Page 1

INCHIESTA. Le agenzie investigative

ANZIANI. La mappa degli sconti

Devi affittare?

906783

INFANZIA. I nomi più in voga

Tel. 055.687553 Periodico d’informazione locale. Anno II n. 44 del 6 ottobre 2008. N° reg 5579 del 17/05/2007 tribunale di firenze. Iscrizione al Roc 8551. Spedizione in a.p. - 45% legge 662/96 art. 2 comma 20/b. Contiene I.P. Prezzo di copertina euro 0,10

Investire su Firenze

PRIMO PIANO

IL FOCUS

OTTOBRE 2008

Matteo Francini

È

QUELLE BOTTEGHE CHE NON CI SONO PIU’ A tu per tu con uno degli ultimi artigiani rimasti nella zona. PAG.2

Un campo da calcio in viale Europa

PAG. XX

REGOLAMENTO URBANO Nel quartiere vengono rispettate le nuove norme? Il Reporter è andato a controllare

Trippa e Cavalli in Oltrarno

PAG.4

di Ludovica V. Zarrilli

CULTURA

L

ocali alla moda nelle strade più antiche della città. E’ questo l’ultimo trend fiorentino, che cambia un po’ lo skyline dell’Oltrarno. Negli ultimi mesi tra via Maggio, piazza Santo Spirito e il lungarno prospiciente, sono spuntati come funghi tre nuovi ristoranti (di cui uno in fieri) e una pizzeria. Quello che stuzzica di più la curiosità è il

nascituro club firmato dallo stilista Roberto Cavalli, che dovrebbe nascere all’interno di una chiesa sconsacrata prima della fine del 2008. A seguirlo a ruota ci sono “Nove”, una pizzeria da asporto, che sembra aver turbato la quiete sorniona di via Maggio e una tripperia che si discosta un po’ da PAG.12 quelle tradizionali.

“CREATIVITÀ”, AVANTI TUTTA!

SONDAGGIO È stato presentato il progetto del nuovo stadio “Viola” COSA NE PENSI?

Torna il festival fiorentino, con tanti appuntamenti PAG.36

PAG.13

L’INTERVISTA. Mister Prandelli parla a tutto campo della sua avventura in viola

Firenze s’inchina a re Cesare

D

ice di voler continuare sulla strada intrapresa dal giorno del suo arrivo alla Fiorentina, di cercare di migliorare un passo alla volta e di voler puntare sempre un po’ più in alto. Cesare Prandelli da Orzinuovi ha saputo riportare nel capoluogo toscano la voglia di giocare a calcio per vincere, per divertire e per far tornare la sua creatura tra le “grandi” del pallone europeo. E Firenze ha ricambiato regalando al suo nuovo “profeta” un amore sempre più grande, stringendosi intorno a lui nel momento più difficile e non abbandonandolo in quello del dolore, quando il calcio giocato ha lasciato spazio alle lacrime e al silenzio per la morte di Manuela, la signora Prandelli. Ora, per l’allenatore e la

PAG.3

sua squadra è iniziata una nuova stagione, che ha visto finalmente il ritorno dei viola nel gotha del calcio europeo, quella Champions League che, per un motivo o per l’altro, mancava a Firenze da quasi dieci anni. E lui, che ha saputo affascinare un’intera città come pochi altri prima di lui erano riusciti a fare, racconta a Il Reporter aspettative e progetti per il futuro, con i piedi – come al suo solito – ben piantati per terra. Le prime quattro squadre italiane sono ancora uno o due gradini sopra la sua Fiorentina, dice. Ma iniziare a sognare si può. “Alla fine di questo campionato capiremo chi siamo davvero. E se saremo davvero lassù, in cima, allora potremo davvero pensare in grande”. Parola di re Cesare. PAG.38

EDIZIONE DEL QUARTIERE 3 • 15.321 COPIE DISTRIBUITE DA

sempre una buona notizia quando un imprenditore decide di investire sulla propria città. Se poi a farlo è nientemeno che Roberto Cavalli, e se la zona scelta è quella dell’Oltrarno, alle prese da tempo con qualche problema di degrado e di abbandono, la notizia per Firenze è ancora migliore. L’annuncio dello stilista - che Il Reporter pubblica su questo numero – di voler dar vita al “Cavalli club” – un po’ ristorante e un po’ locale da happy hour - nella zona di piazza del Carmine, arriva a pochi mesi di distanza dall’apertura, sul lungarno Guicciardini, di “Nove”, esclusivo ristorante firmato da un altro imprenditore fiorentino, Tommaso Buti. Anche lui ha scelto l’Oltrarno per dar vita alla sua creatura, e anche lui, come Cavalli, ha scelto il settore della ristorazione – tradizione tipica fiorentina e in particolar modo di “Diladdarno” - per investire su Firenze. Due locali che possono portare un po’ d’aria nuova in una zona che negli ultimi anni ha fatto parlare di sé soprattutto per le proteste dei suoi abitanti, ma che soprattutto potranno risvegliare, con il loro esempio, l’interesse di industriali e imprenditori – e non solo fiorentini – a investire sulla nostra città. Ce n’è bisogno. Da questo numero Il Reporter cambia direttore: ora tocca a me dopo 16 numeri guidati da Marco Agnoletti, che continuerà comunque a gestire lo spazio delle vostre lettere. Ma non è questa l’unica novità che vi aspetta. Per conoscere meglio tradizioni e tendenze di Firenze, nasce infatti sul nostro sito internet (www.ilreporter.it) “Gatta ci cova”, rubrica settimanale di costume firmata da Ludovica Valentina Zarrilli. Un modo per scoprire nuovi aspetti di una città che non finisce – e non deve finire – mai di stupire. m.francini@ilreporter.it

907445

Geom. MARCO MARCO FIESOLI Geom. FIESOLI IL TUO AGENTE IMMOBILIARE IN FIRENZE AFFITTI

EUROPA VIA SVIZZERA ANTELLA appartamento: ingresso, paese, disponiamo cucina abitabile con bilocali completamente balcone e dispensa, ristrutturati e arredati. soggiorno doppio, 2 Contratto libero. camere matrimoniali, (R 144) bagno. Arredato. (R 103) Le nostre offerte proseguono all’interno Tel. 055 687553 - 055 6812507


2

Ottobre 2008

GAVINANA • GALLUZZO • FIRENZE SUD

PRIMO PIANO

L’INTERVISTA. A tu per tu con Raffaele Ficocelli, ago e filo in mano da più di cinquant’anni

C’era una volta un quartiere di artigiani

A 73 primavere suonate continua a mandare avanti la sua storica sartoria di via Datini, anche se il mondo intorno a lui sembra essersi trasformato: dei tanti “bottegai” del quartiere ne sono rimasti ben pochi. “Mi piange il cuore al pensiero di chiudere: nessuno sa più fare questo mestiere” Cecilia Tarchi

“L’

artigianato è stato ucciso”. Lo ripe- sartoria è il mio lavoro e io lo amo. Dà grandi soddisfazioni, te più volte Raffaele Ficocelli, sarto se trovassi qualcuno con la mia stessa passione gli affiderei del quartiere da più di cinquant’anni. la bottega, ma in giro non c’è più nessuno che sa fare questo Aprì la sua storica sartoria in via Dati- mestiere”. ni, all’epoca periferia-campagna di una città pullulante di Perché? botteghe artigiane, e da quella strada non si è più mosso. “Perché l’artigianato è stato ucciso. Mi dica lei quante sarIl clima di quegli anni è però cambiato, e quell’atmosfera torie esistono oggi. Quante delle poche che resistono apparnon è più possibile respirarla. Nelle sue parole è possibile tengono a giovani? Tutti i sarti hanno la mia età. Di allievi leggere l’amarezza per una realtà che è andata lentamente non ce ne sono più. Nessuno ci ha aiutato a tramandare quetrasformandosi sotto i suoi occhi, al punto che oggi non è sto mestiere. La sartoria può dichiararsi finita”. più possibile stilare un elenco degli artigiani del quartiere, Qual è la difficoltà nell’imparare un mestiere come quetanto meno di quelli storici, se non ricorrendo alla memo- sto? E perché la sua visione è così pessimista? ria e facendo il conto delle serrande ormai abbassate o “Prima di tutto questo è un lavoro che si fa per passione. Le dei volti familiari che non si incrociano più. Di una lunga ore passate a cucire non si contano. Poi per definirsi un vero serie di botteghe ne sono rimaste ben poche: sartorie da sarto ci vogliono almeno dieci anni di apprendistato. Bisogna sposa o per bambini, corniciai, restauimparare a tenere l’ago in mano, avere ratori di mobili, falegnamerie, lavanocchio. I primi tempi un apprendista Ho clienti sparsi derie e oreficerie, ma niente in conli passa a osservare. La pratica vera e in tutto il mondo: fronto all’epoca in cui ogni famiglia propria arriva dopo. Inoltre l’artigianaanche Giorgio La Pira aveva il proprio calzolaio di fiducia o to non è stato aiutato, ci hanno lasciato si è servito da me la sarta che ricordava a perfezione le soli. Quando in passato mi sono rivolto misure di ogni suo cliente. E su tutto alle associazioni di categoria e ai sindaquesto ha le idee chiare, il signor Ficocelli. cati per trovare qualche giovane a cui insegnare quest’arte Da quanto tempo fa il sarto? non ho avuto né sostegno né collaborazione. Nessuno si è “Da più di cinquant’anni. Ho iniziato a occuparmi di sar- reso conto che l’artigianato in Italia è fondamentale, soprattoria a sei anni. Ho mosso i primi passi in Puglia, io sono tutto in una città come Firenze, che ne è sempre stata la culla. Il nostro Paese è conosciuto in tutto il mondo per la creatività originario di San Giorgio Ionico”. soprattutto in arti come questa”. Quando è arrivato a Firenze? “ Nel 1954, prima di allora avevo vissuto a Trieste, poi mi E le sue creazioni sono apprezzate? sono trasferito qui e ho aperto la mia sartoria in via Datini. I “Sì, ho clienti sparsi in tutto il mondo. In passato è stato mio primi tempi sono stati duri, poi piano piano mi sono fatto la cliente anche il sindaco Giorgio La Pira, una bellissima perclientela e da allora non mi sono più mosso. Mi considero un sona. Poi sono conosciuto anche in Germania, Stati Uniti, Francia. Un mio cliente è lo scrittore David Birnbaum”. vecchio del quartiere”. Altri nomi? E ancora non ha intenzione di lasciare? Non è stanco? “Ho 73 anni... Penso a chiudere, ma mi piange il cuore. La “Non posso farli…”.

IL SERVIZIO In arrivo alle famiglie un opuscolo informativo

Una guida per scoprire cosa succede sotto casa

L

o sapevate che nel quartiere 3 bigliamento, libri e materiale inc’è una scuola di recitazione formatico, e biglietti per cinema, per bambini e adolescenti? Che teatro, mostre, concerti. Anche i sono attivi corsi di animazione, ragazzi stranieri trovano spazio musica, danza, fotografia e atti- nei servizi del quartiere; con il vità motorie per giovani e adulti? “Viaggio degli alfabeti” è infatti Che esiste una carta giovani per attivo un progetto di alfabetizzaresidenti o domiciliati che dà di- zione durante l’orario scolastico. ritto a sconti e agevolazioni? Vi Tra le attività sportive la scuola siete mai chiesti dove si trova il di Giocosport prevede la parteciVivaio per le imprese? E l’asso- pazione di tutti gli alunni a varie ciazione Slow Food? Finalmente, discipline sportive (basket, palle risposte a tutte queste doman- lamano, pallavolo, tennis, calcio, de si potranno trovare in un uni- madball, judo), con itinerari e co opuscolo informativo messo a percorsi differenziati in relazione punto dal Quartiere, in distribu- all’apprendimento, all’età e allo zione in questi giorni nelle case sviluppo, mentre al campo scuodelle famiglie della circoscri- la di Sorgane, nel mese di magzione. Una vera e propria guida gio, verrà svolta la festa finale. compatta ai servizi e alle inizia- Rivolto ai giovani dai 12 ai 18 anni è lo sportive del quartietello di ascolto re, con indirizzi Un vademecum del centro giodi sedi e strutper conoscere vani, in corso ture in concesattività e iniziative di attivazione. sione, rivolta a della circoscrizione Qui i ragazzi tutti i residenti possono parlama soprattutto ai giovani della zona. Così, tra re liberamente e anonimamente, i servizi offerti si scopre che per da soli o in piccoli gruppi, delle il progetto Libernauta (concorso loro problematiche, e ricevere rivolto agli alunni delle scuole) un “consiglio e un confronto” tutti vincono, ma i premi miglio- professionale con operatori ri vanno alle recensioni mitiche, esperti in counseling. Le reti di più intriganti e creative, che ai solidarietà sono invece un vero Libernauti verrà rilasciato un e proprio centralino e punto di attestato di partecipazione - utile ascolto gestito direttamente da per ottenere i crediti formativi - volontari, in accordo con i sere che tra i premi ci sono viaggi, vizi sociali (informazioni allo buoni di acquisto per capi di ab- 055.6810079). /S.C.


GAVINANA • GALLUZZO • FIRENZE SUD

PRIMO PIANO

3

Ottobre 2008

IL PROGETTO. Si fa largo l’idea di realizzare l’opera “espulsa” da via del Larione nelle aree Chini e Marfin

Una nuova “casa” per il campo da calcio La zona individuata

LA SCHEDA

comprende i quasi sei

Europa, via di Badia

Case, negozi e uffici: viale Europa “cresce”

a Ripoli, il raccordo

L

ettari di terreno tra viale

avori in corso in viale Europa sul terreno della “Costruzioni Chini srl”, più o meno all’altezza del raccordo. Dove fino a poco tempo fa non c’era nient’altro che campo, nel giro di un anno e mezzo verranno realizzate una serie di villette terratetto con giardino e posto auto, e un edificio che ospiterà negozi, uffici e quattro appartamenti di circa 100 metri quadrati l’uno: il tutto in stile moderno, circondato da parcheggi e spazi verdi. “Costruzione di un complesso residenziale, direzionale e commerciale”, annuncia il cartello di dichiarazione dei lavori, e per avere un’idea di quello che verrà si può dare un’occhiata al rendering esposto sui pannelli che delimitano il cantiere, lungo il viale. Ancora non è definito, invece, l’inizio dei lavori nel lotto adiacente, quello della proprietà Marfin, che porterà alla realizzazione di un centro sportivo.

autostradale e viuzzo delle Lame. Gli abitanti chiedono più spazi per lo sport Giulia Brestolani

A

l momento è solo un’ipotesi da approfondire, e su cui fare verifiche normative e progettuali. Un’ipotesi, però, ventilata da più parti, quella della realizzazione di un campo da calcio regolamentare a undici all’interno delle aree Chini e Marfin, ovvero i quasi sei ettari di terreno compresi tra viale Europa, via di Badia a Ripoli, il raccordo autostradale e il viuzzo delle Lame. E si tratterebbe proprio di quel campo da calcio “espulso” dalla zona sottostante il parco della Villa di Rusciano, in via del Larione. Doveva nascere lì, insieme a spogliatoi e altre strutture, grazie ai fondi già stanziati dell’assessorato allo sport, ma le proteste degli abitanti e l’opposizione dei Verdi in consiglio comunale avevano bloccato il progetto, privilegiando le ragioni della tutela ambientale e paesaggistica rispetto a quelle della pratica sportiva. Ecco che allora, tra le alternative possibili per la localizzazione di questi 100 metri di lunghezza per 60 di larghezza di campo da calcio con tribuna per il pubblico, si sta facendo strada quella delle aree Chini e Marfin: un percorso che dovrà svilupparsi nei prossimi mesi, partendo dall’accordo con la proprietà. Per adesso, il piano di recupero di questa ampia area di viale Europa - la cui prima approvazione risale al 1998 e l’ultima a fine 2006 - prevede la realizzazione di aree verdi, un distaccamento del servizio sanitario per la Società della Salute, un centro servizi, un piccolo insediamento residenziale - riservato per il 20% al Comune per l’affitto - e un centro sportivo: una location senz’altro ideale per il nascituro campo da calcio in cerca di dimora. Gli impianti sportivi verranno realizzati nella proprietà della finanziaria Marfin, che a partire da Villa Beccai si estende verso La Nave a Rovezzano, praticamente dietro al futuro complesso residenziale, direzionale e commerciale che è adesso in via di edificazione sul terreno della società di costruzioni Chini, dal lato di viale Europa. “La domanda di strutture per lo sport è in forte crescita, e questo è un dato

di fatto a Gavinana e in generale a Firenze – dice Luciano Ridolfi, vicepresidente del Quartiere 3 – a chiedere questo campo non sono solo le società sportive, che comunque non fanno altro che raccogliere le richieste della gente, ma anche i cittadini stessi direttamente”. Per motivi di impatto ambientale, quindi, il progetto che prevedeva il campo da calcio in via del Larione è stato sospeso, ma è più che mai ferma la volontà del Quartiere di andare avanti e trovare uno spazio adegua-

Il Reporter è un periodico di 7 edizioni che mensilmente viene distribuito da in 190mila copie

sa, hanno sempre qualcosa da ridire; in più, contro il piano di recupero che interessa l’intera area, un gruppo di cittadini ha già presentato ricorso al tribunale amministrativo della Toscana per chiederne l’annullamento e il blocco dei lavori, ma il Tar ha bocciato la loro richiesta a marzo scorso. Sul campo da calcio, però, sembra che i residenti del quartiere si trovino abbastanza d’accordo: speriamo che lo facciano, presto, bene e con tanti posti auto.

IL FOCUS I Verdi e alcuni abitanti erano contrari alla nascita degli impianti nell’area individuata originariamente

E il parco di villa di Rusciano resterà un giardino alberato

“A

bbiamo sempre valutato negativamente l’impatto sul territorio della costruzione di un campo da calcio regolamentare, con campetti da gioco, spogliatoi e tutto il resto, così come previsto nel progetto dell’assessorato allo sport, approvato dalla giunta, per l’area sottostante il parco della Villa di Rusciano”. È quanto afferma Giovanni Varrasi, capogruppo dei Verdi in Comune e presidente della commissione qualità urbana. “Siamo molto soddisfatti di quanto siamo riusciti a fare – continua - sicuramente grazie al connubio perfetto che c’è stato con il gruppo consiliare del Partito Demo-

Il Reporter di Gavinana, Galluzzo, Firenze sud raggiunge 15.321 famiglie nel quartiere 3 di Firenze.

Copia in abbonamento postale

to, che ne consenta la realizzazione nel minor tempo possibile. A questo proposito le aree Chini e Marfin sembrano un’ottima soluzione, anche perché si tratta di una superficie molto grande adatta ad accogliere non solo un campo da gioco regolamentare, ma anche tutte le attrezzature necessarie per il suo miglior utilizzo, come spogliatoi e parcheggi. Potrebbero esserci polemiche o lamentele da parte degli abitanti su questa ipotetica nuova localizzazione del campo? I fiorentini, si

Editore e Concessionaria Pubblicitaria: Web&Press Edizioni s.r.l. Direzione ed amministrazione: via Kassel 17- 50126 Firenze tel. 848.80.88.68 Direttore Responsabile: Marco Agnoletti Service editoriale e grafico: Tabloid soc.coop., Firenze (FI) scrivimi@ilreporter.it

cratico e con il Quartiere 3”. Pur attribuendo un ruolo primario alla promozione delle attività sportive, i Verdi non sono mai stati d’accordo su questi impianti, perché avrebbero turbato l’equilibrio estetico di una zona subcollinare e di pregio, senza considerare le difficoltà di accesso e di parcheggio per le auto: considerazioni peraltro condivise da alcuni abitanti della zona, preoccupati soprattutto per gli intasamenti di traffico che si sarebbero potuti verificare. Da qui sono nate un’ispezione e, successivamente, a maggio scorso, una mozione. È stato chiesto di rivedere il piano e di individua-

Stampato da Rotopress International, Loreto (AN) Chiuso in redazione 6 ottobre 2008 Periodico d’informazione locale. Anno II n. 44 del 6 ottobre 2008. N° reg 5579 del 17/05/2007 tribunale di Firenze. Iscrizione al Roc 8551. Spedizione in a.p. - 45% legge 662/96 art. 2 comma 20/b. Contiene I.P. Prezzo di copertina euro 0,10€

Associato alla Unione Stampa Periodica Italiana

re un’area diversa per il campo da calcio e per le altre strutture sportive, al fine di tutelare gli spazi verdi della città. E per questo il parco della Villa di Rusciano dovrebbe rimanere quello che è, e cioè un parco alberato. È evidente però che necessita di un intervento di riqualificazione, perché ormai da troppo tempo è incolto e degradato, quindi non fruibile da parte dei cittadini. Il modello è quello dell’Anconella: verde pubblico con spazi ludici e ricreativi, e magari anche un piccolo bar. La previsione è di portare a termine quest’opera nel prossimo mandato amministrativo. /G.B.

Dati non raccolti presso l’interessato Si informa che, ai sensi dell’art. 24, comma 1, lett. C, del D.Lgs 196/2003 (codice in materia di protezione dei dati personali), il consenso per il trattamento dei dati personali, non è richiesto in quanto i dati sono provenienti da pubblici registri, elenchi, atti o documenti conoscibili da chiunque. Nel rispetto della normativa vigente in materia di protezione dei dati personali (art.13 del d.lg 196/2003). La informiamo che i suoi dati personali, non sensibili, sono raccolti e trattati da Web&Press s.r.l., al solo fine dell’invio presso la Sua residenza del periodico gratuito “il Reporter”. Il responsabile del trattamento è Web&Press s.r.l. Potrà in ogni caso richiedere l’eliminazione dei Suoi dati e in contemporanea la sospensione dell’invio della sua copia esercitando l’art. 7 scrivendo a Web&Press via Kassel 17 50126 Firenze.


4

Ottobre 2008

GAVINANA • GALLUZZO • FIRENZE SUD

FATTI E PERSONE

L’INDAGINE. A due mesi dall’entrata in vigore del regolamento di polizia urbana, Il Reporter è andato a controllare

Quando dalle finestre sventolavano i panni Il bucato steso fuori dai palazzi sembra sparito, così come

POLITICA. Alessandro Scarselli passa ai Democratici

i “bisognini” dei cani per le strade. Resistono invece i rifiuti per terra e le bici legate ovunque: questa la situazione nel quartiere

A Gavinana il Pd ha fatto 13

C

Giulia Brestolani

L

a sanzione è pecuniaria, e oscilla da un minimo di 25 a un massimo di 500 euro: vale a dire che una “cicca” gettata per terra potrebbe costare molto cara al fumatore noncurante delle disposizioni contenute nel nuovo regolamento comunale di polizia urbana, varato la scorsa estate. E questo è solo un esempio, perchè tante sono le “misure volte ad assicurare la serena e civile convivenza dei cittadini e il corretto uso del suolo pubblico”. Il Reporter è andato a vedere se – e in che misura - queste regole vengano rispettate a Gavinana. Partiamo proprio dai mozziconi di sigaretta che, evidentemente, non sono ancora spariti dai marciapiedi, dalle vie e dalle aiuole. “Signore, quasi esclusivamente residenziali, ma lei lo sa che adesso c’è una mul- come i dintorni di via Web o il Vilta per chi butta per strada le sigaret- laggio Primavera, e per le vie dello te o qualsiasi altro rifiuto?” .“Sì sì, shopping – viale Europa e via Orsima tanto chi mi becca? E poi non ni – dove sono i negozianti stessi a ci sono abbastanza cestini: se devo tenere pulito il proprio pezzettino di terra. La colfarmi mezzo pa è attribuita chilometro a In molti continuano in primis allo piedi, allora la a buttare le sigarette scarso senso butto per terra. con la convinzione civico della Prima ci vodi non essere “beccati” gliono i cestigente e, anche ni, per esemse la situazione pio qui in via di Ripoli, e poi si può negli anni sembra essere lentamente iniziare a rispettare questa regola”, migliorata, non si può certo dire che sostiene un passante. Regola accolta la possibilità di una multa “ai sensi” di buon grado dagli abitanti del quar- del nuovo regolamento abbia finora tiere che, sigarette a parte, giurano contribuito a ripulire le strade e le di non disperdere niente nell’am- piazze di Gavinana. Questo perché biente (“forse a volte può capitare la mancano i controlli, in fin dei conti gomma da masticare…”). Eppure le nessuno teme di essere “beccato” cartacce si vedono un po’ dappertut- dalla polizia mentre butta per terto, fatta eccezione per alcune zone ra un fazzolettino di carta. Rimane

invece un ricordo del passato il bucato che sventola dai balconi, dato che il divieto di esporre panni stesi viene osservato pressoché ovunque. Bene anche i “bisognini” dei cani, in via di estinzione dai marciapiedi: merito delle aree per cani e dell’incivilimento dei padroni, che ormai viaggiano quasi tutti con gli appositi sacchettini. Male, invece, per quanto riguarda le biciclette appoggiate e legate ai pali o ad altri elementi di arredo urbano. Il regolamento lo proibisce espressamente, ma nel quartiere più o meno ogni palo ha la sua bicicletta, quando non sono addirittura due o tre. “Ci vogliono più rastrelliere, ce ne sono poche e mal distribuite”, si lamentano in molti. E allora i ciclisti trasgrediscono, rischiando rimozione del velocipede e multa: ma un rischio poco percepito, perché “tanto nessuno controlla”.

on 13 consiglieri all’attivo, il gruppo del Partito Democratico del Quartiere 3 si conferma il più numeroso fra quelli presenti nei consigli delle circoscrizioni fiorentine. Un numero che la dice lunga sullo stato di salute del Pd a Gavinana. “Ormai – commenta il presidente del Q3 Andrea Ceccarelli – siamo un gruppo di maggioranza assoluta, e non posso che esserne felice”. Dopo l’adesione di Massimo Mangani, ex capogruppo di Rifondazione Comunista, l’ulti- Alessandro Scarselli mo arrivato in casa Pd è Alessandro Scarselli, eletto nel consiglio di Quartiere nel 2004 nelle fila dei di altri a sinistra, è avvalorata dai Comunisti Italiani, e già presidente fatti della politica nazionale, dove della commissione politiche giova- tuttora permane il caos politico”. Che percorso politico ha fatto in nili. Quali sono le ragioni del suo pas- questi anni? saggio al Partito Democratico? “Fino al 2004 ho svolto una car“Non si tratta di una decisione riera da dirigente sindacale nella presa in un momento e maturata Cgil, vivendo comunque in un clisingolarmente. E’ stata una presa ma politico. Dal 2004 sono entrano d’atto dell’incapacità della sinistra nelle liste della sinistra tra le fila di rispondere alle esigenze del Pae- dei Comunisti Italiani, e sono stato se, maturata dopo la sconfitta alle eletto nel consiglio del Quartiere 3. ultime elezioni politiche. Paralle- Fin da subito ho ricoperto il ruolo lamente mi di presidensono reso te della L’ex consigliere del Pdci conto della commisè stato l’ultimo ad aderire forza del sione per al Partito Democratico nuovo parle politiche nel consiglio di Quartiere 3 tito che ha giovanili”. trovato una É cambiato sintesi tra le due anime del centro qualcosa nella sua attività ammisinistra, intraprendendo un percor- nistrativa? so che è ancora in corso, riuscendo “Assolutamente no. Già da quando a proporsi come un’unica forza non entrai a far parte della commissione solo a livello nazionale ma anche a nel 2004 mi preoccupai di dare contilivello internazionale, una dimen- nuità al lavoro svolto dal mio predesione con cui tutti i partiti dovreb- cessore. A maggior ragione adesso. bero confrontarsi. Amaramente, Si tratta di una decisione personale oggi, con il senno di poi, mi rendo che non riguarda la mia attività am/S.C. conto che la mia scelta, come quella ministrativa”.

LA TUA AUTO??? LA COMPRIAMO NOI!!!

Uomo - Donna

861265

857914

Orario continuato dal Lunedì al Sabato 8 - 21. Aperto l’ultima Domenica del mese 8.30-20.30

PROMOZIONE PER LEI

shampoo, crema, mousse compresi nel prezzo

AUTO INCIDENTATE, USATE DI TUTTE LE MARCHE ANCHE CON MOTORE FUSO, FUORISTRADA

PAGAMENTO IN CONTANTI

AUTOBAZAR MASSIMA SERIETA’ MANUEL

392.9030036

piega colore mèches contrasti

€ 15,00 € 15,00 € 35,00 € 25,00

taglio + piega taglio + piega + colore taglio + piega + contrasti taglio + piega + mèches

€ 30,00 € 40,00 € 50,00 € 60,00

(promozioni non valide il venerdi, sabato e domenica)

PER LUI shampoo + taglio € 18,00 SERVIZI EXTRA DA CONCORDARE

CENTRO COMMERCIALE GAVINANA Via Erbosa, 68 FIRENZE Tel. 055 6801064 Inoltre: Piazza S. Jacopino, 1r FIRENZE Tel. 055 362451


GAVINANA • GALLUZZO • FIRENZE SUD

FATTI E PERSONE

5

Ottobre 2008

PIANETA INFANZIA/1. Sempre più richiesto, dalle famiglie, un posto negli asili per bimbi da 0 a 3 anni

Quei “nidi” che non bastano mai Nel quartiere 3 sono cinque le strutture pubbliche, per una capienza complessiva di 178 posti. Dei nuovi entrati uno su dieci è straniero. In aumento le domande Cecilia Tarchi

S

taccia Buratta, Palla Pillotta, Il palloncino, Catia Franci e Cucù: sono questi gli allegri nomi dei cinque asili nido pubblici del quartiere 3. Fra questi, due si trovano nella zona del Galluzzo - in via del Portico e via Ximenes - mentre gli altri si collocano fra via Villamagna, via Fez e via Benedetto Croce. La loro capienza complessiva è di 178 bambini, che però non corrisponde ai posti effettivamente disponibili, che variano annualmente. Nelle graduatorie per l’anno scolastico 2008/2009 sono stati ammessi circa 100 bimbi, e fra questi gli stranieri rappresentano quasi il 10%. Sono suddivisi in fasce d’età: piccoli, medi e grandi, a seconda della loro data di nascita. L’asilo Staccia Buratta è l’unico, fra i cinque, a non accogliere piccoli di età inferiore ai 12 mesi. Sono sempre di più le richieste fatte dalle famiglie per un posto nei “nidi”: vista la situazione, l’unica soluzione, a

volte, è quella di attendere nella speranza che si liberi un posto, poiché le graduatorie, pubblicate entro il mese di luglio, vengono periodicamente aggiornate in base alle rinunce e alle conseguenti nuove ammissioni, di modo che, appena si rende disponibile un posto in uno degli asili richiesti, le famiglie sono contattate. Nella quasi totalità dei casi, nei nuclei che fanno richiesta di un posto al nido entrambi i genitori sono lavoratori dipendenti, sottoposti a turni o con orari poco flessibili, per cui diventa molto difficile occuparsi personalmente dei figli. In alcuni casi sono i nonni a supplire ai genitori, ma il nido sta diventando una tappa fondamentale nella crescita dei bambini, che hanno la possibilità di costruire rapporti importanti con coetanei e adulti estranei al loro contesto familiare, permettendogli così di acquisire maggiore consapevolezza di sé. Questo aspetto è determinante soprattutto per i bimbi

stranieri, che necessitano maggiormente di inserirsi all’interno di una realtà a volte sconosciuta, dando la possibilità, solo a loro ma anche alle proprie famiglie, di integrarsi nel minor tempo possibile. Sempre più, infatti, il nido viene percepito come un luogo, fisico ed

emotivo, che permette al bambino piccolo di fare le sue prime esperienze che lo aiutino non solo nella crescita intellettuale, sviluppando le proprie abilità, ma anche in quella emotiva, aumentando l’autonomia e la capacità di tollerare il normale distacco dai genitori.

PIANETA INFANZIA/2. Sempre più genitori, per scelta o necessità, non si affidano ai servizi del Comune

Corsi di inglese e cibo su misura: le offerte dei privati A

sili nidi pubblici ma non solo. Nel quartiere 3, infatti, sono presenti anche quattro strutture private: La vispa Teresa, Chat gall, Graziano Grazzini - che è un servizio accreditato dal comune di Firenze - e il Koala giallo. Le famiglie, per scelta o perché i loro figli non sono stati ammessi al servizio pubblico, si rivolgono sempre più frequentemente a queste strutture, che vanno incontro alle esigenze o necessità dei genitori. Un’agevolazione è l’orario. I nidi pubblici del quartiere effettuano il “tempo lungo”e le uscite possono avvenire anche dopo il pranzo. Moltissimi genitori però hanno bisogno di un servizio che garantisca la cura dei figli per un tempo maggiore, e i privati offrono questa opzione. L’ultima uscita, al nido La Vispa Teresa, avviene alle 19, e Chat Gall garantisce il servizio fino alle 17, perchè, come

cooperativa sociale, gli orari di entrata e di chiusura vengo- euro per un tempo lungo. Per un valore Isee pari o superiono presi in totale accordo con i genitori, che per adesso non re a 18.500 euro viene invece applicata la tariffa massima, hanno richiesto un servizio prolungato. Oltre all’orario, gli corrispondente alla somma di 380 euro. Diverse le tariffe asili privati organizzano corsi interni di lingua inglese tenuti dei privati: si va da 450 a 600 euro per un full time tutto incluso - pannolini compresi – e, in caso di da insegnanti madrelingua o corsi di educazione musicale i cui costi sono già compresi Differenze di orari, richiesta, anche consulenza psicologica alle famiglie come aiuto alla genitorialità. Il pernella retta mensile. Per quanto riguarda le tatariffe e servizi sonale è altamente qualificato in entrambi riffe, nei pubblici le famiglie contribuiscono tra le strutture i casi; nei privati è composto da laureati o in base al reddito: a seconda della fascia ecopubbliche e non laureandi, e chi ha il diploma ha il titolo di nomica in cui rientrano, sono tenuti a pagare educatore professionale. La mensa, biologiuna quota mensile (eccetto che in alcuni casi regolati da leggi specifiche). La tariffa minima, che corri- ca per l’80%, ha un costo a parte, e tiene conto non solo di sponde a un valore Isee ((Indicatore della situazione econo- eventuali allergie e intolleranze, ma anche dell’etnia e della mica equivalente) pari o inferiore a 5.500 euro, equivale a 66 cultura del bambino. /C.T.

DISTURBI DEL SONNO

D

ifficoltà ad iniziare o a mantenere il sonno, interruzioni ricorrenti e persistenti del sonno, eccessiva sonnolenza anche nelle ore diurne, attacchi irresistibili ed improvvisi di sonno, ripetuti risvegli dal sonno con ricordo di incubi, difficoltà di respirazione correlate al sonno e sonnambulismo. Questi sono i principali disturbi del sonno, che possono presentarsi a prescindere da altri disturbi (ad esempio ansia e depressione) e non essere dovuti agli effetti di una sostanza (farmaco o sostanza di abuso) o ad una condizione medica generale. Elisabetta Romeo I disturbi del sonno sono frequenti e comuni: persone di tutte le età accusano spesso di non dormire a sufficienza, di non riposare bene o di non riuscire ad addormentarsi. Il campanello d'allarme che può ricondurre alla presenza di un disturbo del sonno è la percezione da parte dell'individuo di un sonno qualitativamente e/o quantitativamente insufficiente e insoddisfacente. Dunque quando la persona non riesce ad avere beneficio dal riposo perché dorme troppo poco, eccessivamente, male, o con frequenti ed improvvisi risvegli o incubi, si può pensare alla presenza di un disturbo del sonno. Le conseguenze negative dei disturbi del sonno sono significative sia rispetto alle prestazioni durante la veglia sia sull’umore (ansia, irritabilità, nervosismo). E’ necessario in ogni caso tener presente che la quantità e la qualità del sonno necessarie all'individuo sono assai soggettive, inoltre possono cambiare secondo l'età e/o la presenza di fattori esterni. Può succedere che la difficoltà a dormire sia causata da motivi relativamente semplici e in tal caso è più facile affrontare il problema. Spesso, però, alla base ci sono motivazioni di 903362 più difficile risoluzione che richiedono l'intervento del medico o dello specialista.

ELISABETTA ROMEO Psicologa (Ordine degli Psicologi della Toscana. Iscrizione all’Albo n° 4123) Cell. 389 9909033 E-mail: romeoelisabetta@virgilio.it


6

Ottobre 2008

FILO DIRETTO “Parla con il presidente”

■ “Filo diretto” fra i residenti e il presidente del Quartiere 3 Andrea Ceccarelli, che risponderà personalmente a tutti coloro che vorranno chiamarlo per segnalare problemi, porre domande e proporre iniziative, nell’ambito dell’iniziativa chiamata “Parla con il presidente” attiva ormai da mesi nel quartiere, e che sta riscuotendo un grande apprezzamento da parte dei cittadini. A ottobre il presidente Andrea Ceccarelli potrà essere contattato nei giorni lunedì 13 e lunedì 27, dalle 10.30 alle 12.30, ai numeri 055.2767732 oppure 388.1781791, all’indirizzo Skype “Presidente quartiere 3” Firenze o ancora sul suo blog http://quartiere3fi.splinder.com/.

GAVINANA • GALLUZZO • FIRENZE SUD

ANAGRAFE Nuovo orario per il Pad ■ Il Punto anagrafico decentrato del Galluzzo (con sede in via Senese 206) dal 1° ottobre scorso ha cambiato l’orario di apertura al pubblico. Il Pad è ora aperto il lunedì, il martedì e il giovedì dalle 8,30 alle 13. Nei giorni di chiusura, in caso di necessità, restano a disposizione i seguenti Punti anagrafici decentrati: Sorgane, via Tagliamento 4, aperto da lunedì a sabato dalle 8,30 alle 13; via Canova 142, presso il centro commerciale, aperto da lunedì a sabato dalle 8,30 alle 13 e giovedì dalle 8,30 alle 18,30; Palazzo Vecchio, in piazza della Signoria, aperto da lunedì a sabato dalle 8,30 alle 13 e giovedì dalle 8,30 alle 18,30.

LABORATORI Iniziative per diversamente abili ■ L’associazione “Vivere insieme” Onlus, in collaborazione con il Quartiere 3, l’Ipsia “Elsa Morante” e il Comune di Bagno a Ripoli, propone iniziative socioculturali e sportive per favorire l’integrazione e dare opportunità di partecipare alle persone diversamente abili. Queste le proposte: laboratorio di psicomotricità e danza terapia, Centro Gavinuppia, via Gran Bretagna 48 ogni mercoledì dalle 16 alle 18; laboratorio artistico artigianale “l’ Artificio”, via Baldovini, ogni lunedì dalle 16 alle 18,30; ippoterapia, cen-

tro ippico “I noccioli”, Bagno a Ripoli, via del Carota, ogni martedì pomeriggio; informatica di base, corsi di gruppo e individuali anche per persone anziane, presso “Il Porto”, piazza Elia Dalla Costa ogni giovedì e venerdì pomeriggio. E ancora visite guidate a musei, teatri e cinema e feste sociali aperte a tutti al Centro “Gavinuppia”, per Natale, Carnevale, compleanni e altre occasioni. Informazioni e iscrizioni ai numeri 055.630945 o 333.1939706, oppure presso Gavinuppia allo 055.685741.

ALL’ANCONELLA Nuovo fontanello dell’acqua di alta qualità ■ É in funzione dal 3 ottobre scorso il nuovo fontanello di alta qualità dell’Anconella. Si tratta di una macchina di nuova generazione che sostituisce quella precedente, che andrà in pensione con 10milioni e 800mila litri di acqua erogati in 10 anni di attività. È nuova anche la struttura che la contiene e la protegge, tutta in muratura. La nuova struttura era stata presentata dall’assessore Cristina Bevilacqua, dal presidente del Quartiere 3 Andrea Ceccarelli e dal presidente di Publiacqua Amos Cecchi. “Vogliamo sensibilizzare sempre di più all’utilizzo dell’acqua potabile dell’acquedotto - ha spiegato Bevilacqua - per ridurre l’acquisto di acqua minerale”. Grazie al fontanello dell’Anco-

nella sono state risparmiate 7milioni e 500mila bottiglie di plastica da un litro e mezzo, con un risparmio conseguente di quasi 600 tonnellate di anidride carbonica. “Stiamo lavorando per un impianto analogo nei giardini di viale Tanini al Galuzzo - ha detto il presidente Ceccarelli- che prevediamo di completare entro l’anno”. “L’utilizzo dell’acqua dei fontanelli e dei rubinetti dell’acqua - ha spiegato il presidente Cecchi - non solo porta una notevole riduzione della plastica, ma ha anche un’influenza positiva sui bilanci delle famiglie”. Il costo dell’installazione dell’impianto è di 32mila euro. Il fontanello del parco dell’Anconella nel quartiere 3 è stato il primo impianto, realizzato a Firenze nel 1998, per l’erogazione gratuita di acqua ad alta qualità, e da allora è stato assiduamente frequentato da moltissimi cittadini.

IL PROGETTO Nasce “Stazione Teatro Urbano” ■ Non solo una scuola di teatro, ma anche un progetto che intende costruire un gruppo di attori che rivendichi il proprio diritto-dovere di portare sotto gli occhi di tutti, anche di chi normalmente non frequenta un teatro, tutti i temi, le ansie e le speranze che interessano la città. Si tratta di “Stazione Teatro Urbano”, progetto che è stato pensato - e verrà condotto - dall’associazione cul-

PILLOLE

turale Venti Lucenti: gli incontri si terranno ogni lunedì alle 18 al teatro Affratellamento, in via Giampaolo Orsini 73, a partire dal 3 novembre. La partecipazione è gratuita. L’iniziativa è nata grazie a un progetto più esteso intitolato “Comunità solidale”, nato dall’incontro che alcuni associazioni, enti e scuole operanti sul territorio di Gavinana hanno avuto sulla base di interessi e obiettivi comuni. E nasce in un luogo significativo per il Quartiere 3, “Il teatro Affratellamento” (chiuso per lunghi anni e ora in corso di restauro), oltre che dalla fiducia che, intorno all’attività di un laboratorio teatrale, si possano creare nuove e inedite iniziative volte alla diffusione di una cultura dell’accoglienza e dell’inclusione. “Il motivo da cui nasce il progetto è la constatazione di un crescente disagio giovanile legato, in parte, anche alla carenza di luoghi di aggregazione che non siano semplici circoli o ritrovi, ma che abbiano anche la funzione di promuovere una cultura dell’accoglienza dell’inclusione, della diversità e della pace – spiegano gli ideatori del progetto - pensiamo soprattutto agli adolescenti: la loro stessa identità e la loro necessità di sapere o di interagire sono spesso nascoste sotto un generico atteggiamento provocatorio o annoiato, che rende indispensabile un lavoro sul campo basato sulla proposta di attività concrete”.


