Page 1


3

IlPunto CARD

LOCALI CONVENZIONATI cerca il logo...

ilPunto card

AGRITURISMO

• LA VILLA DI LARTHIA

• CASALE DEL CASTELLACCIO SCONTO 10% dal Lunedì al Venerdì Via di Castel Campanile, 581 – Loc. Palidoro Fiumicino (RM) Tel 06.61697654 (vedi pag.61)

Via Aurelia Km 46,700 – Cerveteri Furbara (RM)

SCONTO 10%. Lunedì riposo Tel 06.99079149 / 338.9265695

• TORRE fLAVIA SCONTO 15% dal Martedì al Giovedì / SCONTO 10% Venerdì, Sabato, Domenica / Lunedì riposo Via del Beccaccino, snc – Ladispoli (RM) Tel 331.2772234 / 340.5415730 • VALLE DELLA REGINA SCONTO 10% Giovedì e Venerdì / Lunedì, Martedì e Mercoledì su prenotazione Via del Casalone, 16 – Borgo San Martino, Cerveteri (RM) Tel 06.99207215 (vedi pag.58-59)

• MORRIGAN SCONTO 10% dal Martedì al Giovedì / Lunedì riposo Via Livorno, 53 – Ladispoli (RM) Tel 347.9536180 • MULLIGHAN’S SCONTO 10% dalla Domenica al Giovedì Via Ponte Valle Trave, 8 – Anguillara Sabazia (RM) Tel 06.99901123 • PAPEETE SCONTO 15% dal Lunedì al Venerdì / Lunedì sera riposo Via Regina Elena, 23 – Ladispoli (RM) Tel 06.9946015

RISTORANTI • TRATTORIE • PUB • HOTEL

PIZZERIE • TAVOLA CALDA

• ALLE TAMERICI**** SCONTO 10% dal Lunedì al Venerdì / Gradita la prenotazione Via dei Delfini, 13 – Loc. Marina di Palo, Ladispoli (RM) Tel 06.99220675

• LA fONTANELLA SCONTO 10%. Martedì riposo Via Armando Diaz, 17 – Cerveteri (RM) Tel 338.3877024

• IL CAMOSCIO SCONTO 10% dal Martedì al Venerdì / Lunedì riposo Via Cantagallo, 13 – Ceri, Cerveteri (RM) Tel 06.99207299 (vedi pag.74)

• RObERTO PUGNALI 1 Margherita OMAGGIO ogni 2 pizze a scelta consumate al tavolo Largo Domiziano, 11/13/15 – Ladispoli (RM) Tel 06.9913380 (vedi pag.98)

• RELAIS CASTRUM bOCCEA**** SCONTO 10%. Gradita la prenotazione Via SS Mario e Marta, 27 – Boccea Casalotti, Roma Tel 06.61597054 (vedi pag.75) • CAVALLINO bIANCO SCONTO 15% dal Lunedì al Venerdì / SCONTO 10% Sabato e Domenica / Martedì riposo Via dei Bastioni, 46 – Cerveteri (RM) Tel 06.9941507 (vedi pag.64) • LA LAMPARA SCONTO 15% dal Martedì al Venerdì / SCONTO 10% Sabato e Domenica / Lunedì riposo Via Carbonia, 35 – Passoscuro (RM) Tel 06.6672038 / 393.4539694 (vedi pag.65)

• fORNO LA CASA DEL PANE SCONTO 10% su una spesa pari o superiore a 30 euro Via Fiume, 67 – Ladispoli (RM) Tel 06.99144577 (vedi pag.27) • CASA DEL TORTELLINO PASTA ALL’UOVO SCONTO 10% Via Duca degli Abruzzi, 94 – Ladispoli (RM) Tel 06.99221863 (vedi pag.52) • ENOTECA LADISPOLI (Giulio bernabei) SCONTO 5%. Lunedì e Domenica pomeriggio riposo Via Fiume, 53 a/b – Ladispoli (RM) Tel 06.9914003

• LA PINETA SCONTO 15% dal Lunedì al Venerdì / Giovedì riposo Via Aurelia Km 37,300 – Palo Laziale, Ladispoli (RM) Tel 06.99222509 (vedi pp. 62-63) • HOTEL RISTORANTE LA POSTA VECCHIA***** SCONTO 15% sulle tariffe pubblicate per qualsiasi tipologia di camera SCONTO 10% sul menu a la carte del ristorante The Cesar, bevande escluse SCONTO 10% su tutti i trattamenti viso o corpo presso Health & Beauty Club SCONTO 10% sul prezzo di ingresso al Beach Club Palo Laziale – 00055 Ladispoli (RM) Tel: (+39) 06 9949501 / Fax: (+39) 06 9949507 info@lapostavecchia.com / www.lapostavecchia.com (vedi pag.53) • LA TRIPOLINA SCONTO 10%. Mercoledì riposo. Piazza della Vittoria, 5 – Ladispoli (RM) Tel 06.99221849

NEGOZI AGROALIMENTARI • CANTINE

• PASTICCERIA ARTIGIANALE ANGELUCCI SCONTO 10%. Martedì riposo Via F. Rosati, 8/b – Cerveteri (RM) Tel 348.7954624 (vedi pag.34) • PASTICCERIA ARTIGIANALE MANfREDINI SCONTO 10% Via Settevene Palo – Zona Miami, Ladispoli (RM) Tel 06.64000501 (vedi pag.11) • PESCHERIA EUROfISH SCONTO 10%. Domenica e Lunedì pomeriggio riposo Viale Mediterraneo, 1 – Ladispoli (RM) Tel 06.9946427 (vedi pag.2)

Info: 333.3939029 - ilpunto@yahoo.it


4

5

ilPunto Magazine

ilPunto Magazine

FINALMENTE UN’ACCADEMIA DEL SAPERE A LADISPOLI

C

L’INNOvATIvO CENTRO STUDI CHE TI AIUTA A SUPERARE GLI ANNI SCOLASTICI

C

Come non approfittare di una grande crisi per trasformarla in opportunità? È proprio in un momento come questo che l’uomo deve investire su se stesso, sulla sua creatività, sulla conoscenza, soprattutto su quella che non ha. Già, questo è il motivo principe che ha spinto i fondatori dell’Academy of study a mettere insieme un team d’insegnanti in grado di nutrire i bisognosi del sapere. Oggi più che mai conoscere è diventato vitale. Se non sai più di quanti ti circondano, sei fuori da tutto: dalla scuola, dagli amici, dal lavoro. Sei fuori perché oggi c’è bisogno, essenzialmente, della specializzazione, della conoscenza approfondita, della professionalità in tutte le discipline. L’Academy of study si propone di accrescere la conoscenza dei giovani che frequentano la scuola, così come dei più grandi che intendono istruirsi. E lo fa seguendo l’idea delle sue fondatrici (due sorelle appassionate

“Un paese che investe nella cultura è un paese che rinasce”.

ai cambiamenti), rendendo fruibili a tutti gli insegnamenti del suo team di docenti. A questo scopo, l’Academy of study offre lezioni individuali e collettive ad allievi delle scuole primarie come a studenti delle scuole superiori e delle università, con pacchetti didattici assolutamente accessibili. Consapevoli, prima di tutto, che le esigenze d’istruzione della scuola non combaciano, spesso, con quelle dei ragazzi che la frequentano e, ancora meno, delle loro famiglie. Non dimentichiamo che, prima ancora di entrare in classe, i ragazzi escono dalle loro case dove respirano e vivono i problemi e il menage quotidiani. Al pari di come frequentano le loro compagnie e seguono impegni sportivi e hobby che poco hanno a che fare con gli insegnamenti scolastici. Per riuscire a equilibrare così tanto diverse esigenze, spesso c’è bisogno di un aiuto: obiettivo principale dei fondatori dell’Academy of study è procurarlo.

Se forniamo ai nostri giovani gli strumenti per appassionarsi al sapere, abbiamo vinto. La sfida non è semplice, ma proprio per questo è entusiasmante. Abbiamo creato, a questo scopo, un ambiente di lavoro accogliente in cui insegnanti e studenti possano sentirsi a loro agio in ogni circostanza. Forniamo una disponibilità totale per gli orari delle lezioni, che vanno dalle 8 di mattina alle 11 di sera, ogni giorno della settimana: ciò significa dal lunedì al sabato. Aiutiamo i più piccoli nei compiti a casa, prepariamo i ragazzi ad affrontare con sicurezza interrogazioni e compiti in classe ed esami universitari di ogni facoltà e disciplina. Ma offriamo anche corsi di lingue a ogni livello per studenti di tutte le età, dallo spagnolo, all’inglese e al francese e corsi di italiano per cittadini stranieri. Aiutiamo nella preparazione di tesi universitarie e di concorsi pubblici. Organizziamo scambi culturali in ambito europeo con l’LLP (Longlife Program). L’Academy of study è presente a 360° per rispondere alle esigenze didattiche di tutti, anche di chi non ha tempo e ha pochi soldi da investire nella sua istruzione. Più che una scuola, la nostra è un’accademia del sapere. (La direzione dell’Academy of study)

Academy of study Via G. Garibaldi, 37 – Ladispoli (RM) INFO: 329.7397751/5 – 345.1310213 academyofstudy@hotmail.com


l’edit oriale

32

Speciale ortaggi

editoriale • editoriale • editoriale • editoriale • editoriale • editoriale • editoriale • editoriale • editoriale • editoriale • editoriale • editoriale • editoriale • editoriale • editoriale • editoriale • editoriale

CONTRAFFATTI E CONTENTI

giramondo

Primavera di Praga

aprile - maggio 2013

La Redazione editoriale • editoriale • editoriale • editoriale • editoriale • editoriale • editoriale • editoriale • editoriale • editoriale • editoriale • editoriale • editoriale • editoriale • editoriale • editoriale • editoriale

98

sommario

Lasagne o tortellini alla carne di cavallo? Ebbene sì, è questo l’ultimo scandalo alimentare che ha scosso diversi Paesi europei, tra cui l’Italia: carne equina al posto del manzo. Miseri i tentativi di minimizzare l’accaduto, citando la mancanza di un allarme sanitario; infatti resta ancora da verificare se la carne equina utilizzata proviene da animali destinati all’alimentazione o alle attività sportive. In quest’ultimo caso, l’eventuale presenza di farmaci ad uso veterinario nella carne aprirebbe scenari inquietanti per la nostra salute. Ma il punto è un altro: sembra che ormai non ci si possa più fidare dei cibi che ci vengono venduti. L’intruso nel piatto è ovunque: olio spacciato per extravergine, bufala DOP tutt’altro che campana, e tanti altri prodotti Made in Italy soltanto sull’etichetta. E sull’orlo di una crisi economica il rischio contraffazione alimentare è più elevato, con i furbetti che approfittano della ricerca del miglior prezzo possibile da parte delle tante famiglie in difficoltà. Prendere in giro il consumatore o il cliente non è solo una truffa sulla qualità e sul prezzo con rischi spesso per la salute, ma è soprattutto un malcostume che sembra dilagare in ogni settore, non solo nell’ambito alimentare: basti pensare, ad es., agli elettrodomestici programmati per rompersi alla fine della garanzia. Ma c’è chi si spinge persino oltre e, non accontentandosi di rifilare un prodotto scadente, cerca addirittura di farlo passare per l’innovazione del secolo, capace di abbattere i costi, salvaguardare l’ambiente e, chissà, forse anche di garantire la pace mondiale... È pure il caso dei circuiti convenzionati che propongono sconti clamorosi, al limite della remissione per chi li applica e non commisurati alla singola attività commerciale, che di fatto si traducono in effimeri risultati, in tanto rumore per nulla, o se preferite, in tanto fumo e niente arrosto: un vicolo cieco sicuramente da non imboccare. Del resto è risaputo che qualità e sensazionalismo non vanno d’accordo. Proprio in nome della qualità, complice l’ottimismo che sempre caratterizza l’arrivo della primavera, abbiamo pensato di regalarvi un’edizione speciale, di ben 116 pagine rilegate in maniera ancora più prestigiosa, dove l’argomento principe è la genuinità dell’orto primaverile con lo Speciale Ortaggi: da pag.32, oltre alle ricette numerate che potete ritagliare e conservare, trovate anche utili informazioni sul compostaggio domestico, una pratica (questa sì!) a favore dell’ambiente. Ma prima, a pag.30, non perdetevi l’intervista esclusiva a Michele Placido, il Vip a Tavola di questo numero. Buona notizia anche per i gourmet: la panoramica sulle migliori soste gustose del territorio è quasi raddoppiata; da pag.53 vi aspetta quindi la Guida al Gusto per i vostri momenti conviviali di primavera. ‘Ardente’ novità, poi, a pag.84 con Serial Griller, una rubrica – che ci accompagnerà anche nei mesi estivi – dedicata all’arte del barbecue. A seguire entriamo In Cantina con l’intervista a Luca Maroni, il guru del vino; dopodiché ci godiamo le golose ricette delle nostre cake designer, senza dimenticare il benessere con la rubrica Wellness. Con la bella stagione torna la voglia di viaggiare: ecco allora puntuali le mete turistiche indicate nelle rubriche Vacanze Golose e Giramondo, dove i nostri inviati buongustai ci parlano di Montecatini Terme e Praga. Infine, come promesso, a pag.15 trovate il reportage che racconta ilPunto Magazine su Rai 2. A proposito, il primo appuntamento in tv è su Tg2-Eat Parade venerdì 5 aprile alle ore 13:30. Una bella esperienza che conferma il detto: la qualità paga sempre.

30

vip a tavola Michele PLACIDO

Dove trovi sempre la nostra rivista "Chi smette di fare pubblicità per risparmiare soldi è come se fermasse l'orologio per risparmiare il tempo".

vostra per la

cità pubbli 029 333.3939

(Henry Ford) ARANOVA

CERENOVA

Bar La Piazzetta Via Michele Rosi

Gran Caffè Tirreno Via Sergio Angelucci, 11/13

Gran Caffè Via Aurelia - km 34,300 TORRE IN PIETRA

Easy Cafè L.go Tuscolo, 1

La Dolce Vita Bar P.zza M. Mareseotti, 2

BRACCIANO

Bar Italia - Viale Italia, 80

Più Buono Bar Piazza Don Cesolini, 36

Salus - Via Ancona, 94

PASSOSCURO

Antica Pizzeria - Via Ancona, 110

La Lampara - Via Carbonia, 35

Centro Preziosi Via Aurelia, 2849

CERVETERI

Gran Caffè Luna - Viale Italia, 132

MANZIANA

MARINA DI S. NICOLA

Bar Ferrari - V. Settevene Palo, 58

L'angolo del Caffè Via Glasgow, 48

Da 0 a 4 Zampe - Via Roma, 23

Art and Fashion - Via Saturno, 2

Bar Centrale - Via Roma, 8

Profession Dance Via Nevada, 5 - 06.9912500

VALCANNETO Palestra Village - Via A. Vivaldi, 1 Sportello del cittadino Via A. Vivaldi, 15 Bar Il Punto Largo C. Monteverdi, 18-19

Bar Europa - Via L. Iaffei LADISPOLI Bar Delfini - Via Palo Laziale, 52 Elvis Bar - P.zza della Vittoria, 19

CIVITAVECCHIA

Bar Manfredini Via Settevene Palo - Ladispoli RM Nexus Center - Via Praga, 1 Agricola Ficcadenti Via Aurelia km 38,700

Chalet degli Eventi Viale Garibaldi S.N.C.

DISTRIBUITA ANCHE NELLE PRINCIPALI EDICOLE, NELLA ZONA DEI LAGHI E ROMA NORD

editore associazione Culturale ilpunto direttore responsabile Fabrizio Del re fabrizio.delre@email.it in redazione alessandro Sacripanti, Carlo Narducci Marketing Barbara matteini barbaramatteini@yahoo.it Segreteria di redazione agata aronica area enogastronomica Catia minghi catiaminghi@alice.it alessia Colangeli alessiailpuntomagazine@yahoo.it

53 83 94 101

Guida al Gusto

maria Cristina Ciaffi, Sandra ianni mario Cerulli, alessio Bartolini area attualità icaro guerra area Cultura & arte Silvia loreti area Wellness raffaella massari, Cinzia lazzari, Claudio Falcioni, Francesco D’alonzo, raffaella Del re, Noemi gugliotti Corrispondenti marco palombi (estero) licia mampieri (italia) Silvio Vitone (italia) mariangela petruzzelli (italia-estero)

Serial Griller L’arte del BBQ

Vacanze Golose Montecatini Terme

Collaboratori Cristina Duca, alexandra patanghel, marina morelli, giuseppe giangreco, antonio Vaia, Daniele Brugiotti Grafica e impaginazione impaginazione: alessandro recchia pubblicità: CpC agency grafica@ilpuntomagazine.com Fotografie a. monus Videogramma 346.9862707 Biagio Tamarrazzo Stampa printer group italia Srl

Wellness

ilpuntomagazine.com redazione Via olmetto, 7 – 00055 ladispoli (rm) Cell. 333.3939029 e-mail: ilpunto@yahoo.it pubblicazione bimestrale registrata presso il Tribunale di Civitavecchia (rm) n.5/08 del 21/05/08 PUBBliCitÀ 333.3939029 - 328.7042222 Vietata la riproduzione totale o parziale dei testi e delle pubblicità senza l’autorizzazione scritta dell’editore. la redazione informa che il contenuto degli articoli rispecchia l’opinione dei singoli autori. la redazione resta a disposizione degli aventi diritto per le fonti iconografiche di cui non si abbia la reperibilità. il Puntomagazine


PRIMO E UNICO A LADISPOLI di Catia Minghi, foto A. Monus Videogramma srl

In una notte scura di un’era lontana, una donna dimenticò una ciotola di cereali fuori della capanna. Quella notte piovve a dirotto e i cereali germogliarono e poi morirono: si macerarono nell’acqua, e spontaneamente fermentarono. Nacque così, da sola, la prima birra.

iUS primae noctiS (American Pale Ale)

aUrora (Belgian Ale)

7 vene (I.P.A.)

Fear oF tHe darK (Choccolate Stout)

Di color oro, leggero sentore di malto e spiccati aromi agrumati e di frutta esotica derivati dall’uso di un unico luppolo americano, che la fa da padrona sia nel profumo che nel gusto.

Rivisitazione di una Belgian Ale, con luppoli americani e sloveni che conferiscono alla birra sentori agrumati e fruttati. Speziatura delicata che l’avvicina allo stile originale. Color oro leggermente amara, con una punta di dolce iniziale e piacevolmente beverina.

Dal color del rame con schiuma bianca e compatta. Al naso sentori fruttati e note balsamiche. In bocca ulteriori riconoscimenti di frutta esotica e secca, miele e note tostate. È una birra caratterizzata dai luppoli americani, neo-zelandesi e inglesi, particolarmente corposa e alcolica, abbastanza impegnativa.

Colore marrone scuro con una schiuma compatta e persistente. All’olfattiva aromi tostati, liquirizia, caffé e cioccolato. Alla gustativa il cioccolato prevalendo leggermente, dona un lieve aroma legnoso e terroso. Mediamente amara è una birra complessa ma non impegnativa.

È una birra beverina, mediamente amara.

