Issuu on Google+

Giornale più antico del Piemonte Chi roba ‘na cosa a na roba ‘n ‘aôtra

dai 4300 proverbi piemontesi

Savigliano, 16 novembre 2011 • ANNO 153 - N° 43 • E 1,20 • Sped. in Abb. Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) NO/CUNEO art. 1, comma 1 • e-mail: redazione@ilsaviglianese.com • www.ilsaviglianese.com

L’Ascom: «La maggioranza dei commercianti è favorevole»

Marene

Non sarà un Natale al buio Il primo dicembre si accendono le “luminarie”

Suor Mercede: 60 anni di vita consacrata pagina 16

Cavallerleone

Savigliano, a pagina 2

In paese, il mistero delle strisce rosse pagina 18

Buone prospettive per l’ospedale Giunta Cota sulla riforma sanitaria. Il nostro ospedale sarebbe “cardine”, subito un gradino sotto quello di Cuneo, il più importante, definito “di riferimento”. Ma se la Regione da una parte ci gratifica, sull’unificazione delle Asl non ci ascolta... Servizio a pagina 3

Restaurata la cappella della SS. Annunziata pagina 19

Piano sanitario regionale: il “Santissima Annunziata” è secondo solo a Cuneo «Colgo segnali positivi». Così il presidente dell’associazione Amici dell’ospedale Santissima Annunziata di Savigliano, Ezio Nava, ha commentato “a caldo” la bozza di Piano regionale varata dalla Regione. Si tratta di un documento non definitivo, ma che delinea le intenzioni della

Caramagna

Monasterolo Serie di furti pagina 19

Villanova Festa di San Martino Per l’asilo infantile pagina 20

Racconigi

Nei piani della Regione, il SS. Annunziata è al secondo posto, per importanza, nella sanità della Granda

Verifiche sugli alberi per la sicurezza pagina 21

Tragedia a Cavallermaggiore

Svaligiata la gioielleria del Mercatone Uno di Genola

Attraversa i binari Travolta dal treno

Rapina a mano armata

Un’anziana signora di origine russa è morta tragicamente giovedì scorso, nel primo pomeriggio, travolta dal treno. Con la figlia ed il nipotino di sei mesi, com’era solita fare, stava passeggiando nelle campagne cavallermaggioresi. Ad un certo punto, forse per trattenere il cane, si è avventurata sui binari che costeggiavano la stradina sterrata che la famiglia stava percorrendo... Servizio a pagina 15

Il luogo della sciagura

Martedì sera alle ore 18,15 si è verificata una rapina a mano armata al Mercatone Uno di Genola. Tre banditi, col volto coperto da un passamontagna, probabilmente italiani sono entrati e si sono diretti verso il reparto di gioielleria che è posizionato proprio all’ingresso della struttura. Qui, dopo aver sparato alcuni colpi in aria – uno di questi ha provocato un foro in una delle porte di ingresso – hanno costretto la commessa ad aprire la cassaforte di cui hanno razziato tutto l’oro che vi era con-

tenuto. Inoltre hanno spaccato le vetrinette arraffando tutti i preziosi che vi erano esposti. Alcuni impiegati, sentite le urla concitate dei banditi, sono riusciti a nascondersi e a fuggire dalle porte di sicurezza ed hanno avvisato, tramite il 112, i Carabinieri di Savigliano che sono intervenuti sul posto a sirene spiegate. Ma dei tre criminali nessuna traccia: dovrebbero essere riusciti a fuggire su un fuoristrada parcheggiato in un angolo del piazzale del supermercato. Sul posto anche le ambulanze del 118 che hanno

Giorgio Napolitano

Mario Monti

E’ stata una settimana storica per la politica italiana. Pressato dalla crisi economica, dall’attacco della finanza mondiale e dagli scandali giudiziari e “rosa”, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi sabato scorso ha dato le dimissioni. Poco prima che lo facesse, il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, aveva già mandato un chiaro segnale ai mercati per cercare di salvare il salvabile, nominando senatore a vita il professor Mario Monti, presidente della Bocconi di Milano. Agendo così, ha di fatto indicato nell’ex commis-

Scattano le indagini

VOLLEY Saviglianesi fantastici

E’ CAMBIATA LA COSTITUZIONE? sario europeo all’Antitrust l’uomo chiamato a formare un nuovo governo di larghe intese. Il Capo dello Stato, in questi drammatici giorni, è stato l’unico riferimento saldo in una politica italiana apparsa più che mai allo sbando, con i partiti che non sembravano curarsi più di tanto del malato-Italia, intenti solo a mantenere i consensi ed a trastullarsi con pericolosissimi giochi di potere. Napolitano – un uomo di 86 anni che non ha dimenticato che cos’è il senso dello Stato – non ha esitato un momento per cercare di raddrizzare questo povero Paese, piegato dal debito pubblico. Ecco perchè tutto dove va è accolto tra gli applausi. Dunque l’Italia prova, sull’orlo del baratro, a non cascare di sotto. Ma a che punto siamo arrivati! Un’entita sovranazionale – sia essa l’Europa o il mercato – si è sostituita al popolo nell’esercizio della sovranità. L’articolo 1 della Costituzione è forse stato riformato a nostra insaputa? Oggi potrebbe benissimo recitare: “La sovranità appartiene agli speculatori, che la esercitano nelle forme e nei (pochi) limiti del mercato”.

trasportato all’Ospedale di Savigliano due persone, una cliente che ha avuto un leggero malore ed un’impiegata. È subito scattato il piano antirapina con posti di blocco da parte dei militari delle Compagnie di Savigliano e Fossano. Intanto, alcuni clienti ed impiegati, testimoni della rapina, sono stati condotti in caserma a Savigliano per raccontare in fatti e ogni elemento utile alle indagini. I Carabinieri stanno anche visionando i filmati delle telecamere a circuito chiuso del Mercatone Uno.

Primi in classifica Milanollo

Il teatro riapre con i “Berliner”

Mister Bonifetto (nella foto) sembra avere la bacchetta magica: sabato al Palasport i suoi ragazzi sono stati autori di una partita perfetta. Il Volley Savigliano ha battuto la corazzata Ovada ed ora si gode il primo posto solitario in classifica. Servizio a pagina 27

VOLLEY

CALCIO

Le racconigesi di Berra rompono il ghiaccio

Maghi: un pareggio per ricominciare a sperare

A pagina 34

pagina 27

Banda di albanesi

BASKET

Rubavano gasolio nei cantieri

Cogein cade a Mortara Incasa: vittoria scacciacrisi

A pagina 15

pagina 29

BOCCE Marenese ancora k.o. pagina 27

pagina 30

Futsal espugna Genola Caramagnese sottotono Racconigi protagonista pagina 32-33

L’Atletico ritrova in Valenti il suo bomber pagina 33


2

savigliano

mercoledì 16 novembre 2011

BREVI DALLA CITTÀ

Addio a Sorasio, vice presidente del “Vita Nova” È mancato nei giorni scorsi Riccardo Sorasio, di 66 anni. Pensionato, aveva lavorato come artigiano nel settore della carpenteria in ferro, socio con Gavatorta. Un’attività che oggi è portata avanti dai figli dei due soci. Grande appassionato di bocce, da una decina d’anni faceva parte del direttivo del gruppo Vita Nova, di cui era vicepresidente dal 2010. «Era una persona schietta – lo ricordano gli amici bocciofili – con una grande passione per il nostro sport. Seguiva le competizioni in proRiccardo Sorasio vincia ed era conosciuto in tutto l’ambiente». Lascia la moglie Caterina, i figli Diego e Matteo con le rispettive famiglie. Il funerale è stato celebrato venerdì scorso a Sant’Andrea.

Emergenza alluvione, ritiro sacchi di sabbia L’ufficio tecnico comunale provvederà nei prossimi giorni al ritiro dei sacchi di sabbia distribuiti in occasione dei recenti fenomeni alluvionali. I cittadini che desiderano disfarsi di tale materiale sono pertanto pregati di depositare i sacchi sul suolo pubblico all’esterno delle abitazioni, dove saranno prelevati dal personale comunale. Naturalmente si prega di collocarli in modo da non recare intralcio alla viabilità pedonale e veicolare, ed in modo da non costituire pericolo per l’incolumità delle persone.

Giornata di festa Comunità di S. Andrea Domenica 20 novembre si tiene la festa della comunità di Sant’Andrea. Alle 11, S. Messa con anniversari di matrimonio e sposi dell’anno; ore 12.30, pranzo in Comunità per tutti; ore 15.30, spettacolo per bambini del mago comico Timballo; ore 16.30: preghiera per piccoli e grandi. Seguiranno “estrazione sottoscrizione a premi” e merenda per tutti (tè, vin brulè e cioccolata calda).

Gioca 2 euro da Perhauc e ne vince diecimila! Grande vittoria, sabato pomeriggio, alla Tabaccheria Perhauc di piazza Santarosa. Una signora, giocando 2 euro al Superenalotto con il “Superstar”, ha vinto istantaneamente 10.000 euro. La fortunata giocatrice, incredula, si è seduta un attimo per l’emozione, mentre gli altri clienti le hanno tributato un caloroso applauso.

Aperte le iscrizioni per la festa degli Alpini Domenica 11 dicembre si terrà l’annuale festa del gruppo Alpini. Alle 8.45, presso la sede ANA di corso Caduti sul Lavoro n. 3, aprirà la segreteria per l’inizio del tesseramento 2012 (chiusura ore 12). Per i soci sarà anche possibile visionare il rendiconto finanziario dell’anno 2011. Alle 13 ci sarà il pranzo sociale presso la trattoria “La Cascina” in frazione San Salvatore (strada Oropa n. 11) al costo di 26 euro. Chi intende partecipare al pranzo sociale per motivi organizzativi deve tassativamente dare l’adesione al capogruppo, ai membri del direttivo o direttamente in sede il venerdì, entro e non oltre il prossimo 3 dicembre, versando la somma di 10 euro a titolo di prenotazione e acconto. Dopo tale data non saranno più accettate iscrizioni e tanto meno il giorno stesso al ristorante. «Soci, familiari e simpatizzanti sono invitati a partecipare numerosi» dice il capogruppo, cav. Secondo Cavallo. La Santa Messa in suffragio dei defunti Alpini sarà celebrata in occasione dell’anniversario della Campagna di Russia, che si terrà a gennaio.

NATALE La maggioranza dei commercianti le vuole mettere

Ancora «sì» alle luminarie Dodici mesi fa ci eravamo domandati se il Natale 2010 sarebbe stato l’ultimo allietato dallo sfavillìo delle luci natalizie per le strade. Per fortuna, non sarà così. L’anno scorso, un gruppo di sette commercianti aveva scritto al nostro giornale dicendo di non essere più d’accordo – in tempi di crisi – a spendere per le “luminarie”, sollevando la questione. “Sosteniamo – scrivevano – che le luci siano solo un contorno e come tale non siano fondamentali; i clienti continuano a frequentarci perché diamo loro attenzione, cortesia, offriamo qualità nei servizi e mettiamo sempre maggiore impegno per tenerceli stretti, rinnovandoci sempre e andando loro incontro il più possibile”. Al posto delle luci, vista la crisi economica, avevano proposto “per il prossimo Natale” (cioè per questo che sta arrivando), una raccolta di offerte da devolvere in beneficenza. L’Ascom aveva comunque riferito come la maggioranza dei commercianti fosse ancora d’accordo a mettere le “luminarie”, ma che nel 2011 si sarebbe chiesto agli associati di esprimersi in merito con molto anticipo, per decidere il da farsi. E così è stato fatto. «Quest’anno – spiega il direttore dell’Associazione commercianti, Livio Raballo – siamo partiti in tempo. Già a giugno abbiamo raccolto le ade-

CURIOSITÀ

Le luci sono state piazzate nei giorni scorsi. Ci saranno anche tre grossi alberi di Natale

sioni per le “luminarie”. Pur essendo sempre in calo da un anno all’altro, abbiamo comunque raggiunto un numero sufficiente. Abbiamo così deciso di riproporre l’iniziativa, sulla quale siamo riusciti anche a risparmiare qualcosa». E infatti le luci sono state appese nei giorni scorsi. La novità di quest’anno è che verranno anche allestiti grossi alberi di Natale nelle tre piazze principali: Santarosa, Cesare Battisti e del Popolo. La quota chiesta ai commercianti è rima-

sta invariata rispetto al 2010, attestandosi sui 135 euro pro-capite. «La maggioranza degli associati – conclude il direttore – desidera ancora le luci. Noi non vogliamo imporre nulla, lasciamo libera scelta. Personalmente ritengo che Savigliano ne tragga beneficio. Basti pensare che nelle città dove avevano deciso di non metterle più, l’anno successivo sono tornati di corsa sui loro passi». G.Ma.

Sulla strada per Canavere, una “scultura naturale” a perdita d’occhio

Maestosa distesa di “rotoballe” di paglia Il primo colpo d’occhio ha dell’incredibile: una distesa di «balle» di paglia di granoturco (quella che in piemontese si chiamava «meliasa») a perdita di vista. Suddivisa su quattro file, due delle quali lunghissime, alcune centinaia di metri, una terza leggermente più corta, ed una quarta, infine, a misura d’uomo, lunga «soltanto» una cinquantina di metri. Quattro “ziggurat” immense dallo sviluppo impressionante. Dieci balle (quattro a piano terra, tre al superiore, due sopra ancora ed una chiudere al colmo) per ogni sezione triangolare. Per un totale, per ogni fila, di almeno 250-300 sezioni (il calcolo è ad occhio e croce). Il che vuol dire, complessivamente, tenuto conto delle due file più corte, non meno di 6-7-8.000 balle di paglia di granoturco. Una cosa veramente mai vista, che colpisce l’occhio e che diventa difficile anche da fotografare. Solo il percorrerle in lunghezza avanti e indietro, sul terreno un po’ sconnesso lavorato dalla mietitrebbia, impegna più di tanto. Non sappiamo se al-

Un’immagine che rappresenta come il nostro paesaggio sia molto legato all’agricoltura trove si sia già vista una simile cosa. A Savigliano sì! Speriamo si tratti di un primato. Si trova a ridosso della strada che conduce

PARROCCHIE

alla frazione Canavere. Chi vuole andare a vedere un siffatto fenomeno di «architettura effimera» non avrà difficoltà ad incrociarlo

con lo sguardo. È un elemento che «segna» in modo evidentissimo il paesaggio agreste dell’intera zona.

Dopo la Messa in ricordo dei defunti

Castagne e dolci per i pensionati Mercoledì 2 novembre, dopo aver assistito alla celebrazione della Messa al cimitero, un folto gruppo di pensionati ed anziani delle parrocchie saviglianesi si sono ritrovati nei locali della parrocchia di S. Giovanni per un momento di fraternità con una castagnata e dolci prelibati.


savigliano

SANITÀ Ecco la proposta della Regione: secondi solo a Cuneo

SS. Annunziata ospedale cardine Comincia a delinearsi più chiaramente il futuro della Sanità in Piemonte ed il ruolo del nostro ospedale nell’ambito della riforma. Nei giorni scorsi, l’assessore regionale Paolo Monferino ha reso nota la classificazione degli ospedali che intende inserire nel Piano socio-sanitario: il Santa Croce di Cuneo sarà l’unico “di riferimento”, con le specialità più complesse. Un gradino sotto, il Santissima Annunziata di Savigliano, il San Lazzaro di Alba ed il Regina Montis Regalis di Mondovì, definiti “cardine”. Sul gradino più basso, gli ospedali “di prossimità”: Carle di Cuneo, Civile di Saluzzo, Poveri infermi di Ceva, Santissima Trinità di Fossano, Sant’Antonio di Caraglio e Santo Spirito di Bra. Questa la rete ospedaliera. L’obiettivo di Monferino è quello di «liberare delle risorse dalla rete ospedaliera per evitare il collasso». Rimane in piedi anche l’ipotesi di unificare le due attuali Asl, Cuneo (la nostra) ed Alba-Bra. Un’eventualità che non piace né al nostro territorio, né ai “cugini” di Langa, così come ribadito più volte dai sindaci. Il Piano 2011-2015 è stato

Il sindaco Sergio Soave

Il presidente Ezio Nava

depositato alla Commissione Sanità del Consiglio regionale, ma non è ancora un documento definitivo. L’assessore Monferino, con il presidente Roberto Cota ed il neodirettore generale della Sanità piemontese Sergio Morgagni (ruolo prima ricoperto proprio da Monferino), incontreranno nei prossimi giorni sindaci, amministratori e forze sociali nei capoluoghi di provincia. A Cuneo, l’incontro sarà giovedì 24 novembre. S’intravede comunque già un’idea di come la Giunta azzurro-leghista intenda organizzare i servizi sanitari in Piemonte. Commenta il sindaco Sergio Soave: «È tutto come ci aspettavamo e sostanzialmen-

te non ci sono elementi che facciano cambiare la posizione che noi sindaci avevamo già espresso nelle assemblee. Sembra che sull’unificazione delle due Asl la Regione non sia disposta a cambiare idea». Sulla posizione dell’ospedale di Savigliano, indicato come “cardine” nella scala gerarchica, abbiamo sentito invece il presidente dell’associazione “Amici del Santissima Annunziata”, Ezio Nava: «Non vorrei sembrare troppo ottimista ma, incrociando le dita, mi pare che si stia muovendo qualcosa. Onestamente, che Savigliano sia considerato subito dopo Cuneo mi sembra un segnale favorevole».

CULTURA Venerdì mattina, uno stand al mercato

Una firma per sostenere Marcovaldo Approda in città la raccolta di firme a sostegno dell’associazione culturale Marcovaldo, dei suoi dipendenti e collaboratori, affinché possa continuare a svolgere la sua preziosa attività per lo sviluppo e la valorizzazione del territorio cuneese. Nel 2011 le attività sono state realizzate regolarmente, ma la Regione Piemonte, che rappresenta il principale finanziatore, non ha ancora

deliberato alcun contributo né ha rinnovato la convenzione. Pertanto, per il 2012 le previsioni sono assolutamente fosche. «Questa situazione mette gravemente a rischio la sopravvivenza dell’associazione e, quindi, decine di posti di lavoro con tutto l’indotto – dicono dal Marcovaldo –. Il mondo bancario, grazie alle consolidate relazioni, è tuttora disposto a fare la sua parte qualora pervenissero

dalla Regione segnali inequivocabili della volontà di continuare a supportare la missione sociale e istituzionale dell’associazione». La richiesta di Marcovaldo è indirizzata alla Regione Piemonte, alle altre Istituzioni pubbliche e alle Fondazioni bancarie affinchè «sostengano Marcovaldo in questa difficile congiuntura». Per sostenere la petizione a favore dell’associazione Marcovaldo è stata avviata una raccolta di firme presso la sede di Caraglio (ex Convento dei Cappuccini); inoltre è possibile sottoscriverla su una pagina del sito internet www.petizionepubblica.it. Sono anche previsti stand nei mercati cittadini della Granda: a Savigliano lo si potrà trovare venerdì 18 novembre.

A “titolo esemplificativo”, la bozza di Piano riporta anche un elenco che spiega quali specialità dovrebbero esserci nei tre diversi tipi di ospedale. A Savigliano, dove attualmente mancano i primari di Urologia e Chirurgia, sembrerebbe essere confermata solo la prima. Verrebbe però attivato un reparto specifico di “Nefrologia e Dialisi”, proprio la specialità che lo stesso Nava vorrebbe al Santissima Annunziata, tanto da averla richiesta in Regione con una lettera consegnata a Torino a fine ottobre. «Non ho ancora visto questo elenco – conclude il presidente – ma ho speranze che anche la Chirurgia possa restare attiva». Guido Martini

mercoledì 16 novembre 2011

CULTURA

3

Comitiva di carmagnolesi

Al Museo ferroviario

La comitiva era formata da pensionati della Fiat

Mercoledì mattina della scorsa settimana, una comitiva di pensionati della Fiat, proveniente da Carmagnola, ha visitato il Museo Ferroviario cittadino. Dopo averli suddivisi in tre gruppi, i visitatori sono stati accompagnati a vedere la rimessa a settore circolare delle vecchie locomotive, tra cui quella requisita alla Prussia dopo la vittoria riportata dall’Italia nella guerra 1915-1918. Oltre alle locomotive a vapore e a trazione elettrica, che per i visitatori rappresentano la maggior attrazione, il Museo conserva carrozze ferroviarie, carri merci e veicoli speciali. Alcune locomotive sono ancora in grado di viaggiare sui binari, nonostante siano state fabbricate verso la fine dell’Ottocento, secolo in cui iniziò in Europa la storia delle strade ferrate. Quanto alle altre, il Museo si propone di ripristinare il loro funzionamento, con riparazioni e modifiche dei vari congegni meccanici ed elettrici. All’interno dell’edificio sono esposti, oltre ad una collezione di cimeli degli attrezzi per l’esecuzione di lavori sulle linee e apparecchi per la regolazione del traffico ferroviario, nonché una vasta raccolta di modelli di treni d’ogni epoca e Paese. «Per festeggiare - annuncia Umberto Torrisi, presidente dell’associazione saviglianese “Amici del Museo Ferroviario” - l’8 dicembre prossimo il decimo anniversario dell’inaugurazione del Museo Ferroviario, assumeremo delle iniziative di carattere ricreativo, di cui daremo notizia al momento opportuno, che speriamo vengano accolte con favore da tutta la cittadinanza». Il museo, in via Coloria n. 7, è aperto al pubblico col seguente orario: giovedì dalle 14.30 alle 17.30; sabato, domenica e giorni festivi dalle 10 alle 12 e dalle 14.30 alle 17.30 Giovanni Bosio


4

mercoledì 16 novembre 2011

BREVI DALLA CITTÀ

Ancora un incarico per il dottor Raviolo Nei giorni scorsi, l’assessore regionale alla Sanità Paolo Monferino ha nominato il direttore del 118, Mario Raviolo, “referente regionale della funzione Sanità per la Protezione civile e responsabile del Modulo sanitario regionale”. Della nomina sono stati informati anche il capo del dipartimento della Protezione civile nazionale ed il dirigente del settore Protezione civile e sistema Aib della Regione Piemonte. Dal 1° novembre, il dottor Raviolo, già responsabile della MaxiemerMario Raviolo genza 118, ha anche assunto l’incarico di direttore della struttura di Emergenza sanitaria territoriale del 118.

Parcheggio sotterraneo La Giunta valuta i costi Giovedì 3 novembre, all’ordine del giorno della riunione della Consulta ecologica vi era la presentazione del progetto di un parcheggio sotterraneo in piazza Schiaparelli. Di questo lavoro già si era parlato lo scorso anno, quando il nostro Comune prese contatto con una ditta d’ingegneria torinese incaricata di redigere uno studio di fattibilità (un’analisi che ci dice se l’opera si possa fare o meno). Se sulla fattibilità non ci sono dubbi, ciò che fa riflettere la Giunta è il costo dei lavori. «La struttura che ci hanno proposto prevede l’inserimento di cento nuovi posti. Ora stiamo valutando, in base a quanto ci verrà a costare, se partire con il progetto» ha detto l’assessore Claudio Cussa. Il sindaco e l’assessore rifletteranno dunque sul da farsi; già si riscontra il parere favorevole da parte dell’Ascom, il sindacato dei commercianti saviglianesi, che ha preso visione del progetto. Il nuovo parcheggio permetterebbe infatti un accesso agevole ai negozi del centro della nostra città. La Consulta ecologica, invece, si è dichiarata né a favore, né contraria.

Il sabato sera si gioca al “Marameo” Il baby-parking “Marameo” ed il micronido “Mignolo” hanno pensato a quattro serate per far giocare e divertire i bambini e lasciare liberi i genitori. Presso il “Marameo” di corso Vittorio Veneto n. 50, le serate iniziano alle 17.30 e terminano alle 23. «Si accolgono bambini dai 13 mesi ai 6 anni – spiegano le educatrici – alternando momenti di gioco libero ad un laboratorio. Dopo cena, aspetteremo mamma e papà divertendoci, mettendoci il pigiamino e leggendo un bel libro». Ogni famiglia dovrà portare: la cena, un paio di calze antiscivolo o ciabatte, un cambio completo, bavagliolo, asciugamano e il pigiama per chi vuole. Le date: il 26/11/11, il 17/12/11, il 28/01/12 ed il 25/02/12. Per informazioni su costi e prenotazioni, contattare il 0172/711580 (Marameo) o il 0172/713982 (Mignolo).

savigliano

CULTURA Al museo mostra, conferenza e spettacolo sulla nobildonna

Ultimo week-end con Luigia Ultima settimana per visitare, presso il Museo civico A. Olmo, la mostra “Una nobildonna al tempo dei Santa Rosa: Luigia Ruffino di Gattiera, aristocratica pittrice tra Restaurazione e Risorgimento”. L’evento ha riscosso molto interesse anche tra i non saviglianesi, per l’originalità del materiale esposto (quasi tutto di proprietari privati che hanno gentilmente accettato di esporre al pubblico opere d’arte che poi torneranno ad essere apprezzate solo più in ristretti ambiti familiari) e per la maestria artistica della nobildonna pittrice saviglianese cui è dedicata l’esposizione. Contemporaneamente, i visitatori potranno ammirare la mostra “Di stanza in stanza ad incontrar Luigia” con opere di 13 artiste contemporanee, facenti parte della associazione culturale Magau di Cuneo, che rendono omaggio in modo innovativo e delicato ad una donna artista vissuta due

secoli or sono. Orario mostra: martedì 10-13, giovedì e sabato 15-18.30, domenica 10-13 e 15-18.30; a tutti i visitatori verrà dato in omaggio il catalogo. Inoltre, per approfondire il contesto storico-sociale nel quale si inserisce la figura di Luigia Ruffino, sabato 19 novembre, alle ore 17, si svolgerà un incontro sul tema “Essere nobil-donna al tempo di Luigia” a cura di Rosalba Belmondo, direttrice del Museo civico e curatrice della mostra. Infine, domenica 20 novembre alle ore 16.30, sempre nei locali del museo, si terrà l’ultima replica de “Quel giorno sognai l’Italia”, uno spettacolo teatrale itinerante alla scoperta dei personaggi del Risorgimento in collaborazione con l’associazione Voci Erranti”, accompagnata dall’esibizione del coro “Luigi Einaudi” della Scuola Primaria di Marene.

Giocattoli e figurine cercansi Il Museo Civico di Savigliano avvisa che sta cercando, in prestito, per una mostra prevista nel periodo natalizio, giocattoli ed album di figurine degli anni dal 1950 al 1970 in buono stato. Si può telefonare, in orario d’ufficio, allo 0172.712982 oppure mail a museocivico.gipsoteca@comune.savigliano.cn.it.

CARABINIERI

Ricordato l’eroico brigadiere ucciso durante una rapina

Il sacrificio di Iannucci è sempre attuale fragio dei caduti dell’Arma. Seguirà un rinfresco presso la sezione di via Miretti n. 12. «Auspichiamo la presenza di un numeroso pubblico» dice il presidente Vincenzo Cauterucci.

Don Lorenzo Dedominici deceduto a Los Angeles

TESSERAMENTO 2012 Il tesseramento all’Associazione nazionale Carabinieri, sezione di

Martedì 8 novembre è deceduto a Los Angeles, dove viveva da 50 anni, don Lorenzo Dedominici. Nato nel 1923 a Tetti Roccia, sacerdote dal 1946, don Lorenzo aveva svolto il suo servizio sacerdotale nell’arcidiocesi di Los Angeles nella parrocchia “Mary Star of the Sea” (Maria Stella del Mare). Centro della sua attività missionaria, il servizio agli immigrati italiani di San Pedro, il porto della città californiana.

Si presente l’opera omnia del poeta occitano “Barbo Toni” Nel 1999, all’età di 78 anni, moriva Barbo Toni Boudrìe (Antonio Bodrero), il grande poeta occitano di Frassino in valle Varaita, nonché uno dei più importanti poeti piemontesi del ’900. Le edizioni Bompiani hanno pubblicato, nella prestigiosa collana “Il pensiero occidentale” (diretta dal filosofo Giovanni Reale), la sua “Opera poetica occitana”: un volume di 1.070 pagine, curato da Diego Anghilante, che comprende le raccolte poetiche stampate dallo stesso Boudrìe, le poesie pubblicate su riviste e pubblicazioni varie, quelle inedite e quelle giovanili. Il volume verrà presentato a Savigliano, città che lo ebbe come insegnante, venerdì 18 novembre, alle ore 17.30, nella sala conferenze dell’Uni3 presso l’ex convento di Santa Monica in via Garibaldi n. 6. All’incontro, organizzato dall’assessorato alla Cultura del Comune di Savigliano e dalla Biblioteca civica “Luigi Bàccolo”, interverranno come relatori i proff. Sergio Soave e Giovanni Tesio, oltre al curatore prof. Diego Anghilante.

REDAZIONE Piazza Santarosa, 21 Tel. 0172.71.39.29 Fax 0172.71.37.21 - Savigliano email: redazione@ilsaviglianese.com – www. ilsaviglianese.com DIRETTORE RESPONSABILE: VALERIO MACCAGNO ABBONAMENTO: Annuo € 42,00 - Estero € 42,00 + spese postali Autorizzazione N.2 Tribunale Saluzzo 8/9/1946 Poste Italiane: Sped. in Abb. Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) NO/CUNEO art. 1, comma 1 - Conto Corrente Postale N° 11755121 PUBBLICITÀ: RÉCLAME Via Pylos, 20, Savigliano Tel. 0172 71.12.79 STAMPA: Editrice La Stampa - Torino. Tariffe a modulo: Commerciali € 16 - Occasionali € 17,00; Finanziari e Legali € 1,80 mm/c; Necrologie € 36,00; Economici € 0,53 p.p. Il giornale si riserva in ogni caso di rifiutare qualsiasi inserzione. ASSOCIATO ALLA FIPEG

Una delle opere in mostra al Museo civico

Savigliano, scade il 31 dicembre. In questi giorni è iniziato il rinnovo delle tessere per il 2012. Tutti coloro che desiderano rinnovarla (soci effettivi, familiari e simpatizzanti), sono pregati di rivolgersi alla sede di via Miretti n. 12, aperta il martedì ed il venerdì dalle 10 alle 11.45, oppure il sabato dalle 16 alle 19.

L’omaggio dei presenti alla memoria del Brigadiere Come da tradizione, sabato scorso, Carabinieri in servizio ed in congedo hanno reso omaggio alla memoria del brigadiere Fulvio Iannucci, ucciso 34 anni fa, il 13 novembre 1976, da Giuseppe Laforé, detto “Valter”, durante una rapina all’ufficio postale di corso Roma. Alla cerimonia erano presenti il sindaco Sergio Soave, numerose autorità ed i rappresentanti delle associazioni combattentistiche locali. Il capitano Marco Campaldini, comandante della Compagnia di Savigliano, ha ricordato la figura di Iannucci ed il suo sacrificio che gli valse la medaglia d’argento al valor militare. Poi, il presidente dell’associazione Carabinieri in congedo,Vincenzo Cauterucci, ha deposto una corona a ricordo. Quest’anno, a onorare la figura di Iannucci è venuto il comandante provinciale, Col. Francesco Laurenti. Attraverso i verbali dell’epoca, ha sottolineato l’atto eroico del giovane brigadiere, che quella mattina – per evitare che persone innocenti venissero coinvolte nella rapina – non sparò per primo, ma cercò di intimare la resa, atto generoso, purtroppo fatale per la propria vita. VIRGO FIDELIS La sezione cittadina dell’Associazione nazionale Carabinieri, in

collaborazione con il locale Comando Compagnia, comunica ai soci effettivi, ai simpatizzanti, ai familiari ed ai Carabinieri in servizio che lunedì 21 novembre sarà celebrata la “Virgo Fidelis”, patrona dell’Arma. Alle ore 18, nella chiesa di San Pietro verrà celebrata una Santa Messa in suf-

Il Colonnello Laurenti ha tratteggiato la vicenda di Iannucci

«Entusiasti della gita in Marocco» Ci sono ben più di mille motivi per visitare il Marocco (come indicato in alcuni post sul sito “Facebook”). Lo confermano i 17 partecipanti (saviglianesi e non) che, entusiasti, sono appena rientrati da un originale tour attraverso gli stupendi e talvolta insoliti paesaggi di questa meravigliosa regione dell’Africa settentrionale, estremità occidentale del mondo arabo. Una affiatata comitiva, grazie alla solita impeccabile organizzazione di Odeon Tour e alla preziosa e competente guida di Lucia e di suo marito Aziz, ha potuto esplorare i luoghi più reconditi di un paese sospeso tra mito e realtà. Da Essaouira “la Bianca” a Marrakech “la Rossa”, tra il profumo di zagare, il ritmo dei tamburelli, le voci dei muezzin, il tè alla menta

in compagnia dei tuareg sotto un cielo di stelle e la sobria ma affascinante ospitalità di ogni hamman, i nostri turisti hanno assaporato l’autenticità di ogni tappa, in un mix straordinario ed evocativo di atmosfere antiche e misteriose. Un’esperienza sicuramente indimenticabile. F.M.


savigliano

CRONACA Operazione dei Nac. Nei guai due ditte della zona

Prodotti con marchio contraffatto Ancora frodi in campo agroalimentare. L’ultima scoperta dal Nac – il Nucleo Antifrodi dell’Arma dei Carabinieri istituito il 5 dicembre 1994 – ha riguardato anche la Granda. I controlli, disposti dal Comando Carabinieri Politiche Agricole e Alimentari, sono scattati ad ottobre a tutela dei consumatori nel comparto agroalimentare: oltre al cuneese sono state ispezionate anche le province di Verona, Rovigo, Padova e Ferrara. In tutto sono state visitate 32 aziende «Abbiamo controllato negozi virtuali – ha spiegato il capitato Marco Uguzzoni, comandante dai Nac di Parma che hanno la competenza territoriale sul Piemonte – che vendono la loro merce su internet. Ma non solo. Attraverso merce tenuta sott’occhio in singoli esercizi commerciali siamo riusciti a risalire alla ditta di produzione». Sono stati riscontrati diverse irregolarità riguardo la falsa presenza di marchi sia Dop (Denominazione di Origine Protetta) che Igp (Indicazione Geografica protetta). Pertanto, sono stati sequestrati 32.000 kg di prodotti agroalimentari per un valore di oltre 492.000 euro, e sono state comminate sei sanzioni amministrative per 31.000 euro (circa 21.000 per la nostra provincia). Infine sono state accertati anche illeciti finanziamenti comunitari per oltre 1 milione di euro: qui ci sono state 16 denunce penali . «Per quanto riguarda la provincia Granda – continua il capitano Uguzzoni – sono state controllate una ventina di aziende, per lo più in perfetta regola. Quattro,

Controlli del Nucleo antifrodi dei Carabinieri in una foto di repertorio

invece, sono risultate non a posto. Vendevano, infatti, merce, circa 25.000 confezioni di prodotti agroalimentari, con marchio contraffatto. Tutto è stato posto sotto sequestro». Nessun nome – il riserbo è strettissimo – ma delle quattro ditte è trapelato essercene due tra Alba e Borgo San Dalmazzo, mentre le altre due opererebbero nel Saviglianese. Presso laboratori per la preparazione di prodotti alimentari, i Carabinieri hanno posto sotto sequestro confezioni di prodotti di gastronomia di vario genere (cipolle e sottaceti, paste alimentari, frutta sciroppata, sughi per pasta, ecc.) che riportavano sull’etichetta la presenza di prodotti indebitamente prodotti Dop e Igp nazionali sen-

za le previste autorizzazioni ministeriali. Tra questi spiccano vari prodotti conservati, commercializzati impropriamente all’aceto balsamico e al vino Dop, nonché paste indicate irregolarmente come preparate con importanti vini a denominazione tutelata. «Per vendere questi prodotti – spiega ancora il capitano Uguzzoni – occorre essere in possesso di particolari autorizzazioni da parte del Ministero, autorizzazioni che implicano maggiori controlli sulla merce venduta e, di conseguenza un tipo di filiera assolutamente particolare». Durante i controlli sono state sequestrate anche migliaia di etichette pronte per essere utilizzate. Paolo Biancardi

PIOSSASCO Colpita la filiale. Il fenomeno preoccupa sempre più

Fatto esplodere un bancomat della CRS Continuano le esplosioni dei bancomat, un fatto verificatosi più volte ultimamente nella nostra zona (a Caramagna e Genola). L’ultimo, in ordine di tempo, ha colpito l’impianto della filiale di Piossasco, in provincia di Torino, della Cassa di Risparmio di Savigliano. «Mi hanno avvertito durante la notte – ha raccontato Giuseppe Allocco, amministratore delegato della Banca Crs –. I danni sono ingenti. Perché oltre al denaro sottratto, in seguito all’esplosione del bancomat, quest’ultimo è stato distrutto ed è stata demolita parte della filiale». Verso le tre del mattino di giovedì 10 novembre, infatti, i ladri hanno introdotto nel bancomat

gas acetilene a cui era aggiunto dell’ossigeno: una miscela detonante che è stata fatta scoppiare grazie ad un innesco elettrico. Lo scoppio ha, appunto, danneggiato la filiale situata in via Pinerolo, mandando in frantumi l’ingresso principale e una parte degli uffici. Aperta nel 2009, la filiale di Piossasco, dove lavorano tre impiegati, è stata dichiarata inagibile dai Vigili del Fuoco, «ma nella giornata di lunedì scorso gli sportelli hanno ripreso la loro operatività». L’entità del bottino dovrebbe aggirarsi su 40 mila euro e sullo scoppio stanno indagando i Carabinieri della Compagnia di Moncalieri. Pa.Bi.

mercoledì 16 novembre 2011

5

I.P.

Ora è “campo promozionale superiore”

Golf club sempre più bello Il Golf Club Savigliano è diventato un Campo Promozionale Superiore. Il primo campo di allenamento completo nasce sulla falsariga delle strutture americane e nord europee, dove crescono i grandi campioni. Per il gioco ci sono 3 buche da campionato: un par 5 di 475 mt. con green di 620 mq a 3 livelli; un par 4 di 360 mt. con green di 535 mq a 2 livelli; ed un par 3 da 197 mt. con green da 560 mq a 2 livelli. Ogni buca ha 4 tees per rendere il percorso a diversi livelli di difficoltà: facile, medio e difficile; ben 9 bunker, con tutte le caratteristiche dei grandi campi (di percorso, sotto sponda, profondi, piatti e a diverse distanze dai greens). Tre laghi e corsi d’acqua impegnano il giocatore con ostacoli laterali e frontali a tutte le buche; piante già alte 6 mt. delimitano e completano i percorsi delle buche; il par 3 ed il par 4 saranno illuminati per giocare anche quando è buio. Grande Campo Pratica con 6 postazioni coperte, 1800 mq di battitori in erba, green area per il gioco corto, puttin green, palline Srixon per la pratica, e per l’insegnamento il maestro Marco Borri, già maestro di Biella-Le Betulle, professionista preparato e di grande talento. Illuminazione notturna automatica del campo, della green area e del puttin green. In programma a breve nuove postazioni coperte in legno con area fitting, nova green area e grande puttin green. Per la vita sociale: vero Circolo di Golf con ampia Club House al cui interno si trovano il bar, e a breve anche il ristorante; lo spazio TV, lettura, caminetto, ampio e attrezzato pro shop e segreteria. All’esterno piscina con area piastrellata e spazio verde; confortevole dehors estivo; spogliatoi con docce sia per la piscina che per il gioco. Per i soci: circuito di gare sui più prestigiosi percorsi nazionali del Piemonte e della Liguria; convenzione con circa 30 campi piemontesi e liguri, il tutto a tariffe ridotte; possibilità di green pass per i migliori campi della Francia del sud; sconto sulle tariffe bar e pro shop; ingresso al campo con orario illimitato mediante codice di accesso personale; deposito sacche e servizio free Wi-Fi. Questa innovativa tipologia di campo offre a chi ama giocare in modo itinerante la possibilità di un allenamento completo a costi ridotti ed in qualsiasi ora della giornata. Il Golf Club Savigliano è in strada Solerette n. 11, tel. 0172.1970101 (sito www.golfclubsavigliano.it).


6

savigliano

mercoledì 16 novembre 2011

BREVI DALLA CITTÀ

Gallo diventa cavaliere Onorificenza in Prefettura

MUSICA Per il futuro, non si scorge ancora un erede di Lovera

Banda in festa per S. Cecilia

Sabato 19 novembre, alle ore 11, presso la Prefettura di Cuneo saranno consegnate le Onorificenze al Merito della Repubblica Italiana alla presenza dei parlamentari, forze dell’ordine, autorità civili e militari. Tra gli insigniti – diventerà Cavaliere – il saviglianese Giacomo Gallo. Nato nel 1927, Gallo ha fatto l’artigiano per 40 anni – era il calzolaio di via Torino – andando in pensione con una medaglia d’oro. Importante il suo mettersi a disposiGiacomo Gallo zione gli altri: dal 1972 è socio Avis, ha fatto 124 donazioni, da 37 anni è il portatore ufficiale del labaro della sezione saviglianese di cui è stato vice presidente. Attualmente è membro del direttivo ed in passato ha ricoperto anche la carica di consigliere provinciale Avis. Nel 1987, ad Alba, ricevette dalle mani di Donat Cattin l’Oscar della generosità. Pa.Bi.

Scontro tra due veicoli sulla strada per Saluzzo Sabato 12 novembre si è verificato, sulla provinciale 662 tra Savigliano e Saluzzo, all’altezza dello stabilimento Panna Elena, uno scontro fronto-laterale tra due veicoli. Coinvolte una Subaru Forester condotta da una signora di Bene Vagienna, di 45 anni, ed un’Audi A4 con alla guida un uomo di Torre Mondovì, di 54 anni. Sono intervenuti, per i rilievi del caso, i Carabinieri della Compagnia di Savigliano.

Cena del Nebbiolo Prenotazioni aperte Venerdì 18 novembre all’Agriturismo Fiori di Zucca di Murazzo, saranno proposti Nebbioli di significativi “cru” di Langa e Roero capaci di evolvere nel tempo, fino a diventare “nobili” Roero, Barbaresco o Barolo in abbinamento ad una cena tipicamente piemontese e autunnale, in grado di esaltarne le caratteristiche e che consentirà di degustarli al meglio. Una breve presentazione delle caratteristiche del vitigno e dei vini, durante l’aperitivo, aprirà la serata a partire dalle ore 20.15. Prenotazioni presso l’Enoteca Le Marne (0172.713053) e l’Agriturismo Fiori di Zucca (333.5773750).

Il professor Ambroggio parla della Grande Guerra Giovedì 24 novembre alle ore 15, nell’ambito delle iniziative culturali del “Club 3” di S. Andrea, il prof. Giulio Ambroggio terrà un conferenza sul tema “1915-1918. La guerra dei nostri padri”. Ingresso libero.

Gita alla Reggia di Venaria e pranzo sociale con il Cif Il Centro italiano femminile organizza una gita, per il pomeriggio di sabato 26 novembre, in occasione di due mostre che si potranno ammirare presso la Reggia di Venaria: “Leonardo da Vinci - Dal genio al mito” e “Moda in Italia - Un viaggio nella storia dell’alta moda e dello stile italiano dall’Unità ad oggi”. Le iscrizioni sono aperte presso la sede del Cif in via Savio n. 9. Inoltre si propone per domenica 27 novembre, alle ore 12, presso il ristorante “Oriente” in via Cervino, un pranzo con fritto misto per tutte le aderenti, i familiari e gli amici. Per motivi organizzativi si avvisano gli interessati che le prenotazioni devono pervenire in sede entro venerdì 18 novembre. «Vi aspettiamo numerosi per le adesioni» conclude il Direttivo del Cif.

Episodi di inciviltà contro piante e fioriere Alcuni nostri lettori ci vogliono informare di episodi incresciosi accaduti dall’inizio di novembre nel centro della nostra città. Ignoti – meglio sarebbe apostrofarli come incivili – hanno dapprima rubato delle fioriere, poi nei giorni successivi una pianta. Nonostante lo scarso valore dei furti, ci rammarichiamo che ancora sul finire del 2011 ci sia gente così poco rispettosa della comunità e del decoro urbano. Speriamo che questi episodi siano stati solo delle bravate – se vogliamo chiamarli in questo modo – e che non si verifichino più.

Tavola rotonda a Cuneo organizzata dalla Saint Gobain Lunedì 28 novembre, dalle 10 alle 11, al Centro incontri della Provincia, in corso Dante n. 41 a Cuneo, si terrà l’incontro “Crisi, relazioni industriali e futuro. Come il settore del Vetro Piano di Saint-Gobain ha costruito un futuro in risposta alla più feroce crisi economica del dopoguerra (2008-2010)”. Questo incontro rappresenta l’occasione per raccontare la storia di tre aziende del gruppo Saint-Gobain – Glass, Sekurit ed Euroveder – presenti nella Granda (Sekurit ed Euroveder negli stabilimenti di via Saluzzo, nella nostra città). La vicenda viene raccontata nel libro di Roberto Chinello, che verrà presentato dallo stesso autore. Sono previsti gli interventi di Gianni Scotti ed Ezio Borreani, rispettivamente delegato generale e direttore risorse umane di SaintGobain Italia, Egitto, Grecia e Turchia. Sono stati invitati anche il presidente della Regione Roberto Cota e la presidente della Provincia Gianna Gancia.

Il Complesso bandistico Città di Savigliano (qui diretto da Dante Costamagna) con il presidente dimissionario Aldo Lovera (a sinistra)

Onora gli impegni fino in fondo il dimissionario presidente della Banda musicale cittadina. Aldo Lovera ha organizzato, come di consueto, la festa di Santa Cecilia, patrona dei musicisti. Si svolgerà domenica 20 novembre con un concerto itinerante ed il gran finale al ristorante Granbaita. «Anche quest’anno – dice Lovera – nonostante la restrizione dei contributi che ha messo in difficoltà il complesso bandistico (e che è anche motivo della sua non ricandi-

SALUTE

datura, ndr), la festa si svolgerà come sempre alla Granbaita, grazie alla generosità dell’architetto Piero Strocco e dei suoi collaboratori». La banda partirà dalla sede di via Einaudi, vicino alla biblioteca, alle ore 11.30. Sfilando e suonando per via Cuneo, giungerà al ristorante per il pranzo. Aggiunge il presidente: «Sarà un momento di festa per i maestri e per i musicisti con i cittadini e le autorità che hanno condiviso in questi anni lo sforzo per pro-

porre a Savigliano una banda di grande livello. Se qualche cittadino verrà a salutarci, ci farà piacere». Il mandato di Lovera scade a fine anno e saranno ancora due le occasioni in cui prenderà parte alle manifestazioni scandite dalle note del gruppo che ha sostenuto per anni “tra lacrime e sangue”: l’8 dicembre per la festa dell’Immacolata (appuntamento ancora da confermare) ed il tradizionale concerto di Natale, in programma per il 17 di-

cembre. «Per il momento, nessuno si è ancora fatto avanti per sostituirmi alla presidenza» ci ha confidato Lovera, che aveva lanciato la notizia del suo addio con largo anticipo, a fine ottobre, proprio per non dover iniziare il 2012 senza guida. Attualmente, però, in assenza di candidature, sembra che si vada verso una “reggenza” dei due maestri Sergio Daniele e Dante Costamagna, fautori della rinascita del complesso nei primi anni Duemila.

Il primario Gulli: «Conviene»

Iniziate le vaccinazioni Come tutti gli anni, è partita la campagna di vaccinazioni contro l’influenza stagionale. «Vaccinarsi conviene». A dirlo è anche il primario di Medicina del nostro ospedale, il dottor Giovanni Gulli. Sono tanti i ricoveri nel suo reparto a causa dell’influenza? L’influenza di per sé non richiede alcun ricovero ospedaliero, questo però può avvenire quando si verifichino delle complicazioni, magari in un quadro clinico già compromesso. Ci faccia degli esempi... Penso a pazienti affetti da altre patologie croniche

o di età avanzata. In alcuni casi, per loro, un’influenza può trasformarsi in un problema serio, da trattare con estrema delicatezza. I ricoveri a causa delle complicazioni del virus influenzale sono dovuti alla mancanza di vaccinazione? Molto spesso sì, ma, come dicevo, nella maggior parte dei casi si tratta della compromissione di un quadro clinico già fragile in partenza. Vaccinarsi dunque conviene sempre? Certamente, ne sono profondamente convinto. A dirlo è anche l’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Ciau cerea Energie alternative Stavolta pare proprio che ci siamo. Abbiamo la soluzione. Anche se la notizia vi sembrerà alquanto drola, potrebbe essere davvero la risoluzione di tutti i problemi, la chiusura del cerchio, l’ euv fora ‘d la cavagna in grado di azzerare tutti i nostri guai. Al diav ‘l petrolio … è l’ora della cacca. In Giappone hanno inventato una moto alimentata da escrementi. Escrementi umani, in una parola … berlun. Per rendere più efficace l’operazione, ovviamente il sedile è stato adattato alle

esigenze: un comodo wc con cui poter contribuire al momento opportuno. E voilà, i rifiuti organici vengono immediatamente trasformati in biocarburante, che farà spetazzare la vostra moto come non mai… Le feci umane sarebbero una fonte energetica particolarmente pregiata, tanto che qualcuno le ha definite “il nuovo carbone”; pare che nel mondo ci siano già diverse centrali che usano questa fonte energetica. Una scoperta che lascia davvero a bocca aperta e, ovviamente, a naso stupà. Immaginiamo infatti come siano costretti a

«La vaccinazione antinfluenzale è sicura» dice il primario

Quali sono i soggetti che dovrebbero farlo? È un consiglio che vale soprattutto per quelle persone che già soffrono di al-

tre malattie croniche o sono avanti con gli anni. Il vaccino è sicuro e non comporta nessun tipo di controindicazioni. Liliana Cimiero

di Giacomilla

vivere i vicini di casa di queste centrali (la Celdit al confronto sparava nell’aria acqua di rose). Anche lo sfrecciare della moto che va a cacca non passerà inosservato, se non altro per la scia che potrebbe lasciare. La società che ha prodotto il mezzo (raggiunge almeno gli 80 km/h) spera di ridurre in questo modo le emissione di Co2 del 50% per i prossimi sei anni. Idea lodevole e, ovviamente, meritoria. Con la benzina ormai a livelli da record, come soluzione alternativa non sarebbe affatto male e il pieno non risulterebbe più un pro-

blema. Permangono alcune perplessità. Per il pieno, bisognerà contare solo sulle proprie forze o si potrà approfittare della generosità dei vicini? No perché, non dimentichiamolo, ci sono anche gli stitici, che già tribùlu e sarebbero ulteriormente penalizzati. Ma forse non è il caso di da preoccuparsi, con tutti gli str… che trovi in giro oggigiorno…


savigliano

CHIESA L’arcivescovo di Torino atteso in città ed a Monasterolo

Prima visita pastorale di Nosiglia Monsignor Cesare Nosiglia, arcivescovo della diocesi di Torino, ha scelto Savigliano e Monasterolo per la sua prima “visita pastorale”. La visita inizierà sabato 26 novembre con una solenne celebrazione in Sant’Andrea, alla presenza di tutti i sacerdoti dell’unità pastorale di Savigliano e Monasterolo. Il vescovo sarà in città per una ventina di giorni (ogni fine settimana) e in questo periodo, con un fitto calendario di appuntamenti, incontrerà le varie realtà parrocchiali. La visita prenderà inizio dalla parrocchia della Pieve, la domenica mattina, quando il vescovo confesserà i fedeli e poi celebrerà la messa. Giovedì 1° dicembre, invece, sarà la volta degli anziani e dei catechisti di tutta l’unità pastorale. Poi, dei bambini delle scuole di San Salvatore e Monasterolo, della materna e del catechismo della Pieve e delle comunità Cenacolo e Papa Giovanni XXIII. Il giorno successivo invece, monsignor Nosiglia incontrerà i ragazzi delle scuole: dalle elementari alle medie. Nel pomeriggio visiterà la casa di riposo e l’ospedale. In serata, a San Pietro, reciterà la Lectio Divina per i giovani dell’intero distretto diocesano. Sabato 3 dicembre l’arcivescovo visiterà i malati della Pieve e poi i cresimandi dell’unità pastorale e, in serata, gli insegnanti. Nel pomeriggio sarà invece disponibile per le confessioni in San Pietro e poi celebrerà la messa prefestiva. La domenica successiva, monsignor Nosiglia sarà a Sant’Andrea per celebrare la messa, prima però parteciperà all’avvio dei lavori del “ritiro famiglie” dell’unità pastorale alla Sacra Famiglia. L’incontro con le suore della congregazione è in programma per venerdì 9 dicembre. Nella stessa giornata, il vescovo visiterà i malati di Monasterolo, San Salvatore, San Pietro e Sant’Andrea, mentre in serata incontrerà gli operatori della Caritas e della San Vincenzo. Sabato 10 sarà la volta dei genitori dei bimbi che frequentano il catechismo alla Pieve, successivamente sarà in confessionale a San Salvatore, dove poi celebrerà la messa prefestiva. Domenica 11 il vescovo dedicherà l’intera giornata alla parrocchia di San Pietro e Paolo di Monasterolo. Giovedì 15 sarà invece dedicato agli incontri con le pubbliche amministrazioni di Savigliano e Monasterolo. Il vescovo verrà ricevuto dai due sindaci. Il giorno successivo toccherà invece ai ragazzi delle superiori. Nella sala Santa Chiara si alterneranno delegazioni dei tutti gli istituti superiori cittadini mentre in serata dopo l’incontro con i vertici dell’Oasi Giovani è previsto un appuntamento con gli operatori economici del territorio. Sabato 17 il vescovo in-

L’arcivescovo Cesare Nosiglia (al centro) è stato già due volte in città: qui è con il clero saviglianese

contrerà ancora i giovani delle parrocchie e i consigli pastorali, mentre domenica 18 chiuderà la sua visita in San Giovanni celebrando la messa delle 11.

