Issuu on Google+

Giornale più antico del Piemonte Chi s’acusa a-j sara la bôca a j’aôtri

dai 4300 proverbi piemontesi

Savigliano, 10 ottobre 2012 • ANNO 154 - N° 38 • E 1,20 • Sped. in Abb. Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) NO/CUNEO art. 1, comma 1 • e-mail: redazione@ilsaviglianese.com • www.ilsaviglianese.com

SAVIGLIANO - Post-alluvione, la lunga attesa è finita

Savigliano

Mellea: la cicala scaccia la formica Sono arrivati i tanto sospirati soldi per concludere gli argini

Arresti per spaccio di droga

A pagina 7

pagina 5

Monasterolo Cinque giorni con la Festa dei Corpi Santi pagina 17

Giorni “neri” per la CRS Morto il presidente Governa Reintegrati i due dipendenti che accusano la dirigenza Venerdì e sabato sono state due giornate da dimenticare per i vertici della Banca Cassa di Risparmio di Savigliano. Venerdì è arrivata la prima sentenza dell’intricato caso che vede l’istituto di credito al centro di indagini. I due ex dipendenti che erano stati licenziati

– e che con il loro esposto hanno dato il via ad un’indagine penale – sono stati reintegrati. Sabato, una tegola ancor peggiore si è abbattuta sulla Banca. Dopo due mesi di malattia, si è spento il presidente Roberto Governa. Servizi alle pagine 2 e 4

Cavallermaggiore Quindici anni con il parroco don Beppe pagina 19

Caramagna Minoranza all’attacco sulla casa vacanze pagina 20

Vottignasco “Tilet” delle polemiche pagina 22

Racconigi “Ronde” alla Tagliata contro i troppi furti Roberto Governa

La sede della Banca CRS, in piazza del Popolo

pagina 30

Le ultime sul futuro dell’ospedale

Arriva la commessa da Trenitalia, ricuciti i rapporti

C’è uno spiraglio per Emodinamica

70 treni regionali per Alstom

Paolo Monferino

L’incontro in Provincia tra i sindaci della nostra Asl e l’assessore regionale alla Salute Paolo Monferino è stato gravido di novità per l’ospedale Santissima Annunziata. L’assessore ha assicurato che arriverà da Fossano la risonanza magnetica ed ha dato garanzie anche per il mammografo digitale. Niente da fare invece, per Urologia: il primario non sarà nominato. C’è uno spiraglio, invece, per mantenere l’Emodinamica al SS. Annunziata. Servizio a pagina 3

Alstom si è aggiudicata la gara dei treni regionali. Non di tutti i sospirati 130, ma comunque di una bella fetta: si tratta di 70 convogli elettrici (più un’opzione di altri 20) che saranno costruiti per Trenitalia. La fornitura dei restanti 60 treni non è stata invece aggiudicata. «Siamo molto lieti – dichiara Pierre Louis Bertina, presidente e amministratore delegato di Alstom Ferroviaria – che Trenitalia abbia rinnovato la fiducia in Alstom. Dopo quasi 15 anni di collaborazione, questo nuovo progetto rappresenta l’opportunità

per Alstom di continuare ad essere un partner delle Ferrovie nello sviluppo dell’industria ferroviaria italiana». Bertina tiene a sottolineare che «il treno sarà progettato e realizzato in Italia nei nostri centri di eccellenza di Savigliano, Sesto San Giovanni e Bologna e si avvarrà di tutta l’esperienza e la tecnologia di Alstom nel settore dei treni regionali. Si tratta infatti di una versione personalizzata per Trenitalia del Coradia Meridian, attualmente in servizio in Lombardia come Malpensa Express e Lombardia Express».

Alterco tra albanesi Parte un colpo di pistola Sparatoria a Savigliano. Alcune sere fa, per cause imprecisate – forse dopo un alterco riguardante un parcheggio o una mancata precedenza – due giovani albanesi hanno litigato. Uno dei due, impugnata una pistola di piccolo calibro, ha sparato contro il connazionale colpendolo alla coscia e poi si è dato alla fuga. Successivamente, il ferito è stato portato al Pronto soccorso. All’ospedale è stato operato e, anche se si trova ancora in prognosi riservata, pare sia in buone condizioni. Sul fatto stanno indagando i Carabinieri di Savigliano che al momento si trincerano dietro un «no comment»: parrebbe, comunque, che il giovane che ha sparato sia già stato identificato e sottoposto a fermo.

Pierre Louis Bertina

Primi commenti positivi anche sul fronte operaio. Fonti sindacali parlano di «gran risultato per Savigliano, che prende di nuovo lavoro da Trenitalia dopo i trascorsi burrascosi degli ultimi anni. Finalmente arriva una commessa che garantisce un po’ di fiato a noi e alle nostre famiglie». Il sito di Savigliano si occuperà della progettazione, della finizione casse e del collaudo. E vedremo anche quali saranno gli effetti sull’occupazione. I sindacati sperano che scarico di lavoro previsto per fine anno si riduca decisamente.

I commercianti scendono in piazza

Domenica negozi “a cielo aperto” Spettacoli

“Santità Sconosciuta” C’è Uto Ughi

A pagina 43

Sport, Savigliano

Sul fatto, indagano i Carabinieri di Savigliano

Basket: il derby alle Pantere

A pagina 35

Savigliano si anima con “A cielo aperto” – Servizio a pag. 14


2

savigliano

mercoledì 10 ottobre 2012

LUTTO

Un ricordo dell’amico “Bobo”

“Memento mori” Sabato mattina Roberto Governa, “Bobo” per gli amici, se ne è andato. Ultimamente non s’era sentito troppo bene, poi la cosa era risultata grave: tentativi ed ipotesi terapeutiche non sono serviti. Da poco gli erano mancati i genitori e il suocero, Bernardo Gissi. Lo avevamo conosciuto quando, con Laura, aveva aperto lo studio vicino a Sant’Andrea, poi in piazza Santarosa, infine nei locali di via Cambiani. Ci incontravamo abbastanza frequentemente ed in strada salutava apostrofandoci allegramente “architetti associati”. Ci aveva

divertiti sapere che, con Mario e i genitori, aveva abitato per un po’ in uno degli alloggi militari di via Verdi a Torino, dietro al Regio, che, sul finire degli anni ‘60 – come direttore lavori quale sergente AUC del Genio – avevo un po’ ristrutturato. Grandissimo tifoso juventino, era persona spiritosa, di buon carattere, immune da superbia e smanie di grandezza e, nonostante i numerosissimi impegni professionali e in CRS, sempre disponibile. La notizia della Sua scomparsa, diffusasi velocemente, ha addolorato tutti. Sergio e Luisa

BREVI DALLA CITTÀ

Giovane mamma muore a 34 anni Profondo cordoglio ha destato in città la scomparsa di una giovane saviglianese, Debora Poma in Massano. Se n’è andata a soli 34 anni per un male incurabile. Durante la gravidanza aveva scoperto la malattia, ma la cosa più importante per lei è stata dare alla luce la piccola Amanda. La donna abitava a Genola col marito Marco, osteopata. Nel 2007, Debora era già stata colpita da un altro lutto, la perdita della figlia Crystal. I funerali si svolgono mercoledì, alle 15, nella chiesa di San Michele Arcangelo a Genola.

LUTTO Roberto Governa, colonna della banca da 25 anni

Addio al Presidente della CRS Se n’è andato sabato mattina, per un male incurabile, il presidente della Banca Cassa di risparmio di Savigliano, Roberto Governa. Aveva 60 anni. Stimato commercialista, da 25 anni faceva parte, a vario titolo, degli organi dirigenti della Cassa di risparmio cittadina: era stato presidente del collegio sindacale, vicepresidente della Banca, presidente della Fondazione CRS (azionista di maggioranza dell’istituto di credito) e poi, dal 24 aprile scorso, presidente della Banca. Figura di primo piano nel mondo economico saviglianese, Governa era una persona seria, professionale e decisa, ma che non disdegnava l’ironia e il sorriso. Viveva intensamente tra i suoi impegni di lavoro, i viaggi ed una grande passione per la Juventus, di cui era tifosissimo. Così lo ricorda l’amministratore delegato della Banca, Pino Allocco, che con lui ha condiviso gran parte della vita professionale: «Se ne va un amico, un punto

SOCIALE Debora Poma

Anziano della Cavallotta morto in un incidente Un anziano originario della Cavallotta, Francesco Supertino, è deceduto sabato mattina in un incidente stradale a Centallo. Aveva 89 anni. A bordo di una Peugeot 206 stava arrivando dalla frazione Roata Chiusani e si stava immettendo sulla provinciale tra Centallo e Castelletto Stura. Nei pressi del cavalcaferrovia si è scontrato con un autocarro guidato da un giovane di Chiusa Pesio. L’impatto, avFrancesco Supertino venuto sul lato del guidatore, non ha lasciato scampo a Supertino. È stato subito chiamato il “118”, ma per l’uomo non c’è stato più nulla da fare. Sul posto sono arrivati i Carabinieri di Centallo e Fossano, per i rilievi del caso, oltre ai Vigili del fuoco. Supertino aveva sempre esercitato la professione di agricoltore alla Cavallotta. Poi, una volta in pensione, si era trasferito con la moglie 93enne a Roata Chiusani, dove vive una figlia.

Roberto Governa durante la presentazione di un bilancio CRS

verna alla guida dell’istituto di credito, spende ottime parole per “Bobo”, com’era chiamato dagli amici: «Ho dei ricordi molto belli dei tanti momenti vissuti insieme; aveva un buon carattere ed era una persona gioviale, oltre ad essere un validissimo ammi-

di riferimento e di sostegno, un grande uomo. Ricorderò sempre la sua professionalità, il suo fare garbato e gentile e la capacità di gestire e guidare con competenza la Banca e la Fondazione». Anche Guido Brondelli di Brondello, predecessore di Go-

nistratore». In tanti, a partire da sabato, gli hanno fatto visita un’ultima volta, nella camera ardente allestita nella sua casa di via Trossarelli. I funerali sono stati celebrati lunedì pomeriggio a Sant’Andrea dall’abate don Paolo, insieme a don Sergio, don John e padre Sereno. Molte le autorità del mondo economico, politico ed associazionistico presenti alle esequie. In prima fila i sindaci di Savigliano, Monasterolo, Marene e Caramagna. Tantissimi i saviglianesi presenti. Al termine della funzione, i familiari, leggendo due commoventi ricordi, hanno sottolineato quanto Roberto amasse la propria famiglia e la propria città. Il dottor Governa lascia la moglie Laura Gissi, oltre ai figli Giulia e Giorgio. Anche “Il Saviglianese” ricorda con affetto Roberto, persona sempre rispettosa dei rapporti con gli organi di stampa, ai quali tributava grande considerazione.

Si è riunita l’assemblea del Consorzio Monviso Solidale

Trecentomila euro in meno dalla Regione Mercoledì 3 ottobre si è riunita l’assemblea del Consorzio Monviso Solidale, nella sede saviglianese di corso Roma. Folta partecipazione da parte dei sindaci e degli amministratori locali. La relazione della presidente Ivana Borsotto ha toccato diversi punti, evidenziando come la “spending review” del governo abbia consentito ai consorzi socio-assistenziali di continuare ad esistere «salvaguardando così una realtà che, soprattutto in Piemonte, ha realizzato una rete di servizi efficace ed efficiente sui territori». Il presidente dell’assemblea, Gianfranco Marengo, nel ringra-

L’assemblea dei sindaci di mercoledì. A destra, la Borsotto e Marengo

ziare il lavoro svolto dal Consiglio di Amministrazione, ha voluto sottolineare che ormai da due anni l’incarico di amministratore del Consorzio non gode di alcuna indennità. Si è poi passati alle questioni finanziarie. Per quanto riguarda le risorse, permangono le preoccupazioni relative ai minori trasferimenti in arrivo dalla Regione, quantificabili in 26 milioni di euro complessivi, con una ri-

caduta di minori entrate per il Consorzio Monviso Solidale pari a circa 300 mila euro. Questa situazione risulta aggravata dalla mancata riscossione dei crediti, soprattutto nei confronti della Regione e dell’Asl, per un totale di 4 milioni di euro.Tutto ciò determina, ovviamente, un ritardo nei pagamenti dei fornitori del Consorzio. L’attenzione alla gestione economica, da parte del consi-

SICUREZZA Agenti

glio di amministrazione e della struttura, ha consentito, nel corso dell’anno, di “limare” in molti casi i costi e gestire con equilibrio la riduzione dei servizi con ricadute minime sull’utenza. In conclusione, sia dalle parole del presidente che dei sindaci intervenuti è stato ribadito l’impegno per la ricerca di soluzioni a problemi comuni (specie i crediti accumulati dai Consorzi) «nonché l’impegno nel verificare e migliorare continuamente qualità e sostenibilità economica dei servizi, nell’ottimizzare le risorse e nel rafforzare le sinergie con gli enti, le associazioni e più in generale con tutto il cosiddetto “terzo settore”. Proprio per questo, la presidente Borsotto ha comunicato la decisione del consiglio di amministrazione di convocare le prossime sedute presso i Comuni del Consorzio allo scopo di confrontarsi al meglio con i sindaci, gli assessori e con tutti gli operatori del sociale.

della nostra Polizia locale

Premiati per il loro operato La nona Festa regionale della Polizia Locale si è svolta sabato 6 ottobre a Torino nel Borgo Medioevale del Castello del Valentino. Per il corpo saviglianese sono stati decorati il vice commissario Rocco Martini, l’ispettore Gianluca Danna (in servizio a Monasterolo) e l’agente Gaetano Longobardi che hanno ricevuto l’onorificenza dalle mani di Giancarlo Caselli, Procuratore Capo della Repubblica di Torino. Ad accompagnare i tre premiati, il Comandante della Polizia Locale di Savigliano Marco Odasso, l’assessore Osvaldo Tortone in rappresentanza del Comune di Savigliano e Marco Cavaglià, sindaco di Monasterolo. Martini e Danna si sono particolarmente distinti, tra maggio

2009 e settembre 2011, per le indagini “con determinazione, sagacia investigativa, notevole sacrificio personale” nei confronti dei responsabili di numerosi furti nei cimiteri del saviglianese.

Longobardi, invece, per aver inseguito e bloccato, “fuori servizio e in abiti borghesi” chi si era appena impossessato di una bicicletta posteggiata nei pressi della stazione ferroviaria e poi si era dato alla fuga.

Cavaglià, Danna, Odasso, Martini, Longobardi e Tortone


savigliano

OSPEDALE Verso una soluzione anche il “nodo” emodinamica

Risonanza sì, Urologia no Mercoledì scorso, a Cuneo, l’assessore regionale Paolo Monferino ha presentato la riforma del sistema sanitario ai sindaci della nostra Asl. L’occasione è stata buona per saperne di più anche dei “nodi” che riguardano il nostro ospedale. Intanto, c’è una prima certezza. La risonanza magnetica sarà trasferita da Fossano a Savigliano. Attualmente c’è un contratto di gestione del servizio, che è in scadenza a marzo. Poi, gli utenti potranno fare questo esame al Santissima Annunziata. Lo ha annunciato il direttore generale dell’Asl Cuneo Uno, Gianni Bonelli. Altra certezza, purtroppo, è che non ci sarà nessun nuovo primario di Urologia, così come chiedono gli “Amici del Santissima Annunziata” guidati da Ezio Nava. Il direttore Bonelli aveva richiesto una deroga al “blocco della assunzioni” imposto alla Regione, ma l’assessore Monferino non lascia spazio a dubbi: al massimo, avremo un primario “a scavalco” con un altro ospedale. È una soluzione da capire meglio, visto che nell’Asl Cuneo Uno non ci sono altri reparti di Urologia (c’è solo al Santa Croce di Cuneo, ma è fuori dalla nostra Asl). A proposito di ospedali, negli ambienti sanitari continuano a girare voci che vedrebbero bene la realizzazione di un nuovo ospedale dell’area Savigliano, Saluzzo e Fossano, sul modello di Verduno o Mondovì. Lo stesso Monferino, riferendosi a Torino, ha detto «spesso tenere in vita gli ospedali vecchi è più costoso di farne dei nuovi». Il ragionamento sarebbe applicabile anche in provincia. Ci sono tre problemi, però: come finanziarlo? Quanto tempo ci vorrebbe per costruirlo (Verduno insegna)? E cosa fare di quello vecchio? È una via che ci appare mol-

SANITÀ

La riunione in Provincia con l’assessore Monferino (al centro, vicino alla presidente Gancia)

to difficile da percorrere, di questi tempi. Tenendo conto che a Savigliano abbiamo un ospedale “vecchio” ma che funziona, mentre spesso quelli nuovi sono poi da “riempire” di servizi. La pensa così anche il sindaco, Sergio Soave: «Il nostro è definito ospedale “cardine” nel nuovo sistema sanitario ed è l’unico pienamente attrezzato per esserlo veramente. Arriverà la risonanza magnetica e ci hanno dato garanzie anche per la mammografia digitale. L’unica questione aperta riguarda emodinamica». Il problema è che in provincia dovrebbero rimanerne soltanto due: una a Cuneo (che è “l’ospedale di riferimento” secondo il nuovo piano, e non si discute); per l’altra, sono in ballottaggio Savigliano ed Alba, in attesa che in futuro venga spostata a Verduno (dove sorgerà il nuovo ospedale della zona Alba-Bra). Ma te-

nerla a Savigliano ora potrebbe essere già un buon risultato per far cambiare idea, in futuro, ai vertici regionali. Dice Soave in merito: «La nostra posizione è quella di gestire la transizione, con l’Emodinamica a Savigliano almeno finché non aprirà Verduno. L’abbiamo proposto a Monferino, che si è detto disposto a valutare». Ad Alba, infatti, c’è un angiografo nuovo, frutto di una donazione; a Savigliano, invece, il servizio è in appalto ma il SS. Annunziata può contare sulla rodata esperienza dell’équipe del dottor Baldassarre Doronzo. Si potrebbe pensare anche ad un futuro con due emodinamiche a Cuneo e Savigliano, ed Alba collegata alla vicina Asti. Un’ipotesi alternativa che pare cominci a trovare più di un sostenitore. Valerio Maccagno

L’assessore regionale Monferino e la mappa degli ospedali

«Costi insostenibili, riforma inevitabile»

Monferino: «Gli accessi al Pronto Soccorso sono troppi»

L’assessore regionale alla Sanità Paolo Monferino ha incontrato mercoledì scorso, 3 ottobre, i sindaci dell’Asl Cuneo Uno per fare il punto sulla riforma del Piano sanitario regionale. È la spesa sanitaria cresciuta in questi anni (sia coi “governi” Ghigo che Bresso) ad aver spinto la Giunta Cota a rivedere la sanità piemontese, unica nel Nord ad essere soggetta ad un “piano di rientro” deciso da Roma. Un primo risparmio è stato attuato creando le sei “federazioni sanitarie”. Queste si occupano di acquisti, logistica, informatica... per conto delle Asl piemontesi. «Da 19 uffici acquisti e 19 uffici informatici – ha esemplificato l’assessore – ora ne avremo solo più sei. E così via». Il secondo risparmio deriva dalla riorganizzazione della rete degli ospedali, per evitare costosi “doppioni” nei servizi erogati. Il costo complessivo della sanità piemontese è passato

dai 6 miliardi di euro nel 2002 agli 8,7 del 2010, poi si è sostanzialmente stabilizzato. Inoltre, i debiti di tutte le Asl piemontesi sono aumentati dagli 1,9 miliardi del 2001 ai 4,6 del 2011. «Come si vede, l’aumento dei costi – ha evidenziato Monferino – è sempre stato coperto facendo debiti. Ora non è più possibile: il pagamento medio ai fornitori è a 300 giorni, inaccettabile». Per l’assessore, «le due azioni proposte ci dovrebbero consentire di risparmiare mantenendo un servizio di qualità: il Piemonte è al 3°/4° posto in Italia, e in particolare la sanità cuneese è molto buona». Come riorganizzare gli ospedali, dunque? «Dai dati in nostro possesso – ha spiegato ancora Monferino – ci sono molti ospedali che ora fanno pochi interventi, mettendo a rischio la qualità. Meglio accorpare le varie specialità ed avere maggiore sicurezza e qualità delle prestazioni erogate. Questo vorrà di-

re meno primariati ed anche esuberi nel personale.A tale proposito, ricordo che siamo soggetti al blocco delle assunzioni. Con circa 2.000 pensionamenti l’anno, in 3/4 anni pensiamo di assorbirli tutti, non sarà un’operazione traumatica». Che cosa cambia per i cittadini? «Non si andrà per ogni intervento nell’ospedale sotto casa. Per quelli più complessi ci si dovrà spostare». Altro obiettivo è sgravare i Pronto Soccorso: oggi il 90% degli accessi è per problemi semplici, per i quali non si dovrebbe nemmeno andare in ospedale. Per evitare questo, Monferino vuole incrementare il servizio di 118, che porti il paziente subito nel posto più adatto. «Una spesa di cento milioni su 8,6 miliardi l’anno è un costo più che sopportabile» ha detto. Da una Sanità “ospedalocentrica” si passerà ad una più diffusa sul territorio. Per i problemi più semplici (quel 90% di cui si parlava prima) ci si potrà rivolgere ai Centri di assistenza primaria (Cap), i poliambulatori dove operano diversi medici, che si stanno diffondendo anche nella nostra zona (andranno però potenziati negli orari, se no tutti andranno di nuovo al Pronto Soccorso). Per rendere omogeneo il servizio sanitario, infine, il Piano prevede l’individuazione di tre zone nella Granda (Cuneo, Mondovì-Ceva e SaviglianoFossano-Saluzzo: praticamente i territori delle ex Asl 15, 16 e 17) dove avere un ospedale “cardine” ed uno “di territorio” per ognuno (solo Cu-

neo avrà quello più complesso, “di riferimento”). Per la nostra zona, Savigliano sarà “cardine” (servizi più complessi) e Saluzzo “di territorio” (meno complessi). La riforma dovrebbe attuarsi nel giro di un anno. Guido Martini

mercoledì 10 ottobre 2012

3


4

mercoledì 10 ottobre 2012

BREVI DALLA CITTÀ

«Prestami il telefono» E poi lo minacciano

savigliano

CASO CRS

Il giudice reintegra Mina e Demichelis

Primo round ai dipendenti

Le Suore della Sacra Famiglia ricordano che riprendono gli incontri mensili, presso l’Istituto, l’ultimo mercoledì di ogni mese (ad eccezione del mese di ottobre che sarà mercoledì 24) con lo stesso orario degli anni precedenti: alle 14.30 accoglienza, alle 15 conferenza sul tema dell’anno “La fede” con don Cesare Giraudo, alle 16 preghiera del Rosario e Santa Messa.

Il giudice del lavoro presso il tribunale di Saluzzo ha stabilito che Giandomenico Demichelis e Roberto Mina, i due dipendenti della Banca CRS licenziati nel novembre scorso, potranno tornare a lavorare presso l’istituto di credito di piazza del Popolo. La sentenza di primo grado è arrivata venerdì 5 ottobre. I due vennero licenziati per asserita “giusta causa”: perché, secondo gli amministratori della banca, non avevano svolto con diligenza il proprio lavoro. La sentenza del giudice dice invece che “gli elementi portati dalla banca non consentono di ritenere raggiunta la prova di legittimità del licenziamento”. È proprio da questa vicenda che sono iniziate, alcuni mesi fa, le indagini sulla Cassa di Risparmio. Demichelis e Mina, addetti a controlli interni alla banca, dopo il licenziamento avevano presentato un esposto per presunte malversazioni (riscontrate durante i loro controlli) da parte dell’allora vicedirettrice della filiale di Monasterolo, Maria Sabena che, secondo i due, avrebbe prelevato fondi dal conto corrente di un anziano cliente, ora deceduto. Le indagini su questo caso, che vede indagato anche l’amministratore delegato Giuseppe Allocco (poiché avrebbe impedito di approfondire i controlli), sono tuttora in corso. A tale proposito, il giudice afferma che “è documentalmente provato che il Demichelis abbia redatto un rapporto di “auditing” a pochi giorni di distanza dalla scoperta dei fatti, avvenuti tra il 13 ed il 18 maggio 2011, portando così a conoscenza della vicenda i vertici aziendali in maniera compiuta. Da al-

Festa dei Fabbri Ferrai Le iscrizioni sono aperte

CULTURA Conferenza del professor Bicchi su “Caffé, té e cacao”

Episodio di criminalità sabato 6 ottobre alle prime luci dell’alba.Verso le 5 del mattino, in piazza del Popolo un insegnante residente nella nostra città ma di origini albesi, veniva avvicinato da un marocchino che lo fermava chiedendogli se potesse prestargli il suo telefono cellulare perché doveva urgentemente fare una chiamata. Non appena veniva accontentato, ecco spuntare altri due extracomunitari, tutti maggiorenni, i quali, insieme al primo, cominciavano a passarsi di mano in mano il portatile. Di fronte alle proteste dell’insegnante, uno dei tre marocchini prendeva una bottiglia e, dopo averne rotto il collo, minacciava di usarla a mo’ di arma tagliente nei confronti del malcapitato. Quest’ultimo, allora, si allontanava e faceva immediatamente denuncia ai Carabinieri di Savigliano, dando dei tre soggetti una dettagliata descrizione, aggiungendo «se li rivedo, li riconosco di sicuro». I tre – 2 di loro abitano a Savigliano – sono stati rintracciati nel pomeriggio di domenica: nei loro confronti è scattata una denuncia a piede libero e il telefono è stato recuperato.

Scontro fra tre auto vicino alla Saint Gobain Uno scontro tra tre vetture si è verificato sabato 6 ottobre, alle ore 12.50, in via Saluzzo, dopo la Saint Gobain. Sono rimaste coinvolte un’Alfa Romeo 156 condotta da un 41enne albanese residente in città, un Nissan Terrano con alla guida un 47enne agricoltore di Verzuolo, ed una Citroen C3 condotta da un 27enne di Manta. Nella carambola nessuno dei tre guidatori si è ferito; è intervenuta, per i rilievi e per stabilire la dinamica, una pattuglia del Nucleo Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Savigliano.

Riprendono gli incontri all’Istituto Sacra Famiglia

Domenica 28 ottobre si terrà la festa della Società fabbri ferrai ed affini. Alle 9.30 sarà celebrata la S. Messa in San Pietro, in onore dei defunti. Alle 12.30 ci sarà il pranzo al ristorante Cavallo Rosso di frazione Cavallotta. La prenotazione va effettuata tassativamente entro sabato 20 ottobre. Costo: 10 euro per i soci, 25 euro per familiari ed amici. Per informazioni, tel. 338.2121064 (N. Buttarelli) o 0172.21230 (D. Bertinotti).

Amicizia e solidarietà con la Classe 1930 I coetanei della Classe 1930 (e i nati prima e dopo) sono invitati, con coniugi e familiari, alla “grande festa” di amicizia e solidarietà che si terrà domenica 28 ottobre, alle ore 12, presso il ristorante “Oriente” in via Cervino a Savigliano. Portare la macchina fotografica. Si prega di dare conferma ai seguenti numeri: 0172/84530, 0172/31108, 333/1941360 o 339/1054560.

Giardino “Juve e Toro” Cairo e Agnelli dicono «sì» Dopo la bocciatura nel Consiglio comunale di luglio, Carmine Bonino (lista Civica) torna alla carica per intitolare una piazza alle vittime di due tragedie che hanno toccato Juve e Toro. L’intitolazione dovrebbe riguardare le vittime dell’Heysel – lo stadio di Bruxelles dove persero la vita 39 persone durante la finale di coppa Campioni del 1985, Juve-Liverpool – e il Grande Torino, l’invincibile squadra granata perita per lo schianto del proprio aereo nei pressi di Superga, nel 1949. Bonino era stato “stoppato” a luglio ed era stato invitato a seguire «le debite procedure» per l’intitolazione (c’è una Commissione toponomastica che se ne occupa), ma ora può ritentare perché ha messo all’incasso il favore dei due presidenti delle squadre. Andrea Agnelli (Juve), scrive: “Ho appreso della bella iniziativa lanciata dal club “Juve6Grande” ... con altrettanto piacere ho saputo della sua intenzione di proporla in Consiglio comunale, mi auguro che possa essere accolta”. Aggiunge Urbano Cairo (Toro): “La trovo una splendida iniziativa, che mi sento di appoggiare in pieno. Il Torino FC sarà inoltre lieto di presenziare con una delegazione alla cerimonia di inaugurazione”. Ora restano solo più da convincere il sindaco Sergio Soave e l’apposita Commissione.

REDAZIONE Piazza Santarosa, 21 Tel. 0172.71.39.29 Fax 0172.71.37.21 - Savigliano email: redazione@ilsaviglianese.com – www. ilsaviglianese.com DIRETTORE RESPONSABILE: VALERIO MACCAGNO ABBONAMENTO: Annuo € 42,00 - Estero € 42,00 + spese postali Autorizzazione N.2 Tribunale Saluzzo 8/9/1946 Poste Italiane: Sped. in Abb. Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) NO/CUNEO art. 1, comma 1 - Conto Corrente Postale N° 11755121 PUBBLICITÀ: RÉCLAME Via Pylos, 20, Savigliano Tel. 0172 71.12.79 STAMPA: Editrice La Stampa - Torino. Tariffe a modulo: Commerciali € 16 - Occasionali € 17,00; Finanziari e Legali € 1,80 mm/c; Necrologie € 36,00; Economici € 0,53 p.p. Il giornale si riserva in ogni caso di rifiutare qualsiasi inserzione. ASSOCIATO ALLA FIPEG

Da gennaio la Cassa di Risparmio di Savigliano è al centro di vicende giudiziarie

lora iniziarono i dissidi con l’amministratore delegato”. Nella lettera con cui vennero lasciati a casa, Demichelis e Mina erano stati accusati di aver gettato discredito sulla banca e sull’amministratore delegato Giuseppe Allocco perché – rivolgendosi agli organi societari – avevano “scavalcato” il superiore, ma per il magistrato questo comportamento non può essere considerato elemento di discredito. Anzi, nel caso contrario sarebbe stata un’omissione alle loro funzioni. Per il giudice, dunque, “il licenziamento è stato irrogato nei confronti di due dipendenti che, con il loro lavoro, hanno sollevato questioni e portato alla luce episodi poco edificanti per la banca”. A Giandomenico Demichelis il tribunale ha anche riconosciuto l’inquadramento a man-

sioni di livello superiore. I due (reintegrati da lunedì, ma attualmente “dispensati dal servizio attivo” in attesa di una collocazione) si sono detti molto soddisfatti della sentenza: «La nostra attività è stata coerente e limpida» ed hanno ringraziato gli avvocati Monica Beltramo ed Alberto Leone che li hanno seguiti. In un comunicato, invece, la Banca CRS commenta di “aver preso atto delle sentenze rese dal tribunale di Saluzzo e di non condividerne le motivazioni, né le conclusioni. Nel ribadire la convinzione circa la correttezza del proprio operato, la Banca valuterà, attraverso i propri organi societari, ogni iniziativa di legge a propria tutela”. Non è da escludere che possa essere presentato ricorso in Appello.

Inaugurata l’Unitre all’insegna del “piacere” All’inaugurazione del nuovo Anno Accademico dell’UNItre, svoltasi nella mattinata di sabato scorso nella Sala polivalente della Crosà Neira, hanno assistito numerose persone tanto da esaurire i posti a sedere. Il vicesindaco Silvana Folco ha affermato di essere orgogliosa della nostra UNItre, invidiataci da tutti per la quantità e la qualità dei corsi, nonché per l’operosità dei volontari. Il vicepresidente del Consiglio provinciale, professor Giulio Ambroggio, ha fatto notare che finora essa non ha accusato delle difficoltà, insorte a causa della grave crisi economica e finanziaria in atto. Il consigliere regionale Mino Taricco ritiene che per gli enti locali gli investimenti nel campo della cultura, per troppo tempo disattesi, non mancheranno di dare i loro frutti. Dal

Ambroggio, Folco, Ravera, Taricco e Bicchi alla conferenza

canto suo l’assessore alla Cultura Chiara Ravera, ha detto che l’UNItre ha già dato delle grandi soddisfazioni alla cittadinanza, tali da meritarle la qualifica di educatrice civile. Soddisfazioni dovute soprattutto alla sua collaborazione con le associazioni locali di volontariato, e con l’istituto civico musicale “G.B. Fergusio”. Il professor Carlo Bicchi del

Dipartimento di Scienza e Tecnologia del Farmaco dell’Università di Torino, ha poi tenuto una conferenza sul tema “Caffè, té e cacao: tre piaceri della vita tra storia e proprietà”. Alimenti nervini di cui ha illustrato la botanica, la tecnologia di produzione, i composti e l’attività biologica. Il cacao, originario dell’Equador e della Colombia, oggetto di culto, è arrivato

Notizie dalla Provincia

in Europa verso la fine del Cinquecento. Nonostante le ricerche degli studiosi, non si sa ancora da cosa dipende la cosiddetta “voglia di cioccolato”. Nato nel Corno d’Africa, il caffè arrivò dapprima a Costantinopoli, poi a Venezia e da qui in Inghilterra e in Francia. Il maggior produttore di caffè è il Brasile. Giovanni Bosio

a cura di Giulio Ambroggio

«Ecco quanto guadagniamo a Cuneo» Trasparenza? E trasparenza sia! Domanda: a quanto ammontano i compensi degli amministratori provinciali? Eccoli: La presidente guadagna 5.325,62 euro lordi mensili. Il vicepresidente della Giunta 3.994,21 euro lordi mensili. Gli assessori 3.461,66 euro lordi mensili se sono professionisti o lavoratori dipendenti in aspettativa. Se sono lavoratori dipendenti non in aspettativa hanno l’indennità dimezzata, pari cioè a 1.730,82 euro lordi mensili. Il presidente del Consiglio Provinciale percepisce un’indennità lorda mensile pari a quella dell’assessore con le stesse modalità. Il vicepresidente del Consiglio (cioè io) non ha alcuna indennità aggiuntiva, in quanto è assimilato a

tutti gli altri consiglieri che percepiscono un gettone presenza di 83,70 euro lordi per seduta. Sono gettonate solo le sedute del Consiglio e quelle delle Commissioni permanenti. I rimborsi spese chilometrici (dal Comune di residenza a Cuneo) ammontano, per chilometro, ad un quinto del costo della benzina verde rilevata alla pompa più vicina all’ente. Eventuali rimborsi per missioni devono essere autorizzati dal presidente del Consiglio per i consiglieri e dalla presidente della Giunta per gli assessori. Ad esempio, in base a quanto sopra detto, io, nel 2011, ho percepito nell’anno 3.553,20 euro lordi come gettoni presenza e 1.150,08 come rimborso spese.

Per quanto riguarda i soldi per i gruppi consiliari, la situazione è la seguente: sono previsti 27.900 euro l’anno che vengono così suddivisi. Ogni gruppo percepisce 775 euro per consigliere, più 775 euro uguali per tutti i gruppi. Il risultato è questo: Lega Nord, 8 consiglieri, 6.975 euro; Popolo della Libertà, 8 consiglieri, 6.975 euro; Partito Democratico Impegno Civico, 9 consiglieri, 7.750 euro; Lista Costa – Liberali per la Granda – PDL, 2 consiglieri, 2.325 euro; UDC, 2 consiglieri, 2.325 euro; Italia dei Valori 1 consigliere, 1.550 euro. Questi soldi vengono così gestiti: se un gruppo fa una iniziativa politica, un manifesto, un dibattito, una riunione pubblica qualsiasi eccetera,

paga quanto deve, presenta le fatture quietanzate all’Ufficio di Presidenza e i soldi verranno rimborsati versandoli sul conto corrente del capogruppo depositato presso la Provincia. Concludo dicendo che tutta questa partita è in fase di rimessa in discussione proprio in questi giorni per cui è probabile che nel prossimo futuro vi saranno delle variazioni. Sarà mia cura informare tempestivamente i lettori.


savigliano

CRONACA La sua società deve mezzo milione al nostro Comune

Tributi Italia, Saggese in manette Il caso di Tributi Italia, evocato dal consigliere Fulvio D’Alessandro nell’ultimo Consiglio comunale, è tornato prepotentemente d’attualità. Mercoledì scorso, infatti, si è diffusa la notizia – rilanciata da tutti i media nazionali – dell’arresto dell’ex amministratore della società, Giuseppe Saggese. Il cinquantaduenne originario di Taranto, residente nel Tigullio, è accusato di peculato (ed altre accuse) in un’inchiesta che si snoda dal 2006 al 2010 dopo la denuncia di 19 Comuni (degli oltre 400 coinvolti) per i quali la Tributi Italia riscuoteva tasse senza poi versarle nelle Tesorerie comunali. Tra questi c’è anche Savigliano, a cui mancano oltre 500.000 euro per tasse mu-

Giuseppe Saggese

nicipali riscosse nel 2008 e nel 2009, ma mai arrivate nelle casse pubbliche. Ora il nostro Comune

ne chiede 800.000, ovvero i mancati versamenti più gli interessi. Saggese non è l’unico ad essere finito nei guai. La polizia tributaria della Guardia di Finanza di Genova ha infatti dato esecuzione ad altre quattro misure cautelari, sequestrando beni e denaro per circa nove milioni di euro. Secondo gli inquirenti, le somme incassate dai contribuenti venivano trattenute nei conti di società riconducibili a Saggese, che poi li faceva “sparire” a proprio beneficio. Secondo l’accusa, la società avrebbe riscosso imposte mai versate per cento milioni e, di questi, venti sarebbero finiti personalmente a Saggese. E lui non avrebbe badato a spese, tra auto di lusso, yacht, aereim sog-

giorni in località prestigiose. Tutto questo mentre Tributi Italia (dichiarata fallita, è ora in amministrazione straordinaria) licenziava o ricorreva alla cassa integrazione. Per non parlare dei danni alle casse dei Comuni. Savigliano sarà mai risarcita? Difficile dirlo. «Siamo iscritti all’albo dei Comuni creditori – aveva detto l’assessore Gianpiero Piola in Consiglio comunale, il 24 settembre scorso – ma, come spesso accade in Italia, non è ancora stato fissato un termine per il risarcimento». Ogni anno, a titolo prudenziale, il Comune accantona 50.000 euro. C’è chi sta molto peggio: alcune città, come ad esempio Pomezia, hanno da recuperare milioni di euro.

CRONACA Operazione “movida”, in manette un albanese che aveva sparato

Fornivano cocaina ai giovani: arrestati Ancora arresti per droga nella nostra città. La Squadra Mobile della Polizia cuneese, diretta dal Commissario Gugliemo Battisti, ha inferto un altro duro colpo allo spaccio di cocaina di medio livello, arrestando un pusher ed un trafficante di droga. Lunedì 1° ottobre, all’alba, gli uomini della Mobile hanno tratto in arresto a Savigliano due cittadini albanesi per i quali il gip di Saluzzo aveva emesso due custodie personali in carcere per spaccio di cocaina. Proseguendo un’indagine partita a Cuneo, che nello scorso agosto aveva permesso l’arresto di Salvatore Valenti, gli investigatori individuavano due canali di approvvigionamento di stupefacente. Se quello riconducibile a Salvatore Tripodi, già arrestato ad agosto, risultava stroncato, rimaneva in piedi quello di Kole Geshteja, cittadino albanese, 30 anni, pluripregiudicato per reati connessi agli stupefacenti, residen-

te a Savigliano, dove avveniva lo scambio e la consegna dello stupefacente. Inoltre, Geshteja è ritenuto responsabile di aver sparato ad un connazionale in pieno giorno in corso Monviso a Cuneo (reato per il quale si sta celebrando, in questi giorni, il processo). In breve tempo gli investigatori della sezione antidroga, coordinati dal Sost. Comm. Pirito e dalla Procura di Saluzzo, riuscivano a stringere il cerchio intorno al Geshteja ed alla rete che gli stava intorno. Come ha sottolineato il capo della Mobile Battisti, «Geshteja, infatti, è un personaggio di spessore che, difficilmente, si abbassava a fare consegne di stupefacente in prima persona (solo a clienti abituali ed estremamente fidati che, rigorosamente, si dovevano recare da lui e mai viceversa) e si premurava, altresì, di non detenere mai, di persona, lo stupefacente. A coadiuvarlo nella rete dello spaccio, infatti, vi erano dei giovani connazionali utilizza-

Kole Geshteja

ti come “cavalli” per le consegne e, soprattutto, per la materiale detenzione dello stupefacente». In particolare veniva individuato Ademaj Mirsad, 23 anni, che gli custodiva lo stupefacente, rendendosi anche disponibile a consegnarlo ovvero ad effettuare, per suo conto, delle cessioni. Durante le indagini, gli agenti osservavano la cessione di 5 grammi di cocaina a Saluzzo ad un 21enne: il fatto avveniva il

venerdì sera, dietro il Duomo, e permetteva di individuare uno dei principali canali di smercio al minuto della cocaina. Ovvero quello della “movida” del fine settimana frequentata da giovani e giovanissimi che, da giovedì, cominciavano a cercare gli spacciatori per premurarsi di trascorrere un venerdì ed un sabato “allegri” (di qui il nome dell’operazione). Lo stesso Geshteja era in grado di smerciare anche quantitativi di rilievo di droga ad altri spacciatori operanti sulle piazze di Cuneo e Saluzzo. Irregolare sul territorio nazionale, quando uscirà dal carcere sarà espulso dall’Italia.

mercoledì 10 ottobre 2012

5

BREVI DALLA CITTÀ

Atteso incontro sul lavoro con Landini e Zagrebelsky Mercoledì 10 ottobre, alle ore 20.30, alla Crosà Neira di piazza Misericordia, si terrà un incontro con i cittadini organizzato dagli “Amici della Fiom”. Parteciperanno Maurizio Landini (segretario nazionale Fiom) e Gustavo Zagrebelsky (giudice costituzionalista e cittadino onorario di Savigliano). Coordina la segretaria provinciale Fiom, Barbara Tibaldi. Presenta Luciano Pregnolato (“Amici e amiche della Fiom” regionale). Si dibatterà dei problemi inerenti al mondo del lavoro e della difesa dei diritti dei lavoratori alla luce delle ultime vicende (accordo Fiat, derogabilità del contratto collettivo nazionale, svuotamento dell’articolo 18). L’incontro è aperto a tutti.

Due appuntamenti col Centro italiano femminile Il Centro italiano femminile informa che, mercoledì 10 ottobre, alle ore 16.30, presso la chiesa dell’Istituto Sacra Famiglia, il consulente spirituale don Mauro Cagna celebrerà la S. Messa per l’apertura dell’anno sociale Cif 2012-13. «Si confida in una grande partecipazione, per iniziare un proficuo cammino di fede e di preghiera» comunica il Direttivo. Inoltre, in collaborazione con “Chiesa Viaggi”, il Centro italiano femminile propone, per domenica 21 ottobre, una splendida giornata di visita all’acquario di Genova ed alla città. Le iscrizioni sono aperte presso la sede del Cif in via Savio n. 9, il martedì ed il venerdì dalle ore 10 alle ore 11, e per motivi organizzativi si avvisa che le prenotazioni devono effettuarsi entro martedì 16 ottobre.

Gita dei pensionati Cisl al castello e al planetario La Federazione pensionati Fnp-Cisl di Savigliano organizza una gita al castello di Moncalieri e al Parco Astronomico di Pino Torinese per domenica 21 ottobre. La partenza è da Savigliano (ore 8.30, davanti all’ala di piazza del Popolo), Cavallermaggiore (ore 8.35, piazza San Michele) o Racconigi (ore 8.45, piazza castello).Alle 10 è prevista la visita guidata del castello di Moncalieri (compresa la mostra “Viaggiatori dal paese dei Cris”), cui seguirà il pranzo in ristorante a Caluso. Nel pomeriggio, visita del parco astronomico di Pino Torinese con spettacolo nel planetario. Quote: 60 euro iscritti e famigliari; 66 euro non non iscritti. Prenotarsi entro venerdì 12 ottobre presso la Fnp-Cisl di via Cernaia n. 11, tel. 0172.31501, ovvero presso i recapiti.

Corso di cucito e confezione Posti ancora disponibili L’agenzia formativa Savigliano Formazione (Ascom) organizza un corso di cucito e confezione di primo livello (sette lezioni da tre ore ciascuna) rivolto a tutti. Per informazioni è possibile rivolgersi presso la sede dell’Associazione Commercianti, in via Mabellini n. 2/1 (telefono: 0172/241211, e-mail: saviglianoformazione@ascomsavigliano.it). Sono ancora disponibili dei posti.


6

savigliano

mercoledì 10 ottobre 2012

BREVI DALLA CITTÀ

“Dito puntato” contro De Lio Finisce la favola all’Eredità Si è conclusa mercoledì scorso, 3 ottobre, l’avventura di Maurizio De Lio al quiz di Rai Uno l’Eredità. La sera precedente, “Lillo” aveva conquistato la vittoria della puntata, anche se – non avendo risposto bene all’ultima domanda – non si era accaparrato il montepremi di 17.500 euro. Il giorno successivo, De Lio è “caduto” grazie al crudele regolamento del quiz. Quando un concorrente sbaglia per due volte, infatti, invece di essere eliminato può salvarsi “puntando il dito” contro un avversario. Il malcapitato, in questo caso “Lillo”, ha sbagliato una domanda molto difficile (chi lo sapeva che la parola “labirinto” prende origine da “ascia”?) ed è uscito. Il professore si è comunque divertito molto al programma di Carlo Conti ed ha definito «fantastica» questa esperienza.

Caserma Carando Riunione con pranzo Pubblichiamo ancora una volta un appello: «Quanti ricordi… quante piccole emozioni alla “caserma” (Carando)! Se ci sei nato, hai vissuto o hai frequentato questo piccolo mondo, vuoi rivedere amici persi da tanti anni e rivivere insieme la nostra infanzia, ricordi che ognuno porta nel cuore, non esitare… fai correre voce ed aggregati subito al pranzo che si terrà domenica 28 ottobre presso il ristorante “Aquila Nera” di Genola. Per motivi organizzativi l’iscrizione dovrà essere effettuata entro sabato 20 ottobre. Per informazioni telefonare al 333/4732385 (Liliana) o al 331/3144500 (Aldo).Ti aspettiamo!».

Al via il corso di scacchi per i ragazzi delle scuole Si segnala un importante appuntamento per tutti i bambini a cui piace giocare a scacchi.Venerdì 12 ottobre, dalle ore 16.15 alle ore 17.15, presso la sede de “La Girandola” - Associazione per il mondo dell’infanzia, in via dell’Artigianato n. 5, incomincia un corso di scacchi. Il corso ha cadenza settimanale, è aperto a tutti i bimbi della scuola primaria o secondaria ed è tenuto da un istruttore giovanile qualificato. Per maggiori informazioni rivolgersi a William (cell. 392/8857427) od inviare un’e-mail a: circolo@saviglianoscacchi.net. La notizia è riportata anche sul sito www.saviglianoscacchi.net nella pagina dedicata all’ Attività giovanile, che si trova nel menù principale.

VIABILITÀ

Con il monumento realizzato dal Rotary club

Inaugurata la rotonda “La rotonda dei bimbi felici”, come l’abbiamo battezzata la scorsa settimana, è stata inaugurata venerdì, alla presenza delle autorità comunali e rotariane. È stato proprio il locale Rotary Club a curare la realizzazione di un monumento – un girotondo di bambini felici, appunto – che orna la nuova rotonda tra via Paolo Dovo e via Suniglia, vicino alle scuole elementari “Papa Giovanni XXIII”. A fare gli onori di casa, il presidente del Rotary Silvio Tallone, intervenuto insieme a molti soci. A festeggiare, anche tanti alunni, con le insegnanti e la neo dirigente Paola Maniotti. «Nell’anno rotariano dedicato ai bambini – ha esordito la “past president” Patrizia Orsini, che aveva seguito l’iniziativa durante la sua presidenza annuale – abbiamo voluto lasciare qualcosa alla città. Ci è stata proposta questa rotonda ed abbiamo accettato volentieri. Non è l’unico progetto che il Rotary Interna-

TRASPORTI

Amministratori comunali e dirigenti del Rotary club posano di fianco alla nuova rotonda di via Suniglia

tional ha dedicato all’infanzia: ne abbiamo attivo uno in Mali, per la nutrizione dei bambini. Inoltre, proprio con la scuola Papa Giovanni, abbiamo portato avanti un’iniziativa affinché quest’anno nessun ragazzo bisognoso di aiuto ne rimanesse senza». L’idea di realizzare una rotonda era stata pensata anni fa

dagli alunni della scuola che, nell’ambito del progetto Pedibus, avevano analizzato la viabilità della zona. La parte artistica è stata curata da Daniele Accossato, studente dell’Accademia di Belle Arti di Torino (che ha anche vinto una borsa di studio), mentre la costruzione è stata affidata alla ditta Anselmo. Al progetto ha collabo-

rato anche il geometra Brizio. Apprezzamenti per l’opera sono arrivati dal sindaco Sergio Soave, dal “past governor” del Rotary, Antonio Strumia, e dall’assessore ai Lavori pubblici Claudio Cussa, che ha ricordato come il progetto sia nato proprio dall’iniziativa dei bambini. G.Ma.

“Nonno Jury” guida le proteste dei ragazzi delle Elementari

«La navetta ci sfila sempre via sotto il naso» «Siamo stufi di vederci passare la navetta sui piedi quando andiamo a prendere i nostri figli e nipoti da scuola!». È lo sfogo di “nonno Jury”, al secolo Lorenzo Alesso, che si è rivolto alla nostra redazione per avanzare una protesta finora inascoltata. La scuola in questione è l’Elementare di borgo

Pieve e la fermata della navetta è quella di via Suniglia. «I bambini escono alle 16.30 – spiega “Jury” – e la navetta parte alle 16.32. Così, non fanno in tempo a prenderla e devono restare 20/25 minuti ad aspettare quella successiva. Siccome si tratta della prima corsa del pomeriggio, noi proponiamo di ritardarla di cinque minuti, così i bambini hanno il tempo di prenderla. Inoltre, così ci sarebbero più utenti interessati al servizio, perché alcuni ragazzi, vista la situazione, hanno rinunciato ad usare la navetta e si muovono con altri mezzi. So che alcuni genitori avevano già chiesto all’assessore Claudio Cussa di farsi carico di questo piccolo problema, però non è stato risolto. Ora io dico: ma non siamo la città che punta sui mezzi ecologici? E allora mettiamo la cittadinanza in condizione di utilizzarli!». Abbiamo girato la questione all’assessore: «Conosco già il problema – conferma – ma risolverlo non è così facile. Purtroppo, cambiare l’orario di una corsa significa cambiarli tutti, con le conseguenti modifiche ai cartelli di tutta la città. Abbiamo chiesto alla scuola se era possibile far uscire

GITA

La fermata del bus navetta in via Suniglia, vicino alle scuole

gli alunni un po’ prima, ma oramai avevano pianificato gli orari». Rimane ancora uno spiraglio, però. «Dal 1° novembre – dice Cussa –, quando entrerà di nuovo

in vigore la 2ª linea della navetta, dovremo rivedere tutti gli orari, anche quelli della 1ª linea. Vedremo se sarà possibile venire incontro a queste esigenze».

A novembre torna la 2ª linea, ma... Adesso è ufficiale. Dalla prima settimana di novembre tornerà la 2ª linea del bus navetta. Il “city-bus” che percorre l’asse Est-Ovest della nostra città era stato soppresso a giugno, ad un solo anno dalla sua inaugurazione, per mancanza di fondi. «Riapriamo per due mesi, fino al 31 dicembre – specifica l’assessore ai Trasporti Claudio Cussa – poi, per continuare il servizio, avremo bisogno di ricevere il finanziamento che ci è stato promesso dalla Provincia. Con questa riapertura, comunque, dovremo rivedere gli orari e tagliare anche qualche corsa». Però, almeno, i cittadini riavranno un servizio – gratuito – di cui avevano potuto usufruire solo per pochi mesi.

La leva 1947 a Bergamo, Brescia e sul lago di Como

I sessantacinquenni in Lombardia Foto di gruppo per alcuni componenti della Leva 1947 ed amici durante la tradizionale gita, giunta quest’anno alla 15ª edizione, che dal 1° al 3 settembre li ha condotti al Lago di Como, a Bergamo e Brescia. Si ringraziano, per la piacevolissima trasferta, Tino, Michele e Gianni Tropini di Chiesa Viaggi.


savigliano

SICUREZZA La Regione ha stanziato i fondi promessi da tempo

Mellea, finalmente i soldi Li abbiamo aspettati talmente tanto che hanno persino cambiato nome. Venerdì scorso la Regione ha annunciato che i celeberrimi fondi Fas sono stati assegnati per “interventi sui nodi idraulici di Savigliano e lungo l’asta del Po”. Sono i soldi che la città attende da anni per finanziare l’arginatura del Mellea. Adesso si chiamano Fsc (Fondo di sviluppo e coesione, che suona meglio di Fondi per aree sottoutilizzate), ma la sostanza non cambia. Sono stati stanziati 33 milioni di euro in tutto il Piemonte, e a Savigliano dovrebbero esserne destinati circa 6. «Attendiamo ancora la lettera ufficiale, ma la cifra dovrebbe essere pressappoco quella» dice l’assessore Cussa. Cosa succede ora? Ricordiamo che il Comune aveva diviso in quattro lotti l’intervento, intendendo realizzare un lotto per volta, in attesa dei fondi. Il primo – da via Alba a via Moreno – è in dirittura d’arrivo: «a fine mese terminano» dichiara Cussa, mentre per il secondo lotto – da via Moreno a borgo Marene – l’appalto è atteso entro fine anno, con l’inizio dei lavori stimato per la primavera. Poi, resterebbero ancora da fare altri due lotti, fino alla “Madona Granda” (svincolo per l’Apparizione), ma, con l’arrivo dei soldi dalla Regione, l’intenzione del Comune è di

In Austria grazie al Lions club

Una studentessa del Liceo ha vinto un soggiorno in Austria grazie a una borsa di studio del Lions club. Si tratta di Ilda Curri della 5ª B scientifico. Ecco il racconto della sua esperienza. «È difficile, se non impossibile, descrivere a parole i momenti vissuti e la miriade di emozioni provate questa estate durante la mia esperienza in Austria. Ho iniziato la mia avventura il 14 luglio, un po’ titubante al pensiero di lasciare amici e famiglia per tre settimane ma, allo stesso tempo, impaziente di viaggiare per la prima volta da sola. All’aeroporto di Vienna sono stata accolta dalla famiglia che per una settimana avrebbe ospitato me ed una ragazza dalla Turchia. Inutile dire che tutte le preoccupazioni e i dubbi accumulati durante il volo sparirono subito. Infatti, il mio soggiorno nella deliziosa cittadina di Hartberg si rivelò essere ben al di sopra delle mie aspettative. La cosa che più mi ha colpito è senz’altro il fatto di essere trattata non come una turista, ma come un vero e proprio membro della famiglia. Quindi, oltre alle escursioni nelle attrazioni turistiche vicine, tra cui la paradisiaca fabbrica di cioccolato Zotter, non mancarono gli inviti a barbecue e pranzi con parenti e amici. E poi arrivò il momento di partire per Eisenstadt e raggiungere gli altri trenta ragazzi, provenienti da 17 Paesi diversi, che partecipavano al “Vienna and around camp”. Quattordici giorni intensi, all’insegna dello sport e del divertimento, ricchi di “prime volte” (golf, rafting, vela, arrampicata) e di momenti indimenticabili. Un incredibile mix di culture, lingue, tradizioni, in cui ognuno dava qualcosa di sé e imparava dagli altri. Ringrazio di cuore il Lions Club per questa opportunità».

