Page 1

MerCAfir. Ampliato l’orario

MAggio MusiCAle. Il nuovo teatro

CulturA. Il libro di Irene Grandi

Periodico d’informazione locale. Anno II n. 17 del 31 marzo 2008. N° reg 5579 del 17/05/2007 tribunale di firenze. Iscrizione al Roc 8551. Spedizione in a.p. - 45% legge 662/96 art. 2 comma 20/b. Contiene I.P. Prezzo di copertina euro 0,10

PRIMO PIANO

L’inCHiesta

Aprile 2008

Parole e proiettili Marco Agnoletti

N CINEMA, ECCO QUEL CHE RESTA

Solo tre sale aperte nel Q5. Ma sul nuovo multiplex i residenti sono divisi PAG.2

La spesa? Al discount È boom nel quartiere

PAG. XX

iL ProGetto Uffici e scuole nell’area di Castello. Riparte la “macchina” per la trasformazione di tutta la zona

Case blindate, case costose

PAG.5

Federica Sanna – Sara Poggini

SPORT

L

a criminalità diminuisce ma aumentano scippi, furti e rapine. Sono sempre di più i cittadini che decidono di difendere le proprie abitazioni con antifurti, allarmi e blindature. Ma una casa sicura è anche una casa costosa. Per attrezzare un appartamento con tutto il necessaire per l’auto-

difesa si spendono anche 20mila euro. Questo il prezzo della tranquillità, che richiama l’attenzione su una preoccupazione diffusa e sempre più allarmante. E su internet spuntano blog dove i fiorentini si scambiano consigli su come difendersi dai topi d’appartamento. PAGG.28-29

MontoLiVo foreVer Il centrocampista giura fedeltà alla maglia viola. “Voglio diventare PAG.38 una bandiera”.

La lunga strada per diventare genitori

S

sondaggio

Cosa ne Pensi dei Pagamenti a rate? Sembra sempre più diffuso, tra vantaggi e rischi, il costume di fare acquisti rateizzando la spesa PAG.16

Procreazione assistita. Storie e gesta di chi vuole un bimbo

embra un percorso lineare. Tutt’altro. La vita delle coppie che provano ad avere un figlio in provetta è molto complessa. Soprattutto se vivono nel bel paese. In Toscana nel 2006 sono state oltre 3mila le prestazioni specialistiche legate alla procreazione assistita, segno che la nostra regione non fa eccezione e che il problema della difficoltà ad avere bambini si sente qui come altrove. A Firenze la Pma, ovvero la trafila per la procreazione assistita, viene fatta anche a Careggi ma sono sempre di più le coppie che si affidato ai tre centri privati perché le liste d’attesa sono lunghe e faticano a scorrere. A complicare la trafila c’è legge 40, quella che vieta la

PAG.3

fecondazione eterologa e che impone di non fecondare più di tre embrioni, che devono essere impiantati tutti in una seduta e non possono essere congelati. Per chi sente forte il desiderio di avere un bambino sottostare a questa legge diventa sempre più spesso un problema. Sempre più spesso gli aspiranti genitori vanno all’estero per sottoporsi alla Pma. I paesi più gettonati sono la Spagna, l’Austria, il Belgio, la Grecia e i paesi dell’Est, luoghi dove le regole sono meno severe che in Italia. Un percorso difficile e accidentato che vede coinvolte un numero sempre maggiore di persone. Che scelgono strade diverse pur di coronare il loro sogno: dare alla luce una nuova vita. PAGG.10-11

EDIZIONE DEL QUARTIERE 5 • 43.480 COPIE DISTRIBUITE DA

ei giorni scorsi sono state inviate pesanti intimidazioni al sindaco di Firenze, Leonardo Domenici, e all’ex sovrintendente Giorgio Bonsanti, per le loro prese di posizione a favore della tramvia. Mi rifiuto di pensare che uno scontro, anche acceso, come quello che ha caratterizzato il dibattito intorno a questo tema possa in qualche modo giustificare o spiegare questa follia. Però, come spesso succede a noi fiorentini, credo che anche sulla questione del tram si siano usati toni troppi accesi, argomentazioni catastrofiche che, in nessun caso, hanno motivo di esistere. Nel nostro piccolo, non lo abbiamo mai nascosto, secondo noi la tramvia a Firenze deve essere realizzata: però certo non pensiamo che la sua realizzazione sia la panacea di tutti i mali, e non crediamo che farà sparire il traffico a Firenze. Questo non toglie legittimazione a chi ha sostenuto che invece Firenze non fosse adatta alla tramvia, o che il tracciato delle tre linee presentato non fosse la migliore soluzione possibile. Ma di voci stonate ne abbiamo sentite diverse: la tramvia distruggerà Firenze, fermiamo lo scempio, salviamo la città e così via. Voler alzare i toni a tutti i costi, magari per fare notizia, non aiuta mai, in nessun caso. Torniamo a un confronto civile, nel quale ognuno sia libero di esprimere le proprie idee e opinioni senza descrivere scenari apocalittici. Ci guadagneremo tutti. m.agnoletti@ilreporter.it


2

aprile 2008

Primo Piano

Rifredi • novoli • brozzi

L’INCHIESTA. In città è polemica sul nuovo multiplex. Ma cosa ne pensa chi abita nel quartiere?

I cinema a Novoli tra passato e futuro

Sono solo tre le sale rimaste aperte nel Q5: Adriano, Flora e Manzoni. L’ultimo a chiudere, dopo essere tornato l’Aldebaran a luci rosse, è stato il Firenze. Ora l’ipotesi della nuova multisala: contrari i gestori, favorevoli gli studenti del Polo universitario. Divisi i residenti Giulia Coli

C

hi sgranocchia pop-corn, chi beve una modità del parcheggio più che per la vicinanza”. Nobibita, chi controlla di aver tolto i toni al nostante la scarsità dei cinema, l’arrivo del multiplex cellulare. Si abbassano le luci, il brusio di- di Novoli è accolto in modo contrastante, suscitando minuisce pian piano e gli occhi sono tutti discussioni e perplessità. I gestori fiorentini del settopuntati sul grande schermo. Siamo al cinema. Storie re si sono uniti nel fronte del no, vedendo nell’aperd’amore, di fantascienza, grande avventure di ieri, tura del multisala l’ulteriore indebolimento delle loro di oggi e di un futuro possibile scorrono sul grande attività e la probabile chiusura di altre sale che hanno schermo. Coinvolgono i più piccoli, appassionano i fatto la storia di Firenze. Ma c’è un altro fronte, forse più grandi, commuovono i più teneri. Benché dvd, meno compatto e sicuramente più silenzioso, costicanali digitali e internet si stiano diffondendo sem- tuito da coloro a cui l’apertura delle nove sale proprio pre di più, l’appuntamento con il cinema rimane fra i non dispiace. “Sarebbe molto bello avere un cinema più amati dalla gente. Ma, nonostante questo, le sale così vicino all’università – dice Riccardo, studente di cinematografiche in città stanno vivendo una vera e giurisprudenza al Polo di Novoli – anche perché si propria crisi. Alcune chiudono, andrebbe a completare l’opera altre si trasformano, cambiano di riqualificazione dell’area”. I Scegliamo i cinema destino. Nell’area del quartiere per comodità di parcheggio ragazzi sono tutti forti sosteni5 sono rimasti solo tre cinema: tori del sì, e l’idea di “lezione più che per vicinanza. l’Adriano in via Romagnosi e e poi cinemino” entusiasma i Bene una sala sotto casa il Flora in piazza Dalmazia con più. “Hanno trasferito l’univerdoppia sala di programmaziosità dal centro, dove avevamo ne, e il Manzoni in via Mariti. Alcuni abitanti del tutto, a qui – dice Benedetta, studentessa di econoquartiere, forse anche per questione di vicinanza, si mia – dove c’è poco. Aprire un centro con multisala spostano nei locali di aree limitrofe, ma per altri la mi sembra una buona idea e un passo in avanti per mancanza di un cinema vicino a casa si fa sentire. riempire quel poco che attualmente abbiamo a dispo“Abito a Peretola e il sabato mi fa piacere andare al sizione”. Ma chi a Novoli non ci va per lo studio, ma cinema – dice Amanda, un’anziana signora – ma da ci abita, cosa ne pensa dell’ipotesi del multisala? Nel quando il Firenze di via Baracca ha chiuso, solo il complesso, stando a quanto sostengono i residenti, Manzoni è raggiungibile in breve tempo in autobus, sembrerebbe che l’idea piaccia, anche se c’è chi store, comunque, non è proprio vicinissimo a casa mia”. ce il naso, ma non tanto per il multiplex in sé per sé, Il problema è meno sentito dai giovani che si sposta- quanto per l’ondata di novità e cambiamenti che sta no frequentemente con il motorino o la macchina. La investendo l’area. “Abito in via di Novoli da tantisloro scelta spesso va verso i grandi multisala dove, simi anni – racconta Vittorio, pensionato – e questa oltre al grande schermo, trovano anche altre attra- zona la sto vedendo trasformarsi. Forse preferivo la zioni. “Avere un cinema più vicino a casa ci farebbe Novoli più dimessa ma meno caotica di prima, ma piacere – dice Alessandra, giovane madre – sarebbe non è il nuovo cinema che mi dà noia. Anzi, casomai più comodo con i bambini, ma sinceramente noi sce- può essere l’occasione per tornare al cinema, se me gliamo il cinema, dopo aver deciso il film, per la co- ne fanno uno davanti casa”.

la curiosità Sono sei i locali per spettacoli dal vivo

Non solo film nel quartiere Spazio anche per i teatri

Q

uanto è folta la schiera nere di rappresentazioni prodegli amanti del teatro? poste al Teatro Lippi, dove nei Quali sono i generi più ap- fine settimana, e con repliche prezzati? In un quartiere dove negli altri giorni, da ottobre l’argomento “cinema” è al- ad aprile va in scena il Verl’ordine del giorno, Il Reporter nacolo Fiorentino. “Abbiamo ha chiesto un bilancio a chi del una compagnia stabile - dice teatro ha fatto la sua vita. Sul il presidente del Lippi, Mauriterritorio del quartiere 5 sono zio Jaksetich - che tiene, ormai presenti sei fra teatri e circoli da molto tempo, anche corsi di Arci che mettono i loro locali a teatro durante tutto l’anno. E disposizione delle compagnie. la risposta del pubblico è molLo fanno da anni, e i labora- to buona: c’è voglia di andare tori aperti per adulti e bambini a teatro, gli spettatori ci vensono ormai diventati una real- gono nel modo giusto”. Anche tà consolidata di questa circo- Leonardo Palli, presidente del scrizione. Teatro del “ S o n o Campino, Da progetti per giovani contento di fa un bial vernacolo fiorentino poter dire lancio più e ai corsi di recitazione: – dichiara che posiecco l’offerta della zona Giancarlo tivo della Mordini, “scuola di presidente del Teatro di Rifre- teatro riproposta ogni anno. In di - che la nostra struttura, se più abbiamo alcune compagnie rapportata al numero di posti che vengono da noi a fare le (292), ha un’affluenza di pub- prove e che mettono poi in sceblico tra le più alte in Tosca- na spettacoli, ma soprattutto na. Abbiamo una compagnia di abbiamo attività di laboratorio produzione stabile, Pupi e Fre- sia per bambini che per adulsedde, attiva da quasi 32 anni, ti”. Diverso ancora è il Teatro che dal 1994 si sta concentran- il Progresso, un circolo di prodo prevalentemente sulla rea- mozione culturale che svolge lizzazione di progetti rivolti ai soprattutto attività di laboratogiovani, al mondo della scuola rio con gruppi. Infine, ci sono e alla promozione della tosca- anche il Teatro Nuovo Sentiero nità, riproponendo il grande e il Teatro di Castello ad arricpatrimonio teatrale e letterario chire il panorama “teatrale” della regione”. Diverso il ge- del quartiere 5. /F.M.


Primo Piano

Rifredi • novoli • brozzi

3

aprile 2008

GRANDE DISTRIBUZIONE. Aumenta il successo delle catene che vendono a prezzi vantaggiosi

Carovita? Tutti pazzi per i discount Perché costano meno e perché sono

PRODOTTO

un’alternativa. Visita

Latte parzialmente scremato 1lt Sale 1kg Zuchero 1kg Pasta Maccheroni 1kg Yogurt intero alla frutta Osella Robiola 2x100 gr Ricotta Santa Lucia 250 gr Kinder PInguì 4pz 124 gr Fanta 1,5 lt Coca Cola 2x1,5 lt Cola Aranciata

ai supermarket dove lo scontrino ti sorride Alice d’Alfonso

I

LIDL via R. Giuliani

STANDA p.zza Dalmazia

PAM via di Novoli

ESSELUNGA via di Novoli

COOP via C. Del Prete

0.75 0.11 0.79 0.89 0.25 1.59 2x75gr 1.19 1.15 1.29 2.89 0.49 2lt 0.69 2lt

1.09 0.90 0.83 0.79 0.27 2.59 1.45 1.39 1.19 2.99 0.85 1,5lt 0.69 1,5lt

1.32 0.25 0.68 1.13 0.23 2.08 1.44 1.15 1.07 2.91 0.42 1,5lt

1.15 0.11 0.68 0.52 0.33 1.82 0.94 1.15 0.87 2.28 0.35 1,5lt 0.35 1,5lt

1.05 0.11 0.68 0.79 0.20 1.82 0.94 1.15 1.29 2.87 0.38 1,5lt

n risposta al carovita, i discount alimentari continuano ad avere una diffusione sempre più capillare. Di Lidl e Penny Market, solo nel quartiere di Rifredi, ce ne sono già 5 a far concorrenza I prodotti riportati sono stati selezionati tra i marchi che potevano essere ritrovati in tutti i supermercati agli svariati punti vendita Coop ed Esseoppure tra i cibi di uso comune, scegliendo il prezzo più basso. lunga e agli altrettanti Pam, Standa, Conad Le rivelazioni sono state effettuate nel periodo tra il 10 e il 15 marzo 2008, sono del tutto esemplificative che costellano l’intera area, per un totale di 30 centri di grande distribuzione alimentare. Il discount è un sistema di vendita che l’Italia ha importato dalla Germania, e che nel nostro Paese è arrivato intorno al 1992: più o meno grandi – ma stanno aumentando di numero – si distinguono per la rinomata convenienza dei prezzi. Il segreto della loro economicità è legato alla selezione di marchi commerciali meno conosciuti e all’abbattimento dei costi per personale e allestimento. Una cosa è certa: abili casalinghe del quartiere diffondendo anche in Italia. E poi, cercando c’è chi li adora e chi non ci metterebbe mai in un periodo in cui i porlo sanno benissimo. Cono- con attenzione nel banco frigo, si trovano piede. Strategia sbagliata, perché entrando Il segreto sta tafogli sembrano svuotarsi scono a menadito pregi e facilmente merci senza conservanti aggiun- in un discount spesso si incontra, intenti a nella selezione a vista d’occhio, i discount virtù di supermercati un po’ ti. Quando si arriva alla cassa è lo scontrino spingere il carrello, vicini di casa e persone di marchi disordinati, che talvolta na- a parlare. Il risparmio c’è, e si vede. Senza insospettabili. Chi l’ha detto che è un posto di riempiono, complici gli meno conosciuti scondono piacevoli sorprese dubbio, tra pancali e scaffali si trova anche per chi non si può permettere di più? E’ semottimi prezzi dei prodotti. come prodotti importati ot- qualche pecca, ma basta stare attenti. E’ plicemente un’alternativa, nonché un posto La gente è attenta. Guarda, entra, seleziona. Sono frequentati da moltis- timi e convenienti, soprattutto quelli di ori- buona abitudine controllare sempre compo- dove è facile risparmiare. Con tutti i pro, i sime persone ed è ormai diventa obsoleto lo gine nord europea. Molto spazio è dedicato sizione e scadenza di quello che si acquista. contro e la valanga di sottigliezze che diviscomodo binomio che associava al discount alle confezioni maxi, il cosiddetto “formato Ma questo vale per ogni negozio, dalla bot- dono in due il quartiere, tra chi li sceglie e la merce di bassa qualità. Le massaie, per famiglia”, molto diffuso all’estero, che si sta teghina all’ipermercato. Come ogni cosa, chi se ne tiene alla larga. vocazione, sono le più preparate in materia. Sono quelle che escono di casa e hanno un i pareri luogo deputato all’acquisto di ogni categoria merceologica. C’è chi compra la frutta al mercato, la carne nei supermercati tradizioCosa compra e dove compra la gente del quartiere. Per acquisti più consapevoli nali, e poi detersivi, biscotti e quant’altro al discount. C’è invece chi preferisce comprare tutti i prodotti freschi nelle botteghe - ma sono sempre meno – e cerca nella grande distribuzione la varietà di prodotti per la casa motivi più disparati influenzano la scelta del vati diversi e devo dire che non sono rimasta cose. C’è, infatti, tutta una scuola di pensiero e per la persona. E poi c’è chi il discount supermercato dove fare la spesa. Il prezzo, mai delusa. Per quanto riguarda i prodotti secondo la quale non importa se un oggetto lo sceglie per entrambi i motivi. Perché è la qualità, il parcheggio, il personale. Vari i freschi – chiosa – preferisco però andare al si rompe presto, a patto che sia stato pagato vero che la merce non è ordinata come in fattori e diverse le esigenze. “La mia mamma mercato. E’ un’abitudine e conosco da anni poco. Perchè si è sempre in tempo a ricomaltri posti, ma alla fine quello che conta è – racconta una studentessa – ci viene quando i miei fornitori di fiducia”. C’è anche chi si prarne uno nuovo allo stesso prezzo. E ancora la sostanza. Scrollandosi di dosso un po’ di prepara la cena tedesca. Trova tutti gli ingre- affida ai discount per le offerte riguardanti c’è chi sceglie dove fare la spesa a seconda pregiudizi, si scopre che in vendita si trovadienti di cui ha bisogno. Wurstel e salsine di oggetti per la casa, per il giardino o per at- del tempo che ha a disposizione. “Se ho fretta, no spesso gli stessi prodotti dei supermercatutti i tipi direttamente dai Paesi d’origine”. trezzi vari. “Mio marito è un appassionato di prima di accompagnare i bambini a scuola ti tradizionali, solo ad un prezzo lievemente Più pignola una signora che esce stringendo giardinaggio – spiega una signora sorridendo vado al supermarket sotto casa – spiega una ribassato. E sulla quantità, anche pochi cendue grosse buste, dall’aria piuttosto pesante: – ho comprato tutti questi arnesi a un buon giovane mamma - invece la spesa del sabato tesimi fanno la differenza. E’ anche vero che “Io faccio una selezione precisa. Al discount prezzo. Almeno se li rompe non sarà una gran mattina, il momento in cui ho più calma, la la varietà è limitata o compensata da procompro tutti i generi alimentari confezionati e perdita, e non costerà molto ricomprarne di faccio nei negozi che preferisco e a seconda dotti di marchi misconosciuti, talvolta strai detersivi. La qualità non è male. Ne ho pro- nuovi”. E questo è un altro modo di vedere le delle esigenze del momento”. /A.D.A. nieri. Ma che male c’è a provare? Questo le

“Qui scelgo alcuni prodotti, il resto altrove”

I

Il Reporter di Rifredi, Novoli, Brozzi raggiunge 43.480 famiglie nel quartiere 5 di Firenze.

Copia in abbonamento postale Il Reporter è un periodico di 6 edizioni che mensilmente viene distribuito da in 183mila copie

Editore e Concessionaria Pubblicitaria: Web&Press Edizioni s.r.l. Direzione ed amministrazione: via Kassel 17- 50126 Firenze tel. 848.80.88.68 Direttore Responsabile: Marco Agnoletti Service editoriale e grafico: Tabloid soc.coop., Firenze (FI) scrivimi@ilreporter.it

Stampato da Rotopress International, Loreto (AN) Chiuso in redazione lunedì 31 marzo 2008. Periodico d’informazione locale. Anno II n. 17 del 31 marzo 2008. N° reg 5579 del 17/05/2007 tribunale di Firenze. Iscrizione al Roc 8551. Spedizione in a.p. - 45% legge 662/96 art. 2 comma 20/b. Contiene I.P. Prezzo di copertina euro 0,10€

Associato alla Unione Stampa Periodica Italiana

Dati non raccolti presso l’interessato Si informa che, ai sensi dell’art. 24, comma 1, lett. C, del D.Lgs 196/2003 (codice in materia di protezione dei dati personali), il consenso per il trattamento dei dati personali, non è richiesto in quanto i dati sono provenienti da pubblici registri, elenchi, atti o documenti conoscibili da chiunque. Nel rispetto della normativa vigente in materia di protezione dei dati personali (art.13 del d.lg 196/2003). La informiamo che i suoi dati personali, non sensibili, sono raccolti e trattati da Web&Press s.r.l., al solo fine dell’invio presso la Sua residenza del periodico gratuito “il Reporter”. Il responsabile del trattamento è Web&Press s.r.l. Potrà in ogni caso richiedere l’eliminazione dei Suoi dati e in contemporanea la sospensione dell’invio della sua copia esercitando l’art. 7 scrivendo a Web&Press via Kassel 17 50126 Firenze.




aprile 2008

fatti e Persone

Rifredi • novoli • brozzi

SOLIDARIETA’. A Rifredi esiste uno sportello dove al posto dell’euro si paga in ore

La banca dove il tempo vale oro Veri e propri “istituti di credito” con tanto di conto corrente e libretto di assegni, dove la ricchezza non ci calcola in euro, ma in ore

Orticoltura, ecco la biblioteca

Federica Sanna

S

C’

è un posto dove il tempo ha il prezzo del tempo. Dove quello che si può fare per gli altri è oro. Dove le persone possono cercare un aiuto. È la banca del tempo. Un “istituto di credito” in cui il denaro non si deposita, e non ci sono neanche gli interessi. La misura è quella del proprio tempo, appunto, a disposizione per gli altri. Con tanto di conto corrente e libretto di assegni. Al posto degli euro, ovviamente, ci sono le ore. E lo scambio è presto fatto. Ognuno offre quello che sa fare o che può dare. Dalle piccole riparazioni domestiche alla conversazione in inglese. L’iniziativa è nata da un gruppo di cittadini, sulla scia di tante esperienze del genere in Italia. Recepita dalla Coop che rio: permette che gli uni si incontriha diffuso fra i suoi associati que- no con gli altri. E per pagare basta sta possibilità, mettendo anche a mettere mano al blocchetto di asdisposizione la sua sede di via Vit- segni delle ore, che rimane sempre torio Emanuele per la “banca del depositato nella sede della banca. A tempo” e tutte le attività a quella far parte della banca del tempo nel legate. Il gruppo quartiere 5 sono era inizialmenmolte persone Ognuno offre te formato da 9 “di cultura”, quello che sa fare, persone, per poi racconta Anna da lezioni di inglese raggiungere ben Maria. “Persoa corsi di computer 70 iscritti. “Un ne che sanno le successo - raclingue straniere conta la signora Anna Maria, una e che offrono ai bambini, in partidelle coordinatrici - perchè l’ini- colare, lezioni per inserirsi meglio ziativa si è trasformata in una ricca a scuola, persone che offrono corsi esperienza di buon vicinato”. Ma di computer, e abbiamo anche una come funziona lo scambio? In pra- socia che offre poesie!”, continua. tica, esistono due liste: una delle E il tempo che si chiede vale anche persone che offrono un particolare per le piccole cose: “Una nostra soservizio, l’altra delle persone che cia doveva andare in vacanza e ha ne hanno bisogno. La banca del chiesto se qualcuno poteva tenere tempo fa da semplice intermedia- il suo gatto”, spiega Anna Maria.

Solo 3 al giorno PER L’UTILIZZO DI UNO SPAZIO

ESCLUSIVO

box, ripostigli, depositi

per uso temporaneo a tua completa disposizione

Chiama il 328 0564141 z ispazi.bi

845760

Altr

nze 151 - Fire i, ll e s o T Via Tel.

1 328 056414

LIBRI. Terminati i lavori, pronta la nuova struttura

L’età media è quella di persone in pensione, e questo aiuta a capire come siano nati, oltre ai rapporti di semplice aiuto, anche delle vere e proprie amicizie. “Ci sono alcune persone molto sole. Prima della banca del tempo, chi abitava all’inizio della strada non conosceva quello che abitava alla fine. I momenti alla banca del tempo ci hanno aiutato a conoscerci e a diventare amici”, racconta Anna Maria. La banca del tempo vuol dire dunque solidarietà, socializzazione e buon vicinato. Gli iscritti organizzano cene, visite culturali e scambi con le altre banche del tempo. Un modo per recuperare il senso dello scambio che, troppe volte, è associato a diffidenza e profitto. Per informazioni contattare la sede a Rifredi, aperta il martedì e giovedì dalle 17 alle 19, al numero 055.4376343.

embravano lavori senza fine, ma invece la fine è arrivata. Fra il verde del giardino dell’Orticoltura, davanti al grande tepidario in ghisa e vetro del Roster, una bella costruzione in muratura dalle tinte giallo canarino e dalle persiane di legno chiaro si illumina con il sole primaverile. È la tanto attesa nuova biblioteca del giardino dell’Orticoltura, area verde che si estende dietro le case di via Vittorio Emanuele II e via Bolognese. La nuova biblioteca si sviluppa nei due livelli di una prima struttura e in un padiglione distaccato. I locali su piani diversi sono collegati me- no numerosi intoppi, e hanno visto diante scale, e anche da un ascen- cambiare anche la ditta incaricata sore, così da permettere anche dei lavori. L’attività della biblioai diversamente abili un agevole teca dell’Orticoltura era stata traspostamento. La nuova struttura è sferita al Parterre, nel cubo 4, in stata progettata al passo coi tempi: un ambiente provvisorio piccolo oltre ad avere computer accessibili e poco confortevole, ma che non al pubblico, è dotata di predisposi- aveva perso l’affetto dei tanti frezioni per permettere l’utilizzo del quentatori abituali e non. Ragazzi proprio personal computer e il col- che vanno a studiare, adulti anche legamento a internet. La struttura, solo a leggere il giornale, anziaal suo interno, custodisce circa ni alla ricerca di libri. “Era l’ora 20mila volumi, oltre a quotidiani, che la biblioteca tornasse al giarriviste e circa 900 dino – dice Eledischi. Ha sezioCirca 20mila volumi na, studentessa di ni speciali dediarcheologia – in oltre a quotidiani, cate ai bambini un ambiente acriviste, dischi e ai ragazzi, alla cogliente. Al Pare sezioni speciali musica e ancora terre si può anche alla storia locastudiare, ma ci le e all’ambiente. I lavori hanno sono diversi inconvenienti dovuti portato alla trasformazione totale proprio ai locali”. “Penso che sarà della biblioteca preesistente. Pri- una biblioteca a misura di quarma, infatti, la struttura era ospitata tiere – dice Enrica, pensionata – è in un edificio prefabbricato che è facilmente accessibile, collocata stato completamente demolito, e in un bell’ambiente verde, mette a nella stessa area è stata costruita disposizione un gran numero di lil’odierna costruzione in muratura. bri e non è dispersiva o complicata I lavori, iniziati nel febbraio 2005, come le grandi biblioteche della si sono imbattuti nel loro cammi- città”. /G.C.

ISTITUTO

823630

PARITARIO ESAMI DI STATO NELLA TUA CITTA’

LICEO LINGUISTICO Istituto Tecnico Industriale per:

INFORMATICA

ELETTRONICA

Istituto Tecnico E Industriale per: TELECOMUNICAZIONI

Vai Ghibelllina, 77 Firenze 055

2469139 - 055 2479964


Fatti e Persone

Rifredi • novoli • brozzi



aprile 2008

IL PROGETTO. Riparte, dopo due anni di stallo, la “macchina” che porterà alla trasformazione della zona

Castello, il nuovo “quartiere” è più vicino Previsti 67mila metri quadrati di uffici regionali e 20mila provinciali, oltre a un nuovo polo scolastico da 4000 studenti. Soddisfatti Comune e Regione, la Provincia prende tempo Fiammetta Guidi

L

a fase del disgelo è scattata. E, dopo tiere al di là del viale XI Agosto. Saranno messi due anni di stallo, riparte la “macchi- in vendita i metri quadrati necessari per gli ufna” che, nella zona di Castello, farà fici regionali (67mila) e provinciali (20mila). A sorgere le nuove sedi di Provincia e Castello si trasferirà la Regione con gli uffici di Regione. Fondiaria-Sai, proprietaria dell’area, Novoli (comprati anni fa per quasi 50 milioni), ha annunciato che venderà i terreni destinati quelli di piazza dell’Unità italiana (appena acad ospitare gli uffici pubblici dei due enti. E quistati), quelli dell’Arpat e della altre agenzie Regione e Provincia, d’intesa con il Comune, regionali. Un totale di 220-280 milioni di euro li compreranno. La svolta è stata favorita dalla di investimenti. In cambio della cessione granovità introdotta dall’ultima Finanziaria, che ha tuita di 40mila metri quadrati per il nuovo polo di fatto equiparato i valori dell’esproprio di un scolastico previsto dalla Provincia, della realizterreno a quello di merzazione del parco di 80 cato. Ma soprattutto dal ettari e di 47 milioni di Prima sarà lanciato fatto che il cavalier Liun concorso internazionale oneri di urbanizzazione, gresti ha fatto un passo il “patron” di Fondiariadi progettazione. indietro e, dopo mesi di Sai potrebbe dare il via a Poi la gara d’appalto braccio di ferro, ha fatto oltre 1.000 appartamenti sapere di rinunciare alla da collocare sul mercacostruzione delle due mega-sedi con le sue im- to. Un progetto, insomma, che soddisfa Regioprese. Sarà così lanciato prima un concorso in- ne e Comune, e che profila uno scenario che risternazionale di progettazione, poi la gara d’ap- pecchia quanto sottoscritto nel gennaio 2006, in palto. Questo il copione dell’iter sottoscritto in un protocollo d’intesa avviato per pianificare la un accordo procedurale tra Regione, Provincia e localizzazione delle sedi regionale e provinciale Comune, che salverà il progetto del nuovo quar- e di un complesso scolastico da 4000 studenti.

L’area soggetta all’intervento

Chi non sembra essere sulla stessa lunghezza d’onda, però, è la Provincia, che prende tempo, anche se è stato superato l’ostacolo della gara pubblica che aveva causato la frenata dei mesi scorsi. Per la Provincia, il fatto di non essere costretti a rivolgersi a Fondiaria per costruire le sedi rappresenta un passo avanti, ma non basta a mettere un punto sull’operazione. “Nelle prossime settimane saranno scrupolosamente verificate tutte le soluzioni giuridiche, tecniche, economiche, urbanistiche e amministrative percorribili per raggiungere gli obiettivi contenuti

nei protocolli già siglati” scrive la Provincia, che intanto mantiene in essere il bando per la ricerca di una nuova sede. Di tutt’altro tenore i commenti di Comune e Regione. “Ligresti è pronto a vendere e noi siamo pronti a comprare”, dice il vicepresidente della giunta regionale Federico Gelli, che assicura che “le carte urbanistiche saranno pronte entro un anno”. E Palazzo Vecchio parla di “conferma delle scelte fatte nel 2006”, sottolineando la “disponibilità” all’acquisto dei terreni di Castello mostrata da Provincia e Regione.

vox populi

Ma la gente non ne sa niente: “Dove dovrebbero costruire?”

S

e ancora Regione e Provincia, in particolare quest’ultima, non hanno perfettamente chiaro se e quali dei propri uffici si sposteranno a Castello, nell’area fra l’aeroporto Vespucci, la ferrovia e l’autostrada del Sole, ancora meno lo hanno chiaro gli abitanti della zona. La maggior parte della popolazione, infatti, del “progetto Castello” non è proprio a conoscenza. “Dov’è che dovrebbero costruire questi edifici? – si interroga un pensionato – io non ne so nulla. Sa, sono vecchio e non sto più dietro a tutti questi cambiamenti”. Altri, pur non sapendo esattamente di questi trasferimenti, danno la propria opinione,

condita di nostalgia. “Ora costruiscono ovunque – dice un’anziana signora – un tempo c’erano tutti campi in questa zona, e adesso vogliono levare anche quel poco di verde che è rimasto. È un vero peccato. Poi, che ci facciano uffici della Regione o altro non importa: si tratta sempre di casermoni”. “Ora costruiscono dei grandi edifici moderni – continua un’altra signora – che a me non piacciono per niente. Anche il Palazzo di Giustizia che stanno costruendo a Novoli è un edificio troppo grande e, a mio avviso, anche brutto. Spero che le costruzioni in questione siano meno invadenti”. Quelli a conoscenza dei

823629

progetti edilizi ne parlano al momento con una certa prudenza, ma non in maniera negativa. “Il traffico qui non manca – dice la signora Stefania – e penso che dopo aumenterà ancora. Speriamo che la tramvia migliori comunque le cose”. “La città si sta espandendo – spiega un giovane signore – dopo Novoli mi sembra giusto che l’amministrazione cerchi di riqualificare e portare un po’ di vita anche in questa parte della città”. Il più entusiasta è Fabio, un ragazzo di vent’anni, “Io sono contento, anche perché c’è l’idea che venga fatto un campus. Almeno la zona si popolerà di giovani”. /G.C.

LA TUA AUTO??? LA COMPRIAMO NOI!!! 861265

AUTO INCIDENTATE, USATE DI TUTTE LE MARCHE ANCHE CON MOTORE FUSO E CON SEQUESTRI AMMINISTRATIVI, FUORISTRADA

PAGAMENTO IN CONTANTI

AUTOBAZAR MASSIMA SERIETA’ MANUEL

320.8270715


Le nostre pagine

a cura del Consiglio di Quartiere 5

Il grande maestro ospite al cinema C.R.C.S. di Castello come invitato speciale per l’8 marzo, in una serata dedicata alle donne

Mario Monicelli omaggia Anna Magnani

U

na serata che sapeva di famiglia. Un pubblico divertito e stupito per la leggerezza e la semplicità di una persona fra tante che come tante proprio non è. Anche per la sua disarmante naturalezza. “Maestro, desidera qualcosa da bere?”. ”Due dita di bianco....o rosso. No, bianco”. Fa il suo ingresso in anticipo al cinema C.R.C.S. di Castello Mario Monicelli, novantatrè anni il 15 maggio. Invitato specialissimo per l’8 marzo, alla serata dedicata al centenario della nascita di Anna Magnani, dal Consiglio del Quartiere 5 in collaborazione con il C.R.C.S. Castello e la Bottega del Cinema, con il contributo del ristorante Zibibbo. Un grande uomo in onore di una grande donna. “Signor Monicelli, come sta?”. “Come sto? Beh, potrei stare meglio, ma vista l’età non mi posso lamentare”. Poi si gira

e entra nella sala gremita. Scoppia l’applauso, e si siede nei primi posti che trova liberi. E’ simpatico e umile, solo come un uomo così libero sa essere. Un bel tributo per Anna Magnani. Tributo voluto anche per “l’umanità e il realismo senza precedenti che la Magnani ha saputo esprimere”, ha detto Giancarlo Rosini, presidente Commissione Cultura del Q5, che continua: ” Ha rivoluzionato l’interpretazione dei ruoli femminili: ciò che era negativo assume un’accezione positiva”. Monicelli, che ha diretto la Magnani nel film del 1960 “Risate di gioia” trasmesso durante la serata, ha riservato alla compagna di lavoro poche parole, ma dense di significato: ”Una grande intensità intellettuale e spirituale: una donna con una personalità di rara forza che ha saputo convivere con una vita difficile. Aveva un rapporto conflittuale con gli

Galleria Montelatici Conclusa la fase della sistemazione dell’area antistante della “galleria” in via Montelatici. “È stato determinato – dichiara la Presidente del quartiere 5 – l’atto di concessione al Comune di Firenze da parte dell’Agenzia del Demanio, proprietaria dell’area di circa 180 mq e la sistemazione antistante la galleria come zona di parcheggio per residenti. In questo modo sono stati realizzati tre posti auto e tredici posti moto”.

PRIMA

DOPO

uomini, non sopportava il loro dominio e loro non riuscivano ad accettare il suo carattere”. Questa personalità così straordinaria e trasparente non si è risparmiata nemmeno nell’interpretazione di “Risate di gioia”. Assieme al Principe de Curtis, in arte Totò, hanno raccontato un’Italia che stava finendo, interpretando due personaggi molto tristi e definiti dallo stesso regista “perdenti”. Il film però, non ha avuto un gran successo di critica e pubblico, “forse perché nessuno c’ha voluto credere”, dice il maestro. Probabilmente perché figlio di “quel cinema del dopoguerra che aveva ricostruito l’Italia e che agli inizi degli anni ’60 passava le consegne a una generazione stupida e corrotta che ha regalato lo Stivale al consumismo”. Non risparmia il suo rammarico per un cinema che forse, non riconosce più. Da tanto tempo. Chapeau Maestro.

