Issuu on Google+

FR

PRE EE SS

con il patrocinio del

delV

N il

Quasi Nazionale

Romagna

Luglio\Agosto 2009 Anno 5 - Numero 21 € 0,001

www.fanzineitaliane.it/ilrestodelvolontariato

MINORI

AREA RIMINI

AREA RAVENNA

116000 Linea

Cercasi volontari

Estate solidale

Telefonica Benazzi

a pagina 3

Benazzi

a pagina 6

Umiliacchi

a pagina 2

Cesena, una città più accessibile INTERVENTI Amministrazione e volontariato per una rete di percorsi pedonali Benazzi

SOLIDARIETÀ E VOLONTARIATO ROMAGNOLO A SCOPO DIDATTICO

I

a pagina 8

MAPPA TERZO SETTORE

TO T A LF

È nato il portale dedicato al Terzo settore italiano Benazzi

a pagina 7

A RIMINI CONTRO LA CRISI

Giovani volontari al Meeting Benazzi

A SCUOLA DI VOLONTARIO Commento di Umiliacchi a pagina 2

AREA RAVENNA

Ronde Mistral in Abruzzo Benazzi

a pagina 6

AREA FORLÌ

Sicurezza con il “timbro” Benazzi

a pagina 6

a pagina 7

Volontariallegria Inserto de il

del V

Inserto alle pagine 4 e 5

AREA RIMINI

I 4 ragazzi che diedero fuoco a un barbone oggi fanno volontariato Benazzi

a pagina 6

Come nel ma un faro della re agit , nost ato tro ra soci Volon viamo età, tari i l ato


2

PRIMO PIANO

scuola La scuola aderisce allo scopo di preparare, tra i giovani di oggi, i futuri volontari disposti a partecipare attivamente alla vita sociosolidale della comunità

giovani Tutti i giovani studenti potranno confrontarsi con i vari volontari delle associazioni che partecipano al progetto, ben disposti a rispondere e chiarie i vari dubbi

LUGLIO/AGOSTO 2009

volontari I volontari, debitamente preparati, saranno presenti nelle aule delle scuole che aderiranno al progetto, per proporre e illustrare la loro associazione e operato

Volontariato scolastico per promuovere il volontariato nelle scuole L ICorso O FATT FORLÌ CESENA - Alcune associazioni di Forlì e Cesena, in occasione dell’ultima scadenza progettuale, hanno ripresentato il progetto di promozione del volontariato nelle scuole, dal titolo “A scuola di volontariato 2”. Tale progetto, approvato dal Comitato di Gestione a fine giugno 2009, prevede tra le varie azioni un corso di formazione di base, della durata complessiva di 10 ore, per volontari interessati ad effettuare interventi di promozione del volontariato nelle scuole. Nei mesi di settembre e ottobre 2009 si svolgeranno due moduli di base o di primo livello (uno a Forlì e uno a Cesena) riservati a volontari desiderosi di apprendere le tecniche per sensibilizzare i ragazzi al volontariato. Per i volontari che hanno frequentato il modulo di base nel 2008 o nel 2007, è possibile partecipare al modulo avanzato (o di secondo livello), che verrà proposto a Forlì e a Cesena. I volontari, una volta formati, potranno rendersi disponibili per il percorso generale trasversale di promozione del volontariato nelle scuole superiori, che ha lo scopo di far conoscere agli studenti i valori del volontariato, farli riflettere sull’importanza di impegnarsi a favore degli altri, far loro incontrare esperienze di volontariato attraverso testimonianze concrete. Il volontariato ha assunto negli ultimi tempi una notevole rilevanza sociale. Il motivo è semplice: si tratta di una realtà che opera per risolvere problemi altrimenti insolubili offrendo, dopo l’azione primaria delle Istituzioni, un aiuto gratuito alle persone in stato di bisogno. Ecco perché diventa importante presentare e proporre nelle scuole questa realtà socio-solidale. Far conoscere agli studenti delle scuole superiori i valori del volontariato, farli riflettere sull’importanza di impegnarsi a favore degli altri, far loro incontrare esperienze di volontariato attraverso testimonianze concrete coinvolgendo i giovani allo scopo di permettere a ciascuno l’utilizzo al meglio delle potenzialità e le opportunità socio-solidali. E la scuola? Una valida struttura che favorisce, come ponte tra giovani e società, e mostra loro un fenomeno largamente diffuso di solidarietà, un raccordo consapevole ed efficace, cui essi possono avvicinarsi in forma sia attiva che passiva facendo e ricevendo volontariato, e li spinge ad esplorare nuovi ambiti di conoscenza per imparare ad avvalersene. Così si può mostrare ai giovani un terreno naturalmente condiviso di accettazione e di disponibilità verso l’altro, nella speranza di contribuire ad una crescita culturale che sappia coniugare società, volontariato solidale e vita comunitaria. Gianluca Umiliacchi