Non è la prima volta che Nosiglia arriva in città. Infatti, da quando è stato nominato arcivescovo, nell’ottobre 2010, è già venuto due volte: il 14 aprile di quest’anno per incon-

trare i parroci ed i giovani; poi, il 23 agosto scorso, quando aveva presieduto la messa solenne per la festa patronale della Sanità. l.c.

mercoledì 16 novembre 2011

STATISTICHE

7

Avete compilato i moduli?

Censimento: ultimi giorni Entro lunedì 21 novembre si dovranno riconsegnare, in Comune o in Posta, i modelli del censimento. Il Comune di Savigliano, pertanto, invita i cittadini che ancora devono compilarlo o consegnarlo ad affrettarsi. E informa che il Centro comunale di raccolta rimane a disposizione per un eventuale aiuto nella compilazione sia cartacea che on line: si potrà fissare un appuntamento telefonando, al mattino, allo 0172.710215. RicordiaModuli del censimento mo che gli orari del Centro comunale per la raccolta e supporto sono i seguenti: lunedì e venerdì (8.30-12.30 e 14-17.30), dal martedì al giovedì (8.30-12.30 e 16.30-18); sabato (8.30-12.30). A tale ufficio possono anche rivolgersi coloro i quali siano sprovvisti dei modelli del censimento: si potrà avere un duplicato dello stesso modello o, se lo si vuole compilare on line, la duplicazione della password. Solo da lunedì 21 novembre i rilevatori provvederanno alla consegna dei modelli a tutti quei cittadini che non li hanno ricevuti perché avevano trasferito, dal 1° gennaio all’8 ottobre 2011, la propria abitazione nel Comune.

Mai + Sole Corso per volontarie Il Centro servizi per il volontariato “Società Solidale”, in collaborazione con l’associazione saviglianese Mai + Sole, organizza un corso di formazione che si prefigge di formare volontarie impegnate a contrastare la violenza sulle donne. Il corso si propone di preparare nuove operatrici volontarie per l’associazione formandole al delicato approccio con le vittime di violenza, con un training sia teorico che pratico. Gli otto incontri, che si terranno a Cuneo, in corso Dante n. 43, tratteranno tematiche quali l’ascolto empatico, l’ascolto difficile delle violenze, delle perversioni e del trauma, l’ascolto di sé nell’ascoltare l’altro, la relazione di aiuto (da donna a donna), le modalità con cui riconoscere le diverse forme di maltrattamenti e le modalità di intervento. La prima lezione si terrà lunedì 28 novembre alle ore 20.30. Gli altri appuntamenti seguiranno il seguente calendario: 5, 12 e 19 dicembre, 9, 16, 23 e 30 gennaio. Il corso sarà tenuto dalla psicoterapeuta saviglianese Petra Senesi. Il percorso formativo si svolgerà a Cuneo per formare nuove associate nelle diverse zone della provincia nelle quali l’associazione opera. L’associazione Mai + Sole, costituita da cinque anni, svolge attività e progetti in tutta la Granda, finalizzati a prevenire ed a contrastare qualsiasi tipo di violenza. Il centro fornisce strumenti ed informazioni circa i diritti, le risorse e le strategie per intraprendere un percorso di uscita dalla violenza. Per informazioni ed iscrizioni contattare la referente presso il Csv Società Solidale, Samanta Silvestri, telefono 0171.605660, oppure l’associazione Mai + Sole, al numero 335.1701008.


8

savigliano

mercoledì 16 novembre 2011

SCUOLA Visita all’Agenzia delle Entrate

I ragionieri ed il fisco

Studenti ed insegnanti in visita all’Agenzia dell’Entrate

“Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva. Il sistema tributario è informato a criteri di progressività.’’ Recità l’articolo 53 della nostra Costituzione. Partendo da qui, il dottor Gianluca Casale ha introdotto gli incontri che si sono tenuti giovedì 10 e 17 novembre presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate di Savigliano con gli allievi delle classi terze del corso per Ragionieri dell’istituto “Arimondi-Eula”, accompagnati dal prof. Bozano e dalla prof.ssa Illecchiani. Questo incontro è stato possibile grazie ad un protocollo di intesa, “Fisco e scuola”, tra il Ministero dell’Istruzione e l’Agenzia delle Entrate che la dottoressa Angela Iossa, direttrice dell’Agenzia di Savigliano, ha messo in pratica. Perché parlare di legalità fiscale a scuola? La legalità è anche rispetto delle regole fiscali: il dovere di contribuire secondo le proprie possibilità affonda le radici nella nostra Costituzione e rappresenta uno strumento insostituibile di equità sociale, posto a base del funzionamento della “cosa pubblica”. Proprio per diffondere la cultura della legalità fiscale e sensibilizzare i contribuenti del domani (gli allievi) sull’importanza di un comportamento fiscalmente corretto, l’Agenzia delle Entrate e il Ministero hanno promosso, a partire dal 2004, questo progetto. «Il relatore – raccontano gli studenti – è stato molto chiaro ed esaustivo nell’illustrarci l’art. 53 della Costituzione analizzando i tre principi fondamentali in esso contenuti: l’universalità dell’imposizione fiscale, la capacità contributiva e la progressività del sistema tributario. Nella seconda parte dell’incontro il dott. Casale è entrato nella parte più tecnica della fiscalità è ci ha spiegato il meccanismo di funzionamento dell’imposta sui consumi (Iva) e dell’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef)». La parte conclusiva è stata tenuta dalla signora Gastaldo, che ha illustrato praticamente quali sono gli adempimenti amministrativi che deve espletare l’impresa in fase di costituzione. Concludono gli studenti: «Ringraziamo per questo importante momento di formazione tutti coloro che hanno partecipato ed anche la signora Quaglia per la sua disponibilità nell’organizzazione».

SCUOLA Tanti studenti iscritti all’Arimondi, famoso in Piemonte

Il liceo sfonda quota 500 Per la prima volta tocca i 500 studenti. Si tratta del liceo Arimondi, da due anni accorpato all’istituto tecnico per geometri e ragionieri Eula, in una maxi-scuola da 1.300 studenti presieduta da Gianpiero Sola. L’Arimondi, un punto di riferimento per la cittadinanza saviglianese, negli anni è riuscito ad estendere il proprio bacino d’utenza anche a città come Carmagnola, Racconigi, Saluzzo, Fossano. È una scuola abituata ai record. Una ricerca condotta nel 2009 dalla prestigiosa Fondazione Agnelli e dall’Università degli studi di Torino, ha infatti proclamato il nostro liceo addirittura come il migliore di tutto il Piemonte per quanto riguarda la preparazione dei propri studenti. Virtù, questa, con-

ISTRUZIONE

Il vicepreside Franco Magliano

fermata anche nel 2010, quando l’Arimondi è risultato essere tra i primi sei su 211 istituti superiori della regione. «Un percorso esclusivamente liceale – dice il vicepre-

side Franco Magliano – assicurato da docenti che nella quasi totalità si dedicano all’insegnamento, e che quindi hanno come unico interesse lavorativo quello di migliorare le competenze didattiche e disciplinari dei propri alunni è certamente uno dei punti di forza della nostra scuola». Che, evidentemente, vanta molti altri “assi nella manica”, vista la validità delle nuove proposte educative e la qualità dei servizi offerti. Dal laboratorio teatrale a quello musicale, dai giochi matematici in collaborazione con la Bocconi di Milano ai progetti in campo artistico, letterario e storico-giuridico, sono infatti molti i corsi messi a disposizione dei ragazzi. Così come molte sono le ore che questi ultimi dedicano ai propri compagni.

Già perché, in un clima tutt’altro che concorrenziale e competitivo, ma piuttosto cooperativo, gli “arimondini” cercano di aiutare e di aiutarsi l’un l’altro, attraverso attività di volontariato sia interne che esterne alla scuola. Un esempio fra tutti: il “Peer support”, con cui gli alunni del terzo, quarto e quinto anno aiutano i colleghi più piccoli. «Ai genitori interessa che ci sia un’atmosfera serena, non per questo priva di sacrifici, lavoro e fatica, indispensabili per garantire una buona preparazione – conclude Magliano –. Obiettivi, questi, che negli anni abbiamo sempre cercato di perseguire, stimolando l’allievo ad essere protagonista del suo percorso». Valentina Barbuto

Incontro “Fai la scuola giusta” promosso da Confindustria Cuneo

«No istituti tecnici professionali? Ahi, ahi, ahi...» Anche Savigliano sarà tappa di “Fai la scuola giusta”, l’iniziativa di Confindustria Cuneo che ha l’obiettivo di orientare il più possibile i diplomati delle scuole medie inferiori verso la scelta di una scuola superiore di tipo tecnico. Giovedì 17 novembre, alle ore 17, presso la sala polifunzionale “Crusà Neira” di piazza Misericordia, si terrà l’incontro per genitori e ragazzi di terza media nel corso del quale verrà proiettato il cortometraggio “Fai la scuola giusta”, realizzato da Grp tv con la partecipazione di un testimonial d’eccezione come Paolo Labati. Nel breve filmato, i due giovani protagonisti, un ragazzo e una ragazza entrambi alle prese con la prima importante svolta della loro vita “professionale” – la scelta della scuola superiore – sono accompagnati dal divertente Labati in un viaggio alla sco-

perta di alcune delle mansioni industriali più conosciute e praticabili nelle aziende della Granda. In questo percorso di esplorazione il comico di “Zelig”, vestiti i panni contemporanei di uno spassoso Virgilio, conduce i due tredicenni a conoscere da vicino cinque note realtà meccaniche della provincia di Cuneo (Alstom, Bitron, Brc, Gai e Sito). A turno, ingegneri, periti e tecnici specializzati prendono la parola per descrivere con semplicità e chiarezza i loro compiti principali, mettendo l’accento sull’importanza del lavoro di squadra e sulle opportunità di carriera graduale che una professione tecnica può offrire. Secondo i dati del progetto “Almadiploma” relativi ad un’indagine campionaria presentata a maggio 2011, la grande maggioranza dei ragazzi diplomati in istituti tecnici e pro-

fessionali si dichiara soddisfatto della scelta scolastica e la ripeterebbe.A tre anni dal diploma, ha trovato lavoro la maggioranza dei diplomati in istituti tecnici e professionali; quasi metà dei diplomati in istituti professionali e tecnici, dopo tre anni lavora con contratti a tempo indeterminato; la retribuzione media dei diplomati in istituti tecnici e professionali è significativamente più alta rispetto ai diplomati in altre scuole; i diplomati in istituti tecnici e professionali sfruttano maggiormente ciò che hanno appreso nei rispettivi corsi di studio. L’iniziativa, realizzata con il contributo della Camera di Commercio di Cuneo, ha il patrocinio della Regione Piemonte, della Provincia di Cuneo e del Provveditorato agli Studi.


savigliano

LAVORO

Rimandate a data da destinarsi importanti gare

Alstom: giorni d’incertezza Sono giorni di incertezza per il mercato ferroviario e, di conseguenza, anche per la nostra Alstom. Il 30 novembre prossimo, a Bruxelles, si riunirà la Federazione europea dei metalmeccanici (FEM) per chiarire il quadro della situazione. Sempre in questi giorni, i segretari nazionali di Fim Fiom e Uilm si stanno organizzando per fissare una giornata di mobilitazione di tutto il settore ferroviario, visti i problemi che ci sono e la soppressione degli investimenti: la gara dei treni regionali (molto importante per Alstom Savigliano) è stata rimandata a data da destinarsi e stessa sorte è toccata al bando indetto dalla Svezia per l’alta velocità (Pendolini). Era stata presentata anche un’offerta per una gara indetta dalle SBB (ferrovie federali svizzere), ma non ha avuto esito. Ora gli occhi sono puntati su nuove gare per Turchia ed Iran, di cui non si conoscono ancora i dettagli. In Alstom a preoccupare è la mancanza di nuovi ordini. “Dall’incontro di venerdì 4 novembre, fra la rappresentanza sindacale unitaria e la direzione aziendale, relativo ai carichi

In Alstom a preoccupare è la mancanza di nuovi ordini

di lavoro e alle prospettive del sito di Savigliano – si legge in un comunicato dei sindacati – è emerso un quadro molto contrastato. Il carico di lavoro per i prossimi 15 mesi presenta, infatti, nella prima parte (fino alla primavera 2012) picchi che sono ben oltre le capacità produttive della fabbrica, con ricorso a straordinari e somministrati, mentre nella seconda parte si registra uno scarico produttivo che arriva fino alla

primavera 2013. La saturazione del carico si avrà dalla primavera 2013 e fino all’autunno 2013, con il completo avvio della commessa PKP (Pendolino Polonia)”. La Rsu ritiene di difficile conseguimento il programma di consegne treni previsto dall’azienda: “Si tratta di un elevato numero di treni in un tempo troppo limitato e non si tiene conto delle problematiche per la consegna dei materiali

da parte di nuovi fornitori. Le conseguenze potrebbero interessare sia la qualità del prodotto sia la sicurezza dei lavoratori”. La Rsu chiede, dove possibile, di riprogrammare le date di consegna di alcuni treni al fine di ridurre il periodo di scarico produttivo. Una notizia positiva riguarda invece un investimento di 200.000 euro per una nuova apparecchiatura capace di leggere i disegni in 3D (Savigliano sarà sito pilota durante la commessa dei treni per Ntv). Saranno, inoltre, completati gli investimenti riguardanti le aree di collaudo. I prossimi appuntamenti saranno un incontro tra le sigle Fim, Fiom, Uilm, Fismic ed Anqui in fabbrica a Savigliano, previsto per lunedì 21 novembre, seguito dal coordinamento nazionale sindacale del gruppo Alstom, che si terrà giovedì 24 novembre a Milano, dove si parlerà dei piani industriali e degli esuberi. Per la fabbrica di via Ottavio Moreno sono interessate 55 persone tra operai ed impiegati che se ne vanno su base volontaria, previo incentivo. I colloqui con i volontari inizieranno a dicembre.

BOCCIOFILA Premiati gli atleti Stefano Migliore, Marco Cravero e Chiara Mellano

mercoledì 16 novembre 2011

9

INFANZIA I nonni si sono improvvisati mondajè

Castagnata alla Gullino

I bimbi hanno fatto una scorpacciata di caldarroste Tante belle castagne hanno salutato i piccoli allievi della scuola per l’infanzia Gullino. Una grande castagnata ha dato il benvenuto all’autunno. Mamme e nonne al lavoro per preparare il dolce frutto autunnale, mentre i nonni ed anche qualche papà si sono improvvisati abili mondajè. Un lavoro di équipe che ha visto i piccoli protagonisti di una festa d’autunno, dove hanno potuto fare una vera e propria scorpacciata di caldarroste. Un’occasione anche per salutare con canti e giochi i nuovi arrivati e per augurare a tutti un buon anno scolastico. Elle.Ci.

MUSICA

Ensemble francese alla Sanità

Visita del coro di Cheverny

Somale: «Un grazie agli sponsor e ai volontari»

Il Coro la Notina di Cheverny al Santuario della Sanità

Stefano Migliore premiato da Paonne

Marco Cravero premiato da Cussa

Chiara Mellano premiata da Ambroggio

Erano oltre 130 tra soci e simpatizzanti che sabato sera si sono dati appuntamento nei locali della Bocciofila saviglianese (Sbs) per la tradizionale cena sociale. Ospiti della conviviale, come sempre, erano presenti in rappresentanza del Comune gli assessori Cussa, Paonne e Piola, per la Provincia il vicepresidente del Consiglio Ambroggio, per la Banca CRS Bosio e Ruffino, per la Federazione italiana bocce Daniele De Paoli, oltre a Giovanni Sabena della Vita Nova. Durante la cena, il presidente della Sbs, Riccardo Somale, ha voluto ringraziare gli sponsor che appoggiano sempre le iniziative del sodalizio durante tutto l’anno, Arcostanzo vini, Guglielmo Tomatis della Domito e i fratelli Somale. Non sono mancati gli elogi anche a tutti i volontari che sono sempre pronti a dare una mano. Sono stati, inoltre, premiati gli atle-

ti Stefano Migliore, Marco Cravero e Chiara Mellano per l’ottimo secondo posto ai Campionati italiani under 18 svoltisi quest’estate a Roma, una terna che è risultata

ben affiatata e determinata a vincere ancora. v.m.

Ricky Somale

I 130 commensali hanno riempito tutte le sale della Bocciofila

Si è conclusa con un toccante, quanto inaspettato, “Signore delle cime” a cori riuniti la santa Messa di domenica 16 ottobre scorsa al Santuario della Sanità. La celebrazione liturgica, presieduta da don Graziano Ceschia, è stata infatti resa solenne dalla partecipazione del coro polifonico Città di Savigliano e del coro La Notina di Cheverny. “Chi canta prega due volte” sosteneva Sant’Agostino. Ed è proprio con questo spirito che i due gruppi hanno animato l’omelia, dedicando proprio alla Vergine Maria, regina e patrona della nostra città, due brani particolarmente suggestivi. Parole di stima e di ringraziamento sono state espresse più volte da don Graziano, che ha anche lodato la finalità di questa doppia presenza canora improntata sull’amicizia e sull’amore per la musica. Dal 13 ottobre, infatti, i francesi sono stati ospiti dei polifonici, ricambiando così il soggiorno dello scorso aprile a Cheverny, deliziosa località della Loira. I cugini d’Oltralpe hanno apprezzato, oltre all’acustica perfetta, il senso di intimo raccoglimento e di profonda devozione che il santuario riesce a trasmettere. Un certo stupore ha invece suscitato il Museo degli ex-voto (forma di devozione rara in Francia), giudicato uno “scrigno della memoria popolare”. Grati per la calorosa accoglienza, i polifonici porgono un sentito e doveroso ringraziamento a don Roberto, a don Graziano, ai massari ed al Circolo Amici della Sanità, con la speranza di poter ripetere al più presto questa entusiasmante esperienza.


10

savigliano

mercoledì 16 novembre 2011

TURISMO Continua il gemellaggio con Cagliari

Dalle Alpi al mare, via aereo

Valmaggia e Dardanello con i rispettivi colleghi cagliaritani

Dalle Alpi al mare, ovvero gemellaggio tra Cuneo e Cagliari. Per il secondo anno consecutivo, le Camere di Commercio di Cuneo e di Cagliari sono unite da un progetto di sviluppo turistico dei due territori. L’iniziativa, organizzata dai rispettivi enti camerali unitamente ai consorzi turistici e agli organismi locali coinvolti, riuniti sotto il nome di “CuneoItalianAlps”, si è tenuta venerdì 4 novembre scorso, presso la sala consiliare del Comune di Cagliari, alla presenza dei sindaci delle due città Massimo Zedda e Alberto Valmaggia, che hanno inteso rafforzarne la collaborazione. All’incontro, ha preso parte l’assessore alle Attività produttive, Turismo e Commercio del Comune di Cagliari Barbara Argiolas. Contestualmente, è stato

inaugurato in piazza Yenne lo stand promozionale della Granda che, fino al 21 novembre, mostrerà le ricchezze storiche, naturalistiche ed enogastronomiche del Cuneese, con lo scopo di far conoscere i nostri comprensori sciistici, le vallate cuneesi, l’Albese e l’enogastronomia del territorio. Sensibilizzando ed invogliando, quindi, i cagliaritani a visitare le nostre zone, grazie al volo trisettimanale Ryanair da Cagliari a Levaldigi. «L’Italia deve trovare nell’aggregazione e nelle forme di collaborazione – ha sottolineato il presidente dell’ente camerale cuneese Ferruccio Dardanello – uno degli strumenti per potenziare l’economia, offrendo al nostro Paese nuova competitività. Il sistema delle Camere di Commercio interpreta a trecentosessanta gradi questa esigenza di sviluppo».

AEROPORTO Il grillino Biolè è contro la sua «sopravvivenza»

Qual è il futuro dello scalo? Continuano le prese di posizione politiche sullo scalo di Levaldigi. Soprattutto sul suo futuro, un futuro messo in “agitazione” dalle recenti dichiarazioni del presidente dell’Enac, l’Ente nazionale per l’Aviazione Civile, Vito Riggio, secondo cui l’aeroporto di Levaldigi non sarebbe né strategico né complementare. Il che ha fatto supporre che venisse inserito nella lista della decina di scali destinati ad essere chiusi a causa della loro non sostenibilità economica. E poi c’è la “rivalità” con Caselle anche se sempre più, dall’assessorato ai Trasporti regionali, giungono voci della realizzazione di un sistema aeroportuale piemontese in cui ci sia sinergia ed integrazione tra la pista torinese e Levaldigi, riservando allo scalo cuneese la specializzazione in voli low cost e merci, con una fusione tra le due gestioni. Il mondo politico ed imprenditoriale cuneese è sceso in campo a difesa di Levaldigi per difenderlo sia dalla sua ventilata “soppressione” sia dal divenire “sorella povera” di Caselle. Al deputato Giorgio Merlo vuole rispondere il vice presidente della Geac Guido Bonino, il quale fa rilevare che, nonostante tutto, «Caselle non potrà mai do-

Guido Bonino

tarsi di una seconda pista, a meno di soggiacere alla capacità dei “lumbard”! Inoltre il parlamentare pinerolese non sa che tra pochi mesi la Cuneo-Asti avrà uno sbocco a una decina di km da Levaldigi e che la ferrovia esiste (a differenza della Torino-Ceres) e che esistono anche le strade nazionali e non solo quelle provinciali». Merlo, infatti, aveva sostenuto la cronica mancanza di collegamenti viari da e per Levaldigi. Anche Tullio Ponso riprende la sua battaglia pro Levaldigi, ripresentando in Consiglio regionale un ordine del giorno relativamente alla vicenda del mancato rinnovo della concessione alla società di gestione dell’aeroporto. «Ho ritenuto opportuno tornare a chiedere che il Consiglio regionale si attivi, sollecitando la Giunta a farsi promotri-

Tullio Ponso

Teresio Delfino

ce di ogni iniziativa utile a garantire l’operatività dell’aeroporto, salvaguardandone gli investimenti effettuati nel corso di questi anni dalla stessa Regione, dalla Provincia e dalla Camera di Commercio di Cuneo e dalle amministrazioni comunali della Granda, entrate nella società di gestione dello scalo cuneese». Ad un’interpellanza urgente dell’on. Delfino aveva nei giorni scorsi risposto il sottosegretario di Stato Bartolomeo Giachino, che aveva assicurato non solo sul fatto che Levaldigi fosse “classificato di interesse nazionale dell’Enac”, ma anche l’interessamento per la questione della concessione con il ministero dell’economia. Anche perché, sottolinea Delfino, «ruolo e concessione sono indispensabili per arrivare anche ad un coinvolgimen-

Fabrizio Biolè

to dei privati». Unica voce fuori dal coro quella del grillino Fabrizio Biolè, che ribadisce come «in un contesto in cui tutti i gruppi politici affrontano il tema della riduzione delle spesa ad ogni livello non ho ritenuto opportuno avallare la sopravvivenza forzata di una struttura che negli anni ha drenato centinaia di milioni di euro di risorse pubbliche: quasi due milioni di perdita di esercizio solo l’anno scorso, due milioni e mezzo di esposizione e debiti tributari per un ulteriore milione. Quarantasei milioni di euro spesi solo per il rilancio contestuale ai giochi olimpici del 2006». E conclude: «Il valore che i colleghi cuneesi danno all’aeroporto in questione sia molto più “elettorale” che effettivo». Paolo Biancardi

I.P.

Appuntamenti a Mondovicino Outlet Village

AEROPORTO Traffico sempre in crescita dal 2005. Premiata ragazza sarda

In tavola i sapori del mare

Levaldigi arriva a 200.000 passeggeri nel 2011

A Mondovicino Outlet Village, nuovo appuntamento con la rassegna autunnale “L’universo dei sapori: i 4 elementi per i piaceri del palato” che, sabato 19 e domenica 20 novembre, sarà legata al simbolo naturale dell’acqua. Protagonisti assoluti saranno i prodotti ittici, che rappresentano l’acqua e la vita. L’evento prevederà una piccola mostra-mercato di produttori artigianali con vendita di coni di fritture, crostini con acciughe e raffinati finger food. Saranno, inoltre, proposti tre eventi collaterali dedicati alle ricchezze gastronomiche provenienti dal mare. Si inizierà sabato 19 novembre, alle ore 16.30, con “Percorsi di gusto”, un progetto didattico legato all’educazione alimentare dedicato ai più piccoli e alle famiglie. Il laboratorio svelerà le ricchezze del mare, i segreti della pesca e dei suoi attrezzi e sarà condotto dall’esperto Michele Cardarelli della società cooperativa Capo Mele, per l’associazione Mareinitaly. Domenica 20 novembre, alle ore 16, sarà la volta di “Officina dei sapori”, uno spazio dedicato a laboratori del gusto nel quale lo chef della Compagnia dei Sapori, Alessandro Dentone, insegnerà i trucchi della sfilettatura e della pulizia del pesce, proponendo infine degustazioni di delizie marine. Momento finale della manifestazione sarà “Che spettacolo di cucina”, domenica 20 novembre, alle ore 17.30. In una cucina completamente allestita, l’executive chef della Compagnia dei Sapori, Alessandro Dentone, porrà al centro della scena la cucina d’autore a base di pesce, realizzando di fronte al pubblico tre raffinate ricette, impreziosite da suggerimenti tecnici e trucchi del mestiere. Si potranno, infine, degustare queste leccornie e usufruire di apposite schede informative per riprodurre le ricette a casa propria. Tutte le attività di laboratorio sono gratuite. La rassegna L’Universo dei Sapori si concluderà il 26 e 27 novembre con un appuntamento dedicato alle olive e all’olio.

E sono 200.000. Un vero e proprio record storico. Parliamo dei passeggeri che dall’inizio del 2011 sono transitati per l’aeroporto di Levaldigi. L’elevato numero di passeggeri, anche nel corrente anno, premia le scelte strategiche operate e conferma che gli obiettivi di rilancio indicati dai principali azionisti (tra cui Provincia, Camera di commercio, Regione Piemonte e Comune di Cuneo) hanno colto nel segno. Una crescita costante dal 2005 che ha visto nel tempo l’incremento di nuove rotte e nuovi partner, permettendo allo scalo di Cuneo di essere considerato, nel panorama europeo, un dinamico aeroporto emergente del mercato italiano. Levaldigi si qualifica come secondo importante aeroporto del Piemonte e si colloca al quinto posto in Italia per tasso di aumento percentuale del traffico passeggeri. «L’aumento dei flussi turistici in entrata, anche grazie alle iniziative promozionali messe in atto dalla Camera di commercio, unitamente agli altri attori locali – ha sottolineato il presidente Geac Guido Botto – evidenzia la funzionalità strategica del nostro scalo, che riesce a intercettare una clientela di passeggeri aggiuntiva a quella propria di Caselle». Un grande risultato reso possibile grazie al lavoro perseverante, e alla scelta di puntare su un traffico low-cost, con la collaborazione di compagnie aeree di livello internazionale. Oggi, da Cuneo, si può infatti volare verso Bucarest, Bacau, Cagliari, Casablanca, Palma de Mallorca, Tirana, Trapani. Le cinque com-

Guido Botto e Gianpiero Pepino premiano Manuela Perla di Iglesias, la passeggera numero 200 mila

pagnie low cost (Air Arabia, Blue Air, Belle Air, Ryanair,Wizzair) e i numerosi tour operator, contemplando Cuneo tra le destinazioni del loro network, hanno reso possibile il raggiungimento di questo storico traguardo. «200.000 passeggeri era l’obiettivo che ci eravamo posti per fine 2011 – ha dichiarato l’amministratore delegato Geac Gian Piero Pepino –. Siamo orgogliosi di averlo conseguito in anticipo rispetto alle previsioni. Il risultato non viene per caso, ma è frutto di una politica di sviluppo perseguita negli ultimi anni e basata sulla scelta di collegamenti utili e attivati con atten-

zione al rapporto tra i costi e i ricavi. Non lo consideriamo un traguardo, ma un punto di partenza per un’ulteriore crescita del nostro aeroporto». Infine Ferruccio Dardanello, presidente della Camera di Commercio di Cuneo, evidenzia che «l’aeroporto è un’importante porta d’ingresso per la Granda, così carente di infrastrutture, e un’ottima opportunità per la competitività internazionale. Il nostro obiettivo è di farlo crescere ulteriormente». «Duecentomila passeggeri sono un risultato importante – ha commentato Alberto Cirio, assessore al Turismo della Regione –. È il segno di una

buona e oculata gestione di cui mi congratulo. Noi crediamo che Levaldigi possa rappresentare una risorsa per tutto il sistema aeroportuale piemontese, ma è naturale che venga legato sempre di più alla realtà di Caselle. In questa direzione stiamo lavorando, per avvicinare i due aeroporti e arrivare presto a una gestione integrata e comune». La passeggera n. 200.000, Manuela Perla di Iglesias in arrivo da Cagliari, è stata premiata con un biglietto omaggio A/R per una delle destinazioni a sua scelta, ovviamente in partenza dallo scalo cuneese di Levaldigi. Pa. Bi.


savigliano

POLITICA E’ nato

mercoledì 16 novembre 2011

un moderno movimento ambientalista

POLITICA

“Eco”, la nuova casa dei Verdi Bruno Mellano – ex parlamentare ed attuale membro della direzione nazionale del Partito Radicale che a tutt’oggi lavora presso l’”Informagiovani” della nostra città – è probabilmente il personaggio più noto, sia a livello provinciale che regionale, tra quelli che hanno partecipato alle primarie per la scelta del simbolo del nascituro soggetto politico, denominato “Eco”, che vuole dar più voce agli ecologisti. La consultazione pubblica ha ottenuto un buon successo e gli organizzatori sono soddisfatti soprattutto per aver raggiunto un primato. «È la prima volta nella storia della nostra Repubblica – spiegano con un pizzico di orgoglio – che un movimento politico costituente sottopone a deliberazione collettiva anche la questione del nome e del simbolo, di solito posta nelle mani di pochi esperti di comunicazione e marketing politico. Questo passaggio ci è parso

Bruno Mellano

coerente con lo spirito inclusivo e partecipativo con cui stiamo portando avanti tutto il percorso di creazione del nostro nuovo soggetto politico ecologista e civico». Gli stessi promotori dell’iniziativa sono concordi nel di-

re che, per la nascita del nuovo movimento ecologista, è stata determinante la presenza tra la gente di Mellano che, dopo le innumerevoli battaglie a favore dei diritti umani, ha deciso di attivarsi per la difesa dell’ambiente al fine di limitare o eliminare le conseguenze negative dovute all’eccessivo consumismo. «Ho partecipato alle primarie tenutesi nelle piazze italiane – ha dichiarato Mellano – per la scelta del simbolo degli “Ecologisti e Civici” , perché ritengo opportuno, ma soprattutto indispensabile, che nel nostro Paese, come in Europa, sia necessario dar vita ad un soggetto ambientalista moderno, laico, liberale nell’impostazione e fecondo di denunce, ma anche di proposte». Infatti, secondo l’amico di Marco Pannella, la nascita di un movimento ambientalista potrebbe essere uno strumento indispensabile alle esigenze di una politica che sempre di più si deve confrontare con disa-

stri ambientali, con deficit ecologici e con il consumo delle risorse, nonché con lo sfruttamento del suolo e dell’acqua. «Negli anni ‘80 – ha sottolineato l’ex deputato – è stato il Partito Radicale a donare agli “amici verdi” il simbolo del Sole che ride, che servì appunto da elemento unificatore della Federazione delle liste Verdi nascenti. Da allora è passata molta acqua sotto i ponti e, troppo spesso, anche sopra i ponti. A questo punto – ha concluso – serve quindi un nuovo soggetto ambientalista organizzato e strutturato che affianchi le varie forze politiche, troppo spesso sorde e cieche alla fragilità del territorio ed alla ricchezza della biodiversità. È necessaria una capacità di leggere ed interpretare la voce della terra, della sua fauna e della sua flora. Bisogna agire oggi, ora! Il nostro appello non deve diventare l’eco lontano di qualcosa che è già perduto per sempre». di.pa. I.P.

Giornata di idee e suggerimenti di regali da mettere sotto l’albero per il prossimo Natale

A Oncino, sotto il Re di Pietra, “Lhi Martsà dal Bambin” Il paese di Oncino è un “presepe naturale” nell’alta Valle del Lenta a 1.220 metri, dove domenica 27 novembre si svolgerà “Lhi Martsà dal Bambin”, la giornata di idee e suggerimenti di regali per il Natale. Gli organizzatori vi invitano a salire ad Oncino, per curiosare tra le bancarelle allestite dove troverete i doni per il vostro Natale. Quest’anno la rassegna avrà luogo dalla piazza Roma di

Oncino, dalle 9.30 alle 18. Possono partecipare artigiani ed hobbisti (i moduli sono sul sito www.imercatidelnatale.it). Gli organizzatori: l’Associazione StellAlpina, il Comune di Oncino e la Comunità Montana “Valli del Monviso” metteranno a disposizione cinque navette per giungere in paese. In piazza Roma sarà allestita una struttura riscaldata dove si potrà gustare un pasto caldo a base di polen-

ta, piatto tipico delle terre alte. Alle ore 18, a conclusione della giornata, nella chiesa di Santo Stefano, si potranno ascoltare I Polifonici del Marchesato in concerto. All’interno della Cappella (a lato della chiesa parrocchiale, sulla piazza del paese), per gentile concessione del parroco don Luigi Destre, sarà allestito il “laboratorio di Babbo Natale” che, con i suoi aiutanti, distribuirà a

tutti i bimbi in visita un piccolo regalino da mettere sotto l’albero di casa. Anche per il 2011 quindi ci sarà l’occasione, con “Lhi Martsà dal Bambin”, di fare conoscere – in una stagione splendida quale è l’autunno inoltrato – questo angolo della valle Po, la valle del Lenta. Una splendida cornice dalla quale emerge, incombente e maestoso, il Re di Pietra, il Monviso.

11

Li guiderà Giuseppe Bori

I “malpancisti” azzurri In un clima di urgenza per l’approvazione delle manovre economiche imposteci dall’Unione europea, sabato scorso il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, dopo l’approvazione della Legge di Stabilità (la “finanziaria”), si è dimesso. Domenica sera, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha conferito l’incarico al senatore a vita Mario Monti, che sarà sostenuto da un governo di larghe intese tra centrodeGiuseppe Bori stra e centrosinistra. Nel Pdl è scompiglio per le ricadute locali che la nuova fase politica può portare con sé. Il gruppo dei “malpancisti” che si defilano dal partito aumenta a vista d’occhio. In città, il coordinatore della Giovane Itallia Giuseppe Bori aveva promesso un terremoto. Per ora non vuole ancora scoprire troppo le sue carte, ma già rilascia le prime dichiarazioni: «Tra qualche settimana confermerò ufficialmente i miei propositi. Posso solo dire che sarò alla guida di un gruppo, composto da giovani ed adulti saviglianesi, che, non riconoscendosi più nella linea politica del partito, decide di staccarsi. A noi si uniranno anche “esterni” al Pdl, che condividono la nostra visione politica secondo cui non sono i partiti a cambiare il mondo, ma le persone». Parole, quest’ultime, che sembrano analoghe a quelle del “rottamatore” del Pd, Matteo Renzi. Il futuro prossimo di Bori, secondo quanto trapela dalle indiscrezioni, riguarderà da vicino il nostro Comune. «La mia intenzione – dice – è quella di occuparmi di Savigliano, e dunque conferire al mio gruppo un profilo più civico. La classe dirigente spesso ha pochi contatti con il territorio e poca esperienza di amministrazione cittadina. Io ritengo, invece, questa sia necessaria per fare politica anche a livello generale. Posso assicurare che non mi vedrete mai in nessun altro partito diverso dal Pdl, anche perché i miei ideali restano quelli liberali e democristiani. Semplicemente dimostrerò più attenzione alla vita politica e nell’amministrazione della mia città, non mi interessano poltrone, ma il bene di Savigliano». Coerentemente con quanto detto, pare che il giovane Bori abbia rifiutato un incarico di prestigio tra i vertici del Pdl giovanile provinciale. Ma quale sarà il futuro della Giovane Italia di Savigliano? «Come il Pdl sopravviverà a Berlusconi, così la Giovane Italia senza di me». Anche il ruolo nel partito dell’ormai ex sottosegretario alla Difesa, il marenese Guido Crosetto, non lo convince più di tanto. «Crosetto? Non lo vedo da un po’, lui ormai fa altro». Valeria Quaglia


12

mercoledì 16 novembre 2011

ulla vecchia strada di Marene, a ridosso dell'ottocentesco ponte sul Mellea, una storica cappella -sofferta nella sua esistenza perché abbattuta e ricostruita per ben tre volte- individua un sito che la ricchezza grafica del «Thetrum Sabaudiae» descrive come occupato da un edificio non certamente qualunque. Che non è più. A ridosso della cappella, infatti, il territorio è oggi sufficientemente anonimo. Riedificato secondo una logica post-condominiale, esso offre però l’occasione per ricordare, «extra moenia», la presenza di uno dei numerosissimi conventi che la città ha posseduto. Un quadrilatero di vaste dimensioni, la cui pavimentazione tendente obliquamente al centro era destinata a raccogliere le acque piovane, individuava lo spazio nel quale i regolari, dell’ordine dei Cappuccini, consumavano la loro quotidianità religiosa.

l’approfondimento bili (la ben nota «Helix pomatia»). Gusci incredibilmente ben conservati, alcuni dei quali di insolite dimensioni, ancor leggibili, nonostante uno sbiancamento della tinta dovuto all’indebolimento dei sali calcarei, nell’evoluzione della conchiglia, con la rigorosa segnalazione di tutte le interruzioni dell’attività vitale.

S

Migliaia e migliaia di resti di chiocciole rinvenuti nel sottosuolo raccontano come i frati Cappuccini di borgo Marene fossero soliti cibarsi, il venerdì o in tempo di quaresima, del prelibato, raffinato e popolare invertebrato

Era questo il chiostro, affiancato alla chiesa, al quale si aveva accesso dalla via di Marene attraverso una piazzola circondata da un ampio giardino. La vita monastica non disdegnava la piacevole e serafica cura di aiuole, siepi, alberelli e fiori.Tutt’intorno al convento era un rifiorire di forme, di colori e di profumi, destinati a segnalare a chiunque, con il rinnovarsi della loro presenza, ogni cambio di stagione. L’orto altenato forniva la verdura e la frutta suffi-

cienti al fabbisogno dei fraticelli, mentre la lunga «galleria» della vite realizzata al riparo del Mellea offriva uva a sufficienza per assicurare, una volta pigiata e mandata in «ebollizione» naturale, un buon vinello da consumarsi in inverno o da conservarsi nelle oscure e temperate cantine del monastero.

La più o meno recente edificazione di una villetta sull’appezzamento di terreno ha fornito un'inedita quanto curiosa testimonianza sul modo di cibarsi, nei secoli scorsi, di questi frati Cappuccini. Le operazioni di scavo delle fondazioni hanno portato alla luce quella che era la fossa dei rifiuti del convento e, in particolare, la discarica della cucina. Le curiosità, messe a nudo dalla pala dell'escavatrice, non sono mancate di certo. In una incredibile «sezione» di terreno appena sfiorata dal mezzo meccanico, decenni e decenni di resti di rifiuti organici -e non- si sono presentati come il racconto stratigrafico di ciò che un mondo vissuto in quel luogo ma ormai facente parte esclusiva della memoria o dei testi storici aveva consumato in lustri, decenni e forse secoli di esistenza. Materiali informi, anneriti dal tempo, dalle infiltrazioni d’acqua, dal lavorio incessante dei lombrichi e dai processi di gassificazione, amalgamati ad altri materiali di

LE CHIOCCIOLE

DEI CAPPUCCINI di Luigi Botta

consistenza e colore diverso, sottomessi ad altri ancora resi irriconoscibili da ulteriori sovrapposizioni, hanno documentato quasi certamente la presenza dei rimasugli di quelle cibarie che gli abitanti del luogo erano soliti consumare e di quegli oggetti di uso comune che, una volta utilizzati e non più riciclabili, venivano consegnati al perenne oblio della fossa dei rifiuti comuni. L’archeologia e lo studio di ciò che oggi ancor rimane affidato al segreto del terreno permetterà un giorno o l’altro -se se ne vorrà- di indagare con coscienza critica e con criterio scientifico la consistenza di ciò che, con noncuranza e sicuro disprezzo, ci è stato materialmente tramandato da quei religiosi che proprio lì avevano pensato di disfarsi di tutti gli oggetti

iù o meno siamo inP torno al 1995/96 quando Ermanno Cerutti se-

gnala che in via Moreno, nel corso di un intervento, emergono rimasugli di una discarica dai quali vengono fuori materiali di vario genere. Si tratta di uno scavo edile che non porta alla luce beni archeologici di grande rilievo ma un ammasso quasi informe di «cose» inspiegabilmente assemblate. Una «sezione» lunga parecchi metri ed alta lo spazio di uno scavo seminterrato. Rotola al suolo di tutto. La miseria di pezzetti di vasellame insieme a quanto, un tem-

La «tampa» dei rifiuti po, poteva appartenere all’uso di una cucina. Comprese tante chiocciole.

• Le fotografie pubblicate a compendio dei testi di questa pagina si devono a Federico Botta.

ritenuti non più utilizzabili fornendoci oggi l’occasione di conoscere tante cose della loro esistenza e gratificandoci per l’inconsueta e gradevole scoperta. Frammisti ai materiali informi si sono trovate alcune posate metalliche dimenticate probabilmente tra gli scarti del cibo o scivolate inavvertitamente durante lo scarico dei rifiuti, un coltello fortemente corroso, dal manico ligneo ormai trasformato in humus del sottosuolo, un'infinità di cocci cinque-seicenteschi dalle misure e forme più svariate, qualche scapola e femore bovini e suini completamente ripuliti da lordure e cartilagini, e soprattutto un'infinità -centinaia di migliaiadi gusci di chiocciole commesti-

I malpensanti potrebbero immaginare che i fraticelli, stando alle quantità consumate, dovevano esserne ghiotti e conoscere nel dettaglio il valore alimentare delle stesse. O, forse, più esattamente, non individuando o non volendo individuare nella carne della chiocciola la tradizionale carne del peccato vietata al venerdi e nella quaresima, essi credevano di attenersi rigidamente alle regole imposte dalla Chiesa immaginando di consumare rigorosamente «di magro». Forse è anche così. Seppure Mosè nella Bibbia giudichi le chiocciole come alimento impuro, sembra dato per certo che nella pratica del precetto cattolico di non mangiare carne e grassi nei giorni di venerdì e nel periodo di quaresima venisse concessa l'opportunità di consumare, oltre al pesce, anche le chiocciole e le rane. Le chiocciole, è certo, ebbero un ruolo fondamentale per combattere le carestie dei tempi bui, anche se vennero a lungo disprezzate e considerate immangiabili -soprattutto nel '600 e '700-, buone soltanto per la gente affamata di basso rango.

Confinando il convento con le rive del Mellea ed essendo notoriamente il Mellea un luogo dove le chiocciole, non ancora uccise da crittogamici ed affini, prolificavano a milioni tutt'intorno, il gioco era presto fatto. Il facile luogo della raccolta, stando alla circostanza, non distava più di venti metri dal luogo della cucina, del consumo e dell’abbandono dei rifiuti. Un teorema che si apriva e si chiudeva senza fare una grinza. Anche se, non è da escludersi, i fraticelli potessero anche dedicarsi con successo al loro allevamento intensivo. Già i romani erano esperti in tale pratica, a tal punto da convincere Plinio il Giovane ad occuparsene, indicando anche l'ingrasso con l'utilizzo delle farine cereali e delle erbe aromatiche. L'inventore di tali allevamenti era stato (nel 49 a.C.) un tal Fulvio Lippino. L’inconsueto ritrovamento potrebbe anche far immaginare, senza malizia, il ruolo riconosciuto al mollusco contenuto nella conchiglia dal punto di vista medico e farmaceutico. Utilizzato dai Cappuccini nelle necessità loro ed altrui, vuoi come brodino vuoi come cibo ancor vivo, in occasione di affezioni bronchiali o gastrointestinali.

Senza scomodare a questo punto le tradizioni, che tornano a portarci ai tempi dei romani, che imponevano nei pasti funebri un gran consumo di chiocciole, la cui conchiglia veniva abbandonata -e per questo motivo ritrovata copiosissima in occasione di scavi archeologici- in prossimità delle sepolture. Non era di certo il caso dei nostri fraticelli di borgo Marene. Anche perché le circostanze e le tipologie del ritrovamento sono state completamente diverse. Sui cocci, poi, si apre un capitolo nuovo e sconvolgente. Ma quella è un'altra storia.


MERCOLEDÌ 16 NOVEMBRE 2011 IL SAVIGLIANESE 13


14

mercoledì 16 novembre 2011

IN BREVE

Il maresciallo Fanara diventa Cavaliere Sabato 19 novembre, alle ore 11, in Prefettura a Cuneo saranno consegnate le Onorificenze al Merito della Repubblica Italiana alla presenza di parlamentari, forze dell’ordine, autorità civili e militari. Tra gli insigniti c’è anche un cavallermaggiorese: il maresciallo dei Carabinieri Giuseppe Fanara, che diventerà Cavaliere.

Distribuzione dei sacchetti per la raccolta differenziata Si avvisa la popolazione che a fine novembre verrà effettuata la distribuzione della dotazione annuale di sacchi per la raccolta porta a porta della plastica e dell’indifferenziato. La consegna avverrà nell’ala polifunzionale giovedì 24 e venerdì 25 novembre, in orario serale (20.3022.30), e sabato 26 novembre, al mattino ed al pomeriggio. Ulteriori dettagli verranno forniti sui giornali e tramite locandine affisse nei negozi.

Si presenta il libro “Soldi puliti” Viaggio nell’economia con due ospiti Martedi 22 novembre, alle 20.30, presso la sala Incontri del municipio, in via Turcotto, nell’ambito dell’iniziativa “liberi di leggere - Leggere per essere liberi” organizzata dalla biblioteca civica “Nuto Revelli” con il patrocinio dell’assessorato alla Cultura del Comune, verrà presentato il libro del giornalista Luca Reteuna “Soldi Puliti” . Dialogheranno sul tema proposto nel sottotitolo “viaggio nell’economia a misura d’uomo” lo scrittore Roberto Falciola e Carlo Durando, dirigente di Confcooperative.

cavallermaggiore

CRONACA L’edificio di via dei Mille ha il tetto mal ridotto

Piove dentro l’ufficio postale L’ufficio di Poste Italiane Spa di Cavallermaggiore, sito in via dei Mille, è frequentato ogni giorno da un numero considerevole di persone, che vi si recano non solo per questioni relative a lettere, raccomandate, spedizioni e pacchi, ma per usufruire di servizi come conti correnti o investimenti. Alcuni nostri lettori ci hanno, però, segnalato le cattive condizioni dell’immobile che ospita le Poste. L’edificio, infatti, presenta problemi al tetto, che si sono manifestati in tutta la loro gravità durante le recenti piogge, caratterizzate da forte intensità. «Un mattino – racconta un nostro lettore – arrivando alle Poste ho visto acqua dappertutto: la stanza dove il pubblico attende il proprio turno era completamente allagata a causa di infiltrazioni dal tetto. A terra ci sono alcune aperture da cui l’acqua lentamente defluisce, ma per tornare alla normalità ovviamente è occorso del tempo. Come se non bastasse, il personale è stato costretto ad aprire le finestre per far asciugare il pavimento. Mi chiedo che cosa succederebbe se il problema si ripresentasse nel cuore dei mesi invernali, con temperature esterne sotto lo zero. Con le finestre aperte si congelerebbe. Dulcis in fundo, le plafoniere; avevo anche il timore che, con tutta l’acqua che c’era, si verificasse un corto circuito con grave pericolo per le per-

L’ufficio che ospita le Poste di Cavallermaggiore ha problemi di infiltrazioni d’acqua

sone presenti nel locale. A quanto ne so questo problema prosegue da tempo. Possibile che non si possa fare nulla?». L’edificio appartiene a Poste Italiane che, evidentemente, non ha per ora ritenuto opportuno intervenire. Sembra però che il ripristino del tetto non possa subire altri ritardi. A quanto hanno riferito altri clienti delle Poste l’allagamento del locale si è recentemente verificato per ben tre volte e la situazione sta diventando davvero complessa da gestire.

