Page 1

SANITÀ. Il vaccino contro l’Aids

SANT’ORSOLA. Il progetto della Provincia

CULTURA. Torna Pitti Uomo Geometra MARCO FIESOLI

906783

Agente Immobiliare dal 1981

Tel. 055.6812507 Periodico d’informazione locale. Anno II n. 26 del 3 giugno 2008. N° reg 5579 del 17/05/2007 tribunale di firenze. Iscrizione al Roc 8551. Spedizione in a.p. - 45% legge 662/96 art. 2 comma 20/b. Contiene I.P. Prezzo di copertina euro 0,10

Grazia alla Franzoni

PRIMO PIANO

L’EVENTO

GIUGNO 2008

Marco Agnoletti

L LA NOTTE BIANCA DEL Q3 Giovedì 3 luglio la prima edizione dell’iniziativa: musica e sport nelle strade. PAG.2

Più vigilanza in piazze e parchi

PAG. XX MEDIAZIONE Liti tra vicini? In piazza Dalla Costa attivo lo sportello che risolve contese e conflitti condominiali

Case al mare: per non rimanere scottati

PAG.5

PAG.3

SONDAGGIO

di Giuditta Boeti

T

orna il caldo e torna la voglia di andare al mare. Un occhio ai prezzi per scegliere in modo ponderato la destinazione. Le bandiere blu della Toscana aumentano a vista d’occhio e, insieme a loro, lievitano i prezzi di appartamenti, alberghi e ombrelloni. Nemmeno troppo vip. Per una settimana all’isola d’Elba si spen-

SPORT

dono all’incirca 500 euro, mentre l’affitto di una casa a Viareggio parte da 2mila euro nel mese di giugno. Anche per sdraio e ombrelloni i prezzi variano rimanendo in un range medio-alto. Da un minimo di 225 ad un massimo di 2mila euro al mese, nei bagni più attrezzati. Vizi e virtù di un’estate PAG.30 per nababbi.

LA MISSIONE DI PAZZINI

La costruzione di un multiplex a Novoli apre il dibattito. COME GIUDICHI IL PROLIFERARE DEI MULTISALA?

L’attaccante viola non teme l’arrivo di Gilardino. E assicura: “Voglio vincere qualcosa qui”. PAG.38

PAG.13

SICUREZZA. Timori ed escamotage di chi si sposta con i mezzi pubblici

Se il pericolo viaggia a bordo di un bus

D

onne e motori è un binomio ormai passato di moda. Donne e autobus è l’ultima frontiera del brivido. Quando per brivido si intende paura, quella vera. Il Reporter parla di sicurezza e attraversa la città a bordo di un mezzo pubblico notturno. Scontrandosi con situazioni pericolose e incontrando un’umanità che a volte incute timore. Sono sempre di più le donne che viaggiano nelle prime ore del mattino a bordo degli autobus. Nella maggior parte dei casi si tratta di studentesse fuori sede o extracomunitarie. Le fiorentine preferiscono spostarsi con mezzi di trasporto privati. Di facce sospette se ne vedono moltissime in giro. Ma è difficile capire dietro qua-

le volto si nasconda veramente il pericolo. C’è chi, per difendersi in casi di attacco, usa spray urticanti e chi fa ricorso alle tecniche base dell’autodifesa, insegnate presso centro specializzati sempre più diffusi. «Metteremo telecamere a bordo dei nostri mezzi» informa la presidente di Ataf Maria Capezzuoli, che percepisce il problema sia dal punto di vista degli utenti che da quello delle sessanta autiste donna che quotidianamente affrontano i malintenzionati e l’indifferenza della gente. «Partiremo con l’installazione di un massimo di 4 telecamere su 4-5 mezzi – continua Capezzuoli - Stiamo valutando quelle che sono le linee più a rischio». PAGG.10-11

EDIZIONE DEL QUARTIERE 3 • 15.321 COPIE DISTRIBUITE DA

o dico subito: non sono un “appassionato” del delitto di Cogne. Non ho mai letto un granché sulla vicenda e soprattutto non ho mai assistito alle decine (centinaia?) di trasmissioni televisive che, nei mesi, hanno ricostruito movimenti, presenze e comportamenti nella “casa”. Detto questo, la giustizia ha fatto il suo corso, la mamma del piccolo Samuele è stata riconosciuta colpevole dalla giustizia italiana in tutti e tre i gradi di giudizio e, dunque, credo che, come ogni altro cittadino, sia giusto che sconti la sua pena. Mi ha molto stupito però un fatto: a soli due giorni dalla condanna definitiva è iniziato un dibattito, o meglio una campagna d’opinione, per chiedere la grazia al Capo dello Stato. Ora, in generale sono tendenzialmente sempre ben predisposto verso il perdono e gli atti di clemenza, ma stavolta lo sono un po’ meno. La richiesta è stata motivata con la necessità della madre di stare accanto ai figli piccoli. Ma se questo principio dovesse valere, dovrebbe essere applicato anche alle migliaia di mamme – meno famose – che popolano le carceri italiane, non solo ad Anna Maria Franzoni. Detto questo, sarà comunque solo il Capo dello Stato a decidere in autonomia, come dice la Costituzione, su questo come su altri casi. Ma, personalmente, credo che la “celebrità” che ha accompagnato questo crimine terribile non dovrebbe comportare dei vantaggi o dei titoli di merito. La colpa è la stessa, sia che i riflettori si accendano o meno. m.agnoletti@ilreporter.it

907445

Geom. MARCO MARCO FIESOLI Geom. FIESOLI AGENTE IMMOBILIARE DAL 1981 COMUNE DI FIESOLE 3 km da Rovezzano 4 VANI NUOVA COSTRUZIONE con loggia abitabile sull’Arno posto auto coperto e cantina a partire da Euro 289.000,00

Agenzia: Viale Europa, 73/75 - Tel. 055 687553 - Fax 055 6812507


2

giugno 2008

GAVINANA • GALLUZZO • FIRENZE SUD

PRIMO PIANO

L’INIZIATIVA. Giovedì 3 luglio la prima edizione della manifestazione per le strade del quartiere

Tutti svegli, la notte è “bianca”

Le notti fiorentine all’aperto

L’EVENTO La serata speciale coinvolgerà tutta Gavinana: piscina aperta fino a mezzanotte e mezzo e pedalata di gruppo, ma anche tornei di scacchi e biliardino. E poi ancora shopping “by night”, spettacoli, cena in strada e festa hawaiana: per il quartiere un’avventura lunga una notte Giulia Brestolani

L’

appuntamento è per la serata di giovedì e gli sbandieratori del Comune, che poi lasceranno 3 luglio. Per una notte, il “quartiere più la scena ad arti marziali, basket, danza e pattinaggio. tranquillo di Firenze” non andrà a letto Chi invece volesse provare a “rampicare” può andare presto, ma si animerà: arriva la Notte in piazza Elia Della Costa, dove sarà allestita una paBianca del quartiere 3, e promette festa e divertimen- rete di arrampicata e, in più, sarà possibile cimentarsi to. L’iniziativa, alla sua prima edizione, nasce dalla con tennis e golf, o partecipare a un torneo di biliarcollaborazione tra Quartiere e Uisp, l’associazione dino. Da qui partirà anche una pedalata di gruppo che ha l’obiettivo di estendere il diritto allo sport lungo le piste ciclabile del Q3 con la Lega provina tutti i cittadini. E proprio allo sport sarà dedicata ciale Uisp. A Vie Nuove, gli appassionati di scacchi questa speciale nottata estiva. “Volevamo dare una potranno sfidarsi nell’ambito di un torneo, mentre caratterizzazione alla nostra Notte Bianca – spiega nei campi dell’Albereta 2000 si giocheranno partite il presidente del Q3 Andrea Ceccarelli – e abbiamo di pallavolo e calcetto. Per gli amanti del nuoto, pideciso di puntare sullo sport, visto scina aperta alla Rari Nantes con balche questo è l’anno delle Olimpiadi neazione libera dalle 23 a mezzanotte La Notte bianca e che è un bel modo per divertirsi e dedicata allo sport. e mezzo, preceduta da spettacoli di stare insieme”. E anche se non manacqua-gym e dalla rappresentazione Chiuse al traffico cano i timori e le difficoltà dovuti alla teatrale “Sogno di una notte di mezza alcune strade “prima volta”, le aspettative sono per estate”. Spazio allo shopping in viale l’iniziativa sono positive, anche perEuropa e viale Giannotti, dove i neché l’anno scorso un’esperienza simile, ma molto gozi rimarranno aperti fino all’una e dove ci saranno meno strutturata e limitata ai soli controviali di viale giocolieri, band itineranti e dimostrazioni di step e Europa, ebbe un gran successo. Il prossimo 3 luglio, fightfitness, mentre il Bibliobus - un vecchio bus delinvece, tutta Gavinana sarà coinvolta in questa avven- l’Ataf colorato e adattato a piccola biblioteca - girerà tura lunga una notte, improntata a sport, divertimento per il quartiere con spettacoli e libri a bordo. In via e socializzazione: per l’occasione, verranno chiusi al G. Orsini una cena in strada all’insegna dei tipici satraffico via Giampaolo Orsini, nel tratto compreso tra pori toscani e poi, magari, due passi all’Anconella, via Baldovini e via di Ripoli, e i controviali di viale che ospiterà la “Cortomobile, il più piccolo cinema Europa. “L’idea è di dare vita a tutti gli spazi del del mondo”, i Madonnari internazionali associati, il quartiere coinvolgendo associazioni, enti, istituzio- cantautore fiorentino Tenedle e tutte le associazioni ni e società sportive – spiega Maria Grazia Pugliese, del Forum Parco Sud insieme a Cambiamusica!, che delegata per il Q3 del Comitato Uisp di Firenze – per oltre a effettuare la direzione artistica darà spazio a i una sera i cittadini potranno vivere in modo diverso suoi migliori talenti. Quanto a musica e danze, il proquesta zona, provando vari sport, anche molto partico- gramma prevede: festa hawaiana ai Canottieri comulari, come il poker sportivo ‘on the road’ e la dragoon nali, concerto rock all’Albereta, dj in piazza Ferrucci boat, una canoa a 8 posti”. E allora si comincia alle e taranta in piazza Bartali. Insomma, divertimenti e 21 in piazza Bartali con il concerto della Filarmonica iniziative davvero per tutti i gusti.

Visite-spettacolo al convento del Galluzzo

“Un fratello ci aspetta in cella” La magia scende sulla Certosa

N

ei luoghi di interesse stori- evento per la regia e i testi di co si fanno visite, magari Giovanni Micoli”. E allora dal guidate: tutto normale. La cosa 27 giugno al 13 luglio ogni sera, diventa originale, però, quando alle 21 e alle 22, circa 50 peral giro guidato si unisce il teatro, sone saranno guidate all’interno per ottenere la “visita-spettaco- della Certosa da padre Sisto, uno lo”, un mix capace di dare un dei monaci cistercensi che tuttovalore aggiunto all’esperienza. ra vi abitano. “Andiamo, c’è un Prova ne è il tutto esaurito, con fratello certosino che ci aspetrepliche straordinarie, che l’an- ta in cella”, dirà, e avrà inizio no scorso ha registrato “L’azione così un itinerario punteggiato da del silenzio”, la visita-spettacolo “ombre gentili” che narreranno alla Certosa di Firenze organiz- cosa spinge un uomo a scegliezata dalla Compagnia delle Seg- re la vita di clausura, qual è il giole, un evento unico nel suo ge- suo percorso interiore, quali le nere che, quest’anno, andrà “in difficoltà e le rinunce. Il pubblico dovrà scena” partecidal 27 Il monaco padre Sisto pare nel giugno al e altre “ombre gentili” massimo 13 luglio. guideranno il pubblico silenzio: “L’idea alla scoperta della Certosa fino alnasce da l’arrivo un’esperienza simile a quella effettuata nel parlatorio, si sentiranno solo al teatro della Pergola, cioè un le spiegazioni di padre Sisto e gli percorso divulgativo e culturale interventi degli attori. “È una all’interno di una struttura di bellissima iniziativa a cui conindubbio valore storico e arti- tribuiamo con grande piacere stico – spiega Fabio Baronti, il – afferma Cristina Noferi, presidirettore della Compagnia – ho dente della commissione cultura sempre nutrito molta curiosità del Q3 – in più, il 3 e 4 luglio verso la Certosa, un luogo magi- la Certosa ospiterà l’Orchestra co, troppo poco conosciuto spe- della Toscana all’interno delcialmente dai fiorentini, anche la Cappella di Santa Maria, di perché difficilmente visitabile. cui sarà poi possibile vedere la Ma, grazie alla collaborazione cripta con la tomba monumendi Amici della Certosa, Pergola, tale di Niccolò Acciaiuoli”. Per Soprintendenza e Quartiere, nel informazioni e prenotazioni: 2008 abbiamo realizzato questo 333.22.84.784. /G.B.


GAVINANA • GALLUZZO • FIRENZE SUD

PRIMO PIANO

3

giugno 2008

SICUREZZA/1. Nuove misure dopo alcuni episodi che hanno scosso un quartiere da sempre tranquillo

Controlli e vigilanza, Gavinana si blinda Sorveglianza

LA SCHEDA

in piazza Elia Dalla Costa

e di Villa di Rusciano.

Sgomberi e “guardie” Le mosse del quartiere

“Ma questo non è il Bronx”

D

e nei parchi dell’Anconella

all’inizio del 2008 sono stati tre gli accampamenti abusivi sgomberati: sul viale Michelangelo, nei pressi degli Assi, dove sono stati sloggiati una dozzina di rumeni accampati in alcune tende dietro le siepi; sotto il ponte di Varlungo, dove sono stati sgomberati quattro nordafricani che vivevano in un pozzo; e in viale Europa, dove altri nove rumeni occupavano abusivamente un’area privata. Rimane, ad oggi, solo un italiano accampato in un casottino di un terreno incolto nei pressi delle Due Strade, all’altezza di via Poccetti, vicino a via del Gelsomino. Cambiando fronte, a vigilare sul parco dell’Anconella e su quello di Villa di Rusciano ci penseranno sei operatori ambientali due giorni la settimana, fino a ottobre, in orario pomeridiano. In piazza Elia Dalla Costa sarà invece impiegato un servizio di vigilanza privato che affiancherà l’attività delle forze dell’ordine per prevenire episodi di bullismo.

Sara Curradi

S

esso in chiesa, sgambetti agli anziani fedeli, sputi e bestemmie in piazza Elia Dalla Costa hanno fatto gridare allo scandalo. A denunciare il fatto il parroco della chiesa di San Pietro in Palco, don Vittorio, stanco degli atteggiamenti arroganti dei giovani che frequentano la piazza. Semplici “ragazzate” o azioni di una vera e propria baby gang organizzata? Comunque sia, sicuramente Gavinana non è il Bronx, e lo stesso presidente del Quartiere 3, Andrea Ceccarelli, ha puntualizzato che “Gavinana non è una zona della città lasciata a se stessa ed alla delinquenza. Ci sono sì alcuni gruppi giovanili che creano problemi, ma sono già stati segnalati e ven- Piazza Elia Dalla Costa gono seguiti”. Ma quelli accaduti certamente non sono episodi da sottovalutare e, per maggio il servizio di vi- pericolo o le anomalie per sensibilizzare la dibili. “La nostra è una campagna di senfronteggiare l’emergengilanza ambientale nei collettività al rispetto della natura, attraver- sibilizzazione e di educazione ambientale, za, l’amministrazione ha Atti di vandalismo parchi dell’Anconella e so un’opera di prevenzione e di educazione non di polizia – spiega Michele Salvadori deciso di affiancare agli e azioni pericolose: di Villa di Rusciano, a mirata. Il servizio prevede l’impiego di sei dell’associazione Amici della terra - il cominterventi dei carabinieri dopo i fatti recenti cura dell’associazione operatori volontari che si aggirano nei luo- pito dei nostri volontari è quello di cercare e degli educatori di strada pronte nuove misure “Amici della terra Firen- ghi indicati indossando un’apposita divisa, il dialogo con i cittadini e di mediare le loro un servizio di vigilanza ze Onlus” e attraverso il muniti di tesserino di riconoscimento con istanze all’amministrazione. I nostri operaspecifico nella piazza della discordia. “Si tratta di un servizio di vigi- coinvolgimento diretto dei cittadini. Obietti- foto identificativa. Gli operatori si alternano tori sono anche dotati di telefono, per cui, in lanza privato – spiega Ceccarelli – che andrà vo dell’iniziativa è proprio quello di preve- nei due parchi un paio di giorni alla setti- situazioni di emergenza, sono sempre pronti avanti per qualche mese in orari alternati dal nire atti di vandalismo e di danneggiamento mana, diversi di volta in volta per non dare ad avvertire le autorità competenti per interpomeriggio alla sera. Inoltre ho già dato la ambientale, e di segnalare le situazioni di “appuntamenti” fissi ed essere più impreve- venti tempestivi”. mia disponibilità a don Vittorio per organizzare iniziative che coinvolgano le famiglie, SICUREZZA/2 perché è proprio da qui che devono partire l’educazione al senso civico e il rispetto del bene pubblico e privato”. C’è poi chi, come Nel 2007 se ne contavano una decina. L’impegno di cittadini e polizia municipale i consiglieri Giovanni Donzelli e Giovanni Gandolfo (An-Pdl), propone di installare telecamere nella piazza, per “fronteggiare il crescente fenomeno della microcriminalità ino a qualche mese fa, a esasperare la – spiega il presidente del Quartiere 3 Andrea è in forte discesa fra i nordafricani”. La polia Gavinana”. Ma per il presidente Ceccarelsituazione della sicurezza nel quartiere 3 Ceccarelli - si tratta di puri e semplici gia- zia municipale si è attivata, attraverso il suo li “questa soluzione non è sufficiente: sono c’erano anche le numerose occupazioni abu- cigli, costruiti con materiali di scarto o di Nucleo prevenzione - controlli speciali, angià state aggirate in passato. Preferiamo sive sparse su tutto il territorio. Nel 2007 se fortuna. Oltre alle condizioni igieniche, gli dando a rilevare i siti segnalati, a volte riusistemi di controllo più presenti ed efficane contavano almeno una decina, così come occupanti non fanno di solito molta attenzio- scendo a effettuare controlli sugli occupanti, ci”. E piazza Elia Dalla Costa non è l’unica negli anni precedenti. Ma oggi la situazione ne neanche alla sicurezza dei luoghi in cui altre volte non facendocela perché questi non zona del quartiere che è stata presa di mira. è molto migliorata, grazie soprattutto alle se- pernottano. Ad esempio, sono state trovate erano presenti o si erano dati alla fuga. E se In passato, anche il parco dell’Anconella è gnalazioni dei cittadini e all’intervento tem- candele e barattoli di alcol, che rappresenta- il bilancio del lavoro della polizia municipastato teatro di atti di vandalismo. Ecco perpestivo della polizia municipale. Attualmen- no un potenziale pericolo soprattutto quando le può essere considerato molto positivo, deché, come ha spiegato Ceccarelli “da poco te, infatti, si conta sostanzialmente una sola si tratta di tende di fortuna o di costruzioni terminante è stato l’aiuto della cittadinanza: è stata riattivata la vigilanza ambientale nel occupazione sul territorio del quartiere, fatta di legno. La maggioranza degli occupanti del resto, è impossibile tenere sotto controllo parco, a dimostrazione che la situazione è eccezione per le occupazioni politiche (Cpa – prosegue Ceccarelli - proviene dall’est eu- tutto il territorio senza le segnalazioni degli sotto controllo e che le istituzioni preposte /S.C. in via Villamagna): è in via Senese. “Spesso ropeo, mentre il fenomeno delle occupazioni abitanti della zona. si stanno adoperando per contenere questi episodi”. Così, il Quartiere ha riattivato da

Lotta alle occupazioni abusive: ne resta soltanto una

F

Il Reporter di Gavinana, Galluzzo, Firenze sud raggiunge 15.321 famiglie nel quartiere 3 di Firenze.

Copia in abbonamento postale Il Reporter è un periodico di 6 edizioni che mensilmente viene distribuito da in 183mila copie

Editore e Concessionaria Pubblicitaria: Web&Press Edizioni s.r.l. Direzione ed amministrazione: via Kassel 17- 50126 Firenze tel. 848.80.88.68 Direttore Responsabile: Marco Agnoletti Service editoriale e grafico: Tabloid soc.coop., Firenze (FI) scrivimi@ilreporter.it

Stampato da Rotopress International, Loreto (AN) Chiuso in redazione 3 giugno 2008 Periodico d’informazione locale. Anno II n. 26 del 3 giugno 2008. N° reg 5579 del 17/05/2007 tribunale di Firenze. Iscrizione al Roc 8551. Spedizione in a.p. - 45% legge 662/96 art. 2 comma 20/b. Contiene I.P. Prezzo di copertina euro 0,10€

Associato alla Unione Stampa Periodica Italiana

Dati non raccolti presso l’interessato Si informa che, ai sensi dell’art. 24, comma 1, lett. C, del D.Lgs 196/2003 (codice in materia di protezione dei dati personali), il consenso per il trattamento dei dati personali, non è richiesto in quanto i dati sono provenienti da pubblici registri, elenchi, atti o documenti conoscibili da chiunque. Nel rispetto della normativa vigente in materia di protezione dei dati personali (art.13 del d.lg 196/2003). La informiamo che i suoi dati personali, non sensibili, sono raccolti e trattati da Web&Press s.r.l., al solo fine dell’invio presso la Sua residenza del periodico gratuito “il Reporter”. Il responsabile del trattamento è Web&Press s.r.l. Potrà in ogni caso richiedere l’eliminazione dei Suoi dati e in contemporanea la sospensione dell’invio della sua copia esercitando l’art. 7 scrivendo a Web&Press via Kassel 17 50126 Firenze.


4

GAVINANA • GALLUZZO • FIRENZE SUD

giugno 2008

FATTI E PERSONE

BADIA A RIPOLI. Nasce la “comunità solidale”: collaborazioni e sinergie tra giovani e residenti

Se gli studenti “adottano” gli anziani Il progetto ha l’obiettivo di costruire un tessuto di solidarietà nella zona, grazie alla presenza in pochi metri di scuole, circoli e associazioni

I PROGETTI. Sarà gestito da ragazzi diversamente abili

Nasce il ristorante “social food”

Sara Curradi

U

U

na comunità attenta ai bisogni del territorio, pronta a valorizzare le proprie risorse a favore di tutti e in particolare di coloro che ne hanno più bisogno o che si trovano in una situazione di disagio. E’ la “comunità solidale” che si sta costruendo a Badia a Ripoli, intorno alle associazioni che si sviluppano su questo territorio. Il progetto, sponsorizzato dal Quartiere 3, mira a creare collaborazioni e sinergie fra giovani residenti nel territorio, studenti che frequentano l’istituto di istruzione secondaria “Elsa Morante”, ragazze e ragazzi diversamente abili e anziani. Lo sviluppo di una co- L’istituto Elsa Morante munità solidale a Badia è favorito proprio dal fatto che, nel raggio di pochi metri, si concentrano nume- un laboratorio teatrale coordinato rose associazioni e circoli ricrea- dall’associazione “Venti Lucenti”, tivi: dalla sede della Misericordia al quale partecipano gli studen(dotata di diversi ambulatori spe- ti stessi dell’Elsa Morante. Altri cialistici, di un centro diurno per progetti realizzati nell’ambito delanziani, di locali ricreativi e di un l’istituto di istruzione superiore sono, invece, ampio parseguiti dalla cheggio), al Gli alunni potrebbero c o o p e r a t iva Circolo Arci, svolgere alcuni stage sociale “Madal circolino al centro diurno anziani trix”, che ha ricreativo deldella vicina Misericordia una lunga la parrocchia esperienza di alla “Libera accademia di belle arti”, fino alla collaborazione con il Quartiere scuola materna privata. Ma il ful- 3. Inoltre, nelle vicinanze della cro del progetto si sviluppa attor- piazza di Badia a Ripoli, si trova no all’istituto “Elsa Morante”, che la sede della cooperativa “Fonteproprio per la specificità dei per- nuova”, che ha in gestione alcuni corsi formativi che offre si adatta orti sociali concessi in comodato molto bene a sperimentazioni e gratuito dal Quartiere stesso. E stage da svolgere in strutture di proprio per questo, ovvero per la volontariato. Inoltre, nell’ambito presenza nella stessa zona di un dello stesso istituto, è presente così alto numero di associazioni,

LA TUA AUTO??? LA COMPRIAMO NOI!!! 861265

AUTO INCIDENTATE, USATE DI TUTTE LE MARCHE ANCHE CON MOTORE FUSO, FUORISTRADA

PAGAMENTO IN CONTANTI

AUTOBAZAR MASSIMA SERIETA’ MANUEL

392.9030036

realtà appartenenti al mondo del volontariato e della cooperazione, istituti scolastici di ordine primario, secondario e universitario, e per la loro disponibilità ad aprirsi al territorio e a interagire con la sua realtà, oltre che per la stessa specificità formativa dell’istituto “Elsa Morante”, l’amministrazione ha deciso di promuovere questo progetto. Un’iniziativa che ha l’obiettivo di mettere in sinergia le diverse potenzialità, di costituire un nuovo tessuto di solidarietà che prenda le mosse dai ragazzi e fra i ragazzi (diversamente abili e non), di fornire occasioni di collaborazione fra generazioni (ad esempio con stage che gli studenti potrebbero svolgere al Centro diurno per anziani della vicina Misericordia) e di collaborare con le realtà associative del territorio.

n ristorante “social food” gestito da ragazzi diversamente abili e non, una ludoteca, laboratori teatrali, stage per gli studenti dell’Elsa Morante, e poi ancora orti sociali e uso di fonti di energia alternativa: sono i progetti che realizzerà la comunità solidale di Badia a Ripoli. Come primo passo, si partirà da una ricerca che svolgeranno gli studenti dell’Elsa Morante sulla condizione degli anziani nella zona di Badia a Ripoli, in modo da avere un primo censi- Il circolo Boncinelli mento dei bisogni della popolazione anziana. “Un primo step – spiega Alessandro Dei, presidente della in piazza di Badia, si trova la sede Commissione politiche sociali del della “Libera accademia delle BelQuartiere – sarà quello di chiedere le Arti”, che potrebbe occuparsi l’autorizzazione alla Provincia per della realizzazione di costumi e utilizzare il terreno adiacente alla scenografie per gli spettacoli reascuola Elsa Morante per creare lizzati proprio dai laboratori teatragli orti sociali. L’idea è quella di li. E sempre nella stessa piazza ha creare alcune vasche rialzate per sede anche una scuola materna/eleconsentire la coltivazione dei ter- mentare privata, che potrebbe colreni anche da parte di tutti coloro laborare con i docenti e gli alunni che sono costretti su una sedia a dell’istituto “Elsa Morante” per la rotelle. Una volta ottenuta l’auto- realizzazione, all’interno della stesrizzazione – continua - passeremo sa scuola superiore, di una ludoteca alla riparazione rivolta agli utendel terreno e già ti del territorio e Tanti i programmi da settembre si della comunità solidale: ai figli di coloro potrebbe partiche frequentano da una nuova ludoteca i corsi serali orre con le prime a laboratori teatrali ganizzati nello colture autunnastesso istituto. li”. Un’altra iniziativa riguarderà l’organizzazione Inoltre, la stessa cooperativa Madi stage degli studenti al centro trix sperimenterà uno spazio di anziani della Misericordia, mentre ristorazione gestito da giovani dil’associazione “Venti Lucenti” e sabili e non. “Per attivare il social la cooperativa sociale Matrix im- food – precisa ancora Alessandro plementeranno le loro attività di Dei – stiamo predisponendo i lolaboratori teatrali continuando a cali del circolo Boncinelli, affinché produrre spettacoli che si avvalgo- possano essere fruibili da tutti, abno di studenti diversamente abili e battendo le eventuali barriere archi/S.C. non. Da tenere conto che, sempre tettoniche”.

856316


GAVINANA • GALLUZZO • FIRENZE SUD

FATTI E PERSONE

5

giugno 2008

L’INIZIATIVA. In piazza Elia Dalla Costa l’ufficio gestito dall’associazione L’Altro Diritto

Lo sportello che risolve le liti fra vicini Il servizio aiuta a trovare soluzioni a contese condominiali e di vicinato, conflitti lavorativi, scolastici e familiari. E far pace diventa più conveniente: è tutto gratis Alice D’Alfonso

“L

a virtù sta nel mezzo”, si usa gior completezza nella raccolta di informazioni dire elogiando le proprietà sulla vicenda in questione, i mediatori invitano della mediazione dei conflitti. con una lettera l’altra parte in causa a parteciE oggi, grazie all’associazione pare a un colloquio, durante il quale esporre la L’Altro Diritto, la fine tecnica di risoluzione del- propria versione dei fatti. Il passo successivo è le liti è offerta in un servizio gratuito per la citta- il vero e proprio “incontro di mediazione”, in dinanza dallo “sportello di mediazione sociale”. cui sono presenti entrambe le parti e i mediaA questo, infatti, possono rivolgersi i cittadini tori. Questo è il momento in cui i “litiganti” si per trovare una soluzione pacifica a contese confrontano sulle proprie posizioni e cercano, condominiali e di vicinato, conflitti lavorativi, con l’aiuto di professionisti, un accordo per la scolastici e familiari. Attivo in piazza Cardinale soluzione del conflitto con un compromesso. Elia Dalla Costa 33 già da “Il verbale di questo inconun paio di anni, lo sportello La responsabile: tro, firmato da entrambe le nasce soprattutto con scopi parti, di solito è sufficiente Il servizio funziona preventivi, per evitare l’inaa risolvere la controversia”, perché sono i “litiganti” sprirsi di conflitti che, con spiega la responsabile dela trovare l’accordo un semplice invito al dialolo sportello di mediazione, go, potrebbero essere risolCaterina Devoto. “Posti. Il servizio è completamente gratuito, e acces- siamo approssimativamente dire che, se delle sibile ogni venerdì dalle 9.30 alle 13 al centro persone che si rivolgono a noi il 50% arriva al polivalente “Il Porto”. La procedura prevede colloquio di mediazione, di queste poi il 90% che i mediatori prendano un appuntamento con risolve il problema”, aggiunge. Tutti gli addetchi li ha contattati per un colloquio preliminare. ti al centro sono laureati in giurisprudenza, ma In un secondo tempo, per garantire una mag- questo non deve far pensare che le mediazioni

abbiano un valore legale. Si tratta infatti di soluzioni amichevoli dei conflitti “che funzionano perché sono direttamente gli interessati a essere protagonisti dell’accordo, che viene però definito secondo la legge”. Per tutti gli altri generi di contese esistono altri sportelli di consulenza legale gratuita. Per esempio, per le mediazioni tra le parti in un procedimento penale dal giudice di pace è presente un ufficio di mediazione specifico in via Fattori, gestito sempre dall’as-

sociazione L’Altro Diritto, per le controversie tra cittadini e pubblica amministrazione c’è il difensore civico, mentre di tutte le controversie con operatori telefonici e pay-tv si occupa direttamente il Corecom (comitato regionale per le comunicazioni) di piazza San Lorenzo 2. Da non dimenticare i centri di consulenza giuridica gratuita in piazza S. Croce 1, al centro anziani di via Carlo Bini e al centro anziani di piazza Cavalieri di Vittorio Veneto.

LA CURIOSITÀ

Ritrovo in piazza? Macché. Oggi ci si incontra sul web

U

na volta ci si incontrava in sala giochi o in piazza Elia Dalla Costa. Ai tempi di internet, invece, ci si dà appuntamento su myspace. Così, alcuni giovani di Gavinana, per lo più musicisti, hanno ideato uno spazio sul web per scambiarsi opinioni sulle loro attività e passioni. Già dal nome, “Gavinana Rockers”, si intuisce la finalità e il campanilismo del sito. L’idea è partita da Shed e Danex, due ragazzi con una sfrenata passione per la musica: Shed scratcha hip hop, Danex mixa drum ‘n’ bass, oltre che lavorare in un negozio di dischi. Da qui l’idea di Gavinana Rockers, spazio nato per condividere

la passione per la musica tra un gruppo di amici che da sempre vivono a Gavinana. Sulla home page, oltre che la lista di “amici”, si possono trovare gli appuntamenti e le serata musicali da non perdere, ma anche alcune produzioni musicali. Per ora sono presenti solo creazioni di Danex e di Shed, ma presto ne arriveranno anche altre. Miracoli della rete: condividere le proprie passioni, localizzandole geograficamente. Gli “adepti”, infatti, sono molto orgogliosi di essere di Gavinana. Tra le ultime discussioni sul forum proprio la questione dei confini del quartiere: non solo i sanfredianini, infatti,

ISTITUTO

823630

PARITARIO ESAMI DI STATO NELLA TUA CITTA’

sono orgogliosi del loro territorio. I ragazzi di Gavinana ci tengono a puntualizzare i confini del loro quartiere che, come recita anche Wikipedia, è “situato nella zona sud di Firenze e va dal fiume Arno al confine con il comune di Bagno a Ripoli. Pesantemente colpito dall’alluvione del 1966, il quartiere di Gavinana continuò la sua espansione nel corso degli anni ’70-80, fino a raggiungere il borgo di Ponte a Ema a sud, la collina di Santa Margherita a Montici al confine con Arcetri e il viale dei Colli a ovest”. Anche se non tutti sono d’accordo /S.C. su dove tracciare i confini di Gavinana.

MUTUO 100% FINO A 40 ANNI a rata costante in una unica OPERAZIONE... Compri casa la ristrutturi e ti crei liquidita'!! Compri casa saldi i debiti e ti crei liquidita!!

PRESTITI PERSONALI Istituto Tecnico Industriale per:

INFORMATICA

ELETTRONICA

Istituto Tecnico E Industriale per: TELECOMUNICAZIONI

Vai Ghibelllina, 77 Firenze 055

2469139 - 055 2479964

861861

tel. 055 05.10.292 347 1074643 347 9425483 Via Firenzuola 5 r (zona le Cure)

u.i.c 14258

LICEO LINGUISTICO

A Italiani e Stranieri Saldo debiti fino a 30.000 EURO Cessioni del V° e deleghe LEASING, FACTORING


6

giugno 2008

GAVINANA • GALLUZZO • FIRENZE SUD

SOCIETÀ

RICICLIAMO. L’immondizia non “sparisce” nel cassonetto. Siamo andati a vedere dove finisce

La “seconda vita” dei nostri rifiuti Piero Bonaventura

P

overi rifiuti. Nati e cresciuti dalle nostre abitudini, spesso anche dai nostri vizi, e poi subito dimenticati: lanciati in un cassonetto quando va bene, lasciati a marcire lungo le strade quando manca il senso civico (e a volte la politica). Fatto sta che, anche quando è passata dalle mani di un cittadino che fa una corretta differenziazione, l’immondizia non scompare “come per magia”. Anzi, dal cassonetto la spazzatura inizia il suo vero viaggio, quello che la porterà ad essere lavorata e poi, almeno in parte, recuperata. E allora seguiamola – almeno per le tipologie più conosciute di rifiuti – la “seconda vita” dell’immondizia dei fiorentini. Carta e cartone. Nel 2007, in tutta riciclo. La carta viene tritata e tral’area fiorentina, ne sono state pro- sformata in una poltiglia immergendotte quasi 63mila tonnellate. Qua- dola nell’acqua calda. La poltiglia drifoglio li raccoglie dai cassoni subisce un processo di filtrazione e depuragialli e, nella sua piattaLa carta viene trasformata zione, al termine del forma di San in una poltiglia quale viene Donnino e in che poi rientra nel normale aggiunta altre esterne, ciclo di produzione alla cellulofa una prima sa vergine e selezione dividendo i cartoni dai giornali. Il “rientra” nel circuito di produzione materiale così diviso viene imballa- della carta. to e spedito a tre cartiere (Firenze, Vetro, plastica, metallo. Questi Empoli e San Pietro a Vico, Lucca), materiali diversi – l’anno scorso la dove si effettua il vero e proprio produzione è andata oltre le 17mila

tonnellate – sono raccolti nello stesso cassonetto (celeste), perché gli impianti di lavorazione consentono poi di dividerli e riciclarli in maniera differenziata. Il vetro viene portato nell’impianto empolese di Revet, dove viene frantumato, diviso dalle eventuali parti in metallo o in plastica e poi spedito alle vetrerie, che attraverso la fusione lo trasformano in vetro nuovo. La plastica viene suddivisa in base alle diverse tipologie (Pet, Pvc, etc), al peso specifico e al colore; poi lavata, macinata ed infine estrusa (una sorta di compressione). Nel caso in

cui i vari tipi di plastica non possano essere divisi in maniera omogenea, si procede ad una fusione che crea una plastica per prodotti come staccionate e panchine. Il metallo, separato da plastica e vetro grazie a degli elettromagneti, viene pressato in balle e inviato alle fonderie, dove avviene il processo di trasformazione. Da notare che gran parte del materiale ferroso riciclato non arriva dalle campane celesti sistemate in strada, ma dai centri di raccolta per rifiuti ingombranti. Chi deve liberarsi di questo tipo di rifiuti (mobili, elettrodomestici, reti

dei letti) può chiamare il numero di Quadrifoglio 055.3906666. Organico. 17mila tonnellate prodotte nel corso del 2007. Questi rifiuti vengono portati all’impianto di compostaggio di Case Passerini, dove sono trattati per trasformarli in concime. Il processo segue esattamente le stesse “tappe” della biodegradazione in natura e può essere eseguito anche nel giardino di casa. Basta un contenitore adatto e un po’ di pazienza: raccogliendo in piccoli pezzi scarti vegetali, caffè, thé, trucioli e un po’ di carta, in 6-8 mesi “nascerà” il compost.