Il Resto del Volontariato

N

VACANZE & VOLONTARIATO

Estate di solidarietà L

CERVIA - Anche STO A questa estate, da anni RIA immancabile, l'appuntamento mattutino per l’intrattenimento in spiaggia, sull’arenile del Bagno Club Fantini, ha fatto la sua presenza. Si tratta di un momento interessante per moltissimi turisti, occasionali o assidui, disponibili a partecipare all’ora di ginnastica salutare. Non si sta parlando delle solite iniziative dei vari club di intrattenimento che vengono proposte sul nostro litorale, questa è una iniziativa privata di Caterina Mascagna Emiliani e, cosa insolita, totalmente gratuita. Caterina, residente a Medicina di Bologna, è da anni una assidua turista del mare cervese, e quest’anno, come nelle stagioni passate, dal mese di giugno fino a settembre veste i panni di “insegnante” di ginnastica che propone gratuitamente in spiaggia al solo scopo di volontariato. La stagione estiva del 2009 vede l’anniversario dei Diciannove anni di attività solidale svolta da Caterina che, di anno in anno sempre più dinamica e sorridente, nel migliore dei modi e in allegria dirigere le azioni coordinate per l'esecuzione degli esercizi salutari. I folti gruppi quotidiani, formati da donne, uomini e bambini, si notano fin dall'inizio della spiaggia cervese. Questa iniziativa è legata ad un aspetto di volontariato che trova in Caterina la completa disponibilità, non solo nel dirigere la ginnastica giornaliera, domenica inclusa, ma anche nel dimostrarsi sensibile ad ascoltare le varie vicissitudini dei partecipanti. Pur essendo una iniziativa gratuita, la disponibilità e la sensibilità dei partecipanti è sempre in aumento e le donazioni entrano nel “borsellino” dove tutto ciò che si raccoglie viene investito nell'acquisto di gelato per gli ospiti della Casa di Riposo Busignani di Cervia, mentre alla fine della stagione, terminate le vacanze/volontariato, Caterina saluta Cervia donando alla Busignani il suo annuale “raccolto” di solidarietà. È senza alcun dubbio una lodevole iniziativa che la redazione, per il secondo anno, ritiene doverosa renderla nota attraverso queste pagine dedicate al volontariato, per dare spazio a tutti quei piccoli/grandi esempi di solidarietà che nascono e vivono all'ombra del divertimentifico di questa riviera. Un stimolo positivo che potrebbe contagiare tantissime altre persone, si spera, piuttosto che trascorrere inefficacemente le proprie vacanze. La solidarietà non pretende nulla, solo di essere per esserci, e Caterina da Vent’anni ben lo dimostra. Gi. Umi.

LA PAROLA AI CITTADINI

Stefania \ Cesena

Maurizio \ Forlì

Fare volontariato è come donare del miele a persone con cuori colmi d’amarezza. È voler bene senza domandare nulla in cambio.

Maria \ Ravenna Volontariato è serenità, dentro e fuori, averla per donarla a coloro che manca, è essere utili per chi ha bisogno, è mettersi veramente in gioco per il prossimo.

Volontariato è non pensarci su 2 o 3 volte se si vuole essere utili al prossimo, il volontariato va fatto spontaneamente, altrimenti non ha senso.

Malì \ Lugo Il volontariato è conoscere gli altri, è comprendere di potere essere per loro utili e d’aiuto, nel caso abbiano bisogno.

M.Carla \ Rimini Volontariato è come un ombrello aperto che può proteggerti da una giornata cupa e uggiosa. È un ombrello grande che può proteggere anche altri.


N

Il Resto del Volontariato

CRONACHE

LUGLIO/AGOSTO 2009

3

Linea Telefonica diretta per i minori scomparsi

116000 - S.O.S. Il Telefono Azzurro Onlus Protocollo d’intesa firmato con il Ministro dell’Interno

È datata 25 maggio 2009 la sottoscrizione che il Ministro dell'Interno ha attivato con l'Ente Morale “S.O.S. - Il Telefono Azzurro Onlus” il protocollo d'intesa per l'affidamento della gestione del numero “116000 - Linea Telefonica diretta per i minori scomparsi”. In particolare, al numero 116000 è stato associato il Servizio “Linea telefonica diretta per minori scomparsi”, servizio a valenza sociale al quale tutti i cittadini dell'Unione possono accedere, componendo il numero telefonico gratuito. La Commissione Europea ha voluto assicurare al Servizio una identità paneuropea a vantaggio del cittadino dell'unione che, in caso di scomparsa di un minore, componendo questo numero avrà accesso al medesimo servizio, indipendentemente dallo stato in cui si trova. A questa piena fruibilità si potrà pervenire solo quando tutti i Paesi membri avranno

Per quanto riguarda l'Italia, l'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, competente a stabilire il Piano nazionale di numerazione e el relative procedure di assegnazione, ha riservato al Ministero dell'Interno la numerazione, ritenendo che la tipologia del Servizio ad esso associato ricadesse nella sfera di competenza del Ministero stesso. Tale servizio è stato affidato dal Sig. Ministro al Telefono Azzurro in ragione dell'opera ventennale svolta con importanti iniziative a tutela dell'infanzia e dell'adolescenza, segnatamente attraverso linee telefoniche di ascolto, oltre alle sinergie già sperimentate con Amministrazioni dello Stato. Ma cosa si intende per minori scomparsi? Come previsto dall'art. 3 del Protocollo, per “minori scomparsi” devono intendersi “i minori dei quali non si hanno più notizie, ivi compresi i minori volontariamente allontanatisi da casa, sottratti da un genitore, vittime di sequestro”. Attivazione del servizio e compiti del Telefono Azzurro Contestualmente alla firma del Protocollo, dal 25 maggio è stato attivato il Servizio che, in conformità alle statuizioni della Commissione Europea, viene attuato sull'intero territorio nazionale, 24 ore su 24, 7 giorni su 7, con i seguenti compiti: rispondere alle segnalazioni di scomparsa e comunicarle alle Forze di Polizia; offrire consigli e sostegno alle persone responsabili del minore; contribuire alle indagini.

