ad un importante contributo della Compagnia di San Paolo per gli affreschi e della Fondazione Cassa di Risparmio di Torino per porte ed arredi, che ringrazio di cuore» –

Ad opera di Renato Gallo

Rimessa a nuovo la campana Gli affreschi e la tappezzeria restaurati nella sala consiliare

MURELLO

ha dichiarato il sindaco Mario Riu –. Con le celebrazioni del 150° provvediamo all’inaugurazione. Ricordiamo anche il nostro Luigi Ornato, che fu tra i protagonisti delle vicende patriottiche del 1821, fino all’esilio con Santorre di Santarosa. E nel 1821 il Municipio si trasferì nella sede attuale, acquistata dagli Oseglia». A Luigi Ornato, patriota e filosofo, sarà dedicata la Biblioteca Civica, e sarà scoperta una lapide sulla sua casa natale, nella via che già porta il suo nome, a ridosso del Municipio; una targa ricorderà anche le Scuole Elementari già a lui intitolate. Una serata intensa, quindi, quella di mercoledì 16 a cui tutta la cittadinanza è invitata: il ritrovo è alle 20.45 davanti al Municipio, accompagnati dalla Banda Musicale di Racconigi. Si inizierà con l’Onore ai Caduti e, dopo le inaugurazioni, ci sarà il discorso ufficiale. Chiuderà un ricco “rin-

La torre medievale col tricolore

fresco tricolore”. Intanto è stato allestito un “totem” a fianco della rotonda all’ingresso del paese con la scritta “da 150 anni l’Italia è unita!”, mentre un grande tricolore sventolerà dalla Torre medievale e il Gruppo Alpini imbandiererà il centro del paese.

La rete alzata da alcuni volontari della Protezione civile

Recintato il fontanile Calandra contro i rifiuti Renato Gallo sul tetto della cappella Madonna di Campagna

Il ceppo portacampana della Cappella “Madonna di Campagna” è stato rimesso a nuovo. Il lavoro è stato svolto volontariamente da Renato Gallo, che abita dirimpetto la chiesetta alla periferia del paese, verso gli impianti sportivi. L’impresa edile Ponzone ha collaborato alla risistemazione: iniziano così i lavori che, per impegno del cantun,

nei prossimi mesi ridaranno lustro alla Cappella dedicata all’Assunzione, costruita nel 1580. La leggenda vuole che un venditore di statue, soffermandosi in quel luogo, non potesse più portare via un bassorilievo di Madonna. Così in quel luogo venne costruita la chiesa e la scultura è ancor oggi murata nel lato sinistro esterno. I volontari della protezione civile al lavoro per recintare il fontanile Calandra

Così si presenta il ceppo portacampana rimesso a nuovo

Rifiuti di ogni genere, gettati a terra con noncuranza, tra la vegetazione che circonda il fontanile Calandra, in direzione Ruffia. Questo lo scenario che da tempo si presentava ai murellesi che si trovavano a passar di lì. Vani gli sforzi congiunti dell’amministrazione locale, delle associazioni di volontari, del corpo forestale, nel tentativo di porre fine a que-

sta abitudine. Il cartello che intima il divieto di discarica abusiva era costantemente ignorato, cosicchè si è arrivati all’estremo rimedio: recintare l’area. Lo scorso 8 marzo, alcuni volontari della protezione civile hanno lavorato per ripulire la zona e hanno alzato una rete per impedire a chiunque di avvicinarsi al fontanile. «È un dispiacere e soprat-

tutto una sconfitta dover recintare un’area per impedire che

vi si gettino rifiuti» ci dicono gli amministratori comunali che hanno preso la drastica decisione. E ancora: «è una sconfitta dover constatare che nonostante le numerose campagne per la raccolta differenziata, l’attuazione del servizio di raccolta porta a porta, la possibilità di usufruire dell’isola ecologica presso il comune di Moretta, ci siano ancora individui privi di responsabilità nei confronti dell’ambiente in cui vivono». Silvia Godano

I rifiuti di ogni genere gettati a terradall’inciviltà della gente


giovedì 17 marzo 2011

23

Un corteo per le vie della città

ITALIA

150 Il sindaco Tosello e l’Anniversario dell’unità d’Italia

«Un’occasione per riflettere»

Tante bandiere tricolori ai balconi ed alle finestre del Palazzo comunale

Il sindaco Adriano Tosello può vantare di aver vissuto due significativi anniversari legati all’Unità d’Italia: il centenario di “Italia 61” ed ora i 150 anni. Se il primo era stato caratterizzato dal progresso economico e culturale, da un positivo fermento religioso e da una situazione politica più stabile, i 150 anni si celebrano con tanti problemi che assillano l’Italia, dalla crisi occupazionale, alla frammentazione politica… L’invito del primo cittadino di Racconigi, in occasione di questo passaggio storico, è dunque quello di “fermarsi a riflettere”, cogliendo i lati positivi che ci offre la nostra Italia.

ITALIA

Come si pone, come sindaco, nell’anniversario dell’Unità d’Italia? «Penso che questa, più che un momento di manifestazioni, debba essere un'occasione di riflessione per tutti. Siamo di fronte ad un caos che sta scuotendo la nazione. Occorre fermarsi a ragionare». In particolare a cosa si riferisce? «Ë un errore guardare l’Unità d’Italia come un brutto male. È invece necessario soffermarsi sul fatto che siamo una nazione, con i suoi pregi ed i suoi difetti, considerare che i tempi grami non sono finiti, lavorare e ragionare.

Non illudiamoci che il federali- talia? «Diversi sono i personaggi smo possa risolvere ogni probledella nostra città che hanno cama». Con i 150 anni anche il fe- ratterizzato il Risorgimento, coderalismo municipale è di- me Carlo Maria Fransero, scrittore e giornalista. Suo nonno era ventato legge... «Io che sono federalista ri- stato uno dei fondatori della sotengo che i Comuni debbano es- cietà Bacologica di Racconigi. Misere messi in condizione di svol- chele Ceriana Mayneri, per molgere fino in fondo il proprio ruo- to tempo sindaco della città, uno lo: debbano cioè avere un’auto- dei nove fondatori della Fiat.Tranomia che non vedo in questa scorse gli ultimi anni della sua viriforma fiscale. Avevamo l’Ici e ci ta nell'amata Villa Berroni. Micheè stata tolta: era una tassa che i langelo Castelli, legato a Cavour, sindaco di Racconigi e cittadini pagavano senatore del Regno». e su cui potevano 1961-2011: cosa giudicarci. Ora diè cambiato? pendiamo da Ro«Allora frequentama, dal governo vo il liceo. A Torino centrale. Se decide c’era “Italia 61” . Eradi stringere i rubivamo andati a visitare netti, cosa che sta l'Esposizione internafacendo, noi siamo zionale, la monorotaia, costretti a ridurre l’ovovia che portava a i servizi oppure a Cavoretto, il circorachiuderli. Una cosa certa è che il fedeIl sindaco Tosello ma...Trovo che oggi viviamo in una società ralismo porta alpiù egoistica, abbiamo più paura l’aumento di nuove tasse». Quali sono i racconigesi di perdere la sicurezza, i valori che hanno contribuito alla stessi sono più effimeri». Beatrice Becchis realizzazione dell’Unità d’I-

150 La minoranza accusa l’assessore Oderda di non aver spostato il mercato

Tra le bandiere spuntano le polemiche loro che ne hanno fatto richiesta presso la sua consigliere Cavallo –. Gli abbiamo anche fatto filiale. presente che il regolamento comunale prevede, olC’è anche stato un “furbetto” che, non es- tre allo spostamento, anche la sospensione del mersendo riuscito a procurarsi il tricolore, ha pen- cato. Inutilmente. Probabilmente le indicazioni di sato bene di rubarne snobbare la festa, impartite dalla nostra fulgiuno appeso fuori da un da guida provinciale Gianna Gancia, hanno trosupermercato cittadivato anche qui terreno fertile». no. Adesso quella ban«Ci si poteva ben fermare per un giorno – diera sventolerà su incalza Giacomino Rosso –. L'anniversario un’altra asta, ma è un dell'Italia unita è un evento che non capita tutepisodio su cui si poti i momenti. Sono decisioni che andavano pretrebbe riflettere; se in giunta, invece l’argomento è stato affronIl Pd ha regalato 300 bandiere ai racconigesi Piene di bianco, tato con superficialità. I cittadini si aspettavaro s s o In piazza degli Uomini no un segnale istituzionale. Però attenzione: se Giorno dopo giorno, la città è e veri banchi non si sono potuti spostare in questa andata tingendosi di bianco, rosso de molte vetrine di negozi, ri- occasione, non si potranno nemmeno spostare per e verde. Molte le bandiere che svenstoranti e botteghe artigiane. altre manifestazioni». tolano su aste improvvisate o regaQualcuno ha ricordato l’anniL’assessore Oderda non accetta le accuse e lano un tocco di colore a finestre e versario con una semplice coc- ribadisce di credere nella festa dell’Unità d’Itabalconi. Il Comune ha provveduto carda, un nastrino, un abbina- lia: «Mi sono allineato alla decisione degli assessoad addobbare le piazze e le vie del mento di colori, altri hanno fat- ri regionali in base alle quali negozi e mercati amcentro storico. Al resto ci hanno to le cose in grande, come te- bulanti potevano esercitare, come succede nelle fepensato i comuni cittadini con tristimoniano le foto che pubbli- ste di Natale e Pasqua – afferma –. Inoltre c’era colori vecchi e nuovi, qualcuno riechiamo. un’autorizzazione per la permanenza del Luna sumato da trionfi calcistici, altri acE mentre le bandiere sven- Park fino a giovedì 17 marzo. Abbiamo lavorato quistati o avuti in omaggio. tolano i loro colori proclaman- tanto per rivitalizzare il centro storico e queste soSono andate letteralmente a ru- Il direttore CRS Ambrosino do l’Unità d’Italia, dietro l’an- no le occasioni in cui il paese è vivo se ci sono gli ba le bandiere offerte dal Partito golo scoppia una polemica. So- esercizi aperti. Invece a Racconigi, a differenza di alDemocratico giovedì e sabato scorsi in piazza spendere o non sospendere lo svolgimento del tri Comuni, vogliamo tenere chiuso». San Giovanni: dovevano essere 150, sono sta- mercato di giovedì 17 marzo? Il dilemma ha diE sulle celebrazioni cosa pensa? «Un anno te raddoppiate e non sono ancora bastate a viso maggioranza e minoranza. fa mi ero attivato per ottenere finanziamenti per soddisfare tutte le richieste. Grande successo «Credo che l'Amministrazione comunale di Rac- organizzare questa ricorrenza. Credo molto nelle anche per l’iniziativa della Banca CRS, che da conigi abbia peccato fortemente in mancanza di potenzialità dell’Italia, ritengo che sia una nazione lunedì scorso ha donato un tricolore a tutti co- programmazione e in sensibilità non riuscendo ad che abbia molte cose ancora da dire sia al mondo evitare che, in concomitanza con le celebrazioni economico che a quello culturale. E propongo che del 17 marzo, si svolgesse anche il mercato del gio- ogni classe si munisca del tricolore per fare comvedì mattina» denuncia Melchiorre Cavallo. prendere maggiormente ai giovani il senso di apA seguito delle proteste della minoranza partenenza alla Patria.Viva questa festa!». mercoledì 9 marzo era stata convocata la comb.bec. missione consigliare che, all'unanimità, si è espressa per anticipare il mercato al mercoledì. Il giorno dopo però l’assessore al Commercio Valerio Oderda ha comunicato che lo spostamento del mercato non era fattibile, stante la presenza delle giostre in piazza. «Allora abbiamo proposto all’assessore Oderda di anticipare la partenza delle giostre e di spostare i banchi in piazza Maria Pia – racconta il Abiti tricolori nella vetrina della Vestebene L’edicola di Giovanna Gallo imbandierata

Accogliendo la proposta di Ana ed Anpi, l'Amministrazione comunale ha addobbato le vie e le piazze del centro storico con il tricolore ed invita tutte le famiglie ad esporre la bandiera alle loro case. Giovedì 17 marzo, inoltre, è in programVia Morosini imbandierata a festa ma una manifestazione che prenderà il via alle ore 10 con l'alzabandiera presso il Municipio. Seguirà un corteo, preceduto dalla Banda musicale, da piazza Carlo Alberto per via Morosini, piazza degli Uomini, via Levis, piazza Muzzone, via Muzzone, via Principessa Iolanda, via Ospedale, via Levis, via Ormesano e corso Principe di Piemonte, di dove farà ritorno in piazza Castello.

RICORDO Un

anno fa moriva la Soprintendente

Come è il dopo-Macera? Mercoledì 16 marzo ricorre il primo Anniversario della morte di Mirella Macera. Direttore del Castello e del Parco di Racconigi, l’architetto Macera era anche direttore dei Giardini di Palazzo Reale di Torino, responsabile dei restauri della chiesa della Sindone, direttrice dei Giardini di Venaria. Trasformò il Castello reale da dimora storica in una struttura fruibile, senza con questo snaturarne l’aspetto artistico, architettonico e culturale che gli erano propri. Gli eventi e le iniziative che, sotto la sua guida, hanno rivitalizzato la residenza estiva dei Savoia sono state fulcro e attrazione per tanti turisti. Mirella era una donna intelligente, sensibile. Nel creare i suoi percorsi turistici, non dimenticava mai di prestare una particolare attenzione per i bambini, gli anziani, i portatori di handicap. Per coloro che l’hanno conosciuta è stato molto difficile accettare il vuoto che ha lasciato a Racconigi. E dopo la sua morte era inevitabile che all’interno del castello ci fossero dei cambiamenti, anche se il gruppo di persone che aveva creato sta continuando a lavorando egregiamente sulla strada da lei tracciata.

LIBRO Atti

L’architetto Mirella Macera ««Aveva tanta voglia di fare, di creare – afferma il sindaco Tosello –: si considerava una racconigese. Senza di lei sono nate delle difficoltà come Soprintendenza e francamente sono un po’ preoccupato. Ho grande stima per il direttore regionale Mario Turetta anche perché so che ci tiene a Racconigi. Naturalmente però Turetta deve pensare per tutto il Piemonte e non può rivestire un ruolo particolare per Racconigi. C’è comunque la buona volontà dei suoi collaboratori che stanno lavorando per ottimizzare le attività in cantiere». L’architetto Macera sarà ricordata nel corso della Messa di sabato 19 marzo, alle ore 9,30 nella chiesa di Santa Maria Maggiore.

del convegno sulla visita dello zar

La fine della Belle Epoque

Lo zar Nicola II ed il re in carrozza a Racconigi Sarà presentato ufficialmente nelle prossime settimane presso il castello reale il libro "Al tramonto della Belle Epoque: la visita dello zar Nicola II in Italia ed il Trattato di Racconigi", a cura di Bartolo Gariglio. Il volume, raccolta degli atti del convegno internazionale di studi tenutosi nella nostra città nell'ottobre 2009, è stato stampato da Trauben edizioni con il contributo del Dipartimento di Storia dell'Università degli Studi di Torino. “Non vi è dubbio – scrive il professor Gariglio nell'introduzione – che l'accordo di Racconigi si inserisca in quel clima di crisi della Belle Epoque, di cui i contemporanei non avevano, come succede sempre ai protago-

nisti, bene consapevolezza e ad essa contribuisca. Si tratta quindi di un avvenimento importante, che non merita il relativo oblio in cui è stato relegato dal-

la storiografia". Il libro raccoglie gli interventi dei professori Silvia Pizzetti (sul tema “Pace e guerra: l'ordine internazionale europeo 18901914”), Vladimir Nikolaevich Barysnikov (“Politica e società russe all'epoca della visita dello zar”), Sergey Lvovich Firsov (“Lo zar Nicola II: un ritratto sociopsicologico”), Janna Nikolaeva (“Italiani in Russia dalla fine dell'Ottocento al primo conflitto mondiale”), Guido Donnini (“Il significato del Trattato di Racconigi nella politica italiana ed europea”), Pierangelo Gentile (“La corte sabauda in epoca giolittiana”) e Mario Monasterolo (“La visita di Nicola II nella stampa nazionale ed internazionale”).


24

racconigi

giovedì 17 marzo 2011

APPUNTAMENTI Il film del week-end

Al Cinema S. Giovanni di via Billia

SFILATA ANNULLATA

Per la seconda volta negli ultimi tre anni

Un Carnevale bagnato

Assemblea generale dei soci di RacconigiEventi venerdì 18 marzo (inizio ore 20,45) presso la chiesa di Santa Croce. All'ordine del giorno l'approvazione del bilancio consuntivo 2010, l'estrazione dei biglietti vincenti della lotteria “Carlevè d’Racunis” 2011, la presentazione del programma e dei progetti per l’anno 2011, l'apertura della campagna di tesseramento per l'anno in corso, varie ed eventuali. Seguirà rinfresco offerto a tutti gli intervenuti.

Il film del week-end

Al Cinema S. Giovanni di via Billia La pellicola in programmazione questa settimana al Cinema San Giovanni di via Cesare Billia è "Femmine contro maschi": proiezioni sabato 19 marzo (ore 21) e domenica 20 (ore 16). Biglietto: 5 euro, 3 per i minori di 10 anni.

Liberi Pescatori sul Brunotta

Secondo raduno della stagione Domenica 20 marzo a partire dalle ore 8 avrà luogo il secondo raduno stagionale dell’Associazione Liberi Pescatori Racconigesi. Con l´occasione, presso il tratto di canale Brunetta in gestione, saranno immesse oltre 100 Kg di trote. Proseguirà inoltre la formula delle "trote grosse" a cura dell´A.S.D. Atletico Racconigi, gara abbinata a trofei offerti dall'associazione calcistica cittadina.

Primavera in bici

Gimkana ciclistica in piazza Uomini Il Racconigi Cycling Team, in collaborazione con RacconigiEventi ed il Comune, organizza per domenica 20 marzo una gimkana ciclistica in piazza degli Uomini riservata ai ragazzi ed alle ragazze dai 7 ai 12 anni, denominata "Primavera in bici". Il programma prevede: iscrizioni dalle ore 14, inizio gara dalle 15 alle 16,30 con categorie in base all'età dei partecipanti, ed a seguire pizza-party offerto dalla Pasticceria Millebaci e premiazioni. I concorrenti dovranno presentarsi muniti di bicicletta, mentre il casco sarà fornito dagli organizzatori. I primi cinque di ogni categoria avranno la possibilità di essere selezionati per entrare a far parte della squadra agonistica del Racconigi Cycling Team. Per informazioni tel. 0172.85273.

Grandi e piccini accomunati nel festoso assalto alla merenda

Bambini in maschera

Carnevale a Racconigi era iniNel pomeriggio di sabato, già ziato giovedì: Giandoja e Giaco- sotto la pioggia, festa dei bambini metta, accompagnati dalle masche- nel capannone di piazza Piacenza re di Saluzzo, Piasco, Busca e Man- con tantissima gente ed un festota, da quattro fisarmoniche, un so assalto di grandi e piccini alle trombone ed un sassofono, hanno pizze ed al pane e Nutella. La sera portato una ventata d’allegria tra bambini, anziani, disabili: l’asilo Salvo D’Acquisto, la scuola elementare, il Ribotta, a Villa Biancotti Levis dove hanno pranzato e poi ancora al Centro L’Alambicco, al Germoglio, a Ville Annarita e Bimbi in maschera, coriandoli e tanta allegria a Villa Tanzi.

Culla I due Giandoja firmano il libro delle autorità sotto gli occhi del sindaco

CAPPONI Lunedì 28 febbraio è nato LORENZO CORNAGLIA Lo annunciano il fratellino Stefano con mamma e papà, nonni, zii ed i cuginetti Giulia e Nicolò.

GERMOGLIO

In 52 alla gita a Bergemolo

Sulla neve con le ciastre Bianco. Qui, calzate le ciaspole, si sono incamminati verso il “Pian dla Pra”. Malauguratamente le condizioni atmosferiche non hanno consentito di gustare appieno il paesaggio. Al ritorno l’allegra Il gruppo dei camminatori con le ciaspole compagnia, comCon la capace regia di Seba e Ma- posta da 52 camminatori, si è riurio, lunedì scorso gli amici e gli nita attorno alle tavole del rifuoperatori della Comunità Ger- gio “Olmo Bianco” dove Seba ha moglio hanno raggiunto Berge- tentato di farli cantare in occitamolo per la tradizionale ciaspo- no… Alla fine però ha dovuto lata nel progetto di “Montagna- ammettere di esserci riuscito terapia”. persino con i finlandesi, ma non Si sono dati appuntamento con i con loro. “ciaspolatori” della Cooperativa Un particolare ringraziamento da Santa Cristina di Torino, del Pro- parte degli organizzatori agli getto Du Parc di Torre Pellice, del Agenti del Corpo Forestale delGruppo Ecceterasi di Cussanio e lo Stato che con la loro profescon quelli del Centro Diurno di sionalità hanno garantito la sicuCuneo nella spianata dell’Olmo rezza nell’escursione.

Sabato sotto il capannone in piazza Piacenza

Niente sfilata dei carri allegorici, ed è la seconda volta che viene annullata per il maltempo in tre anni. Nini Gribaudo-Giandoja è comunque soddisfatto: «Per quanto mi concerne, è andato tutto benissimo. Sia sabato che domenica. Purtroppo con il tempo che c’era la sfilata non si è potuta fare, ma tutto il resto è stato ok». Cosa ha voluto dire per voi degli Amici di Giandoja accollarvi in prima persona la gestione del capannone di piazza Piacenza? «Certo ha portato un po’ di scompiglio, ma qualcuno la responsabilità se la doveva pur prendere. Lo abbiamo fatto noi Don Troja con le Giacomette nel santuario reale che nel Carnega Andrea Flamini di Torino con il vale ci crediamo». E adesso? «E adesso per noi suo seguito. Don Troja ha concesso loro l’onore di firmare il libro maschere le manifestazioni contiriservato alle autorità in visita al nuano con tante cene in programsantuario. Quindi omaggio florea- ma. Sabato sera saremo a Costile alla tomba dell’indimenticabile gliole e poi ad Envie ed al CarnePoldo Devale, al cimitero. E anco- vale di Villastellone ed a Vernone. ra un momento di allegria sotto il La nostra agenda è piena di appuntamenti fin dopo Pasqua». capannone durante il pranzo. 344 persone a cena e poi il via alle danze con Enzo e Massimo e la consegna delle chiavi della città a Giandoja. Tra le maschere intervenute fin quelle di Vercelli,Villanova Canavese e Occhieppo, in provincia di Biella. La domenica benedizione delle maschere al Santuario reale di Borgo Macra e con il Giandoja racconigese c’era anche il suo colle-

Secondo tradizione

Pulcini in dono Per il sesto anno consecutivo l’Amministrazione comunale, nell’ambito delle iniziative per la valorizzazione delle tradizioni locali, ha messo gratuitamente a disposizione dei cittadini interessati pulcini per la produzione di capponi. Coloro che hanno aderito all’iniziativa avranno l’obbligo di esporre i tre migliori capi allevati in occasione della Fiera di Santa Lucia che si terrà giovedì 15 dicembre. Una giuria di esperti assegnerà ai vincitori un premio, oltre all’attestato di partecipazione per tutti gli espositori. Su suggerimento dell’Istituto Agrario di Verzuolo, che cura l’aspetto tecnico dell’iniziativa, sono stati scelti pulcini di razze autoctone ed in particolare la “Bianca di Saluzzo” e la “Bionda Piemontese”, che sono stati forniti dall’Azienda Agricola San Grato di Paolo

L’Amministrazione comunale è impegnata nel rilancio della fiera decembrina dei capponi Monge, con sede a Torre San Giorgio, al prezzo di euro 1,10 + I.V.A.

RICONOSCIMENTO

Per finanziare l'iniziativa il Comune ha stanziato 2.783 euro.

Dopo aver partecipato a 12 corsi da maestri giapponesi

Due racconigesi diplomati in bonsai

Felice Di Lorenzo cura un bonsai

Nei giorni 27, 28 febbraio e 1 marzo a Salice Terme i racconigesi Felice Di Lorenzo e Renato Panero del club “Bonsai e vita” hanno ottenuto il diploma di Terzo livello superiore della Scuola d’Arte Bonsai. Per raggiungere tale risultato avevano in precedenza frequentato la scuola a partire dall'anno 2005, partecipando a 12 corsi tenuti dai maestri giapponesi Hideo Suzuki e Keizo Ando. Al termine del corso di studi c’è stato un esa-

me finale che è stato brillantemente superato dai due racconigesi. I componenti del club “Bonsai e Vita” si ritrovano con cadenza quindicinale presso l’oratorio di Santa Maria per lavorare le loro piante scambiandosi suggerimenti e consigli. Chi volesse conoscere e/o approfondire le tecniche del Bonsai può partecipare gratuitamente agli incontri. Per ulteriori informazioni consultare il sito www.bonsaievita.it.

