Issuu on Google+

Giornale più antico del Piemonte La levr a s’ciapa nen côn ël tambôrn

dai 4300 proverbi piemontesi

Savigliano, 14 novembre 2012 • ANNO 154 - N° 43 • E 1,20 • Sped. in Abb. Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) NO/CUNEO art. 1, comma 1 • e-mail: redazione@ilsaviglianese.com • www.ilsaviglianese.com

Savigliano

Savigliano

Levaldigi

Il Consiglio si fa, ma solo grazie alla minoranza

Auto Sport Show Nel week-end forti emozioni

Quanta sporcizia sulle sponde del Mellea!

A pagina 2

Alle pagine 16 e 17

A pagina 10

Cambiano le corse. Bene Savigliano e Cavallermaggiore, Racconigi furente

Treni: mors tua, vita mea Non ci sono ancora, ma fanno già discutere. Sono i nuovi orari dei treni che – dal 9 dicembre prossimo – regoleranno la vita di tanti pendolari. Venerdì scorso a Cuneo, presso il palazzo della Provincia, si è tenuta una riunione tra sindaci ed assessori della Granda con l’assessore regionale ai Trasporti Barbara Bonino. Durante l’incontro, l’assessore ha illustrato brevemente le sue intenzioni: creare dei collegamenti più veloci ed utilizzare sempre più l’orario cadenzato (cioè con treni che partano, ogni

ora, sempre allo stesso minuto). Anche se bisognerà ancora aspettare gli orari per dare un giudizio definitivo, sembra che per Savigliano e Cavallermaggiore non ci siano problemi. Chi invece ne esce con le ossa rotte è Racconigi, che vede ridursi decisamente il numero di fermate. «Vengono a parlarci di servizio da velocizzare – sbotta l’assessore Enrico “Baggio” Mariano – quando i treni sono sempre in ritardo e stipati come carri bestiame». E annuncia battaglia. Servizio a pagina 3

Paesi Festa del IV Novembre Ricordati i caduti pagina 12

Caramagna Incontro pubblico acceso dalle polemiche pagina 18

Genola Rubavano gasolio Tre albanesi arrestati pagina 19

Murello Un contributo alle scuole del paese in ricordo di Miniotti Sulla linea ferroviaria da Torino a Cuneo, sorridono solo i pendolari di Savigliano e Cavallermaggiore

pagina 19

Centrodestra, novità primarie

Continuano i “colpi” notturni in campagna e nei centri abitati

Guido Crosetto «Mi candido»

Non si ferma l’ondata di furti

Sarà Guido Crosetto da Marene il nuovo Berlusconi? Può darsi. L’onorevole di casa nostra nei giorni scorsi ha fugato ogni dubbio ed ha confermato le voci che lo davano tra i pretendenti al trono di Silvio: sarà lui uno dei candidati alle primarie di centro-destra che inizieranno il 16 dicembre. Grande entusiasmo tra gli “azzurri” della nostra zona, pronti a sostenerlo. E, anche se perde, saprà cosa fare. Servizio a pagina 6

Guido Crosetto

Di questi tempi a Cavallermaggiore e Racconigi si dorme poco e male: non sembrano cessare, infatti, i furti notturni che hanno interessato sia le campagne che i centri abitati. Tutto cominciò oltre un mese fa, con una serie di colpi messi a segno nelle campagne racconigesi. Con un rafforzamento di controlli, sembrava che la situazione si fosse normalizzata. Nelle ultime settimane, il fenomeno si era spostato a Cavallermaggiore, dove diverse cascine erano state visitate dai

malviventi alla ricerca di denaro e preziosi. Anche in questo caso è cresciuta l’allerta, ma... colpo di scena. Alcuni giorni fa ad essere svaligiate sono state anche delle case nei quartieri residenziali di borgo San Bartolomeo e del Martinetto. I ladri si sono semplicemente spostati in città. Ma non è finita nemmeno a Racconigi: dopo i colpi al Canapile, alla Tagliata e al Cayre, questa volta è stata presa di mira la frazione Oia, verso Carmagnola. Servizi alle pagg. 14 e 23

Cani e gatti investiti dalla crisi Crescono i casi di abbandono

Sempre più cani cercano un padrone amorevole. E così i gatti

Se anche cani e gatti risentono della crisi economica, stiamo veramente per toccare il fondo. L’allarme arriva da chi si occupa degli “amici a quattro zampe” in modo volontario. Ultimamente pare siano aumentati i casi di abbandono degli animali, un fenomeno un tempo legato solo all’estate. E purtroppo non è tutto. Si registra infatti un aumento ingiustificato di episodi di violenza, con casi che fanno accapponare la pelle. «Ogni giorno raccogliamo cani e gatti – dice una volontaria – che spesso vengono abbandonati in modo crudele». Servizio a pagina 4

I ladri non hanno paura di entrare nelle case, anche se ci sono i proprietari

BASKET Per i saviglianesi in DNC

Finalmente una vittoria! Teatro

Milanollo, stagione al via Il cartellone

Le pantere biancorosse, trascinate da un Marcello stratosferico (nella foto), ottengono la prima vittoria stagionale nella serie C Nazionale: 7772 sul Saronno arrivato al Palaferrua per far bottino pieno. Due punti che fanno bene al morale e rilanciano i saviglianesi in classifica. Servizio a pagina 27

VOLLEY

CALCIO

Marene fa suo il derby sul Gerbaudo Savigliano

F.C.: pazza rimonta con Ligotti superbomber

pagina 26

A pagina 35

Rubrica sulla fede

Don Gallo prestigioso commentatore

A pagina 38

BOXE Modugno sfida l’oro olimpico Joshua pagine 32

pagina 28

Spettacolosa Futsal 9 goal all’Happy Time pagina 28

Maghi: così non va pagina 29

CICLISMO Picco nella Lavatrice pagine 32

Apine bloccate da Asterix pagina 31


2

mercoledì 14 novembre 2012

BREVI DALLA CITTÀ

Scomparsa Esterina Aveva cento anni È mancata nei giorni scorsi Esterina Cecconello vedova Trivellato, di cento anni (compiuti il 23 dicembre 2011). La signora Esterina era nata a Correzzola, in provincia di Padova, dove aveva vissuto sino al 1955 lavorando in campagna. Rimasta vedova, si era trasferita a Torino per stare vicino alla figlia primogenita Pina. Da allora aveva sempre fatto la casalinga. Esterina aveva anche una dote particolare: la capacità di saper sistemare le articolazioni risolvenEsterina Cecconello do distorsioni e piccoli traumi con le metodiche “di una volta”, utilizzando la sola manipolazione ed applicazione di impacchi. Il tutto, sempre gratuitamente.Tra i suoi hobby c’erano il cucito e la buona cucina. Dal 1998 si era trasferita a Savigliano, seguendo la nipote Laura. A partire dall’aprile 2011, invece, risiedeva a Fossano, presso la casa di riposo “Opera Pia S. Anna – Casa Sordella”. Il funerale è stato celebrato giovedì 8 novembre a Sant’Andrea. Lascia i figli Pina, Luciano e Anna.

L’addio a Padre Lamberti Oblato di Maria Vergine Lo scorso 7 novembre è mancato Padre Giuseppe Lamberti, Oblato di Maria Vergine. Il sacerdote, originario della nostra città, è spirato a Chiavari dopo un periodo di malattia. Aveva novant’anni. Era stato ordinato sacerdote a Pinerolo nel 1947. La maggior parte del suo ministero lo aveva svolto a Pisa e, per alcuni periodi, a Roma, ricoprendo diversi incarichi. Nel 2004 era andato al santuario di Carignano, mentre nel 2010, già malato, si era ritirato a Chiavari. I suoi funerali P. Giuseppe Lamberti sono stati celebrati venerdì scorso.

“Dialogo della liberazione” Serata sul libro di Arturo Paoli Il libro “Dialogo della liberazione” di Arturo Paoli (Nino Aragno Editore), una delle principali opere anticipatrici della teologia della liberazione pubblicata quarant’anni fa e riproposta oggi in tutta la sua attualità storica e religiosa, sarà presentato venerdì 16 novembre, alle ore 21, presso la Crosà Neira. Interverranno don Sergio Boarino (già abate di Sant’Andrea), il sindaco Sergio Soave ed il professor Giulio Ambroggio. Organizzano la Provincia, il Comune, l’associazione Prometeo e le parrocchie saviglianesi. La cittadinanza è invitata a partecipare.

savigliano

COMUNE La minoranza garantisce che si svolga il Consiglio

Calma apparente in aula «È uno stato di calma apparente» cantava Paola Turci in un Sanremo di qualche anno fa. La stessa cosa si può dire del Consiglio comunale di lunedì sera. Intanto, un dato è da sottolineare prima degli altri: finalmente la calma – quella vera – è tornata in aula, dopo l’ultima burrascosa seduta sulle questioni Imu e vicepresidenza. Ma la calma è in effetti solo apparente, perché se lunedì sera il Consiglio ha potuto riunirsi e deliberare è stato possibile solo grazie alla minoranza. Una minoranza che, dopo la vicepresidenza, ha così portato a casa un’altra vittoria. A fine seduta lo ha riconosciuto anche l’assessore ai Lavori pubblici Claudio Cussa, che ha pubblicamente ringraziato i colleghi di opposizione per il senso di responsabilità dimostrato. «Questa sera – ha detto – abbiamo approvato alcune delibere che serviranno a far entrare nelle casse comunali 70.000 euro. Una somma che utilizzeremo per pagare delle aziende che avevano lavorato per noi, ma che per via del patto di stabilità non avevano ancora ricevuto nulla». «Noi eravamo in sette – gongola il capogruppo del Pdl Pier Giorgio Rubiolo a seduta finita –: vuol dire che valiamo almeno 10.000 euro a testa!». Nei banchi di destra mancava infatti solo Federica Brizio (Pdl), mentre a sinistra gli

Banchi della maggioranza quasi sguarniti. Se l’opposizione fosse uscita, addio Consiglio

ammu erano troppi: ad inizio seduta non c’erano Pasquale Portolese, Mino Daniele, Ottaviano Ferraro e Mario Tomatis (Pd), oltre a Francesco Boglione (Savigliano Futura). Ma se Portolese e Daniele sono arrivati a seduta in corso, entrambi “portando la giustificazione”, i giovani non si sono fatti vedere. Con evidente scorno da parte dei colleghi: «Evidentemente i giovani consiglieri interpretano la politica in un modo diverso da come la

interpretiamo noi» ci confida un amareggiato Mino Daniele all’uscita dall’aula. Sarà una crisi passeggera oppure quel “gioco di squadra” granitico che aveva caratterizzato gli anni di Nuovacittà si sta sgretolando? Dopo l’abbandono di D’Alessandro del ruolo di coordinatore di maggioranza, l’addio di Tesio alla lista Civica e il “caso vicepresidenza” di due settimane fa, le crepe sono sempre più evidenti. G.Ma.

CULTURA Ciclo di incontri e laboratori su “Forme plastiche e creatività”

Iniziative per il decennale della gipsoteca Nell’ambito delle iniziative per il decennale dell’apertura della gipsoteca “Davide Calandra” continua al museo civico il ciclo di incontri/laboratorio “Forme plastiche e creatività. La gipsoteca Calandra incontra la scultura contempora-

nea”. Il secondo appuntamento si terrà sabato 17 novembre, dalle 16 alle 18.30, su “La trasformazione della tecnica scultorea e l’utilizzo di materiali di recupero”. Saranno ospiti dei giovani artisti: The Bounty Killart e Nicolas Macello. Il pubblico potrà sollecitarli con domande e rac-

conteranno le loro esperienze. L’incontro proseguirà con un’ora e mezza di laboratorio sulla tecnica scultorea attraverso l’utilizzo di materiali di riuso. L’appuntamento è rivolto ad un pubblico over 12 anni e la partecipazioni è gratuita. Per i laboratori è richiesto un contributo di

2 euro per gli over 18. È gradita la prenotazione, che garantirà la partecipazione. Possibilità di visita gratuita alla gipsoteca tra le 15 e le 16. Gli studenti delle Superiori potranno avere crediti formativi. Informazioni al numero di tel. 0172.712982.


savigliano

FERROVIE Non tutti sono contenti delle novità in arrivo

Più velocità. E più mugugni I binari tornano ad essere roventi. Dopo la primavera di battaglie che aveva visto impegnati i sindaci per evitare la soppressione dei treni sulla Savigliano-Saluzzo (linea tuttora servita dai bus), si torna a parlare del servizio per i pendolari sulla tratta Torino-Fossano-Cuneo. E ci si divide tra contenti e scontenti. Venerdì scorso, in provincia, l’assessore regionale Barbara Bonino ha incontrato i sindaci per spiegare le intenzioni della Regione in vista del prossimo varo dei nuovi orari, previsto per il 9 dicembre. Nei progetti ci sono treni più veloci sulle linee Torino-Fossano-Savona e Torino-Cuneo. Dunque, sembra che ci siano buone notizie. «Aspettiamo i nuovi orari per dare un giudizio definitivo – dice l’assessore ai Trasporti Claudio Cussa –, ma per Savigliano sembra non ci siano problemi. È stato prospettato un miglioramento delle coincidenze a favore dei pendolari e sarà confermato l’orario cadenzato, con i treni da Torino che partiranno sempre ai minuti “00” e “35” di ogni ora. Inoltre, è stato garantito un minor tempo di percorrenza». E qui però casca l’asino, perché se il tempo di percorrenza diminuisce significa il treno salterà delle fermate. La vittima sacrificale è Racconigi. Venerdì in Provincia era presente l’assessore Enrico Mariano, che è tornato a casa “nero”. «Sull’asse Torino-Cuneo – spiega – Racconigi è stata esclusa: fermeranno solo più i convogli che

ARTE

I pendolari attendono i nuovi orari delle ferrovie piemontesi, in vigore dal 9 dicembre prossimo

vanno a Fossano, uno ogni ora. E nelle ore di punta non ci saranno dei treni in più. Chi da Racconigi va a Cuneo dovrà scendere a Fossano ed aspettare la coincidenza. Anche per Torino rimarrà solo più un treno all’ora». Mariano annuncia battaglia: «Chiederemo subito un incontro faccia a faccia con l’assessore Barbara Bonino: che Racconigi sia l’unica città della provincia Granda ad essere penalizzata non mi va proprio giù. Poi, insieme ai pendolari, valuteremo il da farsi. Alla riunione con me c’era anche un loro rappresentante, che però è stato messo alla porta. Non trovo giusto – si sfoga – che ci escludano allo scopo di “velocizzare il servizio” quando i treni del mattino sono pieni come carri bestiame e ci so-

no sempre molti ritardi». Chi invece ne esce bene è Cavallermaggiore. «Grazie alla coincidenza con la linea per Bra e Alba – riferisce il sindaco Antonio Parodi – la nostra cittadina si garantisce tutte le fermate sulle linee Torino-Cuneo

«Inutilizzabili i bagni in stazione» Nel Consiglio comunale di lunedì sera, Carmine Bonino della lista Civica ha chiesto all’assessore ai Trasporti Claudio Cussa (Pd) che si impegni per risolvere il problema del «degrado dei servizi igienici della stazione, entrambi inutilizzati» e che chieda il ripristino della piattaforma che permetteva il passaggio sui binari ai disabili. «I wc della stazione – ha risposto Cussa – non sono comunali. Nell’incontro sulle ferrovie che si è svolto venerdì in Provincia ho fatto presente la situazione. Per quanto riguarda il passaggio dei disabili, se non sbaglio non è più possibile che venga effettuato sui binari, ma va cercata un’altra soluzione. Durante l’incontro a Cuneo ho comunque fatto presente tutti i problemi della nostra stazione, compresi i sottopassaggi che spesso si allagano».

Espongono Paola Rattazzi e Claudio Salvagno

Mostra di pittura e scultura È stata inaugurata lo scorso sabato pomeriggio, presso i locali dell’associazione culturale “L’Onda”, la mostra “Paola Rattazzi e Claudio Salvagno. Paesaggi interiori ed altri silenzi...”, curata da Paolo Anfossi e Piero Se-

nesi. La rassegna consta di circa cinquanta di opere tra i dipinti di Paola Rattazzi e le sculture di Claudio Salvagno. Al centro delle opere di entrambi gli artisti vi è la ricerca interiore delle pro-

Paola Rattazzi e Claudio Salvagno all’inaugurazione

e Torino-Savona, con un miglioramento dei tempi di percorrenza. Inoltre, sulla Cavallermaggiore-Bra-Alba è previsto un orario cadenzato». “Salva” persino la fermata di Madonna del Pilone. Guido Martini

prie radici, della propria terra: elemento che viene trasferito sulla tela nel caso della pittrice e nel legno e nella pietra nel caso dello scultore. «I temi che rappresento – afferma Paola Rattazzi – sono questi paesaggi inventati ed immaginati in cui applico prima lo stucco, il colore a strati e poi vado a scavare e a “seminare”, proprio come un contadino che lavora la terra. Mi piacciono molto le opere di Claudio perché le ritengo molto affini alle mie, piene di vento e di aria». «Io invece – aggiunge Salvagno – uso in modo espressivo i materiali della cultura contadina dalla quale provengo: il legno e la pietra». Per quanto gli “esordi”... «Faccio questo – spiega la pittrice – dal 2006, quando ho deciso di lasciare la grafica pubblicitaria da cui mi sentivo soffocare». «La mia prima mostra importante – conclude lo scultore – è avvenuta con l’associazione culturale “Marcovaldo”, a cui è seguita un’altra mostra altrettanto importante come “La via del sale”, con scultori del calibro di Nagasawa e Parmiggiani. Era il 2004». Per chi volesse dunque ammirare i paesaggi interiori di Rattazzi e Salvagno, la mostra resterà aperta fino al 28 novembre (in via Sant’Andrea n. 44) dalle 15.30 alle 18.30, sia nei giorni feriali che nei festivi, eccetto il lunedì. Matteo Garnero

mercoledì 14 novembre 2012

3


4

mercoledì 14 novembre 2012

BREVI DALLA CITTÀ

Tre feriti in un incidente in località Pomarolo Due autovetture sono rimaste coinvolte, sabato pomeriggio, 10 novembre, in uno scontro frontale in località Pomarolo, sulla strada provinciale per Costigliole Saluzzo. Sono rimasti feriti in modo non grave E.E., 40 anni, marocchino di Gambasca, e V.G., ragazza 25enne di Villafalletto. Sono intervenuti i Carabinieri, i Vigili del Fuoco ed il 118, il cui personale ha soccorso il conducente dell’altra auto. Sulla provinciale, il traffico è rimasto a senso unico alternato per le successive due.

Frontale alla Cavallotta Interviene l’eliambulanza

La scena dell’incidente, con l’intervento dei soccorritori Domenica 11 novembre, alle ore 12.15, sulla strada della Cavallotta si è verificato un incidente frontale, la cui dinamica è al momento in corso di accertamento da parte dei Carabinieri del nucleo Radiomobile di Savigliano. Coinvolte due vetture. Una Chevrolet Matiz con alla guida P. S., 67enne di Savigliano, ed una Fiat Punto condotta da P. H., 29enne albanese residente sempre nella nostra città. Oltre ai Carabinieri, sono intervenuti i Vigili del Fuoco di Savigliano e l’eliambulanza del 118, che ha trasportato il conducente della Matiz al S. Croce di Cuneo, dove è ricoverato in terapia intensiva.

Pomeriggio con “Nonna Rufa” nell’ex chiesa di Sant’Agostino Un pomeriggio dedicato alla fantasia quello di sabato prossimo, 17 novembre, alle ore 16, nell’ex chiesa di Sant’Agostino. “Nonna Rufa” (al secolo l’attrice Lidia Portella) sarà la protagonista con fiabe, racconti, filastrocche e canzoni dedicate ai più piccoli (dai 3 agli 8 anni), ma anche ai loro genitori. Con le sue storie, Nonna Rufa riesce sempre a incuriosire; questa volta la protagonista dei suoi racconti sarà la strega Camilla. Uno spettacolo davvero speciale dove non mancheranno le sorprese. L’ingresso è libero. L’iniziativa fa parte del progetto Nati per Leggere Piemonte sostenuto dal Sistema bibliotecario di Fossano, di cui fa parte anche la biblioteca cittadina, con il contributo della Compagnia di San Paolo.

Balli occitani alla bocciofila di Levaldigi Anche quest’anno sono riprese le serate dedicate ai balli occitani presso la Bocciofila di Levaldigi, in via Tholosan. Sono organizzate dall’associazione culturale La Danço di Borgo San Dalmazzo, in collaborazione con Il Circolo ricreativo culturale Acli. Sabato 17 novembre (ore 21.30) sarà ospite il gruppo ‘Trio Ri.Qu.Ba’, interessante e valido mix di suonatori provenienti da diverse esperienze.

Borse di studio Fondazione Crs Cerimonia di consegna La Fondazione CRS consegnerà 30 borse di studio da 600 euro agli studenti meritevoli delle scuole superiori saviglianesi. La cerimonia avverrà presso la sala Santa Chiara (cortile liceo), venerdì 16 novembre alle ore 11. Parteciperanno alla cerimonia di premiazione i dirigenti scolastici Anna Maria Barra (Cravetta-Marconi) e Gianpiero Sola (Arimondi-Eula), con il vicepresidente della Fondazione CRS, Oreste Favole.

Unione dei Comuni Si riunisce il Consiglio Giovedì 15 novembre, alle 18, in municipio si riunisce il Consiglio dell’Unione dei Comuni Terre della Pianura (Savigliano, Marene, Monasterolo e Costigliole Saluzzo). All’ordine del giorno, comunicazioni e l’assestamento generale del bilancio di previsione 2012.

REDAZIONE Piazza Santarosa, 21 Tel. 0172.71.39.29 Fax 0172.71.37.21 - Savigliano email: redazione@ilsaviglianese.com – www. ilsaviglianese.com DIRETTORE RESPONSABILE: VALERIO MACCAGNO ABBONAMENTO: Annuo € 42,00 - Estero € 42,00 + spese postali Autorizzazione N.2 Tribunale Saluzzo 8/9/1946 Poste Italiane: Sped. in Abb. Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) NO/CUNEO art. 1, comma 1 - Conto Corrente Postale N° 11755121 PUBBLICITÀ: RÉCLAME Via Pylos, 20, Savigliano Tel. 0172 71.12.79 STAMPA: Editrice La Stampa - Torino. Tariffe a modulo: Commerciali € 16 - Occasionali € 17,00; Finanziari e Legali € 1,80 mm/c; Necrologie € 36,00; Economici € 0,53 p.p. Il giornale si riserva in ogni caso di rifiutare qualsiasi inserzione. ASSOCIATO ALLA FIPEG

savigliano

IL CASO Aumentano i casi di abbandono e maltrattamento

Animali vittime della crisi Tempi duri anche per i nostri amici a 4 zampe: la crisi non risparmia nemmeno loro. Negli ultimi tempi sono infatti aumentati i casi di abbandono e purtroppo anche quelli di maltrattamento. «Non so spiegarmi questo incremento – ci dice una delle volontarie che un tempo erano chiamate amichevolmente le “gattare” –, la prima cosa che mi viene in mente è che anche i nostri amici animali siano vittime della crisi economica. Quasi ogni giorno raccogliamo animali, soprattutto gatti, abbandonati e spesso capita che chi li lascia se ne disfi in modo crudele». La legge italiana è molto severa nei confronti di chi maltratta e abbandona gli animali: il nostro ordinamento prevede pesanti sanzioni e, nei casi più estremi, addirittura il carcere. Malgrado tanta severità, però, il fenomeno non si placa. Sono tanti i cani e i gatti lasciati al loro destino negli ultimi mesi: questa triste pratica, che in tempi passati riguardava solo il periodo estivo, ora continua tutto l’anno. Ma soprattutto sono tanti i casi di animali maltrattati e questo è difficile da spiegare… Mici lasciati dentro cassonetti oppure lungo corsi d’acqua gelati, legati dentro sacchetti o peggio, lanciati dai finestrini delle auto in corsa: l’ultima di queste efferatezze vede coinvolta una micina che, durante uno di questi voli, è caduta in campo di mais dove erano appena state tranciate le piante ed è finita su una di esse, ferendosi gravemente ad un occhio. Ora le volontarie si stanno prendendo cura di lei: nei prossimi giorni la gattina sarà operata e poi si cercherà per lei una nuova famiglia che se ne occupi (per informarsi sulle adozioni, chiamare il 335.230595).

Ultimamente si sentono sempre più storie di gatti e cani abbandonati in modo crudele

Forse le frustrazioni e le difficoltà spingono l’uomo ad essere più crudele verso chi non può difendersi? Lasciamo le risposte a chi studia l’animo umano… Se i maltrattamenti sono gesti di inciviltà o peggio ancora di cattiveria, nel caso degli abbandoni, invece, c’è anche chi a malincuore si separa dai propri animali perché è diventato troppo costoso prendersi cura di loro: i costi di mantenimento, le spese veterinarie che aumentano se il nostro amico peloso si ammala. I casi sono in aumento: dalla giovane single rimasta senza lavoro e che fatica a pagare l’affitto e non può più prendersi cura dei suoi mici, e soprattutto non può affrontare le

spese di sterilizzazione, fino alla famiglia che fatica ad arrivare a fine mese e non riesce più a pagare il veterinario. E così i canili e i gattili – o più semplicemente le case dei volontari – si arricchiscono di nuovi ospiti. «Diventa difficile fare fronte a questa situazione – continuano i volontari – i gattili e i canili sono pieni. Invitiamo quanti possono ad adottare qualcuno di questi animali». Anche i Comuni cercano di incentivare la pratica delle adozioni offrendo a chi si prende cura di queste bestiole un contributo in denaro (l’ultimo caso in ordine di tempo è quello di Cavallermaggiore che offre 300 euro a chi adotta un cane). Liliana Cimiero

PERSONAGGIO Dopo un incidente, è sulla carrozzella. Ma trova nuove forze

Alessio, il ragazzo «con una marcia in più» È possibile ritrovare (e anche trasmettere agli altri) la gioia e la forza di ricominciare a vivere dopo che un banale incidente stradale ci invalida per sempre? Coloro che lunedì 5 novembre hanno partecipato, presso il salone della Crosà Neira, all’incontro con Alessio Tavecchio (organizzato dall’associazione di genitori “Il cerchio”), sicuramente risponderanno di sì. Tavecchio, costretto alla sedia a rotelle a causa di una caduta dalla moto ai 50 km/h e con il casco integrale allacciato, da qualche anno gira l’Italia per raccontare la propria testimonianza di vittima sulla strada, riflettere sul valore della vita e sensibilizzare i più giovani all’uso del casco e del giubbino proteggi colonna verte-

brale. «La strada – ha affermato Alessio dopo aver raccontato del proprio incidente – è un posto molto pericoloso per la nostra vita. Fondamentale è la prevenzione stradale, conseguenza della consapevolezza che abbiamo verso la nostra vita e la nostra salute: due valori che ci rendono persone prudenti alla guida». Dopo aver letto alcune lettere inviategli da giovani che hanno partecipato ai suoi incontri, il ragazzo “con una marcia in più” ha poi proseguito la serata raccontando l’esperienza del coma. «Ricordo bene – ha affermato Tavecchio – quegli 8 giorni: il mio corpo era intubato nel letto ma la mia coscienza era altrove. Ho attraversato un tunnel accompagnato da una ragazza mai vista prima che

Alessio Tavecchio incontra il pubblico alla Crosa Neira

mi ha fatto ripercorrere in un attimo tutta la mia vita. Ho anche visto la famosa luce: lì ho sentito Dio, un dio fatto di luce, di amore, senza nomi, fatto di potenza, la potenza che ognuno ha dentro di sè».

Notizie dalla Provincia

«Tutto ciò – ha concluso Alessio – mi ha fatto capire che non ci sono esperienze brutte, ma solo esperienze con un senso profondo da vivere con coraggio». Matteo Garnero

a cura di Giulio Ambroggio

Un Consiglio particolarmente agitato Il Consiglio Provinciale di martedì 6 novembre è stato particolarmente agitato. È iniziato con un mio intervento, richiestomi dal presidente del Consiglio, per ricordare il 4 novembre, festa delle Forze Armate e dell’Unità Nazionale. Ho preso la parola raccontando in modo estremamente succinto le vicende della Prima Guerra Mondiale, dicendo come la vera unità d’Italia si è attuata per la prima volta proprio nelle trincee della Grande Guerra quando gli italiani si sono trovati uniti per la prima volta negli orrori della guerra. A questo punto la presidente Gianna Gancia mi ha interrotto dicendo quello che stavo per dire, e che cioè molti soldati non sapevano neanche il

perché si trovavano a combattere un nemico sconosciuto. Superato questo incidente la seduta è continuata con l’approvazione di tre delibere economiche tecniche: una variazione di bilancio, una variazione al programma triennale dei lavori pubblici e l’integrazione al piano delle alienazioni. Su queste delibere opposizione si è astenuta. Poi è iniziata la bagarre: il gruppo PD - Impegno Civico aveva presentato una mozione sulla riduzione degli assessori, finalizzata a far risparmiare l’Ente. La conferenza dei Capigruppo aveva deciso di presentare un ordine del giorno condiviso da tutti i partiti sullo stesso argomento che prevedeva anche la abolizione dei

fondi a disposizione dei gruppi per il loro funzionamento. Coerentemente con quanto concordato, il PD ha ritirato il suo ordine del giorno, pronto a votare quello condiviso. La stessa cosa però non ha fatto il solito leghista in cerca di notorietà che ha presentato un suo ordine del giorno e ha dichiarato di non ritirarlo assolutamente. Discussione a non finire: alla fine l’ordine del giorno leghista è stato bocciato e quello presentato dalla conferenza dei capigruppo approvato. Ovviamente è stato modificato dal momento che, nel frattempo, il Governo ha presentato un decreto che prevede addirittura l’azzeramento delle giunte provinciale a partire da gennaio 2013. Non sappiamo se

questo avverrà, non sappiamo se il decreto verrà convertito in legge così come è stato presentato dall’Esecutivo: di sicuro, al momento, sappiamo che ci sono già quasi novecento emendamenti e quindi si prevede una battaglia dura. Un modesto consiglio ai nostri ministri: lasciate andare le province a scadenza naturale e poi fate tutte le modifiche che ritenete più opportune per risparmiare e dare al nostro Stato maggiore efficienza.


savigliano

DIABETE Presentati i dati di un’indagine svoltasi nelle farmacie

Gli uomini rischiano di più Tre milioni sono i diabetici in Italia. Ovvero, circa il 4% dell’intera popolazione, soprattutto tra gli obesi, tra chi non pratica attività fisica o tra chi ha un basso grado di istruzione. Purtroppo, come ha rilevato Giorgio Sapino, direttore del dipartimento di Prevenzione dell’Asl Cuneo Uno, un dato destinato ad aumentare, di qui al 2030, di circa il 23%. Ormai il diabete è non solo una malattia, ma un vero e proprio problema sociale che assorbe circa il 9% della spesa sanitaria con un carico di 2.660 euro a paziente e oltre un milione speso ogni ora. Le parole del dottor Sapino hanno fatto da prologo, lo scorso giovedì 8 novembre, alla presentazione dei dati dell’indagine “sui fattori di rischio diabete” che si è svolta dal 15 giugno al 15 settembre 2012 nelle farmacie della Granda. «Ogni anno accedono nelle 212 farmacie della provincia di Cuneo 1 milione e 200 mila persone che sono sane, pensano di esserlo o sono malate – ha sottolineato Massimo Mana, presidente dei farmacisti cuneesi –. La nostra indagine si è concentrata sulle prime due categorie di soggetti, con la partecipazione di 158 farmacie dopo un periodo di formazione dei titolari: il nostro obiettivo è far sì che il cittadino, preso per tempo, non diventi paziente. Siamo per una farmacia sul territorio capace di dare risposte alla popolazione». L’indagine era volta a indivi-

Da sinistra Salvatore Endrio Oleandri, Gianni Bonelli, il delegato dell’Asl Cn2 e Stella Scotta

duare i cittadini a rischio, a fronte di una popolazione nota, nel Cuneese, di almeno 16 mila diabetici (i residenti sono 420 mila). Coloro che hanno accettato di aderire sono stati sottoposti al test di Toumiletho, già validato su ampi studi epidemiologici a livello internazionale. Poche e semplici domande riguardanti abitudini e stili di vita hanno così permesso d’identificare una fascia di popolazione con medio–alto rischio di sviluppare il diabete nei prossimi anni. «Sono state coinvolte 1.705 persone (1.074 femmine, 631 maschi: il 5% con un’età fino a 44 anni; il 55% compresi nella fascia tra i 45 e i 64 anni e il 40% con più di 65 anni) – ha spiegato Salvatore Endrio Oleandri, direttore della SS Dipartimentale

di Endocrinologia, diabetologia e malattie del metabolismo dell’Asl –. Di questi soggetti il 55% è risultato normopeso, il 33% sovrappeso, il 12% obeso. 1.144 soggetti sui 1.705 coinvolti hanno presentato un esito predittivo (cioè con maggiore probabilità di sviluppare in futuro la malattia) e sono stati invitati ad eseguire il controllo glicemico: 399 non hanno aderito all’invito, mentre degli altri 745 il valore medio è risultato per le donne 106,3 e per gli uomini 118,3. L’indagine è stata una sinergia tra il mondo sanitario e quello farmaceutico». Soddisfatto della collaborazione il direttore generale dell’Asl Gianni Bonelli: «Occorre mettere a sistema tutte queste iniziative e misurare l’analisi dei ritor-

ni. La collaborazione con Unifarma è stata l’occasione per erogare servizi anche nell’ambito della prevenzione, in maniera sinergica». «Il diabete è una malattia assai complessa – ha evidenziato il presidente dell’Ordine dei medici della provincia di Cuneo, Salvio Sigismondi – la definirei malattia vascolare. E inscrivere questo progetto nella cosiddetta “medicina di iniziativa”, auspicando ulteriori interventi per favorire la mobilità generale». Come i corsi e le camminate di fitwalking – di cui ha portato la sua testimonianza la saviglianese Stella Scotta – organizzati con la Fand (Associazione pazienti diabetici) e la Scuola del Cammino dei fratelli Damilano. Paolo Biancardi

SCUOLA I ragazzi dello scientifico hanno commentato le elezioni americane

I giudizi sulla vittoria di Obama in un tweet Le elezioni presidenziali americane vinte da Barack Obama la scorsa settimana sono state seguite in tutto il mondo. L’argomento è stato affrontato anche a scuola. Ecco come i ragazzi della 5ª B Scientifico del Liceo hanno commento l’esito elettorale tramite il social-network “Twitter”. “L’America, una grande nazione. Mesi di lotta, poi chi perde si congratula con il nuovo presidente. Senza rispetto, gli uomini non si distinguono dagli altri animali”. (Carlo Giordana) “Quanti di tutti gli Europei che hanno festeggiato la rielezione di Obama conoscono realmente il suo programma politico? Non sono i più forse vittime dell’immagine (e delle pubbliche dichiarazioni d’amore nei confronti della moglie) del neo/confermato presidente?”.

(Sara Fiorito) “«Il meglio deve ancora venire». Questo è un estratto del discorso di Obama dopo la sua rielezione. Riassume in poche parole tutta la sua reale intenzione di fare del bene ai suoi Stati Uniti. Anche l’Europa avrebbe bisogno di discorsi del genere”. (Ilaria Abbà) “Durante i discorsi del vincitore e dello sconfitto tutti i presenti sventolano la bandiera americana. Nessuna presenza di partiti politici. Nessuna classificazione, tutti Americani!”. (Anna Rabbia) “Loro vantano senso di responsabilità, trasparenza elettorale e fair play politico. Noi coliamo a picco con porcellum, scandali e astensione”. (Paolo Rovera) “Il vincitore che tende la mano ad un avversario che si congratula con lui e accetta la scon-

I ragazzi della 5ª B Scientifico che hanno commentato le elezioni Usa

fitta. Questa è la politica che vogliamo”. (Giuseppe Bertino) “I cittadini americani credono nel presidente e nella crescita degli Stati Uniti. Dovremmo chiederci perché in Italia non sia

così”. (Stefano Trucco) “Mitt Romney: come affermare che la guerra in Iraq è stata una giusta guerra religiosa e ottenere ugualmente il 49%”. (Federico Pansa)

mercoledì 14 novembre 2012

CURIOSITÀ

5

L’ultima “trovata” di Bonino

Città degli inventori? Savigliano città degli inventori? È l’ultima invenzione del consigliere Carmine Bonino, che nei giorni scorsi si è messo in moto per vedere se sia possibile organizzare nella nostra città un convegno sul tema de “L’importanza dei brevetti nell’economia di una nazione”. Qualche tempo fa Bonino ha scritto all’Andi (Associazione nazionale degli inventori) per ottenere il patrocinio alla sua idea. Ad inizio ottobre è arrivata una prima risposta dal presidente, Vincenzo Falcucci. “Le confermo – scrive Falcucci – il plauso e quindi l’interesse dell’Andi ad una tale iniziativa, cui è lieta di dare il proprio gratuito patrocinio e la disponibilità a partecipare. Mi auguro che il progetto possa prendere corpo allinenando il Comune di Savigliano con altre iniziative volte a diffondere, finalmente, in Italia la cultura dell’innovazione non come fatto di singoli, ma come una delle scelte per rilanciare lo sviluppo economico del nostro Paese”. Ma il convegno potrebbe essere solo uno degli appuntamenti che ha in mente il vulcanico Carmine. «Si potrebbe – dice – organizzare una mostra sotto l’Ala, con tutti gli inventori che presen-

tino i propri prodotti dell’ingegno e intanto, in abbinamento, fare il convegno in una delle sale cittadine». Le idee per stare in piedi hanno però bisogno di essere supportate. «Sto cercando l’appoggio – conclude il consigliere – di imprese della zona che fanno innovazione. Spero di trovare il più ampio consenso da parte loro e delle istituzioni, per far sì che il progetto diventi realtà. Alstom nei giorni scorsi ha dato già il suo appoggio». Ancora pochi giorni fa Falcucci ha scritto a Bonino, congratulandosi con lui «per la determinazione con cui si dedica alla realizzazione del convegno».


6

mercoledì 14 novembre 2012

BREVI DALLA CITTÀ

Levaldigi: partito il volo per Alghero attendendo il nuovo presidente Venerdì 9 novembre Ryanair ha inaugurato il collegamento da Cuneo per Alghero. Avrà frequenza bisettimanale, il lunedì e il venerdì in inverno, e trisettimanale in estate. «Prevediamo di trasportare circa 38.000 passeggeri nel primio anno di operatività – ha spiegato Eleonora O’ Connor, Sales and marketing Executive di Ryanair per l’Italia –. I due comodi collegamenti settimanali da Cuneo per Alghero sono ideali per chi volesse partire per le vacanze natalizie o anche solo per un weekend a godersi il mare d’inverno». Quanto alla Geac, la società di gestione dello scalo di Levaldigi che dopo le dimissioni di Guido Crosetto è rimasta senza presidente, l’assemblea per la nomina del successore si terranno, con ogni probabilità, venerdì 30 novembre.

Ecco la pista ciclabile Ultimati i lavori in via Claret Sono stati ultimati in questi giorni i lavori per la nuova pista ciclabile che collega le scuole medie Schiaparelli con corso Roma, attraverso via Claret, corso Nazario Sauro e corso Caduti. Con questo intervento è stato messo mano anche al problema dello scolo delle acque. Sempre nel complesso delle scuole medie è stato allestito il cantiere per la copertura del campetto da pallavolo e basket. Qui sarà realizzata una struttura in legno lamellare con una copertura a doppia membrana per risparmiare sui costi di riscaldamento (l’impianto sarà allacciato al teleriscaldamento).

savigliano

POLITICA Anche Crosetto correrà per la leadership del centro-destra

Il “gigante” alle primarie Guido Crosetto correrà per le primarie del centro-destra. La candidature che quasi tutti gli “azzurri” dell’area saviglianese auspicavano (come avevamo scritto due settimane fa) prende corpo. E il corpo è quello del “gigante di Marene”, che sfiderà – pare – altri cinque candidati. In “pole” c’è il segretario del Pdl Angelino Alfano, che sembra avere tutto lo Stato maggiore del partito dalla sua. Ma c’è anche Daniela Santanché, per chi intende seguire una linea radicalmente berlusconiana. E sembra che nell’agone scendano anche l’ex governatore del Veneto Giancarlo Galan, l’imprenditore modenese Gianpiero Samorì ed il sindaco di Pavia Alessandro Cattaneo. «Premetto – ha affermato il deputato del Pdl, parlando ad Agorà, programma politico di Rai Tre – che Alfano è uno dei miei migliori amici, al di fuori della politica. L’ho chiamato nei giorni scorsi e non ha apprezzato che

RELIGIONE

io mi sia candidato alle primarie. Ma come faccio ad appoggiare qualcuno che ha una linea politica totalmente diversa dalla mia?». Crosetto si pone in netta antitesi con il governo Monti, al quale non perdona la politica economica troppo restrittiva anche se lui usa un altro termine. «Io – ha spiegato Crosetto – ho sempre votato contro la fiducia al governo Monti perché, ad esempio, reputo distruttivi i provvedimenti di politica economica. Non ce l’ho con Mario Monti persona fisica; ciò che non mi è piaciuto sono gli atti del governo». Dunque, chi vota a destra e pensa che Monti «non sia indispensabile» ha trovato casa. Crosetto parte come outsider, ma almeno nella nostra zona potrebbe fare il pieno di voti. Anche solo per questioni di campanile. Mentre c’è chi vorrebbe ancora evitare le primarie (secondo “il Giornale” ci sarebbe un sondaggio dal quale emerge che so-

Guido Crosetto

lo 244.000 persone andrebbero a votare e lo stesso Berlusconi non sembra molto entusiasta), il Pdl locale è già pronto. «Abbiamo iniziato lunedì – ci dice Marco Buttieri, uomo di punta del partito a livello cittadino – a raccogliere le firme per candidare Crosetto. Vanno consegnate entro il 25 novembre. Le primarie cominceranno il 16 dicembre e non si terranno in contemporanea in tutta Italia: si procederà a grup-

pi di regioni». Un po’ macchinoso. «È la prima volta che le organizziamo – ammette Buttieri – e dobbiamo ancora oliare i meccanismi. Di certo, potranno votare tutti gli elettori italiani iscritti negli elenchi comunali, sottoscrivendo sul posto la Carta dei valori del partito e versando 2 euro. Potranno votare anche i 16 e 17enni, ma solo se tesserati Pdl». Buttieri è un “crosettiano” di ferro: «Abbiamo sentito che anche da altre regioni c’è chi lo appoggerà, persino gente che prima votava per altri partiti. Stiamo organizzando un comitato; nelle prossime settimane daremo tutti i particolari». Pur nel marasma, c’è grande entusiasmo. E se Guido non dovesse vincere? «Se non vinco le primarie – dice Crosetto – continuo a fare ciò che ho fatto finora: rompo i co...». Anche per il futuro, il programma sembra essere piuttosto chiaro. Guido Martini

Incontro delle famiglie dell’Equipe Notre Dame

Coppie cristiane in movimento verso il mondo In via Claret sono stati ultimati i lavori per la nuova pista ciclabile

“Settimana del gioco in scatola” Pomeriggio all’Oasi Giovani Sabato 17 novembre, dalle 15 alle 18, in occasione della “Settimana del gioco in scatola” promossa dalla ditta Hasbro su tutto il territorio italiano, si terrà presso Oasi Giovani di via Roma n. 117 l’iniziativa “Oasi del Gioco” promossa nell’ambito del Progetto Informazione 12.0 dall’Informagiovani del Comune, in collaborazione con Oasi Giovani ed Educativa di Strada. Il pomeriggio vuole essere un momento di puro divertimento aperto a bambini, ragazzi e giovani della città che potranno scegliere fra un grande numero di giochi offerti da Hasbro, centro Oasi e dall’associazione “I Guardiani del Warp”. Le iscrizioni, che saranno raccolte all’accoglienza, sono libere e gratuite. È inoltre prevista una merenda per tutti i partecipanti.

Associazione nazionale Carabinieri Ricorrenza della Virgo Fidelis La sezione di Savigliano dell’associazione nazionale Carabinieri, in collaborazione con il locale Comando di Compagnia, comunica ai soci effettivi, ai familiari, ai simpatizzanti ed ai Carabinieri della locale Compagnia che mercoledì 21 novembre sarà festeggiata la ricorrenza della Virgo Fidelis, patrona dell’Arma. Alle ore 18, nella chiesa di San Pietro, l’abate don Paolo Perolini celebrerà la Santa Messa in suffragio dei caduti. Al termine, ci sarà un rinfresco presso la sezione di via Miretti n. 12. Il presidente Vincenzo Cauterucci auspica la presenza di un numeroso pubblico.

Encomi a quattro militari dell’Arma Li ha consegnati il Generale Lavacca Mercoledì 7 novembre il Generale di Brigata Pasquale Lavacca, Comandante della Legione Carabinieri Piemonte e Valle d’Aosta, ha fatto visita alla Compagnia Carabinieri di Savigliano dove è stato ricevuto dal Comandante provinciale dei Carabinieri di Cuneo, Colonnello Flavio Magliocchetti, e dal Comandante della stessa Compagnia, Capitano Tommaso Gioffreda. Nella circostanza, il Generale ha voluto personalmente consegnare a quattro militari un encomio per la brillante operazione di servizio, denominata “Green Energy”, conclusasi nel mese di giugno 2011, che ha permesso di arrestare, in flagranza di reato, quattro persone, nonché eseguire otto provvedimenti restrittivi nei confronti di altrettante persone tutte appartenenti ad un’organizzazione criminale composta da cittadini marocchini responsabili di numerosi furti di pannelli solari per un valore di oltre 500.000 euro.

Centro Italiano Femminile Due incontri sul Medioevo Il Centro italiano femminile ha organizzato due incontri con il prof. Giulio Ambroggio, presso il salone Madre Bonino dell’Istituto Sacra Famiglia, che tratterà il tema: “Il Medioevo questo sconosciuto”: il primo si terrà giovedì 22 ed il secondo giovedì 29 novembre, entrambi alle ore 16. «Vi aspettiamo numerosi a partecipare, poiché l’argomento è molto interessante. L’ingresso è libero a tutti» conclude il direttivo.