Ruspe al lavoro sulle sponde del Mellea nella zona artigianale di via Alba

realizzare un intervento unico, abbandonando il “metodo della formica” (utilizzare i ribassi d’asta di un lotto per finanziare quello successivo) usato finora. La volontà della Giunta è di appaltare ed iniziare i lavori nel corso del 2013. «Alla fine – precisa Cussa – quasi tutto l’abitato sarà al sicuro. Mancherà solo più l’argine in campagna, quello a forma di Y, che servirà ad unire le sponde del Mellea con quelle del Maira. Solo dopo que-

st’ultimo lavoro saremo completamente riparati ed anche la zona di via Suniglia potrà dirsi in sicurezza. Per finanziarlo, in questo caso potremmo effettivamente utilizzare i ribassi d’asta». Intanto, un’attesa snervante è finita. «È una grande soddisfazione – conclude Cussa – ed è un risultato a cui ha contribuito tutta la città». Guido Martini

mercoledì 10 ottobre 2012

LICEO

7

Studenti di talento in matematica

Premiati al “Diderot” Sabato 15 settembre, presso il teatro Alfieri di Torino, si è tenuto il “Premio Matematica 2012”, un riconoscimento ai migliori talenti di questa disciplina, a cui si aggiunge il premio dedicato al diritto e all’economia. Organizzato dalla Fondazione CRT, il “Premio Matematica” rientra nell’ambito del Progetto Diderot, il quale offre agli studenti del Piemonte e della Valle d’Aosta, a tutti i livelli di istruzione, l’opportunità di conoscere ed avvicinarsi alla matematica e al teatro, all’educazione al diritto e all’economia, all’etica, alla tutela dell’ambiente e della salute. Alla serata hanno partecipato il prof. Ezio Pelizzetti, Rettore dell’Università degli Studi di Torino, il prof. Marco Gilli, Rettore del Politecnico di Torino ed il Segretario Generale della Fondazione CRT, Massimo Lapucci. Nelle varie linee progettuali proposte dalla fondazione CRT si sono distinti anche alcuni studenti ed ex studenti del liceo “Arimondi-Eula”. Si

tratta di Simone Lombardo (III B scientifico), che ha vinto il primo premio nella gara a squadre tra tutte le provincie del Piemonte e della Valle d’Aosta, Fabio Paradiso (IV B scientifico), classificatosi secondo nella gara individuale svoltasi tra i 50 migliori matematici della categoria “promesse”, e Carlo Giordana (V B scientifico) che si è posizionato quarto nella gara individuale svoltasi tra i 50 migliori matematici della categoria “junior”. Giulia Morello, Luigi Borge e Andrea Ranieri della classe V B scientifico hanno invece vinto, all’interno del “Progetto etica: l’arte del comportamento”, un viaggio premio in Terra Santa (di cui abbiamo già parlato in un recente articolo sul “Saviglianese”, ndr). Premiati infine anche due ex “arimondini”: Gabriele Scommegna, nell’ambito del progetto “Alla scoperta del diritto e dell’economia”, e Serena Mattalia, vincitrice del primo premio nella gara a squadre del progetto “Alfaclass update”. Matteo Garnero

Informagiovani Incontro “L’Europa siamo noi” Venerdì 12 ottobre, alle ore 8.30, il Comune di Savigliano e l’Informagiovani, all’interno del progetto “Informazione 12.0”, promuovono al cinema Aurora l’incontro degli studenti delle classi quarte di tutte le scuole superiori saviglianesi con le istituzioni europee: da dove viene e dove va la “vecchia” Europa: quali opportunità oltre la crisi? La mattinata – “L’Europa siamo noi” – è aperta anche al pubblico. Dopo il saluto di Silvana Folco, vicesindaco di Savigliano, ci sarà la proiezione di un breve video sull’anniversario dei 20 anni del Mercato Unico. Aprirà la discussione l’intervento di alcune voci di studenti delle classi quinte superiori saviglianesi che, nel maggio scorso, proprio nei giorni della Festa dell’Europa (8 maggio) sono stati in visita alle istituzioni continentali ed in particolare al Parlamento di Bruxelles, grazie all’invito ed al supporto organizzativo dell’eurodeputato Susta, accompagnati dagli amministratori e da insegnanti. Il dibattito, introdotto e moderato dal sindaco Sergio Soave, componente del Comitato delle Regioni dell’Unione Europea, vedrà gli interventi di Gianluca Susta, europarlamentare piemontese, e di Franco Chittolina, responsabile di Apice (Associazione per l’incontro delle culture in Europa). È previsto anche un messaggio di Alessandro Barberis, presidente di Eurochambres. Concluderà la mattinata ancora una proiezione di un video sull’Unione Europea. Saranno presenti gli operatori dell’Informagiovani con materiale esplicativo dei servizi Eures e Eurodesk, presenze tangibili dell’Europa sul territorio provinciale e di Centro Europe Direct della Provincia di Torino. Il Comune di Savigliano e l’Informagiovani hanno recentemente aderito ad un progetto della Fondazione CRC per l’apertura di un Centro Europe Direct anche a Cuneo, proprio nell’ottica e con l’obiettivo di avvicinare l’Europa e le sue istituzioni alla vita dei giovani cittadini europei residenti nella nostra provincia.


8

mercoledì 10 ottobre 2012

ECONOMIA Convegno di Confartigianato

Edilizia e recessione La profonda ed ampia fase recessiva che sta connotando l’economia europea si è scaricata sul settore edile e delle costruzioni. Quale dunque lo scenario attuale? Quali le prospettive? Quale la riconfigurazione in atto in termini di innovazione di prodotto? Quale il ruolo, come fattore propulsivo, dell’energy technology? Questi interrogativi e le proposte ed azioni di Anaepa (Associazione nazionale artigiani dell’edilizia dei decoratori, dei pittori e attività affini) Confartigianato saranno affrontati e dibattuti nel corso del convegno “Il comparto edile nell'attuale fase di recessione: prospettive e azioni

di rappresentanza sindacale” organizzato da Confartigianato Cuneo sabato 13 ottobre presso la “Crusà Neira” (piazza Misericordia). I lavori inizieranno alle ore 9. Interverranno Domenico Massimino, presidente provinciale Confartigianto Cuneo, Luciano Gandolfo, vicepresidente nazionale Anaepa, Arnaldo Redaelli, presidente nazionale Anaepa, e Stefano Bastianoni, segretario nazionale Anaepa. Concluderanno gli interventi l’arch. Erminio Redaelli e l’arch. Maria Grazia Novo. Al termine delle relazioni, ampio spazio verrà lasciato per interventi dal pubblico.

savigliano

CARABINIERI Il capitano va a Pordenone: «Sei anni positivi»

Il commiato di Campaldini «Se devo fare un bilancio dei miei sei anni passati in città questo è sicuramente positivo, sia dal punto di vista personale che professionale». Esordisce così il Capitano Marco Campaldini, dal settembre 2006 Comandante della Compagnia Carabinieri di Savigliano, che da lunedì 8 ottobre ha assunto la guida dell’Arma a Pordenone. «Ho scoperto una terra che non conoscevo – continua Campaldini – e la possibilità di conoscere una realtà nuova, ma anche persone che hanno dimostrato un grande attaccamento all’istituzione, oltre a rispetto e collaborazione». Professionalmente, «è stata un’esperienza molto bella in cui mi sono confrontato con la criminalità e le devianze di questa zona. Vado via abbastanza tranquillo, anche se c’è ancora tanto da fare». Che Savigliano porterà con sé e che cosa le mancherà di più? «Mi ricorderò sempre che a Savigliano mi sono costruito una famiglia – qui sono nati i miei due figli – e non dimenticherò il rapporto, molto cordiale, che ho avuto con i saviglianesi. Ho notato, fattore questo non usuale in altre regioni d’Italia, un grande attaccamento ‘genuino’ all’Arma e la grande valorizzazione del nostro lavoro». Possiamo continuare a dormire sonni tranquilli? «La città sconta una certa vicinanza con la metropoli torinese. E segue le dinami-

che della regione Piemonte. Non ci sono stati grossi cambiamenti. Forse solo la presenza, negli ultimi anni, di una criminalità difficile da contrastare perché si muove durante la notte. La percezione della sicurezza? «La sicurezza non è cambiata molto, e sicuramente non in negativo. L’importante è saper cogliere in tempo i “segnali” ed intervenire rapidamente. Ritengo comunque che il livello di sicurezza a Savigliano e nell’area limitrofa sia soddisfacente: in questi sei anni ho cercato, con la mia opera e quella dei miei uomini, di garantire la sicurezza concreta alla popolazione, e questo tutti i giorni». Un’Arma vicino ai cittadini, dunque? «In questi anni, appunto, abbiamo concentrato la no-

CARABINIERI

Marco Campaldini

stra attenzione su quei fenomeni di microcriminalità che colpiscono maggiormente la popolazione, dai furti (si manifestano secondo cicli altalenanti) a quelli commessi nei confronti delle fasce deboli, dagli anziani ai minori, alle donne. Tutto sommato abbia-

mo ottenuto un buon risultato, grazie anche all’attività di contrasto e di prevenzione». Tra le tante operazioni messe in campo dall’Arma saviglianese ce ne vuole ricordare qualcuna? «Citerei “Testa di legno” nel 2007 con l’arresto di alcuni nomadi di Carmagnola per estorsioni ed usure, dopo la segnalazione del programma Tv “Le Iene”; “Eastward” nel 2009 con l’individuazione di alcuni cinesi a Marene per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina; “Green Energy”, nel 2011, quando abbiamo stroncato sul nascere il fenomeno emergente dei furti di pannelli solari. Senza dimenticare, quest’anno, la cattura delle due bande che avevano assaltato l’Oreficeria Tallone e il Mercatone Uno di Genola». Paolo Biancardi

Nuovo comandante della Compagnia

E’ arrivato Tommaso Gioffreda

Il capitano Tommaso Gioffreda

Originario di Lecce, il capitano Tommaso Gioffreda, 44 anni, è il nuovo comandante della Compagnia Carabinieri di Savigliano. Sposato con la signora Anna, inglese, ha due figli,William e Andrea. Proveniente da Reggio Calabria, Gioffreda ha nel suo curriculum professionale molte missioni all’estero tra cui Albania, Kossovo, Nigeria e Ghana. In Iraq ha trascorso 7 mesi operando nella cellula antiterrorismo alle dipendenze dell’ambasciata Usa; è inoltre stato in missione Eufor a Sarajevo. In Italia, tra gli altri incarichi, è stato comandante del Nucleo Radiomobile a Prato e capo sezione addestramento presso la scuola Allievi Carabinieri di Reggio Calabria, ha ricevuto vari riconoscimenti, è laureato in giurisprudenza ed è Cavaliere della Repubblica.


savigliano

PROFILO Andrea racconta la sua vita dall’altra parte del mondo

Dalla Granda alla Cina Un saviglianese in Cina. Tranquilli, non si tratta di una parodia nostrana del film “Un americano a Roma”, bensì è la condizione di Andrea Riaudo, ingegnere in Oriente per motivi di lavoro. Ecco come ci racconta la sua esperienza. Innanzitutto, da quanto sei in Cina? Sono andato in Cina nel 2008 e, prima di allora, non avevo mai vissuto fuori dalla Granda, l’ho presa come una scommessa. Sono passati quattro anni: due li ho trascorsi a Shanghai e due a Changsha, nella regione dello Hunan, dove resterò ancora per un anno. Di che cosa ti occupi esattamente? Lavoro per la Fiat. Sono in un team che produce auto per il mercato cinese, che in questo momento vende oltre 10 milioni di macchine (in Italia se ne vendono meno di 2 milioni).

Da Savigliano a Shanghai... un bel cambiamento! Certo, in Cina abitano un miliardo e mezzo di persone, esistono città popolate da milioni di abitanti (le tre principali città della Cina sono più grandi dell’Italia) e i paesi come Savigliano non esistono. Che idea ti sei fatto della Cina? È sicuramente un mondo in pieno sviluppo: quando sono arrivato a Shanghai c’erano quattro linee di metropolitana e ora ce ne sono tredici, ci sono treni veloci (300 km/h) e i grattacieli, che vedo “crescere” giorno dopo giorno, arrivano a 500 metri. È però anche un territorio dalle forti contrapposizioni: ad esempio, può esserci il grande grattacielo e, girato l’angolo, il mercato per la strada. In una stessa via puoi trovare l’occidentale che va a correre, l’anziano che gioca con l’aquilone e gente che fa Tai Chi,

Andrea Riaudo (a destra) con un amico sulla Grande Muraglia

Andrea con alcuni amici a Shanghai, città in grande espansione

insomma tutto e il contrario di tutto. Diciamo che “la Cina ci è vicina” per certi versi e lontana per altri. Come te la cavi con la lingua? In cinese, lingua che per via di toni e accenti è molto complessa, saprò giusto 20-30 parole, tra cui quelle fondamentali da usare sul taxi. A Shanghai (e nei grandi centri) la cosa è un po’ più semplice, sia i cartelli stradali che i menù dei ristoranti sono scritti anche in inglese. A Changsha, invece, i menù sono soltanto in cinese e senza foto, per cui scelgo cosa ordinare guardando nel piatto degli altri! E proprio riguardo alla cucina? Per un italiano sarà un trauma... Io sono dell’idea che se vai in

giro per il mondo devi mangiare il cibo del posto, per abituarsi alla cucina (e perfino alle bacchette) basta essere “open mind”. Ci sono cose che mi piacciono come riso e verdure al vapore, ma ogni tanto per sentirmi a casa vado in una grande catena a comprare qualche prodotto tipicamente italiano come la pasta o la mozzarella. Ogni quanto torni a Savigliano? Tre o quattro volte all’anno, per periodi abbastanza limitati. Diciamo che sono un turista al contrario: per me vacanza significa tornare a Savigliano, nella mia via, nella mia casa, passare al mercato, prendere il caffè al solito bar. Piccole cose... che mi fanno sentire a casa! Matteo Garnero

La Pro Loco ha portato “Madama” a Bra Sabato 29 settembre la Pro Loco di Savigliano ha partecipato con altre 30 Proloco alla manifestazione “Pro Loco in città” organizzata dal Comune di Bra in collaborazione con il Comitato Unpli Cuneo. Si è trattato di una festa popolare che, nonostante la pioggia battente fino alle ore 20, ha visto la partecipazione di un numeroso pubblico festoso e curioso di assaggiare le varie prelibatezze portate in piazza dalle 31 associazioni dislocate sul territorio della provincia. Savigliano ha riproposto “Madama la Piemonteisa” – la costata di carne fornita dalla razza bovina piemontese – che è stata servita con la storica salsa “Santarosa” della tradizione saviglianese preparata a bagnomaria con tuorlo d’uovo, burro, farina, brodo vegetale, aceto, spezie e accompagnata da un contorno di patate al forno e da un calice di vino.

Lo stand della Pro Loco saviglianese con la presidente Sora

mercoledì 10 ottobre 2012

9

SANITÀ Contro il soffocamento dei bimbi

Una manovra per la vita Da alcuni anni la Società Italiana di Medicina di EmergenzaUrgenza Pediatrica (Simeup) propone una iniziativa a livello nazionale volta alla prevenzione di una tra le più frequenti cause di morte per incidente in età pediatrica: il soffocamento per inalazione di corpo estraneo. Spiega Antonella Aimar, pediatra del SS. Annunziata, istruttore Simeup: «Nei primi anni di vita, una morte su quattro per cause accidentali è dovuta a soffocamento per inalazione di cibo o piccoli giocattoli; la maggior parte di tali incidenti potrebbe essere prevenuta, o perlomeno ridotta nella gravità delle conseguenze, grazie a interventi tempestivi ed efficaci. In questi casi, infatti, la tempestività con la quale si interviene è determinante per scongiurare un esito infausto e non sempre il ricorso al 118 risulta compatibile con questi tempi. D’altra parte le manovre previste, a seconda dell’età del bambino, sono “salva-vita” e possono essere effettuate in modo efficace da chiunque sia adeguatamente istruito». L’obiettivo della Società è pertanto quello di cominciare ad insegnare le manovre di rianimazione di base e di tecniche di rimozione di corpi estranei ai cittadini ed in particolare al personale degli asili nido e della scuola dell’infanzia. Domenica 14 ottobre, infermieri e medici della Simeup saranno presenti a Savigliano (tra piazza del Popolo e piazza Santarosa, in via Alfieri n. 1) e a Saluzzo (in piazza Cavour), con l’organizzazione di mini-corsi che si susseguiranno dalle 9 alle 13: genitori, nonni, insegnanti e adulti potranno partecipare a queste lezioni per apprendere su manichini le tecniche di intervento.

SOLIDARIETÀ

“Salva la vita ai bambini”

Orchidea per l’Unicef Sabato 6 e domenica 7 ottobre scorsi, in circa 2.500 piazze italiane, migliaia di volontari e di sostenitori hanno permesso il grande successo dell’iniziativa “L’Orchidea Unicef: cogli l’occasione salva la vita ai bambini”. Anche Savigliano ha voluto dare il proprio contributo: presso lo stand di piazza Santarosa, infatti, molte persone hanno beneficato il Fondo delle Nazioni Unite per l’Infanzia acquistando un esemplare di orchidea Phalaenopsis, l’unica pianta fiorita in questo periodo dell’anno, simbolo della speranza di un futuro pieno di colori per tanti bimbi in tutto il mondo. Con il ricavato di questa due-giorni di solidarietà verranno sostenuti interventi salva-vita per i bambini in tutti i paesi dell’Africa centrale e occidentale; in questi paesi verrà promossa la “Strategia accelerata per la sopravvivenza e lo sviluppo della prima infanzia”, che prevede un pacchetto integrato di interventi, con alimenti, vaccinazioni, vitamina A, zanzariere e altri strumenti essenziali per la sopravvivenza dei bimbi. «Un grande grazie – dicono gli organizzatori – a tutte le persone che hanno permesso di raccogliere la generosa somma di 2.280 euro. Sconfiggere la mortalità infantile è possibile… ma serve l’aiuto di tutti!». e.b. Lo stand allestito in piazza Santarosa


10

mercoledì 10 ottobre 2012

savigliano

EVENTO Un pomeriggio di allegria tra diverse generazioni

Nonni e nipotini in festa La “Festa dei nonni” è stata introdotta nel nostro paese nel 2005 «quale momento per celebrare l’importanza del ruolo svolto dai nonni all’interno delle famiglie e della società in generale». Da allora, ogni 2 ottobre (non a caso data in cui la chiesa cattolica celebra gli Angeli custodi) i Comuni di tutta Italia si danno da fare per valorizzare a dovere l’importanza dei nonni. Ovviamente anche Savigliano non è ri-

masta a guardare. Sabato scorso infatti, presso l’Ala polifunzionale di piazza del Popolo, si è svolta la terza “Festa del nonno col bambino”. Dalle 14.30 piccoli e grandi hanno trovato pane per i loro denti. I primi con l’animazione del Mago Timballo e con i truccabimbi della ludoteca “La casa sull’albero”, i secondi con l’estrazione di una ricca sottoscrizione a premi. Entrambi invece hanno potuto gustare una fantastica merenda ed immortalare questo pome-

riggio di festa con una foto ricordo, offerta ad ogni coppia nonno/a e nipote. M.G. SOTTOSCRIZIONE Numeri estratti alla Festa del nonno col bambino, ancora da ritirare. 0645 (Tv), 1239 (quadro), 1119 (quadro), 0881 e 0061 (orologio da polso), 0846 e 0234 (braccialetto), 1312 e 0961 (viaggio fiera S. Orso), 0220 (abbonamento Corriere), 0844 (viaggio a

Alcune significative immagini del pomeriggio sotto l’ala

Carnevale), 1340 (viaggio a Gardaland), 0328 e 0642 (cena GranBaita per una persona), 0818 e 1447 (cena GranBaita per due

persone), 0345 (cena GranBaita per 4 persone), 0684 (vassoio), 0213 (piatto decorato), 0248 (borsone nero), 0687 e 0776 (borsa sport), 0891 (libro Roero), 0699 (libro L’arte del tempo), 0612 (libro La Sindone), 0573 (libro Pavese), 0115 (libro Respiro d’infinito), 0180 (libro Fabbriche e opifici). Per il ritiro, tel. 347.0642477, 349.7150643.


lettere

mercoledì 10 ottobre 2012

11

I LETTORI CI SCRIVONO Politica decadente sul profilo morale Carissimi amici lettori, in questi giorni, come testimoniano i giornali e la televisione, vengono sempre più a galla casi di corruzione come quelli di Fiorito e di Daccò, i quali hanno utilizzato ingenti somme di denaro pubblico, versate dai contribuenti, che sarebbero dovute servire allo Stato. Fiorito, consigliere regionale del Lazio, è stato arrestato con pesanti accuse e finalmente sarà giudicato dai magistrati. Speriamo con mano il più possibile pesante. La stessa cosa è accaduta al faccendiere Daccò, il quale è stato condannato a dieci anni di prigione per il caso della gestione dell’ospedale San Raffaele di Milano. Come se ciò non bastasse, a quattrocento Comuni, tra cui il nostro, sono stati sottratti i fondi incassati dai contribuenti dalla società di riscossione Tributi Italia (al nostro Comune e agli altri colpiti, esprimo tutta la mia solidarietà). Infatti, è stato arrestato l’ex amministratore Giuseppe Saggese. Oltre ai casi di corruzione, abbiamo assistito anche ad un episodio di estrema inciviltà da parte di Antonio Piazza, politico di Lecco che ha bucato le gomme all’auto di un disabile, il quale lo aveva denunciato di prendergli sempre il posto riservato nei parcheggi. Tutto ciò denuncia una mancanza di moralità mai raggiunta finora dalla classe politica che, invece di mettersi al servizio dei cittadini, sfrutta i propri incarichi per incassare soldi e potere, senza sentirsi mai colpevole. Infatti, questi, indagati o condannati, hanno ancora il coraggio di parlare in televisione e dire che di tutto ciò non sono colpevoli, perché non ne sapevano niente. Proclamano la loro innocenza, sbandierandola senza pudore, prendendo in giro chi li ha votati e anche chi non li ha votati. Stiamo attraversando un periodo storico veramente decadente sul profilo morale, mai riscontrato prima, forse il più triste in questi ultimi cento anni. Questo lo sostiene il grande amico Arturo Paoli, nel suo libro “La rinascita dell’Italia, messaggio ai giovani”, ai quali, tra l’altro, dice: “Vi invito in questo momento a pensare al futuro del nostro popolo, la nostra Patria ha conosciuto molte tappe, nei secoli passati, denominate con titoli allusivi alla “rinascita” e questo ci fa sperare. Ottimisticamente penso che alle morti periodiche debba succedere una resurrezione”. Facciamo nostro questo messaggio del grande Arturo Paoli che il 30 novembre compirà 100 anni (e gli facciamo tanti auguri). Perciò, invece di cedere al qualunquismo e al nichilismo, riscopriamo tutti insieme i veri valori della vita e della politica: la solidarietà che si esprime con l’amore fraterno e con l’esercizio di una politica che pensi veramente al bene comune, lasciando da parte gli interessi personali e soprattutto i facili guadagni. Seguiamo l’esempio dei buoni come lui e non il malcostume di questi politici che, accanto alle belle parole, fanno seguire un comportamento tutt’altro che degno del ruolo che ricoprono, perché questi non sono neanche degni, secondo me – e così so che la pensiamo in tanti – di essere chiamati uomini. Infatti, sono solamente persone che si sono messe in politica per seguire interessi di Casta. Certamente, accanto a questi politici così scadenti ce ne sono anche validissimi – questo, almeno, spero – che fanno il possibile per non essere corrotti e per guidare bene il Paese. Con profonda amicizia. Gianni Lanfranco – Savigliano

Il “proprio ieri” non funziona sempre Riceviamo e pubblichiamo. Rispondo all’articolo sull’assessore Cussa e il “proprio ieri”. Due anni fa, in frazione Rigrasso, è stato riempito, dal proprietario di un terreno agricolo, un fosso irriguo e di scolo di acque piovane, ben segnalato in mappa, provocando disagi nelle abitazioni vicine durante i violenti temporali estivi. Essendo residente nella frazione, mi recai nell’ufficio tecnico del Comune, reclamando il problema; mi furono dette delle belle parole ed il signor Cussa si prese l’impegno di risolvere il problema, promettendo di provvedere in qualche modo a far ripristinare lo stato dei luoghi. La patata bollente si fece passare anche all’attenzione dei Vigili urbani, per poi ripassare in mano all’assessore Cussa. La patata è ormai fredda e ad oggi, dopo diverse parole, non c’è stato alcun risultato; pertanto mi rivolgo a questo signor firmato “G.Ma.”, autore dell’articolo “Proprio ieri”, che ormai sono passati più di due anni e questo fosso non è ancora stato ripristinato. Quindi gli elogi all’assessore Cussa non sono poi tanto meritevoli. Questo problema, signor Cussa, glielo ripropongo. Lo risolva... meglio tardi che mai. Mario Anrico – Savigliano Egregio signor Anrico, preciso solo un aspetto. L’articolo non voleva essere un elogio all’assessore Cussa, ma solo una cronaca di una “tattica” che usa spesso nel rispondere alle interrogazioni in Consiglio comunale. Guido Martini (G.Ma.)

D’Alessandro: «W Renzi e Tosi!» Egregio direttore, viva Renzi e viva Tosi, anche se hanno tessere di partito. Più volte mi sono espresso in questo senso e in tempi non sospetti. Il fatto che il primo sia osteggiato in ogni modo dalla nomenclatura del partito (Pci/Margherita/Pd) che ha preso tardivamente le distanze dai Lusi (arrestato) e dai Penati (indagato), la stessa nomenclatura che ai tempi di Craxi sosteneva che i capi socialisti “non potevano non sapere” e che, invece, cadono oggi dal pero (Bersani, Rutelli, Bindi, D’Alema, Turco e compagnia andante) per le ruberie vere e da accertare dei due personaggi citati e tesserati Pd, non può che rendermi simpatico “Il rottamatore” di Firenze. Si attacca Renzi perché è contro il sistema, perché è un po’ più giovane dei matusalemme seduti su poltrone dorate da più di 30 anni e che oggi fanno finta di niente dimenticandosi chi ha prodotto il nostro debito pubblico, perché forse non dice sempre cose solo di sinistra, perché (sicuramente) non legge solo “Repubblica” al bar, tra un bianchetto e un amaro! Si è scomodato addirittura Casini dell’Udc contro Renzi, con bordate di ogni tipo. Casini che è in politica a menarci il “torrone” dal 1983 e che ha abdicato penosamente per il governo Monti/Fornero! Se Renzi è un populista, antipatico e fighetto (soliti insulti di compagni e compagnuzzi che dai tempi dei gulag non hanno perso il vizio della delegittimazione), io sono molto peggio… un populista scontroso e anche “solipsista”, con buona pace degli opinionisti locali di sinistra! Ma sono contro le caste dei “politicamente corretti”! Il Pd era, è, sarà pronto a modificare le regole delle primarie pur di non far vincere il “rottamatore” che gode, comunque vada a finire, di un largo e trasversale seguito. Lo stesso Pd locale che, per autorevole, garbata “intercessione” di un noto tesserato e già più volte amministratore, mi ha avvicinato chiedendomi se sarò disponibile a partecipare alle future primarie saviglianesi del

centrosinistra. Ho sorriso non rispondendo… ovviamente. Su Tosi cosa dire, se fossi cittadino di Verona avrebbe di sicuro il mio voto nonostante porti nel taschino, in realtà con discrezione, una pochette verde padano. Per motivi personali spesso sono nella città di Romeo e Giulietta.Tosi si sta dimostrando, ormai da anni per la verità, un ottimo amministratore. Inoltre, ha dimostrato di combattere all’interno della Lega facendo emergere le sue qualità e la sua riconosciuta onestà. Sui programmi tutti i “capataz” politici si strappano i capelli contro l’inconsistenza (presunta) dei “rottamatori” dimenticandosi che questi sono amministratori in realtà locali (Comuni) dove ci metti la faccia, chiedendo i voti uno per uno, confrontandoti poi sulle piazze delle città a viso aperto e non solo con i tuoi elettori, ma con tutti i cittadini. Io di capelli non ne ho, nessuno può strapparmeli e sicuramente io non me li strappo! Per ora ribadisco e dico: viva Renzi, “rottamatore” del Partito Democratico, e viva Tosi, “rottamatore” della Lega! Fulvio D’Alessandro – Savigliano

All’Italia servirebbe un Matteotti Riceviamo e pubblichiamo. Secondo gran parte della popolazione, nel lontano 1924 il giovane riformista, fondatore del Psu, Giacomo Matteotti fu ucciso perché stava per denunciare le concessioni petrolifere all’impresa americana Sinclair Oil in cambio di tangenti a persone vicinissime al governo Mussolini. Era un personaggio scomodo per alcuni, in quei tempi. Egli denunciava le gesta, i brogli elettorali, il clima di illegalità e l’uso eccessivo dei decreti-legge che limitavano la libertà di stampa dei giornali antifascisti. Matteotti era un socialista, proveniva da una famiglia della borghesia agraria, studiò legge a Bologna, si batteva per i braccianti e per aumentare i finanziamenti alla scuola pubblica. Era contro le disuguaglianze. Fu un ottimo amministratore e controllore di bilanci di vari comuni della Provincia di Rovigo perché faceva modo di non indurli a debiti. Fu nella commissione Finanza e Tesoro della Camera dei Deputati. L’Italia ha bisogno di ritrovare uomini giusti, coraggiosi e capaci come Matteotti e che non si facciano intimorire dai tiranni. L’Italia può e deve condurre la battaglia contro coloro che, per affari propri, inquinano il nostro habitat. L’Italia può e deve essere sensibile alla povertà, che si sta sempre più accumulando, dovuta allo scarso impiego delle risorse umane nei luoghi di lavoro, sempre se esistono. L’Italia può e deve cercare di sviluppare energia alla cultura, all’istruzione, alla società, necessari per innovare le menti. L’Italia può e deve, l’Italia può. Servono uomini giusti e coraggiosi come Giacomo Matteotti. Daniele Baldo – Savigliano

Dimezzare i costi della politica Riceviamo e pubblichiamo. Il caso delle “spese folli” della Regione Lazio riporta sotto i riflettori il tema dei costi della politica e del funzionamento degli organi istituzionali centrali dello Stato e di Regioni, Province e Comuni. Ma è bene guardare oltre i singoli e gravissimi episodi balzati alla cronaca. Come rende noto uno studio della Uil, oltre un milione e centomila persone in Italia vive direttamente o indirettamente di politica, quasi il 5% del totale degli occupati. Partendo da questo dato è difficile trovare, oggi, qualche politico che dica no ai tagli alla politica ed ai tagli agli sprechi, di come e quando bisogni farlo però nessuno lo dice! C’è da sperare, dunque, che il governo si muova con misure anti-sprechi pensate ad hoc, magari in modo drastico e rapido come è avvenuto per le pensioni. Il “buon esempio” del governatore della Puglia, Nichi Vendola, che ha deciso di muoversi autonomamente, annunciando in una lettera al presidente del Consiglio regionale, Onofrio Introna, il proprio “atto di responsabilità”: un taglio di 50mila euro all’anno al suo emolumento, cioè una rinuncia a 4.000 euro al mese rispetto ai 15mila netti che percepisce (e che lo rendono il governatore più pagato in Italia) fa pensare che qualcuno voglia cambiare qualcosa. A me, però, pare più una mossa elettorale; infatti, se è immorale guadagnare in un mese ciò che un operaio guadagna in un anno, lo è da quando si comincia un mandato e non quando si è alla fine; quindi, se il taglio andava fatto, doveva essere su tutto il mandato, sui 7 anni in cui Vendola è stato presidente della Regione Puglia, cioè dall’aprile 2005 (approssimativamente 1.260.000 euro) e non negli ultimi 6 mesi prima delle elezioni che probabilmente gli permetteranno di andarsi a sedere in Parlamento, dove ovviamente potrà continuare ad ingrassare. Ma questo non è un esempio isolato; infatti, se scopriamo quanto guadagnano i consiglieri regionali, ci appare più chiaro almeno un motivo di tanta tensione da parte dei candidati alle recenti elezioni regionali. Il più “scarso” dei consiglieri prende 6.597 euro al mese (accade in Umbria) mentre il più fortunato si porta a casa 16.000 euro mensili (Regione Piemonte). Ovviamente le cifre sono lorde! I più pagati dopo i piemontesi (16.000 euro) sono quelli della Puglia (13.830 euro al mese), seguono abruzzesi (13.359), lombardi (12.555), sardi (11.417), quelli dell’Emilia Romagna (11.053 euro) e Calabria (11.316); tralascio gli altri che non stanno tanto peggio. La battaglia all’ultimo voto nel Lazio ha significato il raggiungimento di uno stipendio da 9.958 euro mensili. Ora risulta più chiaro il perché in Italia è difficile staccarsi da certe poltrone così faticosamente conquistate! E gli altri presidenti di Regione? Alle spalle di Vendola c’è il presidente di una Regione notoriamente ricca, la Calabria di Giuseppe Scoppelliti (13.353 euro) ed il Lazio con la Polverini (12.548 euro), ma meglio di questi ultimi due se la passano i presidenti di due Regioni non coinvolte nell’ultima tornata elettorale: si tratta di Cappellacci (Sardegna) e Raffaele Lombardo (Sicilia), che incassano rispettivamente 14.624 e 14.329 euro mensili. Tutta questa gente non è in grado di

capire che il comune cittadino non è più disposto ad accettare questo stato di cose ed è bene che comincino a capirlo piuttosto in fretta, perché alle prossime elezioni potrebbero andare a casa, se nei loro programmi non ci sarà un impegno serio a perlomeno dimezzare questi scandalosi stipendi, pagati con sudore dai cittadini che li votano. Roby Lopreiato – Savigliano

«W la Fiat, abbasso il lavoro» Riceviamo e pubblichiamo. Certe volte, passeggiando per le vie delle città della provincia di Cuneo, e non solo, ho l’impressione di essere nato, vissuto e precipitato dentro un programma di calamità. Siamo in un momento atipico della storia umana: cambia il clima, migrano le popolazioni, vacilla il sistema economico, le strade sono deserte o codazzate da file di auto, biciclettai prepotenti, pedoni patentati, ma “religiosamente” attenti al fideismo del passo io… (finchè non salgono in auto con la famigliola per andare al supermercato strombazzandoti perché non trovi parcheggio). Ebbene, di questo quadro, gravido di rotture cittadine, ma anche di opportunità straordinarie, sarebbe interessante cogliere un’eco della vita locale. Immagino duelli all’ultimo sangue fra consiglieri favorevoli alle piste ciclabili (che costano 2 occhi della testa – Una strisciata gialla, “dipinta” anche male assessori!!! Chiamo i miei allievi dell’Accademia e, con pochi euri di colore, andiamo da Savigliano a Marene, dintorni o altrove e ritorno! Ci state?) ed altri infervorati da funghi dissuasori per improbabili aree pedonali (di questi tempi, vista l’abbondanza, meglio i funghi veri e non quelli di Marcovaldo), discussioni accese nei Comuni sui parcheggi sempre più ridotti e distruttori del Caldo Commercio cittadino a favore della Grande Distribuzione, riunioni febbrili per impostare investimenti nel sistema economico che ci consentano, in futuro, di reggere, secondo il Bocconiano Monti, la competizione internazionale. (Ma, per favore! Nell’anticamera del Cimitero di Province che il Delegato Cadavere Presidenziale non sa neanche che esistono?). Poi apro i giornali, accendo la Tv, vedo Esseri che continuano ad agitarsi intorno ai Dollari rubatamente loro, con decine di comparse di destra e di sinistra che si sbracciano per difenderli o per criticarli. E lì comincio a preoccuparmi sul serio. Ma non per i pietosi amministratori nazionali o locali, questi ultimi ormai votati alle rotonde (o creazioni pseudo-tali), alle già citate “piste ciclabili” (le avranno importate da Amsterdam o Modena come idea? Salvo business…), alle “bastarde” fioreggiature che non ti lasciano neanche entrare nel tuo cortile (salvo 400 cambi marcia che bloccano il traffico). Di conseguenza, mi viene in mente di tifare per Marchionne & Company che decidono di andare Fora di bai! (Non alla Bossi, naturalmente). Tanto, dichiarazioni di stabilità o meno, si è capito perfettamente che la FIAT se ne andrà altrove. Dove il lavoro viene pagato poco, perché non è carico di tasse, ma in barba a chi lo fa: i famosi dipendenti (dipendenti da chi? Dai Ladri di Stato? O dallo Stato delle sovvenzioni partitiche che non andrà più a pupparci sopra per pagare i Magna Magna Istituzionali che emergono ormai quotidianamente?) O forse la FIAT, ed altri, lo faranno perché, ciclandoci e pedonandoci alla grande, non abbiamo più bisogno di auto, dipendenti, parcheggi, lavoro! Siamo tornati “Figli dei fiori”. Ma, Cari politici e mega-manager, attenti ai Cannoni! (rif. I Nomadi). I Vostri predecessori li hanno creati.Voi potreste diventarne vittime. Giorgio Barberis – Savigliano

«Grazie al Pronto Soccorso» Riceviamo e pubblichiamo In un momento in cui la gente si lamenta dei disservizi ospedalieri, noi vogliamo segnalare, invece, il nostro caso di “buona” sanità. La mattina di venerdì 7 settembre, infatti, su consiglio del nostro medico, io e mia madre ottantenne ci siamo recate presso il Pronto Soccorso dell’ospedale SS. Annunziata di Savigliano. Quando è stato il nostro turno, a mia madre sono stati effettuati tutti gli accertamenti del caso con estrema gentilezza (esami del sangue, ECG, raggi, ecografia…). Abbiamo potuto fortunatamente constatare che, oltre alla professionalità, l’équipe medico-infermieristica era dotata anche di tanta umanità. Per questo motivo è d’obbligo ringraziare tutto il personale del Reparto di Pronto Soccorso del SS. Annunziata. Grazie! Margherita Fibbiale – Giuseppina Oreglia – Bene Vagienna


12

mercoledì 10 ottobre 2012

Con i giocolieri africani prende il via Cinemondo Sabato 13 ottobre, alle ore 17, in piazza del Popolo si terrà lo spettacolo di giocoleria Giocomondo, con cui prende ufficialmente il via il progetto Cinemondo, promosso dalle associazioni Noi con Voi e Piccoli Passi e realizzato in collaborazione con il CSV Società Solidale. Lo spettacolo Giocomondo vedrà la partecipazione di un giocoliere africano che farà stupire e divertire tutti i bambini e le loro famiglie. L’evento si terrà in concomitanza con i laboratori proposti dalle altre associazioni saviglianesi che partecipano a Famiglia in Gioco. Il progetto Cinemondo, il cui obiettivo è quello di creare occasioni di contatto e conoscenza tra le comunità presenti sul territorio saviglianese per favorirne l'integrazione, proseguirà poi con altre due iniziative: la prima è la proiezione gratuita di tre film stranieri in lingua originale, sottotitolati in italiano, con lo scopo di creare momenti positivi di svago e di incontro per tutti i cittadini di Savigliano, che avverrà nei mesi di novembre e dicembre. La seconda proposta consiste in un intervento nelle scuole di Savigliano con dei laboratori sull'intercultura, per favorire la conoscenza delle altre culture nei gruppi classe ormai divenuti multietnici. Gli organizzatori ringraziano per la collaborazione il Centro Famiglie di Savigliano. Il progetto è realizzato con il contributo del Fondo speciale per il Volontariato in Piemonte – Centro di Servizio Società Solidale della Provincia di Cuneo.

CHIESA Benedizione

a San Filippo

Bimbi e mamme in attesa Nell’ambito delle Festività di Maria, Regina di Savigliano, domenica 14 ottobre, alle ore 16.30, nella chiesa di San Filippo, nel corso di una solenne funzione religiosa organizzata dal Centro di Aiuto alla Vita, verranno affidati a Maria i bambini, le loro famiglie e le mamme in attesa. A ciascun piccolo e alle future in attesa verrà impartita la benedizione personale perché in seno alla famiglia sia vissuta con maggiore consapevolezza la

fede ricevuta nel Santo Battesimo.Verrà offerto un fascicoletto “Quando è iniziata la mia storia?” allo scopo di aiutare a comprendere il “bene indisponibile”della vita umana dal momento del concepimento. Il Centro di Aiuto alla Vita di Savigliano si trova in via Danna n. 7 ed è aperto il giovedì dalle 15.30 alle 17.30, mentre in ospedale (ex psichiatria) i volontari sono presenti tutti i martedì con orario 14.3016.30.

savigliano

EVENTO Sotto l’ala, dodici laboratori sui “popoli del mondo”

Famiglie in gioco da 10 anni Anche quest’anno la ludoteca “La casa sull’albero” e il Centro Famiglie, gestiti dall’assessorato alle Politiche sociali del Comune, dal Consorzio Monviso Solidale e dalla cooperativa sociale “Proposta 80” organizzano l’evento “Famiglia in gioco”, giunto ormai alla decima edizione. “Famiglia in gioco” vuole essere un momento di festa, di divertimento, ma anche di riflessione per tutte le famiglie saviglianesi con bambini da 0 a 10 anni. Due sono gli appuntamenti di questa edizione. Venerdì 12 ottobre, presso l’Ala Polifunzionale di piazza del Popolo, alle ore 20.45, si terrà una serata dedicata al confronto sulla qualità di vita, dei legami e delle relazioni, intitolata “Benessere a Km 0”, performance di Playback Theatre a cura della Compagnia Alnair di Torino (vedere riquadro). Per i bambini da 3 a 10 anni sarà presente un servizio di babysitteraggio. Sabato 13 ottobre, a partire dalle ore 15, sotto l’Ala di Piazza del Popolo, si terrà “Famiglia in gioco”, festa per tutte le famiglie con bambini dai 0 a 10 anni. Nel pomeriggio del sabato, le famiglie potranno partecipare ad alcuni dei 12 laboratori creativi sul tema dei popoli del mondo: “Australia” con l’Educativa Territoriale di Savigliano, “Cina” con l’Educativa di strada di Savigliano e gli oratori cittadini, “Egitto” con l’asilo nido Peter Pan, “Indiani d’America” con i baby parking Marameo e Mignolo, “Marocco” con il centro diurno Oasi Giovani, “Brasile” con l’associazione La Girandola, “India”, il laboratorio teatrale con l’associazione Voci Erranti, “Spagna” con la Ludoteca “La tana” di Saluzzo, “Finlandia” con il Gruppo Idee… Menti di Polonghera, “Occitania” con la casa di riposo di Genola, “Bandiere dal mondo” con la ludoteca “La casa sull’Albero”. Sul piazzale di piazza del Popolo ci sarà una carrozza con cavalli del signor Aldo Giusiano, a disposizione delle famiglie, e musica occitana con la Scuola di alto perfeziona-

Un momento di “Famiglia in gioco” dello scorso anno. Anche quest’anno tornano i laboratori

mento musicale di Saluzzo. All’ingresso dell’Ala saranno presenti uno stand del Centro Famiglie per la promozione delle attività a favore dei genitori e dei bambini ed uno stand delle associazioni Familiari. Un contributo indispensabile all’organizzazione ed alla gestione dell’evento continua ad essere quello offerto dai genitori dell’as-

sociazione “Altalena”, ormai attivi da diversi anni a favore delle famiglie saviglianesi. “Famiglia in gioco” è realizzata grazie al contributo di numerose forze volontarie, con la compartecipazione del progetto Alcotra, la Cassa di Risparmio di Savigliano, il C.S.V. Società Solidale, l’Istituto Professionale “Cravetta”, le Fonti dell’Alta Valle Po.

ANTEPRIMA Serata “Avere o essere? Benessere a Km zero”

Si apre con il Playback Theatre Come è consuetudine, “Famiglia in gioco” è preceduta il venerdì da una serata libera e gratuita che offre una occasione di confronto e riflessione su temi di interesse per i genitori e per le famiglie; quest’anno il Centro Famiglie vuole offrire un modo diverso per riflettere e confrontarsi: uno spettacolo di Playback Theatre. Si tratta di una forma di improvvisazione ideata da Jonathan Fox negli anni Settanta in Usa. Lo spettacolo, proposto alle 20.45, è “Avere o essere? Benessere a Km zero”. Il Centro famiglie propone «un’occasione d’incontro sui temi che riguardano il nostro benessere, la qualità di vita delle nostre città, rivalutando le risorse che sono vicine a noi (a Km zero) ovvero i beni relazionali e il capitale sociale a cui possiamo attingere, riscoprendo una dimensione più collettiva e comunitaria che ci obbliga a uscire fuori dal guscio di casa nostra per incontrare gli altri e riscoprire la ricchezza e la forza dei legami sociali, delle reti di vicinato e della partecipazione alla vita delle nostre città».


savigliano

EVENTO

mercoledì 10 ottobre 2012

A “Sport in Piazza” c’erano tantissimi bambini

«Mamma, posso farlo anch’io?» Se l’incertezza meteorologica della scorsa settimana aveva causato il rinvio di Sport in Piazza, questa domenica, invece, il tempo ha deciso di farsi perdonare. Un bel sole caldo illuminava piazza del Popolo, dove già dalle prime ore della mattinata gli stand delle varie associazioni sportive saviglianesi erano stati allestiti per l’evento, organizzato dall’assessorato dello Sport di Savigliano e dalla Consulta comunale dello Sport, guidata da Maurizio De Lio, e realizzato in collaborazione con il Coni e l’assessorato allo Sport provinciale. Immancabile, come sempre, il sostegno della Banca Cassa di Risparmio di Savigliano. I bambini non si sono fatti at-

tendere troppo e hanno invaso i campi di basket, pallavolo e calcio. Si sono divertiti nel percorso ciclistico, a provare il tennis da tavolo piuttosto che le prime mosse di karate o di capoeira, sotto la guida di esperti istruttori ed allenatori delle società presenti. Qualcuno, concentratissimo, era impegnato con il gioco degli scacchi, mentre altri improvvisano passi di danza, a tempo con la musica trasmessa dalle casse posizionate vicino agli stand delle palestre cittadine, anche esse scese in piazza per presentare le proprie attività. Passeggiando per i vari allestimenti, il ritornello che più spesso si sentiva ripetere era: «Mamma, posso farlo anche io?».

I bimbi hanno provato gli scacchi...

SOLIDARIETÀ Premio a “Scatti in libertà” dell’Ashas

Il Bilancio sociale del Csv È “Scatti in libertà 07” dell’Ashas di Savigliano la foto che si è aggiudicata il primo premio di “Scatti solidali”, il concorso fotografico organizzato del Centro Servizi per il Volontariato.Tre gli obiettivi del contest: rendere le associazioni protagoniste del bilancio sociale e di missione, stimolare i volontari appassionati di fotografia ad un’osservazione attenta del mondo del volontariato, creare infine un ponte tra associazioni e Csv, sviluppando ulteriormente la collaborazione e la condivisione degli obiettivi e degli strumenti promozionali. Il tema scelto per questa 6ª edizione era “Volontari in una Società Solidale. 10 anni di Csv, 10 anni di Cammino e Scatti di Vita insieme”. I vincitori del concorso – seconda l’associazione Ampelos di Alba con “Fiera del Volontariato Alba 2007-2”, terza l’Aido di Bra con “Sport e Volontariato=iniziativa vincente 2”; menzione speciale per “Preparare le castagne per le caldarroste” dell’associazione Volontari dell’Annunziata Busca – saranno premiati lunedì 15 ottobre, alle ore 21, presso la Sala Conferenze di Palazzo Taffini al termine della presentazione del bilancio sociale e di missione 2012 del Csv di Cuneo. Il Bilancio Sociale è un utile strumento di comunicazione e confronto non solo per rendere pubblico l’operato del Csv “Società Solidale”, ma anche per diffondere e sviluppare il volontariato ed il valore aggiunto che sa conferire alla creazione di legami e di fiducia nella società. «L’edizione di quest’anno è dedicata al decennale del Centro Servizi per il Volontariato – ha spiegato il presidente Giorgio Groppo –. Nel 2002 iniziavamo questa avventura con grande entusiasmo, ma con pochi mezzi su cui contare. Con il lavoro quotidiano, la trasparenza, il recepimento delle critiche per migliorare, adesso “Società Solidale” è un attore riconosciuto e il rapporto con gli utenti è fondato sulla fiducia e sulla stabilità. Oggi ci sono problematiche nuove, come la crisi socio-economica planetaria, i tagli pubblici al sociale, l’aumento della disoccupazione.Tutti questi fattori possono penalizzare la spinta solidaristica della gente, anche se per il momento, in provincia di Cuneo, la solidarietà sembra rafforzarsi». Nel corso della serata interverranno il sindaco di Savigliano Sergio Soave, il responsabile Ufficio beni culturali Diocesi di Cuneo-Fossano don Luca Favretto, il vice presidente dell’Acri Antonio Miglio e quello della Fondazione Crt Giovanni Quaglia, il direttore generale Terzo Settore presso il ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Danilo Festa. Pa. Bi.

La foto vincente del concorso fotografico

La classe 2ª D (primaria Santarosa), seconda classificata

Perché è proprio questa l’essenza di Sport in Piazza: una grande festa dello sport, da trascorrere con la propria famiglia e i propri amici, misurandosi in modo sano

... le arti marziali...

con discipline nuove, a cui magari è concesso poco spazio mediatico e sono per questo definite “minori”. Valeria Quaglia

... e il calcio

13

I.P.

Interessante serata presso Chiesaviaggi

Si scopre la magica Albania Dal Piemonte alla scoperta del “Paese delle Aquile”: lunedì 15 ottobre, alle ore 17, da Chiesaviaggi, è in programma la presentazione dell’Albania come nuova destinazione ricca di storia e di archeologia, che perLa città romanica di Buthrinto metterà agli appassionati di immergersi in una particolare avventura. Una recente esplorazione di 8 giorni da parte dei responsabili dell’agenzia saviglianese, con partenza dall’aeroporto di Cuneo/Levaldigi, ha permesso di catturare le più importanti informazioni e contatti per formulare itinerari di 5 oppure di 8 giorni in terra albanese, iniziando da Tirana capitale dell’Albania per poi scendere a Durazzo (l’antica Epidamno) con il suo famoso anfiteatro romano, il Museo Archeologico dove sono raccolti pregiati reperti del periodo greco romano. Proseguendo per il sud si potrà visitare il sito archeologico di Apollonia, la città romanica di Buthrinto; quindi Valona e, attraversando paesaggi incantevoli, arrivare a Saranda, nota località balneare che permetterà di visitare Corfù con appena pochi minuti di traghetto. Nelle immediate vicinanze di grande interesse anche le città di Berat e Argirocastro, l’occhio blu (punto naturalistico creato da una sorgente dal colore turchese), e Krujia, nel cui museo etnografico si trova la storia dell’eroe nazionale Scandenberg. Sarà presente alla serata Alban Guri (ricercatore, giornalista, guida, poeta, scrittore), che potrà rispondere a qualsiasi domanda su questo paese da lui molto amato. Al termine verrà offerto un piacevole rinfresco con prodotti albanesi: per motivi organizzativi, è richiesta un’adesione telefonica allo 0172.713901 via mail a info@chiesaviaggi.it.


14

mercoledì 10 ottobre 2012

BAMBINI

Tornano le “piccole canaglie”

Mercatino “under 13”

Le “piccole canaglie” con il presidente Ascom Rubiolo e l’ass. Piola

Dalle ore 10 alle ore 18 di domenica 14 ottobre, in piazza del Popolo (di fronte alla CRS), torna “Piccole canaglie a cielo aperto”, il mercatino riservato agli under 13. Un’occasione per mettere “sul mercato” giocattoli usati, giornalini, libri già letti, figurine doppie, sorprese, schede telefoniche scariche, collezioni, oggetti fatti in casa, scarpe o vestiario che non si mette più... «Cosa aspetti – è l’appello dell’Ascom ai ragazzi – portali al mercatino e diventa commerciante per un giorno!». Ci sarà anche una particolare moneta. Banca CRS conse-

gnerà al momento dell’iscrizione 10 biglietti da una “Lira Saviglianese” ciascuno. Sarà questa la valuta con la quale i bambini potranno effettuare alcune attività nel corso della giornata, quali il ritiro del panino e della bibita offerti da Banca CRS e la partecipazione a piccoli giochi. Le “Lire Saviglianesi” sono utilizzabili anche nello scambio di oggetti tra i ragazzi, ricordando che in nessun caso sono rimborsabili con denaro vero. L’iscrizione avverrà sul posto, dalle 10 in poi. La quota di partecipazione è di un euro (licenza + posto vendita + panino + bibita).

Grande sfida tra boscaioli Grande novità di questa edizione, il Campionato di Triathlon del boscaiolo in piazza del Popolo. La tappa cittadina è l’ultima giornata del campionato. L’evento consiste nello svolgimento di tre prove. 1ª prova: abbattimento con motosega. Bisogna abbattere un palo avendo come bersaglio un palloncino posto a 5 m. 2ª prova: sramatura. Consiste nel tagliare il maggior numero di pioli sporgenti da un tronco, posto a terra, nel tempo standard di 15 secondi. 3ª prova: taglio di un tronchetto con accetta. La prova consiste nel tagliare, mediante accetta, un tronchetto di specie resinosa nel minor tempo possibile. Programma: dalle 10 alle 12 qualifiche; dalle 14 alle 17 finali. Essendo l’ultima gara, oltre alle premiazioni della stessa, si proclamerà il Campione Italiano dei boscaioli 2012. L’evento è proposto da Ci Erre ferramenta.

savigliano

COMMERCIO Domenica i banchi nelle vie e piazze del centro

Negozi: proposte sotto il cielo Domenica 14 ottobre, dalle 10 alle ore 19.30, l’Ascom presenta A Cielo Aperto. L’edizione 2012 sarà fitta di appuntamenti nati dall’intraprendenza e dalla creatività dei commercianti saviglianesi. I negozianti in questa giornata invertono i ruoli, vanno verso il consumatore uscendo dalla porta: i loro gazebo e le bancarelle arrederanno la città. Savigliano si trasformerà in un grande centro commerciale naturale in cui acquistare risparmiando. Si potrà passeggiare tranquillamente per la città chiusa al traffico tra i vari negozi a cielo aperto, curiosare tra i prodotti in esposizione, godendo anche così della bellezza di vari angoli, vie, palazzi, piazze e monumenti. I NEGOZI E LE PROPOSTE Casa Oggi: dimostrazione pratica del cake design, copertura, colorazione presentazione e utilizzo degli strumenti per una perfetta colorazione - piazza del Popolo. Chocolat: degustazione di cioccolato fuso derivante dalle migliori qualità di cioccolato e golosi gadget con assaggi di Gianduiotti - via Torino. Cicli Leone: sessioni di Spinning in collaborazione con la palestra Open Space corso Roma. Classic Car & Bike: esposizione di auto e moto storiche - corso Roma. Il ritrovo è alle 9 all’hotel Granbaita per la colazione offerta e l’iscrizione; alle 10, giro turistico; alle 11, arrivo allo stand in corso Roma, aperitivo ed esposizione mezzi; alle 12.30, pranzo in ristorante (informazioni al 338.1669390). Il cerchio Blu: giochi da tavola e di strategia, proposte di giochi di società, per far giocare tutti in modo divertente, educativo, sicuro e sempre nuovo, con giochi che stimolano nello stesso tempo la creatività, l’intelligenza e la fantasia - corso Roma. Dream Land: demo-show di longboard su pedane. L’obiettivo è quello di far sì che la gente si diverta praticando una disciplina nuova, semplice, adatta a tutti e coinvolgente, imparando ad amare il mondo della “tavola” - piazza Santarosa.