LE NOvITÀ: BIRRA AL CARCIOFO E... È grazie alla sbadataggine di una donna, che nasce la birra. La leggenda molto suggestiva ma possibile, dimostra come la nascita di questa bevanda si perda nel tempo. Ha origine in Mesopotamia nel 4500 a.C. I Sumeri furono i primi birraioli, seguiti dai Babilonesi che, in base al codice di Hammurabi, condannavano a morte chi annacquava la birra. Se ne parla anche nella Bibbia e negli altri libri sacri del popolo ebraico come il Talmud. Diffusa in Egitto, probabilmente grazie ai Fenici approda in Grecia, e poi presso gli Etruschi e i Romani ma furono i popoli celtici e germanici i veri artefici della diffusione della birra prima in europa e poi nel resto del mondo, grazie a magmeld, il loro eroe nazionale che secondo una leggenda aveva rubato la ricetta segreta della fabbricazione della birra ai Fomoriani, popolo di semidei, da cui discendevano gli irlandesi. Appare quindi evidente come la storia di questa antica bevanda sia legata da millenni alla vita dell’uomo.

“Dai ad un uomo una birra e ci perderà un’ora. Insegnagli a farla da sé e ci perderà una vita intera!” (The Home Brew Company). Bruno luzzi e valerio Fratoni hanno seguito alla lettera il suggerimento, trasformando la loro grande passione in un progetto imprenditoriale. Per anni sono stati homebrewer, producevano birra in casa rielaborando sistemi domestici e utilizzando il comune materiale da cucina, quasi fosse un gioco. Complice la grande espansione della birra artigianale nel mercato italiano a partire dalla seconda metà degli anni 90, decidono di cavalcare l’onda alzata da questo nuovo movimento e, con coraggio, di fare il salto di qualità. Negli ultimi anni girano il mondo per acculturarsi ed investire sulle loro competenze professionali, seguono corsi per approfondire le tecniche di produzione della birra, ricercano i malti e i luppoli migliori, preparano un business plan e creano il primo micro birrificio di ladispoli, nella Zona artigianale. La produzione si basa sull’estrema ricerca di qualità e sul profondo legame con

il territorio: Bruno vive a Ladispoli e Valerio vi ha trascorso l’infanzia. Le birre prodotte sono tutte ad alta fermentazione, crude, non filtrate e non pastorizzate. Non vengono impiegati conservanti, aromi e additivi chimici. L’acqua è fornita direttamente dall’acquedotto Statua, i malti sono prevalentemente tedeschi, belgi e solo pochissimi italiani, vista lo scarseggiare delle malterie. I luppoli utilizzati sono sloveni, inglesi, neozelandesi, americani per la maggior parte e l’ultimo in ordine di arrivo è il Sorachi ace proveniente dal Sol Levante. Si tratta infatti di una varietà di luppolo molto rara, selezionata in Giappone e disponibile sul mercato artigianale solo di recente. Quindi estrema attenzione ai parametri qualitativi e un occhio attento anche alla sostenibilità ambientale delle attività produttive. I malti residui della lavorazione della birra, vengono letteralmente barattati con una fattoria agricola di Oriolo Romano che li utilizza come mangimi per gli animali. Attualmente la produzione conta quattro tipologie di birra e precisamente:

È in sperimentazione una nuova birra al carciofo e si tenterà di farcela in occasione della Sagra del Carciofo. La sfida è ardua, il tempo stringe ma Bruno e Valerio sono tenaci e non hanno timore di ‘osare’. Altro obiettivo prefissato è quello di trovare una sinergia con una o più realtà vitivinicole del territorio e provare a dar vita ad una nuova birra, utilizzando il mosto d’uva con i suoi lieviti autoctoni. I tentativi di ‘contaminazione’ della birra con il vino sono infatti in forte crescita. cHi Beve Birra campa 100 anni Purtroppo solo recentemente la birra inizia a ricevere le attenzioni dovute, basti pensare che per la maggior parte delle persone la birra è da sempre rappresentativa del binomio pizza-birra. Fortunatamente c’è in atto un cambiamento che vede la birra avvicinarsi anche verso la cucina più ricercata. Una trasformazione che sembra confermata dalle parole di Dominique Joël Beauprè: “Filosofia e birra sono la stessa cosa: consumate modificano tutte le percezioni che avevamo del mondo”. Oltretutto la birra risponde ad altre esigenze dei consu-

matori, essendo generalmente un prodotto alimentare con un contenuto alcolico e calorico più basso rispetto al vino. Studi recenti poi hanno dimostrato che il consumo di birra non elevato, aumenta il colesterolo buono (DHL) che protegge dall’arteriosclerosi e riduce significativamente la mortalità legata a infarto miocardico e ictus cerebrale, le due principali cause di morte nel mondo occidentale. Inoltre contiene polifenoli e microcomponenti antiossidanti, fibre, vitamine ed acido folico. A questo punto non resta che invitare tutti i lettori buongustai a visitare il Birrificio Aurelio, dove Bruno e Valerio saranno felicissimi di mostrarvi lo stabilimento e la produzione. Lasciatevi tentare dal fascino delle piccole produzioni artigianali, che giorno dopo giorno e con molta fatica riescono a ritagliarsi nicchie di mercato sempre più rilevanti. E ricordate: micro è meglio di macro. Un grande in bocca al luppolo ai primi ‘birrafondai’ di Ladispoli!

BirriFicio artigianale aUrelio Via Aldo Moro, 38 – Zona Artigianale, Ladispoli (RM) Tel 06.60669594 www.birrificioaurelio.it / birrificioaurelio@libero.it


10

ilPunto Magazine

FANTOzzI CASH & CARRy DAL 1966 PROFESSIONISTI AL SERVIZIO DELLA QUALITÀ

di Catia Minghi, foto Monus (Videogramma)

Lo scorso anno avevamo cominciato lo stesso articolo dicendo che “a Ladispoli quando si parla di prodotti per la ristorazione professionale il riferimento più spontaneo è Fantozzi Cash & Carry”. Oggi, ormai da quasi un anno dall’inaugurazione del nuovo punto vendita nella zona artigianale della città balneare, possono tirare le somme avendo avuto un piacevole riscontro da parte degli operatori del settore, che hanno usufruito di un servizio efficiente veloce ed economico, trovando sempre a disposizione una vasta gamma di prodotti di qualità. dal 1966 professionisti al servizio della qualità: non è un semplice slogan ma una vera e propria strategia condivisa dall’intero staff, che quotidianamente riesce ad interpretare e soluzionare le esigenze di un vivace settore commerciale formato da bar, ristoranti, pizzerie, pub, winebar, chioschi, alberghi, pasticcerie. Presso il cash & carry vengono venduti ai professionisti della ristorazione articoli food e no-food. C’è infatti un vasto assortimento dedicato all’igiene dei locali e ai prodotti usa e getta. Numerosi gli articoli in carta, plastica, accessori e contenitori ideali per il catering e arti-

coli monouso per il finger-food. La missione è di riuscire a soddisfare tramite assortimenti e servizi mirati e qualificati, le esigenze dei clienti professionisti, con ulteriore possibilità di usufruire di rapide consegne effettuate con efficienza da personale specializzato, su tutto il litorale nord di roma compreso entroterra e zone del lago di Bracciano. I giovanissimi agostina e mario Fantozzi, figli dei fondatori Francesco e Luciana, hanno le idee molto chiare. Il loro progetto è di trasformare il nuovo punto vendita in un centro di aggregazione per tutti i professionisti locali della ristorazione ed incentivare l’autoservizio del cliente, proponendosi non come semplici fornitori ma come partner collaborativi per affrontare e risolvere le esigenze e le complessità del mercato offrendo sempre più innovazione ed ampliando la già vasta gamma di prodotti, inserendo anche verdure fresche di prima qualità. L’ACQUISTO È APERTO A TUTTI I POSSESSORI DI PARTITA IVA. ANCHE CONSEGNE A DOMICILIO

Fantozzi Cash & Carry Via Antonio Gramsci, 6 – Zona artigianale, Ladispoli (RM) Tel 06.9911407 / 06.99223903 / Cell magazzino 331.5454455 Fax 06.9914179 fantozzi1966@gmail.com

11

ilPunto Magazine


12

13

ilPunto Magazine

ilPunto Magazine

SAPOR MARIS

STABILIMENTO ARTIGIANALE SALMONE E ALTRI PRODOTTI ITTICI AFFUMICATI. ECCO A VOI ALCUNE RICETTE DA PROVARE! di Catia Minghi, foto A. Monus Videogramma srl

La profonda conoscenza e professionalità di massimo Borzelli, sostenuto e coadiuvato dai familiari, ha dato origine a Ladispoli ad uno stabilimento artigianale per l’affumicazione del pesce. Qui l’affumicazione – più che una semplice lavorazione – è un rito sacro, segreto, il risultato finale tangibile per chi vuole provare il suo prodotto: è la vera firma che contraddistingue l’artigiano. Oasi di gusto per tutti gli amanti del buon pesce affumicato artigianalmente, oltre che per la ristorazione del litorale laziale, il punto vendita Sapor Maris propone quotidianamente prodotti di altissima qualità (andate direttamente nella loro sede e vi renderete conto della cura nella tecnologia di produzione, ndr). Tra gli intenti dell’azienda, quello di

valorizzare il pescato locale inserendo nel ventaglio delle proposte, non solo prodotti ittici pregiati, ma anche tantissimo pesce azzurro a dimostrazione che la materia prima, anche se povera, trasformata in modo corretto acquista valore. Gli elevati standard d’igiene dello stabilimento e l’alta qualità delle materie prime portano sulle nostre tavole prodotti di notevole qualità e d’inconfondibile genuinità. Negli ultimi anni, grazie al progressivo abbattimento dei costi, si è verificato un calo sensibile del prezzo di vendita di questi prodotti che ne ha modificato lo status di alimento per ricchi o solo per le grandi occasioni, acquisendo una crescente popolarità sulle tavole mediterranee. Sfatiamo finalmente la credenza che il pesce affumicato sia solo si-

nonimo di tartine o del cenone di Natale. Salmone, pesce spada, tonno, lampuga, palamita, pesce serra, bottarga, diventano a buon merito ingredienti comuni per preparare gustosi primi piatti, per accompagnare insalate leggere e creare ricette originali. A questo punto non resta che provare le nuove ricette consigliate da massimo, ‘l’affumicatore’ per eccellenza. dadolata di peSce Spada o marlin Prendere un trancio di pesce spada o Marlin e tagliarlo a fette generose di circa 1,5cm di spessore. Ricavare dei cubetti e disporli in una ciotola, aggiungere una spolverata di scorza d’arancia biologica, irrorare con olio d’oliva e portare in tavola.

Via A. Gramsci, Zona Artigianale – Ladispoli (RM) Tel 06.9911334 / www.sapormaris.it Orario: 9-17 / Domenica riposo.

paSta ai carcioFi e Bottarga Pulire e lavare i carciofi, tagliarli a spicchi e farli rosolare in padella con olio extravergine di oliva e due spicchi d’aglio. Nel frattempo cuocere la pasta, scolarla al dente e saltarla in padella insieme ai carciofi. Quando il tutto è ben amalgamato, spegnere il fuoco e aggiungere il prezzemolo e la bottarga tagliata a fettine sottili con un coltellino e farla cadere sulla pasta come fossero petali di un fiore. Fiori di ZUcca al Forno ripieni di ricotta e Salmone aFFUmicato Lavare velocemente i fiori di zucca, rimuovere il picciolo e il pistillo e disporli ad asciugare su un canovaccio da cucina.

Tagliare il salmone a piccoli pezzettini e unirli, in una ciotola, alla ricotta fresca di bufala. Aggiungere alcuni steli d’erba cipollina e un peperoncino dolce fresco. Lavorare con la forchetta l’impasto finché non risulterà ben amalgamato. Farcire i fiori di zucca con la farcia preparata (sarà più facile riempirli se disponete di una sac a poche), disporli in una teglia foderata con carta da forno, irrorare con un filo d’olio extravergine di oliva. Riscaldare il forno a 180 °C e cuocere i fiori di zucca per una decina di minuti. Lasciarli raffreddare un po’ prima di portarli in tavola.

roSelline di Salmone SU Un letto di valeriana Mettere in una ciotola del formaggio spalmabile, salmone tagliato a pezzettini e del cognac. Lavorare il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo. Spalmare sulle fette di salmone parte del composto e avvolgerle su se stesse formando delle roselline. Lavare la valeriana e condirla con una emulsione d’olio, sale e limone. Disporre l’insalata nei piatti singoli e appoggiare sopra le roselline di salmone.

Sapor Maris è presente alla 63^ Sagra del Carciofo Romanesco di ladispoli (5-6-7 aprile 2013) presso gli stand ilPunto del Gusto, situati all’inizio di v.le italia, in prossimità di p.za m. marescotti.


15 Eventi

ILPUNTO MAGAzINE SU RAI 2 LA NOSTRA REDAzIONE ACCOMPAGNA LA TROUPE DI EAT PARADE, RUBRICA ENOGASTRONOMICA DEL TG2, IN ALCUNI RISTORANTI DEL TERRITORIO. IL PRIMO SERvIzIO IN ONDA IL 5 APRILE

EDILIZIA OGGI www.ediliziaoggi.it

U

BAGNI

CUCINE

ACCESSORI

STUFE e CAMINI

Via Aurelia, 2381 - Loc. Aranova (RM) - Tel 06.6674639 - 06.6674910 - Fax 06.61774321 - info@ediliziaoggi.it. orario: Ferramenta Edilizia dal lunedì al venerdì 6:30-12:30 / 14-18:30 - sabato 7-13. Showroom dal lunedì al venerdì 8-12:30 / 14:30-19 - sabato 8-13 / 15-19.

Fabrizio Del Re (direttore ilPunto) durante l'intervista

na giornata memorabile. Lo scorso 9 febbraio la redazione de ilPunto Magazine, con in testa il Lo chef Filippo Gennaretti intervistato nel suo agriturismo Casale dei Girasoli direttore Fabrizio Del Re, ha accompagnato il noto giornalista Rai, Bruno Gambacorta – ideatore di Eat Parade, rubrica enogastronodal direttore Danilo Guerrini e dal vicedirettore Diego Roggero. È già pomemica di successo del Tg2 – alla scoperta di alcune soste gustose del terririggio quando raggiungiamo l’ultima tappa del nostro itinerario gastronomico: torio. Appuntamento di buon mattino e poi subito verso la prima tappa, a Cerveteri, presso il ristorante T-bone (vedi pag.60), dove lo chef Julien Cel- l’agriturismo Casale dei Girasoli (vedi pag.72), il primo ad aprire a Ladispoli, bova – rinomato per l’alta competenza in tema di carni pregiate – ha rac- una graziosa struttura rurale che sorge sull’antico tracciato della via Aurelia in località Monteroni. Qui lo chef patron Filippo Gennaretti, annoverato tra contato alle telecamere Rai le sue origini francesi, bulgare e italiane in due le migliori identità golose del comprensorio, ha illustrato le sue ricette di deliziose ricette di sua ideazione. Un bell’esempio di incontro fra tradizioni punta a base di carciofo romanesco, coltivato direttamente nell’azienda di culinarie diverse, dove i sapori narrano emozioni che superano barriere geografiche e culturali all’insegna della bontà. Ma anche per i buongustai proprietà dal 1970. vale il detto: chi si ferma è perduto. Quindi di nuovo in viaggio, stavolta in diInfine, l’intervista al direttore de ilPunto Magazine su prodotti ed eventi rezione della costa, per raggiungere una delle location più esclusive del comprensorio e d’Italia: il Relais & Chateaux La Posta Vecchia (vedi enogastronomici della nostra zona, tra cui la Sagra di Ladispoli. “Siamo fipag.53), un luxury hotel duciosi – ha dichiarato il direttore Del Re – che ciò porti un contributo, anche se piccolo, allo sviluppo del 5 stelle che si affaccia turismo enogastronomico nel sul mare, circondato da un rigoglioso parco, le nostro territorio, rendendo cui fondamenta pog- giustizia ai tanti bravi ristoratori locali. Ringrazio, a nome giano sui resti di una villa romana del II secolo a.C. di tutta la redazione, il giornalista Rai Bruno Gambacorta Ad attenderci lo chef Michelino Gioia (1 stella per l’importante opportunità Michelin), che nelle cu- che ci ha concesso e per le cine del ristorante The future collaborazioni. Per un Cesar ci spiega l’utilità free press locale come il noAl centro lo chef Julien Celbova (T-bone) dell’abbattitore di tem- stro, l’aver suscitato l’intecon Bruno Gambacorta (a destra) e Fabrizio Del Re peratura per la prepara- resse della Rai è la più alta Lo chef Michelino Gioia (La Posta Vecchia - The Cesar) conferma e un concreto ricozione di alcuni piatti, soprattutto pesce. E per spiegarlo meglio cucina in diretta, sempre seguito dall’occhio della telecamera, due ricette semplice- noscimento al buon lavoro svolto sinora nel settore che ci compete”. mente ‘stellate’. D’obbligo, prima di salutare lo chef, una visita al museo della villa e uno sguardo al mare dalla grande terrazza panoramica, accompagnati

TG2 EAT PARADE (RAI 2) - In onda: tutti i Venerdì ore 13:30. Repliche: Sabato ore 24:30 e Venerdì ore 3:00. Primo servizio con ilPunto Magazine in onda Venerdì 5 Aprile ore 13:30 - www.tg2.rai.it - Facebook: Eat Parade – Il libro


16 Eventi

SPEzIE ED ERBE A EATALy ROMA ROMA. In occasione della settimana della Donna, l’associazione Slow Food, in collaborazione con Eataly Roma, ha realizzato il Master of Food sulle spezie e le erbe. La docente del Master, Sandra Ianni, ha condotto i partecipanti alla scoperta di questo mondo affascinante e misterioso, fatto di

colori e aromi vicini e lontani. Nel corso delle tre serate (4, 11 e 18 marzo) si è insegnato ad utilizzare le spezie e le erbe in cucina, scoprendo le loro proprietà curative e facendole diventare versatili alleate della nostra vita quotidiana. Ogni lezione ha incluso una parte teorica seguita da una

parte più pratica, dedicata alla degustazione condivisa di salvia in pastella e foglie di borragine farcite, delle spezie dei Presidi, pani speziati e vino Ippocratico. I partecipanti, inoltre, hanno imparato a preparare un curry in casa ed a coltivare le aromatiche sul balcone di casa.

CULINARIA 2013 IL GUSTO DELL’IDENTITÀ

ROMA. Si è appena conclusa l’ottava edizione di Culinaria, luogo d’incontro tra il pubblico e chef di livello internazionale. Ad ospitare l’evento, il mercato rionale coperto della Garbatella, che dal 16 al 18 marzo ha celebrato l’eccellenza della nostra tradizione gastronomica. All’interno due Station dove oltre 30 chef hanno stupito e deliziato il pubblico con i loro show cooking, uno Spazio Scuola Cru Forma Mentis, aule didattiche, produttori e distributori di prodotti agroalimentari di ‘casa nostra’. Abbiamo avuto il piacere di assistere alla colatura tradizionale delle alici di Cetara ad opera di Pasquale Torrente, che nello spiegare l’utilizzo della colatura in cucina, ha divertito il pubblico intonando una ballata popolare napoletana. Continuando a parlare di pesce, una coppia di chef donne, Viviana Varese e Sandra Ciciriello, creatrici al centro di Milano di un ristorante di pesce, ci hanno meravigliato nella preparazione del Calamaro con pallottole di pecorino, crema di patate affumicate e menta e La princiseppia sul pisello, variazioni di piselli con seppia scottata e salsa di dragoncello.