VOLONTARI CONTRO LA ZANZARA TIGRE

Associazioni ed esperti FORLÌ - Un esercito contro la zanzara tigre, si schierano anche i volontari. Formati da personale esperto opereranno dal mese di luglio per sensibilizzare i privati. Infatti, i volontari con il proprietario dell'area, visiteranno i giardini, i piazzali di abitazioni private o attività produttive, allo scopo di identificare i potenziali focolai, non facilmente riconoscibili, rimuoverli e fornire i consigli del caso. Un progetto questo, già sperimentato nell’anno passato con ottimi risultati, sviluppato dalla Provincia e dalle Ausl di Forlì e Cesena, che vede impegnaesi, in prima linea, attivi volontari di diverse associazioni appartenenti al Coordinamento di Protezione civile: Ana S.Sofia, Sos Forlì, Protezione civile Portico, Protezione civile di Tredozio Dovadola e Forlimpopoli, Misericordia di Rocca S.Casciano e Galeata, associazione 'Il Molino' di Meldola. A Forlì nelle caditoie di ogni giardino privato si trovano, in media, 24 pupe di zanzara (la pupa è lo stadio 'acquatico' immediatamente precedente la fase adulta che sopraggiunge in meno di due giorni), inoltre nell'8,7% dei contenitori nei giardini si possono trovare presenti larve o pupe di zanzara. Ma. Be.

L'intesa sottoscritta, oltre ad affidare in gestione al Telefono Azzurro la Linea Telefonica diretta per i minori scomparsi, disciplina i termini della collaborazione volta, nel rispetto di competenze e responsabilità, alla salvaguardia dell'integrità fisica e psichica del minore. In particolare, il Telefono Azzurro riceve e valuta le segnalazioni che affluiscono al numero 116000 e le comunica alle Forze di Polizia a livello locale: si precisa che il Gruppo di lavoro, previsto dal Protocollo d'Intesa, e costituito presso il Dipartimento della Pubblica Sicurezza, ha già definito le procedure operative e concordato il criterio di ripartizione delle competenze tra i presidi della Polizia di Stato e dell'Arma dei Carabinieri. Per ulteriori informazioni e dati, il sito Internet è disponibile alla consultazione, http://116-000.it Il 25 maggio, giornata internazionale dei bambini scomparsi, è l’anniversario del 25 maggio 1979, data in cui Etan Patz, un bambino di 6 anni, scomparì da un incrocio stradale di New York mentre andava a scuola. Per trent’anni le ricerche di Etan sono continuate, ma Etan non è mai stato ritrovato. La giornata internazionale dei minori scomparsi onora questo impegno, ricordando ai genitori e agli adulti in genere che la sicurezza dei bambini è una priorità assoluta. Marco Benazzi

ARTISTA PER IL LIONS CLUB

Opera d’arte come simbolo di solidarietà RAVENNA - Un’opera d’arte per simboleggiare lo spirito del Lions Club, da sempre impegnato con i suoi servizi a favore delle persone in difficoltà, come le persone afflitte da cecità. In questo caso, si tratta di un prezioso altorilievo in bronzo realizzato dal Maestro Enzo Babini e raffigurante la basilica di San Vitale. Il titolo ‘Toccare con mano’, è un invito del manufatto artistico concepito con l’intento ben preciso di trasmettere un messaggio di accoglienza e ospitalità, in special modo a tutti coloro a cui sono rivolti i servizi del Club. È un’opera particolare che, grazie ai caratteri Braille, consente appunto di toccare con mano, cioè di poter ‘vedere’ e mostrare, anche per i non vedenti, le proprie caratteristiche. La bronzea scultura sarà posizionata, in autunno, nel giardino di San Vitale. Il Club è attivo da sempre nella solidarietà a beneficio di tutta la collettività, svolgendo varie attività improntate, specialmente, a favore dei non vedenti. Attività svolte con la collaborazione della Curia e della Soprintendenza per i Beni culturali. Ma. Be.


N Quasi Naturale

Volontariallegria del V

Inserto del il

LUGLIO/AGOSTO 2009 Anno 0 - Numero 00.4 € 0,001

[Benvenuti al quarto inserto del nostro volontariaLLegria! Il confronto prosegue, le vignette ci arrivano da tutta Italia e sono sempre più colme e intrinseche di significati... Come fin dall’inizio abbiamo scritto, leggete, osservate e considerate ben attentamente questi “disegnini” come qualche persona li definisce non essendo, purtroppo, a conoscenza della dura e profonda storia satirica sociale! Comunque, ancora, buona lettura...]