Renato Panero


racconigi

INTERVISTA

A Vincenzo “Cens” Cosentino e Sara Giordana

«Guardare all’essenziale» Vincenzo Cosentino, per gli amici "Cens". 43 anni, perito agrario, dipendente APA. Da 15 anni è sposato con Sara Giordana, 42 anni, diplomata in belle arti, attualmente casalinga. Hanno 4 figli: Laura e Francesco di 14 anni, Chiara di 13 e Marco di 7. Nei primi anni del loro matrimonio hanno trascorso insieme un periodo di volontariato civile in Bolivia. Fanno parte dell'Associazione Nazionale Famiglie Numerose (ANFN). A loro abbiamo rivolto alcune domande. Cosa è per voi la famiglia? «La famiglia è il luogo dove ognuno di noi deve trovare amore, sicurezza, fiducia, giustizia, coerenza, buon esempio... Le nostre famiglie d'origine ci hanno trasmesso questi valori e adesso noi cerchiamo di trasmetterli ai nostri figli, cercando di fare del nostro meglio. Non c'è giornata in cui non manchino le difficoltà, le corse e perché no... anche le discussioni ed i litigi! Il tutto però condito di santa pazienza e un po' di fede in quel Qualcuno che ci accompagna sempre, ci insegna a guardare all'essenziale e a essere noi stessi». Quali valori andrebbero recuperati per far funzionare meglio le famiglie d'oggi? «Non abbiamo la ricetta per una famiglia che funziona, ma a volte ci viene da riflettere sull'importanza di dedicare tempo all'ascolto del coniuge e dei figli (magari spegnendo la TV durante i pasti fatti insieme) e rendersi disponibili in casa, ognuno con le proprie capacità. Noi come genitori, molte volte, ci sentiamo

Vincenzo “Cens” Cosentino e Sara Giordana con i loro quattro figli

incapaci nell'educazione dei figli. Ma una cosa è certa: loro ci scrutano, ci osservano, memorizzano ogni cosa... e a volte ci spiazzano! Ci obbligano a crescere con loro e ad aggiornarci (come un computer), ma apprezzano quando insegniamo loro il buon senso, la calma, il rispetto per gli altri e per le cose. Spero che ci vedano come punto di riferimento in una realtà colma di modelli da seguire...». Quali insegnamenti vi accompagnino ogni giorno, dalla vostra esperienza in Bolivia? «La nostra storia inizia nel '93 e da quel momento tutte le esperienze che abbiamo avuto la fortuna di vivere insieme ci hanno arricchiti, aperti agli altri e alla vita. Siamo contenti quando riusciamo a condividere il nostro tempo con altre famiglie attraverso l'aiuto reciproco che a volte si trasforma in provvidenza. Gli anni di volontariato in Bolivia ci hanno fatto conoscere da vicino la povertà ma anche la solidarietà di tante persone. Abbia-

mo imparato ad apprezzare di più ciò che possediamo e ad usarlo anche per gli altri, cercando cosÏ di creare nella nostra casa un ambiente accogliente ed aperto alle esigenze altrui. Entrare in contatto con altre culture e con altre persone ti stimola sempre a guardarti dentro e a chiederti cosa puoi offrire». Come commentate le "Politiche sulla famiglia" degli ultimi governi in Italia? «Da quando ci siamo iscritti all'Associazione Nazionale Famiglie Numerose ci siamo resi conto di come le "Politiche sulla Famiglia" in Italia abbiano ancora tanta strada da fare in confronto ad altri paesi europei. È ancora lontana l'idea di pensare ai figli come un investimento per il futuro. "Hai voluto la bicicletta? adesso pedala!". Questa è la risposta che ti viene data quando presenti delle richieste che riguardano sia i servizi che l'aspetto economico». Il 19 marzo, giorno di San Giuseppe, è la "festa del papà": quali passi avanti so-

no necessari da parte dei mariti e degli uomini in generale per intensificare la "paternità"? «La collaborazione nelle cose quotidiane con la moglie, anche se si pensa che siano scontate, a volte sono le più difficili, perché noi papà pensiamo di avere ruoli ben circoscritti e quando bisogna giocare a tutto campo (fare spesa, bucato, cambiare pannolini, pulire casa ecc. ecc.) siamo spiazzati. Migliorando la collaborazione si divide il peso delle incombenze e i figli entrano anche loro in gioco. Ognuno deve mettere del suo per fare star bene se stesso e gli altri. Se chi deve preparare tavola si dimentica i tovaglioli dopo pochi minuti il resto della famiglia lo inviterà ad alzarsi e a finire l'opera, cosÏ la prossima volta ci metterà più impegno, se non altro per non essere disturbato durante il pasto. L'ascolto dei figli è un altro campo che ha ampi spazi di miglioramento perché mai come in questi tempi siamo presi da tante paure e preoccupazioni (mutuo, posto di lavoro, caro vita ecc. ecc.) che le cose di un adolescente o un bambino ci sorvolano ma non entrano. Il nostro interlocutore ci vuole rendere partecipi e se ci vede distratti, o peggio assenti, ci contatterà sempre meno e il rischio è che il dialogo si spenga senza che nessuno sappia spiegarsi il perché. Genitori non si nasce, si diventa: anche San Giuseppe ha dovuto imparare ad essere padre e, nell'umiltà, ha saputo ascoltare e di conseguenza agire. Auguri a tutti i papà!». Beatrice Becchis

È nata l’associazione di genitori Rac-Crescere per affrontare insieme le problematiche legate all’educazione dei loro figli Sara Giordana è il presidente dell’associazione tra genitori racconigesi “Rac-Crescere o.n.l.u.s.”, costituitasi ufficialmente sabato 12 marzo. L’Associazione, che per precisa disposizione statutaria è slegata da qualsiasi appartenenza di tipo politico, partitico o religioso, vuole muoversi nell’intento di sostenere i genitori nel loro ruolo, nell’esclusivo interesse dei figli e della loro crescita. Essa nasce dalla consapevolezza della solitudine nella quale si trovano molte volte ad operare i genitori, sia all’interno della famiglia che nei rapporti con la scuola, con le altre realtà educative del territorio (associazioni sportive,

FESTA MULTIETNICA

parrocchia, ecc.), nella gestione del tempo libero dei propri figli. L’idea di costituire qualche cosa di organizzato è quindi scaturita dalla necessità di “mettersi insieme” tra tutti coloro che, con l’unica finalità della “buona crescita” dei propri figli, vogliono condividere i dubbi, le difficoltà, le domande e provare a creare, insieme, degli strumenti e delle risposte. L’associazione è aperta a tutti i genitori che vorranno aderire. La quota annuale è stata fissata in 5 euro. “Rac-Crescere” avrà sede al n. 1 di piazza Vittorio Emanuele II, per gentile ospitalità concessa dall’Associazione “Solare Colletti-

vo o.n.l.u.s.” e dalla Cooperativa Retenergie. Nel direttivo, con Sara Giordana, sono stati eletti: Claudia Giordano (vicepresidente), Mario Gerbaldo (segretario), Cristina Fossi (tesoriere) ed i consiglieri Barbara Borriero, Sara Brizio, Giuliana Cantamessa, Cristina Ferrero, Claudio Gazzera, Loredana Ghidini e Cristiana Villosio. Lunedì 28 marzo, alle ore 21, presso l’Auditorium delle scuole medie, l’Associazione ha organizzato un incontro, aperto a tutti i genitori, con il dott. Bertoluzzo, noto esperto delle relazioni figli-genitori. Durante la serata i genitori interessati potranno eventualmente aderire alla proposta.

Solo una ventina di persone all’incontro con il CSV

In pochi venerdì sera a “Condividere” Solo una ventina di persone, venerdì sera al Cinema San Giovanni, per il primo appuntamento della Festa multietnica "Condividere”. Era in programma un incontro a cura del CSV, Centro Servizi per il Volontariato, che ha presentato attraverso un DVD i risultati di un'indagine sul tema del lavoro condotta tra gli immigrati della Provincia di Cuneo. Il filmato dal titolo "Un mondo di lavoro", una trentina di minuti di immagini ed animazioni, dà voce a 12 lavoratori immigrati nella provincia di Cuneo, sei uomini e sei donne di diversa provenienza e impegnati in diversi settori lavorativi. C'è il cuoco marocchino e

Elda Minero introduce la serata la commessa albanese, l'indiano che lavora in un'azienda agricola e la rumena studentessa universitaria, la

sarta dell’Est ed il sindacalista senegalese, il pizzaiolo egiziano e la mediatrice culturale fuggita dall'Albania. C'è la badante cinese che confessa di sentirsi "padrona" nella casa in cui lavora e quella rumena che accusa "noi siamo la schiave moderne, costrette a lavorare 24 ore su 24". Gente che arrivando in Italia ha dovuto passare attraverso tantissimi lavori, conservando nel cuore la nostalgia per il proprio paese. «Dodici casi di integrazione riuscita» ha sottolineato alla fine Luciana Fossati nel corso del dibattito. «Sì, avremmo potuto anche intervistare il disoccupato, il disadattato, il rom – confermano due degli auto-

ri del video, il saviglianese Piero Sampò ed il braidese Giovanni Cravero – ma abbiamo preferito far vedere un mondo che si sta muovendo nella giusta direzione». Una serata interessante, ricca di spunti di riflessione. Peccato per la scarsa partecipazione, segno che gli immigrati non l'hanno sentita propria (in sala ce n'erano solo due, marocchini) e che i racconigesi hanno ritenuto preferibile restare a casa. Chi comunque volesse vedere il filmato, può farlo collegandosi al sito www.dituttiicolori.net e cliccando sull'icona con la pellicola fotografica in alto a destra dell'homepage. m.san.

giovedì 17 marzo 2011

25

APPUNTAMENTI QUARESIMALI Funzioni a Madonna della Porta

Messe, Via Crucis, preghiera dei Vespri Con la funzione della Candelora hanno preso il via anche nella nostra parrocchia le celebrazioni della Quaresima. Da lunedì 14 marzo la messa feriale delle ore 8,30 (ore 9 il giovedì) è tornata a Madonna della Porta. Tutti i venerdì di Quaresima sarà preceduta dalla Via Crucis, con inizio alle ore 8. Catechisti ed animatori propongono ogni giovedì alle ore 18,30 nella saletta Sismonda, presso la canonica di San Giovanni, la preghiera del Vespro aperta a tutti.

Luci, musica, gesti, silenzio...

Nel primo appuntamento del venerdì In occasione della Quaresima il Gruppo Dabar, in collaborazione con l'Ufficio Liturgico Diocesano, organizza una serie di incontri (ore 20,45, chiesa di Madonna della Porta). Si inizierà venerdì 18 marzo con una serata dal tema "Tempo che parla... mi fermo ad ascoltare: luci, suoni, musica, gesti, silenzio". Si tratta di una serie di letture quaresimali proposte in modo attento ma colloquiale. Gli appuntamenti successivi sono in programma venerdì 25 marzo (Festa dell'Annunciazione di Gesù, Canto dei Vespri), venerdì 1 aprile (preghiera di Taizè attorno alla Croce), venerdì 8 aprile (Getsemani: momenti di riflessione alternati a letture di poesie del maestro Costanzo Liprandi, canto corale e video-proiezioni in collaborazione con il coro del Civico Istituto musicale Fergusio di Savigliano). Infine venerdì 15 aprile avrà luogo la tradizionale via Crucis per le strade del centro storico.

Incontro con don Cravero

Domenica all’oratorio di Caramagna "La passione educativa e il futuro delle nuove generazioni" sarà il tema dell'incontro, guidato da don Domenico Cravero, in programma domenica 20 marzo dalle 15 alle 18 presso l'oratorio di Caramagna, per l'organizzazione dell'Unità Pastorale 52. Sono invitati in particolare educatori, catechisti, genitori ed insegnati.

Quaresima di Fraternità

Per il progetto di Matteo Mondino I soldi che saranno raccolti nell'ambito della Quaresima di Fraternità 2011 saranno devoluti, in continuità con i progetti di Matteo Mondino e dell'Associazione Semi di Baobab, per finanziare le attività della scuola per giovani falegnami e fabbri dei Fratelli della Sacra Famiglia a Koudougou, in Burkina Faso. Si procederà inoltre alla raccolta di seghe da ferro, maschere e occhiali per saldatori, metri, martelli, pinze universali, scalpelli, burini, lime, cacciaviti, tenaglie, cesoie universali, squadre, pinze per saldatrice, morsetti... Il tutto verrà recapitato in Burkina attraverso un container.

SCUOLE

In visita a Santena ed a Superga

Full immersion nella storia

Gli studenti delle classi 5ª Itis e Geometri e 4ª Liceo dell’Arimondi Eula, accompagnati dai professori Anzillotti, Capello e De Robertis, hanno effettuato una gita a Santena, presso il palazzo di Camillo Benso Conte di Cavour, ed

a Superga, con visita alla basilica, a l l e tombe reali ed alla lapide del Grande Torino. I ragazzi sono stati particolarmente colpiti dal refettorio della basilica, in cui sono esposti i ritratti di tutti i papi della storia. Una lezione sul campo, “full immersion” nell’epoca risorgimentale.

Indagine su un mondo di lavoro Il filmato "Un mondo di lavoro" è collegato ad una raccolta di dati che il CSV ha realizzato nel 2009 attraverso 406 questionari nelle principali aree della provincia di Cuneo (compresi i Comuni di Racconigi, Savigliano e Cavallermaggiore) per fotografare il più fedelmente possibile la realtà provinciale del lavoro migrante. Coloro che hanno risposto appartengono a 33 diverse nazionalità, per il 48% donne, il 52% uomini. Le domande riguardavano gli studi intrapresi, i lavori svolti, la crisi economica e le aspettative per il futuro. Dai dati emersi, il livello di scolarizzazione è medio-alto: il 56% del totale degli intervistati è in possesso di un diploma, il 16% di una laurea. Il motivo che li ha spinti a venire in Italia è nella maggior parte dei casi il desiderio di migliorare la propria vita Per quanto riguarda il proposito di ritornare nel paese d'origine, esso è piuttosto elevato tra gli uomini, molto basso tra le donne.


26

spettacoli

giovedì 17 marzo 2011

AL CINEMA

MUSICA

SAVIGLIANO

Sinfonie... alle ortiche

AURORA Via Ghione, 10 -Tel. 0172/71.29.57 Somewhere merc. 16 e giov. 17 (21.15). Il discorso del Re ven. 18 (21.15), sab. 19 (22.15) e dom. 20 (18.30). Il gioiellino sab. 19 (20) e dom. 20 (21.15). L’Orso Yoghi dom. 20 (16.30). Mart. 22: sala impegnata (rassegna teatrale). La solitudine dei numeri primi merc. 23 e giov. 24 (21.15). CINECITTÁ Via Torino, 252 - Tel. 0172/72.63.24 (informazioni e prenotazioni) Da merc. 16 a merc. 23 SALA 1: Amici miei - Come tutto ebbe inizio (Fer.: 20.20-22.30; Fest.: 16-18.10-20.20-22.30). SALA 2: Rango (Fer.: 20.20-22.30; Fest.: 16-18.10-20.20-22.30). SALA 3: La vita facile (Fer.: 20.2022.30; Fest.: 16-18.10-20.2022.30). SALA 4: Nessuno mi può giudicare (Fer.: 20.20-22.30; Fest.: 16-18.10-20.20-22.30). SALA 5: Il rito (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16-18.10-20.20-22.30). Giov. 24: chiuso per riposo.

BRA IMPERO Via V. Emanuele - Tel. 0172/41.23.17 - www.cinemaimperobra.it SALA GRANDE: Nessuno mi può giudicare da giov. 17 a mart. 22 (Fer.: 20.20-22.30; giov. 17 e dom. 20: 16.20-18.20-20.20-22.30). SALA MAX: Amici miei - Come tutto ebbe inizio da giov. 17 a mart. 22 (Fer.: 20.20-22.30; giov. 17 e dom. 20: 16.20-18.20-20.20-22.30). SALA MIGNON: Rango giov. 17 (16.20-18.20-20.20-22.30), ven. 18, sab. 19, lun. 21 e mart. 22 (20.20), dom. 20 (16.20-18.20). Il gioiellino ven. 18, sab. 19, lun. 21 e mart. 22 (22.30), dom. 20 (20.20-22.30). VITTORIA Via Cavour - Tel. 0172/41.27.71 SALA MILLENIUM: Il discorso de Re merc. 16 (20), giov. 17 (17-20). Il rito merc. 16 e giov. 17 (22.30). SALA METROPOLIS: Gnomeo & Giulietta 3D merc. 16 (20.15-22.30), giov. 17 (16.30-18.20-20.15-22.30).

CENTALLO NUOVO LUX Via Roata Chiusani, 1 - Tel. 0171/211726 Il cigno nero da sab. 19 a lun. 21 (21).

Concerto comico con Dosto e Yevski

SAVIGLIANO. Sabato 19 marzo, alle 21, presso l’auditorium della Crosà Neira, va di scena “Rap-Sodia”, un esplosivo intreccio di musica e comicità. Gli interpreti sono Dosto (pianoforte) e Yevski (contrabbasso), due musicisti accademici che hanno gettato alle ortiche la compostezza sinfonica per creare un viaggio fra i generi più vari, dal classico al tango, dalla musica popolare al rap, dai Beatles a Modugno, e via elencando, passando attraverso circa settanta brani. Il concerto si avvarrà di una cantante lirica – Donna Olimpia (un mezzosoprano, perché il soprano costava troppo) – con dei numeri veramente esilaranti. Lo spettacolo, magistralmente diretto da Pino Ferrara, si snoda tra incidenti, burle e gag, fatte esclusivamente di suoni e gesti, senza

Il duo Dosto e Yevski con Donna Olimpia

l’ombra di un testo. Grazie ad accurati arrangiamenti si possono gustare gli accostamenti più improbabili, offerti da un contrabbasso ed un pianoforte che superano ogni ragionevole limite. Sulla scorta di un lavoro iniziato nel 1991 ed in seguito a ben 500 repliche in Italia ed all'estero, abbiamo riscontrato un

grandissimo successo e notevole gradimento presso bambini, ragazzi, adulti, anziani, stranieri, musicisti e non. Organizzano gli Amici della Musica di Savigliano. L’ingresso costa 10 euro; ridotti studenti Unitre e “+eventi” 8 euro; soci Amici della Musica 5 euro.

CineMigrante Ultimi film IN PROVINCIA. Ultimi due appuntamenti per “CineMigrante”, la rassegna di film in lingua originale che propone pellicole in lingua originale. Giovedì 17 marzo, a Saluzzo, presso il cinema Italia, alle ore 20.45, Perralle nga e kaluara (Favola dal passato) di Dhimiter Anagnosti, Albania, 1987. Sabato 19 marzo, presso il castello degli Acaja di Fossano, alle ore 20.30, Moolaadé di Ousmane Sembene, Senegal-Francia, 2004. Mezz’ora prima della proiezione si può guastare un buffet etnico. La rassegna – alla terza edizione – è promossa dall’associazione “i313”, dal Consorzio Monviso Solidale, dalla Regione, dalla Fondazione CRTorino e dai Comuni ospiti (Barge, Bagnolo, Savigliano, Saluzzo, Fossano).

SALUZZO ITALIA Tel. 0175/42223 Amici miei - Come tutto ebbe inizio merc. 16, ven. 18, lun. 21 e merc. 23 (2022.15), giov. 17, sab. 19 e dom. 20 (16-18.05-20.10-22.20). Biutiful mart. 22 (21.15) - “Cineclub”. Nessuno mi può giudicare merc. 16, ven. 18, lun. 21, mart. 22 e merc. 23 (20-22.15), giov. 17, sab. 19 e dom. 20 (16-18.05-20.10-22.20). Il discorso del Re merc. 16, ven. 18, lun. 21, mart. 22 e merc. 23 (21.15), giov. 17, sab. 19 e dom. 20 (17.30-20.10-22.20). Rango merc. 16, ven. 18, lun. 21 e merc. 23 (20), giov. 17, sab. 19 e dom. 20 (16-18.05-20.10). Il rito da merc. 16 a merc. 23 (22.15). Amici miei - Come tutto ebbe inizio mart. 22 (20-22.15). Giov. 24: chiuso per riposo.

RACCONIGI CINEMA S. GIOVANNI - Via Cesare Billia, 10 Femmine contro maschi sab. 19 (21) e dom. 20 (16).

BORGO S. DALMAZZO CINELANDIA: Tel. 0171/26.52.13 - Prenotazione posti al n. 199.151.645 o sul sito www.cinelandia.it Merc. 16 e giov. 17 SALA 1: Amici miei - Come tutto ebbe inizio merc. 16 (20.10-22.35) e giov. 17 (15.10-17.35; 20.10-22.35). SALA 2: Dylan Dog - Il film merc. 16 (20.15-22.45) e giov. 17 (15.15-17.45; 20.15-22.45). SALA 3: Gnomeo & Giulietta giov. 17 (15.10-17.10). SALA 4: Gnomeo & Giulietta - 3D merc. 16 (20.20-22.30) e giov. 17 (15.20-17.20; 20.20-22.30). SALA 5: I ragazzi stanno bene merc. 16 (20-22.35) e giov. 17 (15.10-17.35; 20-22.35). SALA 6: Il rito merc. 16 (20.20-22.45) e giov. 17 (15.10-17.40; 20.20-22.45). SALA 7: Nessuno mi può giudicare merc. 16 (20.20-22.40) e giov. 17 (15.30-17.40; 20.20-22.40). SALA 8: Rango merc. 16 (20.10-22.35) e giov. 17 (15-17.20; 20.10-22.35). SALA 9: Street Dance - 3D merc. 16 (20.30-22.40) e giov. 17 (15.15-17.30; 20.30-22.40). SALA 10: Tutti al mare merc. 16 (20.15-22.40) e giov. 17 (15.15-17.30; 20.15-22.40).

FOSSANO I PORTICI - Via Roma, 74 - Tel. 0172/833381 SALA VISCONTI: Duchessa ven. 18 (21) - “Spettacolo teatrale”. Rango giov. 17 (15.15-17.15), sab. 19 (20.10), dom. 20 (15.30-17.45). I ragazzi stanno bene giov. 17 (20.30), sab. 19 (22.30), dom. 20 (20.45), lun. 21 e merc. 23 (21.15). Die Panne ovvero La notte più bella della mia vita mart. 22 (21). SALA FELLINI: Amici miei - Come tutto ebbe inizio giov. 17 (15.30-17.45-20.45). Gnomeo & Giulietta ven. 18 e sab. 19 (20.30), dom. 20 (15-16.30-18), mart. 22 (20.45). Il cigno nero ven. 18 e sab. 19 (22.30), dom. 20 e lun. 21 (21). Promettilo! merc. 23 (21.15) - “Cineforum”. SALA DE SICA: Gnomeo & Giulietta giov. 17 (15.3017.10). Il rito giov. 17 (18.45-20.45). Amici miei - Come tutto ebbe inizio ven. 18 e sab. 19 (20.20-22.30), dom. 20 (15.30-17.45-20.30), da lun. 21 a merc. 23 (20.45). Giov. 24: chiuso per riposo.

NELLA FOTO: AMICI MIEI - COME TUTTO EBBE INIZIO

KERMESSE

MUSICA

Sette canzoni per la giovane voce di “Io Canto”, sabato a Torino

Simone con un disco ha fatto 13 Simone Frulio, 13 anni, per due anni consecutivi, si è fatto apprezzare per le sue indubbie qualità sonore ed ha conquistato i cuori di migliaia di adolescenti italiane, calcando il palco di “Io canto”, il popolare programma canoro condotto da Gerry Scotti su Canale 5. Simone vive ad Opera, ma il padre Giuliano ha origini saviglianesi ed i suoi nonni vivono ancora a Savigliano. Se quello di “Io canto” era stato un importante trampolino di lancio, ora Simone fa sul serio: sabato scorso, presso lo Spazio Scalarini a Milano, ha presentato il suo primo disco, “Tredici”. Contiene sette brani inediti ed è stato anticipato dall'uscita di un primo singolo, “Eccomi qua”, scaricabile gratuitamente dal sito ufficiale dell'artista. La distribuzione del cd sarà fatta inizialmente dal sito web www.simonefrulio.com, ma da giovedì prossimo l’album può essere acquistato o prenotato anche da Exit Music di Savigliano. Oltre al cd, Simone è impegnato nel tour di “Io canto”, che lo porta ad esibirsi nelle

Omaggio al grande fumettista

Il giovanissimo Simone Frulio

maggiori piazze italiane: sabato 19 marzo sarà a Torino. Per prima cosa... come sta andando il tour? Il tour per ora si è fermato a Napoli, ma abbiamo fatto molti concerti in giro per l'Italia. È stata un'esperienza indimenticabile, bellissima... vedere tutte le persone sotto il palco, lì per te, ad acclamarti. Anche se questa mia passione un giorno non dovesse trasformarsi in una professione, sarà un'esperienza che mi

ARTE

porterò sempre dietro nel cuore... Come ti è sembrato il secondo anno di “Io Canto”? È stato ancora più bello del primo. Con i miei compagni d'avventura ci siamo divertiti davvero tantissimo. Durante le prove ne combinavamo di tutti i colori... E poi quest'anno sono arrivato in finale! Per cui è stata una soddisfazione ancora più grande rispetto allo scorso anno. Come si vive da giovane star? Quando vado in giro, la gente mi ferma per chiedermi l'autografo o per scattare foto. Tutto ciò mi fa piacere, perché vuol dire che comunque, andando in televisione, un ricordo l’ho lasciato. In effetti nel mio paese, ad Opera, è un po' difficile andare in giro! Come è il rapporto con le “Fruline”, le tue fan? È bellissimo! Loro sono sempre con me, mi sostengono e mi danno una mano in tutto quello che faccio. Se non ci fossero loro, non sarei mai arrivato dove

Dal leone di bronzo alle Futurfarfalle

Benni legge Pazienza Antipasto di “Collisioni”

“Bestie”, mostra al filatoio Percorsi tra opere di qualità

BRA. Nel week-end del 2728-29 maggio tornerà a Novello, nelle Langhe, “Collisioni”, il Festival gratuito di letteratura e musica che l’anno scorso ha richiamato oltre trentamila spettatori accorsi per ascoltare gli scrittori ed assistere agli spettacoli ed ai concerti. Sono stati già svelati alcuni ospiti che parteciperanno a questa edizione: Luciano Ligabue, Paul Auster, Salman Rushdie, Caparezza, Francesco Bianconi, Michael Cimino, Roy Paci, Paolo Giordano, Maria Luisa Busi, Hanif Kureishi, William Least-Heat Moon, Enrico Ruggeri, Elio, Antonio Scurati, Don Luigi Ciotti,

CARAGLIO. La mostra “Bestie - Animali reali e fantastici nell’arte europea dal Medioevo al primo Novecento” allestita al Filatoio fino al 5 giugno (giovedì-sabato 14.30-19; domenica: 10-19) spicca per il numero e la qualità delle opere, che spaziano dallo splendido leone in bronzo proveniente dal museo del Bargello di Firenze alle “Futurfarfalle” di Balla. Sarebbe limitativo definire l’esposizione una “rassegna dedicata agli animali”. Si tratta in realtà di una serie di percorsi tematici, fondati su opere talvolta di altissimo livello, dedicati alle idee, ai miti, ai sogni che l’uomo, nel cor-

Luca Scarlini, Simone Cristicchi, Paolo Nori, Siri Hustvedt. “Collisioni” è nato come festival rock: un evento di piazza, gratuito, dove dar fiato alle idee e non lasciarle stampate. A Collisioni si parla di letteratura, ma anche di musica. Aspettando “Collisioni”, sabato 19 marzo, alle ore 21, lo scrittore Stefano Benni, insieme al musicista Danilo Rossi, sarà al teatro Politeama di Bra per presentare in anteprima nazionale il reading-spettacolo “Pompeo” di Andrea Pazienza, uno dei più grandi fumettisti italiani. Benni, che fu amico di Pazienza, ha deciso di raccontar/leggendo con il

Lo scrittore Stefano Benni

suo personalissimo stile affabulatorio la storia di Pompeo, trasformandola in un omaggio all’arte ed alla vita dell’indiscusso caposcuola del nuovo fumetto italiano. Per questo ha scelto una settantina di tavole che dallo schermo accompagnano la lettura. Ingresso: 10 euro (botteghino aperto alle 20).

sono oggi. A gennaio, hanno organizzato un incontro con me in piazza Duomo a Milano: erano più di un centinaio. Abbiamo passato un pomeriggio diverso, bello, abbiamo fatto merenda tutti insieme e cantato. Che emozione hai provato ad incidere “Tredici”, il tuo primo disco? È stato emozionante. Mentre cantavo pensavo: “Ma queste saranno poi le mie canzoni! Sette inediti tutti miei! Wow!”. Come sta andando? Il disco sta andando molto bene. Sabato l’abbiamo presentato a Milano... C'era molta gente, tra cui un sacco di ragazze della mia età, lì per me con cartelloni, pupazzi, lettere... tutto ciò mi ha fatto commuovere... Alle 17 è iniziato il concerto e poi fino alle 20 ho firmato autografi e fatto le foto con le mie fan. È una cosa bellissima poter dire di aver fatto un disco a tredici anni! Era il mio sogno, non ci posso credere, ed ancora non ci credo di averlo già realizzato! Valeria Quaglia

so dei secoli, ha associato alle “bestie”. Si spazia, dunque, dagli animali sacri cari alla Chiesa alle bestie demoniache (il capro ed il serpente, la rana, i topi, le scimmie e, a sorpresa, lo scoiattolo) che hanno incarnato il volto del “male”, passando per una sezione dedicata alla mitologia della caccia, dove troneggia un ritratto della dea Diana. Sempre a proposito di miti, altre opere rimarcano il ruolo di animali cari agli dei attribuito al toro, al cigno, all’aquila. Non potevano mancare poi i mostri che attraversano la storia dell’arte dal Medioevo al Barocco e, all’opposto, gli animali domestici, in

Una delle opere in mostra

particolare il cane ed il gatto, presenze rassicuranti dei focolari domestici. La mostra, promossa da associazione culturale Marcovaldo, Regione Piemonte e Conseil Général des Alpes de Haute Provence, è curata da Alberto Cottino ed Andreina d’Agliano. Luca Martini


spettacoli

TEATRO

“Casina” di Plauto

Si apre col “classico” la stagione di prosa

Gli attori Marina Thovez e Mario Zucca in “Casina” di Plauto

SAVIGLIANO. Inizia la stagione teatrale, che com’è noto – a causa dei lavori di ristrutturazione attualmente in corso al teatro Milanollo – si svolgerà presso il cinema Aurora di via Ghione. Martedì 22 marzo, alle ore 21, la compagnia “Ludus in Fabula” metterà in scena “Casina” di Tito Maccio Plauto, con Marina Thovez e Mario Zucca (adattamento e regia di Marina Thovez). “Casina” conserva tutta la classicità della parola plautina, rimanendo filologicamente fedele al testo. Un testo che è un intreccio fortissimo, ripreso da un originale greco di tale successo e rappresentato per generazioni attraverso diversi secoli e diverse culture da potersi considerare ormai a prova di pubblico. “Casina” è tra le più riuscite commedie di Plauto, perché i personaggi sono ritratti con tali sfaccettature che si affrancano dall’intreccio ed ag-

giungono al perfetto meccanismo comico una piacevolezza fatta di sentimenti e di delicata psicologia. L’attrazione per una donna più giovane, il desiderio di libertà e l’impegno che richiede una famiglia sono temi in cui ancora oggi ci riconosciamo. Certo nella nostra società la schiavitù non esiste più, ma alcuni rapporti di lavoro, dal livello più disgraziato di una prostituta in mano alla mafia a quello più progredito di un manager in carriera, ancora le assomigliano tanto… Biglietto da 5 a 15 euro. Informazioni in Comune, allo 0172.710235 (dal lunedì al giovedì, ore 9-12).