La fatina della pasticceria Loretta Fanella, originaria di Fiuggi, vanta, tra le tante collaborazioni, quelle con Ferran Adria e Carlo Cracco. Ha dimostrato come ogni suo dessert sia la scenografia di un racconto preparando in diretta una creazione rappresentativa del suo stile.

Lo Tsunami Gabriele Bonci ha coinvolto il pubblico parlando di farine antiche, di impasti, di lievitazione e di pani. Trascinatore e ammaliatore, è stato affiancato dai F.lli Poggi titolari dell’omonima azienda agricola a Ciciliano e specializzati nella ricerca e nel recupero di varietà antiche di cereali riproducendone il seme ogni anno. Altra coppia di chef: Iside de Cesare e Romano Gordini, titolari del ristorante La Parolina a Trevinano Acquapendente. I loro piatti sono autentiche opere d’arte curate nei minimi particolari e mai banali. A Culinaria hanno sbalordito i presenti con: Maialino da latte cotto a bassa temperatura, laccato al miele e fior di finocchio e Zuppetta di finocchio con spuma di yogurt e carote croccanti. Tra gli altri chef: Salvatore Tassa, Francesco Apreda, Franco Aliberti, Ray Caceres, Amaro Modest, Liberato Aliberti, Andrea De Bellis, Edoardo Papa, Gianluca Esposito, Luciano Monosilio, Luigi Taglienti e tanti altri. Non ce ne vogliano se non riusciamo a nominarli tutti per motivi di spazio, ma erano veramente tanti e insieme hanno rappresentato al meglio l’eccellenza della nostra tradizione culinaria che il mondo intero ci invidia. (Catia Minghi)


20 Eventi

2013 LA SEDUzIONE ATTRAvERSO L’ARTE, IL GUSTO E LA MUSICA ROMA. Tre giorni di degustazioni di vino biologico e biodinamico, mostre tematiche di fotografia e pittura, concerti, cinema, danze, cabaret, mercatino biologico e cibi afrodisiaci, interamente dedicati al connubio tra Vino ed Eros. Teatro della kermesse, il Centro Sociale Occupato ed Autogestito Forte Prenestino. Circa 60 ‘vignaioli critici’ hanno proposto in degustazione i loro prodotti nelle celle sotterranee del Forte. Tutti

vignaioli caratterizzati dall’amore comune per la terra, dal rifiuto dell’agricoltura industriale e di tutte le sostanze nocive che danneggiano l’ambiente. Tra le aziende vitivinicole presenti: La Marca di San Michele e Valli Unite, le cui etichette sono acquerelli disegnati da un socio della cooperativa. Di rilievo i vini dell’azienda agricola Occhipinti di Gradoli, produttore sulle sponde del lago di Bolsena, che disegna personalmente le sue

Iv FESTA DEL CARCIOFO CERETANO 19-20-21 APRILE, CERvETERI (RM) In passato Cerveteri è stata famosa anche per i suoi carciofi, che ancora oggi vengono coltivati con la stessa cura del tempo in cui questo ortaggio locale era usato per la produzione del noto amaro Cynar. Per ricordare quei tempi, da 4 anni – per iniziativa dell’associazione Amici X Cerveteri – vi si svolge la Festa del Carciofo Ceretano. Alla sua prima edizione, grazie all’impegno del presidente Franco Bracciali, la manifestazione fu sponsorizzata proprio dalla Cynar e riscosse un successo inaspettato. La Festa si ripete ogni anno con sempre maggiore impegno e innovazioni per far sì che questo prodotto riprenda il suo meritato posto nelle classifiche delle bontà e genuinità nazionali, e dia impulso sia all’agricoltura che al turismo locali. Sempre per impegno di Franco Bracciali, Amici X Cerveteri ha fatto arrivare i carciofi di Cerveteri (freschi) fino in Argentina dove oggi, sia pure in forma privata, vengono coltivati e gustati. Cerveteri, con la sua Necropoli della Banditaccia, è sito Unesco e si trova in una posizione geografica felicissima, tra mare e boscose colline; inoltre è facilmente raggiungibile perché ben collegata alla vicina Capitale, al lago di Bracciano, nonché all’aeroporto Leonardo Da Vinci di Fiumicino e al porto di Civitavecchia.

etichette, il cui obiettivo è preservare e valorizzare le caratteristiche di due vitigni autoctoni: l’Aleatico e il Grechetto. Segnaliamo che i suoi vini si possono degustare alla Sagra del Carciofo di Ladispoli (dal 5 al 7 aprile) presso lo stand ilPunto del Gusto allestito dalla nostra Redazione in V.le Italia, vicino Piazza M. Marescotti. (Catia Minghi)

ADDIO A

EMILIANO FLORE, RE DELLE FRAGOLE

Con la sua zona a mare si presta molto bene come località vacanziera, con il vantaggio di avere vicini, oltre alle località appena menzionate dove poter fare escursioni interessanti, siti d’interesse culturale e paesaggistico senza trascurare la cucina. Infatti in tutte queste località, la cucina è un’arte che viene tramandata da generazioni, fatta con i piatti regionali più tipici. Cerveteri ha molti altri motivi per essere visitata e sarebbe impossibile elencarli tutti. Il modo migliore per conoscerli, è quello di scoprirli personalmente. Quindi, per farlo, non mancate di partecipare alla Festa del Carciofo Ceretano dal 19 al 21 aprile.

Esattamente un anno fa ci regalava un bellissimo articolo sulle sue amate fragole, che in qualità di agronomo coltivava con passione e successo nell’azienda di famiglia a Ladispoli. Oggi di Emiliano Flore – uomo sincero, pacato e leale – piangiamo, insieme alla moglie Antonella, ai genitori, al fratello, ai parenti e ai tantissimi amici, la prematura scomparsa avvenuta lo scorso 19 febbraio, all’età di soli 38 anni. E allora, pensando alle sue fragole che sono dolci frutti primaverili, è ora di conforto per noi immaginarlo felice in cielo, nella beatitudine di un’eterna luminosa primavera. Ciao amico gentile, non ti dimenticheremo.

La Redazione


22 Eventi

IL GIOvANISSIMO FRANCESCO ANGELILLO PRESENTA IL LIBRO DI POESIE LUCE E COLORE LA PRESENTAzIONE SI È TENUTA A CERvETERI LO SCORSO 23 FEBBRAIO

Ci sono opere poetiche che come la dea dagli occhi glauchi nascono compiute e armate dalla testa dell’autore. Luce e Colore, del giovanissimo Francesco Angelillo, è una di queste: una silloge caratterizzata da versi liberi, con rime occasionali, che sprigiona una forza spirituale inaudita; un libro che si legge e rilegge ammirati dalla riuscita concordanza tra autentica ricerca interiore e musicalità linguistica. Di rilievo i richiami ad un genuino esoterismo, come nella citazione del simbolo tradizionale Triskell, nonché ad una religiosità prisca – dai più erroneamente definita ‘paganesimo’ – che rimanda alle liriche di Hölderlin, ma sempre in chiave personalissima. Ecco allora i riferimenti alla divinità celtica Brigit, che presiede anche alla fertilità e alla poesia, oppure al gallico Cernunnos, dio del sacrum facere, simbolicamente assimilato al cervo, animale sacro della fecondità spesso paragonato all’albero della vita. E poi il fauno danzante – cui è dedicata un’intera poesia – che trasmuta l’uomo in bardo “per cantar tua essenza / ed opere d’amor eterne”. Qui entra in gioco un aspetto importante dell’autore, cioè il suo essere anche musicista: non a caso il libro si apre con la poesia Musica, quasi a voler rimarcare l’essenzialità della pitagorica melodia delle Sfere, da cui si origina la

Francesco Angelillo (Aletti Editore, pp.86) 12 €

danza del Tutto; una tematica che fa pensare alla Nascita della tragedia di Nietzsche. Insomma, una freschezza di scrittura che celebra infine l’amore, inteso come unione rituale polare, fisica e metafisica, capace di far danzare la vita e l’Anima Mundi, però senza scadere nel panteismo naturalistico. “Io credo – spiega infatti l’autore – che la poesia non sia altro che una rappresentazione della nostra materia. Al di fuori della carne e della ragione c’è qualcosa di più, qualcosa che non si può definire, questa cosa entra in contatto con tutto ciò che ci circonda, quindi non c’è percezione di più entità, diventa tutto una sola cosa di cui tutti facciamo parte”. (FDR)

LA STRADA DEL vINO ALLA BORSA INTERNAzIONALE DEL TURISMO MILANO. Si è svolta, dal 14 al 17 febbraio, nei padiglioni di Rho-Fiera di Milano, la Borsa Internazionale del Turismo, il più grande evento dedicato all’esposizione del prodotto turistico italiano e alle migliori offerte del mercato internazionale. Unico per dimensioni e professionalità degli interlocutori, alla BIT è possibile conoscere le esigenze emergenti e calibrare le offerte future.

Anche quest’anno la Strada del Vino delle Terre Etrusco Romane è stata presente con i propri pacchetti turistici e i prodotti enogastronomici del nostro territorio. La partecipazione si è articolata in una serie di degustazioni curate da qualificati sommelier e in due workshop dedicati, rivolti ad agenti di viaggio e alle principali figure professionali del turismo. “La partecipazione – ha

dichiarato la presidente della Strada Maria Cristina Ciaffi – alla più importante fiera del turismo in Italia, è fondamentale anche per la sua formula Multitarget. Un’offerta ad ampio raggio mirata a tutta la filiera dell’industria turistica fino al singolo viaggiatore, con momenti e contenuti specifici per ogni target. È solo l’inizio di un ricco programma che ci vedrà impegnati per l’anno 2013”.

La Colonna

Sonora per i tuoi

Eventi ESPRESSO BRASS è un quintetto d’ottoni che nasce nel 2009 da un’idea di cinque musicisti. Oltre all’attività concertistica di routine su scala nazionale e internazionale, tutti i componenti della formazione hanno svolto attività concertistica con celebri Enti lirico/sinfonici, quali: Teatro dell’Opera di Roma, Teatro La Fenice di Venezia, Teatro S. Carlo di Napoli,

Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, Arena di Verona, Verdi di Milano, ecc. Il loro intento è di far conoscere a tutti le sonorità e le peculiarità della famiglia degli ottoni, che spazia dal periodo Rinascimentale fino alle avvincenti melodie del nostro tempo, eseguendo brani originali e trascrizioni di brani celebri di grandi compositori. L’esperienza maturata

nei numerosi anni di attività è alla base di questo gruppo, ed ha permesso loro di affrontare qualsiasi tipo di repertorio dal classico al moderno. Il quintetto si è esibito in numerosi festival, sia in Italia sia all’Estero. Questo team di musicisti è la carta giusta per trasformare ogni festa in un evento unico, con melodie che rimangono nel cuore.

tante idee Speciali e vantaggioSe PER LOCATION, RISTORANTI, STABILIMENTI BALNEARI, FESTE DI OGNI GENERE, DEGUSTAZIONI

info: 339.3392112 / 347.4753918 / 338.9268216 - Facebook: Espresso Brass Quintet / espressobrassquintet@gmail.com


25

E

v

E

N

ILPUNTO ALLA SAGRA DEL CARCIOFO

SLOW FISH

5-6-7 APRILE LADISPOLI RM (V.le Italia 5, vicino P.za M. Marescotti)

9-12 MAGGIO GENOVA GE (Porto Antico)

Dopo il successo dello scorso anno, ilPunto Magazine – in qualità di unica rivista enogastronomica del comprensorio – è presente alla 63^ Sagra del Carciofo Romanesco di Ladispoli con la sua scenografica area enogastronomica, chiamata ilPunto del Gusto. L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Ladispoli, propone al pubblico una suggestiva passerella di eccellenze enogastronomiche, unite insieme in un’unica, affascinante offerta di degustazioni decisamente gourmande. Nel reparto Beverage: i vini presentati dalla sommelier Catia Minghi (ass. Momenti Divini); le birre artigianali della Birreria dar Toro Seduto; le bollicine e i cocktail preparati a suon di musica dai barman acrobatici di Off Side. Nel reparto Food: prelibati fritti dolci e salati a cura de La Paranza (Sutri); salmone e prodotti ittici affumicati dello stabilimento artigianale Sapor Maris; mozzarella di bufala campana, fragole con panna e spiedini alla frutta di Aranova Ortofrutta. Il tutto arricchito da eventi collaterali, tra cui lezioni di cake design e di degustazione dell’olio extravergine d’oliva, live music, interviste, videoclip. All’interno dell’area è inoltre possibile ritirare ilPunto Card, la Carta del Buongustaio che permette di ottenere sconti nel settore ristorazione e agroalimentare. Novità 2013: uno spazio con tavoli e sedie per godersi comodamente tutte le degustazioni. L’accoglienza negli stand è a cura degli studenti dell’Istituto Alberghiero di Ladispoli. Info: 333.3939029 / ilpunto@yahoo.it

T

I

La manifestazione, dedicata al mondo ittico e agli ecosistemi acquatici, è organizzata da Slow Food e Regione Liguria, in collaborazione col Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali. Il mare di tutti è il tema della 6^ edizione, che quest’anno si apre alla città con un evento a ingresso libero allestito sulle banchine che si affacciano sul mare, per far conoscere al grande pubblico l’ambiente marino e le risorse ittiche. Novità dell’edizione 2013 sono gli appuntamenti Fish & Chef, in cui 16 tra i più grandi nomi della ristorazione italiana e internazionale interpretano il pescato di giornata per il pubblico presente, proponendo in abbinamento selezionate etichette di vino o birra.

LAGHIDIVINI 14-16 GIUGNO, ore 18-24 BRACCIANO RM (Complesso Conventuale S. Maria Novella)

VINITALY 2013 7-10 APRILE, ore 9:30-18:30 VERONA VR (Quartiere Fieristico di Veronafiere) Con un’area espositiva di più di 94mila mq, 156mila visitatori e quasi 4.200 espositori presenti, Vinitaly è l’unica esposizione diretta all’intera categoria di produttori, importatori, distributori, ristoratori, tecnici, giornalisti, opinion leader, offrendo una serie di appuntamenti tradizionali insieme ad alcuni eventi innovativi, di sicuro interesse per gli operatori di tutto il mondo. Tra questi, nella 47^ edizione: Taste & Dream, le grandi verticali dei ‘tesori’ dell’enologia italiana; Food & Wine Pairing, lo spazio dei giovani ristoratori europei in cui vengono abbinati piatti della tradizione continentale e vini italiani d’eccellenza. Un calendario ricco e variegato che prosegue anche al di fuori del quartiere fieristico: nel palazzo della Gran Guardia, in Piazza Bra, si svolge Vinitaly for You, l’enoteca serale con food e musica dal vivo dedicata agli appassionati del buon bere. Info: www.vinitaly.it

Giunto alla 6^ edizione, il festival dei vini prodotti sulle sponde dei laghi italiani costituisce un evento unico, originale e di rilevanza nazionale. Appuntamento dal 14 al 16 giugno nel Complesso Conventuale di Santa Maria Novella, a pochi passi dal Castello Odescalchi. Dalle ore 18 alle 24, le produzioni vitivinicole di 35 laghi, oltre 80 aziende e 150 etichette, ci attendono per la degustazione nel Chiostro degli Agostiniani dove i vini, serviti e presentati da sommelier Epulae, saranno disposti in banchi d’assaggio suddivisi per lago di provenienza. Al pubblico sarà possibile acquistare direttamente dai produttori: vini, eccellenze gastronomiche e artigianato del territorio. Cinemaitaliano.info curerà un premio cinematografico in tema: Cinema e vini. Non mancheranno brevi intermezzi di danza, musica e approfondimenti su temi enoici. Per la prima volta un tavolo espositivo sarà dedicato ai vini dell’antichità, appositamente preparati ed elaborati sulla scorta di un’accurata analisi filologica: dal mulsum al vino ippocratico di Isabella de’ Medici Orsini. Numerose le sinergie con associazioni del territorio; ciò conferma come Epulae Bracciano porti avanti un progetto volto a promuovere il territorio coniugando al tempo stesso passione, cultura e ovviamente ‘piacere’. ilPunto Magazine è media partner dell’evento. Info: www.laghidivini.it /info@laghidvini.it / 349.8649172

E v E N T I

Eventi


27

L’intervista

TURISMO ENOGASTRONOMICO NE PARLIAMO CON IL SINDACO DI LADISPOLI, creScenZo paliotta di Icaro Guerra

Sindaco, in italia – nonostante la grave crisi economica – il turismo enogastronomico è in crescita e supera i 5 miliardi di fatturato. come risponde la sua città a questo settore rilevante e strategico per la ripresa dell’economia dei territori? L’opportunità di un rilancio ha bisogno, per essere colta, di sinergie fra settore pubblico e operatori privati. Noi stiamo lavorando per rendere la città più accogliente, e non solo d’estate. Stiamo creando ai privati il terreno favorevole: del resto, la crescita di strutture alberghiere di livello, la nascita di nuovi agriturismo, di bed&breakfast, di aziende vinicole e di trasformazione del pesce dimostra che anche la realtà delle imprese è viva e capace di assumere iniziative. l’offerta turistica non può essere disgiunta dalla disponibilità di infrastrutture, collegamenti efficienti e servizi ricettivi: qual è la situazione a ladispoli in vista della prossima stagione balneare? Per ciò che attiene a collegamenti e infrastrutture molto dipende da Enti non comunali come Anas e Trenitalia. La città ha visto crescere i servizi di parcheggio. Abbiamo agevolato i collegamenti viari con la realizzazione di nuovi ponti, due dei quali ciclopedonali, e stiamo per inaugurare altre due piste che completano un percorso di pregio naturalistico e archeologico. A tal riguardo ho avanzato alla Provincia la proposta di realizzazione di un percorso – utilizzando la via Settevene Palo, la cui carreggiata già oggi è superiore alle due corsie per senso di marcia – per ottenere un tratto

ciclabile lago/mare. Si tenga presente che già adesso è in fase di realizzazione un anello ciclabile lungo la costa del lago di Bracciano. nel passato lei ha spesso fatto riferimento alla necessità di implementare il settore turistico ed enogastronomico. Quanto e come vi può contribuire il nuovo istituto alberghiero? Senza alcun dubbio il nuovo istituto Alberghiero di via Federici innalzerà gli standard di qualità del servizio di ristorazione e dell’intera offerta del settore enogastronomico, non soltanto di Ladispoli ma del comprensorio. Ogni anno si diplomeranno più di 100 ragazzi, dopo avere studiato e fatto pratica in una delle strutture didattiche professionali più belle d’Italia. Sempre riguardo all’istituto alberghiero, in un’intervista di 2 anni fa al nostro giornale lei si era detto speranzoso che da questo indirizzo scolastico si potessero costituire “molteplici iniziative da sviluppare territorialmente”. a tal fine che tipo di collegamento si potrebbe istaurare tra comune e Scuola? e qualora s’individuassero delle progettualità con l’alberghiero, la sua amministrazione potrebbe accantonare dei fondi da destinarvi? Tra Amministrazione comunale e Alberghiero potrà realizzarsi una sinergia volta ad assumere iniziative qualificate, che coinvolgano naturalmente gli operatori del settore. L’ideale sarebbe il coinvolgimento anche degli altri Comuni del territorio a noi prossimo nel processo di produzione enogastronomica e nell’offerta dei servizi turistici. Stiamo programmando iniziative che, oltre alla Sagra del Carciofo già famosa in tutta Italia, possano esaltare il valore della pro-

duzione locale anche nel corso delle altre stagioni dell’anno. Il territorio che va da Ladispoli a Cerveteri, fino a Bracciano, e che si estende a Tolfa e Santa Marinella vanta bellezze storiche, naturalistiche ed archeologiche almeno pari, se non superiori, ad altre zone del Lazio. Noi abbiamo proposto alle altre amministrazioni la creazione di un Consorzio di Promozione Turistica. Penso che su questa strada potremo cogliere grandi soddisfazioni e molte nuove opportunità. la Sagra del carciofo romanesco è giunta alla 63^ edizione. nel suo ambito, secondo lei, c’è un’iniziativa in grado d’intercettare anche i gourmet più esigenti e gli amanti del turismo enogastronomico? Sono diversi anni che la piazza dei Sapori, con la presenza delle Pro Loco di quasi tutta Italia, concorre a creare un’offerta completa di qualità di specialità tipiche. L’anno scorso, lo stand de ilPunto ha arricchito ancora di più la Sagra con offerte di elevata qualità che hanno valorizzato in particolare le risorse del territorio. Credo che questa sia la via da seguire, anche prolungando il periodo di promozione del Carciofo al di là del ristretto margine di tempo della Sagra. Infine, desidero cogliere l’occasione per congratularmi nuovamente con la vostra rivista che si sta affermando sempre più come efficacissimo veicolo promozionale a vantaggio delle realtà turistiche e delle imprese del settore enogastronomico dell’intero comprensorio. Vi auguro di continuare a crescere, perché promozione e conoscenza sono fattori fondamentali per lo sviluppo economico della nostra città.


