Page 1

Il Giornale nel tuo Comune

1119094

GIUGNO 2010

Periodico d’informazione locale. Anno IV n.45 del 1 giugno 2010. N° reg 5579 del 17/05/2007 tribunale di firenze. Iscrizione al Roc 8551. Spedizione in a.p. - 45% legge 662/96 art. 2 comma 20/b. Contiene I.P. Prezzo di copertina euro 0,10

dossier

PRIMO PIANO

Con le pinne in piazza Signoria Andrea Muzzi*

I

Il VIAGGIO DeGlI IL DEi rifiuti “ScARTI” Dove va a finire la nostra spazzatura? In quanti fanno la raccolta differenziata? Quali sono i comuni più “bravi”? PAGG.16-17

Allarme scuola I genitori soddisfatti dal livello di istruzione e servizi garantiti ai loro figli. Ma i tagli si fanno sentire PAGG.4-5

sPorT

Da Fiesole ai lager, per non dimenticare gialli e delitti irrisolti, il volto noir di Firenze

PAG.3

curiosità

di Luca Serranò

TRA PASSATO e fUTURO In casa viola è tempo di bilanci. Ma intanto i tifosi guardano avanti e si improvvisano Ds PAGG.36-37

UN GIUGNO A TUTTO SPORT Tanti gli appuntamenti in programma questo mese per la Polisportiva Valle del Mugnone PAG.38

C

erto, Firenze non è una città dove il crimine la fa da padrone. Ma anche il nostro bel capoluogo ha il suo lato “noir”, un volto a tinte fosche fatto di delitti irrisolti e gialli inquietanti ancora in attesa di verità. Mario Spezi, scrittore e giornalista di fama, a questi casi ha dedicato un libro, “Undici delitti in attesa di verità”. Ed è tra quelle pagine che si rincontrano nomi come quello della “Bianchina”, seviziata e gettata dal ponte di San Niccolò

nel 1950, o come quello di Tina Forasassi, la suora trovata senza vita il 23 settembre 1961 in un laboratorio di analisi dell’ospedale di Santa Maria Nuova. Insieme a loro una lunga e triste serie di delitti senza castigo, come quello, inspiegabile, del conte Alvise di Robilant. E intanto, per il grande giallo nostrano, la vicenda del “mostro”, sono arrivate venti assoluzioni. Ma qualcuno oltralpe vorrebbe far riaprire il caso... PAGG.10-11

GlI eVeNTI. Il cartellone delle iniziative quest’anno è fittissimo

la lunghissima estate fiorentina T

utti pronti. Si è fatta attendere parecchio, ma finalmente l’estate è arrivata. Con il suo corredo di bel tempo e iniziative per godersi quella vita all’aria aperta che d’inverno diventa un miraggio. E Firenze ha in saccoccia un bel po’ d’iniziative per allietarla. Intanto, super-nostrana, arriva “Nottarno”, kermesse di scena il 26 giugno che ringalluzzirà le vie dell’Oltrarno. Che per l’occasione si trasformeranno in palcoscenici all’aperto, dalle 21

fino alle tre del mattino: ingredienti della notte della “rive gauche” saranno musica, spettacoli, degustazioni e artigianato. E poi ci sono i mondiali, grande appuntamento per i tifosi e occasione di socialità impedibile. Quest’anno, applaudita novità, oltre alla miriade di circoli e locali che si attrezzeranno privatamente, ci sarà anche lo stadio Franchi ad ospitare un maxischermo per gli aficionados degli azzurri. E poi, febbri calcistiche

a parte, c’è l’Estate Fiorentina. E cioè un cartellone fitto di eventi che spazia dalla musica elettronica alla danza classica, passando per piccoli e grandi appuntamenti come la festa giapponese alle Cascine. E poi ancora, finalmente, ci sarà da pensare alle vacanze. Si stima che circa il 70 per cento dei fiorentini farà le valigie. Sotto un sole che, parola di climatologo, a luglio e agosto potrebbe regalarci temperature PAGG. da 28 a 32 bollenti.

Edizione di Fiesole • 7.724 copie distribuite da

Quell’innamorato che tappezza la città PAG.22

Righeira negli anni ’80 cantavano “L’estate sta finendo e un anno se ne va!”. La versione moderna di questa canzone sarebbe “L’estate è incominciata e i soldi non ci sono più!”. Una volta era dura arrivare alla fine del mese, oggi è dura partire dall’inizio! Intanto sui litorali è già partita la lotta per aggiudicarsi le bandiere blu! Una lotta pericolosa soprattutto per i turisti. La scorsa estate a Rimini hanno messo una bandiera blu sulla spiaggia: hanno fatto uno spiedino di turisti tedeschi. Se una spiaggia è pulita non basterebbe semplicemente dirlo? Perché creare disagi alle persone? Al mare dove vado io, in spiaggia hanno messo 7 bandiere blu. Per fare il bagno sembro Alberto Tomba: mi tocca fare lo slalom gigante! In molte zone la bandiera giusta non sarebbe nemmeno quella blu ma nera, come il petrolio. Oramai c’è più benzina in mare che in terra. Mio figlio l’anno scorso a Follonica ha fatto un gavettone ad un signore che passava con lo scooter: gli ha fatto il pieno! Di positivo c’è che secondo gli scienziati tra qualche tempo si alzerà il livello dell’acqua ed il mare sommergerà molti territori. Io non ce la facevo più tutti gli anni a farmi tre ore di macchina per andare al mare. Tra un po’ sarà più semplice. Io ho già messo il trampolino sul terrazzo. E poi non dovrò più cambiare l’acqua al pesce rosso. Finalmente i bisognini potrà andarli a fare in giardino, come qualsiasi altro animale domestico! Una volta si diceva “Se Maometto non va alla montagna, allora la montagna va da Maometto!”. Oggi se non andate al mare, sarà il mare ad arrivare da voi! Aspettatelo! *Comico

1117865


2

Giugno 2010

il giornale nel tuo Comune

Il ritrovo. Nato sei anni fa, educa al rispetto e alla convivenza con l’ambiente

I bambini? Da oggi crescono nel bosco Creata sul modello degli asili del Nord Europa, la scuola di Paterno accoglie piccoli dai 18 mesi in su e insegna loro a vivere all’aria aperta e a riprendere il contatto con il verde Alberto Ottanelli

E

ducare un bambino. Farlo crescere sano e sereno, capace di relazionarsi positivamente con gli altri e di affrontare le sfide della vita. È il sogno, e l’obiettivo principale, di ogni genitore. Ed è un lavoro difficile ed esaltante, che mette alla prova chiunque abbia un figlio. Sei anni fa, un gruppo di famiglie dei dintorni di Fiesole, alla domanda su quale sia il modo migliore per avviare i propri figli al cammino della vita, si è dato una risposta originale e inconsueta: riprendere il contatto con la natura e far vivere il più possibile, e fino da piccoli (da 18 mesi in su), i bambini all’aria aperta. È nato così quello che all’estero si chiama “asilo nel bosco”, una relatà diffusissima soprattutto nei paesi del Nord Europa - in Danimarca esistono da 50 anni, in Germania da 15 e ne sono stati aperti oltre 500 - ma che ancora in Italia non è molto conosciuta e praticata. Una esperienza simile la si può però trovare in località Paterno, nei pressi del piccolo borgo di Ontignano, a 8 Km dal centro di Firenze, a 3 da Fiesole e a 2 da Settignano. I bambini hanno a disposizione molto più di un giardino con lo scivolo, le automobiline e l’altalena: hanno piante da innaffiare, galline da nutrire, conigli da accarezzare. E per giocare, oltre ai giocattoli “industriali”, legnetti e sassolini, foglie e erba, e sentieri da esplorare. “Compatibilmente con le condizioni atmosferiche, i bimbi stanno all’aperto” racconta Sara, una delle mamme entusiaste di questa esperienza. “Ma anche quando piove, se possibile, si coprono e un po’ d’aria la prendono lo stesso. Nelle giornate corte, d’inverno, stanno nella casetta di legno e ascoltano storie, fanno attività manuali, aiutano i grandi a pre-

Errata Corrige

Errore nell’articolo sul caro acqua A pagina 2 del numero di maggio de Il Reporter di Fiesole è uscito un articolo dal titolo “Acqua, + 7% sulle prossime bollette”. All’interno dell’articolo era scritto che un litro d’acqua del rubinetto costa in media 0,25 centesimi di euro. Il prezzo dichiarato si riferiva invece ad un litro di acqua minerale (quella in bottiglia che si compra al supermercato, per intendersi) e supera di gran lunga il costo di un litro di acqua del rubinetto, che è molto più basso ed è compreso tra gli 0,0006 a gli 0,004 centesimi di euro al litro. Ci scusiamo con i lettori e con Acque Toscane spa per l’errore commesso. parare il pranzo”. L’idea di base è che un’esperienza di educazione svolta in un contesto naturale offra ai bambini una grande varietà di stimoli e una maggiore libertà. Gli studi più recenti sembrano confermarlo: esiste addirittura una sindrome che è stata chiamata “disordine da deficit di natura”, non una vera patologia, ma una condizione di vita che può portare, nei più piccoli, disturbi dell’at-

il reporter è un periodico di 10 edizioni che mensilmente viene distribuito da in 218.902 copie

tre stanno tutti insieme, non vengono divisi per fasce di età.” prosegue Sara “I più grandi aiutano i più piccoli, e i più piccoli imparano dai più grandi.” Questa esperienza è totalmente autogestita dalle famiglie. L’organizzazione è condivisa con i genitori, che nelle riunioni mensili si dividono compiti e responsabilità. Per maggiori informazioni è a disposizione il numero di telefono 055 6549006.

Il luogo Il Parco avventura di Vincigliata offre a grandi e piccini un nuovo modo di divertirsi

Natura e attività fisica a due passi dal castello di Maiano

D

a un albero all’altro, nel bosco, tra salti nel vuoto e balzi aggrappati alle liane. Una scena degna di Tarzan. Eppure è un gioco da ragazzi. E lo è anche per bambini e adulti. E’ quello che succede nel parco avventura di Vincigliata, a due passi dal castello di Maiano. Un mix di natura, attività fisica e avventura, per trascorrere una giornata diversa dal solito o festeggiare un compleanno o un addio al celibato non convenzionali. Il parco si snoda su tre percorsi, con livelli di difficoltà differenti, tra liane, ponti, salti nel vuoto, reti e carrucole. Tutto con apposite imbracature volte a garantire la massima

Il Reporter di Fiesole raggiunge 7724 famiglie nel Comune di Fiesole. Copia in abbonamento postale

tenzione, svogliatezza, a volte ansia e persino obesità. I vantaggi della vita all’aria aperta sono moltissimi: i bambini che hanno l’opportunità di immergersi in un paesaggio popolato di alberi e piante beneficiano di una notevole riduzione dello stress; il contatto quotidiano con la natura migliora l’attenzione; ed inoltre i giochi all’aria aperta favoriscono lo sviluppo sociale ed emotivo. “I bimbi inol-

Editore e Concessionaria Pubblicitaria: Web&Press edizioni s.r.l. Direzione ed amministrazione: via Kassel 17- 50126 Firenze tel. 848.80.88.68 Direttore Responsabile: Matteo Francini Service editoriale e grafico: Tabloid soc.coop., Firenze (FI) scrivimi@ilreporter.it

sicurezza. Quest’anno gli avventurieri troveranno una novità: il Soft-Air, con tre poligoni di tiro e un percorso tattico, per simulare il combattimento utilizzando armi “innocue” che sparano pallini di plastica. Il parco avventura è stato inaugurato nel 2007. “Come funzionalità dell’offerta – spiega Guido Scala, responsabile del parco – il bilancio è stato ottimo. I visitatori tornano entusiasti. Dopo gli scetticismi iniziali, la gente ha capito che si tratta di un’attività ecocompatibile”. Possono frequentare il parco grandi e piccini. Per partecipare non occorre essere atleti. L’unico requisito è l’altezza minima,

Stampato da Rotopress International, Loreto (AN) Periodico d’informazione locale Anno IV n.45 del 1 giugno 2010 N°reg 5579 del 17/05/2007 tribunale di Firenze. Iscrizione al Roc 8551. Spedizione in a.p. - 45% legge 662/96 art. 2 comma 20/b. Contiene I.P. Prezzo di copertina euro 0,10€

Associato alla Unione Stampa Periodica Italiana

che per il percorso più facile è 140 cm col polso a braccio alzato, corrispondente più o meno all’età dai 6 anni in su. “La maggior parte dei visitatori – continua Scala - ha dai 13 ai 20 anni. Lavoriamo molto con le famiglie, gli stranieri e i centri estivi. Rispetto ad altri parchi, però, qui abbiamo più difficoltà nel coinvolgere le scuole, forse perché i toscani sono più abituati a stare nella natura”. Il parco da maggio a settembre è aperto tutti i giorni dalle ore 10 alle 19, mentre nei mesi di marzo, aprile, ottobre e novembre solo nei fine settimana (per informazioni: http:// /A.C. www.treeexperience.it/).

Dati non raccolti presso l’interessato Si informa che, ai sensi dell’art. 24, comma 1, lett. C, del D.Lgs 196/2003 (codice in materia di protezione dei dati personali), il consenso per il trattamento dei dati personali, non è richiesto in quanto i dati sono provenienti da pubblici registri, elenchi, atti o documenti conoscibili da chiunque. Nel rispetto della normativa vigente in materia di protezione dei dati personali (art.13 del d.lg 196/2003). La informiamo che i suoi dati personali, non sensibili, sono raccolti e trattati da Web&Press s.r.l., al solo fine dell’invio presso la Sua residenza del periodico gratuito “il Reporter”. Il responsabile del trattamento è Web&Press s.r.l. Potrà in ogni caso richiedere l’eliminazione dei Suoi dati e in contemporanea la sospensione dell’invio della sua copia esercitando l’art. 7 scrivendo a Web&Press via Kassel 17 50126 Firenze.


3

Fiesole

L’iniziativa. Sei studenti insieme al sindaco e a un reduce fiesolano dell’eccidio nazista

In viaggio sulle tracce della Shoah

Il campo di concentramento di Mauthausen in Austria

La sentenza. Finita l’epopea della vicenda Tizzano Dachau, Mauthausen, Ebensee, Gusen, il castello di Hartheim (oggi museo) e la risiera di San Sabba. Questo il percorso seguito dal gruppo partito da Fiesole alla volta di Germania e Austria. Per insegnare ai più giovani che non bisogna dimenticare Barbara Biondi Un viaggio nel passato, alla ricerca di importanti risposte agli eventi che hanno coinvolto milioni di innocenti. La delegazione composta da sei studenti dell’Istituto comprensivo “Ernesto Balducci” di Fiesole, insieme ad una rappresentanza di cittadini fiesolani, è partita il mese scorso – in occasione delle celebrazioni per il 65esimo anniversario della Liberazione - alla volta dei campi di concentramento austriaci e tedeschi di Dachau, Mauthausen, Ebensee e Gusen fermandosi anche al castello di Hartheim (oggi museo) e alla risiera di San Sabba. Il gruppo, accompagnato dal sindaco di Fiesole Fabio Incatasciato, ha partecipato dal 6 al 10 maggio, al pellegrinaggio della memoria promosso dall’Aned (Associazione nazionale ex deportati). Sono anni che il Comune di Fiesole sostiene questo viaggio promosso come momento di formazione della coscienza di cittadini italiani ed europei. Ad accompagnare gli studenti in questo viaggio della memoria c’era anche Marcello Martini, che fu deportato a soli quattordici anni (matricola 76.430) nel lager nazista di Fossoli e a Mauthausen, scampato al massacro e oggi grande testimone di quel periodo. Assieme al Sindaco di Fiesole e agli insegnanti hanno deposto corone ai martiri italiani e toscani e partecipato, portando direttamente il gonfalone della Città, alla grande manifestazione internazionale, a Mauthausen, con gli altri paesi che subirono la deportazione (ebrei, russi, polacchi, spagnoli, francesi, ucraini, jugoslavi e greci in particolare). Una grande iniziativa sulla memoria – commenta il Sindaco Incatasciato – che riunisce ragazzi di tutto il mondo in nome della pace e dell’antifascismo”. “Accompagnare i giovani studenti nelle visite ai campi di concentramento e di sterminio è stata un’esperienza di rinnovato dolore e di intensa emozione – ha continuato Fabio Incatasciato, sindaco del Comune di Fiesole –. Una grande

iniziativa che ha ripercorso la memoria di un passato recente e che ha unito ragazzi di tutto il mondo in nome della pace e dell’antifascismo. Un viaggio nell’Europa che ha vissuto le tragedie del nazismo che è stato sicuramente, per le nuove generazioni, un percorso di grande significato per la loro formazione culturale, civile, e morale”. Il viaggio ha dato la possibilità ai ragazzi di vivere in prima persona il momento del viaggio verso i campi di concentramenti, li ha accompagnati nella visita delle camerate, delle camere a gas, dei campi di lavoro e dei forni crematori, contribuendo a sviluppare una coscienza civile più consapevole. “Un’esperienza – ha detto Incatasciato - che ha consentito a tutti i convenuti di partecipare alla memoria della storia nella convinzione che non deve essere dimenticato quanto è accaduto per evitare

Un’esperienza che ha permesso ai ragazzi di vivere a contatto con la storia che tragici fatti come quello della Shoah si ripetano mai e in nessun luogo. È importante, quindi, che la consapevolezza di quanto è accaduto durante la Seconda Guerra Mondiale sia costantemente ricordato soprattutto alle nuove generazioni, ormai distanti per situazioni e arco temporale da quel nefasto periodo della nostra storia. Anche per questo – chiosa Incatasciato – il comune di Fiesole e in particolare l’assessorato alla Formazione organizza numerose iniziative per discutere, riflettere e ricordare il terribile sterminio e le persecuzioni subite dai deportati nei campi di concentramento nazisti”.

Caso chiuso: vince la tutela del paesaggio Una storia durata quarant’anni che avrebbe rischiato di minare irreparabilmente il territorio fiesolano. È con questa convinzione che l’attuale consiglio comunale di Fiesole difende le scelte ed esprime piena solidarietà agli amministratori coinvolti nella “Vicenda Tizzano”. Un caso, durato più di quarant’anni, che vedeva contrapposto il Comune di Fiesole all’avvocato Vitali in merito alla lottizzazione dell’area Tizzano/ Le Fornaci, sulle colline che dominano l’alta valle del Sambre. Una lunga storia che ha visto il comune citato da parte di un proprietario di terreni al quale il piano regolatore del 1971 cancellò un’ampia lottizzazione (oltre 25mila metri cubi) convenzionata nel 1964. L’episodio ha costituito uno dei casi urbanistici più controversi degli ultimi anni. Per la prima volta in Italia, infatti, una sentenza della Corte di Cassazione (sentenza 500/99) ha riconosciuto il diritto di un privato a essere risarcito da un ente pubblico per aver subito un danno. La condanna al comune di Fiesole a pagare all’avvocato Vitali il risarcimento del danno, subito a seguito della vicenda urbanistica della lottizzazione Tizzano, arriva con una sentenza della corte d’Appello di Firenze del 25 febbraio del 2009. Sentenza che, però, ridimensiona in modo drastico le pretese della controparte. Rispetto a una richiesta di decine di milioni riduce, infatti, la somma da versare a poche centinaia di migliaia di euro (tra 150

e 200 mila). Totale assoluzione e piena solidarietà arriva, invece, dal consiglio comunale di Fiesole. “Se a tutt’oggi il territorio fiesolano è in grado di vantare un paesaggio di rara bellezza lo si deve anche a delle scelte politiche e amministrative ben precise intraprese nel corso degli anni. Decisioni che hanno permesso la salvaguardia di luoghi pregiati e, proprio per questo, fortemente a rischio – dice Anna Maria Bondi, presidente del consiglio comunale di Fiesole –. La ‘Vicenda Tizzano’, nel suo lungo decorso giudiziario, testimonia queste scelte e racconta il coraggio e la fermezza di amministratori consapevoli del fatto che la tutela ambientale è e deve essere valore da perseguire

Se le colline sono così è anche grazie a scelte politiche

costantemente”. L’intero consiglio comunale ha infatti ribadito la convinzione che la difesa del territorio deve rimanere un valore fondamentale della politica amministrativa del Comune di Fiesole e che è anche grazie alle decisioni intraprese dagli amministratori che è stato possibile salvaguardare il territorio fiesolano dalle trasformazioni che /B.B. lo avrebbero snaturato.


4

Giugno 2010

il giornale nel tuo Comune

L’inchiesta. Iscrizioni invariate rispetto all’anno scolastico 2009/10. Il 10 per cento è straniero

Tagli agli insegnanti e meno tempo pieno Anche a Fiesole scatta l’allarme scuola Annalisa Cecionesi

18 ore per cattedra diminuisce il tempo da dedicare alle supplenze e alle ore alternative. “In caso d’assenza di un insegnante – spiega l’assessore Moretti – occorre chiamare un supplente e i costi lievitano. Stesso problema per i collaboratori scolastici. Ogni anno vengono sacrificati due bidelli. Con questa penuria, il giorno che saranno assenti non sapremo come aprire la scuola. Per non parlare dell’appren-

T

agli alla scuola e bimbi a corto di tempo pieno. E’ l’allarme lanciato nelle scorse settimane dall’assessore fiorentino all’educazione Rosa Maria Di Giorgi. Come si presenta la situazione scolastica a pochi chilometri da Firenze? Anche a Fiesole non mancano i campanelli d’allarme. “Dall’avvio della riforma Gelmini – spiega Arnolfo Gengaroli, preside dell’Istituto comprensivo “Ernesto Balducci” di Fiesole – ogni anno perdiamo, in media, mezza cattedra”. E il tempo pieno scarseggia anche in collina. “Se lo leggiamo in termini percentuali - commenta Patrizia Pasco, responsabile del servizio scuola del Comune di Fiesole - il problema del tempo pieno nelle nostre scuole è analogo a quello fiorentino”. Il nodo critico sono le primarie di Compiobbi. “Il Ministero – continua Gengaroli - non ci ha concesso la classe a tempo pieno da noi richiesta. Dovremo far fronte alle esigenze dei genitori organizzando dei pomeriggi facoltativi gestiti con lo sforzo congiunto di scuola e Comune”. Analoghe preoccupazioni sono manifestate dall’assessore alla formazione del comune di Fiesole, Maria Luisa Moretti. Con la saturazione delle

Con la saturazione delle 18 ore per cattedra meno tempo da dedicare alle supplenze dimento. Alle medie si assiste a una vistosa diminuzione delle ore dedicate alle materie fondamentali come lettere”. Altro problema riguarda la ripartizione delle classi, acuito dalla frammentazione territoriale (basti pensare che a Pian di San Bartolo c’è una materna con una sola sezione). In bilico il caso della scuola secondaria di primo grado. A settembre i 100 iscritti in prima media (63 a Fiesole e 37 a Compiobbi, compresi quattro portatori di handicap) corrono il rischio di essere suddivisi in quattro classi piuttosto che nelle cinque richieste.

Bambini all’ingresso di scuola

Alessandro Libero professionista, 47 anni

Elena Impiegata, 46 anni

Marina Disoccupata, 44 anni

“Il giudizio complessivo è buono”

“Tutto ok tranne la sala mensa”

“Unico problema, la continuità”

“Alla primaria Stori il servizio scolastico, secondo me, è perfetto. I bambini fanno tante attività, la mensa è buona, la qualità dell’insegnamento altrettanto. Un aspetto che si potrebbe migliorare riguarda invece i locali della mensa, che avrebbero bisogno di essere insonorizzati per via del rumore”

“Sono soddisfatta della scuola elementare. E’ un buon servizio, anche in confronto alle scuole fiorentine. Da quando è arrivato l’attuale preside le cose sono migliorate, c’è molto più dialogo. L’unico problema è quello della continuità degli insegnanti, ma quella è una questione che non riguarda solo Fiesole”

“Per dare un giudizio completo sul servizio scolastico ci sarebbe bisogno di un discorso lungo e complesso. In generale però posso dire di essere soddisfatto. Il giudizio complessivo, secondo la nostra esperienza, è buono sia per quanto riguarda l’insegnamento che per i servizi ‘collaterali’”

TI RINNOVIAMO LE PERSIANE...

1100986

La tua vecchia persiana te la rendiamo così

OFFRE

servizi personalizzati con • ASSISTENTI FAMILIARE (BADANTE) secondo la formula del vitto e alloggio

esempio persiana standard 90cmx120cm

solo €180

055 7310170 1093381

La cooperativa 2M servizi sociali Convenzionata

• ASSISTENTE FAMILIARE GIORNALIERA Per informazioni:

055 8495975

segreteria@2mservizi.net

ATTIVO H24


5

Fiesole

I tagli della riforma sono causa di problemi e, per sopperire alla mancanza di tempo pieno, il Comune deve far fronte alle

Paola Musicista, 43 anni

Serena Casalinga, 39 anni

“I tagli si sentono anche qui”

“I bimbi fanno attività didattiche”

esigenze dei genitori organizzando pomeriggi facoltativi gestiti con lo sforzo congiunto di scuola e amministrazione

“Per tanti aspetti la scuola va bene, ma per altri no. Il problema dei tagli si fa sentire anche qui. Alle medie di Fiesole ad esempio sono stati eliminati i laboratori di musica e teatro. Inoltre c’è poca attenzione verso gli aspetti chiave dell’adolescenza, dall’educazione sessuale all’uso delle nuove tecnologie”

“In base alla mia esperienza, sono molto soddisfatta del servizio offerto alla scuola elementare Stori. I bambini sono coinvolti in attività didattiche di vario genere, dalle recite alle visite ai musei. Anche la mensa è migliorata, vengono offerti anche piatti più apprezzati dai bimbi come la pizza”

nelle nostri classi per un lasso di tempo più breve, invece, i figli dei funzionari dell’Istituto Europeo di Fiesole”. Da settembre, ad arricchire l’offerta formativa, riprenderanno progetti di vario tipo. A cominciare dal piano integrato di area, tra istituti scolastici e comuni della zona nord-ovest del territorio provinciale, realizzato grazie a fondi regionali con la compartecipazione comunale. Si tratta di attività rivolte alla prevenzione del disagio giovanile, attuate con la

collaborazione di un’operatrice di psicopedagogia. Saranno inoltre portate avanti iniziative di educazione civica, laboratori teatrali, educazione ambientale, oltre che coltivati i rapporti con le società sportive del territorio. “In vista del prossimo autunno – conclude l’assessore Moretti – stiamo inoltre organizzando una nuova edizione del festival del libro da collegare alle iniziative previste per l’anno dedicato a Gianni Rodari, a novant’anni dalla nascita”.

L’istituto elementare

COMPRO ORO E ARGENTO

1003824

ANCHE MONETE D’ORO VALUTIAMO INTERE EREDITA’ PAGAMENTO IN CONTANTI ALLE MASSIME VALUTAZIONI

Vetri Maurizio

A Firenze in Via Rattazzi, 4/d tel. 055 676888 - lun./ven. 9.00-13.00/15.00-19.30 sab. 9.00-13.00 e in Via Scipione Ammirato, 22r tel. 055 663526 - lun./ven. 9.00-13.00 solo mattina

055.8555040

VENDITA DIRETTA VINI E OLIO EXTRAVERGINE Via di Tizzano, 9 Bivio al confine fra Bagno a Ripoli e Greve in Chianti, dalla provinciale 56 BAG IN BOX WEEK-END Grassina, Capannuccia DA 3LT - 5LT San Polo in Chianti Classico

Consegne alla cantina il sabato dalle 8:00 alle 12:00

R O S S O E B I A N C O P E R FA M I G L I A Igt toscano 2003-2007-2008 Chianti Classico DOCG 2008

1077514

In quanto a iscrizioni, nell’anno 2009/2010, le scuole di Fiesole hanno ospitato circa 1100 alunni di cui 110 stranieri, tra scuola materna, primaria e secondaria di primo grado. “Le iscrizioni per il prossimo anno – spiega Gengaroli - grosso modo si equivalgono. Ogni anno in classe abbiamo circa il 10% di alunni stranieri. Provengono soprattutto da Romania, Albania e Perù e i loro genitori lavorano per lo più come colf o badanti presso famiglie fiesolane. Rimangono

Confezioni pratiche ed economiche bottiglie e bag in box Per consegne in Giorni Lavorativi telefonare Alessandro 331 210 4384 - Simone 331 210 1784 - Firenze 331 210 6803


6

Giugno 2010

il giornale nel tuo Comune

L’artigiana. Portatrice di una tradizione che sta scomparendo. Ma la crisi ha colpito anche lei

Frammenti di storia dentro un foglio Simele Kruklidis

l’arrivo dell’industrializzazione, anche questa incantevole arte ha finito però con l’essere accantonata, almeno fino agli anni ‘70 quando proprio a Firenze è nuovamente ritornata in auge. E’ così che Caterina, grazie all’aiuto del padre, insegnante d’arte, è venuta a conoscenza del mestiere e ha deciso di mettere in piedi un piccolo laboratorio di cui è ancora unica titolare. Dalle sue carte marmorizzate, pronte solo dopo lunghi procedimenti di preparazione ed essiccazione, è possibile realizzare gli oggetti più disparati, in vari colori e disegni; in genere, gli oggetti più richiesti e venduti sono le cornici, gli album e le bomboniere. Purtroppo, come già accaduto per altre botteghe artigiane, l’imperversare della crisi economica nell’ultimo anno e mezzo è stato devastante ed ha provocato un netto calo delle vendite. “Nel 2009 l’attività è rimasta quasi del tutto ferma – ci ha spiegato la Goggioli - e solo negli ultimi mesi si inizia a notare una lenta ma costante ripresa”. In effetti, i manufatti creati sulla base delle carte marmorizzate vengono acquistati soprattutto dai turisti, italiani e stranieri, che da quando è iniziata la recessione finanziaria hanno cercato di risparmiare sui viaggi o quantomeno sui souvenir. Ma Caterina, che oramai è diventata una specialista del settore e produce solo su richiesta, è riuscita a farsi conoscere anche dal mercato internazionale, tanto che ad oggi può fare vanto di clienti in America e in Inghilterra, oltre che nelle principali città italiane come Venezia e Roma. In effetti, sono rimasti davvero pochi a fare questo lavoro, ma Fiesole, per fortuna, è tra le ultime città d’Italia a custodire una solida tradizione di legatoria artigianale. A volte, anche dietro ad un semplice foglio di carta colorata si può nascondere grande dedizione e perché no, un frammento di storia.

Ha cominciato per gioco ma poi la passione si è trasformata in lavoro, ed è rimasta una tra le poche a decorare la carta seguendo tecniche antiche

N

el suo laboratorio di Fiesole, circondata da barattoli di colore e da strani utensili da lavoro, dal 1987 Caterina Goggioli dà vita alla cosiddetta “carta fiorentina”, conosciuta in tutto il mondo per le splendide fantasie. Questa è la storia di un’artigiana che quasi per caso ha scoperto un mestiere ormai scomparso, trasformandolo poi in vera e propria passione. Il campionario di Caterina si basa su 250 carte che si differenziano per tinta e per tecnica: ci sono quelle marmorizzate, che assumono le caratteristiche del marmo, le pettinate, riconoscibili per le striature e infine le pavonate, con il loro tipico disegno a ventaglio. Il metodo di trattamento dei fogli si basa su un’antica tecnica giunta in Europa dal lontano Oriente e in particolare dalla Persia e dalla Turchia dove veniva utilizzata per decorare miniature e manoscritti. Con

Caterina Goggioli nel suo laboratorio

IL DENTISTA RISPONDE

QUESTO MESE: LA PROTESI MOBILE

A cura del Dott. Giuseppe Garrubba

Cari lettori il dentista si occupa di curare i denti e sostituire quelli mancanti. Ogni cosa richiede una conoscenza e una manualità eccellente, basti pensare anche ad una “semplice” devitalizzazione, si devono sondare e ripulire, con grande precisione, i canali del dente. Se rimanesse anche un minuscolo residuo di nervo si rischia che si formi un’infezione (granuloma). La sapienza e la manualità del dentista, viene messa duramente alla prova nella realizzazione della protesi mobile, forse più che in ogni altra operazione. Ciò, principalmente, perché si deve costruire una protesi che non ha sostegni e riferimenti (per capirci: quale grandezza deve avere il dente, quale deve essere la sua posizione e altra cosa importante, qual è la giusta altezza di questi denti?).

A prescindere dal fatto che una protesi mobile deve essere molto precisa si può oggi ricorrere all’aiuto di mini-impianti. Spesso non è necessario per il superiore dove inserendo la protesi esce tutta l’aria e se precisa non rientra ottenendo così l’effetto ventosa, ma per l’inferiore, dove per la sua morfologia a ferro di cavallo, spesso non si ha una tenuta soddisfacente. Non sempre il paziente può o vuole sottoporsi all’inserimento di viti anche se per fare ciò è necessario un intervento rapido e senza particolari conseguenze. Come dicevo la difficoltà sta nel creare, dal niente, una protesi che permetta la masticazione e soddisfi i canoni estetici. Il professionista affina una capacità data dall’esperienza ma serve soprattutto gusto e doti innate, senza le quali non si ottiene un ottimo risultato. La protesi mobile è impegnativa ma di grande soddisfazione. Salute a tutti!

DOTT. GIUSEPPE GARRUBBA Via Lungo L’Affrico, 42 - Firenze - Tel. 055 660225 Dal lunedì al venerdì 9.00 - 12.30 • 15.00 - 20.00 Il sabato 9.00 - 12.30 www.curailtuosorriso.it

1066430

• CENTRALINO COMUNE 055 59611 • call center 055 055 • ACQUE TOSCANE 800 755246 • BIBLIOTECA COMUNALE DI FIESOLE 055 599659 • BIBLIOTECA DI COMPIOBBI 055 6593507 • CENTRO INCONTRI DI COMPIOBBI 055 6593090 • Cimiteri Fiesole spa 055 59292 • Difensore civico 055 599478 • Museo e Archeologia 055 5961293 • Sede mostre 055 5961293 • Spazio giovani 055 5040009 • Sportello tariffa igene ambientale safi numero verde 800 485822 • tesoreria comunale presso crf 055 5978829 • ufficio affissioni 055 599848 • ufficio cultura e musei 055 5961276 - 055 5961284 • ufficio informazioni e accoglienza turistica 055 598720 - 055 5978373 • Ufficio mobile di polizia municipale 335 7537011 www.comune.fiesole.fi.it • info@comune.fiesole.fi.it


7

Fiesole

Caldine. È stato inaugurato di recente un centro incontri per i ragazzi

Lo spazio a misura di giovane

Barbara Biondi

S

i rinnovano le opportunità per i giovani fiesolani della Valle del Mugnone con il nuovo Spazio incontri di Caldine. Ianugurato all’inizio del mese scorso all’interno dell’area ricreativa della Fratellanza popolare (presso le Scuole di Caldine in Via Faentina, 287), il centro incontri, darà spazio ai giovani e alle loro molteplici esigenze. Lo Spazio incontri è un progetto di aggregazione e socializzazione del Comune di Fiesole, gestito dalla Cooperativa Sociale Silver, rivolto a tutti i giovani del territorio. Lo Spazio Incontri, aperto ogni lunedì, martedì e giovedì dalle 16.00 alle 19.00, rappresenta una risposta concreta al protagonismo giovanile e al bisogno dei ragazzi di individuare nel territorio un punto di riferimento nel quale identificarsi, all’interno del quale esprimere la propria creatività e dare voce alle proprie attitudini. L’apertura

dello Spazio Incontri di Caldine è anche un segno importante della volontà del Comune di Fiesole di garantire ai giovani delle due valli identiche opportunità. Oltre ad essere uno spazio dove incontrarsi, partecipare ad attività, corsi, laboratori e iniziative, lo Spazio incontri è un luogo dove stimolare la partecipazione giovanile e sviluppare la propria progettualità, condividendo idee da programmare e realizzare insieme. Lo Spazio Incontri è questo, ma anche altro. È coordinamento e punto di riferimento per altri progetti del comune di Fiesole quali “Spazio Ombra”, “Sinergia Giovani” e “G’E.R.A.” ed è inserito in una rete di associazioni del territorio per condividere iniziative culturali, ricreative e ludico-sportive. Per avere maggiori informazioni sullo Spazio Incontri di Caldine, le proposte e le attività offerte contattare: spazioincontri_fiesole@yahoo.it.

pillole Pronto soccorso Nuovo mezzo per la Fratellanza popolare La Fratellanza Popolare “Valle del Mugnone” ha recentemente inaugura il nuovo mezzo di Protezione Civile chiamato Soccorso Tecnico Logistico. Si tratta di un furgone attrezzato con piccola sala operativa d’emergenza e trasporto di attrezzature logistiche il cui allestimento, interamente realizzato dai volontari del Gruppo di Protezione Civile, è nato dalle esperienze maturate dal gruppo durante i servizi di emergenza. Principalmente il furgone cerca di rispondere a due esigenze: la possibilità di far lavorare, durante un’emergenza, i coordinatori delle squadre in un posto confortevole e il più vicino possibile al luogo dell’evento e l’esigenza di avere un supporto tecnico con attrezzature e conoscenze per realizzare la parte impiantistica delle strutture di emergenza. corsi pre e post partum Ultimi due appuntamenti per le mamme Ancora due incontri per il corso pre e post parto organizzato dalla ludoteca Gecogiocando in collaborazione con l’ostetrica Rita Cortopassi. Le ultime due puntate del corso sono previste per il 3 e il 9 giugno nei locali della ludoteca (via della Stazione, 1 - Compiobbi). Il corso di preparazione alla nascita si tiene il mercoledì dalle ore 11.15 fino alle ore 12.45. Gli incontri hanno lo scopo di favorire la relazione madre-bambino e il benessere in gravidanza. Il lavoro di gruppo e la presenza dell’ostetrica contribuisce ad aumentare la fiducia della mamma nel proprio corpo e nelle proprie competenze e ad acquisire quegli strumenti necessari per affrontare al meglio il momento del parto. Il corso di massaggio infantile si tiene il mercoledì mattina dalle ore 9.30 alle ore 11. Questi incontri sono rivolti ai genitori e ai loro bambini dopo il parto. Il massaggio è un modo di stare con il bambino e di entrare in contatto con lui. Tradizioni locali Torna la sagra del pesce alle Caldine Quattro giorni, dal 24 al 27 giugno, per assaporare del buon pesce nell’atmosfera serena e piacevole della Caldine. E’ una tradizione che va avanti ormai da tempo quella di dedicare i primi giorni della stagione estiva alla tavola e al piacere di sedere a tavola e stare bene in compagnia. Info www.comune. fiesole.fi.it

POLIAMBULATORIO DELLA FRATELLANZA MILITARE

Segreteria a disposizione per informazioni e appuntamenti da Lunedì a Venerdì

al numero

055 671388 ORARIO

9-12 / 15 -19

Presso l’ambulatorio vengono effettuate visite specialistiche per quasi tutte le discipline e siamo dotati di moderne attrezzature che permettono la quasi totalità delle indagini mediche. PER ESEMPIO TRA LE PIU’ COMUNI: Eco color doppler arti inferiori e superiori carotidei e vertebrali e Terapia sclerosante per quanto riguarda l’ANGIOLOGIA • Laser-Terapia e diatermocoagulazione per quanto riguarda la DERMATOLOGIA • Eco transvaginali, PAP-Test e Tamponi Culturali per la GINECOLOGIA • ECG, Holter ECG e Pressori , Eco-Cuore per la CARDIOLOGIA • Infiltrazioni per l’ ORTOPEDIA • Consulenze psicologiche individuali e di coppia per la PSICOLOGIA. INOLTRE OGNI VENERDÌ POMERIGGIO vengono effettuate visite Pneumologiche per curare le malattie dell’apparato respiratorio e per iniziare la Terapia Antifumo. NELLA INFERMERIA DELL’AMBULATORIO OGNI POMERIGGIO vengono eseguite Iniezioni, Piccole Medicazioni, Misurazione Pressione Arteriosa.

