Issuu on Google+

AEROPORTO. Nuova veste

PROVINCIA. Fi-Pi-Li, cantieri in chiusura

CULTURA. Parla Susanna Tamaro

Periodico d’informazione locale. Anno II n. 11 del 3 marzo 2008. N° reg 5579 del 17/05/2007 tribunale di firenze. Iscrizione al Roc 8551. Spedizione in a.p. - 45% legge 662/96 art. 2 comma 20/b. Contiene I.P. Prezzo di copertina euro 0,10

La scuola e il confronto

PRIMO PIANO

L’INCHIESTA

MARZO 2008

Marco Agnoletti

Q LA DURA VITA DI CHI PEDALA Nel quartiere molte piste e ben tenute, ma mal distribuite. PAG. 4 I progetti per il futuro.

A Villa Vogel i “funerali laici”

PAG. XX

VIA CHIUSI Sarà spostato il capolinea dell’autobus 9. Al suo posto solo una fermata

Dal Texas all’Arno, è poker mania

PAG. 5

Giulia Coli – Giulia Righi

SPORT

A

rriva dall’America e coinvolge ogni giorno un numero maggiore di persone. Il “Texas hold’em” è la moda del momento. E’ una variante statunitense del poker e si gioca in due sale attrezzate situate in zone diverse della città. Giovani e adulti. Uomini e donne, esperti e alle prime armi. Senza

distinzione. E’ una mania che coinvolge davvero tutti. Un popolo di giocatori sta scoprendo la passione per questo passatempo arrivato direttamente dalle sterminate distese degli States. Regole precise e tanta voglia di rischiare. Ma attenzione, perché è in agguato il rischio diPAG.17 pendenza.

È GIÀ PAPA WAI…GOL Il neoacquisto della Fiorentina si è presentato a modo suo. “Ma sono qui per crescere”. PAG. 38

Esoterismo, un universo vicino a noi

N

SONDAGGIO

LA LEGGE SULL’ABORTO DEVE ESSERE CANCELLATA? E’ sempre più acceso il dibattito sulla proposta di abrogazione della legge 194 PAG.13

MONDO OCCULTO. Fiorisce il mercato delle sette misteriose

on ci si pensa e invece esistono, eccome. Le sette non danno segnali evidenti. Nessuna croce rovesciata, nessun incappucciato. Eppure crescono floride nella città del giglio. L’humus vitale è sempre più spesso internet, dove si trovano annunci, offerte, richieste di adesione a gruppi nascosti e dove si riesce bene a comunicare con “adepti” lontani. Molti se ne interessano, altri studiano il fenomeno. Il dato di fatto è che la Toscana è una delle regioni con la più alta percentuale di sette esoteriche. Ma da cosa nasce questa sete di occulto? Dalle nostre parti i gruppi di stampo satanista e occultista prosperano e trovano terreno fertile. Ba-

PAG.3

sta un dato a fare la spia: il numero maggiore di telefonate al numero del Servizio Anti Sette Occulte arriva proprio dalle terre del granducato. Una faro che, nell’ombra, lampeggia incessantemente. Perché i cosiddetti culti “abusanti”, quelli che fanno leva sulle debolezze delle persone per manipolarli, si stanno diffondendo a macchia d’olio. In un sottobosco silenzioso che non viene mai alla luce del sole. Striscia e si nutre delle fragilità delle persone più indifese rendendole ancor più vulnerabili. Ma non è una moda del momento. Andando a scavare in un passato non troppo recente si scoprono aneddoti e curiosità sui tanti fiorentini PAGG. 28-29 che si sono avvicinati all’occultismo.

EDIZIONE DEL QUARTIERE 4 • 26.534 COPIE DISTRIBUITE DA

ualche settimana fa, sull’autorevole quotidiano dei vescovi italiani, “L’Avvenire”, Giacomo Samek Lodovici ha scritto un articolo sulla libertà scolastica e sull’educazione che ha fatto molto discutere. La tesi centrale del suo pensiero potremmo provare a sintetizzarla così: lo Stato dovrebbe “garantire che i genitori di sinistra possano mandare i figli in scuole di sinistra, quelli liberali in scuole liberali, quelli cattolici in scuole di ispirazione cattolica”. Credo che se la sua tesi fosse in qualche modo accolta avremmo un pullulare di scuole di varia ispirazione: da quelle padane a quelle buddiste, da quelle vegetariane a quelle musulmane. Ma, a parte le difficoltà di applicazione pratica, quello che proprio non mi trova d’accordo è l’impostazione teorica. Non vorrei esagerare ma questa impostazione mi sa di steccato, di recinto, persino di ghetto. È sacrosanto che i genitori educhino i figli partendo dai propri valori, ma per questo penso che l’ambito familiare basti ed avanzi. La scuola, e io sono un convinto sostenitore di quella pubblica, credo dovrebbe essere anche un luogo di incontro, di contaminazione con realtà, esperienze e culture diverse. Questo non vuol dire che nella scuola debba essere trascurata la cultura, l’identità e persino la religione più diffusa nel nostro paese (che della nostra identità culturale è parte integrante): ma dividere i bambini e i ragazzi in base alle credenze dei genitori credo sia un grave errore. ■ m.agnoletti@ilreporter.it


2

Marzo 2008

ISOLOTTO • LEGNAIA • SOFFIANO

PRIMO PIANO

OPERE. E’ solo sulla carta ma fa già discutere il collegamento tra Mantignano e le Piagge

“Ponte dei sospiri”... prima di nascere

Il ponte permtterebbe un altro attraversamento del fiume tra l’Indiano e Ponte a Signa

I cittadini della zona sono divisi fra perplessi e “possibilisti”, a patto che il ponte venga spostato, magari a Scandicci. Scettici anche gli amministratori: la sua costruzione sarebbe in netto contrasto con la destinazione di Mantignano, prevista come area a vocazione agricola

Il presidente del Quartiere D’Eugenio

IL LOCALE “Safari bar” in via del Ponte Sospeso

Un viaggio tra i sapori d’Africa a due passi dal Ponte alla Vittoria

Teresa Mildri

Q

uattro tratti rossi sulla carta. Rimarranno tali il Quartiere quindi frena Palazzo Vecchio e chieper anni ma fanno già discutere. E non c’è de che la “necessità di realizzare l’opera sia vada stupirsi, perché la carta in questione è il piano lutata in relazione al fabbisogno e all’ubicazione strutturale della città di Firenze e i “trattini” il solo ed esclusivamente dopo l’attuazione deltracciato di un ponte che collegherà Mantignano l’accordo tra comune di Firenze e Società Autoalle Piagge. Quattro trattini che, se diventeran- strade riguardo al bypass del Galluzzo-Bagnese, no realtà, muteranno la geografia della mobilità al completamento dello svincolo viadotto Indiano-Autostrada A11 e alla nuova viabilità Canodell’intera area fiorentina. Il ponte dovrebbe collegare le Piagge all’area del va-Ugnano”. Ma questa richiesta non ha trovato campo sportivo di Mantignano. I cittadini della tutti d’accordo. Contrari Alleanza Nazionale, zona sono già divisi, fra i perplessi per la realiz- Forza Italia, Udc e Rifondazione, e in consiglio zazione dell’intera opera e i “possibilisti” a pat- di Quartiere è passata con il silenzio assenso di to che il ponte venga spostato più in là, ovvero Comunisti Italiani, Verdi e Sinistra Democratica. Il silenzio di questi ultial confine con il territorio mi non è comunque durato di Scandicci, meglio ancoIl ponte piace poco. a lungo. E’ loro infatti, il ra nello stesso territorio di Suscita maggiori favori primo atto pubblico conScandicci. una passerella ciclopedonale tro il ponte: un volantino Ancora più critici e ampiatra Mantignano e le Piagge distribuito fra gli abitanti mente spaccati sulla quedella zona. Al presidente di stione - anche all’interno della stessa maggioranza - gli amministratori Quartiere, Giuseppe D’Eugenio – di Sinistra Dedi quartiere, che ai colleghi di Palazzo Vecchio mocratica ma favorevole alle proposte approvate hanno fatto alcune osservazioni: la realizzazione dall’assemblea di Villa Vogel – l’iniziativa non del ponte sarebbe in netto contrasto con le de- sembra essere piaciuta troppo. stinazioni indicate nello stesso piano strutturale Più politico che geografico, dunque, il primo che prevede Mantignano “aree prevalentemente effetto del ponte che, al momento è solo sulla a vocazione agricola e a salvaguardia degli at- carta. Quella del piano strutturale, che finirà il tuali centri abitati”. Senza contare che “lo svi- suo lungo cammino amministrativo in primaveluppo di una trasversalità – dice il consiglio di ra. Allora si saprà se le proposte avanzate dal quartiere – tramite un ponte anche se di uso lo- Consiglio di Villa Vogel sono state accolte. Se cale, comporterebbe per il territorio, una ulterio- il ponte piace poco, comunque, una passerella re trasformazione peraltro già in parte realizzata ciclopedonale tra i pozzi di Mantignano e la stacon la terza corsia autostradale, il nuovo casello zione delle Piagge suscita invece maggiori favoFirenze-Scandicci, lo svincolo della Fi-Pi-Li e la ri. La proposta di inserirla nel piano strutturale sua connessione con la bretella Stagno-Gonfiet- arriva infatti dal consiglio di quartiere, che avanti, con i nuovi insediamenti abitativi di Badia a za anche l’idea di un altro collegamento, sempre Settimo e, infine, che l’intervento snaturerebbe ciclopedonale, fra Badia a Settimo e la stazione la zona”. Nelle osservazioni al piano strutturale di San Donnino.

T

utti i sapori, gli odori e i a causa dei debiti contratti per gusti dell’Africa in pochi aprire, dell’affitto alto e della metri quadrati. E’ quanto è scarsa comunicazione, il locale possibile trovare al Safari bar non riesce a crescere, e i coniuAfrican kitchen di via del Ponte gi Adindu temono di non farceSospeso, nel cuore del quar- la e di arrendersi. tiere 4. Il locale offre un menu “Abbiamo un debito con la banvariegato a prezzi imbattibili: ca che non riusciamo a estinogni piatto costa circa cinque guere, l’affitto costa, e tutto è euro, e il “safari” consiste pro- troppo caro. Non riusciamo a prio nel viaggio gastronomico evitare di lavorare fuori. Guaall’interno del continente nero. dagno di più facendo le pulizie Dallo “zighinì” eritreo al cous- negli appartamenti. Qui, invecous arabo, dal “maffè” e “gia- ce, lavoro per il futuro. La sera bugè” senegalesi allo “yam” chiudiamo tardi perché aspett i a m o nigeriano. Il loUn safari nel continente nero: l ’ a r r i v o dei vencale, che dallo zighinì al cous-cous, ditori ha aperdal giambugè allo yam. ambulanto nel Ma i soldi non bastano ti, e al 2000, ofmattino fre anche servizi come “take away” e mi alzo alle cinque per fare pucatering a domicilio: un piatto lizie nelle case”. Mai presa in per quaranta persone viene a considerazione l’ipotesi di torcostare 160 euro, con un rap- nare sui propri passi e ristabiporto qualità/prezzo che mette lirsi in Nigeria? “Troppo tardi, fuori gioco i vicini ristoratori i nostri figli si sentono italiani - risponde Cristiana - l’ultima di via Pisana. “Avevamo pensato a un bar- volta che sono andata in visita ristorante africano in cui gli nel mio paese risale a dieci anni italiani avrebbero conosciuto fa, ma è stato costoso: siamo in una cucina diversa – dice la re- cinque, e non si può tornare a sponsabile nigeriana Cristiana mani vuote!”. Vivono in Italia - e dove africani immigrati po- da 18 anni, i loro figli parlano tessero trovarsi, fare comunità, fiorentino, eppure, tra lentezze parlare e mangiare a prezzi burocratiche e attese, non sono contenuti. Un posto così man- ancora riusciti a diventare cit/J.S. cava, ce n’era bisogno”. Ma, tadini italiani.


ISOLOTTO • LEGNAIA • SOFFIANO

PRIMO PIANO

3

Marzo 2008

LA DECISIONE. La sede del Quartiere 4 a disposizione per l’ultimo saluto “non religioso”

A Villa Vogel spazio ai “funerali laici” Prima che il servizio possa

LA SCHEDA

partire si deve attendere

di fattibilità. D’Eugenio:

Pochi posti per i riti civili ogni Comune fa come può

“Atto dovuto in democrazia”

Q

la redazione del piano

uello della carenza di spazi riservati ai funerali civili è un problema ampiamente dibattuto e, in attesa di un provvedimento livello centrale, ogni Comune ha risolto la questione a modo suo, tant’è che il panorama italiano in materia è assai variegato: stando a quanto riportato dal sito dell’Uaar, non è raro infatti imbattersi in comuni i cui regolamenti di polizia mortuaria, almeno stando alla lettera, non solo non prevedono la possibilità che possano svolgersi esequie in luoghi diversi dalla chiesa, ma addirittura impongono al feretro che non vi sia diretto di seguire la via più breve dalla casa del defunto al cimitero. Altri Comuni, invece, hanno provveduto già da tempo a individuare luoghi in cui poter svolgere le esequie civili, prevedendo la possibilità di adibire allo scopo le “normali” camere mortuarie; particolarmente significativo è poi il caso di Venezia, che dal 2001 ha addirittura un apposito spazio ricavato all’interno di una chiesa sconsacrata.

Giovanni Rizzo

U

no spazio civico in cui condividere con la propria comunità ogni momento della vita, anche l’ultimo e il più doloroso: con questa idea alla base, venendo incontro alla richiesta di alcuni cittadini, lo scorso 6 febbraio il Consiglio di Quartiere ha deciso di concedere alcuni ambienti di Villa Vogel per lo svolgimento dei cosiddetti “funerali laici”, vale a dire momenti di commiato e commemorazione di quei defunti per i quali non possono aver luogo le esequie religiose, poiché non aderenti a nessuna fede o perché così hanno voluto disporre in vita. In città, i luoghi in cui è possibile dare un ultimo saluto “non religioso” con una lettura, una poesia, un’orazione sono essenzialmente le Cappelle del Commiato di Careggi, il che fino ad oggi Bucarelli, il chiostro ne dagli addetti alle onoranze, che devono la primavera per l’approvazione definitiva del ha costretto il feretro e interno e la Limonaia) rimanere sul posto per tutta la durata della Consiglio: lo svolgimento di funzioni funei congiunti al seguito Significativo il fatto utilizzabili esclusiva- cerimonia; a carico dei familiari, potranno bri all’interno della sede del Quartiere pone ad allontanarsi dalla che nel medesimo luogo mente per lo svolgi- inoltre essere collocate nella sala eventua- infatti diversi problemi pratici da risolvere, propria comunità; di si svolgano anche mento delle funzioni e li dotazioni di corredo, come fiori, cartelli legati soprattutto alla difficoltà di conciliare qui, la decisione del funzioni come i matrimoni non per l’esposizione e corone, mentre il Quartiere provvederà a il normale funzionamento degli uffici, degli Quartiere di mettere della salma, secondo fornire microfoni, leggii e punti di seduta. organi istituzionali e dei servizi con il raccoa disposizione la sua sede istituzionale per questo genere di com- una impostazione logistica simile a quella Tuttavia, prima che il servizio possa partire, glimento e la tranquillità richiesti da queste memorazioni. “Ci è parso importante – spie- delle funzioni religiose: la bara chiusa deve sarà necessario attendere la redazione del cerimonie, senza contare l’ovvia imprevediga il presidente del Q4 Giuseppe D’Eugenio arrivare alla sede civica in tempo per la com- piano di fattibilità e del regolamento che la bilità dei tempi e degli orari in cui gli spazi – dare alla comunità la possibilità di potersi memorazione e deve essere rimossa al termi- commissione cultura dovrà presentare entro saranno occupati. stringere intorno ai familiari colpiti dal lutto, e che ciò potesse avvenire in un luogo in cui IL FATTO essa possa riconoscersi; il fatto poi di mettere a disposizione uno spazio civico, che è anche All’origine della vicenda l’impossibilità per il Q4 di rinnovare i contratti degli istruttori una sede di rappresentanza, ci è parso in questo senso molto significativo, giacché si tratta del medesimo luogo dove già si svolgono altre funzioni rilevanti per la vita della collettidestinata a trascinarsi ancora a lungo all’associazione Essere, da anni impegnata continuare a lavorare, considerato il basvità e dei singoli individui, come ad esempio la polemica scoppiata lo scorso gennaio nei corsi per disabili sempre per conto del so monte-ore. Quella del Q4 è un’entrata a i matrimoni”. Il Quartiere 4 è il primo quartra i Cobas e il Q4, in seguito alla decisione Q4, che si sarebbe avvalsa dei due vecchi gamba tesa nel mezzo di una vertenza che tiere di Firenze - e una delle prime istituzioni presa dal Quartiere di affidare la gestione istruttori, garantendo loro il medesimo riguarda la stabilizzazione di tutti i precari in Toscana - a compiere una scelta del genedei corsi di ginnastica per anziani all’as- trattamento economico e senza nessuna va- del Comune”. Secca la risposta del presire, che, sebbene sollecitata da un numero lisociazione Essere, operando, a detta dei riazione per gli utenti. I corsi sono così po- dente D’Eugenio: “Chi ha sollevato questa mitatissimo di cittadini (nel Q4 le richieste di sindacati, l’ennesima “esternalizzazione” tuti andare avanti regolarmente, suscitando inutile polemica vuol semplicemente accrequesto tipo sono state tre o quattro nel 2007) di un servizio comunale. All’origine della però le ire dei Cobas. “Non è vero che le scere la propria forza sindacale piuttosto è, secondo D’Eugenio, un atto dovuto in devicenda, l’impossibilità di rinnovare i con- condizioni sono rimaste le stesse – denun- che confrontarsi su problemi concreti anche mocrazia: “Ben poco cambia se le richieste tratti co.co.co. degli istruttori, a causa dei cia Giuseppe Cazzato, delegato presso il perché, in attesa di una soluzione definitiva sono una, mille o diecimila: il mio auspicio tagli previsti dalla Finanziaria, e il rischio Comune di Firenze – poiché gli operatori a livello comunale, quella adottata garanè che anche altre istituzioni locali compiano di non poter concludere il ciclo di corsi sono stati costretti a prendere partita IVA tisce il servizio ai cittadini e salvaguarda la stessa scelta, cosicché non sia spezzato il iniziato a settembre: di qui l’idea di “aggi- ed uno di loro ha dovuto addirittura rinun- due posti di lavoro che altrimenti sarebbero legame tra il defunto e il territorio in cui ha /G.R. rare” il problema affidandoli fino a giugno ciare, non risultandogli più conveniente andati perduti”. vissuto”. La delibera individua all’interno di Villa Vogel tre spazi (la sala consiliare Tosca

Corsi di ginnastica “esternalizzati”, è polemica

È

Il Reporter di Isolotto, Legnaia, Soffiano raggiunge 26.534 famiglie nel Quartiere 4 di Firenze.

Copia in abbonamento postale Il Reporter è un periodico di 6 edizioni che mensilmente viene distribuito da in 183mila copie

Editore e Concessionaria Pubblicitaria: Web&Press Edizioni s.r.l. Direzione ed amministrazione: via Kassel 17- 50126 Firenze tel. 848.80.88.68 Direttore Responsabile: Marco Agnoletti Service editoriale e grafico: Tabloid soc.coop., Firenze (FI) scrivimi@ilreporter.it

Stampato da Rotopress International, Loreto (AN) Chiuso in redazione lunedì 3 marzo 2008 Periodico d’informazione locale. Anno II n. 11 del 3 marzo 2008. N° reg 5579 del 17/05/2007 tribunale di Firenze. Iscrizione al Roc 8551. Spedizione in a.p. - 45% legge 662/96 art. 2 comma 20/b. Contiene I.P. Prezzo di copertina euro 0,10€

Associato alla Unione Stampa Periodica Italiana

Dati non raccolti presso l’interessato Si informa che, ai sensi dell’art. 24, comma 1, lett. C, del D.Lgs 196/2003 (codice in materia di protezione dei dati personali), il consenso per il trattamento dei dati personali, non è richiesto in quanto i dati sono provenienti da pubblici registri, elenchi, atti o documenti conoscibili da chiunque. Nel rispetto della normativa vigente in materia di protezione dei dati personali (art.13 del d.lg 196/2003). La informiamo che i suoi dati personali, non sensibili, sono raccolti e trattati da Web&Press s.r.l., al solo fine dell’invio presso la Sua residenza del periodico gratuito “il Reporter”. Il responsabile del trattamento è Web&Press s.r.l. Potrà in ogni caso richiedere l’eliminazione dei Suoi dati e in contemporanea la sospensione dell’invio della sua copia esercitando l’art. 7 scrivendo a Web&Press via Kassel 17 50126 Firenze.


4

Marzo 2008

ISOLOTTO • LEGNAIA • SOFFIANO

FATTI E PERSONE

L’INCHIESTA. I paradossi delle piste per bici, molte e ben tenute. Ma non ben distribuite

Un quartiere ciclabile solo a metà Un percorso corre parallelo all’Arno ma taglia fuori Legnaia e Soffiano. E i ciclisti devono fare molta attenzione per pedalare senza rischi

PROGETTI. Sempre più piste e meno auto

Ma il futuro si mette i pedali

Giovanni Rizzo

I

B

icicletta e quartiere: un rapporto conflittuale. E’ un quadro in chiaroscuro quello che emerge a proposito della ciclabilità del quartiere, che se da un lato presenta una rete “a pedali” abbastanza estesa, almeno rispetto agli standard del resto della città, dall’altro ha il grave limite di non essere utile per gli spostamenti quotidiani verso posti di lavoro, stazioni, scuole. Le piste ciclabili, infatti, tagliano quasi tutto il quartiere da via Canova a viale dei Bambini, con un percorso sostanzialmente parallelo all’Arno che lascia però del tutto esclusa la parte più a sud, quella di Legnaia e Soffiano. A questo primo limite si aggiunge il fatto che l’unico collegamento ciclabile con il resto della città è costituito dalla pas- abusivamente. Funzionali sono poi serella dell’Isolotto, costringendo i percorsi misti, come quello di via così il ciclista intenzionato a rag- Canova, ricavato su un marciapiegiungere il centro - risparmiandosi de largo abbastanza da permettere la giungla di traffico della zona di una pacifica convivenza tra cicliPonte alla Vittoria - a passare per sti e pedoni. Resta in ogni caso la sensazione di le Cascine. Un trovarsi su piste vero peccato, Sembra di trovarsi create “un po’ perché le piste su piste create dove capita” e i percorsi ciun po’ dove capita e non seconclabili del quare non razionalmente do un disegno tiere sono tutti razionale e riin discrete condizioni e permettono davvero di spondente alle logiche dei flussi di muoversi in tranquillità. Un buon mobilità, come testimoniato anche esempio in questo senso è la pista da diversi ciclisti abituali, residenti ciclabile tra via Massa e via Mo- nel quartiere. “Uso la bici per andigliani, per lunghi tratti protetta dare a scuola in centro – dicono da barriere, fondamentali certo per Claudia e Agnese, studentesse del evitare gli investimenti, ma soprat- liceo Machiavelli – ed è un probletutto per scongiurare il pericolo ma girare senza correre rischi: non che le piste siano utilizzate dagli ci sono piste ciclabili e in alcuni automobilisti per parcheggiare punti, come in via del Bronzino, è

INCREDIBILE MA VERO...

molto pericoloso stare sulla strada, tra macchine parcheggiate e auto che suonano. Di conseguenza ci tocca salire sul marciapiede, suscitando l’ira di qualche pedone, oppure prendere qualche strada alternativa contromano”. Simili problemi sono quelli sollevati da Francesca, pendolare che usa la bici tutti i giorni per andare a prendere il treno. “Il percorso fino alla stazione non è agevole – spiega dal momento che per chi come me non abita in prossimità dell’Isolotto, non è conveniente usare la passerella, quindi sono costretta a passare con grande pericolo da via del Sansovino, attraversare l’Arno e raggiungere Santa Maria Novella affrontando i viali o stando sul marciapiede, che specie su Ponte alla Vittoria è particolarmente stretto”.

l futuro del quartiere è in bicicletta, almeno stando alle intenzioni dell’amministrazione. E se per ora poco o nulla è stato fatto, lo si deve soprattutto alle cantierizzazioni della tramvia che non consigliano di togliere altro spazio a una circolazione già difficile, ma una volta che tutto il complesso di opere sarà a regime la bicicletta potrà davvero essere un mezzo alternativo e sicuro per gli spostamenti verso il centro e i comuni limitrofi. Innanzitutto, lungo l’intero tragitto della Linea 1 dovrebbe essere realizzata una nuova pista ciclabile che da Scandicci, attraverso viale Nenni, viale dell’Isolotto con la zona di Legnaia Talenti, via del Sansovino e il ponte e San Quirico, per poi incrociarsi tramviario arriverà fino in centro. con la ciclabile che da Mantignano Quest’ultimo nuovo punto di attra- dovrebbe snodarsi lungo il fiume versamento dell’Arno sarà soltanto Greve fino a viale Nenni. Tra i pununo dei nuovi ponti ciclo-pedonali ti fermi delle nuove realizzazioni che dovrebbero essere creati: una c’è l’idea di creare un sistema innuova passerella infatti sorgerà tra tegrato di trasporti, sfruttando sia quella dell’Isolotto e quella sotto al le possibilità esistenti, come nel viadotto dell’Indiano, per facilitare caso del ponte per la stazione feril passaggio dall’altra parte dalla roviaria delle Piagge, sia cercando zona compresa tra via Torcicoda e sinergie con la futura tramvia, sulla l’Argingrosso, mentre all’altezza scorta di esperienze simili fatte in alcune città eudi Mantignano è allo stuAllo studio la creazione ropee. E’ stata recentemente dio una quardi un sistema integrato presa in consita passerella di trasporti nel quartiere. derazione – e che dovrebbe E la bici sarà la regina il Quartiere 4, permettere di insieme ad alraggiungere a piedi o in bici la stazione delle cune associazioni come FirenzeinPiagge. Inoltre, non appena i lavo- bici, è tra i suoi sostenitori – l’ipori di realizzazione del tubone per tesi di permettere il trasporto delle San Colombano lo permetteranno bici sul tram, come già avviene da – si parla di due o tre anni – è pre- diversi anni con discreti risultati a visto il prolungamento della pista Strasburgo e a Grenoble, oltre alla sul lungarno dei Pioppi, dal ponte creazione in prossimità delle fertramviario fino a Ugnano, nonché mate di strutture atte a permettere la realizzazione di una nuova pista un facile e pratico interscambio tra che andrà a congiungere piazza i due mezzi. /G.R.

ISTITUTO

823630

SACCHI DA 3 KG E 12 KG

-50%

DI MANGINE SECCO PER CANE SPECIALE RAZZE

NOVITA’

NUOVA LINEA IPOALLERGENICA PER GATTO A BASE DI CARNE FRESCA E PESCE FRESCO NUOVA LINEA VETERINARIA PER CANE E GATTO

INIZIA LA BELLA STAGIONE!!! T-SHIRT A PARTIRE DA

€20

AFFRETTATI!!! L’OFFERTA E’ VALIDA FINO AD ESAURIMENTO SCORTE... via Pisana 58/R Firenze Tel. 055.220191 Aperto tutti i giorni feriali Matt.:9.00-13.00 Pom.: 15.30-20.00

Toilette, accessori ed alimenti specializzati per i vostri amici a 4 zampe

826356

PARITARIO ESAMI DI STATO NELLA TUA CITTA’

LICEO LINGUISTICO Istituto Tecnico Industriale per:

INFORMATICA

ELETTRONICA

Istituto Tecnico E Industriale per: TELECOMUNICAZIONI

Vai Ghibelllina, 77 Firenze 055

2469139 - 055 2479964


FATTI E PERSONE

ISOLOTTO • LEGNAIA • SOFFIANO

5

Marzo 2008

VIA CHIUSI. Ataf assicura: da primavera basta autobus della linea 9 fermi sotto le case

Via il capolinea, torna la fermata Dopo le lettere, le telefonate dei cittadini e l’interessamento de Il Reporter, l’azienda di trasporto pubblico fa sapere che il bus avrà un solo capolinea: quello a Porta al Prato Teresa Mildri

C

apolinea dell’autobus 9, ancora un momento non sono ancora stati fatti. Ecco che po’ di pazienza: sarà tolto da via allora, per non allungare ulteriormente i temChiusi, dove rimarrà solo una ferma- pi, l’azienda di trasporto pubblico ha lavorato ta. Eravamo stati noi, nel numero di a una nuova soluzione. Togliere il capolinea dicembre de Il Reporter, a sollevare la questio- da via Chiusi e lasciare solo quello di Porta al ne. Nel frattempo, con le vostre lettere ci avete Prato, accontentando così i fruitori della linea 9 segnalato che alla fine di febbraio non si era che abitano lungo via Canova - che non dovranancora mosso nulla. Abbiamo chiesto spiega- no più attendere le lunghe soste al capolinea - e zioni. gli abitanti della stessa via Chiusi. Il capolinea del 9 sarà tolto da via Chiusi. Non Saranno così finalmente contenti i numerosi sarà più spostato all’ultima fermata di via Ca- abitanti del quartiere che hanno scritto o telenova, come era previsto, ma fonato in redazione, perché, sarà addirittura eliminato. La La stazione finale come è spiegato in una delle linea 9 avrà un solo il capolinon sarà spostata lettere che ci sono arrivate, “lo nea a Porta al Prato. All’azienspostamento – fra le altre cose in via Canova: da di trasposto pubblico fio- era stato urgentemente riverrà eliminata rentino abbiamo chiesto anche chiesto con una raccolta di firun data: la novità dovrebbe me dagli abitanti di via Chiusi, partire intorno al 20 marzo. Nell’articolo pub- causa il rumore dei motori, spesso accesi in blicato lo scorso dicembre era spiegato come lo sosta, che con le vibrazioni prodotte fanno trespostamento del capolinea avrebbe comportato mare i vetri di casa; oltre a questo il fumo degli una nuova segnaletica stradale, in prossimità scarichi rende l’aria irrespirabile”. di quello nuovo, e nuove strisce pedonali. I la- La lettera poi continua spiegando che la situavori non erano diretta competenza di Ataf, e al zione, con l’inverno, è diventata se possibile

ancora più “sgradevole”, perché con il freddo “il mezzo – è scritto – non lo spegne quasi nessuno”, e il problema si è dunque acuito, senza contare che le rigide temperature registrate nelle settimane scorse hanno aumentato anche i disagi per gli utenti della linea 9 che abitano oltre il capolinea: quei cittadini, infatti, sono stati costretti a percorrere un bel tratto di strada a piedi, o a dover attendere lunghi minuti di sosta alla stesso fermata iniziale del bus. La soluzio-

ne trovata consentirà, anche, all’azienda di trasporto pubblico di armonizzare le fermate della linea 9 con le altre linee di autobus che effettuano lo stesso tratto di via Canova. “Poiché a distanza di quasi due mesi – conclude la lettera – non sono ancora iniziati i lavori richiesti per l’attuazione dello spostamento, potete chiedere voi, per cortesia, cosa aspettano ancora onde sollecitare quanto richiesto?”. È quanto abbiamo fatto. E la risposta sta nelle righe sopra.

SOLIDARIETÀ

Una “Rete” di aiuti a disposizione dei nonni in difficoltà

A

nziani soli? Difficoltà negli spostamenti? Problemi per andare a fare una visita medica o la spesa al supermercato? Nessun problema: nel quartiere, infatti, è possibile fare il pieno di generosità, grazie alla Rete di solidarietà, il servizio gratuito che aiuta i cittadini in difficoltà a risolvere i propri problemi. Per rivolgersi alla Rete di solidarietà del quartiere 4, e chiedere così aiuto in caso di bisogno, è sufficiente telefonare al numero 055/7877776. Al servizio della Rete di solidarietà sono presenti circa venti volontari che, grazie al loro impegno e alla loro attività, permet-

tono al servizio di essere aperto tutte le mattine, dal lunedì al venerdì, e due pomeriggi la settimana, il martedì e il giovedì. La Rete di solidarietà è un servizio che viene gestito dall’Auser Filo d’Argento del quartiere 4, un’associazione di volontariato e di promozione sociale tesa a valorizzare gli anziani e a far crescere il loro ruolo attivo nella società. Nata nel 1989 per iniziativa della Cgil e del Sindacato dei pensionati Spi-Cgil, si propone di contrastare ogni forma di esclusione sociale, migliorare la qualità della vita, diffondere la cultura e la pratica della solidarietà perché ogni età abbia un valore e ogni persona un suo progetto

856316

di vita attraverso cui diventare una risorsa per sé e per gli altri. “Il 99% delle richieste di assistenza che arrivano al nostro centralino – spiega il responsabile Gabrio Livi – arrivano dagli anziani del quartiere. I maggiori aiuti si concentrano per l’accompagnamento a visite mediche, dal parrucchiere, a fare la spesa, alle poste. In tanti chiedono, invece, soltanto un po’ di compagnia in casa, per alleviare il senso di solitudine. In totale, nell’intero arco del 2007 ci sono arrivate 650 richieste di aiuto, 480 delle quali erano richieste di accompagnamento. Pochissime le telefonate arrivate direttamente dai giovani”. /J.S.

LA TUA AUTO??? LA COMPRIAMO NOI!!! 861265

AUTO INCIDENTATE, USATE DI TUTTE LE MARCHE ANCHE CON MOTORE FUSO E CON SEQUESTRI AMMINISTRATIVI, FUORISTRADA

PAGAMENTO IN CONTANTI

AUTOBAZAR MASSIMA SERIETA’ MANUEL

320.8270715


6

Marzo 2008

ISOLOTTO • LEGNAIA • SOFFIANO

IL FATTO

EMERGENZA IDRICA. Poca pioggia, “perdite occulte” e noncuranza dei cittadini aumentano il pericolo

Per fortuna c’è il lago di Bilancino Filippo Guarnieri

L’INTERVISTA Parla Salvatore Mancuso, responsabile dei Servizi Pubblici del Difensore Civico

C

e l’avevano detto che il mondo sarebbe stato più caldo, che dalle nostre parti sarebbe piovuto di meno e che i periodi di siccità si sarebbero allungati. “Il fatto che si parli di emergenza idrica anche d’inverno - ha detto Alfredo De Girolamo, presidente di Cispel, in seguito ai dati presentati durante la seduta della Commissione Territorio e Ambiente del Consiglio della Regione Toscana - testimonia che il cambiamento climatico sta producendo danni anche in Toscana: solo nel periodo autunnale del 2007 sono mancati oltre 5 miliardi di metri cubi d’acqua rispetto alla media”. Piogge meno frequenti dunque, ma più intense, che tradotto diventano problemi di approvvigionamento e di accumulo. Ma un dato è confortante: a Firenze la crisi per ora è sventata grazie al lago di Bilancino, che rifornisce anche tutta l’Area metropolitana, grazie all’ “Autostrada dell’acqua”. Publiacqua, nelle parole di Barbieri, responsabile comunicazione, avverte: “L’investimento di Bilancino ci ha salvati, ma la situazione è sotto osservazione. Quest’anno a inizio gennaio era mezzo vuoto. Ora è 51 milioni di metri cubi d’acqua, mentre il pieno carico è di 69. Ecco perchè da solo in futuro non basterà, e bisognerà considerare

“Perdite occulte? Si può fare ricorso” M

altri invasi”. Del resto, è importan- ma sono ipotesi. Per questo motivo te pensare anche a non buttare via stiamo facendo uno studio per conol’acqua che già c’è. Tecnicamente si scere esattamente la loro quantità, chiamano “perdite occulte”, e suc- che sicuramente deve essere ridotcedono quando si rompe un tubo o ta”. Che si tratti di costruire nuovi pozzi o di un impianto, intervenire quasi semNell’autunno 2007, pre interrato, -5 mld di metri cubi d’acqua sulla rete, lo strumento è sia della rete rispetto alla media unico: invepubblica che stimenti. Ma di quella privata. Una certa perdita, a detta del a quale prezzo? La tariffa, secondo Cispel, è “fisiologica”, dovuta cioè al la legge, viene stabilita nel piano di deterioramento della rete. “L’ordine ambito anche tenendo conto degli di grandezza delle perdite potrebbe investimenti che vengono fatti o preessere del 40%, dice Legambiente, visti e deve coprire tutti i costi.

ancuso, come ci si fa ad accorgere se c’è una perdita occulta nel nostro impianto e quali sono le conseguenze? La prima cosa da fare è controllare il contatore periodicamente e vedere se c’è un consumo anomalo. Le perdite occulte infatti si verificano a valle del contatore e succedono quando un tubo interrato o nascosto si rompe. Il guasto, se non trovato in tempo, può avere una ricaduta pesante proprio sulla bolletta. Poi, se si vuole accertare una perdita, bisogna chiudere tutti i rubinetti e vedere se il contatore gira ancora. Se invece si aspettano i dati delle letture effettive, queste vengono eseguite di norma due volte l’anno e quindi le eventuali perdite possono aver fatto rilevare, nel frattempo, consumi molto elevati. Quali sono i diritti e i doveri dell’utente e del gestore? Il Regolamento del Servizio Idrico stabilisce che l’utente deve aver cura del proprio impianto ed è tenuto a controllare periodicamente il contatore. Il problema è che purtroppo uno non ci pensa, e quando se ne accorge, è troppo tardi, perché arriva un conto salato. Ma in caso di perdita occulta accertata, c’è un diritto vero e proprio a una

riduzione dell’importo e gli scaglioni tariffari vengono rimodulati applicando la tariffa base. Il Gestore invece ha il dovere di effettuare annualmente almeno due letture e di dare comunicazione al cliente di letture assai maggiori delle precedenti nel più breve tempo possibile. Ma cosa devono sapere gli utenti per prevenire questi conti abnormi? Intanto sapere che esiste un’assicurazione: ci si può assicurare in caso di perdite occulte con una cifra modica. Se poi se si tratta di una perdita occulta, attraverso un percorso burocratico si può fare ricorso a Publiacqua. Il cittadino si può rivolgere anche alla Commisione mista conciliativa, e, per un supporto o una consulenza, al Difensore Civico e all’Autorità di ambito. E quando arriva la fattura? Quando arriva una fattura esosa, perché poi si scopre che c’era una perdita, bisogna controllare che l’intervallo delle letture non sia stato superiore a 6 mesi e che la perdita si sia originata all’interno di questo lasso di tempo. È capitato che il letturista consegnasse questi dati rilevati con ritardo, poi con altro ritardo la fattura. Anche in questi casi sono contestabili. /F.G.

