Issuu on Google+

OPPEANO s w e DI INFORMAZIONE n PERIODICOCOMUNALE

Registrazione al tribunale di Vr n. 1868 del 9 marzo 2010 - Anno 1 - n. 2 - dicembre 2010

o n a e p p O i d i n i 1 d 1 a 0 t t 2 i c n a t u t t i i i aug u r i di u n B u o r o i l g i m i In questo numero: • Barriere fonoassorbenti e fotovoltaiche lungo la SS 434 a Vallese • Le opere pubbliche completate e piano triennale lavori pubblici • Sportello unico imprese e Sportello lavoro • I contributi per il sociale


Saluto del Anche il 2010 va in archivio, ed è tempo di tirare qualche som ma . Quello che sta per finire è stato sicuramente un altro anno di lavoro molto intenso per l’Am ministrazione , che ha dato però frutti considerevoli. Programma alla mano, pos siamo dire che quello che ci eravamo pro posto lo abbiamo fatto, e che sono state anzi poste le bas i per un 2011 altrettanto proficuo. L’impegno mio personale e della squ adra che mi supporta è stato assoluto, tale da consentire il raggiu ngimento di ottimi risultati nonostante le note difficoltà finanz iar ie che attanagliano in que sto periodo gli Enti locali. Nel prosie guo di questo giornale viene dat o ampiamente conto delle iniziative realizzate in questi mesi. Qui voglio innanzitutto evi denzia re che anche nel 2010 il Comune di Oppeano ha saputo rimanere den tro le regole dettate in materia di “patto di stabilità”. Un risultato questo estremamente important e, per il quale abbiamo profuso ogn i sforzo e che è stato raggiunto senza tagli alle opere e ai ser vizi. Ed importante altresì per il fatto che mancare l’obiettivo avrebbe determinato pesantissime conseg uenze per l’Ente (in particolare il taglio dei trasferimenti dello Stato per l’importo dello sforament o). Sul fronte delle opere pubbliche voglio evi denziare in primis la inst allazione delle barriere fonoassorbenti e fotovoltaiche per 1,7 chilometri lungo la S.S. 434 “Trans polesana” a Vallese, che avrà ter mine a breve. Trattasi di una realizzazione di assoluto rilievo, per un valore di più di 5 milioni di euro, che il Comune ha appalta to a seguito di pubblica gara con la for ma della concessione. Stiamo anzi ora valutan do di amplia re la lunghezza della barriera lun go la “Transpolesana”, nonché di installare i pannelli fotovoltaici anche sui tetti degli edifici comuna li. Sempre in merito alle opere pub bliche eseguite o in corso nel cor rente anno voglio ricordare nel capoluogo il parco San Serafino (co n relativo parcheggio), la sistemazi one delle strade e marciapie di circostanti la scuola me dia, la ret e per la raccolta e l’allontanament o delle acque pio vane di via Fossette e aree limitrofe (con l’in terramento delle linee dei ser viz i ene rgetici e il rifacimento dell’impianto di pubblica illu minazione ). A Vallese merita di essere rim arcato il rifacimento dell’area per le manifestazioni (con percor si pedonali di collegamento tra via Mascagni e via della Resurrezio ne), la costruzio ne del nuo vo fabbricato den ominato “La Casett a” e il completam ento di via Busoni. A Ca’ degli Oppi va menzi onata la nuo va rete di distribuzione dell’acque dotto nelle vie Busona, delle Corti e dei Bursi (in que st’ultima unitamente alla rete del le acque nere), il rifacimento della con dotta fognaria in via Sor io (con nuo va stazione di solleva mento), la sistemazione di via Bertini (con percorso pedonale e la prossima eliminazione delle line e aeree con realizzazione del nuo vo impianto di illu minazione e del tappeto d’usura), l’im minent e urbanizzazione del piano di lottizzazione comunale “Sorio”. A Mazzantica occorre fare cenno alla conclusione dei lavori nella piazza centrale e su tutto il cen tro abitato, con la costruzione di marciapie di su ambo i lati, e al completamento dell’allargamento di via Mazzanta. Infine, a Villafo ntana va evi denziato l’allargamento di via Crear (di collegament o con Mazzantica), ora dotata di area protetta ciclo-pedonale. Le scorse settimane la giunta com unale ha adottato il programma delle opere pubbliche per il triennio 2011-2013, che sarà sottop osto al Consiglio Comunale per l’ap pro vazione definitiva in occasione dell’esame del bilancio di previsione per il prossimo eserciz io. Lim itan doci ai lavori del 2011, il piano contiene interventi di ass oluto rilievo: la realizzazione della strada di circonvallazione della frazione Vallese, la sistemazione degli impianti sportivi “Le Fratte” di Oppeano, la nuo va scuola materna di Vallese, il nuo vo asilo nid o e scuola materna di Oppeano, gli interventi alle scuole elementari e me dia, la rotatoria all’incroc io della S.P. 20 e le vie Postale Vec chia e Napoleonica, il recupero della ex chiesa di Santa Maria deg li Angeli a Oppeano, il centro di aggregazione per le attività collettive nel capoluogo. E’ evi den te che la concretizzazione di que ste opere dipenderà anche da variabili di non diretta governabi lità da parte del Comune, ma noi faremo comunque ancora tutto il possibile affinché quanto progra mmato venga realizzato.


Sindaco e volte in o però tantissim tt de o H . he lic è sa to di opere pubb notevolissimo da recuperare, ed ol m o at rl pa er di av no certo turale Mi rendo conto un gap infrastrut inistrazione su tale versante. So a ev av no ea pp tutti O m questi anni che nuovo, del quale o di questa Am ri o lt ta ri vo io un pr o rà gn av pe e l’im ro Co mun crosanto quin di man dato, il nost l de ne fi la al , che nel 2014 . Di . nel corrente anno i saremo orgogliosi ne io az tr is in m m ol A o lo sforzo dell’ 2010, rapportand en io m nc la da bi o l at de st ti è ale non 2 contro ai relativi da Sul lato del soci solo un’occhiata 08 di euro 589.72 o 20 l nd ne da i e tt er fa rg in co o sai siciò ci possiamo ac stanziamento per tale voce è stat mento è stato as au in o lz ba il : lo rie d’intervento euro 65.490 nel go ad te a quelli del 2008 ti ca ta ne on m cu al am r l 2010. Pe 63 nel itarie sono euro 691.052 ne are ad euro 15.1 associazioni uman ili ic le m al do ti a bu nz ri te nt ad is co i mpegno per l’ass icilio ad euro 12.639 nel 2008 e gnificativo: così l’i , 10 20 l ne 38 84.5 ldi a do m e ad euro 2008 e ad euro 10, per i pasti ca poso ad euro 45.136 nel 2008 20 l ne 77 .0 22 di crisi, 2008 e ad euro e alle case di ri , anche in tempi tt ra re ia le ch r a nz pe ia , 10 on 20 nno testim euro 33.900 nel eloquenti, che da sociali. e fr ci no So . 10 Ente alle politiche ro st no 50.290 nel 20 l da ta ta ali, nzione pres di tre aree co mun della gran de atte ita nd ve la r pe e ine le procedur di metri quadrati rm la te el a qu o , ti at ra rt po ad metri qu l’Ente ha ri quaIn questi giorni co Biag i di 11.869 eg io alla “Transpolesana”, di met ar M a vi di la ta el qu terza posta in fr rà della movimen e precisamente la pe e cu oc da si ra st a un sa es e: iend lla st terza della 12.200 situata ne lotti si inse dieranno tre nuove az e ag ricole e la at rr de di e li on ibilità ta zi ra drati 6.533. Su adurrà nella poss ale tr ’altra della lavo si un ò i, ci ic i rg al ru on zi de si rmini occupa to eccezion zione di prodotti enti marini. In te vorano; un risulta o che il rem la ia vi gg à pa gi ui e eq ch di e ene cont 100 person costruzione cezionale se si ti , oltre alle circa ec ni o zione io nt nz ta su et as tr al e ov sultato di nu avanti la realizza ri e ar un rt Ed po a. di ic te om en econ ro, ci cons in tempi di crisi asi 3 milioni di eu spettato il “patto di stabilità”. qu a ri pa , re lo messa di ri lativo contro va minoranza si sia mate e di avere la m ra te an og st pr no he no lic , istrazione delle opere pubb i cittadini. pegno dell’Am min im ll’ de to ti, con danno de ut en fr im è ed oc pr vi Tutto ciò ti di bloccare i rela ga Nord. traverso, tentan do parlamentare Le po up gr l de o ri derale partita del fe ce-presi dente vica vi ta en to et am el nd o fo at st la sono lmente la i a chiu dere Lo scorso giugno ativi, e po i gradua olto da tu ati in questi mes at gn i pe et cr im o de i am m si ovati gli ulti tendiamo m In Parlamento bero essere appr e no i veneti ci at eb ar ol vr ic do rt o pa ai nn In i. ge quello che si paga effett di lismo: a oi e rt su i pa a re on ga ie bu sp rà a di ntributi giusto che riforma co mince ne, al netto dei co equità fiscale (è fi e or lla gi A ag a. m lic di bb rma a pu si rà da questa rifo a essa, in termini zione della spesa ve za ce iz ri al st on zi -e ra rd no di che urale. E’ un o dotate, il rimanga in loco) a che socio-cult ic alle regioni men e om ir on nt ec ra a ga si , ediamo, da ta di solidarietà do tutto. Noi ci cr stag ione di cresci an a oc ov gi nu a a st un si o ur go rs però che le pert al quale apparten sicuro impulso ve te to en id en ev im ov E’ m à. il er e ch qual uiscono un serio it estione non man st qu co scom messa sulla i lla es su m i to m bu ti ri mio cont di questi ul smodata e alla Camera il are che, per la la “p” minuscola) hi n sc co ri o lla nd ue (q ce fa a as ic e, gente ciò risulta bazioni della polit zione di tale pacchetto di norm lla A o. rd ua ag tr ro va onomica in i metri dal problema all’app ità della crisi ec lti in aria a poch av sa o gr tt a tu em , tr no es cu a alla ll’ al anche conto de ambizione di qu spicio è che ci si to au L’ nu 9. te , ’2 le l bi de si la en el mpr ese della stabilità Pa a pegg iore di qu il ur solutamente inco e tt ri ar di iv ad pr n te no en imem ità, per omessa atto, definita unan so prassalto di dign nti e per mantenere fe de alla pr un he ic lit po e rz ge fficili fran fine in tutte le fo sogno in questi di bi te en m ta lu so e. di cui ha as a alla nostra gent tt fa ppeano o m lis ra de fe del tti i cittadini di O tu a no ga un gi e co munal ll’Am ministrazione de e e al on rs pe A no me mio di un Buon 2011. i migliori auguri Il Sindaco ontagnoli On. Alessandro M


LAVORI PUBBLICI

Si avvia a conclusione la realizzazione delle barriere fonoassorbenti e fotovoltaiche integrate lungo la S.S. 434, a protezione del centro abitato di Vallese Un sogno che l’Amministrazione è riuscita ad attuare in “finanza di progetto” dopo dieci anni d’interessamento

Stanno finalmente per trovare risposta le richieste dei cittadini di Vallese in merito alla tutela dal rumore e dalle polveri sottili prodotte dalla “Transpolesana”; sono infatti al termine i lavori di realizzazione delle barriere fonoassorbenti e fotovoltiche integrate sulla S.S. 434. Di barriere antirumore lungo il centro abitanto di Vallese si è iniziato a parlare fin dal 2000. Nel 2004 l’Anas presentò un progetto esecutivo di tale struttura, con una previsione di spesa di 1.820.000 euro, riferito ad un tratto di 1,5 chilometri. La mancanza di finanziamenti però impedì la sua realizzazione. Nel 2010 l’Amministrazione Comunale ha proposto all’Anas di eseguire direttamente l’intervento, previa erogazione di un contributo di 960 mila euro dall’Ente gestore della Superstrada. La soluzione del problema connesso ai finanziamenti si è trovata integrando l’impianto delle protezioni fonoisolanti con i pannelli fotovoltaici, la cui produzione di energia elettrica avrebbe costituito il corrispettivo per l’appalto. A seguito dell’adesione dell’Anas, il Comune ha perciò redatto il progetto preliminare, mettendo in gara la progettazione esecutiva, nonché la costruzione e gestione per 20 anni della barriera lunga 1,7 chilometri, con la forma della concessione di lavoro. L’aggiudicazione è stata effettuata alla ditta Far Systems Spa di Rovereto (Tn). La spesa dell’intervento è prevista in euro 5.385.000, con il finanziamento appunto di Anas e della ditta concessionaria, tramite la vendita dell’energia elettrica generata dall’impianto: a carico del Comune non è previsto perciò alcun onere, ma anzi questo Ente riceverà un contributo pari al 3% dell’energia ceduta all’Enel. Al termine dei 20 anni di concessione la struttura tornerà di proprietà comunale. Le barriere proteggeranno il centro abitato di Vallese sia acusticamente, riducendo il rumore dal 90% al 20% a seconda della distanza, e dalle polveri sottili, dimezzate al 50%. Il tutto in linea con le misure inerenti il “Patto dei Sindaci per l’Ambiente”, a cui l’Amministrazione Comunale di Oppeano ha aderito lo scorso maggio, che prevedono la riduzione del 20% delle emissioni di gas serra attraverso il ricorso dei Comuni a fonti di energia rinnovabili. L’opera è unica sia per le tecnologie che i materiali utilizzati; attualmente esiste un tratto simile di barriere lungo l’autostrada A4 del Brennero, diverso però per tipologia e per lunghezza (970 metri contro i 1.700 di Oppeano). Si tratta sicuramente di un biglietto da visita importante per il nostro Comune, che lo colloca all’avanguardia in fatto di energie rinnovabili.

Rendering delle barriere 4 4


LAVORI PUBBLICI Il retro della barriera In linea con tale intervento, il consiglio comunale di dicembre ha approvato il progetto preliminare per dotare la S.S. 434 di ulteriori tratti di barriera antirumore e fotovoltaica integrata. La nuova opera prevede anche l’installazione di pannelli fotovoltaici sui tetti di alcuni edifici comunali, per una superficie complessiva di circa 14 mila metri quadrati. L’onere relativo è calcolato in euro 3.237.270 e si sta attualmente valutando come farvi fronte, se con il ricorso al leasing oppure con la finanza di progetto.

Installazione dei pannelli fonoassorbenti 5


LAVORI PUBBLICI

Programma triennale delle opere pubbliche 2011/2013 Rag. Fernando Tebaldi Vicesindaco

La Giunta Comunale ha adottato le scorse settimane il programma delle opere pubbliche per il triennio 2011/2013, che sarà definitivamente approvato dal Consiglio Comunale in occasione dell’approvazione del bilancio di previsione per il prossimo esercizio. Sono interventi importanti, con i quali si andrà a completare la dotazione di infrastrutture pubbliche del nostro territorio. La spesa è notevolissima, ed è pari per il triennio ad euro 26.103.700, di cui euro 9.583.700 per il 2011, euro 9.720.000 per il 2012 ed euro 6.800.000 per il 2013. La complessiva realizzazione del programma è evidentemente subordinata al reperimento dei fondi necessari, ma è evidente che sarà fatto tutto il possibile perché lo stesso venga portato a termine, tenendo conto della priorità costituita dagli interventi sulle scuole.