Mario Monicelli

Tramvia vuol dire anche nuovi alberi Nel mese di marzo, sono stati piantati in viale Morgagni altri 5 tigli: si tratta delle ultime aiuole pronte per la piantumazione sul lato sinistro della strada, nel tratto che dalla ASL va verso Careggi. Per l’arrivo di altri alberi, bisognerà attendere l’autunno (il periodo più idoneo per il trapianto, infatti, va da ottobre a marzo) e il completamento dei lavori su altre porzioni di viale. Grazie ad alcune modifiche di progetto saranno aggiunte altre otto aiuole, che permetteranno il reimpianto di altrettanti tigli in più rispetto al progetto originale. Ma facciamo un passo indietro: prima dell’inizio dei lavori per la tramvia, la situazione delle piante in questa strada non era rosea, visto che molte di esse presentavano gravi patologie, parassiti e tumori, senza contare la situazione di asfissia sofferta a causa dell’asfaltatura troppo a ridosso dei tronchi e i danni causati dalle auto in sosta a fusti e radici in superficie. Con la necessità di ridisegnare l’assetto di viale Morgagni per accogliere i binari della tramvia, si è deciso di cogliere l’occasione per risistemare completamente le alberature: un verde omogeneo, più bello e più sano, scegliendo tra le specie più adatte alla vita nel contesto urbano e migliorandone le condizioni con interventi strutturali (come ad esempio la realizzazione di aiuole con cordoli di protezione). Chiamati a dare il loro parere, tra frassino, quercia e tiglio i cittadini hanno preferito quest’ultima specie: una pianta longeva, con tronco robusto e chioma larga, dai fiori molto profumati e scar-

samente allergenici, contrariamente a quello che comunemente si pensa. I reimpianti sono cominciati nel mese di dicembre: fino a questo momento sono stati piantati 12 tigli. Le aiuole hanno una caratteristica singolare: alla base dei tronchi in sostituzione del tipico truciolato di cortecce è stato sistemato un tappeto erboso con varietà particolari di Sedum, piantine grasse molto resistenti alla siccità. Per evitare, però, che le nuove piantine subiscano danni, i cittadini dovranno fare attenzione a non camminare sulle aiuole e ad impedirne l’accesso anche ai loro cani.


Le nostre pagine

Una primavera ricca di iniziative S

ono già aperte le iscrizioni per le escursioni naturalistiche organizzate dalla Commissione cultura del Q5: “Passeggiate nella natura 2008”. Sono stati disegnati 5 percorsi naturalistici per un massimo di 20 persone che, accompagnati da un guida, potranno godere, di paesaggi straordinari. Il 19 aprile è in programma la passeggiata “le fioriture della Calvana”, dalle Croci di Calenzano al Passo della Croce. Sabato 10 maggio è prevista l’escursione: “le sorgenti dell’Arno, monte Falterona”, che fa da spartiacque tra il Casentino e il Mugello. Sabato 28 giugno “il meraviglioso mondo delle Apuane: Pania della Croce”. Sabato 20 settembre “i colori della foresta di Sant’Antonio” che si trova nel comune di Reggello tra i bacini del Valdarno superiore e del Casentino. Sabato 4 ottobre “l’Anpil del Terzolle” sulle colline a nord di Firenze, itinerario ricco di castelli e antiche chiese. Per prenotazioni: 055/276-7045; 276-7046. Il Circolo ricreativo di Pian di S. Bartolo Polisportiva G.S. di San Bartolo con la partecipazione, fra gli altri, del Q5, organizzano per domenica 20 aprile, “i sentieri della Libertà”. I punti di partenza sono 5 e si ripercorreranno quelle che furono le vie di comunicazione dei partigiani. Tutti e 5 conducono alla Sella degli Scollini, teatro dello scontro più cruento fra quelli che hanno interessato le pendici di Monte Morello. All’arrivo verrà offerto il pranzo. La giornata si concluderà con la rappresentazione “Voci della Resistenza fiorentina” a cura della Compagnia Teatri d’Imbarco. Per informazioni: il Circolo Ricreativo Pian di S. Bartolo, 055/401023; il Circolo Arci di Pratolino, 055/409465; il Gruppo “Cammina che

Il Quartiere 5, o come preferiamo chiamarlo noi “La città a Nord Ovest”, è un territorio affascinante, racchiude in sé secoli di storia antica e recente e si proietta con forza verso il futuro. Dall’antica pieve di San Donato in Polverosa alle ville Medicee di Careggi e Castello, alle corti di Peretola e Brozzi, dall’Orticoltura allo Stibbert, dalla S.M.S. di Rifredi alla sua Misericordia, dalle sue gloriose fabbriche come la Saivo (oggi Seves) al Nuovo Pignone (oggi General Electric) ai nuovi insediamenti a Novoli, alle nuove infrastrutture come la Tramvia, alle sue aree naturali come l’area del Terzolle si estende un territorio pulsante di vita, fatto da tante persone, tanti soggetti, tante associazioni che contribuiscono a rendere Firenze una città vivace, solidale, contemporanea. Come Quartiere abbiamo cercato di dare spazio a questa vita ed abbiamo cercato di essere utili, informando sui servizi, sulle opportunità, portando l’attenzione sui problemi cercando di risolverli. Perciò da questo mese saremo presenti sul mensile Reporter, per favorire la comunicazione tra i cittadini e chi amministra. Per questo sulle nostre pagine si troveranno informazioni utili, riflessioni e l’esposizione trasparente dell’azione amministrativa di chi gestisce questo territorio. La Presidente del Quartiere 5

ti Passa”, 055/4484493; ref. Bruno Bartolini, 055/451480; Ref. Gherardeschi Roberto, 055/4255047. A Peretola, il 25 aprile, l’A.N.P.I. organizza un corteo con bandiere e labari dei partigiani che si snoderà da Largo della Liberazione a Piazza Garibaldi, dove verrà deposta una corono d’alloro e si esibiranno gli “Sbandieratori Città di Firenze”. Interverranno M. Pieralli, L. Marzullo e G. Rosini Alla quarta edizione è “L’Ora Legale”: un percorso di educazione dei giovani alla legalità attraverso il gioco del calcio. Il 7 maggio, la mattina, all’Istituto “L. da Vinci” i rappresentanti del Comune di Firenze, del Q5 e della Polizia Municipale incontreranno i ragazzi per discutere di sicurezza stradale. In più, il Q5, la Polizia Municipale, il Consorzio CO&SO Firenze e l’Istituto “L. da Vinci” con la collaborazione dell’Associazione “Ex-Viola” e del Viper Thetre, hanno organizzato un torneo di calcio. Mercoledì 7 maggio nel “Torneo della Legalità” presso il campo da calcio in via Lombardia, si sfideranno le squadre del Centro Giovani “L’isola”, del C.G. “Galileo2”, del C. “Scarabocchio” e del “L. da Vinci”. L’8 maggio si prosegue con il “Torneo Ora Legale” dove verranno disputate le due partite conclusive: la prima, la finale del “Torneo della Legalità”, vedrà la sfida fra la squadra vincitrice del torneo e la Polizia Municipale, detentrice del titolo 2007. A seguire scenderà in campo, la squadra “Ora Legale”, composta da 2 giocatori di ogni gruppo partecipante e

quella delle “Vecchie Glorie della Fiorentina”. La serata si concluderà con una cena, al Viper Theatre, per tutti i partecipanti al torneo. Un altro progetto, ideato e realizzato da giovani, rivolto a coetanei residenti alle Piagge, è “Caffè Corretto”. Questa proposta ha ottenuto un finanziamento dal Comune di Firenze e dal Q5 grazie agli obiettivi di aggregazione e responsabilizzazione che si pone: la formazione di barman e le nozioni necessarie alla gestione parziale di un esercizio pubblico. Non mancano le attività (in programma fino a giugno) anche per i più piccini, come quelle organizzate dal Laboratorio permanente della Pace (via delle Panche 26) che coinvolgono la creatività e l’immaginazione dei bambini, come il viaggio immaginario nella vita di un bimbo che vive in una baraccopoli, l’attività con giocattoli autoprodotti e le favole moderne. Per gli anziani, sono state organizzate, dal Presidente della Commissione Servizi Sociali e dal Presidente del Q5 delle gite in giornata (Narni e Cascate della Marmora, l’8 maggio; Cinque Terre, 26 giugno; Pisa e Certosa di Calci, 17 luglio). Anche quest’anno poi, nel periodo estivo, sono previsti dei soggiorni vacanza (15 giorni) a prezzi agevolati, per gli anziani residenti nel Q 5, in località di mare quali: Viareggio, Torre del Lago, Porto Cesareo, Tarquinia Pesaro, Levico e Montaldo di Castro. Per informazioni, telefonare, dal 7 al 22 aprile ( nei giorni feriali): 055-2767022 o 2767032.

Terminato il primo lotto dei lavori di riqualificazione. La fine del secondo lotto è prevista per luglio

Nuova vita per i giardini di piazza Danti

I

giardini di piazza Danti rifioriscono. E non solo grazie alla primavera, ma anche ai lavori di riqualificazione che li hanno interessati. Sono terminate infatti le attività relative al primo lotto di interventi stabiliti dal progetto di restyling e che hanno portato nuovo colore all’area. Sono state allestite due zone gioco con tutto il necessario per far divertire i più piccoli: giochi multipli, piccoli castelli con scivoli, dondoli a molla, altalene. Quest’ultime di due tipi, per i bambini piccoli con la protezione e per i ragazzi un po’ più grandicelli. Per difendere le ginocchia dei bambini più vivaci dalle sbucciature è stato allestito, in prossimità dei giochi, il pavimento smorzacadute, che consiste nella posa in opera di un par-

ticolare materiale di gomma che attutisce l’impatto con il suolo. I lavori hanno comportato anche il rifacimento dei vialetti e l’installazione di nuove panchine sia in muratura sia in metallo. Nuova vita anche per il verde del giardino, con un prato di nuova semina e l’impianto di nuovi arbusti, che portano colore nell’area. Realizzati anche un nuovo impianto di illuminazione e uno di irrigazione. Con i lavori del secondo lotto, oltre alla realizzazione di interventi analoghi, è prevista la riqualificazione di un campo da calcetto dove i ragazzi potranno divertirsi, casomai, dopo una giornata di studio. “Il giardino del ‘liceo’ come è comunemente chiamato il giardino di piazza Danti, diventa con questi interventi più funzionale,

con aree attrezzate destinate alle diverse età ed esigenze – dicono la presidente del quartiere 5 e il presidente della commissione assetto per il territorio dello stesso quartiere –. Entro la fine dell’estate sarà concluso anche il secondo lotto e potrà essere riconsegnato pienamente alla cittadinanza uno degli spazi verdi più importanti del nostro quartiere”. Il costo complessivo dei lavoro si aggira sui 520.000 euro e i fondi destinati alla riqualificazione dei giardini di piazza Danti sono proventi di uno scomputo di oneri di urbanizzazione. I lavori sono partiti a gennaio dell’anno scorso e la loro chiusura, la fine quindi degli interventi in programma nel secondo lotto, è prevista per luglio 2008.

Nuovo look per il “pallaio” dell’Olmatello N

uovo volto per il “pallaio” dei giardini di via dell’Olmatello. Sono terminati i lavori di riqualificazione dell’area, che si sono sviluppati in due fasi. Nella prima sono stati eseguiti interventi di copertura del campo da bocce, nella seconda quelli di tamponatura. Il campo da bocce esterno, invece, per la vicinanza alla ferrovia, è stato smantellato, andando ad aumentare il verde. Qui, infatti, sono stati realizzati un pra-

to nuovo, piantati tre tigli e installate panchine. “Con la riqualificazione dell’area abbiamo voluto dare una risposta a chi usufruiva dello spazio – dice il presidente della commissione assetto per il territorio del quartiere 5 –. Quello che è stato realizzato è una struttura che rimane nel tempo, un ulteriore passo per migliorare il quartiere”. Il costo complessivo dell’opera è stato di 50mila euro.


aprile 2008

LAVORI Viale XI agosto si rifà il look

■ Via libera della giunta comunale al risanamento di viale XI agosto. Al centro dell’intervento saranno i tratti più rovinati della strada, che saranno individuati anche in base alle segnalazioni della polizia municipale. Per il progetto sono stati stanziati 300mila euro. Nei tratti che saranno oggetto dei lavori, sarà rimosso il bitume, verranno effettuati i risanamenti e poi sarà effettuata la riasfaltatura. È prevista anche la realizzazione di opere accessorie come la sostituzione o la rimessa in quota di chiusini, griglie e pozzetti. Dopo l’approvazione del progetto esecutivo, iniziano ora le procedure per la gara d’appalto: poi, calendario alla mano, l’intervento dovrebbe essere effettuato nel periodo estivo, in concomitanza con la riduzione del traffico.

A.N.P.I. E SCUOLA Un pannello per la pace

■ Alla scuola media Paolo Uccello dell’Istituto comprensivo Gandhi, quest’anno è in corso la realizzazione di un grande progetto con la partecipazione del laboratorio di ceramica, che ha messo a disposizione le attrezzature e gli animatori. Il progetto consiste nell’elaborazione di un pannello raffigurante il Pegaso, emblema del Comitato di liberazione nazionale. Questa rappresentazione

RifRedi • novoli • bRozzi

vuole simboleggiare la pace e i principi della Resistenza e della lotta di Liberazione. L’opera, realizzata anche grazie alla disponibilità del preside Carlo Testi, sarà collocata il 25 aprile, su proposta della sezione A.N.P.I. di Peretola, nel Giardino della pace a Petriolo, inserendosi così in un contesto verde già arricchito da opere che esaltano il nostro recente trascorso storico. L’iniziativa si inserisce nel quadro della ventennale collaborazione tra la scuola media Paolo Uccello e la sezione A.N.P.I. (Associazione Nazionale Partigiani Italiani) di Peretola.

LE CELEBRAZIONI Il ventennale della Misericordia

■ Si concluderanno il prossimo 20 aprile celebrazioni per il ventennale della Fraternita di Misericordia San Martino – Firenze Ovest, iniziate lo scorse 30 marzo. Questi i prossimi appuntamenti: venerdì 11 aprile, alle 20, è in programma un incontro conviviale (su prenotazione) al circolo Mcl “La Sala” nell’omonima via, durante cui don Paolo Anfuso terrà una relazione sul tema “La malattia”. Il giorno successivo, sempre alle 20, al circolo Mcl di Brozzi don Luigi Bartoletti terrà una relazione su “La carità”. Domenica 13 aprile è invece in programma, a partire dal primo pomeriggio, una passeggiata dei ragazzi nei vecchi borghi e alle Piagge, con la collaborazione delle

scuole elementari della zona, durante cui sono previste soste nei punti più caratteristici e un ristoro a Quaracchi. La settimana successiva, le celebrazioni riprendono giovedì 17 alle 21, con il concerto del gruppo “Strada facendo” alla Casa Cecchi in via Pistoiese 389. Venerdì 18 aprile alle 20 incontro alla Comunità Le Piagge con una relazione di don Alessandro Santoro su “L’essere prossimo”, mentre domenica 20, alla parrocchia di S. Martino a Brozzi, dalle 9.30 Santa Messa con vestizione dei nuovi fratelli e sorelle, cui seguirà un concerto della Filarmonica Verdi di Bacchereto, il corteo storico e degli sbandieratori del Calcio in costume, la premiazione degli scolari per i disegni a tema, il pranzo per i soci e gli invitati e la consegna degli attestati di benemerenza. Durante le celebrazioni saranno allestiti mostre e progetti. Per informazioni: 055.307330 – 055.319033.

CONCERTI Torna “Careggi in musica”

■ Continuano anche ad aprile gli appuntamenti con la rassegna. Domenica 13 è in programma un concerto dal titolo “Beatles Fly to Cuba”, in cui il Quartetto Uscita Firenze Sud eseguirà le più celebri musiche dei Beatles arrangiate per quartetto d’archi, per poi unirsi alla giovane chitarrista Carmen Martinez per eseguire ancora

PiLLoLe Di QUartiere

brani dei quattro ragazzi di Liverpool nelle bellissime versioni per archi e chitarra classica del compositore Leo Brower. Il 20 aprile sarà la volta di “Enoch Arden” , melologo per voce recitante e pianoforte di R.Strauss con Fabiana Barbini al pianoforte e Riccardo Massai voce recitante, tradotto in italiano dallo stesso Massai dal testo originale di Alfred Tennison. I concerti di aprile si concluderanno domenica 27 con Carmelo Giallombardo alla viola e Antonello Palazzolo al pianoforte, che eseguiranno le più belle pagine per viola e pianoforte tratte dal repertorio romantico come la Sonata op. 120 n. 2 di J.Brahms, e i “Marchenbilder” op.113 di R. Schumann, oltre alla Sonata BWV 1029 di J.S. Bach. Tutti i concerti iniziano alle ore 10.30, si tengono nell’auditorium della clinica medica di Careggi (viale Morgagni) e sono a ingresso libero.

PER NON DIMENTICARE “I sentieri della Libertà”

■ In occasione del 63° anniversario della Liberazione, la Provincia e il Comune di Firenze, il Quartiere 5 e i Comuni di Sesto Fiorentino, Vaglia e Fiesole, con la collaborazione della sezione soci Unicoop di Sesto e Calenzano, dell’Anpi, della Lega Montana Uisp, di Legambiente e di Arci Asino, organizzano domenica 20 aprile “I sentieri della Libertà”, una passeggiata

sulle pendici del Monte Morello. Ritrovo in cinque punti di partenza diversi alle 8.30, per percorrere i sentieri che furono le vie di comunicazione dei partigiani che combattevano la guerra di Liberazione. I cinque sentieri conducono tutti alla Sella degli Scollini, teatro dello scontro più cruento fra quelli che hanno interessato le pendici di Monte Morello. Percorsi: Stazione di Montorsoli, Cercina, Ceppeto e poi alla Sella degli Scollini. Referente Andrea Marchi c/o Circolo Ricreativo Pian di S. Bartolo tel. 055/401023 dal mercoledì alla domenica ore 14.30 – 18.30; Paterno per salire a Cerreto Maggio, Morlione, Pescina, Sella delle Colline e Sella degli Scollini. Referente Gabriele Baldi c/o Circolo Arci di Pratolino Tel. 055/409465 dalle 20.30 alle 23; Casa del Popolo di Querceto, Baroncoli, Borgo di Morello, Gualdo, Sella degli Scollini. Referente Gruppo “Cammina che ti Passa” tel. 055/4484493 mercoledì e venerdì dalle 21.30 alle 22.30; Circolo Ricreativo di Castello, Castellina, Ponte Spartimoglie, Sella degli Scollini. Referente Bruno Bartolini 055/451945 dalle 14,30 alle 23: percorso dove saranno presenti tre asini, che potranno portare a turno i bambini; Cercina, Radio Cora, Piazzale Leonardo, Gli Scollini. Referente Gherardeschi Roberto tel. 055/4255047 dalle 12.30 alle 24. Questo gruppo partirà alle 9.30 dalla chiesa di Cercina.

881980

8


Tendenze

Rifredi • novoli • brozzi

9

aprile 2008

LA MOBILITà GIOVANE. Due scelte per muoversi agilmente nel traffico cittadino (e far preoccupare i genitori)

Motorino e minicar, lo status dei 14enni Federica Sanna

ce motorino, sia per l’assicurazione che per il carburante”. Per comprare invece un motorino si parte da un minimo di 1600 euro, per salire a seconda della cilindrata. Anche trovare le minicar sembra difficile. I rivenditori in città sono cinque. Impossibile contare quelli dei motorini. Ad interessarsi a l’uno o l’altro mezzo sono due categorie di persone: da una parte i ragazzi che non hanno la patente, perché sia i motorini che le minicar possono essere guidati a partire dai 14 anni, basta avere il patentino; dall’altra, chi ha bisogno di muoversi in tutta la città, senza essere bloccato dai divieti del traffico: con entrambi si può entrare nella Ztl e parcheggiare negli spazi riservati ai ciclomotori. Le minicar però sono spesso utilizzate anche dai disabili o da chi ha difficoltà motorie. Negli anni sono diventate superaccessoriate: impianto stereo con amplificatore e lettore mp3, navigatore satellitare e cerchioni in lega. Nonostante ciò, a Firenze ne circolano solo poche centinaia. I motorini di nuova immatricolazione, invece, solo nel 2007 sono stati 15mila. E 15mila sono state anche le immatricolazioni dei motocicli: “Questo evidenzia una nuova tendenza – dice l’ingegner Antonio Brancaccio, vicepresidente della Motorizzazione civile di Firenze – i ragazzi aspettano i 16 anni per prendere la patente A ed avere la moto”. Dal punto di vista della sicurezza, le due ruote del motorino è facile comprendere che siano meno stabili delle quattro della minicar. La velocità invece, è la stessa per entrambi i mezzi (e uguale è anche la possibilità di togliere i fermi al motore per dare un’accelerata in più). Per i ragazzi comunque il motorino resta il motorino: “Anche se costasse di meno, io mi vergognerei ad andare su quella “macchinina””, dice ridendo un sedicenne. Ma per i genitori forse è meglio un tettuccio sopra la testa.

il mercato degli scooter va forte: 15mila immatricolazioni in un anno. le “macchinine” stentano per via dei prezzi

S

postarsi in città, velocemente e senza dipendere dai mezzi pubblici. Dando uno sguardo ai mezzi con motore, le possibilità sembrano essere due: motorino e minicar. Ma se l’una sembra aver sfondato da tempo e non aver fermato la sua corsa, l’altra stenta a prender piede. Ebbene i motorini, a parità di comodità di spostamento, fanno anche moda. Soprattutto fra i giovanissimi. Il compimento dei 14 anni è diventata ormai la tappa per comprarlo. Mentre le minicar piacciono tanto ai genitori, ma sono un snobbate dai ragazzi. Sarà anche perché per la maggior parte, comunque, accedere al motorino è molto più semplice. Prima di tutto per una questione economica. Le minicar sembrano piccole macchine, ma in realtà sono motorini, o meglio ciclomotori, a quattro ruote. Il loro costo però va ben al di sopra di quello di un semplice “cinquantino”, ovvero da 10 a 12mila euro. Praticamente, quanto il costo di un auto. “C’è da considerare che è un investimento – spiega un venditore – perché se l’acquisto è costoso, poi le spese sono quelle di un sempli-

lo SPecialiSta Il primario: “Importante l’osservazione medica”

Quanti incidenti sulle due ruote D

ifficile dire se la minicar sia è infatti che “se c’è un interessapiù o meno pericolosa del mento del torace e dell’addome, motorino. Difficile, soprattutto possano aver subito un danno la se si guarda ai pazienti che arri- milza e il fegato”. vano al pronto soccorso di Santa Un altro elemento che secondo Maria Nuova. “Il numero delle il dottor Lagi è fondamentale in minicar è piccolissimo in con- questi tipi di trauma è l’osserfronto a quello dei motorini, così vazione. “Deve essere protratta è ovviamente molto più frequente per diverse ore per escludere che si presentino casi di persone tutti i tipi di complicazione che che hanno avuto incidenti sulle possono intervenire”. due ruote”. A parlare è il pri- Subito dopo l’incidente, non mario del Dea di Santa Maria sempre ci si può rendere conto Nuova, Alfonso dei danni interLagi. “Il probleni. “Può semPericoloso ma non è tanto se sono interessati brare che non il mezzo quanci sia niente di torace e addome to la dinamica rotto, poi invedell’incidente ce a distanza di – precisa – e la dinamica è an- ore la frattura si verifica”. “Siche il primo elemento di preoc- curamente – continua Lagi – gli cupazione per capire i traumi infortuni con i mezzi a due ruote che può aver avuto il paziente”. sono frequenti, in particolare per Il tipo di infortuni riportati sui i giovani, e gravi perché il mezzo mezzi a due ruote sono molto non ha particolari difese”. Lagi spesso gravi e complessi: “In ge- conclude lanciando un messagnere richiedono una diagnostica gio: “Favoriamo il trasporto per quanto riguarda l’aspetto sulle due ruote, in particolare la contusivo e traumatologico, per bicicletta. Ma dobbiamo chiedepermetterci di escludere lesioni re al sindaco e alla sua giunta di agli arti e agli organi interni”. Il provvedere a creare dei percorsi pericolo in un trauma complesso sicuri”. /F.S.

OGNI MESE PIÙ DI 15.000 AUTO SU FIRENZE VENGONO DANNEGGIATE DURANTE IL POSTEGGIO NOTTURNO

915546

PROTEGGI LA TUA AUTO VENDIAMO Via A.Toscanini/Via O. Respighi GARAGE a partire da �36.000

(iva escl.) [da 16,35mq a 55mq]

POSTI AUTO COPERTI CANTINE da 8mq

da �22.000,00

(iva escl.)

GRUPPO BARTOLOMEI FUSI

Tel. 0574 574801 0574 594892


10

L’inChieSTa

aprile 2008

CICOGNE MODERNE/1. Sempre più persone scelgono cliniche non italiane per avere un figlio “in provetta”

Il bimbo non arriva e le coppie espatriano in toscana nel 2006 sono state oltre 6mila le prestazioni specialistiche legate alla procreazione assistita. Ma un numero sempre maggiore di persone sceglie di andare all’estero per provare a mettere al mondo un bambino, in Paesi in cui la legge è meno severa Benedetta Strappi

possibilità di successo. A Firenze la Pma viene effettuata a Careggi, e in tre centri privati convenzionati. Ma come funziona esattamenapita, e capita a una coppia su quat- te la procreazione assistita? Le tecniche più tro, che la cicogna si faccia aspetta- diffuse sono la Fivet (fecondazione in vitro re un po’. Che ci siano dei problemi con trasferimento in utero degli embrioni) e la per cui mettere al mondo un bam- Icsi (fecondazione in vitro con inseminazione bino diventa difficile, un’odissea, un mirag- intracitoplasmatica), che comporta l’inieziogio. I problemi di fertilità, tanto della donna ne di un solo spermatozoo direttamente nelquanto dell’uomo, sono qualcosa con cui si l’ovulo. Poi ci sono le maglie di una legge distima debba fare i conti il 25 per cento delle scussa, la famigerata legge 40, che ha stabilito coppie. E così succede che dopo aver cercato che le tecniche di fecondazione assistita non inutilmente una gravidanza “naturale”, tante debbano creare più di tre embrioni, che questi persone facciano ricorso alla procreazione as- tre embrioni vadano impiantati tutti quanti e sistita, in gergo Pma. Quella del referendum, in un’unica seduta, e che non possano essere quella che in Italia è vincolata da una legge congelati né analizzati per rilevare eventuali severa e contestatissima. In Toscana nel 2006 anomalie prima dell’impianto. La legge ha sono state effettuate oltre 6mila prestazioni anche vietato la fecondazione eterologa, quelspecialistiche legate alla procreazione assisti- la cioè in cui il seme, o l’ovulo, appartengono ta, segno che la nostra ad un donatore esterno regione non fa ecce- Una dottoressa: alla coppia. Il dibattito zione e che il probleetico, intorno a questi Con la legge 40, ma della difficoltà ad nodi, è infinito. Il risuldonne sottoposte avere bambini si sente tato invece è più sema più stimolazioni ovocitarie qui come altrove. Chi plice. Dall’entrata in decide di rivolgersi vigore della legge, c’è ai centri specializzati, dalle nostre parti lo fa stato un forte aumento del cosiddetto “turiper il 30 per cento andando a bussare a studi smo procreativo”: tante coppie scelgono semprivati. Perché le liste d’attesa sono piutto- pre più spesso di sottoporsi alla Pma in altri sto lunghe, il fattore tempo ha un ruolo de- paesi, come la Spagna, l’Austria, il Belgio, terminante nella procreazione assistita e più la Grecia e i paesi dell’Est. Fanno le valige, le donne avanzano di età più si riducono le riempiono il portafoglio e partono alla volta

dei paesi dove la legge non pone limiti alla produzione di embrioni oppure alla fecondazione eterologa. La spesa in Italia per un ciclo di fecondazione in vitro oscilla, mediamente, dai 3mila ai 6mila euro. Nei centri fiorentini siamo attestati intorno ai 3mila. In giro per l’Europa (spese di viaggio e soggiorno escluse), in alcune cliniche arriva a costare anche il doppio. Tra le regioni italiane, invece, la nostra è diventata punto d’approdo anche da parte di tante coppie che provengono da altre zone d’Italia, come Campania, Calabria, Lazio e Emilia. E queste coppie aspettano meno di quelle “locali”. Come mai? “Per le pazienti provenienti da fuori regione, la convenzione con il sistema sanitario nazionale prevede una lista d’attesa a sé – spiega la dottoressa Claudia Livi, direttrice del Centro di procreazione assistita “Demetra” – perché sono fuori dal tetto massimo che invece dobbiamo rispettare per le pazienti residenti in Toscana, che si rivolgono a centri privati come il nostro in convenzione con il sistema sanitario regionale”. E cosa è cambiato, per le coppie, dall’entrata in vigore di quella legge? “La mia esperienza – conclude la dottoressa Livi – mi dice che è diminuita la percentuale di gravidanze, mentre è aumentato il numero delle stimolazioni ovocitarie alle quali le donne devono sottoporsi”. • Commenta questo articolo su www.ilreporter.it

C

PRESTITI E MUTUI CON ESITO IN 48 ORE

MUTUI

PRESTITI

ESAMINIAMO PRATICHE DIFFICILI

FINANZIAMENTI fino a 120 mesi

MUTUI 100% da 10 a 40 anni

a tutti i dipendenti pubblici e privati

con durata secondo le tue esigenze

a tassi agevolati (siamo convenzionati

Possibilità di SOSTITUIRE il mutuo esistente

con i maggiori enti statali) CESSIONI DEL QUINTO e deleghe

Mutui per RISTRUTTURAZIONI e LIQUIDITA’

FINANZIAMENTI PENSIONATI

Mutui a LAVOTORI ATIPICI e a EXTRACOMUNITARI Mutui FINANZIABILI FINO ALL’85MO ANNO DI ETA’ Mutui EDILIZI, COMMERCIALI ED INDUSTRIALI

 100.000

RATA MENSILE A PARTIRE DA 

553

fino a 80 anni di età 60 mesi

 5.000

96 mesi

98,50

189,50

 135,00

 100,00

468,00

 248,00

 298,00

 150.000

RATA MENSILE A PARTIRE DA 

908

 10.000 rata

 200.000

RATA MENSILE A PARTIRE DA  1.107

 20.000 rata

73,00

120 mesi

rata

50,00

TELEFONA SENZA IMPEGNO PER IL TUO PREVENTIVO GRATUITO E PERSONALIZZATO 882142

KRONOS ITALIA Prodotti Finanziari FIMEC 2635 UIC22979

A Firenze accolto un ricorso contro i divieti della legge 40

Un’ordinanza riapre il dibattito sulla procreazione assistita

ESTINGUIAMO E RINNOVIAMO TUTTI I TIPI DI FINANZIAMENTO (CESSIONE DEL QUINTO, DELEGA, PRESTITI...)

con uno NUOVO con rata più bassa

il caSo

055 352899 055 7094934 329 3413785 info@kronositalia.it

P

roprio il tribunale di Firenze, e proprio di recente, ha un’ordinanza che ha riaperto il dibattito intorno alle norme che regolano la procreazione assistita. Tra i punti più contestati della legge 40 c’è quello che vieta la diagnosi pre-impianto sugli embrioni, ovvero la possibilità di effettuare test su di essi prima di impiantarli nell’utero per escludere malattie ereditarie. A dicembre, il tribunale fiorentino ha emesso una sentenza con la quale ha di fatto definito legittimo eseguire i test sugli embrioni da impiantare nel caso in cui esist il rischio di trasmettere una grave malattia genetica. La questione era nata da un ricorso presentato da una coppia milanese contro il centro di procreazione assistita “Demetra” di Firenze. Attenendosi ai dettami della legge 40, il centro aveva detto no alla richiesta avanzata della coppia, che aveva chiesto di eseguire una diagnosi prei-mpianto

sugli embrioni per il rischio che il bimbo nascesse con una grave malattia ad alto rischio di trasmissione: la esostosi, patologia che porta all’accrescimento della cartilagine ossea. Alla dottoressa Claudia Livi, che di quel centro è responsabile, abbiamo chiesto cosa è cambiato da quella ordinanza. “Da allora

Il punto più contestato è quello che vieta la diagnosi pre impianto tante coppie, anche se a livello nazionale non è cambiato niente, hanno deciso di fare ricorso, incoraggiate da questo pronunciamento che ha consentito deroghe a quella coppia”, spiega la dottoressa. Prima del caso fiorentino, già il tribunale di Cagliari si era pronunciato in questa direzione autorizzando la diagnosi prei-mpianto sull’embrione di una coppia portatrice di talassemia. /B.S.


L’inChieSTa

aprile 2008

11

CICOGNE MODERNE/2. Le storie di coloro che cercano di avere un bambino con la procreazione assistita

La lunga odissea di chi vuole un figlio Valentina, 41 anni, è al quinto tentativo ed è stata anche all’estero: “È un calvario ma non arrendetevi”. Silvia e andrea hanno coronato il sogno al sesto ciclo: “Stavamo per rinunciare” Giulia Righi

tà, il tentativo è fallito e io ho avuto un forte crollo psicologico”. Allora Valentina ha scelto di fare quello che fanno tante persone: ha acceso Internet, ha insami, cartelle cliniche, appuntamenti. Un dividuato un centro in Spagna, ha messo 7 mila euro sacco di punture nella pancia, il gran giorno nel portafoglio (per le spese mediche e il viaggio) ed dell’impianto dell’embrione e poi aspetta- è partita: “Anche in quel caso è andata male, il tentare. Gli occhi davanti a un test di gravidanza tivo è fallito, ma l’assistenza è stata ottima, l’essere che decide della loro felicità. Raccontata dalla voce in un paese straniero non mi ha creato difficoltà, in di chi la vive sulla propria pelle, la procreazione as- quella clinica c’erano anche le interpreti”. Allora ha sistita non è una cosa da poco, non è andare dal me- richiuso le valigie ed è tornata in Italia. Subito si è dico per un unghia che duole. Le donne che la hanno messa nelle mani di un altro centro fiorentino. Anche sperimentata sul proprio fisico, la raccontano con gli qui, un altro ciclo di Fivet a vuoto (“penso mi avesse occhi pieni di dolore, col ricordo vivo che taglia lo fatto allergia la stimolazione ormonale, avevo la panstomaco e rallenta le parole. Valentina ha 41 anni, cia bucata in ogni angolo”). Poi finalmente, la svolgli ultimi due li ha passati alla ricerca di quella ci- ta. Al quarto tentativo, ancora nello stesso centro, è cogna che non arriva, investendo energie e soldi. È rimasta incinta: “Ero al settimo cielo, dopo anni di vero, quella economica è la questione che le interessa massacro psicologico a causa degli ormoni presi che meno (“ne avrei spesi anche il doppio pur di avere un mi avevano mandato in tilt il cervello”. Ma siccome bimbo”), ma intanto ad oggi ha speso 14 mila euro. le cose non vanno sempre come devono andare, alAdesso è arrivata al quinto l’ottava settimana Valentina ciclo di Fivet (vedi pagina ha perso il bambino. MoUn’esperienza difficile, accanto): lo ha iniziato in appesantita da una legge dura, menti bui, quanto lo sa solo questi giorni. Per cinque lei. Ma questa signora è una che può portare anche volte, da giugno del 2006 donna dalla forza invidiabia un crollo psicologico ha percorso tutto l’iter, dalla le. E di nuovo ha scelto di stimolazione ormonale, al provarci, la risposta le arrimomento del prelievo degli ovociti (in gergo pick- verà in questi giorni: “Non mi arrendo, è vero che è up), a quello dell’impianto degli embrioni (transfer) un calvario, appesantito da questa legge che a me ha a quello in cui un test di gravidanza ti dice se questa fatto sprecare almeno 7 ovociti. Ma alle altre “fivetvolta è andata bene oppure no. “Il primo ciclo l’ho tare” dico: non mollate”. fatto in un centro, qui a Firenze: non mi sono trovata • Commenta questo articolo su bene, il personale era assolutamente privo di umaniwww.ilreporter.it

E

la teStiMonianza Due storie a lieto fine dopo una lunga lotta

“Non ci speravamo quasi più, stavamo per desistere”

S

ilvia e Andrea, invece, hanno un’altra storia. Passata attraverso 5 anni e mezzo di tentativi (tre inseminazioni intrauterine e tre Fivet) e appena conclusa con una culla. “E’ stato un processo molto stressante – racconta Andrea – ma alla fine siamo stati fortunati, all’ultimo tentativo, perché

za dura”. E poi c’è Carla, un’altra storia a lieto fine iniziata proprio quando la legge stava cambiando, nel 2004. “Il primo ciclo di Fivet lo feci allora – racconta – ma è fallito, come pure il secondo. Poi con mio marito abbiamo scelto di fermarci, in attesa del referendum abrogativo, nella speranza che cambiasse qualcosa”. Ma il referendum non porAbbiamo attraversato tò i risultati sperati (non un momento di grande si raggiunse il quorum, demoralizzazione ma siamo partecipò solo il 25.9 deriusciti ad avere la bambina gli aventi diritto): “Io e mio marito abbiamo ati medici consigliano di non supe- traversato un momento di grande rare i sei. Stavamo per desistere, demoralizzazione, eravamo sconon ci speravamo quasi più”. E raggiati, dopo due tentativi falliti invece è arrivato un bambino, e con l’arrivo della legge nuova quell’opera d’arte che ora babbo ci sentivamo più soli che mai”. Andrea si guarda in foto quando al Ma hanno scelto di non andare lavoro lo fanno arrabbiare. Anche all’estero e, una volta riprese le lui ha parole d’incoraggiamento forze (“è dura, il fattore emotivo per chi ancora è alle prese con la è fortissimo”), hanno fatto il terzo procreazione assistita: “La mia tentativo in un centro di Firenze. esperienza mi ha insegnato che “Siamo stati fortunati, perché alla non bisogna gettare la spugna fino fine siamo riusciti ad avere la noall’ultimo, anche se è un’esperien- stra bambina”. /G.R.