SPECIALIZZAZIONI SVOLTE ALL’INTERNO DELL’AMBULATORIO DI PIAZZA SAN SALVI 4 ( LINEA ATAF n° 6 - 20 ) • • • • • •

AGOPUNTURA ANGIOLOGIA CARDIOLOGIA CHIRURGIA-PROCTOLOGIA DERMATOLOGIA ENDOCRINOLOGIA-DIETOLOGIA

• • • • •

FISIOTERAPIA GERIATRIA GINECOLOGIA-OSTETRICIA MEDICINA INTERNA NEUROLOGIA

• • • • • •

NEUROPSICHIATRIA OCULISTICA ORTOPEDIA OTORINOLARINGOIATRIA ODONTOIATRIA PNEUMOLOGIA

• • • • • •

PODOLOGIA PSICHIATRIA PSICOLOGIA PSICOPEDAGOGIA SCIENZA DELL’ALIMENTAZIONE UROLOGIA 1077520


8

Giugno 2010

il giornale nel tuo Comune

La curiosità. Una piccola associazione mantiene vivo un pezzo di storia locale

Ellera, tornano in auge i renaioli Da un mulino ristrutturato fino alle gualchiere: un gruppo di signori ha deciso di portare avanti una tradizione antichissima. Traghettando visitatori da una parte all’altra del fiume Simele Kruklidis

Q

uello del renaiolo è un mestiere antico, che da tempo oramai rischia di cadere nel dimenticatoio, proprio come è già accaduto per tanti altri simboli del passato. Per scongiurare tale destino, è nata così una piccola associa-

Le barche dei renaioli

zione che si è proposta l’obiettivo di recuperare le vecchie barche e offrire ai cittadini la possibilità di vivere ancora una volta il fiume e gli scenari che lo circondano. Marco Castaldi, renaiolo per passione dal 1996, si è impegnato a portare avanti questa particolare

tradizione, traghettando i visitatori da Ellera fino alle gualchiere con una sosta al vecchio mulino della zona, oggi sede di interessanti mostre fotografiche. “Al di fuori degli sportivi, da anni nessuno viveva il fiume, era stato del tutto abbandonato – ha detto Castaldi –; Ecco perché abbiamo deciso di riprendere le nostre imbarcazioni, le poche rimaste intatte, e di tornare a navigare come una volta, non a remo, ma a stanga, che è lo stile originale usato dai renaioli”. Un’iniziativa lodevole, finanziata in principio dal comune di Fiesole e portata avanti per lo più da solo cinque organizzatori, tre dei quali sono anche proprietari dei barchetti. Il progetto, naturalmente, rientra nel tentativo assai più ambizioso di dare nuova vita a luoghi dimenticati, rispolverando la memoria di un passato che ha ancora molto da insegnare. Non a caso i principali visitatori sono proprio le scolaresche che, con l’arrivo della bella stagione, non rinunciano a prenotare la loro piccola gita su barca; dal mulino quattrocentesco

L’interno del mulino

alle gualchiere si tratta circa di un chilometro e mezzo di percorso, immerso in una natura rigogliosa. Come ha spiegato Castaldi, lo scenario che circonda il fiume è ricco di vita ed offre anche suggestivi scorci sulle antiche costruzioni; infatti, il mulino di Ellera è tutt’oggi rimasto integro, tanto che sono ancora visibili le turbine e gli attrezzi autentici dei primi anni del Novecento. Al suo interno, inoltre, per tutta l’estate sono previste quattro mostre fotografiche, una delle quali è dedicata alla città di Firenze vista dal fiume. La proposta di recupero delle gualchiere mira invece a

svelare tutte le potenzialità dell’acqua, a partire dalla lavorazione delle olive e dei tessuti. Dopo l’ultimo incontro con i renaioli, avvenuto lo scorso maggio, sarà possibile incontrarli nuovamente su prenotazione o nella prossima festa della Rificolona o ancora durante gli spettacoli in barca, come per la lettura della Divina Commedia e per l’oratorio burlesco. Grazie anche al Comune di Fiesole che da subito ha creduto nelle idee dei renaioli, oggi un antico mestiere è tornato alla ribalta, mescolando con sapienza l’amore per la natura alle tradizioni fiorentine.

1117572


10

l’inchiesta

Giugno 2010

DOSSIeR/1. Dopo il caso Claps attenzione puntata sui gialli nostrani ancora irrisolti

la Firenze dei delitti senza castigo Sono molte le storie di sangue rimaste senza un colpevole: dall’orribile omicidio della “Bianchina” (1950) a quello di giusy Romeo (2004), passando per quello di suor Domitilla, avvenuto a Santa Maria Nuova nel lontano 1961 Luca Serranò

F

irenze, terra di delitti irrisolti. Mentre le cronache dei giornali nazionali sono occupate dai risvolti del ritrovamento del corpo di Elisa Claps, nel capoluogo fiorentino sono molti i fatti di sangue ancora avvolti nel mistero. Dall’orribile omicidio della “Bianchina” (la donna che nel 1950 venne seviziata e gettata da Ponte San Niccolò) a quello di Giusy Romeo, nel 2004, sono infatti decine i casi di delitto senza castigo. Nel macabro elenco figurano senz’altro anche le quattro prostitute uccise nella prima metà degli anni Ottanta, oltre a Gianfranco Lupini (Lungarno Acciaioli, 1978), Gabriella Caltabellotta (1984) e Giovanni Milianti (Cascine, 1985). Celebre anche il caso di Gianfranco Cuccuini, massacrato la mattina del 24 marzo 1995 all’interno della libreria Manuelli, a due passi dal Duomo. “In Toscana questi fatti sono spesso collegati da un sottile filo rosso - spiega Mario Spezi, noto giornalistascrittore, autore nel 2008 di ‘Undici delitti in attesa di verità’, edito da Mursia - in Lombardia, per esempio, il più delle volte si uccide per motivi economici, per impossessarsi dei beni altrui. Da noi invece dominano gli intrighi e le passioni sotterranee, chiaro che le indagini siano molto più complesse”. Chissà quale

movente spinse l’assassino di Tina Forasassi, la suora trovata senza vita il 23 settembre 1961 in un laboratorio di analisi dell’ospedale di Santa Maria Nuova. La religiosa, per tutti suor Domitilla, fu ritrovata riversa a terra con vistose ferite sulla testa. Sopra il corpo, un tubo di ferro dipinto di bianco. L’inchiesta si concentrò dapprima su un pregiudicato conoscente della suora, per poi stringersi attorno a Giacinto Mancaruso, brigadiere di pubblica sicurezza che aveva lavorato a stretto contatto con Tina Forasassi e che alcuni testimoni avevano avvistato la sera dell’omicidio proprio davanti all’ospedale. Per discolparsi, l’ex poliziotto (si era dimesso 15 giorni dopo l’omicidio) fu costretto a riportare i momenti salienti della trasmissione televisiva “L’amico del giaguaro”, in onda nelle ore del delitto. I ricordi si rivelarono sfocati ma

Tra i misteri di casa nostra c’è l’incredibile “spy story di Scandicci” del 1977

sufficienti a confermare l’alibi e far cadere l’accusa. Nessun colpevole. Nessuna verità. Lo stesso dicasi per la “spy story di Scandicci”, l’incredibile vicenda (senza il morto) che nel 1977 vide protagonista un imbianchino di Casellina. Uno di quei casi in cui i fatti, ricostruiti con cura in “Undici delitti in attesa di verità”, sfidano la logica come in un romanzo. Fidanzato con una ragazza romena, con cui intratteneva un rapporto a distanza, Roberto Stortoni fu prelevato a casa dai carabinieri e portato in piena notte a Roma, nei locali dell’ambasciata della patria di Ceausescu. Il mattino seguente, il padre della fidanzata sedeva di fronte a lui col volto tumefatto. Gli fu chiesto di riconoscere l’uomo, cosa piuttosto facile visto che l’imbianchino aveva ospitato il “suocero” in più di un’occasione. Poi, fu riportato a Casellina. Qualche tempo dopo Stortoni si presentò in procura e raccontò tutto a Pier Luigi Vigna. Le indagini dimostrarono in fretta che quell’azione non era stata compiuta da veri carabinieri, e che l’ambasciata romena c’entrava poco o niente. Erano stati i servizi segreti di un paese straniero? O una messinscena all’italiana? La “spy story di Scandicci” restò avvolta nel mistero, come un libro di spionaggio dalle pagine strappate.

FoCuS Il 15 gennaio 1997 il nobile, 72 anni portati con eleganza, fu trovato senza vita in un appartamento accanto a Palazzo Rucellai

l’incredibile e triste storia dell’uccisione del conte Alvise di robilant

I

l 15 gennaio 1997 moriva assassinato Alvise di Robilant. Per un attimo, probabilmente, un formicolio simile a un brivido percorse le schiene degli aristocratici fiorentini. Forse qualcuno di loro si fermò allo specchio un secondo in più. Chi aveva osato tanto? Possibile che un simile delitto fosse maturato nello stesso ambiente nobiliare? Il conte, 72 anni portati con impeccabile eleganza, venne ritrovato con la testa fracassata nell’appartamento adiacente (e comunicante) a Palazzo Rucellai, dimora avuta per gentile concessione della storica famiglia fiorentina. Il corpo era coperto da un lenzuolo, quasi che il colpevole, in un sussulto di coscienza,

INFISSI IN PVC INFISSO in pvc doppia anta con ribalta-vetri isolanti termici ed acustici su misura, varie colorazioni, solo esempio porta finestra (2 ante) 220cmx110cm

€1116

€890

esempio finestra (2 ante) 150cmx110cm

€680

€595

avesse cercato di nascondersi agli occhi spenti della vittima. Sopra il pianoforte, un assegno da un milione e 400 mila lire intestato a se stesso. Non era certo ricco, Alvise di Robilant, ma non c’era festa o occasione mondana che non lo vedesse protagonista. La sua attività principale era quella di mediatore nelle vendite di opere d’arte, facilitato in questo più dall’albero genealogico che da conclamate conoscenze del settore. La sua morte violenta e improvvisa scosse da capo a piedi la più o meno florida aristocrazia nostrana, nei cui salotti, c’è da giurarci, pettegolezzo e cronaca si mescolarono al brandy e al vino buono. L’arma del delitto, stando all’autopsia un

PORTE IN LEGNO TAMBURATE STANDARD • rifiniture in vari colore • completa di maniglia standard • in laminato

€395 €280 +iva Compreso trasporto più montaggio

ZANZARIERE

• A MOLLA • A CATENELLA • COLORI STANDARD DA €80mq posa in opera compresa • MINIMO FATTURABILE 1.50M

Show-room: Via F. Martini, 10/R

Tel. 055 6121802

1094546

oggetto contundente dalle “caratteristiche mal definibili”, non fu mai ritrovato, ma ad indirizzare le indagini furono i sorprendenti risultati degli esami chimici: Alvise di Robilant aveva avuto un rapporto omosessuale poco prima della morte? Dopo aver setacciato il mondo dell’antiquariato e del commercio dell’arte, così, gli inquirenti si gettarono in questa ardita ricerca. Una pista che mal si conciliava con la fama di don Giovanni del conte Alvise, e che dopo alcuni mesi perse consistenza fin quasi a evaporare. Finito il clamore, il delitto tornò lentamente nel dimenticatoio. In attesa, /L.S. chissà, di resuscitare un giorno nella scaletta di un tg.

FINESTRE E PORTE IN ALLUMINIO • TAGLIO TERMICO A partire da

€ 320 al mq

• TAGLIO FREDDO A partire da

€ 290 al mq

INFERIATE IN FERRO

CANCELLI ESTENSIBILI ZINCATO

• Per finestre e porte • Su misura • Varie tipologie fisse o apribili • Con serratura di sicurezza a partire da

• su misura esempio 120x160cm

€290

€340 €275/mq

COMPRESO TRASPORTO E MONTAGGIO

PERSIANA IN ALLUMINIO stecca fissa (o orientabile) in colori base su misura

A partire da

€ 280 mq

PAGAMENTO A RATE

PORTONI BLINDATI (1 ANTA) DETRAIBILI FISCALMENTE DEL 55% - pannelli fronte / retro lisci - cilindro doppia mappa - limitatore di aperture - classe 3 trasporto + montaggio inclusi

€1.380-55%=

€ 621

+ iva al 10%


l’inchiesta

11

DOSSIeR/2. Recentissima la sentenza che ha di fatto cancellato l’impianto accusatorio perugino

E per il “mostro” venti assoluzioni Mario Spezi, giornalista e scrittore, ha vissuto la vicenda sulla propria pelle: accusato, finito in carcere e poi prosciolto. “Continuo a credere che si sia scavato nel luogo sbagliato” Luca Serranò

“N

essuna sorpresa. Mi chiedo semmai come si sia potuti arrivare a tutto questo”. Mario Spezi, da sempre sostenitore della tesi del killer solitario, ha vissuto la vicenda del mostro di Firenze sulla propria pelle. Oltre venti giorni di carcere con l’accusa infamante d’aver depistato le indagini sui presunti mandanti, un’onta forse solo in parte risarcita dal proscioglimento del 2009 e dalla sentenza che, qualche settimana fa, ha di fatto spazzato via l’impianto accusatorio della procura di Perugia. Circa venti persone, imputate a vario titolo per irregolarità (tra cui lo scambio e l’occultamento di cadavere) in merito al ritrovamento nel 1985 del corpo del dottor Francesco Narducci, sono state infatti assolte dal gup del capoluogo umbro. Smentito anche un collegamento tra la vittima e i fatti del mostro di Firenze. Sembra quindi chiuso il capitolo del “secondo livello”, la pista investigativa che aveva individuato in una setta esoterica il trait d’union tra i compagni di merende, il farmacista di San Casciano Francesco Calamandrei e il medico morto nel 1985 nelle acque del lago Trasimeno. Per la giustizia italiana, dunque, nessuna associazione a delinquere avrebbe tramato per insabbiare il coinvolgimento di

Narducci nei duplici omicidi. L’ “asse” tra la procura di Firenze e quella di Perugia, ad ogni modo, era forse l’ultima speranza per l’opinione pubblica di conoscere a fondo la verità sul mostro. La tesi dei mandanti degli omicidi, oltre ad essere suggestiva, pareva inoltre “combaciare” con il sadico rituale dei delitti (le escissioni di organi femminili) e con alcune affermazioni del reo confesso Giancarlo Lotti. Ad oggi, invece, di certo restano solo le condanne di Mario Vanni e dello stesso Lotti, con Pietro Pacciani morto per cause naturali poco prima del processo d’appello. “Da giornalista ho sempre cercato la verità - spiega Spezi - forse di altri non si può dir lo stesso”. Davvero tortuosa, oltre che decennale, la vicenda processuale legata all’assassino delle coppiette. “Continuo a credere che si sia scavato nel luogo sbagliato - rincara la dose Mario Spezi, il cui best seller “Dolci colline di sangue” (scritto a quattro mani insieme a Douglas Preston) diventerà presto una pellicola hollywoodiana - anche in passato sono stati commessi troppi errori. Penso alle indagini sull’omicidio del 1968 e all’incredibile approssimazione con cui si è proceduto nei primi anni Ottanta”. “Possibile – conclude – che nessuno abbia mai fatto analizzare i gruppi sanguigni delle vittime?”.

Il lIBRo Un’opera del docente di sociologia Salvatore Maugeri, amico di una delle vittime, riapre il dibattito sui “compagni di merende”

Ma intanto in Francia qualcuno vorrebbe far ricorso alla corte di Strasburgo

L’

ultimo capitolo della trentennale storia delle indagini sul mostro di Firenze lo stanno scrivendo in Francia. Un libro di Salvatore Maugeri, professore di sociologia presso l’università di Chartres e amico d’infanzia di Jean Michel Kravechvili, il ragazzo ucciso a Scopeti con Nadine Mauriot, potrebbe infatti riuscire nell’impresa di far ripetere l’inchiesta sui delitti che dal 1974 al 1985 sconvolsero l’Italia. Una prospettiva remota, certo, ma su cui la famiglia del giovane francese ripone molte aspettative. A tal fine, il libro “Toscana

sanguinosa, i mille volti del mostro di Firenze” è stato inviato al noto avvocato transalpino Gilbert Collard, incaricato di studiare la questione in vista di un possibile ricorso alla corte di Strasburgo. Ad accompagnarlo nell’azione legale contro il nostro Paese, probabilmente, anche un affermato penalista italiano. Al centro delle accuse sono ancora una volta le presunte falle nelle indagini, colpevoli secondo Salvatore Maugeri d’aver sprofondato l’inchiesta in un vero e proprio delirio. L’omicidio di Michel Krevechvili e Nadine Mauriot

fu l’ultimo della catena di delitti attribuiti al mostro, un fatto di sangue che ancora risuona tetro tra gli alberi delle colline sopra Scandicci. Ora che la famiglia e gli amici del ragazzo sono tornati a chiedere giustizia, chissà che la coscienza sporca di qualcuno non cerchi redenzione. Perché una cosa è certa: tra testimoni reticenti e mitomani più o meno improvvisati, c’è ancora chi non ha mai detto una parola. E che forse, in una di quelle notti screziate dalla luna, vide il diavolo in /L.S. azione.

1106907

10 MINUTI DA FIRENZE SUD

Meravigliosa villa unifamiliare di 200 mq, libera su 4 lati, non isolata vicina ad ogni servizio Composta da 1° piano -cucina, sala pranzo salone doppio, 2 camere, 2 bagni, studio 2° livello, camera, studio, bagno, salottino con camino, stanza guardaroba e terrazza a tasca. Vari ingressi volendo divisibile per n.2 nuclei familiari Completano la proprietà lavanderia, garage, cantina, giardino. Perfette condizioni, Oggetto di gran fascino!


12

zoom

Giugno 2010

cURIOSITà. Tra catene di Sant’Antonio, spade nella roccia e ponti diabolici la Toscana non si fa mancare niente

Bufale e leggende di casa nostra Tra le più celebri ci sono la pioggia di vipere gettate dagli aerei (circolata in città

pantera nei boschi toscani, mentre in occasione di furti d’appartamento si racconta di spray narcotizzanti usati dai ladri per agire indisturbati. Fino alle bufale più singolari, come l’invasione delle vipere gettate dagli aerei, circolata alla periferia di Firenze – e nel resto d’Italia – sul finire degli anni Ottanta. Chissà che le vipere non tornino a farci visita. Perché le leggende metropolitane hanno sette vite, come i gatti.

a fine anni ’80), gli avvistamenti di orsi e pantere in collina e l’indimenticabile invasione di ufo che paralizzò il Franchi durante la partita Fiorentina-Pistoiese del 1954 Annalisa Cecionesi

C

hi ha detto che le favole non esistono più? Se ieri nascevano “a veglia”, oggi proliferano a scuola, nei bar e in ufficio, attraverso il passaparola o le email. Sono favole moderne, leggende metropolitane. In molti casi sono bufale, false ma credibili. Scagli la prima pietra chi non hai mai abboccato. Periodicamente giungono all’orecchio racconti di tentati rapimenti di bambini al supermercato. Mentre presentazioni in powerpoint diffuse via mail forniscono rimedi singolari contro l’infarto: basterebbe un violento colpo di tosse per riattivare il muscolo cardiaco. Di catene di Sant’Antonio ne circolano a bizzeffe. Alcune diffondono appelli sanitari, altre allarmi contro pericoli informatici. Diffidate dalle storie con luoghi, tempi e protagonisti anonimi o incerti, accadute all’amico di un amico o diffuse attraverso catene virtuali infinite. In gran parte dei casi si tratta di una bufala. Ma le più affascinanti restano le leggende tramandate nei secoli dalla tradizione popolare. Ogni borgo toscano ha la sua e alcune alimentano ancora oggi cospicui flussi turistici. I visitatori arrivano a San Galgano, nel senese, per ammirare la spada nella roccia, qui conficcata, secondo la leggenda, dal cavaliere Galgano Guidotti, diventato eremita dopo una vita dedita ai piaceri terreni. Mentre la notte di Halloween viene preso d’assalto il curioso “Ponte del diavolo” di Borgo a Mozzano, in provincia di Lucca, secondo la tradizione popolare costruito da satana. Ma oggi gli extraterrestri hanno spodestato demoni, draghi e fate diventando protagonisti indiscussi di leggende paranormali. Chi non ha mai sentito qualcuno raccontare di aver visto una strana luce in cielo? E la fantasia galoppa. Il più famoso avvistamento fiorentino di ufo resta quello del 27 ottobre 1954, quando al Franchi venne interrotta persino la partita Fiorentina-Pistoiese. Sebbene il Cicap (Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale) abbia trovato spiegazioni scientifiche all’evento, per gli ufologi resta un mistero. Le bufale possono approdare anche sulle pagine dei giornali, producendo conseguenze reali. Dicerie non fondate hanno rischiato di rovinare la carriera di vip di casa nostra. Alla superstizione basta poco per accendersi, anche qualche canzone malinconica. Ma le credenze popolari fanno spesso leva sulle paure della gente. Periodicamente c’è qualcuno che giura di aver avvistato un orso o una

FoCuS Si tratta di burle o pericoli?

Quegli strani segni sui portoni

U

STUDIO ODONTOIATRICO Dott.ssa Elisabetta Farnararo • Laureata presso l’Università di Firenze in odontoiatria e protesi dentaria nel 1989 • Master specializzazione in endodonzia dal Dott. Arnaldo Castellucci QUESTO MESE: ENDODONZIA LA DEVITALIZZAZIONE Devitalizzare un dente rientra tra le pratiche mediche studiate dall’endodonzia, parola che deriva dal greco endo, che significa “dentro”, e odontos che significa “dente”. La chirurgia endodontica interviene quindi sull’interno del dente. All’interno del dente, sotto lo smalto (la parte bianca) e sotto la superficie più dura (la dentina), c’è un tessuto molle definito polpa: la polpa contiene i vasi sanguigni, i nervi ed il tessuto connettivo e crea i tessuti più duri durante lo sviluppo del dente. La polpa si estende dalla corona del dente fino alla punta delle radici, dove si connette ai tessuti che circondano la radice. La polpa è molto importante per la crescita e lo sviluppo del dente tuttavia, quando il dente è totalmente sviluppato, può sopravvivere anche senza la polpa perché i tessuti che lo circondano continuano a nutrirlo.

PERCHÈ DEVITALIZZARE UN DENTE? È necessario devitalizzare un dente quando la polpa, il tessuto molle all’interno della camera pulpare, si infiamma o si infetta. L’infiammazione o l’infezione possono avere diverse cause: carie profonda, interventi protesici, dente scheggiato o rotto. Quando ci si fa male a un dente inoltre la polpa può rimanere danneggiata anche se il dente non presenta rotture o scheggiature evidenti; se non si cura per tempo l’infiammazione o l’infezione della polpa, il dente può iniziare a far male e si può formare un ascesso. Tra i sintomi a cui fare attenzione troviamo: dolore, sensibilità prolungata al caldo o al freddo, dolore quando si tocca il dente o si mastica, scolorimento del dente. Il chirurgo rimuove la polpa infiammata o infetta, pulisce in profondità l’interno del canale radicolare (il canale all’interno della radice), poi riempie e sigilla la zona. In seguito ritornerete dal dentista, che collocherà una corona o un altro dispositivo di ricostruzione sul dente per proteggerlo e farlo ritornare ad una completa funzionalità.

Per appuntamento:

Tel. 055 690946 • via del Girone 21- (Girone) Fiesole E-mail: ottura@hotmail.it

1058264

n rombo, casa disabitata. Una croce, buon obiettivo. Un triangolo, donna sola. E così via. Stando alle cronache, sarebbe l’alfabeto dei topi d’appartamento il codice inciso sui muri o sui citofoni per individuare i prossimi colpi. L’esistenza del codice, attribuito agli zingari, sarebbe avvalorata da un volantino che ne riporta l’interpretazione. Il linguaggio segreto spopola su internet e appare periodicamente sulle pagine dei giornali. Da noi il caso è tornato alla ribalta poche settimane fa, quando la stampa locale ha riportato la notizia di segni apparsi su citofoni e portoni nella periferia fiorentina, prontamente cancellati dai residenti. Burle o pericoli? Della questione si è occupato il Centro per la Raccolta delle Voci e Leggende Contemporanee, in occasione di un analogo allarme lanciato nel 2007 dal quotidiano La Stampa. “La grande diffusione delle voci collegate ai contenuti del volantino – scrive Paolo Toselli, coordinatore del centro - è dovuta al fatto che le stesse fanno appello ad un tema su cui si focalizzano anche molte leggende metropolitane, l’insicurezza”. Il sociologo francese Jean-Bruno Renard ha dimostrato che i simboli presenti nel volantino erano già noti da decenni. In origine erano attribuiti ai vagabondi che li avrebbero utilizzati per comunicare agli altri le famiglie che li avrebbero accolti favorevolmente. “Quanto all’uso corrente di questi simboli da parte degli zingari – scrive Toselli – non vi sono prove. Ma anche supponendo che i simboli a cui fa riferimento il volantino siano utilizzati dai ladri d’appartamento, il solo fatto di averli resi pubblici in breve tempo annullerebbe la loro validità”. Il confine tra finzione e realtà talvolta è labile. Ma se trovate strani disegni sul portone è probabile che si tratti di una burla.


Questa pagina è offerta da


14

reportage

Giugno 2010

ON The ROAD/1. In molti, nottetempo, scelgono muri e cassonetti come gabinetti. E la mattina si vede

Quando il bagno sembra un miraggio Il Reporter ha trascorso un sabato sera alla ricerca di toilette,

Riccardo Bianchi

per vedere cosa succede “a chi ha un bisogno urgente”.

L

Quelle pubbliche sono fuori uso dalle 21, ma a quanto pare i gestori dei locali sono accomodanti e aprono le porte anche ai “non clienti”

a sera i giovani che urlano, e la mattina i loro “ricordini”. Oltre a bottiglie e cartacce, ci sono quelle chiazze sui muri delle case o davanti alla saracinesca dei negozi che portano con sé un pessimo odore e il senso di sporco e degrado. Scene quotidiane del post-movida. Ma questi ragazzi non potrebbero ser-

Il CoNFRoNTo Ci sono ancora i vespasiani

All’estero le cose vanno molto meglio

“I

l regolamento era eccessivo”. È chiaro Domenico Murrone, presidente dell’Associazione per i Diritti dell’Utente e del Consumatore, quando parla dell’ultima decisione del Tar sui bagni pubblici: “In pratica il Comune voleva rimediare alle proprie carenze imponendo un servizio pubblico ai commercianti, obbligandoli a farlo usare anche a chi non consuma”. In alternativa, per Murrone, l’Amministrazione dovrebbe ritornare ai vespasiani: “Fra l’altro una parte dei costi potrebbero essere recuperati con la vendita sul posto di prodotti per l’igiene”. Quei bagni all’aperto scomparsi da Firenze sono di gran moda ad Amsterdam. Riportati da poco, sono nel centro dei marciapiedi e gli uomini non si vergognano ad usarli. E questo è l’unico modo per farla per strada: se provate a liberarvi su un muro, vi ritroverete la polizia accanto prima che abbiate finito. Per altro la legge olandese obbliga i bar a dare sempre le chiavi dei bagni, anche a chi non compra niente. In Germania, invece, i bagni sono chiusi e a pagamento, ma se ne possono servire tutti, dalle donne ai disabili. Molte delle vecchie strutture storiche sono state restaurate, ma gran parte di esse chiude la sera, e l’unico modo per i ragazzi è fermarsi in qualche locale notturno. Discorso diverso in Francia, dove i servizi sono gratuiti e tenuti perfettamente, ma non altrettanto si può dire delle strade, che la sera diventano fiumi con tanti affluenti. I bagni, infatti, non si aprono più dopo l’ora di cena e usare i muri è quasi l’abitudine. Infine la grande Londra, dove i bagni pubblici ci sono, ma sono spesso pieni e con code lunghissime. Inoltre gli inglesi tendono ad ubriacarsi facilmente e, quando succede, urinano un po’ ovunque. Per questo l’amministrazione ha iniziato a mettere dei bagni chimici speciali per le /R.B serate del weekend.

virsi dei bagni? Risposta semplice: i pochi pubblici, sono chiusi dalle 21. Perciò l’unica soluzione è servirsi di quelli dei locali. Una sentenza di fine marzo del Tar di Firenze, però, ha annullato la delibera che imponeva ai ristoratori di far utilizzare il bagno anche a chi non consuma. Cosa possono fare allora i giovani? La risposta arriva subito in piazza Savonarola, partenza del nostro tour del sabato sera. Presa da un bisogno impellente, una ragazza sta scomparendo tra le siepi che costeggiano via Valori. Proviamo a chiedere se c’è un bagno al chiosco, l’attrazione della zona, ma ci rispondono che purtroppo non hanno le chiavi. Nel 2002 si parlò di trasformare l’ex casottino per gli attrezzi in una toilette pubblica. Per ora l’unica alternativa è il ristorante davanti alla piazza, dove però rispondono che la loro l’hanno appena pulita, nonostante abbiano ancora clienti. Secondo passaggio, ponte san Niccolò. Qui la soluzione è rigorosamente all’aperto, sulle rive dell’Arno. Ma i locali della zona fanno entrare senza problemi. Stessa storia in Santa Croce. Ad accoglierci ci sono due ragazzi che segnano il territorio come i cani. Il tutto sui cassonetti del vistosissimo incrocio tra la piazza e via da Verrazzano. Americani ubriachi? No, italiani e per niente barcollanti. Di vigili o vigilini neppure l’ombra. Eppure a due passi i pub e i bar non mancano. Proviamo a entrare e a chiedere del bagno. Una decina di prove, ma nessuno ci ferma, se non la folla. Sicuramente i camerieri non possono ricordarsi se ci hanno servito o no. Ultima tappa è piazza Santo Spirito. In tanti girano con bottiglie di vodka e birra, acquistate a prezzi stracciati negli alimentari gestiti da stranieri. Nel primo bar entra con noi un altro non-cliente che chiede del bagno, e glielo indicano senza problemi. Esame superato. Gli altri due locali stanno chiudendo (sono già le due), ma ci dicono che altrimenti ci farebbero entrare. Nonostante questo, in una stradina laterale alla basilica, un punkabbestia sta instabilmente urinando a un angolo di un’abitazione. Trovare un bagno non è stato impossibile, complice, a volte, la confusione della gente. Eppure molti si ostinano a servirsi di muri, cassonetti, saracinesche e altro. Se sulla qualità dei servizi si potrebbe discutere, sulla disponibilità dei gestori fiorentini no. Anche perché, come ci dice Antonio, entrato insieme a noi in un pub di via Verdi, “fare pipì è sempre un’occasione per prendersi una birra”. Insomma, la disponibilità premia.

In piazza Savonarola in molti utilizzano le siepi


reportage

15

ON The ROAD/2. Nato anche a Firenze il “Negozio Giuridico”, studio professionale alternativo

l’avvocato? ora si trova per strada Ludovica V. Zarrilli

U

na tabaccheria? Una libreria? Un lattaio? No, quella nata alla fine di marzo è un’attività completamente diversa e soprattutto inusuale per chi è abituato a gironzolare per le strade fiorentine. Si tratta del “Negozio Giuridico”, che ha aperto i battenti in via Fra Bartolomeo, nella zona di Campo di Marte, al civico 11 rosso. Uno studio legale in tutto e per tutto, ma non nel senso classico del termine. Quelli che in America sono già molto diffusi con l’appellativo di “street lawyers” (avvocati di strada) sono un punto di riferimento comodo al quale i cittadini possono rivolgersi anche per una semplice e veloce consulenza. “Noi - spiega Anna Fionda, che insieme alla collega e amica Francesca Taddei sono le titolari dello studio - offriamo ai nostri clienti tutti quei servizi che di solito offrono gli avvocati, evitando però di andare in causa. Offriamo un rapporto diretto, senza tanti fronzoli”. Cosa vuol dire praticamente?

Che le due giovani avvocatesse - 35 anni l’una e 36 l’altra - offrono a chi ne ha bisogno consulenze e tutti quei pareri che rientrano nella competenza di un legale, come ad esempio separazioni consensuali, testamenti, consulenze fiscali e chi più ne ha più ne metta. Tentano in pratica di risolvere (o di recuperare il bandolo della matassa) tutte quelle situazioni in cui volente o nolente ogni giorno vengono coinvolti i privati cittadini. La notizia ancora più interessante è che le due avvocatesse, oltre a essere molto precise (ogni consulenza base dura mezz’ora e viene cronometrata con puntualità da una clessidra), hanno il tariffario delle loro prestazioni esposto in bella mostra, quindi chiunque varchi la soglia di via Fra Bartolomeo saprà fin da subito quanto dovrà pagare per avere il servizio richiesto. Ad esempio, la consulenza di 30 minuti di cui sopra costa 65 euro + Iva, che corrispondono in soldoni a 78 euro. Ma come è venuto in mente a due giovani professioniste di aprire il

Ha aperto i battenti meno di tre mesi fa, ricalcando le orme degli “Street lawyers” americani e offrendo consulenze e servizi diversificati a prezzi abbordabili

L’ingresso del Negozio giuridico di Firenze

loro sporto su strada? “L’idea è nata insieme alla mia collega - racconta Anna Fionda - abbiamo contattato la fondatrice del Negozio giuridico di Genova, la prima ad aprire un’attività del genere in Italia, e così ci siamo convinte a portare questo tipo di attività anche a Firenze”. Sì, perché a dirla tutta di Negozi giuridici in Italia

ne esistono già diversi, ed è una realtà che è andata diffondendosi soprattutto al nord, mentre all’estero (soprattutto negli Usa) funziona già da diverso tempo. Il motto è “Avvocati di pace, non di guerra”: “Sì, perché abbiamo una visione non litigiosa della professione, cerchiamo di risolvere il problema, dando al cliente gli

strumenti per capire cosa deve fare e come deve comportarsi”. Ma la città del giglio ha recepito il messaggio? “C’è molta curiosità nei cittadini, ma anche entusiamo da parte di chi non ha un avvocato di riferimento. Penso comunque che ci voglia un po’ di tempo perché l’attività venga conosciuta”.

oN THE RoAD/3 Offriamo una serie di servizi integrati e professionali, per assistere in modo appropriato e personalizzato il nostro ospite, puntando su tariffe contenute e tempi rapidi di accesso alla struttura. Ricoveri permanenti, temporanei e di sollievo per la famiglia, possibili in tutti i mesi dell’anno, anche come soluzione integrata di continuità assistenziale tra ricovero acuto e servizi domiciliari, prevedendo percorsi riabilitativi post-acuti. Il personale sanitario e assistenziale è qualificato ed esperto, si compone di medici, fisioterapisti, infermieri, animatori, operatori socio-sanitari e assistenti di base.

Arrivano i “guerriglieri” del verde

E il giardinaggio diventò pubblico

A

rmatevi di terriccio, paletta e immancabili fiori. E potrete entrare a far parte del “battaglione” più verde che si sia mai visto in città. Il movimento si chiama “Guerrilla gardening”, la missione è quella di far rinascere gli spazi verdi – o che dovrebbero essere tali – che risentono di smog, incuria, maleducazione. Trattandosi di un’armata nata e cresciuta in ambiente ad alto tasso di tecnologia, non può che reclutare i nuovi guerriglieri sul campo di internet e dei social network. Non a caso nelle terre dove questa moda è sorta, ovvero in Nord Europa, viene chiamata Social Gardening, il che sta a significare un modo per familiarizzare nuovamente con la città e con chi ci vive dentro attraverso il giardinaggio collettivo. Non c’è una vera e propria struttura, ancor meno una gerarchia. A fare gran parte del lavoro è il tam tam online attraverso il quale l’idea si diffonde e raggiunge una cerchia sempre più ampia di cittadini. Fiorentini decisi a riprendersi Firenze e a prendersene cura. L’ultima “offensiva” lanciata è stata quella al Ponte Rosso, lo scorso aprile. Radunate

La passerella al Ponte Rosso

le truppe ancora una volta online i cittadini si sono presentati precisi e puntuali alla passerella pedonale che collega viale Milton e via XX Settembre, muniti di gerani e tanta buona volontà. “E’ un modo per socializzare, per conoscere i vicini di casa – racconta Matteo, da cui è partita l’idea – e per far rivivere insieme un pezzetto di quartiere che fino a ieri era spento”. Difficile dargli torto paragonando le fioriere pre-guerrilla ridotte a cestini dei rifiuti e quelle post, finalmente colorate e ordinate. Come fosse il balcone di casa, solo che questo è il balcone /F.P. di tutti i fiorentini.

Ospitiamo con cura

Via del Casello 7 Località Roncobilaccio 40035 Castiglione dei Pepoli (BO) -

1074381

Tel. 0534 97590 . Fax 0534 97504

vds@euremagroup.it - www.euremagroup.it/vds


16

ambiente

Giugno 2010

DOSSIeR/1. Molta della spazzatura della città e della Piana finisce a Pisa e Livorno

Quei rifiuti in viaggio verso la costa l’INIZIATIVA

In questo modo il ciclo

Rivolta a 700 alunni

di smaltimento è più

Alle elementari scuola d’ecologia

costoso ma, così facendo, si incentiva

U

il riciclaggio. Intanto va avanti il progetto termovalorizzatore: accanto all’attuale stabilimento di Case Passerini sorgerà un impianto da 130mila tonnellate annue Serena Wiedenstritt

V

entun marzo 2010. Il premier in Toscana chiude la campagna elettorale con un monito tutt’altro che benaugurante: “C’é un grave rischio per la Toscana di cadere sul tema dei rifiuti in una situazione simile a quella di Napoli e della Campania”. L’allarme è motivato dal fatto che in regione “non è mai stato costruito un termovalorizzatore”, afferma Berlusconi. Il problema in realtà è fiorentino, vista la lunga diatriba che ancora, effettivamente, non vede un termine immediato. Anche se la realtà fortunatamente è molto meno allarmante e in città capita raramente di imbattersi in un cassonetto pieno, conviene girare la domanda a Quadrifoglio, la S.p.a. di Servizi Ambientali che opera a Firenze, Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio, Calenzano e Signa su un territorio di circa 300 km e svuota le pattumiere di 500mila persone, senza contare turisti e non residenti. Si scopre così che la questione è tenuta sotto controllo, ma ha un costo. Il ciclo di smaltimento funziona lo stesso, ma il cittadino alla fine spende di più. I rifiuti delle famiglie fiorentine infatti vanno a finire in altre province, soprattutto quelle della costa, Pisa e

Livorno, obbligando a far pagare prezzi più alti per un servizio che, se fatto in casa, comporterebbe un netto risparmio. L’altra faccia della medaglia è che, vista la difficoltà di trovare impianti in loco, si aumenta il riciclaggio, con risultati anche molto soddisfacenti. Mentre i rifiuti fiorentini viaggiano verso altri lidi, in città – e nella piana, perché il discorso non si ferma ai confini di Firenze – il progetto termovalorizzatore va comunque avanti. Il luogo ormai c’è ed è Case Passerini, accanto all’attuale stabilimento di selezione e compostaggio dove vengono trattati rifiuti solidi urbani indifferenziati e rifiuti organici provenienti dalla raccolta differenziata e dalla discarica interrata. La dimensione anche, poiché si tratterà di un impianto da 130mila tonnellate annue, la cui attività dovrà essere obbligatoriamente affiancata da una buona quota di raccolta differenziata e riciclo. Sulla società che dovrà realizzarlo i nomi in lizza sono due:

SO.PA.SA SPA

la bolognese Hera e la francese Veolia, selezionate per qualità, affidabilità e professionalità. Quello che manca, o meglio è venuto a mancare all’inizio dell’anno, è l’interlocutore istituzionale, visto che il Governo ha abolito gli ATO, acronimo di Ambito Territoriale Ottimale, con cui Quadrifoglio si sedeva al tavolo insieme alle amministrazioni locali per concordare il futuro dei rifiuti metropolitani. Ad ogni modo, dopo oltre un decennio di attesa, le previsioni parlano di un termovalorizzatore fiorentino e funzionante da qui a tre anni. E se da un lato questo rassicura sul paragone “Firenze come Napoli”, dall’altro non si placano le proteste dei tanti singoli e comitati che temono per la salute pubblica. Fra questi una nutrita schiera di medici da sempre mobilitati contro quella che, a loro dire, è “la politica inceneritorista attuata dalla Regione Toscana, dalle Province di Firenze, Prato e Pistoia e dai Comuni interessati”.

n progetto che non vuole dettare un elenco di comportamenti da adottare, ma si pone l’obiettivo di far nascere una nuova sensibilità nei bambini migliorando la conoscenza del problema rifiuti e premiando gli atteggiamenti positivi. Si chiama Cuoreecologico ed ha appena fatto breccia nei cuori di circa 700 alunni di 32 classi elementari fiorentine. Con la collaborazione di Quadrifoglio, agli scolari sono stati messi a disposizione strumenti educativi adeguati al livello di apprendimento, con la formula del gioco, dei piccoli incarichi e delle piccole sfide per mettere in mostra tutto il proprio Cuorecologico. Per raggiungere gli obiettivi di sensibilizzare insegnanti, bambini e famiglie sul problema dei rifiuti, migliorare la consapevolezza individuale e collettiva sulle tematiche ambientali, insegnare una corretta raccolta differenziata con semplici moduli di apprendimento. Il progetto è iniziato con gli incontri con gli insegnanti, primi partner di Quadrifoglio nella sfida ambientale delle nuove generazioni. Proprio dalle classi è partita la riflessione su rifiuti e sprechi. Alle domande su cosa sono i rifiuti, come si riconoscono, che succede quando si mettono nei giusti cassonetti, cosa sono il riciclo, il recupero, il risparmio, il riutilizzo e la riduzione sono state date poi delle risposte concrete, ad esempio con visite all’impianto di smaltimento di Case Passerini o all’impianto Revet di Pontedera per vedere parte del viaggio dei rifiuti. Dopo esperimenti e dimostrazioni su come realizzare una corretta raccolta differenziata, creare un mercatino degli oggetti usati e utilizzare un composter, a inizio maggio il progetto, almeno per l’edizione 20092010, si è concluso con una festa finale e l’inaugurazione del Palacomieco, la struttura itinerante per far conoscere il ciclo del riciclo di carta e cartone in piazza Santissi/S.W. ma Annunziata.

1117665

FALLIMENTO ESERCIZIO PROVVISORIO

Abbigliamento donna - vendita capi

Sonia Fortuna

Bionda Fragola

Shirt Passion

SONO ESCLUSI I CAPI DELLE COLLEZIONI F/W2009/2010 E PE/S2010

APERTURA 10:00 - 19:00

Lunedi’ 15:00 - 19:00

Cell.