6

Descrizione opere: anno 2011 Lavori di realizzazione strada di circonvallazione del nucleo urbano della frazione Vallese, complanare alla S.S. 434 "Transpolesana" Sistemazione impianti sportivi "Le Fratte" Oppeano Nuova Isola Ecologica Nuova scuola materna frazione Vallese Realizzazione scuola materna e asilo nido nel capoluogo Interventi straordinari scuole elementari Interventi scuola media capoluogo Realizzazione rotatoria all'incrocio della SP 20 "dell'Adige e del Tartaro" con le strade comunali Via Postale Vecchia e Via Napoleonica Lavori di recupero della ex chiesa dedicata a Santa Maria degli Angeli, ubicata in Via Roma nel capoluogo Lavori di realizzazione di un centro di aggregazione per le attività collettive nel capoluogo TOTALE ANNO 2011

Importo euro

Descrizione opere: anno 2012 Piantumazione aree verdi Realizzazione marciapiedi Via Spontini Fognatura Via Villafontana Pista ciclabile Oppeano-Vallese Lavori di realizzazione di una nuova Caserma dei Carabinieri per la stazione a servizio dei comuni di Oppeano e Isola Rizza Allargamento Via Aie Depuratore in località Montara Programma per edilizia abitativa - n. 12 appartamenti Allargamento strada Provinciale 21 di Villafontana Asfaltatura strade TOTALE ANNO 2012

Importo euro 150.000,00 150.000,00 120.000,00 2.100.000,00

900.000,00 580.000,00 420.000,00 2.890.000,00 2.438.000,00 635.000,00 230.700,00 250.000,00 640.000,00 600.000,00 9.583.700,00

1.850.000,00 400.000,00 3.000.000,00 1.200.000,00 450.000,00 300.000,00 9.720.000,00


TOTALE TRIENNIO 2011-2013

Importo euro 300.000,00 500.000,00 400.000,00 300.000,00 5.000.000,00 300.000,00 6.800.000,00

LAVORI PUBBLICI

Descrizione opere: anno 2013 Prolungamento pista ciclabile Via Villafontana Centro polifunzionale Cadeglioppi Allargamento Via Spineta Sistemazione centro sportivo frazione Mazzantica P.I.P. II stralcio Asfaltature strade TOTALE ANNO 2013

26.103.700,00 euro

Il parco di San Serafino, un polmone verde in pieno centro di Oppeano Arch. Enrico Massagrande Assessore Oppeano può godere da quest’anno di un grande polmone verde, che si estende per ben 13.300 metri quadrati in pieno centro, tra le vie Piave e XXVI aprile. L’opera è stata fortemente voluta dall’Amministrazione per offrire ai cittadini un luogo dove trascorrere il tempo libero. Grazie alla sua posizione, il parco è facilmente raggiungibile dagli ospiti della vicina casa di riposo e dagli alunni dell’attigua scuola media. All’interno della struttura sono presenti tre spazi: il primo dedicato ai più piccini, con le classiche altalene e scivoli; il secondo pensato per i ragazzi più grandi, che possono cimentarsi in innovativi giochi didattici; mentre il terzo è riservato al relax degli adulti, con dotazione di panchine, camminamento in legno e ampia fontana centrale. Il parco è munito di un grande parcheggio, che serve anche le altre strutture pubbliche della zona. La sua realizzazione ha comportato una spesa 960 mila euro. Il parco San Serafino

7


LAVORI PUBBLICI

Via Fossette, effettuato il ripristino stradale Sono terminate le opere di allargamento e sistemazione di via Fossette. I lavori hanno richiesto un leggero allungamento dei tempi, data la presenza nel sottosuolo di servizi pubblici e a causa delle linee aeree (Enel, Telecom). Si è provveduto anche al rifacimento della rete di distribuzione del gas metano ad uso domestico ( in previsione anche della fornitura per le nuove aree residenziali della zona ) e all’interramento delle linee di distribuzione dell’energia elettrica, con conseguente miglioramento dei luoghi sotto il profilo della sicurezza e dell’ambiente. I lavori hanno comportato una spesa di euro 351 mila. Come per altri interventi analoghi, è stata prestata attenzione alle problematiche idriche, realizzando in loco un nuovo collettore di raccolta delle acque bianche, con scarico finale sullo scolo “Dugale”. La nuova condotta, come verificato anche in occasione dei temporali estivi, ha ora risolto il problema degli allagamenti, che si verificavano regolarmente da anni. Prossimamente inizieranno i lavori di completamento del tratto di via Postale Vecchia fino all’incrocio con la Strada Provinciale, e di via Napoleonica. Al termine degli stessi è prevista l’istituzione di un senso unico di marcia con accesso da via Fossette esclusivamente dalla S.P. 20.

Via Fossette

Ipotesi di studio della nuova viabilità

8


LAVORI PUBBLICI

La nuova pista ciclabile Oppeano – Cà degli Oppi Pietro Caucchioli Consigliere E’ da alcuni mesi agibile la pista ciclabile di collegamento tra Oppeano e Ca’ degli Oppi, che si snoda per 1.500 metri tra i due centri. L’intervento ha comportato una spesa di euro 602.801, ed ha fruito di un contributo della Regione Veneto in euro 130 mila. L’opera si caratterizza per la pavimentazione in tinta rossa, oltre che per l’illuminazione a terra che ne consente la fruibilità anche nelle ore serali. Lungo il percorso sono stati posizionati gli specifici simboli con le relative scritte orizzontali delle frecce direzionali. I pedoni e i ciclisti possono ora finalmente transitare su via Cadalora in tranquillità.

La pista ciclabile Oppeano-Cà degli Oppi

Nuova “Casetta” per le associazioni di Vallese E’ stata completata la costruzione del nuovo edificio denominato “La Casetta”, sito in via Mascagni. La struttura è composta di una sala polifunzionale, avente una superficie di 160 metri quadri, con annessa cucina e servizi, anche per disabili. L’intervento ha comportato una spesa di 190 mila euro. Il fabbricato si colloca in un’ampia zona pubblica completata nel 2010, della superficie di ben 30 mila metri quadrati, costituta da campi gioco, area manifestazioni e parcheggio. E’ importante rimarcare che essa costituisce in sostanza un grande polmone verde a servizio dei cittadini della frazione. La struttura continuerà ad essere gestita in forma volontaristica, e sarà disponibile per riunioni e incontri conviviali da parte delle associazioni di Vallese. La nuova "Casetta“ delle associazioni

Via Busoni Sono stati completati i lavori per la realizzazione della nuova strada comunale via Busoni, che collega la S.P. 51 alla zona artigianale della frazione Vallese. Con il completamento della suddetta via e del tratto terminale di via Mazzanta è stato realizzato un importante collegamento dalla S.P. 22 in località Caselle di Isola della Scala alla S.P. 51 di Mazzantica-Raldon e alla S.P. 21 Bovolone-Verona. I lavori hanno comportato una spesa complessiva di euro 300 mila. Contestualmente sono state eliminate le linee aeree Enel e Telecom esistenti in loco sostituendole con nuovi cavidotti interrati.

Via Busoni 9


LAVORI PUBBLICI

I lavori nel centro di Mazzantica e gli interventi su via Mazzanta e via Crear Paolo Noro Consigliere

Il centro di Mazzantica ha un volto nuovo: sono infatti terminati i lavori di rifacimento della sede stradale, con la costruzione dei marciapiedi in porfido su ambo i lati della via centrale e la realizzazione di una condotta di raccolta delle acque meteoriche. La zona adiacente alla

Via Mazzanta

Via Crear 10

Piazza Mazzantica

chiesa è stata completamente ridisegnata, per una maggiore fruibilità ed utilizzo degli spazi, dando un maggior risalto al monumento ai caduti, alle aree verdi circostanti e consentendo un agevole accessibilità all’area parcheggio. A breve saranno sistemate sia la segnaletica stradale che l’illuminazione pubblica. La spesa degli interventi è ammontata ad euro 335 mila. Contestualmente si sono conclusi i lavori per l’allargamento della carreggiata di via Mazzanta, che collega Mazzantica alla frazione Caselle di Isola della Scala. Da “capezzagna” via Mazzanta è ora divenuta una normale arteria di comunicazione, facilmente transitabile anche dagli autocarri in entrata e uscita dalla logistica insediata nella frazione. L’opera è stata realizzata da questo Comune, per una spesa di euro 315 mila, ed è finanziata per euro 125 mila con contributo regionale e per euro 190 mila ripartiti in parti uguali tra Oppeano e Isola della Scala. Infine sono stati terminati gli interventi di sistemazione di via Crear, comportanti anche la realizzazione della pista ciclabile, per il costo di complessivi euro 578.813. Tenendo conto del nuovo collegamento tra la S.P. 51 e via Mazzanta, si può dire che Mazzantica è ora dotata di una eccellente rete viabilistica, che ha in particolare il merito di avere tolto il traffico pesante dal suo centro storico, restituendo alla frazione il carattere di viabilità che negli ultimi anni aveva perso.


LAVORI PUBBLICI

Senso unico su via Dante Bertini a Ca’ degli Oppi Romolo Meneghelli Assessore

In fase di conclusione i lavori di arredo urbano Come illustrato in un recente incontro ai cittadini della frazione Ca’ degli Oppi, il traffico su via Dante Bertini è ora consentito per motivi di sicurezza in un unico senso di marcia, dalla piazza Donatori di Sangue in direzione della rotonda di via Veneto. I lavori di arredo urbano nella stessa via sono in avanzato stato di realizzazione, essendo già stati completati i marciapiedi in porfido su ambo i lati ed eseguito il primo strato di bynder sulla strada. Prossimamente, su richiesta del Comune, l’Enel provvederà all’eliminazione delle due linee di distribuzione in bassa e media tensione presenti ai lati della carreggiata. Successivamente, dopo la rimozione delle palificazioni, si provvederà a realizzare la nuova rete di pubblica illuminazione e il tappeto d’usura. Il costo dell’opera è previsto in euro 370 mila. Dopo il rifacimento della piazza nel 2007 e ora con l’intervento su via Bertini, il centro di Ca’ degli Oppi cambierà alla fine decisamente aspetto, assumendo caratteri di assoluto pregio urbanistico-ambientale e tratti di migliore vivibilità.

Via Dante Bertini

Nuove opere nelle vie Busona, delle Corti, Olmo e dei Bursi Il programma delle opere dell’Amministrazione Comunale ricomprende una radicale sistemazione delle vie Busona, delle Corti, Olmo e dei Bursi, con la previsione dell’asfaltatura (tutte), dell’allargamento della carreggiata stradale, della realizzazione di una pista ciclabile, del rifacimento dell’impianto di pubblica illuminazione e l’interramento delle reti tecnologiche (con esclusione di via Busona). Poiché su dette vie doveva intervenire anche Acque Veronesi S.c.a.r.l., società pubblica che

Via delle Corti

Via Busona

gestisce la distribuzione dell’acqua potabile, la raccolta e la depurazione delle acque nere, al fine di evitare la doppia manomissione del fondo stradale è stato stipulato un accordo con il quale la stessa ha assunto la completa realizzazione degli interventi. Attualmente sono già stati eseguiti tutti gli impianti tecnologici ed entro i primi mesi del prossimo anno si procederà al completamento della pista ciclabile e al rifacimento della carreggiata. L’importo dei lavori è previsto in 860 mila euro, di cui 463 mila euro a carico del Comune e il rimanente a carico di Acque Veronesi. 11


LAVORI PUBBLICI

La nuova isola ecologica

Affidato l’incarico per la progettazione del nuovo ecocentro che sorgerà in via Isolo L’Amministrazione Comunale ha affidato al geom. Roberto Prati, esperto del settore presso AMIA, l’incarico per la progettazione e la realizzazione del nuovo ecocentro. Per la struttura, che andrà a sostituire quella di Feniletto, è stato già ottenuto un contributo dalla Regione Veneto di 180 mila euro. La costruzione di tale manufatto, di più agevole accesso e meglio attrezzato, consentirà di mantenere gli ottimi risultati di differenziazione dei rifiuti sin qui raggiunti dall’Ente. Anche il nuovo sito di raccolta sarà regolato da rigidi orari di apertura, come avviene per l’attuale, e vi potranno accedere i cittadini presentando idoneo documento di riconoscimento che attesti la loro residenza nel Comune, oltre alle aziende produttive, esibendo l’autorizzazione al conferimento. Negli orari di chiusura il centro verrà sorvegliato mediante videocamere. E’ opportuno ricordare che è severamente vietato abbandonare i rifiuti al di fuori dell’ecocentro e, in generale, lungo strade e nelle aree pubbliche o private. Ai trasgressori verrà applicata la prevista sanzione di legge.

Edilizia residenziale pubblica: affidati i lavori del Piano Urbanistico Attuativo “Sorio” in frazione Ca’ degli Oppi Sono stati affidati i lavori di realizzazione delle opere di urbanizzazione (strade, marciapiedi, impianti pubblici, illuminazione e sottoservizi) della nuova zona residenziale d’iniziativa pubblica in via Sorio, nella frazione di Ca’ degli Oppi. Tutti gli otto lotti (di 600 metri quadrati) sono stati ceduti, per il prezzo cadauno di euro 51.600. Gli assegnatari potranno iniziare la costruzione delle proprie abitazioni già dai Pua Sorio prossimi mesi. L’operazione ha consentito l’insediamento nella frazione di 8 famiglie, composte in genere di giovani coppie, per un prezzo del terreno assolutamente conveniente. L’investimento per la realizzazione della lottizzazione, previsto in 412.800 euro sarà interamente coperto dall’introito delle cessioni delle aree.

Demolizione e rifacimento di Ponte Asta, danneggiato da un camion a settembre Le spese a carico dell’assicurazione, i lavori inizieranno a breve Lo scorso settembre un camion provvisto di gru in transito sulla S.S. 434 “Transpolesana” ha seriamente danneggiato l’impalcatura in travi del ponte denominato “Ponte Asta”, che collega Vallese con Ca’ degli Oppi. A seguito dell’incidente, il transito in loco tra le due frazioni è stato chiuso a tutela della pubblica incolumità. Dalle verifiche effettuate dai tecnici è subito apparsa la gravità delle lesioni alla struttura, con la conseguente necessità di procedere alla sua de-

Ponte Asta

Il danneggiamento a Ponte Asta molizione e rifacimento. E’ stato quindi approvato il relativo progetto, per una spesa di euro 610 mila, coperta dalla Cattolica Assicurazione, società assicuratrice del mezzo responsabile del sinistro, che ha già versato al Comune la quasi totalità della somma. I lavori inizieranno i primissimi mesi del 2011, a completamento dell’appalto attualmente in corso. 12


LAVORI PUBBLICI

Complanare alla S.S. 434, aggiudicato l’appalto per il tratto “cimitero-via Donizetti” La ditta Ferro Spa di Nogara (Vr) si è aggiudicata i lavori di realizzazione della complanare alla S.S. 434 “Transpolesana” nel tratto “cimitero-via Donizetti”, il cui progetto ammonta a complessivi euro 200 mila. L’opera avrà inizio nelle prossime settimane, e il termine di esecuzione è previsto entro giugno. Essa consentirà il collegamento da via Donizetti a via Giovanni XXIII.

Vallese, in corso la realizzazione di marciapiedi e piste ciclabili protette lungo le vie Donizetti, Mascagni e Papa Giovanni XXIII

Via Donizetti

Aggiudicata a fine luglio la gara, sono ora in corso i lavori di realizzazione dei marciapiedi e della pista ciclabile protetta lungo le vie Donizetti, Mascagni e Papa Giovanni XXIII a Vallese. L’opera ha un costo di complessivi euro 480 mila, finanziato per euro 325.600 dalla Regione Veneto, per euro 133 mila dal Ministero dell’Economia e per la differenza con fondi dal Comune. Il progetto sulle tre vie, redatto dall’Ufficio Tecnico Comunale, prevede nel dettaglio la realizzazione di marciapiedi in porfido, percorsi ciclabili protetti di 2,6 metri su un unico lato e linee di fognatura per lo scorrimento delle acque bianche. La fine dei lavori è prevista per la prossima primavera.