Domenica scorsa, presso l’Istituto Salesiano di Fossano, erano presenti 80 coppie di sposi che vivono il metodo delle Equipe Notre Dame dei Settori di Fossano e Savigliano, che spaziano da Caramagna a Cuneo, da Alba alla Valle Varaita, per una giornata di verifica e formazione dal titolo “Coppie cristiane in movimento verso il mondo”. Hanno relazionato Maria Carla e Carlo Volpini di Roma, che hanno appena cessato il servizio di Responsabili Internazionali del Movimento. Hanno subito ricordato ai presenti come questo sia un movimento di formazione e non di appartenenza, perchè ciò che unisce è il metodo e ci si riconosce nella verità di Cristo. Rilevato come in tempi in cui mal si sopportano i vincoli e le appartenenze, questo Movimento è espressione di grande libertà, che insieme al metodo sono la vera ricchezza, i due hanno spiegato che gli incarichi, svolti gratuitamente, durano tre anni, dopo di che si la-

All’incontro hanno partecipato Maria Carla e Carlo Volpini di Roma

scia spazio ad altri (cosa che sarebbe auspicabile in molti ambiti della vita civile). I relatori hanno condotto due incontri, il primo al mattino con un lungo excursus sulla loro esperienza internazionale nel Movimento, che si estende a tutti i continenti, cui è seguita la relazione di alcune coppie che hanno partecipato all’incontro mondiale End di Brasilia, e un secondo, al pomeriggio, attraverso il racconto dell’esperienza di servizio in corso a Roma come consulenti famigliari, fornendo utili indicazioni pratiche a

Ciau cerea Fomne: na forsa ed la natura A Pietrasanta (Lucca) un’anziana signora in bicicletta ha reagito allo scippatore che le aveva strappato dal collo la catenina d’oro, facendolo cadere a terra e lacerandogli anche la maglietta. Tentativo sventato 1. Una donna di 80 anni compiuti si stava recando al cimitero di Sirmione per fare visita al figlio deceduto prematuramente, quando uno scippatore, da dietro, ha cercato di rubarle la borsetta e di strapparle la catenina d’oro che portava al collo, regalatale proprio dal figlio. Il malvivente era convinto di mettere a segno un colpo facile, ma non

è stato così: la signora, anziché spaventarsi, ha spintonato il ladro facendolo cadere a terra, sulle tombe. A sua volta è finita addosso al ragazzo, immobilizzandolo fino all’immediato arrivo dei soccorsi. Tentativo sventato 2. Una nonna-coraggio di 87 anni a Genova è riuscita a sventare un tentativo di rapina mettendo in fuga il rapinatore che la stava aggredendo e picchiando nell’androne di casa, per derubarla della borsetta. Alle sue urla potenti il malvivente, preoccupato di essere scoperto, ha mollato la presa ed è scappato. Sul posto è intervenuta la Polizia. La nonna con lucidità ha fornito

quanti si occupano di coppie in crisi e non solo. È emerso, in tutto questo, il vero significato della Fede che è relazione, attraverso il vedere, andando ol-

tre le apparenze; l’ascoltare, con attenzione e senza prevenzione; l’andare incontro, l’andare verso qualcuno che ci riguarda, ricordando che tutto ci è donato, per cui di nulla siamo padroni e nessuno può dire: “Questo è mio!” L’incontro si è concluso con la Messa concelebrata da tre assistenti alle ore 16 e alle ore 17,30. Mentre il sole calava arrossando il cielo dietro i monti coperti di neve, i partecipanti sono tornati a casa con l’unico compito di “Osare il Vangelo”, cioè amare, perché il cristianesimo è Relazione. Osvaldo Pignata

Le famiglie saviglianesi e fossanesi dell’Equipe Notre Dame

di Giacomilla

un identikit. Tentativo sventato 3. Un’anziana donna, per scongiurare una rapina nei suoi confronti, ha preso a “stampellate” due cittadini delinquenti che tentavano di portarle via la collanina d’oro. È accaduto a Cavour. Due balordi, entrambi disoccupati e residenti a Bagnolo Piemonte, hanno preso di mira la vecchietta di turno per rubarle la collana che le pendeva dal collo. Ma la signora di 79 anni con difficoltà a camminare (si aiuta con le stampelle) ha reagito e, grazie proprio a quelle stampelle, ha colpito con forza i due, riuscendo a cacciarli. Tentativo sventato 4.

In provincia di Brescia un giovane balordo a bordo di una bicicletta si è avvicinato alla sua vittima, tentando di strapparle la collanina dal collo. Lei però non si è lasciata certo impaurire e, nonostante i 76 anni, per altro ben portati, l’ha morso alla mano obbligandolo a fuggire. Tentativo sventato 5. Dedussion: manduma coste madame sì al govern, lor san coma tratè i lader…


savigliano

POLITICA Tutte

le informazioni per votare alle primarie

Centro-sinistra: chi sarà il leader? Domenica 25 novembre, dalle 8 alle 20, in tutta Italia si voterà per decidere chi guiderà il centrosinistra alle prossime elezioni politiche nazionali. Alle famose “primarie” attualmente sono cinque i nomi in corsa: l’attuale segretario del Pd, Pierluigi Bersani, 61 anni; Laura Puppato, 55 anni, consigliere regionale in Veneto, Matteo Renzi, 38 anni, sindaco di Firenze; Bruno Tabacci, 67 anni, assessore al Bilancio per il Comune di Milano, e Nichi Vendola, 54 anni, leader di Sinstra Ecologia e Libertà e presidente della Regione Puglia dal 2005. Nel caso in cui nessuno dei candidati ottenga al primo turno almeno il 50% dei voti, si andrà al ballottaggio domenica 2 dicembre, sempre dalle 8 alle 20. Dopo tante polemiche, sono state rese ufficiali le modalità di voto: potrà partecipare alle primarie solo chi ha compiuto 18 anni, in possesso dei requisiti previsti per legge. Si può votare solo nel seggio collegato al numero della propria sezione elettorale: per Savigliano e dintorni è previsto un unico seggio, presso la Sala Miretti. Per accedere al seggio si dovrà esibire un documento d’identità, la tessera elettorale e il certificato di “elettore

Renzi, Bersani, Tabacci, Puppato e Vendola come vengono raffigurati sul sito internet del Pd

di centrosinistra”. Per ottenere quest’ultimo documento, ci sono due possibilità: la prima è sottoscrivere l’appello “Italia Bene Comune”, con cui si esprime il proprio sostegno alla coalizione, in queste sedi: venerdì 16 dalle 17.30 alle 19, sede Pd, via Macra n. 29, sabato 17, ore 10-12 e 17-19 (gazebo in piazza del Popolo), domenica 18, ore 10-12 (piazza del Popolo), mercoledì 21 dalle 17.30 alle 19 (sede Pd),

venerdì 23 dalle 17.30 alle 19 (sede Pd), sabato 24 dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19 (piazza del Popolo). Possono rivolgersi per la registrazione i cittadini dei Comuni di Savigliano, Monasterolo, Marene, Cavallermaggiore, Cavallerleone e Murello. Per la consegna del certificato, è inoltre necessario versare un contributo minimo di due euro. Domenica 25 novembre sarà possibile iscriversi all’appello direttamen-

te al seggio. La seconda possibilità per votare è pre-registrarsi on-line al sito www.primarieitaliabenecomune.it, stampando il modulo ed esibendolo in sede Pd o ai banchetti indicati prima (oppure direttamente al seggio il giorno del voto) per completare la registrazione e ritirare il certificato, contestualmente al versamento del contributo. Valeria Quaglia

mercoledì 14 novembre 2012

NEVE

7

Controlli “mirati” della Stradale

Attenzione alle gomme Automobilisti attenzione. Da giovedì 15 novembre scatta l’obbligo dei pneumatici da neve o di catene a bordo. Il provvedimento riguarda sia le autostrade Torino-Savona e la Cuneo-Asti che le strade statali (del Colle di Tenda e del Colle della Maddalena) e quelle provinciali. Ma con un distinguo. Autostrada Torino-Savona: qui l’obbligo riguarda la tratta da Marene a Savona. Autostrada Cuneo-Asti: da Massimini di Carrù fino a Cuneo. Per queste quattro tratte l’obbligo dei pneumatici da neve, o delle catene a bordo, durerà fino al prossimo 15 aprile. Sempre da giovedì 15 novembre, inoltre, partiranno anche i controlli della Polizia Stradale: «I nostri saranno controlli puntuali e mirati – ha spiegato Franco Fabbri, comandante provinciale della Polstrada –. Non per la volontà di punire chi viaggia o per sterile pignoleria, ma proprio per tutelare la sicurezza degli automobilisti.Vorrei ricordare, inoltre, che l’obbligo va rispettato sempre fino al 15 aprile, anche se, per esempio, c’è sole splendido e assenza di neve». Quanto alle strade che fanno capo alla Provincia, l’ordinanza prevede, ma solo durante le precipitazioni nevose, che la vettura abbia montata o i pneumatici da neve oppure le catene. Le strade in cui si deve rispettare tale ordinanza sono quelle in cui è presente un cartello con il disegno dello pneumatico. Quanto ai pneumatici da neve, è bene ricordare che i soli idonei hanno il simbolo “Ms”, mentre le catene devono essere omologate ed adatte proprio a quella vettura. E le “calze”? «Queste non sono affatto valide – conclude il comandante Fabbri – anche se molti ancora si ostinano ad usarle». Pa. Bi.

TESTIMONIANZA La vicesindaco reduce da un viaggio in Israele e Palestina

Folco: «La nostra missione di pace» Si è svolta dal 27 ottobre al 3 novembre la “Missione di Pace in Israele e Palestina” organizzata dal “Coordinamento degli enti locali per la pace e i diritti umani”. I partecipanti erano 212 provenienti da tutta Italia ed hanno incontrato amministratori locali, rappresentanti delle Nazioni Unite, scuole, scrittori, giornalisti e famiglie dei due territori. In particolare di Betlemme, Gerusalemme, Ramallah, Ramla, Sderot, Hebron, Gerico. Hanno partecipato anche cittadini saviglianesi, accompagnati dal vicesindaco Silvana Folco. Ecco la sua testimonianza. È stato un viaggio di conoscenza: solo ascoltando e vedendo ti avvicini a comprendere a pieno il dramma che si sta consumando in quella terra, la Terra Santa. Solo vedendo il muro spaventoso che divide i due territori e si snoda per centinaia e centinaia di chilometri, separando i contadini dalle loro terre, impedendo la circolazione di cose e persone; solo quando rifletti che i palestinesi non hanno accesso all’acqua; solo quando vedi Ramallah circondata dal muro che impedisce lo smaltimento dei rifiuti; solo quando la giovane studentessa che ci accompagna nella visita alla città vecchia di Gerusalemme si ferma ad ogni check-point e ti dice come proseguire e poi dove la rincontriamo perché a lei è impedito passare, ti rendi conto del dolore e della tragedia che lì si consuma, solo quando senti delle parole del

mensa. Per gli israeliani che ci hanno accolto è stata una boccata d’ossigeno. La vicinanza cambia le cose.

La delegazione saviglianese che ha partecipato alla missione di pace

Console Cantini che «le risoluzioni ONU non sono applicate, e che la perdita di peso mediatico della questione israelo-palestinese nella scena internazionale aggrava la situazione», capisci la gravità di ciò che rischia di sfociare in altra guerra. L’impressione che ne ricavi è quella della prigionia. I palestinesi prigionieri nella loro terra, gli israeliani prigionieri della guerra. «Betlemme è una prigione a cielo aperto» ha detto il sindaco, ricevendoci. È vero. La prigione ha due soli ingressi controllati da Israele. Se sei palestinese, non esci per nessun motivo. Chi può scappa. Chi resta ha perso ogni speranza. Dall’altra parte del muro è tutta un’altra storia. C’è un Paese normale, strade, città, centri commerciali, servizi pubblici… Anzi più normale del nostro. Perché, come ci dice orgoglioso il sindaco di Ramla, qui la crisi non si è fatta sentire come in Italia. Ma poi quando arrivi a Sderot e ascolti la storia di chi Il muro che divide palestinesi ed israeliani vive da 11

anni a due passi dalla Striscia di Gaza, a poche ore dall’ultimo scambio di missili, ti rendi conto che la realtà di Israele è un’altra. Quella scandita dalle guerre: 1948, 1967, 1973, 1987, 2000, 2006, 2008. Una lunga serie che ha inciso profondamente nella mentalità di un popolo. «Abbiamo perso la capacità di vedere gli altri» riflette Nomika Zion (figlia di uno dei fondatori di Israele, ora fondatrice di Other Voice, l’organizzazione degli israeliani che non riescono a vedere nell’altro il nemico), accompagnandoci sul confine. «Abbiamo perso la capacità di sentire l’empatia verso l’altro e così abbiamo perso una parte della nostra umanità. Per la gran parte degli israeliani i palestinesi non hanno una faccia, una voce, un nome. Sono solo un’entità collettiva con un solo nome: terroristi. Per questo noi non pensiamo alla pace, ma solo alla prossima guerra». «Grazie di essere venuti». Ce lo hanno detto tutti, palestinesi e israeliani. Non importa quale sia la forma della prigione. Anche quelle dorate sono soffocanti. E ricevere la visita di una persona amica fa piacere. Per le famiglie palestinesi che ci hanno aperto le loro case è stata una gioia im-

Le giuste gomme da neve devono avere il simbolo “Ms”


8

savigliano

mercoledì 14 novembre 2012

CARABINIERI

COMMERCIO Importante traguardo per il negozio di articoli sportivi

Omaggio al caduto

Trent’anni con Patty Sport

Ricordato Iannucci

“Attenti” in ricordo del brigadiere ucciso Martedì mattina, i Carabinieri in servizio ed in congedo della nostra città hanno reso omaggio alla memoria del brigadiere Fulvio Iannucci, ucciso 36 anni fa, il 13 novembre 1976, da Giuseppe Laforé, detto “Val-

Antonio Cristofaro

CIMITERO

ter”, durante una rapina all’ufficio postale di corso Roma. Alla cerimonia erano presenti il vicesindaco Maria Silvana Folco, numerose autorità comunali, i rappresentanti delle associazioni d’arma, i Vigili del fuoco e la Polizia locale con i rispettivi comandanti, Adriano Ariaudo e Marco Odasso. Il luogotenente Antonio Cristofaro ha ricordato la figura di Iannucci ed il suo sacrificio che gli valse la medaglia d’argento al valor militare. Sul luogo del delitto, l’associazione Carabinieri in congedo, guidata da Vincenzo Cauterucci, ha deposto una corona a ricordo, mentre il consigliere comunale Marco Racca ha intonato con la sua tromba le note del “Silenzio”.

Richiesta di un nostro lettore

«Innaffiatoi dignitosi»

È il 16 ottobre 1982, un sabato. In un angolino di piazza Santarosa Marziano Mondino e Tina Agodino tirano su la serranda di “Patty Sport”.Trent’anni dopo, in un altro posto, quella serranda si alza ancora tutte le mattine. All’epoca, il 23enne Marziano era reduce da un’esperienza di commesso di articoli sportivi a Genola, mentre la signora Tina aveva lavorato per anni all’Elettronica Cravero di corso Roma. «Fu proprio lei – racconta Marziano –, che aveva una grande esperienza nel commercio, ad accettare la nuova sfida. Ai tempi uscivo con una ragazza di nome Patrizia: per questo chiamammo il negozio “Patty Sport”». L’esercizio rimase in piazza Santarosa fino al 1991, poi si spostò in corso Roma. Nel 1999 i locali vennero raddoppiati, aggiungendo un ingresso in via Ferreri. In quell’anno, la signora Tina decise di andare in pensione. Passò qualche tempo e, nel 2006, “Patty Sport” lasciò il centro per spostarsi in via Molinasso, sulla circonvallazione, in un nuovo capannone commerciale. E lì è ancora oggi. Attualmente con Marziano lavorano lo storico collaboratore Giovanni “Giò” Mondino, e due ragazze: Giovanna, da dieci anni in negozio, e la new-entry Ilaria, arrivata nel luglio scorso. Alle origini, Marziano e Tina puntarono decisamente sullo sci. «Fu innanzitutto una questione af-

SCUOLA Gli

Marziano, Giovanna, Ilaria e Giovanni: lo staff odierno del negozio

fettiva; è uno sport che mi è sempre piaciuto molto» racconta Marziano, che oggi è anche presidente dello Sci club cittadino. Ma nel logo del negozio, oltre ad un paio di sci stilizzati, appare anche una racchetta. «Il tennis – conferma – è l’altra disciplina su cui puntammo fin dal principio. Già nel 1983 andai a Pavia a comprare una macchina accordatrice elettronica: era uno dei primi modelli». E negli anni ’80 “Patty Sport” fu anche promotore, per quattro edizioni, di un circuito tennistico femminile con giocatrici di serie C nazionale. Un negozio così longevo è anche lo specchio delle passioni sportive e dei cambiamenti di gusto della gente. «Nei primi anni –

ricorda Marziano – ci fu il boom dello sci, specie sull’onda dei successi di Alberto Tomba. Ultimamente, i giovani si sono orientati in molti verso lo snowboard. Il tennis, invece, ha vissuto fasi alterne: prima un aumento di appassionati, poi un declino ed ora una ripresa. Oggi sono in ascesa gli sport di fatica, specie la corsa. Chi comincia, magari lo fa con le scarpe che ha in casa. Poi viene a cercare calzature idonee, da “running”, e abbigliamento tecnico. Gli sport più popolari – aggiunge – come calcio, basket e pallavolo sono invece quelli che non passano mai di moda. In questo campo noi, specialmente grazie a Giovanni, abbiamo ottimi rapporti con le società sportive saviglianesi». Negli ultimi due anni, però, è

arrivata la crisi economica, che si è fatta sentire anche sugli articoli sportivi. «Le famiglie sono più attente alla spesa – conferma Marziano – e cercano le promozioni». Negli anni, anche la clientela è cambiata: «Quando eravamo in centro, era al 70% saviglianese. Quando siamo venuti nella nuova sede, invece, ci chiedevano: “Siete un negozio nuovo?”. Questo perché oggi, oltre ai saviglianesi, abbiamo molti clienti sull’asse CarmagnolaFossano e dal Saluzzese. Merito della posizione su una strada trafficata e del parcheggio comodo». Tra i clienti, Marziano ricorda anche due nomi famosi: «Veniva il tennista Paolo Cané, che aveva rapporti con il circolo di Racconigi, e lo sciatore della nazionale Fabio De Crignis, che collaborava per una ditta del settore». Trent’anni di esperienza sono tanti e lasciano sicuramente una lezione di vita. «Ho imparato tantissimo a gestire i rapporti umani – ci confida Marziano – ed ho compreso che nel piccolo commercio devi “cantare e portare la Croce”, cioè devi saper fare un po’ di tutto. L’importante è capire le esigenze del cliente. Io sono ottimista di natura e credo che in futuro ci sia ancora spazio per il commercio tradizionale, proprio per il rapporto di fiducia personale che si instaura con chi viene a comprare da te. Dovremo però dare sempre maggiori servizi e specializzarci ancor di più».

studenti dello scorso anno hanno ritirato il certificato Ket

Inglese senza problemi alle “Schiaparelli” Ecco come sono organizzati a Roddi

Rastrelliere e innaffiatoi «degni del nome che portano» a disposizione di chi va al cimitero. È la proposta che un nostro lettore, Claudio Ferrero, avanza all’assessore competente, Osvaldo Tortone. «Nel nostro cimitero cittadino – scrive – abbiamo dei cassoni grigi della frutta con all’interno un cumulo di flaconi di plastica di conegrina e detersivi liquidi che usiamo come innaffiatoi per portare l’acqua nei vasi delle nostre tombe. È degradante usare prodotti di scarto per un uso semplice, ma importante, come quello di annaffiare i fiori. Io vorrei proporre all’assessore competente di dotare l’area cimiteriale di rastrelliere come quelle che si vedono nella foto e degli innaffiatoi degni del nome che portano, per dare una svolta a questo piccolo problema. Il costo non è sicuramente faraonico, per cui è senza dubbio un’opera realizzabile senza accampare scuse come “il bilancio comunale non lo permette”. È a mio avviso solo un voler fare le cose oppure no!». Come esempio, Ferrero porta il cimitero di Roddi, dove questo intervento è già stato realizzato. «Sicuramente – conclude – un certo numero di rastrelliere sparse in diversi punti del cimitero, ovviamente vicino alle pompe dell’acqua, rappresenterebbe un aiuto importante per coloro che vanno a compiere l’atto di annaffiare». I.P.

Per provare emozionanti auto da corsa

Jimmy Ghione a Mondovicino Sarà lo storico volto di “Striscia la notizia”, Jimmy Ghione, l’ospite d’onore di “Vivi l’emozione di un’auto da corsa”, l’evento che si terrà a Mondovicino Outlet Village sabato 17 e domenica 18 novembre. Durante queste giornate i clienti di Mondovicino Outlet Village potranno salire a bordo dell’avveniristica Kia Venga 1.6 in assetto gara e, se maggiorenni, essere passeggeri per un giro su di un circuito apposito, scoprendo i segreti di un’automobile ecologica J. Ghione di “Striscia” alimentata a Gpl, che può competere a livello di performance con normali auto a benzina. Inoltre, domenica 18 novembre a Mondovicino Outlet Village i visitatori saranno in compagnia del campione con la vettura vincitrice della Green Scout Cup, il primo trofeo al mondo per auto alimentate a GPL e valido come Campionato Italiano Energie Alternative. Ghione è un testimonial d’ eccezione: nella sua veste di pilota è appena diventato Campione d’Italia 2012 della Green Scout Cup. Sarà presente presso il Brc Village e farà anche un giro nell’apposita pista allestita a Mondovicino Outlet Village al volante della Kia Venga 1.6, con cui ha scritto il proprio nome nell’albo d’oro della competizione.

Mercoledì 7 novembre sono stati consegnati, presso la scuola media Schiaparelli, i certificati KET (Key English Test). Il progetto, avviato per la prima volta dalla scuola nell’anno scolastico 2009/2010, con la collaborazione del British Centre di Mondovì, ha visto la partecipazione di ben 50 studenti delle classi terze dell’ex Scuola Schiaparelli - Marconi e della sede di Marene. Dieci le lezioni di preparazione all’esame, tenute nell’arco del secondo quadrimestre dello scorso anno scolastico, da esperti di madre lingua, primo fra tutti Robert Dunn. Il progetto, che certifica le abilità a livello A2 del Quadro Comune Europeo di riferimento, ha avuto la finalità di consolidare le quattro abilità linguistiche: listening, writing, speaking e reading in situazioni di contesto quotidiano. Numerosa la partecipazione degli studenti, i quali hanno raggiunto soddisfacenti risultati. Undici gli alunni che hanno superato l’esa-

Gli studenti, nella foto con i loro insegnanti, mostrano il diploma

me con “distinction”, raggiungendo il livello di competenza B1, livello superiore rispetto a quello A2, su cui si attesta normalmente la certificazione KET. Alla consegna – folta la partecipazione dei genitori – erano presenti il prof. Robert Dunn,

Castagnata all’asilo Gullino Tante buonissime castagne hanno salutato il nuovo anno scolastico alla scuola per l’infanzia “Gullino”. Mamme e nonne si sono messe al lavoro per preparare il dolce frutto autunnale, mentre i nonni ed anche qualche papà si sono improvvisati abili mondajè. Un lavoro di équipe che ha visto i piccoli protagonisti di una festa d’autunno durante la quale hanno potuto fare una vera e propria scorpacciata di caldarroste. Un’occasione anche per salutare con canti e giochi i nuovi arrivati e per augurare a tutti un buon anno scolastico. elle.ci.

che ha illustrato le finalità del progetto, la prof.ssa Favasuli, referente del progetto stesso per la scuola, e la prof.ssa Morrone. Agli ex alunni, oggi studenti degli Istituti Superiori, le congratulazioni, e l’augurio di continuare con successo il percorso intrapreso.


MERCOLEDÌ 14 NOVEMBRE 2012 IL SAVIGLIANESE 9


10

savigliano

mercoledì 14 novembre 2012

BREVI DALLA CITTÀ

“Photissima” a Torino Elogi per Mario Daniele Momenti di gloria per il nostro concittadino Mario Daniele, insegnante in pensione, ex consigliere comunale ed appassionato di fotografia. Nei giorni scorsi, a Torino, si è infatti tenuta la mostra “Photissima”, nell’ambito della rassegna “Artissima”. Domenica, il quotidiano “La Stampa” ha dedicato ampio spazio alla mostra e il giornalista Rocco Moliterni ha citato il nostro concittadino come una delle due sorprese positive della manifestazione (l’altro è lo svizzero Arnold Odermatt, ndr): “Mario Daniele – ha scritto – con la sua seMario Daniele rie dedicata alla gente nei musei, su un tema molto trattato riesce a trovare spunti originali. C’è da dire che Mario Daniele ha insegnato per anni in istituti tecnici coltivando la passione per la fotografia e in pensione vi si è dedicato a tempo pieno, vincendo premi come il «Luccadigitalphoto»”. A corredo dell’articolo era pubblicata anche una delle sue foto. Non è la prima volta che Daniele si mette in evidenza come fotografo. A questo punto, dopo i successi di critica ottenuti, speriamo che Mario decida, un giorno o l’altro, di fare anche una sua “personale” a Savigliano.

Gioca 5 euro da Sciortino e ne vince 10.000! Grande vincita presso la ricevitoria Sciortino di corso Isoardi. «Sabato scorso, intorno alle 18.30, avevo la coda per giocare al Lotto – racconta Mario, il titolare – perché c’erano dei numeri ritardatari su cui la gente puntava. Proprio pensando al Lotto, per assonanza, una signora ha preso un biglietto del gratta e vinci “Il miliardario”, numero 8. Così, spendendo 5 euro, ha vinto un premio di 10.000 euro con un biglietto solo!».

Batteriosi dei kiwi Strategia di difesa La Regione Piemonte (Assessorato all’Agricoltura, settore fitosanitario) ha trasmesso al Comune una nota relativa alla “strategia di difesa autunno-inverno 2012/2013” in merito alla batteriosi del kiwi. Per maggiori informazioni in merito, tutti i coltivatori di actinidia potranno rivolgersi, oltre che alle organizzazioni professionali agricole ed a quelle dei produttori, anche all’ufficio Agricoltura comunale (tel. 0172.710267) negli orari di apertura al pubblico (dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 12.30; il lunedì pomeriggio dalle 14.30 alle 17.30).

Incontri di “baby yoga” all’asilo nido Peter Pan Continuano gli incontri dello Spazio Genitori all’asilo nido comunale “Peter Pan” di corso V.Veneto n. 46. Sabato 17 e 24 novembre, alle 10, una mamma metterà a disposizione di quanti vorranno la sua esperienza e le sue conoscenze sul baby yoga. Bisogna portare una coperta o un materassino, calze antisdrucciolo ed indossate una tuta oppure abbigliamento comodo. È consigliato prenotarsi allo 0172.712277 (lunedì, martedì e giovedì, ore 8-12.30 e 13-16) oppure allo 0172.710272 (lunedì e martedì, ore 14-16; mercoledì e venerdì, ore 8.30-12.30).

LEVALDIGI “Reportage” di una mamma. Il peggio sulle rive del Mellea

«Frazione troppo sporca»

Alcuni esempi di sporcizia...

“Inquinamento, incuria e sporcizia” minano la bella Levaldigi. È quanto ci scrive Rachele, una mamma che abita in frazione da qualche anno ed a cui questa situazione non piace. Ecco la sua testimonianza. “Levaldigi è sporca nella zona pattumiera di fianco alla chiesa, dove numerosi rifiuti e cocci si riversano sulla strada, diventando pericolosi non solo per i pedoni, ma anche per le macchine che rischiano di lacerarsi le gomme passandoci sopra; è sporca nel parco giochi, dove tra la ghiaia si trovano migliaia di residui rifiuti (cannucce, mozziconi di sigarette, pezzi di bicchieri di plastica o addirittura di vetro) anche taglienti, dannosissimi per i piccoli frequentatori delle giostre. È sporca nei suoi numerosissimi e splendidi canali, che non vedono manutenzione da anni e son spesso pieni di erbacce e rifiuti gettati dagli stessi cittadini che dovrebbero, invece, essere orgogliosi di questa ricchezza; il povero mulino vecchio, ormai, invece di mostrare con orgoglio le sue due ruote (magari restaurate) non può far altro che cercar di sopravvivere tra barattoli di latta,

SUNIGLIA

...sul sentiero che costeggia...

escrementi, cadaveri di piccioni e una schiuma che a volte si forma. Lo sporco e l’inquinamento feriscono dunque la piccola Levaldigi dall’interno. Qui c’è, sicuramente, la responsabilità dell’inciviltà di – spero – solo alcuni cittadini, ma anche della reale poca (per non dire nulla) manutenzione. Concludo questo triste excursus denunciando la cosa cha davvero più mi rattrista ed indigna: il bellissimo sentiero lungo il fiume Mellea (sorto dove prima c’era solo un grumo continuo di rovi e piante cadute) per tutta l’estate è stato pulito ed aperto al pubblico. È davvero il gioiello della frazione. È un sentiero bellissimo che per quasi 1 km costeggia il Mellea ed è anche un importante bacino anche per la salvaguardia della biodiversità di flora e fauna spontanee autoctone. Qui, io passeggio quotidianamente col mio cane ed i miei bambini, ma sempre ne esco disgustata, poiché è fatto oggetto di scarico di rifiuti abusivi: mucchi di barattoli di latta arrugginiti, scarti di agricoltura e potatura (per la verità, il minore dei danni), sospetti sacchetti di plastica nera che emergono a brandelli dal sottosuolo,

rifiuti di ogni tipo, gettati dai soliti visitatori più irrispettosi. Ma il peggio sono gli scarti di edilizia: mattoni ed eternit. Davvero, è sconvolgente. Vengono scaricate queste masse di schifezze senza ritegno, in punti molto visibili in mezzo alla boscaglia o sulla riva che scende al fiume. Invito tutti i lettori a farsi una passeggiata ed indignarsi. Avere un gioiello verde così e violentarlo ogni giorno è davvero una vergogna, in primis per chi si sente in diritto di maltrattarlo; ma deve essere una vergogna anche per tutti noi, la “massa silenziosa”, che vede ma non si ribella per pau-

...il torrente Mellea

ra o pigrizia; ed, in ultima analisi, anche per i nostri amministratori, i quali sono ad honorem i custodi di queste zone. Ecco, con questa lettera vorrei provare ad iniziare ad alzare la testa. Spero di cuore di trovare dai politici accoglienza ed operatività in riscontro alle mie parole (perché, per esempio, non indire una giornata verde per ripulire la frazione?). Vorrei che tutti insieme facessimo solidalmente un piccolo passo verso la rivoluzione (mentale) che ci porterà a dichiarare con orgoglio di poter davvero lasciare ai nostri figli un mondo migliore di come l’abbiamo trovato!”.

I cassonetti vicini alla chiesa, con rifiuti anche fuori

Cassonetti dati alle fiamme e immondizia abbandonata sul ciglio stradale

Discarica a cielo aperto al bivio di Solerette Cassonetti bruciati e rovesciati, un ammasso di rifiuti di ogni genere tutti rigorosamente insieme. Le foto, scattate giovedì 8 novembre in strada Suniglia, all’incrocio con strada Solerette, più che raccolta differenziata mostra... indifferenza verso la raccolta!

Non sai calcolare l’Imu? Il Comune ti aiuta Il Comune ha previsto l’attivazione di un servizio di assistenza per il calcolo del saldo Imu, da versare entro il 17 dicembre. Sarà possibile rivolgersi, muniti di idonea documentazione, all’Ufficio Tributi presso il Palazzo Comunale, al piano terra, ogni lunedì dalle ore 9 alle ore 12.30 e dalle ore 14.30 alle ore 16.30.

La Coop incontra soci e consumatori I rappresentanti della Coop invitano soci e consumatori all’incontro che si terrà giovedì 15 novembre, alle 17.30, al cinema Aurora di via Ghione n. 10. La finalità dell’incontro sarà quella di ascoltare l’opinione di soci e consumatori con la consapevolezza che ciò possa aiutare a migliorare la qualità del punto vendita di Savigliano. L’incontro si concluderà con un aperitivo ed a tutti i partecipanti sarà dato un buono sconto in omaggio.

Il Movimento 5 Stelle espelle il consigliere Biolé Clamorosa espulsione nel Movimento 5 Stelle: il consigliere regionale Fabrizio Biolé (uno dei due rappresentanti del gruppo a palazzo Lascaris) è stato estromesso “a mezzo raccomandata”, inviatagli dall’avvocato di Beppe Grillo. Motivo: aver già ricoperto in passato cariche elettive per due mandati, tanto da risultare incandidabile per le regole del Movimento. Biolé in effetti era già stato consigliere comunale a Gaiola, ma era un fatto risaputo da tutti, che egli stesso non aveva mai nascosto. Il consigliere 35enne era stato eletto nel Fabrizio Biolé 2010 con 737 preferenze. Il suo capogruppo, Davide Bono: «Da agosto Grillo gli aveva chiesto un passo indietro per rispettare le regole». Al suo posto, Fabrizio Ghilardi di Alba.

GITA

Hanno visitato il planetario di Pino Torinese e il castello di Moncalieri

I pensionati Cisl... a spasso tra le stelle Il 21 ottobre scorso, i pensionati Cisl saviglianesi sono andati in visita al Planetario di Pino Torinese (nella foto, parte del gruppo). In mattinata, avevano invece visitato gli splendidi e storici saloni del castello di Moncalieri. In tutto, 19 partecipanti ad una bella gita accompagnata da un clima ideale. «È stata particolarmente interessante la visita al Planetario commenta Liliana Pellegrino, responsabile dei Pensionati Cisl saviglianesi -. Per tutti noi, una piacevole novità».


lettere

mercoledì 14 novembre 2012

11

I LETTORI CI SCRIVONO Medjugorje: «Serve rispetto»

«Una dottoressa competente e umana»

L’importanza dell’azione sindacale

Riceviamo e pubblichiamo. In merito all’articolo riguardante le apparizioni di Medjugorje pubblicato su “Il Saviglianese” della scorsa settimana, vorrei esporre alcuni miei pensieri e precisazioni. Le persone con le quali ho avuto modo di confrontarmi hanno, come me, trovato poco rispettose alcune affermazioni riportate nell’articolo, in modo particolare quella che classifica come “ridicole devozioni” i pellegrinaggi nel piccolo paese della Bosnia. È indubbio che queste apparizioni, che durano dal 1981, abbiano un carattere di straordinarietà rispetto a quelle già ufficialmente riconosciute di Lourdes e Fatima. Ma a coloro i quali affermano che, a Medjugorje, la Madonna parlerebbe da troppo tempo, si può ricordare che la Chiesa Cattolica ha riconosciuto ufficialmente le apparizioni avvenute a Laus, sulle Alpi francesi, nel 1664 e che durarono ben 54 anni. Per fortuna la Madre di Dio non ha ancora bisogno di chiedere a nessun uomo il permesso di apparire sulla Terra, né di stipulare contratti sulla durata e gli orari. Il grande santo francese Luigi Maria Grignion de Montfort del XVII secolo, autore del “Trattato della vera devozione a Maria”, affermava che sempre di più si stavano avvicinando quelli che lui chiamava i “tempi di Maria”, ovvero l’ora in cui la Madre di Dio sarebbe scesa in campo per aiutarci, soprattutto per stare vicina all’Europa. Infatti, a partire dal 1800 in poi, le apparizioni mariane in Europa hanno avuto un incremento esponenziale. Non solo Parigi con l’apparizione della medaglia miracolosa, anche La Salette (1846), Lourdes (1858), Pontmain (1871), Pellvoissin (1876), Fatima (1917), Beuaring (1932) e Banneux (1933). Le apparizioni a Medjugorje sono in assoluto le più studiate della storia, diverse commissioni scientifiche internazionali hanno effettuato innumerevoli esami e test sui veggenti giungendo ad affermare in sostanza che la scienza non può sapere che cosa i veggenti vedono, ma che qualcosa vedono di sicuro, escludendo, in modo categorico, che i 6 ragazzi mentano. Se Maria appare da 31 anni continuando a chiederci, con infinita pazienza, di pregare e di convertirci, forse è perché si accorge che abbiamo un grande bisogno – il mondo ha un grande bisogno – di pace e soprattutto di pace nei cuori. Un’osservazione che si sente spesso è quella che la Madonna è sempre la stessa, sia che la si preghi a Medjugorje, sia al santuario della Sanità o in qualche altra chiesa.Verissimo, la Madonna è unica, ma Lei in un messaggio ha detto: “Io qui a Medjugorje posso ottenervi particolari grazie perché questo è un luogo di grazia”. Forse il segreto del pellegrinaggio, di ogni pellegrinaggio, è proprio quello di muoversi dalla propria casa, di staccare dalla vita quotidiana e fare un cammino, soprattutto dentro se stessi. Chi va a Medjugorje si accorge perfettamente di come la Madonna non si metta mai al centro della devozione, ma vuole solo essere un tramite per portarci a Gesù. I centri della religiosità sono la parrocchia, la Santa Messa, l’adorazione e la confessione, insomma la gente va (ogni anno due milioni di fedeli, migliaia di sacerdoti, centinaia di vescovi e anche qualche cardinale), prega, si confessa, torna a casa contenta e cerca di continuare il cammino, scopre la tenerezza di Maria, cerca di leggere la Bibbia, di andare a Messa, senza contare gli innumerevoli e documentati casi di guarigione fisica. Questi sono i frutti di Medjugorje e ricordiamoci che l’albero si riconosce dai frutti. Concludo dicendo che i pellegrini sanno perfettamente che, come giustamente sottolineato nell’articolo pubblicato lo scorso numero, la rivelazione della parola di Dio si è conclusa con il libro dell’Apocalisse di San Giovanni e che non è obbligatorio per un cristiano credere nelle apparizioni mariane, nemmeno a quelle approvate ufficialmente dalla Chiesa, ma dispiace sentire parlare di “ridicole devozioni” e di “Madonna chiacchierona”. La Chiesa, nella sua saggezza, mantiene un atteggiamento prudente ma molto rispettoso, stabilendo che siccome le apparizioni sono tutt’ora in corso non è possibile dare un giudizio definitivo, ma lasciando liberi i fedeli di recarsi in pellegrinaggio. Si pensi come lo stesso Beato Giovanni Paolo II aveva dimostrato più volte il suo interesse per Medjugorje, incontrando i veggenti a Roma e affermando che sarebbe andato volentieri a Medjugorje a confessare. Nessuno vuole obbligare nessuno a credere che la Madonna appaia realmente, serve serietà di giudizio ma anche tanto, tanto, rispetto verso dei fenomeni che coinvolgono l’intimo di milioni di persone e che hanno convertito molti cuori. Gian Luca Eandi – Savigliano

Riceviamo e pubblichiamo. Vorrei evidenziare un esempio di buona Sanità che mi ha riguardato personalmente. Alla fine del mese di giugno, presso il Pronto Soccorso dell’ospedale SS. Annunziata di Savigliano, dove mi ero recato per un malessere che si è rivelato sintomo di una patologia molto grave, sono stato seguito dalla dottoressa Chiara Oddone. Grazie alla sua competenza, professionalità e umanità, ho potuto tempestivamente sottopormi ad un intervento e successive terapie, che mi permettono ora di guardare con speranza al futuro. È grazie a medici come la dott.ssa Oddone che possiamo essere fieri della nostra Sanità. Roberto Ilarda

Gentilissimo direttore, in questa fase delicata e complessa anche per il nostro Paese, le politiche restrittive di finanza pubblica di matrice europea hanno compromesso lo sviluppo e hanno avuto un impatto estremamente negativo sui sistemi di Welfare e Stato Sociale, il tutto principalmente nei Paesi più esposti a causa di un abnorme debito pubblico come l’Italia. Il debito rappresenta, in effetti, un peso grave e drammatico; i conti pubblici in ordine sono una condizione essenziale su cui basare le scelte politiche di un Paese: l’austerità non è però sostenibile se non è accompagnata da interventi per la crescita e dalla tutela dello Stato Sociale. Le scelte del rigore finanziario devono essere orientate alla ragionevolezza e alla sostenibilità economica e sociale. Per la Cisl sono, inoltre, fondamentali la lotta all’evasione fiscale, alla corruzione e ai costi abnormi della politica, come elementi di moralità e di recupero fondamentale di risorse. Prendendo spunto, pertanto, dalla giornata di solidarietà proposta dalla Ces per un Patto Sociale Europeo, è opportuno rilevare come la Cisl abbia sempre appoggiato con convinzione l’importanza dell’azione sindacale della Confederazione Europea dei Sindacati, del Dialogo Sociale e della fondazione degli Stati Uniti d’Europa nell’ottica di un’ autentica costruzione politica, sociale ed economica europea a sostegno di quella monetaria. Il Patto Sociale Europeo elaborato dalla Ces è assolutamente condiviso dalla Cisl: tale documento richiama, infatti, con forza l’importanza del dialogo sociale e denuncia senza mezzi termini le misure che hanno come conseguenza l’indebolimento delle conquiste sociali e il deterioramento dei servizi pubblici essenziali. Riteniamo necessario, pertanto, ripensare il modello di Europa che vogliamo: l’Europa che ha saputo costruire uno stabile sistema di pace deve tornare a parlare di un modello di progresso sociale basato sull’equità, sul Welfare, sulla solidarietà e sulla crescita sostenibile anche sul piano ambientale. Per la Cisl la costruzione del cammino dell’Europa verso una società più giusta e solidale è assolutamente fondamentale. Massimiliano Campana – Segretario Generale Cisl Cuneo

«Mostra di presepi: contribuiamo!» Gentile direttore, anche quest’anno, la parrocchia di San Giovanni organizza una splendida mostra di presepi – dai più semplici ai più raffinati – nella bella chiesa sconsacrata di via Torino. I volontari hanno bisogno di soldi: si pensi che solo il riscaldamento costa 50 euro al giorno. Faccio appello a tutte le persone che hanno a cuore il Santo Natale, la tradizione iniziata da San Francesco e la cultura cristiana affinché contattino il signor Becchero al numero 320.8428940 e contribuiscano. Grazie. Vittorio Mortarotti – Savigliano

Emolumenti, perché aspettare? Egregio direttore, rendo merito al suo giornale di un’informazione puntuale e attenta, che si integra con i commenti e le osservazioni dei lettori nella pagina ad essi dedicata, così come avviene nella trasmissione radiofonica “Prima Pagina”, in onda al mattino alle 7.15 su Radio 3 (Fm 98.2), che consiglio a tutti di ascoltare. Mi riferisco in particolare all’articoletto, siglato V.Q., “Gettoni da pubblicare”, che dà uno spaccato della sensibilità di alcuni componenti il Consiglio comunale sulla questione “trasparenza”. Certo, quando ci sarà una legge che li obblighi, i Comuni non potranno non pubblicare gli emolumenti degli amministratori. Ma occorre aspettare proprio l’obbligo della legge? Mi pare che Renzi, al quale molti si riferiscono, dica continuamente che tutti gli atti che riguardano le casse comunali sono disponibili sul sito internet del Comune di Firenze. L’altro punto è quello se indicare la cifra lorda o netta percepita. Al riguardo penso che al cittadino che paga le tasse interessi quanto costa un suo amministratore e non quanto gli rimanga in tasca, che dipende da quanto ha già in tasca. Auspico, infine, un po’ di coerenza quando si fa riferimento ad un politico. Lo si imiti per quello che vuole fare e non per la sua volontà di rottamare, perché non credo che questo termine si debba riferire solo all’età anagrafica o politica. Aldo Garaventa – Savigliano

Perché pagare alle Primarie? Egregio direttore, leggendo di questa contesa fra bersaniani e renziani, anche nella nostra Savigliano, mi è venuta voglia di esprimere il mio parere, partecipando alle Primarie. Leggo che occorre iscriversi, versare una quota e firmare un documento di adesione ai principi della coalizione (quale? e quali sono? e chi mi garantisce che non cambino in corso d’opera?). Chissà, in proporzione, cosa dovranno firmare i candidati! Al di là della schedatura che può anche essere antipatica, mi viene da chiedere, anche sull’onda dell’indignazione popolare sul fiume di soldi andati alla politica, perché versare una quota? Diamo un segnale di cambiamento reale anche nelle piccole cose: un sacco di gente aspetta un qualche segnale per decidere non chi votare, ma se votare ancora. Aldo Lanfranco – Savigliano

Quel che resta del Monviso Riceviamo e pubblichiamo. Il dio pagano mentalmente adorato da tutti i saviglianesi che si rispettino, il Monviso - Pater Vesulus, coi suoi 3.841 metri di altezza, non è che la pallida ombra di quello che era una cinquantina di milioni di anni fa. Stando ai geologi - e non c’è ragione di non credere loro - la catena delle Alpi, creata dalla spinta della placca africana contro quella europea, era alta mediamente 8.000 metri, all’incirca come l’attuale catena Himalayana. Nel corso di milioni di anni, il lavoro disgregatore dell’acqua, del gelo, del vento e dei terremoti ha via via sfaldato queste gigantesche montagne ed il materiale da esse staccatosi trasportato dai fiumi ha lentamente invaso e formato la Pianura Padana. È proprio dal calcolo della massa di materiale litoide che copre la pianura che si è potuto stimare l’entità del volume dei monti dai quali esso si è staccato. Il Monviso ha tenuto duro più delle altre cime vicine ed è spettacolare e gigantesco a vedersi dalla nostra città: pensare che ai suoi tempi era alto il doppio fa ancora più impressione. Ma, allora, non c’erano occhi umani a contemplare la sua impressionante bellezza. Accontentiamoci del mini Monviso, godendocelo com’è: magari fra qualche decina di milioni di anni sarà ridotto ad una collinetta. T.G. – Savigliano

Ringraziamenti Le insegnanti Irene e Lucrezia ed i bambini della scuola dell’infanzia di via Muratori (sezione E) ringraziano il signor Dario, la signora Laura e tutto il personale della Cassa di Risparmio di Savigliano per l’accoglienza, l’ospitalità e la disponibilità che hanno dimostrato loro durante la recente visita alla banca. È stata una giornata meravigliosa. A conclusione della mostra “Niente da dichiarare?! Cartoline d’epoca dai nostri confini”, porgiamo un doveroso ringraziamento per l’esito positivo dell’iniziativa a: Comune di Savigliano – Assessorato alla Cultura, Museo civico “A. Olmo” di Savigliano, Associazione Prometeo, Fondazione CRSavigliano, Ente Manifestazioni di Savigliano, CSV Società Solidale di Cuneo, Circolo Filatelico e Numismatico “G. Bodoni” di Saluzzo, Parrocchia di San Giovanni Battista di Savigliano, Giuseppe Allocco, Massimo Delpero, Istituto Comprensivo Papa Giovanni XXIII – Scuola Secondaria Marconi di Savigliano, stampa locale,TRSavigliano. Associazione Attività e Cultura per Savigliano Il Dirigente scolastico e il Commissario straordinario di istituto pro-tempore, a nome di tutte le componenti dell’intero istituto, ringrazia pubblicamente la Fondazione Cassa di Risparmio di Savigliano per il contributo erogato a sostegno dell’iniziativa progettuale per l’ampliamento dell’offerta formativa del nostro neo-nato Istituto comprensivo “Santorre di Santarosa” (ex-primo circolo ed ex-scuola media “Schiaparelli”). I finanziamenti generosamente erogati verranno focalizzati verso iniziative che permettano la costituzione di uno spirito unitario dell’istituto insieme ad un’uniformità dei processi organizzativi e delle risorse disponibili per i due istituti. Sono arrivata quest’anno come dirigente scolastico nel nuovo Istituto comprensivo Papa Giovanni XXIII, scoprendo con grande piacere che le scuole che lo compongono hanno una tradizione di grande dinamicità progettuale e attenzione a un’offerta formativa arricchente e motivante per i bambini ed i ragazzi che le frequentano. Si tratta di una progettualità che, per diventare azione, ha però bisogno di un elemento fondamentale: quello economico. La comunicazione ricevuta dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Savigliano, che ci informa di avere stanziato un contributo di 25.000 euro per il nostro Istituto, mi riempie quindi di gioia, dal momento che renderà possibile la realizzazione di progetti significativi, che altrimenti sarebbero rimasti solo sulla carta. Un sincero grazie quindi alla Fondazione CRS da parte mia e del personale scolastico, ma anche, credo di poter dire, da parte degli allievi, che di questi interventi sono i primi destinatari. Paola Maniotti – Istituto Comprensivo Papa Giovanni XXIII – Savigliano


12

paesi

mercoledì 14 novembre 2012

MONASTEROLO In parrocchia durante la Messa di don Mauro

Celebrato il IV Novembre I bambini hanno cantato “L’Inno di Mameli” e “Il Piave mormorava”

Alla commemorazione era presente anche il Gruppo Alpini

Concerto a Sanremo dell’Orchestra Bagutti MONASTEROLO Si organizza un pullman per il concerto dell’Orchestra Bagutti venerdì 30 novembre al teatro Ariston di Sanremo. Per informazioni, rivolgersi a Tonino Prochietto (tel. 0172.373253-339.8899687).