-

CHIUSO DOMENICA

366.4642722 (Daniela o Antonella)

V.le Montegrappa, 341-353

PRATO

1037632

-70 % dal listino


ambiente

17

DOSSIeR/2. In Toscana i comuni più “ricicloni” sono Calenzano e Sesto. Firenze fa passi avanti

“...Ma questo dove va buttato?” Differenziare non è sempre semplicissimo e capita spesso di incappare in difficoltà cromatiche quando va scelto il cassonetto. Ma intanto aumenta la percentuale dei fiorentini che ci riescono Giuditta Boeti

“E

questo in che bidone lo butto?”. E’ la domanda che ormai ogni fiorentino è abituato a farsi nel momento in cui deve disfarsi di qualche rifiuto. E piano piano è arrivata anche una certa confidenza con i colori che indicano le diverse destinazioni: bianco, marrone, blu, giallo e celeste. Eppure nonostante le difficoltà cromatiche sembra che i fiorentini stiano diventando sempre più virtuosi, imparando a differenziare i rifiuti: la percentuale della raccolta nei primi mesi (da gennaio a marzo) del 2010 è aumentata di oltre un punto percentuale rispetto alla media del 2009. In Toscana i comuni più “ricicloni” sono Calenzano e Sesto Fiorentino, Firenze invece è in linea con i dati dell’anno scorso. Dall’inizio del 2010 fino a marzo in città è stato riciclato quasi il 42 per cento dei rifiuti su un totale di circa 63mila tonnellate di spazzatura (di cui 23.664 tonnellate differenziate e 39.270 indifferenziate). Un buon passo in avanti rispetto al 32 per cento di raccolta differenziata che si registrava nel 2005, ma tanto ancora c’è da fare. A cominciare dal mutamento dei comportamenti individuali a vantaggio del riuso, magari ricordando il concetto di Antoine-Laurent de Lavoisier, secondo cui “in natura nulla si crea e nulla si distrugge, ma tutto si trasforma”. Allora è necessario comprare meno per gettare meno, utilizzare un oggetto il più possibile e, quando si rompe, cercare di ripararlo (è bene prediligere il vetro e il cartone alla plastica) oppure, se possibile, acquistare prodotti in plastica biologica fatta con sostanze vegetali (come il mais) che sono biodegradabili. Riutilizzare le buste di plastica per fare

di nuovo la spesa o metterci i rifiuti e scegliere prodotti con meno imballaggi. È molto importante anche riciclare l’alluminio che non è biodegradabile ed è raro e costoso da produrre. In fondo per fare un’efficace raccolta differenziata in casa basta prestare attenzione le prime volte e poi porre due o tre cestini in modo da differenziare tra rifiuti organici, carta, plastica e vetro. Anche in giardino c’è spazio per i comportamenti virtuosi: è possibile riutilizzare gli scarti organici per produrre del concime. Le compostiere si possono acquistare in negozi per giardinaggio e casalinghi o direttamente nella sede di Quadrifoglio (chi produce compost può avere uno sconto sulla Tia, ovvero tassa sui rifiuti). Un ultimo consiglio: in ufficio non stampare su carta se non è stret-

Con 500 lattine si può ottenere una bici, con 15 bottiglie di plastica si può fare un maglione tamente necessario e ricordarsi che le cartucce esaurite di stampanti e fotocopiatrici possono essere ricaricate nuovamente. Per incentivare a differenziare basterebbe pensare che con circa 500 lattine si può costruire una bicicletta e che con 15 bottiglie di plastica si fa un maglione. Ma anche che dalle buste di plastica si possono fare vestiti da sposa o costumi da bagno e che tritando i bicchierini del caffè nascono le matite.

1115196


18

zoom

Giugno 2010

cURIOSITà. Tanti e di successo i film ambientati nel granducato. E arrivano i tour a tema

In Toscana un ciak tira l’altro Annalisa Cecionesi

AMARCoRD È ambientato nel ‘400

“Amici miei”, ecco il prequel

G

li scappellotti ai viaggiatori affacciati ai finestrini del “regionale da Empoli”. Le contorsioni verbali (e non) del conte Mascetti. La fantasia e la velocità d’esecuzione del barista Necchi. Le zingarate. Forse più di ogni altro film, “Amici miei” ha impresso nell’immaginario collettivo personaggi, gag e modi di dire. Ora che tra Certaldo, Firenze (a Palazzo Vecchio) e Roma fervono le riprese di “Amici miei. Quando tutto ebbe inizio”, i cultori dell’originale si dividono tra diffidenza (la maggior parte) e curiosità. Riuscirà Neri Parenti a restituire almeno in parte l’allegra malinconia del capolavoro di Mario Monicelli? Il prequel, ambientato nella Firenze quattrocentesca, è stato fortemente voluto dal produttore Aurelio de Laurentiis, che già in passato aveva riportato sullo schermo alcuni personaggi-culto (Oronzo Canà, il commissario Giraldi) della cinematografia nazional-popolare e che ora alza l’asticella provando a replicare uno dei vertici assoluti della commedia all’italiana. Ad interpretare i cinque amici ecco allora Michele Placido, Massimo Ghini, Vittorio de Sica, Paolo Hendel e Giorgio Panariello, con Massimo Ceccherini nei panni di un eroe del calcio in costume e Alessandro Benvenuti in quello di Lorenzo il Magnifico. La sceneggiatura si avvale, tra gli altri, del contributo dei tre autori del film del 1975 e dei due capitoli successivi: Piero De Bernardi, Leo Benvenuti e Tullio Pinelli. In attesa dell’uscita nelle sale, nel 2011, già si conoscono a grandi linee gli snodi salienti della trama. Ancora una volta, al centro dell’intreccio sono gli scherzi goliardici del gruppo di amici, che in una città infestata dalla peste trovano terreno fertile per le proprie “malefatte”. Se nell’originale questi slanci vitalistici celavano a fatica l’amarezza per lo scorrere del tempo, il prequel si prospetta dunque più scanzonato e lineare. Nella speranza che “antani” e “supercazzola” restino (l’unico) patrimonio del conte Mascetti. /L.S.

ri e 5 fiction tv, per l’equivalente di 520 giorni di riprese. Con una ricaduta economica per il territorio di oltre 14 milioni di euro, in crescita rispetto al 2008. Va forte anche il cineturismo toscano, guadagnatosi persino un articolo sulle pagine del quotidiano tedesco “Die Welt” lo scorso gennaio. Basti pensare che nel 2009 i flussi turistici di Montepulciano sono cresciuti del 22 per cento rispetto all’anno precedente grazie al set di “New Moon”, sequel della saga vampiresca di Twilight, diretta da Chris Weitz. I tour operator si sbizzarriscono con itinerari a tema sulle tracce del film, come il pacchetto “Baci, morsi e bicchieri di Nobile” incluso di attestato finale di “aspirante vampiro” e cene a base di menù “mannari”. Ma in Toscana non scorrazzano soltanto i vampiri. Nel 2008 nella cave di marmo di Carrara è approdato persino l’agente 007, in “Quantum of Solace”. Mentre lo scorso anno sono stati girati i film “Copia conforme” di Abbas Kiarostami

Nel 2009 la regione è stata scelta come set da circa cinquanta produzioni: girati, tra gli altri, 14 lungometraggi, sei spot e cinque fiction tv, per l’equivalente di 520 giorni di riprese e con una ricaduta economica per il territorio di oltre 14 milioni di euro

DALLA RICERCA SCIENTIFICA...

RF il calore che

rimodella e tonifica... . riduce gli inestetismi della cellulite e le adiposità localizzate . riavviva la microcircolazione sanguigna ed il drenaggio linfatico . promuove il metabolismo cellulare . rimodella i "punti critici" . tonifica e rigenera in profondità i tessuti cutanei

centrimetri in meno fin dalla prima seduta! 1066367

C

iak, si gira. Dove? In Toscana. Una terra così fotogenica da attrarre sempre più l’industria cinematografica. I numeri parlano chiaro. Secondo i dati della Toscana Film Commission, nel 2009 hanno scelto la Toscana come set circa 50 produzioni, tra cui 14 lungometraggi, 6 spot pubblicita-

Prenota subito la tua seduta prova gratuita

Via Scipione Ammirato, 69/C Tel.

055 670753

e “Letters to Juliet”, di Gary Winick. E sulle dolci colline toscane c’è spazio anche per le soap: tra Firenze, Siena e la Val d’Orcia è stato girata “Passione”, telenovela brasiliana che andrà in onda in tutta l’America Latina. Tra i registi toscani capeggiano invece Paolo Virzì e Leonardo Pieraccioni, con il livornese “La prima cosa bella” e il fiorentino “Io & Marilyn”. Usciranno prossimamente nelle sale (ma sono solo un assaggio) i film “C’è chi dice no” di Giambattista Avellino, con Luca Argentero e Paola Cortellesi, “La Passione” di Carlo Mazzacurati, con Silvio Orlando e Cristiana Capotondi, e “La fine è il mio inizio”, di Jo Baier, tributo al giornalista e scrittore fiorentino Tiziano Terzani. Le location sono disseminate in tutta la regione, dal centro fiorentino alla provincia, passando per la periferia. E’ stata girata a Firenze, Isolotto compreso, la commedia “Matrimoni e altri disastri”, di Nina Majo, con Margherita Buy, Fabio Volo e Luciana Littizzetto, da poco nelle sale. Ma anche il 2010 riserva set toscani. Dalla fiction tv “Gente di mare 3”, ambientata all’Isola d’Elba, al film “Maschi contro femmine & Femmine contro maschi” di Fausto Brizzi, regista di “Notte prima degli esami”. Senza dimenticare l’atteso (e contestato) prequel di “Amici Miei” di Neri Parenti, ambientato nella Toscana del 1400.


20

politica

Giugno 2010

SOcIAle. Da Montedomini alle Rsa, ecco la linea tracciata dall’assessore Stefania Saccardi

Servizi agli anziani, si cambia musica Trasparenza e razionalizzazione delle risorse:

liberandolo dalle auto dei dipendenti che ogni giorno posteggiano qui, togliendo spazio alla socializzazione. Abbiamo già fatto un accordo per fare in modo che possano parcheggiare a tariffa convenzionata nelle strutture di Fipark. A proposito di intese, quali sono le novità rispetto alle Rsa? I nuovi accordi prevedono di aprire le Rsa a tutti gli anziani del quartiere, così da offrire loro un luogo di incontro dove trascorrere il tempo libero. Oltre che di utilizzare il servizio mensa, a un prezzo ancora inferiore rispetto a quello di Montedomini. Veniamo alla questione Telecare, il servizio di assistenza a distanza promosso da Montedomini e finito al centro di un’indagine a causa degli eccessivi costi. Come mai non è riuscito a decollare? L’errore principale è stato quello di metterlo in pratica senza calcolare i costi di gestione e manutenzione. Si trattava di un servizio sperimentale, attivo 24 ore su 24. Ma la tecnologia non era familiare agli anziani, tant’è che solo in 400 hanno aderito. Di conseguenza Montedomini si è trovato a sborsare mezzo milione l’anno per un servizio molto limitato. Spese che stanno in gran parte alla base del passivo della società. Abbiamo aperto un’indagine interna per capire se ci sono stati sprechi o sovrapprezzi. Se c’è una responsabilità penale o contabile lo accerteremo.

la rivoluzione parte da Montedomini. Si comincia istituendo maggiori controlli e criteri basati sul reddito per evitare abusi. Ma ci sono novità anche per le Rsa Francesca Puliti

D

a Montedomini alle residenze sociali assistite, la rivoluzione dei servizi agli anziani è cominciata. E ha due parole chiave: razionalizzazione e trasparenza. Che il vento sia cambiato i fiorentini se ne sono già accorti, dal momento in cui l’assessore alle Politiche sociali Stefania Saccardi ha annunciato la fine dei pranzi superscontati a Montedomini, opportunità che finora era offerta a chiunque avesse compiuto 65 anni, indipendentemente dal reddito. E di cui molti approfittavano. Dal primo giugno si è cambiato sistema: solo chi si trova realmente in condizioni di indigenza può favorire del pranzo a un euro, tutti gli altri dovranno pagare la pur sempre ragionevole cifra di sette euro. La linea è tracciata: maggiori controlli per una superiore qualità del servizio. Assessore, con quali criteri si potrà usufruire del pranzo a prezzo scontato? Sarà introdotto il criterio Isee, in modo che a beneficiare dello sconto siano coloro che ne hanno veramente bisogno. Non metto in dubbio la buona fede di chi ne usufruiva finora, ma questo sistema costava al Comune oltre 120mila euro l’anno, cifra non più sostenibile nell’ottica di una razionalizzazione delle risorse. Dai controlli effettuati è emerso che su 420 pasti elargiti a un euro, solo 86 persone erano seguite dai servizi sociali. D’ora in poi effettueremo una verifica ogni 15 giorni per evitare che ne approfittino persone che hanno assicurato questo servizio altrove. L’obiettivo è quello di riqualificare Montedomini e questa non è l’unica misura messa in pratica. Quali sono gli altri provvedimenti? Innanzitutto faremo in modo di rendere il giardino nuovamente accessibile agli anziani,

Stefania Saccardi

l’INIZIATIVA Prezzi chiari, piatti per bambini e celiaci: arriva un “codice etico” per i ristoranti

Pane e coperto fuori dal menu. Almeno secondo Palazzo vecchio

P

rezzi chiari, amicizia lunga. Con il ristorante. Si chiama “Amico restaurant” il progetto lanciato da Comune e Provincia di Firenze in collaborazione con l’Apt e le associazioni di categoria Fiepet Confesercenti e Fipe Confcommercio. Una sorta di “codice etico” rivolto ai ristoratori del territorio, in modo da migliorare il servizio e promuovere la cultura enogastronomica, tra toscani e non. A partire da una maggiore chiarezza. Sono molti i turisti che ogni giorno si siedono al desco fiorentino e non riescono a decifrare la voce “coperto” sul menu. Ecco, il protocollo invita

i ristoranti a eliminare il problema alla radice, eliminandola del tutto dalla lista. Un invito che, è facile presupporlo, incontrerà qualche resistenza tra i gestori delle attività. Eppure “abbiamo già avuto delle adesioni informali al protocollo”, sottolinea Santino Cannamela, presidente provinciale di Fiepet Confesercenti. Tra le altre indicazioni quella di esporre i prezzi fuori dal locale, inserire nel menu piatti per bambini e per celiaci, ma anche l’importo calorico degli alimenti, per facilitare il compito a chi si sta cimentando in una dieta ristretta. Il menu, poi, dovrà essere scritto

in tre lingue. “Il settore enogatronomico è una delle leve di maggior richiamo del turismo internazionale – dichiara il vicesindaco Dario Nardella - e noi siamo in ritardo nella promozione della nostra ristorazione, che è invece un grande veicolo attrattore”. Il territorio fiorentino conta 1.527 ristoranti, di cui circa la metà concentrati a Firenze. “Ora – conclude Nardella - mi auguro che i ristoratori fiorentini aderiscano prontamente”. Chi lo farà potrà esporre all’ingresso un bollino con uno “smile”, a segnalare, ap/F.P. punto, un’accoglienza amichevole.

1023258

• Servizi funebri • Cremazioni • Fiori • Necrologi Tel. 055.6580040 (diurno e notturno)

1027252

CENTRO ASSISTENZA FUNERARIA

Via G.Caponsacchi 5/r, Via A.F Doni 41/r Firenze


politica

21

ReGIONe/1. Leghisti all’attacco su Tav, aeroporto e moschee ReGIONe/2. Primi bilanci per il gruppo

“l’opposizione vera siamo noi. l’Idv: “ora rivogliamo E lavoreremo per Firenze” l’assessorato in Comune” N

Paola Ferri

C

he l’ingresso della Lega in Consiglio regionale avrebbe fatto discutere a lungo lo si sapeva. Che avrebbe fatto discutere soprattutto il Pdl era meno scontato. Eppure da quando i nuovi consiglieri hanno preso posto a Palazzo Panciatichi è stato un continuo susseguirsi di frecce avvelenate e risposte al fuoco. Fuoco amico, in teoria, non tanto nella realtà. A scatenare le maggiori polemiche alcune dichiarazioni rilasciate da Dario Locci, l’avvocato aretino unitosi per ultimo al gruppo regionale, in seguito alle dimissioni di Monica Faenzi. “Noi – afferma Locci - siamo la vera opposizione. Il Pdl in Toscana fa il socio di minoranza di una spa. E ai soci di minoranza gli si dà sempre qualcosa”. Insomma una riedizione in salsa leghista dell’ormai celeberrimo “Siete tutti di banda” con cui l’allora consigliere comunale Alessandro Falciani (Sdi) apostrofò il senatore Paolo Amato (all’epoca Forza Italia) nel momento in cui emersero le prime intercettazioni sull’affair Castello. Scaramucce tra innamorati proprio non sembrano, ma la vicepresidenza della commissione speciale sul lavoro affidata all’unica “donna in verde”, Marina Staccioli, è senz’altro un segnale di distensione. “Alcune dichiarazioni sono state traviate – conferma Antonio Gambetta Vianna, capogruppo in Consiglio - rispettiamo il nostro alleato storico, da soli non possiamo andare da nessuna parte, né noi né loro. Lavoreremo fianco a fianco per 5 anni, cercando di conciliare le nostre divergenze, con l’obiettivo di vincere in Toscana alla prossima tornata elettorale”. Epperò le divergenze ci sono, a partire proprio dalle questioni più spinose che chiamano in causa la

Siamo contrari al sottoattraversamento Tav, non ci piace la stazione Foster e lotteremo per la pista parallela stessa Firenze. “Siamo contrari al sottoattraversamento Tav, non ci piace la stazione Foster – continua Gambetta Vianna - crediamo invece che sia assolutamente necessario realizzare la pista parallela, per assicurare un futuro e uno sviluppo all’aeroporto di Peretola”. Punti attorno ai quali il programma del Carroccio si distingue da quello del Pdl. “Eppure – sottolinea il capogruppo della Lega durante la campagna elettorale per l’elezione del sindaco di Firenze anche il Pdl si attestava su queste posizioni. Noi non abbiamo cambiato idea”. Già, Firenze. E’ sul

Antonio Gambetta Vianna

capoluogo toscano che i consiglieri leghisti insistono con più forza, affinché la città sia riportata al centro delle politiche regionali. Primo passo in questa direzione, quello di stringere maggiormente i rapporti tra Regione e Comune, in modo che le istituzioni possano andare di pari passo, anziché seguire ognuna un percorso diverso. La Lega Nord, per parte sua, ha già dato dimostrazione di farlo, attraverso una conferenza stampa congiunta tra il gruppo regionale e Mario Razzanelli, unico rappresentante del Carroccio a Palazzo Vecchio. “I nostri gruppi faranno squadra per Firenze – ha dichiarato Razzanelli - Siamo un partito al servizio degli interessi della gente, senza pregiudizi ideologici”. Quel che è certo è che il partito non ha paura di prendere una posizione netta su temi delicati, infischiandosene di destare un certo scandalo. Non a caso il consigliere provinciale Marco Cordone si è “stabilito” in piazza a Greve con il suo banchino, deciso a raccogliere firme a sufficienza per bloccare la realizzazione di una moschea in paese. “Non siamo contrari per partito preso – prova a placare le acque Gambetta Vianna – ma siamo per la reciprocità. Fin tanto che nei paesi arabi non permettono la costruzione di chiese di fede cristiana perché dovremmo farlo noi? In ogni caso se si desse il via libera alla moschea, chiediamo che siano rispettati certi criteri di trasparenza, affinché si possa sapere (e comprendere letteralmente) che cosa vi succede”.

el mentre Antonio Di Pietro in parlamento approva il primo passo verso il federalismo, nel parlamentino toscano l’Idv fa il conto delle commissioni che gli sono toccate in dote. E qualcosa manca all’appello. Si aspettava di più il coordinatore regionale Fabio Evangelisti, dovrà accontentarsi di un paio di vicepresidenze e di una presidenza. “Sarebbe stato più giusto affidare all’Idv la responsabilità della commissione Sanità – dichiara Evangelisti – dato che l’assessorato ricade sotto l’ala del Pd. Ma siamo molto soddisfatti per la presidenza della prima commissione, Affari istituzionali, dalla quale passa il 70% degli atti”. Sarà Marco Manneschi a prenderne le redini, affiancato alla vicepresidenza dal pidiellino Alessandro Antichi. Della com-

Ci saremmo aspettati anche la presidenza della commissione Sanità missione Sanità all’Idv è toccata la segreteria, con Rudi Russo, mentre Maria Luisa Chincarini si occuperà di quella allo Sviluppo economico. Vero è che c’è ancora nell’aria l’entusiasmo per il peso dei due assessorati conquistati nella giunta Rossi, con Anna Marson all’urbanistica e Cristina Scaletti alla cultura. L’assenza che brucia maggiormente all’Idv, però, è quella a Palazzo Vecchio. Dopo la dipartita, neanche troppo amichevole, della Scaletti, alla quale Renzi aveva affidato le deleghe all’ambiente, la “quota” dipietrista è rimasta vacante. “Spero che si tratti di una situazione temporanea – auspica Evangelisti

Marta Gazzarri, capogruppo

– abbiamo sottoposto la questione al sindaco e al Pd. A breve presenteremo loro una rosa di candidati”. Se sarà un’altra donna a sostituire la Scaletti non è dato sapere, ma “sì, tra le persone che proporremo ci saranno per certo anche delle donne. D’altronde ci siamo distinti sia a livello nazionale che a livello locale per la capacità di rappresentare (e far eleggere) anche l’altra metà del cielo”. Basti pensare che a Palazzo Panciatichi due consiglieri su cinque portano la gonna, senza contare le due assessore. Dal palazzo alla piazza, prosegue la raccolta di firme a sostegno dei tre referendum promossi da Di Pietro a livello nazionale. Legittimo impedimento, no al nucleare e gestione dell’acqua, queste in estrema sintesi le questioni al centro della battaglia dipietrista. La più scottante in Toscana tra le tre è quella dell’acqua: la normativa approvata dal Governo obbligherebbe gli enti locali a ricorrere necessariamente alla gestione privata, attraverso una gara. “Abbiamo raccolto circa 40mila firme – dichiara il coordinatore regionale – e contiamo di superare le 50mila in Toscana entro la fine /P.F. di luglio”.

“Per anni mi sono sentito ripetere che avrei avuto bisogno di un apparecchio acustico. ”

1077515

“Così ho scelto un Phonak. ”

San Casciano Foto Ottica Studio L. Via Morrocchiesi, 21 Il 1° e 3° Venerdi del Mese - 9.00 - 12.00 Figline Ottica Bottacci Corso MAzzini, 79 Il 1° e 3° Martedi’ del mese - 9.00 - 12.00 Fiesole Ambulatorio della Misericordia Piazza Etrusca, 5 Compiobbi Il 3° Lunedi’ di tutti i mesi - 15.00 - 17.00


22

Giugno 2010

mistero

Magari qualche guidatore Qualcuno li avrà notae ti.annoiato dallo stucchevole fermo al semaforo con un’occhiata distratta si traffico sui viali, chenifestini colorati che da tempo è accorto di quei ma o sconosciuto per un’altrettanto cantano l’amore di un taccati un po’ ovunque, con una sconosciuta lei. Sono at i viali, appunto, e per dettagli netta preferenza perali semafori, spartitraffico, pali. dell’arredo urbano qu mister x, le affida a questi dolci Le sue romanticherie, ccati qua e là: “Sei fantastica”, foglietti lasciati atta a mezzogiorno”, “Per sempre io “Sei bella come il sole sia una strategia di marketing? e te” e via dicendo. Che sare che si tratti dei moti Nah, preferiamo penipe azzurro molto costante, che dell’animo di un princ va le sue serenate all’amata… da oltre un anno rinno r aspetta segnalazioni, che un già ma chi è? Il Reportei male…. po’ di gossip non fa ma

innamorato pazzo, chi sei?

di GIULIA RIGHI


Giornale di informazione del Comune N.6 - Giugno 2010 ESTATE FIESOLANA 2010

Un mese di spettacoli -dal 27 giugno al 28 luglio- una programmazione che punta su artisti d’eccezione, per la 63° edizione dell’Estate Fiesolana. Attese la ricercata rassegna vivere Jazz che apre sulle note del duetto Bollani e Chick Corea (5/7) e la sezione della musica classica che dà spazio ai giovani talenti della Scuola di Musica di Fiesole e non solo. Benvenuti sono, inoltre, i progetti speciali come quello che vede Margherita hack salire sul palco del Teatro Romano di Fiesole in uno spettacolo di musica e parole con ginevra di Marco (4/7) e il trasformismo di Arturo Brachetti che si esibisce in una nuova produzione, “Brachetti & friends”, insieme ai più grandi performer del mondo e una band che suona dal vivo (26/7). Ancora, poi, sono da apprezzare la voce speziata dell’italo-marocchina Malyka Ayane (20/7), la comicità in musica di Neri Marcoré e Luca Barbarossa (2/7) e la grande sensibilità musicale di Ludovico Einaudi. Anteprima della kermesse è il 13 giugno alla Basilica di S. Alessandro con il concerto di Lorenza Borrani, fondatrice dei Nuovi Eventi Musicali e che da anni gira il mondo come primo violino di alcune delle più importanti orchestre al fianco di Claudio Abbado. Ad inaugurare il festival fiesolano i concerti di musica classica nelle chiese che vedono grandi maestri e giovani allievi a fianco, come nell’eccezionale esibizione del trio vernikov-gutman-virsaladze (28/6), a cui fa seguito il concerto delle loro masterclass (29/6). Ancora, poi, protagonista è l’eccellenza degli allievi della Scuola di Musica di Fiesole che confluisce in realtà riconosciute anche all’estero, come l’Orchestra Giovanile Italiana (18/7) e l’Orchestra Galilei (19/7) che si muovono a fianco dei vincitori delle borse di studio messe a disposizione dalla prestigiosa istituzione fiesolana. L’Associazione Nuovi Eventi Musicali presenta un concerto corale con 8 cori e 4 direttori, per un totale di 90 voci il 27 giugno, i Dichterliebe, il ciclo liederistico più famoso della storia della musica, con Andrea D’Amelio, basso, e Matteo Fossi al pianoforte il 30 giugno. L’Associazione presenta, inoltre, un progetto speciale che vede l’astrofisica Margherita Hack insieme alla cantante Ginevra di Marco in “L’anima della terra (vista dalle stelle)” per interpretare il presente fra musica e parole, tematiche sociali e ballate popolari, musica etnica e cantautorale. Luglio è il mese di vivere Jazz, la rassegna più apprezzata dell’estate, nata da una idea di Stefano Bollani e giunta alla sua sesta edizione, che si svolge dal 5 al 15 nella speciale cornice del Teatro Romano di Fiesole. La manifestazione è prodotta ed organizzata da Estate Fiesolana/Comune di Fiesole in collaborazione con Associazione Music Pool. Quattro sono i concerti previsti con artisti di chiara fama: Chick Corea e Stefano Bollani, Mc Coy Tyner, Joe Lovano, Paolo Fresu, Trilock Gurtu, Omar Sosa, oltre a Roberto Gatto con una serie di giovanissimi talenti. Il 21 e 22 luglio torna l’atteso Premio Fiesole ai Maestri del Cinema, che quest’anno viene assegnato a gianni Amelio, uno degli autori più significativi e toccanti della generazione del dopoguerra. Spazio in questa edizione anche alla musica leggera con Malyka Ayane cantante e autrice di brani che hanno scalato tutte le hit, come “La prima cosa bella”, “Contro vento” e “Come le foglie”, suo primo album che, ad un anno dalla pubblicazione, è disco di platino. La cantante, che ha ricevuto il Premio della Critica Mia Martini al 60° Festival di Sanremo, nel suo secondo album “Grovigli”, duetta con Paolo Conte, il quale definisce la sua voce dal colore “arancione scuro che sa di spezia amara e rara”. L’arte contemporanea a Fiesole incontra un artista monumentale, il tedesco günther Stilling, presente fino al 30 agosto nell’Area e Museo Archeologico, con i suoi bronzi che occupano la città: grandi teste, piedi e mani dalla superficie non levigata e celebra Frank Lloyd Wright, per il centenario della sua presenza a Fiesole, con una mostra che vede esposti i progetti del grande architetto statunitense. PREMIO FIESOLE AI MAESTRI DEL CINEMA Atteso il 21 e 22 luglio il Premio Fiesole ai Maestri del Cinema. Nel 45° anniversario della sua nascita, Il Gruppo Toscano del Sncci (Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani), che dal 2000 cura la selezione artistica del Premio promosso dalla Città di Fiesole e dalla Fondazione Sistema Toscana, dopo un’ampia perlustrazione nel panorama internazionale, ha optato quest’anno per un cineasta tenace, talvolta sfortunato nelle vicende produttive del fragile sistema nazionale, ma costante nel perseguire fi n dai primi anni Settanta una personalissima linea di ricerca che lo ha collocato tra gli autori più signifi cativi e toccanti della generazione del dopoguerra: gianni Amelio. Sensibile alle contraddizioni e alle trasformazioni laceranti della società italiana – registrate in presa diretta sulla propria pelle di “ragazzo” del Sud in cerca di riscatto culturale – Amelio ha saputo affrontare con uno stile sempre elevato, erede dei grandi maestri del cinema italiano ma anche dei “sogni” di hollywood, i nodi più scomodi e irrisolti della vita del Paese riflessi nelle vicende e nelle coscienze dei singoli, dal terrorismo (Colpire al cuore, 1982) all’emigrazione interna ed esterna (Lamerica, 1994; Così ridevano, 1998); dai “misteri” e i drammi giudiziari dell’era fascista (I ragazzi di via Panisperna, 1988; Porte aperte, 1990) al disagio dell’adolescenza e al mai risolto rapporto padri-figli (La fine del gioco, 1970; Il piccolo Archimede, 1979; I velieri, 1983; Il ladro di bambini, 1992; Le chiavi di casa, 2004); fino alle ricadute devastanti della globalizzazione (La stella che non c’è, 2006). Attualmente il regista calabrese sta completando in Algeria la lavorazione di un altro, impegnativo confronto con testi letterari: Il primo uomo, romanzo autobiografico e incompiuto di Albert Camus. LA SCUOLA DI MUSICA DI FIESOLE PER L’ESTATE FIESOLANA 2010 Sei sono gli appuntamenti proposti dalla Scuola di Musica di Fiesole nei quali sono coinvolti alcuni dei maestri più legati a questa istituzione, oltre ad alcuni tra i migliori allievi dei corsi di perfezionamento e della base. Il primo concerto si tiene lunedì 28 giugno alle ore 21.30 nella Basilica di Sant’Alessandro con un programma comprendete il Quintetto la Trota di Schubert e che vede la partecipazione, tra gli altri, di star internazionali come Pavel vernikov violino, Natalia gutman violoncello, Alberto Bocini contrabbasso e Elisso virsaladze pianoforte. Gli allievi delle masterclass tenute da questi grandi artisti sono protagonisti del concerto del giorno successivo. Il 1 luglio sarà la prima serata dedicata alla contemporaneità: vengono eseguite dal Fiesole Laborintus Ensemble, sotto la direzione di Renato Rivolta, cinque prime assolute di brani composti dagli allievi del corso di Giacomo Manzoni. Il concerto del giorno successivo, 2 luglio, fa parte della serata di gala per i tre vincitori delle borse di studio indette per i corsi di perfezionamento della Scuola di Musica di Fiesole: Raphaelle Moreau violino (classe di Pavel Vernikov); Emanuele Bastanzetti violino (classe di Felice Cusano); Lucia Luque violino (classe di Felice Cusano). Domenica 18 luglio è la volta del secondo appuntamento dedicato alla contemporaneità con l’Ensemble Contemporaneo dell’Orchestra giovanile Italiana, diretto da Renato Rivolta, che interpreta brani di Berg e Copland; inoltre gli allievi dei corsi di base eseguono due prime assolute di brani composti dai giovani compositori partecipanti al Progetto Amlico. Il concerto di chiusura si svolge lunedì 19 luglio con l’Orchestra galilei che, sotto la magistrale direzione di Nicola Paszkowski, affronta il Divertimento di Bartók e la Sinfonia Concertante per violino, viola e orchestra di Mozart, con i solisti William Chiquito e Leonardo Papa. Info Scuola di Musica di Fiesole, tel. 055.597851 - www.scuolamusica.fiesole.fi.it

www.comune.fiesole.fi.it informazioni 055/055

NEM - NUOVI EVENTI MUSICALI I CONCERTI PER L’ESTATE FIESOLANA 2010 I concerti dei Nuovi Eventi Musicali per l’Estate Fiesolana 2010 vogliono tracciare un segno all’interno dell’ampia programmazione del festival legato a tre parole guida: produzione, giovani e qualità. Tutto questo tenendo presente il centenario della nascita di Robert Schumann (1810- 1856), uomo che ha dato al Romanticismo non solo una forte impronta musicale, ma anche e soprattutto, intellettuale e letteraria. Tre sono gli appuntamenti in cui si avvicendano giovani musicisti italiani che in Italia e all’estero danno significato alla migliore qualità musicale del nostro Paese (Lorenza Borrani, Andrea D’Amelio, Michele Napolitano, Matteo Fossi). Accanto a loro Maestri di esperienza (Pierpaolo Scattolin, Trio Voces Intimae) per realizzare un disegno partendo dalla musica di Schumann, trasversale e universale (cameristica, liederistica, corale). Il concerto-anteprima, previsto per il 13 giugno presso la Basilica di S. Alessandro, ha un forte significato emotivo e simbolico e vede protagonista Lorenza Borrani, fondatrice dei Nuovi Eventi Musicali e che da anni gira il mondo come primo violino di alcune delle più importanti orchestre (filarmonica della Scala, Mahler Chamber Orchestra) al fianco di Claudio Abbado. Il suo ritorno alla musica da camera avviene in duo con Matteo Fossi, pianista, con cui ha iniziato a 6 anni a fare musica, per poi realizzare migliaia di concerti in 20 anni insieme. In programma musiche di Schumann, Schubert e Janacek. Il 27 giugno l’evento “centrale”: un concerto corale con 8 cori e 4 direttori, per un totale di 90 voci. Viene eseguito lo “Spem in alium” di Tallis, mottetto di grande ingegno e fattura (36 voci reali) che richiede almeno il raddoppio delle parti nonché la presenza di più direttori per gestire le entrate. In programma anche alcuni precisi riferimenti al Novecento: in particolare è previsto il “Lux Eterna” di Ligeti, brano reso famoso da Kubrick in “2001 Odissea nello spazio”. Torna anche Schubert, con un brano di rara esecuzione, il “Gesang der Geister” che si configura come coro di voci maschili e 5 archi: struttura e formazione insolita, toni scuri che donano un tratto inconfondibile a questo capolavoro con testi di Goethe. A chiudere, il 30 giugno nella Basilica di Sant’Alessandro, Andrea D’Amelio, basso e Matteo Fossi, pianoforte eseguono i “Dichterliebe”: forse il ciclo liederistico più famoso della storia della musica, una densità poetica assoluta su testi di Heine. Struggenti canzoni che trattano gli aspetti più importanti della vita, l’amore, la morte, la fratellanza. A completare il programma il Trio voces Intimae, composto da Riccardo Cecchetti, pianoforte, Luigi De Filippi, violino, e Sandro Meo, violoncello, con l’esecuzione del Trio n. 3 in sol minore op. 110 per pianoforte, violino e violoncello di Schumann: opera tarda nel catalogo, affine al nuovo corso “classicista” dell’autore. Info: tel. 055.2001875; www.nuovieventimusicali.it; info@nuovieventimusicali.it. VIVERE JAZZ PER L’ESTATE FIESOLANA 2010 Chick Corea, Mc Coy Tyner, Joe Lovano, Paolo Fresu, Trilock Gurtu, Omar Sosa, oltre a Stefano Bollani, Roberto Gatto con una serie di giovanissimi talenti: continua l’impegno di Estate Fiesolana con vivere Jazz per proporre musica di qualità in uno spazio importante come quello del Teatro Romano di Fiesole, realizzando un appuntamento di valore con il jazz e le musiche ad esso vicine. Per il 2010 la formula proposta continua ad affiancare grandi protagonisti con promettenti formazioni di giovani. L’inaugurazione del festival ospita ancora un progetto di Stefano Bollani, questa volta in duo con il pianista americano Chick Corea, vera leggenda nel pianismo jazz: un incontro di tecnica, fantasia e creatività, ma anche di generazioni diverse, sottolineato da uno straordinario successo nella sua prima apparizione la scorsa estate. L’attenzione ad i protagonisti della scena internazionale prosegue ospitando ancora un pianista di eccezione, Mc Coy Tyner, per anni a fianco del leggendario John Coltrane del quale viene considerato una sorta di “custode testamentario”. Con il suo trio sarà ospite un altro grande musicista, il sassofonista Joe Lovano. Terzo appuntamento in programma con uno dei nuovi progetti del poliedrico batterista Roberto gatto, un ensemble con la partecipazione di alcune tra le giovani promesse del jazz italiano, realizzato in collaborazione con l’Associazione I-Jazz e la Casa del Jazz di Roma. L’estate 2010 vede poi la costituzione di un singolare trio “all stars”, quello formato dal jazzista italiano più seguito, Paolo Fresu, che dopo aver incontrato la scorsa stagione il giovane talento cubano Omar Sosa, “rilancia” artisticamente questa scommessa aggiungendo la presenza di un altro straordinario talento, quello del percussionista indiano Trilok gurtu. MARGHERITA HACK – GINEVRA DI MARCO Approda al Teatro Romano di Fiesole (4 luglio, ore 21.15) il nuovo viaggio-concerto di Ginevra con Margherita: “L’anima della terra (vista dalle stelle)”, uno spettacolo di musica e parole. Il concerto, a cura dell’Associazione Nuovi Eventi Musicali, è uno spettacolo che indaga il rapporto tra noi e l’universo che ci accoglie. L’incontro di due “stelle” nate in Toscana diventa l’occasione per esplorare alcune tematiche sociali scottanti, fra le quali immigrazione/emigrazione, nuove energie, globalizzazione, lavoro, corruzione. ginevra Di Marco interpreterà alcune tra le melodie tradizionali più belle su queste tematiche: brani densi di significati, valori e storia; Margherita hack alternerà alle canzoni i suoi testi di approfondimento, puntualizzando ed espandendo i concetti con la forza della sua immensa esperienza ed il suo carisma. Nello spettacolo ci sarà musica etnica, tradizionale e cantautorato di qualità da tutto il mondo, un viaggio verso tutti i continenti, con canti dalla Bretagna, da Cuba, dalla Macedonia, Albania, Italia del Sud, Toscana. LUDOVICO EINAUDI PER L’ESTATE FIESOLANA 2010 Ludovico Einaudi, compositore e pianista, svolge ormai da anni una consolidata e intensa attività concertistica sia come solista che con diverse formazioni strumentali. Parallelamente all’attività concertistica, è costantemente attivo in una serie di collaborazioni con il cinema, il teatro, il video e la danza. Il 6 dicembre del 2007 ha ricevuto a Cosenza il “Riccio d’Argento” della XXI edizione di “Fatti di Musica”, la rassegna del miglior live d’autore diretta da Ruggero Pegna. Nightbook, ultima creatura del pianista conferma quella fortunatissima cifra stilistica che ormai da più di un decennio contraddistingue pressoché ogni uscita discografica del Maestro torinese. Le atmosfere in generale sono molto assorte e sospese, giocate su piccoli moduli melodici pianistici a cui viene ad aggiungersi un eff etto elettronico rarefatto molto delicato. Non manca del resto più di uno sfoggio sublime della sensibilità timbrico-strumentale di Einaudi e dell’ensemble scomodato per questa prova, ovvero il leccese Mauro Durante, ai tamburi, ed il violoncellista Marco Decimo, ampliato, dal vivo, con la presenza di Robert Lippok (elettronica), Federico Mecozzi (violino, chitarra, basso) e Antonio Leofreddi (viola). Il concerto di Einaudi per l’Estate Fiesolana si terrà il 28 luglio (ore 21.30) al Teatro Romano. BRACHETTI & FRIENDS “Brachetti & friends” è uno spettacolo-evento dove Arturo Brachetti offre una serata di divertimento spettacolare esibendosi nei suoi più popolari cavalli di battaglia insieme ai più grandi performer del mondo e a una band che suona dal vivo. Sul palco con Brachetti i golden Powers, una coppia di atleti ungheresi che Arturo ha conosciuto al Lido di Parigi,,dove questi si sono esibiti per anni, e che hanno partecipato a vari eventi del “Cirque du Soleil”. Otto Wessely è un’altra “vecchia conoscenza” di Brachetti. Otto è un comico che interpreta il mago che


sbaglia tutti gli effetti. Dalla scomparsa di Mac Rooney, Otto Wessely è considerato il numero visivo più comico del mondo. Si esibisce al Crazy horse di Parigi e Las vegas ed è apparso ben otto volte nella trasmissione televisiva “Le plus grand cabaret du monde”. Anche Kevin James con Arturo. James è un illusionista che risiede e si esibisce a Las Vegas. Le sue illusioni sono sempre all’avanguardia nel panorama “magico” mondiale. Dal canto suo, Arturo si prodiga nei suoi numeri migliori che lo hanno reso famoso da Parigi a Shangai. LUCA BARBAROSSA & NERI MARCORÈ IN “ATTENTI A QUEI DUE” Un attore con il vizio della canzone, Neri Marcorè, un cantautore con il vizio del teatro, Luca Barbarossa. Complice un’amicizia nata da qualche anno sulla spinta di una stessa voglia di divertirsi e divertire, entrambi incuriositi da retroscena ed aneddoti dei rispettivi percorsi artistici, disposti tutti e due a riutilizzare e rielaborare pezzi di repertorio sonoro e canoro, ritratti-imitazioni di personaggi, percorsi di parole ed improvvisazioni con tanto di risvolti e schermaglie inedite. Tutto questo dà vita ad un’irruzione a due nel mondo della scena dal titolo “Attenti a quei 2”. Uno spettacolo teatrale fra musica, parole e battute. Un attore comico eclettico ed un cantautore amato e raffinato, partoriscono una strana coppia e dal loro incontro prende corpo un genere che sempre di più di questi tempi mescola suoni e voci, nuove consonanze e nuovi intrattenimenti. Canzoni di Luca Barbarossa, Giorgio Gaber, Fabrizio De Andrè ed i fantastici personaggi-imitazione di Marcorè, dallo stesso Barbarossa a Minghi, Ligabue, Gasparri, Di Pietro, Casini, Capezzone, Jovanotti … Li affianca una band affiatata dal suono molto acustico: Mario Amici alla chitarra acustica, classica e armonica, Stefano Cenci al pianoforte e tastiere, Roberto Polito alla batteria e percussioni, Mauro Formica al basso, Claudio Trippa alla chitarra elettrica. MALYKA AYANE Malika Ayane è nata a Milano nel 1984 da padre marocchino e madre italiana. La sua formazione musicale ha inizio al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano dove dal 1995 al 2001 studia Violoncello. Parallelamente fa parte dell’ensemble del Coro di voci Bianche del Teatro Alla Scala in cui, oltre al ruolo di corista, esegue spesso parti solistiche. Nel 2007 Malika incontra Caterina Caselli che da subito vede in lei una personalità artistica con un stile originale, fresco e “speziato”. È Paolo Conte ad usare questa espressione per definire la voce di Malika: “Il colore di questa voce è un arancione scuro che sa di spezia amara e rara”. Malika inizia a lavorare al suo primo progetto discografico nell’autunno del 2008 che si intitola “Malika Ayane”. Consacrazione e popolarità di Malika arrivano con “Feeling Better” (che rimane ai vertici dei brani più trasmessi dalle radio per oltre 4 mesi: un vero e proprio record per un’artista emergente) e con la calorosa accoglienza della critica musicale. Il brano che Malika Ayane ha presentato al festival di Sanremo si intitola “Come foglie” (testo e musica di Giuliano Sangiorgi), prodotto e arrangiato da Ferdinando Arnò, ed è contenuto nella riedizione dell’album omonimo, pubblicato su etichetta Sugar. È al 60° Festival di Sanremo che la Ayane ha ricevuto il Premio della Critica Mia Martini, PROgRAMMA Anteprima 13 giugno – ore 21.30 – Basilica di Sant’Alessandro Concerto di Lorenza Borrani Lorenza Borrani, violino; Matteo Fossi, pianofortMusiche di: Franz Schubert: Sonatina in la minore n.2 op.post.137 D 385; Leos Janacek: Sonata per violino e pianoforte; Robert Schumann: Sonata n.2 in re minore op.121 27 giugno – ore 21.30– Cattedrale di San Romolo Coro Euridice di Bologna, Coro Eclectica, Coro dell’università di Bologna Coro Euridice, Coro da Camera di Bologna, Ensemble Eclectica, Coro dell’Università di Bologna, Coro H. Schutz, Coro da camera del Collegium Musicum Almae Matris NemEnsemble Direttori: Pier Paolo Scattolin, Michele Napolitano, Cristian Gentilini, David Winton, Roberto Bonato Organo: Enrico Volontieri Musiche di: Thomas Tallis (ca. 1505-1585) Spem in alium habui per 8 cori a 5 voci e basso seguente Franz Schubert Gesag Der Geister D714 per voci maschili e 5 archi Gyorgy Ligeti Lux Eterna Magany Ejsaka 28 giugno – ore 21.30– Basilica di Sant’Alessandro I Maestri dei Maestri Pavel Vernikov, violino Natalia Gutman, violoncello; Alberto Bocini, contrabbasso; Elisso Virsaladze, pianoforte Musiche di F. Schubert 29 giugno – ore 21.30- Basilica di Sant’Alessandro Concerto fi nale della Masterclass vernikov-gutman-virsaladze della Scuola di musica di Fiesole Musiche di J. Brahms, L. van Beethoven, R. Schumann 30 giugno – ore 21.30– Basilica di Sant’Alessandro Fossi-D’Amelio Andrea D’Amelio, basso; Matteo Fossi, pianoforte Trio Voces Intimae Riccardo Cecchetti – pianoforte, Luigi De Filippi – violino, Sandro Meo – violoncello Musiche di: Robert Schumann Dichterliebe op. 48 Robert Schumann Trio n. 3 in sol minore op. 110 per pianoforte, violino e violoncello (1851) 1 luglio - ore 21.30- Basilica di Sant’Alessandro Nuovi compositori Allievi del Laboratorio di composizione di Giacomo Manzoni Fiesole Laborintus Ensemble Compositori: Alessandra Ciccaglioni, Federico Costanza, Antonio Covello, Michele Del Prete, Pamela Ferro, Rossella Spinosa Dirige Renato Rivolta Musiche in prima assoluta 2 luglio – ore 20.30 – Basilica di Sant’Alessandro Nuovi talenti internazionali Gran Galà musicale con i vincitori delle borse di studio della Scuola di Musica di Fiesole Raphaelle Moreau, violino (classe di Pavel Vernikov) Emanuele Bastanzetti, violino (classe di Felice Cusano) Lucia Luque violino (classe di Felice Cusano). Musiche di H. Winiawski, A. Khachaturian, L. van Beethoven, P. Sarasate, N. Paganini, Z. Kodaly, J. Brahms ore 21.30 – Teatro Romano Attenti a quei due in collaborazione con PRG con Neri Marcorè e Luca Barbarossa 4 luglio ore 19.00 – Cattedrale di San Romolo Messe de Notre Dame Insieme vocale L’Homme Armé Luca Dellacasa, Paolo Fanciullacci, Giovanni Biswas, tenori Gabriele Lombardi, baritono; Marcello Vargetto, basso Dirige Fabio Lombardo