FOTOGRAFIA

Negli scatti di “LunedImago”

Natura, viaggi, cielo SAVIGLIANO. Dopo lo spettacolare “giro di boa” (era la quarta serata delle otto previste) di lunedì scorso, con le immagini proposte da alcuni soci Imago, lunedì 21 marzo arriva, alle ore 21, presso l’Antico Palazzo comunale di via Miretti, alle spalle del monumento di piazza Santarosa, il “GFA – Gruppo Fotografico Albese”. Sarà protagonista del 5° appuntamento con “LunedImago”, fotoproiezioni con immagini, musica e parole. Sono ben otto le proiezioni in programma. Si parte con “Mongolia, terra del cielo blu” di Heather Watson: Uno splendido viaggio nell’antica terra di Gengis Khan. “Splende il fuoco nella notte” di Bartolomeo Costamagna e “La leggerezza dell’aria calda” di Domenico Brizio ci portano nel magico mondo delle mongolfiere, in un valzer di movimenti guidati dal capriccio di Eolo. “Inquieta, dolce acqua” è invece la proposta di Giorgio Gallo: un racconto di immagini che rappresenta la scoperta di un elemento, indispensabile e di uso quotidia-

no, che ha la capacità di trasformarsi all'infinito in forme e colori. Zaino in spalla con “Istanbul: porta d’Oriente” di Maurizio Triolo. L’autore racconta attraverso immagini e suoni le sensazioni provate in un breve viaggio d’autunno. Altre latitudini con “Sopra & sotto, visto da Borik” di Enzo Borello. Una serie di scatti, la maggior parte rubati, in una città che piace particolarmente all'autore… Milano. Ancora una città, “London 2011” nelle foto di Diego Battaglino. Accanto ai vecchi cliché - autobus rossi, taxi neri e leggendarie cabine telefoniche - sorgono ora infrastrutture rimodernate e spazi pubblici riqualificati in vista delle Olimpiadi 2012. Si chiude con “Papaveri” di Domenico Brizio, per tornare alle bellezze naturali. Il “tutto esaurito” ai LunedImago è ormai una consuetudine, grazie anche all’ingresso gratuito ed alle dimensioni della sala che è accogliente, ma non grandissima. Si inizia alle 21, meglio non tardare.

giovedì 17 marzo 2011

27

IN BREVE “Cambi di stagione”

Musica da camera con Bahrami MONFORTE D’ALBA. Con il pianoforte dell’iraniano Ramin Bahrami, venerdì 18 marzo, alle 21, si alza il sipario sulla 2ª edizione del Festival internazionale di musica da camera “Cambi di Stagione”. La rassegna è organizzata dalla Fondazione Bottari Lattes e dall’associazione Premio Bottari Lattes Grinzane presso l’auditorium di via Marconi n. 16, con la direzione artistica del compositore Ramin Bahrami (foto Ugo Dalla Porta) Nicola Campogrande. Il festival durerà sino a dicembre, prevedendo in tutto sedici concerti. Bahrami si esibirà anche sabato 19, alle 21, con il maestro Sergio Lamberto e gli Archi dell’Orchestra filarmonica di Torino. Domenica 20, invece, alle 12, spazio all’arpista Floraleda Sacchi; alle 17, la violista Francesca Dego e la pianista Francesca Leonardi chiuderanno il momento musicale. Presso la Fondazione, da sabato 19 (ore 18), si terrà inoltre la mostra “Nudi d’autore: fotografie di Fontana e Minkkinen”, aperta di pomeriggio fino al 30 aprile (ingresso libero).

“Non si sa come”

Pirandello al teatro Sociale ALBA. Venerdì 18 marzo, alle ore 21, andrà in scena presso il teatro Sociale il dramma in tre atti di Luigi Pirandello dal titolo “Non si sa come”, rappresentato la prima volta la sera del 19 dicembre 1934 al Teatro Nazionale di Praga. Nessun attore poteva essere più adatto di Sebastiano Lo Monaco (che è anche regista) ad interpretare la parte del protagonista del dramma, il conte Romeo Daddi. Con lui, Pier Luigi Misasi, Barbara Begala, Giuseppe Cantore, Maria Rosaria Carli.

C’è Roberto Angelini

AI LETTORI

Cantautore al circolo Ratatoj

Per motivi di spazio, questa settimana la rubrica “Dove Andare” non viene pubblicata. Tornerà sul prossimo numero. Ce ne scusiamo con i lettori.

SALUZZO. Sabato 19 marzo, alle 22, presso il circolo Ratatoj di via Alessi, si esibisce in concerto Roberto Angelini, uno dei più dotati cantautori in circolazione. La sua esibizione al 1° Maggio a Roma 2009 per “Il Paese è Reale”, unita al solista legato al nuovo tour del dvd “Solo Live Tour”, lo hanno reso uno dei nomi da non perdere. Biglietto: 7 euro per i tesserati.

Domenico Brizio ci spiega “La leggerezza dell’aria calda”


28

rubriche

giovedì 17 marzo 2011

Editoria del territorio C’è una croce sullo scudo Nel n° 78 della rivista “Il presente e la storia” dell’Istituto Storico della Resistenza in provincia di Cuneo, tra gli altri scritti, c’è il racconto delle vicende di cui sono stati protagonisti, durante la campagna di Russia, Nuto Revelli ed il suo attendente Felice Balossi. Scesi dal treno a Novo Gorlowka, effettuarono delle lunghe marce nel caldo soffocante e nella polvere della steppa. Erano equipaggiati per salire sulle montagne del Caucaso ed impadronirsi dei pozzi di petrolio, invece furono mandati a sostituire la divisione Sforzesca assestata sulle sponde del Don. I soldati italiani dormivano coricati sulla terra, i tedeschi sui materassini gonfiabili. Il freddo congelava le armi, ma quelle dei russi funzionavano sempre perché le spalmavano di

grasso anticongelante. I loro carri armati erano enormi, con spesse corazze, ed avevano in dotazione un camion, detto Katiuscia, munito di una rampa di lancio in grado di lanciare vari tipi di razzi. Tornato in Italia dopo aver sopportato, durante la ritirata, sofferenze inimmaginabili, Balossi andò a casa in licenza, poi si ripresentò nella caserma di Fortezza, un paese vicino a Merano, dove, dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943, venne fatto prigioniero dai tedeschi. Trascorse due anni di prigionia ad Amburgo, esposto al pericolo dei bombardamenti, mangiando bucce di patata. Il giorno di Pasqua del 1944, una guardia del campo gli disse di prendere un sacco contenente trenta chili di patate e di portarlo nella baracca, dove lui ed i suoi compagni

Massimi Ritardi

di prigionia dormivano nei letti a castello. Liberato dagli inglesi, Balossi giunse finalmente a casa il 25 settembre del 1945. Giovanni Bosio

Lotto sistemi Sistema sul numero 32 ritardatario sulla ruota di Roma

79 51 16 32 32 32 32 32 32 32 32

8 32 47 16 8 79 83 83 8 83 9

5 51 47 9 5 9 8 47

83 9 5

51 16 79 51

QUOTE A

T

0,50

0,50

Q

TOT 1,00

0,50

0,50

1,00

0,50

0,50

1,00

0,50

0,50

1,00

1,50

0,40

0,10

2,00

1,50

0,40

0,10

2,00

1,50

0,40

0,10

2,00

1,50

0,40

0,10

2,00

TOTALE 12,00

a cura di NEL da giovedì 17 a mercoledì 23 marzo 2011

ARIETE 21 Marzo - 20 Aprile Che grinta! Pungolati dagli amici e con un buon budget da investire realizzate qualcosa che bolle in pentola da tempo. Delusione per un amore platonico, la vostra intraprendenza spaventa. Vietato stare sul divano a guardare la parete: fate camminate veloci salutari!

TORO 21 Aprile - 20 Maggio Le responsabilità familiari vi pesano e col partner qualcosa non gira perché le emozioni sono confuse ed avete bisogno di spazio. Lavoro: la forza di volontà andrà a rafforzare la già notevole tenacia del carattere, senza però farvi entrare in situazioni di stress od impegno nevrotico.

O

LEONE 23 Luglio - 23 Agosto Il partner vi apre un mondo. La felicità affettiva vince la vostra diffidenza, la malinconia ed i vecchi rancori. Grinta e soddisfazione nella sfera professionale: aiutando gli altri aiutate voi stessi. Nebulosi risultano, però, alcuni affari per mancanza di appoggi decisivi.

VERGINE 24 Agosto - 22 Settembre Se in famiglia qualcosa non va, finite per chiudervi in voi, svalutando ciò che invece funziona: innanzitutto l’amore, romantico ed appagante, poi il lavoro, aperto a prospettive promettenti. Salute: attenzione alla qualità dell’alimentazione... eliminate alcuni vizi!

GEMELLI 21 Maggio - 21 Giugno

BILANCIA 23 Settembre - 22 Ottobre Idealizzando un amore confondete fantasia e realtà. Nonostante le occasioni, non riuscite a divertirvi, preferite impegnarvi nel lavoro per dimostrare che avete la testa sulle spalle. Attenti alla gelosia di un amico che non vede di buon occhio il vostro successo.

Una cotta che vi fa sragionare manda in fumo traguardi professionali importanti. Il cambiamento v’intriga, ma simultaneamente vi dà ansia. Un lungo lavoro su voi stessi smussa i vostri spigoli, parlate di più e siete meno ossessionati dal risparmio.Tentate la fortuna al gioco!

28-34-54-60-71-73-79 23-42-43-47-61-64-68 29-39-45-69-76-79 7-20-30-63-83-89 40-53-59-66-78-85-88 4-9-11-47-48-77-80 40-44-52-62-86-88 36-53-57-78-80-83 24-33-42-50-60-71 25-27-31-51-87-88 15-18-21-23-27-31 3-8-12-20-25-46-74-81 1-5-19-52-72-75-90 1/14 di quota L 5,00 con numero SuperStar

ROSCOPO

Il cuore è confuso, avete creatività e sentimenti da esprimere, ma anche una gran paura ad esporvi e ad affrontare il nuovo. Problemi col lavoro, che v’ingabbia nella routine quotidiana. Un sostegno pratico e morale vi arriva dagli amici, sempre pronti a starvi vicino.

CANCRO 22 Giugno - 22 Luglio

Auguri

Superenalotto

SCORPIONE 23 Ottobre - 22 Novembre I guadagni sono allettanti, ma in corso di trattative attenti ai passi falsi, qualcuno potrebbe ingannarvi. Conquiste amorose disimpegnate: divertitevi senza fare promesse. Attenzione: tacere un dispiacere che vi macina dentro non fa che ingigantire il senso di inquietudine.

SAGITTARIO 23 Novembre - 21 Dicembre Il vuoto affettivo lasciato da un dispiacere di cuore è colmato da nuove amicizie. Cambiando giro, cambiate anche modo di pensare e di essere. Nel lavoro fate faville: siete apprezzati per genialità, perspicacia e multiformità di interessi. Occhio, però, a non divulgare confidenze.

CAPRICORNO 22 Dicembre - 20 Gennaio Nella carriera cercate e trovate compensazioni ad antichi errori o complessi d’inferiorità. Fortuna finanziaria consistente, ma non duratura, cogliete l’attimo ed investite in progetti coraggiosi. Tra i battibecchi la coppia fa acqua da tutte le parti, se le cose non girano... troncate!

Il 27 febbraio, BATTISTA PELLISSERO ha festeggiato il 90° compleanno. Auguri a “barba Tista” da tutta la famiglia!

Mercoledì 16 marzo, LORENZO, nostro piccolo-grande uomo, festeggia il suo quarto compleanno. Un mondo di auguri da mamma, papà, nonni, nonne e nonno-bis!

Non dimentichiamoci, però, del papà ALESSANDRO MARCELLINO, che sabato 12 marzo ha compiuto 32 anni. Buon compleanno! Elvira, Lorenzo e famiglia

Buon compleanno a LETIZIA ANRICO, che domenica 20 marzo spegnerà la sua seconda candelina. Auguri vivissimi da zii, zie, cuginetto Leonardo, fratello Mattia, mamma Francesca, papà Samuele, nonni Mario e Teresina, nonni Beppe ed Anna Alesso!

La foto curiosa

ACQUARIO 21 Gennaio - 19 Febbraio Da un repentino cambio della guardia nelle amicizie guadagnate nuove conoscenze e prospettive. Strategie di carriera aggressive e vincenti, per migliorare accettate un trasferimento. L’amore è gonfio di tensioni perché il partner non sa superare problemi del passato.

PESCI 20 Febbraio - 20 Marzo Sentirvi amati guida le vostre scelte nella giusta direzione. Un problema famigliare implica più impegno nella gestione quotidiana: sforzi congiunti per azzerare le controversie. Di fronte a due proposte professionali allettanti tormentarvi non serve... chiaritevi le idee con un po’ di relax.

Questa deliziosa torta non è alla panna… ma è stata realizzata con pannolini! Quale modo migliore per festeggiare l’arrivo di un bimbo? (Foto scattata da L.C. – Savigliano)

Avete delle foto curiose? Portatecele in redazione (piazza Santarosa n. 21) o inviatecele via e-mail a redazione@ilsaviglianese.com


piazza affari

A nnunci E conomici SAVIGLIANO vicinanze ospedale – AFFITTASI trilocale: ingresso/soggiorno, cucina accessoriata e servizi oltre a zona letto e bagno in soppalco (termoautonomo). Tel. 348/0077574 – 348/7298980. • SAVIGLIANO zona ospedale – AFFITTASI grande locale (50 mq) pianterreno, di nuova costruzione, con ingresso, bagno e antibagno, per uso abitativo oppure commerciale/professionale. Tel. 328/8996976. • CAVALLERMAGGIORE zona centrale – AFFITTASI garage. Tel. 0172/381762 ore pasti. • ANDORA (Riviera) – VENDESI appartamento nuovo, ottime finiture, centrale, prezzo 300.000 euro, posto auto. Tel. 0182/86025 – 338/4536658 - www.immo-biliaCLASSE 1946 – Savigliano La classe 1946 ha deciso di riunirsi, domenica 27 marzo, presso il ristorante “Granbaita” di Savigliano per festeggiare i 65 anni. Si ricorda che le iscrizioni si ricevono da: Boutique Style di Anna Dossena in piazza Santarosa - Ruggeri Jeans in via Torino. All’atto della prenotazione si dovrà versare un acconto di 10 euro. «L’appuntamento – dicono gli organizzatori – è alle ore 10.45 davanti alla chiesa parrocchiale di S. Andrea per la celebrazione della S. Messa e poi saremo pronti per iniziare la nostra giornata di festa! Ritroviamoci numerosi per celebrare i favolosi 65 anni!».

rearchitrave.it. • Ragazza 23enne italiana CERCA lavoro part-time in SAVIGLIANO come baby-sitter a bambini di età non inferiore ai 6 anni. Tel. 348/8204585. • Signora italiana referenziata, con esperienza, CERCA lavoro, pulizie, baby-sitter o assistenza anziani, in SAVIGLIANO. Tel. 334/3938669. • Ragazzo con patente B CERCA qualsiasi tipo di lavoro: muratore o carpentiere transpallet, in agricoltura o allevamenti. Tel. 329/5689188. • Diplomata, con esperienza in ambito amministrativo e contabile, bella presenza, massima serietà, CERCA lavoro impiegatizio. Tel. 331/3232620.

Feste di Leva CLASSE 1956 – Savigliano Sabato 9 aprile: grande festa! Programma: ore 18: S. Messa presso la chiesa di S. Pietro - ore 19.30: appuntamento da Beppo (Bar Centro) - ore 19.45: foto-ricordo davanti all’asilo di via Muratori - ore 20.15: partenza in pullman per il ristorante “La Porta delle Langhe” (Cherasco) dall’Ala di piazza del Popolo - ore 20.30: inizio festeggiamenti. Le iscrizioni si ricevono da: Estetica Adonella, Odeon Tour (Carla), Bar Ospedale (Beppe) e Macelleria Giordanengo Marco.

• Magazziniere specializzato saviglianese CERCA lavoro come operaio generico. Tel. 347/1411309. • OFFRESI per abbattimento piante e pini pericolosi presso abitazioni, potatura e manutenzione giardini. Tel. 348/7902395. • Signora 42enne CERCA lavoro come badante part-time o full-time. Tel. 389/7969469. • CERCASI cameriera per lavoro stagionale in SAVIGLIANO con un minimo di esperienza. Tel. 334/8938910. • VENDESI Fiat Grande Punto Active bianca, 1.2, anno 2010, Km 31.000, 3 porte, radio-cd e fendinebbia. Prezzo: 8.900 euro. Ottime condizioni (un anno di garanzia). Tel. 0172/633227. CLASSE 1957 – Savigliano CENA DEL CENSIMENTO Grande evento in occasione di una serata in amicizia per raccogliere i dati personali di tutti i coetanei che in futuro gradiranno essere coinvolti nelle iniziative della “mitica Leva ’57”. L’appuntamento è fissato per venerdì 6 maggio, alle ore 20, presso il ristorante L’Arancera - Tenuta Berroni n. 11 a Racconigi. Per le adesioni potete contattare: Roby Bertoglio (tel. 0172/711267 - 338/8071067) oppure Beppe Colombano (tel. 0172/21337 - orario negozio) entro e non oltre sabato 30 aprile. Vi aspettiamo numerosi!!!

Turni benzinai

Turni farmacie

Veterinari

SABATO 19 MARZO (POMERIGGIO)

Giovedì 17 - Farmacia Monchiero - P. del Popolo - Tel. 0172/712.389 Venerdì 18 - Farmacia Bonelli - Via Torino - Tel. 0172/712.366 Sabato 19 - Farmacia Albertini - P. Santarosa - Tel. 0172/712.272 Domenica 20 - Farmacia Paschetta - P. Santarosa - Tel. 0172/712.978 Lunedì 21 - Farmacia Dominici Via Cambiani - Tel. 0172/712.258 Martedì 22 - Farmacia Monchiero - P. del Popolo - Tel. 0172/712.389 Mercoledì 23 - Farmacia Bonelli Via Torino - Tel. 0172/712.366 Giovedì 24 - Farmacia Albertini P. Santarosa - Tel. 0172/712.272

Alesso Matteo Tel. 0172/85996-336/230139 Biolatti Pier Giuseppe Tel. 340/3928825 Chiavassa Enrico Tel. 0172/382560-335/6060220 Bosio Emilio Tel. 0172/33506-335/6027039 Fissore Mario Tel. 0172/31682-335/7890231 Miglietti Enrico Tel. 337/226616 Ricossa Paola 0172/713360-339/2012836 Alesso Cinzia 339/7790752-0172/377154 Michele Teobaldi 335/7890232

TURNO C EUROPAM – Ge.Al. Via Bisalta, 7 (S.S. 20) Autolavaggio TOTALERG - Ballario F. e A. Via Torino, 148 Aperto lavaggio rapido I.P. - Musso Carlo Via Saluzzo, 140

Laurea A RICCARDO IACUZZO... per la sua meritatissima ed attesissima Laurea in Architettura… Un augurio speciale e sincero ad un dottore brillante… brillante davvero! Congratulazioni dai tuoi amici pazzi e super orgogliosi di te! Ti vogliamo bene, Ricky!

giovedì 17 marzo 2011

RACCONIGI – Impresa VENDE direttamente alloggi ristrutturati in centro storico. Tel. 0175/259147 Cell. 335/8370002.

29

335.1701008


30 giovedì 17 marzo 2011

VOLLEY SERIE

e-mail: sport@ilsaviglianese.com

C Battuti senza troppi patemi i torinesi del Ma.Gi.A

Savigliano blinda il 3° posto 6ª

CLASSIFICA

RITORNO RISULTATI

San Paolo – Borgo Vercelli Villanova – Vercelli Cuneo – Morozzo Ma.Gi.A Torino – Savigliano Tecnosystem – Chieri Alicese – Val Ellero Sant’Anna – Allmag

3-1 3-0 3-1 1-3 1-3 3-0 3-0

RITORNO 19/3/2011 Allmag – San Paolo Borgo Vercelli – Villanova Vercelli – Cuneo Chieri – Ma.Gi.A Torino Savigliano – Tecnosystem Morozzo – Alicese Val Ellero – Sant’Anna

MA.GI.A.TORINO 1 SAVIGLIANO 3 (25-16, 21-25, 28-30, 23-25) Gerbaudo Volley Savigliano: Rostagno, Giolitti, Fiorito, Avalle, Mana, Torassa, Casale Marco, Tripolino, Bergamin, Rossi, Giacomo Ghibaudo. Liberi: Davide Ghibaudo e Bossolasco. All.: Bonifetto e Botta Andrea La Gerbaudo vince la difficilissi-

VOLLEY SERIE

squadre

P

G V N SV SP

Vercelli Villanova Savigliano Ma.Gi.A Torino Alicese Chieri Borgo Vercelli Morozzo Brebanca Cuneo San Paolo Tecnosystem Sant’Anna Allmag Val Ellero

54 50 44 39 35 33 24 23 21 18 17 14 14 13

19 19 19 19 19 19 19 19 19 19 19 19 19 19

18 1 17 2 15 4 13 6 12 7 11 8 8 11 7 12 8 11 6 13 5 14 5 14 4 15 4 15

54 53 45 46 41 39 33 32 29 25 29 26 20 16

7 9 23 25 29 30 42 42 44 45 48 49 48 47

ma sfida con i torinesi del Ma.Gi.A e si impone come terza forza del girone A della serie C. La classifica purtroppo non sorride ai saviglianesi poiché nel big match per il primo posto il Villanova Mondovì ha battuto con un perentorio 3-0 il Vercelli privo di entrambe le bande titolari. A Torino mister Bonifetto si affida alla formazione della settimana precedente con capitan Gio-

Il centrale Paolo Rossi

litti in palleggio in linea con l’opposto Avalle, Rossi e Bergamin al centro, Torassa (dolorante alla schiena) e Jack Ghibaudo alla banda e Bossolasco libero. Il Savigliano ha un conto in sospeso con il Ma.Gi.A che lo aveva buttato fuori dalla Coppa Piemonte con un netto 3-0 casalingo. Nel primo set i ragazzi di Bonifetto dominano fin sul 13-10

quando due errori consecutivi mandano in black out l’intera formazione ed il parziale termina con un netto 25-16 a favore dei padroni di casa. I ragazzi del presidente Caula però hanno la giusta reazione ed invece di lasciarsi disunire dal nervosismo riescono a riordinare le idee e si aggiudicano il secondo parziale 25-21. Nel terzo set Bonifetto manda in campo Johnny Mana (autore di un’ottima prova) al posto di un acciaccato Torassa per una lotta punto a punto che vede i saviglianesi imporsi per 30-28. Nel quarto set i torinesi continuano a vendere cara la pelle ma un Jack Ghibaudo veramente di altissimo livello conduce i suoi alla vittoria. Questo Savigliano ha costruito il successo ancora su una difesa di ottimo livello, ben supportata da un Ghibaudo devastante in attacco. Sabato 19 marzo è in programma al palazzetto di via Giolitti (ore 18) la partita dell’orgoglio poiché la squadra ospite sarà il Piossasco che all’andata aveva battuto per 3-0 i saviglianesi. Davide Sannazzaro

Il punto su serie C e D Il Villanova batte nettamente il Vercelli (privo delle due bande titolari) e gli infligge la seconda sconfitta della stagione (la prima era stata, sempre ad opera dei monregalesi, la finale di Coppa Piemonte). Cuneo vince anche il derby con il Morozzo e lascia la zona rossa inguaiando il Caluso. Il Sant’Anna rialza la testa ed ora punta alla salvezza diretta. La verità è che i risultati imprevedibili di qui in poi non mancheranno perché con la formula di questa serie C la corsa per i play off è già finita e la lotta per la salvezza è limitata alle ultime sei squadre. In serie D il Mondovì si aggiudica il derby con il Caraglio per 3-2 (16-14 il 5° set) mentre il Savigliano fa registrare una battuta d’arresto nella corsa al quarto posto. Per quanto riguarda il prossimo turno la partita più interessante si preannuncia il derby della Granda tra Alba e Caraglio, con quest’ultimo chiamato a vendere cara la pelle.

BOCCE SERIE

C Play-off per la promozione

Vita Nova eliminato Sabato 12 marzo, a Ciriè, si è consumato l’ultimo atto nel campionato di serie C del Vita Nova contro il Pozzostrada nel primo incontro del play-off promozione. L’eliminazione definitiva è giunta agli spareggi dopo che l’incontro era finito 9-9. Ora sarà compito del direttivo esaminare il tutto per valutare se e come ritentare la prossima avventura, senza perdere ciò che di positivo è stato fatto in questa stagione, per il quale va un sincero grazie a tutti.