CAVALLERLEONE

Un fiore da ogni bambino

I Caduti delle due guerre

Sabato 10 novembre, alle ore 10 come consuetudine, si è tenuta la funzione religiosa per la celebrazione del 4 novembre, giornata in cui si ricorda la fine del primo conflitto mondiale, la “Grande Guerra” che, dopo aver lasciato sul campo un numero enorme di caduti, arrivò esattamente il 4 novembre di novantaquattro anni fa. Questa messa, officiata da don Mauro, è sempre un simbolo di riconoscimento verso i soldati e verso le istituzioni e come sempre Monasterolo ed il Gruppo Alpini risponono a questo evento sentito per il suo alto significato patriottico e morale. Don Mauro durante l’omelia ha ricordato come tutte le guerre devono servire da monito, ha pregato per i caduti di tutte le guerre ed ha ribadito come solo seguendo gli insegnamenti espressi dal Vangelo si è sulla retta via. Il sindaco Cavaglià, nel prendere la parola, ha colto l’occasione per esprimere sentimenti di gratitudi-

MONASTEROLO

Si è celebrata la scorsa domenica la cerimonia di commemorazione del “4 Novembre”, incentrata sul ricordo dei caduti cavallerleonesi nelle due guerre mondiali: il vicesindaco Bongiovanni ha letto i loro nomi, scritti sulla lapide del municipio, e per ciascuno un bambino ha deposto un fiore. Oltre al sindaco Gianpiero Giacosa, che ha tenuto il tradizionale discorso commemorativo, è intervenuto il consigliere regionale Pier Francesco Toselli. Nel discorso del sindaco, da segnalare il saluto e la manifestazione dell’orgoglio di tutto il paese al nostro alpino Pierfranco Quaglia, impegnato in questi mesi in mis-

sione di pace in Afghanistan. In questa giornata solenne si sentiva la mancanza di un personaggio che tanto ha fatto per ripristinare anche a Cavallerleone l’orgoglio e il rispetto nei confronti delle forze armate, il presidente emerito e fondatore del gruppo Alpini di Cavallerleone, Bruno Reviglio, deceduto qualche settimana fa e ricordato con un lungo applauso. I numerosi rappresentanti delle sezioni Alpini di tutti i paesi e città vicine, che hanno partecipato come sempre con solennità alla cerimonia, si sono poi riuniti nei locali della Bocciofila per il Rancio dell’Alpino. Gianluca Gianoglio

ne e riconoscenza verso l’impegno delle Forze Armate ed ha ricordato i vari caduti nelle ultime settimane nelle aree operative e ha parlato del sacrificio dei nostri concittadini la cui vita è stata immolata nel nome di quegli ideali di liberazione che hanno contribuito a generare lo spirito di unità nazionale e di indipendenza: libertà, democrazia e pace. I ragazzi della scuola elemen-

tare, accompagnati dalla musica della maestra Manuela Allasia, hanno nominato uno ad uno tutti i caduti e i dispersi monasterolesi durante tutte le guerre, si sono poi esibiti in recite e in alcuni canti, quali “L’Inno di Mameli” e “Il Piave mormorava”, preparati  dalle maestre molto attente al momento particolare perché ricorrenze come questa sono grandi opportunità didattiche.

Le autorità, con tutti i presenti, si sono poi recati presso il monumento al milite ignoto intitolato a tutti i caduti monasterolesi, dove vi è stata la deposizione di una corona di alloro a ricordo del loro sacrificio. La giornata si è poi conclusa con il vermouth d’onore offerto dall’Amministrazione e dal pranzo presso il Circolo Acli. Renzo Otella

Leva

1947 in festa La leva del 1947 si è riunita in festa presso il ristorante Il Sigillo di Staffarda. Prima, nella chiesa parrocchiale, è stata celebrata un S. Messa durante la quale è stato ricordato il coetaneo Piero Olivero, recentemente scomparso.

RUFFIA In Il sindaco Giampiero Giacosa ha letto l’orazione ufficiale

I ragazzi della scuola elementare hanno nominato uno ad uno i caduti e i dispersi monasterolesi

chiesa i bimbi hanno commemorato chi è morto per l’Italia

Un tripudio di tricolori per la pace

I bambini hanno sventolato i tricolori italiani per rendere onore ai Caduti delle guerre

Domenica 11 novembre si è svolta a Ruffia la commemorazione del IV Novembre con la partecipazione degli alunni

della Scuola Primaria Beppe Fenoglio di Monasterolo di Savigliano che, come consuetudine, hanno saputo rendere “spe-

ciale” la ricorrenza recitando canti e letture sul tema della pace. La commemorazione si è

svolta presso la gremita chiesa parrocchiale di Ruffia: don Marco Bruno ha celebrato la S. Messa a cui erano presenti rappresentanze d’arma quali Sezione Alpini di Saluzzo, gruppo Alpini di Monasterolo, Murello e Ruffia, ANGET Ass. nazionale Genieri e Trasmettitori e con la folta presenza del gruppo saluzzese ANMI Ass naz marinai d’Italia quale onore all’unico reduce combattente ruffiese ovvero Chiaffredo Lumello. Hanno partecipato inoltre il sindaco di Monasterolo Marco Cavaglià ed il brigadiere Raffaele De Chirico in rappresentanza della stazione Carabinieri di Scarnafigi. Prossimo appuntamento domenica 2 dicembre quando a Ruffia si terrà l’annuale festa dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia.

CRONACA Molti controlli delle guardie Wwf

Rifiuti abbandonati Per ogni Caduto i bambini hanno deposto un fiore

Raccolta del ferro a favore dell’asilo CAVALLERLEONE Ha avuto un buon riscontro la raccolta del ferro a fini benefici a favore dell’asilo di Cavallerleone, tenutasi mercoledì 7 novembre. I cavallerleonesi hanno donato i 140 quintali di ferro rotto, che hanno fruttato 2.500 euro, devoluti completamente all’asilo. L’amministrazione dell’asilo, soddisfatta della riuscita dell’iniziativa, ringrazia tutti coloro che hanno donato il ferro e i volontari che hanno contribuito alla raccolta.

Il personale del Nucleo Operativo di Vigilanza del Wwf nei mesi di settembre e ottobre, anche in occasione dell’apertura della caccia, ha intensificato i controlli. Molte operazioni, condotte in collaborazione con il Servizio Faunistico della Provincia, hanno interessato le valli Varaita e Maira, nonché i territori di pianura, dal saluzzese al saviglianese e al fossanese. I servizi volti a contrastare violazioni in campo ambientale, venatorio e ittico hanno permesso di controllare oltre 120 persone e 15 veicoli, contestando illeciti per oltre 4.000 euro. Le infrazioni accertate sono state, per la maggior parte, di carattere ambientale, ovvero percorsi fuoristrada non autorizzati, nonché per la raccolta dei Le guardie Wwf hanno scoperto alcuni casi di abbandono di rifiuti funghi e l’abbandono di rifiuti, non sono mancati anche accertamenti su violazioni alle leggi sulla caccia e la pesca. Le Guardie in servizio, oltre alla repressione degli illeciti amministrativi che hanno accertato, hanno messo in atto, nei confronti di escursionisti, raccoglitori di funghi, motociclisti, cacciatori e pescatori, un’opera di prevenzione ed informazione sulla legislazione vigente a tutela della fauna e dell’ambiente.


MERCOLEDÌ 14 NOVEMBRE 2012 IL SAVIGLIANESE 13


14

mercoledì 14 novembre 2012

IN BREVE

Oggi sciopero, raccolta rifiuti a rischio

cavallermaggiore

CRONACA Nuova ondata, dopo gli episodi in campagna

I furti si spostano in città

In seguito alla proclamazione di uno sciopero nazionale per la giornata di oggi, mercoledì 14 novembre, il Comune informa che non è garantita dagli addetti la prevista raccolta differenziata dei rifiuti. Si invitano i cittadini, in caso di mancato ritiro dei sacchetti, a riprenderli e conservarli fino al successivo turno di raccolta.

Lavori in piazza, si spostano i banchi del mercato Lunedì mattina si è svolta in municipio una riunione con gli ambulanti di piazza San Michele, zona attualmente interessata dai lavori. «In tale occasione – riferisce il sindaco Antonio Parodi – è stato deciso di spostare i banchi in piazza Abate Filippi». Il provvedimento dovrebbe durare sino a fine lavori (febbraio), a meno che non si finisca prima. In questi giorni inizia anche l’intervento nella zona di fronte all’Ala comunale. «E a fine lavori – aggiunge il sindaco – procederemo pure alla riasfaltatura della piazza, che in un primo tempo non era prevista».

Si ricordano i Carabinieri caduti a Nassiriya Domenica 18 novembre, alle ore 10.30, saranno ricordati i Carabinieri caduti nell’attentato di Nassiriya, in Iraq, avvenuto nel 2003. La cerimonia si terrà di fronte alla locale stazione dell’Arma, dove è prevista la posa di fiori per commemorare il tragico evento. Saranno presenti l’Associazione Carabinieri in congedo ed i Carabinieri in servizio.

Lago Isola, Losito neo presidente Domenica 11 novembre si è svolta la prima riunione del nuovo direttivo del Lago Isola, eletto con le votazioni del 28 ottobre. All’ordine del giorno, l’assegnazione delle cariche. Il nuovo presidente è Giuseppe Losito, vicepresidente Mattia Prone, segretario Luca Losito, tesoriere Pier Mario Pairona, revisori Ottavio Bellino e Antonio Donalisio, consiglieri Teresa Cardellino, Sergio MonchieG. Losito ro, Ivan Boglione, Giosuè Tomaselli e Fulvio Barale. Durante la seduta il presidente ha nominato un segretario esterno, Simona Pairona «per una miglior gestione della Società di pesca sportiva Lago Isola». Auguri di buon lavoro al presidente e al direttivo.

I furti spesso avvengono di notte, anche se i padroni dell’alloggio sono in casa

Una nuova preoccupante catena di furti si è verificata a Cavallermaggiore la scorsa settimana. Dopo i colpi tentati o messi a segno nelle nostre campagne negli ultimi tempi, questa volta i malintenzionati hanno deciso di concentrarsi sulla città, “colpendo” in abitazioni del quartiere residenziale tra le Scuole Medie e lo stadio San Giorgio e della zona di via Martinetto. La preoccupazione cresce perché gli igno-

COMUNE

ti malviventi continuano a colpire muovendosi con sicurezza e apparentemente senza timore su tutto il territorio cavallermaggiorese. Ai residenti non resta che appellarsi alle autorità cittadine ed alle forze dell’ordine, sperando che questa ondata di ruberie e furti possa interrompersi al più presto. «Verso le 5.30-6 del mattino – racconta un abitante del quartiere residenziale di borgo San Bartolomeo – mi sono alzato ed ho

Gasata o naturale, si prenderà con un’apposita “card”

Inaugurata la “casetta” dell’acqua

Tornano gli “acchiappa-ferro” Due giorni di raccolta Sabato 24 e domenica 25 novembre ritorneranno gli acchiappa-ferro con la loro raccolta. Il ricavato verrà utilizzato per le attività dell’oratorio. Si invitano i cittadini interessati a lasciare il proprio recapito nelle apposite cassette all’ingresso delle chiese. Non si raccolgono freezer e frigoriferi. Per informazioni, telefonare al vicesindaco Marco Leone (349.5101201).

Polentata al Centro incontro Aperte le prenotazioni Il Centro Incontro Giuseppina Bosio Milanesio organizza una grande polentata per giovedì 22 novembre. Iscrizioni entro lunedì 19, nella sede di via Solferino n. 1 (per prenotare è possibile chiamare i numeri telefonici 0172.381245, oppure 329.4380133 o 347.50144967).

Distribuzione dei sacchi per rifiuti rinviata all’inizio dell’anno Il Comune ha reso noto che la distribuzione annuale gratuita della fornitura di sacchi per la raccolta differenziata è rinviata all’inizio del nuovo anno. «Scusandoci per il disguido, non dipendente da noi – dicono gli amministratori comunali – comunichiamo che chi ne fosse sprovvisto potrà acquistare i sacchetti con le solite modalità: presso la torre civica del Comune l’ultimo sabato e lunedì del mese dalle 10 alle 12 oppure in caso di urgenza direttamente in Comune presso l’ufficio tecnico».

notato che il mio portafoglio e quelli dei miei familiari erano sul tavolo. Inoltre, alcuni piccoli oggetti erano stati spostati. Inizialmente non ho pensato a nulla di particolare, ma controllando poi i portafogli ho dovuto constatare che erano vuoti. Mi sono subito recato all’ingresso di casa mia ed ho visto che il nottolino della porta non c’era più. Successivamente, mi sono accorto che mancava pure il mio orologio». Ma si sono registrati anche altri episodi. In un’altra abitazione della zona, il furto è stato accompagnato da ingenti danni alle strutture della casa, mentre in un altro appartamento ancora pare che i ladri si siano addirittura fermati a mangiare uno spuntino, mentre gli ignari padroni dormivano. In un clima del genere, i timori e la paura di essere coinvolti non possono che aumentare. «Dopo gli ultimi furti che si sono verificati in città nei giorni scorsi, ho nuovamente interessato i Carabinieri – afferma il sindaco Antonio Parodi – per chiedere un incremento dei controlli. I militari mi hanno assicurato il massimo impegno per contrastare questi episodi e mi auguro che in tempi brevi si possa riuscire ad arginare un fenomeno che sta preoccupando parecchio tutta la popolazione cavallermaggiorese». L.M.

Le autorità con i ragazzi delle scuole medie durante l’inaugurazione

Venerdì scorso, 9 novembre, in mattinata, è stata inaugurata la nuova fontana pubblica. Si tratta di una “casetta” contenente distributori di acqua naturale e gasata refrigerata che è stata recentemente costruita in via San Pietro (di fronte Scuole Medie). All’inaugurazione erano pre-

ASSOCIAZIONI

senti il sindaco Antonio Parodi ed il vice Marco Leone ,accompagnati da un’ampia rappresentanza della Giunta comunale, il parroco don Beppe Brunato, il dirigente scolastico Paolo Groppo ed il maresciallo Giuseppe Fanara. Durante la breve cerimonia, il parroco, nel suo intervento, ha

parlato dell’importanza e del significato dell’acqua, elemento indispensabile per la vita. La nuova struttura è stata battezzata “Fontanamica”, nome scelto dai ragazzi della IV C Elementare che si sono aggiudicati il concorso appositamente indetto, insieme agli alunni della V B, che hanno ideato un simpatico logo riprodotto, insieme al nome, sulla fontana. La giuria che ha scelto le classi vincitrici era composta dal sindaco Parodi, dal dirigente scolastico Groppo, da Simonetta Monsello e Luca Martini, giornalisti del “Corriere di Savigliano” e del “Saviglianese”, e da un rappresentante della società che ha realizzato il distributore d’acqua. Groppo, al termine della cerimonia, ha detto: «Desidero esprimere gratitudine a tutti gli alunni dell’Istituto da me diretto che hanno partecipato al concorso per dare un nome ed un logo alla fontana

Cena di leva del 1958 Programma e prenotazioni Sabato 24 novembre, cena della leva 1958 presso il ristorante Santa Rosalia di Savigliano. Ritrovo alle ore 20 in piazza San Michele. Prenotazioni entro martedì 20 novembre presso i referenti Luisa 348.0363999, Pierbeppe (347.5752244) e Bruno (335.393702).

La “casetta” dell’acqua

Stipulata l’alleanza tra quattordici gruppi di “penne nere”

Gli Alpini della pianura si tendono la mano

Si discute di lavoro al salone San Giorgio Il gruppo Cavallermaggiore Viva propone un incontro aperto a tutta la popolazione sul tema del lavoro, centrale nell’attuale dibattito politico; la serata vedrà tra i relatori le massime autorità provinciali del mondo imprenditoriale e sindacale. La riforma sarà illustrata dalla consulente del lavoro dott. Anna Damilano. L’incontro è in programma venerdì 23 novembre, ore 20.30, nel Salone S. Giorgio.

ed alle insegnanti che hanno seguito con passione ed attenzione il loro lavoro». Per la prima settimana è possibile attingere gratis dalla fontana. Poi l’acqua sarà a pagamento. Chi lo desidera, potrà trovare le tessere acqua card in edicola e in tabaccheria (informazioni al numero 0174.42176). L.M.

Il “vin d’honneur” tenutosi nella sede degli Alpini di Cavallermaggiore, per celebrare l’evento

La settimana scorsa, nello studio del notaio Fiorella Borro di Cavallermaggiore, si è costituita l’associazione Alpini della piana cuneese. L’associazione unisce i gruppi di penne nere di Cavallermaggiore, Carrù, Centallo, Cervere, Fossano, Levaldigi, Marene, Murazzo, Murello, Narzole, San Se-

bastiano, Savigliano,Villafalletto, e Vottignasco, tutti della sezione di Cuneo. «L’iniziativa – spiegano i promotori – ha il fine di favorire l’amicizia tra i gruppi e la solidarietà associativa verso i terzi, secondo i principi tipici dell’animo alpino e delle tradizioni della pianura cuneese, per collaborare con altruismo e

disinteresse con i Comuni del territorio». L’associazione si prefigge di unire le risorse dei gruppi e mantenere alta la visibilità degli Alpini attraverso l’organizzazione di un evento annuale che veda la partecipazione di tutti i gruppi del territorio col il duplice scopo di trasmettere i valori morali ed

etici dell’alpinità, quali fratellanza, abnegazione, volontariato e solidarietà, e di promuovere la conoscenza della pianura cuneese con le sue genti ed i suoi valori e tradizioni. È stato già eletto il direttivo, che è composto da: Mario Leone, presidente; Giulio Fumero, vicepresidente con delega ai rapporti con le istituzioni; Mario Marengo, vicepresidente; Valerio Pignatta, segretario; Luciano Davico, tesoriere. «In sede di stipula – raccontano gli Alpini – è stata una piacevole sorpresa scoprire che anche la famiglia del notaio Fiorella Borro è di robuste tradizioni alpine, annoverando al suo interno un gran numero di penne nere ed in particolare il generale Cussino, figura molto cara ai membri dell’associazione nazionale».


cavallermaggiore

COMUNE

Quanto guadagnano Parodi e la sua Giunta

Gli “stipendi” dei politici

Sannazzaro, Leone, Parodi, Testa e Bertola: il “governo” della città

In tempi di tagli, decreto salva-Italia, spending review, riduzione delle province o, per dirla in modo più sintetico, di crisi, con perdita di posti di lavoro e riduzione della possibilità di spesa delle famiglie, si riflette, come è naturale, sulle cause che hanno prodotto la presente situazione. L’opinione pubblica attribuisce le colpe maggiori alla politica. Indubbiamente chi ha ricoperto degli incarichi negli ultimi anni non ha fatto molto per smentire questa vox populi. Anche se non bisogna mai fare, come si dice, “di ogni erba un fascio”, è fuor di dubbio che i molti scandali che hanno coinvolto le più diverse parti politiche (si pensi all’ex tesoriere della Margherita Luigi Lusi, a quello della Lega Francesco Belsito o a Franco Fiorito del Pdl, in arte “Er Batman” protagonista delle vicende della regione Lazio, e così via…) abbiano causato il crollo della fiducia dei cittadini.

Anche in ambito locale le cose non sembrerebbero andare benissimo. Le province, ridotte di numero dal Governo, minacciano di spegnere il riscaldamento

delle scuole superiori per mancanza di fondi, tanto per dirne una. Viene, dunque, la curiosità di sapere come vadano le cose a livello comunale, a Cavallermaggiore. Le voci di spesa da analizzare sarebbero tante. Certamente, il modo di impiegare le risorse di ogni amministrazione succedutasi nel tempo ha, come è inevitabile, sostenitori e detrattori. Prendiamo in esame, in questa sede, l’aspetto che più fa arrabbiare quando si osserva la cosiddetta “grande politica”, gli stipendi. Se pare quasi impossibile ridurre i costi della politica a livello nazionale, dato che dopo molte promesse gli emolumenti dei parlamentari e dei consiglieri regionali non sono diminuiti, un po’ meglio sembra andare nelle città

e nei paesi. Almeno nella realtà piccole come Cavallermaggiore. Qualche giorno fa, alcune persone si chiedevano sulla pubblica piazza Vittorio Emanuele II quanto guadagnassero i nostri amministratori comunali. Può essere utile ricordarlo. Secondo la delibera dello scorso 26 marzo, il sindaco Antonio Parodi riceve 557,78 euro al mese; il vicesindaco Marco Leone 278,88 euro al mese. Gli assessori (Testa, Sannazzaro, Bertola, lo stesso Leone) 251 euro al mese. Sono le stesse cifre già adottate in precedenza dall’amministrazione comunale di Baravalle. Non si può dire, nel caso della nostra città, che gli sprechi di cui tanto si parla siano venuti dai piccoli comuni, almeno per quanto riguarda i compensi mensili… Luca Martini

Classe 1947

Domenica scorsa, 11 novembre, la leva del 1947 si è ritrovata per festeggiare insieme i sessantacinque anni. Dopo la Messa delle ore 11.15 a Santa Maria della Pieve, i partecipanti hanno proseguito la giornata presso il ristorante Ramé di Marene.

mercoledì 14 novembre 2012

CAMPAGNA Incontro

15

con i coltivatori

Smaltire le plastiche agricole Le plastiche agricole sono rifiuti come reti o spago da rotoballe, teli per copertura silos, reti antigrandine, sacchi del concime, tubi plastici per irrigazione e altri tipi di imballaggio. Per favorire il corretto smaltimento di tali materiali, il Comune ha stipulato una convenzione con una ditta specializzata nella raccolta a domicilio. «Il problema delle plastiche agricole ci era stato segnalato da diversi agricoltori – afferma il sindaco Parodi – e tale criticità è stata aggravata dall’entrata in vigore di nuove normative sulla gestione dell’isola ecologica, che non consentono più il conferimento di quantità importanti di questi materiali nell’area. Occorre pertanto proporre agli agricoltori una soluzione alternativa». Le aziende agricole hanno già stipulato contratti con ditte specializzate per smaltire in modo adeguato i rifiuti pericolosi come filtri olio e gasolio, oli minerali esausti, accumulatori esausti, contenitori di fitofarmaci vuoti, aghi e siringhe per uso veterinario ed altri, ma generalmente questi accordi non prevedono il ritiro dei “rifiuti non pericolosi” quali le plastiche agricole. «Con questa iniziativa si completa una gamma di servizi a favore delle aziende agricole in materia di raccolta dei rifiuti – sostiene l’assessore all’agricoltura Tino Testa –. La convenzione è stata stipulata con la società Cascina Pulita di Borgaro Torinese, che ha offerto le migliori condizioni economiche». Per spiegare la nuova convenzione e diffondere informazioni utili è stata indetta una riunione, alla quale sono invitati tutti gli agricoltori, per lunedì 19 novembre, alle ore 20.30, nel salone S.Giorgio di via Turcotto.

CULTURA Al S. Giorgio, pellicola sulle coop

Si proietta un film La serata di venerdì 16 novembre sarà, in un certo senso, “storica”. Dopo molti anni torna una proiezione cinematografica pubblica a Cavallermaggiore; tema dell’iniziativa saranno le cooperative sociali. «L’associazione “Amici della biblioteca di Cavallermaggiore” – spiegano i promotori – in collaborazione con l’Informagiovani di Savigliano, grazie ai fondi provinciali stanziati entro il progetto “Informazione 12.0”, proietterà gratuitamente un film al teatro San Giorgio». Il titolo è “40% Le mani libere del destino”. «Si tratta di una commedia neo realista – aggiungono gli organizzatori – dai risvolti ironicamente noir, che ha, fra gli altri, l’intento di far conoscere l’esperienza delle imprese sociali, spesso misco-

nosciuta ed equivocata. La pellicola – prodotta dalla cooperativa sociale Arcobaleno e distribuita da Slow Cinema – si avvale, a parte alcune eccezioni come Luciana Littizzetto, di attori esordienti e degli stessi lavoratori della cooperativa». La proiezione del film si presta anche ad essere un’occasione per scambiarsi idee ed opinioni sul mondo del cooperativismo, sulle sue ragioni d’essere e sulle sue recenti sorti. La serata è aperta a tutti: a chi lavora nel settore di cui si parla nel film e cerca spunti di riflessione diversi, a chi non conosce ancora il mondo del cooperativismo e desidera approfondire l’argomento, a coloro che amano il cinema. Lo spettacolo inizia alle 20.45.


16

mercoledì 14 novembre 2012

SAVIGLIANO

Quando le forti emozioni sulle

Torna l’Auto S PROGRAMMA Area fieristica di Borgo Marene Un momento della passata edizione: anche quest’anno torneranno fantastiche auto

SABATO 17 NOVEMBRE DALLE ORE 15 ALLE ORE 17 EDIBIZIONE DI KART DALLE ORE 17.30 ALLE ORE 19.30 ESIBIZIONE AUTO DA RALLY E PROTOTIPI DALLE ORE 21 ALLE ORE 22.30 NOTTURNA PER AUTO DA RALLY E PROTOTIPI

DOMENICA 18 NOVEMBRE DALLE ORE 10 ALLE ORE 12.30 ESIBIZIONE DI AUTO DA RALLY, PROTOTIPI E TAXI DRIFT DALLE ORE 14 ALLE ORE 17 ESIBIZIONE DI AUTO DA RALLY E PROTOTIPI

Sabato e do

I PARTICOLARI La due giorni dei motori a Borgo Marene

Il brivido corre sull’asfalto La Savigliano Corse, in collaborazione con il Comune di Savigliano e l’Ente Manifestazioni organizza l’evento “Auto Sport Show” che si terrà sabato 17 e domenica 18 novembre a sostegno dell’Admo sezione di Savigliano intitolata a “Paolo Baudracco”, grande appassionato di motori e del mondo motoristico

scomparso in giovane età. Nell’area fieristica di Borgo Marene verrà allestito un circuito per un’esibizione di pura guida sportiva non competitiva. Due le novità dell’edizione 2012. La prima è che la manifestazione, grazie al successo dello scorso anno raddoppia. Infatti, già il sabato pomeriggio, dalle ore 15, gli appassionati potranno seguire le esibizioni dei kartisti. A seguire, il brivido delle quattro ruote sarà garantito dal rombo in pista delle vetture da rally e dei prototipi che daranno spettacolo con il fascino delle evoluzioni con le luci dei fari accese. Domenica, la giornata si apre dalle ore 10, quando inizieranno a girare sulla pista, fino alle ore 17, le vetture iscritte alla manifestazione: molti piloti hanno già aderito per assicurare lo spettacolo a tutti gli appassionati che interverranno. Anche quest’anno ritorna il servizio Taxi Drift, con due Subaru e due Mitsubishi. Ma cos’è il Taxi Drift, che lo scorso anno ha letteralmente “contagiato” i presenti a borso pista? Si tratta di alcuni passaggi a bordo delle vetture per provare emozionanti manovre in piena sicurezza... Senza dimenticare le autovetture esposte. La Villois Racing esporrà le Aston Martin del GT open 201. E poi Ape proto, Go Pro… Tra i grandi ospiti, la coppia dei Fratelli Deila, che si esibiranno nelle loro “evoluzioni”, il neo vincitore del Campionato Spagnolo di velocità su pista della Seat Sport Luca Demarchi... ed altro ancora. Le iscrizioni per gli equipaggi che si esibiranno sono aperte sino a giovedì 15 novembre. Per informazioni più detta-

gliate sull’evento e per le iscrizioni, ci si può collegare al sito www.saviglianocorse.it. «Quest’anno abbiamo scelto l’Admo di Savigliano – spiega Claudio Cuteri, presidente della Savigliano Corse – perchè Paolo Baudracco non solo era un amico, ma era anche un appassionato di motori. E quindi, dopo la scorsa edizione con l’Ashas, quest’anno la nostra manifestazione benefica e di solidarietà sarà a favore della sezione saviglianese dell’Admo, intitolata appunto a Paolo Baudracco». Qualche nome che parteciperà? «Finora ci sono già 41 iscritti, e il limite massimo è di 45 piloti. Quindi abbiamo già raggiunto un grosso risultato. Tra i piloti, oltre ai fratelli Romeo e PierGiorgio Deila, tornerà Michele Tassone di Peveragno, che è arrivato secondo, in coppia col navigatore Giovanni Agnese di Cuneo, al trofeo Twingo Gordini. E poi un’autentica chicca, anche se non lo posso ancora confermare al 100%. Dovrebbe essere presente la trattativa è ben avviata - il pilota polacco di Formula 1 Robert Kubica, attualmente in convalescenza dopo che ha subito, nel febbraio 2011, un gravissimo incidente durante un rally. Ma sulla sua partecipazione ne saprevo di più nei prossimi giorni». Per i kart? «Avremo i saviglianesi Paolo (papà) e Mattia (figlio) Bergese che fanno gare a livello regionale». Tornerà il Taxi Drift: «Quest’anno ci saranno 4 vetture per provare l’ebbrezza dei motori. Ci si può iscrivere - solo i maggiorenni con un’offerta minima di 10 euro. Voglio ricordare che il ricavato andrà tutto all’Admo di Savigliano, ai cui soci offriamo gratuitamente la possibilità del Taxi Drift». Paolo Biancardi


mercoledì 14 novembre 2012

17

“quattro ruote” servono a fare del bene

port Show

Il Taxi Drift è per una buona causa di solidarietà

omenica gli appassionati di auto sportive potranno provare l’ebbrezza di un giro di pista accompagnati da esperti piloti

SOLIDARIETÀ La sezione cittadina è stata fondata 15 anni fa

L’evento è a sostegno dell’Admo

Il direttivo dell’Admo saviglianese

Da quindici anni è attiva la sezione saviglianese dell’Admo, l’Associazione Donatori Midollo Osseo. Nacque il 27 novembre del 1997 da un desiderio di un giovane della nostra città, Paolo Baudracco, morto di leucemia alcuni mesi prima, desiderio raccolto dalla moglie insieme ad alcuni amici. Scopo principale di Admo è il reperimento di donatori di midollo osseo e/o cellule emopoietiche staminali, al fine di aiutare i malati di leucemia e malattie onco-ermatologiche, che necessitano di un trapianto, ma che non dispongono di un donatore consanguineo compatibile (un familiare). L’associazione si autofinanzia raccogliendo fondi tramite varie iniziative, come l’offerta di stelle di Natale, panettoni, colombe pasquali, riso oppure organizzando spettacoli, manifestazioni sportive ed eventi. I fondi raccolti contribuiscono a realizzare strutture di sostegno alle famiglie degli ammalati, istituire fondi di solidarietà per le persone in difficoltà economiche a causa della malattia, acquistare apparecchiature mediche per i reparti di ematologia e assegnare ogni anno borse di studio per la ricerca. La sensibilizzazione dell’opinione pubblica al problema della donazione avvie-

ne attraverso la divulgazione di dépliants, incontri nelle scuole, convegni e pubblicazioni. Per diventare donatori di midollo osseo e/o cellule staminali è necessario avere un età compresa tra i 18 e i 40 anni, godere di buona salute e sottoporsi ad un prelievo di sangue che consente la tipizzazione dell’Hla (Sistema di istocompatibilità). Non occorre alcuna impegnativa medica, è possibile effettuare il prelievo recandosi presso il Servizio di immuno-ematologia trasfusionale dell’ospedale di Savigliano (tel. 0172.719265), dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 10, a digiuno. Per ulteriori informazioni, si possono contattare i volontari presso la sede situata in via Ospedali n. 14. Attualmente, a Savigliano, Admo conta circa 300 donatori, mentre i collaboratori sono sei. È possibile versare un contributo economico tramite il C/C bancario: Cassa di Risparmio di Savigliano, Piazza del Popolo n.15, Savigliano; questo il codice Iban: IT67G06305468510000121506. «Siamo stati onorati dell’invito degli organizzatori di Auto Sport Show – ha spiegato Gian Nicola Zabena dell’Admo di Savigliano –. Nella due giorni saremo presenti nell’area di Borgo Marene con un pallone illuminato ed un gazebo

informativo. Il ricavato della manifestazione benefica lo useremo per le finalità della ricerca sulla sempre migliore compatibilità dell’Hla, nei fondi di solidarietà a favore delle famiglie che vengono a trovarsi in difficoltà a seguito della scoperta dell’insorgenza della malattia, e nella realizzazione delle foresterie vicino ai centri di cura, come Casa Marisa a Villar Perosa, a disposizione delle famiglie dei malati che così possono stare vicino ai loro congiunti. Senza dimenticare l’acquisto di attrezzature per i reparti ospedalieri di ematologia: 5 anni fa, ad esempio, abbiamo comprato le poltrone per i donatori e le bilance pesa sacche per il nuovo centro trasfusionale del SS. Annunziata». Pa.Bi.


18

caramagna

mercoledì 14 novembre 2012

GABRIELASSI

“La Marmotta” e “Controcanto”

Due cori in concerto

I cori “La Marmotta” e “Controcanto” durante il concerto

Gabrielassi 2012: descrivere le tante emozioni e sensazioni che la musica ha prodotto nella piccola chiesa di S. Antonio di Padova, sabato 20 ottobre in occasione della festa patronale, risulta impresa difficile. Sia il gruppo vocale “Controcanto” di Cameri diretto da Daniela Lo Mastro che il coro “La Marmotta” di Cuneo e vallate diretto da Fabrizio Bella, hanno dato dimostrazione delle loro capacità con un repertorio vario ed impegnativo. Un successo che si ripete da alcuni anni, sottolineato anche dai sindaci dei due Comuni cui il Borgo appartiene. Mario Riu di Caramagna ed Andrea Pedussia di Sommariva Bosco hanno infatti aperto il concerto affermando che «anno dopo anno questa manifestazione ci sta viziando con corali sempre più brave ed è sempre un piacere tornare ai Gabrielassi per questo momento di festa». Festa appunto. Come rimarcato da Davide Cravero, a nome degli organizzatori: «Questo concerto deve essere una occasione di festa per tutti, anche per le corali. Perciò, si cerca di abbinare corali diverse per genere e repertorio proposto,

SOLIDARIETÀ

al fine di evitare qualsiasi possibile rivalità o anche semplice competizione tra i Gruppi partecipanti». Inoltre, questa ricercata diversità, consente di spaziare in generi ed epoche musicali distanti fra di loro, ma capaci di soddisfare il variegato pubblico presente. Infatti, il gruppo vocale “Controcanto”, interamente femminile, ha eseguito un repertorio di brani che partendo dal ‘600 arrivava fino ai giorni nostri, mentre il coro “La Marmotta”, tutto maschile, ha alternato canti alpini a canzoni della tradizione popolare. Da Bach ai canti popolari; a dimostrazione che festa e cultura non solo possono convivere ma diventano veicolo di reciproca promozione. Le corali hanno fatto il resto e sentita “l’energia positiva” del luogo e del pubblico, hanno saputo trasformare queste sensazioni in ottime esecuzioni. Da segnalare ancora, il finale a corali riunite con il classico “Signore delle cime”, dedicato al Gruppo alpino di Caramagna in ricordo dei suoi caduti ed a ringraziamento per l’aiuto prestato anche quest’anno.

Per gli amici parkinsoniani onlus

Musical pro don Giorgio Molti caramagnesi ricorderanno don Giorgio Chatrian, sacerdote salesiano, che per alcuni anni ha frequentato la parrocchia come collaboratore dell’allora parroco don Michelotti, sia per la frequentazione all’istituto salesiano di Lombriasco che per le vacanze e campi estivi nella sua Valle d’Aosta. Ora don Giorgio, purtroppo, è malato di Parkinson, ma la sua grande vitalità è solo rallentata dalla malattia che però gli ha permesso, grazie ad una cura innovativa, di continuare la sua opera pastorale a Vigliano Biellese e di realizzare uno spetta-

colo musicale chiamato “Lady Park, anche col Parkinson vogliamo vivere”. Questo spettacolo verrà proposto a Torino presso il teatro Maggiore di Valdocco, domenica 25 novembre alle ore 16. «Insieme ad alcuni amici caramagnesi di don Giorgio – ha detto Marco Osella – abbiamo pensato di partecipare e contribuire con un’offerta per aiutare l’Associazione Amici Parkinsoniani Piemonte Onlus». Per informazioni si può fare riferimento ad Agnese Pignata che raccoglie le adesioni per prenotare i posti in teatro.

IN BREVE

Allattamento al seno Secondo incontro in biblioteca Sabato 17 novembre si terrà il secondo appuntamento degli incontri di sostegno all’allattamento al seno, iniziativa che ha lo scopo di creare una rete di sostegno tra le madri, in cui condividere informazioni corrette sull’allattamento materno e sull’accudimento dei bimbi, ma anche emozioni e saperi che non sempre possono trovare spazio in altri contesti. Alle ore 10, in biblioteca civica, si parlerà di “Iniziamo bene...” ovvero tutto ciò che è bene sapere dopo le prime ore e i primi giorni dalla nascita.

“Tre padri per una sposa” Spettacolo per la Don Pignata Sabato 17 novembre, alle ore 21 nel salone polivalente di piazza Boetti, il Piccolo Teatro di Bra rappresenterà “Tre padri per una sposa”, musical omaggio al film “Mamma mia!” eseguito interamente dal vivo con oltre 50 artisti tra attori, ballerini, coro e la band. Il biglietto costa 7 euro (sotto i 6 anni ingresso ad offerta libera); prevendita presso l’associazione Don Pignata in via Vittorio Veneto (0172.89754), macelleria Bono Pierluigi (0172.89149), alimentari Pignata Marilena (0172.89067), e tintoria Ponzone Mario (328.3512977).

COMUNE

L’incontro della maggioranza è uscito dai binari

Dibattito o offese personali? Doveva essere una serata di informazione e confronto – «per parlare di quello che abbiamo fatto e che faremo» aveva detto il sindaco Riu – quella promossa, lo scorso giovedì 8 novembre al polivalente di piazza Boetti, dalla lista di maggioranza “Insieme per Caramagna”. Ma alla fine si è rivelata una serata di tutti contro tutti, tra urla, dileggi ed offese personali. Sullo sfondo, solo accennate, le questioni – bilancio, casa vacanze e piano del traffico – che da mesi stanno facendo parlare e discutere tutto il paese. «Caramagna tiene, ha tenuto fino ad ora – ha esordito il primo cittadino –. Abbiamo fatto gran parte delle cose che ci era-

L’oratore, il sindaco Mario Riu

AVIS

vamo ripromessi di fare. Stiamo cercando, come Amministrazione di rispondere alle esigenze dei cittadini. In questi anni abbiamo lavorato con lo spirito di fare cose utili anche se non si vedono». Senza alcun “tesoro” nascosto: «l’unico tesoretto che c’era e che c’è – ha aggiunto Riu – sono i 221 mila euro destinati alla casa di riposo. Tutti insieme, maggioranza ed opposizione, dovremo decidere come impiegarli». Il progetto prevedrebbe di realizzare cinque posti in più, ad oggi gli ospiti sono circa un’ottantina. Vediamo ora i punti di cui si è discusso, in primis il bilancio 2012 che dovrebbe pareggiare a 3.700.000 euro. «Il nostro primo obiettivo è stato quello di non aumentare le tasse» questo il trait d’union che ha legato le varie slide, riguardanti le entrate e le uscite del Comune proiettate sullo schermo: «ed in cassa, alla data odierna (giovedì 8 novembre, ndr) ci sono 846 mila euro» ha precisato Riu. Si è poi parlato di Imu («abbiamo mantenuto la tariffa base, da Roma però ci dicono che dovremo incassare 100 mila euro in più rispetto ai nostri calcoli»), di fotovoltaico (l’impianto è agli impianti sportivi: «dovremo non perderci e sareb-

Poco pubblico era presente alla serata della maggioranza

be il primo investimento che rende»), di casa vacanze («non abbiamo ancora fatto l’atto d’acquisto perché ancora manca l’intenzione a vendere da parte della sovrintendenza»). Per il futuro? Molti le iniziative dell’Amministrazione, dalla circonvallazione ai lavori per la messa a norma del municipio, dalla sicurezza della zona alluvionale alla sistemazione delle strade (le prime saranno via Cavour e via Veneto), dal mettere in sicurezza gli edifici scolastici alla bealera si S. Martino, infine il Rovarino. Senza dimenticare l’orologio della Torre che è fermo perché si è rotto il meccanismo, «vorremmo ripristinare il vecchio orologio, se possibile» la chiosa del sindaco Riu che ha aggiunto:

«bisogna ridare un senso di comunità alla nostra gente. Dovremo – questo rivolto alla minoranza – collaborare di più nelle differenze, ci vorrebbe la buona volontà di tutti per il futuro del paese. Un futuro che sento non sarà facile, ma dobbiamo dare speranza ai nostri giovani e costruire un paese che guardi al domani». Terminato questo “spot” elettorale, è iniziato il dibattito che, come detto in precedenza, non si è limitato alla sola dialettica. Le domande più gettonate hanno riguardato gli impianti sportivi (troppo alto il costo di 4 milioni di euro), la mancanze delle fogne, la casa vacanza, lo stipendio del sindaco, l’entità dei mutui comunali. Paolo Biancardi

Domenica il pranzo sociale e le premiazioni dei donatori di sangue

Una simpatica giornata di sensibilizzazione Domenica 18 novembre avrà luogo il consueto appuntamento in occasione dell’ormai tradizionale pranzo sociale della locale sezione Avis di Caramagna. Un’occasione di incontro importante e di festa il cui ritrovo è previsto per la celebrazione della S. Messa alle ore 10 nella parrocchia Assunzione di Maria Vergine di Caramagna, ricordando gli Avisini deceduti. Ci si sposterà poi per il pranzo sociale che sarà allestito nel salone delle Feste del ristorante Lago dei Salici alle ore 12,30, al quale sono calorosamente invitati tutti i donatori, con familiari e simpatizzanti. Durante tale occasione di ritrovo conviviale dei tanti donatori della nostra sezione di Caramagna vi saranno diversi momenti istituzionali. In primis un momento dedicato a tutti i nuovi donatori dell’ultimo anno che saranno chiamati singolarmente ed omaggiati di un simpatico portachiavi personalizzato con il logo Avis ed il proprio gruppo sanguigno. A seguire le premiazioni dei soci benemeriti che hanno raggiunto importanti traguardi di donazioni.

VIABILITÀ

I donatori di sangue dell’Avis presenti lo scorso anno al pranzo sezionale

Mattia Bono, Anna Di Luccio, Marco Fissolo ed Andrea Petrucci saranno premiati con diploma e distintivo in rame per 8 donazioni.Vincenzo Palermo, Daniela Perlo, Giorgio Pignata, Elena Sorasio ed Enzo Tuninetti riceveranno diploma e distintivo in argento per le 16 donazioni effettuate. Mario Allocco, Christian Arnaudo, Dario Becchis, Sebastiano Emanuel, Danilo Giacchino, Elena Giordana, Fabio Gonella e Valter Mottura avranno come

benemerenza diploma e distintivo in argento dorato per 24 donazioni. Ivano Aimar, Pierluigi Arnaudo, Domenico Gallo, Adriano Magnano, Andrea Osella, Giuliano Panero, Alberto Sorasio saranno premiati con diploma e distintivo in oro per le 50 donazioni. Silvano Barban riceverà diploma e distintivo in oro con rubino per le 75 donazioni effettuate. Infine, Laura Panero sarà premiata con diploma e distintivo in

oro con smeraldo per le 100 donazioni. Come ha voluto sottolineare il presidente sezionale Claudio Bono, «l’obiettivo è quello di creare, in una simpatica giornata trascorsa insieme ed allietata da una piacevole orchestra, un’occasione di confronto e di scambio tra persone attente al volontariato e disposte alla sensibilizzazione al dono del sangue. Ci auguriamo una partecipazione numerosa ed un giusto momento di ricarica per tutti i partecipanti».

Erano in condizioni pessime

Asfaltate alcune strade La scorsa settimana, la ditta SAM di Alba incaricata dal comune ha riasfaltato e sistemato in alcuni punti la Strada del Pascolo, nel tratto che va verso strada Briasca, in prossimità di cascina La Marchisa e Annunziata. Ha inoltre riasfaltato alcuni tratti di strada che erano veramente in pessime condizioni. Le due foto sono l’esemAlcune strade si presentavano in condizioni pessime

Asfaltata e sistemata Strada del Pascolo

pio del grave stato in cui era ridotta la strada e del dopo i lavori. L’assessore Osella che ha seguito i lavori desidera ringraziare l’ufficio tecnico che ha redatto il progetto e l’impresa che in soli due giorni ha terminato i lavori.


genola - murello

GENOLA

S. Messa e cena per i soci dell’Avis locale

Festeggiati i donatori

I donatori di sangue dell’Avis genolese hanno festeggiato lo scorso sabato 10 novembre

Sabato 10 novembre scorso, il gruppo Avis di Genola ha festeggiato con una celebrazione commemorativa dei donatori defunti e con una cena di condivisione, l’operato dell’Associazione da sempre molto attiva a Genola. Un’occasione quella di sabato per ricordare come fu posta la “prima pietra” di questa importante struttura di generosità Il tutto partì da una Emoteca Viaggiante che nel 1973 giunse a Genola e una quarantina di genolesi si presentò a donare il sangue. Questo pose il seme, diede il via, stuzzicò la voglia di fare qualcosa di più importate, di più durevole. Il terreno era preparato, perché già alcuni genolesi erano affiliati alle sezioni di Fossano, Savigliano e Marene. Il 27 mag-

GENOLA

gio 1975 alle ore 21 presso la scuola materna, grazie alla costanza e determinazione, dell’allora prevosto don Antonio Grasso, si costituì il Gruppo Avis di Genola. La seguente domenica del 22 giugno ci fu la nascita ufficiale con la banda Arrigo Boito e la presenza dell’allora sindaco Giovanni Quaglia, per testimoniare la disponibilità dell’amministrazione a dare il suo fattivo contributo a questa nuova associazione che muoveva i primi passi a Genola. Alla figura poi di don Grasso, parroco a Genola per 29 anni dal 1970 al 1999, va un riconoscimento particolare per l’esempio e la dedizione all’Avis, motivo per il quale è stato insignito

della medaglia d’oro in occasione dei festeggiamenti del 60° di fondazione della sezione Avis di Fossano. Con don Grasso non possiamo non ricordare la prima madrina dell’Avis di Genola Anna Piu-

matti, e i primi collaboratori: il capogruppo Pino Manassero, la segretaria Vanna Ficetto, a cui quasi da subito si sono affiancati Sergio Testa e Mario Chiaramello che in questi anni hanno retto e reggono il peso dell’organizzazione. Il gruppo iniziò con circa 36 donatori; ad oggi i Genolesi iscritti Avis sono circa 110, di cui 90 realmente attivi. Si ricorda che l’avisino non è un eroe, è semplicemente un essere umano che non si limita a esprimere la solidarietà e l’amore per il prossimo a parole, ma lo fa concretamente donando parte di se stesso mosso dalla convinzione che non c’è futuro senza solidarietà. Stefania Aimetta

La preghiera del donatore durante la celebrazione della S. Messa

Benedizione

Genitori in attesa

GENOLA

19

I Carabinieri arrestano tre albanesi

Furto notturno di gasolio La scorsa settimana, nella notte tra lunedì e martedì, i Carabinieri della Compagnia di Savigliano hanno arrestato tre giovani incensurati, d’origine albanese, per aver rubato, da un camion parcheggiato in paese, trecento litri di gasolio. Verso le 23, un residente aveva segnalato, al 112 dell’Arma dei Carabinieri, degli individui che si aggiravano con fare sospetto nei pressi di un autocarro in sosta e poi si erano allontanati repentinamente. Dopo aver riempito di gasolio il serbatoio dell’Alfa Romeo 156 con cui erano sopraggiunti, avevano cercato di travasare il gasolio restante in alcune taniche, ma scoperti si erano dati alla fuga. Sfortuna loro, il Comando di Compagnia aveva predisposto proprio in quella notte un’attività specifica proprio per prevenire i furti in appartamento e ai danni di autocarri e macchine operatrici in sosta, ovvero, di depositi di gasolio presenti presso alcune ditte edili e cantieri. I militari sono così riusciti ad intercettare l’Alfa Romeo con a bordo i tre cittadini albanesi: P. E., 25 anni; G. P. , 21 anni e D. R., 21 anni. Dalla vettura fuoriusciva un forte odore di gasolio: da una successiva perquisizione venivano rinvenuti un tubo in gomma, una tanica di colore blu, un bottiglia in plastica tagliata per essere utilizzata come imbuto e un piede di porco. Un’ulteriore ispezione effettuata a Genola, non lontano del mezzo dove erano stati prelevati circa 300 litri di gaso-

Le taniche recuperate dai Carabinieri

lio, ha dato la possibilità di rinvenire altre taniche, identiche a quella occultata nel bagagliaio del mezzo in uso agli extracomunitari, che erano state abbandonate prima della fuga. Per i tre, dunque, scattava l’arresto per furto aggravato in concorso. Gli arrestati sono stati processati per direttissima e sono stati riconosciuti colpevoli del reato commesso e condannati alla pena di anni 1 e 10 mesi di reclusione con il beneficio della sospensione condizionale della pena. Gli stessi, inoltre, sono stati condannati a pagare 250 euro di spese processuali e al risarcimento del danno pari a 450 euro. «In questi casi la collaborazione dei cittadini è essenziale – ha ribadito il Capitano Tommaso Gioffreda, Comandante della Compagnia Carabinieri di Savigliano – al fine di contrastare la delinquenza.Voglio invitare, ancora una volta, a segnalare sempre gli individui o le autovetture sospette al 112». Pa. Bi.