Riqualificazione delle strade comunali e nuovi tratti acquedotto in accordo con Acque Veronesi S.c.a.r.l Approvato il progetto preliminare Lo scorso novembre la giunta comunale ha approvato il progetto preliminare per la riqualificazione di 34 strade comunali e per la realizzazione di nuovi tratti di acquedotto. L’opera interessa le vie Matteotti e la sua traversa (l’asfaltatura e sistemazione di queste ultime consentiranno maggiore sicurezza ai bambini che si recano a scuola), Piave, Manzini, Negra, Invalidi del Lavoro, Divisione Acque, Gandhi e le vie dell’area PIP nel capoluogo, le vie delle Rose, Canova, del Grano, Malachini, Fornello e Arena a Ca’ degli Oppi (dove stanno per essere ultimi anche i lavori su via dei Bursi, delle Corti, Busoni e Sorio, in collaborazione con Acque Veronesi), le vie Carducci, Ortali, Cimarosa, Mazzini, Colleoni, Maffei, Bache, Scarlatti, Cilea, Gen. Carlo Alberto Dalla Chiesa e Vivaldi nel centro abitato di Vallese e la via Boscoriondo a Vallese Nord, le vie della Libertà, del Lavoro e Monastero a Mazzantica e via Villafontana, in prossimità del mobilificio Malosto. L’intervento riguarda anche il completamento del collegamento acquedottistico Oppeano-Ca’ degli Oppi. I lavori comportano una spesa di complessivi euro 2.700.000, e verranno eseguiti previa convenzione con Acque Veronesi S.c.a.r.l., che assumerà a proprio carico l’onere di euro 1.500.000. Capofila dell’opera sarà comunque il Comune di Oppeano. Con questo importante progetto, già inserito nel piano triennale delle opere pubbliche 2010-2013, viene in particolare completata la riqualificazione e messa in sicurezza della rete viaria del Comune. 13


URBANISTICA & TERRITORIO

RICORSO DELLA MINORANZA, UN ATTO GRAVE E PRETESTUOSO A SCAPITO DI TUTTA LA COMUNITÀ Lo scorso giugno il Consiglio Comunale ha approvato una variante urbanistica relativa a due aree produttive di proprietà dell’Ente site in Vallese, via Marco Biagi, derivanti da standard di lottizzazioni concluse. Tali beni erano stati inseriti nel piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari del Comune, onde procedere poi alla relativa vendita a mezzo di pubblica gara. Per uno dei due terreni, della superficie di metri quadrati 11.869, pervenne un’offerta di acquisto, talché fu proceduto all’aggiudicazione ad una ditta di Verona. Lo scorso settembre fu però presentato dai consiglieri comunali dell’opposizione Franco Bettinardi, Marialuisa Bonizzi, Claudio Marafetti, Emanuele Anselmi, Alex Micheletto e Giuliano Boaretto (oltre che da un cittadino) ricorso al Tar Veneto avverso i provvedimenti di modifica della destinazione d’uso e di asLe aree in cessione in via Biagi a Vallese segnazione dell’area, con la motivazione che non sarebbero stati rispettati gli standard di legge e che in quel posto venivano sottratti spazi ai giochi dei bambini e al parcheggio dei camion, costretti questi ultimi a utilizzare per la sosta la piazza centrale della frazione. In proposito invitiamo i cittadini a verificare dove si trovi quest’area e in che condizioni versi, evidenziando che più volte in passato essa è stata utilizzata come accampamento abusivo dagli zingari, con conseguenti segnalazioni da parte della gente del posto e intervento della Polizia Locale. In ogni caso, a quel punto la ditta aggiudicataria ritirò l’offerta, facendo sapere che tale gravame costituiva motivo ostativo al reperimento dei finanziamenti necessari al buon esito dell’acquisto. L’Amministrazione fu conseguentemente costretta al ritiro dei provvedimenti impugnati, atteso che i tempi della giustizia amministrativa non avrebbero sicuramente consentito di addivenire a breve a una qualche soluzione. Ciò in considerazione anche del fatto che il ricorso non conteneva (incredibilmente) l’istanza cautelare, la quale avrebbe invece permesso di giungere celermente ad un pronunciamento del Tribunale. Fu pertanto rinnovato il procedimento di variante, scindendo anzi lo stesso in due parti, corrispondenti ai terreni per i quali modificare la destinazione d’uso. La nuova asta bandita per la vendita dell’area ha peraltro poi visto ancora vincitrice la medesima ditta. Alla fine di tutto il risultato è che sono stati persi cinque mesi di tempo, ritardando per il Comune l’introito di più di 1 milione di euro utili per la realizzazione di opere e per consentire l’osservanza delle regole in materia di “patto di stabilità”. Ma cinque mesi preziosi anche per il fatto che poteva nel frattempo essere avviato l’insediamento sull’area di un’azienda, con la creazione di nuovi posti di lavoro, dei quali anche qui c’è immensamente bisogno.

14


Collaudo definitivo per le aree residenziali “Dante Alighieri” ed “Emy” ad Oppeano A breve l’Amministrazione acquisirà gli standard urbanistici L’Amministrazione ha approvato i collaudi definitivi dei Piani Urbanistici Attuativi residenziali “Dante Alighieri” ed “Emy”, redatti dai tecnici incaricati. La lottizzazione “Dante Alighieri” è stata presentata dalla ditta Gambini Diego, ha una superficie di 27 mila metri quadrati ed è situata in via Gianfranco Miglio nelle immediate vicinanze del centro storico. L’area degli standard che a breve verrà acquisita dal Comune è di 11.576 metri quadrati. In particolare, la superficie a verde e servizi è di 8.125 metri quadrati, quella per i parcheggi di 1.087 metri quadrati e le strade interne alla lottizzazione di 2.364 metri quadrati. Il piano ha una ca-

Piastra sportiva polivalente, lottizzazione Emy

Parco giochi, lottizzazione Emy

pacità d’insediamento di circa 180 nuovi abitanti. Il PUA residenziale “Emy” è stato presentato dall’omonima Immobiliare ed è situato su un lotto di 38.043 metri quadrati in via Alberto Da Giussano. Per lo stesso gli standard da cedere al Comune ammontano a metri quadrati 12.674, di cui 3.694 metri quadrati di verde, 1.811 metri quadrati a parcheggio e 7.169 metri quadrati per strade. Su tale lotto è stato realizzato un campetto sportivo polifunzionale e a breve verrà installata una scultura bronzea evocante la storia veronese, a miglioramento estetico della via.

Approvate le varianti urbanistiche per l’accesso pedonale ai campi sportivi “Le Fratte” e per i nuovi ecocentro e depuratore Il Consiglio Comunale ha approvato una variante urbanistica finalizzata a prevedere un nuovo accesso ciclo-pedonale da via Roma al campo di calcio “Le Fratte” del capoluogo. Tale tracciato comporterà la demolizione di un fabbricato prospiciente detta strada, acquisito un paio d’anni fa dall’Amministrazione. Tutta la zona degli impianti sportivi sarà pertanto agevolmente raggiungibile dalla piazza del municipio e dalle aree circostanti. Inoltre, con la stessa variante si è provveduto anche ad individuare un’area per la realizzazione dei nuovi ecocentro e depuratore, che saranno localizzati in via Isolo, sempre in zona baricentrica del territorio comunale. Negli ultimi anni si è infatti rilevato che entrambe tali strutture non sono più idonee a supportare le necessità del territorio, senza contare che l’attuale depuratore si trova nel Sic (Sito di Interesse Comunitario), ai margini dello sguazzo di Vallese. Anche l’attuale isola ecologica è situata in zona impropria, in località Feniletto, vicino alla Valle di Ca’ degli Oppi e all’uscita della S.S. 434, e per questo fruita da parecchi non residenti, che vi conferiscono in maniera non del tutto civile i loro rifiuti. 15


URBANISTICA & TERRITORIO

P.A.Q.E. La 4a variante al Piano d’Area del Quadrante Europa, anche il nostro Comune avrà le sue eccellenze Il Piano d’Area è uno strumento urbanistico che consente di individuare le giuste soluzioni per tutti quei contesti territoriali che richiedono specifici, articolati e multidisciplinari approcci di pianificazione. Per il Veneto è stato instituito più di dieci anni fa il P.A.Q.E., ovvero il Piano d’Area del Quadrante Europa, che comprende i Comuni di: Verona, Bovolone, Bussolengo, Buttapietra, Caldiero, Castel d'Azzano, Erbè, Isola della Scala, Mozzecane, Nogarole Rocca, Pastrengo, Pescantina, Povegliano Veronese, San Giovanni Lupatoto, San Martino Buon Albergo, Sommacampagna, Sona, Ronco all'Adige, Trevenzuolo, Vigasio, Villafranca di Verona, Zevio e ovviamente Oppeano. Lo scorso marzo la giunta regionale ha approvato la variante numero 4 a tale piano, finalizzata a renderlo coerente con le mutate condizioni di crescita socio-ambientale segnalate dalle Amministrazioni Comunali ricomprese nel relativo ambito. Per quanto riguarda il nostro Comune, gli adeguamenti oggetto della variante riguardano la “galleria di Villafontana”, la “filiera delle eccellenze di Oppeano” e la “filiera ricreativa dei paesaggi di Oppeano”, e si riferiscono a un elenco di specificità da valorizzare e implementare. In sostanza sono da sviluppare sul territorio comunale le seguenti tematiche: - centro tabacchi; - scuola dell’agricoltura; - polo siderurgico di Vallese; - centro tessile; - centro logistico Feniletto; - ambiti produttivi ad elevata specializzazione; - cittadella dell’artigianato e dei servizi; - centro commerciale. Con il P.A.Q.E. vengono altresì rimarcati i seguenti elementi di riqualificazione del territorio: - valorizzazione ambientale; - zona archeologica; - centro della salute, del tempo libero e del divertimento; - centro dell’ospitalità delle relazioni di Oppeano; - allevamenti da dismettere; - fattoria sociale. Si tratta ora di procedere al recepimento nello strumento urbanistico comunale delle indicazioni rese dalla Regione con il P.A.Q.E., riempiendo di contenuti concreti le forme disegnate dallo stesso. E’ un lavoro molto delicato, sul quale l’Amministrazione conta molto per dare al nostro territorio un rinnovato impulso di crescita socio-economica.

Affidato l’incarico per lo studio del piano del traffico Obiettivo: razionalizzare la viabilità Prosegue lo studio del traffico per la predisposizione del nuovo piano viabilistico e della segnaletica stradale, affidato all’arch. Valerio Peruzzi. Il progetto, alla luce anche del recente aumento dei residenti e alla conseguente crescita del numero di lottizzazioni, mira ad un miglioramento della sicurezza stradale, tutelando soprattutto le fasce più deboli, come quelle degli anziani e dei bambini. Il piano del traffico, una volta adottato, garantirà maggiore fluidità alla circolazione veicolare. Esso prevede anche la creazione di nuovi parcheggi, soprattutto nelle zone residenziali, e di percorsi ciclo-pedonali protetti. Lo studio viabilistico sarà valutato dalla Polizia Locale in sinergia con l’Ufficio Tecnico Comunale. Alcuni contenuti dello stesso sono peraltro già stati anticipati, come per la modifica del senso di marcia su via Dante Bertini, effettuata in occasione dei recenti lavori di arredo urbano della frazione di Ca’ degli Oppi. 16


URBANISTICA & TERRITORIO

Approvato il piano di classificazione acustica del territorio comunale

Lo scorso novembre è stato approvato il nuovo piano di classificazione acustica comunale, elaborato da due professionisti del ramo, il dott. Renzo Quintarelli e l’arch. Beatrice Parisi. Il precedente studio risaliva al 2002, e necessitava di essere aggiornato alle innumerevoli “novità” che hanno caratterizzato nel frattempo il nostro territorio, in particolare per l’insediamento di nuove attività commerciali, artigianali ed industriali, oltre che per l’incremento notevole della popolazione. Il piano suddivide il territorio comunale in sei zone, definite classi, con diversi gradi di protezione. La classe I corrisponde alle aree particolarmente protette, nelle quali la quiete rappresenta un elemento di base per la loro utilizzazione: aree ospedaliere, scolastiche, per il riposo e lo svago, residenziali rurali, di particolare interesse urbanistico, parchi pubblici. La classe II individua le aree destinate ad uso prevalentemente residenziale. Vi rientrano le zone urbane interessate prevalentemente da traffico veicolare locale, con bassa densità di popolazione e limitata presenza di attività commerciali, senza insediamenti artigianali e industriali. La classe III è di tipo misto. Rientrano in essa le aree urbane interessate da traffico veicolare locale o di attraversamento, con media densità di popolazione, con presenze di attività commerciali e in assenza di attività industriali. La classe IV è definita “aree d’intensa attività umana”. Comprende le zone interessate da intenso traffico veicolare, con alta densità di popolazione, elevata presenza di attività commerciali e uffici, con presenza di attività artigianali, situate in prossimità di strade di grande comunicazione e con pochi insediamenti limitati alle piccole industrie. Nella classe V rientrano le aree prevalentemente industriali, con scarsità di abitazioni. La classe VI infine individua le aree esclusivamente industriali, prive di insediamenti abitativi. Per ciascuna classe acustica sono stabiliti i valori limite di emissione e di immissione del rumore, i valori di attenzione e quelli di qualità, distinti per i periodi diurno (ore 6.00-22.00) e notturno (ore 22.00-6.00). Siffatta suddivisione del territorio verrà poi recepita nel redigendo Piano Attuativo Territoriale (P.A.T.), nonché nel Piano del Traffico, onde avere alla fine un unico strumento nel quale far convergere le problematiche sia di tipo urbanisticoedilizio che del rumore. Il piano approvato dal Consiglio è stato inviato alla Provincia per la verifica della sua congruità con la classifiI aree particolarmente protette cazione acustica dei Comuni limitrofi. Il provvedimento si inquadra nella generale politica di II aree prevalentemente residenziali tutela ambientale messa in atto da tempo dall’Amministrazione: con esso infatti il Comune si è dotato di un III aree di tipo misto mezzo utilissimo per contemperare le esigenze di sviluppo del suo territorio con la qualità della vita dei residenti. IV aree di intensa attività umana V

aree prevalentemente industriali

VI

aree esclusivamente industriali

Il nuovo piano di classificazione acustica comunale

17


URBANISTICA & TERRITORIO

Oppeano, attivato un protocollo d’intesa con il Politecnico di Milano.

AMMINISTRAZIONE

Sportello unico imprese, un servizio a supporto delle aziende

Si punta a valorizzare alcune aree del paese, prima fra tutte il SIC L’Amministrazione Comunale di Oppeano e il Politecnico di Milano, Polo Regionale di Mantova, nella persona del pro-rettore prof. Cesare Stevan e con il supporto del prof. Mauro Bianconi, hanno siglato un protocollo d’intesa per attivare una collaborazione in materia di valorizzazione ambientale e riqualificazione paesaggistica. Visto il notevole sviluppo del territorio oppeanese e la recente approvazione della variante 4 al Piano d’Area Quadrante Europa da parte della Regione Veneto, il protocollo è il primo passo propedeutico verso l’attiLa Valle di Cà degli Oppi vazione di alcune procedure di valorizzazione economico-culturale del paese. Tra gli obiettivi dell’accordo primeggia il recupero della Valle del Bussè, paleoalveo dell’Adige, che comprende la Palude del Feniletto e lo sguazzo del Vallese, Sito d’Interesse Comunitario (SIC) tutelato dall’Unione Europea. L’area, ampio corridoio verde che “lega” larga parte del terrritorio comunale, è situata in una posizione baricentrica nel territorio, ricca di testimonianze naturalistiche e storiche, quali i primi insediamenti palafitticoli degli antenati paleoveneti e le varie corti domenicali presenti in loco. La ricchezza di acque sorgive, la risicoltura, le bonifica idrauliche medievali e novecentesche, le torbiere, le produzioni orticole, hanno sempre contraddistinto nel corso dei secoli il sistema come elemento di unione e forza di un’area verde chiaramente riconoscibile a occhio nudo sulle foto satellitari a scala regionale. Attivando la collaborazione con Politecnico per futuri interventi paesaggistici, l’Amministrazione Comunale di Oppeano intende dare un valore aggiunto al proprio patrimonio storico, architettonico ed ambientale, nell’ottica di creare una più vasta omogeneità col territorio circostante, come previsto anche dal Piano d’Area Quadrante Europa.