LA SCHEDA Allarme criminalità e Sicurezza dei Cittadini

STOP alla IMMIGRAZIONE SELVAGGIA La causa prevalente della illegalità è l’aumento esponenziale di persone senza fissa dimora e senza occupazione legale che si addensano nelle nostre metropoli : immigrati extracomunitari più o meno clandestini, manovalanza del commercio abusivo, nomadi, cittadini comunitari provenienti dall’Est Europeo, si addensano in accampamenti non autorizzati, occupano abusivamente immobili, costruiscono favelas sui greti dei fiumi e sulle aree non edificate delle periferie . Si tratta di vere e proprie aree sottratte al controllo dello Stato e degli Enti Locali, che divengono il punto di partenza per forme di criminalità ( furti, scippi, rapine, stupri, omicidi ), di racket ( sfruttamento della prostituzione e del lavoro nero ), illegalità di ogni genere ( spaccio di droga ) come nel quartiere Anelli di Padova. E l’emergenza Rom, una delle etnie più coinvolta in questi reati, ha raggiunto livelli insostenibili. Il fenomeno della mendicità minorile coinvolge in Italia circa 50.000 bambini tra i 2 e i 12 anni, esclusivamente di origine Rom balcanica ( ex Jugoslavia e soprattutto Romania ). Il giro di affari che ruota attorno allo sfruttamento dell’accattonaggio minorile, si aggira attorno ai 200 milioni di €uro . Non possiamo esimerci dal ricordare che dietro alla demagogia progressista e alla carità pelosa - della Sinistra – c’è un vero e proprio business gestito dall’ARCI e affiliati, che da 15 anni ha il monopolio dell’inserimento alla scolarizzazione, con risultati a dir poco imbarazzanti: il 75% di dispersione scolastica e il 50% di evasione scolastica per l’etnia Rom. E’ fresca di stampa l’incriminazione di 40 cooperative sociali onlus per associazione a delinquere finalizzata

alla appropriazione dei sussidi destinati alla “ accoglienza “ dei rifugiati politici: rifugiati e/o sedicenti tali, dai quali inoltre pretendevano pagamento per vitto e alloggio e che continuavano a “ ospitare “ anche quando il ricorso di asilo veniva rigettato.

Come evitare gli sprechi Chiudere i rubinetti mentre ci si lava, fare la doccia invece che il bagno, controllare eventuali perdite verificando che i rubinetti non gocciolino o lo sciacquone del w.c. non perda. Montare un semplice frangigetto Usare la lavatrice, la lavastoviglie a pieno carico fa consumare meno acqua e meno energia. Lavare l’auto con parsimonia usando il secchio. Lavare i piatti, le verdure riempiendo un contenitore usando l’acqua corrente solo per il risciacquo. Installare un sistema d’irrigazione a timer o innaffiare la sera e cercare di raccogliere l’acqua piovana.

Chi decide la tariffa? Riccardo Sarra Capogruppo di AN al Consiglio Comunale di Firenze

Lo Stato è latitante ( IL SINDACO E’ CON LA GENTE, LO STATO COL DELINQUENTE ) titolava uno striscione leghista in una manifestazione di solidarietà’ con le misure adottate da alcuni Sindaci del Nord. A Caravaggio, in provincia di Bergamo, la Giunta ha deciso che gli extracomunitari senza permesso di soggiorno non possono contrarre matrimoni misti ( le richieste di residenza sono crollate da 15 alla settimana a soltanto 2 ); a Cittadella, in Veneto, il comune punta sui limiti di censo per frenare l’afflusso di extracomunitari indigenti. E a Firenze ? A Firenze i Fiorentini hanno speso in tre anni, dal 2005 al 2007, per il servizio di sorveglianza, pulizia, portierato del campo Rom dell’Olmatello la somma di 1.242.000 €uro e per il trasporto scolastico degli alunni iscritti alla scuola medie che vivono nel campo. E per quest’anno spenderemo altri 312.000 €uro ! MESSAGGIO POLITICO A PAGAMENTO

La tariffa è decisa dall’autorità di ambito titolari del servizio idrico sulla base della legge Galli, cioè la tariffa viene stabilita tenendo conto degli investimenti che vengono attuati o programmati e al gestore viene pagato il servizio. Per gli scaglioni si utilizza il metodo normalizzato, per cui più consumi più paghi. Questo principio funziona anche da deterrente contro gli sprechi. A Firenze e nell’area metropolitana, il titolare del servizio è Ato3 Medio Valdarno.

Quali sono le novità riguardo alle tariffe agevolate? C’è una novità nel regolamento, che riguarda la proporzionalità dell’agevolazione rispetto al numero dei componenti del nucleo familiare. Sarà scalato dalla bolletta l’equivalente di un consumo di 20 metri cubi annui per ogni persona che compone il nucleo familiare. Per fare alcuni esempi, potranno beneficiare delle agevolazioni un single con un reddito fino a 14000 euro lordi annui, una famiglia di 2 persone, come potrebbero essere due coniugi in pensione, che arriva a 19000, una di tre (ad esempio due genitori e un figlio) che non supera i 24000. Per quattro persone non deve essere oltrepassata la soglia dei 28000 euro lordi annui, mentre per una famiglia di 5 si parla della possibilità di ottenere l’agevolazione se il reddito percepito arriva fino a 38000, che arrivano a 42000 per un nucleo /F.G. con sei componenti.


MAESTRI IN QUALITA’...E CONVENIENZA 900887

PREVENTIVI GRATUITI PAGAMENTI RATEALI PERSONALIZZATI SU TUTTI I NOSTRI PRODOTTI PORTONCINI E PORTE BLINDATE - CON CILINDRO EUROPEO - ANTISCASSO € - ANTI TRAPANAMENTO - A 5 PUNTI DI CHIUSURA

2 ANTE ASSIMMETRICHE BILAMIERA 1 ANTA LISCIA

1.200

€ 1.850

€ 900

€ 1.600

1 ANTA MONOLAMIERA

ANCHE CON FINANZIAMENTO 24 MESI INTERESSI ZERO 66,67 € AL MESE

ANCHE CON FINANZIAMENTO 24 MESI INTERESSI ZERO 37,50 € AL MESE

PORTE IN CRISTALLO TEMPERATO CON MECCANISMO A BARRA IN ACCIAIO - VARI MODELLI

sconto reale del 20% da listino su

FINESTRE IN ALLUMINIO ESTERNO E LEGNO INTERNO SU MISURA INFISSO in pvc doppia anta con ribalta-vetri isolanti termici ed acustici su misura solo

A PARTIRE DA

€ 600

€ 280 AL MQ

A partire da €

MQ (ESCLUSO POSA IN OPERA) NOVITA’ da oggi eseguiamo lavori di ristrutturazione interne complete di opere murarie idrauliche elettriche e imbiancatura PAVIMENTAZIONE E PIASTRELLATURA e sistemi di sicurezza allarmi e videosorveglianza sopralluoghi e preventivi gratuiti

230 al mq

PAGABILI ANCHE A RATE

PERSIANA in alluminio stecca fissa (o orientabile) - in colori base su misura € 280 AL MQ

€ 230 mq

A partire da PAGAMENTO A RATE

FINESTRE E PORTE FINESTRE IN ALLUMINIO RISPARMIA il 55% • TAGLIO TERMICO con gli incentivi statali A partire da € 270 al mq • ANTA SINGOLA DOPPIA CON RIBALTA su infissi in alluminio e • COLORE BASE E LEGNO MISURA alluminio/legno e PVC •• SU TAGLIO FREDDO € 300 AL MQ

2 ANTA

A partire da €

€ 280 AL MQ

220 al mq

TRASPORTO E MONTAGGIO COMPRESO

1 ANTA

PORTA FINESTRA

Show-room: Via F. Martini, 10/R Tel. 055 6121802 Info@vetreriarondinella.it


8

Marzo 2008

ISOLOTTO • LEGNAIA • SOFFIANO

MCL Mantignano; Esselunga Argingrosso e Pisana; Stazione di Confine e Urp del Quartiere 4.

utopia o etica sociale?”) e martedì 6 maggio (“Microcredito: realtà e obiettivi”).

LETTURA La voce dei “nonni leggendari” ■ Proseguono le letture ad alta voce dei “nonni leggendari”, che porteranno la loro voce negli ospedali per leggere brani di ogni genere (thriller, rosa, eros, humor). I prossimi appuntamenti sono in programma nell’auletta della biblioteca Muntoni, al Nuovo ospedale San Giovanni di Dio (Torregalli) il 26 marzo, 30 aprile e 28 maggio alle 17. I “nonni leggendari” saranno presenti anche alla biblioteca Isolotto il 29 marzo, 19 aprile e 31 maggio alle 17.30, mentre per i bambini dai 4 ai 7 anni l’appuntamento da non perdere è il terzo sabato di ogni mese (prossimo appuntamento il 15 marzo alle 11) nella Sala dei libri magici della biblioteca Isolotto, per ascoltare le più belle favole di tutti i tempi.

IL “REFERENDUM” Vota il tuo libro “irrinunciabile” ■ Che libro vorresti avere sempre con te? Per rispondere a questa domanda, da metà marzo parte il “referendum” tra i cittadini per selezionare i titoli da portare, attraverso una catena umana e cartacea, a BiblioteCaNova. Un’iniziativa che ha lo scopo di “battezzare” la nuova struttura, ma anche di capire quali sono le letture che hanno avuto più importanza nella vita di ciascun cittadino. Per questo, da metà marzo al 20 giugno i lettori sono chiamati a compilare la cartolina in cui è possibile indicare il volume preferito, disponibile nei seguenti punti: biblioteca Argingrosso; biblioteca Isolotto; Casa del popolo 25 aprile; Cd popolo Legnaia; Cd popolo Maccari; Cd popolo Mantignano; Cd popolo Ponte a Greve; Cd popolo S. Bartolo; Centri anziani Baracche verdi, Arca, Casella, Età libera, Ugnano Mantignano e Vivere in libertà; centri commerciali Coop P. Greve e Esselunga; Centro Sonoria/Nido; Circoli Il Boschetto, La Fiaba e MCL S. Bartolo; Coop viale Talenti; Isolotto calcio a cinque; Cantiere; ludoteca Albero di Alice; spazio gioco Zerotre; ludoteche La carrozza di Hans e La Mongolfiera;

FINANZA ETICA L’uso responsabile del denaro ■ “Essere”, il Fondo di aiuto sociale del Quartiere 4, propone un ciclo di incontri alla biblioteca Isolotto per discutere di “finanza etica” e dell’uso responsabile del denaro. I prossimi appuntamenti con il ciclo “Riflessioni in Essere” (iniziati lo scorso 26 febbraio) sono in programma martedì 11 marzo alle 21.15 (titolo “Il ruolo sociale dell’associazionismo”); martedì 8 aprile alle 21.15 (“Vecchie e nuove povertà a Firenze”); martedì 22 aprile alle 21.15 (“Finanza povera:

SCIENZA Nel mondo di Galileo ■ Con l’avvicinarsi del 400° anniversario del “Sidereus Nuncius”, composto dal sommo scienziato tra il 1609 e il 1610, il Giardino di Archimede e il Circolo Arci Isolotto, insieme alla sezione soci Coop Firenze sud-ovest e all’Associazione Il filo ritrovato, organizzano un ciclo di quattro incontri sulla figura di Galileo Galilei, per dare il loro contributo alle celebrazioni galileiane del 2008/09. Gli incontri, che si terranno nelle sedi del Circolo Arci Isolotto (via Maccari 104) e del Giardino di Archimede – Un museo per la matematica – via San Bartolo a Cintola 19/a, inizieranno giovedì 27 marzo alle 17.30, al Circolo Arci Isolotto, con “Galileo Galilei e il rinnovamento del sapere”, tenuto da Paolo Rossi, professore emerito di storia della filosofia dell’università

PILLOLE DI QUARTIERE

di Firenze. Secondo appuntamento giovedì 3 aprile alle 17.30 al Giardino di Archimede con l’incontro dal titolo “La scuola galileiana in Italia”; terza tappa nella stessa sede il 10 aprile alle 17.30 con “L’Accademia del Cimento e la strumentazione scientifica del ‘600”. Incontro conclusivo giovedì 17 aprile al Circolo Arci Isolotto, dal titolo “Galileo e Keplero, due stili di pensiero a confronto nell’Europa del ‘600”. Per informazioni: Leonardo Brunetti 338.3769999.

informazioni: ufficio cultura Q4, tel. 055.2767113.

GOLOSITA’ “DolceMente”, i piaceri del palato

MUSICA

■ Continuano, al Circolo Arci Isolotto (via Maccari 104, tel. 055.780070), gli appuntamenti con “DolceMente”, la rassegna tutta dedicata ai piaceri di palato e mente. Prossimo incontro in programma venerdì 28 marzo, con una serata a base di cioccolato caldo aromatizzato, tisane, dolci fatti in casa, prodotti del commercio Equo e solidale e tante altre ghiottonerie.

Concerti domenicali a San Quirico

LA GITA

■ All’Arena teatro San Quirico si conclude l’appuntamento con “Quartiere 4 in concerto”, la rassegna di musica classica curata dalla commissione cultura del Q4 e giunta alla sua quinta edizione. Domenica 16 marzo alle 16.30 è in programma il concerto del trio “La Tarara”, composto da Valentina Leoni (soprano), Marco Di Manno (flauto dolce) e Geny Eva (chitarra). Musiche di Tromboncino, Dowland, Giuliani e Brahms; canzoni trobadoriche. Il 30 marzo alle 16.30 sarà la volta di “Giovani talenti crescono”, esibizione di giovani musicisti e degli allievi della scuola di musica Francesco Landini. Musiche di Joplin, Mozart e Debussy. Domenica 6 aprile, alla stessa ora, spazio a “Per piano solo”, concerto dei solisti Alessandro Manetti e Valerio Mezzani. Musiche di Chopin, Debussy e Beethoven. Appuntamenti all’Arena teatro Cinema Cinecittà – via Pisana 576 – ingresso gratuito. Per

Alla scoperta del Piemonte ■ Il Gruppo ‘Donne Insieme’ di San Bartolo a Cintoia organizza una gita in Piemonte, dal 25 al 27 aprile, con tappe: Lago d’Orta, Torino (museo egizio, mole Antonelliana, basilica di Superga) e Venaria Reale (reggia sabauda). Prezzo 245 a persona. Per informazioni e prenotazioni tel. Maria 055.786949 - 320.8520484 entro il 31 marzo.

LA PRESENTAZIONE “Vita” e poesie di Andrea Berti ■ “Il mio essere vita”, edito dalla casa editrice Carta e Penna, è il titolo del quarto libro del poeta Andrea Berti, che verrà presentato in due serate: 15 marzo, alle 21.15, Sala della Comunità Don Mario Borgioli, via Baccio da Montelupo 41; 27 Marzo, alle 21,15, Palazzina CNA, via 78° Reggimento Lupi di Toscana.

DA NOI LA PRIMAVERA È SINONIMO DI NUOVI ARRIVI PIANOSA DIVANO ANGOLARE

SLURP CHAISELONG

DIVANO AGORA

285X220 + PUFF 61X80

NOVITA’ Pelle speciale vari colori e offerta lancio

€3.900 Anche in 48 rate da

NOVITA’

€ 122,52

vari colori e modelli in pelle o tessuto e cavallinna

3 posti, 240x110, in vera pelle, vari colori

NEW COLLECTION 2008 DIVANO PRONTO LETTO PERLA tessuto a scelta vari colori

DIVANO PRONTO LETTO SIRIA con materasso in politerano + porta cuscini

senza sconto 2 posti

€1.150

pagabili in 36 rate da € 37,51

3 posti

€1.250

pagabili in 36 rate da € 40,78

MAXI

€1.400

pagabili in 36 rate da € 45,67

PAGAMENTI RATEALI FINO A 36 MESI

2 posti

€1.200

pagabili in 36 rate da € 39,14

3 posti

€1.300

pagabili in 36 rate da € 42,41

MAXI

€1.500

pagabili in 36 rate da € 48,93

DIVANO LETTO AURORA 3 POSTI CON CHAISE LONG + CONTENITORE + PORTA CUSCINI TESSUTO A SCELTA VARI COLORI

€1.928

€1.490

Anche in 48 rate da

€ 47,51

DISPONIBILE ANCHE A 2 POSTI O MAXI

TRASPORTO + MONTAGGIO INCLUSO SU TUTTI I PRODOTTI DA OGGI SOPRALLUOGHI IN LOCO GRATUITI DA PARTE DEI NOSTRI ARREDATORI PER GARANTIRTI UN SERVIZIO COMPLETO.

I SALDI SONO FINITI MA NOI VOGLIAMO PREMIARVI UGUALMENTE.

Per tutti i nostri clienti che aquistino un qualsiasi nostro prodotto... IN OMAGGIO LA PRESTIGIOSA MEDAGLIA DEL GIGLIO DI FIRENZE STILIZZATO IN VERO ORO E ARGENTO.

CI TROVI NEGLI SHOW ROOM

IN VIA PISANA, 128 - SCANDICCI Tel. 055 7356884

E VIA DELLE NAZIONI UNITE, 15 CASELLINA - SCANDICCI DA OGGI APERTI L’ULTIMA DOMENICA DI OGNI MESE!!!


ISOLOTTO • LEGNAIA • SOFFIANO

LA CURIOSITÀ

9

Marzo 2008

SHOPPING A STELLE E STRISCE. Statunitensi, sempre griffati ma poco stilosi

Tra borse di Gucci e corse all’outlet Sara Poggini

toscano e già conoscono molto bene la fama dei negozi che si affacciano sull’Arno. Niente di nuovo quindi, come i più classici dei turisti, non cercano le cose particolari, ma si accontentano di ciò che c’è scritto sulle guide. Open air markets: è l’espressione utilizzata per indicare i due principali mercati fiorentini. Tra le bancarelle, sotto la Loggia del Porcellino o in San Lorenzo, gli americani cercano soprattutto quegli oggetti che, almeno apparentemente, sembrano tipicamente fiorentini; poco importa che a vendere la merce in realtà sia un volto che di italiano ha ben poco. Ma queste belle facce, che ricordano il più tipico dei telefilm, si affacciano anche al Mercatino delle Pulci, Flea Market, così si dice, dietro Sant’Ambrogio, considerato un luogo dove si può trovare qualche buon affare. Ed allora si possono vedere vagare tra i vicoletti a rovistare tra le cose usate, cercando l’oggetto perfetto per la loro tipica casa americana. Tra gli amanti dei mobili o degli oggetti d’arte c’è anche chi, ovviamente, non rinuncia ad una passeggiata in via Maggio: gli occhi brillano davanti alle vetrine piene e stracolme di pezzi di antiquariato pronti a soddisfare i capricci di qualche bella signora. Tra i trend più nuovi dello shopping made in Usa, salta all’occhio l’assalto agli outlet. Ci sono siti pieni su internet, tutti in inglese, dedicati interamente a queste strutture. The Mall, a Reggello, è ancora il più conosciuto e il più fashion: on line si trovano tutte le indicazioni per arrivarci, i consigli per l’acquisto, le tipologie di negozi e gli sconti. Turisti americani che amano gli Uffizi e il David di Michelangelo, ma che non possono rinunciare all’abito di Armani o alla borsa di Ferragamo da sfoggiare nella loro bella metropoli. Classici, un po’ scontati e soprattutto amanti di questa bella Firenze.

Sulle strade degli acquisti. A far compagnia ad americani affaticati e sempre pronti ad aprire il portafogli

L

usso, moda e tradizione locale: è questo lo shopping per gli americani a Firenze che nel capoluogo toscano si sentono ricchi e padroni del loro tempo. Con le facce rosse, affaticate dalle camminate tra musei e palazzi storici, gli statunitensi non rinunciano, però, a fermarsi di fronte a qualche bella vetrina e soprattutto di tornare in albergo con sacchetti e sacchettini griffati. Hanno nel portafoglio, di norma, tre carte di credito, sia gli adulti che i ragazzi, e la prima tappa è sempre quella: via Tornabuoni. La chiamano la Fifth Avenue di Firenze. Quello che cercano qui sono i marchi italiani. Quegli abiti, quelle scarpe e borse che danno l’illusione, agli abitanti di oltreoceano, di poter acquistare, oltre al prestigioso capo, anche quello stile che ha reso famoso il nostro paese nel mondo. Primo stop da Ferragamo, forse il più gettonato, ma sono prese d’assalto anche le boutiques di Armani, Gucci, Versace e Coveri. Il lusso, per gli americani, passa anche attraverso il Ponte Vecchio, come non fermarsi, infatti, in una delle storiche gioiellerie fiorentine? Arrivano nel capoluogo

VOX POPULI

889911

LA VISTA E’ IMPORTANTE!

Abitudini e manie degli studenti americani

“Pago solo con credit card” V

iste da lontano sembrano tutte uguali: abiti leggeri e leggermente svolazzanti, guanciotte rosse e polpacci pronunciati, sono queste le statunitensi. Davanti all’Università Americana a Firenze, sono a godersi quel leggero raggio di sole che il capoluogo toscano gli concede, cercano di parlare italiano, ma dobbiamo proprio dire che non è la loro lingua. Si sentono belle, alla moda e sono convinte che i prezzi di Firenze siano accessibili: non sono della stessa idea i fiorentini. “Io scelgo di comprare solo dove prendono la carta di credito - prova a spiegare Madison, capelli ricci e occhi color del cielo anche nei mercati scelgo solo le bancarelle che offrono questo servizio”, dall’altra parte risponde la più tipica delle Susan, sembra una delle figlie dei Bradford, la famiglia protagonista del telefilm più in voga degli anni ’80, “Io ho paura che mi rubino il portafoglio, cosa che mi è già accaduta, quindi evito San Lorenzo”. Non è d’accordo Kayla che risponde subito all’amica “Ma lì si trovano dei cappotti di pelle fantastici a prezzi ragionevoli, a me piace passeggiare per quelle bancarelle, le trovo così italiane”. E non mancano i commenti sulla moda della castana Ciel che racconta delle sue camminate in centro

a sbirciare vetrine con il gelato in mano “Come si dice ice cream? Adoro quello fiorentino. A volte mi incanto di fronte ad alcuni negozi, avete uno stile inimitabile, cerco di copiare gli abbinamenti che trovo sui manichini, ma c’è sempre qualcosa che poi alla fine stona”. Ava acquista solo calzature “The shoes, le scarpe comprate a Firenze sono davvero belle, non si trovano in America”. Ed infine arrivano anche i maschietti, due venticinquenni decisamente ben vestiti, Ethan e Kevin, sembrano la brutta copia di Brad Pitt, parlano decisi “Per gli uomini non c’è molto, noi comunque compriamo solo jeans. Però vogliamo dire che se c’è una cosa davvero inimitabile ed insostituibile a Firenze, al di la dello shopping, quella è e rimane sempre il David, tenetevelo /S.P. stretto”.

PROTEGGILA AFFIDANDOTI A DEI VERI PROFESSIONISTI PRIMAVERA, è il momento di pensare alla salute degli occhi tuoi e di tuo figlio con le lenti

Presentati a nome di

e avrai un buono aquisto VISTA/SOLE ed un simpatico OMAGGIO

OFFERTA VALIDA FINO AL 15 APRILE 2008 optometria

contattologia

ottica

Via Pisana 150 r (piazza pier vettori) - Tel.

ortottica

ortocheratologia

055.2336585


10

L’INCHIESTA

Marzo 2008

COMITATI/1. Sempre più numerosi, sempre più determinati. Focolai politici o aggregatori sociali?

Ogni giorno una nuova crociata L’urlo di battaglia è “Non nel mio cortile”. Le associazioni spontanee dei fiorentini continuano ad aumentare a vista d’occhio. Gruppi coesi di cittadini che lottano quotidianamente. Un’unica voce per gridare ai potenti tutto quello che da soli non sarebbero mai riusciti a dire Federica Sanna

bri dei comitati, di “mediazione fra cittadini e politica” parlano altri, e poi c’è chi si appella con orgoglio alla “politica dal basso”. Di fatto, orgagni, “gli alberi della Rimem- comunque, i comitati la influenzano eccome, branza”. Fronte unico: contro la la politica. Ne ritardano le decisioni, spingono tramvia fiorentina. Contro il pro- a prenderle, o le bloccano del tutto. E non a getto di residenze per l’ex panifi- caso, accanto a ciascun comitato si affiancano, cio militare di via Ponte di Mezzo, e poi con- ma mai si fondono, diverse sigle partitiche. Altro la massiccia cementificazione della zona, berto Formigli, capogruppo del Pd, riconduce il viadotto della tramvia sul Mugnone e la la moltiplicazione dei comitati “all’aumento stazione progettata dall’architetto inglese Nor- dei problemi di tutte le aree urbane”. Firenze man Foster, nell’area degli ex Macelli. Con- in particolare, continua Formigli, “sta vivendo tro la chiusura dell’ingresso del giardino delle un momento di trasformazione perché è rimaex Scuderie di Porta Romana e l’apertura del sta bloccata per anni. Ma se oggi non si cambia cancello nella piazzetta di via Madonna della si muore”. Ma chi sono realmente i comitati? Pace. Contro le busvia 14 e 17 flash, i provve- Sono gente comune, professionisti che mettodimenti di blocco del traffico, gli “euro 0”, la no a disposizione le loro competenze, persone “talpa”che scaverà sotto Firenze per il sottoat- alla ricerca di una piccola celebrità, pensionatraversamento dell’Alta Velocità, l’espansione ti, veri passionari, politici mancati in cerca di dell’aeroporto, l’asfalto di rivendicazioni, semplici vivia Ghibellina, eccetera eccini di casa con la voglia di Sono informatissimi cetera. È l’universo dei cosentirsi parte di qualcosa. riportano anche mitati fiorentini. Ormai non Non esiste una gerarchia i virgolettati dei politici si contano più. Nascono da al loro interno, anche percittadini che si oppongono chè nella maggior parte dei fortemente a un progetto che li interessa da casi si tratta di comitati nati spontaneamente, vicino. Per combattere battaglie convinte. Dif- che non sono registrati presso il tribunale come ficilmente muoiono. L’esperienza de “l’unione associazione. Manca una verticalità ufficiale, che fa la forza” piace. Li conquista a tal punto ma delle centinaia di persone che sposano una da iniziare subito, o quasi, una nuova battaglia. stessa causa, soltanto 15-20 per comitato sono Ma è di politica che stiamo parlando? “No, non i veri “attivisti”. Spesso sono anche coloro ci vogliamo confondere” dicono alcuni mem- che di tasca spendono per tutta “l’artiglieria

M

da combattimento”: volantini, striscioni, megafoni. Si riuniscono costantemente, ma la frequenza cambia a seconda dell’emergenza: “Quando dobbiamo decidere come intervenire capita che ci vediamo anche tre giorni a settimana, di solito la sera”, spiega Tiziano Cardosi del “No tav”. Tanto che a volte l’impegno sconfina nella vita personale: “Più che con il lavoro, diventa difficile conciliare il comitato con la famiglia, per questo c’è bisogno di tanta passione”, dice Nicla Gelli, comitato ex panificio militare. Quando dai loro il “la” cominciano a raccontarti la loro battaglia nei minimi particolari. Sono informatissimi, leggono i giornali, riportano alla lettera i virgolettati dei politici. Tutto in funzione della loro causa. Hanno imparato a trattare con i giornalisti e scoperto come amplificare la loro voce e farla arrivare direttamente a chi governa. Davanti a una platea, i diversi oratori simulano grandi comizi, il politichese e le sue intonazioni, compresa la ricerca dello standing ovation. Perchè scegliere la strada del comitato? Sembra che la risposta sia proprio la scarsa fiducia nelle istituzioni. Poi, affacciandosi nell’universo del comitato, si intravede anche altro: “È un modo per riunirci, discutere - racconta Susanna Gherardini, comitato del Bobolino - ci conosciamo quasi tutti”. Forma di aggregazione e socializzazione, forse. Qualsiasi cosa, ma non l’etichetta di “quelli che dicono no a tutto”, anche se, in realtà, è sempre il no a mobilitarli.

IL VOSTRO BAGNO?

859197

SOLO DA NOI VIENE DEMOLITO E RIFATTO IN 8 GIORNI AL PREZZO DI

€4.980,00!!! (chiavi in mano)

SI ESEGUONO RIPARAZIONI E QUALSIASI MONTAGGIO PER I SETTORI

• idraulica • muratura •elettricita’ A SOLI

€ 20,00

L’ORA ZERO SPESE DI CHIAMATA CONTINUA LA NS MIGLIORE OFFERTA PER IL VS. APPARTAMENTO A SOLI € 20.000 (meno di € 334 al mq)

COMPLETAMENTE RISTRUTTURATO CHIAVI IN MANO

Inoltre...vasto assortimento di accessori a prezzi SCONTATISSIMI

SET ACCESSO 8 PZ.

RI

SET ORI MISCELAT

€109,40

2 PZ.

€79,80

SEDILE SALE UNIVER VARIE IE FANTAS DA

€38,20

• OPERE DI RESTAURO • MANUTENZIONI • RIPARAZIONI • FINITURE E COMPLEMENTI VIA MICHELAZZI 2/B (ANG. VIA DELLE PANCHE) 859197

I NUMERI Quanti sono e quali sono i più “gettonati”

La marcia degli “arrabbiati”

A

l momento i focolai ac- zione di Ponte di Mezzo, i lavori cesi in città dai comitati per il viadotto sul Mugnone e la sono quattro. Quello del- stazione progettata dall’architetla tramvia è manco a dirlo il più to inglese Norman Foster. Infine massiccio. Al suo interno com- il comitato del Bobolino contro il prende diversi distinguo: sono i nuovo ingresso dell’Istituto d’arcomitati che si creano lungo il te in piazza Madonna della Pace, corso dei cantieri per difende- che teme possa provocare un re “la propria zona”. Abbiamo addensamento del traffico, nondunque sul viale Morgagni i co- ché un pericolo per gli studenti mitati contro l’abbattimento degli alberi, in centro contro Fra i tanti comitati i più attivi i binari in piazza Duomo, sono quelli legati allo Statuto contro il sottoai temi della tramvia passo. Tutti raggruppati in “Insieme per San Lorenzo” contro la tramvia. Si fanno da che vanno a scuola in motorino. supporto, sono pronti a correre Da non dimenticare i “sempre e fare fronte unito a seconda del- latenti”: i comitati contro il dele “emergenze”. Altro comitato: grado urbano di Santo Spirito, i no Tav, nella zona delle Cure, Santa Croce e San Lorenzo (queche in questo periodo scalpitano st’estate infuriati per il rumore, per l’avvicinarsi dei lavori del lo sporco e l’insicurezza nelle sottoattraversamento, circa 7 strade). Gli “euro 0” che, dopo chilometri di scavo che passerà i nuovi blocchi per il traffico imsotto le loro case facendo temere posti all’inizio dell’anno, ricorper la stabilità degli edifici. dano la loro contrarietà allo stop Ancora il comitato dell’ex pani- dei veicoli più “datati”; e infine ficio militare, tornato di recente il Comitato di San Salvi e i “no /F.S. alla ribalta contro la cementifica- Ztl”.


L’INCHIESTA

11

Marzo 2008

COMITATI/2. La proposta di Zeffiro Ciuffoletti, professore all’Università di Firenze

“Creiamo una consulta ad hoc” Negli ultimi anni in città sono nati molti gruppi di cittadini che si battono contro questo o quel progetto. Una vera e propria proliferazione che un esperto spiega così: “la politica non media più” Paolo Ceccarelli

stra società, ma non può essere decisiva. In definitiva sono una minoranza di cittadini che si arroga il diritto di decidere per la maggioranza, e questo non è giusto”. hiamiamolo il paradosso dei comitati. “Sono Alcune amministrazioni hanno creato la consulta una forma di partecipazione e quindi di de- delle associazioni. Potrebbe essere un esempio da remocrazia, ma se arrivano a mettere in dubbio plicare con i comitati? il mandato affidato dai cittadini agli eletti, “Sì, una cosa del genere. Ma c’è un paradosso: a creare allora significa che il nostro sistema è in una crisi pro- un organismo del genere dovrebbero essere le Istituziofonda”, dice Zeffiro Ciuffoletti, docente di storia sociale ni, che non mi sembra ne abbiano molto interesse. Chi si della comunicazione all’Università di Firenze, studio- metterebbe in casa un ‘rompiscatole’?”. so indipendente, non certo vicino all’amministrazione Negli ultimi anni a Firenze c’è stata una vera e procomunale (“Politologo, così come altre definizioni, è pria moltiplicazione dei comitati. Come si spiega una parola che detesto. Bisognerebbe dire soltanto ‘un questo fenomeno? cittadino’”). Per parlare dell’universo comitati Ciuffo- “Storicamente lo ricollego all’aumento dei poteri dei letti parte da un’esperienza personale vissuta nel 1990, sindaci, una cosa a mio parere giusta, a cui però si è all’epoca dei lavori per il riassetto di Campo di Marte accompagnato lo svuotamento di potere dei consigli in vista dei campionati mondiali di calcio. “Entrai a comunali. Prima le assemblee elettive erano anche una fare parte di un comitato – racconta il professore –. Fu camera di compensazione tra le istanze della società e un’esperienza interessante che tra l’altro ebbe il merito le Istituzioni, adesso non più. Ma il proliferare di codi dare un po’ vita al quarmitati, a mio parere, ha anche tiere, ma i risultati alla fine un’altra ragione: si è perso il Sono una minoranza, furono scarsi”. punto della mediazione politica. non si possono arrogare Perché? I partiti non sono più in grado il diritto di decidere per gli altri “Il fatto è che i comitati si di assolvere a questa funzione occupano del particolae questo è un aspetto della crisi re, di piccoli segmenti di problematiche più generali, e politica che stiamo vivendo in Italia e anche a Firenze. così le amministrazioni hanno gioco facile a schivare la Prendiamo il caso tramvia: il fatto che siamo arrivati al protesta. Bisognerebbe creare un corpo intermedio tra referendum su una scelta già fatta è anche il segno della il mondo dei comitati e il Comune, un soggetto istituzio- difficoltà dei partiti ad avere rapporti con la società”. nale innovativo che raccolga tutte queste istanze diverse Per ultima, una questione senza fine: i comitati sono e diventi uno spazio per il confronto. La democrazia dei di destra o di sinistra? comitati è una componente ormai importante della no- “Il problema è un altro, è che li cavalcano tutti”.