MURELLO Successo per l’iniziativa di don Gianni

Alle ore 11.45 di domenica 4 novembre, sono state accolte nella chiesa parrocchiale San Michele Arcangelo, con una benedizione speciale le mamme e i papà in attesa di un bimbo.

MURELLO

mercoledì 14 novembre 2012

Castagnata in oratorio

Oltre 2.000 euro consegnati dal figlio del sindaco a elementare e asilo

Un aiuto alla scuola ricordando Miniotti La scorsa settimana il figlio del sindaco Miniotti ha consegnato all’asilo e alla scuola elementare la somma raccolta (oltre 2.000 euro) in seguito alla scomparsa del Cav. Giovanni. In tale occasione i bambini hanno consegnato al figlio del sindaco i disegni ed hanno preparato, in occasione della festa di Ognissanti, una lanterna colorata per il cimitero, da portare al sindaco. Sindaco che l’asilo vuole ringraziare per le attenzioni costanti alle necessità e alle esigenza della stessa scuola. Come racconta l’insegnante Elisa Ciancia, «durante i primi giorni di scuola con i bambini abbiamo preparato la festa dei nonni ed un pensiero, come

Umberto Miniotti, e Fabrizio Milla, consegnano i fondi raccolti all’asilo

di consueto, in occasione delle feste, era andato anche al nostro sindaco Giovanni, anche perchè per la nostra scuola il sindaco è sempre stato come un nonno, presente, attento, affettuoso e premuroso nei confronti dei nostri grandi, e piccoli, biso-

gni». Purtroppo il sindaco non ha più potuto presenziare alla festa: «così – continua Elisa – ho proposto ai bambini più grandi di fare un disegno da mandare al sindaco e loro hanno accolto con entusiasmo la

mia proposta. Insieme abbiamo pensato alle occasioni in cui avevamo incontrato Giovanni nella nostra scuola o in giro per Murello e abbiamo pensato alle cose speciali che ha fatto per il nostro asilo e per Murello fino a ricordare i suoi tratti fisici (di che colore sono i suoi capelli, i suoi occhi,…). I bambini si sono messi all’opera ed hanno realizzato dei bellissimi disegni in cui il sindaco Miniotti viene rappresentato in mezzo a loro nel loro paese». I bambini si sono sentiti molto tristi nell’apprendere la notizia della morte del caro sindaco e dispiaciuti per non averlo potuto salutare un’ultima volta e rallegrare con i loro disegni colorati.

Alla scoperta della beata Chiara Badano

Umberto Miniotti, Fabrizio Milla, e un’insegnante della scuola elementare

Sabato 17 novembre alle ore 15.30 presso il salone Sobrero verrà presentata la figura della Beata Chiara Badano. L’incontro, patrocinato dalla Regione Piemonte e dal Comune, sarà presentato dai consiglieri comunali Alessandro Forno e Francesco Godano. Parteciperanno, tra gli altri, Mons. Livio Maritano,Vescovo emerito della diocesi di Acqui Terme ed ex Vescovo Ausiliare di Torino, il vicepresidente della Commissione Bilancio della Regione Roberto Tentoni, Mariagrazia Magrini vice postulatrice nel processo di beatificazione di Chiara Badano.

Grande successo per la castagnata che su iniziativa di don Gianni si è tenuta nei giorni scorsi. I presenti ringraziano la Pro Loco, la Protezione civile e le catechiste.

Qui, e sopra, due momenti della castagnata all’oratorio

MURELLO Tradizionale mercatino nel paese

Fiera di S. Caterina Domenica 18 novembre torna la Fiera di S. Caterina. A partire dalle prime luci del giorno si svolgerà il tradizionale mercatino dell’antiquariato e del mercato per tutte le vie del paese. Anche l’asilo organizzerà un banco di beneficenza con premi offerti dai negozzi e ditte murellesi e vicine: il ricavato andrà tut-

to a favore dell’asilo. Così pure la scuola elementare: la vendità dei vecchi giocattoli e degli oggetti preparati dai bambini andrà alla scuola brasiliana di Abaetetuba. La Pro Loco organizzerà piatti di polenta con salsiccia, presso il tendone in piazza della Chiesa, a partire dalle ore 12, fino ad esaurimento.


20

mercoledì 14 novembre 2012

MARENE

Presso il Centro Incontro Anziani

Castagnata e vin brulè

Armando e Piero stanno preparando le caldarroste

Tutti in festa, sabato 3 novembre, al Centro Incontro Anziani: per l’occasione Armando e Piero hanno preparato le cal-

MARENE

darroste e il caldo vin brulé, molto apprezzato dai numerosi tesserati presenti. Al. Am.

Festeggiamenti per i 35enni

Leva 1977: Messa e pranzo

marene - villanova

MARENE

La nuova sede sarà inaugurata a metà dicembre

Biblioteca a Palazzo Gallina Piemonte, delle Fondazioni Crs, Crt e Crc e della Compagnia San Paolo. I lavori hanno previsto il recupero del piano terreno, che ospiterà la nuova sede della biblioteca civica: un’opera tanto attesa dai volontari degli “Amici della Biblioteca”, che da tempo lamentavano la necessità di avere una sede più decorosa e più adatta alle esigenze dell’utenza dopo il trasloco da Palazzo Galvagno (diventato, nel frattempo, la nuova sede del Municipio). La ditta vincitrice della gara d’appalto, la Fantino Costruzioni di Cuneo, si è occupata della

È quasi ufficiale: dopo una lunga fase di restauro, a metà dicembre 2012 sarà inaugurata la nuova sede della biblioteca civica presso Palazzo Gallina, ex sede del Municipio. L’inaugurazione, ipotizzata per il 15 dicembre prossimo, segue il periodo di restauro dell’edificio storico, iniziato a dicembre 2009. Anni prima l’Amministrazione comunale aveva intrapreso una lunga ed estenuante ricerca di fondi per finanziare il recupero del Palazzo, riuscendo a trovare la cifra necessaria per provvedere alla ristrutturazione della prima parte grazie ai contributi della Regione

I libri devono essere restituiti entro il 24 novembre A causa dell’imminente trasloco della biblioteca civica presso la nuova sede di Palazzo Gallina, i volontari della biblioteca avvisano tutti gli utenti (specialmente i ritardatari!) di restituire i volumi in prestito entro e non oltre il 24 novembre, onde poter procedere al riordino dell’archivio. La biblioteca, causa trasloco, rimarrà chiusa agli utenti dal 24 novembre al 9 dicembre. Si riaprirà il 10 dicembre con il solito orario.

Palazzo Gallina, nuova sede della biblioteca civica

messa in sicurezza della prima volta e della successiva ristrutturazione del piano, insieme al recupero della manica laterale adiacente al giardino. In questa fase del restauro è stato anche sistemato l’esterno di Palazzo Gallina, con il recupero della facciata e dei serramenti. Oggi, terminati i lavori, la biblioteca si potrà finalmente trasferire in via Gallina, mentre per il recupero dell’intero Palazzo i tempi sono ancora

tutti da definire e, come precisa il sindaco Pelissero, «sarà possibile soltanto quando l’Amministrazione avrà a disposizione le risorse necessarie, vedremo in futuro». All’appello mancano ancora infatti il restauro del primo e del secondo piano, che dovrebbero un giorno diventare sale di lettura e sede delle associazioni marenesi. Albina Ambrogio

MARENE Ex combattenti

Dagli Alpini

Domenica 11 novembre la leva 1977 ha festeggiato i 35 anni. La giornata è iniziata con la S. Messa delle ore 11, poi

il gruppo ha pranzato presso il ristorante “Il Grifone” della frazione Veglia di Cherasco. Al. Am.

Sabato10 novembre i tesserati della sezione marenese dell’associazione ex Combattenti e Reduci sono stati ospiti del Gruppo Alpini presso la loro sede per partecipare al tradizionale pranzo di fine anno. Erano presenti le autorità civili e militari. Il presidente Francesco Gastaldi ha ringraziato gli alpini per l’ospitalità e per l’ottimo pranzo.

I quattro reduci ex combattenti con le autorità, insieme a tavola

VILLANOVA Molta

gente ai vari appuntamenti. La novità della polentata

La Fiera di S. Martino anima il paese

Un momento della recita di San Martino

I prodotti della terra per l’offertorio

Domenica mattina la Messa del ringraziamento è stata celebrata da don Claudio con i ragazzi del gruppo giovanissimi (Alberto, Fabio, Nicolò, Alessia e Alice) che hanno drammatizzato la storia di San Martino, prima cavaliere, poi prete e poi Vescovo di Tour. Durante la Messa, all’offertorio, i doni della terra sono stati portati all’altare dagli agricoltori in segno di ringraziamento per l’annata agraria appena conclusa. Quanto alla Fiera, la giornata è iniziata sotto la pioggia, cosa questa che non faceva ben sperare, poi alle 11 è arrivato il sole ed è rimasto per tutta la giornata. Gran successo delle torte il cui ricavato dalla vendita è andato all’asilo infantile. Circa una settantina quelle arrivate, tra cui coloratissimi muffins, deliziosi biscotti, allettanti mini croissants, tante torte di mele, crostate, torte paradiso, specia-

lità come la torta di mele e noci e il semifreddo alla frutta.Tutto il paese ha partecipato a questa gara di solidarietà e quest’anno sono state numerose le torte pervenute dall’estero (non villanovesi). Il tutto è terminato verso le 18.30. Molto partecipato il gioco delle freccette che ha animato tutto il pomeriggio, prima con gli adulti e poi con i bambini. Sempre dopo pranzo, ottima affluenza per i giochi organizzati dalle animatrici dell’oratorio con la merenda finale a base di pane e nutella. I banchi della fiera-mercato erano limitati alla sola piazza Vittorio Emanuele II, dove era anche stata allestita la rassegna delle macchine agricole. Quanto alla novità della polenta, il capannone sotto il quale si è potuta degustare è stato allestito in piazza Pairotti. Paolo Biancardi

L’esposizione delle macchine agricole

Michele Ambrogio e la signora Longu

I ragazzi del gruppo giovani, don Claudio e alcuni agricoltori

Le torte a favore dell’asilo infantile

Banchi e bancarelle in piazza Vittorio Emanuele


MERCOLEDÌ 14 NOVEMBRE 2012 IL SAVIGLIANESE 21


MERCOLEDÌ 14 NOVEMBRE 2012 IL SAVIGLIANESE 22

Innovazione

Dal Piemonte l’auto del futuro Il Piemonte si candida a progettare l’auto del futuro e ad affermarsi sempre più come un punto di riferimento a livello nazionale nel settore. Per perseguire un risultato così ambizioso, l’amministrazione regionale ha scelto di utilizzare uno strumento innovativo come quello della piattaforma tecnologica. Il primo bando ha riscosso un grande successo. Sono stati infatti in tutto 40 le grandi imprese, 28 i dipartimenti universitari, 130 le piccole e medie imprese e 5 i centri di ricerca privati cha hanno unito le loro forze per candidarsi. Quattro gli assi strategici concordati tra tutti i soggetti interessati: sviluppo di motorizzazioni a basso impatto ambientale, nuovi materiali per l’alleggerimento del peso del veicolo, miglioramento della logistica di approvvigionamento, riduzione delle perdite e recupero energetico Su questi temi sono state presentate proposte per un totale di 9 progetti e un valore complessivo di 145 milioni di euro, di cui 74 richiesti alla Regione.

III Giovani, innovazione, export

Le strategie del Piemonte contro la crisi Stanziati dalla Giunta Cota un miliardo di euro per rilanciare l’economia e l’occupazione III Lavoro, giovani, internazionalizzazione, innovazione, accesso al credito: sono questi i pilastri su cui si fondano le politiche per lo sviluppo che la Giunta regionale ha messo in campo fin dal suo insediamento per contrastare le conseguenze della crisi in atto. «Finora – affermano il presidente Roberto Cota e l’assessore allo Sviluppo, Massimo Giordano – abbiamo messo a disposizione un miliardo di euro, attraverso una serie di misure appositamente studiate e strutturate in sei piani strategici, il primo dei quali, il Piano straordinario per l’occupazione, è stato approvato nel giugno 2010, a meno di cento giorni dall’inizio del nostro mandato». Del novembre del 2010 è poi il Piano per la competitività 20112015, con cui sono stati stanziati 500 milioni per inaugurare una nuova stagione di riforme a sostegno dell’innovazione, dell’impresa e della crescita. Il Piano triennale dell’Ict si propone invece di dare vita a una vera e propria agenda digitale regionale, articolata in due assi, il primo dedicato al programma di eHealth e ai sistemi informativi degli enti e il secondo focalizzato sulle attività produttive, distinte in quattro piattaforme: automotive, produzione ecosostenibile, nanotecnologie e aerospazio. Ulteriori undici milioni sono

inoltre stati assegnati al Piano giovani, che prevede dieci provvedimenti che puntano a rimuovere gli ostacoli di accesso al sistema delle opportunità, a individuare nuovi canali di dialogo per recepire istanze spesso inespresse e costruire un contesto favorevole alla valorizzazione del merito e della creatività. Per rendere le imprese piemontesi sempre più forti sul mercato internazionale e migliorare la capacità di intervento delle istituzioni a favore del sistema produttivo, nel febbraio 2012 è stato varato congiuntamente dalla Regione e da Unioncamere Piemonte un Piano strategico triennale sull’internazionalizzazione, finanziato con 10 milioni da ciascuno dei due enti. Due le priorità di questo stru-

III Agricoltura

III Una piattaforma all’avanguardia in Italia

Finanziamenti per le cooperative

Le proposte innovative per l’aerospazio

III Finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto per il rilancio del settore agricolo sono le misure del nuovo programma di interventi regionali a favore di cooperative e consorzi del comparto. Sono ammesse in via principale ai finanziamenti a tasso zero le cooperative a partecipazione giovanile e le cooperative di nuova costituzione o che assumono giovani.

III Gli esiti del nuovo bando di

Una serie di misure per un territorio più competitivo, capace di attrarre investimenti, creare lavoro e occupazione

Imprenditoria

Smobilizzo dei crediti per le Pmi mento: aumentare la presenza delle imprese piemontesi già approdate sui mercati esteri e aiutare le aziende che non hanno ancora esperienza di export a varcare i nostri confini. Ultimo, in ordine, di tempo è il Piano sul credito per le aziende piemontesi, che punta a sostenere gli investimenti delle piccole e medie imprese e ad aiutarle a uscire dalla crisi. Grazie all’utilizzo coordinato di fondi Bei (Banca europea degli investimenti), della Cassa depositi e prestiti e di altri strumenti regionali, per una cifra complessiva di 250 milioni di euro, la Regione potrà garantire prestiti all’1% e in alcuni casi anche a tasso zero.

Le piccole e medie imprese piemontesi che vantano crediti scaduti verso gli enti locali del Piemonte possono nuovamente presentare domanda per ottenerne lo smobilizzo. Sono ammissibili le anticipazioni per lo smobilizzo di crediti commerciali scaduti di almeno 10.000 euro. Le domande devono essere inviate per via telematica, compilando il modulo pubblicato sul sito finpiemonte.info. Per informazioni scrivere all’indirizzo di posta elettronica finanziamenti@finpiemonte.it oppure chiamare il numero 011/5717711 dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 13.

www.regione.piemonte.it/lavoro

Progetti che coinvolgono aziende e centri di ricerca piemontesi finanziamento della piattaforma dell’aerospazio confermano come in Piemonte questo rimanga un settore fortemente all’avanguardia, in grado di rappresentare un esempio per il resto del Paese. Oltre alla richiesta di fondi per continuazione di tre progetti già avviati nel primo programma di interventi – riguardanti rispettivamente i sistemi di sorveglianza e monitoraggio,

Iniziativa di comunicazione istituzionale co-finanziata con il Fondo europeo di sviluppo regionale

NOVEMBRE 2012 Mentelocale, l’informazione per tutti www. regione.piemonte.it/mentelocale

III Ambiente La grande rete ecologica della Corona Verde III La Corona Verde collegherà tra di loro le risorse naturalistiche dei parchi e il sistema storico-culturale delle Residenze reali dell’area metropolitana di Torino, coinvolgendo 91 Comuni. Si realizzerà, entro il 2013, un sistema di piste ciclabili, aree verdi, aree attrezzate e percorsi pedonali lungo fiumi, torrenti e residenze storiche intorno all’area metropolitana di Torino. Sono stati individuati da una cabina di regia i 15 progetti che riguardano in particolare 6 ambiti territoriali: Nichelino, Settimo, Venaria, Rivoli, Torino e Chieri per la creazione di questa grande “rete ecologica” che utilizzerà ciclopiste, ciclostrade, greenways e strade rurali.

III Partecipazione On line il forum per l’energia III Attivare un percorso partecipato di confronto sul tema dell’energia per la costruzione di un nuovo Piano energetico-ambientale regionale che definisca gli indirizzi prioritari, le azioni e gli strumenti che il Piemonte deve adottare per raggiungere gli obiettivi posti dall’Unione Europea per il 2020. Nasce con questa finalità il portale web www.forumenergia.regione.piemonte.it, voluto dalla Regione per raccogliere “dal basso”contributi e proposte per realizzare un progetto il più possibile condiviso dall’intera comunità regionale. La prima fase di consultazione ha confermato la validità dello strumento di condivisione. la compatibilità ambientale del trasporto aereo e la tecnologia per l’esplorazione spaziale – sono state infatti presentate due proposte altamente innovative: la realizzazione di veicoli per la cattura dei rifiuti orbitanti (una sorta di “netturbini dello spazio”) e lo sviluppo di dispositivi elettromeccanici innovativi al fine di migliorare le prestazioni e ridurre i costi. Complessivamente il bando prevedeva investimenti per 46 milioni di euro,di cui 25 milioni messi a disposizione dalla Regione. Nei progetti sono coinvolte 14 grandi imprese, 57 piccole e medie, 8 strutture universitarie e 4 centri di ricerca privati.


racconigi

mercoledì 14 novembre 2012

23

CRONACA In una notte visitate sette cascine

Ladri in frazione Oia FALLIMENTO 110 ex-dipendenti hanno ritirato i soldi rimanenti

Caso-Facis: ultimo atto

Marzo 1999: lavoratrici dell’ex-Gft in corteo per le vie della città Centodieci ex-dipendenti della Facis, in maggioranza donne, provenienti da tutta la Provincia e dal Torinese, si sono presentate sabato mattina a Santa Croce per ritirare l’assegno con l’ultimo saldo del fallimento della loro ditta. Con questi soldi si chiude una lunga vertenza. A consegnare gli assegni c’erano Marco Ricciardi, segretario generale della Cgil di Cuneo, che all’epoca aveva seguito la vertenza, e Alessandro Tribaudino. Le cifre vanno da un massimo di 500 euro ad un minimo di 8 euro.

La travagliata storia della crisi dell’allora Gft-Facis era iniziata nell’ottobre 1996, quando l’azienda aveva iniziato a fare ricorso alla Cassa integrazione nello stabilimento racconigese, che all’epoca dava lavoro a 211 dipendenti, 170 dei quali direttamente legati alla produzione. Nel giugno 1998 la Facis, nel frattempo divenuta Confezioni Matelica, aveva venduto lo stabilimento alla Mawel, ditta produttrice di motorini elettrici, con la prospettiva di altra Cassa integrazione e

corsi di formazione in quel di San Damiano d’Asti. Nell’autunno dell’anno successivo la Mawel Industriale veniva però venduta ad una società tedesca, mentre a Racconigi i lavori di ristrutturazione che avrebbe dovuto permettere alle lavoratrici di produrre motorini anziché vestiti non venivano neppure iniziati. Il 28 luglio 2000 veniva dichiarato il fallimento della Mawel. Un fallimento avvenuto, a quanto pare, con situazione contabile in attivo. Lo stabilimento era allora posto all’asta dal curatore fallimentare e l’area diventerà in seguito un

supermercato. Iniziava il braccio di ferro dei sindacati, anche sul fronte giudiziario, per recuperare i crediti spettanti ai dipendenti rimasti senza lavoro e messi in mobilità a far data dal 3 agosto 2001. Un braccio di ferro non senza altri momenti di crisi acuta, come quando l’Inps aveva chiesto la restituzione di 14 milioni a ciascuna operaia per dieci mesi di Cassa integrazione prima approvati e poi revocati dal Ministero del Lavoro. Solo sabato scorso, con l’assegno e la firma delle lavoratrici, sulla vicenda è sceso il sipario.

Novembre 2000: assemblea in sala consiliare per le dipendenti ex-Facis

INTERVISTA Il vicesindaco Beltrando parla dei servizi sociali e delle scuole cittadine

«Il nostro primo interesse? le famiglie»

Il vicesindaco Adriano Beltrando Anche il vicesindaco Andrea Beltrando ha qualche cosa da ridire sulla discussione a proposito della “paga” del sindaco e della giunta: «Se le minoranze avevano qualche cosa da chiedere avrebbero dovuto farlo in Consiglio comunale: c’erano anche i nostri tecnici ed il segretario che avrebbero potuto rispondere. Non voglio attribuire tutte le colpe a chi ha sollevato l’argomento, anche noi ci siamo cascati a rispondere alla provocazione, ma a Racconigi ci sono dei problemi molto più importanti. Non ci siamo adeguati un pochino lo stipendio: abbiamo preso ciò che stabiliva la tabella. Ma vorrei vedere un dibattito altrettanto vivace sui problema della viabilità, dell’inquinamento, della sicurezza: ha fatto bene il consigliere Tuninetti a richiamare il Consiglio a ritornare a parlare di argomenti in forma congiunta». A Beltrando abbiamo rivolto alcune domande sulle competenze assegnategli dal sindaco Brunetti: Istruzione e Politiche sociali. In ambito sociale qual è stato il primo problema che ha voluto affrontare? «Al centro del nostro programma avevamo messo i problemi legati alla famiglia. Quindi sono partito dalle famiglie racconigesi che stanno vivendo un disagio: per la perdita del posto di lavoro, con un anziano a carico, con un familiare portatore di handicap... Situazioni che necessitano dei servizi comunali. Con il sindaco abbiamo cercato di ascoltare i vari casi: per diverse persone siamo intervenuti conce-

dendo aiuti di prima necessità. Anche se il nostro Comune, come tutti del resto, si trova in difficoltà economiche, cerchiamo per quanto possibile di intervenire a favore delle famiglie bisognose. Per fronteggiare il problema, come assessorato, ho intrapreso un confronto con i servizi sociali del territorio, con cui si è instaurato una buona collaborazione. Ed una delle emergenze che siamo riusciti a risolvere abbastanza bene è quella abitativa, grazie anche alla disponibilità della parrocchia». Aumentano i poveri e diminuiscono i trasferimenti dallo Stato. Come fate a cavarvela? «Usando il buon senso. Abbiamo revisionato i parametri finora applicati: senza togliere il servizio a chi ne aveva veramente bisogno abbiamo cercato di essere più attenti». E nel campo del lavoro? «La situazione esterna non ci aiuta. L’Amministrazione continua a monitorare i problemi dei lavoratori, sia quelli in essere della Novaplast quanto quelli dell’Ilva. Siamo in contatto con le forze sindacali e cerchiamo di dare il nostro contributo». Per quanto riguarda l���Istruzione, a quali interventi e progetti ha dato priorità? «Quando ho preso il testimone assegnatomi dal sindaco, per prima cosa ho ridisegnato alcuni percorsi relativi allo scuolabus. Sempre per la mancanza di fondi, abbiamo dovuto razionalizzare il servizio. Nel concentrico abbiamo cercato di dare un servizio efficiente invitando alcune famiglie a fare qualche centinaio di metri in più da casa per portare il figlio alla fermata. Inizialmente la novità non è stata accolta bene, in seguito si è capito che quando c’è una situazione carente occorre fare qualche sacrificio. Nel servizio extraurbano non è stata toccata nessuna fermata, come nelle frazioni». Nel contempo ha introdotto anche delle modifiche al regolamento sul trasporto: per quale motivo? «Tutti i Comuni erano tenuti a dotarsi di un regolamento sul trasporto degli alunni sugli scuolabus per la tutela delle famiglie e degli autisti. La modifica richiede la presenza di un adulto alla fermata al momento che il minore scende dal pulmino. I bambini interessati sono

in particolare quelli della scuola dell’Infanzia e della Primaria. Per gli studenti delle medie le famiglie possono decidere se accettare la nuova norma o meno. Mi sembra che il nuovo sistema funzioni bene». Com’è il rapporto con il nuovo dirigente scolastico, prof. Giannino Marzola? «Ho avuto la possibilità di interfacciarmi con il prof. Marzola e parlare di tutto quanto concerne le problematiche scolastiche e si è instaurato un’ottima collaborazione anche con tutti i docenti. Purtroppo il servizio didattico ha avuto una contrazione, sia nel monte-ore che nei servizi. Pertanto con il dirigente è stato necessario un confronto molto aperto: da parte di entrambi c’è l’intenzione di mantenere il servizio scolastico nel miglior modo possibile, nonostante i tagli». La Cittadella degli Studi è uno dei punti cardini del vostro programma, riuscirete a realizzarla? «Il nostro gruppo ritiene che la scuola racconigese debba essere riorganizzata: le scuole medie risalgono a cinquant’anni fa, come pure quelle elementari. Sono strutture che non riescono più a rispondere adeguatamente alle esigenze del giorno d’oggi. Stiamo lavorando per realizzare la Cittadella degli Studi, un progetto in cui tutti crediamo. L’Asl e la Regione hanno dato la loro disponibilità. Nel complesso del Neuro si potranno raggruppare tutte le nostre realtà scolastiche. Per la progettazione del Polo scolastico, insieme all’Ufficio tecnico, che è molto competente, ci siamo anche avvalsi del supporto dello Studio Chintana. Si tratta di un progetto ambizioso che andrà a beneficio di tutta la cittadinanza: tra scuola elementare, media, materna, nido e superiori, andremo a toccare circa 2 mila famiglie. Sarà un processo lungo: potrebbero occorere 10 anni, ma abbiamo gli spazi, i tempi e gli strumenti per poterlo realizzare. Dobbiamo essere bravi: è compito nostro cercare delle risorse, perché da soli non ce la facciamo. Ma avendo i partner giusti e gli enti preposti, potremo finalmente effettuare un recupero del Neuro. Sono tanti anni che si sentono solo sempre parole sul suo recupero. E siamo disponibili a confrontarci con chiunque abbia delle idee per costruire qualche cosa di valido per il futuro». Beatrice Becchis

L’ondata di furti nelle campagne non si ferma: dopo la Tagliata, Canapile, il Cayre, il Foresto, questa volta è toccato alla frazione Oia. Cosa sta succedendo? Da mesi sentiamo solo parlare di cascine, casolari, ville saccheggiate dai ladri: hanno colpito in tutti i dintorni, da Cavallermaggiore alla Madonna del Pilone, da Monasterolo di Savigliano a Casalgrasso. A Vallongo in una notte sono state “ripulite” ben 26 famiglie. Bande di ladri senza scrupoli entrano nottetempo nelle case, si introducono addirittura nelle camere da letto mentre i proprietari dormono tranquilli, s’impadroniscono di oro e di soldi, rovistano tra i documenti, le fotografie, le cose care... Con il valore economico portano via anche gli affetti di famiglia, si insinuano nella vita più intima delle persone sottraendo ai malcapitati i ricordi dei loro cari deceduti, la catenina della prima Comunione, le gioie avute in dono dai parenti... Ad Oia hanno colpito nella notte di lunedì scorso. E la mattina di martedì, già alle prime luci dell’alba, la frazione era sconvolta dopo un’intera nottata che molti avevano trascorso senza chiudere occhio. Lungo tutta via Maestra, la strada che taglia in due la borgata, c’erano crocchi di gente che commentava l’accaduto: intiere famiglie che si sono trovate al mattino le porte di casa aperte, spesso scardinate, le borsette svuotate, i cassetti rovistati, i mobili divelti... I malviventi hanno incominciato la loro razzia poco dopo la mezzanotte, prendendo di mira una casa isolata oltre il ponte ferroviario. Il custode si è accorto della presenza degli intrusi, si è alzato ed è sceso a vedere cosa stesse succedendo. Dal buio una voce lo ha gelato: «Fermo! e non toccare il telefonino...». Poi i malviventi sono fuggiti. L’uomo allora ha dato l’allarme: ha avvisato i padroni, immediatamente sono arrivati i Carabinieri. Le forze dell’ordine hanno perlustrato la zona più volte con

Il campanile della chiesa di Oia grossi fari, ma in campagna è facile nascondersi. La presenza dei militari e dei numerosi abitanti della frazione che, messi in guardia, si erano alzati e vegliavano, non è però stata sufficiente a convincere i ladri ad abbandonare la zona: prima che sorgesse il sole la banda aveva fatto visita a 7 famiglie. In un caso, il proprietario ha sentito dei rumori: quando si è alzato oro e soldi dei genitori e degli zii erano spariti. In un’azienda agricola della frazione i ladri hanno cercato in tutti i modi di sfondare il portoncino: il rumore ha svegliato i proprietari ed i delinquenti si sono dati alla fuga, infilandosi in un’altra casa. Anche qui i padroni di casa erano ormai svegli e si sono accorti che degli estranei erano penetrati nel loro cortile. Disturbati i ladri sono fuggiti ancora in un’altra casa e questa volta il colpo è andato a segno. Ancora si sono spostati in altre cascine, verso il fondo della borgata. In una il cane ha svegliato i proprietari, nell’altra hanno rubato i soldi nelle borse e oro. Per l’intera giornata di martedì i Carabinieri hanno perlustrato la frazione alla ricerca di indizi e per raccogliere le testimonianze delle famiglie derubate. I borghigiani di Oia sono in preda alla paura e allo sconcerto. b. bec.

NOTIZIE IN BREVE

La Provincia dismette le strade ma i Comuni non le vogliono La Provincia intende dismettere tratti viari di propria competenza e sobbarcarli ai Comuni. Complessivamente si tratta di circa 90 km in 14 Comuni diversi. Alcuni dei tratti individuati risultano nel territorio racconigese ed in quello dei paesi limitrofi che d’ora in poi dovranno provvedere di tasca propria alla manutenzione. I sindaci, però, non si trovano in acque diverse da quelle della Provincia e sembra non abbiano intenzione di accollarsi un simile fardello. Già nel settembre dello scorso anno si erano opposti alle delibere di dismissioni. Martedì sera (ieri per chi legge), gli amministratori comunali della nostra zona si sono incontrati in Municipio per discutere come affrontare la questione. «Ognuno deve fare la propria parte – afferma però l’assessore provinciale alla Viabilità Giuseppe Rossetto –: le strade oggetto delle dismissioni non hanno valenza provinciale e per il nuovo Codice della strada sono comunali».

Le caldarroste della Protezione civile per i bambini della Salvo D’Acquisto Nella mattinata di mercoledì 31 ottobre i bambini delle classi A ed E della scuola per l'infanzia Salvo D'Acquisto hanno potuto deliziare i loro palati grazie alle ottime caldarroste cotte per loro da una delegazione del Nucleo di Protezione Civile del Gruppo ANA di Racconigi. È quindi a loro che i bambini, i genitori e le insegnanti vogliono dire un sincero grazie per aver contribuito alla riuscita dell'evento, nonostante la pioggia battente.


24

mercoledì 14 novembre 2012

racconigi

SERATE Incontro con il rifugiato del Rwanda

Arriva Rusesabagina

Rusesabagina incontrerà i racconigesi nel Cinema di San Giovanni

Paul Rusesabagina, testimone del genocidio in Rwanda e operatore di pace, sarà nei prossimi giorni a Racconigi. Per l’occasione Comune, Associazione Mandacarù, Amici del Cinema ed Istituto Arimondi-Eula hanno organizzato una serie di incontri. Si inizierà venerdì 16 novembre con la proiezione del film “Hotel Rwanda” nel Cinema San Giovanni (ore 20,45, ingresso libero). Lunedì 19, sempre nel Cinema San Giovanni, è in programma l’incontro con il protagonista del film stesso, Rusesabagina (ore 21). Martedì 20 infine il rifugiato africano incontrerà i ragazzi della scuola superiore cittadina. Rusesabagina è un imprenditore ruandese. È nato nel 1954 a Gitarama da una famiglia contadina. Suo padre era Hutu, sua madre Tutsi: un sangue misto, dunque, tra le due etnie che convivono – troppo spesso conflittualmente – nel Paese. Nell’aprile 1994, quando la milizia Hutu diede inizio alla carneficina della popolazione Tutsi, era direttore di un hotel di Kigali. Sfruttando la propria posizione e le proprie conoscenze, riuscì a nascondere ed a mettere in salvo 1268 persone. Trasferitosi in Belgio con la moglie Tatiana, un’infermiera Tutsi, ed i figli, trovò lavoro come autista di taxi. Oggi è proprietario di una società di autotrasporti. Il film “Hotel Rwanda” di Terry George, che sarà proiettato venerdì sera al Cinema San Giovanni, racconta proprio la storia del genocidio e di come Paul riuscì a salvare tanti connazionali perseguitati.

APPUNTAMENTI

La Banda festeggia Santa Cecilia

La Banda Musicale è in festa

Sabato 17 novembre la Banda Musicale diretta da Gabriella Giovine festeggerà Santa Cecilia, patrona della musica. Al termine della messa delle ore 18 nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Maggiore effettuerà un breve intrattenimento sul sagrato. A seguire cena sociale.

Raduno sociale di fine stagione di pesca alla trota al Lago Verde L’Associazione Pescatori Sportivi Racconigesi organizza per sabato 17 novembre presso il Lago Verde il raduno sociale di pesca alla trota di fine stagione. L’inizio della manifestazione è previsto per le ore 14, con un’ora a disposizione senza limiti di catture. Alle 15,30 il pescato verrà diviso tra tutti i partecipanti. Seguirà merenda in compagnia, con panini offerti dall’Associazione. Al raduno possono partecipare tutti i soci, gratuitamente.

CENTRO D’INCONTRO Pranzo sociale e premi ai soci anziani

I cinque della classe 1927 Il tradizionale pranzo sociale del Centro Incontro Anziani quest’anno si è svolto presso il ristorante “L’Arancera”. Alla Tenuta Berroni, domenica scorsa si sono dati appuntamento 115 soci. Erano presenti anche il sindaco Brunetti ed il vice sindaco Beltrando. Nel corso della festa sono stati premiati i cinque soci della classe 1927: Regina Senesi vedova Ghigo, Maria Bosio vedova Rivoira, Ernesto Campagnaro, Lo-

Lodovico Tesio

dovico Tesio e Bartolomeo Fassini (quest’ultimo non presente alla premiazione). Gli ottantacinquenni sono stati applauditi e onorati di una targa ricordo offerta dal presidente del Centro d’Incontro, Mario Dalmazzo, e dal direttivo. Un mazzo di fiori è inoltre stato donato a Nuccia Milanesio per aver raggiunto il traguardo dei 90 anni. Per motivi di salute non ha invece potuto ricevere il premio la più longeva del

Maria Bosio

Regina Senesi

Ernesto Campagnaro

Centro, Francesca Abbà. Il pranzo è stato caratterizzato da un menù a base di battuta di Fassone con champignon, involtino di spech con mela, perla di verza e salciccia con fonduta, strudel di porri di Cervere, cestino di mais con baccalà, risotto al radicchio, Barbera e gorgonzola, gnocchi di semola, guanciale di vitello al Nebbiolo, tortino di patate, tris di dolci.

BRETELLA OVEST L’assessore Giacomino Rosso determinato a realizzare l’opera

«La Provincia deve dare il via libera» «La Bretella Ovest va realizzata: il traffico in Racconigi e nel Borgo Macra è diventato insostenibile. Non solo il transito dei mezzi pesanti deve essere eliminato, ma sarà anche necessario limitare il numero degli automobilisti»: così l’assessore ai Lavori Pubblici Giacomino Rosso. «Lunedì 26 novembre la circonvallazione di Racconigi dovrebbe essere tra i punti all’ordine del giorno del Consiglio Provinciale – afferma ancora –. Sarà un passaggio fondamentale: si vedrà se la Provincia questa volta intende porre mano al progetto e, con i soldi che sono disponibili da tempo, dare inizio ai lavori. Io sarò presente per guardare in faccia chi avrà il coraggio di votare contro». Affinché il nuovo tratto viario racconigese non vada ad incidere sullo sforamento del Patto di Stabilità dovrà essere inserito tra le priorità delle opere provinciali.

CAMPERISTI

«Non importa se la Bretella la farà la Provincia, la Regione o il Comune: è importante che si faccia – si accalda Rosso –. Per questo abbiamo anche chiesto Il corteo di protesta per le strade del Borgo Macra, lo scorso aprile di trasferire il finanziamento al nostro Comune: dell’opera ce ne occu- piazza ed il viale sono e diventeranno ancor più peremo noi e diventerà una strada comunale. Se due gioiellini, l’orgoglio della nostra città. A differenpoi superiamo il Patto di Stabilità pazienza: lo fare- za delle altre città sabaude, noi la piazza non la chiudiamo al transito dei veicoli, ma come si può mo per una causa giusta». L’amministrazione di Racconigi nel mese di pensare che continuino a transitare per la piazza gennaio inizierà i lavori per la ristrutturazione camion e mezzi pesanti?». L’assessore è deciso a non mollare… di piazza Carlo Alberto ed in seguito intende b. bec. intervenire anche sul viale monumentale: «La

Quattro giorni in città

La pacifica invasione Il quartier generale del Club La Granda in via Mafalda di Savoia

Film a San Giovanni IL ROSSO E IL BLU Il film in programma sabato 17 (ore 21) e domenica 18 novembre (ore 16) presso il Cinema di San Giovanni in via Cesare Billia 10 è “Il rosso e il blu”. Si tratta di una pellicola di Giuseppe Piccioni con Margherita Buy, Riccardo Scamarcio, Roberto Herlitzka, Silvia d'Amico, Davide Giordano, Nina Torresi, Lucia Mascino e Gene Gnocchi, tratta dall’omonimo libro di Marco Lodoli ed ambientata in una scuola romana. Con sguardo ironico ma anche consolatorio vengono raccontate le storie di un professore di storia dell'arte che ha perso la passione per il suo lavoro ed è inseguito da una sua vecchia alunna, di un giovane supplente di lettere che ce la mette tutta e cerca di "salvare" una studentessa eccentrica e ribelle, e di una preside rigida e inappuntabile costretta a occuparsi di uno strano alunno dimenticato dalla madre...

Nuccia Milanesio festeggiata per i suoi novant’anni

Il grande camper nero parcheggiato presso il Palazzetto dello Sport Uno grande-grande nero, uno piccolino rosso, ma sono le varie gradazioni del bianco e del panna a farla decisamente da padrone. Con qualche striscia e qualche svolazzo sulle fiancate: rossa, verde, grigia, nera... La pacifica invasione dei camper del Club “La Granda”, sezione Territori del Pianalto di Moncalieri, ha avuto inizio giovedì mattina per toccare il massimo sabato, incurante della pioggia battente. Ma che cosa fanno i camperisti quando piove? Lo chiediamo a Carlo Vitale, consigliere del Club: «Di giorno si gioca a carte e si va in giro per i negozi. La sera si balla. Sempre ci si diverte egualmente!». Fortunatamente non tutti i

quattro giorni sono stati all’insegna del cattivo tempo, e c’è stato anche spazio per le visite alla città, la biciclettata alle cicogne e gare a petanque. Due i momenti clou del raduno: il sabato, dopo la cena alla bocciofila, una serata con personaggi in costume e danze fino a notte fonda e poi la domenica mattina l’annuale assemblea sociale, il sa-

luto delle autorità cittadine e l’aperitivo offerto dalla sezione. Di cosa si è discusso nell’assemblea? «Del bilancio del Club, prima di tutto, e poi del calendario del prossimo anno» ci risponde Anna Garella, moglie del presidente. Un calendario che si preannuncia fitto di appuntamenti per una tribù che manda i suoi avamposti da Samarcanda all’Islanda, dalla Bosnia al Marocco. Il raduno ha interessato la zona degli impianti sportivi, dal parcheggio di via Carlo Alberto Dalla Chiesa a via Mafalda di Savoia a via Caduti Partigiani Racconigesi a via Prati dei Cornetti a via Bonino. Come mai siete tornati a Racconigi ad un anno di distanza dal primo raduno? «Perché il Comune ci ha invitati e perché l’oasi delle cicogne rappresenta un’attrat-

tiva imperdibile per noi». E come vi siete trovati? «Decisamente bene. Questo raduno è stato un grande successo. C’erano 180 camper per quasi 500 persone, in rappresentanza di tutte le 18 sezioni del nostro club: con quella del Pianalto, le sezioni di Cuneo, Monferrato e Genova, Torino La Mole, Milano,Triveneto, Pinerolo-Valchisone, Valbormida Riviera di Ponente, Biella La Burcina, Venaria, Saluzzo, Alpi, Toscana, Lago Maggiore,Vercellese, Etruria, Lario e Valtellina, Emilia Romagna». E dopo Racconigi? «Per quest’anno sono ancora in programma il raduno a Settimo Torinese “Cavolo… che fiera!” da venerdì 16 a domenica 18 novembre ed il mese prossimo il tour ai mercatini di Natale in Alto Adige ed il Capodanno sulla Costiera Amalfitana».

Centottanta camper da giovedì a domenica hanno preso d’assalto le strade e le piazze del Borgo Macra


racconigi

NEGOZI

Dopo 31 anni Renata Bellino lascia l’Arcobaleno

Novità in libreria È con gli occhi lucidi che Renata Bellino annuncia di aver ceduto il negozio di cartolibreria di via Levis “Arcobaleno”: «Trentun anni qui dentro non sono uno scherzo e c’è anche un po’ della mia pelle attaccata a queste mura. Per me lavoro non è mai stato eguale a denaro, ma tanta passione, tanto amore. Una fonte di gratificazione, qualche cosa che mi ha anche aiutata a superare i momenti difficili della vita». «Ho sempre voluto molto bene ai miei clienti – prosegue Renata –. Sono bambini, giovani, mamme… Per me è stato un piacere lavorare con loro. E la soddisfazione più grande è vedere quelli che ho servito da ragazzi che ora mi portano i loro figli a prenotare i libri, a comprare i giocattoli o le figurine. È un proseguimento di fiducia: vedere le generazioni che cambiano ma ritornano perché si sono trovate bene». Perché allora lascia? «Perché ho 42 anni di contributi: 31 qui dentro, 11 alla Facis e prima ancora come impiegata nell’officina di Gonella e De Bernardi. Continuare a lavorare non avrebbe più senso: è ora di andare in pensione e lasciare il posto a gente nuova. Le cose cambiano ed in quest’epoca di alta tecnologia io non sono nemmeno capace ad usare un computer». Come è il lavoro in una cartolibreria? «È un lavoro vario: cambia mese dopo mese, dovendo sempre anticipare eventi e fe-

Carla Ramasso e Renata Bellino nella cartolibreria di via Levis

stività. In questo periodo, per esempio, è appena finito il lavoro con i testi scolastici e già dobbiamo organizzare il Natale. E poi verrà il Carnevale, San Valentino, la Pasqua, le Prime Comunioni, i libri per le vacanze estive… Solo a luglio ci si può stoppare un attimino e prendere un po’ di fiato». Renata Bellino aveva rilevato il vecchio negozio della signora Trucco in piazza Muzzone, nei locali dove adesso c’è un fotografo. Lì era rimasta i primi sei anni, poi si era trasferita a poche decine di metri di distanza, in via Levis: «Quelli in piazza Muzzone erano locali fatiscenti, senza riscaldamento e d’inverno accendevamo una stufetta a gas che, se stavi troppo vicino, ti bruciavi. Le scaffalature erano in ferro ed eravamo un po’ allo stretto. Trasferir-

ci ha rappresentato una miglioria per il negozio». Ma, oltre i locali, cosa è cambiato da allora? «È cambiato tutto. L’editoria ha subito una vera rivoluzione: ora viaggia su tante linee, porta con sé un po’ di tutto e le testate sono diventate dieci volte più numerose. Anche i giocattoli sono cambiati anche se, dopo l’exploit delle playstation e dei videogiochi, si sta tornando ai giochi classici: le bambole per le bambine, costruzioni e macchinine per i maschietti. Solo la libreria scolastica è rimasta sostanzialmente la stessa». Nel tempo sono cambiati anche i soci (l’ultima in ordine di tempo Adelaide), ma lei è rimasta. E rimarrà fino al 31 dicembre, ma la vedremo anche dopo: «Finché la nuova titolare avrà bisogno del mio aiuto e dei miei

consigli, avrà tutta la mia disponibilità» promette. E della nuova titolare, Carla Ramasso, racconigese del Borgo Macra, Renata dice tutto il bene possibile: «Era nei miei voti lasciare il negozio a qualcuno che sapesse portarlo avanti con lo stesso amore che ho avuto io, e Carla mi sembra proprio la persona giusta. Essendo figlia di commercianti, ha il commercio nel sangue: ha fiuto e sa vedere le cose. Sì, lascio proprio il negozio in buone mani». Lei, Carla, si schernisce: «Spero di essere all’altezza della situazione». Come è arrivata alla cartolibreria di via Levis? «Per anni ho fatto la mamma a tempo pieno. Ora che i figli hanno 16 e 13 anni ho deciso di rimettermi in gioco ed ho fatto un mucchio di domande di lavoro, senza però ricevere risposte. Allora, grazie ai miei genitori, ho potuto realizzare questo sogno». Un sogno? «Sì. Questo genere di lavoro mi è sempre piaciuto, fin da bambina: avere un negozio tutto mio, restare in contatto con la gente». Sono ormai quindici giorni che la signora Carla sta imparando a conoscere il suo nuovo lavoro ed i clienti sotto la guida delle due attuali titolari: «Devo ingranare – afferma – ci sono un sacco di cose qui dentro. Ma con l’aiuto di Renata ed Adelaide imparerò in fretta». m. san.