CULTURA Si parlerà di Unità d’Italia tra “santi sociali” e corte sabauda

“Tè benefico” con la San Vincenzo

Rimborsi delle spese mediche per i soci del “Mutuo soccorso” Il direttivo della Società di Mutuo Soccorso ricorda a tutti i soci che il 10 dicembre scade il termine per la presentazione delle richieste di parziale rimborso delle spese mediche sostenute nell’arco temporale 1° dicembre 2010 – 30 novembre 2011. Per accedere al beneficio mutualistico è sufficiente compilare una semplice domanda, anche in forma manoscritta, corredata dai documenti indicati nel regolamento. La richiesta può essere consegnata a mano direttamente ai componenti del direttivo.

Annullata la cerimonia per i caduti di Nassiriya È stata annullata la cerimonia organizzata dalla locale sezione dell’Associazione Carabinieri, che avrebbe dovuto svolgersi domenica 20 novembre, alle ore 10.30, per ricordare anche a Cavallermaggiore i dodici Carabinieri Caduti a Nassiriya (Iraq) il 12 novembre 2003 in un tragico attentato. La scelta di non far svolgere l’evento è stata assunta per sopraggiunti problemi organizzativi.

Rifiuti gettati nei campi: un fenomeno di inciviltà Si ripete sul nostro territorio il triste fenomeno dei rifiuti gettati nei campi da automobili in corsa. Tra le zone in cui ciò avviene, vi è il tratto di strada verso Racconigi, prima dell’Asta del Mobile. Qui si possono vedere borse di rifiuti buttati in mezzo all’erba ed oggetti vari, tra cui un ombrello. È un degrado dovuto all’ineducazione della gente, che non contribuisce certo al decoro della nostra cittadina.

Cena per soci e parenti alla bocciofila San Pietro Si organizza per sabato 26 novembre, alle 20, una cena per soci e parenti presso la bocciofila S. Pietro. Ricco menù: due antipasti, penne all’arrabbiata, carrello di gran bollito misto, formaggi e frutta (bevande comprese). Prezzo: 15 euro. Si può partecipare prenotando ai numeri 0172/381592 – 329/0906129 o direttamente al bar della bocciofila entro mercoledì 23 novembre.

Serata dedicata allo spumante Franciacorta L’azienda vitivinicola Contadi Castaldi di Adro (Brescia) presenterà, presso i locali della Società di Mutuo Soccorso, la sua gamma di vini frizzanti venerdì 18 novembre, nel corso della riunione conviviale organizzata dal ristorante Caballarium di Cavallermaggiore. Le “bollicine” accompagneranno il particolare menù creato dallo chef Massimo Marchetti per la speciale serata, che sarà dedicata allo spumante Franciacorta Docg. Per le prenotazioni rivolgersi al numero 0172/382269.

Oltre alla questione delle infiltrazioni bisogna, infine, segnalare che i gradini di accesso all’edificio non sono in buone condizioni ed attendono da tempo un restauro definitivo. Il nostro giornale per avere ulteriori informazioni si è rivolto al personale delle Poste di Cavallermaggiore, che ha però opposto un cordiale ma fermo rifiuto, dal momento che non è autorizzato dall’azienda a rilasciare dichiarazioni di alcun tipo. Luca Martini

San Giuseppe Cottolengo

San Giovanni Bosco

Ritorna giovedì 24 novembre, alle 16, presso la sala incontri di palazzo Garneri, sede del municipio, in via Turcotto, l’ormai tradizionale appuntamento con il “tè benefico natalizio” organizzato dalle volontarie vincenziane, in collaborazione con la parrocchia di Cavallermaggiore. Quest’anno il tema dell’incontro riguarderà l’importante ricorrenza del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. L’iniziativa sarà introdotta da Marisa Alberione, presidente del gruppo vincenziano. Seguiranno gli interventi di don Giuseppe Brunato (che parlerà sul tema “S. Giuseppe Cottolengo e San Giovanni Bosco”),

di Marco Leone, vicesindaco di Cavallermaggiore ed Assessore al Sociale, e del prof. Davide Damilano, cavaliere del Santo Sepolcro, storico e docente di lingua piemontese. Damilano proporrà una conferenza sul tema “Maria Adelaide e la Bela Rosin, le mancate Regine d’Italia”. Quest’anno, in occasione del tè benefico, le responsabili hanno deciso di proporre interventi relativi ai Santi Sociali e ad alcune figure femminili di Casa Savoia, in quanto legati al periodo Risorgimentale, che condusse, il 17 marzo 1861, alla proclamazione del Regno d’Italia. La popolazione è invitata ad intervenire all’incontro.

COMUNE Nuovo campo di calcio a S. Giorgio e parcheggi in quello di via Fiume

La minoranza: «Chiediamo un parere ai cittadini» I gruppi “Noi per Cavallermaggiore” e “Bene Comune”, dopo la pubblicazione nello scorso numero del nostro settimanale di un articolo riguardante la possibile costruzione di un nuovo campo sportivo (da destinare a vari sport, tra cui football americano e calcio) in zona San Giorgio, dove oggi sorge il campetto di allenamento, intervengono questa settimana sullo stesso argomento. “La Giunta Comunale – affermano i gruppi di opposizione – con delibera del 24 ottobre 2011, ha approvato un progetto preliminare redatto dall’ufficio tecnico comunale relativo al recupero funzionale dell’impianto sportivo sito in località San Giorgio, per un importo complessivo di 195.000 euro. Detto progetto preliminare fa seguito all’approvazione, sempre da parte della Giunta, del piano triennale dei lavori pubblici, in cui tale opera era già prevista e dunque non solo ipotizzata. Per la copertura finanziaria della spesa, la Giunta ha inoltre

richiesto un cofinanziamento dei lavori alla Regione Piemonte che, nel caso vada a buon fine la richiesta, interverrebbe indicativamente per un 40% della somma. Il restante 60% verrebbe finanziato con mutuo a carico del Comune. Dopo una nostra richiesta di spiegazioni, formulata in conferenza dei Capi Gruppo – continua la minoranza – ha avuto seguito un incontro con l’assessore ai Lavori pubblici Bertola ed il capogruppo di maggioranza Cigna, dove ci sono state sommariamente indicate le ipotesi di intervento che intendono realizzare presso gli impianti sportivi in località San Giorgio: il potenziamento dell’illuminazione del campetto di allenamento posto tra lo stadio esistente e la strada regionale 20; il rifacimento del fondo del campetto di allenamento; la realizzazione di una tribuna metallica della capienza di 300 posti a lato del citato campetto di allenamento; la realizzazione di un tunnel mobile per l’accesso dei giocatori al cam-

Il campo di allenamento sul quale dovrebbe sorgere il nuovo impianto

po di gioco e la realizzazione di un’alberata di schermatura del campetto verso la strada regionale 20. Abbiamo richiesto se fossero state valutate ipotesi alternative (meno costose) di adeguamento del campo di via Fiume: l’assessore Bertola e il capogruppo Cigna hanno risposto che tale alternativa non rientrerebbe nei piani dell’amministrazione. La giunta e il gruppo di maggioranza intenderebbero invece modificare l’utilizzo di tale area destinando-

la a parcheggi, area fieristica e per la sistemazione delle giostre. Per parte nostra – concludono – abbiamo rappresentato la necessità di un confronto approfondito nelle sedi appropriate considerati i costi in gioco (un nuovo impianto e sua manutenzione) e gli impatti sulla vita sociale del centro del nostro paese (altro utilizzo del campo di via Fiume): in particolare, non escluderemmo la necessità di una ampia consultazione dei cittadini”.


cavallermaggiore

CRONACA Tragedia nelle campagne. Illesi figlia e nipotino

Donna travolta dal treno Una tranquilla passeggiata in campagna si è trasformata in tragedia. Giovedì scorso, intorno alle 14.30, una donna di origine russa, Zoia Dudina, 71 anni, abitante a Boschetti di Fossano, è rimasta uccisa dal passaggio di un treno mentre stava attraversando i binari in località Belvedere. La signora stava passeggiando nella strada di campagna con la figlia Nina, 41 anni, ed il nipotino di sei mesi. Dalle prime ricostruzioni fatte dagli investigatori e dalle forze dell’ordine giunte sul luogo della sciagura, sembra che la signora abbia attraversato i binari per trattenere il suo cane. Ma il regionale Torino-Cuneo, che viaggiava in direzione Savigliano ai 120 all’ora, pur tentando un’improvvisa frenata, l’ha travolta ed uccisa. Stessa sorte è toccata al cane, un “pointer” di mezza taglia. Illesi il bimbo e la mamma, trasportati dall’équipe del 118 all’ospedale “Santissima Annunziata” in stato di choc. Sul posto sono giunti i Vigili del fuoco di Racconigi ed alcuni addetti delle Ferrovie. La vittima pare fosse solita fare due passi in quella zo-

EVENTO

Vigili del fuoco e Carabinieri sul luogo della tragedia, in una strada in località Belvedere

na dopo pranzo, in compagnia del suo cane, del nipotino e della figlia, che lavora in una lavanderia industriale a poche centinaia di metri dal luogo della tragedia. I rilievi dei Carabinieri di Cavallermaggiore e Savigliano, della Polizia ferroviaria di Bra, degli inquirenti sono durati per alcune ore. Nel frattempo, i treni sono stati bloccati e sostituiti da pullman. La linea è stata ripristinata solo in serata.

Le operazioni di soccorso sono durate fino a sera

Successo per lo spettacolo benefico con “Laportaperta”

Tanti applausi per “Around the world”

Sabato sera, al salone San Giorgio, si è tenuto uno spettacolo teatrale organizzato dal gruppo artistico “LaportAperta” di Marene a favore del Cav (Centro di Aiuto alla Vita) di Savigliano e dell’oratorio Mondo Insieme di Cavallermaggiore intitolato “Around the wall, intorno a quel muro”. I responsabili de “LaportAperta” desiderano ringraziare «per la bellissima serata, l’oratorio Mondo Insieme, il Centro di aiuto alla vita di Savigliano, ormai storico collaboratore del gruppo, e soprattutto l’amministrazione comunale di Cavallermaggiore, che si è resa molto disponibile e ospitale, in modo particolare il vicesindaco Marco Leone».

mercoledì 16 novembre 2011

CRONACA

15

Arrestata banda di albanesi

Rubato gasolio in cantiere In un periodo di crisi economica come questo, anche un pieno di gasolio può fare gola e costituire un pingue bottino. E portare ad impadronirsi illegalmente del carburante contenuto nei serbatoi delle macchine operatrici che nottetempo stazionano nei cantieri della nostra provincia. Una banda di albanesi dedita a questo tipo di furti è stata arrestata, la scorsa settimana, dai Carabinieri della Compagnia di Bra al comando del capitano Pasquale Iovinella. I militari già da giorni li stavano tenendo sotto controllo per via di alcuni comportamenti abbastanza strani. E nella notte tra mercoledì 9 e giovedì 10 novembre li hanno sorpresi, verso le ore 22, dopo che avevano “prelevato”, con l’ausilio di una gomma, circa 220 litri di gasolio da alcuni mezzi d’opera in un cantiere stradale di Cavallermaggiore. Si sono messi al loro inseguimento e con l’assistenza dei colleghi di Savigliano sono stati intercettati e poi bloccati a Sommariva Bosco. La banda aveva caricato le sette taniche, ciascuna da 30 litri, su due veicoli: un’autovettura station wagon ed un furgone. I quattro arrestati in flagranza di reato – L.E., 30 anni, di Ceresole d’Alba; L. E., 26 anni, di Bra; G. E., 29 anni, di Bra; e G. K., 29 anni, di Gua-

Operazione dei Carabinieri

rene – sono stati portati al carcere di Alba: due hanno già patteggiato una condanna a 6 mesi, mentre per gli altri il processo si terrà all’inizio del 2012. Insieme a loro, i Carabinieri hanno fermato anche un minorenne che è stato denunciato alla Procura dei minori di Torino. «I quattro erano tutti regolari sul territorio italiano – ha spiegato il capitano Iovinella – e facevano gli operai in cantieri della zona. Ecco spiegato il perché di queste loro “conoscenze” riguardo ai luoghi ed ai mezzi. Il gasolio rubato l’avrebbero usato per le loro vetture. Questi sono furti di cui raramente veniamo a conoscenza, proprio perché le stesse ditte sono restie a fare denuncia. Per loro è una “perdita di tempo”». Pa.Bi.

MEMORIA Sebastiano e Giuseppe Baravalle

Un cippo per i reduci Un’iniziativa legata alla memoria è stata intrapresa dalla famiglia Baravalle. I fratelli Michele e Sebastiano con la sorella Anna ed i loro cari hanno infatti deposto a fine ottobre una lapide in ricordo del papà e del nonno nei pressi del Santuario San Maurizio e Madonna degli Alpini di Cervasca. Questo luogo di culto, dedicato alle penne nere, si trova su un’altura da cui si gode uno splendido panorama che consente di abbracciare gran parte della provincia di Cuneo. Sono proprio gli Alpini a prendersene cuIl cippo portato a Cervasca ra e qui giungono persone in visita dal cuneese, dal torinese, dalla Liguria ed anche dalla Toscana. Presso il Santuario si trova una lapide dedicata a tutti gli Alpini caduti nel corso della prima e della seconda guerra mondiale; c’è anche il cippo di Cavallermaggiore, inaugurato dai nostri Alpini proprio quest’anno. Sul posto ci sono inoltre le lapidi deposte da alcune famiglie per ricordare i loro cari. L’iniziativa intrapresa dai fratelli Baravalle si inquadra proprio in tale contesto: il cippo recentemente collocato terrà viva la memoria del nonno Sebastiano Baravalle, combattente nella prima guerra mondiale e cavaliere di Vittorio Veneto, e del padre Giuseppe Baravalle, classe 1922, che dovette combattere sul Don e fu l’ultimo reduce cavallermaggiorese della ritirata di Russia.


16

marene

mercoledì 16 novembre 2011

RIFIUTI

Per la raccolta differenziata, è gratuita

Distribuzione sacchetti A partire da mercoledì 23 novembre presso il magazzino comunale (cortile Avis e Alpini) inizierà la distribuzione gratuita dei sacchetti per la raccolta differenziata a tutte le famiglie marenesi. La distribuzione si svolgerà dal lunedì al sabato dalle ore 8.30 alle ore 12, fino al 22 dicembre. Insieme ai

SCUOLA

sacchetti verrà consegnato ad ogni famiglia il calendario 2012 riportante tutte le date relative ai giorni di raccolta per il nuovo anno. Si ricorda che per le attività commerciali, uffici e aziende la distribuzione sarà a carico del Comune, che provvederà alla consegna direttamente a domicilio.

EVENTO Presente alla conferenza mondiale di architettura sostenibile

Un “marenese” ad Helsinki

Esibizione del coro della primaria

“Quel giorno sognai l’Italia” I camini solari della nuova biblioteca comunale di Rosignano Marittimo, in provincia di Livorno

Il coro della primaria Einaudi sarà al museo civico di Savigliano

Domenica 20 novembre alle ore 16.30, al museo civico di Savigliano, si terrà l’ultima replica de “Quel giorno sognai l’Italia”, uno spettacolo teatrale itinerante alla scoperta dei personaggi

del Risorgimento in collaborazione con l’Associazione Voci Erranti”. Lo spettacolo sarà accompagnato dall’esibizione del coro “Luigi Einaudi” della Scuola Primaria di Marene.

C’era anche “un marenese” alla Conferenza Mondiale dell’Architettura Sostenibile tenutasi ad Helsinki dal 18 al 21 ottobre scorso, dove Domenico Racca si è recato per presentare un progetto dello studio di architettura Edc Area Progetti di Torino. L’evento internazionale di Helsinki ha visto la partecipazione di architetti da tutto il mondo e di gran parte dell’ambiente accademico che si cimenta nella ricerca di nuove tecnologie e materiali utili a rendere più sostenibili le nuove costruzioni. L’architetto, marenese di nascita, ha illustrato il progetto di un’originale biblioteca comunale in fase di realizzazione in Italia. Come ci spiega

l’architetto Racca, «l’invito a partecipare alla Conferenza mondiale, presentando un nostro progetto, è stato un riconoscimento molto importante del lavoro che abbiamo svolto in questi anni. Ad Helsinki abbiamo presentato il nostro lavoro, confrontandoci con architetti di tutto il mondo, di cui solo un altro studio italiano, riscuotendo un notevole interesse. Abbiamo già avuto, infatti, un altro invito a presentare un progetto ad Helsinki capitale mondiale del design 2012». Ma quale progetto di Edc ha riscosso un tale interesse internazionale? Si tratta del «progetto della biblioteca di Rosignano Marittimo in provincia di Livor-

no, ora in fase di realizzazione, caratterizzato da alcune scelte che le hanno conferito una forte identità». Vediamo com’è questa biblioteca comunale ecosostenibile… «Innanzitutto è un edificio ad un solo piano fuori terra, con tetto verde, che abbiamo deciso

Domenico Racca

di sviluppare attorno ad un percorso pedonale spontaneo che i cittadini hanno tracciato attraversando quell’area. In questo modo abbiamo ritenuto di assecondare una vocazione naturale dello spazio, invitando i cittadini, a lavori ultimati, a mantenere le proprie abitudini e ritrovarsi all’interno della biblioteca, magari involontariamente, in un percorso ricco di stimoli culturali e servizi». Altro fattore di interesse per il progetto di Domenico Racca e dei suoi colleghi torinesi è stata la scelta dei materiali. Infatti, come ci spiega, «abbiamo scelto di utilizzare materiali costruttivi naturali, facilmente reperibili in loco, come la paglia e il legno, ottenendo un edificio ad altissime prestazioni energetiche e di comfort ambientale. Infine abbiamo ideato un sistema di ventilazione naturale costituito da una torre del vento e camini solari, divenuti elementi simbolo dell’architettura, che permettono un ricambio dell’aria, attraverso un reticolo di canali sotterranei, riducendo fortemente il consumi energetici per riscaldamento e raffrescamento». Con questi presupposti, non ci resta che attendere l’invito a Helsinki 2012! Albina Ambrogio

BREVI DA MARENE

Cena di leva del 1975 Aperte le iscrizioni La leva 1975 festeggerà i 36 anni il prossimo venerdì 2 dicembre. Alle ore 20.30 è previsto il ritrovo in piazza Carignano, poi la cena presso “L’officina del gusto” di Savigliano. Per le iscrizioni rivolgersi entro il 26 novembre presso la cartolibreria “Nonsoloscuola” di Sonia Bravo.

La festa dei 65enni Prenotarsi entro domenica La leva del 1946 “festeggerà gli anni” domenica 27 novembre. Il programma prevede la S. Messa alle ore 11, poi alle ore 12.30 si terrà il pranzo presso il Borgonuovo. Si ricevono le prenotazioni entro il 20 novembre presso il ristorante; alla festa sono invitati anche i coniugi.

Giornata del Ringraziamento e incontro dei Cresimandi Domenica 20 novembre durante la S. Messa delle ore 11 si celebrerà la Giornata del Ringraziamento. Alle ore 15 è previsto l’incontro per i genitori dei ragazzi che riceveranno la Cresima.

Anniversari di matrimonio Contattare l’ufficio parrocchiale Giovedì 8 dicembre durante la S. Messa delle ore 11 saranno ricordati gli anniversari di matrimonio. Occorre prenotarsi in ufficio parrocchiale entro il 1° dicembre.

PAESI

Sabato a Scarnafigi convegno zonale

Volontari ospedalieri Sabato 19 novembre, presso la Residenza Anni Azzurri (Villa San Vincenzo) in vicolo Campagna 5 a Scarnafigi, si terrà un convegno dell’Associazione Volontari Ospedalieri organizzato dalla sezione di Saluzzo. Alle ore 14.30 accoglienza dei partecipanti, alle ore 15.30 avrà luogo la relazione del dott. Davide Perroni (direttore reparto di oncologia dell’ospedale di Saluzzo), alle ore 16.30 coffee

break, alle ore 17 assemblea, alle ore 18.45 la Santa Messa e alle ore 20 la Cena comunitaria. È un momento importante per tutti i volontari: a loro un invito a partecipare al convegno con la sciarpa dell’Associazione Volontari Ospedalieri. Si deve dare la propria adesione ai referenti nelle sezioni Avo. Sarà organizzato un servizio pullman da Savigliano e dintorni.

RELIGIONE

Ha rinnovato i voti di povertà, castità ed obbedienza

I 60 anni di vita consacrata di suor Mercede Domenica 13 novembre suor Mercede, che da molti anni vive a Marene presso la comunità delle suore carmelitane di S. Teresa del Bambin Gesù, ha festeggiato i 60 anni di vita religiosa. Accompagnata dalle sue consorelle e dai famigliari venuti da Verona, durante la S. Messa delle ore 11 ha rinnovato i voti di povertà, castità ed obbedienza, proprio nella chiesa dove, nel marzo 1895, li pronunciò per la prima volta la fondatrice Madre Maria degli Angeli: allora la giovane Giuseppina Operti vestì l’abito carmelitano prendendo il nome di suor Maria degli Angeli e, insieme alla mamma, pronunciò i voti nella chiesa parrocchiale, dove l’Arcivescovo di Torino la nominò priora a vita della piccola comunità

Suor Mercede, suor Riccarda, don Efisio Edile e il nuovo Consiglio pastorale parrocchiale che diventò poi Congregazione. I marenesi si sono stretti con affetto intorno a suor Mercede, che ha dedicato tutta la sua vita al

servizio del Signore e del prossimo. Suor Mercede, accompagnata da suor Riccarda, è poi salita sull’altare per ricevere un quadro-do-

no e per unirsi a don Efisio nella presentazione del nuovo Consiglio Pastorale parrocchiale.

Al. Am.

INFANZIA Lettura al baby parking con Romina Panero

Viaggi con la fantasia Nel “mondo di Alis” tutto è possibile: si viaggia con la fantasia per raggiungere mondi lontani, si sperimenta coi cinque sensi, si ascolta e di gioca. Tutto questo, e tanto altro ancora, è stato il primo laboratorio di lettura tenuto al baby parking dal-

l’autrice marenese Romina Panero. L’incontro per bambini e genitori, molto partecipato, sarà riproposto con tante novità sabato 26 novembre dalle ore 16 alle ore 18.30. L’iscrizione al laboratorio è obbligatoria.

Nutrita la partecipazione al primo laboratorio di lettura

Grazie alla lettura, i bambini sperimentano i cinque sensi


MERCOLEDÌ 16 NOVEMBRE 2011 IL SAVIGLIANESE 17


18

CAVALLERLEONE

Era una trovata pubblicitaria

Il mistero delle strisce rosse Molti cavallerleonesi, di passaggio in paese nei giorni scorsi, si saranno chiesti il significato delle strisce rosse che “ornavano” alcune parti dell’arredo urbano (panchine, vasi di fiori): si è trattato di una curiosa trovata pubblicitaria messa in atto da una nota multinazionale della telefonia mobile, che intendeva reclamizzare l’arrivo della “banda larga” a Cavallerleone. Il nostro comune è stato infatti inserito in un programma che intende portare, da parte della suddetta compagnia, la connessione internet ad alta velocità nei luoghi in cui la

PAESI

paesi

mercoledì 16 novembre 2011

tradizionale Adsl non arriva. Attualmente i cavallerleonesi hanno fatto fronte al problema dotandosi di “chiavette internet” o della connessione mediante ponti radio, con prestazioni e costi in genere penalizzanti rispetto ai Comuni dotati di Adsl via cavo. Ci auguriamo che, al di là della suggestiva trovata pubblicitaria, l’incremento della concorrenza in termini di connessioni internet porti un effettivo vantaggio per la cittadinanza, sia in termini di economicità che di efficienza del servizio. G.G.

L’Asl ha emanato le norme a cui attenersi

Macellazione suini a domicilio La macellazione dei suini per uso privato è temporaneamente permessa, a domicilio degli interessati, nell’ambito di tutto il territorio comunale, durante le ore diurne dei giorni feriali di lunedì, martedì, mercoledì, giovedì e venerdì a partire dal mese di novembre e fino ad esaurimento dell’esigenza stagionale (aprile 2012). I privati che intendono macellare devono darne avviso 24 ore prima dell’abbattimento dell’animale, prenotandosi telefonicamente tutti i giorni feriali dalle ore 9 alle ore 12 ai seguenti numeri: ambito Fossano-Savigliano (ex asl 17/1)

0172.240641 (Savigliano), 0172.699221 (Fossano); ambito Saluzzo (ex asl 17/2) 0175.479740-41 (Saluzzo). Gli stessi, a macellazione avvenuta, non possono asportare e consumare nessun viscere prima della visita sanitaria eseguita dal veterinario ispettore il quale rilascerà regolare attestazione e ricevuta dei diritti sanitari dovuti (euro 12,24). Il consumo delle carni può avvenire esclusivamente dopo l’esito negativo dell’esame trichinoscopico eseguito dall’istituto zooprofilattico con spesa a carico degli interessati.

CAVALLERLEONE

Ricordato nelle celebrazioni del IV Novembre

Sede Ana: 10° anniversario

Le autorità civili e militari accompagnati dalla banda comunale

Le celebrazioni del 4 Novembre, in ricordo dei caduti di tutte le guerre, sono state quest’anno l’occasione per ricordare un’importante ricorrenza per il nostro Comune: gli Alpini hanno infatti festeggiato l’anniversario del decennale dalla fondazione della sezione Ana di Cavallerleone. Le celebrazioni si sono svolte nella mattinata di domenica 13 novembre e hanno visto la partecipazione di numerosi politici e sindaci dei paesi vi-

GENOLA

cini, rappresentanti delle forze armate e moltissimi Alpini. Accompagnati dalla musica della banda di Racconigi, gli Alpini hanno sfilato per le vie del paese; quindi, alla presenza del sindaco, del presidente della sezione Ana di Cavallerleone Michele Monterzino e del fondatore e presidente emerito Bruno Reviglio, è stata posta, nei pressi del monumento dedicato agli Alpini, una targa commemorativa del decennale. Successivamente

È stato istituito, in via definitiva, il senso unico di marcia in via Pagliani nel tratto compreso tra i numeri civici 7C e 7A, e in via Vittorio Veneto nel tratto compreso tra l’intersezione con via San Ciriaco e l’intersezione con via Reyneri.

Grandioso giro-pizza con la Leva del 1974

“Insieme con un libro” fa parte del progetto “Nati per leggere”

Per sensibilizzare i più piccini alla lettura ad alta voce, l’associazione Genitori in Cortile, insieme con il Dipartimento Ma-

VOTTIGNASCO

terno Infantile dell’Asl Cuneo Uno e il Consultorio Famigliare, ha promosso l’iniziativa “Insieme con un libro”. L’incontro si inse-

Come da tradizione, anche quest’anno si svolgerà la Festa dell’Albero. La giornata sarà venerdì 18, e sarà in collaborazione con le scuole dell’Istituto comprensivo di Villafalletto. Alle ore 10 incontro delle scolaresche e dei partecipanti in piazza Marconi con intermezzo musicale. Alle ore 10.30 impiantamento degli Alberi alla presenza della Protezione Civile di Vottignasco. Al termine rinfresco. In caso di mal-

tempo la manifestazione si terrà presso il Salone Comunale “Amas” di piazza Marconi. Il Comune avvisa che sono state donate dalla Regione Piemonte – Direzione Economia Montana e Forestale delle piantine che verranno distribuite gratuitamente alla popolazione fino ad esaurimento. Per informazioni e per il ritiro delle piantine rivolgersi agli uffici comunali a partire da fine novembre.

moniosa ed equilibrata del bambino sia sul piano cognitivo, sia su quello affettivo-relazionale. Questo appuntamento è stato voluto da alcuni genitori forti della certezza che la lettura fa bene sia al bambino che ai genitori favorendo intensi momenti di reciproca conoscenza. I promotori dell’iniziativa sostengono che leggere un libro ad un bambino è un grande atto d’amore perché ci si dedica al proprio figlio regalandogli del tempo e le proprie attenzioni. Vuol dire immergersi con lui nel magico mondo delle storie; vuol dire aiutarlo ad apprezzare la lettura e tutti i benefici che questa potrà donargli. Stefania Aimetta

Olocco: «Quando mi nascondevo in un cunicolo»

Piantine in distribuzione

La Festa dell’Albero

risce all’interno del progetto “Nati per Leggere Piemonte” e si tratta di una comprovata pratica protettiva rispetto a difficoltà cognitive e relazionali per tutti i bambini a partire dai primi mesi di vita. L’appuntamento, vivace e partecipato, si è tenuto mercoledì 9 novembre nel tardo pomeriggio presso i locali del Baby Parking “Baby Birba”. La sapiente guida della dott.ssa Romina Panero ha condotto il nutrito numero di genitori e bambini partecipanti all’interno del mondo dei libri intervallando coinvolgenti letture ad alta voce con utilissime informazioni sull’importanza della lettura quale strumento per favorire e sostenere una crescita ar-

I volontari hanno liberato il castello dalla folta vegetazione

La Leva del 74 invita i coscritti e le loro famiglie al grande Giro Pizza che si terrà sabato 3 dicembre presso l’oratorio parrocchiale. La quota è di euro 15 a persona (i bimbi 5 euro) e comprende: aperitivo, grandioso giro pizza con pizze di tutti i gusti, bevande e caffè. Le pizze verranno fatte dai coscritti direttamente all’oratorio con forno a legna. La quota va versata per intero presso Fruttivo entro e non oltre lunedì 29 novembre. Per informazioni: Criss (338.5803850), Igor (335.5600854).

VOTTIGNASCO

Gagliardetti e labari dei gruppi Alpini della zona

“Insieme con un libro”, un atto d’amore

Istituito senso unico di marcia nelle vie Pagliani e Vittorio Veneto

Il comune di Genola rende noto che nelle giornate di venerdì 18 e sabato 19 novembre – dalle ore 8 alle ore 12 – presso il municipio (al piano terra) verrà effettuata la consegna dei sacchi occorrenti per la raccolta differenziata dei rifiuti per il prossimo anno.

dente Ana di Saluzzo Giovanni Greco hanno apportato interessanti riflessioni riguardanti l’importanza della memoria storica, in particolare il ricordo del sacrificio delle vite di tutti i soldati, a prescindere dalle nazioni e dalle cause per i quali sono stati mandati a combattere. Al termine delle celebrazioni, gli Alpini si sono riuniti per il tradizionale “Rancio”, presso i locali della Società Bocciofila. Gianluca Gianoglio

La lettura favorisce e sostiene una crescita equilibrata ed armoniosa

BREVI DA GENOLA

Raccolta differenziata Distribuzione kit per il 2012

alla S. Messa, si è poi svolta la tradizionale cerimonia di omaggio ai caduti cavallerleonesi delle due guerre mondiali, i cui nomi sono stati letti dal vice sindaco Bongiovanni, mentre i bambini delle scuole elementari portavano un fiore presso la lapide sotto i portici del municipio, benedetta dal parroco don Antonio Pettiti. Gli interventi del sindaco Gianpiero Giacosa, del consigliere regionale Pier Francesco Toselli e del presi-

I ruderi del castello di Vottignasco in un disegno d’epoca

Recentemente una squadra di volontari del paese ha liberato le mura sbrecciate del castello dalla folta e disordinata vegetazione che le avvolgeva da parecchio tempo, rendendo un buon servizio ai proprietari e agli estimatori dei monumenti antichi. Il maniero fu costruito nella seconda metà del XIII secolo, per difendere il territorio del Marchesato di Saluzzo dagli attacchi dei soldati mer-

cenari, reclutati dai Signori a quell’epoca continuamente in guerra per ampliare i loro domini. Nell’estate del 1340 i Falletti divennero proprietari del castello, circondato da un fossato in cui i soldati di guardia immettevano l’acqua, mediante un ingegnoso congegno idraulico, vedendo sopraggiungere il nemico. Più di duecento anni dopo, Giovanni Lodovico Bolleri, signore di Cen-

tallo, che dopo aver abbandonata la carriera ecclesiastica, intrapresa per compiacere i genitori, era diventato un feroce brigante, lo espugnò alla testa dei suoi uomini, che però non poterono abbattere le mura perimetrali, essendo spesse quattro metri. Oggi Giovanni Olocco, un anziano del paese, ricorda che da ragazzino giocava con i suoi coetanei sullo spiazzo erboso all’interno del maniero, e gli piaceva nascondersi all’imbocco di un cunicolo, ingombro pochi metri più avanti di detriti inamovibili, che un tempo collegava il castello di Vottignasco a quello di Villafalletto. E sotto il regime fascista, il

Giovanni Olocco

sabato pomeriggio andava ad assistere alle esercitazioni di tiro al bersaglio, allestito nel castello dagli “avanguardisti”, che usavano il moschetto, un’arma da fuoco portatile con canna corta, munita di baionetta pieghevole. Giovanni Bosio

Nuovo mezzo per la Protezione civile Il Comune ha acquistato un nuovo autocarro leggero ad uso dell’area tecnica e del locale Gruppo di Protezione Civile. Il nuovo mezzo è un Peugeot Boxer 35, prima immatricolazione nel maggio 2008 e che ha percorso quasi 34 mila km, in ottime condizioni di tenuta, sia meccaniche che di carrozzeria. L’acquisto è stato possibile grazie a un contributo di 15.000 euro elargito dalla Fondazione CRT.


caramagna - monasterolo

CARAMAGNA Dopo i lavori di restauro dell’associazione “L’Albero Grande”

Rinasce la SS. Annunziata

Gli affreschi della Cappella SS. Annunziata sono stati restaurati

Si terrà sabato 19 novembre alle ore 15, presso la chiesa parrocchiale Assunzione di Maria Vergine, l’inaugurazione del restauro dei dipinti della Cappella SS. Annunziata, la più antica e preziosa delle cappelle laterali della chiesa, risalente alla metà del Cinquecento. Essa è stata interessata da importanti opere di restauro pensate e volute dall’Associazione Cul-

CARAMAGNA

turale “L’Albero Grande”, costituita nel maggio 2008 da un gruppo di amici con in comune l’amore per la cultura e le tradizioni locali, che oltre che ad aver curato il progetto, si è fatta promotrice della raccolta fondi per il finanziamento di questa importante opera di rivalorizzazione del patrimonio storico-artistico locale, ribadendo il proprio interesse ed il proprio impegno per la salva-

guardia di questo patrimonio. La cappella restaurata fu la prima delle cappelle costruite dopo i lavori di ampliamento della chiesa, quando vennero aggiunte le due navate laterali, a partire dall’anno 1518. È strutturata in più aree dipinte, tutte rigorosamente restaurate e pronte per essere mostrate a tutti dopo un lavoro di circa un anno, articolato in diverse fasi, che porterà alla luce la bellezza di questi beni. Il trascorrere del tempo, l'incuria e le infiltrazioni di acqua avevano compromesso in parte i dipinti e la stabilità stessa della costruzione che necessitava di urgenti lavori di risistemazione. Il restauro iniziato nel 2010 è proseguito per oltre un anno incontrando non poche difficoltà che hanno portato i lavori protrarsi oltre i tempi previsti necessitando di opere di consolidamento statico della struttura. Con l'inaugurazione saranno restituiti al pubblico i dipinti originari di raffinata fattura e di delicata esecuzione.

«La nostra associazione è divisa in due sezioni – ha affermato il presidente Luigi Bono –. La prima storica, la seconda artistica, dove vengono promossi progetti destinati al recupero e alla valorizzazione di beni culturali». Per l’occasione sarà esposta la riproduzione del quadro cinquecentesco, proveniente dalla scuola del Dolce, voluto per consentire ai caramagnesi e fedeli di vedere com’era la cappella in origine. Questa importante opera fa parte del progetto “Saper Donare” ed è stata realizzata con la collaborazione della Fondazione CRT e di privati, come le famiglie Osella e Gallo. All’inaugurazione saranno presenti Giovanni Quaglia, vicepresidente della Fondazione CRT, Walter Canavesio, soprintendente per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologi del Piemonte, Bartolomeo Bruno, direttore dei lavori e la restauratrice Chiara Bettinzoli. Giulia Porchietto

Biblioteca in gita

Che bella Vercelli “Una sorpresa, sia per i tesori nascosti che per le bellezze palesi”: questo il giudizio dei partecipanti alla visita a Vercelli, domenica scorsa, organizzata dalla Biblioteca Civica. Una comitiva di oltre quaranta persone, guidate dalla consigliere comunale e coordinatrice della Biblioteca Daniela Oddenino, in maggioranza caramagnesi (tra cui il sindaco Mario Riu, l’assessore Marco Osella, la presidente della Casa di Riposo Agnese Osella) con un gruppo di Sommariva Bosco, tra cui l’assessore alla cultura Serenella Pinca. Le emozioni delle visite al Museo Borgogna, alla Cattedrale Sant’Andrea e al Museo Leone, ma anche una semplice passeggiata sulla Piazza Cavour, hanno rivelato veramente una “città d’arte”, com’è scritto sui cartelli all’ingresso del Comune. L’accoglienza proposta dal vercellese Ernesto Piero Concio, cittadino onorario di Caramagna e

19

CARAMAGNA Premiazione dei donatori benemeriti

Pranzo sezione Avis Il presidente della sezione Avis, Claudio Bono, ricorda a tutti i soci avisini che l’annuale pranzo sociale si terrà domenica 20 novembre al Ristorante “Il Lago dei Salici” (costo: 30 euro per gli adulti, 15 euro per i bambini fino a 10 anni, gratuito per i donatori). Sarà preceduto dalla S. Messa in parroc-

chia a ricordo dei soci defunti. Al pranzo sono invitati a festeggiare anche familiari e simpatizzanti. In tale contesto, poi, saranno effettuate le premiazioni dei donatori benemeriti e saranno coinvolti i nuovi donatori con un simpatico omaggio. La giornata sarà allietata dalla musica di un’orchestra.

CARAMAGNA Beneficienza con il Gruppo Giovani

Solidarietà per i “Nasi Rossi” l Gruppo Giovani di Caramagna invita alla Cena di Beneficenza che si terrà sabato 19 novembre, alle ore 20, presso il Salone dell’Oratorio in piazza Castello a Caramagna. Le cuoche del Gruppo Giovani proporranno il seguente menu: tre antipasti, un primo, un secondo con contorno, dolce, caffè, e acqua; chi vuole il vino dovrà portarselo da casa. Offerta minima per la cena 16 euro per gli adulti, mentre per i bambini dai 5 anni in su 1 euro per ogni anno di età. I proventi saranno devoluti a favore dell’Associazione “Vip Viviamo In Positivo” nata nel 1997 a Torino. Si tratta di un’as-

sociazione Onlus che si occupa di volontariato-clown in ospedali, comunità per bambini, case di riposo. Conta ad oggi 200 soci ed opera presso l’Ospedale Regina Margherita, l’Ospedale Maria Vittoria, l’Ospedale Martini, le strutture ospedaliere Giovanni Battista e Molinette, l’Istituto Penitenziario Minorile Ferrante Aporti di Torino, la casa di riposo di San Mauro e l’Ospedale di Chivasso. Prenotazione entro venerdì 11 novembre da Tabaccheria Bertero, Macelleria Bono, e Panetteria Aria; per ulteriori informazioni si può contattare il numero 346.5214349.

CARAMAGNA Ha rilevato la gestione di un caffè

Monica, la “nostra” barista

La comitiva caramagnese-sommarivese davanti a Sant’Andrea di Vercelli

dalla signora Maria sua consorte, «ha senz’altro facilitato queste sensazioni positive, che hanno spalancato non solo le porte, ma anche l’ospitalità di chi ci ha accompagnato a conoscere i due musei, compreso il benvenuto dell’assessore cittadino alla cultura, Pier Giorgio Fossale. Sicuramente è rimasta la voglia di tornarci, se non altro per vedere il celebre dipinto di

Angelo Morbelli, “La monda del riso (Per Ottanta Centesimi)” o il preziosissimo “Vercelli book”, entrambi fuori sede in questo periodo. Ed anche per degustare la “panissa” e le altre specialità vercellesi, offerteci domenica con generosità ed abbondanza dai coniugi Concio a cui va il grazie di tutti noi» dicono i partecipanti all’escursione.

MONASTEROLO Incontro con i ragazzi della primaria

MONASTEROLO Rapina in casa con gli inquilini

Protezione civile a scuola

Scatta l’allarme furti

La scuola di Monasterolo ha incontrato la Protezione civile

La mattina di martedì 8 novembre, i ragazzi delle scuole elementari di Monasterolo, si sono cimentati con una materia del tutto diversa dalle solite: è stata organizzata una mattinata dedicata a come affrontare emergenze come i terremoti, le alluvioni e più semplicemente incendi, incidenti stradali ed infortuni domestici. Voluta ed organizzata da Romano Alesso e Romeo Aita rispettivamente responsabile e vice responsabile della protezione civile locale che hanno accompagnato nella scuola Paolo Stacchi-

mercoledì 16 novembre 2011

ni, presidente della Commissione Scuola della Protezione Civile di Cuneo. Durante le ore di lezione, Stacchini ha insegnato ai ragazzi le nozioni fondamentali nel campo della sicurezza, ma anche la conoscenza delle varie forme di pericolo a cui si può essere esposti e le norme di comportamento da seguire nelle situazioni a rischio. In questo modo i ragazzi vengono coinvolti attivamente ed invitati a ricercare, attraverso un giusto comportamento, il modo migliore per affrontare l’emergenze. Renzo Otella

Monasterolo può anche essere considerata una cittadina tranquilla? a domanda è d’obbligo se pensiamo che nelle ultime due settimane sono stati commessi ben sei furti. Gli ultimi dei quali nei confronti del bar El Canton – qui oramai è la sesta volta che rapinano gli incassi delle macchinette di videopoker – e nella serata di lunedì 14 novembre un’abitazione privata nella zona verso Scarnafigi. Verso le 19.30, marito e moglie si sono trovati due rapinatori dentro la propria casa:

il furto è stato irrisorio (sempre solo i portafogli), ma la paura corsa dai due coniugi certamente tanta. Da parte dell’Amministrazione comunale si sono interessati i vertici territioriali dell’Arma dei Carabinieri (il Capitano Campaldini e il Maresciallo Mandaglio, comandanti della Compagnia di Savigliano e della stazione di Scarnafigi) e della Polizia Locale (il comandante Marco Odasso) per trovare le adeguate contromosse contro questa recrudescenza della criminalità. Pa. Bi.

Si festeggiano i nati nel 1956: tanti auguri Domenica 27 novembre i monasterolesi nati nel 1956 festeggeranno il loro 55° anno di età. Alle ore 11 sarà celebrata una Messa di ringraziamento nella parrocchia, a cui seguirà una visita al cimitero per ricordare anche i coetanei meno fortunati. I festeggiamenti inizieranno con un aperitivo e lauto pranzo a base di fritto misto presso il ristorante “Gusti e Sapori” di Ruffia e proseguiranno per tutta la giornata. Chi non avesse ancora dato la propria adesione, è pregato di farlo subito chiamando Bruna Alberione al 348.2329595. L’invito è rivolto anche a mariti, mogli, conviventi, compagni, compagne dei favolosi cinquantacinquenni monasterolesi.

Alessia Berardo e Monica Capello nel bar di Saluzzo

Riceviamo dal sindaco Mario Riu e pubblichiamo. La nostra concittadina Monica Capello (a destra nella foto) ha rilevato la gestione del caffè Le Corti, in via della Resistenza a Saluzzo, assieme ad Alessia Berardo. Con l’assessore Marco Osella abbiamo partecipato volentieri all’inaugurazione, in un bellissimo locale in una zona nuova e pre-

stigiosa della capitale del Marchesato, portando una composizione di fiori con due “CC” bianche in campo rosso che richiama lo stemma del Comune su cui è riportata la scritta “concordia et constantia”. Al centro di Saluzzo (mia città natale, tra parentesi), ci sarà un po’ di Caramagna: con orgoglio, grazie Monica e auguri di buon lavoro!

BREVI DA CARAMAGNA

Diagnosi precoce del cancro Conferenza con Dario Crosetto Il ricercatore Dario Crosetto, che opera negli Stati Uniti, terrà una conferenza venerdì 18 novembre, alle ore 21, nella Sala Consigliare del Municipio, su invito della Parrocchia e del Comune. Inventore di una tecnologia innovativa, denominata 3D-CBS (Total Body screening in 3-D), vincitore lo scorso giugno del premio “Leonardo Da Vinci” per la soluzione più efficiente nel rilevamento delle particelle finalizzata alla diagnosi precoce del cancro ed altre malattie degenerative. Originario di Monasterolo, ricercatore da oltre 25 anni in Italia e negli Stati Uniti, in particolare nel Texas, durante gli ultimi anni ha utilizzato l’esperienza accumulata in campo diagnostico per progettare questa sua invenzione che verrà presentata nell’incontro a cui è invitata tutta la popolazione.

Mostra bovini razza piemontese Due premi all’allevamento Luino A Caramagna sono arrivati due premi della XXXII Mostra nazionale Bovini di razza Piemontese. Che si è tenuta al Miac di Cuneo sabato 5 e domenica 6 novembre. Nella categoria Tori di oltre 36 mesi secondo classificato “Muschio” di Edoardo Luino; e dello stesso allevatore è “Quercia”, il campione della categoria Manze da 24 a 30 mesi.


20

mercoledì 16 novembre 2011

BREVI DA VILLANOVA

Simone Alberto neo cavaliere Insignito dal prefetto a Cuneo Ci sarà anche un villanovese, sabato 19 novembre, alle ore 11, presso la Prefettura di Cuneo, tra gli insigniti delle Onorificenze al Merito della Repubblica Italiana. Riceverà, dalle mani del Prefetto Patrizia Impresa, il diploma di neo Cavaliere Simone Alberto, sindaco dal 1990 al 2004, poi vice sindaco ed attualmente consigliere di minoranza. Alla cerimonia presenzieranno i parlamentari della provincia, forze dell’ordine, autorità civili e militari.

Consiglio comunale Gestione impianti sportivi Lunedì 21 novembre, con inizio alle ore 20.30, si terrà una seduta del Consiglio comunale. Tra i punti all’ordine del giorno, l’affidamento della gestione degli impianti sportivi comunali alla Polisportiva Villanovese e alla Asd “Amatori Villanova Solaro”; l’acquisizione al patrimonio comunale della struttura “Gazebo“ ubicata nel Parco Comunale; la deroga all’approvazione della direttiva comunale per l’installazione di impianti solari e fotovoltaici. Ancora, l’istituzione della nuova Biblioteca comunale e l’approvazione regolamento e conseguente adesione al sistema bibliotecario di Fossano. Ultimo punto riguarda la modifica ed integrazione della deliberazione del Consiglio Comunale n. 20 del 19/05/2003, avente per oggetto “Benefici di cui all’art. 12 della Legge n. 488 del 23/12/1999 a favore delle frazioni e delle aree del Comune non metanizzate. Individuazione”.

PAESI

Soddisfatta Confagricoltura Cuneo

Buona la campagna mais 2011 Sulla campagna di raccolta 2011 del mais, tecnici e produttori di Confagricoltura Cuneo sono in totale sintonia, soddisfatti del buon esito delle operazioni favorite dal meteo che, dopo un inizio d’estate incerto, ha regalato ampie giornate di sole. Il punto fermo è la qualità del prodotto. Le abbondanti precipitazioni del mese di luglio hanno, infatti, favorito una buona fioritura e permesso di limitare gli interventi idrici. «La campagna del mais è andata bene, con rese nella media ed un prodotto con scarsa umidità – ha spiegato Davide Risso, tecnico di Confagricoltura zone di Saluzzo e Savigliano –. L’estate senza fine ha favorito un prodotto di ottima qualità». Dello stesso parere anche

Pierdino Olivero, titolare di un’azienda cerealicola a Racconigi: «Il mais è ottimo anche per quanto riguarda quello seminato in secondo raccolto. Le rese sono inferiori rispetto al 2010 che, però, era stato un anno record a livello quantitativo». Hanno funzionato interventi per contrastare la diabrotica. «La qualità della granella è ottima e le produzioni sono nella media, anche se il caldo anomalo ha influito su rendimenti più bassi nelle zone non irrigue – ha detto Giuseppe Martini di Cavallermaggiore –. Quest’anno, inoltre, si è trattato molto per contrastare la diabrotica che, così, non ha potuto minacciare i nostri raccolti». «La speranza – ha concluso Risso – è che le quotazioni del prodotto non scendano ulteriormente».

villanova - murello

VILLANOVA Oltre alle bancarelle, alcune iniziative per la scuola materna

San Martino per l’Asilo infantile Un sole caldo e primaverile ha fatto da cornice alla Fiera di San Martino che si è svolta la scorsa domenica. La gente che è accorsa si è dipanata tra le macchine agricole e le varie bancarelle situate in piazza Vittorio Emanuele e in via Sebastiano Gaido. Molti dei visitatori hanno, poi, voluto dare una mano all’Asilo Delfino Rinaudo Colonna: come negli anni scorsi, infatti, sono state organizzate alcune iniziative il cui ricavato andrà a favore della scuola infantile. Vediamole in dettaglio. “Un dolce aiuto per l’Asilo”. 58 le torte che sono state donate da mamme, nonne, ispettrici, amministratori , a cui si sono uniti dolcetti vari (muffins, croccanti di riso soffiato, salatini, biscotti con i cornflakes) come al solito molto apprezzati. Moltissime persone hanno comprato il dolce per il pranzo della festa dal banchetto dell’asilo. Non isolati i casi in cui la mamma dona la torta e il bimbo “obbliga” il papà a comprare la torta della mamma. Alcuni dolci sono ormai diventati dei classici (crostata di Laura, torta di mele di Giovanna, salatini di Sabina) e vengono richiesti espressamente dai clienti più golosi. “Stima a sorpresa”. Una car-

MURELLO

riola di legno riempita con vari tipi di frutta di stagione (castagne, cachi, nocciole, fichi secchi, arachidi, noci) di cui si doveva stimare il peso complessivo. Vincitore del 1° premio (bici CRS) i signori Nicoletto di Polonghera che hanno stimato Kg 42,400; 2° premio (il contenuto della carriola) il signor Bertone di Villanova Solaro che ha stimato Kg 42,372. Il peso esatto della carriola era di Kg 42,683 “Tiro con le freccette”. Vincitore del 1° premio (valigia con set coltelli completo semi professionale) il signor Lantermino Antonio di Villanova Solaro che con una serie di 6 freccette ha fatto 48 punti. C’era anche la variante: tiro alla mela (una mela legata ad uno spago in movimento). Chi colpiva la mela in movimen-

to vinceva un torrone e nonostante la difficoltà sono stati diversi i partecipanti che non hanno fallito il bersaglio. Nel complesso tutte queste iniziative hanno permesso un ricavato di 1.400 euro. L’Asilo vuole dare un ringraziamento par-

Le bancarelle erano disposte lungo via Sebastiano Gaido

Antiquariato e... polenta e salsiccia

Fiera di Santa Caterina

ticolare alla signora ispettrice Maddalena Rosso Chicco che ha confezionato dei graziosissimi cappellini profumabiancheria alla lavanda e poi li ha donati al banchetto dell’asilo. Nel salone della ex confraternita di San Lorenzo era allestita una mostra di quadri, i ceselli su rame di Michelangelo Ambroggio, un villanovese molto conosciuto e apprezzato per i suoi lavori; e i quadri a piccolo punto di Joanna Lungu, una romena che ha sposato un villanovese. Si tratta di un lavoro di ricamo molto particolare per la sua precisione (ogni centimetro quadrato di tela contiene 100 punti e si stima che in un quandro di media grandezza ci siano circa 65.000 punti di ricamo). Paolo Biancardi

MURELLO Sul campo, i piccoli del Racconigi

I pulcini si allenano “fuori casa” Molti murellesi avranno già notato che il lunedì e il mercoledì sera, dalle 18 alle 19, il campo sportivo nel centro del paese si riempie di piccoli calciatori in tute blu. Si tratta dei “pulcini” dell’Adc Racconigi. A partire da questa stagione i piccoli racconigesi si alle-

Laurea Lo scorso 9 novembre, la murellese Romina Bori ha conseguito la laurea magistrale in psicologia clinica e di comunità presso l’Università degli Studi di Torino discutendo la tesi “Rorschach, Cat e altri test per l’infanzia”. Alla neo-dottoressa, che ha ottenuto il brillante punteggio di 109/110, le più sincere congratulazioni dalle nipoti Federica, Sara e Carola, dai famigliari e dagli amici.