29

ilPunto Magazine

DALL’ALBERGHIERO DI LADISPOLI IL ‘GUSTO’ PER UN DOMANI MIGLIORE CReATIVITà e SOSTeNIBILITà DAGLI CheF DeL FUTURO

D

al 20 al 22 marzo gli studenti dell’Yvonne De Begnac sono stati i protagonisti del progetto la tavola Blu, di Marevivo, coordinato da maria rapini, rita paone e omar d’incecco. Il progetto, realizzato con il contributo del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, coinvolge 12 Istituti in 11 Regioni costiere (Friuli Venezia Giulia, Veneto, Marche, Abruzzo, Puglia, Calabria, Sicilia, Campania, Lazio, Toscana, Liguria). Ad organizzare e coordinare le fasi progettuali nell’istituto, il prof. Francesco riili (docente di cucina), sostenuto dal dirigente scolastico prof.ssa vincenza la rosa e dalla collaborazione dei professori luciano cucullo (cucina), michele limotta (sala-bar), michele comito (sala-bar) e giovanna albenese (ricevimento). Senza dimenticare i contributi della Cantina La Rasenna di Ladispoli, di Garden house dei fratelli Guernaccini e del Catering Nicolai. Una sfida, quella di Marevivo, con il chiaro obiettivo di mostrare concretamente come diversificare le scelte di ognuno in materia di pesce e allo stesso tempo proporre cibi alternativi e sostenibili; basti pensare, dati alla mano, che delle 719 specie ittiche d’interesse commerciale ne mangiamo sì e no il 10%, schiavi come siamo delle mode culturali e alimentari. Durante le fasi del progetto sono stati affrontati temi quali la sostenibilità ambientale, la valorizzazione delle risorse del mare, la stagionalità del pesce, km zero e miglio zero. Ad intervenire anche il sindaco crescenzo paliotta che ha incontrato i rappresentanti dell’associazione,

La class e

5B con il prof. Fran cesco Riil i

i docenti e gli studenti coinvolti. Prima dell’evento, per tutta la mattina, gli chef-formatori incaricati dall’associazione hanno utilizzato i laboratori dell’Istituto per cucinare piatti a base di pesce povero o pesce dimenticato, mostrando ai futuri chef come uscire dalle logiche legate alla moda del momento, anche in fatto di ristorazione. L’idea è sempre quella di coniugare creatività e sostenibilità. Inoltre le classi coinvolte sono state condotte al porticciolo di ladispoli, dove pescatori e addetti ai lavori hanno spiegato loro la situazione reale del pescato locale e di seguito hanno visitato il castello di Santa Severa, che custodisce anche il Museo del Mare e della Navigazione Antica. Una giornata particolare è poi stata quella di giovedì 21 marzo, quando alle autorità cittadine, ai funzionari ministeriali ed ai giornalisti presenti, è stato offerto il buffet di ringraziamento a base di pesce povero, preparato dagli studenti della 5B ristorazione, come da filosofia di Marevivo.

Tra le leccornie: sarde alla beccafico, sgombri alla russa e al pepe verde, alici gratinate, tubettini di fagioli e cozze. Il tutto bagnato da vini eccellenti. Un’autentica esplosione di sapori e profumi degni dell’alta cucina. Ma anche una dimostrazione di quanto assimilato in 5 anni di scuola in termini di sapere e saper fare, mappa d’orientamento attentamente stilata nel Piano dell’Offerta Formativa dell’Yvon De Begnac. Come detto dalla preside dell’alberghiero, Vincenza La Rosa, citando un filosofo: “Per armare una nave non basta mettere insieme uomini e strumenti ma è necessario far nascere in tutti il desiderio del viaggio”. Questo è anche quanto sta tentando di fare, in giro per l’Italia, Marevivo. Ed a ciò gli studenti dell’Alberghiero hanno risposto cercando di coniugare creatività e sostenibilità. Perché l’ambiente va conservato e migliorato. Con gusto.

iSiS via Yvon de Begnac Sede Centrale: Via Y. De Begnac, 6 Ladispoli (RM) - Tel 06.121126000 / Fax 06.992218289 www.isisdebegnac.net / E-mail: info@isisdebegnac.net - Istituto Alberghiero: Via Federici snc - Tel/Fax: 06.99220404 (provvisorio)


30

31

vip a Tavola

vip a Tavola

MICHELE PLACIDO interviSta eSclUSiva a micHele placido

SEMPLICEMENTE... MICHELE! DOPO IL SUCCESSO DELLA Fiction tv SU rai 1 DEDICATA A trilUSSa, IL CELEBRE ATTORE CI RACCONTA IL SUO AMORE PER LA CULTURA E PER IL BUON ciBo del SUd. L’INVIATA mariangela petrUZZelli LO HA INCONTRATO PER NOI ATTORE INTENSO E POLIEDRICO, REGISTA TEATRALE E CINEMATOGRAFICO ARGUTO E ARDITO, UOMO DI CULTURA ILLUMINATO, CHE SA ESSERE UNO TRA NOI, SEPPUR GRANDE PER ESPERIENZA E MERITI, SIA SULLA SCENA DELL’ARTE CHE NELLA VITA; PADRE PREMUROSO, MARITO DEDITO, appaSSionato di Bei liBri E DELLA SCRITTURA, AMANTE DELLA CUCINA E della BUona tavola TUTTE ITALIANE, SOPRATTUTTO DEI SAPERI E DEI SAPORI DEL SUO AMATO SUD, DI CUI È FIGLIO DEVOTO E ORGOGLIOSO, OLTRE CHE CRITICO. È micHele placido CHE, CON GARBO, CI HA RILASCIATO QUESTA VARIEGATA INTERVISTA. NON POTEVA CHE FARLO IN QUELLA CHE È ANCHE IN PARTE CASA SUA: IL TEATRO. Re Lear è il suo ultimo allestimento, portato in teatro nel 2012-13. Si tratta di un’opera shakespeariana audace e molto attuale, che lei rielabora in modo originale e moderno. com’è nata l’idea di realizzare questo spettacolo, una produzione giovane e del tutto indipendente, soprattutto in un momento topico di crisi finanziaria che investe di più il mondo delle arti e del teatro? Gli amici del festival shakespeariano di Verona, per cui mi sono esibito tante volte, mi hanno chiesto di pensare ad un lavoro rinnovato sul

grande drammaturgo inglese; così ho deciso per il Re Lear, opera complessa, non sempre rappresentata perché molto difficile. Dare vita allo spettacolo è stata un’azione eroica e folle, soprattutto in questo grande momento di crisi per il mondo del Teatro, in cui solo poche realtà stabili possono ancora pensare di ottenere finanziamenti pubblici. Noi abbiamo messo su una produzione indipendente con lo sforzo, il sacrificio e il talento di tutti e devo dire che possiamo essere soddisfatti

avendo, sinora, ottenuto grandi consensi di pubblico e di critica. La compagnia, tra attori e tecnici, è formata da una quarantina di persone. Tutti, compreso me, abbiamo deciso di lavorare al minimo sindacale. In scena ho chiamato tutti attori giovani e virtuosi che hanno creduto nel progetto sin dall’inizio con amore e abnegazione. Nel cast ci sono anche mia moglie Federica Vincenti e mio figlio Brenno. Ne sono molto felice.

con quale aggettivo può definire il suo Re Lear? Sicuramente etico! È un classico che vale in ogni tempo e che sempre sarà d’esempio. Esplora la natura stessa dell’esistenza umana indagando sull’amore, il dovere, il potere, la perdita, il bene e il male; racconta la fine di un mondo, il crollo di tutte le certezze di un’epoca, lo sgomento dell’uomo di fronte all’imperscrutabilità delle leggi sovrannaturali dell’universo. È un allestimento teatrale molto attuale in questo tempo di crisi, soprattutto dei valori umani, mettendo in evidenza prima di tutto che i governi e i sovrani di ogni tempo e luogo della storia, nel loro avvicendarsi nei secoli, continuano a imparare troppo tardi cosa sia la saggezza d’azione e solo dopo che è avvenuta l’irrimediabile tempesta. Infatti, Re Lear, ad un certo punto, declama alla figlia versi a me molto cari: “Noi ci occuperemo del mistero delle cose e vedremo i potenti ed i politici andare su e giù, su e giù, come la marea sotto la luna”. cosa consiglia ad un giovane che vuole intraprendere la professione dell’attore? In questo momento difficile dovrei consigliargli di andare via dall’Italia e di non tornare più! D’altronde me lo ha insegnato mio figlio Michelangelo che da un po’ studia, in Inghilterra, management imprenditoriale in campo teatrale e cinematografico. Lui mi dice spesso che in Italia siamo anni luce indietro rispetto al resto d’Europa. Comunque, al di là del periodo nero, ad un giovane che vuole fare l’attore consiglio di studiare sodo, di leggere tantissimo, di cercare duramente il lavoro, anche piccole esperienze per farsi le ossa, di resistere, di avere speranza e perseveranza. Anche io, ai miei tempi, feci così! Suggerisco di leggere le biografie dei grandi uomini come quella del regista Orson Welles, mio maestro da sempre, nonché i grandi romanzi, in testa I fratelli Karamazov di Dostoevskij. Valgono più di tutte quelle scuole di recitazione che, spesso, non fanno altro che illudere e sfruttare i nostri ragazzi che vogliono diventare attori davvero.

cosa sta facendo attualmente al cinema? Un film che ha avuto successo nel 2012 è stato W l’Italia, una commedia intelligente che denuncia la volgarità e la corruzione dei politici italiani. Un film attuale e molto veritiero di cui è regista e autore Massimiliano Bruno, appena trentenne, un giovane virtuoso passato dal Teatro al Cinema. In W l’Italia interpreto un politico corrotto e senza scrupoli che, alla fine, cerca di migliorare per amore dei suoi figli. Credo che, oggi, la maggior parte dei politici dovrebbe cambiare in meglio per essere d’esempio ai nostri giovani cui dare opportunità e affidarsi per avere un mondo migliore. Sono anche reduce dal successo del mio ultimo film da regista, Il cecchino, girato interamente in Francia, dove tutto funziona meglio che in Italia. Dove, in campo cinematografico, artistico e culturale, ci sono più soldi e più lungimiranza nel valorizzare ogni forma d’espressione artistica. Ed è per questo che preferisco realizzare i miei film lì! È ancora possibile, in italia, proporre del cinema d’autore? Per essere realistici adesso proprio no! Ci sono sicuramente storie scritte bene e, soprattutto, da giovani autori. Raccontare oggi della crisi politica, di tangentopoli, della mafia continua ad essere non produttivo, ma a differenza di alcuni anni fa in cui ancora c’erano tanti produttori coraggiosi che investivano in storie d’autore, civili, specchio della storia italiana anche scomoda, adesso non vi sono più le risorse e nemmeno più produttori e politici volenterosi e capaci di scommettere su prove filmiche d’autore. passiamo al tema cibo. lei si è definito, più volte, un fiero uomo del Sud anche perché al Sud si mangia benissimo! le piace mangiare bene e anche cucinare? Sono nato con orgoglio in Puglia, ad Ascoli Satriano, in provincia di Foggia, dove ritorno spesso avendo anche una bella casa in campagna. Ho anche deciso di sposarmi con Federica

Nella foto: l'attore al festival Cinecibo con la mozzarella di bufala campana

in terra pugliese, la scorsa estate. Amo i sapori veri e genuini della cucina del Sud. Credo nell’alimentazione sana e nella buona tavola, fondamentale anche per il lavoro che faccio. Sono un tradizionalista e, come mi hanno insegnato i miei genitori, è molto importante il momento della giornata in cui ci si può ritrovare tutti insieme a tavola per mangiare e dialogare. So cucinare, e quando ho tempo mi piace anche andare al mercato di persona a scegliere ingredienti freschi e salubri. Amo cucinare soprattutto per gli amici e organizzare lunghe tavolate a casa mia. cosa ama mangiare e cucinare? Naturalmente prediligo la cucina tradizionale pugliese! Amo mangiare e cucinare le paste con le verdure, come le cime di rapa e i broccoli, condite con l’olio d’oliva a crudo, sempre pugliese. Prediligo anche le polpette, con in parte la mollica di pane, condite con la passata fatta in casa, prezzemolo e aglio. Questi sono anche i piatti che so cucinare meglio, compresa la pasta fatta in casa con il pomodoro fresco. Un’altra prelibatezza cui non rinuncio mai è la mozzarella di bufala sia pugliese di Andria che campana di Battipaglia. cosa pensa del suo amato Sud, oltre al fatto che lì si mangia davvero bene? Tutto il Sud è una terra meravigliosa, intrisa di sole e di umanità, ricca di bellezze ambientali, storiche e culturali. La sua gente è vera e ospitale, piena di vita. Ma il Sud ha ancora tanti problemi, compresi la disoccupazione e i cattivi collegamenti viari. Al Sud mancano anche i Teatri e, quei pochi che ci sono, vengono aiutati poco o chiudono. La gestione della Cultura dipende, oggi più che mai, dagli enti regionali che non sempre hanno investito bene per far crescere i territori tanto al Sud quanto al Nord. Ma vorrei che i miei conterranei del Sud andassero un po’ di più a Teatro e un po’ di meno a mangiare fuori la pizza!


32

Speciale Ortaggi

SPECIALE ORTAGGI PRIMAvERA, FESTA DEI SAPORI DELL’ORTO

C L A S S I F I C A z I O N E O R TA G G I ortaggi da frutto (cetrioli, zucchine, zucca, peperoni, melanzane, pomodori); da fiore (asparagi, broccoli, carciofi, cavolfiori); da seme: (legumi); da foglie (catalogna, cavolo, indivia, spinaci e tutte le insalate); da fusto (cardi, finocchi, sedano); da radice (carote, barbabietole, rape, ravanelli); da tubero; da bulbo (cipolla, aglio, cipolla, cipollotti, porri, scalogno). TABELLA ortaggi di Stagione

di catia minghi

APRILE Agretti Asparagi Carciofi Cavoli Cetrioli Cicoria Cime di luppolo Fave Insalate Ravanelli Rucola Spinaci Tarassaco

MAGGIO Agretti Asparagi Carciofi Carote Cavoli Cetrioli Cicoria Cime di luppolo Fagiolini Fave Insalate Piselli Pomodori Ravanelli Rucola Spinaci Tarassaco

CONOSCIAMOLI UNO PER UNO agretti: sono le piantine giovani della salsola soda, anche detti barba dei frati, senape dei monaci, lischi o roscano. Ortaggi dal sapore acre, acidulo, sono ricchi di proprietà depurative e di sali minerali.

È GIUNTA LA BELLA STAGIONE. AD ANNUNCIARLA, I PRIMI CALORI, I PROFUMI, LE ESSENzE DEI FIORI E LE FRESCHE BREzzE PRIMAvERILI. SOTTO IL SOLE TIEPIDO, FANNO CAPOLINO NELL’ORTO I PRIMI ORTAGGI. NONOSTANTE AL SUPERMERCATO SIA POSSIBILE TROvARE QUALSIASI SPECIE DI FRUTTA E vERDURA IN OGNI PERIODO DELL’ANNO, TORNIAMO A RISCOPRIRE I RITMI DELLA NATURA ED A RISPETTARE LA STAGIONALITÀ DEI PRODOTTI IN CUCINA. IN QUESTO MODO NON SOLO PONIAMO MAGGIORE ATTENzIONE ALLA NOSTRA SALUTE E AL PORTAFOGLI, MA DIMINUISCE ANCHE L’INQUINAMENTO DOvUTO AL TRASPORTO DELLA MERCE E PRIvILEGIAMO IL NOSTRO PALATO MANGIANDO PRODOTTI GENUINI E SICURAMENTE DAL GUSTO MIGLIORE

asparagi: bianchi, verdi, violetti o selvatici, di origine antichissima, costituiscono la parte commestibile (germogli o turioni) dell’Asparagus Officialis, una pianta erbacea perenne. Hanno una forma allungata, consistenza carnosa e sapore delicato. Ideali nelle diete, hanno pochissime calorie, sono diuretici naturali e sono ottimi lessati, alla parmigiana e si accompagnano benissimo con le uova. carciofi: pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Asteraceae (Cynara cardunculus). Coltivata in Italia (Campania, Lazio, Puglia, Sicilia e Toscana) Francia e Spagna, principalmente per uso alimentare e secondariamente medicinale. Il frutto è dato dall’infiorescenza a capolino, generalmente di colore verde tendente al grigio cenere; esistono anche delle varietà tendenti al violetto. Le brattee, cioè le squame compatte che formano il capolino, possono avere spine oppure no. La parte edibile del carciofo è costituita dalla base delle brattee e dal ricettacolo, quest’ultimo comunemente chiamato cuore. Le varietà di carciofo si possono classificare in base a diversi criteri. Relativamente alla stagione di produzione avremo: - varietà autunnali: generalmente coltivate lungo le coste dell’Italia meridionale. La produzione ha inizio ad ottobre-novembre, e, dopo una stasi invernale, continua in primavera fino a maggio. Una buona parte di questa seconda produzione viene destinata all’industria conserviera. - varietà primaverili: sono coltivate nelle aree costiere dell’Italia centrosettentrionale, forniscono una produzione più o meno precoce che può durare da febbraio-marzo fino a maggio-giugno. In base alla presenza e allo sviluppo delle spine le varietà si distinguono in spinose e inermi.