Allegria [al-le-grì-a] s.f. (pl. -Grìe) 1 Stato di letizia dell'animo che si manifesta vivacemente: stare, vivere in a.; cose che mettono a. ‖ Allegria!, esclam. di gioia e di augurio ‖ Fare allegria a qualcuno, fargli festa, accoglierlo festosamente ‖ SIN. contentezza, gioia 2 estens. Vivezza, vivacità, festosità: un'a. di luci, di suoni, di canti; l'a. dei colori in un quadro

www.fanzineitaliane.it/ilrestodelvolontariato

[Un nuovo modellino in scatola da montaggio... un regalo che darebbe un po’ da pensare!!!!]

Temevo di aver problemi a scuola per via della lingua... Ma poi, per fortuna, ho sentito parlare i compagni di classe italiani !

‖ SIN. Tripudio

POTREBBE AIUTARMI AD ATTRAVERSARE LA STRADA?

VOLENTIERI, SE RIUSCISSI A TROVARE QUALCUNO CHE MI AIUTI A SCENDERE DAL MARCIAPIEDE!!!

DI CERTO, QUESTO ARBITRO È IMPARZIALE, GIUSTO?

LEI MI STA DICENDO CHE DEVO ESSERE DICHIARATO DISABILE E INABILE AL LAVORO ANCOR PRIMA DI AVER PROVATO A LAVORARE?

[Anche Superman in carrozzina...?!? Certo anche i supereroi possono avere problemi, anzi superproblemi !!!!!] L E X PARCHEGGIO

DISABILI

LA PIGRIZIA NON È UNA DISABILITÀ

ALMENO NON C’È NULLA DA DIRE SULLA SEGNALETICA... IO F I CA M I F U CL RE

AS

CE

N

SO

RE

US

CI

TA


N

Il Resto del Volontariato

Volontariallegria

LUGLIO/AGOSTO 2009

5

[Suppongo che tutti sanno chi è Barbie, e come non saperlo? Ma sì,alta, anoressica, bionda, sempre sorridente. C'era la Barbie Diva di Hollywood, Cavallerizza, Sirena, Sposa, Fata, Veterinaria, ecc., ecc.. Ma ora c'è un nuovo futuro per Barbie a partire da... Barbie diversamente abile! Dalla carrozza alla carrozzella, divertendosi a spingerla sulla sua nuova cromata e fiammante carrozzella, portandola al parco nonché lavarla e accudirla proprio come quasi una vera colf filippina! Che volere di più?] [Il poster...]

[Volontariato...]

IL GRANDE PROBLEMA DI NOI NON VEDENTI E CHE VIVIAMO IN UN MONDO DI... CIECHI!!!!

MI PIACE ESSERE UTILE AGLI ALTRI, CREDO NEL VALORE , DELLA SOLIDARIETA, FACCIO FACCIOVOLONTARIATO, VOLONTARIATO, AIUTANDO MIO PADRE A SPENDERE TUTTI I SUOI SOLDI

!!!

AIUTA A FARE LA DIFFERENZA SONO SU UNA SEDIA A ROTELLE IMMOBILIZZATO ... COSÌ PER TUTTA LA VITA!!! COSA PUÒ ESSERCI DI PEGGIO?!?

[Pubblicità regresso...]

iPoDisable ROSSI CI RISULTA CHE HA UN DOTTORATO, MA ABBIAMO TROVATO QUALCUNO PIÙ QUALIFICATO.

QUESTA SEDIA È OCCUPATA?

STAI PARLANDO SERIAMENTE?

UNO DEI GROSSI PROBLEMI DI NOI DISABILI...

raf ico Lo scatto fo tog del bimes tre...

PAGLIACCIO, HA OTTENUTO IL POSTO. CONGRATULAZIONI!

...STA NEL FATTO CHE SIAMO DISABILI COME VERI DISABILI...

...E NON DISABILI, COME LA GENTE VORREBBE CHE NOI FOSSIMO!


6

ATTUALITÀ

LUGLIO/AGOSTO 2009

Il Resto del Volontariato

SOLIDARIETÀ RIMINI UN SERVIZIO DI CONSULENZA PER FAVORIRE L’IMPEGNO SOCIALE

Volontarimini promuove ‘Cercasi volontari’ RIMINI - Promuovere con il volontariato anche l'impegno sociale è uno dei diversi ruoli che il Centro di Servizio per il Volontariato Volontarimini svolge per far conoscere quanto sia semplice e importante donare un po’ del proprio tempo libero agli altri. Un'azione a favore della solidarietà proposta attraverso il sapiente uso dei media. In Provincia si trovano più di trecento associazioni di volontariato che operano nei diversi settori sociali. Chiunque può rintracciare quella che gli è più affine, basta comprendere la causa alla quale si è disposti di metter-

si in gioco. Quindi per coloro che, con un buon motivo, desiderano avvicinarsi al mondo socio-solidale possono rivolgersi a Volontarimini, via IV novembre 21 - 0541 709888, per le informazioni sulle associazioni del territorio e poter accedere ad un servizio di consulenza e orientamento, grazie all’aiuto degli operatori del Centro il potenziale volontario potrà trovare l’organizzazione che meglio risponde ai suoi interessi e disponibilità. È possibile scaricare anche dal sito www.volontarimini.it il modulo per la richiesta. Ma. Be.