C

Tramvia, Tav, transenne allo stadio, rifiuti: alcuni dei temi più caldi dei comitati

PARERI

PRESTITI E MUTUI CON ESITO IN 48 ORE

Le associazioni viste dalle opposizioni

ESTINGUIAMO E RINNOVIAMO TUTTI I TIPI DI FINANZIAMENTO (CESSIONE DEL QUINTO, DELEGA, PRESTITI...)

“Sono la spia di un disagio”

P

er Gaia Checcucci, consigliera comunale di An, “è un campanello d’allarme per tutta la politica”. Ornella De Zordo, unaltracittà/unaltromondo, ci vede al contrario “una nuova forma di partecipazione che l’amministrazione comunale dovrebbe ascoltare con attenzione”. La proliferazione di comitati grandi e piccoli fa discutere e riflettere centrodestra e sinistra, ossia le opposizioni alla maggioranza che governa Firenze. “E’ la spia di un disagio, il Comune manca in troppe cose”, dice Jacopo Bianchi di Forza Italia, ma anche la conseguenza del fatto che “i cittadini non si sentono rappresentati a sufficienza”, riflette Checcucci.

MUTUI

PRESTITI

ESAMINIAMO PRATICHE DIFFICILI

FINANZIAMENTI fino a 120 mesi

MUTUI 100% da 10 a 40 anni con durata secondo le tue esigenze

a tutti i dipendenti pubblici e privati a tassi agevolati (siamo convenzionati

Possibilità di SOSTITUIRE il mutuo esistente

con i maggiori enti statali)

con uno NUOVO con rata più bassa

CESSIONI DEL QUINTO e deleghe

Mutui per RISTRUTTURAZIONI e LIQUIDITA’

FINANZIAMENTI PENSIONATI

Mutui a LAVOTORI ATIPICI e a EXTRACOMUNITARI

Fiesole, comitati sconfitti sull’area Garibaldi I

l comitato per Fiesole, Italia nostra e il Wwf hanno perso la battaglia sull’area Garibaldi. Il Tar ha respinto il ricorso presentato dalle associazioni che avevano bollato l’intervento come uno scempio, parlando anche di violazioni della normativa sui beni archeologici e di procedure poco trasparenti. Il progetto sull’area prevede la realizzazione di una fondazione scientifica, 28 appartamenti e due parcheggi sotterranei ad opera della Menarini. “Questa sentenza è per noi motivo di grande soddisfazione – commenta il sindaco Fabio Incatasciato – perché dimostra che le affermazioni dei comitati sbandierate a gran voce, più volte sui giornali e in televisione, erano in realtà solo invenzioni”.

Mutui FINANZIABILI FINO ALL’85MO ANNO DI ETA’ fino a 80 anni di età Mutui EDILIZI, COMMERCIALI ED INDUSTRIALI

€ 100.000

RATA MENSILE A PARTIRE DA €

553

€ 150.000

RATA MENSILE A PARTIRE DA €

908

€ 200.000

RATA MENSILE A PARTIRE DA € 1.107

60 mesi

€ 5.000

96 mesi

120 mesi

rata

98,50

€ 10.000 rata

189,50

€ 135,00

€ 100,00

€ 20.000 rata

468,00

€ 248,00

€ 298,00

73,00

50,00

TELEFONA SENZA IMPEGNO PER IL TUO PREVENTIVO GRATUITO E PERSONALIZZATO 882142

KRONOS ITALIA Prodotti Finanziari FIMEC 2635 UIC22979

055 352899 055 7094934 329 3413785 info@kronositalia.it


12

Marzo 2008

L’ACCORDO. Sul portale intoscana.it un vero e proprio “mercato globale”, dove trovare davvero di tutto

Una piazza virtuale per gli annunci regionali

U

na grande piazza virtuale in grado di unire tutta la Toscana in un “mercato globale”. È il nuovo servizio offerto ai cittadini dalla piattaforma multimediale di intoscana.it, il portale ufficiale della Regione, che apre agli editori toscani del settore annunci con un preciso obiettivo: rendere disponili agli utenti inserzioni e annunci provenienti da tutta la Toscana, creando appunto una sorta di piazza virtuale. E il primo editore che ha creduto a questa iniziativa, puntando forte sul mercato globale toscano, è stato Patrizio Donnini de “La Locandina” (www.locandina.it). È infatti la testata toscana leader nella free press ad occuparsi di aggiornare quotidianamente la banca dati degli annunci di intoscana.it: annunci che spaziano dal settore immobiliare alla compravendita di veicoli allo scambio di oggetti

vari, in quello che può dunque essere considera- Regione possono facilmente passare a consultato un vero e proprio “mercato globale toscano”. re il sito internet del giornale gratuito di annunci Il progetto prevede infatti che il portale ufficiale economici e iniziare a trovare quello che stavano della Regione raccolga ed indicizzi sulle proprie cercando. E non solo case, veicoli o altri oggetti: pagine (www.intoscana.it/annunci) tutte le inser- anche chi è in cerca di un’occupazione può cliccazioni toscane, provenienti dai vari giornali esper- re con fiducia su intoscana.it, che mette a dispoti in materia che già esistono: il sizione degli utenti anche tutto in un’ottica di collaborazioun servizio “trovalavoro”. Dalle case ai veicoli ne con gli editori, che hanno così Dunque, grazie alla dedagli oggetti al lavoro: la possibilità di essere opportucisione della piattaforma annunci da tutta la Toscana namente valorizzati e di vedere i multimediale della Regioloro siti “linkati” (cioè raggiunne di aprire agli editori gibili attraverso un collegamento) dalle pagine del toscani del settore annunci, e grazie alla pronta mercatino di intoscana.it. Ed è stata “La Locan- risposta de “La Locandina”, i cittadini hanno a didina” la prima a mettere il suo “mondo pieno di sposizione un mercato globale in un’unica piazza opportunità per tutti” a disposizione di utenti e virtuale. Qualcosa di molto moderno, sicuramencittadini di tutta la Toscana, che dal portale della te. Ma soprattutto di molto, molto utile.

Gli annunci di intoscana.it in collaborazione con

ABBIGLIAMENTO • FITNESS • DANZA • TEMPO LIBERO

NUOVA COLLEZIONE primavera estate 2008

Via Brogi, 8 (Ang. via Cavallotti) Sesto F.no Via di Ripoli, 207/L - Firenze Tel. 055 4480833

Tel. 055 680388

www.anniluce-firenze.it

864595

NUOVA APERTURA


IL SONDAGGIO DEL MESE

LA LEGGE 194 CHE REGOLAMENTA L’ABORTO DEVE ESSERE CANCELLATA? Sì, la vita va difesa fin dal concepimento No, basterebbe applicarla correttamente No, la 194 non si tocca PARTECIPA AL SONDAGGIO SUL SITO www.ilreporter.it OPPURE INVIACI UNA MAIL A dicolamia@ilreporter.it O TELEFONA AL NUMERO 840.70.74.74

I risultati saranno pubblicati sul prossimo numero

IL SONDAGGIO DI FEBBRAIO

I nostri lettori vogliono che il David rimanga all’Accademia SARESTI FAVOREVOLE AD UNA NUOVA CASA PER IL DAVID? 15,60% SÌ, AIUTEREBBE A RENDERE FIRENZE PIÙ VIVIBILE 21,00% SÌ, MA NON CREDO CHE SIA LA LEOPOLDA LA DESTINAZIONE GIUSTA 63,40% NO, IL DAVID DEVE RESTARE ALL’ACCADEMIA Il sondaggio è stato effettuato tramite il sito internet www.ilreporter.it, una linea telefonica dedicata e l’indirizzo e-mail dicolamia@ilreporter.it. Totale votanti 1342 – Risposte: Si, aiuterebbe a rendere più vivibile Firenze: 210 (15,60%) - Si, ma non credo che sia la Leopolda la destinazione giusta: 282 (21%) - No, il David deve restare all’Accademia: 850 (63,40%). Sondaggio tramite www.ilreporter.it: totale votanti 858 - Si, aiuterebbe a rendere Firenze più vivibile: 89 – Si, ma non credo che sia la Leopolda la destinazione giusta 178 - No, il David deve restare all’Accademia 591. Sondaggio tramite linea telefonica dedicata: totale votanti 463 - Si, aiuterebbe a rendere più vivibile Firenze: 121 - Si, ma non credo che sia la Leopolda la destinazione giusta: 96 - No, il David deve restare all’Accademia: 246. Sondaggio tramite dicolamia@ilreporter.it: totale votanti 21 - Si, aiuterebbe a rendere Firenze più vivibile: 0 - Si, ma non credo che sia la Leopolda la destinazione giusta: 8 - No, il David deve restare all’Accademia: 13. AVVERTENZA: I “sondaggi on line” non sono sondaggi rappresentativi ai sensi delle direttive dell’Autorità garante delle comunicazioni: essi non hanno valore statistico. I risultati che forniscono non hanno, cioè, la pretesa di rappresentare l’opinione di gruppi di persone. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente, che hanno l’unico scopo di permettere agli utenti che lo desiderano di esprimere la propria personale opinione.


14

IL DOSSIER

Marzo 2008

MANGIA CHE TI PASSA/1. La filosofia di chi non consuma più alimenti di origine animale

Mens sana in corpore “vegetariano” Quattro chiacchierare

IL PARERE DELL’ESPERTO

per scoprire che l’uomo potrebbe

Solo verdura: un beneficio o un rischio?

essere “frugivoro”

M

o “fruttariano”, che dir si voglia Giuditta Boeti

G

ià Seneca e Pitagora, Leonardo da Vinci e Giordano Bruno, non mangiavano la carne ed il pesce, ed oggi il fenomeno del vegetarianismo ha raggiunto dimensioni mondiali. Si tratta di una scelta di vita che accomuna milioni di persone, una filosofia che affonda le sue radici nell’etica e nella religione. Per scoprire e capire meglio questo universo, abbiamo parlato con Ilaria, una ragazza che ha fatto sua da tempo questa filosofia di vita. Perché esser vegetariani? Il vegetariano non mangiando né la carne né il pesce, porta con sé delle conseguenze rivoluzionarie sul piano morale: gli animali sono esseri coscienti, in grado di soffrire quanto gli esseri umani e siccome gli uomini possono vivere senza mangiare gli animali, che diritto abbiamo di ammazzarli per il banale scopo di procurare dei piaceri voluttuari? Se gli animali si mangiano tra loro, perché l’uomo non potrebbe nutrirsi di carne animale? Perché gli animali che uccidono per cibarsi non hanno altra scelta se vogliono sopravvivere. L’essere umano, invece, può fare a meno di nutrirsi di carne, anzi la nostra salute trae solo benefici da una dieta vegetariana. Quali sono i benefici di una dieta vegetariana? Secondo numerosi studi avvalorati dalla scienza ufficiale, chi mangia soprattutto alimenti vegetali è molto meno esposto a malattie dell’apparato cardiovascolare, a tumori, ipertensione e diabete. Ciò accade, secondo molti studiosi, soprattutto perché l’uomo,

per le sue caratteristiche fisiologiche affini a quelle delle scimmie e assai diverse da quelle degli animali carnivori, non è onnivoro bensì frugivoro, cioè predisposto ad un’alimentazione a base di frutti e semi. Esistono infatti diversi modelli di diete vegetariane: i granivori mangiano solo cereali, i frugivori o fruttariani soltanto frutta e i crudisti mangiano alimenti totalmente crudi (per conservare le proprietà nutritive degli stessi). Qual è il collegamento tra dieta vegetariana e lotta alla fame nel mondo? Se fossimo tutti vegetariani si potrebbero coltivare i vegetali necessari a soddisfare le esigenze alimentari di tutta la popolazione della terra. La motivazione è semplice: la produ-

zione di alimenti animali necessita grande quantità di vegetali da destinare all’alimentazione degli animali. Se i vegetali fossero direttamente destinati al consumo umano si potrebbero nutrire molte più persone e dunque meno esseri umani nel mondo morirebbero per fame. Perché il vegetariano non mangia il pesce? La morte dei pesci avviene sempre per soffocamento. Solo perché si tratta di una sofferenza silenziosa non viene tenuta in nessuna considerazione. I nutrienti presenti nel pesce sono essenzialmente proteine e ferro, contenuti entrambi in quantità in alimenti alternativi come l’olio di lino, le noci, il germe di grano, la soia e suoi derivati.

otivi etici, religiosi, ambientali o semplicemente salutistici. I perché di una dieta vegetariana sono molteplici, ma l’elemento che li accomuna tutti è il ritenere che un regime alimentare privo di carne sia tendenzialmente più sano e faccia bene alla salute. Ma, per capire se davvero non consumare alimenti di origine animale abbia effetti benefici sul nostro organismo, abbiamo parlato con Simonetta Salvini, dietista presso il Centro Studio Prevenzione Oncologica di Firenze. “Esistono studi discordanti sul rapporto dieta vegetariana e prevenzione di molte malattie. In particolare - spiega la dottoressa Salvini - viene evidenziato il rapporto tra consumo di carne e malattie ischemiche, alcuni studi medici e scientifici sembrano confermare che nelle popolazioni vegetariane c’è una riduzione del rischio di infarti. La motivazione – aggiunge – è riconducibile al fatto che riducendo il consumo di carne ed insaccati si hanno benefici sul colesterolo e sulla pressione arteriosa”. Ma esistono anche dei rischi, soprattutto per chi pratica una dieta vegana (che esclude totalmente l’uso di prodotti animali e loro derivati quindi carne, pesce, latticini, uova, miele e pappa reale). “I vegani – spiega la dietista - seguono un’alimentazione con cereali e legumi ricchi di proteine, tuttavia i singoli vegetali non dispongono di tutti gli amminoacidi necessari. Quindi, una possibile conseguenza della adozione per lunghi periodi di tempo della dieta vegana è la deficienza di cianocobalamina, detta anche vitamina B12, che si ritiene presente in quantità e forme assimilabili solo in alimenti di origine animale. Per cui – conclude la dottoressa – è sempre bene chiedere consiglio ad un dietista capace di creare il giusto equilibrio tra gli alimenti pur escludendo i grassi animali”. /G.B.

NUOVI ARRIVI PASQUALI E PROMOZIONI SETTIMANALI BOMBONIERE PER CERIMONIE DI OGNI TIPO

NOVITA’ INOLTRE.... SALVIETTE PER L’ IGIENE E LA PULIZIA DELLE SUPERFICI: MOBILI, PAVIMENTI, PARQUET, FORNO, VETRI, BAGNO, CUCINA. EMOLLIENTI ANTIBATTERICHE CON CERA D’API ANTIGRASSO

SALVIETTE IGIENIZZANTI PER CANI E GATTI

ORARIO NEGOZIO LUNEDÌ - mattina chiuso - Pomeriggio 15:30 / 19:30 DAL MARTEDÌ AL SABATO 09:30 / 13:00 - 15:30 / 19:30 franchising system APERTI L'ULTIMA DOMENICA DI OGNI MESE

LINEA DOCTOR LINE PER L’IGIENE DELLA CASA E L’IGIENE DELLA PERSONA

Lo trovate a FIRENZE Via Quintino Sella, 13 a/b ang. Via Madonnone fermata autobus n• 14 vicino il cinema VARIETY


IL DOSSIER

Marzo 2008

15

MANGIA CHE TI PASSA/2. Il racconto di una ragazza vegana. Una scelta etica più che una semplice dieta

Qui, degli animali neanche l’ombra

S

i chiamano vegani o vegetaliani, il latte e le uova? con la “l”, e sono quelli che non La maggior parte delle persone crede che mangiano alcun alimento deriva- le mucche, e anche i vitellini, non soffrano to da animali, evitando qualsiasi durante il ciclo produttivo del latte. Ma forma di sfruttamento e violenza sulla non è così. Infatti, se le mucche fossero vita di altri esseri viventi. Spesso però, si libere vivrebbero almeno 20 anni, invece fa confusione tra dieta vegetariana e dieta negli allevamenti vengono macellate a 5 vegana. Francesca ci ha spiegato perché anni quando iniziano a produrre meno si diventa vegani e ci illustra le differenze latte; i vitellini maschi, separati dalle tra queste due scelte di vita. “Essere ve- madri per consentire la mungitura, sono gani significa vivere rispettando gli esseri destinati al macello a poche settimane di viventi, eliminando, quindi, dalla propria vita (carne di vitella) o fatti ingrassare e dieta tutti i prodotti di origine animale. macellati dopo circa due anni (carne di Non solo la carne ed il pesce ma anche manzo). uova, latticini, pelle, lana, prodotti testati Il latte viene prodotto da mucche insesugli animali come creme e cosmetici”. minate quasi del tutto artificialmente e, Dunque, si tratta innanzitutto di una se non fossero ingravidate e quindi non scelta etica? mettessero al mondo i vitelli destinati Si, non si tratta di una scelta esclusiva- al macello, non produrrebbero latte. mente alimentare, Inevitabilmente, chi piuttosto di un vero consuma latte e deNon è un fenomeno e proprio stile di legato alle élite, coinvolge rivati, incentiva la vita, che si allarga produzione di carmilioni di persone all’abbigliamento e ne che deriva dallo al vivere quotidiano. sfruttamento e dalla Anche se, ancora oggi, c’ è chi ritiene morte di animali. che questi fenomeni siano limitati solo ad Anche le galline e i pulcini maschi vengoélite culturali, in realtà la scelta di essere no uccisi nel ciclo produttivo delle uova. vegan influenza milioni di persone che si Le galline libere vivrebbero quindici anni, informano in continuazione su questi ar- mentre negli allevamenti (sia nei capannoni che all’aperto) vengono sgozzate a circa gomenti. È vero che la dieta vegan può migliora- due anni, per diventare carne di seconda scelta, non appena la loro produttività dire la salute? I dati scientifici ottenuti da molti studi minuisce. Altra sorte terribile spetta ai pulepidemiologici dimostrano come i vegani cini che, appena nati vengono separati: i godano di salute migliore rispetto agli on- maschi vengono avviati all’allevamento di nivori. La dieta vegan è in grado di ridur- polli da carne o buttati vivi in un tritacarre l’incidenza di numerose patologie, in ne per diventare mangime o vengono uccisi primo luogo quelle cardiache e tumorali. soffocandoli con del gas; le femmine sono /G.B. Perché i vegani non mangiano neanche avviate alla produzione di uova.

IDEE PER UNA CENA SENZA CARNE Gnocchetti di patate con tofu affumicato, basilico e pomodorini Cuocete le patate in abbondante acqua salata, sbucciatele e passatele, con lo schiacciapatate. Aggiungete subito la farina ed il sale ed impastate con cura in modo che tutti gli ingredienti siano ben amalgamati. Formate un rotolo che taglierete in fette dallo spessore di un dito circa. Su di un piano infarinato, formate arrotolando con le mani, un rotolo dello spessore di un dito e ritagliate dei gnocchi di due cm l’uno. Per dare loro una bella forma, passateli con l’aiuto del pollice su una grattugia. Buttateli poi in acqua bollente e, non appena cominciano a galleggiare, scolateli sulla salsa di pomodoro riscaldata in padella con olio extravergine. Aggiungete gli gnocchetti, il tofu affumicato e 4 foglie di basilico tagliate a julienne. Lasciate cuocere per 3 minuti e decorate i piatti con le restanti foglie di basilico.

Pallina di cavolo farcita con castagne Mettete l’olio in una pentola, adagiatevi le castagne e mezzo gambo di sedano, sale, pepe e coprite con acqua. Cuocete per 20 minuti a fuoco lento. Cuocete poi il sedano e mettere un po’ di castagne a pezzi nel mixer, insime a qualche cubetto di sedano. Aggiungete la panna e un po’ di noce moscata, frullate fino ad ottenere una mousse. Scottate per 2 o 3 minuti in acqua le foglie di cavolo, sgocciolarle e stenderle su un canovaccio, salare e pepare, spalmateci la mousse preparata precedentemente e adagiateci i cubetti di sedano e le castagne intere. Avvolgeteli e chiudeteli alle estremità. Preparate un fondo con acqua, carote, sedano cipolla, timo, alloro e vino bianco, fatelo ridurre di un quarto ed immergeteci la pallina di cavolo; cuocete adagio per 20/25 minuti. Fate sgocciolare la pallina, e servitelo tagliato a fette.

900759


TENDENZE

Marzo 2008

17

IL PASSATEMPO. Arriva direttamente dagli States ed è un parente stretto del poker. È già mania

Attenti, Las Vegas è dietro l’angolo A spasso nei due locali dove si può giocare a “Texas hold’em”. Un sottobosco di appassionati che amano l’american style, le carte e l’azzardo “sicuro” Giulia Coli

T

avolo verde, fiches e carte fran- aggregazione e di divercesi. La febbre del gioco impaz- timento. L’attività è la za e le sale da poker di Firenze stessa: un torneo mulhanno sempre più successo. Uo- ti-tavolo a sera e alcuni mini e donne, giovani e non, esperti e alle mini-tornei “sit & go” prime armi. Battute, soprannomi e riti sca- (massimo 10-12 persoramantici sono all’ordine del giorno. Chi ne). Quando si esce dal arriva col cappello da cowboy, chi usa le torneo principale non ci pedine degli scacchi come portafortuna. si può rientrare, ma se si Tutti si fanno coinvolgere. Le regole del ha ancora voglia di gio“Texas Hold’Em”, variante americana del care ci si può iscrivergioco del poker, sono semplici: ogni gio- si a un mini-torneo. Ai catore ha 2 carte coperte e durante la mano vincitori, gli ultimi otto vengono messe sul tavolo un totale di 5 restanti al Lucky River carte, in tre diverse fasi, che possono esse- e il 10% dei migliori re usate da tutti i giocatori giocatori per creare le proprie comChi col cappello del torneo binazioni. I locali dove è all’Hold’em Firenze, viene da cowboy possibile giocare sono due: assegnato un buono-valore. chi con scacchi il Lucky River Texas Club Il Lucky River può vantarsi portafortuna presso “La Biliardoteca”, di essere stato il primo ad via Orsini 73, e l’associaaprire i battenti in Toscana, zione Hold’em Firenze con sede presso il circa un anno fa. Una sala a cinque tavocircolo “Muster Club”, in via Valdinievole li, con dieci, al massimo undici, persone 34. Entrambi sono enti senza scopo di lu- a tavolo: si gioca il martedì e il giovedì cro, ma con l’intento di diffondere il Texas dalle 21 con la formula 50+10 (50 euro Hold’Em sportivo e di creare momenti di a formare il montepremi e 10 per le tas-

L’ESPERTO. Parla la coordinatrice dell’équipe di cura della Asl 10

“Aumentano le dipendenze”

I

gratta e vinci, il Lotto, le corse dei denti si rivolgono a voi? cavalli, le carte. E adesso i giochi Sono i più svariati. C’è il lotto, i on line. Sono passatempi insidiosi, gratta e vinci, le corse ai cavalli. che possono diventare malattie e im- Ma ultimamente stanno aumentanprigionare i giocatori in vere e pro- do le dipendenze dovute alle slot prie dipendenze. E se quello del gio- machine e quelle legate a giochi on co d’azzardo è un problema vecchio, line. Abbiamo curato una persona, negli ultimi anni le sue proporzioni ad esempio, che aveva avuto problesono aumentate. Nel territorio della mi con gli investimenti in borsa fatti Asl 10 ci sono tre unità funzionali con Internet. che si occupano della cura di questo Che età hanno mediamente i votipo di dipendenza, e cinque gruppo stri pazienti? Abbiamo una fascia d’utenza moldi auto-aiuto di giocatori anonimi. to variegata. La faLa dottoressa Adriascia media è over na Liozzi è coordiFascia media trentacinque, ma ci natrice dell’equipe over 35 sono anche ragazzi che all’interno del ma ci sono di vent’anni, oppure Sert C della Asl anche ragazzi signore anziane che 10 cura le persone hanno problemi con “malate di gioco”. Dottoressa, quali sono le propor- il gioco del Lotto, ad esempio. zioni del fenomeno della dipen- Come si cura questo tipo di dipendenza? denza da gioco d’azzardo? Nel 2007, a Firenze, la Asl ha avuto Le terapie sono personalizzate. Facin cura circa 80 persone. Un dato ciamo un servizio di accoglienza il questo, in lieve aumento rispetto martedì pomeriggio, poi dopo una agli anni precedenti. Ma il proble- prima valutazione psicodiagnostica, ma è anche che il servizio di cura il paziente viene invitato a partecidi questa dipendenza a Firenze è pare a una serie di incontri con un ancora poco conosciuto, e le perso- “gruppo motivazionale”. Il passo ne non sanno che possono rivolgersi successivo è costituito dall’inclusione in un gruppo di auto aiuto, oppualla Asl. Quali sono i giochi d’azzardo per re da una psicoterapia individuale, /G.R. i quali le persone divenute dipen- familiare, o di coppia.

se); il mercoledì, uno ogni due settimane, sempre dalle 21, è “young night”, serata riservata ai giovani dai 18 ai 25 anni, con formula 10+5 e soft drink compreso; il venerdì, ancora dalle 21, con formula 25+5. Infine la domenica si cambia formula con 85+15+cena. All’Hold’em Firenze i sette tavoli sono sempre pieni nelle tre serate dedicate al gioco e si cimentano soprattutto giovani fra venti e trentacinque anni.

Dai montepremi dei tornei che rientrano nel campionato mensile viene tolto il 10% che va a formare un premio finale che viene assegnato ai migliori 10 rounders della classifica del mese decisi dopo un “Final table televisivo” trasmesso da Toscana TV. Per entrambe le sale è consigliata la prenotazione. Contatti e ulteriori informazioni sui siti “ www.luckyriver.org e www.holdemfirenze.com.


18

FOCUS

Marzo 2008

MONEY TRANSFER. Il sistema più usato dagli immigrati per mandare denaro ai parenti lontani

Tanta fatica e un sogno custodito a migliaia di chilometri da Firenze Federica Sanna

L

avorano spesso duramen- più rilevante sulle rimesse degli imte. Fanno lavori umili, fa- migrati emerge dal confronto con il ticosi e poco retribuiti. A dato dell’anno precedente: i soldi stento riescono a mante- inviati sono aumentati del 36,6 per nersi qui a Firenze: troppo alte sono cento. Numeri che ovviamente vanle spese per un alloggio, il mangia- no di pari passo con l’aumento dere e pochi altri sfizi. Ma l’eserci- gli stessi stranieri, ma che se da un to degli immigrati in città, che ha lato evidenziano la loro presenza raggiunto quota a 36mila, non di- nella vita sociale della città, dall’almentica la propria casa. È ormai un tro mascherano invece il fortissimo rito per chi ce l’ha fatta ad arrivare legame con il loro paese e l’intenin Italia, a trovare un lavoro, a nero to di ritornarci. Il prima possibile. Ebbene quei o regolare: La Toscana è al terzo pochi soldi mandare i solinviati rapdi a casa, alla posto in Italia per la presentano il propria famiquantità di soldi inviati modo di conglia. Nessuna tinuare a conbusta sigillata da imbucare, il mezzo più usato è cretizzare qualcosa nella propria quello del money transfer: l’invio terra, a volte a costruire una casa. istantaneo di denaro da uno spor- Oppure bastano a mantenere semtello ad un altro della stessa catena plicemente la famiglia lontana. Ma in qualsiasi parte del mondo, sem- chi è che invia i propri risparmi nelplicemente pagando in contante la terra d’origine? “Vengono per la e togliendo l’obbligo di aprire un maggior parte dall’America Latina, conto. Secondo i dati della Banca poi dalle Filippine, Romania, Polod’Italia riportati nel rapporto Cari- nia, un po’ da tutto il mondo”, ractas Migrantes 2007, dalla Toscana conta da dietro il vetro del money sono partiti quasi 375 mila euro nel transfer una giovane ragazza. Ci 2006, piazzando la nostra regione al sono però differenze da nazionaterzo posto fra quelle in Italia, per lità a nazionalità. Ad esempio nel quantità di soldi inviati. Ma il dato caso dei rumeni sono più maschi e

spediscono grandi quantità di soldi, continua a spiegare la ragazza in base a quanto vede ogni giorno. Se invece i soldi sono mandati in Polonia, sono le donne a farlo e la cifra è quasi irrisoria. Sono badanti, o spesse volte donne delle pulizie. “Di solito inviano 100-200 euro ogni mese - da il dettaglio un’altra

collega - nei casi più eclatanti si arriva a qualche migliaia”. I visi sono conosciuti, ci sono stranieri che vanno allo stesso sportello ormai da anni. E c’è anche una certa costanza nell’invio: una volta al mese oppure alla settimana, probabilmente la data corrisponde a quanto ricevono lo stipendio. “Li mandano

una volta alla mamma, una volta allo zio, alla sorella, al parente lontano - continua - si capisce dai cognomi, tutti uguali”. Un’altra faccia degli stranieri, quella che ricorda spesso il motivo per cui sono arrivati in Italia, e che non nasconde il loro desiderio di poter essere a casa loro.

LA TESTIMONIANZA Cento euro al mese per aiutare la famiglia

“Il futuro? Nel mio paese” B

lanca non vuole dire il suo vero nome, forse non si fida, e noi la chiameremo così. É arrivata in Italia quando aveva 23 anni, viene dalle Filippine. Ora ne ha ventisei, sta a Firenze da 2 anni e per tutto questo tempo ha sempre fatto la badante. Come sei arrivata qui? “Prima ho lavorato a Torino, poi a Brescia, una volta che inizi a fare la badante è facile spostarti a seconda delle case in cui si ha bisogno. Una mia amica mi ha detto che la signora dove lavoro cercava una badante, prima ci lavorava lei, ora è dovuta tornare a casa”. Perché hai scelto di andare via dal tuo paese? “E’ semplice - mi guarda come se fosse le avessi fatto una domanda scontata - nel mio paese manca il lavoro”. Ti ho vista al money transfer, stavi inviando dei soldi? “Si, li stavo mandando a casa mia, mio padre è senza lavoro, mia madre riesce a lavorare qualche volta, e mia sorella più grande ha appena avuto un

bambino”. Quanti soldi riesci ad inviare nel tuo paese? “Poco se penso a quanto vale qua quello che invio, tanto però per loro”. E più precisamente? “Cento euro, massimo duecento al mese. Purtroppo anche io ho tantissime spese qui a Firenze, per vivere. Non posso fare di più perché non è tanto quello che guadagno, quando faccio anche le pulizie riesco a guadagnare al massimo mille euro”. Dove abiti e quanto spendi al mese? “Abito in affitto, una camera che divido insieme ad un’amica che fa anche lei la badante. Per una stanza paghiamo180 euro a testa”. Vuoi rimanere qua a Firenze? “No, vorrei sicuramente tornare nelle Filippine, ma non posso. Ho paura di non trovare un lavoro, anche se continuo a sperare di poter mettere da parte abbastanza soldi da vivere lì senza preoccupazioni”. /F.S.


828439


20

FIRENZE

Marzo 2008

SMOG. Stop ai motorini più attempati. Sospiro di sollievo per gli autobus, si fermeranno solo nei festivi

Il centro chiude alle vecchie Vespe Già in atto il provvedimento che vieta ai motocicli euro 0 a due tempi di circolare per tre giorni la settimana, nella fascia oraria centrale

LAVORO. Fino al 29 marzo una campagna anti-infortuni

Sicurezza, cantieri nel mirino

Ludovica V. Zarrilli

“I

A

ddio cara Lambretta. Quella su cui viaggiavano spediti Gregory Peck e Audrey Hepburn in “Vacanze Romane”. Addio anche alla Vespa che sfrecciava sui colli bolognesi insieme ai Lunapop. Libere ancora di portare a spasso coppiette e “wild spirits”. Ma lontano da Firenze. La città del giglio ha imposto infatti una forte limitazione al traffico di motocicli euro 0 a due tempi. La restrizione, scattata dal 1 marzo, impone il divieto di transito sul territorio comunale nei giorni e nelle ore centrali della settimana: martedì, mercoledì e giovedì dalle 8 alle 18. E poco importa se a sparire saranno soprattutto le due ruote più vecchie e romantiche. Quelle più amate e, ahimè, e da 30 Comuni toscani, gli veianche più rumorose e deleterie. coli più desueti si sarebbero doIl movente rimane sempre l’in- vuti fermare a partire dal mese quinamento, che sta soffocando di aprile 2008. In seguito ad una la città e i suoi abitanti. E allo- delibera emessa dalla Regione lo ra, dopo le restrizioni anti smog scorso 28 gennaio, lo stop verrà entrate in vigore dallo scorso posticipato e i mezzi di trasporto gennaio e riguardanti soprattutto pubblico più inquinanti saranno liberi di circolagli autoveicoli, adesso è l’ora Sono tra i 3 e i 4 mila re tutti i giorni, tranne nei festidei motorini più i motorini inquinanti vi. Le motivavecchi e meno in circolazione zioni di questa conformi alle inversione di normative vigenti in materia di smog. Si stima tendenza vanno ricercate nelle che attualmente ce ne siano tra i possibili ripercussioni che l’in3 e le 4mila in circolazione, dato terruzione del servizio di trasporpoco confortante visti i livelli di to pubblico potrebbe avere sui inquinamento cittadino. Conti- cittadini. La Regione a riguardo nuano inoltre le limitazioni alla ha suggerito di aspettare il 2010, circolazione degli autobus euro anno in cui il parco mezzi sarà 0. Secondo l’accordo siglato il sufficientemente rinnovato e ver10 maggio 2007 dalla Regione ranno installati ai mezzi i filtri

anti particolato, quelli che permettono di ridurre le emissioni di polveri nell’atmosfera dal 50 al 95%. Nel frattempo lo stop è limitato alle domeniche e, nel caso dei motocicli, solo agli euro 0 a due tempi. Nessuna novità sul fronte delle disposizioni già approvate. Rimangono in vigore tutte le misure scattate il 1 gennaio e che riguardano il divieto d’accesso ai diesel euro 1, tutti i giorni e tutto il giorno. Stesso trattamento 24 ore su 24 per i ciclomotori euro 1 a due tempi e i mezzi adibiti a trasporto merci superiori a 3,5 tonnellate. Confermati anche gli stop a tutte le autovetture, i ciclomotori e i veicoli merci inferiori a 3,5 tonnellate euro 0, ai quali è proibito il transito sul territorio comunale 7 giorni su 7 sette, senza sconti.

mprenditori edili, state attenti: arriviamo a controllarvi”. È stato questo il “grido di battaglia” con cui l’assessore Graziano Cioni ha lanciato, lo scorso 15 febbraio, la campagna per la sicurezza sui luoghi di lavoro che si concluderà il 29 marzo. Oltre un mese di controlli a tappeto nei cantieri aperti lungo le strade fiorentine, con un obiettivo preciso: far rispettare le norme relative alla sicurezza sul lavoro. “I dati nazionali degli infortuni sono spaventosi, a Firenze va Graziano Cioni meglio, ma non dobbiamo accontentarci – ha spiegato Cioni –quest’iniziativa ha quattro obiettivi: evitare alla regolarità dei rapporti (“perché gli incidenti nei cantieri; la lotta al non esiste lavoro sicuro che non lavoro irregolare; sicurezza strada- sia regolare e tutelato”), la sicurezle in corrispondenza dei cantieri e za stradale nei pressi del cantiere e rispetto dell’igiene sul lavoro”. Se l’utilizzo di caschi, cinture e scarpe Italia ed Europa vanno a braccetto antinfortunistiche. Nel 2007, la poliper quanto riguarda i numeri degli zia municipale ha sottoposto a veriinfortuni (34 ogni mille occupati), a fica tutti i cantieri per i quali il CoFirenze il numero scende a 31, men- mune ha rilasciato le autorizzazioni, tre gli incidenti mortali nel capo- ovvero 2.147: da queste ispezioni è luogo toscano sono 0,03 ogni mille emerso che il 10% era irregolare per lavoratori, a fronte degli 0,07 italiani vari motivi, e sono state accertate un ed europei. Nel mirino dei controlli centinaio di violazioni per l’occupasono finiti, nei giorni scorsi (e con- zione del suolo pubblico. Nello stestinuerà così fino a fine marzo), soprattutto i cantieri di piccole L’assessore Cioni: dimensioni, ma anche tutti quelDati nazionali spaventosi. li che si affacciano sulle strade A Firenze va meglio, con ponteggi e altre strutture. ma dobbiamo migliorare Ma poi? “La novità importante sta nel fatto che, anche dopo il 29 marzo, i vigili urbani saranno in so periodo, la Asl ha controllato 385 grado di rilevare problemi di sicu- cantieri, di cui 68 sono stati oggetto rezza e segnalarli immediatamente di segnalazioni di reato, per un totaa chi di dovere”, risponde il coman- le di 152 violazioni accertate e due dante della polizia municipale Ales- sequestri. E, nei primi giorni della sandro Bartolini. Oltre agli aspetti campagna lanciata da Cioni, sono legati alla sicurezza, sotto controllo emerse una ventina di irregolarità in da parte della direzione provinciale 46 controlli: il lavoro da fare, insomdel lavoro sono anche quelli attinenti ma, non manca. /M.F.

