Issuu on Google+

Nelle iscrizioni antiche lingue, leggi e costumi

di Roberto Freda

L

a collezione epigrafica, quella che raccoglie le antiche scritte su marmo o pietra, in varie lingue (ma anche su bronzo e oro) è stata finalmente riaperta al pubblico pochi giorni fa. Si compone di oltre duemila pezzi tra testi scritti in greco, latino, osco, e costituisce una delle più importanti raccolte epigrafiche al mondo per quantità e qualità.  L’allestimento attuale è frutto del riordino curato dal Dipartimento di Studi umanisti-

26

ci dell’Università Federico II. Nell’insieme sono ora fruibili dal pubblico oltre duecento documenti, alcuni particolarmente rari, e - novità di questo riallestimento - le testimonianze di aspetti della vita pubblica e privata di norma difficilmente documentabili in centri diversi da quelli vesuviani, quali i manifesti elettorali, gli annunci di giochi di gladiatori, i graffiti su intonaco,


MANN - N.1- Il Ritorno dei Faraoni