DATI RACCOLTA 2007 Quadrifoglio 907460

CARTA E CARTONE 63.000 tonnellate Con la CARD personalizzata puoi accedere al CENTRO WASH DOG 24H SU 24 inclusi i giorni festivi. Nel negozio troverai le attrezzature appositamente studiate per il lavaggio e l’asciugatura del tuo cane con prodotti naturali e anallergici adatti ad ogni tipo di manto. SERVIZIO DI TOELETTATURA CON PERSONALE SPECIALIZZATO SU PRENOTAZIONE

CON UNA RICARICA INIZIALE DI €25 LA CARD SARA’ GRATUITA

VETRO, PLASTICA, METALLO 17.000 tonnellate ORGANICO 17.000 tonnellate LEGNO 9.332 tonnellate RIFIUTI VEGETALI 7.247 tonnellate RIFIUTI INGOMBRANTI Ferri e metalli: 1.243 tonnellate Computer, video, tv: 512 t Frigoriferi e congelatori: 767 t Lavatrici, lavastoviglie e cucine: 613 t

GALLUZZO - FIRENZE Via Senese, 213/r

INDUMENTI USATI 971 tonnellate

Tel. 055 0517235 Cell. 349 4422884 www.washdog.it

IMBALLAGGI MISTI 650 tonnellate


L’ESTATE DEL QUARTIERE 3 AL PARCO DELL’ANCONELLA DAL 5 GIUGNO AL 18 LUGLIO, TUTTE LE SERE: “DIRAMAZIONI” Rassegna estiva a cura dell’associazione culturale Cambiamusica! In questo periodo sono comprese anche le iniziative di “Tutti i colori del Parco” PROGRAMMA DI GIUGNO: 5 GIOVEDI’ ore 21:30 MUSICAREA CONCERTO “DAL MEDIOEVO EUROPEO AI TANGHI DI PIAZZOLLA” 6 VENERDI’ ore 21:30 TEATRERIA “SCENETTE IN LIBERTÀ”presentazione della scuola di recitazione 8 DOMENICA ore 21:30 ASSOCIAZIONE MUSICALE FIORENTINA GRUPPO MUSICA D’INSIEME diretto da Francesco Lacava “ROCK MELODICO ANNI ‘70” 9 LUNEDI’ EUROPEI CALCIO 10 MARTEDI’ CINEMA – Amici Miei atto I – Regia di Mario Monicelli 11 MERCOLEDI’ CINEMA – La storia del cammello che piange – Regia di Luigi Falorni 12 GIOVEDI’ ore 21:30 MIMESIS “SOSTANTIVO FEMMINILE: LA MARTA LO SA” spettacolo al femminile 13 VENERDI’ EUROPEI CALCIO 16 LUNEDI’ CINEMA - Le Conseguenze dell’amore – Regia di Paolo Sorrentino 17 MARTEDI’ EUROPEI CALCIO 18 MERCOLEDI’ CINEMA – ZeitGeist – Regia di Peter Joseph 19 GIOVEDI’ ARCIRAGAZZI “DALLA PARTE DEI PICCOLI” alle 17:30 animazione nel parco … Ore 21:00 le fiabe animate 21 SABATO Ass.ne Harmonia - FESTA EUROPEA DELLA MUSICA:ore 17,30 I fiori e la primavera - Quartetto d’archi ,l’Art de la Danse Ensemble Dir. Palmira Piscopo musiche con soggetto i fiori e la primavera: Vivaldi (primavera), Verdi (aria di Violetta), J. Strauss (valzer rose del sud), Chaikovskij (valzer dei fiori), Puccini (aria di Mimi) + EUROPEI CALCIO 22 DOMENICA - EUROPEI CALCIO 23 LUNEDI’ - CINEMA – L’imbalsamatore – Regia di Matteo Garrone 24 MARTEDI’ SLOW FOOD 25 MERCOLEDI’ ore 21:30 DANZATRICI DI ISIDE spettacolo Notte d’Oriente e EUROPEI CALCIO 26 GIOVEDI’- EUROPEI CALCIO 27 VENERDI’: ASS. MUSICALE FIORENTINA Dalle 18:00 laboratorio d’improvvisazione musicale dei Taddeo’s - 21:30 Taddeo & Sons - Concerto d’improvvisazione musicale 28 SABATO 21:30 - MIMESIS e ALAMBRADO DANZA “Drip Drop Drip” performance di ricerca sperimentale fra danza e teatro ispirata a”What The Thunder Said” di T. S. Eliot - ALAMBRADO DANZA Spettacolo di danza in collaborazione con PRODANZA ITALIA/USA di New York 29 DOMENICA - FINALE EUROPEI DI CALCIO 30 LUNEDI’ - CINEMA – L’imbalsamatore – Regia di Matteo Garrone PROGRAMMA DI LUGLIO 1 MARTEDI’ dalle 20:30 CAVALIERE AZZURRO “LA BOTTEGA

DELL’ARTE” – laboratori artistici CINEMA - Amici Miei atto II – Regia di Mario Monicelli 2 MERCOLEDI’ dalle 20:30 CAVALIERE AZZURRO “LA BOTTEGA DELL’ARTE”Dimostrazione di pittura dalle 21:30 DEAPHOTO “Video Fotografici Deaphoto” 3 GIOVEDI’ NOTTE BIANCA dalle 20:30 CAVALIERE AZZURRO “LA BOTTEGA DELL’ARTE” – + HZ Movie - Produzioni video con Video-installazioni ambientali + MIA- Madonnari Internazionali Associati + Hulot - Distribuzione video indipendente con Progetto CORTOMOBILE -”Il più piccolo cinema del mondo” soggiornerà all’interno del parco +TENEDLE in concerto (cantautore sperimentale) 7 LUNEDI’ ore 21:30 MIMESIS “Fashion Victim” Teatro Forum 8 MARTEDI’ ore 21:30 CENTRO TEATRO INTERNAZIONALE “Radio ovunque”atto unico 9 MERCOLEDI’ ore 21:30 TEATRERIA Prove Aperte di palcoscenico con A. Foti e la compagnia del Reims 11 VENERDI’ ore 21.30 MAX BALLET + CINEMA Hulot Serata omaggio a Bela Lugosi,il vampiro del cinema per gli amanti del cinema dell’”orrur” VIDEOLUGOSI 11 mini film, a seguire il film ED Wood di Tim Burton del 1994 con Johnny Depp 12 SABATO ore 21:30 MUSICAREA Arie e Gighe della tradizione Irlandese e Danze del Barocco Veneziano 13 DOMENICA ore 21:30 QUARTO TEATRO “ VI PRESENTO PATTY” Info: ufficio cultura Q3 tel.055.6585135/139

nella notte con….BIBLIOBUS del progetto “ Librovagando” Info: Villa Bandini, via di Ripoli 118 tel.055.6585134

“L’AZIONE DEL SILENZIO” Visite con spettacolo: inizio ore 21.00 e 22.00 escluso il lunedì, nel Monastero della Certosa del Galluzzo , previa prenotazione. A cura della Compagnia delle Seggiole. Concerti dell’ORT: GIOVEDI’ 3 luglio ore 21.30 - “I Solisti dell’Ort” LULLY Le bourgeois gentilhomme, suite - PURCEL The Fairy Queen, suite - WARLOCK Capriol Suite - HANDEL Concerto grosso n. 3, op. VI - RESPIGHI Antiche danze e arie per Liuto, III suite VENERDI’ 4 luglio ore 21.30 “OrtEnsamble” F. WEINGARTNER Serenata per archi in fa maggiore - K. ATTERBERG Suite n. 7 op. 29 - L.JANACEK Suite per archi JW VI/2 - B. BARTOK Danze rumene Info e prenotazioni cell. 333.2284784

CONVERSAZIONI MUSICALI: Continuano gli incontri condotti dagli Amici del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino presso Villa Bandini –via di Ripoli, 118, il martedì alle ore 17. 17 GIUGNO: Lady Macbeth del distretto di Mzensk Info: Ufficio Cultura Q3 tel. 055 2767735/39 FESTA DELLA LAVANDA: sabato 21 giugno dalle ore 10.00 alle 20.30: raccolta della lavanda, distillo lavanda, pranzo sul prato, laboratori nel pomeriggio e cena conclusiva sul piazzale presso la Cooperativa Fontenuova in Via Benedetto Fortini, 143 Info e prenotazioni: tel. 055 6811215 da lunedì a venerdì ore 10.00/17.30, entro il 19 giugno. MOSTRE DEAPHOTO A 1/ EFFETTO CANTIERE Prosegue fino al 22 giugno la mostra fotografica sulle trasformazioni del Territorio: Cascine del Riccio e del Galluzzo presso C.R.C. “La Rinascente” Via Ponte a Jozzi, 1- Cascine del Riccio-Firenze • Tel. 055209032 - www.crclarinascente.it Info:Ufficio Territorio Q3 tel 0552767721 ZINGARI E ALTA SOCIETÀ Mostra fotografica dal 14 al 22 giugno a cura dell’associazione K2 Saletta espositiva villa Bandini, via di Ripoli 74r Info: Ufficio Cultura Q3 tel 055 6585135/139

ALLA CERTOSA - GALLUZZO - DAL 27 GIUGNO AL 13 LUGLIO TUTTE LE SERE:

IN PIAZZA BARTALI, TUTTE LE SERE, FINO AL 6 LUGLIO CONTINUA:

“GAVINANA LIVE” Rassegna musicale, gastronomica, culturale e sportiva dalle 19.00 alle 1.00 Ristorante * Cocktails * Live Music * DJ set * Visual Show*Teatro * Danza * Arte * Sport * In collaborazione con il Centro Culturale Italo –Brasiliano Jorge Amado Info-prenotazioni: +39.347.3816330 www.jorgeamado.it - www.gavinanalive.it

NELLE PIAZZE, STRADE, PARCHI E LUNGARNI DI GAVINANA:

“NOTTE BIANCA…LA NOTTE PIÙ LUNGA DELL’ESTATE” GIOVEDÌ 3 LUGLIO Spettacoli, sport, danza, musica, sfilata di moda, band itinerante, sbandieratori, cene in strada, Karaoke, navigazione sull’Arno, negozi aperti nel Centro Commerciale Gavinana , sul V.le Europa e tanto altro ancora in collaborazione con le Associazioni Culturali e Sportive del territorio. Ci si sposta

SPORT ESCURSIONI DI PRIMAVERA: proseguono le “Escursioni di Primavera” in collaborazione con le Guide Ambientali Escursioniste dell’Ufficio Guide: 8 GIUGNO: Parco Regionale delle Alpi Apuane, Campocatino e l’Eremo di San Viano; 22 GIUGNO:Escursione all’Orrido di Botri; 29 GIUGNO: Parco Regionale delle Alpi Apuane, salita al Pizzo d’Uccello da orto di Donna Le informazioni dettagliate sono descritte sul sito WWW.UFFICIOGUIDE.IT Le iscrizioni possono essere effettuate fino a tre giorni prima dell’escursione presso l’Ufficio Sport del Q3 tel.:055 6585134; 055 6585129 Orario: 9.00 - 13.00 dal lunedì al venerdì,martedì e giovedì anche 15.00-17.00 FESTA DEL VOLONTARIATO E DELLO SPORT dal 22 maggio al 20 luglio nel viale Tanini al Galluzzo con iniziative a carattere sociale, ricreativo, culturale e sportivo Info: Ufficio Sport Q3 tel:055 6585134; 055 6585129 Orario: 9.00 - 13.00 dal lunedì al venerdì,martedì e giovedì anche 15.00-17.00

CULTURA

SERVIZI Nel mese di giugno gli uffici del PAD (Punto Anagrafico Decentrato) del Galluzzo, via Senese 206, saranno aperti solo nei giorni di MARTEDI’ e GIOVEDI’. Saranno chiusi per l’intero mese di luglio e agosto.


8

giugno 2008

GAVINANA • GALLUZZO • FIRENZE SUD

FATTI E PERSONE

L’EVENTO. Nei giardini di viale Tanini la kermesse organizzata dall’associazione “La Scatola”

“Fa’ festa!”, la musica sbarca al Galluzzo Matteo Francini

U

na festa per i giovani organizzata dai giovani, con l’obiettivo di riempire quel “vuoto di proposte” che, a detta loro, caratterizza il Galluzzo – ma in generale tutta la città – in determinati periodi dell’anno. Loro sono i ragazzi – tutti di età compresa tra i 18 e i 25 anni – che, non più di tre mesi fa, hanno dato vita all’associazione “La Scatola”: un’associazione di “promozione sociale”, il cui obiettivo è quello di dare spazio e opportunità ai giovani del quartiere e non solo. E “l’esordio” organizzativo dell’associazione sarà proprio la festa che si terrà dal 7 al 13 luglio ai giardini di viale Tanini, al Galluzzo: “Fa’ festa! 2008”, questo il nome dell’evento, che prevede ogni giorno, dal tardo pomeriggio fino alla notte, musica dal vivo, aperitivi a tema, ristorante e proposte di approfondimento sportive e culturali. Ma non solo. Perché, oltre alle serate musicali, sono in programma tornei di calcetto e di calcio balilla, uno spazio espositivo per giovani artisti e fotografi, un risto-

rante aperto tutte le sere dalle 19, un bar e punti vendita di panini, crepes e birra artigianale. Insomma, tante proposte per riempire un “vuoto” molto sentito dai giovani del posto. “Abbiamo deciso creare questa associazione per dare ai giovani uno spazio che, soprattutto al Galluzzo, mancava– spiega la presidente Martina Rossetti – questa festa sarà il nostro esordio: un po’ di preoccupazione sul suo esito c’è, ma stiamo lavorando con impegno per questo appuntamento e speriamo che tutto il Galluzzo lo apprezzi, dai più piccoli ai più grandi. Per i ragazzi del posto è importante avere nuove opportunità”. Come quella che sarà offerta alle band giovanili esordienti che potranno mettersi in mostra, ogni giorno, nel corso della festa. E se dunque il divertimento non mancherà certo in viale Tanini, ci sarà spazio anche per argomenti più “impegnativi”, come iniziative e spunti di riflessione, per i più giovani, sui 60 anni della Costituzione italiana, in collaborazione con il Consiglio regionale.

TEATRO AMATORIALE

Premi per la compagnia “Il Palco”

L

a compagnia teatrale “Il palco”, che ha la sua sede in piazza Cardinale Elia Dalla Costa nel quartiere 3, ha ricevuto, durante la cerimonia di chiusura del festival nazionale Tai (Ente teatro amatoriale italiano) “Premio Serafino Aquilano – Arlecchino d’argento edizione 2008”, tenutasi lo scorso 11 maggio a L’Aquila, al teatro Sant’ Agostino, alla presenza di numerose autorità locali e delle regioni Abruzzo e Lazio, oltre che del presidente nazionale del Tai Giuseppe Smaldone, i premi come migliore compagnia italiana 2008 e migliore attrice protagonista, e una menzione speciale alla regia per lo spettacolo “A piedi Nudi nel Parco” di Neil Simon, per la regia di Francesco Falsettini. Per Firenze, e soprattutto per il Quartiere 3, un prestigioso riconoscimento. “Un’onoreficenza che ci riempie d’orgoglio, per la passione e l’amore che, ormai da generazioni, mettiamo nel fare teatro, dedicandoci la quasi totalità del nostro tempo libero”, hanno commentato i rappresentanti della compagnia “Il Palco”. Per informazioni: www.ilpalco.it o www.taiteatro.it.

L’INIZIATIVA

Torna “Parla con il Presidente”: filo diretto con Andrea Ceccarelli

T

orna anche a giugno “Parla con il Presidente”, l’iniziativa – nata a maggio - pensata per avvicinare istituzioni e cittadini, che possono rivolgersi direttamente al presidente del Quartiere 3 Andrea Ceccarelli per segnalare problemi, proposte o altro ancora. Gli appuntamenti di giugno sono in programma lunedì 16 dalle 10.30 alle 12.30 e lunedì 30 con lo stesso orario: in queste due occasioni, il presidente Ceaccarelli risponderà alle telefonate dei cittadini che vorranno chiamarlo per segnalare problemi, porre domande e pro-

porre iniziative, proseguendo nel “filo diretto” inaugurato a maggio. Un’iniziativa che ha riscosso da subito il gradimento degli abitanti del quartiere, come testimoniato dall’alto numero di persone che hanno contattato Ceccarelli per segnalare problemi e proposte. “Sono soddisfatto, perché i cittadini hanno dimostrato di apprezzare questa possibilità – afferma il presidente del Quartiere 3 – in molti hanno scritto e telefonato. Alla gente è piaciuta soprattutto la vicinanza con le istituzioni resa possibile dall’iniziativa: in molti, anzi, si sono me-

ravigliati del fatto che fossi veramente io a rispondere al telefono”. Ma quali sono stati gli argomenti più gettonati nelle discussioni con i cittadini? “Sono stati affrontati vari temi – risponde Ceccarelli – ma più di tutti la gente ha chiesto informazioni ed espresso pareri sul senso unico di via del Podestà”. Anche a giugno, il presidente Ceccarelli può essere contattato ai numeri 055.2767732 o 388.1781791, all’indirizzo Skype “Presidente Quartiere 3” Firenze, oppure sul suo blog http://quartiere3fi.splinder.com/.


GAVINANA • GALLUZZO • FIRENZE SUD

LAVORO

9

giugno 2008

L’ALTRA ISTRUZIONE. Una possibilità per chi non ha voglia di continuare gli studi o ha perso il posto

Le scuole dove si imparano i mestieri Federica Sanna

I corsi per diventare cuochi, meccanici, elettricisti sono sempre più frequentati. Da giovani come da adulti

U

n tempo erano mestieri che si trasmettevano di padre in figlio. Una volta erano definiti lavori “umili”, perché per poterli fare non serviva né serve un diploma di liceo o una laurea. Richiedono però una specializzazione e un impegno non indifferente. Cuochi, muratori, lastricatori, pasticceri, meccanici ed elettricisti: un esercito di professionisti che oggi vengono formati all’interno di scuole professionali ad hoc. Le frequentano i giovani che non vogliono continuare a studiare e quelli che decidono di interrompere il loro percorso prima della fine dell’obbligo scolastico. Ma anche gli adulti, perché è vero che non si smette mai di imparare: sono persone che hanno deciso di cambiare lavoro e imparare una nuova professione. Oppure, molto spesso, sono storie tristi e sfortunate di chi il lavoro lo ha perso e cerca di ricostruirsi una vita. Come ha fatto Paola, 45 anni, che ha deciso di diventare pasticcera, una passione che aveva fin da bambina. “Non l’ho mai coltivata – racconta –. Poi sono stata licenziata dalla stireria dove

858213

L’INTERVISTA Daniela Lastri, assessore all’istruzione

“Un’esperienza da salvaguardare” Aumentano i casi di ragazzi che abbandonano le scuole dell’obbligo. Nell’anno scolastico 2006-2007 sono stati segnalati al Comune ben 120 casi che riguardano soltanto le scuole elementari e medie. Il 70 per cento degli studenti che lasciano gli studi sono stranieri. Il Centro di formazione professionale è, secondo l’assessore all’istruzione Daniela Lastri, una delle risposte più importanti a questo problema. “Una salvezza per tutti coloro che hanno difficoltà nel percorso scolastico. Il Centro di formazione professionale è un’esperienza unica – dice Lastri – che aiuta moltissimi ragazzi ad avere una prospettiva sicura e qualificata per inserirsi nel mondo del lavoro”. Perché questi ragazzi non hanno voglia di buttarsi sui libri, ma vogliono comunque fare qualcosa nella vita. Il lavoro però non è facile da trovare. Una delle risorse più grandi del Cfp è la vicinanza a questo mondo. “E’ importante il ruolo che svolgono le aziende nel nostro territorio – continua l’assessore – perché grazie alla loro collaborazione è possibile realizzare gli stages e anche inserire i ragazzi in una occupazione definitiva”. Que-

lavoravo, e ho deciso di riprovarci”. A iscriversi a questi corsi professionalizzanti sono gli italiani, ma negli ultimi anni soprattutto gli stranieri. Per completare il percorso di apprendimento ci vogliono di solito da 300 a 1200 ore, e molto spesso la conclusione è uno stage in un’azienda. E poi da cosa nasce cosa, da tirocinanti si diventa dipendenti. Uno dei centri professionali più importanti a Firenze è il Centro di formazione professionale (Cfp), gestito dal Comune, che ha due settori principali: l’industria e l’artigianato, la ristorazione e il turismo. Al loro interno poi si differenziano i corsi per soli adulti e quelli che per i giovani che sono ancora in età d’obbligo scolastico. Nel 2007 sono state 1377 in totale le persone che hanno partecipato alle lezioni. “Uno dei corsi che ha avuto il maggiore successo – racconta Vincenzo Recoli, responsabile della scuola – è l’ultimo che abbiamo aggiunto alla lista: ‘Cuoche oltre ogni limite’, rivolto a 15 donne”. Ma i corsi di cucina sono anche per gli uomini: “Quella di chef resta una professione ad appannaggio dei maschi”, spiega Recoli. Ci sono poi i corsi di pasticcere, meccanico/carrozziere, barista. Per non dimenticare i corsi di informatica che hanno contato lo scorso anno ben 220 iscritti. Un altro centro che conta ogni anno moltissimi iscritti è la scuola edile di Firenze. Nata come azienda per formare gli addetti del settore edilizia, oggi ha arricchito i suoi corsi fino al restauro e al management. E soprattutto li ha aperti agli stranieri. La professionalità richiesta in ognuno di questi settori è sempre più alta. Sembrerà assurdo ma, accanto alle tante difficoltà che s’incontrano oggi per trovare lavoro, restano nicchie di mercato in cui invece mancano gli addetti.

Daniela Lastri

sta possibilità rischia però di essere minata dalla nuova legge regionale che porta l’obbligo scolastico a 16 anni e riconosce come unica sede dove concludere gli studi proprio la scuola “classica”. “Non è ancora chiaro – spiega Lastri – che ruolo potrà continuare ad avere il centro di formazione professionale. Certo è che se i ragazzi avranno come unica possibilità la scuola dell’obbligo sarà un problema”. Intanto, si continua a lavorare per migliorare l’offerta del Centro: “Dall’anno prossimo – annuncia l’assessore – si aggiungerà il corso di restauro del tessuto e dei mobili antichi”. /F.S.


10

L’INCHIESTA

giugno 2008

SIGNORA SICUREZZA/1. Francesca (nome di fantasia) ha 30 anni e da 4 lavora nell’azienda di trasporto pubblico

Donna al volante, discriminazione costante Una delle sessanta autiste dell’Ataf racconta la sua vita alla guida. “Diverse persone si prendono libertà che con gli uomini non si permetterebbero di prendere. Ma questo resta un lavoro affascinante” Federica Sanna

niera diversa rispetto a un uomo: ti prendi delle libertà che altrimenti non avresti”. L’esempio è a portata di mano: “Lo scorso ottobre sono stata aggredita verura la vita dell’autista dell’Ataf. E se a balmente. Mi trovavo in viale Nenni e un automobiliguidare il bus è una donna, lo è ancora sta insisteva per sorpassarmi. Alla fine ce l’ha fatta e di più. Gente spazientita, urla isteriche poi ha inchiodato davanti. Ho dovuto frenare per non e tutte le colpe del mondo addossate a tamponare la macchina e ci sono stati 7 feriti a borchi tiene stretto quel volante: episodi all’ordine del do”. Questo è un episodio, ma l’insicurezza sembra giorno. Purtroppo, però, c’è anche un crescendo di essere una costante: “In tante occasioni non ti senti episodi molto più spiacevoli, soprattutto nel turno di sicura, perché anche una persona malintenzionata sera: ubriachi a importunare, botte a bordo e tossico- nei confronti di un uomo si comporta diversamendipendenti ripiegati su se stessi. “Si vede di tutto”, te. Le donne sono più tranquille e hanno ovviamente dice Francesca, nome di fantasia, una delle 60 autiste meno possibilità di difendersi”, spiega Francesca. donne dell’Ataf. Ha 30 anni e lavora nell’azienda di Ma il problema più grande è chi ti trovi davanti: “In trasporto pubblico da circa quattro. Questo lavoro lei realtà non lo sai mai con che persone hai a che fare. lo ha scelto, e per la verità ci ha sperato veramente di Capita che sull’autobus salgano ubriachi, i tossici o poter vincere il concorso. “È un lavoro stabile e poi ancora chi vuole fare lo sborone”. Qualcuno ci prova mi affascina molto. Allora ho deciso di prendere tutte pure? “Non molti, sinceramente”. L’altro problema le patenti che servivano e presentarmi al concorso. È è che sull’autobus regna (tristemente) l’indifferenza: andata bene”. “Quando succedono queCerto è strano vedere al Il guaio è l’indifferenza della gente. ste cose gli utenti fanno gli volante di quei grossi mezaffari loro, è difficile che Quando succede qualcosa, zi una donna. Da sempre si si mettano in tuo aiuto”, spesso fanno fi nta di nulla attribuisce questo mestiere continua Francesca. Forse alla figura maschile. La perché è proprio all’autista pensa così anche Francesca: “Certo hai un po’ una che viene attribuito un ruolo particolare: “Non rapcrisi di identità appena ti siedi al volante, ma poi presenti te stesso, ma rappresenti l’azienda. E così scendi e torna tutto come prima”. Fosse soltanto un i passeggeri hanno sempre da dire qualcosa, anche questione di identità sarebbe molto più semplice. per le cose più stupide. È anche il motivo per cui, L’essere donna però ha anche altri svantaggi: “Le qualsiasi volta che l’autobus è in ritardo, le persopersone chiaramente se ne approfittano – dice Fran- ne vanno dritte a lamentarsi dall’autista”. In questo cesca –. Se hai davanti una donna ti comporti in ma- caso, però, non si possono chiamare importuni.

D

LA VOSTRA VOSTRA CASA CASA LA CHIAVI CHIAVI IN IN MANO MANO a soli 25€/ora

riparazioni senza diritto di chiamata per interventi di tipo edile - idrauliche -

Promozioni primavera...non solo bagno

IMPIANTI DI RISCALDAMENTO E CONDIZIONAMENTO a partire da soli Euro 400 IMPIANTI ELETTRICI a partire da Euro 680

INSTALLAZIONE CALDAIA a soli Euro 1900

Euro 1.600

PAVIMENTAZIONI a partire da Euro 26/mq IMBIANCATURE INTERNI a partire da Euro 4/mq

PROMOZIONE DEL MESE: Branchetti Minima Larghezza 132cm Profondità 36/52 cm Top in marmo rosa Turandot Mobile scocca ciliegio Completo di specchio lampada alogena + pensile Ultimi pezzi disponibili

Euro 1950,00

EURO 1.500

907928

SUPER OFFERTA BAGNO COMPLETO a soli Euro 6400

Euro 5.800!!! CHIAVI IN MANO L’OFFERTA COMPRENDE: -Lavori di smontaggio sanitari - Demolizione rivestimento - Impianto idraulico completo - Rifacimenti intonaci e sottofondo - Forniture e posa in opera del rivestimento e pavimento - Montaggio dei nuovi sanitari (Top lavabo - Bidet Vaso con cassetta ad incasso - Piatto doccia o vasca) - Mix per lavabo, bidet, doccia o vasca e asta sali-scendi

CHIAMA ORA PER UN SOPRALLUOGO E UN PREVENTIVO GRATUITO DA PARTE DEL NOSTRO PERSONALE QUALIFICATO Via Lungo l’Affrico, 102/a - (FI) info@arredailbagno.it

Tel 055 660793

L’INTERVISTA La presidente di Ataf, Maria Capezzuoli

“Metteremo telecamere a bordo” I l problema esiste, ma non deve essere chiamato allarme. La presidente di Ataf, Maria Capezzuoli, descrive così la situazione della sicurezza sugli autobus fiorentini. Dopo alcuni episodi di aggressione nei confronti degli autisti, la società di trasporti ha deciso di correre ai ripari, in accordo anche con le organizzazioni sindacali. “L’azienda sperimenterà nuove forme di sicurezza a bordo”, dice Capezzuoli. Presidente, a cosa state pensando? “Si tratta di innovazioni tecnologiche. Come ad esempio telecamere a bordo e un sistema di allarme a pedale in modo che, nel caso si verifichi una difficoltà, ci sia un modo per chiedere aiuto che non può essere percepito da chi sta creando problemi”. Si era parlato anche di una separazione più netta fra l’autista e i passeggeri. “Verrà creata anche questa maggiore separazione tra chi guida e l’utenza, ma non sarà un segregazione, perché è giusto che rimanga una forte comunicazione fra le parti. Partiremo con una sperimentazione solo su alcuni veicoli per capire quali sono le soluzioni migliori”. Come si realizzerà questa sperimentazione?

Maria Capezzuoli

“Partiremo con l’installazione di un massimo di 4 telecamere su 4-5 mezzi. Stiamo valutando quelle che sono le linee più a rischio”. Crede che a bordo esista realmente il problema della sicurezza? “Il problema sicurezza è strettamente connesso alle tematiche della città. I numeri ci dicono che Firenze non è una città insicura. Ciò non toglie ovviamente che bisogna cercare di arginare il fenomeno”. Per una donna il problema è più sentito? “È evidente che le donne subiscono forme di molestia in diverse situazioni. Ma la nostra è ormai una società in cui cre/F.S. do si possa vivere tranquilli”.


L’INCHIESTA

11

giugno 2008

SIGNORA SICUREZZA/2. Aumentano le violenze contro il gentil sesso. E spesso la minaccia inizia sui bus

In autobus, sfidando i pericoli notturni Un viaggio nella notte fiorentina, sui mezzi di trasporto pubblico che attraversano la città. Tra sguardi bassi, sensazioni di pericolo e brutti pensieri. Perché sui bus salgono persone di tutti i tipi, anche i più emarginati, e la paura è fare incontri poco piacevoli Ludovica V. Zarrilli

A

ttente al “lupo”. Jeans e maglietta, gonnellina da sabato sera o ballerine raso terra. Si siedono da una parte e guardano di sottecchi chi le circonda, cercando di non dare nell’occhio. Sono tante le donne che si spostano usando i mezzi di trasporto pubblico. Spesso sole, tornano a casa sugli autobus notturni dopo il lavoro o serate passate a divertirsi con gli amici. Salutano il gruppo sperando di arrivare “sane e salve” fino a destinazione e di non incontrare qualcuno che le importuni. O, nel caso peggiore, le segua una volta scese dal mezzo. Le cronache parlano chiaro: le violenze sono in aumento e la paura cresce in modo direttamente proporzionale. Nella stragrande maggioranza dei casi si tratta di studentesse fuori sede o straniere. Le fiorentine digeriscono malvolentieri gli autobus, preferiscono l’auto e il motorino. “Eppure Firenze non era così”, si sente ripetere fino allo sfinimento da gente con qualche anno in più, “In questa città si stava tranquilli, non si corre-

L’INTERVISTA

vano tutti questi pericoli”. Sarà una sensazione o saranno “i tempi che cambiano”, fatto sta che anche la città del giglio è entrata nel vortice delle metropoli da “allarme sicurezza”. Ore 00.40, via Martelli. La gente si accalca intorno alle fermate degli autobus. Guarda gli orari, sbuffa, si allontana. Poi ritorna. Osserva le tabelle quasi a calcolare il percorso che li attende. Arriva il 71, uno dei cinque mezzi che attraversa la notte fiorentina accompagnando nottambuli e anime vaganti fino alle due del mattino. Da Bagno a Ripoli al viale Salvador Allende, a Novoli. Taglia in due la città percorrendola da un estremo ad un altro. Facendo da ingombrante accompagnatore a chi non ha ancora sonno. Alla fermata del Duomo scendono decine di persone lasciando spazio a chi sale. Spintoni, corse. “Lei scende?”. “Si, si. Un attimo di pazienza”. E’ lo scambio di battute più frequente. Come se chi è a bordo avesse fretta di conquistare la meta. L’autobus si riempie di nuovo e riprende il suo viaggio verso la periferia. La fer916760

Parla Alessandro Guerri, insegnante di autodifesa

“L’importante è non aver paura” L

e donne trasalgono all’idea di incappare in qualche malintenzionato e sono sempre di più quelle che si affidano a corsi di autodifesa per imparare a dominare la paura. Alessandro Guerri, insegnante di arti marziali della Fijlkam (Federazione italiana Judo Lotta Karate e Arti marziali), lavora alla Pgf Libertas, la palestra più antica della città, e spiega in modo semplice come reagire ad un’eventuale aggressione. Il Quartiere 1 ha promosso e sponsorizzato un corso di autodifesa presso la Pgf Libertas dedicato alle signore. Che tipo di riscontri ha avuto? “Positivi. Sono molte le donne che si sono iscritte o che avrebbero voluto farlo. Ho parlato al telefono con varie signore che mi hanno spiegato le motivazioni del loro interesse per l’autodifesa”. E sarebbero? “Nella maggior parte dei casi si tratta di paura. Molte non sono state aggredite, ma hanno il terrore che succeda”. Basta un corso per imparare a reagire? “No, noi non insegniamo a reagire. Insegniamo proprio a non aver paura. Quando viene aggredita, la maggior

2

mata successiva è la stazione Santa Maria Novella. E’ qui che raccoglie l’umanità più inquieta, quella più agitata. Quella che, alle volte, fa anche un po’ paura. A mano a mano che il tragitto si accorcia verso il capolinea, il mezzo si svuota. A bordo rimane solo l’autista e qualche passeggero. Spesso gli extracomunitari, coloro che abitano le periferie più estreme. Coloro su cui, complice qualche fatto di cronaca e l’inestinguibile paura dello ”straniero”, si punta il dito sempre più spesso. Seguono a ruota clochard, tossicodipendenti e qualche personaggio strano, quelli che navigano sugli autobus aspettando che faccia giorno, dimenticandosi di aver perso qualche venerdì. Sull’autobus ci si comincia a guardare intorno. Ad avere paura. Ma prima, “quando si stava meglio”, dove si nascondevano tutti questi mostri? Difficile

spiegarselo. Altrettanto difficile cercare di allontanare quella sensazione di inquietudine che accompagna perennemente le lunghe traversate notturne. C’è chi adotta piccoli stratagemmi, come portare nella borsetta polveri o spray urticanti. Altre gentili donzelle si affidano a corsi di autodifesa, studiano arti marziali per essere sempre pronte in caso di pericolo. La paura esiste, il rischio anche. Di facce sospette se ne vedono molte in giro, salvo poi scoprire che i maniaci, quelli veri, hanno l’aria anonima e lo sguardo insospettabile. Abiti succinti e palandrane poco attraenti a volte non fanno molta differenza nella mente dei malintenzionati. E così si sfida la notte. Si fa appello al coraggio e si prova a mantenere il controllo. Sperando di svegliarsi al mattino senza il ricordo di un terribile incubo.

Commenta questa inchiesta su

OTIVI PER SCEGLIERCI..?..RISPARMI E RISPETTI L'AMBIENTE M I M I VA S T O NOVITA’ NOVITA’ NOVITA’ OTT NEW!!! NEW!!!

RITORNANO gli incentivi comunali di

€200

A S S O RT I M E N T O D I

BICI ELETTRICHE

Ciak Elektrocar con batterie al litio

DI PRODUZIONE ITALIANA

(40-100 Km di autonomia)

INCENTIVI COMUNALI Alessandro Guerri

parte delle donne si blocca, quasi pietrificata, a causa del panico. Rimangono ferme e inermi. Ecco, noi tentiamo di sbloccarle. Non abbiamo di certo la bacchetta magica, ma un corso di questo genere può aiutare molto”. Che genere di violenza hanno subito o temono di subire le persone con cui ha avuto a che fare? “Molti pensano che violenza sia sinonimo di abuso sessuale. In realtà sono una piccola percentuale. Ci si imbatte con molta più frequenza in casi che si verificano all’interno delle mura domestiche. Ma anche un semplice scippo può causare un grosso trauma in chi lo subisce. Bisogna cercare di prevenire questo genere di shock”. /L.V.Z.

MANEGGEVOLE GRANDE AUTONOMIA FINO A 60 KM

FURGONI ELETTRICI PER OGNI ESIGENZA

fino a 3.000 Euro, TAGLI SULLE SPESE DI GESTIONE oltre 1600 Euro l’anno, 85 KM DI AUTONOMIA con meno di 1euro !!!

60 KM con soli €0,70

S TA R T L A B S T R E E T MODELLO 2008

€1000 di anticipo

60 rate da €296,50

GRANDE SUCCESSO ESCLUSIVA ELEKTROCAR

FAVOLOSA MINIAUTO elettrica 4 posti mega Mega City Plus

PAGAMENTI RATEALI Nuovi modelli CHATENET

Lunghezza: 2,89 m

Nostra ESCLUSIVA MINIAUTO DIESEL JDM ABACA, ANCHE NELLA VERSIONE MOUNTAIN, 3 ANNI DI GARANZIA (O 40.000 KM)

GUIDABILE DA 14 ANNI, ACCEDE ALLA ZTL, 30 KM/L

LA MODA NON HA STAGIONE VIENI A SCOPRIRE TUTTE LE ALTRE MARCHE, MODELLI E OCCASIONI ALL’INTERNO DEL NOSTRO SHOW-ROOM DISTRIBUTORE UFFICIALE:

SHOW-ROOM VIA MACCARI, 119 (zona Isolotto) TEL. 055 78.74.980 - ekpoint@elektrocar.it


12

TRADIZIONE

giugno 2008

IL TORNEO. Torna, dopo un anno di sospensione, la famosa manifestazione. Con molte novità

Il calcio storico riparte dai giovani Calcianti under 40 e fiorentini “doc” (o quasi), oltre che

Matteo Francini

senza condanne, negli ultimi cinque anni, per diversi tipi

U

n calcio storico “nuovo”, in cui finalmente si vedano i calcianti giocare e la palla correre, e in cui l’incontro non rappresenti solo un pretesto per regolare i conti - a suon di botte - tra fazioni opposte. È quanto si vedrà – o almeno si dovrebbe vedere, ma gli addetti ai lavori si dimostrano ottimisti – nel torneo che riparte quest’anno, dopo la sospensione dell’edizione del 2006 e l’annullamento di quella del 2007. Dunque, quest’anno si ricomincia, con tante novità e la volontà di “riappacificare Firenze con questo tradizionale appuntamento, e di vedere finalmente le squadre giocare, cosa che da po’ non succedeva più”, sentenzia la presidente del Calcio storico fiorentino Elisabetta Meucci. Che, per raggiungere questi obiettivi, non nasconde l’adozione di “una discreta serie di novità”, previste anche dal nuovo regolamento approvato a marzo dal consiglio comunale. Novità che riguarderanno, in primo luogo, gli stessi protagonisti del gioco: i calcianti. La parola d’ordine, infatti, sembra essere “rinnovamento”, a partire proprio da coloro che scenderanno in campo in piazza santa Croce, e che dovranno farlo con l’intento di “fare caccia” e non, come accaduto troppo spesso in passato, di risolvere antiche rivalità individuali. Dunque, da ora in poi i calcianti non potranno avere più di 40 anni, dovranno essere nati a Firenze o residenti in città o provincia, essere tesserati, da almeno due anni, a una federazione affiliata al Coni o a un ente di promozione sportiva

di reati. Queste, e tante altre, le nuove regole di un gioco “che deve tornare degno della tradizione”

riconosciuto e, soprattutto, non dovranno avere condanne (anche non definitive) negli ultimi 5 anni per reati che vanno da omicidi a rapine, da estorsioni a risse. Ma non solo. Perché, anche per le squadre, sono previste regole ben precise: dei 27 calcianti in campo, almeno 10 dovranno essere “under 27”, e altrettanti, ogni anno, gli esordienti nella competizione. “Sono misure prese per favorire il rinnovamento dell’ambiente e per combattere quelle rivalità individuali consolidate che, ormai, caratterizzavano il torneo, e che sono state una delle cause dei problemi degli anni scorsi – spiega Meucci -. Siamo convinti che i giovani potranno portare uno spirito nuovo, anche perchè tra i ragazzi sembra tornata la passione per questa disciplina, i vivai sono pieni e vogliamo dare loro spazio”. Spazio che, inevitabilmente, dovrà essere lasciato libero da molte “vecchie glorie” del calcio storico che, in base al nuovo regolamento, non potranno più scendere in campo e che, dunque, non faranno i salti di gioia per le nuove regole. “Ma i quattro colori hanno capito che questo è un momento storico per il calcio storico, e che, se non si giocava quest’anno, probabilmente non si sarebbe giocato più – assicura la presidente – dunque, tutte le associazioni hanno mostrato grande impegno e collaborazione. Non vogliamo snaturare questa disciplina, ma solo darle regole sportive precise. E siamo fiduciosi sul buon esito del torneo”. Torneo che prenderà il via sabato 14 giugno con la semifinale tra azzurri e bianchi, cui seguirà, il giorno successivo, l’incontro tra rossi e verdi. Poi, come da tradizione, la finalissima il 24 giugno, giorno di San Giovanni.