Simone Marchi Consigliere

Durante i primi mesi dell’anno l’Amministrazione Comunale ha attivato lo sportello imprese, dedicato a tutti i possessori di partita iva del territorio. Il responsabile del servizio, il consigliere Simone Marchi, si ritiene soddisfatto dell’iniziativa a sostegno delle aziende: «Lo sportello imprese è uno strumento utile che va sfruttato al meglio. Per far ciò è necessario che gli imprenditori dei vari settori economici del paese collaborino con input all’Amministrazione, in modo tale da consentire la promozione di iniziative efficaci e mirate». Durante questo primo periodo sono stati organizzati corsi specifici per le ditte, come quello di primo soccorso e anti-incendio, resi obbligatori dall’attuale normativa, grazie anche alla collaborazione dei volontari della Croce Azzurra. Il relativo costo per le imprese è stato di gran lunga inferiore a quello di mercato. Inoltre sono state organizzate delle serate dedicate al ricorso al credito e alla sicurezza sul lavoro. Proprio in quest’ultima è stata ribadita ai presenti l’importanza di iscriversi via web a questo servizio, per poter rendere più veloce e diretto il dialogo tra Amministrazione e realtà produttive. Sempre sul fronte del lavoro, lo scorso mese è stata decisa dal Consiglio Comunale la creazione di alcune consulte, tra le quali quella dedicata alle attività economiche e all’occupazione. Importante per le aziende è altresì l’invio mensile alle stesse a cura dello sportello imprese degli elenchi dei contributi messi a disposizione da vari Enti (regionali, statali, europei). Per ricevere l’aggiornamento mensile dello sportello unico imprese ed essere inseriti nella newsletter comunale è necessario iscriversi on-line sul sito del Comune, all’indirizzo www.comune.oppeano.vr.it/imprese

Sportello lavoro, un aiuto concreto per chi cerca impiego Contestualmente allo Sportello unico imprese continua l’attività dello sportello lavoro, uno strumento importante creato dall’Amministrazione Comunale per facilitare il reinserimento occupazionale di coloro che il lavoro l’hanno perso e dei giovani in cerca di primo impiego. Il servizio è accessibile tutti i sabati, presso la sede comunale, dalle ore 10.30 alle ore 12.30, ed è seguito dal consigliere Simone Marchi. La situazione economica anche locale è però piuttosto difficile, e si sta cercando di attivare relazioni con le imprese del territorio, presso le quali sono state sino ad ora collocate circa 30 persone con svariate mansioni. Viene pertanto costantemente monitorato lo stato delle realtà produttive presenti in loco, cercando di rispondere in tempo reale alle richieste di manodopera, tenendo anche conto delle situazioni familiari, e dunque privilegiando le persone in stato di maggiore necessità. 18


AMMINISTRAZIONE

OPPEANO, RICHIESTO IL TITOLO ONORIFICO DI “CITTÀ” PER IL NOSTRO COMUNE

L’istanza, inoltrata al Ministero degli Interni, illustra le eccellenze storico-culturali ed architettoniche di cui il paese è ricco; Oppeano è anche punto di collegamento strategico per tutto il Basso Veronese

Un segnale di orgoglio per l’appartenenza alla comunità oppeanese: questo il motivo che ha spinto l’Amministrazione Comunale a richiedere il titolo di “Città” per Oppeano, 9.444 abitanti e un trend demografico in costante crescita. L’istanza è stata inoltrata al Presidente della Repubblica, per il tramite del Ministro dell’Interno, Roberto Maroni, e del Prefetto di Verona. Il Comune ritiene infatti di essere in possesso dei relativi requisiti, essendo divenuto negli ultimi anni punto strategico per tutto il Basso Veronese. Le ragioni esplicitate nella richiesta vanno dalla ricchezza storico-culturale del paese al suo più recente sviluppo economico. Le origini di Oppeano sono remote: nell’età neolitica (fine III millennio a.C.) e nell'età del Bronzo (II millennio) vi presero probabilmente stanza popolazioni di provenienza ignota; dell’età palafitticola è rimasta traccia nelle ricche torbiere di Vallese e Feniletto, dove è stata rinvenuta alla fine dell’800 una grande palafitta. Molto più importanti e ricchi sono invece i segni lasciati dalla successiva civiltà Atestina, che dall'Adige prende il nome, con i sepolcreti ritrovati alla Montara, alle Franchine e a Ca' del Ferro. Il cimelio più prezioso, che reca lustro a Oppeano nel mondo della paleontologia, è “l'Elmo”, ritrovato in località Montara e custodito nel Museo Archeologico Nazionale di Firenze (una copia fedele è esposta permanentemente presso il municipio). Si passa poi dal Medioevo fino all’età delle grandi bonifiche, come quella del 1199 lungo il fiume Bussè, che permise l’edificazione di maestose Corti rurali, che ancor oggi costellano il territorio, come la Corte dominicale con oratorio di San Carlo (in passato celebrata come una delle più belle e accoglienti della provincia), la Corte Giona-Carli a Trambellarè, la Corte dominicale Farfusola a Ca' del Ferro, la Corte dominicale Turco in Piazza (con la cappella barocca, raro esempio nella bassa pianura), la Corte dominicale Fracastoro in Piazza e la Corte Maffei a Pezzatonega, per citarne soltanto alcune del capoluogo. Oggi Oppeano si distingue sia per la ricchezza di monumenti, chiese e ville, che per il buon tenore di vita dei suoi residenti, frutto anche degli ottimi servizi comunali e della creazione di numerose aree residenziali e produttive, con l’insediamento di numerose aziende. Il Comune è altresì al centro di un efficiente sistema viario, tenuto conto pure del fatto che sarà prossimamente interessato dalla realizzazione della strada “Mediana” di collegamento tra i caselli autostradali di Nogarole Rocca e Soave. Nella gestione del territorio un occhio di riguardo ha avuto in questi anni l’ambiente, alla cui tutela l’Amministrazione ha lavorato attivamente, arrivando alla sottoscrizione quest’anno del “Patto dei Sindaci per l’ambiente”, che prevede la riduzione delle emissioni atmosferiche di anidride carbonica. Sul tema occorre evidenziare poi la realizzazione (in corso) lungo la S.S. 434 di 1,7 chilometri di barriere fonoassorbenti e fotovoltaiche integrate: un progetto pilota a livello europeo che produrrà 800 mila kWh annui di energia senza generare inquinamento e con un significativo abbattimento delle polveri atmosferiche. Il Comune fa parte del Distretto Vr5 “delle Valli” di Protezione Civile del Basso Veronese, con numerosi volontari pronti in caso di catastrofi naturali. Le associazioni attive sono più di 40, tra le quali la compagnia del “Piccolo Teatro”, che gode di fama internazionale, fondata dal compianto Giovanni Modena. Tra i cittadini che hanno dato lustro al Comune vanno ricordati il pittore Dante Bertini e il giornalista Gilberto Altichieri, quest’ultimo celebre firma del Corriere della Sera. Molteplici sono le attività produttive insediate: stando ai dati più recenti della Camera di Commercio di Verona (anno 2009), 1.040 sono le imprese registrate, di cui 190 società di capitale, 239 società di persone, 602 ditte individuali e 9 di altro tipo. Nel 1° semestre del 2010, secondo la classificazione delle attività economiche Ateco 2007, le imprese che si occupano di agricoltura, silvicoltura e pesca risultano 178 (con netta prevalenza del settore primario), quelle che svolgono attività manifatturiere 198, quelle di costruzioni 203, quelle del commercio all’ingrosso e al dettaglio 202, quelle di trasporto e magazzinaggio 43. Buona anche la presenza in loco di imprese aventi rilevanza nazionale. Per il futuro prossimo l’Amministrazione Comunale ha programmato l’ampliamento non solo delle attività manifatturiere ma anche della logistica, grazie in particolare al Piano d’Area Quadrante Europa (P.A.Q.E.), recentemente approvato dalla Regione. Questi ed altri sono i punti di forza inseriti nel provvedimento del Consiglio Comunale che ha richiesto al Presidente NaCorte Carli alla Montara politano il titolo di “Città” per il nostro Comune.

19


AMMINISTRAZIONE

Prevista l’istituzione delle consulte comunali del lavoro, sociale, cultura, ambiente e sicurezza Il Consiglio Comunale ha approvato una modifica statutaria con la previsione di cinque consulte: dell’economia e del lavoro; del sociale; della cultura, delle associazioni e dello sport; dell’ambiente; della sicurezza. Lo scopo di tali organismi è quello di effettuare approfondimenti e avanzare proposte all’Amministrazione comunale negli ambiti di competenza, così consentendo alla stessa di maggiormente rapportarsi alle realtà socio-culturali ed economiche del territorio, tenendo conto nelle politiche messe in atto delle problematiche rappresentate. A far parte di dette consulte saranno chiamati cittadini muniti di specifiche competenze, anche attivi nelle varie associazioni operanti in loco

City Pass, un servizio innovativo dedicato ai cittadini con ridotta mobilità L’Amministrazione Comunale ha aderito lo scorso novembre al progetto “City Pass”, che permette il rilascio delle autorizzazioni per la circolazione e la sosta dei veicoli delle persone invalide. La convenzione è stata sottoscritta con la Provincia e il Comune di Verona, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili, e prevede il coordinamento sia per l’identificazione delle autorizzazioni che per il controllo dei contrassegni d’invalidità, onde identificare più facilmente eventuali falsi invalidi. I permessi saranno sempre rilasciati dall’ufficio di Polizia Locale di Oppeano, ma con procedure informatizzate in rete col Comune di Verona; sarà così possibile inserire, su richiesta del titolare del contrassegno, la targa di un veicolo “di cortesia” per l’accesso nelle zone ZTL del Capoluogo di Provincia e degli altri Comuni che aderiscono all’iniziativa, senza incorrere in sanzioni amministrative.

La nuova casella di Posta Certificata semplificherà le comunicazioni con il Comune Il Comune di Oppeano si è dotato di casella PEC – Posta Elettronica Certificata, uno strumento che permette di dare alla email lo stesso valore legale della tradizionale raccomandata. Grazie a questa innovazione i cittadini in possesso di PEC potranno ora contattare l’Amministrazione Comunale all’indirizzo oppeano.vr@cert.ip-veneto.net. La PEC “certifica” l’invio e la ricezione di documentazione e fornisce a mittente e ricevente la prova legale dell’avvenuta spedizione del messaggio. Per il mittente c’è anche la possibilità di ottenere senza costi aggiuntivi la riproduzione del documento inviato fino ai 30 giorni successivi alla trasmissione. I cittadini interessati possono a loro volta chiedere gratuitamente il servizio PEC, contattando l’ufficio postale muniti di documento d’identità. Il servizio è gestito dal CNIPA – Centro Nazionale per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione. Sul relativo sito ufficiale, www.cnipa.gov.it/site/it-IT, è disponibile la documentazione informativa.

Nuovi servizi di informazione e comunicazione per i cittadini Il Comune ha attivato il nuovo servizio informativo Sms, che consente ai cittadini di essere informati sulle iniziative e le opportunità dell’Ente. Per iscriversi basta inserire i propri dati e il numero di cellulare nel format accessibile sulla home page comunale, www.comune.oppeano.vr.it Un altro modo per essere aggiornati sulle attività dell’Amministrazione è Facebook: su tale sito è stata infatti attivata la pagina del Comune, nell’intento in particolare di avvicinare i giovani. 20


L’iniziativa rientra nel progetto di videosorveglianza redatto d’intesa con i Comuni di Palù, Belfiore e Ronco all’Adige

SICUREZZA

Acquistata un’auto Fiat Sedici ad uso della Polizia Locale

Nell’ambito del progetto per la videosorveglianza redatto dal Comune di Oppeano assieme a Palù, Belfiore e Ronco all’Adige, era incluso l’acquisto di due autovetture, ad uso della polizia locale di Oppeano e Ronco, per un costo complessivo di 60 mila euro, in gran parte finanziato dalla Regione Veneto. Gli autoveicoli sono delle Fiat Sedici con trazione 4x4 particolarmente indicate per gli interventi anche in ambito rurale, attrezzati per il rilievo di sinistri stradali e dotati di segnalazioni visive di emergenza supplementari. Per la prima volta i suddetti veicoli sono stati immatricolati con targa personalizzata “Polizia Locale”, come prevede la recente normativa in materia.

La nuova Fiat Sedici in dotazione alla Polizia Locale

Distretto Vr5 delle Valli di protezione civile e antincendio boschivo Nella sede della Polizia locale di Oppeano verrà installato un collegamento radio continuo per le situazioni d’emergenza Il Distretto Vr5 delle Valli di Protezione Civile e Antincendio è nato nel 2006 e comprende, oltre ad Oppeano, 16 Comuni, e precisamente San Giovanni Lupatoto, Zevio, Angiari, Bovolone, Isola Rizza, Palù, Ronco all’Adige, Roverchiara, San Pietro di Morubio, Casaleone, Cerea, Concamarise, Sanguinetto, Castagnaro, Villa Bartolomea e, quale Ente capofila, Legnago. Il Distretto è un elemento territoriale di riferimento per orientare le attività di programmazione delle risorse, di organizzazione logistico-operativa e di integrazione tra le istituzioni e i volontari per le emergenze. L’Amministrazione ha recentemente approvato la partecipazione del nostro Comune al progetto di realizzazione di un deposito attrezzi a Legnago, gestito dal capofila stesso e fruibile da tutti i volontari del Distretto. Inoltre, grazie a un contributo regionale di 51.283 euro e con la partecipazione alla spesa in modo proporzionale da parte di tutti gli Enti aderenti, sono state potenziate ed incrementate le dotazioni di soccorso. A Oppeano, nella sede della Polizia Locale, verranno installati entro fine dicembre un’antenna ed un apparato radio-ricetrasmittente, che entreranno a fare parte della rete di comunicazione di emergenza da attivare in caso di calamità naturale con compromissione degli attuali sistemi. 21


SICUREZZA

Un patentino per i possessori di cane: i volontari del Gruppo Cinofilo - Verona insegnano il corretto rapporto uomo-animale Luca Ceolaro Assessore

Lo scorso settembre il Comune, in collaborazione con il Gruppo Cinofilo di Verona, ha organizzato il primo “Corso di formazione per i proprietari di cani”. Le cinque lezioni gratuite, a cui hanno partecipato 240 iscritti, sono state tenute dai volontari di tale associazione (in particolare le serate dedicate al comportamento del cane, la corretta comunicazione con l’amico a quattro zampe e come gestirne l’aggressività), da un veterinario dell’Ulss 21 di Legnago (la serata incentrata sulle più comuni patologie dell’animale) e dal Comandante della Polizia Locale (che ha illustrato leggi e regolamenti comunali sulla materia). Il corso si è concluso domenica 26 settembre con la “festa del cane”, presso il centro sportivo “Giacinto Facchetti” di Mazzantica, alla presenza del Sottosegretario di Stato alla Salute, On. Francesca Martini, che ha consegnato l’attestato di partecipazione, il cosiddetto “Patentino”. Nell’occasione è stato possibile ammirare gli istruttori cinofili all’opera: i volontari hanno presentato infatti un’esibizione canina, fornito alcune spiegazioni pratiche di addestramento e si sono resi disponibili per eventuali consigli e suggerimenti utili a una corretta convivenza con il nostro amico a quattro zampe. Il progetto del patentino, il primo a partire a Verona e quello con il maggior numero di partecipanti a livello nazionale, è stato patrocinato da Regione Veneto, Provincia e Aulss 21 di Legnago. «Conoscere i cani porta tanti vantaggi in più e tanti rischi in meno», ha dichiarato l’On. Martini. L’assessore alla sicurezza del Comune di Oppeano, Luca Ceolaro, ha commentato: «Con questo corso informativo ed educativo l’Amministrazione sottolinea ancora una volta l’importanza della proposta d’intervento dell’“ordinanza Martini”, che vorrebbe educare l’uomo per educare il cane. Siamo stati il primo Comune a partire con questo progetto e, alla luce dell’ampio successo riscosso, speriamo di aver centrato l’obiettivo: cioè aiutare chi già possiede un amico quadrupede, o chi ha intenzione di prenderne con sé uno, a comprendere quali siano i bisogni da colmare per una corretta educazione dell’animale. Infatti conoscere il nostro cane da un punto di vista etologico ci aiuta a rispettarne le esigenze, a creare con lui una serena convivenza in famiglia e con il vicinato ed infine a prevenire il fenomeno dell’abbanL’esibizione dei cani del Gruppo Cinofilo dono».

22


SICUREZZA

Approvato il servizio “SOS Animali” con la Onlus VerdeBlu per il recupero di pappagalli, furetti e animali da cortile

Vallese, dopo la pediatra ecco il nuovo medico di famiglia

POLITICHE SOCIALI

Capita di incontrare sul territorio comunale animali esotici fuggiti o abbandonati o bestie da cortile ferite, e non sapere a chi rivolgersi per il recupero. Per alcune specie infatti né i comuni né le Asl né le associazioni ambientaliste sono tenuti a intervenire. L’Amministrazione ha perciò approvato una convenzione con l’Associazione Ambientalista VerdeBlu: si tratta del servizio“SOS Animali”, comprensivo di recupero, pronto soccorso veterinario, assistenza, degenza, cura e ospitalità degli animali catturati. Esso si rivolge in particolare ad animali esotici come pappagalli di varie specie, pavoni, falchi, daini, cani della prateria, iguane e gru. I volontari VerdeBlu all’opera: salvataggio di un cigno Dal servizio sono esclusi cani (per i quali sono competenti le Asl territoriali) e gatti (le colonie feline sono tutelate a livello nazionale), ma inclusi i piccioni. Nel dettaglio gli incaricati dell’Onlus Verde Blu, con sede a Montorio e attiva nella provincia veronese da quasi dieci anni, si occuperanno di catturare e salvare, con apposite ambulanze, gli animali del territorio oppeanese trovati in grave difficoltà; successivamente gli animali verranno trasferiti nel centro di recupero, dove saranno curati e tenuti in convalescenza e stabulazione. Una volta guariti saranno riaffidati al legittimo proprietario, se ritrovato, oppure liberati nel parco naturale protetto “Le sorgenti del castello”, che si trova a Castel D’Azzano, in un luogo di estremo fascino per la presenza delle risorgive. Qui gli animali sono custoditi e nutriti dai volontari dell’Associazione e i bambini possono visitarli; il loro mantenimento viene assicurato grazie alle convenzioni per “SOS Animali” stipulate già con numerosi Comuni della Provincia. Il servizio è garantito 24 ore su 24, tutti i giorni dell’anno. Per eventuali segnalazioni di animali feriti o in pericolo è disponibile il numero 3341840950.