908399


POLITICA

21

Marzo 2008

POST REFERENDUM/1. Quorum non raggiunto, la consultazione non è valida

POST REFERENDUM/2. Parla il promotore della consultazione, capogruppo Udc

Tramvia, il sindaco Domenici: Ma Razzanelli non molla: “Nessuno stop, andiamo avanti” “Il voto ha sepolto il tram”

M

Paolo Ceccarelli

I

Leonardo Domenici

posti per una revoca degli atti amministrativi sottoposti al referendum, e quindi, dato che questi atti contengono l’indicazione dei tracciati, non sussistono i presupposti per una modifica o un azzeramento dei tracciati stessi”. Sulla tramvia, insomma, l’amministrazione è decisa ad andare avanti. Secondo Palazzo Vecchio, non esistono neanche “le ragioni di natura politico-amministrativa per arrivare a una sorta di moratoria nella realizzazione dell’opera”, come richiesto dai comitati anti-tramvia. Ma via al confronto sulle “modalità Parlando in consiglio comunale, il sindaco realizzative” delle linee 2 e 3 ha invece auspicato una ripresa della consultivo – si legge all’articolo 101 concertazione che “venga incontro dello statuto – è discusso dal consi- e risponda a preoccupazioni e timoglio entro trenta giorni dall’ufficiale ri, a mio parere in larga misura non comunicazione dell’esito, quando fondati e motivati, espressi nel refevi abbia partecipato la maggioranza rendum”. Un confronto che, secondo degli aventi diritto ed abbia ottenuto Domenici, deve andare in due direla maggioranza dei voti espressi”. E zioni. “La prima di carattere generale, da qui è partito il sindaco Domenici con l’obiettivo di arrivare entro tempi per dire che non ci sono “i presup- ragionevoli ma rapidi alla definizione

del piano integrato della mobilità, con il coinvolgimento attivo anche delle realtà dell’area metropolitana fiorentina”, ha detto il primo cittadino facendo riferimento anche alle discussioni sul Piano generale del traffico. L’intenzione della giunta è quella di aprire un tavolo sulla mobilità cittadina a cui partecipino i rappresentanti dei commercianti e degli imprenditori, i sindacati, le associazioni. L’altra proposta è invece più tecnica, ma riguarda sempre il confronto sulle due linee tranviarie oggetto del referendum. A parere del sindaco, sarebbe utile “prevedere una suddivisione dei tracciati della tramvia per linee 2 e 3 in ‘unità organiche minimali’, sulla falsariga o utilizzando le cosiddette ‘Utoe’ del Piano strutturale, al fine di avviare una concertazione tecnica sulle modalità realizzative con i residenti, utenti del servizio, operatori economici, commerciali”. Obbiettivo, trovare soluzioni concrete ai problemi che si presenteranno in queste aree lungo i tracciati della tramvia.

COMPRO IN CONTANTI ORO, GIOIELLI ED ARGENTERIA

OFFRIAMO RISERVATEZZA E MASSIMA VALUTAZIONE

MUTUO 100% FINO A 40 ANNI a rata costante in una unica OPERAZIONE... Compri casa la ristrutturi e ti crei liquidita'!! Compri casa saldi i debiti e ti crei liquidita!!

PRESTITI PERSONALI A Italiani e Stranieri Saldo debiti fino a 30.000 EURO Cessioni del V° e deleghe LEASING, FACTORING 861861

Vetri Maurizio

dato avanti nel suo ‘folle’ progetto. Più persone si sarebbero recate al voto se il Comune avesse informato i cittadini su dove, come e quando si votava. Se non avesse trasformato un confronto civile in una campagna elettorale basata sulla disinformazione, subendo per questo ben quattro condanne dal Tar. Se non avesse asservito la Cna e la Confersercenti. Se non avesse concluso la sua campagna con l’offesa che i neofascisti avevano inquinato i comitati del sì”. Per Paolo Amato (Forza Italia) la vittoria del sì è stata la vittoria di Paolo Bonaiuti. “E’ vero che singoli iscritti di Forza Italia si sono molto impegnati nella raccolta delle firme, ma ci dica Amato: quanto ne ha raccolte il partito? Credo che Bonaiuti sia stato un elemento importante ed abbia costretto il partito fiorentino a muoversi. Ma da qui ad affermare che lui ha vinto il referendum ce ne corre. Amato, piuttosto, sembra preoccupato che io mi voglia candidare a sindaco. Ma gli auto-candidati non esistono. Io non mi sono mai espresso in questo senso anche perché ritengo che parlare adesso di candidature sia prematuro e fuori luogo”. Come risponde all’accusa, proveniente dal centrosinistra, di aver usato il referendum per costruirsi un futuro politico? “La mia battaglia contro la tramvia è iniziata nel ‘99 con la costituzione del Comitato promotore per la metropolitana, di cui è socio fondatore anche il presidente di Confindustria, Giovanni Gentile, che condivide che l’unica soluzione per risolvere i problemi della mobilità sia quella di utilizzare il sottosuolo con una metropolitana leggera, come quella in costruzione a Brescia”. E adesso cosa farà? Andrà in Parlamento o resterà a Firenze? “Se il mio partito riterrà utile la mia presenza in Parlamento lo farò solo per difendere in maniera ancora più forte gli interessi della mia città e della mia /P.C. regione”.

863089 863089

A Firenze in Via Rattazzi, 4/d tel. 055 676888 - lun./ven. 9.00-13.00/15.00-19.00 sab. 9.00-13.00 e in Via Scipione Ammirato, 22r tel. 055 663526 - lun./ven. 9.00-13.00 solo mattina

tel. 055 05.10.292 347 1074643 347 9425483 Via Firenzuola 5 r (zona le Cure)

u.i.c 14258

lavori della tramvia andranno avanti. Ad annunciarlo, anzi a ribadirlo, è stato il sindaco Leonardo Domenici il giorno dopo il referendum consultivo sulle linee 2 e 3 che si è svolto il 17 febbraio. Sì, perché alla fine, dopo mesi di polemiche, Firenze ha detto la sua sulla tramvia. Firenze o solo una parte della città, come fanno notare i favorevoli all’opera sottolineando che sei fiorentini su dieci non hanno partecipato alla consultazione. Il fronte antitramvia ha vinto su entrambi i quesiti. Il 51,87 per cento dei votanti (64.069 cittadini) hanno detto sì all’abrogazione delle delibere comunali sulla linea Careggi-viale Europa e il 53,84 per cento ha fatto altrettanto sugli atti che hanno dato il via libera alla linea Peretola-piazza della Libertà, quella che per intenderci passerà di fianco al Battistero. Ma alle urne è andato solo il 39,36 per cento degli oltre 315mila aventi diritto, e dunque il fronte numericamente più consistente è stato quello dell’astensione. Al di là di ogni valutazione politica, questo risultato ha avuto subito una conseguenza “giuridica”: il consiglio comunale non sarà obbligato a discutere dell’esito della consultazione, perché non è stato raggiunto il tetto fissato dallo statuto del Comune. “Il risultato del referendum

ario Razzanelli, capogruppo Udc e paladino della battaglia antitramvia, il referendum è stato vinto dai contrari all’opera. Ma il quorum per rendere valido il referendum non è stato raggiunto e quindi i lavori andranno avanti. Allora è stata una consultazione inutile? “La tramvia è morta: lo hanno deciso i fiorentini col referendum. La tramvia in piazza Duomo e a Firenze è stata bocciata. Domenici dovrà portare dal meccanico la ‘gioiosa macchina da guerra’ che gli si è spaccata a metà ritrattando il consenso datogli di malavoglia nel 2004. Un grazie ai fiorentini e ai comitati: associazione Linea 3, associazione piazza della Vittoria, comitati dei cittadini dell’area fiorentina, Salviamo Firenze e Italia Nostra”. Però è un fatto che 6 fiorentini su 10 non sono andati a votare. “Hanno votato 128mila fiorentini, ovvero il 45% (non il 40%, dato falsato da 33mila stranieri inseriti nelle liste). Nel 2004 al ballottaggio Domenici-Valentino furono 150mila. Se fosse vero il ragionamento di Domenici, in base al quale solo due fiorentini su dieci si sono espressi contro la tramvia, lui dovrebbe dimettersi, dal momento che nel 2004 è stato votato solo da 3 fiorentini su 10. Sì, 7 fiorentini su 10 erano contrari alla sua elezione. Diciamo poi che per lo statuto della Regione un referendum abrogativo è valido qualora vadano a votare il 35% degli elettori. Il tentativo di Domenici di denigrare il voto, dicendo che non è stato raggiunto il quorum, è un’offesa alla democrazia e a tutti quei cittadini che sono andati a votare. Lo statuto del Comune non prevede alcun quorum per la validità di un referendum. La partecipazione sarebbe stata molto più alta e il risultato ancora più punitivo se il sindaco non avesse ripetutamente bollato il referendum come inutile e come una truffa, e non avesse detto che sarebbe comunque an-


22

UNIVERSITÀ

Marzo 2008

ATENEO. Pochi mesi ancora e Firenze si rifarà il look. Al grido di “più qualità e meno quantità”

Università, forti tagli ai corsi di laurea Augusto Marinelli, rettore dell’Università di Firenze racconta a Il Reporter le novità in arrivo e come cambierà l’ateneo quando verrà messa in atto l’imminente riforma della didattica Giuditta Boeti

O

rmai siamo al rush finale, tra pochi mesi l’università indosserà vesti nuove, con una riforma che ridurrà il numero di corsi di laurea e il numero di esami da sostenere per conseguire il titolo. Per capire meglio come cambierà il volto dell’ateneo fiorentino, abbiamo parlato con il Rettore dell’Università di Firenze Augusto Marinelli. Con la riforma della didattica, ci sarà un risparmio nelle voci di bilancio dell’ateneo? In che misura? «Occorre chiarire che l’obiettivo della riforma della didattica non è tanto di quantità – non riguarda tanto il numero di corsi o il risparmio economico - ma di qualità: migliorerà e diventerà più razionale l’utilizzo dei docenti di ruolo per garantire un’adeguata coper- t u r a degli insegnamenti. Per capirci meglio, bisogna ricordare l’origine dei nuovi cambiamenti: con il decreto ministeriale 270 del 2004 e i decreti ministeriali successivi sono state modificate le classi di laurea e sono stati anche previsti alcuni requisiti rigidi per l’attivazione dei corsi di studio. L’Università di Firenze, seguendo una scelta di qualità, ha deciso di portare per la maggior parte dei casi fino al 70% la quota di crediti formativi universitari che deve essere coperta da docenza di ruolo. E’ ovvio, poi, che ci sarà anche un risparmio economico perché attiveremo un numero assai più contenuto di contratti di insegnamento con personale esterno». La riforma riuscirà a ridurre il numero di studenti fuori corso? Eliminando corsi di laurea “dispersivi”, si riuscirà ad inserire meglio gli studenti nel mondo del lavoro? «Ci siamo posti l’obiettivo di far partire i nuovi ordinamenti al più presto, convinti che

questo sforzo porterà a migliorare e accelerare il percorso formativo degli studenti, riducendo i fuori corso. La semplificazione del panorama dei corsi di laurea, infatti, facilita la scelta degli studenti e il loro orientamento durante gli studi e al momento del collocamento nel mondo del lavoro. Un altro obiettivo della riforma, al quale si lavorerà nei prossimi mesi, con la revisione dei regolamenti didattici dei singoli corsi di laurea, sarà una forte riduzione del numero degli insegnamenti e quindi degli esami, che riordinerà e renderà più scorrevole lo svolgimento degli studi. Naturalmente il singolo studente manterrà il diritto di chiudere il ciclo di studi nel corso in cui si è iscritto, anche se ovviamente l’Ateneo favorirà la trasmigrazione nelle nuovi classi e nei nuovi ordinamenti di studio, passaggio che potrebbe essere molto favorevole per gli studenti. Solo la facoltà di Medicina rimane, per ora, con l’offerta formativa attuale, poiché non sono stati emanati dal Ministero i decreti relativi alle nuove classi di laurea delle professioni sanitarie». La riforma della didattica prevede, dunque, una riduzione dei corsi di laurea e degli esami; possiamo dire quindi “meno corsi ma buoni?” «La riduzione dei corsi di laurea, anche significativa (ci saranno 71 lauree di primo livello e 81 lauree magistrali o di secondo livello, a fronte rispettivamente delle attuali 93 e 108) salvaguarda la ricchezza dell’offerta disciplinare attuale: se i nuovi corsi di laurea saranno meno, potranno però articolarsi al loro interno in curricula, evitando però il frazionamento in singoli corsi di laurea. Il miglioramento della qualità complessiva dell’offerta, è, appunto, lo scopo di tutta questa operazione».

Augusto Marinelli

IL DATO 71 lauree triennali e 81 magistrali Il primo cambiamento si registrerà nel numero dei corsi di laurea: nelle 12 Facoltà dell’ateneo ci saranno 71 lauree di primo livello e 81 lauree magistrali (di secondo livello), a fronte, rispettivamente delle attuali 93 e 108.

Meno corsi di laurea e meno esami La riforma prevede una forte riduzione – all’interno dei corsi di laurea - del numero degli insegnamenti e quindi degli esami, che riordinerà e renderà più scorrevole lo svolgimento degli studi. Nelle lauree triennali infatti è previsto un massimo di 20 esami, per un massimo di 180 crediti; mentre per le lauree magistrali gli esami saranno massimo 12, con un totale di 120 crediti. Naturalmente il singolo studente manterrà il diritto di chiudere il ciclo di studi nel corso in cui si è iscritto.

Solo 3€ al giorno PER L’UTILIZZO DI UNO SPAZIO

ESCLUSIVO

box, ripostigli, depositi per uso temporaneo a tua completa disposizione

Chiama il 328 0564141 845759

i.biz Altrispaz irenze i, 151 - F

Via Tosell Tel.

1 328 056414

TRAINING DI FORMAZIONE PROFESSIONALE 854464


Marzo 2008

23

SPECIALE SALUTE

Per scoprire le allergie test rapidi ed indolori Starnuti a raffica, naso che cola, tosse stizzosa.Quel fastidioso malessere che nei mesi invernali avevamo dimenticato si ripresenta, puntuale come ogni anno, all’arrivo della primavera. Di cosa si tratta? Viene chiamata allergia o ipersensibilitĂ , non è altro che una reazione esagerata dell’organismo verso sostanze ambientali, chiamate “allergeniâ€? in quanto responsabili dello scatenarsi della reazione allergica. Nel nostro paese il 10-20% dell’intera popolazione (quindi all’incirca 7-8 milioni di individui) soffre di malattie respiratorie di tipo allergico e di persistenti disagi e disturbi di cui non sempre riescono a venire a capo. Il primo passo verso la diagnosi di allergia è sempre il colloquio con un buon medico. L’allergologo cercherĂ  di capire, durante il colloquio, i sintomi della reazione allergica, la loro intensitĂ , la loro frequenza, ma anche in quali occasioni essi si presentano, indagando la vita familiare del paziente, la presenza di animali domestici in casa, abitudini alimentari e di vita. Il passo successivo consiste nella conferma della condizione allergica e nella ricerca dell’allergene che scatena la crisi. Abbiamo fatto quattro chiacchiere con il professor Torello Lotti, Direttore dell’UnitĂ  Operativa di Dermatologia complessa all’UniversitĂ  di Firenze, ospitata dalla Casa di Cura Santa Chiara: “I due tipi di esame che solitamente vengono condotti per accertarsi della presenza di un’allergia in corso sono i test

cutanei e gli esami del sangue - ci ha spiegato- tutti possono effettuare test allergologici, adulti e bambini e sarà l’allergologo a decidere quale test è piÚ adeguato all’età e al tipo di allergia sospettata nel paziente, alla sua storia familiare e alla sua storia clinica�.Esistono due tipi di test cutanei, quello percutaneo e quello intracutaneo, ed entrambi si possono eseguire presso l’Isitituto Quisisana Medica di viale Lavagnini. Nei test percutanei i sospetti allergeni vengono strofinati o inseriti in una piccola incisione sulla pelle del paziente, solitamente quella dell’avambraccio. Il test è condotto per piÚ allergeni contemporaneamente e reazioni quali gonfiore moderato ed arrossamento rivelano la reazione agli allergeni presi in considerazione. In un test intracutaneo, invece, l’allergene viene iniettato direttamente sotto pelle: in questo caso si tratta di un esame molto piÚ sensibile e che potrebbe anche dare risultati falsati o produrre reazioni sistemiche.In genere i test cutanei non provocano problemi e non sono dolorosi, anche se un piccolo fastidio può essere avvertito, nei due casi, per il trattamento della pelle nei luoghi di iniezione e di strofinatura. Il grande vantaggio di questo tipo di test è l’immediatezza dei risultati: 20 minuti dall’inizio del test, e altri 30 per osservare eventuali reazioni piÚ forti. Per informazioni e per prenotare i test si può chiamare il numero gratuito 800980505, tutti i giorni dalle ore 8.30 alle ore 20.00.

info@istitutoquisisana.it

Un convegno nazionale sulla sinergia tra sanitĂ  pubblica e privata 107)05-10%:-10%.) ; ! 

%% ! ;105)'%5-0-!)3/)!

      

       

##  $!"    42)3-)0:)(-4-0)3+-%0).4-45)/%/-451().36221-1/- -46.5%5-+)45-10%.-'.-0-'- )4'-)05-*-'- 7)051-0'1341(-%''3)(-5%/)051

! 

#-%.)%341

;   1/% ; !).   ; %9    ; 888+-1/-'1/

Tre giorni per fare il punto sulla sinergia tra sanitĂ  pubblica e privata e portare alla luce i risultati ottenuti in questo campo dal gruppo Giomi nelle sue Case di Cura. Nasce con questa filosofia l’evento nazionale che si terrĂ  a Montecatini Terme dal 6 all’8 giugno, e che vedrĂ  riuniti allo stesso tavolo rappresentanti del gruppo Giomi, UniversitĂ , Regioni e Aziende Sanitarie. Durante l’appuntamento verranno presentate le esperienze portate avanti dal gruppo in tutta Italia, illustrati i risultati raggiunti fin’ora, e tracciati i futuri orizzonti della sanitĂ  pubblica-privata accreditata. “Questo evento-spiega il dottor Francesco Matera, Amministratore Delegato del gruppo Giomi Firenze, e Presidente regionale dell’Aiop- rappresenta un contributo importante nella ricerca italiana di fondere efficienza ed efficacia nella cura del paziente all’insegna della collaborazione tra pubblico e privato.Le esperienze di sinergia maturate in questo scenario hanno portato a molteplici vantaggi per il S.S.N., rilevanti benefici per il paziente e, non ultimi, importanti risultati clinici e scientificiâ€?. La giornata centrale dell’evento sarĂ  sabato 7 giugno e prevede due diversi momenti. Il primo sarĂ  costituito da un dibattito a piĂš voci che lascerĂ  spazio alle testimonianze di dirigenti amministrativi e sanitari di Giomi, ai loro omologhi delle UniversitĂ  e delle Aziende Sanitarie Locali e ai rappresentanti politici delle istituzioni pubbliche. La lista degli invitati è ricchissima: si spazia dal coordinatore nazionale degli assessori per il diritto alla salute, Enrico Rossi, al preside della facoltĂ  di medicina dell’UniversitĂ  la Sapienza di Roma, prof. L. Frati, al suo collega fiorentino, il professor G. Orlandini, all’ ex preside della facoltĂ  di Medicina di Firenze, prof. G. Gensini.. A questa prima tavola rotonda seguirĂ  un Convegno tecnico dedicato ai risultati clinici e scientifici delle sperimentazioni sinergiche avviate da Giomi. A rappresentare l’esperienza fiorentina ci saranno tra gli altri il prof. T. Lotti, il prof F. Casamassima e il prof M. Mascalchi. In rappresentanza della struttura di Latina (Icot) ci saranno il prof. Costanzo e il prof. Della Rocca, mentre per l’ospedale a gestione mista di Cortina, il Codivilla Putti, interverrĂ  invece il dottor Brusegan, e, per finire il prof. Cavalieri rappresenterĂ  lo Iomi di Reggio Calabria. Attesi tra gli altri anche gli interventi della dottoressa A.. SciachĂŹ, presidente dell’ unione Europea Case di Cura e del presidente nazionale Aiop, E.Paolini.

a cura di Gruppo G.I.O.M.I. Firenze


24

Marzo 2008

SPECIALE SALUTE AMBULATORI DELLA MISERICORDIA DI FIRENZE S.R.L - IMPRESA SOCIALE

Via del Sansovino n. 172 • FIRENZE

Tutti i giorni feriali dalle 8.30 alle ore 19.30. Il sabato dalle 8.30 alle 12.30 Il servizio infermieristico di iniezioni intramuscolari si effettua dal lunedì al sabato dalle ore 09.30 alle ore 11.00 PER TUTTE LE SPECIALISTICHE OCCORRE PRENOTARE LA VISITA

Tel. 848/812221 Agopuntura Dr. Rosa Di Lernia Martedì Dalle 15.30 alle 17.30 Allergologia e Immunologia (1) Dr. Francesca Chiarini Lunedì Dalle 16.20 alle 18.00 Dr. Stefano Turchini Giovedì Dalle 09.00 alle 11.00 Angiologia (2) Dr. Nicolina Cavallaro Lunedì Dalle 15.00 alle 17.00 Giovedì Dalle 15.00 alle 18.00 Dr. Angela Terreni Venerdì Dalle 15.00 alle 18.30 Cardiologia (3) Dr. Claudio Poli Giovedì Dalle 15.00 alle 17.30 Dr. Paolo Cecchi Giovedì Dalle 16.00 alle 18.30 Dr. Marco Vinci Venerdì Dalle 15.00 alle 17.00 Sabato Dalle 09.00 alle 11.30 Chirurgia Dr. Riccardo Gattai Giovedì Dalle 18.00 alle 19.20 Chirurgia della mano e della spalla Dr. Enrico Broglia Martedì Dalle 15.00 alle 17.00 Dermatologia (4) Dr. Cesare Filippeschi Lunedì Dalle 14.00 alle 19.10 Giovedì Dalle 09.30 alle 13.30 Dr. Beatrice Magini Lunedì Dalle 09.30 alle 12.00 Martedì Dalle 15.00 alle 19.00 Dr. Cozza Carmela Martedì Dalle 09.00 alle 12.00 Dr. Elena Quercioli Mercoledì Dalle 10.00 alle 13.30 Giovedì Dalle 15.00 alle 17.30 Venerdì Dalle 15.00 alle 18.30 Dr. Laura Fancelli Mercoledì Dalle 14.30 alle 17.30 Dr. Alessandra Di Blasi Venerdì Dalle 09.00 alle 12.00 Dr. Cristina Lucin Sabato Dalle 09.00 alle 12.30 Endocrinologia – Dietologia Dr. Riccardo Mansani Giovedì Dalle 14.30 alle 17.30 Dr. Sandra Silvestri Giovedì Dalle 17.30 alle 19.10

DIRETTORE SANITARIO: DR. ADOLFO BIDDAU ORARIO DI APERTURA:

Gastroenterologia Dr. Maria Chiara Benini Mercoledì Dalle 15.00 alle 18.00 Dr. Ilaria Giangrandi Giovedì Dalle 17.30 alle 19.30 Dr. Ortolani Manuela Venerdì Dalle 15.30 alle 17.40 Geriatria Dr. Polidori Vezio Per appuntamento Ginecologia (5) Dr. Laura Falchi Lunedì Dalle 09.00 alle 11.30 Dr. Palma Berloco Lunedì Dalle 15.00 alle 19.00 Mercoledì Dalle 15.00 alle 19.00 Giovedì Dalle 09.00 alle 13.00 Venerdì Dalle 15.00 alle 19.00 Dr. Laura Giorgi Martedì Dalle 14.00 alle 19.00 Dr. Paola Morelli Venerdì Dalle 09.30 alle 11.30 Neurologia Dr. Paola Ragghianti Mercoledì Dalle 08.30 alle 10.00 Neurofisiologia (6) Dr. Gagliardo Andrea Martedì Dalle 15.00 alle 18.00 Oculistica (7) Dr. M. Antonietta De Giovanni Lunedì Dalle 15.00 alle 19.00 Mercoledì Dalle 15.30 alle 19.00 Sabato Dalle 08.30 alle 12.00 Dr. Saverio Matteini Lunedì Dalle 09.00 alle 11.30 Giovedì Dalle 09.00 alle 11.30 Dr. Dario Di Salvo Martedì Dalle 17.00 alle 19.00 Dr. Marco Ciaramelli Mercoledì Dalle 09.30 alle 12.00 Dr. Giacomo Bacci Mercoledì Dalle 13.00 alle 15.00 Giovedì Dalle 14.00 alle 17.00 Dr. Riccardo Paoletti Perini Giovedì Dalle 17.30 alle 18.40 Dr. Maria Gabriella Rossi Martedì Dalle 09.30 alle 12.30 Venerdì Dalle 09.30 alle 12.30 Dalle 15.30 alle 18.30 Ortopedia

Dr. Filippo Poccianti Lunedì Dalle 08.30 alle 10.00 Dr. Daniele Lazzara Martedì Dalle 17.30 alle 19.00 Giovedì Dalle 09.30 alle 11.30 Dr. Paola D’Orazio Venerdì Dalle 08.30 alle 10.30 Dr. Roberto Virgili Venerdì Dalle 16.30 alle 18.30 Dr. Enrico Broglia Martedì Dalle 15.00 alle 17.00 Otorinolaringoiatria Dr. Pontone Filippo Lunedì Dalle 17.00 alle 18.30 Martedì Dalle 10.00 alle 10.50 Dr Alonzo Attilio Lunedì Dalle 11.30 alle 13.00 Giovedì Dalle 9.00 alle 10.00 Dalle 14.30 alle 16.00 Venerdì Dalle 09.00 alle 10.00 Dr. Faleg Fausto Martedì Dalle 17.30 alle 19.00 Dr. Traversi Luciano Mercoledì Dalle 08.30 alle 09.30 Dr. Ferriero Gennaro Mercoledì Dalle 17.30 alle 19.10 Venerdì Dalle 17.00 alle 18.30 Sabato Dalle 10.00 alle 11.30 Pneumologia Dr. Laura Tinacci Mercoledì Dalle 15.00 alle 18.00 Psicologia Dr. Ana Maria Donanovoa Mercoledì Dalle 17.00 alle 19.15 Giovedì Dalle 08.30 alle 10.30 Dr. Maria Chiara Cecchi Lun-Ven. Dalle 09.00 alle 11.30 Reumatologia Dr. Maria Letizia Conforti Mercoledì Dalle 11.00 alle 14.00 Urologia Dr. Angelo Zucchi Lunedì Dalle 16.30 alle 18.30 Dr. Alessandro Della Melina Giovedì Dalle 16.15 alle 17.15 Terapia delle cefalee infantili Dr. Cinzia Scalas Martedì Dalle 16.00 alle 19.00 Ecografia (8) (anche convenzione) Dr. Scrocca Marco Martedì Dalle 08.00 alle 14.00

Dr. Giovanni Branco Giovedì Dalle 08.00 alle 12.00 PRESTAZIONI IN CONVENZIONE: Ecografie: addome superiore, inferiore e completo, transvaginale, transrettale, tiroide, capo e collo. Dr. Marco Scrocca martedì 08.00-13.00 Dr. Giovanni Branco giovedì 08.00-12.00 Dr. Gabriele Faralli venerdì 14.00-16.00 Cardiologia: visita cardiologica, elettrocardiogramma, ecocardiogramma. Dr. Paolo Cecchi giovedì 15.00-17.00 1) Allergologia: prove cutanee – patch test – vaccini (2) Angiologia: ecocolordoppler: carotideo vertebrale; arterioso e venoso arti inferiori; aorta addominale; arterie renali (3) Cardiologia: Elettrocardiogramma – Ecocardiogramma Ecodoppler cardiaco - Holter Cardiaco e pressorio – E.C.G. sotto sforzo (cicloergometro) (4) Dermatologia: Diatermocoagulazione - Laser dermatologico - Esame micologico (5) Ginecologia e Ostetricia: Colposcopia – Eco transvaginale – Eco pelvica transaddominale – Ecografia per test di screening I trimestre (I test) - Ecografia ostetrica di screening (I-II-III trim.) (6) Neurofisiopatologia: Elettromiografia (7) Oculistica: Campimetria (8) Ecografie: Addome: superiore, inferiore e completo*; pelvica*; osteo-articolare; capo e collo*; tiroidea*; paratiroidi e ghiandole salivari; tegumenti e parti superficiali; testicolare; transrettale*; mammaria; transvaginale*; in gravidanza * anche in convenzione Si prega di segnalare all’operatore la necessità di eventuali esami diagnostici al momento della prenotazione

NUOVO CENTRO POLISPECIALISTICO POLIMEDICO SCANDICCI

RESP. BLOCCO OPERATORIO: Dr. Alessandro Pellegrini RESP. CHIRURGIA ORTOPEDICA: Dr. Marco Pietri

strutture pubbliche vuole essere un punto di riferimento medico-specialistico in cui si possono trovare risposte alle esigenze individuali di ogni utente e per ogni età, in tempi rapidi.

SPECIALISTI IN: Angiologia Cardiologia Chirurgia plastico-estetica Dietologia Ecografia Endoscopia digestiva e urologica Geriatria e Fisiatria Ginecologia ostetrica

Logopedia Medicina perinatale Oculistica Oncologia Ortopedia Psichiatria Psicologia Urologia

SCANDICCI - LOC. LE BAGNESE Via F. Gioli, 5/11 TEL 055 5270230

All’interno della struttura si trovano diverse specializzazioni mediche e chirurgiche, con disponibilità di sala operatoria per piccoli interventi ambulatoriali, sotto la responsabilità di un anestesista professionista, e una palestra dedicata alla riabilitazione fornita di tutte le attrezzature necessarie. 909559

Il Polimedico Scandicci nasce in seguito ad un’attenta analisi territoriale e di esigenze della popolazione residente in Firenze, Scandicci e zone limitrofe. Complementare alle già esistenti

DIRETTORE SANITARIO: Dr. Pasquale Bacco

ORARIO DI APERTURA, TUTTI I GIORNI DAL LUNEDI AL VENERDI DALLE 08,30 ALLE 19,30 IL POLIMEDICO È FORNITO DI PARCHEGGIO PRIVATO, AD USO ESCLUSIVO DEI CLIENTI.


25

Marzo 2008

SPECIALE SALUTE

Dott. Marco Giannelli MEDICO CHIRURGO SPECIALISTA IN ODONTOSTOMATOLOGIA Via dell’Olivuzzo, 162/164 Firenze

Tel. 055 701665 IL TUO MEDICO ON-LINE: CONTATTA IL DOTT. GIANNELLI

dott.giannellimarco@dada.it www.studiodottorgiannelli.it 897857

IL CENTRO ACUSTICO PIÙ VICINO A CASA TUA? DIRETTAMENTE AL TUO DOMICILIO, GRATUITAMENTE...SEMPRE! MISURAZIONI, PROVE, ASSISTENZA GRATUITA AL TUO DOMICILIO. 862525

OGGI PRESENTIAMO: Starkey Destiny 1600 L’apparecchio più automatico al mondo realizzato con tecnologia nFusion con le seguenti caratteristiche: ACTIVE FEEDBACK INTERCEPT (AFI) Il sistema di cancellazione del feedback (fischio) più efficace attualmente a disposizione del mercato ACOUSTIC SIGNATURE Un sistema di gestione del suono in grado di individuare,classificare ed adattarsi ai diversi ambienti sonori in modo impercettibile DIRECTIONAL SPEECH DETECTOR Offre una direzionalità superiore e un rumore di fondo ai livelli più bassi della storia dell’apparecchio acustico INDICATORI VOCALI-AUTODIAGNOSI TELEFONO AUTOMATICO

CHIAMA IL n° 055 212447 per fissare la tua visita GRATUITA al Tuo domicilio

Da oltre 20 anni il nostro Centro aiuta i fiorentini a migliorare il proprio udito trovando insieme la soluzione più adatta alle singole esigenze Applicazione protesi acustiche delle migliori marche in PROVA GRATUITA Assistenza GRATUITA al Tuo domicilio SEMPRE Fornitura protesi acustiche agli invalidi civili/del lavoro a carico del Servizio Sanitario Nazionale/Inail Pagamenti rateali (rate piccolissime perché tutti hanno diritto a sentire meglio) I.V.A. agevolata (4%) - Recupero fiscale del 19% Insieme al paziente 24 ore su 24 grazie alle nuove protesi che monitorizzano tutto ciò che accade durante l’uso e avvertono vocalmente quando è necessario effettuare le visite di controllo.

CENTRO ACUSTICO RICASOLI - v. Ricasoli 24-26/R - FIRENZE Tel. 055 212447 - 055 215259 www.audioprotesisti.com


PROVINCIA

27

Marzo 2008

VIABILITA’. La Provincia ha presentato il “bilancio” delle opere di miglioramento della strada

Fi-Pi-Li, i cantieri stanno per chiudere Con qualche settimana d’anticipo rispetto a quanto previsto, i lavori su alcuni tratti della superstrada si avviano a conclusione. I primi saranno quelli tra Lastra a Signa e Ginestra fiorentina Federico Attamauri

I

lavori sulla Firenze-Pisa-Li- vori, secondo il cronoprogramma vorno sono quasi finiti. Dopo iniziale, sarebbero dovuti finire nel gli inevitabili disagi patiti da- mese di maggio, ma le lavoraziogli automobilisti, si avvicina ni sono in anticipo e quindi entro il momento in cui molti punti della maggio sarà possibile realizzare superstrada appariranno come nuo- anche i lavori aggiuntivi necessavi. Per primi saranno smontati i can- ri per il risanamento profondo del tieri che hanno interessato il tratto tratto Firenze viale Etruria-Scantra Lastra a Signa e Ginestra, una dicci che inizialmente non erano chiusura che tra previsti nel progetl’altro arriva con Renzi: to”. L’accelerazioqualche settimana Entro fine marzo, ne sul cronoprod’anticipo rispetto gramma nasce dagli 10 chilometri alle previsioni inisforzi dei lavoratori di strada saranno ziali. “Entro il 30 che operano giorno come nuovi marzo libereremo e notte sulla supercirca dieci chilostrada (a fine febmetri, di fatto termineranno tutte le braio erano una quarantina a settilavorazioni in quel tratto”, spiega mana, dislocati su quattro cantieri il presidente della Provincia Mat- diversi) con fresatrici, vibrofinitrici teo Renzi, che nel mese scorso ha e altri mezzi. “Finora le squadre effettuato un sopralluogo notturno hanno lavorato quarantadue notti”, nei cantieri lungo la Fi-Pi-Li. “I la- commenta Renzi. “Anche per que-

sto siamo in anticipo sulle scadenze previste, grazie allo sforzo di tutti e in particolare delle imprese impegnate sui cantieri. Non è consueto vedere delle opere giungere a conclusione senza che siano lievitati i tempi di consegna e i costi”. Quello degli operai è stato un lavoro non solo rapido ma anche innovativo, perché nei rifacimenti sono state utilizzate tecniche all’avanguardia per garantire l’eco-compatibilità degli interventi. Sono stati usati il cosiddetto “bitume schiumato”, che ha permesso di riciclare i vecchi conglomerati, e nuovi materiali eco-efficienti in grado di ridurre gli agenti inquinanti sia durante i lavori che ad opera ultimata. Grazie a questa combinazione, è stato calcolato un abbattimento del 100 per cento dei fumi, del 50 per cento delle polveri, del 40 dell’anidride

Un sopralluogo notturno del presidente Renzi al cantiere della Fi-Pi-Li

carbonica e del 30 dell’energia utilizzata durante la posa del nuovo manto stradale. Fino ad oggi, i cantieri aperti hanno consentito di stendere più di 100mila metri quadrati di asfalto drenante fonoassorbente. Alcuni interventi, come quelli per

la posa dei cavidotti per fibra ottica e il deflusso delle acque, hanno obbligato la Provincia a chiudere trentacinque volte i tratti interessati della superstrada. Tutte le chiusure, comunque, sono avvenute durante le ore notturne.