L’avvocato Aldo Fittante risponde ai lettori de il Reporter

Con conto energia l’impianto fotovoltaico è gratuito Vorrei avere maggiori informazioni sul conto energia, meccanismo d’incentivazione previsto in Italia per la produzione di energia solare grazie ai pannelli solari fotovoltaici. In particolare vorrei sapere quali sono i vantaggi del meccanismo di incentivazione e i soggetti che ne possono beneficiare. Gentile lettore, in qualità di titolare dello Studio legale Fittante all’interno del quale è stato attivato un dipartimento specializzato nel settore delle energie rinnovabili, con piacere provvedo ad illustrarLe gli aspetti caratterizzanti del meccanismo di incentivazione denominato “conto energia”. Il conto energia (feed-in tariff) è una tariffa agevolata stabilita a livello statale con cui viene pagata l’elettricità prodotta da fonti rinnovabili per un periodo garantito, di solito intorno ai venti anni. Dunque con l’espressione “conto energia” viene indicato un meccanismo di incentivazione che remunera l’energia elettrica prodotta da un impianto fotovoltaico per un certo numero di anni. Con il conto energia il contributo non è assegnato all’installazione dell’impianto, bensì all’energia prodotta dai pannelli solari; questa viene poi venduta dai proprietari dei pannelli solari alla rete elettrica nazionale. Gli incentivi in conto energia sono stati introdotti in Italia con il Decreto del Ministero delle Attività produttive del 28 luglio 2005 che ha attuato la Direttiva Europea 77 del 2001 sulla promozione dell’energia elettrica prodotta da fonti energetiche rinnovabili nel mercato interno dell’elettricità. Successivamente il Legislatore per risolvere alcuni punti critici ha deciso di intervenire ulteriormente in materia in particolare con il decreto interministeriale del 6 febbraio 2006 che ha riconosciuto le tariffe incentivanti ventennali fino al raggiungimento di 500 MW di potenza cumulativa, a fronte dei precedenti 100 MW, con un limite totale annuale di 85 MW dal 2006 al 2012 (60 MW per impianti con potenza inferiore a 50 kWp e 25 MW per impianti con potenza superiore a 50 kWp). Recentemente poi è stato adottato un ulteriore Decreto (Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 19 febbraio 2007) che ha introdotto importanti novità relativamente al Conto Energia in Italia quale l’individuazione di tariffe maggiori o minori a seconda della maggio-

re o minore integrazione del sistema fotovoltaico nel contesto ambientale o dell’edificio che ospita i pannelli. Possono beneficiare delle tariffe incentivanti le persone fisiche, le persone giuridiche, i soggetti pubblici, i condomini di unità abitative e/o di edifici. Le persone fisiche e giuridiche, nonché i soggetti pubblici e i condomini di unità abitative e/o di edifici che siano interessati all’incentivazione del fotovoltaico, individuati come soggetti responsabili nel DM 19 febbraio 2007, devono far pervenire al GSE (Gestore dei Servizi Elettrici – GSE s.p.a.) - entro 60 giorni dalla data di entrata in esercizio dell’impianto, pena la decadenza dall’ammissibilità alle tariffe incentivanti – l’apposita richiesta di concessione della tariffa pertinente. In particolare per richiedere l’incentivazione, è possibile utilizzare l’apposita applicazione informatica sul sito del GSE previa registrazione (https://fotovoltaico.gsel.it/). Le richieste per l’incentivazione, stampate e corredate dell’apposita documentazione di supporto, dovranno essere inoltrate all’indirizzo di posta indicato nella sezione del sito del GSE. Il GSE, entro 60 giorni dalla data di ricevimento della richiesta di accesso alla tariffa incentivante e verificato il rispetto delle disposizioni del decreto, comunica al soggetto richiedente la tariffa riconosciuta. Il meccanismo di incentivazione sopra descritto consente così alle aziende ma anche soprattutto ai privati di ammortizzare gli investimenti iniziali e di ottenere un beneficio economico attraverso la remunerazione garantita con il conto energia. La direzione intrapresa con le nuove leggi è quella già in atto in altri paesi comunitari ovvero remunerare in modo molto conveniente l’energia prodotta (circa 3 volte il valore di mercato) con grande beneficio per i possessori di questi impianti. E’ questo il conto energia. Per maggiori informazioni tecniche si segnala la Empower Energy Group S.r.l., E.S.C.O. (Energy Service Companies) operante su Firenze – indirizzo e-mail: info@empowerenergygroup.it. Avv. Prof. Aldo Fittante

STUDIO LEGALE FITTANTE• VIA MICHELE DI LANDO, 6 TEL. +39 055 2337651 • FAX +39 055 2306552 E.MAIL: FITTANTE@FOL.IT • WWW.STUDIOLEGALEFITTANTE.IT


A Novoli è in costruzione un cinema multiplex che fa molto discutere. L’Agis, l’associazione che rappresenta i gestori delle sale, protesta e annuncia ricorsi al Tar. Al di là di questo singolo caso:

COME GIUDICHI IL PROLIFERARE DEI MULTISALA? Bene, sono facilmente raggiungibili, hanno grandi parcheggi e molta scelta di titoli Bene, a patto che facciano anche una programmazione di qualità Male, bisogna salvaguardare le sale storiche in centro città ed i film di valore

PARTECIPA AL SONDAGGIO SUL SITO www.ilreporter.it OPPURE INVIACI UNA MAIL A dicolamia@ilreporter.it O TELEFONA AL NUMERO 840.70.74.74

I risultati saranno pubblicati sul prossimo numero

I RISULTATI DEL SONDAGGIO DI MAGGIO

Il professore dell’Istituto Tecnico Marco Polo, filmato mentre fumava in classe, è rientrato a scuola. E’ giusto o andava licenziato? 45,18% È giusto, non era così grave 10,57% È giusto il rientro, ma in un’altra scuola

LA LEGGE 194 CHE 44,25% Non è giusto, è un segnale diseducativo REGOLAMENTA L’ABORTO DEVE ESSERE CANCELLATA?

Il sondaggio è stato effettuato tramite il sito internet www.ilreporter.it, una linea telefonica dedicata e l’indirizzo e-mail dicolamia@ilreporter.it. Totale votanti: 974; Risposte: E’ giusto, non era così grave: 440 (45,18%) - Non è giusto, è un segnale diseducativo: 431 (44,25%) - E’ giusto il rientro, ma in un’altra scuola: 103 (10,57%). Sondaggio tramite www.ilreporter.it: Totale votanti: 759; Risposte: E’ giusto, non era così grave: 340 (44,8%) - Non è giusto, è un segnale diseducativo: 339 (44,7%) - E’ giusto il rientro, ma in un’altra scuola: 80 (10,50%); Sondaggio tramite linea telefonica dedicata: totale votanti 215; Risposte: E’ giusto, non era così grave: 100 (46,50%) - Non è giusto, è un segnale diseducativo: 92 (43,00%) - E’ giusto il rientro, ma in un’altra scuola: 23 (10,50%); Sondaggio tramite dicolamia@ilreporter.it: totale votanti n.p. - Risposte: E’ giusto, non era così grave: n.p. - Non è giusto, è un segnale diseducativo: n.p. - E’ giusto il rientro, ma in un’altra scuola: n.p. AVVERTENZA: I “sondaggi on line” non sono sondaggi rappresentativi ai sensi delle direttive dell’Autorità garante delle comunicazioni: essi non hanno valore statistico. I risultati che forniscono non hanno, cioè, la pretesa di rappresentare l’opinione di gruppi di persone. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente, che hanno l’unico scopo di permettere agli utenti che lo desiderano di esprimere la propria personale opinione.


14

L’INCHIESTA

giugno 2008

LE NOSTRE PAROLE/1. Viaggio tra i vecchi fiorentini, figli di un’altra epoca e di un altro linguaggio

Così è cambiata la lingua di Boccaccio “Eravamo sboccati come i personaggi del Decameron, ma non offensivi”, raccontano i nonni fiorentini. A cui non piacciono “le parolacce usate dai nipoti” Federica Sanna

B

ei tempi. Quelli del fiorentino “docche” (doc, insomma). Quelli che si ricordano i nonni di Firenze e che ormai sono andati. “Con tutto icché c’è ora, siamo tutti mescolati. Nell’autobus si trovano gialli, neri, verdi…”, dice una signora ben vestita e con un filo di rossetto, il suo nome preferisce non dirlo: sono le 10 e scappa al mercato. Sono loro, gli anziani, che tengono vive le sfumature del fiorentino d’antan: parlando seduti nelle panchine, nelle piazzette e nei parchi, magari con i loro nipotini accanto. Ma com’era questo fiorentino che sta sparendo, o comunque irrimediabilmente cambiando? “Sboccato, alla Boccaccio, ma non per forza offensivo. Prendiamo una parola come “bischeraccio”, che era detta con simpatia. Oggi non si usano più o comunque molto meno”, racconta il signor Franco, che è nato e vissuto proprio a San Lorenzo, zona mercato centrale, il cuore di Firenze. Un modo di parlare volgare che fa sorridere: “Si diceva merdaiolo, bucaiolo. Le gemelle che stanno accanto a casa mia però continuano a dirle queste parole. E quando le sento mi ritornano in mente, altrimenti forse le avrei dimenticate”, dice Adriana, 70 anni. “Le mie figlie invece ora dicono “stronzo”, “non mi frega un cazzo”, e a me non piacciono queste espressioni”, aggiunge la sua amica Anna, che di anni ne ha 74 e quando pronuncia le “nuove parolacce” abbassa il tono di voce e quasi si sente in colpa a pronunciarle. Ci sono parole che ormai sono scomparse dall’uso corrente, sostituite da quelle utilizzate dalle nuove genera-

zioni. Prova a ricordarle il signor Plinio, 73 anni, anche se è difficile farle venire in mente: “Pastrano non lo dice più nessuno. È il cappotto, ora magari si dice ‘giacchetto’ oppure ‘giacca’. Poi la porta veniva chiamata ‘l’uscio’ e la bottiglia ‘la boccia’”. Questo fiorentino è quello che hanno imparato dai loro nonni, che avevano vissuto nel 1800. Era facile impararlo. Oggi per i loro nipoti lo è molto meno. “Sono più strettini di noi: parlano correttamente l’italiano e non il fiorentino. Perché vanno a scuola, guardano la televisione, leggono e stanno con gente di fuori. Quando ero piccolo io, a scuola eravamo tutti nati a Firenze”, dice il Lorenzo, 67 anni, che il suo fiorentino l’ha imparato fra le vie di San Frediano. È anche il tono che non è più quello di una volta: “Prima – continua – si diceva “andaaaho” con una bella a prolungata. Poi c’era anche ‘veniiiiio’”. E ancora, racconta Lido, 82 anni, si diceva ‘mi casa’ e ‘mi carne’: “Ora al limite quando vado dal macellaio gli chiedo ‘la ciccia’, e non più un etto come allora”. Ma si scoprono anche le influenze delle altre lingue, tipo stranamente il francese: “Liscit era la latrina, il gabinetto insomma”, cerca di spiegare Plinio. Il tempo passa e quasi non ci fanno più caso a come cambia anche la lingua. “Noi continuiamo a dirle tutte, queste parole, ma non ci accorgiamo se sono delle parole che non si usano più”, spiega Renzo, che tutti gli amici prendono in giro “perché viene dalla campagna”. Senza accorgersi che anche la “campagna” è scomparsa, perlomeno come concetto: perché oggi è tutta città. 816081

OGNI SETTIMANA NOVITA’ E PROMOZIONI GIOCHI:

PROTEZIONE ANTIZANZARE: SALVIETTE CORDA IMBEVUTE PER SALTARE ALLA MUSICALE CITRONELLA PER IL CAMPEGGIO E LA CASA: PER LA SPIAGGIA: CONTENITORI IN PLASTICA CONTENITORE FREEZER E MICROONDE

DVD - VHS: WRESTLING CARTONI ANIMATI

RACCHETTE OCCHIALI SALVAGENTE

INOLTRE.... SALVIETTE PER L’ IGIENE E LA PULIZIA DELLE SUPERFICI: MOBILI, PAVIMENTI, PARQUET, FORNO, VETRI, BAGNO, CUCINA. EMOLLIENTI ANTIBATTERICHE CON CERA D’API ANTIGRASSO

ORARIO NEGOZIO: LUNEDÌ - mattina chiuso - Pomeriggio 15:30 / 19:30 DAL MARTEDÌ AL SABATO 09:30 / 13:00 - 15:30 / 19:30 APERTI L'ULTIMA DOMENICA DI OGNI MESE

franchising system Tel. 055 6266281

Lo trovate a FIRENZE Via Quintino Sella, 13 a/b ang. Via Madonnone

fermata autobus n• 14 vicino il cinema VARIETY


L’INCHIESTA

giugno 2008

15

LE NOSTRE PAROLE/2. Modi di dire e termini che scompaiono, altri che “nascono”: la lingua si rinnova

Come vu’ parlahe? Il fiorentino ieri e oggi Giulia Righi

“M

a indo’ tu s’è andaho?”. rentini. Anche se c’è ancora un esercito di si“Icché si fa stasera? Siee, gnori dai capelli bianchi che questo patrimonio chello gli è grullo”. C’è linguistico non lo ha perso. Loro fanno la spepoco da fare, è proprio sa e comprano il ramerino, sopra gli spaghetti buffa la parlata fiorentina. Per chi la ascolta, ci mettono il cacio, la casa la puliscono con e a Firenze non ci è nato, riesce ad avere sfu- la granata e il bastone (leggi spazzolone), e i mature comiche anche in bocca ad una persona piatti li lavano nell’acquaio. I giovani invece seria impegnata in un discorso altrettanto serio. hanno altri grilli per la testa. Se a scuola c’è E alzi la mano chi non è mai stato preso in giro l’ora di educazione fisica si mettono il toni. Se per le sue “c” aspirate da un forestiero che pro- alla prima ora interroga la professoressa sevevava goffamente a fargli il verso, riuscendoci ra allora piglia male, se il sabato sera bevono poco e male, perché la gorgia (ovvero ciò che troppo rischiano di strippare, e forse è bene rende “antiphathiho” un “antipatico”) fa par- che i nonni non sappiano cosa intendono esatte del dna del capoluogo tanto quanto l’Arno tamente i loro nipotini con questo termine. Ma o il Battistero. Eppure, passa il tempo, passa lessico e giochini a parte, cosa sta cambiando l’acqua sotto i ponti, e la parlata fiorentina è nel fiorentino? “È cambiato, certamente, come cambiata pure lei. Si è tenuta i suoi tratti di- cambiano tutte le lingue – spiega il professor stintivi, per cui grandi e piccini continuano a Leonardo Savoia, docente di Linguistica Geneessere convinti che “quell’omo se n’è andaho rale all’Università di Firenze –. Oggi ad esempio è molto meno marcata la di hasa”, ma certe parole le differenza tra il fiorentino ha perse per strada. Quale ragazzo di oggi sa Per esempio: quale giovacosa sono i “pentonciani”? rustico e quello della città. Sul fiorentino dei giovani ne fanciullo fiorentino dirà Quale anziano cosa poi c’è una forte pressione mai alla sua mamma “Non significa “strippare”? dell’italiano standard, per mi aspettate per cena, vado cui forme come “vo” “fo” a desinare da McDonald?”. Oppure: quale adolescente entrerà più in un ne- sentono la concorrenza di “vado”, “faccio””. gozio del centro per chiedere a una commessa Ma non è che col passare del tempo si rischia se ha la taglia 42 di quella camiciola? Ancora: di perdere anche la preziosa gorgia? “Per ora che faccia farerebbe un ragazzo se si sentisse non è in calo, anche se tante persone tendono chiedere da un ortolano anziano se, oltre alle ad usare una pronuncia standard, spesso sfugge zucchine, vuole anche un po’ di petonciani? comunque dal controllo del parlante – rassicuMica lo sa lui che questi “petonciani” sono le ra il professore –. Anzi, si assiste ad un’espanmelanzane. Vagli poi a spiegare che il migliac- sione geografica del fenomeno, per cui capita cio è il castagnaccio e che il quartiere è l’ap- di sentire dire parole come “andaho”, molto forti fra i giovani, anche in altre zone della Topartamento e non la zona dove abita. Insomma, cambia tutto, anche in bocca ai fio- scana”.

L’INDAGINE Un’indagine curata dall’Accademia della Crusca nel 2006 su 342 studenti universitari e 171 studenti delle superiori, ha fotografato le competenze linguistiche dei giovani toscani. Risultato: tra gli intervistati, solo il 33,2 per cento degli universitari conosce il significato di una parola come “reazionario” e solo la metà sa cosa vuol dire “antimeridiano”.

DEODORANTI E CONGIUNTURE Dall’indagine è emerso che tra le parole più conosciute dai giovani c’è “idromassaggio”, “deodorante”, “merendina”, “scetticismo”, “modulo”, mentre solo il 47 per cento ha indovinato il significato di “cartolarizzazione” e solo il 28 per cento quello di “congiuntura”. La maggior parte degli intervistati ha dichiarato di non aver mai sentito la parola “pioppeto”.

PAROLA DI NONNO Tra i toscanismi che i giovani conoscono poco, l’indagine dell’Accademia della Crusca ha evidenziato parole come “rigovernare” e “desinare”. Un po’ meglio è andata invece alla parola “acquaio”, il cui significato è stato azzeccato dall’80 per cento degli studenti intervistati, e alle parole “cenci” e “grucce”, sulle quali hanno sbagliato in pochi.

ANALFABETI? Dalla ricerca dell’Accademia è emersa anche una fotografia sull’analfabetismo nella nostra regione: i toscani che non sanno né leggere né scrivere sono 26.700, ai quali vanno aggiunte altre 294mila persone, senza titolo di studio, da considerarsi “analfabeti sostanziali”. La media toscana di queste due “categorie” è più bassa di quella nazionale: rispettivamente 0,8 per cento e 8,8 per cento contro 1,5 per cento e 9,7 per cento.

917664


Il tradizionale Pranzo dei Centenari fiorentini in Palazzo Vecchio Erano più di 300 le persone presenti al tradizionale Pranzo dei Centenari che si è svolto nel Salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio il 21 maggio scorso. La festa, iniziata verso mezzo giorno e mezzo è stata condotta magistralmente dal bravo Gaetano Gennai, e ha visto un’esibizione di Narciso Parigi, poi un breve concerto del pianista Giuseppe Fricelli con voce narrante e performance e “incursioni” varie tra i tavoli di Santino. Appassionante e assai piacevole il coro composto da 30 bambini della scuola di Monticelli. Il tutto per più di tre piacevolissime ore: tanto è durata la bellissima festa. Il pranzo con un unico menù a cura della Gerist era composto da: turbantino (sformatino) di spinaci e cibreo (una frittatatina di uova, arricchita con brodo di carne, cipolle, salvia, fegatini, creste, bargigli e cuori di pollo) alla fiorentina, crespelle ai funghi porcini e pappa al pomodoro, fricassea di pollo e patate alla contadina, latte alla portoghese con panna, composta di frutta e praline del cioccolatiere, e poi il caffè. Il tutto annaffiato con bianco Sauvignon Codroipo del Friuli e rosso Chianti Classico di Greve Pesa. A fare gli onori di casa l’Assessore alle Politiche Sociosanitarie Graziano Cioni che ha accolto i centenari e i loro familiari nello storico Salone, trasformato per un giorno in una lussuosa e suggestiva sala da pranzo. Il Sindaco Leonardo Domenici ha portato i saluti dell’Amministrazione e dell’intera città. “Siamo onorati di avere nel Salone dei Cinquecento questi ospiti davvero speciali. Il pranzo di oggi rappresenta una occasione importante per stringersi intorno ai nostri cittadini più anziani. Voglio quindi ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile questa iniziativa e in generale tutte le persone che ogni giorno si dedicano agli anziani. Il contributo delle associazioni del volontariato, insieme al lavoro dell’Amministrazione comunale, è infatti fondamentale per fare di Firenze la città solidale che conosciamo”. All’evento, oltre agli ultracentenari e ai loro familiari, erano presenti il Presidente Filippo Vannoni e il Direttore Anna Laura Abbamondi di Montedomini (l’Azienda di Servizi alla Persona che ha avuto parte fondamentale nell’organizzazione e nella cura dell’iniziativa), anche le autorità cittadine tra cui il Prefetto Andrea De Martino e il Vescovo ausiliare Claudio Maniago, il Questore Francesco Tagliente, il Vicecomandante provinciale dei Carabinieri Pierfranco Francacalvieri, rappresentanti della giunta e del consiglio comunale. E ancora, il Rettore dell’Università di Firenze Augusto Marinelli, il Direttore generale dell’Azienda sanitaria fiorentina Luigi Marroni e dell’Azienda ospedaliera di Careggi Edoardo Maino, il Preside della facoltà di medicina dell’Università di Firen-

ze Gianfranco Genuini, Marco Bassilichi della Bassilichi Spa (una delle aziende che ha reso possibile l’evento). Al termine del pranzo l’assessore Cioni ha consegnato ad ognuno dei centenari una targa ricordo, e per le signore anche un mazzo di fiori e per gli uomini una cravatta e una bottiglia magnum di Brunello, non è mancato anche un regalo per i bambini del coro: un simpatico pupazzo, quindi ha colto l’occasione per ringraziare gli sponsor, appunto la Bassilichi, un gruppo di Rsa, la Socota che ha messo a disposizione i taxi e le Misericordie del Duomo e di Rifredi che hanno garantito il trasporto degli anziani invalidi.

Alcuni dati da non trascurare: A Firenze gli ultracentenari sono 184 (di cui 165 femmine e 19 maschi ) e ben 38 hanno accolto l’invito dell’Amministrazione comunale, si tratta di 33 donne e 5 uomini che hanno spento “almeno” 100 candeline. La palma dell’invitato più anziano va alla signora Argia Rosselli che, nata nel 1899, ha compiuto 109 anni; tra gli uomini il più longevo è il signor Luigi, classe 1904. Numerosi i nati nel 1908 che hanno appena compiuto o compiranno 100 anni nei prossimi mesi: addirittura 15. Tra le curiosità una signora di 102 anni che è venuta accompagnata dal fratello di “soli” 96 anni e un signore di 104 anni che ha preferito utilizzare le scale piuttosto che prendere l’ascensore spiegando che “su quel trabiccolo io non ci salgo”. Inoltre sarà bene sapere che “Firenze si conferma come un luogo dove l’aspettativa di vita è più alta rispetto al resto del paese: i residenti over 65 anni sono infatti 97.071 pari al 26,5% della popolazione (a livello nazionale la percentuale è del 19,7%)”; mentre secondo una rielaborazione per il territorio comunale dei dati regionali forniti dall’Agenzia Regionale di Sanità sono circa 4.200 gli anziani in condi-

Suggestiva veduta del Salone dei Cinquecento allestito per l’occasione

zione di grave non autosufficienza residenti a domicilio cui si devono aggiungere i 1.700 ricoverati in Rsa”, 138 dei quali sono a Montedomini, dove gli autosufficienti sono in tutto 46. Per chiudere con una piccola chicca: Fra i personaggi famosi nati nel 1908, l’anno in cui sono nati quelli che compiono 100 anni quest’anno, si può ricordare: 9 gennaio Simone de Beauvoir, 6 febbraio Amintore Fanfani, 7 marzo Anna Magnani, 5 aprile Bette Davis, e lo stesso giorno Herbert von Karajan, 28 aprile Oskar Schindler sua la famosa Lista che permise a moltissimi ebrei di salvarsi dalle persecuzione Nazista, 20 maggio James Stewart, 28 maggio Ian Fleming l’ideatore dell’agente segreto 007, 26 luglio Salvador Allende, 22 dicembre Gian Luigi Bonelli, l’ideatore dell’eroe dei fumetti Tex Willer. Eventi e curiosità dell’anno 1899 quando è nata la signora Argia l’ospite a più anziano: l’11 luglio Nasce a Torino la FIAT, fra i personaggi famosi nati in quest’anno si può ricordare:17 gennaio Al Capone, 27 marzo Gloria Swanson, 29 aprile Duke Ellington, 10 maggio Fred Astaire, 21 luglio Ernest Hemingway, 13 agosto Alfred Hitchcock, 28 settembre Achille Campanile, 29 settembre László József Bíró l’inventore della penna a sfera poi chiamata la biro, 25 dicembre Humphrey Bogart.

“La cena di Babette” si fa a Montedomini Un uomo saggio una volta disse che ogni società è giudicata in base a come tratta soprattutto i meno fortunati Si terrà il 24 giugno, per la festa di San Giovanni, una suntuosissima cena nel particolarissimo Loggiato di Montedomini volta a raccogliere fondi per le iniziative a favore della struttura e dei suoi ospiti. Il menù, per il momento, rigorosamente segreto, è personalmente curato da quattro dei migliori cuochi della nostra regione, che si esibiranno realizzando dal vivo rispettivamente un antipasto, un primo, un secondo, un paio di contorni e un dolce. Leonardo Romanelli, noto eno – gastronomo avrà il compito di Gran Maestro Cerimoniere e la non facile cura della scelta dei vini più appropriati da abbinare alle pietanze ammannite, il tutto sapientemente supportato dall’esperto staff di Guido Guidi Ricevimenti, che avrà un particolare riguardo alla logistica ed all’estetica per il miglior successo della serata. Precederà la cena un gustoso aperitivo (studiato appositamente dal Cenacolo degli Sparecchiatori in collaborazione con l’Alisea Ristorazione), nei prestigiosi locali dello storico Guardaroba di Montedomini , altrimenti noto come “la casa degli armadi” restaurato e inaugurato per l’oc-

casione. Questo angolo di Firenze, sconosciuto ai più, si disvelerà, proprio durante la “Cena di Babette” , ai pochi privilegiati, per poi potersi mostrare, a chi ne avrà l’interesse ed il piacere nei giorni futuri su appuntamento. Dopo la scoperta di questo prezioso Guardaroba che era stato nascosto e chiuso per anni, grazie alla nuova amministrazione, la Fondazione Montedomini ha, coinvolgendo un noto Chamisier fiorentino che risponde al nome di Giuliano Pacini, pensato bene di creare una linea di abbigliamento e non solo, registrando il marchio che rievoca antiche memorie: Montedomini 1476 , per produrre, con appropriate e non facili ricerche, una serie di prodotti da mettere in commercio e così facendo ricavare dei proventi per sostenere Montedomini ed i suoi ospiti. Il primo prodotto di questa fiorentinissima collezione è il camicione del nonno/nonna che si ispira a quei magnifici capi di abbigliamento di una volta così pratici, originali, eleganti e comodi adatti a molte occasioni che vanno dalle notti d’inverno al copri sole estivo.

no Stefanelli, allievo prediletto del grande Pietro Annigoni esporrà per l’occasione, una serie di ritratti inediti di personaggi di Montedomini eseguiti personalmente negli anni ’60 e le cartelle per uno studio di un affresco (peraltro mai realizzato) risalenti sempre a quegli anni, da eseguirsi nella struttura.

Il Presidente di Montedomini Filippo Vannoni e il Direttore Anna Laura Abbamondi

L’originale ed esclusiva serata dopo la Cena proseguirà con la visione de’ Fochi di San Giovanni direttamente dal giardino d’inverno situato al piano nobile della struttura di Montedomini , che, guardacaso, si volge sfacciatamente verso la collina di San Miniato coinvolgendo una panoramica unica al mondo che spazia dalla Basilica stessa fino ed oltre il Forte di Belvedere, permettendo una privilegiatissima vista del tradizionale spettacolo pirotecnico in onore del Patrono della nostra città. Per chiudere con un cammeo, il Maestro Roma-

Il camicione del nonno/nonna si può trovare in commercio al prezzo di 60,00 € presso la Camiceria Pacini tel. 055 578799 o il negozio Emporio GP di via Gioberti tel.055 678710. Oppure direttamente tramite commercio elettronico visitando il nostro sito ufficiale www. montedomini.net/it 055 2339 410 - 406, tutti i proventi delle vendite andranno a supportare la Fondazione Montedomini 1476. Si rende noto che tutte le collaborazioni elencate sono gratuite e sensibili alle iniziative volte a favore della Fondazione Montedomini.

informazione a cura di Montedomini/foto di Giuseppe D’Ambrosio


CALDO

17

giugno 2008

STOP ALL’AFA. Una panoramica su un mercato in espansione e sempre più variegato

Un’estate al fresco…dei condizionatori Come tutti gli anni in questo periodo, è partita la corsa per acquistare gli impianti di climatizzazione. L’offerta è sempre più ampia, ma bisogna scegliere con attenzione Sara Curradi

P

ortatili e compatti, mo- che garantisce i rendimenti e le nosplit con telecoman- prestazioni, visto che in passato do digitale, eleganti o si sono verificati non pochi casi silenziosi, a pompa di di contraffazione tra prestaziocalore o con deumidificatore. ni promesse e prestazioni reali. Sono questi i dilemmi dell’esta- Prese tutte le precauzioni del te per chi ha deciso di installare caso, è utile considerare anche un climatizzatore. Il panorama che i climatizzatori di ultima gedelle marche è ormai veramente nerazione propongono tecnoloampio e la grande distribuzione gie all’avanguardia – chiamate (Trony, Euronics o Mediaworld) “inverter” – che consentono di ne offre di tutti i tipi e per tut- regolare in modo continuo e aute le tasche. Ma nella scelta del tomatico la potenza e la velocità modello non conta solo il prez- di funzionamento del climatizzo, è importante zatore, in base Il prezzo medio si considerare alalla temperatucuni parametri aggira sui 1500 euro. ra esterna e ai di base, sia per Poi c’è l’installazione, valori impostati quanto riguarda i per gli ambienti che costa intorno consumi, a partiinterni. Tra le ai 300 euro re dalle classi di marche più alefficienza enerl’avanguardia getica a freddo (Eer) e in pompa c’è sicuramente la Daikin che di calore (Cop), sia per quanto propone l’innovativo sistema riguarda le varie certificazione Ururu Sarara, una tecnologia di qualità (Ce, Iso). Da fare at- che controlla l’umidità dell’aria tenzione al marchio “Eurovent” combinando funzioni di umidi-

L’INTERVISTA IL MEDICO. Consigli per evitare malanni e allergie

“Occhio alla temperatura e ai filtri” T

utti d’accordo. Quando il caldo diventa insopportabile (e a Firenze ci riesce bene), far ricorso a condizionatori e simili viene spontaneo, con buona pace di bollette e spirito ecologico. Ma gli amici genera-freddo nascondo delle insidie anche per la salute. Niccolò Berzi è un medico con formazione specifica in medicina generale: a lui il compito di fornirci qualche istruzione per l’uso. Che precauzioni vanno adottate nell’utilizzo dei condizionatori? “Devono essere utilizzati con intelligenza e con una certa parsimonia. Innanzitutto una corretta e periodica pulizia dei filtri rappresenta il cardine essenziale per evitare spiacevoli sorprese: con l’uso e soprattutto con l’inattività germi e allergeni si annidano nei filtri e nelle condutture, costituendo una fonte di infezioni o la causa scatenante di reazioni allergiche non solo nei soggetti predisposti ma anche in chi abitualmente non soffre di tali patologie”. Qual è la temperatura ideale sulla quale regolarli? “Anche nei mesi più caldi è consigliabile mantenere gli ambienti ad una temperatura al massimo di 5-6 gradi inferiore rispetto alla tempera-

ficazione, deumidificazione e pulizia dell’aria (un climatizzatore del genere costa attorno ai 1500 euro). LG punta su un sistema di purificazione dell’aria che riesce ad abbattere in modo efficace anche le polveri sottili, mentre per gli amanti del design propone uno splitter che raffigura addirittura “Il Bacio” di Klimt

(1399 euro). La funzione “good sleep” dei condizionatori Samsung assicura un sonno sereno regolando il clima delle stanze e riproducendo la curva della temperatura corporea durante le ore notturne. A nulla però varranno le migliori considerazioni se non vi affiderete ad un tecnico esperto che vi rilasci la

PROTEGGITI DAL SOLE CON QUESTE OFFERTE!! IERE

ZANZAR

NOVITA’!

- a plissé - a molla - a scorrimento Un esempio? 120 cm x 160 cm

Euro

TENDE DA SOLE RISOLVI IL PROBLEMA

delle persiane e porte ad apertura esterna tende da sole a bracci - su misura - vasta scelta di tessuti e colori A motorizzazione installabili anche su gia esistenti Esempio: 360 cm x 200 cm

93

-25%

PER I LETTORI DE IL REPORTER

€70

Niccolò Berzi

tura esterna. In presenza di maggiori sbalzi termici il nostro organismo, a dispetto di una piacevole sensazione di refrigerio, soffre ad adattarsi e compaiono frequenti malanni”. Quali sono i più comuni? “Si va dal banale mal di gola fino a patologie ben più serie, come tracheiti o polmoniti, senza dimenticare fastidiosi torcicolli e dolori muscolari. Mantenere una temperatura idonea, evitare l’esposizione diretta ai flussi d’aria sono accorgimenti che ci consentono di stare bene e respirare meglio. Inoltre, cosa che non guasta, possiamo risparmiare qualcosina in bollette o visite mediche, magari da investire poi in una salutare giornata /G.R. al mare o in piscina”.

dichiarazione di conformità dell’impianto di climatizzazione. Di solito, per l’installazione, la grande distribuzione si affida a ditte esterne che vengono consigliate al momento dell’acquisto (il costo medio si aggira sui 300 euro), mentre i negozi specializzati offrono più spesso servizi di assistenza completi.

-30%

PER I LETTORI DE IL REPORTER

€650

- legno/alluminio

CANCELLETTI ESTENSIBILI

- su misura

acciaio zincato verniciatosu misura a norma di sicurezza polizze assicurative Esempio: 120 cm x 160 cm

Euro

-10%

180

PER I LETTORI

DE IL REPORTER

€160

912

Euro

- vari colori - da interno/esterno

A NEZIAN ALLA VE TENDE Esempio:150 cm x 300 cm

Euro

145

PER I LETTORI

DE IL REPORTER

-15%

- su misura- da esterno - antivento grazie allo scorrimento su guida- comandi ad arganello o motoriduttore

TENDE A RULLO oscuranti

Euro

165

-25%

€125 AVVOLGIBILI

DISPONIBILI ANCHE DIPINTE A MANO!

-10%

FRANGISOLE BORDATE

PER I LETTORI DE IL REPORTER

€130

- a motorizzazione installabili anche su gia esistenti - in pvc/alluminio e acciaio/legno e su misura 120 cm x 160 cm

Euro 65 €50

Via Rocca Tedalda, 33 A - 50136 Firenze Tel.

055.6504680 Fax 055.6506105

918073


18

MESTIERI

giugno 2008

LAVORI D’UN TEMPO. Una figura che sta scomparendo. La storia di Ennio, uno degli ultimi “custodi”...

Portinai: diminuiscono le sentinelle dei condomini Giulia Righi

È

sono i rapporti umani con i condomini? “Un tempo persino le riviste di cucina spiegavano come bisognava comportarsi, il bon ton nelle varie situazioni – spiega Ennio –. Oggi è molto diverso. Certo non c’è quella rigidità, ma nemmeno rapporti particolarmente confidenziali, anche perché il palazzo ospita soprattutto studi professionali,

e dunque persone che sono qui al lavoro e hanno anche una certa fretta”. E Ennio è anche convinto che il ruolo del portiere dalle nostre parti sia molto diverso rispetto a quello dei colleghi romani: “Vede, a Firenze il portiere è un po’ un accessorio: invece in grandi città come Roma siamo considerati quasi indispensabili”

CURIOSITÀ Via del Pesciolino e il sito web dei residenti

Il palazzo diventa blog S’

934301

un’impresa, trovarne ancora. la consegna di lettere, raccomandate e Hai voglia te a spiare dentro pacchi”. Ma al giorno d’oggi com’è i palazzi, a curiosare negli in- cambiato questo mestiere? “Oggi chi gressi: nulla di nulla. C’è sì ha a che fare con i condomini – spiega qualche gabbiotto di vetro negli atri – deve avere una serie di competenze che ti dice che un tempo lì dentro ci particolari, anche in campo legale, ed stava qualcuno, ma quello del portiere è un terreno davvero ostico”. Talmente di palazzo è decisamente un mestiere impervio questo terreno, che il signor del passato. Un mestiere che se ne è Ennio negli anni ha maturato una passcappato da Firenze, perlomeno, e che sione molto particolare: “Ho iniziato a dalle parti nostre ha lasciato solo pochi documentarmi – racconta – a comprare ambasciatori di un tempo che non c’è libri di diritto condominiale, di legge, più. Ennio, il per curiosità e per farmi una Ma nelle grandi città signor Ennio, cultura”. Si tiene aggiornato, è uno di queinsomma, tra una faccenda di come Roma siamo sti. Schivo palazzo e un’altra (“bisogna ancora indispensabili e diffidente, sempre tenere gli occhi aperti, come evidenla cosa peggiore è quando tentemente deve essere un portiere che tano di salire agli appartamenti i vensi rispetti. Prima di raccontare la sua ditori porta a porta”). Tutto il racconto storia, vuole vedere un documento di del suo mestiere è intervallato da “buoriconoscimento (“Mica per altro signo- nasera dottore”, “salve signora”: gli rina, sa, ma spesso provano a entrare abitanti dello stabile entrano, escono, malintenzionati, con una scusa o con il saluto è immancabile. Passa anche un’altra”), e da dietro il suo bancone, un bambino, insieme alla sua mamma: in un bel palazzo di via Masaccio, rac- guarda il portiere con aria interrogaticonta quasi sottovoce cosa vuol dire va, in attesa che da dietro il gabbiotto fare il portiere. Lui lo fa da quindici faccia sbucare, come da un cilindro, anni, sempre lì, in quel bel condomi- il suo piccolo mezzo di locomozione: nio: “Il mio compito è quello di sorve- “Si, aspetta che tiriamo fuori il passeggliare, naturalmente – racconta – e in- gino”. C’è profumo di dimensione fasieme a questo svolgere mansioni come miliare, di gente di casa. Già. Ma come

è detto, qua sopra, che di por- na, ad esempio, all’indomani deltieri in livrea se ne vedono l’approvazione del progetto esecudavvero pochi. Ma a raccontare di tivo da parte del Comune. Oppure: come cambiano i tempi e i “costu- “Domani passeggiata alle Piagge, mi” condominiali, c’è anche una si prenota allo sportello Ecoequo”. particolarità tutta fiorentina. Un Ma nel sito vengono dibattuti anche sito internet (http://pesciolino.wor- problemi più seri, come accadde dpress.com/) costruito dai condo- qualche mese fa con il “mistero del mini di un colossale stabile, quello fumo irritante” segnalato proprio che occupa 11 numeri civici di via dai condomini di via del Pesciolidel Pesciolino. Il sito, ideato dagli no, oppure trovano spazio sentenze abitanti dei della Corte di palazzoni, è Il sito è una piazza virtuale Cassazione un po’ una in materia di dove i condomini si piazza virdiritto contuale dove i scambiano informazioni, d o m i n i a l e . condomini si Ma il blog è affrontano problemi scambiano anche terreno informazioni, digitale di dediscutono di scelte condominiali, mocrazia: sempre nei mesi scorsi, affrontano i problemi del quartiere. aveva ospitato la raccolta di adeSi presentano così: “Siamo gli abi- sioni per una petizione al Comune tanti di un ‘grande’ condominio: dopo una serie di episodi criminosi 11 palazzi, o scale, contigue (mes- che avevano allarmato i cittadini, se a ferro di cavallo, con un cortile e anche segnalazioni. E proprio in interno in comune), 122 famiglie. questi giorni, gli abitanti interattivi Questo è il nostro ‘spazio’ per no- stanno organizzando (previe votatizie, informazioni, approfondimen- zioni sul sito) il “Pesciolino Party”, ti”. E a cascata, nelle varie sezioni la grande festa dello stabile che si del sito, notizie di ogni tipo. “Via terrà, come già accaduto l’anno libera al completamento di via del scorso, questa estate negli spazi /G.R. Pesciolino”, si legge in prima pagi- aperti del condominio.