Dopo la richiesta inoltrata dall’Amministrazione Comunale, si è concluso l’iter per l’inserimento di un altro medico di famiglia a Vallese, che presentava una carenza di organico. E’ stato infatti confermato il dr. Paolo Mazzi, collocatosi in posizione utile della graduatoria. Dallo scorso settembre lo stesso riceve i pazienti negli ambulatori di via XXVI Aprile a Oppeano nei giorni di lunedì dalle 10 alle 12,30, martedì dalle 18 alle 19,30, mercoledì su appuntamento (telefonando al numero 347 8050580) dalle 18 alle 19,30, giovedì dalle 10 alle 12,30, venerdì dalle 18 alle 19,30 e sabato dalle 8,30 alle 10. Il dr. Mazzi riceve anche a Vallese, in via Spinetti nei giorni di lunedì dalle 18 alle 19,30, mercoledì dalle 15 alle 16,30 e venerdì nello stesso orario ma su appuntamento. Lo scorso maggio ha preso altresì servizio a Vallese la nuova pediatra, dr.ssa Valeria Carraro, che visita nell’ambulatorio di via XXVI Aprile nei giorni di martedì dalle 11 alle 12, mercoledì dalle 15 alle 17 e venerdì dalle 10 alle 12. A Vallese la dr.ssa Carraro riceve i piccoli pazienti nell’ambulatorio di via Bassa nei giorni di lunedì dalle 10 alle 12, martedì dalle 9,30 alle 10,30 e giovedì dalle 15 alle 17. La pediatra riceve solo su appuntamento, prenotando telefonicamente al 347 7330454 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 10.

Corrisposta all’Ulss 21 la quota di partecipazione annua ai servizi socio-assistenziali Il Comune ha provveduto a corrispondere all’Ulss 21 di Legnago la quota di partecipazione per il 2010 alle spese socio-assistenziali, pari ad euro 212.038, corrispondente ad un contributo di euro 22,79 per abitante. Tale onere finanzia le funzioni sociali delegate all’Ulss competente per territorio, quale la tutela dei minori. 23


POLITICHE SOCIALI

Nonostante il periodo difficile è cresciuto l’impegno economico del Comune per il sociale Pierluigi Giaretta Assessore

Il 2010 ha visto un impegno ancora maggiore dell’Amministrazione in materia di politiche sociali, in considerazione anche del periodo di difficoltà economica generale, nel quale i comuni sono alle prese con pesanti tagli di bilancio. Nel prospetto più sotto sono state comparate le spese per il sociale degli anni 2008 e 2010. In questo ultimo esercizio tale voce è addirittura aumentata di oltre 100 mila euro. Se guardiamo al dato pro capite, la spesa per il sociale è stata di euro 68,38/abitante nel 2008 ed euro 74,27/abitante nel 2010.

descrizione

2008

2010

268.953,00

309.302,00

SCUOLE ELEMENTARI carta fotocopie

2.219,00

1.745,00

ISTITUTO COMPRENSIVO materiale di pulizia e sussidi

7.000,00

7.000,00

ISTITUTO COMPRENSIVO materiale di pronto soccorso

584,00

855,00

ISTITUTO COMPRENSIVO educazione stradale

1.064,00

0,00

ISTITUTO COMPRENSIVO trasporto gite

4.224,50

4.000,00

0,00

0,00

750,00

0,00

8.338,00

8.737,00

BORSE DI STUDIO per ragazzi MERITEVOLI

11.000,00

8.000,00

GREST

12.000,00

12.000,00

CONTRIBUTI ASSOCIAZIONI UMANITARIE

65.490,00

84.538,00

CONTRIBUTI ASSOCIAZIONI SPORTIVE

63.883,00

60.500,00

CONTRIBUTI ASSISTENZA SOCIALE

37.009,00

57.034,00

SOGGIORNI CLIMATICI

21.770,00

18.574,00

ASSISTENZA DOMICILIARE

15.163,00

22.077,00

PASTI CALDI A DOMICILIO

12.639,00

33.900,00

ASSEGNO NUOVI NATI

12.500,00

12.500,00

RETTE CASE DI RIPOSO

45.136,00

50.290,00

589.722,50

691.052,00

SCUOLE MATERNE

ISTITITUTO COMPRENSIVO lavagne interattive + offerta formativa ISTITITUTO COMPRENSIVO divise coro scolastico LIBRI SCUOLE ELEMENTARI

TOTALE

24


L’Amministrazione ha stanziato 8 mila euro per gli studenti che hanno sostenuto l’esame di licenza media riportando una votazione pari a 10 e per i maturandi con un voto pari o superiore a 90/100. I ragazzi meritevoli della borsa di studio per l’anno scolastico 2009/2010 sono stati: Ilaria Balice, Alice Bottacini, Simone Campolongo, Filippo Contro, Serena Evangelisti, Nicola Tenuti, Cecilia Isolan, Emma

POLITICHE SOCIALI

Borse di studio per gli studenti meritevoli

Zuliani, Stefano Mirandola, Irina Mocritcaia, Alessia Pennacchioni, Jessica Realdon, Marco Feder, Anna Tessari, Ariel Ragaiolo e Sofia Gambesi. A ciascuno è stato consegnato un premio di euro 500. La cerimonia di consegna si è tenuta il giorno lunedì 20 dicembre alle ore 20.30 nella chiesa di Oppeano; gli studenti premiati che volessero ricevere la foto della cerimonia possono richiederla all’indirizzo mail: sociale@comune.oppeano.vr.it

Contributo di 3.500 euro al Tribunale per i Diritti del Malato e dell’Anziano per le attività sociali del biennio 2009/2010 Da tempo il Tribunale per i Diritti del Malato e dell’Anziano svolge attività di volontariato sociale sul territorio comunale. A favore dello stesso l’Amministrazione ha recentemente erogato un contributo di 1.500 euro per la consegna dei pasti caldi a domicilio svolta nel 2009, oltre a un contributo di 2 mila euro per quest’anno. Per tale servizio è stata rinnovata la convenzione per il triennio 2009/2012. Da gennaio 2010 ad oggi i volontari hanno consegnato circa 6 mila pasti a domicilio, svolgendo regolarmente il servizio tutti i giorni. Inoltre già da un anno il Comune ha approvato un’ulI volontari del Tribunale oer i Diritti del malato e dell’Anziano teriore convenzione triennale con la medesima Onlus per il servizio gratuito di trasporto per finalità assistenziali, rivolto ad anziani, minori, disabili e in generale a tutti coloro che versano in situazioni di bisogno, emarginazione o difficoltà derivanti da inabilità psico-fisica, età avanzata o impossibilità di provvedere da parte del nucleo familiare di appartenenza. Per tale servizio viene utilizzata un’auto, fornita dal Comune, attrezzata con pedana per i disabili in carrozzina; nel corso del corrente anno i volontari del Tribunale hanno effettuato circa 1.600 attività di trasporto. Dal mese di luglio 2009 i volontari del Tribunale hanno anche incrementato, in collaborazione con il Comune, un altro importante servizio a favore dei cittadini che si trovano in particolari condizioni, ovvero la consegna mensile dei pacchi alimentari forniti dal Banco Alimentare del Veneto, che viene svolta presso la Casetta di San Serafino a Oppeano. L’Amministrazione Comunale ricorda che per accedere ai suddetti servizi è necessario presentare richiesta all’assistente sociale del Comune, Laura Bresciani, al numero: 045 7139243; per eventuali disdette di trasporto durante gli orari di chiusura degli uffici comunali è invece attivo il numero 334 9256782. 25


POLITICHE SOCIALI

Approvata la convenzione con la società Muoviamoci Insieme Network Srl per l’utilizzo di una vettura destinata al trasporto anziani e disabili

Il Consiglio Comunale del novembre scorso ha approvato la convenzione con la società Muoviamoci Insieme Network Srl di Carpineti (RE) per l’utilizzo di un’autovettura destinata ai trasporti sociali. Il nuovo mezzo sostituisce quello in disponibilità del Comune fino alle scorse settimane, che era costato in totale alle aziende circa 75 mila euro. L’autovettura consente all’Amministrazione, in collaborazione con i volontari del Tribunale per i Diritti dell’Anziano e del Malato, di continuare a svolgere il servizio di trasporto anziani e disabili. Con la società cedente è stato concordato l’uso gratuito fino La nuova auto dei servizi sociali del Comune a marzo 2011. Dopodiché, previo raggiungimento del minimo stabilito in 40 mila euro di raccolta di sponsorizzazioni, il mezzo passerà in proprietà all’Ente. Saranno infatti le aziende del territorio, con la sottoscrizione di quote di finanziamento della vettura in cambio della concessione di spazi pubblicitari sulla stessa, che ne finanzieranno l’acquisto.

Colletta alimentare di ottobre, raccolti 25 quintali di alimenti grazie alla generosità degli oppeanesibili Ottimo risultato per la colletta alimentare promossa lo scorso 10 ottobre dall’Amministrazione Comunale e dal Tribunale per i Diritti del Malato e dell’Anziano, in collaborazione con le Parrocchie e varie associazioni. La generosità degli oppeanesi ha fatto sì che siano stati raccolti ben 25 quintali di alimenti, tra cui scatolame, cibo a lunga conservazione e per neonati. Inoltre sono stati introitati 235 euro da offerte, 600 euro dalla vendita delle torte durante la sagra di San Serafino e 230 euro grazie ad una lotteria istituita dagli organizzatori della gita parrocchiale a San Giminiano. Le provviste, stipate nel magazzino del TDMA, sono in attesa di essere distribuite alle famiglie richiedenti.

L’associazione Libera Caccia di Oppeano dona 800 euro al Tribunale per i Diritti del Malato e dell’Anziano Per il secondo anno consecutivo l’associazione Libera Caccia di Oppeano, impegnata anche sul fronte della solidarietà, ha donato il ricavato della lotteria a premi tenutasi ad agosto al Tribunale per i Diritti del Malato e dell’Anziano. Gli 800 euro sono stati raccolti in occasione della consueta gara dei cani da caccia da ferma su starna che si tiene in estate in “località Renocia” a Oppeano, e che ha visto quest’anno la partecipazione di 120 cani da ferma. Il presidente dell’associazione, Alessandro de Checchi, ha devoluto tale somma al Comune affinché fosse donata a un gruppo di volontariato meritevole, individuato appunto nel Tribunale per i Diritti del Malato e dell’Anziano. 26

Alcuni rappresentanti dell’Associazione Libera Caccia


Flaviano Bonvicini Pres. casa di riposo

Le novità del 2011

POLITICHE SOCIALI

Casa di riposo “Marcello Zanetti”, una Fondazione in continuo ampliamento

Alla Fondazione “Marcello Zanetti” si sono finalmente conclusi i lavori di completamento della RSA per i disabili. L’inaugurazione dei nuovi locali situati al 3° piano della struttura è avvenuta lo scorso venerdì 17 dicembre, alla presenza dell’assessore alla politiche sanitarie del Veneto, Luca Coletto, del Direttore Generale dell’Ulss 21, avv. Daniela Carraro, del Sindaco, On. Montagnoli, e di altre auLa facciata ristrutturata della casa di riposo torità. Nel 2011 avranno inizio i lavori per la realizzazione del 3° e ultimo stralcio, che consisteranno nella realizzazione di nuovi spazi polifunzionali e di una palestra attrezzata, nonché nel completamento del cortile interno e della relativa cancellata di ingresso automatizzata. Tutto ciò grazie anche ai finanziamenti regionali a fondo perduto ottenuti durante il 2010. Sempre dalla Regione è arrivato un finanziamento di 300 mila euro, da restituire senza interessi in 15 anni, per l’ampliamento del CEOD e per ulteriori lavori di ristrutturazione. È intenzione del CdA per il 2° anno consecutivo di non aumentare le rette di degenza degli ospiti della Fondazione, per non gravare ulteriormente sulle famiglie in un momento economico particolarmente difficile. Questo grazie ad una gestione oculata, che mira all’eliminazione degli sprechi e alla razionalizzazione dei costi. Parecchie sono state le attività dedicate anche quest’anno agli ospiti della “Marcello Zanetti”. A Pasquetta i ragazzi del CEOD hanno partecipato alla festa degli aquiloni tenutasi nella Base Aeronautica di Bovolone; lo scorso 26 aprile, accompagnati da alcuni membri del CdA, su invito del Comandante della Base Aeronautica di Ghedi (Bs), hanno partecipato alla manifestazione delle Frecce Tricolori, in occasione dell’avvicendamento del Comando della Pattuglia Acrobatica. A seguire il nuovo Comandante delle Frecce Tricolori, il Col. Lant, ha visitato il nostro CEOD a luglio, e due aerei della “pattuglia” hanno sorvolato la struttura in segno d’amicizia con i ragazzi. L’11 settembre è stato invece il momento della Festa Provinciale dei Disabili “Assieme si può”, che si è tenuta nella nuova Casetta delle Associazioni di Vallese. Ad ottobre , sempre accompagnati dagli operatori e dai membri del CdA , i ragazzi sono ritornati alla Base Aerea di Ghedi su invito del Comandante per assistere ad una manifestazione acrobatica. I ragazzi del Ceod e gli accompagnatori in gita a Ghedi (BS) I nonni della casa di riposo hanno invece festeggiato l’ultima domenica di maggio: la giornata è iniziata alle 10 con la messa celebrata da don Giuseppe Facci ed è proseguita con il pranzo conviviale. Durante l’estate gli ospiti della Zanetti hanno trascorso Lezione dell’Università della III età alcune giornate all’aria aperta visitando il Parco Zoo Safari di Pastrengo e il 15 giugno il Santuario della Madonna di Caravaggio, accompagnati dai parenti. A settembre sono invece riprese le lezioni dell’Università della Terza Età e del Tempo Libero, con l’incontro tenuto dalla prof.ssa Graziella Cristanini dedicato alla famiglia. Molti altri saranno i tempi affrontati nel 2011 da esperti di Verona e Provincia. Sempre a settembre sono cominciate le attività di musicoterapia, gestite dall’insegnate Cinzia Meneghel, di Pet-Therapy e le tombolate domenicali nel salone apposito della casa di riposo. A tutti i lettori va l’invito a consultare il sito della Fondazione, www.fondazionemarcellozanetti.it, per conoscere e approfondire i servizi offerti dalla struttura.

27


POLITICHE SOCIALI

Per non lasciare sole le popolazioni allagate dell’est veroneseli

Un contributo di 9.400 euro ai Comuni di Monteforte d’Alpone e Soave

SCUOLE

I tragici allagamenti che hanno colpito i Comuni dell’est veronese il 31 ottobre e il 1° novembre scorsi hanno provocato danni ingenti alle abitazioni, all’agricoltura e alle aziende. L’Amministrazione Comunale, in considerazione della straordinarietà dell’evento, che rappresenta la più grave emergenza affrontata dall’est veronese e più in generale dal Veneto negli ultimi anni, ha deciso con spirito di solidarietà di stanziare 1 euro ad abitante per i Comuni di Monteforte d’Alpone e Soave, i più colpiti dalla calamità naturale. Il contributo erogato è pari a euro 9.400, ripartito per il 70% al Comune di Monteforte e per il 30% a quello di Soave. Per chi volesse ulteriormente contribuire si ricorda che sono attivi i seguenti conti correnti e servizi di messaggistica: • Fondo Concordia: Unicredit di Monteforte d’Alpone, IBAN: IT 57 F 02008 59580 000041174711; • Fondo per il Comune di Soave: Banca Popolare di Verona, filiale di Soave, IBAN: IT41J0518859850000000011111; • Raccolta Fondi promossa da Provincia e Caritas Diocesana Veronese, tramite: c/c postale n. 10938371; Unicredit, filiale di Verona, IBAN IT 10I 02008 11770 000005616284; Crever Banca Spa, IBAN IT 11 S032 4511 7000 00000002285; • Numero 45501, per contribuire con 2 euro per ogni sms inviato e per ogni chiamata da rete fissa Telecom Italia al Fondo gestito dal Commissariato per l’Alluvione della Regione Veneto.

Convenzione con le associazioni dei genitori per gestire le materne di Vallese, Ca’ degli Oppi e del capoluogo

Il Comune partecipa alle spese gestionali con 275 mila euro annui L’asilo “Ai caduti” di Oppeano

Al fine di assicurare un corretto svolgimento delle attività didattiche delle materne di Oppeano, Vallese e Ca’ degli Oppi, il Consiglio Comunale dello scorso 30 settembre ha rinnovato la convenzione con le associazioni dei genitori. L’assessore all’istruzione, Pierluigi Giaretta, ha confermato il contributo biennale di 550 mila euro alle materne, pari al 50% delle spese sostenute per il personale, modificando la durata della convenzione con i comitati di gestione, che passa da uno a due anni. La certezza di un contributo comunale permette agli istituti di garantire a genitori e alunni la continuità nell’offerta didattico-formativa. La convenzione ha valenza per gli anni scolastici 2010/2011 e 2011/2012.