Volontari ed amministratori dell’Asilo allo stand “per un dolce aiuto”

nano, infatti, nel campo del paese. «Nella terra fertile di Murello germogliano anche i bambini – commenta sorridente il primo cittadino – abbiamo accolto con favore la richiesta dell’Adc Racconigi: i bambini che si allenano due sere la settimana portano una ventata di vivacità in paese». Silvia Godano

Il tradizionale banco dei bambini non può mancare a S. Caterina

Per le vie del paese torna la fiera di S. Caterina: domenica 20 novembre un colorato mercatino delle pulci e dell’antiquariato si snoderà per le vie del centro. E, come ogni anno, alle ore 12 il cabaret in piazza della Chiesa aprirà i battenti: lo staff della Pro Loco vi attenderà con fumanti pentoloni di polenta e salsiccia. Sarà altresì possibile prendere polenta e salsiccia “da asporto” da gustare nelle proprie case: basterà munirsi di una casseruola o di un contenitore. S.G.

I pulcini del Racconigi che si allenano sul campo di Murello

MURELLO I volontari hanno voluto far conoscere la loro opera

Incontro con la Protezione Civile Sabato 5 novembre si è tenuto un incontro tra gli scolari di Murello ed i volontari della Protezione civile. «Ci hanno illustrato, tramite diapositive, il lavoro che svolgono – hanno detto le insegnanti Erminia e Valentina –. I volontari si occupano sia di attività per la difesa dell’ambiente nel territorio di Murello e zone limitrofe (ad esempio pulendo i boschi da discariche abusive, o pulendo le sponde dei fiumi), che di attività di emergenza (come gli aiuti che hanno portato in Abruzzo in seguito al terremoto)». Purtroppo l‘incontro è stato breve a causa del maltempo: a tal proposito il sindaco di Murello ha proposto un’al-

La protezione civile ha voluto incontrare i ragazzi a scuola

tra giornata, in data da stabilire, con la Protezione civile e

l’unità cinofila per attività dimostrative.


mercoledì 16 novembre 2011

COMMERCIO L’Ascom

21

promette

«Non ci arrenderemo» ALBERATE Verifiche statiche, visive e strumentali sulle piante

Per la sicurezza dei cittadini Sono iniziati la scorsa settimana i lavori di messa in sicurezza e riqualificazione delle alberate comunali, necessari per eliminare qualsiasi fonte di rischio a persone e cose in seguito alla caduta di alberi o rami. «Purtroppo la scorsa estate è successo, soprattutto durante i temporali, che grossi rami si staccassero dagli alberi e cadessero a terra, fortunatamente senza danni a persone, ma danneggiando seriamente alcune auto – spiega l’assessore al Verde Andrea Beltrando –. È così stato necessario, in linea con le vigenti normative, far effettuare da un tecnico altamente qualificato e competente la verifica statica, visiva e strumentale delle alberate comunali. Ciò ha permesso di comprendere, con dati certi avvalorati da analisi strumentali, che alcuni alberi presentano difetti a livello tecnologico e strutturale tali da dover essere abbattuti e sostituiti con nuove specie, mentre su altri si dovrà intervenire con potature di messa in sicu-

Un grosso ramo caduto su un’auto lungo il viale della Stazione rezza». Per gli interventi sulle alberate di piazza Castello e piazza IV Novembre, aree di difficile accesso e più delicate, è stata interpellata una ditta specializzata con all’interno personale esperto in treeclimbing, una tecnica di lavoro sugli alberi innovativa ed ecocompa-

tibile. Gli interventi sulle aree verdi di via Alfieri, della scuola materna, via del Bastone, via Divisione Alpina Cuneense, piazza Mazzini, viale della Stazione e dei giardini adiacenti la stazione verranno invece eseguiti da Gianni Alloa, Alfredo Bottan e Renzo Rubiolo della squa-

dra operai del Comune, con l’aiuto dei volontari della Protezione Civile-Ana guidati da Gianni Bertino Fiolin. Gli interventi sui platani sono stati autorizzati dal Settore Fitosanitario della Regione Piemonte, così come previsto dal Decreto ministeriale 17/04/1998 e circolare ministeriale n. 33686 del 18/06/1998 per la lotta obbligatoria contro il cancro colorato del platano. Spiega il tecnico comunale Fabrizio Rogato: «I tigli presenti in viale della Stazione verranno interamente sostituiti con altri più giovani in quanto molti individui, come emerso dalla relazione tecnica V.T.A., presentano gravi anomalie e problemi di stabilità e creano una fonte di rischio soprattutto a causa della loro localizzazione in un’area di forte passaggio ed in considerazione del fatto che eventi temporaleschi potrebbero innescare fenomeni di rottura parziale o totale improvvisa».

POLITICA Il rappresentante dell’Italia dei Valori pone la propria candidatura

Simone: «Alle elezioni ci sarò anch’io» Per le elezioni comunali di questa primavera si prospettano più liste e più candidati sindaci, almeno stando alle novità che si presentano settimana dopo settimana. L’ultimo a dichiarare la propria intenzione ad essere della partita è Giuseppe Simone, 54 anni, impiegato amministrativo presso la Soprintendenza dei Beni Artistici del Piemonte. «Per me non è così importante diventare sindaco – esordisce –. Il mio desiderio è quello di fare parte della macchina amministrativa comunale per dare il mio contributo alla città». Fedelissimo di Di Pietro e del consigliere regionale Tullio Ponso sin dalla fondazione del partito dell’Italia dei Valori, nel marzo 1998, Simone si mette dunque a disposizione della comunità. Ha già contattato qualcuno, o è sta-

to contattato? «No. Finora nessuno mi ha cercato e nemmeno ho avuto contatti. Se qualche lista mi proporrà uno spazio sono disponibile, naturalmente a condizione che porti avanti idee valide e da me condivisibili. Non m’interessa spaccare l’elettorato. Qualora non succedesse, sono deciso a fare una lista per conto mio». Chi c’è con lei? «Ci sono alcuni giovani, ma nomi non ce ne sono ancora. L’Italia dei Valori prende sempre parecchi voti a Racconigi, ma è tutta gente che non ama esporsi». Perché ha deciso di scendere in campo? «Perché vorrei dedicarmi in particolare ai giovani: li vorrei incontrare, parlare dei loro

problemi e fare delle cose insieme. I governi che si sono alternati in Italia non hanno fatto granché a questo proposito. E poi vorrei lavorare sul turismo in generale, proporre delle manifestazioni diverse dalle attuali, studiare un modo affinché i visitatori del castello trovino anche interesse a visitare il centro della città». Ha già qualche Giuseppe Simone idea? «L’argomento è allo studio. Tutto è possibile, tutto è fattibile». b. bec.

La ricetta di Bartolo Fossati

Prendersi cura dei fiumi

Sono negli occhi e nei cuori di tutti le terribili immagini dell’alluvione che ha colpito le settimane scorse la nostra penisola ed in particolare la Liguria. In pochi giorni prima la magnifica zona delle Cinque Terre, patrimonio dell’Unesco, e poi la città di Genova sono state messe in ginocchio da acqua, fango e frane. La domanda che sorge spontanea è: si potevano evitare questi eventi devastanti? Certo, come ci hanno insegnato fin da bambini, nulla si può fare contro il tempo, ma è anche vero che alcune scelte compiute da noi uomini negli ultimi decenni hanno dato manforte, in questa e in tante altre tristi circostanze, alla forza distruttiva della

natura. Il problema delle alluvioni e delle loro conseguenze è una questione che riguarda praticamente tutta l’Italia. Basti pensare che negli ultimi cinquant’anni nel nostro Paese si sono verificate ben 300 alluvioni gravi. Ci sono regioni che ne soffrono maggiormente. Una di queste è proprio il Piemonte, il cui territorio risulta il più soggetto a straripamenti e inondazioni. «L’alluvione – spiega Bertolo Fossati, consigliere con delega all’Agricoltura e presidente del Consorzio di II grado della Pianura cuneese e torinese – consiste nello straripamento di corsi d’acqua, soprattutto in seguito a piogge torrenziali».

e disastri annessi) mentre Racconigi vuole fare dei passi in avanti (Savigliano, Genola, Mondovì, ecc. li hanno già fatti!); - gli sforzi fatti per qualificare il commercio nel centro storico verranno completamente vanificati da progettazioni dirette a spingere la gente fuori dal centro stesso; - l’area individuata, a ridosso del viale monumentale, va tutelata e salvaguardata, non edificata; - i comuni che oggi hanno il coraggio di fare una scelta in controtendenza sono quelli che domani non si troveranno ad affrontare la difficile riqualificazione di fabbricati dismessi; - una volta che un prato è stato trasformato in una costruzione, non ritornerà mai più ad essere un prato». «In ogni caso il lavoro e le azioni di Confcommercio zona di Savigliano non si fermano qui – conclude il comunicato –. Sono allo studio altre azioni (tra cui quelle legali) per riportare questa decisione sul terreno di un confronto necessario, ma che fino ad ora non c’è mai stato».

POLITICA In vista delle elezioni di primavera

Questionario del Pd Il Partito Democratico di Racconigi organizza due iniziative. La prima riguarda principalmente gli iscritti e i simpatizzanti e consiste nella convocazione di una Assemblea, nel giorno di giovedì 24 novembre (ore 21, nella sede di Via Roma 6), nella quale si ripercorrerà il lavoro svolto dal partito fino a questo momento e si discuterà dell’importante appuntamento delle elezioni amministrative in programma per la primavera del 2012. La seconda iniziativa riguarda l’invio di un questionario a tutte le famiglie, attraverso il quale viene chiesto ai cittadini un parere su alcuni servizi o strutture presenti a Racconigi e di esprimere delle idee e delle proposte su quelli che, secondo loro, sa-

rebbero necessari ma ancora non esistono. I cittadini avranno fino al 15 dicembre per rispondere alle domande e potranno riconsegnare il questionario, in forma anonima, ai banchetti del Pd situati il giovedì mattina ed il sabato pomeriggio in piazza in occasione del mercato, oppure alla “Saletta XXV Aprile” in via Roma 6, di persona o riponendolo nella cassetta della posta fuori dalla porta. «Sottolineando l’importanza della partecipazione del maggior numero di persone possibile all’iniziativa – affermano i dirigenti del Pd –, invitiamo la popolazione a partecipare, per non privarci e non privare Racconigi, dell’importante contributo che ciascuno può dare».

BREVI DALLA CITTÀ ALLUVIONI

Così si presentava il torrente Maira nei giorni della grandi piogge

Nell’ultima seduta del Consiglio comunale sono state approvate le modifiche al Piano Commerciale ampliando la superficie massima di vendita concedibile dagli attuali 900 mq a 2.500. La Confcommercio, zona di Savigliano, ritorna sull’argomento con un comunicato stampa in cui ricorda il lavoro fatto in questi mesi per sensibilizzare la cittadinanza ad opporsi alla modifica: assemblee generali (di cui una con ospite l’assessore regionale Casoni), ricerca di prese di posizione autorevoli (Gancia della Provincia,Vercellotti dell’ATL, Costa del Parlamento, Cirio della Regione, Bravi del Coni), raccolta firme nei negozi, incontri con la Sovrintendenza, ecc. «Il tutto – spiega l’Ascom di zona – volto a cercare di far vedere ai miopi ciò che tutti ormai vedono, e cioè: - il commercio è al collasso, l’offerta supera la domanda ed i consumi sono in picchiata; - l’ambiente non regge ulteriore cementificazione. L’Italia si sta rendendo conto che bisogna fare dei passi indietro (vedi alluvioni

Le inondazioni esistono da sempre, ma è soprattutto negli ultimi anni che hanno assunto proporzioni preoccupanti e appaiono sempre più disastrose per le persone e le loro proprietà. «Il problema delle inondazioni – racconta il consigliere Fossati – è strettamente legato allo stato dei suoli e alla loro capacità di trattenere le acque piovane. Questa capacità dipende in buona parte dalla presenza o meno di piante sul territorio». Le chiome e le radici degli alberi, infatti, intercettano notevoli quantità d’acqua, sottraendole al deflusso superficiale. Negli ultimi anni, però, a causa del disboscamento e della scarsa manutenzione delle aree boschive che permangono, si è reso il terreno sempre più fragile e incapace di regolare i flussi d’acqua. A ciò si aggiunga la questione della cementificazione: costruendo edifici nelle zone limitrofe ai torrenti si rendono tali terreni incapaci di assorbire le precipitazioni. «Un altro problema – prosegue Fossati – riguarda la gestione dei fiumi. Fino a non molti anni fa era tutta la

comunità che si occupava della pulizia dei corsi d’acqua. Chiedendo un permesso al Comune, ad esempio, era possibile sottrarre all’alveo del fiume ghiaia e sabbia da utilizzare in ambito edilizio e legna per uso personale». Da quando ciò non è più permesso, grandi quantità di materiale fluviale si sono accumulate sul fondo dei torrenti, provocando un innalzamento del letto dei fiumi e dunque un maggiore rischio di esondazioni. Quali sono, in conclusione, le possibili soluzione che si potrebbero mettere in atto nei prossimi anni? Come suggerito dai geologi, occorrerebbe favorire il rimboschimento lungo i corsi d’acqua e attuare interventi di sistemazione idraulica che non vadano ad intaccare il naturale equilibrio dei fiumi. E perché non optare, come ricordato dal consigliere Fossati, per un risveglio delle singole coscienze, tornando a pensare ai nostri fiumi come fonti di risorse e dunque come luoghi di cui prendersi cura tutti insieme?

Sapori somali alla cena annuale dell’Associazione Mandacarù

Le donne somale preparano la cena dell’Associazione Mandacarù Un centinaio di commensali hanno partecipato sabato sera alla cena sociale dell’Associazione Mandacarù nei locali della parrocchia di San Giovanni. Il menù, cucinato dalle donne somale ospiti presso Ville Sacchetto, comprendeva sambus (pasta ripiena), riso con pollo e verdure, ancero (spezzatino con verdure in salsa piccante), ciambella dolce e per finire caffè somalo speziato.

Rifondazione: Luciana Fossati entra nel Comitato politico federale Nel corso del congresso provinciale del Partito della Rifondazione Comunista, tenutosi domenica scorsa a Cuneo alla presenza del consigliere regionale della Federazione della Sinistra, Eleonora Artesio, la racconigese Luciana Fossati è stata eletta nel Comitato Politico Federale del partito. Fabio Panero è stato riconfermato segretario provinciale.


22

racconigi

mercoledì 16 novembre 2011

CORSO Per accogliere meglio i turisti

Incubatore giovani Una trentina di giovani appositamente selezionati parteciperà presso AscomForma, Agenzia Formativa di Confcommercio Cuneo, a un corso di formazione dal titolo “I servizi di accoglienza nella provincia cuneese. Incubatore giovani: nuove governance per diventare imprenditori del territorio”, al fine di creare una rete provinciale di gestione innovativa dell’accoglienza turistica. L’iniziativa, promossa da Ente Turismo Alba Bra Langhe e Roero, Azienda Turistica Locale del Cuneese e Associazione Le Terre dei Savoia, risponde a una sentita esigenza: quella di strutturare meglio l’organizzazione delle risorse culturali, ambientali ed enogastronomiche del territorio per assicurare ai turisti servizi efficienti e coordinati. Prendendo spunto dai Network di Benvenuto già operanti in Europa, il corso formerà nel cuneese una rete di “Narratori del Territorio” distribuiti su circa quindici aree sperimentali, cui spetterà il compito di accogliere i turisti con uno stile unificato e distintivo, promuovendo il patrimonio provinciale nel suo in-

sieme e non limitato al singolo luogo, con un nuovo approccio basato sulla “personalizzazione” del soggiorno e una particolare attenzione alle esigenze di famiglie e bambini. I Narratori del Territorio saranno organizzati come un unico gruppo di lavoro attraverso l’utilizzo degli strumenti oggi offerti dalle tecnologie Internet del mondo web 2.0. Sarà loro compito anche quello di gestire e valorizzare congiuntamente le iniziative di rilievo dei vari Comuni interessati. Il corso di formazione sottende l’obiettivo di avviare nuove forme di imprenditoria giovanile capaci di costruire attività di reddito grazie alle opportunità offerte da recenti incentivi legislativi e dal supporto di ATL,Terre dei Savoia e Confcommercio. La prima lezione è in programma venerdì 18 novembre, il termine del corso è previsto per il 3 febbraio 2012. Il progetto si inserisce nel più ampio contesto di cooperazione transfrontaliera italo-francese promosso dalla Comunità Europea nell’ambito dei programmi PIT Alcotra.

MOSTRA Fino a domenica nella chiesa di San Giovanni Decollato

Pirlato nei cento anni dalla nascita San Giovanni Decollato ospita la prima mostra in ricordo di Nino Pirlato nei cento anni della nascita. Una seconda, più ampia, esposizione dei quadri del pittore racconigese verrà inaugurata il 26 novembre nel castello reale. Pirlato ben merita questi riconoscimenti. Di lui ha scritto il vicedirettore dell’Accademia Albertina Gianni Busso: “Oltre la bravura tecnica, oltre le lezioni ottimamente digerite di Chardin e Baschems, quello che veramente colpisce è la poesia del silenzio delle nature, non morte ma silenti”. A San Giovanni Decollato, accanto alle sue opere, ci sono numerosi quadri del suo allievo Luigi Argentero, decoratore anch’egli e promotore di questa mostra. «Ho conosciuto Nino negli anni 70 – ci spiega Argentero – e mi sono innamorato delle sue nature morte. Allora ho iniziato a dipingere alla sua maniera, sotto la sua guida. Era un maestro particolare: mi diceva dove stavo sbagliando ma

Opere di Pirlato e di Luigi Argentero in mostra a San Giovanni Decollato non mi indicava mai la via per correggermi. Io allora, a casa, provavo e riprovavo fino a capire il mio errore e risolverlo. È in quel modo che mi ha fatto crescere. In particolare insisteva sulla luce: più luce, più luce, mi ripeteva. Ed io sono partito di lì». Argentero ha lavorato con Pirlato anche come restauratore: «All’inizio degli anni ’80 mi ha voluto

La pellicola di sabato 19 novembre (ore 21) e domenica 20 (ore 16) presso il Salone San Giovanni di via Cesare Billia 10 è “Matrimonio a Parigi”, un film di Claudio Risi con Massimo Boldi, Biagio Izzo, Massimo Ceccherini e Anna Maria Barbera. La settimana del 26-27 novembre verrà proiettato “Jonny English – La rinascita”.

Lelio Canavero al castello reale per insegnare la fiducia in noi stessi Mercoledì 23 novembre, alle ore 21, presso il castello reale, il formatore Lelio Canavero terrà un incontro formativo gratuito, offerto dall’azienda di sicurezza Master Security di Beinette, in occasione della presentazione del libro “Sono il mio Eroe”, un “manuale dentro una storia” che spiega come liberare il proprio talento nella vita e nel lavoro. “Sono il mio Eroe” parla infatti di una persona che si trova in una fase critica della propria vita e, attraverso una guida efficace, sfrutta questa situazione apparentemente negativa trasformandola in un’occasione di crescita personale.

Incontro della Confartigianato per chiarire i dubbi in materia fiscale

La biblioteca di Carlo Alberto nel castello reale

ITALIA 150

Dal mese scorso i visitatori del castello hanno la possibilità di affacciarsi dal salone di ricevimento sulla splendida biblioteca di Carlo Alberto progettata da Pelagio Palagi e realizzata dal Capello interamente in legno di mogano. La biblioteca contiene 4670 volumi, la maggior parte risalenti alla fine del Settecento e alla prima metà dell’Ottocento, anche se è presente tra gli altri un vocabolario di Greco del 1520, due testi del Tesauro della prima metà del Seicento, e alcuni splendidi volumi illustrati del 700, oltre alla celebre copia del manoscritto del “Roman du Chevalier errant” di

Tommaso Marchese di Saluzzo a cui si sono ispirati gli splendidi affreschi della sala. È interessante cogliere l’aspetto maggiormente legato alle inclinazioni personali del giovane sovrano: accanto ai libri storiografici legati alla dinastia sabauda nella biblioteca troviamo infatti libri d’arte e non ultimi, accanto all’opera completa di Shakespeare, i romanzi di Sir Walter Scott e Horace Walpole, che costituiscono uno spaccato della letteratura romantica, addirittura “gotica” che in quegli anni imperversava in Europa e rappresentava un’interessante alternativa di lettura durante i momenti di villeggiatura a Racconigi.

Il Progetto Cantoregi a Torino

L’ultimo spettacolo Spetterà a “Sono incazzato nero” di Berte Bakary chiudere gli spettacoli della rassegna del Teatro Stabile di Torino per i 150 anni dell’Unità d’Italia. Iniziato l’8 febbraio scorso il ciclo dal titolo “Fare gli italiani”, a cura di Mario Martone e Giovanni De Luna, ha fin qui ospitato opere teatrali, dibattiti e approfondimenti ai quali hanno partecipato tra gli altri Marco Revelli, Giuseppe Bertolucci, Antonio Piovanelli, Alfonso Santagata, Ascanio Celestini e Ugo Chiti. Ultimo atto, dunque, venerdì

18 e sabato 19 novembre alla Cavallerizza Reale di via Verdi 9 (ore 20,45), con lo spettacolo del Progetto Cantoregi sul tema più che mai attuale della difficoltà di integrazione vissuta in prima persona dagli immigrati dai paesi africani. «Ogni giorno – spiega l’autore del testo, Berte Bakary – siamo vittime di pregiudizi e discriminazioni sociali ed a complicare ulteriormente le cose si aggiunge il repentino cambiamento delle leggi che regolano la nostra permanenza, nei confronti delle qua-

Mercoledì 23 novembre, con inizio alle ore 21, è in programma presso gli uffici Confartigianato un incontro rivolto agli imprenditori. e dedicato alle tematiche degli accertamenti fiscali, alla sempre più pesante pressione fiscale, al nuovo “regime dei minimi” in vigore dal prossimo anno, ma soprattutto a dubbi e domande degli artigiani. Organizza la Confartigianato Cuneo «Auspichiamo, – afferma il presidente provinciale Domenico Massimino – una folta partecipazione di pubblico. L’informazione e la formazione sono componenti fondamentali della nostra azione sindacale e questi momenti risultano importanti e determinanti per gli imprenditori per poter prendere coscienza della situazione e sviluppare strategie per, se non superare, almeno sopportare meglio questo difficile momento di crisi».

Alla Cavallerizza di Torino si replica “Sono incazzato nero” li è pressoché impossibile stare al passo».

“Sono incazzato nero” è diretto da Koji Miyazaki.

TEATRO “Quat sèire për grignè” nel salone di San Giovanni

La rassegna dialettale prosegue

Gran galà del ciclismo a Racconigi presso le Serre del castello reale Sabato 26 novembre le Serre reali del castello ospiteranno la terza edizione del Gran galà del ciclismo, organizzata da Sportsolution nell’ambito del Progetto CycloMonviso. Interverranno campioni famosi di ieri e di oggi, quali Moreno Argentin, Franco Balmamion, Mirko Celestino, Giorgia Bronzini, Francesco Moser, Davide Rebellin, Nicolas e Stephen Roche ed Italo Zilioli. Durante la cena sarà consegnato il premio Sportsolution. Informazioni e prenotazioni: tel. 0172.370333 oppure grangaladelciclismo@sportsolution.eu

Il Comune è alla ricerca di persone volenterose per coprire i turni della mostra di Pirlato che verrà inaugurata il 26 novembre presso il castello reale. Gli interessati possono rivolgersi in Comune alla Sig.ra Silvia Gilli o all’assessore Elda Minero.

La biblioteca del sovrano

Il film “Matrimonio a Parigi” nel week-end al cinema S. Giovanni

Maria Teresa Mucaria e Marco Donda dell'Associazione Macramè lunedi 21 novembre (ore 20.30), racconteranno presso il cinema San Giovanni la loro esperienza di volontariato con i ragazzi di strada dell'isola di Santiago di Capo Verde. Seguirà rinfresco.

Volontari cercansi per la mostra nel castello

CASTELLO REALE Libri di storia e romanzi d’amore

APPUNTAMENTI

M. Teresa Mucaria e Marco Donda raccontano la loro esperienza africana

accanto a sè nella chiesa di Calizzano – ricorda –. In seguito lui si è ritirato dall’attività, mentre io ho

ancora continuato, lavorando anche nelle due chiese parrocchiali di Racconigi». «Pirlato non era un restauratore – prosegue – ma un pittorerestauratore che, partendo da quel che c’era su un muro, lo completava. Adesso invece il restauro è diventato un lavoro diverso: si è molto più attenti a restaurare quel che rimane, senza intervenire con apporti personali». La mostra di San Giovanni Decollato, organizzata da Parrocchia, Confraternita della Beata Caterina e Circolo L’Aquilone, resterà ancora aperta giovedì 17 novembre (ore 10-12), sabato 19 (1519) e domenica 20 (10-12 e 1519).

Una scena di “Tl’ass mai fait parej” Si è tenuta nella serata di venerdì 11 novembre, presso il Salone di san Giovanni, la rappresentazione del secondo dei quattro spettacoli teatrali “Quat sèire për grignè”, or-

ganizzata dalla Compagnia Teatrale El Fornel - Giovanni Clerico e dall’Associazione Sipari sël Piemont. La divertente commedia della Compagnia Vej e Giovo di Buriasco, divisa in tre atti, dal titolo “Tl’ ass mai fait parej”, scritta e diretta da Alfredo Mariani, ha divertito gli spettatori con una storia ambientata degli anni venti del secolo scorso, dove si vedono moltiplicare e complicare gli inevitabili inconvenienti che ruotano attorno ad un matrimonio, accompagnati dalla comicità della situazione. La rassegna prosegue venerdì 18 novembre (ore 21) con la commedia “La gratarola” di Vittorio Rustichelli con la Compagnia Lj Malinteis di Beinasco. Ingresso 7 euro, prevendite presso la Merceria Gribaudo di Racconigi (tel. 0172. 86325). Giulia Porchietto

La rassegna era iniziata con “La Rapina”


racconigi

ASSOCIAZIONI Premiati i soci ottantacinquenni e la più longeva

Centro Anziani in festa a voi, magari a criticare il nuovo primo cittadino» ci ha scherzato su. Le associazioni sono una risorsa per la comunità e, anche se le difficoltà non mancano, il Centro Anziani continua ad essere un punto di riferimento importante per molti racconigesi. Le varie attività promosse dal direttivo sono un diversivo salutare per i 350 soci. A questo proposito continuano le lezioni di ginnastica ed il ballo del sabato sera, mentre per il 26 novembre è stata messa in calendario una gara di scala quaranta. Beatrice Becchis I soci ottantacinquenni con la targa-ricordo ricevuta nel corso del pranzo sociale al ristorante “Da Mosè”

La festa di domenica 13 novembre era iniziata al mattino con la messa delle 11,15 a Santa Maria, nel corso della quale don Aldo ha ricordato i soci defunti e l’impegno del Centro d’Incontro Anziani. Alla funzione erano presenti il sindaco Tosello, l’assessore Scarpino ed il comandante della stazione dei Carabinieri Giorgio Amoroso. Circa un’ottantina di commensali hanno quindi partecipato al pranzo sociale presso il ristorante “Da Mosè” di corso Principe di Piemonte che ha servito:

Salamata del re, Sformatino di verdure con bagna caoda,Vitello tonnato, Crostini du polenta con salciccia e funghi, Tagliolini al sugo di funghi, Agnolotti al sugo di arrosto, Lonza di maiale all’antica con mele, contorni misti, fantasia di dolci dello chef, vino e digestivi. Come di tradizione nel corso del pranzo sono stati premiati con una targa-ricordo i soci che hanno raggiunto il traguardo degli 85 anni: Chiaffredo Bastonero, Anna Bertaina Lenta, Lucia Bodrone Vizio, Lucia Dalmazzo Pia-

cenza, Bartolomeo Germanetto, Maria Gianoglio Sardo, Giovanni Grosso e Giovanni Pistollato. Sei di loro erano presenti, due assenti per motivi di salute. Presente e vivacissima Francesca Abbà, che ha ricevuto le congratulazioni dai soci come la più longeva del Centro: 90 anni portati egregiamente. Adriano Tosello, nel rivolgere il saluto ai presenti, ha ricordato che questa era l’ultima volta che partecipava alla festa in veste di sindaco: «Il prossimo anno sarò seduto tranquillo in mezzo

Francesca Abbà, 90 anni

Trent’anni di lavoro tra barbe e capelli In un lavoro che ti porta a stasera, dopo una giorre diverse ore fuori casa, probanata intensa, è sembilmente la cosa più importante è pre per lui motivo di sapere di avere con te una famisoddisfazione e graglia che ti comprende, che ti aptificazione. E se poi poggia, che ti sostiene, che ti aspetal mattino la sveglia ta a cena per sapere com’è andasuona puntualmenta la giornata, che ti ammira per il te presto lui non si modo con cui ti approcci al lavoro, abbatte, anzi, ringrache vede in te un lavoratore, un zia di poter svolgemarito, un padre ma soprattutto re con grinta e sereun uomo da apprezzare, da amanità il suo mestiere. E si può dire che Antonio Daire!». notti questa fortuna l’abbia trova«Credo che sia ta ormai da anni, da quanto con proprio questa sua sua moglie Liviana ed il figlio Alpositività – conclude –: questo suo esDainotti, barbiere da 30 anni berto ha creato una famiglia speciale, che gli vuole bene e che ogsere sempre disponibile ed attento alle richieste dei clienti è gi si unisce per fargli questa sorpresa e per la qualità che quest'ultimi più apprezzano, dirgli: “ Tantissimi auguri Tony!!” Mallamo Irene dai più giovani ai più adulti».

C’era una volta... non tanti anni fa di Laura Fossati Quando in campagna si faceva San Martino

San Martino ed il povero La tradizione cristiana dedica l’11 novembre a San Martino, figura di spicco del panorama cattolico di epoca romana. Il padre, ufficiale dell’esercito dell’Impero, gli diede il nome di Martino in onore di Marte, il dio pagano della guerra. Martino, però, fin da ragazzino cominciò a frequentare le comunità cristiane. All’età di quindici anni, in quanto figlio di un ufficiale, fu

avviato alla carriera militare, durante la quale si verificò l’episodio simbolo della vita del santo: il taglio del mantello. La storia racconta che in una notte d’inverno, mentre era di ronda a cavallo, Martino incontrò un mendicante seminudo e, non avendo denaro da offrirgli, tagliò in due il suo mantello, dando al povero una delle due metà. Si racconta inoltre che quella notte il generoso militare sognò la restituzione da parte di Gesù della cappa donata al mendicante. Il mattino successivo, risvegliandosi, Martino ebbe una grande sorpresa: il suo mantello era nuovamente integro. Grazie alle numerose biografie di Martino redatte dai suoi molteplici discepoli, il santo divenne ben presto una delle figure religiose più venerate in Europa. Molti sono i detti popolari e i proverbi che lo hanno per protagonista. “Oca, castagne e vin, ten

tut per San Martin” (“Oca, castagne e vino, tieni tutto per San Martino”) dicevano i nostri nonni. O ancora “A San Martin ël most a l’è vin” (“A San Martino il mosto è vino”), detto che ci ricorda come tradizionalmente, durante questi giorni, si aprissero le botti per il primo assaggio del vino nuovo. Molti proverbi regionali, inoltre, riguardano la cosiddetta “estate di San Martino”, il nome con cui popolarmente viene indicato il periodo autunnale nel quale si verificano, di norma, condizioni climatiche di bel tempo e di relativo tepore. Ecco allora spiegato il detto “L’istà ’d San Martin a dura mach tre di e ’n tochetin” (“L’estate di San Martino dura solo tre giorni e un pezzettino”). San Martino è protagonista anche di un celebre modo di dire, tipico del Piemonte e di altre zone della Pianura Padana. “Fé San Martin” significa, in dialetto piemon-

23

Nozze d’oro per MARIA ROSA e GIUSEPPE PANETTA

…Vi è un solo mezzo al mondo per rendere bella una persona o una cosa: quello di amarla… Cari mamma e papà, ben cinquant’anni sono trascorsi da quel 19 novembre 1961… Il vedervi insieme, così sereni ed uniti come allora, ci riempie veramente il cuore di gioia! Buon Anniversario! I vostri figli Alessia e Luca con Silvio, Alessandra ed Alice

Vivono nel ricordo

ANNIVERSARIO La moglie Liviana attraverso il giornale fa gli auguri al marito Tony Dainotti

«Un uomo meraviglioso, con tanti pregi, un carattere solare ma mai invadente, capace di far sentire a proprio agio chiunque, una persona che ha saputo spesso sacrificare la propria gioventù per approfondire quello che sarebbe poi diventato il suo lavoro e che oggi, a distanza di trent’anni, continua a svolgere nel migliore dei modi, con la stessa passione e lo stesso entusiasmo di quando, ancora ragazzino, si avvicinava al mondo del barbiere!». Così, la moglie Liviana Lepore omaggia e descrive il marito Antonio Dainotti, noto barbiere racconigese, per i suoi trent’anni di attività. E lo fa con l'intenzione di trasmettergli il suo pensiero in occasione di un traguardo così importante al quale giungerà il 16 novembre. «In tanti anni di vita insieme non l’ho mai sentito lamentarsi del suo lavoro – prosegue –. Anche quando torna a casa tardi la

mercoledì 16 novembre 2011

tese, traslocare o trasferirsi, e deriva da una pratica in uso fino a non molti decenni fa, quando una gran fetta di popolazione della nostra regione era occupata nel settore agricolo in qualità di braccianti. Molte famiglie, non essendo proprietarie delle terre che coltivavano, dipendevano da agricoltori più benestanti e vivevano nelle cascine dei datori di lavoro. Il loro anno lavorativo terminava a inizio novembre e non sempre il contratto veniva rinnovato per l’anno successivo. In questo caso i braccianti e le loro famiglie erano costretti a trovarsi un nuovo impiego in un’altra azienda agricola e dovevano dunque traslocare. Il momento scelto per il trasferimento coincideva di solito con la festa di San Martino soprattutto per ragioni climatiche: i braccianti, infatti, speravano di poter godere del tempo stabile e soleggiato dell’ “estate di San Martino”.

TERESA CAVAGLIÀ Ha lasciato i suoi cari all’età di 87 anni Teresa Cavaglià vedova Alesso. Abitava al numero 18 di strada vicinale della Ricavassa, a Caramagna. La piangono i figli Francesco (con la moglie Teresa e famiglie), Matteo (con la moglie Ivelisa e famiglie), Gianpiero (con la moglie Rosanna e figlio) e Laura (con il marito Massimo e figli), la sorella Natalina, le cognate, nipoti, pronipoti, cugini e parenti tutti. I funerali sono stati celebrati nel pomeriggio di giovedì 10 novembre nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Maggiore. MARIA RINALDI È mancata all’affetto dei suoi cari all’età di 87 anni Maria Rinaldi vedova Alladio. Ne danno il doloroso annuncio le cognate Agnese e Rina, i nipoti Carla, Isabella, Anna, Gabriella ed Euro con le rispettive famiglie, nipoti, pronipoti, cugini e parenti tutti. I funerali sono stati celebrati nel pomeriggio di venerdì 11 novembre nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Maggiore. Alle famiglie nel dolore le condoglianze della redazione de “Il Saviglianese”.


24

lettere

mercoledì 16 novembre 2011

I LETTORI CI SCRIVONO La pioggia una volta era “buona” Alla cortese attenzione di chi di dovere. Quando ero bambina, mi hanno insegnato ad ammirare le meraviglie della natura: il verde dei prati, il semplice fiorellino dei campi dai suoi magici colori, l’uccellino che cinguetta tra i rami di un acero, lo stormo di rondini in volo verso i paesi caldi, l’aquila reale che festeggia la libertà nell’immenso blu... il pesciolino di vari colori e forme, il sole che splende, la luna che sorride ed a volte gioca a nascondino e... la pioggia! L’acqua che cade dal cielo sotto forma di gocce trasparenti, l’acqua che annaffia i prati, disseta le piante... l’acqua che ripulisce l’aria dallo smog, l’acqua che gareggia nei ruscelli con destinazione il mare... l’acqua, il dono più prezioso della vita... che bello! Che bello vedere dalla finestra la pioggia cadere! Che bello camminare o correre sotto la pioggia! Eppure oggi l’acqua e la pioggia fanno paura. Quando piove, nonostante sia necessario e naturale, si intravede negli occhi della gente la paura... sguardi nel vuoto con una finestra semiaperta di terrore, pensieri nella mente che rimbalzano impazziti, come anime perdute che cercano un perché... Perché? Perché i nostri antenati, che consideriamo “ignoranti” in confronto a noi su molti punti di vista, cedevano un adeguato letto alle acque dei fiumi, mantenendoli puliti, cosicché scorressero senza provocare danni. E invece noi lasciamo accumulare detriti e crescere vegetazione là dove non deve, provocando inondazioni, distruzioni e vittime innocenti? Perché non lasciamo il consenso alle ditte competenti di ripulire i fiumi? Loro ne trarrebbero profitto e i cittadini serenità... Il verde, la vegetazione nel suo complesso, è giusto che ci sia, ma ogni cosa va al suo posto, deve avere lo spazio adeguato, nulla dev’essere invasivo su un altro. Solo così la vita in generale può essere serena. Solo così la pioggia sarà nuovamente vista come il dono di Dio e non con il terrore nel cuore... Sonia Marino – Savigliano Alluvionata nel 2008, nuovamente in allerta

PS. Se sto annegando, mi aggrappo al primo ramo che trovo o aspetto se... forse... magari... qualcuno viene a salvarmi?

Appello per un incidente Riceviamo e pubblichiamo. Siamo i genitori della ragazza di 15 anni che, sabato mattina scorso, poco prima delle ore 8, in località Borgo Marene, mentre si stava recando a scuola in bicicletta, è stata toccata da un’auto che stava sopraggiungendo, facendola cadere. Il conducente dell’auto si è prontamente fermato per soccorrerla e, una volta constatato che non era nulla di grave, è andato via senza lasciare alcun nominativo, crediamo, agendo in buona fede. Ci appelliamo affinché questa persona si metta al più presto in contatto con noi al numero 349/4686254. Confidando nel suo buon senso. I genitori di E. – Savigliano

Fondazione: molto onore, poco contante Riceviamo e pubblichiamo. Il Sole 24 Ore del 29 ottobre scorso riportava la classifica degli emolumenti a favore degli organi statutari delle 88 Fondazioni bancarie italiane. È d’obbligo, pertanto, curiosare in questa tabella per vedere quali sono le Fondazioni più virtuose della nostra provincia. Ovviamente, trattandosi di spesa per il funzionamento degli organi che governano tali enti, la palma della virtù va a chi meno spende. La Fondazione della Banca Cassa di Risparmio di Savigliano appare all’ultimo posto con 68.000 euro nel 2010; quella di Bra quasi il doppio, con 120.000 euro, quella di Saluzzo quasi il triplo con 176.000 euro ed infine, in pole position, la Fondazione CRFossano con 277.000 euro. Chi mitizza grandi introiti per gli organi di guida della nostra Fondazione cittadina (Presidente, Comitato, Collegio sindacale, Consiglio di indirizzo) si deve ricredere: da parecchi anni, i compensi non sono stati ritoccati ed addirittura membri del Consiglio di indirizzo non percepiscono alcun gettone di presenza. D’altronde, l’esperienza che ho recentemente concluso nella Fondazione mi ha dato modo di rendermi conto di quanto sia gravoso l’impegno, soprattutto del Presidente, che è tale da assorbire una bella fetta anche della sua vita privata. Un ex consigliere – Savigliano

Giornata mondiale del diabete Riceviamo e pubblichiamo. Nonostante la leggera pioggia che, a tratti, ha disturbato i partecipanti, può ritenersi un successo la camminata organizzata dall’Associazione Diabetici Savigliano-Fossano-Saluzzo, a Mondovì, nella mattinata di sabato 12 novembre. Circa 250 persone hanno infatti partecipato all’iniziativa, percorrendo con agilità il tragitto di circa 4 Km, sotto la guida paziente ed esperta di Giorgio Damilano. Significativa la presenza degli allievi di alcune scuole della città (Istituti: Baruffi, Cigna, Alberghiero, IPA, Elementari di Borgo Ferrone). Ringraziamo il Sindaco della città Stefano Viglione, il dott.Valesano, il dott. Grillo, la dott.ssa Comba e tutti i medici e gli infermieri di Diabetologia dell’Asl Cn1 guidati dal dott. Salvatore Oleandri. L’iniziativa mirava a dimostrare come l’attività aerobica leggera, praticata quotidianamente, sia utile non solo per prevenire il diabete, ma anche per curare chi già è affetto dalla malattia. È ormai dimostrato scientificamente che camminare a passo svelto per circa 30 minuti ogni giorno favorisce il corretto controllo della glicemia e soprattutto può scongiurare le temibili complicanze del diabete. Altrettanto positivo il giudizio sul tradizionale screening che infermieri e diabetologi di Savigliano e Saluzzo hanno offerto alla cittadinanza presso il salone della Crosà Neira in Savigliano nella mattina di domenica 13. Dopo aver controllato glicemia, peso, pressione e giro vita ed aver ricevuto in alcuni casi consigli dai medici e dalle dietiste, i presenti hanno potuto seguire una tavola rotonda in cui il Sindaco della città prof. Sergio Soave, il dott. Salvatore Oleandri, il presidente dell’Associazione Diabetici dott. Alberto Garnero, il direttore sanitario dell’Asl Cn1 dott. Enrico Fer-

reri ed il dott. Ezio Nava, presidente dell’Associazione Amici dell’Ospedale SS. Annunziata, hanno dibattuto sugli ottimi risultati raggiunti dal Dipartimento di Diabetologia del nostro ospedale e come ciò possa essere preso a modello per garantire al “SS. Annunziata” la riacquisizione del ruolo di eccellenza che vantava in tempi non lontani. Ciò sarà possibile con il sostegno dell’Associazione “Amici dell’Ospedale SS. Annunziata”, che si propone l’acquisizione di nuove attrezzature e tecnologie per realizzare un polo diagnostico di ultima generazione. A tutti il nostro più sentito ringraziamento. A.G.