Musiche di G. de Machaut, Perotin, Leonin ore 21.30– Teatro Romano L’anima della terra vista dalle stelle spettacolo di parole e musica Margherita Hack, Ginevra Di Marco, voci Francesco Magnelli, piano e magnellophoni Andrea Salvadori, chitarra e tzouras Luca Ragazzo, batteria 5 luglio – ore 22.00 Teatro Romano Vivere Jazz Chick Corea, Stefano Bollani Chick Corea, Pianoforte; Stefano Bollani, Pianoforte 8 luglio – ore 21.30- Teatro Romano Vivere Jazz FunkOff in concerto 12 luglio – ore 21.30– Teatro Romano Vivere Jazz Mc Coy Tyner quartet con Joe Lovano Mc Coy Tyner, piano; Joe Lovano, sax; Gerard Cannon, contrabbasso; Eric Gravatt, batteria 13 luglio – ore 21.30– Teatro Romano Vivere Jazz Roberto gatto I-Jazz ensemble gruppo vincitore del concorso Afam (Alta Formazione Musicale) del MIUR Roberto Gatto (batteria e direzione); Dario De Idda, basso; Alessandro Lanzoni, Piano; Battista Lena, chitarra; Giovanni Falzone, tromba; Gaetano Partipilo, sax; Roberto Rossi, trombone; Max Ionata, sax. 15 luglio – ore 21.30- Teatro Romano Vivere Jazz Paolo Fresu, Omar Sosa, Trilock gurtu Paolo Fresu, tromba; Omar Sosa, piano; Trilock Gurtu, percussioni. 18 luglio – ore 21.30 –Basilica di Sant’Alessandro Ensemble contemporaneo OgI Fiesole Laborintus Ensemble Dirige Renato Rivolta Musiche di A Berg, A. Copland, C. Carovani, I. Malizia 19 luglio – ore 21.30 – Basilica di Sant’Alessandro Orchestra v. galilei William Chiquito, violino; Leonardo Papa, viola Dirige Nicola Paszkowski Musiche di W.A. Mozart, B. BartóK 20 luglio – ore 21.30 – Teatro Romano Malika Ayane in concerto grovigli tour in collaborazione con PRG 21 luglio – ore 21.30 – Teatro Romano PREMIO FIESOLE AI MAESTRI DEL CINEMA – Cerimonia di Premiazione 22 luglio – Villa la Pietra – New York University PREMIO FIESOLE AI MAESTRI DEL CINEMA - Convegno 26 luglio – ore 21.30 – Teatro Romano Brachetti & Friends in collaborazione con Teatro Puccini di Firenze Spettacolo di Arturo Brachetti 28 luglio – ore 21.30 – Teatro Romano Nightbook Concerto di Ludovico Einaudi EvENTI COLLATERALI MOSTRE 14 marzo – 30 agosto Stilling Fiesole Museo e Area Archeologica di Fiesole 17 Giugno – 30 agosto Frank Lloyd Wright a Fiesole 100 anni dopo Museo Civico Archeologico di Fiesole ALTRI EvENTI 1 luglio – ore 18,00 – Ridotto del Teatro Romano Il Teatro Romano va in scena – Documenti per la storia dell’Estate Fiesolana Presentazione del volume a cura di Maura Borgioli 3 luglio – ore 21.15 – Cattedrale di Fiesole Concerto per San Romolo Orchestra della Cappella musicale della Cattedrale Andrea Turini, pianoforte Dirige Michele Manganelli Musiche di W.A. Mozart 16 luglio – ore 21.30 – Teatro Romano Orchestra Filarmonica di Fiesole dirige Grazia Rossi Musiche di G.F. Haendel, A. Borodin, A.L. Dvorak 25 luglio – ore 21.15 – Cattedrale di Fiesole Concerto fi nale corso per pianisti e violinisti dei Maestri Turini e Rinaldi Orchestra della Cappella musicale della Cattedrale Dirige Michele Manganelli Musiche di W.A. Mozart, F.J. Haydn INFORMAzIONI E PREvENDITE TEATRO ROMANO, via Portigiani 1, Fiesole, tel. 055.5961293 (ore 10.00-19.00) www.estatefiesolana.it Circuito regionale box office www.boxol.it - www.ticketone.it I biglietti per la rassegna Vivere jazz sono in vendita anche su www.eventimusicpool.it Vendita dei biglietti alla cassa del Teatro Romano la sera stessa dello spettacolo (dalle ore 20.30)

FRANK LLOYD WRIghT DOPO 100 ANNI TORNA A FIESOLE

Un anno di eventi per celebrare il centenario della permanenza di Frank Lloyd Wrigt a Fiesole. Mostre, convegni, incontri e pubblicazioni per rendere omaggio a quello che è stato uno dei più illustri architetti della storia e figura centrale della cosiddetta architettura organica. Per il 2010 il Comune di Fiesole insieme al Comune e la Provincia di Firenze, la Fondazione Michelucci, la Facoltà di Architettura dell’Università di Firenze, l’Ordine degli Architetti di Firenze e altre istituzioni del territorio, in collaborazione con la Frank Lloyd Wright Foundation, organizza una serie di eventi incentrati sulla fi gura del maestro statunitense. Un calendario ricco di iniziative che indagano sul suo soggiorno fiesolano e sulla sua influenza nell’opera di alcuni fra gli architetti della cosiddetta “scuola fiorentina”, come Leonardo Ricci, Franco Bonaiuti e Giovanni Michelucci. La prima mostra in calendario verrà inaugurata giovedì 17 giugno e resterà aperta fino a fine agosto. L’esposizione si propone di esaminare alcune opere progettate dopo il 1910, di far conoscere


disegni e documenti, alcuni per la prima volta esposti in Italia, e di analizzare l’infl uenza che il soggiorno fi esolano ha prodotto sulle architetture di Wright. La mostra raccoglierà, fra gli altri, i disegni che Wright realizzò durante il suo soggiorno fi esolano - ospite del villino Belvedere in via Verdi - per un’abitazione, sempre in Fiesole, però mai costruita. I progetti esposti, attualmente conservati alla Frank Lloyd Wright Foundation di Scottsdale (Arizona) e alla University of Utah Library, vengono eccezionalmente mostrati a Fiesole insieme ad alcuni disegni della villa di Taliesin, residenza definitiva dell’architetto statunitense e attualmente sede della Frank Lloyd Wright Foundation. Infatti, proprio prendendo spunto dalla configurazione planimetrica del villino Belvedere, Wright progettò e realizzò la residenza di Taliesin. L’edificio sorge, appunto, in posizione collinare dominante, dove l’architettura si adatta alla conformazione del terreno e viceversa. L’evento, che verrà ospitato nei locali del Museo Archeologico di Fiesole è stato curato in particolare dal Rotary Club Fiesole e dall’Inner Wheel Firenze Medicea in collaborazione con la Frank Lloyd Wright Foundation di Scottsdale, Arizona. Grazie a Cassina saranno esposte una scrivania Meyer May Desk disegnata nel 1908 e una sedia Coonley 2 disegnata nel 1907. Cassina ha i diritti esclusivi per produrre questi arredi per la Collezione “Cassina I Maestri” lavorando in stretto contatto con la Fondazione Frank Lloyd Wright. La collezione “Cassina I Maestri” raccoglie una selezione dei mobili più significativi creati dai protagonisti del Movimento Moderno, divenuti riferimenti fondativi per il design contemporaneo, rendendo possibile il recupero dei valori originari. Nella seconda metà dell’anno è in programma un’altra mostra dedicata all’architetto, che vede la collaborazione dell’associazione Fiesole Futura. Oggetto dell’esposizione sono le opere realizzate o progettate sulla collina di Fiesole da alcuni fra i maggiori esponenti della cosiddetta “scuola fi orentina” di architettura del secondo dopoguerra infl uenzata dell’opera di Wright. Fra questi: Rolando Pagnini, Leonardo Ricci, Leonardo Savioli, Franco Bonaiuti e Giovanni Michelucci. Tutti architetti che hanno declinato le suggestioni dell’architettura organica secondo una sensibilità legata alla loro formazione culturale, architettonica e alla specificità dei luoghi. Lo scopo è quello di valorizzare il patrimonio artistico e culturale moderno e contemporaneo del territorio fiesolano. Incontri, conferenze e visite guidate alla mostra e ai luoghi dove Frank Lloyd Wright fu ospite si articolano per tutto il corso del 2010. Fra le iniziative, a ottobre si terrà un convegno sulla fi gura dell’architetto statunitense al quale parteciperanno architetti e studiosi italiani e americani. Ad omaggiare i cento anni dalla permanenza dell’illustre architetto a Fiesole anche la pubblicazione di un catalogo, edito da giunti. Si tratta di un libro dedicato al progetto che Wright elaborò durante il suo soggiorno fi esolano e ai riflessi di questa esperienza sulla sua opera successiva. Il volume, a cura dagli architetti Roberta Bencini e Paolo Bulletti, includerà interventi di architetti e di esperti dell’architettura del paesaggio. Un secondo volume, invece, è dedicato al viaggio che Wright compì nel 1951 e al segno dell’organicismo nell’architettura in Toscana: da Bruno Zevi a Pagnini, passando per Michelucci e la mostra che si tenne a Palazzo Strozzi nel 1951. FRANK LLOYD WRIghT A FIESOLE 100 ANNI DOPO Dalle colline di Firenze al “colle splendente” Museo Archeologico di Fiesole Sala Costantini, via Portigiani, 9 - Fiesole 17 giugno - 30 agosto orario 10-19 aperto tutti i giorni Ingresso: interi 5 euro – ridotti 3 euro Informazioni: call center comunale 055055; www.comune.fiesole.fi.it; tel. 055.5961293; infomusei@ comune.fiesole.fi.it; www.fiesolemusei.it.

UNO SPETTACOLO PER PARLARE DI IPERTENSIONE ARTERIOSA

Un evento a metà tra la conferenza divulgativa e lo spettacolo teatrale per sensibilizzare il pubblico sul tema dell’ipertensione arteriosa. Nasce da questo proposito l’appuntamento con “Questione di stile”, con Marco zannoni, in calendario nel capoluogo il 22 giugno, a partire dalle 21.15, alla Basilica di Sant’Alessandro (per partecipare allo spettacolo è necessaria la prenotazione). Sarà questo l’evento conclusivo di “Fiesole misurata”, progetto pilota al quale partecipano il Comune di Fiesole, l’Università degli Studi di Firenze, l’Azienda Sanitaria di Firenze e l’Assessorato al Diritto alla Salute della Regione Toscana in collaborazione con l’Ordine provinciale dei Medici chirurghi e degli Odontoiatri e di quello dei Farmacisti di Firenze, e che prevede un percorso di educazione sulla diagnosi e la terapia dell’ipertensione arteriosa dell’anziano. Gli obiettivi del progetto sono quelli di prevenire la comparsa dell’ipertensione arteriosa, di promuovere l’adozione di corretti stili di vita, di contrastare la manifestazione di eventi cardiovascolari, di identificare i soggetti ipertesi e di aumentare l’aderenza alla terapia nei pazienti ipertesi. L’iniziativa è finalizzata alla prevenzione di eventi cardiovascolari mediante l’implementazione di percorsi di educazione alla salute che si avvalgono di processi formativi e informativi. “Fiesole Misurata” ha coinvolto la popolazione ultra-sessantacinquenne del capoluogo che è stata invitata a farsi misurare (gratuitamente) la pressione arteriosa.

ARRIvA SPORTISSIMO LA FESTA DELLO SPORT

Si alza il sipario su Sportissimo 2010, la Festa dello Sport del Comune di Fiesole. Ginnastica artistica, danza hip-hop, tennis, pallavolo, basket, calcio, yoga e ancora salsa, Zan Shin Do e attività per la terza età come corsi di ginnastica dolce e di attività motoria adattata. Tante le discipline sportive per bambini, ragazzi e adulti che sono protagoniste domenica 6 giugno durante la prima edizione della manifestazione sportiva, che si tiene negli impianti della struttura sportiva Poggioloni - Pandolfi ni a Caldine. Un’intera giornata dedicata all’attività fisica che permette di provare gratuitamente numerosi sport. La Festa ha inizio alle ore 9, in piazza dei Mezzadri a Caldine con la partenza della corsa podistica non competitiva da 5 o da 10 km. Tutti possono partecipare ed è possibile iscriversi fino al 4 giugno presso la segreteria della Palestra di Pian di Mugnone (tel. 055.541290, fax 055.5417901). La gara si svolge tra i sentieri della Valle del Mugnone: il tragitto percorre, infatti, la riva destra e sinistra del Mugnone. La premiazione della corsa è in programma alle 10.15 al campo sportivo Poggioloni - Pandolfini. Al termine della competizione iniziano le presentazioni delle attività sportive. Ogni società partecipante ha, infatti, a disposizione un proprio spazio, dove è possibile assistere a dimostrazioni e cimentarsi direttamente nella disciplina proposta. Nel programma della giornata anche un torneo di bocce, da giocare al pallaio di Mimmole e del quale si terrà la premiazione alle ore 18.30, al campo sportivo di Caldine. La giornata si conclude con una serie di giochi in cui sono coinvolti tutti i ragazzi. L’iniziativa vuol dare la possibilità ai ragazzi di avvicinarsi, divertendosi, alle varie discipline sportive, promuovere uno stile di vita sano all’insegna dello sport e, allo stesso tempo, fornire alle società sportive fiesolane l’opportunità di far conoscere le proprie attività. Sportissimo 2010 è organizzato dal Gruppo Sportivo Maiano, dal Gruppo Sportivo Pian di San Bartolo, dalla Polisportiva Fiesole, dal Fiesole Tennis, dalla Polisportiva Valle del Mugnone, dall’Unione Sportiva Dilettantistica Fiesolecaldine, da Ludus Centro Sportivo Anchetta e dal Gruppo Sportivo Ellera, con la collaborazione del Comitato Regionale Uisp (Unione Italiana Sport Per tutti), del Coni (Comitato Olimpico Nazionale Italiano), del Comune di Fiesole e della Provincia di Firenze.

LE “vISITE AI gIARDINI DELLE vILLE FIESOLANE”

Ultimo mese di appuntamenti, prima della pausa estiva, con l’iniziativa le “visite ai giardini delle ville Fiesolane”. La manifestazione dà la possibilità di visitare luoghi di grande fascino solitamente

chiusi al pubblico attraverso itinerari che portano alla scoperta di giardini e paesaggi. Villa Peyron e il Castello di Vincigliata sono due dei tanti rinomati luoghi che il visitatore può ammirare grazie all’iniziativa. Le visite guidate ai giardini delle ville fiesolane sono organizzate dal Comune di Fiesole e condotte da guide dell’Aiapp (Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio). I visitatori sono accompagnati di volta in volta da un architetto paesaggista che spiega loro i segreti e le caratteristiche dei luoghi. Per partecipare occorre prenotarsi il lunedì antecedente la visita prescelta tramite il Call Center Comunale 055.055 dalle 9 alle 20. Il costo del biglietto per le visite è di 5 euro l’intero e 3 euro il ridotto (da 7 a 25 anni e oltre 65 anni). L’ingresso è gratuito per i bambini fino a 6 anni. Di seguito il calendario di giugno delle visite. Conoscere i giardini fiesolani 2010 GIORNO

giugno Giovedì 10 Giovedì 17

ORA

LUOGO

Ore 15.00 Ore 15.00

Villa Peyron Castello di Vincigliata

FESTA DELL’ESTATE A UNA CASA A CALDINE

Una casa a Caldine: facciamo il punto. Festeggiare insieme l’inizio dell’estate per ritrovare e salutare chi già conosce gli abitanti di Una casa a Caldine. Ma è anche l’occasione per aprire i propri spazi a coloro che non conoscono ancora questa singolare e preziosa presenza sul territorio resa possibile dalla sinergia e l’intesa tra la Fratellanza Popolare della Valle del Mugnone, la Società della Salute Zona Nord-Ovest, i Comuni di Fiesole e Vaglia, il Consorzio CO&SO. In questo ambito, mercoledì 23 giugno, dalle ore 16.30 fino alle ore 19.30, nei locali Una casa a Caldine (Piazza Mezzadri n. 6) si terrà la Festa dell’Estate, nell’occasione viene allestita una piccola rassegna fotografi ca e si tiene una proiezione video delle attività svolte all’interno dello spazio incontri per persone con disabilità. Viene fatto conoscere il progetto Strada facendo e quello LaboratorioAmici: il laboratorio di mimo che i ragazzi di Una casa a Caldine hanno frequentato con l’esperta Bianca Francioni. Scopo dell’iniziativa è quello di far conoscere a chi non si è mai rapportato con la disabilità, la ricchezza e la bellezza che queste persone speciali portano con sé. La festa dell’estate rappresenta quindi un’occasione per condividere un tempo signifi cativo insieme, per divertirsi tra giochi ed attività artistico-espressive.

DOMENIChE AI MUSEI

Fino al 13 giugno i Musei di Fiesole organizzano attività dedicate a grandi e piccoli. Le iniziative sono l’occasione per scoprire un territorio ricco di preziose testimonianze storiche e di suggestive bellezze naturali. L’appuntamento è per la domenica alle ore 15.30 presso la biglietteria del Museo Archeologico. Le iniziative sono gratuite e per parteciparvi è necessaria la prenotazione. Ogni appuntamento prevede un numero di partecipanti minimo di 10 e massimo di 20 persone. Per informazioni e/o prenotazioni: Tel. 055.5961293, e-mail infomusei@comune.fiesole.fi.it . Di seguito le attività in programma. Bambini: attività per giocare - giovani archeologi al lavoro. Sotto la guida di un archeologo, i partecipanti si cimentano in uno scavo archeologico alla ricerca della storia più antica di Fiesole. - Sulle tracce del tesoro di Radagaiso. Mappe, indizi e antiche iscrizioni conducono i ragazzi alla scoperta del tesoro di Radagaiso, re dei Goti. - Anche i mostri abitano i musei. Un percorso sulle tracce di mostri e animali fantastici che possono essere individuati nei musei. Queste iniziative sono consigliate ai bambini di età compresa tra i 6 e i 10 anni. Adulti: passeggiate • La via degli Scalpellini. La pietra serena nella storia di Fiesole: un viaggio nel mondo degli scalpellini e lungo le loro strade, dalla Fonte Sotterra fino alle cave monumentali di Monte Ceceri. • Sulle tracce degli Etruschi e dei Romani. Un percorso tra i resti dell’antica Fiesole: dalla sede del collegio degli Auguri, interpreti dei fulmini, lungo le mura ciclopiche, fino alla necropoli etrusca. • La magia dello sguardo. La scoperta di Firenze dalle colline: scorci nascosti sulla città. Un panorama inconsueto che disvela prospettive segrete e improvvise. • I bronzi di Stilling. Un itinerario guidato alla scoperta delle opere di Günther Stilling, monumentali sculture in bronzo e marmo in cui l’artista sembra dialogare col tempo e le sue stratificazioni, rivelando un profondo sentimento per l’antico.

RIEvOCAzIONE STORICA “FIRENzE – FIESOLE”

Domenica 13 giugno torna la storica gara scooteristica in salita Firenze-Fiesole. Il Vespa Club Fiesole, con il patrocinio del Comune di Fiesole e sotto l’egida del Vespa Club d’Italia e del Registro Storico Vespa, organizza la Rievocazione Storica della gara scooteristica in salita Firenze - Fiesole che ha avuto luogo dal 1953 al 1956. Si tratta della 2° Prova del Campionato Italiano “Rievocazioni Storiche” con tre prove speciali di regolarità a tempo. Circa cento veicoli vespa si raduneranno la mattina del 13 giugno, alle ore 9, al piazzale delle scuole di Borgunto a Montececeri. Il percorso poi prevede, dopo la partenza da Borgunto, l’arrivo a Fiesole, le Vespe dopo essere passate per piazza Mino proseguiranno verso Caldine passando da via Faentina per arrivare successivamente all’Olmo; da qui il tragitto continua verso Borgunto per poi arrivare a Montebeni e, infine, a Compiobbi. La manifestazione si concluderà verso le ore 16, dopo la premiazione che si terrà al Circolo “La Pace” di Compiobbi.

CENTRI gIOvANI DI FIESOLE

Nuovi appuntamenti sul territorio di Fiesole proposti dal Centro Incontri di Compiobbi e dallo Spazio Incontri di Caldine per il mese di giugno. Dopo il successo del corso di Dj al Centro Incontri di Compiobbi nel periodo aprile-maggio, si aprono anche per i ragazzi della Valle del Mugnone le iscrizioni al laboratorio di Dj. Gli incontri, gratuiti e aperti a tutti, si svolgono presso lo Spazio Incontri di Caldine dalle ore 16:30 alle 18.30 il lunedì fino al 21/6. Attività ludico-sportive vedono protagonisti i giovani della Valle del Mugnone. Continua per gli amanti del calcio il tradizionale torneo a premi gI.gI edizione 2010; mentre la gara-esibizione “Mix Balls” vede i giovani della valle confrontarsi su prove di abilità e freestyle miste di calcio e basket, in un connubio sportivo innovativo capace di unire due abilità che spesso viaggiano su binari paralleli. E ancora, una giornata per i giovani e dei giovani delle due valli fiesolane. Un’iniziativa che nell’ambito del progetto Sinergia Giovani finanziato dalla Regione Toscana, promosso dal Comune di Fiesole e gestito dalla Cooperativa Sociale Silver attraverso il Centro Incontri di Compiobbi e lo Spazio Incontri di Caldine, dà voce ai giovani talenti del territorio. Un momento anche per sensibilizzare e avvicinare i giovani al mondo del volontariato grazie alla collaborazione con la Fratellanza Popolare e la Protezione Civile di Caldine. Per avere maggiori informazioni o partecipare alle iniziative proposte è necessario contattare: Spazio Incontri di Caldine Via Faentina, 287 il lunedì, martedì e giovedì dalle 16:00 alle 19:00 / tel. 005.5417369; e mail: spazioincontri_fiesole@yahoo.it Centro Incontri di Compiobbi via di Romena, 58. Tel:055.6593090 il mercoledì e venerdì dalle 15:00


alle 19:30, il giovedì dalle 15:00 alle 20:00 e dalle 21:00 alle 23:00 E-mail:centro.incontri@comune.fiesole.fi.it

“ACQUA E SILENzIO”, MOSTRA PERSONALE DI SARA FALLI

Sono i volti femminili i protagonisti delle opera di Sara Falli, giovane pittrice conosciuta anche come scrittrice. Donne in silenzio, donne che riflettono, che pensano. Ecco perché “Acqua e Silenzio” come titolo della personale di Sara Falli, che viene inaugurata lunedì 21 giugno, alle ore 17.30, nel Palazzo Comunale di Fiesole. Tele e cartoni telati che raffigurano le tante sfaccettature della personalità di una donna e che trovano la loro estrema sintesi in un quadro dove un volto è composto da tante facce. L’esposizione rimane aperta fino al 21 agosto. Ingresso libero.

“vICENDA TIzzANO”, SOLIDARIETÀ DAL CONSIgLIO COMUNALE

L’attuale consiglio comunale di Fiesole difende le scelte ed esprime piena solidarietà agli amministratori coinvolti nella “vicenda Tizzano”. Un caso, durato più di quarant’anni, che vedeva contrapposto il Comune di Fiesole all’avvocato Vitali in merito alla lottizzazione dell’area Tizzano/Le Fornaci, sulle colline che dominano l’alta Valle del Sambre. Una lunga storia che ha visto il Comune citato da parte di un proprietario di terreni al quale il Piano Regolatore del 1971 cancellò un’ampia lottizzazione (oltre 25mila metri cubi) convenzionata nel 1964. La condanna al Comune di Fiesole a pagare in favore dell’avvocato Vitali il risarcimento del danno, subito a seguito della vicenda urbanistica della lottizzazione Tizzano, arriva con una sentenza della Corte d’Appello di Firenze del 25 febbraio del 2009. Totale solidarietà arriva, invece, dal consiglio comunale di Fiesole. A testimonianza di ciò durante la seduta consiliare dello scorso 30 aprile è stata presentata da tutte le forze politiche (Centrosinistra per Fiesole, Cittadini per Fiesole, Laboratorio per la Sinistra-Rifondazione Comunista e Popolo della Libertà), e approvata all’unanimità, una mozione di solidarietà agli amministratori coinvolti nella “vicenda Tizzano”. “Se a tutt’oggi il territorio fiesolano è in grado di vantare un paesaggio di rara bellezza lo si deve anche a delle scelte politiche e amministrative ben precise intraprese nel corso degli anni. Decisioni che hanno permesso la salvaguardia di luoghi pregiati e, proprio per questo, fortemente a rischio – dice Anna Maria Bondi, presidente del consiglio comunale di Fiesole –. La ‘Vicenda Tizzano’, nel suo lungo decorso giudiziario, testimonia queste scelte e racconta il coraggio e la fermezza di amministratori consapevoli del fatto che la tutela ambientale è e deve essere valore da perseguire costantemente”. “Circa 130, fra sindaci, assessori, consiglieri e tecnici degli anni dal 1971 al 1990, sono gli amministratori messi in mora a seguito della nota n. 224 del 14 gennaio 2010 della Corte dei Conti in merito alla ‘Vicenda Tizzano’. A questi amministratori – continua Bondi –, che hanno agito in piena coerenza e senza ricercare alcun vantaggio personale, ma con l’unico scopo di salvaguardare il nostro territorio e tutelare la nostra comunità, va la solidarietà di tutto il consiglio comunale di Fiesole”. L’intero consiglio comunale ha infatti ribadito la convinzione che la difesa del territorio deve rimanere un valore fondamentale della politica amministrativa del Comune di Fiesole e che è anche grazie alle decisioni intraprese dagli amministratori coinvolti nella “Vicenda Tizzano” che è stato possibile salvaguardare il territorio fiesolano da trasformazioni che avrebbero cambiato completamente la sua fisionomia.

I “Fogli di Fiesole” sono a cura del Comune di Fiesole

BREVI PRESENTAzIONE DEL LIBRO “IL TEATRO ROMANO vA IN SCENA. DOCUMENTI PER LA STORIA DELL’ESTATE FIESOLANA”

Giovedì 1 luglio, alle ore 18, al Ridotto del Teatro Romano di Fiesole si terrà la presentazione del libro “Il Teatro Romano va in scena. Documenti per la storia dell’Estate Fiesolana”, curato da Maura Borgioli. Il 20 aprile 1911 andava in scena al Teatro Romano di Fiesole (Firenze) l’Edipo Re di Sofocle interpretato da Gustavo Salvini. Per la prima volta in Italia un teatro antico veniva recuperato all’uso originario, aggiungendo alla qualità di monumento archeologico quella di luogo scenico contemporaneo vivo e vissuto. Da allora l’uso del Teatro Romano è proseguito fino a oggi, con fortune alterne e sperimentando varie forme di gestione. Per ricordare la storia di questo festival il volume ripercorre sinteticamente i momenti più signifi cativi, illustrandoli con la presentazione di un’ampia selezione di documenti e immagini che fanno rivivere i principali personaggi, spettacoli ed eventi che lo hanno animato. La documentazione proviene prevalentemente dall’Archivio del Comune di Fiesole dove si conservano carteggi, fotografie, manifesti, programmi e registrazioni dell’attività svolta sia sotto l’amministrazione comunale, sia attraverso la gestione dell’Ente Teatro Romano il cui archivio è stato recentemente acquisito e riordinato.

LA NOTTE SPLENDENTE DI FIESOLE

Tutto in una notte. Eventi enogastronomici, appuntamenti con l’arte la cultura e non solo. giovedì 17 giugno Fiesole si prepara alla sua “Notte Splendente”. Fra le iniziative in programma l’inaugurazione della mostra “Frank Lloyd Wrigt a Fiesole 100 anni dopo. Dalle colline di Firenze al colle splendente”, quindi dalle 17.00 a notte fonda: musica, musei aperti e tanto altro.

SCUOLA DI MUSICA DI FIESOLE

Continuano gli appuntamenti con la Scuola di Musica di Fiesole. Di seguito il programma di giugno: Lunedì 21 giugno ore 21.00 LA FESTA DELLA MUSICA I Orchestra dei Ragazzi. Edoardo Rosadini, direttore. Musiche di A. Vivaldi, W.A. Mozart, P. Maxwell Davies, C. Gounod, G. Gershwin, J. Brahms. Ingresso libero giovedì 24 giugno ore 10.00 – 23.00 Villa La Torraccia e Badia Fiesolana

LA FESTA DELLA MUSICA

10 Luoghi per una giornata di musica. ITALIA – SLOVACCHIA in diretta su maxischermo Ingresso: 5 euro, 2 euro ridotto

A TUTTA CULTURA

Il Museo Bandini, l’Area e il Museo archeologico anche per il mese di giugno fanno orario continuato ogni giorno della settimana dalla mattina alle 10 alla sera alle 19. Tale orario rimane in vigore fi no a tutto settembre. Inoltre, nell’Area e nel Museo Civico Archeologico (via Portigiani, 1) fi no al 30 agosto è in programma la mostra dal titolo “Stilling”. L’esposizione raccoglie circa 50 grandi sculture in bronzo e marmo dell’artista tedesco günther Stilling. La mostra è aperta tutti i giorni, dalle 10 alle 19. Il costo del biglietto, che comprende l’entrata anche al Museo Bandini e all’Area e al Museo archeologico, è di 10 euro intero e 6 euro ridotto. L’entrata è gratuita per i fiesolani. Per informazioni: tel. 055.5961293; infomusei@comune.fiesole.fi.it.

FESTA DEL vOLONTARIATO

giovedì 24 giugno nel Piazzale delle scuole di Caldine inizia la tradizionale Festa del volontariato, organizzata ogni anno dalla Fratellanza Popolare valle del Mugnone. Si tratta di una rassegna di specialità culinarie e serate di intrattenimento organizzate per la raccolta di fondi da destinare a opere sociali di volontariato. Gli stand gastronomici sono aperti a partire dalle ore 19, mentre gli spettacoli iniziano alle ore 21.30. Le partite dei campionati mondiali di calcio della Nazionale Italiana che si svolgeranno in concomitanza con la festa saranno proiettate su un maxi-schermo. Di seguito il programma dell’iniziativa: Giovedì 24 - sagra del pesce; intrattenimento musicale. Venerdì 25 - sagra del pesce; la Compagnia Errante di Fiesole presenta la commedia “Gallina Vecchia” Sabato 26 - sagra del pesce; serata musicale con il Duo Oreste e Massimo. Domenica 27 - sagra del pesce; serata musicale con il Trio Malombra. Sabato 3 luglio - pizza; intrattenimento musicale. Domenica 4 luglio - specialità alla griglia; intrattenimento musicale.  

MERCATO IN PIAzzA

L’artigianato artistico scende in piazza Mino a Fiesole domenica 27 giugno per una mostra mercato. L’iniziativa “Artigiani in piazza” si svolge nella piazza principale del capoluogo dalle 9 fi no alla sera alle 20.30. Per l’occasione gli artigiani non solo esporranno le proprie creazioni sui banchi, ma daranno prova del loro sapere e della loro maestria con dimostrazioni sul posto. Domenica 4 luglio torna il Mercato del Piccolo Antiquariato in piazzo Mino. Dalle 8 e per tutta la giornata, la piazza diventa teatro di stand di artigiani e commercianti.

CARTA D’IDENTITÁ

Si ricorda che con l’art. 31 Decreto Legge n.112 del 25 giugno 2008 è stato prolungato il periodo di validità delle carte d’identità da 5 a 10 anni. Il prolungamento della validità è stato disposto anche per le carte già rilasciate in precedenza che fossero ancora in corso di validità alla data del 26/6/2008. Sui documenti rilasciati dal 26/6/2003 al 26/6/2008 l’ufficio anagrafe del Comune di residenza, a richiesta dell’interessato, apporrà un timbro di proroga della validità di tale documento per i successivi 5 anni. Il documento presentato non dovrà essere deteriorato.

CALENDARIO PROSSIMI APPUNTAMENTI ISEE

Per la compilazione dell’ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) è possibile chiamare l’ufficio URP al numero telefonico 055.599478 per prendere un appuntamento, secondo il seguente calendario: Fiesole (URP/Ufficio informazioni turistiche, Via Portigiani, 3), mercoledì 9 giugno dalle 15 alle 18. Compiobbi (Centro Incontri, Via Romena, 58), mercoledì 16 giugno dalle 15 alle 18. San Bartolo (Circolo Ricreativo Arci, Via Dei Cipressini, 6), mercoledì 30 giugno dalle 15 alle 18. Caldine (Fratellanza Popolare, Pian Del Mugnone, Piazza Dei Mezzadri, 1° piano, stanza, 4), mercoledì 23 giugno dalle 9 alle 12.

TURNI FARMACIE

Ecco l’elenco dei turni di alcune farmacie del territorio fiesolano per i mesi di gIUgNO e LUgLIO: • Farmacia Perna, Fiesole, Piazza Mino 15, Tel. 055.59214 – Sabato 19 giugno, Domenica 20 giugno, Sabato 3 luglio e Domenica 4 luglio. • Farmacia Magonio, Girone, via Aretina 10, Tel. 055.6594233 – Domenica 6 giugno, Sabato 12 giugno, Domenica 20 giugno, Sabato 26 giugno, Domenica 4 luglio e Sabato 10 luglio. • Farmacia Benvenuti, Compiobbi, via Aretina 194, Tel. 055.6594878 – Sabato 5 giugno, Domenica 27 giugno, Sabato 3 luglio e Domenica 11 luglio. • Farmacia delle Caldine, piazza dei Mezzadri, Tel. 055.5040028 – Sabato 5 giugno e Domenica 6 giugno.


star bene

27

SAlUTe. Il dottor Ahmet Ralph Belig spiega l’importanza della cura della schiena

la chiropratica, disciplina da scoprire

“M

olti luoghi comuni regnano in materia. Il fatto di non seguire alla lettera i dettami della medicina occidentale non significa certo abdicare a principi o criteri scientifici”. Il dottor Ahmet Ralph Belig, chiropratico di fama attivo a Firenze da quasi trent’anni, non usa mezzi termini per descrivere pregiudizi e leggende popolari che in qualche caso circondano questa diffusa disciplina. “In realtà siamo proprio noi a sfatare falsi miti - spiega - Un esempio per tutti è senz’altro la convinzione che le persone, con l’età, siano progressivamente destinate a rimpicciolirsi. Niente di più falso. Con un adeguato trattamento si può mantenere per tutta la vita la stessa altezza che si aveva a vent’anni”. Dentro e fuori il suo studio a due passi da piazza delle Cure, non a caso, va in scena un continuo viavai di clienti d’ogni età, anziani compresi. Non mancano anche i bambini, per i quali il dottor Belig auspica un’attenta opera di controllo e prevenzione. “La colonna vertebrale assorbe tensioni che alla lunga provocano piccoli e grandi fastidi – dice – e già col parto le schiene dei neonati subiscono notevoli sollecitazioni. Occorre rivolgersi a professionisti del settore – prosegue – altrimenti al momento della crescita questi traumi potrebbero materializzarsi all’improvviso sotto forma di ernia o di scoliosi”. La schiena, si sa, è il fulcro del lavoro di ogni chiropratico, sorta di pietra angolare del benessere complessivo di una persona. “Dai problemi emotivi a quelli di postura è lì che accumuliamo stress - spiega il dottore franco-americano - Solo liberandoci di questo fardello possiamo cominciare ad apprezza-

Il dottor Belig

re il nostro corpo, ad entrare in sintonia con quella che in fondo è la nostra più intima dimora”. Altro punto di distinzione rispetto alla medicina occidentale è senz’altro l’approccio col paziente. “La differenza c’è e non è di poco conto - continua il dottor Belig - se da una parte vince forse una visione un po’ punitiva, la nostra disciplina impone dialogo e interazione costanti. Acquisendo consapevolezza delle proprie potenzialità chiunque può iniziare un percorso di effettiva guarigione”. Percorso che in molti, in quest’epoca caotica e un po’ superficiale, hanno deciso di intraprendere. Chi s’immagina complicate e violente manipolazioni delle ossa, ad ogni modo, è sulla strada sbagliata. “Si interviene con decisione solo nei casi più urgenti - racconta ancora - il più delle volte i trattamenti sono rilassanti e per niente dolorosi”. Ad affollare lo studio di via Passavanti anche alcuni atleti, convinti che il ricorso alla chiropratica aiuti sia a risolvere gli acciacchi che a perfezionare la propria “macchina” da competizione. “Spesso in quest’ambito si fa grossa confusione – conclude – ci si concentra sul motore e poco sul telaio. In realtà i dati dimostrano che gli infortuni muscolari e articolari sono l’ostacolo maggiore nella carriera di uno sportivo, senza contare che il ricorso al trattamento chiropratico aiuta ad affinare le proprie abilità”. Che i giocatori della Fiorentina prendano nota.