20

TEMPO LIBERO

giugno 2008

IL PROGRAMMA. Torna la movida con una serie di graditi appuntamenti. Tra musica e intrattenimento

FirenzEstate e... molto altro ancora LIGABUE ALLO STADIO

Con i primi caldi torna

Fan di Liga di tutta la Toscana, unitevi. Il rocker emiliano torna a far rimbombare la sua voce tra gli spalti dell’Artemio Franchi. Il tour “Elle Elle Live 2008” – elle elle sta per Luciano Ligabue – l’ha già portato in giro per i palcoscenici di mezza Europa, e adesso completa il suo giro passando per le principali città del bel paese. Il 9 luglio alle 21. Biglietti numerati dai 57 ai 34 euro.

la voglia di passare le serate all’aperto. Ecco il programma che offre Firenze a chi non si stanca mai di vivere

“CATS” A BOBOLI

la notte

Erano venti anni che non si vedevano danzare gatti a Firenze. Dall’11 al 14 luglio torna “Cats”, celebre musical della tradizione londinese. Sarà il prato delle Colonne del giardino di Boboli a fare da proscenio alla produzione originale made in Uk. Costumi spettacolari e un intreccio sempre attuale per una spettacolo messo in scena in uno spazio mai così azzeccato. Biglietti da 77 a 38 euro.

Ludovica V. Zarrilli

L

a bella stagione è alle porte, chi l’avrebbe mai detto. I tavoli all’aperto e i primi eventi “en plain air” sono già timidamente cominciati. FirenzeEstate 2008 è iniziata, ma l’ha fatto in sordina. Annunciando eventi spettacolari e lasciando molti a bocca asciutta. Promesse non mantenute a causa di un budget ristretto (1 milione di euro, di cui 600mila finanziati dal Comune) ma, in qualche modo, “rattoppate” da una serie di graditi ritorni. Con qualche sorpresa. Niente concerti a profusione, ma una giusta selezione di grandi ospiti renderanno la canicola cittadina più sopportabile. A cominciare da “Cats”, storico musical londinese famoso in tutto il globo che mancava dalla capitale del Granducato da quasi un ventennio. Sarà Boboli ad ospitarlo dall’11 Ligabue il 9 luglio allo Stadio al 14 giugno, sul palco allestito nel prato delle Colonne. Il 22 toccherà al rock stri- più nostalgici, il 22 luglio arriverà Fiorella dente di Neil Young, in concerto al Nelson Mannoia. Anche gli appassionati della “FiMandela Forum e, ancora, l’atteso show di renze da bere” avranno pane per i loro denLigabue allo stadio Artemio Franchi, nella ti. In arrivo il graditissimo ritorno del Parserata del 9 luglio. terre, che riaprirà i Un ritorno sempre battenti all’inizio di Riapre il Parterre con la benvenuto è quello stessa formula degli anni ‘90. luglio. Inaugurato dei Momix, perfornegli anni Novanta Bar all’entrata e sulla terrazza. insieme alle “Rammer trasformisti che Concerti nel Rondò si esibiranno il 14 e pe”, all’anfiteatro 15 luglio a Boboli. delle Cascine e alle Sempre nel parco di Palazzo Pitti, conclu- “Murate” aveva chiuso bottega all’inizio derà la session dei grandi palcoscenici esti- del nuovo millennio con buona pace del vi un classico della canzone italiana: per i suo popolo di estimatori. Torna quest’anno

UN CANADESE IN TRASFERTA Una voce entrata nella storia della musica. Neil Young arriva a Firenze il 22 giugno, dopo aver registrato il tutto esaurito nella precedente tappa milanese. Un viaggio nella carriera del cantautore canadese, alla scoperta di sonorità trasformiste. Alla ricerca del suono perfetto, mutato attraverso gli anni e approdato ad una musica matura e consapevole. Nelson Mandela Forum, biglietto 50 euro. con la stessa gestione di un tempo, il duo Daniele Locchi e Riccardo Chiarini che ripropongono la formula di un tempo, cavallo che vince non si cambia. Il bar all’entrata e quello sulla terrazza, il palco per i concerti nel rondò. Frequentatori nuovi e sound sempreverde. Musica pop, cantautori, tanto jazz e swing. A compensare la chiusura del bar sotto la Loggia del pesce ci pensa il ritorno di Las Palmas, in largo Annigoni: spettacoli e ristoro simili allo scorso anno. Anche il Forte Belvedere non sarà da meno: riapre il bar accompagnato da una ricca retrospettiva dedicata al cinema d’autore.

Ospite d’eccezione, Nanni Moretti. Alla Fortezza movida no stop dall’11 luglio al 3 agosto. Ristoranti, sport, teatro, cinema, libri e, ovviamente, musica. In calendario le esibizioni di Pelù, Bluevertigo, Marlene Kuntz, Baustelle, Giuliano Palma and the Bluebeeters e Caparezza. Piazza Madonna della neve, alle Murate, presta i suoi spazi alla danza e al teatro. Altre iniziative in piazza della Passera e all’Anconella dove, all’interno del parco, vengono messi in scena gli spettacoli dell’Ort. Lieto ritorno anche per E..state a San Salvi, kermesse nei locali dell’ex ospedale psichiatrico.

907480


FIRENZE

21

giugno 2008

LE NOSTRE STRADE. Nel piano, manutenzione dei marciapiedi, attraversamenti e segnaletica L’INTERVISTA. Parla l’assessore alla vivibilità urbana Graziano Cioni

Il Comune dichiara guerra alle buche “Un’altra misura per la 30 milioni per asfaltare le strade sicurezza e il decoro”

P

I

“nemici” di Palazzo Vecchio tro raccolta” delle sono le buche, i marciapiedi segnalazioni). Le dissestati, gli attraversamenti strade più “famopedonali a rischio. Perché “la se” e centrali che manutenzione stradale è uno dei saranno risistemate problemi più avvertiti dai cittadini sono via Ghibelli– dice il sindaco Leonardo Dome- na, via dei Pecori, nici –. Non solo a Firenze ma in via dei Serragli, via tutte le grandi città”. E allora la sua Faenza, via Taddea giunta è decisa a non badare a spese: e via Canacci. Fuooltre 10 milioni di euro per mettere ri dal centro storiin sicurezza le vie di Firenze (anche co, sono da segnaquelle più periferiche) e 309mila lare gli interventi euro destinati al miglioramento dei in va Bolognese, passaggi per i pedoni; più 5 milioni via di Villamagna, di euro grazie ai quali Sas, la società via Pisana; nella di Servizi alla Strada, effettuerà una parte nord-ovest serie di interventi di manutenzione via Pistoiese e via nelle zone a sosta controllata. I fon- dell’Olmatello; poi di per queste operazioni – spiegano via Rocca Tedalda, dal Comune – sono stati in parte via Etruria, viale trovati nel bilancio 2008 e in parte Piombino. Le ope“prenotati” su quello del 2009. A re partiranno a scaglioni, ma l’inquesti soldi vanno però aggiunti i tenzione di Palazzo Vecchio è farle 15 milioni di euro previsti dal piano concludere tutte entro la primavera degli investimenti e impegnati per del 2009, quando Firenze andrà alle lavori già portati a termine o appe- urne per scegliere il suo nuovo sinna partiti. La spesa complessiva per daco. L’amministrazione comunale le casse comunali, insomma, sarà fa notare che gli interventi messi superiore ai 30 milioni di euro. “Si in cantiere sono “di dettaglio”, tratta di un complesso di interventi ma guardati tutti insieme possono di grande impatto, che impegne- contribuire ad aumentare “il decoro ranno fortemente le nostre strutture della città”. Il piano anti-buche, e in tecniche e che per noi rappresentano particolare le soluzioni trovate per anche una sfida”, ha spiegato il sin- garantirne la copertura finanziaria, daco durante la non convince presentazione Il sindaco Domenici: però i considel programma glieri comunali È uno dei problemi d’intervento. “I del Popolo delle lavori interessepiù sentiti dai cittadini, libertà. “E’ uno ranno non solo spot da campanon solo a Firenze le grandi arterie gna elettorale o alcune delle – attacca Marco maggiori vie del centro, ma anche Stella –. I poveri fiorentini sono stati strade minori, con problemi che costretti in questi anni a convivere ci sono stati segnalati dagli stessi con degrado e sporcizia, abituati a residenti” (con i cinque Quartieri strade piene di buche ed oggi l’asche hanno fatto da tramite, da “cen- sessore Cioni ci dice di aver trovato

un vero tesoretto. Ma quale tesoretto: è la legge che prevede, al comma 4 dell’articolo 208 del codice della strada, che una quota pari al 50% dei proventi spettanti alle amministrazioni o ad altri enti locali sia vincolata ad una serie di attività che riguardano la sicurezza e la manutenzione stradale”. Il suo compagno di partito Jacopo Bianchi, invece, si dice “ben contento se gli annunci della giunta si concretizzeranno a tutti gli effetti”, ma non se la sente di dire grazie a Cioni e Domenici. “I disagi arrecati ai fiorentini da anni non sono certo stati pochi”, dice Bianchi, che sul suo sito “SosConsigliere” raccoglie le segnalazioni dei cittadini. “Nei giorni scorsi lo staff di SosConsigliere ha effettuato un giro per le strade fiorentine che non sono state incluse nell’operazione di risanamento, ed in meno di un’ora sono state riscontrate decine di buche, alcune delle quali addirittura di oltre 10 centimetri di profondità”.

€10.000

933910

Con solo

€4 al giorno

CHIAMA SUBITO IL NUMERO VERDE

800.26.26.26 WWW.PRESTITALIA.IT

PUNTI OPERATIVI DI ZONA

FIRENZE - Via Caduti di Cefalonia, 96

TEG max pari al 7,45% per operazioni fino a 60 mesi, 8,20 per operazioni oltre i 60 mesi

tel. 055 4377758

rima l’ordinanza anti-lavavetri. Poi l’annuncio di voler cambiare il regolamento di polizia municipale, inserendo nuove norme come il divieto di mendicare sdraiati. E adesso il piano contro le buche. Ogni volta polemiche a non finire contro di lui, l’artefice politico delle nuove regole: Graziano Cioni, assessore alla sicurezza sociale, all’arredo e al decoro urbano, alla vivibilità e ad un sacco di altre cose. “L’ordinanza per fermare i lavavetri, il nuovo regolamento della Municipale, il programma di manutenzione delle strade – dice Cioni – io li vedo in continuità, come un progetto coerente. Perché l’insicurezza è il male che avvolge i cittadini dei grandi centri urbani, e l’insicurezza è causata dalla criminalità ma anche dal degrado, dalle cose lasciate andare”. Anche una buca significa degrado, assessore? “Prima di tutto questo è un grande piano teso a mettere in sicurezza le nostre strade. Ma, per rispondere alla domanda, dico: sì, è anche una questione di decoro, perché l’asfalto dissestato e i marciapiedi sconnessi sono brutti, danno l’idea di Beirut devastata dalla guerra”. Le opposizioni l’accusano di varare questi provvedimenti sempre a ridosso di appuntamenti elettorali. L’ordinanza anti-lavavetri prima delle primarie del Partito democratico, l’annuncio del regolamento della polizia municipale prima delle elezioni politiche. “Credo di essere l’unico amministratore in Italia ad aver mandato in galera due persone per tentata corruzione. Il secondo tentativo avvenne poco prima delle elezioni del 2001, ma lo rendemmo noto soltanto dopo proprio perché non ci volevamo speculare sopra a livello politico. Il piano anti-buche e gli altri provvedimenti citati sono servizi alla città. Se il Pdl fiorentino vuole chiamarli ‘spot

Graziano Cioni

elettorali’, è bene che sappiano che li faccio e li farò 365 giorni all’anno”. Ad un’assemblea dell’associazione fiorentina per il Pd, però, lei ha detto chiaro e tondo che il consenso dei fiorentini si conquista con operazioni come la manutenzione stradale. Come a dire: vale anche in chiave elettorale. “Non è tanto una questione di consenso. Le grandi strategie sono molto interessanti, ma prima di tutto bisogna dare risposte al cittadino che la mattina esce di casa per andare a lavorare e trova un marciapiede disastrato. Questo non è minimalismo, è il compito di un’amministrazione comunale. E poi, ripeto, fare pulizia dei relitti abbandonati, rimettere a posto le strade, cancellare le scritte sui muri vanno nella direzione di far sentire più sicuri i cittadini. Secondo lei Firenze è una città insicura? “No. Ma ci sono cambiamenti epocali, come ad esempio i grandi movimenti di persone, che interessano tutte le città e che vanno governati. Per governarli servono delle regole”. Sta pensando a nuovi interventi per la sicurezza? “La mattina mi alzo presto e la sera vado a letto tardi. Aspettatevi altro (ride)”. /P.C.

Solo 3€ al giorno PER L’UTILIZZO DI UNO SPAZIO

ESCLUSIVO

box, ripostigli, depositi per uso temporaneo a tua completa disposizione

Chiama il 328 0564141 i.biz Altrispaz irenze i, 151 - F

Via Tosell Tel.

1 328 056414

928675

Paolo Ceccarelli


22

SCUOLA

giugno 2008

MATURANDO. Viaggio tra gli studenti, tra paure, “trucchetti”, scaramanzia e voglia di vacanze

(Poche) notti prima degli esami La Maturità è alle porte: il 18 giugno è fissata la prova di italiano. “Uscirà Svevo”, dice Marilena. “Io mi porto un corno rosso”, confessa una ragazza. E il prof: “L’importante è saper scrivere” Federica Sanna

È

l’ultimo passo, ma anche quello quella che sembra l’unica ancora di salvezpiù faticoso. Perché oltre alle ul- za: copiare. Allora scattano trucchi e tructime nottate sui libri, ci si mette chetti, quelli di sempre che i maturandi si pure l’ansia e la paura. E si ricor- trasmettono di generazione in generazione. da poi per tutta la vita: l’esame di maturi- I bigliettini innanzitutto. Nascosti nei posti tà. Si avvicina. Nelle superiori fiorentine più assurdi: nelle mutande (per leggerli in alcuni ragazzi gonfiano il petto, ma le loro bagno, naturalmente), attaccati dietro la cinrisate sembrano quasi isteriche. Altri non tura dei pantaloni (così si possono leggere nascondono per niente la paura: “Aiuto!”. direttamente dal banco). E c’è chi decide Quest’anno il d-day scatterà il 18 giugno, anche di portare direttamente il libretto dei quando ci sarà la prima prova scritta: il tema temi già svolti, rigorosamente tascabile. Poi di italiano, uguale per tutti gli indirizzi di ci sono anche le tecniche più evolute, tipo studio. Il giorno successivo sarà la volta la penna che illumina gli ultravioletti (costo della seconda prova: per il classico è stato 15 euro su internet). Funziona così: si scrive un bigliettino con già scelto il greco, per la penna trasparente lo scientifico invece la La tecnologia “a servizio” e si legge attraverso matematica. Il 23 di di chi vuole copiare: la luce proiettata. Ma giugno è stato fissato una penna agli ultravioletti anche tutti gli accorgiil terzo e ultimo scritper non lasciare tracce menti del mondo non to, che sarà messo a riescono a scacciare la punto dalle singole commissioni esaminatrici, incaricate anche paura. “Non ci posso pensare, perché se lo faccio non ci dormo”, confessa Alessia. E di stabilire la durata della prova d’esame. Calendario delle prove alla mano, i ragaz- chissà come sarà la famosa notte prima dezi iniziano anche a fare le loro previsioni gli esami. Come la immagini? “Sicuramente (che la maggior parte delle volte risultano non sui libri, tanto ormai quello che è fatto è sbagliate). “Secondo me alla prima prova fatto”. Non tutti riusciranno però a pensarla uscirà Italo Svevo”, dice Marilena del Mac- come lei, ci sarà anche chi sfrutterà anche chiavelli, 18 anni appena compiuti e una l’ultimissimo minuto. Ed aiuta a superare la certezza che sembra nascere da un calcolo paura qualche innocuo porta fortuna. Alesmatematico. La sua amica Carla invece ha sia ha il suo portachiavi a toro, ma assicuun’altra teoria: “Secondo me faranno un ra: “C’è anche chi porterà direttamente il sorteggio fra gli autori che sono già usciti gli cornetto rosso”. Fra le prove scritte, quella altri anni, bisogna ricercarli assolutamen- che più spaventa è proprio quella di italiano. te”. L’unico consiglio che dà il prof, mentre Forse perché è la prima. Ma resta comunesce dalla scuola e sente i soliti discorsi, è que l’orale il più temuto fra tutte le prove: invece questo: “Dovete semplicemente sa- l’ultimo faccia a faccia con i professori. Poi per scrivere correttamente, ragazzi”. Chi si comincerà a pensare alle vacanze, e poi però non si fida delle proprie capacità di all’università o a qualche anno d’avventura. scrittura comincia a mobilitarsi per trovare È tutto lì davanti a voi. In bocca al lupo.

IMPARARE A GESTIRSI L’ALIMENTAZIONE QUOTIDIANA Nel modo più semplice e pratico combinando gli alimenti secondo le proprie idoneità secondo le proprie preferenze senza togliere e senza pesare e senza alterare gusto e piacere. Per dimagrire senza stress Per riacquistare un buon equilibrio metabolico Per un benessere psico fisico IL SERVIZIO VISITA SARÀ ESEGUIBILE TUTTI I GIORNI SU APPUNTAMENTO PRENOTA LA VISITA CON TEST INTOLLERANZE E PIANO ALIMENTARE PERSONALIZZATO NELLA GIORNATA DEL 25 GIUGNO. SARA' SCONTATA DEL 868145

20% Via Gianpaolo Orsini, 6/a Firenze

tel. 055 6802119

COMPRO ORO E ARGENTO ANCHE MONETE D’ORO VALUTIAMO INTERE EREDITA’ PAGAMENTO IN CONTANTI ALLE MASSIME VALUTAZIONI

Vetri Maurizio

925582

A Firenze in Via Rattazzi, 4/d tel. 055 676888 - lun./ven. 9.00-13.00/15.00-19.30 sab. 9.00-13.00 e in Via Scipione Ammirato, 22r tel. 055 663526 - lun./ven. 9.00-13.00 solo mattina


SPECIALE SALUTE

giugno 2008

23

LA SINERGIA TRA SANITA’ PUBBLICA E PRIVATA PROTAGONISTA A MONTECATINI Tre giorni per fare il punto sulla sinergia tra sanitĂ pubblica e privata e discutere insieme agli esperti le prospettive future. Il 6, 7 e l’8 giugno si è tenuta a Montecatini la prima convention nazionale sugli “Orizzonti della sanitĂ  pubblica-privata accreditataâ€? organizzata dal gruppo Giomi. Il dottor Francesco Matera, amministratore delegato del gruppo Giomi Firenze e Presidente regionale dell’Aiop, ci spiega l’importanza dell’avvenimento, che ha ospitato gli interventi di numerosissimi medici di entrambi settori provenienti da tutta Italia. “In questi ultimi anni si assiste ad una serie di cam-

biamenti nei sistemi sanitari dovuta al bisogno emergente di conciliare la domanda di sanità con le sempre piÚ scarse risorse economiche da impiegare nei sistemi sanitari regionali- ha spiegato- In questo scenario il Gruppo Giomi. ha intrapreso delle esperienze di sinergia Pubblico/Privato che hanno prodotto risultati positivi e pertanto si è ritenuto opportuno dare conto, con un Convengo nazionale, dell’esperienza che le varie strutture del Gruppo Giomi condividono in sinergia con il Pubblico nelle varie regioni d’Italia�. Il Gruppo Giomi è infatti una delle società leader della sanità italiana

107)05-10%:-10%.) ; ! 

%% ! ;105)'%5-0-!)3/)!

       

       

##  $!"    42)3-)0:)(-4-0)3+-%0).4-45)/%/-451().36221-1/- -46.5%5-+)45-10%.-'.-0-'- )4'-)05-*-'- 7)051-0'1341(-%''3)(-5%/)051

! 

#-%.)%341

;   1/% ; !).   ; %9    ; 888+-1/-'1/

ad aver messo in atto una collaborazione tra la sanitĂ pubblica e l’offerta da parte dei privati. Da anni sono state avviate delle sperimentazioni che hanno dato ottimi risultati e la Toscana nĂŠ un esempio felice: â€œĂˆ il caso ad esempio, di specialitĂ  mediche come la dermatologia, la radioterapia, l’otorinolaringoiatria, l’oculistica, l’ortopedia e la dialisi- ci spiega il dottor Matera- Tutte discipline ospitate dalle Case di Cura del gruppo Giomi e delle quali si occupano medici dell’UniversitĂ  di Firenze, del pediatrico Meyer, e della Asl 10â€?. Un binomio vincente, insomma, che si traduce in vantaggi per i pazienti in termini di qualitĂ  e tempestivitĂ  dell’assistenza. E proprio per parlare dell’esperienza toscana e di altre simili avviate in molte parti d’Italia, alla convention di Montecatini hanno preso parte soggetti pubblici (UniversitĂ , Regioni e Asl) e privati (case di cure e rappresentanti Aiop) che hanno dibattuto sul tema in una tavola rotonda moderata di Luciano Onder, noto giornalista Rai esperto in sanitĂ .

Giomi, settant’anni di storia e garanzia della qualitĂ La Giomi S.p.A nacque nel 1949 per volontĂ  del Prof. Franco Faggiana - medico chirurgo siciliano docente presso l’UniversitĂ  “La Sapienzaâ€? di Roma - e di alcuni imprenditori romani e reggini, con lo scopo di creare nell’Italia meridionale del secondo dopoguer-

e-mail info.ulivellaeglicini@giomi.com

ra strutture ospedaliere all’avanguardia nel settore ortopedico. Presente nel panorama nazionale con 4 grandi Ospedali ed oltre 30 Case di Cura partecipate, Giomi rappresenta oggi una delle Società leader della Sanità Privata Italiana. Consigliere Delegato

del Gruppo è, dal 1973, il Dott. Emmanuel Miraglia. A Firenze Giomi è presente con la Casa di Cura “Ulivella e Gliciniâ€? e con la Casa di Cura Santa Chiara, all’avanguardia con una vasta gamma di specialitĂ mediche e chirurgiche.

e-mail info.santachiara@giomi.com

CALL CENTER CASE DI CURA +39 055 5038500

a cura del Gruppo Giomi


24

SPECIALE SALUTE

giugno 2008

NUOVO CENTRO POLISPECIALISTICO POLIMEDICO SCANDICCI

DIRETTORE SANITARIO: Dr. Pasquale Bacco RESP. BLOCCO OPERATORIO: Dr. Alessandro Pellegrini RESP. ORTOPEDIA E RIABILITAZIONE: Dr. Mirco Pietri

PRONTA E GIA’ OPERATIVA LA NUOVA SALA OPERATORIA PER PICCOLI INTERVENTI CHIRURGICI: • GINECOLOGICI • CHIRURGIA PLASTICA • DERMATOLOGICI • CHIRURGIA DELLA MANO • ORTOPEDICI • CHIRURGIA GENERALE • ENDOSCOPICI • GASTROSCOPICI • UROLOGICI • OCULISTICI • OTORINOLARINGOIATRICI • ANGIOLOGICI Angiologia Cardiologia Chirurgia plastico-estetica Dietologia Ecografia Endoscopia digestiva e urologica Geriatria e Fisiatria Ginecologia ostetrica

Logopedia Medicina perinatale Oculistica Oncologia Ortopedia Psichiatria Psicologia Urologia

SCANDICCI - LOC. LE BAGNESE Via F. Gioli, 5/11 TEL 055 5270230

909559

SPECIALISTI IN:

ORARIO DI APERTURA, TUTTI I GIORNI DAL LUNEDI AL VENERDI DALLE 08,30 ALLE 19,30 IL POLIMEDICO È FORNITO DI PARCHEGGIO PRIVATO, AD USO ESCLUSIVO DEI CLIENTI.

933630


SPECIALE SALUTE

DOTT. ALESSANDRO CABONI Chirurgo Maxillo- Facciale

Attualita’ in tema di trattamenti soft per il ringiovanimento facciale con tossina botulinica Chi l’ha detto che è una cosa riservata solo al gentil sesso? Se la tua fiamma può vantare un sorriso senza rughe, una fronte liscia come la seta, e occhi senza ragnatele, tu puoi fare altrettanto. Le iniezioni di botulino sono, infatti, adatte tanto agli uomini quanto alle donne. Cosa aspetti?

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Milano e Specializzato nello stesso ateneo in Chirurgia Maxillo-Facciale. Ha seguito numerosi corsi e stage in ENTRO IL 30 GIUGNO Italia e all’estero, esercita la libera SCONTO DEL 30% SUL TRATTAMENTO professione a Milano. Chiama subito per la tua consulenza

DOTT. ALESSANDRO CABONI riceve presso Clinica Bufalini via Gino Capponi 26

TEL. 055.244950 CEL. 335 6937286 OPPURE CONTATTA IL MEDICO ONLINE alessandro.caboni@fastwebnet.it

862525

25

giugno 2008

CONTRO UN TIPO DI RUGHE

FASE PER FASE

• La tossina botulinica è molto utilizzata in campo estetico: aiuta a migliorare le rughe di espressione. Le rughe del viso, infatti, sono il risultato delle prolungate contratture muscolari del volto, che finiscono per spaccare le fibre elastiche cutanee. Iniettando la tossina, il muscolo contratto viene paralizzato e, in questo modo, la ruga si spiana. Così si attenuano le rughe già esistenti e, modulando la contrazione dei muscoli facciali, si evita la formazione di altre rughe. L’iniezione della tossina botulinica blocca la contrazione di questi muscoli, aiutando a risolvere il problema (l’azione varia in base alla dose del prodotto).

Vediamo come si svolge una seduta. 1. La tossina botulina è contenuta in un piccolo recipiente ed è liofilizzata. 2. Il medico aggiunge alla boccetta una soluzione di fisiologica. Alcuni medici aggiungono anche un po’ di adrenalina: questa sostanza ha un effetto vasocostrittore. I vasi, quindi, si restringono e la tossina botulinica, una volta iniettata non riesce a migrare in altre zone. 3. L’ideale è far stendere la persona in posizione supina: in questo modo non si rischia che l’effetto della forza di gravità sposti il prodotto in altre zone (al limite lo può spostare nella zona frontale, dove, però, non provoca nessun danno).

PER QUATTRO MESI •Gli effetti di un’iniezione di tossina botulinica sono reversibili perché, dopo un certo periodo (in genere 4 mesi), il sistema nervoso sviluppa nuove sinapsi attorno a quella bloccata dalla tossina. Di conseguenza si ripristina la situazione precedente: il muscolo può, quindi, rilasciare nuovamente l’acetilcolina. Questo, da un lato, offre un notevole vantaggio: qualsiasi possibile effetto collaterale si risolve in poche settimane, a meno che la tossina non venga nuovamente inoculata in tempi ravvicinati. Ma dall’altro rappresenta uno svantaggio: è necessario ripetere il trattamento a distanza di alcuni mesi e per un tempo indefinito (e variabile da caso a caso) per arrivare a una risoluzione, comunque non definitiva, del problema.

4. A questo punto la sostanza è pronta: il medico la aspira tramite una siringa e la inietta nella zona che vuole trattare. Non serve anestesia perché la tossina non provoca bruciore o dolore. 5. Alla fine delle iniezioni sarebbe bene invitare la persona a rimanere ancora qualche minuto nella stessa posizione, così non si corre nessun pericolo di spostamento del botulino. 6. Dopo una settimana si possono apprezzare i risultati. 7. L’effetto dura circa quattro mesi e dopo tre mesi è possibile trattare nuovamente la stessa area. 8. Il trattamento delle rughe glabellari costa circa 300 euro.

PRIMA E DOPO

900542

NESSUNO VEDE...QUANTO PUOI SENTIRE E’ ORA DI SENTIRE BENE Piccolo e ultrasottile, lascia l’orecchio naturalmente aperto. Riconosce l’ambiente sonoro e automaticamente seleziona il corretto programma di ascolto - Comprensione del parlato ottimale. Soppressione del rumore ad alta risoluzione. Controllo del rumore del vento. Mai più fastidiosi fischi. Non sapevo che nel mondo ci sono più di 500 milioni di persone con problemi di udito. E’ il momento di un apparecchio acustico che Da quando porto i miei sistemi acustici non scende a compromessi per grandezza, SAVIA la mia qualità di vita è migliorata significativamente. design, prestazioni e benefici per lo stile di vita. E arrivato il momento di

MicroSavia.

BUZZ ALDRIN - astronauta Apollo 11, Stati Uniti

Da oltre 20 anni il nostro Centro aiuta i fiorentini a migliorare il proprio udito trovando insieme la soluzione più adatta alle singole esigenze Applicazione protesi acustiche delle migliori marche in PROVA GRATUITA Assistenza MISURAZIONE, PROVE GRATUITE al Tuo domicilio

Assistenza GRATUITA al Tuo domicilio SEMPRE Fornitura protesi acustiche agli invalidi civili/del lavoro a carico del Servizio Sanitario Nazionale/Inail Pagamenti rateali (rate piccolissime perché tutti hanno diritto a sentire meglio) I.V.A. agevolata (4%) - Recupero fiscale del 19% Insieme al paziente 24 ore su 24 grazie alle nuove protesi che monitorizzano tutto ciò che accade durante l’uso e avvertono vocalmente quando è necessario effettuare le visite di controllo.

CONTROLLI GRATUITI DELL’UDITO CHIAMA IL n° 055 212447 per fissare la tua visita GRATUITA al Tuo domicilio

CENTRO ACUSTICO RICASOLI - v. Ricasoli 24-26/R - FIRENZE Tel. 055 212447 - 055 215259 www.audioprotesisti.com

FARMACIA FEDEMA dei dott.ri Staiano Gaetano e Flora s.n.c.

Firenze V.le Gramsci, 63 CONSEGNE A DOMICILIO DERMOCOSMESI PREPARAZIONI GALENICHEA OMEOPATIA VASTO ASSORTIMENTO FARMACI VETERINARI

PRODOTTI SPECIFICI SU RICHIESTA REPERIBILI IN 4 ORE

Vista la grande richiesta prosegue l’iniziativa GIORNATA GRATUITA sulla prevenzione degli inestetismi di cute e capello con professionisti del settore 11 GIUGNO - 7 LUGLIO PRENOTA SUBITO LA TUA VISITA GRATUITA AL

055 243103 - 055 2477288

OFFERTA DEL MESE: 30% SU TUTTA LA LINEA SOLARI Ti abbronzi prima e in tutta sicurezza Sabato 28 Giugno 09.00-13:00 - 16:00-20:00

854385


PROVINCIA

27

giugno 2008

FIRENZE FUTURA. Il complesso, che avrebbe dovuto ospitare la Guardia di Finanza, è abbandonato da 20 anni

Sant’Orsola, idee per la rinascita L’ex convento diventerà uno spazio polifunzionale: ospiterà un liceo, un centro fitness, un auditorium da 250 posti, un’area per il “benessere culturale”. La Provincia investirà 20 milioni di euro Federico Attamauri

stata anche mostrata una proiezione tridimensionale, preparata dall’università di San Diego, California, di quello che sarà Sant’Orsola dopo l’intervento di recupero. Nel quadrilatero compreso tra l’omonima via, via Panicale, via Guelfa e via Tedalda, troverà spazio (come già annunciato tempo fa) la nuova sede del liceo artistico “Alberti”, ma anche una serie di funzioni molto diverse tra loro. L’obbiettivo della Provincia non è soltanto quello di dare una nuova vita all’ex convento, ma anche di offrire un’opportunità per la riqualificazione dell’intero quartiere di San Lorenzo. “Per far tornare a vivere un pezzo importante di città”, nelle parole del presidente Renzi. E dunque, a servizio del liceo, sarà realizzato un campo polivalente e anche uno di basket;

I DATI ORDINE PUBBLICO

al pianterreno dell’edificio, spazi espostivi e un auditorium da 250 posti; un centro fitness e un’area dedicata alla sperimentazione artistica, dove si potrà esporre opere ma anche realizzarle. Al terzo piano, il progetto più particolare: lo spazio “Wellness culturale”, definito “un’agorà dello spirito dove l’esercizio non è necessariamente fisico ma è finalizzato anche al riposo della mente”. Da qui, tra l’altro, si potrà godere una veduta su Firenze. La rinascita di Sant’Orsola non riguarderà soltanto l’interno dell’immobile, ma anche i suoi chioschi e corti. Ci sarà una piazza “aperta alla città” in cui immagini e oggetti faranno rivivere Pinocchio e il suo creatore, Carlo Lorenzini in arte Collodi, che nacque proprio in questo quartiere. “La valorizzazione dell’im-

mobile innescherà un processo di riqualificazione di tutta la zona”, ha detto il presidente Renzi. “Sant’Orsola diventerà una macchina culturale, a disposizione di tutto il territorio: una sponda di eccellenza nel quadrilatero che compren-

TRE PIAZZE

La riqualificazione del complesso di Sant’Orsola prevede anche la creazione di un nuovo presidio di polizia. “Il servizio di pubblica sicurezza ci è stato chiesto direttamente dai cittadini del quartiere”, ha spiegato il presidente della Provincia Renzi. “Il presidio va anche visto nell’ottica di impostare il rapporto tra cittadini e in generale il tema della sicurezza. Stiamo discutendo con la questura se ci andranno le forze di polizia o la polizia municipale. Comunque l’importante è che nel nuovo spazio i cittadini trovino un punto di riferimento stabile”.

de l’Accademia, Palazzo Medici (con la nuova galleria fra Via Cavour e Via Ginori) e San Marco. Basti pensare alle due belle piazze che ora sono comprese all’interno del complesso immobiliare e che potremo restituire ai fiorentini”.

UN PARCHEGGIO

All’interno dell’ex convento saranno realizzate anche tre piazze. Una sarà pensata per i bambini, a cui nella nuova Sant’Orsola saranno dedicati anche altri spazi: nelle linee-guida del progetto sono previste aree da destinare all’infanzia, sia all’interno dell’immobile che fuori (nel chiosco del vecchio convento o nell’ex corte degli Speziali). Un’altra piazza sarà invece intitolata a Pinocchio e sarà una sorta di percorso sulla storia del burattino e del suo creatore, Carlo Lorenzini detto “Collodi”, nato in via Taddea, nel quartiere.

100% QUALITA’ PROMOZIONE S LARE 50% RISPARMIO OGNI 2 PRODOTTI ACQUISTATI DELLA LINEA SOLARE NATURALE IL 3° LO PAGHI LA META’

Sotto all’edificio esistono tre piani sotterranei di parcheggi. Furono costruiti a metà degli anni 80, quando il Demanio acquistò il complesso per realizzarci una caserma della Guardia di Finanza. In seguito il progetto si arenò e Sant’Orsola rimase così come la vediamo ora, abbandonata. L’intenzione della Provincia è quella di destinare un solo piano interrato al parcheggio (solo per residenti), utilizzando gli altri due piani per il centro fitness e la palestra del liceo artistico Alberti.

VIVERE RILASSATO E’ COME VIVERE UN’ALTRA VITA ESTETICA e..