D La Go.Ga.L continua a soffrire per un’infermeria davvero intasata ATLETICA

Elio Castellano

Rappresentativa cuneese a Lecco

I giovani di Casale cedono solo al tie-break Protagonisti nel cross

ALTO CANAVESE 3 SAVIGLIANO 2 (25-23; 22-25; 23-25; 25-22; 15-11)

che riescono a portarsi via due punti importanti. «Purtroppo, a causa degli infortuni, siamo sempre pochi agli allenamenti e lo paghiamo in continuità di gioco e ritmo» commenta coach Casale. Sabato 19 marzo al palazzetto di via Giolitti arriva il Derthona (ore 20,45), seconda forza del campionato.

Co.Ga.L Savigliano: Osella, Caula, Curti, Botta, Monasterolo, Berohiti,Casale Fabio, Ferrera, Panero. Libero: Rabbia. All.: Casale Aldo e Russo Paola. Riesce solo a metà l’impresa alla giovane Co.Ga.L all’inseguimento della quarta vittoria consecutiva che avrebbe aperto la strada alle zone alte della classifica. Mister Casale continua ad avere la squadra incerottata e delle sei assenze della scorsa settimana recupera solo Ferrera e Caula mentre Curti è nuovamente fermo a causa di un’infiammazione al collo. La formazione che parte titolare è formata da Osella al palleggio in linea con capitan Monasterolo all’opposto, Panero e Ferrera al centro, Caula e Fabio Casale alla banda e Rabbia libero.

I saviglianesi della Co.Ga.L sabato affronteranno in casa il forte Derthona

Nel corso della partita sono tornati utili gli ingressi in alcuni frangenti del palleggiatore “Bobo” Botta e di Berohiti per la ricezione. I saviglianesi nel primo set faticano non poco a piazzare la propria difesa e partono malissimo

VOLLEY FEMMINILE SERIE

inseguendo affannosamente l’Alto Canavese assetato di punti. Nel secondo e nel terzo parziale Monasterolo e compagni incanalano la partita non senza difficoltà sul giusto binario, portandosi sul 2-1. Poi un calo fisico dà nuovamente spazio ai padroni di casa

Risultati 19ª giornata: Tuninetti Torino-Cus Torino 3-0; Negrinigioielli-Benassi Alba 0-3; Caraglio-Mondovì 2-3; Alto CanaveseCo.Ga.L Savigliano 3-2; Derthona-Sant’Anna 3-0;Venaria-Novi 30; Busca-Poolsport 1-3. Classifica: Tuninetti 48; Derthona 45; Alba 44; Poolsport 36; Mondovì 35; Cus Torino 33; Savigliano 31; Caraglio 28; Alto Canavese e Negrinigioielli 25;Venaria e Busca 17; Sant’Anna 11; Novi 4.

D Le saviglianesi ritornano a giocare una buona pallavolo

Vbc: convincente successo a spese del Pinerolo SAVIGLIANO 3 PINEROLO 1 (18-25; 25-15; 25-16; 25-17) Edilcem B&B Savigliano: Allasia, Bertino, Bodrero, Bono, Brunetti (cap.), Bunino, Casale, Galvagno,Garulli, Mangarda, Panetto. Libero: Fissore. All.: Bianco Luca, Lucullo Maurizio. Davanti al pubblico amico l’Edilcem B&B batte un giovane ma buon Pinerolo, incamera tre preziosi punti per la classifica, ma soprattutto fa nuovamente vedere il bel gioco che ultimamen-

te latitava. L’incontro inizia con la toccante esecuzione dell’Inno di Mameli per celebrare il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Per le saviglianesi invece l’inizio è decisamente negativo e le avversarie scappano (3-0, 9-4, 16-8 fino al 18-25 finale). Nel secondo parziale, Steu e compagne scendono sul parquet con altro piglio e iniziano a fare gioco in un crescendo che porta le pinerolesi a soccombere. Nel terzo parziale, dopo un 5-10 iniziale, le saviglianesi ritornano in par-

tita e vanno a concludere vittoriosamente.Anche il quarto set non ha storia: dopo un inizio equilibrato, va in battuta capitan Brunetti che infila un break di dieci punti, creando un divario incolmabile per le ospiti. Sabato prossimo impegnativa trasferta a Saluzzo, squadra in ripresa, in grado di strappare un punto al forte Bra. Sicuramente servirà una grande prestazione per fare risultato in una palestra dove Maurizio e Luca sono stati protagonisti fino alla passata stagione.

Risultati della 19ª giornata: Savigliano-Pinerolo 3-1; AlmeseSan Francesco al Campo 3-1; Cambiano-Moncalieri 3-2; Cherasco-Valsusa 3-0; San Secondo-Venaria 3-2; Chivasso-Villanova 3-2; Area 0172 Bra-Saluzzo 3-2. Classifica: Cherasco punti 54; Almese 46; Area 0172 Bra 45; Villanova 40; Chivasso, e Cambiano 34; Savigliano e San Francesco al Campo 30; Moncalieri 23;Venaria 18; Saluzzo 17; Pinerolo 14; San Secondo 9, Valsusa 2.

Nel week-end scorso la rappresentativa cuneese ha partecipato all’incontro internazionale tra Rappresentative Provinciali di Cross a Cortenova Lecco. Tra gli atleti convocati nella categoria Cadetti erano presenti anche Caterina BertoliDovetta, Bertolini, Dutto e Orusa a Cortenova ni, Anna Dovetta, Andrea Dutto e Luca Orusa, portacolori dell’Atletica Savigliano. La particolarità della competizione stava nel fatto che gli atleti gareggiavano esclusivamente con i coetanei quindi in base all’anno di età. Nella categoria ’97 tra le femmine Caterina è arrivata 19ª seguita al 28° posto da Anna, mentre tra i maschi Andrea è giunto 27°. Luca, che correva nella categoria ’96, è giunto 23°.

Meeting indoor Esordienti All’ultimo appuntamento indoor per la categoria Esordienti tenutosi a Fossano sabato scorso i rappresentanti dell’Atletica Savigliano sono stati: Bellino Nicolò, Barbona Filippo, Miretti Federico, Sandrone Nicolò, Pedron Marco, Bosio Gabriele, Paschetta Francesco, Bosio Domenico, Fiorito Giovanni,Ramonda Giacomo. I giovanissimi atleti si sono cimentati con grande entusiasmo e determinazione in una staffetta, in un percorso ad ostacoli, nel salto in lungo, in lanci di precisione e nel salto sempre più in alto.

FIOCCO ROSA

Michele Cravero è diventato papà

Auguri alla piccola Lucia Domenica pomeriggio, mentre all’O. Morino era in pieno svolgimento il riscaldamento in vista del derby tra i Maghi della Saviglianese e l’Olmo, il portiere rossoblù Michele Cravero ha lasciato precipitosamente i compagni di squadra per guadagnare gli spogliatoi. Il motivo di

tanta fretta era più che giustificato: Michele ha raggiunto l’ospedale cittadino dove la gentile consorte stava per dare alla luce una splendida bambina cui è stato dato il nome di Lucia. Augurissimi alla piccola ed alla sua famiglia dalla tribù rossoblù.


sport

BASKET SERIE

giovedì 17 marzo 2011

C I biancorossi sconfitti anche a Busto Arsizio

La Cogein non sa più vincere BUSTO ARSIZIO SAVIGLIANO (23-31; 29-22; 19-7; 14-18)

85 78

solo 4 punti separano le squadre ma il Busto sprinta nel finale ed acciuffa la vittoria. Ora un week-end di riposo prima del rush finale che vedrà, come prima scena, la partita al Palaferrua, sabato 26 marzo alle 21,15, contro il Santa Margherita Ligure.

Cogein Savigliano: Marcello 21, Francione 15, Agazzani 12, Nasari 12, Beccaria 7,Taffettani 5, Giacone 2, Martoglio 2, Giorsino 2, Vissio. All.: Spanu. Dir.: Tamagnone e Cordasco. Una buona partita, tutti ampiamente sopra la sufficienza, ma l’Irte porta via ai biancorossi 4 punti su 4, complice in entrambi i casi il calo degli ospiti nel terzo quarto. «Ottima prestazione su un campo difficile – commenta comunque Marco Spanu –. Voglio elogiare in particolare Marcello e Francione, due pedine fondamentali per cercare di chiudere in bellezza la stagione regolare». Spanu decide di partire con Marcello, Francione, Agazzani, Beccaria

La Cogein divide il posto in classifica con Busto, Domodossola e Mortara e Nasari. La Cogein affronta a viso aperto gli aggressivi padroni di casa: Beccaria e Francione sono quelli dei tempi migliori e la gara sembra andare per il verso giusto. Nel secondo quarto i padroni di casa ricuciono parzialmente il punteggio e il vantaggio della Cogein, prima dell’intervallo lungo, si ridu-

ce ad un punto. La terza frazione è una grande sfida fra le difese; purtroppo i saviglianesi calano e il parziale di 19-7 si rivela decisivo per le sorti dell’incontro. Nell’ultimo quarto gli uomini di Spanu sembrano rimettersi in corsa, Nasari segna da tre ed è preciso anche sui liberi, a 5’ dalla fine

Risultati 22ª giornata: Trecate7 Laghi Gazzada 89-84; Busto Arsizio-Savigliano 85-78; Crocetta Torino-Varese 72-66; Santa Margherita Ligure-Loano 81-71; MortaraCus Torino 71-80; Alessandria-Domodossola 79-72; Tortona-Sestri Levante 89-52. Classifica: Tortona e Cus Torino 36; Alessandria 30; Domodossola, Busto Arsizio, Savigliano e Mortara 24; 7 Laghi Gazzada 22;Trecate 20; Loano 18; Crocetta Torino 16; Sestri Levante 14; Varese e Santa Margherita Ligure 10.

A.S.D. Basket Savigliano – Campionato CSI SAVIGLIANO 67 CENTALLO 53 Villois Racing Savigliano: D’Orsi 13, Asselle 12, Gastaldi 10, Bono 9, Poccardi 9, Castellano 7, Ambrogi 4, Chiaramello 3, Franco 0, Aimetta 0, Canavesio 0, Dalicco 0. All.: Giletta. Dir.: Piero Poccardi. Comincia nel migliore dei modi l’avventura nei playoff del Campionato Provinciale Open CSI del Villois Racing, che nella “prima” dei quarti di finale giocata martedì ha sconfitto sul parquet di via Giolitti il Crin Team Centallo. I saviglianesi si erano

SCACCHI

classificatisi secondi al termine della prima fase con appena due sconfitte al passivo, alle spalle della solita Granda Cuneo che ha terminato a pari punti ma con la vittoria nello scontro diretto. Contro il Crin Team i padroni di casa sono scesi in campo molto motivati e l’iniziale nervosismo degli “ex” Gastaldi e Castellano alla fine si è trasformato in quel qualcosa in più che ha contribuito alla sconfitta dei centallesi, peraltro rivelatisi sempre più squadra sorpresa di questo campionato. È stata infatti e soprattutto la parti-

ta di Elio Gastaldi, vero signore degli anelli e mattatore sui rimbalzi, che da solo ha stravinto il confronto sotto le plance contro i prestanti e più numerosi “centri” avversari, e di Stefano Castellano che, seppur a tratti troppo irruente, ha orchestrato nel migliore dei modi la squadra, mantenendo una calma glaciale nell’ultimo quarto sull’asfissiante “press” degli avversari. Non è stata una bella partita se non a tratti, quando i padroni di casa hanno potuto attuare il loro gioco di velocità oppure

erano ispirati nella circolazione di palla che puntualmente trovava buone occasioni di tiro o conclusione da sotto. Gli ospiti, tenuti a galla da due attaccanti di razza come Faletti e Moroni, sono rimasti sempre attaccati come sanguisughe ai giocatori del Villois Racing messi a tratti in seria difficoltà nel fare il loro gioco, e il cui vantaggio di 10 punti al termine del secondo quarto è stato recuperato fino quasi al pareggio in 60” di follia nel quale subivano un parziale di 0-8. Altra musica dal terzo quarto e fino alla fine, an-

che se ancora a tratti con attimi di “buio”, dove veniva creato il vantaggio di 10-15 punti, poi mantenuto fino al termine grazie ad una grande prestazione difensiva del sempre immenso Poccardi e alla consistenza del solito match-scorer D’Orsi e ancora una volta del giovane Steve Asselle. Classifica al termine della prima fase: Granda Cuneo e Savigliano 20; Dronero, San Tarcisio e San Defendente 18; Piasco 16; Racconigi 10; Caraglio, Bra e Ceva 6; Mondovì Piazza 2; Mondovì Beila 0.

BASKET SERIE

31

D Per le baby-pantere

Doppio impegno SAVIGLIANO 78 TAM TAM TORINO 52 (18-8; 12-13; 21-16; 27-15) PANCALIERI 64 SAVIGLIANO 62 (15-20; 12-17; 23-11; 14-14) Doppio impegno settimanale per i ragazzi di Cristiano Graceffa. Nel primo incontro, giocato mercoledì 9 marzo, arriva al Palaferrua il Tam Tam Torino che riporta alla memoria la gara d’andata, giocata in modo pessimo. Questa volta invece le baby pantere non deludono, sin dall’inizio la partenza è veemente, i biancorossi impongono un grande ritmo e difendono forte. In attacco la chiave è a rimbalzo, dove i lunghi biancorossi permettono la realizzazione di molti punti. Nel secondo quarto i torinesi sembrano meglio attrezzati a reggere l’urto dei padroni di casa e non ci stanno a perdere: gioco più equilibrato ma sempre con una netta prevalenza a rimbalzo, il solo Giorsino a metà gara ha già fatto suoi 12 palloni. Dopo l’intervallo la squadra riesce a non perdere la concentrazione ed allunga nel finale del periodo con buone conclusioni da fuori. Ultima frazione giocata in scioltezza e finalmente senza affanni, con pregevoli tiri da fuori di Giacone e Testa; inoltre ampio spazio per tutti con le rotazioni disposte dal coach, il quale commenta: “Due punti che arrivano dopo una partita a tratti ben giocata che ci porta al raggiungimento matematico dei play-off, un obiettivo che non tutti credevano possibile”. Venerdì 11 l’InCasa fa invece visita al Pancalieri, squadra che an-

cora una volta si dimostra scorbutica e difficile da affrontare. Ne esce una sconfitta di misura spiegata da coach Graceffa con “la maggior voglia di vincere dimostrata dagli avversari, demerito nostro non aver chiuso la partita quando si poteva ed aver affidato tutto agli ultimi tiri, purtroppo sbagliati”. Rammarico innanzitutto per la buona partenza con i padroni di casa in bambola ed i saviglianesi concentrati che finiscono il quarto sopra di 5 pt. Secondo parziale di nuovo con Savigliano protagonista: gran quantità di palloni recuperati e belle azioni da tre punti con canestro più fallo; sul finale del quarto gli avversari adottano la difesa a zona, ma gli ospiti non mollano e chiudono in vantaggio di 10 pt. Dopo l’intervallo si riprende con la nota negativa dei molti falli a carico (Giacone 4), fatto che condiziona non poco il gioco dei biancorossi e permette ai padroni di casa di aumentare l’intensità ed a Savigliano di subire molto nell’uno contro uno; inoltre molte conclusioni sbagliate lanciano il Pancalieri in contropiede permettendogli di passare dal 10 al +2. Nell’ultimo periodo ritorna un sostanziale equilibrio ma il Pancalieri si dimostra più cinico: le occasioni per allungare nuovamente vengono sprecate e l’ultimo tiro, buono per impattare la gara, prende solo il ferro. Prossima partita al Palaferrua domenica 20 marzo – ore 18: arriva la capolista Bra, sicuramente con il dente avvelenato per la sconfitta dell’andata, e Graceffa chiederà a tutti i suoi uomini il massimo impegno.

Fase provinciale dei Giochi sportivi studenteschi a Fossano

Savigliano e Racconigi in evidenza ti scolastici provenienti da tutta la nostra provincia. Le squadre erano formate da 4 giocatori titolari più due eventuali riserve. La competizione era suddivisa in 8 categorie: primarie maschili, primarie femminili, secondarie maschili, secondarie femminili, allievi maschili, allievi femminili, juniores maschili e juniores femminili. La categoria con il numero maggiore di squadre partecipanti è stata la primaria maschile con 17 formazioni di 12 Istituti scolastici. Questi i risultati per ogni categoria. Juniores maschile: 1° Arimondi-Eu35 squadre in gara ai Giochi studenteschi di Fossano la, 2° Peano; Juniores femminile: 1° Arimondi-EuVenerdì 11 marzo, organizzati dalla Federazione Scacchistica Italiana F.S.I. in collaborazione la, 2° Peano; con l'Ufficio Scolastico Provinciale settore Edu- Allievi maschili: 1° Cocito Alba, 2° Arimondicazione fisica, la Città di Fossano, l'MSP Cu- Eula, 3° Peano AM1; neo, la S.D.Scacchistica Saviglianese, l'Alfiere Secondarie maschili: 1° Villafalletto SM2, 2° Bianco e la Scacchistica Cuneese, nella palestra Racconigi SM1, Trinità SM1; comunale di Fossano si sono disputati i Giochi Secondarie femminili: 1° Racconigi; sportivi studenteschi di scacchi con la parteci- Primarie maschili: 1° St. Stefano Belbo PM2, pazione di 35 squadre appartenenti a 18 Istitu- 2° Cuneo Rolfi PM3, 3° Sommariva Perno PM2;

Basket giovanile UNDER14 REG. SAVIGLIANO “B” 59 SALUZZO 77 (10-8; 10-27; 16-28; 23-14) Ghemar Savigliano "B": Demichelis 21, Ambrogio 11, Marengo 7, Angaramo 7, Zorgnotti 5, Canfora 4, Volpiano 2, Donalisio 2, Cigna, Lupo, Frangaj. All.: Frandino. Saluzzo presenta anche i 2 giocatori che in genere giocano nel

campionato under 15 Open e che effettivamente fanno la differenza. Per il resto i biancorossi disputano una buona partita a tratti e fanno vedere anche di che pasta sono fatti in difesa. Buona anche la prestazione dei '98 convocati per far fronte alle assenze ed in particolare del giovane Frangaj. Ora turno di riposo e poi sabato 26 marzo gara a Cuneo per mettere al sicuro il 2° posto in classifica.

Primarie femminili: 1° Sommariva Perno PF2, 2° Sommariva Perno PF1, 3° Sommariva Perno PF3, 4° Fossano Levi, 5° Cuneo Revelli. Alla fase regionale di Domodossola accedono tre squadre per ogni categoria (non necessariamente le prime tre classificate nella loro categoria, in quanto per ogni Istituto può partecipare alla fase regionale solamente la prima classificata). I ringraziamenti sono dovuti all' assessore allo Sport della Città di Fossano per aver partecipato all'evento intervenendo alla premiazione, alle Fondazioni delle Casse di Risparmio di Fossano e Savigliano che con il loro contributo sostengono il progetto "Scacchi a scuola Cuneo" nelle rispettive aree di pertinenza, al Presidente dell'MSP Cuneo, il signor Gallina per il suo intervento ed il suo contributo alla manifestazione, al delegato provinciale del Comitato Piemonte Scacchi Alessandro Dominici, all'istruttore responsabile della manifestazione Dario Flego , all'abitro internazionale Jean Dominique Coqueraut, ed a tutti i volontari (istruttori e loro collaboratori) i quali hanno contribuito al buon andamento della manifestazione.

Ballo: regionali di liscio e standard Sabato 5 e domenica 6 marzo 2011 nella città di Biella si sono svolti i campionati regionali di ballo liscio e standard. I saviglianesi Marco Panuzzo e Deborah Allasia hanno vinto il primo premio per entrambe le discipline nella loro categoria. Il saviglianese Luca Comba, in coppia con Anna Origlia di Centallo, si è laureato campioni regionali di latino americano nella categoria 14-15 anni classe C.

Marco Panuzzo e Deborah Allasia

CAVALLERMAGGIORE 85 SAGRANTINO 47 (26-13; 23-14; 14-14; 17-6) Mitutela B.C. Cavallermaggiore: Zuccarelli 20, Sabena 16, Ghione 14, Sarvia 12, Baruzzo 7, Scotta 6, Ambrogio 6, Colombano 2, Cerutti 2, Marano 0. All.: Mondino, Nasari. FENICE 79 CAVALLERMAGGIORE 73 (23-20; 16-15; 23-18; 17-20) Mitutela B.C. Cavallermaggiore: Ambrogio 18, Sabena 17, Zuccarelli 10, Botta 7, Scotta 5, Baruzzo 5, Ghione 4, Cerutti 3, Baretta 2, Sarvia 2. All.: Mondino, Nasari. Tour de force per Cavallermaggiore, vittorioso nel turno infrasettimanale con il Sagrantino e sconfitto domenica in casa della Fenice. Anche in questa sfida i Gators avevano cominciato nel migliore dei modi, ma poi La Fenice aveva replicato colpendo dalla distanza ed in contropiede ed i primo quarto si era concluso sul 23-20 per i padroni di casa. Nel secondo quarto i locali continuano a macinare punti dall’arco con una continuità disarmante e mantengono la testa avanti. Sabena è molto attivo e crea non poche difficoltà agli avversari. La difesa di Cavallermaggiore è però troppo per-

Andrea Sarvia meabile e il tabellone al giro di boa segna 39-35 per i torinesi. Al cambio di campo la difesa dei Gators sale di intensità, ma i rimbalzi concessi sono davvero troppi e il periodo vede i Gators sotto di 9. Nel quarto periodo entrambe le squadre sono contratte: la Fenice gioca al limite dei 24 secondi per non sciupare il vantaggio, mentre Cavallermaggiore è imprecisa al tiro. Gli Alligatori scivolano a –13 ma poi recuperano a –6. Ma è solo un illusione. I padroni di casa raggiungono il massimo vantaggio, sul 76-63 a pochi minuti dal termine. La partita è ormai decisa. Segue una fase confusa della gara, dominata dai falli sistematici, che permettono ai Gators di riavvicinarsi notevolmente.Tuttavia il tempo a disposizione è troppo esiguo per concretizzare la rimonta. Vince la Fenice 78-73. Battuta d’arresto per gli Alligatori, che pagano un piccolo calo fisiologico dopo la lunga striscia vincente dell’ultimo periodo, senza però compromettere la strada verso un posto ai playoff. Prossimo incontro venerdì 18 marzo nel palazzetto di Cavallermaggiore contro il PGS Auxilium Agnelli (ore 21,15).


32

sport

giovedì 17 marzo 2011

PRIMA DIVISIONE SAVIGLIANO 3 CHERASCO 1 (22-25; 25-22; 25-20; 25-17) Vbc Savigliano Avagnina: Fiorito, Germanetto, Lamberti (cap), Miraglio, Olocco, Omento, Peluffo, Rabbia, Galletto, Sito, Ramonda. Liberi Macaluso, Merlo. All.: Casale Piero. Dir.: Rabbia Giovanni. Un primo set e mezzo a dir poco inguardabile che le saviglianesi riescono a perdere 22-25 sbagliando l'inverosimile: l'attacco non va, la difesa neanche, la ricezione fa acqua, troppo brutto per essere vero. A partire da metà del secondo set, effettuati alcuni cambi (Maky per Giulia e Tuzza per Morghy) piano piano la squadra risale la china e chiude 2522. Gli altri due set, pur con qualche patema d'animo, vengono conquistati con tanta, troppa fatica. Prossimo turno venerdì 18

OPEN CSI RONCHI 2 SAVINVOLLEY 1 SavInVolley MetaSoftLab: G. Filomena, M. Ambrogio, F. Bergia, S. Sito (cap.), E. Borgognone, G. Allocco, E. Marengo, A. Pelazza, J. Mana. Lib:. A. Spalla. All.: A. Mollo. JUNIORES CSI SAVINVOLLEY 3 CEVA 0 (25-15; 25-15; 25-18) Subito in vantaggio, il primo set è letteralmente volato via, con una padronanza della situazione e sicurezza nei propri mezzi che non è mai mancata per tutta la durata della frazione. Il secondo parziale è partito in maniera più equilibrata, poi le saviglianesi ci hanno messo del loro e sono di nuovo venute fuori con prepotenza, annichilendo le avversarie. Il terzo set è partito a mille: le

Anna Rabbia (Prima div.) marzo contro il Centallo UNDER 13 SAVIGLIANO BUSCA (11-25; 25-21; 10-25)

1 2

SAVIGLIANO MOROZZO (25-19, 19-25, 27-25)

2 1

sempre da coach Tram, le saviglianesi hanno affrontato con orgoglio e grinta i due incontri sfoggiando volontà e determinazione. Contro il Busca (tra le prime in classifica) hanno combattuto riuscendo a strappare alle avversarie un bel punto, mentre contro il Morozzo hanno vinto per 2-1 conquistando l'ultimo set al termine di una vera e propria battaglia terminata sul 27-25. Brave tutte, in special modo di Marta e Lolly. Prossimo impegno domenica 27 marzo a Savigliano (ore 15) contro Mondovi.

Vbc Litostampa Astegiano: Abbà, Boretto, Bosio, Chelarescu, Chiambretto, Sobrà, Moschetta, Rocca, Fiorina. L’under 13 ha affrontato a ranghi ridotti la trasferta di domenica pomeriggio per il concentramento di Morozzo: causa indisposizioni solo 7 le ragazze a disposizione per la prima partita, salite a 9 nella seconda. Pilotate come

narzolesi hanno infilato una buona dose di punti vincenti, ma non è bastato, perché le saviglianesi hanno avuto la maturità di rimanere con i piedi per terra e la testa nel match fino alla fine, che è stato un tripudio di gioia, anche per i genitori a bordocampo. UNDER 14 CSI SAVINVOLLEY PASSATORE (28-30; 20-25; 17-25)

0 3

SavInVolley Ge.Cos.: M. Lo Fiego (cap.), C. El Khazzari, S. Biglione, C. Biglione, M. Grande, E. Cussa, S. Francesconi, G. Ponzi. All.: T. Francesconi, L. Bainotti. È iniziata la fase play-off e purtroppo, si è aperta male, con una pesante e amara sconfitta per 03. Le saviglianesi non sono riuscite ad imporsi su avversarie che avevano sconfitto per 2-1 nella prima fase del torneo. Il primo set risulta combattuto e si conclude sul 28-30, con le avversarie notevolmente favorite dagli innumerevoli, evitabili, errori delle padrone di casa. Le saviglianesi ripartono nel secondo parziale con il morale a terra, e non riescono a tenere testa al gioco delle ospiti. Solamente nel terzo

Campionato CRF di Fossano

Racconigi entusiasmante RACCONIGI VOLLEY TEAM TRU LIE (25-19; 23-25; 15-12)

set si vede un po' più di grinta e voglia di fare, ma non abbastanza per portare a casa almeno un punto. Prossimo incontro sabato 19 marzo a Vicoforte. UNDER 13 FIPAV SAVINVOLLEY CHERASCO (26-24; 20-25; 21-25)

1 2

MONDOVÌ ROSSA SAVINVOLLEY (21-25; 25-15; 19-25)

1 2

SavInVolley Five Stars: R. Davicco, S. Borello, E. Alberto, M. Zorgniotti, E. Scarati, F. Tifni, L. Garro, F. Miretti, L. Famulari, D. Ghersi, M. Petitti. All.: V. Mammone. La SavInVolley gioca bene il primo set contro il Cherasco e lo vince 26-24. I parziali successivi sono lunghi, ma la squadra di casa lascia che le avversarie conducano il gioco, lotta di meno e con meno entusiasmo perdendoli entrambi. Meglio la partita contro il Mondovì: le ragazze di Vanessa faticano ancora a fare squadra, ad attaccare in modo grintoso e creativo, ma riescono a vincere per 2 a 1. Prossimo impegno a Grinzane Cavour domenica 27 marzo, contro El Gall e Cuneo.