14

FOCUS

aprile 2008

IL Caso. Oltre 20 sale chiuse negli ultimi 15 anni. Dopo il centro storico, anche i quartieri sono a rischio

La lunga agonia dei cinema fiorentini Le saLe CHIUse

I vincoli di destinazione

Questi i cinema che hanno chiuso i battenti negli ultimi 15 anni in città: Aldebaran, Apollo, Ariston, Arlecchino, Astor, Astra, Astro, Capitol, Ciak, Corso, Edison, Eolo, Excelsior, Gambrinus, Goldoni, Ideale, Italia, Nazionale, Romito, Supercinema, Teatro della Compagnia e Vittoria. Al posto di alcuni nasceranno appartamenti o attività commerciali, ma molti sono ancora in attesa di essere venduti.

d’uso impediscono che siano trasformati in altro. Unica eccezione gli ex porno: dove c’erano Italia e Arlecchino nasceranno

sPettatorI IN CaLo

attività commerciali

Dal 1993 a oggi gli schermi in città sono quasi raddoppiati: da 22, infatti, sono passati ai 43 del 2007, grazie soprattutto ai multisala. Ma gli spettatori sono in calo: se nel 1993, a Firenze, erano stati 1.961.927, nel 2007 sono diventati 1.873.812, con una diminuzione di 88.115 persone. Un calo del 4,5%. I dati sono quelli dell’Agis (Associazione generale italiana spettacolo) e dell’Anec (Associazione nazionale esercenti cinema).

Matteo Francini

T

utto è cominciato nel 1993: più di uno all’anno costretto a chiudere, e non solo in centro. È stata una vera e propria “moria” quella che ha colpito i cinema fiorentini negli ultimi 15 anni. È lunga la lista delle sale che sono scomparse, ormai più di 20: dall’Ariston all’Excelsior, dall’Astra al Gambrinus, dall’Apollo al Ciak, ultimo in ordine di tempo. E questi solo per restare in centro, perché guardando al resto della città vanno aggiunti nomi “storici” come Vittoria, Ideale e Romito. Cinema che, quando chiudono, non solo lasciano un vuoto “culturale” ma in molti casi rimangono abbandonati, “buchi neri” in mezzo alla città, secondo le parole di Stefano Stefani, l’ultimo gestore del Ciak. Insomma, ex cinema che non possono diventare nulla di diverso da quello che erano, e rimangono preda del degrado e dell’abbandono in attesa di nuovi acquirenti. “Molte ex sale sono in attesa di essere vendute – spiega Dario Nardella, presidente della commissione cultura di Palazzo Vecchio – ma non si trovano acquirenti. Il vincolo di destinazione d’uso, infatti, impedisce che siano trasformate in altre attività commerciali”. Ma allora non sarebbe meglio liberarle dal vincolo? “Questo è il ricatto morale che fanno i proprietari per poterci costruire alberghi – risponde Nardella –. Se accettassimo chiuderebbero tutti i cinema di Firenze: sarebbe una speculazione a danno dell’offerta culturale della città”. Questa, dunque, è la situazione al

La ProPosta deL Pd Una proposta di legge per sostenere e finanziare il cinema di qualità, arginare il fenomeno della chiusura delle sale – soprattutto nei centri storici e nei piccoli paesi – e offrire alternative alle multisala. E’ quanto presentato dal consigliere del Pd Paolo Tognocchi in commissione cultura del Consiglio regionale. “Con questa proposta – spiega Tognocchi – vorrei che fosse possibile ampliare la scelta per i cittadini”. momento. “Una situazione grave – continua il presidente della commissione cultura –. In centro restano solo Odeon, Fulgor e Spazio Uno”. Così, sono sempre di più i cinema “fantasma”. Ma quale sarà il loro futuro? “L’Alfieri sarà trasformato in un centro polivalente culturale – risponde Nardella –. Il Comune, che ne è proprietario, ha investito 630mila euro in due anni e a breve partiranno i lavori. L’Odeon è ancora aperto, ma soffre molto la concorrenza e sta cercando di distinguersi con film in lingua originale. Il Gambrinus doveva essere acquistato dalla Regione, che ne avrebbe fatto, in un progetto

che coinvolgeva anche il Comune, una ‘Casa del cinema’, ma la trattativa si è bloccata quasi subito”. E ancora. “Anche il Nazionale e il Supercinema, in via dei Cimatori, sono in vendita, ma mancano gli acquirenti. Incerto è il futuro del Ciak, che era strategico per San Lorenzo, e il Niccolini che ha cambiato proprietà da poco ma ancora non si sa quale sarà il suo futuro. Comune e Regione non possono comprare tutti i cinema che chiudono: è necessaria una strategia di qualificazione delle sale e di differenziazione dell’offerta”. Così, gli unici che sembrano poter avere un futuro sono gli ex cinema

a luci rosse. “Sì, perché non hanno vincoli e nessuno si strappa le vesti se chiude un porno”, spiega Nardella. Dove sorgevano l’Italia e l’Arlecchino, infatti, nasceranno attività commerciali: per il resto, se le cose non cambieranno, il centro sembra destinato a restare costellato di “buchi neri”. “Ma il problema è più ampio – attacca Maurizio Paoli, presidente dell’Anec di Firenze –. A rischiare di sparire, se nascerà il multiplex di Novoli, sono anche i cinema di quartiere, a partire da Adriano, Flora e Manzoni. Per il centro, ormai, la situazione è compromessa: cerchiamo di salvare almeno i quartieri”.

MUTUO 100% FINO A 40 ANNI a rata costante in una unica OPERAZIONE... Compri casa la ristrutturi e ti crei liquidita'!! Compri casa saldi i debiti e ti crei liquidita!!

PRESTITI PERSONALI

A Italiani e Stranieri Saldo debiti fino a 30.000 EURO Cessioni del V° e deleghe LEASING, FACTORING

tel. 055 05.10.292 347 1074643 347 9425483 Via Firenzuola 5 r (zona le Cure)

854464

u.i.c 14258

861861

TRAINING DI FORMAZIONE PROFESSIONALE


NOVITà

15

aprile 2008

IL Progetto. Al via i lavori per realizzare il nuovo auditorium. Dove arte e musica si fondono

Nuovo Maggio: sarà la casa del teatro Alice d’Alfonso

S

aranno la musica, il teatro e lo spettacolo a fare da anello di congiunzione tra la città e il parco delle Cascine. Tutto grazie al progetto del Nuovo Teatro del Maggio Musicale Fiorentino realizzato dallo studio ABDR Architetti Associati. I progettisti Maria Laura Arlotti, Michele Beccu, Paolo Desideri e Filippo Raimondo assicurano che verrà inaugurato nel 2011, in occasione della celebrazione del 150 anniversario dell’Unità d’Italia. Una sorta di “cittadella dell’arte”, che sorgerà nei pressi dell’attuale Stazione Leopolda e sarà corredata di tre ampi spazi per il pubblico, una torre scenica alta ben 35 metri e in più giardini, aree verdi e terrazze. Pronta ad accogliere la lirica ma anche

la musica sinfonica e la prosa, avrà tre sale ideate per funzionare contemporaneamente. L’auditorium da 2000 posti, organizzati tra platea e 2 piani di gallerie, sarà arricchito da un innovativo sistema per le scenografie ideato da Pier Luigi Pizzi che consentirà di gestire 3 allestimenti contemporaneamente e ottenere un cambio di scena rapidissimo. La seconda sarà una sala più piccola, modulabile: con 1000 posti in estensione massima potrà anche essere usata come “ridotto” da 500. Anche all’esterno ci saranno svariate sorprese: in corrispondenza dell’auditorium troverà posto la “cavea”, un’ulteriore sala all’aperto in grado di far posto a 2600 spettatori, dove potranno essere organizzate anche proiezioni di video, grazie allo schermo

La Scheda Le sale Per la lirica verrà realizzata un auditorium da 2000 posti divisi tra platea e due ordini di gallerie. La seconda sala sarà più versatile: con un massimo di 1000 posti, potrà anche essere usata come “ridotto” da 500 e sarà arricchito da un innovativo sistema che consentirà di gestire 3 allestimenti contemporaneamente. All’esterno un ulteriore spazio: una “cavea” da 2600 spettatori per le proiezioni. Italia. I tempi I lavori dovrebbero iniziare a settembre del 2008 (una volta liberata l’area dalle officine delle Ferrovie). I progettisti Maria Laura Arlotti, Michele Beccu, Paolo Desideri e Filippo Raimondo dello studio Abdr, vincitori del concorso, assicurano che verranno conclusi nell’aprile del 2010 pochi mesi prima dell’inizio delle celebrazioni del 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia, che si terranno nel 2011.

I costi La spesa complessiva raggiungerà un totale di 105 milioni di euro, suddivisi tra 22,5 milioni finanziati dal Ministero per i Beni Culturali, 40 milioni della Regione Toscana, e i restanti 42,5 del Comune di Firenze. Parte delle risorse sono già disponibili, quelle mancanti saranno reperite grazie alla valorizzazione del teatro Comunale di Corso I servizi Un parcheggio da 700 posti auto sarà realizzato oltre il ponte sul Fosso Macinante riservato al pubblico del teatro. Per gli spettatori del parco della musica invece, 1000 posti divisi tra i 400 dell’area dell’Ex Leopolda e quello i 600 del parcheggio di piazza Vittorio Veneto di prossima realizzazione. Il nuovo teatro potrà inoltre contare sulla fermata della linea 1 della tramvia e sul traffico ferroviario metropolitano garantito dalle linee della stazione Leopolda che a breve verranno riattivate.

Il progetto del nuovo teatro

posto sulla torre scenica. Nel prospetto è previsto, sopra la sala più piccola, un giardino di pietra, ovvero una specie di piazza con zone a verde e fontane. Non mancheranno poi un grande foyer e nemmeno un bar, un ristorante e una sala da tè. La struttura sarà in parte sotterranea e sovrastata da un piano inclinato tutto adibito a terrazza, interamente calpestabile e sempre aperto alla città. È proprio questa la volontà che è ha guidato l’intero disegno: creare una zona di comunicazione tra la città costruita e il parco delle Cascine, un modo per concretizzare un rapporto di continuità tra queste due anime di Firenze. Per questa ragione sono stati ideati una serie di spazi pubblici e piazze pedonali sempre percorribili su più livelli e l’emblema di questo legame sarà il

nuovo ponte sul Fosso Macinante. Tutti i materiali saranno provenienti dal territorio toscano - molta pietra serena ma anche cotto e pietra forte - utilizzati in più modi grazie a tecniche di posa differenti. Di particolare rilievo il rivestimento pensato per la torre scenica: saranno impiegati listelli di cotto grigio collocati a una distanza di 80 centimetri dal corpo dell’edificio per trasmettere una sensazione di leggerezza, che sarà ancora più accentuata grazie ad un particolare sistema di illuminazione. I tempi di realizzazione prevedono un inizio dei lavori verso settembre 2008, quando l’area interessata sarà sgomberata dalle Officine grandi riparazioni delle ferrovie (che verranno trasferite all’Osmannoro), per terminare entro aprile del 2010.

CONTINUANO I NUOVI ARRIVI DELLA COLLEZIONE 2008 160x57 h81cm

SOFA’ EILEEN GRAY

Struttura in tubo d’acciaio cromato. Cuscino imbottito. Poggiatesta in piuma. Rivestimento in pelle o cavallino

a partire da

1.100 PAGABILI RATEALMENTE in 36 rate da Euro

39,85

4.450

240x70 h87cm

3.480

PAGABILI RATEALMENTE in 48 rate da Euro

APRILE DOLCE DORMIRE!

DIVANO TRE POSTI TENERE’ 230x90x70

Divano con struttura in legno rivestito di poliuretano. Cuscini in piuma. Cassonetti laterali laccati neri e staccabili. Rivestimento in pelle o tessuto

93,45

Schienale reclinabile Seduta estendibile Disponibile in vari tessuti e colori anche in pelle

a partire da

2.910

PAGABILI RATEALMENTE in 48 rate da Euro

-100 SU I NOSTRI ARTICOLI

I DIVANO LETTO...alcuni esempi: DIVANO PRONTO LETTO PERLA DIVANO PRONTO LETTO SIRIA DIVANO LETTO AURORA con materasso in politerano + porta cuscini

tessuto a scelta vari colori

senza sconto

2 posti

1.050

pagabili in 36 rate da  38,20

3 posti

1.150

pagabili in 36 rate da  41,50

MAXI

1.300

pagabili in 36 rate da  46,50

PAGAMENTI RATEALI FINO A 36 MESI

2 posti

1.100

pagabili in 36 rate da  39,85

3 posti

1.200

pagabili in 36 rate da  43,20

MAXI

1.400

pagabili in 36 rate da  49,80

2.450

3 POSTI CON CHAISE LONG + CONTENITORE + PORTA CUSCINI TESSUTO A SCELTA VARI COLORI

1.928

1.390 Anche in 48 rate da

 38,90

DISPONIBILE ANCHE A 2 POSTI O MAXI

66,55

TRASPORTO + MONTAGGIO INCLUSO SU TUTTI I PRODOTTI DA OGGI SOPRALLUOGHI IN LOCO GRATUITI DA PARTE DEI NOSTRI ARREDATORI PER GARANTIRTI UN SERVIZIO COMPLETO.

I SALDI SONO FINITI MA NOI VOGLIAMO PREMIARVI UGUALMENTE.

Per tutti i nostri clienti che aquistino un qualsiasi nostro prodotto... IN OMAGGIO LA PRESTIGIOSA MEDAGLIA DEL GIGLIO DI FIRENZE STILIZZATO IN VERO ORO E ARGENTO.

CI TROVI NEGLI SHOW ROOM

IN VIA PISANA, 128 - SCANDICCI Tel. 055 7356884

E VIA DELLE NAZIONI UNITE, 15 CASELLINA - SCANDICCI DA OGGI APERTI L’ULTIMA DOMENICA DI OGNI MESE!!!

898360

CHAISELONG - LE CORBUSIER


COSA NE PENSI DEI PAGAMENTI A RATE? Sono utili per comprare buoni prodotti Possono servire, anche se il prezzo finale dell’acquisto aumenta troppo Sono pericolosi, perché c’è il rischio di indebitarsi senza rendersene conto

PARTECIPA AL SONDAGGIO SUL SITO www.ilreporter.it OPPURE INVIACI UNA MAIL A dicolamia@ilreporter.it O TELEFONA AL NUMERO 840.70.74.74

i risultati saranno pubblicati sul prossimo numero

i RiSuLTaTi deL SOndaGGiO di MaRzO

La Legge 194 cHe regoLaMenta L’aborto deVe essere canceLLata? 59,9% si. La Vita Va difesa fin daL concePiMento 26,9% no, basterebbe aPPLicarLa correttaMente

LA LEGGE 194 CHE REGOLAMENTA L’ABORTO DEVE ESSERE CANCELLATA?

13,2% no, La 194 non si tocca

Il sondaggio è stato effettuato tramite il sito internet www.ilreporter.it, una linea telefonica dedicata e l’indirizzo e-mail dicolamia@ilreporter.it. Totale votanti 886 – Risposte: Si. La vita va difesa fin dal concepimento: 531 (59,9%) - No, basterebbe applicarla correttamente: 238 ( 26,9%) – No, la 194 non si tocca: 117 (13,2%). Sondaggio tramite www.ilreporter.it: totale votanti 653 - Si. La vita va difesa fin dal concepimento: 405 – No, basterebbe applicarla correttamente: 167 - No, la 194 non si tocca: 81. Sondaggio tramite linea telefonica dedicata: totale votanti 231 - Si. La vita va difesa fin dal concepimento: 124 - No, basterebbe applicarla correttamente: 71 - No, la 194 non si tocca: 36. Sondaggio tramite dicolamia@ilreporter.it: totale votanti 2 - Si. La vita va difesa fin dal concepimento: 2 - No, basterebbe applicarla correttamente: 0 - No, la 194 non si tocca: 0. AVVERTENZA: I “sondaggi on line” non sono sondaggi rappresentativi ai sensi delle direttive dell’Autorità garante delle comunicazioni: essi non hanno valore statistico. I risultati che forniscono non hanno, cioè, la pretesa di rappresentare l’opinione di gruppi di persone. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente, che hanno l’unico scopo di permettere agli utenti che lo desiderano di esprimere la propria personale opinione.


COnSuMi

aprile 2008

17

noVoLi. Due giorni a settimana, 4 ore al giorno. Per comprare frutta e verdura a prezzi più bassi

ampliato l’orario al mercato delle occasioni Più tempo per un progetto che continua a riscuotere consensi tra i fiorentini. l’iniziativa, varata nella primavera del 2006, è nata da una partnership tra Mercafir, grossisti e amministrazione comunale Caterina Gentileschi

I

l mercato si fa in due. Per mesi. Dalla riapertura dopo la soddisfare le esigenze pausa estiva, ovvero dalla terdi chiunque voglia ap- za settimana di settembre, ad profittarne. Mercafir, il oggi sono stati emessi oltre mercato delle opportunità al 13.100 scontrini per un totapolo ortofrutticolo di Novoli, le che supera i 97.900 colli di raddoppia il tempo di aper- merce con un costo medio di è tura. I giorni rimangono gli di circa 4 euro a collo. Quinstessi, quelli a cui si sono abi- di, anche per venire incontro tuati le centinaia di acquirenti, ai clienti, abbiamo deciso di l’orario non è più dalle 14:30 ampliare l’orario di apertura”. alle 16:30, ma è stato dilatato Un’idea che ha riscosso moldi ben due ore concordando to successo tra i cittadini, che l’apertura dalle 14 alle 18. La hanno cominciato fin da subito novità è stata approvata dal ad affollare i locali del granConsiglio comunale dopo esse- de mercato. L’iniziativa, varare stata proposta dall’assessore ta nella primavera 2006, è il alle politiche sociosanitarie del frutto della collaborazione tra Comune di Firenze e appoggia- l’Amministrazione comunale, ta dal presidente di Mercafir, la Mercafir (la società che geValdemauro Nutini. “Questa stisce il polo alimentare di Noiniziativa continua a riscuotere voli) e i grossisti. In concreto si il gradimento dei cittadini - ha tratta delle vendita di prodotcommentato Nutini - come di- ti di seconda categoria ma di mostrano127x180_B_reporter.pdf i numeri degli ultimi qualità22:03:52 controllata e certificata 29-03-2008

C

M

Y

CM

MY

CY

CMY

K

che per la logica di mercato attuale basata più sull’immagine che sulla sostanza considera di minor valore soltanto perché sono più piccoli, oppure una forma non regolare, di colore non omogeneo e via dicendo. Si tratta quindi di frutta e verdura con le stesse caratteristiche organolettiche, della medesima qualità, spesso anche

più saporite rispetto a quelle definite di prima categoria, che però sovente finiscono per essere gettate. Il mercato non si riposa nemmeno nei giorni di festa. “Quando uno dei due giorni di apertura - ha ricordato Nutini – è festivo, l’apertura viene anticipata alla data immediatamente precedente”. Tra i prodotti più venduti dell’ulti-

mo periodo, supera tutti l’arancia, seguita a ruota dalle insalate, dai carciofi, dai finocchi e dai cavoli. La vendita, avviene per colli - ovvero confezioni di grosse dimensioni, sacchetti o cassette – e si svolge all’interno del mercato ortofrutticolo di Novoli al quale si accede da via dell’Olmatello. L’ingresso e il parcheggio sono gratuiti.


18

SOCIETà

aprile 2008

TRADIZIONI E TENDENZE. I dati della Cna fotografano una realtà che cambia velocemente, forse per sempre

Barbieri, addio alle botteghe Ora dilagano i saloni unisex Federica Sanna

S

pariscono i barbieri e per cento dei locali. I saloni di con loro se ne va un parrucchieri costituiscono il 10 pezzo di Firenze. Sco- per centro del settore. Le bottelorisce nel tempo la ghe, insomma i barbieri storici, storia raccontata dagli artigia- si scontrano con una società ni, quella delle piccole botte- sempre più frenetica, obbligata ghe dove i ragazzi andavano a a misurare il tempo ed a raziofare gli apprendisti, i nonni si nalizzarlo, e sopravvivono solo incontravano per discutere di nei piccoli paesi dove sono sempolitica e i signorotti per farsi pre più crescenti gli anziani. E’ la barba. Oggi quel mondo si questa la fotografia sul settore è trasformato in grandi negozi scattata dalla Cna di Firenze. con firme di noti stilisti per ca- La cultura del taglio di capelpelli che campeggiano sopra le li si è modificata: aumentano i vetrine oscuparrucchie A pesare anche rate. Non ri unisex, esistono più una tipo di problemi pratici, i ragazzi che offerta che come le regole igieniche consente di imparano il mestiere, guadagnarsi e lo smaltimento rifiuti ma scuole più fette del per professionisti che magari mercato. Questi negozi spesso trasformeranno qualche gio- sono grandi centri che fornivane nel Coppola o nel Pino scono più servizi. “I barbieri Capasso del domani. I barbieri – ha spiegato Tiziana Trillo, sono inseriti nella categoria del coordinatrice parrucchieri e benessere che a Firenze vede acconciatori della Cna del caimpiegate circa 4.900 persone, poluogo toscano – hanno alle con un leggero aumento di oc- spalle una lunga storia, le botcupati negli ultimi anni e una teghe si tramandano di genediminuzione di poco più del 2 razione in generazione. Sono

piccoli fondi di 30 metri quadri, spesso non ristrutturati o non a norma. Il periodo che viviamo sarà forse il tramonto di questo mestiere, cessate le

PUBBLICA ASSISTENZA HUMANITAS SCANDICCI V. Bessi, 2- Centralino 055 73631 - Fax 0557363415 www.humanitas-scandicci.it - info@humanitas-scandicci.it

SERVIZIO ONORANZE FUNEBRI ☎ 055 25 56 67 Servizio 24 ore su 24 ATTIVE DAL 1976 le Onoranze Funebri dell’Humanitas offrono alle famiglie un servizio personalizzato e completo, volto a fornire una costante assistenza 24 ore su 24.

I SERVIZI MESSI A DISPOSIZIONE SONO:

• • • • • • • •

Servizi funebri sia in Italia che all’estero. Cremazioni. Fornitura di fiori. Pubblicazione di necrologie. Allestimento, posa in opera e manutenzione di Tombe, Loculi e Ossari. Manutenzione Cappelle e Sepolcreti (ricambio fiori, sassolini, acqua...) Contratti lampade votive (Servizio gratuito) Possibilità di lasciare disposizioni per le proprie esequie concordando un funerale “in vita”

SCONTI PER I SOCI DELLA PUBBLICA ASSITENZA HUMANITAS SCANDICCI E PER GLI ENTI CONVENZIONATI 872577

attività ci sarà anche difficoltà a ricollocare le strutture”. Nell’era della globalizzazione, del tutto e subito, della cultura dell’immagine e della carriera,

non c’è più spazio per sedersi, fare magari due chiacchiere mentre il barbiere di fiducia sfoltisce la barba e magari dà due sforbiciate ai capelli. Non sono molti coloro che possono fermarsi più del tempo strettamente necessario, e altri magari non hanno voglia di farlo. “Ci sono anche dei notevoli problemi di igiene e smaltimento dei rifiuti – ha proseguito Trillo –. Ad esempio quelli di ricambio delle lamette che secondo le disposizioni vanno cambiate ad ogni cliente, con una dispersione ingente di denaro”. I clienti dei barbieri sono, oltre alla classica gente del quartiere, anche qualche professionista di passaggio, comunque persone di età media. Gli anziani vanno più spesso e scelgono di farsi anche la barba, i giovani più raramente. “E poi – ha concluso la coordinatrice della Cna – a fare un offerta così di nicchia non si guadagna molto. Si deve puntare ad alzare un po’ i prezzi, selezionando di conseguenza la clientela”.

L’interviSta Fabio Cecchini, barbiere da 40 anni

“Manca il ricambio generazionale” U n‘insegna luminosa azzurra molto anni ’80, la porta a vetri, e dentro una stanza che ricorda un ufficio: la scrivania, il divano e le poltrone in pelle girevoli. Trentanove anni trascorsi tra il profumo di shampoo e il tintinnio delle forbici: è stata questa la vita di Fabio Cecchini. “Artigiano” è la definizione che il barbiere dà di se stesso. Che problemi incontra a svolgere questa attività? “Troppi permessi, adempimenti burocratici e fiscali. La gente chiede sempre di più e quello che vuole spesso si può trovare solo nei centri benessere. Per noi questo vuol dire la necessità anche di una licenza da estetista. Per non parlare poi degli affitti dei fondi, a Firenze sono diventati davvero troppo alti”. Come è cambiato questo mestiere? “Da qualche hanno è stata unificata la licenza, adesso con la concessione da parrucchiere si può fare i capelli sia agli uomini che alle donne, anche se poi è la clientela a fare una selezione.

Oggi comunque è più facile che si scelga di fare il parrucchiere da donna: il gentil sesso, infatti, difficilmente decide di farsi acconciare da un barbiere, mentre è frequente l’inverso”. I negozi di barbieri stanno soffrendo, il mercato è in crisi. Perché secondo lei? “Si chiude perché non c’è più ricambio. I giovani non sono interessati ad imparare questo mestiere. Questo tipo di attività si apprende da ragazzi in bottega, ma oggi la gente studia e non vuole più fare questi lavori manuali. Chi viene qui lo fa per trovare un impiego di ripiego che gli dia il tempo di finire gli studi. In aggiunta a questo, poi, ci sono i parrucchieri unisex che vanno molto di moda e schiacciano le nostre piccole botteghe” Ha guadagnato meno in questi ultimi anni? “Non c’è stato un calo sostanziale del fatturato, ma le frequenze sono diminuite. Gli introiti sono rimasti stabili anche perché molte attività sono state chiuse”. /S.P.


917578


20

POLiTiCa

aprile 2008

eLeZioni/1. La coalizione che vinse nel 2006 si è dissolta: democratici da una parte, sinistra dall’altra

Sfida inedita nel centrosinistra Vannino cHiti • caPoLista toscano aL senato Per i deMocratici

Nencini capolista del PS Con Di Pietro c’è Pardi

V

era una volta l’Unione, l’alleanza che andava dal democristiano Clemente Mastella al comunista Franco Turigliatto. Due anni dopo la vittoria di Romano Prodi la coalizione è implosa e adesso, alle elezioni del 13-14 aprile, quella che fu l’Unione si presenta in ordine sparso. In più di un caso in competizione, vecchi alleati contro vecchi alleati, ex compagni di partito contro ex compagni di partito. L’Italia dei Valori ha scelto di sostenere Walter Veltroni e di allearsi con il Partito democratico, con cui dopo le elezioni costituirà un unico gruppo alla Camera e al Senato. In Toscana l’Idv presenta Antonio Di Pietro come capolista alla Camera e il professore fiorentino Francesco “Pancho” Pardi al Senato. Nessun accordo invece tra il Pd e il Partito socialista, che ha rifiutato l’offerta di inserire propri candidati nelle liste democratiche rinunciando al simbolo. Alla Camera i socialisti candidano il presidente del consiglio regionale Riccardo Nencini, il deputato uscente Valdo Spini e il presidente del gruppo consiliare in Regione Pieraldo Ciucchi. Capolista al Senato è invece Mariella Magi Dionisi, vedova dell’agente di polizia ucciso nel 1978 dal gruppo terroristico Prima Linea. A sinistra di questi partiti, e anche della Sinistra arcobaleno, si collocano Sinistra critica e il Partito comunista dei lavoratori, entrambi nati dall’iniziativa di alcuni dissidenti di Rifondazione. Sinistra critica candida come capilista Flavia D’Angeli alla Camera e Franco Turigliatto al Senato, mentre il Pcdl schiera Barbara Barzottelli e il leader Marco Ferrando. Un “ribelle” dei Comunisti italiani, il senatore Fernando Rossi, capeggerà invece la lista civica “Per il bene comune” che in Toscana vede candidati alcuni attivisti anti-inceneritore. Infine, ai nastri di partenza si presenta anche l’Unione democratica per i consumatori di Willer Bordon, fuoriuscito dal gruppo Ulivo/Pd del Senato.

Il Pd in corsa solitaria, con un occhio al 2009 annino Chiti è il capolista del Partito democratico nella corsa per il Senato. Dietro a lui la parlamentare uscente Vittoria Franco, l’ex prefetto di Firenze Achille Serra e, tra gli altri, il sottosegretario ai Beni culturali Andrea Marcucci e l’ex magistrato Silvia Della Monica. Per la Camera è capolista Dario Franceschini, seguono il senatore Michele Ventura e il ministro Rosy Bindi. “Abbiamo il 40 per cento di donne in lista e il 30 per cento ha buone di chance di essere eletto – dice Chiti –. Anche in Toscana abbiamo dato un profondo segno di cambiamento. Oltre alle donne ci sono diversi giovani, tutte persone legate al territorio”. Se saranno eletti, cosa si impegnano a fare per la città i candidati fiorentini del Pd? “Vorrei ricordare che anche negli ultimi due anni, pur difficili, il governo Vannino Chiti Prodi ha fatto due scelte importanti per Firenze: la decisione di insediarvi la Scuola superiore magistrati e di costruire il nuovo auditorium legato al Maggio musicale”, spiega l’ex presidente della Regione. E la tramvia? I candidati del Popolo delle libertà hanno annunciato che, in caso di vittoria, si impegneranno a fondo per arrivare ad una moratoria

sulle linee 2 e 3… “Sono posizioni irresponsabili, non rispettose della volontà del Comune e dei fiorentini. Nel Pdl c’è una grande confusione: da una parte strepitano in favore del federalismo, dall’altra vogliono fermare la tramvia – attacca Chiti –. Ma in realtà non sanno nemmeno cosa dicono. Il governo centrale non c’entra più niente, i finanziamenti sono già stati decisi e le modalità e i tempi di realizzazione sono decisioni che spettano a Firenze”. In Toscana i toni della campagna elettorale non si sono accesi soltanto tra Pd e Pdl, ma anche con la Sinistra l’Arcobaleno, soprattutto dopo che Graziano Cioni ha lanciato la proposta di una corsa solitaria dei democratici anche alle elezioni amministrative. “Così come è successo a livello nazionale – dice Chiti – anche nella dimensione locale i programmi devono essere centrali per la definizione delle alleanze. Se esiste una forte condivisione sulle cose da fare, bene. Ma se non c’è accordo su punti importanti come il termovalorizzatore e le infrastrutture, allora non se ne farà di niente. Noi vogliamo intese vere e forti, senza alcuna ambiguità”. /P.C.

Marisa niccHi • candidata aLLa caMera Per La sinistra L’arcobaLeno

“Serve una nuova stagione di diritti civili” L a necessità di costruire una sinistra forte e quella di rappresentare il mondo del lavoro, anche candidando lavoratori di aziende fiorentine come l’Electrolux alle prese con vertenze sindacali. Per Marisa Nicchi, candidata alla Camera per la Sinistra l’Arcobaleno, sono questi i punti qualificanti del progetto politico messo in moto da Rifondazione comunista, Verdi, Sinistra democratica e Comunisti italiani. “E’ necessario anche aprire una nuova stagione dei diritti civili, con una nuova legge sulle coppie di fatto e la modifica della legislazione sulla procreazione assistita. Senza dimenticare la difesa della legge sull’aborto”, spiega Nicchi, terzo posto in lista dietro il segretario del Prc Franco Giordano e il deputato uscente del Pdci Severino Galante. “Poi c’è una questione politico-culturale – aggiunge – e cioè che l’Italia non può essere ridotta al bipartitismo, come vorrebbero Veltroni e Berlusconi”. In Toscana non sembrano esserci di questi problemi, perché i partiti della sinistra hanno sempre

LA TUA CASA IN SARDEGNA

SANTA TERESA DI GALLURA

ottenuto buoni risultati. “Qui siamo forti – dice Nicchi – ma anche il Pd toscano è un partito che gioca al centro e quindi c’è la necessità di dare una rappresentanza forte alla sinistra. Basta guardare a cosa è successo con l’ordinanza sui lavavetri, un provvedimento che dimostra come l’amministrazione fioren- Marisa Nicchi tina non si ponga in modo chiaro nella lotta all’emarginazione e alla povertà”. A Firenze l’anno prossimo si vota per eleggere il nuovo sindaco e il consiglio comunale. Si va verso una rottura? “E’ /P.C. troppo presto per parlarne”, conclude Nicchi.

911462

SARDEGNA, vivere un sogno ora è possibile. Splendidi appartamenti di nuova realizzazione all’interno di un residence che offre in un contesto unico la possibilità di abitare tra natura e comfort. Bilocale, trilocale o 4 vani a 700 mt di distanza dal mare, con rifiniture di classe, disponibili con giardino o grande terrazza.

A partire da EURO 170.000. Possibilità di mutuo o finanziamento.

Gianni Pompei

consulente immobiliare

Tel.

055 2398348 Cell. 348 6522474

857912

C’


POLiTiCa

21

aprile 2008

eLeZioni/2. I partiti di centrodestra dopo l’implosione della Cdl: il 13 e 14 aprile uno scenario nuovo

Il Pdl e l’Udc, ex alleati contro MassiMo Parisi • candidato aLLa caMera Per iL PoPoLo deLLe Libertà

Tanto “movimento” a destra del Pdl

I

l Popolo delle libertà vuole essere “il partito del centrodestra”, ma al centro e soprattutto alla sua destra c’è un gran movimento. Il Pdl avrà come alleati al sud il Movimento per le autonomie e nell’Italia centro-settentrionale la Lega Nord, che in Toscana presenta come capilista Umberto Bossi alla Camera e Roberto Castelli al Senato. Ma fuori da questa mini-coalizione ci sono altri partiti che pure si collocano nell’arco politico del centrodestra. Oltre all’Udc, che non ha accettato la proposta di Berlusconi di entrare nel Pdl, ci sarà la Democrazia cristiana che però si presenterà solo al Senato. L’Associazione per la difesa della vita, una lista collegata a “Aborto? No grazie” di Giuliano Ferrara, sarà presente invece solo nella competizione per la Camera: capolista Lorenzo Schoepflin, con Ferrara al decimo posto. La stessa scelta – corsa solo per la Camera – l’ha fatta il Partito liberale. Ma sarà soprattutto lo schieramento a destra del Pdl ad essere “presidiato” da forze con un certo radicamento anche nella rossa Toscana. Come la Destra-Fiamma tricolore, il nuovo partito fondato da Francesco Storace dopo la rottura con Alleanza nazionale, che schiererà tutti i suoi esponenti di spicco nei primi posti delle liste. La candidata premier Daniela Santanché guiderà la lista per la Camera insieme a Teodoro Buontempo, mentre per il Senato è sceso in campo (in tutta Italia) proprio Storace. Forza nuova, il movimento di estrema destra guidato da Roberto Fiore, ha invece scelto di presentarsi solo alla Camera candidando il suo militante più noto in Toscana: Alessandro Balduini, assessore all’Ambiente, alla Sicurezza sociale e al Welfare al Comune di Altopascio, in provincia di Lucca. Balduini è l’unico esponente di Forza nuova ad avere un incarico amministrativo in Toscana e forse in Italia.