870749

S

ant’Orsola diventerà una “macchina urbana”. Sarà un luogo di cultura e al tempo stesso di sport, un liceo e un atelier, una piazza e un centro convegni. A volere questo futuro per l’ex convento, abbandonato ormai da anni, è stata la giunta provinciale guidata da Matteo Renzi, che è pronta ad investire 20 milioni di euro per trasformare l’idea in realtà. Le proposte progettuali per il grande complesso di San Lorenzo – quattro piani per oltre 15mila metri quadri di superficie e 1.740 di corti interne – sono state presentate il mese scorso durante il convegno “Complesso Sant’Orsola, un’idea di architettura. Dalla Bottega del Futuro alla fabbrica dell’opera”. Un incontro che si è svolto nei giorni del “Genio fiorentino” e durante il quale è

..BENESSERE

+ 0% -5

SOLO SOLO PRODOTTI PRODOTTI NATURALI NATURALI PER PER LA LA TUA TUA NATURALE NATURALE BELLEZZA BELLEZZA Firenze - Via Gioberti, 70/R Tel. 055 662624

Via Braccio da Montone, 15 - Firenze

Tel. Fax

882600

055.6584914 055. 6585930

ORARIO: lunedi 15.30 - 19.30 • martedi - mercoledi - giovedi 9.30 - 13.30 15.30 - 20.30 • venerdi orario continuato • sabato 9.30 - 18.30


28

SANITÀ

giugno 2008

NUOVE CURE/1. Parla il professor Francesco Mazzotta, direttore dell’unità Malattie infettive

“Stiamo testando un vaccino anti-Hiv” All’ospedale di Ponte a Niccheri un’equipe medica porterà avanti la sperimentazione di un “antidoto” contro l’Aids messo a punto dall’Istituto superiore di Sanità. Sarà provato su alcuni volontari Nadia Fondelli

L’

Hiv è una malattia dimenticata. Ne è convinto Francesco Mazzotta, direttore dell’unità Malattie infettive dell’ospedale Santa Maria Annunziata di Ponte a Niccheri. Qui si sta sperimentando il vaccino anti-Aids messo a punto dall’Istituto superiore di sanità, un vaccino che ha superato la prima fase di prova, risultando non tossico e ora verrà testato sull’uomo (su un numero limitato di volontari). Professor Mazzotta, perché in passato si è parlato così tanto di Hiv e adesso se ne parla così poco? “E’ passata l’idea che si guarisca, ma non è così. Anzi, sta succedendo che proprio per la scarsità d’informazione oggi ci sono più persone che s’infettano rispetto a qualche anno fa ed il fatto più grave è che tante – una su due – nemmeno hanno coscienza di essere sieropositive. Prima si facevano più controlli, da noi in ospedale venivano molte più persone a fare i test. E’ vero che c’era più paura, ma anche più consapevolezza. Oggi non è più così e questo è anche un grosso costo sociale, perché in Italia i farmaci contro l’Hiv sono garantiti dal sistema sanitario. Insomma, facendo più prevenzione si può abbattere anche le spese, oltre che i rischi” Parliamo di vaccini. In questi anni ne sono stati provati molti? “Sì, ma purtroppo ancora non abbiamo individuato quello giusto. Nessuno di quelli provati fino ad ora si è dimostrato in grado di prevenire o curare l’infezione. Noi, oggi, stiamo lavorando su due candidati vaccini. Uno è quello che parte da uno studio nostro e si basa sull’osservazione di un gruppo numeroso di soggetti che si sono esposti per propria volontà all’Hiv, sia in Italia che in Africa. Abbiamo osservato alla fine che alcuni di questi soggetti non si sono contagiati. E’ stato allora interessante studiare e cercare di capire perché queste persone, pur essendo entrate in contatto diretto col virus, non

si sono infettate. Qual è la loro caratteristica “difesa naturale” che li differenzia dagli altri soggetti? Da questa domanda è partita la nostra ricerca, finanziata dalla Regione e la prima conclusione è stata che in questi soggetti c’è una particolare risposta al virus a livello delle vie genitali. Qui ci sono degli anticorpi, detti di mucosa, che bloccano il virus. Allora ci siamo chiesti perché questo avvenisse in alcune persone ed in altre no, cercando di capire se ci fosse qualche gene particolare a determinare questo fatto. La nostra clinica ha operato insieme agli immunologi del professor Clerici di Milano, che hanno individuato questa particolare risposta e poi ci siamo appoggiati agli scienziati di genetica dell’Università di Osaka. Alla fine siamo riusciti a trovare sull’uomo quel gene che caratterizza questa risposta immunitaria. Se questo verrà accertato anche dalla comunità internazionale, è chiaro che da quel momento potrà partire una ricerca più mirata per capire come utilizzare questa scoperta. Cioè come creare un vaccino, che possa stimolare la produzione di quegli anticorpi. Ad oggi la nostra scoperta è già stata accertata da una rivista di un certo valore e adesso siamo in attesa della risposta di Nature Medicine”. Quanti anni ci vorranno per la arrivare al vaccino? “Dal momento in cui siamo adesso, forse dieci o quindici anni. Ma tutto dipenderà dall’entità dei finanziamenti”. E l’altro vaccino, quello per cui state cercando candidati volontari alla sperimentazione? “In questo caso siamo in una fase più avanzata dei lavori. Questo vaccino, preparato dall’Istituto Superiore di Sanità dalla dottoressa Barbara Ensoli, si basa su una proteina che inibisce la replicazione virale. Per questo candidato vaccino è stata già brillantemente superata la fase I (non è tossica) e la fase II (cercare il dosaggio giusto). Ora siamo ad una fase che si chiama II b, ovvero di allargamento della sperimentazione da tre a dieci centri italiani in tutto. Praticamente si cercano le conferme dei grandi numeri. Dopo una prima fase di screening, fra due o tre mesi circa, partiremo con la sperimentazione vera e propria”. Come reclutate queste persone? “Con un numero telefonico dedicato che abbiamo attivato insieme all’Istituto Superiore di Sanità, dove personale specializzato risponderà ai sieropositivi che vogliono informazioni”. Allora non sarà un vaccino anche preventivo? “In questo momento sono due gli studi in atto. Uno è quello che ho appena spiegato e si svilupperà in Italia. L’altro parte invece in Africa e arriverà qui da noi solo in un secondo momento. Prevede di stimolare anche su soggetti sieronegativi questa risposta immunitaria per dimostrare che con questa protezione naturale, quando s’incontra il virus, non ci s’infetta”. Professore, ci credete molto a questo candidato vaccino? “Questo progetto della dottoressa Ensoli è stato ed è molto contestato sul piano culturale, ma noi ci crediamo molto. Concettualmente l’approccio ci piace. Non so se arriveremo a raggiungere l’obiettivo che noi tutti auspichiamo, ma sono convinto che non si tratta di aria fritta”.

DISTURBI DEL SONNO

D

ifficoltà ad iniziare o a mantenere il sonno, interruzioni ricorrenti e persistenti del sonno, eccessiva sonnolenza anche nelle ore diurne, attacchi irresistibili ed improvvisi di sonno, ripetuti risvegli dal sonno con ricordo di incubi, difficoltà di respirazione correlate al sonno e sonnambulismo. Questi sono i principali disturbi del sonno, che possono presentarsi a prescindere da altri disturbi (ad esempio ansia e depressione) e non essere dovuti agli effetti di una sostanza (farmaco o sostanza di abuso) o ad una condizione medica generale. I disturbi del sonno sono frequenti e comuni: persone di tutte le età Elisabetta Romeo accusano spesso di non dormire a sufficienza, di non riposare bene o di non riuscire ad addormentarsi. Il campanello d'allarme che può ricondurre alla presenza di un disturbo del sonno è la percezione da parte dell'individuo di un sonno qualitativamente e/o quantitativamente insufficiente e insoddisfacente. Dunque quando la persona non riesce ad avere beneficio dal riposo perché dorme troppo poco, eccessivamente, male, o con frequenti ed improvvisi risvegli o incubi, si può pensare alla presenza di un disturbo del sonno. Le conseguenze negative dei disturbi del sonno sono significative sia rispetto alle prestazioni durante la veglia sia sull’umore (ansia, irritabilità, nervosismo). E’ necessario in ogni caso tener presente che la quantità e la qualità del sonno necessarie all'individuo sono assai soggettive, inoltre possono cambiare secondo l'età e/o la presenza di fattori esterni. Talvolta la difficoltà a dormire è causata da motivi abbastanza semplici da capire e in tal caso è più facile affrontare il problema. Spesso, però, alla base ci sono motivazioni di più difficile risoluzione che richiedono l'intervento del medico o dello specialista. 903362

ELISABETTA ROMEO Psicologa (Ordine degli Psicologi della Toscana. Iscrizione all’Albo n° 4123) Cell. 389 9909033 E-mail: romeoelisabetta@virgilio.it

857914

TUTTO SUL VACCINO E LA SPERIMENTAZIONE COS’É • Il vaccino dell’Istituto Superiore di Sanita è basato sulla proteina Tat STATO DELLA SPERIMENTAZIONE • Siamo nella fase II b, test su un vasto numero di volontari DOVE • Ospedale di Santa Maria Annunziata di Ponte a Niccheri, unità di malattie infettive CONTATTI • Chiamare il martedì e il venerdì dalle ore 14 alle ore 16 al numero dedicato 055.641487 PER INFORMAZIONI • Telefono Verde Aids dell’Istituto superiore di Sanità 800.861.061, oppure il sito web: www.hiv1tat-vaccines.info


SANITÀ

29

giugno 2008

NUOVE CURE/2. L’età del contagio si è spostata nella fascia tra i 40-50. Viareggio la città più colpita

Aids, un nemico non ancora sconfitto Anche in Toscana il temibile virus continua a mietere vittime. Diminuisce l’incidenza ma aumentano i casi di diagnosi tardiva Ludovica V. Zarrilli

D

a troppo a troppo poco. É assurdo il principio che regola la diffusione del virus dell’Hiv. Da quando, negli anni Ottanta, l’epidemia ha toccato picchi da allarme rosso, non si è fatto altro che informare e redarguire in ogni modo. Campagne stampa, pubblicità progresso, divulgazione scientifica nelle scuole e distribuzione di contraccettivi dovunque. Campagne dirette, accattivanti e curiose che catalizzavano l’attenzione su quello che stava diventando il dramma di fine millennio. Per anni un bombardamento mediatico. Ora il silenzio quasi totale. Molti passi avanti nella ricerca scientifica e tanto sesso sicuro non sono bastati ad annientare il nemico, la Sindrome da Immunodeficienza Acquisita continua a mietere vittime. Sempre più spesso sono eterosessuali poco attenti. Se all’inizio la malattia aveva attecchito soprattutto nell’universo omosessuale e tra i tossicodipendenti, oggi non risparmia più nessuno. In particolar modo non risparmia chi crede di essere al sicuro, gli etero. Le campagne pubblicitarie

non bastano più, le notizie di morti fulminanti “fanno molto rockstar maledetta” e la gente finisce per preoccuparsi meno. I dati parlano chiaro, i casi di ritardo diagnostico sono in aumento, soprattutto tra i giovani e questo implica un rischio enorme, ovvero la probabilità di non arrestare il virus prima che si manifesti nella sua forma letale. Una notizia buona e una cattiva. Quella buona è che i casi di mortalità sono diminuiti in modo drastico dal 1996, anche grazie alle cure efficaci. La cattiva notizia è che sono in aumento i fenomeni di infezioni da Hiv e la Toscana si aggiudica ahimé un posto alto nella classifica delle regioni in cui questo fenomeno si verifica con maggior frequenza. Il problema è pensare di essere al sicuro. La maggior parte delle persone ha scoperto di essere sieropositiva solo al momento della diagnosi (il 40% nel 2005 e il 50% nel 2006), un dato allarmante se lo si considera il campanello d’allarme di una scarsa consapevolezza del pericolo. Dall’inizio dell’epidemia al no-

La testimonianza di un uomo sieropositivo

Nel 1995 si contavano 358 casi, nel 2007 80

“Una vita da fantasma, ma non arrendetevi”

Meno contagi, ma sono ancora troppi

H

3.863

o 39 anni e sono sieropositivo dal 1997. L’ho scoperto recandomi in ospedale per degli accertamenti. Ho dentro di me quello che confidenzialmente chiamo “il baco”. [...] E’ stata dura e molto tempo è passato prima che riuscissi ad accettare la situazione. La mia vita da quel giorno è in parte cambiata, come negarlo. [...] I farmaci che assumo regolarmente, anche se sono delle “bombe”, li tollero abbastanza bene, l’unico inconveniente è che sudo più di prima. Ma vado al mare, prendo il sole e sopratutto faccio molto sport. Per il resto sono anch’io un fantasma, costretto dai pregiudizi degli altri a nascondere il mio segreto. Il consiglio che mi sento di dare a chi è sieropositivo è di non arrendersi. Oggi per fortuna l’Hiv non è più quello di vent’anni fa, però è importante curarsi e volersi bene. A tutti gli altri dico solo di non abbassare mai la guardia, l’Aids esiste ancora e quindi prendete sempre le giuste precauzioni.

, tanti sono i casi di Aids riscontrati in Toscana dal 1985 ad oggi. Un numero che non accenna a diminuire, assestandosi sui 90-100 casi di sieropositività diagnosticati ogni anno nei quattro angoli del granducato. Dopo il boom iniziale della metà degli anni Ottanta, l’epidemia ha toccato il picco massimo nel 1995 con i suoi 358 di casi di malattia notificati in Toscana. Da quel momento in avanti i numeri sono andati man mano diminuendo senza accennare mai ad estinguersi. Un male strisciante, che continua a diffondersi senza che la gente se ne renda apparentemente conto. Il 2007 è stato in assoluto l’anno in cui il virus ha colpito meno. A novembre scorso erano 80 i casi notificati dalla regione. Una diminuzione notevole ma ancora non sufficiente. Non abbastanza da far rientrare l’allarme rosso.

863348

vembre dello scorso anno si contano in Toscana 3.863 casi di Aids diagnosticati (dei quali 380 non residenti), mentre i residenti diagnosticati altrove sono 205. Negli ultimi anni l’incidenza delle nuove diagnosi si è stabilizzata attorno ai 90-100 casi l’anno, mentre risultano circa 1.200 i casi di soggetti affetti attualmente viventi. Fortunatamente da ben 7 anni non si riscontrano malati in età pediatrica, cioè di bambini nati da mamme sieropositive o infanti che hanno contratto il virus nei primissimi anni di vita. Ma anche all’interno della regione le percentuali di contagio variano da una zona all’altra. I dati forniti dalle Asl provinciali indicano una diminuzione generalizzata con un lieve aumento dell’incidenza nelle città di Lucca, Pistoia, Prato, Pisa, Arezzo e Viareggio durante il triennio 2004-2006. Siena si aggiudica il primato della città con meno contagi (0,6 ogni 100mila abitanti), mentre è a Viareggio che il virus colpisce in modo implacabile, con una frequenza di 4,9 nuovi casi ogni 100mila abitanti. L’emergenza non è rientrata e coinvolge fasce d’età “nuove” rispetto al passato. Se fino a qualche tempo fa l’Aids era considerata una malattia dei giovani, contratta da ragazzi disattenti, ribelli e scapestrati, oggi l’età media del contagio è schizzata a 46 anni per gli uomini e 41 per le donne. Un dato che rivela il mutare del virus a seconda delle abitudini e della quotidianità delle persone. Non si tratta più di disattenzione, dettata dall’immaturità, ma di un trend negativo che si sta diffondendo anche tra gli adulti.


30

VILLEGGIATURA

giugno 2008

VACANZE SALATE. Rincari negli stabilimenti balneari e i soliti prezzi alle stelle per le case

Torna l’estate e con lei il caro-mare Duemila euro per affittare una casa di 50 metri quadri a Viareggio, in giugno. Seicento euro per un ombrellone e due sdraio (senza cabina) per un mese. Per risparmiare non resta che accorciare la vacanza Giuditta Boeti

V

acanze brevi, ferie last minute e affitti alle Un’altra formula ricorrente è anche quella dell’affitto a stelle. Ritorna il caro mare: come ogni anno, settimane: da un lato il proprietario del locale ci guadanella Toscana delle bandiere blu, la bella sta- gna comunque a fine mese, e dall’altro le famiglie hanno gione porta con sé un aumento dei prezzi. Per imparato a costruirsi un calendario “personalizzato” per l’estate ormai alle porte, i rincari negli stabilimenti bal- le vacanze. Quest’anno, per prendere in affitto a Viaregneari saranno in linea con gli aggiornamenti Istat, regi- gio una casa di cinquanta metri quadri nel mese di giustrando un più tre per cento. A conti fatti, un ombrellone gno, si spende sui duemila euro. Per luglio ne occorrono con due sdraio costa da un minimo di 255 euro al mese 2500 e ad agosto si arriva a 3500 euro. Nulla in confronto (senza cabina, durante la bassa stagione) ad un massimo ai 15mila euro che servono per affittare una villa a Forte di 600 in alta stagione. Nei bagni di lusso, dove la cabina dei Marmi nel mese più caldo dell’estate. Il record asspesso è obbligatoria, a maggio e settembre ci voglio- soluto, almeno in Toscana, si registra all’Argentario: per trascorrere un mese di no mille euro al mese, ferie in una villa sulla mentre da giugno ad Per venire incontro alle famiglie, costa grossetana, seragosto ce ne vogliono appartamenti in locazione vono circa 20mila euro. almeno duemila. Il poa settimane invece che per un mese Nonostante questi prezpolo di bagnanti corre zi, gli operatori contano allora ai ripari, o almeno ci prova. Una soluzione adottata frequentemente è quella di registrare il tutto esaurito per il mese di agosto. Lodi limitare il periodo delle ferie, riducendo le vacanze a calità sempre desiderata dai turisti è l’isola d’Elba, dove circa quindici giorni. Insomma, per accorciare l’affitto si già da inizio anno sono arrivate le prenotazioni per l’alta accorcia la vacanza. Le ristrettezze finanziarie dei turi- stagione. Anche qui i prezzi sono alle stelle: per affittare sti, inevitabilmente, mettono alle strette i locatori degli un monolocale nella settimana a cavallo di ferragosto ci immobili: per arginare il problema della crisi economica vogliono oltre 500 euro. Chi vuole, comunque, può ridiffusa, quest’anno i proprietari delle case al mare hanno correre ai campeggi: a Vada il costo giornaliero per due di fatto stabilizzato gli affitti sui livelli dello scorso anno. persone e la piazzola per il camper si aggira sui 25 euro. Spesso, non riuscendo ad affittare l’appartamento per Nella vicina Castiglioncello dormire una notte, in alta tutta la stagione, si dimostrano disponibili ad applicare stagione, in un albergo a tre stelle costa circa 100 euro sconti per chi prenota “all’ultimo minuto”. Ma non solo. per una camera singola e sui 130 per una matrimoniale.

FOCUS Il turismo visto dalle agenzie immobiliari

Anche l’affitto è last minute

“A

umenta sempre più la turistica? “La casa più amdomanda di affitti di bita – spiega l’operatore - è breve durata – spiegano una- un bilocale con quattro posti nimi gli operatori delle agen- letto, in zona centrale e con zie immobiliari –. A causa vista mare o, quantomeno, delle diffuse difficoltà econo- vicino alla spiaggia”. Ma c’è miche, sono molte le famiglie una località che sembra non toscane che limitano la per- risentire della crisi diffusa manenza al mare, riducendo ed è Forte dei Marmi. “Negli le ferie a una o al massimo ultimi due anni – dicono daldue settimane”. In una si- l’agenzia immobiliare “Martuazione così difficile, in cui co Polo” – la domanda è torgli affitti salati spaventano i nata ad essere più dinamica, potenziali clienti, quali stra- con possibilità di spese anche elevate. tegie stanno I clienti più adottando i La casa più ambita abbienti – proprietari è un bilocale in centro continuano delle case – sono per per superare questa crisi latente? “Ten- lo più gli stranieri, in partidenzialmente, molti padroni colare si sta registrando un di case si dimostrano dispo- incremento della presenza nibili ad applicare uno sconto russa”. Anche quest’anno, last minute, anche del 20 per secondo gli esperti del settocento, rispetto ai canoni di re, c’è la tendenza a segmenmercato”, dice Tommaso Cec- tare le vacanze, frazionando chi, che lavora in un’agenzia le ferie già a partire dai ponti immobiliare di Cecina. Ma di aprile. Un fenomeno semqual è il tipo di appartamen- pre più diffuso anche tra i to preferito dai turisti che toscani, che scappano dalle desiderano trascorrere qual- città non solo nei giorni più che giorno in una località caldi di agosto. /G.B.


SOCIETÀ

31

giugno 2008

FIRENZE DI NOTTE. Una storia in controtendenza rispetto alla crisi della carta stampata

Il giornale lo compro a mezzanotte É diventata una vera e prorpia moda. In via Nazionale, l’edicola di Paolo fa il pieno la notte: si chiacchiera e si aspetta il giornale appena stampato Giulia Righi

C’

era una volta l’edicola e tanti signori che la mattina presto uscivano per comprarsi il giornale. C’erano. Poi è arrivato il tiggì, poi ancora internet e bla bla bla e sappiamo tutti che adesso i giornali sono rimasti cosa per pochi, e le edicole tempietti di carta, destinata spesso a finire al macero. Se poi a un giornalaio chiedi come vanno gli affari, non è che spuntino questi grandi sorrisi: “I quotidiani vendono molto meno rispetto a qualche anno fa, abbiamo dovuto puntare molto sulle riviste e sui gadget”, dice più o meno all’unisono la categoria. Poi però succede che se una sera, diciamo verso mezzanotte e un po’, ti capita di passare in fondo a via Nazionale, all’altezza di piazza Stazione, trovi qualcosa che sembra ribaltare la prospettiva. Più o meno la fotografia è questa: c’è un gruppetto di persone (fiorentini doc, non si sbaglia) che stazionano davanti a un’edicola. Chiacchierano,

un sacco. Di Fiorentina, di tramvia, di politica, di questo conoscente, di quell’amico. E l’edicola, davanti a loro è aperta. Apertissima. E cosa ci fanno questi signori di notte lì davanti? Facile, aspettano. Aspettano il loro giornale, “La Nazione”, l’unico già pronto a quell’ora. Loro fuori (caldo o freddo non importa, gli aficionados ci son sempre) e l’edicolante Paolo dentro il suo gabbiotto, con la copia del quotidiano pronta per il prossimo cliente. È un piccolo rito che si ripete ogni sera, buffissimo a guardarlo Attesa, chiacchiere: commenti alla da fuori. Scocca l’ora (mezzanotte partita se è domenica, discussioni e mezza, di solito) e parte un mec- su politica e dintorni se siamo in un canismo che profuma di Firenze giorno infrasettimanale. Poi ad un tratto arricome il lampredotMi hanno fatto i complimenti va il furgone carico to o il Biandicono che adesso di quoticone. “Paola zona è più tranquilla diani e parlooo…che te una rapiè arrivata la Nazione?”, chiede qualcuno affac- dissima catena di montaggio, con ciato dal finestrino della macchina: le copie del giornale che saltano di “Macchè, altri du’ minuti”, rispon- mano in mano, fino a raggiungere il gabbiotto. Bellissimo. Di lì, via alla de lui da dentro il gabbiotto.

processione. Un euro a Paolone, il giornale a te, poi buonanotte oppure due chiacchiere ancora. Sono dodici anni che va in onda questo aspetto verace della Firenze by night. E l’attore protagonista non lo maschera, il suo orgoglio: “Mi hanno fatto i complimenti – racconta Paolo – perché dicono che con l’edicola aperta questa zona è più tranquilla”. Vero. Fosse anche solo perché l’edicola fa un sacco di luce e sono una cinquantina i clienti affezionati che la notte fanno

capolino al chiosco dei giornali di via Nazionale e la ripopolano. “Ci sono i clienti che escono dal lavoro, dai ristoranti, i portieri di notte degli alberghi, oppure i pensionati. E anche qualche signora”. E ci sono anche i clienti furtivi che comprano il giornale porno e zitti zitti, vanno via: a completare questa miniatura fiorentina, adesso, arriva anche un altro tassello. Lo annuncia Paolone, carte di autorizzazione alla mano: “Stiamo per diventare anche punto Snai”. E allora sì…

L’INTERVISTA

881966

Intervista a Antonio Sofi, esperto di nuovi media

“Ecco il quotidiano del futuro” C inismo vuole che a una certa ora i giornali diventino buoni per incartare il pesce. Alcune profezie invece, basate su dati di vendita e tendenze in atto, raccontano che a breve la carta stampata diventerà solo un ricordo. Una di queste, fatta dal prestigioso quotidiano The Economist, segna al 2043 (primo trimestre, per la precisione) la data in cui “l’ultimo, esausto lettore getterà via l’ultimo raggrinzito quotidiano”. Antonio Sofi è docente di “Sociologia delle professioni dei nuovi media” alla facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Firenze: a lui abbiamo chiesto qualche delucidazione. Qual è il destino della carta stampata? “Negli ultimi anni sono state fatte tante previsioni sulla fine delle carta stampata, con date diverse, che regolarmente venivano spostate in avanti tutte le volte che si avvicinavano. È molto difficile stabilire una data precisa per la scomparsa dei quotidiani. C’è comunque un tendenza evidente, ed è quel-

la per cui sempre più spesso ai giornali cartacei vengono affiancati anche supporti digitali su Internet. La vera strategia di sopravvivenza è questo abbinamento”. E un fenomeno come quello della piccola folla che aspetta il suo giornale all’edicola “notturna” di Firenze, come si potrebbe spiegare? “È un segno della necessità, naturale per una città, di avere punti di aggregazione, che sicuramente scarseggiano, la notte più che mai: l’edicola è da sempre un punto di ritrovo di quartiere, un luogo sociale”. Come immagina un giornale fra 20 anni? “Una delle interpretazioni più accreditate tra gli editori è la necessità di considerare più il contenuto che il supporto, guardare più alle “news” che al “paper”. Non giova più pensare a un giornale come legato ad un supporto: il giornale sostanzialmente racconta una città e dunque potrà stare tanto sulla carta, quanto su internet o su qualsiasi supporto digitale”. /B.S.

FESTEGGIAMO INSIEME il nostro 20° anniversario VI ASPETTIAMO NEL NOSTRO NEGOZIO

A TUTTI I PRESENTI VERRÀ RICONOSCIUTO

UNO SCONTO DAL 15% AL 20% SU TUTTI GLI ARTICOLI ESPOSTI

VIA MADONNA DELLE QUERCE, 15r TEL. 055.580994 www.enzobonanno.it


PITTI IMMAGINE/1. Taglio del nastro per l’edizione numero 74 della kermesse. Tra eventi e nuovi trend

Firenze, una città pret-à-porter Quattro giorni di fashion business che catalizza l’attenzione su un mercato in continua espansione. Sfilate, appuntamenti, serate di gala, feste e tantissime proposte di moda. Per mettere la città al centro dell’attenzione Ludovica V. Zarrilli

T

ornano le passerelle fiorentine. Non sfilate qualsiasi, ma momenti di aggregazione durante i quali la città sembra muoversi seguendo ritmi diversi. Più veloci, più convulsi. L’edizione numero 74 (Fortezza da Basso, dal 18 al 21 giugno) di Pitti Immagine Uomo guarda altrove. Lancia una sfida. Trova spunti e propone nuove idee. Una vetrina lunga tre giorni e incentrata sulle proposte della moda maschile per la primavera estate 2009. Dettagli che non rimangono confinati nella galassia moda, ma si vanno a mescolare con tendenze, esigenze e nuovi mood. Per una couture ricercata ma sempre più quotidiana. «Pitti Uomo - afferma Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine - è una manifestazione unica nel suo genere: è la piattaforma internazionale che ha saputo affiancare all’attenzione per le aziende consolidate, per quelle realtà di mercato più orientate al prodotto e a un approccio più commerciale, la migliore selezione di label di nicchia e giovani progetti di ricerca. Per questo Firenze e Pitti Uomo sono sempre più la vetrina e l’appuntamento scelto dai grandi brand per il lancio di una collezione o il debutto di iniziative a livello mondiale, ma anche il luogo dove i buyer più sofisticati trovano gli stimoli giusti per il loro scouting internazionale». Eventi, eventi e ancora eventi. Come d’abitudine, Pitti Uomo non è solo business. Firenze si anima di nuovi volti, si lascia contaminare da influssi provenienti da terre lontane. Crea link che lasciano il segno. Per questa edizione, l’ospite d’onore viene da nord europa. E’ belga e probabilmente per molti sarà un illustre sconosciuto. Non per le fashion victims che lo conoscono, e bene. All’anagrafe è Walter Van Beirendonck, nome difficile dietro il quale si cela uno stilista raffinato e di grande impatto.

Il Men’s Fashion Show di questa edizione di Pitti Uomo è dedicato a lui. La sera di giovedì 19 giugno, al Giardino del Museo Stibbert, il più eccentrico tra gli Antwerp Six, gruppo di designer all’avanguardia dell’inizio degli anni Ottanta, presenterà a Firenze in anteprima assoluta la sua menswear collection S/S 2009, nel corso di una performance-evento che vedrà protagonista il suo stile inconfondibile. Tra gli altri appuntamenti, “Stefano Ricci Heritage Trophy”. Ispirato al mitico “Concorso

Solo 3€ al giorno PER L’UTILIZZO DI UNO SPAZIO

ESCLUSIVO

box, ripostigli, depositi per uso temporaneo a tua completa disposizione

Chiama il 328 0564141 845760

i.biz Altrispaz irenze i, 151 - F

Via Tosell Tel.

3 333 638914

886320

di Eleganza per Automobili” degli anni Cinquanta, l’evento vedrà protagoniste le “grandi sportive italiane”: blasonate auto da competizione - come la Ferrari 250 Mille Miglia di Eugenio Castelletti - che la mattina saranno esposte alla Fortezza da Basso e nel pomeriggio attraverseranno il centro storico e raggiungeranno il Giardino di Boboli, cornice di un dinner esclusivo. E ancora la sfilata di Dirk Bikkembergs alla Stazione Leopolda, con un allestimento molto scenografico e i festeggiamenti

dei 50 anni del brand Corneliani, l’installazione “Linelight” a Palazzo Capponi all’Annunziata, e una cena di gala nella prestigiosa cornice del parco di Palazzo della Gherardesca. E poi due mostre, una ispirata alla nascita della moda italiana e allestita negli spazi del Museo della fondazione Capucci a Villa Bardini e la seconda, pensata per le Olimpiadi e messa in opera al Museo del tessuto di Prato, dal titolo “Superhuman Performance. L’evoluzione del tessuto per lo sport”.


CULTURA

33

giugno 2008

PITTI IMMAGINE/2. Torna Pitti_W, con un evento dedicato a Diane von Furstenberg, per celebrare la femminilità

L’Uomo. Dalla parte delle donne Caterina Gentileschi

P

itti Uomo non è solo men’s wear. Dalla mettendo l’accento sui contenuti di scouting e scorsa edizione sul palcoscenico della selezione che ne fanno un’occasione unica per moda fiorentina sono salite anche le il lancio di label dalle grandi potenzialità e proreginette del ballo, le fashion victims getti donna innovativi». Per dare il benvenuto per antonomasia, le donne. Pitti Immagine fa alla seconda edizione di Pitti_W, lo staff della il bis proponendo una nuova edizione di Pit- manifestazione ha organizzato un evento da ti_W, salone parallelo all’Uomo, che prende non perdere. Sarà Diane von Furtenberg la provita nei vasti spazi della ex-Dogana, in via tagonista della manifestazione, che sarà in città Valfonda, a pochi metri dalla Fortezza. Un am- per presentare in esclusiva la sua Cruise / Prebiente ridimensionato che punta i riflettori su Spring Collection 2008-09. La sera di mercolepoche aziende, ma dall’appeal forte e contem- dì 18 giugno, la straordinaria cornice en plein poraneo. Brand selezionatissimi che portano a air del giardino Torrigiani nel cuore di Firenze, Firenze sessanta pre-collezioni per l’estate del farà da scenario a un evento raffinato e glamour prossimo anno. Un brezza nuova nel panora- tutto concentrato su questa ospite d’onore. ma fiorentino, che sta allargando le porte per «Pitti Immagine – dice Raffaello Napoleone, abbracciare la moda a trecentosessanta gradi. amministratore delegato di Pitti Immagine – è «La sfida di Pitti W_Wolieta di celebrare a Firenze Un evento realizzato man Precollection – afla presenza di Diane von ferma Agostino Poletto, Furstenberg. Dopo il sucnel giardino Torrigiani, vice-direttore generale di cesso iniziato nel 1974 con il parco privato Pitti Immagine – prosegue il lancio del wrap dress, e coerentemente col Dna il grande ritorno nel 1997, più grande d’Europa della manifestazione. Se la oggi Diane è più che mai prima edizione ci ha già dato grandi soddisfa- sotto i riflettori della moda internazionale, e zioni, con i suoi oltre 6.500 visitatori e la pre- sceglie la settimana fiorentina della moda e senza dei rappresentanti delle migliori bouti- Pitti W_Woman Precollection per la sua prima que e department store internazionali, a giugno presentazione europea». Il giardino, il più granil salone punterà a superare questo traguardo de parco privato d’Europa, vedrà per la prima

Diane von Furtenberg

volta aprire i battenti alla moda. «Quando Pitti mi ha invitato – ha detto Diane von Furstenberg – ho pensato che fosse un’ottima occasione per

presentare la mia Cruise collection in Europa, d’altronde sono nata professionalmente in Italia ed è bellissimo ritornarci».

PITTI IMMAGINE/3. Bimbo e filati chiudono la stagione della moda fiorentina. Con uno sguardo “sostenibile”

Bambini tecnologici e tessuti ecologici

P

itti Immagine Bimbo non aspetta. I pargoletti modaioli della Fortezza non lasciano neanche il tempo di smantellare gli stand degli adulti. Sono tutti pronti ad invadere con i loro look contemporanei e colorati gli spazi espositivi. Dal 27 al 29 giugno non ci sarà posto per nient’altro. Passerelle in miniatura e giochi da grandi, accompagnati da eventi che non hanno niente da invidiare alle manifestazioni dedicate agli over 20. 412 marchi abili nell’esplorare le nuove tendenze per i più piccini, con un occhio alle nuove tecnologie e alle loro esigenze. Ludiche in primis. La novità di Pitti Bimbo è BabyWorld, l’area

dedicata al design e alla puericultura, alla cura e alla cultura infantile che nasce alla Fortezza. Un progetto assolutamente unico, che punta i riflettori sugli oggetti e sul design per l’infanzia, sulle interazioni tra tecnologia e moda per i più piccoli, un settore in ascesa al quale Pitti Immagine ha deciso di riservare un appuntamento annuale all’interno di Pitti Bimbo. Per chiudere la session estiva di Pitti non mancheranno le giornate dedicate ai tessuti. Dieci giorni di respiro dalla fine di Pitti Bimbo ed ecco arrivare Pitti Filati, dal 2 al 4 giugno. Un appuntamento immancabile per gli addetti ai lavori. Quest’anno il tema della manifestazione

sarà l’ecologia, concepita come la nuova frontiera del lusso. Sono il fashion designer Angelo Figus, e l’esperta in maglieria Nicola Miller, a curare la ricerca e il progetto allestitivo dello spazio ricerca dedicato alle tendenze per l’autunno/inverno 2009-2010. Turbonatura, questo il nome del progetto racconta di un suggestivo e visionario innesto di natura e tecnologia, un mondo sospeso tra realtà e proiezione futura, dove natura e artificio si tengono per mano. Dulcis in fundo, tornano le atmosfere agee di Vintage Selection - dal 2 al 5 luglio – che dedicherà questa edizione all’indimenticabile /C.G. coppia Ginger Roger e Fred Astaire.

908184

898359

OFFERTE SU TUTTA LA NOSTRA GAMMA DI CONDIZIONAMENTO CALDO/FREDDO PER TUTTO IL MESE DI GIUGNO!!!

STUFE E CAMINETTI A PELLET E A LEGNA -doppia combustione -rivestimenti in ceramica -max rendimento -max sicurezza -timer regolabili

FINO AL

36%

Servizio GAS a domicilio

DI DETRAZIONE FISCALE

• Fornitura PETROLIO • Fornitura LEGNA

20L €38,90 - CARBONE

PA G A M E N T I P E R S O N A L I Z Z AT I R AT E A L I

CUCINE A LEGNA E A GAS CON FORNO ELETTRICO complete di accessori FORNI A LEGNA DA INCASSO E DA ESTERNI A partire da €1.000

"IL SUPERMERCATO ALIMENTARE SOTTO CASA"

FORNITURA COMBUSTIBILE PELLET ALTO RENDIMENTO

CAT. A

• 15 kg

• 1350 kg

€3,80

€320

SCONTI AGGIUNTIVI PER I LETTORI DE

PER TUTTE LE ALTRE OFFERTE VAI SUL SITO WWW.ILREPORTER.IT

Vieni a scoprire tutti gli altri prodotti ed offerte nel nostro show-room in

Viuzzo di porto 11 loc. Olmo (Scandicci) tel.055 721540 cell.340 1534053 APERTI tutti i giorni CHIUSO il sabato pomeriggio

SIAMO APERTI TUTTI I GIORNI DAL LUNEDI’ AL SABATO DALLE 8.00 ALLE 21.00 LA DOMENICA DALLE 9.00 ALLE 21.00 CI TROVATE NEL CENTRO DI FIRENZE Via Santa Monaca 6/8r

Corso dei Tintori 18/22r

Via dei Renai 11r

Tel. 055 218103

Tel. 055 2001907

Tel. 055 2480521


34

CULTURA

giugno 2008

L’INCHIESTA. Storie, modi e mode dei tanti gruppi che nascono e crescono in città

Dura la vita del musicista Viaggio nel microcosmo delle band fiorentine. Per capire come vivono, cosa li anima e come tentano di emergere

Lapo e Ninjaz (Numa crew)

Federica Sanna

N

on sono soltanto band che fanno musica. Vivono scelte e filosofie di vita. Modi di vestire, di parlare e di essere. Cambiano sull’onda del genere: dall’hip hop al punk, dal reggae al metal. I gruppi musicali di Firenze, quelli che provano ad emergere, e non sempre ci riescono, sono tantissimi. Nascono spesso all’interno delle scuole superiori, da passioni comuni e doti che si incontrano. E poi cercano di farsi conoscere passando dai centri sociali ai locali. “Siamo nati grazie ai centri sociali, tre anni fa, con piccoli concerti: se piaceva si rifaceva e così abbiamo iniziato a farci conoscere” racconta Ninjaz del gruppo hip hop La Primiera, che fa anche parte della crew (compagnia o semplicemente gruppo) Numa: dodici ragazzi, diventata anche associazione culturale, che fa musica, graffiti, free style. “Ciascuno ha portato la sua esperienza, c’era chi sapeva suonare, chi si intendeva di video e così abbiamo creato il gruppo”. Il più classico dei canali per emergere è l’esibizione nei locali. Ma non è sempre il più semplice: pochi soldi oppure formule assurde come:“te porta gli amici e a seconda della gente che fa le bevute ti pago”. “Il limite più grande di questo canale è che vengono di solito privilegiate le coverband - dice

And, deejay di Novaradio e membro di switchproject.net, agenzia per la creazione di eventi con coscienza sociale sul territorio - questo uccide la musica e ammazza la creatività”. Altro canale è quello degli eventi organizzati dagli enti locali. Il Rock contest, organizzato dal Comune di Firenze, o ancora il Q3 Rock Zone. Ma la vera piazza della musica è diventata oggi internet: myspace.com. Gratuitamente tutti i gruppi possono registrarsi e mettere la loro musica che poi può essere ascoltata da chiunque. E hanno pure una vera e propria copertina. “Fare un investimento in un disco significa dover pagare gli alti costi della Siae - dice Jona, che fa dj set di reggae - myspace è un grosso aiuto per farsi pubblicità. Poi si possono lasciare commenti, farsi degli amici, o semplicemente usare questo mezzo per essere rintracciati”. Basta digitare “Firenze” e la lista si fa lunghissima. Farsi avanti resta comunque difficile: “Il reggae è cresciuto in questi anni ma è molto faticoso - continua Jona - le tendenze sono ormai preconfezionate. Basta accendere la radio per accorgersene: i pezzi sono sempre gli stessi, non perchè non ci sia produzione. Le etichette indipendenti non riescono a imporsi”. Solo qualcuno, pochi però, riesce a farcela.