N

10

in secondi

1

A.A.A Cercasi Volontari - Volontarimini ha sviluppato un servizio di consulenza per favorire l’impegno sociale.

Più di trecento asso2 ciazioni di volontariato che operano nei diversi settori sociali sono aperte per accogliere i nuovelli volontari.

3

Il Centro è disponibile per dare tutte le informazioni utili a coloro che desiderano impegnarsi nel volontariato.

Diedero fuoco a un barbone a Rimini I quattro giovani fanno volontariato

Dopo alcuni mesi di carcere, ecco la punizione decisa dal tribunale RIMINI - Scherzarono col fuoco, con un estremo gesto Rimini, dove aiuta gli altri operatori a preparare i pasti che resero protagonisti i quattro ragazzi riminesi, e accogliere i senzatetto. Mentre da marzo è fuori dal Alessandro Bruschi, Enrico Giovanardi, Fabio Volanti e carcere anche l’autore materiale del tentato omicidio, Matteo Pagliarani, che il 10 novembre pensarono di Alessandro intento ad occuparsi di disabili in un’altra dare fuoco al clochard Andrea Severi. struttura della Papa Giovanni. Dopo alcuni mesi in carcere i giudici, col parere favoPer i giovani è così cominciata una “diversa” vita, revole del pm e degli avvocati dei ragazzi, hanno sebbene costretta ad un impegno durissimo in pensato opportuno di rintracciare una strada adeguata comunità, all’interno della quale tutti stanno chiarameper far redimere i giovanissimi autori del grave gesto. nte dimostrando un reale pentimento. Il tribunale ha deciso, per coloro che approfittarono di Il caso ha proprio voluto che lo stesso Giovanardi, oltre un debole, l’obbligo di accudirne uno. un mese fa, si sia trovato insieme a vari L’ESEMPIO Così da gennaio il diciannovenne Matteo, volontari e operatori della Caritas, i giovani che svolge il volontariato al pronto soccorso impegnato nello sventare e spegnere un infierirono su della comunità di Sant Aquilina, dove si pauroso incendio. un clochard occupa di una persona disabile portatore di Enrico si è fortemente adoperato per fanno volontariato spegnere le fiamme che, sviluppate da un handicap. Anche Fabio da quando è stato messo ai domiciliari deve seguire un capannone vicino, si erano velocemente senzatetto malato nella struttura che propagate agli edifici vicini della Caritas, accoglie i clochard fondata da don Oreste Benzi. per evitare la possibile catastrofe. Marco Benazzi Enrico sempre da gennaio è in servizio alla Caritas di

SICUREZZA STRADALE Al via la campagna 'Io non riskio’

ASSOCIAZIONE NON RONDE

Un ‘timbro’ per chi al volante guida sobrio Le ‘Giubbe gialle’ di Mistral anche in Abruzzo FORLÌ - Che lo sballo serale non sia contrastabile solo con i controlli e le multe è ormai assodato. Per questo motivo bisogna iniziare a proporre un altro messaggio, ‘Datti una regolata’, con questo spirito è nata la campagna informativa ‘Io non riskio’ pensata dalla Prefettura di Forlì-Cesena, i Comuni capoluogo e le associazioni dei commercianti, per informare i giovani dei danni provocati dai cocktail di alcol e sostanze stupefacenti. Saranno situati, nelle vicinanze dei grandi locali di richiamo, presidi mobili informativi dove il personale del Servizio contro le tossicodipenze (Sert), insieme a quello della Croce Rossa Italiana e della Prefettura, distribuiranno opuscoli informativi sull'uso di sostanze e i comportamenti a rischio, come ad esempio quelli sessuali, oltre che invitare i giovani a sottoporsi volontariamente all'etilometro. Per i giovani che risulteranno sobri, ovvero con valori di alcolemia inferiori al limite legale per mettersi alla guida, cioè meno di 0,50 g/l, riceveranno un contrassegno con un ‘timbro’ che, oltre a rendere manifesto il comportamento responsabile, potrà aiutare le forze dell'ordine nell'attività di controllo generale. L’iniziativa, partita da Bertinoro, si ripeterà anche a Forlì, Cesenatico, San Mauro Pascoli e Cesena fino alla fine di agosto. Marco Benazzi

RAVENNA - Agiscono da interfaccia tra i cittadini e le forze dell’ordine, ma non facciamo l’errore di assimilarli, anche lontanamente, alle ronde. I volontari di Mistral, associazione nata nel 1992 e che fa capo alla Protezione Civile, da oltre dieci anni hanno una convenzione con il Comune per collaborare con la Polizia Municipale. Una funzione prevista dalla legge regionale 24 del 2003 che disciplina appunto le attività di volontariato, attività di prossimità con i cittadini quella di Mistral che si basa su progetti specifici, infatti le divise dell’associazione ormai sono una presenza riconosciuta a Ravenna, anche se spesso i volontari di vengono scambiati per ronde. Una cinquantina di giubbe gialle di Mistral sono state on the road anche a Ferragosto a Marina in appoggio alla Polizia Municipale, il loro instancabile lavoro è arrivato fino in Abruzzo, in aiuto alle popolazioni terremotate. Ma. Be.