Il Pdl si prepara alla “battaglia di Firenze” l Popolo delle libertà si presenta davanti agli elettori fiorentini con una promessa: una legge ad hoc per Firenze, per la valorizzazione del suo patrimonio artistico e per le infrastrutture di cui la città ha bisogno. “Firenze soffre di scarsissima considerazione in Toscana e in Italia, per questo riteniamo che ci sia bisogno di un provvedimento speciale, pensato su misura della città”, spiega Massimo Parisi, candidato alla Camera per il Pdl e braccio destro del coordinatore regionale di Forza Italia, Denis Verdini. “Per rendersi conto di quanto è poco considerata Firenze, basta andare a riguardarsi le ultime due Finanziarie: la città ha avuto poco o niente”. L’altra promessa del Pdl è una moratoria sulle linee 2 e 3 della tramvia, una proposta che il Par- Massimo Parisi tito democratico contesta duramente giudicandola “irresponsabile”. “In politica la responsabilità si esercita nei confronti dei cittadini – risponde Parisi – e i fiorentini, con il referendum del 17 febbraio, hanno criticato aspramente il modo di procedere ‘senza se e senza ma’ dell’amministrazione comunale. La moratoria è stata già

richiesta di fatto dai nostri concittadini”. Ma cosa comporterebbe questa “moratoria”, il blocco dei progetti della linea 2 e 3? “Non ci sarà nulla di automatico, anche perché per quelle due linee c’è un project financing. Quello che chiediamo è una riflessione approfondita e un confronto vero, partecipato, con i cittadini”. Al di là della questione tramvia, il Popolo delle libertà considera le elezioni politiche anche come una tappa verso le Amministrative del 2009. “Le nostre liste per la Camera e il Senato sono qualitativamente competitive – spiega Parisi –. Ci sono conferme importanti come quelle di Paolo Bonaiuti, Denis Verdini e Riccardo Migliori, ma anche elementi di novità come la candidatura del consigliere comunale Gabriele Toccafondi. E’ una lista che serve anche ad attrezzarsi in vista della battaglia su Firenze”. I nomi, insomma, non sono stati scelti casualmente. Il Pdl ha voluto puntare molto su Firenze perché, conclude Parisi, “le elezioni comunali del prossimo anno possono riservare molte sorprese e noi ci stiamo preparando per bene”. /P.C.

gianni conti • segretario fiorentino, Presenta Le Liste scudocrociate

Udc, una “squadra operaia” senza Razzanelli U n big come Pier Ferdinando Casini e Francesco D’Onofrio, più l’anima fiorentina del partito rappresentata da Francesco Bosi e la novità Lorenzo Conti, figlio dell’ex sindaco di Firenze ucciso dalle Br. In Toscana l’Udc affronta la difficile partita elettorale del 13 aprile schierando i “pesi massimi” nazionali e locali. Tutti eccetto uno: Mario Razzanelli, il promotore del referendum contro la tramvia. “E’ un peccato. Sarei stato più contento se avessimo messo lui come capolista al Senato, perché è uno che sa raccogliere il consenso”, dice il segretario fiorentino dell’Udc, Gianni Conti. A Razzanelli era stato offerto il secondo o terzo posto nella lista del Senato, una posizione tutt’altro che facile per passare, ma il paladino anti-tramvia ha rifiutato l’offerta. “Peccato – ripete Conti -. Mario poteva garantirci qualcosa in più in termini di voti. Comunque le nostre liste sono equilibrate. Ci sono professionisti, molte donne e molti giovani: la società fiorentina e toscana è ab-

bastanza rappresentata. Non ci sono veline né uomini d’immagine. Se fosse una squadra di calcio, direi che è una squadra operaia”. Il segretario dell’Udc non si nasconde le difficoltà che il suo partito è destinato ad incontrare, soprattutto al Senato, ma nutre la speranza di intercettare i voti degli elet- Gianni Conti tori cattolici diffidenti verso il Pd. “Penso che prenderemo un po’ di voti dagli elettori della vecchia sinistra democristiana. Li vedo molto a disagio, da quando Veltroni ha aperto le porte ai /P.C. radicali”.

854461

I

AGENZIA IMMOBILIARE

Ruolo Agenti Immobiliari n° 3401

Dalmazia

di Tafani Ornella

(ATTIVITA’ QUARANTENNALE)

FONDUE FROMAGE, a centro tavola, pentolino di ghisa smaltato contenente la fusione di più formaggi che possono essere dai più delicati e dolci come Gruviere, Appenzeller ed Emmenthal ai più saporiti come il Vacherin o con tartufi o funghi. Le nostre Fromage si gustano con cubetti di baguette di giornata e tostati, fettine di mele pere, patate novelle al vapore e crudité tagliate a julienne. Il tutto molto sfizioso. APERTI tutti i giorni dalle ore 20:00 chiusi lunedì

BOURGUIGNONNE a Centro Tavola, pentolino di rame contenente olio caldo, nel quale andiamo a scottare con forchettina a due punti cubetti di filetto di manzo francese magrissimo. Scottatura veloce, per poi insaporire la carne con salse di nostra produzione e stuzzichi.

Aperti il 24 Dicembre e il 31 Dicembre con menù alla carta prenota subito

CASTELLO Interno Terratetto di 60 mq. Caratteristico su tre livelli Soggiorno/ Angolo cottura camera matrimoniale Mansarda Ottimo Stato Richiesta: Euro 215.000 trattabili SAN JACOPINO (Via delle Carra) In Piccolo Condominio posizione Tranquilla 4 Vani ampi Termosingolo Libero Subito Richiesta: Euro 260.000 V.LE MORGANI (Ex Galileo) 4 Vani ampi 100 mq circa Signorile con Doppi Servizi Divisione Giorno/Notte Ampi Balconi con Garage Termosingolo FORLANINI pressi Area Fiat In Strada tranquilla Vani 3,5 2 Camere matrimoniali Cucinotto Soggiorno Ripostiglio 2 Balconi Cantina di 16mq Richiesta: Euro 240.000 trattabili

917660

QUINTO BASSO Vani 3,5 Ottimo stato Divisione Giorno/Notte Cucinotto/Soggiorno 2 Camere Bagno Ripostiglio Giardino privato con Annesso in legno Super Accessoriato AFFITTO CASTELLO Appartamento caratteristico Senza Condominio Piano Primo Angolo Cottura/Soggiorno Ampia Camera Matrimoniale Stanza in Mansarda Arredato Canone Mensile: Euro 800,00 solo referenziati CAREGGI Vendesi appartamenti nuova realizzazione Eleganti rifiniture 4-5 Vani doppi servizi

Via R. Giuliani, 2-4/r - 50141 FIRENZE Tel. e Fax 055 4360812


22

uniVeRSiTà

aprile 2008

IL FENOMENO. Sono sempre più gli studenti che ricorrono a questo sistema per pagare le tasse

Universitari, è caccia al prestito Il ministero delle Politiche giovanili e l’associazione delle banche hanno creato “Diamogli credito”, un progetto di finanziamento per chi ha buoni voti ma ha possibilità economiche limitate Giuditta Boeti

A

ddio vecchia paghetta, ora gli stu- media di almeno 24/30. Dunque, si tratta di denti meritevoli si mantengono uno strumento pensato per chi ha talento ma lida soli. Sono sempre di più, gli mitate possibilità economiche, un’opportunità universitari, fiorentini e non, che per il giovane che aspira all’autonomia e così ricorrono ad un prestito bancario per pagare le potrà ottenere un prestito utile per finanziare la tasse d’iscrizione, partecipare a un programma propria formazione. Si tratta del progetto “Diacomunitario Erasmus, iscriversi a un master mogli credito”, un’idea nata con il protocollo post-universitario, acquistare un pc portatile d’Intesa siglato fra il ministero delle Politiche con connettività wi-fi, pagare le spese legate giovanili e l’Abi, l’associazione delle banche. all’affitto della casa. Per ottenere un prestito Ad oggi sono molti gli istituti di credito che fino ad un massimo di 6mila euro non occorro- aderiscono al progetto. E così, rata dopo rata, no né le garanzie di mamma e papà, né even- lo studente che vuole rendersi autonomo e non tuali buste paga: basta presentare un certificato gravare più sulla famiglia, può concretamendi merito dell’Università ed esser residenti in te scrollarsi di dosso le vesti del mantenuto e Italia. E consideranrestituire poco alla do che la domanda volta il finanziamenBisogna aver conseguito da parte degli studento. «Ho chiesto un i 2/3 dei crediti ti è elevata, le banprestito per pagare dell’anno precedente, che non hanno perso le tasse di iscrizione con una media voto del 24 tempo, tappezzando – racconta Francesca, le facoltà di volantini studentessa alla facolche propongono soluzioni economiche per uni- tà di Scienze della Formazione – perché sono versitari meno facoltosi. Si possono chiedere andata fuori corso e ho perso la possibilità di prestiti anche di importo non elevato. «Prestito ricevere la borsa di studio da parte dell’Ardsu, personale – si legge in un annuncio affisso alla ma non voglio chiedere i soldi a casa, non è facoltà di lettere e filosofie – fino a 2mila euro giusto gravare ancora sulle finanze della mia senza certificazione di reddito, riservato esclu- famiglia». E come farai a restituire i soldi alla sivamente a studenti universitari». Il target di banca? «Ho iniziato a fare uno stage retribuito destinatari dunque è fissato tra i diciotto e i in una cooperativa – racconta la studentessa –. trentacinque anni e, se si raggiungono i criteri Utilizzerò lo stipendio per estinguere il debito di merito stabiliti dal ministero dell’Universi- che ho contratto con la banca. Ma sono più setà, il finanziamento è immediatamente eroga- rena così». bile. Per gli studenti che si iscrivono al primo Attenzione però ai tassi di interesse, che anno, il merito richiesto riguarda l’aver conse- oscillano con un Taeg dal 6 all’8 per cento, guito il diploma di maturità con un voto pari ad dipende dalla rata e dalla durata del finanalmeno l’80 per cento del punteggio massimo ziamento, che può essere di 24 o 36 mesi. previsto. Mentre gli universitari che devono L’entusiasmo di poter ricevere un finanziaiscriversi agli anni successivi al primo devono mento rischia di far perdere di vista i costi aver conseguito almeno i 2/3 dei crediti previ- del prestito, che così potrebbe trasformarsi sti per l’anno accademico precedente, con una in un boomerang per lo studente.

886320

La Scheda

ChI può ChIeDere Il prestIto?

Tutti gli studenti di età compresa fra i 18 e i 35 anni che abbiano la residenza italiana e i requisiti di merito richiesti: con quei soldi potranno pagare le tasse universitarie, partecipare all’Erasmus, pagarsi un master, comperare un computer o coprire parte delle spese di locazione.

QuAlI sono I reQuIsItI DI merIto?

Per gli studenti che si iscrivono al primo anno di università il merito richiesto riguarda l’aver conseguito il diploma di maturità con una votazione pari ad almeno l’80 per cento del punteggio massimo previsto. Mentre per gli universitari che devono iscriversi agli anni successivi al primo devono aver conseguito almeno i 2/3 dei crediti previsti per l’anno accademico precedente, con una media voto di almeno 24/30.


SPeCiaLe SaLuTe

23

aprile 2008

Contro le rughe tossina botulinica e acido ialuronico Lo dice lo specchio, lo dice l’anagrafe. Presto o tardi le rughe fanno la loro comparsa sul viso e finiscono per diventare la grande preoccupazione di tante donne. Ma la medicina estetica ha pronti i rimedi, efficaci e sicuri quando a praticarla sono mani esperte. Il dottor Antonino Tillieci è un chirurgo specializzato in medicina estetica, e collabora con l’Istituto Quisisana Medica. A lui il compito di spiegare quali sono le soluzioni per questi inestetismi: “Fino ad oggi il trattamento delle rughe muscolari è stato affrontato con il riempimento per mezzo di fillers come il collagene o l’acido ialuronico o con la chirurgia. Oggi , in Italia, è sempre più diffuso il trattamento con la Tossina Botulinica”. Come funziona? “Consiste in semplici mini iniezioni sottocute che inducono la paralisi selettiva dei muscoli mimici responsabili della ruga. L’effetto distensivo delle rughe appare dopo 7-10 giorni dalla seduta e dura per circa 5 mesi. Quando può essere utilizzato? “Le indicazioni in campo estetico- spiega il dottor Tillieci- sono la correzione delle rughe glabellari, di quelle perioculari (le famigerate zampe di gallina), di quelle orizzontali della fronte, e di quelle del collo e periorali. Ma la Tossina Botulinica è utile anche nel trattamento delle iperidrosi (eccessiva sudorazione) di mani e piedi”. Sulla sicurezza di questo tipo di trattamento, il dottor Tillieci garantisce: “L’utilizzo, se praticato da medici competenti è assolutamente

sicuro e non vi è nessun tipo di tossicità”. Al dottore abbiamo chiesto lumi anche sull’acido ialuronico, utilizzato per la correzione di rughe, solchi, piccole aree depresse e per l’aumento temporaneo di volume di labbra, zigomi e altre zone del viso. “L’acido ialuronico è uno dei dermal fillers più sicuri- spiega- e si utilizza iniettandolo nella zona interessata con un ago molto sottile”. Non è particolarmente doloroso, e nelle aree più sensibili, per attenuare il fastidio delle iniezioni, vengono utilizzati anestetici locali. Quanto tempo ci vuole per ottenere risultati? “Dipende molto dalla situazione di partenza- chiarisce- rughe molto marcate possono necessitare di due o tre sedute, per quelle più lievi basta anche mezza fiala”. E lo stesso vale per l’aumento del volume delle labbra: per chi le ha piccole e sottili può bastare mezza fiala di acido per ottenere risultati sul labbro superiore, mentre per un trattamento completo possono essere necessarie altre due o tre sedute. E i risultati quanto durano? “L’acido ialuronico, sostanza naturale, viene gradualmente riassorbito dall’organismo. La durata varia da persona a persona: in certi casi l’impianto è ancora evidente dopo otto mesi, in altri, dopo tre mesi è necessario fare dei ritocchi”. Per questo conta tanto anche la mano del medico: “L’esperienza, la manualità e il senso artistico dell’operatore sono fondamentali per la qualità dei risultati”.

Dott.Antonino Tillieci

info@istitutoquisisana.it

“uNa riaBilitaZioNe iNteNsiva atteNta aNche alla Fase post ricovero”

Nuove prospettive per la chirurgia protesica di aNca e giNocchio

La riabilitazione neurologica, specie a seguito di eventi come l’ictus cerebrale, rappresenta un passaggio fondamentale per tornare ad avere una vita quanto più possibile normale. La Casa di Cura Ulivella e Glicini, del gruppo Giomi, nella cui Unità riabilitativa vengono ricoverati, ogni anno, circa 500 pazienti affetti da patologie neurologiche, dedica una grande attenzione a questa problematica. Nella Unità di Riabilitazione Neurologica, di cui è responsabile il dott. Federico Mayer, accedono i pazienti dimessi dagli ospedali del territorio fiorentino nell’immediata fase post-acuta. “Il nostro servizio – spiega il dott. Mayer- è costituito da un Reparto, dotato di circa 40 posti di degenza dedicati alla riabilitazione intensiva di pazienti con esiti di ictus, di interventi neurochirurgici, con sequele di trauma cranico o affetti da altre malattie neurologiche croniche, e da un servizio di day hospital, aperto 5 giorni su 7, che permette di seguire i pazienti dopo la dimissione garantendo loro il proseguimento della riabilitazione”. Al suo interno opera una équipe multiprofessionale, formata da medici e terapisti della riabilitazione con esperienza riabilitativa sia motoria che cognitiva, infermieri e logopedisti. “I nostri interventi hanno come obiettivo principale il ripristino dell’autonomia del pazientespiega il dottor Meyer- e si basano sulla “ri-educazione” non solo dei disturbi motori, ma anche dei deficit della deglutizione, del linguaggio e di altre funzioni cognitive, che spesso sono compromessi in questa tipologia di malati”. Con metodi all’avanguardia: “Attualmente, sulla base delle più recenti ed aggiornate evidenze scientifiche, abbiamo pensato di robotizzare la riabilitazione dell’arto superiore dell’emiparetico”. Ma l’attenzione dello staff va anche ad un altro aspetto cruciale della riabilitazione: “I nostri pazienti, per lo più anziani, vivono spesso una realtà di disagio sociale- spiega il dottor Mayer- Per questo dedichiamo particolare attenzione all’analisi del contesto familiare ed abitativo del paziente e concordiamo con la famiglia un percorso mirato al ritorno al domicilio o, dove non sia possibile, a una congrua istituzionalizzazione”.

Operazioni meno invasive, minor tasso di complicanze postoperatorie, minori perdite di sangue durante l’intervento e un recupero più veloce. Sono questi gli ultimi progressi nel campo della chirurgia protesica di anca e ginocchio, e la Casa di Cura Santa Chiara dedica un intero piano della sua struttura a questo tipo di interventi. A spiegarci gli ultimi traguardi raggiunti in questo settore è il Dottor Andrea Baldini, ortopedico, specializzato in ricostruzione dell’anca e ginocchio: “La chirurgia protesica di anca e ginocchio negli ultimi dieci anni ha subito una vera e propria rivoluzione per tre motivi. È stata ridotta l’invasività delle operazioni, i nuovi materiali delle protesi hanno un’usura molto minore, e la gestione perioperatoria è stata perfezionata”. “La nostra attività clinica e di ricerca punta all’abbassamento delle perdite ematiche durante gli interventi- continua- grazie alla riduzione dei tessuti incisi, all’utilizzo di nuovi emostatici e a quello di uno strumento, che il nostro gruppo ha messo a punto, che consente di non violare il canale midollare riducendo sanguinamento, ematomi ed embolie”. Il risultato di tutti questi progressi per i pazienti è molto vantaggioso. Chi si opera all’anca, non deve più fare i conti con protesi che si usurano rapidamente e può tornare a fare i movimenti di tutti i giorni più rapidamente, senza restrizioni post-operatorie. Lo stesso avviene per gli interventi al ginocchio: le protesi moderne sono personalizzate in base a sesso e taglia del paziente, ed i tempi di recupero più rapidi. Sono organizzate inoltre, lezioni per i pazienti specifiche prima dell’operazione, per affrontare al meglio tutto il percorso operatorio. Grande attenzione poi, è posta alla gestione del dolore: “È uno dei problemi maggiori della chirurgia protesica, specie di quella del ginocchio- spiega il Dottor Baldini- noi usiamo un approccio molto attento a ridurre il dolore, con tutte le tecniche analgesiche a disposizione. Questo ha portato all’abbattimento di molti problemi postoperatori”.

e-mail info.ulivellaeglicini@giomi.com

e-mail info.santachiara@giomi.com

CALL CENTER CASE DI CURA +39 055 5038500

a cura del Gruppo Giomi


24

SPeCiaLe SaLuTe

aprile 2008

NUOVO CENTRO POLISPECIALISTICO

POLIMEDICO SCANDICCI

DIRETTORE SANITARIO: Dr. Pasquale Bacco RESP. BLOCCO OPERATORIO: Dr. Alessandro Pellegrini RESP. ORTOPEDIA E RIABILITAZIONE: Dr. Mirco Pietri

L’ANGOLO DELL’ESPERTO: FRATTURA DA OSTEOPOROSI E PREVENZIONE. eccessivo fumo, alcolismo cronico, ridotta attività fisica, insufficiente assunzione di calcio e vitamina D dalla dieta, basso peso corporeo, cadute accidentali soprattutto nei pazienti anziani e, infine, osteoporosi secondaria a malattie e terapia farmacologica. Nel mondo circa 200 milioni di persone all’anno sono a rischio di frattura dovuta a osteoporosi. Il numero di fratture su osteoporosi in tutta la popolazione Europea è stato stimato a circa 3 milioni in totale con un costo di 32 miliardi di euro per anno destinato a crescere fino a 77 miliardi nel 2050 a seguito delle variazioni demografiche attese.

SPECIALISTI IN: Angiologia Cardiologia Chirurgia plastico-estetica Dietologia Ecografia Endoscopia digestiva e urologica Geriatria e Fisiatria Ginecologia ostetrica

Logopedia Medicina perinatale Oculistica Oncologia Ortopedia Psichiatria Psicologia Urologia

SCANDICCI - LOC. LE BAGNESE Via F. Gioli, 5/11 TEL 055 5270230 862525

Le sedi più frequenti di frattura sono la colonna vertebrale, l’anca, il polso, la spalla. Il Chirurgo Ortopedico interviene su un osso di povera qualità e su un paziente anziano con maggiori probabilità di complicazioni postoperatorie. In particolare, le fratture del femore prossimale sono delle vere e proprie emergenze mediche gravate da un tasso di mortalità postoperatoria molto elevato. Tuttavia, ancora oggi, meno del 50% dei pazienti affetti da frattura su osteoporosi viene studiato clinicamente, riceve un trattamento medico preventivo adeguato e viene educato dal punto di vista dello stile di vita da adottare per evitare la frattura. E’ auspicabile una maggiore collaborazione tra Chirurgo Ortopedico, Medico di Medicina Generale ed Endocrinologo nella prevenzione delle fratture attraverso l’impostazione di un protocollo di studio e di trattamento adeguato e nella valutazione accurata del Paziente nel periodo post-operatorio.

Dr. M. Pietri: Medico Chirurgo Specialista in Ortopedia e Traumatologia Cllinical Fellow, University of Western Ontario Master in Malattie Metaboliche dell’Osso

909559

L’OSTEOPOROSI è stata definita come un “disordine scheletrico sistemico caratterizzato da una bassa massa ossea e da un deterioramento microarchitetturale del tessuto scheletrico, con un conseguente aumento della fragilità ossea e della suscettibilità alle fratture”. La resistenza ossea è influenzata da numerosi fattori quali la geometria, la microarchitettura e la dimensione dell’osso stesso. Una stima di questa resistenza può essere effettuata tramite la misurazione della densità ossea minerale (BMD) con esame DEXA. Esistono numerosi fattori di rischio per lo sviluppo di osteoporosi e frattura ossea tra i quali i principali sono fattori genetici predisponenti, sesso femminile nell’età postmenopausale,

ORARIO DI APERTURA, TUTTI I GIORNI DAL LUNEDI AL VENERDI DALLE 08,30 ALLE 19,30

IL POLIMEDICO È FORNITO DI PARCHEGGIO PRIVATO, AD USO ESCLUSIVO DEI CLIENTI.

NESSUNO VEDE...QUANTO PUOI SENTIRE E’ ORA DI SENTIRE BENE

Piccolo e ultrasottile, lascia l’orecchio naturalmente aperto. Riconosce l’ambiente sonoro e automaticamente seleziona il corretto programma di ascolto - Comprensione del parlato ottimale. Soppressione del rumore ad alta risoluzione. Controllo del rumore del vento. Mai più fastidiosi fischi. Non sapevo che nel mondo ci sono più di 500 milioni di persone con problemi di udito. E’ il momento di un apparecchio acustico che Da quando porto i miei sistemi acustici non scende a compromessi per grandezza, SAVIA la mia qualità di vita è migliorata significativamente. design, prestazioni e benefici per lo stile di vita. E arrivato il momento di

MicroSavia.

BUZZ ALDRIN - astronauta Apollo 11, Stati Uniti

Da oltre 20 anni il nostro Centro aiuta i fiorentini a migliorare il proprio udito trovando insieme la soluzione più adatta alle singole esigenze Applicazione protesi acustiche delle migliori marche in PROVA GRATUITA

Assistenza MISURAZIONE, PROVE GRATUITE al Tuo domicilio Assistenza GRATUITA al Tuo domicilio SEMPRE Fornitura protesi acustiche agli invalidi civili/del lavoro a carico del Servizio Sanitario Nazionale/Inail Pagamenti rateali (rate piccolissime perché tutti hanno diritto a sentire meglio) I.V.A. agevolata (4%) - Recupero fiscale del 19% Insieme al paziente 24 ore su 24 grazie alle nuove protesi che monitorizzano tutto ciò che accade durante l’uso e avvertono vocalmente quando è necessario effettuare le visite di controllo.

CONTROLLI GRATUITI DELL’UDITO CHIAMA IL n° 055 212447 per fissare la tua visita GRATUITA al Tuo domicilio

CENTRO ACUSTICO RICASOLI - v. Ricasoli 24-26/R - FIRENZE Tel. 055 212447 - 055 215259 www.audioprotesisti.com


SPeCiaLe SaLuTe

25

aprile 2008

SISTEMA DI SBIANCAMENTO PROFESSIONALE UN VALORE AGGIUNTO ALLE TERAPIE TRADIZIONALI • DOMANDE & RISPOSTE

• DOMANDE & RISPOSTE

BEYOND WHITENING SYSTEM Il nuovo Sistema di Sbiancamento Professionale che si avvale della tecnologia più avanzata Prima

• LA LUCE BLU CHE SBIANCA La lampada di sbiancamento Beyond utilizza un fascio stretto d luce blu fredda, ad alta intensità. Il gel che viene distribuito sulla superficie dei denti, prima della applicazione luminosa, è una soluzione composta da perossido di idrogeno, silice e altri componenti. Il gel si attiva sotto il fascio di luce blu e ridona un bianco splendente ai vostri denti. In un’unica seduta e in meno di 30 minuti potrete riavere denti bianchissimi • SEMPLICE E SICURO La tecnica Beyond è ampiamente collaudata, non ha effetti secondari, non danneggia lo smalto dei denti e contribuisce a dare il migliore risultato possibile. In soli 30 minuti l’ingiallimento e la pigmentazione accumulate nel corso degli anni spariranno. Gli alimenti, le bevande colorate come tè e caffè, il fumo, provocano un ingiallimento o addirittura macchiano la superficie dei denti. Nel tempo queste macchie penetrano in profondità. Risulta difficile sbiancare i denti con metodi convenzionali mentre Beyond, con una sola breve applicazione, elimina le macchie, sia in superficie, che nella struttura interna e rende nuovamente splendente il vostro sorriso. Migliorerà in modo percettibile il vostro aspetto esteriore, sarete accettati e conquisterete maggiore fiducia in voi stessi

D: QUALI RISULTATI SI OTTENGONO? R: Beyond fornisce dei risultati eccezionali per chiunque desideri sbiancare i propri denti. Comprese le persone con denti macchiati da fumo o da caffè o tè. Stessi risultati si ottengono anche su denti macchiati da tetraciclina, fluoruro o ingialliti con l’assunzione di medicine o per variazioni cromatiche ereditarie D: QUANTO SARANNO PIÙ BIANCHI i miei denti? R: I test dimostrano che, dopo lo sbiancamento con Beyond , i denti acquistano da 5 A 14 PUNTI IN PIU’ SULLA SCALA VITA. I risultati dipendono dal livello di pigmentazione dei denti in origine, ma il risultato finale sarà sempre quello di denti più bianchi e splendenti D: QUANTO TEMPO DURA l’effetto dello sbiancamento? R: Dipende da persona a persona e dalla dieta personale, ma L’EFFETTO DI SBIANCAMENTO DURA GENERALMENTE DUE ANNI

D: E’ DOLOROSO? R: La maggior parte dei pazienti non avverte dolore o sensibilità dopo il trattamento. Una piccolissima percentuale di pazienti potrebbe avvertire una temporanea sensibilità assumendo cibi o bevande molto calde o molto fredde. Questo effetto tuttavia scompare nelle 24 ore successive al trattamento D: CI SONO CONTROINDICAZIONI? R: Questa tecnica sbianca immediatamente i denti senza alcun effetto secondario. Non danneggia i denti e fornisce i migliori risultati possibili

897857

Dopo

DOPO LO SBIANCAMENTO con Beyond , i denti guadagnano da 5 a 14 punti in più sulla scala VITA. Il risultato è migliore del 30% rispetto ai kit di sbiancamento domiciliari ed è superiore rispetto ai risultati che si ottengono con prodotti analoghi. Confronto tra diversi metodi di sbiancamento

AUTOANALISI Se trovate che i vostri denti siano ingialliti o macchiati, se vi trattenete dal sorridere apertamente, se volete sentirvi più a vostro agio con voi stessi, se pensate che il vostro sorriso sia una componente importante del vostro aspetto esteriore, se vi volete bene e volete risolvere il problema: è giunto il momento di parlare con il vostro dentista per un’applicazione Beyond

SOLO FINO AL 30 APRILE SOLO PER I LETTORI DE “IL REPORTER”

D: QUANTO TEMPO OCCORRE per un trattaVISITA GRATUITA + IGIENE ORALE + NUOVO SISTEMA DI mento con Beyond? SBIANCAMENTO PROFESSIONALE WHITENING A SOLI EURO 350 R: IN UN’UNICA SEDUTA DI CIRCA 30 MINUTI IL TUO MEDICO ON-LINE CONTATTA IL: l’ingiallimento e la pigmentazione accumulate nel corso degli anni spariranno come per magia DOTT. GIANNELLI MEDICO CHIRURGO SPECIALISTA IN ODONTOSTOMATOLOGIA dott.giannellimarco@dada.it • www.studiodottorgiannelli.it

PRENOTA LA TUA VISITA GRATUITA ALLO 055 701665 Studio Dentistico DOTT. MARCO GIANNELLI - VIA DELL’OLIVUZZO, 162/164 - FI - www.studiodottorgiannelli.it


26

aprile 2008

SPeCiaLe SaLuTe 901421


PROVinCia

27

aprile 2008

CURIOSITà. Una ricerca promossa dalla Provincia e dall’Istituto degli Innocenti

Gli scout tra impegno e trasgressione Quando escono la sera, non escludono di potersi ubriacare o di fumare uno spinello. il 42 per cento farebbe sesso anche con una persona sposata. Ma lo scoutismo resta l’esperienza più “rivoluzionaria” Federico Attamauri

N

ove su dieci non esclu- scout “Roverway 2006”, svoltosi a dono di fare sesso prima Loppiano, ma le conclusioni della del matrimonio e oltre ricerca sono state illustrate il mese il 42 per cento lo fareb- scorso. E sono risultati che hanno be anche con una persona sposata. fatto discutere, soprattutto quelUscendo la sera, otto su dieci metto- li relativi alle domande su “etica e no nel conto delle possibilità ubria- legalità”: uso di alcol e cannabis, carsi e il 47 per cento fumare uno sessualità e aborto (quasi il 40 per spinello. Di chi stiamo parlando? Di cento non esclude a priori di poterlo giovani, e questo si intuiva, ma non praticare, e bisogna considerare che giovani “qualunque”: sono gli scout. l’81 per cento degli intervistati si Più precisaè dichiarato mente, sono cattolico). Molti sono preoccupati gli oltre 2500 per il futuro e hanno scarsa L’inchiesta scout di età in realtà non fiducia nella politica compresa si fermava tra i 16 e i alle questio21 anni che hanno risposto alle do- ni etiche, ma spaziava dai giudizi mande del questionario “Cos’è per sul mondo politico e le Istituzioni, te l’Europa”, un’indagine promossa alle aspettative per il futuro e al dalla Provincia di Firenze e dall’Isti- rapporto con l’Europa. Gli scout si tuto degli Innocenti. I questionari tengono informati molto più, in mefurono distribuiti durante l’evento dia, dei loro coetanei non scout (il

44 per cento legge un giornale tutti i giorni), ma non sfuggono alla disaffezione per la politica che ha colpito gran parte della società italiana: il 42,5 per cento non ha fiducia negli uomini politici e il 30 per cento nella politica in generale. Credono invece molto nella famiglia, oltre il 70 per cento, nei capi scout e negli scienziati. Per quanto riguarda il senso d’appartenenza nazionale, la metà dei ragazzi si sentono per prima cosa cittadini del loro Paese e della città di origine, ma questo dato fa quasi pari con la voglia di essere cittadini del mondo (48 per cento). L’appartenenza europea viene terza, al 39 per cento, ma l’attenzione dei ragazzi per il “sogno europeo” è in crescita. Infine, uno sguardo alle prospettive future: gli scout non fanno eccezione al senso di “soffocamento” che sembra attanagliare

tutto il mondo giovanile, soprattutto in Italia, e uno su quattro si dice preoccupato per il futuro. Però tra gli scout resta molto viva la voglia di fare e impegnarsi, tanto che due su tre sono pronti a faticare per poter fare un lavoro che li realizzi e abbia

un’utilità sociale. Non c’è da stupirsi, se guardiamo a come i ragazzi considerano lo scoutismo: per quasi tutti questa esperienza vuole dire “saper essere servizievoli verso il prossimo” e “saper vivere e lavorare in gruppo”.

L’interviSta Parla Nicola Danti, consigliere regionale del Pd ed ex scout

“Ma emerge forte la voglia di esserci” “ Perché stupirsi? Sono ragazzi che vivono appieno la loro epoca e le sue contraddizioni”, dice Nicola Danti, consigliere regionale per il Pd, presidente della comunità montana Montagna fiorentina e una “militanza” scout lunga 16 anni. “Dall’83 al ’99 – ricorda –. Sono stato caporeparto, capoclan e responsabile zona per l’Agesci. E i valori dello scoutismo me li porto dietro ancora adesso”. Dalla ricerca emerge che questi ragazzi non disdegnano l’uso di alcol e di cannabis, andrebbero a letto con una persona sposata e… “Prima di tutto si parla di scout europei, quindi sarebbe interes-

sante vedere i dati Paese per Paese. E poi i risultati dell’indagine fanno soprattutto emergere, in maniera chiara, gli elementi fondanti dello scoutismo: mettersi al servizio degli altri e fare gruppo. Comunque non capisco dove sia lo ‘scandalo’: sono ragazzi tra i 16 e i 21 anni, inseriti in un tempo e in un contesto preciso. Non sono alieni”. Si informano molto di più dei loro coetanei non scout, ma hanno poca fiducia nei politici e nei partiti. Lei, da politico ed ex scout, cosa ne pensa? “E’ l’ennesimo campanello d’allarme per la politica, un segnale che questa volta viene dalle giovani generazioni e per di più da

COMPRO IN CONTANTI ORO, GIOIELLI ED ARGENTERIA

INCREDIBILE MA VERO... SACCHI DA 3 KG E 12 KG -50% DI MANGIME SECCO PER CANE “FINO AD SPECIALE RAZZE ESAURIMENTO SCORTE”

OFFERTA SNACK LINEA GATTO

OFFRIAMO RISERVATEZZA E MASSIMA VALUTAZIONE

Vetri Maurizio

gente impegnata, non indifferente. A cui però vorrei dire, in perfetto stile scout: “buttatevi anche voi nell’avventura, per migliorare la politica. E’ un servizio che fate alla comunità”. S’impegnano, leggono i giornali, partecipano, ma uno su quattro è preoccupato per il futuro. Anche questo dato non è preoccupante, visto che sono tutti under 21? “La loro preoccupazione è sintomo di intelligenza, vuol dire che si rendono conto qual è la situazione e hanno a cuore il futuro, non solo il loro personale. Tant’è vero che, insieme alla preoccupazione, dalla ricerca viene fuori la loro voglia di esserci, di partecipare alla vita comunitaria”. /P.C.