Dentro e fuori il suo studio è un continuo viavai di clienti di ogni età, tra cui molti sportivi: “la colonna vertebrale assorbe tensioni che alla lunga provocano piccoli e grandi fastidi, per questo occorre rivolgersi sempre a professionisti del settore”

1092916


28

tempo libero

Giugno 2010

lA KeRMeSSe. L’appuntamento è sabato 26 giugno, dalle 21 alle tre del mattino

Firenze scende ancora in strada, torna la Notte Bianca d’oltrarno Ivo Gagliardi

C

hi pensava che le notti “colorate” di Firenze (dopo la Bianca e la Blu) per quest’anno fossero finite, si sbagliava di grosso. Perché faceva i conti senza “Nottarno”, la notte bianca dell’Oltrarno, che tornerà puntuale sabato 26 giugno. Un’altra occasione, per fiorentini e turisti, per vivere il centro di Firenze dopo il calar del sole, anche se questa volta toccherà solo a strade e piazze della rive gauche del fiume. Tanti (e tutti gratuiti) gli eventi in programma dalle 21 alle tre del mattino successivo, e tanti i luoghi che, per l’occasione, si trasformeranno in palcoscenici all’aria aperta: da piazza Poggi a Porta di San Frediano passando per San Niccolò, Borgo San Jacopo e via Santo Spirito, via Romana, piazza Santo Spirito e piazza Tasso, e ancora piazza della Passera, piazza San Felice, piazza della Calza, piazza Pitti, piazza di Verzaia, piazza de’ Nerli e

piazza del Carmine. Splendidi scenari che ospiteranno mostre, spettacoli, musica dal vivo e degustazioni, con le botteghe artigiane, i negozi, i ristoranti e i locali a far da sfondo. I locali e i ristoranti dell’Oltrarno, infatti, sistemeranno i tavolini sui marciapiedi, nelle strade e nelle piazze, per mangiare e bere sotto la luna a tempo di musica. Dando uno sguardo al cartellone, l’offerta di Nottarno si annuncia ricca e variegata, con tante piazze che vedranno addirittura più spettacoli: il primo alle 22, il secondo alle 23,30 e il terzo all’una di notte. Tra gli appuntamenti in programma, in piazza Pitti è prevista una performance del gruppo di ballo Florence Dance, seguita dal concerto di Micol Barsanti e dall’esibizione dei Martinicca Boison. In piazza Santo Spirito, invece, si alterneranno l’esibizione dei Superstition, quella dei Majakovich quartet e i Guitars. In piazza del Carmine, dopo l’esibizione di Andrea Muzzi, suonerà Nordgarden e, per finire, i Nobraino. Ma non solo. Perché anche gli artigiani e i commercianti organizzeranno diverse iniziative:

in piazza della Calza, per esempio, i negozianti allestiranno la piazza stessa con fiori e piante e distribuiranno mortadella, il tutto con un accompagnamento musicale. L’associazione San Frediano, in sinergia con la rete di associazioni presenti, organizzerà mostre fotografiche, musica e stand gastronomici nella zona che va da piazza di Verzaia e piazza de’ Nerli fino a via delle Caldaie, mentre in piazza Tasso ci saranno i pescatori di Piombino che allieteranno i palati con il polpo da loro pescato e cucinato dalle massaie di San Frediano. In piazza Poggi, infine, si esibiranno gruppi giovanili come i The Rent e i Too Much Blond. Nottarno è organizzata dal Comitato “Oltrarno Promuove” e promossa dal Comune di Firenze, dal Quartiere 1, dalla Camera di Commercio di Firenze, dalle associazioni di categoria Cna Firenze, Confartigianato Imprese Firenze, Confcommercio e Confesercenti Firenze, in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio di Firenze, Pistoia, Prato.

la rive gauche del fiume si trasformerà nello splendido palcoscenico di spettacoli ed esibizioni: diversi gli eventi in programma da porta San Frediano a Santo Spirito. Tavolini all’aperto per mangiare e bere a tempo di musica, e tante iniziative organizzate da artigiani e commercianti

Il TORNeO. Sembrava tutto pronto, poi i ritiri. E dal 2011 molte cose potrebbero cambiare

Calcio storico, la partita si sposta fuori dal campo L

o scorso 4 aprile sembrava tutto fatto: Bianchi contro Rossi il 12 giugno e Verdi-Azzurri il 13, con gran finale (come da tradizione) il 24 giugno, per la prima volta alle 19. Il giorno di Pasqua si era infatti tenuto, alla presenza del nuovo presidente del Calcio storico Michele Pierguidi, il sorteggio delle partite, che avrebbe dovuto segnare l’inizio della “rinascita” di un torneo alle prese, negli ultimi anni, con diverse difficoltà. Ma son bastate poche settimane per scombinare i piani: i primi a decidere di non giocare, in disaccordo col rego-

lamento entrato in vigore nel 2008, sono stati i Verdi, seguiti poco dopo dai Rossi, con la “solidarietà” degli altri Colori. E lo spettacolo che i fiorentini si auguravano di poter tornare ad ammirare in piazza Santa Croce si è così trasformato in un grande punto interrogativo. E ora? Mentre fino all’ultimo si cercherà di salvare quel che resta dell’edizione 2010, si pensa già al prossimo anno. Quando, stando alle parole di Pierguidi, le novità potrebbero non mancare: “La pecca del calcio storico è che ogni anno, fino alla fine, non si sa mai se si gio-

lA NOVITà

Palazzo vecchio fa le ore piccole: museo aperto fino alle 24

P

alazzo Vecchio bello di notte. Da circa un mese, infatti, chi vuole visitare il museo può farlo anche dopo cena, per godersi con tutta calma una delle tante meraviglie di Firenze. La decisione è stata presa dal sindaco Matteo Renzi: così, dallo scorso 2 maggio Palazzo Vecchio ha cambiato orario, con il museo aperto fino a mezzanotte. Un’opportunità in più per fiorentini e turisti, una scelta che va nella direzione di cercare di mantenere vivo il cuore della città anche dopo il calar del sole. Perché non dare a tutti la possibilità di continuare a scoprire le bellezze della città del giglio anche dopo i canonici orari di apertura di mostre, palazzi e musei? Perché non permettere a coloro che sono interessati di passare qualche ora nel fulcro del potere fiorentino, al termine di una giornata di lavoro o a coronazione, per chi viene da fuori, delle visite e delle scoperte fatte durante il giorno? Ecco allora la risposta: per tutta la settimana (ad eccezione del giovedì, quando l’orario di chiusura rimane quello delle 14), il museo di Palazzo Vecchio potrà essere visitato fino allo scoccare della mezzanotte.

ca. Se i quattro Colori non sono in grado di mettere in campo i giocatori, dal prossimo anno si andrà a cercare altre squadre e altri giocatori. Cambierà tutto, anche il gioco: lo scriveremo insieme a Luciano Artusi e sarà un gioco da atleti”. Quello che invece non cambierà sarà il regolamento: “Noi non torniamo indietro – conclude Pierguidi – perché questo regolamento garantisce il Comune e i calcianti. Lo ripeto: il calcio storico come prima non lo sarà mai più, perché non è possibile che in /I.G. piazza, per 50 minuti, non ci siano regole”.

CON I SOLARI de

L'ERBOLARIO

I BEAUTY dell’ESTATE CON 2 SOLARI 1 BEAUTY OMAGGIO CON 4 SOLARI 2 BEAUTY OMAGGIO

Apertura straordinaria per la “notte bianca” giovedi 10 giugno 1019150

Via Gioberti, 52/r - Firenze tel. 055 6550810 orario continuato dal lunedi al sabato 9.30 - 19.30


tempo libero

29

TIfOSI. Grande e applaudita novità è il maxischermo ospitato all’interno del Franchi

Tutti in piazza per guardare i Mondiali Lorenzo Salusest

F

I festeggiamenti per la vittoria dell’Italia nel 2006

irenze come Johannesburg, circoli e locali estivi come curve, un angolo di Sudafrica in ogni angolo di Firenze. Artemio Franchi compreso. Cominciano i Mondiali, e come ogni quattro anni la città si attrezza per seguire l’evento. Perché, diciamocelo, guardare il Campionato del mondo di Calcio in perfetta solitudine è un po’ come assistere ad un concerto rock sul divano di casa: forse si apprezza di più lo spettacolo, ma certo si perde gran parte dell’emozione. Largo agli schermi più o meno maxi, dunque. Oltre alle proiezioni delle partite in bar e locali privati, gli appassionati di calcio potranno seguire le gare più importanti in alcune delle sedi che ospitano gli eventi dell’Estate fiorentina, come ad esempio lo spazio estivo Las Palmas, in piazza Annigoni. Sin qui niente di nuovo rispetto al passato. Ma un’opzione in più c’è: un maxischermo installato all’interno dello stadio Artemio Franchi, immediatamente sotto la curva Ferrovia, con gli spalti solitamente occupati dai tifosi viola a disposizione dei sostenitori dell’Italia e delle altre nazionali, in un tanto insolito quanto gradito gemellaggio tra Italia e Fiorentina. Un’iniziativa, quest’ultima, messa in piedi dalla società viola e inserita in una programmazione che vedrà l’Artemio Franchi ospitare altri eventi dell’estate fiorentina (con la effe minuscola). Quale che sia il maxischermo prescelto il primo appuntamento è previsto per il 14 giugno prossimo

alle 20,30, quando la nazionale azzurra scenderà in campo contro il Paraguay. Orari più scomodi per la seconda gara del girone in calendario il 20 giugno alle 16, mentre la terza partita sarà sì di pomeriggio (alle 16), ma nel giorno di San Giovanni. Con la speranza che ai primi tre appuntamenti ne seguano altri quattro. Una speranza condivisa da gran parte dei fiorentini: sono lontani i tempi dei cori “Contro l’Italia, noi siamo contro l’Italia” cantati a squarciagola dalla quasi totalità degli ultrà viola. Oggi, nonostante siano ancora presenti frange di tifosi anti-nazionale, i fiorentini sembrano essersi moderatamente avvicinati all’Undici azzurro. E’ ancora vivo il ricordo dell’estate di quattro anni fa, quando in migliaia si riversarono in alcune piazze di Firenze per assistere alla finale e poi festeggiare la conquista del quarto Mondiale dell’Italia. Un rito che potrebbe ripetersi anche quest’anno, con alcuni luoghi della nostra città trasformati per alcune ore in platee di uno stadio. Cori, bandiere, abbracci spontanei, immancabili improperi contro l’arbitro e commenti tecnici: tutti elementi imprescindibili per manifestazioni come i Mondiali, in grado di attirare l’attenzione anche di coloro che solitamente non seguono le vicende calcistiche. Per tutti loro il Comune e la Fiorentina (senza dimenticare i circoli e i locali disseminati in città che si attrezzeranno privatamente) hanno creato l’occasione per vivere insieme le emozioni del Mondiale 2010. Per i festeggiamenti ci affidiamo allo stato di grazia degli azzurri. E se sarà vittoria con gol di Gilardino su assist di Montolivo, c’è da giurare che Firenze esulterà ancor più del 2006.

MAssiMo Imprenditore, 37 anni

GiUsePPe Barista, 27 anni

CArolinA Commessa, 26 anni

“Divano, tv e amici: io li seguo così”

“Li vedrò nel solito circolino”

“Li guarderò, ma tiferò per la Spagna”

“I Mondiali sono un appuntamento impedibile, da gustare con gli amici. Come quattro anni fa, li guarderò presso un circolo ricreativo: stesso luogo, stesse persone, speriamo lo stesso risultato. In queste occasioni si mettono da parte i colori della propria squadra del cuore e si tifa solo azzurro, con l’auspicio di festeggiare il quinto titolo”

“Amo la Fiorentina in particolare ed il calcio in generale, e quindi seguirò anche i Mondiali. Li guarderò a casa, ma non sosterrò l’Italia. Tifo contro la maggior parte dei suoi giocatori tutto l’anno, non vedo perché dovrei sostenerli quando giocano tutti insieme in Nazionale. Provo simpatia per il Barcellona, quindi, ‘Forza Spagna!’”

992414

“Divano di casa, televisione, amici e familiari: i Mondiali li ho sempre seguiti così, e così farò quest’anno. In piazza si vive un’atmosfera più intensa, ma non si gode al meglio lo spettacolo del calcio. Per festeggiare in strada tutti insieme c’è sempre il dopo-partita. Quattro anni fa è andata così, spero accada così anche questa volta”

E AL N IO ESS TE F N RO E P ME N TA TA IO AZ PLE TUI M M RA OR INF CO G


30

summer time

Giugno 2010

feRIe/1. Saranno in molti a lasciare la città anche quest’anno, nonostante le difficoltà economiche

In vacanza? Sì, ma in cerca di lavoro Italia batte Europa, Mediterraneo batte destinazioni esotiche e il mare straccia tutti. Ma i giovani preferiscono investire il tempo libero in formazione all’estero. Con l’obiettivo di restarci Francesca Puliti

A

lle vacanze no, proprio non ci rinunciano i fiorentini. Magari accorciano il periodo fuori casa, lo riducono a una sola settimana, oppure optano per un pacchetto tutto completo con qualche supersconto, ma allontanarsi per qualche giorno dalle sponde dell’Arno è un’abitudine (o una necessità?) troppo radicata, quasi fisica. E allora in barba alla crisi anche quest’anno tra giugno e settembre, secondo le previsioni, circa il 70% della popolazione cittadina migrerà altrove. Verso quali lidi? Questo dipende essenzialmente dalla fascia di età di chi fa le valige. Il mare, come al solito, sbaraglia ogni concorrente e l’Italia rimane in assoluto la meta prediletta. Svetta in cima alla lista delle mete più desiderate la classica Sardegna, seguita a distanza da Sicilia e Puglia. Ma tiene bene anche il litorale toscano, pluripremiato nelle classifiche di qualità ambientale. Se le Bandiere Blu, sedici in tutto, distribuite lungo la costa, si concentrano soprattutto a sud, tra Livorno e l’Argentario, la Versilia mantiene sempre la sua buona fetta di estimatori, toscani e non. Ad uscire dai confini nazionali non sono solo i giovani, anzi. “Spesso per una famiglia costa meno prendere un pacchetto all inclusive sul Mar Rosso – spiega Sabrina dell’agenzia Alambra viaggi – che rimanere in Italia. Qui ci sono meno offerte e prezzi più salati”. Il Mar Rosso rimane appunto una presenza fissa nella lista dei luoghi più richiesti, seguito dalle isole greche e dalla Spagna. Il Mediterraneo, insomma, rimane il “mare nostrum” e da lì ci si sposta poco volentieri nella stagione estiva.

SPECIALE RISTRUTTURAZIONE CHIAVI IN MANO

Appartamento 60 mq CLASSE A

“Le capitali europee non sono molto richieste in questo periodo dell’anno, così come è calato l’interesse verso mete più lontane, come America latina o Tailandia, anche a causa dell’instabilità politico-economica di questi paesi”, commenta Samuele. La sua agenzia di viaggi, la Buckingham Travel, è specializzata in viaggi non solo last minute, ma anche last second, una formula che, assicura Samuele, “ha sempre più successo, anche a causa delle maggiori incertezze in ambito economico e lavorativo”. E a tal proposito la vera sorpresa arriva dal pianeta giovani. C’è chi si ostina a dar loro di bamboccioni, quando invece sono in molti a partire con

Il clima di incertezza fa volare le prenotazioni last minute e addirittura quelle last second l’obiettivo lavoro, finiti gli studi. “La richiesta dei viaggi-studio per imparare la lingua è cresciuta moltissimo negli ultimi anni – spiega Stefano Pastore, responsabile del Cts (Centro Turistico Studentesco) di Firenze – i ragazzi dai 18 ai 26 anni preferiscono investire le vacanze sul proprio futuro, con l’intento di trovare lavoro all’estero”. Le destinazioni preferite rimangono dunque Gran Bretagna, Malta e Stati Uniti. Anche se il sogno rimane quello del coast to coast on the road. Magari dopo aver raggranellato qualche soldino in più.

SPECIALE BAGNO Il Vostro bagno? Da noi viene demolito e rifatto in 8 giorni a soli:

il vostro immobile completamente ristutturato • Impianto elettrico • Impianto idraulico • Impianto termico • Opere murarie • Bagno Vanessa • Cucina completa • Nuova pavimentazione

€ 4.980

• Imbiancatura

L’OFFERTA COMPRENDE

il tutto a solo

Euro Euro 20.000.00 20.000.00 meno di

Euro Euro 334.00/mq 334.00/mq Restauri e manutenzioni chiavi in mano

PREZZO TO BLOCCA

• Parte muraria e idraulica • Pavimentazione e forniture complete

1059580

SOLUZIONI IN EDILIZIA PER VIVERE LA TUA CASA

VIA MICHELAZZI 2/B (ZONA CAREGGI) Tel 055 0517408 - Cell 340 4701643

lA NoVITÀ “Toscana & Chianti News” si rinnova

la regione si svela ai turisti

M

entre i fiorentini si apprestano ad “invadere” spiagge e capitali di tutto il mondo, come ogni estate anche la Toscana si prepara ad accogliere i tanti turisti che la raggiungono per ammirarne le bellezze. Ad aspettarli c’è una novità: “Toscana & Chianti News”, la rivista ormai maggiorenne (ha infatti compiuto 18 anni) che illustra, mese dopo mese, tutti gli eventi in programma nella regione, con uno sguardo attento su artigianato tipico, sapori della tavola e degustazioni di vino, si rinnova. A presentare i cambiamenti in arrivo è l’editore Patrizio Donnini. Quali sono le principali novità? Non parleremo più limitatamente di comuni, ma di territori. Fino ad oggi infatti trattavamo solo alcune aree della Toscana seguendo l’impostazione di quando Toscana&Chianti News è nata. Ora si parlerà invece di quanto succede o c’è da visitare nei territori: dal Chianti alla Valdichiana, dalla Valdelsa al Mugello, dalla Valdinievole alla Costa degli Etruschi, dalla Versilia alla Valtiberina e così via. Perché ogni territorio ha qualcosa da dire al turista che ci viene a visitare. Qual è l’obiettivo della rivista? Raggiungere il turista culturale, che è già in Toscana, per informarlo di tutte quelle particolarità che in quel mese vale la pena visitare. Come ci definiscono spesso i nostri clienti, siamo un ottimo bigliettino da visita per tutta la regione. Anzi, un “bigliettone” di formato XL di 100 pagine distribuito gratuitamente in 30mila copie: la nostra filosofia è quella di far innamorare il turista dei nostri paesaggi grazie all’impatto delle foto. Cos’ha questa rivista rispetto a tutte le altre? Toscana & Chianti News non è

paragonabile ad altre riviste per tanti motivi come il formato, la qualità, la gratuità per il turista... ma in primis non lo è per la filosofia con la quale vive. Toscana & Chianti News è nata per tributare alla Toscana ciò che è: la più bella regione del mondo. Toscana sempre più protagonista, insomma... Sì, dopo aver migliorato la carta e ottimizzato la distribuzione a tutta la regione, ora è la volta dei contenuti. Vede, nel mio ramo lavorativo ci sono momenti in cui, se un progetto è in perdita da diversi anni, si prende la decisione di abbandonarlo perché non redditizio. Ma Toscana&Chianti News, che si trova in questa situazione da molto tempo, ha un “dovere” al di là di ogni business: restituire alla Toscana e al nostro territorio quanto questo ha dato e sta dando a noi in maniera del tutto gratuita. Qualcuno di noi andrebbe a vedere Palazzo Vecchio se fosse sperduto in una città del Brasile e non fosse inserito in un contesto come Firenze? La rivista è già molto bella, ma siamo in dovere di promuovere la Toscana, la regione più bella del mondo, con una rivista all’altezza.


summer time

31

feRIe/2. Parla Giampiero Maracchi, direttore dell’Istituto di Biometeorologia del Cnr

giugno così e così. E dopo il caldo Prevedere che tempo farà tra due mesi è un “azzardo climatologico”, ma è probabile che ci aspettino un luglio e un agosto piuttosto torridi Giulia Righi

O

k, non è facilissimo e azzeccarci è scientificamente non probabilissimo. Giampiero Maracchi – climatologo di casa nostra di fama internazionale e direttore dell’Ibimet, l’Istituto di biometereologia del Cnr di Firenze – non si sbilancia. Mette le mani avanti e spiega che le previsioni stagionali sono di tipo climatologico, e in quanto tali da calcolare su media mensile. Dunque azzardare certezze sul tempo che farà ad agosto non è corretto (“è un sette a levare”, sorride Maracchi in fiorentino) e bisogna tener conto che stiamo parlando di previsioni sperimentali. Ma una mezza idea possiamo comunque farcela. E, per la verità, non è delle più rosee. “Ci aspettiamo un giugno piuttosto instabile e ancora piovoso, relativamente fresco”. Le cose dovrebbero cambiare, invece, intorno a luglio. Sarà quello il mese in cui arriverà l’aria tropicale con il suo fardello di caldo torrido. E non è da escludere che quest’anno le temperature possano essere

inclementi: “Luglio e agosto potrebbero in effetti essere caratterizzati da temperature leggermente superiori”. Ahi. Letto a tinte fosche questo vuol dire condizionatori che girano come trottole, nottate dalle reminescenze tropicali, asfalto colloso come zucchero filato. È insomma l’affresco tipico delle estati fiorentine. Ma in tutto questo la famigerata nuvola di cenere del Vulcano salito alla ribalta nelle ultime settimane che ruolo ha? Qualcuno mormora che c’entri qualcosa… “Nessuno, per il momento – chiarisce il climatologo - eventuali ripercussioni si potrebbero avere a sei-sette mesi di distanza dall’eruzione. Si potrebbe abbassare la temperatura del mare, ma fino ad ora la quantità di cenere è stata minima e dunque gli effetti dovrebbero essere modesti”. E invece, le grandi piogge che hanno infradiciato Firenze nell’ultimo periodo che effetti avranno? “Positivi - conclude il professor Maracchi - hanno rifornito le falde acquifere, e questo è un bene”.

Giampiero Maracchi

lE INIZIATIVE Dal giovedì al sabato le vie del centro si animano con spazi esterni, mentre per i nostalgici del mare c’è Easy Living

Tra tavolini all’aperto e spiaggina sull’Arno la stagione è servita

A

nche quest’anno, ad animare un’estate che si è fatta attendere all’inverosimile, tornano due ingredienti a cui i fiorentini si sono nel tempo piacevolmente abituati: la spiaggetta attrezzata lungo l’Arno e i tavolini all’aperto nelle vie del centro. Questi ultimi, reduci dal successo dello scorso anno, verranno riproposti in moltissime strade: dal giovedì al sabato (compreso) si potrà frescheggiare mangiando o sorseggiando, per esempio, in piazza Santa Croce, Borgo dei Greci, via Orsanmichele, via Calzaiuoli, via Calimala, via Por Santa Maria,

via del Corso, via il Prato, via dè Neri, via Porta Rossa, via Pellicceria, piazza San Pier Maggiore, via dei Servi, via Pietrapiana, via San Niccolò e piazza Strozzi. A questo tocco d’estate va aggiunto, si diceva, il ritorno della spiaggetta lungo l’Arno, consolazione per chi resta in città e cerca riparo dall’afa. Il progetto “Easy Living Spiaggia sull’Arno” durerà fino a settembre e si sviluppa su due spazi: la terrazza di piazza Poggi e la spiaggia sull’Arno sottostante. Il progetto propone varie rassegne supportate da un’area ristoro, aperta dalla mattina e,

NIENTE PIÙ CODE NIENTE PIÙ PIÙ CODE CODE NIENTE Click! Click! Click! C

M C Y CM CM MY MY YCM CY CM MY CMY MY CY K CY CMY

CMY K

K

www.055055.it www.055055.it www.055055.it

Collegati a www.055055.it e scopri i servizi online attivi nel tuo Comune: certificati, moduli, prenotazioni, comunicazioni e pagamenti direttamente da casa tua www.055055.it e scopri i servizi online attivi nel tuo Comune: eCollegati quando avuoi, evitando inutili code. Verifica su www.055055.it se c’è anche il tuo Comune. Collegati www.055055.it e scopri i servizi attivi nel tuo Comune: da casa tua certificati,a moduli, prenotazioni, comunicazioni e pagamenti direttamente www.055055.it, il tuo Comune è online 24honline su 24h. certificati, moduli, prenotazioni, comunicazioni e pagamenti direttamente dailcasa e quando vuoi, evitando inutili code. Verifica su www.055055.it se c’è anche tuo tua Comune. ewww.055055.it, quando vuoi, evitando inutili ècode. Verifica www.055055.it se c’è anche il tuo Comune. il tuo Comune online 24h susu 24h. www.055055.it, il tuo Comune è online 24h su 24h.

dalle 19 l’aperitivo a buffet e sottofondo musicale nella zona bar, che si unisce al servizio diurno di gestione di sdraio e ombrelloni della spiaggia sottostante. Oltre a un calendario settimanale ben scandito (per i dettagli: www.piazzart.com), completano il progetto anche uno spazio bambini curato da Mara Guadagni, laboratorio permanente dove i piccoli possono avvicinarsi alla creatività manuale e l’iniziativa “Riverside Picnic” curata da Arabeschi di Latte, per gustarsi i fuochi del 24 giugno da /B.S. una prospettiva d’eccezione.


32

il cartellone

Giugno 2010

lA STAGIONe. Piccoli e grandi progetti in un alternarsi di appuntamenti importanti e scelte di qualità

Mille e un evento: ecco l’Estate fiorentina ufficialmente è già cominciata, ma entrerà nel vivo solo questo mese. Nel ricco programma festival dedicati all’elettronica, danza classica e altro ancora Barbara Biondi

E

state fiorentina fa rima con divertimento a trecentosessanta gradi, un divertimento che non significa solo musica ad alto volume, ma anche festival, spettacoli di danza, letteratura e poesia, arti visive, suggestioni del lontano Oriente ed eventi tutti fiorentini. Nasce così il programma dell’estate che sta per cominciare, con una lunga serie di piccoli appuntamenti di qualità alternati ad eventi di calibro internazionale. 18 progetti selezionati tra gli oltre 100 che hanno partecipato al bando pubblicato qualche mese fa. Le risorse a disposizione sono in totale 250mila euro, e si va da un minimo di 5.000 euro a un massimo di 20mila euro a progetto. Il primo progetto classificato si svolgerà all’Anfiteatro delle Cascine a luglio ed è il ‘Festival au Desert. Presenze d’Africa’, un festival musicale multisciplinare organizzato da Fabbrica Europa in collaborazione il più importante Festival dell’Africa sub-sahariana, quello del Mali, cui parteciperanno musicisti africani ed artisti europei. Segue il Festival di arte e musica digitale Muv, che si terrà ugualmente alle Cascine (giugno), mentre ad agosto ci sarà ‘Transito - eventi performativi nella città’, con artisti fiorentini ma anche stranieri pronti ad invadere luoghi inusuali come autobus e vetrine di negozi e a coinvolgere il pubblico. Il tema del viaggio sarà al centro del ‘Festival Il Milione’ (giugno), mentre Agimus propone a luglio ‘Le stagioni della musica’, rassegna di sei concerti incentrati su diversi periodi storici dal Rinascimento agli anni Duemila. Sempre musica per il 12/o festival delle orchestre giovanili europee di Florence Youth festival, mentre lo Schermo dell’Arte propone ‘Notti di mezza estate’, con film dedicati alle arti contemporanee, alla biblioteca delle Oblate. Torna l’Estate a San Salvi, che ha in programma vari appuntamenti fino a settembre, mentre tra le novità c’è ‘Natsu Matsuri’, una festa giapponese che si svolge-

rà ad agosto alle Cascine. Sempre oriente, ma questa volta la Cina, al centro di ‘Improvvisamente è cambiato tutto’, con iniziative multidisciplinari che vanno dal cibo al Kung Fu. Nato a Firenze è invece ‘Ultra, festival della letteratura, in effetti’, diretto da scrittori trentenni, a settembre. “Quest’anno - ha ricordato l’assessore alla cultura Giuliano da Empoli abbiamo sperimentato quella che ci auguriamo diventi una piattaforma diffusa e durevole, ovvero un bando pubblico e una selezione il più possibile rigorosa e trasparente”.

Il cONceRTO. Leonard Cohen, guru della musica, sbarca a Firenze il 1° settembre

Il maestro canadese in piazza Santa Croce A

sentirlo dire quasi non sembrava vero, ma l’unica data di Leonard Cohen nel bel paese sarà proprio piazza Santa Croce, dove si esibirà il primo di settembre. Un evento incredibile che chiude in bellezza l’estate della città del giglio proponendo ad appassionati e non il sound sempreverde del maestro canadese. Il famoso cantautore, classe 1934 figlio di nordeuropei emigrati a Montreal, sarà a Firenze, unica data in Italia, dove terrà un concerto nella piazza dove si affaccia una delle basiliche più belle e famose della storia. L’evento farà parte del festival Live on organizzato dalle Nozze di Figaro e da Murciano iniziative. Il concerto può contare sulla collaborazione del Comune di Firenze, che ha subito dato la disponibilità della storica piazza e sta supportando l’organizzazione per il fund raising. Cohen canterà accompagnato da un’orchestra di una decina di elementi. Per l’occasione la piazza sarà attrezzata con un palco e la

platea per il pubblico. I biglietti costeranno da 35 a 90 euro, un prezzo, ha sottolineato l’organizzazione, molto al di sotto degli standard europei e più basso del concerto di Cohen dello scorso anno a Venezia. “Con Cohen quest’anno, come l’anno scorso con Patti Smith - ha detto l’assessore alla cultura Giuliano da Empoli - vogliamo inaugurare una nuova tradizione culturale fiorentina, ovvero portare le grandi icone della musica pop contemporanea in città. Ma non solo per un evento spot: anzi vorremmo coinvolgere Cohen nella vita di Firenze, come già nel 2009 fu fatto con Patti Smith. Ci piacerebbe, magari, avere Cohen in Palazzo Vecchio per un reading nel Salone dei Cinquecento, dato che è anche un valido scrittore”. Gli esordi di quello che poi è diventato un guru della musica pop risalgono infatti agli anni Cinquanta, periodo in cui era uno studente universitario e pubblicò la sua prima raccol/C.G. ta di poesie.

La certezza di trovare casa

Il free magazine con i migliori immobili selezionati dai professionisti del settore

tel. 848.80.88.78

Il nuovo portale di annunci immobiliari con tutte le offerte delle agenzie

Portale di annunci generalisti con annunci immobiliari di agenzie e di privati

Rivista gratuita di annunci più diffusa in Toscana con annunci immobiliari

www.webandpress.it


23-04-2010

16:45

Pagina 1

SI RINGRAZIA L’EDITORE PER LO SPAZIO CONCESSO

cuore 255x360:Layout 1

Dona il tuo 5Xmille alla LAV e salverai la vita a milioni di animali. Un piccolo gesto che non costa nulla, ma vuol dire molto.

LAV.IT

Nei moduli 730, Unico e CUD cerca il riquadro dedicato alle associazioni non lucrative di utilità sociale, inserisci il codice fiscale della LAV 80426840585 e poi firma. Questa pagina è offerta da


lA KeRMeSSe. Torna l’appuntamento che per quattro giorni trasforma Firenze nella capitale della moda

È Jil Sander la star del prossimo Pitti Personaggi dello spettacolo, grandi show e un tran tran che a Firenze si vede

l’eVeNTO

solo nelle occasioni speciali. Pitti Immagine è questo ed altro. una passerella

Tutto Caravaggio: tre luoghi in una mostra

che tramuta la Fortezza in palcoscenico e una serie di eventi che portano in città grandi nomi dello stilismo, dell’arte e della cultura internazionale Barbara Biondi

P

asserelle indimenticabili e un’aria frizzante che a Firenze si respira olo pochi giorni all’anno. Sono questa le caratteristiche di Pitti immagine, che torna dal 15 al 18 giugno con l’edizione numero 78, che ha come tema Design Watching. È un’incursione curiosa e indiscreta del mondo della moda nel mondo del design attraverso le suggestioni e gli appunti visivi, sonori, verbali raccolti da una pattuglia di design watchers – buyer, giornalisti, curatori, designer e opinion leader – individuati nella community internazionale dei Pitti People. A questi è stato chiesto di individuare i loro nuovi oggetti di design preferiti - tra spirito artigianale e contemporaneità - con il coordinamento della giornalista Cristina Morozzi. L’allestimento sarà curato da Patricia Urquiola, che creerà un’ideale continuità tra layout degli spazi esterni e interni della manifestazione, assieme anche a una nuova proposta di aree relax e speciali installazioni dedicate al cibo, firmate con i prodotti di Taste, la rassegna dedicata alle nicchie di qualità della gastronomia italiana. Tra i design watchers coinvolti ci sono Roberta Valentini di Penelope, Giusi Ferré, Max Kibardin, Joerg Koch del magazine 032C, Stefano Roncato, La Pina e altri ancora. Dopo il successo dello scorso gennaio, il nuovo concept allestitivo del padiglione centrale realizzato da Patricia Urquiola si allarga al piano attico, coinvolgendo e integrando anche l’area di Classico Italia, il gruppo di aziende simbolo della moderna eleganza italiana. Indirizzata da una strategia di sperimentazione avanzata nella moda e nel suo sistema di fruizione, la Urquiola crea una sorta di department store, con una disposizione più aperta degli stand e un dialogo maggiore e più creativo tra i prodotti. E come al piano inferiore anche all’attico ci saranno i pop up stores, le aree speciali riservate ad una proposta di accessori di lifestyle – dai gioielli alle calzature, dalle fragranze alle pocket technologies – che associano tradizione artigianale, design e stile contemporaneo. Il risultato è

Un modello di Haider Ackermann

un’immagine sempre più ricercata ed evoluta dell’offerta del padiglione centrale, con la quale Pitti Uomo si pone ancora una volta in anticipo nell’architettura espositiva e nella comunicazione di prodotto. Ospite d’onore di questa edizioneè un grande nome della moda internazionale: Jil Sander. Giovedì 17 giugno, Raf Simons, direttore creativo della maison, presenterà in anteprima assoluta la collection Primavera/Estate 2011, con un’inedita formu-

la di fashion show. e se per il brand Jil Sander si tratta di un debutto a Firenze, per il suo direttore creativo - Raf Simons – lo special event di Pitti Uomo rappresenta un importante ritorno, dopo il fashion project dedicato ai primi dieci anni del suo marchio. Per il comparto donna, l’eroina di questa stagione sarà Haider Ackermann, mentre nei quattro giorni di fiera la città si preparerà come sempre ad ospitare eventi, sfilate e grandi feste.

Il lIBRO. È uscita l’ultima fatica del noto chef Fabio Picchi

Avanzi: 150 pagine per imparare ad apprezzarli

C’

è chi ha un’innata passione per la pesca e chi per la paleontologia. Chi preferisce il tiro al piattello e chi invece non può stare più di un tot lontano dalla sua collezione di farfalle. Fabio Picchi, cuoco di professione, personaggio e trascinatore di folle di nascita, non può fare a meno dei suoi fornelli e di tutte le carabattole che gli ruotano intorno. E per divulgare il verbo della buona tavola ha pensato bene di dare alle stampe il secondo dei suoi libri (il primo “I dieci comandamenti per non fare peccato in cucina”, uscito a novembre 2009 è schizzato immediatamente ai primi posti dei libri più venduti in Italia), intitolato “La virtù in cucina e la passione per gli avanzi” (Mondadori, 120 pagg, 16, 50 euro). Il volume, che vede sulla copertina una bella natura morta mangereccia, è un vademecum contro gli sprechi, una specie di bibbia per chi, senza andare alla ricerca di inutili fronzoli, considera il mangiar sano (e buono) una conditio sine qua non per una vita più bella, felice e soddisfacente. Il padre fondatore di Cibreo, Cibreino e Teatro del Sale, nonché ristoratore tra i più acclamati e conosciuti del bel paese, racconta se stesso e il suo mondo culinario in questo libro, descrivendo il cibo dal suo personalissimo punto di vista. Il risultato è un volume diviso in sette capitoli, uno per ogni peccato capitale, che mostra come il cibo sia “non solo un nutrimento per il corpo, ma anche rimedio, cura contro i mali dell’anima”. E questa volta /L.V.Z. è proprio il caso di dirlo: qui non si butta via nulla.

F

ino al 17 Ottobre 2010 nelle sale di Palazzo Pitti, degli Uffizi e Villa Bardini verrà ospitata la mostra dedicata a Caravaggio e i caravaggeschi in occasione del quarto centenario dalla morte. La mostra, curata da Giovanni Papi, riprende il titolo e lo spunto dall’esposizione pionieristica di Evelina Borea, e propone, dopo anni di studi e ricerche scientifiche, una rassegna di opere molto più ampia e quasi completamente rinnovata, un viaggio alla scoperta del “caravaggismo” internazionale. Centro della mostra sono i sei capolavori della Galleria Palatina e degli Uffizi: il Bacco, L’amorino dormiente, la Medusa, i Cavadenti, Il sacrificio di Isacco e Il Cavaliere di Malta, ai quali si aggiungono due nuovi dipinti di quasi sicura attribuzione: il Ritratto di Maffeo Barberini di collezione privata e il Ritratto di cardinale della Galleria degli Uffizi i quali insieme al Ritratto di Cavaliere di Malta offriranno un’imperdibile campionatura della ritrattistica dell’artista lombardo. Oltre alle opere del Caravaggio, riunite nella Sala Bianca di Palazzo Pitti, ad eccezione di Medusa che rimarrà agli Uffizi, si aggiungono i capolavori e i quadri di eccellenza dei caravaggeschi: Artemisia Gentileschi, Jusepe Ribera, Battistello Caracciolo, Theodor Rombouts, Cecco del Caravaggio, Bartolomeo Cavarozzi, Gerrit van Honthorst, Bartolomeo Manfredi, Antiveduto Gramatica, Orazio Borgianni, Simon Vouet, Orazio Riminaldi, Valentin, Nicolas Tournier, Nicolas Régnier, Dirck van Baburen. Per la prima volta la mostra ospiterà i disegni di Andrea Commodi. Le oltre cento opere esposte permetteranno al visitatore una visione completa del “movimento” italiano e straniero che nei primi trent’anni del Seicento rinnovò l’iconografia sacra e profana attraverso la “pittura della realtà”. Firenze, dopo Roma, vanta la più cospicua raccolta di quadri caravaggeschi al mondo, frutto della grande stagione del collezionismo dei Medici, della committenza e del collezionismo storico di altre grandi famiglie fiorentine: i Corsini, i Gerini, i Guicciardini, i Martelli. A Villa Bardini, Mina Gregori, curerà la sezione Caravaggio e la modernità. I dipinti della fondazione Roberto Longhi, studioso che ha riscoperto la figura di Caravaggio e ha conferito alla cerchia caravaggesca una /V.G. prima struttura storiografica.