Spinosi: sono generalmente più affusolati e di colore verde intenso. Ottimi da gustare crudi per il loro sapore deciso. - Spinoso di Albenga, di forma ovale; - Spinoso Masedu Sardo, dalla forma conica allungata con foglie grandi e spinose. Si consiglia in carpaccio, in insalata o in pinzimonio; - Spinoso di Sicilia: forma rotonda, tenero e polposo, ottimo crudo oppure ‘alla giudia’; - Veneto di Chioggia: è di colore chiaro ed è ottimo fritto, lesso o saltato in padella; - Violetto di Toscana: dal colore viola e forma affusolata; è ottimo cotto, trifolato, in umido o stufato intero. non spinosi: hanno particolari sfumature violacee, una forma più rotondeggiante, (ideale per essere farciti) e un sapore intenso e delicato. - Violetto di Catania: foglie violacee e costituisce i 2/3 della produzione nazionale; - Paestum: forma arrotondata e foglie di colore rosso scuro, divenuto Igp. - Romanesco: detto anche mammola o cimarolo, sferico, grosso, particolarmente tenero ha poco scarto ed è più idoneo per essere cucinato ripieno o ‘alla giudia’. È divenuto Igp. - Carciofo violetto di Sant’erasmo, presidio Slow Food, è coltivato in varie località della laguna di Venezia. Si mangia crudo oppure fritto in pastella, alla greca, rosolato e servito freddo con limone. Piatto tipico veneto maritato con le schie, i gamberetti di laguna. - Carciofo Cupello di Chieti: varietà Cynara scolymus ed è l’ecotipo abruzzese del carciofo romanesco. È un prodotto dal marchio collettivo comunitario, con un disciplinare di produzione molto rigido a garanzia del consumatore circa la qualità del prodotto e controllato lungo tutta la filiera, secondo i principi della tracciabilità. Tutti gli anni a Cupello, a fine aprile, si svolge la Carciofesta, un gala gastronomico interamente dedicato al carciofo. Al momento dell’acquisto verificare che il gambo sia diritto e sodo, la punta sia ben chiusa e le foglie di un bel verde scuro. Infinite le preparazioni in cucina. Quando sono teneri si possono mangiare crudi, tagliati a fettine sottili e condite con olio, sale, pepe e limone. Ottimi anche bolliti, raggiungono il massimo infarinati e fritti.


34

35

Speciale Ortaggi

Speciale Ortaggi

e pomodori; al Nord è invece protagonista, in Liguria, nell’insalata di patate alla tedesca con senape e wurstel, in quella di Camogli con il bollito, cipolla, capperi e acciughe, e in Trentino nel Gurkensalat, insalata di cetrioli condita con paprika, pepe e crema di latte.

Autentiche specialità che tutto il mondo ci invidia, i carciofi alla romana con aglio e mentuccia, alla giudia fritti interi (tipici anche della cucina ebraica) e ripieni. In Liguria sono alla base della torta Pasqualina e accompagnano la farinata di ceci, in Sicilia e Campania soprattutto ripieni, si prestano ad infinite elaborazioni gastronomiche, poiché si accompagnano facilmente sia con il pesce che con la carne. Il carciofo è un alimento sano, nutriente e di facile digestione. Possiede qualità astringenti, diuretiche, toniche. Contiene la cinarina, un polifenolo derivato dell’acido caffeico che lo rende particolarmente efficace nelle terapie delle lesioni epatiche e renali, perché aumenta la secrezione biliare e facilita l’eliminazione del colesterolo. Purtroppo i suoi benefici vengono disattivati dalla cottura, pertanto si consiglia di mangiarlo crudo. Contiene inoltre numerose sostanze antiossidanti in grado di prevenire malattie arteriosclerotiche e cardiovascolari che svolgono un’efficace azione antitumorale. A causa della presenza della linulina è raccomandato nella dieta dei diabetici.

cotte. In Liguria, assieme allo scalogno, è la base della salsa genovese che accompagna il pesce bollito; in Piemonte le preferiscono all’agro e in Sicilia stufate con il marsala. cavoli: termine generico usato per indicare tutti gli ortaggi appartenenti alla famiglia delle Crocifere, mentre Brassica Oleracea è il nome scientifico. Ne esistono numerosissime varietà coltivate che si differenziano nella forma, nel colore e nel gusto. Si trovano da ottobre a maggio e si prestano alla preparazione di zuppe, minestre e risotti, ma anche crudi ad insalata, o stufati in padella. Il succo bevuto quotidianamente è un valido aiuto contro affaticamento, anemia, demineralizzazione, diabete, influenza. depressione, nervosismo, gastrite, ulcera gastrica.

carote: (Daucus carota) quella selvatica era particolarmente apprezzata da Greci e Romani per le straordinarie virtù medicamentose. La carota è l’emblema degli ortaggi di colore giallo/arancio poiché contiene grandi quantità di carotene. Nell’acquistarle sceglietele ben sode e croccanti. Buonissime crude in pinzimonio o tagliate a julienne, ottime anche

cicoria: può essere selvatica o coltivata. Aiuta fegato e reni a smaltire le tossine che favoriscono l’ingrassamento e la cellulite; è poco calorica, ha un’azione sgonfiante e anche se si tratta di una pianta perenne, quella raccolta in primavera contiene maggiori proprietà disintossicanti. Ottima bollita, sicuramente più gustosa se ripassata in padella con olio, aglio e peperoncino.

cetriolo: appartiene alla famiglia delle Cucurbitacee, la stessa di angurie e zucche. Molto diffuso nell’alimentazione orientale. La raccolta ha inizio in primavera e si protrae per tutta l’estate. Contiene molta acqua e pochissime calorie. Nella dieta mediterranea accompagna l’insalata con cipolle

rinfreschi dolci e salati per cerimonie, banchetti, feste private

ilPunto card

Fave: particolarmente popolari nel Sud, soprattutto in Puglia, e nel Lazio dove si mangiano fresche nei mesi di aprile e maggio con il pecorino romano. Purtroppo esiste una forma di allergia grave nei confronti delle fave e anche dei piselli, chiamata favismo, che colpisce le persone geneticamente prive di un enzima dei globuli rossi.

cime di luppolo: a causa della somiglianza con l’asparago vengono chiamati ‘asparagi selvatici’, ma sono i germogli del luppolo, ipocalorici; si raccolgono in primavera e sono utilizzati nei risotti e nelle frittate. Dal sapore leggermente amarognolo, hanno proprietà tonificanti, rinfrescanti, sedative, diuretiche e lassative, purificano il sangue e stimolano le funzioni epatiche.

Specialità

• TORTE A TEMA • MIGNON • SPECIALITÀ NAPOLETANE • BISCOTTERIA

Fagiolini: sono i baccelli immaturi del fagiolo, Phaseolus vulgaris, della famiglia delle Papilionacee. Crescono su piante nane o rampicanti. Si consumano bolliti e conditi in insalata o stufati al pomodoro. Piatto regionale ligure: Trofie al pesto con fagiolini e patate. Al momento dell’acquisto devono essere sodi, rompendoli devono scrocchiare e la buccia non deve avere ammaccature o muffe. Sono privi di glutine, quindi ideali per i celiaci; ricchi di vitamine A e C utili contro anemia e diabete, diuretici naturali.

-10%

Via F. Rosati, 8/b Cerveteri (RM) Tel 348.7954624 Facebook: PasticceriaAngelucci Angelucci

Specialità Verdura fresca pulita, Spiedini di frutta Fornitura per ristoranti, Consegna a domicilio

QUALITÀ, RISPARMIO E CONvENIENzA

Via Michele Rosi, 162 ARANOVA (FIUMICINO RM) Cell 333.8072244 / 339.1868548 -icerasoni@alice.it


36

37

Speciale Ortaggi

piselli: contengono carboidrati, fibre, sali minerali e sono ricchi di acido folico. Coltivati in tutti gli orti italiani, risultano prelibati se mangiati freschi. pomodori: sono le bacche carnose di una pianta originaria dell’America Latina, la Solanacea. Ne esistono molte varietà che si differenziano per forma e colore. Inizialmente ritenuta una pianta velenosa, veniva coltivata solo a scopo ornamentale. Poi fortunatamente qualcuno ha avuto il coraggio di mangiarne i frutti, e da allora il pomodoro è uno degli ingredienti fondamentali della cucina italiana. Si può gustarlo crudo in insalata, passato in salsa per sughi e pizze, gratinato o ripieno al forno, essiccato. Dai pomodori verdi si ricava anche una gustosissima marmellata dolce, mentre il suo succo si può bere al naturale o con l’aggiunta di superalcolici nei cocktail. Prezioso alleato della salute, contiene vitamine, sali minerali, zolfo e antiossidanti. Potrebbe essere oggetto di intolleranze. ravanello: radice sferica o allungata della Raphanus sativum, pianta originaria della Cina e del Giappone. La sua polpa croccante è leggermente piccante. Generalmente si utilizza crudo nelle insalate e nel pinzimonio. Ne esiste una varietà anche bianca. Scarsamente calorico, ha proprietà digestive, diuretiche, antitumorali e stimola l’attività del fegato.

rucola: inconfondibile il suo profumo aromatico, i Romani ne consumavano anche i semi e le attribuivano proprietà afrodisiache. Il nome scientifico è eruca Sativa Mill., appartiene alle Cruciferae e ne esistono due varietà: una selvatica, dal sapore più marcato e leggermente piccante, ed una coltivata. Si utilizza nelle insalate, ben si abbina alla carne: ad es. straccetti alla rucola, alla bresaola, al pesce affumicato, ai formaggi, alla pizza, ai sandwich. Se ne ricava anche un ottimo pesto, ideale per condire la pasta o accompagnare le carni lesse o arrosti. Spinaci: arrivano in Italia tramite gli Arabi, infatti l’ipotesi più accreditata è che siano originari della Persia. Ne esistono più sottospecie e varietà che si differenziano per forma, colore e consistenza delle foglie. La produzione è concentrata nei mesi autunnali ed invernali, ma è consumandoli in primavera che si sfruttano appieno tutte le proprietà, perché il sole e il caldo aumentano la concentrazione degli antiossidanti contenuti. Alimento preziosissimo in cucina dagli infiniti utilizzi: primi piatti, pasta fresca e ripiena, risotti, sformati, torte rustiche, contorni; i germogli teneri si aggiungono crudi alle insalate. tarassaco: anche detto dente di leone, è una pianta erbacea perenne che cresce spontaneamente e ha un sapore lievemente amarognolo. Molto usato in erboristeria, si utilizza l’intera pianta. In cucina è usato nella preparazione di minestre, nelle frittate, unito alle insalate e in particolare al crescione. Si usa anche cotto, bollito e condito con olio e aceto oppure stufato in padella con aglio e peperoncino. Facilissimo da reperire, è sconsigliato raccoglierlo sui bordi delle strade e nelle zone inquinate.

“In questa stagione ricca di frutta e verdura, abbiamo trovato una ricetta sana e gustosa che sa di primavera e trasforma la vostra tavola in un bel prato fiorito. Un connubio di sapori e colori veramente originale che delizierà il palato dei vostri ospiti”.

R I TA G L I A E C O L L E z I O N A L E N O S T R E R I C E T T E

insalate: con questo nome generalmente si comprende una famiglia di piante erbacee molto vasta, lattuga, scarola, indivia, canasta, riccia, lollo e molte altre. Tulle le insalate sono ricche di acqua e di sali minerali, favoriscono il metabolismo e basta mangiarne una porzione al giorno per garantire all’organismo il fabbisogno quotidiano di fibre e sali minerali. Da sempre presente sulle nostre tavole come contorno, può essere protagonista anche di ricette più elaborate.

Speciale Ortaggi

RISOTTO AGLI ASPARAGI E FRAGOLE INGREDIENTI per 4 persone 300g di riso Carnaroli 20 fragole 500g di asparagi Scalogno Erba cipollina 1lt di brodo vegetale Vino bianco Olio extravergine di oliva Sale q.b. Pepe di Sichuan

PROCEDIMENTO Scaldare lo scalogno tritato con l’olio d’oliva in un tegame piuttosto capiente. Aggiungere il riso facendolo tostare un minuto e sfumare con il vino bianco. Unire al riso gli asparagi tagliati e aggiungere sale, erba cipollina e pepe di Sichuan. Fate cuocere il riso aggiungendo il brodo gradualmente, mescolando di tanto in tanto. Verso fine cottura aggiungete 16 fragole sminuzzate e lasciare amalgamare il tutto per almeno un paio di minuti. Utilizzate una fragola fresca tagliata a spicchi per decorare ogni piatto prima di servirlo.

Vino consigliato: Muller Thurgau dell’Alto Adige.

Ricetta di Catia Minghi Per saperne di più: catiaminghi@alice.it

5


38

39

FARCITO CON RICOTTA DI PECORA AGLI AGRUMI, SU zATTERA DI POLENTA GRIGLIATA

INGREDIENTI per 4 persone

PROCEDIMENTO

Per il fiore di zucca: 4 fiori di zucca grandi 200g di farina 100g di fecola di patate 400g di acqua gassata ghiacciata 40g di tuorlo d’uovo

Per la polenta: 500g di polenta bramata precotta 2 litri di brodo di pollo sale q.b. olio extra vergine d’oliva pepe q.b.

Per la farcitura: 200g di ricotta di pecora 1 rametto di timo scorza di arancia grattugiata scorza di limone grattugiato sale q.b. pepe macinato q.b.

Per la guarnizione: 2 zucchine 1 scalogno olio alle erbette

Per la tempura mettere tutti gli ingredienti in una bastardella e mescolare il meno possibile, lasciando i grumi. Per la farcia, passare al setaccio la ricotta e aromatizzarla con pepe, timo, scorza di limone e scorza d’arancia, quindi salare. Per la polenta invece versare a pioggia 500g di polenta in 2 litri d’acqua salata e portare ad ebollizione, quindi frustare energicamente per almeno 15 minuti. Una volta pronta, versare la polenta in una placca precedentemente oleata e abbattere di temperatura per permettere alla polenta di solidificare. Tagliare la polenta a triangoli e grigliare. Con l’ausilio di una sac à poche farcire i fiori privati del pistillo, infarinarli nella fecola, poi immergerli nella tempura e friggere in olio ben caldo a 180°C. Tagliare a julienne la parte verde delle zucchine e saltarle in padella con un filo d’olio extra vergine. Sistemare la polenta grigliata sul piatto in modo da creare una zattera su cui appoggiare il fiore croccante e la julienne di zucchine, guarnire con lo spicchio di scalogno. Condire con olio alle erbette e servire.

R I TA G L I A E C O L L E z I O N A L E N O S T R E R I C E T T E

FIORE CROCCANTE DI zUCCA

Speciale Ortaggi

R I TA G L I A E C O L L E z I O N A L E N O S T R E R I C E T T E

Speciale Ortaggi

vENTAGLIO DI vERDURE GRIGLIATE E SCAMORzA DOLCE CON vINAIGRETTE DI ACETO BALSAMICO DI MODENA

INGREDIENTI per 4 persone 2 zucchine 2 melanzane 1 peperone 1 indivia 2 carciofi 250g di scamorza dolce 100g di aceto balsamico di Modena 400g di olio extra vergine d’oliva

PROCEDIMENTO Tagliare le verdure per il senso della larghezza e grigliare. Nel frattempo pulire i carciofi e immergerli in latte per evitare che si ossidano, tagliarli a metà, infarinarli e friggere in olio bollente a 180°C. Preparare una vinaigrette, unendo in un boccale olio extra vergine e aceto balsamico di Modena, quindi emulsionare il composto con un frullatore ad immersione. Sistemare le verdure nel piatto alternando scamorza tagliata a fette e verdure. Salare, condire con la vinaigrette e guarnire con un petalo di buccia di pomodoro essiccata.

bOSCOLO ETOILE ACADEMY Largo della Pace – Tuscania (VT) - Tel 0761.4456 / Fax 0761.436592 - info@istitutoetoile.it - www.istitutoetoile.it Facebook: Boscolo Etoile

6

7


40

41

Speciale Ortaggi

Speciale Ortaggi

INGREDIENTI

PROCEDIMENTO

12 carciofi 1 limone non trattato 4 dl di aceto bianco 100g di olive liguri 2 spicchi d’aglio Alloro Salvia Ginepro Rosmarino Olio extravergine d’oliva 2 cucchiaini di sale

Mondare i carciofi lasciando un pezzettino di gambo attaccato, togliere bene le foglie esterne più dure, tuffarli immediatamente in una terrina che avrete in precedenza riempito d’acqua e dove avrete spremuto il succo di un limone. Portate a ebollizione 4 dl di aceto con altrettanta acqua, salate, aggiungete i carciofi, fate cuocere per 5 minuti. Scolateli bene, poggiateli a testa in giù su un canovaccio affinché asciughino bene. In un barattolo pulito e asciutto porre i carciofi alternandoli con i due spicchi d’aglio tagliati a metà, delle striscioline di buccia di limone, le foglie di alloro, la salvia, il rosmarino e alcune bacche di ginepro. Al termine riempite fino all’orlo il barattolo con dell’olio di oliva spingendo delicatamente con i rebbi di una forchetta i carciofi verso il basso affinché fuoriesca tutta l’aria. Chiudere il vaso ermeticamente e porlo in un luogo asciutto.

Ricetta di Alessia Colangeli Per saperne di più: alessiailpuntomagazine@yahoo.it - Facebook: Alessia IlPunto

8

R I TA G L I A E C O L L E z I O N A L E N O S T R E R I C E T T E

CUORI DI CARCIOFO SOTT’OLIO ALLE ERBE DELL’ORTO

“Il gusto light è servito, buon pranzo!”.

R I TA G L I A E C O L L E z I O N A L E N O S T R E R I C E T T E

“I carciofi così trattati si conserveranno per un paio di mesi. Farete un’ottima figura con i vostri amici servendoli vicino a della carne alla brace o ad affettati e formaggi ben stagionati”.

CARPACCIO DI CARCIOFI LIGHT INGREDIENTI

PROCEDIMENTO

2 carciofi Scaglie di parmigiano 1 cucchiaio di glassa d’aceto balsamico 1 cucchiaio d’olio extravergine d’oliva Sale q.b. Pepe macinato fresco

In una ciotola emulsionare l’olio, la glassa di aceto, il sale e il pepe. Pulire bene i carciofi togliendo le foglie esterne più dure, lavarli accuratamente e asciugarli. Tagliarli a spicchi sottilissimi, porli in un piatto da portata e condirli con l’emulsione preparata in precedenza. Amalgamare con cura e spolverizzare con le scaglie di parmigiano. Guarnire con dei grani di pepe rosa.

Ricetta di Alessia Colangeli Per saperne di più: alessiailpuntomagazine@yahoo.it - Facebook: Alessia IlPunto

9


42

43

Speciale Ortaggi

Speciale Ortaggi

MODALITÀ DI COTTURA DEGLI ORTAGGI

ABBINAMENTI DI STAGIONE

Bollitura Cottura a vapore Frittura Alla griglia

Con questo tipo di cottura il valore nutritivo degli ortaggi diminuisce in quanto le vitamine ed i Sali minerali si disperdono nell’acqua di cottura. Mantiene le caratteristiche organolettiche. Senza dubbio rende il cibo più appetitoso ma non bisogna abusarne.