1 scatoletta omaggio (a scelta) ogni 10 comprate

-20%

sul mangime secco

NUOVA LINEA IPOALLERGENICA PER GATTO A BASE DI CARNE FRESCA E PESCE FRESCO

NUOVA LINEA VETERINARIA PER CANE E GATTO

• CAPPOTTINI DA

20

• CAPPELLINI A 863089

A Firenze in Via Rattazzi, 4/d tel. 055 676888 - lun./ven. 9.00-13.00/15.00-19.00 sab. 9.00-13.00 e in Via Scipione Ammirato, 22r tel. 055 663526 - lun./ven. 9.00-13.00 solo mattina

NOVITA’

8

mangimi e accessori acquari

via Pisana 58/R Firenze Tel. 055.220191 Aperto tutti i giorni feriali Matt.:9.00-13.00 Pom.: 15.30-20.00

Toilette, accessori ed alimenti specializzati per i vostri amici a 4 zampe

826356


28

SiCUREZZA

aprile 2008

guardie e Ladri/1. Per “difendere” l’abitazione si possono spendere da qualche centinaia di euro fino a 20mila euro

Una casa sempre più sicura (e costosa) Inferriate, blindature, allarmi e ora anche lo “human detector” per distinguere una sagoma nel buio della notte: la messa in sicurezza degli appartamenti è un mercato di nuove e vecchie tecnologie Federica Sanna

D

a quando si lasciava la chiave infilata nella porta di casa, i tempi sono decisamente cambiati. Nessuno si sognerebbe più di farlo. Non bastano i vicini di casa (che a volte è come se non ci fossero) a sorvegliare, non basta più avere un portone di ingresso al palazzo o un cancello. Le case e gli appartamenti sono oggetto di intrusioni, furti e si possono trasformare anche in una “trappola”, in cui si viene sorpresi e aggrediti dai ladri. I cittadini sentono le cronache quotidiane, ascoltano i racconti di amici di amici e fanno scattare l’allarme. Sempre più spesso l’allarme vero e proprio, quello che suona e avverte del pericolo: sistemi di sicurezza che possono garantire più serenità, anche se la paura resta sempre. Così, se un tempo erano soltanto le villette ad essere bene protette, oggi qualsiasi casa o appartamento, più o meno, lo è. A partire dalle semplici misure di sicurezza. Perché se si vuole proteggere la casa, c’è davvero un lungo listino di prodotti che nel tempo sono stati perfezionati e ormai vanno al passo con il miglioramento delle tecnologie. Il metodo più semplice per proteggere casa è la blindatura. Ormai le porte blindate sono diventate un must per le nuove costruzioni. E la sicurezza passa prima di tutto proprio da qui. Il suo costo può andare da mille a 2mila euro, ma nonostante ciò sembra che nessuno ne faccia più a meno. E alle porte blindate si aggiungono poi le finestre: a cancelletti estensibili (meno sicure) oppure a inferriata (decisamente più sicure). Le prime costano circa 300 euro a finestra, mentre le seconde, definite “le classiche inferriate”, hanno un prezzo di 600 euro. Porte blindate e protezioni alle finestre rappresentano ciò che in gergo tecnico è definita la protezione passiva di casa. Poi esiste quella attiva: tutti i sistemi elettronici che reagiscono all’intrusione di qualcuno nella casa. Il più conosciuto è sicuramente l’allarme sonoro, che scatta attraverso dei sensori che vengono disposti nei

diversi punti più a rischio della casa. Possono funzionare grazie a barriere infrarosse, microonde o dispositivi nascosti nel terreno che sfruttano le variazioni di pressione sul terreno. Il prezzo in questo caso varia a seconda della distanza del punto che fa da barriera rispetto alla centralina: da 50 a 100 metri si va da 2mila a 20mila euro. Ci sono poi le nuovissime tecnologie, come lo human detector che è in grado di fare l’analisi della sagoma che ha di fronte: praticamente riesce a distinguere un animale da un uomo e poi mandare l’allarme via radio. Il software arriva a costare anche 8mila euro. Tutti i sistemi di protezione attiva servono a rilevare le presenze all’interno dell’appartamento. Poi ci sono i sistemi che rilevano anche quella del proprietario ed è proprio lui che deve disattivare il sistema pena chiamata immediata di soccorso da parte della centralina, di solito collegata alla vigilanza privata. Il proprietario deve fare piccoli gesti: digitare numeri su una tastiera, inserire una chiave elettronica o strisciare un badge. Solo così si può dimostrare di non essere un intruso. Un altro sistema di sicurezza per la casa che sta prendendo piede è quello della video sorveglianza: vedere chi sta per entrare nella propria casa o, ancora più importante, dal proprio cancello. La video sorveglianza è ovviamente cosa diversa dal semplice citofono: la prospettiva è molto più ampia e può consentire anche la registrazione delle immagini. Il prezzo base è di 200 euro, sale a seconda delle prestazioni: illuminazione notturna, qualità dell’obiettivo, campo ottico. Se questi sono i dispositivi che il mercato offre, è difficile calcolare esattamente quanto costi mettere in sicurezza casa. Innanzitutto occorre valutare di che casa si tratti. Il primo elemento da considerare è la dimensione: una villetta oppure un semplice appartamento: “I punti accesso cambiano notevolmente – dice un venditore –. Per avere una copertura totale dobbiamo assicurarci punti di protezione in ogni possibile ingresso. Se ne manca soltanto uno, è come se si avesse una catena di ferro con un anello di biscotto. Facile capire che si può spezzare comunque”. Gli appartamenti più a rischio sono quelli al piano terra e all’ultimo piano. Nel primo caso perché non ci sono altezze insormontabili, nel secondo perché i ladri possono lavorare indisturbati visto che non c’è passaggio di abitanti del condominio. Chi è che mette in sicurezza casa? “Oggi non c’è una famiglia precisa o una persona tipo, tutti sentono questo bisogno: dalle giovani coppie all’anziano che è solo”, continua il venditore. Da cosa nasce quest’esigenza? “Spesso sono questioni di tipo umorale e istintivo, altre volte si tratta di persone che hanno avuto già brutte esperienze e non vogliono che si ripetano”. Insomma, la sicurezza ormai si mette in conto come una delle esigenze domestiche. Il motto resta uno dei più comuni: prevenire è meglio che curare. • Commenta questo articolo su www.ilreporter.it

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE SOGNATO PER LE

TUE DUE RUOTE

sicurezza personale Per L’autodifesa sPray e dissuasori eLettrici

O

ltre alla sicurezza di casa, prende piede anche quella personale. All’interno dei negozi che si occupano di allarmi e cancelletti, è facile trovare una vetrina completamente dedicata alla difesa personale. In effetti i sistemi non sono tanti, quello più diffuso è lo spray al peperoncino: nell’ultimo anno si parla di un incremento di vendita anche del 50 per cento. Si tratta di un deterrente non nocivo in grado di immobilizzare una o più persone grazie al fastidio che provoca, ma deve essere usato correttamente: occorre valutare il vento perché altrimenti si potrebbe trasformare in un’arma contro se stessi. Esistono poi i dissuasori elettrici che possono dare scosse fino a 200 mila volt (ma hanno un amperaggio basso, dunque non dannoso). Non esistono però delle indicazioni precise sulla legittimità di questi strumenti, che invece all’estero sono ammessi. /F.S.

Hai un appartamento da ristrutturare? Alfa Edil impresa edile fiorentina esegue lavori di:

RISTRUTTURAZIONI CHIAVI IN MANO APPARTAMENTI A PARTIRE DA 550EURO/MQ • OPERE EDILI E RESTAURI • IMPIANTI ELETTRICI E TERMOIDRAULICI LA COMODITA’ DI UN UNICO INTERLOCUTORE SPECIALIZZATI NELLA RISOLUZIONE DEFINITIVA DI PROBLEMI DI UMIDITA’ DI RISALITA

Alfa edil firenze srl Via delle Giunchiglie, 10 Firenze - orario: 15.00/19.00 RPM / RIPARAZIONE/ PREPARAZIONE / MANUTENZIONE

Via Aretina 37/r (zona piazza Alberti) Tel. 055 3830181 www.rpmmoto.it

900400

Tel.

055 71.35.193 Fax 055 71.34.329 alfaedil@alfaedil.it

908327


SiCUREZZA

29

aprile 2008

guardie e Ladri/2. Su internet i fiorentini si scambiano consigli su come difendersi dai topi d’appartamento

Calano i reati ma aumenta l’insicurezza Nel 2007 la Prefettura ha registrato una diminuzione complessiva dei crimini rispetto al 2006. Ma è in leggera crescita il numero di scippi, furti e rapine, cioè di quei reati che creano allarme sociale e fanno sentire meno sicuri Sara Poggini

S

empre più fiorentini hanno un incubo ricorrente: trovarsi la casa svaligiata da malviventi che si intrufolano anche in pieno giorno, facendo razzia di ogni cosa. Panico e sindrome da furti, oppure il problema è reale? Secondo i dati forniti dalla Prefettura, nel 2007 c’è stata una diminuzione globale dei reati rispetto al secondo semestre del 2006 (32.700 contro i 29.184 del secondo semestre dell’anno scorso), ma crescono i cosiddetti reati predatori: scippi, furti e rapine. In tutta la provincia di Firenze c’è stato un incremento del 3 per cento, 4,3 per cento soltanto nel capoluogo toscano, ben al di sopra del 2,5 per cento della media regionale. Un dato singolare è che in Toscana aumentano i furti in appartamento (più 3,3 per cento) ma le rapine in casa cala-

no del 26 per cento, segno che anche in questo campo si può parlare di un “inversione di tendenza”. Il periodo estivo rimane comunque il più gettonato: la città si spopola, i bandoni sono tirati giù per dei giorni, i condomini sono quasi completamente disabitati e c’è tutto il tempo per rovistare e fare man bassa. Nel complesso, comunque, i reati diminuiscono, ma rimane alto l’allarme furti e soprattutto è sempre più crescente l’insicurezza percepita dai cittadini. Anche se per le strade ci sono giù forze dell’ordine e i controlli sul territorio vengono intensificati, così come le misure antidegrado, molti cittadini non si sentono tranquilli e scelgono ogni tipo di accessorio per rendere la propria casa sempre più inviolabile. A volte anche rischiando di trasformarla più in una prigione, per giunta “costrui-

Parla carlo sorrentino, docente di comunicazione di massa “Bisogna riPristinare iL senso deLL’autorità”

“I

l problema, nella società di oggi, è che permettiamo lo slittamento delle regole”. Per Carlo Sorrentino, professore di Teoria e tecniche delle comunicazioni di massa all’Università di Firenze, è questo uno dei motivi che portano le persone a vivere con paura la quotidianità. I controlli aumentano, i reati calano e gli strumenti di difesa sono sempre più all’avanguardia, ma si continua ad avere paura. Perché? “I motivo sono fondamentalmente tre: da qualche anno viviamo in una società dove il rischio non viene dalla natura, ma è causato dall’uomo e questo porta ad un’insicurezza esistenziale. Poi ci sono i migranti, persone che non vengono assorbite dalla società e che diventano preda della malavita. Infine una parte della colpa va attribuita anche alla stampa che enfatizza l’eccezione, e quindi gli atti delittuosi, influenzando il sentimen-

to dell’individuo”. La sensazione è che sempre più persone siano disposte a rinunciare alla loro libertà a favore della sicurezza. “Sono cicli storici. Nel ‘900 si enfatizzava la libertà, oggi ne abbiamo paura perché implica un gran flusso di persone e allora si preferisce chiuderci tra le mura di casa”. Le azioni intraprese dalle Istituzioni non sembrano aumentare la sicurezza? “Se si permette ai professori di fumare in classe, ai ragazzi di scrivere sui muri, a chiunque di lavare i vetri delle auto ferme al semaforo… se insomma si consente le piccole infrazioni, si crea una sensazione di disordine. Non importa fare grandi atti, è sufficiente ripristinare un senso di autorità”. /S.P.

ta” con i loro soldi, che in un bunker. Il paradosso di questa città, che vive di polemiche, è che se si fa una passeggiata notturna e si sbircia le auto parcheggiate si può notare come la maggior parte di queste custodiscono ben in vista lo stereo, non sono molte le macchine che hanno l’allarme inserito, i motorini parcheggiati spesso non hanno il lucchetto, mentre per le bici invece ci sono tutte le sicurezze del caso (doppi lucchetti, davanti e dietro, blocco alle ruote e così via). Eppure la città sembra molto impaurita dai topi di appartamento: i fiorentini hanno creato blog dedicati al problema, si scambiano consigli e informano sulle ultime “tecniche” usate dai ladri. C’è chi parla di segni sulle porte, di codici, che servono ad informare chi deve compiere il furto se la casa è libera o no, se dentro sono custoditi oggetti di valore, se ci sono allarmi o cani di guardia. Poi, sempre su internet, c’è chi consiglia di non tenere le chiavi nella toppa dal di dentro: la tecnica messa a punto dai malfattori consisterebbe, infatti, nello svitare la borchia esterna del cilindro della serratura della porta e nell’agganciare la chiave con delle pinze a scatto o del tipo usato dai chirurghi, ruotandola fino ad aprire la serratura. All’uscita, dopo aver svuotato l’appartamento, se possibile rimettono le cose a posto in modo da garantirsi un eventuale futuro obiettivo. Insomma, oltre il danno anche la beffa e forse il furto futuro. • Commenta questo articolo su www.ilreporter.it


30

CONSUMaTORI

aprile 2008

SERVIZI. Al Corecom sono giunte 2mila richieste di conciliazione tra utenti e gestori

Telefonia, tanti disagi e qualche truffa Prima c’era solo l’144, ora si rischia componendo anche tanti altri numeri. e poi servizi addebitati anche se non richiesti, condizioni contrattuali non rispettate, disattivazione della linea… Filippo Guarnieri

A

lzare la cornetta è diventato quasi un terno al tutte, con 335 casi di conciliazioni nel 2007, quella del lotto. Servizi non richiesti ma ugualmente traffico non riconosciuto: si tratta di quei numeri, non addebitati, dialer, traffico non riconosciuto, collegati ad aree geografiche e definiti ”servizi a valore condizioni di contratto non rispettate: sono aggiunto”, che hanno come cifre iniziali 144, 166, 892, solo alcune delle controversie tra utenti e gestori dei 899 e i cui costi possono arrivare fino a 12,5 euro a servizi di telecomunicazioni che ogni anno arrivano al chiamata. Sono per lo più legati a oroscopi, linee eroCorecom, il comitato regionale per le comunicazioni. tiche o chat line. Poi c’è il problema dei prefissi dei L’elenco completo è lungo, riguarda problemi sia tec- telefoni satellitari e dei dialer (compositori, prefisso nici che amministrativi, e altre volte si riferisce a vere e 709) con tariffe astronomiche, un rischio per chi si proprie truffe ai danni dei cittadini. collega a internet tramite linea tradizionale o Isdn. Gli Ma quali sono le strade per difendersi e, soprattutto, 899 sono spesso veicolo di truffe, mentre alcune assoper non trovarsi brutte sorprese sulla bolletta? ciazioni puntano il dito anche ai numeri che iniziano Ovviamente si può sempre fare col 4 (musichette e loghi), rifilati un reclamo, ma c’è il rischio di Attenzione anche ai servizi in abbonamento ai consumaimbattersi in un vero percorso tori a loro insaputa. Per evitare per comprare suonerie a ostacoli, dato che l’attesa per anche il rischio di comporli per e loghi per il cellulare mettersi in contatto con un opesbaglio, è possibile richiedere il ratore è lunga e gli uffici che si blocco gratuito e permanente. occupano del pagamento bollette sono diversi da quelli Altro problema sono i servizi attribuiti “d’impero”: ad dei reclami. esempio molti utenti si sono lamentati di aver ricevuPer una consulenza o una richiesta di chiarimento si to bollette gonfiate a causa dell’attivazione di servizi possono contattare le associazioni dei consumatori. Più mai richiesti. Un dato da segnalare è il passaggio non diretta potrebbe essere la scelta di rivolgersi al Core- autorizzato a nuovo operatore, di cui nel 2007 sono stacom Toscana, a cui ogni cittadino può fare riferimento ti segnalati 82 casi. Scorrendo la lista, ci sono poi le (gratuitamente) per una richiesta di conciliazione o, in condizioni di contratto non rispettate (165), le mancata caso di sospensione della linea telefonica, un’istanza di o ritardata attivazione sia dei servizi richiesti (61) che riattivazione. Nel 2007 e primi mesi del 2008 le con- della linea servizio universale (54) e la sospensione del ciliazioni, il cui numero ammonta a più di 2mila, sono servizio pur con reclamo pendente. E ancora, malfunaumentate di un quarto rispetto all’anno precedente e zionamenti sia della linea adsl che della linea servizio hanno riguardato questioni diverse tra loro. Prima fra universale.

IL VOSTRO BAGNO?

859197

SOLO DA NOI VIENE DEMOLITO E RIFATTO IN 8 GIORNI AL PREZZO DI

4.980,00!!! (chiavi in mano)

SI ESEGUONO RIPARAZIONI E QUALSIASI MONTAGGIO PER I SETTORI

• idraulica • muratura •elettricita’ A SOLI

 20,00

L’ORA ZERO SPESE DI CHIAMATA CONTINUA LA NS MIGLIORE OFFERTA PER IL VS. APPARTAMENTO A SOLI  20.000 (meno di  334 al mq)

COMPLETAMENTE RISTRUTTURATO CHIAVI IN MANO

Inoltre...vasto assortimento di accessori a prezzi SCONTATISSIMI

SET ORI ACCESS 8 PZ.

SET I ELATOR C IS M

,40

109

2 PZ.

79,80

SEDILE SALE N U IVER R VA IE IE FANTAS DA

38,20

• OPERE DI RESTAURO • MANUTENZIONI • RIPARAZIONI • FINITURE E COMPLEMENTI VIA MICHELAZZI 2/B (ANG. VIA DELLE PANCHE) 859197

L’interviSta Intervista a Vincenzo Caciulli del Corecom

“Risolto l’80 per cento dei casi” Quali sono gli operatori più conciliazione? coinvolti nelle conciliazioni? “Facciamo l’ipotesi di un cittadi“Gli operatori sono coinvolti nel- no che ritiene che la sua bolletta le controversie in maniera quasi sia gonfiata da un traffico anopercentuale rispetto alla loro pre- malo: si presenta al Corecom e senza sul mercato: Telecom, pro- fa un’istanza chiedendo di avere prietaria di tutta la rete telefoni- il debito azzerato. Ovviamente ca nazionale, è prevalente perché l’istanza deve essere corredata ha la maggioranza dei contratti. di documentazione che sostenga A seguire ci sono tutti gli altri, da la sua tesi, ad esempio portando Wind a Vodafone, Eutelia, Tele2, con sé sia le bollette passate che Fastweb... Il rapporto tra istanze il pagamento dello spettante. Vieaccolte e conciliazioni concluse è ne fissato un appuntamento, da quasi dell’80 per cento”. una parte il nostro conciliatore Qual è la differenza tra conci- interno e dall’altro il servizio leliazione e riattivazione? “La conciliazione è una La conciliazione è gratuita procedura gratuita per per tentare di risolvere tentare di risolvere in una controversia modo amichevole una controversia sorta tra l’utente (individuale, familiare, o gale dell’operatore”. azienda) e l’operatore. La riatti- E alla fine cosa succede? vazione è un’istanza che i citta- “Se alla fine si trova un accordo, dini pongono perché l’operatore si firma un verbale per cui l’opegli ha tagliato la linea. Nel caso ratore si impegna a rimborsare il in cui venga sospesa l’erogazio- cittadino, che accetta di rinunciane del servizio, in pendenza di un re alla causa. Nel caso invece che procedimento di conciliazione, non si trovi un accordo, si firma può essere inoltrata al Corecom un verbale di mancato accordo e una richiesta di riattivazione”. le parti sono libere di fare i loro Come si fa a richiedere una passi”. /F.G.


LaVORO

aprile 2008

31

VITE DA ARTISTI. Parla Silvia Rizzo, attrice fiorentina e animatrice di “Contaminazione teatrale”

Le tasche dell’attore sono vuote il teatro è il luogo dove la società rappresenta se stessa. Ma chi calca il palcoscenico deve fare molti sacrifici, prima di tutto economici. “neanche alessandro Gasmann campa solo dei suoi spettacoli” Giuditta Boeti

C

hissà se attori si nasce o si diventa, forse un po’ tutt’e due le cose. Di certo, una volta cominciato a calcare il palcoscenico, ci si rende conto quasi subito di un’altra cosa: di teatro non si vive, per “permettersi” questa passione bisogna fare altri lavori. Ne sa qualcosa Silvia Rizzo, che di mestiere fa l’attrice e ha fondato l’associazione culturale Contaminazione Teatrale allo scopo di promuovere tematiche sociali e formative attraverso il teatro. E’ lei a guidarci in questa panoramica sul mondo dei teatri e dei teatranti, un mondo affascinante e duro al tempo stesso. Com’è nato l’amore per lo spettacolo? “Ho scoperto la passione per il teatro alle superiori, quasi per caso, e in breve tempo recitare è diventata una terapia – racconta Silvia –. La magia del palcoscenico è che riesce a metterti sotto una lente di ingrandimento, obbligandoti quindi ad indagare il

tuo corpo e a stabilire un equilibrio con te stesso”. Ma si riesce a vivere solo di teatro? “Lo stesso Alessandro Gassman, nonostante abbia un importante cognome a fargli da scudo, ha più volte detto che non si campa solo di teatro, occorre far altro”, spiega lei, che si mantiene grazie ai corsi di formazione teatrale e sviluppando progetti di improvvisazione nelle scuole elementari e medie di Firenze. “Il teatro ha costi diversi e muove cose diverse rispetto alla televisione. Proprio per questo ancora oggi è impensabile poter vivere solo tramite i guadagni che vengono dalla recitazione teatrale”. Quali sono le difficoltà per un giovane attore che si avvicina per la prima volta al mondo dello spettacolo? “Oltre alle difficoltà economiche, che sono sempre difficili da accettare, ci sono degli ostacoli strettamente legati al mestiere. Innanzitutto è facile cadere nella trappola delle false promes-

I CONSIGLI. Chi ha esperienza avverte gli aspiranti attori

Attenti alle grandi promesse

P

er chi si avvicina per la fidare sempre dei successi facili prima volta al mondo del- proposti dai riflettori televisivi. lo spettacolo, il rischio Il teatro è cosa seria e come tale di finire nelle mani sbagliate è va affrontata. Un iter quasi semdietro l’angolo. Allora i consi- pre lungo e intenso che fa cregli non sono mai troppi: innan- scere e forma il carattere ma non zitutto bisogna sempre andare sempre da risultati immediati. a sperimentare le proposte che L’importante è non abbattersi e ti offrono direttamente durante continuare a studiare. Solo con il le lezioni di prova, perché solo tempo e la formazione continua così si può stabilire se il corso (e tanti sacrifici), si può crescerisponde alle proprie aspettative re e conquistare nuovi traguardi. o meno e alle prospettive decan- L’aspirante attore – è l’altro contate da chi lo organizza. Un altro siglio che viene dato dalle peravvertimento da tenere ben pre- sone che fanno questo mestiere sente è quello da anni – non di non credere deve mai ferNon fermarsi mai alle granad una sola realtà, fare marsi ad una di promesse, sola realtà, ma della curiosità perché per deve fare della un cavallo di battaglia andare avanti curiosità il suo ci vuole molcavallo di batto impegno e tanta costanza. taglia sperimentando più compaOggi in Italia, e forse non solo gnie e più “generi”. Ma il rischio in Italia, non esiste una compa- più grande resta quello delle prognia in grado di lanciare subito messe: per non lasciarsi imboniun attore, anche se bravo, verso re con facilità, è bene ricordare il grande pubblico e il successo sempre che non esistono “guru” immediato. Insomma, il teatro è teatrali né verità incontestabili un mondo molto diverso da quel- sul modo di fare teatro. Un buon lo della televisione, dove basta maestro è chi insegna l’arte con poco (sia in termini di tempo che passione e non chi vuole imporsi di qualità del prodotto) per salire facendo credere di detenere tutte alla ribalta delle cronache. Dif- le verità del mestiere. /G.B.

se, cioè di chi ti garantisce tutto e subito. Ma bisogna tenere sempre presente che quello del teatro non è un lavoro che ti dà il successo immediato, sono i tempi lunghi a premiare”. Sul palcoscenico, spiega Rizzo, a pagare sono solo il merito, la professionalità, la formazione e la competenza. “Come in molti altri posti di lavoro, anche a teatro è facile veder passare avanti persone che non sono preparate, ma (anche se è doloroso) bisogna esser tenaci e sopportare questi torti, perché

alla fine solo i meritevoli vanno avanti”. Cos’è che una comparsa deve sempre portare sul palcoscenico? “In tutte le compagnie è fondamentale il gioco di squadra. Non deve esserci l’idea di un protagonista, bensì di un insieme di ruoli. In teatro non esiste un buon lavoro se non è frutto della collaborazione di tutti. Occorre compensarsi a vicenda, saper essere spalla e protagonista allo stesso tempo”. Ma c’è un momento preciso in cui il gioco di squadra diventa assoluta-

mente necessario ed è l’improvvisazione. “Quando non c’è nulla di prestabilito, quando sei al servizio solo dello spettacolo”, dice Silvia. “In quel momento bisogna capire i propri compagni con un solo sguardo. Quando si improvvisa sul palcoscenico non c’è spazio per egoismi personali o per manie di protagonismo. Se la compagnia riesce a muoversi e a diventare un unico corpo, il pubblico lo sente ed è quella la vera vittoria per un attore”.


foLkLore. Breve viaggio a Firenze e dintorni. Tra sapori antichi pronti a farsi riscoprire

Bentornato aprile: tra sagre e fiere Con il tepore primaverile tornano mercati, tavolate e feste di piazza. Un piccolo excursus dei primi appuntamenti della stagione. Tra banchetti e acquisti all’aria aperta, per non lasciarsi scappare il gusto degli eventi tradizionali

Sbocciano i colori al giardino dell’Iris

U

n fiore. Non un bocciolo qualsiasi ma il simbolo della città. Tra la fine di aprile e l’inizio di maggio il versante del piazzale Michelangelo che guarda la città si ricopre di un’esplosione di sfumature. Una distesa di “gigli” che sbocciano tra gli ulivi. Sono i fiori del giardino dell’Iris, che domina la città e conserva parte della sua storia. Il piccolo parco, nato nel 1954 con l’intento di promuovere il concorso che premia la varietà di iris più bella, è aperto solo pochi giorni all’anno, dal 27 aprile al 20 maggio, nel periodo di fioritura. Allestito grazie alla tenacia dell’allora assessore alle belle arti e giardini, Piero Bargellini, che si adoperò affinché il giardino venisse realizzato, nel ‘54 venne organizzato il primo concorso che quest’anno festeggia la 54esima edizione. La gara viene bandita annualmente dalla Società italiana dell’iris insieme al Comune di Firenze e i rizomi vengono inviati in forma anonima da coltivatori e appassionati di tutto il mondo. Ogni pianta iscritta è segnalata da una sigla in modo che la giuria venga a conoscenza dell’ibridatore solo al momento della premiazione. Il giardino, che si estende con le sue numerosissime varietà di iris su due ettari e mezzo, è aperto al pubblico tutti i giorni dalle 10 alle 12:30 e dalle 15 alle 19. Ingresso gratuito. /C.G.

Caterina Gentilischi

T

ornano le temperature tiepide e un timido raggio di sole. Aprile, a discapito del proverbio che lo vorrebbe un mese sonnolento (Aprile, dolce dormire), è il periodo in cui ci si risveglia. La gente mette da parte giacconi e sciarpe. Esce fuori di casa ed esplora il territorio. Come animali dopo il letargo invernale, ci si lascia invogliare dalle domeniche assolate e dalla voglia di passare il tempo libero all’aperto, in attesa del caldo estivo. Le occasioni per gironzolare non mancano, soprattutto se si ha la passione di rovistare tra mercatini e fiere o di banchettare alle tavolate di sagre spartane e allegre. Eventi che divertono e coinvolgono. Sia in città che fuori dalle mura. Non serve andare lontano per trovare divertenti passatempi come la “fierucola della casa” il 20 aprile in piazza Santo Spirito. Un colorato mix di artigianato e agricoltura biologica, che porta a Firenze un assaggio della vita contadina. In vendita, dal produttore al consumatore, stoffe tessute a mano, arnesi vari, ceste intrecciate oltre a olio, pane, marmellate e verdure biologiche. Gli stessi organizzatori replicano il 1 maggio a Fiesole, in piazza Mino, con la “fierucola del fare e del coltivare”, più strettamente incentrata su sementi e attrezzi per lavorare la terra. Altro appuntamento cittadino da non perdere è il mercatino delle pulci in piazza dei Ciompi, che si rinnova ogni quarta domenica del mese. Oggettistica, mobili, libri e stampe per tutti gli appassionati di modernariato e piccolo antiquariato. Occasione da prendere al volo anche per visitare le botteghe antiquarie della piazzetta, che presto verranno smantellate per essere trasferite in piazza Annigoni. Sempre a chi ama an-

iL Parco. Aperto solo 20 giorni

La Fierucola in santo Spirito

dar per rigattieri sono dedicati il celebre mercato di Arezzo, che conta più di 400 espositori e viene allestito nel centro storico la prima domenica del mese. E poi in Versilia, a Forte dei Marmi, la seconda domenica piazza Dante è gremita di curiosi e clienti. Ancora Siena e il suo “Angolo del collezionista”, il 20 aprile in piazza del mercato. A chi preferisce i piaceri della tavola a quelli dello shopping sono dedicate le sagre e le feste di paese. Le prime di una lunga serie che andrà avanti per tutta la bella stagione.

A fare da apripista la sagra del cinghiale a Greve in Chianti dal 23 aprile al 1 maggio. Sempre a Greve, famosa per le sue cantine, il 26 e il 27 aprile sarà la volta de “I vini del castello”, rassegna enogastronomia che si svolgerà nelle vie del borgo, dove verranno allestiti stand per la degustazione dedicati soprattutto al Chianti classico prodotto in zona. Dal 15 al 17 Santa Luce, in provincia di Pistoia, farà spazio alla sagra del baccello e il 25 aprile, Loro Ciuffenna - vicino ad Arezzo – preparerà un banchetto per

DA ERREDI LE OFFERTE IRRIPETIBILI dal 25 APRILE al 4 MAGGIO NOVITA’ Ci trovi alla “MOSTRA DELL’ARTIGIANATO” e a tutti coloro che si presentano IN OMAGGIO LA RICARICABILE SUPER 7 + PROVA 3 GRATIS

ospitare la sagra della trota. Più curiosa la sagra del prugnolo, il 3 e il 4 maggio, dedicata ai prodotti ricavati da questo frutto a Pieve Santo Stefano. Di rigore l’evento dedicato al fagiolo zolfino, tipicamente toscano, dal primo al 5 maggio a Terranova Bracciolini e per finire, la fiera medievale alla rocca di Castruccio di Serravalle Pistoiese. Il 17 e il 18 maggio, verrà messa in scena una rievocazione storica da non perdere. Un percorso a tappe nella tradizione toscana più verace.

NON FINISCONO MAI 827267

NOVITA’

INTERNET E TV BASTA UNA SETTIMANA PER NON LASCIARLA PIU’

Erredi s.a.s. Negozio 3 Piazza della libertà, 37/38R - Firenze www.tre.it Tel./Fax 055 5048460 - 055 5536958


CuLTuRa

aprile 2008

33

La storia. Adriano Piani, l’unico in città a preservare una tradizione che sta scomparendo

Incisori si nasce (e si diventa anche) Ludovica V. Zarrilli

“A

llora, deciditi. Cosa vuoi fare da grande?”. “Babbo, voglio fare l’incisore”. Comincia così la storia di Adriano Piani, l’ultimo incisore di Firenze. La sua bottega è un mondo in via dei Cimatori, vicino a piazza della Signoria. Una storia concentrata in una stanzina piena di oggetti, di cimeli e di ferri del mestiere. “L’ho deciso a 13 anni – racconta Adriano – mio fratello ha continuato a studiare ma io non ne avevo tanta voglia. Così sono andato a bottega da un incisore. Poi da un altro e da un altro ancora”. Ha imparato l’arte di incidere a mano su qualsiasi superficie. Perché di un’arte si tratta. Strumenti di precisione, vista impeccabile e un’abilità certosina ed elegante. Una maestria che lo ha portato anche fuori dalla bella Firenze. Via, lontano, fino a Parigi. “Pensavo di andare in vacanza per un paio di mesi – commenta sorridendo –. Ma mi hanno subito preso a lavorare. E ci sono rimasto per undici anni”. Dal 1978 è tornato nella bottega a due passi da via dei Calzatoli. E’ lì che ha raccolto il testimone di tre precedenti generazioni di incisori. “Questo posto è nato così – spiega – Prima era il loggiato della chiesa di San Carlo. Alla fine dell’Ottocento fu murato

e ci vennero aperti una serie di negozi”. Quello stanzino zeppo di cose, è rimasto intatto dal 1875, anno in cui ci si insediò il primo dei quattro incisori. Oggetti antichi, ricordi, foto, ritagli di giornale. Pezzi di vita ammonticchiati tra strumenti di precisione e piastrine ancora vergini. Come tutte le cose belle, come tutte le cose autentiche, percorrono il loro ciclo e poi sembrano destinate a scomparire. “Cosa succederà dopo di me? – commenta Adriano con un sorriso amaro – Chissà..forse ci apriranno un negozio di calzini”. Mestieri che scompaiono. Usanze che spariscono. Una città che cambia a ritmi serratissimi, sotto gli occhi dei pochi che sembrano accorgersene. Adriano Piani è tra questi. Perché dalla sua bottega vede la gente passare, cambiare, tornare. C’è chi resta e c’è chi si ferma solo un attimo. “Firenze è peggiorata, lo posso assicurare”. In trent’anni molte abitudini sono scomparse, altre sono state introdotte. “Fino agli anni Settanta si usciva lasciando la porta aperta, adesso non si può più fare. La gente passava le ore davanti alle vetrine dei negozi. Ora i turisti si fermano un attimo e vanno via. Questa strada era un luogo d’incontro. Ci si dava appuntamento qui con gli amici”. Sembra che certe dimensioni abbia-

Adriano Piani

no il destino già tristemente segnato. E riguardo al futuro, sospira: “L’incisore è un mestiere vario. Ogni giorno si impara una cosa nuova, anche dopo 60 anni di pratica. Dove lo trovo

un successore? Come si fa a prendere un apprendista e pagarlo come un operaio? A meno che non ci sia un figlio o un nipote disposto a farlo è quasi impossibile”.

La fiera. Dal 24 aprile al 4 maggio in mostra una selezione di oggetti dal mondo

La Fortezza fa spazio all’Art..igianato È

arrivata all’edizione numero 72, “Art” la mostra dell’artigianato, storico appuntamento della primavera fiorentina. Dal 25 aprile al 4 maggio la Fortezza da basso si riempie dei colori, dei sapori e degli odori di prodotti provenienti dal bel paese e dal resto del mondo. Dieci giorni interi per valorizzare e commercializzare le culture innovative e le produzioni tradizionali a cui si legano i diversi comparti artigiani nell’ottica di un proficuo incontro e scambio fra il made in Italy (con la sua innata creatività e originalità) e la multiculturalità. Sei grandi aree tematiche per suddividere gli esposito-

ri a seconda della tipologia merceologica e della provenienza: Territori, scene d’interni, il gusto, scenari dal mondo, visioni e scenari di moda & preziosi. Sei percorsi da percorrere indipendentemente l’uno dall’altro, per andare alla ricerca degli stand più interessanti. 55mila metri quadrati di superficie espositiva per pot-pourri di sensazioni che si rinnovano ogni anno. Alla ricerca di vecchi e nuovi artigiani. Di professionalità diventate sempre più rare e di tecniche nuove e proposte innovative presentate da giovani imprenditori e designer. La merce esposta spazia dall’abbigliamento ai tessuti

etnici, dalla bigiotteria all’oggettistica, dai prodotti per la salute e la bellezza all’enogastronomia internazionale. Un concentrato del saper fare mondiale raccolto sotto un unico tetto.Passato, presente e futuro che si uniscono nel nome di prodotti particolari, di maestri artigiani che sono veri e propri artisti, ma anche d’innovazione e ricerca di tendenze artistiche sempre nuove e meritevoli di essere scoperte. Poi gli allestimenti: un salto nella novità e nella ricchezza delle aree espositive, la scelta tra una vasta offerta di eventi collaterali, workshop e mostre parallele di grande livello ed interesse. /C.G.