Uno dei quadri esposti


cultura

35

feSTIVAl fIeSOlANO. Tutto pronto per gli eventi che animeranno il Teatro Romano e Sant’Alessandro

Ayane, Brachetti e Hack: un’estate “calda” Simele Kruklidis

G

iunta alla sua 63esima edizione, l’Estate Fiesolana ritorna a stupire con ospiti di fama internazionale e grandi nomi dello spettacolo. Anche quest’anno, in contesti suggestivi come le antiche chiese o il teatro all’aperto, l’intrattenimento si fa intelligente, coniugando la cultura con lo svago, la musica con l’arte. Come ha spiegato l’assessore alla cultura Paolo Becattini: “L’obiettivo è quello di coniugare qualità e popolarità, proponendo una decina di serate di grande richiamo, per i nostri cittadini e per i turisti”. Il concerto di anteprima, previsto per il 13 giugno nella Basilica di Sant’Alessandro, vedrà come protagonista Lorenza Borrani, violinista d’eccezione che da anni, al fianco di Claudio Abbado, suona nelle più importanti orchestre del mondo. Si prosegue il 27 giugno, con un coro di 96 voci, e il 30 giugno con Andrea D’Amelio e Matteo Fossi che eseguiranno i Dichterliebe. Tra i concerti di musica classica della rinomata Scuola di Musica di Fiesole, da non perdere è l’appuntamento del 18 luglio, dedicato all’Orchestra Giovanile Italiana diretta da Renato Rivolta. Del tutto inedito è invece il progetto che porterà sul palco l’astrofisica Margherita Hack e la cantante Ginevra di

Marco, che il 4 luglio interpreteranno insieme “L’anima della terra (vista dalle stelle)”, un testo fra musica e parole, tematiche sociali e richiami popolari. La grande scommessa di quest’anno è però Vivere Jazz, un’iniziativa giunta con successo alla sesta edizione; dal 5 al 15 del mese, nella magica atmosfera del Teatro Romano si terranno infatti quattro concerti con ospiti del calibro di Chick Co-

Tra gli ospiti anche Stefano Bollani, Paolo Fresu e Neri Marcorè

rea, Mc Coy Tyner, Joe Lovano, Paolo Fresu, Trilock Gurtu, Omar Sosa, Stefano Bollani e Roberto Gatto. Ma in questa edizione, il 20 luglio, ci sarà spazio anche per gli amanti della musica leggera, con il concerto della cantante Malyka Ayane, il cui primo album, ad un anno dalla pubblicazione, è già diventato disco di platino. Tra gli eventi più attesi troviamo ancora la comicità di Neri Marcorè e Barbarossa il 2 luglio e la performance

Uno spettacolo al Teatro Romano

dell’eclettico Arturo Brachetti, che il 26 porterà in scena il suo nuovo spettacolo accompagnato dai più grandi trasformisti del mondo. Infine, oltre alla tanto attesa assegnazione del premio per il maestro di cinema 2010,

per tutta l’estate Fiesole ospiterà due mostre: la prima dedicata all’architetto Frank Lloyd Wright per il centenario dalla sua scomparsa, la seconda intitolata all’artista monumentale tedesco Gunther Stilling.

lA MOSTRA. Maxi evento dedicato al grande maestro americano dell’architettura

Wright torna a Fiesole cento anni dopo V

La casa dell’architetto a Taliesin

errà inaugurata giovedì 17 giugno e resterà aperta fino a fine agosto la mostra dedicata all’architetto statunitense, famoso per la “casa sulla cascata” e per il Guggenheim si New York, e al suo soggiorno fiesolano. L’esposizione si propone di esaminare alcune opere progettate dopo il 1910, di far conoscere disegni e documenti, alcuni per la prima volta esposti in Italia, e di analizzare l’influenza che il periodo trascorso a Fiesole ha prodotto sulle architetture di Wright. La mostra raccoglierà, fra gli altri, i disegni che l’architetto realizzò durante il suo soggiorno sul colle etrusco ospite del villino Belvedere in via Verdi - per

un’abitazione, sempre in Fiesole, però mai costruita. I progetti esposti, attualmente conservati alla Frank Lloyd Wright Foundation di Scottsdale (Arizona) e alla University of Utah Library, vengono eccezionalmente mostrati a Fiesole insieme ad alcuni disegni della villa di Taliesin, residenza definitiva dell’architetto statunitense e attualmente sede della Frank Lloyd Wright Foundation. Proprio prendendo spunto dalla configurazione planimetrica del villino Belvedere, Wright progettò e realizzò la residenza di Taliesin. L’edificio sorge in una posizione collinare dominante, dove l’architettura si adatta alla conformazione del terreno e

viceversa. L’evento, che verrà ospitato nei locali del Museo Archeologico di Fiesole è stato curato in particolare dal Rotary Club Fiesole e dall’Inner Wheel Firenze Medicea in collaborazione con la Frank Lloyd Wright Foundation di Scottsdale Arizona e fortemente voluto dal comune di Fiesole insieme al comune e la provincia di Firenze, la Fondazione Michelucci, la facoltà di Architettura dell’Università di Firenze, l’Ordine degli Architetti di Firenze. Oltre alla mostra, verranno messi in cantiere nel corso dell’anno una serie di incontri dedicati alla figura dell’architetto e al suo rapporto /C.G. col territorio toscano.


Il BIlANcIO. Ventuno sconfitte complessive, 17 solo in campionato: i numeri parlano chiaro

Tutti i perché di una stagione difficile

Fino al giro di boa tutto sembrava andare per il meglio per i viola, poi le cose sono velocemente cambiate. Dalla squalifica di Mutu agli infortuni, dagli arbitri alle troppe voci sul futuro: tante le cause di un’annata no Cristina Guerri

V

entuno sconfitte complessive, diciassette solo in campionato. Sono i numeri dell’anno sportivo appena concluso a parlare per la Fiorentina. A identificare la stagione 2009/2010 come la più brutta dell’era Prandelli, giunto al quinto anno sulla panchina viola. Quella stessa stagione che fino al giro di boa (ovvero fino al termine del girone di andata) aveva regalato solamente soddisfazioni ai tifosi e alla società. Il 2-0 al Franchi del 29 settembre contro il Liverpool, la qualificazione agli ottavi di Champions League contro il Lione con un turno di anticipo. E ancora, la vittoria ad Anfield, tempio del calcio inglese e casa dei Reds: imprese che sono state oscurate dagli ultimi due mesi e mezzo di campionato, quando dal 24 marzo, giorno di Catania-Fiorentina, fino all’ultima partita di Bari, la squadra

ha ottenuto solo sei punti in ben nove partite disputate. Ma ritorniamo al famoso giro di boa. In campionato, con il rientro degli infortunati “illustri” quali Adrian Mutu e Stevan Jovetic le cose sembravano andare per il meglio. Fino al 28 gennaio. Quando l’attaccante rumeno, dopo il test a sorpresa disposto dalla commissione controllo antidoping del Coni effettuato il 10 gennaio al termine di Fiorentina-Bari, è stato trovato positivo alla sibutramina. Una brutta tegola per Prandelli, ma soprattutto per Corvino, costretto nei tre giorni di mercato restanti a cercare un sostituto del rumeno. Dopo aver tentato invano di portare sulle rive dell’Arno nientemeno che “Fantantonio” Cassano, il diesse è riuscito ad ottenere il prestito di Keirrison, giovane brasiliano di proprietà del Barcellona. Ma il girone di ritorno rappresenta il momento più basso della gestione Prandelli-Corvino-Della Valle. Diciassette punti, una media da retrocessione (solo il Livorno ha fatto peggio dei viola), e l’obiettivo coppe europee sfumato. La colpa, natural-

mente, non può essere attribuita soltanto al Fenomeno (di sfortuna). Un gran peso lo hanno avuto anche i numerosi infortuni che molte volte hanno costretto il tecnico viola a inventarsi gli undici da mandare in campo. Per non parlare dei torti arbitrali, che hanno condizionato fortemente i risultati (vedi la partita casalinga con il Milan). Anche i nuovi arrivi, quelli che dovevano dare un contributo importante al fine di permettere alla squadra di lottare sui tre fronti, hanno deluso le aspettative. Se nessuno poteva aspettarsi più di tanto dal giovane talento Ljajic, certamente era giusto puntare su Felipe e Bolatti. Ma non solo, purtroppo. In conto devono essere messe tutte le voci e i rumors che, negli ultimi mesi, sono rimbalzati su radio, televisioni e quotidiani circa il futuro di Pradelli, proprietà e cittadella. Quelle voci condite da comunicati e conferenze stampa che hanno turbato gli equilibri dello spogliatoio e dell’ambiente circostante. E che hanno finito per spezzare quel legame che tutti, in città, pensavano imprescindibile.


sport

37

cORVINO PeR UN GIORNO. I supporter si lasciano andare ai sogni e si immaginano la squadra di domani

“Fiorentina che vorrei”, la parola ai tifosi Cristina Guerri

M

entre gli addetti ai lavori sono impegnati a costruire la Fiorentina che verrà, quella che nella prossima stagione tenterà di riprendersi un posto in Europa, i tifosi si lasciano andare ai sogni. Le tante “Fiorentina che vorrei” dei supporter viola che abbiamo interpellato meriterebbero davvero di essere prese in considerazione dalla dirigenza, non quanto per la loro veridicità tecnica, quanto sicuramente per la grande fantasia e simpatia dimostrata. Quindi, che Fiorentina vorrebbero i tifosi per la prossima stagione? Risponde Gano, grandissimo tifoso viola di Scandicci: “Quanti gol abbiamo fatto quest’anno? 48. E quanti gol s’è preso? 47. Allora il problema sta davanti e dietro”. Per Vincenzo, invece, il problema sta in panchina: “La rosa l’è corta. Abbiamo bisogno di un tecnico disposto a gestire un grande gruppo. Che non abbia paura di avere giocatori importanti in panchina. Un tecnico con le cosiddette, insomma. E poi, io rimpiango Pazzini”. “Pazzini? - tuona il signor Vannini (si vuol far chiamare così, ndr) - e un sarebbe mai esploso a Firenze. Noi bisogna cambiare modulo. Vorrei i’Gila sostenuto da due mezze punte. Sai come si giocherebbe bene e quanti gol si farebbero...”. Non è, invece, un problema di elementi per la signora Franca: “Son del parere che al gruppo manchi soprattutto serenità. Una volta trovata, sono sicura che le cose andrebbero meglio per tutti. I Della Valle devono stare vicini alla città, perché se lo fossero capirebbero che noi gli vogliamo bene. Anche se ogni tanto li infamiamo”. “Posso sopportare tutto - interviene Vittorio (non Cecchi Gori, tiene a precisare) - ma non voglio più gobbi in squadra. Cosa voglio, invece? Un difensore bono. Uno tipo Lucio, che gli attaccanti se li mangia a colazione”. “Quest’anno Frey non ci ha tolto le castagne da i’foco come le scorse stagioni - analizza Fabri - è stato piuttosto normale. Ma perché non prendere un giovane fiorentino che tifi viola, tipo Viviano? O quanto

C’è chi non vuole più “gobbi” in maglia gigliata, chi sostiene che senza panchina lunga non si vada lontano e chi guarda all’estetica e pensa che anche l’occhio voglia la sua parte... Ecco la formazione nata mescolando questi “ingredienti”

costerà mai?”. “Senza lilleri e un si lallera, ricordatevelo. Se la proprietà non riempie il portafoglio di Corvino non si comprerà nessuno. Anzi... si comprerà solo in caso di cessione di uno o più pezzi grossi. E così siamo punto e a capo. Non miglioreremo

mai”, Giuliano dixit. Il gran finale è tutto per Marina: “Non sono tecnica, anzi di calcio e un ci capisco proprio nulla, ma più giocatori arrivano e più mia figlia è contenta. Sono tutti dei bei ragazzi, e anche l’occhio vuole la sua parte...”.

l’oPINIoNE Gianfranco Monti parla di passato e futuro

“Il miglior acquisto? Tenere Mutu”

I

l suo mestiere è quello di far ridere le persone, ma sulla squadra del cuore non si scherza mai. Così Gianfranco Monti analizza la stagione della Fiorentina: “Vado controcorrente. Purtroppo non è stata positivissima, ma non drammatica. Tutti si soffermano solo sul disastroso finale di campionato, ma io voglio ricordarmi soprattutto che la Fiorentina è stata tra le sedici squadre più forti d’Europa. A Firenze ce lo siamo già dimenticati”. “Ma sapete a chi do la colpa per questi ultimi risultati? - continua - ad Adrian Mutu. Io gli voglio bene, ma se non faceva quella stupidata, con un calciatore del genere almeno due partite non le perdevamo. Mi è sparito a febbraio, marzo, aprile, maggio. Non voglio esagerare e sparare che avremmo avuto 10-15 punti in più. Ma con quei sei punti a cinque, sei partite dalla fine, noi ci giocavamo l’Europa. Champions o Europa

League”. E ora? “Ora dobbiamo guardare al futuro e con un direttore sportivo come Corvino non può che essere roseo – dice Monti - mi fido di lui e dei due fratelli. Che voglio, e sottolineo voglio, che ritornino a Firenze. Andrea deve tornare presidente, Diego lo voglio rivedere sul trono. Conoscendo i calciatori, posso assicurarvi che quando entrava un Diego negli spogliatoi i ragazzi potevano sentire il suo carisma. I Della Valle in questo nuovo progetto sono fondamentali, più di tutta la dirigenza e i giocatori. I giocatori, già... – conclude - Credo che il miglior acquisto che possa fare la società sia quello di non privarsi di Mutu. Poi abbiamo una buona intelaiatura, con due-tre giocatori buoni e non fenomeni possiamo ambire a buoni risultati. E non dimentichiamoci degli acquisti di gennaio. Ci regaleranno /C.G. delle gioie”.


38

sport nel comune

Giugno 2010

LA POLISPORTIVA. L’associazione, nata molti anni fa, è interamente gestita da volontari

Valle del Mugnone, una “montagna” di sport Carlo Marrone

Numerose le discipline portate avanti dall’organizzazione che ha sede alle Caldine,

N

e che continua a raggiungere ottimi risultati: dal ballo al basket passando

el mezzo di Fiesole pulsa il cuore di un’associazione tra le più attive del territorio, la Polisportiva “Valle del Mugnone”, nata molti anni fa con il desiderio di realizzare un mezzo di comunicazione e aggregazione attraverso lo sport fra persone. La Polisportiva Valle del Mugnone è un’organizzazione “no profit” interamente gestita, sotto il profilo organizzativo ed amministrativo, da volontari: questo comporta un notevole sforzo, ampiamente ripagato dagli ottimi risultati ottenuti. La PVM non ha niente da invidiare ad altre associazioni sportive fiesolane, e vuol continuare a contraddistinguersi, oltre che per le vittorie, per la sua qualità e professionalità che offre a costi contenuti. Presidente e anima del consiglio direttivo è il signor Danilo Casucci, coadiuvato magistralmente dal suo vice, Massimo Lascialfarri, e da altre undici persone che ogni terzo lunedì del mese si incontrano nella sede delle Caldine per organizzare gli eventi futuri e fare il punto della situazione. Giugno è un mese denso di appuntamenti: il gruppo della danza sta preparando il saggio che andrà in scena domenica 13 alle 20.30 al Teatro Puccini, dove le bambine potranno mostrare le coreografie (moderne, hiphop e classiche) imparate in un anno di corso. Sempre il gruppo delle ballerine, venerdì 18, si ritroverà alla casina rossa per una grande festa: l’occasione per salutarsi prima della pausa estiva. Il ballo è una delle sezioni più importanti dell’associazione. Oltre al gruppo già citato di danza non si possono non nominare i ballerini delle danze standard che tante soddisfazioni si sono tolti in quest’anno: si ritrovano ogni lune-

per il fitness. E giugno si preannuncia un mese denso di appuntamenti

A lezione di zan-shin-do

dì alla palestra Casini. Non da meno la colorata compagine che si diletta nei balli caraibici: “Il ballo aiuta a combattere l’invecchiamento precoce ed offre la possibilità di rilassarsi dopo un’intensa giornata di lavoro”, assicurano. Ma chi pensa che la polisportiva sia rivolta solo ai ballerini si sbaglia di grosso. Molto sviluppata è la sezione di basket e minibasket. Gli allenamenti sono svolti da allenatori e istruttori altamente qualificati e tutti tesserati Fip. Da settembre fino a giugno, tutti i giorni alla palestra Casini di Pian del Mugnone, si dilettano nella pallacanestro ben sei squadre. Si parte con i pulcini, bambini di appena sette anni, salendo con l’età si trovano gli Scoiattoli e gli Aquilotti. Affiliati alla Fip gli under 14 e 19; si conclude la carrellata con la squadra degli amatori che unisce tutti coloro che hanno ancora voglia di provare a buttare la palla in un canestro pur non essendo teenager. La PVM, nel suo centro fitness, propone molti corsi, dalla bonificazione allo yoga senza dimenticare la ginnastica posturale. Un gruppo di volontari ha attivato un corso di avviamento alla mountain bike, mentre altri si sono specializzati sulla disciplina orientale dello zan-shin-do; la dottoressa Lisa Lopes Pegna, tramite il metodo feldenkrais, aiuta ad acquisire nuova consapevolezza attraverso il movimento. Una realtà sana e sincera quella della Polisportiva Valle del Mugnone, dove ognuno può trovare la disciplina più adatta alle proprie caratteristiche.

http://www.lalocandina.it

per La storia d’amore che cerchi per il lavoro che cerchi per la vacanza che cerchi

ANNUNCI VIA INTERNET...

per avere priorita’ assoluta

ANNUNCI GRATIS

iscriviti al sito per l’auto che cerchi per la casa che cerchi per il cucciolo che cerchi

848.80.88.68 per la tua pubblicità


40

VOlleY. Parla Elio Sità, presidente della Fipav regionale

la pallavolo diventa protagonista

L

Elio Sità (al centro nella foto)

leggera diminuzione, sono contento anche dei numeri nel maschile”. Quando a Firenze c’è stato un grande evento il Mandela Forum ha risposto con il tutto esaurito, segno che la città non vive solo di calcio… Certo che no, ma ha bisogno dello spettacolo, del grande evento: è sicuramente un pubblico di intenditori e non lo dico con ironia, tutta Italia ci apprezza per il calore che siamo capaci di trasmettere quando gioca la Nazionale. Nonostante questo facciamo molta fatica ad avere una squadra di riferimento a livello di club… Purtroppo è una grossa lacuna, il mo-

cAlcIO feMMINIle. Centrata la promozione in A1

“Primadonna”, missione compiuta

C’

è una squadra con le maglie viola che gioca a calcio reduce da una stagione vissuta ad altissimi livelli. Sbagliato, non è la Fiorentina. Si tratta della Primadonna Firenze calcio femminile, la compagine allenata da Francesco Ciolli che ha ottenuto la promozione in serie A1 dopo due stagioni di purgatorio in A2. “E ci possiamo fregiare anche del titolo di squadra più giovane d’Italia”, aggiunge subito Ciolli, felice per questo traguardo raggiunto dopo alcuni anni di grave difficoltà per il calcio femminile gigliato. “Abbiamo centrato l’obiettivo solo con giovani fiorentine – spiega Ciolli – che ora sono nel giro della nazionale. La capitano Serena Patu, classe ‘88, è nel giro della nazionale Under 19, così come Azzurra Principe e Diletta Crespi, mentre Alia Guagni è una colonna della nella nazionale A, ma anche altre giovani sono nel giro dell’Under 17. Alleno la squadra di calcio femminile da 9 anni. Dopo tutto questo tempo o cambi l’allenatore o cambi il gruppo – continua - dopo la retrocessione in A2 la società ha continuato a darmi fiducia e sono state fatte alcune scelte. Siamo ripartiti con un nuovo progetto e già nella scorsa stagione abbiamo sfiorato la promozione. Quest’anno l’obiettivo si è concretizzato. L’orgoglio deriva dal fatto che l’ossatura della squadra è composta da ragazze nate nel nostro vivaio”. E per la prossima stagione non mancano i progetti. “Puntiamo a un’annata tranquilla, per poi cercare d’inserirci tra le prime quattro dalla stagione successiva. Anche nel calcio femminile, infatti, c’è la Champion’s League, e vorremmo portare a Firenze le grandi sfide continentali di calcio femminile. Ma per arrivare a questo obiettivo non basta la sponsorizzazione già confermata del Primadonna – prosegue Ciolli – ma anche l’ok da parte del Comune per rifare il campo sussidiario di San Marcellino, dove ci alleniamo. Le ruspe sono pronte. Il progetto prevede la realizzazione di un campo sintetico”. E in tema di mercato Ciolli è chiaro: “Cercheremo di comprare una punta centrale giovane e /Sim.Spa. nel giro della nazionale”.

Lorenzo Mossani a pallavolo chiama e il nostro capoluogo risponde presente. Firenze, infatti, ha già ufficialmente iniziato il countdown per i Mondiali di volley maschile, che si svolgeranno in Italia nel prossimo autunno. La manifestazione si aprirà a Milano il 25 settembre, mentre Firenze entrerà in scena il 2 ottobre per i quarti di finale, prima di ospitare le finali dal nono al dodicesimo posto. Intanto, al Mandela Forum si è già svolto il “referee clinic” (prove generali dei segnapunti, giudici di linea, portabandiera, asciugatori, raccattapalle e speaker) con la simulazione di una partita che ha visto l’Olimpia Poliri nelle vesti dell’Italia e la Ruini in quello degli Usa. Firenze si è così aggiudicata un bel 30 e lode dal capo della commissione tecnica internazionale, Thomas Charles Blue, che ha commentato: “Firenze è la città meglio preparata fino a questo momento”. Felicità per le parole di Blue e soddisfazione tra i dirigenti della pallavolo toscana, sempre pronti in occasione dei grandi eventi. Tra le altre cose, è da ricordare che il 18 giugno a Montecatini e il 20 giugno a Firenze la pallavolo maschile sarà nuovamente protagonista con la doppia tappa di World League Italia-Serbia. Tutti sintomi di un movimento in crescita, in una città che ha fame di pallavolo. “Sì, è così - commenta Elio Sità, presidente della Fipav regionale - abbiamo avuto ancora un incremento di iscritti nella pallavolo femminile e, nonostante una

sport

Giugno 2010

vimento toscano si può collocare tranquillamente tra i primi cinque in Italia. Ci sono molte realtà che stanno facendo bene a livello giovanile, e la dimostrazione è la prova che le finali nazionali dell’Under 16 maschile si svolgeranno in Toscana. C’è però da aggiungere che, secondo alcune voci, il Rifredi 2000 navigherebbe in cattive acque. Dopo il miracolo sportivo di questa stagione (una B1 da protagonista) sarebbe una perdita incomprensibile la non iscrizione al campionato 2010/11 della prima squadra. Questa “voragine” aprirebbe la necessità di ripartire da zero.

PODISMO. Sabato 19 giugno torna la Notturna

Tutti di corsa per San giovanni

P

roseguono le gare classiche di podismo a Firenze. Sabato 19 giugno l’appuntamento è con la Notturna di San Giovanni, una delle corse più antiche d’Europa, giunta alla 71° edizione. Come di consueto, alla gara agonistica sul classico percorso di 10 km nel centro storico sarà affiancata una family walking non competitiva di 4 km, entrambe con partenza (alle 21) e arrivo in piazza Duomo. Nell’albo d’oro della manifestazione, organizzata dalla Società di San Giovanni Battista e dalla Firenze Marathon, in collaborazione con l’Assessorato allo Sport, e inserita nell’ambito dei festeggiamenti del Santo Patrono della città, spiccano i nomi di campioni come Franco Fava e Gelindo Bordin, e molti stranieri illustri. In campo femminile, accanto all’indimenticabile partecipazione di Rosa Mota, spiccano gli /Sim.Spa. otto successi di Gloria Marconi e quello di Rosalba Console.


sport

41

PAllAcANeSTRO/1. La grande occasione è la creazione della Lega 3. E la città ha le carte in regola

Firenze (ri)apre le porte al grande basket Lorenzo Mossani

La riforma dei campionati cosa potrebbe rappresentare per Firenze? Una grande occasione. La riforma dei campionati è una grande occasione che dovremo sfruttare tutti insieme: come società sportive insieme all’attuale amministrazione comunale, la quale mostra grande attenzione al rilancio del basket cittadino. Presidente, tornando indietro, ha qualche rimpianto? Nessuno. Abbiamo creato un gruppo di ragazzi che hanno dato l’anima in campo, lottando fino all’ultima giornata per i play-off. Certo averli sfiorati lascia un po’ di amaro in bocca, ma è stata una scommessa vinta e una base per il futuro. Com’è il livello della Serie B Dilettanti? Ottimo. Si vede un gioco grintoso, rapido, aggressivo. Dove si collocherebbe, come livello agonistico, la Lega 3? Immediatamente sotto alla Lega Due. Quindi il salto da fare è alto, ma nel basket non abbiamo paura di saltare in alto: ci faremo trovare pronti. Dalle parole del presidente Luca Borsetti emerge un grande entusiasmo, come in quelle dell’assessore Dario Nardella: “Deve essere rilanciato il basket a Firenze”. Sembra che l’attesa, per gli appassionati di pallacanestro, per rivedere nella nostra città un gioco di alto livello stia per finire. Inizia ufficialmente il countdown.

I

l grande basket è nuovamente pronto a sbarcare a Firenze. Come? Semplice, con la creazione della Lega 3 italiana a partire dal 2011. E la nostra città ha tutte le carte in regola per sfruttare questa occasione. I requisiti? Avere una società di riferimento, un impianto adeguato e l’impegno delle istituzioni. Le risposte sono la Nuova Pallacanestro Firenze, il Mandela Forum, le parole di Dario Nardella, assessore allo Sport. La ciliegina sarebbe l’impegno degli imprenditori fiorentini e di tutta la città: un treno che non può esser lasciato scappare. Per recuperare le grandi piazze la pallacanestro offre un assist, e Firenze lo deve schiacciare a canestro. Per avvicinarsi a sfruttare questa occasione Luca Borsetti, presidente della Nuova pallacanestro Firenze, sta già lavorando al futuro. Luca, come vi muoverete nella prossima stagione? Prima di tutto cercheremo di migliorare la stagione di quest’anno che per noi è stata ottima. Qualcuno ci dava per spacciati, invece abbiamo sfiorato i play-off. In che modo cercherete di migliorarvi? Con la conferma di buona parte della squadra, contemporaneamente con gli innesti giusti per essere ancor più competitivi: credo che il roster sarà completato con tre nuovi giocatori. Pensate già all’eventuale Lega 3? Certo, dobbiamo essere pronti al grande rilancio del basket. Per questo guardiamo con attenzione al giovanile (indispensabile l’utilizzo dei giovani per la stessa Lega 3, ndr), attraverso una sempre maggiore sinergia tra le squadre di Firenze. Il prodotto dei migliori vivai fiorentini può garantire tanta qualità.

PAllAcANeSTRO/2. Dopo 3 anni le ragazze scendono in B. Ma si spera nel ripescaggio

Intanto il Fotoamatore saluta la serie A2

S

iamo, comunque, orgogliosi di questa squadra. Il Fotoamatore ha concluso, purtroppo, il suo terzo campionato consecutivo di serie A2 femminile e il verdetto finale è stato spietato: retrocessione in serie B d’eccellenza. Riguardando a mente fredda il film del campionato, molti sono i rimpianti per la compagine fiorentina: solo per fare un esempio, sulle 20 sconfitte patite dal Fotoamatore nella regular season, in ben 12 casi il distacco dalla squadra vincente è stato minore o uguale a 8 punti, a dimostrazione che il valore tecnico delle ragazze gigliate non è stato inferiore a quello delle avversarie incontrate. Quello che forse è mancato è stato quel pizzico

RUGBY. Ottimo risultato per il Firenze 1931

Quinto posto, che bella meta

U

n quinto posto che sa di vittoria. Un quinto posto conquistato meta su meta, mischia su mischia. Un risultato superlativo al quale nessuno a inizio stagione avrebbe mai pensato. Il Firenze Rugby 1931 è riuscito a trasformare il proprio campionato in un magnifico cammino che l’ha portato tra le prime squadre della Seria A. Una vittoria figlia di un gruppo affiatato ed equilibrato che pone le basi su ragazzi esperti e giovani talenti provenienti dall’Under 20, su tutti Sebastian Rodwell e Francesco Menon. Sessantuno punti figli di dodici vittorie, un solo pareggio - tra l’altro indimenticabile perché maturato con la vincitrice del girone, la Mantovani Lazio, al Padovani - e dodici sconfitte, molte delle quali arrivate dopo vere e proprie battaglie sul rettangolo di gioco. Statisticamente in linea con la posizione di classifica la situazione dei punti fatti e di quelli subiti: una buona difesa che ha permesso di costruire molte azioni, finalizzate in maniera opportuna dagli attaccanti. Come afferma l’allenatore Ghelardi, “quello che voglio sottolineare è la grande annata che il Giunti Firenze 1931 ha saputo disputare, chiudendo al quinto posto, al di là di ogni

Il Firenze Rugby 1931

più rosea aspettativa. Abbiamo saputo giocare alla pari anche con le squadre più forti e i nostri risultati, il nostro orgoglio e anche il nostro bel gioco e le mete realizzate, lo hanno dimostrato domenica dopo domenica”. La sconfitta dell’ultima giornata, in casa contro il Mogliano, non ha turbato l’anima dei ragazzi che si sono lanciati a fine partita in grandi festeggiamenti al centro del campo, ricevendo molti applausi dagli spettatori sugli spalti. Per la società e la città questa è una gran bella soddisfazione che, speriamo, aiuti a continuare a far crescere ancora il movimento del /L.M. rugby a Firenze.

di spregiudicatezza e di cinismo sportivo che possono fare la differenza. Si chiude così un meraviglioso ciclo triennale, ma in casa Fotoamatore non si fanno drammi. Innanzitutto perché, nello spirito dell’educazione sportiva dei giovani che ha sempre contraddistinto la società, proprio dal settore giovanile sono arrivate grandi soddisfazioni (Under 19 e Under 17 ammesse alle fasi interregionali) e quindi il futuro ha prospettive rosee. Se a questo si aggiunge la possibilità, che in queste ultime ore sta diventando sempre più concreta, di un ripescaggio in serie A2 per la prossima stagione, si capisce immediatamente /L.M. come sia sereno l’ambiente.

Nuova apertura - vendita farmaci senza ricetta - omeopatia - fitoterapia - fitocosmetica - dermocosmetica - autoanalisi - erboristeria - alimentazione biologica 1117547

VIA MASACCIO 231/A FIRENZE - Tel.

055 580488


42

Inviaci le tue lettere a

redazione@ ilreporter.it

Lettere e segnalazioni: tutto su www.ilreporter.it Lettere, segnalazioni, proposte, ma anche veri e propri articoli scritti dai lettori. Tutto questo ed altro ancora sul portale www.ilreporter.it. Tutte le lettere che non trovano spazio in queste pagine saranno pubblicate sul sito. E poi spazio ai commenti e alle vostre opinioni

LE POSTE DI vIA CESALPINO E IL SERvIzIO TRASFERITO egregia redazione di reporter, desidero segnalare che dal 9 aprile 2010 il servizio per la consegna della corrispondenza (raccomandate, assicurate…) e dei pacchi non recapitati per assenza del destinatario è stato trasferito dall’ufficio postale 29 di via A. Cesalpino 3/A a Firenze novoli in via Gemignani. Per questo l’organizzazione che io rappresento, Sindacato Pensionati Italiani Spi-Cgil Lega Quartiere 5 ha avuto moltissime manifestazioni di protesta sia da parte dei nostri iscritti, sia dall’insieme dei pensionati e dai cittadini per il disagio arrecato per il raggiungimento di tale sede. Faccio presente che dalle zone Castello, Panche, Serpiolle, Careggi, rifredi, romito vittoria, via Gemignani è raggiungibile solamente o con mezzi propri (quindi incrementando il traffico e l’inquinamento) o con la linea 56 Ataf (con frequenza ogni 30 minuti) e quindi un costo in quanto occorrono due biglietti. Inoltre occorre un tempo smisurato per portare a termine l’operazione. ed ancora, si è incrementata notevolmente l’attesa al ritiro in quanto è l’unica zona atta alla consegna, su un quartiere di 105.000 abitanti, di cui oltre 27.000 persone con più di 65 anni. Credo che prima di trasferire un servizio sarebbe opportuno valutare le conseguenze che questo possa causare, soprattutto verso le persone più deboli. Grazie per l’attenzione, Il Segretario Spi-Cgil Lega Q5 Andrea Brunetti RASTRELLIERE PIENE DI ROTTAMI, “LA MIA SOLUzIONE”/1 egregio direttore, faccio seguito a quanto scritto a pagina 43 “ufficio reclami” a proposito delle rastrelliere stracolme di rottami di biciclette per suggerire al Capo della Polizia, visto che Lui non se ne vuole occupare nonostante le segnalazioni fatte a tutti i giornali di Firenze, come precedere: A - mettere uno scritto sulle rastrelliere che avvisi tutti i possessori delle biciclette

lettere

Giugno 2010

che a causa della pulizia della rastrelliera passato il giorno X tutte le biciclette verranno rimosse; B - passato il giorno X, la Polizia municipale, si fa imprestare dal Quadrifoglio l’ape che segue il carro dello svuotamento dei bidoni e con un solo vigile, ripeto un solo vigile, munito di un tronchese taglia le catene delle biciclette e le butta dentro l’ape sopra descritto, come vede, caro direttore, è una operazione semplicissima e per niente costosa, si impiega un solo vigile e un piccolo camioncino. e’ tutta questione di volontà. Grazie per quanto potrà fare. distinti saluti. Giancarlo RASTRELLIERE PIENE DI ROTTAMI, “LA MIA SOLUzIONE”/2 Ho letto la segnalazione del sig. Albano e concordo pienamente con lui, anzi, su questo argomento ho scritto al sindaco renzi. In aggiunta suggerivo di mettere la segnaletica attaccata alle facciate degli edifici in alto senza mettere i pali (si risparmierebbe nell’acquisto e si eviterebbe di vedere le bici allucchettate sui marciapiedi), del resto anche l’illuminazione pubblica e i cavi elettrici sono sulle facciate dei palazzi. Cordiali saluti. Teresa Avallone RASTRELLIERE PIENE DI ROTTAMI, “LA MIA SOLUzIONE”/3 egregio direttore, sono un cittadino di 57 anni nato e cresciuto in questa meravigliosa città. da sempre ho fatto uso della bici anche perché il territorio si presta molto per dimensioni e pendenza. Adesso però mi accorgo del disagio che tale mezzo crea se usato da persone poco accorte. Come già segnalato da tanti cittadini noto l’orrendo spettacolo offerto dalle rastrelliere invase da bici, per il 40% inutilizzabili, sovrammesse, mancanti di parti di esse, ma ancorate con grossi lucchetti in eterno. Se io fossi al posto di quei proprietari mi accingerei a buttare quei mezzi malridotti (riutilizzabili solo a fronte di spese esose). ma visto che ciò non avviene vorrei proporre qualcosa che possa essere di aiuto in tale senso. Basterebbe creare una disciplina semplice: un giorno al mese (o due mesi) si dedica alla pulizia e manutenzione delle rastrelliere e suo territorio, naturalmente mettendo un avviso scritto in modo chiaro sul cartello stesso che segnala il parcheggio delle biciclette. A quel punto alla data prescelta quelle presenti verranno rimosse. oltre alla miglioria visiva si acquisterebbe un sollievo per tutti coloro che usano questi mezzi quotidianamente, come me; e quando arrivano a parcheggiarli non sanno come fare per l’assenza di posto. Saluti, Marco Agnello vIA DELLA vILLA DEMIDOFF, “MANCANO I CASSONETTI DELL’UMIDO” Salve, sono Chiara e vivo nel quartiere 5, precisamente in una traversa di via villa demi-

doff, volevo segnalare che lungo questa via non è presente un cassonetto per la raccolta dell’umido, è presente in via di novoli all’altezza della ciminiera della vecchia Fiat. Segnalo questa cosa non tanto per me (ancora sono giovane e volenterosa sia nel fare la raccolta sia nel fare un bel po’ di strada a piedi per raggiungere il cassonetto) ma per le persone che in qualche modo hanno dei disagi a raggiungere via di novoli. vedo molte persone anziane che hanno il sacchetto dell’umido ma non vanno in via di novoli a buttarlo, lo buttano nell’indifferenziata, penso che se lo avessero più vicino ce lo butterebbero visto che lo fanno..... un saluto a tutta la redazione Chiara QUEL PROBLEMA ChIAMATO PICCIONI Io abito in via morandi 118 a Firenze e i piccioni mi stanno letteralmente negando il piacere di affacciarmi dalla mia terrazza, di stendere il bucato all’aria aperta, di aprire le finestre. Ho provato in vari modi ad allontanarli senza fargli del male, ma mi ritrovo a uscire sul terrazzo e dover scansare il guano che depositano giornalmente e tapparmi il naso perché sembra di entrare in un pollaio. Pulisco di continuo ma loro ritornano sempre. Per non parlare del sonno interrotto alle 5 del mattino perché tubano. Insomma non so più cosa fare e a sentire anche gli altri è un male comune. mi chiedo e vi chiedo, allora, ma non si può fare qualcosa in merito? Anche perché nel mio quartiere è pieno di piccioni che sporcano e inoltre portano anche malattie... vi ringrazio per lo sfogo e spero anche per i consigli che saprete darmi. Cordiali saluti Lettera firmata vIA DE SANCTIS E IL PARChEggIO SELvAggIO Spett. redazione de “Il reporter” attraverso il giornale vorrei sensibilizzare le persone che parcheggiano in modo selvaggio nelle strade commerciali. Abito in via de Sanctis e tutti i giorni, in orario di apertura dei negozi, sono costretta a subire il frequente suono di clacson di chi deve uscire da un regolare parcheggio e ritrova la macchia bloccata da chi non si preoccupa di parcheggiare regolarmente pagando il parcheggio. mi sono abituata, come molti dei residenti, a parcheggiare la macchina in modo sempre regolare, anche per 2 minuti, per scaricare la spesa, per non intoppare nella follia di chi, in un caso analogo, attaccherebbe a suonare senza il minimo rispetto di coloro che abitano nella zona. e questo costa spesso molto tempo, anche mezz’ora, quando va bene! Il forte inquinamento dell’aria nella zona, riscontrabile dal nero che troviamo sui vetri delle nostre case, è procurato anche dai residenti che sono costretti a fare mille giri dell’isolato per trovare posto al ritorno dal lavoro o dagli impegni quotidiani. due semplici domande: 1) Solo la presenza dei vigili (del resto rarissima) può dissuadere da comportamenti irrispettosi degli altri? e la coscienza civile?