2 1

Racconigi V. T.: Mariano Enrico, Vaschetto Andrea, Rizzuto Alessandro, Pappalardi Selene, Marchisio Maurizio, Tavella Francesca, Macchiarella Giulia, Panero Marta, Marchisio Ramello Giulia, Pautasso Stefania, Seia Alessia. All.: Tamara e Stefania Mulassano. Partita entusiasmante! Un primo set alla grande vinto 25-19 con una formazione strepitosa. Tutto perfetto, nessun intoppo, grande grinta, ma soprattutto tanta voglia di vincere. Il secondo parziale coincide con un momento di appannamento, un po’ di tensione ha fatto la sua comparsa in campo e non hanno certo giovato gli animi surriscaldati degli avversari e qualche discutibile decisione dell’arbitro. Risultato: 23 punti giocati con l’anima, contro il muro dei 25. Si va così al terzo set, quello decisivo, con la consapevolezza di potercela fare. E dopo gli insormontabili muri di Marchisio, la strepitosa ricezione di Tavella e l’ultimo attacco dritto sulla linea di fondocampo firma-

L’under 13 Vbc a Morozzo

Le ragazze dell’under 14 del SavInVolley Ge.Cos guidate dal tandem Francesconi-Bainotti

KARATE

VOLLEY MISTO

UNDER 16 SAVIGLIANO 1 BENASSI ALBA 3 (25-20; 23-25; 17-25; 20-25) Leclerc Volley Savigliano: Airaldi, Rabbia, Vivalda, Calcagno, Chiavassa, Alladio, Caula, Davicco, Bergesio, Morello, Arnolfo, Alasia, Mattis. All.: Montanari. I ragazzi della under 16 escono sconfitti dopo una vera battaglia ma trovano comunque la qualificazione alla fase regionale causa utilizzo di atleti fuoriquota da parte dei rivali. Montanari manda in campo Morello al palleggio (regolarmente avvicendato da Alladio nel giro avanti e nella battuta), Calcagno opposto, Davicco e capitan Vivalda (sostituito da Rabbia nel giro dietro) al centro, Caula e Bergesio a schiacciare e ricevere. Nel corso del match verranno praticamente sempre eseguiti gli innesti di Alasia per Vivalda, Mattis per Bergesio e quelli di Airaldi e Arnolfo. Nel

MARENE VOLLEY OPEN MISTO TERZA DIV. MARENE 2 VIGOR PIASCO 1 (27-29; 25-17; 25-21) Marene: Alloa Casale (cap.), Rosso, Gianoglio, Alasia, Minetti, Panero E., Panero D. Il Volley Marene è tornato finalmente a vincere giovedì 10 marzo in casa contro il Vigor Cicling Team di Piasco. Il primo set inizia con un ottimo vantaggio per il Volley, che però a metà tempo si fa recuperare dagli avversari e, pur combattendo fino all’ultimo punto, perde la sfida. Il secondo set la squadra di casa inizia a gio-

to Pappalardi è partito l’urlo di una squadra finalmente vittoriosa. Come dice Ovidio: “Non si desidera mai ciò che è facile ottenere”, ma come consiglia Rimbaud “qualsiasi cosa sogni di fare comincia a farla... nell’audacia è genio, potere, magia”. Niente da fare invece per il Racconigi Volley Team contro “Quelli del gelato”, primi nella classifica del torneo: una Enrico “Baggio” Mariano sconfitta per 0-2 ottenuta peraltro con ottimi parziali a dimostrazione che la squadra di “Baggio” Mariano e delle sorelle Mulassano sta crescendo. Prossimo turno mercoledì 16 marzo contro i Mons Team (ore 20,30).

primo parziale dopo un inizio shock di 0-5 i saviglianesi iniziano a macinare gioco e riescono a mantenere un vantaggio importante fino alla fine. Nel secondo parziale, dopo essere stati avanti praticamente tutto il set, i ragazzi non riescono ad approfittare di alcune occasioni favorevoli e cedono ad un avversario ancora in netta difficoltà. Nel terzo parziale l’Alba alza nettamente il suo livello di gioco e lo vince meritatamente. Il quarto set è giocato punto a punto ma nel finale l’arbitro che perde il controllo del match iniziando a commettere un errore dopo l’altro e portando il nervosismo alle stelle, in campo ed ancora di più sugli spalti. Nei giorni 27 marzo, 10 e 21 aprile si terrà la fase regionale. Al di là del risultato sarà una possibilità di crescita per un gruppo giovane in vista della prossima stagione. UNDER 13 VILLANOVA SAVIGLIANO (16-25; 22-25; 10-25)

0 3

Leclerc Volley Savigliano: Barolo, Broiera, Calcagno, Fumero, Ghione, Martini, Rosso, Spalla,Vil-

care con maggior determinazione e convinzione, riuscendo a strappare agli avversari il punto. Durante il terzo e ultimo set entrambe le squadre non mollano per portarsi a casa la partita, ma il Marene riesce ad avere la supremazia. Prossima partita giovedì 17 marzo alle 21.30 presso la palestra comunale di Marene. OPEN CSI FEMMINILE SANTA MARGHERITA 3 MARENE 0 (25-12; 25-19; 25-18) Marene: Monge, Sobrero, Racca I., Racca L., Tortore, Angaramo, Bosio E., Gerbaldo, Baudino, Zana, Deninotti. All.: Piras Fabrizio. Dir.: Racca Elio. Sconfitta esterna per la Open Csi di coach Piras ad Alba contro il Santa Margherita Blu. La partita

lella. All.: Russo. Dir.: Rosso. Inizio match caratterizzato da una comune sonnolenza che pervade la formazione schierata dall’allenatrice: Rosso e Villella in palleggio (quest’ultimo sostituito più avanti da Fumero), CalcagnoSpalla e Ghione-Broiera le diagonali di attacco (con l’inserimento successivo di Barolo e Martini). Avvio lento ma risolto da una scossa positiva di Villella al servizio che, coadiuvato dai compagni, porta la squadra da 9 punti a 20 senza commettere errori. Nel secondo set scendono un campo Rosso e Villella in palleggio (con inserimento di Fumero), in attacco Calcagno-Barolo, Martini-Broiera (con gli innesti successivi di Spalla e Ghione). Questo è forse il set in cui la formazione casalinga maggiormente mette pressione e i Saviglianesi ricadono nel torpore della sonnolenza mattutina. Bravi comunque tutti a non mollare e nei momenti decisivi ad aggiudicarsi il punto. Senza storia invece l’ultimo set che vede gli avversari ormai rassegnati e poco oppositivi. Prossimo appuntamento al Palazzetto di Savigliano il 26 marzo (ore 15,30) contro l’Alba.

è stata inguardabile, ricca di errori e sbavature, l’ennesima brutta prova a cui è difficile dar una spiegazione logica. ALLIEVE MARENE 0 MONTÀ 3 (22-25; 13-25; 23-25) Marene: Sobrero, Sabena, Baudino, Zana, Abrate, Daniele, Maccagno, Gerbaldo, Mina, Racca, Monge. All.: Gaveglio Simona. Brutta partita per le ragazze di Gaveglio, che perdono tre punti inattesi contro il Montà, squadra non irresistibile. Errori grossolani e poca lucidità, sono stati il comune denominatore per tutta la partita; peccato perché si rischia di rovinare il campionato, ma si spera di ritornare alla vittoria la prossima settimana.

Per i racconigesi gli ottimi risultati fanno ben sperare in vista dei regionali

Ventitrè atleti Renbukan in gara a Verzuolo Si è svolta sabato 12 marzo a Verzuolo una gara di Karatè alla quale hanno partecipato atleti provenienti da tutte le palestre della provincia di Cuneo. Tra i 160 partecipanti c’erano 23 portacolori della palestra Renbukan di Racconigi che hanno ottenuto una serie di ottimi piazzamenti conquistando il podio in 4 Categorie. Nel dettaglio: Piacenza Ilaria 2° posto Speranze cinture bianche (fino a 14 anni non

compiuti); Sona Mattia 1° posto Speranze cinture verdi (fino a 14 anni non compiuti);Virano Elisa 3° posto Speranze cinture verdi (fino a 14 anni non compiuti); Taricco Alice 4° posto Speranze cinture verdi (fino a 14 anni non compiuti); Giordano Davide 3° posto juniores cinture blu (da 14 a 18 anni non compiuti);Viola Antonino 1° posto seniores cinture gialle (da 18 a 40 anni non compiuti).

Questa gara è servita come test agli atleti racconigesi per i prossimi campionati regionali che si svolgeranno ad Avigliana domenica 3 aprile dove si selezioneranno i concorrenti che potranno partecipare ai campionati italiani che si terranno a Salsomaggiore il 16 e 17 aprile prossimi. Continuando sulla strada intrapresa gli atleti di Racconigi anche quest’anno si spera possano ottenere ottimi risultati. Un

Il gruppo dei portacolori del Renbukan Racconigi che hanno gareggiato a Verzuolo “in bocca al lupo” a tutti e un ringraziamento ai genitori dei più giovani per la

pazienza con la quale accompagnano agli allenamenti e alle gare i loro bambini.


sport

CALCIO

giovedì 17 marzo 2011

L’Olmo capolista troppo forte per questa Saviglianese

I Maghi affondano nel fango PROMOZIONE CLASSIFICA squadre

P. G V N P GF GS

Olmo 51 25 15 6 4 46 26 Orbassano 48 25 14 6 5 39 16 Mirafiori 46 24 14 4 6 37 25 Carmagnola 43 25 11 10 4 30 20 Corneliano 34 24 7 13 4 37 33 Cavour 32 23 8 8 7 25 23 Saviglianese 32 25 8 8 9 30 30 Tre Valli 32 24 7 11 6 32 34 Pedona 30 23 7 9 7 29 30 P. Dronero 29 23 7 8 8 32 41 Grugliasco 28 25 7 7 11 32 41 Bene Narzole 27 24 5 12 7 35 31 Vigone 26 23 6 8 9 32 33 Carignano 25 25 6 7 12 29 40 Somm. Perno 19 25 3 10 12 31 41 Pozzomaina 15 25 4 3 18 26 58

SAVIGLIANESE OLMO

1 3

Saviglianese: P. Bosio, Garagliano, Deideri, Mondino (40’ Bosco),Torta, Biga, Lembo, Lupinacci (83’ Ferrero), Zavattero, D’Amato, Reale. A disp.: Panero, Monetti, Sobrero, Camisassa. All.: R. Libertini. Olmo: Peano, Caldano, Beraudo, Viviani,, Bongioanni, Sciatti, Domestici, Dalmasso (61’ Chiapale), Ballario (90’ Destefano),Veneziani (61’ Brino), Pellegrino. A disp.:Vercellone, Chiapello, Fiorentino, Nasi. All.: Calandra (in panchina Enrici). Arbitro: sig.Venchi di Torino. Reti: 50’ Veneziani (rig.), 73’ Reale (rig.), 83’ Ballario, 91’ Brino. Note: pioggia battente. Terreno al limite della praticabilità. L’Olmo stravolge il match nel finale e fa sprofondare nella crisi più nera la Saviglianese alla terza sconfitta consecutiva. Altri punti buttati. La ripresa dei Maghi è rimandata e l’emorragia non si è ancora bloccata. Non è bastato il ritorno al goal di Reale, la giornata straordinaria di

CALCIO FEMMINILE

10ª

RITORNO RISULTATI

Pedona - Bene Narzole Rin. Mirafiori - Carmagnola 1-1 Orbassano - Carignano 3-0 Tre Valli - Corneliano Rin. Saviglianese - Olmo 1-3 Pozzomaina - P. Dronero 1-3 Grugliasco - Somm. Perno 4-4 Cavour - Vigone Rin.

11ª

RITORNO 20/3 ore 15

Corneliano - Grugliasco Bene Narzole - Cavour Olmo - Mirafiori P. Dronero - Orbassano Carignano - Pedona Carmagnola - Pozzomaina Somm. Perno - Saviglianese Vigone - Tre Valli

Zavattero ed il ritorno ad alto livello di Lembo. Questa è una squadra che, senza il suo condottiero Marenco, non sa più vincere (ultimamente neanche pareggiare). Certe volte si può solamente perdere, combattere più o meno accanitamente, dannarsi l’anima per difendere il proprio onore, ma alla fine potrà cambiare la forma, non la sostanza. Alla lunga i valori sono venuti fuori e, quelli attuali, dicono che l’Olmo ha decisamente qualche cosa in più. L’esperienza è sempre decisiva. CRONACA Piove sul bagnato in casa rossoblù, dove non si riesce a fermare la caduta libera. La pioggia e le pozzanghere dell’O. Morino non fermano invece la marcia dell’Olmo, capace di bissare il successo dell’andata, di imporsi sul filo di lana e con una manina salutare tutte le altre pretendenti alla vittoria finale. Il derby si gioca regolarmente nonostante le condizioni del terreno al limite della praticabilità. Tante le assenze tra i padroni di casa (Vagliano, Miretti, Campi, Panetta, Bazzoni), che all’ultimo minuto devono rinunciare anche al portiere Cravero (neo-papà) sostituito dall’ottimo Paolo Bosio (classe ’93). Dal-

l’altra parte l’indisponibilità di Fiorentino regala al quindicenne Andrea Dalmasso (già in prova al Torino) la prima maglia da titolare. Primo tempo vivace. Gli ospiti ci sguazzano bene. I locali tentano di stare a galla. Continui i cambiamenti di fronte. 3’. D’Amato su punizione dal versante destro dà l’illusione del goal (tiro a giro). 11’. Enrico Ballario in mischia elude il portiere ma poi spreca un goal fatto. 16’. Ballario stavolta non sbaglia, ma la rete viene annullata per offside. 24’. Mondino ci prova da fuori area. Peano sventa la minaccia con i pugni. 28’. Doppio intervento volante di P. Bosio, prima su tiro di Veneziani e poi di Dalmasso. 44’. Netto rigore su Sciatti non accordato (trattenuta vistosa). RIPRESA La seconda frazione di gioco si apre con un’incursione palla al piede di Veneziani fermata da Garagliano.Tra lo stupore generale il direttore di gara indica il dischetto, concedendo un penalty che puzza di compensazione per quello negato in precedenza. Dagli undici metri Veneziani non sbaglia con un tiro forte sotto la traversa. 0-1. 6’. Peano è attento e sventa su una staffilata dal limite di Zavattero. 22’. Una pozzanghera nega il raddoppio a Brino. Alla fine spazza il tutto Biga. La gara si accende. 25’. Su traversone di Garagliano, D’Amato di testa sfiora il pareggio, realizzato invece da Reale (bordata sotto l’incrocio), a segno grazie ad un altro generoso rigore causato da una presunta trattenuta di Pellegrino ai danni di D’Amato. 1-1. Tutto da rifare per la capolista. A questo punto sale in cattedra l’esperienza di Ballario, che fugge di prepotenza sulla sinistra (Deideri spazzato via), rientra e realizza (rasoterra imprendibile) un goal forse decisivo per le sorti del campionato. 2-1. La Saviglianese è ferita ma non si arrende ed attacca a pieno organico, sfiorando il secondo pareggio

Il portiere Paolo Bosio in mischia, prima della fuga di Brino che mette in cassaforte il risultato con un diagonale perfetto. 1-3. DOPOGARA La notizia è che non c’è notizia: la Saviglianese ha di nuovo perso. Ma siamo pronti a scommettere che non cambierà nulla perché, trascinati da una curiosa propensione al masochismo, non potendo autosospendersi, i dirigenti andranno avanti così con l’autogestione. Di richiamare Marenco al capezzale nemmeno parlarne. Anche se sarebbe la cosa più logica. I numeri parlano chiaro: quasi due punti a partita la media dell’ex-trainer. Un pelo sopra lo zero quella di Brisciano e c. Le assenze per infortunio e squalifiche c’erano anche prima. Completamente sbagliato l’approccio alla gara, clamoroso ripetersi di errori difensivi, sostituzioni dalla logica controversa, dubbi sulle scelte dell’undici iniziale i maggiori capi d’accusa. Sull’altro versante una gioia enorme.Vincere ad ogni costo. La missione di Calandra e c. è stata compiuta, anche se con molta sofferenza: «Era una gara che temevamo sia per la condizioni del campo che per la forza degli avversari. Quindi onore ai ragazzi per aver lottato e averci creduto sino al termine». PROSSIMO TURNO La Saviglianese sarà attesa domenica allo stadio Dino Tibaldi di Sommariva Perno. In palio punti pesanti per la salvezza. Nima

Le ragazze di mister Sapetti espugnano il campo del Carrara

Cavallermaggiore vince ancora 10ª

RITORNO RISULTATI

Courgnè - Aosta Rin. Astisport - Biellese 3-0 Carrara - Cavallerm. 2-3 Nichelino H. - Femm. Alba Rin. Musiello - Givolettese 5-4 Borghetto - Romagnano 0-2 Rivese - Sanmartinese Rin. Femm. Casale - Sp. Valenza 0-3

SERIE C FEM. CLASSIFICA squadre

P. G V N P GF GS

Sanmartinese - Astisport Aosta - Borghetto Cavallerm. - Courgnè Femm. Alba - Carrara Romagnano - Femm. Casale Sp. Valenza - Musiello Biellese - Nichelino H. Givolettese - Rivese

Romagnano 70 25 23 1 Sp. Valenza 64 25 21 1 Musiello 51 25 15 6 Astisport 51 25 16 3 Cavallerm. 48 25 15 3 Femm. Alba 47 24 14 5 Biellese 30 25 8 6 Rivese 29 24 7 8 Courgnè 28 24 8 4 Aosta 26 23 8 3 Givolettese 26 24 7 5 Femm. Casale 24 24 7 3 Borghetto 22 25 7 1 Nichelino H. 21 24 7 1 Sanmartinese 13 24 3 4 Carrara 5 24 1 2

CARRARA 90 2 CAVALLERMAGGIORE 3

raro, Griglio (65' Giraudo). A disp: Borgna. All.: Sapetti. Reti: Ferrero, Giraudo, Graglia.

Cavallermaggiore: Manzardo; Pesante (55' Parola), Straffi, Fasciani (80' Gazzera), Giordano; Murialdo, Olivero, Graglia, Parola; Pego-

Partita strana e molto combattuta, che si apre con una rete dopo 5’ di Ferrero che conclude con un bel diagonale una fuga solitaria sul-

11ª

RITORNO 20/3 ore 15

1 92 12 3 116 29 4 71 42 6 56 31 7 63 38 5 56 27 11 41 53 9 44 45 12 53 59 12 40 43 12 44 65 14 33 62 17 42 62 16 28 71 17 33 88 21 22107

Di Simona Graglia il goal decisivo la destra: 0-1 e si pensa che possa essere goleada. In effetti le condizioni ci sarebbero perché nel primo tempo il Cavallermaggiore, complice la difesa non perfettamente schierata delle avversarie, costruisce almeno altre sei nitide palle goal che le attaccanti giallonere non riescono a concretizzare. Goal sbagliato, goal subito, è la legge del calcio: all'inizio del secon-

do tempo il Carrara pareggia con un tiro dal dischetto, concesso per un fallo di Pesante. Le ragazze di Sapetti si gettano di nuovo all'attacco e riescono a riagguantare il vantaggio con una deviazione in area di Giraudo su lancio di Straffi. Ma all'80’ nuova doccia fredda per la formazione cuneese, con il Carrara che riesce a pareggiare:Tassin raccoglie una corta respinta di Manzardo e ristabilisce la parità. Sembra finita ma Pegoraro e compagne dimostrano ancora il loro carattere e riescono a trovare il definitivo vantaggio con una bella incursione di Graglia che batte con un gran tiro l'incolpevole portiere avversario. «Salviamo il risultato ma non possiamo commettere così tanti errori sotto porta – commenta mister Sapetti – dobbiamo cercare di essere più cinici». Da sottolineare l'ottima prova del Carrara: squadra giovane che gioca un bel calcio, fatto di palleggio e possesso palla, e che non merita assolutamente l'ultima posizione.

33

Il punto sulla Promozione Nella domenica delle grandi piogge spicca l’allungo in vetta dell’Olmo. Rallenta il Mirafiori stoppato dal Carmagnola ma soprattutto dalle strepitose parate di Soldano. Ospiti in vantaggio a fine primo tempo con Floris. Messineo ad inizio ripresa pareggia il conto, poi Soldano decide di abbassare la saracinesca... La crisi societaria non ferma l’Orbassano che vince in scioltezza sul Carignano.Volpe (rig.), Muratori e Collino firmano il tris. Singolare sciopero bianco indetto da tutti i giocatori dell’Orbassano: 30’ di ritardo di inizio partita per i rimborsi spese non ricevuti. Ora sta alla società dare delle risposte concrete, oppure questo sciopero potrebbe proseguire al punto da falsare il campionato, arrivando a non presentarsi proprio in campo. Pareggio ricco di goal e suspance in Grugliasco-Sommariva Perno. Santi (2), Latella e Aniello realizzano per i padroni di casa. Celeghini,Valsania, Palmieri e Zanotti in goal per gli ospiti. I torinesi in settimana avevano esonerato il tecnico Marco Brunetti. Al suo posto è arrivato Salvatore Telesca. Vittoria della Pro Dronero sul campo del Pozzomaina. A Luzzitelli rispondono Sismonda, Dutto e Boscolo. Non disputate per impraticabilità del terreno di gioco Cavour-Vigone, Pedona-Bene Narzole e Tre Valli-Corneliano. Nel recupero infrasettimanale tra Olmo e Pro Dronero la spuntano i primi per 1-0. Decide un rigore realizzato da Veneziani.

Saviglianese - Giovani JUNIORES REG. SAVIGLIANESE OLMO

2 1

Saviglianese: P. Bosio, Para, Bassano, Cussa, Sobrero, Camisassa, M. Bosio, Maki, D. Bosio, Monetti, Busano. A disp.:Valiani, Ezziani, Pelissero, F. Bosio, Rondinelli, Bonetti, Kone. Another brick in the wall. Un altro mattone nel muro della Saviglianese che fa la voce grossa con i pari età dell’Olmo e continua così il testa a testa con il Saluzzo per la vittoria del girone. I rossoblù sciupano molto e dopo il goal del vantaggio con Busano sono inchiodati sull’1-1 (rete di Shehu) da un ottimo Olmo. Nella ripresa un guizzo del fantasista Monetti decide il derby a favore dei padroni di casa che incassano 3 punti preziosissimi. ALLIEVI SAVIGLIANESE BRA

2 3

Dopo quattro vittorie l’undici di Boglione incorre in una amara e non meritata sconfitta con i pari età del Bra. Rossoblù in vantaggio con Gala. Ad inizio ripresa Camia pareggia il conto.Trentanelli dopo pochi minuti riporta la Saviglianese sul 2-1. Un rigore generoso permette a D’Angelo di firmare il 2-2. Nel finale la rete di Bellini regala la vittoria ai braidesi. GIOVANISSIMI ‘96 REG. SAVIGLIANESE AIRASCHESE

3 0

Saviglianese: Lembo, Sordella, Ghersi, Maero, Ferracin, Mucciolo, Donalisio, Giannattasio, Capuccio, Gaveglio, Gallè. A disp.: Ottone, Favole, Bergesio, Fiorito, Ambrassa, Biraghi. All.: Gian Curti. Reti: Gaveglio, Donalisio, Gallè. Bella ed importante vittoria dei ragazzi di Curti nel recupero infrasettimanale di mercoledì scorso contro la quotata Airaschese. Bella perché ottenuta dopo una partita ben giocata, forse la migliore di questo campionato, con il risultato mai in discussione e una difesa che non ha mai permesso agli avversari di rendersi pericolosi.Tre reti di ottima fattura, rifilate ad una squadra di tutto rispetto la dicono lunga sulla crescita di questa squadra, che forse ha finalmente imparato a capitalizzare le prime occasioni che riesce a creare. Ed aver pestato per primi gli alluci alla

forte formazione ospite è segno e conseguenza della grande applicazione negli allenamenti, nella ricerca di dare presto e bene un chiaro indirizzo rossoblù alle partite. Gran ritmo da subito, dopo le schermaglie iniziali, Gaveglio inventa il vantaggio controllando spalle alla porta e nel girarsi puliva l’angolo alto con tiro a giro. Capovolgimenti di fronte frequenti, ma torinesi mai pericolosi e primo tempo chiuso in vantaggio. La ripresa era pressoché uguale alla prima parte, con gli ospiti incapaci di pungere e maghi capaci di farlo e bene, con i goal di Donalisio e Gallè a strappare applausi al pubblico presente.Vittoria importante, entusiasmante. La via da seguire è tracciata. Maltempo permettendo. ESORDIENTI MISTI SANFRÈ 3 SAVIGLIANESE ROSSA 1 (2-0; 2-2;; 2-0) Saviglianese rossa: Cesano, Galleano, Garetto, Bosio A., Vigna, Lo Medico, Bernardi, Caula, Osi, Risi, Laouini, Palumbo, Frau. All.: Modugno. Dir.: Caula. Reti: Osi, Lo Medico. MOROZZO SAVIGLIANESE BLU (0-0; 0-0; 1-0)

3 2

Saviglianese blu: Mulassano, Leone, Galletto, Gramaglia, Bosio M., Zavattero,Trossarello, Lovera, Ghersi, Piumatti, Angelucci, Dutto, Salah. All.: Zavattero. Dir.: Leone. I primi incontri del girone di ritorno si sono svolti sotto una fitta pioggia. I ragazzi saviglianesi hanno dato vita a due buone gare, piene di azioni corali con l’aggiunta di una buona dose di grinta e agonismo, per far fronte a compagini ben disposte in campo dai loro mister. PULCINI 2001 SAVIGLIANESE CERVERE (1-0; 0-2; 4-0)

2 1

Saviglianese: Cardona, Caputo, Desaymonet, Vaschetto, Bedino, Toselli, Fiandino, Abrigo, Giordano, Sabena. All.: Bosio. Buona partita dei maghetti contro gli ostici cerveresi, con belle giocate collettive e tanto sano agonismo. Sorteggiati i gironi finali del torneo “Pulcino di Pasqua” con Alessandria, Cenisia e Don Bosco Nichelino sul campo di Moncalieri.