Giornata del colore ogni mercoledi

-25%

Giornata sugli effetti luce ogni giovedi -30%

844920


34

CuLTuRa

aprile 2008

iL festiVaL. Comincia la 72esima edizione della kermesse. Dedicata all’universo femminile

L’oPera Lirica

“Donne Contro”, al Maggio O

Macbeth: la forza al femminile

Il Maggio Musicale Fiorentino è ai blocchi

di partenza. Un cartellone tradizionale ma con un occhio rivolto alla contemporaneità

Sara Poggini

A

lle donne, ma alle “Donne Contro”, sarà dedicato il prossimo Maggio Musicale Fiorentino 2008. Dopo il successo della passata stagione, dal 26 aprile, e fino al primo luglio, parte la 71esima edizione del Maggio. Un’ideale prosecuzione del ciclo tematico del 70mo ispirato a Mito e Contemporaneità dove l’ Antigone inaugurale già ha ben rappresentato il prototipo delle eroine su cui si incentrerà questa programmazione. Ad aprire le danze sul palco del teatro Comunale, la voce ed il volto di una donna dal talento straordinario e dal fascino indiscusso, Charlotte Rampling, insieme ad un altro grande del cinema internazionale Peter Greenaway, il tutto diretto dalla maestria di Zubin Mehta. “Mai più” il titolo del concerto, una performance contro tutte le guerre. A parlare del mondo femminile ci penserà poi la Carmen di Bizet, che combatte per la sua libertà e indipendenza sentimentale, ancora con Zubin Mehta sul podio e un altro esordio nella regia d’opera, quello di Carlos Saura, colui che a Carmen nella versione danzata da Antonio Gades e Cristina Hoyos ha legato il suo nome fin dagli anni Ottanta. Donne che soffrono, che vivono le proprie emozioni, che gioiscono e che si lasciano poi morire. Donne raccontate dalla musica, dal canto,

dalla danza e dalla poesia. E’ questo il panorama in rosa raccontato dal Maggio Musicale Fiorentino. Arriverà al delitto pur di sottrarsi alla subalternità impostale fra le mura domestiche e alla morale arcaica della società zarista Katerina Izmailova, protagonista di Lady Macbeth del Distretto di Mzensk di Sostakovic, sul podio Conlon. Fedra di Hans Werner Henze costituisce il tributo del Festival al linguaggio contemporaneo ed insieme ad un autore celebrato in tutto il mondo che troverà in Roberto Abbado il suo concertatore. All’ottantesimo anniversario della fondazione dell’Orchestra del Maggio, costituitasi per iniziativa di Vittorio Gui nel lontano 1928, Mehta ha voluto dedicare l’esecuzione della Seconda Sinfonia Resurrezione di Gustav Mahler, mentre per il tradizionale Concerto di chiusura in Piazza della Signoria ha scelto la Nona di Beethoven; un altro anniversario fondamentale, i quarant’anni dal debutto a Firenze, sarà l’occasione del ritorno di Riccardo Muti con le note di Mozart e Schubert. Gli altri appuntamenti sinfonici vedono Riccardo Chailly e Seiji Ozawa con le orchestre ospiti rispettivamente del Gewandhaus di Lipsia e con la Mito Chamber Orchestra. Per la danza ci sarà il ritorno del Tokyo Ballet, ma c’è spazio anche per la rassegna di talenti emergenti con Maggio off.

pera lirica in quattro atti che rappresenta a pieno titolo il filo conduttore del 71esimo Maggio Musicale Fiorentino. E’ proprio la Lady Macbeth del distretto di Mcensk, basata su una novella di Leskov, composta dal compositore russo Šostakovic tra il 1930 e il ’32. Il lavoro vede, infatti, come protagonista assoluta Katerina Izmajlova (impersonata da Jeanne-Michele Charbonnet). Una storia che si sviluppa tra promesse e tradimenti, tra oppressioni e ribellioni per terminare poi nella morte straziante della donna. Una fine che lascia dietro crudeltà e vendetta, vite spezzate e sensi di colpa e dalla quale si salverà solo chi non ha scrupolo. Quest’opera, in programma al Teatro Comunale il 21, 23 e 26 giugno, venne rappresentata a Leningrado e a Mosca nel 1934. Il suo allestimento scatenò le accese critiche da parte dei portavoce ufficiali del governo, che condannarono la modernità della scrittura e l’audacia di alcune situazioni, in particolare della scena d’amore tra Katerina e Sergej (il servo, portato in scena da Sergej Kunaev, di cui la donna si innamora e che la porterà ad uccidere il marito e se stessa). Nell’allestimento del Maggio la direzione è affidata a James Colon, oggi uno dei direttori più noti, un uomo che ha coltivato un vasto repertorio sinfonico, operistico e corale. La regia invece è del siberiano Lev Dodin che portò l’opera a Firenze già nel 1998, uno spettacolo che si guadagnò il premio Abbiati come il migliore della stagione. / S.P.

900759


MAESTRI IN QUALITA’...E CONVENIENZA PREVENTIVI GRATUITI PAGAMENTI RATEALI PERSONALIZZATI SU TUTTI I NOSTRI PRODOTTI

900887

sconto reale del 20% da listino su

INFISSO in pvc doppia anta con ribalta-vetri isolanti termici ed acustici su misura solo % 280 AL MQ

A partire da %

230 al mq

PAGABILI ANCHE A RATE

PERSIANA in alluminio stecca fissa (o orientabile) - in colori base su misura % 280 AL MQ

% 230 mq

A partire da PAGAMENTO A RATE

PORTE IN CRISTALLO TEMPERATO CON MECCANISMO A BARRA IN ACCIAIO - VARI MODELLI

FINESTRE IN ALLUMINIO ESTERNO E LEGNO INTERNO SU MISURA

ZANZARIERE A MOLLA E SCORREVOLI

A PARTIRE DA

E600MQ

(ESCLUSO POSA IN OPERA) NOVITA’ IN ALLUMINIO da oggi eseguiamo lavori VARI COLORI ANCHE LEGNO di ristrutturazione interne complete di SU MISURA opere murarie idrauliche elettriche e imbiancatura PAVIMENTAZIONE E PIASTRELLATURA e sistemi di sicurezza allarmi e videosorveglianza sopralluoghi e preventivi gratuiti

10% sconto

reale da listino

2 ANTE ASSIMMETRICHE BILAMIERA 1 ANTA LISCIA

PORTONCINI E PORTE BLINDATE - CON CILINDRO EUROPEO - ANTISCASSO E1.200 - ANTI TRAPANAMENTO - A 5 PUNTI DI CHIUSURA

E1.850

E900

E1.600

1 ANTA MONOLAMIERA

ANCHE CON FINANZIAMENTO 24 MESI INTERESSI ZERO 66,67 % AL MESE

ANCHE CON FINANZIAMENTO 24 MESI INTERESSI ZERO 37,50 % AL MESE

FINESTRE E PORTE FINESTRE IN ALLUMINIO RISPARMIA il 55% • TAGLIO TERMICO con gli incentivi statali A partire da % 270 al mq • ANTA SINGOLA DOPPIA CON RIBALTA su infissi in alluminio e • COLORE BASE E LEGNO MISURA alluminio/legno e PVC •• SU TAGLIO FREDDO % 300 AL MQ

2 ANTA

% 280 AL MQ

A partire da %

220 al mq

TRASPORTO E MONTAGGIO COMPRESO

1 ANTA

PORTA FINESTRA

Show-room: Via F. Martini, 10/R Tel. 055 6121802 Info@vetreriarondinella.it


36

aprile 2008

CuLTuRa

in Libreria. L’opera prima della cantante fiorentina, che si racconta con enfasi ad appassionati e non

Una “Grandi” scrittrice Caterina Gentileschi

“M

a è incontrollabile, imprevedibile troppo indelebile nelle mie molecole. E’ così stabile, irriducibile, ma così labile. Leggero come nuvole..”. Dopo Ligabue e Vinicio Capossela anche Irene Grandi prova a mettersi a nudo attraverso le pagine di un libro. “Diario di una cattiva ragazza” (Mondadori, pag 160), è la sua prima fatica letteraria, uscita nelle librerie lo scorso 1 marzo. Riccioli biondi, sorriso grande, faccia acqua e sapone. Una Shirley Temple postmoderna. Uguale da dieci anni a questa parte. Frizzante, autoironica. E’ rimasta la stessa di quando cantava a squarciagola “Bum bum”, facendo cantare folle divertite e spensierate. Stesso fisico, stessa chioma. Ma Irene Grandi è cresciuta e col passare del tempo è diventata più introspettiva e riflessiva, lasciando spazio, tra un rock e l’altro, a sonorità più soul e melodiche. Camaleontica, Irene Grandi. Energica come poche altre cantanti del bel paese. Il suo libro sono 160 pagine svelte e ironiche. Il racconto di una fiorentina doc tra aneddoti, episodi e stralci di vita che tracciano il profilo della rockeuse più verace del panorama artistico degli ultimi anni. Una cantante amata da pubblico e critica, forse in virtù della sua anima così solare. Dopo qualche cameo come attrice e presentatrice il suo presente continua a costellarsi di piccoli grandi eventi, accreditati da un grande e continuo seguito. Merito di un’esistenza condotta sempre sulla lama del rasoio, vissuta per poter cantare ciò che viveva; una carriera. Voce melodiosa e grinta da vendere. Episodi raccontati come leggende metropolitane che l’hanno

trasformata in una dei vip più chiacchierati delle notti fiorentine. Protagonista degli ultimi dodici mesi con un’antologia che racchiude i suoi più grandi successi, vincitrice del premio per il brano più ascoltato dalle radio al Festivalbar 2007 con l’intenso brano “Brucia la città”, Irene Grandi si racconta oggi e per la prima volta in un libro intenso, passionale e divertente, dove nulla rimane nascosto. Una nuova scommessa, un nuovo salto nel vuoto. Un modo per mettersi alla prova. Per vedere, ancora una volta, fino a dove riesce ad arrivare. Un salto che segna l’ingresso in un mondo diverso, fatto di pagine e storie. Spazi e racconti. Irene Grandi si mette a nudo, come mai aveva fatto prima d’ora, davanti a chi sfoglia le pagine del volume. L’ennesima provocazione della rocker toscana. Che questa volta sorride divertita dietro parole schiette e mai banali.

La recensione. Il secondo lavoro dello scrittore. Tra citazione d’autore e spunti autentici

“Sabbia in bocca”, nella Firenze noir di Aloigi

G

iacomo Aloigi ci riprova, tenta di bissare il successo del suo primo giallo. Già da alcuni mesi, sempre per l’editore fiorentino Polistampa, in libreria si trova “Sabbia in bocca” (pp. 216, € 13,00), un thriller imbrigliato in una Firenze oscura e a tratti ostile. Un’ostilità che corre nei meandri di palazzi signorili e case di cura che celano segreti indicibili, nightclub che spiumano pollastri di una borghesia insaziabile, caserme di carabinieri furbi e disinvolti. Una Firenze in salsa “Argentiana”, dunque, con tanto di “citazione” del vecchio ascensore alla “Profondo rosso” e relativo assassino in agguato. Insomma, Aloigi dimostra di saperci fare e conferma la sua indole di capace “cuoco noir”, uno chef in grado di scegliere e dosare gli ingredienti classici

del genere (intreccio, suspense, colpi di scena…) con una spolverata di cronaca nera, così da consegnarci un piatto gustoso e stimolante. La trama? Solo qualche cenno, per non svelare più di tanto. Alex, disegnatore di fumetti, assiste per caso ad un terribile omicidio: una giovane e bella coinquilina viene pugnalata davanti all’ascensore in cui è rimasto bloccato. Riesce a scappare, ma da quel momento si ritroverà al centro di un turbinio di eventi delittuosi e storie segrete che riemergono da un lontano passato. Solo in fondo al romanzo la verità, in tutta la sua beffarda crudezza, sarà svelata al lettore. L’avvocato e musicista fiorentino Giacomo Aloigi sembra aver fatto centro di nuovo. Per chi vuole conoscerlo c’è anche il suo sito internet: www.giacomoaloigi.net. /C.B.

908316


concerti Mercoledì 9 Aprile Francesco Renga Al Saschall Il cantautore a Firenze, con il suo “Ferro e Cartone tour 2008”, proporrà al pubblico le canzoni del nuovo album, uscito il 12 ottobre e i brani più importanti della sua carriera. Sabato 12 Aprile James Taylor Al Teatro Verdi Al Firenze arriva il grande cantante statunitense, autore di brani storici come “Carolina in my Mind”, canzone che ha fatto la storia della musica degli ultimi 40 anni. Sabato 12 Aprile Antonello Venditti Al Mandela Forum Il celebre cantautore romano presenterà il suo ultimo album “Dalla pelle al cuore”, non mancherà però l’occasione per riascoltare anche i brani classici della sua discografia: da “Ricordati di me” a “Amici mai” per arrivare a “Che fantastica storia è la vita”. Sabato 12 Aprile Gogol Bordello Al Saschall di Firenze Il gruppo musicale newyorkese nella propria musica mescola reggae, punk, hip hop e tradizione ucraina, dando vita ad un genere che è stato definito come gipsy punk. Il loro suono è energetico e veloce, e le performance sono rese spettacolari dalle coreografie, dalle due percussioniste e dall’estro del cantante. Mercoledì 16 Aprile Biagio Antonacci Al Mandela Forum Fa tappa anche in Toscana il tour del cantante milanese che con il suo stile malinconico

salirà sul palco per raccontare, attraverso la musica, tutto il suo percorso artistico 18 Aprile Carmen Consoli Al Teatro Verdi “Anello mancante”, è questo il titolo del tour della cantante di origine catanese che si presenterà al suo pubblico, per la prima volta, sola: una voce ed una chitarra. Uno spettacolo essenziale, dove la musica sarà il filo conduttore della serata; riflessioni personali e letture di diverso genere saranno il disegno tracciato sulla tela. Diversi i temi affrontati, dalla difesa appassionata del dialetto, attraverso le parole di Pierpaolo Pisolini, a una breve incursione nella tradizione musicale laziale attraverso la citazione della indimenticabile Gabriella Ferri. Lunedì 21 Aprile Massimo Ranieri Al Teatro Verdi Il cantautore torna in Toscana con uno dei suoi ultimi esperimenti canori e teatrali: “Canto perché non so nuotare. Da quarant’anni”. Uno spettacolo dove l’artista ha unito insieme tutte le sue più grandi passioni: la musica, la danza, la recitazione ed il teatro. Martedì 22 Aprile Elio e Le Storia Tese Al Saschall di Firenze Periodo di intensa attività per il gruppo che ha pubblicato recentemente il nuovo album “Studentessi”. Musica, ma anche tanta ironia per la storica band reduce dal successo del Dopo Festival di Sanremo. teatro 19 / 20 Aprile I Gormiti

Lucio Dalla al Genio Fiorentino

Quella del 14 maggio sarà una serata interamente dedicata a Benvenuto Cellini. Così Lucio Dalla ha deciso di omaggiare il celebre orafo fiorentino, mettendo in musica gli scritti del Cellini nell’incantevole cornice del Ponte Vecchio. Lo spettacolo inaugurerà ufficialmente l’edizione 2008 del Genio Fiorentino, in programma dal 14 al 25 maggio. Al Mandela Forum Gli ormai mitici personaggi dell’isola di Gorm stanno per arrivare in Toscana affascinando grandi e piccini con il nuovo avvincente spettacolo. I piccoli mostri, eroi della natura, incantano i bambini di tutto il mondo e diventano un business da record., il prodotto, però, è tutto italiano, l’inventore, infatti, è Leandro Consumi di Firenze. Il grande successo è dato esclusivamente da questi pupazzetti di plastica senza legami a serie televisive, giornaletti o altro. Una messa in scena in grande stile per uno spettacolo di immagine creato attraverso atmosfere evocative, con giochi di luce e trucchi fantastici. 2/6 Maggio High School Musical Al Teatro Verdi Finalmente a teatro lo spettacolo con la storia, le canzoni e le scene del famosissimo Disney Channel Original movie, nello stile di

un vero e proprio musical di Broadway. Dopo il successo planetario del film e della colonna sonora balzata al top delle classifiche, ecco la versione teatrale del famosissimo show che vede la firma della Compagnia della Rancia e la regia di Saverio Marconi Le Mostre La forma del libro: dal rotolo al codice (secc. III a.C.-XIX d.C.) Fino al 31 Luglio Biblioteca Medicea Laurenziana. La mostra illustra al grande pubblico, con pezzi provenienti esclusivamente dalle collezioni laurenziane, i materiali e le forme dei supporti della scrittura e del libro in particolare presenti in Occidente e in Oriente. RealismoTrascendentale: l’arte di Adi Da Samraj Fino al 22 Giugno

Cenacolo di Ognissanti Dopo il grande successo di critica e pubblico ottenuto alla Biennale di Venezia arriva a Firenze questa rassegna dove il “pezzo forte” è La Finestra di Alberti I (14 m), un riferimento a Leon Battista Alberti, architetto e pensatore fiorentino del Rinascimento, le cui idee sulla prospettiva sono ampiamente presenti nei lavori di Adi Da Samraj. L’opera, forse una delle più “ambiziose”dell’artista americano, traccia il passaggio di due diverse misure del tempo, contemporaneamente, il ciclo di un giorno e il ciclo di una settimana. E, in quanto tale, tutta la sua elaborata geometria rappresenta l’osservazione del mondo reale. “Il Telescopio di Galileo - Lo strumento che ha cambiato il mondo” Fino al 31 Dicembre Istituto e Museo di Storia della Scienza Grazie a Galileo Galilei, tra l’estate e l’autunno del 1609 l’universo assume d’un tratto una fisionomia interamente nuova. Il cannocchiale consente infatti allo scienziato pisano di confermare le rivoluzionarie teorie di Nicolò Copernico: la Terra non è immobile al centro dell’universo, ma ruota su se stessa e orbita intorno al Sole. È l’annuncio di un’astronomia e di una visione del mondo destinate a provocare sconvolgimenti straordinari. A 400 anni di distanza da quei giorni epocali Firenze ospita una mostra spettacolare che si inserisce nella grande stagione delle celebrazioni galileiane del 2009. Cina: alla Corte degli Imperatori. Capolavori mai visti dalla tradizione Han

all’eleganza Tang (25-907) Palazzo Strozzi Fino all’ 8 Giugno I capolavori del rinascimento cinese in mostra con un allestimento curato da Romeo Gigli, oltre duecento opere per testimoniare il fasto e il cosmopolitismo delle corti imperiali dalla dinastia Han Orientale (23-220) fino all’impero Tang (617907). Parte di uno scambio culturale negoziato ai massimi livelli tra il governo italiano e quello cinese, la mostra porta a Firenze, per la prima volta, capolavori di questo straordinario periodo della storia cinese. Fiere 13 Aprile 2008 Fiera di S. Spirito. La Piazza ospita l’appuntamento mensile con il piccolo artigianato e l’antiquariato, un’occasione da non perdere nello straordinario centro storico di Firenze. Dal 25 Aprile al 4 Maggio 2008 Alla Fortezza da Basso Art - Mostra Mercato Internazionale dell’Artigianato. Giunta alla 72^ edizione, la rassegna costituisce una vera e propria vetrina d’eccellenza dell’artigianato artistico di qualità. Dieci giorni interi per valorizzare e commercializzare le culture innovative e le produzioni tradizionali a cui si legano i diversi comparti artigiani, uno scambio fra il made in Italy e la multiculturalità. A Firenze, capitale per antonomasia, dell’arte e della raffinata e secolare esperienza del ‘fatto a mano’. Per tutte le vostre segnalazioni scrivete a: scrivimi@ilreporter.it

907480


Fiorentina. Cresciuto alla corte di Prandelli, ora il 23enne punta dritto alla Nazionale maggiore

Montolivo, il bello di sognare in grande Francesca Bandinelli

S

Montolivo

“Voglio vincere qualcosa d’importante, e voglio vincerlo con la maglia viola – spiega il centrocampista – sarebbe bellissimo diventare la bandiera di questa squadra. Credo che sia ancora presto per esserlo, ma farò di tutto per meritarlo”

tudia per assomigliare ogni tanto, mi mancava soltanto sempre di più a Gerrard, la giocata o addirittura il gol. Del centrocampista-simbolo resto, accorgersi di quando scatti del Liverpool, e adora Al a pressare l’avversario o ti metti a Pacino. Dopo aver segnato il suo rincorrere il pallone non è così imprimo gol europeo, Riccardo Mon- mediato”. Alza le spalle Montolivo tolivo ora sogna in grande. Addirit- e comunque si diverte. Ripensa alla tura di diventare la bandiera viola, sassata scagliata contro l’Everton, il giocatore simbolo di questa squa- nella gara d’andata degli ottavi di dra. Di sicuro, non vuole andarse- finale di Coppa Uefa, e prima anne da Firenze prima di aver vinto cora all’emozione provata la notte qualcosa di davvero importante. magica del rientro da Torino, dopo Perché no, pure lo scudetto. Sor- la storica vittoria contro la Juve. E ride il ragazzo dal volto angelico e sospira. “Voglio vincere qualcosa di guarda al futuro con ottimismo. Si importante. Voglio farlo con questa toglie soltanto un sassolino dalle maglia. Credo sia ancora presto per scarpe, con garbo e gentilezza, ma eleggermi giocatore bandiera della su questo non intende affatto pas- Fiorentina, io però farò di tutto per sarci sopra. “Basta dire che sono meritarlo, sarebbe bellissimo. Dico giovane - sbotta - ormai ho venti- di più: dovessero arrivarmi offerte tre anni e i giovani al giorno d’oggi importanti da altri club non credo sono ben altra cosa. Voglio essere neppure di poterle prendere in seria giudicato come giocatore, senza considerazione. Non prima di aver avere più alcun paracadute. Le cri- regalato una emozione indelebile a tiche, del resto, se costruttive fan- questa città e a questa tifoseria”. Il no bene e io non intendo sottrarmi a questa logica. La corsa per il quarto posto, So benissimo che il calcio è l’obiettivo di quest’anno è fatto di alti e bassi, anzi, e non permette passi falsi io questo continuo alternare l’ho vissuto sulla mia pelle. Fino a ottobre ero stato con- centrocampista si sofferma poi sul siderato quasi come un fenomeno, capitolo mercato. “Non penso che tanto che erano stati in molti a i miei compagni lasceranno tanto caldeggiare la mia convocazione facilmente questa squadra, il desiin Nazionale maggiore. Poi, dopo derio di puntare sempre più in alto qualche prestazione non brillante, adesso è radicato dentro ciascuno ho sentito cambiare radicalmente di noi. Intanto godiamoci questa l’atteggiamento nei miei riguardi. stagione straordinaria, davvero Io però sono sempre lo stesso, Ric- intensa sia in campionato che in cardo Montolivo: sicuramente più Uefa”. Non c’è tempo da perdematuro rispetto a qualche tempo fa, re. La corsa per il quarto posto, ma con ancora davanti una strada per l’ultimo piazzamento utile per lunghissima da percorrere”. Schiet- restare agganciati al treno Chamto, lucido, senza peli sulla lingua. pions League (qualora i viola cenL’ex centrocampista dell’Atalanta trassero questo obiettivo, sarebbe la brucia tutti sul tempo. “Ho sempre terza volta consecutiva, nonostante seguito le indicazioni di Prandelli e poi Calciopoli abbia spazzato via i i suggerimenti dei compagni, anche sogni dei primi due anni) non pernei momenti più difficili. In fondo, mette passi falsi.

OGNI SETTIMANA NOVITA’ E PROMOZIONI

816081

VASTO ASSORTIMENTO

DI FIORI, PIANTE, GADGET, BIGIOTTERIA, ACCESSORI E STRUMENTI PER LA CASA DI OGNI TIPO....E MOLTO ALTRO ANCORA.....

BOMBONIERE PER CERIMONIE DI OGNI TIPO

SALVIETTE IGIENIZZANTI PER CANI INOLTRE.... SALVIETTE PER L’ IGIENE E LA PULIZIA DELLE SUPERFICI: MOBILI, PAVIMENTI, PARQUET, E GATTI FORNO, VETRI, BAGNO, CUCINA. EMOLLIENTI ANTIBATTERICHE CON CERA D’API ANTIGRASSO

ORARIO NEGOZIO LUNEDÌ - mattina chiuso - Pomeriggio 15:30 / 19:30 DAL MARTEDÌ AL SABATO 09:30 / 13:00 - 15:30 / 19:30 franchising system APERTI L'ULTIMA DOMENICA DI OGNI MESE

LINEA DOCTOR LINE PER L’IGIENE DELLA CASA E L’IGIENE DELLA PERSONA

Lo trovate a FIRENZE Via Quintino Sella, 13 a/b ang. Via Madonnone

fermata autobus n• 14 vicino il cinema VARIETY


SPORT

39

aprile 2008

Faccia a Faccia. Intervista agli estremi difensori di Audace Galluzzo e Porta Romana

Portieri “per caso”: una sfida da numeri uno Marco Lanini • audace gaLLuzzo

guido Baroncini • Porta roMana

“A cena? Scelgo Adrian Mutu”

“Io invece invito Martina Stella…”

Nome Marco Lanini Società Audace Galluzzo Età 20 Professione Idraulico Curriculum calcistico San Giusto, Rondinella, Scandicci, Casellina, ancora Scandicci e adesso Galluzzo Tifi per Fiorentina T’ispiri a… Frey Quale porta ti piacerebbe difendere? Quella della Fiorentina Perché proprio il portiere? Da piccolo giocavo terzino, ma correvo poco e per questo ho deciso di andare in porta Buffon, Frey o Higuita? Frey Qual è l’obiettivo della tua squadra? La salvezza Serie A: scudetto alla Roma o all’Inter? Roma Chi si qualifica per la Champions: Juventus, Fiorentina o Milan? Sicuramente la Fiorentina, l’altra non mi interessa Ma è vero che i portieri sono un po’ tutti “grulli”?

Nome Guido Baroncini Società Porta Romana Età 23 Professione Studente Curriculum calcistico Juniores nella Valdema, poi Rignanese in Eccellenza, e adesso da 3 anni con il Porta Romana Tifi per Milan T’ispiri a… Doni Quale porta ti piacerebbe difendere? Non ho una squadra ideale, sicuramente una con cui possa giocare con più continuità Perché proprio il portiere? Perchè da piccolo correvo poco Buffon, Frey o Higuita? Buffon Qual è l’obiettivo della tua squadra? Salvezza senza i play-out Serie A: scudetto a Roma o Inter? Inter Chi si qualifica per la Champions: Juventus, Fiorentina o Milan? Fiorentina e Juventus Ma è vero che i portieri sono un po’ tutti “grulli”? Si e no

Sì, dai… Il nome di un portiere fiorentino che stimi Berti In futuro ti piacerebbe allenare? Mi piacerebbe fare l’allenatore dei portieri Cena fiorentina con: Adrian Mutu, Martina Stella o Leonardo Pieraccioni? Adrian Mutu Siamo in un negozio: compra la tua muta ideale Maglietta grigia e pantaloncini grigi Il tuo allenatore preferito? Cesare Prandelli Il dirigente? Pantaleo Corvino Una squadra o un campione fiorentino di un altro sport, chi scegli? Non te lo saprei dire… Politico fiorentino preferito? Non saprei Ultimo concerto visto a Firenze Ligabue Campo d’erba o sintetico? Sintetico Hai la bacchetta magica, cosa cambieresti nello sport fiorentino? Darei più importanza agli sport minori come tennis, rugby e basket Saluta l’altro Gli mando un saluto ed un grande in bocca al lupo /F.T.

Il nome di un portiere fiorentino che stimi Viviano In futuro ti piacerebbe allenare? Non penso Cena fiorentina con: Adrian Mutu, Martina Stella o Leonardo Pieraccioni? Martina Stella Siamo in un negozio: compra la tua muta ideale Pantaloncino, maglietta e guanti Il tuo allenatore preferito? Ancelotti Il dirigente? Galliani Una squadra o un campione fiorentino di un altro sport, chi scegli? Non posso rispondere perché non conosco gli altri sport Politico fiorentino preferito? Nessuno Ultimo concerto visto a Firenze. Vasco Rossi Campo d’erba o sintetico? Erba tutta la vita! Hai la bacchetta magica, cosa cambieresti nello sport fiorentino? Il discorso delle “quote”, con un certo numero di giocatori da schierare a seconda dell’età, perché è una fregatura Saluta l’altro Ciao Marco, con cui tra l’altro ho giocato insieme l’anno scorso /F.D.C.

911466


40

SPORT

aprile 2008

BASKET. Grazie al progetto, promosso dalla Provincia di Firenze, nasce un team composto da atleti disabili

Una squadra speciale per “Over the Limits” Francesco Di Costanzo

ma la parte rilevante del lavoro si concentra nello spogliatoio: prepararsi, vestirsi, fare la doccia, commentare gli allenamenti, le partite e le esperienze condivise sul campo di gioco sono elementi fondamentali per la costruzione di un’indipendenza dal contesto familiare e di una appartenenza a nuovi contesti amicali. “Fare sport e praticarlo vuol dire uscire di casa e diventare più forti. La famiglia è così contenta perché vede i figli formarsi caratterialmente e capaci di socializzare”, spiega Dino Meneghin, team manager della Nazionale italiana pallacanestro, che ha partecipato alla presentazione insieme anche a don Giovanni Momigli, presidente Fondazione Spazio Reale, e Luca Giotti, presidente AS Pallacanestro Fiorentina Basket. “Over The Limits” si avvale, inoltre, della fondamentale collaborazione di Marco Calamai, grande allenatore della massima divisione, che da anni dedica la sua attività ai ragazzi affetti da autismo, epilessia, sindrome di down, problemi di comportamento e sulle esperienze dei quali ha scritto anche il libro “Uno sguardo verso l’alto”.

“O

ver The Limits”: è questo il nome del progetto promosso dalla Provincia di Firenze per la partecipazione alle attività sportive da parte di ragazzi con disabilità psichica, attraverso la creazione di una squadra di basket interamente composta da atleti disabili. L’iniziativa parte dalla sollecitazione della Fiorentina Basket, storica società locale, che ha deciso di aprire le proprie palestre a quei ragazzi per i quali la solitudine, l’isolamento e il rifiuto rappresentano un ostacolo, spesso insormontabile, per avere una vita normale. Insieme alla Fiorentina Basket sono impegnati nel progetto anche la Fondazione Spazio Reale, ASD Freccia Azzurra Firenze Basket, AS Laurenziana Basket, Fratellanza Popolare Peretola e la Cooperativa Matrix Onlus. “Questa è una terra che sfida la bellezza – ha detto il presidente della Provincia Matteo Renzi al momento della firma dell’accordo per il sostegno all’iniziativa - così come fece con Brunelleschi che costruì la grande cupola, ma venne poi chiamato a realizzare anche il salone degli Innocenti, destinato ad ospitare gli ultimi di questa città. Bellezza quindi è accettarsi e saper accettare. L’accettazione anche di coloro i quali non vengono considerati normali. Siamo orgogliosi di sostenere questa iniziativa che esalta il valore educativo dell’attività sportiva”. Il progetto prevede l’attivazione del servizio di accompagnamento degli atleti,

Matteo Renzi e Dino Meneghin

ATLETICA. Il 27 e 28 giugno Firenze ospiterà il Top Club Challenge 2008

Tutti al Ridolfi per il campionato italiano

S

ono passati cinque anni dall’inaugurazione dello stadio di atletica leggera Luigi Ridolfi. E dopo la Coppa Europa, il triangolare con la partecipazione della nazionale russa e la Coppa del Mediterraneo Ovest, il 27 e 28 giugno l’impianto gioiello per l’atletica in città ospiterà il Top Club Challange, il campionato italiano con il meglio dell’atletismo a livello individuale e societario. Soddisfatto l’assessore allo sport Eugenio Giani, che ha rilanciato, con la F.A.E. – Firenze per l’atletica leggera - il sodalizio che ha portato nel capoluogo toscano importanti manifestazioni con grandi campioni. “E’ stata una scommessa vinta – ha

commentato Giani, affiancato dal presidente della Fidal Toscana Marcello Bindi e dal segretario generale Riccardo Ingallina – perché l’impianto è aperto tutti i giorni e frequentato da tanti giovani che si allenano con impegno e che si stanno mettendo in luce a livello nazionale”. Al Top Challenge 2008 accedono le prime 12 società italiane che si affronteranno, in gare maschili e femminile con corse di 100, 200, 400, 800, 1500, 5000, 3000 siepi, 100 e 400 ostacoli, e con le staffette 4x100 e 4x400; e ancora salti in alto, asta, lungo e triplo; lanci del disco, del giavellotto, del peso e del martello e le marce. /Sim. Spa.

MOTO. Nuova stagione alle porte per l’Improve Racing

Un team da alta classifica

F

)DGMPCLRGL?

Qcxgmlcbcbga_r__jj_qos_bp_bcjasmpc* amldmrm*glrcptgqrccaspgmqgr… qsga_kngmlgbgDgpclxc

uuu,gjpcnmprcp,grj_rs_qos_bp_Œ_nmpr_r_bgajga

orse non tutti sanno che a Firenze esiste un team che da anni partecipa al campionato italiano velocità e al mondiale Supersport, piazzandosi sempre ai vertici della classifica. Il suo nome è “Improve Racing”, e nasce dalla mente del team manager Alessandro Michelozzi, quotidianamente occupato nello showroom Honda di viale Fanti. “Il nostro team è nato nel 1998, con la partecipazione a campionati provinciali. Poi abbiamo preso la decisione di uscire dal nostro guscio e, con una moto più competitiva, ci siamo lanciati nel campionato italiano, prima per gioco, poi per passione”. E la passione premia. Nel 2005 Si-

mone Sanna vince il titolo italiano, e corre come wild card nel mondiale. Nel 2007 Cruciani arriva secondo. Il vero punto di forza dell’Improve Racing è la conoscenza della moto con cui i meccanici si confrontano da quasi dieci anni. La nuova stagione è alle porte, e il team sembra pronto per un’altra avventura. “L’obiettivo è quello arrivare perlomeno nei primi tre posti, non perché siamo i più forti, ma perché lavoriamo con materiali di prima qualità e siamo abituati a non arrenderci mai, è il nostro marchio di fabbrica”. L’appuntamento è per il 20 aprile al circuito del Mugello. Scaldate i motori, si parte. /Matteo Miglietta


SPORT

aprile 2008

PALLANUOTO. Intervista all’allenatore della Fiorentina Waterpolo

Gianni De Magistris tenta il bis Nell’ultima stagione, le “sue” ragazze hanno vinto scudetto, Coppa Campioni e Supercoppa europea. “Ripetersi sarà dura” Ivana Vita

G

ianni De Magistris è uno dei fiorentini più famosi al mondo in campo sportivo. Pallanuotista dai tantissimi record, insignito alla International Swimming Hall of Fame nel 1978, continua a collezionare successi da allenatore. Nella sua ultima stagione alla guida delle ragazze della Fiorentina Waterpolo vanta uno scudetto, una Coppa Campioni e una Supercoppa Europea. Nel 2007 è riuscito a portare tre titoli prestigiosi alla città di Firenze. Adesso cosa si aspetta? Abbiamo mantenuto la stessa squadra e anche quest’anno siamo in lotta per lo scudetto e la Coppa Campioni, ma nella vita è difficile ripetersi e ancora di più lo è nello sport. Nel panorama fiorentino c’è qualche nuova promessa che si sta mettendo

De Magistris

in evidenza? Ci sono molte atlete che si stanno mettendo in luce in questo momento: c’è un bel parco giovanile. Mia figlia Mila, classe ’88 e poi Gloria Giachi, Valentina Bucelli, Gloria Cariddi, ragazze giovanissime addirittura del ’90 -’91. Stiamo facendo grandi sforzi per curare il vivaio. Elena Gigli, portiere della Fiorentina Waterpolo e della Nazionale, rappresenterà la città di Firenze alle Olimpiadi: crede che possa fare bene a Pechino? Sì, perché negli ultimi 12 mesi ha acquistato sicurezza e grande maturità sul piano emotivo. Che fosse molto brava si sapeva, ma adesso è riuscita a colmare quelle carenze caratteriali che si manifestavano nel pre-partita. Era la prima avversaria di se stessa. Ora, pur avendo

solo 22 anni, è nella fase di maturazione totale e rappresenta una garanzia per la Fiorentina e per la Nazionale. Solo una giocatrice straniera nella pallanuoto femminile: cosa ne pensa? Farò ricorso al Tar e al Ministero delle pari opportunità, perché all’interno della stessa Federazione e dello stesso sport non ci possono essere direttive diverse per uomini e donne. Nel settore femminile, ridurre il numero delle giocatrici straniere aumenta il gap fra le squadre forti e quelle più deboli. Le straniere non tolgono nulla, anzi contribuiscono con il loro esempio morale e pratico per le altre ragazze della squadra. Inoltre, considerando che nell’anno post-olimpico si possono trovare ottime giocatrici a prezzi minori, questa è un’ulteriore penalizzazione per le società.