I DATI

67 MILIONI

110 KM/H

486 INCIDENTI

A

questa cifra ammonta l’intervento di ampliamento del tratto della Fi-Pi-Li compreso tra Ginestra Fiorentina e Empoli est. L’opera, che attualmente è in fase di progettazione, porterà all’allargamento della sede stradale da 14 a 25 metri e alla realizzazione delle corsie d’emergenza. Un altro intervento su questo tratto della superstrada è il miglioramento dello svincolo di Empoli Est, in corso di realizzazione: i lavori termineranno nella primavera del 2009, il costo previsto è di 7,7 milioni di euro.

S

ono 486 quelli avvenuti sulla Firenze-Pisa-Livorno nel corso del 2007. L’anno precedente erano stati un po’ di più (501), ma è soprattutto il bilancio dei sinistri mortali a far guardare al futuro con maggiore tranquillità. Se nel 2001 sulla superstrada persero la vita 11 persone e nel 2003 dodici, nel 2006 le vittime sono scese a tre: una riduzione del 75 per cento. “I miglioramenti sono tangibili e i cittadini se ne sono accorti”, commenta il presidente della Provincia Renzi.

L

a Provincia chiederà al ministero delle Infrastrutture di alzare il limite di velocità su alcuni tratti della Fi-Pi-Li, come quello Firenze-Ginestra ed Empoli ovest-Empoli est. Oggi il limite su tutta la superstrada è di 90 chilometri orari, ma la giunta provinciale è convinta che si possa portarlo a 110 perché, una volta conclusi tutti i lavori di riasfaltatura e miglioramento, la strada sarà più sicura. Il rifacimento del tratto empolese è già stato completato, quello tra Firenze e Ginestra dovrebbe concludersi in primavera.

854461

VIA A.F.DONI 4E/R - FIRENZE Tel. 055 3200941 - Fax 055 3216639 E-Mail - info@sanifarma.eu www.sanifarma.eu

VASTO ASSORTIMENTO DI ARTICOLI SANITARI ORTOPEDIA CALZE E CINTURE ELASTICHE BUSTI AUSILI PER ANZIANI E DISABILI APPARECCHI ELETTROMEDICALI FONDUE FROMAGE, a centro tavola, pentolino di ghisa smaltato contenente la fusione di più formaggi che possono essere dai più delicati e dolci come Gruviere, Appenzeller ed Emmenthal ai più saporiti come il Vacherin o con tartufi o funghi. Le nostre Fromage si gustano con cubetti di baguette di giornata e tostati, fettine di mele pere, patate novelle al vapore e crudité tagliate a julienne. Il tutto molto sfizioso.

APERTI tutti i giorni dalle ore 20:00 chiusi lunedì

BOURGUIGNONNE a Centro Tavola, pentolino di rame contenente olio caldo, nel quale andiamo a scottare con forchettina a due punti cubetti di filetto di manzo francese magrissimo. Scottatura veloce, per poi insaporire la carne con salse di nostra produzione e stuzzichi.

Aperti il 24 Dicembre e il 31 Dicembre con menù alla carta prenota subito

VENDITA DI FARMACI DA BANCO E DI AUTOMEDICAZIONE RIMEDI OMEOPATICI. (UN FARMACISTA VI ASSISTERA’ NELL’ACQUISTO). SPORTELLO C.U.P CONVENZIONATO PER PRENOTAZIONI DI VISITE ED ESAMI 880584


28

SOCIETÀ

Marzo 2008

INCHIESTA/1. La nostra regione tra le più attive in Italia per presenza di gruppi satanisti

Le sette sataniche abitano tra noi Dalla Toscana arriva il maggior numero di richieste d’aiuto al numero verde antisette e tracce dell’attività di questi “gruppi” sono state trovate a più riprese anche a Monte Morello e Fiesole. Segnali sempre più evidenti di un mondo sommerso che tenta di affiorare Benedetta Strappi

U

no si immagina uomini incappucciati, cro- ritrovano coinvolti anche ragazzini di undici anni”. E ci rovesciate, la musica tetra che ha il ritmo se lo dice, è perché lo sa per esperienza diretta. Perché della morte. E pensa che sia tutto estrema- l’Osservatorio (che ha la sua sede principale a Firenmente lontano, qualcosa da profonda fore- ze) raccoglie le telefonate e le richieste di aiuto dei gesta, che odora un po’ di medioevo. E invece basta una nitori. “Ogni mese- spiega Santovecchi - abbiamo due conversazione con qualcuno che di questi argomenti o tre nuove segnalazioni. Arrivano dalla Toscana, ma se ne intende, per capire che fenomeni come quello anche dal resto d’Italia”. In Italia le Sas (le Squadre del satanismo sono qualcosa di estremamente urba- Anti Sette interne alla Polizia istituite nel 2006) nei no.Qualcosa che aspetta i ragazzini fuori dalle scuole, primi sei mesi della loro attività hanno rilevato la predentro le maglie di Internet, persino alle fiere, non im- senza di 8 mila gruppi diversi di satanisti con 600 mila porta se sono di magia o di innocentissimi fumetti. Il affiliati in tutto. Difficile quantificare quanti di questi satanismo, e in generale i cosiddetti “culti abusanti” siano in Toscana, ma la loro presenza, solida, sul ter(quelli che cioè fanno leva sulla debolezza delle per- ritorio è certa. Le tracce compaiono spesso, anche se sone per manipolarle) sono di un’attualità scottante, chi è impegnato a cercarle non ne racconta i dettagli anche se ogni tanto si smette di parlarne. Presenti, ben per ovvie ragioni. Sul Monte Morello come nella zona nascosti. Vicini. Se ti viene voglia di chiedere a qual- di Fiesole, in Casentino come in provincia di Prato e che esperto come sia messa, sotto questi aspetti, la no- Pistoia. In vecchie chiese abbandonate, nei cimiteri, in stra regione, ti senti rispondere con un sorriso amaro: prossimità dei monasteri. “Si spostano spesso- chia“La Toscana gode di ottima salute”. Che, fuor di me- risce l’esperta - dopo aver utilizzato un luogo per i tafora, significa che dalle nostre parti i gruppi di stam- loro riti non ci tornano per un po’, lo lasciano “fredpo satanista e occultista prosperano e trovano terreno dare”, e prima di sceglierne uno nuovo lo monitorano fertile. Basta un dato a fare la spia:il numero maggiore per giorni”. Sembrano cose lontane. Non lo sono. Ma di telefonate al numero del Servizio Anti Sette Occul- come succede di ritrovarsi coinvolti in una setta?: “Lo schema di reclutamento si ripete te arriva proprio dalle terre del come una costante in tutti i culgranducato (seguite a ruota da Dopo aver usato ti abusanti- spiega - il soggetto Emilia Romagna ed Umbria). un luogo per i riti viene prima convinto di aver Patrizia Santovecchi, fiorennon ci tornano per un po’ bisogno di qualcosa, gli si protina, è presidente dell’Onap, mette benessere, gli si consiglia l’Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici. È una studiosa, e grande esperta di culti il comportamento da seguire”. Chi cade nella rete di abusanti ai quali ha dedicato diversi libri. L’ultimo, questi “gruppi”, satanisti e non, viene “modellato”, pubblicato poche settimane fa, si chiama “Satanisti” istruito a rispettare determinate regole interne al gruped è una fotografia puntuale di questo fenomeno sci- po. E così succede che si allontana dalla famiglia, davoloso, talmente scivoloso che in Italia manca una leg- gli amici. E diventa parte di un meccanismo violento, ge chiara per imbrigliarlo. Alla Santovecchi abbiamo straniante, dal quale è molto difficile uscire. E per il chiesto aiuto per capire come funziona questo mon- quale, anche dall’alto, si può fare ben poco: “In Italia do, sommerso, che balza alle cronache solo quando manca una legge sulla manipolazione mentale, come avvengono fatti tragici come quelli legati alle Bestie invece esiste in Francia, Germania e Belgio. Bisogna di Satana: “Per quanto riguarda il satanismo – spiega stare attenti persino a come si definiscono questi culti. - c’è da dire che fino a dieci anni fa venivano reclutati Basti pensare che a Bologna i “Bambini di Satana” si ragazzini intorno ai 16 anni. Oggi l’età è scesa, e si sono costituiti come s.r.l.”.

898615

Stufe • Forni • Combustibili e

Condizionamenti TUTTO PER IL TUO CONDIZIONAMENTO... CALDO E FREDDO PER LA TUA CASA E LA TUA ATTIVITA’ COMMERCIALE

IL PERICOLO CORRE ANCHE SUL WEB

I

l reclutamento di nuove leve per gruppi occultisti e satanisti avviene anche sul web. Ci sono miriadi di siti internet che si occupano in diversa misura di esoterismo, satanismo, magie di tutti i colori. Alcuni sono impenetrabili, le pagine non si aprono, spesso e volentieri bloccano il computer. Ma basta spulciarne qualcuno, in cui qualcosa trapela, per capire le proporzioni del fenomeno. “Vorrei entrare a far parte di una setta o congrega luciferina, abito a Livorno vi prego rispondetemi”, scrive un’anonima su un sito, nella sezione annunci. Ancora, più agghiacciante: “Salve sto cercando un gruppo o persona che sia interessata/ti ad iniziarmi al satanismo. No perditempo, x Livorno e toscana disposta ad incontrare di persona lo desidero da molto tempo, non deludetemi, x contatti”. Segue, imprudente/B.S. mente, numero di cellulare.

868701

Londa una terrazza sul lago

INCREDIBILE PROMOZIONE SU

TERMO-FUNGO a GAS

IN COMODATO D’USO PER 4 MESI CON 16 BOMBOLE GAS DA 15 KG PAGABILI ANCHE IN COMODE RATE da €120 al mese PIÙ SERVIZIO DI CONSEGNA A DOMICILIO E MONTAGGIO INIZIALE

GRATUITO!!!

CLIMATIZZATORI DA AMBIENTE

• Fino al 35% risparmio consumo energetico

• Minimi ingombri e bassa rumorosità • Installazioni certificate

A SOLI

€ 480

Ser vizio GAS a domicilio

FINO AL

55%

DI DETRAZIONE FISCALE

• Funzione caldo/freddo • Da arredo

• Servizio a domicilio Pellet • Legna • Vendita combustibili petrolio, kerosene, carboni in genere, gas liquidi APERTO tutti i giorni dal lunedi al sabato CHIUSO mercoledi pomeriggio

Viuzzo di Porto, 11 - Olmo (Scandicci) Tel. 055 721540

CONS E SETT GNA EMBR E 2008

A 500 mt dal centro del paese

VENDESI VILLETTE TRIFAMILIARI IN COSTRUZIONE. Ingresso indipendente, doppi servizi, grande terrazza vista lago, giardino privato, garage doppio. Personalizzabili. Agenzia Immobiliare

Studio Toscano

€ 240.000

055 8351541


SOCIETÀ

29

Marzo 2008

L’INCHIESTA/2. Spunti e piste da seguire. Sulle tracce dell’occulto: da Santa Croce a Palazzo Vecchio

Incantesimi e stregonerie fiorentine Enrico Baccarini, autore di “Firenze, esoterismo e mistero”, racconta il sottobosco misterioso della città del giglio Giuditta Boeti

“N

on tutti sanno che Firenze, durante il Medioevo, fu la capitale dell’esoterismo. Che ci fu una città gigliata occulta e misteriosa che tanti ignorano. Una Firenze nascosta, esoterica, che nasconde piccoli e grandi misteri che persino molti fiorentini neppure immaginano. Una città che porta con sé strane morti del granduca Federico I de’ Medici e del giovane Pico della Mirandola. Del Dante templare e della Massoneria, della “Madonna del disco volante” e di quella “del parto”. E ancora di misteri cifrati nei dipinti e nei manoscritti, delle torture atroci e infernali del Bargello”, parola di Enrico Baccarini, autore del libro “Firenze, esoterismo e mistero” (editoriale Olimpia). Una Firenze ricca di enigmi e segreti che corrono lungo il filo della storia, si diceva, ma oggi com’è cambiato il fenomeno dell’esoterismo? “Oggi – spiega Baccarini – assistiamo per lo

più ad una distorsione grezza, seppur rigorosa, delle religioni; confondiamo l’esoterismo con i molteplici movimenti religiosi, con la magia a fine di lucro, con pratiche di culto come le sette sataniche che non sono altro che alterazioni del pensiero”. Eppure oggi, soprattutto tra i più giovani, il mondo esoterico incuriosisce, incanta e spesso inganna. “L’universo dell’occulto e del mistero – continua l’autore – ha sempre affascinato e stregato gli uomini”. È un fascino che il termine esoterico si porta dietro, già dal suo significato letterario indicando le dottrine di carattere segreto i cui insegnamenti sono riservati agli adepti, ai quali è serbata la possibilità della rivelazione della verità occulta, del significato nascosto che innalza l’uomo ad una conoscenza sovrannaturale. Ma dall’esoterismo alla magia il passo può esser breve e sicuro. “È bene distinguere – evidenzia Baccarini - la cialtroneria di presunti maghi ed esorcisti, da un percorso filosofico pratico,

CURIOSITÀ

Tracce e testimonianze di esoterismo a Firenze Riferimenti massonici già ai tempi di Francesco I

Il granduca cercava l’antidoto ad ogni veleno

“Nello studiolo alchemico del granduca, adiacente alla Sala dei Cinquecento in Palazzo Vecchio, ci sono quadri con chiari riferimenti a quell’ordine che successivamente sarebbe stato denominato “Massoneria”. “Quest’ordine iniziatico – spiega Enrico Baccarini – è di origine inglese, ma si sviluppò a Firenze nel Settecento, quando la città del giglio contava la presenza di 30 mila inglesi su una popolazione di 100 mila abitanti. Erano i primordi, la massoneria vera e propria nacque nell’Ottocento”.

“Pare che Francesco I si facesse portare un grosso quantitativo di scorpioni e assumesse anche piccoli quantitativi del loro veleno tutti i giorni, per immunizzarsi. Malgrado il granduca cercasse un antidoto per tutti i veleni, pare che morì avvelenato. Morte strana – conclude Baccarini - come quella di Pico della Mirandola, forse avvelenato da Marsilio Ficino”.

che prende le mosse dagli stessi scopi della religione e della scienza: capire chi siamo, da dove veniamo e dove stiamo andando. Sempre più spesso, però, i ragazzi confluiscono nelle sette per la promessa di un potere magico e di un sapere segreto o semplicemente per un’insoddisfazione nei confronti della vita, per il desiderio di evadere dalla quotidianità. E Firenze, ancora oggi, vanta un primato con l’alta presenza di adepti e sette sataniche di ogni genere”. Ma per tornare ai misteri che la nostra città cela tra le sue strade e i suoi palazzi, qual è il percorso da seguire per scoprire la Firenze occulta e misteriosa? “Innanzitutto, una visita al Battistero dove c’è un’iscrizione palindroma, che si può leggere in qualunque direzione e rimane identica. Una scritta che richiama tutta una serie di concetti di elevazione spirituale. E poi ancora nella Cappella dei Magi di Palazzo Medici Riccardi si può osservare uno dei paggi che segue uno dei re Magi, che lo studioso Mario Valdes identificherebbe col giovane Vlad Tepes, ossia l’uomo che ispirò il personaggio di Dracula. Poi al Bargello che nelle sue segrete fu luogo di atroci torture. In Santa Croce davanti alla quale fu bruciato il negromante Cecco d’Ascoli, occultista che si dedicava all’esoterismo nero. E ancora lo “Studiolo Alchemico” in Palazzo Vecchio, fatto realizzare dal granduca Francesco I de’ Medici, che qui coltivava i suoi interessi in solitudine, tra i quali le scienze, le arti di trasformazione della materia e l’alchimia. Non solo. Dietro ogni pannello si trovano armadi, che conducono ad altre stanze segrete nelle quali il granduca si ritirava alla ricerca di “elisir di lunga vita”.

886320

TUTTO PER

Basta una L’ACQUARIOFILIA presa di MANUTENZIONE corrente e la A DOMICILIO natura entra CONCESSIONARIO in casa tua DUPLA • ACQUARI E PESCI TROPICALI DI ACQUA DOLCE E MARINA • COSTRUZIONI ACQUARI SU MISURA • PIANTE ED ACCESSORI

864593

300MT.- USCITA FI-SUD - FIRENZE Via di Ripoli, 259 Zona Viale Europa www.seaworldaquarium.it

Tel. 055 6531556


30

SOCIETÀ

Marzo 2008

PORTAFOGLI SGONFI. L’offerta della grande distribuzione: piani finanziari per dilazionare la spesa

Adesso lo shopping si fa “a rate” I contanti sono sempre meno utilizzati per fare acquisti importanti, si punta sui pagamenti rateizzati Caterina Gentileschi

C’

erano una volta i contanti. Ora l’economia langue, i portafogli degli italiani si svuotano e l’unica “oasi” all’orizzonte sembrano i pagamenti rateizzati, che non prosciugano i conti in banca ma li risucchiano poco per volta. Ma attenzione, è solo un miraggio. Prendiamo una coppia media, standard. Due stipendi medio-bassi e tanta voglia di costruire una vita “normale”. Una famiglia. Forse un figlio, chissà. Per prima cosa serve una casa. E per avere una casa serve, sempre più spesso, un mutuo. Poi servono mobili, elettrodomestici, un’auto e tutto il necessaire tecnologico per soddisfare le esigenze dei tempi moderni. La grande distribuzione offre prezzi vantaggiosi e promozioni da capogiro oltre alla sempre più diffusa possibilità di dilazionare la cifra spesa per gli acquisti. Manifesti e flyer pubblicitari attraggono l’attenzione promettendo tassi agevolati e la garanzia di un pagamento distribuito equamente in un lasso di tempo che va da 6 a 60 mesi, a seconda dell’azienda e dell’importo. Ma non è tutto così semplice. Mediaworld, distributore tedesco di elettrodomestici e elettronica con un grosso punto vendita a Scandicci, promette a chi spende un minimo di 240 euro un piano finanziario agevolato e dilazionabile in periodo che va da 6 a 24 mesi. “Il tasso di interesse – spiega un’impiegata – dipende dal periodo. Ci sono momenti in cui mettiamo a disposizione del cliente offerte a tasso 0 e altri momenti in cui si

trova un tasso d’interesse basso”. Si, dipende dalla finanziaria, cioè da quella banca che anticipa i soldi all’azienda. Gli stessi soldi che il cliente rimborserà alla banca in “comode rate” comprensive di scomodi interessi. Findomestic e Agos sono due delle banche specializzate in credito al consumatore, convenzionate con la quasi totalità dei negozi. Questo sistema - apparentemente semplice ma in realtà abbastanza macchinoso – vale per tutta la grande distribuzione. Stesse regole con piccole differenze valgono da Euronics, Unieuro, dove se compri un frigorifero, un forno, un cellulare e una fotocamera penderà sul conto in banca un salasso mensile che alleggerirà notevolmente lo stipendio. Expert avvisa che “il tasso è lo 0 per cento ma ci sono delle spese istruttorie per aprire la pratica”. Anche questa è una regola che vale per tutti, indistintamente, ma non è quasi mai comunicata con chiarezza. Procedura identica per tutti i grandi negozi di arredamento, con la sola differenza che i siti internet dei mobilifici sono un po’ più esplicativi riguardo alle caratteristiche dei finanziamenti. Da Ikea avvisano che gli interessi variano a seconda del numero di rate e del finanziamento prescelto. Idem per Mondo Convenienza e Emmelunga. Stesso trattamento se si decide di acquistare un’automobile: basta presentare un documento di identità, l’ultima busta paga, il codice fiscale e il gioco è fatto. Poco per volta, senza accorgersene, si saldano i debiti con la banca. E si dice addio ai cari, vecchi risparmi.

LA SCHEDA

COMUNICATO

AI SENSI DELL’ARTICOLO 7 COMMA 1 DELLA LEGGE N. 28 DEL 22 FEBBRAIO 2000 “Disposizioni per la parità di accesso ai mezz’idi informazione durante le campagne elettorali e referendarie e per la comunicazione politica” La società Web & Press edizioni Srl editrice del mensile di informazione Il Reporter di Firenze e Fiesole, nelle edizioni attualmente pubblicate e in quelle che dovessero essere pubblicate da qui all’11 Aprile 2008, a norma del D.lgs 20.12.2003, n.533 e successive modificazioni e della legge n.28 del 22.02.2000, comunica le CONDIZIONI che intende applicare PER LA DIFFUSIONE DI MESSAGGI POLITICI ELETTORALI PER LE ELEZIONI DELLA CAMERA DEI DEPUTATI E DEL SENATO DELLA REPUBBLICA INDETTE PER I GIORNI 13 E 14 APRILE 2008 AI SENSI DELL’ARTICOLO 5 DEL DECRETO LEGGE 14 febbraio 2008, AVENTE PER OGGETTO “Disposizioni urgenti per lo svolgimento delle elezioni politiche ed amministrative nell’anno 2008” approvato dal Consiglio dei Ministri 14 febbraio 2008, n. 91 e in attesa di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Agli annunci pubblicandi di tutti i partiti, di tutte le liste, di tutti i movimenti politici e di tutti i candidati verranno applicate le seguenti tariffe in Euro che si debbono intendere al netto dell’Iva al 4% prevista dalla normativa vigente: LISTINO ELETTORALE FORMATI

Edizione Firenze + Fiesole

Edizione Firenze

Edizione Fiesole

Pagina Intera

€ 4.800,00

€ 4.200,00

€ 1.200,00

Mezza Pagina

€ 3.500,00

€ 3.000,00

€ 900,00

27 Moduli

€ 3.000,00

€ 2.500,00

€ 750,00

La pubblicazione degli avvisi alle tariffe sopra indicate è prevista, per tutti i numeri in diffusione dal 21.02.2008 sino all’ultimo numero consentito dalle previsioni normative prima della consultazione elettorale cui detti avvisi fanno riferimento. Tutti i soggetti politici aventi diritto avranno garantita la parità di accesso agli spazi per i messaggi politici elettorali. Il criterio di accettazione delle prenotazioni si basa sul principio della progressione temporale e saranno pubblicati tutti gli annunci pervenuti e conformi alle previsioni del documento analitico di cui più sotto sino ad esaurimento degli spazi riservati ai messaggi politici elettorali. Sono ammesse soltanto le forme di messaggio politico previste dalla normativa vigente ed in particolare dall’art. 7 comma 2 della legge n. 28 del 22.02.2000. Tutte le inserzioni devono recare la dicitura “messaggio politico elettorale” ed indicare il soggetto politico committente. Non sono previsti sconti di quantità né sconti o provvigioni di agenzia.

Più trasparenza per i consumatori

È

stata approvata lo scorso gennaio la normativa europea che garantisce maggiore trasparenza sul credito al consumo. L’obiettivo della direttiva è di creare un mercato unico per i prestiti che dovrebbe favorire la concorrenza. A questo scopo stabilisce l’obbligo per gli enti finanziatori di consegnare un modulo standard (Seci - Standard european credit information) che riassume le condizioni e i costi del finanziamento (il nuovo Taeg sarà comprensivo di tutte le spese) e permette di confrontare le offerte sul mercato e scegliere la più conveniente. La normativa europea prevede inoltre che nel credito al consumo rientri anche lo scoperto di conto corrente e propone un ampliamento del campo di applicazione a tutti i prestiti che abbiano un valore massimo di 75.000 euro (contro i circa 31.000 euro attuali). La direttiva introduce anche una riduzione dei costi per l’estinzione anticipata del prestito. Il consumatore avrà 14 giorni di tempo per cambiare idea e annullare l’impegno firmato e, nel caso di prestiti finalizzati, se si recede dal contratto di acquisto si recede anche dal finanziamento.

Firenze, la più ricca della Toscana

Il pagamento dovrà essere effettuato anticipatamente all’accettazione dell’ordine di pubblicazione. Il materiale per la pubblicazione dovrà pervenire completo del nome dei richiedenti ed il materiale di stampa agli uffici della Web & Press Edizioni non meno di 10 giorni lavorativi prima della data di pubblicazione dell’annuncio. L’Editore si riserva di integrare e/o modificare il presente comunicato preventivo ove necessario a seguito della pubblicazione delle delibere dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni di attuazione della legge n. 22 febbraio 2000 n. 28. E’ stato predisposto un documento analitico a disposizione di chiunque abbia interesse a prenderne visione, depositato presso la redazione in Via Kassel, 17/7 Firenze. Le richieste di preventivi e/o pubblicazioni dovranno essere indirizzate alla Web & Press Edizioni Via Kassel, 17/7 50126 Firenze – 055.68.22.1 – 848.80.88.68 – Fax 055.68.22.336.

U

n reddito pro capite superiore alla media italiana e un aumento del 3,5% previsto da qui alla fine dell’anno. Questi i dati dell’Osservatorio Findomestic per il 2007. Dati che segnalano la scarsa predisposizione dei toscani a spendere nei beni durevoli. Firenze si piazza in pole position come la provincia con il reddito più alto della regione (22.201 euro pro capite). I fiorentini acquistano volentieri elettrodomestici da cucina e elettronica di consumo (tv, hi-fi, lettori mp3, navigatori satellitari). Minore attenzione per le automobili che, durante lo scorso anno, hanno subito un calo tra i compratori a rate.


TRASPORTI

Marzo 2008

31

IL PROGETTO. Cellule fotovoltaiche, 40 banchi check-in e una superficie quasi raddoppiata

L’abito nuovo dell’aeroporto Vespucci 25 milioni di euro per riqualificare l’aeroporto della città. Per trasformarlo in un crocevia funzionale ed esteticamente gradevole. Ancora due anni d’attesa prima della conclusione dei lavori Giulia Coli

P

eretola si rifà il look. Curando i dettagli e dando spazio a nuove tecnologie. Ma soprattutto mettendosi in mano ad un team di professionisti di prim’ordine. L’Aeroporto di Firenze si prepara ad un’opera di riqualificazione. Un lavoro che AdF S.p.a. ha affidato al noto studio di architettura Pascall+Watson Architects Limited che lavora al progetto in sinergia con la società di ingegneria Ausglobe Formula S.p.A. È questa la squadra che ha vinto il concorso internazionale di idee per il concept architettonico esterno dell’aerostazione “Amerigo Vespucci”. È dal 2006 che lo scalo fiorentino è in fase di cambiamento e entro la fine del 2010 i lavori dovrebbero essere completati. Il progetto per il restyling esterno si inserisce nel piano investimenti del rifacimento del terminal per il quale sono stati stanziati 25 milioni di euro. “L’aeroporto è la porta di accesso alla città – ha detto

Michele Legnaioli, presidente di AdF – deve essere funzionale e semplice dal punto di vista logistico, ma abbiamo investito in qualcosa che fosse anche bello”. La nuova aerostazione si caratterizzerà per le sue linee essenziali, le soluzioni tecnologiche e la sua connotazione internazionale, pur mantenendo forti gli elementi che la legano al territorio fiorentino. Cellule fotovoltaiche saranno istallate sulla facciata e sul tetto per il risparmio di check-in rispetto ai 23 oggi presenti. energia. Il verde sarà il colore del tet- Alla fine dei lavori lo scalo potrà acto, che aumenterà le capacità fonoi- cogliere fino a 3 milioni di passeggeri, solanti della copertura e diminuirà lo contro i 2 milioni e 200 mila di oggi scambio termico fra e la superficie sarà l’interno e l’esterno di 3660 metri quaÉ la porta dell’aerostazione. di accesso alla città. drati, 2210 in più L’aeroporto di Firispetto agli attuali, Bella e funzionale renze verrà ancora per la hall partenampliato, sempre ze e l’area attesa e su due livelli: al piano terra ci saran- check-in, e di 2186 metri quadrati per no i servizi collegati all’assistenza gli spazi commerciali, 980 in più ripasseggeri e l’area imbarchi, al piano spetto a quelli dedicati oggi. Anche il superiore verranno istallati 40 banchi parcheggio intorno all’aeroporto sarà

Due milioni di passeggeri nel 2007

Tutti i numeri dell’ultimo anno

R

ampa di lancio. Snodo im- Lufthansa, Flybaboo, Air Franportante per chi arriva e ce, Belle Air, Carpatair, Auparte dalla città del giglio. L’ae- strian Airlines e Sterling. Gli roporto di Firenze si appresta a incrementi nel bilancio sono cambiare volto. Nel frattempo stati possibili anche grazie ai facciamo i conti in tasca all’an- lavori di ammodernamento che no appena trascorso. Il bilancio hanno riguardato l’aerostazioè positivo, soprattutto se para- ne nei primi mesi del 2006. gonato al 2006. Nel corso del La pista oggi può agevolmen2007, infatti, lo scalo fioren- te accogliere i Boeing 737, tino è stato utilizzato da circa con 148 posti. Inoltre, per far 1,9 milioni di passeggeri (nel fronte ad un maggior afflusso, 2006 erano stati 1,5 milioni) sono stati incrementati i varchi di sicurezza da 3 a con un incremenNove le 5, i cancelli d’imto del 25,3%. Per barco sono passati quanto riguarda gli compagnie aerei, sono più di che effettuano da 6 a 10, i nastri a disposizione per 27mila quelli che collegamenti la riconsegna dei sono transitati dalda Peretola bagagli in arrivo lo scalo fiorentino, sono aumentati da voli di linea e charter (nel 2006 erano stati poco 2 a 3 e i banchi accettazione meno di 22mila), facendo se- sono diventati 23, da 15 che gnare un incremento del 25,5%. erano. Questo grazie ad un inL’unico calo è stato registrato vestimento di circa 11 milioni nel carico, in tonnellate, di di euro per gli interventi sulla merci e posta trasportato: quasi pista di volo e di circa 4,5 mi1,4 tonnellate nell’anno appena lioni di euro per la ristrutturatrascorso (nel 2006 quasi 2,3 zione dell’aerostazione. Per fitonnellate) con una riduzione nire ancora numeri: la pista di del 39%. Nove sono le compa- volo è lunga 1.688 metri e larga gnie aeree che effettuano colle- 30, il piazzale est aeromobile è gamenti da Peretola: Meridia- 35mila mq, mentre quello ovest na, Alitalia, Brussels Airlines, ne conta 20mila. /G.C.

ampliato. Verde, marrone e argento i colori predominanti della nuova struttura, che guarda alla modernità. La squadra vincitrice del concorso assumerà l’incarico della direzione artistica del progetto, della supervisione della fase di progettazione esecutiva e della realizzazione dei lavori. Lo studio britannico Pascall+Watson annovera nel suo curriculum anche l’ideazione del terminal 5 di Heathrow, che è il più grande mai progettato in Europa. Lo stesso studio ha seguito gli interventi di riprogettazione e svi-

luppo architettonico degli aeroporti di Stansted e Gatwick a Londra oltre a quelli di Manchester e Birmingham, e a varie stazioni ferroviarie europee, edifici studenteschi, commerciali e residenziali. Passando all’Italia dal 1998, insieme ad Ausglobe Formula S.p.A., ha progettato tutti gli interventi previsti dal master plan dell’Aeroporto di Napoli. Di recente lo studio ha accettato anche il progetto per l’aeroporto di Pisa. Progetti nuovi per un futuro che accorcia sempre più le distanze.

835104


TEATRO/1. 4mila abbonati di cui 600 giovani per la stagione 07/08. Nuovi impulsi per un trend in decisiva crescita

Il futuro della Pergola è under 26 Viaggio nel modus vivendi dello storico palcoscenico fiorentino. Per scoprire come la gente stia tornando ad amare gli spettacoli di qualità, il sapore prezioso della recitazione e le comode poltrone della platea. Tra incontri e percorsi affascinanti

Al Teatro del Maggio la rivincita della lirica

D

Caterina Gentileschi

S

eduti composti. Attenti come scolaretti diligenti. Qualche voce si perde mentre le luci cominciano ad abbassarsi. Il sipario si alza e comincia lo spettacolo. E’ il popolo degli habitué del teatro. Li accomuna la passione per un rito. Mettono il cappotto in guardaroba, attraversano il foyer e si guardano intorno. Salutano qualcuno con un gesto veloce e infine si siedono in poltrona, aspettando che qualcuno salga sul palcoscenico ad interpretare la vita. Ma chi sono gli appassionati di teatro? Quanti sono? E soprattutto, cosa preferiscono? Il Reporter è stato al Teatro della Pergola, palco storico di Firenze, per incontrare gli “afecionados”. Un gruppo in nuovo e progressivo aumento. Alla Pergola gli abbonati per la stagione 2007/2008 sfiorano le 4000 unità, di cui quasi 600 sono giovani sotto i 26 anni. Lo fetta più grossa si colloca nella fascia d’età tra i 30 e i 45 anni. Va a farsi benedire il luogo comune secondo il quale i frequentatori più assidui sarebbero anziani e pensionati. Ma chi l’ha detto? In realtà sono molti i ragazzi che scelgono come alternativa ad una pizza o a un cinema, la calda atmosfera di palchi e platea. Un po’ bohemien e un po’ radical chic. “Che il pubblico del nostro teatro sia fatto solo di gente attempata – commenta il direttore della Pergola Riccardo Ventrella – è una sorta di leggenda metropolitana. E’ anche vero che fino a qualche tempo fa rappresentava un vero e proprio rito di socialità, ma oggi c’è molto rinnovamento. La gente si avvi- “L’aumento nel consumo di teatro – commenta cina volentieri ad una forma di intrattenimento che Ventrella – è dovuto anche alla caduta di qualità si rivolge a tutti”. Come ogni cosa, anche il teatro nell’intrattenimento televisivo”. Basta veline e cambia con gli anni, tegrandi fratelli, dunque. nendo ben salde alcune Basta pellicole viste e riLa maggiore affluenza basi. Nel caso della Perviste alla Pretty woman. è dovuta anche gola, continua a portare Basta trash tv. La gente alla scarsa qualità della tv in scena grandi testi, alsi è stufata e sceglie alterternandoli a spettacoli dal native diverse. Riscopre piglio più contemporaneo. E rispettando sempre tradizioni apparentemente accantonate. Ai grandi alcune caratteristiche imprescindibili come la qua- classici si aggiungono idee nuove e una politica di lità e la professionalità di attori e addetti ai lavori. prezzi sempre più competitiva. Sconti per ragazzi,

RECONDITARMONIA. Dal 10 ottobre

anziani, gruppi. Abbonamenti di diverso genere. Visite guidate con gli attori e manifesti accattivanti. “Il teatro va saputo porgere. – continua il direttore - Gli spettatori sono un’asse fondamentale. Si lavora per loro, sono i principali destinatari”. E quindi vanno coccolati. Bisogna conquistare la loro attenzione utilizzando canali diversificati. D’ora in poi guai a chi accusa i palcoscenici fiorentini di essere polverosi e stanchi. La loro forza sono i grandi protagonisti, conosciuti e misconosciuti, insieme ad una passione inesauribile. Che gli permette di imparare anche le più moderne regole di marketing.

opo nove “tutto esaurito” consecutivi per la Madama Butterfly con i suoi diciottomila spettatori, il Maggio Musicale è pronto per lanciare una nuova scommessa: portare sulle scene cinque titoli del grande repertorio dell’opera in due settimane, fino a tre diversi spettacoli in un solo weekend. L’iniziativa si chiamerà “Reconditarmonia” e sarà tutta dedicata a celebri autori italiani. Dal 10 ottobre si alterneranno per due settimane Puccini, Mascagni, Verdi e le loro opere più popolari - Tosca, Bohéme e Cavalleria Rusticana - insieme a due balletti - estratti sempre del repertorio lirico italiano - “Vespri Siciliani” e “Aida”. “Si tratta di un modello innovativo e sperimentale” – ha detto il sovrintendente Giambrone che vuole arrivare ad un teatro aperto tutte le sere - “per ora iniziamo con dodici serate, che potranno anche aumentare”. Il Maggio offre così la possibilità di conoscere le potenzialità del teatro anche a chi normalmente non frequenta abitualmente le stagioni d’opera, o per i cultori del genere, di apprezzarle nella messa in scena di un cast di scenografi, registi e interpreti di qualità. L’alternanza dei titoli è stata studiata per consentire, anche a chi arriverà da fuori Firenze, la visione di almeno due diversi spettacoli; questa rapida successione sulla scena sarà possibile grazie ad un impianto registico e scenografico agile, intercambiabile, curato da professionisti come Mario Pontiggia e Francesco Zito. Altra grande novità di “Reconditarmonia” sono i prezzi dei biglietti (in prevendita dal 1° di marzo): alla portata di tutti, partiranno da un minimo di 10 euro per i possessori di Maggiocard, fino ad arrivare ad un massimo di 50 /A.D. euro.