GAVINANA • GALLUZZO • FIRENZE SUD

CULTO

7

Ottobre 2008

CHIESA. Il 26 ottobre l’ingresso ufficiale del nuovo Arcivescovo con una messa solenne in Duomo

Monsignor Betori si presenta a Firenze Benedetta Strappi

la bellezza ferita eppure composta e dunque inviolabile di questa città, delle sue pietre e della sua gente”. Monsignor Betori, prosegue e si avvicina ai fedeli: “Il ricordo è per introdurre una confidenza. Quando mi è stata comunicata la decisione del Santo Padre di inviarmi a Firenze come Arcivescovo, mi è sembrato per un attimo di risentire il frastuono e la convulsione di quei giorni. Questa volta erano le acque impetuose della mia personale trepidazione, consapevole come sono della distanza che sempre rimane tra il dono di Dio e la limitatezza dell’uomo”. Nella lettera, ancora lunga, il nuovo Vescovo non anticipa ancora quale sarà la sua linea pastorale, ma si sofferma sulle particolarità della Chiesa che è chiamato a guidare: “So che il Signore mi manda a una Chiesa singolare per storia, arte e temperamento civile. Tanta ricchezza ridonda fino ai giorni presenti, pur non privi di difficoltà e ombre” e in un altro punto, aggiunge: “L´ora di Firenze non appartiene al passato. Non si spegne il genio di una città e di una terra se il braciere di Dio continua ad ardervi e a purificare i cuori, se le intelligenze continuano a interrogarsi e a cercare, se le volontà riescono a uscire dal proprio guscio e si proiettano verso traguardi inediti, commisurati alle sfide e alle responsabilità”. E adesso si attende l’ingresso ufficiale nella diocesi fiorentina, che avverrà domenica 26 ottobre, con una solenne cerimonia nella cattedrale, durante la quale riceverà il pastorale dal suo predecessore. (Il testo integrale della lettera, è a disposizione dei lettori sul sito Reporter.it).

C’

è voluto qualche mese, trascorso tra balletti di nomi e attesa fremente. Poi, in una bella giornata di settembre (l’8, per la precisione), l’annuncio è risuonato “urbi et orbi”: “Sua eccellenza monsignor Giuseppe Betori è il nuovo arcivescovo di Firenze”. Dalla chiesa dei Santi Iacopo e Filippo, a Lecceto, l’arcivescovo Ennio Antonelli ha ufficialmente svelato al popolo dei fedeli l’identità del suo successore. Si è schiarito la voce, ne ha letto la biografia, e ha consegnato alla città la prima lettera di monsignor Betori, quella dell’86esimo vescovo di Firenze, umbro, già segretario generale della Cei e braccio destro di Camillo Ruini. La sua è una missiva fittissima, che ha come destinatari i fedeli, e che già nelle prime righe tocca un capitolo drammatico della storia di Firenze. Monsignor Betori parte di lì, dal fango e dalla tragedia che nel 1966 travolsero la città: «Fratelli e Sorelle carissimi, avevo poco più di 19 anni quando, all´indomani del 4 novembre 1966, insieme ad alcuni amici del Seminario Lombardo di Roma decidemmo di partire notte tempo alla volta di Firenze. Ricordo ancora, non senza emozione, l’impatto devastante dell’acqua e del fango che invadevano la città, e lo sguardo attonito di tanti, specie bambini e anziani, di fronte a ciò che li circondava. Furono momenti di paura e di fatica, ma anche di solidarietà e di speranza. (...)Quei giorni mi svelarono una cosa che non avrei più dimenticato:

Monsignor Giuseppe Betori

LE OPINIONI Il benvenuto dai parroci del quartiere

PUBBLICA ASSISTENZA HUMANITAS SCANDICCI

“Una guida per noi preti e un compagno di strada”

“A

Firenze vuole bene, ha in Palco: “Ha un’esperienza sia anche levato il fango nel pastorale, quindi di parrocchia, ‘66… Che quel fango diventi ora che dirigenziale, quindi di curia, e cemento di solidarietà e collabo- questo è positivo. Mi aspetto che razione per far diventare la nostra sia una guida per noi preti, ma ancittà un po’ più cristiana”. È que- che un compagno di strada”. Un sto l’augurio che Don Bruno, par- vescovo ha un ruolo di coordinaroco de La Nave a Rovezzano, fa a mento, ma questo non è semplice Monsignor Giuseppe Betori. Con in una Firenze spesso polemica: l’esperienza dei suoi ottantotto l’augurio di Don Vittorio è di riuanni d’età e sessantuno di sante Che il fango tolto nel ‘66 messe, Don Bruno possa diventare ora cemento afferma che il podi solidarietà e collaborazione polo fiorentino, di indole diffidente e ipercritica, ha bisogno di un ve- scire a rendere questa polemica scovo che “scenda tra la gente”, costruttiva. Da San Giuseppe al con cui dialogare. Monsignor Be- Galluzzo, Don Giancarlo, prete da tori viene dalle alte sfere del Vati- oltre vent’anni, confida nell’elecano, ma per Don Bruno non è un vata preparazione culturale del tipo che resta in alto: “Ho l’idea nuovo vescovo, che ben si sposa e la speranza che non sia una con una città a spiccata vocazione ‘persona da tavolo’, un teorico, artistica. “Gli auguro tutto il bene perché in passato ha dimostrato e che riesca a tessere un dialogo ottime doti pastorali organizzando con tutte le istituzioni di Firenze convegni e assemblee, soprattutto – dice - anche con quelle laiche, con i giovani”. Dello stesso avvi- affinché la Chiesa fiorentina possa so è Don Vittorio, parroco poco essere una luce, un faro acceso per più che quarantenne di San Piero tutti”. /G.B.

V. Bessi, 2- Centralino 055 73631 - Fax 0557363415 www.humanitas-scandicci.it - info@humanitas-scandicci.it

SERVIZIO ONORANZE FUNEBRI ☎ 055 25 56 67 Servizio 24 ore su 24 ATTIVE DAL 1976 le Onoranze Funebri dell’Humanitas offrono alle famiglie un servizio personalizzato e completo, volto a fornire una costante assistenza 24 ore su 24.

I SERVIZI MESSI A DISPOSIZIONE SONO:

• • • • • • • •

Servizi funebri sia in Italia che all’estero. Cremazioni. Fornitura di fiori. Pubblicazione di necrologie. Allestimento, posa in opera e manutenzione di Tombe, Loculi e Ossari. Manutenzione Cappelle e Sepolcreti (ricambio fiori, sassolini, acqua...) Contratti lampade votive (Servizio gratuito) Possibilità di lasciare disposizioni per le proprie esequie concordando un funerale “in vita”

SCONTI PER I SOCI DELLA PUBBLICA ASSITENZA HUMANITAS SCANDICCI E PER GLI ENTI CONVENZIONATI 872577


8

GUSTI

Ottobre 2008

VENDEMMIA 2008. Dopo qualche timore iniziale arrivano le rassicurazioni degli esperti

Un’ottima annata per le uve di casa nostra La stagione incerta aveva fatto temere il peggio, ma le piogge estive hanno risollevato le sorti delle nostre bottiglie e fatto tirare un sospiro di sollievo. Quest’anno la raccolta, posticipata, partorirà grandi rossi e bianchi Sara Ghilardi

A

vrebbe potuto essere un fiasco, nel senso di un’annata proprio da dimenticare quella della vendemmia 2008, e invece quando ormai tutte le uve in Toscana sono state raccolte si può dire che il pericolo è passato e anzi che questa sarà ricordata come un’ottima annata. Menomale, perché dopo il polverone che nei mesi scorsi ha investito due delle etichette toscane più famose al mondo, il Brunello di Montalcino e il Nobile di Montepulciano facendone quasi a pezzi l’immagine, il settore aveva proprio bisogno di un’iniezione di fiducia. Senza

contare che secondo le recenti stime di Confagricoltura, il mercato incerto non aiuta i produttori, con i prezzi delle uve che tendono a calare. Le previsioni al ribasso per il raccolto 2008 erano dovute alle pessime condizioni del tempo in primavera e inizio estate, all’abbondante pioggia e alle temperature basse di giugno. L’eccessiva piovosità aveva colto le vigne all’inizio della fioritura, provocando una crescita dell’uva (tecnicamente

mente risollevato, con un luglio ricco di sole e un agosto che ha visto a metà del mese le piogge arrivare in maniera provvidenziale. Caratteristica saliente del 2008 è una maturazione lenta e una vendemmia un po’ ovunque posticipata rispetto agli anni scorsi. Il ritardo è stato di almeno dieci giorni sulla costa e a sud della regione, mentre nelle altre zone sono state due le settimane accumulate. Per il Sangiovese, ad esempio, la raccolta è iniziata dall’ultima decade di settembre. L’annata, spiega il sito specializzato “Winenews”, presenta numerose somiglianze con il 2004, anche se rispetto ad allora le quantità sono decisamente inferiori e vicine a quelle del 2007, vista la difficile fase di allegagione in primavera e alcune grandinate intervenute qua e là a ferragosto. E se la produzione è sostanzialmente stabile rispetto allo scorso anno, attestandosi attorno ai 2,5 milioni di ettolitri, gli esperti assicurano che anche la qualità è molto buona. La vendemmia cosiddetta “old style”, e cioè quella un po’ posticipata, ha giovato sicuramente all’equilibrio del gusto. Gli enologi pregustano già vini naturalmente equili“allegagione”) non ottimale, soprattut- brati con tannini vellutati e buone acidità, to su Sangiovese e Merlot, generando concentrati ed eleganti per il palato. Ma grappoli allungati e con attenzione a generalizpochi acini. Di sicuro è La raccolta“old style” zare: ad ogni zona le sue stata messa a dura prova ha giovato all’equilibrio caratteristiche, ed è bene la perizia dei produttori, che sia così. Adesso tocdei sapori con i vignaioli che, come ca alle cantine compleanche nel resto d’Italia, tare l’opera per garantire hanno dovuto studiare i tempi e i trat- in bottiglia vini di grande qualità e struttamenti giusti. Dopo un avvio negativo tura, all’altezza delle aspettative e degni l’andamento stagionale si è però netta- della migliore tradizione toscana.

IL DENTISTA RISPONDE come salvare i nostri denti

L’INTERVISTA Parla Roberto Bruchi, direttore A.Pro.Vi.To. 955817

QUESTO MESE: I denti devitalizzati e gli accorgimenti per preservarli ono il Dott. Giuseppe Garrubba, medico chirurgo dentista, e inauguro questo mese la rubrica che il giornale Reporter mi ha proposto di curare. Mi sono chiesto come gestire questo spazio che diventerà un appuntamento fisso. Vorrei fare qualcosa di nuovo che credo servirà ai lettori: istruire alla conservazione dei propri denti. Nella mia carriera ormai più che ventennale, ho avuto modo di osservare che molta gente non si reca dal dentista ogni anno per la pulizia dentale e la visita di controllo. Questo rappresenta un grosso problema perché spesso i pazienti arrivano nello studio dentistico con mal di denti o una piorrea in stato avanzato, cioè in condizioni compromesse. Ciò avviene 1) per pigrizia, 2) per paura, 3) per mancanza di conoscenza di alcuni segnali che dovrebbero far capire cosa sta accadendo. 1) Per quanto riguarda la pigrizia non posso fare niente. 2) Per la paura vi dico che dal dentista all’avanguardia con le nuove tecniche e tecnologie, si può andare senza timori. Oggi il dentista non dovrebbe fare più paura. 3) Con questa rubrica, mi ripropongo di fare qualcosa che nessuno fa: spiegare come leggere situazioni, sintomi, sensazioni, anomalie in modo da capire cosa fare prima che la condizione degeneri. L’articolo è rivolto ad un paziente che vuole partecipare ancora di più, insieme al dentista, alla salute dei suoi denti. I consigli che darò, se ascoltati, vi permetteranno di prendere precauzioni per tempo, mantenendo i vostri denti. Questo mese vi parlerò dei denti devitalizzati. Con la devitalizzazione si asporta il nervo del dente, che ha la funzione di mantenerlo sano attraverso la rigenerazione e la

S

vitalità dei tessuti. Togliere il nervo comporta una maggiore fragilità del dente ed un suo progressivo scurimento. Un esempio che rende l’idea è quello della differenza fra un ramo verde ed uno secco: con la perdita della parte che gli dà vita, il dente, se sottoposto a forze, può rompersi molto più facilmente, perché i suoi tessuti non hanno più la resistenza e l’elasticità di prima. Lo scurimento del dente è anch’esso una diretta conseguenza. La devitalizzazione è necessaria quando la polpa (che si trova al suo interno e comprende una piccola vena ed il nervo) è malata, principalmente per due cause: o perché raggiunta dalla carie che l’ha infettata o a causa di un trauma che ne determina la morte. A cosa si deve stare attenti? La cavità che contiene il nervo deve essere perfettamente pulita, disinfettata e sigillata. Qualsiasi piccolo inconveniente o imprecisione può fare in modo che resti tessuto morto nei canali con conseguente formazione di infezione (ascesso, granuloma). Una radiografia dal dentista a distanza di alcuni mesi permetterà di accertare che tutto va bene. Il dente, una volta devitalizzato, andrebbe incapsulato, in modo da proteggerlo dalle fratture. È bene sapere che il dente devitalizzato, contrariamente a quello che pensa tanta gente, si caria come e più degli altri, solo che non fa male (perché non ha il nervo). Si dovrà quindi controllarlo, come tutti gli altri denti, durante la visita annuale. A conclusione di questa prima rubrica di un ciclo che tende ad insegnare al paziente come evitare di perdere i propri denti, vi dico che solo conoscendo si può prevenire.

Via Lungo L’Affrico, 42 - Firenze - Tel. 055 660225 Dal lunedi al venerdi 9.00/12.30 - 15.00/20.00 - Il sabato 9.00/12.30 www.curailtuosorriso.it

“In arrivo grandi vini” G

li addetti ai lavori non hanno dubbi: quella in arrivo è un ottima annata. Parola di Roberto Bruchi, direttore dell’Associazione produttori vitivinicoli toscani. Si può parlare di un’ottima annata per il 2008 sia per qualità che per quantità, non è così? Sì, finalmente possiamo parlare di un’ottima annata. Per quanto riguarda il quantitativo non si discosta molto da quello dell’anno passato, siamo intorno ai 2,5-2,7 milioni di ettolitri di vino toscano. Sicuramente la tenuta meteo delle ultime settimane prima della vendemmia è stata cruciale. Le previsioni dopo la primavera più piovosa degli ultimi duecento anni facevano pensare al peggio. C’è stata un po’ di paura tra i produttori? Abbiamo avuto una primavera molto piovosa e un inizio estate molto fresco, con giornate che sicuramente non erano adatte per la fioritura e l’allegagione dell’uva. Questo ha suscitato molta paura nei viticoltori perché si poteva pensare ad un’estate fredda, fortunatamente così non è stato.

Una vendemmia “decisiva” questa, dopo la bufera che negli scorsi mesi ha investito i vini toscani con il caso Brunello e Nobile di Montepulciano... Tutte le vendemmie sono importanti anche se certo questa del 2008 si colloca in un periodo un po’ tormentato per i vini toscani, dopo le vicende che si sono riscontrate sia a Montalcino che a Montepulciano. Meglio però parlare di vino e di vendemmia, perché le altre questioni riguardano altri livelli. Certo speriamo di uscire rapidamente da questa situazione di stallo e di incertezza, per i produttori, per i consumatori e per l’immagine che il vino toscano si è conquistato in questi ultimi 30 anni. Quali sono le caratteristiche di quest’annata? Tutte le annate sono caratterizzate dai ritmi dell’andamento stagionale. Questa è un’annata particolare da questo punto di vista. Sicuramente avremo vini pronti, giovani sia bianchi che rossi e potremo avere anche ottimi vini a medio e lungo invec/S.G. chiamento.


INIZIATIVE 15 OTTOBRE/15 NOVEMBRE LA COMMITTENZA ARTISTICA FIORENTINA Corso di storia dell’arte Corso di storia dell’arte, 8 lezioni dal 30 di Ottobre all’11 di Dicembre p.v. a cura di Divo Savelli per capire la straordinaria fioritura artistica che si è avuta a Firenze nei secoli d’oro, il ‘300, il ‘400 e il ‘500. L’autore illustra la committenza artistica fiorentina delle istituzioni pubbliche, laiche e religiose e di oltre 400 famiglie fiorentine di mercanti, banchieri, mecenati: da Giotto a Masaccio, da Donatello a Michelangelo, dal Brunelleschi a Giuliano da Sangallo, dal Beato Angelico a Leonardo e a Raffaello vedremo chi ha voluto e chi ha eseguito l’immenso patrimonio artistico di Firenze. Gli incontri si svolgeranno a Villa Bandini - Sala Paradiso Quota di iscrizione per l’intero corso euro 30,00. I °incontro - Giovedì 30 Ottobre - ore 17,30 La committenza artistica alla base della cultura figurativa fiorentina, il ruolo delle istituzioni pubbliche laiche e religiose e delle famiglie fiorentine II° incontro- Giovedì 6 Novembre - ore 17,30 L’Opera del Duomo, L’Arte della Lana e la Cattedrale di Santa Maria del Fiore L’Opera di San Giovanni, l’Arte di Calimala e il Battistero La Signoria e Palazzo Vecchio L’Arte della Seta e l’Ospedale degli Innocenti L’Arte dei Mercanti e la Sala dell’Udienza Le Coprorazioni delle Arti e le statue dei Santi protettori ad Orsanmichele I Monasteri, i Conventi, le Confraternite, la Misericordia, il Bigallo III° incontro - Giovedì 13 Novembre - ore 17,30 I Bardi, i Peruzzi e gli affreschi di Giotto a Santa Croce I Baroncelli, la tavola di Giotto e gli affreschi di Taddeo Gaddi a Santa Croce Gli Acciaioli e la Certosa del Galluzzo Gli Alberti a San Miniato al Monte e all’Oratorio dell’Antella Info e iscrizioni: ufficio cultura 0556585135-139; e-mail cultura.q3@comune.fi.it

TEATRO • Fincostassù (ovvero il 4 novembre 1966 a Firenze l’era parecchio ma parecchio umido) Commedia in due atti di Alberto Severi Regia Nicola Zavagli – associazione culturale Teatri d’Imbarco con gli attori della Compagnia 4 novembre ore 21.00, replica il 5 novembre Teatro Everest, via Volterrana 4/b - Galluzzo Info: ufficio cultura 0556585135-139; e-mail cultura.q3@comune.fi.it

POMERIGGI IN BIBLIOTECA: LEGGERE, UN ARTE E UN PIACERE Ciclodilettureconmusica:momentidisocializzazione, di crescita culturale intorno al tema della lettura come mezzo di formazione e di espressione creativa a cura dell’Associazione “Un Tempio per la Pace – onlus”: Martedì 28 ottobre Luis Sepulveda Il vecchio che leggeva romanzi d’amore Un romanzo dove la lettura si rivela nella sua irriducibile capacità di generare speranza e sogno, come accade al vecchio Antonio…

Martedì 11 novembre Daniel Pennac Come un romanzo Un saggio che è “come un romanzo” in cui il tempo della lettura, così come il tempo dell’amore, dilata il tempo della vita. Martedì 25 novembre Alan Bennett La sovrana lettrice Un romanzo breve sulla regina-lettrice che a poco a poco diventa prigioniera della accattivante ragnatela della letteratura. Gli incontri si svolgeranno a Villa Bandini, Via di Ripoli, 118 (Sala Paradiso) i martedì - ore 18,30/19,30. Info: ufficio cultura 0556585135-139; e-mail cultura.q3@comune.fi.it

CINEMIAMO Cineforum – ingresso libero Teatro “Il Palco” Casa della Gioventù” P.zza E. dalla Costa, 25 Ore 20.30 27ottobre - Alla luce del sole di R. Faenza 24 novembre - East is east di D.O’Donnell Info: Centro diocesano Giovani – 055 2710724 www.giovanifirenze.it giovani@diocesifirenze.it www.iabbok.it

CONVERSAZIONI MUSICALI Per la stagione Autunno – Inverno 2008/2009 Teatro del Maggio Musicale Fiorentino Il martedì ore 17.00 – Villa Bandini Sala Paradiso, Via di Ripoli, 118 – Via del Paradiso, 5 11 Novembre – Siegfried A cura degli Amici del Maggio Musicale Fiorentino Ingresso libero Info: Ufficio cultura Quartiere 3 – Villa Bandini Via di Ripoli, 118 tel. 055 6585135/39. e-mail: cultura.q3@comune.fi.it

“LE VILLE DI FIRENZE E DEL TERRITORIO DEL QUARTIERE 3” Incontri e visite guidate a cura dell’Associazione Culturale AKRÓPOLIS Venerdì 17 ottobre ore 16.30 Villa Tornabuoni Lemmi – appuntamento via T. Alderotti, 56 Sabato 18 ottobre ore 10.00: Villa Vittoria – appuntamento P.zza Adua, 1 Lunedì 20 ottobre ore 17.00 Evoluzione storica della villa nel territorio fiorentino (II° parte) Sala Paradiso Villa Bandini Via di Ripoli, 118; Via del Paradiso, 5 Sabato 25 ottobre ore 15.30 Villa Il Pozzino – appuntamento via Giovanni di S. Giovanni, 4 Zona Castello. INGRESSO LIBERO info e iscrizioni: Ufficio Cultura Quartiere 3 - Villa Bandini via di Ripoli, 118 tel.055 6585135/39 e-mail: cultura.q3@comune.fi.it Associazione AKRÓPOLIS 055 461428 - 338 3167144 email: akropolis.cultura@libero.it

GIOCARE CON L’AUTUNNO! LUDOTECA IL CASTORO p.ZZA Artusi 23 – tel. 055 6810517 Mar.14 Ottobre: h. 10.30 LABORATORIO di MANIPOLAZIONE: travasi che passione!! Condotto da Ilaria.

Gio.15 Ottobre: h. 16.45 LABORATORIO di PITTURA NATURALE: Coloriamo con i colori naturali del Cibo. Condotto da Chiara Ven.16 Ottobre: h. 16.45 LABORATORIO di MOVIMENTO CREATIVO: corpo, spazio, movimento…a suon di musica! ( 3/6 anni). Vestiario comodo e calzini antiscivolo. Condotto da Brunella. Mar.21 Ottobre: h. 10.30 LABORATORIO di PITTURA NATURALE: E’ Autunno! Coloriamo con i colori naturali dell’Autunno. Condotto da Ilaria. Gio. 23 Ottobre: h. 16.45 LABORATORIO CREATIVO: Realizziamo un calendario d’autore! Con Silvia. Lun.27 Ottobre: h. 16.45 LABORATORIO MUSICALE: Costruiamo strumenti musicali con materiale di riciclo. Condotto da Alessandro. Mer.29 Ottobre: h. 16.45 LABORATORIO di MOVIMENTO CREATIVO: corpo, spazio, movimento…a suon di musica! ( 3/6 anni). Vestiario comodo e calzini antiscivolo. Condotto da Brunella. Gio. 30 Ottobre: h. 16.45 LABORATORIO di NARRAZIONE E CREATIVITA’: Leggiamo una Storia e realizziamo un librino per illustrarla! Con Chiara. Ven. 31 ottobre: h. 16.45 LABORATORIO di HALLOWEEN ( gratuito) Siete invitati a partecipare contribuendo con una quota di 5 € euro ad incontro, min. 4 bambini. Chi fosse interessato, può iscriversi presso la ludoteca “Il Castoro” negli orari di apertura. (Lun-Ven 16.00/19.00, Mar- Giov 10.00/12.00, Sab 10.00/12.30)

1 febbraio 2009 Appennino, con le racchette da neve sul crinale del Pratomagno; Il luogo di ritrovo e l’orario di partenza verranno comunicati direttamente dalle Guide. Le informazioni dettagliate sono descritte sul sito WWW.UFFICIOGUIDE.IT Le attività si terranno con un minimo di 8 partecipanti. La quota di partecipazione è di €. 7,00 per ogni escursione, i bambini con i genitori non pagano, il pagamento verrà effettuato la mattina stessa della gita. Info: iscrizioni fino a tre giorni prima presso l’Ufficio Sport del Quartiere 3 Orario: 9.00 - 13.00 dal lunedì al venerdì, MARTEDI’ e GIOVEDI’ anche 15.00-17.00 Tel: 055/6585134 - 055/6585129 e-mail : v.chiari@comune.fi.it e r.fini@comune.fi.it www.comune.fi.it/amministrazione/quartieri/quartiere3 www.ufficioguide.it

SERVIZI

ANAGRAFE Nel mese di ottobre l’Ufficio anagrafe del Galluzzo, Via Senese 206 sarà aperto al pubblico nei giorni di LUNEDI’, MARTEDI’ e GIOVEDI’ dalle ore 8,30 alle ore 13. Nei giorni di chiusura, si elencano gli uffici aperti nelle vicinanze del quartiere: Sorgane , Via Tagliamento 4: aperto da lunedi a sabato dalle 8,30 alle 13; Via Canova 142 c/o Centro comm.le:aperto da lunedi a sabato dalle 8,30 alle 13 e giovedi 8,30 – 18,30; Palazzo Vecchio, P.za della Signoria: aperto da lunedi a sabato dalle 8,30 alle 13 e giovedi 8,30 – 18,30.

VIVAIO IMPRESE

ESCURSIONI DI AUTUNNO - INVERNO Il Quartiere 3 nell’ambito della valorizzazione del territorio e degli spazi verdi, per un avvicinamento in sicurezza agli sport outdoor quali escursionismo e trekking e per una migliore conoscenza della montagna e degli sport legati ad essa, organizza, in collaborazione con le Guide Ambientali Escursioniste dell’Ufficio Guide Scuola di Alpinismo, l’iniziativa “Escursioni del Quartiere 3 – autunno inverno 2008”: PRESENTAZIONE DEL PROGRAMMA Giovedi’ 30 ottobre 2008 ore 21.15 a Villa Bandini in via Ripoli, 118 (anche via del Paradiso, interno 5) • presentazione delle attività che si svolgono in montagna; • l’associazione e i compiti delle Guide Ambientali ; • Proiezione e commento di un DVD sulle attività escursionistiche e alpinistiche che si svolgere in plain air; • l’attrezzatura necessaria per l’escursionismo, analisi dei materiali e dell’abbigliamento; • il materiale e la preparazione dello zaino; • le più comuni regole di comportamento. ESCURSIONI 2 novembre 2008 Parco delle Foreste Casentinesi, “di borgo in borgo” sulle orme dei pellegrini; 23 novembre 2008 Da San Giovanni Valdarno a Montevarchi; 21 dicembre 2008 Escursione sui monti della Caldana; 4 gennaio 2009 Escursione con le racchette da neve sull’Appennino tosco-emiliano;

Sportello presso il Q3 - Villa Bandini - via di Ripoli 118/via del Paradiso 5. Il Vivaio di Imprese offre servizi gratuiti per avviare attività di impresa e di lavoro autonomo. Se hai pensato di metterti in proprio il Vivaio di Imprese può aiutarti a trasformare la tua idea in un progetto concreto. Vieni a trovarci: mercoledì ore 10-14 - venerdì ore 9-13 - info: 055-65.85.121 - www.vivaioimprese.it. Per un miglior servizio si consiglia di prendere un appuntamento.

VI ASPETTIAMO!!! Quest’anno nel Quartiere 3, oltre al servizio di dopo scuola che fa parte del progetto “Tutta mia la città”, sono a disposizione per aiuti concordati ai ragazzi delle scuole elementari, delle medie e della prima superiore anche 5 ragazzi che fanno parte del Servizio Civile volontario. I ragazzi saranno presenti sia presso Villa Bandini che al Centro Giovani Gavinuppia con orario 8-13 ; 14-19. Per informazioni ed appuntamenti telefonare dalle 8 alle 14 a Villa Bandini (via di Ripoli,118) 0556585136 dalle 14 alle 17 al Centro Giovani Gavinuppia (via Gran Bretagna, 48) 055685741


10

L’INCHIESTA

Ottobre 2008

SCONTRINO/1. Ristoranti e bar della periferia dicono la loro sul “caro-bancone”

“I rincari non sono colpa nostra” Tanti ristoratori confessano di essere in crisi, dopo un’estate nera, e quasi in coro spiegano: “Abbiamo uscite altissime, lavoriamo 12 ore al giorno per uno stipendio normale: sono le materie prime che adesso costano di più”. E in parecchi hanno voglia di chiudere bottega Federica Sanna

euro (negoziate perché sarebbero dovute essere 1900). Ma la croce di Manuela sembra essere la macchinetta del Superenalotto: “Il noleggio viene 200 euro al mese, li spenderei anche volentieri, se almeno la macchina funzionasse. Sono mesi che aspetto che venga un tecnico, ora ho deciso di passare alle vie legali”.I mesi estivi, tutti gli esercenti concordano, sono stati neri. “C’è stato un notevole calo della clientela. Probabilmente perché gli stipendi restano bassi e si fatica ad andare a mangiare fuori”, spiega il proprietario di un ristorante in via Pisana. “E noi ovviamente-continua- ne abbiamo risentito molto: almeno il 30 per cento in meno di guadagni. Ma ho degli amici ristoratori che stanno

I

loro prezzi sono sempre “unici”. Addirittura gli stessi da quattro o cinque anni. Sono altri ristoranti, i loro diretti concorrenti, a fare gli aumenti e a dar vita al caro prezzi. E poi se proprio c’è da chiamare in causa le impennate: i primi a risentirne sono ancora loro. A parlare da interrogati sui rincari sono i ristoranti e bar fuori dal centro storico. Che tirano fuori la lunga lista di voci fisse da pagare nel loro bilancio: “Non è più come un tempo”.Cosa è cambiato? Si diceva, almeno vent’anni fa, che bastava “farsi” dieci anni di bar o ristorante per arricchirsi e comprar casa. Tanta la fatica, lauta la ricompensa. Qualcosa C’è stato un notevole calo è cambiato da allora. “Riesci a guadadella clientela. Probabilmente perché gnare uno stipendio normale -racconta gli stipendi restano bassi e si fatica Manuela, proprietaria di un bar in viale ad andare a mangiare fuori Corsica- non si diventa di certo ricchi”. Lei lavora 12 ore al giorno (“non mi pesa perché mi piace”) e tirando le fila a fine nella zona e mi hanno raccontato addirittura di mese arriva “a uno stipendio medio” (1000 un dimezzamento rispetto allo scorso anno”. Le euro?, annuisce, anche se è forse un po’ di più). materie prime incidono nel prezzo al ristorante È un’attività quella che ha da gestire. Dipen- del 33 per cento circa. Negli ultimi mesi, ad esdenti, due, tutte donne. Poi ci sono i fornitori: sere stati ritoccati al rialzo sono in particolare i “Ho sempre pagato dieci litri di latte 10 euro, prezzi della farina, dei pelati, e delle mozzarelora invece gli stessi litri costano 13,80 euro”. le. Insomma, gli ingredienti per una sana pizza. Le utenze da pagare (soltanto la bolletta Enel Eppure c’è chi parla semplicemente di scelta: è in media 900 euro), le quattro insegne (600 “Noi siamo una delle poche pizzerie in cui con euro l’anno). E dulcis in fundo l’affitto: 1250 12 euro una persona riesce a mangiare e bere

-dice il proprietario, il luogo da sogno è invece in via Rocca Tedalda -. È la nostra politica, che non è sicuramente condivisa da tutti i ristoratori”. Ma allora si possono mettere prezzi più bassi... e voi riuscite a guadagnarci lo stesso? “Noi ci si rientra bene, e si sta bene tutti, anche i dipendenti”. Non sempre va così bene: “Avevo un’attività di pasticceria -ricorda un ex proprietario-, con 12 dipendenti. Ciò significa: contributi, tasse. Ma anche spese come 6 mila euro di affitto. E guadagni che vanno di cappuccino in brioche. Ho pagato tutti i miei debiti e nel momento in cui ho iniziato a respirare ho ceduto l’attività”. Il lavoro è faticoso. “Rimango qua dentro 15 ore al giorno -dice da là dentro il proprietario di un ristorante in via Ponte alle Mosse-. A volte ti chiedi: per che cosa? Un tempo ne valeva la pena”.Mari, come tutti la chiamano entrando nel suo bar in via Masaccio, dopo 20 anni di bar a Peretola (106 metri quadri) aveva detto non ne vale più la pena. Poi sono trascorsi due anni: “Che ci facciamo a casa io e mio marito”. E allora hanno ricominciato da un altro bar. Entra una signora: “Allora alla fine ci sono andata ieri sera”, “Davvero! racconta”, risponde Mari. Forse è anche questo il bello del mestiere. Commenta questa inchiesta su

CENTRO SOCIALE SORGANE - CIRCOLO ARCI

Ristorante - Pizzeria

• ven sab dom dalle 19.30 in poi SERVIZIO RISTORAZIONE menu fisso • dal lun al ven dalle 12 alle 14.30

9 euro

si organizzano pranzi e cene a tema per eventi particolari, compleanni, battesimi, comunioni...

TUTTI I LUNEDI’ Balli di gruppo - folkloristici dalle ore 21 TUTTI I MARTEDI’ Tombola dalle ore 21

966099

TUTTI I GIOVEDI’ scuola di ballo a coppie (liscio) dalle ore 21 MERCATINO del COLLEZIONISTA, del “FAI DA TE”, di BENEFICENZA DOMENICA 16 -11 - SABATO 29 -11 - DOMENICA 14 -12 - SABATO 20 -12 Orario dalle 10,00 alle 22,00 ISCRIZIONI APERTE

ISCRIZIONI APERTE

CORSO di lingua italiana per stranieri

IN QUESTA FASE INIZIALE IL CORSO SI SVOLGERA’ NEL GIORNO DI MARTEDI’ DALLE 16, 30 ALLE 18, 30

L’ACCESSO AL CORSO E’ GRATUITO NON È NECESSARIA LA TESSERA ARCI

CORSI computer livello base ➞ a € 8,00 a lezione

Per informazioni: telefonare il pomeriggio dalle 15.00 alle 18.00 Tel.

055.6820200 o inviare e-mail a arcisorgane@alice.it Via Tagliamento, 2 - 50126 FIRENZE (CAPOLINEA BUS 23a)

INIZIATIVE RIVOLTE ESCLUSIVAMENTE AI SOCI ARCI

L’INTERVISTA Uliano Ragionieri, di Confesercenti, discolpa la categoria

“Siamo in libero mercato” R

istoranti e bar non calcano anche scegliere di far pagare la mano sul listino. Seguo- 250 euro per una cena”. no il mercato e poi non bisogna Cosa ne pensa degli aumenti? dimenticare che stiamo parlan- “Mi sembra ovvio che ci siano, do di imprenditori. La categoria perché aumentano le materie difende a spada tratta il “luogo prime. E a Firenze si aggiunge comune” che vede i pubblici anche un forte aumento degli esercizi speculare sui prezzi. affitti. Il peso della rendita è Uliano Ragionieri, presidente enorme, ci sono dei locali che di Confesercenti-Fiepet, sembra pagano anche 10-15 mila euro quasi infastidito dal riprendere d’affitto al mese”. il “solito” argomento. È vero che nel mese di luglio “È un argomento annoso. Ed è c’è stata un diminuzione della pure impostato male. Non sono clientela? assolutamente d’accordo con “L’impressione è questa, ma questi luoghi comuni. Esiste un abbiamo un osservatorio che ufficio che calsta rilevando i cola gli aumenti A Firenze si aggiunge dati. Aspettiamo del costo della quelli prima di anche un forte vita per i cittafare un quadro aumento degli affi tti dini. Firenze ha della situazioun andamento ne”. in linea con quello delle altre Molti esercenti lamentano la città italiane. Salvo ovviamen- cancellazione delle licenze. te casi particolari. Ognuno fa “È un provvedimento preso dal l’imprenditore, siamo in libero governo, noi lo abbiamo soltanmercato”. to subito. Anche se credo che il I prezzi talvolta però sono ir- valore di un esercizio non cambi ragionevoli. molto. È l’avviamento che con“Se i prezzi sono alti, le perso- ta, ossia i permessi e il rispetto ne sono libere di non comprare. della normativa delle struttu/F.S. I proprietari di locali possono re”.


L’INCHIESTA

11

Ottobre 2008

SCONTRINO/2. La parola ai gestori dei locali del centro, che difendono i loro listini

Ecco perché al bar si spende così tanto I ricarichi degli esercenti su bevande e alimenti sono anche del 600 per cento, ma tra spese di affitto e gestione nelle loro tasche, dicono, resta il 20 per cento dell’incasso, tasse escluse Lorenzo Salusest

U

na colazione in centro? Intorno ai 2 euro rie prime: sono queste le uscite che vanno più ad e venti. Ma limitatevi al cappuccino e incidere sul prezzo del prodotto finale. Spese non alla brioche, perché se il vostro stoma- indifferenti, se si pensa che solo per la locazione di co reclama qualcosa di più sostanzioso e un fondo commerciale di media grandezza si supeoptate per una spremuta o un panino si sfiorano i 5 rano i 5 mila euro al mese. Senza contare il suolo euro. Ovviamente in piedi, perché al tavolo i prezzi pubblico nel caso in cui si voglia dotare il locale di si triplicano. E non va meglio a cena. Difficile trova- tavolini all’aperto: la tariffa è di oltre un euro al mere un ristorante in centro dove si riesca a mangiare tro quadro al giorno. All’affitto, che da solo incide spendendo meno di 25 euro. Prezzi proibitivi per i dal 6 al 10% sul fatturato, vanno ad aggiungersi altri (molti) fiorentini impegnati a far quadrare il bilancio piccoli e grandi balzelli: dalla revisione degli estinfamiliare, più accessibili per i turisti, non necessa- tori alla verifica annuale del registratore di cassa, dai riamente perché più ricchi, ma perché in vacanza si costi di vuotatura dei pozzi neri all’autocertificazioè più propensi a spendere. A trarre profitto da que- ne sanitaria. A conti fatti quel che resta nelle tasche sta corsa al rialzo, secondo l’opinione comune, sono dell’esercente dovrebbe aggirarsi intorno al 20% gli esercenti dei locali situati negli dell’incasso. Tasse escluse. Si dirà angoli più turistici della città. Ma che Firenze è città dalla spiccata È finito il tempo la realtà è diversa. Almeno seconvocazione turistica con un notevodelle vacche grasse do i proprietari di bar e ristoranti le giro d’affari, «ma – affermano del centro storico. Per loro vale unanimi baristi e ristoratori – è fil’adagio popolare secondo cui non è tutto oro ciò nito il tempo delle vacche grasse». Il guadagno c’è, che luccica. Prendiamo ad esempio uno dei simboli altrimenti bar e ristoranti del centro chiuderebbero dell’italianità, il caffè. Circa sette grammi di miscela per lasciare spazio a negozi di alta moda o a banche. e acqua calda. Circa 15 centesimi di materia prima Dunque al fiorentino non resta che guardare con atper un prezzo al pubblico di 90 centesimi. Un ricari- tenzione i listini prezzi e scegliere il bar alla portata co del 600 %. «Ma in questo calcolo non si tengono delle proprie tasche. E se invece vorrà sedersi ad un in considerazione tutti i costi che dobbiamo sostene- tavolino in piazza della Repubblica per gustarsi un re», è il coro ad una sola voce dei baristi fiorentini. cappuccino, dovrà essere pronto ad affrontare con L’affitto, le bollette, gli stipendi del personale, la coraggio il conto: 5 euro e cinquanta. Tutto sommamanutenzione dei macchinari, i rincari delle mate- to, per una volta, che sarà mai?

L’INTERVISTA

907928

Stefano, proprietario del ristorante “Acqua al 2”

“È finita la stagione d’oro” A

vere un ristorante in centro è ancora un’opportunità da sogno, una corsia preferenziale verso il successo economico? A sentire gli imprenditori del settore, così non sembra. Almeno non come prima. A sfatare il mito dei ristoratori milionari (in euro) è Stefano, uno dei proprietari dell’ “Acqua al 2”, uno dei templi della cucina fiorentina, meta di turisti e personaggi famosi. Avere un ristorante in centro è ancora un privilegio? Per una attività commerciale la posizione è fondamentale, quindi dovrei rispondere che sì, è ancora un privilegio. Ma le cose da qualche anno sono cambiate. Le spese, a partire dalle materie prime, sono aumentate notevolmente, più dei prezzi per il consumatore. Ma i listini parlano chiaro. Trenta euro per una cena non sono poi così pochi… Questo è vero, ma non bisogna trascurare ciò che c’è dietro ad ogni portata: le materie prime, la manodopera di chef e camerieri, i costi di gestione, dall’affitto, alle bollette, agli stipendi. Quel che resta non è molto.

Quindi converrebbe chiudere? La tentazione di mollare tutto e “fare festa” ce l’ ho avuta: mille sacrifici non ripagati. Ma ormai questo è il mio lavoro e la mia passione. Certo è che ai giovani non consiglierei più di intraprendere quest’avventura. Non ne vale più la pena. E’ finita la stagione d’oro. Lavorare in centro, con i turisti, permette guadagni maggiori? Questo è quel che si crede, ma non è così. La posizione è determinante per un’attività commerciale. Essere in un punto di passaggio può fare la differenza, ma non è sufficiente. Occorre anche offrire un prodotto di qualità ad un prezzo accessibile a tutti, turisti e fiorentini. Ma qualcuno che se ne approfitta nel vostro settore ci sarà pure? (sorride) Non credo. Diciamo che c’è qualcuno che tiene i prezzi un po’ più alti e qualcun altro che fa la scelta contraria. Ma la maggior parte dei ristoranti fiorentini si colloca nel mezzo ai due estremi, cercando di conciliare qualità e convenienza. E onorare l’immagi/L.S. ne di Firenze nel mondo.