41

baSket Parla Marco Rota, il nuovo tecnico dell’Everlast

Salvezza, “mission impossible” È Marco Rota il nuovo allenatore dell’Everlast Firenze. E’ stato chiamato dal Pool Firenze Basket per un’impresa difficile e al tempo stesso ambiziosa: far rimanere il basket fiorentino in serie B d’eccellenza e rilanciare tutta la squadra. Non sarà facile, perché il tempo a disposizione è poco e gli avversari molto agguerriti. Milanese, nato il 14 gennaio 1960, ha iniziato come assistente di Roberto Galli alla Deborah Milano, per poi passare, come capo allenatore, a Parma, Rovereto e Como, e vivere un’esperienza da assistente in Lega Due maschile. Dalla stagione 2002-2003 è assistente allenatore della Nazionale italiana femminile, e dal 2004-2005 della Under 20. Oggi ricopre, inoltre, il ruolo di capo allenatore della Under 16. Nel gennaio 2007 è a Riva del Garda dove centra la salvezza. Poi gli europei femminili a Chieti, e ora l’approdo a Firenze. Il suo primo impatto con la città e con la squadra? “Firenze la conosco avendo già allenato a livello femminile. E mi sono sempre trovato bene. Ritengo questa scelta utile e positiva per me e per la società. Sono un allenatore particolare: mi piace poter scegliere dove andare. Dopo l’esperienza con la nazionale femminile ho deciso di stare fermo nonostante le buone offerte

di vari club. Poi è arrivata Firenze ed ho accettato”. L’obiettivo, prima ancora di iniziare il lavoro? “Fare il meglio per questa squadra. L’obiettivo è salvarsi con i play out: inutile nasconderci. Mancano poche partite e ci devono servire per arrivare ai play out con la migliore classifica possibile e con la migliore situazione mentale”. Cosa serve ai giocatori dell’Everlast? “Vengono da molte sconfitte. Occorre dare serenità e, possibilmente, ricominciare a vincere. Per dire cosa serve è presto. In una prima fase cercherò di capire cosa è meglio fare affinché i ragazzi si possano allenare con tranquillità e ritrovino la giusta serenità”. E’ una missione impossibile centrare la salvezza? “Voglio incidere sulla squadra. A Riva del Garda ho avuto più tempo a disposizione e ci sono riuscito. Qui ho meno tempo ma la squadra ha qualità”. Come giocherà la sua Everlast? “Punto a ridare ritmo alla squadra. Vorrei una difesa che possa incidere in maniera migliore rispetto al passato e dare più ritmo all’attacco. Mi sono documentato ed ho già visto la squadra in alcuni filmati. Vorrei che corresse di più”. /Sim.Spa

918082


42

aprile 2008

BeneSSeRe

La fobia. Molte persone soffrono di mal d’aria. La cura esiste e la suggerisce un libro

Paura di volare? Leggi che ti passa Nadia Fondelli

S

ono vicini i primi ponti e le vacanze estive non sono poi così lontane. Si occhieggia le vetrine delle agenzie di viaggio con le immagini di atolli corallini dove vorremmo. Posti meravigliosi e lontani, ma come raggiungerli? C’è un solo mezzo a disposizione l’aereo. Quanti sognano quelle mete esotiche, ma un attimo dopo si bloccano all’idea di dover salire su un aereo? Un’idea che mette ansia a molti. Uno strumento utile per combattere questa fobia è il libro “Volare, come vincere le tue paure” di Gabriele Buracchi (Edizioni Bracciali). Buracchi dà utili suggerimenti su quello che bisogna fare prima di salire in aereo: evitare di arrivare in aeroporto troppo presto; non assumere tranquillanti se non prescritti dal medico; evitare bevande alcoliche o eccitanti. Poi durante il volo: chiudere gli occhi durante il decollo; ascoltare musica in cuffia; bere spesso acqua perché in volo anche se non si suda ci si disidrata; considerare che è normale sentire scosse, rumori e vibrazioni (succede anche in bus e in treno); chiacchierare col vicino, leggete un libro o ascoltate musica; indossate abiti comodi e larghi e infine, se potete, alzatevi spesso per sgranchirvi le gambe o almeno cambiate spesso posizione. Il segreto per affrontare un viaggio sereno però sta tutto in voi stessi e nel vostro riuscire a rilassarsi. Rilassamento: ecco la parola magica, la chiave per vincere la paura. Come? Applicando le tecniche di rilassamento che i frequentatori di joga ed affini ben conoscono. Quelle discipline corpo-mente che aiutano a star bene nelle vita di tutti i giorni diventano dei toccasana in volo. In questo libro

si trova un semplice excursus di tutte le tecniche di rilassamento più diffuse da praticarsi anche seduti sulla poltrona dell’aereo: dal training autogeno a quelle di origine orientale. Tutte tecniche usate anche dai campioni dello sport per vincere l’ansia da competizione. Gabriele Buracchi guida il lettore con parole semplici. Non c’è da sentirsi stupidi perché se è vero che viaggiare è uno dei sogni dell’uomo è altrettanto vero che almeno metà dei nostri connazionali ha paura di volare. L’essere umano è “programmato”per stare coi piedi sulla terra, ma nella sua lunga storia ha realizzato sogni impossibili come quello di immergersi nei fondali marini e di sollevarsi in aria. Fin dall’antichità si è sognato guardando gli uccelli in volo nel cielo di raggiungere quel risultato, con il cuore colmo di emozione ispirati dal profondo senso di libertà che emana quell’immagine. Basti pensare che già nei miti greci, Icaro e Dedalo, rinchiusi dal re Minosse nel labirinto di Cnosso, tentarono di fuggire fabbricandosi ali di penne e di cera. Il grande Leonardo da Vinci ci provò molti secoli più tardi e fu il primo ad affiancare alla passione una serietà scientifica. Studiò le tecniche, formulò teorie ed elaborò applicazioni. Fu il primo che si avvicinò a realizzare il sogno di volare. L’aereo, dati statistici alla mano, è di gran lunga il mezzo di trasporto più sicuro che esista. Ma la paura, in chi ce l’ha, rimane perché è un problema ansiogeno, per la precisione una fobia. E’ possibile vincerla, in maniera molto semplice e naturale. Entriamo allora in agenzia e prenotiamo la vacanza su quell’atollo. Alleniamoci a casa con le tecniche di rilassamento e quando saremo in aeroporto scopriremo che dal viso ci è sparito il terrore e i nostri muscoli facciali si sono aperti in un sorriso.

Risparmio energetico e fonti rinnovabili energiaeclima Scopri tutte le opportunità di incentivi nazionali e locali CONTRIBUTI per l’acquisto e l’installazione di sistemi di contabilizzazione della quantità di calore utilizzata abbinati a sistemi di termoregolazione in impianti centralizzati CONTRIBUTI per l’acquisto e l’installazione di impianti e macchinari per il trattamento e l’uso energetico delle biomasse residuali derivanti da attività agricole Dal 1 febbraio 2008 lo sportello itinerante Rienergia è presente nei palazzi comunali di:

cdev@cdev.it

Bagno a Ripoli, Barberino Val d’Elsa, Greve in Chianti, Impruneta, San Casciano in Val di Pesa, Tavarnelle Val di Pesa

Agenzia Fiorentina per l’Energia Srl Piazzale della Porta al Prato, 14 - 50144 Firenze FI Tel +39 055 219641 - Fax +39 055 216965 - e-mail info@firenzenergia.it Presidente Ing. Luca Talluri


44

LeTTeRe

aprile 2008

Inviaci le tue lettere a

scrivimi@ilreporter.it Lettere e segnalazioni: tutto su www.ilreporter.it Lettere, segnalazioni, proposte, ma anche veri e propri articoli scritti dai lettori. Tutto questo ed altro ancora sul portale www.ilreporter.it.

Tutte le lettere che non trovano spazio in queste pagine saranno pubblicate sul sito. E poi spazio ai commenti e alle vostre opinioni. Visita www.ilreporter.it “La zcs 6 faVorisce i residenti” Sono un cittadino residente nella zona delle Due Strade. Non sono affatto d’accordo con il volantino dei commercianti: da quando é stata istituita la Zcs 6 la situazione é migliorata per i residenti che trovano più facilmente parcheggio. Questo quartiere, inoltre, non é mai stato un luogo d’incontro (mancano strutture pubbliche e verde pubblico), ma solo un “mercato” per fare compere, con ulteriore intasamento di un traffico già insostenibile. A proposito del traffico, le nuove disposizioni potrebbero scoraggiare i pendolari e convincerli a lasciare le automobili al Galluzzo dove esiste un grande parcheggio, usando i mezzi pubblici. Luigi Caro signor Luigi, quella dei parcheggi è una questione che fa spesso discutere e divide i cittadini. In linea di principio sono però d’accordo con lei: l’istituzione delle Zcs consente di migliorare la qualità della vita dei residenti e pone un limite evidente al parcheggio selvaggio dei pendolari che arrivano da fuori Firenze. Per quanto riguarda le esigenze dei commercianti, che certo non vanno sottovalutate perché la presenza di esercizi commerciali diffusi rende vivi i quartieri della città, credo basti un po’ di attenzione e di buona abitudine di tutti noi. Nella zona delle Due Strade, per esempio, basta fare due passi a piedi per poter parcheggiare senza problemi: mi riferisco per esempio al parcheggio intorno al campi di calcio della Rondinella. Sono invece in netto disaccordo con lei quando parla del quartiere definendolo privo di “strutture pubbliche e verde pubblico”. Il quartiere tre è di

gran lunga il più verde della città, e aree e giardini non mancano. Certo, capisco che l’incrocio fra via del Gelsomino e via Senese sia caratterizzato da grande traffico, ma c’è sempre il giardino di San Gaggio, siamo a due passi dal giardino di Boboli, per non parlare del Galluzzo, dei giardini di Viale Tanini e così via. A volte temo che siamo abituati un po’ troppo bene, e converrebbe vedere come si vive nelle altre città (ma nel caso di Firenze anche in altri quartieri) prima di lamentarsi. Marco Agnoletti a ProPosito di Piste cicLabiLi… Cara redazione, va bene occuparsi delle piste ciclabili, ma voglio segnalare che per noi ciclisti parcheggiare in una delle poche rastrelliere distribuite in città è una vera tortura. Ci sono tante bici abbandonate dai loro proprietari che intasano i posti per chi vuole parcheggiare la propria bici. Non riesco a capire la difficoltà nel togliere le vecchie bici: ruote sgonfie, o addirittura cerchioni senza copertoni, ruote storte, non è poi tanto difficile individuarle. Una volta i vigili mettevano un foglietto con scritto che sarebbero ripassati dopo dieci giorni per la pulizia, non è stato più fatto. Perché? Ci sono in via XX settembre, allucchettate agli alberi, due bici senza ruote, senza sellino c’è solo il telaio, sono li da almeno 6 mesi, sarà tanto difficile portarle via? A proposito di piste ciclabili, prima di progettarne altre pensiamo ripristinare quelle vecchie, per esempio la pista ciclabile che va da piazza della Libertà fino a piazza Piave si allaga per dei lunghi pezzi, basta un piccolo ac-

SENTIRE UN DOLORE FISICO CHE NON HA CAUSE ORGANICHE

H

o avuto modo di conoscere diverse persone che lamentavano dolori fisici oppure altri disagi come stanchezza, disturbi gastro-intestinali, perdita di appetito, pur avendo appurato, con appropriate ed approfondite indagini, che tali malesseri non potevano essere spiegati da una condizione medica generale. In certi casi infatti possono presentarsi alcuni sintomi dolorosi (alla testa, all’addome, alla schiena, al torace, durante i rapporti sessuali, durante la minzione…) o gastro-intestinali (nausea, diarrea…) o pseudo - neurologici (perdita dell’equilibrio, mancamenti, difficoltà a deglutire…) che si verificano per lunghi periodi e Elisabetta Romeo comportano diverse complicazioni rispetto agli ambiti relazionale e lavorativo, senza che ci sia alla base di essi una condizione medica o una sostanza che li provochi o comunque ne giustifichi la gravità. Si tratta di disturbi dal difficile inquadramento diagnostico, in quanto compromettono il funzionamento di un organo senza che possa essere accertata alcuna patologia organica. Essi causano grave sofferenza a chi ne è colpito. In molti casi i sintomi possono essere rappresentati con precisione, mentre in altri casi risultano difficili da descrivere. Spesso si modificano nel tempo o vengono percepiti in modo diverso. Questo genere di disturbi sono denominati disturbi somatoformi e per poterli diagnosticare è necessario escludere qualsiasi causa organica. Solitamente insorgono in concomitanza di un profondo mutamento nella vita del soggetto o in concomitanza di eventi negativi o di periodi particolarmente stressanti. In poche parole sono un’espressione del dolore psichico a livello corporeo. I disturbi somatoformi sono molto diffusi e possono essere trattati con successo mediante interventi mirati. 903362

ELISABETTA ROMEO Psicologa (Ordine degli Psicologi della Toscana. Iscrizione all’Albo n° 4123) Cell. 389 9909033 E-mail: romeoelisabetta@virgilio.it

quazzone e si formano dei veri laghetti. Vogliamo provvedere? Si pensa sempre in grande e si tralasciano le cose già fatte. Scusatemi per lo sfogo, ma quando cè vo cè vo!!!! Distinti saluti, Giancarlo “si ParLa di aeroPorto, Ma cHi Pensa ai residenti?” Buongiorno, scrivo a proposito dell’articolo pubblicato su Il Reporter di marzo dal titolo “L’abito nuovo dell’aeroporto Vespucci”, che naturalmente si compiace della bellezza e della funzionalità dell’aeroporto di Firenze che verrà, purtroppo, ingrandito e aumentato come numero di voli. Mai un articolo che invece si occupi dei problemi di chi, e sono decine di migliaia di abitanti - quelli di Quaracchi, Brozzi, Peretola, Petriolo, le Piagge, cioè il quartiere più popoloso della città - sotto gli aerei quotidianamente (dalle 6.30 alle 23.30 e spesso anche la notte, 365 giorni l’anno) ci vive, se li vede passare sopra la testa a poche decine di metri e deve subire il pericolo e l’inquinamento atmosferico e acustico; un articolo che racconti la rabbia degli abitanti e le loro lotte contro i poteri forti che, complice l’ARPAT, non vogliono neppure fare installare una centralina per il rilevamento acustico dei decibel, ben consci che lo sforamento sopra i limiti consentiti sarebbe fuorilegge e intollerabile. Vengano i giornalisti di Reporter a fare un’intervista a Quaracchi o a Peretola oppure alle riunioni del comitato contro l’aeroporto, al circolo SMS di Peretola, in via Pratese; questo sì che sarebbe giornalismo vero, libero, e non al servizio dei poteri forti e con questi compiacenti. Antonio Ugolini Caro signor Antonio, i disagi e le difficoltà di chi vive nelle vicinanze dell’aeroporto ci sono ben note. Mi permetto soltanto di invitarla a leggerci con maggiore attenzione. Più volte infatti abbiamo dato voce a chi protesta contro il rumore nella zona, a rappresentanti di forze politiche che contestano lo sviluppo dell’aeroporto e abbiamo fatto un’inchiesta sulla vita nella zona delle Piagge dove si metteva in luce, tra gli altri problemi, anche proprio quello del passaggio degli aerei. Tutto questo ovviamente senza pensare di aver fatto pagine memorabili di giornalismo “vero e libero e non al servizio dei poteri forti”, ma semplicemente il nostro dovere di cronisti. (m.a.) La PuLizia degLi autobus Ho un abbonamento Ataf annuale, che pago oramai da vari anni. Mi spettereb-

be un servizio adeguato (impossibile, si dice per il caos cittadino, tramvia, etc…) e vetture pulite. Stamani ho viaggiato sulle linee 17, 10, 1B e mi sono proprio stizzita per il sudiciume che regna sovrano negli autobus. Io inviterei i nostri amministratori, Sindaco compreso e dirigenti Ufficio d’igiene, a usare il bus cittadino verificando la fatica quotidiana, la dose di pazienza di chi lo usa e il sudiciume che gli utenti giornalmente si sorbiscono. Lo sapete che un autobus viene pulito ogni 3 mesi? Avete visto quanto concorre a questa sporcizia la circolazione dei giornaletti-giornalacci che vengono distribuiti gratis agli angoli delle strade e infilati e poi smembrati, pesticciati, bagnati, sugli autobus Ataf? Se c’è un Sindaco, questi dovrebbe vietare la distribuzione di tale cartaccia e il personale Ufficio d’igiene constatare e provvedere per una pulizia diversa. Ma siamo a Firenze... Giovanna Gaeta La ViabiLità neLLa VaLLe deLL’arno Gentile Direttore, ho letto il primo numero di Reporter di Fiesole e lo trovo uno strumento utile che non ci fa certo rimpiangere Fogli di Fiesole, megafono di chi ha governato in questi anni. Un appunto però sull’articolo di apertura in merito alla viabilità della Valle dell’Arno. L’autrice conosce bene gli sviluppi degli ultimi anni, la raccolta di firme dei comitati di Vallina, Sieci e Compiobbi per la variante alla SP 34 e il declassamento dell’attuale statale, ma non ne fa menzione. Riporta invece nel sottotitolo “attesa variante alla statale” o “viabilità migliore… per Ellera, Girone,Compiobbi...”. Si tratta invece solo di piccoli interventi discriminatori che, se porteranno benefici a una parte delle frazioni di Anchetta e Ellera, saranno invece dannosi per Compiobbi e Le Falle in termini di prevedibile aumento di traffico e non prevedono percorsi ciclopedonali. Servono solo a “giustificare” ulteriori interventi edilizi; ad esempio l’ampliamento enorme della zona industriale Dorin si risolverà in ulteriori mezzi pesanti nella strettoia di Compiobbi. Non si vede come questi interventi possano migliorare la sicurezza se, come dice il comandante dei vigili nel successivo articolo, neanche autovelox e fotored a iosa hanno diminuito incidenti e morti, l’ultimo pochi giorni fa. L’intervento dei due ponti sull’Arno, oggetto di un concorso internazionale vinto da una cordata anglo-francese e risolutivo per tutte le frazioni delle vallata con la messa in sicurezza dei centri abitati con declassamento dell’attuale percorso, non viene invece sostenuto dalle Amministrazioni di Bagno a Ripoli

e Fiesole e ora anche “cancellato” dalla stampa. Il progetto di una strada Firenze-Pontassieve senza semafori e centri abitati risale ad oltre 30 anni fa e non è ancora completato. Saluti Maurizio Landi “ProbLeMa VeLocità in città, ecco i Miei consigLi” Più attenzione alla velocità troppo alta in città. Sento l’esigenza di comunicare la pericolosità esistente nel percorrere via Lorenzo il Magnifico e in modo particolare attraversarla quando il traffico è scorrevole. L’ alta velocità che viene raggiunta dalle auto o moto è a mio parere troppo alta e penso superiore a quella raggiunta nel viale parallelo S. Lavagnini, dove giustamente è stata installata la macchina che rileva la velocità. Percorrere e attraversare via Lorenzo Il Magnifico è diventato veramente pericoloso, esiste un solo attraversamento pedonale all’altezza di via Landino scarsamente segnalato, gli automobilisti corrono all’impazzata provenienti da piazza della Libertà e ignari dei pedoni. Mi permetterei di segnalare l’opportunità di prendere in considerazione, da parte di chi ne ha la competenza, i seguenti interventi: 1- L’installazione di una cinepresa al semaforo situato all’incrocio tra via L. Il Magnifico e via Poliziano (troppo spesso vedo auto o moto oltrepassare con il semaforo rosso, vorrei ricordare che ci sono state delle vittime proprio in corrispondenza di tale incrocio) 2- Evidenziare l’attraversamento pedonale all’incrocio tra via L.Il.Magnifico e via Landino con strisce pedonali ben colorate e magari anche un leggero “Dosso” come è stato effettuato giustamente e ripetutamente nel limitrofo e parallelo V.le Milton. Purtroppo gli automobilisti non hanno il rispetto del pedone come avviene in alcune grandi città italiane e in modo particolare in certe città estere, per esempio Londra, dove ho notato gli automobilisti fermarsi agli attraversamenti pedonali ancor prima che sopraggiunga il pedone. Tutto questo per dire che una maggior sensibilizzazione si può raggiungere forse anche con la segnalazione delle regole “attraversamenti” sempre e ben evidente! 3- L’installazione del rilevatore di velocità all’altezza del suddetto incrocio sarebbe a mio avviso molto utile per la sicurezza dei cittadini. Di giorno, ma soprattutto di notte, i pirati della strada per evitare il controllo del viale Lavagnini provenienti da piazza della Libertà sfrecciano a velocità molto elevata in via L. Il Magnifico e naturalmente facendo moltissimo rumore. Se qualcuno, di competenza, potrà verificare renderà un grande contributo alla sicurezza e tranquillità degli abitanti. Grazie


annunCi iMMOBiLaRi

45

aprile 2008

un aiuto prezioso a casa tua

le migliori offerte immobiliari: residenziali, commerciali, stagionali STATUTO silenzioso ristrutturato affacci solo interni appartamento composto da soggiorno-cottura due camere ampia terrazza di circa 70mq e giardino283.000 338 9402688

VALDISIEVE

1-2 VANI FIRENZE A FIRENZE nuove ristrutturazioni zone bronzetti novoli gavinana statuto monolocali e bilocali con rifiniture di lusso a partire da158.000 055 0515231 BELLARIVA nuova ristrutturazione ottimo luminoso e confortato soggiorno angolo cottura camera e servizio possibilità cantina rif. M0301/08185.000,00 www.treggi.com 055 7398927

DICOMANO direttamente dal costruttore immersi nel verde, 2 vani piano terra mq 53, ingresso indipendente, giardino, box auto, ottime finiture predisposizione aria condizionata e allarme, 132.000,00 055 8397307 - 335 8058088

VALDARNO TERRANUOVA B.NI Frazione, ristrutturato, mq. 40, cucina, camera, bagno, ripostiglio e giardino mq. 40,110.000 interamente pagabili con rate di mutuo da 583,00mensili. 055 940882

CHIOCCHIO in piccola palazzina, appartamento: ampio soggiorno con angolo cottura, camera, bagno. Giardino privato mq. 150, cantina e garage. (a 206) Geom. Marco Fiesoli 055 687553

FIRENZE

ISOLOTTO strada tranquilla bilocale in fase di completa ristrutturazione piano alto ingresso disimpegno soggiorno con angolo cottura camera e servizio. Ottime finiture. 170.000 rif.k1/2403 Home in Tuscany 055 358303 - 335 272665 LUNGARNO begli affacci nuova ristrutturazione luminoso accessoriato bilocale su 2 livelli ottime rifiniture225.000,00 rif. M0103/08 www.treggi.com 055 7398927 MUSEO STIBBERT pressi loft di nuova costruzione 48 mq. Al piano primo termosingolo ottime rifiniture235.000 055 676246 OBERDAN pressi in bel contesto con ingresso indipendente silenzioso luminoso bilocale di nuova ristrutturazione ottime rifiniture210.000,00 rif. M2203/08 www.treggi.com 055 7398927 OLMO (FIESOLE) in colonica in pietra appartamento totalmente ristrutturato 60 mq. Composto da soggiorno angolo cottura camera bagno finestrato ripostiglio balcone garage giardino 250 mq. Oltre terreno270.000 055 676246 P.ZA SIGNORIA delizioso bilocale in bel palazzo su p.za signoria, composto da angolo cottura, salottino, camera matrimoniale bagno. 335 7678437 PARCO CASCINE pressi monolocale nuova costruzione mq.30 calpestabili due finestre divisibile due stanze balcone coperto ottime rifiniture possibilità cantina garage consegna inizio 2010. 149.486 rif.k1/2381 Home in Tuscany 055 358303 - 335 272665 S. GAGGIO in piccola palazzina ben tenuta luminoso tranquillo ampio bivani con soggiorno cucinotto camera servizio balcone oltre ad ampio soppalco ottime rifiniture270.000,00 rif. M1803/08 www.treggi.com 055 7398927 S.M NOVELLA graziosissima mansardina 24 mq. Ristrutturata ed arredata panoramica con splendidi affacci sulla chiesa vendesi160.000 trattabili ottimo investimento 055 676246 TALENTI nuova ristrutturazione ottimo luminoso e accessoriato soggiorno angolo cottura camera e servizio rif. M0201/08175.000,00 www.treggi.com 055 7398927 VIA PISTOIESE zona vendesi appartamento 2 e 3 vani con resede e giardino di circa 200 mq, posto auto, cancello automatico videocitofono sat e condizionamento. Consegna da maggio 2008 prezzi a partire da 195.000 inintermediari 055 7135193

 055 0515231

GIAMBOLOGNA in contesto signorile appartamento finemente ristrutturato composto da ingresso soggiorno con cottura due camere servizio balcone temosingolo possibilità di acquisto di garage280.000 055 0515231 GRASSINA disponiamo di 2 appartamenti adiacenti di tre vani: soggiorno con angolo cottura, camera matrimoniale, cameretta, bagno finestrato. Balcone. Possibilità garage. In ristrutturazione, consegna primavera 2008. (a 312) Geom. Marco Fiesoli 055 687553

FORTEZZA in bel palazzo silenzioso luminoso ottimamente ristrutturato soggiorno angolo cottura camera servizio e balcone235.000,00 rif. M1503/08 www.treggi.com 055 7398927

ISOLOTTO nuova ristrutturazione ottimo bilocale soggiorno angolo cottura camera servizio e terrazzo190.000,00 rif. M1902/08 www.treggi.com 055 7398927

CURE in palazzina prestigiosa ultimo piano bilivelli doppi affacci panoramico su monumenti e fiesole appartamento composto da salone doppio due camere studiolo cucina abitabile tripli servizi ampie terrazze termosingolo climatizzato EURO 980.000 899643

3 VANI

DUOMO pressi in bella palazzina particolarissimo ed ampissimo bivani su 3 livelli al secondo e ultimo piano ottima ristrutturazione255.000,00 rif. M1203/08 www.treggi.com 055 7398927

GALLUZZO disponiamo di ottimo bilocale composto da ingresso, graziosa cucina in muratura, ampio soggiorno, camera matrimoniale e servizio. Pavimenti in cotto originale e travi a vista. Posto auto di pro055 689051 prietà. Rif. H191

VACCIANO appartamento in colonica completamente ristrutturato: soggiorno con angolo cottura e camino, camera matrimoniale con soppalco, cameretta, bagno e ripostiglio. Piano terreno. Giardino staccato mq. 600. Posti auto. (a 308) 055 687553 Geom. Marco Fiesoli

COVERCIANO VAMBA BERTELLI pressi in ottimo stato ampio ingresso cucina soggiorno camera da letto servizio ripostiglio due balconi EURO 295.000,00 RIF. 326 / 72 BENINVEST AGENZIA 1



915872

055 5520999 - www.beninvest.it

ALLORI-NOVOLI in strada interna tranquillissima, ottimo appartamento ampio composto da ingresso, soggiorno, cucinotto camera matrimoniale servizio ripostiglio balcone 235.000 rif.V7251 abitandoimmo055 3289988 biliare@hotmail.it B.RIPOLI/ Grassina,perfette condizioni,angolo cottura/soggiorno, 2 camere, bagno con finestra, grande loggiato abitabile e cantina; affacci nel verde.300.000, possi335 7678437 bilità garage BADIA A RIPOLI interno grazioso app. mq 80 3 ami vani silenzioso entrata indipendente luminoso soffitti alti termosingolo buone condizioni no condominio 295.000 Belmomte ImmobiliareBelmonte Immobiliare 055 6820637 - 335 325037 BAGNO A RIPOLI in piccolo borgo colonico, appartamento 3 vani parzialmente seminterrato. Da rimodernare. Soffitti a cassettone. Ottimo anche come ufficio. (a 309) Geom. Marco Fiesoli 055 687553

LEOPOLDO ampio trilocale su due livelli in fase di completa ristrutturazione piano terzo ed ultimo soggiorno cucinotto camera matrimoniale camera singola servizio e balcone. Ottime finiture. 240.000 rif.k1/2364 Home in Tuscany 055 358303 - 335 272665 LUNGARNO COLOMBO pressi appartamento piano terreno rialzato 70 mq. Cucina 2 camere bagno ripostiglio e balcone 055 676246 termosingolo260.000 NOVOLI viale gori trilocale ingresso/disimpegno cucina abitabile bagno vasca finestra camera matrimoniale ripostiglio soggiorno loggia termoautonomo possibilità seconda camera e posto auto 235.000 rif.k1/2465 Home in Tuscany 055 358303 - 335 272665 PIAZZA FARDELLA pressi appartamento piano terra 3 vani; soggiorno, cucina abitabile, camera matrimoniale e giardino esclusivo di 100 mq. Termosingolo, ottime condizioni (a 302) Geom. Marco Fiesoli 055 687553

BROZZI Interno Tranquillo in bifamiliare appartamento in fase di ristrutturazione soggiorno angolo cottura camera camerina bagno ripostiglio posto auto privato resede ristrutturazione con isolamento termoacustico e risparmio energetico265.000,00 rif.156 agenzia c...come casa 055 315507 333.6470467 333 647046 - 393 9958454 CALENZANO località Il Rosi zona tranquilla immersa nel verde in piccola palazzina trifamiliare caratteristico 3,5 vani di recente ristrutturazione libero sui 3 lati soggiorno angolo cottura 2 camere servizio ripostiglio185.000,00 rif. M0302/08 055 7398927 www.treggi.com CANDELI appartamento al piano terra in terratetto con ingresso indipendente: soggiorno, cucinotto/tinello, camera, bagno. Giardino. Ottime condizioni. (a 305) 055 687553 Geom. Marco Fiesoli CAREGGI ottimo luminoso ultimo piano 3 ampi vani soggiorno camera cucina abitabile servizio ripostigli sottotetto sfruttabile ottimo anche per investimento260.000,00 055 7398927 rif. M2111

VIA DONI piano alto ristrutturato; 3 ampi vani, soggiorno con angolo cottura, camera matrimoniale, camera singola, doppi servizi. Parquet, ottime rifiniture. Perfetto (a 313) Geom. Marco Fiesoli 055 687553

BOLOGNESE-MONTORSOLI posizione collinare panoramica appartamento in villa ristrutturato ingresso indipendente soggiorno angolo cottura due camere bagno corte e giardino privati posto auto330.000 possibilità altre metrature agenzia c...come casa 055 315507 333.6470467 333 647046 - 393 9958454

VIA VILLAMAGNA in zona tranquilla appartamento in piccola palazzina 60 mq. Soggiorno camera camerina cucinotto bagno e soppalco travi e soffitti alti cotto termosingolo255.000 055 676246

BORGOGNISSANTI pressi luminoso e panoramico appartamento ultimo piano 95 mq. 4 vani oltre bagno e terrazza abitabile con affacci nel verde395.000 055 676246

VIEUSSEUX in strada silenziosa ottimo investimento appartamento composto da soggiorno con angolo cottura due camere bagno termosingolo205.000 055 0515231

CAMPO MARTE in strada tranquilla e silenziosa con affacci nel verde piano alto appartamento composto da ingresso sala due camere matrimoniali cucina abitabile servizio ripostiglio veranda climatizzato cantinato 389.000 tratt. 055 0515231

VALDISIEVE LONDA Direttamente dal costruttore appartamento di nuova costruzione al primo ed ultimo piano, ingresso indipendente, soggiorno con cucina, due camere, servizi, cantina e posto auto. 153.000,00 335 8058088

906711

FAELLA centro, ristrutturato, piano terreno, ingresso singolo mq. 58, cucina, camera, camerina, bagno, ripostiglio e giardino mq. 45,134.000 mutuabili 100% 055 940882 MONTEVARCHI pressi direttamente dal costruttore delizioso appartamento 3 vani, finiture di pregio, garage, 195.000,00 335 8058088 - 055 8397307

4 VANI

CENTRO S. AMBROGIO caratteristico 3,5 vani soggiorno due camere cucinotto servizio alti soffitti in legno cotto antico ottimo per investimento325.000,00 rif. M1402/08 www.treggi.com 055 7398927

 050 37325 - 346 41 90500 - 339 1119401

FIRENZE

 055 687553 - 055 6812507

QUINTO BASSO silenzioso luminoso trilocale piano alto ascensore ingresso/corridoio cucina abitabile camera matrimoniale soggiorno ampio balcone cantina termocentrale facilità parcheggio 220.000 rif.k1/2464 Home in Tuscany 055 358303 - 335 272665

COMPIOBBI al terzo ed ultimo piano, luminoso appartamento composto da grande cucina, sala, 2 camere e grande terrazza abitabile di oltre 30 mq. Completa la proprietà garage,310.000 tratt 335 7678437 CURE splendidi bilivelli rifiniti con travi a vista e cotto panoramici ampi quadrivani con terrazze termosingolo climatizzati399.000 055 0515231 DALMAZIA/RIFREDI luminoso ampio 4 vani composto da ingresso, soggiorno/ cucinotto, 3 camere, servizio, 2 balconi, termosingolo, ascensore 260.000 rif.V7091 abitandoimmobiliare@hotmail.it 055 3289988 EUROPA Ampio quattro vani composto da soggiorno, cucina abitabile, due camere, servizio, ripostiglio e balconi. 300.000,00-. Rif. H18 055 689051

906709

POLO UNIVERSITARIO - V. Forlanini luminosissimo trivani, accuratamente ristrutturato, soggiorno/ang.cottura, due camere, bagno finestrato, balcone, ottimo investimento, libero subito Euro.225,000 rif.V7088 abitandoimmobiliare@hotmail.it 055 3289988

VIA GIOBERTI al 3° e ultimo piano con ascensore splendido appartamento 135 mq. Di 4 vani oltre mansarda, finemente ristrutturato in chiave moderna. Aria condizionata e impianti a norma, balcone,cantina 11 mq. EURO 670.000 (A 501)

 055 6532076 - 055 6530648

TIRRENIA Appartamento mq120 vista mare, ingresso, cucina, ripostiglio, bagno, soggiorno con accesso al terrazzo di mq16, 2 camere matrimoniali, bagno, soffitta di 20mq praticabili a 100m dal mare, p.auto vicino al centro e mezzi pubblici. Da vedere! EURO 520.000 TRATT. RIF.N 45 884477 LECCIO appartamento in colonica completamente ristrutturato di 4 vani con ingresso indipendente. Piccola corte, posto auto, parco condominiale con piscina. (C 024)

CANOVA V.LE al secondo piano di bel palazzo,con ascensore, luminoso e silenzioso appartamento composto da cucina abitabile, salone doppio, 2 camere(possibilità 3a camera), bagno, ripostiglio, balconi, cantina e posto auto.perfette condizioni 335 7678437

VALDARNO

POLLAIOLO adiacenze luminosissimo ultimo piano di nuova ristrutturazione 3 vani soggiorno angolo cottura camera cameretta oltre servizio e balcone215.000,00 rif. M1801/08 www.treggi.com 055 7398927

BORGOGNISSANTI adiacenze luminoso tranquillo ottimo 3 vani completamente e finemente ristrutturato soggiorno angolo cottura 2 camere doppi servizi275.000,00 rif. V2103/08 www.treggi.com 055 7398927

BELLARIVA interno ottimo appartamento di 80 mq.circa, al piano terreno rialzato, composto da ingresso, soggiorno, cucina, camera matrimoniale e camera singola, bagno grande finestrato con vasca angolare. Terrazza abitabile. Ristrutturato. Pavimenti in parquet e monocottura. Possibilità garage. 340.000,00 trattabili rif. g483 349 0935083 - 349 0882172

PIAZZA PUCCINI (Doni) pressi tranquillo ampio luminoso ingresso soggiorno cucina 2 camere servizio 2 ripostigli balcone EURO 285.000,00 RIF. 415 / 72 BENINVEST AGENZIA 1 915873

 055 5520999 - www.beninvest.it

FIESOLE - COMPIOBBI appartamento terzo ed ultimo piano: soggiorno, cucinotto, camera matrimoniale, cameretta, bagno e ripostiglio. Perfettamente ristrutturata. Garage e posto auto condominiale. (a 419) Geom. Marco Fiesoli 055 687553 FIRENZE SUD, P. A EMA , in zona silenziosa, luminoso appartamento 95 mq composto da grande ingresso, cucina abitabile, sala, 2 camere, bagno,ripostiglio con finestra (possib secondo bagno), terrazza abitabile di circa 80 mq posto auto. 380.000 tratt 335 7678437

EUROPA PRESSI Ottimo Tre Vani in piccola palazzina completamente ristrutturato composto da ingresso, soggiorno con angolo cottura, due ampie matrimoniali, doppi servizi, ripostiglio e resede esterna 055 689051 di proprieta’. H245

SAN JACOPINO pressi luminoso ristrutturatissimo trilocale ingresso/disimpegno soggiorno zona pranzo angolo cottura due camere servizio balcone ripostiglio 305.000 rif.k1/2292 Home in Tuscany 055 358303 - 335 272665

BACCIO DA MONTELUPO pressi strada interna recente costruzione ottimo luminoso soggiorno cucina 2 camere servizio 2 balconi e posto auto260.000,00 rif. M2802/08 www.treggi.com 055 7398927

GAVINANA appartamento 4 vani da rinfrescare: ingresso, cucina abitabile, soggiorno, camera matrimoniale, cameretta, doppi servizi. Piano secondo, no ascensore. (a 414) Geom. Marco Fiesoli 055 687553

FIRENZE SUD VIA ERBOSA piccolo condominio, vista Parco Anconella appartamento mq 75 piano primo 3 ampi vani bagno e ripostiglio, da ristrutturare 255.000 Belmomte ImmobiliareBelmonte Immobi055 6820637 - 335 325037 liare

SCANDICCI ampio 3,5 vani completamente ristrutturato grande soggiorno angolo cottura camera cameretta servizio ripostiglio 2 balconi260.000,00 rif. M2602/08 www.treggi.com 055 7398927