Per tutta la giornata sarà possibile godersi il centro storico senza auto, alla ricerca di occasioni

Acconciature Paola – Estetica Sole & Luna: dimostrazione e servizio di acconciature, trucco e ricostruzione unghie, anche di domenica sarà possibile farsi truccare e pettinare e rimettersi a posto per la settimana! - piazza Santarosa. Edil Color: dimostrazione pratica con possibilità di prova di prodotti decorativi per interni - piazza Santarosa. Panetteria Mulassano: creazione dei canestrelli direttamente dalle forme di ghisa - Piazza Santarosa. L’Angoletto e Lignum: dimostrazione e lavorazione di arredi e complementi in legno massello prevalentemente italiano. Restauro artistico e ricondizionamento opere lignee di antiquariato e modernariato piazza Santarosa. Enoteca Le Marne: dimostrazione di farcitura di biscotti (baci di dama, brut e bun e nocciolini) delle Sorelle Cravero di Levaldigi, “azienda artigianale nata per la produzione di prodotti da forno e costituita da Chiara e Lorenza Cravero entrambe laureate in tecnologie agroalimentari, una specializzazione della facoltà di Scienze agrarie dell’Università di Torino” - via Tapparelli. Il Liocorno: shooting fotografico per i clienti Happiness: azienda italiana di t-shirt

che da poco ha iniziato a produrre capi per bambini con slogan del tipo “Stasera faccio la brava!” – piazza C. Battisti. L’ Scaparon: dimostrazione e insegnamento nuove tecniche di ricamo - via Alfieri. La Crota: degustazione gratuita di vini Doc di Langa e Roero abbinata a prodotti tipici della zona (soma d’ai, formaggi, salame e uva) il tutto servito in una zona di degustazione a cielo aperto allestita con botti di rovere che verranno utilizzate come tavolini - via S. Andrea. Mondo Etnico: esposizione di minerali provenienti da tutte le parti del mondo, affiancata dal Thai Massage, massaggio riflessologico thai gratuito eseguito da Devidatta esperto in Thai Yoga Massage - via S. Andrea. Central PC & Game: area riservata allo scambio di figurine - via S. Andrea. Maglieria Torre: dimostrazione pratica di lavoro a maglia e uncinetto - via S. Andrea. Per i più piccoli: Truccabimbi, palloncini, pop corn e zucchero filato! – via Tapparelli. Concessionarie a cielo aperto: in piazza del Popolo esposizione di auto.


savigliano

INCHIESTA Alla

mercoledì 10 ottobre 2012

15

scoperta delle scuole per l’infanzia del nostro territorio

Gli asili: dove, come e quanto costano I “privati” a Savigliano

Gli asili statali

Anche i piccoli da tre a cinque anni vanno a scuola. Una scuola un po’ speciale dove non ci sono interrogazioni o compiti, ma un insegnamento in allegria e sotto forma di giochi e di semplici esercitazioni. Ma quanti sono gli asili, o scuole dell’infanzia, nel nostro territorio? Sono pubbliche o private (paritarie)? E la retta mensile è comprensiva o meno dei pasti? Abbiamo fatto una piccola indagine. Partiamo dalle paritarie. In città, tre sono di emanazione religiosa e si trovano presso le parrocchie di S. Maria della Pieve in via Paolo Dovo – qui c’è addirittura un progetto di realizzazione di una nuova struttura –, di San Giovanni (il Sacro Cuore in piazza Schiaparelli), e l’Istituto Sacra Famiglia (in via S. Pietro). Per tutte e tre si è deciso di proporre la stessa retta mensile: fino a settembre compreso è stata di 110 euro con il servizio mensa, dal mese di ottobre è di 110 eu-

scita tra le ore 15.45 e le ore 16. In più è disponibile un servizio pre scuola alle ore 7.45 ed uno di post scuola con uscite alle ore 16.30, 17 e tra le ore 17.20 e le 17. 30. Buono pasto giornaliero a 4.73 euro. La stessa cifra – negli asili statali l’importo è deliberato dal Comune – è richiesta per la mensa anche alla scuola materna Filippo Curti in via Einaudi e all’asilo Principe di Piemonte in via Muratori.Vediamoli più in dettaglio. Alla Curti i bimbi iscritti sono 55 ripartiti in due sezioni; l’orario delle lezioni è dalle ore 8 alle ore 16, e non ci sono né il pre né il dopo scuola. Oltre un centinaio – 135 per l’esattezza – i piccoli che frequentano la scuola materna Principe di Piemonte: 5 le sezioni, in classe dalle ore 8 alle ore 16 con un pre scuola dalle ore 7.45 ed un dopo scuola fino alle ore 17.30. Quanto al nostro territorio, gli altri asili statali (pubblici) sono a Vottignasco, a Caramagna, a Cavallermaggiore

ro più una quota calcolata in base al reddito famigliare. Quanto all’orario ed al numero degli iscritti, al Sacro Cuore si entra alle 8 (pre-scuola alle 7.45) e si esce alle 16 (dopo-scuola fino alle 17.30) e gli iscritti sono 100. All’Istituto Sacra Famiglia i bambini iscritti sono 55 e l’orario è dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 (7.45) alle ore 16 (fino alle ore 17 con il dopo-scuola). Infine, la Pieve: 59 gli iscritti – ci conferma Anna Maria Ambrassa – e l’orario (8-16) può essere allungato grazie al pre-scuola (ingresso ore 7.45) e al dopo-scuola (uscita ore 17). Sempre in città c’è l’asilo Miretti in strada Oropa (frazione San Salvatore).Qui i bambini iscritti sono 14, l’orario è dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 (prescuola dalle ore 7.45) alle ore 16. La retta mensile è di 110 euro, tutto compreso (anche la mensa). Tornando in città, a Levaldigi in via Vottignasco, c’è la

In tutte le scuole materne è previsto un servizio mensa

scuola dell’infanzia della frazione: i bimbi iscritti sono una ventina, l’orario è dal lunedì al venerdì dalle ore 7.45 alle ore 16, con la possibilità di dare un pre scuola. La retta, comprensiva di mensa, è di 120 euro.

Venendo poi agli asili statali, a Savigliano ce ne sono tre. L’asilo Gullino, in corso De Gasperi n. 21, ha iscritti quest’anno 171 bambini suddivisi in sei sezioni. L’orario è dal lunedì al venerdì, con un ingresso dalle ore 7.55 alle ore 8.45 ed un’u-

Le materne “paritarie” del nostro territorio Passando al territorio, ecco l’asilo di Monasterolo (via Mazzini): quest’anno sono iscritti circa una quarantina di bambini suddivisi in due sezioni miste. L’orario, dal lunedì al venerdì, è dalle ore 7.45 alle ore 17: si prevedono attività specifiche sia per l’educazione che mirate alla socializzazione. La retta – 140 euro mensili – è tutto compreso, anche con il materiale didattico. A Ruffia la scuola dell’infanzia è in via Vittorio Veneto. Attualmente è frequentata da una ventina di bambini, l’orario è dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 17; la retta mensile, con la mensa, è di 135 euro. Proseguendo arriviamo a Villanova: qui l’asilo “Rinaudo Delfina Colonna” è in via Sebastiano Gaido. I bimbi iscritti per l’anno scolastico 2012/2013 sono in tutto 23, l’orario è dalle ore 8 alle ore 16 dal lunedì al venerdì. La retta mensile è di 150 euro per i residenti e di 170 euro per i non residenti e i piccolissimi (entrambe comprensive della mensa). A Murello la scuola materna si trova in via XX Settembre: quest’anno ci sono 24 bambini, l’orario è dalle 7.45 alle 17, dal lunedì

al venerdì, con servizi di pre e dopo scuola, mensa e al pomeriggio una merenda. La retta, tutto compreso, è di 150 euro. All’asilo Borrone – Cavallermaggiore, via Asilo – i bimbi iscritti sono una quarantina ripartiti in due sezioni. L’orario è dalle ore 7.45 alle 16.45; la retta fissa è di 45 euro senza il servizio mensa: per questo ci sono i buoni pasti giornalieri del costo di 4.50 euro. Sempre a Cavallermaggiore, ci spostiamo a Madonna del Pilone all’asilo Antonino Fissore: anche qui gli iscritti sono circa una quarantina, l’orario è dalle 8 alle 16, dal lunedì al venerdì (senza dunque pre e dopo scuola). La retta per quest’anno è ancora da stabilire, lo scorso anno

scolastico era di 80 euro tutto compreso, anche la mensa. «Però noi – spiega il presidente Osvaldo Abrate – tranne che al venerdì diamo solo il primo piatto». A Cavallerleone l’asilo di S. Maria Assunta in Cielo si trova in via Bernero. Una sezione mista accoglie i 16 iscritti dalle ore 7.45 alle ore 16.45. «C’è un’unica retta – dice il presidente Davide Damilano – che comprende sia la frequenza scolastica che la refezione: è di 140 euro al mese». Passiamo a Racconigi, in via Giovanni Priotti c’è l’asilo infantile Ribotta dove risultano iscritti oltre una settantina di bambini. L’orario è dalle ore 8 alle ore 16.30, dal lunedì al venerdì, più un servizio di pre-scuola dalle ore 7.30 ed uno di dopo-scuola fino alle 17.30. Quanto alla retta mensile, è di 130 euro; per chi vuole fermarsi fino alle 17.30 sono 32 euro in più al mese, mentre chi esce subito dopo la mensa, alle ore 13.30, la retta è di 120 euro che calano a 75 euro se si esce alle 12 senza usufruire della mensa. A Marene nella scuola materna delle Suore Carmelitane (via Guglielmo Marconi) quest’anno è

stata aperta la quarta sezione: in tutto i bambini sono quasi un centinaio. Qui l’orario è dalle 8.30 alle ore 16/16.30 con un servizio di pre scuola dalle ore 7.45/8. «La retta mensile è di 160 euro, tutto compreso – ha detto il presidente Marco Racca – poi richiediamo un importo una tantum al momento dell’iscrizione, così da vincolare i genitori». L’asilo di Genola non ci ha fornito i dati richiesti. Servizio di Paolo Biancardi

Anche gioco per i bimbi degli asili

ed a Racconigi. A Vottignasco la scuola dell’infanzia è in piazza Gugliermo Marconi: 25 i bimbi iscritti che frequentano in una monosezione, 5 euro il buono mensa, orario dal lunedì al venerdì dalle ore 8.15 alle ore 16.15 con un pre scuola dalle ore 7.45. Passando a Caramagna, la scuola materna si trova in via S. Biagio ed accoglie un’ottantina di bambini divisi su tre sezioni («quest’anno avevamo chiesto alla Regione l’istituzione della quarta – dice il sindaco Mario Riu – ma non siamo stati accontentati»); l’orario è dalle ore 8 alle ore 16, dal lunedì al venerdì; buono mensa a 3 euro, ridotto («per chi ha problemi economici – aggiunge Riu – a 1,5 euro giornalieri»). A Cavallermaggiore, la scuola materna statale è in viale Galilei: iscritti 112 bimbi, 5 le sezioni, buono pasto a 4.50 euro, orario dal lunedì al venerdì con ingresso tra le ore 8 e le ore 9 (servizio di pre scuola dalle ore 7.30) ed un’uscita tra le ore 16 e 16.15. Infine a Racconigi con la scuola materna Salvo D’Acquisto in corso Regina Elena e quella in piazza IV Novembre. Nella prima struttura i bimbi frequentanti sono 172, 7 le sezioni, orario dalle ore 8.15 alle ore 16 con un pre scuola dalle ore 7.30 ed un dopo scuola fino alle ore 17.30; nella seconda 42 bimbi, 2 sezioni stessi orari (e pre e post scuola) di quella in corso Regina Elena. Identico anche il costo del buono pasto che qui è strutturato per incentivare una maggiore presenza: 5.20 euro fino a 3 giorni, da 4 a 11 giorni 4.40 euro, oltre gli 11 giorni, infine, 4.40 euro.


16

mercoledì 10 ottobre 2012

MONASTEROLO

Le nostre Penne Nere

Gli Alpini sfilano a Novara

I dodici Alpini hanno sfilato a Novara domenica 7 ottobre

Anche dodici Alpini monasterolesi hanno partecipato, sfilando a Novara, al 15° raduno del primo Raggruppamento di Piemonte, Liguria,Valle D’Aosta e Francia domenica 7 ottobre. Ventimila penne nere hanno sfilato per le vie del centro

MONASTEROLO

novarese portando una ventata di allegria ma soprattutto simpatia, verso questi uomini e donne vestiti con camice a quadri o con completi scuri, ma tutti rigorosamente col cappello in testa segno di riconoscenza verso questo storico gruppo.

Il pranzo sociale dell’Avis

La festa dei donatori

monasterolo - paesi

MONASTEROLO Ancora un ritrovamento di reperti archeologici

L’uomo preistorico abitava qui Nel territorio di Monasterolo sono stati ritrovati alcuni reperti archeologici di vario tipo che attestano la presenza dell’uomo sin dalla preistoria. Ciò storicamente é molto importante perché dimostra che l’ampia plaga posta a nord di Savigliano, era più abitata di quanto comunemente si è sempre creduto. Difatti, a causa delle cattive condizioni del terreno, paludoso e ricoperto da gerbidi, le popolazioni provenienti dal Delfinato di preferenza proseguivano verso il Vercellese e il Novarese. L’ultimo rinvenimento è stato effettuato, in modo del tutto casuale, in località Gringiano dall’agricoltore Giovanni Boglione durante l’aratura di terreni di proprietà del conte Edoardo Balbo di Vinadio. Si tratta di una lancia in ferro lunga 30 centimetri, presumibilmente risalente alla seconda età del ferro (tra il 500 e il 200 a. C.) che presenta ancora assai nitido il suo originario aspetto poco danneggiato dal-

LAGNASCO

La lancia risalente alla seconda età del ferro

la ruggine e dalle incrostazioni. Attualmente non si può essere più precisi a causa della complessità delle analisi ed esami che sono appena stati avviati; pare sia da escludere una sua attribuzione ai Romani o ad epoche successive. La rudimentale arma è stata notata da Mario Masocco, un membro della Polizia di Stato originario di una zona archeologica del Lazio, il quale, riconosciutone da subito il

grande valore storico, ha provveduto a consegnarla al sindaco di Monasterolo. Questi, tramite Lorenzo Cera, ha contattato la Sovrintendenza archeologica di Torino che ha inviato sul posto l’archeologa Antonella De Marchi per prenderla in consegna. In precedenza, verso il 1985, era stata trovata, durante i lavori di scavo nel centro abitato di Monasterolo, una lama in selce levigata lunga cir-

ca 10 centimetri risalente all’età neolitica-calcolica. Che quasi certamente era utilizzata come coltello e si presentava decorata da un manico, andato distrutto per il prolungato contatto con il terreno. L’utensile, che oggi si strova esposto nel museo civico di Cuneo, è oggetto di studi ancora in corso per datarlo con maggior precisione, e controllare se si può porre in relazione con altre testimonianze archeologiche provenienti dall’area rodaniana. Del ritrovamento si è parlato nella XXXII° riunione scientifica sulla preistoria del Piemonte che ha avuto luogo ad Alba nel 1995, nel “Bulletin d’etudes prehistoriques et archeologiques alpines” pubblicato ad Aosta nel 1990 dalla “Società valdostana di preistoria e archeologia” e nel libro di Liliana Mercando e Marica Venturino Gambari dal titolo “Archeologia in Piemonte. La preistoria”. Renzo Otella

Controlli della Guardia di Finanza tra chi ha raccolto la frutta

Alcuni braccianti “in nero” e “irregolari” Il direttivo della sezione Avis di Monasterolo

Domenica 21 ottobre, presso la palestra comunale di Monasterolo, si terrà l’annuale pranzo sociale della sezione Avis aperto a familiari, amici e simpatizzanti. Per donatori attivi ed emeriti il pranzo sarà offerto dall’Avis monasterolese; il costo invece per familiari, amici e simpatizzanti sarà di 25 euro (bambini fino ad 8 anni, 12 euro). Le prenotazioni si ricevono entro il 14 ottobre telefonando a Michele Cavaglià (347.8715202), Ugo Monge (340.5024421).

Nell’estate 2012 la Guardia di Finanza ha intensificato i controlli volti a reprimere lo sfruttamento del lavoro sommerso nel settore dell’agricoltura, con particolare riguardo ai braccianti agricoli impegnati nella raccolta della frutta. Tra le altre, i finanzieri della Tenenza di Saluzzo hanno ispe-

zionato un’azienda agricola operante tra Lagnasco e Manta: qui hanno scoperto 7 braccianti agricoli “in nero” e 17 lavoratori “irregolari”, prevalentemente di origine africana e albanese. Per queste violazioni è prevista l’applicazione della cosiddetta maxi-sanzione, che il datore di lavoro ha provveduto a versare nella misura ridotta, nei termini fissati dalla normativa in vigore, proprio nei giorni scorsi, sanando le posizioni irregolari emerse. La normativa prevede, infatti, per ogni singolo lavoratore non regolarmente assunto, una sanzione che varia dai 1.500 ai 12.000 euro, maggiorata di 150 euro per ogni giornata lavorativa prestata irregolarmente. Durante questi controlli i finanzieri hanno rilevato, inoltre, violazioni inerenti all’aspetto tributario. In particolare, sono sta-

CUNEO

I controlli della Guardia di Finanza sono stati fatti anche nei frutteti

te individuate discrasie tra il totale delle ore di lavoro registrate in busta paga e l’effettiva retribuzione corrisposta mensilmente ai lavoratori, con conseguente evasione degli oneri contributivi e fiscali. Come ha sottolineato il Comandante provinciale, Colonnello Francesco de Angelis, «il costante monitoraggio del territorio operato dalle Fiamme Gialle del saluzzese, nel corso dell’anno, ha permesso di individuare, complessiva-

mente, 17 lavoratori “in nero” impiegati in diversi settori economici dall’agricoltura, al commercio, al terziario». Ed ha aggiunto: «l’assiduo impegno dei finanzieri nella lotta all’economia sommersa costituisce un freno alla permeabilità degli illeciti nei diversi settori produttivi. L’attività ispettiva funge da deterrente al fenomeno del lavoro sommerso che continua a minare la crescita e l’occupazione, riducendo gli introiti per l’Erario e falsando la concorrenza».

Alcune iniziative di Coldiretti alla Fiera del Marrone

È una tradizione di eccellenza A 14 anni dalla sua nascita, la Fiera Nazionale del Marrone si conferma uno degli appuntamenti di maggior spicco per la valorizzazione del territorio e delle produzioni tipiche del cuneese. Anche quest’anno, dal 18 al 21 ottobre, il centro storico di Cuneo avrà l’onore di celebrare ed esaltare la Castagna Cuneo IGP e i numerosi prodotti tipici della Granda e provenienti da altre regioni d’Italia. Tra le iniziative di Coldiretti, circa 50 aziende aderenti al circuito di Fattoria Amica animeranno il Mercato di Campagna Amica, dove i visitatori potranno gustare i prodotti del territorio. In piazza Galimberti, grazie alla disponibilità del Comune di Cuneo e alla collaborazione con Compral Carne e la cooperativa Localmente, verrà creato uno spazio di ristorazione “Mangio Localmente”, dove i gustosi piatti che verranno

proposti saranno preparati con ingredienti prodotti da aziende locali. Sempre nello spazio ristorazione sarà inoltre presente uno stand dell’Enoteca di Fattoria Amica, dove i visitatori potranno farsi consigliare dalle aziende produttrici nella scelta dei migliori vini per esaltare i piatti che stanno degustando. Gli stand con le eccellenze enogastronomiche saranno aperti giovedì 18 (12-23), venerdì 19 e sabato 20 (10-23), domenica 21 ottobre (10- 21). Un importante polo di attrazione della Fiera del Marrone si conferma la Fattoria Didattica di Coldiretti Cuneo che da diversi anni riesce a ricreare sotto la tettoia di piazza Virginio un angolo di campagna in città. Uno spazio dedicato in particolare alle scolaresche e alle famiglie con bambini ma che sa stupire e incuriosire tutti i visitatori. La Fattoria Didattica ha come

obiettivo quello di ricordare, attraverso numerosi laboratori didattici, la relazione che esiste fra cibo e agricoltura e permettere di conoscere gli animali della fattoria. Marcello Gatto e Bruno Rivarossa, presidente e direttore di Coldiretti Cuneo, confermano l’importanza della Fiera Nazionale del Marrone che «rappresenta un momento di grande risalto per il territorio, per le produzioni agricole e le sue eccellenze artigianali, enogastronomiche e culturali». «La grande presenza di visitatori, anche provenienti da fuori provincia – concludono Piero Perucca, presidente, e Secondo Arneodo segretario di Zona Coldiretti Cuneo – conferma Cuneo come polo di attrazione turistico eno-gastronomico e culturale. La castagna di Cuneo IGP, diventa così un volano per promuovere l’economia della provincia granda, partendo dal settore agro-alimentare».


monasterolo

EVENTO Tutto

mercoledì 10 ottobre 2012

17

il programma dei cinque giorni della festa

Corpi Santi: i festeggiamenti

Dalla caccia al tesoro a piedi, quest’anno si passa a quella automobilistica

Giovedì 11 ottobre inizieranno i festeggiamenti dei Corpi Santi a Monasterolo con gare a tresette e a scala 40. Venerdì 12, alle ore 21, “Fiumi di birra” con musica degli One

Year Later. Sabato 13, “Cena insieme” con l’accompagnamento della musica di Cocò con prenotazioni entro venerdì 12 telefonando ai numeri 0172.373355

INFANZIA L’importanza

oppure 335.6973380. Domenica 14 dalle ore 10 alle 12 e dalle 14 alle 18 saranno possibili le visite guidate al Castello dei Solaro. Alle ore 11 Santa Messa con la presenza delle autorità ed alle ore 12 aperitivo in Comune offerto dall’Amministrazione. Alle ore 14 grande caccia al tesoro fotografica ed enigmistica alla scoperta di Monasterolo con equipaggi composti al massimo 4 persone; iscrizioni non oltre sabato 13 alle ore 12 versando 40 euro (primo premio 200 euro). Per ulteriori informazioni ed iscrizioni si possono contattare Mirko Fissore al 333.8372462 o Marco Cavaglià (347.0752650). Alle ore 15 giochi a premi per

bambini. Alle ore 18, offerto dalla Pro Loco e dall’Amministrazione, aperitivo di benvenuto per i nuovi residenti in paese. Seguirà alle ore 20 “Voglia di Pizza” in collaborazione col ristorante Gusti e Sapori di Oscar e Davide Balestrane, allieteranno la serata danzante Seimandi e il suo gruppo. Lunedì 10, alle ore 15, pomeriggio in allegria con l’Associazione San Vincenzo aperto a tutti gli anziani del paese. Alle 20.30 i festeggiamenti si concluderanno con la commedia brillante messa in scena dalla “Melodrammatica” di Moretta dal titolo “Quando il diavolo ci mette lo zampino” di Daniele Nutini. Renzo Otella

dei “vecchi” all’interno delle nostre famiglie

I bimbi: «Nonni, vi vogliamo bene»

I bimbi hanno cantato e coinvolto i nonni in giochi insieme

Martedì 2 ottobre alle ore 14,30 presso la palestra comunale, organizzata dall’asilo parrocchiale, si è svolta la tradizionale “Festa dei Nonni”. L’iniziativa è stata introdotta per la prima volta il 2 ottobre 2005, data in cui la chiesa cattolica celebra la festa degli Angeli Custodi oramai diventata di portata nazionale ed ha lo scopo di evidenziare l’importanza dei nonni all’interno delle famiglie e della società in generale. Le maestre Claudia, Eleonora ed Erika hanno iniziato con la

In Comune aperitivo di benvenuto per i nuovi residenti

lettura della poesia “Tu sarai” per poi lasciare spazio ai bimbi che hanno cantato e coinvolto i nonni che, molto più impacciati dei nipoti, timidamente si prestavano a giocare con loro. Con una festa bellissima e gratificante, i bimbi hanno dimostrato l’attaccamento e l’affetto verso i nonni anche con un dono un cuore stilizzato ed una dedica semplice ma sempre attuale: “Nonni vi voglio bene”. Un caloroso ringraziamento a Marita che si diletta sempre con delle ottime merende gradite ai bimbi ed ai… “meno” bimbi.

I bambini e le maestre leggono la poesia “Tu sarai”

La festa dei nonni si è tenuta nella palestra comunale

Gli One Year Later si esibiscono ai Corpi Santi Dopo la grande stagione estiva, i One Year Later, formazione musicale composta da giovani musicisti saviglianesi e monasterolesi, ha fissato anche un importante appuntamento questa aettimana. La band si esibirà infatti venerdì 12 ottobre, alle ore 21.30 alla Festa della Birra, in occasione dei festeggiamenti patronale dei Corpi Santi.

Non mancheranno giochi e divertimenti per i bambini


18

mercoledì 10 ottobre 2012

cavallermaggiore

GIOVANI

Grande successo per la nuova manifestazione

Che bella Oktoberfest! In tanti hanno apprezzato la festa proposta sotto l’Ala

IN BREVE

Domenica viene sospesa l’erogazione dell’acqua Si ricorda che la società Alpi Acque SpA, gestore del servizio idrico, ha comunicato che domenica 14 ottobre, dalle ore 8.30 alle ore 16.30, a causa di lavori sulla rete idrica, non sarà garantita la normale erogazione dell’acqua potabile.

Un’idea semplice, che ha funzionato. Le due serate della prima “OktoberCavaFest”, un evento che ricalcava la festa ben più famosa di Monaco di Baviera, ha attirato centinaia di giovani nelle due serate di venerdì e sabato scorsi. Molti i partecipanti anche dai paesi vicini, oltre che – ed è forse una rarità – da Racconigi e Savigliano. Durante le due serate, i ragazzi della Pro Loco guidata dal presidente Marco Martini hanno accolto i presenti con i costumi tipici della tradizione tedesca. Durante la prima serata è sta-

ta la musica dei “Four Magik Monks”, gruppo tributo ai Red Hot Chili Peppers (dove milita il cavallermaggiorese Davide Capello), ad animare la festa. Il sabato, invece, si è puntato sulla musica italiana dei “Senza Patria”, un gruppo che ha molti estimatori anche nella nostra città. Per tutte e due le serate sono stati serviti, sotto l’ala (allestita con i colori bavaresi) e in un gazebo all’esterno, piatti della tradizione teutonica: salsiccce, wurstel, stinco, brezel (il tipico pane salato) con patatine e crauti.

Ecco i ragazzi della Pro Loco servire le birre nei tipici costumi

Pranzo sociale del Centro incontro Il Centro d’Incontro Giuseppina Bosio Milanesio propone per domenica 21 ottobre il pranzo sociale. Le prenotazioni possono essere effettuate presso la sede di via Solferino n. 1 (dal lunedì al venerdì con orario 14-17); oppure ai seguenti numeri: 329/4380133; 339/4619600 entro e non oltre mercoledì 17 ottobre.

Cordoglio per la scomparsa di Maddalena Gattino È mancata nei giorni scorsi, all’età di 91 anni, Maddalena Gattino in Gastaldo. Persona di buon animo, mossa da salda fede religiosa, era Consorella della confraternita dei Battuti Bianchi. Maddalena era sorella di Giovanni Gattino, compianto fotografo cavallermaggiorese dai molteplici interessi. Lascia il marito Andrea e i figli Anna Maria, Riccardo, Cinzia ed Irene con le rispettive famiglie. Il fuenrale è stato celebrato sabato scorso, 6 ottobre, nella chiesa di S. Maria della Pieve. La redazione de “Il Saviglianese” porge alla famiglia sentite condoglianze.

Le foto della festa Avis si ritirano alla cartoleria Lovera La sezione Avis di Cavallermaggiore informa tutti gli interessati che le fotografie scattate durante le celebrazioni del 55° anniversario di fondazione sono in vendita presso la cartoleria “Lovera Teresa” di via XXIV Maggio.

PESCA Appuntamenti e rinnovo cariche

Ci vediamo al Lago Isola

Il sabato sera, ma anche il venerdì, l’ala è stata presa d’assalto dai giovani della zona

CULTURA In

Protagonista, ovviamente, la birra tipica dell’Oktoberfest, servita nei classici boccali. Grande soddisfazione tra gli organizzatori e tra i giovani, che vedono nella Pro Loco di Martini un motore per nuove iniziative dedicate ai ragazzi. E c’è già chi spera che presto venga di nuovo organizzato qualcosa, magari durante le feste natalizie. A proposito, nei prossimi giorni il Comune e la Pro Loco si troveranno per pensare alle iniziative di fine anno. G.Ma.

occasione del bicentenario della nascita dello scienziato

Entrano nel vivo le celebrazioni sobreriane Dopo il successo della giornata inaugurale, che ha visto la partecipazione di un vasto e qualificato pubblico, proseguono le celebrazioni dedicate al bicentenario della nascita dello scienziato cavallermaggiorese Ascanio Sobrero. I prossimi appuntamenti, curati dal Comitato nato appositamente per festeggiare in modo adeguato la ricorrenza, prevedono: giovedì 11 ottobre, dalle 9 alle 16, nei locali delle Scuole Elementari, i laboratori di chimica dedicati ai più piccoli a cura di “Mad science”; sabato 13 ottobre, si terrà invece il convegno storico-scientifico su Ascanio Sobrero, nel salone S. Giorgio, dalle 9.30 alle 13, al quale interverranno in qualità di relatori: cav. Antonio Parodi; prof. Ermanno Barni; prof. Sergio Soave (che ricorderà Giuseppe Garbarino, autore di un libro sullo scienziato); prof. Luigi Cerruti; prof. Dino Carpanetto; dott. Carlo Bovolo; prof. Dionigi Roggero e Luigi Angelino; prof. Gian Luigi Bruzzone; prof. Aldo Alessandro Mola; arch. Paola Maria Del-

ASSOCIAZIONI

piano; prof. Gaetano Di Modica; parteciperà inoltre l’associazione Amici di Avigliana. Alle ore 15, si proseguirà nel programma con la visita alla residenza cavallermaggiorese dello scienziato in via Santuario n. 21; alle 16 è invece previsto l’omaggio alla tomba di Sobrero nel cimitero cittadino. Alle ore 17.30, nell’ala polifunzionale di piazza Vittorio Emanuele II, vi sarà l’inaugurazione della mostra documentaria “Alla scoperta di Ascanio Sobrero” con la proiezione del dvd dedicato all’inventore della nitroglicerina. L’esposizione sarà aperta al pubblico domenica 14, sabato 20 e domenica 21 ottobre con orario 10-12; 15-18. Sarà possibile effettuare visite fuori orario (su richiesta). Il bicentenario di Sobrero è organizzato dal Comitato Sobrero 1812-2012, in collaborazione con Comune, Centro Servizi per il volontariato, Amici della Biblioteca, con il patrocinio dell’Accademia delle Scienze di Torino. L.M.

Casa Sobrero sarà aperta alle visite

Con le sezioni di Piemonte, Vallée, Liguria e Francia

I nostri Alpini all’adunata di Novara Uno scorcio del Lago Isola, dove si pratica pesca sportiva

Il Lago Isola ricorda che domenica 14 ottobre, alle ore 15, ci sarà la gara di pesca dei Pierini. Questa manifestazione è riservata ai bambini fino ai 14 anni ed avrà inizio alle ore 14.20. Tutti gli iscritti saranno premiati. L’attività della locale associazione di Pesca Sportiva sarà intensa fino alla fine dell’anno. Domenica 28 ottobre, dalle ore 12.30, la Festa di chiusura dell’attività con polentata per i soci e familiari (prenotazioni entro lunedì 22 ottobre presso i membri del direttivo). Nella stessa giornata si svolgerà anche un importan-

te momento per la vita dell’associazione: dalle ore 11 alle ore 17, infatti, sono in programma le votazioni per il rinnovo delle cariche. Chi fosse interessato a far parte del direttivo deve comunicare la propria disponibilità al presidente della società Ottavio Bellino. Sabato 8 dicembre, alle 12.30, infine, è previsto un momento conviviale con il pranzo dedicato alla Bagna Caoda; i posti a disposizione sono limitati, quindi gli organizzatori richiedono la prenotazione entro lunedì 3 dicembre, contattando uno dei membri del direttivo.

Domenica scorsa, 7 ottobre, Novara ha accolto la sfilata conclusiva dell’adunata annuale del 1 ° raggruppamento degli Alpini, che comprende le sezioni di Piemonte, Liguria, Valle d’Aosta e Francia. Da rilevare la notevole partecipazione di tutte le Sezioni Alpine interessate; era presente inoltre un gran numero di associazioni d’arma sorelle. Novara è, in effetti, molto legata al mondo militare; in particolare il corpo dei Bersaglieri ha con essa un forte legame, dal momento che proprio qui essi ebbero il “battesimo del fuoco” nel corso del Risorgimento, durante la prima guerra d’indipendenza, combattuta dal 1848 al 1849. Hanno partecipato alla giornata con una copiosa rappresentanza anche i Chasseurs Alpins, i fratelli in armi francesi della specialità. Come è consuetudine, il gruppo dell’Associazione Nazionale Alpini della nostra cittadina non ha voluto mancare all’appuntamento, sotto la guida dell’avv.

Gli Alpini cavallermaggioresi che sono andati domenica scorsa al raduno di Novara

Giulio Fumero. Nella foto scattata nella circostanza si vedono alcuni membri del direttivo del gruppo ed i Cconsiglieri ce-

zionali Revelli e Fumero, con il vessillo della Sezione di Cuneo. L.M.


cavallermaggiore

INTERVISTA

Ci parla di fede, giovani, chiese e... politica

Quindici anni con don Beppe Sono passati quindici anni da quel 12 ottobre 1997, quando don Giuseppe Brunato, per tutti “don Beppe”, faceva il suo ingresso nella nostra parrocchia. Proveniva da Settimo Torinese. Don Beppe, che bilancio può fare della sua esperienza a Cavallermaggiore dopo 15 anni? Sono trascorsi in un attimo! Una cosa è sicurissima... non ho avuto assolutamente il tempo di annoiarmi... Mi sento soddisfatto che il tempo sia “volato” così veloce... carico sempre di cose da programmare e di scelte da portare avanti. Riconosco che la Provvidenza ha costantemente messo sul mio cammino persone e prospettive che alla fine hanno in qualche modo - portato a risultati positivi. Quali sono i punti di forza della nostra comunità? Anzitutto - pensando al mio ambito - il sentire ecclesiale di tanti cavallermaggioresi. Le persone di qui - particolarmente quelli che sono indigeni del luogo - hanno nel cuore la parrocchia. Non sono indifferenti a ciò che si fa… ed anche alle strutture che formano il patrimonio parrocchiale. Quali gli aspetti che sono, a suo avviso, da migliorare? Certamente la partecipazione ed anche sarebbe utile una più ampia e seria “corresponsabilità”. In qualche occasione è stato sfiorato da polemiche “politiche” a livello locale. Ne

Don Beppe Brunato

è stato sorpreso o è un settore che le interessa? Io vengo da Vinovo: un “paese” quindi, anche se molto più grande come popolazione e con una compagine culturale decisamente diversa da Cavallermaggiore... Ho svolto il mio ministero sacerdotale in grandi città – Torino, Moncalieri, Settimo –, certi problemi e situazioni mi erano però del tutto estranei... Certamente in quegli ambienti la personale visione “politica” del parroco aveva una diversa recezione. Non c’è dubbio che Cavallermaggiore sembra prestare decisamente più attenzione a ciò che il “Parroco” esprime o pensa. Confesso, tuttavia, che in alcune occasioni mi hanno attribuito posizioni e scelte che mi erano del tutto estranee. Sentirmele attribuire mi ha lasciato a dir poco “meravigliato”. Come giudica la partecipazione dei cavallermaggio-

resi alla vita religiosa? Un dato - visti i tempi - è rimarchevole: Cavallermaggiore - a confronto con realtà anche a noi vicine - presenta un buon tasso di presenza e sensibilità alle varie funzioni religiose. Non mancano tuttavia diverse “apprensioni” a questo proposito! Confesso un anelito: mi auguro che dalla “tradizione religiosa” - per quanto buona che ci distingue - si passi sempre di più alla “convinzione nella fede cristiana”. Essere cristiani non è un obbligo, ma una “grazia”, un bene… Un regalo che facciamo alla nostra vita. I giovani di Cavallermaggiore sono vicini al messaggio religioso o tendono a distaccarsene? Tendono purtroppo a distaccarsene! In questo ambito anche il nostro comune non fa eccezione. È uno dei miei “crucci” più grandi! Non è di grande consolazione constatare che, anche in questo campo, la nostra parrocchia ha una buona presenza giovanile sia alle funzioni sia nelle varie animazioni... sia pure con diverse “sfumature”, dati i tempi! Anche il nostro paese “paga” il suo tributo alla situazione moderna e ad una società che volutamente vuole escludere tutto ciò che sa di Dio ed in vari modi “osteggia” la realtà ecclesiale, portando nell’intimo, soprattutto della gioventù, superficialità, leggerezza, indifferenza… Le varie iniziative promosse negli anni hanno la-

sciato una loro traccia? Sì, può essere consolante che le esperienze dei campi estivi abbiano ormai da dieci e più anni una presenza che coinvolge duecento e più ragazzi... con adeguato numero di giovani animatori... che si sia formato un gruppo giovanile che mensilmente si ritrova per l’adorazione eucaristica, che continui l’esperienza dell’oratorio... Parte del patrimonio artistico locale è costituito proprio da splendide chiese, in cattive condizioni. Si potrebbe fare qualcosa di concreto per preservarle? Qui auspico vivamente che - sempre di più - tutti comprendano che il grande patrimonio che la nostra cittadina possiede - e che non pochi ci ammirano - ha grandi necessità. Tutti lo devono sentire come “proprio”. Rendere maggiormente sensibile su questo la cittadinanza cavallermaggiorese è una finalità che deve stare a cuore alle autorità civiche ed a tutti coloro che operano per il bene pubblico. Sono in attività - e ci fa onore - diversi gruppi di volontariato che si occupano dei tanti aspetti della nostra cittadinanza. Non manca chi ha dato la sua disponibilità anche per curare il patrimonio artistico. Auspico davvero una maggior incidenza e visibilità di questo gruppo che lodevolmente, anche se con difficoltà, si occupa dei “beni artistici” del nostro paese! Luca Martini

mercoledì 10 ottobre 2012

MOSTRA A fine

19

mese con “Cquadro”

Si prepara ArteOtto

Uno scorcio della manifestazione durante l’edizione 2011

Torna a fine mese, con la terza edizione, un evento di successo: la rassegna di arte contemporanea “Arteotto”. L’iniziativa, organizzata da Cquadro in collaborazione con Comune e Csv – e con il patrocinio di Regione, Provincia e Terre dei Savoia – si svolgerà in città in modo “diffuso”, ovvero in varie sedi espositive del centro, anche curiose: dalle classiche biblioteca ed ala polifunzionale, ai bar, pasticcerie, perfino palestre. Una “cornice” sicuramente originale ed innovativa. Si inizia venerdì 26 ottobre. L’orario di visita sarà tutti i giorni dalle ore 15 alle ore 19, la domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 19. Le chiese sede di esposizione rimarranno aperte il sabato, la domenica e i festivi dalle 15.30 alle 18.30. L’evento durerà fino a domenica 4 novembre, prevedendo numerosi incontri ed approfondimenti. Come al solito, in occasione della rassegna esporranno i loro lavori artisti affermati, ma anche locali, tra cui alcuni proprio di Cavallermaggiore. Presenteranno, infatti le loro opere Luigi Benedicenti, Nicola Bolla, Giovanni Borgarello, Coco Cano, Elio Garis, Piero Gilardi, Ugo Giletta, Giorgia Oldano Giorgia, Michelangelo Tallone, Sergio Unia, Michele Vitaloni (nelle chiese); Ines Daniela Bertolino, Roberto Bianchi, Marco Busoni, Maxo Della Rocca,Vincenzo Gramignano, Angela Marabese, Rosa Quaglieri, Gerry Scaccabarozzi, Katia Sorasio (nell’ala comunale); Andrea Abrate, Rodolfo Allasia, Dea Belusco, Michelangelo Biolatti; Marco Boetti; Micaela Calliero; Paola Capellino; Franco Luigi Carena; Sergio Costagli; Constance De Maistre; Giancarlo Ferrero; Alessandro Garabello; Giancarlo Giordano; Bruno Giuliano; Elio Leone; Giovanni Maina; Gianluca Marzano; Guglielmo Meltzeid; Salvatore Pujia; Chiara Revelli; Donatella Ribezzo; Giordano Schiavo; Marco Sciarpa; Michele Turletto (nelle varie sedi espositive del centro cittadino). Un’ulteriore iniziativa riguarderà la favola di Cappuccetto Rosso, che sarà interpretata attraverso le opere di venti artisti. L.M.


20

mercoledì 10 ottobre 2012

Ingaramo: «Sempre più no all’acquisto» Una decisa presa di posizione della minoranza “Liberi ed Indipendenti” (Ingaramo, Bono e Fissolo) riguardo all’acquisto della casa vacanze a San Damiano Macra. Anche perchè, dopo la raccolta firme contro questa spesa («un pessimo investimento, in quanto già a prima vista la struttura appariva fatiscente e, soprattutto, perché non erano note le condizioni reali dell’edificio oggetto di acquisto, né tanto meno i costi successivi per la ristrutturazione e per la gestione» aveva detto Giovanna Ingaramo), ora giunge a dar man forte a questa tesi la perizia sullo stato dell’immobile. Infatti, dice la minoranza, il perito evidenzia, fin da subito, che non è stato eseguito il frazionamento dell’immobile dal Comune di San Damiano. «Ad oggi quindi – chiosa Giovanna Ingaramo – la Giunta non ha ancora chiaro cosa intende comprare». L’immobile è suddiviso in tre corpi, dei quali «vogliamo segnalare alcuni contenuti di pregio, riportati dal geometra. Il primo corpo è composto “al piano interrato da locali cantine e magazzini in cattivo stato di manutenzione (ai quali nei sopraluoghi non è stato possibile accedere), con accesso tramite vetuste scale”. Vi sono poi 2 locali “privi di riscaldamento e con precario impianto elettrico”. Infine, “il sottotetto non è atto al recupero a fini abitativi”». Per quanto riguarda il secondo corpo di fabbrica, «al piano interrato si trova “un locale assai umido”. “L’alloggio al piano terra è privo del servizio igienico. Di pertinenza c’è la latrina, posta in aderenza alla scala. I serramenti sono in gravi condizioni di manutenzione”. Anche per questo alloggio, “il sottotetto non è atto al recupero a fini residenziali”». Al terzo corpo di fabbrica, si accede dal cortile. «Il piano seminterrato presenta “abbondante umidità ed i serramenti sono molto obsoleti: in pratica, i locali sono inabitabili». Dalla perizia si evince come con una adeguata ristrutturazione, è in grado di svolgere la funzione abitativa: «noi – chiosa la minoranza – riteniamo che, date le condizioni dell’edificio la ristrutturazione richiederà un dispendio di denaro spropositato». La perizia – «lasciamo ai nostri concittadini ogni considerazione in merito» prosegue la minoranza – sottolinea anche che “l’area è in comodato gratuito al comune di S.Damiano quale pertinenza all’adiacente scuola elementare con l’onere di mantenerla in buon stato di conservazione”. Il perito, infine, fa rilevare come, oltre al frazionamento ed accatastamento necessari per l’acquisto, per la ristrutturazione edilizia, saranno necessari Pec o Piano di Recupero; inoltre è necessario un “certificato di destinazione urbanistica per il terreno di pertinenza, l’attestazione di certificazione energetica e la richiesta di autorizzazione all’alienazione al Ministero dei Beni Culturali e del Paesaggio”.

caramagna

INAUGURAZIONE L’area potrà essere usata anche dai disabili

Ora la pesca è per tutti Sabato scorso è stata inaugurata l’area di pesca sportiva con pontile e scogliera, percorso ginnico e area pic nic in località Carmagnotta, ai confini con Sommariva Bosco, alla presenza dell’assessore regionale allo sport Alberto Cirio, quello provinciale Roberto Russo, il consigliere provinciale Pedussia e il presidente Coni Attilio Bravi. Il sindaco Riu con la giunta e alcuni consiglieri comunali ha sottolineato l’importanza di un’area dedicata alla pesca, sport molto praticato a Caramagna grazie all’attività della società La Moglia guidata da Gerardo Coppola. L’area è stata riqualificata grazie all’intervento della Regione Piemonte che con un suo contributo ha permesso la realizzazione di un percorso ginnico già utilizzato da molti sportivi, ma sopratutto del pontile in legno che poggia su una scogliera in pietra realizzata per pro-

«Le valutazioni oggettive di un professionista indipendente, iscritto all’albo dei geometri, confermano quanto sostenuto dalla nostra Lista. Di fatto la Giunta intende acquistare con i soldi di tutti un immobile fatiscente, vincolato dal frazionamento e dalla sovrintendenza. Continuiamo a sostenere che questa spesa è uno spreco ingiustificato di denaro dei cittadini, un vero oltraggio nei confronti della popolazione che paga le tasse al comune, nonostante le difficoltà economiche di questo periodo» concludono i tre consiglieri di minoranza. Pa. Bi.

I pescatori e tutti i partecipanti all’inaugurazione dell’area di pesca attrezzata

teggere l’argine dall’erosione dell’acqua del fiume. L’opera, realizzata dall’impresa Rainero Stefano su progetto comunale, seguito puntigliosamente dagli assessori Marco Osella e Luigi Chiaraviglio, ha avuto un costo complessivo di 53 mila euro, oltre ai 10.600 euro spesi per mettere in sicurezza la scogliera. Il contributo della Regione Piemonte è stato di 16 mila euro. «La zona, destinata ai pescatori che compongo-

no una delle società sportive più grandi del paese, era da anni in via di realizzazione. Nel frattempo vi era stata collocata un’antenna telefonica per la quale è stato incassato un affitto di 12 mila euro ogni anno, che era corretto destinare in qualche modo all’area stessa» ha sottolineato il sindaco Mario Riu che ha aggiunto «un grazie anche all’impresa Rainero Stefano che ha realizzato l’opera, all’Arch. Eandi che l’ha progettata e a tutti i volontari

Lorena taglia il nastro con l’assessore regionale allo Sport Alberto Cirio

che ne cureranno la manutenzione, sopratutto del verde». L’assessore Cirio ha comunicato l’apertura di un bando regionale per il completamento delle aree sportive, dedicato alle società, e così si potrà completare la sistemazione dell’area con una gazebo in legno per l’attività dei pescatori e magari l’ampliamento dell’area pic nic con tavoli, e altre attrezzature. Infine l’assessore Russo ha promesso il suo interessamento alla sistemazione sulla viabilità provinciale per proteggere l’accesso all’area per i pedoni e ciclisti che arrivano dal paese. Un plauso alla realizzazione dell’area è stato fatto anche da Mauro Cortassa, delegato provinciale della Fipsas. Dopo il taglio del nastro il parroco don Tonino Borio ha impartito la benedizione, alla presenza di tanti appassionati giunti anche da altri comuni, assieme ai rappresentanti di numerose associazioni caramagnesi e dei Carabinieri di Racconigi.

SOLIDARIETÀ Con i nipoti

IN BREVE

Nonni in festa

Consiglio comunale su bilancio e conti

“Quando si riesce a conciliare l’utile al dilettevole, la soddisfazione è doppia”. È quello che devono aver percepito i tanti cittadini di Caramagna che hanno partecipato, domenica 7 ottobre, alla 3ª edizione della Festa dei Nonni, organizzata dall’associazione di volontariato Don Pignata. Quest’anno, infatti, il direttivo dell’associazione ha deciso di coniugare la ormai tradizionale festa dei nonni e dei nipoti con una raccolta fondi per aiutare i bambini di Mirabello, colpiti dal terremoto, impossibilitati a frequentare regolarmente il nuovo anno scolastico. I partecipanti alla festa, oltre a trascorrere una piacevole domenica in allegria tra bimbi, nonni, canti e danze, hanno contribui-

Si riunisce lunedì 15 ottobre, alle ore 21, il Consiglio comunale. Due i punti all’ordine del giorno che si discuteranno nella Sala consigliare del municipio: le variazioni di bilancio e l’assestamento del conto 2012. Quest’anno l’appuntamento annuale si presenta in modo non formale, viste le riduzioni nei trasferimenti. L’Amministrazione si ripromette di non aumentare le entrate rispetto alle previsioni di inizio anno (Ici e Imu), cercando di limare al massimo le uscite.

“Ballando le Cupole” Serata con la Pro Loco Martedì 16 ottobre la Pro Loco di Caramagna organizza una “trasferta” a Telecupole. Ha detto il presidente Sergio Palermo: «Siamo stati invitati a partecipare alla trasmissione “Ballando le Cupole” ed abbiamo pensato di estendere l’invito a tutti quanti siano interessati. Sarà anche l’occasione per lanciare la Sagra della Frittella, prevista l’ultima domenica del mese». Occorre prenotarsi per la cena ed eventualmente per il passaggio in auto presso la Lavanderia Ponzone, la panetteria Lazzarino o telefonando al 328.6668554 entro venerdì 12 ottobre. Il ritrovo sarà alle ore 19.30 in piazza Umberto I.

I volontari della Don Pignata hanno raccolto fondi per Mirabello

to alla donazione di materiale scolastico, attraverso l’acquisto di magliette e di gadget con la scritta “Tremiamo, ma non crolliamo”, che sintetizza lo stato d’animo, ma anche la determinazione di quelle popolazioni. La festa è stata animata dalle Fisarmoniche del Monviso, amici fraterni dell’associazione, che hanno voluto contribuire gratuitamente al successo del-

Corsi Unitre Via alle iscrizioni Dopo la partecipata inaugurazione, sono in corso le iscrizioni all’Unitre di Caramagna per l’anno accademico 2012-2013: si ricevono presso gli sportelli del Municipio (tel. 0172.89004). L’Università per le tre età è aperta a tutti, senza limiti minimi o massimi di età. La quota di iscrizione di euro 25 da diritto a frequentare i corsi, oltre che di Caramagna, di Cavallermaggiore, Polonghera e Racconigi. Sono previste, per alcuni tipi di corso, delle integrazioni di spesa. Sono a disposizione sempre di tutti i cittadini i libretti illustrativi dell’attività: i primi corsi partiranno già nei prossimi giorni.

Senso unico in via Ornato È diventato definitivo È stata emanata, dall’Amministrazione provinciale, l’ordinanza relativa all’istituzione definitiva del senso unico di marcia lungo la strada provinciale 29, nel tratto di via Luigi Ornato tra la piazza Umberto I fino all’intersezione con via Roma/piazza Castello dal 1° ottobre 2012. Contestualmente è stata emanato l’obbligo di svolta a sinistra o di proseguire diritto per tutti i veicoli provenienti da via Beata Caterina che si immettono in via Luigi Ornato, l’obbligo di svolta a destra o di proseguire diritto per tutti i veicoli provenienti da via Vittorio Emanuele II che si immettono in via Luigi Ornato e l’obbligo di svolta a sinistra per tutti i veicoli provenienti da piazza Boetti che si immettono in via Luigi Ornato.

l’iniziativa. All’ingresso del Polivalente sono stati esposti i disegni realizzati dai ragazzi della scuola elementare di Caramagna. Il tema del concorso di quest’anno era “Nonni, datemi una mano ad aiutare un bambino lontano”. Infatti, ai piccoli vivaci vincitori non è stato consegnato un premio, ma una maglietta ricordo ed una speciale menzione scritta, con la quale si ricorda che, il loro piccolo gesto di amicizia sarà di grande aiuto per consentire ad un amichetto lontano di frequentare l’anno sco-

lastico. Dopo la premiazione è stata distribuita una gustosa merenda. «È stata una edizione veramente speciale – ha detto Giovanna Ingaramo, presidente dell’associazione Don Pignata – perché la festa è piaciuta a tutti, ma soprattutto perché i partecipanti hanno manifestato una grandissima solidarietà per chi in questo momento sta soffrendo». Tutto il ricavato sarà consegnato dal direttivo a Mirabello e verrà esposto in bacheca l’elenco con il materiale scolastico acquistato.

Allattamento al seno: via al secondo ciclo

La festa è stata allietata dalle Fisarmoniche del Monviso

Sabato 13 ottobre, dalle 10 alle 11.30 alla biblioteca civica, inizierà la seconda edizione degli incontri di sostegno all’allattamento al seno. Si parlerà di “La magia del latte di mamma. I benefici dell’allattamento e la preparazione in gravidanza”.