USARE prodotti FreScHi DI STAGIONE È IMPORTANTE PERCHÉ SIGNIFICA MANGIARE ALIMENTI DAL SAPORE GUSTOSO E NON DI PLASTICA, CRESCIUTI SOTTO IL SOLE E NON ALLA LUCE ARTIFICIALE E GONFIATI D’ACQUA COME AVVIENE NELLE SERRE. UN’ATTENZIONE PARTICOLARE VA RISERVATA ANCHE A ciÒ cHe Beviamo, CHE DOVREBBE BEN ADATTARSI ALLA StagionalitÀ. INFATTI, MENTRE LA FREDDA STAGIONE INVERNALE CI HA FATTO PREDILIGERE VINI ROSSI, CALDI E CORPOSI, L’AVVICINARSI DEL BEL TEMPO CI SPINGE A BERE vini piÙ FreScHi COME I BIANCHI, I ROSATI E LE BOLLICINE. MA ANCHE LA Birra.

Metodo più popolare per una cucina più sana e naturale.

di Catia Minghi, sommelier Epulae Aspi

Al gratin

Indica la doratura superficiale degli alimenti cotti al forno. Per far sì che si formi una sottile crosta dorata, gli alimenti si ricoprono con una spolverata di pangrattato o formaggio grattugiato (grana o parmigiano), panna, burro, besciamella o tuorlo d’uovo.

I Vini Giusti

Forno a microonde

Sfrutta l’acqua contenuta negli ortaggi stessi, mantenendo inalterate le proprietà nutritive.

Cottura sottovuoto o sous vide

Con questa tecnica si mettono gli alimenti all’interno di confezioni chiuse ermeticamente e si cuociono in forno ad una temperatura che varia dai 65° ai 95°. Terminata la cottura l’alimento deve essere portato entro breve tempo a temperatura di refrigerazione per evitare la proliferazione microbica. Si tratta di un tipo di cottura usata prevalentemente nella ristorazione.

o alla piastra

Tutte le erbe selvatiche primaverili sono sì buonissime, ma difficilmente abbinabili perché posseggono un sapore più deciso e una consistente tendenza amarognola. Il modo in cui vengono preparate in cucina apporta caratteri diversi che rendono più o meno adatti determinati abbinamenti a vini e altre bevande. Se per es. nella preparazione viene usato l’aceto o il limone, è preferibile bere acqua in quanto nessun vino risulterà abbinabile.

1

verdure cotte a vapore o bollite e ripassate in padella. Ben si accompagnano a un vino bianco morbido.

2

verdure pastellate e fritte. Via libera alle bollicine: che sia Falanghina, Passerina, Pignoletto, Verdicchio ma in versione spumantizzata o in alternativa un bel prosecco magari extra dry.

3

Sformati, soufflé o tortini di verdure. Consigliati vini bianchi secchi: leggermente aromatici in presenza di asparagi o frizzanti e più strutturati se ci sono carciofi.

4

nelle preparazioni gratinate. Preferire un vino rosato giovane, dal bouquet fruttato, morbido, fresco, di media struttura e buona persistenza aromatica intensa.

5

verdure in miscellanea con legumi, patate, farro, formaggio, burro. Vino rosato o rosso leggero.

IRPINIA FIANO FONZONE Colore giallo paglierino con riflessi verdi. È caratterizzato da delicati profumi floreali e fruttati. Al gusto è fresco ed equilibrato, viscoso e sapido. GRECO DI TUFO DOCG ESTER CENTRELLA Dal gusto ben strutturato, tendenzialmente secco, gentile, fruttato, leggermente ammandorlato, morbido ed equilibrato.

Provatelo con le verdure ripassate in padella.

Sublime con i tortini di verdure.

CALISPONE ROSATO IGT UMBRIA Dal sapore asciutto, fresco e bilanciato, acidità discreta. Lievissime bollicine gli donano vivacità e brio. Vogliamo proporlo con le verdure gratinate.


44

45

Speciale Ortaggi

Speciale Ortaggi

Birre Consigliate Anche per gli amanti della birra segnaliamo abbinamenti ideali e gustosi con le verdure. Zuppe di verdure – Lager

asparagi – Trappiste, Lager chiare

THERESIANER PREMIUM PILS Birra chiara, brillante, con un gusto particolarmente secco che si unisce nel finale alla freschezza dei sentori di malto e luppolo, tipica nota della tradizione Pilsner. Servire a 6-8°C.

Spinaci, carciofi – Pils

Consigliata con verdure, ma anche tartine salate, pesce fritto, salumi.

insalate – Weizen, Ale chiara

Fagioli, patate – Lager

ALMOND’22 IRIE Stile Ale chiara, alta fermentazione, caratterizzata da una leggera speziatura a base di coriandolo, fiori d’arancio, boccioli di rosa e buccia d’arancia. Bilanciata, elegante e molto beverina. È speciale con carote, piselli, asparagi e verdure pastellate.

Dott.ssa Cinzia Lazzari - Medico Chirurgo - Medicina Estetica - Dietologia - Medico Nutrizionista

ALMOND’22 BLANCHE DE VALERIE Stile Ale di segale, farro, frumento e orzo, alta fermentazione, morbida e abboccata. Finale secco e speziato grazie all’aggiunta di una rara varietà di pepe, il ‘Nero di Sarawak’, coltivata nelle foreste del Borneo. Perfetta in compagnia di asparagi, fave e fagiolini.

UN ORTO DI BENESSERE di Cinzia Lazzari, nutrizionista

Negli ultimi anni c’è stata una rivalutazione dell’importanza nutrizionale degli ortaggi, considerando che la vita frenetica con pasti veloci consumati fuori casa è carente della loro assunzione. Apportano non solo vitamine, sali minerali e fibra ma anche sazietà a basso costo energetico! Il componente più rappresentato nelle verdure è l’acqua, il cui contenuto va dal 96,5% (cetrioli) all’80% (aglio). Il loro contenuto proteico (fatta eccezione per i legumi) e lipidico è irrilevante, così com’è basso quello glucidico (esclusi tuberi e legumi) che spiega il loro basso apporto calorico. Il valore nutrizionale degli ortaggi è legato al loro contenuto in sali minerali – e particolarmente potassio, magnesio, ferro e calcio, anche se per questi ultimi due risulta inferiore rispetto ai prodotti carnei – nonché in vitamine, quali A-PP-C, con ruolo decisamente vantaggioso per la salute umana. Gli ortaggi sono suddivisi in base alla parte della pianta utilizzata nell’alimentazione: così abbiamo gli ortaggi da frutto, come pomodori, peperoni, cetrioli e melanzane che insieme alle patate appartengono alla famiglia delle Solanacee e che presen-

tano un alto contenuto idrico (92,7%) e quota discreta di fibra (2,6%) con un apporto calorico decisamente basso (15 Kcal/100g parte edibile ); i peperoni, originari dell’America tropicale, di sapore dolce o piccante, sono presenti durante tutto l’arco dell’anno, pur essendo un prodotto tipicamente estivo, sono ricchi di vit. C-A e niacina. Tra gli ortaggi da fiore, i carciofi – appartenenti alla famiglia delle Composite – apportano un quantitativo di fibra pari al 5,5%, sali minerali (potassio,sodio,calcio e fosforo) e tannino; nelle foglie e nel fusto è presente la cinarina dotata di azione epatoprotettrice, coleretica (che aumenta la secrezione biliare), ipocolesterolemizzante. Tra gli ortaggi da fusto, i finocchi sono quelli meno calorici (9 Kcal/100g) con contenuto di calcio, fosforo e fibra. Tra gli ortaggi da foglia, le insalate: lattuga, cicoria, scarola, radicchio di Treviso; consumate abitualmente crude, costituiscono le fonti più importanti di vitamine e sali minerali come calcio, fosforo, vit. A-C. La lattuga e l’indivia hanno anche un elevato tenore di potassio; il radicchio verde invece contiene ferro. Tra gli ortaggi da bulbo, l’aglio

per saperne di più: 06.99551106 / 329.4270858 Via Settevene Palo, 87/a – Ladispoli (RM)

e la cipolla utilizzati come aromatizzanti, risultano ricchi di composti solforati che conferiscono al primo il tipico odore, alla seconda l’azione lacrimogena e il composto che ne è responsabile (sin-propanethial-S-ossido) è volatile a temperatura ambiente e idrosolubile; per attenuare la lacrimazione è opportuno mettere le cipolle in frigo qualche tempo prima di tagliarle oppure sbucciarle sotto l’acqua. I componenti di aglio e cipolla svolgono un’azione antibatterica, antimicotica e antitrombotica. Uno sguardo particolare al pomodoro, soprattutto per il suo larghissimo uso in svariate lavorazioni: pelato, passato e triturato ma anche in concentrato, succo, polvere, fiocchi e ketchup. I suoi componenti più importanti: acqua (circa il 94%), zuccheri solubili, acidi organici, licopene e beta-carotene, vit. C, potassio e sostanze volatili responsabili dell’aroma. Il licopene, il carotenoide più rappresentato nel pomodoro, è dotato di proprietà antiossidanti, ed è proprio ad esso che è dovuta l’importante azione protettiva svolta dai pomodori nei confronti delle malattie cardiovascolari e del cancro.


46

47

Speciale Ortaggi

E TU SEI

PARLIAMO DI compoStaggio domeStico, UNA PRATICA UTILE PER L’AMBIENTE E PER IL NOSTRO ORTO di Marcello Giuliacci

Il compostaggio domestico è un processo naturale che trasforma la sostanza organica presente nei rifiuti organici di cucina, orto o giardino (circa il 30% dei rifiuti prodotti da ognuno è composto da rifiuti organici) in compost, cioè prodotto utile per fertilizzare la terra. Consente quindi non solo di ridurre la quantità dei rifiuti avviati a smaltimento in discarica o inceneritore ma anche di ottenere un ottimo fertilizzante ecologico per il giardino o orto. Quello che per noi non è più utilizzabile diviene nutrimento per nuove coltivazioni. La natura procede in questo modo da sempre, non genera mai rifiuti, ciò che è rifiuto per qualcuno è nutrimento per altri, in un ciclo continuo che consente di mantenere l’equilibrio e la vita. La pratica del compostaggio domestico è uno dei modi per cercare di recuperare un rapporto equilibrato e sano con il cibo, e tramite questo con l’ambiente,

per capire che tutto quello che viene gettato, che perde troppo velocemente la sua ragione d’essere, è un errore di progettazione e di realizzazione, è spreco, è perdita irrimediabile di risorse e di materia. Per cominciare basta poco, occorre dotarsi di una compostiera che può essere realizzata in casa in proprio oppure acquistata. Ad es. chi ha un grande giardino può realizzare una cassa di compostaggio o compostiera in legno, ed esistono anche in commercio piccole compostiere da balcone; eventualmente la si costruisca ci si deve ricordare che la cosa importante è garantire una buona areazione e in tutti i casi un po’ di sole. Il compost si ottiene con la fermentazione del rifiuto organico mischiato a materiale strutturante (paglia, legno tritato, ecc.) posizionando i materiali a strati; per quanto riguarda l’organico è possibile utilizzare resti di frutta e ortaggi, resti di cibi, fiori

Speciale Ortaggi

secchi, filtri di tè e caffè, gusci d’uova triturati, resti di lana, penne, capelli, erbacce (anche secche), fogliame, materiali legnosi sminuzzati (in piccole quantità), cenere di legna, carta non stampata e cartone; nel caso di immissione residui di alimenti, come carne e pesce, si deve tener presente che la fermentazione di questi può produrre cattivi odori e quindi la compostiera deve essere posizionata a distanza. La miscela iniziale deve essere equilibrata. Il materiale da compostare deve essere formato da: 50% materiale organico (es. frutta, verdura, avanzi di cibo) e 50% verde e materiale strutturante (es. rametti, trucioli, cortecce e potature). Il materiale immesso nella compostiera deve essere miscelato. Questa operazione va fatta almeno una volta la settimana per permettere di far passare l’aria; il materiale deve essere mantenuto umido. Va aggiunta acqua, se serve, o va aggiunto cartone a pezzettini se la massa è troppo umida. Per avere un’idea del grado di umidità corretto, basta pensare alla consistenza della terra dei boschi. Nella fermentazione, grazie al processo di attività dei batteri, si avverte un innalzamento della temperatura, che nei primi giorni arriverà fino a 40°-45°, per poi innalzarsi ulteriormente fino a 50°-60°. L’aumento della temperatura

è sintomo di corretto funzionamento del processo; le alte e prolungate temperature favoriscono l’igienizzazione del rifiuto organico, con eliminazione dei germi patogeni e delle uova dei parassiti e la neutralizzazione dei semi delle piante infestanti. In questa fase l’ossigeno gioca un ruolo fondamentale ed è per questo che è necessario rivoltare il cumulo con regolarità per miscelarlo. Il compost si ottiene già dopo 4-6 mesi e matura in 8-12 mesi; le compostiere commerciali sono costruite in modo che il prelievo del fertilizzante avvenga mediante uno sportello posto in basso in modo da prelevare agevolmente materia sufficientemente stabilizzata. È utile seguire il processo di compostaggio attraverso la misurazione di facili parametri come ad es. la temperatura. Durante un processo di compostaggio ben avviato si possono superare i 60°C. Per misurarla si può ricorrere a un termometro da terra (facendo attenzione a non romperlo) oppure molto semplicemente con una mano. Il compost semigrezzo (4-6 mesi) non è completamente maturo, contiene una grande quantità di elementi nutritivi e apporta al suolo molti organismi viventi. È indicato per tutti gli alberi e gli arbusti da frutto e gli ortaggi con forti esigenze nutritive, come cavoli, pomodori,

porri, patate, sedano, rabarbaro, mais, cetrioli, zucchini e zucche. Il compost maturo (8-12 mesi) è un terriccio nero, soffice, molto ricco di acidi umici e utile per migliorare la struttura del terreno. Può essere utilizzato anche per preparazione di terricci per le semine e per le piante in vaso, per la concimazione di ortaggi come piselli, fagioli, carote, cipolle, insalate e infine per i fiori e le piante ornamentali del giardino e per il prato. per saperne di più: rifiutizerofiumicino@gmail.com www.rifiutizerofiumicino.it


48

Speciale Ortaggi

A CERvETERI COMPOSTIERE GRATIS PER CHI HA UN ORTO O UN GIARDINO “Per favorire la pratica virtuosa del compostaggio domestico il Comune di Cerveteri mette a disposizione delle famiglie le compostiere per la raccolta degli sfalci erbacei e delle potature”. Lo ha annunciato andrea mundula, assessore all’Organizzazione e Tutela del Territorio del Comune di Cerveteri, invitando i cittadini a rivolgersi all’Isola ecologica di Via Settevene Palo Nuova per ricevere gratuitamente le compostiere e per richiedere tutte le informazioni su come utilizzarle. “Possono presentare domanda per l’assegnazione i cittadini che abbiano un giardino o un orto di almeno 20mq. Il compost renderà più fertile e ricca di sali minerali la terra dei giardini ma sarà anche un importante risparmio per la collettività, visto che il Comune paga costi altissimi al tonnellaggio per conferire i rifiuti in discarica”. “Sempre

presso l’Isola ecologica – ha proseguito l’assessore Mundula – è possibile smaltire gli oli vegetali esausti, quali ad esempio l’olio di frittura, che se smaltiti in modo non appropriato possono essere dannosi per l’ambiente”. L’Isola ecologica è aperta tutti i giorni feriali dalle ore 6 alle 14 e il sabato dalle 6 alle 12. Maggiori informazioni sono disponibili nella sezione Compostaggio Domestico del sito internet del Comune di Cerveteri www.comune.cerveteri.rm.it, dove è possibile scaricare il modulo per la richiesta delle compostiere domestiche, che andrà compilato e consegnato all’Ufficio del Protocollo, presso il Parco della Legnara, o inviato per raccomandata.

49

ilPunto Magazine

ARBOR vITAE, I FRUTTI DELLA PRIMAvERA

CON LA BELLA STAGIONE LA NATURA TORNA A VIVERE. VI SPIEGO COME OTTENERE IL MASSIMO DAI VOSTRI alBeri da FrUtto NEI GIARDINI ORNAMENTALI di Daniele Brugiotti, Arboricoltore-Treeworker, Potatore specializzato in Ornamentale, Olivicoltura e Frutticoltura da produzione

Rispettando i ritmi della natura e alcune semplici regole, è possibile ottenere un buon raccolto dal nostro ‘frutteto ornamentale’. La prima regola è: l’albero giusto nel posto giusto, ossia scegliere la specie e la varietà più adatta alla nostra zona climatica. Secondo fattore d’importanza: il terreno, che deve essere il più favorevole alle caratteristiche ed esigenze della specie arborea scelta. E poi l’esposizione; infatti tutti gli alberi vogliono il sole, poiché di esso si nutrono. Una volta considerate queste prime tre regole fondamentali, vediamo come possiamo migliorare la crescita del nostro amico verde. Una volta collocato a dimora – avendo preparato una buca idonea alla grandezza della zolla e con terra concimata ma non troppo – si dovrà impostare la forma di allevamento più corretta, in base allo spazio che l’albero occuperà nel futuro e più vicina alle nostre esigenze per la raccolta. L’attenzione che mettiamo nelle pratiche di potatura è decisiva al fine di ottenere tanti frutti, buoni e ben distribuiti. Bisogna anzitutto conoscere e rispettare i processi biologici della pianta. I momenti più critici in cui dovremmo evitare d’intervenire con le nostre forbici sono: in piena fioritura, durante lo sviluppo delle foglie e quando cominceranno a cadere in fase autunnale.

Fine inverno è sicuramente il miglior periodo per intervenire, cercando sempre di non effettuare tagli sconsiderati sulle branche principali o secondarie (taglio a capitozzo) ma rinnovando le parti terminali di esse, eliminando i rami che sfregano, che sovrappongono e che presentano difetti di struttura. Saranno rimossi gran parte di tutti quei rami che si dirigono verso l’interno della pianta, così da poter favorire la circolazione dell’aria e della luce, prediligendo i rami a frutto verso l’esterno. Un altro fattore importante è l’intensità dei tagli. È preferibile tagliare poco ma spesso. Una buona pratica è di ripassare, in piena estate, con una leggera potatura a verde sulla rimozione di tutti quei rami che si sono sviluppati a seguito del risveglio primaverile e che tendono a sfuggire verso l’alto, i cosiddetti succhioni: la numerosa presenza di questi ultimi è un evidente segnale di squilibrio vegetativo, vale a dire che abbiamo ‘tagliato troppo’ in inverno. Ma il nemico numero uno per i nostri alberi in giardino è sicuramente l’impianto d’irrigazione automatica, che se non programmato correttamente renderà verde il prato ma a discapito del frutteto, che così si ammalerà privandoci del ‘frutto delle nostre attenzioni’.