CHIAMA ORA PER SOVRALLUOGHI E

PREVENTIVI GRATUITI

riparazioni senza diritto di chiamata per interventi di tipo edile - idrauliche -

PROMOZIONE CONTINUA LA DEL MESE: SUPER OFFERTA

CERASA • Base 1 anta L30 cm • Lavabo quadro mini L30 cm P30 cm • Specchio rettangolare 30X84 cm • Lampada alogena (vari colori)

Euro 935,00

EURO 800,00

INSTALLAZIONE CALDAIA a soli

Euro 1900

Euro 1.600

MONTAGGI E RIPARAZIONI GENERICHE

a soli 25€/ora Via Lungo l’Affrico, 102/a - (FI) info@arredailbagno.it

BAGNO COMPLETO a soli Euro 6400

Euro 5.800!!! CHIAVI IN MANO L’OFFERTA COMPRENDE: - Lavori di smontaggio sanitari - Demolizione rivestimento Impianto idraulico completo Rifacimenti intonaci e sottofondo - Forniture e posa in opera del rivestimento e pavimento Montaggio dei nuovi sanitari (Top lavabo - Bidet - Vaso con cassetta ad incasso Piatto doccia o vasca) - Mix per lavabo, bidet, doccia o vasca e asta sali-scendi

Tel 055 660793


12

Ottobre 2008

FIRENZE

LA CITTÀ CHE CAMBIA. A due passi da piazza del Carmine apre il locale del famoso stilista

Oltrarno, una rivoluzione da Cavalli Ludovica V. Zarrilli

Dal ristorante nella chiesa sconsacrata all’happy hour a numero chiuso, passando per una pizzeria nata

S

trade strette e un po’ buie, vicoli pieni di storie un po’ romantiche e un po’ popolane. Di quelle che si urlano dalla finestra, mentre si tende il bucato. Simili agli scenari che descriveva Vasco Pratolini nelle pagine dei suoi romanzi. Storie sanguigne di gente e di strada. Il quartiere di Santo Spirito è così. Quel sublime difficile da descrivere, che piace tanto agli indigeni, a quelli che la città vogliono scoprirla nel suo volto più vero e a chi è abbastanza snob da far finta di non esserlo. Santo Spirito torna di tendenza, dopo aver attraversato qualche anno di difficoltà, un periodo in cui veniva bistrattato dai viveur della “Firenze bene”. Il quartiere torna in auge e lo fa in un modo tanto banale quanto geniale: prendendo la gente per la gola. E’ recente l’annuncio dello stilista Roberto Cavalli e dei suoi figli Tommaso e Rachele, di voler dar vita al ‘Cavalli Club’, un po’ ristorante e un po’ locale da happy hour, un posto dove trascorrere serate piacevoli e chic al punto giusto. Niente di nuovo fin qui, ma alla famiglia dello stilista, abituata a stupire con effetti speciali, non poteva bastare una location qualsiasi. Ed ecco che arriva l’idea lampante. Il locale, che verrà inaugurato prima della fine dell’anno, verrà realizzato all’interno di una chiesa sconsacrata a due passi da piazza del Carmine, dove i drappi e i tessuti maculati tipici della maison fiorentina faranno da contraltare all’atmosfera sacra dell’ex tempio. Illuminazioni cangianti e strutture in acciaio pronte a dialogare con affreschi antichi, questo è quello che promette Italo Rota, l’architetto che ha già realizzato il ‘Just Cavalli cafè’ a Milano. Da una chiesa antica ad un nuovo

in un contesto inaspettato e una tripperia un po’ sui generis. Ecco come torna a far parlare di sè una delle zone più belle e amate della città

ristorante il passo non è poi così lungo e, spostandosi sul lungarno Guicciardini al civico 10, ci si imbatte in ‘Nove’ - già ‘Beccofino’ – locale affacciato su una piazzetta appartata e protetta, che sembra studiata apposta per gli avventori del locale. Acquistato di recente da Tommaso Buti, famoso tomber de femme fiorentino nonché fautore della linea di orologi che porta il suo nome, ha aperto i battenti lo scorso giugno, in occasione dell’edizione estiva di Pitti Immagine uomo. Dall’inizio di ottobre propone, ogni giovedì sera, un happy hour a ‘numero chiuso’, al quale si può partecipare su invito o attraverso una selezione all’ingresso. Gli organizzatori raccomandano un abbigliamento consono, stuzzicano la curiosità di chi va a caccia di locali e l’avversione di chi grida allo scandalo: “E’ un locale pubblico e non si può impedire a chiunque lo voglia, di entrare a bere un drink!”. Ma tant’è. A bilanciare lo snobismo del lungarno ci pensa la new entry di via Maggio che, tra un antiquario e l’altro, ha fatto posto ad una pizzeria da asporto. ‘GustaPizza’, così si chiama la sorellina del primogenito, fortunato locale di piazza Santo Spirito, ‘GustaPanino’. Anche in questo caso, lo ‘scandalo’ è stato servito su un piatto d’argento a chi ha voluto insinuare l’inadeguatezza di questa sorta di fast food all’italiana nella strada simbolo dell’arredamento d’alta gamma. Ma anche questa volta, non resta che prendere atto della fortuna che sta riscuotendo la neonata pizzeria. L’ultima tappa del remake gastronomico di Santo Spirito è fissata proprio in piazza, dove il vecchio ‘Cabiria’ è stato rivisto e trasformato in un ristorante specializzato in trippa e derivati. Un po’ meno evocativo del panino preso a morsi davanti al barroccio, ma sicuramente più comodo per i turisti reduci da estenuanti camminate.

930736


I DELLA VALLE HANNO PRESENTATO “VIOLA”, LA NUOVA STRUTTURA PROGETTATA DA MASSIMILIANO FUKSAS, UNA “CITTADELLA” DI CUI, OLTRE AL CAMPO DA GIOCO, FARANNO PARTE RISTORANTI, NEGOZI, UNA GALLERIA D’ARTE E ALTRI SPAZI.

TI PIACE IL PROGETTO DEL NUOVO STADIO DELLA FIORENTINA? Sì, farà fare un salto di qualità a Firenze e alla sua squadra Sì, ma il progetto della cittadella è troppo invasivo, vanno tenute in considerazione anche le esigenze dei residenti della zona in cui lo stadio sorgerà No, lo stadio deve rimanere quello attuale a Campo di Marte

PARTECIPA AL SONDAGGIO SUL SITO www.ilreporter.it OPPURE INVIACI UNA MAIL A dicolamia@ilreporter.it O TELEFONA AL NUMERO 840.70.74.74

I risultati saranno pubblicati sul prossimo numero

I RISULTATI DEL SONDAGGIO DI SETTEMBRE

FIORENTINA. SEI SODDISFATTO DELLA NUOVA SQUADRA? 56,20%

Sì, ma deve essere ancora colmato il gap con le “grandi”

27,99%

Sì, può lottare per lo scudetto

15,79%

No, non sono convinto della campagna acquisti

LA LEGGE 194 CHE REGOLAMENTA L’ABORTO DEVE ESSERE CANCELLATA?

Il sondaggio è stato effettuato tramite il sito internet www.ilreporter.it, una linea telefonica dedicata e l’indirizzo e-mail dicolamia@ilreporter.it. Totale votanti: 1418. Risposte: Sì, ma deve essere ancora colmato il gap con le “grandi”: 797 (56,20 %); Sì, può lottare per lo scudetto: 397 (27,99%); No, non sono convinto della campagna acquisti: 224 (15,79%). Sondaggio tramite www.ilreporter.it: Totale votanti: 915 (64,52%); Risposte: Sì, ma deve essere ancora colmato il gap con le “grandi”: 517 (56,50%); Sì, può lottare per lo scudetto: 246 (26,88%); No, non sono convinto della campagna acquisti: 152 (16,61%); Sondaggio tramite linea telefonica dedicata: totale votanti: 271 (19,11%); Risposte: Sì, ma deve essere ancora colmato il gap con le “grandi”: 147 (54,24%); Sì, può lottare per lo scudetto: 90 (33,21%); No, non sono convinto della campagna acquisti: 34 (12,54%); Sondaggio tramite dicolamia@ilreporter.it: totale votanti: 232 (16,36%); Risposte: Sì, ma deve essere ancora colmato il gap con le “grandi”: 133 (57,32%); Sì, può lottare per lo scudetto: 61 (26,29%); No, non sono convinto della campagna acquisti: 38 (16,37%); AVVERTENZA: I “sondaggi on line” non sono sondaggi rappresentativi ai sensi delle direttive dell’Autorità garante delle comunicazioni: essi non hanno valore statistico. I risultati che forniscono non hanno, cioè, la pretesa di rappresentare l’opinione di gruppi di persone. Sì tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente, che hanno l’unico scopo di permettere agli utenti che lo desiderano di esprimere la propria personale opinione.


14

SOCIETÀ

Ottobre 2008

DOSSIER/1. Silenziosi e discreti questi 007 hanno il compito di pedinare e scoprire le “malefatte” altrui

Se spiare gli altri diventa un mestiere I clienti delle agenzie di investigazioni sono uomini, donne e spesso genitori spaventati per i figli. Paolo Ciani, professionista del settore: “La soddisfazione più grande è ritrovare ragazzini scappati di casa” Giulia Righi

U

no se li immagina sprofondati dentro ad impermeabili anonimi, con un cappellaccio a coprirgli la testa e l’aspetto losco di chi sta facendo qualcosa che non si può fare. No no, sbagliato. Gli investigatori privati dei tempi nostri, con l’immagine tipica di Sherlock Holmes hanno veramente poco a che fare. Sono discreti, silenziosi, magari signori incravattati che con discrezione sorprendono il padre di famiglia con l’amante. Ne vedono di tutti i colori. Dall’ “innocente” adulterio di coniugi un po’ stanchi, al ragazzo che è finito nel giro di pessime compagnie e resta imbrigliato nei gorghi della droga. Sono “spioni di mestiere”, ingaggiati da aziende, lavorato a lungo nel settore del recupero crediti genitori, mogli e mariti. Si appostano e controlla- ed essersi fatto incuriosire da un amico detective no, pedinano, filmano e fotografano. A cose fatte privato. “Lavoriamo in diversi settori-spiega- non chiamano a rapporto i loro clienti e svelano loro ci occupiamo solo delle famose indagini matrimola verità. Spesso si tratta niali, ma anche di quelle solo di confermare soLavoriamo anche per conto con fini commerciali e spetti, eppure capita che nell’ambito del settore di aziende, per esempio le reazioni di fronte a penale:di queste però quando si verifi cano scoperte dolorose siano possono occuparsi solo ammanchi sospetti energiche, e che dolore i titolari delle agenzie, e rabbia portino a dire, e spesso lo fanno su quantomeno, una fila di parolacce irripetibili. Pao- mandato degli avvocati della difesa”. A bussare lo Ciani è titolare di un’agenzia di investigazioni a alla sua porta, racconta, sono più o meno nella Firenze. Questo mestiere lo fa da 8 anni, dopo aver stessa misura uomini e donne, mogli e mariti. E

tanti genitori, preoccupati che i loro figli si stiano cacciando in situazioni pericolose: “Le indagini commissionate da genitori, sono molto aumentate nell’ultimo periodo” spiega. “Il nostro lavoro non è solo quello che ci si immagina: quando riusciamo a ritrovare un ragazzino scappato di casa, ad esempio, è una soddisfazione personale, ben maggiore di quella per le infedeltà coniugali”. Tanti lavori, continua Ciani, sono poi commissionati da aziende che hanno bisogno di verificare che i loro dipendenti non facciano il “doppio gioco”, che non ci siano microspie piazzate dalla concorrenza, o che certi misteriosi ammanchi nei magazzini non siano da addebitare a qualcuno del personale. Ma tutto

questo non è una giungla. Non è spiare dal buco della serratura nella vita degli altri. “Per fare questo mestiere occorre una licenza rilasciata dal prefettopuntualizza- e dobbiamo scrivere in un apposito registro il dettaglio dei nostri incarichi”. Insomma, non ci si improvvisa “spioni”. E quando lo si diventa, bisogna saperlo fare. Ci vuole la delicatezza di saper guardare negli occhi una signora e dirle che i suoi sospetti erano fondati, ci vuole il passo felpato per non dare nell’occhio mentre si pedina: “Abbiamo tanti collaboratori giovani-conclude Ciani- un po’ perché si camuffano meglio, un po’ perché è un mestiere a tratti duro. Si lavora spesso di notte, in posti pericolosi, magari sotto la pioggia”.

955818

pronto intervento per i settori IDRAULICA - MURATURA ELETTRICITÀ SENZA diritto di chiamata PER UGENZE cell.

340 4701643

VIA MICHELAZZI 2/B (ZONA CAREGGI)

DA 50 ANNI IN GAVINANA IL MASSIMO DELLA QUALITA' CON IL MINIMO PREZZO su tutti i tipi di tessuto nazionale, arredamento e tovagliato. Lino, seta e cotoneria

SCONTO 10% PER I LETTORI Via G.Caponsacchi 9 r - Firenze - Tel. 055 680308 TUTTO A STOCK

949500

ni di Si eseguono riparazio


SOCIETÀ

15

Ottobre 2008

DOSSIER/2. Gli investigatori privati sono diventati un’arma dei genitori in ansia per i figli

Attenti, il detective è dietro l’angolo Solo a Firenze ci sono 55 agenzie che si occupano di pedinamenti e indagini commissionate da cittadini per motivi

La Scheda

sentimentali, commerciali, ma anche per scoprire

BOOM DI AGENZIE

se i ragazzi frequentano cattive compagnie

Firenze, con 55 strutture, è la prima città toscana e la decima a livello nazionale per numero di agenzie di investigazione private. A livello regionale l’aumento è stato notevole: dalle 123 strutture del 2000 si è passati alle 197 attuali, con un incremento del 60,2%. Una variazione che segna 5 punti in più rispetto alla media nazionale nello stesso periodo.

Giulia Coli

T

imori perché il figlio è distante e aggressivo? Dubbi sulla fedeltà del consorte? Interessati alla situazione finanziaria di un partner commerciale? Ci pensa l’investigatore privato. Ebbene sì. Il detective è un supporto sempre più richiesto. Anche dalle famiglie fiorentine per seguire il figlio o la figlia nei suoi movimenti. Ma sono molti anche i mariti o le mogli che, spesso proprio durante la separazione, vanno alla ricerca di “carte vincenti” da giocarsi in tribunale. Ma il lavoro delle agenzie investigative riguarda anche, e soprattutto, il campo commerciale. Fondi da recuperare, accertamenti immobiliari, investigazioni mirate ad individuare comportamenti scorretti nella concorrenza fra le imprese oppure a scoprire attività imprenditoriali illecite e contraffattori. Il mercato delle agenzie investigative è in forte espansione. Nella sola Firenze se ne contano cinquantacinque: è la prima provincia toscana per numero di strutture e, nel panorama nazionale, si piazza al decimo posto. In questo contesto, un numero sempre più crescente di investigatori privati è chiamato per controllare gli adolescenti. Secondo gli operatori del settore la crescita delle richieste si attesta intorno al 15%. “Come prima cosa bisogna capire se il genitore si rivolge a noi perché ha reali motivi per preoccuparsi dei comportamenti del figlio o solo per un’eccessiva apprensione” dice Alberto Paoletti, presidente di Federpol Toscana e titolare di Infomark Investigazioni a Firenze. “I lavori che riguardano gli adolescenti

vengono portati avanti con l’appoggio dello psicologo – spiega Paoletti – e nei casi più gravi entrano in campo anche gli avvocati. Le famiglie che richiedono il nostro supporto appartengono al ceto superiore, attente ai movimenti del figlio, oppure sono famiglie disgregate che vivono situazioni difficili e problematiche. Nel 95% dei casi il sospetto dei genitori si rivela fondato”. Le maggiori preoccupazioni dei genitori riguardano l’uso di droghe e di alcol da parte dei figli o la frequentazione di cattive compagnie. Ma sono in aumento anche i casi in cui i giovani si scoprono schiavi del gioco d’azzardo. In media il costo per un’ora di controllo in un’inchiesta privata può variare dai 40 ai 70 euro, e per le indagini che sfociano in ambito penale invece la tariffa oraria sale fino ai 100, 150 euro. Il costo di un’intera attività investigativa sulle abitudini di un giovane normalmente va dai 2000 ai 5000 euro. Solitamente, infatti, il giovane viene pedinato da due o più detective (muniti di macchina fotografica e telecamera) per diverse ore al giorno. E in questi casi, quando il pedinato è un ragazzo, le agenzie utilizzano collaboratori di pari età, in modo da inserirsi facilmente negli ambienti frequentati dall’osservato senza dare troppo nell’occhio. Commenta questa inchiesta su

LIFTING FACCIALE?

I PREZZI I costi per un’ora di controllo cambiano a seconda che si tratti di ambiti privati o commerciali. Nel primo caso la tariffa oraria può variare dai 40 ai 70 euro. Il costo di un’intera attività investigativa sulle abitudini di un giovane normalmente va dai 2000 ai 5000 euro. Nel secondo il prezzo sale e se le indagini sfociano in ambito penale la tariffa oraria tocca i 100- 150 euro l’ora.

I MOTIVI Le nuove paure che portano i genitori a chiedere l’aiuto di un’agenzia investigativa privata riguardano l’uso di droghe o di alcol da parte dei figli, ma anche il timore che frequentino brutte compagnie,tali da portarli su strade sbagliate e pericolose. In aumento anche i casi di giovani che cadono nella morsa del gioco d’azzardo. Nel 95% dei casi i sospetti dei genitori si rivelano fondati.

In molti casi lo puoi evitare con Oralift® la nuova tecnica che giunge da Londra

Chi si reca allo studio odontoiatrico della dr.ssa daniela soave sa che oltre a migliorare l’estetica. Della bocca può migliorare anche l’estetica del volto attraverso il metodo inglese Oralift® tecnica di odontoiatria estetica non chirurgica ed indolore che ridona freschezza al volto e un aspetto più giovane. L’apparecchio che non da nessun fastidio va portato 2-3 ore al giorno o a giorni alterni a seconda dei casi. Esso tonifica i muscoli e migliora l’irrorazione sanguigna della pelle con apporto maggiore di sostanze nutritizie come collagene ed ossigeno. Si ottiene così un effetto di ringiovanimento e la cute appare più tonica e levigata, gli zigomi più prominenti, labbra più piene, assottigliamento delle rughe ed altro. La dr.ssa Daniela soave laureata in medicina e chirurgia e odontoiatra, ha conseguito il diploma a londra all’ADD assieme ad altri dentisti di tutto il mondo, e intuito quali sono le esigenze dei pazienti che chiedono tipi di trattamento di odontoiatria estetica non traumatici ha organizzato il suo studio per poter dare il meglio in questo campo. UN BEL SORRISO E UN VOLTO GIOVANE È UN OTTIMO BIGLIETTO DA VISITA, ti fa sentire ancora in gioco. E’ importante anche dal punto di vista psicologico: CHI SI VEDE BELLO VIVE BENE E SI AMMALA DI MENO. Però, oltre al miglioramento dell’aspetto del viso si deve pensare anche a mantenere i denti in salute mediante visite periodiche dal dentista per monitorare lo stato di salute dei denti e gengive. LA PARODONTOPATIA (detta anche piorrea) che può essere acuta o cronica, è grande nemica dell’estetica del volto in quanto comporta se non curata la progressiva distruzione dell’ apparato di sostegno dei denti come osso e gengiva con la conseguente perdita dei denti. In breve tempo il volto apparirà invecchiato per la il riassorbimento dell’osso sia mascellare che mandibolare.

Negli ultimi anni si è osservato anche un aumento di parodontopatie aggressive anche in giovane età, è importante quindi una diagnosi precoce. Oggigiorno stati sviluppati diversi nuovi sistemi di indagine microbiologica tra i quali: - ANALISI DEI BATTERI PATOGENI per identificare i batteri più aggressivi e neutralizzarli - TEST AL DNA per una valutazione del rischio genetico e prevenire la malattia Esistono molte armi per combattere e tenere sotto controllo questa grave patologia, la terapia laser (completamente indolore) è una di queste armi, una delle più efficaci, ma non la sola. Voglio ricordare che il mese di ottobre è il mese della prevenzione gratuita promossa dall’ ANDI (ASSOCIAZIONE DENTISTI ITALIANI), per bambini e adulti perciò chi vuol usufruire di questo servizio può telefonare allo 055 7321144 dalle 14.30 alle 19.30 e fissare un appuntamento per essere visitato gratuitamente dalla dr. Soave ed essere informato sulla propria salute parodontale e altri problemi della bocca. Lo staff dello studio dr. Soave sarà a vostra disposizione per qualsiasi domanda relativa a terapie come: impianti, protesi in ceramica, ortodonzia infantile e per adulti, endodonzia, Rx OPT ecc. 970879

PER UN APPUNTAMENTO GRATUITO E ULTERIORI INFORMAZIONI:

055 7321144 e-mail: daniela.soave1@tele2.it, daniela.soave1@gmail.com

Studio Odontoiatrico Dr.ssa Daniela Soave - Via de’ Tommasi, 4 Firenze


A PARTIRE DA


TENDENZE

17

Ottobre 2008

CURIOSITÀ. Anticaglie e carabattole ora si rivendono sulle bancarelle

La soffitta? Si svuota al mercato Dilaga anche in Toscana la tendenza di disfarsi di oggetti e vestiti dimenticati in cantina per una vita: si diventa mercanti per un giorno e si guadagna qualcosina Francesca Puliti

S

vuotarsi la cantina e riem- genere tra gli 8 e i 20 euro. E poi pirsi le tasche. L’equa- far fronte alla levataccia e alla fazione è semplice quan- tica di scaricare e caricare le merdo si parla di mercatini ci. Già perché le bancarelle vendell’usato. Colpa della crisi eco- gono allestite la mattina presto, nomica o del ritrovato gusto per tra le 7 e le 7.30 e in alcuni casi il vintage, fatto sta che la moda chi prima arriva meglio alloggia, della “soffitta in piazza” dilaga in cioè può scegliersi il posto più tutta la Toscana. Non più conside- in vista o più di passaggio. Per il rati alla stregua di riserve di cac- resto l’unica precauzione da prencia per antiquari e collezionisti, i dere è quella di far valutare da un mercatini si sono aperti a vendi- antiquario i pezzi più antichi, per tori più o meno improvvisati. Gi- non rischiare di cedere per una rando tra i banchi si può trovare di tutto, Così tra una contrattazione dalle monete antiche e l’altra un mercante ai vestiti usati pasimprovvisato può raggranellare sando per lampade e fino a 100 euro in una giornata mobilia di ogni epoca e foggia, per chi volesse dare un tocco retrò al pro- bazzecola un oggetto di valore. Le prio appartamento. Improvvisarsi piazze che più volentieri si aprono mercanti per un giorno è facile, a questi mercati sono quelle dei basta prenotare telefonicamente paesi compresi tra Firenze, Prato con qualche giorno di anticipo e e Empoli. In genere gli appuntapagare una piccola quota per l’oc- menti sono a cadenza mensile, cupazione del suolo pubblico, in quasi esclusivamente la domenica.

Ogni mercatino ha la sua particolare identità, ad esempio quello di Carmignano, la prima domenica del mese, è rivolto soprattutto agli antiquari e ai collezionisti, mentre quello di Seano, ogni seconda domenica del mese, è più variopinto, aperto all’artigianato e all’usato. Un vero e proprio bazar: rovistando tra carabattole e oggetti antichi

ci si può imbattere in bigiotteria anni ’30, come in mobili del primo Novecento o in scarpe da ginnastica e abiti usati. Per ogni gusto e per ogni prezzo. Se gli uomini preferiscono buttarsi sull’hitech, comprando vecchi cellulari o lettori dvd, le donne puntano a borse, cappelli e soprammobili, oggetti magari inutili, ma tanto

L’INTERVISTA. Giuseppe, nel mestiere da 15 anni

“Io, svuotacantine di professione”

A

lzi la mano chi non si telefono. Ma che fine fa la roba è mai imbattuto in uno che viene rimossa dalla soffitta di quei volantini che o dallo sgabuzzino? “Qualcosa reclamizzano la possibilità di viene rivenduto sui banchi dei liberare cantine e garage dalle mercatini dell’usato o nei negocarabattole accumulate negli zi di contovendita, ma la maganni. Il mestiere dello “svuota gior parte finisce direttamente cantine” pare essere esploso in discarica” spiega Giuseppe. negli ultimi tempi, forse perché Facendosi largo tra pattini per abbiamo sempre meno spazio bambini, vecchi giocattoli e per accumulare o sempre meno cassettoni tarlati può capitare tempo per metterci a scegliere di trovare un servizio di piatti cosa buttare e cosa tenere. E ancora intatto o qualche quadro allora deleghiamo a qualcuno interessante. Ma difficilmente che lo faccia di professione. L’ofL’offerta è amplissima, ferta è amplissima bisogna stare attenti ma, ma bisogna quando si decide a chi affidarsi stare attenti quando si decide a chi affidarsi. Parola di Giuseppe, capitano grandi sorprese: “Orche questo mestiere lo fa da 15 mai la gente è più consapevoanni. “Ci sono persone disone- le di quello che ha in casa, sa ste che rovinano l’immagine di che cosa può avere valore o no. questo lavoro, che fanno paga- Anche grazie ai mercatini delre prezzi fuori da ogni logica l’usato che si sono moltiplicati o addirittura ne approfittano negli ultimi anni”. Fin troppo per rubare oggetti di valore”. pare. “Sono inflazionati, c’è Il consiglio dunque è di fare troppa concorrenza, anche con i qualche domanda preventiva privati stessi”. Ma alla fine con quando si contatta uno “svuota questo mestiere ci si può vivecantine”, farsi dire nome, co- re? “Certo non ci si arricchisce, gnome, partita Iva e se necessa- ma se si fa con serietà e impe/F.P. rio concordare il prezzo già per gno ci si sopravvive”.

carini da vedere. E alla faccia di tutte le statistiche che ci dipingono come un popolo di non-lettori, i libri vanno veramente a ruba. Così tra una contrattazione e l’altra un mercante improvvisato può raggranellare fino a 100 euro in una giornata. Abbastanza per appassionarsi e riprovarci la settimana successiva.

...il mondo più intelligente di spostarsi in città

916760

VASTO ASSORTIMENTO DELLE MIGLIORI incentivi BICICLETTE comunali di ELETTRICHE €200 MINIAUTO ECO-DIESEL: SCOPRI I NUOVI MODELLI

OFFERTE LANCIO SULLE NOVITÀ ASSOLUTA: Wayel TECNOCARBUR FRISBEE BIXY, bici americane con batte- One City senza catena con tra- EURO 7, per affrontare salite smissione a cardano! ria integrata nel telaio! fino al 12% di pendenza!

AIXAM CITY

AIXAM CROSSLINE

CHATENET SZ

CHATENET WX

DA NOI TROVI ANCHE Scooter elettrico

GRANDE SUCCESSO

MALAGUTI CIAK

FAVOLOSA MINIAUTO elettrica 4 posti

ESCLUSIVA ELEKTROCAR

disponibili modelli nuovi, usati e con incentivi comunali di l’innovativo KIT di batterie al litio €750

Mega City Plus

incentivi comunali di €1.000

GOLF CAR senza obbligo del CASCO!! incentivi 2 posti comunali di + baule oppure €1.000 4 posti.

VISITA IL NOSTRO SITO

Inoltre ELEKTROCAR ti propone furgoni elettrici per ogni esigenza con accesso a zone pedonali e risparmi enormi sulle spese di gestione!

www.elektrocar.it

SHOW-ROOM VIA MACCARI, 119 - FIRENZE (zona Isolotto)

TEL. 055 78.74.980 - ekpoint@elektrocar.it


18

FOCUS

Ottobre 2008

SALUTE. Una seconda ordinanza del tribunale ha riaperto il dibattito su alcuni passaggi del testo

Firenze boccia ancora una volta la legge sulla procreazione assistita Benedetta Strappi

È

passato quasi un anno da quando un’ordinanza del Tribunale di Firenze “fece scuola”, autorizzando una coppia a far eseguire un test pre-impianto sugli embrioni. Adesso la faccenda è nelle mani della Corte Costituzionale, che dovrà valutare gli atti e capire chi ha ragione e chi no. Tutto era cominciato con la storia di una coppia di Milano, che, quasi un anno fa si era rivolta ad un centro fiorentino di procreazione assistita. La coppia voleva avere un bambino e, dopo tre anni di tentativi “naturali” andati a vuoto, aveva deciso di ricorrere alla fecondazione in vitro, chiedendo anche di effettuare la diagnosi pre-impianto sugli embrioni. Ma dal centro medico era arrivato un rifiuto, in linea con i dettami della legge 40, che tra le altre cose, vieta questo tipo di test prima di impiantare gli embrioni. La coppia non si era arresa, per un motivo ben preciso: lei è infatti portatrice di una malattia congenita, la esostosi. Una particolare patologia che causa una crescita sproporzionata della cartilagine e che ha una possibili-

tà su due di essere trasmessa dai genitori ai figli. Di qui l’insistenza della coppia per ottenere il via ed effettuare il test prima di impiantare gli embrioni: insistenza vana, perché la legge è legge e i medici avevano le mani legate. Venne allora il tempo del ricorso contro il Centro e a sorpresa un’ordinanza del magistrato, emanata per motivi d’urgenza e con valore di sentenza, decretò che sì, la diagnosi andava fatta perché, date le particolari circostanze e lo stato di salute della richiedente, non era vietata espressamente dalla legge 40. Dopo questa prima tappa, accolta dalle associazioni di “genitori in provetta” con grande gioia e soddisfazione, nelle scorse settimane è arrivata un’altra mezza bocciatura contro le discusse norme che regolano la fecondazione assistita. Il Tribunale civile di Firenze ha infatti emesso una nuova ordinanza sul caso con la quale ha disposto l’invio degli atti alla Corte Costituzionale. Che è un po’ come dire, vediamo, rimettiamo quegli articoli della legge di nuovo di fronte ad una prova di costituzionalità. Il giudice che a fine luglio ha sospeso

il suo giudizio, ha infatti spiegato di farlo “per la rilevanza del caso e la non manifesta infondatezza di incostituzionalità”. Grande, si diceva, la soddisfazione di chi contro quella legge si batte da tempo, come le associazioni che tutelano coppie con difficoltà a procrea-

velocizzandone l’ultimazione per la parte in costruzione e bloccando il progetto per la parte non avviata. Per l’Aeroporto ci sembra evidente la necessità di una ottimizzazione delle sue potenzialità.

nistri e comunicato ai presidenti delle due camere del Parlamento. L’auspicio di questo invito è poter ripristinare un dialogo attivo con il mondo della politica, attento ai valori costituzionali e libero da valutazioni pregiudiziali sulla legge 40”.

L’INTERVISTA Parla il professor Pieraldo Inaudi

Un SINDACO per FIRENZE La Legislatura sta per concludersi: in Primavera si voterà per un nuovo Sindaco e una nuova Amministrazione. SI VOTERA’ PER FIRENZE ! Nessuna altra sfida riveste, oggi, l’importanza politica e sociale della imminente competizione per Palazzo Vecchio. FIRENZE è cristallizzata nel mito della metropoli mancata, non vede altri orizzonti fuori di sé, ha tutto e se ne compiace, ma non riesce a realizzare le sue potenzialità, a “decollare”, avendo lasciato a politici incapaci il compito di fare sintesi tra le sue varie esigenze. E’ a FIRENZE che si è consentito di coprire, sotto la retorica “buonista” dell’accoglienza, la crescita incontrollata di aree dominate dal degrado e dalla illegalità. E’ a FIRENZE che si vive il degrado nei suoi quartieri periferici e nel suo Centro Storico, ridotto a souk orientale, da Santo Spirito, a san Lorenzo, a Santa Croce. E’ a FIRENZE che si soffre il destino asfittico del suo commercio, umiliato dall’abusivismo. E’ a FIRENZE, città non industriale, ma di eccellenze di nicchia ( è sufficiente pensare all’Alta Moda, alle specializzazioni nella Pelletteria), che non decolla un Polo espositivo all’altezza delle sue potenzialità. E’ a FIRENZE, giacimento culturale ( per il numero di Istituzioni e di sedi di Università straniere presenti ) e artistico/museale unico al mondo, che non si riesce a sviluppare il livello di un turismo di qualità, specializzato, congressuale/fieristico, fonte di rilancio per le sue strutture ricettive di eccellenza. E’ a FIRENZE che si soffre di una viabilità da terzo mondo e si è privi di collegamenti Internazionali necessari alla realizzazione della sua vocazione. Per la Tranvia è possibile ormai solo minimizzare il danno,

re: “L’ordinanza di Firenze- ha commentato all’indomani l’associazione Madre Provetta- amplia la riflessione ed indaga numerosi articoli della legge 40 sospettati di incostituzionalità L’atto, come di prassi, e’ stato notificato anche al Presidente del Consiglio dei Mi-

“Terapie poco invasive per curare l’infertilità”

P

Riccardo Sarra Capogruppo di AN al Consiglio Comunale di Firenze

Vogliamo una Città vivibile per i suoi cittadini, attrattiva per i suoi ospiti, all’altezza delle sue tradizioni e degna del suo futuro. MA CONDIZIONE PRIORITARIA PER LA CREDIBILITA’ DEL PROGRAMMA sarà la scelta del Candidato a SINDACO: dovrà, deve, essere AUTOREVOLE, cioè credibile per capacità di gestione dei problemi, volontà di negoziazione per districare i “nodi” da affrontare; esperto nella amministrazione della cosa pubblica per guidare la “macchina” con efficienza e valorizzazione delle risorse, di alto profilo politico per garantire una salda guida istituzionale. I suoi SUCCESSI, il suo IMPEGNO, la sua STORIA, parleranno per Lui. Lo stesso criterio di scelta valga per la squadra dei suoi stretti collaboratori, a cominciare dalla figura del suo Vice: non possiamo perdere, per privilegiare candidati espressione di “bandiera”, di “corrente” o peggio ancora di velleità di nobilitazione di un curriculum. Lo esigono l’intelligenza, Firenze, il nostro senso di responsabilità politica. Riccardo Sarra Capogruppo di A.N. in Consiglio Comunale a Firenze MESSAGGIO POLITICO A PAGAMENTO

urtroppo, è un dato di fatto. Si arriva tardi a provare a concepire un bambino e le possibilità che la cicogna arrivi senza intoppi diminuiscono notevolmente. Il dottor Pieraldo Inaudi, docente universitario e ginecologo esperto di medicina della riproduzione, spiega quali sono le armi per risolvere il problema. Quali sono le ultime frontiere per la diagnosi e cura dell’infertilità? Si dispone oggi di un discreto bagaglio di mezzi di diagnosi. Le novità sono legate al miglioramento della tecnologia di sistemi tradizionali che hanno consentito notevoli semplificazioni di determinate metodiche come ad esempio quella dell’esame delle tube che negli ultimi anni si svolge tranquillamente in ambulatorio ginecologico utilizzando l’ecografo al posto dei raggi x e la soluzione acquosa fisiologica al posto del mezzo di contrasto. Anche il maggiore impiego dell’ecografia transvaginale rappresenta un mezzo di supporto alla diagnosi in particolare per situazioni come l’endometriosi, le cisti ovariche, e l’ovaio policistico. Sul fronte della terapia si dispone oggi di un venta-

glio molto ampio di sistemi che vanno dai farmaci specifici molto purificati fino alle tecniche più sofisticate di procreazione assistita; l’importante è effettuare una accurata diagnosi per poter utilizzare il sistema di trattamento più efficace ma meno invasivo e meno costoso. Qual è il passo successivo? Una volta portato a termine lo studio diagnostico, valutiamo insieme alla donna quale sia la soluzione migliore. Io cerco sempre di dare ai miei pazienti la massima opportunità di scelta, con il maggior numero di elementi a disposizione per una scelta terapeutica condivisa. Per quanto mi riguarda da tempo ho orientato le mie ricerche su sistemi di diagnosi e terapia a bassa invasività e la mia premura è quella di adattare e personalizzare il trattamento utilizzando ad esempio basse dosi di farmaci per le stimolazioni ovariche evitando quelli comunemente e spesso in modo erroneo chiamati “bombardamenti ormonali” ma adeguate per raggiungere con buona qualità lo scopo prefissato, in particolare per quanto riguarda le tecniche di riproduzione assistita. /B.S.


DORMI SOGNI TRANQUILLI... ALLA TUA SICUREZZA CI PENSIAMO NOI

900887

PROMO AUTUNNO 2008 PORTA FINESTRA 2 ANTA

INFISSO in pvc doppia anta con ribalta-vetri isolanti termici ed acustici su misura, varie colorazioni, solo

IMPIANTO ALLARME

€ 310 AL MQ

DOPPIA TECNOLOGIA

A partire da €

VOLUMETRICA ED INFRAROSSI

300 al mq

PAGABILI ANCHE A RATE - INSTALLAZIONE IN CANALIZZAZIONE- CON GSM - 4 APPARECCHI DOPPIA TECNOLOGIA CON ANTI-MASCHERAMENTO - 1 TASTIERA RETROILLUMINATA - 1 CENTRALE A MICRO PROCESSORE - TELEGESTIBILE A 8 ZONE ESPANDIBILE FINO A 32 ZONE - 1 SIRENA INTERNA - 1 ESTERNA AUTOALIMENTATA CON PROTEZIONE ANTISTRAPPO - 1 COMBINATORE GSM (informa il tuo cellulare su quale zona e’ in allarme)

PERSIANA IN ALLUMINIO stecca fissa (o orientabile) in colori base su misura

€ 280 AL MQ A partire da

€ 2.200

€ 260 mq

PAGAMENTO A RATE

MONTAGGIO INCLUSO

• PORTA SCORREVOLE completa di barra A VETRO (3,5m) 2 ANTE in acciaio con porte + maniglioni TRASPORTO + MONTAGGIO INCLUSI

€ 1.900

• PORTONE BLINDATO (1 ANTA) - modo di apertura “spingere sinistra” - pannelli fronte / retro lisci - cilindro doppia mappa

€ 900

ESEGUIAMO lavori di ristrutturazione interne complete di opere murarie idrauliche elettriche e imbiancatura PAVIMENTAZIONE E PIASTRELLATURA e sistemi di sicurezza allarmi e videosorveglianza sopralluoghi e preventivi gratuiti

FINESTRE E PORTE FINESTRE IN ALLUMINIO 1 ANTA

TRASPORTO + MONTAGGIO INCLUSI

ANCHE CON FINANZIAMENTO 24 MESI INTERESSI ZERO 37,50 € AL MESE

2 ANTE ASIMMETRICHE BILAMIERA

• TAGLIO TERMICO A partire da €

310 al mq

1 ANTA LISCIA • ANTA SINGOLA DOPPIA CON RIBALTA

€ 1.850

€ 1.600

ANCHE CON FINANZIAMENTO 24 MESI INTERESSI ZERO 66,67 € AL MESE

• COLORE BASE E LEGNO • SU MISURA • TAGLIO FREDDO € 280 AL MQ A partire da €

250 al mq

TRASPORTO E MONTAGGIO COMPRESO

Show-room: Via F. Martini, 10/R Tel. 055 6121802 vedi tutte le nostre offerte e servizi su www.ilreporter.it


20

PROVINCIA

Ottobre 2008

TRASPORTI. Lanciata da Renzi una campagna d’ascolto rivolta a rappresentanti delle istituzioni e utenti

Anziani e giovanissimi, il bus è più conveniente Doppia iniziativa per favorire l’uso dei mezzi pubblici: il progetto della Provincia “Carta Mago” prevede agevolazioni per gli over 65, mentre “Non perdere l’anno, abbonatelo” è la promozione dedicata a studenti svantaggiati e under 15 Lorenzo Salusest

F

avorire l’uso dell’autobus e migliorarne la fruizione. Soprattutto da parte di determinate fasce della popolazione: gli anziani e i giovanissimi. Vanno in questa direzione le recenti iniziative messe in campo da Ataf e Provincia. A partire dal progetto “Carta Mago”. Sulla scorta dei risultati positivi ottenuti negli anni scorsi da “Carta Fata”, la Provincia ha previsto una tessera speciale per l’ampia fascia di utenza Ataf over 65, “Carta Mago”, che prevede una agevolazione di 140 euro sul prezzo dell’abbonamento annuale: 170 euro contro 310. Un investimento da 210mila euro finanziati per poco meno della metà da stanziamenti diretti della stessa Provincia, e per la restante parte con i ricavi delle multe pagate da Ataf per i disservizi registrati nel 2007. Un progetto di grande suc-

cesso, come dimostrano le 1500 “carte mago” consegnate dalla Provincia. Un numero ben superiore alle attese, salutato con grande entusiasmo dalle istituzioni. “Il successo dell’iniziativa – ha commentato il presidente della Provincia Matteo Renzi – ci ripaga dell’impegno che avevamo preso”. Un analogo principio sta alla base della campagna di fidelizzazione all’Ataf per i giovani. “Non perdere l’anno, abbonatelo”: è questo lo slogan con cui Ataf ha promosso una serie di abbonamenti a prezzi agevolati dedicata agli studenti economicamente svantaggiati o di un’età inferiore ai 15 anni. I tagliandi annuali hanno un costo di 150 euro, pari a 12 euro e mezzo al mese, poco più della metà rispetto ai 23 euro dell’abbonamento mensile per studenti. Un’iniziativa che, anche quest’anno, sembra ricevere diffusi consensi, con-

FERMATE IN ADOZIONE Un parrucchiere in piazza dell’Unità? Una palestra in viale dei Mille? Per trovarle non c’è bisogno dell’elenco telefonico: è sufficiente individuare una fermata dell’Ataf, avvicinarsi e alzare gli occhi. Con un po’ di fortuna potrete leggere, sopra i percorsi degli autobus, il nome dell’azienda che state cercando. E’ “Adotta la tua fermata”, l’iniziativa di raccolta pubblicitaria lanciata un paio di anni fa da Ataf, sull’esempio di aziende di trasporto pubblico di altre città italiane. Luoghi di transito e di attesa, le fermate degli autobus sono diventate un raccoglitore privilegiato di messaggi pubblicitari. Ad oggi sono oltre duecento le aziende che hanno aderito al progetto, chi “adottando” la piccola striscia che sovrasta le paline, chi stampando il proprio nome sulle insegne delle pensiline.

fermando i lusinghieri risultati (3.700 abbonamenti venduti) ottenuti durante lo scorso anno scolastico. Le agevolazioni economiche sono state predisposte da Ataf per incentivare l’uso dei mezzi pubblici da parte della fascia di popolazione giovanile, solitamente più propensa all’utilizzo dei ciclomotori, e allo stesso tempo per sensibilizzare le famiglie alle pratiche della mobilità sostenibile. Ma i progetti rivolti ai giovani non si fermano qui. Nello scorso luglio è partita anche l’iniziativa “Io controllo”: ogni studente fiorentino è stato invitato a candidarsi ad occupare uno dei 100 posti da “apprendista controllore di qualità” sui mezzi pubblici. Dopo un breve corso professionale, i giovani partecipanti saranno chiamati a verificare l’efficienza dei mezzi pubblici. Ai giovani che, al termine del progetto, si saranno distinti per

aver fornito dati utili e riscontrabili dall’Osservatorio dei trasporti, la Provincia consegnerà un buono per ottenere gratis l’abbonamento ordinario. A queste iniziative di sensibilizzazione e di agevolazioni economiche si è aggiunta la campagna di ascolto recentemente lanciata da Renzi e rivolta

MEDIATORI CULTURALI Si è concluso il 30 settembre scorso il progetto che ha visto tredici cittadini stranieri (undici senegalesi e due marocchini) indossare le divise dell’Ataf per svolgere la funzione di mediatore culturale sugli autobus. Un esperimento innovativo nato dalla collaborazione tra Comune, Provincia, Ataf e consolato del Senegal, per superare le situazioni di criticità tra controllori e utenza straniera. I tredici mediatori hanno coadiuvato i controllori informando i viaggiatori stranieri sulle regole che disciplinano il trasporto pubblico e assistendo il personale di Ataf nella verifica dei titoli di viaggio. Un’iniziativa, nelle intenzioni dei promotori, volta a favorire l’integrazione culturale, sostenere il rispetto della legalità e favorire un uso corretto dei mezzi pubblici.

dapprima ai rappresentanti delle istituzioni pubbliche e private, per poi proseguire all’utenza dei mezzi pubblici. Contemporaneamente, il Comune di Firenze ha predisposto il Piano integrato della mobilità, volto ad integrare tutte le funzioni del trasporto pubblico su ferro e su gomma.