N

Il Resto del Volontariato

BREVI

LUGLIO/AGOSTO 2009

MEETING DI RIMINI 30ª EDIZIONE DI SOLIDARIETÀ E PARTECIPAZIONE

Giovani volontari contro la crisi Tutti a Rimini per il Meeting RIMINI - Sono arrivati i primi 200 volontari che parteciperanno all'allestimento del Meeting affinché sia tutto pronto per l’inaugurazione del 23 agosto. “La conoscenza è sempre un avvenimento” è il titolo del Meeting 2009, che attraverso testimonianze ed esperienze documenterà come la conoscenza avvenga attraverso l’imbattersi in qualcosa o qualcuno che introduce un elemento di novità o di giudizio. Si prevedono un totale di 700 presenze, superando le previsioni negative legata alla crisi economica. La presenza dei volontari può essere definita un miracolo che di anno in anno si ripete. È stupefacente che - ha affermato il presidente del Meeting Emilia Guarnieri - in un periodo di crisi come questo, le richieste siano state superiori alle esigenze lavorative.

Tanti i ragazzi volontari provenienti a tutta Italia e oltre, mentre 180 sono gli adulti pronti a coordinare gli studenti nella preparazione del Meeting. Per quanto riguarda i compiti da svolgere, la regola è essere pronti a tutto: falegnami, elettricisti, grafici, imbianchini, muratori, decoratori. Le richieste infatti sono le più varie e i volontari si organizzano in turni di lavoro mattutini e pomeridiani, con anche turni serali nei giorni a ridosso della kermesse. Il Meeting si propone, nuovamente di essere un luogo privilegiato attraverso la sua consueta ricchezza di proposte. L’opera del Meeting, iniziata trent'anni fa, si rinnova annualmente con l’evento che prende corpo dalla spontaneità e solidarietà, quello di tanti volontari disposti gratuitamente a collaborare per la costruzione di un’opera.

7

BREVISSIME RACCOLTE PER I TERREMOTATI Aiuti a favore dell’Abruzzo SAVIGNANO - Circa 7.000 euro a favore delle popolazioni terremotate dell'Abruzzo, è il risultato della raccolta realizzata dalle associazioni di volontariato savignanesi dopo l'impegno preso nella scorsa primavera. Altre realtà del volontariato locale, stanno proseguendo la raccolta e tra gli obiettivi del comitato, c'è quello di individuare un progetto nel quale investire i fondi raccolti.

VOLONTARIATO A Giovecca la Sagra di Sant’Evaristo RAVENNA - È prevista, a Giovecca, per la fine di agosto e i primi di settembre, la trentunesima edizione della sagra di Sant’Evaristo. La sagra nacque nel 1979, anno di inaugurazione della chiesa. Da un quarto di secolo la sagra rappresenta un valido momento di aggregazione per l’intera comunità di Giovecca, frutto dell’opera di numerosi volontari, diversi dei quali offrono il loro contributo, a prescindere dal credo religioso, mentre la 26.a edizione del Palio di S.Evaristo si avvale della collaborazione della Pro Loco di Lugo. Tutte le sere funzioneranno tombola, pesca pro-asilo e spazio bimbi.

94MILA EURO PER L’ABRUZZO RIMINI - Nell'ambito delle iniziative di solidarietà avviate a favore delle popolazioni abruzzesi colpite dal terremoto, la Provincia di Rimini, lanciò una sottoscrizione per la raccolta si fondi al motto di “adottiamo Villa sant'Angelo”. In quattro mesi si sono potuti raccogliere, grazie alla solidarietà, 94.398,43 euro.

Ma. Be.

INTERNET E VOLONTARIATO: MAPPA TERZO SETTORE

DAL CORRIERE DI ROMAGNA

È nato il portale dedicato al terzo settore italiano

Torna la ‘pagina del volontariato’

È on line la Mappa Terzo Settore, www.mappaterzosettore.it, il primo portale gratuito interamente dedicato agli operatori del Terzo Settore in Italia, e con esso parte il primo grande autocensimento di tutti gli operatori sociali operanti su tutto il territorio nazionale. Il portale nasce dalla necessità di realizzare la prima grande rete, su tutto il territorio nazionale, il primo grande crocevia virtuale per consentire l’incontro e lo scambio tra le varie realtà operanti nel mondo della relazione d’aiuto e dei servizi alla persona al fine di programmare interventi in cooperazione allargata, attraverso cui accedere alla progettazione sociale, locale, regionale e nazionale. Il sito è, nel suo insieme, lo spazio per consentire alle realtà locali di acquisire visibilità e di farsi conoscere gratuitamente, infatti sul portale, ogni utente, sia esso ente pubblico, impresa privata, organizzazione di volontariato o privato, può creare la propria pagina web gratuita autogestita per proporsi, oltre a poter usufruire dei vari servizi messi a disposizione, come chiedere consulenza on line nella stesura dei progetti e molto altro ancora. È, inoltre, un valido ed efficace strumento di lavoro per gli operatori dei servizi alla persona, di oggi e di domani, un portale di censimento e di autocensimento, un contenitore all’interno del quale cercare e trovare ogni genere d’informazione riguardanti il Terzo Settore in Italia. Per informazioni info@mappaterzosettore.it