CULTURA

33

Marzo 2008

TEATRO/2. Intervista all’autrice di “Va dove ti porta il cuore”, che porta alla Pergola il suo best seller

“Cattiva io? Lo sono sempre stata” Ludovica V. Zarrilli

A

mata e odiata, Susanna Tamaro. Etichettata come “la scrittrice dei buoni sentimenti”, ha deciso di dire basta. “Basta ad un mucchio di cose. Basta soprattutto alla superficialità e al buonismo di cui vengo accusata”. Volta pagina, è proprio il caso di dirlo. Debutta il 1 aprile al Teatro della Pergola con l’adattamento di “Va dove ti porta il cuore”, il suo romanzo più famoso, che ha venduto 14 milioni di copie in tutto il mondo. Sul palcoscenico gli attori della compagnia Emmevu di Marina Malfatti, per la regia di Emanuele Giordano. Susanna, cosa pensa della versione teatrale del romanzo? Ne sono entusiasta. E’ stato un lavoro appassionante. Dopo quindici anni dall’uscita del libro ho pensato che fosse il momento giusto per portare sul palco i racconti di Olga. Ha contribuito attivamente all’adattamento. Si, ho scritto la riduzione teatrale insieme a Roberta Mazzoli. Non è stato affatto un lavoro semplice. La storia è il racconto di una nonna che scrive a sua nipote. I dialoghi erano completamente assenti. Il lavoro maggiore è consistito proprio nel creare ciò che nel libro non c’era. Ci siamo dovute inventare tutte le scene che non apparivano tra le pagine. Le abbiamo immaginate dando vita a discorsi e situa-

zioni. Il debutto dello spettacolo a Firenze. Che rapporto ha con la città? Un rapporto decisamente particolare. L’ho conosciuta da bambina attraverso i racconti di mia nonna, cittadina austriaca. Mi raccontava dell’Arno, delle colline. Ci si era trasferita insieme a mio nonno durante la prima guerra mondiale, perché lui non voleva arruolarsi nell’esercito. Io l’ho vissuta negli anni ’80, quando ho subito un’operazione. In ogni caso è una città che amo, che ho imparato ad amare. Ho diversi amici e ci vengo sempre volentieri. Uno spettacolo in teatro e un nuovo romanzo nelle librerie. E’uscito da poche settimane “Luisito”, il suo ultimo libro. Cosa lega le storie di questi due volumi? Sono molto legati interiormente. C’è stato un percorso tra i due. Luisito è il nome di un pappagallo. Perché questo nome e perché proprio questo animale? Luisito è un nome da pappagallo, è adatto.. così, un po’ spagnoleggiante. Se mi chiede perché ho scelto un pappagallo e non un cane o un gatto, la risposta è semplice, perché parla. E quindi, a differenza degli altri riesce a toccare di più l’animo umano. E’ uscito da poco eppure sta già per essere distri-

Susanna Tamaro

buito nei quattro angoli del globo. E’ emozionata? Ci sono abituata ma mi fa sempre una grande impressione. Mi emoziona. Non sono una che fa tanta promozione ai suoi libri. Li lascio volare con le loro ali. Evidentemente, se finora ci sono riusciti, sono

capaci di farlo. Basta buonismo, dunque da oggi in avanti Susanna Tamaro comincerà ad essere cattiva? Io cattiva lo sono sempre stata, oggi ancora di più. Ma chi non legge i miei libri questo non può saperlo.

IL LIBRO. Un viaggio nel territorio alla ricerca dei luoghi più suggestivi. Da scoprire e visitare

La bellezza della Toscana in 300 pagine

“L

a Toscana non è una cartolina ma una grande opera d’arte collettiva.” Da questa considerazione prende spunto Erasmo D’Angelis per il suo libro “La Toscana dei parchi. Storia, ambiente e tutela del paesaggio”. Un volume completo, che traccia un percorso delle meraviglie che la natura offre, nelle vaste zone verdi della Toscana. “È un omaggio ad una cultura che ha saputo conservare antichi equilibri” ha detto l’autore “risparmiandoci almeno in parte quei cambiamenti dirompenti che hanno devastato l’Italia dove sono mutati paesaggi che oggi non sappiamo neanche più come chiamare”.

Il libro di Erasmo D’Angelis aiuta a conoscere in modo dettagliato le aree naturali protette della nostra regione, utile anche nella prospettiva di un turismo consapevole. Contiene, infatti, indicazioni e notizie sulle risorse naturali, sulla ricettività e sui servizi, ed è corredato da immagini dei grandi patrimoni di natura e paesaggio custoditi nei parchi e nelle aree protette della Toscana. È un’opera che descrive minuziosamente la storia e l’ambiente del territorio toscano, ma può essere anche una pratica guida per l’ “ecoturista”: per ogni area sono forniti indirizzi, numeri telefonici e siti internet. Il volume si sviluppa in quattro se-

VUOI PERDERE PESO E STARE BENE?

LA RIVOLUZIONE ESTETICA...

887026

LA RICOSTRUZIONE UNGHIE IN GEL CON NAIL ART PROMOZIONE RICOSTRUZIONE UNGHIIE MANI:

IL TRUCCO SEMI-PERMANENTE PROMOZIONE SOPRACCIGLIA: €220

€190 €250 €220

CONTORNO BOCCA:

€80

€200

€170

IMPARARE A GESTIRSI L’ALIMENTAZIONE QUOTIDIANA Nel modo più semplice e pratico Combinando gli alimenti Secondo le proprie idoneità Secondo le proprie preferenze Senza togliere e senza pesare e senza alterare gusto e piacere

€100

EYE LINER:

RICOSTRUZIONE UNGHIE PIEDI:

€80

€65

€50

Per dimagrire senza stress Per riacquistare un buon equilibrio metabolico Per un benessere psico fisico

NAIL ART:

€30

TEL. 055 7326230 CENTRO ESTETICO CENTRO ABBRONZATURA via Baccio da Montelupo 75 A/B 50143 Firenze

zioni, dedicate rispettivamente ai Parchi Nazionali, a quelli Regionali ed a quelle realtà che rappresentano alcune future possibili linee di sviluppo della protezione ambientale, come La Val di Cornia, la Val d’Orcia (col suo Parco Artistico, Naturale e Culturale) e il Chianti. Le bellezze naturali della Toscana e delle sue campagne sono famose in tutto il mondo, D’Angelis le ha messe nero su bianco con la sua penna di giornalista e tutta l’esperienza accumulata tra Legambiente e la Commissione Territorio e Ambiente della Regione, la Toscana, attentamente analizzata e studiata in /A.D. queste pagine.

ESTETICA L’INCANTO ORGANIZZA UNA SEDUTA SU PRENOTAZIONE IL 27 MARZO CON IL MEDICO DIETOLOGO. A CHI SI PRENOTA SARÀ REGALATO UN TRATTAMENTO CORPO 868145

Via Gianpaolo Orsini, 6/a Firenze

tel. 055 6802119


CULTURA

Marzo 2008

IL PERSONAGGIO. Orazio Nencini parla del suo lavoro. Specchio dei racconti di Vasco Pratolini

Un mestiere “d’autore” La voce di un trippaio e le parole di uno scrittore. Insieme per disegnare Firenze. Tra nuovi volti e cultura popolare Ludovica V. Zarrilli

“I

l trippaio è davanti al suo carretto: fuma nella vaschetta il lampredotto appena bollito; gli si affollano intorno i garzoni del Quartiere col pane croccante tra le mani, per la prima colazione: si puliscono le dita sul fondo dei calzoni per servirsi un pizzico di sale”. Il Quartiere con la Q maiuscola è quello descritto da Vasco Pratolini nell’omonimo romanzo, pubblicato nel 1945. Più che un luogo, un microcosmo nel quale si concentravano suggestioni e tradizioni. Dove gli odori ribollivano per la strada insieme al sangue della gente. Una Firenze scomparsa, ma non del tutto. Qualche briciolo di quel folklore sopravvive nella quotidianità di una città sempre più veloce e affollata. Sempre meno autentica. Il trippaio, figura schietta, contribuisce ancora oggi a preservare le radici culturali della città. Arroccato in attrezzate “piattaforme” sull’angolo di una strada o in una piazza: “il trippaio aveva tirato il carretto accosto al marciapiede, lo aveva protetto sotto un grande

ombrello verde infilato al centro della vaschetta: al riverbero dell’acetilene, nella rada nebbia serale su cui cadeva la pioggia, il fumo del lampredotto conferiva una proporzione alle facce degli avventori che vi si affollavano intorno”. Orazio Nencioni è uno degli eredi di questa storica tradizione. E’ il titolare de “Il trippaio del porcellino”, posizionato a poca distanza dalla loggia del mercato nuovo. Un tran tran continuo di persone affolla il bancone, proprio come nelle pagine di Pratolini. “Fino alla seconda guerra mondiale il corretto era sull’angolo che si affaccia su via Por Santa Maria – dice Orazio – la nostra è una famiglia di trippai. Cominciò mio nonno alla fine dell’Ottocento”, racconta orgoglioso mostrando una foto in bianco e nero. E’ proprio lui. La trasposizione del personaggio descritto ne Il Quartiere. Ma come è cambiata la città negli ultimi sessant’anni e come è cambiato un mestiere così antico? “Innanzitutto è cambiata la gente – sbotta Orazio – prima i clienti erano fiorentini, oggi sono brasiliani, giapponesi, al-

banesi”. Poi aggiunge indicando un signore: “Di Firenze c’è solo lui. E’ l’unico rimasto a dare una mano qui al mercato. Prima i vecchi venivano a giocare a carte qui davanti. Ora chi si ferma capisce a malapena le mie battute”. Piano piano sta diventando un’attrazione ad uso e consumo del turismo

mordi e fuggi. Si ferma anche qualche personaggio noto alle cronache - Sabrina Ferilli, Massimo Ghini e alcuni giocatori della fiorentina – per far parlare di sé o per assaporare la Firenze più verace. Mentre, per dirlo con le parole dello scrittore fiorentino, “il trippaio scodella il lampredotto”.

TASTE ALLA LEOPOLDA

Viaggio nei sapori. Old and new style

I

l vintage negli abiti lo conoscono tutti, ma il “vintage gastronomico”? Con “Taste”, il salone del gusto di Pitti Immagine - alla stazione Leopolda dal 15 al 17 marzo - sarà possibile trovare anche qualcosa di molto simile a questa idea. Tra i temi di questa edizione infatti ecco il “C’era una volta” alla riscoperta di bibite, piatti e prodotti “cult” di un tempo come il chinotto, la cedrata... Ideato dal “Gastronauta” Davide Paolini, Taste sarà un viaggio in cinque tappe: avremo il “taste tour” alla scoperta e alla degustazione di vecchi e nuovi elementi gastronomici e per conoscere i prodotti delle aziende; il “taste tools” con gli oggetti e le attrezzature legati al mondo della cucina tra food & kitchen design; il “taste press” dove sarà possibile trovare le migliori riviste di eno-gastronomia provenienti da tutto il mondo; il “taste ring” che sarà l’arena ideale dove il Gastronauta organizzerà incontri-scontri attorno al gusto e al cibo di qualità; ed infine il “taste shop”, dove sarà possibile acquistare tutto ciò che si è visto e assaggiato durante il percorso. Arrivato alla terza edizione, dopo il grande successo di pubblico degli anni precedenti, Taste vede protagoniste oltre 130 aziende selezionate in tutta Italia ma diventa soprattutto punto di incontro per tutti gli appassionati e cultori del cibo di qualità alla ricerca dell’autenticità e dell’originalità dei sapori. Aperta al pubblico dalle 10-22 e il lunedì 9.3016.30 - ingresso euro 8 - accoglierà anche mostre fotografiche, installazioni d’arte contemporanea, eventi musicali e progetti speciali. /A.D.

881980

34


36

CULTURA

Marzo 2008

LA MOSTRA. A Palazzo Vecchio le opere dell’artista livornese che realizzò l’affresco della stazione

I venti di Talani soffiano su Firenze Caterina Gentileschi

G

iampaolo Talani, l’artista di “Partenze”. Dell’affresco che saluta e accoglie i viaggiatori di passaggio nella stazione Santa Maria Novella. Un maestro di sguardi e di persone. Che racchiude pensieri nei volti segaligni e nei colori brillanti. E’ stata inaugurata il 7 marzo nella Sala d’Arme di Palazzo Vecchio, la mostra antologica “Rosa dei Venti”, che racchiude l’excursus di questo artista toscano, uno dei più amati e celebri del granducato. 55 dipinti provenienti da collezioni pubbliche e private – sia italiane che straniere, due in particolare vengono da Stati Uniti e Giappone - insieme ad una scultura che rimarrà collocata per quasi due mesi sotto la Loggia degli Uffizi e un’installazione che si trova nel bel mezzo di Piazza della Signoria. Un evento significativo che intende celebrare la carriera trentennale di un maestro del contemporaneo, partito da una cittadina della costa toscana e arrivato in tutto il mondo. Un trentennio che ha posto Talani tra i protagonisti dell’arte internazionale; dal giovanile ciclo di affreschi di fine anni ‘70 per la Chiesa di San Vincenzo, vicino a Livorno, suo paese natale, alle mostre americane ed europee degli anni ‘80 e ‘90, fino alle grandi esperienze pubbliche di Napoli, Arezzo, Fiesole, Milano, Bologna, Palermo degli anni 2000. Fino al noto e ammiratissimo affresco della Stazione di Firenze. L’esposizione appena inaugurata è suddivisa in otto sezioni che richiamano l’attenzione su altrettanti momenti artistici della vita di Talani. Momenti fermati su tele di dimensioni diverse, che mostrano il mondo attraverso gli occhi del pittore. La vita passata vicino al mare. Il rumore dei villeggianti, le

sfumature dell’orizzonte si ritrovano chiaramente in quadri come “Storie del marinaio” a “Un forte vento di mare”, da “Storie salate” a “Cercatori di pesci”. Poi si sposta verso lidi nuovi, diversi: da “Musicisti” a “Finisterre-Partenze”. Ad aumentare la suggestione, l’allestimento curato da Paolo Nocentini e Giacomo Violi Pini che hanno utilizzato degli infissi antichi per dare maggior risalto alle opere esposte. Un bronzo alto tre metri – posizionato sotto la loggia degli Uffizi - abbaglia e invita alla scoperta. E’ la prima volta che il maestro si cimenta con una scultura di tali dimensioni. A completare il percorso, l’installazione allestita da Talani insieme al suo staff di collaboratori su piazza della Signoria. L’iter della mostra, curato da Laura Farina, è complesso e articolato, accompagna il visitatore alla scoperta di un artista attuale e poliedrico. L’evento, promosso dal Comune e dalla Provincia di Firenze, dalla Galleria degli Uffizi e dalla Regione, ha avuto anche il beneplacito del Ministero dei Beni Culturali che ha acquisito due opere del maestro, una per il Museo del Vittoriano e una per la Collezione del Quirinale. La mostra rimarrà aperta fino al 27 aprile con orario 10,30-18,30. Ingresso gratuito.

Due ombre amiche olio su tela, 2005, cm 80x120

LA RECENSIONE. La prima avventura editoriale di uno scrittore fiorentino. Tra rabbia e dolore

La forza di reagire a un futuro cattivo e inatteso

F

ilippo Frittelli, fiorentino, 35 anni. Il suo romanzo, pienamente autobiografico, si intitola “Anarchia in casa mia” (Giraldi Editore, euro 17,00) ed è una spietata riflessione sul lungo cammino personale che segue all’evento tragico e inaspettato della perdita del fratello. Eppure i medici avevano detto che quel male terribile si poteva curare e, infatti, dopo un anno e mezzo di chemioterapia tutti avevano ormai sperato. Ma il dramma, si sa, è sempre in agguato e la fine di Lorenzo (questo il nome del fratello) segna

l’inizio di una vita diversa, completamente nuova rispetto a un presente in cui, addirittura, si progettano vacanze al mare e serate con gli amici. Il dolore, quello inarrivabile e sconvolgente di una perdita così grave, diventa il centro di un’esistenza difficile e finisce per determinare i momenti e gli accadimenti di una vita che somiglia sempre di più a un caos. Una confusione fatta d’angoscia, senso di impotenza e ansia. Cose che finiscono per disegnare una nuova realtà, abnorme e pesante, che forse solo il fondo del precipizio – rappre-

sentato da un epilogo thailandese – potrà riscattare. Per facilitare in seguito una nuova partenza. Sullo sfondo, con cadenze letterarie ben scritte, una Firenze disincantata ed il provincialismo della Toscana della costa. “Anarchia in casa mia” segna anche il debutto nella narrativa di Filippo Frittelli, finora regista ad autore di teatro. Al suo attivo diversi lavori, tra cui “Commedia Necessaria” (2006) e “Ora pro nobis” (2007). Un suo racconto è in corso di pubblicazione nell’antologia /C.B. fiorentina Giulio Perrone.

907943


SPETTACOLI 12/17 febbraio Match di Improvvisazione Teatrale 11-18- 25 marzo tornano gli irresistibili Match a base di improvvisazione, teatro, cabaret e risate assicurate. Auditorium Flog ore 21, ingresso € 10 14/15 marzo PROSSIME APERTURE di Andrea Rivera Teatro Puccini 28/29 marzo LA PECORA NERA Elogio funebre del manicomio elettrico Ascanio Celestini Teatro Puccini 2/3 aprile SESSO CON LUTTAZZI edizione aggiornata di e con Daniele Luttazzi Saschall

11/16 marzo SIOR TODERO BRONTOLON di Carlo Goldoni, regia Giuseppe Emiliani con Giulio Bosetti Teatro della Pergola 25/30 marzo I 39 SCALINI di John Buchan, regia Maria Aitken con Franco Oppini, Nini Salerno, Urbano Barberini, Barbara Terrinoni Teatro della Pergola 1/6 aprile VA DOVE TI PORTA IL CUORE di Susanna Tamaro, regia Emanuela Giordano con Marina Malfatti Teatro della Pergola 8 aprile ROMANA di Roberto Agostini, regia Massimo Venturiello Teatro della Pergola

MUSICA 4/5 aprile TUTTI I SANTI GIORNI di Michele Serra Teatro Puccini 10/11 aprile NÈ CAPI, NÈ CODE regia di Valter Lupo Con Francesca Reggiani e Gabriella Germani Teatro Puccini 16/17 aprile SCINTILLE FUTURISTE testi del Teatro Sintetico Futurista scelti da Mario Verdone Teatro Puccini venerdì 18 aprile PITECUS con Antonio Rezza regia Flavia Mastrella Antonio Rezza Teatro Puccini

Sabato 15 marzo PERSIANA JONES Auditorium Flog, ore 21.30 Giovedì 20 marzo GIANNA NANNINI Nelson Mandela Forum, ore 21 Venerdì 21 marzo ACTHUNG BABIES Saschall, ore 22:30 Venerdì 21 marzo CASINO ROYALE Viper Theatre, ore 21:30 Sabato 22 marzo PAOLO BENVEGNÙ Auditorium Flog, ore 21.30 Domenica 23 marzo DOMINO MINIMAL REUNION Marco Carola (Minus)/Adam Beyer (Drumcode) Saschall, ore 22

Mercoledí 26 marzo ALEX BRITTI Teatro Puccini, ore 21 Venerdì 27 marzo BAUSTELLE Viper Theatre, ore 21 Venerdì 27 marzo LINEA 77 Auditorium Flog, ore 21.30 29-30 marzo FRANCESCO DE GREGORI Canzoni in teatro. Left and Right Tour Teatro Verdi, ore 20.45 Lunedì 31 marzo PORTISHEAD Saschall, ore 21 Venerdì 4 aprile YUPPI FLU Viper Theatre, ore 21.30 Martedì 8 aprile PETER CINCOTTI Teatro Verdi, ore 21 Mercoledí 9 aprile FRANCESCO RENGA Ferro e Cartone. Teatro Saschall, ore 21 Sabato 12 aprile JAMES TAYLOR Teatro Verdi, ore 20.45 Sabato 12 aprile ANTONELLO VENDITTI Nelson Mandela Forum, ore 21

CLASSICA 4 e 16 marzo CLAUS PETER FLOR e l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino Mendelssohn - Ein Sommernachtstraum (Sogno di una notte di mezza estate), Ouverture op. 21 Schubert - Sinfonia in si minore D. 759 “Incompiuta”

Beethoven - Sinfonia n. 7 in la maggiore op. 92 Teatro Comunale 20 marzo GIANLUIGI GELMETTI e Coro da Camera di Praga Mozart – Requiem K.626 Teatro Verdi 20/21 marzo JAMES CONLON con Orchestra e Coro del Maggio Musicale Fiorentino Verdi - Messa da Requiem Teatro Comunale 28 marzo ELIAHU INBAL Wagner Siegfried-Idyll, Schubert Sinfonia “Incompiuta” D.759, Schöenberg Verklärte Nacht Teatro Verdi 28/30 marzo DMITRIJ KITAENKO e Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino Bizet-Schedrin - Carmen Suite, Musorgskij-Ravel - Quadri di un’esposizione Teatro Comunale 8/9 aprile ZUBIN MEHTA con Orchestra e Coro del Maggio Musicale Fiorentino Mendelssohn - Ottetto, versione per archi, Bruckner - Messa in mi minore Teatro Comunale 9 Aprile ALEXANDER LONQUICH direttore e pianista Haydn Concerto per pianoforte e orchestra Hob. XVIII: II, Šostakovi Concerto n. 2 per pianoforte e orchestra, Beethoven Sinfonia n. 7, op. 92 Teatro Verdi

MOSTRE CINA CINA CINA!!!

Cccs, Palazzo Strozzi - dal 20 marzo al 4 maggio 2008 L’esposizione presenterà le opere di 18 artisti contemporanei cinesi, provenienti da tre differenti realtà metropolitane, legati da una comune ricerca di una identità culturale autoctona indipendente dalle regole del mercato globale Francesco Furini UN’ALTRA BELLEZZA Palazzo Pitti - Fino al 27 aprile ATLANTE ITALIANO 007 RISCHIO PAESAGGIO Fsmgallery dal 12 marzo al 12 aprile In collaborazione col Ministero dei beni culturali, DARC, Direzione generale per l’architettura e l’arte contemporanee MONETE ETRUSCHE Museo Archeologico Nazionale - Fino al 21 marzo 2008 STARS ON STAGE. DIVI E MITI NELLE IMMAGINI DI SAM SHAW E LARRY SHAW MNAF - Museo Nazionale Alinari Della Fotografia Fino al 25 marzo 2008 15X15. 15 GALLERIE, 15 ARTISTI Forte Belvedere dal 14 marzo al 4 maggio 2008 Un progetto che vede alcune fra le principali gallerie d’arte toscane presentare uno dei propri artisti viventi più rappresentativi, mai esposto nelle precedenti edizioni, attraverso una selezione di opere, tra le più significative

Giovedì 13 marzo COOL CATS ore 20.30 MODENA CITY RAMBLERS ore 22 COOL CATS ore 24 € 15 Venerdí 14 Marzo CLIFF OF MOHER ore 20.30 MARCO FABBRI ore 21.15 SETH LAKEMAN ore 22.15 THE BIRKIN TREE ore 23.45 € 11 Sabato 15 marzo ore 21.30 LA CASA DEL VENTO ore 23 HER PILLOW ore 24.30 € 13 Domenica 16 marzo LIFF OF MOHER ore 15 e ore 17.30 MIDNIGHT ore 16 e ore 21 TRAIN DE VIE ore 22 €6 Lunedí 17 marzo DALRIADA ore 21 WHISKY TRAIL ore 22 € 11 Mercoledí 26 marzo FIRENZE & DANZA Saschall, ore 20 /Alice D’Alfonso

FIERE E VARIE IRLANDA IN FESTA Dal 13 al 17 marzo

Per tutte le vostre segnalazioni scrivete a:

scrivimi@ilreporter.it


FIORENTINA. Ecco la nuova punta esterna, tutta velocità, della squadra viola

Papa Waigo: “Voglio crescere a Firenze” Francesca Bandinelli

I

Dal Senegal a Verona. Oggi a Firenze, passando per Cesena e Genova. Dopo il suo personale “giro d’Italia”, il neo attaccante è pronto a mettersi in gioco e non teme la concorrenza. Il suo sogno? Entrare subito nel cuore dei tifosi

l calcio, il suo calcio, è stare in- pensano come lei… sieme. Lottare e poi gioire per Io sono fatto così. Pensi che quando mi una stessa causa, vedere i com- domandano a chi assomiglio, io risponpagni che corrono verso di te per do che in campo sono semplicemente abbracciarti, per condividere le stesse me stesso. Sono Papa Waigo e basta. emozioni. I gol contano, certo, ma non E quel modo così particolare di esulsono tutto. Papa Waigo, il nuovo ac- tare dopo un gol? Da dove nasce? quisto di Pantaleo Corvino, sorride e Lo fanno in Senegal i nostri guerrieri guarda avanti. “Ho realizzato un sogno prima di lottare. E’ stato un gesto bello – dice – da piccolo giocavo per stra- e soprattutto spontaneo che è nato a Ceda, con i miei amici e subito ho capito sena. Lo feci dopo aver realizzato il mio quanto fosse bello questo sport”. Non primo gol e poi mi sono semplicemente ha fame di protagonismo, tutt’altro. ripetuto. Racchiude, per certi versi, la “Voglio crescere, mettermi alla prova, mia concezione delle cose, perché nelmisurarmi con i miei compagni. Non la vita ti devi conquistare tutto, non ti mi voglio fermare”. Non adesso, che il viene regalato mai niente. Devi lottare, grande sogno si è trasformato in realtà. come i guerrieri senegalesi. Papa Waigo, dal Senegal al Verona, fino Intanto i tifosi viola sono già andati a ripescare i suoi due gol segnati contro alla Fiorentina. La grande opportunità è finalmente la Juventus, lo scorso anno in B. Papa Waigo è davvero l’anti-Juve? arrivata? Quanti passi in avanti… Sì, perché dal settore giovanile Nella vita devi lottare, sono passato in prima squadra. Poi un anno a Cesena, come i guerrieri senegalesi qualche mese a Genova e ora qui. In un club importante, pronto a mettermi a disposizione. Ho sempre sognato di realizzare un gol contro una grande squadra, magari poAdesso, quali sono i suoi obiettivi? Dico solo che è bellissimo. E’ un po’ tessi ripetermi adesso (ride, ndr). Chiscome un sogno. Io ho tanta voglia di sà come sarebbero felici i miei nuovi dimostrare, di voler crescere, di andare tifosi. Conosco la grande rivalità che avanti e crescere ancora. Il resto non c’è tra i due club e sono pronto a raccogliere la sfida. Intanto però devo ancora conta. La concorrenza, insomma, non la dimostrare tutto il mio valore Tecnicamente, invece come si descrispaventa Affatto. Nella Fiorentina ci sono tan- ve? ti campioni e per me sarà comunque Sono un attaccante esterno, punto sulun’occasione irripetibile. Vederli in la velocità, cerco di aiutare la squadra campo, allenarmi con loro…Non mi e… se vengono i gol tanto meglio. Non aggiungo di più, però. Vorrei che a parsembra vero. Si racconti. Dove ha iniziato a giocare lare fosse il campo, perché i suoi giudizi sono insindacabili a calcio? Ho imparato per la strada e sulla spiag- A chi si ispira? gia, in Senegal. E lì ho scoperto quello A Papa Waigo e non ho un modello di che succede se segni un gol: tutti ti cor- riferimento. La semplicità è nel mio rono intorno e ti abbracciano. Il calcio Dna e non amo i paragoni. Sono un è gioia. Ti senti coinvolto. E ho deciso di giocatore a cui piace mettersi in discusdiventare calciatore. Per stare insieme. sione e che pensa soltanto a completare In Italia non tutti gli attaccanti la la propria maturazione agonistica.

907480


SPORT

39

Marzo 2008

INTERVISTA DOPPIA. Parlano i presidenti di Cattolica Virtus e Settignanese

“Santi” contro “diavoli”, la sfida è servita “La mia squadra? In ritiro a Formentera”

“Giocare al Franchi, che sogno…”

Nome: Massimo Cerbai Direi alle società professionistiche di iniSocietà: Cattolica Virtus ziare a lavorare con i ragazzi più grandi Età: 45 evitando di “bruciare” tanti bambini di Professione: Dirigente di 10-11 anni banca L’impianto più bello? Dirigente da quando? PriNon cambierei il nostro con nessun altro ma calciatore? Cosa ti dà più soddisfazione del tuo ruolo Ho fatto il portiere, l’allenadi dirigente? tore e il dirigente, da sempre La presunzione di poter fare qualcosa per alla Cattolica sia nel calcio i ragazzi del quartiere, contraccambiare che nella pallavolo in qualche modo ad una società che mi ha Tifi per… : Fiorentina dato tanto T’ispiri a… : Non mi sento Il tuo allenatore preferito? Massimo Cerbai un presidente di una sociePrandelli tà, non lo farei mai da altre Sogniamo un po’: al mercato delle granparti di chi acquisterebbe? Il sogno da dirigente? Ricomprerei il cartellino di Barzagli, che è nato qui Fare in modo che i ragazzi tornino a divertirsi giocan- calcisticamente, e Totti do a calcio Cosa si prova ad esonerare un allenatore? Un giocatore che hai scoperto che ancora ti da sod- E’ una ferita, cerchiamo di farlo il meno possibile disfazione? Moratti, Galliani o Zamparini? Ceripa che ora è a Figline Moratti Se tu potessi rubare qualcosa ad un tuo collega cosa In quale altro sport ti piacerebbe lavorare? sceglieresti? Pallavolo Il tempo da poter dedicare alla società La squadra in ritiro a… : Formentera Chi vince il tuo campionato? Fiorentina in Cham- L’obiettivo stagionale della squadra e della società? pions League? Avere tutte le squadre fatte a maggio per non stare tutta Negli allievi regionali dico il Chimera ma spero la Cat- l’estate con il telefono in mano tolica. La Fiorentina spero ce la faccia ma credo di no Lo stadio dove vorresti portare la tua squadra? Dirigente fiorentino del presente e del passato che Bernabeu più ti piace Progetti importanti per il futuro? Del presente il mio amico Pieroni presidente dell’Iso- Rifare la palestra e migliorare i campi, avere tutti allelotto, del passato i miei due predecessori Aldo Nesticò natori che restano a lungo con la nostra società e Luca Magnelli Saluta l’altro... Cosa ti piacerebbe migliorare dello sport fiorenti- In bocca al lupo, loro hanno un diavoletto nello stemno? ma noi un santo, è una sfida simpatica… /F.D.C.

Sono un gran tifoso della Fiorentina, ma vorrei Nome: Carlo Scarsanella che fosse data più visibilità a tutti gli altri sport Società: Settignanese L’impianto più bello? Età: 51 Quello della Settignanese Professione: Dirigente Cosa ti dà più soddisfazione del tuo ruolo di d’azienda dirigente? Dirigente da quando? Prima Poter stare in un ambiente giovane, sereno, calciatore? dove ci si diverte Presidente della Settignanese Il tuo allenatore preferito? da 13 anni. Da ragazzo calPrandelli…ma ho apprezzato molto anche ciatore da cortile…giocavo a Ranieri basket Sogniamo un po’: al mercato delle grandi Tifi per…: Fiorentina chi acquisterebbe? T’ispiri a…: Non ho modelli Carlo Scarsanella Messi validi a cui ispirarmi. Voglio Cosa si prova ad esonerare un allenatore? gestire le mie squadre nel miNella nostra società è accaduto raramente. E’ glior modo possibile, sopratun grande dispiacere tutto sotto l’aspetto umano Moratti, Galliani o Zamparini? Il sogno da dirigente? Vincere qualche campionato regionale, e poter dare ai nostri Se proprio devo scegliere Galliani…nessuno dei tre è un mio modello giovani una formazione non solo calcistica ma anche umana Un giocatore che hai scoperto che ancora ti da soddisfa- In quale altro sport ti piacerebbe lavorare? Seguo tutti gli sport zione? Tommaso Ghinassi, un ragazzo che è approdato nelle giova- La squadra in ritiro a… Tutti gli anni portiamo una nostra squadra a Coverciano nili del Genoa Se tu potessi rubare qualcosa ad un tuo collega cosa sce- L’obiettivo stagionale della squadra e della società L’obiettivo sono i play off, sperando poi di essere promossi glieresti? Lo stadio dove vorresti portare la tua squadra Non sono invidioso Chi vince il tuo campionato? Fiorentina in Champions Negli stadi più famosi del mondo…ma basterebbe anche al Franchi League? Quello della prima squadra l’Albereta 72, in quelli giovanili Progetti importanti per il futuro? Ampliare le strutture e migliorarle, per esempio coprire le spero la Settignanese. Per la Fiorentina…speriamo di sì!! Dirigente fiorentino del presente e del passato che più ti tribune Saluta l’altro piace? Del presente Sandro Mencucci…del passato i presidenti che In bocca al lupo…la Cattolica Virtus è una nostra rivale storica a livello giovanile. Speriamo che questa rivalità continui hanno fatto vincere lo scudetto alla Fiorentina /F.T. nel migliore dei modi. Cosa ti piacerebbe migliorare dello sport fiorentino?

908316


40

SPORT

Marzo 2008

FIORENTINA BASEBALL. Al via una nuova stagione per la società biancorossa militante in B1

Riparte il torneo del “lancia e corri” Ivana Vita

I

l 12 aprile allo stadio baseball Cerreti di Firenze riparte la stagione agonistica della Fiorentina in Serie B1. Dopo il terzo posto della scorsa stagione, per la società del presidente Fausto Del Buono si prospetta un torneo carico di aspettative, ma anche di grandi soddisfazioni. Presidente Del Buono, quali sono gli obiettivi per il 2008? Sono tanti e speriamo di fare grandi cose, ma preferiamo non parlarne per scaramanzia. Di sicuro vogliamo raggiungere i play off, appuntamento mancato di poco l’anno scorso e per il quale abbiamo dovuto dire addio al sogno di promozione in A2. Purtroppo ci si scontra con una realtà in cui si hanno sempre minori risorse finanziarie. A tal proposito stiamo cercando degli sponsor perché la squadra merita la possibilità di raggiungere gli obiettivi che si pone. Cercheremo di arrivare più in alto possibile in classifica. Per il futuro contiamo molto sui tanti bambini che si stanno appassionando a questo sport a Firenze. I nuovi acquisti come possono contribuire al vostro successo? Possono contribuire enormemente: Giacomo Falcini che viene dal Rosemar Grosseto è un giocatore determinate che andrà a sostituire il nostro interbase Neri Fattorini. Poi c’è l’esterno ricevitore Filippo Attriti, anche lui dal Rosemar, che ci è stato segnalato come un giovane molto promettente. Importanti il lanciatore Pietro Rossi dalla Roma, quindi un giocatore di A2 con

Pinto

grande esperienza e il lanciatore Michele Coppi dal Livorno. Infine siamo molto contenti di aver potuto riconfermare Francesco Di Mattia e del rientro di Filippo Ristori, in prestito al Riccione, con cui ha disputato il campionato di A2, e del lanciatore Mattia Rosati, un ragazzo che oltre ad essere un atleta è uno studente dell’Università “Sorbona” di Parigi. Quali sono gli avversari più pericolosi di quest’anno? In primo piano l’Arezzo, che ha messo su un’ottima squadra prendendo molti giocatori dal Rosemar e che punta a fare il

salto di qualità: di sicuro è la formazione più accreditata al passaggio in A2. Poi anche il Montefiascone, il Messina e il Viterbo hanno delle formazioni molto competitive. Il baseball a Firenze è uno sport che piace? Piace agli appassionati che lo seguono, anche se ha difficoltà ad entrare nei pensieri della gente comune, perché in questa città si subisce molto la concorrenza col calcio. Ma crediamo nei giovani e nella possibilità di crescere agonisticamente. E non solo nel prossimo futuro.