NAVETTE PER LA VIOLA Allo stadio in autobus. E’ partita lo scorso luglio la sperimentazione di “ViolaVai”, il servizio navetta gratuito per i tifosi della Fiorentina. Ataf ha istituito tre nuove linee che collegano Campi Bisenzio, Scandicci e Bagno a Ripoli con l’Artemio Franchi. Firenze Parcheggi ha messo a disposizione 900 posti nei due parcheggi scambiatori, in piazza Alberti e al Parterre. Ai sostenitori viola basterà esibire il biglietto o l’abbonamento dello stadio per accedere gratuitamente ai mezzi pubblici ed alle aree di sosta. Il progetto è stato realizzato per alleggerire il traffico privato e migliorare la vivibilità nella zona di Campo di Marte in occasione delle partite di calcio. Il servizio verrà monitorato durante l’autunno, e nel gennaio 2009 verrà tratto un primo bilancio, e apportate eventuali modifiche.

907480


POLITICA

Ottobre 2008

LA NOMINA. Nuovo incarico dopo le dimissioni di Gozzini

21

STADIO. Il consigliere comunale di An Stefano Alessandri

Giani, spazio al “superassessore”: “No all’equazione oltre allo sport anche la cultura tifoso uguale elettore”

S

Lorenzo Salusest

A

Firenze lo chiamano indifferentemente Eu-Genio Fiorentino o il “superassessore”. Per l’anagrafe è semplicemente Eugenio Giani, quarantanove anni di cui quindici vissuti da protagonista della politica fiorentina. E’ lui l’uomo del giorno a Palazzo Vecchio. E a dire il vero lo è da qualche anno: da assessore allo sport ha contribuito alla rinascita della Fiorentina, ha fortemente voluto la realizzazione del nuovo stadio di atletica, ha svolto l’ingrato ruolo di mediatore tra i Della Valle e il Comune. Come se non gli bastassero gli impegni legati allo sport, da metà settembre Giani ha ricevuto l’incarico di assessore alla cultura. Nomina accettata con l’entusiasmo di un bambino che vede realizzato il suo desiderio. E così è stato. «E’ un sogno che si realizza», è stato il suo primo commento. Un sogno che durerà da qui alle prossime elezioni amministrative. Pochi mesi di lavoro per il neo superassessore, ma, c’è da scommetterci, molto intensi. Le volenterose segretarie fanno fatica a coordinarne gli impegni. Perché Giani è ovunque: commemorazioni, inaugurazioni, iniziative pubbliche. E’ un vulcano di idee e di entusiasmo. Assessore, quali saranno le iniziative culturali che intende promuovere in questi mesi? “Il primo punto riguarda il recupero dell’Oltrarno: l’idea è farne una sorta di “rive gauche”, affinché i flussi turistici attraversino l’Arno, non fermandosi al quadrilatero storico della città. Il progetto si realizzerà attraverso la riapertura del Museo Bardini, che diventerà il museo della fiorentinità, e la riqualificazione della Torre di San Niccolò, consentendo al pubblico di godere del panorama da un punto privilegiato. Sempre nei pressi delle “Rampe” verranno valorizzate anche le “grotte dell’amore”, i cinque anfratti creati dal Poggi, che verranno dotate di strutture di protezione a cui sarà possibile attaccare anche i lucchetti. Ma la priorità sarà l’apertura del Museo Civico, che sorgerà nella sede attualmente occupata dal Tribunale, in piazza San Firenze. Infine il Museo del Risorgimento e della Resistenza alle Murate, anticipato da una cerimonia di commemorazione, il 27 aprile prossimo, dell’avvento della democrazia a Firenze”. Questi i punti strutturali. E per quanto riguarda gli eventi? “Senza dubbio il capodanno fiorentino. Per saluta-

Eugenio Giani

re insieme il 2009 intendo organizzare tre spettacoli musicali coinvolgendo tre piazze rappresentative della città. Sto pensando a Santo Spirito, Santa Croce e Santissima Annunziata. Ognuna di queste ospiterà un concerto: musica classica,musica leggera e musica pop. Questo è il primo appuntamento che do ai fiorentini”. Lo sport passerà in secondo piano? Proprio adesso che è stata rilanciata l’idea del nuovo stadio? “Assolutamente no. Prosegue il percorso per la realizzazione del progetto dei Della Valle. Inoltre, quando la Fiorentina ci porterà gli elaborati, daremo il via al progetto dei “campini” di allenamento. Ma non mi occuperò solo di calcio. Sono tre gli impianti che voglio siano realizzati. Innanzitutto la palestra per i diversamente abili all’Isolotto, nella zona delle “Torri”, che è già in costruzione. Sarà la prima struttura specialistica per chi vorrà prepararsi alle Paraolimpiadi. Inoltre proseguono i lavori per la costruzione della pista ciclistica a San Bartolo a Cintoia. Infine mi impegnerò perché venga realizzata la piscina di preriscaldamento a Bellariva, perché Firenze possa tornare ad ospitare competizioni internazionali. Senza dimenticare il campo di football americano e la pista di pattinaggio coperto”.

tefano Alessandri, classe 1973, un passato da dirigente del Fuan (l’organizzazione universitaria legata al Msi) ed un presente da consigliere comunale di Alleanza Nazionale, è uomo dai molteplici interessi e dalle grandi passioni: da quella prevedibile per i viaggi, a quella più insolita per la pesca a mosca. E ancora: dalla passione scontata per la politica, a quella, più intima, per le attività di volontariato. Per finire con la Fiorentina. Politico e tifoso quindi: un doppio ruolo difficile da gestire in giorni Stefano Alessandri in cui imperversa il dibattito sul nuovo stadio. Un doppio ruolo che, tuttavia non è sembrato andare stretto non deve tornare. Troppo facile per al giovane esponente di An. Pensare alcuni politici ingraziarsi le simpatie da tifoso, e auspicare la costruzione dei sostenitori viola promettendo la di un nuovo impianto calcistico più costruzione del nuovo stadio: “E’ consono alle ambizioni della società comodo cedere alla tentazione di viola, o agire da politico, valutando i cavalcare l’onda dell’entusiasmo pro e i contro del progetto? Un inter- popolare per paura di essere additarogativo che ha trovato risposta nelle ti come nemici della Fiorentina” ha stesse parole del consigliere di An, ribadito il consigliere. Una contestapronunciate all’indomani della pre- zione che tuttavia non si è tradotta sentazione del complesso. Perché in un no secco al nuovo futuristico Alessandri, nonostante l’amore per impianto sportivo, ma semplicemenla Fiorentina, è stato uno dei primi te in un rimprovero ai suoi colleghi. a sollevare perplessità sia sulla rea- Di ogni schieramento: “Una classe lizzazione del nuovo stadio, sia sul politica dignitosa avrebbe preso atto coro di quasi unanime consenso del progetto e lo avrebbe valutato seche la proposta dei proprietari della renamente, nell’interesse della città, Fiorentina ha ricevuto nel mondo politico fioTroppo comodo cavalcare rentino. Inconcepibile e l’entusiasmo per paura sconcertante, secondo di essere additati Alessandri, la rincorsa come nemici della Fiorentina bipartisan a sostegno della costruzione della cittadella viola: “La classe politica non del privato. Basterebbe solo un cittadina – ha affermato l’esponen- po’ di coraggio, per riuscire a conte di An – anziché ribadire la sua frontarsi nell’interesse generale”. centralità nel perseguire gli interes- Un sasso nello stagno, a cui ne sono si collettivi ha preferito scegliere seguiti altri. La decisione definitiva ipocritamente la via più ruffiana, sul nuovo stadio è ancora lontana, e strizzando l’occhio, per questioni l’attesa lunga. Per un pescatore proelettorali, a migliaia di tifosi”. Se- vetto come Alessandri aspettare il condo Alessandri l’equazione “tifosi momento decisivo non sarà impresa /L.S. uguale elettori” non torna. O meglio, che incute paura.

898359

Risparmia fino al 40% sul riscaldamento INCREDIBILE PROMOZIONE grazie alle caldaie miste (legna e pellet) con

SU TERMO-FUNGO a GAS

IN COMODO D’USO CON FORNITURE BOMBOLE OBBLIGATORIE I N O LT R E . . . - VENDITA CON SERVIZIO A DOMICILIO DI BOMBOLE GPL - TERMOCAMINI - FUMISTERIA - TERMOCUCINE A LEGNA CON PIANI COTTURA A GAS - ACCESSORI IN GENERE PER CAMINETTI E CAMPEGGIO

Riapre a Settembre....

allacciamento bollitori e pannelli solari. finanziabili e detraibili al 55%

STUFE E CAMINETTI A PELLET E A LEGNA FINO AL

-doppia combustione -rivestimenti in ceramica -max rendimento -max sicurezza -timer regolabili

36%

DI DETRAZIONE FISCALE

SOLO FONDUES SOLO LA SERA

Vieni a scoprire tutti gli altri prodotti ed offerte nel nostro show-room in

Viuzzo di porto 11 loc. Olmo (Scandicci) tel.055 721540 cell.340 1534053 APERTI tutti i giorni CHIUSO il sabato pomeriggio

055 2286006 - Chiuso il Lunedì

935739


22

CURIOSITÀ

Ottobre 2008

IL CASO. Viaggio tra i nomi più di moda che vengono dati ai nuovi nati fiorentini

Se viene femmina la chiamo Rigoletta Ci sono gli intramontabili, come Giulia e Matteo, ma reggono bene anche nomi curiosi come Dantesca o Brunellesco. Tempi duri invece per gli eredi di Batistuta: i Gabriel e gli Omar iniziano a scarseggiare Francesca Puliti

D

antesca, Brunellesco, Rigoletta. Se pensate che mettere nomi strani ai figli sia solo una stravaganza da vip vi sbagliate. Altro che Oceano, Leone o Chanel: i fiorentini dimostrano di avere una fantasia ben più fervida nell’assegnare i nomi ai

propri pargoli. Quelli appena citati risultano infatti tra i nomi tipici di Firenze e tuttora qui diffusi. Assieme ad altri curiosi esempi del tipo di Lirica, Fernello e Teleno, come risulta da un recente studio di Enzo Caffarelli, linguista di fama internazionale. Nella classifica dei più diffusi

La Scheda

LORENZO CONTRO FRANCESCO A livello nazionale sono Francesco e Giulia i nomi preferiti dai genitori che hanno messo al mondo un bambino nel 2006. In Toscana però è Lorenzo a strappare il primato maschile. A rivelarlo è un’indagine effettuata dall’Istat nello stesso anno e pubblicata all’inizio del 2008.

NOMI PAPALI Tra i bambini nati nel 2006, sono stati 761 a ricevere un nome contenente “Karol” o “Giovanni Paolo”, in omaggio al papa scomparso il 2 aprile dell’anno precedente. Nel 2005 erano stati ancora di più: 858. Il 53% dei casi è concentrato in sole tre regioni: Sicilia, Campania e Puglia.

BRASILDO E OSASCO Non solo Lapo e Duccio. Tra i nomi tipici ed esclusivi della Toscana se ne incontrano di ben più particolari: se a Firenze può capitare di imbattersi in Dantesca, Valosca o Osasco, a Grosseto si può fare conoscenza con Brasildo, Gemisto e Svio, mentre a Pisa potremmo incrociare un Cremo o un Voltolino.

COGNOMI DI CASA NOSTRA Sono pochi i cognomi esclusivi della nostra regione, come Lucchesi, Manetti, Pratesi, Bindi, Melani, Niccolai, Brogi, Pardini e Nocentini. Solo qui però si trovano si trovano nomi di famiglia che corrispondono a nomi di battesimo: ad esempio da Giovanni derivano Giannini, Vanni, Vannini, Vannucci, Nannini, Giannotti.

però (e per fortuna) questi nomi lasciano il posto ad altri ben più comuni. Maria, Anna e Francesca si collocano ai primi tre posti in tutti e cinque i quartieri cittadini, mentre sul versante maschile il primato spetta a Marco, seguito da Andrea, Francesco ed Alessandro. Ma tra i nuovi nati non sono questi, tranne qualche eccezione, i nomi che vanno più di moda. Mentre negli States “vanno a ruba” i nomi dei figli delle star, possibilmente i più strani - come quelli della prole della coppia più bella del mondo Pitt-Jolie - mamme e papà di casa nostra rimangono più tradizionalisti.Tra le bambine non c’è storia: Giulia sbaraglia qualsiasi altro concorrente e stravince tutte le classifiche tra il 2003 il 2006, aggiudicandosi il primo posto. D’altra parte c’era da aspettarselo visto il successo registrato negli ultimi anni a livello nazionale. Per il resto fanno tendenza i nomi brevi e rotondi come Gaia, Emma, Sofia, Viola. I colori, le pietre preziose e le qualità che indicano trasparenza sembrano essere la principale fonte di ispirazione per i genitori delle bimbe, così anche Chiara, Bianca e Giada vanno per la maggiore. Se Matilde e Martina si confermano tra i più amati, tra quelli meno comuni è Noemi a conquistarsi un posto al sole nella classifica

dei preferiti, grazie al boom del 2003.Per i maschietti invece, riassorbita la bolla dei Gabriel e degli Omar dell’epoca Batistuta, si scelgono nomi più tradizionali, spesso e volentieri pescando tra santi, apostoli e personaggi biblici. Matteo è il prediletto, seguito a ruota da Lorenzo, mentre la terza posizione segna il grande rientro di Niccolò, tornato molto in voga negli ultimi 4-5 anni. Giovanni mantiene una buona posizione, collocandosi sempre tra i primi 10, tiene anche Alessandro, mentre a sorpresa rispunta Lapo, tipico nome fiorentino, che solo nel 2005 è stato assegnato a ben 21 bimbi. Il quartiere 3 si aggiudica il premio per il più originale in fatto di nomi maschili: qui vanno forte Giacomo, Riccardo, Dario e Diego, che non compaiono in nessun’altra classifica. Se il quartiere 2 è quello a più alta densità di Carla, che scarseggia nelle altre zone della città, il cinque è quello dove nascono più Gabriele, 31 tra il 2004 e il 2005. Non figurano nelle classifiche dei più popolari i nomi dei bimbi nati da coppie straniere, forse anche perché si sta diffondendo l’abitudine in varie comunità di dare un nome italiano ai propri figli. Ad esempio pare che tra gli immigrati di origine asiatica siano molto apprezzati Marco e Andrea.


La Provincia di Firenze per le Idee e per i Giovani L’appuntamento con La stazione delle Idee si ripete anche quest’anno. rovin Alla Stazione Leopolda nei giorni La P er p 20-21-22 ottobre 2008, si dee e con I e l parlerà di scuola e di attualitàper ento pol m a t n scolastica, con eventi ed ’appu e Leo as n L o i z approfondimenti organizzati lla Sta ità scol l A dalla Provincia di Firenze. di attua rganizzaaP e o L di ecoe Un momento di confronto aperto o t n e tra istituzioni e ragazzi, per Un mom plerIddeisnet disegnare insieme la scuola petre lteaminefeo Tupt un zion di domani. p L’a a Sta ualità Tutte le informazioni sul sito All i att o www.provincia.fi.it ed m mo n U T

La stazione delle idee Firenze, Stazione Leopolda dal 20 al 22 ottobre . cuola o ze n . e o ir n F n i d t’an ncia ’aconhlaeà qdiunseos.t’annoo.la ola e ques lerirpàedtei esasctnu h i c n a n v a io cudi scu G ripete lle Idsieepasri adrli esrà srt,’asni p qu 2q0 r0lee8 a e , i u d s e 8 e à n 0 p e r io 0 La sotattzobre 22 hsei i parle 2anoctthaonbc,re ient0i -21-2 8 eirn e 2a2neeingzio e im et2fo0n0d008e,nsti d vmenti edrispaieprtippro r n i o f F o r i reoenbzreen.t2i ti esiedi Foir cpae,niczzeoen. e e Ied b t t t ia ,t imeim een ragazzi, r nn Pro daegca1z2-z2io2 i deevlIrlin n d daaelloanoen io z d n tu ti i -1o2i-.2tra poisfroonfo i ealpl2e0 izto zni,i.i, rt itzun z a aro m o n a i d p d i r a d 2 zz m- eela o0 dapaspcureoznla oi rsdnie ez.e. e rargaiag.fai. i m iaongdeiin t 2 t i n i elire e . c . n i di F i viinanni i. it ron veciiaes.fdit rew.p i n w o rvneiin w La stazione delleidee i o o F z n o a o i r t i l i u o u p czgionivoesvninc di isttiut z ddoommafi.itt i i a Costruisci il futuro a Per ci traist a ddii iaa..fi. clono raopveinrtoo tarascuuoolla rovinncci nlat P eemrte l a scww..ppr ip eitlo w ww o sa eum s w entin o ionnissi l sito l z i are oni su zi ma


24

SPECIALE SALUTE

Mese 2008

Terapia fotodinamica,

un modo sicuro per cancellare i segni del tempo L’invecchiamento cutaneo, rappresentato da chronoaging e photoaging, è un processo biologico complesso che coinvolge tutti i componenti della pelle. Il chronoaging è l’invecchiamento intrinseco in corrispondenza di ciascun organo, causato dal tempo mentre il photoaging è dovuto principalmente all’esposizione ai raggi UV con il conseguente stress ossidativo. Questo ultimo, che in italiano prende il nome di fotodanneggiamento, nel suo stadio cronico provoca la perdita delle proprietà della pelle quali turgore, elasticità, tono cutaneo. Altri fattori poi, come l’alimentazione, alcune patologie, l’uso di farmaci ma anche il semplice stress possono peggiorare le condizioni dello strato cutaneo, e portare alla formazione di prodotti “di scarto” i famigerati “radicali liberi”. Ma i progressi della medicina estetica e della tecnologia fanno sì che il fotoinvecchiamento cutaneo sia curabile grazie alla terapia fotodinamica (PDT), disponibile presso l’Istituto Quisisana Medica di viale Lavagnini. La dottoressa Gabriela Vasilescu ci spiega come funziona questo tipo di trattamento: “La terapia fotodinamica è una tecnica non invasiva che usa una sorgente di luce con una lunghezza d’onda di 630 nm. Agisce in presenza di una sostanza foto sensibilizzante, solitamente l’acido - aminolevulinico che, in seguito alla preparazione cutanea penetra la pelle e si fissa nelle cellule danneggiate evitando il tessuto sano”. Dunque questo tipo di terapia ha il grande vantaggio

di interferire con le cellule danneggiate ma non con quelle sane, con risposte ai trattamenti eccellenti. Per questo tipo di trattamento, continua la dottoressa Vasilescu “ Il paziente ideale è un soggetto di età superiore ai 40 anni (in casi particolari anche di età inferiore) con segni d’invecchiamento cutaneo, quali cheratosi attiniche, rugosità della cute, pigmentazioni, tramatura cutanea accentuata e disidratazione”. Naturalmente, il piano terapeutico si attua dopo una visita clinica diagnostica e check-up cutaneo. “Un ciclo di trattamento prevede circa 4 – 8 sedute ambulatoriali a

Dott. Gabriela Vasilescu

FOTOINVECCHIAMENTO

info@istitutoquisisana.it

PRIMA

DOPO

Dermaroller, terapia fotodinamica, microdermoabrasione, laser diodico 800nm per fotoristrutturazione e rimodellamento cutaneo

Due giornate per la prevenzione del glaucoma Due giornate dedicate alla prevenzione del glaucoma e alla sua diagnosi precoce e alla tutela di quel prezioso bene che è la vista. Le ha istituite il gruppo Giomi in collaborazione con la Misericordia dell’Antella. Il gruppo Giomi metterà dunque a disposizione i suoi nuovissimi ambulatori dell’Istituto Quisisana Medica per una misurazione gratuita della pressione oculare nei giorni domenica 19 ottobre dalle ore 09.00 alle ore 12.00 in via Paganini 66 e domenica 26 ottobre, stesso orario, in viale Spartaco Lavagnini 42. Per la stessa iniziativa, gli Ambulatori della Misericordia dell’Antella in via Montisoni 14 apriranno le porte sabato 25/10/2008 dalle ore 09.00 alle ore 12.00. Il dottor Marco Corsi, oculista della Casa di Cura Ulivella e Glicini ci illustra questa malattia: “Il glaucoma una malattia del Dott. Corsi nervo ottico di frequente riscontro ed una delle più importanti cause di cecità o handicap visivo fra gli adulti e gli anziani”. Nella sua forma più comune (glaucoma cronico ad angolo aperto), continua il dottore, non è di facile riconoscimento perché i sintomi della malattia si manifestano quando la perdita della funzione visiva è gia consistente: “Per questo la diagnosi precoce di glaucoma è estremamente importante perché il trattamento è molto più efficace se iniziato in tempo, ovvero prima che il danno sia giunto ad uno stadio avanzato”. Per una diagnosi precoce, continua il dottore: “La misurazione della pressione oculare rappresenta un momento importante e fondamentale, in quanto l’aumento dei suoi valori rappresenta uno dei parametri fondamentali, anche se non obbligatorio, della malattia glaucomatosa”. Chiunque volesse usufruire dello screening gratuito può prenotare la visita telefonando al numero 055/5038500 o presentarsi presso gli ambulatori nei giorni e nell’intervallo di tempo suddetto.

e-mail info.ulivellaeglicini@giomi.com

distanza di 2 settimane una dall’altraspiega la dottoressa- I risultati, visibili sin dalla prima seduta, si mantengono a lungo termine. La pelle riprende tono e luminosità ed il viso una giovinezza naturale”. Le terapie si possono ripetere senza alcun rischio: il mantenimento solitamente prevede un ciclo annuale di due sedute. Presso l’Istituto Quisisana ci sono dei percorsi appositamente studiati per le persone con foto invecchiamento e fotodanneggiamento cronico, percorsi di lifting “non chirurgico” del volto (circa 4-6 sedute), percorsi di rimodellamento e ringiovanimento cutaneo.

CALL CENTER CASE DI CURA +39 055 5038500

Ulivella e Glicini: una nuova frontiera per la riabilitazione Un accordo, siglato nei mesi scorsi, ha dato vita ad una felice collaborazione tra il Gruppo Giomi e la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. L’intesa, firmata dall’amministratore delegato del Gruppo, dottor Francesco Matera, e dall’ingegner Silvestro Micera in rappresentanza della Scuola, ha come obiettivo lo sviluppo e la sperimentazione di una versione innovativa di “Memos”, un robot che “dialoga” con un computer e attraverso uno schermo aiuta il paziente colpito da ictus nella riabilitazione dell’arto superiore. La sperimentazione ha luogo nell’Unità di Riabilitazione della Casa di Il Dott. Matera e l’ingegner Micera Cura Ulivella e Glicini, diretta dal dottor Federico Mayer, e ha fatto sì che la Casa di Cura sia diventata una delle poche strutture in Italia ad aprire un settore, nell’ambito della riabilitazione, dedicato alla rieducazione robotizzata. Il progetto prevede che Memos sia affiancato da altre apparecchiature: due “Ultra”, dispositivi biomeccatronici innovativi che permettono una “immersione” del paziente in un ambiente virtuale tridimensionale attraverso uno speciale manipolo ergonomico impugnato dal paziente e collegato ad un sofisticato software di computer grafica. Oltre a questi, c’è “Libra”, una tavola basculante elettronica a raggio variabile che permette di recuperare e controllare al meglio i gesti che eseguiamo quotidianamente, per cui è necessaria una forza adeguata e la coordinazione dei movimenti. Infine c’è “Minivector”, strumento ad elastici per la rieducazione attiva precoce, ideale per una corretta progressione dei carichi e strumento ideale per le primissime fasi della riabilitazione e uno speciale tapis roulant riabilitativo.Questa preziosa strumentazione, insieme ad un’equipe altamente preparata hanno creato, nell’ambito dell’Unità di Riabilitazione della Casa di Cura Ulivella e Glicini, un settore sperimentale e innovativo di eccellenza per la rieducazione.

e-mail info.santachiara@giomi.com

CALL CENTER CASE DI CURA +39 055 5038500

a cura del Gruppo Giomi


SPECIALE SALUTE

25

Mese 2008

GRANDE GRANDE RIVOLUZIONE RIVOLUZIONE PER PER L’UDITO!!! L’UDITO!!! FINALMENTE PUOI SENTIRE BENE TV E CELLULARE! Grazie alla nuova tecnologia "Core" presente nell'ultima generazione di apparecchi acustici, oggi puoi sentire con chiarezza tv e cellulare E' sufficiente premere un pulsante del rivoluzionario trasmettitore senza fili per mettere direttamente in

comunicazione i tuoi apparecchi con il televisore, il telefono cellulare o altre fonti audio. Con questa innovazione poni fine alle incomprensioni in famiglia e migliori la qualità della vita! Tecnologia wireless Microchip di nuova generazione

CHIEDI INFORMAZIONI AL CENTRO ACUSTICO RICASOLI ACQUISTA EXELIA MICRO TM E, PRESENTANDO QUESTO COUPON, RICEVERAI IN OMAGGIO L'innovativo kit di accessori di collegamento tra i tuoi apparecchi e la Tv, il cellulare o altre fonti audio La fornitura di un anno di pile potenziate per i tuoi apparecchi

CONTROLLI GRATUITI DELL’UDITO CHIAMA IL n° 055 212447 per fissare la tua visita GRATUITA al Tuo domicilio

CENTRO ACUSTICO RICASOLI - v. Ricasoli 24-26/R - FIRENZE Tel. 055 212447 - 055 215259 www.audioprotesisti.com

✃ 862525

917658

Via de’ Malcontenti 6 - Firenze Per informazioni ed attivazioni: tel. 055 2339504 - 055 2339357 FIR E N Z E

TUTTI I GIORNI 24 ORE SU 24 infotelecare@montedomini.net - www.montedomini.net

Mai più soli a casa

E’ un progetto di sostegno ed assistenza a domicilio per gli anziani che si basa sull’utilizzo del telefono e della televisione.

TELESOCCORSO:

TELEASSISTENZA E TELESOCCORSO:

• Risposta alle richieste di intervento 24 ore su 24 con attivazione dei relativi soccorsi • Gestione cartella clinica • Chiamata mensile di verifica e controllo

• Tutti T i servizi del telesoccorso • Una chiamata settimanale di verifica e controllo delle condizioni dell’abbonato • Gestione agenda p per gli appuntamenti periodici

A PARTIRE DA SOLI EURO 18,00 AL MESE!!!

FIRENZE TELECARE: telesoccorso, teleassistenza, teleconforto e telemonitoraggio • Tutte le funzioni di telesoccorso e teleassistenza su collegamento ADSL su rete p protetta •V Verifiche g giornaliere p programmate g e promemoria automatico terapia p farmacologica g • Gestione contatti assistito • Servizio di telecompagnia, tele e video-conforto • Sensori di monitoraggio gg g rischi ambientali e funzioni vitali


950991

NON AFFIDARTI al CASO!!! Noi parliamo la tua stessa lingua e valorizziamo con il nostro lavoro gli antichi principi dell’arte muraria fiorentina del restauro. Professionisti del settore quali muratori - idraulici - elettricisti - stucchinai piastrellisti - carton gessisti - imbianchini falegnami lavorano in sinergia garantendo idee originali e soluzioni innovative al servizio delle vostre idee. Chiamaci per una consulenza GRATUITA un nostro esperto è gia’ a tua disposizione.

Tel. 055 2342118 Cell. 338 4080810 www.eurekasrl.it - eureka-costruzioni@hotmail.it

IMPRESA EDILE FIORENTINA via dei Pepi 32/r Firenze


TERZA ETÀ

27

Ottobre 2008

ANZIANI. I “non più giovani” rappresentano oltre il 26 per cento della popolazione

Gli anni passano, gli sconti arrivano Più attivi e dinamici, gli over 65 fiorentini assomigliano sempre meno al cliché degli anziani senza interessi. E le agevolazioni per trasporti e sport diventano un must Ginevra Donnici

N

on chiamateli anziani. Sono nume- acquistare abbonamenti o biglietti con tariffa rosi e tutto sommato in buona salu- ridotta agli ultra sessantacinquenni (nati prite, sono gli ultra sessantacinquenni ma del 1943 compreso). Per acquistare i titoli di casa nostra. E se in Italia, gli di accesso allo stadio, è necessario presentarsi over 65 rappresentano il 19,71% della popola- agli sportelli dei punti vendita sempre muniti zione, il capoluogo toscano quanto a longevità di un documento d’identità valido e non con vince su tutti: la media si alza fino al 26,5%. fotocopie dello stesso. Firenze poi garantisce In una società in cui si prospetta un’aspetta- uno sconto del 25 per cento sul biglietto d’intiva di vita di 90 anni, almeno per le donne, gresso nelle gallerie d’arte e i musei comunali. l’equazione “pensionato uguale anziano” ha Al teatro Verdi gli ultra 65enni hanno diritto perso da un pezzo il suo fondamento. E se da ad uno sconto sul prezzo dell’abbonamento. alcuni la propria vecchiaia è vissuta con dif- Tariffe ridotte anche nelle piscine del Comune ficoltà, per molti è una fase di Firenze dove le signore e Prezzi ridotti per bus, i signori dai capelli bianchi della vita piena di serenità. treni, piscina, Per questo la città offre serpossono partecipare ai corvizi e opportunità in più a si di nuoto con 2,30 euro teatro e stadio chi, smarrito davanti ad un a lezione (occorre fare la lavoro che finisce, teme di cadere nella trap- preiscrizione di persona presso la segreteria pola della solitudine. E a giudicare le presen- dell’impianto presentando un documento che ze la domenica allo stadio si capisce come la attesti la data di nascita).Ma gli sconti coin“terza età” sia sempre più vitale, con voglia di volgono anche la categoria dei trasporti e sono partecipare e divertirsi. In barba a pregiudizi e molte le agevolazioni offerte da Trenitalia a stereotipi che vedono l’anziano come un peso favore di chi ha superato i sessanta anni di età, e non una risorsa, l’Acf Fiorentina consente di come la “Carta d’argento”: una tessera perso-

nale che costa 25,82 euro e ha validità annuale. La tessera dà diritto ad uno sconto del 50 sui treni verdi e del 10 per cento sul biglietto ordinario. Per viaggiare in bus a prezzi scontati ci pensa invece “Carta Mago”, la tessera nata per volontà della Provincia di Firenze concessa a chi ha spento almeno sessantacinque candeline, che permette di acquistare l’abbonamento annuale dell’Ataf a 170 euro contro i 310 euro necessari per comprare quello ordinario. Gli

ultra settantenni possono risparmiare qualche soldo anche sui conti correnti e sul pagamento dei bollettini postali: spendendo sessantasette centesimi invece che un euro. E poi ancora c’è l’esenzione del ticket sanitario per tutti coloro che hanno compiuto i sessantacinque anni di età (con reddito familiare inferiore ai 36.151,98 euro nell’anno fiscale precedente) o abbiano un’invalidità civile almeno al 67 per cento.

LA CURIOSITÀ

I nonni sono diventati digitali, cliccare per credere asta consultare qualche pagina internet per sfatare il luogo comune del “vecchietto” che non sa neppure accendere un computer. Anche gli utrasessantenni fiorentini partecipano attivamente alle discussioni su internet, commentano le notizie e si scambiano consigli. Forse per combattere la solitudine, o semplicemente per essere a passo con i tempi, ben un quinto degli anziani – come attestano i dati del sesto rapporto Censis sulla Terza Età – utilizza quotidianamente internet per più di un’ora, dimostrando come il reticolo delle relazioni virtuali e l’informazione online ab-

biano rotto le resistenze dei più refrattari verso le tecnologie digitali. E allora ecco che proprio sulla rete proliferano i siti internet che spiegano agli alunni over 60 l’abc del computer e danno le indicazioni base per poter navigare agevolmente nella Grande Rete. Tra i nonni internauti c’è chi come un’anziana signora si scambia prelibate ricette e chi la prende più sul serio e pubblica la sua ultima poesia chiedendo al popolo della rete di giudicarne il valore. “Non ne potevo più di sentirmi dire, in banca, alla Posta o all’Asl, ‘scarichi pure il modulo da www...’, oppure ‘se vuole può iscriversi onli-

ne”, racconta irritata e ironica Gabriella, 68 anni, che ha deciso di crearsi anche lei un indirizzo di posta elettronica. “Magari i giovani non se ne rendono conto – continua – ma a noi, che apparteniamo ad una generazione cresciuta senza computer, il mondo pare che non ci consideri più. La gente sembra che parli un’altra lingua”. “So che si può vivere anche senza internet – dice Bruno, ex ferroviere, 62 anni – ma fai le code negli uffici, spendi di più e sai di meno. Quindi anch’io mi sono dovuto adeguare ai tempi e le bollette le /G.D. pago su internet”.

917492

Solo

3€ al giorno

928675

B

IL TUO SPAZIO PER USO TEMPORANEO O PERMANENTE Un ripostiglio per la casa o per l’ufficio Uno spazio temporaneo per un trasloco o per la tua attivita’ Un archivio o uno spazio protetto

BOX RIPOSTIGLI DEPOSITI DI VARIE DIMENSIONI IN USO ESCLUSIVO Ci trovi in Via TOSELLI, 151 orario 13.00-19.00 PER MAGGIORI INFORMAZIONI CHIAMA 328.0564141 o visita il sito www.ilreporter.it PER PREVENTIVI GRATUITI E SERVIZI AGGIUNTIVI

055 321603

FAX

055 364971


28

L’INCHIESTA

Ottobre 2008

RITRATTI/1. È una figura “nata” nel 1991 che può intervenire su controversie di varia natura

Il giudice buono che fa fare pace Liti condominiali, risarcimenti danni, ma anche percosse e minacce: in tutti questi ambiti può intervenire questo particolare tipo di magistrato, che a Firenze è “utilizzato” specialmente per le multe Annalisa Sacchi

C

ause relative a beni mobili di valore non superiore ai 2.500 euro, liti sui confini condominiali e sulle immissioni di fumo e rumori, risarcimenti danni per incidenti stradali per un valore non superiore ai 15 mila euro. Ancora, percosse, ingiurie, minacce, danneggiamento. E le controversie condominiali. Sono queste le competenze dei giudici di pace. Una figura giuridica istituita con una legge del 1991, la n. 374. In Italia sono 4.690. Con una differenza fondamentale rispetto ai loro colleghi della magistratura ordinaria: non sono nominati a seguito di concorso, ma per titoli. Devono essere laureati in giurisprudenza, avere tra i 30 e i 70 anni, non esercitare più, o, se sono avvocati, non devono farlo nella giurisdizione del tribunale dove ha sede l’ufficio del giudice di pace cui appartengono. La carica dura circa quattro anni, rinnovabile due volte. Hanno il potere di conciliare le controversie di qualsiasi valore e materia. Sono competenti per le cause relative a beni mobili di valore non superiore a 2.500 euro, e per le cause di risarcimento danni in caso di incidenti stradali per un valore non superiore ai 15 mila euro. Ad esempio, in caso di sinistri in cui la compagnia d’assicurazione di chi è stato giudicato responsabile non ha pagato le spese per la riparazione del veicolo o quelle mediche, il giudice può condannare la compagnia a pagare il risarcimento e le spese processuali. Ma questa figura interviene anche per le tipiche dispute condominiali: ad esempio quante sono le piante o le siepi che si possono piantare in un giardino, a che distanza, come possono essere utilizzati i servizi di condominio e case, come il riscaldamento. Ci si rivolge poi al giudice di pace per ottenere la collaborazione del vicino per effettuare piccoli scavi, muri o recinzioni, che rendano evidente e riconoscibile la linea di demarcazione tra due abitazioni o proprietà immobiliari che non siano distanziate in maniera netta. Ancora sono di

competenza del giudice di pace le cause relative all’immissione di fumo o di calore, alle esalazioni, ai rumori, agli scuotimenti di tappeti o lenzuola dal balcone della propria abitazione. E le liti condominiali, in particolare quando il servizio di riscaldamento è in comune e gli inquilini litigano sull’orario di accensione o spegnimento o la temperatura, o sugli impianti comuni dell’acqua o dello scarico, sugli sprechi dell’energia elettrica quando il contatore è comune, sull’uso del cortile condominiale per il lavaggio dell’auto anziché solo per il parcheggio. Con il decreto legislativo n.274 del 2000 le funzioni del giudice di pace si sono allargate alle controversie penali (e non più solo a quelle civili e amministrative) e interessano reati in genere di modesta entità, come ingiurie, minacce, percosse, diffamazione, danneggiamento (nelle forme non aggravate), invasione di terreni o di edifici, lesioni colpose lievi, gravi o gravissime, lesioni volontarie che abbiano comportato una prognosi non superiore a venti giorni. Inoltre, compito del giudice è ricercare la conciliazione delle parti: se il tentativo fallisce, si procede al dibattimento che si concluderà con l’assoluzione o con la condanna a pena pecuniaria, alla permanenza domiciliare o ai lavori di pubblica utilità. Nei casi di reati procedibili a querela di parte, se individua la possibilità di una conciliazione, il giudice di pace può, nel corso della prima udienza, rinviare il dibattimento per un periodo non superiore a due mesi e provare a raggiungere una mediazione attraverso l’utilizzo di centri e strutture pubbliche o private presenti sul territorio. A Firenze questo ufficio è nato nel 2004, sulla base di una convenzione stipulata fra l’Ufficio del Giudice di Pace di Firenze e l’associazione “L’Altro diritto Onlus”. Di recente è stata inoltre attribuita al giudice di pace la convalida dei provvedimenti del prefetto in materia di espulsione dal territorio dello stato, e dei provvedimenti di accompagnamento alla frontiera o di trattenimento in un centro di accoglienza temporanea emanati dal questore. Ma il rapporto di Firenze con il mondo dei giudici si riassume in una sola parola: le multe. Sono questi i dibattimenti che più spesso vengono discussi all’interno degli uffici di via Giovanni Fattori, specialmente negli ultimi tempi, dopo l’entrata in vigore del nuovo regolamento di polizia municipale dell’assessore alla sicurezza, lo “sceriffo”, Graziano Cioni, che ha portato a un’impennata di questo tipo di controversie. Tante le infrazioni segnalate e tanti i ricorsi per cercare di aver ragione e farsi togliere la multa. Seguono, in questa classifica ideale, gli incidenti stradali, e gli immancabili litigi su chi aveva la precedenza, su chi stava sorpassando o su chi sia passato con il rosso. Terzo posto per i reati procedibili a querela di parte, cioè perseguibili solo dopo la denuncia presentata all’autorità da parte della persona lesa. Piccoli litigi, percosse o danneggiamenti di non grave entità per lo più accaduti tra le mura domestiche o tra due singoli cittadini per cui si cerca di favorire la strada della conciliazione.

ASSOCIAZIONE ATMAN ATMAN ASSOCIAZIONE LA LA LUCE LUCE DELL’ANIMA DELL’ANIMA

968795

SERATA DI PRESENTAZIONE AI CORSI INDIVIDUALI o di GRUPPO di RAJA YOGA e di CONSAPEVOLEZZA di SE’ GIOVEDI’ 16 OTTOBRE 2008 ore 20.30 Il Corso verrà tenuto da: ANDREA INNOCENTI Insegnante nella scuola per terapisti esoterici “Energheia” in via Giovanni Pascoli 11 Firenze (zona Parterre) Per informazioni 055 585717 cell. 368 3486833

IL RAJA YOGA è quella scienza dell’essere che consente di dissipare il dolore e l’ignoranza portando alla conoscenza del sé più profondo attraverso pratiche di vita e di meditazione sperimentate da millenni. L’associazione ATMAN è nata con lo scopo di diffondere la conoscenza e la pratica del RAJA YOGA e di tutte quelle tradizioni esoteriche che hanno come finalità il perfezionamento dell’uomo nel suo complesso.

Hit parade

La classifica dei motivi che portano in via Fattori

A

Firenze il ruolo del giudice di pace, che si può trovare presso l’ufficio in via Giovanni Fattori, è soprattutto quello di decidere nell’ambito, scottante, delle multe. Specialmente dopo l’entrata in vigore del nuovo regolamento di polizia municipale dell’assessore alla sicurezza Graziano Cioni. Tante le infrazioni segnalate e tanti i ricorsi per cercare di aver ragione e farsi togliere la multa. Ma al giudice di pace si bussa anche per risolvere questioni legate agli incidenti stradali, oppure per i reati “procedibili a querela di parte” cioè perseguibili solo dopo la denuncia presentata all’autorità da parte della persona lesa. Si tratta per la maggior parte di piccoli litigi, percosse o danneggiamenti di non grave entità, per lo più accaduti tra le mura domestiche, o tra due singoli cittadini per cui si cerca di favorire la strada della conciliazione.