SCUOLE L’iniziativa, partita venerdì scorso, coinvolge quest’anno 311 gli alunni

L’elementare ripropone “Pedibus” Per il settimo anno consecutivo il Comune, unitamente alla scuola primaria, ha proposto agli alunni ed alle loro famiglie la partecipazione al “Progetto Pedibus”, ed in tanti hanno quindi dato vita, fin dalla prima giornata, venerdì scorso, a 4 lunghi serpentoni colorati che hanno attraversato le vie cittadine, accompagnati da genitori

e volontari di varie associazioni racconigesi. Il calendario di Pedibus si svilupperà in tre tempi, con 2 appuntamenti autunnali, 3 invernali e 9 primaverili (ultima data il 7 giugno 2013), sempre di venerdì. Le adesioni hanno toccato quota 311, due in più rispetto allo scorso anno scolastico, sicuramente

indice di un gradimento sempre crescente nei confronti di questa importante iniziativa educativa, che stimola i bambini al movimento, all’aggregazione con i compagni di percorso ed al rispetto per l’ambiente. Gli organizzatori, ringraziando fin d’ora quanti si sono resi disponibili ad accompagnare i piccoli: ge-

C’era una volta... non tanti anni fa Quando d’inverno si accendeva il putagè Qualche giorno fa la Coldiretti ha dichiarato che, a causa della crisi, nel 2012 si sta assistendo ad un ritorno a quelle forme di riscaldamento che sembravano ormai dimenticate. L’aumento del prezzo dei combustibili, infatti, ha avuto come effetto un incremento nelle vendite di stufe e caminetti e, conseguentemente, anche un’impennata nell’acquisto di legna da ardere. Nonostante l’Italia possieda vaste superfici forestali, negli ultimi anni si è vista costretta, considerate le numerose richieste, a importare dall’estero grandi quantità di legna. Quest’anno sono arrivati nel nostro Paese ben 33 milioni di quintali di legna per stufe e caminetti, il 17% in più del 2011, che hanno reso l’Italia il primo importatore mondiale. E tutto questo senza contare il pellet, segatura pressata ed essiccata, che sta conquistando sempre più gli italiani. La Coldiretti stima che ogni anno si vendano circa due milioni di

tonnellate di pellet, spesso preferito alla legna per la sua praticità. Oltre alla crisi, ci sono altri motivi per abbandonare i moderni sistemi di riscaldamento a favore di quelli più antichi. Gli italiani sono tornati a scoprire il fuoco perché si risparmia, ma anche per motivi ecologici, riscaldare senza inquinare, e per ragioni nostalgiche. Chi è cresciuto vicino a stufe e caminetti, a stretto contatto col profumo della legna, non di rado decide di recuperare vecchie modalità di riscaldamento delle proprie abitazioni. Naturalmente le stufe ed i caminetti di oggi sono molto diversi da quelli dei nostri nonni e spesso sono collegati ad impianti che diffondono aria calda in tutte le stanze della casa. Le più moderne stufe a pellet permettono anche, attraverso una scheda elettronica, di programmare l’accensione e la temperatura per giorni e giorni. I nostri antenati, invece, non godevano di tutte queste comodità.

Nelle case dei nostri nonni la stufa più diffusa era il putagè. Si trattava di una stufa costruita e pensata per provvedere non solo al riscaldamento della casa, ma anche alla preparazione dei pasti. Il piano superiore, infatti, fungeva da parte scaldante e offriva la possibilità di cuocere le pietanze. Esso, inoltre, era dotato di varie aperture circolari, che permettevano di inserire le pentole a diretto contatto con il fuoco. Dalla piastra superiore partiva un sistema di tubi incastrati uno nell’altro, che serviva a convogliare il fumo fino alla canna fumaria. Questi tubi venivano chiamati “canon” e, a stufa spenta, venivano smontati per eliminare il “caluso”, cioè la caligine che si depositava internamente a causa della combustione della legna. Il primo tubo, quello verticale, era spesso dotato di un anello, dal quale partivano varie bacchette, usate per appendere i canovacci da cucina e gli abiti. Alla sera accadeva sovente che vi venissero stesi i pigiami

nitori, nonni e in particolare i volontari della varie associazioni operanti sul territorio racconigese Croce Rossa, C.A.I. e Protezione Civile, rinnovano l’invito a coloro che sono disponibili a dare il proprio contributo come accompagnatori a farsi avanti. L’appuntamento è al prossimo ritrovo, fissato per il 30 novembre.

di Laura Fossati

mercoledì 14 novembre 2012

25

POLITICA In 40 per parlare del futuro del Neuro

Le minoranze si incontrano I tre gruppi di minoranza eletti in Consiglio comunale (Trasparenza e Partecipazione, Etica e Rinnovamento e Lista Perlo) ed il Movimento 5 stelle hanno deciso di non stare “con le mani in mano”. Come hanno detto più volte, in sedi diverse, vogliono farsi portavoci attivi dalla parte consistente dell’elettorato che rappresentano. Martedì 6 novembre si sono dunque incontrati per un primo approccio presso la Casa della Sinistra, in via Principi Amedeo. Era presente una quarantina di persone, tra le quali molti dei candidati che si erano presentati nelle tre liste nell’ultima tornata elettorale. L’argomento della serata è stato il futuro del Neuro. Quali proposte sono emerse? «Abbiamo incominciato a parlarne, abbiamo abbozzato alcune idee – ci spiega Giorgio Tuninetti –: in tutti noi c’è l’intenzione di contribuire per realizzare un progetto. Sul Neuro, negli anni passati, ormai troppi treni sono stati persi da parte delle amministrazioni che si sono susseguite, in una delle quali, lo ammetto, c’ero anch’io. Si è dormito della grossa». Ed ora cosa proponete? «Il nostro gruppo sabato si è recato a Collegno per rendersi conto del risultato raggiunto in una situazione analoga alla nostra: un bellissimo parco, degli uffici per le associazioni cittadine, tutto pulito ed accogliente...». Continuerete ad incontrarvi? «Sì, perché anche noi possiamo e vogliamo fare qualche cosa di concreto per la città. Il prossimo appuntamento è per martedì 20 novembre. Tra gli argomenti all’ordine del giorno c’è il Piano Regolatore».

COMUNICAZIONE Affidato all’agenzia Big&Slow

Nuovo sito web del Comune Il Comune si doterà di un sito web facile da utilizzare anche da parte dei navigatori meno esperti ed accessibile ad un pubblico il più ampio possibile, anche ad individui affetti da disabilità fisiche o sensoriali. La giunta Brunetti ritiene che detto sito dovrà rappresentare una risorsa di importanza strategica per il miglioramento dei rapporti fra i cittadini del territorio ed il Comune, da utilizzare sia come strumento di informazione – svolgendo il ruolo di ufficio relazioni con il pubblico nella rete –, sia come elemento di trasparenza amministrativa, sia, in prospettiva, sempre più come offerta di servizi interattivi. «A fronte delle numerose sollecitazioni pervenute in tal senso – spiega il sindaco –, è emersa la volontà di creare un

sistema informativo chiaro, completo ed aggiornato che possa diventare punto di riferimento per i cittadini utenti del territorio ed, inoltre, per le associazioni, le cooperative sociali ed altri soggetti che operano nel sociale e che intendono conoscere le caratteristiche del territorio, le attività ed i servizi offerti». Dal momento che il Comune non dispone di personale specializzato proprio, è stato deciso di affidare la realizzazione del sito a un’agenzia esterna e, dopo un’accurata indagine di mercato, è stata individuata la società Big&Low di Savigliano, una giovane start-up creata da Ottaviano Ferraro (ingegnere del cinema) e Stefano Ronco (copywriter e pubblicitario). L’importo del progetto è di 2.500 euro.

SCUOLE SUPERIORI Liceo, Geometri e Periti

Le date dell’orientamento Iniziano le attività di orientamento presso l’Istituto d’Istruzione Superiore Arimondi-Eula, in piazza Muzzone, per illustrare le caratteristiche dei tre corsi attivati nella sede racconigese: Liceo Scientifico, Geometri e Periti Meccanici. Venerdì 16 novembre porte aperte dalle ore 21. Domenica 25 novembre “Giornata dell’orientamento”: gli

insegnanti saranno a disposizione dalle 10 alle 17,30 per accogliere i ragazzi di terza media e le loro famiglie. Altre giornate a porte aperte sono state fissate per i sabati 1° dicembre (ore 21), 12 gennaio (ore 15-17,30), 19 gennaio (ore 21) e 26 gennaio (ore 1517,30).Tutti i sabati di dicembre e gennaio sarà attivo lo sportello informativo (ore 9,30-11,30)

Vivono nel ricordo La vecchia stufa torna di moda che sarebbero stati indossati la notte. Era quello l’unico modo che si aveva per affrontare il gelo delle camere da letto, troppo distanti dalla cucina per ricevere il calore del putagè. A volte grandi e piccini trovavano anche un po’ di sollievo dal freddo notturno grazie all’uso del “prete”, uno scaldino per il letto con all’interno la brace ardente e la cenere, naturalmente prodotta dalla stufa.

NINO GERMANETTO Ha lasciato i suoi cari all’età di 85 anni Bartolomeo “Nino” Germanetto. Ne danno il triste annuncio la moglie Margherita Damilano, la sorella Consolata, i cognati Eugenio Brinata e Carla Damilano, nipoti, pronipoti, cugini e parenti tutti. I funerali hanno avuto luogo nel pomeriggio di lunedì 12 novembre nel Santuario Reale Madonna della Grazie del Borgo Macra. MARIA BERTOLINO È mancata all’affetto dei suoi cari all’età di 84 anni Maria Bertolino vedova Lacerenza. Ne danno il triste annuncio i nipoti, i cognati ed i parenti tutti. I funerali sono stati celebrati nella mattina di martedì 13 novembre nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Maggiore. Dopo le esequie la cara salma è proseguita per il cimitero di Monasterolo di Vasco. Alle famiglie nel dolore le condoglianze della redazione de “Il Saviglianese”.


sport

giovedì 3 gennaio 2008

26 mercoledì 14 novembre 2012

e-mail: sport@ilsaviglianese.com

VOLLEY Savigliano patisce più del dovuto l’evento e cede i tre punti

Marene fa suo il derby SAVIGLIANO MARENE (23-25; 19-25; 21-25)

0 3

Gerbaldo Savigliano: Pattarino, Bertola, Bossolasco, Vinci, Gallo (cap.), Nervo, Osella, Revello,Vittone, Rivero. Lib:. Rabbia. All.: Bonifetto Roberto. Go Old Volley Marene: Giolitti, Briatore, Rossi, Bergamin, Alasia, Pettiti (cap.), Premoli, Stassi, Piovano, Rostagno, Gini. Lib.: Torassa. All.: Piovano Claudio. Pubblico delle grandi occasioni al Palazzetto, gremito in ogni ordine di posti per l'atteso derby che vedeva contrapposte la giovane formazione del Gerbaudo Savigliano contro la capolista Marene, che annovera tra le proprie file molti giocatori che hanno fatto la storia recente della società del neopresidente Guido Rosso. I padroni di casa, reduci da due sconfitte, erano attesi da un impegno assai difficile. oltre che sul piano tecnico, in particolar modo su quello psicologico. Mister Bonifetto manda in campo il consueto sestetto composto dalla diagonale palleggio-opposto Osella-Revello, dalla coppia centrale Bertola e Pattarino e dai

Il saviglianese Daniele Gallo

Il marenese Stefano Alasia

“martelli” capitan Gallo e Vittone. Rabbia libero. Parte bene il Savigliano nel primo set, portandosi sul 5-3. Immediata la risposta del Marene che agguanta subito la parità. Nuovo vantaggio dei padroni di casa per 8-7 e nuovo ritorno dei "cugini" che, con un parziale di 3-0, allungano quel tanto che basta per difenderlo poi fino al termine del set, grazie anche ai tanti (troppi) errori dei biancoblù. Brutto secondo set per la formazione di casa, che subisce il contraccolpo psicologico e con troppi errori al servizio ed un muro in difficoltà, consegna il punto del

2- 0 ad un ordinato quanto determinato Marene. Nel terzo parziale Bonifetto manda in campo Bossolasco al posto di Gallo ed il Gerbaudo sembra finalmente determinato a vendere cara la pelle. Il set scivola via in perfetta parità, con alcuni lampi di bel gioco: bel primo tempo di Bertola per il 7-6, gran muro di Revello sul 10-10 ed ottimo Vittone per il 16-14, massimo vantaggio saviglianese. Ma sul 17-17 è di nuovo parità. Entra Vinci al posto di Revello fino al 20 pari. A questo punto viene fuori la maggiore esperienza e l'abitudine a giocare palloni "pesanti" degli ospiti che,

VOLLEY FEMM. SERIE D Racconigi

complici anche un paio di decisioni arbitrali dubbie, riescono ad infliggere un secco parziale di 3 punti a 0 che permette loro di spegnere definitivamente le speranze saviglianesi. La partita si chiude con il meritato applauso dello sportivo pubblico alla formazione di Giolitti & C. che porta a casa tre punti fondamentali per la classifica anche per demerito dei padroni di casa che hanno patito più del dovuto l'evento (nonostante il tentativo della dirigenza di portare serenità nello spogliatoio) ed hanno di fatto consegnato il match ai pur forti avversari. Nonostante il momento negativo, la società ha piena fiducia nella squadra in quanto era consapevole dei rischi di inizio campionato, viste le scelte effettuate in estate. La classifica attuale non rispecchia i reali valori degli uomini di Bonifetto e c'è ancora tutto il tempo per riportare il Gerbaudo Savigliano nelle posizioni più nobili. Sabato 17 novembre i saviglianesi andranno a far visita al Villanova Mondovì, mentre il Go Old Volley Marene giocherà tra le mura amiche (ore 18) contro il Busca in un altro derby che vale il primato in classifica.

VOLLEY FEMM. SERIE D Savigliano

L’Edilcotto non fallisce Un Vbc a due velocità

La centrale Chiara Sicca DOGLIANI RACCONIGI (21-25; 15-25; 10-25)

0 3

Edilcotto Racconigi:Tebano, Brandino, Caula, Carbonari, Giordana, Reviglio, Vendramini, Testa, Ainaudi, Sicca,Sona. Lib.: Barroero. All.: Roberta Saimandi, Massimo Simondi. Ritorna a vincere l’Edilcotto di Roberta Saimandi in casa del temibile Dogliani. Una partita che doveva scacciare i brutti pensieri dopo la sconfitta con il Barge e così è stato. Il primo set inizia in modo decisamente equilibrato, con qualche errore di troppo da parte di en-

PRIMA DIVISIONE VBC SAVIGLIANO 3 CENTALLO 0 (25-13; 25-21; 28-26) La partenza è al rallentatore ma poi le saviglianesi diventano inar-

trambe le formazioni che procedono punto a punto fino all’11 pari, quando le racconigesi riescono a prendere il largo e chiudono sul 25-21. Molto più semplice la seconda frazione di gioco, con Tebano e compagne che giocano tranquille, tutto viene naturale e si commettono pochissimi errori: 25-15 il risultato finale che non lascia dubbi sui valori in campo. Il terzo ed ultimo set vede un Dogliani ormai rassegnato che non ha più la forza di reagire e per le racconigesi è poco più di una passeggiata: le avversarie non vanno oltre quota 10. «Tre punti importanti – commenta l’allenatrice Saimandi –. Dovevamo riscattarci dalla sconfitta della settimana precedente contro una squadra che temevamo molto e che sicuramente non ha espresso il suo miglior gioco. Noi abbiamo saputo mantenere il sangue freddo nei momenti decisivi e ora siamo ad una sola lunghezza dalla testa della classifica: meglio di così non poteva andare» Prossimo incontro sabato tra le mura amiche del Palazzetto dello Sport di via Mafalda di Savoia (ore 18,30) contro Pinerolo. restabili ed archiviano il primo set. Stesso andamento nel secondo: solo nel finale le ragazze di Marco mettono in campo un po' di concretezza per vincere il parziale 25-21. Nel terzo partono finalmente bene e si portano sul 20-12. Poi una serie di errori consente alle avversarie di avere una palla-set, ma sono le saviglianesi a chiudere parziale e partita sul 28-26. In definitiva non una superprestazione, ma tre punti che han-

PINEROLO 3 VBC SAVIGLIANO 1 (25-17; 13-25; 25-17; 25-18) Edilcem-B&B-Avagnina Savigliano: Allasia, Bono, Bosio, Brunetti, Fiorito, Fissore, Galletto, Galvagno, Pallonetto, Rabbia, Sito. Lib.: Casale, Cammardella. All.: Bianco Luca, Lucullo Maurizio. Dir.: Galvagno Giovanni. Con una brutta prestazione, la Edilcem-B&B-Avagnina incassa la seconda sconfitta stagionale contro una squadra sicuramente alla portata. Le ragazze hanno disputato una gara senza nerbo, immobili e poco reattive in difesa, troppo fallose in attacco. Un Vbc a due velocità, che nel secondo set ha dimostrato tutto il proprio potenziale, travolgendo le avversarie, mentre negli altri parziali ha subito il gioco delle pinerolesi. Ancora ferma capitan Brunetti, si parte con Bono in palleggio, Galletto opposto, Galvagno e Pallonetto bande, Sito e Allasia centrali, Casale libero. L’inizio nel primo set è incoraggiante (3-1), ma si rivela un fuoco di paglia perché ben presto le locali prendono il sopravvento e si impongono facil-

mente. Nel secondo set le saviglianesi cambiano passo e impongono il loro gioco, difendendo bene e mettendo in funzione l’attacco sin dall’inizio. Nel terzo parziale si rivedono i fantasmi del primo: grande confusione in ricezione e difesa e poca incisività in attacco. Le torinesi si portano così sul 2-1 senza troppa difficoltà. Spronate dai mister le giocatrici dell’Edilcem-B&B-Avagnina tentano di rientrare in partita, ma la serataccia continua: Pinerolo allunga (9-3), le ospiti hanno una reazione e recuperano fino a -2 (8-10), ma una pausa permette alle locali di fuggire nuovamente (15-11). Ancora una volta le saviglianesi rimontano e sfiorano il pareggio, ma a questo punto cedono vistosamente lasciando via libera alla squadra di casa che ringrazia per il gentile regalo e chiude set e partita. Prossimo incontro, sabato 17 novembre, nel palazzetto di via Giolitti contro l’imbattuta capoclassifica, la valdostana Cogne: sicuramente un’occasione di pronto riscatto per le ragazze Vbc. Servirà il pubblico delle grandi occasioni.

no un bel peso specifico in ottica classifica.

ma soprattutto a guardando oltre.

UNDER 16 BUSCA 3 VBC SAVIGLIANO 0 (25-13; 25-22; 25-21) Troppo brutta la Vbc per essere vera: non basta l'assenza di Ile a giustificazione della scialba prestazione. Un passaggio a vuoto che induce a fare un mea-culpa

UNDER 14 MONDOVÌ 3 VBC SAVIGLIANO 0 (25-13; 25-22; 25-21) Troppo forte il Mondovì per la giovane compagine saviglianese che però vende cara la pelle e nel secondo set addirittura si porta in vantaggio per 14-6.

Serie C maschile – Girone B Risultati della 5ª giornata Ciriè-Caraglio 3-0;Valsusa-Novara 1-3; Romagnano-Villanova 3-2; Savigliano-Marene 0-3; Cus Torino-San Paolo n.p.. Riposava: Busca. Classifica: Marene 14; Novara* 12; Busca* 11; Ciriè 10; San Paolo* 8; Valsusa* 5; Gerbaudo Savigliano* 4; Villanova 3; Cus Torino** e Romagnano 2; Caraglio 1. (*) una partita in meno. Prossimo turno (sabato 17 novembre) Caraglio-Cus Torino; Novara-Ciriè; Marene-Busca; Villanova-Savigliano; San Paolo-Valsusa. Riposa: Romagnano.

UNDER 16 MOROZZO 0 RACCONIGI 3 (16-25; 14-25; 10-25) R.S.Volley Racconigi: Brandino, Esposito, Caula, Reviglio, Candelo, Sicca, Ainaudi, Missenti. Lib.: Sanmartino. All.: Roberta Saimandi. Le giovani di coach Saimandi vincono ancora. Una partita abbastanza semplice per Caula e compagne, anche se spesso si sono complicate la vita.Tre punti importanti in vista della classifica finale che permetterà solo alle prime due di passare alla seconda fase. UNDER 14 L’ALBA VOLLEY RACCONIGI

3 0

Luisa Botta

Giulia Esposito (25-4; 25-2; 25-5) R.S. Volley Racconigi: Antonielli, Boglione, Cavallo, Cavaglià, Panero, Botta. All.: Roberta Saimandi. Niente da fare contro una squadra le cui giocatrici militano nel campionato di serie D. Battute imprendibili, attacchi nei 4 metri, un altro pianeta. UNDER 13 SALUZZO 0 RACCONIGI 3 (18-25; 14-25; 12-25) R.S. Volley Racconigi: Antonielli, Boglione, Botta, De Costanzi, Cavallo, Pagliaro, Gai, Pirra. All.: Roberta Saimandi. Prima partita di campionato e prima vittoria. L’esperienza maturata nei match disputati nell’under 14 ha giovato alle ragazze del 2000 e 2001 che hanno mostrato molta determinazione ed entusiasmo su tutti i palloni. Da segnalare l’ingresso in campo di Giulia Gai e Elisa Pirra (2003), del gruppo under 11.

Serie D femminile – Girone B Risultati della 5ª giornata Barge-Chatillon 3-0; Dogliani-Edilcotto Racconigi 0-3; Pinerolo-Vbc Savigliano 3-1; Pont Saint Martin-Dravelli 3-0; Cambiano-Santena 0-3; Lilliput Settimo-La Folgore n.p.; Cogne-Montaldo Dora 3-1. Classifica Cogne 14; Edilcotto Racconigi 13; Montaldo Dora 12; Santena e Barge 11;Vbc Savigliano 9; Pont Saint Martin e Pinerolo 7; La Folgore* e Dogliani 6; Cambiano 3; Dravelli 2; Chatillon 1; Lilliput* 0. (*) una partita in meno. Prossimo turno (sabato 17 novembre) Barge-Dogliani; Edilcotto Racconigi-Pinerolo; Dravelli-Cambiano; La Folgore-Pont Saint Martin; Chatillon-Montaldo Dora; SantenaLilliput Settimo;Vbc Savigliano-Cogne.


sport

mercoledì 14 novembre 2012

BASKET SERIE C NAZ. I biancorossi di Alfero battono il Saronno

Divisione Nazionale C – Girone A

Una vittoria che dà morale SAVIGLIANO 77 SARONNO 72 (24-17; 12-18; 20-16; 21-21)

rimontano sino al -7 di fine quarto. Nel secondo quarto Saronno rientra in gara con 7 punti consecutivi (-3). Nasari e Marcello replicano ma i varesini si dimostrano coriacei e impattano al 7’ sul 33-33. Alla sirena è un libero di Marcello che dà un punticino di vantaggio alla Tecnopol-K2Net. Nel secondo tempo Saronno comincia più aggressiva (compresa la panchina, punita con fallo tecnico) ma anche più fallosa: è Marcello il più bersagliato ma è una scelta errata perché, a cronometro fermo, il n. 15 biancorosso è implacabile (6 su 6, alla fine saranno 12 su 13). Nicolucci a volte forza un po’ troppo le conclusioni e Saronno ne approfitta con ripartenze letali. È il capitano, pur con una caviglia malconcia, a riprendere il timone e con Marcello a portare i suoi all’ultimo inter-

Tecnopol K2Net Savigliano: Marcello 39, Nasari 15, Beccaria 11, Boella 5, Nicolucci 4, Grezda 2, Mondino 1, Giacone, Garello n.e., Sena n.e. All.; A. Alfero, M. Siragusa. Le pantere di coach Alfero ottengono la prima vittoria stagionale, al Palaferrua, a spese del Saronno. Eroe della serata Massimiliano Marcello, autore di oltre la metà dei punti biancorossi (39), che finisce con un 43 di valutazione da incorniciare. Nel contempo la sconfitta di Biella sul campo della Named Crocetta permette ai biancorossi di lasciare ai lanieri il fondo della classifica. Le pantere partono con Nicolucci, Nasari, Boella, Marcello e Beccaria contro una squadra media-

Massimiliano Marcello

mente giovane che sinora ha ben figurato, vincendo contro Biella, Bra e Crocetta. Subito una tripla di Nasari e un bello scarico di Boella per Beccaria ed al 6’ sono a +17. Sembra il preludio ad una passeggiata. Naturalmente non è così: gli ospiti si fanno più attenti in difesa e più precisi in attacco e

vallo sul +5. Nell’ultimo quarto una inevitabile stanchezza sembra bloccare un po’ le gambe dei biancorossi più utilizzati: Alfero prova a farli rifiatare gettando nella mischia Giacone e Grezda, anche per non rischiare con Boella e Beccaria a 4 falli. La tattica si dimostra vincente: Saronno ha solo l’illusione dell’unico vantaggio al 6’ (62-64) poi, dopo il pareggio di Beccaria ed una meritata tripla di “Pulici”, neanche il ricorso al fallo sistematico evita ai lombardi la seconda sconfitta della stagione. Alla sirena una comprensibile euforia contagia atleti e pubblico: finalmente il tabù della vittoria è stato sfatato e questi due punti non possono che costituire un’iniezione di fiducia per tutti. Sabato prossimo, 17 novembre (ore 21) i biancorossi di Alfero vanno a Biella.

BASKET SERIE D La squadra di Enrico Testa subisce il primo stop stagionale

Le baby-pantere cadono a Torino ALFIERI TORINO SAVIGLIANO

73 63

Futurcop Savigliano: Mondino A. 21, Icardi 14,Testa 9, Mondino P. 8, Sena 7, Eandi 2, Grezda 2, Osella, Gili, Tomatis. All.: Enrico Testa. Si interrompe a Torino contro una delle migliori squadre del girone la serie di vittorie (5) dei saviglianesi.

La partita inizia con le baby-pantere che subiscono nel primo quarto la precisione al tiro degli avversari e si ritrovano ben presto a inseguire. Dopo il primo time-out la squadra si organizza e riesce a riaprire parzialmente l’incontro grazie agli 11 punti di Mondino A. alla fine del primo periodo (20-15 il parziale per Torino).

Anche nei secondi 10’ Alfieri parte forte, ma Savigliano stringe in difesa e con buoni attacchi si riporta a -1 (35-34). Dopo l'intervallo lungo i biancorossi sembrano più convinti e passano in vantaggio. L'Alfieri sembra in difficoltà e scivola a -5 (4045). Nell'ultima frazione le squadre si equivalgono per qualche minuro, Longhi, Cussa. All.: D. Gentile.

MARENE VOLLEY PRIMA DIVISIONE MARENE 1 AREA 0172 BRA 3 (25-22; 18-25; 22-25; 13-25) Marene: Sabena, Mina, Baudino, Monge, Angaramo, Mana, Deninotti, Tortore, Sanfilippo, Bodrero, Sobrero, Zana, Racca. All.: Sanfilippo. Partita molto combattuta che ha visto le ragazze marenesi conquistare il primo set e poi perdere i due successivi, sempre lottando alla pari. Solo nel quarto e ultimo parziale le locali hanno gettato la spugna. UNDER 16 SAN TARCISIO 0 MARENE 3 Le marenesi debuttano in campionato con grinta e voglia di vincere ed espugnano il campo di Cuneo. UNDER 14 MARENE 2 Pgs EL GALL 1 (18-25; 25-22; 15-12) Marene: Racca V., Blasi, Bosio S., Gamba, Marengo, Cavallotti, Bertaina, Bosio E., Safi, Filippone, Racca A. All.: Sanfilippo, Racca. Le ragazze, guidate dalla vice-allenatrice Laura Racca, hanno disputato una buona partita dimostrando di essere un gruppo unito e con carattere: pur perdendo il primo set hanno saputo reagire vincendo il secondo ed il terzo. Complimenti a Laura, da parte di tutta la società, per l’esordio positivo e per l’impegno e l’aiuto prezioso che fornisce in settimana all’allenatrice.

PRIMA DIVISIONE MONDOVÌ SAVINVOLLEY (14-25; 22-25; 18-25)

0 3

SavInVolley: Quaglia, Mana, Famulari, Picco, Giu. Mondino, Gia. Mondino, Somà, Gerbaldo, Rinaudo, Brizio. Lib.: Spalla, Famulari. All.: M. Bergese. Seconda vittoria per la Prima Divisione di Bergese sul campo di Carrù contro la giovanissima squadra del Mondovì (le atlete sono tutte del ‘98). Le biancorosse, dopo un primo set tecnicamente quasi perfetto, si rilassano ma riescono a vincere anche i due parziali successivi. OPEN FEMMINILE CSI SAN TARCISIO SAVINVOLLEY

3 0

SavInVolley MetaSoftLab: Saglietto, Colombero, Peirano, Spalla, Bertola, Brero, Barbuto, Morelli. Lib.: Ramonda. All.: A. Mollo. Nonostante la sconfitta nel primo incontro di campionato la squadra ha offerto spunti positivi per una formazione nata da poco, formata da alcune giocatrici esperte ed altre meno. JUNIORES CSI SAVINVOLLEY 2 BORGO S. DALMAZZO 1 (25-23; 17-25; 26-24) SavInVolley MetaSoftLab: Monterosso, Borgognone, Lepuri, Gjergji, Colombano, Pane-

Bella vittoria nella prima partita di campionato. Il primo set è giocato punto su punto con grinta e determinazione.Il secondo, causa qualche errore di troppo, viene vinto dalle avversarie. Il terzo e decisivo comincia male ma nel finale le saviglianesi rimontano e chiudono la partita con tanta grinta. ALLIEVE CSI SAVINVOLLEY AUXILIUM CUNEO (17-25; 25-14; 25-22)

2 1

SavInVolley Five Stars Solutions : Barberis, S. Biglione, C. Biglione, Vottero, Caputo, Crosetto, El Khazzari, Cussa, Mondino, Giraudo, Rivarossa. All.: L. Bainotti. Dir.: E. Bainotti. Bella vittoria della Five Stars Solutions nella partita di esordio del campionato Allieve Csi contro la sempre ostica formazione dell’Auxilium Cuneo. Dopo il primo set giocato sottotono le formiche biancorosse sfoderano un bel secondo parziale. Ma è nella terza frazione che le saviglianesi stupiscono: sempre sotto nel risultato (6-11 e 1319 i massimi vantaggi per le cuneesi), con una grande prova di squadra ed un finale perfetto fanno loro set e partita nonostante un fallo di formazione sul 20-21. Poi 5 punti di fila che annichiliscono le avversarie. UNDER 16 FIPAV SAVINVOLLEY 0 L’ALBA VOLLEY JUNIOR 3 (6-25; 6-25; 6-253) SavInVolley Ge.Cos.: Peletti, Pucillo, Tifni, Lo Fiego, Scarati, Famulari, Allocco, Grande, Quaglia, Alberto, Ponzi. Lib.: Bertinotti, Gentile. All.: Saimandi. È di un’altra dimensione la for-

Risultati della 5ª giornata Spezia-Oleggio 66-75; Crocetta-Biella 74-56; Sestri Levante-Pavia 55-85; Savigliano-Saronno 77-72; Gazzada Schianno-Desio 61-53; Abet Bra-Mortara 57-66; Alessandria-Domodossola 88-74. Classifica Mortara 10; Crocetta e Alessandria 8; Pavia, Domodossola, Oleggio, Saronno e Gazzada Schianno 6; Desio e Sestri Levante 4; La Spezia, Abet Bra e Savigliano 2; Biella 0. Prossimo turno (sabato 17 / domenica 18 novembre) Biella-Savigliano; Saronno-Sestri Levante; Mortara-Gazzada Schianno; Oleggio-Alessandria; Abet Bra-Crocetta; Domodossola-Desio; Pavia-La Spezia.

Serie D regionale – Girone A Risultati della 8ª giornata Alfieri-Savigliano 73-63; Pinerolo-Atlavir Rivalta 77-71; KappaDueTorino Basket 86-72; Fenice-Giaveno 52-73; Torino Teen BasketReba 55-76; Gators-Agnelli in programma mercoledì 14/11 (ore 21); Tam Tam-Ginnastica 59-72. Classifica Savigliano e Giaveno 12; Torino Basket, Pinerolo e Rivalta 10; Alfieri 8; Reba*, KappaDue e Ginnastica 6; Tam Tam, Agnelli**, Torino Teen Basket 4; Fenice e Gators Cavallermaggiore* 2. (*) una partita in meno Prossimo turno Torino Basket-Pinerolo; Atlavir Rivalta-Alfieri; Savigliano-Tam Tam Torino; Ginnastica-Gators; Agnelli-Torino Teen Basket; Reba-Fenice; Giaveno-KappaDue.

Amatori – Giovanili

to, poi Torino, con tre bombe consecutive ed un parziale di 9-2, sposta l'inerzia della partita a proprio favore, anche se il divario finale di 10 punti appare eccessivo, vista la buona prestazione dei ragazzi griffati Futurcop. Prossima partita domenica 18 novembre in casa contro i torinesi del Tam Tam. tissima compagine ospitata al Palazzetto, composta da un blocco omogeneo e ben piazzato su ogni palla, con un centrale di primissimo livello, cardine in tutte le soluzioni di gioco. UNDER 14 CSI SAN TARCISIO SAVINVOLLEY (24-26; 20-25; 22-25)

27

0 3

SavInVolley Panetteria Calandri: Giraudo, Rivarossa, Lovera, Masento, Droussi, Racca, Aimar, Bosio, Areddu. All.: M. Saimandi. Un bel 3-0 nella partita d’esordio a Cuneo, dove tutte le ragazze hanno giocato bene. Solo qualche sporadico momento di buio, un po’ più accentuato nel primo set.

ancora il vantaggio e portando a casa il risultato. Obiettivi di inizio partita non centrati. Si sono viste anche cose positive, ma non si costruisce nulla senza "fondamenta": bisogna creare il gruppo prima di cominciare a parlare di basket e di tecnica. Alessandro Cugno UNDER 19 REG. ABET BRA 73 SAVIGLIANO 53 (26-11; 12-15; 15-11; 20-16) Colombano Savigliano: Caputo, Salvador, Cugno, Bosio M., Testa, Gili, Plaia, Sorasio, Caula, Bosio F., Bodrero. All.: Frandino. In casa dei cugini di Bra la partita comincia subito in salita con i biancorossi spenti che soccombono con un netto 26-11 nel primo parziale. Reazione ospite nel secondo periodo: le pantere mettono in campo maggiore intensità sia in attacco che in difesa vincendo il parziale 15-12. Grande equilibrio dopo l’intervallo lungo: si vedono cose buone e non, i padroni di casa però mantengono sempre il controllo della partita, incrementando

UNDER 15 ECC. ARONA 65 SAVIGLIANO 58 (15-10; 26-9; 11-14; 13-26) Givo & F. Savigliano: Bacci, Bergui, Bertolini, Brero, Donalisio, Ferrero, Frangaj, Ghiazza, Giordano, Givo, Quercio, Zorgniotti. All.: A. Alfero, M. Siragusa. Savigliano gioca una delle migliori gare della stagione e con un po’ più di convinzione e meno errori in solitaria da sotto avrebbe potuto fare il colpaccio. Dopo un primo quarto di sostanziale equilibrio i biancoverdi piazzano un parziale che sembra chiudere la gara, ma nel terzo periodo l’inerzia si inverte e Savigliano mette aggressività in difesa sorprendendo i lacuali, recuperando 16 punti e dando un brivido alla squadra candidata alla vittoria finale.

OPEN MISTA FIATI PESANTI SAVINVOLLEY (12-25; 14-25; 14-25)

0 3

SavInVolley Bar Tre Scalin: Valeria Quaglia, Chiara Colombero, Paola Brizio, Stefania Sito (capitano), G. L. Quaglia, A. Delpiano, C. Granzotto, F. Tesio, P. Giordano, L. Orusa. Libero: Arianna Perona. All. P. Giordano. Una prova di maturità, al debutto, in trasferta, per la SavInVolley guidata in panchina dal nuovo allenatore Paolo Giordano, soddisfatto della prova dei suoi ragazzi. Contro i Fiati Pesanti Birra Balladin, una formazione tecnicamente inferiore, i biancorossi non perdono mai la concentrazione e si impongono in meno di un'ora di gioco, grazie ad una battuta efficace ed un attacco sempre incisivo. Da sottolineare la bella prova del libero Perona e di capitan Sito: un auspicio per il proseguo del campionato, che offrirà sicuramente partite più impegnative.

Gators – Giovanili UNDER 13 REG. GATORS SAVIGLIANO (7-25; 7-20; 4-13; 11-19)

29 77

ABC Servizi Gators: Chiavassa 14, Camisassa 6, Berbotto 3, Burdese 2, Lifandali 2, Pavan 2, Kodrinaj 0, Levrone 0, Racca 0, Gallo 0, Rocca 0, Lino 0. All.: Scotta, Nasari. Savigliano: Bonamico 17, Di Salvio 14, Pomarè 12, Aimo 8, Giordano 8, Baravalle 4, Miretti 4, Toma 3, Bergese F. 2, Bergese S. 2, Barbero 2, Pedron 1. All.: Siragusa. Nella seconda di campionato i piccoli alligatori partono forte, segnando i primi due punti con Lifandali e tenendo testa nei primi minuti ai saviglianesi. Poi gli ospiti prendono in mano la partita, segnando numerosi canestri in contropiede e prevalendo a rimbalzo. Il divario diventa co-

Mattia Chiavassa spicuo, ma negli ultimi due quarti i Gators riescono a migliorare: Kodrinaj strappa preziosi rimbalzi, ben supportato da Levrone, Burdese e Lino che si batte con la giusta grinta, Gallo lotta, Berbotto segna in contropiede ed è preciso ai tiri liberi. Nell'ultimo quarto, gli alligatori riescono a giocare quasi alla pari con gli avversari, segnando dei bei canestri in contropiede con Chiavassa e Pavan e battendosi in difesa. Una sconfitta pesante, ma un mattoncino in più nel bagaglio d'esperienza.


28

sport

mercoledì 14 novembre 2012

Il punto sulla Promozione Nonostante l’inclemenza meteorologica, nessun incontro rinviato. Terreni pesanti ma si va avanti. Dopo due sconfitte consecutive ritorna alle buone abitudini la capolista Boves M.D.G. che si sbarazza del SusaBruzolo con un sonante tris. Ahanotu (rigore), Sidoli e I. Pepino i marcatori. Torna a volare anche il Fossano che liquida la pratica Grugliasco senza eccessivi patemi e tallona i primi della classe. Solo un punto separa le due compagini. I goal di Tosto, Brizio e A. Ballario mettono sotto chiave il risultato. Dopo sei vittorie consecutive cade a sorpresa il Villafranca per mano del Piacenza. Ospiti in vantaggio con Navarra, pareggia il conto Floris su rigore. All’extra-time decide il goal di Chiapino. Continua la marcia della Virtus Mondovì targata Michele Magliano. I monregalesi vincono in esterna contro il Don Bosco Nichelino.Viglione e Blua firmano l’ambo. Una rete di Pirinei stende un opaco Revello nella sfida con il Bassa Valle Susa. In precedenza avevano realizzato Gentile per i valsusini ed E. Ballario per i portabandiera della Valle Po. Saponaro è super e l’Alpignano rifila un sonante poker al Carmagnola. Di Renna e Canturi le altre marcature. Pedona in festa a Pancalieri: Cravero, Ricca e Dalmasso firmano il tris. In settimana, nel recupero, il Revello aveva espugnato per 2-1 il campo della capolista Boves. Doppietta di E. Ballario e rete di Ahanotu.

Promozione – Girone C Risultati della 11ª giornata Alpignano-Csf Carmagnola 4-1; Boves-SusaBruzolo 3-0; Bassa Valle Susa-Revello 2-1; Castagnole Pancalieri-Pedona 1-3; Don Bosco Nichelino-Virtus Mondovì 0-2; Fossano-Grugliasco 3-0; PiscineseRiva-F.C. Savigliano 1-2; Villafranca-Pianezza 1-2. Classifica Boves M.D.G. punti 25; Fossano 24; Pianezza 20;Villafranca 19; PiscineseRiva 18; Grugliasco e Revello 17; Alpignano e Pedona 16; Virtus Mondovì 14; Don Bosco Nichelino, Csf Carmagnola e F.C. Savigliano 12; Castagnole Pancalieri e SusaBruzolo 10; Bassa Val Susa 7. Prossimo turno (domenica 18 novembre, ore 14,30) Grugliasco-Boves; F.C. Savigliano-Bassa Valle Susa; Fossano-Alpignano; Pedona-Don Bosco Nichelino; Pianezza-Castagnole Pancalieri; Revello-Villafranca; SusaBruzolo-PiscineseRiva; Virtus Mondovì-Csf Carmagnola. Classifica marcatori Floris (Villafranca) 12; Sellam (Fossano) 11; Ballario A. (Fossano) 9; Aloisi (Pianezza) 7; Saponaro (Alpignano) 6; Saracino (F.C. Savigliano), Collino (Villafranca), Messineo (Castagnole) e Pepino (Boves) 5.

Cavallermaggiore non hanno fatto mancare il loro impegno.

Carlo Ubertalli ESORDIENTI 2000 SPORTING 2 OLMO 3 (0-2; 0-0; 1-1) Sporting: Actis, Prisco, Ubertalli, Pecollo,Trentanelli, Oggero, Raso, Sartoris, Pampiglione, Bonino, Bini, Mattio, Pina Sousa, Racca. All.: Fissore O. Sconfitta interna per lo Sporting contro l’Olmo in una gara disputata sotto la pioggia. Un campo al limite della praticabilità ha portato le due squadre a giocare con grosse difficoltà, mettendo la partita sul piano fisico visto che le condizioni del terreno non permettevano di essere tecnici. Tutto questo ha favorito gli ospiti, che si sono adattati meglio. Lo Sporting non ha demeritato, anzi ha giocato con grinta tenendo testa agli avversari ma ha dovuto soccombere. Da segnalare le ottime parate di Actis, uno dei migliori portieri fin qui visti, e l’ottima prestazione di Ubertalli, giocatore tuttofare. Un elogio particolare ai ragazzi “aggregati” del 2001 che

ESORDIENTI 2001 SPORTING 1 BRA 2 (0-2; 0-3; 2-1) Sporting: Ajet Bregu, Soldano, Mattio, Prisco, Arjon Bregu, Xhafa, Bonino, Pegoraro, Racca, Sartoris, Panella, Tomatis, Alessandria, Paulet. All.: G.P. Fissore. Dir.: Marco Li Calsi. Reti: Sartoris, Bonino. Nel match infrasettimanale di recupero contro il Bra, i ragazzi allenati da Gianpiero Fissore se la giocano con la prima della classe. Nei primi due tempi, i cavallermaggioresi non riescono ad arginare gli avversari e subiscono un netto passivo. Gli azzurri, però, non si lasciano scoraggiare e, proprio quando la partita sembra chiusa, giocando con grinta anche l’ultimo tempo, riescono ad aggiudicarselo con le realizzazioni di Bonino e Sartoris ed una buona prestazione del collettivo.

Amedeo Sartoris

CALCIO Ligotti protagonista in una ripresa piena di emozioni

F.C. Savigliano: pazza rimonta 87’. L’azione parte da un intraprendente Perziano che vede smarcato Ligotti. Il bomber di giornata lascia sul posto un paio di avversari con ubriacanti dribbling e, con un preciso tiro a giro sul secondo palo, fa secco l’estremo pinerolese. All’ultimo respiro, ecco il goal, quel goal! Lo stadio trabocca, il campo è fin troppo piccolo pure per Pengue, tutti corrono dappertutto.

PISCINESERIVA 1 F.C. SAVIGLIANO 2 F.C. Savigliano: Milanesio, Morra, Chiarelli, Chiambretto, A. Bortolas, Barison, Fissore (Cullari), Pagliero, Saracino (Perziano), Ligotti, Lenza (Rossi). A disp.: Montecchiani, Gattino, Bolaboto, Pantaleoni. All.: Nino Pengue. Arbitro: sig. Plos di Nichelino. Reti: 66’ Martucci; 76’ e 87’ Ligotti. F.C. Savigliano da pazzi: paradiso, inferno e ritorno. Domenica di sofferenza e di passione, che racconta di un undici di Pengue che non muore mai, bravo a non perdere la rotta quando arriva inatteso il goal di Devis Martucci. Una squadra esagerata nel bene e nel male quella rossoblù, che alla fine ringrazia le prodezze di super-Andrea Ligotti. Goal, goal, goal! Goal e ancora goal! Goal, al fondo di tutto. Goal a tre minuti dalla fine o giù di lì. Goal per giustizia sacrosanta. Goal, ebbene sì, quando sembrava sigillato un pareggio che suonava come un regalo alla PiscineseRiva.

Il bomber Andrea Ligotti, eroe di giornata contro la PiscineseRiva

RIPRESA Si inizia subito con una palla-goal sulla testa di Saracino, ma stavolta il buon Gabriele non è nella giornata giusta e la conclusione è da dimenticare. I padroni di casa cambiano l’assetto offensivo ed il neo-entrato Martucci va subito in goal. L’exsaviglianese è bravo a destreggiarsi in area e, favorito da un rimpallo, trafigge l’incolpevole Milanesio con una splendida rete in rovesciata. 1-0. La reazione degli ospiti è rabbiosa. Il pari arriva al 26’: discesa sulla sinistra di Lenza e conclusivo cross al centro per Ligotti che incorna di giustezza sul secondo palo. Niente da fare per Urbano. 11. L’Effeci non molla e viene premiato nel finale.

DOPOGARA Come la trama di un thriller mozzafiato il più imprevedibile dei finali regala tre punti d’oro all’F.C. Savigliano. A fil di sirena i rossoblù si vestono da grandi, con il guizzo del loro bomber. È lui l’eroe di giornata. Si respira aria di festa nel clan saviglianese e non potrebbe essere altrimenti vista l’incredibile vittoria. A parlare per primo è l’allenatore Nino Pengue, che analizza così il match: «Avevamo previsto una partita difficile e così è stato. Anche il campo allagato non ha agevolato di certo gli atleti. Avevamo di fronte una compagine agguerrita che sa gestire molto bene sia la difesa che l’attacco. È andata bene ma l’unica cosa che non mi è piaciuta è stato l’atteggiamento negativo e pauroso dei miei giocatori nella prima frazione di gara. Nella ripresa siamo entrati in campo più concentrati e determinati ed i risultati si sono visti». Sull’altro versante poca voglia di parlare. Il trainer De Vincenzo non ci fa mancare però il suo pensiero: «Gara pesantemente condizionata da un terreno di gioco impraticabile. Noi non volevamo giocare ma il direttore di gara non era del nostro avviso. Più giusto il pari, anche se gli avversari non hanno rubato nulla».

CRONACA L’F.C. Savigliano fa il colpo dopo una gara sulle montagne russe. La forza della disperazione, la capacità di crederci fino in fondo: così si riassume il sofferto risultato finale. Se l’Effeci cercava a Piscina una performance che potesse confermare la sua forza reale, il collettivo allenato da Pengue può lasciare l’impianto di via Buriasco estremamente soddisfatto. L’1-2 rifilato ai biancorossi pinerolesi porta infatti in dote, oltre ai tre punti in classifica, una serie di importanti spunti di riflessione. I rossoblù colgono la loro seconda vittoria consecutiva e trovano la tanto ricercata continuità di risultati. L’aver subito un solo goal e ri-

schiato pochissimo è inoltre sintomo di ritrovata solidità difensiva che viene accompagnata dalla caparbietà di far fronte ad una situazione di emergenza: ancora out Pizzano ed E. Bortolas, più gli squalificati Di Vanno e Cavallero. Accade tutto nel secondo tempo perché nel primo il gioco, oltre ad essere molto frammentato, non ha evidenziato quella incisività e convinzione che servono per poter animare una partita. Anche il terreno di gioco ci mette del suo: inzuppatissimo ed al limite della praticabilità. Primi 45’ da sbadigli e da archiviare con poco su cui poter discutere, se si fa eccezione di una bella parata di Milanesio su tiro di Nalin e due opportunità degli ospiti con Fissore e Chiarelli.

CALCIO A 5 SERIE

C1 I saviglianesi salgono al terzo posto in classifica

PROSSIMO TURNO Domenica all’O. Morino arriva il Bassa Valle Susa. Match da prendere con le molle e da non sottovalutare.