ForeSta UrBana di daniele Brugiotti Potature e abbattimenti in treeclimbing / Analisi di stabilità degli alberi / Trattamenti a basso impatto ambientale per palme e alberi / Servizi e Formazione in Olivicoltura, Frutticoltura e Agrumi / Vendita attrezzature professionali per la potatura inFo: 328.1028885 / info@forestaurbana.com / www.forestaurbana.com


50

ilPunto Magazine

AzIENDA FLOROvIvAISTICA

COCCO GIUSEPPE TUTTI I COLORI DELLA PRIMAvERA di Alessia Colangeli foto A. Monus, Videogramma srl

L’Azienda Florovivaistica di Cocco Giuseppe è una realtà territoriale in forte espansione. Giuseppe, il proprietario, crede fermamente nella filosofia: “Dal produttore al consumatore”, sia per una garanzia di qualità dei prodotti sia per un sostanzioso abbattimento dei costi di vendita, grazie a ciò l’Azienda è stata inserita nella prestigiosa filiera Campagna Amica. Nelle serre aziendali si può trovare ogni tipo di pianta da giardino e da interno, stagionali,

perenni e prato pronto; rose meilland certificate, ortensie rustiche di tutti i colori, piante aromatiche e da orto, alberi da frutto, agrumi e meravigliosi olivi secolari anch’essi certificati come il maestoso otto centenario valenziano. Molto fornito il GARDeN non solo di piante, ma anche di fiori recisi, fiori secchi e fiori finti di seta d’alto pregio, nonché di particolari vasi in ceramica e oggettistica da giardino. Per chi necessita di allestimenti floreali per cerimonie o eventi si può rivolgere al punto

vendita in zona pisana. L’Azienda dispone di una vasta scelta di attrezzi da giardinaggio e di impianti d’irrigazione. Offre servizi di ogni genere di potatura compresa quella per gli alberi d’alto fusto, messa in posa di siepi, cura e manutenzione giardini. Nel GARDeN da questa primavera si svolgeranno eventi tematici. Non rimane altro che farsi rapire dai colori e dai profumi della natura!

Via del Boietto – Cerveteri (RM) GARDeN: Via Settevene Palo, 113/A Cerveteri (RM) / FIORISTA: Via dei Bentivoglio, 12/A Roma (zona Pisana) Tel 337.953802 – 339.6560855 – 320.3732959 (solo per il negozio della zona Pisana) www.aziendaflorovivaisticacocco.it – coccogiuseppe25@gmail.com


53

Guida al Gusto


54

55

Guida al Gusto

Guida al Gusto

COSA SIGNIFICA CUjU?

Sporting Club Ristorante Lounge Bar

CUjU

Per chi si chiede come mai un nome così insolito per un ristorante, la risposta è facilmente evidente visitando lo Sporting Club Cuju. Infatti cuju è una parola cinese, formata da due caratteri: cu, che vuol dire calciare, e ju, che significa palla. Sicuramente un remoto antenato del nostro calcio, inventato tra il 200 a.c. e il 220 d.c., in epoca han, è descritto da un manuale di addestramento militare come un gioco praticato con una palla di pelle che veniva calciata attraverso un foro. Sembra sia stato esportato in Egitto e Giappone, e poi in Europa da mercanti arabi, attraverso la Via della Seta, aperta da Zhang Qian nel 138 prima dell’era cristiana. Sotto la dinastia han divenne un passatempo praticato in città e in campagna. Ma che genere di calcio era? Si giocava in un campo quadrangolare, di circa 9m per lato, e ogni squadra era composta da 6 giocatori alla presenza di un arbitro e di un assistente, complici le forze cosmiche, yin e yang, e la loro armonia. Col passare dei secoli il gioco continuò ad evolversi e oggi se ne conoscono almeno 25 versioni diverse. Lo Sporting Club Cuju possiede un campo da calcetto e uno da calciotto. A breve saranno pronti i nuovi spogliatoi e l’idea futura dello staff del Club è quella di creare una scuola calcio, spinti non solo dalla passione per questo gioco ma anche dalla consapevolezza che, attraverso lo sport, i giovani possono crescere sani e acquisire i valori morali ed etici di cui l’attività sportiva è da sempre portatrice.

Il gusto ha fatto gol

Nel visitare il Club abbiamo conosciuto Emiliana e Massimiliano, coppia nella vita e nel lavoro. Il loro sogno nel cassetto era di avere un ristorante tutto loro e oggi lo hanno realizzato. Si sono rimboccati le maniche e hanno completamente rinnovato la struttura che dispone di un’area coperta e di un ampio spazio all’aperto, dove si possono creare varie ambientazioni e atmosfere in grado di soddisfare tutte le necessità e organizzare qualsiasi tipologia di evento. Con l’arrivo della bella stagione verranno completati i lavori esterni, volti alla realizzazione della pizzeria e della griglieria. In previsione anche la creazione di uno spazio giochi per i bambini. Appare evidente come lo Sporting Club Cuju sia pensato per dare la possibilità a tutti i componenti della famiglia di godersi un momento di relax: mentre i papà giocano a calcio, le mamme si rilassano nel giardino esterno chiacchierando con le amiche e i bambini si divertono al parco giochi.

La Cucina

Esprime in modo concreto i profumi e i sapori mediterranei in un connubio perfetto tra prodotti, tecnica di preparazione e creatività, dando

RISTORANTE

BAR

SERVIZI PER DISABILI

PARCHEGGIO

origine a un trionfo culinario di livello superiore. Specialità sia di carne sia di pesce, la cucina propone prelibatezze italiane con richiami internazionali e rivisitazioni regionali. Gli antipasti si distinguono per la molteplicità delle proposte sia calde che fredde, prosciutto e salame tagliati a mano, taglieri di formaggi. La pasta fresca è esclusivamente fatta in casa, la sfoglia tirata a mano, gnocchi di patate, lasagne, crêpes, cannelloni. Sfiziose le insalate particolari e molto ricche. Ampia la scelta di contorni, verdure di stagione preparate con grande fantasia. Irrinunciabile il dessert: dolci artigianali al cucchiaio, crostate, biscotti tutti rigorosamente fatti in casa. Massima cura riservata alla presentazione dei piatti.

La Cantina

La carta dei vini abbraccia tutte le regioni italiane con un’ampia scelta di etichette di prestigio. Il vasto assortimento di vini si completa con una finissima scelta di acquaviti, distillati, ma anche spumanti e champagne e vini dolci. Un’attenzione particolare è riservata anche alle birre artigianali belghe e trappiste.

Via Furbara Sasso, 98 - Cerveteri (RM) - Tel 06.99079374 / Facebook: Sporting Club Cuju. Orario: dalle ore 14.30 fino a tardi. Lunedì riposo.

Eventi

Serate a tema, feste private, banchetti, cerimonie. Ricchi happy hour, ideali magari per festeggiare un compleanno. Prima serata in programma dedicata ai vini francesi abbinati alle specialità della cucina italiana. L’ambiente è altresì ideale per una pausa pomeridiana con gli amici, sia per rilassarsi e chiacchierare davanti a una tazza di tè e ad una fetta fragrante di torta artigianale, sia per incontri di lavoro o per cene esclusive private. In un’atmosfera informale, sobria, discreta e al contempo elegante, il Cuju offre una proposta d’intrattenimento che spazia dall’aperitivo al dopocena.

Capienza

30-35 interni. Prevista la realizzazione di un’ulteriore sala interna. Ampia area esterna. 1 campo da calcetto, 1 campo da calciotto.

Prezzo Medio 30-35 euro bevande escluse.

Consiglio

Tra la pasta fresca segnaliamo i cannelloni ripieni di orata alle erbe, nonché le lasagne di mare. Insalate insolite e raffinate, filetti di pesce freschissimo in salsa di arance e carpacci per tutti i gusti. L’arredamento del locale è una vera sciccheria.


56

57

Guida al Gusto

Guida al Gusto

Ristorante

Ristorante

MARBy

MISERIA E NOBILTÀ

Salotto gastronomico al servizio del buongusto

Sapori nobili a costi miseri CONSIGLIO

La Cucina Si basa sui piatti tipici romani e regionali e richiama la stagionalità. In questo periodo, infatti, in cucina ricorrono le delicatezze delle primizie dell’orto, nonché la freschezza del pescato locale: dal mare direttamente alla cucina, vista la collaborazione con alcuni pescatori del posto. Tra i piatti tradizionali, che uniscono la semplicità della cucina marinara alla freschezza delle materie prime, lo chef consiglia: Fettuccine cozze e pecorino, Insalata di polpo e patate, Fritto di paranza, Filetti di baccalà; inoltre fragolini, gallinelle, scorfani cucinati in modo gustoso e saporito. Tra le specialità, i primi piatti di pasta fresca fatta in casa, sempre presenti nel menu: irresistibile la carbonara a 6 euro! Per la gioia degli amanti della carne, non mancano mai fiorentine e tagliate di chianina, presentate in varianti succulente. Nella stagione del carciofo romanesco, principe degli ortaggi locali, lo chef porta in tavola il Risotto ai carciofi, i Carciofi alla romana e il Carciofo alla giudia, piatto tipico della cucina capitolina nato nel ghetto ebraico; una pietanza semplice e gustosa, in grado di esaltare il sapore del carciofo, che solitamente si mangiava nel periodo della ricorrenza di Kippur, anche chiamata ‘festa dell’espiazione’, una giornata di digiuno totale dedicata solamente al raccoglimento e alla preghiera. Goloso fine pasto con i dolci rigorosamente fatti in casa.

In questo piccolo ma accogliente ristorante. Se avete voglia di qualcosa di sfizioso o di un menu vestito su misura per voi, prenotatelo telefonicamente e lo chef sarà felice di prepararlo, sia a base di carne che di pesce.

La Cantina Vino locale, vino sfuso, etichette nazionali.

La Cucina

CONSIGLIO

Ogni assaggio regala note di sapori unici e intriganti, dove qualunque forchettata rivela l’amore e la dedizione dello chef per ciascuna pietanza. Tutti i piatti non sono solo buoni da mangiare, ma anche belli da vedere. Ingredienti sempre freschi seguono l’andamento naturale delle stagioni, questo permette un continuato rinnovamento delle proposte di menu. Tutti gli impasti – dai primi ai dolci, non dimenticando il pane – nascono nella cucina del Marby. Oltre alla carta si può optare per 4 raffinati menu a prezzo fisso: di carne, pesce, vegetariano e per bambini. Per conoscere gli abbinamenti culinari dello chef, vi consigliamo di visitare il sito internet del ristorante, e già avrete l’acquolina in bocca!

Un ristorante dove si mangia anche con gli occhi! Creatività all’insegna della prelibatezza e sapori che sanno conquistare i palati più esigenti. Consigliato a chi apprezza il gusto raffinato della tavola.

La Cantina Etichette per tutti i gusti tipiche della produzione italiana, dal Vermentino al Greco di Tufo, e ancora Falanghina, Chardonnay, Sauvignon, Gewurztraminer, Muller-Thurgau, Pecorino e Ribolla Gialla. Vasta la scelta anche tra i rossi: Cabernet Sauvignon, Merlot, Montepulciano, Aiala, Syrha Muharta, Nero d’Avola Rahbath e Cesanese del Piglio.

Capienza Interno 30 coperti, veranda 10 posti.

Capienza Sala interna 30 coperti. Esterno, solo estate, 35 posti.

Eventi 25 Aprile e 1° Maggio aperto.

Eventi Menu particolari su richiesta. Cerimonie, feste private.

Prezzo medio Alla carta 30 euro; menu fissi 25 euro.

Prezzo medio 20-25 euro alla carta. Menu fisso Ce penso io 22 euro: antipasto, 1bis primi piatti, 1bis secondi, dolce, acqua e vino, caffè.

RISTORANTE

PARCHEGGIO

A PORTAR VIA

WI-FI

Via Fontana Morella, 58 – Cerveteri (RM) Tel 06.9951841 / 339.5693840 / 338.9418750 / Facebook: Miseria E Nobiltà Cerveteri eiopago.poco@gmail.com. Orario: tutti i giorni pranzo e cena. Mercoledì riposo

RISTORANTE

ARIA CONDIZIONATA

WI-FI

Via Napoli, 62/64 – Ladispoli (RM) Tel 06.4559617 / Cell 338.6261359 – www.marbyrestaurant.it / info@marbyrestaurant.it / Facebook: Marby Restaurant Orario: dal Martedì al Venerdì cena (apertura pranzo su prenotazione min. 8 persone). Sabato e Domenica pranzo e cena. Lunedì riposo.


58

59

Guida al Gusto

Guida al Gusto

SPECIALE MENU SAGRA DEL CARCIOFO:

-

antipasto Regina ravioli ai carciofi arrosto in salsa di carciofi carciofi fritti dolcetti della casa acqua vino della casa caffè amaro

25,00

LA REGINA HA TROvATO IL SUO RE! DA GIUGNO,

La Cucina Ricchi antipasti di affettati, formaggi scelti, immancabili bruschette, verdure grigliate e due classici della tradizione romana, trippa e coratella, fanno da introduzione a primi piatti caserecci conditi con sughi delicati, ma saporiti, che esaltano la genuinità delle tagliatelle, dei ravioli e degli gnocchi rigorosamente fatti a mano con uova fresche. Sulla tavola si affacciano i piatti cucinati con ingredienti primaverili.

Succulente le carni alla brace e sapori decisi in quelle cucinate alla cacciatora e al forno. I contorni seguono rigorosamente le stagioni. I dolci fatti in casa regalano una coccola in più ai commensali. Ogni elemento del menu è di produzione propria.

La Cantina I vini serviti sono di produzione propria e dell’azienda Borgo Molino.

Due sale interne: una più intima di 20 coperti, ideale per cene o feste private; l’altra ha una capienza di 150 persone, ideale per cerimonie e banchetti. Nel gazebo esterno si possono consumare aperitivi immersi nel verde.

di giugno, ogni venerdì, prenderanno vita delle serate a tema enogastronomico, dove un ingrediente la farà da padrone sul menu dell’intera serata. Hai voglia di un gelato, un semifreddo o una coccola dolce? Valle della Regina ti aspetta anche dopo cena nelle calde serate estive per offrirti refrigerio!

Eventi

Prezzo medio

LA REGINA HA TROVATO IL SUO RE! Dal mese

35 euro bevande incluse; 30 euro menu fisso.

Capienza

ilPunto card AGRITURISMO

PARCHEGGIO

SERVIZI PER DISABILI

PARCO GIOCHI

PISCINA ESTIVA

PRODOTTI BIOLOGICI

Consiglio Consigliato a chi ama vivere i primi soli primaverili gustando sapori naturali. La piscina è un autentico gioiello incastonato nel verde.

OGNI vENERDÌ, SERATE A TEMA ENOGASTRONOMICO

Via del Casalone, 16 – loc. Borgo San Martino, Cerveteri (RM) Tel 06.99207215 / Cell 320.0999820 info@valledellaregina.it / www.valledellaregina.it / Facebook: Agriturismo Valle della Regina. Orario: aperto pranzo e cena dal giovedì alla domenica e festivi. Gradita la prenotazione.


60

61

Guida al Gusto

Guida al Gusto

Steak-House Pizzeria

Agriturismo

T-BONE

CASALE DEL CASTELLACCIO

Il primo locale del territorio dedicato ai carnivori DOC dove la carne è sinonimo di selezione, gusto e passione!

La Cucina Le svariate e pregiate qualità di carni, provenienti da tutti i continenti e sapientemente preparate dallo chef Julien Celbova, costituiscono il fiore all’occhiello di questo ristorante e lo distinguono dai vari tentativi d’imitazione. Parlando con Julien, si rimane piacevolmente colpiti – nonostante la sua giovane età – dalla profonda competenza sulla carne e dall’entusiasmo che mette nel suo lavoro. Spinto dall’amore smisurato che ha per questo alimento e dalla sua naturale curiosità, durante i suoi viaggi degusta qualsiasi tipologia di carne per offrire alla sua clientela qualcosa in più degli altri sul piano qualitativo e innovativo. In questo tempio della carne si celebra la qualità gustativa della carne italiana ed estera: manzo irlandese razza Hereford, la carne bovina di prima qualità, direttamente dall’Isola Verde; tagliate vere – non il solito controfiletto ma il suo cuore, il Cube Roll – di Angus scozzese o Aberdeen Angus, di Bisonte canadese, Kobe (in Italia Wagyu), Chianina certificata e carne Marchigiana a marchio IGP. Spazio anche ai vegetariani che finalmente potranno gustare il loro hamburger a base di proteine del mais. Grande varietà di pizze a lunga lievitazione e ad alta digeribilità. Oltre alle pizze tradizionali, infinite quelle create dalla fantasia di Julien per soddisfare i palati più esigenti e stravaganti.

CONSIGLIO Come resistere all’hamburger perfetto? 340g di manzo di prima qualità trasformano questo alimento, privo di conservanti, in una ricercatezza gourmet degna di un grande chef! Goduria finale il Tiramisù artigianale proposto – oltre alla versione classica – nelle varianti alle fragole, alla nutella, al Baileys Irish Cream.

Lo chef Julien Celbova durante le riprese per la trasmissione Rai Eat Parade

sarà trasformata in zona pub, mentre l’interno e la splendida terrazza esterna posteriore rimarranno zona ristorante.

Eventi Serate a tema, feste private, banchetti, cerimonie. Prezzo medio 18-22 euro, bevande incluse. PUB

SERVIZI PER DISABILI

artigianali. Consigliamo di assaggiare la gustosa Tagliata al rosmarino accompagnata da un saporito carciofo alla romana. Fragrante la Pizza al forno a legna, ma solo a cena.

La Cantina Buona selezione di etichette locali. Capienza

CONSIGLIO Gustare un pranzo ‘sincero’ e avere la possibilità di fare contemporaneamente scorta di carni garantite a prezzi ottimi, è assolutamente un’occasione da non perdere! Per tutta la famiglia.

L’azienda comprende: il ristorante con 270 coperti in 3 sale separate, il centro rivendita diretta di carni e prodotti biologici, maneggio e scuola di equitazione, fattoria didattica, parco giochi.

Prezzo medio 30-35 euro.

Capienza Sala interna, 60 posti. Novità in arrivo con la bella stagione: la parte esterna antistante il locale

RISTORANTE PIZZERIA

La Cucina Pasta fatta in casa, carni bio di produzione propria, formaggi e salumi locali, dolci e marmellate

Eventi Cerimonie, banchetti, pranzi aziendali, feste di ogni genere.

La Cantina Buona selezione di vini nazionali, nonché birre di qualità, in bottiglia o alla spina e artigianali. Da segnalare l’Augustiner Edelstoff, rigorosamente servita nei boccali originali di coccio a partire da 500cl, e la Weiss del birrificio più antico del mondo (Weihenstephaner) fondato nel 1040. Periodicamente verranno proposte birre speciali artigianali, di cui la prima sarà la Birra di Primavera: una blanche italiana poco alcolica, ma perfetta sia con la carne sia con la pizza.

Quando la natura trionfa nel piatto

A PORTAR VIA

Viale Manzoni, 94 – Cerveteri (RM) Tel 06.99552650 / 340.8363337 Facebook: Julien’s T-bone. Orario: sempre aperto a cena dalle ore 19 / Martedì riposo.

La Macelleria La macelleria, inserita nel circuito Campagna Amica dalla Coldiretti, propone Carni Bio bovine e ovine di produzione propria certificate da Suolo e Salute. Ai tagli tradizionali come fettine, spezzati, fracoste e fiorentine, oltre che alla rara coda e alla tradizionale coratella, si effettuano anche tagli speciali su ordinazione. Particolare ghiottoneria sono le Salsicce di Vitellone. La vendita al dettaglio è affiancata dalla proposta di PACCHI FAMIGLIA: 3kg (1kg di fettine sceltissime, 1kg di bistecche fracosta e 1kg tra macinato e spezzato) a € 38; nonché pacchi famiglia da 5 e 10kg. Carne e non solo: formaggi e olio di produzione propria accompagnati da miele e vino di produttori locali sono sempre disponibili per la vendita, mentre si possono acquistare le verdure degli orti dell’azienda il sabato e la domenica. Assolutamente conveniente la fornitura per gruppi di acquisto. Collegandosi al sito www.labottegadellecarnibio.com si possono scoprire i luoghi dove è prevista la consegna a domicilio.