Approvata la convenzione con l’associazione dei genitori per la gestione della materna “Don Forante” di Villafontana Il Consiglio Comunale dello scorso novembre ha rinnovato la convezione con l’associazione dei genitori della materna di Villafontana, al fine di assicurare un corretto svolgimento delle attività didattiche. L’assessore all’istruzione, Pierluigi Giaretta, ha sottolineato come l’Amministrazione di Oppeano quest’anno abbia proceduto all’accordo disgiuntamente dal Comune di Bovolone. Il contributo è quantificato in via presunta in euro 28 mila. Le spese per il personale e la mensa sono a carico della scuola per il 50% e sulla parte restante è calcolato il contributo comunale, in proporzione al L’asilo “Don Forante” di Villafontana numero dei bambini iscritti residenti nel territorio oppeanese. Le spese di riscaldamento invece sono a carico degli Enti convenzionati con la scuola, e la quota di Oppeano è sempre proporzionata al numero dei frequentanti, che ammontano a 25. Come per le altre materne, la convenzione consente da una parte l’autonomia didattica della scuola e dall’altra mette in condizione il Comune di mantenere il costante controllo dei conti. 28


SCUOLE

Asilo nido comunale “Casa delle farfalle”, la gestione 2010-13 affidata alla Cooperativa Sociale Azalea di Verona

La gara per la gestione, per il triennio 2010-13, dell’asilo nido comunale “Casa delle farfalle” di Vallese si è chiusa lo scorso agosto. La Cooperativa Azalea di Verona si è nuovamente aggiudicata l’appalto con una offerta di euro 710.884. La stessa si occuperà quindi per i prossimi tre anni del servizio socio-educativo presso l’edificio di via Lino Lovo, accollandosi tra l’altro le spese di manutenzione ordinaria, gas, acqua, energia elettrica e telefono, mentre la manutenzione straordinaria dell’immobile rimane a carico del Comune. L’asilo nido funzionerà per tutto l’anno, escluso il mese di agosto, dalle ore 7.30 alle 16.30 e, nel caso di attivazione del tempo prolungato, fino alle ore 18. L’assessore alla scuola, all’istruzione e alle politiche sociali, Pierluigi Giaretta, ha espresso soddisfazione per la prosecuzione del rapporto con la Cooperativa Azalea, che ha sempre dimostrato professionalità e competenze specifiche nell’educazione dei bambini, ai quali è stata garantita l'opportunità di crescere e divertirsi in un contesto confortevole, in continuità con l'ambiente familiare. L’asilo nido comunale “Casa delle farfalle” nasce come servizio di accoglienza diurno per bambini dai 3 mesi ai 3 anni: nell’anno scolastico 2009/10 gli iscritti sono stati 34, divisi in quattro sezioni; nella struttura lavorano, oltre a 4 educatori, un cuoco responsabile della cucina interna e un addetto al servizio di pulizia. Per informazioni sulle modalità di inserimento è possibile contattare l’Area Promozione e Sviluppo del Comune al Asilo nido “Casa delle farfalle” numero 045 7139218.

Serenissima Ristorazione Spa gestirà per i prossimi tre anni il servizio di ristorazione scolastica delle medie di Oppeano ed elementari di Vallese La ditta Serenissima Ristorazione Spa si è aggiudicata l’appalto per il servizio di ristorazione delle scuole medie di Oppeano e delle elementari di Vallese, per la somma di euro 4,29/pasto (iva inclusa). L’affidamento è relativo agli anni scolastici 2010/11, 2011/12 e 2012/13, per un costo presunto complessivo per le casse comunali di 143.724 euro. A carico degli utenti il pasto costa euro 3,50/pasto.

Maggiore sicurezza per gli alunni, rinnovata la convezione con le associazioni per l’attraversamento davanti alle scuole Il Consiglio comunale di Oppeano dello scorso 30 settembre ha approvato il rinnovo della convenzione con alcune associazioni del territorio per affidare il servizio di sorveglianza degli alunni delle scuole elementari di Oppeano, Ca’ degli Oppi e Vallese. La convenzione, di durata annuale (2010/2011), prevede che i volontari del Gruppo Cavalieri della Repubblica di Oppeano, le Associazioni degli Alpini di Oppeano e Ca’ degli Oppi e l’Associazione “La Casetta” di Vallese sorveglino gli studenti all’entrata e all’uscita da scuola, aiutandoli ad attraversare la strada in tutta sicurezza. In merito all’importanza del supporto delle associazioni nei servizi di attraversamento alunni il Sindaco di Oppeano, On. Alessandro Montagnoli, precisa: «L’Amministrazione Comunale è pienamente soddisfatta di queste convenzioni e grata alle associazioni dei servizi da loro svolti in forma volontaristica». Per il 2009/2010 sono stati stanziati 1.500 euro per il Gruppo Cavalieri di Oppeano, 1.500 euro per l’Associazione Nazionale Alpini del capoluogo, 3 mila euro per l’AVIS di Ca’ degli Oppi, ora sostituita dagli Alpini, e 3 mila euro per il Gruppo Podistico di Vallese, ora sostituito dall’associazione “La Casetta”. 29


CULTURA

Le iniziative 2010 della biblioteca. Tutte le proposte per il 2011 Marco Brigo Consigliere

La biblioteca comunale di Oppeano ha raggiunto nel 2010 ottimi risultati, grazie all’impegno dell’Amministrazione Comunale, nella figura del consigliere Dott. Marco Brigo, che ha saputo valorizzare e dare supporto alla cultura, e grazie anche alla professionalità della bibliotecaria, Pamela Ormolini. I prestiti quest’anno sono stati 9.500, con un incremento rispetto al 2009 di oltre il 30%; anche gli utenti sono aumentati, passando dai 654 dell’anno scorso a più di 950. Il patrimonio della biblioteca, tra libri, riviste e dvd, supera i 6.800 documenti. Tra le più recenti iniziative va evidenziata la presenza al mercatino natalizio di Vallese del 5 dicembre di uno stand della biblioteca, con la possibilità di richiedere o restituire i libri e di iscriversi al servizio comunale. Inoltre da giovedì 9 dicembre a Vallese è attivo il nuovo “punto prestito”, in un ufficio messo a disposizione da don Gianni Gennaro, a cui va un ringraziamento da parte dell’Amministrazione. Il servizio viene gestito dalla biblioteca in collaborazione con alcuni studenti delle scuole superiori e universitari. Tra gli obiettivi del 2011 dell’Amministrazione Comunale e della biblioteca c’è l’apertura di “punti prestito” in tutte le frazioni del territorio. Le attività del corrente anno, che hanno permesso il raggiungimento dei buoni risultati già citati, sono state molteplici. Innanzitutto va annoverata la collaborazione con Anche il Sindaco ha partecipato alla maratona letteraria 2010 le classi primarie e secondarie dell’Istituto Comprensivo di Oppeano, con l’estensione del servizio “Biblioteca fuori di sé”. Questa attività consente ai ragazzi della scuola dell’obbligo di poter prendere a prestito un libro della biblioteca direttamente a scuola, una volta al mese, per l’intero anno scolastico. La principale finalità dell’attività è favorire anche gli studenti che abitano nelle frazioni e che più difficilmente si recano in biblioteca. Inoltre la biblioteca si è resa disponibile a uscire dalle proprie mura e a partecipare, per promuovere i propri servizi, a feste e sagre paesane: quest’anno era presente con il proprio banchetto alla Festa dei Giovani e alle Sagre Patronali di Ca’ degli Oppi e Oppeano. Tra gli altri progetti avviati nel 2010 va ricordata l’iniziativa di “Nati per Leggere, che coinvolge pediatri e scuole dell’infanzia e intende sensibilizzare i neo-genitori alla lettura attraverso il dono del libro “Guarda che faccia!”. Già 36 bambini nati tra il 2009 e il 2010 sono piccolissimi fruitori di testi. Lo scorso maggio è stato invece il turno della seconda edizione della maratona letteraria. I 100 lettori volontari si sono esibiti nella lettura integrale de “Il giro del mondo in 80 giorni”. La lettura no-stop, aperta dal coro della scuola media e durata nove ore, ha visto protagonisti, tra gli altri, il Sindaco, gli amministratori, gli studenti delle classi 4e e 5e della scuola primaria, la scuola secondaria, i giovani assidui frequentatori della biblioteca e molte mamme. Due le novità di questa edizione: la partecipazione degli esilaranti “Clown 4…” e delle bravissime ballerine della scuola L & G Danzando e un percorso di lettura a tappe, iniziato alla scuola media, proseguito davanti al Municipio e conclusosi con una grande festa in biblioteca. A seguire sabato 16 e domenica 17 ottobre la biblioteca ha aderito al progetto nazionale “Ottobre piovono libri”, promosso dal Ministero dei Beni Culturali, con un’apertura straordinaria. L'evento è stato l’occasione per far conoscere il servizio a chi non è 30


CULTURA

solito frequentare la sede di via Roma, offrendo consigli su misura agli adulti e momenti di lettura animata per i più piccoli. Infine nella sala delle associazioni adiacente alla sede della biblioteca, dal 15 al 28 novembre scorsi, è stata allestita una mostra bibliografica sull’opera di Gianni Rodari a 90 anni dalla nascita e a 30 anni dalla morte. L’esposizione, realizzata in collaborazione con le biblioteche del Sistema Bibliotecario Provinciale, ha visto la partecipazione delle scuole primarie dell’Istituto Comprensivo. Contestualmente va annoverata tra le iniziative un’altra novità: la creazione della pagina Facebook della biblioteca, ritenuta un ottimo ponte informativo per tenere aggiornati i giovani oppeanesi sulle proposte della biblioteca comunale. Gli orari della biblioteca comunale sono: lunedì dalle 17 alle 20, martedì dalle 9,30 alle 12 e dalle 17 alle 20, giovedì dalle 15 alle 19, venerdì e sabato dalle 9,30 alle 12. Per ulteriori informazioni è possibile contattare direttamente la sede di via Roma, in orario d’apertura, al numero 045 7135788 o scrivendo a: biblioteca@comune.oppeano.vr.it

Erogati 30.470 euro alle associazioni di culturali, umanitarie e sportive del Comune Luca Faustini Assessore

L’Amministrazione Comunale ha erogato alle 26 associazioni culturali, umanitarie e sportive del territorio un contributo di 30.470 euro per le attività svolte nel 2010 e per l’acquisto delle corone di alloro in occasione di particolari ricorrenze. Tale somma, nonostante le difficoltà economiche del periodo, non ha subito variazioni rispetto allo scorso anno, confermando la disponibilità dell’Amministrazione a sostegno delle attività di volontariato svolte dai vari gruppi a sostegno dei residenti e al miglioramento dei servizi comunali.

Integrazione di spesa per Pro Loco, 29 mila euro a sostegno dell’organizzazione di feste, sagre e manifestazioni La Giunta Comunale ha integrato con 9 mila euro il contributo 2010 alla Pro Loco per le attività svolte. Lo scorso aprile erano già stati erogati all’associazione, il cui presidente è Matteo Tambalo, 20 mila euro, a supporto dell’importante attività di organizzazione e gestione di manifestazioni, e del coordinamento di eventi e sagre. Tra questi la “festa della mamma”, tenutasi a luglio a Mazzantica, la “festa saperi, sapori e antichi mestieri nella civiltà del riso” di Vallese, la sagra di San Girolamo a Ca’ degli Oppi e la manifestazione “famiglie insieme” a Oppeano.


CULTURA

Contributo al Comitato benefico Carnevale di Oppeano per la realizzazione di un DVD sulla storia della manifestazione

Foto d’epoca del carnevale Il carnevale di Oppeano è una manifestazione longeva: nel 1955 esso assume l’attuale assetto. Da alcuni anni il Comitato benefico, presieduto da Valeriano Betteghella, coinvolge le famiglie del paese nella realizzazione dei carri allegorici e delle sfilate. L’attaccamento del Comitato alla storia di Oppeano ha fatto sì che venissero raccolti e archiviati documenti filmati e fotografici relativi all’evento, nell’intento di realizzare uno specifico DVD. La Giunta Comunale, approvando con entusiasmo l’iniziativa, ha perciò deciso di stanziare allo scopo un contributo di mille euro a favore di tale gruppo. Lo scopo del progetto è quello di divulgare, attraverso la raccolta documentale, la cultura e le tradizioni incentrate sul carnevale, manifestazione sempre molto partecipata dalla gente. «Si tratta di un prezioso archivio», sottolinea l’assessore alla cultura, arch. Luca Faustini, «uno spaccato di Oppeano che va dal dopoguerra ad oggi e che riporta alla luce volti e ricordi di giornate di festa e goliardia, momenti di condivisione e storie della comunità». Il DVD sarà presentato sabato 5 febbraio prossimo alle ore 20.30 nell’aula magna delle medie di Oppeano, in occasione dell’edizione 2011 del carnevale.

Ricordando Don Guerrino Patuzzo, il parroco di Pontepossaro di Sorgà che abitò a Oppeano ai primi del Novecento

Don Guerrino Patuzzo 32

Don Guerrino Patuzzo è una figura importante della storia del Basso Veronese: nato nel 1915, ha vissuto a Oppeano dal 1927, quando aveva 12 anni, con la famiglia, per poi prendere i voti e diventare parroco di Pontepossaro di Sorgà dal 1951 al 2001. L’associazione culturale “Don Guerrino Patuzzo” del Comune di Pontepossaro di Sorgà sta realizzando una biografia di questa grande figura di parroco, a cui contribuisce il Comune di Oppeano. Il presidente dell’associazione, Stefano Bragantini, ha anche proposto all’assessore alla cultura, arch. Luca Faustini, di organizzare una serata di presentazione del libro la prossima primavera nel nostro paese.


I contributi 2010 alle Parrocchie

CULTURA

Chiesa di Oppeano, sostituzione della campana

Come ogni anno, anche per il 2010 l’Amministrazione Comunale ha stanziato i fondi a favore delle parrocchie per la manutenzione del relativo patrimonio. Gli interventi, per un costo totale di 20 mila euro, saranno finanziati con una percentuale dell’introito degli oneri di urbanizzazione secondaria. In particolare, 9 mila euro andranno alla parrocchia di Vallese per la manutenzione del sottotetto della canonica, 2 mila euro alla parrocchia di Ca’ degli Oppi per lavori vari e i restanti 9 mila euro alla parrocchia di Oppeano per le spese di sostituzione di una campana.

Ca’ degli Oppi, esposizione fotografico-documentale: “Giubileo parrocchiale 1611-2011: 400 anni dalla fondazione della parrocchia” La parrocchia di Ca’ degli Premiazione del maestro Giovanni Malachini Oppi, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Oppeano e la Pro Loco, ha organizzato in settembre la mostra fotografica e documentale “Giubileo parrocchiale 1611-2011: 400 anni dalla fondazione della parrocchia”. L’esposizione è stata curata da Mauro Peretti, Giovanni Malachini, Luciano Carazzolo e Gianni Galbero, con il supporto del fotografo milanese Angelo Lanza e del geom. Andrea Bottacini. I documenti storici, accostati a oggetti liturgici d’epoca e agli scatti fotografici, ripercorrono le tappe della storia della parrocchia e quindi della comunità. La mostra, di particolare interesse storico-culturale, è stata suddivisa in sei parti, dedicate all’origine della parrocchia nel 1611, alle visite pastorali, alle sagre del territorio, al campanile e al concerto campanario, ai documenti di vita parrocchiale e alle processioni religiose. L’esibizione, che è rimasta aperta in concomitanza con la sagra patronale di San Girolamo, è stata l’occasione per l’Amministrazione Comunale per donare una targa di riconoscimento ad uno degli organizzatori, Giovanni Malachini. Il maestro si è infatti impegnato con attenzione, amore e passione a ricostruire la storia della frazione, riproposta attraverso documenti nel libro da lui curato, “Ca’ degli Oppi: storia tradizioni e immagini di una comunità”, edito qualche anno fa. 33


CULTURA

Il 60° anniversario del capitello mariano di via Spinetti

Ha festeggiato i suoi primi 60 anni il capitello mariano di via Spinetti. Nato come ex voto alla Madonna per il rientro a casa dei due figli dispersi in guerra, è stato restaurato lo scorso settembre a spese della famiglia Zorzin, proprietaria del manufatto, ed è ora tornato all’antico splendore. Alla cerimonia erano presenti l’assessore alla cultura, arch. Luca Faustini, i proprietari del capitello, l’arch. Sergio Martin, fautore del restauro e don Gianni Gennaro, che ha impartito la Cerimonia al capitello mariano di Vallese benedizione. La storia di questo ex voto è distante nel tempo e toccante: infatti i bisnonni Zorzin, in attesa del ritorno dei due figli dispersi in guerra, uno in Lombardia e l’altro in Polonia, abbattuti dal non ricevere nessuna notizia dai responsabili dello scalo militare di Pescantina, ove si recavano settimanalmente a chiedere dei giovani, lo costruirono come ex voto e richiesta di grazia alla Madonna. Il capitello, semplice nello stile ma riccamente colorato, è da anni punto d’incontro, durante il mese di maggio, dei fedeli che recitano il rosario. L’intenzione della famiglia Zorzin è ora di continuare a mantenere il manufatto in buone condizioni.