«Un commento vergognoso» Egr. direttore, approfitto della sua rubrica per comunicare con una persona che probabilmente, leggendo queste righe, si identificherà e magari proverà un po’ di vergogna su quanto accaduto sabato sera, ed intendo rispondere a questo “Signore”, se così lo si può chiamare per scritto, in quanto sono sicura che un faccia a faccia non avrebbe dato alcun esito… Mi rivolgerò a Te, caro “amico”, direttamente: «A Te che sei padre, marito ed hai più dì 40 anni, vorrei far sapere che casualmente sabato sera Ti ho sentito fare un commento su mio figlio ad un altro genitore sulle sue tendenze sessuali con una certa ironia ed in modo alquanto spregiudicato, incurante quasi totalmente di quanti Ti erano intorno. Ti ricordo che il soggetto preso in causa ha solo 12 anni, la stessa età del Tuo! Sono rimasta molto dispiaciuta nel sentire queste cose e nel modo in cui, a gesti, Ti sei espresso; immediatamente ho provato un disgusto nei Tuoi confronti, fino al vomito, e poi ho guardato mio figlio ed ho pensato che è proprio un bambino fortunato ad avere dei genitori come noi, ma successivamente ho guardato nuovamente Te ed il mio pensiero è andato al Tuo di figlio, che non ha questo tipo di fortuna... Se poi l’essere educato, vestire in modo curato, non seguire sempre la massa e non avere tanti grilli per la testa vuoi dire essere “una donna”, allora ho i miei dubbi sulla Tua maturità e sulla Tua capacità di essere padre, e mi domando quali siano i valori che hai dato e che darai a Tuo figlio. Forse l’unica cosa che puoi fare è quella di startene un po’ più in silenzio e guardarTi dal gettare fango su un bambino di 12 anni, e magari provare a vergognarTi un po’, anche se a questo punto ho i miei dubbi che la Tua materia grigia Ti permetta questo sforzo... Tutto questo per dirTi che della Tua finta amicizia da ora in poi ne faccio anche a meno, per farTi sapere che quello che pensi su di lui e su di noi ora è di nostra conoscenza, che le occasioni per incontrarci DI CERTO non mancheranno e che non vedo l’ora di vedere la Tua bella faccia, pari pari al tuo fondoschiena, e volevo ancora ricordarTi che il futuro né Te né altri lo sanno. Forse questo discorso lo potremmo affrontare tra qualche anno e chissà… “le strade del Signore sono infinite…”, sempre che ci sia l’argomento e sempre che Tu non abbia temi più interessanti di cui sparlare”. Con questa vorrei solo precisare che ho un figlio normale, ben integrato in società e che forse l’unica sua pecca è quella di essere troppo rispettoso nei confronti degli altri e troppo buono e disponibile al punto di passare per quello che non è! Saluto e ringrazio. Lettera firmata

Crosetto e il “portaborse” Buttieri Riceviamo e pubblichiamo. Di Guido Crosetto è stato scritto di tutto. Del suo “portaborse” Buttieri abbiamo letto fin troppo. Il primo è stato unto dal “signore” con un incarico di Governo. Il secondo è stato unto dal primo con un incarico lautamente retribuito e senza particolari meriti. Il primo però passerà alla storia non tanto per la sua azione di sottosegretario alla Difesa quanto per aver apostrofato Berlusconi come “testa di c***o”. Questo naturalmente mentre il Titanic ormai affondava. Ho sentito alla radio (“La Zanzara” di Radio 24) le smentite ufficiali e risentite del politico di Marene. Ha negato con determinazione la sua colorita presa di posizione salvo poi capitolare tardivamente, alcuni giorni dopo, di fronte all’evidenza dei fatti. Il quadro generale richiama la storia quando la fronda dei gerarchi bruniti, dopo aver spadroneggiato per un ventennio, abbandonavano il capo al suo destino (piazzale Loreto) cercando di rifarsi una verginità politica.Triste, veramente triste. Crosetto e Buttieri devono però stare tranquilli. In Italia il clima da guerra civile non vedrà coinvolto nessuno. La volante rossa non si aggirerà nei prossimi giorni a Marene o alla Sanità con soggetti pronti ad usare con disinvoltura il Mab o lo Sten. Ma a Buttieri consiglio di essere più cauto nel sostenere la coerenza altrui, forse il suo capo di Marene, almeno in questo triste frangente, di coerenza ne ha dimostrata un po’ poca. Che poi, all’interno del Pdl saviglianese, i giovani azzurri evochino Matteo Renzi non può che farmi piacere, ma forse Buttieri ha fallito (da tempo) anche il suo incarico politico. Fulvio D’Alessandro – Savigliano

Berlusconi si è dimesso: meno male Riceviamo e pubblichiamo. Considerazioni di una persona che non si è mai interessata di politica, ma che qualche volta ama esternare le sue opinioni personali, senza chiedere se sono condivise o no. Sul portone di Palazzo Grazioli appenderanno il cartello “affittasi”; l’illustre inquilino se n’è andato, per sempre spero, con un atto che di coraggioso non ha niente: ormai era inevitabile ed ha dovuto cedere le armi anche se molto a malincuore. L’ingresso al Quirinale per le formali dimissioni è stato accolto da fischi e insulti solitamente riservati alla fine di un dittatore condannato per crimini contro l’umanità. Ricorda il lancio di monetine che aveva accolto la fine di Bettino Craxi. Siamo sempre i soliti esagerati! Non mi è mai piaciuto il Cavaliere, lo confesso, però quella folla deve ammettere che non si è eletto da solo; l’hanno voluto, lo hanno osannato, si sono identificati in lui, hanno cantato in coro “meno male che Silvio c’è” e gli hanno perdonato (finché non ha esagerato) le sue prodezze nel mitico letto di Putin, le papy-girls, le patetiche ospiti a pagamento delle sue cene, le barzellette e le battute fuori luogo, quasi eletto emblema della maschia figura italiana. L’ultima sua gaffe riportata dalla stampa, “l’Italia è un Paese ricco, i ristoranti sono sempre pieni”, secondo me non è mica tanto una gaffe. Non voglio prendere le difese del Cavaliere, ma siamo un popolo strano noi italiani; non siamo ricchi, e parlo della gente comune, ci piangia-

mo addosso volentieri e anche a ragione, però, se al mattino dalle 7 alle 9 passate sotto i portici e buttate uno sguardo in qualsiasi bar vedete una vera folla schierata davanti ai banconi, tutti intenti a “pucciare” la brioche nel cappuccino. Da secoli non entro in un bar e non ho nemmeno idea di quanto costi questo rito quotidiano, 2 euro, 3 euro? Che corrispondono poi a 4-5.000 vecchie lire che, moltiplicate per una ventina di giorni al mese, sono circa 50 euro (100.000) vecchie lire, e non è poco. Nessuno ha più tempo o voglia di mettere la caffettiera sul gas quando si sveglia e “pucciarci” dentro qualche biscotto? Non è abbastanza mondano? Per non parlare dei ristoranti. Mi dicono che trovare un posto per un pranzo a volte è un’impresa. Per non parlare delle vacanze, c’è gente che si fa un mutuo pur di poter dire sono stato due settimane alle Seychelles, sono tutta un’altra cosa dalle nostre spiagge. E ancora per non parlare dei party confezionati per lanciare un profumo, un calendario, per festeggiare il compleanno di una qualsiasi mezzacalzetta: spese folli, fiumi di Champagne, sempre la stessa gente che non ha altro da fare, semi VIP, aspiranti VIP, show-girl intercambiabili e giovani impresari rampanti a caccia grossa. Berlusconi lascia dietro di sé un’Italia che peggio di così non può andare. Qualcosa di buono l’ha fatto, ma poi si è lasciato prendere la mano da manie di grandezza, dall’opportunità di confezionarsi leggi ad hoc per evitare processi, anteponendo interessi personali a quelli per noi poveri cristi, dando di sé un pessimo esempio con i suoi vizi privati e continuando all’infinito a ripetere che la sua vita personale non aveva niente a che vedere con quella pubblica, un corno! Lui rappresentava l’Italia davanti al resto del mondo, che alla fine ci prendeva per i fondelli. Ora se n’è andato, abbiamo un governo tecnico e a prima vista questo senatore professor Monti mi sembra una persona per bene, saprà tirarci fuori da questo pantano? La speranza è l’ultima a morire. Ma dopo? Nuove elezioni? E chi si dovrebbe votare? Esiste ancora un uomo giusto non invischiato in qualche intrallazzo? Una faccia pulita? Sì c’è... ma abita al Quirinale ed ha 86 anni. Per Lui e per quello che ha fatto e sta facendo per noi, l’unico che sta facendo qualcosa per noi, ci sarebbe da gridare “santo subito”. Penso con sgomento alle nuove campagne politiche, alle tribune elettorali, agli show televisivi perché ormai la TV è diventata il palcoscenico ideale per questi show, e penso con molta molta nausea che alla ribalta di questi patetici teatrini si affacceranno i soliti attori ormai consumati dal tempo, Bindi-Bossi-Bersani-Rutelli-Casini-Vendola-Di Pietro-Maroni-Veltroni ecc. ecc. e soprattutto D’Alema (che credo fosse già in Parlamento nel primo governo di Einaudi) e che puntualmente reciteranno le stesse battute, faranno le stesse promesse, lanceranno le stesse invettive contro la parte opposta. Ah, perché un Matteo Renzi è troppo giovane e ancora un po’ acerbo? La sua idea di rottamare tutte le mummie è stupenda, non ci resta che aspettare con fiducia e ricordare, appunto, che la speranza è l’ultima a morire. Franco Maina – Savigliano

Berlusconi si è dimesso: peccato Egr. direttore, mi conceda solo una breve personale riflessione a proposito di tutto il bene (si fa per dire) scagliato sul Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi dopo il voto alla Camera, chiamata ad esprimersi sul rendiconto generale dello Stato. Ho ammirato veramente la sua dignità e la sua compostezza nell’apprendere il risultato delle votazioni: ho visto il dolore sul suo volto per il tradimento dei suoi “Giuda”, ma la cosa che più mi ha sconvolta sono state le parole di disprezzo e di puro odio rivoltegli dal Capo dell’opposizione On. Bersani… nei suoi occhi si leggeva tutto l’odio possibile ed immaginabile! In quei momenti ho constatato ancor di più la correttezza e l’umanità del Presidente del Consiglio: non una parola, non un gesto di stizza, ma solo tanta amarezza. Buona parte dei dirigenti e degli elettori del Pd sono ex democristiani e quindi cristiani (il partito che anticamente era chiamato Partito di azione popolare fondato da un santo sacerdote, don Luigi Sturzo), quindi mi chiedo se ancora tutte queste persone, che hanno più o meno la mia età, si ricordino gli insegnamenti del catechismo… Ripassiamo: l’amore per Dio e l’amore per il prossimo sono chiamati carità cristiana, i due pilastri su cui si basa la fede cristiana, il nostro Vangelo! Gesù ha pranzato con i peccatori e le prostitute, ha chiamato Matteo, l’esattore delle tasse, ad essere suo discepolo, ha fatto scendere Zaccheo dall’albero nascostosi per guardarlo, anch’egli peccatore… Gesù ha mangiato a casa sua quello stesso giorno! Infine ha perdonato il “buon ladrone” crocefisso con Lui ed oggi ancora perdona ognuno di noi quando ci accostiamo al Sacramento della Confessione. Questa è la vera carità cristiana, concetto che mi piace molto di più dell’ormai logora parola solidarietà, quando vedo con i miei occhi e con il cuore quanto odio siamo capaci di covare nei confronti del nostro prossimo: sia esso umanamente ricco e potente o sia esso umile e povero. Grazie per l’ospitalità. Luisa Franco – Savigliano

Assicurarsi contro i disastri Carissimo direttore, è sera e piove. Ho appena visto un servizio televisivo che mi ha ispirato a scriverle. Il giornalista spiegava che il costo medio dei disastri idrogeologici che colpiscono il nostro Paese è di 875.000 euro al giorno. In questi giorni, feriti dalla distruzione, si tenta di dare diverse spiegazioni, e ognuno sfodera sapienza a modo suo. C’è un tema, però, che non viene mai affrontato né dal pubblico né dai media: la protezione dagli eventi naturali come responsabilità di ogni cittadino. Infatti è inutile accusare i sindaci o l’incompetenza di altre autorità quando i disastri ormai si sono compiuti. Una importantissima risposta che ogni cittadino può dare contro i disastri naturali è avere le spalle coperte. Sto parlando delle assicurazioni, e sono ben conscio (da operatore del settore) che gli italiani sono uno dei popoli meno assicurati in Occidente perché hanno ancora una visione antiquata delle assicurazioni e continuano a pensare che i soldi pagati per i premi assicurativi siano soldi sprecati. Se non fosse per l’obbligo di legge, una rilevante fetta di italiani non pagherebbe nemmeno l’assicurazione auto, affermando che «ho pagato per 10 anni non è mai successo niente… E adesso quei soldi chi me li restituisce?». Che questa è una scemenza, ma certamente il ragionamento dell’uomo


lettere comune si perde in meccanismi tanto più grandi di lui. Eppure l’esperienza di altri Paesi, i cui cittadini sono tenuti ad assicurarsi per ogni possesso e ogni aspetto della loro vita, mostra chiaramente che tragedie come quelle delle Cinque Terre e di Genova trovano un’immediata e solida risposta da parte delle compagnie assicurative. Nessuna compagnia assicurativa potrà mai restituire alle persone il valore emotivo di un luogo o di un oggetto, ma sicuramente i disastri naturali in altri Paesi non hanno il peso sociale che hanno invece da noi, dove proprio in questi giorni vediamo persone che hanno perso tutto a causa di un’inondazione. In momenti come questi capiterà forse a queste vittime di domandarsi perché non hanno pagato quei 200 euro all’anno che oggi avrebbero il valore di tutta la mobilia e degli elettrodomestici perduti nel disastro? O quei 4.000 euro in più quando hanno fatto il mutuo e che oggi servirebbero a coprire interamente i loro debiti? Se gli italiani continuano a non capire l’importanza di un’assicurazione volontaria, allora toccherà alla politica, prima o poi, far capire ai cittadini che i premi assicurativi non sono un furto, ma una gigantesca boa di salvataggio. Gli 875 milioni di euro al giorno citati nel servizio televisivo, infatti, sono soldi pubblici, cioè soldi di ciascuno di noi pagati (che ci piacesse o no) attraverso le imposte, attraverso le tasse comunali, attraverso le trattenute sulla busta paga. C’è ancora tanta strada da fare, in questo Paese. C’è tanta strada da fare per capire che il mondo non sono le quattro pareti della nostra esistenza, ma tutto quello che c’è al di fuori.Tutto il resto. Ah, detto tra noi. Il peso di quei 4.000 euro su un mutuo trentennale è di VENTI euro al mese. C’è da sentirsi somari a rovinarsi la vita per venti euro, non vi pare? Cari saluti. Mario Bosio – Savigliano

IV Novembre: complimenti a Tosello Egregio direttore, venerdì scorso ho partecipato alle celebrazioni per la ricorrenza del IV Novembre a Racconigi. In tale occasione, il sindaco Adriano Tosello ha tenuto un discorso che condivido in pieno: egli ha ricordato che quella data (che nel frattempo è diventata festa dell’unità nazionale e delle forze armate) è soprattutto l’anniversario della vittoria nella prima guerra mondiale, costata moltissimo in termini di vite umane da parte di quei giovani che aspiravano al completamento dell’unità d’Italia. Quella guerra dovrebbe essere studiata a scuola come ultima parte del Risorgimento e non come un episodio di poche pagine da inserire frettolosamente fra i capitoli sul Novecento. Ha anche fatto notare come lo Stato si sia dimenticato troppo in fretta di questa ricorrenza; infatti, verso la fine degli anni ‘70 si è deciso di declassarla, facendola celebrare la prima domenica successiva e non più il 4 novembre. Il suo discorso è stato molto lungo e non potrei riassumerlo in queste poche righe, voglio solo fare i complimenti al professor Tosello per aver detto delle verità sconosciute ai più giovani e per aver resistito continuando a celebrare il IV Novembre... esattamente il 4 novembre, cosa che avviene ormai in pochissimi Comuni della nostra provincia. Maurizio Occelli – Savigliano

Allegro, ma non troppo Riceviamo e pubblichiamo. Il giorno 24 ottobre 2011 le classi 2ª I e 2ª Pan. Cnos hanno partecipato, per il secondo anno, alla rappresentazione teatrale tenuta dagli attori della casa di reclusione di Saluzzo con la regia di Grazia Isoardi, in collaborazione con il gruppo teatrale Voci Erranti. Può davvero la musica, nella sua più alta espressione della musica classica, permettere all’individuo di evadere dalle frustrazioni quotidiane? Sarà vero che la bellezza ci salverà? Italo Calvino affermava che nell’inferno della terra bisogna scoprire il bello che c’è, apprezzarlo e farlo diventare un momento forte che permetterà ad ognuno di vivere con dignità. È stato questo il messaggio che gli studenti della 2ª I e della 2ª Pan. Cnos hanno ricevuto e portato con sé dopo questa significativa esperienza. Riportiamo le riflessioni di alcuni studenti: «Io credo che chi viene incarcerato è costretto a confrontarsi con chi ha commesso reati a volta gravi come omicidi, quindi quello che per qualcuno dovrebbe essere un momento di riscatto dai propri errori, potrebbe trasformasi in un momento di abbrutimento; l’attività teatrale diventa davvero un’ancora di salvezza e permette di sentirsi liberi» (Jacopo). «Dopo aver assistito a questo spettacolo, il mio pensiero è che la vita è bella e che non puoi vivere senza dignità e rispetto» (Marco). «Questi attori speciali mi hanno trasmesso emozioni indicibili e mi hanno fatto capire l’importanza della famiglia, di chi ti vuole bene e conta su di te» (Marica). Tutti gli studenti vogliono esprimere un sentito grazie alla regista Grazia Isoardi per il suo difficile compito dall’alto valore morale e civile, agli attori che, oltre alla fatica artistica, si sono poi prestati ad un confronto con gli studenti, agli organizzatori, agli accompagnatori ed ai dirigenti: il prof. Giampiero Sola dell’Arimondi-Eula di Savigliano ed i proff. Gabriele Miglietta e Pietro Serratore del Cnos Fap di Savigliano, che hanno permesso loro di effettuare questa straordinaria esperienza. Scuola Cnos Fap – Savigliano

«Musica classica a rischio» Gent.mo direttore, la situazione che stiamo vivendo è davvero difficile. Chi ci governa ha trascorso gli ultimi tre anni a minimizzare e a profondere ottimismo, ma la realtà è oggi evidente a tutti e non c’è maschera che la possa trasfigurare: ci troviamo in una crisi profonda, strutturale, destinata a produrre cambiamenti non di poco conto nel nostro modo di lavorare e di vivere. Ormai da anni parliamo di nuove povertà, ma nel frattempo i nuovi poveri stanno diventando tanti e vecchi, mentre buona parte della nostra gioventù non riesce ad intravedere una possibilità di occupazione, e quindi un progetto di vita. Solo con una visione generale dei problemi e delle possibili soluzioni si può pensare di prefigurare le possibili vie d’uscita. Solo con un concorso di tutti si può pensare di creare le condizioni di una riscossa sociale e civile, oltre che economica. Vorrei però sottolineare che tutto ciò che rientra nella grande categoria dell’artistico non può essere ritenuto superfluo. Innanzitutto va ricordato che l’arte e lo spettacolo sono settori importanti dell’economia e, soprattutto in un Paese come il nostro, rappresentano una delle poche risorse davvero inesauribili e degne di essere ulteriormente valorizzate; promuovere la musica ed il teatro significa dare da lavorare a tante persone, prevalentemente giovani, creare circuiti virtuosi, contribuire allo sviluppo

economico. In secondo luogo, io non credo che una società civile possa fare a meno di coltivare e sostenere la musica, il teatro, le arti figurative e la letteratura: se è il lavoro che ci dà il pane, è l’arte che ci dà sollievo e speranza, che ci fa riflettere su noi stessi e su ciò che ci circonda, che ci fa incontrare con l’altro in una dimensione che ci ostiniamo a chiamare “civile”. L’arte è incontro, la musica è l’unico linguaggio universale, forse l’unico codice condiviso nella società della globalizzazione. Si pensi a cosa è riuscito a fare Daniel Barenboim con la sua West-Eastern Divan Orchestra: un’orchestra composta da musicisti israeliani e palestinesi che parlano la stessa lingua, che suonano insieme, che portano nella loro sfortunata terra ed in tutto il mondo un messaggio di pace e di solidarietà, un messaggio di speranza. E in quella che è considerata la culla della democrazia, l’Atene del V secolo a.C., le tragedie e le commedie venivano rappresentate a teatro durante feste che coinvolgevano tutta la polis. I cittadini più ricchi erano tenuti a finanziare la messa in scena di quelle rappresentazioni che erano ritenute essenziali nella vita della comunità. Era lì, nel teatro e nel momento dell’agone drammatico, che la polis si riconosceva e rinsaldava i suoi legami, il suo patto costitutivo. Sembra addirittura che Atene spendesse di più per le rappresentazioni teatrali che per mantenere la flotta, l’arma strategica che le aveva permesso di sconfiggere la grande potenza persiana. Forse l’esempio degli antichi Greci ha ancora qualcosa da insegnarci. Ora mi preme comunicarvi che l’associazione Amici della Musica di Savigliano è molto preoccupata riguardo all’annuncio degli enti che ci sostengono della possibile interruzione dei contributi, senza l’aiuto dei quali l’attività della musica classica nei centri del nostro territorio non potrebbe più aver luogo.Verrebbe quindi a mancare quel fondamentale apporto al sostegno culturale dei centri minori, che già risentono di una scarsa politica culturale. Credo, infine, che anche oggi per affrontare le insidie del presente e del futuro non ci sia strumento migliore della musica e delle arti in genere perché contribuiscono a dare a tutti noi la consapevolezza della nostra appartenenza alla comunità. “La bellezza salverà il mondo” scrisse Dostoevskij. Dobbiamo ricordarcelo, anche quando diventa più difficile pensarlo. “La musica è bellezza”. Ubaldo Rosso – Presidente Amici della Musica – Savigliano

Compleanni esagerati Riceviamo e pubblichiamo. Le feste di compleanno dei bambini stanno, ormai, contagiando l’Italia intera. Biglietti d’invito stampati in tipografia - del tutto simili a quelli che si usano per la celebrazione delle Nozze -, oppure camioncini (!) dotati di altoparlanti che girano per il paese a dire al mondo che otto anni fa Edoardo approdava sul nostro pianeta. La casa addobbata come se fosse Natale e Pasqua insieme; truccatrici pagate fior di quattrini per le facce delle piccole invitate, giocolieri e, poi, buffet da sfamare un esercito… Incredibile! Eppure rigorosamente vero! Vien da domandarsi: “Dov’è andato a finire quello che un tempo si trovava tra le orecchie? Non stiamo perdendo l’equilibrio? Non stiamo sbandando alla grande?”. Oh, intendiamoci bene! Festeggiare il compleanno è bellissimo! Festeggiare il compleanno è festeggiare la vita. Festeggiare il compleanno di un piccolo, poi, è passargli tanti messaggi positivi che gli impiantano quella fiducia di fondo che è indispensabile per vivere. Festeggiare il compleanno del bambino è dirgli: «Siamo felici che tu ci sia!». «Tu per noi sei prezioso!». «Sei degno d’amore!». «Ti vogliamo felice!». Dunque nessuna condanna alle feste del compleanno; ma, nello stesso tempo, decisa disapprovazione della perdita del buon senso! L’impostazione di certe megafeste di compleanno stanno all’educazione come la sabbia sta alla farina, come l’aceto sta al vino. - Il bambino può sentirsi così frastornato e stordito da non aspettare altro che tutto finisca. - Tanta coreografia può fargli pensare che basti apparire per essere. - Tanti sorrisi e tanti elogi obbligati gli possono passare il virus dell’ipocrisia. C’è di più! - Soffocato da montagne di regali, il piccolo può illudersi che la vita sia zucchero filato. - Tanta attenzione può fargli credere d’essere il piccolo signorino che dovrà essere sempre soddisfatto, anche se altri sono in difficoltà e non possono permettersi così tanto lusso. Insomma, stiamo guastando una delle più belle occasioni di socievolezza e di serenità così attese e gradite al bambino?! Ci pare sia urgente ritornare a mettere un po’ di testa nella festa! Un po’ di testa sì, per ricordarci che chi ha tutto non gusta più niente. Saggio è il proverbio: «Il passero ubriaco trova amare persino le ciliegie». Per ricordarci che la festa non va organizzata per la nostra immagine, ma per far felice il bambino. La solita, inutile, “predica”? Ma va là! Stiamo tentando di far riemergere due elementari principi della psicologia infantile. Il primo: il piccolo vive, fondamentalmente, di emozioni e di relazioni affettive: una carezza, un sorriso, gli sono più significativi di tante bottiglie di Coca Cola, di tante portate di paste sfoglie, pasticcini, salatini e Nutella… Lo psichiatra Paolo Crepet è molto chiaro: «Se si riempie il bambino di regali, prima o poi, si annoierà; c’è tutto, manca lui!». D’accordo al 100%! Il secondo principio a cui vogliamo far cenno è che il lusso piace ai

mercoledì 16 novembre 2011

25

grandi, ma lascia indifferenti i bambini. I piccoli non hanno bisogno di animatori, di maghi, di cantanti, di torte a tre piani! I piccoli hanno bisogno di divertirsi, di giocare, di fare festa “insieme”. Una bella merenda, in compagnia, a base di semplici panini e pizzette, con sottofondo musicale sussurrato, e le immancabili patatine fritte innaffiate dalle solite bibite con bollicine (concesse a volontà, per l’occasione!), è la più simpatica festa di compleanno sognata dal bambino. Chiaro, no? Ad una festa così organizzata verrò, sottovoce, anch’io per portare a tutti i partecipanti un libretto di barzellette frizzantine ed uno di indovinelli ammazza noia ed accendi cervelli! Aspetto l’invito! Grazie! Pino Pellegrino – Consultorio pedagogico – Fossano

Spettacoli Riceviamo e pubblichiamo. Il quotidiano show dei nostri politici, riportato puntualmente dai telegiornali alle ore dei pasti, meglio si gusterebbe dalle gradinate più alte di un anfiteatro greco. Regia di Aristofane, con parabasi ed effetti speciali. Nell’arena i migliori interpreti dei veri personaggi. Certamente, visto una volta, lo spettacolo si ripeterà ogni giorno divenendo monotono, ma al botteghino ci sarà sempre ressa di popolo, poiché noi italiani abbiamo un alto indice di sopportazione! Un’azione nuova, però, è venuta ad inserirsi nel meccanismo scenico: la “fronda”. Ce l’aspettavamo comunque, ed era nell’aria. Quasi quattro secoli fa venne ordita in Francia contro Mazarino. Qui da noi ora l’obiettivo è Berlusconi. Mazarino la sventò, da buon allievo di uno statista della levatura di Richelieu, maestro di mille intrighi. Il nostro Premier non credo possa fare altrettanto. È tuttavia questa novità che desta apprensione, in quanto quasi sempre battistrada di salute pubblica, di consolati d’emergenza o finanche di rivoluzione. Stiamoci attenti! D’altronde, dopo essere accorsi infinite volte a votare centro, sinistra e destra, ritrovandoci sempre nelle medesime condizioni, è naturale che prima o poi il nostro tradizionale grado di sopportazione abbia un sussulto.Vi si aggiunga il gusto (poiché è più gusto che convinzione!) della continua critica su tutto ciò che accade. Critica che tiene gli animi accesi e in esercizio per qualsiasi evenienza. Gilbert Pietropaoli – Savigliano

Pronto soccorso: giudizio positivo Riceviamo e pubblichiamo. Un doveroso ringraziamento a tutta l’équipe medica del Pronto soccorso dell’ospedale di Savigliano per l’assistenza riservatami, la gentilezza e la professionalità manifestate durante una cardio-versione elettrica. Pur trovandomi in un momento di seria preoccupazione, a causa di una tachicardia improvvisa, sono stato accolto, rassicurato e puntualmente informato sulle mie condizioni di salute, con la presenza sempre costante di un medico o di un infermiere. Sono rimasto lì parecchie ore e, al cambio di turno, nonostate la situazione fosse rimasta inalterata, i nuovi medici, informati e professionali, hanno mantenuto la linea dei loro colleghi. Un ringraziamento particolare al medico Letizia Valeri, all’anestesista Paola Lari, all’infermiere Stefano Rosso e al medico interno Nerelzi. Un paziente riconoscente Gianfranco Pistolesi – Fossano

Ringraziamenti Ringrazio veramente di cuore i tecnici-infermieri della sala operatoria endoscopica del Reparto di Urologia dell’ospedale SS. Annunziata di Savigliano per le attenzioni e le cure a me rivolte nel momento del bisogno. Gemma Marchese – Savigliano L’amministrazione della casa di riposo “Ospedale di Carità” di Cavallermaggiore, anche a nome degli ospiti e del personale, porge alla famiglia del dott. Giovanni Bovolo il più vivo ringraziamento per la preziosa offerta di 1.885 euro destinata all’Ente grazie alle somme devolute in memoria del dott. Bovolo, già stimato presidente dell’Istituzione, a lui molto cara. L’offerta sarà destinata all’acquisto di attrezzature sanitarie. La Confraternita di S. Croce in Cavallermaggiore ringrazia sentitamente tutti coloro che hanno contribuito all’organizzazione ed alla gestione del concerto in favore del restauro della chiesa dei Battuti Bianchi. Un ringraziamento, inoltre, porge ai benefattori che aderiranno all’invito di contribuire all’opera di recupero e tutela di un monumento particolarmente significativo della città.


26

attualità

mercoledì 16 novembre 2011

VOLONTARIATO

Tre giorni di convegno

Un’opportunità per l’Europa

Si è discusso di promozione e rappresentanza del volontariato

«Per tre giorni Cuneo è stata la “capitale” del volontariato. Si è discusso sui vari problemi che investono il mondo del volontariato e gli atti di questo convegno costituiranno un prezioso contributo per rilanciare il mondo del non profit per i prossimi anni. In questi tempi di crisi, non solo di risorse economiche, il volontariato potrà crescere solo se lavorerà in rete». La riflessione di Giorgio Groppo, presidente del Centro servizi per il volontariato “Società solidale”, è sui tre giorni di incontri e dibattiti all’interno del convegno “Il volontariato nel panorama europeo”, che si è svolto a Cuneo dal 28 al 30 ottobre. Il mondo del volontariato rappresenta una grande opportunità per tutta l’Europa. Tra le sfide che lo attendono, la creazione di una nuova coesione sociale, la promozione dei valori che lo contraddistinguono, capaci di generare speranza, e lo sviluppo di una democrazia più partecipata. Cinque le sessioni del convegno. Nella prima, “Il contesto socioeconomico e il valore economico della gratuità e della responsabilità sociale”, è emerso – i dati sono di una ricerca del Cnel – che il mondo del volontariato faccia tanto, oltre ad essere una risorsa fondamentale per il nostro Paese: arriva a rappresentare lo 0.7% del Pil italiano. Di grande interesse la seconda sessione riguardante “Il volontariato all’interno della normativa europea” in cui sono stati sviscerati i numeri a livello europeo: sono più di 100 milioni i cittadini impegnati in attività solidaristiche. «I volontari – ha detto Pier Virgilio Dastoli, presidente Consiglio italiano Movimento europeo – sono fondamentali perché la loro attività sviluppa la democrazia partecipativa. Per questo motivo è importante riconoscere le buone pratiche e incentivarle». La terza sessione è stata invece dedicata al ruolo delle Fondazioni bancarie come soggetto partner nello sviluppo della solidarietà e della comunità: «Il loro impegno non sarà messo in discussione – ha spiegato Luca Remmert (Acri) – ma il volontariato deve impegnarsi ancora di più affinché ogni soldo erogato venga speso al meglio per il bene del territorio». In “Giovani e volontariato: laboratorio della cittadinanza” si è affrontata la partecipazione giovanile, secondo alcuni in crisi: i dati dimostrano che non è così, che i giovani vogliono essere protagonisti, ma per riuscire a catturare la loro attenzione bisogna affrontare temi forti che suscitino il loro interesse. Infine “Promozione e rappresentanza del volontariato”. Andrea Olivero, presidente Acli e Forum Terzo Settore, ha spiegato che il volontariato ha un compito importante: deve promuovere la sua essenza e la sua capacità di incoraggiare una modalità di stare insieme positiva, oltre a rappresentare le tante persone che in Italia non hanno voce e far emergere i bisogni dei più deboli. P.B.

ECONOMIA

Il commento di Giuseppe Mussari, presidente dell’Abi

«Le banche italiane sono solide» «Occorre fare in fretta. Ormai non sono più rinviabili reali politiche di crescita. Il ritardo che si sta accumulando su questo fronte sta costando moltissimo in termini di occupazione, valore dei beni e dei risparmi delle famiglie, investimenti e valore delle imprese: tutto ciò rischia di vanificare quanto di positivo è stato fatto in ordine alla tenuta dei conti pubblici». Giuseppe Mussari, presidente dell’Abi (Associazione bancaria italiana), è intervenuto nei giorni scorsi alla tavola rotonda “Le Banche italiane per il Paese” nel corso della prima tappa a Cuneo del Road Show Italia 20112012. Un’iniziativa, questa, avviata dall’Abi con l’obiettivo di raggiungere i territori e rendere ancora più concreto ed evidente il ruolo e l’impegno delle banche nel sostenere l’economia e nel rispondere alle esigenze della collettività. Il Road Show, dopo Cu-

AGRICOLTURA

neo, toccherà città dove meno frequenti sono le occasioni di incontro, ma altrettanto forti le necessità di evidenziare il patrimonio di esperienza, professionalità ed energie che le banche mettono a disposizione dello sviluppo e della crescita. Venendo al Piemonte, la struttura del sistema bancario regionale, secondo i dati più recenti, vede attive sul territorio 77 banche per un totale di 2.700 sportelli che servono 656 comuni. Gli Atm (sportelli bancomat) sparsi sul territorio sono 4.094 unità; i Pos (apparecchiature necessarie per pagare con il Bancomat direttamente nei negozi) 92.976. Nella regione i lavoratori bancari sono l’8,5% del totale nazionale di settore che ha toccato le 340.000 unità. I finanziamenti bancari destinati all’economia piemontese hanno superato, a luglio 2011, i 120 miliardi di euro, con un in-

Giuseppe Mussari

cremento del 4,3% rispetto al 2010. In particolare, alle imprese sono andati circa 63 miliardi – nella Granda 10.9 miliardi (+11%) – e alle famiglie oltre 38 miliardi – in provincia di Cuneo 4.3 miliardi (+6,9%). «Agire in fretta, e bene, dunque, è un imperativo comune mettendo in campo tutte le possibili soluzioni con lo scopo finale di favorire la crescita. Tutti gli attori politici, economici e sociali devono fare la loro parte – ha

proseguito – realizzando con coraggio sforzi nel segno della discontinuità». Con questo spirito è stato presentato recentemente il Progetto delle imprese per l’Italia da Abi, Ania, Alleanza delle Cooperative, Confindustria e Rete Imprese Italia: una serie di misure da “fare subito” su pensioni, spesa pubblica, fisco, liberalizzazioni, semplificazioni, infrastrutture, energia. Evidenziando la correlazione tra l’aumento del rischio degli stati sovrani e la pressione che sta investendo le banche europee, Mussari ha sottolineato che «in Italia il rischio sovrano condiziona e determina il rischio bancario», ma ha ricordato che «le banche italiane sono solide e sane, hanno resistito alla crisi del 2008, si sono ricapitalizzate e non sono costate un euro al contribuente italiano». Paolo Biancardi

Successo per la 32ª Mostra nazionale Bovini Razza Piemontese

Tra tori e manze anche il cooking show con Raspelli Sabato 5 e domenica 6 novembre i padiglioni del Miac di Cuneo hanno ospitato la 32ª Mostra Nazionale Bovini di Razza Piemontese. Ottimo, infatti, è stato il livello degli animali presentati di questa razza, che non solo è la più pregiata razza da carne, ma è anche la più numerosa con oltre 270.000 iscritti a Libro Genealogico suddivisi in 4.300 aziende. Nutrita anche la partecipazione degli allevatori e tecnici stranieri provenienti da tutto il mondo sempre interessati ad aggiornarsi sui progressi genetici che vengono messi a punto da Anaborapi, l’associazione di razza che ha sede a Carrù. Primo della categoria tori quest’anno troviamo

RIFLESSIONE

Orbassano di Carlo Isaia di Cuneo, primo nella categoria Tori

Orbassano di Carlo Isaia di Cuneo, secondo Profeta di Mario Caffer di Cavour. Per i torelli, il vincitore è Ritiro di Marco Vigno-

lo Marco di Morozzo, secondo Sasso del medesimo allevatore. Nelle vacche si impone Lega dell’azienda Fratelli Delsoglio di Fos-

sano, vice campionessa Giada di Pieranna Barale di Rivarolo Canavese. Per la categoria manze, primo Ravanin dell’azienda Delsoglio, mentre secondo è Reggia di Carlo Isaia. In contemporanea alla Mostra Nazionale si è anche svolta la nona edizione di Sapori della Carne, salone gastronomico che quest’anno è stato denominato “Il trionfo del Fassone” ed è stato dedicato completamente ai piatti tradizionali preparati con la carne di razza Piemontese. Ha partecipato anche il critico enogastronomico Edoardo Raspelli, che ha intrattenuto il pubblico con un entusiasmante cooking show.

C’è poco da stare allegri... la festa è finita e basta col “così fan tutti”

IN BREVE

Che cosa può fare ognuno di noi per la propria nazione?

A Cuneo per un’Italia Reale Con i big dell’economia

C’è poco da stare allegri, anche se l’abbandono dell’autore principale del degrado politico, etico e della poco credibilità internazionale del nostro Paese ha creato un po’ di speranza nel futuro, futuro che si presenta difficile, ma verso il quale pare che ci si incammini con la schiena dritta e col recupero di valori da tempo negletti. Non bisogna però farsi troppe illusioni, non bisogna mettere in Monti eccesive speranze per non rischiare di essere poi delusi. L’uomo, per quanto serio e capace, è stato chiamato ad operare in un momento che, più che difficile, è drammatico anche per l’ambiente che lo circonda. Non si deve dimenticare che molti parlamentari chiamati a sostenerlo sono gli stessi che ci hanno portato in questa situazione e se ci sono quelli che agiscono con disinteresse personale, mettendo da parte desideri di rivalsa e guardando al bene comune, ce ne sono altri che guardano al loro futuro politico e altri ancora che pensano solo agli interessi di partito, nulla importando loro della nazione (Lega) e quanti pensano solo a se stessi, a garantirsi quel lauto vitalizio che possono percepire “ab aeternum” dopo soli 5 anni di legislatura, al-

L’associazione di Cultura politica “Insieme” organizza un incontro sul tema “Per un’Italia Reale” venerdì 18 novembre, alle ore 9.30, presso il teatro Toselli di Cuneo con la presenza di prestigiosi nomi dell’economia, del mondo bancario e del lavoro. Introdurrà i lavori Giandomenico Genta ed interverranno Franco Bassanini, presidente Cassa Depositi e Prestiti; Attilio Befera, direttore Agenzia Entrate; Oscar Farinetti, presidente-fondatore Eataly; Antonio Mastrapasqua, presidente Inps; Fabrizio Palenzona, vice presidente Unicredit Group; Giuseppe Recchi, presidente Eni. Conclusioni di Emilio Lombardi e Giovanni Quaglia.

Remo Tortone consigliere nazionale Pensionati Confagricoltura Nuovo importante incarico per Remo Tortone al vertice del Sindacato Pensionati di Confagricoltura. L’allevatore di Villafalletto, già presidente provinciale dei pensionati e vice presidente regionale, è stato nominato consigliere nazionale nel corso del rinnovo cariche che si è svolto a Roma lo scorso 9 novembre. «Non nascondo la mia soddisfazione per aver ottenuto questo riconoscimento – ha dichiarato Remo Tortone – e mi auguro di poter rappresentare al meglio le istanze delle migliaia di pensionati cuneesi che si riconoscono nella linea sindacale portata avanti da Confagricoltura su tutto il territorio nazionale».

“Lezioni Einaudi” Interverrà Francesco Forte Lunedì 21 novembre, alle ore 18, presso il Centro Incontri della Provincia a Cuneo, secondo appuntamento con le “Lezioni Einaudi”: interverrà il prof. Francesco Forte, già Ministro delle finanze e delle politiche comunitarie, attualmente professore emerito dell’Università La Sapienza di Roma, che parlerà su: “Einaudi ed il risparmio”.

Mario Monti

la faccia di quanti andranno in pensione a 67 anni. Come si vede, le difficoltà sono notevoli e c’è poco da festeggiare. Ma il cammino del neo Presidente è irto di incognite e di difficoltà, per cui non bastano le buone intenzioni e nemmeno la bontà di una squadra alla guida del Paese, se poi gli eletti, che hanno responsabilità di voto in Parlamento, renderanno la vita difficile al Presidente del Consiglio, in cui in questo primo momento sono state poste tutte le speranze. La nazione, infatti, si salverà se ognuno, al suo posto, farà la sua parte, che significa rispetto delle istituzioni, delle leggi, l’abbandono dell’egoismo personale e di gruppo per guardare al bene comune, cose tutte che permetteranno – insieme all’esempio che viene dall’alto di probità, equità, senso dello stato – di ac-

cettare di fare insieme quei sacrifici indispensabili per uscire dalla palude e dalle sabbie mobili di un debito pubblico che ci sta inghiottendo, insieme alla crisi di credibilità, se non si corre subito ai ripari. Il sospiro di sollievo che ha generato il nuovo incarico di governo affidato a persona di alto profilo, lascia bene sperare, ma si deve essere consapevoli che “la festa è finita” che non si può vivere al di sopra delle proprie possibilità, che i furbetti cui si è permesso di arricchirsi smisuratamente devono restituire attraverso una equa tassazione, che permetta una redistribuzione della ricchezza a quanti – in maggior parte lavoratori dipendenti e pensionati – si sono impoveriti, essendosi ridotto di molto il loro potere d’acquisto. Molte sono le speranze che vengono riposte nel prof. Monti e nella sua squadra, che si accingono ad una impresa che definire solo difficile pare un eufemismo. Molte, forse troppe, sono le cose da fare, da raddrizzare; la barca dell’Italia fa acqua da tutte le parti. Speriamo che si inizi con un segnale forte di coraggio che parta da chi ha di più, dalle varie caste che si sono formate nel Paese, prima di scendere a chiedere sacri-

fici a chi già ne ha sempre fatti. Non ci vorrebbe nemmeno tanto per raggiungere quell’equità fiscale cui nessuno finora, ad eccezione di Visco, ha voluto mettere mano, dando poi un significato altamente simbolico, ma fortemente necessario nel diminuire, da subito, le spese della politica, dimezzando stipendi e abolendo privilegi. Si potrebbe stabilire che gli eletti non percepiscano alcun emolumento o se pare eccessivo si dia loro un piccolo rimborso spese che non superi, per un limitato numero di riunioni obbligatorie, la paga giornaliera di un operaio.Vedrete che la corsa alle poltrone diminuirà subito, perché si occuperanno della cosa pubblica solo quanti amano il bene comune e il risanamento etico sarà meno difficoltoso perché si passerà dal “così fan tutti”, al più virtuoso servizio alla polis. Chiediamoci che cosa ognuno di noi può fare per la propria nazione, anzichè pretendere troppo dagli altri. E siccome in queste circostanze coloro che si definiscono cristiani hanno un’arma in più, disprezzata da molti, ma per loro efficace come la preghiera, la esercitino, mentre si impegnano per il bene comune. Osvaldo Pignata


sport

giovedì 3 gennaio 2008

27 mercoledì 16 novembre 2011

VOLLEY SERIE

e-mail: sport@ilsaviglianese.com

C La Bonifetto band batte il forte Ovada

Fantastico Savigliano SAVIGLIANO OVADA (25-21; 25-15; 25-18)

3 0

Gerbaudo Volley Savigliano: Bergamin, Bossolasco F., Casale F., Caula, Gallo D., Giolitti, Mana, Osella, Pattarino, Revello, Rossi, Torassa. All.: Bonifetto R., Gallo O. Dir.: Bossolasco S. La Gerbaudo Savigliano approfitta appieno e con merito della serata-no del Plastipol Ovada (squadra che ambisce a ritornare nella categoria superiore ma che nell'occasione deve far fronte all'assenza del proprio palleggiatore titolare) e regala al proprio caloroso pubblico una prestazione perfetta sotto tutti i punti di vista. Il duo Bonifetto-Gallo schiera in partenza Giolitti in cabina di regia

Il martello Davide Mana con Revello opposto, Bergamin e Pattarino centrali, schiacciatori Ma-

na e Gallo, Torassa libero. Il primo set inizia all'insegna dell'equilibrio fino al 19 pari, quando l'azzeccato inserimento di Bossolasco al servizio manda in confusione la ricezione avversaria portando il Savigliano dritto al 24-19. Il set si chiude con un errore al servizio dell'Ovada. Il secondo parziale si apre con un ottimo turno in battuta di capitan Giolitti che regala subito un parziale di 4-0, demolendo le certezze degli avversari che non riescono a reagire e che concludono ancora con un errore in battuta. Nel terzo set timida reazione degli ospiti che lottano punto a punto fino al 10-10 prima di cedere definitivamente, permettendo a Mana di mettere a terra il pallone che regala i 3 punti che proietta-

no il Gerbaudo Savigliano solitario in vetta alla classifica. In conclusione un successo di prestigio per i ragazzi di mister Bonifetto che hanno superato a pieni voti un inizio di campionato difficilissimo. Un successo che deve essere di stimolo per continuare a lavorare con impegno per restare nei piani alti della classifica. Prossimo turno sabato 19 a Ciriè contro il Pvl Cerealterra. Il miglior giocatore votato dai tifosi sabato scorso è risultato il neoacquisto Daniele Gallo. Guida la speciale classifica un altro volto nuovo nel team saviglianese: l'opposto Riccardo Revello con 37 punti, davanti ai "veterani" Luca Giolitti e Fabrizio Bossolasco, entrambi con 24 punti. A seguire tutti gli atri.

VOLLEY SERIE C FEM. Prima vittoria (al tie-break) per le ragazze di Berra

R.S. Racconigi rompe il ghiaccio R.S. RACCONIGI 3 BELLINZAGO 2 (25-23; 23-25; 21-25; 25-14; 15-10) R.S. Racconigi: Paletta, Sona, Carignano, Vendramini, Sampò, Areniello; Bertero, Gerbaldo, Castagnanova, Testa, Prelato Patrizia. Liberi: Saimandi, Prelato Giulia. All.: Berra Andrea. Le racconigesi di Andrea Berra battono il Bellinzago in un faticoso tiebreak ed incamerano i primi due punti in classifica di questa stagione. Il primo set parte equilibrato, giocato punto a punto fin sul 22-22. Poi un errore delle ospiti ed un ace di Valentina Carignano aprono le porte al successo finale, siglato con un bel muro sul 25-23. L’entusiasmo mette le ali alle racconigesi che nel secondo parziale partono spedite: 2-0, 4-1, 7-2, 9-4. A questo punto però qualche cosa si inceppa nella squadra di casa e le avversarie riaprono il set sul 9-7, sfiorano il pareggio sul 15-14, lo ottengono sul 20-20 e chiudono restituendo il 25-23. Ancora una partenza sprint delle racconigesi nel terzo set (3-0) ma la reazione del Bellinzago non si fa attendere (3-3). L’incontro prose-

gue equilibrato fino a quota 17, poi una serie di errori banali spinge le ospiti sul 22-18 prima, sul 25-21 poi. Nel quarto set la svolta: Berra tiene in panchina una spenta Paletta e manda in campo al suo posto Alessia Bertero. Le racconigesi passeggiano, tutto a loro riesce facile: 6-2, 12-3, 15-6, 19-8, 25-14. Si va al tie-break: sull’onda lunga del set precedente le padrone di casa sembrano poter dettare legge, cambiano sul 8-5 e volano poi sul 10-5. Il Bellinzago ha un colpo di coda e recupera fino a 11-10. Coach Berra torna allora ad affidarsi all’esperienza di Mariana Paletta ed il match si conclude sul 15-10. Partita agonisticamente intensa, anche se di bella pallavolo se ne è visto solo qualche sprazzo. Le racconigesi sfoggiano un buon muro, ma dovranno ancora lavorare molto in difesa e moltissimo sul piano della concentrazione per evitare gli innumerevoli errori banali che hanno regalato punti preziosi a delle avversarie non certo trascendentali. Due punti non fanno primavera, anche perché le ragazze di Berra continuano a rimanere in fondo alla classifica: hanno comunque rot-

Le racconigesi salutano il Bellinzago prima dell’incontro di sabato to il ghiaccio. Numeroso e rumoroso il pubblico, con tante ragazzine delle squadre giovanili: e questo è un bel segnale. Di qui bisogna cominciare e crederci, a partire da sabato 19 novembre, di nuovo in casa, contro il forte Cossato (ore 20,30). m. san. Risultati 5ª giornata: Racconigi-

Per il Vbc primo stop stagionale manetto in palleggio, Galletto opposto, Brunetti e Pallonetto bande, Bunino e Sito centrali, Olocco libero. Le saviglianesi si aggiudicano senza troppo penare i primi due parziali. Il terzo set la gara parte equilibrata ma poi il Venaria ingrana la quarta e prende il largo. L’Edilcem-B&B non ci sta, recupera lo svantaggio fin sul 15-18, si mantiene incollata alle avversarie, ma poi cede ai vantaggi Nel quarto set la fatica inizia a farsi sentire, i mister effettuano alcuni cambi, ma le ragazze di casa con un’intensità di gioco straripante e sorretta da un caldissimo pubblico vincono agevolmente. Il tie-break inizia malissimo per le saviglianesi, sempre sotto fino al 7-12. Poi, con Steu al servizio, ha inizio una incredibile rimonta che

Risultati della quinta giornata Collegno-Ciriè 2-3;Volpiano-None 3-2; Novi-Santhià 2-3; Asti-Occimiano 1-3; Caluso-Villanova 2-3; Gerbaudo Savigliano-Ovada 3-0. Classifica Gerbaudo Savigliano 12; Santhià 11; Ovada* e Villanova 9; Novi* 8; Occimiano* e Ciriè 7; Asti, Collegno* e Volpiano 5; None 4; Caluso 2. (*) una partita in meno. Prossimo turno (sabato 19-domenica 20 novembre) Ciriè-Gerbaudo Savigliano; None-Collegno;Villanova-Novi; SanthiàAsti; Occimiano-Caluso; Ovada-Volpiano.

VOLLEY SERIE D Co.Ga.L motivata

Riscatto immediato SAVIGLIANO 3 RIVOLI 0 (26-24; 27-25; 25-15) Co.Ga.L.Volley Savigliano: Bergesio, Berohiti, Botta, Casale M., Cravero, Curti, Durando, Lanfranco, Monasterolo, Panero M., Rabbia, Rosso. All.: Casale Aldo, Russo Paola. I ragazzi della Co.Ga.L. fanno tesoro della lezione di Venaria e contro un buon Rivoli (a dispetto della loro classifica deficitaria) scendono in campo motivati e decisi a Marco Casale conquistare i 3 punti in palio. Mister Casale si affida ai più collaudati: Botta in palleggio con Lanfranco nel ruolo di opposto, centrali Durando e Panero ed in attacco Marco Casale e Berohiti (alternato a Curti) con Rabbia nel consueto ruolo di libero. I primi due set sfilano all'insegna del perfetto equilibrio con la formazione di casa che riesce a prevalere nel finale grazie ad una maggiore cattiveria agonistica. Nel terzo parziale, equilibrio fino all' 11 a 12 per gli ospiti, dopo di che Botta e compagni innestano la quarta ed allungano decisi, lasciando gli avversari a soli 15 punti, con Marco Casale che mette a terra il pallone della meritata vittoria, scacciando così tutte le tensioni della vigilia. Sabato prossimo impegnativa trasferta ad Acqui Terme contro il Negrini Rombi Escavatori, terzo in classifica dietro al Fossano ed alla Co.Ga.L. Risultati 5ª giornata: Caraglio-Busca 0-3; Collegno-Acqui Terme; Co.Ga.L Savigliano-Rivoli 3-0; Montanaro-Venaria 0-3; Fossano-Mondovì 3-0; Ciriè-Madonna delle Grazie 2-3; Alessandria-San Benigno 3-0.

VOLLEY SERIE D FEM. Le saviglianesi lasciano due punti a Venaria

VENARIA 3 SAVIGLIANO 2 (22-25; 21-25; 29-27; 25-16; 17-15) Edilcem-B&B Savigliano: Bono, Brunetti (cap.), Bunino, Galletto, Galvagno, Germanetto, Lamberti, Mangarda, Pallonetto, Sito. Lib.: Casale, Olocco. All.: Bianco Luca, Lucullo Maurizio. Prima sconfitta per l’Edilcem-B&B, a Venaria contro una buona ma rattoppata squadra. Avanti di 2-0, le saviglianesi hanno subito una veemente rimonta che le ha condannate. Una sconfitta che lascia l’amaro in bocca. In settimana i 5/7 della formazione base non si erano allenati per motivi di scuola e di lavoro, di conseguenza Luca e Maurizio partono con le “riserve”, che riserve: Ger-

Serie C maschile – Girone A

porta la Edilcem-B&B sul 13-12. Ma non basta: le torinesi rispondono e si aggiudicano il parziale ai vantaggi. Prossimo incontro, sabato 19 novembre tra le mure amiche di via Giolitti, contro il Cambiano. Risultati 5ª giornata: San Francesco al Campo-Lanzo 3-1; Pinerolo-San Mauro 0-3; Villanova-Saluzzo 2-3; Vicoforte-Caselle 3-1; Venaria-Savigliano 3-2; CambianoRivalta 0-3; Casale-Valle Belbo 30. Classifica: Saluzzo 14; Savigliano e e San Mauro 12; San Francesco al Campo e Pinerolo 9; Rivalta* e Vicoforte 8;Valle Belbo 7;Villanova* 6; Casale* e Venaria 5; Cambiano 4; Lanzo e Caselle* 0. (*) una partita in meno.

Classifica: Fossano 14; Co.Ga.L Savigliano 12; Acqui Terme*, Busca*, Alessandria* e Caraglio* 8; Ciriè e Montanaro 7; Collegno 6; Venaria 5; Madonna delle Grazie* 4; Mondovì e San Benigno 3; Rivoli* 0. (*) una partita in meno.

Bellinzago 3-2; Cossato-Chieri 32; Canavese-Oleggio 1-3; ;Romagnano-Lingotto 1-3; Chisola-Almese 3-0; Lasalliano-Parella 0-3; Novara-Villar Perosa 1-3. Classifica: Villar Perosa e Oleggio 14; Parella 13; Lingotto 12; Cossato 11; Chisola 9; Chieri 7; Novara e Lasalliano 5; Canavese e Almese 4; Bellinzago 3; Racconigi e Romagnano 2.

PREMIO UN ANNO DA CAMPIONE

Olivero, Osella, Pansa, Rosso, Spalla,Villella. All.: Russo Paola. Dir.: Rosso, Broiera, Calcagno. UNDER 14 BRE BANCA CUNEO SAVIGLIANO (25-6; 25-12; 25-18)

3 0

SAVIGLIANO CHIERI (25-21; 23-16; 23-19)

3 0

Leclerc Volley Savigliano: Bertola, Broiera, Calcagno, Fumero, Galli, Ghione, Martini,

BOCCE SERIE Porta il curriculum del tuo candidato entro il 15 dicembre presso: - Patty Sport - Giuggia Sport - Corriere di Savigliano - Il Saviglianese All’atleta che sarà giudicato più meritevole un riconoscimento dal valore di mille euro.

Primo concentramento del campionato under 14 sabato 12 a Cuneo. Nulla da fare per la Leclerc Volley nell’incontro contro il Cuneo, squadra nettamente più forte che non ha consentito ai ragazzi di Paola di esprimere il proprio gioco. Nel secondo incontro vittoria dei saviglianesi contro una squadra alla loro portata. Prossimo concentramento domenica 20 novembre al Palazzetto di Savigliano.

B Nella trasferta di Rosta

Marenese sconfitta ROSTA – MARENESE 11-9 Nulla da fare per la Marenese impegnata a Rosta contro l’ottima formazione di casa: i giocatori di Giordanengo perdono comunque di misura, dimostrando di essere sulla buona strada nella ricerca di nuove soddisfazioni sportive. Portano punti alla squadra Vittorio Ambrogio e Fabio Mellano nei tiri tecnici, vince la terna Barbero-Arnolfo-MasFabio Mellano sano e Tavella nel combinato; pareggia la coppia Ciravegna-Garelli, recuperata in extremis dai bravi avversari. La Marenese rimane per ora ferma in classifica a 2 punti. Sabato sfida casalinga contro il Roverino, secondo in classifica.


28

sport

mercoledì 16 novembre 2011

BOCCE PRIMA CATEGORIA Convincente debutto con la Crescentinese

Volley misto Fossano

Saviglianese col piede giusto SAVIGLIANESE CRESCENTINESE

Ampio successo nel primo incontro del Campionato di Società di Prima Categoria per la Bocciofila Saviglianese, sorteggiata in un girone a 6 formazioni con Roretese, Le Carreau Aosta, Mezzetti Belletti Novara, Crivellese Asti e Crescentinese.