PREZZI A CONFRONTO

Sala prove quanto mi costi

P

iccoli dettagli che a volte sfuggono quando semplicemente si ascolta una canzone. Dietro a quelle note, ci sono giorni e giorni di lavoro. Per puro piacere, ma con tanto impegno, e sopratutto spese. I piccoli gruppi, quelli emergenti, quelli che cercano di farsi conoscere, provano e riprovano le loro canzoni. Ma non è così semplice. Spazio e attrezzature adatte sono le esigenze fondamentali. E così i gruppi, chi più chi meno, si ingegnano. La più comune delle possibilità è quella di usare le sale prove o di registrazione a pagamento. A Firenze ce ne sono alcune come All Music o la Omi a Sesto Fiorentino. Il prezzo va dalle 20 alle 30 euro l’ora. Di solito restano aperte anche dopo la mezzanotte. Sono sale insonorizzate con tutte le attrezzature di amplificazione degli strumenti e la voce, e di solito la batteria. Ad ore, per lo stesso prezzo, possono essere affittate anche le sale di registrazione. A scegliere questo soluzione sono in particolare i gruppi che fanno rock, punk e metal, perchè usano la batteria e altre strumentazioni. Meno problematico è per chi fa musica elettronica o hip hop. In quel caso le spese che il gruppo deve affrontare sono quelle per ricreare uno studio, che può essere nella propria casa o in un fondo. Ovvero: un buon computer (possibilmente Mac) che può costare 1000 euro, i microfoni (fino a 600 euro), schede audio da 300 euro e l’immancabile mixer (160 euro). Un totale di circa 15002000 euro, a seconda delle pretese e delle tasche. /F.S.

908316


RISPARMI FINO AL 55%

900887

PREVENTIVI GRATUITI PAGAMENTI RATEALI PERSONALIZZATI SU TUTTI I NOSTRI PRODOTTI PROMOZIONE VETRI

INFISSO in pvc doppia anta con ribalta-vetri isolanti termici ed acustici su misura, varie colorazioni, solo € 310 AL MQ

A partire da

€ 260 al mq

PAGABILI ANCHE A RATE

ANTI-SFONDAMENTO

PERSIANA in alluminio stecca fissa (o orientabile) - in colori base su misura € 280 AL MQ

€ 230 mq

A partire da PAGAMENTO A RATE

ZANZARIERA A CATENELLA

ZANZARIERA SCORREVOLE cassoni colore ral • in alluminio anche colore legno • solo 3cm di spessore a partire da €90 al mq

cassone colore legno •in alluminio ance colore legno a partire da soli €83 al mq (escluso mano d’opera)

ZANZARIERA A MOLLA cassoni colori ral •in alluminio anche colore legno •solo 3 cm di spessore a partire da soli € 60 al mq

Solo €120 al MQ NOVITA’ da oggi eseguiamo lavori di ristrutturazione interne complete di opere murarie idrauliche elettriche e imbiancatura

PAVIMENTAZIONE E PIASTRELLATURA

PORTE IN CRISTALLO TEMPERATO CON MECCANISMO A BARRA IN ACCIAIO - VARI MODELLI

PORTONCINI E PORTE BLINDATE - CON CILINDRO EUROPEO - ANTISCASSO € - ANTI TRAPANAMENTO - A 5 PUNTI DI CHIUSURA

• POSA IN OPERA • VISARM SPESSORE 10MM/11MM CON NUOVI RIPORTI REGOLI IN LEGNO

e sistemi di sicurezza allarmi e videosorveglianza sopralluoghi

e preventivi gratuiti 2 ANTE ASSIMMETRICHE BILAMIERA 1 ANTA LISCIA

1.200

€ 1.850

€ 900

€ 1.600

1 ANTA MONOLAMIERA

ANCHE CON FINANZIAMENTO 24 MESI INTERESSI ZERO 66,67 € AL MESE

ANCHE CON FINANZIAMENTO 24 MESI INTERESSI ZERO 37,50 € AL MESE

FINESTRE E PORTE FINESTRE IN ALLUMINIO RISPARMIA il 55% • TAGLIO TERMICO A partire da € 270 al mq con gli incentivi statali • ANTA SINGOLA DOPPIA CON RIBALTA su infissi in alluminio e • COLORE BASE E LEGNO MISURA alluminio/legno e PVC •• SU TAGLIO FREDDO € 300 AL MQ

2 ANTA

A partire da €

€ 280 AL MQ

220 al mq

TRASPORTO E MONTAGGIO COMPRESO

1 ANTA

PORTA FINESTRA

Show-room: Via F. Martini, 10/R Tel. 055 6121802 Info@vetreriarondinella.it


36

CULTURA

giugno 2008

LA KERMESSE. Torna l’appuntamento estivo con cinema, danza e teatro. Ospite d’onore, Nanni Moretti

Tanta voglia di Estate... Fiesolana Daniela Giovannetti

I

l jazz di Stefano Bollani, la danza del Maggio musicale di Firenze, il teatro di Eugène Ionesco. E ancora: un omaggio a Nick Drake e la rassegna con i film di Nanni Moretti, al quale sarà consegnato il premio Maestri del Cinema 2008. Sono questi i principali appuntamenti della 61esima edizione dell’Estate Fiesolana, il più antico festival all’aperto d’Italia, che ha nel Teatro Romano di Fiesole lo spazio scenico privilegiato dei suoi numerosi eventi, che si terrano da giugno a settembre. Per il quarto anno consecutivo, il Comune di Fiesole curerà direttamente organizzazione e direzione artistica della rassegna, che si articola in cinque sezioni: cinema, jazz, teatro, danza e musica classica, per un totale di circa quaranta appuntamenti. Novità di quest’anno sarà l’utilizzo di spazi inconsueti come l’area delle terme romane e il tempio etrusco-romano, oltre alla Cattedrale di San Romolo e la Basilica di Sant’Alessandro sul colle di San Francesco. Inaugura il Festival la piéce teatrale - diretta da Riccardo Sottili e messa in scena dalla sua compagnia Occupazioni Farsesche - “La Fame e la Sete, Le messe nere del Buon Convento”, opera dell’ultima produzione del drammaturgo francese d’origine romena, maestro dell’assurdo, Eugène Ionesco. L’appuntamento è al Tempio di Minerva dal 13 al 16 giugno. Il Comune di Fiesole propone inoltre, in prima nazionale, l’Omaggio a Nick Drake, raffinato cantautore britannico, una delle voci più belle della musica pop d’autore. L’appuntamento è per il 19 giugno, giorno in cui avrebbe compiuto 60 anni. La direzione è affidata a Robert Kirby, amico e arrangiatore del poeta maledetto. Canta Marco Parente, sperimentatore della canzone, accompagnato dalla

chitarra di Roberto Angelini e dall’orchestra da camera I Nostri Tempi. Per l’appuntamento con il jazz, giunta con successo alla sua terza edizione, Vivere Jazz, presenta Milton Nascimento nel tributo a Tom Jobim, eseguito insieme ai figli del maestro per i 50 anni della bossa nova (28 giugno); il 30 giugno Stefano Bollani presenterà un progetto originale con artisti norvegesi e bulgari. Per la classica un concerto dell’orchestra I Nostri Tempi nella Cattedrale di Fiesole il 23 giugno e in anteprima il 7 giugno l’orchestra dei Ragazzi al Teatro Romano. Conferma importante è il Premio Maestri del Cinema, che sarà assegnato al regista Nanni Moretti ai primi di luglio, seguito da una serie di proiezioni dei suoi film di maggiore successo. Sempre a luglio gli appuntamenti con la rassegna realizzata dal Maggio Musicale Fiorentino, con appuntamenti di danza classica e moderna.

Nanni Moretti

IL LIBRO. Una raccolta di favole tradizionali, curata da Carlo Lapucci e illustrata da Walter Bini

Maghi, streghe e giganti, nella Toscana delle fiabe

P

iù di vent’anni fa, Carlo Lapucci, famoso linguista fiorentino e studioso di tradizioni popolari, affidava a Mondadori le sue “Fiabe toscane”, una raccolta ormai divenuta un classico del genere. Oggi quel lavoro, già frutto di un’intensa ricerca, si arricchisce e arriva a compimento grazie ai due volumi “Fiabe toscane di maghi, fate, animali, diavoli e giganti” editi da Sarnus (pagg. 400, euro 13 per volume).

Belle la veste grafica e la brossura a cura di Polistampa, con le colorate cover di Walter Bini, che invogliano a trovar loro posto nella libreria di casa. Oltre a riaccendere i riflettori su fiabe dimenticate, Lapucci ci permette di ritrovare il gusto per una lettura genuina, che trae origine da personaggi e luoghi della Toscana più autentica per spiccare il volo nel mondo di una fantasia popolata di maghi e fatine, boschi incantati, animali improba-

bili, principesse capricciose, creature diaboliche e mostruose. Nei due volumi ci sono favole note come Il gatto con gli stivali, Prezzemolina, Pentolino e quelle quasi dimenticate come Cent’amici a Napoli, Pamporcino, I quattro minchioni, La donnola e il ragno, Gigi dei lupini, La Fata della fonte di Lolla e tante altre. Avanti, c’è uno spazio vuoto da riempire nella vostra biblioteca. /Ciro Becchimanzi

926010


CONCERTI Cats Dall’11 al 14 giugno Giardino di Boboli

alle atmosfere acustiche e delicate di Praire Wind, Neil Young ha attraversato e sperimentato sonorità diverse che ripercorrera’ nel suo nuovo tour italiano.

Finley 1 Luglio Villa Solaria – Sesto Fiorentino

Baustelle 24 Giugno Anfiteatro Museo Pecci (Prato)

Il piu’ famoso musical di tutti i tempi CATS, nell’originale produzione londinese, nata dalla penna di Sir Thomas Eliot e reso celebre ai giorni nostri da Andrew Lloyd Webber. Intrigo, invidia ed amore, in una storia felina in una citta’ di un altro tempo. Neil Young 22 giugno Nelson Mandela Forum

Da After the Gold Rush, Harvest, Rust Never Sleeps, a metà strada tra folk, rock e country, a Trans vicino al cyber-rock, per tornare poi

I Baustelle si formano a Montepulciano (Siena) nella seconda metà degli anni Novanta: l’esordio discografico datato 2000 ed intitolato Sissidiario illustrato della giovinezza, fa conoscere il gruppo al pubblico indie e si conquista i favori degli addetti ai lavori. Dopo “La moda del vento”, e “La malavita”, ad ottobre del 2006 il batterista Claudio Chiari e i Baustelle decidono di interrompere la loro collaborazione artistica.

La giovane band di Legnano “scoperta” da Claudio Cecchetto ha partecipato quest’anno al Festival di Sanremo con una canzone intitolata “Ricordi”. “Abbiamo cercato di scrivere una bella canzone, una ballata rock che potesse adattarsi allo stile festivaliero senza smentire quelle che sono le nostre caratteristiche musicali, le stesse che hanno accompagnato il nome della band in questi ultimi anni”. LE MOSTRE Giovanni da Milano Capolavori del gotico fra Lombardia e Toscana Dal 10 giugno al 2 Novembre Galleria dell’Accademia La Galleria dell’Accademia di Firenze rende omaggio a un pittore “straniero”, Giovanni da Milano, che fu protagonista della scena fiorentina toscana alla metà del Trecento, negli

anni caratterizzati tristemente dalla terribile peste nera del 1348. L’eredità di Giotto L’arte a Firenze tra il 1340 e il 1375 Fino al 2 Novembre Galleria degli Uffizi Gli studiosi dei nostri giorni concordano nell’assegnare al grande patriarca dell’arte fiorentina un ruolo di assoluta preminenza nell’orientare i caratteri fondamentali della pittura in quello che il grande storico dell’arte Roberto Longhi definì “il più gran secolo dell’arte italiana”. Firenze e gli antichi Paesi Bassi Dialoghi artistici, 1430 – 1530 Dal 20 giugno al 26 ottobre Galleria Palatina La mostra si propone di offrire una panoramica delle opere olandesi presenti a Firenze nel periodo 1430-1530, attraverso una scelta mirata di capolavori dei grandi maestri da Jan van Eyck a Luca di Leida, commissionati e acquistati dai banchieri e mercanti fiorentini impegnati per i loro affari a Bruges. Quelle opere spesso di piccolo formato, soggetti sacri o ritratti legati a formare dittici e trittici dipinti anche sul verso, divennero modelli di tecnica pittorica e di soluzioni iconografiche per la produzione dei maestri fiorentini e delle loro botteghe.

Incontri, concerti, danza e teatro

Un’estate Versiliana Due mesi e dieci giorni. Tanto basta per assaporare la bella stagione della Versiliana. Il festival più celebre dell’estate toscana apre i battenti il 20 giugno e va avanti fino al 30 agosto con spettacoli, incontri e personaggi famosi. Settantadue giorni di programmazione e più di cento eventi per l’edizione numero 29 della kermesse. Tra gli ospiti vip Venditti, De Gregori e Marco Travaglio che, a sorpresa indossa i panni dell’attore e interpreta il “Sogno” di Alber-

tazzi. Al “caffè” – momento entrato nella tradizione dei pomeriggi costieri – parteciperanno più di cento ospiti. Poi ci sono i Momix e il musical Jesus Christ Superstar a chiudere in bellezza. E ancora Silvio Orlando, Alessandro Preziosi, Enrico Brignano, Cochi e Renato, Arbore, Mario Biondi e Paolo Belli, solo per citare qualcuno dei nomi in cartellone. Una lista infinita di date da segnare in agenda. Info www.laversilianafestival.com oppure 0584 265733.

Climate paintings and monochromes Dal 5 giugno al 5 luglio Palazzo Coveri Chris “DAZE” Ellis è lo pseudonimo che contiene le lettere Z E caratteri difficili da riprodurre. Daze nasce a New York e la sua arte è tipica della Graffiti Art che nasce anch’essa nei sobborghi newyorkesi. Il suo tratto è spontaneo. Le sue tele sono create con lo strumento tipico di questa corrente artistica: la vernice spray, talvolta abbinata ad altri materiali il cui risultato produce sperimenti molto interessanti. Il cammino di Santiago Mostra fotografico di Lorenzo Carlomagno Dal 26 giugno al 31 luglio Museo di Storia Naturale L’evento è pensato in modo tale da avvicinare lo spettatore sia dal punto di vista emozionale sia dal punto di vista pratico alla realtà del cammino di Santiago. Cercare di comunicarne la spiritualità, la naturalezza, la libertà attraverso immagini simboliche: spazi, particolari, emozioni, elementi, suoni. Mostra di orchidee tropicali Dal 7 al 22 giugno Museo di storia Naturale Un’esposizione dedicata alle specie tropicali più preziose e rare.

FIERE Ingorgo Sonoro 14 giugno San Piero a Sieve Otto consolle situate nel centro storico del paese, dove i più bravi dj del Mugello suoneranno ogni tipo di musica, oltre a due palchi con musica dal vivo. Sul palco si esibiranno i “Sex FM” e i “Trein de Vie. La festa inizierà alle 21 e continuerà fino alle 3 del mattino, ingresso gratuito. Pitti Immagine Uomo Dal 18 al 21 giugno Fortezza da Basso Collezioni abbigliamento e accessori maschili, punto di riferimento a livello internazionale per la moda maschile Pitti Immagine Bimbo Dal 27 al 29 giungo Fortezza da Basso Collezioni abbigliamento e accessori 0/18 anni, premaman, articoli per la prima infanzia, complementi di arredo Vintage Selection Dal 2 al 5 luglio Stazione Leopolda Fashion e complementi d’arredo, tutti rigorosamente vintage. Tre giorni dedicati agli amanti della moda d’epoca. Per tutte le vostre segnalazioni scrivete a: scrivimi@ilreporter.it


FIORENTINA. L’attaccante non teme la concorrenza e dichiara amore alla città e ai tifosi

Gol e Champions, una stagione da “Pazzo” Francesca Bandinelli

I

Giampaolo Pazzini

Giampaolo Pazzini è stato uno dei protagonisti della qualificazione al più prestigioso torneo europeo. In Uefa, però, non è riuscito a segnare. “Ma due rigori in fondo li ho trasformati…”. E sul suo futuro: “Pronto a giocarmela con tutti”

l mercato non lo spaventa, lo non averla avvantaggiata? intriga. Quello che brucia è “Di sicuro non è stato facile imparapiuttosto il gol europeo man- re a giocare spalle alla porta, anche cato, quello su azione. Perché, perché se la squadra ti mette nelle in fondo, senza due suoi rigori, il condizioni ideali è tutto perfetto, disogno viola avrebbe potuto svanire versamente invece la prima punta è prima ancora di nascere. Giampaolo svantaggiata”. Pazzini sorride e guarda al futuro con Le critiche nei suoi riguardi non ottimismo. Lancia anzi la sua perso- sono comunque mancate… nalissima sfida al suo possibile erede. “Le critiche non mi feriscono più, ho Ben venga un altro grande attaccante, imparato a passare sopra a tutto, ad insomma. “Per il bene della squadra”, ascoltare di meno per non uscirne dice. Ma a chi toccherà la maglia da ferito. Mi spiace, anche perché se in titolare è ancora tutto da decidere. alcune circostanze fossi stato un pizDel resto, non si era scoraggiato la zico più fortunato, vedi in occasione scorsa estate, dopo l’arrivo di Chri- della semirovesciata di Cagliari, stian Vieri, e non ha certo intenzione adesso saremmo tutti a raccontarci di deprimersi adesso. Tutt’altro. L’at- una storia diversa. Anche questo, taccante toscano, quello che pure un però, fa parte del gioco, e io non inanno fa, quando l’infortunio al meta- tendo sottrarmi a niente. Nel calcio, tarso mise fuori gioco Luca Toni, a quando sbagli, non puoi tornare insuon di reti portò la Fiorentina dritta dietro, devi accettare le conseguenze in Coppa Uefa, non si dà per vinto. delle tue azioni. Gli sbagli e gli errori Confessa di dover migliorare ancora si dimenticano difficilmente”. molto in fase realizzativa: “Mi man- Nelle ultime settimane, intanto, dicano i gol sporchi, quelli nati quasi versi club importanti si sono inteper caso, e in questo senso devo lavo- ressati a lei. Queste voci di mercato rare ancora tantissimo”, ma in fondo la disturbano? il suo bilancio non è poi così negati- “No, per niente. Se grandi squadre mi cercano, vuol dire vo. Anche perché, finalAmo Firenze in fondo che non sono mente, dopo tre anni, è arrivata pure la qualifie questa città. poi così scarso…”. A Firenze però pocazione ai preliminari Voglio vincere trebbe arrivare un di Champions League. altro grande attacA regalare la gioia del qualcosa qui cante… traguardo tagliato è stato Osvaldo, con una rovesciata capo- “Bisogna vedere se è così, io intanto qui ci sono già e ho intenzione di lavoro, ma Pazzini sorride. Eccome. Pazzini, quanto brucia non essere giocarmela con tutti. E’ comunque riuscito a mettere la sua firma in giusto e non ci vedo niente di strano. Del resto, una società ambiziosa Europa? “Il rammarico c’è, è evidente, e lo deve sempre puntare a migliorare la porto dentro, ma adesso è inutile re- rosa a disposizione. Io, ribadisco, criminare: purtroppo, nel calcio non sono qui”. si può tornare indietro. E poi, è vero Ma qualora dovesse arrivare Giche non contano niente ai fini delle lardino? statistiche, ma due rigori (contro “Vediamo, io non mi tiro indietro. Groningen e Everton, ndr), in fondo, Amo Firenze e a questa città, alla li ho trasformati”. sua tifoseria devo tantissimo. Voglio Crede che il modulo di gioco possa vincere qualcosa qui”.


SPORT

giugno 2008

39

L’INTERVISTA. Anselmo Robbiati, neopromosso in C2 con il suo Figline, tra passato e futuro

“Il mio mondo? Il calcio e Firenze” L’ex viola si racconta: “Mi piacerebbe giocare un altro anno per chiudere fra i professionisti”. E sulla sua carriera: “Il momento più brutto è stato il fallimento della Fiorentina, il più bello gli 11 gol in A con i viola”

A

nselmo Robbiati, detto “Spadino”, è tornato protagonista sui campi toscani. Non solo per il suo sinistro magico che a Firenze nessuno si è scordato, ma anche per la grande stagione che ha disputato il suo Figline, fino ad arrivare alla storica promozione in C2, tra i professionisti del calcio. Robbiati, che con sua moglie, fiorentina doc, abita nella campagna tra Firenze e Figline Valdarno, racconta a Il Reporter la grande stagione della sua squadra, il suo passato viola e i progetti per il futuro. Partiamo dalla grande stagione del Figline, che ha raggiunto la Promozione in serie C2. “E’ stata una stagione fantastica, durante cui abbiamo confermato la nostra superiorità per l’intera annata. Siamo partiti con grandi aspettative e abbiamo dimostrato di essere i più forti, arrivando al traguardo con nove punti di vantaggio”. Qual è il vostro segreto? “Il gruppo. Tutti hanno dimostrato grande professionalità, senza nessuna polemica. Soprattutto quando siamo stati colpiti da molti infortuni la forza del gruppo si è fatta sentire”. Anselmo Robbiati Alla sua età, cos’è che ancora la spinge a calcare i difficili campi dei dilettanti e adesso della C2? “La voglia di continuare a fare sacrifici e di mettermi ancora in discussione. L’essere d’esempio per i più giovani ai quali bisogna far capire che non è importante solo la domenica, ma tutta la settimana di lavoro”. In molti: lei, Baiano, ma anche Orlando e Torricelli, avete deciso di continuare a giocare vicino a Firenze o comunque di tornare a vivere vicino al capoluogo. Cos’è che vi lega così tanto a questa città? “Vivo in campagna fuori Firenze, a pochi minuti da Figline. Firenze è una città bellissima, dove si vive molto bene. E poi ho sposato una fiorentina, non potevo che venire a vivere qui…”. Il ricordo più bello dei suoi anni in viola.

“Ho vissuto tante stagioni belle, ricordo la vittoria del campionato di B e quelle in Coppa Italia e Supercoppa italiana”. Un giudizio sulla stagione della Fiorentina. “Il cammino viola sembrava esaltante, poi lo si è dipinto come fallimentare. Secondo me la stagione è stata ottima, i molti giovani della Fiorentina sono cresciuti e migliorati tantissimo”. Qual è il giocatore che stima di più nella Fiorentina di Prandelli? “Ovviamente Mutu. Ma quello che è cresciuto e maturato di più è Montolivo. E’ pronto per la nazionale”. Gilardino è stato comprato dalla Fiorentina. Le voci di mercato danno Enrico Chiesa al Figline. Che ne pensa? “Gilardino Prandelli lo conosce bene. Per quanto riguarda Chiesa, non so quanto lui abbia voglia di scendere così tanto di categoria, dalla A alla C2 è un bel salto. Per noi sarebbe sicuramente un gran salto di qualità, per la squadra e per l’immagine della società”. Monza, Fiorentina, Napoli, Inter, Perugia, Ancona, Grosseto, Como e infine Figline. Il suo ricordo più bello e il momento più difficile. “E’ difficile trovarne solo uno. Comunque tra i più belli metterei sicuramente la stagione in cui ho segnato undici gol in serie A con la Fiorentina e i sei mesi passati all’Inter, un’esperienza incredibile. Tra i più brutti sicuramente l’annata con il fallimento della Fiorentina e l’infortunio al retto femorale che mi ha tenuto fermo per sei mesi con quattro ricadute”. I suoi obiettivi per il futuro? “Il mio futuro passerà sicuramente da Figline. Dobbiamo parlare con la società e decidere se fare ancora un altro anno da giocatore o impegnarmi in altro. Personalmente mi piacerebbe fare un ultimo anno da giocatore, così da chiudere tra i professionisti”. Altrimenti meglio la panchina o un posto in dirigenza? “Non so, dipende dalle proposte della società. L’unica cosa certa è che vorrei restare nell’ambiente calcistico, dove sono ormai da una vita”. /Francesco Di Costanzo

COMPRA OGGI E PAGHI A GENNAIO 2009 A INTERESSI 0!

RISPARMIO 85% SU FINESTRE PVC (30%SCONTO + 55% DETRAZIONE FISCALE) PRODUZIONE SCALE FINESTRA PORTE SU MISURA DAL 1988 LEGNO INTERNE ALLUMINIO PVC

Sconti dal 20% al 30%

misura standard a partire da

OGNI LAVORO VIENE IDEATO E PRODOTTO VALUTANDO LE ESIGENZE DEL CLIENTE

€190

€690

• GRATE SU DISEGNO • CANCELLETTI ESTENSIBILI

PORTA BLINDATA serratura cilindro europeo due ante

€990

SOPPALCHI AUTOPORTANTI SENZA PERMESSI

PREZZI IMBATTIBILI

Viale Redi, 63/d Firenze

055 333041

www.areascale.it - areascale@virgilio.it

ESCLUSO MONTAGGIO ED IVA

PORTA BLINDATA serratura cilindro europeo un anta a partire da


40

SPORT

giugno 2008

PALLANUOTO. Leonardo Sottani rientra alla Rari Nantes Florentia. Ed è pronto per l’Olimpiade

Ritorno a Firenze. Passando da Pechino Simone Spadaro

rienza meno entusiasmante. Cosa porta con sé a Firenze? “L’esperienza di Recco è stata bellissima. Ho vinto scudetto, Coppa dei Campioni e Coppa Italia. E sono migliorato ancora: sono cresciuto stando accanto a grandi campioni e grandi stranieri. Ma non lottare per lo scudetto non è che mi da meno motivazioni. Anche a Cremona, dove ci siamo salvati all’ultima gara, le motivazioni sono state tante. Ho avuto tanto e posso fare ancora bene. A Firenze vorrei essere anche un punto di riferimento per i più giovani”. Parliamo di Olimpiadi. Come vede l’Italia? “Partiamo con tre incognite. L’infortunio a Postiglione non ci voleva, e anche Buonocore e Di Costanzo, che faranno parte dei 13, hanno subito interventi di recente. Andremo a Pechino a fare la nostra figura. Non partiamo come favoriti o come possibile squadra da medaglia, ma siamo consapevoli che in una partita secca possiamo vincere contro chiunque, lo abbiamo anche dimostrato di recente. Come sempre, in questo tipo di competizione ci vuole anche fortuna. Detto questo, ci sono Croazia, Serbia, Ungheria, Montenegro e Spagna che, sulla carta, hanno qualcosina in più”.

È

tornato dopo cinque anni, e sarà uno dei protagonisti della nazionale azzurra di pallanuoto a Pechino. Leonardo Sottani, mancino, arrivato alla sua terza Olimpiade, si racconta a Il Reporter. Dopo Recco e Cremona torna alla Rari. Felice di essere a casa? “Sono felice di tornare nella società dove mi sono formato e dove ho dato il meglio di me. Sono stato via 5 anni, e ora torno con rinnovato entusiasmo, tante motivazioni e al servizio di tecnico e società. Ho ancora voglia di giocare, di dimostrare quello che valgo e, anche a 34 anni, sono certo di poter ancora migliorare”. Il prossimo campionato sarà a 12 squadre, e più competitivo. Cosa serve alla Rari? “La società ha già annunciato la riconferma del centroboa Radu. Si dovrà scegliere un secondo straniero tra Hosnyanszky e Vasovic. Il primo ha caratteristiche più difensive: se, invece, la dirigenza opterà per Vasovic o su uno straniero nuovo, allora andrà individuato un altro difensore. Credo che la Rari abbia iniziato un’ottima politica, quella dell’inserimento dei giovani in prima quadra. E’ sempre stato così. Un nucleo di giocatori fiorentini che possa essere l’ossatura della squadra”. Ancora Nazionale a 34 anni: che effetto le fa? “E’ segno, purtroppo, che anche in nazionale non c’è stato un grande ricambio, e che di giovani da inserire non ce ne sono stati molti”. A Recco ha vinto tutto, a Cremona un’espe-

PODISMO. Sabato 21 giugno torna la classica “Notturna di San Giovanni”

Di notte (e di corsa) per le strade del centro

U

na corsa nel cuore di Firenze. Partirà sabato 21 giugno da piazza del Duomo la 69esima edizione della Notturna di San Giovanni, una gara podistica che farà riscoprire ai concorrenti l’atmosfera magica del centro in una notte di mezza estate. La Notturna, che si svolge sempre il sabato precedente alle celebrazioni del Santo Patrono di Firenze, è ricordata come una delle corse su strada più antiche d’Italia. Il percorso classico, 10 km, è riconosciuto come gara competitiva a livello nazionale. Partendo dal sagrato di piazza Duomo, gli oltre 1500 iscritti fra i 18 e i 60 anni attraverseranno la città passando per

via Calzaiuoli, piazza della Signoria e i lungarni. Da tre anni, la Firenze Marathon, comitato organizzatore dell’evento, ha deciso di creare anche un percorso non competitivo di 4,5 km, il “Family Run”, più adatto ai meno allenati, ma comunque affascinante per la sua scenografia unica. Molti sono gli spettatori e turisti che ogni anno si sistemano lungo il percorso per partecipare a questo spettacolare evento. Da almeno cinque anni, inoltre, la gara è preceduta da una suggestiva staffetta che si corre attorno al Duomo. Per partecipare alla Notturna, è necessario iscriversi nei punti vendita autorizzati, o alla sede di Firenze Marathon. /M.M.

CANOTTAGGIO. Doppio appuntamento in città

Un mese di “show” sull’Arno

C

anoa protagonista a giugno. Due importanti manifestazioni di questa disciplina, infatti, sono in programma in città nel mese di giugno, organizzate dalla “Canottieri comunali Firenze”. Si comincia il 14 e 15 con lo spettacolare campionato italiano di “Dragon boat”, con bellissime imbarcazioni da venti pagaiatori disposti su due file, un timoniere e un “tamburino” che, a prua, dà il ritmo agli atleti. Una manifestazione che si svolgerà sul tratto di fiume davanti al lungarno Ferrucci e al Ponte da Verrazzano. Due giornate da non perdere per gli appassionati della disciplina, ma anche per tutti coloro che avranno voglia di trascorrere un fine settimana diverso dal solito, all’insegna di una manifestazione sicuramente affascinante. Il secondo appuntamento è previsto invece il 26 e 27 luglio: in quei giorni, infatti, sempre a Firenze sarà organizzata una giornata del campionato di serie B di Canoa Polo. Un altro fine settimana tutto all’insegna dello sport e dell’agonismo, al quale i fiorentini sono pronti ad assistere. Grandi successi organizzativi e agonistici, dunque, per la Comunali Firenze, la polivalente società di canoa

di lungarno Ferrucci, presieduta da Francesco Conforti. Società riconosciuta ufficialmente come la seconda in Italia per volume e qualità dell’attività agonistica. Un riconoscimento tributatole dalla Federazione italiana, che ha stilato e ufficializzato l’annuale classifica relativa alla stagione 2007. Un risultato eccezionale, che vede la società biancorossa davanti a tutti i gruppi sportivi militari, a eccezione dell’Idroscalo club. E, per concludere, da segnalare anche la “notte bianca” dedicata allo sport, in programma il prossimo 3 luglio con cene, esibizioni e prove di canoa aperte a tutti i cittadini. /F.T.


SPORT

41

giugno 2008

RUGBY. Promozione in A1 per la squadra biancorossa

CALCIO DA TAVOLO. Dopo una stagione travagliata

L’impresa del Giunti Firenze 1931 A tu per tu con Paolo

F

Ghelardi, coach del team che, dopo un campionato sorprendente, ha centrato il prestigioso obiettivo Ivana Vita

P

aolo Ghelardi, allenatore del Giunti Firenze Rugby 1931, ha guidato la sua squadra alla promozione in serie A1. La promozione è un obiettivo che vi siete posti dall’inizio, o è venuto strada facendo? E’ un obiettivo che abbiamo raggiunto nelle ultime partite. Venivamo da un campionato negativo e questa è stata una bella reazione da parte dei ragazzi che hanno messo molto impegno. E’ qualcosa che è venuto pian piano, all’inizio il nostro obiettivo era raggiungere metà classifica. Poi una serie di vittorie consecutive ci hanno dato sicurezza e ci hanno portato sempre più vicino al Livorno. Siamo anche stati fortunati, solo con l’ultima vittoria abbiamo scavalcato la nostra avversaria. Vi godete il momento o state già pensando alla prossima stagione? Ci godiamo il momento, ma allo stesso tempo ci sono già movimenti dirigenziali

Subbuteo, Firenze in serie B

per organizzare la prossima stagione agonistica, che sarà molto più impegnativa. Bisogna completare la rosa e rinforzarla dal punto di vista fisico. Quali saranno le avversarie più temibili? Sono tutte temibili per noi. Nel gruppo 1 ci sono squadre formate per accedere alla top ten. Il Catania, il Colorno, la Roma, l’Aquila e la Lazio sono sicuramente le avversarie più dure. Il nostro obiettivo sarà di conquistare la permanenza nel gruppo 1, ed evitare le ultime due posizioni di classifica che portano agli spareggi per la serie B. Quest’anno è giunta anche la promozione dell’Under 19 in Top Ten: cosa può significare per Firenze?

Sono due promozioni che ci riempiono d’orgoglio, perché le nostre sono squadre “artigianali”. Basti pensare che, nella squadra maggiore, su 22 giocatori solo 6 non sono fiorentini. Quindi il merito va a chi ha lavorato nel settore giovanile. C’è un buon movimento con circa 300 ragazzi che fanno rugby. Spero che questo momento sportivo sia un ulteriore incentivo, e che l’amministrazione comunale ci dia una mano per il futuro. Quale sarà la prossima “meta” da conquistare? Nel breve periodo la permanenza nel gruppo 1. Poi avere più ragazzi, perché questo significa avere una selezione migliore. Ma, visti i risultati, non ci possiamo lamentare.

inalmente la promozione è arrivata. Dopo anni di tentativi andati a vuoto, la Firenze del Subbuteo conquista la ribalta della serie B nazionale. Un successo atteso da tempo, che è divenuto realtà nelle scorse settimane: la squadra viola dell’Associazione sportiva Subbuteo Firenze ha centrato il sospirato obiettivo stagionale a Fiumicino, nel campionato di Serie C, piazzandosi in vetta alla classifica e portando a casa lo spareggio promozione. Il team fiorentino si è presentato nel Lazio con il capitano Simone Faraoni e gli altri giocatori Emanuele Cattani, Fabio Peluso, Alessandro Pecchioli e Vittorio Nicchi. Come spesso accaduto in passato, l’emozione dell’evento ha giocato un brutto scherzo iniziale, con un pareggio, uno a uno, contro Gorizia, che ha lasciato un po’ d’amaro in bocca. Ma i gigliati hanno subito rialzato la testa, e con quattro vittorie consecutive, con San Francesco di Paola (2-1), Asti (3-1), ma sopratutto contro le dirette rivali per la promozione Ferrara (2-0) e Cosenza (2-0), hanno imboccato la strada per il successo. Nonostante un altro incidente di percorso, un’inaspettata sconfitta contro Napoli (2-1), i fiorentini non hanno perso lo slancio, e hanno tenuto botta conquistando i tre punti anche contro Spes Solarium (a tavolino), Spezia (3-0) e Bergamo (2-1). Così, Firenze è arrivata in testa alla classifica insie-

me a Cosenza e Ferrara. La promozione, poi, è giunta grazie agli spareggi. Il capolavoro è arrivato grazie all’esperienza di Vittorio Nicchi, che ha battuto per uno a zero il bravo ed esuberante Matteo Balboni di Ferrara, dopo una gara ricca di emozioni da una parte e dall’altra. Un gol che per Firenze vuol dire serie B. La giornata di sport, organizzata dalla Federazione sport calcio da tavolo, ha visto inoltre l’assegnazione dello scudetto 2008 a un’altra toscana, i Black&Blue Pisa campioni d’Europa, che hanno messo fine ad anni di duopolio tra Perugia e Napoli. I successi del club fiorentino serviranno anche ad avvicinare nuovi giocatori. Per informazioni, è possibile visitare il sito www. subbuteofirenze.com, o scrivere a club@subbuteofirenze.com. /Francesco Di Costanzo

PAGAMENTI RATEALI DA SOLI €30 AL MESE DIVANO LETTO Cleo 213 DIVANO LETTO Click

2008 PROMOZIONI

DIVANO LETTO Cleo 201

1 piazza 227x90 materasso 76x190

2 piazze 204x98 materasso 130x195

2 piazze 243x90 materasso 140x190

€ 951

€ 2.214

€1.687

€793

€1.845

DIVANO LETTO Doge

TERMOSAN MATERASSO Extreme Form 3400 MATERASSO No Gravity Singolo 80x190

materasso 140x185 BIO SENSOR

Singolo 80x190

Euro 480 Matrimoniale 160x190

Euro 1.020

€ 2.137

€1.781

singolo 80x190

Euro 1320

€ 390

€ 780

Euro 740

€ 1.080

€ 616

Matrimoniale 160x190

Euro 2.660

€ 2.160

Matrimoniale (160x190)

Euro 1480

€ 1.220

VASTO ASSORTIMENTO DI MATERASSI ANCHE SU MISURA A PARTIRE DA €200 E RETI ORTOPEDICHE DA €85

898360

3 posti 140x165

Valido solo per i tessuti E VIA DELLE NAZIONI UNITE, 15 CASELLINA - SCANDICCI in promozione DA OGGI APERTI L’ULTIMA DOMENICA DI OGNI MESE!!! CI TROVI NEGLI SHOW ROOM

IN VIA PISANA, 128 - SCANDICCI Tel. 055 7356884

clicka su www.ilreporter.it per tutte le altre incredibili offerte ed occasioni sui nostri prodotti


42

BENESSERE

giugno 2008

IL RACCONTO. Storia del profumo, dagli antichi egizi, fino ai giorni nostri. Tra tradizioni e curiosità

Acqua di Colonia? No, è di Firenze Nadia Fondelli

profumiere personale, tale Renato Bianco, che insegnò agli artigiani transalpini come impregnare d’essenze gli oggetti di uso così come si faceva nell’illuminata Firenze. Il successo dell’iniziativa fu così grande che, la moda delle fragranze in breve colpì tutti i nobili francesi. Luigi XIV Re Sole ad esempio era profumatissimo così come il suo successore Luigi XV e le sue famose amanti, la Pompadour su tutte, che spendevano fortune dai profumieri. Che dire poi dell’Imperatore Bonaparte, anch’esso grande appassionato di profumi oltre che di cannoni. Poi un salto ed eccoci al Novecento, l’era della Bella Epoque in cui vennero utilizzati per la prima volta i prodotti di sintesi, quelli che per intenderci donano al profumo la sensazione di freschezza. Siamo negli anni ’20, e la stilista Coco Chanel inventa il mitico n° 5, quello di cui si vestiva Marylin Monroe per andare a letto. Torniamo però un attimo alla Firenze di Caterina e “all’acqua della regina” creata apposta per lei. Ne era avvolta il giorno delle sue nozze e portò con se a Parigi la sua esclusiva formula che passò poi, nel 1725, a Colonia per mano di tale Giovanni Paolo Fermins che la riprodusse inventando così la famosa l’acqua di Colonia. Alla fiorentinissima Caterina de’Medici è intitolato oggi il prestigioso premio dell’Accademia Italiana del profumo e questa aggiunta per chi ha ancora dubbi sul fatto che il profumo, così come lo intendiamo noi oggi, abbia una madre fiorentina, francese solo per nozze. Oggi, nel terzo millennio, la tendenza più glamour nel settore ci suggerisce di abbandonare le grandi firme di cui sono pieni gli scaffali per farsi preparare da qualche famoso “naso” una fragranza unica, su misura. Un vezzo da pochi ancora, ma sicuramente qualcosa che parla sicuramente solo di noi.