COMPRO ORO E ARGENTO ANCHE MONETE D’ORO VALUTIAMO INTERE EREDITA’ PAGAMENTO IN CONTANTI ALLE MASSIME VALUTAZIONI

Vetri Maurizio

925582

A Firenze in Via Rattazzi, 4/d tel. 055 676888 - lun./ven. 9.00-13.00/15.00-19.30 sab. 9.00-13.00 e in Via Scipione Ammirato, 22r tel. 055 663526 - lun./ven. 9.00-13.00 solo mattina


L’INCHIESTA

29

Ottobre 2008

RITRATTI/2. A lui spetta il compito gravoso di risolvere infinite liti tra condomini

Tranquilli, ci pensa l’amministratore È il “tuttologo” di ogni palazzo, con competenze che spaziano dalla ragioneria all’idraulica, e tanta pazienza. Ma, a quanto pare, guadagna proprio pochino... Federica Sanna

S

a come funziona un impianto di riscaldamento, come gestire la fiscalità di un immobile. Ed è anche un po’ sociologo. Un tuttologo, insomma. Che di professione fa l’amministratore di condominio. Conosce tutti e il suo telefono squilla in continuazione: non per i lavori agli impianti, ma per le lamentele. I condomini si moltiplicano a vista d’occhio e c’è sempre più bisogno, soprattutto se si guarda alle mille normative, di una figura che a tempo pieno si dedichi alla vita del palazzo. Non è un obbligo, quando nello stabile abitano meno di quattro inquilini. Se il numero è superiore, in generale, deve essere identificato un amministratore, un punto di riferimento per l’intero condominio. Si può scegliere di averlo all’interno, oppure chiamarne uno dall’esterno. Non esiste alcun albo professionale per identificare la figura dell’amministratore di condominio. E neppure un

elenco di requisiti a cui far riferimento. Di solito per diventarlo si possono frequentare dei corsi di formazione che si tengono presso le associazioni di categoria. “È impensabile -secondo Michele Baragli, che di professione da tre anni fa l’amministratore di (tanti) condomini- affrontare questo mestiere senza conoscenze normative, tecniche e fiscali. Sono fondamentali delle nozioni di base sugli immobili e i loro difetti”. Negli anni fare l’amministratore di condominio si è complicato un po’. In particolare con l’arrivo del modello 770: la dichiarazione di tutti i fornitori, le ritenute di acconto etc... un grosso lavoro, insomma. Non basta di solito un solo condominio per poter vivere di questa professione: “Ne ho diciamo tanti, per arrivare a uno stipendio” continua Baragli. Non sono previsti dei tariffari di categoria, ma di solito si guadagna intorno ai 60-70 euro l’anno per unità immobiliare. Ciò significa che

Regolamento

Mediazione

A far da mediatori arrivano anche i vigili

Se ci si mette d’accordo niente multa

F

E

ra i due litiganti, è il vigile a far fare pace. Lo prevede il nuovo regolamento di polizia municipale, approvato lo scorso luglio dal consiglio comunale. L’amministratore di condominio sarà così esonerato dal suo ruolo di mediatore. Anche se i primi contatti avvengono comunque con lui. In concreto, gli agenti potranno intervenire nelle scaramucce di condominio cercando di portare le parti a ragionare. “I vigili -spiega il comandante della polizia municipale Alessandro Bartolini- prima di elevare la contravvenzione convocano le parti cercando di trovare una soluzione mediata per ricomporre la situazione di disagio. Se l’incontro ha un esito positivo, gli impegni presi dalle parti verranno verbalizzati senza fare nessuna multa, la sanzione scatterà nel caso in cui uno dei soggetti non rispetti gli impegni sottoscritti”.

sempi di mediazione. Una famiglia che vive in un condominio, la scorsa estate, è partita in vacanza. Come ogni anno, non potendo farsi annaffiare le piante sul terrazzo da nessuno, ha programmato il timer dell’impianto automatico di irrigazione. Nel bel mezzo della vacanza, però, quell’impianto si è guastato e l’acqua ha cominciato a uscire senza fermarsi. Dopo aver raggiunto il pieno dei vasi ha cominciato a scendere al piano di sotto. La proprietaria dell’appartamento ha subito chiamato i vigili urbani per far fronte alla situazione: i vacanzieri sono stati fatti rientrare dalle vacanze e hanno dovuto pagare il danno alla signora. Per loro non è scattata alcuna multa per stillicidio, prevista dal regolamento dei vigili: sarebbe stata di ben 160 euro..

in un condominio di 10 appartamenti lo stipendio è di 600-700 euro all’anno, lordi. Ogni condominio ha le proprie spese: manutenzione dell’ascensore, pulizia, luce delle scale, riscaldamento se centralizzato. Ma ha anche le proprie regole e l’amministratore deve fare in modo che vengano rispettate. Ce ne sono di disparate: dall’orario in cui si possono stendere i panni, al parcheggio di biciclette e motorini. Il lavoro quotidiano è risolvere i problemi dei condomini. “Difficilmente mi chiamano perché lo scarico è lento e c’è bisogno dello spurgo -racconta Baragli- le telefonate che mi arrivano spesso sono lamentele perché la vicina ha steso i panni quando non poteva, oppure l’altra sbatte le briciole e cascano nel pianerottolo. Ancora, i panni sgocciolano allagando il piano di sotto”. Alcune regole parlano chiaro: fino alle 10 non si può stendere perché si sbattono i tappeti, dalle 10 in poi viceversa non si possono sbattere i tappeti perché ci sono i panni stesi. Chi non rispetta le regole è invitato a farlo: “A seconda della persona con la quale ho a che fare -spiega Baragli- scelgo il modo di rapportarmi: con una telefonata o una raccomandata per intimare il cambiamento di comportamento”. Di solito si tiene una riunione all’anno, e diversi incontri a seconda delle esigenze, vedi quella di rifare la facciata del palazzo. Qual è l’aspetto più divertente di questo mestiere? “Sicuramente dà tanta soddisfazione quando si riesce a far risparmiare le famiglie. Ciò significa che hai gestito bene il tuo lavoro. Tutti si chiedono come mai pagavano di più prima... è una questione di serietà”. E qual’è quello più difficile? “La pazienza, averne tanta” conclude Baragli.

LA SOLUZIONE ENERGETICA GIUSTA... ... CON TAGLI FINO AL 70% SULLA TUA BOLLETTA

949498

950500

APPARTAMENTO 70 mq impianto Tradiazionale a radiatori combustibile Metano Consumo annuo

€1.800

LA CALDAIA BUDERUS Gb022 24/28Kw a condensazione con centralina climatica e testine termostatiche per radiatore e montaggio

NETTO €2.900 SCONTATO €2.175 escluso Iva 10% + Detrazione fiscale del 55% legge 296/06.

APPARTAMENTO 70 mq impianto Riqualificato con RECUPERO INVESTIMENTO IN Caldaia a MENO DI 2 ANNI condensazione risparmi €594 l’anno sul gas Centralina climatica e testine termostatiche grazie al 55% di detrazione fiscale IN SINTESI Risparmio 33% €1.315,88 l’anno di totale risparmio Consumo annuo stimato €1.206 Dal 3° anno inizi a guadagnare

+

Centro di Risparmio Energetico 055 753394 • 055 826008 • 335 7188198 950500

CENTRO ASSISTENZA FUNERARIA

• Servizi funebri • cremazione • fiori • necrologi Tel. 055.6580040 (diurno e notturno) via G.Camponsacchi5/r, Via A.F Doni 41/r Firenze


30

ECONOMIA

Ottobre 2008

CASA/1. Se non si pagano i propri debiti, dopo gli avvisi bonari scatta il pignoramento

Quando l’appartamento finisce all’asta L’anno scorso le confische di immobili sono aumentate del 20 per cento. In “prima battuta” le abitazioni vengono rivendute ad un valore inferiore del 10-15 per cento rispetto a quello di mercato, ma spesso gli incanti vanno deserti Roberta Salvucci

U

n complesso immobiliare costituito da un appartamento che occupa il 50% di una villetta bifamiliare. Prezzo: 315 mila euro. È uno degli annunci di aste immobiliari che si possono trovare sui giornali o su internet. Pronti al rialzo. Le aste sono l’ultimo anello di una catena che comincia quando non si riescono più a pagare le rate di mutuo, di un televisore o di qualsiasi altro bene. Ed è allora il Tribunale a provvedere a vendere i beni per saldare i creditori. C’era molta più elasticità un tempo da parte delle banche, dicono gli addetti ai lavori. Si arrivava anche a non pagare sei rate prima che il creditore cominciasse a fare un piano di rientro. Ora la soglia si è abbassata e si rischia più facilmente che il proprio bene finisca in tribunale. Il procedimento dell’asta non è però immediato. Prima di arrivare al pignoramento di un bene immobile, il creditore cerca di rientrare in possesso dei propri beni. Tanti avvertimenti, poi partono le intimazioni tramite legali: x giorni di tempo per pagare. E se così non è, si inizia a procedere con il pignoramento. È l’asta il momento in cui il bene pignorato viene venduto per poi ricavare i soldi del debito contratto. Può trattarsi di appartamenti, terreni, ma anche di ristoranti e uffici. Il loro prezzo all’asta corrisponde a circa il 10-15% in meno del valore di mercato. A stabilirlo è un consulente tecnico d’ufficio (Ctu), che può essere un architetto o un ingegnere. Facciamo

un esempio. Se viene messo all’asta un appartamento che vale circa 300 mila euro, il suo prezzo all’asta può partire da 250 mila euro. Il valore varia a seconda di vari fattori: scende, ad esempio, nel caso di immobili che sono affittati al momento dell’acquisto. Si chiama prima battuta, la prima volta che si tiene l’asta per un bene davanti al giudice. Si svolge senza incanto, e questo significa che ogni offerente deve scrivere la propria offerta (più alta del prezzo base d’asta) dentro una busta chiusa. “Ultimamente sono andate deserte -afferma Salvatore Filocamo, responsabile esecuzioni mobiliari e immobiliari del Tribunale di Firenze- anche perché i prezzi a questo stadio non sono tanto diversi da quelli di mercato. Inoltre, il saldo deve essere fatto al tribunale entro 60 giorni”. Nelle aste che seguono la prima battuta il prezzo del bene pignorato viene diminuito di un quinto. Tornando all’esempio, l’appartamento di 250 mila euro scende a 200 mila. E davanti al giudice le offerte questa volta sono per alzata di mano. Ogni partecipante ha 3 minuti esatti per rilanciare. Chi offre di più si aggiudica il bene. Da un lato ci sarà chi ha acquistato, dall’altra chi ha perso qualcosa. I debiti andranno a sanarsi. Ma è drammatico l’allarme lanciato dalle associazioni di categoria: l’anno scorso a Firenze sono aumentati del 20% i pignoramenti di case, spesso a carico di famiglie che non sono riuscite a sopportare gli aumenti dei mutui.

L’INTERVISTA Maria, imprenditrice, ha un mutuo enorme da pagare

“Ho ricomprato la mia casa pignorata” L 968821

a chiameremo Maria, pre- banca mi ha detto basta. Ho ferisce non far sapere il suo deciso di chiudere l’azienda e vero nome. È un’imprenditrice. dopo due anni ho scoperto per Circa un anno fa ha partecipato caso che la mia casa era ala un’asta immobiliare: “Mi sono l’asta.” trovata costretta a farlo: all’asta Come per caso? c’era la mia casa. Io, tramite i “Uno sconosciuto ha bussato miei familiari, ero compratore, alla mia porta chiedendomi se la casa era in vendita. Aveva vima anche la vittima stessa”. Partiamo da principio, com’è sto l’annuncio su internet”. Cosa è successo in tribunale? nato il pignoramento? “Avevo un’azienda singola “La prima asta è andata deserin cui da sola rispondevo dei ta. Ero presente ma non avevo i soldi per miei debiti. Ho chiuso l’azienda partecipare, Ho contrate dopo due anni volevo solto dei mutui da diverse ho scoperto che la mia tanto sapere se la mia banche fincasa era in vendita casa sarebbe chè mi sono ritrovata nella condizione di stata venduta o no. Alla senon poterli più pagare. Una di conda sono andata invece per queste ha proposto di coprirli ricomprarla, tecnicamente era tutti facendo un’ipoteca sulla la mia famiglia a fare l’offerta. mia casa. E da lì è iniziata la Ho aspettato a lungo, c’erano altri due partecipanti. Una ha mia odissea”. cominciato a rilanciare fino a Continui. “Quella casa ha un grande va- far salire il prezzo di 70 mila lore affettivo per me, ci sono euro. Alla fine ha ceduto. Ora cresciuta. Io volevo coprire le stiamo pagando un mutuo rate dei mutui ma non avevo i astronomico. Ma la casa che mi soldi, i miei clienti non mi pa- hanno lasciato i miei genitori è gavano. E a un certo punto la ancora mia”. /R.S.


ECONOMIA

31

Ottobre 2008

CASA/2. I prezzi in città, comunque ancora tra i più alti d’Italia, non crescono dal 2005

Il mercato del mattone si è fermato Per un appartamento si spendono anche 7mila euro al metro quadro, per un affitto in centro difficile scendere sotto i duemila. Risultato: si compra (e vende) poco, e sempre più famiglie vengono sfrattate Annalisa Sacchi

È

la casa la nuova frontiera del lusso. Altro che abiti firmati, macchine ultra accessoriate e viaggi in località esotiche. Oggi le famiglie faticano ad arrivare a fine mese e sono gli immobili il nuovo bene che tutti sognano e pochi si possono permettere, specialmente a Firenze. Poco importa che si tratti di acquisti o affitti, il mercato è fermo già da un paio d’anni e i prezzi degli appartamenti non crescono dal 2005 perché mancano gli acquirenti e i mutui sono sempre più un onere che pochi riescono a rispettare. E’ questo il quadro di un’indagine nel mondo del mercato immobiliare fiorentino. Un viaggio tra prezzi e optional, come ascensore e parcheggio che poche case hanno. I prezzi degli appartamenti a Firenze variano a seconda delle zone in cui sono collocati. Si va da un minimo di 3500 euro al metro quadro, per le zone più periferiche,

fino a 7mila euro per quelle in centro, ad esempio in zona Oltrarno. Sulla cifra finale pesano numerosi fattori, come le caratteristiche del condominio, ad esempio se si tratta di case da ristrutturare o di nuova costruzione, se è necessario effettuare lavori di ampliamento o di cambiamento degli arredi. Per i fiorentini poi è il parcheggio l’elemento fondamentale che fa decidere di scegliere un immobile piuttosto che un altro. Riuscire a trovare un posto dove lasciare la macchina è sempre più difficile, tra permessi residenziali, zone ztl, strisce bianche e strisce blu l’importante diventa sapere che alla sera la propria vettura può essere parcheggiata in garage senza rischio di multe o danneggiamenti vari. Non solo. Fondamentale anche la presenza di aree verdi attorno, dove magari portare in tutta tranquillità i figli a giocare con gli amici dopo la scuola e l’ascensore, in particolare nei

palazzi con più di tre piani. Le zone più richieste sono quelle immediatamente adiacenti al centro storico. Non piace, o non soddisfa, secondo gli esperti del settore, la periferia. Troppa confusione e il rischio di rimanere vittima di qualche reato. Molto gettonate sono anche le aree in prossimità delle colline: da Porta Romana a Poggio Imperiale, le Cure o San Domenico. Pochi però, quelli che possono permettersi di comprare: la maggior parte ripiega nell’affitto, anche se, a giudicare

dai dati pubblicati dal Sunia (Sindacato Nazionale Unitario Inquilini ed Assegnatari) in una recente indagine su morosità e sfratti, i canoni non sono proprio economici. Anzi, aumentano sempre più, così come il costo della vita. E sono sempre di più le famiglie costrette a lasciare la loro abitazione. Nel 2007 gli sfratti eseguiti a Firenze sono stati 1.630. Un dato in calo rispetto all’anno precedente, quando la città si era attestata al primo posto in Italia proprio in questa

“triste” classifica. Ma quanto costa al mese affittare un appartamento? Per un monolocale si arriva a spendere anche 800 euro, per un bilocale 1100, per un quadrilocale si superano i 1500. Anche qui però le cifre variano a seconda delle caratteristiche e dell’ubicazione degli immobili: arredati o no, con parcheggio e ascensore, con o senza aree verdi intorno. In centro, comunque, il canone medio di un appartamento non si attesta solitamente sotto i 2100 euro.

L’INTERVISTA Un’agenzia e il Sunia spiegano le ultime tendenze

“La gente chiede meno mutui” P

rezzi fermi dal 2005, poche persone disposte ad acquistare un appartamento. E tanti quelli che decidono di abitare fuori dal centro. All’agenzia immobiliare Adams e Co., di via Romana, spiegano perché. “I potenziali acquirenti di un appartamento sono famiglie che hanno somme da parte che decidono di investire in questo settore. E’ molto difficile che chi non ha soldi per acquistare chieda un mutuo in banca, perché gli interessi da restituire ogni mese sono sempre più alti, e molti faticano a rispettare gli impegni presi. Quindi se una famiglia ha 200 mila euro da parte decide di spendere quelli, magari facendo sacrifici ma senza rischiare di rimetterci”. Dall’agenzia spiegano anche perché il centro non è più una meta ambita per chi cerca una casa: “Il primo elemento che incide sulla scelta è sicuramente il costo. Le case costano fino a 7mila euro a metro quadro, ma molto importante è anche la Tante coppie collocazione. Abitare in cenvanno ad abitare tro è molto difficile per gli spostamenti,chi magari vi è in fondi commerciali nato rimane e sa come organizzarsi, ma chi deve trasferircisi preferisce non farlo. Non sa dove parcheggiare, gli autobus sono meno che in altre aree, c’è la necessità di chiedere permessi ztl e altre agevolazioni. Quanto agli affitti, invece, si registra una nuova tendenza, e in questo caso è invece il Sunia a spiegarla: “Le periferie, dove le case hanno un costo inferiore e maggiori optional, sono le zone più richieste. Molto spesso sono di nuova costruzione e non c’è bisogno di fare lavori di ristrutturazione che hanno costi aggiuntivi. Negli ultimi anni, specialmente per le giovani coppie, però, la tendenza è ad affittare vecchi fondi commerciali in disuso che hanno ottenuto l’abitabilità. Costano molto meno, sono spesso più grandi dei bilocali e rappresentano una scelta azzeccata per chi vuole più spazio a un minor costo”. /A.S.

LA RIVOLUZIONE DEPILATORIA

970832


L’INTERVISTA. Dietro le quinte della Fitc, la compagnia anglofona che promuove la cultura in città

A Firenze il teatro parla inglese Più che un gruppo di teatranti, un’istituzione multiculturale. Una compagnia fatta di attori professionisti provenienti da mezzo pianeta e riuniti all’ombra del David. Per parlare alla città, dalla città. E proiettare il capoluogo verso il futuro

GALÀ DI BENEFICENZA

A cena con Giuseppe per salvare i bambini

G

iuseppe ha solo 27 mesi e un sorriso disarmante, ma è riuscito nell’impresa di riaprire eccezionalmente le antiche porte della Certosa. Il monastero dei frati certosini ospiterà il 16 ottobre alle 20.30, una serata di gala organizzata dalla Fondazione Giuseppe Tomasello Onlus. L’iniziativa ha lo scopo di raccogliere fondi per finanziare due dottorati di ricerca triennali (uno in Farmacologia ed uno in Genetica) finalizzati alla ricerca scientifica per le patologie mitocondriali presso l’Università di Firenze. I dottorati verranno assegnati tramite un bando su scala nazionale. Il programma della serata - presentata dai comici Gaetano Gennai e Andrea Agresti - prevede la presenza di giocatori della Fiorentina, personaggi dello spettacolo e cantanti. Tra l’altro è in programma un aperitivo, durante il quale sarà possibile visitare la splendida pinacoteca del Monastero. Molte le autorità e i cittadini che hanno già annunciato la loro presenza alla cena di beneficenza. Il contributo per la partecipazione è di 100 euro deducibili fiscalmente (per informazioni e prenotazioni 3477491342). La Fondazione Tomasello prende il nome del piccolo Giuseppe, un bambino che lotta quotidianamente contro il deficit del complesso I della catena respiratoria mitocondriale. I suoi genitori hanno dato vita a questa importante Onlus che ha il nobile scopo di aiutare la ricerca medico scientifica sulle patologie relative all’insieme delle malattie di origine esclusivamente genetica, in particolare sul deficit che affligge il /G.B. piccolo Giuseppe.

Caterina Gentileschi

U

na donna e un sogno realizzato. Quello di creare un’istituzione che da Firenze parlasse al mondo intero usando la stessa lingua, quella universale del teatro. Bari Hochwald, americana di New York, cresciuta nel New Jersey e vissuta a Los Angeles, ha scelto di stabilirsi nella città del giglio e qui ha fondato, 4 anni fa, la Florence International Theatre Company, un organismo che brilla di luce propria e propone ogni anno un cartellone intenso, fatto di spettacoli in lingua inglese – sottotitolati in italiano – che porta sul palcoscenico professionisti provenienti da tutto il mondo. Quest’anno i titoli in programma sono sette e verranno messi in scena, con frequenza pressoché mensile, da qui a giugno del 2009. Bari, perché ha scelto proprio Firenze? Non c’è un motivo preciso. Volevo festeggiare il mio quarantesimo compleanno in un modo speciale e sono venuta qui per qualche giorno. Ho sentito subito che c’era qualcosa nell’aria, non so cosa. Sono tornata altre tre volte e alla fine ho deciso di fermarmi stabilmente e creare la Florence International Theatre Company. Ho avuto l’opportunità di creare qualcosa di mio, insieme ad altre persone, per trovare il mio spazio nel mondo. Lei è il direttore artistico di Fitc, riceve degli aiuti dalle istituzioni fiorentine? Degli incentivi, dei finanziamenti? No, è tutto totalmente autofinanziato. Per le nostre rappresentazioni utilizziamo il palcoscenico del Teatro del Cestello, che prendiamo il affitto. Tutto viene fatto con le nostre risorse. Per affrontare una crociata del genere in una città difficile come Firenze ci vuole moltissima passione. Prima di sbarcare in Italia faceva già l’attrice? Si, ho girato gran parte degli Stati Uniti. Quando abitavo a Los Angeles lavoravo in

Bari Hochwald

televisione ma sono nata come attrice di teatro. La Fitc è l’unica compagnia a fare teatro in lingua originale sul territorio cittadino. Qual è la finalità? Solo quella di fare spettacolo? Assolutamente no. E’ quella di creare una comunità di professionisti che parlino alla gente e che catalizzino l’attenzione sulla città. Firenze è una città incredibile, piena di “mondi” separati. Noi possiamo fare da esempio, spiegare alla città che questi mondi si posso-

no unire. E poi, non da ultimo, vorremmo poter essere un’alternativa alle serate trascorse nei pub e nelle discoteche. Vorremmo poter dire ai ragazzi, anche ai tanti americani come me che vivono o passano da Firenze, che ci sono altre cose da fare la sera oltre a visitare un bar dopo l’altro. Il contatto con le persone è essenziale per far sì che il suo messaggio arrivi a tutti. Proprio per questo motivo abbiamo scelto di stare in centro. Questo è il cuore pulsante della città, e da qui si può parlare a tutti.

Anche le persone che ruotano intorno al progetto sono essenziali. Moltissimi sono attori professionisti provenienti dai quattro angoli del globo. Alcuni vivono a Firenze, altri vivono altrove ma tutti si impegnano per sponsorizzare la nostra causa e lo fanno a titolo totalmente volontario, senza ricevere niente in cambio. Alcuni di loro, pur recitando da una vita, non avevano mai avuto esperienze in inglese. Questa è l’ennesima sfida, riuscire a parlare tutti la stessa lingua. www.florencetheatre.com oppure 055.213788

L’ACIDO GLICOLICO PER PER IL IL RINGIOVANIMENTO RINGIOVANIMENTO EE RINNOVAMENTO DELLA DELLA PELLE PELLE RINNOVAMENTO

PROMOZIONE 6 TRATTAMENTI COMPLETI VISO UOMO-DONNA

€60

€50

a seduta + OMAGGIO 2 PRODOTTI per la DETERSIONE E IL MANTENIMENTO DEL TRATTAMENTO NOVEMBRE SOLO FINO AL 15

Via Gianpaolo Orsini, 6/a Firenze

955860

969360

tel. 055 6802119


CULTURA

33

Ottobre 2008

VITA NOTTURNA. Con i primi freddi si riscoprono i locali al chiuso. Ecco i posti più frequentati

Cene, disco e happy hour: ecco la mappa Sara Curradi

“I

ndo si va stasera?”. Tra nuove sera- di solito il mercoledì (info 055 2645354). Super te, ristyling di locali storici e soliti aperitivo domenicale anche al Rifrullo in San ritrovi la stagione autunno-inverno Niccolò (055 2342621) e al Noir sul lungarno dei locali fiorentini ha finalmen- Corsini. Grandi buffet anche allo Strizzi Garte riaperto i battenti. Come ogni anno ci sarà den in via Mariti angolo viale Redi con prezzi l’imbarazzo della scelta, ecco allora la mappa ribassati rispetto alla media dei locali cittadini. dei locali per orientarsi tra le serate più in voga Stessa filosofia di prezzi anche al Kitsch vicino del momento. Di solito si parte dell’aperitivo: a piazza Beccaria (info 055 2343890). Un vero il giovedì appuntamento fisso con “Colors”, e proprio spettacolo è quello che offre tutti i la serata dello Zoe in via de’ Renai (info 055 week end l’Otel Varietè, che quest’anno ha rin243111); per un sabato a base di sushi c’è il novato la disposizione del palco, degli schermi, Porfirio Rubirosa di viale Strozzi, alla Fortezza con nuovi filoni musicali e nuovi artisti (info: (info 055 490965). Proposte culinarie interes- 055 650791 oppure 3341080164). Locale rinsanti anche al Palsma in piazza Ferrucci dove novato e nuova gestione anch per lo storico Rex cocktail e musica si adeguano al livello del Cafè di via Fiesolana, ogni sera dalle 18 apelocale (info 055 0516926). Si parte dall’aperi- ritivo e lounge bar fino a tarda notte (info 055 cena anche nella nuova gestione del Boston T. 2480331). Per i nottambuli il Maracanà di via di viale Europa targata Faenza (info allo 055 Bobo CheckPoint (info 210298) ripropone le Voglia di sushi? 055 6533307). Un po’ serate forti dello scorso C’è il Porfirio Rubirosa. decentrate, in piazza anno: mercoledì si balPrezzi modici Dalmazia, le seleziola l’hip hop di “Jump da Strizzi garden e Kitsch ni musicali anche live Off”, il giovedì serata del Café de Paris (info universitaria, il saba0554220505). Cucina a tema invece per gli to commerciale e la domenica con aperitivo e aperitivi del Negroni (via de’ Renai; tel 055 serata dance. Venerdì nuova serata “Fem” (Flo243647) e dello Slowly (via Porta Rossa). Qui rence Electronic Movement) dedicata alla musi possono seguire anche divertenti jam session, sica elettronica, introdotta da Emijay, vocalist

Rooms Club in via delle Fornace, riaperto dall’8 ottobre

dei Supernova. Nuovo sabato dance allo Yab (via Sassetti; info 055 215160) con “Guilty” la nuova serata esclusiva (e selezionatissima) dello storico disco club fiorentino, vietata ai minori di 20 anni, ideata e messa in essere da Leandro

Bisenzi, timoniere da oltre dieci anni del Tenax. Come l’anno scorso ingresso riservato ai soli tesserati per il Rooms Club in via della Fornace, il nuovo locale fiorentino dedicato allo “stile e alle emergenze creative” in tutte le sue forme.

TORMENTONI. La comunità virtuale più famosa del momento si sta diffondendo a macchia d’olio

In città esplode la Facebook mania “I

o e te ci conosciamo, ma sei su facebook?”. Ormai dilaga anche a Firenze la mania del social network, e come delle portinaie che sbirciano dalla persiana siamo sempre pronti a curiosare tra i profili degli amici e conoscenti. Fondato da uno studente diciannovenne di Harward nel 2004, Facebook è un sito mondiale dove ogni utente può gratuitamente condividere informazioni personali, foto, scambiare mail, chattare o seguire gruppi di discussione. Tanto per rendersi conto della mania che sta dilagando sul web, attualmente Facebook ha superato il più noto Myspace con poco più di 132 milioni di

utenti. Lo sceneggiatore Aaron Sorkin è stato addirittura incaricato dalla Sony di trasformare la storia di Facebook in un film. Il paradosso di un social network come questo è che magari se ci incontriamo per strada neanche ci salutiamo, ma su Facebook non lesiniamo commenti a foto e post. E in una città come la nostra non è difficile conoscersi un po’ tutti. Ecco così che parte anche il primo Mega Facebook Party fiorentino, come punto di riferimento per gli altri ritrovi nazionali. L’associazione “Animalamente”, in collaborazione con Festival della Creatività e la Notte delle Tre Isole (Saschall Firenze) propone due ap-

puntamenti per i gruppi Facebook fiorentini e non solo: l’appuntamento del 23 ottobre alla Fortezza permetterà a Simone Iacazzi (event manager e coordinatore internazionale), Gabriele Ametrano (responsabile fiorentino e press office) e Federico Scavo (dj producer) d’illustrare come nasce il progetto Maggie Animalamente, mostrare il programma e l’organizzazione del 1° Mega Facebook Party fiorentino in relazione con gli altri party. Sabato 1° novembre l’attesissimo appuntamento con il “l° Mega Facebook Party” di Firenze. Il teatro Saschall si riempirà di virtualità e musica /S.C. dalle 22 fino a tarda notte.

962983


34

CULTURA

Ottobre 2008

STAGIONE TEATRALE. Al via la programmazione dei palcoscenici più prestigiosi

Lo spettacolo sta per iniziare Dal Teatro del Maggio, alla Pergola, fino al Puccini. Un’anticipazione delle novità che riservano i teatri fiorentini

“Pinocchio” torna al Sashall il 23 ottobre

Sara Ghilardi

M

anca poco all’inizio della stagione tratrale 2008-2009, per la quale è già in corso la campagna abbonamenti presso tutte le sale della città. Già da questo mese è possibile assistere ad alcune piacevoli anticipazioni, qualche spettacolo prima di entrare nel vivo dei programmi. E’ il caso di “Recondita armonia”, l’inedito invito all’opera del Teatro del Maggio in programma dall’11 al 26 ottobre. In due settimane si alternano ogni sera tre titoli popolarissimi: la “Tosca”, “La Bohème”, la “Cavalleria rusticana” e due balletti della tradizione. Un programma che è anche un tributo al grande maestro Giacomo Puccini nel 150° anniversario della nascita, con due delle opere più famose e più belle della sua produzione. Un invito assolutamente da cogliere, rivolto specialmente a chi non ha confidenza con l’opera. La stagione si aprirà poi ufficialmente il 20 novembre con “Siegfried” di Wagner. Il 2009 segnerà il ritorno di Franco Zeffirelli che firmerà in febbraio regia e scene de “I Pagliacci” di Leoncavallo. Il grande regista torna a lavorare per il Maggio a distanza di ventun anni dalla Bohème del 1987 . Si dovrà invece attendere fino al 29 aprile per il 72° Maggio Musicale Fiorentino, che sarà dedicato al “Lato oscuro”, cioè a “menzogna, tradimento e inganno”, sotto la direzione artistica di Paolo

Arcà. Vasto anche il programma per la stagione di prosa del teatro della Pergola, quasi completamente dedicato ai classici contemporanei. La stagione si apre l’11 novembre con “Sinfonia d’autunno”, capolavoro di Ingmar Bergman per la regia di Maurizio Panici. Dicembre e gennaio vedranno invece l’omaggio a Luigi Pirandello con 4 dei titoli più famosi del grande drammaturgo: “Così è se vi pare”, che replicherà il successo della passata stagione, “Il giuoco delle parti”, “Il piacere dell’onestà” e “Sei personaggi in cerca d’autore”. La satira e la contaminazione tra i generi vanno invece in scena al Puccini, che apre al Sashall il 23 ottobre con “Pinocchio” del trio Alessandro Paci, Massimo Ceccherini e Caro Monni. Segue “Outlet”, un monologo della brillante attrice comica Cinzia Leone. Grande attesa poi da martedì 25 novembre per il debutto nazionale del nuovo spettacolo di Paolo Poli, “I Sillabari”. Da segnalare, sempre per la stagione che si apre, l’impegno sociale e civile e l’attualità politica che troveranno ampio spazio con lo spettacolo di Ascanio Celestini “Appunti per un film sulla lotta di classe”, “Promemoria” di e con Marco Travaglio, “Aldo Moro - una tragedia italiana” di Corrado Augias e Vladimiro Polchi. Per finire, sempre al Puccini, in risalto anche la satira graffiante di Daniele Luttazzi e Paolo Hendel.

L’INTERVISTA

Duecentoventi serate insieme al Maggio

Q

uattro chiacchiere con Francesco Giambrone, soprintendente del Teatro del Maggio, Per alzare il sipario su novità e strategie. Giambrone, la nuova stagione ha una programmazione arricchita... Il Teatro del Maggio punta sulle eccellenze e sull’altissima qualità, ma fa anche uno sforzo per presentarsi come teatro popolare, che si apre al grande pubblico. E allora da una parte la programmazione inanella i nomi di Zubin Metha, Bruno Campanella e Franco Zeffirelli, dall’altra c’è il progetto di “Recondita Armonia”, che darà la possibilità ai cittadini di assistere alle grandi opere che hanno fatto la storia del melodramma e della cultura nel nostro Paese. Sul fronte dei finanziamenti com’è la situazione dopo la drammatica mancanza di fondi di qualche tempo fa? Elementi di rassicurazione ci fanno stare un tantino più tranquilli, ma è di tutta evidenza che fin quando non avremo certezze non abbasseremo la guardia. Nonostante tutto il Maggio va avanti, presentiamo una programmazione ricca che arriva a più di 220 serate di apertura. Il problema del Maggio non è quello di ridurre i costi o tagliare la produzione, ma è quello di avere garantite le risorse che servono perchè si vada avanti nel segno della tradizione e dell’alta qualità. /S.G.

917664


921832

NOVITA’ ASSOLUTA SUL TRATTAMENTO DELLA CELLULITE

•Slim Wave Plus Riossigena il tessuto interno eliminando la cellulite ed il grasso localizzato

i t s i v i s u Escl e z n e r i F in

•Salina Specifico per riattivare il metabolismo a base di sale iodato per il dimagrimento totale del corpo ..in una culla di legno e mosaico... immergetevi ne uscirete snelli, idratati, rilassati, forti ed energici

•Vibro saun

Elimina totalmente la ritenzione idrica nel corpo riducendo il peso riequilibra lo stato psicofisico aumenta la circolazione sanguigna e la flessibilità muscolare SOLO FINO AL 30 OTTOBRE SU TUTTI I TRATTAMENTI DIMAGRIMENTO

SCONTO EURO 100 + 5 TRATTAMENTI DIMAGRIMENTO OMAGGIO CHIAMA ORA PER PRENOTARE LA TUA CONSULENZA GRATUITA! V.LE MORGAGNI, 7R - FIRENZE Perinformazioni:

TEL 055 432904

o visita il sito

www.ilreporter.it


36

CULTURA

Ottobre 2008

L’EVENTO. Nuovo appuntamento con la kermesse che porta a Firenze i cervelli di mezzo mondo

Quando il Festival sprizza Creatività Caterina Gentileschi

E

dizione numero tre per la kermesse che riunisce le menti più vulcaniche della città. Torna il Festival della Creatività, alla Fortezza da Basso dal 23 al 26 ottobre, e promette tante novità e innumerevoli spunti. ‘Visioni, viaggi, scoperte’ è il titolo scelto quest’anno per descrivere un progetto che, a partire dalle celebrazioni dedicate al genio di Galileo Galilei (nel quarto centenario delle sue scoperte celesti), vuole affermare il proprio impegno all’insegna della più innovativa sperimentazione. Visioni sul futuro, viaggi nel tempo e nello spazio, scoperte e invenzioni in ogni campo del sapere, saranno gli elementi chiave di un esperimento che, ancora una volta, trasformerà per quattro giorni la Fortezza da Basso in un laboratorio aperto ai progetti e ai linguaggi della contemporaneità. Ospite d’onore di questa edizione, un Paese in continua crescita, che vede esportare i suoi talenti in tutto il mondo, il Brasile, terra inattesa e ricchissima di un’incredibile fermento culturale e artistico. Il programma degli appuntamenti mantiene un alto profilo culturale a partire dalla musica con Carlinhos Brown, cantante, compositore, percussionista, produttore musicale e agitatore culturale brasiliano; Tricky, che torna dopo 5 anni di silenzio con il suo ultimo lavoro “Knowle West Boy”; Daddy G membro fondatore e tuttora elemento attivo dei Massive Attack. In arrivo anche il regista Peter Greenaway con la sua vj performance. E poi un progetto creato in esclusiva per il festival vede protagonista Piero Pelù con “ Lacio Drom: Buon Viaggio”, il cantante sarà accompagnato dal gruppo gitano Acquaraggia Drom in una produzione musicale sul tema

952258

del viaggio che parte dalla visione del popolo Rom. Ma il Festival della Creatività è anche esplorazione dei nuovo mondi virtuali e della rete con la mostra “Rinascimento virtuale” al Museo di Storia Naturale, una mostra-evento che esplora gli universi sconosciuti della virtual ars. Ospite d’onore nella sezione dedicata all’arte contemporanea sarà Michelangelo Pistoletto, con un’installazione site specific che verrà esposta nella Sala delle colonne. Grande attesa anche per il caffé filosofico, che quest’anno verrà aperto da Rita Levi Montalcini con un intervista dal titolo “Scienza ed etica”. Mentre tra le conferenze da segnare in agenda quella del 25 Ottobre, su l’Annunciazione di Leonardo Da Vinci, il dipinto verrà illustrato per la prima volta attraverso l’utilizzo di una tecnologia digitale di altissima qualità. www. festivaldellacreativita.it

BENEFICENZA. Il comico diventa portavoce dell’iniziativa che aiuta gli animali in difficoltà

Piacere, Panariello… qua la zampa! L

o scorso 4 ottobre Giorgio Panariello ha firmato un assegno con molti zeri. E’ una percentuale dell’incasso del suo tour e del suo libro che l’artista ha voluto devolvere per una buona causa. E’ partita da Verona ed è sbarcata a Firenze, “La Squadra per gli Animali”, il progetto nato per dare una risposta concreta al problema del soccorso degli animali in difficoltà, una specie di 118 con la

coda. Portavoce d’eccezione è lo showman toscano, che qualche tempo fa era a Venezia e, vedendo un cane maltrattato, ha provato di persona come è difficile ottenere un intervento dalle cosiddette autorità preposte. Da lì la decisione di mettersi a disposizione e di far scendere in campo, per la prima volta all’unisono, le quattro maggiori associazioni animaliste nazionali - Lega Nazionale per

la Difesa del Cane, Animalisti Italiani, Enpa e LAV- per realizzare una squadra, “La squadra per gli animali”, appunto. Il suo contributo viene dalla sua tournée estiva “Del mio meglio live” - che è approdata a Firenze lo scorso 4 e 5 settembre – e dai profitti derivanti dal suo romanzo “Non ti lascerò mai solo”, edito da Mondadori, in vendita nelle librerie dal 30 settembre. /Elena Vigni


segnalazioni a redazione@ilreporter.it

CONCERTI American Music Club 10 ottobre Viper Theatre La musica americana in una sola band. L’avventura degli American Music Club parte da lontano, dai primi anni Ottanta, e segue l’evoluzione personale e artistica del cantautore californiano Mark Eitzel, l’unico membro della band a resistere ai numerosi cambiamenti di line-up avvenuti nel corso degli anni. Thalia Zedek 16 ottobre Viper Theatre Thalia Zedek arriva in Italia per presentare il suo ultimo lavoro “Liars and Prayers” (Thrill Jokey) composto da brani di un’intensità e di un fascino rari. La sua splendida voce e le sue canzoni non sono mai state così forti ed incisive. Perfetto incrocio tra la delicatezza degli arrangiamenti e la forza dei suoni, “Liars and Prayers” conferma il talento di una delle musiciste di piu’ spessore degli ultimi anni, che ci regala così il suo miglior album. Offlaga disco pax 17 ottobre Viper Theatre Il collettivo Offlaga Disco Pax, composto da Enrico Fontanelli, Daniele Carretti e Max Collini, ha esordito sul mercato discografico tre anni fa con il pluripremiato “Socialismo Tascabile”, disco che è stato il piccolo/grande caso della discografia indipendente italiana nel biennio 2005/2006 con le sue ottomila copie vendute e un tour infinito di quasi 160 concerti in venti mesi in tutta Italia. Burt Bacharach 27 ottobre Teatro Verdi Considerato uno dei maggiori compositori di canzoni della musica popolare contemporanea,

Burt Bacharach arriverà per la prima volta a Firenze con la sua orchestra di sedici elementi. Si tratta di un evento esclusivo dal momento che sono soltanto tre le date previste in Italia (oltre a Firenze suonerà a Milano il 26 ed a Roma il 28 di ottobre).

febbraio 2008 partecipano al Festival di Sanremo nella sezione giovani, e vincono con la canzone “L’amore”.Il loro genere musicale concilia il linguaggio pop con le nuove tendenze della musica british, pur presentando testi in italiano.