34

sport

giovedì 17 marzo 2011

CALCIO

Ennesimo rinvio per il Racconigi

Genola fermato sul pari 1ª CATEGORIA GIRONE G CLASSIFICA squadre

P. G V N P GF GS

V. Mondovì 61 25 18 7 0 Revello 53 24 16 5 3 Boves Mdg 45 24 13 6 5 Cameranese 42 21 12 6 3 Tarantasca 40 24 11 7 6 Centallo 36 23 9 9 5 Gem Busca 36 24 9 9 6 Europa 33 25 8 9 8 A.B. Ceva 33 23 9 6 8 Genola 29 25 6 11 8 Sommarivese 27 25 7 6 12 Racconigi 19 23 5 4 14 Roretese 18 25 3 9 13 Dogliani 18 24 4 6 14 Bisalta 14 22 2 8 12 Paesana V.Po 12 25 2 6 17

CALCIO

51 14 42 15 39 24 55 29 33 19 39 34 25 27 31 23 27 25 35 39 27 36 23 47 34 50 30 57 12 32 34 66

10ª

RITORNO RISULTATI

Dogliani - Bisalta Rin. Boves Mdg - Cameranese Rin. A.B. Ceva - Centallo Rin. Paesana V.Po - Gem Busca 1-2 Roretese - Genola 1-1 Racconigi - Revello Rin. Sommarivese - Tarantasca 1-0 Europa - V. Mondovì 0-0

11ª

RITORNO 20/3 ore 15

Revello - A.B. Ceva Gem Busca - Boves Mdg Centallo - Dogliani Bisalta - Europa V. Mondovì - Paesana V.Po Tarantasca - Racconigi Cameranese - Roretese Genola - Sommarivese

Vittoria nel finale per la Cavaglià-band

Caramagnese di carattere CARAMAGNESE POIRINESE

2 0

Caramagnese: Lamberti, Sciarpa, Prochietto,Ventura, M.Bono, A.Russo, Gallo, Sabena (70’ Giordano), M.Russo, Laveneziana, Ferraro (89’ Giorgio). A disp.: Botta, D.Bono, Pautasso. All.: Maurizio Cavaglià. Reti: Gallo, Prochietto. Prova di carattere per la Caramagnese che, su un campo al limite dell'agibilità, riesce ad avere la meglio su una coriacea Poirinese, che soccombe sotto i colpi di Gallo e Prochietto solo negli ultimi minuti di gara. Mister Cavaglià deve rinunciare allo squalificato Lovera, e ripropone la coppia di centrali difensivi Alessio Russo-Marco Bono; Dario Bono è lasciato a riposo dopo le recenti buone prestazioni, mentre viene rilanciato come esterno basso di destra Mauro Sciarpa. I locali stentano ad imporre il proprio gioco. Poche le azioni da goal. Al 4', Marco Russo tocca centralmente per Sabena ma il suo tiro viene parato. All' 11', angolo dalla destra di Gallo, colpo di testa di Sabena, la palla arriva a Prochietto che conclude a botta sicura, trovando la deviazione di un difensore appostato sul palo. Al 14', punizione dalla destra di Prochietto, spizza di testa sul primo palo Ferraro, ma la palla sorvola di poco la traversa. Al 19',Ventura scodella dalla destra, colpo di tacco di Gallo bloccato dal portiere.

Nella ripresa la Caramagnese sembra acquisire maggior concretezza e convinzione. Al 18', Sabena smarca Gallo che centra il palo esterno. Al 19', punizione dalla destra di Prochietto, schiaccia di testa Marco Russo, ma il portiere respinge d'istinto coi piedi. Al 26', spiovente a centro area di Prochietto, spizza di testa da buona posizione Marco Russo, ma la palla sorvola la traversa. La Poirinese cerca di colpire in contropiede senza fortuna. Al 28', ci prova Ventura dal limite dell'area, ma la conclusione termina a lato di poco. Al 34', punizione di Prochietto, ma il portiere ospite respinge prima su Gallo, poi su Ferraro. La rete arriva a 5' dal termine: Ferraro protegge palla sull'out di sinistra, tocco arretrato per Marco Russo, cross a mezza altezza e tuffo acrobatico di Gallo che di testa la spinge in rete. 1-0. In pieno recupero, ci pensa Prochietto ad arrotondare il risultato: punizione mancina dal limite e palla alla destra del portiere. Vittoria importante per la Cavaglià-band, che si riporta solitaria in testa, approfittando dei rinvii delle dirette concorrenti. Gara maschia ma corretta su un terreno impossibile, ma la fame di vittoria dei Caramagnesi è venuta fuori alla grande, con un finale di gara in crescendo.Ottime prestazioni dei locali Marco Bono, Alessio Russo e Gallo. Nel prossimo turno Caramagnese di scena a Carmagnola contro il San Bernardo.

Racconigi 86 – Giovanili ESORDIENTI RORETESE 2 RACCONIGI 86 1 (1-0; 1-0; 0-2) Racconigi 86.: Vassallo, Garello, Marengo, Coraglia, Montersino Simone, Giacosa, Oitana, De Simone, Magri, Anselmo, Testa, D'Amore, Caffaratti, Tammaro. All.: Godano Luciano. Reti: De Simone, Anselmo. «Abbiamo cominciato il girone di ritorno e noi siamo sempre uguali – si lamenta il mister –: un primo tempo ben giocato, senza riuscire a realizzare, e puniti alla prima occasione, il secondo tempo non pervenuti e,

CALCIO Ezio

Correndo in panchina in attesa che la società decida

Marene si gode un punto 2ª CATEGORIA GIRONE O CLASSIFICA squadre

P. G V N P GF GS

Villanovetta 47 19 15 2 S. Sebastiano 34 17 10 4 Villar 91 32 17 9 5 Auxilium S. 28 18 8 4 Villafalletto 28 17 7 7 Costigliolese 25 18 7 4 Marene 24 17 7 3 Scarnafigi 22 16 6 4 G. Centallo 20 18 5 5 Verzuolo 18 17 4 6 Polonghera 16 18 4 4 Val Maira 15 17 5 0 Villanova S. 13 17 3 4 Ronchi 12 16 2 6

2 3 3 6 3 7 7 6 8 7 10 12 10 8

MARENE VILLAFALLETTO

RITORNO RISULTATI

Verzuolo - Auxilium S. Val Maira - Polonghera Scarnafigi - Ronchi G. Centallo - S. Sebastiano Marene - Villafalletto Villar 91 - Villanovetta Costigliolese - Villanova S.

2-1 Rin. R. 1-3 4-4 2-2 5-2

RITORNO 20/3 ore 15

Villanovetta-Costigliolese Scarnafigi - G. Centallo Auxilium S. - Marene Villanova S. - Val Maira Polonghera - Verzuolo Ronchi - Villafalletto S. Sebastiano - Villar 91

La sfida col Villafalletto, c’era da aspettarselo, non sarebbe stata facile. Il Marene come da copione parte male, non riesce ad entrare in partita e gli avversari in più occasioni bucano una difesa quasi improvvisata per le assenze. Al 5’ gli ospiti vanno già a segno, facendo rabbrividire i sostenitori del Marene. Al 10’ Olocco ha sui piedi una bella occasione, ma tarda la battuta in porta e permette al difensore di ripiegare. Al 14’ i ros-

soblù sono già sotto di due goal, il secondo realizzato su calcio di rigore dopo che Gerbaldo aveva atterrato in area un avversario. Al 17’ Coaloa si fa espellere per un brutto fallo. L’espulsione è la vera svolta della partita: il Marene si sveglia, Ariaudo è molto attivo, acquista sicurezza e al 30’ si procura un calcio di rigore, che decreta l’1-2. I rossoblù, pur in inferiorità numerica, sono più tonici e mettono sotto il Villafalletto: il pareggio arriva al 40’ ancora con Ariaudo, con una bella azione personale dalla sinistra. Nel secondo tempo sembra che il Marene abbia capito che la partita si può vincere, ma già al 4’ la difesa si fa trovare impreparata e da un calcio da fermo il Villafalletto si riporta in vantaggio. I rossoblù non ci stanno, continuano ad attaccare e chiudono gli avversari nella loro metà campo: al 10’ si segnala un’ottima occasione per Olocco servito da Angaramo, ma la palla finisce fuori. Al 12’ viene espulso un avversario, ma per uno scivolone della difesa il Villafalletto segna il quarto goal. Il Marene non si arrende, reagisce con determinazione e realizza il 3-4 con Enrico Barbero al 18’ e al 30’ con una magistrale punizione battuta da Andrea Cravero arriva l’ago-

Il difensore Federico Panero gnato pareggio. I rossoblù schiacciano gli avversari nella loro metà campo, procurandosi quattro nette occasioni da goal: palo di Mondino, tiro di Ariaudo respinto, girata di testa di Carena a filo palo e salvataggio sulla linea. Finisce così 4-4 una bellissima partita, sicuramente emozionante, anche si devono registrare le due espulsioni (una per parte) per gioco scorretto. Intanto il Marene si gode il punto conquistato grazie alla guida provvisoria del giovane allenatore in seconda Ezio Correndo nell’attesa che la società decida sul futuro della panchina dopo le dimissioni di Carena.

Marene – Settore giovanile GIOVANISSIMI MARENE 1 S. SEBASTIANO 0 Marene: Graglia, Malvicino, Guelfi,Testa, Bosio, Baduero, Minetti, Fresia, Brundu, Racca D., Tuka, Favole, Rharif N., Comandù, Abrate. All.: Stellini Alfio. Dir.: Roletto Roberto. Rete: Minetti. Un goal di Minetti nel primo tempo decide la sfida dei giovanissimi della Junior contro il San Sebastiano, vendicando la sconfitta di misura dell’andata, maturata negli ultimi istanti della gara. Nel finale i padroni di casa sfiorano il raddoppio, fallendo di poco alcune puntate in contropiede. Bella gara, combattuta ed incerta, con i marenesi che restano in linea col dignitosissimo campionato che stanno disputando, dimostrando di poter dare filo da torcere a qualunque avversario. La squadra sta assumendo sempre più una fisiono-

mia precisa, quindi è lecito aspettarsi che il prosieguo della stagione riservi altre soddisfazioni. ESORDIENTI MARENE 1 ATLETICO 2 (1-2; 1-2; 2-0) Marene: Gastaldi, Rinaldi, Cappa, Daniele, Roasio,Testa M., Racca, Brundu, Bajrami, Carena, Fissore, Poffa, Arduino,Villano, Ruocco, Testa N., Tamagnone. All.: Beninato Giuseppe. Dir.: Arduino Adriano. Reti: 2 Carena ,Racca, autorete.. Gara combattuta contro un avversario tosto anche fisicamente. Marenesi sempre all’inseguimen-

Matteo Roasio

to degli avversari, che si aggiudicano le prime due frazioni di gioco, con la rimonta dei padroni di casa che si completa nell’ultimo tempo. Una prestazione comunque discreta, tenuto conto del continuo turn-over che mister Giuseppe Beninato deve fare per permettere a tutti i componenti della numerosissima rosa di poter giocare almeno uno spezzone di partita. PULCINI 2000 MARENE A. SALUZZO (0-2; 0-2; 1-1)

1 3

Marene: Brundu, Pelissero, Racca, Tripiano, Astegiano, Barge, Fiorito, Racca E., Alladio. All.: Carena Alessandro. Dir.: Alberione Mauro. Rete: Alladio. Sottotono i ragazzi di Carena, che affrontano la gara senza il piglio giusto. Ad Alladio l’onore di es-

Elia Racca

Giacomo Daniele

sere l’unico marcatore di giornata.

massima concentrazione.

PULCINI 2001 REVELLO 3 MARENE 0 Marene: Daniele, Barge, Bosio, Mina M., Mina N., Racca, Rosso G., Rosso M., Seva, Favole. All.: Ambrosino Silvio. Dir.: Rosso Claudio. Giornata storta per i 2001 di Ambrosino, che nel freddo di Revello devono soccombere agli agguerriti padroni di casa. Ora l’attenzione va al prossimo incontro casalingo contro la prima delle due compagini della Città di Saluzzo, un impegno da affrontare con la

PULCINI 2002 SCARNAFIGI MARENE

2 2

Marene: Castagnino, Bravo, Fissore, Diop, Miniotti, Supertino, Petitti, Tosadori. All.: Genova Paolo. Reti: 4 Petitti. Gara scoppiettante a Scarnafigi. Le due contendenti si aggiudicano una frazione ciascuno e pareggiano la terza. Sempre tosti e combattivi, i ragazzini di Genova hanno in Petitti un ottimo finalizzatore, autore di tutte e quattro le marcature marenesi.

Junior Cavallermaggiore – Settore giovanile VILLANOVETTA 3 JUNIOR 2

nonostante questo, potevamo segnare se l'arbitro non avesse ravvisato un fuorigioco non visto neanche dai dirigenti avversari, sul cambio di fronte rete all'ultimo secondo. Terzo tempo dominato nel gioco e nelle occasioni. Peccato non mantenere sempre questa intensità».

4 4

Marene: Sarale, Coaloa, Panero F., Barbero M., Cravero A., Gerbaldo Albero, Olocco, Carena, Barbero E. (65’ Mondino; 85’ Cravero D.), Angaramo, Ariaudo. A disp.: Panero S., Bravo, Chiavassa, Berardo, Correndo Ezio. Reti: 2 Ariaudo, Barbero E., Cravero A.

JUNIORES

Nicolò Magri

39 11 32 9 33 16 27 22 28 25 29 25 20 20 20 26 27 31 13 20 23 34 16 32 16 34 13 31

Junior: Montecchiani, Beninato, Miraglio, Chiavassa R., Luce (Gonella), Barra, Kadeli, Lepuri, Seia (Chiappero), Syll (Pintavalle), Fiorito. A disp. Gianluca Chiavassa. All.: Luigi Leatico. Benché penalizzata da infortuni e squalifiche, la Junior si reca a Verzuolo contro la seconda della classe arginando all’inizio

le offensive avversarie; pur subendo un goal su punizione, Fiorito e compagni agiscono bene in contropiede, portandosi addirittura in vantaggio con doppietta proprio di Fiorito. Ma due disattenzioni difensive con l’ennesimo infortunio a Luce pregiudicano una gara dove il pari era quantomeno meritato. Annata veramente sfortunata. Nel recupero col Marene lunedì 14 la Junior si è invece imposta per 8-1. le reti sono state segnate da

Fiorito (3),Vinai, Chiavassa R., Lepuri, Seia e Miraglio. PULCINI JUNIOR “A” JUNIOR “B”

3 1

Junior “A”: Mana, Ubertalli C., Mhilli, Ubertalli F., Allkanjari, Bettozzi, Bonino, Lo Monaco, Raso, Caku, Menicaj, Rosa. All.: O. Fissore. Reti: 2 Menicaj, 2 Raso, Lo Monaco, Rosa. Junior “B”: Actis, Solda-

no, Trentanelli, Ouassiri, Pegoraro, Oggero, Riorda, Alessandria, Cigna, Perona. All.: L. Actis. Reti: Alessandria, Cigna. Finalmente tornano in campo i pulcini della Junior dopo la lunga pausa invernale e lo fanno incontrandosi in un acceso derby...La partita è stata giocata con impegno e grinta da entrambe le parti con numerose segnature e belle parete da parte dei due portieri. Sul campo ha prevalso la Ju-

nior A che, dopo essere passata in svantaggio, ha sfoderato una bella prestazione; alcuni elementi con un tasso tecnico superiore hanno fatto la differenza tra le 2 squadre. La Junior B dal canto suo non è stata inferiore per impegno e voglia di far bene, giocando sempre con grinta...Risultato, sicuramente secondario, a parte è stato un bel pomeriggio di sport, amicizia e divertimento per tutti, giocatori, allenatori e folto pubblico.


sport

giovedì 17 marzo 2011

CALCIO I racconigesi segnano 4 goal e colpiscono 3 traverse e un palo

Atletico sempre più leader 3ª CATEGORIA 6ª GIRONE B CLASSIFICA squadre

P. G V N P GF GS

A. Racconigi 42 18 13 3 2 55 26 Caraglio 34 17 10 4 3 50 30 S. Chiaffredo 30 16 9 3 4 36 21 Racco 86 30 18 8 6 4 35 28 Fortesan 29 17 7 8 2 33 20 Fossanese 29 16 9 2 5 42 30 Junior Cav. 26 15 8 2 5 33 20 Manta 23 16 6 5 5 21 20 G. Caramagna 22 18 5 7 6 44 39 Orange 19 16 5 4 7 30 27 Sportgente 16 17 4 4 9 33 42 Bandito 13 17 4 1 12 19 50 Murazzo 12 17 3 3 11 21 41 Rosselli 1 18 1 0 17 18 76

BANDITO ATLETICO

0 4

Atletico Racconigi: Lopreiato, Capello (50’ Cristiano), Diana, Finocchiaro, Urrata, Sorrentino, Bongiovanni (Valenti F.), Goffo, Filieri

CALCIO

RITORNO RISULTATI

Bandito - A. Racconigi Orange - Fossanese Sportgente - G. Caramagna Manta - Murazzo Junior Cav. - Racco 86 Fortesan - Rosselli Caraglio - S. Chiaffredo

0-4 Rin. 1-1 1-0 2-0 5-0 0-1

RITORNO 18/3 ore 21

G. Caramagna - Bandito A. Racconigi - Caraglio S. Chiaffredo - Fortesan Rosselli - Junior Cav. Racco 86 - Manta Fossanese - Murazzo Orange - Sportgente

(Valenti D.), Ferrantelli, Castellano. A disp.: Caricato U. All.: Bordese Beppe. Dir.: Casale Dino, Spertino Germano. Reti: 11’, 25’ e 55’ Goffo, 17’ Ferrantelli. Contro il Bandito l’Atletico scende in campo con la giusta determinazione e concentrazione e vince fa-

cile, rifilando 4 reti ai braidesi, colpendo tre traverse e un palo e fallendo diversi altri goal per un soffio. Mattatore della serata Goffo con una tripletta, ma anche Finocchiaro, autentico dominatore del centrocampo. Sin dai primi minuti si capisce che i racconigesi ne avrebbero fatto un solo boccone del Bandito e dopo aver sfiorato più volte la rete all’11’ arriva il goal di Goffo. Passano pochi minuti e Ferrantelli è bravo a realizzare su una mischia in area.Tempo per un palo di Filieri a portiere battuto e ancora Goffo, ben imbeccato da Finocchiaro, segna il 3-0 con il quale si conclude il primo tempo. Nella ripresa mister Beppe mette in campo la panchina per tenere tutti i ragazzi sotto pressione in vista del big-match di domenica contro il Caraglio. Il gioco continua ad essere fluido e le occasioni a fioccare e, dopo aver colpito due traverse con Valenti e Goffo, al 50’ è ancora Goffo a siglare il 4-0 al termine di una bellissima azione che aveva coinvolto Finocchiaro, Ferrantelli e Valenti. Il capitano Sorrentino non nasconde la propria soddisfazione ma

Rino Sorrentino, il capitano chiede a tutti i compagni di mantenere la concentrazione: «È giusto gioire per i risultati che stanno arrivando ma nella mia lunga esperienza calcistica ho imparato che nel calcio nulla è scontato e le sorprese si nascondono sempre dietro l’angolo. Domenica al De Gasperi contro il Caraglio sarà una partita importante ma non determinante, sia che si vinca che in caso di sconfitta».

Bella partita tra due squadre che si affrontano a viso aperto

Alla Junior il derby con il Racco ‘86 JUNIOR RACCONIGI 86

2 0

Junior: Dompè, Cerutti,Toselli, Sellini, Dabbene, Martino, Mondino (Rinaudo), Raso (Monasterolo), Pelazza (Ambrogio), Valente (Berardo), Giraudo. A disp.: Fantino. All.: Chiavassa Michele. Racconigi 86: Macheda, Allasia, Busso Pierdino, Capello Marco, Bertaina, Tesio, Busso Ivano, Sardo Luigi, Bori Mauro (Gallo), Milanesio Giovanni (Milanesio Luca), Mesce. A disp.: Mollo, Tosello. All.: Grosso Paolo. Dir.: Bori Stefano. Reti: 55’ Pelazza; 60’ Valente. Bella prestazione della Junior che nel derby con il Racco corre forse solo un paio di pericoli, uno ad inizio gara, ed un secondo al 90’ ad

Giovanni Martino (Junior)

Sebastiano Tesio (Racconigi 86)

opera del temibile ex Luca Milanesio. La partita vede all’inizio la squadra di Chiavassa un po’ contratta, ma via via i ragazzi prendono fiducia e già nel primo tempo sfiorano il goal con un diagonale di Valente di poco fuori. I portacolori

del Racco ’86, con un Tesio che non sbaglia mai un intervento, tengono comunque bene il campo. Nella ripresa la Junior aumenta il ritmo e prova a pungere. La maggiore pressione dà i suoi frutti ed i cavallermaggioresi passano due vol-

te nell’arco di cinque minuti: prima al 55’, con un’azione finalizzata da Pelazza, autore di alcune ottime giocate, e poi con Valente al decimo goal stagionale, che mette il sigillo alla gara. La Junior avrebbe anche l’opportunità per arrotondare ulteriormente il punteggio con un contropiede di Ambrogio che supera anche il portiere ma calcia fuori. Tutto sommato, viste le assenze di Villois e Bertola, la Junior conquista una bella vittoria. Il Racco ha comunque lottato, non riuscendo, però a concretizzare le occasioni avute. Prossimi impegni per i cavallermaggioresi (tempo permettendo) martedì a Genola nel recupero con il Fortesan e venerdì a Bra contro il Rosselli. Il Racco 86 dovrà invece vedersela venerdì 18 marzo sul campo amico di via De Gasperi con il Manta (ore 21).

35

Racconigi – Giovanili JUNIORES CANALE 0 RACCONIGI 4 Racconigi: Sola, Perrone, Canavero, Paschetta, Rimola (Decostanzi), Sofiane, Gregorio (Lopumo), Abrate, Malavenda, Scaglione (Piccicuto), Zahhar (Bocchiola). All.: Gallè Michele. Dir.: Perronace Agazio, Andreis Gino. Reti: 2 Malavenda, Abrate, Zahhar. «Sapevamo che sarebbe stata dura: all'andata ci avevano rifilato 5 goal dimostrando di essere una squadra grintosa. Per questo avevo chiesto ai miei ragazzi la massima concentrazione» spiega mister Gallè. Puntualmente il Canale parte forte, ma sono i racconigesi che in contropiede creano fin da subito tre grosse occasioni con Gregorio, Malavenda e Zahhar, mentre sull'altro fronte Sola salva la porta ospite. Al 20' il goal che sblocca il risultato, messo a segno da Malavenda. Subito ci sarebbe la possibilità del raddoppio: Scaglione, atterrato in area, si incarica del tiro dagli undici metri ma calcia fuori. A 1' dal fischio finale Zahhar realizza il 2-0 ma poi si infortuna e deve lasciare il campo. È Abrate che all'inizio della ripresa chiude la partita. Poi mister Gallè opera le sostituzioni ancora a disposizione e Malavenda firma il 4-0 con un gran goal: salta due avversari e sorprende il portiere con un tiro da 30 metri. Sabato 19 marzo derby con il Caramagna.

Giuseppe Rimola

ESORDIENTI RACCONIGI 3 FOSSANESE 2 (1-1; 0-0; 2-1) Racconigi: Aronica, Leccese Cristian,Tedesco,Tlili, Gerbino, Gallè, Norbert, Capalbo, Osella, Demarco, Grappeggia,Vallone. All.: Rimola Pietro. Dir.: Gerbino Francesco, Osella. Reti: 2 Gallè, Capalbo. È con una vittoria che Pietro Rimola esordisce sulla panchina degli esordienti al posto di

Matteo Gallè

Stefano Capello (dimissionario per motivi di lavoro). I racconigesi giocano bene e le due squadre si affrontano alla pari su un campo reso pesante dalla pioggia. Nel primo tempo va a segno Capalbo, il secondo parziale si conclude a reti inviolate, nel terzo bella doppietta di Gallè. Sabato 19 marzo derby con l'Atletico al De Gasperi. PULCINI BANDITO 3 RACCONIGI 3 (2-2; 1-1; 0-0) Racconigi: Aronica, Er-Retili, Vallone, Borra, Brizio, Carli, Osella, Borra, Zhu Yaolin, Kaddouri. All.: Rosso Gino. Dir.: Panero Sebastiano. Reti: 2 Osella, Borra. Riprende con un pareggio nei tempi e nei goal la marcia dei pulcini di Gino Rosso in campionato. Una bella partita ed una bella soddisfazione per i rossoblù, che nel girone di andata erano stati sconfitti ed hanno dimostrato sul campo i miglioramenti ottenuti. Partono forte gli ospiti che dopo 5' sono già in vantaggio per 2-0, con segnature di Borra e Osella. I padroni di casa non stanno a guardare e prima dello scadere riportano il risultato in parità. Molto equilibrato anche il secondo tempo, con a segno prima il Bandito e poi i racconigesi grazie nuovamente a Osella. Continui capovolgimenti di fronte e gran lavoro per le due difese nel terzo tempo, ma nessun goal. Mister Gino Rosso ha fatto debuttare Rachid Kaddouri, classe 2003. Prossimo turno sabato 19 marzo in casa contro il Sanfrè.

Rachid Kaddouri

Atletico Racconigi – Settore giovanile RORETESE (4-0. 1-1. 1-1)

I pulcini di Diana in azione sabato al campo delle elementari contro la Roretese GIOVANISSIMI SPORTROERO ATLETICO

2 2

Atletico Racconigi: Biolatto, Magliano, Cavallo, Cherragui, Cavaglià, Lotrecchiano, Kerbal, Caricato, Porta, Pappalardi, Garis; Entrati: Lifandali Zaid, Bono, Marino, Ditano. A disp.: Dimaria. All.: Bongiovanni Andrea. Reti: Porta, Caricato. Ancora una volta i giovanissimi di mister Bongiovanni devono mangiarsi i pugni per una partita che avrebbero

potuto fare propria ed invece hanno regalato agli avversari. Sul campo dei Macellai i racconigesi pigiano fin da subito sull'accelleratore e per tutto il primo tempo impongono il proprio gioco ai locali, passando in vantaggio con Simone Porta, bravo a trovarsi al posto giusto nel momento giusto. Tutt'altra musica nella ripresa, con lo Sportroero che pareggia e passa addirittura in vantaggio. Buon per i racconigesi che riescano a riordinare le idee ed a trovare il goal del pareg-

gio nei minuti finali con Alex Caricato, astuto a risolvere una mischia sottoporta. ESORDIENTI MARENE ATLETICO (1-2; 1-2; 2-1)

1 2

Atletico: Bellino, Pettiti, Bordese, Coppola, Monte, Natile, Azzan Lucrezia Beoletto Nicole, Farias Martina, Kouhlan, Ouassiri, Gambino. All.: Capello Fabio. Reti: 3 Pettiti, Monte. Partita bella e combattuta da entrambe le squa-

Reda Ouassiri dre. I primi due tempi vedono prevalere gli ospiti con uno scatenato Andrea Pettiti, autore di tre goal. Nell'ultima frazione di gioco i racconigesi di Fabio Capello si addormentano sugli allori ed i locali li puniscono. Prossimo turno sabato 19 marzo, con il derby cittadino con l'A.C. sul campo De Gasperi. PULCINI MISTI ATLETICO DIANA 3

2

Atletico Diana: Plassa, Carena, Giunta, Albera Alessandro, Alemanno, Sperino, Scichitano, Nesci, Dainotti, Chaffic, Albera Gabriele,Tancau, Lifandali, Amin, Reina. All.: Diana Daniele. Reti: 4 Nesci, 2 Alemanno. I pulcini di Diana dimostrano tutta la loro superiorità nel primo tempo, nel quale surclassano letteralmente gli avversari, andando a segno tre volte con Simone Nesci ed una con Manuel Alemanno. Negli altri due tempi il mister racconigese opera tutti i campi ed i suoi bambini si adattano al ritmo più blando degli ospiti, trovandosi in entrambi i casi ad inseguire una rete della Ro-

retese e riuscendo poi a pareggiare (ancora Nesci e Alemanno i realizzatori). ATLETICO RINO 1 TARANTASCA 2 (0-2; 0-1; 2-1) Atletico Rino: Gallo, Pautasso, Goli, Farfariello, Sales, Gentile, Tate, Mariano, Racca, Sacco, Sorrentino Fabian, Audisio, Gastaudo, Frasca, Ejergit. All.: Sorrentino Rino. Dir.: Sacco Walter, Obeahon Samson. Reti: Achraf, Farfariello. Partita bella e molto equilibrata tra due squadre pimpanti. Il primo tempo è giocato a viso aperto, con grandi occasioni su entrambi i fronti, e viene deciso da un perentorio uno-due degli ospiti nei minuti fina-

li. Anche il secondo tempo vede prevalere il Tarantasca. Nella terza frazione i pulcini di Rino si prendono la rivincita, dominano alla grande e vanno a segno con Mohamed Achraf e Alex Farfariello. PULCINI 2002 ATLETICO “A” SALUZZO ( 0-1; 3-0; 2-0)

2 1

Atletico: Minero, Capello, Re, Portesio, Natile, Moamed, Fantini, Mouad, De Franco. All.: Casale R., Dir.: Spertino S. Reti: 2 Re, 2 Capello, Portesio. I pulcini dell´Atletico si superano e travolgono la formazione più forte del campionato nella seconda giornata del girone di

ritorno. Il primo tempo è di assoluto equilibrio e gli ospiti trovano la rete su un tiro dalla lunga distanza. Nella seconda frazione l´Atletico dilaga: sblocca subito A. Re e successivamente arriva la doppietta di C. Capello, prima su punizione e poi su tiro dalla distanza. La terza frazione inizia con una bella parata di A. Minero e prosegue con azioni continue dei racconigesi che più volte impegnano il portiere avversario: segna Re con un colpo d´astuzia su corner e chiude P. Portesio con una forte e precisa punizione. Dal mister complimenti a tutta la squadra: sia per il grande impegno dimostrato, quanto per l´alto livello di apprendimento raggiunto.