AMBIENTE Con le scuole

Puliamo il mondo Si è svolta sabato 6 ottobre l’iniziativa di Legambiente “Puliamo il Mondo”. Gli alunni delle scuole medie, oltre cento, sono stati protagonisti della pulizia delle aree verdi e di alcune strade del centro storico caramagnese. Grande entusiasmo dei ragazzi a partecipare a queste attività di sensibilizzazione inerenti al tema dei “rifiuti”. I docenti, sempre molto disponibili a coinvolgere i giovani in

I ragazzi delle scuole che hanno partecipato a “Puliamo il Mondo” 2012

tali iniziative, hanno guidato i gruppi per le strade di Caramagna facendo sì che anche l’edizione “Puliamo il Mondo”

2012 sia stata un successo. Le prossime attività dedicate alla salvaguardia dell’ambiente saranno organizzate per la

Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, in programma dal 17 al 25 novembre prossimi.


marene

EVENTO

Inaugurata ufficialmente la nuova sala da pranzo

La “Don Rolle” in festa

Tutto lo staff e il direttivo della casa di riposo “Don Rolle”

Grande festa, sabato 6 ottobre, alla Casa di Riposo “Don Rolle”, alla presenza del sindaco Edoardo Pelissero, dell’ex sindaco, nonché onorevole, Guido Crosetto, del Consiglio di Amministrazione della Casa e di tutto lo staff che lavora quotidianamente con gli anziani. I motivi per festeggiare erano molteplici, come ci spiega il presidente Michele Trabucco. «Abbiamo voluto questo momento di incontro festoso per mostrare i lavori che sono stati realizzati per rendere la nostra Casa sempre più funzionale e accogliente, e per ringraziare le numerose persone e istituzioni che hanno contribuito economicamente, e con il loro lavoro, a far sì che tutto questo fosse possibile. Nel mese di agosto

2010 sono terminati i lavori per l’ottenimento del certificato di prevenzione incendi, che ha comportato un impegno finanziario di 130.000 euro, in parte finanziati dal Comune di Marene (15 mila euro) e dalla Cassa di Risparmio di Torino (30 mila euro): con questa certificazione siamo stati autorizzati ad aumentare di 6 unità il numero degli ospiti. L’aumento dei posti ottimizza i costi di gestione della Casa e risponde in parte alle numerose richieste che ci pervengono». La festa di sabato scorso è stata l’occasione per inaugurare ufficialmente la nuova sala da pranzo: «Da tempo l’amministrazione aveva in progetto l’ampliamento della sala da pranzo – ci spiega Trabucco – per poter ospi-

tare tutti gli utenti in un solo salone: abbiamo presentato un progetto e ottenuto la concessione edilizia alla fine di giugno del 2011; i lavori, iniziati a luglio, sono terminati il 4 ottobre dello scorso anno e il giorno 5 dello stesso mese gli ospiti della Casa hanno pranzato insieme, come una vera comunità, in un salone bello, luminoso e ben arredato. Anche in questo caso, la spesa di 80 mila euro è stata in parte finanziata con contributi esterni: 30 mila euro dalla Bcc di Cherasco, 21 mila euro dalla Cassa di Risparmio di Torino, 15 mila euro dal Comune di Marene, e da una offerta dalla signora Abrate Marino Margherita. Inoltre in agosto abbiamo sostituito la centrale termica, ormai obsoleta, con l’inserimento di due caldaie a

condensazione, due boiler da 800 litri e 8 pannelli solari. La spesa (55 mila euro) è stata interamente coperta dal lascito ereditario della signora Gandolfo Allasia Costanza, e con il rimanente del lascito costruiremo 4 box a prova di fuoco nel seminterrato, come richiesto dal Comando dei Vigili del Fuoco di Cuneo. Infine pochi giorni fa, con un’inaspettata offerta della signora Abrate Marino Margherita, abbiamo provveduto a risanare e ritinteggiare la piccola cappella e la sacrestia, che tempo fa erano state danneggiate da un’infiltrazione di acqua». Non mancano i progetti per il futuro: «Abbiamo dato l’incarico ad un professionista per sondare la fattibilità di costruire tre nuove camere sopra il nuovo refettorio. È importante ricordare che la Casa di Riposo Don Rolle è un’istituzione pubblica senza scopo di lucro, dove gli amministratori non beneficiano di gettoni di presenza o rimborsi spese, a fronte di un impegno e una presenza quotidiana. Nostro unico pensiero è far funzionare al meglio la struttura che noi riteniamo un piccolo gioiello, cercando di ottimizzare le risorse e dando agli ospiti un soggiorno confortevole con una retta ragionevole. Ci incoraggia a proseguire nell’opera il fatto di aver ricevuto la fiducia di tante istituzioni e persone che credono in noi, grazie ancora di cuore a tutti!». Albina Ambrogio

SCUOLA Con la primaria

Mosaici in piazza Anche le classi quarte della scuola primaria di Marene hanno partecipato alla manifestazione “Mosaici in piazza” organizzata dall’Ashas e svoltasi la scorsa settimana a Savigliano. Come ci spiegano le maestre, «i ragazzi, di buon���ora, hanno iniziato a realizzare i mosaici il cui argomento era “Guardo il mio paese e vedo...”. Sono stati ideati mosaici riguardanti monumenti ed aspetti caratterizzanti Marene quali la torre, il castello, una veduta del Monviso, il monumento ai Donatori di sangue e la scuola di Bimbocirco. È stata

APPUNTAMENTI

GITA

21

Tour di fine estate del Centro Incontro

Gli anziani a Praga

La comitiva si è fatta riprendere in piazza Venceslao a Praga

Foto di gruppo per i 34 tesserati del Centro Incontro Anziani partecipanti al tradizionale tour di fine estate a Praga.

INIZIATIVA

Promossa dalla Regione Piemonte

I libri di “Nati per leggere”

Un libro è stato distribuito a tutti i bimbi nati nel 2011

Sabato 6 ottobre, presso la biblioteca civica, sono stati distribuiti i libri ai bambini nati nel 2011. L’appuntamento rientra nell’ambito dell’iniziativa “Nati per leggere”, promossa dalla Regione Piemonte grazie al sostegno della Compagnia San Paolo. La novità di quest’anno è stata la disponibilità di tre libri bilingue (albanese, arabo, cinese), per coinvolgere anche le famiglie dei bambini extracomunitari.

IN BREVE

Sicurezza sismica e antincendio Progetto per le scuole Le classi quarta della primaria che hanno partecipato a “Mosaici in Piazza” a Savigliano

una mattinata veramente divertente, si è lavorato gomito a gomito con alunni di altre scuole e ragazzi disabili, il tempo è volato ed il risultato è stato molto interessante!». Gli alunni marenesi non hanno vinto, ma i loro lavori so-

no stati apprezzati dal numeroso pubblico presente (nonostante il brutto tempo!) ed i loro mosaici sono stati tutti “salvati” dalla distruzione grazie all’intervento dei rappresentanti dell’Avis e dell’Amministrazione co-

munale. Da parte delle insegnanti «un grazie sentito all’Associazione Ashas di Savigliano per l’ottima organizzazione, alle mamme accompagnatrici che sono state di grande aiuto in vesti diverse, all’ Avis e al Comune di Marene».

Residenza La Corte: dalle gite estive alla festa dei nonni

Meglio “tuttofare”, “sprint” o “canterina”?

Le nonne “tuttofare” con l’educatrice Sabrina

Alla Residenza La Corte si traccia un bilancio più che positivo di “Progetto Estate 2012”, che ha proposto agli anziani un ricco programma di uscite estive con l’obiettivo di creare collegamento con il territorio, offrendo un momento di svago e relax agli ospiti. «A maggio abbiamo visitato l’interno del castello di Racconigi – ci racconta l’educatrice Sabrina – a giugno il santuario di Cussanio e la fattoria didattica Lungaserra di Chiusa Pesio, dove si fa terapia con gli asini; a luglio siamo andati al mercato di Savigliano e siamo stati ospiti, un pomeriggio, a casa di due volontari di Marene

mercoledì 10 ottobre 2012

che hanno preparato una deliziosa merenda. A settembre abbiamo partecipato alla S. Messa per i malati e l’8 settembre alla Processione al santuario Madonna dei Fiori di Bra con i volontari dell’Oftal; lunedì 10 settembre siamo andati alla S. Messa dei consacrati in occasione della festa patronale a Marene, poi il 19 settembre al lago Sirenetta e la domenica successiva al centro Mariapoli di Villa Moffa (Bandito di Bra) per “La giornata del sorriso” con i volontari dell’Oftal». Non è mancato il tradizionale appuntamento con la “Festa dei nonni”, organizzata sabato 6 ottobre alla presenza di parenti, nipoti e volon-

tari. Ad allietare il pomeriggio il cabarettista e prestigiatore Gianni Giannini con lo spettacolo “Pescatore di sorrisi” già promosso in varie case di riposo italiane e del Canton Ticino. Con entusiasmo Sabrina afferma che «il progetto nasce dal desiderio di regalare un paio d’ore diverse e divertenti agli anziani, stimolando la loro attenzione con l’ausilio di giochi di prestigio semplici e immediati, di colori, di musica diffusa e di umorismo e coinvolgendoli il più possibile nello spettacolo. Giannini, professionista da un decennio, ha una solida esperienza maturata sui palchi più famosi, Zelig compreso». Nel corso del pomeriggio tante sorpre-

se per gli anziani: le elezioni di “Nonna Sprint”, “Nonna tuttofare”, “Dolce Nonna”, “Nonna simpatia”, “Nonno canterino”, una fascia di merito per la partecipazione assidua alle attività ludicoricreative e di stimolazione cognitiva “Nonna AttivaMente” e una per la nostra “Super Nonna” di 99 anni. Per concludere la giornata una gustosa merenda “d’na vota”: pane, salame e pancetta, “soma d’aj” e dolce per tutti. «Un ringraziamento particolare a tutti i volontari che offrono il loro prezioso aiuto nelle diverse occasioni e condividono un po’ del loro tempo con “i nonni” della Corte». Al. Am.

Gli anziani della Residenza La Corte hanno fatto una gita a Cussanio

La Giunta comunale ha recentemente approvato un progetto preliminare per la messa in sicurezza sismica e la riqualificazione antincendio dell’edificio scuola, dove siedono fra i banchi i bambini delle elementari e i ragazzi delle medie. L’amministrazione ha infatti deciso di partecipare ad un Bando regionale “Parco Progetti Edilizia Scolastica anni 2012-2014” che prevede finanziamenti a tale scopo, per poter realizzare una manutenzione straordinaria all’edificio, di cui da tempo si sente l’esigenza. Se l’esito del Bando fosse positivo, il “risparmio” per le casse comunali sarebbe consistente. Per il momento, sono stati messi a bilancio 360 mila euro per il completamento dell’opera.

Raccolta del ferro rotto con i volontari della parrocchia Domenica 14 ottobre i volontari della parrocchia provvederanno alla raccolta del ferro rotto.

“Famiglia in gioco” con la Capanna dei Birbanti Sabato 13 ottobre la ludoteca “La Capanna dei Birbanti” parteciperà alla manifestazione saviglianese “Famiglia in gioco”. Dopo l’ottimo successo della scorsa edizione, quest’anno animatori e volontari della ludoteca aspetteranno i bambini per un divertente laboratorio insieme ad Harry Potter in Gran Bretagna. Sono particolarmente invitati i bambini marenesi per scoprire le attività della ludoteca, che riaprirà nelle prossime settimane.

Palestra comunale Modificato il regolamento Il Consiglio comunale ha recentemente approvato la modifica al regolamento della palestra.Tra le novità il fatto che la richiesta di concessione da parte delle associazioni sportive dovrà deve essere prodotta entro il 31 maggio precedente l’inizio della stagione sportiva (anziché fine agosto, come finora). Le domande che arriveranno oltre tale scadenza, verranno valutate solo successivamente alla compilazione dei calendari. Altra novità sul fronte “offerta”: nel caso in cui le domande superassero il numero dei turni disponibili si dovranno fare delle scelte, con l’obiettivo, ci spiega il vice sindaco Roberta Barbero di «favorire uno spettro di offerta sportiva il più ampio possibile per la scelta dell’utenza, adottando alcuni criteri di priorità». Saranno privilegiate le attività promosse dal Comune svolte con il suo patrocinio, poi le società sportive o le associazioni con sede nel Comune di Marene oppure società sportive o associazioni che non hanno sede nel Comune di Marene, ma che da almeno tre stagioni sportive sono presenti sul nostro territorio.


22

paesi

mercoledì 10 ottobre 2012

MURELLO Ci scrivono Umberto e Paolo Miniotti

«Grazie» per papà «Molte volte ho visto mio padre sfogliare questo giornale e indicarmi con entusiasmo e passione gli articoli in cui si trattavano temi a lui cari. Oggi quello stesso giornale è per me un mezzo importante per far giungere a tutti, i nostri ringraziamenti». Umberto e Paolo Miniotti, tramite le nostre pagine, vogliono far giungere il loro «grazie» a tutte le persone che hanno condiviso la vicinanza verso il papà Giovanni, sia nei momenti gioiosi che purtroppo nella tragica circostanza della sua scomparsa. «Ringraziamenti che devono giungere forti e sinceri alle amministrazioni comunali, alle autorità politiche e militari e alle associazioni tutte. Ringraziamenti che devono essere affettuosi alla cittadinanza di Murello e a tutti i collaboratori della Bo.ma Uno che si sono stretti intorno a noi in un familiare abbraccio. Ricordo con particolare emozione l’ultimo incontro tra mio padre e il vice sindaco, svoltosi a casa nostra. Io rimasi colpito da come mio padre dimenticasse le sue sofferenze nell’affrontare i problemi del paese, ascoltò e replicò con fermezza a quanto gli veniva detto; ad un certo punto disse “questo lo facciamo poi in primavera”. In quel preciso istante aveva dimenticato la sua malattia e per questo sono certo nell’affermare che le attività di imprenditore e di Sindaco, sono state fino all’ultimo per lui, la migliore delle cure». «Un grazie particolare – continuano Umberto e Paolo – a tutti coloro che sono stati accanto a mio padre e a noi familiari nel periodo della sua malattia. Questi ultimi sono stati per noi tutti, mesi difficili, abbiamo sperato, pregato e tentato l’intentabile per strapparlo alla morte ma il destino, con una spallata improvvisa, ha fatto vacillare e poi cadere anche le ultime speranze. Il dolore e la sofferenza di mio padre sono passati inevitabilmente attraverso la nostra non accettazione della morte; a metà settembre mi disse “Io sono pronto, ho sistemato tutto”. Noi non lo eravamo, ma lui era pronto per andare ad abbracciare nostra madre». E concludono: «Questo inevitabile passaggio dalla vita alla morte ha provocato in noi un intenso dolore, ma sono sicuro che il tempo trasformerà questo dolore in riconoscenza.Uno scrittore disse “Noi moriamo soltanto quando non riusciamo a mettere radici in altri”. È proprio vero, e noi ne siamo certi, che il trascorrere del tempo rafforzerà le radici che nostro padre ha messo in noi. Grazie di cuore».

RUFFIA Tenera accoglienza da parte dei bimbi della materna

A scuola con i nonni Felice consuetudine, si è svolta martedì 2 ottobre presso i locali della Scuola materna di Ruffia la festa dei nonni. I bambini sotto la supervisione delle maestre Daniela e Cristina si sono esibiti in due canti e due poesie dedicate ai loro nonni. Questi ultimi hanno preso posizione nei banchi con i propri nipoti e con loro hanno preparato un cartellone che aveva come tema il saluto all’estate. Sono stati preparati nei giorni precedenti dei lavoretti che i bambini hanno consegnato ai loro nonni: anche quest’ anno si è percepita una bella atmosfera di serenità a sottolineare questo importante momento e a ricordarci

I bimbi della materna hanno passato una bella mattinata in compagnia dei loro nonni

quale presenza importante siano i nonni per i nostri bimbi.

Un ringraziamento come al solito alle maestre Daniela e Cri-

Un momento della festa dei nonni che si è svolta martedì 2 ottobre all’asilo

stina. «Inoltre – ha sottolineato l’amministrazione dell’asilo – quest’ anno ci sono delle novità in cucina… è arrivata la nuova cuoca Anna alla quale tutta vogliamo dare il nostro benvenuto. Al tempo stesso però un sentito grazie alla cuoca uscente Emanuela per la sua professionalità , per la sua disponibilità e per il tanto impegno profusi nei confronti del suo lavoro».

Vi hanno partecipato oltre un centinaio di persone

BREVI DAI PAESI

VOTTIGNASCO

“Tilet” per l’ex sindaco Scherzo di cattivo gusto

Successo per la passeggiata gastronomica

VOTTIGNASCO. Nelle prime ore del mattino di domenica 16 settembre, sul tabellone delle affissioni pubbliche, nei pressi del parcheggio di fronte al condominio “La Falletta”, è apparso un manifesto funerario che annunciava la morte di Ezio Mondino, ex sindaco del paese, vivo e vegeto. L’attuale sindaco Daniela Costamagna ha sporto denuncia contro ignoti ai Carabinieri di Villafalletto, poiché la sua firma è stata apposta in calce al manifesto, volendo attribuire a lei il ferale annuncio. «Sono molto rammaricata – ha detto la Costamagna – per questo deplorevole atto di diseducazione civile, che credo abbia a che fare con la mia elezione alla carica di sindaco. Da quando l’ho assunta, ho colto ogni occasione per dichiarare pubblicamente che non serbo rancori nei confronti di nessuno, e l’unica cosa che mi sta a cuore è il bene della nostra piccola, laboriosa comunità. Ma finché tra i miei compaesani regna la discordia, generata molto spesso da futili motivi personali, la loro esistenza non sarà serena e tranquilla, secondo i miei auspici».

Festa del nonno e beneficenza all’asilo CAVALLERLEONE. Come ormai noto ai più, la situazione economica delle numerose scuole materne paritarie non è florea. Alla congiuntura economica ed alle riduzioni “all’osso” dei contributi statali si aggiungono pressanti obblighi normativi che costringono a continui investimenti. Ma l’asilo è un patrimonio che tutto il paese vuole difendere: in occasione della “Festa del nonno”, celebrata domenica pomeriggio nel Salone parrocchiale con una piccola recita, è stato organizzato un piccolo mercatino di dolcetti, i cui proventi sono stati interamente devoluti alla scuola materna. I cavallerleonesi hanno partecipato con generosità all’iniziativa, a cui sono dedicate con grande impegno le famiglie dei bambini.

Tappa di Tetti Falchi per la comitiva della passeggiata

Rivolgiamo un pubblico elogio al Comune e alla ProVotti, per aver organizzato la

VILLANOVA

“Passeggiata gastronomica”, svoltasi domenica scorsa, in modo impeccabile. Vi hanno

preso parte centoventi persone, suddivise in cinque gruppi, avviatisi a piedi dal salone municipale in piazza Marconi, a distanza di mezzora l’uno dall’altro. Dopo la degustazione degli antipasti presso l’antico castello, i partecipanti alla passeggiata hanno raggiunto il bar ristorante “Fantasy” per assaporare, seduti intorno ad un lungo tavolo all’aperto, un piatto di tagliatelle. Poi, lungo la strada che conduce a Tetti Falchi, si sono fermati a mangiare la carne di maiale, nel cortile di una grande casa di campagna. Raggiunta la fra-

Il raduno dell’associazione pescatori ha concluso i festeggiamenti patronali

Pesca alla trota per la Madonna della Noce

Anno della Fede Si apre in parrocchia GENOLA. Domenica 14 ottobre, durante la Santa Messa delle ore 11, ci sarà l’apertura – a livello parrocchiale – dell’Anno della Fede; con l’occasione si è deciso di celebrare anche la festa del catechismo.

Un’orchidea per l’Unicef Stand della Pro Loco GENOLA. Durante il week end, prima e dopo le celebrazioni, nella piazza S. Giovanni Bosco, la Proloco si è fatta promotrice di solidarietà aderendo all’iniziativa benefica promossa dall’Unicef. Con la vendita delle orchidee, è stata sensibile portavoce del grande tema dell’infanzia in difficoltà. I volontari della Pro Loco nello stand Unicef

zione di Tetti Falchi, dove sorge una chiesetta dedicata a San Rocco, dopo aver preso posto intorno a un tavolo apparecchiato al riparo dal sole hanno assaporato due qualità di formaggi. Invece, un piatto di tre qualità di dolci fatti in casa, è stato servito sulle tavole di pietra che arredano il giardino del campo sportivo, ultima tappa della passeggiata, prima di far ritorno al punto di partenza, dove hanno sorseggiato una tazzina di caffè e un bicchierino di liquore digestivo. Giovanni Bosio

Tra gli oltre 30 partecipanti al raduno di pesca alla trota anche dieci “pierini”

Si è conclusa domenica 23 settembre, con la 13ª edizione del tradizionale raduno di pesca alla trota organizzato in occasione delle Festa Patronale della Madonna della Noce, l’attività dell’Associazione Pescatori di Villanova Solaro. Il raduno si è svolto nella bealera “Ochetta” presso l’area attrezzata del “Parco delle Cicogne”: la manifestazione, non competitiva, ha visto per il primo anno una partecipazione superiore ai 30 pescatori, con ben 10 “pierini” che al termine, unitamente al pescato, hanno ri-

cevuto un omaggio a sorteggio, oltre al tradizionale pranzo preparato sotto la “baracca”. Il presidente Massimo Tavella ed il direttivo esprimono soddisfazione per la buona riuscita dell’intera giornata e colgono l’occasione per ringraziare tutti coloro che materialmente hanno contribuito a rendere possibile la manifestazione ed in modo particolare la Banca Cassa di Risparmio di Savigliano ed il Biscottificio Bon Gùst di Ruffia, il Martin Pescatore di Saluzzo; l’armeria Meazza di Savigliano e l’armeria Gastaldi

di Racconigi; la Selghis Calcestruzzi; Michele Cerullo ingrosso e dettaglio vernici; Pairona Piero, la ferramenta Bertea e l’Edilizia Novarese di Moretta; la ferramenta Barra Mauro di Scarnafigi; il

Ristorante Pizzeria “Gusti e Sapori” di Oscar e Davide Balestrone di Ruffia; Arcostanzo Giovanni di Monasterolo. Si ringrazia infine il sindaco di Villanova Solaro per la collaborazione nell’abbellimento dell’area. «Un grazie particolare – conclude il presidente Tavella – va all’instancabile Franco Pagliuzzi, il quale, pur non essendo attivo pescatore, si prodiga in ogni occasione fornendo, con lavoro e mezzi, un aiuto concreto e spesso fondamentale per il prosieguo delle attività della nostra piccola associazione». L’appuntamento è fissato per la prossima stagione che avrà inizio l’ultima domenica di febbraio.

Il raduno si è svolto presso l’area attrezzata “Parco delle Cicogne”


MERCOLEDÌ 10 OTTOBRE 2012 IL SAVIGLIANESE 23


MERCOLEDÌ 10 OTTOBRE 2012 IL SAVIGLIANESE 24


MERCOLEDÌ 10 OTTOBRE 2012 IL SAVIGLIANESE 25


MERCOLEDÌ 10 OTTOBRE 2012 IL SAVIGLIANESE 26


MERCOLEDÌ 10 OTTOBRE 2012 IL SAVIGLIANESE 27

Palazzo LascariS

UFFICIO DI PRESIDENZA Presidente Valerio Cattaneo Vicepresidenti Roberto Boniperti, Roberto Placido Consiglieri segretari Lorenzo Leardi, Gianfranco Novero, Tullio Ponso

• Ottobre 2012 • www.cr.piemonte.it A cura della Direzione Comunicazione Ufficio Stampa - Via Alfieri, 15 - 10121 Torino tel 011 5757 251-252 • uff.stampa@cr.piemonte.it

Onorificenze internazionali

Premio al “Piemontese nel Mondo” Il riconoscimento è stato consegnato, nell’Aula di Palazzo Lascaris, il 28 settembre a cinque personalità che hanno dato lustro alla nostra regione con i loro meriti in campo sociale, artistico e letterario

Si chiamano don Bartolomeo Bergese, Adriana Cristina Crolla, Celestina Fortina, Carla Merlone Squatrito e Marco Rosano. Fra loro c’è un sacerdote, una docente universitaria, una missionaria laica, un’imprenditrice e un musicista. Sono i cinque emigrati che, grazie ai meriti espressi in svariati campi di attività, hanno ricevuto il 28 settembre, nell’Aula consiliare di Palazzo Lascaris, il premio internazionale

“Piemontese nel Mondo” edizione 2011. Il riconoscimento, previsto dalla legge regionale n. 46/’92, è stato istituito per valorizzare l’eccellenza dei piemontesi all’estero che, con la loro l’attività, abbiano dato lustro al Piemonte in campo sociale, scientifico, artistico e letterario. “È con orgoglio e profonda riconoscenza che desideriamo premiare cinque piemontesi che hanno saputo esportare valori quali l’impegno

sul lavoro, lo spirito di sacrificio, la creatività e il servizio alla comunità in terre lontane, rendendo onore alla nostra regione e al nostro paese”, ha dichiarato in apertura il presidente del Consiglio regionale Valerio Cattaneo. “I miei incontri all’estero con le comunità dei piemontesi nel mondo sono sempre stati fonte di grande arricchimento”, ha affermato il vicepresidente della Giunta regionale Ugo Cavallera. “Ho conosciuto persone tenaci, con volontà di intraprendere e quella riservatezza che

è connaturata alla nostra regione. Mi è stata testimoniata poi una calorosa accoglienza, che si riscontra anche all’interno delle associazioni dei piemontesi nel mondo”. “Ho avuto l’onore di presiedere la commissione valutatrice che ha svolto un lavoro severo e puntuale e siamo tutti molto soddisfatti del risultato”, ha sottolineato l’assessore regionale all’Internazionalizzazione, Massimo Giordano. Alla

cerimonia di premiazione, condotta dal giornalista Rai Gianfranco Bianco, erano presenti anche numerose autorità civili e militari, il vicepresidente del Consiglio regionale Roberto Boniperti, i consiglieri Lorenzo Leardi, Tullio Ponso, Antonello Angeleri, Federico Gregorio, Giovanni Negro, Giampiero Leo e Roberto Tentoni, e alcuni sindaci dei paesi di origine dei premiati.

Residenti all’estero

L’emigrazione in cifre Attualmente sono oltre 210mila i piemontesi iscritti al registro dell’Aire (Anagrafe della popolazione italiana residente all’estero) ma il numero degli oriundi in cui scorre sangue piemontese è ben maggiore e si stima possa superare i 6 milioni di persone. La distribuzione dell’emigrazione piemontese ha visto storicamente una predilezione per i paesi dell’America Latina e dell’Europa. Oggi si contano più di 150 circoli di piemontesi nel mondo distribuiti un po’ in tutti i continenti e in particolare in Sud Africa, Costa Rica, Repubblica dominicana, Nicaragua, Argentina, Brasile, Cile, Paraguay, Perù, Uruguay, Venezuela, Stati Uniti, Cina, Belgio, Francia, Gran Bretagna, Romania, Russia, Spagna, Svizzera e Australia. In Argentina, dove l’emigrazione è stata molto consistente e ben organizzata, esiste persino una federazione delle associazioni dei piemontesi nel mondo. “L’istituzione negli anni ‘80 dei Comites, organismi rappresentativi eletti dai connazionali residenti all’estero e del Cgie (Consiglio generale degli italiani all’estero) ha si-

curamente dato nuovo impulso alla organizzazione di una rappresentanza anche politica di queste comunità, rafforzando il sentimento di appartenenza alla patria d’origine”, ha dichiarato Michele Colombino, presidente dell’associazione Piemontesi nel mondo.

I premiati

Piemontesi all’estero 2011 Alessandria 26.513

12,62

Asti

10.788

5,14

Biella

10.195

4,85

Cuneo

39.294

18,71

Novara

13.261

6,31

Torino

87.269

41,56

Verbano

14.815

7,05

Vercelli

7.873

3,75

210.008

100,00

Totale

(dati Aire, 2011)

Nella foto da sinistra: Marco Rosano, residente in Belgio, pianista, compositore e arrangiatore, le sue opere spaziano dalla musica classica alla moderna, Carla Merlone Squatrito, residente negli Stati Uniti, imprenditrice, ha fondato la Carla’s Pasta diffondendo la cucina italiana e piemontese negli Usa, Celestina Fortina, residente in Senegal, missionaria laica, ha contribuito alla costruzione di villaggi e di centri di assistenza, Cristina Adriana Crolla, residente in Argentina, è docente ordinaria di letteratura italiana e francese presso la facoltà Umanista dell’Università di Santa Fe e don Bartolomeo Bergese, residente in Brasile, attivo come missionario a favore della popolazione locale promuovendo il suo sviluppo sociale e l’indipendenza economica.


28

attualità

mercoledì 10 ottobre 2012

CONFINDUSTRIA

Tre sono saviglianesi

Categorie: nuovi presidenti

Franco Biraghi

INDUSTRIA Le previsioni degli industriali cuneesi su questo trimestre

Si risale, tranne l’occupazione

Domenico Annibale

Nei giorni scorsi, le 17 sezioni merceologiche in cui sono distribuite le aziende associate a Confindustria Cuneo hanno finito di rinnovare i loro vertici. I nuovi componenti resteranno in carica nel biennio 2012-2014. Tra tante riconferme, sono 5 le nuove nomine nel ruolo di presidente: nella sezione autolinee il neo presidente è Serena LanFilippo Monge cione (Ati Trasporti Interurbani, Saluzzo); nella sezione sanità Paolo Spolaore (Consorzio Obiettivo Sociale, Alba); nella sezione terziario-servizi Corrado Caviglia (Sed System 2, Cuneo); nella sezione tessile-abbigliamento-calzaturiero Luca Burlò (Technofabric, Costigliole Saluzzo); nella sezione turismo Mario Villani (Il Boscareto Resort, Serralunga d’Alba). Sono stati confermati tutti gli altri presidenti, ecco i loro nominativi e le sezioni: Franco Biraghi (Valgrana), alimentare; Marco Martini (Tipolito Martini), cartaria-grafica; Maurizio Crippa (Momentive Specialty Chemicals), chimicagomma-plastica; Pierpaolo Carini (Egea spa), energia; Sergio Blengini (Informatica System), Ict; Livio Groppo (F.lli Groppo), legno; Loris Peracchia (Tonoli Spedizioni), logistica-trasporti; Vittorio Vanz (Unicalce), materiali da costruzione-estrattori; Domenico Annibale (Annibale Viterie), meccanica; Alberto Piombo (Agt Flat Glass), vetro; Enrico Lavagnino (Diageo), vini-liquori-distillerie; Filippo Monge (Farm sas di Rabbone & C.), costruttori edili (Ance).

IN BREVE

Terremoto in Granda Scossa tra le valli Maira e Varaita Scossa di terremoto mercoledì 3 ottobre nella Granda. Alle ore 11,20 le apparecchiature dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia hanno registrato “un terremoto di magnitudo locale 3.9, localizzato nelle Alpi Cozie in val Varaita”. La scossa è stata rilevata da una profondità inferiore a 10 km tra le valli Maira e Varaita, nei pressi dei Comuni di Sampeyre, Frassino e Melle. Centinaia le chiamate ai centralini dei Vigili del Fuoco di Saluzzo e di Cuneo ed all’Arma dei Carabinieri: tanta paura – la scossa si è sentita fino a Torino – ma nessun danno rilevante a persone o cose. Lo “sciame” sismico è proseguito nelle ore e nei giorni successivi e la situazione è stata costantemente monitorata dalla Protezione civile regionale.

Referendum nazionali sul lavoro A Cuneo presentato il comitato È stato presentato, la scorsa settimana a Cuneo, il comitato provinciale per i due referendum nazionali sul lavoro che si propongono di abolire le modifiche apportate dal governo Monti all’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori e di ripristinare i diritti minimi e universali previsti dal contratto nazionale di lavoro che è stato abrogato dal governo Berlusconi con l’articolo 8 del decreto legge 138 (13 agosto 2011). Il referendum sull’articolo 18 propone di abrogare diverse modifiche introdotte per evitare la riassunzione di lavoratori ingiustamente licenziati. Reintroduce, cioè, il diritto di non essere licenziati senza “giusta causa”. Il referendum sull’articolo 8 propone di impedire di stipulare contratti in deroga alla contrattazione collettiva nazionale.

Debole risalita per produzione, ordinativi ed export. Sono questi, in sintesi, i risultati delle previsioni formulate dagli industriali della Granda per il trimestre che concluderà il 2012. Nonostante un clima permeato da difficoltà significative, i parametri riguardanti produzione, ordinativi ed export si attestano, infatti, su valori meno negativi rispetto alla scorsa rilevazione. Sempre negativo il quadro occupazionale: il saldo ottimisti/pessimisti passa dal -10,5% al -12,5%.

RELIGIONE

«Dopo la decisione della Bce di intervenire attraverso acquisti di titoli di Stato dei Paesi in crisi, la situazione sui mercati finanziari dell’Eurozona è decisamente migliorata – commentano dal Centro Studi di Confindustria Cuneo –. Tuttavia, l’attuale scenario economico non può non inglobare il peggioramento del quadro internazionale avvenuto in estate: le maggiori economie, avanzate ed emergenti, sono in rallentamento». Venendo ai dati, migliora di 2,6 punti percentuali la quota re-

lativa alle attese sui livelli produttivi (passa dal -20% al 17,4%), tendenza maggiormente positiva inoltre per gli ordini totali, il cui saldo cresce dal -28,4% al -16,9%. In aumento anche il tasso di utilizzo degli impianti, che sale al 73,9%, contro il 72,2% della rilevazione precedente, appena 3/5 punti sotto il livello tipico delle normali fasi di crescita. Così come l’export che dopo lo “scivolone” della precedente analisi trimestrale migliora di 9 punti (dal -11,3% di giugno al 2,3% di settembre) riavvicinandosi al punto di equilibrio. In generale, le imprese che esportano una quota significativa del fatturato sono meno pessimistiche. Peggiora, invece, la composizione del carnet ordini: la percentuale di aziende con ordini garantiti per meno di un mese sale dal 27,3% al 35,9%, livello che non si toccava da dicembre 2010. Solo il 21,6% delle aziende, poi, ha in programma investimenti di un certo rilievo: bassa anche la percentuale di aziende che inten-

dono fare investimenti di sostituzione (27,4%). In lieve diminuzione i tempi medi di pagamento, pari a 91 giorni (95 a giugno); scendono a 147, dai 153 dello scorso trimestre, i giorni per le transazioni con gli enti pubblici. Infine, la quota di aziende che lamenta ritardi negli incassi è scesa dal 68,8% al 66%. Quanto ai singoli settori, le difficoltà maggiori le troviamo nell’edilizia: tutti gli indicatori mostrano fragilità e sale al 43,2% la quota di intervistati che dichiara di dover ricorrere alla Cassa Integrazione entro la fine dell’anno. Scenari meno negativi per le imprese alimentari, che registrano buone prospettive per quanto riguarda gli ordini (+37%) e le esportazioni (+31,6%) rispetto alla rilevazione di giugno. Meno positiva, ma comunque in ripresa, la situazione della meccanica che vede migliorare le aspettative dell’export passate dal -7,9 di giugno al 2,9%. Paolo Biancardi

Rilettura dopo cinquant’anni dei testi del Concilio indetto da Giovanni XXIII

I 16 documenti di “speranza” del Vaticano II Oggi a cinquant’anni di distanza dall’11 ottobre 1962 in cui Giovanni XXIII dichiarava aperto il Concilio, per quanti non hanno vissuto l’evento conclusosi l’8 dicembre 1965, spesso è difficile capirne la portata non avendo dinanzi la Chiesa: prima e dopo. Sarebbe già molto, infatti, se il Vaticano II apparisse come un Concilio impegnato a riproporre i temi evangelici essenziali all’umanità di oggi, secondo i criteri della pastoralità e dell’aggiornamento. Sono noti i fermenti pre-concilio non privi di scontri che hanno causato sofferenze e costi personali ai propugnatori del nuovo che inesorabilmente avanzava. Così, l’assise romana voluta da Giovanni XXIII e che si pensava avrebbe rapidamente esaurito il suo compito, si rivelò più impegnativa del previsto, tanto che nella prima sessione non produsse alcun documento. Ne vennero poi promulgati sedici, tutti di grande spessore, che suscitarono molte speranze bisognando però di risposte e non minore impegno applicativo. Non si può negare che l’assimilazione profonda dell’esperienza e delle indicazioni del Vaticano II sia un processo di lunga durata e tuttora in corso, nonostante resistenze mai sopite, se scrive Mons. Bettazzi che il Concilio “ebbe limitata accoglienza e ancor più

Una panoramica del Concilio Vaticano II

limitata attuazione”. È difficile rendere in poche righe gli entusiasmi e le speranze di allora; vedere un vecchio Papa pubblicare nel contempo l’enciclica “Pacem in terris”, diretta a tutti gli uomini di buona volontà, che trattava non di dottrina, ma di pace, la quale poggia su quattro pilastri che sono la verità, la giustizia, l’amore e la libertà. Il che si tradusse nella grande apertura verso l’umanità tutta intera. In quei documenti venne scritto che “la chiesa di Cristo si realizza nella chiesa cattolica, ma non si esaurisce in essa” e non era cosa da poco. Non si possono qui esaminare neppure parzialmente i documenti dai quale emerge la necessità della partecipazione piena e attiva di tutto il popolo alla liturgia e perciò alla vita del-

la chiesa. Questo rinnovamento liturgico è stato probabilmente l’ambito principale in cui tutti i fedeli, anche i più umili, potevano misurare la portata delle riforme. Anche nella nostra città si fece una clamorosa operazione nella chiesa di San Giovanni, purtroppo ora negletta. Tornò allora ad emergere il primato della coscienza e il fatto che la Chiesa avrebbe dovuto accettare di essere povera, di rinunciare a proporre l’Evangelo rivestito di una sola determinata formulazione culturale (quella romana), non essenziale rispetto al messaggio stesso, anzi, talora causa di incomprensioni come era già accaduto e come si ripeterà, negando le espressioni conciliari, con la teologia della liberazione. Sembrava e sembra che di fronte al-

la sfida di una presentazione della fede cristiana e della Chiesa nella storia, senza protezione né privilegi, si provino vertigini, tenendo conto, invece, che sono la fede, la comunione e la disponibilità al servizio che fanno la Chiesa popolo di Dio e non altro. La lentezza del tradurre in atti concreti contenuti dei documenti, il fatto che la conservazione e la paura del nuovo abbiano poi rialzato la testa, insieme al vedere le chiese compromesse con la realtà esistente partecipando all’esercizio del potere culturale, finanziario e politico, hanno finito per deludere e allontanare molti, anche perché, scrive Bettazzi, la gerarchia dovrebbe essere al servizio dei fedeli, mentre sono ancora i fedeli al servizio della gerarchia essendo negata loro la corresponsabilità. Chiudiamo con il suo appello che dice “ai giovani che importunino, sollecitino l’intero popolo di Dio ad accogliere pienamente, a vivere intensamente e a proclamare con coraggio quanto lo Spirito ha segnalato alla Chiesa e al Mondo perché il regno di Dio – regno di fede e di amore – si estenda davvero nel nostro mondo contro tutte le chiusure delle resistenze umane e delle indifferenze, anche interne”. Speriamo! Osvaldo Pignata


agricoltura

INDAGINE

C’è la crisi e le famiglie rinunciano ai prodotti della terra

Ortofrutta, troppo “tagliata”

Nel 2011 una famiglia su tre ha rinunciato ad acquistare ortofrutta

Fa bene alla salute, è varia, colorata, di qualità. Parliamo dell’ortofrutta che, da quando c’è la crisi, gli italiani hanno deciso di “tagliare”. Nell’ultimo anno, infatti, una famiglia su tre ha alleggerito il carrello alimentare, riducendo soprattutto gli acquisti di frutta e verdura. Colpa dei prezzi al consumo troppo variabili, dell’educazione a una sana alimentazione non ancora radicata, della minore capacità di spesa, che induce a considerare la frutta un lusso e a comprare cibi dal basso costo ma dall’elevato contenuto calorico. Tutto ciò emerge da un’analisi di Confagricoltura, Cia, Fedagri-Confcooperative, Legacoop Agroalimentare e Agci-Agrital, presentata in occasione di Macfrut 2012. Nel 2011, ogni famiglia ha acquistato 5 chili in meno di frutta, 3 chili in meno di verdura e 1 chilo in meno di ortaggi surgelati, portando a un calo complessivo dei quantitativi del 2,6%, per un totale di 8,3 milioni di tonnellate. Ma il trend in diminuzione parte da lontano, se è vero che in 11 anni gli acquisti

sono diminuiti del 23%, passando dai 450 chili a famiglia del 2000, ai 347 chili del 2011. In poco più di un decennio, si sono quindi persi per strada oltre 100 chili per nucleo familiare, con conseguenze dirette sulla dieta degli italiani e soprattutto sui redditi dei produttori. Oggi la spesa annua per l’ortofrutta si attesta mediamente sopra i 13 miliardi e i prezzi al consumo, anche con i consumi in discesa, aumentano anziché diminuire

(+5,8% la frutta e +4,8% i vegetali freschi in termini tendenziali ad agosto, ultimo dato disponibile), con il risultato che gli agricoltori non ne traggono alcun vantaggio. L’ortofrutticoltura rappresenta circa un terzo dell’intera produzione lorda vendibile agricola del Paese e, con una produzione di circa 35 milioni di tonnellate l’anno, l’Italia si contende con la Spagna l’appellativo di “orto d’Europa”. Eppure il comparto mostra i segni di una strutturale perdita di competitività, che si evidenzia nell’incapacità di intercettare la domanda proveniente dai nuovi bacini di consumo. L’export di frutta e verdura, compresa l’ortofrutta trasformata, vale 6,7 miliardi di euro l’anno, ma considerato che entro i confini nazionali si consuma meno del 25% di quel che si produce, è evidente che bisogna incrementare la capacità di esportazione. Quindi, da un lato occorre agire sulla frammentazione delle componenti della filiera, sulla forte polverizzazione dei soggetti e sulla mancanza di innovazione. Oggi il settore ha bisogno di

L’Italia , insieme alla Spagna, è l’orto d’Europa

un vero piano di ristrutturazione che si fondi su una visione strategica, in grado di dare impulso ad una maggiore aggregazione dell’offerta ortofrutticola, intervenire sulle dimensioni di impresa per una riorganizzazione a tutti i livelli, promuovere rinnovate politiche nazionali ed europee, guidare i processi di internazionalizzazione che aiutino le imprese a varcare i confini e valorizzino la qualità e la salubrità del made in Italy ortofrutticolo. E poi recuperare, sulla domanda interna, quel calo dei consumi di ortofrutta ampliato dalla crisi economica, ma che dipende molto anche dalle cattive abitudini alimentari dei più giovani. Soprattutto frenare il progressivo abbandono dei principi della dieta mediterranea a favore del consumo di “junk food” da parte dei più piccoli e investire di più su una cultura alimentare che privilegi l’ortofrutta, anche in un’ottica di prevenzione e tutela della salute. Nel nostro Paese i costi sociali dell’obesità toccano i 65 miliardi di euro l’anno e, purtroppo, circa il 12% dei bambini è obeso e, nella fascia d’età compresa tra i 6 e gli 11 anni, ben uno su tre è in sovrappeso. Per tutti questi motivi, diventa chiaro che occorre incoraggiare, sostenere e promuovere un’alimentazione sana e corretta, con campagne ad hoc di informazione ed educazione, come “frutta nelle scuole”, estendendo il modello anche alle famiglie e puntando sull’appeal di quegli ortofrutticoli che già oggi regnano incontrastati sulle tavole degli italiani: la mela (825 mila tonnellate vendute), l’arancia (605 mila), la patata (722 mila) e il pomodoro (575 mila).

mercoledì 10 ottobre 2012

29

MANIFESTAZIONE Nell’ambito della Festa del Pane

Campagna Amica daii!

Tanta gente per la prima edizione di “Campagna Amica dai!”

Si è svolto a Savigliano, sabato 22 e domenica 23 settembre, il primo “Campagna Amica daii!”, in occasione della Festa del Pane. Piazza Santarosa si è tinta di giallo con le circa 40 aziende di Campagna Amica, una trentina del Cuneese ed altre provenienti dal resto del Piemonte e da altre regioni d’Italia, che hanno proposto prodotti tipici e di qualità caratterizzanti il luogo di origine. Madrina dell’inaugurazione sabato mattina è stata la conduttrice televisiva Elisa Isoardi, la quale, oltre ad aver visitato tutti gli stand dei produttori, ha anche potuto gustare i piatti proposti dagli agriturismi di Terranostra. «L’evento è stato importantissimo per le aziende di Campagna Amica – hanno detto Tonino Gai e Elio Gasco, presidente e segretario zona Coldiretti Savigliano – siamo soddisfatti per il grande successo ottenuto, sia in termini di pubblico che in termini di acquisti e di degustazione di piatti». Moltissimi i piatti preparati dall’Agriturismo di Terranostra con i prodotti tipici del territorio e che i visitatori hanno potuto gustare scegliendo tra varie proposte. «Momenti di intrattenimento hanno accompagnato la due giorni destando notevole interesse nel pubblico e animando la piazza che, tra un’esibizione e l’altra, si è affollata di gente che ha potuto ascoltare musica, ammirare le esibizioni degli sbandieratori e dei giovanissimi artisti con lo spettacolo circense – ha aggiunto Marcello Cavallo, capo area organizzazione Coldiretti Cuneo –. C’è grande soddisfazione per il risultato raggiunto e speriamo di poter replicare l’iniziativa».


30

mercoledì 10 ottobre 2012

CRONACA Incidente presso la centralina Enel

Due auto contro un trattore Incidente stradale la sera di lunedì sulla strada della Tagliata, nei pressi della centralina dell’Enel. Erano quasi le 21 quando un’auto, una 500 vecchio modello, con al volante una donna di Racconigi, si è scontrata con un trattore che che procedeva in senso contrario trainando un rimorchio carico di trinciato per fare il silos. Nell’incidente i due mezzi si sono messi di traverso lungo la carreggiata: una seconda vettura, una Bravo con quattro persone a bordo, che viaggiava immediatamente dietro la 500, è andata a sua volta a scontrarsi

con il mezzo agricolo. Praticamente illesi gli occupanti della Bravo, mentre la donna coinvolta nell’incidente ha riportato ferite non gravi. Sul luogo dello scontro sono intervenuti i Carabinieri di Savigliano, il 118 ed i Vigili del Fuoco volontari del distaccamento di Racconigi. Laboriose le operazioni per liberare la strada, dal momento che nell’urto il trattore aveva riportato la rottura dell’avantreno: solo dopo circa due ore è stato possibile riaprire al traffico il tratto tra il passaggio a livello del cimitero e la tangenziale.

CRONACA

La gente esasperata organizza ronde notturne

Ancora furti alla Tagliata

CRONACA I malviventi fuggono a mani vuote

Ladri al bar del tiro a volo Nel numero dei furti registrati in zona Tagliata si inserisce anche quello verificatosi la notte tra domenica e lunedì scorso al campo di tiro a volo in località Caire. L’impianto aveva appena ospitato la gara per atleti disabili e il tradizionale trofeo “Città di Racconigi”, manifestazione a scopo benefico (il ricavato era destinato al Centro per la ricerca sul

cancro di Candiolo), che avevano raccolto oltre un centinaio di tiratori. Al termine delle gare i responsabili della società racconigese avevano però prelevato tutti i soldi, cosicché i ladri non hanno trovato neppure un euro. I malviventi si sono così sfogati saccheggiando il bar, spaccando mobili ed arredi e sporcando i muri.

NOTIZIE IN BREVE

Imminente l’inizio dei lavori di risistemazione di piazza Castello «I lavori di Piazza Carlo Alberto sono in dirittura di arrivo»: ad assicurarlo è l’assessore ai Lavori pubblici Giacomino Rosso. «Nei prossimi giorni saranno aperte le buste delle ditte che hanno partecipato alla gara di appalto dei lavori – afferma l’assessore –. La nuova sistemazione della piazza sarà poi prima illustrata agli addetti ai lavori, ma è anche previsto un incontro pubblico per informare la popolazione dei dettagli sul progetto».

Teatro degli alunni delle medie alla manifestazione alpina di Saluzzo La Sezione A.N.A. di Saluzzo ha in programma una serie di manifestazioni per ricordare il 140° Anniversario di Fondazione dell Truppe Alpine. Una di queste, in programma sabato 13 ottobre alle ore 21 presso le ex Scuderie della Caserma Mario Musso di Saluzzo, avrà come protagonisti gli allievi delle classi terze della scuola media Bartolomeo Muzzone di Racconigi ed alcuni ex-allievi delle terze dello scorso anno, coordinati dalle professoresse Maria Agnese Fossati e Carla Garavagno sotto la guida del Progetto Cantoregi.

È stata pubblicata la “lezione” di Gentile su Castelli L'intervento di Pierangelo Gentile tenuto in occasione del convegno "La dedizione e l'onestà in politica. Michelangelo Castelli" svoltosi lo scorso anno presso il Castello Reale di Racconigi è stato pubblicato sulla rivista "Rassegna storica del Risorgimento", l'organo nazionale dell'Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano con sede al Vittoriano di Roma. Chi fosse interessato può richiederne, gratuitamente, copia digitale (formato pdf) scrivendo direttamente all'autore al seguente indirizzo: pier.gentile77@gmail.com

Continua l’ondata di furti nella zona della Tagliata: gli abitanti della frazione sono ormai esasperati

Non accenna a finire l’ondata di furti nelle cascine al confine est della città, tra la Tagliata, il Caire, Canapile ed il Foresto. Ancora la sera di domenica i ladri sono penetrati in alcune abitazioni. La gente è esasperata: sta organizzando delle ronde notturne, controlla ogni auto ed ogni persona sospetta.

I Carabinieri perlustrano la zona in continuazione. In auto ed a piedi, in divisa ed in borghese. Per ora, però, non è stato possibile mettere le mani sui malviventi, né bloccare le loro azioni criminali. Colpiscono per lo più di notte, ma in alcuni casi sono entrati nelle case anche prima del calar

COMMERCIO Giovanni e Maria Raffaella Clerici premiati da Ferruccio Dardanello

Una targa per i 100 anni di attività Giovanni Clerici e la figlia Maria Raffaella hanno ricevuto domenica, presso il Centro Incontri della provincia di Cuneo, una targa per i cento anni della loro attività di cartolibreria. Il riconoscimento all’imprenditorialità cuneese è stato voluto da Unioncamere nazionale. Il premio è stato consegnato da Ferruccio Dardanello, presidente dell’Ente provinciale. La rinomata “Cartolibreria Clerici” attualmente si trova in piazza Roma, nel cuore di Racconigi. L’esercizio era già negli stessi locali quando fu ceduto da Maria Maddalena Bruno al nonno degli attuali titolari, Pietro Clerici, ed a Giacomo Ternavasio. Il 20 marzo 1907 essi costituirono una società che aveva per oggetto l’esercizio di tipografia ed il commercio di cartoleria-libreria ed articoli affini. Questa società si sciolse nel maggio 1911: da allora a gestire negozio e tipografia fu il solo Pietro, coadiuvato dai fratelli Carlo e Francesco. A loro, il 26 gennaio 1915, venne assegnato il brevetto di “Fornitori della Real Casa” per la serietà dimostrata nell’attività. Dovendosi poi ristrutturare i locali di piaz-

za Roma 3, la cartolibreria si trasferì nella vicina via San Giovanni. Nel 1976 a gestire l’attività tipografica e della cartolibreria subentrò Giovanni, figlio di Pietro, con la moglie Gianpiera Corte, che associarono a loro anche la figlia Maria Raffaella. E dal 1998 è proprio lei la titolare. Nel 1986, intanto, la cartolibreria era tornata nei locali rinnovati di piazza Roma. Qui l’attività è continuata negli anni, con innumerevoli rinnovamenti, sia come gamma merceologica che nell’impegno culturale, messo in atto partecipando (ed a volte organizzando) manifestazioni locali e del territorio. Nell’ambito del suo settore, la cartolibreria Clerici propone articoli nuovi, quali il gioco educativo, l’oggettistica per regali, la pelletteria. In ambito culturale è specializzata nella presentazione di libri ed incontri con gli autori, al fine di incentivare l’amore per la lettura. Nel 2010 venne rinnovata la facciata del negozio, con nuove vetrine espositive ed un’insegna dalle suggestioni antiche. b. bec.

Conclusa con successo la mostra al Mulino Rattalino Molinart, la triplice mostra allestita nel Mulino Rattalino ad opera della famiglia Mondino, in particolare del giovane Danilo, con fotografie, quadri ed i vecchi attrezzi legati alla seta ed alla macinazione, ha chiuso i battenti. Numerosi i visitatori.

Maria Raffaella e Giovanni Clerici

TERRA MADRE Gli ospiti saranno 13

Arrivano le svedesi

L’Associazione Tocca a Noi ha presentato i propri corsi Domenica 30 settembre presso la sede di via Fiume, nell’ex-casa suore del Neuro, l’Associazione giovanile Tocca a Noi ha presentato i corsi organizzati per il prossimo inverno: Training autogeno (a cura di Dario Audisio), Scrittura giornalistica (Luisa Perlo), Italiano per stranieri (Mariagrazia Soldati), Barman e caffetteria (Mario Levrone), Inglese pratico per principianti e inglese a livello intermedio (Andrea Piovano), Storia di Racconigi (Mario Monasterolo), Informatica di base (Franco Bergero) e Tecnica di fotografia e postproduzione con Photoshop (Marco Tacchini). Le iscrizioni sono aperte.

del sole. Stupisce il fatto che i cani, numerosi nella zona, non abbaino per dare l’allarme. Il fatto verrebbe spiegato con l’uso di apparecchi che emettono ultrasuoni, fastidiosi per le orecchie degli animali che corrono spaventati a nascondersi. I ladri cercano soprattutto oro e denaro, disinteressandosi

del resto. A volte, però, nel loro bottino figurano anche televisori ed altre componenti elettronici. In una cascina avevano divelto dal muro un maxischermo quando è probabilmente loro sfuggito di mano fracassandosi a terra. Ci sono abitazioni che sono state visitate anche quattro volte nel giro di meno di un mese. Dopo il colpo si allontanano rifugiandosi nei campi di granoturco. Sempre più preoccupati per quanto sta accadendo, gli abitanti della zona la sera di lunedì scorso hanno avuto un incontro con le forze dell’ordine. Il maresciallo Amoroso li ha rassicurati, garantendo la massima attenzione per i fenomeni delinquenziali che stanno verificandosi nella periferia di Racconigi. Anche il sindaco Gianpiero Brunetti si mantiene in costante contatto con il luogotenente Amoroso per seguire la vicenda.

Dopo brasiliani e senegalesi è ora la volta di ospiti del Nord Europa Né brasiliani né senegalesi: questa volta i delegati di Terra Madre che saranno ospitati presso le famiglie racconigesi proverranno dall’Europa: Svezia e Moldavia. L’elenco fatto pervenire dagli organizzatori della rassegna torinese ad Anna Simonetti, responsabile dell’accoglienza nella nostra città,

parla di 13 delegati: 11 svedesi (4 uomini e 7 donne) e 2 moldavi (un uomo ed una donna). Il numero, già esiguo, dei delegati assegnati a Racconigi si è infatti ulteriormente ridotto per il desiderio di numerosi di loro di restare a Torino per vendere i prodotti delle loro realtà al Salone del Gusto.