Deus 28 ottobre Viper Tetre

TEATRO

In quasi un decennio di carriera, i belgi Deus, hanno forgiato un sound eccentrico e spiazzante, che pesca un po’ ovunque, dall’art-rock di Captain Beefheart e Frank Zappa all’energia di Pixies e Sonic Youth, fino al pop d’autore del loro più recente lavoro Bandabardò 31 ottobre Nelson Mandela Forum Si intitola ‘Ottavio’ ed è uscito il 5 settembre il nuovo album della Bandabardò. Strutturato come un dramma teatrale, il nuovo album di inediti di una delle live band più apprezzate in Italia e in Europa racconta in quattordici brani suddivisi in quattro atti ‘vita e opere’ dell’antieroe Ottavio che nella commedia dell’arte rappresenta la maschera dell’innamorato. L’album racconta attraverso un filo continuo che lega ogni brano al successivo le vicende del protagonista che sin dall’infanzia vota la sua esistenza alla ricerca dell’amore e della felicità. Sonohra 9 novembre Sashall I Sonohra sono due fratelli, Luca e Diego Fainello, nati a Verona. Provengono da una famiglia di musicisti e infatti scrivono e compongono da soli -assieme a Roberto Tini produttore artistico del loro cd “Liberi da sempre”- le musiche dei brani. Dal debutto nel 2003 con il primo disco “Grido e canto” sotto il nome di 2tto, dopo diversi anni di gavetta suonando per locali, nel

Sabina Guzzanti Vilipendio tour 6 Novembre Sashall La tagliente attrice satirica, torna sul palcoscenico del Sashall per salutare il pubblico fiorentino. Pinocchio Dal 23 al 25 ottobre Sashall Torna lo spettacolo più irriverente del teatro comico toscano, dieci anni dopo il suo debutto. Massimo Ceccherini, Alessandro Paci e Carlo Monni ripresentano il loro successo, una rivisitazione satirica del capolavoro di Collodi Outlet 30 e 31 ottobre Teatro Puccini L’attrice comica Cinzia Leone racconta i drammi attuali in una performance dal titolo emblematico. “Nell’Outlet entriamo poveri perché cerchiamo gli sconti – racconta l’attrice - ma usciamo sentendoci ricchi perché abbiamo comprato roba firmata. Non importa che sia dell’anno prima e quindi sia caduta in prescrizione. L’importante è che sia firmata. Io, quando esco dall’Outlet, mi sento più firmata di un referendum. La mattina dopo, infatti, non mi vesto, mi abrogo. Siamo usciti dall’era dell’immagine, ma siamo entrati nell’era dell’immaginazione. Quello che non hai che ti frega se non ce l’hai tanto te lo immagini”. Formidabili quegli anni 7 e 8 novembre Teatro Puccini

Fino ad oggi non era mai successo che questi scritti venissero elaborati per divenire rappresentazione teatrale nonostante la loro evidente forza dinamica. Puro linguaggio di evocazione dove un solo attore in scena rievoca fatti, slanci, ideali, contraddizioni propri degli anni Sessanta: anni davvero formidabili. Senza dubbio decisivi. Lo scopo è di offrire una sorta di “com’era” e il com’è di una storia ancora recente, che alcuni hanno vissuto, tutti ricordano, alcuni mitizzano, altri rinnegano. ARTE Paolo Gubinelli. L’opera su ceramica Dal 15 ottobre al 4 gennaio Museo della porcellana Paolo Gubinelli ha recentemente presentato una selezione di opere nella splendida cornice del Castello di Lanciano, nella vallata marchigiana di Castelraimondo, in provincia di Macerata; approda ora a Firenze con i suoi “rilievi su ceramica” nel Giardino di Boboli, dentro la Palazzina detta ‘del Cavaliere’, che conserva le più belle porcellane d’Europa appartenute ai Medici, ai Lorena, a Maria Luisa di Borbone, a Elisa Baiocchi e ai Savoia. L’artista è nato a Matelica (MC) nel 1945, ma vive e lavora a Firenze. L’altra faccia dell’anima Ritratti di Giovanni Fattori Dal 28 ottobre al 25 gennaio Galleria d’arte moderna Si alza il sipario su uno degli aspetti meno noti della complessa personalità dell’artista toscano, quello di grande ritrattista, di abile comunicatore di se stesso e della società del proprio tempo: una mostra dal taglio decisamente inedito che, esulando per una volta dallo stereotipo del pittore interprete di soggetti militari e di battaglie, trova la sua cifra distintiva e caratterizzante nello

svelarne il lato, per certi versi, più meditato e ‘aristocratico’, il meno divulgato, ma certamente uno tra i più convincenti e a lui più cari. Luce Lenta – Vasco Bendini Fino al 6 dicembre Frittelli arte contemporanea Una mostra personale di Vasco Bendini, luceLenta. Il progetto della mostra è affidato a Tommaso Trini, che ha selezionato la produzione recente dell’artista concentrandosi su di uno dei tratti stilistici fondamentali della sua pittura, la luce, attraverso una lettura che coinvolge il rapporto tra le arti visive e le scienze. Dunque, dopo la vasta antologica dedicata all’artista, a cura di Maurizio Calvesi, gli spazi di Frittelli arte contemporanea tornano ad ospitare le opere di un protagonista riconosciuto dell’arte italiana contemporanea. CORSI Informazione su adozione affidamento 13-20 e 27 ottobre Oratorio compagnia San Michele della pace Approfondimenti sull’adozione e l’affidamento: due diverse forme di accoglienza dei bambini in difficoltà. Alcune testimonianze di famiglie che hanno concluso il loro percorso di adozione o di affidamento, inoltre chiarimenti sugli aspetti giuridici dell’adozione e dell’affidamento. FESTIVAL Pianeta Galileo Dal 10 al 15 ottobre Università di Firenze Sei giorni di incontri, lezioni e convegni per celebrare la scienza in tutta la Toscana. Un programma ricco che, a Firenze, vedrà svolgersi tutti gli eventi alla presenza di professori ed esperti del settore. Florence City Musical

Dal 3 al 12 ottobre Teatro di Rifredi Al via venerdì 3 ottobre e in programma al Teatro di Rifredi fino al 12 ottobre, la prima edizione del Florence City Musical, una kermesse all’insegna dell’emozione e del divertimento e che vedrà protagoniste due compagnie fiorentine, l’associazione, l’associazione culturale Musaico Immaginario e MagnoProg, per otto serate di teatro, musica e danza. Il calendario presenta tre musical che mettono in scena storie che spaziano dall’horror alla fantascienza: “Draculea”, “otto donne e un mistero” e “Il pianeta proibito”. IN EVIDENZA La mostra Viaggio nel tempo… in bianco e nero Un’ esposizione per raccontare la vita delle persone attraverso il tempo. Sono foto emozionanti quelle che verranno esposte dal 9 al 19 ottobre nella ex chiesa di San Carlo dei Barnabiti (via Sant’Agostino, 23). Una raccolta di immagini familiari che documentano in modo sincero e spontaneo i momenti più significativi della vita nel quartiere dall’inizio del Novento fino ad oggi. Con questa iniziativa l’Associazione “Il Cortile”, presieduta da Domenico Di Costanzo, vuole rendere omaggio al popolo dell’Oltrarno, a chi il quartiere lo vive ogni giorno e a tutti coloro che vorranno partecipare a questo evento che riunisce le persone per fare della memoria un sostegno per il presente. Una mostra, ma più che altro un’occasione per conoscersi, scambiare esperienze e stare insieme. Come da sempre nello spirito della gente d’Oltrarno, di tutti coloro che hanno partecipato alla realizzazione di questa mostra documentaria e di quelli che vorranno conoscere le storie che le immagini esposte evocano e raccontano. Ingresso libero.


FIORENTINA. A tu per tu con Cesare Prandelli, che con la sua squadra lancia la sfida a tutti

Il “re” che ha fatto innamorare Firenze Francesca Bandinelli

U

Cesare Prandelli

Il mister viola, in città ormai considerato un monarca, non si nasconde: “Giocheremo ogni gara per onorare la maglia, dimostreremo che questa squadra ha il coraggio di lottare con chiunque, su qualunque campo”. Ma quali sono i traguardi per quest’anno? “Siamo uno o due gradini sotto le prime quattro, ma la nostra arma in più è l’entusiasmo”

SELEZIONIAMO ambosessi per promozione servizi TELECOM e TIM SI RICHIEDE :

buone capacità organizzative e di comunicazione 927688

SI OFFRE :

Formazione gratutita. Portafoglio clienti.

OTTIMI GUADAGNI e-mail : micro.office@gruppomediatel.it Tel.

055 9735600

Cell.

334 6835125

n amore grande così. E’ quello che lega Cesare Prandelli alla sua nuova città, quella che si è stretta intorno a lui nel momento più difficile e che, pur con discrezione, non lo ha mai abbandonato. Cesare, del resto, a Firenze, ha saputo riportare la voglia di giocare a calcio per vincere, per divertire e per tornare grandi. Questione di congiunture astrali. Questione di vittorie, di successi, di qualificazione in Champions League e persino di un pareggio al 90° contro la Juve che, si sa, in fondo non guasta mai. Il popolo viola, quello che è tornato a invadere l’Europa che conta quasi dieci anni dopo l’ultima volta, è affascinato dal suo re. Prandelli, semplice nei modi, intanto si prepara alla sfida più importante: quella con la sua Fiorentina. Ripartiamo dalla vicenda Mutu. Quanto ha influito il suo parere? “Poco. Forse anche meno. Corvino ha raccolto le richieste della Roma, il presidente Andrea Della Valle ha fatto il resto. Adrian si è dimostrato fin da subito carico e sereno. Non avrei potuto chiedere di più”. Qual è il traguardo da tagliare? “La Fiorentina è uno o due gradini sotto le prime quattro. Qualcun altro ci vede più in su? Li ringraziamo, si tratta di un segno di rispetto per quanto abbiamo fatto in questi anni di lavoro. Fino ad oggi siamo riusciti a migliorarci anno dopo anno: adesso intendiamo almeno provare a continuare su questa strada”. Si spieghi meglio… “Presto detto. Se faremo bene anche quest’anno, la stagione futura per la società sarà più facile migliorare ulteriormente la rosa e puntare ancora più in alto. Spero poi di poter sfruttare, prima di due anni, qualche innesto dal settore giovanile. Un De Rossi e Aquilani versione viola non

guasterebbero affatto”. A proposito di rosa: troppa abbondanza, quest’anno? “A volte può essere umiliante per un allenatore dover dire a un suo giocatore che si è allenato con abnegazione durante tutta la settimana di andare in tribuna. Ma questo non è un problema. Il turnover sarà il tema dell’anno. Tutti saranno importanti, tutti saranno coinvolti: lo spazio non mancherà. La strada per diventare una grande squadra è inevitabilmente questa”. Che stagione si aspetta? “Alla fine di questo campionato capiremo chi siamo davvero. Se saremo davvero lassù, in cima, magari pure a stretto contatto con le big, allora potremo davvero pensare in grande”. Pure allo scudetto? “Dobbiamo aspettare, poi vedremo”. Se potesse, che cosa prenderebbe in prestito dalle altre grandi? “L’esperienza che hanno accumulato e la personalità di chi ha giocato tantissime partite senza alcun tipo di pressione”. Cosa ha, invece, la Fiorentina in più rispetto alle altre squadre? “L’entusiasmo”. Quale il messaggio per i tifosi? “Dico loro di essere orgogliosi. Di vivere fieri questa stagione, sia in campionato che in Champions League. Giocheremo ogni gara per onorare la maglia, dimostreremo che questa squadra ha il coraggio di lottare con chiunque, su qualunque campo. L’atteggiamento dei ragazzi mi piace, anzi, per certi versi mi intriga, specie quando a far da cornice c’è l’ottimismo dello spogliatoio”. Che cosa la incuriosisce ancora di questo gruppo? “Gli ampi margini di miglioramento che intravedo”.


SPORT

Ottobre 2008

39

VIAGGIO NEL PALLONE. Seconda tappa del tour de Il Reporter alla scoperta delle società calcistiche fiorentine

Audace Galluzzo, da solo per tornare grande Dopo anni vissuti insieme alla Rondinella, la storica società gialloblù torna all’antico e presenta le sue formazioni, dal settore giovanile alla prima squadra. Il responsabile della seconda categoria Franco Angelozzi e mister Simone Fiorini concordi: “Un anno di assestamento, poi torniamo a lottare per la promozione” Francesco Di Costanzo

S

cissione dalla Rondinella dopo tanti anni, l’Audace Galluzzo torna a fare da sola con tutte le squadre, dal settore giovanile alla prima squadra e anche con una nuova compagine juniores. La vera novità per la storica società di via Biagini è proprio questa, con l’obiettivo di tornare ai livelli che le competono il prima possibile. Per questo è arrivato un nuovo responsabile del settore giovanile, Stefano Mele, ex Sporting Arno. La prima squadra è sempre sotto l’attenta guida di Franco Angelozzi, storico dirigente gialloblù, quest’anno affiancato da un’altra novità, Maurizio Novelli, anche osservatore dell’Empoli. Il presidente è Danilo Migliori, il direttore dell’area tecnica l’altro “mostro sacro” Remo Boscherini. La prima squadra, che anche quest’anno disputerà il campionato di Seconda Categoria, grazie alla salvezza raggiunta non senza sofferenze all’ultima giornata dello scorso campionato, si è rafforzata con innesti d’esperienza e garanzia come Gianluca Lapi, portiere e anche giocatore dei bianchi del calcio storico, e Luca Romanelli, attaccante ex Rondinella. La squadra si è rinnovata tantissimo: sono solo sette, infatti, i giocatori reduci dalla scorsa stagione e ben quindici i nuovi innesti. “Puntiamo a una stagione tranquilla – spiega Franco Angelozzi – la grande novità di quest’anno è stato il distacco dalla Rondinella. Torniamo a fare da soli, per

questo ci vorrà un po’ di assestamento, ma come prima squadra contiamo di tornare a lottare per la promozione nel giro di due anni, e come settore giovanile sicuramente vogliamo tornare a giocare i campionati regionali”. A guidare la prima squadra c’è lo stesso allenatore dello scorso anno, Simone Fiorini, sulla panchina da metà della passata stagione. “La squadra è quasi tutta nuova – racconta il mister – abbiamo bisogno di conoscerci meglio

sia dal punto di vista degli schemi che per ‘fare gruppo’, in questa categoria è fondamentale avere uno spogliatoio compatto. Abbiamo fatto un’ottima preparazione, un po’ pesante, ma che darà i suoi frutti per l’intera stagione. La squadra è buona, abbiamo una rosa con giocatori tutti dello stesso livello, non ci sono individualità di spicco ma sono tutti bravi”. Sugli obiettivi stagionali anche Fiorini non vuole sbilanciarsi: “E’ presto per fare program-

mi, questa è una squadra nuova, dipenderà molto dall’entusiasmo. Vogliamo disputare un campionato tranquillo, se poi ci troveremo nella parte alta della classifica a un certo punto della stagione proveremo a toglierci delle soddisfazioni. Ma, ripeto, l’obiettivo è crescere, fare un campionato tranquillo e gettare le basi per essere ancora più competitivi nella prossima stagione”. Una rosa nuova e ampia nella quale spiccano anche alcuni giovani interessanti. “Ne abbiamo molti – spiega Fiorini – su tutti direi che sono da segnalare i due attaccanti Gamberucci e Zanieri”. E sulle avversarie più temibili del girone di Seconda Categoria, mister Fiorini non ha dubbi: “Sicuramente il Settimello e Le Piagge, che sono arrivate terza e quarta nello scorso campionato. Subito dopo l’Impruneta, che ha messo su un’ottima squadra”.

926010


40

SPORT

Ottobre 2008

PALLANUOTO. Rari Nantes maschile e femminile e Fiorentina Waterpolo a caccia di successi

Riparte la stagione tra sogni e riscatti Simone Spadaro

con le idee. Non mancano le novità anche quest’anno. La regola federale, che ha previsto il taglio di una straniera per squadra, è costata cara alla Fernandes, che ha lasciato le biancorosse a beneficio dell’altra brasiliana Marina Canetti. In compenso, da Varese è tornata l’argentina naturalizzata Cora Masip. Ma l’acquisto più importante è la diciottenne pratese Giulia Bartolini, un vero e proprio talentuoso attaccante del Catania, prelevata a suo tempo dalla Firenze Pallanuoto. Molto ci si aspetta dalla Fiorentina Waterpolo. Anche qui un taglio dolorosissimo: via Mercedes Stieber per tenere in squadra Rita Dravucz. La squadra di Gianni De Magistris è chiamata a tornare a recitare un ruolo da protagonista. Dopo la stagione vincente (2006/2007) dell’accoppiata scudetto – coppa dei campioni, l’anno scorso le biancazzurre hanno dovuto cedere lo scettro di regine all’Orizzonte Catania. Questa deve essere la stagione del riscatto.

U

na campagna acquisti di buon livello con l’arrivo di un centrovasca d’esperienza, Ramiro Georgescu, che affiancherà il connazionale Cosmin Radu, centroboa titolare anche la scorsa stagione, di un difensore d’esperienza, il croato naturalizzato Ratko Stritof proveniente dal Posillipo, e il ritorno del nazionale azzurro Leonardo Sottani. La Rari Nantes Florentia riparte da queste tre pedine per una stagione che, seppur difficile, può riservare qualche piacevole sorpresa. Nuovo anche il tecnico, Dusan Popovic, ex responsabile del settore giovanile, che con grande umiltà sta cercando di trovare il giusto mix tra giocatori d’esperienza e giovani del vivaio. Questa, in particolare, è la missione affidata a Popovic: portare, gradualmente, in prima squadra i talenti della grande scuola della Florentia. Grande la soddisfazione per gli stranieri: “Una coppia che ha completato il mosaico per la prossima stagione. E’ stato Radu a suggerirci Georgescu – chiosa Popovic – e siamo convinti che sia l’uomo giusto per noi. Non ha ancora 26 anni ed è già stato capocannoniere del campionato rumeno. Le sue caratteristiche saranno certamente utili al nostro gruppo”. La Rari punta a rientrare tra le prime otto del campionato e disputare i play off scudetto. La regular season si concluderà il 28 marzo. Non solo Rari maschile. Alcune novità arrivano anche dalle “Rari girl” che proseguono in serie A1 sotto la guida di Furio Ferri, e che riescono a sopperire alla mancanza di soldi

Ramiro Georgescu

PISCINA. Vittorie per i portacolori Federico Bussolin (farfalla) e Gloria Giachi (pallanuoto)

Rari Nantes Fiorentia, doppio trionfo europeo B

en due medaglie d’oro sono state conquistate dai portacolori biancorossi Federico Bussolin, che a Belgrado è stato incoronato campione d’Europa Juniores nei 200 farfalla, e Gloria Giachi, la pallanuotista che ha vinto il titolo continentale ai Campionati Europei Under 17 disputati a Gyor in Ungheria. “Siamo felici dei risultati ottenuti quest’anno - commenta Andrea Pieri, presidente della Rari Nantes – bisogna sottolineare non solo la bravura dei ragazzi, ma anche il grande impegno profuso dai loro tecnici”. I due

campioncini vantano già molta espe- anche una medaglia di bronzo con la rienza nonostante la giovane età. Per il 4x100 mista. Per Gloria Giachi, nella diciottenne fiorentino Federico Busso- scorsa stagione in prestito alla Rari dalla Fiorentina lin, già argento agli Waterpolo, si tratta Europei di Anversa Il presidente Andrea Pieri di una conferma. 2007, questa estate Siamo felici dei risultati Gloria infatti si era era arrivato anche ottenuti quest’anno, messa in luce già un secondo posto bisogna sottolineare anche nel campionato itaai Mondiali Juniol’impegno dei tecnici res a Monterrey liano di A1 e nelle in Messico, con lo nazionali giovanili, straordinario tempo di 1’59”13 (a soli tanto da essere considerata una delle 10/100 dall’oro). Per di più, a Belgra- più autorevoli promesse dalla pallado, Federico Bussolin ha conquistato nuoto italiana. /I.V.

L’ACCORDO. L’ex bandiera viola è il nuovo supervisore tecnico delle scuole di pallone del club

FIESOLE CALDINE. supervisiore tecnico delle scuole di pallone CALCIO. L’altraNuovo faccia del pallone

Claudio Merlo il nuovo supervisore tecnico delle scuole di calcio del Fiesole Caldine. L’ex bandiera della Fiorentina - legno/alluminio e protagonista dell’ultimo scudetto viola è stato scelto dalla - su misura acciaio zincato società verdeazzurra per portare avanti il programma di po- - vari colori verniciatotenziamento e sviluppo del settore giovanile “Floria 2000”, - da interno/esterno su misura a norma di dopo aver consolidato, nell’ambito del “Progetto Pitagora”, il A N VENEZIA sicurezza polizze sodalizio con la società Floriagafir. Claudio Merlo sarà affianDE ALLA N E T assicurative cato dai responsabili tecnici Luciano Nistri e Yuri Balestri. Il Esempio: Esempio: 120 contributo tecnico dell’ex giocatore viola porterà una grande 150 cm x 300 cm cm x 160 cm FRANGISOLE esperienza e conoscenzaBORDATE di calcio ai livelli più alti, sia come Euro 145 calciatore che come allenatore.-15% Fino alla scorsa stagione, Merlo Euro PER I LETTORI DE IL REPORTER ANCHE DIPINTE A MANO! - sualla misurada esterno era in forza Fiorentina, dove ha svoltoDISPONIBILI un ottimo e apprez-10% PER I LETTORI - antivento alloè piaciuta subito la soluzione zato lavoro per diversigrazie anni. “Mi -10% PER I LETTORI scorrimento su guida- comandi DE IL REPORTER prospettatami dai dirigenti della società e ho abbracciato con € ad arganello o motoriduttore € DE IL REPORTER grande entusiasmo questa sfida, tesa a rendere il settore giovaSOSTITUZIONE nile un fiore all’occhiello del club”, ha spiegato Merlo subito AVVOLGIBILI MOTORIZZAZIONE dopo l’accordo. Il vincitore dell’ultimo scudetto viola rafforza TESSUTI AVVOLGIBILI In alluminio, così l’immagine internazionale che ha assunto il complesso TENDE DA SOLE legno, PVC, sportivoanche di FiesolesuCaldine, con cui la società statunitense Osa già esistenti SU STRUTTURE acciaio. Soccer Academy ha avviato una programmazione internaESISTENTI Varie A partire zionale di scuole da di calcio maschili e femminili, che saranno colorazioni -20% PER I LETTORI frequentate da giovani provenienti da tutte le parti del mondo. Su misura Sempre grazie alla di pubbliche relazioni di Osa, i campi DE IL REPORTER -10% PERrete I LETTORI di calcio luogo del ritiro precampionato di squadre DE IL saranno REPORTER €hanno definito la struttura come Vasta gamma e disponibilità internazionali di serie A, che E MONTAGGIO anche per: luogoTRASPORTO idoneo per la preparazione della propria squadra. È di da A partire INCLUSI zanzariere, tende a rullo, questi giorni l’incontro svoltosi a Montreal tra il patron di Osa -10% PER I LETTORI Soccer Academy Giuseppe Pezzano, il manager Osa Andrea plissè, verticali, oscuranti € ,50 DE IL REPORTER Magherini e il vertice societario dell’Impact Montreal. La filtranti società di Montreal milita nella massima seria del campionato Nord-americano, nel quale si sfidano le squadre professioniste Claudio Merlo Via Rocca Tedalda, 33 A - 50136 Firenze statunitensi e canadesi. L’Impact Montreal potrebbe essere la (Foto gentilmente offerte da Nadia Fondelli autori del volume prima delle società calcistiche nordamericane Tel. a concretizzare e Paolo Melani Fax “80 anni di storia Fiorentina” Italnews 2005) questo nuovo esperimento. /I.G.

Claudio Merlo il nuovo supervisore delle scuole di on tecnico solo Fiorentina. A calcio rapdel Fiesole Caldine.laL’ex bandiera della presentare nostra città ai Fiorentina e protagonista dell’ultimo massimi livelli del panorama calscudetto viola è stato dalla socistico nazionale (e scelto internazionacietà verdeazzurra le) non c’è soloper la portare societàavanti viola,il programma e svilupma anche dilapotenziamento sezione arbitri di po del settore “Floria 2000”, Firenze. 383giovanile elementi, di cui 272 dopo aver consolidato, nell’ambito del chiamati ogni weekend a dirige“Progetto il sodalizio re gare diPitagora”, calcio. Da San Sirocon al la societàcampo Floriagafir. Claudio Tra Merlo piccolo di periferia. le sarà affiancato dai responsabili tecnici più numerose d’Italia, la sezione Luciano Nistri e Yuri Balestri. Illacondi Firenze è, da quest’anno, più tributo tecnico dell’ex giocatore viola rappresentata a livello nazionale, porterà grande e cono-a con treuna arbitri e esperienza una assistente disposizione scenza di calciodiaiCollina. livelli piùGianlualti, sia ca Rocchi, Nicola Leocome calciatore che Pierpaoli, come allenatore. nardoallaBaracani e Cristina Fino scorsa stagione, Merlo Cini: era in sono alla loro i simboli “giacforza Fiorentina, dovedelle ha svolto un chette enere” fiorentine. Dietro ottimo apprezzato lavoro per diversia loro “Mi un esercito arbitri dai 15 anni. è piaciutadi subito la soluzione ai 45 anni. Un parallelo prospettatami dai universo dirigenti della società quello del calcio giocato, fatto ea ho abbracciato con grande entusiasmo di insulti di sacrifici riquesta sfida,subiti, tesa a rendere il settoreegionunce,unma di gratificaziovanile fioreanche all’occhiello del club”, ha ni, se non economiche spiegato Merlo subito dopo(rimborsi l’accordo. spese e accesso gratuito allo viola staIl vincitore dell’ultimo scudetto dio), morali. “Perchéinternazionaarbitrare rafforza così l’immagine le ha assunto – che afferma conil complesso orgoglio sportivo Paolo Tepsich, di Fiesole presidente Caldine, condella cui lasezione società di Firenze –Osa significa essere chiastatunitense Soccer Academy ha mati a far le regole, ea avviato unarispettare programmazione internacostruire un rapporto zionale di scuole di calciocostruttivo maschili e con giocatori e dirigenti. Signifemminili, che saranno frequentate da fica crescere come atletile eparti come giovani provenienti da tutte del

PROMOZIONI Merlo insegna il calcio Arbitri fiorentini crescono Fiesole Caldine, Claudio Merlo insegna il calcio Claudio AUTUNNO 2008 È È N CANCELLETTI ESTENSIBILI

210

130

190

Euro 200

180

Euro 65

58

918073

055.6504680

055.6506105

mondo. Sempre grazie alla rete di pub-

Claudio con De Sisti GianlucaMerlo Rocchi

uomini”. Un’attività che,di calcio viste bliche relazioni di Osa, i campi le “controindicazioni”, non tutsaranno luogo del ritiro precampionato ti riescono a portarediavanti. di squadre internazionali serie A,Per che permettere delhanno definitounlarinnovamento struttura come luogo l’organico, la sezione della di Firenze idoneo per la preparazione propria organizza corsi all’anno, di squadra. È didue questi giorni l’incontro cui unoapartito giorni di svoltosi Montrealnei traprimi il patron di Osa ottobre. A tenere le lezioni, tra gliil Soccer Academy Giuseppe Pezzano, altri, ci Osa saranno anche gli arbitri manager Andrea Magherini e il fiorentini di serie A e B. A loro il vertice societario dell’Impact Montreal. compito diMontreal renderemilita più nella attraente La società di massimaspiegazione seria del campionato Nord-amela del regolamento. E dimostrare per poter calricano, nel qualeche, si sfidano le squadre care l’erba nei templi del calcio, professioniste statunitensi e canadesi. non è necessario sapere essere calciare L’Impact Montreal potrebbe la bene il pallone. Può “bastare” prima delle società calcistiche nordasaper usare bene fischietto carmericane a concretizzare questoenuovo tellini. /L.S. /I.G. esperimento.


SPORT

SCHERMA. Il campione Aldo Montano si confessa dopo Pechino

“Il mio ritiro? Devo decidere” Sara Ghilardi

IL BILANCIO. Passo indietro rispetto ad Atene 2004

Poca Toscana alle Olimpiadi: cinque le “nostre” medaglie

U

C

e lo ricordiamo in pedana mentre, con la caparbietà e l’opportunismo del grande campione, strappa alla Russia il bronzo olimpico nella sciabola a squadre. Una medaglia che solo in parte compensa la delusione per la prova individuale, ma che riporta il sorriso sulle labbra del campione di Atene. Aldo Montano, mentre voci lo danno ormai vicino alle nozze con la showgirl Antonella Mosetti, si gode il meritato riposo dopo la fatica olimpica, pensando anche al futuro sportivo. Dopo l’annuncio a caldo del suo possibile ritiro, ci ha ripensato? “No, non ci ho ripensato. Una vittoria e una sconfitta non fanno la differenza del tuo pensiero. Ci sono tante cose da decidere adesso... Ho fatto quella dichiarazione semplicemente perchè non credo di essere più giovanissimo. Se le condizioni non sono adeguate posso anche cominciare a pensare a un ritiro. Di benzina ne ho ancora per altri quattro anni, quello è sicuro, così come la voglia e le motivazioni. Bisogna però vedere se ci sono le condizioni per continuare”. Il carattere senz’altro c’è. Lo abbiamo visto…

41

Ottobre 2008

Aldo Montano premiato dal vicepresidente del Consiglio regionale Angelo Pollina

“C’è? Sì, spero di sì. Ma quello non manca mai in tutti gli sportivi. Specialmente quando il punteggio è così vicino e così chiuso. Devi tirare fuori una buona dose di carattere, cosa che di certo non manca a noi toscani”. Tornando ai Giochi di Pechino, c’è stata qualche polemica con i giudici: qualche disaccordo di troppo sull’attribuzione delle stoccate? “Quello c’è sempre. Purtroppo o per fortuna il nostro sport è così. C’è un arbitro che decide a chi dare il punto ed è normale che sorgano contestazioni di vario tipo. Comunque, gli arbitri

sono preparati nel nostro mondo, e qualche protesta fa anche parte del gioco”. Si parla tanto di sport minori, che catalizzano poche risorse, poca attenzione e sono un po’ le cenerentole rispetto a colossi come il calcio. Anche lei è figlio di una disciplina minore: è un problema? “Non direi che è un problema. Noi sappiamo qual è la nostra dimensione. Non siamo il calcio e nemmeno altri sport più conosciuti. Il calcio ti porta 80mila persone la domenica allo stadio, noi no, e quindi è giusto ritagliarci una parte più piccola di attenzione”.

n oro, un argento e tre bronzi. Nonostante i nostri atleti fossero partiti con grandi speranze, il medagliere olimpico toscano a Pechino è tornato indietro di 16 anni, a Barcellona ’92, con un solo oro, quello di Giulia Quintavalle, l’argento di Alessandra Sensini e i bronzi di Aldo Montano, Salvatore Sanzo e Luca Agamennoni. Solo cinque medaglie. Un po’ poco per la nostra regione, che mantiene viva una buona scuola in tante discipline. Invece, Paolo Bettini non ha ripetuto l’exploit di Atene, il fiorentino Andrea Benelli ha chiuso con l’attività agonistica e probabilmente sarà il nuovo commissario tecnico dell’Inghilterra, e nella scherma, al di là del bronzo a squadre nella sciabola, siamo andati al di sotto delle aspettative. Disastroso, infine, non per colpa dei toscani, il bilancio della pallanuoto. Da sottolineare che nessun atleta di Firenze ha ottenuto una medaglia. E questo deve fare riflettere tutti coloro che lavorano per lo sport in città. Pechino 2008 non sarà ricordata come un’edizione ricca di soddisfazioni per i nostri atleti, ma la Regione Toscana ha voluto, ugualmente, festeggiare le medaglie olimpiche. Non solo. Agamennoni, Franco Ballerini Ct della nazionale azzurra di ciclismo, Montano, Quintavalle, Sanzo e Sensini, oltre a ricevere la medaglia d’argento del Consiglio regionale della Toscana,

Gli atleti toscani premiati in Consiglio regionale

sono stati nominati dal presidente dell’assemblea Riccardo Nencini “Ambasciatori della Toscana”. “E’ giusto festeggiare e insignire quanti con impegno e con costanza tengono alto il nome di questa terra nel mondo”, ha affermato Nencini. “Certo, rispetto ad Atene 2004 siete andati maluccio – ha aggiunto con ironia Nencini, riferendosi all’intera compagine degli atleti toscani – visto che quattro anni fa gli ori toscani erano stati sei… Qui servono esami di riparazione per tutti!”. Felice, come la prima volta, Alessandra Sensini: “Salire sul podio è sempre un’emozione indescrivibile. Per me è stata la quinta Olimpiade ma la fatica, l’emozione, l’entusiasmo sono sempre gli stessi. Ringrazio le istituzioni e la mia terra, la Maremma, che mi ha permesso di allenarmi e di tornare ai giochi”. “Raggiungere il podio – le ha fatto eco il livornese Aldo Montano – è sempre un’impresa piena di difficoltà, il coronamento di un grande impegno”. /Sim.Spa.

Con il patrocinio di

A.D. ITALO LUPI

LOGO. ALESSANDRO MENDINI

UNIONE EUROPEA

Sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica

Firenze

Giovedì H. 15.00

03.00

Venerdì - Domenica H. 10.00

03.00

Fortezza da Basso 23 26 ottobre 2008 www.festivaldellacreativita.it

Ingresso gratuito

paese ospite d’onore


42

BENESSERE

Ottobre 2008

ABITUDINI. Uno studio dell’Università di Firenze rivela che la dieta mediterranea aiuta a combattere le malattie

Dimmi come mangi e ti dirò quanto “campi” Caterina Gentileschi

recentemente sulla prestigiosa rivista specializzata inglese, il British Medical Journal. Le ricerche prese in considerazione dai ricercatori toscani hanno analizzato le abitudini alimentari e lo stato di salute di più di un milione e mezzo di persone seguite dai 3 ai 18 anni. Tutti gli studi esaminati si basavano su un punteggio numerico, chiamato “punteggio di aderenza”, che serviva a calcolare quanto fedelmente veniva seguita la dieta mediterranea. Dall’analisi dei dati è emerso che coloro che aderivano in maniera rigorosa alla dieta avevano un significativo miglioramento dello stato di salute con una riduzione del 9% della mortalità totale, del 9% della mortalità per cause cardiovascolari, del 13% dell’incidenza di patologie come Parkinson e Alzheimer, e del 6% dell’incidenza o mortalità per tumori. I risultati di questo studio, presentano importanti implicazioni per la salute pubblica, in particolare modo nel ridurre il rischio di morte prematura nella popolazione. Inoltre confermano le raccomandazioni delle correnti linee guida delle più importanti società scientifiche che incoraggiano il profilo dietetico di tipo mediterraneo per la prevenzione delle principali malattie cronico-degenerative. La dieta mediterranea prevede un consumo abbondante di frutta, verdura, carboidrati complessi, olio di oliva, pesce, e meno di carne, insaccati, formaggi e derivati. Insomma, addio panini, salumi e cibi ricchi di grassi saturi e benvenuti pomodori, zucchine e derivati. Nel bel paese è bene continuare a mangiare come si è sempre fatto.

L

a dieta mediterranea. Ce la invidiano nei quattro angoli del globo, ce ne vantiamo quando facciamo viaggi e gite fuori porta sventolandola come un vessillo dell’italianità. Bianco, rosso e verde. Pomodoro, basilico e mozzarella di ottima qualità. Ma gli italiani mangiano ancora come una volta o si sono lasciati condizionare dalle nuove tendenze in fatto di cibo e derivati? Udite, udite sembra che pasti veloci, sandwich e nuove tecnologie abbiano contaminato anche le tavole italiane. Da un recente studio portato avanti da Coldiretti vengono fuori dati poco confortanti. Gli italiani mangiano meno frutta (il cui consumo è diminuito del 2,6%) meno olio d’oliva (calato del 2,8%) meno pane (una flessione del 2,5%) e meno verdure, scese di uno 0,8%. Tutti alimenti indispensabili ad un giusto equilibrio di carboidrati, vitamine, proteine e grassi. Molto più grave se si pensa a quanto una corretta alimentazione influisca sulla salute. Seguire nel modo giusto la dieta mediterranea garantisce una significativa protezione nei confronti della mortalità per qualunque causa e dell’incidenza delle principali patologie cronico-degenerative come quelle del cuore e dei vasi, i tumori, il morbo di Parkinson e quello di Alzheimer. A ribadirlo con argomentazioni scientifiche è una ricerca condotta dagli specialisti dell’Università di Firenze insieme all’azienda ospedaliero-universitaria di Careggi, e pubblicata

LO SHIATSU Una professione seria Lo Shiatsu è una tecnica a mediazione corporea che origina dalla tradizione medico-filosofica cinese e considera l’essere umano come un sistema multifunzionale, che si esprime cioè su più livelli, ognuno dei quali viene considerato esclusivamente in un’ottica energetica, tale per cui ogni manifestazione che l’individuo percepisce di sé, non è altro che l’informazione di una disarmonia energetica sottostante. Detto questo non può non emergere spontaneamente la considerazione che lo Shiatsu è una tecnica che richiede serietà e professionalità, ed è infatti per tale motivo che a livello istituzionale si sta cercando di conferirgli uno status che tuteli sia l’utente che l’operatore. Ma come possiamo immaginare non è facile trovare una collocazione a qualcosa che nasce fuori dalla nostra cultura e che, rivolgendosi alla salute dell’individuo in senso ampio, rischia di essere mal interpretata e sovrapposta alla nostra medicina tradizionale, quando invece parla tutto un altro linguaggio. Ma è anche vero che in trent’anni, anche lo stesso mondo Shiatsu ha partorito delle letture per così dire troppo figlie del nostro pensiero occidentale, alimentando confusione e timori, e purtroppo, mentre se una persona non apprezza un medico ne cerca un altro, nello Shiatsu se una persona non apprezza un Operatore chiude definitivamente con lo Shiatsu. Ma per fortuna siamo andati avanti e molti dubbi si sono chiariti, basti pensare al semplice fatto che la Regione Toscana ha già approvato una legge che riconosce lo Shiatsu, configurandolo come Disciplina Bio Naturale, ed ha riconosciuto la necessaria serietà della formazione stabilendo un iter minimo di tre anni. L’attuazione della legge è ancora in attesa di un regolamentazione propria, ma intanto dei principi sono stati messi. In Italia esistono molte scuole serie, che cercano faticosamente, vista la crisi economica molto profonda del momento, di mantenere inalterata questa antica arte, senza snaturarla cioè per pure esigenze di marketing. E vivendo in una società dove il benessere dell’individuo è legato ancora a doppio filo al denaro, dove cioè il profitto è diventato il modello di riferimento, il rimbalzo di questa crisi sulla popolazione non può che essere di uguale portata, ed è proprio in questo contesto che forse si rende necessario tutto quanto possa aiutare l’uomo a riconettersi con se stesso e ritrovare un sé più ribilanciato verso tutto ciò che è materiale. Lo Shiatsu non ha la pretesa di risolvere questo problema, però forse, visto che è proprio la sua natura quella di aiutare l’individuo a percepire se stesso attraverso il tocco, e di sostenerlo nei propri movimenti energetici, ovvero nei propri bisogni, senza sostituirsi a lui, forse, per sua natura appunto, potrebbe essere proprio uno di quegli strumenti di cui si avverte maggiormente l’utilità in questo momento. Tra le altre, la Scuola IRTE, fondata a Milano nel 1979 dal Dr. Fabio Zagato (Presidente della Federazione Nazionale Scuole Shiatsu ñ www.fnss.it), la si può considerare senza ombra di dubbio una delle scuole più mature, con i suoi trent’anni di insegnamento. E’ presente nel nord Italia con oltre venti insegnanti in altrettante sedi, e da qualche anno anche a Firenze. Tra i suoi punti di forza, oltre all’esperienza didattica, oggetto di continue revisioni ed aggiornamenti, possiamo mettere sicuramente la serietà dedicata alla formazione del proprio corpo insegnanti: per diventare insegnante del primo anno, per esempio, occorre avere un Diploma Triennale ed essere operatore da almeno tre anni, frequentare quindi, come assistente silenzioso un primo anno presso un altro insegnante più anziano, svolgere un altro anno come co-insegnante, e infine frequentare un corso specifico sulla didattica del primo anno. Inoltre la nostra scuola cura con grande attenzione la riconnessione dello studente col proprio corpo e con il proprio mondo emotivo, partendo dal principio che toccando un’altra persona prima di tutto tocchiamo noi stessi, e non è possibile entrare in relazione con un’altra persona, senza creare confusione, se prima non si ha una buona percezione di se stessi.

Per informazioni: • ANDREA MASCARO Insegnante Responsabile della sede di Firenze Tel. 335.6076463 o 055.609981 www.shiatsu-irte.it - barbalallo@hotmail.com • VERONICA DOLFI Istruttore di Propedeutici, Tel. 3470889969 www.shiatsu-veronica.blogspot.com • ANDREA PICCONI Istruttore di Propedeutici, Tel. 347.3745580. • BEATRICE GORI Istruttore di Propedeutici, Tel. 335.5318564.

970019


Il cuore: un motore da controllare Il dott. Claudio Poli – cardiologo presso gli Ambulatori della Misericordia di Firenze – ci parla del muscolo più importante del nostro corpo e di come controllarne l’efficienza grazie anche all’ecocardiografo. In Italia le malattie cardiovascolari rappresentano, ad oggi, la maggior causa di mortalità, quindi la prevenzione diventa fondamentale. Parlando di screening cardiologici cos’è un elettrocardiogramma? E’ un’analisi che monitorizza l’attività elettrica del cuore. Il cuore funziona come una pila che ha un polo positivo e uno negativo. Quando una cellula si contrae inverte la polarità. Se una cellula è in sofferenza, perché le arriva meno sangue (ischemia), il meccanismo elettrico si altera. Questo esame rimane lo strumento più efficace di cui disponiamo per vedere le eventuali alterazioni elettriche del cuore come, ad esempio, in corso di un dolore toracico acuto che potrebbe essere sintomo di un’ischemia miocardia acuta ( angina od infarto), ma potrebbe essere anche un banale dolore intercostale. Cos’è, invece, l’ecocardiografia? In pratica l’ecocardiografo funziona come il sonar di una nave: onde sonore che si propagano in un fluido. Nel nostro caso il liquido non è acqua bensì sangue. Quando l’onda incontra dei corpi solidi (i globuli rossi, le pareti del cuore) ci rimanda un’immagine riflessa e rifratta. In parole povere l’ecocardiografo consente, grazie agli echi che gli ultrasuoni ci rimandano, di capire la forma del corpo che ha incontrato (atri, ventricoli, valvole..) e la velocità e la direzione del flusso sanguigno. Cosa si riesce a vedere del muscolo cardiaco? La sua morfologia (forma) e la sua contrattilità. Dove c’è un infarto (morte di un gruppo di cellule cardiache per mancanza di irrorazione sanguigna) la parte lesionata non si contrae. Dove non arriva il sangue non c’è contrazione. Addirittura dopo un infarto nella parte malata si può crea una smagliatura che talora si estroflette (aneurisma). Un cuore normale si svuota circa al 60%, un cuore scompensato si contrae peggio e non si svuota. Questo fenomeno si chiama diminuzione della funzione di pompa. Un cuore che si svuota solo del 30% è gravemente depresso. Un muscolo cardiaco continuamente sotto sforzo, come accade agli ipertesi, tende a ipertrofizzarsi - un po’ come succede negli atleti – ed a lungo andare questo muscolo “gonfiato” corre il rischio di andare verso lo scompenso.