Mercoledì 1 dicembre, Loggia Barbaro di Verona: Josè Van Roy Dalì, figlio del famoso pittore, ha presentato il libro sul padre L’incontro supportato dall’assessorato alla cultura di Oppeano La Società di belle Arti di Verona e la casa editrice Pensieri e Parole, con il supporto del Comune di Oppeano, ha organizzato questo mese nella Loggia Barbaro di Verona una serata di presentazione del volume di Josè Van Roy Dalì, figlio del pittore Salvador Dalì, dal titolo: “Il figlio del venditore di A destra il pittore Josè Van Roy Dalì sogni... Un romanzo scritto dalla vita”. L’erede del famoso artista spagnolo ha scelto Verona per presentare la sua opera prima in quanto città d’adozione della sua infanzia. Dalì è stato anche ospite del pittore oppeanese Graziano Peretti, con cui ha recentemente condiviso una mostra a Roma. Il commento del libro di Josè Van Roy, nato a Perpignan in Francia, è stato compiuto del professor Gianni Lollis; nel racconto i ricordi si intrecciano con la ricerca costante dei genitori in America e l'orgoglio per l'onorificenza a marchese ricevuta dal padre, nonché per il patrimonio artistico ceduto allo Stato spagnolo. Tutti elementi che danno forma al titolo del romanzo, che secondo l’autore si riferisce a come vedeva il padre quando vendeva i propri quadri, perché in essi esprimeva con quell'opera parte di se stesso; garantiva cioè la propria immagine, i suoi sogni e le emozioni. 34


CULTURA

5 dicembre, il mercatino natalizio a Vallese

Domenica 5 dicembre si è tenuta a Vallese la 3a edizione del mercatino natalizio. Alla manifestazione a tema, organizzata dalla Pro Loco in collaborazione con l’Associazione Commercianti vallesani, erano presenti ben 40 bancarelle tra gadget natalizi, prodotti enogastronomici locali e hobbistica artigianale. La cittadinanza ha partecipato numerosa all’evento, il cui programma è stato ricco: la giornata è iniziata alle 9.30 con la solenne messa celebrata da don Gianni Gennaro ed è proseguita con lo spettacolo d’intrattenimento per famiglie del “Duo lescano”. Alle 15 il gruppo “Gospel Prayers” ha proposto un magnifico repertorio di canzoni a tema religioso e alle 17, per la gioia di L’arrivo di Babbo Natale e Santa Lucia tutti i bambini, è finalmente arrivata Santa Lucia accompagnata dal gastaldo a regalare ai piccoli i suoi dolciumi. Al termine della manifestazione il vicesindaco, Fernando Tebaldi, ha commentato: «L’affluenza di quest’anno è stata buona e ci fa credere che il mercatino natalizio di Vallese abbia le Un banchetto del mercatino natalizio potenzialità per diventare un appuntamento fisso della 1a domenica di dicembre».

Medaglia d’onore a Eugenio Soave per la prigionia durante la II Guerra Mondiale

Eugenio Soave riceve la medaglia dal Prefetto di Verona, Dott.ssa Perla Stancari

Il cadioppino Eugenio Soave è stato insignito della medaglia d’onore per i deportati e internati nei lager nazisti. Eugenio, classe ’22, è stato infatti catturato l’8 settembre del 1943 ad Atene dall’esercito tedesco e deportato come prigioniero di guerra nella miniera di Bochum in Germania, dove fu costretto a lavorare per un anno, quando fu nuovamente trasferito al fronte occidentale per lavorare al completamento delle fortificazioni. Eugenio venne infine liberato dagli americani nell’aprile del 1945. Il ricordo del periodo di prigionia per l’88enne è vivido e presente, rammentato con dolore e tristezza soprattutto perché ha significato la lontananza da casa. Eugenio Soave si è emozionato nel ricevere dal Prefetto di Verona la medaglia d’onore come cittadino italiano deportato e internato.

Lions Club di Zevio, borsa di studio intitolata ad Alessandro Moretti Ad un anno di distanza dalla scomparsa di Alessandro Moretti, avvenuta lo scorso 2 gennaio, il Lions Club di San Giovanni Lupatoto, Zevio e destra Adige ha intitolato al 25enne oppeanese una borsa di studio di 15 mila euro. Il presidente della Onlus, geom. Salvatore Vittorio Lo Presti, ha messo a disposizione dei ricercatori dott.ssa Cristina Tecchio e prof. Giovanni Pizzolo l’ingente somma al fine di sostenere la ricerca sperimentale dedicata ai linfomi genericamente classificati come “di Hodgkin” e “non-Hodgkin”, la patologia tumorale del sistema linfatico, originata dalla trasformazione maligna dei linfociti, che ha colpito Alessandro. Lo studio, proposto dal padre del giovane, medico di base del Comune dr. Roberto Moretti, socio-fondatore del Lions Club, ha ottenuto l’approvazione del Comitato Etico dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona. L’obiettivo della borsa di studio sarà di arruolare quaranta pazienti alla diagnosi e altrettanti donatori sani per identificare e quantificare le MDSC (cellule immuno-soppressorie di derivazione mieloide), avvicinando ulteriormente la medicina alla scoperta di una cura per questa grave malattia. «Siamo fermamente convinti che lo studio proposto dal dr. Moretti possa aiutare futuri pazienti, nella memoria di Alessandro e del suo coraggio e amore per la vita», ha affermato Lo Presti. Ricordando: «Il motto del Lions Club è da sempre “We serve”, ovvero siamo qui per aiutare il prossimo». 35


ECOLOGIA

I contributi 2009 per la raccolta della carta Remo Molinari Pres. del Consiglio Comunale

La carta, il cartone e il tetrapak, appositamente lavato e schiacciato, sono materiali riciclabili. La raccolta del rifiuto cartaceo viene svolta “porta a porta” in tutte le frazioni del territorio da gruppi di volontariato, dietro corresponsione di un contributo da parte del Comune. Il servizio si effettua a Oppeano e Mazzantica ogni ultimo sabato del mese, a Cà degli Oppi e Vallese rispettivamente il 1° e 2° sabato del mese e a Villafontana, dove la raccolta è gestita direttamente da EcoCisi, come da calendario della differenziata comunale. Per il 2009 l’Amministrazione Comunale ha stanziato un contributo di 0,07 euro al chilo di carta raccolta, corrispondendo: - 12.997 euro al gruppo parrocchiale di Oppeano; - 7.448 euro al gruppo “La Casetta” di Vallese; - 6.163 euro al gruppo parrocchiale di Cà degli Oppi; - 2.080 euro all’associazione G.S. Mazzantica.

Ditte e associazioni si occupano dello sfalcio dell’erba In considerazione della vastità del territorio e dell’esiguo numero di operatori comunali, per il 2010 l’Amministrazione ha affidato il taglio dell’erba e la manutenzione delle aree verdi dislocate nelle frazioni ad alcune ditte e associazioni del Comune. Ad Oppeano è stata la ditta Floor Green ad occuparsi dei parchi delle scuole materna, elementare e media, della Caserma dei Carabinieri, delle aiuole spartitraffico situate tra via Roma e via Passigato, di quella antistante la chiesa, delle aiuole di via Aldo Moro, via Cà del Ferro e Croce Rossa, dell’area esterna al cimitero , delle rotonde di via Dei Dogi e all’uscita della superstrada e della scarpata del cavalcavia. Inoltre il Consiglio Comunale ha approvato una convenzione con il Gruppo Alpini di Oppeano per la manutenzione delle restanti aree verdi del capoluogo, ovvero per lo sfalcio dell’erba, manutenzione e pulizia dei parchi e delle aree verdi delle vie I Maggio, Nikolajewska, Fossette, Pontida, Po, del parcheggio di via Ezzelino e del parco giochi Federico Bazzan. Il Comune ha corrisposto all’associazione un rimborso spese di euro 6.500 e ha fornito l’attrezzatura necessaria, consistente in un trattorino tagliaerba, nel tosaerba a mano e nei decespugliatori. A Vallese le aree verdi, la concimazione e la manutenzione straordinaria di piante e arbusti, nonché l’irrigazione, delle vie Bassa e Spinetti sono state gestite sempre dalla ditta Floor Green, previo corrispettivo economico complessivo di 17.400 euro. In via Lino Lovo a Vallese invece è stata incaricata della manutenzione ordinaria e straordinaria del giardino dell’asilo nido “Casa delle farfalle” la ditta Albaflora di Ca’ degli Oppi. Dietro pagamento di 4.020 euro Albaflora si è impegnata a garantire lo sfalcio e lo smaltimento dell’erba dell’area di pertinenza della scuola, la concimazione della stessa, la cura di aiuole e di arbusti, la potatura delle siepi e delle piante ad alto fusto. Nelle restanti aree verdi del centro di Vallese, ovvero i parchi Dalla Chiesa e di via Spinetti, piazza Falcone, piazzetta Don Savoia, e le aree circostanti il cimitero e la casetta di via Mascagni, ha provveduto alla manutenzione l’Associazione “La Casetta”, con il cui presidente, Claudio Bressan, l’Amministrazione ha sottoscritto una convenzione. All’associazione è stato corrisposto un contributo di 8 mila euro (in considerazione del maggior numero di aree verdi rispetto al capoluogo), composto da un rimborso spese di 6 mila euro, 1.500 euro per l’assicurazione e 500 euro per le spese di carburante. Inoltre il Comune ha provveduto a fornire gratuitamente alla stessa un trattorino tagliaerba, un tosaerba e un decespugliatore. Nella frazione di Ca’ degli Oppi e più precisamente nelle piazze Donatori di Sangue e Aviatore, nei parchi Malfassi e di via Sorio, nell’area antistante le elementari e in via Arena, all’entrata della SS 434 per Legnago e per le aiuole del cimitero, la ditta Stefano Mantovanelli è stata incaricata della pulizia, dello sfalcio dell’erba e della manutenzione ordinaria e straordinaria, su pagamento di 10.254 euro. Infine a Mazzantica l’incarico di sfalciare l’erba nell’area davanti al cimitero e alla chiesa e in via Mazzanta è stato affidato alla cooperativa Sorgente in Lavoro di Verona, su corresponsione I volontari del Circolo Alpini di Oppeano di un importo di 5 mila euro. 36


ECOLOGIA

Interventi idraulici sul territorio di Oppeano Scongiurati i pericoli di allagamento

Gli azzurri dei 100 chilometri ospiti d’eccezione a Oppeano

SPORT & TEMPO LIBERO

I cambiamenti climatici avvenuti negli ultimi anni stanno modificando la frequenza e la portata delle precipitazioni atmosferiche. Anche per tale fatto assistiamo sovente a fenomeni di piogge torrenziali con conseguenti esondazioni di corsi d’acqua e allagamenti, come successo recentemente nei Comuni di Monteforte d’Alpone e Soave. Questo ha costituito un motivo ulteriore che ha spinto da tempo l’Amministrazione a porre mano alla sistemazione e all’ampliamento della rete delle acque bianche. Le abbondanti precipitazioni novembrine hanno pertanto rappresentato un test per verificare la validità degli interventi alle condotte piovane messi in atto lungo le vie I Maggio, XXVI Aprile, Roma, Dante Alighieri e Dossi del capoluogo, le vie Carducci e Spinetti a Vallese, le vie Crear e Villafontana dell’omonima frazione, le vie Dante Bertini e Croce, oltre alla piazza Donatori di Sangue nella frazione di Ca’ degli Oppi, sempre interessate nel passato da fenomeni di allagamento. Nessun problema idraulico è stato ora rilevato in tali zone. Tutte le strade oggetto di lavori e tutte le lottizzazioni eseguite negli ultimi tempi hanno visto infatti la posa di collettori separati per la raccolta delle acque meteoriche. Tale misura, oltre che migliorare il deflusso delle acque piovane, ha comportato anche un minor carico dei depuratori, così permettendone un loro miglior funzionamento, con riduzione dei relativi costi di gestione e maggiore tutela dell’ambiente.

Gli atleti della Nazionale Italiana di 100 chilometri, che a Gibilterra si sono aggiudicati l’argento individuale e a squadre, hanno iniziato il loro cammino verso i mondiali 2010 proprio a Oppeano. Sabato 2 e domenica 3 ottobre sono stati infatti ospiti dell’agriturismo Al Fornello di Ca’ degli Oppi per il raduno pre-mondiale. Qui, in un clima di relax, staff e atleti hanno svolto le attività preparatorie. Tra esse i colloqui con il dott. Luca Speciani e la nutrizionista Lyda Bottino, i test di valutazione corporea e Dria per eventuali intolleranze. La visita a Oppeano è stata l’occasione per i 18 atleti per proseguire

Gli azzurri della nazionale di 100 chilometri nel percorso di crescita iniziato due anni fa, accompagnati dallo psicologo Pietro Trabucchi; le due giornate dense d’impegni hanno comunque lasciato il tempo al team di svagarsi, allenarsi e fare squadra. A tutti gli atleti della Nazionale Italiana di 100 chilometri, un in bocca al lupo dall’Amministrazione Comunale. Gli atleti: Andrea Bernabei, Silvio Bertone, Marco Boffo, Giorgio Calcaterra, Monica Carlin, Francesco Maria Giulio Caroni, Monica Casiraghi, Sonia Ceretto, Lorena Antonietta Di Vito, Marco D'Innocenti, Mario Fattore, Maria Ilaria Fossati, Noemy Gizzi, Andrea Rigo, Leonardo Sestito, Elena Simsig, Maria Grazia Villella, Cristina Zantedeschi. Lo staff: Mario Ardemagni, Roberto Ciurleo, Giorgio Marchesi, Maurizio Riccitelli, Stefano Scevaroli, Nicola Tiso, Pietro Trabucchi, Gregorio Zucchinali. 37


SPORT & TEMPO LIBERO

Rinnovate le convenzioni con le associazioni U.S. Calcio e A.S.D. Junior Oppeanese per la gestione e manutenzione dei campi sportivi di Vallese e Ca’ degli Oppi

Il consiglio comunale dello scorso novembre ha rinnovato le convenzioni con le associazioni sportive U.S. Calcio Vallese e A.S.D. Junior Oppeanese per la gestione dei campi sportivi rispettivamente di Vallese e Ca’ degli Oppi. In particolare i rinnovi annuali prevedono un contributo di 3.500 euro all’associazione vallesana e di 3 mila euro a quella cadioppina. U.S. Calcio Vallese si occuperà della manutenzione del campo provinciale e del campetto a sette giocatori inaugurato l’anno scorso e utilizzato dai ragazzi dell’A.D.S. Junior oppeanese, che ha fra i propri iscritti solo ragazzi del settore giovanile. A.S.D. Junior Oppeanese si occuperà della pulizia, sfalcio e irrigazione dell’erba, ricognizione dei guasti e tracciamento linee, nonché delle ulteriori manutenzioni ordinarie del campo di calcio a undici sito in Ca’ degli Oppi, utilizzato oltre che da squadre della Junior Oppeanese anche dall’altra società calcistica di Ca’ degli Oppi, che disputa il campionato di 3° categoria. Tale rinnovo è conseguenza anche dalla piena soddisfazione dell’Amministrazione comunale per il lavoro svolto dai volontari in questi anni, e per il supporto dato dal gruppo alle attività educative e ricreative, che vedono coinvolti attualmente poco meno di 150 ragazzi. D’altro canto l’Amministrazione ha sostenuto le associazioni sportive con la ristrutturazione della palestra di Vallese (sul cui tetto è stato installato un impianto fotovoltaico), con un progetto per la nuova realizzazione dei campi “Le Fratte” di Oppeano e per ulteriori lavori a Ca’ degli Oppi, soprattutto nella piastra polivalente già funzionante, completa di erba sintetica e predisposta per le attività di calcio a cinque e volley, inaugurata lo scorso settembre e intitolata allo scomparso allenatore Agostino Soave. L’intenzione dell’assessore allo sport, Pierluigi Giaretta, è ora di sistemare anche gli spogliatoi di Mazzantica, gli unici nei quali rimanga qualche problematica strutturale. L’impegno dell’Amministrazione per le attività sportive e le associazioni a sostegno delle stesse si è dimostrato costante nel tempo: basti ricordare come, negli ultimi anni, non siano stati tagliati fondi né contributi destinati a questo importante settore.