Per pianificare nei dettagli il programma dell’accoglienza è stato indetto un incontro lunedì sera presso la sede di "Solare collettivo", cui ha partecipato anche il consigliere comunale Rinuccia Bergia. Questa ha confermato che il Comune si farà carico della spesa del trasporto per e da Torino, avendo stretto un accordo con i Comuni di Savigliano, Cavallermaggiore e Marene. Un pullman di 54 posti passerà a prendere ed a riportare i produttori ospitati nei quattro Comuni. Anche la festa finale verrà fatta insieme, la sera di sabato 27 ottobre, sotto l’ala di Savigliano. Dato l’esiguo numero dei delegati accolti a Racconigi si è infatti rinun-

ciato a organizzare una festa autogestita presso il Centro Cicogne di Tenuta Stramiano, come era stato previsto in un primo momento. La rassegna inizierà nel tardo pomeriggio di mercoledì 24 con la cerimonia d’apertura al Palaisozaky. Al termine della manifestazione introduttiva, cui sono state invitate anche le famiglie ospitanti, il pullman porterà i delegati a Racconigi e, in quella notte, dormiranno già presso i nuclei familiari che hanno accettato di aprire loro le porte di casa. Il sindaco Brunetti riceverà gli ospiti svedesi e moldavi venerdì 26, verso le ore 19,30 in Comune.


racconigi

EMIGRATI

È ritornato dall’Argentina sulle orme del padre

Alla ricerca delle radici

L’incontro con il cugino Antonio che aveva conosciuto in Argentina

È un viaggio alla ricerca delle proprie radici quello intrapreso da Domingo Casiano Gallarà. Dall’Argentina a Racconigi. Proprio dalla nostra città, infatti, erano partiti nel 1924 il nonno Domenico ed il padre Guglielmo, ancora bambino. Avevano con sé tre bauli con tutti i loro averi: gli attrezzi da boscaioli – la roncola, l’accetta, una sega a due mani, il “fausùn” – ed una “ula” di terracotta piena di acciughe. Destinazione Santa Fè. Una vita non facile la loro, specie agli inizi. Per alcuni anni Domenico Gallarà si adattò a fare un po’ di tutto. Poi fu assunto da un italiano originario della nostra zona, certo Ollero, nella sua impresa di costruzioni. Anche il piccolo Guglielmo fu messo ad imparare il mestiere dell’edilizia: a 18 anni era già capomastro, a 20 si metteva in proprio. Guglielmo lavorò come mu-

ratore per quasi vent’anni finché, causa un problema di salute, fu costretto a smettere: aprì allora un negozio di stoffe. Intanto si era sposato con una ragazza di origini venete che gli diede tre figli: Domingo, nato nel 1939, Lucia e Maria Cristina. Nel 1959 la famiglia si trasferì a Villa Carlos Paz, una località turistica in provincia di Cordoba, zona collinare con un bel lago. Gestivano un albergo. Guglielmo morì nel 1999, all’età di 88 anni. Domingo intanto aveva iniziato a lavorare come commercialista ed amministratore d’impresa. Gli dà una mano la moglie Monica, che collabora anche in un ufficio della compagnia d’assicurazioni SanCor, nella quale i dipendenti sono tutti di origini italiane, in maggioranza piemontesi. In Europa erano già venuti sette anni fa, in un viaggio orga-

nizzato che li aveva portati in Spagna, Francia, Germania, Austria e poi Venezia,Verona, Firenze, Roma, Napoli e Capri. Sono tornati per venire a Racconigi in occasione dei trent’anni di matrimonio. A chiedergli questo viaggio come regalo è stata la moglie Monica: 25% di sangue spagnolo, 25% francese, 50% italiano. Di Santa Margherita Ligure. Sono arrivati giovedì scorso, ospiti di Nina Gallarà e dei figli Ugo e Flavia Milanesio. Hanno voluto vedere la casa dove erano nati il papà ed il nonno, al numero 16 di corso Principe Oddone. Anche se vi hanno trovato un edificio nuovo, ben diverso da quello in cui avevano abitato i loro avi, per loro è stata “un’emozione incredibile”. Sono stati a visitare il castello ed il centro storico e poi Cavallermaggiore e Sa-

Domingo Gallarà con la moglie

vigliano, due località che tornavano spesso nei ricordi dei loro cari. La sera di venerdì hanno potuto conoscere i parenti piemontesi, in numero di 28, in una cena pantagruelica al ristorante Da Mosè. E sabato mattina è venuto a riabbracciarli il cugino Antonio Gallarà che avevano conosciuto in Argentina, dove aveva lavorato per 11 anni come elettricista. Poi, domenica, hanno preso il treno: destinazione la Riviera, Santa Margherita Ligure, per un altro tuffo nel passato. Nell’animo si sentono profondamente italiani: «Il mio sangue è al 100% italiano» afferma orgoglioso Domingo. Guardano RaiUno, l’unico canale di casa nostra che arrivi in Argentina, sono soci del Centro Italiano di Villa Carlos Paz e, quando ci sono le elezioni per il nostro parlamento, ci tengono ad andare a votare. La loro figlia, Mariana Andrea, ventunenne, ha studiato la nostra lingua presso la scuola Dante Alighieri e sogna di emigrare in Italia. «Un’amara considerazione che ho dovuto fare è che qui non si parla più piemontese» commenta Domingo. Lui il nostro dialetto non lo parla, ma lo capisce benissimo. Come ama la nostra cucina: la soma d’aj, la bagna cauda, i salami e la pancetta fatti con le nostre ricette. A casa sua, a Villa Carlos Paz, si mangia ancora così. m. san.

FUNZIONI Si è rinnovata anche quest’anno la devozione alla Madonna del Rosario

Folla di fedeli a San Domenico nica con la messa solenne presieduta dal predicatore della Novena, padre Lorenzo Minetti, e da padre Mattei. La celebrazione eucaristica era accompagnata dalla presenza della Confraternita e del coro parrocchiale diretto da Sergio Bellonio e Luisella Eula.Tra i fedeli anche una delegazione del-

la Croce Rossa di Racconigi e le autorità locali: il sindaco Brunetti, il vicesindaco Beltrando, gli assessori Rosso e Cavallo, i consiglieri Facciolo e Marello, il maresciallo Amoroso. La festa è proseguita nel pomeriggio con la processione accompagnata dalla Banda Musicale e la benedizione eucaristica. Le rettrici quest’anno sono state Bartolomea Calcagno in Tavella e Maria Bernoco vedova Perrone.

In tanti hanno partecipato alle funzioni a San Domenico Anche quest’anno in tanti hanno partecipato alle celebrazioni della Madonna del Rosario nella chiesa di San Domenico. Una grande devozione si è recepita tra i fedeli che hanno seguito le funzioni della settimana, iniziate fin da lunedì 1° ottobre, con l’organizzazione del Comitato di San Domenico. Tra i momenti caratterizzanti la festa, la messa in suffragio agli Alpini caduti e dispersi, animata dal coro Le Filere di Racconigi, il mercoledì sera, e la messa in latino secondo il messale di Paolo VI, presieduta dal priore provinciale dei Domenicani padre Riccardo Barile e animata con il canto gregoriano dal coro Cantus Ecclesiae di Luserna San Giovanni, il venerdì. Le funzioni hanno raggiunto il clou dome-

AZIENDE

31

Ceduta al gruppo Ghirardini

Antonio Livio Costamagna ha venduto la Streglio L’industriale racconigese Antonio Livio Costamagna non è più il padrone della Streglio: la storica azienda del cioccolato di None è infatti stata venduta al Gruppo Ghirardini di Brescia. «La continuazione dello sviluppo dei mercati esteri insieme all’implementazione e alla diversificazione del mercato nazionale, oltre che al miglioramento della competitività aziendale, saranno le sfide da affrontare immediatamente» ha affermato Franco Ghirardini, classe 1955, industriale nel settore dolciario e dei liquori, nel comunicare l’avvenuta acquisizione.

AZIENDE

La Streglio, famosa per i gianduiotti, cremini, pralineria e gelatine di frutta, fondata nel 1924, dopo un periodo di crisi era stata acquistata nell’estate del 2010 da Costamagna con l’obiettivo di un rilancio e una valorizzazione del marchio all’insegna della qualità e della serietà. Da tempo però la produzione era molto rallentata e metà dei 110 dipendenti erano in cassa integrazione da mesi. Antonio Livio Costamagna, presidente della Confapi Piemonte, è il fondatore della V2 Elettronica, la ditta di domotica lungo il viale, a Racconigi.

Incontro tra proprietà e sindacati

Ilva: prolungata la Cassa Lunedì 8 ottobre ha avuto luogo l’annunciato incontro tra la proprietà dell’Ilva e le organizzazioni sindacali dello stabilimento cittadino. A Racconigi si è presentato il responsabile nazionale delle relazioni sindacali del gruppo, Martino. «Nel corso dell’incontro – spiega il sindacalista Fiom-Cgil Alessandro Tribaudino – è stata prolungata per un anno, fino al novembre 2013, la Cassa di Solidarietà con le stesse modalità attuali: un giorno la settimana. L’unica differenza è che essa riguarderà 99 lavoratori. In seguito ai pensionamenti, infatti, gli esuberi sono scesi da 28 a 21».

«Da parte dell’azienda c’è inoltre l’impegno a ritrovarci a fine anno per valutare come si evolva la situazione nello stabilimento di Taranto – prosegue Tribaudino –: a questo proposito il nostro interlocutore ha insistito sul fatto che le emissioni non sono così gravi come si vuole fare credere ed ha spiegato come intendono spendere i 400 milioni per la bonifica degli impianti». I sindacalisti racconigesi parteciperanno all’assemblea nazionale dei delegati Fiom in programma a Modena venerdì 12 ottobre per discutere della crisi e del rinnovo del contratto di categoria.

PROTEZIONE CIVILE Per i volontari racconigesi

Sede nella Palazzina svizzera La Palazzina Svizzera potrebbe diventare la sede della Protezione Civile di Racconigi. La notizia, nell’aria da qualche tempo, è stata confermata dal direttore regionale ai Beni Culturali ed Ambientali del Piemonte, Mario Turetta: «È vero: è allo studio l’eventuale assegnazione all’Associazione di volontariato dell’edificio presente nel Parco di Racconigi». La Palazzina Svizzera è collo-

cata in via Umberto I, nella zona ad oriente del castello reale, accanto al portone in ferro battuto che vide l’ingresso dello zar Nicola II in visita a Racconigi. Negli ultimi tempi i volontari della Protezione Civile-Ana racconigese hanno collaborato in diverse occasioni ed a vario titolo alle iniziative del castello, come sorveglianti nel parco e nella raccolta e pulizia delle sterpaglie.

Pranzi di leva CLASSE 1942 – Per festeggiare tutti insieme con i nostri rispettivi compagni e compagne, domenica 21 ottobre, pranzo di leva presso il ristorante Balestrone di Ruffia. Ritrovo per la Santa Messa alle ore 11,15 presso la chiesa di San Giovanni Battista a Racconigi. Prenotazioni entro il 16 ottobre presso: Tabaccheria Borgo Macra, Panetteria Gualtieri in piazza del Peso, Tabaccheria Talpo in piazza Carlo Alberto. Info: signor Carlo Peretti (339.5475458). Anche le autorità civili e militari hanno presenziato alla messa solenne di domenica mattina

SCUOLE Accoglienza alle superiori

Primini in gita I primini dell’Arimondi-Eula appena arrivati a Porta Nuova Per gli alunni delle classi prime dell'I.I.S. Arimondi-Eula quella di martedì 25 settembre non è stata una classica mattinata tra i

mercoledì 10 ottobre 2012

banchi di scuola. Infatti hanno raggiunto Torino in treno per visitare la ricostruzione ottocentesca del borgo e del castello medieva-

li nel parco del Valentino. I primini hanno poi fatto tappa nel giardino, sfortunatamente rovinato dalle intemperie dei giorni precedenti. Dopo il pranzo al sacco è arrivato il momento più atteso della giornata: il tempo libero per conoscersi meglio e fare nuove amicizie.

Le classi partecipanti alla gita sono state la 1ª L del Liceo Scientifico, le prime E e F dei Geometri e la 1ª A dell’Itis. Gli alunni ringraziano gli insegnanti che li hanno accompagnato: le professoresse Luisa Perlo, Antonella Corte,Tristana Cacciatori, Annamaria Anzillotti e il professore Mauro Racca.

CLASSE 1937 – Gli amici del 1937 si ritrovano domenica 28 ottobre alle ore 12,30 al ristorante Castello. Quota 30 euro più spese coscritti. Santa Messa ore 11,15 in San Giovanni. È indispensabile prenotarsi presso il ristorante Castello o sig. Marco Olivero (339.6249841) o sig, Nino Fasano (348.6908058) entro il 21 ottobre.

Vive nel ricordo GINA CAFORIO Ha lasciato i suoi cari all’età di 59 anni Gina Caforio. Abitava al numero 1 di frazione Oia, nell’ex-casa cantoniera nei pressi del bivio sulla strada per Carmagnola. I funerali sono stati celebrati nel pomeriggio di lunedì 8 ottobre nella chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista. Alla famiglia nel dolore le condoglianze della redazione de “Il Saviglianese”.


32

racconigi

mercoledì 10 ottobre 2012

Anche migliorie ai Cavallini negli interventi progettati Il secondo incontro proposto dalla Direzione Regionale per i Beni Culturali del Piemonte e dall’Assessorato alla Cultura della Regione Piemonte per illustrare i progetti e la finalità dei lavori che si andranno a realizzare nel parco e nel castello si terrà venerdì 12 ottobre (Sala Cinema del Castello, ore 17,30, ingresso libero) e avrà per tema “Il Castello: le stanze del re e gli uffici amministrativi dell’azienda della real casa”. Il progetto dei lavori prevede interventi di adeguamento impiantistico, restauro e allestimento degli ambienti aulici del primo piano e della Caffetteria dei Cavallini che consentiranno una lettura sinottica dell’organismo Residenza nei suoi aspetti funzionali, dalle sale auliche agli ambienti di servizio, nonché l’apertura di nuovi percorsi di visita. Interverranno il direttore regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Piemonte Mario Turetta e l'arch. Almerinda Padricelli, della direzione regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Piemonte.

APPUNTAMENTI

“Giornata del soccorso 2012” giovedì alle Margarie del castello “Giornata del Soccorso 2012” giovedì 11 ottobre alle Margarie del castello per la regia della Fondazione CRT. Dopo il saluto delle autorità (ore 11,15) saranno premiati i vincitori dei bandi “Missione soccorso” e “Protezione Civile Piccoli Comuni”. Seguirà buffet.

Il film “Ribelle - The Brave” nel week-end al Cinema S. Giovanni Il film in programma sabato 13 (ore 21) e domenica 14 ottobre (ore 16) presso il Salone di San Giovanni in via Cesare Billia 10 per la nuova stagione dell’Associazione Amici del Cinema di Racconigi è “Ribelle – The Brave”. Si tratta di un film di animazione della Walt Disney che racconta la storia della principessa Merida, abile arciera, che crea scompiglio in tutto il regno per sconfiggere una terribile maledizione.

CASTELLO Lavori di restauro per 2 milioni e mezzo di euro

Turetta come Vittorio Amedeo «Turetta sostituisce Vittorio Amedeo III» è l’affermazione del l’architetto Fontana, intervenuto nel dibattito di venerdì 5 settembre. Dunque, il direttore regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Piemonte, nel modo in cui si sta interessando per Racconigi, è paragonabile alla “prodigalità” con cui si muoveva il Duca di Savoia prendendosi a cuore il benessere dei cittadini, là dove Vittorio Amedeo, tra le migliorie apL’architetto Padricelli, Giuse Scalva, l’assessore Cavallo e il direttore regionale Turetta venerdì al castello portate alla città di Torino, fu promotore dell’illuminazione pubblica not- passati, e che quindi anche l’Amministrazione strino e Nico Casalis, che si è potuto interveturna, una vera novità per quell’epoca (sia- del castello vive le difficoltà di tutti gli altri nire sulle criticità e sull’abbattimento degli alberi che costituivano un pericolo per i visienti: mancanza di fondi. mo nel 1773). tatori. Nell’operazione sono anche state riChe i tempi siano cambiati lo ha sottoliLa Sala del Cinema, nel cortile del Castello Reale, venerdì pomeriggi poco per volta si neato anche l’assessore al Turismo Melchior- piantumate 600 piantine». A seguire, l’architetto Almerinda Padriè riempita: erano presenti, oltre ad architet- re Cavallo: «Parlare di turismo a Racconigi è ti e professionisti del settore, il sindaco Bru- parlare della residenza sabauda: questa è una celli ha illustrato il progetto relativo al parnetti, assessori e consiglieri di maggioranza ricchezza che genera benessere. Infatti sino co ed il restauro del muro di cinta, ed il prof. e di minoranza, e l’ex-vicesindaco Bartolo Al- a un po’ di tempo fa era un’entrata anche per Patrizio Giulini ha ripercorso la trasformazione del parco “più bello d’Italia” da Kurten diversi racconigesi». lasia. Di eguale avviso il direttore del castello ai fratelli Roda, ricordato con affetto Mirella È stato proprio il dott.Turetta ad aprire i lavori del primo dei tre incontri programma- Giuse Scalva «Il 2012 è stato un anno diffici- Macera. L’invito dell’illustre professore padoti per illustrare una serie d’interventi di re- le: il più difficile dell’ultimo decennio. Abbiamo vano è quello di ringiovanire il parco: «Anstauro che vedranno coinvolte alcune sale mantenuto l’apertura del castello grazie ai che le piante hanno un’età» ha ricordato. Sulla stessa linea anche un altro illustre della reggia ed una parte significativa del par- custodi ed ai volontari». La Scalva si è soffermata sui problemi pro- ospite dell’incontro, Paolo Peyrone, che ha co e della Margaria. L’intera operazione dovrebbe partire in tempi brevi, finanziata dai vocati da freddo e nevicate alle piante del sottolineato come “occorre avere il coragFondi Por-Fers della Regione Piemonte per parco. «Causa la mancanza di finanziamenti gio di tagliare: il parco deve essere giovane, la cifra di 2 milioni e mezzo di euro: «Una ci- si è dovuto fare a meno dei 5 giardinieri e rinnovato e forte”. Ma ad un buon lavoro della Soprintenfra importante che va ad aggiungersi ai 18 della consulenza dell’Ipla, l’istituto che si ocmilioni di euro investiti negli ultimi 10-12 an- cupava sia della conservazione che della si- denza sarà fondamentale aggiungere un buon ni nel castello di Racconigi» ha sottolineato curezza del parco. È solo grazie alla Commis- progetto gestionale, perché Racconigi possa sione Arborea presieduta dal dott. Marco Al- rimanere quel luogo amato in cui, una volta Turetta. Nel corso dell’incontro è stato più volte lasia e composta da personale del Corpo Fo- conosciuto, si desidera ritornare. Beatrice Becchis evidenziato che i “tempi d’oro” sono ormai restale e da volontari, tra i quali il dott. Balle-

“Ribelle: The Brave”

La Cooperativa di consumo Neuro festeggia i quarant’anni di vita Giovedi 25 ottobre, alle ore 10,30, la Cooperativa di Consumo Neuro festeggerà i 40 anni di vita alla presenza di autorità del Comune, della Regione e di Confcooperative.

CIRCOLO L’AQUILONE Sabato il primo incontro con i bambini interessati

Nasce un coro permanente di voci bianche

Fiocco rosa Fiocco Rosa nel Racconigi Cycling Team: è nata EMMA, sorellina di Federico Pipino. Un “benvenuto” alla piccola e congratulazioni ai genitori da parte di tutta la squadra

Auguri Tanti Auguri alle nostre cuginette FRANCESCA e PAOLA che domenica 14 ottobre riceveranno la Santa Cresima. Siamo orgogliosi di voi e non vediamo l'ora di festeggiarvi! Vi vogliamo bene i vostri cugini Chiara, Daniele, Silvia A guardarti, caro PAOLO CAVALLO, pare proprio che il tempo abbia smesso di scorrere per te: sempre la stessa faccia da schiaffi, il sorriso scaltro, l'occhio indagatore. Beato te! Madre natura è stata clemente... I segni del tuo prossimo compleanno, il 10 ottobre, non sono visibili. Eppure gli anni passano. Pensa: solo per l'acquisto delle candeline, ho dovuto stipulare un mutuo!! Mi raccomando, non accenderle tutte insieme: 1° costano troppo; 2° alla tua età potrebbe essere deleterio doverle spegnere tutte in un sol soffio; 3° il surriscaldamento del pianeta subirebbe un'impennata troppo drastica, causando catastrofi impensabili! Scherzo! Con affetto buon compleanno, Tiziana,Walter, Miriana, Nonna Nico, Zia Juccia, amici annessi e connessi

L’Aquilone intende dare continuità all’esperienza del Bimbomaggio

TEATRO

Prosegue la rassegna del Fornel

Sull’esperienza aggregativa del Bimbomaggio nel direttivo del Circolo L’Aquilone è nata l’idea di attivare un coro permanente di voci bianche. Il progetto prevede un percorso didattico corale rivolto a bambini dalla seconda elementare alla prima media interessati ad accrescere le proprie capacità vocali in un contesto di gruppo. Il percorso sarà seguito da Andrea Pelassa e Silvano Pirra. Il primo incontro è fissato per sabato 13 ottobre alle ore 14.30 presso l'oratorio di Santa Maria. L’obiettivo di questo primo momento è di far sperimentare ai

bambini una lezione perché possano rendersi conto di come si svolgerà l’attività. Al termine della lezione (intorno alle ore 15.30) potranno unirsi anche i genitori per confermare l’iscrizione dei bambini. In questa sede verrà loro consegnato il calendario degli incontri per la prima parte dell’anno scolastico. Il corso si terrà il sabato pomeriggio dalle 14.30 alle 16 con cadenza quindicinale. È richiesto un contributo spese ed il tesseramento al circolo L’Aquilone. Info: Andrea (339.7349187) o Silvano (328.3581895).

PARROCCHIA Debutta il Gruppo Missionario

Seconda sera per ridere

Per andare un po’ più in là

È iniziata venerdì scorso con una commedia frizzante la rassegna “Quat seire për grignè” organizzata dalla Compagnia El Fornel Giovanni Clerico con la collaborazione dell’Associazione Sipari sël Piemont. Tanti applausi per il primo spettacolo in calendario, la commedia “Tronava e minca tanto losnava”, due atti di Massimo Brusasco portati in scena con grande bravura dalla Compagnia Teatrale Fubinese. La rassegna prosegue venerdì 19 ottobre con “El chat ën doe pajasse” di Enrico Riba per la Compagnia Il Piccolo Teatro Caragliese. La storia è quella della vita caotica di un taxista diviso tra due case, una a Mirafiori ed una a Stupinigi, e due mogli che gli hanno dato un figlio ciascuna. I due ragazzi, Alain e Giulia, si conoscono chattando su internet e decidono di incontrarsi. Impresa non facile, tra simpatici inconvenienti, imprevisti e tante bugie del genitori che sente aria di tempesta.Una scoppiettante commedia, naturalmente rappresentata in lingua piemontese, per trascorrere una serata all’insegna del divertimento. Ingresso 7 euro (5 euro i ridotti): prevendite presso la Merceria Gribaudo di via San Giovanni (tel. 0172.86325). Venerdì 26 ottobre sarà la volta della Compagnia “Ij Farfoi” di Settimo Torinese in “La Berta ‘namorà”. Per finire, il 9 novembre, la Compagnia El Fornel - Giovanni Clerico proporrà “El Ritrat”, 3 atti di Gian Piero Ambrassa. Sempre con “El Ritrat” sabato 13 ottobre la Compagnia racconigese sarà ospite della rassegna di Roreto di Cherasco presso il salone parrocchiale (inizio ore 21).

In Parrocchia è nato un Gruppo Missionario, che raccoglie i contributi e le esperienze di varie associazioni che finora agivano in modo autonomo. Presidente è stato eletto Matteo Mondino. «La nostra Comunità è stata capace di seminare e far crescere la curiosità dell’andare “oltre” ed “un po’ più in là” verso persone e popoli “sconosciuti” – scrive il parroco don Aldo sul foglio parrocchiale –. Ha saputo stimolare la “missione ad gentes” ed è stata capace di raccogliere i frutti di coloro che hanno vissuto direttamente esperienze sul campo; ha valorizzato soprattutto i giovani, offrendo loro appoggio e sostegno e aiutandoli a diventare un importante stimolo per i coetanei. Ora – prosegue – l’obiettivo che il Gruppo Missionario di Racconigi si prefigge è quello di far tesoro della storia di ognuno dei singoli attori e offrire delle alternative che possano essere calate nella vita quotidiana delle famiglie, dei giovani che si preparano a ricevere dei sacramenti, delle coppie che iniziano un percorso di vita insieme e delle singole persone che hanno la volontà di fare delle scelte volte ad un risultato concreto». Di qui una serie di proposte per l’ottobre missionario. Sabato 13 e domenica 14 ottobre vendita di riso fuori dalla Chiesa al termine delle messe festive, per sostenere alcuni progetti in Africa. Giovedì 18 cena di condivisione con i gruppi delle superiori e serata di testimonianze dei giovani che durante l’estate hanno vissuto un’esperienza in un Paese in via di sviluppo. Domenica 21, giornata missionaria mondiale, inizio dell’anno catechistico con giochi sulla mondialità per aiutare i più piccoli ad allargare lo sguardo.


MERCOLEDÌ 10 OTTOBRE 2012 IL SAVIGLIANESE 33


sport

giovedì 3 gennaio 2008

34 mercoledì 10 ottobre 2012

e-mail: sport@ilsaviglianese.com

VOLLEY I ragazzi di Bonifetto dominano in Coppa Piemonte

Savigliano solo al comando CUS TORINO SAVIGLIANO (22-25; 23-25; 25-27)

0 3

SAVIGLIANO AOSTA (25-19; 19-25; 25-18)

2 1

Gerbaudo Savigliano: Bertola, Bossolasco, Durando, Gallo, Nervo, Osella, Pattarino, Rabbia, Revello, Vinci, Vittone. All.: Bonifetto R., Gallo O. Dir.: Bossolasco S. Il Gerbaudo Savigliano chiude imbattuto la prima fase di Coppa Piemonte. Sabato scorso, nel concentramento di Torino, i ragazzi di mister Bonifetto conquistano 5 punti che permettono loro di rimanere solitari al

VOLLEY FEMM.

vertice della classifica, complice il doppio passo falso del Vercelli, che ora insegue a 4 punti di distanza unitamente ad Ovada e Ciriè. Nel primo match contro la squadra di casa, che i saviglianesi ritroveranno anche in campionato, Bonifetto si affida a Nervo al palleggio con Revello opposto, centrali Bertola e Pattarino, schiacciatori Gallo e Vittone, Rabbia libero. La partita è vibrante: le due formazioni lottano punto a punto ma il gioco non è fluido. Nel terzo set il mister cambia le carte inserendo Osella in cabina di regia, Vinci per Revello, Bossolasco per Vittone e Durando al centro al posto di Bertola. L'andamento non

Pattarino è in forma campionato

cambia, così come non cambia il risultato a favore degli ospiti. Tutt'altra musica la partita con-

tro l'Aosta dove la compagine saviglianese riesce ad esprimersi su alti livelli, dando vita ad un incontro spettacolare.Tra le note positive, oltre ad una migliorata difesa, un Pattarino già in forma campionato, Vittone che ha dimostrato le proprie qualità ed un ritrovato Revello. Il Savigliano chiude la prima fase con 6 vittorie su 6 partite giocate, con 17 set vinti contro uno solo perso. Tutto questo fa ben sperare per l'inizio del campionato di serie C che partirà sabato 13 ottobre. Il calendario oppone il Gerbaudo contro il Pavic Romagnano: appuntamento per tutti i tifosi al Palazzetto di via Giolitti alle ore 18.

Sabato in campionato l’Edilcotto ospita le saviglianesi

Tra Racconigi e Vbc è già derbyssimo RACCONIGI PINEROLO (15-25; 17-25; 22-25)

0 3

RACCONIGI ASCOT LASALLIANO (22-25; 16-25; 21-25)

0 3

to 13 ottobre al Palazzetto racconigese di via Mafalda di Savoia arriva infatti il Vbc Savigliano per un derby molto sentito (fischio d’inizio ore 18,30). L’ R.S.Volley fa dunque appello a tutti i tifosi perché non facciano mancare alle giocatrici il loro appoggio.

Edilcotto Racconigi: Carbonari, Sona, Caula, Brandino, Giordana, Tebano, Ainaudi, Reviglio, Vendramini, Sicca. Lib.: Barroero, Sanmartino. All.: Roberta Saimandi. Dir.: Andrea Contratto. Doppio k.o. per le racconigesi griffate Edilcotto nell’ultimo concentramento di Coppa, domenica pomeriggio a Pinerolo. «Nella prima partita, contro il Pinerolo di serie C, un’ottima squadra, abbiamo lottato ma non siamo riusciti a contrastarla – spiega il presidente del R.S.Volley, Michele Buo –: nel complesso è stata una domenica incerta, in cui le ragazze proprio non c’erano con la testa». Un campanello d’allarme in vista dell’esordio nel campionato di se-

TENNIS Al

Aurora Reviglio (Edilcotto) rie D, previsto per sabato prossimo: «Un passo indietro rispetto alle prestazioni precedenti – ammette Buo –: ho visto una squadra troppo remissiva, senza la grinta necessaria per lottare. Speriamo si sia solo trattato di un episodio momentaneo». Tanto più che il campionato inizia subito con squilli di tromba: saba-

SAVIGLIANO SALUZZO (25-18; 25-15; 25-22)

3 0

SAVIGLIANO BRA (16-25; 18-25; 18-25)

0 3

Edilcem B&B Avagnina Savigliano: Allasia, Bono, Bosio, Brunetti, Fiorito, Galletto, Galvagno, Pallonetto, Rabbia, Sito. Libero: Casale. All.: Bianco Luca. Contro formazioni di categoria superiore le saviglianesi, con una pregevole prestazione, demoliscono le eterne rivali del marchesato e cedono nel secondo incontro con un ben diverso atteggiamento. Da segnalare il buon esordio di Fran-

cesca Bosio nel ruolo di secondo palleggio. Con il Saluzzo, concentratissime, le saviglianesi partono a razzo (40) e lottando su ogni pallone non si fanno più riprendere. Nel secondo set la musica non cambia e in un crescendo vertiginoso le ragazze Vbc vanno a concludere vittoriosamente. Nemmeno nel terzo parziale le saluzzesi di mister Boglione riescono a mettere il freno alle rivali. Altra storia la seconda partita contro il Bra. Forse appagate dalla vittoria precedente le ragazze giocano con tutt’altra intensità, minor precisione, e solo a sprazzi esprimono il proprio gioco, lasciando quasi sempre l’iniziativa alle braidesi. Questi tre concentramenti di Coppa sono serviti a Luca per conoscere le nuove ragazze ed impostare la squadra in vista dell’imminente inizio di campionato che avverrà sabato prossimo a Racconigi, retrocesso dalla C.

club di Savigliano

Cena sociale e premi Nel torneo femminile è risultata vincente la coppia Lucia Biasia-Margherita Lingua battendo in finale Beatrice Bosio-Vilma Cravero. Nel singolare maschile Under 25 ha vinto in finale Paolo Rovera su Andrea Testa. Una particolare premiazione è stata effettuata nei confronti della squadra femminile di Coppa Italia composta da Lucia Biasia, Sil-

Paolo Rovera Durante la cena sociale di giovedì 27 settembre, al Tennis club Savigliano si sono svolte le premiazioni dei tornei organizzati durante l’estate. Il singolare maschile ha visto la vittoria di Giovanni Rabbia su Carlo Rocca. Nel doppio maschile si è imposta la coppia Carlo Buratti-Massimo Berardo su Paolo Nava-Giovanni Rabbia.

Giovanni Rabbia

Lovera e Gianoglio premiano le giocatrici della squadra di Coppa Italia via Osella, Petra Senesi, Beatrice Bosio, Luisa Ghivarello, che bene si è comportata superando il turno provinciale. Le premiazioni sono state effettuate, con una buona presenza dei soci del circolo, dal presidente Aldo Lovera, dal vice Bartolo Gianoglio e dai membri del direttivo Domenico Surace e Salvatore Cobisi. Durante la cena si sono gustati i cibi prelibati preparati dalla socia collaboratrice del bar-ristorante Grazia Canale. Ora la stagione estiva si può dire ufficialmente chiusa. Da lunedì 8 ottobre, infatti, si gioca già nel campo coperto.

ATLETICA Simone Tavella 13° nei 1000 m.

Piemonte sesto a Jesolo Buona prestazione di squadra del Piemonte al Trofeo Kinder+Sport Cup di Jesolo, campionato nazionale cadetti individuale e per regioni. La squadra del Piemonte ha infatti ottenuto il sesto posto finale nella classifica combinata maschi e femmine. Il saviglianese Simone Tavella ha preso parte alla gara dei 1000 m Cadetti come individualista ed ha chiuso la propria esperienza ai campionati nazionali con il tempo di 2’40”84 (13° posto).

A Simone sono andati i complimenti dello staff tecnico piemontese per il coraggio dimostrato in gara perché è stato in testa a dettare il ritmo fino ai 700 m per cercare di guadagnare qualche posizione in classifica. Purtroppo gli è mancata un po' di brillantezza nel finale, ma per lui la partecipazione ad un campionato nazionale su pista è stato un banco di prova importante e porta a casa una bellissima esperienza.

ATLETICA Nelle gare dei 100 hs e del lungo

Cristina Martini brava a Rieti Conferma per il Cus Torino femminile che, nella finale nazionale dei Campionati di Societa Under 23 sulla pista di Rieti, ha chiuso al 5° posto nella classifica finale nazionale. Nelle file della squadra universitaria torinese era presente anche la saviglianese Cristina Martini che ha conquistato un importantissimo 3° posto nei 100 hs con il tempo di 15”56 e un 8° posto nel salto in lungo con la misura di 5.43m.

Cristina Martini

VOLLEY FEMM. L’under 13 del Vbc è settima

Le saviglianesi a Ciriè

L’under 13 del Vbc Savigliano settima al torneo di Ciriè Mini torneo per l’under 13 del Vbc sabato scorso a Mondovì contro le pari età della squadra locale: due partite terminate con una vittoria ed una sconfitta, entrambe per 2-1. Domenica le ragazze di coach Sergio sono tornate in campo al Torneo di Ciriè in cui hanno vinto contro Rivarolo e Montaldo Dora e perso con le padrone di casa del Balavalley. Alla fine le saviglianesi sono riuscite ad ottenere un più che onorevole settimo posto su un lotto di 12 squadre. Il successo finale è andato alle

lombarde della Pro Patria Milano che hanno battuto in finale proprio il Balavalley. «Una bella esperienza per il nostro giovane gruppo, che presentava 4 ragazze del 2001. Le giocatrici stanno prendendo consapevolezza delle proprie possibilità. Questa formazione, ne siamo certi, potrà darci belle soddisfazioni in futuro – affermano i responsabili della squadra –. Impegni come quello di Ciriè ci aprono gli occhi, mettendoci a confronto con alcune delle più quotate formazioni, non solo regionali».

Savigliano Sub: corsi e apnea

Carlo Buratti e Massimo Berardo

Il circolo subacqueo “Savigliano Sub” compirà il prossimo anno il suo trentesimo anniversario. Il 1° ottobre hanno preso il via tutti i corsi: 12 lezioni teoriche presso le aule del circolo e poi alla piscina di Savigliano per la lezione in “acque delimitate”. Dopo la piscina, per chi lo desidera ci si ritrova al circolo per cenare insieme. Infine, ci saranno quattro immersioni in mare aperto con gli istruttori che valuteranno l'esito del corso e rilasceranno il brevetto. Ma non c’è solo subacquea: da qualche anno si sta formando una valida squadra di apneisti. Chi volesse informazioni, si rivolga al Circolo Savigliano Sub, in via Cacciatori delle Alpi 6/b, tel. 327.78.59.820; email saviglianosub@saviglianosub.it.


sport

mercoledì 10 ottobre 2012

BASKET SERIE D Ampio successo saviglianese sui cugini/rivali

35

Racconigi Cycling Team

Pantere sbranano alligatori ASC SAVIGLIANO 91 BI ESSE GATORS 62 (30-11; 23-19; 22-22; 16-10) ASC Savigliano: Mondino P. 17, Mussetti 16, Masento 16, Mondino A.13, Testa 7, Icardi 6, Paella 5, Grezda 5,Tomatis 4, Eandi 2. All.: Testa. BI ESSE Gators: Nicola 18, Sabena 10, Missenti 10, Sarvia 8, Grosso 8, Scotta 3, Lovera 3, Tagliano 2, Ambrogio 0, Cerutti 0. All.: Nasari, Mondino. Una partita giocata bene da parte saviglianese che vince senza troppo affanno contro un Cavallermaggiore ancora in ritardo di preparazione e privato di alcuni ottimi giocatori rispetto alla passata stagione. Sugli scudi saviglianesi i due Mondino e la premiata ditta MasentoMussetti mentre i cugini di Cava si esprimono al meglio solo con Valter Nicola ed a tratti Sarvia, Sabena e Grosso. Una bella vittoria che

gasa tutto l'ambiente dell’Amatori in attesa della difficile partita di domenica 14 ottobre a Pino Torinese. Alla fine il tabellone segna 91-62 e il +30 é una temperatura gradevolissima in casa Saviglianese: il dopo partita è il festival del sorriso con grandi pacche, abbracci e perfino baci tra dirigenti maschi un po sovrappeso. Gli ospiti avevano schierato una difesa mista ma i padroni di casa, con un’ottima circolazione, trovano buoni tiri dal perimetro. Nel primo quarto coach Testa schiera tutti e dieci i giocatori a disposizione per mantenere alto il ritmo ed è ampiamente ripagato dai ragazzi della panchina. Dopo 10’ il 30-11 gasa pubblico e giocatori. Nel secondo quarto i saviglianesi continuano con la stessa lucidità: Mondo tocca pochi palloni ma alla prima palla giocata piazza una bomba.

Masento e Mussetti fanno vedere che con quelli del piano di sopra potrebbero giocarci mentre Ciollo inizia una prestazione di vera, grandissima sostanza perché lui dice che gioca con quelli di due piani più su... Il vecchio e il nuovo (dei capitani) lo si vede con il Lupo e Nacho Osella, che sembrano invasati, oltre che fortunati. Nacho si trova fra le mani una palla regalata che, a ragione, Jarba scouter gli nega come palla rubata mentre il lupo realizza un tiro mano sinistra in terzo tempo tanto da sembrare matto come il "due calzini" di "balla coi lupi". Icardi regala sorrisi agli intervenuti e agli arbitri che continuano ad indicarlo dopo aver fischiato: sì Ike, sono proprio falli... non c'è niente da ridere... E Nicola chi lo marca? Tommy sembra quello famosissimo degli Who e fa vedere che non è bravo solo a cantare, mentre Aendo, sempre utile e dut-

tile, aumenta il grado di parentela con il cugino saluzzese Lovera proporzional mente con il vantaggio.Alla fine dirà che non lo conosce nemmeno. Chiude il coro il giovane solista Arbian, ormai una bella realtà del panorama cestistico saviglianese. In panchina, oltre a head coach, esordisce coach Simone Cordasco che partecipa con ottime osservazioni e consigli nella gestione della partita. Mentre Jarba ritrova la panchina come scouter pensando ancora a Piccadilly del Friday Night, il grande-mitico Piero Poccardi fa lo scout degli avversari con occhiali, penna e pallottoliere da vero Monsù Travet del basket. Insomma, una festa e una serata di eccellente basket ed una vittoria di grande proporzioni contro i cugini/rivali di Cava, a coronamento di una settimana di buoni allenamenti e ottimi propositi.

Giovanissimi del Racconigi Cycling Team in mtb a Stramiano GIORNATA DELLA MOUNTAIN BIKE Per la regia del Racconigi Cycling Team si è svolta domenica presso il Centro Cicogne di Tenuta Stramiano, una giornata interamente dedicata al mondo della mountain bike. Nonostante il bel tempo e la bravura dei maestri Francesco Girando ed Erik Rolando della scuola Bike Gelas la partecipazione all’iniziativa è stata scarsa. Ciò non ha tolto la possibilità ai maestri di mtb di impartire utili insegnamenti ai ragazzi presenti, dando loro dimostrazione, su un percorso appositamente allestito nell’area parcheggio del Centro, di come si possa utilizzare una bicicletta su terreni accidentati avendo grande padronanza del mezzo. La giornata si è conclusa con l’intento di rinnovare, in primavera, la collaborazione tra i maestri del Bike Gelas ed il Racconigi Cycling Team, considerando anche che la società racconigese ha in progetto, per il prossimo anno, oltre all’attività su strada delle categorie Giovanissimi ed Esordienti, di iniziare l’attività di mtb avendo a disposizione un percorso permanente, realizzato all’interno del parco ex-neuro.

VOLLEY FEMM. Tante e importanti novità quest’anno nell’assetto societario

Il SavInVolley inaugura la stagione La presentazione dell'associazione sportiva SavInVolley, che si è svolta sabato scorso presso la Sala Santa Chiara (Aula Magna Istituto Arimondi Eula), è stata l'occasione per inaugurare la nuova stagione e presentare le tante, importanti novità che quest'anno caratterizzano l'assetto societario. Infatti, è da registrare l'uscita di scena di Enrico Sito e l'elezione a vice-presidente di Marco Pucillo. Erano presenti Mauro Tomatis, presidente del Csi della provincia di Cuneo, Marco Paonne, assessore allo Sport di Savigliano e Maurizio Lillo de Lio, presidente della Consulta dello Sport. Tutti hanno avuto parole d'elogio

per la filosofia societaria che, da sempre, ai risultati sportivi abbina importanti traguardi in campo educativo, per avvicinare le ragazze allo sport in modo costruttivo. Importante, in questo senso, è stata la collaborazione con l'associazione saviglianese Mai più Sole, guidata da Adonella Fiorito, per la manifestazione Una Schiacciata Contro la Violenza”: un torneo di pallavolo e un corso di cucina, che sono diventati un occasione per un po' d'evasione, un sano confronto e la pratica sportiva. «In questi anni – ha sottolineato Tomatis –, ho capito la linea sportiva di questa società, che alle paro-

Le ragazze della prima squadra alla serata di presentazione

Mauro Tomatis, il presidente Ezio Bainotti e la capitana Stefania Sito le accompagna sempre i fatti concreti. Grazie per il vostro entusiasmo e la vostra voglia di giocare».. Paonne è rimasto molto colpito dall'invito a presenziare all'evento: «Tutte le società si presentano, ma l'invito non è mai così scontato.Vi faccio un grande augurio per la stagione: che sia ricca di risultati, sportivi e sociali». Il presidente Ezio Bainotti, con l'aiuto di Stefania Sito, giocatrice e capitana dell'Open CSI Mista, hanno quindi presentato le squadre che scenderanno sul parquet di gioco questa stagione. I riflettori sono puntati sulla Prima Divisione Fipav, allenata da Mauro Bergese, che esordirà mercoledì 17 ottobre in campionato. Le prime amichevoli

hanno offerto segnali incoraggianti dal punto di vista del gioco e del gruppo, che pare già molto affiatato. Disputerà il campionato di federazione anche l'under 16 guidata da Michele Saimandi, mentre giocheranno un campionato Csi l'under 16 con in panchina Vanessa Mammone e Federico Tesio, l'under 18 Csi di Dario Gentile, l'Open Mista Csi, guidata da Aldo Mollo. Michele Saimandi seguirà anche le ragazze dell'under 14 e 12. Si sta ancora valutando concretamente la possibilità di creare una nuova squadra, Top Junior (under 22). Al termine della presentazione, è stato offerto dalla Panetteria Calandri un ricco buffet.

Bocciofila Saviglianese Domenica 7 ottobre, presso l'impianto della ASD Bocciofila Saviglianese, gran successo per la tradizionale “9 ore boccistica” in occasione dell'anniversario del compianto ex-presidente Mario Fiorito. La manifestazione ha visto la partecipazione di atleti di tutte le età, da 12 a 79 anni, completando il numero richiesto di 64 giocatori, suddivisi in 16 formazioni. Arbitro della giornata, il signor Roberto Barale. La competizione, organizzata, con formazioni a terne+jolly, si è svolta su 4 partite a terne (un componente escluso a rotazione) e 2 a quadrette, con durata di cinque giocate e punteggio limite di 12 punti. Ha conquistato il primo posto, la formazione composta dal

figlio del compianto Fiorito, Claudio (ottimo giocatore di categoria B), Luciano Racca, Carlo Gastaldi e Roberto Gindro prevalendo per miglior differenza punti sulla formazione composta da Andreina Gastaldi, Daniele Depaoli, Giuseppe Mollo e Adriano Somale. Al terzo e quarto posto, le formazioni composte da Mario Brero, Pietro Tavella, Antonio Ferrero e Oddino Bosio e Maurizio Perlo, Luigi Migliore, Giacomo Mellano ed Enrico Abbà. Durante la cena è stata consegnata dal presidente Somale alla vedova Fiorito, signora Rosanna, una targa come segno di gratitudine. A seguire la premiazione dei primi 8 classificati e una lotteria, con due premi vinti, da Maurizio Per-

lo e Luciano Bono. RINGRAZIAMENTI La famiglia Fiorito intende ringraziare il presidente, sig. Somale Riccardo, per le belle parole dette durante la cena del “Memorial Fiorito Mario”. Ringrazia inoltre il sig. Abram Mario, sig. De Paoli Daniele e il direttivo per la bellissima targa

CAI Savigliano SULLE COLLINE DI FENOGLIO Sono aperte le iscrizioni per la gita sociale del 21 ottobre, che prevede una camminata di circa 10 km con un dislivello di 120 metri, seguita da pranzo ad Albaretto della Torre. Meta: San Bovo di Castino nell’ambiente tipico dell'alta Langa ricco di boschi. Il sentiero, posto su uno dei tanti costoni collinari che si affacciano sul fianco sinistro della valle del Belbo, offre spunti di interesse naturalistico, paesaggistico, storico e letterario. A circa metà percorso si incontra la borgata Pavaglione, luogo fenogliano per eccellenza, dove lo scrittore albese ha ambientato il suo capolavoro "La malora". Da San Bovo si ritorna al pullman seguendo la strada asfaltata. Considerata la capienza del ristorante e tenuto conto che si è deciso di avvalerci di un pullman per il trasferimento, è opportuno affrettare le iscrizioni versando una caparra di 15 euro (costo ristorante e pullman 32 euro). Ritrovo alle ore 7.20 in piazza Schiaparelli e partenza alle ore 7.30. Chi non desidera partecipare al pranzo, ma solo all’escursione, è pregato di segnalarlo al momento dell’iscrizione e dovrà provvedere al trasferimento con mezzi propri.

G.B. Vita Nova MEMORIAL RICCARDO SORASIO Inizia giovedì 11 ottobre il 1° memorial "Riccardo Sorasio", gara a terne categorie BCD/CCD, per ricordare il dirigente, il giocatore, l'amico della Vita Nova. La gara, riservata a 32 formazioni, è completa nel suo tabellone, a conferma della stima ed amicizia che Riccardo riscuoteva fra i giocatori di tutta la Provincia, e si preannuncia spettacolare per il tasso tecnico ed agonistico, viste le formazioni ai nastri di partenza. NUOVO BILIARDO La sede del Vita Nova si è arricchita in questi giorni di un biliardo di ultima generazione e di una marca, Mari, che è una garanzia. Un’apposita saletta è stata allestita nel seminterrato, con ogni comodità per gli amanti della stecca: un’occasione in più per lo svago e il divertimento dei soci. Per inaugurare ufficialmente il biliardo, mercoledì 17 ottobre alle ore 21 è in programma un incontro dimostrativo fra il pluricampione Arturo Albrito ed il beniamino saviglianese "Pierin Sabenot". I soci e gli appassionati sono tutti invitati.

Nordic Walking: un corso mattutino Somale consegna una targa alla vedova Fiorito offerta. Ringrazia tutti i giocatori che hanno par-

La quadretta vincitrice del primo “Memorial Fiorito”

tecipato numerosi e gli sponsor: Imp. Elettrica De Paoli, La Sanitaria, Domito Caffè, Livello pizza, Imp. Congedi Vincenzo, Bon Gust, Tabaccheria dell’Angolo,Tabaccheria Elio e Daniela, F.lli Somale,Vini Arcostanzo, La Crota di Barolo Roberto ed i gestori della Bocciofila. Ringrazia anche la cuoca Rosa con il marito Giovanni e la figlia Valentina per l’ottima cena servita.

A Savigliano prende il via un corso base di camminata nordica mattutino, prevalentemente "al femminile", svolto dalle istruttrici Sandra e Paola con l'appoggio del decano degli istruttori saviglianesi Beppe, indirizzato alle donne, mamme, casalinghe e per coloro che svolgono turni di lavoro o hanno impegni serali. Ma non solo. È un corso accessibile a tutti: agli anziani, pensionati e non, che con calma vogliono apprendere una tecnica di cammino sempre più apprezzata nella ricerca di uno stile di vita più salutare in cui l'attività fisica non costituisca una insormontabile difficoltà per l'eccessivo impegno o la mancanza di allenamento. La presentazione del corso e la prima lezione sono in programma mercoledi 24 ottobre alle ore 9,30 con ritrovo da Giuggia Sport in Savigliano. In caso di maltempo si svolgerà la sola presentazione rimandando invece la lezione. Per le 4 lezioni saranno forniti i bastoncini. I partecipanti sono invitati a presentarsi con abbigliamento comodo, possibilmente sportivo, e scarpe da ginnastica. Informazioni da: Giuggia Sport in via Sant’Andrea 35 (0172.712260), Il Capriccio pizza al Taglio in via Alfieri 18 o telefonicamente ai numeri: 333.8721522 (Andrea) o 335.6519790 (Sandra).


36

sport

mercoledì 10 ottobre 2012

Il punto sulla Promozione Gran frenata in vetta alla graduatoria. Perdono colpi Boves M.D.G. e Fossano. La capolista inciampa ed esce con un solo punticino dalla trasferta di Mondovì.Vantaggio cuneese con I. Pepino. La Virtus pareggia il conto nella ripresa con Blua. Sellam e A. Ballario hanno le polveri bagnate ed il Fossano non riesce a schiodarsi dallo 0-0 con il Pedona. Derby molto tattico, grintoso, ma avaro di brividi. Non molla il Revello, ormai a solo tre punti dai primi della classe. Contro il SusaBruzolo vanno in goal S. Pedrini e Miretti. Per i valsusini goal della bandiera di Squillace. Sorride ancora il Pianezza, che regola senza particolari problemi il Grugliasco. Autogoal di Zanirato e rete di Aloisi. Accorcia le distanze Palmieri. Sogna ad occhi aperti la PiscineseRiva corsara a Carmagnola. Decide un centro di D. Martucci. Al sesto tentativo il Don Bosco Nichelino centra la prima vittoria. Ne fa le spese il Bassa Valle Susa. Moreo e Vanzini i matchwinner. Dopo un inizio di campionato stentato il Villafranca sta riemergendo. Nel derby tra matricole l’undici di Triberti si impone in esterna con il Castagnole Pancalieri. Floris (2) e Franzè firmano il sonante tris.

Promozione – Girone C Risultati della 6ª giornata Csf Carmagnola-PiscineseRiva 0-1; Castagnole Pancalieri-Villafranca 0-3; Don Bosco Nichelino-Bassa Valle Susa 2-0; F.C. Savigliano-Alpignano1-1; Pedona-Fossano 0-0; Pianezza-Grugliasco 2-1; Revello-SusaBruzolo 2-1; Virtus Mondovì-Boves 1-1. Classifica Boves 16; Fossano, Pianezza, PiscineseRiva, PiscineseRiva e Revello 13; Alpignano 10; Villafranca, Grugliasco, Pedona e Csf Carmagnola 7; Castagnole Pancalieri e SusaBruzolo 6; Don Bosco Nichelino e F.C. Savigliano 5; Bassa Val Susa e Virtus Mondovì 4. Prossimo turno (domenica 14 ottobre, ore 15) Alpignano-Castagnole Pancalieri; Boves-Pedona; Grugliasco-Revello; Bassa Valle Susa-Csf Carmagnola; Fossano-Pianezza; PiscineseRiva-Virtus Mondovì; SusaBruzolo-F.C. Savigliano; Villafranca-Don Bosco Nichelino. Classifica marcatori Sellam e Ballario A. (Fossano) e Floris (Villafranca) 7; Aloisi (Pianezza) 6.

Cavallermaggiore

CALCIO L’F.C. Savigliano rimpiange le troppe occasioni fallite

Un pari che non fa sorridere F.C. SAVIGLIANO 1 ALPIGNANO 1 F.C. Savigliano: Milanesio, Morra, Cullari, Chiambretto, Cavallero (Fissore), Chiarelli, Di Vanno (Pantaleoni), Barison, Saracino, Ligotti, Bolaboto (Pagliero).A disp.:Tonello, Lenza, Liguori, Rossi. All.: Pengue. In panchina: Profeta. Arbitro: sig. Caviglione di Pinerolo. Reti: 55’ Saracino; 63’ Fera. L’attesa svolta non arriva ancora. Ci si deve accontentare di un misero punticino. Niente da fare, l’ F.C. Savigliano proprio non ce la fa a vincere una gara tra le mura amiche. Certo non deve essere facile per Pengue e compagnia digerire un risultato così, davvero un piatto pesante e col sapore forte della beffa. Non deve essere facile, dopo aver fatto la partita e preso un goal evitabilissimo. CRONACA Goal sbagliato, goal subito. Sarà pure un’ovvietà, ma questa legge del calcio continua a costare carissimo a chi non riesce a chiudere l’incontro quando se ne hanno le opportunità. E siamo ancora qui a raccontare di un’ennesima ghiotta occasione buttata al vento. L’ F.C. Savigliano ci sperava e le ha tentate tutte per agguantare una vittoria di vitale importanza per l’anemica classifica che li ha visti protagonisti sia nel bene che nel male. Perché fanno tutto i rossoblù: segnano, dilapidano e regalano il pari all’Alpignano. Le attenuanti ci sono e si tengono per mano e fanno girotondo intorno alla compagine di Pengue: Pizzano ancora acciaccato, Di Vanno rientrante ma non ancora al top, i fratelli Bor-

I giovanissimi Gian Luigi Revelli ed Alessandro Rosso GIOVANISSIMI CAVALLERMAGGIORE 7 PRO DRONERO 1 Terza vittoria stagionale per i ragazzi di Gianoglio. Le due doppiette di Mana e Pecollo, unite ai goal di Ferrero, Bonino e Matteo Chiavassa regalano un bottino consistente ai cavallermaggioresi. Unica nota negativa, l’espulsione di Chiavassa sul 6-1. ESORDIENTI SPORTING 0 CHERASCHESE 3 (0-3; 1-2; 0-4) Sporting Cavallermaggiore: Paulet, Racca, Tomatis, Bregu Arjon, Soldano, Panella, Alessandria, Mattio, Sartoris, Bonino, Pegoraro, Bregu Ajet, Prisco, Xhafa. All.: Giampiero Fissore. Dir.: Federico Donalisio e Marco Li Calsi. Rete: Sartoris. Partita sottotono dello Sporting che contro la Cheraschese: troppo condizionato dal nome degli avversari, non riesce a giocare come può fare. Lo Sporting subisce per quasi tutta la partita il gioco degli ospiti che, anche se bravi, si potevano contrastare meglio. Solo nel secondo tempo Cavallermaggiore riesce in parte a contenere il Cherasco e ad andare a segno con Sartoris.