BELLARIVA in stabile signorile ottimo appartamento ingresso soggiorno cucina 2 camere studio doppi servizi terrazza panoramica balcone cantina garage 650.000,00 Rif. 405 / 72 Beninvest Agenzia 055 5520999 1 www.beninvest.it

ISOLOTTO bel palazzo piano intermedio con ascensore ampio 4 vani soggiorno 2 camere cucina abitabile servizio finestrato ripostiglio 2 grandi balconi295.000,00 rif. M3001/08 www.treggi.com 055 7398927


46

annunCi iMMOBiLaRi

aprile 2008 826049

915875

906712

 055 6532076 - 055 6530648 LEGNAIA in piccola palazzina ben tenuta luminoso 4 vani soggiorno due camere cucina con balcone termosingolo da ristrutturare250.000,00 rif. M1806 055 7398927 www.treggi.com LEOPOLDO PRESSI palazzo ristrutturato affacci nel verde appartamento finemente rifinito composto da sala due camere cucina abitabile servizio ripostiglio ampia cantina balconato termposingolo climatiz338 9402688 zato360.000 NOVOLI valdinievole pressi luminoso quadrilocale piano alto ascensore ingresso/ soggiorno cucina abitabile due camere matrimoniali bagno doccia finestra due balconi ottimo stato termocentrale 275.000 rif.k1/2467 Home in Tuscany 055 358303 - 335 272665 OBERDAN In villino fine ’800, appartamento 4 vani piano terreno oltre altro appartamento 3 vani al piano seminterrato. Ottime condizioni. Piccolo giardino privato. (a 422) Geom. Marco Fiesoli 055 687553 P.ZZA FARDELLA appartamento 4 vani piano terreno con ingresso indipendente, piccolo giardino privato, posto auto condominiale. Da rimodernare (a 420) Geom. 055 687553 Marco Fiesoli

 055 4494057 - www.beninvest.it SETTESANTI in condominio anni ’40 panoramico su fiesole ristrutturato finemente tripla esposizione soggiorno due camere cucina abitabile doppi servizi lavanderia ripostigli terrazzo termosingolo370.000,00 055 0515231 - 338 9402688 SETTIGNANO MONTEBENI posizione collinare nel verde in piccola palazzina due appartamenti 80mq circa buone condizioni balcone termosingolo350.000,00 trat agenzia c...come casa 055 315507 333.6470467 055 315507 - 333 6470467 STATUTO pressi ottimo stabile ingresso soggiorno cucina 2 camere servizio ripostiglio balcone cantina 360.000,00 Rif. 432 / 72 Beninvest Agenzia 1 www.beninvest.it 055 5520999 TAVARNUZZE in contesto tranquillo e silenzioso 4 vani ingresso soggiorno cucina 2 camere servizio ripostiglio 2 balconi cantina garage 330.000,00 Rif. 423 / 72 Beninvest Agenzia 1 www.beninvest.it 055 5520999 TROGHI Nuove costruzioni in bel contesto residenziale immobili di varie tipologie con giardino o mansarda e garage ottimamente rifiniti prezzi da225.000,00 per informazioni e visite 349 0935083 - 349 0882172 VARLUNGO in piccola palazzina luminoso ingresso soggiorno cucina con tinello 2 camere doppi servizi ripostiglio 2 balconi garage 510.000,00 Rif. 437 / 72 Beninvest Agenzia 1 www.beninvest.it 055 5520999

CIRCONDARIA pressi ampio 4 vani luminoso nel verde ingresso soggiorno cucina 2 camere doppi servizi 2 balconi cantina EURO 390.000,00 RIF. 441 / 72 BENINVEST AGENZIA 1 915874

 055 5520999 - www.beninvest.it PERETOLA Centro Storico Bellissimo ottima ristrutturazione stile rustico cotto travi ingresso sala con camino cucina tinello due camere doppi servizi ripostiglio posto auto privato325.000,00 c...come casa 055 315507 333 6470467 333 647046 - 393 9958454 PIAZZA DELLA SIGNORIA pressi: vendesi appartamento situato nel centro storico di Firenze a pochi passi dalla famosa piazza della Signoria, al primo piano di in un antico palazzo costruito nel ’ 500. Si sviluppa in 4 splendidi vani collegati tra loro da un ingresso con affreschi originali, correda il tutto una confortevole e utile cantina.Trattative in studio. Gianni Pompei Immobi055 2398348 - 348 6522474 liare S. SPIRITO nuova e accurata ristrutturazione particolare 4 vani con ampio soggiorno cucina 2 camere doppi servizi termosingolo390.000,00 rif. M1403/08 055 7398927 www.treggi.com S.COLOMBANO zona residenziale tranquilla piccola palazzina nel verde due appartamenti buono stato ampio soggiorno cucina due camere guardaroba doppi servizi taverna cantina aria condizionata terrazza350.000,00 trat agenzia c...come casa 055 315507 - 333 6470467 S.GERVASIO in piccola palazzina al 2º piano ampio ingresso, sala, cucina con balcone, 2 camere.da rimodernare, richie335 7678437 sta 298.000 tratt SAN DONNINO quadrilocale nuova costruzione strada tranquilla ingresso/disimpegno cucina abitabile soggiorno due matrimoniali possibilità terza camera ripostiglio bagno due terrazzi garage 280.000 rif.k1/2443 Home in Tuscany 055 358303 - 335 272665 SCANDICCI Centrale ma tranquillo appartamento luminoso ottimo stato ingresso cucina ampia abitabile sala due camere matrimoniali bagno ripostiglio due terrazze cantina posto auto400.000,00 trattabili agenzia c...come casa 055 315507 - 333 6470467 SESTO F.NO Zona Richard Ginori, ottimo appartamento di quattro vani composto da ingresso, soggiorno, cucina, due camere, servizio e ampie terrazze. Cantina e garage di proprieta’. Rif. H246 055 689051

VIA DEL LEONE pressi nel cuore di s. Frediano appartamento 83 mq 4 vani oltre 2 bagni e ripostiglio piano primo termosingolo buone condizioni330.000 055 676246 VIA KASSEL pressi, appartamento in terratetto di nuova ristrutturazione, piano terreno con ingresso indipendente di 4 vani con doppi servizi. Terrazza abitabile, possibilità posto auto. Rifiniture di pregio. (a 417) Geom. Marco Fiesoli 055 687553 VIALE EUROPA strada interna piano secondo appartamento mq 90 grande soggiorno 2 camere cucina servizio ripostiglio 2 grandi terrazze termosingolo ascensore libero subito 395.000 possibilità garage nostra esclusiva Belmomte ImmobiliareBelmonte Immobiliare 055 6820637 - 335 325037

TERRANUOVA B.NI Periferia, Tsm, mq. 70, cucina, soggiorno, camera, camerina, terrazza, 2 cantine, + orto mq. 155, abitabile, bagno da rifare,92.000 interamente pagabili con rate di mutuo da 559,00mensili. 055 940882 TERRANUOVA B.NI Tasso,terra-tetto mq. 85, buono stato, composto da 4 vani oltre accessori, tra cui 2 fondi di mq. 40 e ampio garage e terreno mq. 200 a 30 m. Da casa,125.000 mutuabili 100% 055 940882

5 VANI FIRENZE CAIROLI condominio signorile luminoso e silenzioso doppi affacci divisibile salone doppio due camere matrimoniali cucina abitabile doppi servizi ripostiglio balcone e garage515.000 055 0515231 CASTELFIDARDO ideale per famiglie silenzioso e luminoso appartamento finememte ristrutturato composto da ampio ingresso sala tre camere cucina ampio servizio ripostiglio balconato posto auto e garage440.000 055 0515231 - 338 9402688

843290

IMPRUNETA nel verde, splendido terratetto di 6 vani su 2 livelli oltre taverna con terrazzo abitabile garage e giardino. Soleggiato, luminoso (v 024) Geom. Marco Fiesoli 055 687553 SIECI Terratetto bifamiliare libero tre lati, su due livelli, superficie abitabile 260mq, diviso due unità indipendenti. Ampie altezze. Ampia soffitta.giardino 240mq carrabile. Euro.680.000 trattabili rif.t105n 055 686523 - 320 1557482

 055 3289988 - 338 4279491 CASTELLO strada interna, appartamento 3º e ultimo piano con ascensore. Soggiorno, cucina, 3 camere, possibilità secondo bagno. Balconi, garage, cantina. Termosingolo (a 506) Geom. Marco Fiesoli 055 687553 ISOLOTTO RESIDENZIALE nel verde luminoso silenzioso piano alto ampio 5 vani soggiorno cucina abitabile 3 camere servizio ampio ripostiglio finestrato 2 balconi divisibile da rimodernare280.000,00 rif. M1003/08 www.treggi.com 055 7398927

VALDISIEVE S.QUIRICO/MONTESPERTOLI splendido contesto di Borgo Medievale privato, elegante appartamento, struttura architettonica caratteristica con soppalchi (studio e ulteriore zona notte) cucina, salone/caminetto, cucina, 2 camere, doppi servizi, pregiatissima ristrutturazione, pietra e travi a vista, giardino ed ampio terreno, vista collinare panoramicissima EURO 470.000 RIF.V7250 abitandoimmobiliare@hotmail.it

 055 3289988 - 338 4279491

OLTRE 5 VANI

S. FRANCESCO Pontassieve, terratetto su due livelli completamente e finemente ristrutturato: ingresso salone quadruplo, cucina, bagno, piano primo: 3 matrimoniali, doppi servizi. Lavanderia. Terrazze abitabili e giardino e garage. (p 004) Geom. Marco Fiesoli 055 687553 VOLOGNANO, collinare splendido terratetto di recente costruzione su tre livelli , ingresso indipendente composto da cucina abitabile, salone con camino, 4 camere,4 bagni taverna,cantina, e giardino 500 mq.molto panoramico 650.000 335 7678437

VALDARNO FIRENZE

CERTOSA collinare posizione dominante contesto signorile splendido appartamento nuova costruzione mq 140 su due livelli, grande zona giorno, 3 camere, cucina, ripostiglio, doppi servizi, 3 terrazze, grande garage.

055 6820637 - 335 325037 LEGNAIA ampio luminoso 5 vani soggiorno cucina 3 camere servizio 2 balconi posto auto coperto da rimodernare345.000,00 rif. M1903/08 055 7398927 www.treggi.com PIAZZA RAVENNA pressi in stabile fine 800 al 2 ed ultimo piano appartamento ristrutturato luminoso e panoramico di 5 vani oltre servizio e terrazza abita055 676246 bile465.000 PIAZZA TASSO PRESSI Ampio appartamento di 110mq in piccola palazzina, secondo ed ultimo piano senza ascensore. Due camere nmatrimoniali, studio, soggiorno ampio, cucina, bagno finestrato, balcone. Anche divisibile. Rif. 511l immobiliare gavinana 055 686523 - 320 1557482 Q. SELLA appartamento al 2º piano da ristrutturare 90 mq. 5 vani bagno ripostiglio balcone e cantina termosingolo ascen055 676246 sore350.000 909381

FERRUCCI villino in pietra piano terreno: ingresso, soggiorno, sala da pranzo e cucina abitabile con affacci su terrazza 30 mq., bagno 2 ripostigli, lavanderia, tavernetta. Piano primo: tre camere, 3 bagni. Giardino e cantina. (v 027) 906714

 055 687553 A 15 KM. DA FIRENZE in splendida posizione, ex torre di avvistamento completamente e finemente ristrutturata di 180 mq. Oltre annesso. Giardino e terreno di 5.000 mq. Trattativa riservata. (p 013) 055 687553 Geom. Marco Fiesoli ANTELLA in posizione panoramica, appartamento in antica villa, su due livelli di 8 vani. Garage doppio, posti auto e giardino. Già diviso in due unità, non vendibili separatamente. (p009) Geom. Marco Fiesoli 055 687553 BECCARIA GIOTTO Prestigioso palazzo,splendido appartamento, otto vani (207 mq) piano alto; termosingolo, ascensore. Balconi. Buone condizioni. Cantina. Zona residenziale tranquilla. Adatto uffici e studi medici. Divisibilissimo. rif.801l immobiliare-gavinana 055 686523 - 320 1557482 BORGO PINTI Prestigioso palazzo facciate rifatte, ampio 145mq panoramico firenzefiesole, doppio ingresso, doppi ascensori, ristrutturato finemente, tre camere matrimoniali, due bagni, grande soggiorno, sala-pranzo, studio, cucina abitabile arredata, vano lavanderia. Termosingolo. Due posti auto coperti. Giardino condominiale. Euro.950.000 trattabili. Rif.711l 055 686523 - 320 1557482

VIESSEUX pressi in piccolo condominio ottimo stato con grande giardino di circa 130 mq ingresso soggiorno cucina 2 camere servizio ripostiglio ampia cantina termosingolo 380.000,00 Rif. 433 / 72 Beninvest Agenzia 1 www.beninvest.it 055 5520999

VALDARNO

EMPOLI

ALLE PENDICI DI FIESOLE (Cure alte) in contesto esclusivo e tranquillissimo, deliziosa palazzina signorile, ottimo appartamento (libero su 4 lati) composto da ingresso ampio soggiorno cucina abitabile 2 camere matrimoniali studio/cameretta doppi servizi finestrati, 2 balconi affacci silenziosi sul verde, ambiente luminosissimo con divisione zona giorno/notte, perfetta ristrutturazione, cantina di proprietà Euro 720.000 rif.V7218 abitandoimmobiliare@hotmail.it

SESTO CENTRO ampio tranquillo quattro vani ingresso cucina soggiorno due camere servizio termosingolo EURO 275.000,00 RIF. 436 / 72 BENINVEST AGENZIA 6

BROZZI affacci nel verde strada tranquilla terratetto nuova edificazione quattro vani due camere servizio taverna/garage balcone posto auto giardino rif.k2/204 345.000 Home in Tuscany 055 358303 - 335 272665

829336

FIESOLE COMPIOBBI in piacevole contesto, appartamento 4 vani di circa 70 mq. Al terzo e ultimo piano di piccolo condominio. Terrazza panoramica di 30 mq., garage soppalcato (A 409)

TOSCANINI- ZANDONAI Bellissimo appartamento con rifiniture di pregio, panoramicissimo, quinto piano con ascensore, terrazzi abitabili circostanti, biservizi, cucina abitabile. Posto auto condominiale. Luminosissimo. Zona residenziale tranquilla (intrerni via zandonai). Rif.502 055 686523 - 320 1557482

BIXIO in stabile signorile appartamento con doppia esposizione composto da ingresso salone doppio due camere cucina abitabile servizo ripostiglio ampia terrazza EURO 425.000

 055 0515231 RIMAGGIO panoramico in piccola palazzina ingresso soggiorno cucina 2 camere studio servizio 2 balconi garage termosingolo 425.000,00 Rif. 503 / 72 Beninvest Agenzia 1 www.beninvest.it 055 5520999 SCANDICCI appartamento buono stato palazzina decorosa nel verde ingresso cucina abitabile salotto tre camere doppi servizi ripostiglio due terrazze garage400.000,00 trat. Agenzia c...come casa 055 315507 333.6470467 055 315507 - -333 6470467\ SCANDICCI Ponchielli pressi piccola palazzina ingresso cucina soggiorno tre camere servizio tre balconi parcheggio condominiale 285.000,00 Rif. 511 / 72 Beninvest Agenzia 6 www.beninvest.it 055 4494057 SESTO centro terratetto da ristrutturare ingresso cucina soggiorno tre camere servizio ripostiglio balcone 325.000,00 Rif. 524 / 72 Beninvest Agenzia 6 www.benin055 4494057 vest.it SESTO Colonnata tranquillissimo in piccola palazzina nel verde ampio ingresso cucina tinello 1 soggiorno tre camere due servizi ripostiglio balconi garage 430.000,00 Rif. 509 / 72 Beninvest Agenzia 055 4494057 6 www.beninvest.it

PIAZZA DELLA LIBERTÀ pressi attico: Vendesi splendido attico di oltre 200mq con vista mozza fiato su Firenze. Possibilità posto auto. Trattative in studio. Gianni Pompei Immobiliare 055 2398348 - 348 6522474 PIAZZA PUCCINI pressi, in strada silenziosa, appartamento piano secondo, 6 ampi vani, doppi servizi, posto auto coperto e cantina. Ottime condizioni (a 604) 055 687553 Geom. Marco Fiesoli PIAZZA S. SPIRITO pressi in palazzo de`poca appartamento al piano terra 112 mq. Da ristrutturare possibilità di fraziona055 676246 mento440.000 trattabili SCANDICCI centro:vendesi in palazzo storico, signorile appartamento di 8,5 vani, oltre cantina. Rifiniture di alto pregio, ideale anche per studi professionali. Trattative in studio. Gianni Pompei Immobi055 2398348 - 348 6522474 liare

TERRATETTI FIRENZE BAGNO A RIPOLI , collinare, terratetto su due livelli con ingresso indipendente, giardino e posti auto.piano terra: cucina, soggiorno, ripostiglio, bagno,camera; 1ºpiano: camera matrimoniale, bagno, vano guardaroba e terrazza abitabile vista firenze.perfette condizioni e.420.000 335 7678437

865681

CAVRIGLIA PRESSI ultimi terratetti e appartamenti in pronta consegna in bellissimo complesso residenziale in posizione dominante e panoramica. ottime rifiniture, ingressi indipendenti, giardini, garage e taverne. Terratetti a partire da Euro 247.000. Appartamenti a partire da Euro 159.000.  055 9166474 - 335 7778374

LORO CIUFFENNA Frazione montana, caratteristico terra-tetto in pietra finemente ristrutturato semiarredato, mq. 65, cucina, soggiorno, camera, camerina, 2 bagni , salottino, giardino con annesso di mq. 40 a 20 m. Da casa,135.000 interamente pagabili con rate da 782 055 940882 S.GIUSTINO V.NO Terra-tetto su tre livelli mq. 220, da ristrutturare, divisibile in 4 o 6 unità,110.000 mutuabili 100% 055 940882

VILLE

E

VILLETTE FIRENZE 893803

BAGNO A RIPOLI BIGALLO Bellissima villa, posizione collinare, solo 10min da firenze-sud, libera su quattro lati. Già divisa in due unità, ingressi indipendenti, totale superficie abitabile 500mq. Rifiniture di pregio. Giardino di 1400mq. Posti auto. Adatta anche due nuclei familiari. RIF.V016  055 686523 - 320 1557482

11 KM DA V.LE EUROPA ,collinare massima riservatezza, spettacolare villa di 500 mq oltre fienile, terreno e piscina; restauro conservativo di grande pregio, volendo divisibile in più unità; possibilità di eventuale permuta 335 7678437 BAGNO A RIPOLI , colline , 3 km da v.le europa, in splendido contesto, porzione di villa storica con parco vista firenze, composta da grande cucina, salone doppio, 4 camere, 3 servizi, cantina .trattativa riservata 335 7678437 BAGNO A RIPOLI collinare, splendida villa libera su tre lati di 300 mq , parco di 3000 mq con piscina,1.150.000 335 7678437 BAGNO A RIPOLI Rimaggio, in posizione collinare, villa indipendente di circa 400 mq., panoramica. Giardino, garage, cantina e posto auto. (v 031) Geom. Marco Fiesoli 055 687553 BELFIORE pressi ampio confortato doppio ingresso due camere matrimoniali salone doppio due servizi due balconi cucina tinello ripostiglio due posti auto scoperti soffitta cantina frazionabile 440.000,00 Rif. 517 / 72 Beninvest Agenzia 6 www.beninvest.it 055 4494057


annunCi iMMOBiLaRi BIGALLO splendida villa indipendente su due livelli di mq. 380 circa, già divisa in due unità. Perfette condizioni. Terrazze abitabili, giardino mq. 1.000, posti auto. No vendita frazionata.(v 004) Geom. 055 687553 Marco Fiesoli

COLONICHE

47

aprile 2008

E

TERRENI FIRENZE

S.MARTINO ALLA PALMA ,pressi, meravigliosa colonica in pietra , su due livelli composta da cucina, sala pranzo, salone, lavanderia, 3 camere, 3 bagni oltre magnifico loggiato e forno.completano la proprietà fienile, garage, 19.000 mq di ter335 7678437 reno.trattativa riservata

NIBBIAIA pressi località, appartamento 2 vani di nuova costruzione, circa mq. 53 ingresso indipendente soggiorno angolo cottura camera, servizio, giardino, cantina e posto auto coperto 165.000,00 335 8058088 892331

VALDISIEVE ROSANO fienile di 60 mq. Circa oltre taverna di mq. 40 c.a. In ristrutturazione, consegna primavera 2008. Rifiniture medio-alte. Giardino, posti auto. (c 011) 055 687553 Geom. Marco Fiesoli

CERTOSA vendiamo nuova costruzione villa ter-

ratetto libera su tre lati, luminosa, accessoriata, disposta su tre lati luminosa, superaccessoriata disposta su 4 livelli grande zona giorno, cucina, sala pranzo, 4 camere, 4 bagni, taverna, garage, cantina. Posto auto privato bel giardino.

TOSI nel verde, vendiamo villetta libera su 3 lati di 190 mq. Circa con giardino e terreno. Ottimo come investimento. Richiesta euro 350.000 trattabili. (v 006)

VALDARNO

 055 8397307 - 335 8058088

906713

055 6820637 - 335 325037

829337

RIMAGGIO splendida villa indipendente vista su firenze, 340 mq : salone triplo, 2 cucine,5 camere,4 servizi oltre 1000 mq di giardino.possibilità di divisione. 335 7678437 S.POLO (POGGIO ALLA CROCE) Posizione Panoramica Collinare nel verde villette varie metrature nuova costruzione cerificazione risparmio energetico soggiorno cucina due camere taverna oltre mansarda garage giardino e posti auto a partire da310.000 rif.155 333 647046 - 393 9958454 SAN CASCIANO zona residenziale nel verde villetta libera tre lati sette stanze quattro camere ampio soggiorno taverna cucina abitabile tre servizi grandi terrazzi posti auto terreno 880.000 rif.k2/202 Home in Tuscany 055 358303 - 335 272665 SAN MARCELLINO Pressi, splendida villa su 2 livelli oltre seminterrati per un totale di 450 mq. Con giardino circostante, indipendente, garage. Oggetto di prestigio. Trattativa riservata 349 0935083 - 349 0882172 UGOLINO particolare villetta di circa 300 mq libera sui 4 lati circondata da grande giardino con salone triplo di rappresentanza studio 3 camere ampia cucina tripli servizi oltre loggiato taverna cantina e grande garage1.800.000,00 rif. M2711 055 7398927 www.treggi.com VIA DELLE CINQUE VIE PRESSI porzione in villa bifamiliare circa 240mq su due livelli parzialmente da ristrutturare con garage giardino e terreno 15000mq750.000,00 trat.agenzia c...come casa 055 315507 333 6470467 333 647046 - 393 9958454

MUGELLO BORGO S.LORENZO, vicinanze,meravigliosa villa su tre livelli con parco e piscina, lussuosamente rifinita mq 260 composta da cucina abitabile, sala con camino, soggiorno, 4 camere, 3 servizi oltre taverna e garage. Perfette condizioni richiesta 335 7678437 698.000 tratt

 055 687553 - 055 6812507 BAGNO A RIPOLI/ Osteria Nuova, fienile in pietra in fase di ristrutturazione composto da cucina, salone con camino, taverna, 2 bagni, 2 camere, 2 loggiati , 2 posti auto.posizione dominante450.000 335 7678437 BAGNO A RIPOLI , pressi, recupero di borgo del’800, appartamento di 174 mq composto da cucina, sal pranzo, sala, 2/o 3 camere,2 servizi e giardino di 400 mq. Materiali di alto pregio890.000,00 335 7678437 BAGNO A RIPOLI ,osteria Nuova, porzione di colonica in pietra con giardino di 1.200 mq, composta da zona soggiorno con camino, 3 camere, 3 servizi, lavanderia, studiolo perfettamente ristrutturata ri335 7678437 chiesta 620.000,00 900367

 055 688520 - 335 5876455 - 333 3144295

VALDARNO

BAGNO A RIPOLI La Pieve, porzione colonica mq. 200 circa su due livelli. Completamente e finemente ristrutturata, soffitti con travi a vista. Giardino, posti auto.(c 021) Geom. Marco Fiesoli 055 687553 CALENZANO - LEGRI Stupenda Porzione Di colonica in pietra in stile toscano, completamente ristrutturata dotata di ampi spazi esterni e di posti auto. Adatta volendo a due nuclei familiari. 055 689051

RIMAGGIO delizioso appartamento in colonica di 100 mq. Circa, completamente ristrutturato con garage e lavanderia. (C 025)

906710

 055 687553 - 055 6812507 CANDELI bellissima porzione di colonica finemente ristrutturata, salone con camino, sala pranzo grande cucina, 3 camere due bagni, taverna, porticato, resede e giardino 335 7678437 con piscina 890.000

A 500 MT. DAL CENTRO DI FIGLINE V.NO, in zona panoramica di pregio, porzioni di villette indipendenti con giardino e posto auto privato coperto. Con impianto solare termico e sanitario, costruiti secondo il ddr 311 sul risparmio energetico. Prezzi a partire da EURO 295.000 una casa che risparmia vale molto di più!!  055 5341081 - 335 300113

865681

890329

 055 689051 - 055 680608

LE CORTI in piccolo borgo, fienile 250 mq. Panoramico. Finemente ristrutturato con spazi esterni. (c 019) Geom. Marco Fiesoli 055 687553 LE VALLI porzione di colonica ristrutturata di mq. 150 circa. Terreno ad oliveta e giardino. Divisibile, adatta anche come seconda casa. 400.000(c 006) Geom. Marco 055 687553 Fiesoli

MARE

E

MONTI TOSCANA 907912

QUERCIANELLA Pressi Località Nibbiaia, appartamento 3 vani di nuova costruzione, circa mq. 60 ingresso indipendente soggiorno angolo cottura camera cameretta servizio, giardino e posto auto coperto 335 8058088 180.000,00 TIRRENIA Occasione del mese di ottobre!da vedere! ideale per chi ama il mare, in residence con piscina. Soggiorno con angolo cottura, 2 bagni, ripostiglio, camera matrimoniale + possibilità altra camera.arredamento impeccabile! posto auto privato. 330.000. Rif. P60. 050 37325 - 346 4190500

CANDELI porzione di colonica completamente ristrutturata di 160 mq. Circa, su due livelli. Loggia condonata, resede 60 mq. Giardino staccato mq. 140, cantina, 2 posti auto. (c 008) Geom. Marco Fiesoli 055 687553 CONSUMA pressi (40 km da firenze) panoramica porzione di colonica su 3 livelli mq. 250 con giardino totalmente da ristrutturare oltre fienile 150 mq. E terreno 600 mq. 200.000 055 676246

VIAREGGIO OCCASIONE Quarto piano ed ultimo con asc. Ingresso, soggiorno con ampio balcone vista monti, disimpegno notte, camera matrimoniale, bagno,rip, posto bici,terrazza solarium!. possibilità di realizzare la seconda camera. Ottimo investimento. Libero rif.2254 euro250.000Mediterranea Immobiliare 0584 963424

IMMOBILI

COMMERCIALI VENDITA

CAPANNONI GRASSINA Scolivigne, capannoni artigianali al piano terreno, 300 mq. Circa + 130 mq. Circa di resede esclusivo. Altezza 5 mt. Disponibili 2 lotti accorpabili. (vv/3) 055 687553 Geom. Marco Fiesoli VALLINA capannone produttivo artigianale 1900 mq. A piano terreno, altezza 7 mt. Oltre resede carrabile 900 mq.. Trattativa riservata. (vv/2) Geom. Marco Fiesoli 055 687553

TIRRENIA Occasione! In lussuoso residence sul mare con piscina ed impianti sportivi, appartamento di 4 ampi vani, arredato composto da ingresso, soggiorno con angolo cottura, ripostiglio doppi servizi, 3 camere da letto. Imperdibile! vero investimento!350.000 tr. Rif.p39 050 37325 - 346 4190500

VIAREGGIO CENTRO immobile commerciale in vendita Immobile commerciale di 190 mq. Rif. C261 Rich. 850.000 0584 433154

TIRRENIA Tirrenia Mare! Appartamenti di nuova ristrutturazione. Sruttura in stile rustico toscano a pochi passi dal mare ed immersi nel verde, disponibili varie metratute, con giardini e terrazzi, rifiniture e materiali nel rispetto delle nuove normative di legge. Visitateli! 050 37325 - 346 4190500

ISOLOTTO in ambiente tutto ristrutturato vendesi laboratori magazzini garage e cantine di varie metrature con altezze soppalcabili e ampie aperture a partire da18.000,00 rif. M2202/08 055 7398927 www.treggi.com

VIAREGGIO 100MT DAL MARE Piano terra completamente ristrutturato 100mq, ingresso indipendente, no condominio. Ampio soggiorno, cucina abitabile, due camere, studio, due bagni, corte interna abitabile. Ottime finiture, aria condizionata, impianto allarme, subito disponibile! rif.1928 euro530.000Mediterranea Immo0584 963424 biliare

BAGNO A RIPOLI /s.donato pressi, porzione di colonica con 12.000mt terreno, totalmente ristrutturata, 150 mq composti da grande cucina, salone doppio con camino, 3 camere, 2 bagni.richiesta 350.000 335 7678437

VALDISIEVE SIECI nuova costruzione, villetta libera su 3 lati: ingresso, soggiorno doppio con camino, cucina, bagno. Piano i: 2 camere matrimoniali, singola, 2 bagni. Giardino, garage e cantina. (v 032) Geom. Marco 055 687553 Fiesoli

BECCARIA - GIOBERTI nuova realizzazione di 46 appartamenti di piccolo taglio oltre alcuni uffici ed un negozio, possibilità di posti auto. PROGETTO ED INFORMAZIONI IN AGENZIA.

VOLOGNANO Fienile splendidamente ristrutturato, in posizione panoramica, cucina, sala da pranzo, sala, 3 camere, 2 servizi, lavanderia e garage.libero su 4 lati con giardino e terreno a ulivi. E.620.000 335 7678437 COSTRUTTORE VENDE A 15 MIN. da Firenze posizione panoramica fienile libero su 4 lati, mq. 180 + loggia e 800 mq. di giardino circostante. Richiesta EURO 565.000. Finiture personalizzate. No mediazioni

NIBBIAIA A 4 KM DAL MARE DI QUERCIANELLA costruttore vende direttamente appartamenti 3/4 vani a partire da EURO 180.000,00

VIAREGGIO MARE Villa liberty 460mq in fase di restauro con possibilità di realizzare due unità catastali. Le finiture di altissimo livello,l’eleganza della facciata,la vista sul mare ed i posti auto in garage la rendono un vero gioiello dal valore assoluto.Mediterranea Immobiliare 347 1362441

FONDI

ATTIVITA’

E

GARAGE

COMMERCIALI

GASTRONOMIA BAR RISTORANTE unica in zona avviatissima attività di gastronomia ristorante enoteca bar alimentari e catering buoni incassi giornalieri locale completamente ristrutturato e a norma con contratto nuovo ideale per nucleo familiare rif. Mc101 www.treggi.com 055 7398927

AFFITTI OFFERTA BOZZANO terratetto nostra esclusiva! Circa 70 mq su due livelli con resede su un lato piastrellata, tutto nuovo, comp. da soggiorno/cottura, antibagno e bagno, cameretta, piano primo, camera con servizio, stanza armadi/studio e ampio balcone. Belle rifiniture. Rif. T223 rich. Euro 215.000  0584 433154 - 329 0537114

BOZZANO CENTRO rustico rustico completamente ristrutturato, con rifiniture di lusso, comp. da: sala/tinello, cuc. in muratura con rip. e bagno, resede/giardino con posti auto; p. primo: cam.tta, bagno/doccia idromassaggio, cam. matr. con zona armadi e terrazza; p. secondo mansardato: studio, bagno al grezzo da terminare, ampia camera (finestroni a tetto). Rif. T183 0584 433154 Rich. 340.000,00 tratt. COLLINE DELLA VERSILIA Ideale per gli amanti della tranquillità, villetta corredata da giardino di 500mq con oliveto. Grande soggiorno con camino, cucina, due camere,stanza armadi, due bagni, ampia cantina con ingresso indipendente, balconi e terrazza abitabile. Libera,buone condizioni. rif.2487 euro420.000trMediterranea 0584 963424 Immobiliare COLLINE DELLA VERSILIA Villa singola con meravigliosa vista mare mq220 corredata da ampio giardino con piscina riscaldata panoramica e grandi terrazze. Salone doppio con camino,cucina,due camere,due bagni,grandissima matrimoniale con camino,stanza armadi,sauna,bagno vasca/doccia idromassaggio. Ottime condizioni,per amatori!. Rif.2352 euro850.000trMediterranea Immobiliare 0584 963424 LIDO DI CAMAIORE Villetta bifamiliare corredata da 270mq di giardino ed ampi porticati. Ingresso, ampio soggiorno, cucina, due camere, bagno, grande taverna di quattro vani. Ottime finiture con possibilità di personalizzazioni. Rif.2503 euro465.000trMediterranea Immobiliare 0584 963424

TIRRENIA App.to mq 120 con terrazzo mq 16 vista mare, ingresso, cucina, ripostiglio, bagno, soggiorno con accesso al terrazzo, 2 camere matrimoniali, bagno + soffitta di 20 mq praticabili. posto auto.a 100 mt dal mare, da vedere! EURO 475.000 RIF. N78 NO MEDIAZIONE 884476

 050 37325 - 346 41 90500 - 339 1119401 VIAREGGIO CENTRO MARE Viareggina liberty completamente restaurata con particolare attenzione al recupero dei materiali originali. Ampio soggiorno, sala da pranzo, cucina, tre camere, quattro bagni, corte, bella terrazza abitabile. Molto particolare, per amatori! rif.828Mediterranea Immobi339 5269626 liare VIAREGGIO CENTRO Viareggina di c.ca 170 mq oltre resede, disposta su due piani, comp. al p. terra da: ingr., sogg., disimp., cam.pranzo, cuc., wc, rip., resede; p. primo: cam.matr., cam.media, cam.tta, m stanza/armadi, bagno e wc. Rif. V329 Rich. 720.000,000584 433154 VIAREGGIO CENTRO Viareggina completamente ristrutturata con finiture di pregio. Soggiorno con camino, sala da pranzo, cucina in muratura, quattro camere, due bagni, terrazza,piccola corte sul retro. Molto bella! rif. 2425580.000 tr.Mediterranea Im0584 963424 mobiliare VIAREGGIO MARCO POLO A pochi passi dalla pineta, 1º piano con asc. Ingresso, soggiorno con balcone, cucina con balcone,due camere matrimoniali, due bagni. Posto bici. Ristrutturato. Molto luminoso. Parzialmente arredato. Rif. 2506 390.000Mediterranea Immobiliare 0584 963424 VIAREGGIO MARE Occasione!a pochi passi dal mare appartamento al 1º piano 70 mq. Composto da soggiorno, cucina, due camere, bagno,da ristrutturare. Ideale come casa per il mare. Rif. 2422245.000Mediterranea Immobiliare 0584 963424

FIRENZE MAZZINI adiacenze in palazzo signorile prestigioso 7 vani grande salone 2 camere studio cucina tripli servizi stanza guardaroba ripostiglio balcone e cantina contratto libero2.200,00 rif. L262 055 7398927 www.treggi.com SCANDICCI Zone collinari Romola/cerbaia disponiamo di appartamenti con terrazza o giardino ammobiliati o non a partire da850 contratto 4+4 lavoratori referenziati agenzia c...come casa 055 315507 333 6470467 055 315507 - 333 6470467

AFFITTI COMMERCIALI CAPANNONI CAPANNONI ZONE INDUSTRIALI Calenzano Lastra a signa scandicci disponiamo di locali uso laboratorio magazzino show room da 50 a 240 mq tutti dotati di doppi servizi termosingolo e posti auto esclusivi. Prezzi a partire da6,00 al mq. Rif. L10 055 7398927 www.treggi.com VALLINA disponibilità capannoni artigianali al piano terra da 200 a 600 mq. Adatti vari usi. Info in agenzia. (ac/68) Geom. Marco Fiesoli 055 687553

UFFICI

E

NEGOZI

FIRENZE SUD a 3 km. Dal raccordo a1, locale 250 mq. Al piano terra + 400 mq. Seminterrato con rampa carrabile per carico e scarico. Ottimo per uffici openspace + magazzino/show room (ac/90) 055 687553 Geom. Marco Fiesoli


917899

Il Reporter - Aprile 2008 - Quartiere 5  

Il Reporter - Aprile 2008 - Quartiere 5

Advertisement