Elia Viviani, il ciclista vallesano festeggia il debutto al professionismoo Nel nostro Comune abita una giovane promessa Il Sindaco con Elia Viviani del ciclismo, Elia Viviani, classe 1990. Il passaggio al professionismo del campione vallesano, avvenuto ad aprile, è stato festeggiato con una cena al ristorante “Due Volti” di Villafontana, mentre a novembre sportivi e simpatizzanti si sono incontrati per festeggiare la vittoria di Elia al Gran Prix Vienna. Gli ottimi risultati su pista a livello dilettantistico di Elia, tra cui ricordiamo le sei medaglie d’oro e le due di bronzo conseguite ai Campionati Europei su pista e i due bronzi ai Campionati del Mondo Juniores sempre su pista, gli hanno aperto le porte per il passaggio al professionismo. Il battesimo sportivo di Elia, avvenuto con il Presidential Cycling Tour of Turkey, il Giro della Turchia, è stato sicuramente di buon auspicio: dopo qualche piazzamento ha infatti raggiunto il successo nella sesta tappa, la Finike-Antalya di 114 chilometri, dimostrando subito le sue doti da sprinter. In quello scorcio di stagione tra i dilettanti, conclusasi lo scorso marzo con la 5a posizione nella prova dello scratch ai mondiali su pista di Copenaghen, c’erano già state anche la vittoria a Cuba, ottenuta in una corsa aperta anche ai professionisti e altre due corse del calendario nazionale italiano dilettanti. Il vallesano della Liquigas Doimo, cresciuto nel Luc Bovolone e maturato ad alti livelli con l’FdB Car Diesel di Remo Cordioli, che ha compiuto 20 anni a febbraio, ha già fatto valere le sue doti da ciclista e l’attitudine alla pista. Ora ci auguriamo tutti di vedere Elia, che è già nel programma della Federazione Ciclistica Italiana assieme ad altri undici giovani per le Olimpiadi del 2012, di rientrare a Vallese carico di vittorie, medaglie e soddisfazioni, grazie a una passione che ha saputo trasformare in professione dedicandole tanti sacrifici. Da parte di tutta l’Amministrazione Comunale un grosso in bocca al lupo, Elia! 38


SPORT & TEMPO LIBERO

Aiki Team, l’ASD festeggia il 15° anniversario con un pieno di vittorie

L’Associazione Aiki Team nasce nel 1995 dalla grande passione del maestro Massimo Rebonato verso le arti marziali. Ora, a 15 anni di distanza, il gruppo sportivo conta 110 atleti iscritti e vari corsi di difesa personale dedicati ai residenti: in particolare quelli di karate per bimbi, che si tengono nella “Casetta” delle associazioni di Vallese il lunedì e mercoledì dalle 17.30 alle 18.30. Ulteriori corsi di karate per bambini dai cinque anni in su e per adulti si svolgono nella palestra comunale di Isola Rizza tutti i martedì e giovedì dalle 17 in poi, mentre i corsi di Ju Jitsu sono il mercoledì e venerdì dalle ore 19.30 alle 21 nella palestra delle scuole medie di Oppeano. Qualche anno fa in Aiki Team è stata formata la squadra degli agonisti, composta da 24 karateki che hanno già partecipato a numerose competizioni nazionali ed internazionali di spessore con risultati sorprendenti: tra essi l’incetta di medaglie, 17 per la precisione, al Campionato Mondiale di Spagna ’09; in particolare sette ori, sette argenti e tre bronzi. A marzo c’è stata la conquista di un oro e tre argenti nella competizione più importante degli Stati Uniti, la Amerikick International, svoltasi a Philadelphia. Anche nel corso della stagione 2009/10 gli atleti sono tornati vittoriosi e carichi di medaglie: a cominciare dai dieci ori, nove argenti e quattro bronzi ottenuti a Livorno lo scorso 25 aprile nell’ultima fase dei campionati italiani della WTKA. L’Amministrazione Comunale, orgogliosa dei suoi campioni, plaude a tutta la squadra agonistica, composta da Stefano Scandola, Pamela Strazzer, Steven Rebonato, Martina Berti, Alferio Quaranta, Laura Franzoni, Michela Tisato, Annamaria Meneghelli, Elena Ghellere, Valeria Saltarello, Mattia Tisato, Andrea La squadra Aiki Team Renzo, Andrea Sartori, Esdra Ragaiolo, Jesse Ragaiolo, Samuel Veronese, Marvin Alessandrin, Nicola Faccini, Valeria Scappin, Alexandru Seretanu, Giovanni Lunardi, Isacco Lo Monaco, Katjusa De Conti e Maria Guglielmoni. L’Amministrazione Comunale, in collaborazione con l’associazione sportiva Aiki Team, e su suggerimento di alcune oppeanesi, si sta attivando per organizzare un corso serale di difesa personale femminile nella scuola media di Oppeano a partire dalla prossima primavera.

Il trofeo di tennis “Città di Oppeano”, incetta di professionisti per l’ultimo campionato provinciale Il Tennis Club di Oppeano, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, ha organizzato in settembre nel campo sportivo “Le Fratte” un torneo di 4a categoria maschile valido come “Trofeo Città di Oppeano”. La competizione, che ha richiamato un consistente numero di giocatori desiderosi di raccogliere punti validi per migliorare la classifica federale, è stata vinta da Massimiliano Cantonucci, il 38enne portacolori dell'At Poiano. Alle premiazioni, avvenute lo scorso Premiazione del Trofeo di Tennis “Città di Oppeano” 26 settembre, erano presenti il vicesindaco Fernando Tebaldi e l'assessore allo sport Pierluigi Giaretta, che ha mostrato soddisfazione per la buona organizzazione del torneo dichiarando: «Questa gara è il giusto premio per il lavoro fatto durante l’anno scolastico 2009/10 assieme all’istruttrice federale Anna Signorini. L’Amministrazione Comunale promuove infatti il tennis nelle scuole dal 1997, con il supporto del circolo». Alle premiazioni hanno preso parte anche il presidente del Tennis Club, Tiziano Mela, il vice-presidente provinciale del Coni, Gaudio Pedalino, il delegato provinciale Fit, Zinella Farinazzo e ovviamente il giudice arbitro, Ruggero Dall'Igna. 39


Orari di apertura uffici comunali (tel. centralino: 045/7139211) Area Segreteria – Affari Generali (segreteria@comune.oppeano.vr.it): responsabile Prà dott. Giuseppe Martedì 9 – 12,30 Giovedì 9 – 12,30 Protocollo: dal Lunedì al Venerdì Martedì Area Servizi Demografici (demografici@comune.oppeano.vr.it): responsabile Prà dott. Giuseppe dal Lunedì al Venerdì Martedì Giovedì

16 - 18

9 - 12,30 16 - 18

9 - 12,30 16 - 18 9 - 12

Area Tecnica – Edilizia Privata/Urbanistica (ediliziaprivata@comune.oppeano.vr.it): responsabile Fanton geom. Bruno Martedì 9 - 12,30 Giovedì 9 - 12,30

16 - 18

Area Tecnica – LL.PP., Manutenzioni, Ecologia (lavoripubblici@comune.oppeano.vr.it): responsabile Borin geom. Luigi Martedì 9 - 12,30 Giovedì 9 - 12,30

16 - 18

Area Servizi Finanziari (ragioneria@comune.oppeano.vr.it - tributi@comune.oppeano.vr.it): responsabile Adriano rag. Freddo Martedì 9 - 12,30 16 - 18 Giovedì 9 - 12,30 Area Promozione e Sviluppo (assistenza, istruzione, cultura, sport, associazionismo) (sociale@comune.oppeano.vr.it): responsabile Quinto Elena Martedì 9 - 12,30 15,15 – 17,15 Giovedì 9 - 12,30 Sabato 9 - 11,30 Ricevimento assistente sociale Bresciani Laura Lunedì a Villafontana (su appuntamento) Martedì Giovedì Area Vigilanza (poliziamunicipale@comune.oppeano.vr.it): responsabile Prà dott. Giuseppe Martedì e Giovedì

9 - 12,30 16 - 18 9 - 12,30

9 - 12,30

Orari di ricevimento: Sindaco On. Alessandro Montagnoli, competenze del Sindaco: affari generali, programmazione, sanità, polizia urbana, personale, rapporti con enti e aziende, famiglia e infazia Sabato: 9,30 – 12,30 Vicesindaco Fernando Tebaldi, delega a bilancio e tributi Giovedì: 10 – 12 Ass. Luca Faustini, delega a cultura, associazioni, politiche giovanili e informatizzazione Giovedì su appuntamento Sabato: 10 – 12 Ass. Luca Ceolaro, delega a manutenzioni, verde pubblico e sicurezza Sabato: 10 – 12 Ass. Pietro Luigi Giaretta, delega allo sport, tempo libero, scuola e istruzione, politiche sociali Sabato: 10 – 12 Ass. Enrico Massagrande, delega a lavori pubblici, viabilità, arredo urbano, urbanistica, edilizia privata ed energie rinnovabili Venerdì: 10 – 12 Ass. Romolo Meneghelli, delega a manifestazioni, protezione civile servizi cimiteriali Venerdì 9 – 11 Cons. Simone Marchi, delega a sportello unico imprese e sportello lavoro Sabato: 10 - 12 Per contattare l’On. Montagnoli e tutti gli Assessori e Consiglieri: ufficiostaff@comune.oppeano.vr.it

40


Numeri di telefono Responsabili Circoli Sportivi del territorio: Associazione Tennis Club di Oppeano: pres. Tiziano Mela, cel. 333 3039648 Aiki Team, difesa personale: pres. Massimo Rebonato, cel. 328 4829106 Minivolley di Oppeano: resp. Sabrina Malvezzi, cel. 328 2933679 Pallavolo della Polisportiva: resp. Gianni Realdon, cel. 328 6929917 Basket: resp. Marco Greguoldo, cel. 349 7819328 Atletica Leggera: resp. Elonora Paruta, cel. 348 7379771 Ginnastica Mattutina a Vallese: resp. Silvia Todeschini, cel. 320 0892416 ASD Junior Oppeanese: pres. Maurizio Sartori, cel. 335 5212650 Associazione “G.L. Danzando”: resp. Graziana Giorio, cel. 349 4798315 e resp. Lucy Marangoni, cel. 347 0677025

Orario di apertura Biblioteca Comunale (tel. 0457135788): Lunedì Martedì Giovedì Venerdì Sabato

Orario invernale di apertura Centro di Raccolta, località Feniletto: Lunedì Mercoledì Sabato

17 - 20 17 - 20 15 - 19

9:30 - 12 9:30 - 12 9:30 - 12

14 - 18 14 - 18 14 - 18

8 - 12

Giornalino in formato pdf e sfogliabile on line Vi ricordiamo che il numero di dicembre di Oppeano News è scaricabile in formato Pdf e sfogliabile on line sul sito del Comune di Oppeano, all’indirizzo: www.comune.oppeano.vr.it/vivere/notiziario.asp Nuovi servizi di informazione e comunicazione per i cittadini Il Comune ha attivato il nuovo servizio informativo Sms, che consente ai cittadini di essere informati sulle iniziative e le opportunità dell’Ente. Per iscriversi basta inserire i propri dati e il numero di cellulare nel format accessibile sulla home page comunale, www.comune.oppeano.vr.it Un altro modo per essere aggiornati sulle attività dell’Amministrazione è Facebook: su tale sito è stata infatti attivata la pagina del Comune, nell’intento in particolare di avvicinare i giovani. I residenti al 23 dicembre 2010: Abitanti per frazione al 23 dicembre 2010

M

F

Tot

Oppeano

1.492

1.525

3.017

Ca’ degli Oppi

907

891

1.798

Mazzantica

273

258

531

Vallese

1.751

1.706

3.457

Villafontana

323

318

641

Totale

4.746

4.698

9.444

M

F

Tot

Popolazione residente al 1° gennaio 2010

4.683

4.621

9.304

Totale immigrati

201

206

407

Totale emigrati

164

155

319

Popolazione residente al 23 dicembre 2010

4.746

4.698

9.444

41


SOMMARIO IN QUESTO NUMERO

42

Saluto Sindaco

2-3

Contributo al Tribunale per i Diritti del Malato e dell’Anziano

25

Barriere fonoassorbenti e fotovoltaiche

4-5

Convenzione per auto nuova dei servizi sociali

26

Piano triennale opere pubbliche 2011/2013

6

Colletta alimentare di ottobre

26

Parco San Serafino

7

Donazione dell’associazione Libera Caccia

26

Via Fossette

8

Casa di riposo “Marcello Zanetti”

27

Pista ciclabile Oppeano - Ca’ degli Oppi

9

Contributo alle popolazioni allagate dell’est veronese

28

“Casetta” delle associazioni di Vallese

9

Convenzione per materne di Vallese, Ca’ degli Oppi e capoluogo

28

Via Busoni

9

Convenzione per materna di Villafontana

28

Centro Mazzantica e interventi su vie Mazzanta e Crear

10

Asilo nido “Casa delle farfalle”

29

Via Bertini

11

Ristorazione scolastica

29

Vie Busona, delle Corti, Olmo e dei Bursi

11

Convenzioni per attraversamento davanti alle scuole

29

Nuova isola ecologica

12

Biblioteca comunale

30

Piano Urbanistico Attuativo “Sorio”

12

Contributo alle associazioni

31

Demolizione e rifacimento Ponte Asta

12

Saldo alla Pro Loco

31

Complanare alla SS 434 di Vallese

13

Contributo al Comitato benefico Carnevale

32

Marciapiedi nelle vie Donizetti, Mascagni e Papa Giovanni XXIII

13

Associazione “Don Guerrino Patuzzo”

32

Riqualificazione strade comunali e nuovi tratti acquedotto

13

Contributo alle parrocchie

33

Ricorso della minoranza

14

Giubileo parrocchiale di Ca’ degli Oppi

33

Collaudo definitivo aree residenziali “Alighieri” ed “Emy”

15

Anniversario capitello mariano di Vallese

34

Varianti urbanistiche

15

Jose Van Roy Dalì

34

P.A.Q.E. - quarta variante al Piano d’Area del Quadrante Europa

16

Mercatino natalizio a Vallese

35

Nuovo piano del traffico

16

Medaglia d’oro a Eugenio Soave

35

Nuovo piano di classificazione acustica

17

Lions Club di Zevio, borsa di studio

35

Protocollo d’intesa con Politecnico di Milano

18

Contributi per la raccolta carta

36

Sportello unico imprese e Sportello lavoro

18

Ditte e associazioni si occupano dello sfalcio dell’erba

36

Richiesto il titolo di città per Oppeano

19

Interventi idraulici sul territorio

37

Istituzione delle consulte comunali

20

Gli azzurri dei 100 chilometri a Oppeano

37

City Pass

20

Convenzioni con U.S. Calcio Vallese e A.S.D. Junior Oppeanese

38

Nuova casella di Posta Elettronica Certificata

20

Elia Viviani

38

Nuovi servizi di informazione e comunicazione

20

Aiki Team

39

Nuova auto per la Polizia Locale

21

Torneo di tennis “Città di Oppeano”

39

Distretto Vr5 delle Valli

21

Orari uffici comunali numeri utili

40

Patentino per possessori di cane

22

Servizio “SOS Animali”

23

Arrivati medico e pediatra a Vallese

23

Quota di partecipazione Ulss 21

23

Contributi per il sociale

24

Borse di studio

25

Registrazione al Tribunale di Vr n. 1868 del 9 marzo 2010 - Anno 1 - Numero 2 - dicembre 2010 Direttore Responsabile: Costantino Meo Proprietario ed editore: Comune di Oppeano (Vr), Piazza G. Altichieri, 1 - tel. 045 7139211, fax 045 6970586 In redazione: Michela Saggioro, tel. 045 7139238 Progetto grafico e stampa: Grafica Ciesse Print srl, via G. Garibaldi, 5/41 - San Giovanni Lupatoto (Vr) "Oppeano News" viene stampato in 3.800 copie ed è consegnato a tutte le famiglie del Comune. Questo numero è stato chiuso in tipografia il giorno 29/12 2010


Menù Gli ingredienti ci sono... - L’azienda con la sua professionalità - Le tecnologie per lavori di alta qualità - I prodotti di stampa selezionati l’Evoluzione continua... CIESSE PRINT - Via Garibaldi, 5 (int. 41) - S. Giovanni Lupatoto (VR) Tel. 045 8265077ra - Fax 045 8265731 - info@ciesseprint.it - www.ciesseprint.it

GRAFICA



Oppeano News - anno 1 numero 2 - Dicembre 2010