Futsal spettacolosa: 9 goal all’Happy Time FUTSAL G3 HAPPY TIME

9 4

Mitutela Futsal Savigliano: Valiani, Aragno, Tavella, Daniele, Gerbaudo, Di Fiore,Ternavasio G., Pettavino, Ferrante,Ternavasio E., Borgognone, Leo. All.: Rocca, Gandolfo. Dir: P. Paciello. Reti: 2 Leo, Pettavino, Ferrante, Gerbaudo, Ternavasio E, Ternavasio E, Daniele . Dopo la pausa di una settimana, ricomincia l’appuntamento con il calcio a 5 saviglianese. Il Palagiolitti ospita la sfida tra il Futsal Savigliano e il G3 Happy Time di Novara, squadra neopromossa. Dopo la sconfitta infrasettimanale contro l’Astense nella gara di Coppa Italia, Rocca e Gandolfo non possono sbagliare e a tale fine schierano nella formazione titolare Valiani fra i pali, Leo come centrale difensivo,Ternavasio E. e Pettavino ai lati e Gerbaudo ad agire da Pivot. Dopo soli 3’ di gara è Leo il responsabile della rete dell’1-0: attende fuori area la palla che giunge dalla rimessa laterale e non sbaglia il tiro. Pochi minuti dopo Leo e Gerbaudo sono davanti alla porta, Leo colpisce con il suo tiro il portiere, ma Gerbaudo non distoglie l’attenzione e segna il 2-0 sfruttan-

L’allenatore Carlo Rocca do il rimpallo. Pettavino è il protagonista del 3-0: Ternavasio E. tenta il tiro che viene respinto dal portiere, ma il capitano del Futsal coglie la ribattuta per ben 2 volte e infine centra la porta e l’obiettivo. Gli avversari non demordono e segnano conseguentemente i goal del 3-1 su contropiede e del 3-2 su calcio d’angolo. I saviglianesi, riconquistata l’attenzione, rimettono il risultato in condizione di sicurezza, prima con Leo che buca la rete con un tiro potente da fuori area su palla giunta dalla rimessa laterale, e poi con Ferrante, in seguito ad azione di collaborazione dei fratelli Ternavasio: Enrico allarga ver-

so Gianluca che scarica su Ferrante giunto in aiuto dalle retrovie che non sbaglia il goal. 5-2. Gli arbitri mandano le due squadre negli spogliatoi e, nella ripresa, il gioco è piuttosto piatto e bisogna attendere 13’ prima che Ternavasio G. smuova il risultato e segni il goal del 6-2 mettendo il piede su una palla in movimento lanciata in area da Ternavasio E. Quello del 7-2 è un fortuito autogoal: Ferrante mette in area nel tentativo di trovare i piedi di Ternavasio E., ma colpisce il fianco di un avversario e la palla finisce in rete. I novaresi tentano la rimonta ini-

ziando a giocare con il portiere in movimento e nuovamente il Futsal subisce 2 reti consecutive, ma la grinta non manca ai padroni di casa che chiudono la partita con ulteriori 2 reti a carico di Ternavasio E. da fuoriarea e di Daniele su assist di Ternavasio E. Il match termina quindi 9-4 ed i propositi sono rispettati. Ora è necessario mantenere la concentrazione, perché la prossima settimana il Futsal incontrerà la capolista Astense in campo avversario. Un impegno decisamente non facile: il gioco rapido e preciso degli astigiani in Coppa ha stupito giocatori e spettatori.

Calcio a 5: serie C1 Risultati della 7ª giornata Don Bosco Caselle-Libertas Astense 3-4; Fenalc-I Bassotti 1-3; Alessandria-Vaccheria 4-8; Futsal Savigliano-G3 Happy Time 9-4; Emmeffe-Sportiamo 2-1; Sporting Rosta-Top Five 2-5. Classifica Libertas Astense 18; I Bassotti 19; Futsal Savigliano e Fenalc 14;Top Five 13; Don Bosco Caselle,Vaccheria e Emmeffe 11; Sporting Rosta 8; Alessandria 3; Sportiamo e G3 Happy Time 0. Prossimo turno (sabato 17 novembre, ore 15) G3 Happy Time-Alessandria; I Bassotti-Sportiamo; Top Five-Don Bosco Caselle; Libertas Astense-Futsal Savigliano;Vaccheria-Fenalc; Sporting Rosta-Emmeffe.


sport

mercoledì 14 novembre 2012

CALCIO Rossoblù irriconoscibili si arrendono senza lottare

Maghi: così proprio non va SAVIGLIANESE 0 SOMMARIVA PERNO 3 Saviglianese: Poccetti, Sobrero, Camisassa (Miretti),Vanacore,Vianello, Lisa, L. Ferrero (Ficco), Mondino, Celeghini, Garagliano, Polarolo (Lupinacci). A disp.: Serra, Cussa, Dubois, Bosio. All.: “Dada” Zavattero. Arbitro: sig, Ricucci di Pinerolo. Reti: 10’ Mhillaj, 16’ e 90’ Dario Ferrero. Espulsi: 65’ Ficco (fallo di reazione), 77’ Mondino (fallo di reazione). La prima sconfitta stagionale è figlia di una prova davvero incolore, con una squadra per lunghi tratti inconsistente, abulica e senza mordente. Si ferma dunque contro il Sommariva Perno la striscia positiva della Saviglianese. Maghi in libera uscita. Un permesso pagato a caro prezzo. I roerini sono riusciti a portarsi a casa l’intera posta in palio lasciando i padroni di casa a recriminare sull’occasione persa. I rossoblù si sono presentati all’appuntamento con la convinzione che la vittoria sarebbe arrivata in carrozza, senza fare i conti con i ragazzi terribili di Rigoni che hanno corso e lottato molto di più degli avversari. Giunti al bivio i Maghi imboccano la strada sbagliata. Prestazione indecorosa. Più che una sconfitta sembra una resa. La Saviglianese finisce in nove, perde 3-0, esce dal campo con il morale a pezzi e una

Mondino, Ficco e Vianello: rossoblù a braccia alzate in segno di resa? classifica che dista ora 4 punti dalla vetta. Dario Ferrero, come capitan Uncino: la sua compagine come un gruppo di pirati spietati. Tre goal, tre punti, bersaglio centrato ed arrivederci. L’approccio è la chiave di questo derby: aggressivo quello degli ospiti, molle quello dei locali. Il Sommariva Perno aggredisce subito gli avversari ed al primo affondo è già in vantaggio. 10’. Discesa incontrastata di Cardellino (tra i migliori in campo) sulla destra e cross sottoporta. Si avventa l’albanese Mhillaj (classe ’93) che infila indisturbato. 0-1. I rossoblù barcollano paurosamente e vengono nuovamente puniti. 16’. Grosso dalla bandierina sco-

della al centro. Batti e ribatti in area con rotondetta che arriva sui piedi di capitan Ferrero che, con un preciso rasoterra, infila a fil di palo alla destra di Poccetti. Sullo 0-2 mister Zavattero corre ai ripari ma, nonostante ciò, correggere la rotta sembra ormai un’impresa titanica. Nel finale di tempo Celeghini di testa ci prova ma la sua incornata è alta sulla traversa. Nella ripresa anche Garagliano ci prova, prima con un tiro centrale deviato da Comino con i pugni in angolo, e poi su una punizione dal limite senza fortuna. L’incerto direttore di gara si lascia sfuggire l’incontro di mano ed il match si fa via via più spigoloso. Gli

ospiti provocano ed i rossoblù ingenuamente abboccano. Ne fanno le spese per falli di reazione prima Ficco e poi Mondino. Con due giocatori in meno e sotto di due reti i rossoblù cercano di limitare i danni e la gara stancamente si trascina fino al 90’, quando Dario Ferrero da fuori area scaglia un missile che s’infila a fil d’incrocio e mette il sigillo finale. È avvelenato il dopo-match. La Saviglianese oltre alla gara perde anche la faccia. Scene da Far West. La sconfitta brucia enormemente. Non ci si riesce a spiegare cosa sia successo alla squadra: solo nervosismo e niente altro. Sull’altro versante gioia spropositata.Va bene: vincere contro un’exblasonata fa piacere, va bene metterci la cattiveria giusta, ma la provocazione e forse anche qualche cosa di più è esagerato e non è giustificabile. Domenica per la Saviglianese trasferta sui monti ad ossigenarsi. Si gioca a Robilante contro Valvermenagna.

Gregorio Allasia

SAVIGLIANESE 2 MADONNA dell’OLMO 1

Favole, Edo, Giletta, Hotaj, Lingua, Scalise,Tairaoui, Hajjari. All.: Gallè Paolo.

Saviglianese: Allasia, Abib, Bhairami, Boaglio,

I maghetti della leva 2003 disputano la partita casa-

Maghi: urge ripartire

linga contro il Madonna dell'Olmo, aggiudicandosi la vittoria di 2 tempi su 3 dopo aver giocato per tutto l’incontro con grande determinazione e im-

pegno. Il mister è soddisfatto per l’impegno dimostrato in campo. La menzione di merito questa settimana va a Gregorio Allasia.

CALCIO A 5 SERIE C2 I galletti di Cavallermaggiore a valanga nel secondo tempo

Time Warp gioca a tennis con il Gabetto TIME WARP GABETTO

6 2

Time Warp Cavallermaggiore: Pellegrino, Sabena, Seminara, Rodofili, Longo, Caramanno, Dominici, Deljia, Sichera, Ferrante, Nicotra, Zanetti. All.: Pontarolo Alessandro. Reti: Caramanno, Sabena, Sichera, Seminara, 2 autogoal. Una partita che decolla soltanto nel secondo tempo, nonostante il Time Warp prema sull’acceleratore fin dai primi minuti. Nella mente degli uomini di mister Alessandro Pontarolo, l’essere consapevoli di non poter fallire l’occasione per accorciare le distanze dalla vetta offusca la lucidità sottoporta e

serve la complicità degli avversari per ridare fiducia al Cavallermaggiore, in grado di dimostrare tutto il proprio potenziale solo dopo l’intervallo. Tre punti fondamentali quelli strappati al Gabetto, non solo per smuovere la classifica (quarti, a pari punti con lo Scarnafigi), ma anche per il morale della squadra. Nel primo quarto d’ora, i ritmi sono davvero rallentati. Il Time Warp s’adegua al Gabetto, che cerca d’addormentare la partita, cercando sporadiche incursioni in solitaria. In questa frazione, gli uomini del Cavallermaggiore non riescono ad incidere quanto vorrebbero: mancano le azioni offensive, che si spengono sul nascere ancor prima d’accendersi. Serve un’illuminazione di Sabena a sbloccare il risultato: da posizione

Un momento concitato della partita di lunedì tra Time Warp e Gabeetto

defilata, il giocatore del Cavallermaggiore lascia partire un tiro imparabile che si infila nell’angolino basso della porta (1-0). Il Time Warp non ha nemmeno il tempo di festeggiare, che il Gabetto riagguanta il risultato con una bella azione in velocità, che sorprende una colpevole difesa (1-1). A pochi minuti dallo scadere del primo tempo, i padroni di casa si riportano avanti: una verticalizzazione verso il pivot Sichera, che è abile a liberarsi del suo marcatore e gettare la palla in mezzo all’area: una fortunosa deviazione degli avversari spiazza l’estremo difensore e consente al Time Warp di andare a riposo in vantaggio (2-1). Il secondo tempo è a senso unico. Dopo pochi minuti, la formazione di Cavallermaggiore allunga le distanze prima con un altro autogol (su tiro di Deljia) e poi con Sichera (4-1). Il Gabetto non demorde: si gioca il tutto per tutto e, con il portiere il movimento, riesce a penetrare le maglie della difesa del Time Warp ancora una volta, riaccendendo le speranze di rimonta (4-2). Gli avversari continuano a rischiare, ma Seminara è abile a recuperare il pallone a centrocampo e, con un colpo di precisione da lunghissima distanza, ad insaccare con un

Prima categoria – Girone G Risultati della 11ª giornata Ama Brenta Ceva-Valvermenagna 2-4; Europa-Villar 91 2-1; Tarantasca-Bisalta 2-1; Montatese-Racconigi 4-3; Saviglianese-Sommariva Perno 0-3;Tre Valli-Genola 0-3;Vicese-DueEffe 3-0;Villanovetta-Cameranese 0-2. Classifica Tarantasca 26; Genola 24; Sommariva Perno e Saviglianese 22; DueEffe 19; Bisalta 18; Cameranese 17; Racconigi 16; Montatese 14; Vicese 84 13; Villar 91 11;Valvermenagna* e Europa 10; Ama Brenta Ceva 9; Villanovetta 7; Tre Valli* 1. Prossimo turno (domenica 18 novembre, ore 14,30) Cameranese-Tre Valli; DueEffe-Montatese; Genola-Europa; Racconigi-Bisalta; Sommariva Perno-Vicese 84; Valvermenagna-Saviglianese;Villanovetta-Tarantasca;Villar 91-Ama Brenta Ceva.

CALCIO Risultato bugiardo per il Racconigi

Tre minuti maledetti MONTATESE RACCONIGI

4 3

Racconigi: Cera, Lisa V., Lisa F., Furno, Bordignon, Parola, Sismonda, Mbengue (Vinai), Giordano (Panero), Mendola, Sorace. A disp.: Olivero, Perrone, Verre, Camara. All.: Nicola Chiarla. Reti: Giordano, Lisa F. , Sismonda.

Saviglianese – Settore giovanile PULCINI 2003

29

Il risultato la dice lunga sulla partita disputata da un buon Racconigi sul campo, al limite della praticabilità, di Montà d'Alba. Sette reti, ma avrebbero potuto essere molte di più se la mira e la fortuna avesse girato un po' dalla parte degli ospiti. Tre minuti e al Racconigi viene annullato un bellissimo goal di Giordano, che da fuori area insacca: fuorigioco che solo l'arbitro ha visto. Giocano bene gli ospiti, ma il centrocampo troppo sbilanciato in avanti consente alla Montatese ripartenze pericolose: al 14’, da una di queste, nasce il goal del vantaggio che sorprende la retroguardia ospite. La squadra di mister Chiarla cerca subito di reagire e crea buone opportunità che però non vengono sfruttate a dovere. In tre minuti, tra il 25’ ed il 27’, i padroni di casa vanno a segno a ripetizione, portando a 4 le reti inflitte ad un Racconigi incredulo e sgomento. Tre minuti di assoluto black-out di tutta la difesa, trafitta da azioni non certo irresistibili fanno sì che la partita prenda una piega totalmente sfavorevole. I racconigesi riordinano le idee ed al 31’ accorciano le distanze con Giordano, uno dei più attivi

Valerio Lisa e pericolosi nel primo tempo. La ripresa inizia con Vinai e Panero al posto di Mbengue e Giordano: cambi effettuati per equilibrare maggiormente il centrocampo. Con la difesa più protetta, gli ospiti non subiscono più gli avversari e dominano letteralmente per tutti i 45’. Già al 3’, infatti, Francesco Lisa, con una bella combinazione con Mendola, sigla il goal del 4-2. Dopo due occasione fallite di un soffio da Sismonda e Mendola e dopo un rigore reclamato ma non assegnato, arriva finalmente anche il 4-3 con Sismonda. La Montatese è ormai alle corde, gli ospiti giocano il tutto per tutto provandoci in tutti i modi ma la sfortuna e in molte circostanze anche la direzione arbitrale, rea di non assegnare il meritato pareggio di Mendola indicando un inesistente fuorigioco, fanno sì che il risultato non cambi più. Buona quindi la prestazione del Racconigi che ci ha creduto fino in fondo, lottando su ogni pallone: peccato per quei tre minuti maledetti. Prossimo turno domenica 18 novembre (ore 14.30) in casa contro il Bisalta.

CALCIO Continua la scalata della Gianoglio-band

Genola al secondo posto TRE VALLI GENOLA

Palla al centro per Sichera pallonetto la porta completamente sguarnita del Gabetto. C’è gloria anche per il capitano Caramanno, che mette la parola fine al match con un bel tiro di precisione (62). «Una vittoria che ci serviva – dice entusiasta a fine gara il presidente Yoram Anrico – Ho visto una squadra convinta dei propri mezzi, che ha saputo sfruttare la settimana di pausa del campionato per perfezionare l’intesa tra i reparti». Prossimo incontro, lunedì prossimo contro il Real Mirafiori.

0 3

Continua l’inseguimento del Genola alla capolista Tarantasca. Approfittando dello scivolone dei Maghi, i ragazzi di Gianoglio si portano al secondo posto, a due sole lunghezze dalla testa. Partita facile, dominata per tutti

i 90’ quella di domenica in casa della cenerentola Tre Valli. Apre le danze Matija (ancora lui) al 20’ del primo tempo, completa l’opera Foletto (ancora lui!) con un goal poco prima del riposo ed un altro alla mezzora della ripresa. Poi è festa grande. E domenica partita casalinga con l’Europa. Per continuare a sognare.

Torino Club Savigliano Il Torino club Savigliano invitano tutti i tesserati e non, a vedere la partita Roma-Torino di lunedi 21 novembre (ore 21) presso la sede del club, il bar Happy Days, in via san Pietro 23. Nella continuità dell'iniziativa della Galata s.r.l. che ha pubblicato un album di figurine calciatori dedicato al campionato 2012/2013 del Torino F.C. tutti i lunedì dalle ore 17.30 presso il bar Happy Days (sede del Torino club) verrà dedicata una saletta per lo scambio delle figurine. Attendiamo numerosi, tifosi e non, purché collezionisti. Il direttivo del Torino Club ringrazia anticipatamente tutti coloro che aderiranno all’invito.


30

sport

mercoledì 14 novembre 2012

Campionati di Seconda Cat. GIRONE G Risultati della 9ª giornata Andezeno-Leo Chieri 4-5; Atletico Racconigi-San Bernardo 0-0; Atletico Santena-Canale 1-4; Baldissero-Ferrero 3-1; San Luigi Cambiano-Stella Maris 2-5; Scarnafigi-Poirinese 1-0. Classifica Poirinese 22; Scarnafigi 20; Baldissero, Atletico Santena e Stella Maris 12; Atletico Racconigi 11; Canale, Ferrero e Mezzaluna 10; San Bernardo 9; Andezeno e San Luigi Cambiano 8; Chieri 5. Prossimo turno (domenica 18 novembre, ore 14,30) Ferrero-Canale; Leo Chieri-San Luigi Cambiano; Mezzaluna-Andezeno; Poirinese-Atletico Racconigi; Scarnafigi-Atletico Santena; Stella Maris-Baldissero. GIRONE Q Risultati della 9ª giornata Dogliani-Marene 4-1; Garessio-Roretese 1975 2-0; Magliano Alpi-Villanova 2-0; Monforte Barolo Boys-Azzurra 2-1; Sanmichelese-Cortemilia 2-3; SportRoero-Carrù 2-1; Trinità-Benese 1-0. Classifica Garessio 24; SportRoero 19; Marene, Dogliani e Magliano Alpi 18; Monforte Barolo Boys 15; Cortemilia, Trinità e Azzurra 13; Roretese e Sanmichelese 8; Benese 6; Carrù e Villanova Cn 5. Prossimo turno (domenica 18 novembre, ore 14,30) Azzurra-Garessio; Benese-Magliano Alpi; Carrù-Trinità; Cortemilia-Dogliani; Marene-Monforte Barolo Boys; Roretese-SportRoero;Villanova Cn-Sanmichelese.

CALCIO

Zero goal e tutti insoddisfatti ATLETICO SAN BERNARDO

Risultati della 8ª giornata Bandito-Pro Savigliano 1-3; Caramagnese-Salice 0-2; Orange Cervere-Sanfrè 1-1; SportGente-Racconigi 86 0-0;Villanova SolaroVillaggio della Fonte 1-4;Vottignasco-Fortesan Genola 3-2. Classifica Sanfrè* 19; Salice 17; Orange Cervere 16; Caramagnese 14; Bandito e Pro Savigliano 11;Villaggio della Fonte 10; Fortesan Genola* 9; Racconigi 86 e Vottignasco 7;Villanova Solaro e SportGente 5. (*) una partita in meno. Prossimo turno Fortesan Genola-Caramagnese; Orange Cervere-Villanova Solaro; Pro Savigliano-SportGente; Racconigi 86-Villaggio della Fonte; Salice-Bandito; Sanfrè-Vottignasco. Marcatori Marengo Luca (O. Cervere) 8;Testa Luigi (O. Cervere) 6; Bordone Amedeo (Caramagnese), Brizio Matteo (Sanfrè), Gallo Luca (Caramagnese), Migliore Roberto (Vill. Fonte) e Saetti (Salice) 5.

CALCIO

I biancorossi vincono in rimonta

0 0

Atletico Racconigi: Botta, Castellano, Bongiovanni (Cristiano), Caricato, Bruzzese, Sorrentino, Giorgio (Falconi), Russo, Loduca Goffo), Valenti Fr., Finocchiaro. A disp.: Puglisi, Hortega, Valenti Fe. All.: Beppe Bordese Dir.: Secondo e Roberto Casale. Su un campo al limite della praticabilità l’Atletico ed il San Bernardo si affrontano a viso aperto, entrambe alla ricerca di una vittoria che avrebbe consentito di guardare al futuro con più tranquillità. Alla fine termina con un pareggio che non accontenta nessuno e che lascia l’amaro in bocca ai rac-

CALCIO

Terza categoria – Girone B

Atletico Racconigi e San Bernardo si affrontano nel fango

DOGLIANI MARENE

4 1

Marene: Panero S., Raspo, Ambrassa, Sellini, Coaloa (Mondino), Rosano, Carena D. (Panetto), Carena I., Biondi, Angaramo, Racca. A disp.: Gastaldi, Panero F., Gerbaldo, Murazzano, Cravero. All.: Tonso. Rete: Racca. Che fosse una trasferta difficile lo

CALCIO L’undici di Caratto di nuovo al tappeto

Villanova: quattro ceffoni VILLANOVA S. VILL. FONTE

1 4

Villanova Solaro: Fantino, Cavallaro, Rinaudo, Delpiano (Merenda), Paschetta, Canavero, Abrate L., Rea, Apuzzo A., Morosini (Capello), Corro (Apuzzo I.). A

0 0

Il Racconigi 86 fa visita allo SportGente, ultimo in classifica, e potrebbe essere l’occasione giusta

raudo, Pelazza e Oberto firmano l’impresa. Il numero 10 ospite pareggia il conto con una staffilata rasoterra da fuori area. Pelazza porta avanti la Pro riprendendo una corta respinta dell’estremo locale e Oberto firma il goal sicurezza di testa, scaraventando in rete un traversone proveniente dalla bandierina d’angolo.Venerdì allo Stefano Allocco arriva lo SportGente di Bra.

disp.: Dione, Denittis, Biga. All.: Massimo Caratto. Proprio non è stagione: anche contro il Villaggio della Fonte i ragazzi di Caratto finiscono al tappeto colpiti da quattro ceffoni. Un passivo troppo pesante per quanto si è visto in campo. Di Abrate il goal della bandiera.

su calcio d’angolo, la difesa marenese è protagonista di una disattenzione colossale. Al 24’ Biondi viene atterrato in area, ma l’arbitro sorvola. Al 28’ il portiere di casa respinge abilmente un tiro di Racca. Sul finire del tempo Racca firma l’1-1 su assist di Angaramo. Secondo tempo: al 7’ Angaramo su punizione, fuori di poco; al 19’ mischia in area e parata del portiere di casa. Al 23’un tiro di Carena finisce fuori di poco. Gli avversari so-

no arretrati, il Marene sembra più in forma. Angaramo tira in porta, ma il portiere avversario si supera e salva il risultato. Di qui inizia il grande errore del Marene, che offre il campo al Dogliani e lascia spazio per tre goal in contropiede, al 30’, 38’ e 44’. Per il presidente Michele Chiavassa “è un risultato eclatante ma non giusto per il valore espresso in campo, con un arbitraggio non all’altezza”.

Racconigi 86: pari con polemiche Racconigi 86: Biga, Allasia, Milani, Capello, Marengo (Colantoni) ,Tosello, Busso P. (Porchietto), Milanesio, Bori M., Panero (Tolve), Sardo L. (Catrambone). All.: Morra Antonio. Dir.: Rivoira Giampiero.

Samuele Giraudo

si sapeva, ma di certo non si pensava di uscire dal campo con una sconfitta così netta. Il Dogliani parte subito forte, anche se il Marene crea occasioni. La prima al 3’ con Angaramo, che pochi minuti dopo replica il brivido al portiere avversario battendo una punizione superba. Il Dogliani non ci sta e, ancora su punizione, mette in serio pericolo la porta marenese. L’1-0 arriva intorno al 20’ quando,

CALCIO L’arbitro manda le due squadre negli spogliatoi con 5’ di anticipo

BANDITO 1 PRO SAVIGLIANO 3

Superba prova della Pro Savigliano che incassa, risponde, sorpassa e resta nella scia delle prime della classe. Serata vietata ai deboli di cuore quella andata di scena al campo sportivo di Bandito tra i lanciati biancoverdi braidesi ed i biancorossi saviglianesi. Padroni di casa avanti con Fissore su calcio piazzato nel primo tempo. Ospiti con un uomo in meno per cartellino rosso sventolato a Dabbene ad inizio ripresa. Ma Gi-

colpisce male: la palla finisce sul palo ma nessuno è pronto a riba-

Marene nettamente battuto

Pro Savigliano olè

Reti: 67’ Giraudo; 79’ Pelazza; 84’ Oberto.

Alessio Russo

dire in rete. Tra il 35’ ed il 40’ sale in cattedra Goffo. Prima, conquistata palla a metacampo, semina in dribbling tre avversari e lascia partire un tiro che sfiora il palo. Due minuti più tardi, dopo uno scambio stretto con Finocchiaro, entra in area e invece di tirare prova a servire Russo, sbagliando la misura del passaggio, L’Atletico sembra potercela fare ma Valenti, già ammonito, si lascia andare ad una protesta tanto plateale quanto inutile: per lui secondo giallo ed espulsione. E la partita praticamente finisce qui. Soddisfatto a metà mister Bordese: per la prima volta da inizio stagione la squadra non ha subito goal. Prossimo turno domenica 18 novembre a Poirino contro la capolista.

I rossoblù di Dario Tonso incassano tre goal nel secondo tempo

SPORTGENTE RACCONIGI 86

Pro Savigliano: Giordana, Berardo, Buschini, Riccardi, Oberto, Dabbene, L. Mondino, Bertola, Pelazza, Giraudo, Ferrero. A disp.: Valenti, Olivo, Gianoglio, Mazzola, Tealdi, Barbuto, Ezziani. All.: “Lele” Bodrero.

conigesi che negli ultimi 15’ hanno avuto tre palle goal nitide sciupate in modo piuttosto maldestro. Nel primo tempo le due formazioni non creano grandi occasioni e gli unici pericoli per i portieri vengono da punizioni e calci d’angolo, ma entrambi se la cavano con grande bravura. Nella ripresa le squadre si allungano ma per i primi 20’ sono sempre i difensori a prevalere sugli attaccanti. Alla mezzora l’Atletico mette in campo due punte: Goffo e Falconi, che con Valenti vanno a formare il tridente e, quando il San Bernardo rimane in dieci per l’espulsione di un proprio giocatore (doppia ammonizione) la strada sembra in discesa. Prima Falconi, su traversone di Russo, solo davanti al portiere scivola e

per portare a casa i tre punti, ma è stata nuovamente una prestazione opaca quella giocata dagli uomini di mister Morra. Nel primo tempo, seppur a tratti, si è però visto anche del buon gioco da parte degli ospiti. In avvio, su un calcio d'angolo per il Racco, gran colpo di testa di Luigi Sardo parato alla grande dal portiere avversario. I padroni di casa non stanno a guardare e, sul ribaltamento di fronte, impegnano Biga che risponde alla grande. Il mat-

ch non regala nulla di eclatante e di rilevante, tranne nel finale con due tiri, il primo di Pierdino Busso ed il secondo di Stefano Milani, giunti dopo due belle giocate avviate dal duo Milanesio-Panero. Nella ripresa mister Morra prova a cambiare le carte in campo con una girandola di sostituzioni. Al 60’ brutta entrata di Allasia, graziato dall'arbitro (per lui solo un’ammonizione). Al 65’ l’estremo difensore di casa sbaglia l'uscita e regala una ghiotta occasione nei piedi di Mau-

ro Bori, ma la sfera esce di poco a lato. Prima del triplice fischio finale c’è ancora tempo per due parate decisive di Biga. La partita finisce 0-0 con polemiche: infatti l’arbitro manda tutti negli spogliatoi cinque minuti prima del 90’, tra le proteste casalinghe e non, con l’espulsione di Catrambone tra le file biancorosse. Prossima partita venerdì sera al De Gasperi contro il Villaggio della Fonte. Fabio Bonino

A.D.C. Racconigi – Settore giovanile JUNIORES RACCONIGI SOMMARIVA P.

1 2

Racconigi: Olivero, Perrone, Magliano, Putto, Demarco, Vendramini, Aimaretti, Khadrin Said, Cena (Cissè), Sobrero. A disp.: Giletta,Vispo Manuel, Lopumo Mauro. All.: Gonella Pietro. Dir.: Berardo Stefano. Rete: Khadrin. «Partita sfortunata – assicura mister Gonella –: meritavamo almeno il pareggio. I nostri avversari erano secondi in classifica ma in campo non si è assolutamente vista la differenza. Devo fare i complimenti a tutti i ragazzi». Si gioca su un fondo proibitivo dove ogni passaggio è un rebus. I racconigesi partono con la grinta giusta ed alla mezzora trovano il vantaggio con Said

Khadrin che approfitta di un rimpallo e scaglia la sfera in porta. Lo stesso Said, Cena e Vendramini avrebbero la possibilità di raddoppiare ma non hanno fortuna. Nella ripresa i sommarivesi premono maggiormente ma sono ancora i locali che al 30’ potrebbero chiudere l’incontro se Cena, a tu per tu con il portiere, non tirasse fuori. Sul rovesciamento di fronte Demarco passa indietro al portiere che rinvia, ma la palla viene fermata dall’acqua favorendo il recupero di un attaccante avversario. Magliano lo stende ed è rigore netto, trasformato per l’1-1. Quando sembrava che la partita dovesse chiudersi in parità, a tempo ormai scaduto, gli ospiti trovano il goal con un tiraccio da 30 metri

che beffa Olivero. Sabato 17 novembre ultima partita prima del riposo, a Gallo Grinzane. ALLIEVI ’97 RACCONIGI SOMMARIVA P.

Stefano Tesio

1 2

Racconigi: Altamura, Ambrosi, Vispo, Lopumo, Cavalleris, Panero, Prelà, Capalbo, Sacco, Gonzales, Sofiane. A disp.: Demarco, Mazzini, Gallè, Scuteri. All.: Gallè Michele. Dir.: Cavalleris Bruno. Rete: Sofiane. Racconigesi beffati nel recupero infrasettimanale, ultimo atto di questa prima parte del campionato. «Non dovevamo perdere – si sfoga il dirigente Bruno Cavalleris –: noi abbiamo fatto almeno 40 tiri in porta e ne abbiamo messo a segno uno solo, loro

Domenico Olivero con 4-5 conclusioni a rete hanno vinto la partita». Vanno in vantaggio per primi i racconigesi con Sofiane ma prima dell’intervallo i sommarivesi pareggiano e chiudono l’incontro a proprio favore con un secondo goal nella ripresa. PULCINI 2003 RAGAZZI DEL ROERO 3 RACCONIGI 0 (1-0; 2-0; 3-1) Racconigi: Delfino,Tetto, Cavaglià, Kaddouri, Olive-

ro, Bruzzone, Sandrone, Tesio, Pathania, Squillacioti, Riitano, Dekay. All.: Tramontana Massimo, Rosso Gino. Rete: Squillacioti. Campo praticabile a Magliano Alfieri, ma la pioggia battente rende problematico il controllo della palla. I Ragazzi del Roero dimostrano di trovarsi più a proprio agio sotto il diluvio ed i racconigesi giocano meno bene di altre volte. Il goal della bandiera porta la firma del solito Raffaele Squillacioti. Prossimo turno sabato a Montà d’Alba contro il Roero Calcio.


sport

CALCIO

mercoledì 14 novembre 2012

FEMM. Un pareggio che lascia l’amaro in bocca

31

Calcio femminile: serie C

Apine bloccate da Asterix

Risultati della 9ª giornata Aosta-Cossato 1-5; Asterix-Cavallermaggiore 2-2; AstiSport-Casale 2-1; Juventus-Luserna 2-4; Pro Polonghera-Biellese 4-1; Romagnano-Cit Turin 2-0. Riposava: Musiello Saluzzo.

ASTERIX 2 CAVALLERMAGGIORE 2

Classifica Luserna 23; Musiello Saluzzo* 18; Cavallermaggiore 17; Juventus*, Casale* e Romagnano* 16; AstiSport* 13; Cossato* 11; Cit Turin 10; Biellese 6; Aosta* 4; Pro Polonghera* 3; Asterix* 1. (*) una partita in meno.

Cavallermaggiore: Borgna, Gazzera (70' Favole), Straffi, Fasciani, Azzan, Tosa, Giacosa, Graglia, Olivero (65' Parola), Pegoraro, Ferrero. A disp.: Lauria, Farias, Bertola, Pesante. All.: Diego Bonetto. Reti: 30’ Ferrero, 35’ Pegoraro Le apine cavallermaggioresi mantengono la loro imbattibilità, anche se escono dalla trasferta con l’Asterix con l’amaro in bocca: dopo aver “punto” per due volte, si sono fatte raggiungere ed inchiodare sul pari. Il primo tempo è saldamente in mano alla squadra ospite, che fallisce tre ghiotte occasioni e poi va a segno prima con Ferrero al 30', lanciata da un recupero a centrocampo di Olivero, e poi con Pegoraro, cinque minuti dopo, che realizza con un bel pallo-

Prossimo turno (domenica 18 novembre, ore 14,30) Aosta-AstiSport; Biellese-Romagnano; Cavallermaggiore-Pro Polonghera; Cit Turin-Juventus; Cossato-Asterix; Musiello Saluzzo-Casale. Riposa: Luserna.

Il portiere Cristina Borgna

Marta Tosa

Laura Fasciani

netto sull'uscita del portiere. Le giallonere vanno negli spogliatoi in vantaggio di due goal ma non rientrano in campo con la stessa motivazione. La seconda frazione è un monologo dell'Asterix, che attacca a testa bassa e raggiunge il pareggio con due goal fotocopia, sfruttando buchi difensivi. Le padrone di casa potrebbero anche ribaltare il risul-

tato, ma falliscono almeno altre due limpide occasioni. Finisce così 2-2. «Onore alle nostre avversarie che anche sotto di due goal hanno continuato a crederci – commenta il team manager Roberto Montan – ma noi possiamo e dobbiamo giocare tutta la partita e non sempre e solo un tempo».

«Oggi non abbiamo giocato come sappiamo fare – aggiunge mister Bonetto – e non abbiamo approfittato delle nostre capacità di colpire in contropiede per dare il colpo del ko alla partita». Domenica 18 novembre a Cavallermaggiore arriva la Pro Polonghera: appuntamento alle ore 14.30 allo stadio San Giorgio per un derby inedito.

Calcio ACSI – Campionati a 11 e a 7 MERITO GIRONE B – 8ª giornata Paesana Valle Po – A.S.D.C. Marene Morettese – Agrit. Castel Real Costigliole Saluzzo Cavour Amatori – Il Podio Sport Bagnolo PiscineseRiva – Villafalletto Villafranca – Atletico Moretta Riposava: Bra.

2-2 5-2 0-2 4-1 1-0 Maurizio Marchisio (Racco 86)

ECCELLENZA GIRONE A – 8ª giornata Massucco Noleggi – R.C. Caffe Enjoy Atletic Madonna delle Grazie – San Bernardo Cervasca Genola 2005 Pizzeria del Viale – San Benigno Sarale Carburanti – Montanarese TekFire Fossano – Margarita Olimpic bar Cavour Savigliano – Zoo bar Cuneo

1-1 1-2 rinv. 3-2 3-2 2-1

ECCELLENZA GIRONE C – 8ª giornata Special Topinabo Venasca – Real Carmagnola Envie – Racconigi 86 Brossasco – Amatori Villanova Solaro Manta – Enviese S.s. Michele Grato – Città di Saluzzo pizz. Pied Monasterolo 94 – Olimpic bar Cavour Savigliano Città di Saluzzo hotel Grise – Cavallerleone 2008

0-0 1-2 3-1 3-1 rinv. 3-0 0-1

CALCIO A 7 GIRONE B – 8ª giornata Marene 2003 – Manta Lagnasco – Leun d'or Murello Piasco – Rivoira s.n.c. Fossano Polisportiva Scarnafigi – Topinabo Costigliole Torre San Giorgio – N.R.G. Square team

2-1 0-2 3-1 8-2 5-5

CALCIO A 7 GIRONE C – 8ª giornata Sacchi – Old boys Olocco – Maddalene 2000 Omec costr. Meccaniche Murazzo – Ligese Saviglianase Albatros – J'Adore doc Riposava: Giardino dei Tigli Surrauto.

rinv. 5-4 1-4 5-0

CALCIO A UNDICI Merito girone B PAESANA VALLE PO ASDC MARENE

2 2

Marene: Filippa, Murazzano, Bosio M., Barbero M., Gianoglio, Barbero E., Mottura, Cravero (Ambrogio), Bertola (Pignata, Panero S.), Rinero (Racca M.), Borda. All.: Aldo Allemandi. Reti: Mottura, Borda.

Il portiere Fabio Filippa

Serata-no per i marenesi, che escono dal campo del Paesana con numerosi ammoniti e due espulsi, l’allenatore Allemandi e l’attaccante Borda. La gara era iniziata comunque bene per il Marene, che già al 1’ si portava in vantaggio su calcio di rigore assegnato per un fallo in area su Enrico Barbero. Dal dischetto si presentava Mottura che portava in vantaggio gli ospiti marenesi. Il gioco dei rossoblù non era però flui-

do e lasciava spazio al pareggio dei padroni di casa. Bagarre a fine primo tempo per un fallo da ultimo uomo su Borda: gli animi si surriscaldano e ne risentiva tutta la partita. I marenesi riescono comunque a portarsi sull’1-2 ma, una volta rimasti in dieci, subiscono la rete del pareggio da parte del Paesana Valle Po. Ora si aspetta l’esito-espulsioni per capire quante giornate andranno a Borda e Allemandi.

Fabio Mollo (Cavallerleone) CALCIO A UNDICI Eccellenza girone C MONASTEROLO 94 0 OLIMPIC SAVIGLIANO 3 Monasterolo 94: Aszalo’s, Buttieri, Olivero, Anselmo, Garello, Arnolfo, Sepertino, Allasia, Alasia, Fissore, Aimetta. A disp.: Brunetti Godino, Mana, Perlo, Ramiz. All.: Ponsi Nanni. Dir.: Galletto Massimo. Monasterolo 94 sconfitto sul proprio campo in modo netto e senza attenuanti. I bravi giocatori dell’Olimpic Savigliano, con un unodue micidiale nel primo tempo, hanno messo subito al sicuro il risultato mentre i monasterolesi non riuscivano ad imbastire nessuna azione degna di questo nome. Nella ripresa i saviglianesi si limitavano a controllare il timido tentativo di forcing del Monasterolo 94 e rispondevano con rapidi contropiedi. In uno di questi perforavano ancora la difesa locale ed arrotondavano il punteggio realizzando la terza rete. Dopo questa sonora e meritata sconfitta al Monasterolo 94 non resta che cercare di ricompattarsi e di reagire al fine di onorare al meglio, se non nel risultato, almeno sotto il profilo dell’impegno e del gioco le prossime partite. ENVIE 1 RACCONIGI 86 2 Racconigi 86: Buffa, Bessone, Zappino, Burello Danilo, Barban , Pioppi Marco, Palese, Devalle, Finotto, Stassio; Marchisio Maurizio, Perassi, Rizzuto, Maretto, Praticò, Burello Davide. All.: Pioppi Luca, Testa Mario, Tacchini Massimo. Reti: Stassio, Zappino. Su un campo insidioso come quello di Envie, contro l’ A.S. Envie, nei primi minuti si gioca molto a centrocampo ed i ragazzi del Racco prendono il controllo della gara e creano occasioni, senza però sfruttarle. Dopo il riposo, il Racco torna in campo con la de-

terminazione giusta per fare risultato e al quarto d’ora, su punizione da 20 metri, un tiro magistrale di Stassio aggira la barriera e si insacca all’incrocio dei pali. Gli ospiti continuano nella ricerca del raddoppio e, su calcio d’angolo, l’incornata di Zappino (tornato al goal dopo due anni!) centra la porta. A 15’ dalla fine, l’arbitro riesce a riaprire la partita, decretando un rigore, trasformato, per i padroni di casa. Negli ultimi minuti, l’Envie cerca invano il pareggio e, nel finale, una miracolosa parata di Buffa su un tiro insidiosissimo garantisce la meritata vittoria dei racconigesi. Prossima partita sul campo amico del De Gasperi, giovedì sera, contro il Cavallerleone. Un derby molto sentito dalle due squadre. CITTÀ DI SALUZZO CAVALLERLEONE

0 1

Cavallerleone: Olivero, Martino, Lovera, Cavaglià, Farina, Martinazzoli, Vinai, Giletta D. (Testa), Mollo, Monetti, Seia (Martini). Rete: Giletta. L’ASD Cavallerleone centra la terza vittoria consecutiva, in trasferta a Saluzzo, guadagnando il momentaneo secondo posto in classifica. La partita vede il Cavallerleone partire spregiudicato: la prima occasione cade sui piedi di Cavaglià e viene parata dal portiere avversario, mentre il goal che decide il match è segnato da Davide Giletta che, con un guizzo, sfrutta un’indecisione della difesa locale. Dopo lo svantaggio sono i saluzzesi a fare la partita, ma il Cavallerleone, forte di una difesa sicura e ordinata e di un portiere in gran forma (Olivero ha salvato i 3 punti con le sue parate in almeno due occasioni), riesce caparbiamente a portarsi a casa la vittoria. «Sono tre punti che valgono oro, considerando anche le numerose assenze» chiosa il presidente Villois, notevolmente soddisfatto. Ora ci si augura di proseguire la serie positiva giovedì prossimo, sul vicino campo del Racco 86, che ha un punto in meno in classifica.

Calcio Uisp a 11 RACCONIGI 86 PIOBESI

0 8

Racconigi 86: Bonino, Scarpino, Lottario (Monetti), Lingua, Lamberti (Bruno), Ainaudi, Alloa, Zeko, Sola, Scagliarini, Panero. All.: Caffaratti Walter. Dir.: Dolce, Portanova. La più brutta sconfitta della storia della squadra Uisp: partita già chiusa dopo 30’, con gli ospiti in vantaggio per 5-0. Non ci sono commenti o scuse per una prestazione così opaca e priva di grinta e voglia. Le molte assenze e le non perfette condizioni fisiche di parecchi giocatori hanno sicuramente influito sull’esito finale, ma solitamente questa squadra, quando è in difficoltà, ha sempre tirato fuori gli “attributi” cercando di vendere cara la pelle, cosa che non si è mai vista venerdì al De Gasperi contro lo SportInsieme Piobesi. La cronaca è un monologo degli ospiti con il tiro a bersaglio verso il povero Bonino. Unico spunto biancorosso al 25’ del primo tempo, quando Panero coglie l’incrocio dei pali, ma si era già sullo 0-3 e poco sareb-

Il dirigente Alberto Portanova be cambiato. Fortunatamente il prossimo incontro sarà tra due settimane, esattamente venerdì 23 novembre, a Pocapaglia contro il Sangio. Risultati girone B: SangioRoero United 3-3; Racconigi 86Piobesi 0-8; Sanfrè-Pol. Carignano 1-1; Veglia-Cisterna rinviata. Riposava: Bria 96. Classifica: Piobesi* 13; Pol. Carignano 11; Cisterna** 10; Sanfrè* e Bria 96* 7;Veglia** e Sangio 5; Roero United* 4; Racconigi 86 1. Prossimo turno: Piobesi-Sangio; Roero United-Veglia; Cisterna-Sanfrè; Pol. Carignano-Bria 96. Riposa: Racconigi 86.

“Città di Savigliano” calcio a 5 Risultati 6ª giornata Savi – A.D.M.O. Carrozzina Chiapello – L.G. Football team Central Pc & game – Denti Smile Ramoter – Automobili Massimino Bowling 300 Riposava: Pizzeria Il Corso

8-8 5-4 5-6 2-8

Classifica L.G. Football team e Automobili Massimino Bowling 300 12; A.D.M.O. 10; Pizzeria Il Corso 9; Carrozzina Chiapello 6; Ramoter 4; Denti Smile 3; Savi e Central Pc & game 1. AUTOMOBILI MASSIMINO BOWLING 300 Formazione:Valenti R., Valenti F., Alesso G., Gjekaj J., Dushaj E., Zaccaria G., Martini P., Quaglia P., Marino A. Reti: 2 Zaccaria, Marino, 1 Dushaj, Martini, Alesso, Gjekaj. Prossimo turno: giovedì 15 novembre (ore 20,30) contro Savi.

CAI Savigliano

Una gita dell’Alpinismo Giovanile al Mombracco nel maggio scorso PRANZO SOCIALE AL RIFUGIO SAVIGLIANO Domenica 18 novembre è in programma al rifugio Savigliano di Pontechianale il pranzo sociale di chiusura della stagione 2012 a base di bagna cauda e polenta. L’appuntamento è fissato direttamente al rifugio alle ore 12,30. Quota: 15 euro per i soci Cai, 18 per i non soci. Adesioni in sede il giovedì dalle 19 alle 19,30 ed il venerdì dalle 21 alle 23 (tel. 0172.33472) non oltre venerdì 16 novembre, versando la caparra di 10 euro, o telefonando direttamente ai gestori del rifugio Romeo e Cosetta Isaia.


32

sport

mercoledì 14 novembre 2012

ATLETICA

Tavella bronzo a Volpiano

Al cross della Volpe

Andrea Dutto buon undicesimo

La stagione nazionale di corsa campestre ha preso il via questo week-end con l’8ª edizione del Cross della Volpe di Volpiano. Nella prova cadetti di oltre 2 km Simone Tavella ha conquistato il 3° posto dietro a due atleti lombardi, mentre il compagno di allenamento Andrea Dutto è giunto 11° su cinquanta partecipanti provenienti da diverse regioni italiane.

MINIBASKET Tanti bambini e bambine ai corsi

I piccoli Gators crescono

CICLISMO A Ginevra il master saviglianese tiene testa ai prof

Picco in gara nella lavatrice Ad un mese dai mondiali di Manchester, a gare su strada terminate vista la stagione invernale, c’è un mondo ancora fitto di attività nei velodromi d’Europa, che coinvolge pistard da molti paesi: elite, professionisti ed alcuni master ad invito. E tra questi il saviglianese del team Mapei Alessandro Picco. In Italia si sa poco di questo movimento, ma all’estero la cultura della pista è molto viva, forse anche favorita dagli inverni più rigidi che non permettono per parecchi mesi di pedalare su strada.Tutto ciò ha fatto sì che tale cultura crescesse sempre più, riempiendo ad ogni manifestazione i velodromi. Domenica 11 novembre era in programma una gara a Ginevra, in un impianto molto noto ai pistard

Alessandro Picco in piena bagarre durante una gara su pista

soprannominato “La Lavatrice”: uno dei velodromi più difficili al mondo, con una pista di soli 166 metri ed una pendenza in curva del 56%. Su tale pista la progressione in rettilineo, ai 60 orari, non dura più di 2” e quando si entra

in curva in fila indiana la forza centrifuga schiaccia la pancia degli atleti, dando sensazioni simili ad una giostra del lunapark. La prima gara in programma ero lo scratch sui 50 giri, che sono stati affrontati ad una velocità folle

(la media finale è risultata di 53,800 km/h). A metà gara hanno preso il largo 5 corridori, che si sono disputati la vittoria. Picco ha vinto la volata del gruppo, aggiudicandosi così il sesto posto assoluto, primo master dietro a professionisti ventenni. La seconda gara è stata la corsa a punti e qui Picco ha chiuso al quinto posto assoluto, dominando anche questa volta la classifica dei master. Terza gara il giro di pista ed Alessandro, con 10” netti, ha fatto registrare il sesto tempo assoluto, primo master. Visti questi risultati, ottenuti in gare internazionali contro professionisti, il pistard saviglianese è stato invitato a partecipare alla spettacolare gara di Copenaghen, in Danimarca.