Il Racconigi Volley Team nell’incontro con le Officine Dalmasso RACCONIGI V.T. 0 OFFICINE DALMASSO 2 (23-25; 16-25) Racconigi Volley Team: Panero Marta, Mariano Enrico, Giulia Giordano, Ronco Stefano, Vaschetto Andrea, Rizzuto Alessandro, Francesca Tavella, Alessia Seia, Giulia Marchisio Ramello, Selene Pappalardi. All. : Tamara e Stefania Mulassano. Nella serata di mercoledì 9 novembre, presso la palestra del Liceo di Fossano, la compagine racconigese veniva battuta dalle

11 1

Officine Dalmasso, alla loro seconda vittoria consecutiva. Nel primo set i racconigesi, pur giocando una buona pallavolo, commettono qualche errore di troppo, consegnando il parziale agli avversari. Nel secondo set, dopo un avvio titubante, si trovano sul 10 pari, dimostrando di essere ancora reattivi ma gli avversari, forti di una maggiore esperienza e di una buona fisicità, riescono a spuntarla. Da sottolineare l’ottimo lavoro di Andrea Vaschetto, molto incisivo con i suoi muri.

La formazione che difende i colori della Bocciofila Saviglianese nel campionato di Prima categoria

BUSCA RACCONIGI (18-25; 15-25; 20-25)

Oltre ogni speranza le giovanissime racconigesi, che sono riuscite nell’impresa di battere la corazzata Vezza giocando con umiltà

de, Bertinotti, Gentile, Ponzi, Rinaudo. All.: Michele Saimandi.

JUNIORES CSI SAVINVOLLEY 2 MDG D & G VOLLEY 1 SavInVolley Panetteria Calandri: Saglietto, Bainotti, E. Colombero, Perona, Picco, Spalla, Bertola, Gramaglia, Cussa, Monterosso, Gjergji, Somà. All.: D. Gentile. Troppe le ricezioni sbagliate e di conseguenza pochi attacchi vincenti, troppo pochi i palloni recuperati su attacchi facili delle avversarie. UNDER 16 FIPAV SAN CASSIANO 0 SAVINVOLLEY 3 (25-14; 25-13; 26-24) SavInVolley Ge.Cos.: Peletti, Pucillo, Lo Fiego, Allocco, Gran-

Troppa confusione in campo e i troppi errori al servizio nel primo set. Black out totale nel secondo. Nel terzo le ragazze partono bene e conducono per tutto il parziale ma si perdono nel finale davanti alla maggiore esperienza delle avversarie. ALLIEVE CSI FOSSANO 3 SAVINVOLLEY BIANCA 0 (25-21; 25-17; 25-21) SavInVolley Bianca: Lingua, Botta, Borgognone, Lepuri, Gugliotta, Colombano, C. Panero, Rinaudo. Lib.: Ladu. All.: S. Sito. Primo e terzo set giocati bene e combattuti punto a punto, mentre il secondo, forse per qualche errore di troppo in ricezione, è stato perso più seccamente. SAVINVOLLEY ROSSA 3 SAN TARCISIO 0 (25-12; 25-17; 25-19)

CATEGORIE C e D A Beinette, seconda prova valida per la Coppa italia 2012 categoria C, quinto posto conquistato dalla coppia saviglianese Francesco Imberti-Antonello Appendino su un lotto di 26 formazioni. A Levaldigi, seconda prova della categoria D, meritatissimo secondo posto per la coppia Mario De Lorenzo-Mario Giachello, e dignitoso quinto posto per Gianfranco Gianoglio-Luigi Migliore. Alla gara, su un lotto di 26 formazioni, hanno partecipato altre 4 coppia della Asd Bocciofila Saviglianese.

0 3

Racconigi: Brandino, Caula,Vettori, Ainaudi, Tavella, Missenti, Esposito, Candelo, Reviglio. Lib.: Sanmartino. All.: R. Saimandi. Vittoria netta per l’under 16 racconigese, ma pericoloso adattamento al ritmo delle avversarie, con palle lente, errori banali e fasi di gioco elementari.

SavInVolley Rossa: Peletti, Pucillo, El Khazzari, S. Biglione, C. Biglione, Cussa, Bertinotti, El Bouazzaoui, Mondino. All.: Lucia Bainotti. La partita è stata sempre in mano saviglianese, con efficaci azioni corali in difesa e in attacco. UNDER 14 FIPAV MOROZZO 2 SAVINVOLLEY 3 (25-19; 19-25; 25-17; 9-25; 14-16) SavInVolley Five Stars Solutions: Davicco, Borello, Alberto, Zorgniotti, Scarati, Oggero, Tifni, Famulari, Petitti. Vittoria in rimonta per le ragazze di Vanessa: finale da brividi con le biancorosse che al tie-break si fanno recuperare due volte, sprecando tre palle-partita prima di chiudere. UNDER 14 CSI DUEFFE CUNEO SAVINVOLLEY

Sabato 12 novembre gara provinciale Under 11 con ottima prestazione del saviglianese Pietro Tavella, classificatosi al secondo posto. A Pietro i complimenti del direttivo e presidente.

ALLIEVE CSI

UNDER 16

Martina Tebano

da coppia) a Luciano Bono, Giuseppe Dubois, Giorgio Berutti (sostituito da Michelangelo Gili, vittoriosi nella terna 8-7) fino a Marco Cravero, il bravo under 18 a disposizione di sostituzioni. Prossimo incontro sabato 19 novembre, in trasferta nell'Astigiano a Crivelle.

CATEGORIA UNDER 11

e grandissimo cuore.

PRIMA DIVISIONE FEM. VEZZA 2 RACCONIGI 3 (22-25; 25-21; 20-25; 25-20; 13-15) Racconigi: Carbonari,Vanzetti, Pansa, Brandino, Bertinotti, Caula, Tebano, Vettori, Ainaudi, Reviglio, Bottanelli, Sanmartino. All.: Saimandi Roberta.

Nella squadra diretta dal dt Mario De Lorenzo e dal collaboratore Gianfranco Gianoglio, tutti protagonisti di questa schiacciante vittoria, da Stefano Migliore (16-16 nel primo tiro di precisione e, vittorioso in coppia con il presidente Riccardo Somale per 13-6) a Claudio Fiorito (2 prove vinte, nel secondo tiro di precisione 17-8 e nell’individuale 13-4), da Maurizio Perlo e Corrado Salusso (13-3 nella secon-

2 1

SANTA MARGHERITA 1 RACCONIGI 2 (25-20; 14-25; 24-26) Racconigi: Candelo, Fogliano, Esposito, Cigna, Sicca,Tavella, Missenti. All.: Carbonari. Ancora una bella vittoria contro una squadra forte, nonostante le racconigesi abbiamo affrontato la trasferta di Alba a ranghi ridotti. Solo nel primo set le ospiti sono apparse un po’ impacciate in difesa e in battuta ed hanno ceduto alle avversarie.

(22-25; 25-19; 25-22) SavInVolley Five Stars Solutions: Areddu, Crosetto, Dello Iacono, Droussi, Fazio, Garro, Lovera, Masento, Ruginosu, Serra, Stan. All.: M. Saimandi, C. Picco. Prima assoluta per la nuova squadra dell’under 14 Csi che a Cuneo vince il primo set ma deve poi cedere alle padrone di casa. OPEN MISTA CSI JESUS INSIDE SAVINVOLLEY (20-25; 25-9; 25-18)

2 1

SavInVolley MetaSoftLab: Sito, Mana, Picco, Delpiano, Colombero C., Quaglia V., Quaglia G.L., Granzotto, Mollo. Lib.: Spalla. All.: Aldo Mollo. Esordio sfortunato sul campo di Confreria. I saviglianesi riescono ad imporsi nel primo set grazie ad un palpitante finale. Il secondo e il terzo parziale vedono invece i locali prevalere in battuta ed in attacco.

MARENE VOLLEY PRIMA DIVISIONE FEM. AREA 0172 BRA 3 MARENE 0 (25-6; 25-21; 25-12) Marene: Sobrero, Deninotti, Racca L., Racca I., Monge, Angaramo, Tortore. All.: F. Piras. Purtroppo non c’è nulla da salvare nella pesante sconfitta a Bra delle ragazze di coach Piras. Senza grinta, voglia e spirito di sacrificio non si va da nessuna parte. Ora le marenesi saranno a riposo per un turno ed avranno il tempo per schiarirsi le idee e lavorare in palestra, sperando che ritrovino il giusto spirito. UNDER 16 BUSCA 0 MARENE 3 Marene: Mina, Zana, Sabena, Baudino, Gerbaldo, Alloa, Daniele, Abrate, Maccagno, All.: Sanfilippo. Dir.: Ferrero Esordio con vittoria per le ragazze dell’under 16, che disputano una buona partita sfoggiando un gioco non spettacolare ma preciso. Qualche problema nel terzo set, ma con un finale grintoso portano a casa i tre punti. UNDER 14 MARENE SOMMARIVA (13-25; 12-25; 8-25)

0 3

Marene: Alladio, Buttieri, Bosio, Fissore F., Fissore I., Gamba, Giraudi, Ngombo, Trovato, Marengo. All.: Sanfilippo. Dir.: Ferrero. Una sconfitta casalinga in cui incertezza e paura la fanno da padrone, insieme ai molti sbagli banali commessi dalle marenesi contro un avversario tutt’altro che irresistibile. Sono mancate grinta e voglia di combattere su ogni pallone: l’unica reazione, nel secondo set, non è bastata per vincere la partita. CSI OPEN MISTA MARENE 2 BOVES 1 (25-23; 25-22; 21-25) Marene: Alloa Casale (capitano), Rosso, Stassi,Trucco, Cedrani, Alasia, Bosio, Cravero, Panero. Per l’Open Mista è ripartita la nuova stagione sportiva. Al via un’ottima squadra autogestita, composta da “vecchi” e “nuovi” giocatori, che hanno deciso di iniziare insieme quest’esperienza. Dopo la pausa estiva e ormai un mese di allenamento la formazione è rientrata in campo martedì 8 novembre, affrontando nella prima giornata la squadra del Boves. I marenesi hanno iniziato subito con un buon vantaggio, senza dare respiro agli avversari. Il secondo set, pur iniziando un po’ più a rilento, è terminato ancora con la vittoria del Volley Marene. Nell’ultima frazione i padroni di casa hanno peccato un po’ di concentrazione, e questo ha fatto sì che gli ospiti vincessero.

Volley Caramagna contro la prestazione del libero Giulia e della giovane centrale Stefy, e da segnalare il rush finale nel terzo set di Anna. UNDER 16 PRIMA DIVISIONE FEM. SOMMARIVA 0 SAVIGLIANO PERNO 3 (20-25; 20-25; 10-25) Vbc Savigliano: Allasia, Boglione, Ramonda, Bosio, Garrone, Fiorito, Galletto, Merlo, Miraglio, Omento, Rabbia, Bodrero, Gallo. All.: Casale. Dir.: Miraglio. Prima vittoria in campionato per la rinnovata squadra di coach Piero: una netta affermazione in 59 minuti con il risultato mai in discussione. Buona per tutto l'in-

SAVIGLIANO AREA 0172 BRA (12-25; 15-25; 12-25)

0 3

Vbc Savigliano B&B: Bosio, Boglione, Bonetti, Alasia, Allasia, Brero, Francesconi, Garrone, Borello, Racca, Baudracco, Genovese A., Genovese M. All.: Casale P., Francesconi T. Un 3-0 forse pronosticabile contro le brave braidesi ma che avrebbe potuto essere di entità meno evidente. Solo nel secondo set le saviglianesi sono rima-

ste in partita fino al 12-12 per poi cedere quasi di schianto. UNDER 14 SAVIGLIANO VICOFORTE (25-7, 25-10, 25-18)

3 0

Vbc Savigliano: Cecia, Marti, Stefy, Otta, Claudia, Cri, Emma, Marta, Lolla, Fede, Francesca, Martina. All.: Sergio e Ale. Brave le saviglianesi, soprattutto nei primi due set, con una Stefy in gran spolvero, una Marty incisiva in battuta, una Cecia all'altezza e con tutte le altre ragazze entrate in campo efficaci. Da segnalare l'arrivo nel gruppo di due nuovi elementi: Francesca Miretti e Martina Giannotto.

UNDER 13

PRIMA DIVISIONE FEM.

SALUZZO SAVIGLIANO

2 1

SAVIGLIANO VICOFORTE

0 3

Vbc Savigliano: Chiambretto, Kerpaci, Chelarescu, Giraudo, Perlo, Bosio, Mignosi, Giordano, Pallonetto. All.: Villois Sergio. Dir.: Vercellino Livia. Nel concentramento di Saluzzo, vuoi un po’ per inesperienza, vuoi per la tensione dell’esordio, le saviglianesi non sono sempre riuscite ad imporre il proprio gioco. Le cose migliori si sono viste nella partita persa per 3-0, dove però il risultato è stato spesso in bilico. Tutte le ragazze hanno dimostrato netti miglioramenti.

GALLO 3 CARAMAGNA 0 (25-15; 25-23; 25-23) BCC Cherasco Volley Caramagna: Becchio, Brindisani, Ambrogio,Testa, Colombano, Ferrero, Gravante,Tronci. Lib.: Mesce. All.: Gallo Osvaldo. Dir.: Osella Franco. La BCC Caramagna torna a mani vuote dalla trasferta nell’ostica palestra del Gallo Grinzane. Le giustificazioni ci sono tutte tenendo conto delle moltissime assenze (Burzio, Bergamini, Ambrogio Silvia e Bonifetto) che hanno mandato all’aria gli equilibri su cui coach Gallo ha costruito la squadra. Nonostante questo non

Elisa Colombano è stato un massacro ma, a parte un primo set, il Caramagna è sempre stato in vantaggio ed ha mollato la presa solo nel finale dei parziali, perdendo di misura. Venerdì 18 novembre alle ore 21.00 al palazzetto di Caramagna arriverà il Bra per una nuova avvincente sfida.


sport

mercoledì 16 novembre 2011

BASKET SERIE C NAZ. La squadra di Spanu nuovamente k.o. in trasferta

La Cogein cade a Mortara MORTARA 86 SAVIGLIANO 67 (23-18; 21-18; 24-14; 18-20)

vere, addirittura sin dalla palla a due, quando i padroni di casa mettono a referto un parziale di 6-0, frutto di palle perse e contropiedi innescati. Il pareggio arriva dalle mani di Beccaria, Boella e Marcello, ma sarà uno dei soli due agganci della partita. Il secondo è frutto di una tripla di Nasari che replica la bomba di Cattaneo (9-9). Da lì in poi si vede tanto Mortara e pochissimo Savigliano. Il secondo periodo parte come il primo: altro 6-0 e nei successivi 5 minuti il gap aumenta sino al

Cogein Savigliano: Nasari 17, Nicolucci 13, Beccaria 11, Marcello 10, Boella 7, Giorsino 6, Martoglio 4, Agazzani 2, Garello, Mondino n.e. All.: Marco Spanu. Dir.: Cristiano Graceffa. A Mortara per la Cogein arriva la terza sconfitta su quattro trasferte, con lo scarto negativo record: -19. Gara che è apparsa subito come un rebus che i saviglianesi non hanno mai saputo risol-

-14. Nel terzo quarto Savigliano prova a cambiar marcia ma Mortara è incontenibile e si arriva fino al +21 casalingo della sirena. Nell’ultima frazione l’inerzia della gara è ormai acquisita ed il divario sul tabellone tra le due squadre rimane assestato sulla ventina di punti. A Marco Spanu non resta che prendere atto della serata storta e spronare il gruppo con la sua ben nota carica: «Non abbiamo scusanti: loro hanno giocato in attacco una partita perfetta, noi

in difesa siamo stati un disastro. Il problema non è nuovo, è una questione di atteggiamento, di umiltà, di sacrificio, di spirito di squadra contro il puro individualismo. È inutile parlare dell'attacco: se non si registra la difesa avremo un campionato con poche soddisfazioni». Purtroppo per i biancorossi sabato (ore 21,15) arriva al Palaferrua il super-Tortona: occorrerà sfoderare una prestazione maiuscola per cercare almeno di contrastare la capolista. In caso contrario la debacle è assicurata.

29

Divisione Nazionale C – Girone A Risultati dell’ottava giornata Crocetta Torino-Rho 58-62; Cantù-Alessandria 83-65; Sestri Levante-Loano 51-52; Mortara-Cogein Savigliano 86-67; Trecate-Pavia 87-95; Novara-Domodossola 62-59; Derthona-Biella 79-60; Follo-Sarzana in programma mercoledì 16 novembre. Classifica Derthona 14; Mortara, Cantù e Pavia 12; Novara 10; Sarzana**, Domodossola e Cogein Savigliano 8; Follo*, Biella*. Rho e Loano 6; Crocetta Torino, Sestri Levante* e Alessandria* 4; Trecate 2. (*) una partita in meno. Prossimo turno (sabato 19-domenica 20 novembre) Rho-Pavia; Sarzana-Crocetta Torino; Loano-Alessandria; Biella-Trecate; Mortara-Novara; Follo-Sestri Levante; Cogein SaviglianoDerthona; Domodossola-Cantù.

BASKET SERIE D I biancorossi di Enrico Testa tornano a muovere la classifica

Vittoria scacciacrisi per l’Incasa SAVIGLIANO – GINNASTICA (15-18; 23-19; 18-10; 13-10)

69-57

InCasa Savigliano: Bertello 21, Mussetti 15, Testa 8, Icardi 7, Brero 6, Masento 3, Sena 3, Mondino 3, Castelli 3, Eandi. All.: Enrico Testa. Vittoria scacciacrisi per la formazione di Enrico Testa dopo una striscia di 5 sconfitte consecutive: due punti che sono puro ossigeno per Savigliano e che consentono perlomeno di muovere la classifica. Ancora invece molto latitante il bel gioco, al quale i biancorossi hanno sopperito con una buona carica agonistica che ha permesso di domare i torinesi, formazione coriacea, abile nello smarcare l’uomo sotto le plance. Sugli scudi le prestazioni di Bertello e Mussetti, che hanno firmato oltre la metà dei punti realizzati dalla squadra, ma anche Testa e

Icardi si sono comportati bene nei momenti delicati della gara. Nel primi due quarti le baby-pantere stentano a prendere il sopravvento su un avversario tra l’altro poco dotato fisicamente ma che riesce spesso a servire l’uomo in post basso. Il gioco per la Ginnastica si dimostra redditizio e all’intervallo lungo il margine a favore dell’InCasa è di un solo punto, nonostante la buona vena di Mussetti. Nella seconda parte della gara sale in cattedra, sia come regista che come realizzatore, Simone Bertello. Il play biancorosso è spesso letale anche dai 6,75 metri e permette inoltre a tutti i compagni di giocare meglio e con più convinzione. Una vittoria che farà sicuramente morale e che consente di guardare alla trasferta contro il

Kappa Due con maggior ottimismo. Risultati 9ª giornata: Rivalta-Alba 61-78; Piossasco-Collegno 75-90; Giaveno-Fenice Torino 75-67; Pino-Pinerolo 65-53; Rivoli-K2 Torino 53-67; San Mauro-Cavallermaggiore 82-65; Savigliano-Ginnastica Torino 69-57; Tam Tam Torino-Pancalieri 72-82. Classifica: Collegno 18; San Mauro 14; Pino 12; Cavallermaggiore, Giaveno, Fenice, Pinerolo e Pancalieri 10; K2 Torino e Rivalta 8; Tam Tam Torino, Ginnastica Torino, Piossasco e Savigliano 6; Alba e Rivoli 4. Prossimo turno: Alba-Rivoli; Cavallermaggiore-Giaveno; Collegno-Rivalta; Fenice-Tam Tam Torino; Ginnastica Torino-San Mauro; K2 TorinoSavigliano; Pancalieri-Pino; Pinerolo-PIossasco.

Basket – Settore Giovanile UNDER 17 REG. CAVALLERMAGGIORE 49 SAVIGLIANO 54 (9-12; 9-12; 16-12; 15-18) Sfel Cavallermaggiore: Bosio 15, Gemma 11, Plaia 9, Appendino 7, Baradello 4, Pampiglione 2, Amoroso 1, Alloa Casale 0, Burdese 0, Mana 0. All.: Toselli, Dalmasso. Savigliano: Sorasio 14, Giannotto 11, Bossolasco 8, Mussetto 8, Bodrero 6, Gili 4, Racca 2, Politanò 1, Calvo 0, Pizzo 0, Quercio 0, Salvador 0. All.: Cordasco. Primo derby stagionale in equilibrio per tutti i 40 minuti e deciso sostanzialmente da episodi. Oltre alla defezione di Mellano, infatti, Cavallermaggiore durante la gara perde per infortunio Appendino e Amoroso. Nonostante ciò, i Gators giocano ad altissima intensità e in più di

un’occasione si fanno preferire per qualità e concretezza. Nel finale Savigliano mantiene un vantaggio di alcune lunghezze e, grazie ai falli sistematici, raggiunge il +5 finale. Risultato che sta stretto ai padroni di casa. Splendide performance di Bosio e Gemma. Prossimo incontro sabato 19 in casa contro Mondovì (ore 17,30). UNDER 15 ELITE CARMAGNOLA 62 SAVIGLIANO 76 (9-33; 21-14; 11-12; 23-17) Ghemar Savigliano: Amateis 27, Marengo 15, Gallo 12, Crepaldi 7, Demichelis 6, Didoli 4, Giordano 2, Berger 2, Frangaj 1, Origlia, Ferrero. All.: Frandino. Contro Carmagnola, reduce da 3 vittorie consecutive, gli ospiti partono molto bene: difesa aggressiva, recuperi, contropiedi, po-

riore ai 100 punti ed essere quella che ha segnato di più. Da ricordare anche, per coach Fiorito, l’handicap della panchina corta, date le indisponibilità di Bertolini, Donalisio e Zorgniotti. Dignitosa comunque la prestazione di tutti, soprattutto di capitan Bacci. Luca Bacci con il capitano del Casale Giulio Raiteri chi errori. Il parziale si chiude 33-9 per loro. Nel secondo parziale riscossa dei padroni di casa che rovesciano la situazione. L'ultimo parziale comincia sul +18 per gli ospiti, che alla fine ottengono finalmente una vittoria. UNDER 14 ELITE SAVIGLIANO 37 CASALE 130 (11-32; 8-30; 10-40; 8-28) Givo & Figli Serr. Savigliano: Bacci 12, Giorda-

CAI Savigliano PRANZO DI FINE STAGIONE Domenica 27 novembre torna al rifugio Savigliano di Pontechianale, organizzato dalla sezione di Savigliano del Club Alpino Italiano, il pranzo a chiusura della stagione 2011 a base di bagna cauda e polenta. Appuntamento, come sempre, al rifugio, recentemente rinnovato e migliorato per quanto concerne la sala da pranzo ed i servizi igienici, nonchè la “veste” esterna (compreso quello che adesso è divenuto un ampio e comodo parcheggio, neve permettendo), alle ore 12,30. La quota di partecipazione è di 15 euro per i soci del Cai e di 18 euro per i non soci. Le adesioni devono essere comunicate quanto prima, e comunque non oltre venerdì 25 novembre, in sede (giovedì dalle 18 alle 19,30 e venerdì dalle 21 alle 23, telefono 017233472) oppure direttamente ai gestori Romeo e Cosetta Isaia.

no 6, Quercio 6, Givo 6, Ferrero 4, Frangaj 3, Bergui, Brero, Ghiazza. All.: Andrea Fiorito. Lezione di basket per i ragazzi dell’under 14 messi a confronto con i campioni nazionali in carica della categoria ’98. Veramente ammirevoli i casalesi, veloci e tecnicamente dotati. Due piccole consolazioni per le baby-pantere: l’essere la prima squadra del girone ad arrendersi alla Junior con uno scarto infe-

UNDER 13 REG. SAVIGLIANO 55 FOSSANO 39 (9-10; 15-7; 15-15; 16-7). Savigliano: Miccoli 18, Barbero E. 14, Chiavassa 6, Trucco 6,Vivalda 4, Paolillo 3, Origlia 2, Barbero F. 1, Estienne 1, Bosio, La Porta. All.: Garello. Esordio stagionale casalingo per l’under 13 ed inizio di gara in salita per i saviglianesi che dopo 3’ inseguono 0-8. Poi le cose si aggiustano fino alla vittoria finale sul punteggio di 55-39.

Gran galà del Ciclismo A Racconigi, nella stupenda cornice delle Serre reali del castello dei Savoia, sabato 26 novembre è in programma la terza edizione del Gran galà del ciclismo, organizzata da Sportsolution nell’ambito del Progetto CycloMonviso. Interverranno prestigiosi ospiti, campioni di ieri e di oggi: Moreno Argentin, Franco Balmamion, Mirko Celestino, Giorgia Bronzini, Francesca Fenocchio, Francesco Frattini, Francesco Moser, Davide Rebellin, Nicolas e Stephen Roche ed Italo ZiGiorgia Bronzini lioli. Durante la cena sarà consegnato il premio Sportsolution. Informazioni e prenotazioni: grangaladelciclismo@sportsolution.eu oppure tel. 0172.370333.

SAN MAURO 82 CAVALLERMAGGIORE 65 (18-12; 15-21; 24-9; 24-21) BiEsse Cavallermaggiore: Nicola 12, Ghione 11, Fissore 8, Faccia 7 , Baruzzo 6, Zuccarelli 6, Sarvia 5, Ambrogio 5, Cerutti 5, Missenti 0. All.: Mondino, Nasari. I primi minuti di gara sorridono ai padroni di casa, rapidi in contropiede ed efficaci al tiro. Gli ospiti non stanno a guardare e confezionano pregevoli trame offensive, rimanendo ancorati nel punteggio. Cavallermaggiore è però imprecisa e gli errori degli Alligatori vengono sfruttati dai torinesi, che portano il vantaggio a 8 lunghezze a fine periodo (18-12). Tutt’altra musica nel secondo quarto: i Gators rientrano sul parquet più volitivi e Fissore irrompe sulla scena con la sua intensità, mentre Ghione è autore di ottime iniziative in attacco. La tripla di Faccia riduce ulteriormente il divario, determinando lo score di 26-19. Baruzzo recupera una miriade di palloni in difesa, mentre in attacco segna dalla lunga distanza e smista assist per i compagni. Nicola realizza il primo vantaggio della partita (32-30) e al giro di boa gli Alligatori conduco-

Jacopo Ghione: 11 punti no 35-32. La seconda parte del match è una girandola di emozioni. Le due formazioni si inseguono, superandosi vicendevolmente, senza che nessuna trovi la forza per consolidare la propria leadership. A determinare l’inversione di rotta a favore dei torinesi è un parziale di 9-0 realizzato dai padroni di casa che fa precipitare Cavallermaggiore a -13. Quando mancano gli ultimi dieci minuti dell’incontro lo score è di 57-44. Dopo un giro di lancette le due squadre raggiungono già il bonus a causa dell’elevato numero di falli ravvisati dalla coppia arbitrale. L’intero periodo è così uno stillicidio di tiri liberi, che sostanzialmente non cambia gli equilibri, nonostante l’intensità di Sarvia, ultimo a mollare tra le fila di Cavallermaggiore. Vince San Mauro 82-65. I Gators interrompono la striscia positiva di successi, ma rimangono saldamente ai primi posti della classifica. Prossimo incontro venerdì 18 novembre tra le mura amiche del Palasport di Cavallermaggiore contro il Giaveno Basket (fischio d’inizio ore 21,15).

Basket CSI SAVIGLIANO 61 CENTALLO CRIN TEAM 44 Basket Savigliano Pizzeria Bucefalo: D'Orsi 17, Faletti 10, Gastaldi 10, Ambrogi 8, Ambrosino 5, Poccardi 5 Canavesio 3, Andreis 2, Bono 1, Asselle, Bacci. All.: Filippo Franco. Esordio stagionale vittorioso per i campioni provinciali in carica dell'A.S.D. Savigliano Basket, da questa stagione sponsorizzati dalla Pizzeria Bucefalo di Savigliano. La squadra si presenta con due volti nuovi: il play-guardia Silvano Ambrosino, che torna a vestire i colori del Savigliano dopo un paio d'anni d'assenza nei quali ha contribuito ai successi della serie D di Cavallermaggiore, e la guardia Roberto Faletti, trasferitosi quest'anno proprio dal Centallo Crin Team. Cambio anche in panchina dove si sono scambiati i ruoli Giletta, che da coach dello scudetto torna a fare il giocatore a tempo pieno, e Franco, che assume il ruolo di responsabile tecnico e festeggia il suo debutto con una vittoria. L'inizio della partita è equilibrato: Savigliano esprime un miglior gioco, ma non riesce a trasformarlo in canestri e concede troppo in difesa al Centallo che, grazie ai tiri liberi, rimane a con-

Nick D’Orsi top scorer tatto. A cavallo tra il primo e il secondo quarto i padroni di casa imprimono uno svolta alla partita, superando i 15 punti di scarto, ma poi si fanno rimontare e vanno al riposo lungo sul 30-21. Nella ripresa Savigliano si riporta a +17, per poi perdere nuovamente il filo della gara e permettere al Centallo di riavvicinarsi fino a –8. Nel finale il quintetto di casa ritrova solidità in difesa e chiude in scioltezza. Da sottolineare in particolare le ottime prove di D'Orsi, top scorer con 17 punti, e di Gastaldi, che ai 10 punti ha abbinato 3 stoppate, una gran quantità di rimbalzi e un immenso lavoro sotto i tabelloni. Prossimi impegni giovedì 17 novembre a Mondovì e quindi mercoledì 23 a Cervasca contro il San Defendente.


30

sport

mercoledì 16 novembre 2011

CALCIO La Saviglianese del nuovo corso prova a risollevarsi

Il punto sulla Promozione Clamoroso allo Stadio comunale di Carmagnola: la capolista perde penne e speroni al cospetto del sorprendente Fossano e, come d’incanto, il campionato si riapre. L’undici delle meraviglie del trainer Curetti fa un capolavoro: il tris è firmato da Sellam, Tosto e Bosio. Il Cavour nell’incontro d’alta classifica con la Virtus Mondovì non concretizza la sua superiorità. Ben cinque le occasioni da rete per l’undici di Di Leone, ma nel rettangolo di gioco non è arrivato il colpo da knock-out. Fa la voce grossa la PiscineseRiva che, alla terza vittoria consecutiva, aggancia la vetta. Nulla da fare per il Ciriè Orbassano. Decidono i centri di Cioverchia e Martucci. Un goal di Monge a fil di sirena permette al Revello di non uscire sconfitto nel confronto con il Corneliano (rete di Di Stefano). Pokerissimo del Bene Narzole sul sempre più in crisi Tre Valli. Doppietta di Bittolo Bon e reti di Rosso, Parussa e Ardito. Un Roero Calcio in gran spolvero sotterra di goal il malcapitato Rivoli-Giaveno. Settebello firmato da Perri (2), Boscolo, Magos, Onomoni, Sacco e Principato. Il Pedona con il freno a mano tirato non va più in là di uno striminzito 0-0 con il Don Bosco Nichelino.

Maghi: un pari per sperare GRUGLIASCO SAVIGLIANESE

1 1

BSR Grugliasco: Di Stefano, Locorriere, Benetollo, Rabottini, Marmo, Bonfiglio, Ballo (66’ Carato), Mascia (46’ Marceca), Oreglia (18’ Giambarresi), Gasperini, De Petris. A disp.: Ponzano, Lagnese, Grillo, Grassitelli. All.: S. Telesca. Saviglianese: Gastaldi, Marocco, R. Terlizzi, Sobrero, Lupinacci, Pelissero (82’ Monetti), Garagliano, Mondino (49’ Minelli), Reale, E.Terlizzi (74’ Ursu), Busano. A disp.: Ronzino, Biga, Camisassa, Cervino. All.: M. Martini. Arbitro: sig. Loffredo della sez. di Torino. Reti: 16’ E. Terlizzi; 68’ Gasperini.

Promozione – Girone C Risultati dell’undicesima giornata Carmagnola-Fossano 0-3; Cavour-Virtus Mondovì 0-0; GrugliascoSaviglianese 1-1; Pedona-Don Bosco Nichelino 0-0; PiscineseRivaCiriè 2-0; Revello-Corneliano 1-1; Roero-Cvr Rivoli 7-1; Tre ValliBene Narzole 0-5. Classifica PiscineseRiva, Cavour e Carmagnola 23;Virtus Mondovì 19; Pedona 18; Revello, Fossano e Corneliano 17; Roero16; Bene Narzole 14; Grugliasco 13; Don Bosco Nichelino 12; Ciriè 10; Cvr Rivoli 4; Tre Valli e Saviglianese 3. Prossimo turno (domenica 20 novembre, ore 14,30) Cavour-Grugliasco; Ciriè-Pedona; Corneliano-Carmagnola; Cvr Rivoli-Tre Valli; Don Bosco Nichelino-Roero; Fossano-PiscineseRiva; Virtus Mondovì-Revello; Bene Narzole-Saviglianese.

CALCIO

Note: serata fresca. Terreno perfetto in erba sintetica. L’ennesimo “nuovo corso” della Saviglianese inizia bene, con un pareggio in esterna che le sta molto stretto e fa ben sperare. Un urlo liberatorio. Per sancire il primo punto fuori dalle mura amiche e per far sentire a tutti che la voglia di reagire non manca. Serviva una scossa, soprattutto per scrollarsi di dosso la giustificabile tensione di questi mesi segnati da ben otto sconfitte, ma forse ancor più per rimanere strenuamente ag-

Arrivano i rinforzi co ha subito bagnato l’esordio con un goal d’autore. Non sono logicamente al top della condizione ma, con il tempo, troveranno l’amalgama con i compagni ed una migliore condizione atletica. La società ha annunciato che, con l’apertura delle liste di trasferimento, dal 1° dicembre arriveranno altri giocatori per rinforzare la rosa.

Marene – Giovanili ESORDIENTI ATL. RACCONIGI MARENE (1-2; 3-1; 2-0)

2 1

Marene: Bucca, Pelissero, Gallo, Astegiano, Poffa, Roasio, Racca E., Bajrami, Brundu F., Guelfi, Fiorito, Brundu N., Rabbia, Alladio, Racca R. All.: Chiavassa Michele. Dir.: Roasio Giuseppe. Reti: Bajrami, Brundu F. Prima battuta d'arresto per i ragazzi di Chiavassa, che devono cedere di fronte al miglior avversario finora incontrato. Partita dai toni accesi al termine della quale gli ospiti possono recriminare per alcuni errori di troppo, in difesa ed in attacco, oltre alla bravura del portiere avversario. I marenesi, dopo essersi aggiudicati il primo tempo, hanno ceduto nelle restanti due frazioni. PULCINI 2001 MARENE CITTA di SALUZZO B (1-2; 2-0; 1-0)

2 1

Marene: Daniele, Barge, Bosio, Mina M., Mina N., Racca, Rosso G., Rosso M., Seva, Favole, Grosso. All.: Ambrosino Silvio. Dir.:

Rosso Claudio. Reti: 2 Mina N., Grosso, Racca. Bella vittoria per i pulcini 2001 che questa volta, oltre al gioco, trovano anche i goal. 4 reti segnate ed altrettante sfiorate, buona intensit�� per tutta la gara e alla fine mister Ambrosino può dirsi soddisfatto: i suoi giocatori hanno disputato la miglior partita della stagione. PULCINI 2003 SCARNAFIGI MARENE (0-1; 2-1; 1-2)

1 2

Marene: Migliore, Lance, Ferrua, Carena M., Graglia, Petitti, Carena F., Bosio, Sabena. All.: Carena Alessandro. Dir.: Alberione Mauro. Reti: 3 Petitti, Sabena. Finalmente anche per i più piccolini arriva una vittoria che dà morale. Nella trasferta di Scarnafigi, la squadra di Carena si aggiudica 2 delle 3 frazioni e condisce la prestazione con il bel gioco e, soprattutto, con la continuità di concentrazione. Sugli scudi Petitti, autore di una tripletta, e primo goal stagionale per Sabena.

CRONACA Finisce senza vincitori né vinti l’importante incrocio salvezza. Una grande prova di carattere. Cercando la vittoria che non arriva ancora i rossoblù continuano a raccogliere punticini accompagnati da progressi sul piano del gioco. All’assalto di Forte Apache, pardon della rete del Grugliasco, i maghi ci sono andati soprattutto con il cuore e la determinazione. E se ciò non bastasse, si potrebbe anche dire che ai punti la Saviglianese avrebbe vinto: purtroppo, però, nel calcio contano i goal e sotto questo aspetto i ragazzi di Martini non sono stati precisi e fortunati. Gli ospiti puntano su una partenza sprint sfruttando la vivacità sulle corsie esterne e creando scompiglio nella retroguardia locale. 15’. Punizione velenosa di Garagliano dalla destra. Reale ci mette la capoccia. Rotondetta che sfila sopra la traversa. Preludio del goal. 16’. Garagliano dalla bandierina scodella al centro per il nuovo arrivato E.Terlizzi che inzucca di prepotenza. Di Stefano in acrobazia respinge ma è ancora Terlizzi in sforbiciata a ribattere in rete. 0-1. 18’. Su palla inattiva Reale chiama l’estremo torinese ad una difficile deviazione (tiro a fil di palo). Alla mezzora i rossoblù vanno vicinissimi al raddoppio. Gran tiro da

inventa la punizione. Alla battuta l’esperto Gasperini, con un preciso rasoterra, infila a fil di palo alla destra di Gastaldi. 1-1. Alla mezzora Sobrero è bravo a sventare alla disperata su tiro a colpo sicuro di Carato. Nel finale l’ingresso di Ursu prima e Monetti poi rivitalizza gli ospiti che però non sfruttano una serie di calci d’angolo. In pieno recupero Monetti ci prova su calcio piazzato ma il risultato non cambia più.

Francesco Gastaldi all’esordio fuori area di Busano (tra i migliori in campo), Di Stefano si supera e salva con l’aiuto della traversa. L’undici di Martini chiude il tempo ancora in avanti, ma non riesce ad assestare il colpo del k.o. che meriterebbe. RIPRESA Telesca scuote i suoi ed il copione cambia. 6’. Occasione goal per il Grugliasco. Marocco salva sulla linea di porta un tiro di Giambarresi. Riprende Gasperini e stavolta è Gastaldi a bagnare l’esordio con una strepitosa parata. La pressione dei padroni di casa si fa più accentuata ma il pari arriva da un gentil regalo del direttore di gara. Innocuo intervento di R. Terlizzi su De Petris. Il sig. Loffredo si

DOPOGARA Finalmente una Saviglianese briosa e battagliera. «C’è un po’ di rammarico per non aver portato a casa i tre punti che avremmo meritato – tuona Mauro Martini –. Ai ragazzi non posso proprio dire nulla se non fare i complimenti. È la Saviglianese che voglio: ha carattere e crescerà». Sul fronte torinese si ha la consapevolezza di averla scampata bella: «È sicuramente un punto trovato – commenta Salvatore Telesca –. Abbiamo permesso ai nostri avversari troppe opportunità nel primo tempo, che avrebbero potuto costarci molto caro». PROSSIMO TURNO Domenica ancora impegno esterno per la Saviglianese, di scena a Narzole contro la lanciatissima compagine locale. Nima

Saviglianese – Settore Giovanile

I fratelli Terlizzi e poi altri ancora

Il neo-tecnico Mauro Martini aveva parlato chiaro: «Accetto l’incarico con entusiasmo ma esigo rinforzi». Detto fatto, in settimana sono arrivati una punta ed un centrale difensivo: i fratelli Terlizzi. Roberto il difensore, Enrico l’attaccante. Nella trasferta di Grugliasco sono scesi in campo sin da inizio gara, ben figurando, ed Enri-

grappati al treno salvezza.

Paolo Paradiso JUNIORES REG. SAVIGLIANESE 0 CARMAGNOLA 0 Saviglianese: Gastaldi, Bolaboto, Flauto, Cussa, Demaria, Para, Dubois,Valiani, Berardo, Ferrero, Mattiuzzi.A disp.: Cesano, Coaloa, Kone, Oussiani. All.: Aubrit. Zero goal, un elenco lungo di occasioni mancate. La Saviglianese avrebbe avuto l’opportunità per avvicinarsi alle zone nobili della classifica. Pareggio giusto? Verrebbe da rispondere affermativamente per quanto fatto, meglio non fatto, dalle due protagoniste, anche se sono soprattutto i padroni di casa a doversi rammaricare per un trampolino di lancio non sfruttato. Sui piedi di Berardo e Ferrero le migliori opportunità per concretizzare. Sabato trasferta a Revello. ALLIEVI REG. ‘95 GIOV. CENTALLO 0 SAVIGLIANESE 1 Saviglianese: Bosio, Zaccaria, Caula, Bosio, Chiambretto, Pagliero (Engolò), Teora (Jakini), Maestrelli, Tavella ( Trentanelli), Gala (Gordillo), Marzovillo. A disp.: Marengo, Panero. All.: D. Boglione. Rete: Tavella La vittoria, seppur di misura, rappresenta un ottimo inizio. Nel primo tempo le due compagini non si fanno troppo del male, fino a quando Tavella realizza

un gran goal con deviazione di tacco sotto misura. La gara si accende, e sono ancora i saviglianesi a rendersi pericolosi più volte. Nel secondo tempo la reazione dei padroni di casa mette a dura prova la difesa, che regge però le avanzate avversarie. Alcuni ottimi interventi di Bosio salvano la porta. ALLIEVI ‘96 Fb SAVIGLIANESE PINEROLO

1 3

Saviglianese: Lembo, Bergesio, Lotrecchiano (Cappuccio), Maero, Bossio, Sordella, Donalisio, Ascani (Ambrassa), Gaveglio, Piola, Gallè. A disp.: Costadone, Giannattasio, Fiorito. All.: Vische. Rete: Gaveglio. Una sconfitta che non ci voleva per il morale dei ragazzi, ma il Pinerolo si dimostra squadra solida e ben organizzata. Nel primo tempo gli ospiti in otto minuti siglano una doppietta. La Saviglianese accorcia le distanze nei primi minuti della ripresa con il bomber Gaveglio. L’arbitro punisce troppo severamente un fallo del neo entrato Cappuccio con il cartellino rosso. Con i maghi in dieci arriva la terza marcatura pinerolese. GIOVANISSIMI ‘97 SAVIGLIANESE VIANNEY

4 4

Saviglianese: Costadone, Lovera, Peluffo (Beltrando), Citti, Botta, Buccino, Giordana (Barbero), Bertorello, Martino, Nika (Giraudo), Pengue. A disp.: Ricciardi, Moussade. All.: Pier Luigi Dalmasso. Reti: 2 Pengue, 2 Martino.

Partita da luna park al Morino. I maghetti passano subito in vantaggio dopo 20” su lancio in profondità di Pengue. I torinesi pareggiano a metà frazione. Martino in azione personale segna il 2-1. Prima dell’intervallo ancora pareggio Vianney. Ad inizio ripresa errore difensivo e goal ospite. Pengue pareggia per il 3-3. Ancora una disattenzione in difesa, e Vianney va a condurre a 8’ dalla fine. I maghetti reagiscono e Martino sigla il definitivo 4-4. Emozioni a valanga. GIOVANISSIMI ‘98 Fb MIRAFIORI SAVIGLIANESE

1 2

Saviglianese: Paradiso, Anselmo (Singh), Oberto, Benrhalem (Jakini), Mellano, Berardo, Caula, Guerra (Imesty), Lamartina (Ravera), Sacco, Greco. A disp.: Costamagna, Dalmasso, Temporale. All.: Gian Curti. Reti: Benrhalem, Lamartina. Esordio esaltante nella nuova realtà del campionato regionale. Opposti ai coetanei torinesi i ragazzi di Curti hanno sciorinato una prestazione di gambe e cuore, riuscendo nella piccola impresa di bagnare il battesimo con una bella e significativa vittoria. Bella perché ogni vittoria lo è, significativa perché l'atteggiamento con il quale hanno affrontato sin da subito l'ostacolo è quello giusto: questa deve essere la strada. La partita è stata tiratissima per tutti i 70’, i frequenti capovolgimenti di fronte hanno messo a dura prova le gambe dei rossoblù e questo è un altro aspetto, un altro insegnamento appre-

so dal campo di cui fare tesoro per il prosieguo. È stata una gara ben giocata da entrambi, con i torinesi in vantaggio ad inizio secondo tempo, dopo che nel primo Caula per due volte aveva costretto il portiere di casa a superarsi per neutralizzare due colpi di testa destinati in rete. Ma la risposta di carattere è arrivata subito, il pari raggiunto da Benrhalem che risolveva una mischia in area era il giusto premio per la bella prestazione della squadra, che sull'onda dell'entusiasmo si portava addirittura in vantaggio con un goal di Lamartina, splendidamente servito da Jakini su azione di contropiede. Il vantaggio raggiunto era un balsamo che leniva la fatica e gli sforzi dei saviglianesi che a denti stretti respingevano il ritorno dei locali portando a casa l'intera posta e qualche certezza in più. Da segnalare la grande giornata di Greco, motorino del centrocampo, e lo spirito di gruppo di tutta la squadra. ESORDIENTI 2000 CENTALLO SAVIGLIANESE (0-0; 2-2; 3-4)

2 3

Saviglianese: Mongiardo, Mina Mr., Mina Mt., Cupi, Brundu Sm., Borghino, Gallè, Ponzi, Giannattasio, Peletti, Brundu St., Bottasso, Gianoglio, Paolillo,Tallone. All.: Saimandi S. Dir.: Peletti R. Reti: 2 Mina Mt., Peletti, Brundu Sm., Giannattasio, Gallè. La prima frazione è di studio: la squadra di casa è più determinata ma trova Tallone sempre pronto a sbarrarle la porta. Nel se-

condo tempo gli avversari segnano grazie ad un maggiore agonismo. I maghetti non ci stanno e, con gli incursori di fascia (Paolillo e Mina Mt.) più incisivi, permettono a Peletti e Simone Brundu di riequilibrare il risultato. Nella frazione finale goleada con i padroni di casa sempre in vantaggio per primi ma un irresistibile Matteo Mina fa doppietta e pareggia. Un’autorete sfortunata non scoraggia gli ospiti che con Giannattasio prima, e con Annalisa Gallè di testa poi, vanno in vantaggio dopo una bella rimonta e prova di carattere. Bella partita dei ragazzi un po’ arrugginiti nei primi minuti di gara, ma da incorniciare la determinazione nell’ultimo tempo che ha lasciato gli avversari con l’amaro in bocca. Bravi tutti ma un plauso particolare va a Matteo Mina. PULCINI 2001 SAVIGLIANESE SOMMARIVA (0-0; 1-1; 0-0)

3 3

Saviglianese: Mondino, Caula, Marengo, Lo Monaco, Sabena, Caputo, Giordano, Lembo, Abrigo. All.: Giordano. VALVARAITA SAVIGLIANESE (0-0; 0-3; 1-1)

2 3

Saviglianese: Desaymonet, Toselli, Fiandino, Bedino, Rossi, Ricci, Vaschetto, Ramello, Desaymonet. All.: Bosio. Tornato il sereno, i maghetti continuano il loro cammino sfoderando due buone prestazioni, coronate da belle giocate collettive. Complimenti a tutti i ragazzi.


sport

mercoledì 16 novembre 2011

CALCIO A 5 SERIE D Lunedì i galletti affrontano la capolista

Time Warp: l’ora della verità SAN REMO ‘72 TIME WARP

2 5

Contro il San Remo 72 di Grugliasco la Time Warp ha dimostrato di esserci: 5 goal ed una prova di grande personalità. Un San Remo che nel frattempo perde anche i tre punti conquistati contro l’Atletico-Tv ed abdica, forse definitivamente, a recitare un ruolo da “grande” del campionato. Quella partita il San Remo l’aveva vinta per 42, ma l’arbitro aveva dovuto mandare tutti negli spogliatoi con 5’ di anticipo perché in campo era scoppiata una rissa. Inizialmente tutto lasciava credere che il risultato restasse ac-

Tempo di sorrisi in casa Time Warp

quisito, ed invece entrambe la contendenti si sono viste assegnare la sconfitta a tavolino e

fanno un deciso passo indietro in classifica. Naturalmente hanno fatto ricorso. Al Time Warp, invece, respirare l’aria dell’alta classifica piace sempre di più: i monasterolesi ci stanno prendendo gusto. Adesso sono lì, a pari punti con il Villarbasse, appena un gradino sotto Borgaretto e Scarnafigi. E dalla vetta. E proprio il Borgaretto nella sera di lunedì 21 novembre (ore 21) farà visita ai galletti. È l’ora della verità, la partita destinata a dire quanto veramente valga questo Time Warp. Per onorarla nel migliore dei modi i monasterolesi fanno appello a tutti i loro tifosi, affinché con il loro calore li sospingano verso

una nuova vittoria. Risultati: Atletico TV-Olympia 7-4; Borgaretto-J. Stars 14-3; Orbassano-Scarnafigi 2-8; San Remo 72-Time Warp 2-5; Sangano-Vianney 1-6; VillarbasseMetal 7-3. Classifica: Borgaretto e Scarnafigi 13; Villarbasse e Time Warp 12; Metal a 5, Olympia e Vianney 7; San Remo 72 e Atletico TV 6; Sangano 1; Orbassano 0; J. Stars -1. Prossimo turno (lunedì 21 novembre, ore 21): J. StarsSangano; Metal-San Remo 72; Olympia-Villarbasse; ScarnafigiAtletico Tv; Time Warp-Borgaretto; Vianney-Orbassano.

Calcio ACSI – Campionati a 11 e a 7 MERITO GIRONE B – 9ª giornata Bra Abet Laminati – Castagnole Pancalieri Cavour Amatori – ASDC Marene Villafranca – Genola Fogliarino Claas Roletto Valnoce – Vigone Paesana Valle Po – Il Podio Sport Bagnolo Costigliole Saluzzo – Atletico Moretta Big Bar

1-1 2-0 n.p. 2-1 0-2 0-3

ECCELLENZA GIRONE A – 9ª giornata Genola 2005 – San Bernardo Cervasca Pizzeria Mergellina – Olimpic Savigliano San Benigno – Real Passatore Acli Costa d'Avorio – Margaritese Villafalletto – C.A.M. Cuneo Masucco Noleggi – Polisportiva Burg Gess Riposava: Iuve San Rocco.