36

sport

giovedì 17 marzo 2011

CALCIO A

5

SERIE

D Una settimana cruciale

Time Warp: 9 punti in 72 ore CERCENASCO TIME WARP

2 5

Reti: 2 Drago, Rapisarda, Longo, Ballauri.

TIME WARP ABSOLUTE 5

5 4

Time Warp: Barale (cap.), Fiorito, Calvo, Riccio, Rapisarda, Drago, Longo, Di Guida, Ballauri. All.: Anrico Y, Mellano. Dir.: Grosso. Reti: 3 Drago, Rapisarda, Calvo. Gli ultimi sette giorni sono stati molto importanti per la Time Warp nel suo tentativo di raggiungere i playoff che, ricordiamo, spettano alle squadre classificate dal secondo al quinto posto. Dopo la vittoria contro lo Scarnafigi di due settimane fa, tutto sembrava possibile, ma pochi giorni dopo arrivava la comunicazione dalla Lega Calcio di un ricorso della squadra avversaria per un vizio di forma nella compilazione della distinta. Naturalmente il presidente Anrico e i suoi collaboratori non sono stati con le mani in mano, ed hanno prima inviato in federazione un contro-ricorso, poi hanno cercato una mediazione amichevole con lo Scarnafigi. Questi ultimi, sicuri di poter avere partita vinta a tavolino (giudizio per altro già predetto da espertissimi commentatori su internet) hanno rimandato al mittente le propo-

Cristian Drago goleador ste, venendo però delusi dal giudice sportivo, che confermava il risultato di 6-1 del campo. Nel mentre la formazione biancoverde vinceva per 5-2 a Cercenasco. Partita mai in discussione, sempre in mano dei ragazzi di capitan Barale, per altro con molti infortunati, primo tra tutti il febbricitante mister Bosio, sostituito dall'accoppiata Mellano-Anrico. Due giorni dopo si giocava il recupero contro l'Absolute 5 di Villastellone, scontro sulla carta facile, ma i ragazzi di Monasterolo, forse stanchi per la partita precedente, forse non concentrati a sufficienza, si lasciavano sorprendere dagli avversari, sprecavano molte occasioni da goal, ma alla fine la spuntavano per 5-4. Sofferenza, ma tre punti fondamentali per agganciare il Villafran-

ca e lo Scarnafigi al quarto posto. In queste ultime quattro partite si deciderà chi arriverà ai sospirati playoff. La società si aspetta molto dalla squadra, e coglie l'occasione per complimentarsi con i propri dirigenti per la brillante gestione del "caso-Scarnafigi": i vari Anrico, Maina, Manna e Grosso hanno dato prova di grande professionalità, sicuri che alla fine le ragioni della Time Warp sarebbero state accolte. Inoltre, insieme ai giocatori, vorremmo augurare un benvenuto a Federico, primogenito del numero 10 Gepe Caramanno. A lui e a mamma Alessandra tanti auguri. Risultati 19ª giornata: Play Moncalvo-Absolute 5 n.d.; Pro Villafranca-Cercenasco 5-4; T.V. Ristrutturazioni-Futsal Savigliano 79;Time Warp-Polisportiva Garino 9-4; Gem Busca-Scarnafigi 8-3; Giemme-;Vaccheria n.d. Classifica: Futsal Savigliano 46; Gem Busca 44; Vaccheria 38; Time Warp e Pro Villafranca 36; Scarnafigi 33; Cercenasco 29; Play Moncalvo 21; T.V. Ristrutturazioni 13; Absolute 5 11; Giemme e Polisportiva Garino 9. Prossimo turno (lunedì 21 marzo, ore 21): Absolute 5-Gem Busca; Futsal Savigliano-Giemme; Cercenasco-Play Moncalvo; Polisportiva Garino-Pro Villafranca; Scarnafigi-T.V. Ristrutturazioni;Vaccheria-Time Warp.

CALCIO A

5 SERIE D A Carmagnola la Futsal soffre

Disastro scampato T.V. RISTRUTTURAZIONI FUTSAL SAVIGLIANO

Futsal Savigliano: Mondino, Tavella, Daniele, Busano, Burzio, Pettavino, Garello, Serale, Ternavasio E., Paciello G., Ternavasio G., Dominici. All.: Matteo Testa, Samuele Borello. Dir: P. Paciello. Reti: 3 Ternavasio E., 2 Burzio, 2 Serale, Ternavasio G., Busano. Alla fine sono stati tre punti. Questo era l’obiettivo della serata. Ma che fatica per questo Futsal che mentalmente ha sottovalutato l’avversario, convincendosi di poter vincere senza grosse difficoltà. Lunedì sera a Carmagnola la pioggia scesa fino a poche ore prima del match non ha compromesso il regolare svolgimento della partita. Molti i tifosi al seguito delle due squadre: ancora una volta i sostenitori saviglianesi hanno dato una grande prova, e a loro va il ringraziamento più grande dalla società. La partita è stata sostanzialmente corretta, a parte qualche scaramuccia nel finale, giocata male da entrambe le formazioni: da una parte i carmagnolesi, lenti, monotoni ma efficaci, con un’unica soluzione di gioco riposta nel loro pivot; dall’altra il Futsal Savigliano, rinunciatario ed attendista, lontano dalle prestazioni migliori. Il vantaggio è stato dei padroni di casa, recuperati subito da una magia di Ternavasio E., che poco dopo ha regalato il momentaneo van-

Calcio UISP “carichi” per la prossima partita di venerdì 18 marzo a Villanovetta di Verzuolo.

CAMPIONATO A 11

Luca Lingua COPPA DI LEGA RACCONIGI 86 FONTANONE

1 1

Racconigi 86: Ramasso, Rainero, Scarpino, Ingaramo, Ainaudi A., Porchietto, Sardo, Pettinari, Barale A., Panero, Scagliarini. Entrati: Sartori, Maiorano, Malavenda, Lingua, Mottura. A disp.: Bonino. All.: Caffaratti. Dir.: Perrucci, Dolce, Rivoira. Rete: Panero. La partita più brutta della stagione porta al Racconigi solamente un pareggio. Nei primi 10’ i biancorossi si presentano due volte con Andrea Barale davanti al portiere ospite ma non passano. Più fortunato Panero al 12’ che di destro batte a rete per l’1-0. Al 20’ è ancora Barale a farsi deviare il tiro dall’estremo ospite dopo un contropiede e qui finisce praticamente il primo tempo dei ragazzi di Caffaratti e Perrucci e diventa protagonista Ramasso che si oppone per due volte agli attacchi del Fontanone con due autentici miracoli. La ripresa inizia con il forcing racconigese che resta praticamente nell’area avversaria per i primi 5’, fallendo il goal per 2 volte con Panero e Barale. Il resto del tempo è la fotocopia della prima frazione e i biancorossi si spengono fino a subire il pareggio al 20’. Nei minuti restanti, pur gettandosi generosamente in avan-

Paolo Serale due volte a segno taggio del 2-1. Il T.V. Ristrutturazioni ha fatto di tutto per vincere, fosse anche solo per la gloria e l’onore di aver battuto la capolista. Il Savigliano non se ne è reso conto subito e ha iniziato a subire la pressione carmagnolese sbagliando molte ripartenze in velocità. Arriva dunque il pareggio (complici Pettavino e Mondino) e poco dopo il doppio vantaggio dei padroni di casa: il primo è stato un tiro violento finito sul palo prima ed in rete poi, il secondo un contrasto vinto contro Daniele e poi in contropiede verso la porta. È stato dunque il momentaneo 4-2. Saviglianesi quasi attoniti ed increduli, con il pensiero fisso di poter perdere il primato in classifica in caso di sconfitta. Prima della fine del primo tempo però Serale riesce ad accorciare le distanze per il momentaneo 4-3.

Nella ripresa è cambiato poco. Sono ancora i padroni di casa a crederci di più: 5-3, poi il 5-4 di Busano, abile a sfruttare l’inserimento sul secondo palo, e subito il 6-4. Passano i minuti e recuperare l’avversario diventa sempre più difficile. Il quinto goal è arrivato per mezzo di Ternavasio E., ma il T.V. Ristrutturazione ha subito ristabilito il doppio vantaggio. 7-5. Forse il destino, o l’estremo tentativo di recuperare la partita, per voler vincere a tutti i costi questo campionato, hanno tirato fuori il meglio del Futsal, in una serata dove il meglio è stato comunque insufficiente. Burzio prima e Ternavasio G su rigore poi hanno ristabilito la parità. Attimo di debolezza degli avversari ed è arrivato il sorpasso di Burzio. Serale ha chiuso definitivamente il match a pochi minuti dalla fine siglando il 7-9. Disastro scampato. «Nell’arco di un campionato ti devi aspettare anche partite come questa dove l’avversario, all’apparenza inferiore e privo di obiettivi in classifica, faccia di tutto per vincere contro di noi – dice capitan Pettavino –. Non possiamo giocare tutti i lunedì a livelli altissimi ma l’importante ora è fare i 3 punti». Lunedì 21 Marzo ai campetti di Borgo Marene andrà di scena la 20ª giornata del campionato contro Giemme. Coloro che volessero seguire le vicende del Futsal Savigliano devono connettersi al sito www.asdfutsalsavigliano.com.

Calcio ACSI

ti, i racconigesi non riescono a vincere una partita che avrebbero potuto stravincere e dominare. I migliori: Ramasso, Porchietto e Panero. RACCONIGI 86 ROERO UNITED

7 9

0 0

Racconigi 86: Ramasso, Barale M., Scarpino, Ingaramo, Porchietto, Ainaudi A., Busso, Maiorano, Barale A., Panero, Mottura. Entrati: Malavenda, Lingua. A disp.: Bonino, Minero. All.: Caffaratti. Dir.: Perrucci, Dolce. Dopo la delusione in Coppa, il Racconigi avrebbe la possibilità di riscatto contro l’ultima della classe, che si presenta al De Gasperi con un solo punto all’attivo, tra l’altro conquistato proprio con i biancorossi. Ma purtroppo però anche stavolta i ragazzi di patron Anselmo falliscono l’appuntamento con la vittoria. L’inizio gara è tutto di marca racconigese: nei primi 15’ i padroni di casa potrebbero andare in vantaggio più volte, ma Andrea Barale in questo periodo, pur proponendosi generosamente, proprio non riesce a segnare. Al 20’ è l’ottimo Busso a presentarsi solo davanti al portiere ospite ma il suo tiro esce di poco alto sulla traversa. Per Ramasso la serata è solo di ordinaria amministrazione: un paio di uscite e niente più. Anche la ripresa è tutta di marca racconigese, il problema è che giunti vicino all’area avversaria le azioni si spengono e per tutto il tempo non si assiste ad un solo tiro in porta degno di nota. Migliori in campo: Busso, Barale M. e Porchietto. Prossimo incontro venerdì 18 marzo al “Trombetta” di Racconigi per il derby contro l’A.C. Racconigi (ore 21).

Daniele Garulli

CALCIO A 11 MERITO GIRONE B MARENE 0 VIGONE 0 Marene: Chiavassa, Bravo, Barbero, Mottura (Ambrogio), Racca Al., Fissore A., Bertola, Gianoglio, Pignata (Bosio), Racca And., Garulli (Demichelis). Formazione tutta rimaneggiata per il Marene, che deve mettere in campo le seconde linee dimostratesi però all’altezza della gara. Da segnalare la prestazione maiuscola di Garulli, tornato nel suo ruolo originario di punta. La partita è inizialmente equilibrata, poi la formazione marenese mette sotto gli avversari e in poco tempo colleziona un incrocio dei pali colpito da Garulli nel primo tempo e una traversa con Gianoglio nel secondo. Dopo aver dominato per tutta la gara, i rossoblù corrono qualche rischio alla fine, ma un ottimo Lele Chiavassa mantiene la propria porta inviolata. Il pareggio sta stretto alla formazione marenese momentaneamente senza la preziosa guida di mister Aldo Allemandi, ma i suoi ragazzi sono

ECCELLENZA CAVALLERLEONE 1 AC GENOLA 1 Cavallerleone: Olivero (Prattichizzo L.), Garis E., Monterzino (Martinazzoli), Rattalino (Tudor), Gallino, Bosco, Giletta D. (Biancotto), Giletta M., Prattichizzo U. (cap.), Pansa (Vignola). Rete: Garis.

Enrico Garis

Si chiude con una rete a testa il divertente match che ha visto l’ASD Cavallerleone affrontare in casa il Genola. Nonostante la buona partenza, sono i padroni di casa ad andare sotto, con un pallonetto del Genola su cui Olivero non arriva. La reazione del Cavallerleone non si fa attendere e già nel primo tempo il neo-acquisto Davide Giletta colpisce un palo e una traversa. Nella seconda frazione è Monterzino il primo a provarci, con un colpo di testa miracolosamente respinto dal portiere avversario. Poco dopo si realizza il meritato pareggio: Enrico Garis compie un vero capola-

voro, segnando direttamente da calcio d’angolo con una traiettoria perfetta. La partita rimane aperta, ma il risultato non cambia più. Oltre al colpo di classe del veterano Garis, degne di nota le prestazioni dei vari nuovi arrivi e in generale di tutta la squadra di mister Prattichizzo. MONASTEROLO 94 3 MARENE 2003 1 Monasterolo 94: Vassallo, Piumatti, Alesso, Pussetti, Arnolfo Marco, Arnolfo Andrea, Fissore Christian, Campo, Aimetta, Fissore Mirko,Toselli. A disp.: Allasia, Noce, Perlo, Sepertino. All.: Ravetto Davide. Dir.: Brunetti Alessandro. Reti: 2 Campo, Toselli. Dopo le note polemiche è finalmente ripartito il campionato di calcio del Monasterolo 94. La formazione prettamente offensiva messa in campo da mister Ravetto ha arrancato tutto il primo tempo senza riuscire ad esprimere la propria forza. Un primo tempo che ha visto gli avversari portarsi in vantaggio e poi subire la focosa ma a volte scomposta reazione dei monasterolesi i quali dovevano recriminare per un rigore fallito e constatare la bravura del portiere avversario che permetteva alla propria squadra di andare al riposo in vantaggio. Decisiva era la strigliata che dava nell’intervallo l’allenatore del Monasterolo 94 ai propri giocatori: i

padroni di casa rientravano in campo con un rinnovato ardore agonistico che ben presto dava i suoi frutti. Il pareggio era raggiunto quasi subito ca firma di Marco Toselli, po una doppietta di Leonardo Campo ribaltava il risultato e permetteva alla formazione monasterolese di aggiudicarsi l’incontro e di incamerare tre punti meritati. CALCIO A 7 MURELLO 4 OLD BOYS 0 Leun d'or Murello: Laurenti, Gattino, Catrambone,Varetto (cap.), Salamone, Cravero, De Lorenzo, Giuganino, Beoletto,Tortone,Teora, Oitana, Devalle, Guerra, Bonino, Gariglio. All.: Sandro Rainero.,Vito Lucisano Dir.: Nicolò Monge. Reti: 2 Bonino, De Lorenzo, Cravero. I murellesi hanno vinto senza incontrare alcuna difficoltà. Un match sportivamente corretto, tranquillo e privo di colpi di scena: i Leun d'Or attaccano, gli Old Boys difendono. Il primo tempo si chiude con il parziale vantaggio dei murellesi per 1-0. Nel secondo tempo i murellesi si assicurano la vittoria con tre belle reti. Laurenti, ultimo uomo dei Leun d'Or, mantiene inviolata la porta senza troppe difficoltà. De Lorenzo, bomber indiscusso, non si fa mancare il goal; Bonino e Cravero di dimostrano in ottima forma, segnano entrambi.

Daniele Gattino

FARIGLIANO 6 MONASTEROLO 94 0 Monasterolo 94: Gozzarino, Anselmo Erwin, Buttieri, Isoardi, Vassallo, Marchisio, Giarnieri, Rovere. All.: Galletto M. È stata nettissima nel risultato la sconfitta del Monasterolo 94 sul campo di Farigliano ma per gran parte della partita le due formazioni si sono affrontate ad armi pari. Il primo tempo è stato molto equilibrato ed anzi le occasioni migliori sono state quelle create dagli ospiti, che hanno evidenziato la bravura del portiere di casa. Si andava così al riposo con il risultato di 0-0. Poco dopo il rientro in campo si rompeva questo equilibrio ed il Farigliano passava in vantaggio. Un’espulsione ingenua metteva ancora più in difficoltà i monasterolesi i quali, già carenti di organico, cercavano di difendersi meglio che potevano ma subivano il raddoppio dei padroni di casa. Questa realizzazione tagliava letteralmente le gambe ai giocatori del Monasterolo che nei cinque minuti finali riuscivano a subire altre quattro evitabilissime reti.


sport

BOXE L’ex-calciatore

giovedì 17 marzo 2011

saviglianese si impone nel match di Levaldigi

Landro bravo anche sul ring

Pasquale Landro sul ring a Levaldigi Archiviata con soddisfazione della Savigliano Boxe la serata pugilistica del 12 marzo. Diciotto dilettanti si sono infatti sfidati per un totale di 9 incontri, al Bocciodromo coperto di Levaldigi, davanti ad un pubblico di appassionati e non. Il primo a salire sul ring è stato l’ex-calciatore saviglianese Pasquale Landro che, nonostante i pochi mesi di preparazione, è riu-

scito a battere il più rodato Stefano Masia dimostrando così il suo talento anche in questo duro sport. Non diverse sono state le sorti del quindicenne vice-campione d'Italia 2009 Stiven Dredhaj, nipote del professionista Aleksander, vincitore del terzo match. Giulio Pali ha invece pareggiato con Angelo Rotondaro di Chieri, probabilmente anche a causa di un richiamo ufficiale arrivato nel mezzo di un incontro ad alta intensità. Come, del resto, è stato il settimo combattimento, nel quale il diciottenne saviglianese d’adozione Marco Panero ha letteralmente capovolto l'avversario Fabrizio Bernaboni, con un gancio sinistro rapido e ben assestato, sferrato nell'ultima ripresa. Performance, questa, che ha assicurato a Marco il premio “Miglior pugile della serata”, sul finire della quale è arrivato il pareggio di Alto Pali con Gleni Beqo, dopo un aspra battaglia disputata sempre sul filo del rasoio. «I risultati ottenuti sono stati molto buoni – ha commentato l’allenatore Tony Dalmasso –, considerando che su cinque incontri abbiamo conquistato ben tre vittorie e due

pareggi. In questo modo, siamo stati ripagati dei sacrifici e dei duri allenamenti giornalieri dei nostri pugili». Tra questi va certamente ricordato Estefano Guerrini, assente alla riunione per problemi di salute, ma comunque fondamentale a livello psicologico per i compagni, che ha sostenuto per tutto il tempo. È lui che, il 16 e il 17 aprile, gareggerà al Torneo Nazionale in Puglia, nella speranza di qualificarsi ai prossimi Campionati Europei, e che, sabato scorso, ha inaugurato la serata issando il tricolore sulle note dell'inno italiano, così come deciso dal Coni per celebrare i 150 anni dell'unità nazionale. Un momento emozionante e commovente, che si è ripetuto quando l'assessore allo Sport Marco Paonne ha premiato a sorpresa il maestro Giuseppe Sabri, campione del mondo nel 1962, ora allenatore insieme a Tony della Savigliano boxe. «Ringraziamo la speaker Roberta Bruno, il nostro Comune e gli sponsor» hanno concluso i due, orgogliosi delle gesta dei loro ragazzi. Valentina Barbuto

Bocce – Campionati di società SECONDA CATEGORIA GRANDA NORD 8 AUTONOMI 2

37

Vita Nova – Petanque

La formazione saviglianese di serie C sponsorizzata Nutella La Petanque, gioco delle bocce tradizionale francese, in Italia viene praticato principalmente in alcune zone della provincia di Cuneo e in alcune province liguri. Alcune squadre di Taggia, Genova, Ventimiglia, Dronero, Caraglio, Busca sono ai primi posti in Italia. Inoltre la Nazionale azzurra tanto maschile come femminile compete ai massimi livelli europei. Ora da circa un anno, anche Savigliano comincia a farsi conoscere nell'ambito provinciale e nazionale, con alcuni giocatori che portano in giro il nome delle due società saviglianesi anche nella specialità delle piccole bocce. Il Vita Nova oltre a partecipare a campionati provinciali di categoria D, quest'anno ha laureato

due suoi giocatori (Rinaudo Mauro e Martino Davide) campioni regionali di categoria C, e ottenuto piazzamenti e vittorie di rilievo nelle gare di federazione invernali. Una squadra con giocatori di categorie C e B ha partecipato al Campionato nazionale di serie C, conquistando il secondo posto assoluto. Tale prestazione consentirà alla formazione Vita Nova di partecipare domenica 20 marzo ad Imperia allo spareggio contro l’Infra di Genova per ottenere la promozione alla serie B. Con l'arrivo della bella stagione, anche a Savigliano saranno organizzate gare di "petanque" con l'intento di promuovere e diffondere maggiormente questa specialità.

NOTIZIE IN BOCCE La formazione del Vita Nova che disputa il campionato di Seconda categoria

Domenico Minetti Terza partita e terza vittoria per i portacolori del Gruppo Bocce Granda Nord guidati dal ds Pier Luigi Galvagno. I punti che hanno decretato il successo dei padroni di casa sono arrivati da un buon Nico Olivero nel tiro tecnico (19-12 su Ballario), dalle due coppie composte da Pietro Garneri-Dario Blua (13-8 si GerbaudoLerda) e da Nico OliveroGiuseppe Tortone (13-11 su Ballario-Bonardo) e dalla terna Pipino PaoloMinetti Domenico-Sandrone Michele (un perentorio 13-1 inflitto a Gellio-Peirona-Oggero). Niente da fare invece per Lino Baron nell’individuale, che ha dovuto soccombere 4-13 ad un buon Avalle. Complessivamente un incontro giocato molto bene da parte di tutti i rappresentanti della Granda Nord. CERVERE 4 VITA NOVA 6 Gli uomini di Alloa e Giu-

CAI SAVIGLIANO

bergia si affermano nuovamente in trasferta: 6-/4 a Cervere. Con questa vittoria nella terra dei porri, il Vita Nova viaggia in testa alla classifica del girone a punteggio pieno. A Cervere i saviglianesi hanno continuato a non vincere il tiro tecnico, ma il gruppo ha puntato tutto sui tradizionali imponendosi a terne con Piasco-Conterno-Serra, a coppie con CavigliassoQuaterni e nell’individuale con Sarale. Grande soddisfazione per “Paolone”, del bar Piazza Vecchia, che ha saputo destreggiarsi molto bene sulle corsie in terra battuta dopo due turni passati a disposizione dei tecnici. Giovedì 17 marzo i saviglianesi osserveranno il turno di riposo per poi riprendere a Centallo. TRE VALLI 8 SAVIGLIANESE 2 Sconfitta senza attenuanti, quella subita sui campi della Tre Valli, dalla Saviglianese. Con una prestazione sottotono di alcuni atleti ospiti nelle partite

tradizionali, la formazione di Villanova Mondovì non ha avuto difficoltà ad aggiudicarsi l'incontro. Buon inizio, con la prova del tiro di precisione che vedeva A. Pagliero vincente in rimonta (da 0-6 a1412) contro I. Bertolino. Prestazione da dimenticare, per M. De Lorenzo che, sul 4-4, lasciava passeggiare B. Garelli che chiudeva in quattro giocate sul 13-4. Altre prove deludenti con relative sconfitte quelle della terna E. Fissore-L. ComandùC. Pagliero contro L. Mora-G. Comino-P. Aimale (13-3) e dalla prima coppia G. Bertola-I. Brero contro W. Gioannini-G. Galleano (partita più che discreta finita 13-2). A incontro ormai compromesso, restavano ancora in gioco la seconda coppia M. Brero-B. Garelli (sufficiente la loro prova) che, contrapposti alla forte coppia E. Magliano-F. Rolandone, nulla potevano, uscendo sconfitti 136. La formazione saviglianese diretta dal dt Daniele Depaoli sarà impegnata giovedì 17 marzo con-

tro la La Boccia di Carmagnola presso i campi di viale Gozzano. TERZA CATEGORIA MARENE I 10 AUTONOMI 0 MOROZZO 2 MARENE I 8 MARENE 2 8 LEVALDIGI 2 Quest’anno, per la prima volta, visti i numerosi tesserati di categoria D la società ha deciso di iscrivere ben due formazioni, che competono nel girone A, e nel girone E. La partenza è stata sprint per entrambe: per Marene 1 il campionato è iniziato martedì 22 febbraio contro Autonomi di Fossano, con una vittoria schiacciante per 10-0, poi martedì 8 marzo la squadra è andata a vincere anche a Morozzo per 8-2. Anche per Marene 2 la partenza è stata ottima: approfittando del girone a sole quattro squadre, la formazione ha iniziato martedì 8 marzo in casa contro Levaldigi con una vittoria schiacciante per 8-2.