ESORDIENTI 2000 CAVALLERMAGGIORE 0 VALLE VARAITA 1 (0-1; 0-0; 0-0) Sporting Cavallermaggiore: Actis, Pecollo F., Pampiglione, Fumero, Pecollo P., Ubertalli, Oggero,Trentanelli, Raso, Prisco, Pina; Sousa. All.: Fissore O. Dir.: Actis Luca. Doppio impegno per gli esordienti del 200: giovedì in trasferta a Busca e poi in casa contro il Valle Varaita. Due partite molto simili in cui hanno dovuto dare il meglio per tener testa ad avversari più in palla ed attrezzati. Il primo incontro è terminato con un pareggio (1-1, rete di Raso). A tratti il Cavallermaggiore ha giocato bene, con una difesa veramente attenta e concentrata; una parata strepitosa di Actis ha consentito di portare a casa il risultato. Nella seconda gara lo Sporting è stato battuto con una rete al passivo e mancando il pareggio nel finale, quando Raso ha colpito il palo. Nel complesso la formazione di Fissore ha soddisfatto: deve certamente migliorare, ma le premesse per una buona stagione ci sono. Unico neo il numero esiguo di giocatori a disposizione: per le due gare disputate si è dovuto ricorrere ad alcuni esordienti del 2001.

tolas fuori per squalifica. I padroni di casa partono di gran carriera, anche grazie alla spinta del migliore in campo, Barison. 16’. Chiarelli (questa volta relegato in difesa) va via sulla fascia sinistra e pennella al centro. Di Vanno arriva con un attimo di ritardo alla battuta a rete. 19’. Stavolta è Di Vanno a proporsi al cross dal versante destro. Palla al centro per la testa di Saracino. Fuori di poco. 24’. Opportunità per il giovane Chiambretto (che ormai gioca con la sicurezza di un veterano) incornata a fil di traversa. L’undici di Pengue (domenica in tribuna per squalifica) non sfrutta il suo momento migliore. 27’. È un assalto alla diligenza biancoceleste. Prima Di Vanno e poi Saracino sparano sul portiere. Non passano due minuti che Saracino si mangia letteralmente il goal prima calciando sul palo e poi sul portiere a non più di 2 meri dalla linea di porta. 32’.Ancora l’ex-bomber dell’Ardor San Francesco vicinissimo al goal, ma Marsico in volo plastico neutralizza. 35’. Ligotti in area è toccato da Renna, ma il direttore di gara (buona la sua direzione) lascia correre. Nel finale di tempo spazio a due belle parate di Milanesio su tiri di Saponaro. RIPRESA In apertura di secondo tempo arriva subito il goal. Quello mancato troppe volte nei primi 45’. 55’. Azione insistita di Barison con palla che arriva a Saracino che, favorito da un rimpallo, infila da pochi passi. 1-0. Portiere ospite non del tutto esente di colpe. Una volta in vantaggio l’undici di Pengue si fa timoroso e subisce il ritorno degli avversari. 63’. Pasticcio in area rossoblù, con rotondetta che finisce sui

Andrea Ligotti porta palla: anche con l’Alpignano è stato protagonista

piedi di Saponaro. Gran diagonale del centravanti ospite che si stampa sul palo. Riprende il neo-entrato Fera che deposita in rete. 1-1. Nel finale di gara l’ F.C. Savigliano aumenta il forcing, ma il goal del vantaggio non arriva più. 89’. Saracino (gran combattente) conquista (di forza) palla sulla tre-quarti, va sul fondo e pennella al centro. Ligotti in scivolata manca il tap-in vincente. DOPOGARA A volte non bastano i furori agonistici e una buona organizzazione di campo. Per vincere gare come questa occorrono attaccanti che graffiano ed un pizzico di fortuna. L’ F.C. Savigliano non ha trovato né gli uni né l’altra.Anzi, ha sbattuto il muso malamente contro l’Alpignano che, nel complesso, gli è stato molto inferiore.

La compagine di Paolo Marrese si è espressa a sprazzi, alternando buone giocate a momenti di amnesia collettiva che le sarebbero potuti costare molto cari. «Un buon punto piovuto dal cielo – sintetizza il tecnico torinese –. Non ci siamo ancora ripresi dalla batosta di domenica scorsa con il Villafranca e questo pareggio è oro colato». Ancora in sospeso la questione vittoria all’O. Morino: «In settimana dovrò lavorare per trovare la quadra in fase difensiva – sottolinea il trainer Pengue –. Subiamo troppi goal. Nel secondo tempo ci siamo allungati troppo e dopo il vantaggio abbiamo mollato». PROSSIMO TURNO Domenica ostico impegno nell’infuocata tana del SusaBruzolo. La trasferta più lunga della stagione.

F.C. Savigliano – Settore giovanile JUNIORES REG. CHERASCHESE 2 F.C. SAVIGLIANO 0 F.C. Savigliano: Montecchiani, Bossio, Caula, Gattino, Panero, Engolo, Borin, Baldin, Cavaglià, Brondello,Tavella. A disp.:Tonello, Botta, Gavatorta, Zaccaria, Gattino, Chiavassa, Milani. All.: Boglione Davide. Dir.: Chiambretto, Pagliero, Zaccaria. Partita fotocopia delle altre tre disputate per la juniores, che concede il primo tempo all'avversario subendo 2 gol per poi reagire nella ripresa creando diverse occasioni senza però arrivare alla segnatura. Partita subito in salita quando nel primo minuto di gioco l'arbitro concede un calcio di rigore a dir poco generoso alla squadra di casa che va sull'uno a zero. A metà secondo tempo arriva il raddoppio su contropiede. Da li in poi si vede giocare il Savigliano che però ha come punto debole la capacità realizzativa.Tante le occasioni fallite di un

soffio per un risultato che poteva essere diverso. Serve più convinzione sottoporta. ALLIEVI RORETESE 4 F.C. SAVIGLIANO 4 F.C. Savigliano: Gentina, Favole, Botta L., Botta M., Bravo, Lugay, Galfione, Schiraldi, Gerbaudo, Beltrando, Eailinami. A disp.: Barbero, Giannatasio, Buccino, Giraudo, Martini. All.: Miretti Fiorenzo,Tolve Pino. Reti: 2 Eailinami, Beltrando, Barbero. Partita buttata alle ortiche da parte dei ragazzi di mister Miretti che con sufficienza non sono riusciti a portare a casa i tre punti, nonostante un doppio vantaggio a 3’ dalla fine. Passati in vantaggio con Beltrando, dopo 5’ con un gran tiro dai 30 metri, i ragazzi dell’FC riescono a complicarsi la vita subendo due reti nell’arco di 10’, complice qualche amnesia difensiva e un campo stretto e irregolare. La prima frazione di gioco si

chiude in parità grazie ad una rete di Eailinami. Nella ripresa si vede concretizzare il buon gioco svolto con una rete di Barbero e doppietta personale di Eailinami, sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Negli ultimi tre minuti un’ amnesia collettiva portava però gli avversari al pareggio. GIOVANISSIMI GENOLA 3 F.C. SAVIGLIANO 1 I giovanissimi guidati da mister Isaia hanno affrontato i pari categoria del Genola fornendo un’ottima prestazione, anche se gli avversari hanno saputo sfruttare le occasioni in modo più incisivo. PULCINI 2002 REVELLO F.C. SAVIGLIANO F.C. Savigliano: Mondino, Klasneci, Bosso, Giovenale, Brugiafreddo, Trasnelli, Grezda, Lingua, Daniele. All.: Bosio GullySabato a Revello i ragazzi

del 2002 guidati da mister Bosio, hanno disputato una buona partita, dimostrando notevoli progressi, nel loro primo campionato di categoria

Opaca prestazione delle mascotte della F.C. Savigliano di mister Landro contro la buona squadra del Centallo. ISCRIZIONI

PULCINI 2003 F.C. SAVIGLIANO 2 BENESE 4 F.C. Savigliano: Bosso Allocco, Cigna, Dovetta, Gianoglio, Guerrini, Piazza, Poggio, Scommegna,Testa. All.: Guerrini Maury, Pengue F. Rete: Testa C. Ottima prestazione dei ragazzi guidati dal duo Guerrini-Pengue, che si sono difesi bene i nostri pulcini ma non abbastanza da ripetere l’esaltante vittoria della settimana precedente. PULCINI 2004 F.C. SAVIGLIANO CENTALLO F.C. Savigliano: Ronco, Abram, Crosetto, Darco, Ferraro, Galletto, Scommegna,Trombin. All.: Landro S. Dir.: Abram.

La società ricorda che dal lunedì al venerdì dalle 18 alle 20 ed il sabato dalle 10 alle 12, presso la sede, il responsabile del settore giovanile Andrea Chiavassa (tel. 345.2552536), il d.t. Allocco (338.4417573) e la segretaria signora Anna (346.9571286) sono a disposizione per fornire tutte le informazioni. I genitori dei ragazzi del settore giovanile sono invitati a ritirare, presso la segreteria della sede, l’abbonamento alla partite casalinghe della prima squadra (campionato di Promozione), offerto in promozione al prezzo di 50 euro, con in regalo la sciarpa della società. Inoltre ricordano che è anche disponibile la F.C. SAVIGLIANO CARD. Per ulteriori informazioni: www.fcsavigliano.com o sito dell’UBI BANCA.


sport

mercoledì 10 ottobre 2012

CALCIO I rossoblù balzano in testa alla classifica del girone

Maghi: colpo da primato VICESE 84 SAVIGLIANESE

0 2

Saviglianese: Poccetti, Sobrero, Miretti, Campi, Lisa,Vanacore, Garagliano, Mondino (Lupinacci), Celeghini (D. Bosio),Vianello, Polarolo (Ficco). A disp.: Serra, Camisassa, Cussa, Ferrero. All.: “Dada” Zavattero. Reti: 42’ Vianello; 90’ Lupinacci. Note: al 92’ espulso Ficco (comportamento non regolamentare). La sesta si chiude con la Turandot. Finisce con all’ “Alba vincerò” e un “Salutate la capolista” che sarà pure un canto popolare, ma rende l’idea. Finisce verso il tramonto, quando si accendono le luci e la Saviglianese scopre di essere in testa alla classifica. Non succedeva da un’eternità. Corrono i Maghi: una sorpresa

dietro l’altra. Passa anche a Vicoforte la banda Zavattero. Già: la Saviglianese. Chi l’avrebbe mai detto? Sei partite, quattordici punti! Eppure i numeri sono lì, a testimoniare una compagine che gira e che vince. Una difesa compatta (solo un goal subito su rigore), un ottimo portiere, un centrocampo svelto ed intelligente ed un attacco che non fa mancare i goal. Primo tempo equilibrato, con ospiti più propensi a tenere il pallino del gioco e locali attenti a chiudere ogni varco ed a rendersi pericolosi con l’attaccante Borghese. 5’. Gran tiro di Miretti che sibila di poco sulla traversa. Sul capovolgimento di fronte è Borghese a far venire i brividi ai supporter rossoblù. Un superPoccetti sventa la minaccia. Non è da meno l’estremo monregalese Danna, che si supera e

Thomas Lupinacci

nega il goal a Celeghini (gran bordata). Alla mezzora è ancora il centravanti monregalese a provare i riflessi a Poccetti. L’equilibrio dell’inedito derby si spezza a pochi minuti dal termine della prima frazione di gioco. 42’.Vianello (sempre tra i migliori) tira fuori dal suo cilindro ma-

gico un preciso rasoterra angolato da palla inattiva e per Danna non c’è nulla da fare. 0-1. Cambia lo scenario nei secondi 45’, con i rossoblù ospiti a difendere il prezioso vantaggio e colpire di rimessa. Nel finale di gara prima viene annullato un goal a Borghese (off-side) poi, nei minuti di recupero, è Lupinacci (su assist di Ficco) a mettere il sigillo alla gara. Negli spogliatoi “Dada” Zavattero può dirsi soddisfatto: «Un’ottima vittoria. Era importante ritrovare i tre punti. Niente di scontato perché su questi campi di piccole dimensioni il pericolo è sempre in agguato. Dobbiamo continuare con questo trend, giocando con determinazione e unione di squadra». Domenica 14 ottobre, dopo due trasferte, i Maghi ritornano all’O. Morino. Arriva la matricola Montatese.

CALCIO I ragazzi di Chiarla si riscattano schiacciando la cenerentola Tre Valli

Racconigi avanti a forza quattro RACCONIGI TRE VALLI

4 0

Racconigi: Cera, Perrone, Fusta, Furno, Bordignon, Lisa V., Sismonda,Verre, Lisa F. (Giordano), Mendola (Camara), Sorace. A disp.: Olivero, Panero, Mbengue,Vinai , Cena. All.: Nicola Chiarla. Reti: 55’ e 73' Mendola, 69' Gior-

dano, 90' Sismonda. Buona prestazione della squadra di mister Chiarla che, davanti al pubblico amico, rifila ben quattro reti al fanalino di coda Tre Valli. Primo tempo contratto, con la squadra di casa che non riesce a creare grosse difficoltà agli avversari, che per contro si rendono pericolosi in un paio di occasioni. Il Racconigi si procura un rigore per atterramento di Mendola

in area: batte Sismonda, para il portiere ospite che anche sulla ribattuta nega il goal al bomber racconigese. Secondo tempo di tutt'altra fattura, con il Racconigi padrone del campo. Ed arriva il goal di Mendola (uno dei migliori in campo). Entra Giordano per Francesco Lisa e nemmeno tre minuti dopo va in rete con una mezza rovesciata che spiazza il portiere ospi-

te. Alla mezz'ora ecco la doppietta di Mendola che con una magia trafigge l'incolpevole estremo difensore valligiano. C'è ancora il tempo per il riscatto di Sismonda che si fa perdonare l'errore dal dischetto e sigla la rete del definitivo 4-0. Gara che serve a ridare fiducia all'undici di Chiarla, in vista della difficile trasferta di sabato 13 ad Alba contro l'Europa.

Saviglianese – Settore giovanile JUNIORES SAVIGLIANESE 2 SOMMARIVA PERNO 1 Saviglianese: Ferraro, Jakini, Cigna, Otella (Demarchi), Demaria (Coaloa), Mattiuzzi, Soldano (Kone) , Dubois, Chiavassa, Ibrahimkalil (Marku), Berardo (Giletta). All.: Leatico Luigi. Reti: Dubois, Cigna (rig.). L’incontro vede una buona partenza rossoblù ma è la squadra che si difende a trovare il guizzo vincente al 10’. La reazione saviglianese non produce nitide occasioni. La ripresa inizia nuovamente con la spinta dei maghi che stavolta trovano dopo 3’ un buon goal di Dubois. Galvanizzata dal pari, la compagine di casa continua ad offendere e al 10’ un traversone viene intercettato con un braccio da un difensore ospite. L’arbitro assegna il rigore e Cigna non sbaglia. 2-1. Il Sommariva prova a reagire ma la formazione saviglianese riesce senza troppa fatica a portare a casa la vittoria.

La partita inizia con un infortunio di gioco ad Ambrassa che, dopo 2’ deve lasciare il campo (fortunatamente nulla di grave) a Bergesio. Gara dai due volti. La prima frazione ha visto protagonista soprattutto la squadra ospite che va al riposo in vantaggio di 2 goal. Nel secondo tempo i locali, in superiorità numerica, salgono in cattedra e nel giro di 8’ infilano per ben 3 volte la porta. Da sottolineare la pessima conduzione di gara dell’arbitro che non ha saputo tenere in pugno una partita tutt’altro che cattiva. Inoltre ha convalidato goal in netto fuorigioco, comminato un’espulsione inesistente (come hanno ammesso anche i giocatori locali), negato rigori ineccepibili. Conduzione di gara che ha causato tanto nervosismo in campo e penalizzato lo spettacolo per il folto pubblico presente. GIOVANISSIMI '98

ALLIEVI ‘96 MORETTA SAVIGLIANESE

gesio, Caradonna, Panero. All.: Piola Renato. Dir.: Bergesio, Costadone. Reti: Piola N., Godano, Sordella.

4 3

Saviglianese: De Marco, Ambrassa, Ghersi, Maero, Lotrecchiano, Perona, Sordella, Godano, Brundu, Fiorito, Piola N.. A disp.: Ber-

SAVIGLIANESE BENARZOLE

4 2

Saviglianese: Costamagna (Paradiso), Greco, Garello, Pettiti (Montanari), Piovano, Caula, Singh (Risi), Guerra (Bosio), Lo Mo-

naco (Marino), Sacco, Lamartina. A disp.: Imesty. All.: Marco Gandino. Reti: 2 Sacco, Singh, Pettiti. Importantissima vittoria ai fini di classifica e morale contro l'ostica compagine del Benenarzole. Il punteggio, maturato nei minuti finali, spinge i saviglianesi a +4 sulla prima inseguitrice, quella Cheraschese che avrebbe dovuto fare di questa fase qualificatoria una passeggiate trionfale, viste le razzie di bravi giocatori effettuate in provincia. Partita di sofferenza ma di grande spessore sul piano della volontà da parte dei saviglianesi,che nonostante le numerose occasioni clamorose avute nel primo tempo si portavano al riposo in vantaggio di una sola rete siglata da Sacco. Inizio di ripresa di marca ospite che, complici alcuni sbandamenti difensivi rossoblù, si portavano in vantaggio per 2-1. È ancora Sacco a ristabilire la parità ed i goal di Singh e Pettiti firmano l'apoteosi. Prossimo ostacolo i monregalesi della Virtus Mondovì, da affrontare con la consapevolezza di essere i primi della classe, con merito. GIOVANISSIMI ‘99 BRA SAVIGLIANESE

3 3

Saviglianese: Leone, Gastaldo (Gramaglia), Cam-

porelli, Galleano, Lovera, Bosio M., Bernardi, Bonetti (Amoruso), Zavattero, Ghersi (Trossarello), Lo Medico (Marino). All.: Galipò, Garagliano. Dir.: Leone, Amoruso. Reti: 2 Marino, Zavattero. Gara pirotecnica con numerose azioni da rete. Maghetti sempre a fare la partita, costantemente nella metacampo avversaria. I braidesi, con una tattica attendista, si rendevano pericolosi con veloci ripartenze, portandosi per tre volte in vantaggio, ma sempre raggiunti dai rossoblù. Un po’ di sfortuna ha però negato la vittoria ai saviglianesi, che si sono resi più volte pericolosi: l’incrocio dei pali colpito pochi secondi prima del termine dell’incontro con un gran tiro da fuori area di capitan Lovera, ne è la dimostrazione. ESORDIENTI 2000 SAVIGLIANESE ALBESE (0-1; 2-0; 0-1)

1 2

Saviglianese: Tallone, Gianoglio, Mina Mr, Mina Mt, Brundu Sm, Peletti, Giannattasio, Cupi, Brundu St, El Bouzlaoui,Trupja, Mencaj, Mirabile, Mongiardo, Gallè, Ponzi, Borghino, Paolillo, Riorda. All.: Saimandi. Dir.: Peletti. Reti: Riorda, Mencaj. I Maghetti 2000 comincia-

Luca Lovera no subito la gara in salita subendo una rete a freddo dopo soli 2’. I boys di mister Saimandi provano a reagire, ma senza impensierire la porta ospite. Nel secondo tempo la Saviglianese approfitta delle poche occasioni concesse dagli ospiti gonfiando per ben 2 volte la rete con i neo Maghetti Riorda e Mencaj. Il terzo tempo è combattuto alla pari, ma la precisione ed i movimenti della squadra di casa non sono impeccabili: troppi errori in fase di impostazione e l’Albese, più cinica, approfitta dell’unica azione nitida a suo favore. Sottotono la prestazione dei rossoblù.

37

Prima categoria – Girone G Risultati della 6ª giornata Bisalta-Europa 3-2; DueEffe-Villanovetta; 2-0 Montatese-Ama Brenta Ceva 2-1; Racconigi-Tre Valli 4-0; Sommariva Perno-Cameranese 0-0;Valvermenagna-Genola 0-2;Vicese 84-Saviglianese 0-2;Villar 91-Gem Tarantasca 2-1. Classifica Saviglianese 14; Tarantasca, Bisalta e Genola 13; DueEffe 12; Cameranese 10; Sommariva Perno 9; Vicese 84 8; Racconigi e Montatese 7; Ama Brenta Ceva e Villar 91 6; Europa e Valvermenagna 4;Villanovetta 3; Tre Valli 1. Prossimo turno (domenica 14 ottobre, ore 15) Ama Brenta Ceva-Bisalta; Cameranese-Valvermenagna; EuropaRacconigi; Tarantasca-Vicese 84; Genola-Villar 91; Saviglianese-Montatese; Tre Valli-DueEffe;Villanovetta-Sommariva Perno.

A.D.C. Racconigi JUNIORES RACCONIGI PRO SAVIGLIANO

1 3

Racconigi: Olivero, Giletta, Lopumo, Cerato, Demarco, Putto, Aimaretti, Khadrin (Leccese), Vendramini (Nesci), Lamine, Sobrero. All.: Gonella Pietro. Dir.: Berardo Stefano. Rete: 20’ Sobrero. «Non abbiamo disputato una gran partita» ammette mister Gonella. Come attenuante i racconigesi possono accampare l’assenza di tre titolari, che costringe l’allenatore a schierare ragazzi fuori ruolo. Il goal di Sobrero su punizione sembra dare un po’ di ossigeno alla squadra e nel secondo tempo Leccese e Putto sciupano incredibilmente a tu per tu con il portiere ospite, ma ad avere la meglio sono i saviglianesi, squadra assolutamente alla portata dei locali. Prossimo turno sabato a Narzole. ALLIEVI BRA RACCONIGI

10 0

Racconigi: Cavalleris Dario, Demarco, Lumicini, Lopumo, Panero, Vispo, Monseou, Prela, Norbert El-Taoui, Joseph. All.: Parola Daniele. Dir.: Cavalleris Bruno, Panero Renato. Squadra in emergenza nella trasferta di Bra: manca il portiere e per mettere insieme undici ragazzi mister Parola deve ricorrere ai ragazzi del ’98. In queste condizioni, contro avversari molto bravi, gli ospiti non possono far altro che limitare i danni. Prossimo turno in casa contro il Futura Savigliano. GIOVANISSIMI RACCO 86 RACCONIGI

3 3

Racconigi: Grappeggia, Mercuri (Budai), Baravalle (Joseph), Solavagione, Demarco, Scuteri, Caratto, Osella, Cavaglià (Fissore), Gallè, Capalbo (Gerbino). All.: Gallè Michele. Dir.: Scuteri Rino, Solavagione Gabriele. Reti: 2 Capalbo, Cavaglià. Bel derby e bellissimo terzo tempo a cementare la collaborazione instaurata tra le due squadre. I ragazzi di Gallè a 5’ dal termine

Rachid Kaddouri (Pulcini) vincevano 3-1 ma poi si sono fatti rimontare. «Complimenti al Racco – afferma mister Gallè –: ha creato più occasioni di noi, ma noi siamo stati più concreti. Alla fine il pareggio è giusto, muove la classifica e fa morale». Prossimo turno sabato in casa con il Busca. ESORDIENTI SPORTROERO RACCONIGI (0-0; 2-0; 2-0)

3 1

Racconigi: Correggia Stefano, Correggia Manuel, Er-Retili Vaschetto, Borra, Tognoli, Vallone, Carollo, Grosso, Bsairi, Discaro, Barbero. All.: Moscato Nicola. Dopo un primo tempo dominato senza però riuscire a concretizzare il gran lavoro svolto, i racconigesi subiscono nel secondo due goal fortunosi e poi crollano nel terzo. Nessun dramma per la sconfitta: «Noi giochiamo in prospettiva» afferma il dirigente Alessandrin PULCINI 2003 RACCONIGI 1 SOMMARIVESE 3 (1-2; 0-0; 1-0) Racconigi: Delfino,Tetto, Cavaglià, Kaddouri, Olivero, Bruzzese Squillacioti, Sandrone, Betori, Kevin, Druv. All.: Rosso Gino, Tramontana Massimo. Rete: Kaddouri. Contro una Sommarivese ben messa in campo, i racconigesi di Gino e Massimo disputano una bella partita, creando numerose occasioni, specie con Squillacioti, sprecando tanto e realizzando una sola rete con il bravo Rachid Kaddouri. Finisce 1-3 nei tempi e nei goal. «Lavoriamo per migliorare» afferma mister Rosso. Prossimo turno sabato ad Alba contro il Centro Storico.

PULCINI 2003 SALUZZO SAVIGLIANESE

0 3

Saviglianese: Edo, Allasia, Abib, Bairami, Boaglio, Favole, Giletta, Hotaj, Lingua, Lukani, Scalise, Tai Raoui, Hajjari. All.: Gallè Paolo. Dir.: Scalise, Lingua. Davanti a un numeroso pubblico divertito, i maghetti 2003 mostrano un grande gioco di squadra con belle triangolazioni. Mister Gallè è soddisfatto.

Mister Nicola Moscato impartisce gli ultimi consigli ai suoi esordienti


38

sport

mercoledì 10 ottobre 2012

CALCIO

Campionati di Seconda Cat. GIRONE G Risultati della 4ª giornata Canale 2000-Atletico Racconigi 2-3; Ferrero-Scarnafigi 2-1; Leo Chieri-San Bernardo 1-3; Mezzaluna-Atletico Santena 0-1; San Luigi Cambiano-Andezeno 1-0; Stella Maris-Poirinese 0-2. Classifica Poirinese 12; Scarnafigi, San Bernardo e Atletico Racconigi 7; Atletico Santena, Stella Maris e Mezzaluna 5; Ferrero e S. Luigi Cambiano 4; Baldissero 3; Andezeno e Leo Chieri 2; Canale 1. Prossimo turno (domenica 14 ottobre, ore 15) Andezeno-Baldissero; Atletico Racconigi-Ferrero; Atletico Santena-San Luigi Cambiano; Poirinese-Leo Chieri; San Bernardo-Mezzaluna; Scarnafigi-Stella Maris. GIRONE Q Risultati della 4ª giornata Benese-Sanmichelese 4-3; Carrù-Cortemilia 2-0; Magliano AlpiDogliani 1-2; Roretese 1975-Marene 3-2; SportRoero-Garessio 1-2; Trinità-Monforte Barolo Boys 0-2;Villanova-Azzurra 2-1. Classifica Garessio 12; Trinità 9; Roretese 1975 8; SportRoero e Azzurra 7; Cortemilia, Marene e Monforte Barolo Boys 6; Carrù e Sanmichelese 4; Dogliani,Villanova Cn, Magliano Alpi e Benese 0. Prossimo turno (domenica 14 ottobre, ore 15) Cortemilia-Roretese 1975; Dogliani-Benese; Garessio-Trinità; Marene-Azzurra; Monforte Barolo Boys-Magliano Alpi; Sanmichelese-Carrù; SportRoero-Villanova Cn.

MARENE FOSSANO

0 4

Marene: Gastaldi, Castelli, Gallo, Olivero, Carena, Roasio, Arduino, Rinaldi, Brundu, Murazzano, Cappa, Bucca, Fissore, Ballatore, Poffa,Testa N., Lupo, Bajrami. All.: Beninato Giuseppe. Dir.: Arduino Adriano. Come previsto, la striscia di vittorie per i giovanissimi marenesi si interrompe alla 5ª giornata al cospetto di una delle pretendenti alla qualificazione regionale. Non sfigurano i ragazzi di Beninato nel primo tempo, nel quale subiscono un solo gol ed hanno anche una grossa occasione per pareggiare con Brundu. Nella ripresa la differenza di livello emerge più chiaramente ed il passivo si incrementa. Sabato prossimo trasferta a Narzole. ESORDIENTI MARENE GARESSIO (0-0; 0-1; 1-1)

2 3

Marene: Favole, Astegiano, Alladio, Racca, Pelissero, Mina M., Mina N., Racca , Grosso, Fiorito, Rabbia, Daniele, Bosio, Barge, Racca, Brundu, Guelfi, Seva. All.: Racca Mario. Dir.: Astegiano Marco. Rete: Brundu. Partita tesa e nervosa, equilibrata e molto combattuta, con poche occasioni da goal. I padroni di casa devono ancora trovare il filo della continuità di rendimento, anche se la gara è stata decisa agli episodi. Il Garessio ha dimostrato di essere avversario ostico e i ragazzi di Chiavassa non sono riusciti a trovare con frequenza lo spazio per concludere a rete. Sabato prossimo trasferta a Genola. PULCINI 2002 MARENE BUSCA (0-1; 1-0; 0-0)

2 2

Marene: Castagnino, Astegiano, Diop,Tosadori, Miniotti, Superti-

L’Atletico espugna Canale CANALE ATLETICO

2 3

Atletico Racconigi: Vitale, Capello, Bongiovanni,Valenti (Cortassa), Castellano, Russo, Falconi, Goffo (Sorrentino), Ferrantelli, Loduca (Pap), Finocchiaro. A disp.: Puglisi, Bruzzese. All.: Beppe Bordese. Dir.: Finocchiaro C., Casale R. Reti: 2 Falconi, Finocchiaro. L’Atletico si conferma squadra da trasferta e porta a casa l’intera posta da Canale. Mister Bordese mette in campo inizialmente la formazione che nella partita di Coppa riuscì a battere meritatamente il forte Poirino. Purtroppo dopo appena 10’ Goffo, colpito duro, de-

RORETESE MARENE

Contro un avversario che notoriamente mette in campo squadre che ci fanno soffrire, i ragazzi del 2002 offrono una prestazione gagliarda, fatta di attenzione in difesa e molta determinazione in ogni zona del campo. Questa squadra segna poco ma subisce anche poco, e l'atteggiamento che tiene in campo è quello giusto. Sabato prossimo la squadra osserverà il suo turno di riposo.

Marene: Gastaldi, Raspo (Cerutti), Rinaldi, Panetto, Coaloa, Tarditi, Carena D., Carena I., Biondi (Panero S.), Racca (Cravero), Angaramo. A disp.: Rosano, Panero F., Mina, Murazzano. All.: Dario Tonso.

PULCINI 2003

3 2

Reti: 2 Racca. Se si pensa in chiave salvezza, a Roreto il Marene ha perso tre punti preziosi; se si guarda la gara dal punto di vista del gioco e della grinta, non c’è dubbio che la squadra di Tonso abbia fatto be-

2 2

gia al 15’ con Finocchiaro, che controlla di petto e di precisione mette in rete. Dieci minuti dopo arri-

Tante occasioni da gol, ma solo uno segnato. I ragazzi di Carena fanno una buona gara a Saluzzo, creano più pericoli degli avversari ma non riescono a sfruttarli al meglio, mentre gli avversari ottengono il massimo risultato con il minimo sforzo. Le indicazioni sono comunque positive, c'è tempo per migliorare. PULCINI 2004 0 3

Marene: Cochis, Bosio, Manissero, Racca, Sabena, Supertino. All.: Licata Carmelo. Rete: Manissero. I piccoli di Licata inaugurano il nuovo campo sintetico, con misure ideali per le gare dei pulcini. L'avversario si dimostra squadra di tutto rispetto e per i ragazzini marenesi c'è da soffrire. Nell'ultima frazione i padroni di casa riescono comunque a trovare la via del goal. Sabato prossimo trasferta in casa della Saviglianese.

ne, dimostrando di avere carattere e di crederci fino alla fine, nonostante abbia giocato per 70’ in inferiorità numerica e nonostante il risultato sia stato condizionato da un arbitraggio non troppo equilibrato. I rossoblù scendono in campo senza Ambrassa (squalificato) e Sellini (infortunato). Le due formazioni si studiano nei primi minuti, con buona supremazia del Marene. Al 19’ uno spunto di Angaramo sulla sinistra semina due avversari, crossa per Racca che di testa segna l’1-0. Al 25’ un errore di Gastaldi, che

esce a prendere una palla fuori area con le mani, lascia i marenesi in dieci: Tonso è costretto a sostituire il centravanti Biondi per far entrare il secondo portiere Panero. Seguono 5’ in balia dei padroni di casa, che pareggiano in evidente fuorigioco e prima della fine del tempo si portano in vantaggio. Nel secondo tempo il Marene parte subito con grinta creando almeno due occasioni con Daniel Carena e Angaramo, che però non È il 20’ Raspo, protagonista di un’azione personale sulla fascia, entra in area e viene steso, ma per l’arbitro il fallo in questione pre-

vede solo il giallo. Racca pareggia su rigore. Poco dopo un fallaccio costringe Angaramo a rimanere 5’ a terra, ma anche in questo caso l’arbitro sorvola. Il Marene riesce comunque a gestire bene la partita fino a 3’ dal termine, quando il reparto arretrato rossoblù non riesce a contenere una ripartenza veloce del Roreto, che si porta sul 3-2. Una vittoria che sembra “regalata”, ma gli spunti per continuare a credere nel progetto “giovane” dei rossoblù non mancano: la squadra ha dimostrato di avere grande carattere e voglia di giocare.

Atletico Racconigi – Settore giovanile

Marene: Graglia, Fissore, Lance, Ferrua, Carena M., El Buohali , Fissore, Sabena All.: Carena Alessandro. Dir.: Alberione Mauro. Rete: Graglia.

MARENE CITTÀ DI SALUZZO (0-2; 0-3; 1-2)

Gianluca Finocchiaro

va anche il goal del 3-2: Finocchiaro serve in profondità Falconi che, solo davanti alla porta, non sbaglia. La partita diventa nervosa e l’arbitro espelle ben tre elementi della panchina del Canale. L’Atletico non rischia più nulla e fallisce due occasioni per mettere al sicuro il risultato con Finocchiaro e Falconi. «Ci siamo complicati la vita proprio quando la strada sembrava in discesa, ma abbiamo avuto la reazione delle grandi squadre – commenta il dirigente Roby Casale –: da elogiare i ragazzi che non sono caduti nelle continue provocazioni degli avversari e del pubblico». Prossima partita domenica 14 ottobre al campo Trombetta di Racconigi contro il Ferrero.

CALCIO La squadra di Tonso dimostra carattere ma non riesce a battere il Roreto

no, Fissore, Rabbia, Bastonero. All.: Rinaldi Stefano. Dir.: Astegiano Marco. Rete: Diop.

CITTÀ DI SALUZZO MARENE (1-0; 0-0; 0-1)

ve lasciare il campo. La partita sembra non decollare. I racconigesi subiscono il gioco pesante (sempre ai limiti) del Canale fino al 20’, quando un tiro di Loduca viene intercettato con le mani da un difensore avversario. Rigore che Falconi trasforma. Passa un minuto e il Canale rimane in dieci: il numero 7 locale manda platealmente a quel paese l’arbitro che lo spedisce negli spogliatoi. La partita sembra in discesa per gli ospiti, invece è il Canale a prendere coraggio e ad andare a segno due volte nel giro di tre minuti, sul finale di tempo. Nella ripresa mister Bordese inserisce Cortassa e Pap per dare più velocità sulle fasce. L’Atletico prende in mano la partita e pareg-

Marene: una sconfitta che pesa

Marene – Giovanili GIOVANISSIMI

La Bordese-band strappa tre punti su un campo difficile

ma mister Crivello. Migliore in campo Manuel Alemanno, sempre decisivo in ogni azione. Gli ospiti arrivano una sola volta al tiro in porta, nel terzo tempo, ma il portiere racconigese è attentissimo.

Il portiere Andrea Bellino GIOVANISSIMI ATLETICO CENTALLO

0 10

Federico Gentile

Atletico: Emanuel, Bordese, Garis, Gambino, Savarese, Ouassiri Riba, Monte, Capello, Barbatano, Dashi, Calello. Entrati: Bellino, Marcuz, Mancuso, Gariglio, Kruja. All.: Bongiovanni Andrea.

Mister Sorrentino è molto soddisfatto dei suoi esordienti: «Abbiamo giocato bene e meritato la vittoria: solo nel terzo tempo siamo un po’ calati ma nonostante questo siamo riusciti a portare a casa il risultato». Per i racconigesi vanno a segno prima Mohammed Achab e poi Simone Gastaudo.

«Questa prima parte della stagione è assurda: con squadre di questo livello non si può competere. Fanno parte di un’altra realtà rispetto alla nostra» così mister Bongiovanni dopo il k.o. contro il Centallo. Nel primo tempo i racconigesi riescono ad arginare lo strapotere degli avversari limitando il passivo sullo 0-3 poi, stanchi morti, alzano bandiera bianca. ESORDIENTI

Giovanissimi ‘98 - Girone Cuneo C

ATLETICO BANDITO (1-1; 1-0; 0-0)

3 1

Risultati della 5ª giornata Atletico Racconigi-Centallo 0-10; Racconigi 86-A.C. Racconigi 33; Sportgente-Saluzzo 1-9; Cavallermaggiore-Pro Dronero 7-1. Classifica Giovanile Centallo* e Busca* 12; Saluzzo* e Sporting Cavallermaggiore* Racco 86*, Pro Dronero e Atletico Racconigi 4; Sportgente 3; A.C. Racconigi 1.

Atletico Rino: Gentile, Sorrentino, Goffrey, Audisio, Frasca, Goli,Achab, Gastaudo, Beoletto, Achraf, Sacco, Farfarello, Pautasso. All.: Sorrentino Rino. Reti: Achab, Gastaudo.

ATLETICO SANFRÈ (2-0; 2-0; 4-0)

3 0

Atletico Fabio: Plassa, Ponzio, Carena, Albera Alessandro, Reina, Dainotti, Giunta,Tancau, Sperino, Alemanno, Nesci, Yassir, Denaro, Albera Gabriele. All.: Crivello Fabio. Reti: 3 Denaro, 2 Tancau, Albera Alessandro, Sperino, Nesci. La partita viene disputata 7 contro 7 perché gli ospiti si presentano con solo 7 bambini. «A prescindere dal risultato, i ragazzi hanno giocato abbastanza bene, cercando di applicare ciò che è stato provato in allenamento» affer-

PULCINI 2002 ATLETICO SPORTROERO (0-0; 2-0; 5-1)

3 1

Atletico Casale: Re, Natile, Cukaj, Chafik, Portesio, Capello, Paesante, Cherragui. All.: Casale Roby. Dir.: Re V., Spertino Silvia. Reti: 3 Cukaj, 3 Re, Paesante. L’Atletico di mister Roberto Casale vola sulle ali dell’entusiasmo e sfodera una partita di alto livello contro i forti parietà dello SportRoero di Bra. La prima frazione è di studio per le due squadre e poche sono le occasioni da rete. Nel secondo sblocca il risultato S. Cukaj su punizione e chiude il tempo un goal del solito A. Re. Preso il sopravvento, nel terzo tempo l’Atletico attacca con tutti gli effettivi: vanno a rete due volte S. Cukaj e A. Re e trova anche il goal l’ottimo L. Paesante. Solo nel finale la rete della bandiera per gli ospiti. «Molto concentrati ed attenti in ogni momento i nostri bimbi – commenta il dirigente accompagnatore V. Re – un bra-

vo indistintamente a tutti!». FERRERO 3 ATLETICO 0 (1-0; 2-1; 4-2) Atletico: Pipino, Mbodi, Carena, Ciennicola, Galvagno, Murabito, El-Rhorfi Mohamed, El-Rhorfi Amed, Finocchiaro, Giaconia. All.: Finocchiaro Gianluca. Reti: 2 Finocchiaro, Giaconia. I racconigesi giocano bene ma subiscono la maggior prestanza fisica degli albesi. I tre tempi sono sempre stati combattuti. Belle le reti di Giaconia e Finocchiaro, anche se non sono servite per il risultato finale. PULCINI 2003 CHERASCHESE 3 ATLETICO 0 (3-0; 3-0; 2-1) Atletico: Ciliento, Mura, Ghione, Castellano, Ligorio, Bosio Martina, Mattia. All.: Castellano Massimo. Rete: autorete. Fa tutto la squadra locale: otto goal nella porta rac-

Luca Pautasso

conigese ed uno nelle propria. «Ci hanno letteralmente presi a pallonate – ammette l’allenatore Castellano –. Sono stati veramente bravi. Solo in alcuni frangenti siamo riusciti a tenere loro testa». PULCINI 2004 ATLETICO EUROPA (0-0; 1-3; 2-1)

2 2

Atletico Lopreiato: Ansha, Salice, Lopreiato Christian, Reviglio, Gallo, Marocco, Monsef, Cioni, Ansad. All.: Lopreiato Rino. Dir.: Reviglio Francesco, Marocco Antonello. Reti: Ansad, Monsef, Reviglio. Un giusto pareggio al termine di una partita bella e combattuta. Il primo tempo è il più equilibrato e, nonostante le numerose occasioni su entrambi i fronti, termina a reti inviolate anche grazie alle grandi parate del portierino racconigese. Nel secondo tempo prevalgono gli albesi. Nel terzo sale in cattedra Monsef (migliore in campo) ed i pulcini di Rino Lopreiato si prendono una bella rivincita. Successo invece per l’altra formazione 2004 dell’Atletico, guidata da Marco Visconti, in trasferta a Bra. Dopo aver perso il primo tempo 1-0 si è imposta negli altri due per 3-0 e 10, con doppietta di Carena e goal di Preka e Goli.


sport

mercoledì 10 ottobre 2012

CALCIO Biancorossi penalizzati da due espulsioni e da due legni

Prima sconfitta per il Racco 86 RACCONIGI 86 SANFRÉ

1 2

Racconigi 86: Biga, Porchietto, Milani, Capello, Marengo, Rimola, Colantoni, Sardo L., Bori, Panero, Giustetto. A disp.: Forneris, Tolve, Tosello, Sardo R., Milanesio, Catrambone, Busso M. All.: Testa Claudio Dir.: Bori, Morra. Rete: Marengo. Nella terza giornata di campionato a far visita al campo De Gasperi di Racconigi arriva la formazione del Sanfrè, reduce da due vittorie consecutive. Nel primo tempo sono gli ospiti che si rendono subito molto pericolosi: infatti già al 10’ Biga deve compiere una bella parata su un tiro indirizzato all’angolo destro e

Luca Marengo 5’ dopo si ripete su un altro tiro a mezz’altezza. Il Racco sembra non riuscire a far male e al 17’ rischia di andar sotto, ma la punta avversaria sbaglia clamorosamente davanti alla porta. I padroni di casa ci

provano su calcio piazzato: la punizione di Marengo esce di poco alta sulla traversa. Al 22’ vantaggio ospite: palla persa malamente a metacampo, contropiede ospite e racconigesi in svantaggio. 0-1. Poco prima della fine del tempo doppia espulsione per i biancorossi: il primo ad abbandonare il campo è mister Testa per proteste e poco dopo Mauro Bori per un fallo di gioco che avrebbe meritato al massimo un’ammonizione, ma giudicato dal direttore di gara eccessivamente pericoloso. Nella ripresa passano poco più di 5’ ed il Sanfrè mette a segno il secondo goal: 0-2. Inizia una girandola di sostituzioni nelle file racconigesi: Busso M. per Rimola, Sardo R. per Panero, Milanesio per Colantoni. Al 60’ il Racco riduce le distanze:

punizione di Marengo e portiere battuto. 1-2. I padroni di casa sono pericolosi nuovamente su calcio piazzato, questa volta con Milanesio, ma la traversa dice di no, e poco dopo un colpo di testa del medesimo giocatore viene parato dal portiere. Al 72’ Biga mantiene la partita aperta parando una punizione destinata in rete. Sul finire della match c’è ancora spazio per Tolve, entrato al posto di Sardo L. e per Catrambone che sostituisce Giustetto. Al 85’ Marengo su punizione colpisce il secondo legno della partita e nei minuti di recupero Milanesio spedisce alto sulla traversa il pallone del possibile 2-2. Prossimo incontro domenica 14 in trasferta a Cervere. Fabio Bonino

39

Terza categoria – Girone B Risultati della 3ª giornata Bandito-Caramagnese 1-2; Pro Savigliano-Fortesan Genola 1-2; Racconigi 86-Sanfrè 1-2; Salice-Villanova Solaro 2-0; SportGente-Vottignasco 1-2; Villaggio della Fonte-Orange Cervere 2-3. Classifica Caramagnese, Orange Cervere e Sanfrè 9; Fortesan Genola e Vottignasco 6; Racconigi 86 e Salice 4; Villanova Solaro, Bandito 3; Pro Savigliano 1; Sportgente e Villaggio della Fonte 0.

CALCIO Tre punti d’oro al Fortesan Genola

Pro Savigliano sciupone PRO SAVIGLIANO 0 F. GENOLA 1 Pro Savigliano: Giordana,Testa, Buschini, Bertola, Oberti, Dabbene, Ezziani,Valente, Pelazza, Giraudo, Ivan Mondino. A disp.: Delmastro, Rathod, Olivero, Ferrero, Berardo, Pintavalle. All.: Alfio Stellini. Rete: 40’ Dante Moffa.

Racconigi 86 – Settore giovanile GIOVANISSIMI RACCONIGI 86 3 A.C. RACCONIGI 3 Mattia Alladio (Allievi) ALLIEVI ALBESE RACCONIGI 86

4 0

Racconigi 86: Bello, Esposito, Marino, Boreanaz, Sismonda, Cuntuliano, Piasco, Ditano, Porta, Alladio, Porta, Parato. All.: Camporelli Sergio. Dir.: Anselmo Roberto. L’Albese è su un altro pianeta, ma i racconigesi non sfigurano. La partita è molto bella con gli ospiti che contengono gli avversari e combattono fino alla fine. Sugli scudi Alessandro Bello, veramente superlativo, come un po’ tutta la squadra che crea anche cinque occasioni nitide a tu per tu con l’estremo difensore avversario, ma in tre casi Simone Porta tira incredibilmente fuori e per due volte si fa parare. Alla fine, nonostante la sconfitta, racconigesi soddisfatti.

Racconigi 86: Gabaldo, De Simone Francesca, Oitana, Marengo, Rosso Giulia, Caffaratti, Belasla, Magri, Falletta, De Simone Andrea, Dimaria, Bono,Testa Arianna, Demichelis Alessia, Buozid, Damilano, Tammaro. All.: Godano Luciano. Reti: 3 De Simone Andrea. Classico derby, sentito da entrambe le squadre, giocato sul piano nervoso, con il Racco 86 che passa in vantaggio con un calcio

di rigore concesso per un fallo su Marengo, calciato e ribadito in rete da Andrea De Simone dopo la bella parata del portiere avversario. I giocatori del Racco sbagliano due facili occasioni e vengono puniti da una sfortunata autorete. Secondo tempo sulla falsariga del primo con gli ospiti che vanno in vantaggio. Il Racco fallisce un secondo rigore e subisce la terza rete. Veemente reazione dei ragazzi di Godano che pressano gli ospiti nella loro area ma sbagliano tutto il possibile, salvo poi nei minuti di

Niccolò Magri Andrea De Simone recupero andare ad un insperato pareggio con altre due reti griffate Andrea De Simone. Da parte dell’allenatore un grazie sincero ai foltissimi e calorosissimi tifosi che sono stati un aiuto fondamentale per il recupero. ESORDIENTI BRA RACCONIGI 86 (0-1; 1-2; 1-3)

Gli esordienti del Racconigi 86 entrano in campo

CALCIO Il giovane saviglianese a Trapani

Esordio nel Cuneo per Serino La scorsa settimana a Trapani ha fatto il suo esordio nel Cuneo Calcio in Prima divisione (C1) il neo-acquisto Simone Serino, esterno difensivo classe 1990, nato a Savigliano, cresciuto, dopo una stagione nei pulcini del Busca, nel settore giovanile della Juventus, dai pulcini alla Primavera (due tor-

nei di Viareggio sul podio più alto). Nelle ultime due stagioni ha giocato nel Poggibonzi, in Seconda divisione, e da diverse settimane si allenava già con i biancorossi. Dopo l’ottimo esordio in Sicilia Serino verrà sicuramente riproposto da Ezio Rossi.

Basket – Giovanili UNDER 15 ECCELLENZA SAVIGLIANO 68 FULGOR OMEGNA 72 (20-14; 12-15; 16-18; 18-25) Givo & Figli Serr. Savigliano: Ferrero 6, Frangaj 9, Quercio 16, Bacci 21, Giordano 8, Brero 2, Givo 4, Zorgniotti 2, Bertolini, Donalisio, Ghiazza, Bergui. All.: A. Alfero. Dir.: M. Siragusa. Esordio casalingo per i ragazzi

di coach Alfero nel difficile campionato Eccellenza. Partenza discreta che avrebbe potuto essere ottima con la conquista dei due punti dopo essere stati a lungo in vantaggio. Purtroppo nell’ultimo quarto i biancorossi hanno pagato la stanchezza e la mancanza di lucidità nei momenti finali. La squadra ha comunque dimostrato di “tenere il campo” e di avere ancora grandi margini di miglioramento.

0 3

Racconigi 86: Gai, Alladio, Fusero A., Caffaratti M., Stabile, Chiavassa, Giletta, Mellano L., Tribunella, Oderda, Sandrone, Botta, Porta. All.: Anselmo Simone, Pioppi Marco. Dir.: Caffaratti Walter, Biga Stefano. Reti: 3 Oderda, Chiavassa, Tribunella, Porta.

Ancora una limpida vittoria per i ragazzi di Simone Anselmo e Marco Pioppi, che si aggiudicano con sicurezza tutti e tre i tempi. Nel primo vanno in vantaggio già al 2’ con il bomber Oderda su azione di calcio d’angolo e sprecano alcune occasioni per mettere al sicuro il risultato. Il secondo tempo inizia con il Racconigi in attacco ed è capitan Tribunella a trovare il goal. Al 10’ raddoppio del solito Oderda. A fine tempo l’unica indecisione difensiva porta il Bra a segno. Più difficile il terzo tempo: dopo appena 30 secondi i racconigesi vengono trafitti in contropiede e raggiungono il pareggio solo al 14’ con Porta. Al 17’ il sorpasso con Chiavassa ed in chiusura di tempo il 3-1 di Oderda che firma la tripletta personale.

3 1

Racconigi 86: Ramasso, Rainero, Scarpino, Lingua (Zeko), Barale Matteo, Ainaudi, Scagliarini, Lamberti (Portanova), Barale Andrea, Panero (Bruno), Naro (Alloa). All.: Perrucci Nando, Caffaratti Walter. Rete: Naro. Inizia male il campionato Uisp per i biancorossi che subiscono un brutto 3-1 a Sanfrè. I locali passano in vantaggio dopo appena 10’: lancio lungo in area, pasticcio difensivo e palla in rete. Il Racco reagisce e si rende pericoloso con Andrea Barale e Scagliarini. Al 25’ arriva il pareggio: punizione di Scagliarini, gran parata del portiere ospite ma Andrea Barale riesce a rimettere il pallone in mezzo all’area dove Naro è pronto a infilare in rete. 1-1. Fino al 39’ la partita è un batti e ribatti a centrocampo, con un paio di conclusioni a rete dei padroni di casa. Quasi in finale di tempo arriva il vantaggio del Sanfrè. Il Racconigi si butta an-

CALCIO

Matteo Buschini detto “Bruco” pinoso di Dante Moffa e poi, ordinato, difende lo striminzito vantaggio. I padroni di casa attaccano per tutti i 90’ a testa bassa ma sono troppo nervosi e troppo imprecisi sottoporta. Venerdì 12 ottobre trasferta nel braidese.

Villanova Solaro ancora sconfitto

Bandiera bianca a Salice 2 0

Capello), Apuzzo A. ( 79’ Papallo). A disp.: Dione, Appendino, Seia. All.: Caratto.

Villanova Solaro: Fantino, Abrate L., Devalle (75’ Rinaudo), Pellegrino (82’ Denittis), Canavero, Paschetta, Cavallaro (63’ Appendino ), Rea, Delpiano, Morosini (63’

I ragazzi di Massimo Caratto incappano nella seconda sconfitta consecutiva. Questa volta devono alzare bandiera bianca in esterna, sul campo di un forte Salice.

SALICE VILLANOVA S.

“Città di Savigliano” calcio a 5 1ª giornata A.D.M.O. – Carrozzina Chiapello Automobili Massimino/Bowling 300 – Pizzeria del Corso Ramoter – Central Pc & Game L.G. Football Team – Savi Riposava: Denti Smile.

9-3 6-3 2-2 5-3

Classifica A.D.M.O., Automobili Massimino/Bowling 300 e L.G. Football Team 3; Ramoter e Central Pc & Game 1; Denti Smile*, Savi, Pizzeria del Corso e Carrozzina Chiapello 0. (*) una partita in meno.

Calcio Uisp SANFRÉ RACCONIGI 86

La Pro Savigliano spreca e paga. Il Fortesan Genola micidiale in contropiede. Non decolla ancora il campionato della matricola saviglianese del presidente Chiapello. Non è tutto da rifare, ma quasi. Doveva essere la gara del definitivo rilancio, invece si è trasformata in una serata da incubo per l’undici di Stellini. Il Fortesan Genola espugna il fortino saviglianese con un goal ra-

Il portiere Mattia Ramasso cora in avanti e Andrea Barale lascia partire un gran diagonale che il portiere di casa respinge miracolosamente. La ripresa inizia con i biancorossi in avanti senza mai rendersi pericolosi. Al 10’, su azione di contropiede, il Sanfrè ottiene un rigore che viene trasformato e si porta a distanza di sicurezza. Il resto della gara vede il Racconigi in avanti con una grande occasione, al 35’, di Ainaudi che sfiora il palo. Il Sanfrè agisce in contropiede e due volte Ramasso deve superarsi per evitare che il risultato diventi più pesante. Prossima gara venerdì 12 ottobre (ore 21) al campo De Gasperi di Racconigi contro il Bria 96.

AUTOMOBILI MASSIMINO/BOWLING 300 6 PIZZERIA DEL CORSO 3 Automobili Massimino/Bowling 300: Valenti, Alesso, Gjekaj, Nicolino, Dushaj, Quaglia, Zaccaria, Martini, Marino. Reti: 3 Zaccaria, 2 Quaglia, Marino. Prossimo incontro: Carrozzina Chiapello-Automobili Massimino Bowling 300 (giovedì 11 ottobre, ore 21,20).

TONY MOTORS 4 TURN OVER 2 Esordio vincente per i Tony Motors, scesa in campo giovedì 4 ottobre per la sua prima partita del Campionato Libertas di Calcio a 5 di Savigliano contro i Turn Over, una giovane squadra che ha cercato di imporsi subito trovando il goal poco dopo dal fischio di inizio. Il pareggio per i Tony Motors è stato segnato da Mattia Tallone, il vantaggio da Nidal Essamri, un ragazzo che da due anni ormai fa parte del team e che partecipa anche al calcio amatoriale a Fossano. La squadra avversaria riesce ancora a pareggiare, ma Federico Zarfi, con un bellissimo goal segna il 3-2. L'ultimo goal della serata porta la firma di Gabriele Tallone, fratello minore di Mattia. Un avvio di campionato decisamente incoraggiante per una squadra che rappresenta ormai un gruppo ben affiatato, essendo già il terzo torneo che affrontano insieme.


40

sport

mercoledì 10 ottobre 2012

CALCIO A 5 SERIE C2 I galletti battono il Pasta

Un Time Warp tutto cuore TIME WARP PASTA

5 3

Time Warp: Pontarelli, Pellegrino, Seminara, Rodofili, Longo, Caramanno, Dominici, Deljia, Sichera, Ferrante, Serale, Nicotra. Reti: 2 Sichera, Ferrante, Rodofili, Dominici. Una partita difficile, un match che, nonostante il Time Warp sia sempre stato in vantaggio, gli avversari avrebbero potuto riaprire in ogni momento. Il Time Warp ha vinto grazie ad una buona intesa tra i reparti, una difesa attenta e un attacco cinico: tre punti importanti, non solo per smuovere la classifica, ma anche per il morale della squadra, che finalmente ha potuto dimostrare il proprio potenziale. La gara s’infiamma fin dalle prime battute. Sblocca il risultato Ferrante al 6’ e pochi minuti più tardi il bomber Sichera allunga le distanze, finalizzando con potenza un calcio di rigore. La partita è particolarmente nervosa (espulsi un giocatore e l’al-

lenatore del Pasta), tanto che le squadre raggiungono il limite massimo di falli in poco tempo, regalando diverse opportunità dal dischetto. Sotto di due goal, il Pasta reagisce e trova il goal su azione al 21’. È poi ancora una volta Sichera andare a segno, dopo aver messo a sedere il portiere avversario, e poi, sugli sviluppi di un calcio piazzato, nasce la quarta rete con Rodofili che sorprende tutti con un bel tiro dalla distanza. Ma un rigore riapre le speranze del Pasta, che si porta sul 4 a 2. Dominici, complice una deviazione degli avversari, allunga le distanze, ma basta una distrazione che il Pasta si rifà sotto: una bella azione prolungata sorprende la difesa del Time Warp, troppo schiacciata nella propria metà campo in questa fase di gioco. Sul 5-3, il Time Warp avrebbe ancora l’occasione di andare a segno su calcio di rigore, ma Nicotra (appena entrato) spara a lato dell’estremo difensore. Prossimo match, lunedì 15 ottobre contro il Gem Busca (ore 21, Fossano).