2-0 1-3 5-2 4-4 0-0 1-2

ECCELLENZA GIRONE C – 9ª giornata Olimpic Bar Cavour Savigliano – Racconigi 86 3-1 Manta – Auxilium Saluzzo 4-1 Cavallerleone 2008 – Sarale Carburanti 0-0 Monasterolo 94 – Envie Rinv. Special Topinabo Venasca – Vottignasco 0-1 S.S. Michele e Grato – Brossasco 0-1 Tek Fire Fossano – Libertas Saluzzo 2011 4-2 CALCIO A 7 GIRONE A – 9ª giornata Il Basilico – Caffe Roma Barge Caffè della Piazza Moretta – Manta Amica Cips – Torre San Giorgio Leun d'Or Murello – I Giargiani Atletico Moretta Big Bar – Lagnasco All Star Moretta – Ciba Cardè Martiniana Po – Crocera

Rinv. 7-1 Rinv. 8-0 6-3 1-5 1-6

CALCIO A 7 GIRONE B – 9ª giornata San Biagio cass. Bodrero – Sacchi 2-6 Giardino dei Tigli – N.R.G. Square Team 1-0 Murazzo All Blacks – Top Serramenti Fossano 4-3 Valle Maira – Saviglianese Albatros 3-8 Old Boys – Murazzo Omec Mago Gelo 4-7 Marene 2003 – Maddalene 2000 2-10 Rivoira Fossano – Piasco Rinv.

CALCIO A UNDICI Merito girone B CAVOUR 2 ASDC MARENE 0 ASDC Marene: Panero S., Bosio F. (Demichelis), Barbero, Bosio M., Testa, Bertola N. (Racca Alb.), Bertola E. (Ambrogio), Mina, Mottura, Cravero, Marchisone. A disp.: Fissore Alb., Bravo, Fissore And. All.: Racca Alessandro. Ancora una sconfitta per i marenesi, ma questa volta i ragazzi ci credono, ci provano e dimostrano carattere e determinazione. Purtroppo per i rossoblù la partita inizia subito a favore dei padroni di casa, che in 20 minuti creano tre azioni, di cui due finiscono in goal e una viene parata da Simone Panero, in questa gara non impeccabile. I marenesi comunque ci credono e attaccano per tutta la partita: le occasioni si susseguono (con Cravero, che tira in bocca al portiere, Ambrogio e Marchisone), ma la palla a Cavour non vuole proprio entrare in rete.Venerdì si cercheranno i tre punti in casa. CALCIO A UNDICI Eccellenza girone C CAVALLERLEONE 0 SARALE 0 Cavallerleone 2008: Olivero, Garis, Monterzino, Gallino, Catrambone, Giletta A., Giletta D., Cavaglià, Pansa, Martinazzoli, Lovera.

bella azione, Marco Pioppi insacca scavalcando il portiere. Nell’intento di pareggiare i racconigesi si scoprono e subiscono la terza rete dai padroni di casa. Luca Gavartota (Racco) Prosegue la serie positiva dell’ASD Cavallerleone, che conclude a reti bianche il march contro la Serale Carburanti e porta in cassa un altro punto. Questa settimana due impegni di campionato per i cavallerleonesi, dovendo recuperare la partita rinviata la scorsa settimana. OLIMPIC 3 RACCONIGI 86 1 Racconigi 86: Buffa, Osella, Bessone, Burello Davide, Burello Danilo, Pioppi, Palese, Barbero, Stassio, Giammetta, Perassi, Marchisio Alberto, Rizzuto, Barban, Gavatorta, Maretto, Devalle, Olanescu. All.: Pioppi Luca. Dir.: Testa Mario, Gavatorta Domenico. Rete: Pioppi. Un passo indietro da parte di tutta la squadra come gioco: i ragazzi, come già altre volte, non cominciano con la dovuta concentrazione e dopo pochi minuti subiscono il vantaggio dei padroni di casa, che prima della fine del primo tempo raddoppiano. Nella ripresa si vede maggior determinazione e qualche occasione non ben sfrutta. Intorno al 20’, su una

CALCIO A SETTE Girone A MURELLO 8 BAGNOLO 0 Leun d'Or Murello: Laurenti, Gattino, Catrambone, Bonino, Salamone, Varetto, Cravero, Isoardi, Bocco, Beoletto, Gjerji, Devalle, Spertino, Monge, Oggione. All.: Sandro Rainero, Vito Lucisano Reti: 6 Gjerji, Cravero, Salamone. Eccoli: i Leoni di sempre. Dopo alcuni alti e bassi, a seguito dell’assenza forzata di Luca De Lorenzo, la formazione murellese ritrova i suoi standard. Gjerji è strepitoso: sei goal, un fucile che non sbaglia il bersaglio, mai. Poi Cravero e Salamone a dargli man forte, rincarando la dose. Sono loro tre ad andare a rete, da due partite a questa parte, più dolci nel primo tempo (dove segnano tre volte), inarrestabili nel secondo, che li vede finalizzare ben cinque volte in trenta minuti. Una media goal complessiva inferiore ad una rete ogni dieci minuti, che esaspera gli avversari, impotenti. La difesa del Murello si rivela perfetta, insuperabile, e la porta resta illibata, inaccessibile, inviolabile.

Junior Cavallermaggiore – Settore Giovanile JUNIORES AUX. CUNEO JUNIOR

1 2

Junior: Chiavassa Gianluca, Mazzola, Cigna, Barra, Botta, Gattino A., Chiappero (Oraldi), Gattino M. (Capello E.), Chiavassa R., Lajone, Fiorito (Soldano). A disp. Poponcini, Chiavassa D., Gonella. All.: Leatico. Reti: Fiorito; Chiavassa R. La Juniores di Leatico, si porta in vantaggio, ma non chiude la partita e soffre: infine porta a casa l’ennesimo risultato positivo.

Dopo 10’ Fiorito approfitta di un disimpegno errato dei locali e segna. Raddoppia Roby Chiavassa con un eurogoal: defilato sulla sinistra, vede il portiere un po’ avanzato e lascia partire un bolide che si insacca sul lato opposto, all’incrocio dei pali.Tocca poi a Gianluca Chiavassa deviare in angolo un’insidiosa punizione. La ripresa vede i locali cercare il goal con caparbietà e al 50’ battono l’incolpevole portiere cavallermaggiorese. Un palo della Junior pareggia quello colto in precedenza su punizione dai locali.

ESORDIENTI FOSSANO JUNIOR

3 0

Junior: Actis, Pecollo P., Riorda, Oggero, Ubertalli, Pampiglione, Pecollo F., Allkanjari, Fumero, Mencaj, Caku, Bettozzi, Gosmar, Bini, Raso,Trentanelli, Prisco. All.: Fissore O. Reti: Allkanjari, Raso, Mencaj. Sconfitta con l'onore delle armi contro una bella squadra. Nei primi due tempi i ragazzi di Fissore rispondevano ai massicci attacchi dei locali e con impegno nel pressing e al-

cune belle giocate mettevano in difficoltà il Fossano, che andava sotto in due occasioni. Nel terzo tempo, quando la fatica iniziava a farsi sentire, i numerosi cambi effettuati facevano sì che il Fossano facesse sua la gara segnando pure numerose reti. La Junior era alla quarta trasferta su cinque gare. PULCINI JUNIOR VALVARAITA (0-1; 1-0; 1-0)

2 1

Junior: Paulet, Bregu Aryon, Soldano, Xhafa,

Mattio, Bonino, Pegoraro, Racca, Sartoris, Alessandria, Panella, Bregu Ajet,Tomatis. All.: Fissore G.P. Dir.; Li Calsi Marco. Reti: Sartoris, autorete. Partita all’insegna dell’equilibrio dove quasi sempre le difese hanno la meglio sugli attaccanti. La Junior mantiene il possesso palla ma non riesce ad impegnare il portiere ospite giocando in maniera talora confusa. Rete di Sartoris dopo un’azione personale ed autorete favorita da un angolo ben battuto da Mattio.

CALCIO FEMM.

31

Apine ancora in crisi

Prese a schiaffi LUSERNA 4 CAVALLERMAGGIORE 0 Cavallermaggiore: Borgna; Pesante (80' Bertola), Straffi, Fasciani (80' Gazzera), Murialdo; Parola, Olivero, Giletta (46' Ferrero), Graglia; Paschetta, Griglio. A disp.: Chicco. All.: Diego Bonetto. Prosegue la crisi di risultati del Cavallermaggiore, sconfitto sul campo del Luserna nonostante abbia espresso un buon gioco. Per la quinta volta consecutiva, infatti, le ragazze di Bonetto sono state battute, ma questa volta hanno fatto vedere di valere sicuramente di più della terzultima piazza che occupano in classifica, a pari merito con l’Astisport. Già al secondo minuto, in seguito ad un errore difensivo, il centravanti del Luserna si trova a tu per tu con Borgna e la supera: 1-0. Le ragazze di Bonetto non si arrendono. Si distingue nel Cavallermaggiore Griglio, in giornata positiva, che suona la carica. Le ospiti tentano di risalire la china creando molte occasioni e concludendo più volte verso la porta avversaria, sfortunatamente senza successo. Al 15’ e al 20’ è proprio Griglio a calciare dal limite sfiorando il palo. Al 30’ è Giletta ad andare vicina al pareggio con un tiro da pochi passi che si

Il portiere Cristina Borgna spegne tra le braccia del portiere di casa. Il secondo goal del Luserna arriva nel finale della prima frazione di gioco. Nella ripresa si ripropone la stessa situazione vista nei primi 45’: le cavallermaggioresi attaccano ed offrono inevitabilmente il fianco ad azioni di rimessa. Negli ultimi venti minuti arrivano altre due reti, rispettivamente al 70’ ed al 90’, per un 4-0 conclusivo che appare ingiusto alla luce di quanto si è visto in campo. «Domenica prossima andremo a Casale – ha detto al termine dell’incontro l’allenatore Bonetto –. È una partita fondamentale per noi e sono sicuro che, se giocheremo con la stessa grinta, porteremo a casa un risultato positivo».

Calcio femminile – Serie C Risultati 9ª giornata Aosta-Real Calcio 5-0; Biellese-Castellamonte 3-0; Alba Femminile-AstiSport 0-0; Rivese-Musiello Saluzzo 0-8; Luserna-Cavallermaggiore 4-0; Sport Valenza-Casale 8-3. Riposava: Cit Turin. Classifica Musiello Saluzzo* 24; Cit Turin* e Luserna* 21; Alba Femminile* e Luserna 17; Aosta* 15; Casale 12; Biellese 9; Castellamonte* 7; Cavallermaggiore e AstiSport* 6; Real Calcio* 3; Rivese* 0. (*) una partita in meno. Prossimo turno (domenica 20 novembre, ore 14,30) AstiSport-Rivese; Castellamonte-Sport Valenza; Alba Femminile-Luserna; Casale-Cavallermaggiore; Musiello Saluzzo-Aosta; Real Calcio-Cit Turin. Riposa: Biellese.

Calcio UISP REAL CARMAGNOLA 1 RACCONIGI 86 2 Racconigi 86: Ramasso, Rainero, Bonetto, Maiorano, Porchietto, Ainaudi A., Goitre (Busso), Sardo (Lamberti), Barale A. (Panero), Scagliarini, Malavenda (Alloa). A disp.: Lingua. All.: Walter Caffaratti. Dir.: Lamberti. Reti: Malavenda, Busso. Arriva finalmente la prima meritata vittoria stagionale, con dedica finale ai convalescenti mister Perrucci ed al compagno di squadra Andrea Monetti, con l’augurio che ritornino al più presto in gruppo. La partita inizia con un netto predominio del Racconigi che già al 3’ passa in vantaggio: punizione di Andrea Barale, il portiere non trattiene e Malavenda s’avventa sul pallone e lo supera con un delizioso pallonetto. Il Real prova a reagire ma Ramasso esce due volte sui piedi degli avversari e sventa i pericoli. Si arriva al 20’ quando sono Sardo e Scagliarini ad impensierire l’estremo del Carmagnola con tiri dalla lunga distanza. La gara è comunque sempre ben controllata dai biancorossi, i difensori sono attenti e non lasciano spazi alle punte di casa, mentre i centrocampisti tentano veloci ripartenze tenendo in apprensione gli avversari. La ripresa inizia con i locali in avanti che in 10 minuti creano due ghiotte occasioni, ma calcia-

Emanuele Porchietto no clamorosamente a lato. Il Racconigi non ci sta a subire e i nuovi entrati Busso e Panero confezionano al 30’ il goal del 20: palla perfetta di Panero che libera Busso solo davanti al portiere. Il giovane biancorosso non fallisce e segna la sua prima rete stagionale. A questo punto il Real Carmagnola si getta in avanti e chiude pericolosamente i ragazzi di Caffaratti nella loro area. Un paio di tiri sibilano vicino ai pali di Ramasso che subisce però il goal del definitivo 2-1 solo al quarto minuto di recupero. Migliori in campo per il Racconigi: Malavenda e Porchietto ma in questa gara è giusto dire che tutti e 15 gli uomini impiegati hanno dato il massimo dal primo all’ultimo minuto. Preoccupano un poco le condizioni di Ramasso e Ainaudi, usciti claudicanti dal campo. Il prossimo incontro venerdì 18 alle ore 21 contro il Roero United a Montaldo Roero.


32

sport

mercoledì 16 novembre 2011

Prima Categoria – Girone G Risultati della undicesima giornata Boves-Sommarivese 2-1; Futsal Centallo-Genola 2-1; RacconigiCameranese 1-1; Sommariva Perno-Caramagnese 1-1; Tarantasca-Villar 91 0-2;Valle Stura-San Sebastiano 2-0;Villanovetta-Gem Busca 1-3; Bisalta-Ama Brenta Ceva 2-1. Classifica Boves 28; Cameranese e Caramagnese 23; Futsal Centallo 20; Genola 18; Racconigi e Bisalta 17; Villar 16; Sommariva Perno 15;Villanovetta e Ama Brenta Ceva 14; Tarantasca e Gem Busca 13; Sommarivese 11;Valle Stura 10; San Sebastiano 0. Prossimo turno (domenica 20 novembre, ore 14,30) Cameranese-Villanovetta; Caramagnese-Boves; Futsal CentalloValle Stura; Gem Busca-Tarantasca; Genola-Sommariva Perno; Sommarivese-Racconigi; Villar 91-Bisalta; Ama Brenta Ceva-San Sebastiano.

CALCIO A 5 SERIE

C2 Futsal a valanga

Prova strepitosa FUTSAL PASTA

Futsal Centallo espugna Genola ve e Mondino). Bella giornata e pubblico numerosissimo.

FUTSAL CENTALLO 2 GENOLA 1 Futsal Centallo: Milanesio, Shtiefni, Cullari, Nasi, Cervella, Pizzano, Bellas (Gerbaudo), Zou (Pocchiesa), Chiarelli (Badellino E.), Cardellino, Barison. A disp.: Dompè, Bordignon, Pengue M., Rinaldi, Badellino S. All.: Nino Pengue. Genola: Bersano, Ambrogio, Mondino I., Manfredi, Caudana, Grasso, Gagliardo (Borello), Tortalla, Tolve (Vada), Mondino U. (Politanò M.), Politanò G. All.: Tonso. Reti: 12’ Tolve (G), 28’ Cardellino (F), 53’ Nasi (F). Il Futsal si prende il derby e lo fa con pieno merito.Tanta l’attesa per questa partita condita da tanti ex: da una parte mister Pengue, Milanesio, Cullari e Cardellino (lo scorso anno a Genola), dall’altra la presenza di due saviglianesi doc (Tol-

11 1

Futsal Savigliano: Berteina, Tavella, Borio, Di Fiore, Ternavasio G., Pettavino, Garello, Ternavasio E., Draga, Borgognone, Portolese, Leo. All.: Gaviglio. Dir.: P. Paciello, M. Testa, G. Trucco. Reti: 3 Portolese, 2 Draga, 2 Ternavasio G., Garello, Pettavino, Di Fiore, Ternavasio E. Che partita ragazzi: tensione giusta, concentrazione massima. Pochi errori.Tanta voglia di vincere. Ci è piaciuto questo Futsal. Ci è piaciuto tanto. Il Futsal Savigliano targato Mitutela porta a termine la terza vittoria in campionato contro una squadra di tutto rispetto. Il Pasta. La squadra torinese, tramortita e condizionata dalla vivacità dei padroni di casa, si arrende dopo pochi minuti della ripresa, quando Gaviglio e i suoi trovano i goal della sicurezza. Tra le cose positive della serata il debutto ufficiale di Claudio Borio che, dopo squalifica e infortuni, torna finalmente in campo. Discreta anche la sua prestazione. Riflettori puntati su Portolese che non solo firma una tripletta ma si rende protagonista della vittoria diventando sempre più una pedina fondamentale di questa squadra. Ottima la prestazione di Draga, che sembra recuperare dalla pubalgia che lo ha colpito nelle prime giornate della stagione. Altra nota positiva il primo goal stagionale di Cristiano Di Fiore, che condisce al meglio un’altra prestazione positiva. Bravi tutti, infine, per aver creduto fin dal primo minuto di poter vincere e portare a casa tre punti fondamentali. La cronaca. In campo da subito Berteina, Leo, Pettavino, Ternavasio E. e Draga. La partita si sblocca su calcio piazzato che Draga spedisce con violenza sotto la traversa. Buona la reazione degli ospiti ma Berteina c’è e in porta non si passa. Garello porta il risultato sul 2-0 con un movimento da vero pivot: aggira il difensore e spedisce in porta. Il terzo goal porta la firma di Di Fiore al suo primo centro stagionale, prima di Ternavasio G. che

CALCIO Dopo lo svantaggio, Cardellino e Nasi decidono il derby

CRONACA Mister Pengue se la gioca a viso aperto disegnando il suo 4-3-3 con il terzetto Cervella-Chiarelli-Zou a sostegno del tridente composto dagli esterni Bellas e Barison dietro all’unica punta centrale Cardellino (Mathjia fuori per problemi fisici). Tonso mette in campo una formazione molto coperta con Tolve a far da collante fra il centrocampo a quattro e l’eterno Mondino isolato là davanti. Il Futsal cerca da subito di imporre il proprio gioco. 7’. Bellas va via come un funambolo sulla destra, cross in mezzo per Chiarelli che spara alto. 12’. Punizione di Tolve sul primo palo con palla che finisce nel sette laddove Milanesio proprio non ci può arrivare. 0-1. 15’. Il Futsal prova a reagire. Sventagliata di Bellas per Chiarelli che

prova la stoccata: palla fuori. 28’. Bellas al volo per Cardellino che da posizione defilatissima trafigge con un colpo da biliardo Bersano. 1-1. 41’. Lancio di Pizzano in profondità per Cardellino, diagonale chirurgico con palla che incoccia il palo. RIPRESA Il vantaggio Futsal arriva all’8’ della ripresa: angolo al bacio di Shtiefni per la testa di Nasi che con un tempismo perfetto trafigge l’incolpevole Bersano. 2-1. La rete del vantaggio sembra dare tranquillità agli uomini di Pengue che di qui dominano la partita, sciorinando un calcio fatto di azioni di prima in velocità grazie ad un Chiarelli che sale in cattedra ed agli innesti di Gerbaudo e Pocchiesa. 24’. Chiarelli per Cardellino con bordata di quest’ultimo sul primo palo. Bersano sventa la minaccia. 40’. Chiarelli illumina per Gerbaudo che a tu per tu con Bersano si

Primo goal per Nicola Nasi lascia ipnotizzare. La partita finisce con una standing ovation per i padroni di casa che ritrovano gioco e fiducia. Unico neo forse il non aver concretizzato con più reti l’ampia mole di gioco espressa. PROSSIMO TURNO Domenica all’O. Morino arriva il Vallestura Calcio (ore 14.30). Il Genola riceve il Sommariva Perno.

Futsal Savigliano – Settore Giovanile JUNIORES Cristiano Di Fiore permette un intervallo tranquillo. Pettavino e compagni entrano determinati più che mai per una ripresa che vogliono fare loro da subito. Si gioca in contropiede, in velocità. Le occasioni ci sono e i saviglianesi non sbagliano. Draga poi Pettavino. La tripletta di Portolese poi Ternavasio E.. Entra in porta Borgognone per fare un po’ di esperienza: ancora un goal degli avversari e Ternavasio G. chiude l’elenco dei marcatori. Che partita ragazzi. La soddisfazione, legittima peraltro, parte dalle tribune: al termine del match si alza un grande applauso per i giocatori, fieri e contenti di aver regalato non solo emozioni ma un ottimo spettacolo per i sostenitori. Speriamo continui così. L’entusiasmo e l’euforia per questa vittoria, devono servire ora per trovare le giuste motivazioni in vista del prossimo incontro. La trasferta di Alessandria segna un passo importante per il Futsal Savigliano che dovrà dimostrare di essere cresciuto in questi mesi e di aver lavorato per superare anche le prove più difficili. L’11-1 non inganni nessuno: ogni partita è una battaglia, un modo per misurarsi con il livello ancora poco chiaro di questo campionato. Certo è che questi tre punti rendono la squadra di Gaviglio, neo-promossa, matura per affrontare sfide importanti. Alessandria lunedì 21 e Gem Busca nel lunedì successivo. Ora bisogna giustamente godersi questa vittoria. Giovedì la squadra affronterà in amichevole il Futsal Villa di mister Bongioanni. Il primo passo nel countdown verso la sfida della prossima giornata.

FUTSAL VILLANOVETTA

0 1

Futsal: Dompè, Olivo, Rinaldi, Allasia D., Bedogni, Rondinelli, Bracco, Pintavalle, Savona, Ezziani,Trossarello. A disp.: Cuzzilla, Rainero, Gianoglio. All.: Stellini. Contro la capolista Villanovetta partita giocata soprattutto a centrocampo con intensità notevole da ambo le parti, ad alti livelli agonistici. Solo in pieno recupero un pasticcio della difesa permette agli ospiti di trovare la rete della vittoria finale. ALLIEVI BRA FUTSAL

7 1 amichevole

Futsal: Barbuto, Bianchi, Boubke, De Marchi, Demichelis, Favole, Lemouissi, Modugno, Portera, Tealdi, Lugaj Giorgio, Lugaj Erion, Vasile, Giorda,Trupja, Giorgis. All.: Vasile. Rete: Modugno. Amichevole di lusso al “Madonna dei fiori” contro la fortissima compagine del Bra. Nell’occasione si aggiungono tre nuovi innesti arrivati dal Genola che potranno dare ossigeno ad un organico fin qui un po’ striminzito permet-

tendo a mister Vasile di lavorare su di una rosa di 18-20 giocatori. Il Futsal paga fin dalle prime battute la maggiore esperienza degli avversari, anche se la prima frazione, terminata 3-0 per i giallorossi, è ben giocata, con ripartenze veloci e ficcanti. Nella ripresa il Bra legittima la propria supremazia con altre quattro reti. Il goal della bandiera è firmato da una bordata di Modugno da notevole distanza. Domenica prima giornata di campionato a Garessio: i tempi degli esperimenti sono ormai finiti. GIOVANISSIMI FUTSAL 4 SOMMARIVESE 4 amichevole Futsal: Pisano,Abouelquafa, Botta, Bravo, Ramrif, Galfione, Comandù, Portolese S., Gianoglio, Scheraldi, Portolese S., Lehouissi, Gerbaudo, Quadi, Bet-

tiga, Khouyi, Abrate, Gentina, Milano, Rivoira, Laouini. All.: Miretti. Reti: 2 Quadi, Gerbaudo, Abouelquafa. Altra buona prova dei giovanissimi nell’ultima amichevole prima dell’inizio del campionato. Il risultato premia i saviglianesi alla fine del primo tempo con un confortante 4-1 con reti segnate da Soffien Quadi, da Luca Gerbaudo (su rigore procurato da Quadi) e dal centrale difensivo Nouir Abouelquafa. Diversa storia nella ripresa per i ragazzi che, ormai sazi, lasciavano l’iniziativa agli avversari che negli ultimi minuti raggiungevano la parità complice un terreno di gioco al limite della praticabilità. Esordio positivo sulla panchina di Fabio Bertaina, allenatore dei portieri, che ha sostituito mister Miretti impossibilitato da un improvviso malanno.

ESORDIENTI SAVIGLIANESE FUTSAL

3 1

Futsal: Nikolli, Boubke, Miretti, Simeone, Bettiga, El Bouzzoui, Frau, Trupja, Centraco, Sanino, Diop, Marengo. All.: Simeone. Dir.: Pettavino. Rete: Boubker. Il primo derby va alla Saviglianese, ma non per questo i piccoli fusti sfigurano. Tutt'altro. La prima frazione di gioco è di marca Futsal che si stabilisce per gran parte del tempo nella metacampo avversaria senza però mai rendersi davvero pericolosa. Nel secondo tempo i ragazzi di Simeone non sono così incisivi e subiscono il ritorno della Saviglianese che riesce a realizzare 3 reti. Nel terzo tempo la voglia di riscatto non manca e anche se i fusti perdono riescono a trovare un goal, il primo su azione, con il

bravissimo Boubker. A fine partita i ragazzi di entrambe le squadre hanno potuto far merenda tutti insieme in mezzo al campo grazie al rinfresco offerto gentilmente dal mister della Saviglianese. PULCINI ATL. RACCONIGI 3 FUTSAL 2 Futsal: Milano, Testa, Grezda, Gianoglio, Biniaku, Giovenale, Daniele, Lingua, Botta, Kasneci, Brugiafreddo, El Mouki, El Ayachi. All.: Landro. I giocatori di mister Landro escono sconfitti, ma felici per la bella prestazione. Iniziano a vedersi i frutti del lavoro svolto durante gli allenamenti, con buone trame di gioco e grande affiatamento tra i ragazzi. Da segnalare anche finalmente una buona concretezza sotto porta, con due reti realizzate.

Racconigi – Settore Giovanile

Calcio a 5 – serie C2 Risultati della settima giornata Asa Eventi-Gem Busca 3-4; Cantarana-Villasport 3-4; Alessandria-G. Gabetto 9-4; Futsal Savigliano-Pasta 11-1; Pinasca-Saturno Moncalieri 2-3; Vaccheria-Villaggio della Fonte 21-4. Classifica Futsal Alessandria 16;Vaccheria 14; Futsal Savigliano e Villasport 12; G. Gabetto 9; Saturnio Moncalieri 8; Gem Busca 7; Asa Eventi 6; Pinasca e Pasta 5; Cantarana 4;Villaggio della Fonte 1. Prossimo turno (lunedì 21 novembre, ore 21) Futsal Alessandria-Futsal Savigliano; G. Gabetto-Cantarana; Gem Busca-Pasta; Saturnio Moncalieri-Asa Eventi; Villaggio della Fonte-Pinasca; Villasport-Vaccheria.

Primo derby nella storia del calcio cittadino: gli Esordienti di Futsal e Saviglianese raccolgono gli applausi del pubblico

Mister Stefano Capello ESORDIENTI RACCONIGI 2 RACCONIGI 86 1 (1-4; 2-1; 1-0) Racconigi: Aronica, Grappeggia, Baravalle, Tlili, Vallone, Osella, Solavagione, Caratto, Gerbino, Gribaudo, Borra, Mazzini. All.: Capello Stefano. Dir.: Osella Ivano. Reti: Tlili, So-

lavagione, Caratto, Gerbino. «Il primo tempo dominato esclusivamente da loro. Nel secondo tempo abbiamo giocato quasi esclusivamente noi, con loro che sono crollati fisicamente. Il terzo tempo disputato alla pari e risolto da un’invenzione di Matteo Gerbino, autore di un eurogoal: azione personale sulla fascia destra, tiro al volo e palla sotto il sette». Così mister Stefano Capello sintetizza il derby con il Racco 86. «Complimenti ai nostri avversari –

conclude – sono stati una delle squadre più forti che abbiamo incontrato finora». PULCINI RACCONIGI 1 RACCONIGI 86 2 (1-0; 2-4; 0-4) Racconigi Moscato: Aimaretti, Bruzzese, Correggia Manuel,Vallone, Borra, Olivero, Ouhamou, Tesio, Mboumi, Tetto, Cavaglià. All.: Moscato Nicola. Rete: Vallone. «Partita bella – spiega mister Moscato –. Il primo

tempo lo abbiamo dominato, nel secondo abbiamo creato tanto ma non siamo riusciti ad essere concreti sottoporta, nel terzo ho fatto giocare anche i bambini più piccoli che si sono ben comportati. Nel complesso sono soddisfatto». FOSSANESE 2009 3 RACCONIGI 1 (1-0; 0-0; 1-0) Racconigi Rosso: Carli, Grosso, Barbero, Correggia, Kaddouri, Squillacioti, Vaschetto. All.: Rosso Gino. Reti: Barbero, Squilla-

cioti. «Incontro combattuto alla pari dal primo all’ultimo minuto, con gioco prevalentemente a centrocampo e poco lavoro per i due portieri» spiega mister Rosso. Nel primo tempo un pasticcio in area racconigese favorisce il goal dei locali. Nel terzo tempo i fossanesi vanno in rete con un tiro da fuori area. «Il nostro unico torto è stato di aver impegnato poco il portiere avversario – recrimina Gino Rosso –: avremmo potuto fare molto di più».


sport

mercoledì 16 novembre 2011

CALCIO I ragazzi di Chiarla fermano la seconda della classe

Racconigi grande con le grandi RACCONIGI CAMERANA

1 1

Racconigi: Cera, Sorace, Lisa, Garbin, Perrone, Parola, Sismonda, Panero, Borda (Camara), Morra, Ferrantelli. A disp.: Sola,Trombetta, Malavenda, Momo, Sobrero, Scaglione. All.: Chiarla Nicola. Rete: Sismonda. Nella sfida contro il Camerana, secondo in classifica, il Racconigi disputa una gran bella gara e strappa un pareggio che alla fine dei conti sembra il risultato più giusto. Il primo quarto d'ora di gioco vede le due squadre studiarsi senza mai scoprirsi troppo, provando conclusioni da fuori area che non impensieriscono i due portieri.

CALCIO

Al 20’ la rete dei padroni di casa: rilancio di Cera, sponda aerea di Borda per Ferrantelli che innesca Sismonda in velocità, destro sotto la traversa e applausi per un'azione da manuale. 1-0. Gli ospiti provano a reagire ma peccano di precisione, non centrando mai la porta. Cera è spaventato solo in un'occasione da una svirgolata in area di Perrone che sbatte sul palo prima di finire in corner. Negli ultimi minuti del primo tempo Sismonda ha la palla per raddoppiare ma un miracolo del portiere impedisce la doppietta . Nella ripresa le due squadre si affrontano a viso aperto, con il Camerana che tenta di agguantare il pareggio e il Racconigi che riparte in contropiede. Cera compie almeno 3-4 interventi

Matteo Sismonda: decisivo

spettacolari che mantengono la sua porta inviolata. Al 20’ però arriva il pareggio degli ospiti sugli sviluppi di un corner. Il Camera-

na crede nella vittoria e si spinge in avanti, ma alla mezz'ora Sismonda viene atterrato nettamente in area da un difensore: sarebbe rigore ed espulsione ma l'arbitro fischia un inspiegabile fallo in attacco della punta racconigese scatenando l'ira di pubblico, giocatori e dirigenti, con la conseguente espulsione di mister Chiarla dalla panchina. Gli animi si scaldano e i restanti minuti di gioco non offrono occasioni degne di nota. Alla fine il Racconigi può festeggiare per il punto conquistato, recriminando però sulle occasioni sbagliate e sul rigore negato da un direttore di gara non all'altezza della situazione per tutti i 90 minuti. Domenica trasferta contro la Sommarivese (ore 14,30). a. t.

Caramagnese sottotono 1 1

Caramagnese: Poccetti, Ventura, Zappino (Covello), Ruatta, Lisa (Russo Alessio), Prochietto, Lavezzo, Gallo (Liguori), Russo Marco, Laveneziana, Mendola. A disp.: Botta, Burzio, Pautasso, Ferraro. All.: Cavaglià Maurizio. Dir.: Fazio Sebastian. Rete: 60’ Covello. A Sommariva Perno la Carama-

gnese soffre ed alla fine accetta di buon grado di spartire la posta. «Non è stata una buona prestazione» ammette il dirigente Mauro Roccini. I ragazzi di Cavaglià partono molli, mentalmente ancora lontani dal campo. I locali dimostrano di avere più voglia di vincere e sbloccano il risultato al 20’ con Celeghini che devia in rete di testa un calcio d’angolo. Nella ripresa il mister apporta alcuni aggiustamenti ed opera tre sostituzioni: il gioco ne guadagna e proprio da uno dei nuo-

vi entrati, Coviello, intorno al quarto d’ora arriva il goal del pareggio. Su un traversone Marco Russo impensierisce il portiere avversario che non trattiene la palla ed è un gioco da ragazzi per l’accorrente Coviello spingere la sfera nella porta sguarnita. Il Sommariva torna a farsi pericoloso alla mezzora con un bella rovesciata, ma Poccetti non si lascia sorprendere. Cinque minuti dopo Mendola parte deciso in contropiede ma si allarga troppo e l’occasione sfuma.

Nei minuti finali un tiro dalla distanza di Ruatta batte sulla schiena di Mendola e finisce in rete, ma l’arbitro annulla per un fuorigioco che a molti è apparso inesistente. «Comunque sia, visto come abbiamo giocato, questo è un punto guadagnato – afferma ancora Roccini –. Occorre voltare subito pagina: domenica arriva la capolista Boves e speriamo di tornare ad offrire una prestazione di alto livello. Nel calcio, non dimentichiamolo, ogni partita è una storia a sè».

Atletico Racconigi – Settore Giovanile ESORDIENTI ATLETICO MARENE (1-2; 2-1; 2-0)

2 1

Atletico Goffo: Plaza, Bongiovanni, Cosmin, Natile, Capello, Gariglio, Ouassiri, Kruja, Achab. All.: Goffo Andrea. Reti: 2 Achab, Bongiovanni, Gariglio. I racconigesi giocano bene tutti e tre i tempi e dominano letteralmente gli ultimi due. A segno Bongiovanni e poi due volte Mohamed Achab e per finire Luca Gariglio. Bravi tutti ma in particolare Davide Capello. ATLETICO FOSSANO (1-0; 1-1; 0-0)

3 2

Atletico Diana: Plassa, Albera Gabriele, Albera Alessandro, Alemanno, Sperino, Dainotti, Nesci, Reina, Denaro, Scichitano, Giunta, Chaffic, Lifandali, Carena. All.: Diana Danie-

le. Dir.: Furlan. Reti: Sperino, Alemanno. Il risultato sta stretto ai racconigesi che dominano l’incontro dal primo minuto all’ultimo, dimostrando un ottimo possesso palla ma non riuscendo a pungere in fase di conclusione. Migliore in campo Lorenzo Carena, micidiale nell’uno contro uno. PULCINI MISTI ATLETICO FUTSAL (1-0; 3-2; 4-0)

3 0

Atletico: Gastaudo, Gentile, Obeahon, Goli, Carollo, Beoletto, Sacco, Frasca, Gallo, Achab, Sorrentino Fabian, Sorrentino Daniel, Racca. All.: Sorrentino Rino. Reti: 2 Sacco, 2 Sorrentino Daniel, 2 Goli, Carollo, Sorrentino Fabian. Primo tempo equilibrato, deciso da un goal di Kevin Carollo, poi salgono in cattedra i racconigesi giocando un buon calcio. Al più

piccolino in campo, Daniel Sorrentino, la gioia di firmare due belle reti. PULCINI 2002 GIOV. CENTALLO 3 ATLETICO A 1 (1-1; 1-0; 3-0) Atletico A: Pipino, Carena, Galvagno, Murabito, Finocchiaro, Borile, Ortu, ElRhophy Amed, El-Rhophy Momed. All.: Ferrantelli Francesco. Rete: Finocchiaro. «Una bella partita, giocata bene da entrambe le squadre – commenta mister Ferrantelli –: loro più concreti in fase di conclusione». Nel primo tempo va in goal Finocchiaro, nei successivi i racconigesi avrebbero la possibilità di segnare con Murabito ed ancora con Finocchiaro, ma la porta sembra stregata. ATLETICO B 2 MAGLIANO CARRÙ 2

Gara piacevole e combattuta. La prima frazione è forse la miglior prestazione stagionale dei racconigesi: al primo affondo un’azione corale porta Re al cross e Paesante insacca di testa. Subito dopo il raddoppio con un’altra azione insistita che porta Re a calciare da fuori area con il portiere immobile. Chiude il tempo la rete di Capello. Seconda frazione a reti bianche, complice la bravura dei portieri.Terzo tempo di sostanziale equilibrio. Applausi a fine gara per la bella prestazione ad entrambe le squadre. Da segnalare che alla gara ha assistito anche il sig.Terreno in veste di osservatore del Torino F.C.

2 2

Camporelli Sergio. Dir.: Gabaldo Gigi. Reti: 2 Tribunella, 2 Bonetti, Oderda.

Racconigi 86: Alladio, Fusero, Camporelli, Gastaldo, Bonetti, Giletta, Tribunella, Damilano, Nafid Nadar, Mellano, Villani. All.:

Finisce in parità il derby del Trombetta. «Una partita combattuta, correttissima – spiega l’allenatore Sergio Camporelli –. Re-

RACCONIGI RACCONIGI 86 (1-3; 2-2; 1-0)

sta solo l’amaro in bocca per un goal in mischia nel secondo tempo, assegnato all’A.C. e che, a detta degli stessi bambini della squadra avversaria, proprio non era entrato. L’arbitro però era lontano ed ha convalidato». Nel Racco manca il portiere titolare,

il bravo Ilias Kouhlani, a dare sicurezza alla difesa. Nel primo tempo vanno a segno Francesco Bonetti, Denis Tribunella e Andrea Oderda. Il secondo tempo vede ancora in rete Tribunella e Bonetti. Nel terzo tempo prevalgono i “cugini” del Racconigi. Al-

Atletico Racconigi: Lopreiato, Castellano, Bongiovanni (Sorrentino), Finocchiaro, Mina, Dema, Giorgio, Goffo, Filieri (Ferrantelli), Valenti, Cristiano. A disp.: Diana, Caracciolo, Duma, Loduca. All.: Bordese Beppe. Dir.: Casale Dino, Spertino Germano. Reti: 15’ e 89’ Valenti; 84’ Ferrantelli. Sul difficile campo di Villastellone l’Atletico ottiene la prima vittoria in trasferta di questo campionato e lo fa disputando un’ottima partita e ritrovando il capocannoniere della passata stagione Francesco Valenti, reduce da una triste esperienza familiare. Mister Bordese anche questa volta mischia le carte, cambiando per l’ennesima volta formazione e schierando le due punte. Fin dalle prime battute è chiaro che l’Atletico vuole portare a casa i 3 punti e dopo alcuni attacchi sterili al 15’ passa in vantaggio: Goffo serve sul filo del fuorigioco Valenti che, appena dentro l’area, insacca con un perfetto diagonale. La partita sembra in discesa ma, dopo appena 2’, i padroni di casa pareggiano ap-

profittando di una delle solite disattenzioni difensive. Il Villastellone, sulle ali dell’entusiasmo, schiaccia i racconigesi nella loro metacampo e alla mezzora, su tiro da fuori area, colpisce la traversa. Questa è anche l’ultima occasione per i padroni di casa: l’Atletico alza il baricentro del gioco e prima della fine del tempo impegna il portiere con conclusioni di Goffo e Valenti. La ripresa è tutta per i racconigesi che sfiorano il goal con Finocchiaro su punizione, Valenti di testa e Ferrantelli, fermato da un ottimo intervento del portiere. Questi però nulla può al 84’ quando, su una punizione ben calibrata di Goffo, lo stesso Ferrantelli anticipa tutta la difesa e di testa insacca. Passano pochi minuti e Ferrantelli mette in area un invitante traversone, Giorgio di testa appoggia per Valenti che realizza per il 3-1 finale «Sono particolarmente contento per il ritorno al goal di Valenti – dichiara il presidente Casale –: questo lo aiuterà sicuramente a ritrovare morale e entusiasmo. Ora speriamo di recuperare al più presto Laforè, reduce da un grave infortunio, per dare continuità ai risultati». Prossimo impegno domenica al Trombetta contro l’Atletico Santena (ore 14,30).

Campionati di Seconda Cat. Davide Sacco goleador PULCINI 2003 ATLETICO GENOLA (1-0; 0-1; 1-1)

2 2

Atletico: Ciliento, Mura, Ghione, Castellano, Ilarda, Obeahon,Testa, Cheraoui, Ligorio, Bosio Martina, Pettiti Emanuele. All.: Marco Visconti. Reti: 2 Ghione. La convocazione per un provino con il Toro ha evidentemente dato una carica di fiducia nei propri mezzi a Christian Ghione, che sabato scorso ha realizzato entrambi i goal racconigesi contro il Genola. «Partita equilibrata, non bella – commenta Marco Visconti –.Troppo spezzettata, troppi rinvii dei portieri direttamente sul fondo».

Racconigi ‘86 – Settore Giovanile ESORDIENTI

VILLASTELLONE 1 ATLETICO 3

I dirigenti dell’Atletico con Terreno, osservatore del Torino F.C.

(3-1; 0-0; 0-1) Atletico B: Daoudi, Natile, Fantini, Capello, Cherragui, Paesante, Ayman, De Franco, Cukaj, Re. All.: Roby Casale. Dir.: Silvia Spertino. Reti: Paesante, Re, Capello.

CALCIO L’Atletico espugna Villastellone

Riecco bomber Valenti

Solo un pari per la squadra di mister Cavaglià a Sommariva

SOMMARIVA P. CARAMAGNESE

33

GIRONE N Risultati 10ª giornata: Atletico Santena-Scalenghe 1-1; Canale-La Loggia 2-2; Poirinese-Montatese 1-1; San Bernardo-Pro Polonghera 0-2; SportRoero-Pralormo 2-1; Vezza-Vigone 2-1; Villastellone-Atletico Racconigi 1-3. Classifica: Pro Polonghera 22; Montanese 20; Atletico Santena 19;Vigone 18; Poirinese 17;Villastellone e Vezza 16; SportRoero 15; Atletico Racconigi 13; La Loggia 11; San Bernardo 10; Scalenghe e Pralormo 8; Canale 2000 5. Prossimo turno: Atletico Racconigi-Atletico Santena; La Loggia-Vigone; Montatese-Villastellone; Pralormo-Poirinese; Pro Polonghera-SportRoero; San Bernardo-Vezza; Scalenghe-Canale.

Bocce: Vita Nova CAMPIONATO DI PRIMA DIVISIONE NAZIONALE Sabato 12 novembre sono iniziati i campionati di società, di Prima divisione nazionale: il Vita Nova è inserito nel girone A con Tre Valli Villanova Mondovì, La Tola Chivasso, La Costanza Torino, Bellaria Vercelli e San Bernardo Ivrea. Nell'esordio casalingo contro gli eporediesi del San Bernardo i vitanovisti si sono imposti per 8-4. Le vittorie sono arrivate dalla coppia Cavigliasso-Bosio Eraldo, nell'individuale dall'inossidabile Franco Gallino, nella Franco Gallino terna Alloa-Lerda-Barbero e nel tiro di precisione con Mario Cavigliasso (che con il risultato di 27 punti si inserisce nel novero dei finalisti per il titolo italiano di specialità). Prossimo appuntamento sabato 19 a Chivasso contro la società La Tola. CAMPIONATO DI SERIE C DI PETANQUE

Andrea Oderda la fine tutti si scambiano il “cinque” in amicizia, come è logico sia.

Il Vita Nova partecipa anche al campionato nazionale di serie C di petanque, che ha preso il via sabato 12 novembre. Nel girone piemontese, oltre al Vita Nova, sono comprese Asti, Buschese, Enviese, Michelin Cuneo e Passatore. Nella prima uscita, sui campi della Petanque Asti, il Vita Nova si è imposto alla grande con il risultato di 10-2. Fra i saviglianesi in buona evidenza Mauro Rinaudo, Andrea Martino e Chicco Debar. Prossimo appuntamento sabato 17 dicembre ad Envie.


34

spettacoli

mercoledì 16 novembre 2011

AL CINEMA

TEATRO Gli archi dei Berliner Philarmoniker per l’inaugurazione

SAVIGLIANO

Su il sipario al “Milanollo”

AURORA Via Ghione, 10 -Tel. 0172/71.29.57 Ladri di cadaveri merc. 16 (21.15) - “Rassegna”. Giov. 17: chiuso. Il Re Leone ven. 18 e sab. 19 (20), dom. 20 (16.30). Il cuore grande delle ragazze ven. 18 e sab. 19 (22), dom. 20 (18.30-21.15), mart. 22 (21.15). Lun. 21: chiuso. Beyond merc. 23 (21.15) - “Rassegna”. CINECITTÁ Via Torino, 252 - Tel. 0172/72.63.24 (informazioni e prenotazioni) Da ven. 18 a merc. 23 SALA 1: The Twilight Saga Breaking dawn - Prima parte (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 1618.10-20.20-22.30). SALA 2: Anonymus (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16-18.10-20.20-22.30). SALA 3: Immortals - 3D (Fer.: 20.20; dom.: 16-18.1020.20). La peggior settimana della mia vita (Fer. e dom.: 22.30). SALA 4: Scialla! (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16-18.10-20.20-22.30). SALA 5: Lezioni di cioccolato 2 (Fer.: 20.20; dom.: 16-18.10-20.20). I soliti idioti (Fer. e dom.: 22.30). Giov. 24: giorno di riposo settimanale.

BRA IMPERO Via V. Emanuele - Tel. 0172/41.23.17 - www.cinemaimperobra.it SALA GRANDE: The Twilight Saga - Breaking dawn - Prima parte da merc. 16 a lun. 21 (Fer.: 20.15-22.30; sab. 19: 18-20.15-22.30; dom.: 16-18.1020.20-22.30). SALA MAX: Immortals merc. 16 e giov. 17 (20.15-22.30). Anonymous da ven. 18 a lun. 21 (Fer. e sab.: 20.10-22.30; dom.: 17.30-20.10-22.30). SALA MIGNON: Il cuore grande delle ragazze merc. 16 e giov. 17 (20.20). I soliti idioti merc. 16 e giov. 17 (22.30), ven. 18 e lun. 21 (20.20), sab. 19 (18.2020.20) e dom. 20 (16.20-18.20). Immortals ven. 18, sab. 19 e lun. 21 (22.30), dom. 20 (20.15-22.30). VITTORIA Via Cavour - Tel. 0172/41.27.71 SALA METROPOLIS: Il Re Leone - 3D merc. 16 e giov. 17 (20.15-22.30). SALA MILLENNIUM: Lezioni di cioccolato 2 merc. 16 e giov. 17 (20.15-22.30).

CENTALLO NUOVO LUX Via Roata Chiusani, 1 - Tel. 0171/211726 Juno (Il coraggio della fragilità - Un viaggio alle radici del rapporto genitori-figli) merc. 16 (21) - Ingresso in abbonamento 10 euro o 3,50 euro per ogni singola proiezione. 127 ore ven. 18 (21) - “Rassegna d’autunno 2011”. Le avventure di Tintin - Il segreto dell’unicorno sab. 19 e lun. 21 (21) e dom. 20 (15-17-21).

CHERASCO GALATERI - Via Cavour, 37 - Tel. 0172/489205 Super 8 sab. 19 (21) e dom. 20 (17-21).

SALUZZO ITALIA Tel. 0175/42223 The Twilight Saga - Breaking dawn - Prima parte ven. 18, lun. 21, mart. 22 e merc. 23 (20-22.15), sab. 19 e dom. 20 (16-18.05-20.15-22.30). Scialla ven. 18, lun. 21, mart. 22 e merc. 23 (20-22.15), sab. 19 e dom. 20 (16-18.05-20.1022.30). Il cuore grande delle ragazze ven. 18, lun. 21 e merc. 23 (20), sab. 19 e dom. 20 (16-18.05). I soliti idioti ven. 18, lun. 21 e merc. 23 (22.15), sab. 19 e dom. 20 (20.10-22.20). Il debito mart. 22 (21.15) - “Cineclub”. Il Re Leone ven. 18 e lun. 21 (20), sab. 19 e dom. 20 (16-18.05). Lezioni di cioccolato 2 ven. 18 e lun. 21 (22.15), mart. 22 e merc. 23 (20-22.15), sab. 19 e dom. 20 (20.1022.20). Giov. 24: chiuso per riposo.

RACCONIGI CINEMA S. GIOVANNI - Via Cesare Billia, 10 Matrimonio a Parigi sab. 19 (21) e dom. 20 (16).

BORGO S. DALMAZZO CINELANDIA: Tel. 0171/26.52.13 - Prenotazione posti al n. 199.151.645 o sul sito www.cinelandia.it Merc. 16 e giov. 17 SALA 1: Il cuore grande delle ragazze (20.10-22.35). SALA 2: Lezioni di cioccolato 2 (20.10-22.40). SALA 3: La peggior settimana della mia vita (20-22.40). SALA 4: One day (20-22.35). SALA 5 - 3D: Immortals (20.20-22.45). SALA 6 - 3D: Il Re Leone (20.20-22.30). SALA 7: The Twilight Saga - Breaking dawn - Prima parte (20.20-22.50). SALA 8 - digitale: The Twilight Saga - Breaking dawn - Prima parte (20-22.35). SALA 9: The Twilight Saga - Breaking dawn - Prima parte (20.10-22.45). SALA 10: I soliti idioti (20.30-22.40).

FOSSANO I PORTICI - Via Roma, 74 - Tel. 0172/833381 SALA VISCONTI: Scialla! ven. 18 e sab. 19 (20.30-22.30), dom. 20 (15-1718.45-21), lun. 21 e mart. 22 (21). La vita facile merc. 23 (21.15) - “Cineforum”. SALA FELLINI: Il cuore grande delle ragazze ven. 18 e sab. 19 (20.3022.30), dom. 20 (15-16.45-18.30-21), lun. 21 e mart. 22 (21). Scialla! merc. 23 (21). SALA DE SICA: Anonymous ven. 18 e sab. 19 (20-22.30), dom. 20 (15.3018-21), da lun. 21 a merc. 23 (21). Giov. 24: chiuso per riposo.