FORTI SANI 8 GRANDA NORD 3 2 A Fossano incredibile sconfitta per i racconigesi di Pier Matteo Chiesa: «Abbiamo perso un incontro stravinto» si sfoga il dt. Il tiro tecnico viene disputato da Alasia ad altissimo livello ma, dopo aver fallito d’un millimetro una boccia ed un pallino, cede 17-19. La terna Bartolo Piasco-CoassoloLamberti resta avanti fin sul 12-8, poi si fa raggiungere e cede 12-13. Anche Peretti nell’individuale sembra doverla spuntare ma viene battuto sul filo di lana (12-13). L’unica vittoria arriva così dalla coppia Ramello-Vittorio Oitana ‘52 (13-7). Niente da fare infine per Varetto-Casale, mai in partita (4-13). Prossima settimana trasferta a Bra.

ALPINISMO GIOVANILE Sono aperte le iscrizioni per la seconda uscita di Alpinismo Giovanile del Cai di Savigliano che si effettuerà domenica 20 marzo in Liguria. Chi desidera partecipare deve essere in regola con il tesseramento ed iscriversi in sede entro venerdì 18 marzo versando la quota

Domenica 13 marzo ha avuto luogo presso il bocciodromo di Marene la prima selezione a terne di categoria D per i Campionati Italiani di specialità, che ha visto una forte partecipazione con 69 formazioni e un numeroso pubblico. La giornata è iniziata alle 8.30 e si è svolta all’insegna del bel gioco con il sottofondo dell’Inno nazionale in onore dei 150 anni dell’Unità d’Italia, e si è protratta fino a tarda notte. La terna tutta marenese formata da Bartolomeo Ferrero,Walter Trucco e Marco Panetto ha sbaragliato tutte le avversarie, fino ad aggiudicarsi la finale con l’ingresso ai Campionati Italiani di giugno. Dalla società i complimenti ai giocatori e un ringraziamento particolare ai gestori del Giobbe’s Bar e all’arbitro Luca Busso.

Vincono Garneri-Cornaglia

Nel torneo del mercoledì a Racconigi Si è concluso con il successo di una formazione della Granda Nord il torneo del mercoledì, gara a 4 gironi a coppie organizzata sui campi della Bocciofila Racconigese. Nella finale Pietro Garneri e Luciano Cornaglia si sono imposti per 13-10 sui portacolori della Beccaria Scarnafici Stringat-Maccagno. Per accedere alla finale la coppia della Beccaria aveva eliminato altri due alfieri della Granda Nord, Domenico Minetti e Aldo Druetta, mentre Garneri-Cornaglia avevano avuto la meglio su una coppia carmagnolese della Concordia.

“XI Trofeo Ferramenta Odasso”

Raduno sul torrente Maira Dino Ramello

In montagna sotto la nevicata di 12 euro per il pullman. TRAVERSATA SCIALPINISTICA Domenica 27 marzo si svolgerà la traversata scialpinistica e con racchette da neve dal Colle della Maddalena a Saretto in Val Maira per soli soci Cai. Il costo del pullman per l’andata al Colle della Maddalena e ritorno da Saretto è di 16 euro con prenotazione obbligatoria in sede entro giovedì 24 marzo. Partenza ore 6,30 dall'Ala di Piazza del Popolo.

Dopo il successo nella gara di casa

PESCA

Tanti alla gita con le pelli e le ciastre

Nonostante la nevicata, si è svolta regolarmente la giornata dedicata agli Amici per le pelli e le ciastre del Cai di Savigliano, con pranzo presso la trattoria Ceaglio di Marmora.

Marenese ai tricolori a terne

Gli escursionisti domenica a Marmora

Il presidente della Società Pescatori Sportivi Saviglianesi, Alessandro Pelazza, comunica che il primo raduno sociale “XI Trofeo ferramenta Odasso” di Fechino Roberto, già in programma domenica scorsa, a causa del maltempo è stato rinviato a domenica 20 marzo. Rimangono valide le iscrizioni già pervenute agli organizzatori. La manifestazione si svolgerà sul torrente Maira, nel tratto a valle della piscina comunale. Inizio ore 9, durata un’ora e mezza per un massimo di otto catture. L’iscrizione è gratuita per i soci in regola con il tesseramento 2011 (al fine di evitare spiacevoli disguidi i soci sono pregati di esibire la tessera, all’atto dell’iscrizione, anche se non richiesta). Il raduno è sponsorizzato dalla CRS Savigliano che offrirà a tutti i partecipanti un simpatico

omaggio. Nell’occasione saranno immessi 1,5 kg di trote per ogni partecipante, con alcuni esemplari di taglia. Il Trofeo sarà assegnato a chi catturerà la trota più pesante. Una bicicletta sarà invece sorteggiata sul campo di gara. Le iscrizioni si ricevono presso i negozi Armeria Meazza di via Macra 56/a, La Crota di via Sant’Andrea e Tutto Pesca di via Mazzini o direttamente sul campo di gara fino alle 8,30. Per eventuali chiarimenti telefonare ai numeri 0172.715964 o 335.1435472. «Augurando buon divertimento a tutti – conclude il presidente Pelazza – si ricorda che queste manifestazioni sono organizzate per passare alcune ore in allegria e spensieratezza, per cui ci auguriamo che da tutti i partecipanti vengano interpretate nel giusto modo».


38

nel ricordo

giovedì 17 marzo 2011

SAVIGLIANO

Hanno aiutato molti bisognosi

La generosità dei Bramardi È deceduta a 98 anni, ben vissuti, il 26 novembre scorso, Lucia Bramardi, sorella di Maria e di Franco, che l’avevano preceduta, lasciando questo mondo nel 2009 e nel 1989. Non era sposata, Lucia, come i suoi fratelli. Raccontava sovente che nell’età giusta per farlo «c’era la guerra», ma forse questo era il suo destino: fu la seconda mamma, infatti, per tutta la famiglia. Lucia Bramardi A suo tempo, aveva lavorato tanto nel loro negozio di macchine per cucire di “Piazza nuova”, come continuava a chiamarla lei, commercio famigliare che vedeva impegnato, nel tempo libero, anche Franco, laureato in Lettere, insegnante prima ed impiegato comunale poi, negli anni Quaranta e Cinquanta. I vecchi saviglianesi conoscevano bene Lucia e Maria; le salutavano specialmente nelle ore degli acquisti presso i vari negozi dei portici di piazza Santarosa, sempre molto curate nel vestire e nel parlare con la gente. Franco, negli anni maturi, scoprì un’ottima vena pittorica (disegnava molto bene sin da piccolo) e nel suo negozietto in piazza era una fila continua a commissionargli opere: oggi, molte famiglie saviglianesi vantano di avere appeso nel salotto buono qualche suo quadro. Recentemente, anche il signor Senesi, affezionato loro vicino di casa, ha allestito una mostra dei dipinti di Franco ed alcune opere firmate Bramardi fanno buona vista di sé al Museo. Ma venne il momento, anni fa, di decidere a chi lasciare il patrimonio accantonato in tanti anni di vita della famiglia e Lucia (che di questo aveva parlato molte volte con i fratelli) non ebbe esitazioni. Redasse un testamento in cui le sue sostanze erano legate alle parrocchie, all’ospedale, agli enti benefici ed alle associazioni volontaristiche saviglianesi. Di Lucia, Maria e Franco resterà così una memoria indelebile a testimoniare la loro generosità che, unita ad una nobile riservatezza, non mancò di scegliere la strada per aiutare tanta gente. r.s.

La generosità dei saviglianesi I familiari del compianto Andrea Falco hanno beneficato: - PARR. S. MARIA DELLA PIEVE - SCUOLA MATERNA S. MARIA DELLA PIEVE ASHaS Hanno beneficato in memoria di Andrea Falco i cognati e gli amici di Concetta: € 50 – Giusy e Bruno Mondino, Elsa e Marco Bertero; € 50 – Onorina e Sergio Tomatis, Marina e Luciano Gerbaudo, Rita e Franco Tavella, Lisa e Marcello Martina, Mary e Guglielmo Tomatis. ASILO MIRETTI-RAVIOLO (S. Salvatore) € 50 – Rosalia Allasia e figlie in suffragio di Giovanni Rosso. AVO € 50 – Rida Hassane; € 50 – Katia Cesano. DOTT.SSA PIERA TORTORE (Rep. Dem. del Congo) € 20 – Una bisnonna, per i suoi bimbi. FOND. PIEM. RICERCA CANCRO (Candiolo) € 50 – I cognati di Mariuccia, Domenico, Lina, Palmina e

Guido, in suffragio della sorella Giustina Calò Pitingaro. PARR. S. MARIA DELLA PIEVE € 100 – Il cognato Giuseppe Armando e famiglia in memoria di Andrea Falco. SANTUARIO DELL’APPARIZIONE (in onore della Madonna) € 60 – La squadra dell’Apparizione che ha partecipato al Torneo di bocce delle frazioni. SCUOLA MATERNA S. MARIA DELLA PIEVE In memoria di Andrea Falco hanno beneficato: € 40 – I vicini di casa: Olocco, Picco, Canale, Racca, Cravero, Sampò e Sirio; € 40 – I vicini di casa: Risso, Giordano, Bertinotti, Negri, Michelazzo, Vigliani Emilia e Sandrone Domenico.

LUNEDÌ 21 MARZO – ore 9 nella chiesa di S. Filippo Neri sarà celebrata una S. Messa di ventesimo Anniversario a caro ricordo di

SABATO 19 MARZO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea sarà celebrata una S. Messa di quarto Anniversario in suffragio della carissima

PIERO SCAVARDA

MARIA RENALDI PENÈ

A tutti grazie.

DOMENICA 20 MARZO – ore 11.15 nella chiesa parrocchiale di S. Michele in CAVALLERMAGGIORE sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in ricordo di

Le famiglie Testa, Ramello e Marengo ringraziano quanti si uniranno loro nel ricordo e nelle preghiere. Cavallermaggiore; 17/3/2011

L’ETERNO RIPOSO DONA LORO, O SIGNORE...

RELIGIONE Come aiutare i fratelli nel loro cammino di fede

CAVALLERMAGGIORE

Matrimoni... divorzi... Chiesa...

Un saluto a Pier Maria

Nelle diocesi si prendono iniziative circa i giovani che si preparano al Matrimonio Sacramento, poi non si riesce, che in pochi casi, a proseguire un cammino di coppia. Non che non ne vengano prospettati, ma spesso le coppie glissano perché a volte quella che si vuole celebrare è una cerimonia sociale, anche se fatta in chiesa… Non c’è quindi da stupirsi se le unioni si disfano alle prime difficoltà. È più facile lasciarsi, che ricostruire e recuperare un rapporto. Più facile trovarsi un altro o un’altra. Se fosse solo l’insensibilità religiosa che favorisce separazioni e divorzi, ci sarebbe una ragione. Invece non è così, e ogni separazione è sempre una lacerazione dolorosa. Spesso è la sensibilità religiosa dei divorziati risposati civilmente ad essere un problema perché non è concesso loro di accostarsi ai Sacramenti finchè perdura una oggettiva situazione disordinata. Si legge nel documento Sacramentum Caritatis, 29, che la Chiesa “incoraggia questi fedeli ad impegnarsi a vivere la loro relazione secondo le esigenze della Legge di Dio, come amici, come fratello e sorella; così potranno riaccostarsi alla mensa eucaristica”. Si tratta di norme che lasciano un po’ perplessi, non essendo verità assolute, tanto che due amici dell’Equipes Notre Dame scrivono: “Tutti abbiamo modo di constatare come la maggior parte dei cristiani che si trovano in questi stati di vita si allontanano dalla Chiesa; solo una minoranza rimane in Essa nonostante viva con sofferenza la sua posizione di cristiano ‘dimezzato’, non potendo accostarsi alla Comunione. Come possiamo aiutare questi fratelli nel loro cammino di credenti? Ci sono delle strade che possono essere praticate per risolvere queste situazioni?”. Ci siamo riletti il libro di don Giovanni Cereti, consigliere spirituale della End, “Divorzio, nuove nozze e penitenza nella Chiesa primitiva”, opera che presenta l’indirizzo della Chiesa sul matrimonio nei primi secoli del Cristianesimo. Desideriamo soffermarci su due punti: sul diritto della Chiesa di rimettere tutti i peccati, compresi quelli di apostasia e di adulterio, e sulla possibilità dei cristiani divorziati risposati di accostarsi, dopo un periodo di penitenza, alla Comunione, pur rimanendo col secondo coniuge. I cristiani dei primi secoli seguivano, come tutti i cittadini romani, le norme del diritto

romano sul Matrimonio, che prevedevano anche la possibilità del divorzio, norme che erano recepite anche dalla Chiesa. A maggior ragione, quando con l’Editto di Milano del 313 d.C. venne permessa ai cristiani la libertà religiosa, intere popolazioni si convertirono portando con sé le posizioni irregolari preesistenti, che vennero accettate dalla Chiesa. Nel II secolo, contro le tesi rigoriste del Vescovo Novaziano e dei suoi discepoli, che sostenevano l’impossibilità del perdono da parte della Chiesa dei colpevoli di apostasia e adulterio se non sul letto di morte, il papa Cornelio indisse il sinodo di Roma del 251. Da cui venne la scomunica e la destituzione di Novaziano e dei suoi discepoli sul presupposto che “la penitenza è sempre possibile; se non si accettasse il pentimento di colui che è caduto nell’infedeltà o nel peccato, non si accetterebbe la penitenza del re Davide né quella dell’apostolo Pietro dopo che aveva rinnegato”. Venendo al Concilio di Nicea del 325, il primo dei quattro concili fondanti della Chiesa ecumenica, nel canone 8, riferendosi ancora alle tesi dei Novaziani, venne stabilito che questi, per rimanere nella Chiesa, dovevano esser in comunione con coloro che vivevano in seconde nozze, dopo che essi erano stati assolti al termine di un certo periodo di penitenza (stabilito successivamente in uno o due anni). La Chiesa ortodossa riconosce e applica tuttora i principi enunciati dal Concilio di Nicea, che regolano il perdono per coloro che contraggono un secondo Matrimonio. “Il ministero di misericordia e l’assoluzione dei peccati anche gravissimi, non vennero mai meno nella Chiesa d’Oriente e non furono mai condannati dalla Chiesa d’Occidente. Tutto questo patrimonio, come ha ricordato il Concilio Vaticano II, appartiene alla piena cattolicità ed apostolicità della Chiesa (UR17)”. Alla luce di queste considerazioni, non sarebbe auspicabile che la Chiesa riflettesse sulle sue posizioni nei riguardi dei fratelli sempre più numerosi che si ritrovano in queste dolorose situazioni di vita? La proposta è seria, ma si avrà il coraggio che manca anche per la sacramentalizzazione diffusa, di prendere qualche provvedimento per non tradire l’evangelo con precetti di uomini? Osvaldo Pignata

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

SABATO 19 MARZO – ore 9 nella chiesa parrocchiale della Natività di Maria Vergine in MARENE sarà celebrata una S. Messa di tredicesimo Anniversario in suffragio della compianta

MARIA DONALISIO ved.TESTA

Impresa CARDELLINO - Cavallermaggiore - Tel. 0172/381031

Si avvisano i lettori che non vengono più pubblicati elenchi con oltre 10 nominativi per offerta. Chiediamo, pertanto, di sintetizzare i nomi da pubblicare onde evitare spiacevoli malintesi. Grazie per la collaborazione.

Il marito, la mamma ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

MARGHERITA PELLEGRINO ved. MACCAGNO La famiglia La ricorda con affetto e ringrazia quanti si uniranno nelle preghiere. Marene; 17/3/2011 GIOVEDÌ 24 MARZO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio del carissimo

Il ricordo di un amico

La prematura morte di Pier Maria ci lascia sconvolti e smarriti. Subito ci assale un sentimento di ribellione, non è possibile, è inaccettabile, etc…! Impossibile farcene una ragione dal punto di vista umano. La religione cristiana che noi professiamo, però, ci viene in aiuto e spiega la nostra morte con la morte e resurPier Maria Seia rezione di Gesù Cristo. Morire per resuscitare è il dogma. Gesù Cristo, nella sua predicazione terrena, più volte ripete che la vita è un dono di Dio e noi non possiamo allungarla neanche di un minuto. San Paolo nella lettera ai Romani aggiunge: “Sia che viviamo, sia che moriamo, noi siamo del Signore”. Facile dirlo, difficilissimo viverlo, soprattutto quando questi eventi colpiscono familiari od amici a noi vicini. Sono della Leva di Pier Maria, la mitica Leva del ’55! Siamo andati a scuola insieme, ci siamo accompagnati nella vita pur non frequentandoci così assiduamente. Io avevo sempre un occhio su quello che succedeva a Pier Maria e sono convinto che la cosa fosse reciproca. L’amicizia e la stima sono sempre state intatte, come quando eravamo sui banchi di scuola. Quando ci vedevamo, ad esempio in occasione dei pranzi di Leva, il discorso era fluido, i cuori erano aperti a qualsiasi argomento. Pier Maria compie gli studi superiori e poi comincia a lavorare in una grande azienda nazionale, parte dai gradini bassi della gerarchia aziendale e cresce, cresce, fino ad arrivare ai vertici dell’organigramma dell’azienda. Sempre in silenzio, senza rumore, senza vanto, come era nel suo stile. Dà vita con Silvana ad una famiglia, unita, bella, armoniosa, semplice, costruita sulla roccia… Si impegna a Cavallermaggiore in diverse iniziative, culturali, sociali ed educative, senza mai mettersi in vista, lui amava la sostanza delle cose non l’apparenza: “La foresta che cresce, non l’albero che cade”. Se il mondo fosse fatto solo da persone come Pier Maria, questo sarebbe il Paradiso terrestre! Pier Maria ci lascia un esempio ed una testimonianza impareggiabili di come si vive in questo mondo, fatto spesso di violenza e di apparenza. E sottolineo non un ricordo, perché sarebbe riduttivo rispetto a quello che lui è stato, ma un esempio ed una testimonianza tangibili dai quali attingere per proseguire la nostra vita. Così la nostra amicizia continuerà nel tempo fino a quando non ci incontreremo nell’Aldilà. Non rassegnazione, ma la speranza cristiana che apre una prospettiva nuova. Come la primavera rigenera la natura, così la speranza rigenera la nostra vita. Grazie Pier Maria per quello che sei stato; resterai nei nostri cuori come esempio e testimonianza di grande uomo… per sempre. Tino Testa – Cavallermaggiore (Leva 1955)

BENEDETTO SEGHESIO La moglie, i figli, i generi, la nuora, i nipoti ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. SABATO 19 MARZO – ore 9.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve sarà celebrata la S. Messa di Trigesima in suffragio della compianta

TERESA BARALE ved. GOZZARINO I figli, il genero, la nuora, i nipoti ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

SABATO 19 MARZO – ore 9 nella chiesa parrocchiale della Natività di Maria Vergine in MARENE sarà celebrata una S. Messa di diciottesimo Anniversario in suffragio del compianto

LORENZO BARGE I familiari Lo ricordano con infinito affetto ed immutato rimpianto e ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere. Marene; 17/3/2011 Imp. Fun. Lusso & Racca – Bra


nel ricordo I figli ed i familiari tutti riconoscenti per la dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata alla loro carissima

PIA ANTONIA FRESIA ved. RACCA nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale si sono uniti al loro dolore. Un grazie particolare porgono al medico curante dott. Bartolomeo Allasia, al servizio ADI, all’amica Caterina Enrici ed indistintamente a tutti i vicini di casa, amici e conoscenti. Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

SABATO 19 MARZO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa in suffragio dei compianti

SABATO 19 MARZO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio della carissima

giovedì 17 marzo 2011

QUATTORDICESIMO ANNIVERSARIO

d a l 19 2 0

“È racchiuso nel nostro cuore ciò che di Te non morirà mai”. SABATO 19 MARZO – ore 18 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro sarà celebrata una S. Messa in suffragio della cara

MOLLEA

Impresa Pompe Funebri

SABATO 19 MARZO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea sarà celebrata una S. Messa di secondo Anniversario in suffragio della carissima

MARIA CRAVERO in GIACOSA La famiglia ringrazia chi vorrà unirsi nel ricordo e nella preghiera.

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

SABATO 19 MARZO – ore 9.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria Maggiore in RACCONIGI sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio del compianto

GIOVANNI BATTISTA MELLANO I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

ELISABETTA MOLINERIS ved. FERRATO I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

LORENZINA DAVICO ved. PAGNOTTA

AGOSTINA ALBERIONE ved. MEIA nel quinto Anniversario e

FRANCESCO BOSIO La moglie, la figlia, il genero, il nipote ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Racconigi; 17/3/2011 Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

nel ventesimo Anniversario I familiari Li ricordano e ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere.

VENERDÌ 25 MARZO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa di terzo Anniversario in suffragio del carissimo

GRAZIE! Al suo medico curante dott. Roberto Formaggio, che negli anni con competenza e disponibilità L’ha seguita ed accompagnata. A Rosanna ed alle sue collaboratrici del secondo piano della casa di riposo Chianoc di Savigliano, che con diverse, ma ugualmente essenziali, competenze si sono prese cura con dedizione di Lei. Ai nostri cari amici e conoscenti che ci sono stati vicini ed hanno partecipato con generosità d’affetto. Famiglia Mantovani Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

DOMENICA 20 MARZO – ore 10.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria Assunta in CAVALLERLEONE sarà celebrata una S. Messa in suffragio dei compianti

SABATO 19 MARZO – ore 9 nella chiesa parrocchiale della Natività di Maria Vergine in MARENE DOMENICA 20 MARZO – ore 9.30 nella chiesa parrocchiale di S. ANTONIO BALIGIO saranno celebrate le SS. Messe in suffragio dei compianti

SABATO 19 MARZO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa di quinto Anniversario in suffragio della carissima

LODOVICA BORI n. SUPERTINO Il marito, i figli, le nuore, i nipoti ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

SABATO 19 MARZO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea sarà celebrata la S. Messa di Trigesima in suffragio della compianta

ALESSANDRO BUSSO La moglie, il figlio, la mamma ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

FRANCESCO MELLANO nel primo Anniversario

SABINA MANA ved. RACCA

LUNEDÌ 21 MARZO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea sarà celebrata una S. Messa in ricordo dei carissimi

MICHELE MELANO nel quinto Anniversario e

nel secondo Anniversario

DOMENICA BARBERO ved. MELANO

FRANCESCO RACCA

nel terzo Anniversario

ANNA, LUIGI e TOMASO RACCA

I familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Cavallerleone; 17/3/2011

nel ricordo I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere. DOMENICA 20 MARZO – ore 18 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea sarà celebrata una S. Messa di dodicesimo Anniversario in suffragio del compianto

DONATO BEDINO I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

DOMENICA 20 MARZO – ore 10.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve SABATO 26 MARZO – ore 19.30 nel Santuario dell’Apparizione saranno celebrate le SS. Messe di sesto Anniversario in suffragio del compianto

BARBARA ORSINI

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

ANTONIO MEIA

Di Mario Mollea e Gianluca Bertoglio

Via Danna, 14 - Savigliano - Tel. 0172.716654 SABATO 19 MARZO – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni sarà celebrata una S. Messa di quarto Anniversario in suffragio del compianto

La famiglia ringrazia quanti si uniranno nelle preghiere e nel ricordo.

39

LILIANA CAGLIERO ved.VIALE nel secondo Anniversario e

SABATO 19 MARZO – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio della carissima

GUIDO VIALE

PAOLA LANZETTI

nel quinto Anniversario La figlia Silvana ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

La mamma, il papà, il fratello ed i nonni ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

MARIA CATERINA GRIGLIO in LAMBERTI Il marito, i figli, il genero, il nipote ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

QUARTO ANNIVERSARIO “VolerTi bene è stato facile; dimenticarTi è impossibile. Sei sempre viva nei nostri cuori”. DOMENICA 20 MARZO – ore 10.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve sarà celebrata una S. Messa in ricordo della cara

PIETRO MELLANO La moglie, i figli, i generi, le nuore, i nipoti ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

Condoglianze La CLASSE 1932 partecipa al lutto dei familiari per la scomparsa della loro cara LUCIANA DUTTO e porge sentite condoglianze. In età di 70 anni è mancata la signora LAURA FERRARI in MALVINO Al marito Pierfernando; alla figlia Alessandra con il marito Cristiano ed il piccolo Lorenzo; alla sorella Graziella; ai nipoti ed ai parenti tutti porgiamo vive condoglianze. La cara salma è stata tumulata nel cimitero di Cherasco, dove è stato celebrato il funerale. In Fossano è mancata CATERINA DANIELE ved. CAVALLERO di anni 94 Ai figli Antonio con la moglie Luciana Buttieri, Dino con la moglie Piera Picco, Anna con il marito Agostino Becchio e Silvano con la moglie Mariangela Galvagno insieme alle rispettive famiglie; alle cognate; ai nipoti; ai pronipoti; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo sentite condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Genola. In Busca è mancata la signora ADELAIDE COLZANI ved. UMORET di anni 78 Alla figlia Roberta; al genero Ezio; al nipote Davide ed ai parenti tutti porgiamo vive condoglianze. La cara salma è stata tumulata nel cimitero di Savigliano, dove è stato celebrato il funerale.

MADDALENA GANDOLFO in LEONE

In età di 48 anni è mancata la signora GIUSTINA CALÒ PITINGARO (Tina) Ai figli Marco e Giulia con il papà Gioacchino; alla mamma Palma; al papà Matteo; al fratello Michele; alle sorelle Mariuccia ed Anna; ai cognati; alle cognate; ai nipoti; agli zii; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo sentite condoglianze.

Il marito, i figli, il genero, la nuora, i nipoti ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

È mancato il signor LUCIANO ARNALDI di anni 67

Alla moglie Nori; alla figlia Micaela con il figlio Federico; alla sorella Maria Rosa con Michele e famiglia; al fratello Piero con Alida e famiglia; agli zii ed ai parenti tutti porgiamo vive condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Savigliano e la cara salma tumulata nel cimitero di Mondovì. In Busca è mancata la signora SECONDINA BORGHINO ved. GAZZERA di anni 84 Ai figli Giovanni, Giuseppe, Grazia, Mauro, Paola e Luigi; alle nuore; al genero; ai nipoti; alle sorelle; al cognato ed ai parenti tutti porgiamo sentite condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Savigliano. In età di 94 anni è mancata la signora PIA ANTONIA FRESIA ved. RACCA Ai figli Ugo con Dina, Sergio e Giuseppe con Angela; alle nipoti Sonia, Federica, Enrica e Livia con famiglie; alla sorella; ai nipoti, ai pronipoti; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo vive condoglianze. È mancato il signor GIUSEPPE RACCA di anni 83 Alla moglie Maria Maddalena Pellegrino; a Sergio ed Elio con Mirella; al fratello Pietro; alle sorelle Giuseppina, Caterina, Virginia, Margherita e Zaveria; ai cognati; alle cognate; ai nipoti ed ai parenti tutti porgiamo sentite condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Fossano. In età di 85 anni è mancata la signora ELIANE LOUISE MATHIOT ved. MEUNIER Alla figlia Maria Rosa Meunier ved. Miglietti; ai nipoti Massimo con Aquila, Gian Claudio con Barbara e Lorenzo con Elisa ed ai parenti tutti porgiamo vive condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Sancoins (Francia) e la cara salma tumulata nel cimitero di Givardon.


GIOVEDÌ 17 MARZO 2011 IL SAVIGLIANESE 40

17-3-2011  

giornale locale

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you