I

l profumo - dal latino “per fumum”, attraverso il fumo - nasce quando si scopre che, bruciando certi legni, questi emanano odori gradevoli. I primi “fans” del prodotto furono gli Egizi che 5000 anni fa. Poi, poco a poco, la tradizione è andata germogliando. I Romani, che furono i primi ad utilizzare le ampolle di vetro, si profumavano non solo il corpo, ma anche i capelli, gli abiti, il letto, i templi, le portantine e persino le vele delle navi, la schiava e il cavallo. I ricchi mercanti si portavano a casa bocce piene di muschio e fu così che l’uso del profumo diventò status symbol di un certo stile di vita molto voluttuoso che resistette perfino agli avvertimenti della Chiesa. Chi poteva infatti, si abbandonava volentieri ai piaceri della carne fra bagni profumati. Il Rinascimento insieme ad una visione nuova del mondo e al fiorire dell’arte vide nascere anchi i primi trattati e le prime ricette alchemiche. Tutto grazie all’interesse di personaggi come Caterina Sforza, Isabella e Alfonso d’Este, Lucrezia Borgia e Cosimo de’ Medici e all’arrivo di nuove materie prime dai mondi nuovi. La Spagna all’epoca deteneva il monopolio degli ingredienti, mentre in Inghilterra la regina Elisabetta I imponeva alle suddite di coltivare fiori da essenza e produrre in casa acque odorose. E l’Italia? Era all’avanguardia nell’arte del profumo. Firenze e Venezia erano celebri in tutta Europa per i loro laboratori. Poi a Firenze con Caterina de’ Medici - che pare fosse la donna più profumata del mondo - nacque la profumeria moderna. Fu lei, nipote del Magnifico e andata in sposa al Re di Francia ad esportare a Parigi oltre ai cuochi e all’astrologo, anche il

Oralift®: la testimonianza di chi l’ha provato

È un apparecchio per denti che consente di tonificare muscoli, ossa e pelle del volto senza ricorrere alla chirurgia Nessun intervento chirurgico, nessun trattamento doloroso: adesso per migliorare l’aspetto della pelle del viso c’è una ricetta nuova. Si chiama Oralift® ed è un metodo innovativo, Dr.ssa Daniela Soave completamente indolore, che consente di rinforzare i muscoli facciali e rinvigorire le ossa del volto grazie ad un semplice apparecchio da posizionare in bocca. Si tratta di una terapia odontoiatrica scoperta dopo 20 anni di ricerche dall’inglese Nick Mohindra e importata a Firenze dalla dottoressa Daniela Soave. L’apparecchio è invisibile, discreto, va portato in media 2 o 3 ore al giorno: possono portarlo tutti, giovani e anziani e il risultato è garantito, perché i pazienti che usano Oralift® sono seguiti attentamente dalla dottoressa Soave con una terapia personalizzata, studiata in base alla fisionomia e alle esigenze estetiche individuali. Proprio per questo si comincia con una visita preliminare, che valuta attentamente l’articolazione temporo mandibolare del paziente:

successivamente il monitoraggio prosegue e il paziente viene fotografato ad ogni incontro, per valutare i progressi. E i risultati si vedono: già dalla prima settimana il viso appare più radioso, e dopo circa tre mesi le rughe appaiono ridotte, come pure le borse sotto gli occhi. Può sembrare incredibile, è vero. Ma per superare lo scetticismo, basta ascoltare la testimonianza di chi ha scelto di provarlo. Daniela ha quarant’anni: è una donna sportiva, molto impegnata col “Questo trattamento mi ha ridonato l’aspetto della mia giovinezza e donato luminosità al mio volto”

PRIMA DEL TRATTAMENTO

lavoro, che tiene alla sua immagine ma che non sopportava assolutamente l’idea di sottoporsi ad interventi chirurgici per correggere le prime rughe. Chiacchierando con un’amica ha scoperto l’esistenza, a Firenze, dello studio della dottoressa Soave e si è detta: “Perché no, proviamo”. “Certo, all’inizio ero abbastanza scettica- ammette- ma dopo pochi giorni ho iniziato a notare i primi cambiamenti”. Le rughe, racconta la signora Daniela, apparivano appiattite già dopo le prime settimane: “Il miglioramento davvero è visibile subito- racconta- e oltre alla pelle ho notato che è migliorata molto la mia postura, ho iniziato a camminare con la testa più alta e le spalle allineate meglio. E pensare che ho iniziato la terapia solo da un mese!”. Dunque, provare per credere: per un appuntamento gratuito, si può chiamare lo studio dentistico della dottoressa Soave allo 055 7321144.

DOPO IL TRATTAMENTO

Studio Odontoiatrico Dr.ssa Daniela Soave Via de’Tommasi 4 - Firenze - Tel. 055 7321144


44

LETTERE

giugno 2008

Inviaci le tue lettere a

IL TABERNACOLO DIMENTICATO DI VIA DEL GUARLONE

scrivimi@ilreporter.it Lettere e segnalazioni: tutto su www.ilreporter.it Lettere, segnalazioni, proposte, ma anche veri e propri articoli scritti dai lettori. Tutto questo ed altro ancora sul portale www.ilreporter.it. Tutte le lettere che non trovano spazio in queste pagine saranno pubblicate sul sito. E poi spazio ai commenti e alle vostre opinioni. Visita www.ilreporter.it VIA DEL PODESTA’/1, GLI INCONVENIENTI DELLA ZCS Da venti anni abito in via del Podestà, zona collinare a sud della città, da febbraio inserita nella zona Zcs 6. Questa scelta dell’amministrazione comunale ne ha portato una seconda: quella dell’istituzione di un senso unico in direzione Galluzzo per ostacolare il traffico verso la città e nel contempo acquisire nuovi parcheggi lungo la stessa strada per i residenti. Detto così sembra un buon provvedimento, se non che la strada è lunga oltre un chilometro tra le Due Strade ed il Galluzzo stesso, costringendo tutti gli abitanti a percorrere detto tragitto per dirigersi verso il Centro anche se abitano a pochi metri dalle Due Strade. Questa procedura comporta per il cittadino una serie di inconvenienti quali il percorso più lungo (4 chilometri per raggiungere le Due Strade), code intense per immettersi in piazza Acciaioli e da qui nella via Senese, dove passa tutto il traffico proveniente dall’autostrada. Il tutto governato da due semafori dai tempi molto lunghi. Dopodiché si percorre tutta la via Senese che, come è noto, registra un’alta densità di traffico. Tutto questo comporta per il cittadino un aumento del tempo di percorrenza, ingrossa il traffico in una area già di per sé congestionata, aumenta i costi per la benzina e l’inquinamento. Ragionevolezza vorrebbe che chi abita nel primo tratto di via del Podestà, incluso fra via Malavolta e via Martellini, non fosse penalizzato dal senso unico, e che chi proviene da via Martellini non debba ripercorrere tutta la via del Podestà fino al Galluzzo per andare in città a portare i bambini all’asilo delle Due Strade. Vorrei precisare che io non sono una maniaca dell’auto, che lascio molto a casa anche se la linea 11 non è una linea invitante. Senza contare che supermercati, ospedali, teatri e cinema sono tutti in direzione opposta. Stiamo raccogliendo delle firme per protestare. Cordiali saluti, Donatella Mei Gentilucci VIA DEL PODESTA’/2, “NON C’E’ UN PROBLEMA TRAFFICO” Gentile direttore, leggo le considerazioni della signora Marinai del circolo 11 del Pd (di cui sono elettrice anch’io) e sento di proteste e raccolte di firme. Io abito in via del Podestà e posso garantire che quando devo andare in centro passo da via S. Felice a Ema e non riscontro nessun grave problema in

nessuna ora del giorno. Anche i disagi provocati dal traffico all’incrocio via Podestà-via Silvani mi sembrano onestamente molto contenuto (ho provato a passare da quelle parti a varie ore). Certo per chi era abituato a servirsi di via del Podestà come scorciatoia ultraveloce, capisco che possa dare fastidio. E’ chiaro però che la questione ha due aspetti, e allora io posso garantire, anche a nome di tanti altri abitanti della strada suddetta, che perni si è risolto un problema non da poco. L’attraversamento da parte dei pedoni in via del Podestà era infatti molto pericoloso, soprattutto in alcune ore, per i bambini e le persone anziane: macchine e camion percorrevano la strada molto velocemente in entrambi i sensi di marcia. L’inquinamento era visibile sulle finestre che danno sulla strada (che non si potevano aprire). Inoltre tutti abbiamo avuto le macchine in sosta danneggiate varie volte, e sempre da “fantasmi”. Ora non solo abbiamo il nostro sacrosanto diritto al parcheggio, ma poiché le macchine “corrono” solo in su, stiamo tutti molto meglio. C’è poco rumore e l’aria è respirabilissima. Anche la splendida via Martellini è divenuta una perla per rilassanti passeggiate. Infine segnalo a molti che forse sforzarsi di portare i figli a scuola a piedi può contribuire a farli crescere più sani, più forti e di sicuro meno obesi. Per tutti questi motivi mi auguro che non si tratti di un esperimento e non si permetta che lo strepito di alcuni vada a detrimento di tutti. Lettera firmata Come spesso ci accade su di un medesimo tema, più precisamente su di uno stesso provvedimento della pubblica amministrazione, riceviamo due pareri che sostengono tesi diverse e opposte. Segno evidente che, com’è ovvio attendersi, ogni scelto ad alcuni può piacere e ad altri meno. Sul tema del traffico nella zona delle Due Strade, dell’arrivo della Zcs e dell’istituzione del senso unico in via del Podestà ci siamo in parte già occupati, ma a quanto sembra non ancora in maniera sufficiente. Altri cittadini ci hanno segnalato le difficoltà che la Zcs ha introdotto per l’accesso alle scuole della zona. Per questo abbiamo deciso che sul prossimo numero de Il Reporter tratteremo con maggiore approfondimento tutte queste questioni sentendo più approfonditamente tutte le opinioni. Marco Agnoletti

La foto che allego si riferisce al tabernacolo di via del Guarlone, angolo via del Rondinino. Ma non c’è bisogno di fare foto. E’ una situazione uguale dappertutto. Ho spedito foto anche al sindaco, ma ancora non ho ricevuto la ricevuta di ritorno della mia raccomandata. Per il tabernacolo, al quale gli abitanti sono affezionati tanto da averci messo una Madonna in gesto anni ’60 e da portarci i fiori, si può indire un concorso fra le scuole artistiche per far dipingere l’interno? Ai suoi tempi era un bel tabernacolo con il tetto di tegole e legno, poi qualche camion lo distrusse. E’ stato rabberciato con un po’ di cemento e lì dimenticato. Era meglio averlo eliminato del tutto. Saluti, Loredana Falchini “ADOZIONI, I PRIMI DA ASCOLTARE SONO I BAMBINI” Come scritto nel Reporter di maggio, i tempi per l’adozione sono lunghi. Credo che potrebbero essere ridotti, aumentando il numero degli esperti coadiuvati anche da volontari per il colloquio con i genitori adottivi, nonni e anche parenti, allo scopo di conoscere meglio la coppia adottante e il suo ambiente. Purtroppo il bambino talvolta passa, prima di essere adottato definitivamente, da una coppia all’altra anche quando la prima è validissima, con grande dolore di questa e del piccolo strappato agli affetti. Un caso emblematico è la bambina bielorussa affidata solo temporaneamente a marito e moglie fra i quali esiste rispetto e comprensione che nascono dall’amore e un rapporto profondo con i rispettivi genitori, elementi importanti per il benessere psichico del bambino. Inoltre non bisogna dimenticare che si trattava di una preadolescente, quindi difficilmente adottabile. E’ ben diverso il caso di coppie che desiderano diventare genitori per carenze affettive, crisi coniugali, tradimenti e solitudine. Quindi una buona percentuale di bambini adottati inevitabilmente cresce con problemi. Perciò è necessario interrogare il bambino stesso quando è in grado di esprimersi, per capire se l’adozione è quella giusta. Si dice di agire per il suo bene, ma lui non viene mai ascoltato. Emma Chiarelli “QUARTIERE 4, MANCA UN’AREA CANI” Buongiorno a tutti, mi chiamo Laura Celli, ho 31 anni, sono nata e

vissuta a Firenze, vivo con la mia famiglia perché da sola non riesco a permettermi un affitto, figuriamoci un mutuo. Non è una lamentela la mia, perché se guardiamo i fatti io sono una persona fortunata: ho un lavoro, tanti amici, la mia famiglia. E poi c’è lei: Mina. Mi vuole bene e io ne voglio a lei. E dato che è un cane, per quanto bene le voglia, non riuscirò a spiegarle perché al giardino dedicato a lei e ai suoi amici dove fino ad ora ha corso, giocato e salterellato, non ce la posso più portare. Non so come spiegarle che quell’uomo con cui la sua padrona aveva avuto una diplomaticissima conversazione telefonica nel dicembre 2007 non ha mantenuto la sua parola e ha deciso comunque di chiudere un’area cani, in un periodo in cui la tendenza generale ma della Regione Toscana in particolare, è quella di avere un occhio di riguardo in più per i nostri troppo spesso trascurati amici a quattro zampe. “Quell’uomo” è il presidente del quartiere 4, Giuseppe D’Eugenio, persona civile nel misurare le sue parole, umana nell’esprimere le difficoltà del suo lavoro. La ex area cani di cui parlo è quel fazzoletto di terreno tra via Margaritone d’Arezzo e via dell’Olivuzzo: circa 1000 metri quadri di prato e chiazze di nuda terra dove non cresce niente perché c’è troppa ombra, con una fontanella rotta da mesi (l’acqua per i cani la portano i padroni) e niente illuminazione notturna. La storia di questo fazzoletto di terra è triste, non va mai bene com’è. Prima di essere un’aera cani era una macchia incolta di erba alta, senza panchine e un viottolo di fango ad attraversarlo: non andava bene, la gente si lamentava di quello spazio maleodorante e dalla dubbia estetica. Poi divenne area cani: erba tagliata, una fontanella, tre panchine, un passaggio lastricato ad attraversarlo, cancelli a chiuderlo in modo che i cani non scappassero per strada o dessero noia ai passanti, cestini dove buttare gli escrementi dei cuccioli. Non un paradiso, ma qualcosa dall’aspetto decente. Non è andato bene neanche così perché qualsiasi cosa venga fatta o non fatta, trovi sempre qualcuno a cui non va bene. In tutti questi anni in cui quel fazzoletto di terra era area cani, alcune, poche, persone, con cadenza regolare di almeno una volta a settimana, si sono fatte sentire ai telefoni del Quartiere 4 per denunciare l’abbaiare dei cani. Abito anch’io vicino all’area cani di via Margaritone e quando i cani abbaiano li sento. Premettendo che questo “rumore” non si protrae durante tutto l’arco del giorno ininterrottamente (è molto più frequente l’autobus che passa sotto le mie finestre facendole tremare nonostante i doppi vetri) e che forse sono un po’ di parte, io credo che ci voglia molta civiltà e un’infinita dose di tolleranza per vivere in una comunità. Nel caso non si sia disposti a fare dei compromessi, come sopportare l’autobus che passa, convivere con il condomino che scuote la tovaglia sui tuoi panni stesi, sopportare l’occasionale abbaiare dei cani, credo che l’unica soluzione sia trasferirsi in un eremo (e anche qui tali persone credo arriverebbero a lamentarsi del troppo silenzio). Provo anche a mettermi nei panni di queste persone e lo hanno fatto anche tanti dei frequentatori dell’area cani: ascoltare l’abbaiare dei cani giorno e notte, sebbene discontinuo, non è sopportabile. E’ per questo che credo tutti noi padroni dei quattro zampe ci siamo impegnati per diverso tempo ad effettuare una chiusura notturna del giardino. Il nostro compromesso è stato quello di prenderci un impegno, organizzare i turni per la chiusura e l’apertura estate e inverno, feriali e festivi, non frequentare il giardino nelle sere estive (che talvolta sarebbe stato l’unico momento per uscire di casa senza svenire dal caldo), cercare di zittire i cani quando si trovano nell’area, raccogliere gli escrementi e provare a mantenere l’area in uno stato più che decoroso. Questo è stato il nostro compromesso, ma non è bastato. Forse la colpa

è una concomitanza di ragioni: l’intolleranza di alcune persone, l’inciviltà di alcuni proprietari dei cani che non rispettando alcune regole base del vivere civile ci fanno sembrare tutti una massa di sporcaccioni che seminano cacche di cane. Ma non è così. Ci sono tante persone civili che raccolgono gli escrementi dei loro amici a quattro zampe, così come ci sono tante persone molto più che tolleranti (non proprietari di cani) che vorrebbero che l’area rimanesse aperta. Durante la mia conversazione con il presidente D’Eugenio mi furono comunque espressi anche dei problemi logistici, nel merito dei quali non voglio e non posso entrare data la mia ignoranza in materia. Voglio credere che siano stati unicamente quelli a determinare il cambio di destinazione dell’area cani in un semplice giardino pubblico in una zona dove si trovano altri tre giardini pubblici per anziani e bambini (il più vicino a circa 40 metri di distanza da via Margaritone e il più lontano a 200), perché pensare che solo un gruppetto di incivili e intolleranti possa aver recato questo danno mi rende veramente triste. Al di là di questo, mi era stato comunicato che, per non rimanere senza area cani in una zona ad alta concentrazione “canina”, si stava realizzando una nuova area tra via di Soffiano e via dell’Olivuzzo e che, fino alla sua apertura, lo spazio di via Margaritone non sarebbe stato chiuso. Beh, così non è stato. L’area di via Margaritone ha cambiato destinazione d’uso e l’altra area è ancora chiusa. Non solo: non verrà mai aperta. Qual è la nostra unica soluzione? Recarsi tutti all’area cani di via Nicola Pisano che è già frequentatissima da tanti altri cani o prendere la macchina e andare all’area di via Canova. Queste sono le soluzioni sia per gli anziani proprietari di cani che magari hanno difficoltà a fare lunghi spostamenti (ma che sono così fortunati da avere un cane da accudire che dia loro un’alternativa al rimbambimento davanti alla tv), sia per le persone che lavorano e non possono permettersi ogni volta che portano fuori il cane di tenerlo un’ora a camminare per fargli fare moto. Il punto 1 dell’art. 19 sulla tutela degli animali dice: “Chi tiene un cane dovrà provvedere a consentirgli, ogni giorno, l’opportuna attività motoria”. Conosco la mia Mina e tanti altri cuccioli vivaci come lei: una passeggiata di 20 minuti 4 volte al giorno non è la sua “opportuna attività motoria”. E i rapporti sociali tra gli animali? Se non possono giocare, correre insieme, confrontarsi, non saranno mai cani al 100%. Il primo consiglio che un veterinario dà a chi ha appena preso un cucciolo e quello di farlo socializzare, giocare con gli altri cani per permettergli una sana crescita anche psicologica. Sono animali da branco, tenerli isolati equivale ad una violenza. Sono intristita da questa vicenda. Io e tanti altri siamo persone civili, o almeno ci proviamo con tutte le nostre forze: lavoriamo, paghiamo le tasse, cerchiamo di vivere in una comunità con il senso di civiltà che tanto viene predicato, non limitiamo l’affetto alla nostra specie, ma lo ampliamo ad esseri viventi di specie diverse, decidiamo anche di non andare in ferie se non possiamo portare tutta la nostra famiglia con noi, perché solo l’idea di quei due occhi che ti guardano mentre lo abbandoni ci fa accapponare la pelle. Ma qualsiasi cosa facciamo saremo sempre cittadini di serie B. Però vi dico una cosa: non mi sento di serie B così come non mi voglio sentire appartenente a nessuna serie, perché penso che la lotta di classe avveleni la civiltà. Un uomo che di caste se ne intendeva una volta disse: “La grandezza di una nazione e il suo progresso morale si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali”. Si chiamava Mohandas Karamchand Gandhi, il Mahatma. Qual è il progresso morale del nostro piccolo quartiere adesso? Laura Celli


ANNUNCI IMMOBILARI

45

giugno 2008

un aiuto prezioso a casa tua le migliori offerte immobiliari: residenziali, commerciali, stagionali FIRENZE BORGO DE GRECI appartamento affacci interni ristrutturato completamente 2 vani oltre cucinotto e bagno mq. 60 termosin055 676246 golo  260.000 FRA BARTOLOMEO pressi vendesi prestigioso loft totalmente ristrutturato 50 mq. Con bagno 2 ripostigli travi a vista  260.000 055 676246 GAVINANA (via Accolti pressi) monolocale mq. 35 completamente ristrutturato nel verde termosingolo  182.000 055 676246 ISOLOTTO strada tranquilla bilocale in fase di completa ristrutturazione piano alto ingresso disimpegno soggiorno con angolo cottura camera e servizio. Ottime finiture.  170.000 rif.k1/2403 Home in Tuscany 055 358303 - 335 272665 MONTE OLIVETO Ottimo Appartamento Ampio bilocale ristrutturato ingresso ampio soggiorno angolo cottura camera bagno ripostiglio terrazza 16mq giardino 20mq  275.000 trattabili 055 315507 - 333 6470467 MUSEO STIBBERT pressi loft di nuova costruzione 48 mq. Al piano primo termosingolo ottime rifiniture  235.000 055 676246 OLMO (FIESOLE) in colonica in pietra appartamento totalmente ristrutturato 60 mq. Composto da soggiorno angolo cottura camera bagno finestrato ripostiglio balcone garage giardino 250 mq. Oltre 055 676246 terreno  255.000 P.ZA SIGNORIA delizioso bilocale in bel palazzo su p.za signoria, composto da angolo cottura, salottino, camera matri335 7678437 moniale bagno. P.ZZA ALBERTI Via Aretina, in palazzina 6 condomini, appartamento al piano primo di 50 mq. Circa: soggiorno, cucina, bagno e studio.(a 204) 055 687553 - 055 6812507 PARCO CASCINE pressi monolocale nuova costruzione mq.30 calpestabili due finestre divisibile due stanze balcone coperto ottime rifiniture possibilità cantina garage consegna inizio 2010.  149.486 rif.k1/2381 Home in Tuscany 055 358303 - 335 272665 POLO UNIVERSITARIO v.le redi ottimo affare ideale anche per investimento, delizioso ed ampio monolocale, piano alto luminosissimo e silenzioso, servizio con finestra, terrazzino/veranda, begli affacci, accuratamente ristrutturato, libero subito.  160.000 trattabile rif.V8050 abitandoim055 3289988 mobiliare@hotmail.it RIFREDI ampio delizioso monolocale con balcone, perfettamente ristrutturato e ben rifinito, aria condizionata, piano alto luminosissimo.  175,000 rif.V8063 abitandoimmobiliare@hotmail.it 055 3289988 SAN JACOPINO (pressi) adiacenze polo universitario ottimo investimento luminosissimo bilocale piano alto luminoso con balcone, affacci gradevoli, accuratamente ristrutturato e rifinito, ideale per investimento ad altissima redditività.  170,000 rif.V8048 abitandoimmobiliare@hot055 3289988 mail.it STATUTO ultimo piano ristrutturato ampio bivani composto da ampio soggiorno con cottura camera matrimoniale servizio climatizzato  185.000 055 0515231 - 338 9402688 VIA TRAVERSARI appartamento: ingresso, soggiorno con angolo cottura , camera matrimoniale, bagno. Balcone. Completamente ristrutturato.(a 201) 055 687553 - 055 6812507

VALDARNO TERRANUOVA B.NI Frazione, ristrutturato, mq. 40, cucina, camera, bagno, ripostiglio e giardino mq. 40, 110.000 interamente pagabili con rate di mutuo da 055 940882 583,00 mensili.

3 VANI

BADIA A RIPOLI interno grazioso app. mq 80 3 ampi vani silenzioso entrata indipendente luminoso soffitti alti termosingolo buone condizioni no condomi 295.000 Belmomte nio Immobiliare Belmonte Immobiliare 055 6820637 - 335 325037 BAGNO A RIPOLI (San Donato) appartamento in piccolo condominio composto da ingresso, ampia cucina con camino, soggiorno, camera matrimoniale, servizio, ripostiglio, soffitta di proprietà, parzialmente arredato, possibilità seconda camera, ristrutturato con travi a vista e cotto, termosingolo richiesta  225.000 RIF.R1/71 Il Peruzzi Immobiliare - foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008 BROZZI Interno Tranquillo in bifamiliare appartamento in fase di ristrutturazione soggiorno angolo cottura camera camerina bagno ripostiglio posto auto privato resede esclusivo ristrutturazione con isolamento termoacustico risparmio energetico travi a vista possibile vendita a grezzo  245.000 333 6470467 - 393 9958454 EUROPA (PARADISO) in antico contesto, piacevole e rifinitissimo appartamento così composto: ingresso-soggiorno, cucina, bagno, camera in soppalco con finestra e secondo servizio. Ampi spazi verdi condomoniali. Condizioni perfette. Ampio garage. rif. 311 055 686523 - 320 1557482 FIRENZE SUD VIA ERBOSA piccolo condominio, vista Parco Anconella appartamento mq 75 piano primo 3 ampi vani bagno e ripostiglio, da ristrutturare  255.000 Belmomte Immobiliare Belmonte Immobiliare 055 6820637 - 335 325037 GAVINANA in strada silenziosa, piccolo terratetto semi-indipendente di nuova realizzazione su 3 livelli con: soggiorno/ cottura, 2 camere matrimoniali e doppi servizi oltre terrazza abitabile e corte esclusiva. Consegna giugno 2008 (a 318) 055 6532075 - 055 6532076 GAVINANA ottima zona, bella palazzina (senza condominio) ultimo piano luminoso, accuratamente ristrutturato e rifinitissimo, con terrazzino, ampia zona giorno, disimpegno, camera, servizio e bellissimo soppalco (uso zona notte o ampio studio) possibilità doppi servizi.  295.000 Rif.V8080 abitandoimmobi055 3289988 liare@hotmail.it GAVINANA piccolo attico di 65 mq. + 24 mq. Di terrazza con vista a 360º. Soggiorno, cucina 2 camere, bagno. (a 315) 055 687553 - 055 6812507 GAVINANA tranquillissima posizione in piccolo condominio, ottimo appartamento completamente e finemente ristrutturato, composto da ingresso/soggiorno, cucina abitabile, 1 matrimoniale, servizio, ripostiglio, 2 balconi, parquet in tutta la casa, termosingolo, richiesta  315.000 RIF.R1/50 Il Peruzzi Immobiliare - foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008 GIAMBOLOGNA in stabiloe ristrutturato piano alto con ascenzore appartamento finemente ristrutturato composto da ingresso soggiorno con cottura due camere servizio temosingolo climatizzato possibilità di acquisto di garage  265.000 055 0515231 GIRONE in piccolo condominio appartamento: soggiorno con angolo cottura, camera, bagno oltre piccola mansarda. Loggia. Posto auto scoperto. (a 303) 055 687553 - 055 6812507

922009

1-2 VANI

GRASSINA nella collinetta del paese a due passi dai servizi, ottimo 3 vani piano terreno, in piccolissimo condominio, composto da: ingresso, cucinotto/tinello pranzo con accesso a terrazzo pranzabile, 1 matrimoniale, soggiorno, 1 servizio, ripostiglio, oltre p.auto e posto motorino in resede recintata, termosingolo, ottime condizioni, richiesta EURO 260.000 RIF.R1/163

foto su www.ilperuzziimmobiliare.It

 055 6560386 FIRENZE

ANTELLA (Balatro) appartamento con ingresso indipendente in piccolo condominio completamente ristrutturato composto da ingresso, soggiorno, cucina, 1 camera, servizio con doccia, ripostiglio, termosingolo, ottime condizioni, anche come investimento richiesta  190.000 RIF.R1/69 Il Peruzzi Immobiliare - foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008

GRASSINA appartamento ingresso, cucina abitabile, soggiorno, camera matrimoniale, bagno. Piano primo con balcone, buone condizioni. (a 311) 055 687553 - 055 6812507 IMPRUNETA Terratetto in colonica nel verde in fase di ristrutturazione ingresso soggiorno con angolo cottura 2 camere servizio finestrato ripostiglio/lavanderia balcone giardino e posti auto  315.000,00 Rif. 309 / 72 Beninvest Agenzia 1 www.beninvest.it 055 5520999

LEOPOLDO ampio trilocale su due livelli in fase di completa ristrutturazione piano terzo ed ultimo soggiorno cucinotto camera matrimoniale camera singola servizio e balcone. Ottime finiture.  240.000 rif.k1/2364 Home in Tuscany 055 358303 - 335 272665 NOVOLI strada interna tranquillissima, ottimo appartamento composto da ingresso, soggiorno con cucinotto, camera matrimoniale, servizio, ripostiglio e balcone.  220.000 rif.V7251 abitandoim055 3289988 mobiliare@hotmail.it NOVOLI viale gori trilocale ingresso/ disimpegno cucina abitabile bagno vasca finestra camera matrimoniale ripostiglio soggiorno loggia termoautonomo possibilità seconda camera e posto auto  235.000 rif.k1/2465 Home in Tuscany 055 358303 - 335 272665 P.ZZA FARDELLA pressi appartamento 3 vani con ingresso indipendente: soggiorno con angolo cottura, 2 camere, bagno aspirato. Completamente ristrutturato. (a 314) 055 687553 - 055 6812507 PUCCINI in contrada adiacente, ampio appartamento composto da 3 vani oltre disimpegno, servizio con finestra, ripostiglio e balcone (non proviene da frazionamento).  240,000 rif.V8074 abitandoimmobiliare@hotmail.it 055 3289988 QUINTO BASSO silenzioso luminoso trilocale piano alto ascensore ingresso/corridoio cucina abitabile camera matrimoniale soggiorno ampio balcone cantina termocentrale facilità parcheggio  220.000 rif.k1/2464 Home in Tuscany 055 358303 - 335 272665 SAN JACOPINO in palazzina ottimo appartamento mq. 60 ingresso soggiorno cucina abitabile camera bagno grande ripostiglio ampio balcone. Termosingolo 055 355752 rif. L2081  245.000 SAN JACOPINO pressi luminoso ristrutturatissimo trilocale ingresso/disimpegno soggiorno zona pranzo angolo cottura due camere servizio balcone ripostiglio  305.000 rif.k1/2292 Home in Tuscany 055 358303 - 335 272665 SCANDICCI loc. San vincenzo a torri splendida posizione panoramica in ex colonica ristrutturata appartamento su due livelli mq. 70 complessivi 3,5 vani doppi servizi e terrazzino. Termosingolo 055 355752 rif. L2098  210.000 SESTO QUINTO attico ampio luminoso e tranquillo ingresso soggiorno angolo cottura due camere servizio balcone ampia terrazza abitabile cantina e posto auto assegnato  280.000,00 Rif. 327 / 72 Beninvest Agenzia 6 www.beninvest.it 055 4494057 SESTO ely lilly tranquillo ingresso soggiorno cucina camera servizio ripostiglio cantina giardino posto auto assegnato  255.000,00 Rif. 326 / 72 Beninvest Agenzia 6 www.beninvest.it 055 4494057 SETTESANTI in piccolo condominio doppia esposizione ristrutturato arredato ingresso soggiorno con cottura due camere servizo finestrato piccola soffitta termosingolo  285.000 trattabili 055 0515231

VIA N. DA UZZANO in piccola palazzina primi ‘900, appartamento 3 vani al piano primo ed ultimo con soffitta. Balcone. Buone condizioni. (A 317) 906710

 055 687553 - 055 6812507 VACCIANO appartamento in colonica completamente ristrutturato: soggiorno con angolo cottura e camino, camera matrimoniale con soppalco, cameretta, bagno e ripostiglio. Piano terreno. Giardino staccato mq. 600. Posti auto. (a 308) 055 687553 VIA BARACCA Adiacenze, silenziosissimo, nuovo bel palazzo, luminosissimo arioso, dotato di ogni comfort, ascensore, cantina e garage, ingresso, soggiornoangolo cottura con balcone, divisione giorno-notte, bagno con finestra con vasca e doccia, 2 camere di cui 1 con terrazzo aria condizionata, perfetto, libero rich.  245.000 A.R. Studio di Monica Ro335 5418180 mani

` SSERVATORIO delizioso apVIA DELLO partamento finemente ristrutturato ed accessoriato 55 mq. Composto da soggiorno/angolo cottura 2 matrimoniali bagno e ripostiglio  268.000 055 676246 VIA GALLIANO Adiacenze in bel palazzotto d’epoca, piccolo condominio, occupato appartamento composto da ingresso, bagno, cucina con balcone, camera, salotto, ripostiglio con finestra cantina, ottimo investimento. Rich  190.000 A.R. Studio di Monica Romani 335 5418180 VIA MARIGNOLLI pressi in strada tranquilla appartamento nel verde al piano terreno rialzato 65 mq. Composto da cucina sala camera matrimoniale bagno ripostiglio e cantina termosingolo  225.000 055 676246 VIA N. DA UZZANO in piccola palazzina primi ’900, appartamento 3 vani al piano primo ed ultimo con soffitta. Balcone. Buone condizioni. (a 317) 055 687553 - 055 6812507 VIALE FOGGINI Adiacenze, nuovo completamente dotato di ogni comfort, termo singolo, aria condizionata, ingresso-soggiorno-angolo cottura, disimpegno, 2 camere, bagno con cabina doccia e finestra, grande terrazzo abitabile di oltre 35 mq. Garage con accesso interno anche con ascensore. Libero. Rich.  280.000 trt A.R. Studio di Monica Romani 335 5418180 VIALE GIANNOTTI strada interna tranquilla libero ampio appartamento di tre vani (72 mq.) piano alto con ascensore e termosingolo. Buone condizioni. Balcone. Luminoso. rif.307  275.000 tratta055 686523 - 320 1557482 bili

VALDARNO FAELLA centro, ristrutturato, piano terreno, ingresso singolo mq. 58, cucina, camera, camerina, bagno, ripostiglio e giardino mq. 45, 134.000 mutuabili 100% 055 940882

4 VANI FIRENZE ALLORI Piazza mascagni ottimo condominio, bel contesto, appartamento di 4 ampi vani oltre disimpegno, ripostiglio e servizio, con 3 balconi e posto auto condominiale, libero subito.  280.000 rif.V8086 abitandoimmobiliare@hot055 3289988 mail.it ANTELLA a 2 km. dal paese appartamento in piccolo borgo composto da ingresso indipendente al piano terreno ampia cantina con soffitti a mattoncini, al primo piano cucina abitabile, soggiorno, due camere, servizio, piccolo giardino staccato, due posti auto esclusivi, termosingolo, da rimodernare internamente richiesta  360.000 RIF.R1/127 Il Peruzzi Immobiliare foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008 ANTELLA appartamento 4 vani ristrutturato con 2 terrazze abitabili. Piano secondo con ascensore. Garage, posto 055 687553 auto e cantina. (a 403) BOLOGNESE-MONTORSOLI Panoramico Appartamento In villa ottima ristrutturazione ingresso ampia zona giorno luminosa due camere doppi servizi terrazzina oltre terrazzo panoramico giardino posto auto  560.000 trattabili 055 315507 - 333 6470467 CAMPO MARTE in strada tranquilla e silenziosa ottima ristrutturato doppia esposizione sala due camere cucina abitabile servizio depandance ampia terrazze  300.000 trattabili 055 0515231 CAMPO MARTE in strada tranquilla e silenziosa con affacci nel verde piano alto appartamento composto da ingresso sala due camere matrimoniali cucina abitabile servizio ripostiglio veranda climatizzato cantinato .  380.000 trattabili 055 0515231 CANOVA V.LE al secondo piano di bel palazzo,con ascensore, luminoso e silenzioso appartamento composto da cucina abitabile, salone doppio, 2 camere(possibilità 3a camera), bagno, ripostiglio, balconi, cantina e posto auto.perfette 335 7678437 condizioni CANOVA VILLA VOGEL piano alto luminoso appartamento 100mq perfettamente ristrutturato termosingolo due terrazzi 290.000,00 trat. 055 315507 - 333 6470467

CAVOUR in bel palazzo luminosissimo appartamento ristrutturato 85 mq. Soggiorno 2 camere cucina 2 bagni piano primo termosingolo  340.000 055 676246 CHIOCCHIO (paese) terratetto con ingresso indipendente, composto da ingresso/soggiorno, cucina abitabile, 2 camere, servizo, ripostiglio, oltre cantina carrabile uso lavanderia, termosingolo, da rimodernare, richiesta  240.000 RIF.R1/92 Il Peruzzi Immobiliare - foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008 COMPIOBBI al terzo ed ultimo piano, luminoso appartamento composto da grande cucina, sala, 2 camere e grande terrazza abitabile di oltre 30 mq. Completa la proprietà garage,  310.000 trat335 7678437 tabili 928984

COSTRUTTORE VENDE Appartamenti in fase di realizzazione in antico palazzo storico nel centro di Firenze Varie metrature con ascensore, giardino di proprietà e garage. Finiture di pregio.