Cos’è la funzione “Doppler” ? Grazie al fenomeno scoperto dal Dr. Doppler, l’ecocardiografo studia il funzionamento delle valvole cardiache e non solo analizzando il flusso ematico che passa: quello che la macchina colora di rosso si avvicina alla sonda, mentre quello blu si allontana. Possiamo valutarne il come ed il quanto. Ad esempio è possibile scoprire l’insufficienza di una valvola che si chiude ma non tiene, oppure un suo restringimento. La stenosi aortica è la frequente patologia dell’anziano iperteso che mangia bene, mentre la stenosi o l’insufficienza mitralica infantile oramai si riscontrano solo in Africa e nei paesi poveri. Quando – ossia in presenza di quali sintomi – è necessario ricorrere ad un’ecocardiografia? Nei casi di ipertensione, cardiopatia ischemica, casi di affanno non motivato, scompenso cardiaco, in tutte le patologie delle valvole cardiache ed anche in molte patologie polmonari (come la bronchite cronica-enfisema) per valutare il ventricolo destro e l’arteria polmonare. A chi, pur sano, consiglierebbe questa analisi? A chi oltre i 25-30 anni fa sport a certi livelli. I medici sportivi dovrebbero richiederla, oltre alla prova sotto sforzo e all’ECG. Almeno una volta andrebbe fatta, pur godendo di buona salute, perché è un punto di riferimento molto importante. L’ecocardiografo può essere un strumento di monitoraggio nel corso di una cura? Lo è, per esempio, nei casi di ipertensione. Nei soggetti che hanno un cuore ipertrofico, con le pareti ingrandite, questa analisi permette di valutare il funzionamento della cura che mira a rimpicciolire il muscolo cardiaco per riportarlo alle sue normali dimensioni. Quando occorre sottoporsi a ECG e quando ad un ecocardiografia? Non esistono regole precise. In presenza di un dolore strano subito l’ECG, e dopo l’ecocardio; in caso di affanno da sforzo prima l’ecocardio e dopo l’ECG. Sono due esami che si completano.

AMBULATORI DELLA MISERICORDIA DI FIRENZE S.R.L - IMPRESA SOCIALE

Tutti i giorni feriali dalle 8.30 alle ore 19.30 • Il sabato dalle 8.30 alle 12.30 Il servizio infermieristico di iniezioni intramuscolari • si effettua dal lunedì al sabato dalle ore 08.00 alle ore 10.00 PER TUTTE LE SPECIALISTICHE OCCORRE PRENOTARE LA VISITA GLI APPUNTAMENTI VERRANNO DATI PER ILGIORNO RICHIESTO DISPONIBILE IN ORDINE PROGRESSIVO RISPETTO ALL’ORARIO DI INIZIO DELLA SEDUTA

Via del Sansovino n. 172 • FIRENZE

Tel. 848/812221 Agopuntura Dr. Rosa Di Lernia Martedì Allergologia e Immunologia (1) Dr. Francesca Chiarini Lunedì Dr. Stefano Turchini Giovedì Angiologia (2) Dr. Nicolina Cavallaro Lunedì Giovedì Dr. Angela Terreni Venerdì Cardiologia (3) Dr. Claudio Poli Giovedì Dr. Paolo Cecchi Giovedì Dr. Marco Vinci Venerdì Sabato Chirurgia Dr. Riccardo Gattai Martedì Giovedì Chirurgia della mano e della spalla Dr. Enrico Broglia Martedì Dermatologia (4) Dr. Cesare Filippeschi Lunedì Giovedì Dr. Beatrice Magini Lunedì Martedì Dr. Cozza Carmela Martedì Dr. Elena Quercioli Mercoledì Giovedì Venerdì Dr. Laura Fancelli Mercoledì Dr. Alessandra Di Blasi Venerdì Dr. Cristina Lucin Sabato Endocrinologia – Dietologia Dr. Riccardo Mansani Giovedì

Dalle 15.30 alle 17.30 Dalle 15.00 alle 18.00 Dalle 09.00 alle 11.00 Dalle 15.00 alle 17.00 Dalle 15.00 alle 18.00 Dalle 15.00 alle 18.30 Dalle 15.00 alle 17.30 Dalle 16.00 alle 18.30 Dalle 15.00 alle 17.00 Dalle 09.00 alle 11.30 Dalle 13.30 alle 14.30 Dalle 18.00 alle 19.20 Dalle 15.00 alle 17.00 Dalle 14.00 alle 19.10 Dalle 09.30 alle 13.30 Dalle 09.30 alle 12.00 Dalle 15.00 alle 19.00 Dalle 09.00 alle 12.00 Dalle 10.00 alle 13.30 Dalle 15.00 alle 17.30 Dalle 15.00 alle 18.30 Dalle 14.30 alle 17.30 Dalle 09.00 alle 12.00 Dalle 09.00 alle 12.30 Dalle 14.30 alle 17.30

Dr. Sandra Silvestri Gastroenterologia Dr. Ilaria Giangrandi Dr. Ortolani Manuela Geriatria Dr. Polidori Vezio Ginecologia (5) Dr. Palma Berloco

Dr. Filippo Tondi Dr. Laura Giorgi Dr. Marta Papini Dr. Paola Morelli Neurologia Dr. Paola Ragghianti Neurofisiologia (6) Dr. Gagliardo Andrea

Giovedì

Dalle 17.30 alle 19.10

Giovedì Venerdì

Dalle 17.30 alle 19.30 Dalle 15.30 alle 17.40

Per appuntamento Lunedì Mercoledì Giovedì Venerdì Martedì Lunedì Sabato Mercoledì Venerdì

Dalle 15.00 alle 19.00 Dalle 15.00 alle 19.00 Dalle 09.00 alle 13.00 Dalle 15.00 alle 19.00 Dalle 16.00 alle 19.30 Dalle 09.00 alle 12.00 Dalle 09.00 alle 12.30 Dalle 08.30 alle 13.00 Dalle 09.30 alle 11.30

Mercoledì

Dalle 08.30 alle 10.00

Martedì Giovedì

Dalle 17.00 alle 19.00 Dalle 17.30 alle 19.00

Oculistica (7) Dr. M. Antonietta De Giovanni Lunedì Mercoledì Sabato Dr. Saverio Matteini Lunedì Giovedì Dr. Dario Di Salvo Martedì Dr. Marco Ciaramelli Mercoledì Dr. Giacomo Bacci Mercoledì Dr. Riccardo Paoletti Perini Giovedì Dr. Maria Gabriella Rossi Martedì Venerdì

DIRETTORE SANITARIO: DR. ALESSANDRO PAOLI ORARIO DI APERTURA:

Dalle 15.00 alle 19.00 Dalle 15.30 alle 19.00 Dalle 08.30 alle 12.00 Dalle 09.00 alle 11.30 Dalle 09.00 alle 11.30 Dalle 17.00 alle 19.00 Dalle 09.30 alle 12.00 Dalle 12.30 alle 14.30 Dalle 17.30 alle 18.40 Dalle 09.30 alle 12.30 Dalle 13.30 alle 17.00

Ortopedia Dr. Filippo Poccianti Dr. Daniele Lazzara Dr. Enrico Broglia Dr. Roberto Virgili Dr. Francesco Menotti Otorinolaringoiatria Dr. Pontone Filippo Dr Alonzo Attilio

Dr. Faleg Fausto Dr. Traversi Luciano Dr. Ferriero Gennaro

Pneumologia Dr. Laura Tinacci Psicologia Dr. Ana Maria Donanovoa Dr. Maria Novelli Cappelli

Dr. Palma Alessandra

Reumatologia Dr. Maria Letizia Conforti Urologia

Lunedì Martedì Giovedì Martedì Venerdì Venerdì

Dalle 08.30 alle 10.00 Dalle 17.30 alle 19.00 Dalle 09.30 alle 11.30 Dalle 15.00 alle 17.00 Dalle 16.30 alle 18.30 Dalle 17.30 alle 19.30

Lunedì Martedì Lunedì Giovedì Venerdì Martedì Mercoledì Mercoledì Venerdì Sabato

Dalle 17.00 alle 18.30 Dalle 10.00 alle 10.50 Dalle 11.30 alle 13.00 Dalle 9.00 alle 10.00 Dalle 14.30 alle 16.00 Dalle 09.00 alle 10.00 Dalle 17.30 alle 19.00 Dalle 08.30 alle 09.30 Dalle 17.30 alle 19.10 Dalle 17.00 alle 18.30 Dalle 10.00 alle 11.30

Mercoledì

Dalle 15.00 alle 18.00

Mercoledì Giovedì Martedì Mercoledì Giovedì Lunedì Mercoledì Giovedì

Dalle 17.00 alle 19.15 Dalle 08.30 alle 10.30 Dalle 09.30 alle 14.30 Dalle 11.00 alle 13.00 Dalle 13.30 alle 17.30 Dalle 09.30 alle 13.30 Dalle 15.00 alle 17.30 Dalle 09.30 alle 14.30

Mercoledì

Dalle 11.00 alle 14.00

Dr. Angelo Zucchi Lunedì Dr. Alessandro Della Melina Giovedì Terapia delle cefalee infantili Dr. Cinzia Scalas Mart-Ven Ecografia (8) (anche convenzione) Dr. Scrocca Marco Martedì Dr. Giovanni Branco Giovedì

Dalle 16.30 alle 18.30 Dalle 16.15 alle 17.15 Dalle 16.00 alle 19.00 Dalle 08.00 alle 14.00 Dalle 08.00 alle 12.00

PRESTAZIONI IN CONVENZIONE: Ecografie: addome superiore, inferiore e completo, transvaginale, transrettale, tiroide, capo e collo. Dr. Marco Scrocca martedì 08.00 - 13.30 Dr. Giovanni Branco giovedì 08.00 - 12.30 Cardiologia: visita cardiologica, elettrocardiogramma, ecocardiogramma. Dr. Paolo Cecchi giovedì 15.00-17.00 1) Allergologia: prove cutanee – patch test – vaccini • (2) Angiologia: ecocolordoppler: carotideo vertebrale; arterioso e venoso arti inferiori; aorta addominale; arterie renali • (3) Cardiologia: Elettrocardiogramma – Ecocardiogramma - Ecodoppler cardiaco - Holter Cardiaco e pressorio – E.C.G. sotto sforzo (cicloergometro) • (4) Dermatologia: Diatermocoagulazione - Laser dermatologico - Esame micologico • (5) Ginecologia e Ostetricia: Colposcopia – Eco transvaginale – Eco pelvica transaddominale – Ecografia per test di screening I trimestre (I test) - Ecografia ostetrica di screening (I-II-III trim.) • (6) Neurofisiopatologia: Elettromiografia • (7) Oculistica: Campimetria • (8) Ecografie: Addome: superiore, inferiore e completo*; pelvica*; osteo-articolare; capo e collo*; tiroidea*; paratiroidi e ghiandole salivari; tegumenti e parti superficiali; testicolare; transrettale*; mammaria; transvaginale*; in gravidanza • * anche in convenzione • Si prega di segnalare all’operatore la necessità di eventuali esami diagnostici al momento della prenotazione


44

LETTERE

Ottobre 2008

ARTICOLI RIFORMA GELMINI E PRESIDENTE DELLA PROVINCIA. UN LETTORE CHIEDE DELUCIDAZIONI Su Reporter n. 40 dell’8 settembre ho visto degli articoli su cui vorrei dei chiarimenti. Pagina 18: “La riforma Gelmini non convince. Firenze boccia il maestro unico”, anche se nell’articolo c’è una breve citazione dei favorevoli a questa riforma nel resto dell’articolo, ma soprattutto il messaggio del titolo, vuole dare l’ordine che il pensiero di Veltroni/PD è quello giusto, ma poi tutta Firenze non è convinta di questo provvedimento e lo boccia decisamente? Quindi tutta Firenze risponde convinta e compatta agli ordini di Veltroni; questo messaggio ha un effetto convincente su chi di sinistra per motivi non ideologici si sente d’accordo di far insegnare ad un maestro solo: guarda che sei solo tutti sono contrari, rimarrai isolato ed additato al ludibrio del popolo di sinistra! Questo è un messaggio ai militanti su come debbono pensarla, ma soprattutto non democratico. Pagina 20 “Renzi, un libro per raccontarsi”, questo spazio pubblicitario non classificato come tale, è Renzi pagato o Reporter paga Renzi? Perché fare pubblicità ad un politico e non ad una tesi interessante di qualche studente sconosciuto? Ho esperienza di un comportamento non democratico e di non ascolto dei cittadini da parte del presidente Renzi, perché non viene pubblicizzato anche questo? Come si vede la linea editoriale di questo giornale, sostenuto dai soldi di tutti i cittadini, anche quelli che sono convinti della decisione della Gelmini e di quelli danneggiati da Renzi, segue scrupolosamente le decisioni di Veltroni, non avendo la minima sensibilità democratica, in senso reale non come effige di nominativo di partito o temine abusato nei programmi elettorali. Ringrazio per la risposta, cordiali saluti. Lettera firmata Gentile lettore, come molte volte abbiamo scritto, noi rispettiamo tutte le opinioni, anche quelle che evidenziano dure critiche nei nostri confronti. Questo però non significa che le condividiamo. Non pensiamo di essere dei campioni di imparzialità del giornalismo nostrano. Siamo una piccola realtà, una redazione giovane, che cerca di fare il suo lavoro con dignità. Tutto qua. La nostra bussola è chiara: rispetto per tutte le opinioni ma anche il diritto di dire la nostra. Per esempio è opinione di questo giornale che la riforma Gelmini, soprattutto in riferimento al maestro unico, vada nella direzione sbagliata. Anche perché, come più volte ha detto il ministro, l’obiettivo di fondo è quello di risparmiare. Ma secondo noi sono altre le voci di spesa da tagliare: ridurre gli investimenti sulla formazione significa non investire sul più grande patrimonio che abbiamo, le nuove generazioni. E credo sia una cronaca abbastanza realistica quella che descrive, almeno a Firenze, una grande maggioranza di contrari. Mi resta più difficile capire perché lei definisce questo giornale “sostenuto dai soldi di tutti i cittadini”. Il reporter è finanziato esclusivamente dalla pubblicità. Non ha nessun altra forma di finanziamento, né diretto né indiretto. È vero che, come tutti i mezzi di informazione, una parte degli inserzionisti è di natura pubblica ( e questo vale per tutti i giornali, di qualunque orientamento) ma basta sfogliarlo per capire che questi comunque sono, per altro, soltanto una parte molto minoritaria della raccolta pubblicitaria mensile. Crediamo invece che il libro della Presidente della Provincia, che nei giorni scorsi aveva quasi 1500 persone stipate al Palazzo dei Congressi per ascoltarlo, interessi almeno quanto “una tesi interessante di qualche studente sconosciuto”. Credo che nel nostro giornale gli spazi per gli illustri sconosciuti non siano mai mancati, ma questa nostra scelta, come ogni altra, può essere tranquillamente discussa. Marco Agnoletti QUARTIERE 1, LE DISCOTECHE IMPEDISCONO AI CITTADINI DI DORMIRE “SONNI TRANQUILLI” Attraverso la lettura della copia de “Il Reporter” che con regolarità mi viene recapitata, cerco di tenermi aggiornata sui problemi della città e in particolare del quartiere nel quale risiedo. Per questo motivo vorrei sottoporre alla vostra attenzione un problema che affligge il Quartiere 1: il rumore proveniente dalla zona delle Cascine, provocato dalla musica, riprodotta ad alto volume, dalle discoteche presenti in quella zona (in particolare, per quanto mi riguarda, la discoteca Central Park), le quali, come noto, durante il periodo estivo, svolgono la loro attività ricreativa in aree all’aperto. Io abito in via Ponte alle Mosse e la mia casa, situata al terzo

piano di una palazzina, si affaccia sull’area ex Rfi dietro la Stazione Leopolda; in estate, a causa del caldo, sono costretta a dormire con le finestre aperte e Vi assicuro che la musica proveniente dal Central Park è udibile ad un volume tale che risulta davvero difficile prendere sonno e dormire con una certa continuità durante la notte. Ormai esasperata dalla situazione, in data 8 settembre u.s. ho contattato telefonicamente l’Ufficio Ambiente del Comune di Firenze (in realtà è stato il mio ragazzo, più bravo e paziente di me nei rapporti con la Pubblica Amministrazione, a chiamare). Molto cortesemente ci sono state date le seguenti informazioni: riguardo alle Cascine il Comune di Firenze ha commissionato all’Arpat un monitoraggio per rilevare le criticità di tutta la zona, il cui risultato sarebbe stato noto a breve; ci sono stati numerosi esposti da parte di residenti della zona che lamentano il problema, aggravatosi negli ultimi anni a causa di nuovi insediamenti abitativi (l’area dietro la Stazione Leopolda è stata oggetto di un’imponente opera di riqualificazione con realizzazione di un albergo e di numerose unità residenziali); a causa del rumore prodotto i gestori della discoteca Central Park, ai quali è già stata comminata una sanzione pecuniaria relativa a un non meglio precisato procedimento penale, hanno recentemente ricevuto una diffida da parte del Comune di Firenze; il problema ha un risvolto di natura politica, poiché tutti i locali presenti alle Cascine (Central Park, Le Pavoniere, Meccanò) occupano delle aree di proprietà del Comune per le quali pagano regolarmente un canone d’affitto. Ho desistito dall’inviare un esposto, sia perché il problema è già noto all’Amministrazione e non farei altro che aggiungermi ai numerosi residenti che hanno sollevato il problema prima di me, sia perché ormai la stagione estiva volge al termine e con essa, si spera, anche la musica all’aperto. Io non sono una fanatica della guerra alle discoteche, anch’io anni addietro le ho frequentate, vorrei solo che fosse tutelato il mio diritto a potermi coricare senza musica nelle orecchie, dopo una giornata di lavoro e nonostante il caldo estivo che già di per sé costituisce un ostacolo al riposo notturno. Con rammarico devo constatare che nonostante i provvedimenti che mi è stato detto essere in corso per la risoluzione del problema, la lentezza dei procedimenti giuridici e amministrativi ha permesso che nell’estate appena conclusa la quiete notturna di centinaia di cittadini venisse continuamente turbata. Non mi resta che sperare che entro la prossima estate l’Amministrazione trovi una soluzione efficace, nel rispetto della civile convivenza dei residenti interessati, qualunque sia la composizione della Giunta Comunale. Cordialmente saluto VIZI E VIRTÙ DELLE SOCIETÀ CALCISTICHE. UNA MAMMA PREOCCUPATA RACCONTA Salve, ho letto sul vostro mensile che state facendo un reportage sulle società calcistiche fiorentine. A questo proposito vorrei far presente un problema che vivono diversi ragazzi e le loro famiglie. Molte società, una volta che un ragazzo ha finito la scuola calcio a circa 14 anni, chiedono alle famiglie di firmare un contratto fino alla maggiore età del calciatore. Grazie a questo contratto il ragazzo sarà vincolato per quattro anni e potrà cambiare società solo con il nullaosta di quella a cui appartiene. Il diritto di proprietà della società è più che legittimo ma guardando la cosa dal punto di vista umano non e’ detto che se un ragazzo si trova bene in un ambiente le cose non possano cambiare nel corso di quel periodo così delicato che è l’adolescenza. Mio figlio, vincolato con la società Asd Dlf, con la quale si è trovato bene per anni, ha manifestato la volontà di passare ad una squadra vicina semplicemente per il fatto che non si trova più a suo agio con i ragazzi che giocano nel Dlf. Nessuna ambizione quindi legata a risultati, gironi o ruolo in campo. Solo un discorso di amicizia che lo lega ad alcuni ragazzi della nuova società. L’Asd Dlf gli nega lo svincolo, che pure ci aveva promesso con grandi assicurazioni al momento della firma, e può darsi che abbia i suoi buoni motivi. Il risultato però è che mio figlio sta pensando di smettere di giocare a calcio. Un vero peccato. Con la presente quindi vorrei innanzitutto sconsigliare vivamente ai genitori di firmare contratti che vadano oltre l’anno ed inoltre vorrei pregarvi di non parlare solo di strutture sportive e di campionati nel vostro reportage, ma anche di ambiente umano. Grazie e complimenti, Silvia Cappelli MARCIAPIEDI DISSESTATI, PERICOLO E DISAGIO

PROF. PIERALDO INAUDI Ostetrico-Ginecologo Medicina della riproduzione via L. il Magnifico, 64 - Fi tel. fax 055 4633294 Hai mestruazioni dolorose ? Il dolore è un sintomo importante, non sottovalutarlo

PROF. PIERALDO INAUDI Ostetrico e Ginecologo (Università di Siena), Dottore in Medicina della Riproduzione (Università di Losanna), Docente presso l’Università di Siena, da oltre 20 anni si occupa di infertilità, dalla diagnosi, utilizzando le tecniche più aggiornate e meno invasive, alla terapia medica, chirurgica endoscopica e di procreazione assistita (FIVET, ICSI, MESA). Nel corso della sua attività ha strutturato diversi centri per la fecondazione assistita, tra cui il centro Sterilità dell’Università di Siena, del quale è stato il responsabile per oltre dieci anni. Attualmente Direttore Medico del Centro Siena Fertility, fa parte di organizzazioni scientifiche nazionali ed internazionali e partecipa ad importanti congressi che gli consentono di proporre alle coppie che si rivolgono a lui tecniche sempre più aggiornate e meno invasive.

TRA GLI ABITANTI DI VIA ABRUZZI Egregio direttore, Ricevo a casa regolarmente il vostro periodico di informazione. Mi permetto di scriverle a titolo personale per una questione abbastanza importante per la sicurezza dei residenti della mia zona. Io risiedo in via Abruzzi, nella zona di via Pistoiese e purtroppo da tantissimi anni non sono stati effettuati lavori di manutenzione nei marciapiedi di via Abruzzi e via Calabria, i suddetti si sono addirittura sbriciolati creando serie difficoltà ai residenti i quali camminano sul ciglio della strada tra le auto parcheggiate per evitare serie cadute come già è successo ad alcune persone. Ho sollecitato più volte il Comune di Firenze e la polizia municipale del distaccamento di via Dei ma purtroppo senza risultati; l’unica cosa che è stata fatta in questi giorni è quella di aver posizionato cartelli su tutti i marciapiedi con la scritta “marciapiedi dissestati” e che senz’altro rimarranno per diversi anni senza riuscire a risolvere la questione: il Comune di Firenze con questo sistema crede di sollevarsi dalle proprie responsabilità. Tutto questo è solamente un’indecenza dolorosa per coloro (prevalentemente persone anziane) costrette a “scendere dai marciapiedi per essere piu’ sicuri di non farsi male” Bruno Siracusa IL GRETO DEL MUGNONE ASPETTA DI ESSERE SISTEMATO Sono un cittadino del Comune di Fiesole (Caldine). Sull’ ultimo numero di Reporter leggo che nella valle del Mugnone ci saranno numerosi interventi, non si fa menzione minimamente al problema del greto del Mugnone, ormai ridotto ad una boscaglia e dove non viene fatta la periodica manutenzione sul greto e sulle sponde (con gravi conseguenze in caso di alluvioni); Come mai questo torrente viene così dimenticato? Inoltre, a noi cittadini interessava sapere quando verrà asfaltata e illuminata la strada che, dal Ponte del Bersaglio va fino al nuovo Centro Civico. Grazie Busnelli Agostino GRANDUCATO DI TOSCANA, PRECISAZIONI STORICHE Spettabile redazione, sul vostro giornale ho letto con attenzione l’articolo sui cappelli di paglia di Firenze a firma Sara Ghilardi. Insieme con alcune notizie interessanti, sebbene un po’ troppo telegrafiche, di cui non voglio dar colpa all’autrice perché, si sa, lo spazio sui giornali è tiranno come lo è il tempo in tv, altrimenti addio alla pubblicità che tutti ci nutre, ho letto un sopratitolo (non so se in gergo giornalistico si dice così) che è uno sfondone: “Il copricapo fu inventato nel granducato alla fine dell’Ottocento per ripararsi dal sole”. Ora a parte l’improprietà dell’uso del verbo inventare, perché un copricapo non lo si inventa come una lampadina elettrica, tutt’al più lo si comincia ad usare, se ne diffonde l’uso, è storicamente inconfutabile che il Granducato di Toscana alla fine dell’Ottocento non esisteva più, essendo il granduca Leopoldo II di Lorena fuggito, più che cacciato, da Firenze dal 27 di aprile del 1859, data tramandata a futura memoria dei Fiorentini dall’omonima via che congiunge via degli Arazzieri con piazza dell’Indipendenza. E’ noto altresì che proprio il medesimo granduca amasse girare per le terre del proprio Stato, che gestì a detta degli storici, come una grande fattoria, riparandosi dalla calura estiva e dal sole con un

bel cappello di paglia. Il che fa supporre che l’uso del copricapo vada arretrato di almeno mezzo secolo rispetto all’enunciato dell’articolo. Sicuramente a fine Ottocento era in piena moda tanto che i miei nonni, anche se molto giovani, lo portavano con sussiego. Cinquanta anni, o forse sessanta di sfasatura non sono nulla in confronto all’eternità, ma sono abbastanza in una pagina che ha proprio per “cappello” la parola “cultura” in maiuscole capitali. Scusate l’intrusione, ma forse un minimo di attenzione in più alla storia non guasterebbe. VIA SEGNI E VIALE MAZZINI, PASSAGGIO DIFFICOLTOSO Sulla strada interna, parallela a Viale Gramsci, tra il parcheggio di via Segni e quello di Viale Mazzini ci sono tante strisce per il parcheggio dei motorini. Il loro numero è decisamente eccessivo, ma non è questo il problema; il problema è che con un’auto parcheggiata un po’ sporgente e un motorino regolarmente parcheggiato, il transito di un’altra auto viene impedito. Poco male per le auto, ma è già capitato che un’ambulanza non riuscisse a passare. Ho segnalato l’inconveniente ad almeno cinque vigili (di quelli prodighi nel fare le multe per divieto di sosta), ma senza alcun risultato. Giovanna Cuttin IPPOCASTANO SECOLARE: È MORTO MA NESSUNO SEMBRA ESSERSENE RESO CONTO Mi è passato per le mani un numero del vostro Reporter dove si esaltano i vari giardini di Firenze. D’accordo su Boboli o altri noti luoghi, ma la descrizione del Giardino dell’Orticoltura è veramente falso e fazioso. Il giardino versa in pessime condizioni, con escrementi di cani ovunque, con erba bruciacchiata e, soprattutto, fra gli alberi enumerati da voi, dovreste sapere che l’ippocastano sito adiacente alla nuova (orribile) biblioteca, è morto, nonostante sia considerato dall’Assessorato ai Giardini come monumento nazionale, essendo del 1700. Sono proprio confinante con questo ex magnifico esemplare e non ho visto nessuno darsi da fare per sapere perchè è stato fatto morire. Guarda caso, tutti se ne sono accorti, meno voi. Riscontro inoltre sempre più articoli non interessanti e soprattutto tutti di un certo tipo di impostazione. Vorrei una spiegazione a tutto questo, Grazie Cristiana Bargellini

Inviaci le tue lettere a

scrivimi@ilreporter.it Lettere e segnalazioni: tutto su www.ilreporter.it Lettere, segnalazioni, proposte, ma anche veri e propri articoli scritti dai lettori. Tutto questo ed altro ancora sul portale www.ilreporter.it. Tutte le lettere che non trovano spazio in queste pagine saranno pubblicate sul sito. E poi spazio ai commenti e alle vostre opinioni

AUGURI DELLA REDAZIONE PER LA RICORRENZA DELLE NOZZE DI DIAMANTE DI NARA GOZZINI E VINICIO BRAMANTI, ENTRAMBI 85ENNI, LEI EX ARTIGIANA, LUI EX CONTABILE DI UNA MULTINAZIONALE FARMACEUTICA AMERICANA. A SETTEMBRE 2008 HANNO FESTEGGIATO I 60 ANNI DI MATRIMONIO, IN COMPAGNIA DEI FIGLI ORNELLA E STEFANO E DEI NIPOTI LORENZO E GUIDO

LA SINDROME DELL’OVAIO POLICISTICO (PCOS) è un disordine ormonale e metabolico che interessa circa il 15% delle donne in età fertile. Donne con PCOS possono avere cicli mestruali irregolari, aumento dei peli, del peso, acne e problemi di infertilità. Ma anche un aumento di aborti spontanei, di rischio di diabete di tipo 2 e di problemi cardiovascolari. Molte hanno ovaie aumentate di volume con diverse piccole cisti, visibili all’ecografia. Per fare una diagnosi è necessaria una visita, una ecografia ed esami del sangue. Le donne con PCOS sono spesso sovrappeso. Dieta ed esercizio fisico provocano perdita di peso, migliorando la frequenza dell’ovulazione e la fertilità, abbassando il rischio di diabete e il livello di androgeni che sono prodotti in eccesso nella PCOS. Non sempre la riduzione del peso avviene con facilità anche mangiando poco; ciò è frequentemente dovuto ad una resistenza alla azione dell’insulina con difficoltà a

bruciare gli zuccheri. Il trattamento con farmaci che aumentano la sensibilità all’insulina, può portare ad un’ovulazione più regolare. Alcune donne sono principalmente interessate alla loro fertilità, altre invece sono più interessate a regolarizzare il loro ciclo mestruale, a ridurre i peli e l’acne. In ogni caso la PCOS deve essere curata per i problemi di salute che possono verificarsi nel tempo. Se la fertilità è l’obiettivo immediato, un’ovulazione può essere spesso indotta con farmaci per via orale. Se la fertilità non è l’obiettivo immediato, le terapie ormonali sono solitamente efficaci per correggere temporaneamente il problema legato alla PCOS. La pillola anticoncezionale viene prescritta di solito per ridurre l’effetto degli androgeni regolarizzando le mestruazioni ed evitando al tempo stesso la gravidanza. In caso di stimolazione dell’ovulazione (anche nella fecondazione in vitro) grande attenzione deve essere posta alle dosi di

farmaci che devono essere le più basse possibili data la elevata sensibilità delle ovaie ai farmaci stessi. GLI ESAMI CHE POSSONO ESSERE ESEGUITI IN UNA SOLA SEDUTA SONO I SEGUENTI: Per la donna: • visita ginecologica • monitoraggio dell’ovulazione • ecografia transvaginale e addominale • pap-test (Striscio) tampone cervicale e vaginale • esami del sangue ormonali ed ematochimici • isteroscopia • esame ecografico per la pervietà delle tube Per l’uomo: • visita andrologica • ecografia con ev doppler • tampone uretrale • spermiocoltura con antibiogramma • spermiogramma con capacitazione.

CHIAMA IL PROFESSORE X UNA CONSULENZA TELEFONICA GRATUITA O CONTATTALO SU INAUDI1@INTERFREE.IT

958613


ANNUNCI IMMOBILARI

45

Ottobre 2008

un aiuto prezioso a casa tua le migliori offerte immobiliari: residenziali, commerciali, stagionali FIRENZE A CAMPO MARTE In piccolo condominio con ingresso indipendente stile toscano ingresso soggiorno con angolo cottura camera metrimoniale servizio posti auto di proprietà termosingolo  190.000 055 0515231 BACCIO DA MONTELUPO interno monolocale di nuova costruzione composto da ampia zona giorno zona notte servizio ottimo investimento consegna marzo 2009 145.000 rif.ra1/7 Dimensione Immobiliare Group 055 250000 COVERCIANO appartamento completamente ristrutturato 2 ampi vani con bagno finestrato, 2 balconi, piano ultimo (ascensore) con vista colline fiorentine.  245.000 trattabili. Rif. A211 Ipi Intermediazione Fi055 5537142 - 055 5537135 renze GALLUZZO nel verde e tranquillo appartamento nuovo in piccola palazzina. Soggiorno, camera matrimoniale, cucinotto, servizio, ripostiglio. Finiture eccezionali. Cantina e possibilità’ garage. Richiesta  270.000. Rif. A207 Ipi Intermediazione Fi055 5537142 - 055 5537135 renze GRASSINA appartamento al primo piano ed ultimo composto da ingresso, soggiorno con angolo cottura, 1 matrimoniale, servizio, oltre due balconi e ampia terrazza abitabile, e garage. Ottime condizioni, termosingolo, climatizzatore, zona tranquilla richiesta 260.000 rif.r1/214 - il peruzzi immobiliare foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8459533 NAVE A ROVEZZANO bilocale in palazzina trifamiliare recentemente ristrutturato  165.000 055 630656 - 055 631781 NOVOLI in interno silenzioso appartamento con ingresso indipendente completamente e finemente ristrutturato composto da zona pranzo con angolo cottura, soggiorno in soppalco abitabile, camera, servizio oltre resede. Rif.ra2/120 180.000 Dimensione Immobiliare Group 055 250000 PIAZZA DEI CIOMPI vendesi monolocale con bagno perfettamente ristrutturato con destinazione ufficio  125.000 055 630656 - 055 631781 PIAZZA TASSO Monolocale Primo Ultimo piano senza ascensore completamente ristrutturato termosingolo climatizzato accatastato c3 c...come casa  100.000 trattabili 333 6470467 - 393 9958454 PORTA ROMANA Monolocale Ristrutturato Piano secondo senza ascensore accatastato civile abitazione c...come casa  130.000 333 6470467 - 393 9958454 trattabili PUCCINI Ampio bilocale di 60 mq, ingresso, soggiorno, cucinotto, camera matrimoniale oltre servizio. Da rimodernare. 055 689051 Rif. H690.  180.000

948600

PUCCINOTTI ampio bilocale finemente ristrutturato composto da soggiorno con cottura camera matrimoniale servizio ampio giardino termosingolo  219.000 055 0515231

SCANDICCI piazza del mercato delizioso bilocale finemente ristrutturato composto da ingresso-soggiorno con zona pranzo e cottura, camera matrimoniale, bagno. ottimo investimento. RIF.RA2/59 EURO 180.000 TRATTABILI

 055 250.000 TORNABUONI pressi disponiamo di bilocale mq. 50 ristrutturato e pari al nuovo. Delizioso, ottimo anche per investimento. Rif. A206 Ipi Intermediazione Firenze 055 5537142 - 055 5537135

VALDISIEVE DICOMANO direttamente dal costruttore immersi nel verde, 2 vani piano terra mq 53, ingresso indipendente, giardino, box auto, ottime finiture predisposizione aria condizionata e allarme,  132.000,00 055 8397307 - 335 8058088

FIGLINE VALDARNO Appartamento Al Piano terreno restaurato bellissimo bilocale mq 38 ampia cucina soggiorno, una camera bagno,vero gioiellino, piccolo condominio restaurato ottime rifiniture bella posizone rif 00111  115.000 055 959151 MONTEVARCHI (moncioni), vano con angolo cottura e soppalco uso camera, + esterno altro vano con bagno, + cantina, ideale per pied-a-terre o 2º casa, 53.000 interamente pagabili con rate di mutuo da 310,00 mensili. 055 940882

3 VANI FIRENZE ANTELLA collinare immerso nel verde, contesto tranquillo e silenzioso porzione di casa colonica terratetto ingresso indipendente, composto da: ingresso/soggiorno, cucinotto, 1 ripostiglio, 1.p camera matrimoniale, possibilita’ 2 cameretta, 1 servizio, ripostiglio, rifinita con cotto e parquet, richiesta 335.000 rif.r1/206 - il peruzzi immobiliare foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008 B.RIPOLI/ Grassina,perfette condizioni,angolo cottura/soggiorno, 2 camere, bagno con finestra, ripostiglio, grande loggiato abitabile e cantina; affacci nel verde,possibilità garage  280.000 335 7678437 BACCIO DA MONTELUPO interno nuova realizzazione appartamento composto da grande zona giorno camera servizio soppalco di mq. 15 e resede esterno ottime finiture consegna marzo 2009 195.000 rif.ra3/12 Dimensione Immobiliare Group 055 250000 BAGNO A RIPOLI (san donato) appartamento in piccolo condominio composto da ingresso, ampia cucina con camino, soggiorno, camera matrimoniale, servizio, ripostiglio, soffitta di proprietà, parzialmente arredato, possibilità seconda camera, ristrutturato con travi a vista e cotto, termosingolo richiesta 225.000 rif.r1/71 - il peruzzi immobiliare foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008 BAGNO A RIPOLI paese vendesi nuda proprietà delizioso appartamento di mq 70 oltre 2 terrazze bagno garage cantina silenzioso e luminoso  285.000 055 630656 - 055 631781 BELLARIVA in nuova costruzione, ultima disponibilità, ampio appartamento su due livelli, soggiorno con angolo cottura, ripostiglio e servizio; al piano superiore una camera e ripostiglio, materiali di alta qualità rif. G217  270.000 055 689051 BELLARIVA in strada tranquilla e bel palazzo ottimo 3 vani completamente ristrutturato con materiali di pregio. Soggiorno con angolo cottura, camera matrimoniale, camera singola, bagno, ripostiglio, 2 balconi. Piano alto con ascensore.  285.000. Rif. A302 Ipi Intermediazione Firenze 055 5537142 - 055 5537135 BORGO PINTI Palazzina Storica Signorile appartamento 76mq circa piano attico panoramicissimo ristrutturazione di pregio con insonorizzazione climatizzazione filodiffusione ingresso sala cucina camera camerina bagno ripostiglio terrazzo panoramico abitabile rif.95 c...come casa a partire da  380.000 333 6470467 - 393 9958454 BROZZI Interno tranquillo in bifamiliare appartamento in fase di ristrutturazione ingresso indipendente soggiorno angolo cottura camera camerina bagno con finestra resede esclusivo posto auto privato ristrutturazione risparmio energetico travi a vista possibilità vendita a grezzo c...come casa a partire da  240.000 333 6470467 - 393 9958454 COVERCIANO bella zona residenziale ampio appartamento di tre vani composto da: ingresso, soggiorno, cucina abitabile, camera da letto, bagno, ripostiglio. Due balconi; termosingolo e ascensore. garage. rif.320  290.000 055 686523 - 320 1557482 COVERCIANO ottimo 3 vani completamente ristrutturato ampio ingresso soggiorno cucina camera servizio ripostiglio balcone possibilità acquisto garage  270.000,00 rif. 342 / 72 beninvest agenzia 1 www.beninvest.it 055 5520999 EUROPA BANDINO in bella posizione ultimo piano (secondo) di bella palazzina. Due ampi vani. Cucinotto arredato; mansardina. Balcone; cantina. Termosingolo e aria condizionata. Rifinitissimo. Facilità parcheggio. Rif. 311  255.000 055 686523 - 320 1557482

FIRENZE SUD Sorgane appartamento al 3º piano senza ascensore con ingresso sala cucina camera ripostiglio bagno balcone cantina e piccolo posto auto antistante la cantina assegnato  280.000 055 630656 - 055 631781 GAVINANA (traversa via datini) ampio 3 vani 75 mq, ottime condizioni, composta da: ingresso, cucina abitabile, soggiorno, 1 matrimoniale, 1 servizio finestrato, possibilità seconda camera, termosingolo, opere condominiali recentemente rifatte, piano primo libero subito, richiesta 285.000 rif.r1/165 - il peruzzi immobiliare foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008 PERETOLA piccola palazzina caratteristico appartamento completamente ristrutturato composto da ampio soggiorno con zona cottura, due camere, servizio, ripostiglio. Rif.ra3/63 215.000 tratt. Dimensione Immobiliare Group 055 250000

SCANDICCI splendido attichino zona centrale composto da ingresso cucina 2 camere ripostiglio servizio veranda terrazza mq. 100 EURO 255.000 TRATT. RIF.RA3/114

948602

 055 250.000 SCANDICCI pressi appartamento completamente ristrutturato composto da ingresso ampio soggiorno cottura camera matrimoniale camera singola servizio ripostiglio 215.000 rif.ra3/27 Dimensione Immobiliare Group 055 250000

SESTO COLONNATA in piccola palazzina tranquillo ristrutturato ingresso soggiorno cucina camera servizio 3 ripostigli EURO 280.000,00 RIF. 326 / 72 BENINVEST AGENZIA 1 www.beninvest.it

PIAZZA SAN JACOPINO in piccola palazzina 3 vani ottimo stato ampio soggiorno cucina camera servizio ripostiglio balcone termosingolo EURO 250.000,00 RIF. 328 / 72 www.beninvest.it BENINVEST AGENZIA 1

915872

915873

 055 5520999 PISTOIESE interno appartamento in ottime condizioni con vista panoramica composto da ingresso soggiorno cucina camera ed ampio terrazzo di mq. 25. Il termo è singolo rif. L2144 www.casasi.it  260.000 055 355752 PONTE A GREVE appartamento ristrutturato 65 mq. Composto da ingresso ampio cucinotto tinello con soggiorno camera bagno e termosingolo rif. L2142 www.casasi.it  230.000 055 355752

948601

VALDARNO

1-2 VANI

PUCCINI interno appartamento di nuova realizzazione composto da ingresso soggiorno zona cottura camera matrimoniale camerina servizio terrazza abitabile di circa mq. 20 possibilità acquisto garage. RIF.RA3/57

 055 250.000 S.FREDIANO Appartamento 50mq Circa in palazzina storica secondo piano panoramico ingresso soggiorno cucinotto camera bagno finestrato da ristrutturare rif.96 c...come casa  190.000 333 6470467 - 393 9958454

 055 5520999

VIA S.QUIRICO Appartamento In Ristrutturazione ingresso soggiorno angolo cottura camera camerina bagno terrazza possibilita’ personalizzazioni  250.000 trattabili 333 6470467 - 393 9958454

VALDISIEVE DICOMANO Direttamente dal costruttore nel verde 3 vani piano terra, 2 camere, soggiorno-angolo cottura, bagno, giardino, ingresso indipendente, box auto, predisposizione aria condizionata e allarme,  166.000,00 055 8397307 - 335 8058088

VALDARNO CAVRIGLIA Meleto, ristrutturato,piano terreno, ingresso, cucina, 2 camere, bagno, ripostiglio, 100.000 interamente pagabili con rate di mutuo da 600,00 mensili. 055 940882 FIGLINE VALDARNO Appartamento Vani Tre piano terzo con ascensore soggiorno con angolo cottura due servizi due camere, terrazzo e garage rif 00355  165.000 055 959151 FIGLINE VALDARNO Appartamento Al Piano primo vani 3, camera soggiorno cucina terrazzino subito libero necessita di riparazioni mq 68 rif 00098  135.000 055 959151 S.GIOVANNI V.NO Centrale, ristrutturato, mq. 75, cucina, 2 camere, bagno, terrazza coperta, garage mq. 25, 128.000 mutuabili 055 940882 100%

4 VANI FIRENZE 947201

SAN MAURO appartamento in colonica luminoso tranquillo ingresso soggiorno angolo cottura due camere due servizi ripostiglio ampio soppalco posti auto di proprietà EURO 270.000,00 RIF. 341 / 72 BENINVEST AGENZIA 6 www.beninvest.it

20 KM. DA FIRENZE SUD appartamento in bella colonica ristrutturata nel verde. Soggiorno, cucina, camera matr., camera singola, ripostiglio, bagno. Ottime rifiniture, giardino privato mq. 200, piscina, 2 posti auto. EURO 233.000. RIF. A401.