CESENA - Il quotidiano Corriere di Romagna pubblicherà nuovamente come negli anni passati una pagina, a cadenza bisettimanale, dedicata alle realtà socio-solidali e al volontariato locale. Sulla pagina potranno trovare spazio le presentazioni delle associazioni, le loro attività, le loro iniziative e i relativi obiettivi futuri. Ad ogni uscita posta sul giornale, la pagina conterrà 2 articoli di diverse dimensioni incentrati di volta in volta su due associazioni, oltre ai vari appuntamenti per gli eventi socio-solidali futuri. Per tutte le associazioni del territorio che lo desiderano, si può inviare gli articoli e le fotografie per la presentazione delle attività o dei volontari, oppure solo le segnalazioni degli appuntamenti da inserire nell'agenda, il tutto all’attenzione di Assiprov, Centro Servizi per il Volontariato della Provincia di Forlì-Cesena. info@assiprov.it

MERCATINO DI SOLIDARIETÀ Mani tese contro il lavoro minorile in India

AUTOMEZZI PER I VOLONTARI Consegnato al Comune nuovo pulmino per disabili

RACCOLTI OLTRE 6.000 EURO 24 Ore Benefica coinvolge 800 atleti

FAENZA - Dopo la pausa del 2008 torna il campo di studio e lavoro promosso dall’associazione Mani Tese Faenza. Il lavoro dei volontari andrà a finanziare il progetto ‘Un ponte per il futuro’ a Piduguralla, in India, dove si vuole combattere il lavoro infantile nelle miniere di calce con bambini impegnati letteralmente a ‘grattare’ le montagne nelle cave calcaree. Per raccogliere fondi a favore del progetto, verrà inaugurato sabato 22 agosto alle 16 al Do-Nucleo Culturale, via Mura Mittarelli 34, un mercatino straordinario funzionale fino a sabato 29 agosto.

RAVENNA - Consegnata al Comune un'auto attrezzata al trasporto persone disabili. L'automezzo è stato acquisito in comodato dal Comune aderendo al progetto della ditta Mgg Italia. L'auto sarà gestita dal Sap e verrà utilizzata dal gruppo di volontariato per accompagnare le persone disabili nelle loro commissioni in servizi ed enti pubblici. Alla consegna, avvenuta in Piazza del Popolo erano presenti, oltre alle figure amministrative, Sindaco e assessore al volontariato, i molti volontari che con il loro operato rendono ‘ricca’ la città.

LUGO - La partecipazione di oltre 600 calciatori e circa 200 appassionati di beach volley ha dato vita a una delle edizioni più dinamiche della ‘24 ore non stop’. La manifestazione calcistica, da quest’anno anche pallavolistica, è stata organizzata a scopo benefico dalle Stuoie Baracca Lugo ed ha raccolto più di 6.000 Euro. È stato ben apprezzato l’incontro con le Ferrari della Scuderia Ferrari Club di Lugo e il mercatino dei bambini. Al termine un mare di Nutella ha colorito i giocatori tra le risate del pubblico.

Ma. Be.


ULTIMA

8

LUGLIO/AGOSTO 2009

Il Resto del Volontariato

N

Buongiorno, Romagna! IL COMMENTO DEL DIRETTORE

ESTATE, SOLO TEMPO DI VACANZE? Il termine vacanza è sinonimo del far poco, ozio assoluto; il termine volontariato è sinonimo del far in più di quello che già si fa. Possono due termini e realtà così distanti e diverse arrivare a collimarsi? Sebbene si possa auspicare una maggiore partecipazione e attenzione nel preservare una dimensione che ormai ricopre un ruolo fondamentale nella nostra società, purtroppo capita di rado nel periodo estivo, tempo delle vacanze, ci siano anche persone che, gratuitamente, dedicano tempo, energie, qualità umane e professionali al prossimo. Sebbene pare vedere il mondo del volontariato e l'universo della solidarietà preda, come tanti altri settori, di una diffusa e non soffusa superficialità; così accade che non solo l'occhio si accontenti delle apparenze ma anche, troppo spesso, la mente. Al fine, giungono semplici e normali persone a dimostrare che ciò è possibile, basta volerlo. Questa loro spontaneità, rintracciabile nella ricerca personale dell’esserci, dell’agire, del prendere parte, è la dimostrazione di aspetti importanti, come il vivere una cultura del volontariato che è in grado di superare l’ovvia settorialità. Non è cosa complicata per coloro che, sinceramente, desiderano esserci, anche in vacanza.