CALCIO A 5 SERIE C1 I saviglianesi lanciano l’azionariato popolare

Il Futsal cede al forte Fenalc FUTSAL FENALC

Il primo tempo volge al termine quando Draga è costretto ad uscire dal campo mostrando segni evidenti di dolore ad un ginocchio: non rientrerà e la concentrazione cala al punto che Valiani viene sorpreso da un tiro avversario da fuori area. Il primo tempo termina con un 1-2 a favore di un Fenalc non così tanto meritevole. Al rientro dagli spogliatoi il Futsal è sottotono. Allo stesso tempo i nerobianchi sembrano mettere in pratica quanto studiato nei primi 30 minuti di gara e così, in difesa, aspettano i saviglianesi nella loro

2 5

Mitutela Futsal Savigliano: Valiani,Tavella, Daniele, Gerbaudo, Busano, Ternavasio G., Pettavino, Ferrante, Ternavasio E., Draga, Borgognone, Leo. All.: Rocca, Gandolfo. Dir: P. Paciello. Reti: 2 Ferrante. Dopo la mirabolante prestazione in Coppa Italia contro il Gem Busca, che ha visto i saviglianesi trionfare per 10-2, ad accogliere gli spettatori al Palagiolitti nella partita di campionato c’era l’iniziativa promessa e promossa dal presidente Marco Varetto: “l’azionariato popolare” alla società. Quella di sabato scorso, nonostante il risultato finale, è stata una prestazione interessante: forse la prima vera occasione in cui gli atleti del calcio a 5 saviglianese si sono misurati contro una squadra che punta a raggiungere le prime posizioni della classifica, il Fenalc. Valiani, Leo, Gerbaudo, Ternavasio E. e Draga i titolari schierati da Gandolfo e Rocca in apertura di partita. Una scena simpatica pre-

area, chiudendo le vie di ingresso, senza lasciarsi cogliere dalla tentazione di pressare alto; in attacco, sfruttano ogni momento di distrazione o stanchezza per sorprendere la difesa biancorossoblù e neanche il giovane Valiani riesce a frenare 3 tiri vincenti che capovolgono il risultato. A pochi minuti dalla fine il Futsal è sotto di 5 goal a 1. A nulla può il goal del 2-5 di Ferrante in extremis. Il prossimo appuntamento è fissato per sabato 13 ottobre a Grugliasco contro lo Sportiamo, squadra ancora a zero punti.

Daniel Draga cede il primo goal: Draga si ritrova senza una scarpa e non gli resta che mandare la palla in rimessa laterale. Per consentirgli di rincalzarla, Gandolfo fa un cambio volante inserendo Ferrante che si porta sul lato opposto del campo, viene servito e tira in porta sorprendendo il portiere avversario e portando la squadra saviglianese in vantaggio. Tale vantaggio però dura poco poiché, durante l’azione successiva, gli avversari trovano lo spazio per sorprendere la difesa saviglianese e pareggiano.

Calcio a 5: serie C1 Risultati della 3ª giornata Don Bosco Caselle-Sportiamo 3-1; Emmeffe-Alessandria 6-1; Futsal Savigliano-Fenalc 2-5; Libertas Astense-G3 Happy Time 9-1; Sporting Rosta-I Bassotti 3-3; Top Five-Vaccheria 4-2. Classifica I Bassotti, Don Bosco Caselle e Emmeffe 7; Libertas Astense e Top Five 6; Sporting Rosta e Fenalc 5; Futsal Savigliano 4; Vaccheria 3; Sportiamo, G3 Happy Time e Alessandria 0. Prossimo turno (sabato 13 ottobre, ore 15) Fenalc-Alessandria; G3 Happy Time-Top Five; I Bassotti-Don Bosco Caselle; Libertas Astense-Emmeffe; Sportiamo-Futsal Savigliano;Vaccheria-Sporting Rosta.

Calcio ACSI – Campionati a 11 e a 7 MERITO GIRONE B – 3ª giornata PiscineseRiva – Il Podio Sport Bagnolo Atletico Moretta – Bra Villafalletto – Villafranca Paesana Valle Po – Cavour Amatori A.S.D.C. Marene – Bargetta Riposava: Agriturismo Castel Real Costigliole Saluzzo.

1-2 2-2 2-0 1-0 1-4

ECCELLENZA GIRONE A – 3ª giornata

I galletti verdi del Time Warp pronti ad una ripartenza contro il Pasta

CALCIO FEMM. Il Cavallermaggiore passa a Torino

Primi tre punti per le apine CIT TURIN 0 CAVALLERMAGGIORE 2

Genola 2005 Pizz.del Viale – Athletic Madonna delle Grazie 0-1 Margarita – Montanarese 0-1 San Benigno – Zoo bar Cuneo 0-3 Tek Fire Fossano – Olimpic bar Cavour Savigliano 1-4 R.c. Caffe Enjoy – Sarale Carburanti Rinv. San Bernardo Cervasca – Massucco Noleggi 2-1 ECCELLENZA GIRONE C – 3ª giornata Racconigi 86 – Real Carmagnola Città di saluzzo hotel Grise – Città di Saluzzo pizzeria Pied S.S. Michele Grato – Monasterolo ‘94 Enviese – Brossasco Amatori Villanova Solaro – Special Topinabò Venasca Olimpic bar Cavour Savigliano – Manta Cavallerleone 2008 – Envie

1-1 2-2 1-0 1-6 1-2 0-0 0-1

CALCIO A 7 GIRONE B – 3ª giornata

Cavallermaggiore: Borgna, Gazzera (60' Lauria), Pesante,Tosa, Straffi, Murialdo, Olivero, Giacosa, Comino, Graglia (70' Mazzoleni), Ferrero. A disp.: Salvatico, Azzan, Fasciani. All.: Bonetto.

Marene 2003 – Topinabò Costigliole Lagnasco – Polisportiva Scarnafigi Leun d'Or Murello – Rivoira s.n.c. Fossano N.R.G. Square Team – Manta Torre San Giorgio – Piasco

3-2 2-1 5-2 5-0 5-2

Reti: 20' e 50' Ferrero Prima vittoria in campionato per le apine cavallermaggioresi che – dopo tre pareggi di fila – battono un Cit Turin in piena crisi di risultati. Mister Bonetto, privo di Griglio e Pegoraro, ridisegna l’attacco affidando tutto il peso del reparto sulle spalle di Ferrero, supportata tra le linee da Olivero e Comino, per un inedito 4-3-2-1 (il famoso "albero di Natale" alla Ancelotti). Il Cavallermaggiore inizia molto bene e costruisce trame di gioco interessanti, mettendo continuamente sotto pressione la retroguardia torinese. Il risultato si sblocca al 20’: Ferrero, pescata bene da Comino, si gira al limite dell'area e lascia partire un sinistro che si insacca a fil di palo. 0-1. Il Cit Turin reagisce in modo veemente allo svantaggio e costruisce molto gioco che gli avanti torinesi non riescono a sfruttare. Le ragazze di mister Bonetto serrano le file e ripartono in contropiede; al 43' Ferrero sfugge in velocità al difensore e mette a lato

CALCIO A 7 GIRONE C – 3ª giornata Doppietta per Noemi Ferrero di pochissimo. La ripresa si apre col raddoppio delle apine: Giacosa pesca Ferrero che lascia sul posto la sua marcatrice e batte il portiere con un preciso rasoterra. 0-2. Il doppio vantaggio tranquillizza la squadra ospite che si limita a controllare la partita e a cercare il goal con rapide ripartenze ma Ferrero, Giacosa e Mazzoleni non riescono a trovare il colpo del ko. Commenta mister Bonetto: «Una prova di maturità delle ragazze. Hanno dimostrato di essere una squadra vera: hanno sofferto, lottato ma anche e soprattutto giocato per lunghi tratti un bel calcio. Un nome per reparto: Murialdo perfetta in difesa,Tosa insuperabile a centrocampo e Ferrero strepitosa nelle ripartenze. Ma complimenti veramente a tutte». Prossimo impegno, domenica alle 15.30 al San Giorgio contro la Biellese.

Sacchi – Ligese Giardino dei Tigli Surrauto – Maddalene 2000 Old Boys – U.s. Saviglianase Albatros Doc – Olocco s.r.l. Riposava: Omec Costruzioni Meccaniche Murazzo. CALCIO A UNDICI Merito girone B ASDC MARENE BARGETTA

1 4

Marene: Filippa, Barbero, Bosio M., Gianoglio, Bertola, Rinero, Mondino (Mottura), Racca G. (Minetti), Bosio F. (Bravo D.), Ambrogio (Allocco), Borda. A disp.: Pignata. All.: Aldo Allemandi, Alessandro Racca. Rete: Mondino. «Abbiamo fatto almeno tre passi indietro rispetto all’inizio stagione»: questo il commento a caldo dell’allenatore Racca al termine della gara casalinga contro il Bargetta. Nel primo quarto d’ora la squadra non ha mai giocato, lasciando campo libero agli avver-

2-4 2-4 4-10 3-3

sari, che subito si portano in vantaggio. I rossoblù non riescono a recuperare e aspettano la seconda frazione di gioco per farsi finalmente vedere dagli ospiti. I padroni di casa pareggiano all’inizio del secondo tempo grazie al rigore battuto da Mondino, poi hanno un’occasionissima con Borda, che però colpisce il palo. Il Bargetta castiga i padroni di casa con altri tre goal. Sconfitta giustissima; sperando che il turno di riposo di venerdì prossimo porti consiglio. CALCIO A UNDICI Eccellenza girone C SS. MICHELE GRATO MONASTEROLO 94

1 0

Monasterolo 94: Oggione, Arnolfo, Olivero,Anselmo Erwin, Garello, Sepertino, Allasia Elia, Biga, Rahmati, Aszalo’s, Ramiz. A disp.: Godino, Perlo. Dir.: Galletto Massimo. La prima sconfitta stagionale per il Monasterolo 94 è arrivata sul campo di Carmagnola contro la formazione del ASD SS. Michele Grato. I monasterolesi si presentavano in campo con un organico ridotto a causa di alcune defezioni,dovute forse anche al fatto di dover giocare di domenica mattina. La partita è stata comunque equilibrata e nel primo tempo si vedevano gli episodi che avrebbero deciso l’incontro. Era la squadra di Monasterolo a rendersi pericolosa per prima, su calcio piazzato battuto da Sepertino, il tiro andava ad incocciare la traversa e rimbalzava nuovamente in campo senza che nessuno potesse intervenire. Dopo questo scampato pericolo i carmagnolesi reagivano ed erano loro questa a colpire il paolo della porta avversaria ma a differenza del caso precedente un rimpallo sul portiere faceva rotolare la palla in rete. Nella seconda frazione i padroni di casa cercavano di controllare la partita e lo scarso peso offensivo degli ospiti faceva il resto. La sfida terminava cosi con la vittoria dell’ASD SS. Michele Grato per 1-0 ed al Monasterolo 94 non restava che recriminare sulle troppe assenze che hanno avuto un esito decisivo nelle sorti dell’incontro. CAVALLERLEONE ENVIE

0 1

Cavallerleone 2008: Olivero, Giletta M., Martino, Gattino, Catrambone, Lovera (Pansa), Cavaglià (Testa), Farina,Vinai, Mollo, Mascari. Finisce con un'altra sconfitta di misura la terza giornata di campionato del Cavallerleone. Il match giocato in casa contro l’US Envie ha visto i cavallerleonesi esprimere un buon gioco e costruire un discreto numero di azioni da goal, così come gli avversari in un paio di occasioni hanno impegnato Olivero, che si è fatto trovare pronto. L’equilibrio si è rotto con una punizione che ha ingannato il

Daniele Gattino (Cavallerleone) portiere cavallerleonese e ha deciso il match. Nella seconda frazione non ha portato risultati l’assedio dei padroni di casa (l’occasione più nitida, non sfruttata, nei piedi di Farina), che rimangono quindi con un solo punto in classifica. Da registrare le proteste dell’ASD Cavallerleone riguardo ad un paio di presunte azioni fallose nell’area avversaria, che, secondo la società, andavano punite con il calcio di rigore. CALCIO A SETTE Girone B LEUN D’OR 5 RIVOIRA FOSSANO 2 Leun d’Or Murello: Laurenti, Gattino, Catrambone, Cravero, Isoardi, Iaculo, Gjerji,Varetto, Bonino, Spertino, Devalle, Barone. Che partita! I leoni portano a casa un insindacabile risultato, ma soprattutto portano in campo un gioco squisitamente vivo, capace di superare le linee avversarie e finalizzare. Il balcanico Gjerji, da dieci e lode, mette a segno una tripletta già nel primo tempo, che assieme alla tripletta della partita passata (terminata 3-1 contro Palestra NRC Savigliano), lo elegge miglior marcatore dei Leun d’Or, terrore delle difese. All’inizio del secondo tempo i murellesi cadono in defaiance per pochissimi minuti, sufficienti però alla formazione Fossanese per mettere a segno due reti e riaccendere le speranze. Paolo Cravero allunga però nuovamente le distanze, in favore dei Leun, con una rete da manuale: insiste sulla fascia, supera la linea difensiva e poi l’ultimo uomo con un pallonetto che è pura eleganza. Varetto mette poi dentro il quinto ed ultimo goal: la vittoria è loro. In una partita così accesa è da segnalare lo splendido, imparziale e sempre puntuale arbitraggio del signor Mana, che gestisce magistralmente un incontro memorabile.


programmi tv

mercoledì 10 ottobre 2012

41

Colorado (Italia 1 - 21.10)

The mentalist (Rete 4 - 21.10)

Tale e quale show (Rai 1 - 21.10)

C’è posta per te (Canale 5 - 21.10)

Report (Rai 3 - 21.30)

N.C.I.S.: Los Angeles (Rai 2 - 21.05)

Volo in diretta (Rai 3 - 23.20)

Edoardo Mirabella (nella foto), che nel programma interpreta Eddi Sick du Soleil, ha raccontato che questo personaggio è nato dopo aver fatto un provino per il mitico Cirque du Soleil.

1) Lisbon e Jane indagano sulla morte di un campione di football che si è fatto saltare in aria. 2) Questo episodio vede prima coinvolto Tom Wilcox e Toby Rawlins, un pompiere.

Sorprende la capacità dei concorrenti di calarsi nei panni di star della musia. La stessa Loretta Goggi (foto), nella giuria, la precedente edizione si emozionò nel vedersi imitata.

Tra i postini di Maria De Filippi c’é anche Gianfranco Apicerni (foto). Nato nel 1985 a Roma, prima di consegnare le missive per il programma è stato un tronista di Uomini e Donne.

Milena Gabanelli (foto) propone oggi un viaggio nel cuore finanziario delle Poste. I risparmi di oltre 24 milioni di utenti, molti pensionati, sono gestiti dalla Cassa Depositi e Prestiti.

Il team si mette in caccia di un killer insuperabile nei travestimenti e sfuggito a ogni tentativo di cattura, persino a Callen. Grancer mette pressione alla squadra perché acciuffi il criminale.

Primo appuntamento della seconda settimana del rinnovato programma in cui Fabio Volo (foto) mescola attualità, costume e cultura secondo il suo personalissimo linguaggio.

MERCOLEDÌ 10

GIOVEDÌ 11

VENERDÌ 12

SABATO 13

DOMENICA 14

LUNEDÌ 15

MARTEDÌ 16

06.45 12.00 13.30 14.10 15.15 16.50 17.00 18.50 20.00 20.30 21.10 23.20

Unomattina (contenitore) La prova del cuoco (rubrica) Tg 1/ Economia Verdetto finale (talk show) La vita in diretta (contenitore) Rai Parlamento Tg 1 L’eredità (gioco) Tg 1 Affari tuoi (gioco) Sposami (serie Tv) Porta a porta (talk show)

09.55 12.00 13.30 14.10 15.15 16.50 17.00 18.50 20.00 20.30 21.10 23.15

S. Messa (S. Pietro) La prova del cuoco (rubrica) Tg 1/Economia Verdetto finale (talk show) La vita in diretta (contenitore) Rai Parlamento Tg 1/Che tempo che fa L’eredità (gioco) Tg 1 Affari tuoi (gioco) Il Comm. Nardone (s.t.) Porta a porta (talk show)

06.45 07.00 12.00 13.30 14.10 15.15 16.50 17.00 18.50 21.00 21.10 23.25

Unomattina (contenitore) Tg 1 La prova del cuoco (rubrica) Tg 1/Economia Verdetto finale (talk show) La vita in diretta (contenitore) Rai Parlamento Tg 1/Che tempo che fa Armenia-Italia (calcio) Tg 1 Tale e quale show Tv 7 - Settimanale Tg 1

14.00 14.30 15.30 17.00 17.15 17.45 18.50 20.00 20.35 21.10

Easy driver (rubrica) Linea blu (rubrica) Le amiche del sabato (t.s.) Tg 1/Che tempo che fa A sua immagine (religione) Passaggio a Nord-Ovest L’eredità (gioco) Tg 1/Rai Tg Sport Affari tuoi (gioco) Ti lascio una canzone (show) 00.40 Tg 1 / Che tempo che fa

12.20 13.30 14.00 16.30 16.35

23.35

Linea verde (rubrica) Tg 1 Domenica In - L’arena Tg 1 Domenica In Così è la vita L’eredità (gioco) Tg 1/Rai Tg Sport Affari tuoi (gioco) Un passo dal cielo 2 (serie Tv) Speciale “Tg 1”

07.00 12.00 13.30 14.10 15.15 16.50 17.00 18.50 20.00 20.30 21.10 23.20

18.50 20.00 20.40 21.30

Tg 1 La prova del cuoco (rub.) Tg 1/Economia Verdetto finale (talk show) La vita in diretta (contenitore) Rai Parlamento Tg 1/Che tempo fa L’eredità (gioco) Tg 1 Affari tuoi (gioco) Sposami (serie Tv) Porta a porta (talk show)

06.45 07.00 12.00 13.30 14.10 15.15 16.50 17.00 18.50 20.00 20.30 23.10

Unomattina (contenitore) Tg 1 La prova del cuoco (rub.) Tg 1/Economia Verdetto finale (talk show) La vita in diretta (contenitore) Rai Parlamento Tg 1/Che tempo fa L’eredità (gioco) Tg 1 Italia-Danimarca (calcio) Porta a porta (talk show)

14.00 Parliamone in famiglia 16.15 La signora del West (telefilm) 17.00 Dance! La forza della passione (serie Tv) 17.45 Tg 2 Lis/Meteo/Sport/Tg2 18.45 Senza traccia (telefilm) 19.35 Squadra speciale Cobra 11 20.30 Tg 2 21.05 Once upon a time - C’era una volta (telefilm) 22.40 Pechino express (reality) 23.30 Tg 2

13.00 Tg 2/Costume/Medicina 33 14.00 Parliamone in famiglia (rubrica) 16.15 La signora del West (telefilm) 17.00 Dance! La forza della passione (serie Tv) 17.45 Tg 2 Lis/Meteo/Sport/Tg2 18.45 Senza traccia (telefilm) 19.35 Squadra speciale Cobra 11 20.30 Tg 2 21.05 Pechino express (reality) 23.20 Tg 2

13.00 Tg/Eat Parade/Viaggiare 14.00 Parliamone in famiglia (rubrica) 16.15 La signora del West (telefilm) 17.00 Dance! La forza della passione (serie Tv) 17.45 Tg 2 Lis/Meteo/Sport/Tg2 18.45 Senza traccia (telefilm) 19.35 Squadra speciale Cobra 11 20.30 Tg 2 21.05 Voyager (inchieste) 23.10 Tg 2

14.00 15.00 15.50 16.30 17.05 18.00 18.05 19.30 20.30 21.05 21.50 22.40

Teen manager (docureal.) Pechino express (reality) Beauty & me (magazine) Catastrofi (documenti) Sereno variabile (rubrica) Tg 2 Lis/Meteo Chaos (telefilm) Sea patrol (telefilm) Tg 2 Castle (telefilm) Body of proof (telefilm) Cold case - Delitti irrisolti

13.45 15.00 16.30 17.50 18.00 18.05 19.30 20.30 21.05 21.50 22.40 23.20

Mucche alla riscossa (film) Wall-e (film) Lilo & Stitch (film) Classici Disney (cartoni) Tg 2 Lis/Meteo 90° minuto (rubrica sport) Automobilismo (Corea) Tg 2 NCIS (telefilm) Hawaii Five-0 (telefilm) Cold case - Delitti irrisolti La domenica sportiva (rub)

14.00 Pechino express (reality) 14.05 Parliamone in famiglia (rubrica) 16.15 La signora del West (tel.) 17.45 Tg 2 Lis/Meteo/Sport/Tg2 18.45 Cold case - Delitti irrisolti 19.35 Squadra speciale Cobra 11 20.30 Tg 2 21.05 NCIS: Los Angeles (tel.) 21.50 Blue bloods (telefilm) 22.40 The good wife (telefilm) 23.25 Tg 2

13.00 Tg 2 /Costume/Medicina 14.00 Pechino express (reality) 14.05 Parliamone in famiglia (rubrica) 16.15 La signora del West (telef.) 17.45 Tg 2 Lis/Meteo 17.50 Svezia-Italia U21 (calcio) 18.45 Tg 2 20.00 Classici Disney (cartoni) 20.30 Tg 2 21.05 Criminal minds (telefilm) 23.25 Tg 2/Punto di vista

12.45 13.10 14.00 15.10 16.00 17.40 19.00 20.00 20.10 20.35 21.05 23.10

Le storie - Diario italiano La strada per la felicità Tg Regione/Meteo/Tg 3 La casa nella prateria (telef.) Cose dell’altro Geo (rub.) Geo & Geo Tg 3/Tg Regione/Meteo Blob (magazine) Comiche all’italiana Un posto al sole (soap) Chi l’ha visto? (inchieste) Volo in diretta

12.45 13.10 14.00 15.10 16.00 17.40 19.00 20.00 20.10 20.35 21.05 23.00

Le storie - Diario italiano La strada per la felicità Tg Regione/Meteo/Tg 3 La casa nella prateria (telef.) Cose dell’altro Geo (rub.) Geo & Geo Tg 3/Tg Regione/Meteo Blob (magazine) Comiche all’italiana Un posto al sole (soap) Boss (telefilm) Volo in diretta

12.00 12.45 13.10 14.00 15.10 16.00 17.40 19.00 20.00 20.15 20.50 23.00

10.10 Agente Pepper (telefilm) 14.00 Tg Regione/Meteo/Tg 3 17.00 Timbuctu: i viaggi di Davide (reportage) 17.15 Turner e il “casinaro” (film) 19.00 Tg 3/Tg Regione/Meteo 20.00 Blob (magazine) 20.10 Allegri vagabondi (film) 21.05 Ulisse: il piacere della scoperta (documenti) 23.20 Tg 3/Tg Regione 23.40 Un giorno in Pretura

12.25 12.55 13.25 14.00 14.30 15.05

Telecamere salute (rub.) 1ª della prima (Mascagni) Passepartout (rubrica) Tg Regione/Meteo/Tg 3 In 1/2 H Alle falde del Kilimangiaro (magazine) Tg 3/Tg Regione/Meteo Blob (magazine) Che tempo che fa (talk s.) Report (inchieste) Tg 3/Tg Regione

13.10 14.00 15.10 16.00 17.40 19.00 20.00 20.10 20.35 21.05

La strada per la felicità Tg Regione/Tg 3/Meteo La casa nella prateria (tel.) Cose dell’altro Geo (rubrica) Geo & Geo Tg 3/Tg Regione/Meteo Blob (magazine) Comiche all’italiana Un posto al sole (soap) Che tempo che fa del lunedì (talk show) 22.40 Sfide (A. Zanardi)

12.45 13.10 14.00 15.10 16.00 17.40 19.00 20.00 20.10 20.35 21.05 23.20

Le storie - Diario italiano La strada per la felicità Tg Regione/Meteo/Tg 3 La casa nella prateria Cose dell’altro Geo (rubrica) Geo & Geo Tg 3/Tg Regione/Meteo Blob (magazine) Comiche all’italiana Un posto al sole (soap) Ballarò (talk show) Volo in diretta

11.50 13.25 15.45 17.25 17.30

08.30 10.35 12.20 14.05 15.50 17.35 17.40 19.45 21.15 23.05 23.10

The great debaters Terra armata She’s the man Ore disperate Duello nel Pacifico Rainews (giorno) Cabaret Alibi 88 minuti 100 pallottole d’argento Vivere e morire a Los Angeles

12.30 Call me crazy (The Tv set) 14.00 Farsi notare 16.00 L’ultimo buscadero 17.40 Rainews (giorno) 17.45 Il cuore altrove 19.35 Franco e Ciccio sul sentiero di guerra 21.10 Agente 007, Missione Goldfinger 23.00 Æon Flux Il futuro ha inizio

12.40 Tradimento 14.20 Boys 15.45 Management Un amore in fuga 17.20 Rainews (giorno) 17.25 Rollercoaster Il grande brivido 19.25 Il signor Robinson Mostruosa storia d’amore e d’avventure 21.15 Corsari 23.20 Il grande Paese

10.35 12.25 13.50 15.30

00.50

Scusi, dov’é il fronte? Rob Roy Il tulipano d’oro Rainews (giorno) Non per soldi... ma per denaro La famiglia omicidi Miss Marple: un cavallo per la strega Agente 007, dalla Russia con amore Drugstore (magazine)

Ipcress Boys Venezia, Luna e tu Overboard - Una coppia alla deriva Rainews (giorno) Miss Marple: un cavallo per la strega 007 Thunderball: operazione tuono Il velo dipinto Un uomo da marciapiede

08.20 Tradimento 10.05 Quel maledetto treno blindato 11.45 Pane, amore e fantasia 13.20 Il velo dipinto 15.30 The dragon 17.20 Rainews (giorno) 17.25 Ti va di pagare? 19.10 Uomini e cobra 21.15 Joe Bass - L’implacabile 23.00 Drugstore (magazine) 23.30 Red Rock West

08.15 10.00 11.40 13.00 14.25 16.00 17.45 17.50 19.25 21.15 23.00 23.05

Casablanca Casablanca Blood and wine Un microfono per due L’amante inglese Shade - Carta vincente Le rose del deserto Rainews (giorno) Porgi l’altra guancia She’s the man Notte brava a Las Vegas 100 pallottole d’argento Riflessi sulla pelle

11.30 12.00 12.55 14.00 14.45 15.30 16.35 18.55 19.35 20.30 21.10 00.10

Tg 4/Meteo Detective in corsia (tel.) La signora in giallo (tel.) Tg 4 Lo sportello di Forum Hamburg Distretto 21 (tel.) Le ali delle aquile (film) Tg 4/Meteo Tempesta d’amore (soap) Walker Texas Ranger (tel.) Invictus - L’invincibile (film) End game (film)

12.00 12.55 14.00 14.45 15.30 16.35

Detective in corsia (tel.) La signora in giallo (tel.) Tg 4 Lo sportello di Forum Hamburg Distretto 21 (tel.) Segni particolari: bellissimo (film) Tg 4/Meteo Tempesta d’amore (soap) Walker Texas Ranger (tel.) The mentalist (telefilm) The closer (telefilm)

10.50 11.30 12.00 12.55 14.00 14.45 16.00 18.55 19.35 20.30 21.10 24.00

Ricette di famiglia (rub.) Tg 4/Meteo Detective in corsia (tel.) La signora in giallo (tel.) Tg 4 Lo sportello di Forum A casa dopo l’uragano (f.) Tg 4/Meteo Tempesta d’amore (soap) Walker Texas Ranger (tel.) Quarto grado (inchieste) Secret window (film)

14.45 Lo sportello di Forum 15.30 Perry Mason: crimini di guerra (film) 17.00 Monk (telefilm) 18.00 Pianeta mare 18.55 Tg 4/Meteo 19.35 Tempesta d’amore (soap) 20.40 Le indagini di P. Castell 21.30 Law & Order: unità speciale (telefilm) 23.00 Law & Order: Los Angeles (telefilm)

11.00 11.30 12.00 13.10 14.00 14.40 16.55 18.55 19.35 21.30

Le storie di “Viaggio a...” Tg 4/Meteo Pianeta mare Donnavventura (reportage) Tg 4/Meteo Torna a settembre (film) Il pistolero (film) Tg 4/Meteo Il Comandante Florent (tel.) Tierra de Lobos L’amore e il coraggio (s.t.) 23.40 Terra!

11.30 12.00 12.55 14.00 14.45 15.30 16.35 18.55 19.35 20.30 21.10 24.00

Tg 4/Meteo Detective in corsia (tel.) La signora in giallo (tel.) Tg 4 Lo sportello di Forum Hamburg Distretto 21 (tel.) Il Comandante Florent Tg 4/Meteo Tempesta d’amore (soap) Walker Texas Ranger (tel.) Quinta colonna (talk s.) 1997: fuga da N.Y. (film)

12.55 14.00 14.45 15.30 16.35 18.55 19.35 20.30 21.10

Forum (rubrica) Tg 5/Meteo Beautiful (soap opera) Centovetrine (soap opera) Uomini e donne (t.s.) Pomeriggio 5 (contenitore) Avanti un altro! (gioco) Tg 5/Meteo Striscia la notizia (show) Ris Roma 3 Delitti imperfetti (serie Tv) 23.40 I cerchi nell’acqua (m.s.)

11.00 13.00 13.40 14.10 14.45 16.20 18.50 20.00 20.40 21.20 23.40

Forum (rubrica) Tg 5/Meteo Beautiful (soap opera) Centovetrine (soap opera) Uomini e donne (t.s.) Pomeriggio 5 (contenitore) Avanti un altro! (gioco) Tg 5/Meteo Striscia la notizia (show) Lo show dei record Out of sight - Gli opposti si attraggono (film)

08.50 11.00 13.00 13.40 14.10 14.45 16.20 18.50 20.00 20.40 21.20 23.40

Mattino cinque (contenit.) Forum (rubrica) Tg 5/Meteo Beautiful (soap opera) Centovetrine (soap opera) Uomini e donne (t.s.) Pomeriggio 5 (contenitore) Avanti un altro! (gioco) Tg 5/Meteo Striscia la notizia (show) I Cesaroni (serie Tv) Supercinema (magazine)

08.50 09.45 11.00 13.00 13.40

Super partes (informaz.) Circle of life (telefilm) Forum (rubrica) Tg 5/Meteo Rosamunde Pilcher: le ali dell’amore (film) Verissimo (talk show) Avanti un altro! (gioco) Tg 5/Meteo Striscia la notizia (show) C’é posta per te (show) Avvocati a New York (tel.)

10.30 11.50 13.00 13.40 14.00 18.50 20.00 20.40

Benvenuti a tavola (s.t.) Melaverde (rubrica) Tg 5/Meteo L’arca di Noé (rubrica) Domenica live (contenit.) Avanti un altro! (gioco) Tg 5/Meteo Striscia la domenica (show) 21.15 Benvenuti al Sud (film) 23.20 Il giudice Mastrangelo (film)

11.00 13.00 13.40 14.10 14.45 16.20 18.50 20.00 20.40 21.10

Forum (rubrica) Tg 5/Meteo Beautiful (soap opera) Centovetrine (soap opera) Uomini e donne (t.s.) Pomeriggio 5 (contenitore) Avanti un altro! (gioco) Tg 5/Meteo Striscia la notizia (show) Squadra antimafia 4 Palermo oggi (serie Tv) 23.40 A beautiful mind (film)

08.50 11.00 13.00 13.40 14.10 14.45 16.20 18.50 20.00 20.40 21.10 23.30

12.25 13.40 14.10 14.35 15.00 16.00 16.50 17.45 18.30 19.20 21.10 23.45

Tg/Meteo/Sport Futurama (cartoni) I Simpson (cartoni) Dragon Ball GT (cartoni) Fringe (telefilm) Smallville (telefilm) Merlin (telefilm) La scimmia (reality show) Tg/Meteo CSI - Scena del crimine Colorado (show) Zelig off (show)

13.40 14.10 14.35 15.00 16.00 16.50 17.45 18.30 19.20 21.10 23.15

Futurama (cartoni) I Simpson (cartoni) Dragon Ball GT (cartoni) Fringe (telefilm) Smallville (telefilm) Merlin (telefilm) La scimmia (reality show) Tg/Meteo CSI - Scena del crimine Colombiana (film) Bangkok Dangerous Il codice dell’assassino

13.40 14.10 14.35 15.00 16.00 16.50 17.45 18.30 19.20 21.10 22.00 23.55

Futurama (cartoni) I Simpson (cartoni) Dragon Ball GT (cartoni) Fringe (telefilm) Smallville (telefilm) Merlin (telefilm) La scimmia (reality show) Tg/Meteo CSI - Scena del crimine CSI Miami (telefilm) Person of interest (telefilm) L’Italia che funziona

13.40 14.05 15.30 17.55

I Simpson (cartoni) La scimmia (reality) Ho voglia di te (film) Magazine Champions League Tg/Meteo I pinguini di Madagascar (cartoni) Planet 51 (film) Shrek (film) Pathfinder - La leggenda del guerriero vichingo

10.20 12.25 13.00 14.00 15.00 16.00 17.05 18.15 18.30 19.00 21.25 23.20

Motociclismo (Giappone) Tg/Meteo Sport Mediaset XXL (rub.) Motociclismo (Giappone) Fuori giri (rubrica sportiva) Motociclismo (R. Bull S.S.) Red Bull Flugtag I pinguini di Madagascar Tg/Meteo 10.000 A.C. (film) CSI - New York (telefilm) Covert affairs (telefilm)

12.25 13.40 14.10 14.35 15.00 16.00 16.50 17.45 18.30 19.20 21.10 23.45

Tg/Meteo/Sport Futurama (cartoni) I Simpson (cartoni) Dragon Ball GT (cartoni) Fringe (telefilm) Smallville (telefilm) Merlin (telefilm) La scimmia (reality show) Tg/Meteo CSI - Scena del crimine Colorado (show) Zelig off (show)

14.10 14.35 15.00 16.00 16.50 17.45 18.30 19.20 21.10

12.30 13.30 14.05 15.55 17.45 18.20 19.15 20.00 20.30 21.10 23.05

I menù di Benedetta (rub) Tg La 7 Cristina Parodi live (cont.) Il commissario Cordier (t.) Cristina Parodi cover (con.) I menù di Benedetta (rub) G’ Day Tg La 7 Otto e mezzo (rubrica) Se stasera sono qui Non ditelo alla sposa (docu-reality)

12.30 13.30 14.05 15.55 17.45 18.20 19.15 20.00 20.30 21.10 23.45 00.50

I menù di Benedetta (rub) Tg La 7 Cristina Parodi live (cont.) Il commissario Cordier (t.) Cristina Parodi cover (con.) I menù di Benedetta (rub) G’ Day Tg La 7 Otto e mezzo (rubrica) Piazzapulita Omnibus notte Tg La 7 Sport

12.30 13.30 14.05 15.55 17.45 18.20 19.15 20.00 20.30 21.10 23.10

I menù di Benedetta (rub) Tg La 7 Cristina Parodi live (cont.) Il commissario Cordier (tel) Cristina Parodi cover (con.) I menù di Benedetta (rub) G’ Day Tg La 7 Otto e mezzo (rubrica) Il commissario Cordier (tel) Millennium: uomini che odiano le donne (m.s.)

07.30 10.00 11.05 13.30 14.05 15.05 17.05 18.00 20.00 20.30 22.35 00.35

Tg La 7 Bookstore (rubrica) Jag - Avvocati in divisa Tg La 7 L’erba del vicino Missione natura La 7 Doc L’Ispettore Barnaby (tel.) Tg La 7 In onda Getaway (film) Omnibus notte

07.30 10.00 11.20 12.05 13.30 14.05 15.50 18.00 20.00 20.30 21.30 23.55

Tg La 7 Ti ci porto io (rubrica) New Tricks (telefilm) Due notti con Cleopatra Tg La 7 È arrivato mio fratello (film) Tre uomini in fuga (film) L’Ispettore Barnaby (tel.) Tg La 7 In onda Soldato Jane (film) Omnibus notte

12.30 13.30 14.05 15.55 17.45 18.20 19.15 20.30 21.10 23.45 00.50 00.55

I menù di Benedetta (rub) Tg La 7 Cristina Parodi live (cont.) Il Commissario Cordier Cristina Parodi cover (con.) I menù di Benedetta (rub) G’ Day Otto e mezzo (rubrica) L’infedele Omnibus notte Tg La 7 Sport Madama Palazzo

12.30 13.30 14.05 15.55 17.45 18.20 19.15 20.00 20.30 21.10 00.10 01.15

I menù di Benedetta (rub) Tg La 7 Cristina Parodi live (cont.) Il Commissario Cordier Cristina Parodi cover (con.) I menù di Benedetta (rub) G’ Day Tg La 7 Otto e mezzo (rubrica) SOS tata Omnibus notte Tg La 7 Sport

14.15 14.30 15.00 18.00 18.30 19.00 19.15 19.30 20.45 20.50 21.00 23.00

Saluti salutissimi L’ merca dla smana Shopping con Telecupole Detto tra noi Musica vera sì o no? Porte aperte a P. Lascaris Coming s./News/Econom. Tg/Paese che vai/Meteo Tg Coldiretti Flash Mondo artigiano Scacciapensieri Tg 4

14.15 14.30 15.00 18.00 18.30 19.00 19.15 19.30 20.45 21.00 22.30 23.00

Saluti salutissimi Dimensione vintage Shopping con Telecupole Car show Musica vera sì o no? 4 zampe in Tv Coming s./News/Econom. Tg/Paese che vai/Meteo Alla scoperta del Piemonte Il teatrino di Telecupole Detto tra noi Tg 4

14.15 14.30 15.00 18.00 18.30 19.00 19.15 19.30 20.45 21.00 21.15 22.30

Saluti salutissimi Camper magazine Shopping con Telecupole Videotop Musica vera sì o no? Dimensione vintage Coming s./News/Econom. Tg/Paese che vai/Meteo Incontro con il Governatore Turismo cuneese Romagna mia Transalp

12.30 13.50 14.15 14.30 15.00 18.00 18.30 19.05 19.30 20.45 21.00 23.00

Saluti salutissimi Tg 4 Saluti salutissimi Transalp Shopping con Telecupole Car show Bouquet Tv Alla scoperta del Piemonte Tg/Paese che vai/Meteo Wine & food L’ mercà dla smana Tg 4

11.57 12.00 13.25 13.30 16.00 17.00 18.30 19.00 19.15 20.30 21.00 23.00

Tre minuti con P. Ottavio Obiettivo agricoltura Gusto giusto Ballando “Le Cupole” Shopping con Telecupole Car show Agrisapori Coming soon Obiettivo agricoltura Itinerari Scacciapensieri Tg 4 settegiorni

13.50 14.15 14.30 15.00 18.00 18.30 19.00 19.15 19.30 20.45 22.30 23.00

Tg 4 Saluti salutissimi Piemonte notizie Shopping con Telecupole Stile corsa Musica vera sì o no? Fermo immagine Coming soon/News/Econ. Tg/Paese che vai/Meteo Alè Toro! Tg 4/Meteo Ara Pacis (talk show)

12.25 13.50 14.15 14.30 15.00 18.00 18.30 19.00 19.15 19.30 20.45 23.00

Saluti salutissimi Tg 4 Saluti salutissimi Detto tra noi Shopping con Telecupole Car show Musica vera sì o no? Quattro zampe in Tv Coming soon/News/Econ. Tg/Paese che vai/Meteo Ballando “Le Cupole” Tg/Paese che vai/Meteo

19.35 21.15 22.55

11.00 13.00 13.40 14.10 14.45 16.20 18.50 20.00 20.40 21.20

18.55 19.35 20.30 21.10 23.10

Tg 3/Meteo Le storie - Diario italiano La strada per la felicità Tg Regione/Meteo/Tg 3 La casa nella prateria (telef.) Cose dell’altro Geo (rub.) Geo & Geo Tg 3/Tg Regione/Meteo Blob (magazine) Un posto al sole (soap) Italia-Svezia U21 (calcio) Amore criminale (M. Rita)

15.30 18.50 20.00 20.40 21.10 00.30

18.30 19.00 19.25 21.10 23.00

19.00 20.00 20.10 21.30 23.25

17.20 17.25 19.05 21.15 23.20

La signora in giallo (tel.) Tg 4 Lo sportello di Forum Hamburg Distretto 21 (tel.) Chisum (film) Tg 4/Meteo Tempesta d’amore (soap) Walker Texas Ranger (tel.) Don Camillo e l’onorevole Peppone (film) 23.30 Men of honor L’onore degli uomini (film) Mattino cinque (conten.) Forum (rubrica) Tg 5/Meteo Beautiful (soap opera) Centovetrine (soap opera) Uomini e donne (t.s.) Pomeriggio 5 (contenitore) Avanti un altro! (gioco) Tg 5/Meteo Striscia la notizia (show) Dallas (serie Tv) Marie Antoniette (film)

I Simpson (cartoni) Dragon Ball GT (cartoni) Fringe (telefilm) Smallville (telefilm) Merlin (telefilm) La scimmia (reality show) Tg/Meteo CSI - Scena del crimine Madagascar 2: via dall’isola (film) 23.00 Anaconda: alla ricerca dell’orchidea maledetta


42

spettacoli

mercoledì 10 ottobre 2012

AL CINEMA

MOSTRA Al Museo civico, cartoline d’epoca dai confini

SAVIGLIANO

“Niente da dichiarare?!”

AURORA Via Ghione, 10 -Tel. 0172/71.29.57 Sister merc. 10 e giov. 11 (21.15) - “Nuova rassegna”. È stato il figlio ven. 12, sab. 13 e mart. 16 (21.15), dom. 14 (18.30-21.15). Madagascar 3 - Ricercati in Europa dom. 14 (16.30). Lun. 15: chiuso per riposo. Margin call merc. 17 e giov. 18 (21.15) - “Nuova rassegna”. CINECITTÁ Via Torino, 252 - Tel. 0172/72.63.24 (informazioni e prenotazioni) Da giov. 11 a mart. 16 SALA 1: L’era glaciale 4 - Continenti alla deriva (Fer.: 20.20; dom.: 16-18.10). Step Up 4 - Revolution (Fer.: 22.30; dom.: 20.2022.30). SALA 2: Total recall Atto di forza (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16-18.10-20.20-22.30). SALA 3: Paranorman (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16-18.1020.20-22.30). SALA 4: Ted (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16-18.1020.20-22.30). SALA 5: Taken 2 - La vendetta (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 1618.10-20.20-22.30). Merc. 17: giorno di riposo settimanale.

BRA IMPERO Via V. Emanuele - Tel. 0172/41.23.17 - www.cinemaimperobra.it SALA GRANDE: L’era glaciale 4 - Continenti alla deriva 3D da giov. 11 a mart. 16 (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16.20-18.20-20.20-22.30). SALA MAX: Total recall da giov. 11 a mart. 16 (Fer.: 20.15-22.30; dom.: 16-18.10-20.20-22.30). SALA MIGNON: Ted da giov. 11 a mart. 16 (Fer.: 20.20-22.30; dom.: 16.2018.20-20.20-22.30). Merc. 10: chiuso per riposo. VITTORIA Via Cavour - Tel. 0172/41.27.71 SALA MILLENNIUM: All’ultima spiaggia merc. 10 (20.15-22.30). SALA METROPOLIS: Step Up - Revolution 3D merc. 10 (20.15-22.30).

CENTALLO NUOVO LUX Via Roata Chiusani, 1 - Tel. 0171/211726 Programmazione in segreteria

SALUZZO ITALIA Tel. 0175/211905 L’era glaciale 4 - Continenti alla deriva da giov. 11 a lun. 15 (20-22.15), sab. 13 e dom. 14 (16-18-20-22.15). 7 days in Havana mart. 16 (17-21.15) - “Cineclub”. Ted da giov. 11 a mart. 16 (20-22.15), sab. 13 e dom. 14 (16-18.05-20.1022.20). Total recall - Atto di forza da giov. 11 a mart. 16 (20-22.15), sab. 13 e dom. 14 (16-18.05-20.10-22.20). Taken 2 - La vendetta da giov. 11 a mart. 16 (20-22.15), sab. 13 e dom. 14 (16-18-20-22.15). Merc. 17: chiuso per riposo.

RACCONIGI CINEMA S. GIOVANNI - Via Cesare Billia, 10 Ribelle - The brave sab. 13 (21) e dom. 14 (16).

I promotori della mostra con una maxicartolina che si potrà ammirare al museo

SAVIGLIANO. Sabato 13 ottobre, alle ore 17.30, sarà inaugurata presso il Museo civico la mostra di cartoline d’epoca “Niente da dichiarare?!”, una domanda che un tempo gli addetti alla dogana rivolgevano a chi varcava i confini di Stato. Oltre quattrocento cartoline, la maggior parte in bianco e nero, saranno esposte nelle vetrinette verticali allestite da Giuseppe Allocco e Franco Ghirardi dell’associazione Attività e Cultura

BORGO S. DALMAZZO CINELANDIA: Tel. 0171/26.52.13 - Prenotazione posti al n. 199.151.645 o sul sito www.cinelandia.it SALA 1 - digitale: Reality merc. 10 (20.10-22.40). SALA 2 - digitale: Candidato a sorpresa merc. 10 (20-22.35). SALA 3 - 3D: Resident evil - Retribution merc. 10 (20.30-22.45). SALA 4 - digitale: All’ultima spiaggia merc. 10 (20.20-22.30). SALA 5 - 3D: Step Up 4 - Revolution merc. 10 (20.20-22.35). SALA 6 - digitale: Ted merc. 10 (21). SALA 7 - digitale: Magic Mike merc. 10 (20-22.30). SALA 8 - 3D: L’era glaciale 4 - Continenti alla deriva merc. 10 (20.10-22.20). SALA 9 - digitale: L’era glaciale 4 - Continenti alla deriva merc. 10 (20.20-22.30). SALA 10 - digitale: Ted merc. 10 (20.10-22.35).

ARTE

per Savigliano. Le didascalie sono state redatte da studenti con la collaborazione del professor Giulio Ambroggio, il quale – mezzora prima dell’inaugurazione della mostra – terrà la conferenza “Confine come superamento del limite”. Poiché la parola confine, usata comunemente come demarcazione di un territorio, in questo caso ha diversi significati, il professor Ambroggio li illustrerà con la sua ammirevole eloquenza. Le cartoline, pubblicate tra la

All’Università è aperta fino a dicembre la mostra fotografica “Prima che le foglie cadano...”, un viaggio nell’autunno in valle Maira con le foto di Enrico Collo. Orario: lunedì-venerdì 9-19; sabato e domenica apertura in concomitanza con visite guidate alla città (Ufficio Turistico 0172/370736).

Opere scelte di Beppe Morino

I PORTICI - Via Roma, 74 - Tel. 0172/833381 SALA VISCONTI: A dangerous method merc. 10 (21.15) - “Cineforum”. SALA FELLINI: Candidato a sorpresa merc. 10 (21.30). SALA DE SICA: Ted merc. 10 (21.30). Giov. 11: riposo.

Ragazzo con la chitarra, opera di Morino

SAVIGLIANO. Sabato scorso è stata inaugurata, nella sede dell’associazione “L’onda” di via Sant’Andrea n. 44 , la mostra “Beppe Morino, opere scelte”, curata dal gallerista Piero Senesi e dal professor Giorgio Barberis, promossa dalle associazioni culturali “L’onda” e “Morino”. È aperta tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle 16 alle 19, fino al 4 novembre. Ingresso gratuito. Nato a Savigliano nel 1926, Giuseppe Morino frequenta dapprima il Liceo classico cittadino e quindi si iscrive all’Accademia delle Belle Arti di Torino, diplomandosi sotto la guida del noto direttore e pittore Enrico Paulucci. Pittore, incisore e grafico, Morino inizia la propria carriera artistica a Torino partecipando alle più importanti collettive degli anni ‘50 e proponendo contemporaneamente alcune personali in provincia di Cuneo, dove torna a vivere e ad in-

MUSICA Gran finale

DANCE

Peppe Servillo a Jazz Visions

Eiffel 65, il ritorno

PINEROLO (To). Ultimo appuntamento per la rassegna Jazz Visions, a cura del Cenacolo Studi “Michele Ginotta” e diretta dal pianista Luigi Martinale; dopo una serie di concerti di successo, si celebra ora il gran finale. Il trio Servillo, Girotto e Mangalavite si esibisce sabato 13 ottobre al Teatro Sociale (piazza Vittorio Veneto n. 24,) dalle ore 21.15. La voce di Peppe Servillo, unica nella sua fisicità teatrale, per anni elemento portante del popolare gruppo degli Avion Travel, incontra due musicisti argentini che da tempo hanno scelto l’Italia per la loro carriera musicale: Javier Gi-

TORINO. Gli Eiffel 65, la band che ha fatto scatenare i dance lovers a ritmo di “Blue (Da Ba Dee)” torna ad esibirsi live nella propria città natale, nella sala Majakovskij dell’Hiroshima Mon Amour (via Bossoli n. 83), venerdì 12 ottobre, alle ore 22. Era il 1998 quando Gabry Ponte, Maury e Jeffrey uniti sotto il nome di Eiffel 65, muovevano i primi passi sulla scena dance italiana e da allora, nel giro di pochi anni, hanno conquistato il globo esportando la loro musica in ogni dove, diventando il fenomeno dance dei primi anni 2000. Il nome del gruppo è frutto della scelta ca-

Peppe Servillo ha vinto anche un Sanremo con gli Avion Travel

rotto, straordinario sassofonista e compositore, e Natalio Mangalavite, musicista aperto a qualunque genere musicale. Insieme hanno scritto “Fùtbol”, ispirato al gioco del calcio tramite racconti musicali in cui si alternano storie di vita, d'amore e di pallone, tra gioie, delusioni, vittorie e scon-

Mostra fotografica all’Università

Retrospettiva sul grande pittore saviglianese presso “L’onda”

FOSSANO

NELLE FOTO: REALITY

fine dell’Ottocento e la prima metà del Novecento, raffigurano delle località di confine; il traforo del Monte Bianco, Ponte Tresa, Ponte Chiasso, Piccolo San Bernardo, Gran San Bernardo,

Colle di Tenda, Colle della Maddalena, per citarne soltanto alcune. «Scorrerle è un’operazione piacevole – ha affermato l’assessore alla Cultura Chiara Ravera, durante la conferenza stampa svoltasi nell’aula del Consiglio comunale –, perché si ha modo di osservare la foggia, oggi assai curiosa, degli abiti indossati dalle persone, e le vedute panoramiche trasfiguratesi col passare del tempo». Inoltre, si è detta felice per l’allestimento di una mostra che segna l’inizio di una collaborazione tra il Comune e un’associazione di privati cittadini, che non mancherà di consolidarsi. La mostra rimarrà aperta fino a domenica 28 ottobre con il seguente orario: sabato 15–18.30; domenica 10–13 e 15–18.30; martedì 9.30–12.30; giovedì 15–18; venerdì 9.30–12.30. L’ingresso è libero. Per prenotazioni e informazioni telefonare allo 0172.712982. Giovanni Bosio

fitte. Le “visioni” della serata saranno affidate alla pittrice Vesna Bursich. Inoltre, nel foyer del Teatro Sociale sarà allestita la mostra fotografica del gruppo Click & Jazz con i migliori scatti della stagione. Ingresso: 10 euro (ridotto 7 euro).

segnare presso il Liceo artistico del capoluogo. Abbandonato il filone che lo vede eccessivamente legato alla scuola torinese dei Paulucci, Menzio, Stroppa, Galvano ed altri, continua la propria professione con uno stile personalissimo che lo condurrà ad esporre in tutta la Penisola e ad avere proprie opere in alcuni importanti musei internazionali. Autore dalla produzione elevata, perché molto ricercata, si ritirerà in seguito dai circuiti mercantili per proseguire in solitudine una ricerca comunicativa mai abbandonata. Una importante mostra gli è stata dedicata dalla città di Savigliano in seguito alla sua scomparsa avvenuta nel 1986 e, come già precedentemente sottolineato, nel 2003 l’amministrazione locale ha intitolato allo stesso una via cittadina, cui seguirà la probabile dedica di una piazza storica.