915875

 055 4494057

 055 5537135 - 055 5537142

ANTELLA attico al terzo piano senza ascensore, composto da ingresso ampio soggiorno, cucinotto, due matrimoniali, doppi servizi, ampio ripostiglio/lavanderia, sottotetto, terrazza di circa 50 mq. Oltre cantina e garage, termosingolo, buone condizioni, richiesta 380.000 rif.r1/166 - il peruzzi immobiliare foto su www.ilperuzziimmobi055 6560386 - 335 8459533 liare.it ANTELLA centro ottimo 4 vani ingresso soggiorno cucina 2 camere matrimoniali servizio ripostiglio 2 balconi 2 cantine posto auto coperto termosingolo  358.000,00 rif. 405 / 72 beninvest agenzia 1 www.benin055 5520999 vest.it BAGNO A RIPOLI paese in ex edificio d’epoca delizioso appartamento composto da cucinotto tinello/soggiorno 2 camere 2 bagni ripostiglio 2 vani sottotetto balcone e posto auto accessoriato  375.000 055 630656 - 055 631781 BIVIGLIANO in palazzina quadrifamiliare ottimo appartamento mq. 90 libero su 3 lati ingresso sala doppia con camino angolo cottura con cucina in muratura 2 camere bagno e ripostiglio oltre giardino di 500 mq. E garage auto rif. L2140 www.casasi.it 055 355752 BOLOGNESE-MONTORSOLI Panoramico Appartamento In villa ottima ristrutturazione ingresso ampia zona giorno luminosa due camere doppi servizi terrazzina oltre terrazzo panoramico abitabile giardino200mq circa posto auto rif.99 c...come casa  530.000 trattabili 333 6470467 - 393 9958454 BORGO S.FREDIANO al primo piano,luminoso e caratteristico appartamento di 78 mq composto da cucinotto, soggiorno/sala con balcone, 2 camere, 2 servizi.  360.000 trat335 7678437 tabili CAMPO MARTE splendido appartamento con ottime rifiniture in strada silenziosa doppi affacci ingresso sala due camere soppalco cucina abitabile doppi servizi ampia terrazza abitabile termosingolo climatizzato  410.000 055 0515231 CAVALCANTI ultimo piano libero su tre lati silenzioso panoramico su fiesole appartamento composto da ampio ingresso sala due camere cucina servizio balconato  325.000 055 0515231 DUPRE’ in palazzina primi 900 libero su tre lati piano alto luminosoe panoramico divisbile composto da sla due camere cucina abitabile servizio possibilità di ricavare il secondo bagno terrazzato termosingolo  315.000 055 0515231 EUROPA (pressi p.zza Francia) in strada interna bell’appartamento di cinque vani (110 mq) con salone doppio, due matrimoniali, cucina, doppi servizi. Buone condizioni; due terrazzi. Ampio garage rif. 530 055 686523 - 320 1557482 EUROPA In stabile di recente costruzione disponiamo di ultimi due 4 vani,secondo piano con ascensore. Soggiorno, cucina abitabile, due camere, doppi servizi, ampie terrazze e loggia coperta oltre garage. 055 689051 Rif. G195. FIRENZE SUD, P. A EMA , in zona silenziosa, luminoso appartamento 95 mq composto da grande ingresso, cucina abitabile, sala, 2 camere, bagno,ripostiglio con finestra (possib secondo bagno), terrazza abitabile di circa 80 mq posto auto.  360.000 335 7678437 GAVINANA ultima disponibilità in piccolo terretto bilivelli soggiorno con cottura due camere doppi servizi balcone termosini055 0515231 golo  255.000 GRASSINA (ponte a niccheri), appartamento primo piano, composto da: ingresso, cucina abitabile, soggiorno, 2 matrimoniali, 1 servizio, 1 ripostiglio, termosingolo, 1 balcone, ottimo affare, richiesta 225.000 trattabili rif.r1/42 - il peruzzi immobiliare foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008 GRASSINA appartamento secondo piano di piccolo condominio composto da ampio ingresso, soggiorno, cucina abitabile, due camere matrimoniali, servizio, ripostiglio, oltre due balconi, termosingolo, ottime condizioni interne ed esterne zona tranquilla, richiesta 345.000 rif.r1/138 - il peruzzi immobiliare foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8459533 PERETOLA Centro Storico Bellissimo quadrivani 90mq primo ultimo piano ottima ristrutturazione stile rustico cotto travi ingresso sala con camino cucina soggiorno due camere doppi servizi di lusso vasca idromassaggio ripostiglio posto auto privato 325.000 rif.136 c...come casa 333 6470467  320.000 trattabili 333 6470467 - 393 9958454 PONTE A EMA appartamento 3 piano con ascensore, ottimo 4 vani, composto da: ingresso/soggiorno, cucinotto/tinello pranzo, divisione giorno/notte, 2 camere matrimoniali, 1servizio, ripostiglio, ampio balcone, cantina e posto auto esclusivo, termosingolo, buone condizioni generali, richiesta 310.000 rif.r1/207 - il peruzzi immobiliare foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008


46

ANNUNCI IMMOBILARI

Ottobre 2008

PUCCINI PRESSI, in contrada silenziosissima,al secondo piano con ascensore, appartamento finemente ristrutturato composto da angolo cottura, soggiorno con camino, 2 camere, vano guardaroba, ripostiglio e bagno; cantina e posto auto  250.000 335 7678437 S.GERVASIO in piccola palazzina al 2º piano ampio ingresso, sala, cucina con balcone, 2 camere.da rimodernare,  289.000 trattabili 335 7678437 SAN PIERO A PONTI finemente ristrutturato ingresso soggiorno angolo cottura 3 camere servizio doppio ripostiglio 2 balconi garage  244.000,00 rif. 451 / 72 beninvest agenzia 1 www.beninvest.it 055 5520999 SCANDICCI centro in piccola palazzina appartamento al secondo ed ultimo piano composto da ingresso, salotto, cucina, 2 camere, bagno grande, ripostiglio, 2 terrazze, posto auto condom. E possibilita’ garage 290.000 trattabili rif.ra4/118 Dimensione Immobiliare Group 055 250000

OLTRE 5 VANI FIRENZE

CAMPO DI MARTE appartamento di rappresentanza: soggiorno doppio, cucina abitabile, 2 camere matrimoniali, bagno finestrato e ripostiglio, in torretta: 3 camere con bagno e lavanderia. Da rimodernare. (P 015) 906714

 055 687553 - 055 6812507

947204

 055 5537135 - 055 5537142

SCANDICCI centro in posizione e tranquilla ampio e luminoso quattro vani composto da ingresso, soggiorno, cucina-tinello, due camere matrimoniali, doppi servizi finestrati, balconi oltre garage e cantina. Rif.ra4/61 379.000 tratt. Dimensione Immobiliare Group 055 250000 SCANDICCI le bagnese luminoso quattro vani completamente ristrutturato composto da ingresso, ampio soggiorno, cucina, due camere, servizio, ripostiglio oltre balconi e cantina. Possibilità acquisto garage. Rif.ra4/2 315.000 tratt. Dimensione Immobiliare Group 055 250000 SESTO campo sportivo pressi nuovo ampio luminoso ingresso soggiorno cucina due camere servizio terrazza corte privata garage trattativa riservata rif. 428 / 72 beninvest agenzia 6 www.beninvest.it 055 4494057

COVERCIANO strada tranquilla bell’appartamento mq. 120. balcone, posto auto e cantina. ottimo stato. affacci sui giardini. richiesta EURO 440.000 TRATTABILI. RIF. A602. 947203

 055 5537142 - 055 5537135 909381

SESTO camporella in strada tranquilla ampio appartamento luminoso ingresso cucina soggiorno due camere matrimoniali servizio ripostiglio tre balconi  260.000,00 rif. 443 / 72 beninvest agenzia 6 www.beninvest.it 055 4494057 TORREGALLI pressi appartamento nuova costruzione primo ed ultimo piano composto da ampio soggiorno cucinotto 2 camere doppi servizi terrazza abitabile. Rif.ra4/31 Dimensione Immobiliare Group 055 250000 VOLTA INTERNI con affaci nel verde in stabile ripulito piano alto silenzioso e luminoso composto da ampio ingressop soggiorno due camere cucina servizio due balconi  315.000 055 0515231

VALDARNO FIGLINE VALDARNO Appartamento Al Piano secondo mq 101 circa composto da cucina, soggiorno due camere oltre a terrazze posto auto coperto e cantina rif 00345  200.000 055 959151 FIGLINE VALDARNO Appartamento Al Piano quarto con ascensore vani 4 grandi terrazzo cucina ampio soggiorno due camere e garage ottime rifiniture subito libero mq 85 rif 00106  210.000 trattabili 055 959151 INCISA VALDARNO Appartamento Al Piano secondo centrale restaurato ottimo due camere ampio soggiorno cucina in muratura due terrazze zona centrale ottima posizione rif 00313  190.000 055 959151 INCISA VALDARNO Zona Periferica Collinare vendesi appartamenti e terratetto di nuova costruzione con entrata indipendente e giardino garage ecc a partire da rif 055 959151 00158  180.000

GAVINANA in strada tranquilla bilivelli panoramico rifiniture lusso composto da ampio ingresso salone tre camere cucina abitabile soffitta doppi servizi terrazza di circa 80mq EURO 690.000

 055 0515231 GAVINANA (bandino-traversari) bella posizione, appartamento di cinque vani al secondo piano così composto: ingresso, cucina abitabile, soggiorno, tre camere, bagno e ripostiglio. Termosingolo ed ascensore. Balcone. Garage. Rif.507  380.000 tratta055 686523 - 320 1557482 bili

PIAZZA DONATELLO pressi in palazzina dei primi del 900 ottimo appartamento ristrutturato luminoso ampio ingresso salone doppio cucina 2 camere doppi servizi ampio ripostiglio balcone cantina  650.000,00 rif. 543 / 72 beninvest agenzia 1 www.be055 5520999 ninvest.it

BAGNO A RIPOLI Osteria appartamento al 2º ed ultimo piano composto da 5 ampi vani oltre doppi servizi tre balconi garage cantina  460.000 055 630656 - 055 631781 CALENZANO ponte alla marina pressi ampio luminoso ingresso cucina soggiorno tre camere servizio due ripostigli due balconi garage oltre soffitta ad uso esclusivo  335.000,00 trattabili rif. 504 / 72 beninvest agenzia 6 www.beninvest.it 055 4494057

 055 0515231

VIALE EUROPA ultimo piano panoramico bell’appartamento di sei vani 130 mq. Composto da: ingresso, salone doppio, cucina abitabile, tre camere, doppi servizi, ripostiglio. Divisione giorno-notte. Termo ed ascensore. Aria condizionata; balconi circostanti. Silenzioso. Rif. 610  480.000 tratta055 686523 - 320 1557482 bili

SETTIMELLO nel verde ottimo luminoso ingresso soggiorno cucina 3 camere doppi servizi ripostiglio terrazza 2 balconi cantina posti auto EURO 345.000 RIF. 536/72 BENINVEST AGENZIA 1 www.beninvest.it 915874

BAGNO A RIPOLI Nel Verde Zona tranquilla appartamento da rimodernare in bifamiliare primo e ultimo piano ingresso cucina sala due camere bagno giardino c...come casa  430.000 trattabili 333 6470467 - 393 9958454

SAVONAROLA ultimo piano panoramico su monumenti e colline divisibile ampia metratura appartamento composto da doppi ingressi salone triplo quattro camere cucina doppi servizi balconato gsrage EURO 815.000

899643

5 VANI

BAGNO A RIPOLI appartamento al terzo ed ultimo piano senza ascensore di mq 95 composto da 5 vani oltre accessori buono stato  320.000 055 630656 - 055 631781

CALENZANO legri in mulino del 1300 terratetto finemente ristrutturato posizione tranquilla salone cucina tre camere tre servizi taverna terrazza giardino posti auto  760.000,00 rif. 625 / 72 beninvest agenzia 055 4494057 6 www.beninvest.it CAMPO DI MARTE (strada interna) in tranquilla posizione, porzione di villino con affreschi, complessivi 160 mq, su due livelli piano terreno e seminterrato con giardino esclusivo di 130 mq oltre piccolo vano lavanderia, possibiltà divisione (familiare) termosingolo, da rimodernare internamente, nostra esclusiva richiesta 550.000 trattabili rif.r1/111 - il peruzzi immobiliare foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008 COVERCIANO ampio luminoso 6 vani strada tranquilla ingresso salone doppio cucina 3 camere doppi servizi ripostiglio 3 balconi garage  540.000,00 rif. 608 / 72 beninvest agenzia 1 www.beninvest.it 055 5520999 DUSE - CAMPO MARTE in palazzo signorile ampio appartamento (130 mq) piano alto sei vani; ascensore. Molto luminoso; posto auto coperto e cantina. Ottime condizioni. Balconi. Rif. 604  485.000 055 686523 - 320 1557482 MASACCIO ,ultimo piano di 10 vani, 200mq oltre terrazzo panoramico su firenze oltre garage.volendo divisibile  900.000 tratta335 7678437 bili P.ZZA LEOPOLDO in piccola palazzina trifamiliare ampio appartamento di sette vani (150 mq) al primo piano con ascensore e doppi servizi. Termosingolo. Ampia terrazza di 80 mq a piano. Cantina e soffitta di 46 mq. Rif.710  510.000 trattabili 055 686523 - 320 1557482 PIAZZA OBERDAN Adiacenze appartamento da rimodernare piano alto con ascensore. Soggiorno doppio, 3 camere matrimoniali, cucina, doppi servizi, guardaroba, 2 terrazze. Molto luminoso. Trattativa riservata. Rif. A604. Ipi Intermediazione Fi055 5537142 - 055 5537135 renze

ORCAGNA pressi - appartamento da ristrutturare composto da ampio ingresso, cucina, altra cucina-soggiorno in veranda, 3 camere, 1 bagno, possibilita’ secondo bagno, terrazza abitabile.  365.000 rif.ra5/37 Dimensione Immobiliare Group 055 250000

S.DONATO IN FRONZANO 10 km. Da pontassieve, appartamento buone condizioni, composto da: ingresso, cucina, soggiorno, 2 camere, bagno, ripostiglio, 3 terrazze e posto auto coperto, 145.000 055 940882 trattabili e mutuabili.

FIRENZE

ADIACENZE VOLTA in palazzina di prestigio. Ottimi affacci. Piano nobile elegante appartamento. Soggiorno doppio, due camere matr., cucina, bagno, ripostiglio, due balconi, studio/ terza camera con bagno in torretta. No condominio, termosingolo e aria condizionata. Trattativa in agenzia. Rif. A603.

 055 5520999 SOFFIANO luminoso in piccola palazzina ampio ingresso soggiorno cucina 3 camere doppi servizi ripostiglio 2 terrazze garage parcheggio condominiale cantina  485.000,00 rif. 541 / 72 beninvest agenzia 055 5520999 1 www.beninvest.it

TRIPOLI (via) primo piano appartamento mq. 100 oltre bella terrazza abitabile. Ottime condizioni generali. Prestigioso, luminoso, tranquillo. Trattativa riservata rif. A504 Ipi Intermediazione Firenze 055 5537142 - 055 5537135

TERRATETTI FIRENZE ANTELLA in villa storica con piscina condominiale e splendido parco, terratetto per complessivi 170 mq, con giardino esclusivo di 900 mq in parte con piante da frutto e ulivi, 2 livelli con doppi ingressi indipendenti, oggetto per amatori, bellissima, richiesta 900.000 rif.r2/1 - il peruzzi immobiliare foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008 ANTELLA villetta unifamiliare completamente indipendente composta da ingresso, soggiorno con camino, cucina abitabile, due camere, servizio, al primo piano camera, servizio, oltre altro vano mansardato, giardino e terreno con ulivi di circa 4.800 mq. Panoramico su firenze e colline richiesta 695.000 rif.r2/16 - il peruzzi immobiliare foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008

BAGNO A RIPOLI , collinare, terratetto su due livelli con ingresso indipendente, giardino e posti auto.piano terra: cucina, soggiorno, ripostiglio, bagno,camera; 1ºpiano: camera matrimoniale, bagno, vano guardaroba e terrazza abitabile vista firenze.perfette condizioni.  380.000 trattabili 335 7678437 BAGNO A RIPOLI terratetto mq 190 oltre giardino garage doppio mq 50 cantina e ampia terrazza ottimo  770.000 055 630656 - 055 631781 BARTOLOMEO SCALA terratetto semindipendente di nuova costruzione su vari livelli composto da soggiorno due camere cucina doppi servizi ripostiglio ampie terrazze abiatabili oltre patio e posto auto  385.000 055 0515231 CAMPO MARTE/ S.gervasio, in villino d’epoca al piano terra su due livelli, splendido appartamento con giardino all’italiana di 200 mq, compostoda grande ingresso, cucina, sala pranzo, salone, 4 camere, 3 ba335 7678437 gni.trattativa riservata CAMPO MARTE splendido villino primi del 900 su due livelli divisibile composto da salone triplo sei camere cucina abitabile tripli servizi possibilità di aumento di volume ampia zona hobby conclude la proprietà un ampio giardino di circa 200 mq  1.200.000 055 0515231 SOFFIANO nel verde, bel appartamento di 220 mq con giardino di 400 mq composto da cucina abitabile, sala, 3 camere, 3 bagni oltre taverna, stanza hobby (volendo 4a camera),lavanderia, garage,cantina, studio, 335 7678437 posto auto. STRADA IN CHIANTI recente costruzione terratetto, 150 mq complessivi su tre livelli, composto da:ingresso indipendente con giardino, soggiorno con camino, 1 cucina abitabile con accesso a terrazzo abitabile di 20 mq con affacci sulla campagna, 1 servizio, 1.p:3 camere, 1 servizio, 1 balcone, oltre taverna con camino e forno, altro servizio.garage di 25 mq, 2 posti auto, termosingolo, perfette condizioni, tranquilla posizione, richiesta 500.000 rif.r2/8 - il peruzzi immobiliare foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008

GRASSINA/IMPRUNETA villa con giardino libera su 4 lati con giardino, 180 mq , composta da salone con camino, cucina abitabile, 2 bagni, 2 camere oltre taverna e ga335 7678437 rage  650.000 trattabili S.POLO (POGGIO ALLA CROCE) Posizione Panoramica Collinare nel verde villette bifamiliari libere su tre lati varie metrature nuova costruzione in base a nuove norme sul risparmio energetico soggiorno cucina due camere taverna oltre mansarda garage giardino e posti auto a partire da  360.000 333 6470467 - 393 9958454

UGOLINO villa indipendente di circa 350 mq. Con giardino di 1.200 mq. Circa, garage, posto auto e cantina. Da rimodernare. (V 011) 906709

 055 687553 - 055 6812507 MUGELLO BORGO S.LORENZO, vicinanze,meravigliosa villa su tre livelli con parco e piscina, lussuosamente rifinita mq 260 composta da cucina abitabile, sala con camino, soggiorno, 4 camere, 3 servizi oltre taverna e garage. Perfette condizioni  698.000 tratta335 7678437 bili

VALDISIEVE ROSANO, collinare splendido terratetto di recente costruzione su tre livelli , ingresso indipendente composto da cucina abitabile, salone con camino, 4 camere,4 bagni taverna,cantina, e giardino 500 mq.molto 335 7678437 panoramico  650.000

VALDARNO CAVRIGLIA Frazione, a 1 km., terra-tetto caratteristico in pietra mq. 220 su due livelli, tetto + colombaia nuovi, resto da ristrutturare, 9 vani + giardino mq. 50, 95.000 pagabili con rate di mutuo da 495,00 mensili. 055 940882 FIGLINE VALDARNO Pressi Terratetto Caposchierea tre lati libero, molto bello in zona collinare a circa 5 km dal centro, mq 240 circa tre livelli ampio girdino rustico garage grande soggiorno e cucina tre servizi tre camere terrazzi grande tettoia esterna  520.000 trattabili 055 959151 INCISA in bella zona collinare a 4 km dal casello autostradale. Bellissimo fienile 200 mq su due livelli con 1000 mq di giardino circostante. Sette vani, doppi servizi. Loggiato. Completamente e finemente ristrutturato. Rif. T104  500.000 trattabili 055 686523 - 320 1557482 REGGELLO Montanino Terratetto Recente costruzione tre livelli cucina soggioro tre camere ottimo terrazze e garage libero rif 055 959151 00277  170.000

PRATO POGGIO A CAIANO In zona centrale terratetto composto da complessivi 4 vani biservizi soffitta accessori corte di proprietà e terrazza abitabile. Buonissimo stato rif. 055 355752 L2141  250.000

VILLE

E

VILLETTE FIRENZE

ANTELLA (balatro) in posizione incantevole, villetta terratetto angolare, con giardino esclusivo di 600 mq, composta da ingresso indipendente, ampio soggiorno con camino, cucina abitabile, 4 camere, 5 servizi, 2 terrazze abitabili, ampio garage, cantina, oltre taverna di 60 mq attrezzata con cucina e camino, perfette condizioni, bellissima, richiesta 1.190.000 rif.r2/18 - il peruzzi immobiliare foto su www.ilperuzziim055 6560386 mobiliare.it BAGNO A RIPOLI, collinare, splendida villa su due livelli ottima esposizione circondata da parco; composta da grande salone con camino, sala pranzo, cucina abitabile, 3 camere, 2 bagni. Grande taverna con cucina, sala camino, 4a camera e 3ºbagno.completano la proprietà deliziosa depandance di circa 80 mq.ideale per due nuclei fami335 7678437 liari.tratt.riservata BAGNO A RIPOLI , colline , 3 km da v.le europa, in splendido contesto, porzione di villa storica con parco vista firenze, composta da grande cucina, salone doppio, 4 camere, 3 servizi, cantina .trattativa riservata 335 7678437

BIVIGLIANO COLLINE in posizione dominante e immersa nel verde, nuova realizzazione di 12 villette a schiera, tutte dotate di giardino privato e garage, impianti autonomi e ottimi materiali da capitolato. Consegna dicembre 2009. Progetti, rendering ed informazioni in agenzia. Euro 530.000 890329

 055 689051 - 055 680608 VALDARNO

A 500 MT. DAL CENTRO DI FIGLINE V.NO, in zona panoramica di pregio, porzioni di villette indipendenti con giardino e posto auto privato coperto. Con impianto solare termico e sanitario, costruiti secondo il ddr 311 sul risparmio energetico. Prezzi a partire da EURO 295.000 una casa che risparmia vale molto di più!!  055 5341081 - 335 300113

865681

FIGLINE VALDARNO Pressi Periferia Villetta caposchiera tre lati libera indipendente tre camere oltre tre servizi, ampio soggiorno con cucina abitabile, rustico grande con caminetto garage e giardino ottime le rifiniture rif 00096  520.000 trattabili 055 959151 VALDARNO posizione collinare bella villa metà ’800 da ristrutturare. Buone condizioni strutturali. Abitativo mq. 360 oltre a mq. 215 di taverna, cantine e rimessa macchinari. Terreno mq. 5000 circa. Richiesta  480.000 trattabili. Rif. F13 Ipi Intermediazione Firenze 055 5537142 - 055 5537135 947205

VALDARNO COLLINARE Bella villa metà ‘800 da ristrutturare. Buone condizioni strutturali. Abitativo mq. 360 oltre a mq. 215 di taverna, cantine e rimessa macchinari. Terreno mq. 5000 circa. RICHIESTA EURO 480.000 TRATT. RIF. F13.

 055 5537142 - 055 5537135


ANNUNCI IMMOBILARI COLONICHE

E

VALDISIEVE

TERRENI FIRENZE

ANTELLA (via di picille) in colonia porzione, doppi ingressi indipendenti, loggiato e terrazzo abitabile, per complessivi 180 mq in parte ristrutturati, oltre fienile da ristrutturare di 50 mq, giardino esclusivo di 750 mq, possibilità di frazionare in due unità oltre fienile, panoramica posizione immersa nel verde, affare, richiesta 680.000 rif.r3/22 - il peruzzi immobiliare foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008 BAGNO A RIPOLI ,osteria Nuova, porzione di colonica in pietra con giardino di 1.200 mq, composta da zona soggiorno con camino, 3 camere, 3 servizi, lavanderia, studiolo perfettamente ristrutturata richiesta  580.000 335 7678437 BAGNO A RIPOLI collina fienile indipendente perfettamente ristrutturato composto da ampio soggiorno con camino cucina 2 camere taverna doppi servizi veranda resede esterno e posti auto  420.000 055 630656 - 055 631781 BIVIGLIANO/PRATOLINO meravigliosa colonica in pietra di 210 mq oltre giardino di 710 mq composta da cucina in muratura, cucinotto, sala pranzo, salone con camino, 4 camere, 3 bagni, studio oltre vari accessori. Ottime condizioni  830.000 trattabili 335 7678437

FIRENZE SUD direzione Rosano, porzione di villa su tre livelli e libera su tre lati, composta da sala con camino, cucina abitabile, 3 camere, 3 servizi oltre taverna, garage, giardino e terreno.  740.000 trattabili 335 7678437

VALDARNO

928985

 055 688520 - 335 5876455 - 333 3144295 ROSANO collinare,fienile splendidamente ristrutturato, in posizione panoramica, cucina, sala da pranzo, sala, 3 camere, 2 servizi, lavanderia e garage.libero su 4 lati con giardino e terreno a ulivi.  580.000 trattabili 335 7678437 S.GIUSTINO V.NO Piccola casa colonica a solo in bella posizione mq. 90 + cantina agricola mq. 35, 2 terrazze, terreno mq. 8.000 a vigna, olivo e frutta, possibile ampliamento ulteriore di mq. 50, 260.000 trattabili. 055 940882

FIRENZE

948603

 055 250.000 FIESOLE/COMPIOBBI immersa nel verde meravigliosa porzione in pietra di colonica del 1200, con giardino e posti auto composta da salottino d’ingresso, salone con termo camino, cucina abitabile in muratura, 2 camere, 2 bagni, lavanderia, soffitta. Restauro conservativo, contesto di grande pre335 7678437 gio  600.000 FIRENZE SUD 13 km in bella posizione collinare non distante da centro abitato colonica di 340 mq oltre fienile 100 mq e annesso 90 mq. Terreno 10 ettari con oliveto e vigneto. Due strade di accesso. Fornita di luce,telefono,gas. Da ristrutturare.  750.000 055 686523 - 320 1557482

GIOBERTI Ufficio di 150 mq al piano terreno rialzato con ingresso indipendente e doppi servizi. Ottima visibilità. Rif. H643.  390.000 055 689051 LUNGARNO COLOMBO in bella posizione ampio appartamento quattro vani. Buone condizioni. Anche uso ufficio. Ottimo per investimento. Rif.461  235.000 trattabili 055 686523 - 320 1557482 PONTASSIEVE magazzino di 145 mq da restaurare con possibilità di frazionamento in tre unità immobiliari, zona centrale. Rif. H646.  315.000 055 689051 VARCHI attico panoramico su monumenti e colline doppi ingressi salone doppio sala pranzo quattro ampie camere cucina tre bagni pltre ripolstigli balconato cantina box auto  890.000 055 0515231

MARE

E

MONTI TOSCANA

CAPEZZANO Villetta bifamiliare di c.ca 90 mq, comp. da: ingr./corridoio, 2 ampie cam.re matr., rip.; zona giorno con: cuc./tinello in unico vano con camino, 2 bagni. Giardino di 200 mq e garage da ristrutturare. Possibilità di rialzare. Rif. V578 Rich.  365.000 tratt. 0584 433154 CASTAGNETO CARDUCCI direttamente dal costruttore, piano terreno, tre vani con stupenda loggia, giardino e posto auto, finiture di pregio. Pronta consegna.  320.000,000 335 8058088

GRASSINA appartamento in castello, mq. 270, panoramico sulle colline, parco condominiale, 2 posti auto. Contratto transitorio.(R 110) 906713

 055 687553

948604

PONTE A EMA porzioni di casa colonica completamente ristrutturate disponibili varie metrature a partire da 150 mq, ampi soggiorni, giardini esclusivi, due posti auto, impianti di climatizzazione, termosingolo, ottime rifiniture generali zona ben servita richieste a partire da 650.000 trattabili rif.r3/8 - il peruzzi immobiliare foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008 S.MARTINO ALLA PALMA ,pressi, meravigliosa colonica in pietra , su due livelli composta da cucina, sala pranzo, salone, lavanderia, 3 camere, 3 bagni oltre magnifico loggiato e forno. Grande giardino e terreno con pozzo.trattativa riservata 335 7678437

SAN CASCIANO porzione di colonica composta da soggiorno, cucina, 2 matrimoniali, soppalco, doppi servizi oltre bellissimo loggiato panoramico ampio giardino e 2 posti auto. ottime condizioni. RIF.RC/1

 055 250.000

QUERCIANELLA Pressi Località Nibbiaia, appartamento 3 vani di nuova costruzione, circa mq. 60 ingresso indipendente soggiorno angolo cottura camera cameretta servizio, giardino e posto auto coperto  180.000,00 335 8058088 QUERCIANELLA pressi località Nibbiaia, appartamento 2 vani di nuova costruzione, circa mq. 53 ingresso indipendente soggiorno angolo cottura camera, servizio, giardino, cantina e posto auto coperto  160.000,00 335 8058088

FIRENZE NORD (parco san donato) in nuova costruzione, affittiamo prestigiosissimo appartamento piano alto vista parco. Ampio soggiorno, cucina, 4 camere, tripli servizi, loggia abitabile e panoramica. Riscaldamento e condizionamento autonomi. Materiali e rifiniture di prima qualità. Garage doppio e cantina.  3.200 mensili rif. L601 Ipi Intermediazione Firenze 055 5537142 - 055 5537135 FIRENZE NORD in nuova costruzione affittiamo appartamento 2 vani + servizio + loggia abitabile + garage + cantina. Completamente arredato mobili nuovi.  850. Rif. L201 Ipi Intermediazione Firenze 055 5537142 - 055 5537135 GAVINANA appartamento 3 vani al piano terreno con piccolo resede. Contratto transitorio. (r 138) 055 687553 - 055 6812507 906711

COSTRUTTORE VENDE DIRETTAMENTE fienile panoramico Libero su 4 lati a 3km dall'uscita casello a/1 incisa, immerso nel verde, mq 180 con loggia e 800 mq di giardino circostante. RICHIESTA EURO 565.000,00 TRATT. Finiture di pregio. No mediazione

IMMOBILI VARIE CAMPI BISENZIO in colonica immersa del verde porzioni composte da soggiorno cottura, 2 camere oltre giardino e posti auto. ottime finiture. consegna ottobre 2008. a partire da EURO 250.000 RIF.RA4/86

47

Ottobre 2008

TIRRENIA Residence in complesso colonico vendesi app.ti a reddito tutto l’anno. Direttamente sul mare, spiagga privata, piscina, impianti sportivi, ideale per la tua vacanza ed investimento. PREZZI A PARTIRE DA EURO 230 000.

TIRRENIA Villa Regina Elena,piccolo terratetto in complesso residenziale lato mare,ingresso da giardino privato con resede,soggiorno angolo cottura, anti bagno, bagno, camera matrimoniale, possibilità di creare seconda camera. Postoauto, box cantina. Rifiniture preziose, ottimo x investimento. EURO 285.000 RIF.V103 884476

 050 37325 - 346 41 90500 - 339 1119401 TIRRENIA Occasione del mese di ottobre!da vedere! ideale per chi ama il mare, in residence con piscina. Soggiorno con angolo cottura, 2 bagni, ripostiglio, camera matrimoniale + possibilità altra camera.arredamento impeccabile! posto auto privato.  330.000. Rif. P60. 050 37325 - 346 4190500 TIRRENIA Occasione! In lussuoso residence sul mare con piscina ed impianti sportivi, appartamento di 4 ampi vani, arredato composto da ingresso, soggiorno con angolo cottura, ripostiglio doppi servizi, 3 camere da letto. Imperdibile! vero investimento! 350.000 tr. Rif.p39 050 37325 - 346 4190500 TIRRENIA Tirrenia Mare! Appartamenti di nuova ristrutturazione. Sruttura in stile rustico toscano a pochi passi dal mare ed immersi nel verde, disponibili varie metratute, con giardini e terrazzi, rifiniture e materiali nel rispetto delle nuove normative di legge. Visitateli! 050 37325 - 346 4190500 TORRE DEL LAGO Lagomare Villa singola di 107mq con piscina disposta tutta su un piano, comp. da: sala con cottura, due camere, bagno ampi porticati, terreno di 3.000, gazebo uso garage, rip./legnaia e dependance di 20mq con 1 cam. e bagno. Rif. v648 trattativa riservata 0584 433154 TORRE DEL LAGO Vicinanze Mare Villetta singola di 110mq c.ca, di nuova costruzione con ampio giardino e posti auto, comp. al p. terra da: terrazza, sogg./cott., camera e bagno; p. seminterrato: bagno, tre vani e disimpegno. Ottime rifiniture. Rif. V642 Rich.  550.000 tratt. 0584 433154

COMMERCIALI

WINE BAR centro storico Ponte Vecchio pressi vendesi caratteristico locale (mura+attività) mq 130 con disponibilità di 70 coperto ben avviato 055 630656 - 055 631781

AFFITTI OFFERTA  055 8397307 - 335 8058088

PIAN DEL QUERCIONE Villetta completamente nuova, con giardino davanti con posti auto, comp. al p. terra di c.ca 90 mq da: sogg., cuc., cam., bagno/doccia, disimpegno e cam.tta; p. mansardato di c.ca 50 mq con: sala (o camera), terrazza vivibile, cam. matr. e bagno/vasca. RIF. V586 RICH. EURO 310.000

 0584 433154 - 329 0537114

VALLINA capannone piano terra libero su 3 lati mq. 400 circa alt. Mt. 5, massima portata solaio, oltre resede esclusivo carrabile mq. 300 circa. Climatizzato, impianti a norma 055 6530648 - 055 6532076 (ac/69) VALLINA in ottimo contesto, edificio artigianale su due livelli: piano terra mq. 450 alt. Mt. 3, piano primo mq. 320 alt. Mt. 3,5. Climatizzato oltre resede esclusivo per posteggio o carico e scarico. Perfetto anche per ufficio (ac/67) 055 6530648 - 055 6532076 VALLINA ottimo capannone al piano terra mq. 300 circa + mq. 50 di uffici al piano primo, alt. Mt. 6. Doppio carrabile oltre resede per posteggio; ampi accessi per carico e scarico.disponibili 2 unità accorpabili. (ac/68) 055 6532075 - 055 6532076

GRASSINA in contesto esclusivo e panoramico, villetta su due livelli con 3 camere, sala tripla, doppi servizi, terrazza abitabile oltre 2 posti auto. Parzialmente arredata. (R 133)

 055 6530648 - 055 6532076

960841

907912

CAPANNONI

884477

 050 37325 - 346 41 90500 - 339 1119401

ATTIVITA’

NIBBIAIA a 4 km dal mare di Quercianella vendita diretta da impresa costruttrice appartamenti 3-4 vani a partire da EURO 160.000

AFFITTI COMMERCIALI

FIRENZE BADIA FIESOLANA piccolo fienile ottimamente ristrutturato e arredato: soggiorno con angolo cottura, bagno, in soppalco camera con bagno. Terrazze abitabili e giardino. Due posti auto scoperti.(r 124) 055 687553 - 055 6812507 CAMPO MARTE appartamento arredato 75mq. Cucina 2 camere biservizi ripostiglio balcone cantina posto auto termosingolo rif. Lau425 www.casasi.it  900 055 355752 CENTRO STORICO (a 200 metri da via tornabuoni), in palazzo prestigioso, affittiamo appartamento esclusivo mq. 300. Con mobilia di pregio. Ambiente tranquillo e di rappresentanza assoluta. Solo clientela referenziata. Richiesta  4.000 mensili. Rif. L 701 Ipi Intermediazione Firenze 055 5537142 - 055 5537135

GRASSINA appartamento in castello, mq. 270, panoramico sulle colline, parco condominiale, 2 posti auto. Contratto transitorio.(r 110) 055 687553 GRASSINA in contesto esclusivo e panoramico, villetta su due livelli con 3 camere, sala tripla, doppi servizi, terrazza abitabile oltre 2 posti auto. Parzialmente arredata. (r 133) 055 6530648 - 055 6532076 IMPRUNETA porzione di colonica mq. 130 circa su due livelli, non arredata. (r 135) 055 687553 - 055 6812507 OGNISSANTI bilocale completamente e finemente ristrutturato. Contratto transitorio. (r 105) 055 687553 - 055 6812507 P.ZZA DALMAZIA pressin in strada silenziosa, monolocale soppalcato completamente arredato. Posto auto. Contratto libero. (r 129) 055 687553 - 055 6812507 PORTA A PRATO Stazione Leopolda, monolocale nuovo completamente arredato con terrazza e garage. Contratto 4+4. (r 118) 055 687553 - 055 6812507 RIMAGGIO in colonica, bilocale arredato, piano terreno. Contratto 4+4. (r 143) 055 687553 - 055 6812507

FONDI

E

GARAGE

BAGNO A RIPOLI fondo al piano seminterrato mq. 400 circa alt. 3 mt., doppio ingresso, resede escusivo per posti auto. Adatto ufficio/magazzino/laboratorio per attività non rumorose. (ac/61) 055 6532075 - 055 6532076

UFFICI

E

NEGOZI

BELLARIVA in contesto direzionale ottimo ufficio mq. 140 circa piano alto, 5 vani, climatizzato. Impianti a norma, doppi servizi. Frazionabile in due unità (ac/24) 055 6530648 - 055 6532076 FIRENZE SUD-EUROPA in palazzo direzionale uffici open-space da mq. 70 a 140 circa, climatizzati. Posti auto. Info in agenzia 055 6530648 - 055 6532076 (ac/14) FIRENZE SUD a 3 km. Dal raccordo a1, locale 250 mq. Al piano terra + 400 mq. Seminterrato con rampa carrabile per carico e scarico. Ottimo per uffici open-space + magazzino/show room (ac/90) 055 6532075 - 055 6532076 FORTEZZA PRESSI Via Guelfa fondo piano terra con sporto su strada; 100 mq.circa, climatizzato, impianti a norma; ottimo uso ufficio/negozio. (ac/74) 055 6532075 - 055 6532076 P.ZZA DONATELLO PRESSI ufficio piano alto in palazzo a destinazione direzionale, mq.400 circa, 18 vani, doppio ingresso. Impianti a norma, climatizzazione. Libero subito (ac/25) 055 6532075 - 055 6532076

S.MARGHERITA A MONTICI in splendido contesto, appartamento in piccolo borgo; soggiorno con cucinotto, 3 camere, doppi servizi, lavanderia. Terrazza abitabile panoramica su firenze. Arredata (R 119) 906712

 055 6530648 - 055 6532076 S.MARGHERITA A MONTICI in splendido contesto, appartamento in piccolo borgo; soggiorno con cucinotto, 3 camere, doppi servizi, lavanderia. Terrazza abitabile panoramica su firenze. Arredata (r 119) 055 6530648 - 055 6532076 SANTO SPIRITO in piccola palazzina appartamento al primo piano composto da cucinotto, soggiorno, camera e bagno. Climatizzato. Completamente arredato (r 108) 055 6530648 - 055 6532076 SETTIGNANO Montebeni, appartamento 3 vani in piccolo condominio: cucina, soggiorno, camera matrimoniale, bagno e ripostiglio. Arredato. Terrazza abitabile. (r 101) 055 687553 - 055 6812507 TAVARNUZZE appartamento in antica villa di circa 180 mq. Su due livelli, 2 posti auto, uso piscina. Arredato. (r 130) 055 687553 - 055 6812507

VIA DEGLI ARTISTI ottimo ufficio al 1ºpiano con doppio ingresso 260 mq. Circa; 11 vani + accessori, climatizzato. Impianti a norma 055 6530648 - 055 6532076 (ac/4) VIA KASSEL pressi, ufficio piano terreno con ingresso indipendente, mq. 80 openspace. Nuova ristrutturazione, impianti a norma, termosingolo, posto auto. (ac/15) 055 6532075 - 055 6532076 VIA LA FARINA in contesto direzionale, prestigioso ufficio mq. 700 circa diviso in vani o open-space. Tutti gli impianti nuovi, posti auto. Trattativa riservata (ac/1) 055 6530648 - 055 6532076 VIA S. ZANOBI angolo Xxvii aprile, fondo commerciale 110 mq. Circa, sporto su strada, canna fumaria per forno artigianale. Da ristrutturare. Adatto pizzeria/ristorante. 055 6532075 - 055 6532076 (ac/60) VIA VENEZIA ottimo ufficio mq. 70 circa, 3 ampi vani oltre soppalco praticabile. Adatto studio/archivio, termosigolo, perfette condizioni. Libero da giugno 2008 (ac/13) 055 6530648 - 055 6532076 VIALE EUROPA ottima posizione commerciale, negozio mq. 200 circa con ampi sporti su strada, no buonuscita. Trattativa ri055 6530323 servata (ac/79)

VIA PIAN DI GRASSINA Terratetto di circa 190 mq. Con terrazze abitabili per totali 120 mq. Due posti auto. Contratto 3+2. (R 111) 906710

 055 687553 - 055 6812507

VIALE EUROPA pressi locale piano terra mq. 400 circa open-space oltre mq. 400 di magazzino interrato e resede esclusivo per posti auto, adatto per destinazione commerciale o direzionale. Trattativa riservata 055 6532075 - 055 6532076 (ac/2) VIALE EUROPA ufficio al piano primo con ingresso indipendente, mq. 190 circa, 6/7 vani; tutti gli impianti a norma, aria condizionata, 2 posti auto. Perfetto (ac/3) 055 6530648 - 055 6532076


899726

Il Reporter - Firenze Quartiere 3- ottobre 2008  

Il Reporter - Firenze Quartiere 3- ottobre 2008

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you