INTERVENTI IN CITTÀ: Una rete di percorsi pedonali

Amministrazione e volontariato Cesena una città più accessibile

IL NUMERO

Le organizzazioni di volontariato iscritte nell'apposito registro regionale dell’Emilia-Romagna SUL NOSTRO SITO

2.723

Il volontariato è alternativo? www.fanzineitaliane.it/ilrestodelvolontariato

Le risposte al sondaggio sono state le seguenti:

69,91

SI

12,34

NO

17,75

NON SO

Ginestre, delle Mimose e Tabarri, quindi i CESENA - Prosegue, con un nuovo lavori interesseranno il quartiere Ravennate stanziamento di 100 mila Euro, l’impegno e il quartiere Oltresavio. del Comune di Cesena a favore di una città La realizzazione di una rete continua per a misura d’uomo, sempre più accessibile. percorsi pedonali pienamente accessibili è Gli interventi approvati fanno parte del un lavoro indispensabile, allo scopo di programma di eliminazione delle barriere assicurare a tutti i cittadini la massima architettoniche che negli ultimi anni ha fruibilità dei servizi presenti nel nostro portato all’adeguamento di numerosi spazi territorio. L’assessore ai Lavori Pubblici, pubblici e che vedrà, in futuro, l’attiva Maura Miserocchi, rende noto che in partecipazione tramite una collaborazione particolare nelle tre vie interessate dai ancora più stretta delle varie associazioni di lavori sarà effettuata la ripavimentazione volontariato operanti nel campo della dei marciapiedi mentre per eliminare disabilità. Mentre avanzano i lavori per la possibili cause di inciampo saranno realizzazione del percorso pedonale in eliminate le crepe e le buche create dalle piazza del Popolo, che consentirà un alberature stradali. Inoltre, allo stesso passaggio agevole a carrozzelle e tempo, saranno realizzate alcune rampe di passeggini attraverso il cuore del centro risalita per consentire e semplificare il storico, la Giunta comunale di Cesena ha passaggio di carrozzelle e passeggini. approvato altri tre interventi volti ad Tramite questa partecipazione di ampliare la rete di percorsi pedonali fruibili amministrazione e volontariato saranno da ogni cittadino in piena messi in atto gli strumenti sicurezza. Via altre barriere adeguati per individuare sia architettoniche, sarà effetApprofondimenti gli spazi esistenti su cui è tuata la ripavimentazione dei online sul sito: necessario intervenire, sia marciapiedi e saranno realizUn servizio per muoversi per la progettazione di zate alcune rampe di risalita nuove opere pienamente per consentire il passaggio in sicurezza che sia di accessibili fin dalla loro di carrozzelle e passeggini aiuto per le persone in realizzazione. in varie vie della città: delle difficoltà è la soluzione Marco Benazzi possibile per migliorare la viabilità cittadina? www.fanzineitaliane.it/ilrestodelvolontariato

IN 910243

N

TITOLO

TITOLO

Dopo prova di scrittura per l’inserimento del testo da mettere in questo spazio.

Dopo prova di scrittura per l’inserimento del testo da mettere in questo spazio.

OUT

Per tutti gli interessati di voler conoscere il mondo del volontariato regionale, dell’Emilia-Romagna, è attivo il numero verde 800-910243.

delV

il

FR

PRE EE SS

Quasi Nazionale

con il patroc inio del

Direttore Responsabile: Gianluca Umiliacchi Anno quinto numero 21 luglio/agosto 2009 Vice Direttore: Marco Benazzi Bimestrale Gratuito Caporedattore: Sergio Cavicchi Periodico a cura di Fanzine Italiane Consigliere Redazionale: C. Di Barbora Associazione di Promozione Sociale Registrazione presso Tribunale di Forlì n. 29/07 del 29/10/2007 Tel. 0543 448038 fax 0543 448764 gegraf@gegraf.it w w w. g e g r a f . i t

La tiratura del presente numero è stata di 000.0000 copie

Spazio gratuito Centro di Servizi per il Volontariato

Responsabile Editoriale: Presidente Fanzine Italiane - A.P.S. Progetto grafico/impaginazione: Fanzine Italiane - A.P.S. / Art Director: Gianluca Umiliacchi Consiglieri Editoriali: Cristina Di Barbora, Davide Strollo Segreteria di Redazione: Francesca De Mizio Redazione: Cinzia Proli, Jessica Bagnolini, Eric Benedetti Collaboratori: Michele Mordente, Stefano Babini Illustrazioni / Fotografie: Fanzine Italiane - A.P.S. Direzione / Redazione / Amministrazione: e-mail: redazione@fanzineitaliane.it www.fanzineitaliane.it/ilrestodelvolontariato Tutti i diritti riservati - È vietata la riproduzione, anche parziale, del materiale pubblicato senza l’autorizzazione dell’Editore. Le opinioni espresse negli articoli appartengono ai singoli autori, dei quali si rispetta la libertà di giudizio, lasciandoli responsabili dei loro scritti. L’autore garantisce la paternità dei contenuti inviati all’Editore manlevando quest’ultimo da ogni eventuale richiesta di risarcimento danni provenienti da terzi che dovessero rivendicare diritti su tali contenuti.

Direzione amministrativa e Diffusione: Fanzine Italiane - A.P.S. Distribuzione Territoriale Gratuita


il Resto del Volontariato