Hiroshima

Gabry, Jeffrey e Maury hanno venduto in tutto il mondo le loro hit

suale di un computer che individuò in un elenco di possibili nomi la parola "Eiffel", alla quale fu aggiunto per errore il numero 65 le cui cifre appartenevano a un numero telefonico scritto su una demotape. Dopo una pausa di 4 anni, Maury, Gabry e Jeffrey sono tornati al lavoro sul progetto

Eiffel 65 con il New Planet tour e con un album in lavorazione. Questo autunno gli Eiffel si ripresentano al pubblico torinese con un iperfuturistico live show che rende il pubblico protagonista e non solo spettatore. A seguire, il dj set di Gabry Ponte. Ingresso: 13 euro.


spettacoli

RASSEGNA “La Santità” propone anche il convegno

Ritorna il violino di Ughi “La Santità Sconosciuta” torna sabato 13 ottobre nella sua sede principale, l’abbazia di Staffarda. Ad esibirsi, il grande violinista Uto Ughi, ospite fisso della kermesse organizzata dall’associazione saviglianese Arturo Toscanini, animata da Ivan e Natascia Chiarlo. Ughi si esibirà con il pianista Alessandro Specchi e proporrà musiche di Pugnani, Beethowen, Mozart, Vitali e Chausson. Il celebre violinista è anche uno dei più ferventi sostenitori della manifestazione, visto che da anni non solo vi partecipa per esibirsi, ma anche per dedicarsi ai giovani musicisti. Quest’anno, in particolare, terrà una masterclass di violino al teatro Milanollo, dal 26 al 29 ottobre. Gli allievi poi si esibiranno lunedì 29 ottobre, alle 20.45, sempre al teatro Milanollo, con la partecipazione del maestro Ughi. Ma già domenica 14 ottobre, “La Santità Sconosciuta” arriverà a Savigliano: alle ore 10.30 a palazzo Taffini, in via S. Andrea n. 47, si terrà il convegno “La spiritualità in viaggio tra Occidente ed Oriente”. L’evento, al quale parteciperà Sergio Soave, sindaco di Savigliano, vedrà la presenza

Il grande violinista Uto Ughi non manca mai alla rassegna

straordinaria del violinista Uto Ughi, dello scrittore e docente universitario di cultura araba Younis Tawfik, del presidente dell’associazione regionale per il Tibet e per i diritti umani, Giampiero Leo, con i rappresentanti di Festival de Fès des Musiques Sacrées du Monde. Si tratterà del tema della spiritualità consustanziale alla musica, della valenza universale di quest’ultima, e agli interscambi culturali e soprattutto umani, dunque spirituali, veicolati dal suono e dal canto, così indispensabili nello scenario cangiante di un mondo che fa fatica a parlarsi e soprattutto a capirsi con le sole parole. La musica, pertanto, come elemento

in condivisione, attraverso un confronto fra le diverse fedi e fra i suoni stessi declinati nella loro globalità. Un percorso di ricerca attraverso il quale si approda all’uomo ed alla sacrale spiritualità dell’Universo. Una particolarità: per la prima volta gli esponenti del Festival de Fès des Musiques Sacrées du Monde dialogheranno con gli interpreti principali della Santità Sconosciuta per fissare territori comuni sui quali ciascuna tradizione possa raccontarsi e confrontarsi. Il convegno è ad ingresso gratuito, mentre per le altre serate bisogna telefonare al numero 0175.217319. G.Ma.

mercoledì 10 ottobre 2012

Applausi per la lezione di Sgarbi, l’assessore “alla Rivoluzione” Venerdì scorso la chiesa di San Giovanni a Saluzzo, uno dei gioielli architettonici della città del Marchesato, ha ospitato il secondo atto de “La Santità sconosciuta”, appuntamento culturale ideato e curato dall’associazione Arturo Toscanini di Savigliano. L’evento ha avuto, per così dire, una duplice anima, musicale ed artistica. Nella prima parte il pubblico ha assistito con trasporto alle esecuzioni del Coro Milanollo, diretto dal maestro Sergio Chiarlo, e del duo Chiarlo. Suggestivo l’esordio della serata, con il coro Milanollo che è entrato in scena nella navata centrale, tra due ali di pubblico, per eseguire poi un raffinato programma. A seguire Ivan Chiarlo ha presentato un concerto per pianoforte di Mozart, che ha suscitato un lungo applauso degli astanti; da rilevare la presenza di Leopoldo Lo Sciuto, qui in veste di direttore dell’orchestra da camera Toscanini. Natascia Chiarlo, entrata successivamente sulla “scena” di San Giovanni, ha emozionato facendo vibrare le note di una magistrale “Ave Maria”. A questo punto è terminata la parte dedicata alla musica e la parola è passata a Vittorio Sgarbi. Il critico d’arte e scrittore, valendosi della con-

Un momento della lezione di Vittorio Sgarbi (foto Videomnibus)

Laboratorio teatrale SAVIGLIANO. “La Barca dei soli”, che ha recentemente debuttato con lo spettacolo sensoriale “Convivium: pane al pane & vino al vino” nell'ambito della VII edizione della Festa del Pane, propone il laboratorio teatrale “Attori in corso”. L’iniziativa è aperta a tutti coloro che desiderano usare la scena come forma artistica d'espressione, un modo per mettersi in gioco in prima persona attraverso quello che i francesi chiamano “jouer”, gli inglesi “to play” e i tedeschi “spielen”, cioè il magico gioco della “recitazione”. Affrontare un percorso simile vuol dire diventare consapevoli di sé stessi mettendosi in relazione con l'altro; parlare ad alta voce di fronte ad un pubblico; prendere coscienza dello spazio e del proprio corpo in movimento; acquisire tecniche attorali attraverso il divertimento. Il laboratorio, inoltre, sarà l'occasione per affrontare alcune opere teatrali che permetteranno di studiare un copione e cimentarsi con la messa in scena di uno spettacolo. Il tema centrale del percorso di quest'anno sarà la riscoperta della libertà: cosa accadrebbe se dei buffoni reietti, vissuti sempre in un castello per diletto del re, venissero lasciati liberi di andare in società? Cosa può significare per un individuo uscire fuori dalle mura che lo imprigionano o lo proteggono? “...E la vita umana che altro è se non una commedia? In questa gli attori escono in pubblico, celandosi chi sotto una maschera, chi sotto un'altra, e ognuno fa la sua parte, sino a che il direttore li fa uscir di scena...” (Erasmo, “Elogio della follia”). Ripercorrendo i presupposti e i fondamenti essenziali dell’arte teatrale, questo lavoro permetterà alle persone di mettersi in relazione con la di-

mensione scenica, favorendo le proprie particolarità e stimolando le potenzialità di ogni individuo. Il percorso affronterà i seguenti punti fondamentali: relazione io/l'altro; dissociazione gesto-parola; risveglio ed esplorazione del corpo e delle sue possibilità di movimento; lo spazio come conquista personale, dove potersi muovere e lavorare; incontro e scoperta dell'altro nella sua diversità di ritmo, di andatura, di postura e di energia; la respirazione completa; dizione e fonetica: l'ortoepìa e l'apparato fonatorio; Improvvisazione; messa in forma con il proprio corpo attoriale attraverso il movimento, la musica e la voce; rudimenti di storia del teatro; il personaggio. Inoltre verrà condotto un workshop sulla “maschera neutra”. Il laboratorio verrà tenuto da Claudio Del Toro: dottore magistrale in Teatro e arti della scena e presidente dell'associazione culturale “La Barca dei soli”. La sua formazione come attore professionista inizia presso la Marcido Marcidorjs e Famosa Mimosa di Torino, con la quale collabora per tre anni. Il suo percorso formativo continua incontrando P. Gaulier, S. Sinigallia, CuocoloBosetti, M. Civica. Presso Video Delta lavora come doppiatore diretto da M. Brusa. Lavora con il Teatro della Tosse di Genova e Anà-themateatro di Udine. Collabora come formatore teatrale per Young Frontiers con il progetto Scream sostenuto dalle Nazioni Unite e dalla Provincia di Torino. La durata del corso è di cinque mesi, con spettacolo finale. Da ottobre a giugno, incontri di tre ore a settimana il martedì o il mercoledì, sempre dalle 19.30 alle 22.30 presso l'associazione “La Girandola”, via dell'Artigianato n. 5. Per info: tel. 348.7551963 o labarcadeisoli@yahoo.it.

suo avviso, inadeguata della stessa chiesa di San Giovanni (che ospita nell’abside lo splendido sepolcro del marchese Ludovico II) ed ha auspicato un maggior numero di visitatori per il dipinto di Tiziano Vecellio “Il martirio di San Lorenzo”, opera di grandissima importanza fatta restaurare dalla Banca d’Alba ed oggi esposta nel centro della “capitale” delle Langhe. Il professore ha accennato, infine, al suo nuovo ruolo, quello di “Assessore alla Rivoluzione” presso il comune di Baldissero d’Alba, centro cuneese dal quale ha lanciato l’idea degli “Stati generali della Cultura in Piemonte”. Luca Martini

sueta abilità dialettica, ha passato in rassegna la sua attività di amministratore pubblico come sindaco di Salemi, in Sicilia, sottolineando il rilievo della difesa del paesaggio contro le brutture che lo hanno deturpato, come le pale eoliche. Ha quindi stigmatizzato la poca sensibilità che porta talvolta a distruggere edifici di alto valore artistico, privilegiando costruzioni che hanno come finalità facili speculazioni. Sgarbi ha sottolineato, inoltre, l’incommensurabile valore del patrimonio artistico italiano, spesso misconosciuto e non apprezzato come meriterebbe. Il critico ha evidenziato, a titolo di esempio, l’illuminazione, a

da mercoledì 10 ottobre 2012 a mercoledì 17 ottobre 2012

I.P.

Con Del Toro e “La barca dei soli”

43

Dove andare Bagna caoda

Arriva “Celià”

Festa del cece

Cinque giorni di festa

Tutto sulle intolleranze

Apre il museo storico

FAULE. Si tiene, da venerdì 12 a martedì 16, la “Festa della bagna caoda”. Inaugurazione alle 17.30. Durante l’evento, momenti gastronomici, serate danzanti, passeggiata sul Po (sabato ore 16), raduno camper e mercatino (domenica), concorso dei dolci (lunedì ore 15), miss Faule e miss Bagna Caoda (martedì ore 21). Informazioni allo 011.974113.

MONDOVÌ. Sabato 13 e domenica 14 si tiene “Celià”, evento dedicato alle intolleranze alimentari e alla celiachia. Ci saranno spazi espositivi, libri, il bar, il gran galà e tanti incontri. Informazioni allo 0172.474003, www.celia.cn.it.

NUCETTO. Si tiene domenica 14, al parco Gurei, la “Festa del cece”. Dalle 10, mercatino; ore 11, alla stazione Fs, inaugurazione del museo storico; ore 13, pranzo tipico (prenotarsi allo 0174.74112); ore 15, castagnata e musica.

Coloratissimo autunno

Fiera del tartufo

Prodotti di stagione

Mercato ed iniziative

FOSSANO. Si tiene, sabato 13 e domenica 14, al Foro Boario, “Coloratissimo autunno”, kermesse con mostra mercato di pappagalli, mostra mercato ortofrutticola e florovivaistica, bottega e mercato dei produttori agricoli, mostra tartarughe e mercatino piccoli animali.

ALBA. Continua, domenica 14, la Fiera del Tartufo bianco d’Alba, con il mercato nel cortile della Maddalena (ore 9-20) e numerose iniziative. Info: 0173.361051.

Bottari Lattes

Incontro coi finalisti MONFORTE D’ALBA. L’auditorium della Fondazione Bottari Lattes (via Marconi n. 16) ospita venerdì 12, alle 10.30, l’incontro con i tre finalisti della seconda edizione dell’omonimo premio: Laura Pariani, Romana Petri e Jòn Kalman Stefànsson. L’ingresso è libero.

Foto all’aria aperta

Con tavola rotonda e film LA MORRA. Da sabato 13 sarà visitabile una mostra fotografica a cielo aperto che proporrà i ritratti degli imprenditori lamorresi realizzati da Sarah Scaparone e Thorsten Stobbe nell'ambito del progetto "La Morra ci mette la faccia". Alle 16, tavola rotonda "Obbiettivo & obiettivi" alla Cantina Comunale e, alle 21, il film "Tutti i rumori del mare".

“Il mio mondo”

Espone la Tabarrani LA MORRA. La torre campanaria ospita, da sabato 13 (inaugurazione ore 17, con il critico Stefania Bison), la mostra dal titolo “Il mio mondo...” opere di Alessandra Tabarrani. Aperto fino domenica 28. Orari: da giovedì a domenica, 10.30-12.30 e 15.30-19.

Gli eventi di Savigliano e paesi limitrofi li trovate nelle pagine di cronaca

Arte, retrospettiva

Silvia Dogliani FOSSANO. Sarà visitabile fino al 28 ottobre, nella chiesa di San Giovanni (via Garibaldi n. 71) e nella chiesa dei Battuti Bianchi (largo Bonardi), la mostra “Silvia Dogliani. La bellezza della natura, del colore e degli uomini”. Nella storiche sedi fossanesi si potranno ammirare i migliori lavori della nota pittrice, scelti appositamente per dare uno sguardo a tutto tondo sull’impagabile espressività di questa autrice, integrati dai particolari dipinti della serie “Donne con carta da gioco” che

Un’opera di Silvia Dogliani

segnano la produzione di Silvia Dogliani dalla fine degli anni Novanta. Silvia Dogliani (1949-2002) era nata a Fossano, dove viveva e lavorava in via San Michele. La mostra è a cura di Carlo Morra, Carlo Gramaglia, Claudio Mana, Angela Regis, Anna Rita Carriere, Guido Doglia-

ni, con il coordinamento artistico di Giorgio Barberis. Orari: venerdì e sabato dalle 17 alle 21; domenica e festivi, dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 20. Visite guidate: su prenotazione, telefonando al 347.2755103 oppure al 338.7772635. L’ingresso è libero.


44

rubriche

mercoledì 10 ottobre 2012

di Giovanni Bosio

Sul filo della memoria

FOTO M. MONDINO

La “Porta Burnia” fatta demolire dal Re Vittorio Emanuele III Fino al 1910, anno in cui fu abbattuta, per andare dal centro urbano al borgo della Pieve e viceversa, persone a piedi o con biciclette, carri, carretti, veicoli d’ogni genere ed autovetture transitavano da Porta Burnia, situata dove oggi via S. Andrea confina con via Mazzini. La porta era stata ricostruita nel 1750 sulle rovine di quella preesistente fin dal 1643, quando la principessa Isabella di Savoia Carignano, stabilitasi in città, fece erigere vicino a Palazzo Taffini un nuovo fabbricato in cui visse il resto dei suoi giorni. La facciata della porta rivolta verso la chiesa di S. Maria della Pieve aveva qualche pregio architettonico, quella dalla parte opposta è raffigurata sulla vecchia cartolina postale qui riprodotta. A si-

nistra dell’arcata si vede l’indicazione via S. Andrea, sotto la quale un cartello raccomanda ai conducenti di automobili e motocicli di rallentare l’andatura. Persone giovani ed adulte sono affacciate alle finestre dell’edificio e posano per il fotografo sotto l’arcata ed all’esterno della porta. Questa, essendo larga circa quattro metri, permetteva ai carri di transitare soltanto uno per volta ed i conducenti dovevano fare attenzione a non travolgere i sacchi di crusca e di mangimi del panettiere Angaramo, depositati per terra su entrambi i lati. Dalla Porta Burnia transitava anche con la sua grossa automobile il Re Vittorio Emanuele III, andando e ritornando da Valdieri, quando risie-

La “Porta Burnia” fu abbattuta nel 1910

deva nel castello di Racconigi. Una volta, per scansare un uomo apparentemente distratto appena uscito dalla panetteria di Angaramo, il Re investì, mandandola all’aria, una catasta lì vicino di ceste contenenti frutta e verdura.

Scommesse Calcio

Lotto sistemi

Massimi Ritardi

Sistema sul numero 19 ritardatario sulla ruota NAZIONALE

32 80 36 19 19 19 19 19 19 19 19

76 19 75 36 76 32 37 37 76 37 1

15 80 75 1 15 1 76 75

37 1 15

80 36 32 80

QUOTE A

T

0,50

0,50

Q

TOT 1,00

0,50

0,50

1,00

0,50

0,50

1,00

0,50

0,50

1,50

0,40

0,10

2,00

1,50

0,40

0,10

2,00

1,50

0,40

0,10

2,00

1,50

0,40

0,10

2,00

1,00

TOTALE 12,00

a cura di NEL da mercoledì 10 a martedì 16 ottobre 2012

ARIETE 21 Marzo - 20 Aprile In amore non vincerete il premio come coppia più romantica, ma l’intesa mentale è buona. La fortuna vi snobba, ma raziocinio e pianificazioni vi fanno ottenere comunque ciò che volete. Attenzione: cercate di ascoltare le ragioni degli altri e puntate al compromesso.

TORO 21 Aprile - 20 Maggio Il rapporto di coppia è scialbo e la routine avanza: regalatevi più emozioni! Per quanto concerne la sfera professionale, invece, l’entusiasmo è alto: i progetti procedono a vele spiegate. Ma occhio ai soldi: rischiate spese eccessive. Forma fisica un po’ in calo... rilassatevi!

O

LEONE 23 Luglio - 23 Agosto Il partner è più tenero e vulnerabile del solito: cercate di soddisfare i suoi bisogni affettivi. Vi sentite invincibili, ma è meglio non sottovalutare nemici e difficoltà. Si avvicina un periodo dai ritmi movimentati, ma avete energie da vendere. Lavoro ed affari hanno il vento in poppa.

VERGINE 24 Agosto - 22 Settembre In amore, forti di una complicità di ferro e di una solida intesa affettiva, potete decidere svolte epocali. Nel contesto lavorativo urge distinguere gli amici dagli avversari. Prudenza nelle speculazioni e negli acquisti. Salute: cercate di seguire un’alimentazione equilibrata.

GEMELLI 21 Maggio - 21 Giugno

BILANCIA 23 Settembre - 22 Ottobre Amore: il partner vuole più abbracci, più gesti poetici, ma voi in quanto a tenerezza lasciate a desiderare. Non è il periodo giusto per i progetti di lavoro troppo ambiziosi: volate basso. Battaglieri e dispotici, potete rovinare rapporti preziosi per la vostra crescita professionale.

Avete molto da condividere con il partner: ideali, interessi, vita sociale. Periodo ottimo per viaggiare e fare nuove esperienze insieme. La mente galoppa, le idee si rincorrono. Ma siete impulsivi e poco concreti: attenti ai passi falsi. Forse è tempo di ripescare un sogno nel cassetto.

Russia-Portogallo 2,4 Finlandia-Georgia 1,9 Kazakhstan-Austria 4,5 Armenia-Italia 9 Albania-Islanda 2,2 Turchia-Romania 1,67 Liechtenstein-Lituania 7 Bulgaria-Danimarca 2,75 Moldova-Ucraina 9 Bielorussia-Spagna 18 Slovacchia-Lettonia 1,38 Serbia-Belgio 2,45 Estonia-Ungheria 3,8 Svizzera-Norvegia 1,73 FYR Maced-Croazia 4,5

3,25 3,25 3,4 4,5 3,2 3,5 4 3,25 4,5 7 4,25 3,2 3,2 3,5 3,4

2,75 4 1,75 1,33 3,15 5 1,45 2,4 1,33 1,13 8 2,75 2,4 4,5 1,75

ROSCOPO

Con il partner siete distaccati ed a volte irascibili, ma quando fa il tenero vi lasciate subito inebriare. Nel lavoro siete attenti e vi muovete con abilità: è tempo di condurre in porto una trattativa difficile. Eventi curiosi accendono la curiosità per interessi insoliti.

CANCRO 22 Giugno - 22 Luglio

Vittorio Emanuele III si scusò con il fruttivendolo del danno arrecatogli, glielo risarcì ed alcuni giorni dopo fece pervenire al Sindaco di Savigliano una lettera in cui lo pregava di far radere al suolo la Porta Burnia.

SCORPIONE 23 Ottobre - 22 Novembre Troppe pressioni in campo lavorativo: non caricatevi di responsabilità che non vi competono. L’economia tira il fiato: potete soddisfare un piccolo capriccio vostro o del partner. In coppia ci sono svolte da meditare con calma: non provocate il partner con la gelosia.

SAGITTARIO 23 Novembre - 21 Dicembre Chi vi sta accanto vuole impegni precisi e promesse solenni, ma voi tergiversate: un trucco che non può salvare il rapporto a lungo. Nel lavoro tanti sacrifici, ma i risultati tardano ad arrivare: tenete duro. L’immaginazione alimenta le utopie: restate con i piedi per terra.

Auguri MATTIA ANRICO, martedì 9 ottobre, ha compiuto 7 anni. Tantissimi auguri da papà Samuele, mamma Francesca, sorellina Letizia, nonni Mario e Teresina, Beppe ed Anna Alesso, zii, zie e cuginetti tutti!

Auguri ad ALICE FRANDINO che venerdì 12 ottobre compie 5 anni!!! Baci da mamma, papà e nonni!

Laurea Lunedì 24 settembre, presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore – Sede di Milano – EMANUELE BONIS si è laureato con la votazione di 110 e lode discutendo una Tesi dal titolo: “Giulio Nepote, l’ultimo legittimo imperatore d’Occidente tra storiografia e biografia”. Relatore il professor Giuseppe Zecchini. Al neo-dottore le congratulazioni di familiari, amici e redazione de “Il Saviglianese”.

CAPRICORNO 22 Dicembre - 20 Gennaio Possibili svolte importanti in amore, forse decise in modo frettoloso sotto la forza trascinante dei sentimenti. Idee originali vi aprono nuove strade nel lavoro: non fatevele soffiare. Il tempo, però, scarseggia... selezionate gli obiettivi. Salute: in caso di acciacchi vi riprendete in fretta.

La foto dei ricordi

ACQUARIO 21 Gennaio - 19 Febbraio I vostri successi generano invidia: guardatevi le spalle. Sono previsti, infatti, traguardi prestigiosi nel lavoro ed opportunità per chi cerca un impiego. Bene la vita di coppia: potreste decidere un passo importante. A causa di un po’ di stress, state alla larga dai luoghi caotici.

PESCI 20 Febbraio - 20 Marzo Siete inquieti e nervosi, ma il partner vi comprende e vi perdona: non approfittatevene. Nel lavoro sono possibili conflitti con i piani alti: siate diplomatici. In ripresa la vita sociale grazie ad incontri ed occasioni mondane: ma non esagerate con gli eccessi!

ANNO 1935 – Fam. Cosentino: da sinistra (1ª fila): Mariuccia, Zelide, Attilio e Ceco; (2ª fila): Mario, Tonino, Gigi e Silvio.


piazza affari

A nnunci Economici SAVIGLIANO corso Vitt. Veneto (vicino Stazione) – AFFITTASI, a referenziati, appartamento: 3 camere, tinello, cucinotto, bagno, ingresso e cantina (teleriscaldamento). Tel. 389/9612153. • SAVIGLIANO piazza del Popolo – AFFITTANSI monolocali e bilocali arredati di nuova costruzione (posizione luminosa e tranquilla) con posto auto. Tel. 347/7427460. • SAVIGLIANO centro – AFFITTASI, solo a persone referenziate, alloggio: 4 vani, 2 bagni, doppio garage. Tel. 339/7836088. • SAVIGLIANO zona artigianale – AFFITTASI, a coppia o famiglia (no single), trilocale con giardino e garage (riscaldamento autonomo). Tel. 0172/742602. • MARENE centro storico – VENDESI villa del ‘600 perfettamente conservata con giardino privato recintato. Tel. 320/0749066 – www.immogaia.it. • 40enne, automunito, CERCA lavoro come operaio (esperienza in falegnameria). Tel. 0172/712398. • Signora 42enne di Cavallermaggiore CERCA lavoro: stiro, pulizie, baby-sitter o altro. Tel. 0172/381858 ore pasti.

• Signora straniera con esperienza CERCA lavoro come badante (giorno o notte), aiuto cuoco o per pulizie. Tel. 320/2211365 – 327/6693472. • 30nne, automunita, CERCA lavoro come baby-sitter, per pulizie casa o ufficio od altro purché serio.Tel. 0172/712398. • Signora straniera, con lunga esperienza, CERCA lavoro come badante (anche sabato e domenica). Tel. 340/5233282. • Ragazza 23enne straniera CERCA lavoro come baby-sitter o assistenza anziani giornaliera. Tel. 320/3861702. • Ragazza italiana 20enne, con esperienza, CERCA lavoro come baby-sitter od aiuto compiti (automunita). Tel. 333/7686137 (ore pasti). • 27enne straniera CERCA lavoro: pulizie, stiro o assistenza anziani giornaliera o notturna. Tel. 329/3375720 – 328/1915802. • Signora CERCA lavoro come baby-sitter, assistente anziani part-time o per pulizie. No perditempo. No numeri anonimi. Tel. 328/4489922. • Signora straniera cerca lavoro come badante, per pulizie, baby-sitter o altro. Tel. 329/6469328.

• Primaria società di commercializzazione Energia Elettrica e Gas CERCA Agenti zona Cuneo. Inviare CV: curriculum@sometgas.com. • VENDESI Opel Corsa 1.3 CDTI, 90 Cv, Sport, 10/2007. Unico proprietario, cerchi in lega, pneumatici 215/45/17, Km 105.000, gomme invernali comprese. Prezzo: 7.500 euro trattabili. Tel. 329/4064932 (Grazia). • Si ESEGUONO lavori di battitura tesi e relazioni con stampa su laser. Tel. 0172/713929. Matrimoniali e amicizie Anna e Anna Club per single Artigiana, nubile, bella ragazza, 31enne, ha sani principi morali, CERCA uomo serio per la vita. Tel. 338/4953600. • Agricoltrice, senza figli, 43enne, disponibile trasferimento, INCONTREREBBE uomo affidabile. Tel. 329/6412763. • Bella donna, vedova, 52enne, commerciante, vive sola, CONOSCEREBBE uomo semplice. Tel. 348/7154544. • Vedovo, 59enne, medico chirurgo, distinto, carattere aperto, CERCA compagna per futuro insieme.Tel. 342/0362328.

Turni farmacie

Turni benzinai

Veterinari

Mercoledì 10 - Farmacia Paschetta - P. Santarosa - Tel. 0172/712.978 Giovedì 11 - Farmacia Dominici Via Cambiani - Tel. 0172/712.258 Venerdì 12 - Farmacia Monchiero - P. del Popolo - Tel. 0172/712.389 Sabato 13 - Farmacia Bonelli - Via Torino - Tel. 0172/712.366 Domenica 14 - Farmacia Albertini - P. Santarosa - Tel. 0172/712.272 Lunedì 15 - Farmacia Paschetta P. Santarosa - Tel. 0172/712.978 Martedì 16 - Farmacia Dominici Via Cambiani - Tel. 0172/712.258 Mercoledì 17 - Farmacia Monchiero - P. del Popolo - Tel. 0172/712.389

SABATO 13 OTTOBRE (POMERIGGIO)

Alesso Matteo Tel. 0172/85996-336/230139 Biolatti Pier Giuseppe Tel. 340/3928825 Chiavassa Enrico Tel. 0172/382560-335/6060220 Bosio Emilio Tel. 0172/33506-335/6027039 Fissore Mario Tel. 0172/31682-335/7890231 Miglietti Enrico Tel. 337/226616 Ricossa Paola 0172/713360-339/2012836 Alesso Cinzia 339/7790752-0172/377154 Michele Teobaldi 335/7890232 Cirlig Michela 338/5042748

TURNO D AGIP - S.R. 20 Allocco - Aimetta Via Liguria, 1 Aperto lavaggio rapido TOTALERG - Gianoglio Massimo Via Cervino, 2 (S.R. 20) TOTAL Via Savigliano, 29/A (Monasterolo) SALCA srl S.P. 662 Km 10+417 (Marene)

mercoledì 10 ottobre 2012

45

Calendario Unitre RICERCA STAGISTA ADDETTO ALLE VENDITE Per punto vendita di Savigliano ricerchiamo Stagista full-time. Il/la candidato/a, diplomato/a, anche senza esperienza, si occuperà di assistenza al cliente, rifornimento e riordino dello scaffale. Si richiede dinamismo, orientamento alla vendita, disponibilità al lavoro domenicale e festivo, residenza in zona. Si offre stage di 3 mesi con rimborso spese. Inviare curriculum vitae (con consenso utilizzo dei dati L.196/2003) con il riferimento dell’annuncio a: risorse.umane@savidis.it Fax 0172/241565.

SOS animali CERCANO casa bellissimi gattini bianchi e neri di 2 mesi. Tel. 338/3124447. Si è PERSA una gattina di quattro anni, sterilizzata, con il pelo rosso chiarissimo (quasi bianco) e gli occhi verdi. I padroni chiedono aiuto per ritrovarla ed offrono ricompensa. Tel. 347/9036957.

SAVIGLIANO Mercoledì 10 ottobre ore 15.30: Il ruolo educativo dei nonni ore 18.30:Yoga 3 ore 20.30:Yoga 4 Giovedì 11 ottobre ore 9: Pilates - corso A (1° turno) ore 10: Attività motoria - 3° corso ore 11: Attività motoria - 4° corso ore 15.30: Promozione della salute ore 20: Pilates - corso A (2° turno) Venerdì 12 ottobre ore 18.30:Yoga 5 ore 19: Ginnastica per adulti 1 (turno A) ore 20: Ginnastica per adulti 1 (turno B) Lunedì 15 ottobre ore 9: Attività motoria - 5° corso ore 10: Attività motoria - 1° corso ore 11: Attività motoria - 2° corso – Riabilitazione motoria e 3ª Età 1 ore 15.30: Agricoltura biodinamica ore 16.30: Canto corale ore 18.00: Riparazioni sartoriali ore 18.30:Yoga 1 ore 20.30:Yoga 2 Martedì 16 ottobre ore 9: Nuoto (1° corso) – Pilates - corso A (1° turno) ore 10: Riabilitazione motoria e 3ª

Età 2 ore 11: Riabilitazione motoria e 3ª Età 3 ore 15.30: Immagini dal mondo ore 17: Creazione eco-gioielli ore 17.30: Maglia ore 19: Ginnastica per adulti 1 (turno A) ore 20: Panetteria: pane e grissini (modulo 1) – Ginnastica per adulti 1 (turno B) – Pilates - corso A (2° turno) Mercoledì 17 ottobre ore 9: Ginnastica in acqua (1° corso) ore 11: Riabilitazione motoria e 3ª Età 4 ore 15.30: Il ruolo educativo dei nonni ore 18: Lingua dei segni ore 18.30:Yoga 3 ore 20.30:Yoga 4 Giovedì 18 ottobre ore 9: Pilates - corso A (1° turno) ore 10: Attività motoria - 3° corso ore 11: Attività motoria - 4° corso ore 15.30: La regia per il Teatro d’Opera ore 18.30: Francese 3 (proseguimento) – Inglese 3 (proseguimento) – Spagnolo 2 (avanzato) ore 20: Pilates - corso A (2° turno) ore 20.30: Informatica (modulo 1) ore 21: Nuoto (2° corso)

Tutti i mercoledì - ore 9,30 “DENTRO LA NOTIZIA” Commento ai fatti della settimana con IL SAVIGLIANESE Consorzio ASSUME ambosessi esperti in cucito industriale con esperienza pluriennale. Zona di lavoro: Fossanese – Saluzzese. Inviare curriculum a: Casella postale 92 Fossano Next-Fly Consortium – curriculum@nextfly.it.


46

mercoledì 10 ottobre 2012

Cucina del territorio piemontese a cura dell’Accademico Silvano Cav. Osella

Cartoccio foglia di vite Si tratta di una ricetta del passato, caduta nell’oblio da quando sono troppo usati i prodotti fitosanitari. INGREDIENTI (4 persone): 8 foglie di vite, 1 grappolo di uva Dolcetto, 200 gr di carne grassa macinata di maiale, 100 gr di pancetta grassa macinata, 200 gr di carne bollita di gallina macinata, 2 albumi, 1 cucchiaino di pepe nero macinato, l pizzico di sale. PREPARAZIONE. In una pentola, portate ad ebollizione l’acqua con abbondante sale grosso (circa 20 gr. per lt. d’acqua), sbollentate le foglie di vite e poi fate raffreddare. In una bastardella lavorate assieme la carne macinata, la pancetta macinata, la carne

macinata di gallina, il pepe nero, il sale e gli acini di uva Dolcetto mondati e schiacciati all’interno dell’impasto. Quando tutto risulterà ben amalgamato, aggiungete le chiare ben montate a neve e dividete l’impasto per le otto foglie di vite che andrete a farcire. Chiudete le foglie ben strette, appoggiatele in una pentola e copritele con acqua calda. Cuocete a fiamma moderata, senza mai portare ad ebollizione per almeno 10 minuti. Sollevate e servite nei piatti con sopra un piccolo battuto di pepe nero. Il vino in abbinamento potrebbe essere un buon Nebbiolo d’Alba in purezza. Molta attenzione dovrà essere riservata alla scelta delle foglie di vite con la sicurezza che siano trattate chimicamente.

Feste di Leva CLASSE 1935 – Savigliano Si fa presente a tutti i coetanei che sabato 20 ottobre si terrà la cena di Leva, come da accordi presi e sottoscritti nel 2010. Pertanto, coloro che intendano partecipare sono pregati di prenotarsi al 347/9690221 entro giovedì 18 ottobre (non chiamare di notte). Il Comitato organizzatore confida in una partecipazione numerosa.

rubriche RINGRAZIAMENTI L’associazione “Amici dell’ospedale SS. Annunziata” di Savigliano ringrazia la signora Maria Busso Allasia per la generosa offerta di 1.010 euro in occasione del suo 80° compleanno. La Pro Loco di Savigliano, a conclusione di “Ottobrando 2012”, che si è svolto domenica 30 settembre, ringrazia: l’amministrazione comunale e l’Ente Manifestazioni di Savigliano, la Provincia, la Fondazione Cassa di Risparmio di Savigliano, la Cassa di Risparmio di Savigliano, il ristorante “Granbaita”, l’Associazione Nazionale Alpini e l’ipermercato E.Leclerc – Conad. Infine un ringraziamento porge a tutti i collaboratori che hanno contribuito alla realizzazione della manifestazione. L’associazione “conTE”, a seguito del grande successo ottenuto alla 3ª Festa del Nonno col Bambino ringrazia tutti coloro, Enti e privati, che hanno collaborato all’iniziativa: Centro Servizi per il Volontariato “Società Solidale”, Banca e Fondazione Cassa di Risparmio di Savigliano, Provincia di Cuneo, Ipermercato E.Leclerc, Ferrero SpA, Cicli Mattio, artisti che hanno donato i quadri: Bianco-DogliattiFissore, Ristorante Granbaita, Chiesa Viaggi, Ditte che hanno offerto regali: Orologeria Martorelli, Giuggia Sport, Ore&Oro ed Ottica Fedon. Un particolare ringraziamento a tutti i partecipanti: nonni, genitori, e bambini. A tutti l’appuntamento al 2013 per la 4ª Festa del Nonno col Bambino. Alcune persone pensionate in difficoltà economiche ringraziano il Centro italiano femminile di Savigliano per l’aiuto offerto, che ha contribuito a risolvere il loro problema. La famiglia di Paolo Bonino e l’Ashas tutta ringraziano sentitamente parenti ed amici per la cospicua offerta di 1.500 euro a sostegno delle attività dell’Associazione solidarietà handicappati di Savigliano. Desidero ringraziare pubblicamente la gentile signora di Cavallermaggiore, che desidera rimanere anonima, per la generosa offerta elargita all’Asilo Borrone, così pure i frazionisti di Motta Gastaldi che, anche quest’anno, hanno pensato alla “nostra” scuola materna. Le offerte donate saranno utilizzate per continuare al meglio il servizio offerto. Luisa Cigna – Cavallermaggiore Il Dirigente Scolastico, le insegnanti e gli alunni delle classi terze del plesso Sobrero dell’Istituto Comprensivo di Cavallermaggiore ringraziano la Banca San Paolo - Agenzia di Cavallermaggiore nella persona del Direttore signor Paolo Comba, per il gentile omaggio di volumi scolastici. Il Dirigente Scolastico Paolo Groppo e le insegnanti delle classi terze Cavallermaggiore

La foto curiosa

CLASSE 1937 – Cavallermaggiore Domenica 28 ottobre ci ritroveremo alle ore 11.15 presso la chiesa parrocchiale di S. Michele dove verrà celebrata la S. Messa e poi, a seguire, ci recheremo presso il ristorante Caballarium dove consumeremo in allegria il pranzo di Leva. Per le adesioni contattare, entro lunedì 22 ottobre, Andrea Pagliero allo 0172/382540 o Mario Bertello allo 0172/381423.

CLASSE 1958 – Savigliano …Vi pareva che non volessimo festeggiare i nostri 54? …Anche perché gli anni non si contano, ma si festeggiano! Quindi, venerdì 26 ottobre, ci troveremo alle ore 20 presso l’Ala polifunzionale di piazza del Popolo per poi avviarci al ristorante “La gallina bianca” di Regione Torrazza (dopo Saluzzo). Le prenotazioni si ricevono, entro domenica 21 ottobre, da Foto Gino o dal Bar Cavour, versando un acconto di 20 euro.Vi vogliamo numerosi! A presto! CLASSE 1964 – Cavallermaggiore Sabato 27 ottobre la Leva del 1964 di Cavallermaggiore festeggia i 48 anni presso il ristorante “La porta delle Langhe”. Le iscrizioni si ricevono entro martedì 23 ottobre in edicola o ai seguenti numeri telefonici: Toni (348/0433631), Robi (335/6260614), Angela (347/9807081), Rinuccia (340/8598288). Il ritrovo è fissato per le ore 20 in piazza Vittorio Emanuele. CLASSE 1967 – Savigliano Cari AMICI del ‘67, sembra ieri, ma sono già trascorsi 5 anni da quando abbiamo festeggiato i nostri primi 40 anni. Eravamo in tanti, tantissimi, 124, ma possiamo fare meglio!!! Stiamo organizzando una vera e propria festa che si svolgerà venerdì 16 novembre con antipasti – giropizza – dolci e tanta musica. Per informazioni: M. Grazia Fiorito (Tel. 0172/711724) e Laura Starace (Tel. 0172/712989). Per prenotazioni ed acconto di 20 euro: Laura Fiorito – negozio in piazza del Popolo, Cristiana Giuggia – negozio in via S. Andrea e Germano Massimino (Gerry) – La Belle Epoque in corso Roma. Si accettano prenotazioni entro e non oltre martedì 30 ottobre, quindi affrettatevi, il divertimento è garantito. CLASSE 1971 – Savigliano Vi aspettiamo numerosi alla cena di Leva che si terrà sabato 27 ottobre, alle ore 20, presso l’Antica Osteria dell’Orsa in piazza C. Battisti a Savigliano. Il costo della serata, comprensivo di aperitivo e cena, è di 35 euro, da versarsi al momento della prenotazione, entro e non oltre mercoledì 24 ottobre, presso: Panetteria Trossarello (Stefania) in via Mazzini n. 50, Parrucchiere Marco in via Beggiami o Ferramenta Ci.erre in via Novellis. Per informazioni potete chiamare Sergio (cell. 333/1186123), Marco (334/1229690) o Secu (331/9052228). CLASSE 1994 – Savigliano Finalmente i tanto attesi 18 anni!!! Stiamo organizzando la cena di Leva per festeggiare tutti insieme la nostra annata! L’evento si svolgerà sabato 17 novembre. Chi è interessato a partecipare e ad avere informazioni sulla serata dia la propria adesione, entro sabato 10 novembre, a Mauro (cell. 340/0511214), Edo (cell. 340/9963244) o Giovanni (cell. 346/2227956).

È mancata la signora GIOVANNA MARAVIGNA in GALLONE di anni 76 Al marito Giuseppe; alla figlia Maria Luisa con Paolo; al fratello; alle sorelle; ai cognati; alle cognate; ai nipoti; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo sentite condoglianze. In età di 68 anni è mancata DINA RINERO in RACCA Al marito Ugo; alla figlia Enrica con il marito Ivano Fissore ed i figli Luca e Giulia; al fratello; alle sorelle; ai cognati; alle cognate; ai nipoti; ai pronipoti; ai cugini; agli amici ed ai parenti tutti porgiamo condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Marene. È mancata la signora CATERINA CABUTTO ved. BORIANO di anni 96 Ai figli Beppe con Mariuccia, Carlo con Maddalena e Maria Teresa con Marco; ai nipoti Enrica con Flavio, Silvia con Paolo, Marco con Laura, Andrea con Elena, Luca con Ilaria, Alberto con Maria Elena e Giancarlo con Stefania; ai pronipoti Elisa, Maurizio, Beatrice, Alessandra, Anna ed Elisa ed all’affezionata nipote Marielis porgiamo condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Savigliano e la cara salma tumulata nel cimitero di Cherasco. In Torino è mancato il signor GIAN MAURO TRINCHERO di anni 78 Ai figli Carla con il marito Giovanni e Giorgio con la moglie Sabrina; ai nipoti Matteo ed Anna; alle cognate; ai cognati; ai nipoti; ai pronipoti; ai cugini ed ai parenti tutti porgiamo condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Monasterolo di Savigliano. È mancato il dottor ROBERTO GOVERNA Dottore commercialista Presidente della Banca Cassa di Risparmio di Savigliano SpA Alla moglie Laura; ai figli Giulia Maria con Riccardo e Giorgio; al fratello Mario con Rosanna, Linda, Rogi, Emma e Gloria; alla suocera Mariuccia Gissi; ai cognati Piero e Fulvia Angeleri con Francesca, Luca e Pierpaolo; al cugino Maurizio e famiglia; ai consuoceri Giuseppe ed Anna Rainone ed ai parenti tutti porgiamo sentite condoglianze. Il Direttivo del CENTRO INCONTRO ANZIANI di Savigliano porge sentite condoglianze alla famiglia per la scomparsa del caro Dott. ROBERTO GOVERNA.

Uno stambecco con il prurito… (Foto scattata da Cinzia Leone in Valle Gesso)

Avete delle foto curiose? Portatecele in redazione (piazza Santarosa n. 21) o inviatecele via e-mail a redazione@ilsaviglianese.com

Le famiglie dell’ACAT di Savigliano partecipano al dolore dei familiari per la prematura scomparsa del Dott. ROBERTO GOVERNA e porgono sentite condoglianze. Il Presidente ed il Direttivo del LIONS

Dal mondo degli scacchi Via Chianoc, 6 - Savigliano Aperto ogni giovedì dalle ore 21 Per informazioni: 340/9099455 Giovedì 27 settembre è iniziato il secondo “Open d’Autunno” presso la Scacchistica Saviglianese nei locali del circolo culturale “Il Drago”. Buona l’affluenza di giocatori, in tutto 28, da tutta la provincia di Cuneo e da quella di Torino. Il Torneo si svolge il giovedì sera per sette turni ed è riconosciuto per le variazioni Elo FIDE (Federazione Internazionale di Scacchi) ed è diretto dall’arbitro internazionale J.D. Coqueraut. I più accreditati alla vittoria finale sono Mauricio Rafael Babilonia del Circolo di Cuneo e William Torrione della Scacchistica Saviglianese, ma dietro di loro un buon gruppo di giocatori che potrebbero alla fine prevalere. Un torneo come sempre all’insegna del grande equilibrio, dove per vincere è necessaria concentrazione, capacità di calcolo e… sangue freddo. Al primo turno tutti i pronostici sono stati rispettati: da segnalare la buona partita di Luigi De Vecchis, che ha costretto alla patta Alessio Farina, vincitore del Torneo Sociale 2011. Questa manifestazione terminerà il 22 novembre ed il giovedì successivo ci sarà la cena sociale con la premiazione. Ricordiamo che il lunedì, dalle ore 21, presso la nostra sede in via Chianoc n. 6, in concomitanza con il corso base tenuto dal Candidato Maestro William Torrione, sarà possibile analizzare le vostre partite, studiare e scambiarsi idee sui piani di gioco. IL BIANCO MUOVE E DA’ SCACCO MATTO IN DUE MOSSE. SOLUZIONE: la regina bianca cattura il pedone in f6 obbligando il re nero ad andare in h5; raggiunta questa posizione, la regina muove in g5 dando scacco matto.

CLASSE 1942 – Savigliano I coetanei si ritroveranno domenica 28 ottobre presso la chiesa di S. Maria della Pieve alle ore 10.30 per partecipare alla S. Messa. Seguirà il pranzo alle ore 12.30 al ristorante Granbaita. Le adesioni si ricevono, fino a giovedì 25 ottobre, dietro versamento di una caparra di 20 euro, presso l’edicola “Ex Bruno” di piazza del Popolo ed il negozio Mondo Etnico di Barbara Pianeda in via S. Andrea n. 1. Intervenite numerosi!

Condoglianze CLUB Saluzzo-Savigliano partecipano con grande dolore al lutto che ha colpito la famiglia GOVERNA per la scomparsa del caro ROBERTO, socio del Club. L’associazione “AMICI DELLA MUSICA” di Savigliano partecipa con profondo dolore al lutto della famiglia per la scomparsa del Dott. ROBERTO GOVERNA. Direttivo e soci del CIRCOLO AMICI DELLA SANITÀ partecipano al grande dolore dei familiari per la prematura scomparsa del Dott. ROBERTO GOVERNA. L’associazione “AMICI DELL’OSPEDALE SS. ANNUNZIATA” di Savigliano partecipa al grande dolore per la morte del Dott. ROBERTO GOVERNA, che ha sempre avuto grande attenzione per l’ospedale. Il Presidente ed il Consiglio direttivo dell’Associazione “CASA DI RIPOSO CHIANOC” di Savigliano si unisce al dolore della famiglia per la prematura scomparsa del Dott. ROBERTO GOVERNA. Gli amministratori di OASI GIOVANI, scossi dalla notizia della prematura scomparsa del dott. ROBERTO GOVERNA, partecipano al grave dolore della famiglia. Abbiamo conosciuto la sua sensibilità, il suo apprezzamento ed il suo sostegno per le nostre attività sociali e per le nostre fatiche a favore dei ragazzi più disagiati. Lo ricorderemo con tanto affetto. L’amministrazione, il personale ed i ragazzi di Oasi Giovani Tutto il personale del REPARTO DI UROLOGIA dell’ospedale “SS. Annunziata” di Savigliano, medico, infermieristico ed amministrativo, porge al dott. Mario Governa ed alla sua famiglia le più sentite condoglianze per la scomparsa del fratello ROBERTO. In Centallo è mancato il signor FRANCESCO SUPERTINO (Cecu) di anni 89 Alla moglie Francesca Odasso; alla figlia Marisa con il marito Dario Biglione; all’adorato nipote Paolo con Elodie; alla sorella Adelaide; ai cognati; alle cognate; ai nipoti; ai parenti tutti ed all’amico Giovanni porgiamo condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Roata Chiusani e la cara salma tumulata nel cimitero di S. Salvatore (Savigliano). È mancata DEBORA POMA in MASSANO di anni 34 Alla figlia Amanda; al marito Marco; alla mamma Elsa; al papà Pietro; al fratello Daglas; alla sorella Desi ed ai parenti tutti porgiamo condoglianze. Il funerale è stato celebrato a Genola e la cara salma tumulata nel cimitero di Savigliano.

La generosità dei saviglianesi Dalla cappella del cimitero sono state raccolte offerte per un valore di 250 euro, che sono state devolute, sotto forma di generi alimentari, alla COMUNITÀ CENACOLO DI SUOR ELVIRA in via Collarea a Savigliano. ASHaS In memoria di Mario Rivetti: € 90 – Fam. Alessio, Fam. Stagnaro, Fam. Riaudo, Fam. Voltan, Fam. Paciulli, Fam. Ghigo, Fam. Boffa, Fam. Gianoglio e Fam. Massimino; € 125 – Colleghi commercianti di via Torino e Fam. Trossarello Sergio e Trossarello Anna; € 50 – Fam. Arrigo, Fam. Sobrero, Fam. Gerbaldo, Anna e Gianni Mondino, Elisa ed Enrico Mondino,Valentina e Gabriele Somale; € 120 – I colleghi di lavoro. € 1.500 – Parenti ed amici in memoria di Paolo Bonino. ASILO MIRETTI-RAVIOLO (S. Salvatore) € 50 – Franco ed Orsola Roasio in suffragio di Marina Roasio ved. Spertino. AUSER € 50 – Gino, Enzo e Marina Cantarella in suffragio del dott. Roberto Governa. CONF. S.VINCENZO SAVIGLIANESE € 50 – I vicini di casa in suffragio di Bartolomeo Gabutti; € 200 – Marcello ed Enrichetta Albertini, Dino e Clara Allocco, Bep-

pe ed Ines Trucco e Maria Luigia Sola Barbero in suffragio del dott. Roberto Governa; € 1.600 – I partecipanti alla StraSavian 2012. FOND. PIEMONTESE RICERCA CANCRO (Candiolo) € 100 – Fam. Rejnaud Michele, Beltramo Sergio, Beltramo Mario, Operto, Mellano Graziella, Mellano Mauro, Sabena Franco, Sasia Michele,Tuninetti e Borio Domenico in suffragio di Carlo Sanino. MAI+SOLE In memoria di Claudio Gerbaldo: € 50 – Silvana Sciortino e famiglia; € 50 – Anna Turrini; € 50 – Giorgio, Jano, Mario, Roby e Piero; € 20 – Patrizia; € 50 – Maria, Pinuccia, M. Grazia, Enza, Flavia e Chiara; € 130 – Delia, Silvia, Barbara e famiglia; € 10 – Mary Rabbia; - Bruno, Germana, Paolo e Marco; € 20 – Paola Canale e mamma; € 70 – Grazia Donalisio e famiglia; € 50 – Monica e Claudia Anfossi e Paola Arcidiacono; € 95 – Gruppo “Mai+Sole” di Saluzzo: Antonella, Bruna, Anna, Lorella, Francesca, Nucci, Elda e Nunzia; - Nina e Mario Fiorito; - Emi e Franco. PARR. S. GIOVANNI € 150 – La classe 1947 in occasione della Festa di Leva.


nel ricordo SABATO 13 OTTOBRE – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio del compianto

“Il Tuo ricordo vive silenzioso nel nostro cuore e nel pensiero di ogni giorno”. Vanna ed Enrico SABATO 13 OTTOBRE – ore 9 nella chiesa parrocchiale della Natività di Maria Vergine in Marene sarà celebrata una S. Messa di secondo Anniversario in suffragio del compianto

Dott. MARCO CARENA

GIULIO FRANCESETTI

I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

La moglie, la figlia, il genero, il nipote ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

GIOVEDÌ 18 OTTOBRE – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di terzo Anniversario in suffragio della compianta

Vanna ed Enrico ringraziano quanti si uniranno loro nel ricordo e nella preghiera. SABATO 13 OTTOBRE – ore 18 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di settimo Anniversario in suffragio della compianta

SABATO 13 OTTOBRE – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio del carissimo

CESARE PAROLA La moglie, il figlio, la nuora, il nipote ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

SABATO 13 OTTOBRE – ore 20.30 nella chiesa parrocchiale di S. Salvatore – Savigliano sarà celebrata una S. Messa di diciassettesimo Anniversario in suffragio del compianto

CATERINA TRABUCCO

DOMENICO CARRERA

I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

La moglie, il figlio ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

SABATO 13 OTTOBRE – ore 20.30 nella chiesa parrocchiale di S. Salvatore – Savigliano sarà celebrata una S. Messa di quinto Anniversario in suffragio del compianto

MARIA FRANCO n. ROSSO Franca e Beppe, unitamente ai familiari, ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. SABATO 13 OTTOBRE – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di ottavo Anniversario in suffragio della compianta

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

SECONDO ANNIVERSARIO

DOMENICO GONELLA

DOMENICA 14 OTTOBRE – ore 18 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Racconigi verrà celebrata una S. Messa in ricordo del caro

La moglie, la famiglia ed i parenti tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. Le figlie, il genero, la nipote, la mamma ed i familiari tutti riconoscenti per la dimostrazione di cordoglio, stima ed affetto tributata alla loro carissima

MARIO RASPO

Il Vice Presidente, il Consiglio di Amministrazione, il Collegio Sindacale, l’Amministratore Delegato ed il Personale tutto della Banca Cassa di Risparmio di Savigliano SpA partecipano al grande dolore della Famiglia per la prematura scomparsa del Dott. ROBERTO GOVERNA Presidente Banca CRS SpA Savigliano; 6 ottobre 2012

Pino e Lilly Allocco abbracciano forte Laura, Giulia con Riccardo e Giorgio nel ricordo di ROBERTO Abbiamo perso un grande, carissimo, Amico, che ricorderemo sempre con profondo affetto per quello che ci ha dato. Savigliano; 6 ottobre 2012 Gabriele ed Evelina Galateri di Genola partecipano con grandissimo affetto al dolore di Laura per la scomparsa dell’Amico ROBERTO Torino; 6 ottobre 2012 Gianni Baretta partecipa con affetto al dolore della Famiglia per la grave perdita del caro amico ROBERTO Savigliano; 6 ottobre 2012 Il Presidente, a nome del Consiglio direttivo e dei soci della Società Mutuo Soccorso di Savigliano, partecipa al dolore della famiglia per la grave perdita del dottor ROBERTO GOVERNA amico stimato del sodalizio. Savigliano; 6 ottobre 2012

SABATO 13 OTTOBRE – ore 19 nella chiesa parrocchiale di Tetti Roccia (Fraz. Levaldigi) sarà celebrata una S. Messa di trentottesimo Anniversario in suffragio del compianto

SABATO 13 OTTOBRE – ore 18 nella chiesa parrocchiale dei SS. Pietro e Paolo in Monasterolo di Savigliano sarà celebrata una S. Messa di ottavo Anniversario in suffragio del carissimo

TONINO SPADA

Cav. GIOVANNI BRUNETTO La moglie e la famiglia ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

CHIAFFREDO RASPO

“Accompagnati dal Vostro amore immenso, vivete con noi ogni giorno!”.

CECILIA MELLANO n.VILLOIS

LUNEDÌ 15 OTTOBRE – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Giovanni in Savigliano sarà celebrata una S. Messa in ricordo dei carissimi

Il marito, il figlio, la nuora, le nipoti ed i familiari tutti ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo. “Ci manca la vostra presenza, ma ci restano il dolce ricordo e la certezza che dal Cielo continuerete ad amarci come quando eravate in mezzo a noi”. SABATO 13 OTTOBRE – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve in Savigliano sarà celebrata una S. Messa in suffragio dei compianti

I familiari sentitamente ringraziano quanti si uniranno loro nel ricordo e nelle preghiere di suffragio. On. Fun. BONETTO - Racconigi - Tel. 0172/811145

“Dolce capire che non sei più solo, ma che sei parte di un’immensa vita”. SABATO 13 OTTOBRE – ore 18 nella chiesa parrocchiale della Natività di Maria Vergine in Marene sarà celebrata una S. Messa di quarto Anniversario in suffragio del carissimo

FRANCO GIOVANNI nel ventesimo Anniversario e

DOMENICO SUPERTINO ANTONIO FRANCO nel diciassettesimo Anniversario

I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

Il Presidente, il Vice Presidente e gli Organi Collegiali della Fondazione Cassa di Risparmio di Savigliano partecipano al grande dolore della Famiglia per la prematura scomparsa del Dott. ROBERTO GOVERNA Già Presidente Fondazione Cassa di Risparmio di Savigliano Savigliano; 6 ottobre 2012

Impresa MOLLEA - Savigliano - Tel. 0172/716654

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

nel diciannovesimo Anniversario

Gli amici del ROTARY CLUB di Savigliano partecipano al dolore del caro amico Mario per la perdita del fratello Dott. ROBERTO GOVERNA Savigliano; 6 ottobre 2012

I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

ANNA CAMPANA ved. FRANCO

47

MERCOLEDÌ 17 OTTOBRE – ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di S. Maria della Pieve in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di secondo Anniversario in suffragio del compianto

SABATO 13 OTTOBRE – ore 9 nella chiesa parrocchiale di S. Pietro in Savigliano sarà celebrata una S. Messa di primo Anniversario in suffragio del compianto

MAURO RASPO

mercoledì 10 ottobre 2012

I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere e nel ricordo.

MARIA CATERINA ROASIO ved. SPERTINO (Marina) nell’impossibilità di giungere a tutti personalmente ringraziano quanti con scritti, fiori, preghiere, opere di bene e presenza al funerale si sono uniti al loro dolore. Un grazie particolare porgono a don Antonio Audisio, a don Mauro Cagna, al medico curante dott. Bartolomeo Giordano, ai medici ed al personale infermieristico del Reparto di Medicina dell’ospedale “SS. Annunziata” di Savigliano e dell’Hospice di Busca, alle amiche per il conforto ed il sostegno durante il periodo di malattia ed indistintamente a tutti i vicini di casa, amici e conoscenti che sono stati di aiuto e conforto nella triste circostanza. La S. Messa di Trigesima sarà celebrata: SABATO 13 OTTOBRE – ore 10.30 nella chiesa parrocchiale di S. Salvatore – Savigliano.

in ricordo I familiari ringraziano quanti si uniranno loro nelle preghiere.

S. ANDREA Prefestiva: – Festive: ore 11-18 S. PIETRO Prefestiva: ore 18 Festiva: ore 9.30 CHIESA BEATA BONINO Festiva: ore 20.30

S. MARIA DELLA PIEVE Prefestiva: ore 18.30 Festive: ore 8.3010.30 SANTUARIO DELLA SANITÀ Festiva: ore 9.30

S. GIOVANNI Prefestiva: ore 18.30 Festive: ore 9.30-11

Impresa FAULE - Savigliano - Tel. 0172/712459

e

CATTERINA BERARDO ved. FRANCO

SS. MESSE NELLE PARROCCHIE DI SAVIGLIANO E ALLA SANITÀ

AVVISO PER NECROLOGIE

L’ETERNO RIPOSO DONA LORO, SIGNORE...

Le necrologie devono TASSATIVAMENTE pervenire in redazione entro il lunedì alle ore 12.30 della settimana in cui devono essere pubblicate. Vi ringraziamo per la vostra collaborazione.


MERCOLEDÌ 10 OTTOBRE 2012 IL SAVIGLIANESE 48


10-10-2012