LUTTO. E’ scomparso l’ex presidente di Fiorentina e Rondinella. “Un sanfredianino vero”

Addio a Ugo Poggi, una vita tra cinema e sport

I

l mondo del cinema e dello sport ha pianto, lo scorso 27 febbraio, Ugo Poggi, ex presidente della Fiorentina ed ex presidente dell’Agis Toscana, ruolo che ha ricoperto fino alla sua scomparsa. Una grande perdita per un uomo legato, in maniera indissolubile, a Firenze e al suo quartiere: San Frediano. Al di là della sua società di distribuzione, la “Giglio Cinematografica”, sorta a cavallo tra gli anni ’60 e ’70, Ugo Poggi rimane legato al Calcio storico fiorentino: prima calciante dei Bianchi, poi presidente. Dirigente e presidente della Rondinella e poi, con l’avvento dei Cecchi Gori, consigliere, coordinatore del settore giovanile quindi vicepresidente e infine presidente del sodalizio viola. Tanti coloro che lo hanno ricordato. Da Giancarlo Antognoni, ex capitano ed ex dirigente viola, al sindaco Leonardo Domenica. “A nome della città di Firenze e mio personale – ha scritto, tra l’altro, il pri-

mo cittadini ai familiari di Poggi – esprimo il più profondo cordoglio per la scomparsa di un fiorentino che, per l’intera sua vita ha mantenuto ben saldo il legame con il quartiere di San Frediano”. Anche il presidente del Consiglio regionale Riccardo Nencini e l’intera assemblea toscana hanno espresso il loro cordoglio. Per Matteo Renzi, presidente della Provincia, “con Ugo Poggi scompare un personaggio storico di Firenze, un uomo appassionato, un imprenditore lungimirante”, mentre il presidente del Consiglio provinciale Massimo Mattei ha sottolineato che l’ex presidente viola “era parte dell’anima vera di Firenze, e la città dovrà ricordarlo tra i suoi figli migliori”. L’europarlamentare fiorentino del PD Lapo Pistelli, unendosi al dolore della famiglia, ha aggiunto che Poggi “era un fiorentino vero, sanfredianino nello spirito e nel carattere, attivo e vitale”.

BASKET. Faccia a faccia tra i tifosi e la proprietà

Everlast, una lettera per il domani

M

olti tifosi considerano la stagione fin qui disputata dall’Everlast al di sotto delle aspettative. In particolare per il Gruppo Guelfo che, arrivato al limite della sopportazione, ha pensato di chiedere spiegazioni e lumi sul futuro della società a Bastagli in persona. Diversi i punti di incomprensione espressi attraverso una lettera che è stata recapitata al patron dell’Everlast e in cui, oltre ad elencare i vari argomenti di dissenso, si richiedeva un incontro. Il meeting è avvenuto nel clima più disteso possibile; e già la disponibilità al confronto è stata accolta positivamente dai tifosi. Nella lettera il Gruppo Guelfo ricordava il presidio svoltosi durante l’estate quando venne chiesto per il basket fiorentino, targato Everlast, un futuro sicuro. Ed è stata questa la ragione primaria che ha convinto la società ad aprirsi ai tifosi nonostante il confronto, con protesta, potrebbe intaccare l’equi-

librio della squadra in vista dei playout. Per quanto riguarda il futuro, la risposta deve venire dal campo e dai giocatori (l’Everlast è la squadra con l’età media più giovane del campionato) ai quali non si può imputare nulla. “Chiarezza e serietà” chiedevano i tifosi con uno striscione l’anno scorso, ma chiedevano, soprattutto, di informare su una possibile partenza per la Grecia di Bastagli. Alla richiesta di chiarezza la società ha risposto con “fraintendimento”. E questo può essere successo visto che Bastagli ha anche rapporti extralavorativi in Grecia. Tutto, dunque, è spiegato. Il futuro è lì davanti, anche se la società chiede nuovamente il contributo di altri imprenditori, perché i soldi sono importanti anche nel basket. Ma un problema alla volta: per il momento i tifosi sono stati tranquillizzati, il rischio di altre forme di protesta è stato / G.L. scongiurato.


SPORT

41

Marzo 2008

CANOTTAGGIO. L’azzurro, che porta nel mondo i colori di Firenze, alla sua quarta Olimpiade

Missione Pechino per Carboncini Con 11 titoli italiani, l’argento olimpico del 2000

FLASH SUCCESSO PER LA GIORNATA DELLO SPORT PARAOLIMPICO

G

rande successo per la giornata di sport paraolimpici allo Spazio Reale di San Donnino, dove il torneo di minibasket in carrozzina ha fatto da padrone. Il Wheel Chair Firenze, Millenium Padova, Frassati Verona e Santa Lucia Roma si sono affrontati in un quadrangolare che ha visto primeggiare i capitolini campioni d’Italia. La giornata dedicata allo sport paraolimpico è poi continuata con una dimostrazione di tennis tavolo e di danza sportiva, attività che a Firenze il Wheel Chair Sport porta avanti con l’aiuto di psicologi ed istruttori, nell’intento di rendere possibile ai giovani con difficoltà motorie di partecipare attivamente e da protagonisti. Per informazioni c’è il sito www.wcsfirenze.it.

IL PATTINAGGIO DI SCENA A TEATRO

e l’oro mondiale

I

l pattinaggio sposa il teatro. E’ questa l’originale iniziativa promossa dal circolo “Il Boschetto”, che ha allestito la compagnia “…Noi... gli artisti senza nome...” con l’intento di portare le rotelle sul palcoscenico e che sta girando con successo l’Italia con lo spettacolo “Amore, follia, morte... a Notre Dame”, i cui incassi sono devoluti in beneficenza. Il tour toccherà la Toscana: giovedì 8 maggio andrà infatti in scena al Politeama di Prato e, in data ancora da definire, al Saschall di Firenze. La manifestazione servirà anche come qualificazione per i campionati italiani che si terranno a Montecatini dal 14 al 16 marzo. In aggiunta al teatro, “Il Boschetto” punta il proprio interesse anche sul settore artistico con i giovani allenati da Daniele Dolfi e Irene Colletti.

del 2004, l’atleta delle Fiamme Oro sarà uno dei protagonisti della nazionale

NUOTO SINCRONIZZATO, ALTRE SETTE “RARINE” QUALIFICATE AI CAMPIONATI ITALIANI

con il 4 senza

A

Simone Spadaro

O

biettivo Pechino. Lorenzo Carboncini, empolese di nascita, classe 1976, tesserato per le Fiamme Oro, è pronto per il 4 senza, equipaggio che sarà presente, perché già qualificato, alle prossime Olimpiadi che inizieranno l’8 agosto. Alto 1,91 metri per 90 kg di peso, ha iniziato a praticare il canottaggio nel 1985, nel Circolo Canottieri di Limite sull’Arno, diretto dal tecnico Renzo Borsini. Di professione agente di polizia, è sposato con Erika dal 2003 e ha una figlia, Matilde, di 4 anni. Ha vinto 11 titoli

italiani, ha già partecipato alle Olimpiadi del ’96. Ha vinto l’argento nel 4 senza ai Giochi del 2000 mentre, nel 2004, ha vinto l’oro ai mondiali nel 4 con. Non si sbilancia più di tanto, Carboncini, e predica prudenza. La qualificazione è già stata ottenuta, prima di altri. “In effetti, sono contento del fatto che ci siamo già qualificato per le Olimpiadi con l’equipaggio del 4 senza, ma ancora aspettiamo le decisioni definitive del commissario tecnico. L’equipaggio qualificato è composto, oltre che dal sotto-

scritto, dai fratelli Mornati e da Sartoni”. E’ escluso il suo impiego in altri equipaggi? “Direi proprio di sì. Ci saranno delle gare di qualificazione per il 2 senza e per l’8 ma io gareggerò solo nel 4 senza”. Avete potuto visionare il campo gara cinese? “Purtroppo no. Si sono svolti i campionati mondiali juniores e le notizie avute ci confermano che il clima è molto inquinato. Ma non mi preoccupo. Il clima è uguale per tutti e non condiziona il rendimento. Certo, sarà un

ltre sette (su nove) syncronette della Rari Nantes hanno ottenuto il punteggio per partecipare ai Campionati italiani, dopo il 2° campionato regionale invernale categoria Ragazze (riservato agli anni 1993, 1994, 1995) che si è svolto a Massarosa. A Giulia Guidi e Caterina Dini si sono aggiunte Alessia Miccinesi (1993), Sara Gabbrielli (1995), Chiara Grifoni (1995), Rebecca Nocentini (1994), Guia Santini (1994), Adele Palli (1995), Martina Miccinesi (1995). Iniziato, quindi, per tutto il settore syncro un periodo ricco di impegni in preparazione dei prossimi campionati italiani. Impegni per le atlete delle categorie Senior e Junior, della categoria Esordienti A e per le piccolissime delle Categorie Esordienti B, C e D.

ostacolo in più da affrontare ma lo metteremo in conto”. Ha anche una bella responsabilità. Portare il nome di Firenze e della sua provincia nel mondo. “Mi fa molto piacere questo. So benissimo di non essere l’unico fiorentino o, comunque, l’unico toscano ad andare alle olimpiadi, ma il fatto di rappresentare la mia regione mi fa piacere”. Prima di Pechino, ci sono altre gare internazionali utili per

migliorare il vostro equipaggio? “A maggio si svolge la Coppa del Mondo. A tappe. Saranno gare importanti ma tutte finalizzate alle Olimpiadi di Pechino. Quest’anno la Coppa del Mondo è soprattutto una manifestazione che ci può aiutere a trovare la migliore condizione in vista delle Olimpiadi. E con i Giochi di Pechino si concluderà, praticamente, la stagione agonistica del 2008”.


42

BENESSERE

Marzo 2008

SALUTE. Qualche consiglio per superare senza problemi la prova bikini

Vita breve per le imperfezioni

L’

estate, calendario e profumi nell’aria non è poi tanto lontana. La sua prossima venuta infonde al solo pensiero, allegria, voglia di libertà e di alleggerirsi finalmente, dagli infagottanti cappottoni e piumini invernali. Eccoci al problema. Alleggerirsi…Se da una parte ci sollazza l’idea per quel senso di allegria, dall’altro, specie per noi donne, diventa quasi un incubo. Ecco spuntare la narcisistica angoscia. Spogliarsi? Stai lì, davanti al tuo specchio preferito a rigirarti scrutandoti da tutti i lati con improbabili acrobazie visive per vedere gli angoli più nascosti ed insidiosi del tuo corpo. Quel cuscinetto là con quell’abitino fasciante si vede sicuro. Quel sederino non proprio brasiliano non supererà sicuramente la prova “pantalone bianco”. Cosa fare? Niente panico. Intervenire si può e farlo ora vuol dire intervenire per tempo. Una sana alimentazione, un po’ di movimento e poi, soprattutto, puntare dritto a combattere quelle piccole imperfezioni così improbabili da eliminare anche con ore di palestra e diete malsane al limite del digiuno ascetico. La prima cosa da fare è abbandonare l’ipotesi di soluzioni fai da te. Il nostro corpo non è terreno per bricolage sperimentali. Bisogna solo affidarsi a mani esperte. In questo caso a specialisti in dermatologia, medicina e chirurgia estetica. Cosette da chiarire ce ne sono molte. Fondamentale è capire, innazitutto, se il nostro problema è la cellulite o qualche chiletto di grasso in eccesso localizzato proprio dove non vuoi. Non chiarirsi le idee in questa fase significa solo buttar via denari ed arrivare alla prova costume col problema irrisolto, ancora più frustate di prima. Va

capita bene la differenza fra buccia d’arancia e grasso. Non bisogna confondersi. Iniziamo col dire che, la cellulite, nemico numero uno della maggioranza delle donne di ogni età, non è un semplice accumulo di grasso localizzato, ma è una patologia cronica, causata da più fattori - ormonale in primis - che causa un deficit del microcircolo superficiale. Per dirla con parole più semplici è quell’effetto buchette nella pelle che si insinua soprattutto su cosce e glutei causando ritenzione idrica e talvolta fastidio al tatto. In questo caso, il medico interviene con un ventaglio di soluzioni molteplici, ma tutte vanno ad agire nello

strato più superficiale della pelle. Occorrono poi sempre - dato che come abbiamo detto la patologia è ahimè cronica - due sedute l’anno di: mesoterapia, massaggio specifico, elettrolipolisi, laserterapia, ionoforesi, pressoterapia, ultrasuoni e ozonoterapia. Altri piccoli consigli per combattere la buccia d’arancia: niente fumo ed alcol né cibi troppo salati, bere tanta acqua e fare sane passeggiate. La liposuzione o liposcultura è invece un vero e proprio intervento chirurgico che va a combattere i depositi di grassi dello strato più profondo dell’epidermide. E’ proprio un’opera di scultura del corpo che rimuove i depositi

da addome, fianchi, glutei, cosce, ginocchia, ma anche mento e collo. Solo così (pur sempre associando il tutto ad un sano tenore di vita) si rimuove in via definitiva accumuli non eliminabili in nessun altro modo. Attenzione però. Si tratta come detto, di un intervento chirurgico vero e proprio. Deve quindi essere eseguito solo da uno specialista in chirurgia plastica esperto di modellamento del corpo, in strutture autorizzate e con la doverosa assistenza anestesiologica. Mai farlo in centri estetici! Tornare belle prima dell’estate è possibile. Basta farlo con la testa e senza farsi prendere dal panico. /Nadia Fondelli

CELLULITE

ACCUMULI DI GRASSO

DOV’È LOCALIZZATA Strato superficiale della pelle di glutei, cosce, ginocchia e caviglie. CHI INTERVIENE Medico estetico DOVE In ambulatorio TERAPIE Mesoterapia, massaggio specifico, elettrolipolisi, laserterapia, ionoforesi, pressoterapia, ultrasuoni, ozonoterapia. TIPO DI DISTURBO Deficit del mircocircolo superficiale SOLUZIONE DEFINITIVA No, servono due cicli di sedute all’anno RIPRESA VITA NORMALE Subito, anche se possono comparire tumefazioni sulle zone trattate COSTI* Dai 50 agli 100 Euro a seduta. Un ciclo richiede circa 8/15 sedute. (prezzi variabili da terapia eseguita, chirurgo e zone trattate)

DOV’È LOCALIZZATA Strato profondo della pelle di addome, fianchi, glutei, cosce, ginocchia, mento, collo. CHI INTERVIENE Chirurgo estetico specializzato in modellamento del corpo DOVE In cliniche autorizzate con presenza di anestesista TERAPIE Liposuzione e liposcultura. TIPO DI DISTURBO Depositi di grasso accumulati in zone specifiche del corpo SOLUZIONE DEFINITIVA Sì. RIPRESA VITA NORMALE Si esegue in day hospital, ma richiede un breve convalescenza e l’attenersi scrupolosamente alle indicazioni post intervento fornite dal chirurgo. COSTI Dai 2.500 ai 5.000 Euro (prezzi variabili da chirurgo e zone trattate)

(*)

I prezzi riportati si riferiscono al tariffario nazionale 2007/2008 della Società Italiana di Medicina e Chirurgia estetica


LETTERE

43

Marzo 2008

Inviaci le tue lettere a scrivimi@ilreporter.it “E’ l’ora della responsabilità”. Ma di chi?

non esistono. E siamo nel 2008!!!! Penso che come sempre si debba far cadere la responsabilità su chi Caro direttore, in riferi- alla fine è l’ultima ruota mento al suo editoriale del carro..... e che la camintitolato “E’ l’ora del- pagna della provincia di la responsabilità” vorrei Firenze sia molto bella..... dire che sono un po’ stufa “Non rifiutare il buonsendi sentire sempre colpe- so”. Ma come al solito tra volizzato il cittadino sia il dire e il fare c’è di mezdalla televisione che dalla zo il mare.. stampa per il grosso problema dei rifiuti. Lei sa Mila Aldrovandi più di me quanto sarebbe immenso entrare in tutte Cara Signora Mila, tutto le problematiche di que- volevo, con il mio editosto argomento, affrontato riale, tranne che colpecome tanti altri “quando è volizzare i cittadini. Cretroppo tardi”. Comunque do certo che anche noi partendo dal cittadino che cittadini dobbiamo fare si ritrova a dover fare la la nostra parte e che non raccolta differenziata dei sia sufficiente dare solo numerosi imballaggi delle la colpa a chi ci governa o cose che acquista (ma che amministra le nostre città: bisogno c’è di tutti questi credo infatti che ci sia un imballaggi?).... come può contributo importante che individualmente fare la ognuno di noi debba dare raccolta anzidetta se poi e che però questo dipenda non ha il relativo cassonet- anche in maniera sensibito dove buttarla? Ecco a le dalla nostra educazioFirenze, e più precisamen- ne. Detto tutto ciò non c’è te nell’isolato compreso dubbio che i cittadini debfra il Terzolle e Via Forla- bano essere messi in connini, dove prossimamente dizione di poter assolvere prenderò la residenza e questi compiti e se non ci dove già mio marito abita, sono cassonetti nelle vinon esistono cassonetti per cinanze delle abitazioni la raccolta dei rifiuti orga- credo sia difficile pretennici, e adesso che ci faccio dere che si possa effettuacaso, in molte altre zone re la raccolta differenzia-

ta. Ma poi c’è soprattutto un altro punto che vorrei chiarire: quando ho scritto che, a mio avviso, è giunto il momento delle responsabilità mi riferivo chiaramente alle responsabilità di chi ci amministra. Credo sia giunto il momento di mettere fine all’interminabile balletto di discussioni sulla più corretta ed idonea localizzazione del termovalorizzatore. Questo impianto per il momento non ha alternative e deve essere costruito se non vogliamo fare la fine della Campania. Il Presidente della Provincia Matteo Renzi da tempo dice che è stato eletto con questo mandato preciso degli elettori: risolvere il problema rifiuti costruendo il termovalorizzatore. Speriamo ci riesca. Marco Agnoletti

Parcheggio a Settignano, c’è chi è contrario… Leggo sul giornale “il Reporter” Campo di Marte, Cure, Coverciano la notizia di un progetto allo studio del Comune per la costruzione di un parcheggio a Settignano: permettetemi di dire francamente che trovo la cosa degna di irresponsabili che non si sono mai recati a Settignano e che non conoscono lo

stato dei luoghi. Già per arrivare a Settignano dalla via D’Annunzio si hanno grosse difficoltà nel tratto stretto prima del Ponte a Mensola a causa delle macchine in sosta con intenso traffico, a tutte le ore, di veicoli che normalmente viaggiano ad alta velocità in barba al limite segnalato di 30 km/h e al divieto di sorpasso. Per i pedoni la mancanza di un qualsiasi marciapiede o almeno di un tratto protetto rappresenta un percorso ad alto rischio. (Mai visto un vigile per far rispettare quanto indicato dalla segnaletica). E’ chiaro che aumentando le possibilità di parcheggio a Settignano il traffico registrerebbe una pericolosa impennata, in quanto rappresenterebbe una ulteriore attrazione per quella località, con aggravio del traffico nel tratto di cui sopra. E’ poi da notare che a Settignano il parcheggio del cimitero è praticamente inutilizzato, mentre la omonima via è perennemente occupata da veicoli in sosta, anche qui nella totale inosservanza del divieto. Un nuovo parcheggio non ridurrebbe certo l’ingorgo provocato dalle macchine in sosta sulla piazza. (Non sarebbe il caso di segnalare la cosa alla polizia municipale?). Pensate quanto sarebbe bello invece utilizzare lo spazio previsto per il nuovo parcheggio per farci in-

vece un giardino pubblico, mentre un bel parcheggio magari a silos si potrebbe fare nella zona del Campo di Marte e collegarlo con la piazza di Settignano con un filobus, come c’era una volta? Sarei veramente felice se questo progetto venisse rivisto e magari accantonato per sempre, incaricando al contempo l’Ufficio mobilità a prendere in considerazione la possibilità di fare un percorso riservato ai pedoni nel tratto di via D’Annunzio di cui sopra, nonché invitare la polizia municipale a farsi viva ogni tanto nella zona. Distinti saluti, Lettera firmata.

…e chi è a favore Ringraziamo sentitamente lei e il suo giornale per aver dato voce a un bisogno, il parcheggio, che qui a Settignano tutti avvertiamo anche con uno sguardo strategico sulle prospettive future di questo paese. Non possiamo però esimerci dal segnalare l’uso di stereotipi un po’ frustri e abusati, tipo “don Camillo e Peppone”, che oltre a non corrispondere per nulla alle cose come stanno - tantissime occasioni di intensa collaborazione in difesa della pace e di altre questioni - rischia di banalizzare l’intera vicenda. Una caduta di stile che

864596

Nuova collezione primavera - estate 2008 ROCCO BAROCCO • MARIELLA BURANI • TAVIANI • BARONI • FAUSTA TRICOT ANCHE NELLE TAGLIE COMODE CORREZIONI PERSONALIZZATE

Tra le nostre marche:

Viale Europa, 164 - Firenze - Tel 055 65.31.852


44 contrasta con la correttezza di fondo che pervade tutto l’articolo. Distinti saluti Per il Comitato associazioni Riccardo Brunini e don Giorgio Tarocchi Si sa, i fiorentini sono famosi per essere sempre in disaccordo su tutto: lo stesso articolo, sulla necessità di realizzare un parcheggio a Settignano, produce due lettere esattamente su fronti opposti. Noi garantiamo di seguire con attenzione la vicenda. Quanto all’ironico riferimento a Peppone e Don Camillo, certo non sarà stato il più originale della storia del giornalismo ma, per l’amore che ci lega soprattutto alle pellicole ispirate ai libri di Guareschi, definirla una caduta di stile francamente ci pare un po’ troppo. (m.a.)

“I cani sporcano? Multiamo i padroni” Gentile Sig. Agnoletti, replico alla sua risposta al messaggio intitolato “Sporcizia, prendiamo esempio da altri paesi”. Lei afferma che “non è pensabile poter tenere sotto controllo, per esempio dalla mattina all’alba sino al tardo dopo cena tutti coloro che portano fuori il cane”. Sono francese e vivo a Firenze

LETTERE

Marzo 2008

da 5 anni. In Francia il problema delle cacche di cane si è posto nello stesso e identico modo. Ebbene la soluzione al problema è stata trovata: multando le persone che non raccoglievano le scorie del loro animale, le persone miracolosamente sono diventate civili ed educate e piano piano si sono visti i marciapiedi sempre più puliti. La legislazione in Italia esiste nello stesso identico modo che in Francia. Perché non applicarla? Come le persone sono state educate a portare la cintura di sicurezza? A forza di multe o per paura di esse. Perché fare una legge che non è “pensabile” venga applicata? Io non trovo “pensabile” che mi multino la macchina all’ora di pranzo di sabato perché si trova fuori posto quando di posto non se ne trova nemmeno a pagarlo, eppure mi multano lo stesso! Firenze è una città bella, sarebbe anche bello poterla guardare mentre si cammina invece di scrutare i propri piedi (senza parlare degli odori…). Sidonie.

dei delinquenti nel parcheggio di Careggi: ecco la mia proposta”

Mi sembra una cosa facile e fattibile anche da chi non è Einstein. Cordiali saluti, Roberto

Mi riferisco ai problemi dei delinquenti nel parcheggio di Careggi pubblicato nelle ultime pagine de Il Reporter. Se, come si dice, il parcheggio è area privata allora il gestore ha quanto meno il dovere di vigilare e tutelare i beni che vi si depositano, tanto più che viene pagato. Ma se anche così non fosse, e certamente così non è perché in qualche parte del regolamento ci sarà scritto che il gestore se ne lava le mani, basterebbe che lui stabilisse la regola che l’accesso al parcheggio e la permanenza al suo interno è concessa solo ai possessori del biglietto di deposito dell’auto. E’ chiaro che chi è nel parcheggio deve avere il tagliando, o perché ha consegnato l’auto o perché la va a ritirare. Che ci vuole tanto? Ogni tanto si fa un controllo e chi è senza paga l’ammenda di 50 euro o viene identificato o dall’addetto, se può farlo, o dalla polizia o da un viResto dell’idea che l’edu- gile che ogni tanto dovrebcazione sia più forte delle be passare. Chi l’ha perso multe, ma se anche queste deve comunque passare possono aiutare a risolve- prima alla cassa per farsi re il problema ben venga- autorizzare ad accedere. Quanto meno si eviterebbe no (m.a.) lo scaricabarile tra i vari “Problema enti.

Gli sbandieratori a Firenze Un mondo poco conosciuto Gentile redazione de “il Reporter”, leggo sempre volentieri il vostro giornale che viene recapitato regolarmente e gratuitamente. Volevo far sapere e far conoscere, a codesta redazione, un mondo, oserei dire, poco conosciuto, ma molto intenso della nostra città. Parlo del mondo del folklore e soprattutto mi riferisco a un’attività che è una via di mezzo fra sport e storia, fra associazionismo e volontariato: parlo dei gruppi di Sbandieratori. Sì di gruppi, perché Firenze è oggi sede di ben 4 gruppi distinti di Sbandieratori, con i propri variopinti costumi, con le tradizioni che affondano le radici nella grande storia della nostra città. Da ben 20 anni sono sbandieratore e ho militato in tre dei 4 gruppi fiorentini, oggi faccio parte dell’ultimo nato, ovvero gli “Sbandieratori della Signoria di Firenze”, ed è sempre un’emozione quando facciamo scambi con i tanti, anzi tantissimi gruppi che ha la nostra splendida regione. Perché

questa lettera: negl’ultimi anni, nonostante una drastica riduzione della partecipazione dell’amministrazione comunale, è sempre andato crescendo l’interesse per questa particolare attività. Solo per dare un’idea, il gruppo di cui faccio parte conta 60 iscritti, e organizza corsi all’interno degli istituti superiori che ne facciano richiesta. Le manifestazioni che vengono organizzate sono le più disparate, inaugurazioni di tornei sportivi, spettacoli di beneficienza per associazioni, parrocchie e centri anziani, addirittura siamo presenti in molte manifestazioni all’estero, sia in Europa che in altri continenti. Unico rammarico è la poca “pubblicità” che la nostra città dedica a questo tipo di manifestazioni, e le occasioni non mancherebbero per riportare alla ribalta una tradizione così antica, solo un po’ impolverata. Ringrazio anticipatamente, e spero che pubblichiate questa missiva, conoscendo l’attenzione che avete per le attività spontanee che animano i vari quartieri. Se qualcuno volesse saperne di più ci può incontrare il mercoledì sera dalle 21.30 alle 23 presso la palestra la Montagnola all’Isolotto, oppure il venerdì sera presso la palestra dell’istituto Buontalenti in via de’ Bruni.

Hai un appartamento da ristrutturare? Alfa Edil impresa edile fiorentina esegue lavori di: RISTRUTTURAZIONI CHIAVI IN MANO OPERE EDILI E RESTAURI IMPIANTI ELETTRICI E TERMOIDRAULICI LA COMODITA’ DI UN UNICO INTERLOCUTORE

Appartamento 50 mq

PIO? a p a r t i r e d a 5 5 0 E u r o / m q N ESEM

U

S E R V I Z I O C H I AV I I N M A N O ! ! !

SPECIALIZZATI NELLA RISOLUZIONE DEFINITIVA DI PROBLEMI DI UMIDITA’ DI RISALITA Alfa edil firenze srl Via delle Giunchiglie, 10 Firenze - orario: 15.00/19.00

Tel.

055 71.35.193 Fax 055 71.34.329 alfaedil@alfaedil.it

908327


ANNUNCI IMMOBILARI

Marzo 2008

45

un aiuto prezioso a casa tua le migliori offerte immobiliari: residenziali, commerciali, stagionali 1-2 VANI FIRENZE A FIRENZE nuove ristrutturazioni in varie parti della città monolocali e bilocali con rifiniture di lusso da158.000 055 0515231 CAMPO DI MARTE bilocale in ristrutturazione: soggiorno con angolo cottura, camera, bagno e ripostiglio, terrazza abitabile. Posto auto. (a 208) 055 687553 CHIOCCHIO in piccola palazzina, appartamento: ampio soggiorno con angolo cottura, camera, bagno. Giardino privato mq. 150, cantina e 055 687553 garage. (a 206) PIAZZA FRANCIA pressi bivani al piano terra 50 mq. Con bagno e terrazzino a comune buono stato termocentrale luminoso190.000 055 676246 POGGETTO monolocale al piano terra già trasformato civile abitazione 40 mq. In fase di ristrutturazione vendesi165.000 055 676246 PONTE ROSSO in strada tranquilla appartamento 4 ed ultimo piano 48 mq. Soggiorno camera cucinotto guardaroba e bagno ottime condizioni accessoriato250.000 trattabili 055 676246 PORTA ROMANA in piccola palazzina, piano terreno, bilocale nuova costruzione con loggia abitabile. Consegna aprile ’08 (a 211) 055 687553 S.M NOVELLA graziosissima mansardina 24 mq. Ristrutturata ed arredata panoramica con splendidi affacci sulla chiesa vendesi160.000 trattabili ottimo investimento 055 676246 VIA PISTOIESE zona vendesi appartamento 2 e 3 vani con resede e giardino di circa 200 mq, posto auto, cancello automatico videocitofono sat e condizionamento. Consegna da maggio 2008 prezzi a partire da 195.000 inintermediari 055 7135193 VIA REGINALDO GIULIANI vendesi appartamento 2 vani completamente ristrutturato ingresso indipendente finiture di lusso 185.000 055 250058

CAMPO MARTE in strada tranquilla e silenziosa in stabile dell’800 piano alto ristrutturato finemente appartamento composto da soggiorno con cottura due camere bagno balconato termosingolo climatizzato EURO 285.000,00 899643

 055 0515231

BAGNO A RIPOLI (San Donato) appartamento in piccolo condominio composto da ingresso, ampia cucina con camino, soggiorno, camera matrimoniale, servizio, ripostiglio, soffitta di proprietà, parzialmente arredato, possibilità seconda camera, ristrutturato con travi a vista e cotto, termosingolo richiesta 240.000 RIF.R1/71 foto su www.ilperuzziimmobiliare.it. Tel. 335 8169008 055 6560386 - 055 6560387 BROZZI Interno Tranquillo in bifamiliare appartamento in fase di ristrutturazione soggiorno angolo cottura camera camerina bagno ripostiglio posto auto privato resede ristrutturazione con isolamento termoacustico e risparmio energetico265.000,00 rif.156 agenzia c...come casa 055 315507 333.6470467 333 647046 - 393 9958454 CANDELI appartamento al piano terra in terratetto con ingresso indipendente: soggiorno, cucinotto/ tinello, camera, bagno. Giardino. Ottime condizioni. (a 305) 055 6532076 - 055 6530648 CASTELLO vendesi tre vani buone condizioni soffitta posto auto 195.000 055 250058 DALMAZIA pressi in strada tranquilla appartamento al 3 piano 70 mq. 3 vani oltre bagno e 2 balconi ascensore termocentrale buono stato287.000 055 676246

POLO UNIVERSITARIO appartamento nuovo, piano terreno: ampio soggiorno con angolo cottura, 2 camere, doppi servizi. Piccolo giardino pavimentato, garage e cantina. (a 301) 055 687553 - 055 6812507 STATUTO silenzioso ristrutturato vari appartamenti silenziosi e lumisnosi composti da soggiorno cottura due camere servizio ampia terrazza e balcone a partire da euro209.000,00 338 9402688 VACCIANO appartamento in colonica completamente ristrutturato: soggiorno con angolo cottura e camino, camera matrimoniale con soppalco, cameretta, bagno e ripostiglio. Piano terreno. Giardino staccato mq. 600. Posti auto. (a 308) 055 687553 VIA REGINALDO GIULIANI vendesi tre vani ingresso indipendente completamente ristrutturato finiture lusso termosingolo 220.000 055 250058

VALDISIEVE LONDA Direttamente dal costruttore appartamento di nuova costruzione al primo ed ultimo piano, ingresso indipendente, soggiorno con cucina, due camere, servizi, cantina e posto auto. 153.000,00 335 8058088

VALDARNO FAELLA centro, ristrutturato, piano terreno, ingresso singolo mq. 58, cucina, camera, camerina, bagno, ripostiglio e giardino mq. 45,134.000 mutuabili 100% 055 940882 MONTEVARCHI pressi direttamente dal costruttore delizioso appartamento 3 vani, finiture di pregio, garage, 195.000,00 335 8058088 - 055 8397307

4 VANI FIRENZE 906711

VALDISIEVE DICOMANO direttamente dal costruttore immersi nel verde, 2 vani piano terra mq 53, ingresso indipendente, giardino, box auto, ottime finiture predisposizione aria condizionata e allarme, 132.000,00 055 8397307 - 335 8058088

VALDARNO TERRANUOVA B.NI Frazione, ristrutturato, mq. 40, cucina, camera, bagno, ripostiglio e giardino mq. 40,110.000 interamente pagabili con rate di mutuo da 583,00mensili. 055 940882

3 VANI FIRENZE ALLORI-NOVOLI in strada interna tranquillissima, ottimo appartamento ampio composto da ingresso, soggiorno, cucinotto camera matrimoniale servizio ripostiglio balcone 235.000 rif.V7251 abitandoimmobiliare@hotmail.it 055 3289988 ANTELLA appartamento nuova costruzione al piano ultimo di piccola palazzina: ingresso, soggiorno con angolo cottura, camera, bagno, nel sottotetto: camera con bagno. Garage. Da personalizzare. (a 304) 055 687553 - 055 6812507

VIA A. BARDUCCI Luminoso appartamento al piano terzo con ascensore:ampio soggiorno, cucina abitabile con balcone, camera matrimoniale, bagno e ripostiglio. Posto auto. (A 306) 906709

 055 687553 - 055 6812507 GALLUZZO in antico casolare luminoso appartamento ristrutturato ottimamente 45 mq. 3 vani oltre bagno ripostiglio e giardinetto250.000 055 676246 GAVINANA in strada silenziosa, piccolo terratetto semi-indipendente di nuova realizzazione su 3 livelli con: soggiorno/cottura, 2 camere matrimoniali e doppi servizi oltre terrazza abitabile e corte esclusiva. Consegna marzo 2008 (a 318) 055 6532076 - 055 6530648 PIAZZA PITTI pressi appartamento al 3 ed ultimo piano senza ascensore mq. 60 su 2 livelli composto da ingresso camera soggiorno cucinotto bagno e ripostiglio268.000 055 676246 POLO UNIVERSITARIO - V. Forlanini luminosissimo trivani, accuratamente ristrutturato, soggiorno/ ang.cottura, due camere, bagno finestrato, balcone, ottimo investimento, libero subito Euro.225,000 rif.V7088 abitandoimmobiliare@hotmail.it 055 3289988

VIA GIOBERTI al 3° e ultimo piano con ascensore splendido appartamento 135 mq. Di 4 vani oltre mansarda, finemente ristrutturato in chiave moderna. Aria condizionata e impianti a norma, balcone,cantina 11 mq. EURO 670.000 (A 501)

 055 6532076 - 055 6530648 ANTELLA a 2 km. dal paese appartamento in piccolo borgo composto da ingresso indipendente al piano terreno ampia cantina con soffitti a mattoncini, al primo piano cucina abitabile, soggiorno, due camere, servizio, piccolo giardino staccato, due posti auto esclusivi, termosingolo, da rimodernare internamente richiesta 360.000 RIF.R1/127 Foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008 ANTELLA in piccola palazzina ottimo appartamento primo piano, composto da: ingresso,ampio soggiorno,cucina abitabile,2 matrimoniali, doppi servizi,ripostiglio,2 terrazzi oltre cantina di 40 mq e grande garage, termosingolo, nel verde, giardino condominiale, ottimo affare,richiesta 395.000 RIF.R1/158 Foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008