CICLISMO Eletto il nuovo direttivo del Comitato provinciale della Federazione

Rinaudo riconfermato presidente

Alcuni bambini del minibasket Gators a Savigliano La stagione 2012-2013 promette di essere un’annata veramente eccezionale per i Gators e per il loro Settore Minibasket e Scuola, che hanno obiettivo primario la diffusione della pallacanestro tra i più giovani. Grazie ad uno staff preparato ed entusiasta composto in tutto da 14 tra istruttori già tesserati Fip (o in procinto di esserlo) e loro assistenti, il numero di Centri Minibasket attivati dai Gators sul territorio è aumentato esponenzialmente e, con esso, il numero di bambine e bambini coinvolti. Allo stesso modo l’attività di introduzione al basket svolta nelle scuole elementari e medie. A Savigliano sono una cinquantina i bambini e le bambine che partecipano alle lezioni minibasket a cura di Gigi Toselli, Fabio

Barovero, Erik Burdese e Christian Villois presso la Palestra Schiaparelli (il giovedì dalle 17 alle 18 per le annate dal 2004 al 2006 e dalle 18 alle 19 per il 2002 e 2003). A questi si aggiungono 25 bambini e bambine del Progetto speciale Oasi Gioco & Basket. A Levaldigi si tiene il corso di Matteo Gandolfo, cui si sono iscritti una quindicina di bambini. Venticinque sono, poi, i bambini che partecipano ai corsi a Racconigi seguiti da Paolo Africano e Fabio Barovero, cui se ne aggiungono 15 a Caramagna con Marco Dalmasso e Marco Villois, 10 a Marene e 10 a Maddalene (entrambi tenuti da Matteo Gandolfo) e 20 a Torre San Giorgio e Cardè con Enrico Botta, che cura anche il corso a Moretta che sta iniziando in questi giorni.

Dario Rinaudo riconfermato presidente Martedì 6 novembre presso l’hotel Giardino dei Tigli di Cussanio si è svolta l’assemblea provinciale della Federazione Ciclistica Italiana per eleggere il nuovo Consiglio Direttivo Provinciale. L’assemblea ha riconfermato alla presi-

PUGILATO

denza per il prossimo quadriennio Dario Rinaudo. Riconfermato come consigliere anche il racconigese Claudio Vassallo. Entrano a fare parte del comitato provinciale Silvano Barbero, Ivano Becchis e Sergio Rosa. Il presidente regionale della Federciclismo Rocco Marchegiano, che è intervenuto all’assemblea, ha avuto parole di elogio nei confronti del Consiglio uscente e del presidente Rinaudo per l’ottimo lavoro svolto in questi anni nel settore strada e fuoristrada. Nonostante la difficile situazione attuale i dirigenti delle società cuneesi hanno saputo organizzare in maniera sempre più professionale manifestazioni importanti e molto apprezzate dagli atleti: Cuneo si è ancora una volta dimostrata una delle province più attive non solo a livello regionale ma anche nazionale. All’assemblea hanno partecipato anche il vice

presidente regionale Sebastiano Dabbene ed il Consigliere federale nazionale Gianni Vietri. Entrambi hanno avuto parole di apprezzamento per il lavoro svolto nel quadriennio concluso. L’assemblea è stata anche l’occasione per eleggere i rappresentanti della Provincia che si recheranno a Levico Terme in qualità di delegati per l’elezione del Consiglio nazionale FCI. Il prossimo appuntamento è fissato per sabato 24 novembre a Fossano presso la sala “Brut e Bun” in piazza del foro Boario per la Festa Provinciale del Ciclismo dedicata alla premiazione dei ragazzi che si sono distinti nelle varie specialità: saranno anche premiati i campioni provinciali e gli atleti che hanno partecipato al Trofeo Nallino, istituito in memoria dell’indimenticabile beinettese Giuseppe Nallino che ha profuso molto impegno per il ciclismo provinciale, soprattutto quello giovanile.

Il campione marenese potrebbe incontrare Joshua a Newport

Matteo Modugno sfida l’oro olimpico PRIMA DIVISIONE VILLANOVA 1 SAVIGLIANO 3 (15-25; 27-29; 25-20; 12-25 ) Co.Ga.L. Savigliano: Airaldi, Bergesio, Berohiti, Botta, Cravero, Martini, Nessi, Rosso,Tripolino. All.: Tavella G. Importante vittoria in trasferta per la formazione della Co.Ga.L. che con i tre punti conquistati a Villanova resta nei quartieri alti della classifica. Il terzo set è stato praticamente regalato per i troppi errori dovuti alla mancanza della giusta concentrazione. Sprazzi comunque di bel gioco nel primo e nel quarto parziale. UNDER 17 BUSCA 1 SAVIGLIANO 3 (16-25; 18-25; 25-16; 17-25)

Alex Davicco

Luca Tripolino Bonifetto parte con Bertino,Tallone, Calcagno, Alasia, Alladio e Davicco. I locali scappano via, ma dopo il pareggio (16-16) vengono travolti dalla compagine ospite griffata Self. Difendono bene Calcagno e Davicco che si impongono con 2 muri efficaci, mentre in attacco Alasia non concede sconti e firma un incredibile ace a 2 punti dalla fine. Nel secondo parziale Savigliano non si fa mettere i piedi in testa. Nel terzo set, proprio quando tutto sembrava andare per il meglio, gli ospiti avvertono un calo di tensione e il Busca chiude a proprio vantaggio. Nel quarto i padroni di casa giocano più con il cuore che con la testa (9-0), ma poi Savigliano fa turnover e ottiene una fine rapida ed indolore. «Sono contento di aver fatto giocare tutti, anche se potevamo far meglio, soprattutto nel terzo set» confessa mister Bonifetto. Prossimo appuntamento domenica 18 presso il palazzetto di via Giolitti (ore 11) contro il Fossano che ora guarda dall’alto la classifica.

Il pugile marenese Matteo Modugno potrebbe incontrare il campione olimpico dei pesi massimi in carica, Anthony Joshua, nel corso delle World Series of Boxing. Si attende a giorni la risposta del pugile britannico. La settimana scorsa, nella palestra di via Mestre a Milano, è stata presentata la squadra di boxeur che prenderà parte all’evento: si tratta della “Dolce & Gabbana Italia Thunder”, team allenato da Francesco Damiani. Matteo – professionista, campione italiano dei massimi, 6 vittorie ai

punti e 6 per ko – ha firmato per sei mesi con i Thunder. Toccherà a lui “vendicare” l’oro olimpico “scippato” a Roberto Cammarelle nella finale di Londra 2012, dove venne favorito il pugile di casa Joshua? Modugno non si tira indietro: «Matteo mi ha detto che non ha certo paura di affrontarlo. Si sente pronto per questo importante impegno» ha dichiarato Damiani durante un’intervista. L’incontro si dovrebbe disputare venerdì 23 novembre a Newport, nel Sud del Galles, nell’ambito della sfida tra gli italiani ed i British

Lionhearts. La federazione britannica ha anche detto che concederà a Joshua tutto il tempo per pensarci, prima di dare una risposta (sembra che la cifra di ingaggio annuale balli attorno alle 150.000 sterline, circa 190.000 euro). Per lui le porte sono sempre aperte. Il gigante londinese ha già dichiarato di volere continuare (per il momento) la carriera tra i dilettanti. Se il campione britannico accetterà, avremo modo di seguire Matteo in televisione: i match dei nostri atleti, infatti, dovrebbero essere trasmessi su Sky.

Il pugile marenese Matteo Modugno

Bocciofila Saviglianese

La formazione di serie C Nazionale della Bocciofila Saviglianese CAMPIONATO di SOCIETÀ NAZIONALE SERIE C SAVIGLIANESE – TAGGESE

10-8

Prima giornata del Campionato di Società Nazionale 2013 serie C Ovest, nel quale la formazione della Asd Bocciofila Saviglianese è stata sorteggiata in un girone a 5 formazioni con le savonesi Cengese e Andora, la Taggese di Imperia e il Pianezza. Ottimo inizio per i saviglianesi, impegnati presso il bocciodromo di viale Gozzano contro la

Taggese che, al termine di una buona prestazione, ha dovuto cedere 10-8. La squadra diretta dall'allenatore tecnico Mario De Lorenzo e dal viceallenatore Daniele Depaoli ha così conquistato i primi due punti. Tutti i giocatori scesi in campo sono stati protagonisti di questa vittoria: dai volti nuovi Alberto Reynero (vittorioso 23-11 nel tiro progressivo) e Athos Massa (vincitore 19-15 nel combinato 2 e poi sconfitto 7-13 dallo stesso avversario nell'individuale), ai riconfermati. Luciano Bono è stato prima sconfitto 5-15 nel primo tiro di precisione e poi autore di un pronto riscatto nella prova a terne con Giuseppe Mollo e Marco Cravero, subentrato a Riccardo Somale sul punteggio di 0-8. Proprio la terna, dopo un inizio disastroso, ha saputo prendere in pugno la partita, aggiudicandosi la prova 13-11. Claudio Fiorito si è imposto in due prove: nel secondo tiro di precisione (7-1 con il minimo sforzo) e in coppia 1 con Corrado Salusso (13-10). Infine Maurizio Perlo prima si è arreso 17-22 nel combinato 1 e poi in coppia 2 con Giuseppe Dubois ha subito una sconfitta di strettissima misura (10-11). In classifica primo posto per i saviglianesi, in condominio con i torinesi del Pianezza (16-2 sulla Cengese). Prossimo incontro, valido per la seconda giornata, sabato 17 novembre in trasferta nel Savonese a Plodio contro i liguri della Cengese.


programmi tv

mercoledì 14 novembre 2012

33

Italia-Francia (Rai 1 - 20.30)

Avanti un altro! (Canale 5 - 18.50)

Amore criminale (Rai 3 - 21.05)

Castle

(Rai 2 - 21.05)

Downton abbey (Rete 4 - 17.05)

Colorado (Italia 1 - 21.10)

Mattino Cinque (Canale 5 - 8.50)

Al “Tardini” 37° episodio della sfida infinita tra azzurri e “bleus”. 18 le vittorie italiane, 10 i pari e 8 i successi dei “galletti”, guidati da un amico del nostro calcio: Didier Deschamps (44, foto).

Nel quiz con il conduttore Paolo Bonolis e Luca Laurenti (foto) ci sono undici personaggi che fanno parte del “mini-mondo” e che, nel gioco, si alternano per fare le loro domande.

Luisa Ranieri (foto) racconta storie di donne sopraffatte e vinte dalla violenza maschile. Come quella di Addolorata, che ha pagato con la vita la sua ribellione ai tradimenti del marito.

Castle (Nathan Fillion, foto) e Beckett indagano sulla morte di un uomo che aveva la fama di essere un dongiovanni. Gli sviluppi delle indagini potrebbero causare qualche problema...

Cora (Elizabeth McGovern, foto) decide di aiutare Mary a migliorare la sua situazione sentimentale, ma il suo intervento non ha il successo sperato. Intanto Hughes è con una vecchia femmina.

L’imitatore Pintus (foto), il lettore multimediale Baz. il duo napoletano Enzo e Sal sono solo alcuni dei comici presentati da Paolo Ruffini e Belen Rodriguez in questa puntata.

Al consueto spazio dedicato all’attualità, alla politica ed alla cronaca, c’é anche la rubrica di cucina, presentata da Federica Panicucci (foto) in compagnia di Samya Abbary.

MERCOLEDÌ 14

GIOVEDÌ 15

VENERDÌ 16

SABATO 17

DOMENICA 18

LUNEDÌ 19

MARTEDÌ 20

06.45 12.00 13.30 14.10 15.15 16.50 17.00 18.50 20.00 20.30 23.15 00.50

Unomattina (contenitore) La prova del cuoco (rubrica) Tg 1/ Economia Verdetto finale (talk show) La vita in diretta (contenitore) Rai Parlamento Tg 1 / Che tempo fa L’eredità (gioco) Tg 1 Italia-Francia (calcio) Porta a porta (talk show) Tg 1/Che tempo fa

12.00 13.30 14.10 15.15 16.50 17.00 18.50 20.00 20.30 21.10

La prova del cuoco (rubrica) Tg 1/Economia Verdetto finale (talk show) La vita in diretta (contenitore) Rai Parlamento Tg 1/Che tempo fa L’eredità (gioco) Tg 1 Affari tuoi (gioco) Un passo dal cielo 2 (serie Tv) 23.20 Porta a porta (talk show)

06.45 12.00 13.30 14.10 15.15 16.50 17.00 18.50 20.00 20.30 21.10 23.25

Unomattina (contenitore) La prova del cuoco (rubrica) Tg 1/Economia Verdetto finale (talk show) La vita in diretta (contenitore) Rai Parlamento Tg 1/Che tempo fa L’eredità (gioco) Tg 1 Affari tuoi (gioco) Tale e quale show Tv 7 - Settimanale Tg 1

14.00 14.30 15.30 17.00 17.15 17.45 18.50 20.00 20.35 21.10

Easy driver (rubrica) Linea blu (rubrica) Le amiche del sabato (t.s.) Tg 1/Che tempo fa A sua immagine (religione) Passaggio a Nord-Ovest L’eredità (gioco) Tg 1/Rai Tg Sport Affari tuoi (gioco) Ti lascio una canzone (show) 00.40 Tg 1 / Che tempo fa

10.30 10.55 12.00 12.20 13.30 14.00 16.30 16.35

A sua immagine (rubrica) S. Messa (Taranto) Recita dell’Angelus Linea verde (rubrica) Tg 1 Domenica In - L’arena (t.s.) Tg 1 Domenica In Così è la vita 19.10 Automobilismo (Stati Uniti) 22.00 Indovina chi (film) 24.00 Tg 1 notte/Che tempo fa

12.00 13.30 14.10 15.15 16.50 17.00 18.50 20.00 20.30 21.10

La prova del cuoco (rub.) Tg 1/Economia Verdetto finale (talk show) La vita in diretta (contenitore) Rai Parlamento Tg 1/Che tempo fa L’eredità (gioco) Tg 1 Affari tuoi (gioco) Terra ribelle - Il nuovo mondo (serie Tv) 23.20 Porta a porta (talk show)

12.00 13.30 14.10 15.15 16.35 16.45 17.00 18.50 20.00 20.30 21.10 23.20

14.00 Seltz (sketch comici) 14.45 Senza traccia (telefilm) 15.30 Cold case Delitti irrisolti (telefilm) 16.15 Numb3rs (telefilm) 17.00 Las Vegas (telefilm) 17.45 Tg 2 Lis/Meteo/Sport/Tg 2 18.45 Squadra speciale Cobra 11 19.35 Il commissario Rex (tel.) 20.30 Tg 2 21.05 Criminal minds (telefilm) 23.25 Tg 2

14.00 Seltz (sketch comici) 14.45 Senza traccia (telefilm) 15.30 Cold case Delitti irrisolti (telefilm) 16.15 Numb3rs (telefilm) 17.00 Las Vegas (telefilm) 17.45 Tg 2 Lis/Meteo/Sport/Tg2 18.45 Squadra speciale Cobra 11 19.35 Il commissario Rex (tel.) 20.30 Tg 2 21.05 Pechino express (reality) 23.20 Tg 2

14.00 Seltz (sketch comici) 14.45 Senza traccia (telefilm) 15.30 Cold case Delitti irrisolti (telefilm) 16.15 Numb3rs (telefilm) 17.00 Las Vegas (telefilm) 17.45 Tg 2 Lis/Meteo/Sport/Tg2 18.45 Squadra speciale Cobra 11 19.35 Il commissario Rex (tel.) 20.30 Tg 2 21.05 Il monaco (film) 22.55 Tg 2

13.25 14.00 15.00 15.30 17.05 18.00 18.05 18.40 20.30 21.05 21.50 22.40

13.00 13.45 15.40 17.05 17.10 18.10 19.35

Tg 2/Motori/Meteo Quelli che aspettano (t.s.) Quelli che (talk show) Tg 2 Lis/Meteo Stadio Sprint (rub. sport) 90° minuto (rubrica sport) Cops - Squadra speciale (telefilm) Tg 2 NCIS (telefilm) Hawaii Five-0 (telefilm) La domenica sportiva (rub)

14.45 Senza traccia (telefilm) 15.30 Cold case Delitti irrisolti (telefilm) 16.15 Numb3rs (telefilm) 17.00 Las Vegas (telefilm) 17.45 Tg 2 Lis/Meteo/Sport/Tg2 18.45 Squadra speciale Cobra 11 19.35 Il commissario Rex (tel.) 20.30 Tg 2 21.05 NCIS: Los Angeles (tel.) 21.50 Blue bloods (telefilm) 22.40 The good wife (telefilm)

14.00 Seltz (sketch comici) 14.45 Senza traccia (telefilm) 15.30 Cold case Delitti irrisolti (telefilm) 16.15 Numb3rs (telefilm) 17.00 Las Vegas (telefilm) 17.45 Tg 2 Lis/Meteo/Sport/Tg 2 18.45 Squadra speciale Cobra 11 19.35 Il commissario Rex (tel.) 20.30 Tg 2 21.05 Criminal minds (telefilm) 23.25 Tg 2 / Punto di vista

12.45 13.10 14.00 15.10 16.00 17.40 19.00 20.00 20.10 20.35 21.05 23.15

13.10 14.00 15.10 16.00 17.40 19.00 20.00 20.10 20.35 21.05

La strada per la felicità Tg Regione/Meteo/Tg 3 La casa nella prateria (telef.) Cose dell’altro Geo (rub.) Geo & Geo Tg 3/Tg Regione/Meteo Blob (magazine) Comiche all’italiana Un posto al sole (soap) Oceano di fuoco Hidalgo (film) 23.25 Volo in diretta

13.10 14.00 15.10 16.00 17.40 19.00 20.00 20.10 20.35 21.05

La strada per la felicità Tg Regione/Meteo/Tg 3 La casa nella prateria (telef.) Cose dell’altro Geo (rub.) Geo & Geo Tg 3/Tg Regione/Meteo Blob (magazine) Comiche all’italiana Un posto al sole (soap) Amore criminale (Addolorata) 23.10 Correva l’anno (docum.)

14.00 Tg Regione/Meteo/Tg 3 14.55 Rai Educational 17.00 Timbuctu: i viaggi di Davide (reportage) 17.15 Spaghetti house (film) 19.00 Tg 3/Tg Regione/Meteo 20.00 Blob (magazine) 20.05 I figli del deserto (film) 21.05 Ulisse: il piacere della scoperta (documenti) 23.20 Tg 3/Tg Regione 23.40 Telepatia (documenti)

19.00 20.00 20.10 21.30 23.25

Telecamere salute (rub.) Rai Educational Passepartout (rubrica) Tg Regione/Meteo/Tg 3 In 1/2 H Alle falde del Kilimangiaro (magazine) Tg 3/Tg Regione/Meteo Blob (magazine) Che tempo che fa (talk s.) Report (inchieste) Tg 3/Tg Regione

13.10 14.00 15.10 16.00 17.40 19.00 20.00 20.15 20.35 21.05

La strada per la felicità Tg Regione/Tg 3/Meteo La casa nella prateria (tel.) Cose dell’altro Geo (rubrica) Geo & Geo Tg 3/Tg Regione/Meteo Blob (magazine) Comiche all’italiana Un posto al sole (soap) Che tempo che fa del lunedì (talk show) 22.40 Sfide (A. Zanardi)

12.45 13.10 14.00 15.10 16.00 17.40 19.00 20.00 20.15 20.35 21.05 23.20

L’ultimo apache Moviextra Acque profonde Arsenio Lupin Fantozzi subisce ancora Rainews (giorno) Himalaya - L’infanzia di un capo 19.40 La valle delle rose selvatiche: la fattoria del destino 21.15 L’ultima seduzione 23.30 007 - Mai dire mai

11.55 Moviextra 12.30 Qualcosa di travolgente 14.25 La vittoria di Luke The 5th quarter 16.05 Il ritorno dei magnifici sette 17.45 Rainews (giorno) 17.50 Pirati 19.40 La valle delle rose selvatiche: il vaccino del cuore 21.15 Americani 23.20 Them 00.35 Rainews (notte)

10.15 Pirati 12.05 Moviextra 12.40 Sogni e bisogni: verde Luna 13.25 Quiz show 15.40 Io non credo a nessuno 17.15 Rainews (giorno) 17.20 Tutti dentro 19.10 Il velo dipinto 21.15 007 - Bersaglio mobile 23.50 I magnifici sette cavalcano ancora

13.30 Into the wild Nelle terre selvagge 16.00 Il velo dipinto 18.05 Rainews (giorno) 18.10 Tanti futuri possibili 18.45 Festival internazionale del film di Roma 19.55 Tadpole - Un giovane seduttore a New York 21.10 La foresta dei pugnali volanti 23.05 Doc

10.00 Giuramento 12.00 Invito a una sparatoria 13.40 La foresta dei pugnali volanti 15.35 Elizabethtown 17.40 Rainews (giorno) 17.45 FBI - Operazione tata 19.25 Chiamami Aquila 21.15 Neverland - Un sogno per la vita 22.55 Sfida senza regole 00.35 Rainews (notte)

08.45 Il signor Robinson Mostruosa storia d’amore... 10.35 Cowboy dietro le sbarre 12.15 Fantasmi dal passato 13.50 Sul lago dorato 15.40 Arsenio Lupin 17.50 Rainews (giorno) 17.55 If only 19.30 L’ora delle pistole Vendetta all’O.K. Corral 21.15 La via del West 23.20 Drugstore (magazine)

14.15 Point break Punto di rottura 16.15 Invito a una sparatoria 17.55 Rainews (giorno) 18.00 Solitary man 19.35 La valle delle rose selvatiche: eredità d’amore 21.15 La mia super ex ragazza 22.55 100 pallottole d’argento (magazine) 23.00 Masters of horror: contro natura

12.00 12.55 14.00 14.45 15.30 16.35 18.55 19.35 20.30 21.10 23.55

Detective in corsia (tel.) La signora in giallo (tel.) Tg 4/Meteo Lo sportello di Forum Hamburg Distretto 21 (tel.) Il delitto perfetto (film) Tg 4/Meteo Tempesta d’amore (soap) Walker Texas Ranger (tel.) Sabrina (film) Diario di uno scandalo (film)

12.00 12.55 14.00 14.45 15.30 16.35 16.45 18.55 19.35 20.30 21.10 23.10

Detective in corsia (tel.) La signora in giallo (tel.) Tg 4/Meteo Lo sportello di Forum Hamburg Distretto 21 (tel.) My life. Segreti e passioni Borotalco (film) Tg 4/Meteo Tempesta d’amore (soap) Walker Texas Ranger (tel.) The mentalist (telefilm) The closer (telefilm)

12.00 12.55 14.00 14.45 16.00

Detective in corsia (tel.) La signora in giallo (tel.) Tg 4/Meteo Lo sportello di Forum Giovani aquile Flyboys (film) Tg 4/Meteo Tempesta d’amore (soap) Walker Texas Ranger (tel.) Quarto grado (inchieste) The game Nessuna regola (film)

15.30 Poirot: tragedia in tre atti (film) 17.00 Monk (telefilm) 18.00 Pianeta mare 18.55 Tg 4/Meteo 19.35 Tempesta d’amore (soap) 20.45 Le indagini di Padre Castell (telefilm) 21.30 Law & Order: Los Angeles (telefilm) 23.15 Law & Order: unità speciale (telefilm)

11.30 12.00 13.05 14.00 14.40

12.00 12.55 14.00 14.45 15.30 16.35 16.45 18.55 19.35 20.30 21.10 24.00

Detective in corsia (tel.) La signora in giallo (tel.) Tg 4/Meteo Lo sportello di Forum Hamburg Distretto 21 (tel.) My life. Segreti e passioni Julie Lescaut (telefilm) Tg 4/Meteo Tempesta d’amore (soap) Walker Texas Ranger (tel.) Quinta colonna (talk s.) Donnie Brasco (film)

12.00 12.55 14.00 14.45 15.30 16.35 16.50

Forum (rubrica) Tg 5/Meteo Beautiful (soap opera) Centovetrine (soap opera) Uomini e donne (t.s.) Pomeriggio 5 (contenitore) Avanti un altro! (gioco) Tg 5/Meteo Striscia la notizia (show) Ris Roma 3 Delitti imperfetti (serie Tv) 23.30 Il capo dei capi (serie Tv)

10.00 11.00 13.00 13.40 14.10 14.45 16.20 18.50 20.00 20.40 21.10 23.50

Tg 5 Forum (rubrica) Tg 5/Meteo Beautiful (soap opera) Centovetrine (soap opera) Uomini e donne (t.s.) Pomeriggio 5 (contenitore) Avanti un altro! (gioco) Tg 5/Meteo Striscia la notizia (show) Robin Hood (film) La doppia ora (film)

10.00 11.00 13.00 13.40 14.10 14.45 16.20 18.50 20.00 20.40 21.10 23.45

Tg 5 Forum (rubrica) Tg 5/Meteo Beautiful (soap opera) Centovetrine (soap opera) Uomini e donne (t.s.) Pomeriggio 5 (contenitore) Avanti un altro! (gioco) Tg 5/Meteo Striscia la notizia (show) I Cesaroni (serie Tv) Supercinema (magazine)

08.50 09.55 11.00 13.00 13.40

Superpartes (inf. politica) Melaverde (rubrica) Forum (rubrica) Tg 5/Meteo Rosamunde Pilcher: il castello dei miracoli (film) Verissimo (talk show) Avanti un altro! (gioco) Tg 5/Meteo Striscia la notizia (show) The winner is (talent show) X-style (rotocalco)

11.55 13.00 13.40 14.00 18.50 20.00 20.40

Melaverde (rubrica) Tg 5/Meteo L’arca di Noé (rubrica) Domenica live (contenit.) Avanti un altro! (gioco) Tg 5/Meteo Striscia la domenica (show) 21.15 Una moglie bellissima (film) 23.20 Il giudice Mastrangelo 2 (serie Tv)

11.00 13.00 13.40 14.10 14.45 16.20 18.50 20.00 20.40 21.10

Forum (rubrica) Tg 5/Meteo Beautiful (soap opera) Centovetrine (soap opera) Uomini e donne (t.s.) Pomeriggio 5 (contenitore) Avanti un altro! (gioco) Tg 5/Meteo Striscia la notizia (show) Squadra antimafia 4 Palermo oggi (serie Tv) 23.30 Original sin (film)

11.00 13.00 13.40 14.10 14.45 16.20 18.50 20.00 20.40 21.10 23.20

Forum (rubrica) Tg 5/Meteo Beautiful (soap opera) Centovetrine (soap opera) Uomini e donne (t.s.) Pomeriggio 5 (contenitore) Avanti un altro! (gioco) Tg 5/Meteo Striscia la notizia (show) La fidanzata di papà (film) Che pasticcio, Bridget Jones! (film)

12.25 13.40 14.10 14.35 15.00 16.00 16.50 17.45 18.30 19.20 21.10 23.45

Tg/Meteo/Sport Futurama (cartoni) I Simpson (cartoni) Dragon Ball GT (cartoni) Fringe (telefilm) Smallville (telefilm) Merlin (telefilm) Trasformat (gioco) Tg/Meteo CSI - Scena del crimine Spider-Man 2 (film) The island (film)

13.40 14.10 14.35 15.00 16.00 16.50 17.45 18.30 19.20 21.20 23.10

Futurama (cartoni) I Simpson (cartoni) Dragon Ball GT (cartoni) Fringe (telefilm) Smallville (telefilm) Merlin (telefilm) Trasformat (gioco) Tg/Meteo CSI - Scena del crimine La rivolta delle ex (film) Tutte le ex del mio ragazzo (film)

13.40 14.10 14.35 15.00 16.00 16.50 17.45 18.30 19.20 21.10 22.00 22.55

Grand Prix (rubrica sport) I Simpson (cartoni) Dragon Ball GT (cartoni) Fringe (telefilm) Smallville (telefilm) Merlin (telefilm) Trasformat (gioco) Tg/Meteo CSI - Scena del crimine CSI Miami (telefilm) CSI New York (telefilm) Person of interest (telef.)

11.00 12.25 13.40 15.35

11.50 12.25 13.00 14.00 16.05

21.10 22.40 00.50

La strada per El Dorado Tg/Meteo/Sport Così vanno le cose (film) High school musical: la sfida (film) Magazine C. League Tg/Meteo Striscia, una zebra alla riscossa (film) L’orso Yoghi (film) Uno sbirro tuttofare (film) Poker1mania (show)

12.25 13.40 14.10 14.35 15.00 16.00 16.50 17.45 18.30 19.20 21.10 23.45

13.40 14.10 14.35 15.00 16.00 16.50 17.45 18.30 19.20 21.10 23.30

Futurama (cartoni) I Simpson (cartoni) Dragon Ball GT (cartoni) Fringe (telefilm) Smallville (telefilm) Merlin (telefilm) Trasformat (gioco) Tg/Meteo CSI - Scena del crimine Spider-Man (film) Champions League speciale (rubrica)

12.30 13.30 14.05 16.30 18.20 19.15 20.00 20.30 21.10 00.10 01.15 01.20

I menù di Benedetta (rub) Tg La 7 Cristina Parodi live (cont.) Il commissario Cordier (t.) I menù di Benedetta (rub) G’ Day Tg La 7 Otto e mezzo (rubrica) La casa degli spiriti (film) Omnibus notte Tg La 7 Sport Prossima fermata

12.30 13.30 14.05 16.30 18.20 19.15 20.00 20.30 21.10 23.45 00.50 00.55

I menù di Benedetta (rub) Tg La 7 Cristina Parodi live (cont.) Il commissario Cordier (t.) I menù di Benedetta (rub) G’ Day Tg La 7 Otto e mezzo (rubrica) Servizio pubblico Omnibus notte Tg La 7 Sport Prossima fermata

12.30 13.30 14.05 16.30 18.20 19.15 20.00 20.30 21.10

I menù di Benedetta (rub) Tg La 7 Cristina Parodi live (cont.) Il commissario Cordier (t.) I menù di Benedetta (rub) G’ Day Tg La 7 Otto e mezzo (rubrica) Crozza nel paese delle meraviglie 22.20 Piazzapulita (speciale) 00.20 Omnibus notte

07.30 10.00 11.05 11.45 13.30 14.05 17.05 18.00 20.00 20.30 22.30 00.30

Tg La 7 Bookstore (rubrica) Madama Palazzo (interv.) Regina di spade (telefilm) Tg La 7 Italia-N. Zelanda (rugby) La 7 Doc Jag - Avvocati in divisa (t.) Tg La 7 In onda L’Ispettore Barnaby (tel.) Omnibus notte

10.00 Ti ci porto io (rubrica) 11.25 Ti ci porto io... in cucina con Vissani 11.45 Josephine, ange gardien 13.30 Tg La 7 14.05 Cari fottutissimi amici (film) 16.10 The district (telefilm) 18.00 L’Ispettore Barnaby (tel.) 20.00 Tg La 7 20.30 In onda 21.30 Baby boom (film) 23.40 Omnibus notte

12.20 Ti ci porto io... in cucina con Vissani 12.30 I menù di Benedetta (rub) 13.30 Tg La 7 14.05 Cristina Parodi live (cont.) 16.30 Il commissario Cordier (t.) 18.20 I menù di Benedetta (rub) 19.15 G’ Day 20.00 Tg La 7 20.30 Otto e mezzo (rubrica) 21.10 L’infedele 23.45 Omnibus notte

12.20 Ti ci porto io... in cucina con Vissani 12.30 I menù di Benedetta (rub) 13.30 Tg La 7 14.05 Cristina Parodi live (cont.) 16.30 Il commissario Cordier (t.) 18.20 I menù di Benedetta (rub) 19.15 G’ Day 20.00 Tg La 7 20.30 Otto e mezzo (rubrica) 21.10 Grey’s anatomy (telefilm) 23.55 Omnibus notte

14.15 14.30 15.00 18.00 18.30 19.00 19.15 19.30 20.45 20.50 21.00 23.00

Saluti salutissimi L’ merca dla smana Shopping con Telecupole Detto tra noi Musica vera sì o no Porte aperte a P. Lascaris Coming s./News/Econom. Tg/Paese che vai/Meteo Tg Coldiretti Flash Mondo artigiano Scacciapensieri Tg 4

14.15 14.30 15.00 18.00 18.30 19.00 19.15 19.30 20.45 21.00 22.30 23.00

Saluti salutissimi Dimensione vintage Shopping con Telecupole Car show Musica vera sì o no 4 zampe in Tv Coming s./News/Econom. Tg/Paese che vai/Meteo Alla scoperta del Piemonte Il teatrino di Telecupole Detto tra noi Tg 4

14.15 14.30 15.00 18.00 18.30 19.00 19.15 19.30 20.45 21.00 21.15 22.30

12.30 13.50 14.15 14.30 15.00 18.00 18.30 19.05 19.30 20.45 21.00 23.00

Saluti salutissimi Tg 4 Saluti salutissimi Transalp Shopping con Telecupole Car show Bouquet Tv Alla scoperta del Piemonte Tg/Paese che vai/Meteo Wine & food L’ mercà dla smana Tg 4

11.57 12.00 13.25 13.30 16.00 17.00 18.30 19.00 19.15 20.30 21.00 23.00

13.50 14.15 14.30 15.00 18.00 18.30 19.00 19.15 19.30 20.45 22.30 23.00

12.25 13.50 14.15 14.30 15.00 18.00 18.30 19.00 19.15 19.30 20.45 23.00

Le storie - Diario it. (rub.) La strada per la felicità Tg Regione/Meteo/Tg 3 La casa nella prateria (telef.) Cose dell’altro Geo (rub.) Geo & Geo Tg 3/Tg Regione/Meteo Blob (magazine) Comiche all’italiana Un posto al sole (soap) Chi l’ha visto? (inchieste) Volo in diretta

10.35 12.05 12.40 14.15 16.20 17.50 17.55

11.00 13.00 13.40 14.10 14.45 16.20 18.50 20.00 20.40 21.10

18.55 19.35 20.30 21.10 24.00

Saluti salutissimi Camper magazine Shopping con Telecupole Videotop Musica vera sì o no Dimensione vintage Coming s./News/Econom. Tg/Paese che vai/Meteo Incontro con il Governatore Turismo cuneese Romagna mia Transalp

15.30 18.50 20.00 20.40 21.10 24.00

17.55 18.30 19.00

Dribbling (rubrica sport) Teen manager (docureal.) Catastrofi (documenti) Squadra speciale Lipsia Sereno variabile (rubrica) Tg 2 Lis/Meteo 90° minuto serie B (sport) Automobilismo (Usa) Tg 2 Castle (telefilm) Body of proof (telefilm) Tg 2

20.30 21.00 21.45 22.35 12.25 12.55 13.25 14.00 14.30 15.05

17.05 18.55 19.35 21.30 23.45

18.05 18.30 19.00 21.25 00.20

Tg 4/Meteo Pianeta mare Donnavventura (reportage) Tg 4/Meteo Appuntamento fra le nuvole (film) Downton abbey (serie Tv) Tg 4/Meteo Il comandante Florent (tel.) L’amore infedele Unfaithful (film) Terra!

Grand Prix (rubrica sport) Tg/Meteo Sport Mediaset XXL (rub.) Step Up (film) Step Up 2 - La strada per il successo (film) Tutto in famiglia (sit. com.) Tg/Meteo Ritorno al futuro Parte II (film) Archimede (rubrica) Wild 2 - La caccia è aperta

Tre minuti con P. Ottavio Obiettivo agricoltura Gusto giusto Ballando “Le Cupole” Shopping con Telecupole Car show Agrisapori Coming soon Obiettivo agricoltura Itinerari Scacciapensieri Tg 4 settegiorni

Tg/Meteo/Sport Futurama (cartoni) I Simpson (cartoni) Dragon Ball GT (cartoni) Fringe (telefilm) Smallville (telefilm) Merlin (telefilm) Trasformat (gioco) Tg/Meteo CSI - Scena del crimine Colorado (show) Covert affairs (telefilm)

Tg 4 Saluti salutissimi Piemonte notizie Shopping con Telecupole Stile corsa Musica vera sì o no Fermo immagine Coming soon/News/Econ. Tg/Paese che vai/Meteo Alè Toro! Tg 4/Meteo Ara Pacis (talk show)

18.55 19.35 20.30 00.45

La prova del cuoco (rub.) Tg 1/Economia Verdetto finale (talk show) La vita in diretta (contenitore) Tg Parlamento Tg 1/Che tempo fa 55° Zecchino d’oro (canto) L’eredità (gioco) Tg 1 Affari tuoi (gioco) Questo nostro amore (s.t.) Porta a porta (talk show)

Le storie - Diario italiano La strada per la felicità Tg Regione/Meteo/Tg 3 La casa nella prateria (telef.) Cose dell’altro Geo (rubrica) Geo & Geo Tg 3/Tg Regione/Meteo Blob (magazine) Comiche all’italiana Un posto al sole (soap) Ballarò (talk show) Volo in diretta

Detective in corsia (tel.) La signora in giallo (tel.) Tg 4/Meteo Lo sportello di Forum Hamburg Distretto 21 (tel.) My life. Segreti e passioni Il solitario di Rio Grande (film) Tg 4/Meteo Tempesta d’amore (soap) I 10 Comandamenti (film) Lady in the water (film)

Saluti salutissimi Tg 4 Saluti salutissimi Detto tra noi Shopping con Telecupole Car show Musica vera sì o no Quattro zampe in Tv Coming soon/News/Econ. Tg/Paese che vai/Meteo Ballando “Le Cupole” Tg/Paese che vai/Meteo


34

mercoledì 14 novembre 2012

spettacoli

CINEMA In cinese

MUSICA Lou Seriol

Cinemondo Primo film

Occitania progressive

SAVIGLIANO. Una minirassegna di film in lingua originale per scoprire nuove culture. Sabato 17 novembre, alle 16, presso il cinema Aurora ci sarò la proiezione gratuita del film cinese “Le biciclette di Pechino” di Wang XiaoShuai (2001). Il film sarà proiettato in lingua originale e sottotitolato in italiano. L’evento si inserisce nel progetto Cinemondo, organizzato dalle associazioni saviglianesi Noi con Voi e Piccoli Passi per favorire l'integrazione tra le comunità presenti sul territorio di Savigliano, ed è stato realizzato con il contributo del Fondo Speciale per il

CARMAGNOLA. Sabato 17 novembre, sul palco del circolo Arci Margot di via Donizetti saliranno i Lou Seriol. Nella serata “Occitania progressive”, la famosa band verrà preceduta da Lhi Balòs, che ritornano al circolo dopo il successo dell’anno scorso. I Lou Seriol hanno ormai vent’anni di carriera alle spalle: nascono nel 1992 sull’onda della riscoperta della musica occitana e sulla valorizzazione della stessa. In principio si affermano come formazione acustica, ma negli anni sviluppano un suono sempre più moderno. L’ultimo album è “Maquina Enfernala”, ancora una volta au-

Una scena del film “Le biciclette di Pechino” di Wang Xiao-Shuai

Volontariato in Piemonte – Centro Servizi Società Solidale della provincia di Cuneo. Le prossime proiezioni, sempre gratuite, avranno luogo sabato 1° dicembre, quando verrà presentato il film arabo “Ali Zaoua, prince de la rue”, e sabato 15 dicembre, con il film rumeno “Ho Ho Ho”.

AL CINEMA SAVIGLIANO AURORA Via Ghione, 10 -Tel. 0172/71.29.57 Chef merc. 14 e giov. 15 (21.15). Amour ven. 16, sab. 17 e mart. 20 (21.15), dom. 18 (18.30-21.15). L’era glaciale 4 - Continenti alla deriva dom. 18 (16.30). Lun. 19: chiuso per riposo. La guerra è dichiarata merc. 21 e giov. 22 (21.15).

«Per i preziosi consigli sulla realizzazione del progetto – dicono gli organizzatori – si ringrazia l’associazione culturale i313 di Torino, che per prima ha proposto sul territorio iniziative di cinema di comunità (“Cinemigrante”, ndr). Si ringrazia, inoltre, il Centro Famiglie di Savigliano per la collaborazione».

Secondo aperitivo

BRA

VITTORIA Via Cavour - Tel. 0172/41.27.71 SALA MILLENNIUM - SALA METROPOLIS Programmazione in segreteria

CENTALLO NUOVO LUX Via Roata Chiusani, 1 - Tel. 0171/211726 50 e 50 ven. 16 (21) - “Rassegna d’autunno”. Hotel Transylvania sab. 17 e lun. 19 (21), dom. 18 (15-17-21).

SALUZZO ITALIA Tel. 0175/211905 The Twilight saga: breaking dawn - Parte 2 da giov. 15 a lun. 19 (20-22.15), sab. 17 e dom. 18 (16-18.05-20.10-22.20). Reality mart. 20 (17-21.15) - “Cineclub”. 007 - Skyfall da giov. 15 a lun. 19 (21.30), sab. 17 e dom. 18 (16-18.3021.30). The Twilight saga: breaking dawn - Parte 2 mart. 20 (20-22.15). Hotel Transylvania da giov. 15 a lun. 19 (20-22.15), sab. 17 e dom. 18 (16-18.0520.10-22.20). 007 - Skyfall mart. 20 (21.30). Argo da giov. 15 a mart 20 (2022.15), sab. 17 e dom. 18 (16-18.05-20.10-22.20). Merc. 21: chiuso per riposo. POLITEAMA Tel. 0175/43756 Venuto al mondo da ven. 16 a lun. 19 (20-22.15), dom. 18 (16-18.30-21.30). Merc. 14: chiuso per riposo.

RACCONIGI CINEMA S. GIOVANNI - Via Cesare Billia, 10 Hotel Rwanda ven. 16 (21). Il rosso e il blu sab. 17 (21) e dom. 18 (16).

BORGO S. DALMAZZO CINELANDIA: Tel. 0171/26.52.13 - Prenotazione posti al n. 199.151.645 o sul sito www.cinelandia.it SALA 1 - digitale: Code name: Geronimo merc. 14 (20.30-22.40). SALA 2 digitale: The Twilight saga: breaking dawn - Parte 2 merc. 14 (21). SALA 3 - digitale: Il Matrimonio che vorrei merc. 14 (20.20-22.35). SALA 4 - digitale: The Twilight saga: breaking dawn - Parte 2 merc. 14 (20-22.30). SALA 5 digitale: Red lights merc. 14 (20.10-22.45). SALA 6 - digitale: Argo merc. 14 (20.05-22.40). SALA 7 - digitale: Vicini del terzo tipo merc. 14 (20.20-22.40). SALA 8 - digitale: Hotel Transylvania merc. 14 (20.15-22.20). SALA 9 - digitale: The Twilight saga: breaking dawn - Parte 2 merc. 14 (20.10-22.40). SALA 10 - digitale: 007 - Skyfall merc. 14 (19.50-22.40).

FOSSANO I PORTICI - Via Roma, 74 - Tel. 0172/833381 SALA VISCONTI: Coup de theatre: l’insostenibile leggerezza merc. 14 (21) - Stagione teatrale.The Twilight saga: breaking dawn - Parte 2 giov. 15 (21), ven. 16 (20.15-22.30), sab. 17 (18-20.15-22.30), dom. 18 (16-18.30-21.30), lun. 19 (21.15). Queen - Hungarian rhapsody mart. 20 (21.30). Il primo uomo merc. 21 (21.15) - “Cineforum”. SALA FELLINI: Hotel Transylvania merc. 14 (21.30), giov. 15 (21.15), ven. 16 (20-21.45), sab. 17 (17.30-20-22), dom. 18 (15.4518-21), da lun. 19 a merc. 21 (21). SALA DE SICA: Venuto al mondo merc. 14 (21.30), giov. 15, lun. 19 e mart. 20 (21.15), ven. 16 (20-22.30), sab. 17 (17.3020-22.30), dom. 18 (16-18.30-21.30), merc. 21 (21.30). Giov. 22: riposo.

NELLA FOTO: IL MATRIMONIO CHE VORREI

toprodotto e distribuito da Egea Music. L’idea nasce nell’autunno 2008 a 1887 metri di quota, nella Frazione di Ferrere di Argentera, dove i Lou Seriol si riuniscono per una “tre giorni” di ritiro e registrazione. Tutto il lavoro compositivo è stato elaborato in pre produzione, dove i brani hanno preso forma e so-

MUSICA Concerto dell’ensemble Calliope

CINECITTÁ Via Torino, 252 - Tel. 0172/72.63.24 (informazioni e prenotazioni) Da giov. 15 a mart. 20 SALA 1: The Twilight saga: breaking dawn - Parte 2 (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16-18.10-20.20-22.30). SALA 2: The Twilight saga: breaking dawn - Parte 2 (Fer.: 20.20; dom.: 16-18.10). 007 - Skyfall (Fer. e dom.: 22.15). SALA 3: Hotel Transylvania (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 1618.10-20.20-22.30). SALA 4: Venuto al mondo (Fer.: 20.1522.30; dom.: 15.45-18-20.1522.30). SALA 5: Argo (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16-18.1020.20-22.30). Merc. 21: giorno di riposo settimanale.

IMPERO Via V. Emanuele - Tel. 0172/41.23.17 - www.cinemaimperobra.it SALA GRANDE: Hotel Transylvania da giov. 15 a lun. 19 (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16.20-18.20-20.20-22.30). SALA MAX: 007 - Skyfall da giov. 15 a lun. 19 (Fer.: 21.15; sab.: 19.50-22.30; dom.: 16-18.30-21.10). SALA MIGNON: Venuto al mondo da giov. 15 a lun. 19 (Fer. e sab.: 20.10-22.30; dom.: 16-18.1520.30-22.40).

I Lou Seriol sono sulla scena da vent’anni

L’ensemble Calliope si esibirà a palazzo Taffini

SAVIGLIANO. Dopo l’esordio di domenica scorsa con il concerto “Profumo di donna”, arriva il secondo appuntamento con gli “Aperitivi in musica”, i concerti della domenica organizzati a palazzo Taffini dall’associazione Amici della Musica presieduta da Ubaldo Rosso. Domenica 18 novembre sale sul palcoscenico l’ensem-

ble Calliope (Won Jung Pae, soprano; Gian Marco Solarolo, oboe; Cristina Monti, pianoforte) che presenta “La parola cantata e il canto della melodia”. In programma brani di Francesco Paolo Tosti (Vorrei, La serenata, A vucchella), Giacomo Puccini (Mi chiamano Mimì, O mio babbino caro, Quando m’en vo), Carlos Gardel (El die que me quieras, Volver, Sus

ojos se cerraron, Melodia de arrabal, Tomo y obligo, Por una cabeza), Gaetano Donizetti (Il barcaiolo, So anch’io la virtù magica). Gli altri appuntamenti. Domenica 25 novembre tornerà il Nuovo Trio Fauré (Flavia Brunetto al pianoforte, Silvano Minella al violino e Marco Perini al violoncello), che proporrà musiche di Schubert. Domenica 2 dicembre, infine, sarà tempo di “Meditazioni musicali” con l’arpista Ute Catherine Schiewek. Tutti i concerti avranno inizio alle ore 10.45. Come prevede la tradizione, al termine di ogni appuntamento sarà offerto l’aperitivo. Il biglietto costa 5 euro (ingresso libero per i soci degli Amici della Musica). La rassegna si svolge con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Regione Piemonte (“Piemonte in Musica”), della Fondazione e della Banca Cassa di Risparmio di Savigliano.

stanza, fino ad arrivare alla realizzazione in studio. Reggae, Hip hop, pop, rock si uniscono alle sonorità tradizionali. Di “Maquina Enfernala” c’è anche un videoclip, presentato nel marzo scorso insieme al disco. L’ingresso è libero con tessera Arci.