2) A nessuno viene in mente di parcheggiare nel “chiocciolone” di piazza Alberti pagando una cifra non astronomica rispetto alle spese del sacrosanto shopping? Grazie per l’ospitalità, E. Ciardetti PS. Basta venire un giorno qualsiasi per constatare.... IL TRASPORTO PUBBLICO E IL FONDO STRADALE DI vIA DI SCANDICCI Carissima redazione, ho già scritto sull’argomento, com’era immaginabile, senza successo. Con il nuovo assetto del trasporto pubblico nel nostro quartiere speravamo che il fondo stradale di via di Scandicci venisse almeno un po’ rattoppato. Invece siamo in condizioni peggiori di prima; gli avvallamenti della carreggiata tra via Guardavia e via di Soffiano vengono però segnalati tanto che da un mesetto un cartello triangolare avverte che c’è una cunetta a significare che se qualcuno cade e si fa male, se l’è cercata. Il transito delle linee 26 e 6, ambedue con una frequenza di tutto rispetto, avviene spesso a senso unico alternato e non c’è neppure un semaforo a regolarlo. Tutto viene rimesso alla perizia, alla pazienza e al buon senso dei conducenti e anche degli altri utenti della strada. ma si può continuare così? e’ vero che il nostro rione è un bacino di voti considerevolmente inferiore a quello dell’Isolotto e dell’Argingrosso, ma credo che la sicurezza e la vivibilità vada tutelata nonostante tutto. mi permetto di suggerire al comandante del distaccamento dei vigili urbani dell’Isolotto, con sede a Legnaia, di far proseguire il pattugliamento, magari motomontato, oltre la strettoia del Bar Piero, verso Scandicci, in modo che gli agenti possano esperimentare “de visu”, ma mi verrebbe voglia di indicare un’altra parte anatomica più direttamente interessata dalle buche, le condizioni di viabilità. Grazie per l’attenzione: la prossima volta parleremo della strettoia del viale nenni prima della rotonda Coop. Con i migliori saluti Riccardo Tucci vIA DEI SERRAgLI E LO STATO DEL QUARTIERE Buongiorno, mi chiamo Pompeo d’Avenia e da circa 16 anni vivo in via dei Serragli. Amo il mio quartiere e ritengo che non sia più possibile tacere il suo stato di degrado. ormai, purtroppo, sta diventando terreno sempre più florido dello spaccio di droga da parte di un folto gruppo di magrebini che negli ultimi mesi hanno fatto base all’angolo con via Sant’Agostino. La cosa, oltre a creare imbarazzo ai commercianti, diventa di non facile gestione da parte di chi come me ci vive con i propri figli. diventa, come ben lei capirà, difficile rispondere alle domande dei miei figli che mi chiedono perché nessuno interviene a bloccare questo ignobile commercio di sostanze stupefacenti. oltretutto negli ultimi tempi ci troviamo costretti a cambiare marciapiede (per arrivare nella ns casa) in quanto siamo circondati da orde


lettere

43

invia la tua segnalazione alla nostra redazione redazione@ilreporter.it IL “CASO” DI vIA DE’ FEDERIghI E LA RIQUALIFICAzIONE DEL CENTRO STORICO Gentile redazione, volevo segnalare la situazione di degrado di via dei Federighi, specialmente nel breve tratto da via dei Palchetti a piazza S. Pancrazio. nel tratto suddetto ci sarebbe divieto di sosta 0-24, ma: - tutti ci parcheggiano, specialmente scooter, così che anche l’ingresso in casa è problematico data la strettezza del marciapiede; - la pulizia della strada non viene praticamente mai fatta con le ovvie conseguenze che questo comporta (lattine, bottiglie, sacchetti della spazzatura abbandonati, prodotti canini...). In parole povere è un vero schifo. La cosa strana è che la Polizia municipale non passa mai siamo ancora nel Comune di Firenze oppure siamo stati oggetto di qualche privatizzazione occulta? - e giuro che alcuni agenti da me interpellati in materia, cioè sul loro non passaggio almeno per le dovute multe, mi hanno risposto che sì è vero, però... è una zona particolare... cioè chiedo io, e loro: deve chiamare per segnalare poiché siamo in pochi... la pattuglia... il centro... Cioè io tutte le mattine dovrei chiamare il Pronto Intervento dei vigili urbani per segnalare che ci sono mezzi in divieto di sosta 0-24 che impediscono la regolare pulizia della strada? In via dei Federighi!!! e’ ovviamente un caso privato si dirà! Con tutti i problemi che ci sono... Penso che partendo dalla risoluzione di piccole cose si possa arrivare alla tanto declamata riqualificazione del Centro Storico e non solo. Quello da me esposto è un caso “condominiale”, ma comune a tanti altri in città (es. la zona pedonale di Borgo Pinti puntualmente ignorata da moto e scooter) e che sommati insieme formano il famoso degrado, che non si combatte con concertini o a botte di notti Bianche, ma con interventi puntuali e costanti sul territorio, così da non perdere il contatto con esso. nel mio (nostro) caso con multe quotidiane per divieto di sosta e con la pulizia (anche ogni tanto) della strada. Interventi abbastanza semplici mi pare. magari la zona, oltre che particolare, sarebbe anche un po’ più pulita, con vantaggio per tutti, dai residenti ai commercianti, dai ristoratori ai bottegai e soprattutto per i turisti, risorsa non trascurabile per questo lembo particolare (e particolarmente zozzo) di città. Grazie, Enrico

Caro Enrico, sono assolutamente d’accordo con lei sul fatto che la riqualificazione del centro storico, tanto declamata quanto – in molte zone – necessaria, si raggiunga proprio partendo dalle piccole cose. Lei ha fatto l’esempio della strada in cui vive, ma è sufficiente una breve passeggiata nel cuore della città per rendersi conto di come – per un motivo o per l’altro – siano molte le zone che necessiterebbero quantomeno di una maggiore pulizia. Certo, c’è da dire che, pur con tutta la buona volontà del caso, non è facile – per non dire materialmente impossibile – per la polizia municipale essere ovunque contemporaneamente, perché – purtroppo – di “vie de’ Federighi”, ovvero di strade che avrebbero bisogno di più controlli e manutenzione, ce ne sono molte in città. Ma è altrettanto vero che non deve in nessun modo passare l’idea che certe vie – e soprattutto certe vie, magari quelle più strette e interne, del centro – siano terra di nessuno, da utilizzare come pattumiere all’aria aperta, come “depositi” per quello che non serve più o come perenni parcheggi. Per questo motivo, penso che sia importante, da parte di chi di dovere, controllare – seppur con i tempi e le modalità che le risorse a disposizione, spesso poche, rendono possibili – tutte le strade, partendo da quelle per cui i cittadini ne fanno richiesta. Non deve essere dimenticato, però, che alla base di tutto sta il comportamento di ognuno di noi, dei fiorentini così come dei turisti, i primi a dover stare attenti alle “piccole cose” e rispettare la città e chi la vive: non dovrebbe essere una multa a convincerci a non parcheggiare in un posto dove c’è divieto di sosta, o a non gettare in strada i rifiuti, o ancora a pulire il marciapiede dai bisogni del proprio cane. Ma dato che purtroppo – spesso – non è così, allora ben vengano i controlli più puntuali e frequenti possibili. Concludo aggiungendo una cosa: se è vero che il nostro centro può rinascere partendo dalla risoluzione delle “piccole cose”, penso sia altrettanto vero che qualche “grande cosa”, ogni tanto, non guasti. Anzi. Mi riferisco alle Notti Bianche, così come a tutte quelle manifestazioni e iniziative che sappiano riaccendere, seppur per poche ore, la luce sul cuore di Firenze. Perché penso che queste “grandi cose” siano in grado di far capire chiaramente, mostrandolo in tutta la sua potenziale bellezza, che valga davvero la pena investire sul centro di Firenze, valga la pena viverlo, valga la pena difenderlo. E questo è molto importante. Matteo Francini

di personaggi alquanto inquietanti. non capisco perché io non abbia il diritto di vivere in un quartiere tutelato dalle forze dell’ordine e che non sia sempre un quartiere di serie inferiore dove tutto viene concesso. Cordiali Saluti Pompeo D’Avenia “L’ESPERIENzA DEL DISABILE E LA BUROCRAzIA” L’esperienza dell’iter burocratico folle de-

scritta nella lettera inviata da un disabile che utilizza la carrozzina della ASL mi ha molto colpita anche perché corrisponde perfettamente alla sensazione di rabbiasmarrimento-rivolta che provo io, cittadina italiana che ha vissuto in Francia fino al settembre 2009. Sono allibita e disgustata di fronte a questa burocrazia senza senso che rende incredibilmente lunga ogni cosa. Per curarci senza pagare cifre folli dai privati, dobbiamo girare a vuoto come trottole e munirci di tanta santa

pazienza. Chi ha sempre vissuto in Italia ed incappa in queste inutili balletti pretesi dal sistema pubblico, reagisce ma, in fondo, arriva ad accettarlo:si è abituato ai disservizi e pensa che altrove sia quasi uguale. no! ripeto no, abitare in Francia ed abitare in Italia è come il giorno e la notte, perdonatemi, ma qui è incivile far perdere ad un disabile due mesi per cambiare le pile alla carrozzina.. è dovuto passare anche dal medico di base per farsi fare la richiesta(!!). Questo vale anche per una persona sofferente che deve anche attendere 6 mesi o più per una visita specialistica: tutto questo tempo a discapito della nostra salute. Poi leggo le statistiche che dicono che il cittadino italiano non è poi così insoddisfatto del sistema sanitario e dell’iter burocratico. Allora ne deduco, che chi vive da anni ed accetta che la ASL li faccia girare come trottole per cambiare delle pile, che accetta ospedali vecchi decrepiti, che accetta di aspettare mesi per un appuntamento specialistico ... beh, un po’ se lo merita questo disservizio. Scrivete altre lettere di lamentele a reporter, costituiamo un comitato di protesta, facciamo qualche cosa; io aderisco subito perché ho intenzione di vivere in Italia ma non sono d’accordo di subire questi soprusi, sono stata abituata ad altro in questi anni vissuti a nord- ovest della Francia, sono abituata al rispetto da parte delle istituzioni! Grazie per lo sfogo nella speranza che non sia sterile! noTA: Ho preso appuntamento per la chirurgia della mano verso la fine di settembre del 2009, l’ho avuto per giugno 2010!!! non potendone più per la sofferenza, ho preso appuntamento con uno specialista privato. Bene arrivata in Italia! Cordialmente, Lettera firmata A PROPOSITO DI vIA NAPOLEONE Caro concittadino, la strada ha ricevuto il nome di un uomo che nel primo dopoguerra era considerato un italiano, discendente di emigrati in Corsica. A parte la battuta, nel 2008 ricorreva il bicentenario dell’annessione della Toscana (all’epoca regno d’etruria ) all’Impero Francese. A scuola forse oggi non lo accennano neppure, ma la breve amministrazione franco-toscana modernizzò la struttura statale in maniera incisiva. Basti pensare alla creazione di un Catasto (non solo cabrei), l’Anagrafe civile, la Borsa, il Tribunale del Commercio, il Codice Civile, nel quale tutti, religiosi, nobili, membri dell’ordine di Santo Stefano, ebrei e comuni cittadini, furono considerati uguali davanti alla legge, la numerazione civica delle strade, l’obbligatorietà della vaccinazione contro il vaiolo (all’epoca un nato su sette moriva di vaiolo), l’istituzione del monte di pietà, ecc.. Il debito pubblico nel 1808 era 10 volte il PIL annuale, con debiti anche ad interesse del 50%. Il problema fu risolto in pochi mesi con la confisca dei beni degli ordini religiosi (esclusi quelli di utilità pubblica, come gli Scolopi o la Suore di S.maria nuova) e dei beni comuni dell’ordine di S.Stefano. La leva, la prima effettuata in Toscana, portò più di 20.000 giovani a combattere in tutta europa a fianco di altri italiani e se dob-

biamo rimpiangere le tante vite stroncate e le atrocità di ogni guerra, dobbiamo ricordare che furono anche i reduci della Grande Armèe a mantenere viva fino al 1848 l’idea di una Italia unita ed a comandare i toscani a Curtatone e montanara. Sarebbe lungo e difficile parlare delle opere d’arte, ma, a parte le giustificazioni ideologiche, viene a proposito un proverbio sardo: chi pecora si fa, lupo la mangia! L’anniversario non è stato ricordato da nessuna istituzione pubblica e solo l’Assessorato allo Sport e Cultura (Giani) ha contribuito in parte alla pubblicazione di un volume: Partire, Partirò... ed alla denominazione di una strada. Paolo Coturri “AL gALLUzzO AUTO PARChEggIATE OvUNQUE” Spettabile redazione, volevo far presente la situazione che viviamo qui al Galluzzo; da molto tempo la gente totalmente menefreghista e incivile parcheggia le proprie auto nei posti soggetti a divieto, in piazza, nonostante ci sia una catena, e intorno alla piazza parcheggiando a lisca di pesce, della serie con la 500 prendo tre posti che me ne frega di te che cerchi parcheggio. Cosa che se io vengo in centro e passo venti volte sotto una telecamera non avendo il telepass puntualmente mi arriverebbero le multe. Basta dare un occhiata in via del Podestà lato destro partendo da piazza Acciaioli in direzione cimitero fino alla salita, strada che faccio tutti i giorni e puntualmente devo litigare con le auto che mi vengono di fronte perché, come dicevo prima, devo fare lo slalom tra le auto parcheggiate, e in via Gherardo Silvani, lato destro, andando verso il semaforo all’altezza della mesticheria fino alla banca. Faccio presente che abbiamo un comando dei vigili in piazza ma poverini tra il freddo, il caldo, l’ acqua... meglio starsene rinchiusi dentro. un mesetto fa di sabato mattina, giorno clou che se non si sta attenti ti metterebbero le macchine in casa, sempre all’altezza della ferramenta, c’erano due ambulanze letteralmente parcheggiate in mezzo alla strada perché erano venute a soccorrere una persona anziana in casa: lascio immaginare il casino che c’era, i vigili naturalmente erano dentro al comando a fare non si sa che. Il tutto è documentabile, basta venire qui specialmente il sabato mattina. La prego di pubblicare il mio sfogo e, se può, venire a fare delle foto e pubblicarle, e spero che qui le cose cambino ma ci credo poco, molto più probabile incontrare 30 volte il giorno i marziani che un vigile a tenere l’ordine. La ringrazio anticipatamente SEgNALIAMO ChE... “I BURATTINI DI BORgO”, LA CURATRICE È gIOvANNA FAINI nell’articolo pubblicato sul numero di maggio e intitolato “I burattini di Borgo sbarcano a Budrio” va un riferimento importante, oltre che ai già citati del gruppo “La Caldana”, anche alla curatrice del progetto, la signora Giovanna Faini.


segnalazioni a redazione@ilreporter.it

Concerti cecilia chailly 8 giugno Teatro comunale

Cecilia Chailly è nata e vive a Milano. A diciassette anni è prima arpa della Scala; intraprende un’intensa attività concertistica e collabora, fra gli altri, con il gruppo dei Neoromantici, con importanti gruppi di musica da camera e con John Cage. Si dedica inoltre ad una ricerca che l’avvicina agli altri generi musicali, diventando la pioniera dell’arpa elettrica. Collabora, fra gli altri, con Mina (Ridi pagliaccio PDU 1988), Ludovico Einaudi (Stanze BMG - Ricordi 1992),Fabrizio De Andrè (Anime salve Bmg 1996), Teresa De Sio (Primo viene l’amore Cgd ’97) Andrea Bocelli(Sogno Sugar 1999), Giorgio Conte (Eccomi qua Polydor ’99), Lucio Dalla, Cristiano De André, Giorgio Faletti,Planet Funk (The Illogical Consequence - EMI 2005),Ron (Ma quando dici amore - Sony BMG 2006). Dalla-De Gregori 30 giugno Piazza Santa croce Il 2010 Work in progress Tour di Dalla e De Gregori dopo i concerti teatrali gia’ programmati a Milano e Roma nel mese di maggio, aprirà

la sua fase estiva a Firenze in piazza Santa Croce il 30 giugno. A seguire numerosi concerti nelle più belle città italiane e nei più importanti festival europei, avanti fino alla metà di settembre, per un numero complessivo di oltre 30 date. Per i concerti di Milano e Roma, oltre alla band che già ha accompagnato i due musicisti nello spettacolo andato in onda su Raidue il 22 marzo, si aggiungerà il Nu-Ork quintet, quintetto d’archi diretto da Beppe D’Onghia. La scenografia del tour e’ firmata da Mimmo Paladino. Dalla e De Gregori continuano a lavorare al loro work in progress nello spirito che già aveva contraddistinto la serata semiclandestina di Nonantola del 22 gennaio, dove davanti a 1500 persone i due hanno gettato le basi di quello che si avvia a diventare l’evento musicale dell’anno. Diana Winter Da 17 al 19 giugno luoghi vari Diana Winter, giovane cantautrice fiorentina (25 anni e un disco all’attivo, “Escapizm”), reduce da un tour con Giorgia e concerti all’estero celebra il suo ritorno a casa con tre serate a Firenze dal titolo “Home Sweet Home 2010- back to Florence”. Tre date in rapida successione in cui si esibirà in un set elettro-acustico con brani dall’album di debutto e classici del Soul/Funk. Si comincia il 17 di giugno con una serata all’ “Opera e Gusto” (ore 21, via della Scala 17 rosso). Il giorno successivo sarà invece all’ “Unplugged Music Club” (ore

22, via dè Saponai 14 rosso). La mini tournèe fiorentina si chiuderà il giorno dopo ancora, 19 giugno, con una maxi serata alla Casa della Creatività (ore 22, chiostro Santa Maria Maggiore, vicolo di Santa Maria Maggiore 1). Ingresso libero. Info: www. dianawinter.co.uk. Le mostre Virtù d’amore 8 giugno -1 novembre Galleria dell’Accademia La camera è il fulcro della casa nel Rinascimento: è il luogo più intimo e protetto, dove si consuma il matrimonio, si partorisce, si muore. Sono soprattutto le spalliere, come il cosiddetto Cassone Adimari della Galleria dell’Accademia - da cui prende avvio la mostra - e i fronti istoriati dei cassoni a offrire straordinarie testimonianze sulla casa fiorentina rinascimentale, sulla moda preziosa, sulla celebrazione delle feste, sulla ritualità che accompagnava il matrimonio, dal fidanzamento all’ingresso della sposa nella casa del marito Pregio e bellezza fino al 27 giugno Museo degli argenti Il collezionismo di gemme costituì uno degli aspetti più affascinanti del processo di riscoperta dell’antico che caratterizzò il Rinascimento. A partire dalla prima metà del XV secolo cammei e intagli furono ricercati con fervore da papi, principi e cardinali, scatenando in alcuni casi aspri conflitti tra estimatori, pronti a spendere cifre molto

Il lIBRO

Il risorgimento in un volume la storia a portata di pagina U

na Firenze ne offusca un’altra. Accade questo per la Firenze del Risorgimento, completamente oscurata dai fasti e le straordinarie novità del Rinascimento. Per fare da viatico alla scoperta di una Florentia che ama celebrare i suoi momenti di patriottismo ottocentesco (che a guardar bene sono numerosi e nemmeno così tanto sommessi), Silvestra Bietoletti e Adalberto Scarlino hanno realizzato il volume (già alla seconda ristampa) intitolato “Firenze. Percorsi Rinascimentali”, edito da Lucio Pugliese (14 euro). E l’edizione 2010 è azzeccata anche per la prossimità con le celebrazioni per il 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia, che si festeggia l’anno prossimo. “Una serena riflessione

sul periodo risorgimentale - si legge nella presentazione del libro di Francesco Giubilei - e post risorgimentale potrebbe essere di estremo interesse anche per le scelte sul futuro di Firenze”. Una cartina, tante fotografie e un percorso che si snoda dalle piazze meno conosciute della città del giglio agli angoli più noti ma non per questo abbastanza valorizzati, fino ad arrivare ai tragitti che è facile trovare nei paesi e nelle frazioni sulle colline circostanti il capoluogo toscano. Iscrizioni, monumenti, cippi e targhe la fanno da padroni, ma non mancano veri e propri monumenti che ricordano i momenti salienti di un periodo importantissimo della storia d’Italia e di quella della città di Firenze.

elevate pur di aggiudicarsi il pezzo desiderato. Le ragioni di questo successo furono molteplici. Innanzitutto l’arte di incidere le gemme richiedeva l’impiego di materiali rari e molto costosi, nonché l’apporto di maestri dotati di straordinarie capacità tecniche, dato che anche il più piccolo errore, di fatto irreversibile, poteva vanificare mesi, se non addirittura anni, di duro lavoro. As soon as possible fino al 18 luglio cccS Strozzina L’esposizione affronta la tematica della cosiddetta high speed society, l’attuale modello di vita caratterizzato dalla rapidità di comunicazione e produzione dettata dalle possibilità delle nuove tecnologie. Le opere di dieci artisti contemporanei, selezionate per le diverse modalità di affrontare i temi del tempo, della velocità, dell’accelerazione o di una reazione contraria a tutto ciò, forniscono agli spettatori forti esperienze che mettono in evidenza le contraddizioni della nostra società iperveloce L’iniziativa Girl Geek Dinner 12 Giugno fnac, centro commerciale I Gigli campi Bisenzio Arriva a Firenze la prima Girl Geek Dinner Toscana - evento che riunisce una nutrita comunità virtuale al femminile - e si terrà sabato 12 giugno nell’auditorium della nuova Fnac di Firenze, recentemente inaugurata

presso il centro commerciale I Gigli a Campi Bisenzio. L’evento vede come sponsor il giovane brand fiorentino Colorised, che metterà in palio una t-shirt per le partecipanti. Inoltre shopper, gadget e cinture a marchio Colorised.

I Festival l’estate al Bargello fino al 30 luglio Museo del Bargello Con la buona stagione tornano le iniziative di spettacolo nel cortile del Museo Nazionale del Bargello: un’esperienza iniziata nel 2003 con l’allestimento di Mandragola e portata avanti con costanza dal Museo del Bargello e da ETI/Teatro della Pergola, con il coinvolgimento della Soprintendenza del Polo museale fiorentino e di nuovi soggetti. Proprio questo progressivo coinvolgimento ha convinto nel 2010 a tentare una strada nuova, che portasse alla costruzione di un vero e proprio cartellone, di un’offerta integrata multidisciplinare che non tradisse lo spirito originario di questa esperienza, sempre teso alla ricerca di un legame tematico-artistico tra la materialità del Museo e gli eventi ospitati. A giugno la compagnia in lingua inglese Florence English Speaking Theatrical Artists, reinterpreta il Dracula di Bram Stocker

e il maestro Giuseppe Lanzetta dirigerà l’Orchestra da Camera Fiorentina. concerto di chiusura del Maggio Musicale fiorentino 22 giugno Piazza della Signoria Il tradizionale concerto di chiusura sarà diretto quest’anno da Kurt Masur: sui leggii la Nona Sinfonia di Ludwig van Beethoven, per concludere con il celebre Inno alla gioia sui versi di fraternità universale di Schiller l’edizione numero 73 del più antico, ma sempre nuovo Festival musicale italiano. Muv festival fino al 6 giugno Anfiteatro delle cascine La sesta edizione di Muv festival Paesaggi Digitali / Digital Landscape si svolge dal 1 al 6 giugno 2010 presso l’Anfiteatro delle Cascine di Firenze. L’evento propone quest’anno un’interessante riflessione sui nuovi orizzonti della sperimentazione digitale e sulle modalità di percezione della realtà che ci circonda attraverso le nuove tecnologie. Ad una ricca selezione di ospiti nazionali ed internazionali, che andranno ad animare l’Anfiteatro delle Cascine dal 1 al 6 giugno, Muv festival affianca una sezione formativa senza precedenti, nel quale trovano spazio, oltre ai tradizionali workshop legati alle nuove frontiere della sperimentazione digitale, dei veri e propri laboratori di produzione audiovisiva.


annunci immobilari

45

un aiuto prezioso a casa tua

le migliori offerte immobiliari: residenziali, commerciali, stagionali FIRENZE

SAN IACOPINO PRESSI, in interno tranquillo e silenzioso, monolocale mq.32 con ingresso indipendente e resede mq.15, composto da vano giorno/notte, oltre a cucinotto indipendente, ripostiglio e servizio. Ottime condizioni. Rif. La221 € 165.000,00 ☎055 413177

MUGELLO

IL NUOVO COMPLESSO Composto da 10 appartamenti e 10 box auto, sorge a 50 metri dalla Piazza del Galluzzo. Gli appartamenti, pur essendo in zona centrale, sono molto silenziosi. La struttura, interamente antisismica, è stata realizzata in modo tale da ridurre al minimo lo scambio termico tra la temperatura interna e quella esterna. Disponibili ultimi 2 bilocali ed un appartamento di mq. 93. Nostra pubblicità e piantine all’interno della rivista

1085216

☎ 055 697790 - 335 382078

BAGNO A RIPOLI COLLINA Delizioso appartamento con ingresso indipendente di mq. 50 composto da soggiorno con angolo cottura, vano guardaroba con finestra, bagno al piano terra e camera marimoniale al piano primo. Finemente ristrutturato. € 220.000,00 Ag. Imm. Bianchi e Grappolini ☎055 630656 - 055 631781 BAGNO A RIPOLI Sorgane, delizioso monolocale di mq. 42 in strada interna, finemente ristrutturato. Posto auto coperto asseganto. € 165.000,00 Ag. Imm. Bianchi e Grappolini ☎055 630656 - 055 631781 BOLOGNESE, 25 minuti da firenze, appartamento nuova costruzione, con ingresso indipendente, composto da soggiorno con angolo cottura, bagno e camera matrimoniale in mansarda. Ampia terrazza, termosingolo, impianto allarme, antenna satellitare. Fermata treno e bus a 50m. No provvigioni. Da 138.000 € (rif. Campc14) www.dellacasaweb.it ☎349 7162605 BORGO PINTI in ottimo contesto in piccola palazzina disponiamo di mono e bilocali in fase di ultimazione composto da: ingresso soggiorno cucinotto finestrato camera matrimoniale servizio ottime rifiniture prezzi a partire da € 210.000,00 ☎055 0515231 CAMPO DI MARTE in ediicio di nuova costruzione delizioso bilocale composto da soggiorno con zona cottura, camera matrimoniale, bagno e corte esclusiva. € 205.000,00 Ag. Imm. Bianchi e Grappolini ☎055 630656 - 055 631781 COVERCIANO bilocale composto da ingresso, soggiorno con angolo cottura, camera matrimoniale, bagno, ripostiglio e balcone. Piano quarto senza ascensore. Ristrutturato. € 180.000,00 Ag. Imm. Bianchi e Grappolini ☎055 630656 - 055 631781 GALLUZZO Via Senese 212/b - Moderno bilocale di nuova realizzazione con terrazza abitabile e cantina. Disponibilità acquisto anche di box auto automatizzati, finiture di elevato livello, vendita diretta dal costruttore, spese notarili di acquisto a Nostro carico richiesta € 270.000,00. Appartamento F, planimetria sul Nostro sito. www.cgfguarducci.it info@cgfguarducci.it ☎335 382078 - 333 6971162 GALLUZZO Via Senese 212/b - Moderno bilocale di nuova realizzazione. Disponibilità acquisto anche di box auto automatizzati, finiture di elevato livello, vendita diretta dal costruttore, spese notarili di acquisto a Nostro carico richiesta € 250.000,00. Appartamento B, planimetria sul Nostro sito. www.cgfguarducci.it info@cgfguarducci.it ☎335 382078 - 333 6971162 GAVINANA Monolocale C2 indipendente in contesto silenzioso e riservato, perfettamente ristrutturato e con arredi nuovi. Travi a vista e resede privata. Bel bagno finetrato. Ottimo per investimento e per persona singola. € 110.000,00 trattabili ☎055 6810882 - 393 9597165 MONO E BILOCALI disponiamo di numerosi monolocali e bilocali in corso di completa e perfetta ristrutturazione nelle zone di novoli e isolotto. Ottimi anche per investimento. Maggiori informazioni in studio. Prezzi a partire da 140.000 euro ☎055 6810882 - 340 1398519 NOVOLI in interno tranquillo e silenzioso, appartamento bilocale di recente ristrutturazione, piano alto con ascensore, composto da ingresso, soggiorno con angolo cottura, camera con terrazzo e servizio finestrato. Rif. La200 € 170.000 ☎055 413177 PONTE DI MEZZO PRESSI appartamento bilocale al 2º piano senza ascensore composto da ingresso, soggiorno con angolo cottura, camera, servizio, terrazza e cantina. Ristrutturato, ottimo per investimento. Rif. La802 € 180.000,00 trattabili ☎055 413177 PUCCINI Pressi bilocale seminterrato con piacevole giardino privato ingresso cucina camera servizio termosingolo € 195.000,00 Rif. 204 / 72 Beninvest Agenzia 4 www.beninvest.it ☎055 7131728

BARBERINO DI MUGELLO In perfetto stile toscano appartamento posto al piano secondo ed ultimo di una piccola palazzina composto da ingresso soggiorno-cucina , ampia camera matrimoniale con possibilità di soppalco. Ripostiglio, bagno,termo singolo. Rif.ra/1 € 125.000,00 ☎055 8416555 - 335 7799954 BORGO SAN LORENZO nuovo centro residenziale immerso nel verde a pochi passi dal centro, appartamenti da mq 40, costruiti con moderne tecnologie e i migliori standard di progettazione, massima cura nei dettagli costruttivi e in classe energetica a con consumi ridotti fino al 70%. A partire da 137.000 € no provvigioni. (rif. Rim4g) www.dellacasaweb.it ☎055 8458055 - 328 6669169 BORGO SAN LORENZO paese vendesi appartamento di recente costruzione, piano terra composto da ampia zona giorno, camera, servizio, giardino, garage. Ottimo stato. Completamente ammobiliato. Richiesti € 195.000 AV1100 Studio M Immobiliare ☎055 8494199 - 366 3176811 BORGO SAN LORENZO vendesi monolocale in colonica di circa 30 mq. con servizio, giardino e posto auto. Arredato. Entrata indipendente. Occupato da inquilino. Ottimo per investimento. Richiesti € 125.000 AV2879 Studio M Immobiliare ☎055 8494199 - 366 3176811 BORGO SAN LORENZO vendesi secondo piano appartamento composto da ingresso, cucina arredata, camera, servizio finestrato. Termosingolo. Richiesti € 120.000 AV1560 Studio M Immobiliare ☎055 8494199 - 366 3176811

VALDARNO FAELLA Terratetto con ingresso indipendente finemente ristrutturato e arredato, composto da soggiorno cucina e ripostiglio a piano terreno e disimpegno camera da letto e bagno in muratura al piano primo.Sottoscala esterno di uso esclusivo. € 135.000 ☎348 3326628

3 VANI FIRENZE A OLTRARNO - CALDAIE , pressi, luminoso e delizioso appartamento ristrutturato. Piano secondo in piccola palazzina. Ingresso con finestra, soggiorno - pranzo con cucina aperta e comunicante e 2 finestre, 1 matrimoniale con delizioso balconcino, 1 singola, bagno con vasca. Termosingolo, pavimenti cotto e parquet, travi a vista. Molto grazioso euro285.000,00 immobiliare burgassi s.n.c. 055-220090-223151 € 285,00 Immobiliare Burgassi s.n.c. ☎055 220090 A PISANA - SOFFIANO interno molto tranquillo, luminoso appartamento 70mq. Da ristrutturare, 3 ampi vani oltre bagno con finestra, primo piano luminoso. Euro195.000,00. Stessa palazzina, piano 2º 61mq. Euro175.000,00. Possibilità di ristrutturazione immobiliare burgassi s.n.c. 055-220090-223151 € 195,00 Immobiliare Burgassi s.n.c. ☎055 220090

ANTELLA in zona centrale, delizioso appartamento finemente ristrutturato con ingresso indipendente, composto da soggiorno con zona cottura, camera matrimoniale, cameretta, bagno, ripostiglio e corte esclusiva. € 260.000,00 Ag. Imm. Bianchi e Grappolini ☎055 630656 - 055 631781 BAGNO A RIPOLI appartamento composto da tre vani oltre ingresso e bagno. Da ristrutturare. € 160.000,00 Ag. Imm. Bianchi e Grappolini ☎055 630656 - 055 631781 BORGHINI PRESSI In strada privata in terratetto doppia esposizione con affacci nel verde finemente ristrutturato composto da soggiorno con cucina a vista camera matrimoniale studiolo in mansarda ripostiglio servizio finestrato balconi cantina e possibilità posto ☎055 0515231 auto € 270.000,00 trattabili BORGO PINTI ottimo ampio 3 vani luminoso in piccola palazzina fine 600 travi a vista ingresso soggiorno cucina 2 camere servizio ripostiglio termosingolo parzialmente arredato € 280.000,00 Rif. 301 / 72 Beninvest Agenzia ☎055 5520999 1 www.beninvest.it CAMPO DI MARTE Viale Volta- appartamento al 2º piano senza ascensore completamente ristrutturato composto da grande soggiorno con angolo cottura, 2 grandi camere matrimoniali, bagno ripostiglio.cantina. € 340.000,00 ☎055 6810882 - 393 9597165 trattabili CASCINE DEL RICCIO in fase di ultimazione ingresso indipendente ristrutturati soggiorno con cucinotto a vista due camere servizio balcone giardino termosingolo climatizzato € 228.000,00 ☎055 0515231 CURE in piccolo condominio ultimo piano bilivelli con affacci nel verde perfettamente ristrutturato composto da: soggiorno con cucinotto camera matrimoniale studiolo servizio finestrato lavanderia balconato cantina possi☎055 0515231 bilità posto auto € 270.000 DUPRE’ in palazzo signorile piano alto luminoso trivani composto da soggiorno camera matrimoniale cucina abitabile servizio ripostiglio balcone conclude la proprieta’ cantina. € 350.000 ☎055 0515231 FIRENZE NOVA pressi piano alto luminoso ingresso ampio salone con angolo cottura camera servizio ripostiglio terrazza balcone posto auto di proprietà € 250.000,00 Rif. 314 / 72 Beninvest Agenzia 1 www.beninvest.it ☎055 5520999 GAVINANA in palazzo signorile vendiamo due unita immobiliari completamente ristrutturate luminose composte da ingresso soggiorno angolo cottura camera matrimoniale cameretta servizio ripostiglio termo-singolo a partire da € 270.000 fiducia immobiliare ☎055 6800095 - 349 5148233 IMPRUNETA zona coop; vendesi appartamento angolare nuovo di mq 80 composto da soggiorno cucinotto, camera matrimoniale cameretta, bagno con finestra e ripostiglio. Giardino di 80 mq posto auto coperto e can☎335 1711961 tina € 300.000,00 OBERDAN ADIACENZE in palazzo d’epoca al piano seminterrato con ingresso indipendente app.to di mq.68, ingresso-sala, cucina abitabile, camera matrimoniale, bagno, completamente ristrutturato, risc.singolo, no balcone "ottimo anche uso ufficio" € 250.000 ☎347 6143007 POGGETTO in piccola palazzina molto tranquillo ingresso soggiorno cucina camera servizio ripostiglio giardino privato € 250.000,00 Rif. 331 / 72 Beninvest Agenzia 1 www.benin☎055 5520999 vest.it PORTA ROMANA fuori mura, ottima posizione molto tranquilla, grazioso appartamento di nuova ristrutturazione. Piano alto con ascensore. Ingresso, soggiorno - pranzo con zona cucina a vista e terrazzo, camera matrimonaile, bagno finestrato, ripostiglio. Euro275.000,00 immobiliare burgassi s.n.c. 055-220090-223151 € 275.000,00 Immobiliare Burgassi s.n.c. ☎055 220090

ROVEZZANO in terratetto 3 ampi vani ottime rifiniture ingresso indipendente soggiorno angolo cottura 2 camere servizio cantina termosingolo € 295.000,00 Rif. 303 / 72 Beninvest Agenzia 4 www.beninvest.it ☎055 7131728 SCANDICCI Largo dei Mille 3 vani ristrutturato ingresso soggiorno angolo cottura 2 camere servizio ripostiglio balcone € 245.000,00 Rif. 334 / 72 Beninvest Agenzia 1 www.benin☎055 5520999 vest.it

MUGELLO

VALDARNO MATASSINO frazione, nelle strette vicinanze nel centro abitativo in zona residenziale appartamento di nuova costruzione, in colonica, 3 vani con giardino esclusivo e posto auto, rifiniture di alto pregio, € 180.000,00 ☎333 1011661 - 335 340818 REGGELLO pressi, direttamente dal costruttore, in complesso residenziale, appartamento 3 vani con giardino esclusivo posto auto e piscina, ristrutturato con materiali di qualità e rifiniture di pregio, € 190.000,00 ☎333 1011661 - 335 340818

BARBERINO DI MUGELLO loc. Cavallina appartamento al piano primo, composto da tre ampi vani: cucina, camera matrimoniale, camera singola, servizio termo singolo. Buono stato.rif.ra/22 € 140.000,00 ☎055 8416555 - 335 7799954 BARBERINO DI MUGELLO Posizionato appartamento vista lago con ingresso indipendente e giardino, composto da un’ ampia zona giorno, camera matrimoniale, cameretta bagno oltre posto auto di proprietà. Possibilità di personalizzazione di pavimenti e rive☎055 8416555 stimenti € 250.000,00 BORGO SAN LORENZO pressi vendesi appartamento in villa storica, piano terra rialzato, composto da cucina, ampio salone, camera matrimoniale, servizio. Posto auto privato. Ottimo stato. Richiesti € 265.000 AV1160 Studio M Immobiliare ☎055 8494199 - 366 3176811 BORGO SAN LORENZO Ronta vendesi appartamento soppalcato, completamente ristrutturato, soggiorno con angolo cottura, camera matrimoniale, studio, due servizi, ripostiglio. Richiesti € 175.000 AV3869 Studio M Immobiliare ☎055 8494199 - 366 3176811 VAGLIA In piccolo borgo recentemente ristrutturato appartamento posto al piano terra con ingresso indipendente e giardino,composto da ampio soggiorno, cucina, camera matrimoniale, cameretta, servizio oltre garage. nuovo, ottime rifiniture. Rif. rga39 € 185.000,00 ☎055 8416555

4 VANI FIRENZE BARCO Pressi ampio 4 vani luminoso ristrutturato ingresso soggiorno cucina due camere matrimoniali servizio due ripostigli balcone ampia terrazza abitabile parcheggio condominiale € 330.000,00 Rif. 424 / 72 Beninvest Agenzia 1 www.beninvest.it ☎055 5520999 BOLOGNESE a 25 minuti da firenze, appartamento nuova costruzione con ingresso indipendente, composto da cucina-soggiorno, camera matrimoniale, bagno al primo piano, possibilità di due camere in mansarda, terrazza, termosingolo, impianto allarme, antenna satellitare. Fermate treno e bus a 50m. € 187.000,00. No provvigioni. (rif. Campg8) ☎349 7162605 www.dellacasaweb.it CASELLINA in palazzo signorile luminoso silenzioso nel verde ampio ingresso soggiorno ampia cucina abitabile 2 camere matrimoniali ampio servizio grande ripostiglio 2 balconi € 290.000 fiducia immobiliare ☎055 6800095 - 349 5148233 EUROPA Villaggio Primavera ottime rifiniture ingresso soggiorno cucina 2 camere doppi servizi 2 balconi ampia cantina carrabile soffitta e giardino condominiali € 410.000,00 Rif. 403 / 72 Beninvest Agenzia 1 www.benin☎055 5520999 vest.it

1077516

1-2 VANI

Via G. Galilei, 14-16 BORGO SAN LORENZO

FEDERAZIONE ITALIANA AGENTI IMMOBILIARI PROFESSIONALI

Cell. 366.3176811 Tel. 055.8494199

1077517

BORGO SAN LORENZO paese vendesi bilocale con soppalco, composto da soggiorno-pranzo con cucina arredata, camera, bagno finestrato. Piccolo condominio. Richiesti Euro 140.000 AV1550 BORGO SAN LORENZO vendesi appartamento piano primo, composto da cucina-soggiorno, due camere, servizio. Termosingolo a metano. Arredato. Ottimo stato. Richiesti Euro 180.000 AV1540 BARBERINO MUGELLO zona centrale vendesi appartamento composto da soggiorno/pranzo, due camere, servizio finestrato, logge e garage. Nuova costruzione. Richiesti Euro 188.000 AV3159/B4 BORGO SAN LORENZO vendesi paese, zona tranquilla, terratetto, composto da soggiorno, cucina, due camere, servizio, garage. Richiesti Euro 255.000 TTV1570

BARBERINO MUGELLO Cavallina vendesi appartamento di recente costruzione, piano terra, composto da cucina-soggiorno, due camere, servizio, ripostiglio, garage e giardino. Richiesti Euro 230.000 AV1680 BORGO SAN LORENZO Frazione Luco vendesi appartamento al piano terra di circa mq. 165 con due ingressi indipendenti, ampio locale in pietra, camere, cucina, salottini, ripostigli, servizio e loggia. Giardino di mq. 550 con piccolo annesso. Da riordinare. Richiesti Euro 285.000 trattabili. AV1080 BORGO SAN LORENZO pressi vendesi loft di mq. 90 con servizio, piano terra, entrata indipendente. Giardino esclusivo di mq. 100. Posto auto privato. Ottimo stato. Richiesti Euro 320.000 AV1170

BARBERINO MUGELLO Frazione vendesi porzione villa del 600 con panorama sul lago di Bilancino. Grande sala con soppalco libreria, cucinotto, due servizi, due camere, garage. Pavimento in marmo e parquet. Parco, piscina e lavanderia condominiale. Richiesti Euro 285.000 VV1280 BORGO SAN LORENZO pressi vendesi app.to piano primo di mq 135 oltre zona soppalcato di mq. 65, composto da cucina-pranzo, ampio salone con soppalco, tre camere, tre servizi, ripostigli e armadi a muro, soppalco con salottino. Due posti auto privati. Parco condominiale. Ottimo stato. Info in agenzia AV1150 BARBERINO DI MUGELLO in villa d'epoca vendesi elegante appartamento di oltre 160 mq, splendida zona giorno con camino, 3 possibilità d'ingresso. Giardino privato e posto auto. Trattativa riservata VV1020

1113000


46

annunci immobilari

Giugno 2010

GALLUZZO Via Senese 212/b - Moderno appartamento su due livelli di nuova realizzazione con terrazza e area verde di proprietà. Disponibilità acquisto anche di box auto automatizzati, finiture di elevato livello, vendita diretta dal costruttore, spese notarili di acquisto a Nostro carico richiesta € 370.000,00. Appartamento A, planimetria sul Nostro sito. www.cgfguarducci.it info@cgfguarducci.it ☎335 382078 - 333 6971162 GIANNOTTI luminoso signorile ultimo piano ingresso soggiorno cucina abitabile 2 camere matrimoniali balcone servizio ripostiglio con finestra ottimi affacci € 370.000 fiducia immo☎055 6800095 - 349 5148233 biliare OBERDAN PRESSI ultimo piano panoramico su colline e monumenti ottime rifiniture ampio appartamento composto da salone doppio con cottura due camere matrimoniali doppi servizi ripostiglio termosingolo climatizzato possibilità acquisto garage € 569.000,00 ☎055 0515231 PIAZZA DEL CARMINE in bellissima palazzina luminoso appartamento composto da soggiorno cucinotto camera matrimoniale studio servizio e ripostiglio possibilita’ di aumento volume creando altre due camere conclude la proprieta’terrazzo a tasca € 329.000 ☎055 0515231 PIAZZA TANUCCI PRESSI in stabile ristrutturato doppia esposizione luminoso silenzioso composto da ingresso sala due camere matrimoniali cucina abitabile studio servizio balcone termosingolo € 295.000 ☎055 0515231 PIAZZA VITTORIA pressi in bellissima palazzina fine ’800 ultimo piano ingresso cucina soggiorno 2 camere matrimoniali servizio ripostiglio balcone cantina € 390.000,00 Rif. 409 / 72 Beninvest Agenzia 1 www.benin☎055 5520999 vest.it SAN CASCIANO Appartamento di 75mq composto da soggiorno con angolo cottura, camera matrimoniale e cameretta, bagno finestrato. Ottimi affacci e immerso nel verde. Completano la proprietà garage di 45 mq € 390.000,00 trattabili ☎335 1711961 SAN JACOPINO Pressi ampio e luminoso 4 vani ingresso soggiorno cucina 2 camere matrimoniali servizio ripostiglio 2 balconi aria condizionata € 300.000,00 Rif. 412 / 72 Beninvest Agenzia 1 www.beninvest.it ☎055 5520999 SCANDICCI San Giusto pressi piano alto luminoso ingresso soggiorno cucina 2 camere servizio ripostiglio balcone possibilità acquisto cantina € 280.000,00 Rif. 427 / 72 Beninvest Agenzia 4 www.beninvest.it ☎055 7131728 STIBBERT PRESSI appartamento di nuova costruzione mq. 82, composto a ingresso, soggiorno, cottura indipendente, due camere e doppi servizi di cui uno esclusivo di una camera. Accessoriato, indipendente, vista gradevole. Rif. La1018 € 340.000,00 ☎055 413177