BADIA A RIPOLI appartamento con ingresso indipendente al piano terreno composto da ampio soggiorno con angolo cottura, divisione giorno notte con due camere, servizio, ripostiglio, soffitti 4 metri, termosingolo, ottime condizioni, opere condominiali rifatte, no condominio richiesta 290.000 RIF.R1/39 Foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008 BAGNO A RIPOLI appartamento in piccolo condominio composto da ingresso/soggiorno con angolo cottura, diviso giorno/notte tre camere (1 matrimoniali, 2 singole), servizio, balcone panoramico, completamente ristrutturato con pavimenti da ultimare richiesta 355.000 RIF.R1/13 Foto su www.ilperuzziimmobiliare.it. Tel. 335 8169008 055 6560386 - 055 6560387 BAGNO A RIPOLI appartamento in fase di restauro composto da ingresso indipendente ampio soggiorno, cucina abitabile, due camere, servizio, due balconi, posto auto, zona centrale molto tranquilla richiesta 400.000 RIF.R1/156 Foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008 BAGNO A RIPOLI centro, ma in zona tranquilla, caratteristico appartamento su due livelli, grande soggiorno, 2 matrimoniali, 2 bagni, stanza hobby oltre posto auto.perfette condizioni richiesta 390.000 tratt 335 7678437 BOLOGNESE-MONTORSOLI posizione collinare panoramica appartamento in villa ristrutturato ingresso indipendente soggiorno angolo cottura due camere bagno corte e giardino privati posto auto330.000 possibilità altre metrature agenzia c...come casa 055 315507 333.6470467 333 647046 - 393 9958454 BORGOGNISSANTI pressi luminoso e panoramico appartamento ultimo piano 95 mq. 4 vani oltre bagno e terrazza abitabile con affacci nel verde395.000 055 676246 CAMPO MARTE libero su quattro lati panoramico appartamento da rimettere molto luminoso composto da zona giorno con cottura tre camere servizio balcone e ripostiglio termosingolo280.000 055 0515231 CASCINE DEL RICCIO interno silenziosissimo terratetto libero su quattro lati , composto da:ingresso indipendente,cucina abitabile, soggiorno,2 camere matrimoniali, 1 servizio, ampia soffitta abitabile, garage, giardino di 250 mq, ottimo affare,richiesta 380.000 tratt. Ns esclusiva, RIF.R1/132 Foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008 COMPIOBBI al terzo ed ultimo piano, luminoso appartamento composto da grande cucina, sala, 2 camere e grande terrazza abitabile di oltre 30 mq. Completa la proprietà garage,310.000 tratt 335 7678437 CURE Via Sercambi, appartamento: ingresso, cucina abitabile, ampio soggiorno, camera matrimoniale, bagno finestrato, ripostiglio. Balcone (a 412) 055 687553 DALMAZIA/RIFREDI luminoso ampio 4 vani composto da ingresso, soggiorno/cucinotto, 3 camere, servizio, 2 balconi, termosingolo, ascensore 260.000 rif.V7091 abitandoimmobiliare@hotmail.it 055 3289988 DUPRE’ in condominio anni ’40 panoramico su fiesole ristrutturato finemente tripla esposizione soggiorno due camere cucina abitabile doppi servizi lavanderia ripostigli terrazzo termosingolo370.000,00 055 0515231 - 338 9402688

EUROPA PRESSI appartamento 4 vani: soggiorno doppio, cucina abitabile con dispensa, camera matrimoniale, cameretta, bagno. Da rinfrescare. Cantina, posto auto condominiale. (a 413) 055 687553 - 055 6812507 FIRENZE SUD, P. A EMA , in zona silenziosa 1ºpiano di piccola palazzina, luminoso appartamento composto da grande ingresso, cucina abitabile, sala, 2 camere, bagno,terrazzi e ripostiglio.garage e posto auto380.000 tratt 335 7678437 GAVINANA in piccolo condominio, appartamento 90 mq. C.a ristrutturato, piano ii con balcone. Possibilità posto auto in affitto. (a 055 687553 415) INDIPENDENZA PRESSI appartamento con ingresso indipendente, giardino, ampie cantine e negozio attiguo. Da ristrutturare. 330.000,00 055 689051

FIESOLE COMPIOBBI in piacevole contesto, appartamento 4 vani di circa 70 mq. Al terzo e ultimo piano di piccolo condominio. Terrazza panoramica di 30 mq., garage soppalcato (A 409) 906712

 055 6532076 - 055 6530648 OBERDAN (S.Ammirato) appartamento al primo piano di un piccolo condominio composto da ampio ingresso, soggiorno, cucina abitabile, due camere, servizio, ripostiglio, balcone e terrazza abitabile di circa 60 mq., posto auto, termosingolo, ascensore, posizione interna, richiesta 435.000 RIF.R1/77 Foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008 OBERDAN In villino fine ’800, appartamento 4 vani piano terreno oltre altro appartamento 3 vani al piano seminterrato. Ottime condizioni. Piccolo giardino privato. (a 422) 055 687553 - 055 6812507 PERETOLA Centro Storico Bellissimo ottima ristrutturazione stile rustico cotto travi ingresso sala con camino cucina tinello due camere doppi servizi ripostiglio posto auto privato325.000,00 c...come casa 055 315507 333 6470467 333 647046 - 393 9958454 PIAZZA DELLA SIGNORIA pressi: vendesi appartamento situato nel centro storico di Firenze a pochi passi dalla famosa piazza della Signoria, al primo piano di in un antico palazzo costruito nel ’ 500. Si sviluppa in 4 splendidi vani collegati tra loro da un ingresso con affreschi originali, correda il tutto una confortevole e utile cantina.Trattative in studio. Gianni Pompei Immobiliare 055 2398348 - 348 6522474 PIAZZA VITTORIA palazzina in pietra silenzioso doppi affacci luminoso ampio ingresso soggiorno due camere cucina abitabile ampio servizio balconato termosingolo370.000 055 0515231 POZZOLATICO ottimo appartamento completamente e finemente ristrutturato,composto da: ingresso, ampio soggiorno,cucina abitabile,2 camere matrimoniali con guardaroba in muratura , 1 piccolo vano finestra uso ripostiglio/studiolo, 1 servizio con parquet, cotto in tutta la casa,travi a vista, termosingolo, richiesta 320.000. RIF.R1/83 foto su www.ilperuzziimmobiliare.it. Tel. 335 8169008 055 6560386 - 055 6560387


46

ANNUNCI IMMOBILARI

Marzo 2008

SANTA TERESA DI GALLURA SARDEGNA, vivere un sogno ora è possibile. Splendidi appartamenti di nuova realizzazione all’interno di un residence che offre in un contesto unico la possibilità di abitare tra natura e comfort. Bilocale, trilocale o 4 vani a 700 mt di distanza dal mare, con rifiniture di classe, disponibili con giardino o grande terrazza.

A partire da EURO 170.000. Possibilità di mutuo o finanziamento.

Gianni Pompei consulente immobiliare

Tel.

055 2398348 Cell. 348 6522474

ROMAGNOSI palazzo ristrutturato affacci nel verde appartamento finemente rifinito composto da sala due camere cucina abitabile servizio ripostiglio ampia cantina balco338 9402688 nato370.000 S.COLOMBANO zona residenziale tranquilla piccola palazzina nel verde due appartamenti buono stato ampio soggiorno cucina due camere guardaroba doppi servizi taverna cantina aria condizionata terrazza370.000,00 trat agenzia c...come casa 055 315507 333.6470467 055 315507 - -333 6470467\ S.GERVASIO in piccola palazzina al 2º piano ampio ingresso, sala, cucina con balcone, 2 camere.da rimodernare, richiesta 298.000 tratt 335 7678437 SCALA ottimo appartamento di 100 mq circa composto da ampio soggiorno con due finestre, cucina abitabile, due camere, servizio e soffitta. Rifiniture di pregio. 055 689051 SCANDICCI Centrale ma tranquillo appartamento luminoso ottimo stato ingresso cucina ampia abitabile sala due camere matrimoniali bagno ripostiglio due terrazze cantina posto auto420.000,00 trattabili agenzia c...come casa 055 315507 333.6470467 055 315507 - -333 6470467\ SETTIGNANO MONTEBENI posizione collinare nel verde in piccola palazzina due appartamenti 80mq circa buone condizioni balcone termosingolo350.000,00 trat agenzia c...come casa 055 315507 333.6470467 055 315507 - 333 6470467 SOFFIANO secondo ed ultimo piano, appartamento con affacci nel verde di quattro ampi vani composto da ingresso, soggiorno, cucina con ripostiglio, due camere, servi055 689051 zio e balcone. TAVARNUZZE in zona collinare, appartamento 4 vani in piccolo condominio. Buone condizioni. Garage e cantina. Silenzioso, (a 406) 055 687553 TROGHI Appartamento composto da: ingresso, soggiorno con terrazzo abitabile, grande cucina, 2 camere, bagno e ripostiglio. Possibilità 2º bagno. Garage e posto auto scoperto. Da rinfrescare. 280.000(a 055 687553 402) VIA DI RIPOLI in zona tranquilla strada privata terratetto di nuova costruzione su più livelli con rifiniture di lusso composto da patio soggiorno due camere cucina servizio ampie terrazze doppi servi055 0515231 zio400.000,00 VIA GRAN BRETAGNA appartamento mq 90 piano terra nuova costruzione, rifiniture di lusso, grande zona giorno, 2 camere, cucina, doppi servizi, ripostiglio, grande soppalco, piccolo resede esterno no condominio, possibilità posti auto. Belmonte Immobiliare 055 6820637 - 335 325037 VIA JACOPO NARDI in palazzo signorile, appartamento 4 vani con cantina. Da rinfrescare. Piano se055 687553 condo. (a 416)

VIA KASSEL pressi, appartamento in terratetto di nuova ristrutturazione, piano terreno con ingresso indipendente di 4 vani con doppi servizi. Terrazza abitabile, possibilità posto auto. Rifiniture di pregio. (a 417) 055 6532076 - 055 6530648

VALDARNO TERRANUOVA B.NI Periferia, Tsm, mq. 70, cucina, soggiorno, camera, camerina, terrazza, 2 cantine, + orto mq. 155, abitabile, bagno da rifare,92.000 interamente pagabili con rate di mutuo da 559,00men055 940882 sili. TERRANUOVA B.NI Tasso,terratetto mq. 85, buono stato, composto da 4 vani oltre accessori, tra cui 2 fondi di mq. 40 e ampio garage e terreno mq. 200 a 30 m. Da casa,125.000 mutuabili 100% 055 940882

5 VANI FIRENZE 826049

ALLE PENDICI DI FIESOLE (Cure alte) in contesto esclusivo e tranquillissimo, deliziosa palazzina signorile, ottimo appartamento (libero su 4 lati) composto da ingresso ampio soggiorno cucina abitabile 2 camere matrimoniali studio/cameretta doppi servizi finestrati, 2 balconi affacci silenziosi sul verde, ambiente luminosissimo con divisione zona giorno/notte, perfetta ristrutturazione, cantina di proprietà Euro 720.000 rif.V7218 abitandoimmobiliare@hotmail.it

 055 3289988 - 338 4279491 ANTELLA appartamento al piano terreno di piccolo condominio, composto da ingresso indipendente, soggiorno doppio, cucina abitabile, divisione giorno notte con due camere, servizio, ripostiglio, possibilità terza camera, oltre giardino di circa 70 mq. e due posti auto, da ristrutturare richiesta 310.000 RIF.R1/168 Foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008 ANTELLA in piccola palazzina ottimo appartamento con ingresso indipendente, composto ingresso (studiolo), ampio soggiorno con camino,cucina abitabile con accesso a splendido terrazzo di 60 mq panoramico sul paese, divisione giorno/notte,2 camere,2 servizi, termosingolo, nessuna spesa condominiale, 2 posti auto esclusivi, tranquillissima posizione a due passi dai servizi, richiesta 490.000 RIF.R1/85 Foto su www.ilperuzziimmobiliare.it. Tel. 335 8169008 055 6560386 - 055 6560387

CAMPI BISENZIO fantastico attico 5 vani composto da cucina grandissimo salone due camere due servizi di cui uno con idromassaggio tre terrazze per complessivi mq 150 circa garage consigliamo visitarlo anche condizionamento trattativa riservata. 055 250058 CASTELFIDARDO in strada silenziosa con doppi affacci perfetto splandido appartamento composto da ampio ingresso sogiorno sala pranzo due camere cucina abitabile servizio ripostiglio balconato posto auto e piccolo garage350.000 + 543 055 0515231 mensili COVERCIANO al secondo piano con ascensore, ottimo appartamento composto da: ingresso, doppio soggiorno, cucina abitabile, 2 camere matrimonili, doppi servizi,2 balconi, oltre ripostiglio, termosingolo,cantina carrabile per biciclette, luminoso, nostra esclusiva richiesta 495.000 RIF.R1/74 Foto su www.ilperuzziimmobiliare.it. Tel. 335 8169008 055 6560386 - 055 6560387 EDISON condominio signorile luminoso e silenzioso doppi affacci divisibile salone doppio due camere matrimoniali cucina abitabile doppi servizi ripostiglio balcone e ga055 0515231 rage515.000 FIRENZE SUD Via Kassel appartamento mq 120 completamente ristrutturato piccolo condominio doppi servizi, 2 terrazze. Possibilità posto auto. Belmonte Immobiliare Belmonte Immobiliare 055 6820637 - 335 325037

829336

906745

LA TUA CASA IN SARDEGNA

CERTOSA collinare posizione dominante contesto signorile splendido appartamento nuova costruzione mq 140 su due livelli, grande zona giorno, 3 camere, cucina, ripostiglio, doppi servizi, 3 terrazze, grande garage.

055 6820637 - 335 325037 GRASSINA COLLINARE contesto prestigioso immerso nel verde parco secolare bellissimo appartamento mq 150 grande salone, cucina abitabile, 3 camere, doppi servizi, ripostiglio, 2 terrazzi 2 posti auto, silenzioso, luminoso, oggetto per amatori. Belmonte Immobiliare Belmonte Immobiliare 055 6820637 - 335 325037 GRASSINA (centrale) appartamento al secondo piano con ascensore, composto da: ingresso/soggiorno,cucina abitabile con balcone,divisione giorno/notte, 3 camere, 1 servizio, 1 ripostiglio, ottimo affare, richiesta 310.000 RIF.R1/68 Foto su www.ilperuzziimmobiliare.it. Tel. 335 8169008 055 6560386 - 055 6560387 GRASSINA nel verde, proponiamo appartamento mq. 120 circa al piano primo con terrazza abitabile. Completamente ristrutturato. Posto auto e cantina. (a 512) 055 687553 - 055 6812507 PIAZZA DEL CROCIFISSO pressi bell a`ppartamento da ristrutturare ultimo piano 140 mq. 5 vani ripostiglio 2 bagni terrazza panoramica sui monumenti mq. 12 e can055 676246 tina480.000 PIAZZA TASSO PRESSI Ampio appartamento di 110mq in piccola palazzina, secondo ed ultimo piano senza ascensore. Due camere nmatrimoniali, studio, soggiorno ampio, cucina, bagno finestrato, balcone. Anche divisibile. Rif. 511l immobiliare gavinana 055 686523 - 320 1557482 PONTE A EMA ottimo appartamento in bel condominio, con facciate recentemente rifatte, ultimo piano con ascensore, composto da: ingresso, doppio soggiorno con camino, cucina abitabile, 2 camere, servizio, ripostiglio, 2 ampi balconi, terrazzo pranzabile, parquet in tutta la casa, climatizzata, molto luminosa, ampio garage, n.s. esclusiva, richiesta 390.000 RIF.R1/139 Foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008

SAN GAGGIO elegante e tranquillo appartamento in terratetto al piano seminterrato 90 mq. Composto da soggiorno cucina camera matrimoniale camerina studio 2 bagni e giardinetto totalmente ristrutturato ottime rifiniture395.000 055 676246 909381

LOFT Antella-lappeggi in ex limonaia di villa medicea, particolare loft di rappresentanza di 140 mq. Circa, su due livelli, completamente e finemente ristrutturato. Giardino, posti auto e cantina. (P 005) 906714

 055 687553 - 055 6812507

BIXIO in stabile signorile appartamento con doppia esposizione composto da ingresso salone doppio due camere cucina abitabile servizo ripostiglio ampia terrazza EURO 425.000

 055 0515231 SCANDICCI appartamento buono stato palazzina decorosa nel verde ingresso cucina abitabile salotto tre camere doppi servizi ripostiglio due terrazze garage400.000,00 trat. Agenzia c...come casa 055 315507 333.6470467 055 315507 - -333 6470467\ SCANDICCI in piccola palazzina quadrifamiliare zona verde vendesi 5 vani buone condiziono 2 balconi 2 posti auto cantina 40 mq termosingolo 370.000 trattabilissimi vero 055 250058 affare! TOSCANINI- ZANDONAI Bellissimo appartamento con rifiniture di pregio, panoramicissimo, quinto piano con ascensore, terrazzi abitabili circostanti, biservizi, cucina abitabile. Posto auto condominiale. Luminosissimo. Zona residenziale tranquilla (intrerni via zandonai). Rif.502 055 686523 - 320 1557482 VARCHI in palazzo signorile doppi affacci silenzioso luminoso doppi affacci appartamento compsto da ingresso soggiorno tre camere cucina doppi servizi ripostiglio balconato cantinato450.000,00 055 0515231 - 338 9402688 VIA CANOVA pressi stupendo 5 vani doppi servizi finiture di pregio due balconi garage posto auto verde condominiale 420.000 055 250058 VIA ORAZIO VECCHI appartamento: ingresso, cucina abitabile, soggiorno doppio, 2 camere, bagno finestrato, ripostiglio. Da rimodernare. Piano alto con ascensore. 055 687553 (a 508) VIA PIAGENTINA appartamento: soggiorno doppio, cucina con veranda, 2 matrimoniali, 2 bagni finestrati. Garage e cantina. Piano terzo con ascensore.(a 502) 055 687553 - 055 6812507

EMPOLI 843290

S.QUIRICO/MONTESPERTOLI splendido contesto di Borgo Medievale privato, elegante appartamento, struttura architettonica caratteristica con soppalchi (studio e ulteriore zona notte) cucina, salone/caminetto, cucina, 2 camere, doppi servizi, pregiatissima ristrutturazione, pietra e travi a vista, giardino ed ampio terreno, vista collinare panoramicissima EURO 470.000 RIF.V7250 abitandoimmobiliare@hotmail.it

 055 3289988 - 338 4279491

OLTRE 5 VANI FIRENZE ANTELLA in posizione panoramica, appartamento in antica villa, su due livelli di 8 vani. Garage doppio, posti auto e giardino. Già diviso in due unità, non vendibili separatamente. 055 687553 (p009) ATTICO ,zona Via Masaccio di 10 vani, 200mq oltre terrazzo panoramico su firenze oltre ga335 7678437 rage.1.100.000

BECCARIA GIOTTO Prestigioso palazzo,splendido appartamento, otto vani (207 mq) piano alto; termosingolo, ascensore. Balconi. Buone condizioni. Cantina. Zona residenziale tranquilla. Adatto uffici e studi medici. Divisibilissimo. rif.801l immobiliare-gavinana 055 686523 - 320 1557482 BORGO PINTI Prestigioso palazzo facciate rifatte, ampio 145mq panoramico firenze-fiesole, doppio ingresso, doppi ascensori, ristrutturato finemente, tre camere matrimoniali, due bagni, grande soggiorno, sala-pranzo, studio, cucina abitabile arredata, vano lavanderia. Termosingolo. Due posti auto coperti. Giardino condominiale. Euro.950.000 trattabili. Rif.711l 055 686523 - 320 1557482 LOFT Antella-lappeggi in ex limonaia di villa medicea, particolare loft di rappresentanza di 140 mq. Circa, su due livelli, completamente e finemente ristrutturato. Giardino, posti auto e cantina. (p 005) 055 687553 - 055 6812507 PIAZZA DELLA LIBERTÀ pressi attico: Vendesi splendido attico di oltre 200mq con vista mozza fiato su Firenze. Possibilità posto auto. Trattative in studio. Gianni Pompei Immobiliare 055 2398348 - 348 6522474 PIAZZA PUCCINI pressi, in strada silenziosa, appartamento piano secondo, 6 ampi vani, doppi servizi, posto auto coperto e cantina. Ottime condizioni (a 604) 055 6532076 - 055 6530648 SCANDICCI centro:vendesi in palazzo storico, signorile appartamento di 8,5 vani, oltre cantina. Rifiniture di alto pregio, ideale anche per studi professionali. Trattative in studio. Gianni Pompei Immobiliare 055 2398348 - 348 6522474

TERRATETTI FIRENZE BAGNO A RIPOLI , collinare, terratetto su due livelli con ingresso indipendente, giardino e posti auto.piano terra: cucina, soggiorno, ripostiglio, bagno,camera; 1ºpiano: camera matrimoniale, bagno, vano guardaroba e terrazza abitabile vista firenze.perfette condizioni 335 7678437 e.420.000 GRASSINA terratetto su due livelli composto al piano terreno da soggiorno doppio, cucina, studio, 1 camera, servizio, ripostiglio, al primo piano tre camere, servizio, due balconi oltre cantina, soffitta e resede lastricata, possibilità frazionamento richiesta 470.000 RIF.R2/27 Foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008 PIAZZA DELLA CALZA pressi delizioso terratetto indipendente ottimamente ristrutturato 3,5 vani oltre servizio soppalco e garage per veri 055 676246 amatori520.000 SCANDICCI pressi humanitas terratetto 5 vani 2 balconi oltre locale di sbratto con camino giardinetto posto auto parzialmente da ristrutturare trattativa riservata. 055 250058 SCANDICCI via Pisana loc. Viottolone, vendesi 4 vani completamente ristrutturati termosingolo 255.000 af055 250058 fare! SIECI Terratetto bifamiliare libero tre lati, su due livelli, superficie abitabile 260mq, diviso due unità indipendenti. Ampie altezze. Ampia soffitta.giardino 240mq carrabile. Euro.680.000 trattabili rif.t105n 055 686523 - 320 1557482


ANNUNCI IMMOBILARI VALDISIEVE VOLOGNANO, collinare splendido terratetto di recente costruzione su tre livelli , ingresso indipendente composto da cucina abitabile, salone con camino, 4 camere,4 bagni taverna,cantina, garage e giardino 500 mq.molto panoramico 650.000 335 7678437

S.POLO (POGGIO ALLA CROCE) Posizione Panoramica Collinare nel verde villette varie metrature nuova costruzione cerificazione risparmio energetico soggiorno cucina due camere taverna oltre mansarda garage giardino e posti auto a partire da310.000 rif.155 333 647046 - 393 9958454

VALDARNO 865681

CAVRIGLIA PRESSI ultimi terratetti e appartamenti in pronta consegna in bellissimo complesso residenziale in posizione dominante e panoramica. ottime rifiniture, ingressi indipendenti, giardini, garage e taverne. Terratetti a partire da Euro 247.000. Appartamenti a partire da Euro 159.000.  055 9166474 - 335 7778374

LORO CIUFFENNA Frazione montana, caratteristico terra-tetto in pietra finemente ristrutturato semiarredato, mq. 65, cucina, soggiorno, camera, camerina, 2 bagni , salottino, giardino con annesso di mq. 40 a 20 m. Da casa,135.000 interamente pagabili con rate da 782 055 940882 S.GIUSTINO V.NO Terra-tetto su tre livelli mq. 220, da ristrutturare, divisibile in 4 o 6 unità,110.000 mutua055 940882 bili 100%

VILLE

E

VILLETTE

FIRENZE

893803

CERTOSA vendiamo nuova costruzione villa terratetto libera su tre lati, luminosa, accessoriata, disposta su tre lati luminosa, superaccessoriata disposta su 4 livelli grande zona giorno, cucina, sala pranzo, 4 camere, 4 bagni, taverna, garage, cantina. Posto auto privato bel giardino.

055 6820637 - 335 325037

829337

SCANDICCI via del Botteghino (Borgo ai Fossi) vendesi villetta singola nuova costruzione composta da cucina sala due camere doppi servizi balconi grandissimo garage ampio giardino 510.000 055 250058 STRADA IN CHIANTI in zona silenziosa e nel verde, terratetto libero su 3 lati di recente costruzione,su due livelli composta da cucina abitabile, sala molto grande, 3 camere, 2 servizi oltre garage e giardino privato di 150 mq.perfette condizioni richiesta 470.000 335 7678437 VIA BACCIO DA MONTELUPO vendesi 2 villette a schiera unifamiliari composte da cucina sala due camere doppi servizi taverna lavanderia e mansarda posti auto 570.000 055 250058 VIA DELLE CINQUE VIE PRESSI porzione in villa bifamiliare circa 240mq su due livelli parzialmente da ristrutturare con garage giardino e terreno 15000mq750.000,00 trat.agenzia c...come casa 055 315507 333 6470467 333 647046 - 393 9958454

MUGELLO

BAGNO A RIPOLI BIGALLO Bellissima villa, posizione collinare, solo 10min da firenze-sud, libera su quattro lati. Già divisa in due unità, ingressi indipendenti, totale superficie abitabile 500mq. Rifiniture di pregio. Giardino di 1400mq. Posti auto. Adatta anche due nuclei familiari. RIF.V016  055 686523 - 320 1557482

ANTELLA villetta unifamiliare completamente indipendente composta da ingresso, soggiorno con camino, cucina abitabile, due camere, servizio, al primo piano camera, servizio, oltre altro vano mansardato, giardino e terreno con ulivi di circa 6.000 mq. panoramico su firenze e colline richiesta 695.000 RIF.R2/16 Foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008 BAGNO A RIPOLI , colline , 3 km da v.le europa, in splendido contesto, porzione di villa storica con parco vista firenze, composta da grande cucina, salone doppio, 4 camere, 3 servizi, cantina .trattativa ri335 7678437 servata

BORGO S.LORENZO, vicinanze,meravigliosa villa su tre livelli con parco e piscina, lussuosamente rifinita mq 260 composta da cucina abitabile, sala con camino, soggiorno, 4 camere, 3 servizi oltre taverna e garage. Perfette condizioni richiesta 698.000 tratt 335 7678437

VALDARNO

A 500 MT. DAL CENTRO DI FIGLINE V.NO, in zona panoramica di pregio, porzioni di villette indipendenti con giardino e posto auto privato coperto. Con impianto solare termico e sanitario, costruiti secondo il ddr 311 sul risparmio energetico. Prezzi a partire da EURO 295.000 una casa che risparmia vale molto di più!!  055 5341081 - 335 300113

865681

COLONICHE

E

TERRENI FIRENZE 900367

VIALE EUROPA in interno silenzioso, villa indipendente di 400 mq. circa, struttura moderna. Buone condizioni, immobile per amatori. giardino con doppio accesso carrabile, garage (V 007) 906710

 055 687553 RIMAGGIO splendida villa indipendente vista su firenze, 340 mq : salone triplo, 2 cucine,5 camere,4 servizi oltre 1000 mq di giardino.possibilità di divisione. 335 7678437

47

Marzo 2008

COSTRUTTORE VENDE A 15 MIN. da Firenze posizione panoramica fienile libero su 4 lati, mq. 180 + loggia e 800 mq. di giardino circostante. Richiesta EURO 565.000. Finiture personalizzate. No mediazioni

 055 688520 - 335 5876455 - 333 3144295

ANTELLA (collinare) ex limonaia, porzione terratetto con ingresso indipendente, composta da: ingresso,soggiorno,cucinotto/tinello, ampio soppalco uso studio, 2 camere,doppi servizi, ripostiglio, soffitta,giardino esclusivo, oltre ampio giardino all’italiana condominilae,immerso nel verde, bel contesto di rappresentanza, soffitti altissimi con travi a vista,parquet in tutta la casa,silenziosissima posizione 5 posti auto esclusivi, richiesta 820.000 RIF.R3/33 Foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008

S.MARTINO ALLA PALMA ,pressi, meravigliosa colonica in pietra , su due livelli composta da cucina, sala pranzo, salone, lavanderia, 3 camere, 3 bagni oltre magnifico loggiato e forno.completano la proprietà fienile, garage, 19.000 mq di terreno.trattativa riservata 335 7678437

VALDARNO

 050 37325 - 346 41 90500 - 339 1119401

ANTELLA in piccolo borgo, vendiamo fienile indipendente 60 mq. C.a completamente ristrutturato con giardino privato 150 mq.. (c 017) 055 687553 BAGNO A RIPOLI/ Osteria Nuova, fienile in pietra in fase di ristrutturazione composto da cucina, salone con camino, taverna, 2 bagni, 2 camere, 2 loggiati , 2 posti auto.posizione dominante430.000 335 7678437 BAGNO A RIPOLI ,osteria Nuova, porzione di colonica in pietra con giardino di 1.200 mq, composta da zona soggiorno con camino, 3 camere, 3 servizi, lavanderia, studiolo perfettamente ristrutturata richiesta 335 7678437 620.000,00 BAGNO A RIPOLI pressi, porzione di colonica con 12.000mt terreno, totalmente ristrutturata, 150 mq composti da grande cucina, salone doppio con camino, 3 camere, 2 bagni.richiesta 350.000 335 7678437

RIGNANO SULL’ARNO LE TORRI Caratteristica Colonica Completamente ristrutturata, composta al piano seminterrato da garage cantina, al piano terra da ingresso, soggiorno, pranzo, cucina, camera, servizio e ripostiglio, al primo piano due camere con servizio e splendido terrazzo panoramico. RIF.H31  055 689051 - 055 680608

890329

VOLOGNANO Fienile splendidamente ristrutturato, in posizione panoramica, cucina, sala da pranzo, sala, 3 camere, 2 servizi, lavanderia e garage.libero su 4 lati con giardino e terreno a ulivi. E.620.000 335 7678437

FIRENZE

MARE

E

MONTI

IMPRUNETA porzione di colonica composta al piano terreno da ingresso/soggiorno con angolo cottura, ripostiglio lavanderia, al primo piano 1 matrimoniale, studio, servizio e balcone panoramico, oltre giardino di 150 mq. e 4 posti auto, in fase di ristrutturazione, possibilità acquisto altra porzione adiacente RIF.R3/18 Foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008 PONTE A EMA (Vacciano) porzione di colonica completamente e finemente ristrutturata, con ingresso indipendente,composta da:ingresso, soggirono con camino e soppalco in legno, cucina abitabile con camino, 2 camere matrimoniali, 2 servizi, sottotetto ad uso ripostiglio, rifinita con travi a vista, cotto e parquet, splendido giardino di 250 mq con pozzo in pietra, altro appezzamento di terreno adiacente alla casa con casetta in legno, posti auto esclusivi, termosingolo, richiesta 575.000. RIF.R3/35 Foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008 PONTE A EMA porzione di casa colonica con due ingressi composta da soggiorno doppio, cucina abitabile, servizio e ripostiglio, al piano superiore due camere, servizio, ampio giardino esclusivo, due posti auto, termosingolo, ottimo capitolato personalizzabile, zona panoramica e ben servita richiesta 740.000 RIF.R3/8 Foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008 RIMAGGIO delizioso appartamento in colonica di 100 mq. Circa, completamente ristrutturato con garage e lavanderia. (c 025) 055 687553 - 055 6812507

TIRRENIA Tirrenia Mare! Appartamenti di nuova ristrutturazione. Sruttura in stile rustico toscano a pochi passi dal mare ed immersi nel verde, disponibili varie metratute, con giardini e terrazzi, rifiniture e materiali nel rispetto delle nuove normative di legge. Visitateli! 050 37325 - 346 4190500

COMMERCIALI VENDITA

CAPANNONI VALLINA capannone produttivo artigianale 1900 mq. A piano terreno, altezza 7 mt. Oltre resede carrabile 900 mq.. Trattativa riservata. (vv/2) 055 6532076 - 055 6530648

UFFICI

TOSCANA

892331

E

NEGOZI

CAMPO MARTE Via Centostelle, ufficio al primo piano 200mq circa, open space, ingresso indipendente, ottima visibilità su strada, buone condizioni. (vv/21) 055 6532076 - 055 6530648 PONTE A EMA pressi uscita A1, porzione di terratetto indipendente ad uso ufficio, 220 mq. Circa su due livelli, complessivi 8 vani. Ottima visibilità su strada. (vv 12) 055 6532076 - 055 6530648

 055 687553 CANDELI bellissima porzione di colonica finemente ristrutturata, salone con camino, sala pranzo grande cucina, 3 camere due bagni, taverna, porticato, resede e giardino con pi335 7678437 scina 890.000

TIRRENIA Occasione! In lussuoso residence sul mare con piscina ed impianti sportivi, appartamento di 4 ampi vani, arredato composto da ingresso, soggiorno con angolo cottura, ripostiglio doppi servizi, 3 camere da letto. Imperdibile! vero investimento!350.000 tr. Rif.p39 050 37325 - 346 4190500

IMMOBILI

IMMOBILI VARIE

EUROPA pressi, disponiamo di ultimi appartamenti di nuova realizzazione dotati di tutti i comfort 055 689051

POGGIO ALLA CROCE splendida porzione di colonica completamente e finemente ristrutturata. Piano terreno: ingresso, cucina abitabile in muratura, soggiorno doppio con camino, bagno e ripostiglio. Piano primo: studio, 2 camere matrimoniali, mansarda con bagno. Giardino mq. 1500, garage doppio. (C 012) 906713

TIRRENIA App.to mq 120 con terrazzo mq 16 vista mare, ingresso, cucina, ripostiglio, bagno, soggiorno con accesso al terrazzo, 2 camere matrimoniali, bagno + soffitta di 20 mq praticabili. posto auto.a 100 mt dal mare, da vedere! EURO 475.000 RIF. N78 NO MEDIAZIONE 884476

NIBBIAIA A 4 KM DAL MARE DI QUERCIANELLA costruttore vende direttamente appartamenti 3/4 vani a partire da EURO 180.000,00

 055 8397307 - 335 8058088 NIBBIAIA pressi località, appartamento 2 vani di nuova costruzione, circa mq. 53 ingresso indipendente soggiorno angolo cottura camera, servizio, giardino, cantina e posto auto coperto 165.000,00 335 8058088

AFFITTI OFFERTA FIRENZE PONTE VECCHIO pressi, bilocale in storico palazzo a torre composto da soggiorno-angolo cottura, ca055 689051 mera e servizio. SCANDICCI Zone collinari Romola/ cerbaia disponiamo di appartamenti con terrazza o giardino ammobiliati o non a partire da850 contratto 4+4 lavoratori referenziati agenzia c...come casa 055 315507 333 6470467 055 315507 - 333 6470467

AFFITTI COMMERCIALI TIRRENIA Appartamento mq120 vista mare, ingresso, cucina, ripostiglio, bagno, soggiorno con accesso al terrazzo di mq16, 2 camere matrimoniali, bagno, soffitta di 20mq praticabili a 100m dal mare, p.auto vicino al centro e mezzi pubblici. Da vedere! EURO 520.000 TRATT. RIF.N 45 884477

 050 37325 - 346 41 90500 - 339 1119401 QUERCIANELLA Pressi Località Nibbiaia, appartamento 3 vani di nuova costruzione, circa mq. 60 ingresso indipendente soggiorno angolo cottura camera cameretta servizio, giardino e posto auto coperto 335 8058088 180.000,00 TIRRENIA Occasione del mese di ottobre!da vedere! ideale per chi ama il mare, in residence con piscina. Soggiorno con angolo cottura, 2 bagni, ripostiglio, camera matrimoniale + possibilità altra camera.arredamento impeccabile! posto auto privato. 330.000. Rif. P60. 050 37325 - 346 4190500

CAPANNONI VALLINA disponibilità capannoni artigianali al piano terra da 200 a 600 mq. Adatti vari usi. Info in agenzia. (ac/68) 055 6532076 - 055 6530648

UFFICI

E

NEGOZI

P.ZZA DONATELLO PRESSI disponibilità di 2 piani di palazzo a destinazione direzionale, 400 mq. Cad., doppio ingresso.tutti gli impianti a norma, climatizzazione, posto auto. Possibilità frazionamento. Consegna aprile 2008 (ac/25) 055 6532076 - 055 6530648 POLO UNIVERSITARIO in strada con importante transito veicolare, fondo uso negozio 200 mq. Circa con 2 sporti su strada. Impianti a norma (ac/77) 055 6530648 - 055 6532076


899726


Il Reporter - Quartiere 4 - Marzo 2008