 055 688520 - 333 9339792 COVERCIANO (rondinella) in buon condominio, libero appartamento di quattro vani al terzo piano con termosingolo. Balconi. Tutto ristrutturato. Aria condizionata. Luminoso. Rif. 425  290.000 055 686523 - 320 1557482 COVERCIANO spazioso 4 vani ingresso soggiorno cucina 2 camere servizio ripostiglio 2 balconi cantina termosingolo  295.000,00 Rif. 413 / 72 Beninvest Agenzia 1 www.beninvest.it 055 5520999 EUROPA PRESSI nel verde, appartamento 4 vani: soggiorno, cucina abitabile con dispensa, camera matrimoniale, cameretta, bagno. Piccolo giardino. Da rinfrescare. Cantina, posto auto condominiale. (a 413) 055 687553 - 055 6812507 EUROPA disponiamo di appartamento al secondo piano, da restaurare, di quattro ampi vani, oltre ripostiglio e balcone, libero subito. Rif. H18  295.000 055 689051 FIRENZE SUD, P. A EMA , in zona silenziosa, luminoso appartamento 95 mq composto da grande ingresso, cucina abitabile, sala, 2 camere, bagno,ripostiglio con finestra (possib secondo bagno), terrazza abitabile di circa 80 mq 335 7678437 posto auto.  360.000 GAVINANA appartamento 4 vani da rinfrescare: ingresso, cucina abitabile, soggiorno, camera matrimoniale, cameretta, doppi servizi. Piano secondo, no ascen055 687553 sore. (a 414) GAVINANA in piccolo condominio, appartamento 90 mq. C.a ristrutturato, piano secondo con balcone. Possibilità posto 055 687553 auto in affitto. (a 415) GAVINANA in piccolo terratetto ultima disponibilitèà splendido bilivelli rifinito appartamento composto da soggiorno con cottura due camere studiolo doppi servizi termosingolo cliamtizzato  295.000 trattabili 055 0515231 - 338 9402688 GRASSINA appartamento al primo piano composto da ingresso, soggiorno, cucina abitabile, due camere, ampio servizio, ripostiglio, buone condizioni generali con termosingolo, travi a vista, zona tranquilla semicentrale richiesta  295.000 RIF.R1/6 Il Peruzzi Immobiliare - foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8459533 GRASSINA appartamento al secondo piano composto da ampio ingresso, soggiorno, cucinotto e tinello, diviso giorno notte con due matrimoniali, servizio, due balconi, garage, ampio giardino condominiale, termosingolo, buone condizioni, zona tranquilla vicino ai servizi richiesta  345.000 RIF.R1/162 Il Peruzzi Immobiliare - foto su www.ilperuzziimmobi055 6560386 - 335 8459533 liare.it GRASSINA in posizione tranquilla, piccola palazzina, ottimo appartamento di 4 vani oltre ripostiglio, cantina e giardino privato. Rif.h530  335.000 055 689051


46

ANNUNCI IMMOBILARI

giugno 2008 SETTIGNANO-MONTEBENI posizione collinare nel verde in piccola palazzina due appartamenti 80mq circa buone condizioni balcone termosingolo 330.000 trat agenzia c...come casa 055 315507 333.6470467 055 315507 - 333 6470467 TAVARNUZZE bella posizione, ampio appartamento in palazzina quadrifamiliare, quattro vani (87mq), molto luminoso. Secondo piano, ascensore. Termosingolo. Balconi. Cantina. Bel garage. Rif.408  320.000 055 686523 - 320 1557482 VARLUNGO- strada tranquilla, appartamento in piccolo terratetto al primo piano oltre mansarda, mq. 110 circa, 2 terrazze abitabili, doppi servizi. Perfetta e recente ristrutturazione (a 416) 055 6530648 - 055 6532076 VIA DEL PARADISO luminoso appartamento 4 vani da ristrutturare. Balcone. Piano terzo, no ascensore. (a 402) 055 687553 - 055 6812507 VIA DI RIPOLI in piccolo condominio luminoso appartamento da ristrutturare 75 mq. 4 vani oltre bagno ripostiglio balcone  290.000 trattabili 055 676246 VIA KASSEL pressi, appartamento in terratetto di nuova ristrutturazione, piano terreno con ingresso indipendente di 4 vani con doppi servizi. Terrazza abitabile, possibilità posto auto. Rifiniture di pregio. 055 6532075 - 055 6532076 (a 417) VIALE EUROPA strada interna piano secondo appartamento mq 90 grande soggiorno 2 camere cucina servizio ripostiglio 2 grandi terrazze termosingolo ascensore libero subito  395.000 possibilità garage nostra esclusiva Belmomte Immobiliare Belmonte Immobiliare 055 6820637 - 335 325037

POGGETTO PRESSI in piccola palazzina ingresso cucina salone doppio con camino 2 camere servizio balcone  290.000,00 Rif. 523 / 72 Beninvest Agenzia 6 www.beninvest.it 055 4494057

829336

ISOLOTTO VECCHIO Interno Tranquillo Nel verde ultimo piano piccola palazzina ingresso soggiorno cucinotto salotto due camere possibilita’ tre camere bagno terrazza balcone sottotetto cantina  335.000 trattabili 055 315507 - 333 6470467 ISOLOTTO appartamento al secondo piano, quattro vani 85 mq, termo centrale, ripostiglio oltre garage. Rif. H480  320.000 055 689051 MASACCIO ottimo luminoso ingresso ampio soggiorno cucina due camere due servizi ripostiglio due balconi di cui uno abitabile posto auto di proprietà  570.000,00 Rif. 461 / 72 Beninvest Agenzia 6 www.beninvest.it 055 4494057 NOVOLI valdinievole pressi luminoso quadrilocale piano alto ascensore ingresso/soggiorno cucina abitabile due camere matrimoniali bagno doccia finestra due balconi ottimo stato termocentrale  275.000 rif.k1/2467 Home in Tuscany 055 358303 - 335 272665 OBERDAN (S.Ammirato) appartamento al primo piano di un piccolo condominio composto da ampio ingresso, soggiorno, cucina abitabile, due camere, servizio, ripostiglio, balcone e terrazza abitabile di circa 35 mq., posto auto in uso, termosingolo, ascensore, posizione interna, richiesta  440.000 RIF.R1/77 Il Peruzzi Immobiliare foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008 PERETOLA Centro Storico Bellissimo quadrivani 90mq primo ultimo piano ottima ristrutturazione stile rustico cotto travi ingresso sala con camino cucina soggiorno due camere doppi servizi di lusso vasca idromassaggio ripostiglio posto auto pric...come casa 333 vato 325.000 6470467  325.000 333 6470467 - 393 9958454 PIAZZA S.CROCE Ultimo Piano In palazzina storica appartamento 80mq circa finemente ristrutturato e affrescato ingresso soggiorno cucina due camere doppi servozi  400.000 trattabili 055 315507 - 333 6470467 PISTOIESE pressi appartamento al primo piano 85 mq. Composto da soggiorno grande con cucina 2 matrimoniali bagno ripostiglio e cantina facilità di parcheggio  235.000 055 676246

PUCCINI PRESSI in contesto tranquillo appartamento ultimo piano mq. 120 ingresso sala doppia cucina abitabile 2 camere biservizi ripostiglio 2 terrazze libero subito. Possibilità acquisto garage rif. 055 355752 L2108  400.000

CERTOSA collinare posizione dominante contesto signorile splendido appartamento nuova costruzione mq 140 su due livelli, grande zona giorno, 3 camere, cucina, ripostiglio, doppi servizi, 3 terrazze, grande garage.

055 6820637 - 335 325037 CERTOSA in contesto signorile splendido appartamento in torre di 130 mq. 5 vani 2 bagni ripostigli cantina 3 posti auto giardino 3000 mq. Ottime rifiniture travi in legno caminetto  780.000 055 676246 COVERCIANO al secondo piano con ascensore, ottimo appartamento composto da: ingresso, doppio soggiorno, cucina abitabile, 2 camere matrimoniali, doppi servizi, 2 balconi, oltre ripostiglio, termosingolo, cantina carrabile per biciclette, luminoso, nostra esclusiva richiesta  495.000 RIF.R1/74 Il Peruzzi Immobiliare - foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008 COVERCIANO strada interna e tranquilla in palazzina trifamiliare al primo ed ultimo piano, appartamento 5 vani composto da ingresso, cucina abitabile, soggiorno con termo camino, 3 camere 2 matrimoniali, 1singola, 1servizio, oltre due terrazzi uno uso lavanderia l’altro abitabile di circa 20 mq, termosingolo, buone condizioni generali, richiesta  375.000 RIF.R1/73 Il Peruzzi Immobiliare - foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008

ZANDONAI (piazza Puccini) piano alto, quattro vani 105 mq, composto da: salone 30 mq, cucina abitabile, due camere matrimoniali, doppi servizi, due terrazzi. Finemente ristrutturato. Aria condizionata. Termo, ascensore. Posto auto. rif.502  450.000 055 686523 - 320 1557482

VALDARNO TERRANUOVA B.NI Periferia, Tsm, mq. 70, cucina, soggiorno, camera, camerina, terrazza, 2 cantine, + orto mq. 155, abitabile, bagno da rifare, 92.000 interamente pagabili con rate di mutuo da 055 940882 559,00 mensili.

CURE ALTE posizione prestigiosa appartamento silenzioso nel verde in strada tranquilla ingresso soggiorno cucina tre camere doppi servizi due balconi cantina Euro 720.000,00 Rif. 545/72 BENINVEST AGENZIA 1 www.beninvest.it 915872

POGGETTO ALTO tranquillo ottimo ingresso soggiorno cucinotto tinello 2 camere servizio balcone cantina ampio giardino di proprietà eventualmente carrabile EURO 440.000,00 TRATT. RIF. 468 / 72 BENINVEST AGENZIA 6 www.beninvest.it

 055 5520999

TERRANUOVA B.NI Tasso,terra-tetto mq. 85, buono stato, composto da 4 vani oltre accessori, tra cui 2 fondi di mq. 40 e ampio garage e terreno mq. 200 a 30 m. Da casa, 125.000 mutuabili 100% 055 940882

915875

 055 4494057 PONTE ALLA VITTORIA adiacenze strada interna ultimo piano ottimo 4 vani completamente ristrutturato ingresso soggiorno cucina 2 camere servizio ripostiglio 2 balconi soffitta condominiale  310.000,00 Rif. 466 / 72 Beninvest Agenzia 1 www.beninvest.it 055 5520999 QUINTO alle pendici delle colline in bel palazzo signorile, luminoso, piano alto con ascensore, garage, 4 stanze, composto da ingresso, sala con balcone, ripostiglio, cucina con balcone, 2 camere matrimoniali con balcone, bagno con finestra, da rivedere leggermente, libero. Rich.  285.000 trt A.R. Studio di Monica 335 5418180 Romani S.GERVASIO in piccola palazzina al 2º piano ampio ingresso, sala, cucina con balcone, 2 camere.da rimodernare,  290.000 trattabili 335 7678437 SAN DONATO IN COLLINA piano terreno di piccola palazzina completamente e finemente ristrutturata ottimo appartamento su due livelli con giardino esclusivo di 100 mq, composto da:ingresso indipendente, angolo cottura soggiorno, 2 camere 2 servizi, rifinita con cotto e parquet, travi a vista, garage, ottima esposizione, richiesta  355.000 RIF.R1/98 Il Peruzzi Immobiliare - foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008 SAN DONNINO quadrilocale nuova costruzione strada tranquilla ingresso/disimpegno cucina abitabile soggiorno due matrimoniali possibilità terza camera ripostiglio bagno due terrazzi garage  280.000 rif.k1/2443 Home in Tuscany 055 358303 - 335 272665 SAN JACOPINO (pressi) in contesto interno tranquillo, ottimo appartamento con ampio giardino curatissimo e silenzioso, resede uso sbratto, composto da 4 ampi vani oltre servizio e ripostiglio, termosingolo, piccolo condominio.  395.000 Rif.V8076 abitandoimmobi055 3289988 liare@hotmail.it SAN JACOPINO appartamento ristrutturato in piccola palazzina al secondo piano composto da ampio ingresso cucina arredata soggiorno 2 camere bagno ripostiglio e 4 terrazzi. Termosingolo rif. 055 355752 L2105  315.000

5 VANI FIRENZE ARCOLAIO silenzioso con affacci solo interni nel verde libero su tre lati luminoso perfettamente ristrutturato e mai abitato ingresso sala tre ampie camere cucina abitabile servizio ripostiglio due terrazze  430.000 055 0515231

EUROPA secondo ed ultimo piano senza ascensore, luminoso appartamento di 130 mq. Con balcone e loggia. Possibilità divisione. (A 504)

SAN FREDIANO (p.zza Tasso pressi)appartamento cinque vani secondo ultimo piano di piccola palazzina trifamiliare. Balcone; buono stato; luminoso.termosingolo. Rif. 511  390.000 trattabili 055 686523 - 320 1557482 SAN JACOPINO pressi in piccola palazzina nuova ristrutturazione ingresso salone angolo cottura 3 camere doppi servizi 2 ripostigli lavanderia terrazza a tasca  490.000,00 Rif. 535 / 72 Beninvest Agenzia 1 www.beninvest.it 055 5520999 VIA PIAGENTINA appartamento: soggiorno doppio, cucina con veranda, 2 matrimoniali, 2 bagni finestrati. Garage e cantina. Piano terzo con ascensore.(a 055 687553 - 055 6812507 502)

OLTRE 5 VANI FIRENZE ANTELLA appartamento di sei vani su due livelli, giardino privato di 200 mq., garage, posto auto e cantina. Da rimodernare. (a 603) 055 687553 - 055 6812507 BANDINO appartamento 180 mq.: al piano terreno cucina in muratura, dispensa, 2 camere soppalcate di cui una con bagno, bagno, piano seminterrato: lavanderia, stanza piscina e idromassaggio, spogliatoio, ampio soggiorno. Perfette condizioni (p 014) 055 687553 - 055 6812507 CAMPO DI MARTE (strada interna) in tranquilla posizione, porzione di villino con affreschi, complessivi 160 mq, su due livelli piano terreno e seminterrato con giardino esclusivo di 130 mq oltre piccolo vano lavanderia, possibilità divisione (familiare) termosingolo, da rimodernare internamente, nostra esclusiva richiesta  590.000 trattabili RIF.R1/111 Il Peruzzi Immobiliare - foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008 EUROPA INTERNI Ampio appartamento sito al primo piano, palazzo signorile, in zona residenziale verde e tranquilla. Composto da;ingresso, soggiorno, cucina abitabile, quattro camere, due bagni con finestra, due balconi. Rif 609  465.000 055 686523 - 320 1557482 trattabili FIESOLE (CALDINE COLLINE) in villa storica del 1700 bell’appartamento al primo piano di sei vani (120mq.)composto da: salone doppio con caminetto,ampia cucina, studio, due camere, doppi servizi. Due posti auto. Splendido parco condominiale. Rifiniture di alto livello; termosingolo; aria condizionata. Rif. 608 055 686523 - 320 1557482

PIAZZA PUCCINI pressi, in strada silenziosa, appartamento piano secondo, 6 ampi vani, doppi servizi, posto auto coperto e cantina. Ottime condizioni (a 055 6532075 - 055 6532076 604) SORGANE in piccola palazzina, appartamento 6 ampi vani al piano primo ed ultimo. Lastrico solare. (a 605) 055 687553 VIALE EUROPA ultimo piano panoramico bell’appartamento di sei vani 130 mq. Composto da: ingresso, salone doppio, cucina abitabile, tre camere, doppi servizi, ripostiglio. Divisione giorno-notte. Termo ed ascensore. Aria condizionata; balconi circostanti. Silenzioso. Rif. 610  490.000 trattabili 055 686523 - 320 1557482 VIALE MAZZINI in strada silenziosa via guerrazzi , appartamento 7 ampi vani con doppio ingresso, loggia e terrazza abitabile, affacci nel verde. Condominio signorile. Buone condizioni. Piano terzo con ascensore. Garage e cantina. (a 702) 055 687553 - 055 6812507

TERRATETTI FIRENZE BAGNO A RIPOLI , collinare, terratetto su due livelli con ingresso indipendente, giardino e posti auto.piano terra: cucina, soggiorno, ripostiglio, bagno,camera; 1ºpiano: camera matrimoniale, bagno, vano guardaroba e terrazza abitabile vista firenze.perfette condizioni.  420.000 335 7678437 trattabili BARTOLOMEO SCALA terratetto di nuova costruzione su tre livelli consegna giugno 2008 composto da soggiorno due camere cucina doppi servizi patio e ampie terrazze abitabili termosingolo  399.000 055 0515231 BROZZI affacci nel verde strada tranquilla terratetto nuova edificazione quattro vani due camere servizio taverna/garage balcone posto auto giardino rif.k2/204  345.000 Home in Tuscany 055 358303 - 335 272665 CAMPO MARTE/ S.gervasio, in villino d’epoca al piano terra su due livelli, splendido appartamento con giardino all’italiana di 200 mq, compostoda grande ingresso, cucina, sala pranzo, salone, 4 camere, 3 bagni.trattativa riser335 7678437 vata 909381

906709

EUROPA secondo ed ultimo piano senza ascensore, luminoso appartamento di 130 mq. Con balcone e loggia. Possibilità divisione. (a 504) 055 687553 - 055 6812507

BORGOGNISSANTI in palazzo antico ottimo stato piano nobile ampio appartamento ingresso soggiorno cucina 3 camere servizio ripostiglio balcone verandato  450.000,00 Rif. 516 / 72 Beninvest Agenzia 1 www.beninvest.it 055 5520999

FARDELLA PRESSI ideale per famiglie silenzioso e luminoso appartamento finememte ristrutturato composto da ampio ingresso sala tre camere cucina ampio servizio ripostiglio balconato posto auto e garage possibilità uso ufficio  430.000 055 0515231 - 338 9402688

FONTEBUONI in strada tranquilla affacci esterni ed interni ampia metratura composto da ingresso sala tre camere cucina tinello studio servizio balcone termosingolo posto auto coperto cantinato EURO 450.000 TRATTABILI

899643

 055 0515231

GAVINANA in strada silenziosa, signorile appartamento al piano terreno di villino primi ’900: ingresso, cucina-tinello, soggiorno, 3 camere, doppi servizi, ripostiglio. Giardino privato. Garage, taverna e cantina. Ottime condizioni. (a 601) 055 687553

CASTELLO strada interna, appartamento 3º e ultimo piano con ascensore. Soggiorno, cucina, 3 camere, possibilità secondo bagno. Balconi, garage, cantina. Termosingolo (a 506) 055 6532075 - 055 6532076

922012

 055 6560386 - 335 8459533

NOVOLI in traversa interna, piano alto luminoso, ampio 5 vani composto da disimpegno, cucina, soggiorno, 3 camere, servizio, ripostiglio e 2 balconi (possibi 300,000 lità di frazionamento). rif.V8073 abitandoimmobiliare@hot055 3289988 mail.it

MERCADANTE splendido terratetto doppia esposizione su tre livelli finemente ristrutturato composto da salone con camino sala pranzo tre camere cucina abitabile tripli servizi taverna concludono la proprietà un giardino e una terrazza termosingolo climatizzato EURO 820.000,00

 055 0515231 SOFFIANO nel verde, bel appartamento con giardino composto da cucina abitabile, sala, 3 camere, 3 bagni oltre taverna, lavanderia, garage,cantina, studio, posto 335 7678437 auto. TALENTI (interni) in posizione tranquilla. Terratetto indipendente 250mq su due livelli, perfettamente divisibile. Ampio giardino circostante di 500mq. Ampio garage doppio. Buone condizioni. 055 686523 - 320 1557482 Rif.t102

GAVINANA (Uzzano) appartamento in villino bifamiliare al primo piano composto da ingresso, soggiorno, cucina abitabile, due camere, studio, servizio, ripostiglio, terrazza abitabile con annesso ripostiglio, termosingolo, buone condizioni interne richieste EURO 410.000 RIF.R1/109 foto su www.ilperuzziimmobiliare.it

 055 5520999

906714

 055 687553 - 055 6812507

 055 687553 - 055 6812507

BORGO SAN FREDIANO appartamento occupato, su due livelli, di circa 95 mq oltre corte e giardino esclusivi, completamente da restaurare. Rif. H297  300.000 055 689051

CEPPETO a 2 km dalla Bolognese tranquillissima villetta immersa nel verde ingresso salone doppio cucina 3 camere doppi servizi terrazza posto auto grande giardino EURO 510.000 RIF. 539/72 www.beninvest.it 915873 BENINVEST AGENZIA 1

MONTELORO in contesto del 1300, nel verde, proponiamo appartamento di rappresentanza di 150 mq. Con giardino e piscina condominiale. Poti auto coperti di proprietà (P 016)

MAZZINI ampio 9 vani doppio 2 ingressi luminoso salone triplo soggiorno cucina 4 camere 3 servizi 2 balconi cantina garage trattativa riservata RIF. 901 / 72 BENINVEST AGENZIA 1 www.beninvest.it 915874

 055 5520999

VILLINO LIBERTY Galliano libero su tre lati di circa 400 mq due piani fuori terra mansarde cantine balconi soffitti alti giardino di 300 mq passo carraio ideali per istituti di credito o studi medici/professionali possibilità di fraziomamento info 055 0515231 in agenzia VINGONE PRIME COLLINE bella posizione panoramica nel verde terratetto 190mq divisibile in due unità con giardino e terreno 3000mq  750.000 tratta055 315507 - 333 6470467 bili


ANNUNCI IMMOBILARI VALDISIEVE ROSANO, collinare splendido terratetto di recente costruzione su tre livelli , ingresso indipendente composto da cucina abitabile, salone con camino, 4 camere,4 bagni taverna,cantina, e giardino 500 mq.molto panoramico  650.000 335 7678437

VALDARNO LORO CIUFFENNA Frazione montana, caratteristico terra-tetto in pietra finemente ristrutturato semiarredato, mq. 65, cucina, soggiorno, camera, camerina, 2 bagni , salottino, giardino con annesso di mq. 40 a 20 m. Da casa, 135.000 interamente pagabili con rate da 782 055 940882 S.GIUSTINO V.NO Terra-tetto su tre livelli mq. 220, da ristrutturare, divisibile in 4 o 6 unità, 110.000 mutuabili 100% 055 940882

PIAZZA SAN JACOPINO (pressi) splendido villino signorile dei primi del 900 indipendente doppio ingresso carrabile garage, corte, tranquillissimo giardino e terrazza tergali. Circa 300 mq complessivi (2 livelli oltre taverna mansarda cantina vani di servizio) in ottimo stato bellissime rifiniture di pregio. Trattativa in agenzia. Rif.V7129 abitandoimmobiliare@hot055 3289988 mail.it S.POLO (POGGIO ALLA CROCE) Posizione Panoramica Collinare nel verde villette libere su tre lati varie metrature nuova costruzione in base a nuove norme sul risparmio energetico soggiorno cucina due camere taverna oltre mansarda garage giardino e posti auto a partire da 120mq  310.000 333 647046 - 393 9958454 SAN CASCIANO zona residenziale nel verde villetta libera tre lati sette stanze quattro camere ampio soggiorno taverna cucina abitabile tre servizi grandi terrazzi posti auto terreno  880.000 rif.k2/202 Home in Tuscany 055 358303 - 335 272665

MUGELLO

VILLE

E

VILLETTE FIRENZE

BORGO S.LORENZO, vicinanze,meravigliosa villa su tre livelli con parco e piscina, lussuosamente rifinita mq 260 composta da cucina abitabile, sala con camino, soggiorno, 4 camere, 3 servizi oltre taverna e garage. Perfette condizioni  698.000 trattabili 335 7678437

11 KM DA V.LE EUROPA ,collinare massima riservatezza, spettacolare villa di 500 mq oltre fienile, terreno e piscina; restauro conservativo di grande pregio, volendo divisibile in più unità; possibilità di 335 7678437 eventuale permuta

ANTELLA villetta unifamiliare completamente indipendente composta da ingresso, soggiorno con camino, cucina abitabile, due camere, servizio, al primo piano camera, servizio, oltre altro vano mansardato, giardino e terreno con ulivi di circa 4.800 mq. panoramico su Firenze e colline richiesta EURO 695.000 RIF.R2/16 - foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 922013

 055 6560386 - 335 8169008

ANTELLA (balatro) in posizione incantevole, villetta terratetto angolare, con giardino esclusivo di 600 mq, composta da ingresso indipendente, ampio soggiorno con camino, cucina abitabile, 4 camere, 5 servizi, 2 terrazze abitabili, ampio garage, cantina, oltre taverna di 60 mq attrezzata con cucina e camino, perfette condizioni, bellissima, richiesta  1.190.000 RIF.R2/18 Il Peruzzi Immobiliare - foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 BAGNO A RIPOLI , colline , 3 km da v.le europa, in splendido contesto, porzione di villa storica con parco vista firenze, composta da grande cucina, salone doppio, 4 camere, 3 servizi, cantina .trattativa 335 7678437 riservata

CERTOSA vendiamo nuova costruzione villa terratetto libera su tre lati, luminosa, accessoriata, disposta su tre lati luminosa, superaccessoriata disposta su 4 livelli grande zona giorno, cucina, sala pranzo, 4 camere, 4 bagni, taverna, garage, cantina. Posto auto privato bel giardino.

055 6820637 - 335 325037

829337

COMPIOBBI villetta a schiera su due livelli con ingresso indipendente e piccolo giardino. Al piano terra soggiorno grande, cucina e bagno; al piano primo 2 camere, 2 bagni e soffitta. Garage e posto auto. Perfette condizioni. (v 010) 055 6530648 - 055 6532076

S.MARTINO ALLA PALMA ,pressi, meravigliosa colonica in pietra , su due livelli composta da cucina, sala pranzo, salone, lavanderia, 3 camere, 3 bagni oltre magnifico loggiato e forno. 19.000 mq di terreno.trattativa riservata 335 7678437

VALDARNO

PIAN DI MOMMIO Terratetto completamente ristrutturato stile rustico, di c.ca 70 mq, disposto su due livelli, comp. al p. terra da: porticato e giardino con posto auto, sala con camino, cuc.otto, stanza armadi, bagno completo di cabina multifunzioni idromassaggio ed accessori. P. primo: 1 cam. matr. possibile realizzare servizio, rifiniture molto particolari Rif. T253 Rich.  360.000 tratt. 0584 433154

VIAREGGIO 20 mt dalla passeggiata a mare, appartamento posto al piano terra con sala, cucina, 2 camere. Matr., 2 bagni, stanza lavanderia.  500.000,00 0584 31101 - 338 7705705 VIAREGGIO a due passi dal mare in splendida villa vendesi appartamento p. 2º senza ascensore con ingresso, soggiorno, cucinotto, due camere, bagno. Cantina di proprietà al p.t. Abitabile. (possibilità di fare l’ascensore).  450.000,00 molto tratt. 0584 31101 - 338 7705705

IMMOBILI COSTRUTTORE VENDE DIRETTAMENTE fienile panoramico Libero su 4 lati a 3km dall'uscita casello a/1 incisa, immerso nel verde, mq 180 con loggia e 800 mq di giardino circostante. RICHIESTA EURO 565.000,00 TRATT. Finiture di pregio. No mediazione 928985

 055 688520 - 335 5876455 - 333 3144295

TIRRENIA Appartamento mq120 vista mare, ingresso, cucina, ripostiglio, bagno, soggiorno con accesso al terrazzo di mq16, 2 camere matrimoniali, bagno, soffitta di 20mq praticabili a 100m dal mare, p.auto vicino al centro e mezzi pubblici. Da vedere! EURO 520.000 TRATT. RIF.N 45 884477

 050 37325 - 346 41 90500 - 339 1119401

VOLOGNANO Fienile splendidamente ristrutturato, in posizione panoramica, cucina, sala da pranzo, sala, 3 camere, 2 servizi, lavanderia e garage.libero su 4 lati con giardino e terreno a ulivi.  620.000 335 7678437 trattabili

COMMERCIALI VENDITA

CAPANNONI GRASSINA Scolivigne, capannone artigianale al piano terreno, 300 mq. Circa + 130 mq. Circa di resede esclusivo. Altezza 5 mt. (vv/3) 055 6532075 - 055 6532076 VALLINA capannone produttivo artigianale 1900 mq. A piano terreno, altezza 7 mt. Oltre resede carrabile 900 mq.. Trattativa riservata. (vv/2) 055 6532075 - 055 6532076

VALDARNO EMPOLI CAPRAIA E LIMITE in posizione tranquilla e caratteristica appartamento arredato in colonica ristrutturata su due livelli complessivi mq. 70 doppi servizi oltre resede coperta e giardino mq.1000 rif. L2085  240.000 055 355752 A 500 MT. DAL CENTRO DI FIGLINE V.NO, in zona panoramica di pregio, porzioni di villette indipendenti con giardino e posto auto privato coperto. Con impianto solare termico e sanitario, costruiti secondo il ddr 311 sul risparmio energetico. Prezzi a partire da EURO 295.000 una casa che risparmia vale molto di più!!  055 5341081 - 335 300113

IMMOBILI VARIE FIRENZE

865681

COLONICHE

E

TERRENI FIRENZE

B.RIPOLI/S.DONATO , in meraviglioso borgo, porzione di colonica 147 mq salone con soffitti a volte, cucina,giardino d’inverno e 1 bagno al piano terra; sopra 2 camere e 2º bagno; giardino garage e piscina condominiale  450.000 335 7678437 B:RIPOLI/S.DONATO , recupero di borgo storico, meravigliosa porzione di 220 mq composta da salone, cucina, 3 camere, 3 bagni,giardino, garage e piscina condominiale  700.000 335 7678437 BAGNO A RIPOLI (Osteria N.) porzione di casa colonica in pietra composta da ingresso indipendente, soggiorno con camino, cucina abitabile, bagno/lavanderia, primo piano tre camere, due servizi, ripostiglio, altra camera in colombaia e soffitta uso ripostiglio, giardino 1.200 mq. richiesta  580.000 RIF.R3/1 Il Peruzzi Immobiliare - foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008 BAGNO A RIPOLI ,osteria Nuova, porzione di colonica in pietra con giardino di 1.200 mq, composta da zona soggiorno con camino, 3 camere, 3 servizi, lavanderia, studiolo perfettamente ristrutturata richiesta  620.000 335 7678437 BIVIGLIANO/PRATOLINO meravigliosa colonica in pietra di 210 mq oltre giardino di 710 mq composta da cucina in muratura, cucinotto, sala pranzo, salone con camino, 4 camere, 3 bagni, studio oltre vari accessori. Ottime condizioni  850.000 trattabili 335 7678437 CANDELI bellissima porzione di colonica finemente ristrutturata, salone con camino, sala pranzo grande cucina, 3 camere due bagni, taverna, porticato, resede e giardino con piscina  890.000 335 7678437

BECCARIA - GIOBERTI nuova realizzazione di 46 appartamenti di piccolo taglio oltre alcuni uffici ed un negozio, possibilità di posti auto. PROGETTO ED INFORMAZIONI IN AGENZIA.

890329

 055 689051 - 055 680608

ISOLOTTO ultimi 4 garages di 20 mq al piano interrato, ampi spazi di manovra, recente realizzazione, impianti a norma.  33.000 055 689051

MARE

E

MONTI TOSCANA

LIDO DI CAMAIORE 200 mt dal mare app.to 1º piano in piccolo condominio composto da ingresso, soggiorno, cucina, camera, bagno, balconi, cantina e posto auto.  360.000,00 tratt. 0584 31101 - 338 7705705 LIDO DI CAMAIORE affare!! 100 mt dal mare app.to piano 1º con ingresso, soggiorno, cucina, 2 camere matr.li, bagno, rip. E balconi.  430.000,00 tratt. 0584 31101 - 338 7705705 LIDO DI CAMAIORE vista mare bellissimo attico di 180 mq ca. Con rifiniture di lusso + grande terrazza vista mare. Trattativa ri0584 31101 - 338 7705705 servata. 907912

L.NO DEL TEMPIO in elegante contesto condominiale, signorile appartamento 6 vani 160 mq. Circa con garage e posto auto. (p 015)

906713

 055 687553 - 055 6812507

TIRRENIA App.to mq 120 con terrazzo mq 16 vista mare, ingresso, cucina, ripostiglio, bagno, soggiorno con accesso al terrazzo, 2 camere matrimoniali, bagno + soffitta di 20 mq praticabili. posto auto.a 100 mt dal mare, da vedere! EURO 475.000 RIF. N78 NO MEDIAZIONE 884476

 050 37325 - 346 41 90500 - 339 1119401

FIRENZE SUD direzione Rosano, porzione di villa su tre livelli e libera su tre lati, composta da sala con camino, cucina abitabile, 3 camere, 3 servizi oltre taverna, garage, giardino e terreno.  740.000 trat335 7678437 tabili IMPRUNETA villetta terratetto composta al piano terreno da ingresso indipendente, soggiorno doppio, cucina abitabile in muratura, servizio, al primo piano tre camere, servizio, balcone, oltre piano seminterrato composto da ampia taverna con camino e forno, garage e posto auto, giardino 600 mq. circa richiesta  670.000 RIF.R2/7 Il Peruzzi Immobiliare - foto su www.ilperuzziimmobiliare.it 055 6560386 - 335 8169008

47

giugno 2008

PIAN DI MOMMIO Villa bifamiliare di 200 mq con 500 mq di giardino, comp. da: taverna con ingresso indip., salone con camino, cuc., antibagno/lavanderia e bagno/doccia; p. terra con: sala, cuc. con camino, ampio bagno/vasca, 2 cam. matr. e 1 cam.tta; p. mansardato: 1 cam. matr., 1 bagno/doccia, 1 cam. studio e rip./sottotetto. Ottimo stato. RIF. V612 RICH. EURO 530.000

 0584 433154 - 329 0537114

TIRRENIA Occasione del mese di ottobre!da vedere! ideale per chi ama il mare, in residence con piscina. Soggiorno con angolo cottura, 2 bagni, ripostiglio, camera matrimoniale + possibilità altra camera.arredamento impeccabile! posto auto privato.  330.000. Rif. P60. 050 37325 - 346 4190500 TIRRENIA Occasione! In lussuoso residence sul mare con piscina ed impianti sportivi, appartamento di 4 ampi vani, arredato composto da ingresso, soggiorno con angolo cottura, ripostiglio doppi servizi, 3 camere da letto. Imperdibile! vero investimento! 350.000 tr. Rif.p39 050 37325 - 346 4190500 TIRRENIA Tirrenia Mare! Appartamenti di nuova ristrutturazione. Sruttura in stile rustico toscano a pochi passi dal mare ed immersi nel verde, disponibili varie metratute, con giardini e terrazzi, rifiniture e materiali nel rispetto delle nuove normative di legge. Visitateli! 050 37325 - 346 4190500 VAL DI CASTELLO 2 km da pietrasanta Terratetto di 110 mq, disposto su tre piani, comp. al p. terra da: sala, cuc. abit. con camino, bagno/doccia e sottoscala di servizio; p. primo: 1 cam.tta; p. secondo: 1 cam. matr. ampia, 1 cam.tta e 1 bagno vasca idromassaggio. Ottime rifiniture. Rif.T244 Rich.  440.000,00 0584 433154 VALPROMARO colline (tra montemagno e lucca) c.ca 13 km dal mare casa tipica toscana Immobile ristrutturato in stile rustico, di 140 mq con giardino davanti di c.ca 200 mq con forno in pietra, 2 cantine e sottoscala; p. primo: terrazzo d’entrata, cucina, ampio bagno/ doccia, cam./studio, salone; p. sfalzato: 2 cam. e cam. di passaggio; p. superiore: ampia camera. Subito disponibile. Rif. T261 Rich.  280.000 0584 433154 VIAREGGIO CENTRO 50 mt dalla pineta app.to piano terra, in palazzina di prestigio: ingresso indipendente, sala, cucina, 3 cam., 2 bagni, corte di 50 mq ca., posto auto. Nuovo.  550.000,00 0584 31101 - 338 7705705 VIAREGGIO CENTRO 500 mt dalla pineta, appartamento piano secondo con cucina abitabile, camera matr., cameretta, bagno, balcone. Ristrutturato. Ottimo investimento.  270.000,00 0584 31101 - 338 7705705 VIAREGGIO CENTRO da vedere!!! 300 mt dalla pineta appartamento in angolo luminosissimo p. 1º senza asc. Con salone, cucina, 3 camere, 2 bagni. Balconi.  400.000,00. Come nuovo. 0584 31101 - 338 7705705 VIAREGGIO CENTRO incredibile!!!!! 600 mt dal mare app.to 1ºp. Indipendente di casa viareggina, composto da salone, cucina, 6 camere, 2 bagni. Come nuovo.  495.000,00 tratt. 0584 31101 - 338 7705705 VIAREGGIO CENTRO Veramente un affare!!!!! fronte pineta, appartamento in buono stato abitativo, 1ºp. Indipendente di casa viareggina composto da sala, cucinotto, tinello, camera, cameretta, 2 bagni, una terrazza (ideale per mangiare fuori) e una terrazzina solarium.  360.000,00 0584 31101 - 338 7705705

AFFITTI OFFERTA FIRENZE CENTRO TECNICO pressi, attico, circondato da terrazze abitabili panoramiche su Firenze, composto da Soggiorno con angolo cottura, camerina o studio, bagno con finestra, camera matrimoniale con cabina armadio e aria condizionata, arredato, referenziati contratto di legge. Rich  890 compreso spese di condominio A.R. Studio di Monica Romani 335 5418180

AFFITTI COMMERCIALI CAPANNONI VALLINA ottimo capannone al piano terra mq. 300 circa + mq. 50 di uffici al piano primo, alt. Mt. 6. Doppio carrabile oltre resede per posteggio; ampi accessi per carico e scarico.disponibili 2 unità accorpabili. (ac/68) 055 6532075 - 055 6532076

UFFICI

E

NEGOZI 906711

VIA DEGLI ARTISTI ottimo ufficio al 1°piano con doppio ingresso 260 mq. Circa; 11 vani + accessori, climatizzato. Impianti a norma (AC/4)

 055 6530648 - 055 6532076

VIA GIAMBOLOGNA prestigioso ufficio di nuova costruzione in contesto direzionale, mq. 180 circa, 6/7 vani, doppi servizi. Climatizzato, un posto auto (vv/8)

906712

 055 6530648 - 055 6532076 VIALE EUROPA ufficio al piano primo con ingresso indipendente, mq. 190 circa, 6/7 vani; tutti gli impianti a norma, aria condizionata, 2 posti auto. Perfetto 055 6530648 - 055 6532076 (ac/3)


CHIC... a prezzi

936027

SHOCK!!!

UNICO IN FIRENZE

600mq di esposizione di TUTTE le piu’ GRANDI FIRME della MODA

ABBIGLIAMENTO

UOMO - DONNA - BAMBINO

ACCESSORI - BORSE - CASHMERE - CALZATURE - INTIMO - MARE

70% sul prezzo outlet 10% 70+10= 80%

CON SCONTI FINO AL

In piu’ fino al 30 GIUGNO solo per i lettori de

sconto aggiuntivo del

ASPETTARE... NON CONVIENE... Ci trovi in Via di Colle Ramole, 9/11 - Loc. Certosa

Tel.

055 23722231 Visita il sito www.dedfirenze.com

ORARI: LUN. - SAB. 10.00-13.00/15.30-19.30 APERTO DOMENICA 15 E 22 GIUGNO 15.30-19.30

Il Reporter - Quartiere3 - Giugno2008  

Il Reporter- Notizie Firenze - Quartiere3