TAVARNUZZE Affarone Appartamento posto al quinto e ultimo piano molto luminoso e con ottimi affacci, composto da cucina abitabile, sala, due matrimoniali, bagno finestrato e due terrazze per totali 11mq. Con ascensore. Possibilita’ di acquistare il garage con 15000euro. € 240.000,00 ☎335 1711961

BORGO SAN LORENZO vendesi in piccolo condominio appartamento piano terra rialzato, composto da cucina, salotto, due camere, servizio, ripostiglio, balconi, ripostiglio, giardino privato. Buono stato. Richiesti € 290.000 AV1630 Studio M Immobiliare ☎055 8494199 - 366 3176811

TAVARNUZZE Centrale appartamento posto al terzo ed ultimo piano con ascensore composto da sala con camino funzionante, cucina abitabile, due matrimoniali, bagno finestrato e tre balconcini. Possibilità di acquistare box auto. Dotato di impianto di condizionamento e doppie finestre. € 275.000,00 ☎055 2022237 - 335 1711961

SAN PIERO A SIEVE vendesi appartamento di 90 mq. circa, ingresso, cucina, soggiorno, due camere, servizio. Garage di mq. 22. Termosingolo a metano. Buono stato. Richiesti € 220.000 AV1530 Studio M Immobiliare ☎055 8494199 - 366 3176811

VIEUSSEUX PRESSI appartamento 4 vani in complesso residenziale di nuova costruzione, composto da ingresso, soggiorno, cottura indipendente, camera con guardaroba, camerina, doppi servizi finestrati e loggia coperta. Pluriaccessoriato, indipendente. Rif. La1035 € 420.000,00 ☎055 413177

MUGELLO BARBERINO DI MUGELLO Appartamento posto ala secondo ed ultimo piano composto da ingresso, ampio salone con terrazza , cucina abitabile con balcone , 2 camere matrimoniali, cantina, garage,posto auto. Termo singolo.rif.ra/28 € 189.000,00 ☎055 8416555 - 335 7799954 BARBERINO DI MUGELLO Loc.cavallina in grazioso contesto appartamento con ingresso indipendente e giardino, composto da angolo cottura, soggiorno con camino, cameretta, camera matrimoniale con terrazzo, 2 bagni oltre garage di 34mq.rif. Ra/34 € 250.000,00 ☎055 8416555 - 335 7799954 BORGO SAN LORENZO ampia zona giorno al piano secondo con possibilità di ulteriori 2 camere e bagno in mansarda. Possibilità di garage. Appartamento costruito con le più moderne tecniche per il confort acustico ed il risparmio energetico (fino al 70%). € 189.000,00 (rif. Rim3l) www.dellacasa☎055 8458055 - 328 6669169 web.it BORGO SAN LORENZO nuovo centro residenziale immerso nel verde a pochi passi dal centro. Appartamento al piano secondo composto da ampia terrazza, soggiorno con angolo cottura ed una camera e mansarda con possibilità di altri 2 vani. Costruito con moderne tecnologie e i migliori standard di progettazione, massima cura nei dettagli costruttivi e in classe energetica a con consumi ridotti fino al 70%. € 171.000. No provvigioni. (rif. Rim3r) www.dellacasaweb.it ☎055 8458055 - 328 6669169

VENDITA DIRETTA

1107260

SOMMAVILLA a Km. 17,00 da pizza della Libertà - In edificio in pietra in posizione dominante su di un’ampia e luminosa vallata, ultimi due appartamenti di mq. 97 composti da tre camere, due bagni, soggiorno con zona cottura separata e ripostiglio, giardino esclusivo, due posti auto ad appartamento e terreno esclusivo di mq. 210 circa. Finiture di elevato livello, vendita diretta dal costruttore, spese notarili di acquisto a Nostro carico richiesta € 350.000,00. Appartamenti 5 e 6, planimetria sul Nostro sito. www.cgfguarducci.it info@cgfguarducci.it ☎335 382078 - 333 6971162

ISOLOTTO ingresso soggiorno cucina 2 camere studio servizio 2 balconi ampio parcheggio e giardino condominiali soffitta termosingolo € 260.000,00 Rif. 520 / 72 Beninvest Agenzia 4 www.beninvest.it ☎055 7131728 PORTA A PRATO PRESSI appartamento al primo piano con ascensore mq.115 composto da ingresso/disimpegno, cottura indipendente, sala da pranzo, soggiorno doppio, due camere matrimoniali, servizio finestrato, balconi e cantina. Possibilità terza camera, finiture d’epoca, buone condizioni. Rif. La801 € 280.000,00 ☎055 413177 PORTA ROMANA Villaggio San Francescoappartamento in quadrifamiliare con giardino, in strada privata,silenziosa e nel verde, composto da grande soggiorno con camino,cucina,2 camere,studio,2 bagni,cantina.giardino tergale e frontale di ca. 200 mq. € 570.000,00 trattabili ☎055 6810882 - 393 9597165 SCANDICCI Casellina attico ingresso salone doppio cucina 2 camere servizio 2 ripostigli 2 terrazze balcone € 350.000,00 Rif. 501 / 72 Beninvest Agenzia 4 www.beninvest.it ☎055 7131728

MUGELLO

VALDARNO CILIEGI Appartamento in ottimo stato di manutenzione secondo piano con ascensore. L’immobile è ubicato a circa 1 km dall’ autostrada del sole uscita Incisa Valdarno, realizzato negli anni 80, è composto da soggiorno, cucina, ripostiglio, due camere, bagno e corredato da due terrazze. € 175.000 ☎348 3326628 GAVILLE Appartamento completamente ristrutturato in porzione di colonica con 2 camere, 1 soggiorno cucina con camino, 1 ripostiglio, 1 bagno con vasca idromassaggio, 1 grande terrazza,500 mq di giardino e 2 posti ☎348 3326628 auto scoperti. € 185.000 MATASSINO frazione, nelle strette vicinanze nel centro abitativo in zona residenziale appartamento in colonica, 4 vani con giardino esclusivo e posto auto, rifiniture di alto pregio. Vendita diretta dal costruttore. € 220.000,00 ☎333 1011661 - 335 340818

5 VANI

BORGO SAN LORENZO nuovo centro residenziale immerso nel verde a pochi passi dal centro, ampio 3 vani al piano secondo e mansarda con possibilità di altri 3 vani, per un totale di mq 115,00 oltre terrazza, garage e posto auto privato. Costruito con moderne tecnologie e i migliori standard di progettazione, massima cura nei dettagli costruttivi e in classe energetica a con consumi ridotti fino al 70%. A 232.000 € no provvigioni. (rif. Rim4o) www.dellacasaweb.it ☎055 8458055 - 328 6669169 BORGO SAN LORENZO vendesi appartamento mq. 90, composto di ingresso, cucina, soggiorno, due camere, due servizi, terrazza e garage di mq. 17. Buono stato. Richiesti € 248.000 AV3629 Studio M Immobiliare ☎055 8494199 - 366 3176811

VALDARNO REGGELLO Loc Rio di Luco, direttamente dal costruttore, in complesso residenziale, appartamento 5 vani con giardino esclusivo posto auto e piscina, ristrutturato con materiali di qualità e rifiniture di pregio, € 300.000,00 ☎333 1011661 - 335 340818

BOLOGNESE Terratetto in ottime condizioni ingresso soggiorno cucina 3 camere doppi servizi 2 ripostigli resede soffitta termosingolo € 520.000,00 Rif. 503 / 72 Beninvest Agenzia ☎055 5520999 1 www.beninvest.it CAMPO DI MARTE- Pressi Viale dei mille -appartamento 5 vani al primo piano composto da grande soggiorno, cucina abitabile, 3 camere matrimoniali ,bagno e ripostiglio. Grande terrazza di ca. 50 mq.cantina. Termocentrale. € 380.000,00 trattabili ☎055 6810882 - 393 9597165

ultime 4 disponibilità

Nella suggestiva campagna del Valdarno Fiorentino, nel cuore del Chianti, complesso residenziale suddiviso in n° 10 unità immobiliari, ciascuna con giardino esclusivo, posti macchina e piscina. Il complesso medioevale è stato ristrutturato con materiali di qualità e rifiniture di pregio nel rispetto delle tradizioni dell’architettura toscana.

A partire da euro 190.000

333 1011661 - 335 340818

CURE in piccola palazzina completamente ristrutturato appartamento composto da salone doppio due camere matrimoniali cucina abitabile doppi servizi balcone climatizzato ter☎055 0515231 mosingolo. € 435.000 EUROPA pressi In elegante contesto 5 vani ingresso salone doppio cucinotto 3 camere ripostiglio servizio balcone terrazza cantina posto auto assegnato coperto giardino e parcheggio condominiali € 540.000,00 Rif. 507 / 72 Beninvest Agenzia 1 www.beninvest.it ☎055 5520999

1096383

☎ 055 0515231

P.ZZA OBERDAN ADIACENZE in palazzo d’epoca "900" app.to al piano terreno di mq.200, + mq.200 al piano seminterrato, giardino con passo carrabile di mq. 200 circa risc. Centrale da ristrutturare "uso abitazione o ufficio" € 1.400.000,00 trattabili ☎347 6143007 PIAZZA OBERDAN in palazzo d’epoca piccolo condominio al piano terreno rialzato app.to di mq. 160, 7 vani doppi servizi con terrazzo abitabile di mq.60 risc.singolo uso ☎347 6143007 abitazione o ufficio SAN IACOPINO appartamento ultimo piano con ascensore di nuova costruzione, composto da ingresso, tre camere da letto con balconi, ampio soggiorno e cottura indipendente con accesso a terrazza panoramica mq.50, box e cantina. Accessoriato, materiali di alta qualità. Rif. La624 € 600.000,00 ☎055 413177 SCANDICCI POGGIO VALICAIA Via delle croci, porzione di colonica, bellissimo appartamento perfettamente ristrutturato: ingresso, soggiorno, cucina, due camere, studio, soppalco attrezzato, due servizi, accessori, terreno privato 900 mq. Ca. Travi a vista, finiture di pregio, bellissimo contesto.g610 € 540.000,00 trattabili ☎055 6810882 - 340 1398519

SCARPERIA vendesi appartamento secondo piano composto da cucina, soggiorno, tre camere, studio, ripostiglio, balconi. Richiesti € 240.000 AV1600 Studio M Immobiliare ☎055 8494199 - 366 3176811

FIRENZE B.FORTINI pressi, al primo piano di piccola palazzina, bell’appartamento di circa 110 mq composto da grande cucina abitabile con balcone, salone triplo, 2 camere, (possibilità 3a camera), 2 bagni e cantina. Ottime condizioni € 498.000,00 ☎335 7678437 - 331 8532086

LIBERTA' palazzina signorile piano altro con ascensore finemente rifinito composto da salone doppio tre camere cucina abitabile doppi servizi balconato climatizzato EURO 519.000 TRATTABILI

ATTICO CAMPO MARTE libero su tre lati panoramico su monumenti e colline bilivalli ingresso salone dopppio tre camere cucina abitabile studio conclude la proprietà terrazza a tasca balcone e cantina termsoingolo EURO 669.000

1096382

☎ 055 0515231

TAVARNUZZE centrale: vendesi attico piano terzo con ascensore da ristrutturare di mq 135 composto da soggiorno doppio, cucina abitabile, due camere matrimoniali, mansarda abitabile e due bagni con finestra. Due terrazze, posto auto coperto e cantina. Termo☎335 1711961 singolo € 430.000,00

OLTRE 5 VANI FIRENZE ATTICO AL GIRONE in piccola palazzina al primo ed ultimo piano luminoso e panoramico appartamento di circa 160 mq oltre 100 di terrazza abitabile composto da cucina abitabile, salone, 4 camere, bagni oltre studio soffitta, cantina e posto auto. Ottime condizioni. Trattativa riservata ☎335 7678437 - 331 8532086 CAMPO DI MARTE S.gervasio,bell’ appartamento al terzo e ultimo piano con ascensore,ottima ristrutturazione,molto luminoso disposto su due livelli. Soggiorno doppio, cucina, 2 camere matrimoniali,servizio, ripostiglio; salottino, camera, studio, bagno oltre accessori in ampio sottotetto. Ottime condizioni. € 690.000 trattabili ☎055 6810882 - 393 9597165

VILLAGGIO PRIMAVERA signorile luminoso silenzioso panoramico ingresso salone doppio cucina tinello 3 camere doppi servizi 2 balconi soffitta lastrico solare di proprietà 2 garage cantina € 590.000/00 fiducia immobi☎055 6800095 - 349 5148233 liare

VALDISIEVE RUFINA in ottima posizione, appartamento ultimo piano con ascensore composto da ingresso, soggiorno, pranzo, cucina abitabile, tre camere da letto, doppi servizi finestrati, ripostiglio, terrazze e box auto. Termo autonomo, luminoso, panoramico. Rif. La780 € 220.000,00 ☎055 413177

TERRATETTI

Barberino di Mugello (FI) Viale della Repubblica, 18

Tel. 055 8416555 Cell. 335 7799954 - 334 6942615

FIRENZE BAGNO A RIPOLI PAESE Terratetto di mq. 115 su tre livelli composto da soggiorno con angolo cottura (cucina in muratura e caminetto), due camere matrimoniali, vano guardaroba, tre bagni, cantina e balcone. Finemente ristrutturato. € 400.000,00 Ag. Imm. Bianchi e Grappolini ☎055 630656 - 055 631781

1114704

BARBERINO DI MUGELLO posizionato terra tetto in colonica con ingresso indipendente, giardino frontale e tergale. Composto da : ingresso cucina soggiorno, 2 camere matrimoniali, servizio. Termo singolo, 2 posti auto di proprietà. Nuovo. EURO 155.000 RIF.RT/9

BARBERINO DI MUGELLO centrale terra tetto composto da ingresso soggiorno con camino, cucina sala pranzo, ripostiglio, al piano 1° da ampia camera matrimoniale e servizio, al piano mansardato, camera singola, lavanderia, termo singolo, completamente restaurato in stile toscano RIF.RT/2 EURO 165.000

FAELLA Terratetto con ingresso indipendente finemente ristrutturato e arredato, composto da soggiorno cucina e ripostiglio a piano terreno e disimpegno camera da letto e bagno in muratura al piano primo. Sottoscala esterno di uso esclusivo. EURO 135.000

REGGELLO (Saltino) centralissimo vendo piccolo monolocale fronte strada con bagno e possibilità di usarlo anche come dimora estiva. PREZZO EURO 48.000

www.belfimmobiliare.it

INCISA BARBERINO Appartamento nuovo con ingresso indipendente composto da soggiorno cucina, tre camere, doppi servizi, disimpegno oltre mansarda abitabile e corredato da terrazze, cantina, garage. EURO 245.000

348 3326628

CAMPO DI MARTE in terratetto su piu’ livelli possibilita’ di frazionamento ingresso salone doppio studio quattro camere tripli servizi balcone giardino oltre ampia taverna con ingresso indipendente.info agenzia ☎055 0515231 CAMPO MARTE terratetto indipendente di nuova costruzione, dotato di caratteristiche ed accessori plurifunzionali come terrazze, garage e lavanderia. Climatizzazione, risparmio energetico e fiscale. Rif. La640 € 380.000,00 ☎055 413177 1102201

BARBERINO DI MUGELLO Immerso nel verde a pochi minuti dal centro di barberino terra tetto con ingresso indipendente e giardino composto da: cucina soggiorno, camera matrimoniale, cameretta e servizio.rifiniture in stile toscano con travi a vista, termo singolo e piscina. RGT10 EURO 180.000

BARBERINO DI MUGELLO a pochi chilometri dal centro, terra tetto in colonica composto da ampio soggiorno cucina e servizio al piano terra, al piano primo 2 camere oltre servizio. Con possibilità di poter scegliere rivestimenti e pavimenti. RIF.RT/4 EURO 190.000

GALLIANO In zona residenziale villetta caposchiera con giardino composta da al piano terra ingresso, ampio salone con balcone, cucina con accesso sul giardino e servizio. Al piano primo 2 camere matrimoniali, 1 cameretta e bagno oltre garage taverna e lavanderia al piano seminterrato. RIF.RGV1 EURO 330.000

BARBERINO DI MUGELLO In contesto residenziale villetta centrale con giardino di 300 mq circa, composta da: ingresso soggiorno, cucina e servizio al piano terra. Al piano primo camera matrimoniale, cameretta, bagno e 2 terrazza al piano interrato garage, taverna con camino e lavanderia. RV/9 EURO 285.000

FERRONE panoramico terratetto su tre livelli di 84 mq : piano primo soggiorno, cucina abitabile ,bagno. Piano secondo due camere matrimoniali, bagno.piano terreno garage/ taverna e lavanderia di 42 mq.+ terrazza, piccolo giardinetto e posto auto garage, termo☎335 1711961 singolo € 320.000,00


annunci immobilari

47

IMPRUNETA Prachatice terratetto disposto su tre livelli per totali 210 mq circa: terreno cucina, salotto, salottino e bagno finestrato. Piano primo tre matrimoniali, bagno due terrazze. Al piano seminterrato box auto e la lavanderia. Giardino esclusivo di 170 mq. € 519.000,00 ☎055 2022237 - 335 1711961

GRASSINA collinare, magnifica casa torre del 1.300 a pochi km dal centro di grassina, 500 mq su vari livelli con grande loggia all’ultimo piano.piscina e terreno di 3 ettari con vigna e piccolo appartamento per ospiti.oggetto di grande pregio ☎335 7678437 - 331 8532086

OBERDAN adiacenze, in elegante complesso residenziale terratetto composto da ingresso soggiorno, cucina, due camere, tripli servizi, ripostigli, terrazza mq 10, ampio box mq 50 pluriuso, climatizzazione, insonorizzazione, impiantistica completa. Materiali di altissima qualità. Rif. La652 € 460.000,00 ☎055 413177

MONTELORO splendida porzione di villa, libera su tre lati, in posizione dominante e panoramica. P.t: sala di rappresentanza, altra sala, cucina abitabile, vari accessori.p.1.: 2 camere matrimoniali accessoriate, camera singola,studio, terrazza loggiata 50 mq. Giardino e piscina condominiali,tre posti auto. ☎055 6810882

ROVETA MARCIOLA terratetto indipendente,ottima e recentissima ristrutturazione, mq120 su due livelli suddivisi in 6 ampi vani più accessori, oltre a taverna abitabile di mq70, annesso attrezzato, giardino di proprietà esclusiva mq150. Rivestimenti alto livello in cotto e pietra serena. Tg619 € 590.000,00 trattabili ☎055 6810882 - 340 1398519 S. CASCIANO vendesi terratetto nuova edificazione con ottimi affacci, di mq 95 composto da soggiorno cucina abitabile 2 camere matrimoniali e 2 bagni finestrati; grande terrazza abitabile giardino garage e cantina € 459.000,00 ☎335 1711961 TAVARNUZZE MONTEBUONI Terratetto panoramico: piano terreno garage e la lavanderia, al primo piano cucina abitabile, sala con camino e bagno con finestra. Al secondo livello la camera matrimoniale due camerette e bagno con finestra. Giardino e una terrazza. € 539.000,00 trattabili ☎055 2022237 - 335 1711961

MUGELLO BARBERINO DI MUGELLO centrale terra tetto composto da ingresso soggiorno con camino, cucina sala pranzo, ripostiglio, al piano 1º da ampia camera matrimoniale e servizio, al piano mansardato, camera singola, lavanderia, termo singolo, completamente restaurato in stile toscano.rif.rt/2 € 165.000,00 ☎055 8416555 - 335 7799954 BARBERINO DI MUGELLO nel centro storico, terra-tetto nuovo dı`mpresa composto da tre vani, soggiorno cucina, 2 camere doppi servizi. Giardino con annesso vano lavanderia termo singolo. Ottime rifiniture. Rif. Rt/13 € 175.000,00 ☎055 8416555 - 335 7799954 BORGO SAN LORENZO nuovo centro residenziale immerso nel verde a pochi passi dal centro, villette terratetto personalizzabili internamente composte da piano terra, primo e mansarda. Costruite con moderne tecnologie e i migliori standard di progettazione, massima cura nei dettagli costruttivi e in classe energetica a con consumi ridotti fino al 70%. A partire da 312.000 € no provvigioni. (rif. Rim1o) www.dellacasaweb.it ☎055 8458055 - 328 6669169 DICOMANO in zona ben esposta, terratetto con giardino molto luminoso di recente costruzione, perfetto stato composto da cucina, sala, 2 camere, taverna, 3 bagni. € 290.000,00 ☎335 7678437 - 331 8532086

VILLE

E

VILLETTE FIRENZE

ANTELLA Balatro, villetta angolare di mq. 180 composta da ampia cucina con camino, studio, sala doppia, tre camere, 3 bagni, garage, giardino e bellissima terrazza atrrezzata. € 850.000,00 Ag. Imm. Bianchi e Grappolini ☎055 630656 - 055 631781 ANTELLA collinare, villetta bifamiliare di nuova costruzione libera su 3 lati con rifiniture di alto livello, cucina, salone, 3 camere, 3 bagni, terrazze,oltre taverna di 42mq , garage e giardino. Possibilità di personalizzare le finiture ☎335 7678437 - 331 8532086 BAGNO A RIPOLI, collinare, splendida villa su due livelli ottima esposizione circondata da parco; composta da grande salone con camino, sala pranzo, cucina abitabile, 3 camere, 2 bagni. Grande taverna con cucina, sala camino, 4a camera e 3ºbagno. ☎335 7678437 - 331 8532086 BAGNO A RIPOLI collinare, Villamagna, villa libera su 4 lati di 300 mq divisa in 2 appartamenti di 150 mq ciascuno oltre giardino, garage/taverna, terrazza di 90 mq. Panoramica vista firenze. Ideale per 2 o 3 nuclei familiari ☎335 7678437 - 331 8532086 CALDINE collinare, in posizione molto panoramica, porzione terratetto di villa del 1.300, composta da cucina, dispensa, salone con camino, 2 camere, 2 bagni oltre cantina,lavanderia e posti auto ☎335 7678437 - 331 8532086 CURE ALTE spettacolare villino finemente ristrutturato in stile anni ’30. Circa 300 mq disposti su 3 livelli oltre depandance e giardino. N.2 ingressi separati. Ottimo per abitazione e studio. Trattativa riservata ☎335 7678437 - 331 8532086 FIESOLE/S.DOMENICO meravigliosa villa ’800, libera su 4 lati attualmente divisa in 3 unità per un totale di 450 mq. Completano la proprietà piscina, depandance, garage e 2.300 mq di giardino. Oggetto di grande pregio. Trattativa riservata ☎335 7678437 - 331 8532086

S.DONATO immersa nel verde, bellissima posizione (no autostrada), splendida villa di circa 400 mq circondata da 3000 mq di parco e 150 mq di balconi e logge. Possibilità di frazionamento € 1.300.000,00 trattabili ☎335 7678437 - 331 8532086 TAVARNUZZE TORRICELLA Villetta libera su tre lati disposta su tre livelli, terrazze abitabili ampio lastrico e giardino. Composto da soggiorno doppio, cucina abitabile tre camere matrimoniali tre bagni, sottotetto abitabile finiture di pregio. Garage doppio e taverna con accesso dall’abitazione. € 950.000,00 ☎055 2022237 - 335 1711961 VILLAMAGNA villetta a schiera già divisa in due appartamtentidi 105 mq e 75 mq: 1ºapp.to- cucina, sala, 2 camere, bagno;2ºapp.to- 2 sale, cucina, bagno, camera. Completano la proprietà lavanderia, cantine, giardino e terreno con ulivi e piante da frutto per 1.330 mq. € 560.000,00 trattabili ☎335 7678437 - 331 8532086

MUGELLO GALLIANO In zona residenziale villetta caposchiera con giardino composta da al piano terra ingresso,ampio salone con balcone,cucina con accesso sul giardino e servizio. Al piano primo 2 camere matrimoniali,1 cameretta e bagno oltre garage taverna e lavanderia al piano seminterrato.rif.rgv1 € 330.000,00 ☎055 8416555

VALDISIEVE COLLINE PONTASSIEVE , in posizione dominante, contesto signorile, bella villa di circa 200 mq composta da taverna, salone, cucina abitabile, 2 camere, 3 bagni, vari vani accessori, terrazze, resede e giardino. Rifiniture di alto pregio ☎335 7678437 - 331 8532086 SIECI Meravigliosa villa indipendente libera su 4 lati circondata da giardino composta da cucina abitabile con sala pranzo, salone, 3 camere, 3 bagni, oltre studio e 4a camera in mansarda. Completano la proprietà cantina, lavanderia, garage/taverna e bellissima terrazza a tasca. Oggetto di grande fascino perfette condizioni.possibilità di divisione € 790.000,00 ☎335 7678437 - 331 8532086

VALDARNO REGGELLO pressi costruttore vende direttamente villetta bifamiliare in pietra, con ingresso indipendente, cucina, soggiorno con caminetto, studio, bagno e loggiato al piano terreno, 2 camere ciascuna con bagno e terrazza al piano primo, taverna, lavanderia e palestra al piano seminterrato, zona barbecue, posti macchina coperti e 3 ettari di terreno. Rifiniture di altissima qualità e impiantistica all’avanguardia ☎333 1011661 - 335 340818 1080987

COLONICHE

E

TERRENI FIRENZE

A GRASSINA bellissima porzione di colonica libera su 3 lati perfettamente ristrutturata, composta da grande cucina con camino, 2 sale di cui una con grandi vetrate , 3 camere, 2 bagni, soffitta. Meraviglioso parco pianeggiante di oltre 6.000 mq con 2 annessi. € 730.000,00 ☎335 7678437 - 331 8532086 BAGNO A RIPOLI VIA DEL CAROTA immerso nel verde, fienile di mq.125 oltre annesso agricolo mq.40 e terreno esclusivo di mq.5500. Da ristrutturare. € 460.000,00 Ag. Imm. Bianchi e Grappolini ☎055 630656 - 055 631781 BAGNO A RIPOLI collinare, 7 km dalla piazza in direzione villamagna, bellissima porzione di colonica vista firenze completamente ristrutturata composta da cucina abitabile, sala pranzo, sala con camino, 3 bagni 3 camere oltre studio, lavanderia e giardino ☎335 7678437 OLMO, di Fiesole, spettacolare villa in pietra, circa 350 mq libera su 4 lati con ampi saloni, camini originali già divisa in 2 unità, oltre annesso di 80 mq.circondata da terreno di circa 15.000 mq, possibilità di frazionarla in più unità o adatta per agriturismo . € 1.400.000,00 ☎335 7678437 - 331 8532086 PICILLE (BARATRO) terreno a gradoni di mq.25.000 con viti, ulivi e alberi da frutto, con piccolissimo annesso (mq.7) da ristrutturare con pozzo, artesiano di proprietà ottimo per investimento € 80.000 trattabili ☎347 6143007

MUGELLO BARBERINO DI MUGELLO posizionato terra tetto in colonica con ingresso indipendente, giardino frontale e tergale. Composto da : ingresso cucina soggiorno, 2 camere matrimoniali, servizio. Termo singolo, 2 posti auto di proprietà. Nuovo.rif.rt/9 € 155.000,00 ☎055 8416555 - 335 7799954 BORGO SAN LORENZO vendesi rudere completamente indipendente di mq. 100 oltre mq. 100 piano seminterrato. Terreno mq. 8.300 circa. Da Ristrutturare. Richiesti € 250.000 RV1690/A Studio M Immobiliare ☎055 8494199 - 366 3176811 SCARPERIA PRESSI Panoramica nel verde. Porzione di colonica su due livelli di mq 200 circa, terreno e giardino di 16.900mq. Acquedotto e sorgente. € 230.000,00 ☎055 8431039 - 339 2780392 SCARPERIA S. AGATA Colonica in pietra di mq 350 di superfice utile con 20.500mq di terreno. Da ristrutturare. Ag. Dallai € 260.000,00 ☎055 8431039 - 339 2780392 SCARPERIA in collina colonica di mq 240 da ristrutturare.terreno di 1.500 mq. Facile accesso, vicino i servizi. Ag. Dallai € 215.000,00 ☎055 8431039 - 339 2780392 SCARPERIA In collina, colonica di 205 mq, fienile di circa 224mq., due annesi di 84mq e 3.000mq di terreno. Da ristrutturare. strada asfaltata, acquedotto. Ag. Dallai € 480.000,00 ☎055 8431109 - 339 2780392 trattabili SCARPERIA Nel verde, fienile di mq 220 da ristrutturare. Vicino ai servizi, strada asfaltata, acquedotto, 1500mq di terreno, tutte le utenze. Ag. Dallai € 190.000,00 ☎055 8431039 - 339 2780392 SCARPERIA Porzione di colonica con ingresso indipendente giardino soggiorno con camino cucinotto con finestra lavanderia due camere uno studio 2servizi. Perfetto. Termosingolo p.auto terreno di 4000 mq con piscina privata. € 350.000,00 trattabili ☎392 0483890 - 339 2780392 SOMMAVILLA a Km. 17,00 da pizza della Libertà - In edificio in pietra in posizione dominante su di una`mpia e luminosa vallata, ultimi due appartamenti di mq. 97 composti da tre camere, due bagni, soggiorno con zona cottura separata e ripostiglio, giardino esclusivo, due posti auto ad appartamento e terreno esclusivo di mq. 210 circa. Finiture di elevato livello, vendita diretta dal costruttore, spese notarili di acquisto a Nostro carico richiesta € 350.000,00. Appartamenti 5 e 6, planimetria sul Nostro sito. www.cgfguarducci.it info@cgfguarducci.it ☎335 382078 - 333 6971162

VALDISIEVE 4 KM DA ROSANO , collinare e panoramica, antica colonia in pietra, libera su 4 lati, ottime condizioni; composta da : cucina, sala pranzo con camino, salone con camino, 3 camere, 3 bagni, taverna con angolo cottura,( possibilità 4a camera), giardino, terreno con ulivi e piscina.possibilità di acquisto di depandance già civile abitazione ☎335 7678437 - 331 8532086 FIRENZE SUD direzione Rosano, porzione di colonica su tre livelli e libera su tre lati, composta da sala con camino, cucina abitabile, 3 camere, 3 servizi oltre taverna, garage, giardino e terreno. € 590.000,00 trattabili ☎335 7678437 - 331 8532086 LONDA Antica dimora in pietra finemente restaurata in posizione dominante e soleggiata: cucina, sala pranzo, 4 camere,studio, 3 bagni, lavanderia, grande cantina, forno, giardino, piscina, terreno e depandance. Vera occasione € 670.000,00 ☎335 7678437 - 331 8532086

VALDARNO REGGELLO cancelli piano terreno di villa padronale, 140 mq complessivi di fondi finestrati da ristrutturare oltre ampio loggiato e circa 1000 mq di terreno. Oggetto unico ed esclusivo, da amatori. richiesta € 185.000 ☎348 3326628 REGGELLO tosi Terreno Edificabile 215 mq di SUL e mq 165 di Sup. accessoria (MC 858) con progetto approvato per la realizzazione di n. 3 appartamenti con garage e giardino.Si accettano anche permute.€ 160.000 ☎348 3326628

IMMOBILI VARIE FIRENZE GARAGE COVERCIANO Esclusiva nostra agenzia - vendesi garage 16 mq ca. In via marradi, ottima posizione.prezzo trattabile. ☎055 6810882 - 393 9597165

MUGELLO BORGO S. LORENZO nel verde in ex tabaccaia, loft nuovo, di mq 90 con doppi servizi, balcone, garage di 22mq e posto auto, palestra bagno turco € 215.000,00 trattabili ☎055 8431039 - 339 2780392

2 VANI

BORGO SAN LORENZO nuovo centro residenziale immerso nel verde a pochi passi dal centro, appartamenti da mq 40, costruiti con moderne tecnologie e i migliori standard di progettazione, massima cura nei dettagli costruttivi e in classe energetica A con consumi ridotti fino al 70%. A partire da 137000 Euro NO provvigioni. (rif. RIM4g) Cell. 3286669169 BOLOGNESE a 25 minuti da Firenze, appartamento nuova costruzione, con ingresso indipendente, composto da soggiorno con angolo cottura, bagno e camera matrimoniale in mansarda. Ampia terrazza, termosingolo, impianto allarme, antenna satellitare. Fermata treno e bus a 50m. NO provvigioni. Da 138000 Euro (rif. CAMPC14) Tel. 3497162605

FONDI

E

GARAGE

PONTE A EMA ampio ufficio/locale commerciale luminoso composto da due vani più servizi due sporti su strada possibilità cambio di destinazione d’uso € 220.000 fiducia immobiliare ☎055 6800095 - 349 5148233

ATTIVITA’

COMMERCIALI

A.A.A. MUGELLO Ristorante pizzeria pub cedesi licenze e mura.. Bar con cucina giochi sala tv.. Centrale avviata attività di ristorante pizzeria enoteca.. Avviato negozio di fotografia e riprese video.. Centrale bar pasticceria .. Info. Ag. Dallai ☎055 8431039 - 339 2780392 FIRENZE SUD cedesi avviata edicola e ricevitoria. € 300.000,00 Ag. Imm. Bianchi e Grappolini ☎055 630656 - 055 631781

AFFITTI OFFERTA FIRENZE A BECCARIA-LUNGARNO COLOMBO Signorile appartamento in bella palazzina con ascensore. Piano alto molto luminoso e panoramico. Arredato. Ingresso, soggiorno doppio con terrazzino, cucina con balcone, 1 matrimoniale, ampio studio o singola, bagno con vasca e doccia (finestrato). Termosingolo, lavatrice. Euro1.100,00 trattabili. Immobiliare burgassi s.n.c. 055-220090-223151 € 1.100,00 Immobiliare Burgassi s.n.c. ☎055 220090 A EURO700,00 TAVARNUZZE posizione tranquilla, pressi piazza, luminoso appartamento con 2 terrazzi e garage. Piano terra rialzato. Arredato. Ingresso, cucina - tinello, grande soggiorno, camera matrimonile, bagno spazioso con vasca e finestra, ripostiglio. Tutte le stanze sono servite dai terrazzi. Termosingolo, lavatrice. Euro700,00 c.4+4 immobiliare burgassi s.n.c. 055-220090-223151 € 700,00 Immobiliare Burgassi s.n.c. ☎055 220090 SCIPIONE AMMIRATO in palazzo moderno al 1º piano con ascensore 3 vani con terrazzo abitabile, 2 bagni, risc. Centrale parzialmente arredato€ 800 + euro100 di condominio contratto 3+2 solo referenziati italiani con busta paga € 900,00 ☎347 6143007

impianto allarme, antenna satellitare. Fermate treno e bus a 50m. Euro 200.000,00. NO provvigioni. (rif. CAMPG8) Tel. 3497162605 BORGO SAN LORENZO ampia zona giorno al piano secondo con possibilità di ulteriori 2 camere e bagno in mansarda. Possibilità di garage. Appartamento costruito con le più moderne tecniche per il confort acustico ed il risparmio energetico (fino al 70%). Euro 189.000,00 (rif. RIM3l) Cell. 3286669169

5 VANI

BORGO SAN LORENZO nuovo centro residenziale immerso nel verde a pochi passi dal centro, ampio 3 vani al piano secondo e mansarda con possibilità di altri 3 vani, per un totale di mq 115,00 oltre terrazza, e possibilità di garage e posto auto priva-

to. Costruito con moderne tecnologie e i migliori standard di progettazione, massima cura nei dettagli costruttivi e in classe energetica A con consumi ridotti fino al 70%. da 232000 Euro NO provvigioni. (rif. RIM4o) Cell. 3286669169

TERRATETTO

BORGO SAN LORENZO nuovo centro residenziale immerso nel verde a pochi passi dal centro, villette terratetto personalizzabili internamente composte da piano terra, primo e mansarda. Costruite con moderne tecnologie e i migliori standard di progettazione, massima cura nei dettagli costruttivi e in classe energetica A con consumi ridotti fino al 70%. A partire da 312000 Euro NO provvigioni. (rif. RIM1o) Cell. 3286669169

1085688

Via Roma, 53 Scarperia (FI) Tel. 055 8431039 Cell. 339 2780392 SCARPERIA Nel verde terratetto nuovo. Ingresso indipendente, con zona giorno due camere servizio lavanderia. Posto auto giardino termosingolo. Euro 180.000 VILLE E VILLETTE MUGELLO BORGO S. LORENZO In villa, adiacente al paese, appartamento al piano nobile con salone camino cucina abitabile tre camere doppi servizi ripostiglio, cantina di 15 mq.. ottimo stato rifiniture di pregio. Termosingolo. Giardino privato di 320mq, due p.auto. Euro 320.000 trattabili COLONICHE E TERRENI MUGELLO SCARPERIA Paese, zona residenzile villetta di testa esposta ad est/sud/ovest di mq 190. Ottimo stato. Giardino su tre lati, 2 posti auto. Info in. Agenzia Euro 530.000 trattabili

COMMERCIALI VENDITA

per info 055 8458055 >>www.dellacasaweb.it

franco@immobiliaredallai.com

1-2 VANI MUGELLO BORGO S. LORENZO Terratetto di mq 62 con ingresso indipendente, soggiorno cucinotto due camere servizio con vasca e finestra e ripostiglio, resede privata (25mq circa). Termosingolo. Abitabile Euro 127.000 trattabili 3 VANI MUGELLO VAGLIA In collina, app.to nuovo, composto da ingresso disimpegno, soggiorno, cucinotto, due camere, servizio,ripostiglio, terrazza, giardino privato, garage e posto auto. Termosingolo. Euro 215.000 4 VANI MUGELLO BORGO S. LORENZO Appartamento nuovo di 4 vani, doppi servizi balcone garage p.auto, ascensore piscina, palestra. Ottime rifiniture. Ag. Dallai. Euro 245.000 TERRATETTO MUGELLO SCARPERIA Terratetto ingresso indipendente, di 90 mq. Ottimo stato e rifiniture. Cotto travi in legno, termosingolo metano. Ag. Dallai Euro 170.000

4 VANI

BORGO SAN LORENZO nuovo centro residenziale immerso nel verde a pochi passi dal centro. Appartamento al piano secondo composto da ampia terrazza, soggiorno con angolo cottura ed una camera e mansarda con possibilità di altri 2 vani. Costruito con moderne tecnologie e i migliori standard di progettazione, massima cura nei dettagli costruttivi e in classe energetica A con consumi ridotti fino al 70%. Euro 171000. NO provvigioni. (rif. RIM3r) Cell. 3286669169 BOLOGNESE a 25 minuti da Firenze, appartamento nuova costruzione con ingresso indipendente, composto da cucinasoggiorno, camera matrimoniale, bagno al primo piano, possibilità di due camere in mansarda, terrazza, termosingolo,

IMMOBILI

FIRENZE 3 VANI GAVINANA in palazzo signorile vendiamo due unita immobiliari completamente ristrutturate luminose composte da ingresso soggiorno angolo cottura camera matrimoniale cameretta servizio ripostiglio termo-singolo a partire da Euro 270.000 FIRENZE 4 VANI GIANNOTTI luminoso signorile ultimo piano ingresso soggiorno cucina abitabile 2 camere matrimoniali balcone servizio ripostiglio con finestra ottimi affacci Euro 370.000 CASELLINA in palazzo signorile luminoso silenzioso nel verde ampio ingresso soggiorno ampia cucina abitabile 2 camere matrimoniali ampio servizio grande ripostiglio 2 balconi Euro 290.000

FIRENZE OLTRE 5 VANI VILLAGGIO PRIMAVERA signorile luminoso silenzioso panoramico ingresso salone doppio cucina tinello 3 camere doppi servizi 2 balconi soffitta lastrico solare di proprieta’ 2 garage cantina Euro 600.000/00 FIRENZE FONDI COMMERCIALI VENDITE PONTE A EMA ampio ufficio/locale commerciale luminoso composto da due vani piu’ servizi due sporti su strada possibilita’ cambio di destinazione d'uso Euro 220.000 RIPOLI fondo commerciale con sporto su strada completamente ristrutturato servizio Euro 180.000 FIRENZE ATTIVITA' COMMERCIALI GAVINANA avviata attivit√É alimentari e tabacchi Euro 100.000

GAVINANA attivita’ edicola in ottima posizione commerciale Euro 200.000 FIRENZE AFFITTI 2 VANI PONTE ALLE MOSSE pressi luminoso silenzioso ultimo piano monolocale + mansarda con terrazzo panoramico Euro 680 DUOMO piano alto con ascensore bilocale composto da ingresso camera matrimoniale cucina servizio Euro 800 B.MARCELLO bilocale composta da ingresso camera matrimoniale cucina abitabile servizio Euro 650 FIRENZE FONDI COMMERCIALI AFFITTI GAVINANA fondo con sporto su strada con servizio e soppalco Euro 500/00 PONTE ALLE MOSSE ampio fondo di mq 440 circa, 2 sporti su strada passo carrabile, possibilita’ frazionamento Euro 4.400

LARGO P. P. BOSCOLI 7 TEL. 055 68.00.095

1035768


1108548

Il reporter-Fiesole-Giugno 2010  

Il reporter-Fiesole-Giugno 2010

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you