SAVIGLIANO. Sarà il Quintetto d’archi dei Berliner Philarmoniker, lunedì 28 novembre prossimo, alle ore 21, ad inaugurare il teatro Milanollo dopo i lavori di restauro. Il concerto sarà preceduto, alle 18, dalla cerimonia d’inaugurazione. Da sabato 19 novembre, intanto, si aprono le vendite degli abbonamenti della stagione teatrale (vedere riquadro qui sotto) che quest’anno conterà sei spettacoli. «In un momento di crisi come quello che stiamo vivendo – dice l’assessore alla Cultura Chiara Ravera – con pesanti ripercussioni sul settore culturale, non abbiamo voluto rinunciare al nostro teatro, continuando ad offrire ai cittadini una stagione che, sebbene ridotta nel numero di appuntamenti, si contraddistingue per la qualità degli spettacoli ed i costi di abbonamenti e biglietti decisamente contenuti». Si parte giovedì 15 dicembre con “La conquista del Cervino”, di Livio Viano, con Roberto Anglisani (Teatro d’Aosta). Venerdì 13 gennaio tocca a “Viva la vida!” di Pino Cacucci con Annapaola Bardeloni (Assemblea Teatro). Si torna al Milanollo il 4 febbraio con “Lo zoo di vetro” di Tennessee Williams, con Jurij Ferrini, Alessandra Frabetti ed Aurora Perese (Compagnia Jurij Ferrini). Martedì 28 febbraio va in scena “L’arte del dubbio”, versione di Stefano Massini dal libro di Gianrico Carofiglio. Con Ottavia Piccolo e Vittorio Viviani (La Contemporanea). Mercoledì 21 marzo, Antonella Bertoni presenta lo spettacolo di danza “Le fumatrici di pecore” (Compagnia Abbondanza/Bertoni). La stagione si chiude il 20 aprile con Ascanio Celestini in “Pro patria: senza prigioni e senza processi” (La Fabbri-

Il teatro Milanollo (1836), progettato da Maurizio Eula, riportato a nuovo splendore

ca). La programmazione è in collaborazione della Fondazione Circuito Teatrale del Piemonte «Novità di quest’anno – aggiunge Ravera – è l’adesione al progetto “Senza muri”, realizzato in collaborazione con l’Università degli Studi di Torino e nell’ambito del quale il Comune, oltre ad approvare la Convenzione ONU per i diritti delle persone con disabilità, proporrà uno spettacolo di danza con un’interprete “fuori dall’ordinario». La stagione prevede anche altri spettacoli teatrali e musicali, tra cui segnaliamo la 3ª edizione della rassegna Sorgenti, nata con l’intento di dare spazio ai giovani attori del nostro

paese, la 13ª edizione della Rassegna dialettale in piemontese e la stagione artistica dell’Associazione Amici della Musica. Continua inoltre la collaborazione con il Teatro Astra di Torino, per assistere agli spettacoli domenicali. «Nella ferma convinzione che l’educazione al teatro vada sostenuta ed incentivata – conclude l’assessore – un occhio di riguardo è stato inoltre posto agli appuntamenti per le nuove generazioni, rassegna di Teatro Scuola e Domeniche a Teatro per famiglie, organizzati in collaborazione con la Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani».

Biglietti ed abbonamenti in vendita La vendita degli abbonamenti per la stagione del teatro Milanollo inizia da sabato 19 novembre, dalle 14.30 alle ore 17.30, presso l’ufficio Cultura del Comune (1° piano) - Tel. 0172/710235. Proseguirà sino al 15 dicembre dal lunedì al giovedì dalle ore 9 alle ore 12. Abbonamento 6 spettacoli. I prezzi: platea 78 euro, palchi 1° ordine 312 euro (poltrona singola 78 euro), palchi 2° ordine 240 euro (poltrona singola 60 euro), galleria 48 euro, loggione 36 euro. Abbonamento 6 spettacoli (per iscritti Unitre e laboratorio Voci Erranti). I prezzi: platea 66 euro, palchi 1° ordine 264 euro (poltrona singola 66 euro), palchi 2° ordine

216 euro (poltrona singola 54 euro), galleria 42 euro, loggione 36 euro. Abbonamento 6 spettacoli per studenti. Platea e palchi 42 euro, galleria e loggione 36 euro. Per quanto riguarda gli abbonamenti ai palchi di 1° e 2° ordine, si precisa che sino al 30 novembre sarà possibile acquistare solamente il palco intero (4 posti); dal 1° dicembre sarà invece possibile sottoscrivere l’abbonamento per poltrona singola. Biglietti. Platea 16 euro (ridotto 14), palchi 1° ordine 16 euro, palchi 2° ordine 13 euro; galleria 10 euro (ridotto 8 euro*); loggione 8 euro, studenti 8

euro, carta “Io studio” 5 euro. * Over 65, iscritti Unitre, soci “+eventi”, iscritti Attività e Cultura per Savigliano, iscritti laboratori Voci Erranti, partecipanti a Small Town Festival, abbonati a stagioni dei Comuni del Circuito teatrale Piemonte e al Teatro Stabile di Torino, possessori carta Musei Torino Piemonte. Gli abbonati al Teatro Stabile di Torino, i possessori della carta abbonamento Musei Torino Piemonte ed i possessori di biglietti del Castello di Rivoli – Museo d’Arte Contemporanea presentando l’abbonamento o il biglietto alla cassa, hanno diritto all’acquisto del biglietto a prezzo ridotto per tutti gli spettacoli in cartellone

a cura della Fondazione Circuito Teatrale del Piemonte, salvo esaurimento posti disponibili. Analogamente gli abbonati alle stagioni dei teatri aderenti al Circuito Teatrale del Piemonte presentando l’abbonamento o la card “Cartastabile” alla biglietteria del Teatro Stabile di Torino ed al Castello di Rivoli hanno diritto all’acquisto del biglietto a prezzo ridotto per tutti gli spettacoli in cartellone del Teatro Stabile di Torino, salvo esaurimento posti disponibili e per l’ingresso al Castello di Rivoli – Museo d’Arte Contemporanea. I possessori della card Napoli Teatro Festival ed i tesserati Fitel del Piemonte avranno diritto all’acquisto del biglietto a prezzo ridotto.

NELLA FOTO:THE TWILIGHT SAGA - BREAKING DAWN

MUSICA Al

MUSICA Barocca

Ratatoj

Gonzaga! Electro-rock

Secondo aperitivo

SALUZZO. Al circolo Ratatoj di via Alessi, sabato 19 novembre alle ore 22, suonano i “Gonzaga!”. Il gruppo sceglie per sé la dimensione di un trio fuori dagli schemi alla ricerca di una comunicazione essenziale, sospesa tra rock ed echi elettronici. Dalle soffitte toscane di Lucca spolverano le tastierone dei genitori ed iniziano a scrivere e registrare canzoni con le testa e le orecchie tese alle esperienze di: Radiohead, Muse, Battiato, Bloc Party, Giacomo Puccini, Depeche Mode, Television, Prodigy, Portishead, New Order... I loro concerti sono energia allo stato

SAVIGLIANO. Preparatevi ad un “viaggio nel Barocco tra Italia, Germania e Francia” stando comodamente seduti sui velluti delle sedie di palazzo Taffini. È questo, infatti, il titolo del secondo “Aperitivo in musica” che sarà proposto domenica 20 novembre alle ore 10.45. Sul palco saliranno Giorgio Matteoli, ai flauti dolci, e Luca Ambrosio al clavicembalo. Saranno proposte la Sonata I per flautino ed organo di Cima, “La Bernardina” e “La Frescobalda” del compositore Frescobaldi, la Triosonata in Re minore di Bach e musiche di Coupe-

“Gonzaga!” da Lucca: rock ed echi elettronici

puro, storie di vita/amori/dolori che si intersecano in un tappeto sonoro al fulmicotone, permeato da cadenze sognanti da ballare in discoteche buie e spiagge desolate... A seguire, sul palco salirà “Il Muro di Antony”, nuova band cuneese composta da elementi di Dogs For Breakfast, Sch-

neeflock e Huno. Strumentalissimo! Ingresso gratuito per i soci Arci. Martedì 22, alle ore 21, si terrà l’incontro “Il lento cammino della pace in Italia”. Interviene Renzo Dutto della Scuola di pace di Boves e studioso del movimento pacifista. Ingresso gratuito per i soci Arci.

Giorgio Matteoli

Il presidente Ubaldo Rosso

rin (Suite per clavicembalo solo) e De La Barre (L’Inconnue). Organizza l’associazione Amici della Musica, presieduta da Ubaldo Rosso. I biglietti costano 5 euro, ridotto a 3 euro per studenti o iscritti ai corsi Unitre (i soci degli Amici della Musica entrano

gratis). Al termine del concerto viene offerto un aperitivo. La rassegna si chiuderà domenica 27 novembre, sempre alle 10.45 a palazzo Taffini, con i “Canti del piccolo popolo”: musiche e danze della tradizione irlandese e scozzese. All’arpa celtica, Enrico Euron.


spettacoli

CULTURA A “Scrittorincittà”

mercoledì 16 novembre 2011

carrellata di grandi autori

Cercando gli orizzonti verticali CUNEO. La 13ª edizione di Scrittorincittà, da giovedì 17 a domenica 20 novembre, ha come filo conduttore il tema: Orizzonti Verticali, dicotomia intesa come ambizione a guardare avanti, a guardare in alto. Su questo argomento ruotano gli incontri in calendario, che vedono la partecipazione di oltre 100 autori, oltre a spettacoli ed eventi. Una carrellata sui nomi. Il romanziere Giorgio Faletti è l’ospite più atteso. Gianni Rivera dedicherà un incontro ad adulti accompagnati da ragazzi appassionati al mondo del pallone; Edoardo Nesi, vincitore del premio Strega 2011 con Storia della mia gente, stimolerà una riflessione sul destino individuale nel contesto degli intricati meccanismi sociali ed economici; Don Andrea Gallo dialogherà con il giornalista Loris Mazzetti sulle piccole rivoluzioni del quotidiano; il direttore de La Stampa Mario Calabresi presenterà un viaggio attraverso l’Italia; Antonio Ingroia (Nel labirinto degli dèi), Petra Reski (Sulla strada per Corleone), Federico Varese (Mafie in movimento) e Giuseppe Catozzella (Alveare) ragioneranno sui molteplici aspetti

del potere criminale e delle mafie; Renzo Guolo e Giovanni Filoramo proveranno ad affrontare un dibattito sul tema della croce; Alberto Sinigaglia, Giovanna Zucconi, Saverio Simonelli ed altri esperti affronteranno il presente ed il futuro del giornalismo culturale; Marco Presta, coconduttore de Il ruggito del Coniglio, presenterà il suo libro Un calcio in bocca fa miracoli; Michela Murgia e Giusi Quarenghi proveranno ad affrontare il tema della religione e della fede nel presente; Stefano Bartezzaghi trarrà spunto da L’orizzonte verticale per tracciare panoramiche sugli enigmi dell’enigmistica; Javier Cercas analizzerà il legame tra memoria e futuro partendo dai fatti del febbraio 1981 in Spagna; Yasmina Khadra affronterà l’attualissimo tema del rapporto tra Oriente ed Occidente; Francesco Antinucci, insieme al filosofo Carlo Sini, ragionerà sull’universo-Google e l’eclettico Flavio Oreglio dialogherà con Piergiorgio Odifreddi sulla storia della scienza e sull’impatto che essa ha sulla visione della realtà. Saranno presenti anche altri personaggi di spicco: Flavia Perina, ex-direttrice del Seco-

MOSTRA Libro di vignette a (tre) colori

Verdi, bianchi e rossi

Danilo Paparelli e...

...il suo ultimo libro

GUARENE. Martedì 22 novembre, alle ore 20.45, presso la Biblioteca civica “G. Ferrero” in via Paoletti n. 16, sarà presentata al pubblico l’ultima fatica di Danilo Paparelli dal titolo “Viva Verdi, Bianchi e Rossi” (Nerosubianco Editore). Il volume rivisita in chiave satirica e moderna – attraverso una galleria di ritratti, sia grafici che biografici – i più famosi personaggi storici del Risorgimento, coloro che hanno contribuito all’unificazione del nostro Stato 150 anni fa. A moderare l’incontro, la giornalista Fiorenza Barbero. Contemporaneamente, sarà inaugurata l’omonima mostra itinerante con le vignette contenute all’interno della pubblicazione (riprodotte su tavole in grandi dimensioni) aperta al pubblico fino a domenica 27 novembre. Sia il libro che la mostra tratteggiano i valorosi combattenti ed i maître à penser di quel particolare periodo storico, accomunati dall’idea un po’ folle di riunire i vari Stati che componevano la nostra penisola in una sola nazione. Progetto am-

bizioso e, sulla carta, pressoché impossibile, ma che trovò compimento attraverso l’azione e la volontà dei protagonisti di questa gloriosa avventura, che i lettori andranno a scoprire attraverso le pagine del volume. Un racconto interpretato come se l’autore fosse un vignettista satirico di quei tempi, seppur ancorato all’attualità contemporanea, tanto da esserne coscientemente condizionato. Sensazione percepita fin dal titolo, che così recita: “Viva Verdi”, acronimo di “Viva Vittorio Emanuele Re d’Italia”, frase che i patrioti scrivevano sui muri delle case per incitare i rivoluzionari all’insurrezione, con l’aggiunta di “Bianchi e Rossi” che sono gli altri colori che compongono la nostra bandiera, ed allo stesso tempo i cognomi italiani più diffusi. Un ipotetico abbraccio alla nazione unita. All’interno del libro, una ricca carrellata di caricature dei principali interpreti del periodo storico in questione, personaggi che si potranno ammirare nella mostra collaterale visitabile durante la presentazione

35

IN BREVE

Mostra delle fotografie dell’associazione Fuori Fuoco SAVIGLIANO. Venerdì 18 novembre, alle ore 20.30, presso lo studio fotografico Castellano di via Metalmeccanici, sarà inaugurata l’esposizione delle opere realizzate dai membri dell’associazione fotografica Fuori Fuoco. Ingresso libero.

Banchio e le SensAzioni suonano da Merula RORETO. Sabato 19 novembre, alle 16.30, presso l’auditorium dei Magazzini musicali Merula, concerto di Michele Banchio e le SensAzioni (cover Nomadi e canzoni d’autore). Ingresso libero.

Giorgio Faletti

Yasmina Khadra

lo d’Italia, Alessia Mosca, parlamentare e segretaria della Commissione Lavoro, il biblista Piero Stefani, il comico Giacomo Poretti, gli attori Francesco Mastrandrea ed Isabella Ragonese, giornalisti del calibro di Mario Calabresi e Michele Serra, gli autori Bruno Arpaia, Giuseppe Culicchia, Bruno Osimo, Emanuele Tonon, Mariapia Veladiano, Elena Varvello, Ernesto Ferrero, Stefano Caselli, Davide Valentini, Massimiliano Pieraccini e poi ancora: Marco Alfieri, Giovanni Fasanella, Alessandro Mari, Gianfranco Pannone; non mancheranno anche esponenti del mondo della scienza come Stefano Bertuzzi, Umberto Guidoni,

Luca Mercalli, Folco Quilici ed incontri-laboratorio con artisti ed illustratori di grande richiamo. Spettacoli. Venerdì 18, ore 21.15, teatro Toselli, “Tango viavai”. Sabato 19, ore 17, sala San Giovanni, Francesco Mastandrea presenta “Il piccione”. Al Toselli, Michela Murgia ed Isabella Ragonese, si esibiranno in un reading sugli scrittori del progetto “Diario in circolo”. Domenica 20, al teatro Toselli, ore 21.15, “Don Chisciotte” con Gek Tessaro. Tra i curatori di Scrittorincittà c’è anche la cavallermaggiorese Stefania Chiavero, direttrice della biblioteca di Cuneo.

Musica e balli occitani con gli “Aire d’Ostana” LEVALDIGI. Dopo avere suonato in giro per l'Italia, la musica degli Aire d'Ostana fa tappa qui da noi. Sabato 19 novembre, a partire dalle ore 21, infatti, la musica occitana farà da colonna sonora ad una serata di ballo e canto popolare nella bocciofila della frazione di Savigliano. Il gruppo, che conta al suo interno due musicisti saviglianesi e che abbiamo intervistato alcune settimane fa, a breve pubblicherà il suo primo cd.

“La vita è sogno” Cascina Solaro in scena FOSSANO. Martedì 22 novembre, alle ore 21, presso la chiesa del Gonfalone, il gruppo di teatro della Cascina Solaro di Mondovì rappresenterà lo spettacolo teatrale "La vita è sogno", liberamente tratto da Calderon della Barca (con la regia di Silvia Tomatis). Dopo “Cercare le Parole” del 2006, “L’Attesa” del 2007 e “L’Antigone, variazioni sul mito” del 2008, “La vita è sogno” è replicato nella città degli Acaja dopo il successo monregalese dell’anno scorso.Tiziana Vecerina del Dipartimento di Salute mentale Asl è il direttore artistico dello spettacolo.

da mercoledì 16 novembre 2011 a mercoledì 23 novembre 2011

Dove andare Primavera araba

Fiera del porro

De Cataldo e Vauro

Libro di Quirico

Evento gastronomico

Presentano i libri

MONDOVÌ. L’ultimo libro di Domenico Quirico sulla “Primavera araba” viene presentato venerdì 18, alle 17, nella sala conferenze di corso Statuto n. 11. “Bis” alle 21, a Mombasiglio, presso il centro culturale Giovana in piazza Municipio. Ingresso libero.

ALBA. Domenica 20, nella chiesa di San Domenico, alle 17 Giancarlo De Cataldo presenta il suo libro “In giustizia”, con Gian Carlo Caselli. Segue aperitivo. Alle 21, si presenta “Il respiro del cane”, ultima fatica del vignettista Vauro. Ingresso libero.

Mostra di Rinaudo

CERVERE. Continua fino a domenica 27 la Fiera del Porro. Domenica 20, dalle 9 alle 18, apertura del mercato dei porri e dei prodotti tipici. Visite guidate in zona. Ore 10, in Comune, premiazione concorso gastronomico. Possibilità di fare pranzo e cena (tel. 0172.471000). Serata danzante con Sonia De Castelli.

Artista pinerolese

Pecore in rassegna

Fiera napoleonica

ALBA. La chiesa di San Giuseppe, in piazzetta Vernazza n. 6, ospita da sabato 19 la mostra di Maurizio Rinaudo, artista pinerolese. Aperto fino all’11 dicembre. Orari: feriali 15-19.30, sabato e domenica 10.3012.30 e 15-19.30. Lunedì chiuso.

Frabosane-roaschine

NARZOLE. Domenica 20, degustazioni, mercati e mostre per la 201ª edizione della Fiera napoleonica dei porri e dei püciu, con la Sagra della cognà. La manifestazione fu indetta due secoli fa da Napoleone.

“Aj a Caraj”

Tutto sull’aglio e... CARAGLIO. Nona edizione, domenica 20, per la sagra dell’aglio “Aj a Caraj”. Per tutta la giornata (ore 9-19), mostra mercato di prodotti locali, degustazioni e musica.

Mercatini

Alcune proposte IN PROVINCIA. Per chi ama i mercatini dell’antiquariato, segnaliamo domenica 20 bancarelle a Vicoforte (piazza Vittorio Emanuele),Villanova Mondovì (centro paese) e frazione Montoso di Bagnolo Piemonte, dove ci sarà anche la distribuzione delle caldarroste.

Galuperie al castello

Arte, musica e golosità MANTA.“Galuperie, assaggi d’arte, musica e golosità al castello” è l’evento che domenica 20 ci porterà a scoprire le stanze del maniero in modo originale.Visite ogni 30 minuti (ore 14-17). Costo 8 euro (+ 12 euro per chi vuole la “marenda sinoira”).

VILLANOVA MONDOVÌ. Domenica 20, 12ª edizione della Fiera della pecora frabosana-roaschina, con mostra mercato dei prodotti tipici locali; esposizione di ovini, stand gastronomici e pranzo di Santa Caterina. Informazioni allo 0174.597870.

MUSICA

Porri, püciu e cognà

Gli eventi di Savigliano e paesi limitrofi li trovate nelle pagine di cronaca

Dedicato a Liszt

Si chiude l’Autunno SALUZZO. Ultimo appuntamento per l’Autunno Musicale, la manifestazione a cura dell’Accademia filarmonica di Saluzzo, l’Istituto per i beni musicali del Piemonte, l’APM (Scuola d’Alto perfezionamento musicale) e la Steinway Society di Piemonte e Valle d’Aosta. La rassegna – anche quest’anno sotto la direzione artistica di Ivano Scavino – chiude giovedì 17 novembre (ore 21, alla Confraternita della Croce Nera). Protagonisti Roberto Metro ed Elvira Foti al pianoforte. In programma Le Rapsodie Ungheresi per pianoforte a quattro mani di Franz Liszt, compositore cui è stata dedicata l’intera rassegna. Roberto Metro, messinese, ha vinto diversi primi premi in concorsi pianistici nazionali ed internazionali, intraprendendo così una brillante carriera che lo ha

Roberto Metro ed Elvira Foti

portato a tenere oltre 600 concerti nelle più importanti città del mondo. Elvira Foti, di Milazzo, ha iniziato la carriera giovanissima ed ha tenuto oltre 250 concerti in tutta Italia ed all’estero. L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti.


36

rubriche

mercoledì 16 novembre 2011

A nnunci E conomici SAVIGLIANO zona centrale – AFFITTASI bilocale arredato a nuovo con cantina e garage (termoautonomo). Libero dal 1° gennaio 2012. Tel. 348/7385285. • SAVIGLIANO zona Stazione – Privato VENDE ampio bilocale composto di ingresso, soggiorno, cucina, camera, bagno e ripostiglio; completo di cantina, box auto e verde privato. No agenzie. Tel. 348/2658630 – 335/6613194. • SAVIGLIANO – AFFITTASI bilocale ammobiliato di recente costruzione al piano terra (termoautonomo) con cantina, garage e giardino privato. Prezzo: 400 euro. Tel. 335/7108279.

• SAVIGLIANO – AFFITTASI, a persona referenziata, bilocale nuovo ammobiliato con garage e cantina (termoautonomo). Tel. 338/4791057. • MENTONE – AFFITTASI alloggio fronte mare per i mesi invernali (anche settimanalmente). Tel. 338/6711470. • CAVALLERMAGGIORE zona piazza S. Michele – Privato VENDE appartamento (3° piano) con ascensore. Unità così composta: ingresso, ampio soggiorno, cucina abitabile, due camere, un bagno, ripostiglio e due ampi balconi (termoautonomo). Superficie: 110 mq circa. Cantina ed autorimessa al piano terra. Prezzo interessan-

Massimi Ritardi

te. Trattativa privata. Tel. 0172/381401. • VOTTIGNASCO – VENDESI villette a ristrutturazione rustica: 3 camere, soggiorno, tinello, 2 bagni, cantinetta, doppi garage e giardino di metratura varia. Tel. 338/5897320. • Cuoco con esperienza ventennale CERCA lavoro serale od anche extra. Tel. 339/2175508 (ore pomeridiane). • Ragazzo saviglianese CERCA qualsiasi tipo di lavoro purché serio anche su turnazione.Tel. 349/2815256. • Si ESEGUONO lavori di battitura tesi e relazioni con stampa su laser. Tel. 0172/713929.

Sistema sul numero 29 ritardatario sulla ruota Nazionale

29 29 29 29 29 29 29 29

80 29 56 57 80 28 31 31 80 31 52

1 55 56 52 1 52 80 56

31 52 1

55 57 28 55

da mercoledì 16 a martedì 22 novembre 2011

ARIETE 21 Marzo - 20 Aprile Il lavoro è il vostro punto fermo. Se sperate in un trasferimento, proponetevi subito: avete i numeri per convincere e riuscire nell’intento. Prendete con leggerezza gli ostacoli. L’atteggiamento ambiguo e sfuggente del partner vi fa infuriare: il problema è la mancanza di comunicazione.

TORO 21 Aprile - 20 Maggio Avete obiettivi ambiziosi, ma poco lucidi. In amore tentennate sui legami, rimandando scelte importanti; a tutto campo conquiste e flirt, purché la parola d’ordine sia disimpegno. Trend favorevolissimo per andare incontro a miglioramenti di carriera ed aumenti delle entrate di denaro.

QUOTE Q

Napoli-Lazio TOT

0,50

0,50

1,00

Bologna-Cesena 1,85 3,25 4,25

0,50

0,50

1,00

Catania-Chievo 1,90 3,10 4,25

0,50

0,50

1,00

0,50

0,50

1,00

1,50

0,40

0,10

2,00

Juventus-Palermo 1,45 4,00 7,00

1,50

0,40

0,10

2,00

Parma-Udinese 2,75 3,20 2,45

1,50

0,40

0,10

2,00

1,50

0,40

0,10

2,00

Genoa-Novara 1,55 3,75 5,75

Siena-Atalanta

2,25 3,00 3,25

Roma-Lecce

1,35 4,50 8,00

ROSCOPO

LEONE 23 Luglio - 23 Agosto Motivati al cambiamento radicale, ma frenati da chi vi vuol bene, riflettete. L’amore resta in pole position, forse volete troppo e vi sentite incompresi. Lotte nel lavoro per affermare il vostro talento. Con diplomazia riuscirete a risolvere una controversia famigliare.

VERGINE 24 Agosto - 22 Settembre Col partner fila tutto a meraviglia... vi capite sondandovi in profondità. Per quanto riguarda la sfera professionale, tutti possono essere fiduciosi: sia chi è alla ricerca di un’occupazione sia chi ha un contratto a tempo determinato. Salute: rafforzatevi con l’allenamento sportivo.

GEMELLI 21 Maggio - 21 Giugno

BILANCIA 23 Settembre - 22 Ottobre Amore: se avete chiuso un rapporto è tempo di guardarvi intorno... tira aria di conquista! Guadagni da rinvestire in un obiettivo che vi sta a cuore. In positivo anche il lavoro: diplomazia ed inventiva sono le armi vincenti... promuovendo il cambiamento vi aggiudicate il successo!

Per qualche settimana l’amore vi dà da pensare, poi vi guadagnate la vostra posizione: pugno di ferro in guanto di velluto. Prudenza e riservatezza nel lavoro, fidatevi solo dei collaboratori più stretti. Sì, invece, ad una folta schiera di amici stimolanti: parole ed azioni vanno insieme.

2,10 3,20 3,40

T

O

SCORPIONE 23 Ottobre - 22 Novembre Una vita interiore appagante, ma troppe fantasie. Di fatto, però, senza l’appoggio del partner e degli amici non combinereste granché, le idee sono grandiose ma irrealizzabili. Riuscirete a gestire l’energia con più equilibrio: la ragione non lotterà più con il vulcano che avete dentro!

Fiocco azzurro

1,45 4,00 7,00

A

Carisma e potere vi sostengono su più fronti, avete fortuna in amore e successo nel lavoro, ma non siete mai soddisfatti, perché da voi stessi pretendete il massimo. Salute: non scivolate nell’immobilismo o all’opposto non fatevi trascinare in ritmi quotidiani forsennati!

CANCRO 22 Giugno - 22 Luglio

Inter-Cagliari

Fiorentina-Milan 3,60 3,30 2,00

TOTALE 12,00

a cura di NEL

Castana, occhi verdi, ama la musica, nubile, seria, 36enne, CERCA uomo con cui formare famiglia. Tel. 347/9972155. • Sportiva, laureata, insegnante, 45enne, affascinante, libera da impegni, CONOSCEREBBE uomo per futuro insieme. Tel. 342/0362328. • Vedova, 54enne, ex agricoltrice, vive sola, disponibile a trasferirsi, INCONTREREBBE uomo affidabile. Tel. 346/3941533. • Stanco delle storie senza futuro, 58enne, vedovo, giudice di pace, distinto, è alla RICERCA dell’anima gemella. Tel. 334/7773872.

Calcio scommesse

Lotto sistemi 28 55 57

Matrimoniali e amicizie Anna e Anna Club per single

SAGITTARIO 23 Novembre - 21 Dicembre Cambiate ambiente per risolvere un problema sentimentale o per avanzare nel lavoro... puntate in alto e sostenete le vostre posizioni. Nuovi amici vi stimolano: organizzate un viaggetto in cerca di esperienze ed emozioni. Le finanze sono sotto controllo: concedetevi uno sfizio.

CAPRICORNO 22 Dicembre - 20 Gennaio

Mercoledì 9 novembre è nato a Savigliano il piccolo TOMMASO PANELLA. Alla mamma Manuela, al papà Marcello (titolari del bar Palladium), ai fratelli Simone, Carolina e Riccardo sincere congratulazioni dalla redazione de “Il Saviglianese”.

Laurea Giovedì 10 novembre, presso l’Università degli Studi di Genova – Facoltà di Medicina e Chirurgia, MATTEO TARDITO ha conseguito la Laurea specialistica in Scienze della Riabilitazione con votazione di 110/110 e lode. Congratulazioni dalla nonna!

Auguri Auguri a “PRINCIPESSA”, che lunedì 14 ha compiuto 2 anni, ed al suo papà GIAN che, giovedì 17, festeggerà il suo trentunesimo compleanno! Nonna

Un mondo di auguri a CATERINA BERARDO, che giovedì 17 novembre festeggerà il suo undicesimo compleanno! Zia Adriana

Il partner pretende molto, ma in cambio vi dà sicurezza. Più disponibili gli amici: vi aiutano a capire le vostre aspirazioni ed a realizzarle. Serenità e collaborazione impeccabile nel lavoro. In quanto a forma fisica non potrete proprio lamentarvi; niente male anche l’umore, senza tristezze.

ACQUARIO 21 Gennaio - 19 Febbraio Amicizia ed amore si intrecciano: a volte in positivo con una trasformazione di rapporto, altre tra ripicche perché il partner vi vuole solo per sé. Contro i guai l’ottimismo fa da parafulmine. Nell’altalena finanziaria imboccate una fase ascendente, seguendo i consigli di amici esperti.

PESCI 20 Febbraio - 20 Marzo La serenità è un privilegio che vi conquistate a fatica, venendo a patti col passato per perdonarvi uno svarione pesante. Non dovrete farvi prendere da facili entusiasmi per evitare delusioni o disillusioni - né da quel senso di sconforto che all’improvviso coglie molti di voi.

Vorremmo fare un mondo di auguri a questi due grandi, grandi, genitori per i loro 60 anni di Matrimonio! Rinnoviamo anche il nostro affetto a mamma, che ha festeggiato il suo ottantesimo compleanno! Germana, Silvana ed Adonella

Auguri a BARNABA QUAGLIA per i suoi 88 anni da figli e nipoti!


piazza affari Tutti i mercoledì - ore 9,30 “DENTRO LA NOTIZIA” Commento ai fatti della settimana con IL SAVIGLIANESE

MARENE zona centro VENDESI appartamento di nuova costruzione (2° piano): 2 camere da letto, soggiorno, 2 servizi, cucina, cantina ed ampio box. Per informazioni: 335/6977017 – 335/8414688.

Turni benzinai

Turni farmacie

Veterinari

SABATO 19 NOVEMBRE (POMERIGGIO)

Giovedì 17 - Farmacia Monchiero - P. del Popolo - Tel. 0172/712.389 Venerdì 18 - Farmacia Bonelli Via Torino - Tel. 0172/712.366 Sabato 19 - Farmacia Albertini P. Santarosa - Tel. 0172/712.272 Domenica 20 - Farmacia Paschetta - P. Santarosa - Tel. 0172/712.978 Lunedì 21 - Farmacia Dominici - Via Cambiani - Tel. 0172/712.258 Martedì 22 - Farmacia Monchiero - P. del Popolo - Tel. 0172/712.389 Mercoledì 23 - Farmacia Bonelli - Via Torino - Tel. 0172/712.366 Giovedì 24 - Farmacia Albertini - P. Santarosa - Tel. 0172/712.272<

Alesso Matteo Tel. 0172/85996-336/230139 Biolatti Pier Giuseppe Tel. 340/3928825 Chiavassa Enrico Tel. 0172/382560-335/6060220 Bosio Emilio Tel. 0172/33506-335/6027039 Fissore Mario Tel. 0172/31682-335/7890231 Miglietti Enrico Tel. 337/226616 Ricossa Paola 0172/713360-339/2012836 Alesso Cinzia 339/7790752-0172/377154 Michele Teobaldi 335/7890232 Cirlig Michela 338/5042748

TURNO B Tractiongas (AGIP) Via Alba Autolavaggio Europam (IP) Via Saluzzo, 41 Autolavaggio a mano Sirtam (ERG) Via Cuneo – S.R. 20 Autolavaggio

La Società Sportiva Hydro Sport, per apertura nuovo impianto sportivo, RICERCA istruttori di nuoto muniti già di brevetto od intenzionati a diventarlo. Per informazioni contattare: stefano@hydrosport.it o telefonare allo 0172/377401.

335.1701008

mercoledì 16 novembre 2011

37


38

mercoledì 16 novembre 2011

La foto curiosa

Il patriottico cane Bobo vuole partecipare anche lui ai festeggiamenti per l’Unità d’Italia… (Foto scattata da Giacomo – Savigliano)

rubriche Condoglianze In Fossano è mancato il signor RICCARDO SORASIO di anni 66 Alla moglie Caterina Scavino; ai figli Diego con la moglie Emanuela e Matteo con la moglie Emanuela; ai nipoti Elisabetta e Gabriele; alla sorella; al fratello; alla cognata; ai cognati; agli zii; ai nipoti; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo sentite condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Savigliano. In età di 99 anni è mancata la signora

ANGELA BOGLIONE ved. FERRERO Ai nipoti Boglione e Ferrero; ai pronipoti; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo vive condoglianze. È mancata la signora MARGHERITA RICCA ved. RONCO di anni 90 Al fratello Luigi; alle sorelle Lena e Lidia; alla cognata Gemma; ai nipoti; ai pronipoti ed ai parenti tutti porgiamo sentite condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Centallo.

Avete delle foto curiose? Portatecele in redazione (piazza Santarosa n. 21) o inviatecele via e-mail a redazione@ilsaviglianese.com

DOMENICA 20 NOVEMBRE – ore 18 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di quinto Anniversario in suffragio del carissimo

ELIO ARNOLFO Il papà, la mamma, il fratello ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

LUNEDÌ 21 NOVEMBRE – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di ottavo Anniversario in suffragio del compianto

I nipoti commossi per la grande dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata alla loro carissima

ANGELA BOGLIONE ved. FERRERO nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, preghiere, opere di bene e presenza al funerale vollero unirsi al loro grande dolore. Un grazie particolare porgono al medico curante dott. Antonino Varvarà, alla caposala Rosanna ed a tutto il personale della casa di riposo “Chianoc” di Savigliano, all’Abate don Paolo Perolini, a don Cesare Giraudo ed a don Domenico Oggero, alle Suore dell’Istituto Sacra Famiglia ed indistintamente a tutti gli amici e conoscenti che furono di aiuto e conforto nella triste circostanza. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

VENERDÌ 18 NOVEMBRE – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di settimo Anniversario in suffragio del compianto

La generosità dei saviglianesi

Feste di Leva CLASSE 1936 – Savigliano Finalmente è arrivato il gran giorno! Domenica 27 novembre, alle ore 12.30, si terrà presso il ristorante “Granbaita” il pranzo di Leva. Per informazioni e prenotazioni contattare: Bar Caffè Centro (tel. 0172/33925) o Giò (cell. 345/2407900).Vi attendiamo numerosi! CLASSE 1940 – Savigliano Cari coetanei e coetanee, e vostri gentili consorti, per festeggiare in allegra compagnia i nostri 71 ANNI abbiamo organizzato una cena, sabato 26 novembre, alle ore 20, presso il ristorante “Granbaita” di Savigliano. Per una buona riuscita della festa siete invitati a dare la vostra adesione entro giovedì 24 novembre telefonando ai seguenti numeri: Bruna Allocco (cell. 338/9004848), Rosalba Richelmi (tel. 0172/21445). Buona festa! CLASSE 1961 – Savigliano Dopo la bella giornata trascorsa insieme domenica 16 ottobre, i giovani della Leva 1961 si ritroveranno sabato 3 dicembre per un’allegra serata in città. L’appuntamento è previsto per le ore 20 al Caffè Centro da Lella e la cena si consumerà presso il ristorante “Oriente”. Le iscrizioni si ricevono ENTRO martedì 22 novembre e si possono effettuare da: Ivana - Calzature Prestigio (tel. 0172/712415), Lella - Bar Caffè Centro (tel. 0172/33925) - Renato parrucchiere (tel. 0172/715545). CLASSE 1971 – Savigliano Se non ora che hai 40 anni quando…? Vi aspettiamo numerosi alla cena di Leva che si terrà sabato 3 dicembre alle ore 20 (anziché il 19 novembre) presso il ristorante Granbaita di Savigliano in via Cuneo n. 25. Il costo della serata, comprensivo di aperitivo, cena, fotografia e musica, è di 45 euro, da versarsi al momento della prenotazione, entro e non oltre giovedì 24 novembre, presso: Patty Sport (Giovanni) in via Molinasso n. 6, Panetteria Trossarello (Stefania) in via Mazzini n. 50, Parrucchiere Marco in via Beggiami. Per informazioni potete chiamare i seguenti numeri: Sergio (cell. 333/1186123), Marco (cell. 334/1229690) o Laura (cell. 339/5023898). CLASSE 1973 – Savigliano Trentottenni, ritroviamoci insieme! Il pranzo si terrà domenica 27 novembre: alle ore 12 adunata presso il ristorante “Hesperia” in piazza Schiaparelli. Il costo del pranzo è di 35 euro. Per prenotazioni rivolgersi al negozio Calzedonia, a Roby (340.5106685) o a Cico (338.4645444). CLASSE 1979 – Cavallermaggiore Carissimi, sabato 26 novembre festeggeremo insieme i nostri 32 anni. Il ritrovo sarà alle ore 18 per la tradizionale S. Messa e poi si proseguirà la serata al ristorante “Muri Vecchi” di Bra. Per iscrizioni chiamare il 333/9423561 (Rebecca). Vi aspettiamo! CLASSE 1993 – Savigliano La festa di Leva si terrà sabato 10 dicembre presso la discoteca “Mediterraneo Disco”, nella quale si consumerà anche la cena. La quota di partecipazione è di 55 euro da versare ENTRO E NON OLTRE venerdì 18 novembre presso l’edicola di piazza Santarosa. Per ulteriori informazioni rivolgersi a Gaglia (cell. 340/4921661) o Bugo (cell. 340/1601585). CLASSE 1975 – Savigliano 18 + 18 fa 36. Ma solo per la matematica. Siamo convinti che dalla nostra prima cena di Leva, rito di ingresso tra i grandi, il senso di appartenenza e lo spirito conviviale siano rimasti gli stessi di allora. Anzi, migliorati: come i vini importanti. Per dimostrarlo, ci siamo dati appuntamento a sabato 3 dicembre presso il ristorante Granbaita a partire dalle ore 20.45. La quota di 35 euro, bevande incluse, è da versarsi al momento dell’adesione a Sandro (distributore Shell di corso Indipendenza - zona Ospedale), entro e non oltre mercoledì 30 novembre. Ti aspettiamo, ciao! Avete scattato la tradizionale foto di gruppo in occasione della festa di Leva e volete pubblicarla? Portatecela in redazione (piazza Santarosa n. 21 - Savigliano) o inviatecela via e-mail a: redazione@ilsaviglianese.com.

ADMO (Paolo Baudracco) € 50 – Fam. Gazzera e Bosio in memoria di Giuseppe Toretto. ANFFAS (La rosa blu) € 140 – Il Direttivo e le associate del Centro italiano femminile in ricordo di Marco Carena. ASHaS € 500 – I figli in ricordo di Domenico Bori. ASILO INFANTILE MIRETTI-RAVIOLO (S. Salvatore) € 100 – Fam. Gullino ed Occelli in suffragio di Mariuccia Gullino; € 300 – Fam. Gianoglio Melchiorre e Bina; € 100 – Marina Spertino in suffragio di Agostino Spertino. AVIS € 50 – Fam. Cravero-Angaramo, Tavella-Bertola ed Angaramo Rosa in memoria di Domenico Bori; € 50 – Barnaba Quaglia in suffragio dei suoi defunti; € 30 – Claudio e Gabriella Plassa in ricordo di Domenico Bori. AVO € 50 – Lucia Donalisio. CAPPELLA DELLA CONSOLATA € 130 – Gli amici ed i vicini di casa in suffragio di Giuseppe Battaglia. CAPPELLA DI S. GIACOMO In ricordo di Domenico Bori: € 80 – Fam. Gallo Renato, Rolando, Pinta Adriano, Morello Roberto, Morello Beppe, Marengo Luciano, Marengo Guglielmo e Tardito Maurizio; € 100 – Fam. Massimino Luca, Giaccone Paolo, Fiorito e Fiorito Giancarlo, Trucco, Lovera Flavio, Mogna Rocco e Simone, Rosso Mario e Gullino Aldo.

CHIESA DI S. FILIPPO In ricordo di Domenico Bori: € 60 – Fam. Rosso Dario, Supertino Piero e Biga Dino; € 70 – I nipoti Supertino Giovanni, Irma, Elisa e Claudia, Bori Vincenzo e Giovanni e Gerbaudo Lidia. CHIESA MADONNINA DI MACRA € 50 – A.M.. FOND. PIEM. RICERCA CANCRO (Candiolo) € 50 – Anna Soda e famiglia in memoria di Andrea Soda. GRUPPO MISSIONI 3 (Parr. S. Giovanni) € 50 – Fam. Fruttero in suffragio di Rosa Ferrero ved. Bosio. GRUPPO PENSIONATI (Parr. S. Giovanni) € 20 – Mariuccia in ricordo del marito. ISTITUTO S. FAMIGLIA € 100 – Fam. Bertero in memoria di Alessandro Damassin. PARR. S. GIOVANNI € 200 – I colleghi di lavoro di Saverio in ricordo del papà Domenico Carrera; € 70 – Le amiche di famiglia in ricordo di Domenico Carrera. PARR. S. PIETRO € 200 – I nipoti Lamberti e Boglione in suffragio di Cristoforo Sabena. Si avvisano i lettori che non vengono più pubblicati elenchi con oltre 10 nominativi per offerta. Chiediamo, pertanto, di sintetizzare i nomi da pubblicare onde evitare spiacevoli malintesi. Vi ringraziamo per la vostra collaborazione.

GUGLIELMO PERUCCIO La moglie, il figlio, la nuora, il piccolo Lorenzo ed i familiari tutti Lo ricordano e ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere. MERCOLEDÌ 23 NOVEMBRE – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio del carissimo

SILVIO BARAVALLE La moglie Tiziana, le figlie Lara e Simona ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nella preghiera e nel ricordo. SABATO 19 NOVEMBRE – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano la famiglia, con accorato rimpianto e con nostalgia, ricorda con una S. Messa il primo Anniversario della scomparsa di

GIOVEDÌ 24 NOVEMBRE – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di settimo Anniversario in suffragio del carissimo

GIUSEPPE BRUNO La moglie ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. DOMENICA 20 NOVEMBRE – ore 11 nella chiesa parrocchiale di S. Michele Arcangelo in Genola sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio del carissimo

GIUSEPPE CRAVERO NANNI RUFFINO Grazie a coloro che vorranno unirsi nel ricordo. SABATO 19 NOVEMBRE – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano SABATO 19 NOVEMBRE – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giacomo in B.ta Sala di Giaveno saranno celebrate le SS. Messe di primo Anniversario in suffragio del carissimo

La moglie ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

“Diciannove anni sono trascorsi, ma per noi sei sempre vivo nei pensieri di ogni giorno”. A caro ricordo di

CHIAFFREDO GALLO

Don GIANNI SACCO

L'ETERNO RIPOSO DONA LORO, O SIGNORE...

GIUSEPPE FOTI La moglie, i figli, le nuore, i nipoti ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

I cugini tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

La S. Messa Anniversaria sarà celebrata: MERCOLEDÌ 23 NOVEMBRE – ore 18 nella chiesa della Consolata in Savigliano. Moglie e figlio ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere.


nel ricordo “Il quale è morto per noi affinché, sia che vegliamo sia che dormiamo, viviamo insieme con Lui”. (1 Tess 5,10) PRIMO ANNIVERSARIO

MARIA MONGE ved. SCOTTA “Non c’é altrove per l’amore. Stiamo insieme in ogni istante e più che mai condividi la nostra esistenza”. Le SS. Messe di Anniversario verranno celebrate: DOMENICA 20 NOVEMBRE – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di M.V. Assunta in SCARNAFIGI DOMENICA 27 NOVEMBRE – ore 11.15 nella chiesa parrocchiale di S. Giacomo in RUFFIA On. Fun. CHIAVAZZA – Scarnafigi – Tel. 0175/74294

I familiari della cara

La moglie, i figli, i nipoti ed i parenti tutti commossi per la grande dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata al loro carissimo

SABATO 19 NOVEMBRE – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea in Savigliano sarà celebrata la S. Messa di Trigesima in suffragio del carissimo

GIUSEPPE BATTAGLIA nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale vollero unirsi al loro grande dolore. Un grazie particolare porgono ai Reparti di Pronto Soccorso e Medicina dell’ospedale “SS. Annunziata” di Savigliano, al medico curante ed alle persone che nel momento del bisogno sono state loro vicine. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata: SABATO 19 NOVEMBRE – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea in Savigliano. On. Fun. FIOR DI LOTO – Savigliano

Il figlio ed i familiari tutti riconoscenti per la dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata alla loro carissima

mercoledì 16 novembre 2011

d a l 19 2 0

MOLLEA

Impresa Pompe Funebri

Imp. Fun. LUSSO & RACCA – Bra – Tel. 0172/412716

La moglie, il figlio ed i familiari tutti commossi per la grande dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata al loro carissimo

2001

2011

MERCOLEDÌ 23 NOVEMBRE – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano sarà celebrata una S. Messa Anniversaria in suffragio del carissimo

CARLO FORMAGGIO La moglie, il figlio, la nuora ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

MARIA CANELLI ved. GROSSO nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale vollero unirsi al loro dolore. Un grazie particolare porgono all’Abate don Paolo Perolini, al medico curante dott.ssa Donatella Giorgis, alla Direzione, al personale ed agli ospiti della casa di riposo “F.lli Ariaudo” di Levaldigi ed indistintamente a tutti i vicini di casa, amici e conoscenti che furono di aiuto e conforto nella triste circostanza. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata: SABATO 19 NOVEMBRE – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea in Savigliano. Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, preghiere, opere di bene e presenza al funerale vollero unirsi al loro dolore. Un grazie particolare porgono al medico curante dott. Bartolomeo Giordano, al dott. Gian Franco Ghiberti, al Parroco don Marco Di Matteo ed indistintamente a tutti i vicini di casa, amici e conoscenti che furono di aiuto e conforto nella triste circostanza. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata: SABATO 19 NOVEMBRE – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano.

SABATO 19 NOVEMBRE – ore 18 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di secondo Anniversario in suffragio della carissima

“Caro Papà, da cinque anni ci hai lasciati dal Cielo aiuta e proteggi chi Ti porta nel cuore ogni attimo con infinito amore”. DOMENICA 20 NOVEMBRE – ore 9.30 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di quinto Anniversario in suffragio del compianto

2001

2011

SABATO 19 NOVEMBRE – ore 16 nella cappella della casa di riposo Chianoc in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di decimo Anniversario in suffragio del carissimo

GIUSEPPE MEIA Santina, Marco, Cristina con Roberto e Francesca ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

SABATO 19 NOVEMBRE – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di terzo Anniversario in suffragio della compianta

SABATO 19 NOVEMBRE – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea in Savigliano sarà celebrata una S. Messa in suffragio dei carissimi

LORENZO MOSSELLO I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nella preghiera e nel ricordo. SABATO 19 NOVEMBRE – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano sarà celebrata la S. Messa di Trigesima in suffragio del carissimo

DOMENICO CARRERA

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

Di Mario Mollea e Gianluca Bertoglio

Via Danna, 14 - Savigliano - Tel. 0172.716654

PAOLA PICCO ved. FISSORE commossi ringraziano parenti, amici e conoscenti per l’affettuosa partecipazione al loro dolore. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata: SABATO 19 NOVEMBRE – ore 9 nella chiesa parrocchiale della Natività di Maria Vergine in Marene.

39

GIUSEPPINA MELLANO ved. MARENGO Renato, Mari, Lidia e Roberto riconoscenti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere. “Il tempo non cancella il Tuo ricordo; siamo certi che Tu dal Cielo continui ad amarci ed a proteggerci sempre”. DOMENICA 20 NOVEMBRE – ore 9 nella chiesa parrocchiale della Natività di Maria Vergine in Marene sarà celebrata una S. Messa di quarto Anniversario in suffragio della carissima

MARIA ADELAIDE FOGLIACCO

PIERO FOGLIACCO nel sesto Anniversario

nel primo Anniversario I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. “Il Tuo ricordo vivrà silenzioso nei nostri pensieri e nei nostri cuori”. SABATO 19 NOVEMBRE – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio del carissimo

SABATO 19 NOVEMBRE – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di sesto Anniversario in suffragio della compianta

Dott. MARCO CARENA La moglie, i figli, la sorella ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

GIOVEDÌ 24 NOVEMBRE – ore 18.30 nella Cappella di S. Giovanni in Savigliano sarà celebrata una S. Messa in suffragio dei compianti

ELISABETTA GAVATORTA in FIORITO

GRAZIELLA GILI I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nella preghiera e nel ricordo. Imp. Fun. LUSSO & RACCA – Bra – Tel. 0172/412716

SABATO 19 NOVEMBRE – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea in Savigliano saranno ricordate le carissime

GIUSEPPE RASPO La moglie, i figli, il genero, i nipoti ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

“Nel pensiero di ogni giorno vivi sempre nel cuore dei Tuoi cari”.

PIETRINA ALLASIA ved. LENTA

I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. “È dolce ricordarTi, è triste non averTi più con noi, ma è bello sapere che lungo il sentiero della nostra vita Tu ci guardi, ci aiuti, ci proteggi”. SABATO 19 NOVEMBRE – ore 18 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve in Cavallermaggiore sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio del compianto

GIUSEPPE LIGGERA (Beppino) nell’ottavo Anniversario

I figli, le nuore, il genero, i nipoti ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. DOMENICA 20 NOVEMBRE – ore 10.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di quinto Anniversario in suffragio del compianto

LUCIA BRAMARDI nel primo Anniversario e

VINCENZO LIGGERA

DOMENICA BERARDO ved.TESTA

nel nono Anniversario

I familiari tutti La ricordano con affetto nella S. Messa di terzo Anniversario che sarà celebrata: SABATO 19 NOVEMBRE – ore 18 nella chiesa parrocchiale di S. Michele Arcangelo in Genola.

Anna e Laura con Antonio ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

On. Fun. LA CATTOLICA – Fossano – Tel. 0172/ 60145

On. Fun. LA BRAIDESE – Bra-Cherasco – Tel. 0172/44262

MARIO FUMERO

AVVISO PER NECROLOGIE MARIA BRAMARDI BIAGIO TESTA

PAOLO BARRA

La moglie, i figli, i generi, le nuore, i nipoti ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

La moglie, i figli, i generi, la nuora, i nipoti ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

nel secondo Anniversario La famiglia ringrazia quanti si uniranno nelle preghiere e nel ricordo. Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

Le necrologie devono TASSATIVAMENTE pervenire in redazione entro il lunedì alle ore 12.30 della settimana in cui devono essere pubblicate. Vi ringraziamo per la collaborazione.

FRANCESCA MANDRILE nel quindicesimo Anniversario I parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.


MERCOLEDÌ 16 NOVEMBRE 2011 IL SAVIGLIANESE 40


16-11-2011