Primo atto, comicità all’Aurora SAVIGLIANO. Appuntamento con la comicità al Cinema Aurora. Venerdì 23 novembre la compagnia Primo Atto di Saluzzo presenta lo spettacolo “Dieci rintocchi di Campanile”, un lungo viaggio attraverso la produzione teatrale di Achille Campanile, senza dubbio uno dei grandi padri della comicità italiana, autore che come pochi seppe giocare con la nostra lingua, creando situazioni di grande humor. Una comicità semplice, garbata, adatta a un pubblico “dai 9 ai 99 anni”, ma mai banale, e che senza dubbio saprà far trascorrere un’ora e mezza di serenità e allegria. Lo spettacolo approda per la prima volta a Savigliano, in concomitanza con il 90° anniversario della chiesa di San Giovanni, che l’associazione Attività e Cultura per Savigliano, promotrice insieme al CSV Società Solidale di Cuneo dell’evento, vuole ricordare con una serata all’insegna della spensieratezza. Ingresso gratuito.

FESTIVAL La rassegna letteraria propone come sempre grandi ospiti

Scrittorincittà ti lascia senza fiato CUNEO. Promette di mozzare il fiato la XIV edizione di “Scrittorincittà”, il festival letterario cuneese dedicato al mondo dei libri. Il filo conduttore quest’anno sarà proprio “Senza fiato”, inteso sia come stupore e meraviglia che ci tolgono il respiro, sia negativamente, come sensazione di mancanza d’aria. Il festival, che si inaugura mercoledì 14 novembre, sarà un’occasione poliedrica di riflessione e confronto sulle tematiche più diverse riuscendo a coinvolgere il pubblico in occasioni culturali decisamente ad ampio spettro. Numerosi gli ospiti: da importanti penne del giornalismo, come Riccardo Iacona, Marco Travaglio, Loredana Lipperini, Mario Calabresi, Paolo Griseri ed Ettore Boffano, ad autori di grande rilievo nell’ambito della narrativa italiana e straniera come l’ormai affezionata Michela Mur-

Corrado Augias

gia, Paolo Giordano, il giallista Jeffery Deaver, Marcello Fois, Dacia Maraini, Fernando Savater,Younis Tawfik, Hamid Ziarati, ma anche i vincitori del Premio Città di Cuneo per il Primo Romanzo, Carlo Repetti, Francesco Pinto, Susanna Bissoli e Marco Presta. Non mancheranno, inoltre,

personalità della società civile: Maria Falcone e Rita Borsellino, Nando Dalla Chiesa,Yvan Sagnet e volti noti del mondo dello sport: Carlo Caglieris, uno dei più forti playmaker di tutti i tempi per il basket, l’allenatore azzurro Mauro Berruto per la pallavolo, il pluripremiato corridore “estremo”, Marco Olmo. Ed ancora: insigni personaggi del mondo dello spettacolo come Fabrizio Gifuni, Lella Costa Ascanio Celestini ed Emma Dante ed esponenti del mondo della scienza come il matematico Michele Emmer e il genetista Alberto Piazza. A rappresentare la Chiesa impegnata ar-

riveranno don Virginio Colmegna e Suor Giuliana Galli. Numerosi anche gli eventi di spettacolo, le iniziative collaterali, le mostre e le attività per bambini e ragazzi. Mercoledì, alle 18, presso il Centro incontri della Provincia (corso Dante n. 41), primo grande ospite della kermesse sarà Corrado Augias. E la sera stessa, alle 21, al cinema Monviso sarà proiettato il film “Fino all’ultimo respiro” di Jean-Luc Godard (più che mai in tema). Il programma completo può essere consultato sul sito internet: www.scrittorincitta.it.

Al Ratatoj gli ex Mr. Steady Dudes SALUZZO. Serata “celebrativa” quella di sabato 17 novembre, dalle ore 21.30, al circolo Ratatoj. Sul palco gli “ex” Mister Steady Dudes. Il gruppo ska si riunirà per un'occasione particolare: i primi quarant’anni di Nano, storico fonico del Ratatoj. Dopo il concerto, musica selezionata da dj Reghe. Ingresso gratuito per i soci Arci.


spettacoli

mercoledì 14 novembre 2012

TEATRO Classico, moderno, danza e musica in cartellone

Milanollo: ecco la stagione

Maria Amelia Monti

Mauro Ermanno Giovanardi

SAVIGLIANO. Classico, moderno, danza e musica: è la stagione del teatro Milanollo, promossa dal Comune e dalla Fondazione Piemonte dal Vivo. La novità di quest’anno è che la campagna abbonamenti inizierà sabato 17 novembre in teatro (e non in Comune). Il botteghino sarà aperto dalle 14 alle 17.30. Alle 18 sarà proposto subito uno spettacolo, “Maffia”, realizzato dal laboratorio teatrale dell’Istituto superiore Arimondi-Eula, per la regia di Giuseppe Porcu. Si tratta di una riflessione sulla vicenda dei giudici Falcone e Borsellino, interpretata da chi vent’anni fa non era ancora nato.

La stagione parte venerdì 7 dicembre con il concerto di inaugurazione. L’evento è fuori abbonamento, ma sarà gratuito per gli abbonati ed a pagamento per gli altri. Si esibirà l’Orchestra Femminile Italiana. Mercoledì 19 dicembre si parte con “Il mondo dei vinti”, dall’opera di Nuto Revelli (spettacolo all’interno della rassegna nazionale “Schegge di memoria”). Sabato 12 gennaio, serata di circo contemporaneo, danza e cabaret con “Cirque Déco”, spettacolo a suon di jazz con il Cirko Vertigo. Appuntamento con il “classico” martedì 29 gennaio: di scena il Don Giovanni di Mo-

MUSICA

Poker d’assi per l’Hiroshima

Club Dogo e Nina Zilli

lière. La danza entra invece in scena venerdì 8 febbraio con lo spettacolo “When I dance, I dance. When I sleep, I sleep” di Sara Marasso. Si torna alla prosa domenica 24 febbraio con l’attrice Maria Amelia Monti in “Tante belle cose”, una commedia di Edoardo Erba con musiche di Cesare Cremonini e la regia di Alessandro D’Alatri (apprezzato regista anche al cinema). Ancora “classico” sabato 23 marzo con “Aristofane - La pace”, una pièce rivisitata in chiave moderna. Si chiude domenica 14 aprile con “Chelsea Hotel”, uno spettacolo di prosa e musica sull’albergo di New York dove alloggiavano i grandi del rock. Sul palco anche il cantante Mauro Ermanno Giovanardi, già leader dei “La Crus”. Tutti gli spettacoli sono alle ore 21. «La programmazione – spiega l’assessore alla Cultura Chiara Ravera – sarà affiancata da una ricca varietà di spettacoli musicali e teatrali, promossi in sinergia con le associazioni del territorio. Tra questi segnaliamo la 14ª edizione della rassegna dialettale in piemontese, la 4ª edizione della rassegna Sorgenti - nata con l’intento di dare spazio ai giovani attori del nostro paese - e la 4ª edizione dello

Small Town Festival, kermesse di eventi diffusi in città che si propone di far incontrare realtà musicali e teatrali di diversa estrazione ed improntate al multiculturalismo, presentando nuovi artisti del panorama italiano ed ospiti internazionali. Un occhio di riguardo – aggiunge – è stato inoltre posto agli appuntamenti per le nuove generazioni – rassegna di Teatro Scuola e Domeniche a Teatro per famiglie, organizzate in collaborazione con la Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani – ed alla politica di contenimento dei costi di abbonamenti e biglietti di ingresso». Guido Martini

L’assessore Chiara Ravera

In contemporanea, per i palati che prediligono il soul, venerdì 16 novembre, alle ore 21, presso il teatro Colosseo di via Madama Cristina n. 71 ci sarà il grande ritorno dell’instancabile Nina Zilli. Dopo la partecipazione al festival con “Per sempre”, il brano tratto dall’album “L’amore è femmina”, il programma tv con Giorgio Panariello, l’Eurofestival, primavera ed estate sempre in tour, da novembre Nina è nei teatri. La cantante dalla simpatia travolgente canterà i pezzi dei suoi due album, “Nina Zilli” e “L’amore è femmina”. Biglietti da 22 a 32 euro + prevendita (a Savigliano da Exit Music).

Gli abbonamenti per la stagione teatrale del Milanollo saranno in vendita da sabato 17 novembre (ore 14-17.30) al teatro Milanollo di piazza Turletti. La vendita proseguirà fino al 19 dicembre presso l’ufficio Cultura del municipio (corso Roma n. 36, 1° piano, tel. 0172.710235), dal lunedì al giovedì (ore 9-12).

BIGLIETTI Prezzi del singolo spettacolo: platea e palchi 1° ordine 16 euro, palchi 2° ordine 13 euro, galleria 10 euro, loggione 8 euro, studenti 8 euro, studenti con carta “Iostudio” 5 euro. Sono previste, inoltre, diverse agevolazioni e riduzioni per anziani, studenti ed iscritti ad alcune associazioni culturali.

da mercoledì 14 novembre 2012 a mercoledì 21 novembre 2012

Fiera del porro

Gioco solidale

Mercatini

Appuntamenti col gusto

Per i terremotati

Alcune proposte

CERVERE. Continua la Fiera del porro. Da venerdì 16 a lunedì 19 sarà aperto il mercato dei porri con intrattenimenti e spettacoli. Possibilità di gustare piatti tipici con il porro. Info: 333.3236589.

CHERASCO. Al teatro Salomone, sabato 17, alle ore 21, ci sarà “Lo scrigno delle meraviglie”, gioco a premi basato sulla formula del quiz Tv “The Money Drop”. I concorrenti saranno estratti tra il pubblico. Il ricavato andrà ai terremotati di Mirandola.

IN PROVINCIA. Per gli amanti dei mercatini, domenica 18 ci saranno bancarelle di antiquariato, artigianato e prodotti tipici a Borgo San Dalmazzo, Villanova Mondovì e Vicoforte.

NARZOLE. Torna, da venerdì 16 a domenica 18, la Fiera napoleonica dei porri e dei puciu. Presso il palafiera, esposizione di prodotti tipici, momenti gastronomici e spettacoli. Informazioni allo 0173.77003.

Addobbi natalizi

Mercato delle idee regalo SALUZZO. La Fondazione Bertoni ospita sabato 17 e domenica 18, presso l’ex caserma di piazza Montebello n. 1, un mercatino di addobbi natalizi e idee regalo. Aperto sabato pomeriggio e domenica tutto il giorno. Ingresso: 3 euro.

Cammino da seduto

Sandri presenta il libro TARANTASCA. Giovanni Sandri presenta il suo libro “Cammino da seduto”, sabato 17, alle 15.30, alla biblioteca civica di via Bellino n. 1. Al termine, merenda per tutti.

“Galuperie”, atto 2°

Giornata al castello MANTA. Domenica 18, al castello, torna “Galuperie: assaggi di arte, musica e golosità”, un itinerario di visita alla scoperta delle sale del maniero accompagnati da musica e degustazioni.Visite ogni 30 minuti, ore 14-17. Biglietti da 9 a 15 euro. Prenotazione consigliata, tel. 0175.87822. Nina Zilli, dopo il tour estivo, continua i concerti nei teatri

Il teatro Milanollo è stato restaurato di recente

Dove andare

Fiera napoleonica TORINO. Non c’è che l’imbarazzo della scelta, questo fine settimana, per gli aficionados dell’Hiroshima Mon Amour. Nella sede di via Bossoli n. 83, spazio al rap con i Club Dogo, che terranno ben due concerti: venerdì 16 e sabato 17 novembre, alle ore 22 (ingresso: 15 euro). Forti del grande successo con la hit “P.E.S. (con Giuliano Palma)”, tra i più apprezzai tormentoni estivi, i Club Dogo tornano dal vivo per le presentazione di “Noi siamo il club”, l’ultimo e sesto album della carriera del trio rap milanese. Il disco, uscito lo scorso 5 giugno per Universal Music, si è aggiudicato il disco d’oro.

Sabato inizia la vendita degli abbonamenti direttamente in teatro

ABBONAMENTI Abbonamento 7 spettacoli: platea 84 euro, palchi 1° ordine 336 euro (poltrona singola 84 euro), palchi 2° ordine 252 euro (poltrona singola 63 euro), galleria e loggione 49 euro. Abbonamento per gli iscritti Unitre o al laboratorio di Voci Erranti: platea 70 euro, palchi 1° ordine 280 euro (poltrona singola 70 euro), palchi 2° ordine 224 euro (poltrona singola 56 euro), galleria e loggione 42 euro. Abbonamento studenti: platea e palchi 42 euro, galleria e loggione 35 euro.

Porri e puciu I Club Dogo sono tra i gruppi rap italiani più apprezzati

35

“Aj a Caraj”

Tartufo

Giornata golosa

Tutto sull’aglio CARAGLIO. Si tiene domenica 18, dalle 9 alle 19, la 10ª edizione di “Aj a Caraj”, sagra dell’aglio con mostra mercato di aglio locale e regionale e prodotti di stagione, frutta, formaggi, salumi, vini, degustazioni e proposte varie; nel pomeriggio, intrattenimento musicale.

VEZZA D’ALBA. Si svolge, domenica 18, la Giornata del Tartufo: dalle 11, al museo, inaugurazione mostra; alle 12.30, in piazza S. Giovanni, pranzo col tartufo. Nel pomeriggio, ricerca simulata. Info: 338.7690123. Gli eventi di Savigliano e paesi limitrofi li trovate nelle pagine di cronaca

Con il Colonello

Visite in notturna MONFORTE. Sabato 17 novembre, le tenebre invernali caleranno veloci sul Museo Martina. L’associazione Turismo in Langa – in collaborazione con l’associazione Ambiente e Cultura ed il Patrocinio del Comune di Monforte d’Alba – propone il “Notturno del Colonnello”: visite animate in notturna, al lume della torcia elettrica per andare a scoprire segreti ed aneddoti sulla storia di Monforte e del personaggio a cui è intitolato il Museo, il Colonnello Paolo Domenico Martina.

Nella rappresentazione ci saranno anche le “popolane”

I partecipanti dovranno darsi appuntamento presso il Museo Martina, in piazza Umberto I. I turni di visita saranno alle ore 20, 21, 22 e 23: le visite durano circa 1 ora; il museo rimarrà aperto fino a mezzanotte. Il costo d’ingresso e della visita animata è 10 euro per gli adulti, gratui-

to per i bambini fino a 6 anni. I partecipanti sono invitati a portare con sé una torcia a batteria. In omaggio ai partecipanti una mappa sentieristica della zona. Il programma completo e tutte le informazioni in www.turismoinlanga.it. Prenotazioni (obbligatorie): 0173/364030.


36

rubriche

mercoledì 14 novembre 2012

Scorci e personaggi ‘dla veja Savian

di Giovanni Bosio foto di Marino Mondino

Uno scorcio di borgo Marene La vecchia e bella cartolina postale qui riprodotta mostra uno scorcio di borgo Marene dal passaggio a livello ferroviario al ponte sul Mellea, nelle cui vicinanze si erge ancora il casotto del dazio, in disuso dal 1913 quando questo balzello fu abolito. Nella foto non si scorge l’ingresso allo stabilimento della Società Nazionale delle Officine di Savigliano (oggi Alstom), in quanto è stato aperto nei primi anni Settanta del secolo scorso, quando le Officine di Savigliano furono assorbite dalla Fiat Ferroviaria. Quando i ragazzini ritratti nelle vicinanze del passaggio a livello incontravano il pittore Giacomo Gandi nel bosco dietro casa sua fuggivano a gambe levate, impauriti dal suo aspetto di uomo nel pieno della vecchiaia: barba da fare, capelli lunghi e scarmigliati e lo sguardo allucinato come fosse uscito di senno.

Auguri Scommesse Serie A

Lotto sistemi

Massimi Ritardi

Sistema sul numero 19 ritardatario sulla ruota NAZIONALE

32 80 36 19 19 19 19 19 19 19 19

76 19 75 36 76 32 37 37 76 37 1

15 80 75 1 15 1 76 75

37 1 15

80 36 32 80

QUOTE

a cura di NEL

ARIETE 21 Marzo - 20 Aprile Amore: provocate, criticate e boicottate le offerte di pace del partner... ed avete persino il coraggio di fare i gelosi: non tirate troppo la corda! Audaci ed intraprendenti rischiate di avviare progetti troppo ambiziosi. Siete in vena di inutili e pericolosi contorsionismi mentali.

TORO 21 Aprile - 20 Maggio Le tensioni con il partner non mancano, e lui è nervoso, ma voi sapete calmarlo con i vostri modi rassicuranti. Ostacoli anche nei progetti di lavoro, ma la tenacia viene premiata. Salute: il movimento vi farà bene, ma state in guardia da possibili problemi alle articolazioni.

Napoli-Milan

1,85

3,50 4,00

T

TOT

Bologna-Palermo

2,20

3,20 3,30

0,50

1,00

Catania-Chievo

1,80

3,25 4,75

0,50

0,50

1,00

0,50

0,50

1,00

Fiorentina-Atalanta

1,55

3,80 6,00

0,50

0,50

1,00

Inter-Cagliari

1,50

4,00 6,50

1,50

0,40

0,10

2,00

Siena-Pescara

1,73

3,40 5,00

1,50

0,40

0,10

2,00

1,50

0,40

0,10

2,00

Udinese-Parma

2,05

3,15 3,75

1,50

0,40

0,10

2,00

Sampdoria-Genoa

2,50

3,10 2,90

Roma-Torino

1,60

4,75 4,25

Q

O

ROSCOPO

LEONE 23 Luglio - 23 Agosto La voglia di fare è tanta, ma non caricatevi troppi impegni, lavorativi e non, sulle spalle. Con la vostra dolce metà c’é una buona complicità, una forte sintonia mentale ed affettiva e voglia di fare progetti per il futuro insieme... un periodo senza macchie!

VERGINE 24 Agosto - 22 Settembre Il lavoro vi assorbe e per il partner e gli amici rimane poco tempo. L’impegno è ripagato dai risultati, ma non trascurate chi vi è caro. Avete progetti ambiziosi, ma mancate di determinazione: impegnatevi di più. Zittite l’orgoglio e chiedete aiuto a chi può darvelo.

GEMELLI 21 Maggio - 21 Giugno

BILANCIA 23 Settembre - 22 Ottobre Nel lavoro aumentano le responsabilità, ma scarseggiano le energie: non fatevi sfruttare. Il nervosismo aumenta, ma la disponibilità è d’obbligo, o certi rapporti salteranno. In questo periodo anche il partner è distaccato e non è facile coinvolgerlo emotivamente: fatevi desiderare!

Obiettivi centrati nel lavoro, problemi risolti in famiglia, invece in coppia aumenta il malcontento: è urgente un confronto con il partner. Inutile rimuginare sui problemi. Uscite, svagatevi, fate nuove conoscenze: potrebbero servirvi per incrementare anche i vostri affari.

4,00 5,50

A

Nel lavoro avete bisogno di validi alleati: scegliete con cura soci e collaboratori. Con il partner è forte l’intesa affettiva: siete complici ed avete tanta voglia di condividere idee e progetti. La mente è attratta da nuovi interessi e vi spinge a tornare sui libri.

CANCRO 22 Giugno - 22 Luglio

1,55

0,50

TOTALE 12,00

da mercoledì 14 a martedì 20 novembre 2012

Juventus-Lazio

SCORPIONE 23 Ottobre - 22 Novembre Rapidi ed organizzati, conciliate alla grande gli impegni privati e di lavoro. Rimane tempo per la vita sociale, frizzante più che mai. Settimana perfetta dal punto di vista sentimentale: ogni giorno vi sorprendete e vi rivelate un po’ di più all’altro: l’intesa si rafforza!

SAGITTARIO 23 Novembre - 21 Dicembre Romantici, complici e pieni di energia: questa settimana ha in serbo per voi ed il partner momenti magici. Certe battaglie non sono state vinte: non abbassate la guardia. Attenti alle finanze: toglietevi qualche sfizio, ma niente sperperi. Il tono vitale è buono, riducete però gli impegni.

15-11-2012 Benvenuto anche tu, ALBERTO VILLOIS, nel club degli enta!!! Tantissimi auguri da tua moglie Luana, Black, il commendatore Perlo, il barbé Bertu e la morosa Erica… 100 di questi giorni, ti vogliamo bene!!!

Sabato 17 novembre, CATERINA BERARDO festeggia il suo dodicesimo compleanno. Un mondo di auguri da zia Adriana!

Sos animali

CAPRICORNO 22 Dicembre - 20 Gennaio La gelosia minaccia l’intesa col partner e la diffidenza complica le relazioni di lavoro: abbassate la guardia. Le illusioni possono ingannare e farvi inseguire degli obiettivi impossibili... non perdete la bussola! Vi dedicherete a nuovi hobby, anche in compagnia dei vostri amici.

Questa dolce cagnolina bianca è arrivata presso il cortile di una

famiglia saviglianese, la mattina di martedì 6 novembre, e da lì non si é più mossa. Si presume che si sia persa, in quanto molto spaventata ed impaurita. Fino ad oggi diverse persone si sono occupate di lei, ma sicuramente il suo desiderio è quello di ritornare dai veri padroni. Chi la riconoscesse o ne sapesse qualcosa in più può contattare la redazione de “Il Saviglianese” allo 0172/713929.

La foto curiosa

ACQUARIO 21 Gennaio - 19 Febbraio Nel lavoro le ambizioni travolgono il buon senso: non strafate! Dalle nuove conoscenze arrivano chance preziose per il lavoro e l’amore, se siete single. Polemiche in famiglia: non esasperate i toni e cercate di riportare il sereno tra le mura domestiche. Salute: occhio alla sedentarietà!

PESCI 20 Febbraio - 20 Marzo Avviate un confronto sereno: per la coppia sarà un periodo costruttivo... dovete ridefinire priorità e desideri. I ricordi vi tormentano, ma non sprofondate nella malinconia. Guardate avanti: chance da cogliere in ogni ambito. Un progetto prende forma nella vostra mente.

Dice un vecchio detto popolare: “Cosa fa un cavaliere in mezzo a due dame? La figura di un… salame!!!”. (Foto scattata da Piero – Savigliano)

Avete delle foto curiose? Portatecele in redazione (piazza Santarosa n. 21) o inviatecele via e-mail a redazione@ilsaviglianese.com


piazza affari

A nnunci Economici SAVIGLIANO piazza del Popolo – AFFITTANSI monolocali e bilocali arredati di nuova costruzione (posizione luminosa e tranquilla) con posto auto. Tel. 347/7427460. • Signora OFFRESI per pulizie, come domestica, badante od assistente ammalati. Tel. 389/0696763. • 29enne CERCA lavoro come badante (part-time / full-time), domestica, baby-sitter, aiutocuoco, cameriera, commessa o parrucchiera-truccatrice. Disponibile anche per periodo di apprendistato come pizzaiola. Tel. 327/2841900. • 43enne saviglianese, automunita, CERCA lavoro come baby-sitter ed aiuto compiti. Disponibile anche per compagnia diurna ad anziani o per qualsiasi lavoro purché serio. Tel. 340/7657957. • Signora italiana CERCA qualsiasi tipo di lavoro purché serio: assistente anziani (diurno o notturno), baby-sitter o per pulizie. Tel. 347/9526834.

• S’IMPARTISCONO lezioni di chimica, fisica, matematica e materie tecnico-scientifiche in genere a studenti di vario livello (Medie, Superiori e corsi universitari). Tel. 333/8685326. • Ragazza CERCA lavoro come assistente anziani, babysitter o per pulizie. Tel. 340/9235954. • Signora straniera cerca lavoro come badante, per pulizie, baby-sitter, parrucchiera o altro. Tel. 329/6469328. • 44enne straniera, con esperienza, CERCA lavoro fulltime come assistente anziani in SAVIGLIANO. Tel. 327/3340474. • Si ESEGUONO riparazioni di piccoli elettrodomestici, tinteggiatura, manutenzione domestica (elettrica, idraulica, falegnameria, etc.). Prezzi modici. Tel. 349/2178168. • CHERASCO – STS International Srl RICERCA addetto/a

ufficio commerciale. Inviare CV a: marketing@stsinter.it • OFFRENSI soggiorno, due reti ad una piazza ed un letto matrimoniale. Astenersi perditempo. Tel. 320/2055323 ore pasti. • Si ESEGUONO lavori di battitura tesi e relazioni con stampa su laser. Tel. 0172/713929.

È una ragazza socievole, altruista, lavoratrice, carina, 33enne, CERCA compagno per la vita.  Tel. 333/8767220. • Donna piacente, di classe, 41enne, medico dentista, senza figli, CONOSCEREBBE uomo semplice.  Tel. 331/3372632. • Gentildonna, a modo, vedova, 52enne, adora la musica lirica, INCONTREREBBE uomo affidabile. Tel. 345/3150519.

Turni benzinai

Veterinari

Mercoledì 14 - Farmacia Paschetta - P. Santarosa - Tel. 0172/712.978 Giovedì 15 - Farmacia Dominici Via Cambiani - Tel. 0172/712.258 Venerdì 16 - Farmacia Monchiero - P. del Popolo - Tel. 0172/712.389 Sabato 17 - Farmacia Bonelli - Via Torino - Tel. 0172/712.366 Domenica 18 - Farmacia Albertini - P. Santarosa - Tel. 0172/712.272 Lunedì 19 - Farmacia Paschetta P. Santarosa - Tel. 0172/712.978 Martedì 20 - Farmacia Dominici Via Cambiani - Tel. 0172/712.258 Mercoledì 21 - Farmacia Monchiero - P. del Popolo - Tel. 0172/712.389

SABATO 17 NOVEMBRE (POMERIGGIO) TURNO A

Alesso Matteo Tel. 0172/85996-336/230139 Biolatti Pier Giuseppe Tel. 340/3928825 Chiavassa Enrico Tel. 0172/382560-335/6060220 Bosio Emilio Tel. 0172/33506-335/6027039 Fissore Mario Tel. 0172/31682-335/7890231 Miglietti Enrico Tel. 337/226616 Ricossa Paola 0172/713360-339/2012836 Alesso Cinzia 339/7790752-0172/377154 Michele Teobaldi 335/7890232 Cirlig Michela 338/5042748

EUROPAM (IP) - Barra Via Cervino, 17 (S.R. 20) SHELL (C.P.P.) Via Cuneo - S.R. 20 Autolavaggio TOTALERG S.P. 662 Km 7+15 (Marene)

Privato VENDE appartamento in SAVIGLIANO: salone, cucina, 3 camere da letto, doppi servizi e box auto. No agenzie. Tel. 331/3318706.

Matrimoniali e amicizie Anna e Anna Club per single

Turni farmacie

SHELL Panetto Corso Indipendenza, 8 Lavaggio rapido

CEDESI, per motivi famigliari, Sala giochiPunto scommesse in SAVIGLIANO con numerosi iscritti. Tel. 366/6796963.

335.1701008

mercoledì 14 novembre 2012

CAVALLERMAGGIORE Ditta idraulica

RICERCA con urgenza geometra con esperienza nel settore. Inviare c.v. a: Rif. 07/GH – “Il Saviglianese” – piazza Santarosa n. 21 – 12038 Savigliano (Cn).

37


38

mercoledì 14 novembre 2012

L’anno della fede

rubriche

Calendario Unitre

di Don Piero Gallo

SAVIGLIANO

La Fede si deve applicare... farla camminare Lo scorso mese di ottobre il Papa ha indetto “l’anno della fede”. La categoria della fede è ‘virtù teologale’, cioè una virtù che ha per oggetto Dio. Anche se Dio non può essere oggetto. Lui é soltanto soggetto. Ma passiamoci sopra. Quella virtù é un dono di Dio, e come tutti i suoi doni é anche un compito, crea responsabilità. Richiede risposta. «Quando sono in chiesa ho l’impressione che Dio sia grande e al centro della mia vita; quando sono fuori mi sembra che diventi piccolo, quasi un oggetto che si può perdere o dimenticare». Talvolta mi viene detto qualcosa del genere: si tratta di

un’esperienza condivisa. In una casa c’é un bambino di dieci mesi che sta in piedi, ma al momento di camminare barcolla o cade. La mamma gli apre un cassetto, quello basso del comò e lui vi si aggrappa e muove qualche passo. Si deve applicare la fede, farla camminare, ha le gambe e devono irrobustirsi. La applichi alla gioia (le apri il cassetto della gioia) e t’accorgi che diventa ringraziamento, una sorta di gioia raddoppiata. La applichi al dolore e t’accorgi che assume un volto serio, un superamento della banalità e induce una dolce sottomissione a Dio. La applichi alla salute e av-

verti che in quella situazione dai gloria a Dio, sperimenti la sapienza con cui ti ha fatto sapere:«Prima di formarti nel grembo materno, ti conoscevo» (Ger. 1,5). La applichi alla malattia e senti che nella debolezza Lui è la forza. La applichi all’aridità e anche in questo caso avverti che è come giocare a nascondino con Lui: fa silenzio, si fa cercare e da qualche parte spunta sempre. La applichi al momento della passione, dell’innamoramento e sperimenti che «l’amore di Dio è stato diffuso nei vostri cuori per mezzo dello Spirito Santo che vi è stato donato» (Rm 5,15). Guardi una tua foto, di anni

addietro, e scopri con tenerezza l’immagine di Dio che tu rifletti. La applichi all’uso dei beni e ti ricorda: «Che cosa mai possiedi che tu non abbia ricevuto?» (1 Cor 4,7). La tiri in ballo nel momento di una scelta difficile o quando sei spiazzato e ti dice: «Dio è fedele e non permetterà che siate tentati oltre le vostre forze» (I Cor 10,13). Ma quanti cassetti ha la fede? Tanti. Più di un comò.

La foto dei ricordi

Venerdì 16 novembre ore 9: Ginnastica in acqua (2° corso) ore 11: Riabilitazione motoria e 3ª Età 5 ore 15.30: Conversazioni sulla Divina Commedia ore 17: In silenzio: esperienza di ascolto profondo ore 18.30: Spagnolo 1 (princip.) ore 19: Ginnastica per adulti 1 (turno A) ore 20: Ginnastica per adulti 1 (turno B) Lunedì 19 novembre ore 9: Attività motoria - 5° corso ore 10: Attività motoria - 1° corso ore 11: Attività motoria - 2° corso – Riabilitazione motoria e 3ª Età 1 ore 15.30: Agricoltura biodinamica – Canto e vocalità ore 16.30: Canto corale ore 18.00: Comunicare è un’arte? – Riparazioni sartoriali ore 18.30: Yoga 1 – Inglese 2 (avanzato) ore 20.30: Storia del teatro: il Novecento – Yoga 2 Martedì 20 novembre ore 9: Nuoto (1° corso) ore 10: Riabilitazione motoria e 3ª Età 2 ore 11: Riabilitazione motoria e 3ª Età 3 ore 15: Ricamo Bandera ore 15.30: Scoprire la musicoterapia ore 17.30: Maglia – Grammatica

inglese: i pilastri della lingua ore 19: Ginnastica per adulti 1 (turno A) ore 20: Ginnastica per adulti 1 (turno B) – Pilates - corso A (2° turno) – Pasticceria di base (modulo 1) ore 21: Chitarra 1 (principianti) Mercoledì 21 novembre ore 9: Ginnastica in acqua (1° corso) ore 11: Riabilitazione motoria e 3ª Età 4 ore 15: Grammatica del disegno ore 15.30: Letteratura: i Promessi Sposi ore 17: Inglese 4 (conversazione) ore 18.30: Inglese 1/bis (principianti) – Yoga 3 – Francese 1 (principianti) – Inglese 1 (principianti) ore 20.30: Avvicinamento al vino Giovedì 22 novembre ore 10: Attività motoria - 3° corso ore 11: Attività motoria - 4° corso ore 15.30: Tecniche di cammino per il benessere ore 18.30: Inglese 3 (proseguimento) ore 20: Pilates - corso A (2° turno) ore 20.30: Informatica (mod. 1) LEVALDIGI Venerdì 16 novembre ore 19.30: Ginnastica dolce ore 20.30: Ginnastica per adulti Martedì 20 novembre ore 19.30: Ginnastica dolce ore 20.30: Ginnastica per adulti

Condoglianze L’assessore alla Cultura, la coordinatrice, i volontari, gli iscritti all’Università delle Tre Età di Savigliano ed il personale comunale sono vicini e partecipano al dolore della moglie Maria Pia, della figlia Carla e della famiglia per la scomparsa di PIETRO MARIO GALLETTO.

ANNO 1948/49 – Foto di gruppo per i bimbi frequentanti l’Istituto delle Rosine di Savigliano.

Informatutto su: pensioni, infortuni e...

Feste di Leva

a cura del Patronato E.P.A.C.A.

ESODATI: DOMANDA ENTRO IL 21/11 La circ. min. n. 19/2012 ha chiarito che alcuni dei c.d. “65.000 esodati”, se vogliono accedere alla pensione, devono rivolgere domanda alla Dtl entro il 21/11/2012. Sono: • lavoratori in esonero dal servizio alla data del 4 dicembre 2011; • lavoratori che al 31 ottobre 2011 erano in congedo per assistere figli con disabilità grave e che maturino, entro 24 mesi dall’inizio del congedo, il requisito contributivo per l’accesso alla pensione indipendentemente dall’età (40 anni); • lavoratori il cui rapporto si sia risolto entro il 31 dicembre 2011 in virtù di accordi individuali o collettivi di incentivo all’esodo stipulati dai sindacati più rappresentativi a livello nazionale, alle seguenti condizioni: che la data di cessazione risulti da elementi certi ed ogget-

tivi; che il lavoratore sia in possesso dei requisiti (età e contributi) che, in base alla vecchia disciplina, avrebbero comportato la decorrenza della pensione (finestre) entro il 5 dicembre 2013; che il lavoratore non abbia avuto una successiva rioccupazione in qualsiasi altra attività. La Dtl risponderà entro il 21/12/2012. Non sono tenuti a questa domanda i lavoratori in mobilità, i lavoratori a carico dei fondi di solidarietà di settore e gli autorizzati ai versamenti volontari (con almeno un contributo volontario al 04/12/2011 e non rioccupati dopo i versamenti volontari). Tutti i giorni il Patronato Epaca è al servizio dei cittadini, gratuitamente, in piazza Schiaparelli n. 10 a Savigliano (Tel. 0172/727001 Fax 0172/715903), dove potete indirizzare anche le vostre lettere

Tutti i mercoledì - ore 9,30 “DENTRO LA NOTIZIA” Commento ai fatti della settimana con IL SAVIGLIANESE

CLASSE 1941 – Savigliano A tutti i coetanei del 1941: la nostra seconda “giovinezza” e le ben riuscite occasioni d’incontro precedenti ci danno spunto per organizzare la nuova cena di Leva per sabato 1° dicembre alle ore 19.30. Per le prenotazioni, da effettuarsi entro domenica 25 novembre, e per il dettaglio della serata si prega di contattare:Vittorio Allasia (tel. 0172/21104 – cell. 335/5475043), Gianfranco Gasparetto (tel. 0172/716602) e Marisa Pinta (tel. 0172/33196). Vi aspettiamo numerosi!!! CLASSE 1961 – Savigliano A tutti i coetanei del 1961: la nostra seconda “Giovinezza”, e le ben riuscite occasioni d’incontro precedenti, ci danno spunto per organizzare la nuova cena di Leva per sabato 24 novembre, alle ore 21, presso il ristorante Granbaita. Le prenotazioni si ricevono entro sabato 17 novembre presso: Bar Centro (Lella), Odeon Tour (Silvia), Parrucchiere Renato, Prestigio (Ivana), Volpi Moto (Claudio). CLASSE 1975 – Savigliano Ciao coscritta/o! Abbiamo fissato data e luogo da cui iniziare il lungo avvicinamento alla grande festa dei 40 anni: sabato 24 novembre presso il Cavallo Rosso della Cavallotta. Il menù da 30 euro comprende: 4 antipasti, 2 primi, 1 secondo con 2 contorni, 1 dolce, vino + giro di Moscato. Come da prassi consolidata, ci si iscrive versando la quota da Sandro (distributore Shell di corso Indipendenza). Termine ultimo: mercoledì 21 novembre. Confidiamo di averti tra noi per una bella serata insieme, ciao! CLASSE 1995 – Savigliano Stiamo organizzando la cena di preleva per festeggiare tutti insieme la nostra annata! L’evento si svolgerà sabato 15 dicembre. Chi è interessato a partecipare o ad avere informazioni sulla serata dia la propria adesione, entro sabato 17 novembre, a Babo (cell. 340/5608831), Stiven (cell. 342/3290086), Denis (cell. 320/8227914), Teo (cell. 334/2762463) o al bar Cavour. Vi aspettiamo numerosi e con tanta voglia di far festa! Avete scattato la tradizionale foto di gruppo in occasione della festa di Leva e volete pubblicarla? Portatecela in redazione (piazza Santarosa n. 21 - Savigliano) o inviatecela via e-mail a: redazione@ilsaviglianese.com.

In Fossano è mancata la signora ESTERINA CECCONELLO ved.TRIVELLATO di anni 100 Ai figli Pina ved. Lombardo, Luciano con Luigia ed Anna; alla nipote Laura con il marito Roberto Borsa; ai pronipoti Riccardo e Davide ed a ai parenti tutti porgiamo vive condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Savigliano. È mancata la signora MARGHERITA FOGLIATO in BERNARDI di anni 83 Al marito Giuseppe; alla figlia Lucia con il marito Maurizio Morelli Di Popolo; agli affezionati nipoti Stella, Davide e Gualtiero; alla sorella Bianca ed ai parenti tutti porgiamo sentite condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Savigliano e la cara salma tumulata nel cimitero di Carignano. In età di 87 anni è mancata la signora ANTONIA BARBÈ Alla sorella Celestina con il marito

Giovanni Montanaro; al nipote Ugo; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo vive condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Savigliano e la cara salma tumulata nel cimitero di Saluzzo. È mancata la signora MARIA GROSSO in LOCATELLI di anni 71 Al marito Giovanni; al figlio Danilo; alla sorella; al fratello; ai cognati; alle cognate; ai nipoti; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo sentite condoglianze. In Saluzzo è mancata la signora MICHELINA GAGGIASSI ved.TESTA di anni 83 Ai figli Mario e Fabio; alle cognate; al cognato; ai nipoti; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo vive condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Levaldigi. In età di 87 anni è mancato il signor BALDASSARRE ANGARAMO Alla moglie Anna; ai figli Andrea con la moglie Sandra, Antonella con il marito Rocco e Giuseppe con la moglie Monica; alla sorella; al cognato; ai nipoti; ai pronipoti; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo sentite condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Marene.

La generosità dei saviglianesi ANFFAS (La rosa blu) € 600 – Maria Rosa e Sergio,Tilde e Tiziano, Nini e Sandro, Cathy, Iris e Marco, Maria Teresa e Teresio, Germana e Bruno, Lidia e Mario, Marvica e Nino, Laura e Pierluigi, Egidia e Franca ricordando Bobo, un amico caro e sensibile che resterà sempre nei loro cuori; - Pierluigi e Fulvia Angeleri, Francesca e Pierpaolo in ricordo del caro Roberto Governa; € 290 – Le famiglie Rinero Milena, Dedominici, Rubiolo, Bressi ed Olivero in suffragio di Dina Rinero in Racca; € 100 – Le colleghe di Caterina in suffragio della mamma Anna Mana ved. Allasia.

ASHaS € 500 – Luciana, Laura ed Enzo in ricordo dell’amico Roberto Governa. CAPPELLA MADONNINA DELLA NEVE € 20 – Le famiglie Bori Giovanni e Plassa Claudio in memoria di Bianca Maria Ghione ved. Ferrero. CAPPELLA S. GIACOMO € 140 – Barnaba Quaglia, Dino Quaglia, Giovanni Quaglia, Adriano Quaglia, Tonino Bori, Maurizio Bori, Luca Massimino, Giancarlo Fiorito, Paolo Giacone, Maurizio Tardito, Marilena Gonella, Anna Gonella, Aldo Gullino e Fam.Trucco in suffragio di Rocco Mogna.


nel ricordo A Chiavari (Ge) è mancato all’affetto dei suoi cari

Padre GIUSEPPE LAMBERTI

QUARTO ANNIVERSARIO “Nel pensiero di ogni giorno vivi sempre nel cuore dei Tuoi cari”.

Oblato di Maria Vergine di anni 90

QUARTO ANNIVERSARIO

SABATO 17 NOVEMBRE – ore 18 nella chiesa parrocchiale di S. Agostino in Saluzzo sarà celebrata una S. Messa in suffragio dei cari

DOMENICA BERARDO ved.TESTA La S. Messa Anniversaria sarà celebrata: SABATO 17 NOVEMBRE – ore 18 nella chiesa parrocchiale di S. Michele Arcangelo in Genola. Durante la funzione verrà ricordato, inoltre, il caro marito

DOMENICO I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

MARIO OTTAVIANO Grazie per aver posato il Tuo sguardo su di me ed avermi regalato un sogno. Grazie per non avermi mai fatta sentire sola, neanche adesso, perché la Tua anima è con me. Pregheremo per Te nella S. Messa che sarà celebrata nella chiesa parrocchiale di Castelletto Stura: DOMENICA 25 NOVEMBRE – ore 11.

On. Fun. LA CATTOLICA - Fossano - Tel. 0172/60145

La moglie, la figlia, le nipoti ed i familiari tutti riconoscenti per la dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata al loro carissimo

RENZO SAGLIETTI Moglie, figli, nuore, nipoti e parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nella preghiera e nel ricordo. “Il tempo non cancella il Tuo ricordo; siamo certi che Tu dal Cielo continui ad amarci ed a proteggerci sempre”. I familiari DOMENICA 18 NOVEMBRE – ore 9 nella chiesa parrocchiale della Natività di Maria Vergine in Marene sarà celebrata una S. Messa di quinto Anniversario in suffragio della carissima

DOMENICA 18 NOVEMBRE – ore 10 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve in Cavallermaggiore sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in ricordo di

STEFANO ESTIENNE

GIOVANNI GARELLO

nel primo Anniversario

La moglie ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nella preghiera.

e

MADDALENA GALLIAN in ESTIENNE nel settimo Anniversario La figlia ringrazia quanti si uniranno nelle preghiere e nel ricordo.

SABATO 17 NOVEMBRE – ore 18 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di terzo Anniversario in suffragio della carissima

On. Fun. BRIGNONE - Cuneo-Boves-Peveragno - Tel. 0171/67164

“Passerà il mio Cielo a far del bene sulla Terra”. (S. Teresa di Gesù Bambino) LUNEDÌ 19 NOVEMBRE – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di undicesimo Anniversario in suffragio della carissima

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

La moglie, i figli ed i parenti tutti commossi per la grande dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata al loro carissimo

39

SABATO 17 NOVEMBRE – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di trentaduesimo Anniversario in suffragio del compianto

A funerali avvenuti, le sorelle RITA e LENA con rispettive famiglie ringraziano tutti coloro che, con affetto, sono vicini in questo triste momento. La cara salma è stata tumulata nel cimitero di Carignano. Congregazione Oblati di Maria Vergine: www.oblati.org

mercoledì 14 novembre 2012

Imp. Fun. BELLINO - Cavallermaggiore - Tel. 0172/381853

MARIUCCIA ARAGNO I familiari ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

GIOVEDÌ 22 NOVEMBRE – ore 9 nella chiesa di S. Filippo in Savigliano sarà celebrata una S. Messa in ricordo dei carissimi

SABATO 17 NOVEMBRE – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea in Savigliano sarà celebrata la S. Messa di Trigesima in suffragio della compianta

GRAZIELLA GILI Si ringraziano coloro che si

CHIAFFREDO VILLOIS uniranno nella preghiera e nel

VINCENZO CANGELOSI nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale vollero unirsi al loro grande dolore. Un grazie particolare porgono all’Abate don Paolo Perolini, al Reparto di Medicina (5° piano) dell’ospedale “SS. Annunziata” di Savigliano, al Reparto di Lungodegenza dell’ospedale di Fossano ed indistintamente a tutti i vicini di casa, amici e conoscenti che furono di aiuto e conforto nella triste circostanza. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata: SABATO 17 NOVEMBRE – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea in Savigliano.

nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, preghiere, opere di bene e presenza al funerale vollero unirsi al loro dolore. Un grazie particolare porgono a don Cesare Giraudo, al medico curante dott. Bartolomeo Allasia per le premurose ed assidue cure, al personale ed alle infermiere dei Medici riuniti, a Grazia Franco ed indistintamente a tutti i vicini di casa, amici e conoscenti. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata: SABATO 17 NOVEMBRE – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea in Savigliano.

e

SABATO 17 NOVEMBRE – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio del carissimo

ANGELO MACCAGNO

RICCARDO SORASIO

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

SABATO 17 NOVEMBRE – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio del compianto

FERDINANDA DALMASSO ved. CAVALLO

GIUSEPPE RASPO

STEFANO BOSIO

I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nella preghiera.

I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

“Sarai sempre vicino a noi ed a tutti coloro che Ti hanno voluto bene”.

nell’ottavo Anniversario

EMILIO EMANUELE CAVALLO nel diciottesimo Anniversario

LUIGI CAVALLO nel ricordo I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere.

MERCOLEDÌ 21 NOVEMBRE – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di nono Anniversario in suffragio del compianto

GUGLIELMO PERUCCIO

SABATO 17 NOVEMBRE – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio dell’amatissimo

La moglie, il figlio, la nuora, il piccolo Lorenzo ed i familiari tutti Lo ricordano e ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere.

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

“Il Tuo ricordo vive silenzioso nel nostro cuore e nel pensiero di ogni giorno”.

DOMENICA 18 NOVEMBRE – ore 11.15 nella chiesa parrocchiale di Ruffia sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio del compianto

SABATO 17 NOVEMBRE – ore 18 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve in Cavallermaggiore sarà celebrata una S. Messa di secondo Anniversario in suffragio del carissimo

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

MARIA LORETA TRIOLO

La ricorderanno con affetto nella S. Messa Anniversaria che sarà celebrata: DOMENICA 18 NOVEMBRE – ore 10.30 nella chiesa parrocchiale di Monsola di Villafalletto.

SABATO 17 NOVEMBRE – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di secondo Anniversario a caro ricordo del compianto

Le figlie ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

Il marito, i figli ed i familiari tutti di

CAMILLA BEDINO in CUNIGLIO

PIETRINA ALLASIA ved. LENTA

nel ricordo I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere.

I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

PRIMO ANNIVERSARIO “Grande è il vuoto che hai lasciato nei nostri cuori, ma l’amore che ci hai dato accompagna i nostri passi ed il sorriso con cui ogni giorno affrontiamo la vita lo dobbiamo a Te”.

ENRICA FORNASERO ved. GIORDANO

I figli, le nuore, il genero, i nipoti ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

I figli, le nuore, il genero, i nipoti ed i familiari tutti riconoscenti per la dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata alla loro carissima

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

nel tredicesimo Anniversario

Imp. Fun. LUSSO & RACCA - Bra - Tel. 0172/412716

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

VENERDÌ 16 NOVEMBRE – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano sarà celebrata una S. Messa in suffragio dei compianti

CATERINA STRUMIA

ricordo.

nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale vollero unirsi al loro dolore. Un grazie particolare porgono ai medici dell’UOCP, al servizio ADI, ai medici ed al personale infermieristico del Reparto Oncologico dell’ospedale di Saluzzo. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata: SABATO 17 NOVEMBRE – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Andrea in Savigliano.

MARIO PORTERA

GUGLIELMO TAVELLA

MARIO FUMERO

La moglie, i figli, il fratello ed i familiari tutti ringraziano sentitamente coloro che si uniranno nelle preghiere e nel ricordo.

La mamma, il fratello, la cognata, i nipoti ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

La moglie Anna e la figlia Laura con Antonio ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654


MERCOLEDÌ 14 NOVEMBRE 2012 IL SAVIGLIANESE 40


14-11-2012