AGRITURISMO

PARCHEGGIO

PARCO GIOCHI

PRODOTTI BIOLOGICI SERVIZI PER DISABILI

ANIMALI DOMESTICI

MANEGGIO PRODUZIONE PROPRIA

ilPunto card

Via di Castel Campanile, 581 (loc. Palidoro) Fiumicino (RM) Tel 06.61697654 / Cell 334.6482258 casaledelcastellaccio@gmail.com / www.casaledelcastellaccio.com. Orario: tutti i giorni a pranzo, Venerdì e Sabato anche cena. Lunedì riposo. Macelleria aperta dal Martedì al Venerdì 9-13:30 / Sabato e Domenica 9-17


ilPunto card


64

Guida al Gusto

Ristorante

IL CAvALLINO BIANCO Lontano dal Caos, nel cuore di Cerveteri CONSIGLIO

La Cucina

Il file rouge del ristorante Cavallino Bianco è la tradizione in continua evoluzione. Degustare qui la mixité di sapori proposti dalla chef Paolina, magari ammirando la bellezza del panorama circostante, è un’esperienza per veri buongustai. Significa assaporare il bien vivre più esclusivo del centro di Cerveteri.

La storia dell’attuale Cavallino Bianco nasce con l’avventura della giovane chef Paolina che, non ancora ventenne, inizia ad apprendere l’arte culinaria ispirandosi ai piatti tipici della tradizione laziale. Punto di forza della cucina della signora Paolina sono la scelta degli ingredienti, sempre di altissima qualità. In collaborazione con il marito Bruno, agricoltore provetto, inizia ad inserire nel menu i prodotti del loro orto. Facendo riscoprire alla clientela sapori antichi ormai lontani e quasi dimenticati. Paolina, coadiuvata dal suo giovane staff, prepara ancora la pasta fatta in casa con le uova del pollaio, anche le marmellate dei dolci sono prodotte dai frutti dell’orto, come le varie verdure sottolio. Da segnalare poi la carne Chianina certificata IGP, il tartufo bianco e nero, il pesce pescato ad amo e non a rete.

L’AUTENTICO SAPORE DEL MARE!

La Cantina

In una cornice d’intensa suggestività si assaporano i migliori prodotti ittici del pescato giornaliero locale, rispettando la filosofia dei prodotti a Km 0. I crudi di pesce preparano il palato per speciali primi, come i rari Spaghetti con le Telline o le Linguine ai Gamberi rossi di Sicilia; Saraghi, Rombi, Dentici, Ombrine regnano tra le seconde portate. Ottima la zuppa di pesce, ma solo su ordinazione! Chiudono il menu,

Giustamente denominata Sancta Sanctorum e ricavata da un’antica grotta, la cantina presenta 300 etichette tra vini italiani, francesi, cileni, sudafricani, australiani, statunitensi e canadesi. Inoltre: birre artigianali, 60 varietà di rum agricoli e industriali, whisky scozzesi torbati, passiti e sauternes, grappe barrique e bianche, circa 80 tra i migliori cru italiani. Infine, bollicine italiane e francesi.

Capienza Sala Wine Bar, Enoteca, Chiostro, Sala principale interna, per un totale di 230 coperti. Ampi spazi esterni con vista panoramica.

Eventi

Una delle nostre proposte a prezzo fisso

È la location ideale per banchetti, presentazioni aziendali, matrimoni, riunioni familiari o di qualsiasi speciale occasione in cui lo stile, l’atmosfera, la buona cucina, il vino e il servizio sono un must. Si organizzano degustazioni, serate a tema e corsi di cucina. 25 Aprile e 1° Maggio menu alla carta.

Prezzo medio

ilPunto card

dolci della tradizione siciliana e proposte fresche della casa, senza dimenticare i biscotti secchi accompagnati da Passiti e Moscati. In abbinamento al menu, ottima la scelta fra le etichette di vini bianchi e rossi, bollicine e rosé. Il mare si esibisce per i nostri occhi mentre il palato si delizia dei suoi frutti! Consigliato a chi ama esperienze uniche.

Tris di antipasti Spaghetti cozze e pecorino Frittura calamari Insalata dell’orto Dolce Caffè € 20,00 Bevande escluse

35 euro, bevande incluse.

ilPunto card RISTORANTE

BISTECCHERIA

BAR

A PORTAR VIA

PARCHEGGIO

SERVIZI PER DISABILI

PRODOTTI BIOLOGICI MENU PER CELIACI

WI-FI

ARIA CONDIZIONATA

Via dei Bastioni, 46 – Cerveteri (RM), Tel 06.9941507 / Cell 345.4291637 www.ilcavallinobianco.it / info@ilcavallinobianco.it. Orario: Pranzo 12-14:40 / Cena 19:30-22:30. Martedì riposo.

RISTORANTE

BAR

WI-FI

SERVIZI PER DISABILI

PARCHEGGIO ANIMALI DOMESTICI

PRODOTTI BIOLOGICI

PARCO GIOCHI

CARTE DI CREDITO

CAMINO

Via Carbonia, 35 – Passoscuro (RM) Tel 06.6672038 / 393.4539694 / info@lalamparabeach.it / www.lalamparabeach.it Facebook: La Lampara. orario: pranzo dal martedì alla domenica. Cena venerdì e sabato.


La Cucina Parola d’ordine: pesce freschissimo. Piatti ricchi di sapore, di gustose innovazioni, ma soprattutto unici per garanzia di qualità. Sublimi crudi di mare in innumerevoli combinazioni. Primi piatti fantasiosi. Il pescato e i crostacei insieme regnano nelle seconde portate. C’è spazio pure per gli amanti della carne, tenera e gustosa, anche in questo caso non si lesina sulla qualità. Rivoluzionario è il Pranzo Veloce: non chiamatelo ‘tavola calda’.

RISTORANTE

BAR

PRANZO VELOCE

DOLCI

WI-FI

Perché? La cucina è espressa, un menu di giornata traccia le linee guida ma le pietanze sono cucinate al momento, ideale per l’asporto o per essere consumate velocemente nel locale.

La Cantina Ottime etichette dell’intera penisola, sia bianchi sia rossi e finalmente anche meravigliosi rosé. Eccellente la proposta per le bollicine. Immancabili le birre artigianali.

SERVIZI PER DISABILI

MENU PER CELIACI

ARIA CONDIZIONATA

PARCHEGGIO

Il Bar Insieme dall’alba a notte fonda, offre pasticceria secca artigianale, cornetti di produzione propria da farcire secondo le più sconsiderate voglie; torte di pasta di zucchero; una selezione di più di 40 tipi di tè, calde e cremose cioccolate per morbidi pomeriggi di gusto. Articoli per fumatori.

Capienza 2 sale: sala ristorante con 100 coperti; ricco d’atmosfera

l’altro ambiente, articolato con divanetti e tavolini che ospitano circa 50 posti a sedere. Area bar. Grande spazio esterno utilizzato principalmente in estate, ma con comode sedute nelle altre stagioni.

Eventi Ideale per ogni tipo di ricorrenza che sia compleanno o matrimonio. Serate d’intrattenimento originali sempre differenti per un divertimento assicurato. Appuntamento settimanale con meravigliosi Apericena.

Prezzo medio Il prezzo lo fai tu secondo ciò che scegli.

Apericena a partire da 5 euro.

Consiglio Mangiare al Night & Day è un’esperienza di gusto e sapori; se lo provi, non potrai far a meno di tornarci e, soprattutto, di consigliarlo agli amici!

Via Settevene Palo Nuova, 111 Cerveteri (RM) Tel 06.99551576 night-day@hotmail.it Orario: dalle 6 alle 24:30 no stop. Lunedì riposo.


68

69

Guida al Gusto

Guida al Gusto

Ristorante Cocktail Bar

RistoPizza

jO’S CAFÈ

LA ROTONDA

Semplicemente squisito

Alla corte di Chef Mario

CONSIGLIO

La Cucina È gestita da Paola, cuoca autodidatta che ci ha confidato di ispirarsi alla cucina della mamma, chef di professione. Il suo percorso gastronomico inizia dalla cucina di casa sua ed è rivolto essenzialmente alla famiglia. Con il tempo si evolve e continua l’esperienza di cuoca in altre strutture. Qui al Jo’s Cafè, Paola esprime tutta la sua inventiva e abilità interpretando la cucina classica mediterranea con particolare riguardo alla cucina laziale. Ama dilettarsi nei primi piatti: risotti variegati alle verdure, pasta all’uovo fatta in casa, amatriciana, carbonara. Ad esaltare la cucina popolare, Paola ci propone il quinto quarto comunemente chiamato interiora o frattaglie. Nei secondi si spazia dal pesce alla carne. Piatti classici di questo periodo: l’abbacchio e i carciofi romaneschi. La cucina propone anche una linea vegetariana: piatti in armonia con la natura, ricchi di sapore e bilanciati negli apporti nutrizionali.

Classico della cucina tradizionale italiana, il piatto più rappresentativo della festa: Ravioloni ripieni di ricotta e spinaci, preparati artigianalmente con la pasta all’uovo tirata a mano. Da segnalare anche l’ottimo caffè, tra i migliori della zona.

La Cucina

CONSIGLIO

Fuochi d’artificio nella cucina dello chef internazionale Mario De Fusco: creatività, fantasia e materie prime di qualità sono le parole d’ordine di ogni piatto. Qualche esempio? Mezzelune con ricotta e mozzarella di bufala, Scialatielli tartufo e prezzemolo, Cicche al nero di seppia e chi più ne ha più ne metta. Ma si ricordi: la pasta è fatta a mano dallo chef, anche la ripiena! Ghiotti i secondi di carni chianine e danesi. Invitante il pesce cucinato in tutti i modi possibili. E la pizza? Gustosa e fragrante, lievitazione 48 ore; chef Mario non si fa mancare nulla: 6° classificato al Campionato Mondiale della Pizza di Salsomaggiore Terme.

Ogni piatto rispecchia il suo creatore: esplosivo, appassionato, creativo, fantasioso e sorprendente... quindi... Buon Appetito! Location di gusto a un passo dal mare.

La Cantina Buona la carta dei vini con etichette dell’intera Penisola, consigliamo la degustazione dei Rosè. Interessanti le birre: le classiche in bottiglia e in arrivo le artigianali e le crude abbinabili sia con carni sia con pesci; importante la presenza nella carta di birre per celiaci.

La Cantina Vini abruzzesi dell’azienda Agriverde: Montepulciano, Cerasuolo, Trebbiano, Chardonnay e vini delle cantine del territorio. Birre classiche italiane ed estere.

Capienza

Capienza 180/200 coperti comodi più spazio dance. Esterno: terrazza vista mare con altri 200 posti comodi a sedere. Baby club.

Sala interna 40/45 coperti. Spazio esterno.

Eventi

Eventi Serate a tema. Degustazioni. Karaoke. Feste private. Dalle 18:30 aperitivi regionali.

25 Aprile, 1° Maggio sempre aperto. Menu Pizza 16 euro. Ogni sabato musica e karaoke. Cerimonie, feste private. Serate a tema ed eventi sempre nuovi e frizzanti!

Prezzo medio

Prezzo medio

Dai 5 ai 25 euro.

30 euro ristorante bevande escluse; 16 euro pizzeria bevande incluse.

RISTORANTE

BAR

PARCHEGGIO

SERVIZI PER DISABILI

A PORTAR VIA

WI-FI

MUSICA LIVE

CUCINA VEGETARIANA

Via Madrid, 1 – Ladispoli (RM) Tel 331.8594232 / Facebook.com: Jo’s Cafè New. Orario: aperto dalle ore 6 fino a tarda notte.

RISTORANTE

PIZZERIA

SERVIZI PER DISABILI

PARCHEGGIO

MENU PER CELIACI

A PORTAR VIA

TV

MUSICA LIVE

Via Aurelia Km 65,400 Santa Marinella (RM) Tel 340.4519139 / trattoriadellochef@gmail.com Facebook: trattoriadellochef De Fusco Mario. Orario: aperto pranzo e cena. Martedì riposo.


70

Guida al Gusto

Tavola Calda Rosticceria Enoteca

ANTICA PIzzERIA L’arte della pizza a Ladispoli CONSIGLIO

La Cucina Qui la pizza bianca è un’arte. Equilibrio perfetto tra sapidità e untuosità, giusto grado di cottura, impasto strutturato e altamente digeribile. Oltre alla pizza – sia tonda che al taglio – di tutti i gusti, lo staff propone anche cucina tradizionale con piatti che variano a seconda della stagione. Il giovedì consigliati gli gnocchi di patate al ragù, saporiti e succulenti, il martedì e venerdì – nel rispetto della tradizione – i sughi di pesce, rigorosamente preparati con il pescato locale. Altre specialità sono il pollo alla brace e i fritti – filetti di baccalà, supplì, crocchette, arancini – sempre disponibili e fatti in casa. In primavera, ad arricchire l’offerta gastronomica, arriva il carciofo romanesco locale, compagno di molte pietanze; ma tagliato a spicchi e fritto dorato è una vera ghiottoneria! Ultima new entry le Pizze di Pasqua al formaggio artigianali, buone sempre. Su ordinazione si possono avere anche quelle dolci. A completare il fine pasto, tozzetti e ciambelline al vino appena sfornati.

A due passi dalla piazza centrale, si continua a sfornare ottima pizza secondo l’antica ricetta tradizionale dei maestri pizzaioli. Antica Pizzeria è una vera e propria istituzione della città balneare di Ladispoli, dove tradizione e qualità costituiscono il binomio che la caratterizza dal 1972.

La Cantina Selezione di vini umbri (Sagrantino, Montefalco e Grechetto), vini locali della vicinissima Cantina di Cerveteri, birre classiche e tre tipologie di birre artigianali dei Mastri Birrai Umbri.

Capienza Sala interna climatizzata e riscaldata:100 posti

Eventi Nella sala interna si organizzano feste di compleanno. La sala è dotata di schermi per vedere tutte le partite di calcio, Campionato e Champions, per tifare la squadra del cuore mangiando e bevendo le specialità della casa.

Prezzo medio 10-15 euro.

PIZZERIA

A PORTAR VIA

SERVIZI PER DISABILI

Via Ancona, 110 – Ladispoli (RM) – Tel 06.99222141 / 06.99225162 / Facebook: Adriano Elio Anticapizzeria72. Orario: no stop dalle 8 alle 22 / Mercoledì riposo.


72

73

Guida al Gusto

Guida al Gusto

Agriturismo

CASALE DEI GIRASOLI Via dell’Acquedotto Statua, 11 – Loc. Monteroni, Ladispoli (RM) Tel 06.99270683 / 349.3113971 / www.casaledeigirasoli.it. Orario: giovedì e venerdì cena, sabato e domenica pranzo e cena. La Cucina Gli antipasti preparano il palato per primi piatti intriganti come i Fagottini di carciofi all’Amatriciana. La griglia cuoce succulente carni di prima scelta; da non perdere la Tagliata un po’ dolce e un po’ piccante. D’assaggiare le Sigarette di carciofi e scamorza. Sublime chiudere il pasto con Un amore di dolce con pistacchi. Il Casale dei Girasoli offre un fantastico servizio di CATERING A DOMICILIO,

AGRITURISMO ARIA CONDIZIONATA

ANIMALI DOMESTICI

Eventi

ottima opportunità per fare bella figura con i nostri ospiti a casa nostra: da provare senza indugi!

25 Aprile, 1° Maggio, 2 Giugno menu alla carta.

La Cantina 20 etichette locali e nazionali; birre artigianali.

Prezzo medio 30 euro, bevande incluse.

CONSIGLIO Capienza 1 sala interna e 2 spazi esterni per un totale di 80 coperti.

CATERING A DOMICILIO

PARCHEGGIO

Piatti originali, buoni da gustare e belli da vedere in un ambiente molto curato immerso in un’atmosfera rilassante. Graziosi spazi esterni.

Ristorante Pizzeria Bisteccheria Pub

L’ANTICO CHIOSTRO

A PORTAR VIA

Paninoteca

RED & BLACk

rne a C u en iostro

M

Via Ancona, 48/c – Ladispoli (RM) Tel 333.4729492 Luigi & Steffy. Orario: sempre aperto dalle ore 11 fino a tarda notte / Martedì riposo. La Cucina Al Red & Black la creatività di Luigi e Steffy ha rivoluzionato l’idea del panino. Nella fast food parade del locale, il panino a lievitazione naturale è il contenitore a 5 stelle di un’infinità di ripieni diversi che portano il nome delle vie storiche di Ladispoli. Il ripieno è un tour gastronomico di prodotti tipici di ottima qualità, salumi, prosciutti, formaggi freschi e stagionati, verdure, pesce affumicato. E per tutti quelli che hanno fame più tardi del

BAR

PUB/PANINOTECA

A PORTAR VIA

ARIA CONDIZIONATA

solito, niente paura: il Red & Black è pronto a proporvi un panino con la P maiuscola, anche a tarda notte!

Prezzo medio 7 euro bevande incluse.

La Cantina Birre nazionali ed estere. Birre artigianali italiane e belghe chiare e scure (Grimbergen).

CONSIGLIO Per una pausa golosa fuori dagli schemi tradizionali assolutamente da gustare i panini Via Ancona, Via Messico, Via Taormina e Via Duca degli Abruzzi.

TV

o o tt Fri misto a scelt 1 pizza a 1 lattina Dolce de Caffè

,0 0 € 20

Menu Pesc

12,00

e

Antipasti mis ti del Chiostr o 2 mezzi prim i serviti 1 secondo a scelta su 2 Contorni ¼ di vino Acqua cl 0,5 0 Dolce della casa

25,00

Le altre proposte dello chef le trovi nel menu!

MUSICA

La Cantina

Trattoria

SORA LELLA

Ricca scelta nella carta dei vini, importanti etichette nazionali delle migliori cantine. Nella cantina delle birre c’è l’imbarazzo della scelta tra le prestigiose artigianali, le corpose in bottiglia e le classiche alla spina.

Castello di Ceri, Cerveteri (RM) Tel/Fax 06.99207248 / 328.0155660 Facebook: RistoranteSora Lella Castellodiceri.

Prezzo medio

Orario: aperto pranzo e cena. Mercoledì riposo.

Menu fissi pizza, carne, pesce da 12 a 25 euro

La Cantina Scavata nel tufo, ospita una selezione ragguardevole di vini e spumanti nazionali ed esteri. Capienza Due sale, una terrazza coperta 200/250 coperti. Splendida la terrazza panoramica con vista sulla lussureggiante valle costellata di siti archeologici. Eventi Serate a tema, degustazioni, eventi speciali, riunioni,

RISTORANTE

Anti

o acqua) coca cola (aranciata, lla casa

Capienza Unica sala interna, 20/25 posti.

PARCHEGGIO

La Cucina Semplice, genuina, e casereccia. Ricco ventaglio di piatti espressi e stagionali improntati al recupero della tradizione dove predominano la pasta fresca fatta in casa, pappardelle al cinghiale, carni alla griglia nazionali ed estere e la cacciagione. Ottimi i taglieri di salumi e formaggi con il prosciutto di montagna tagliato a mano. Sfiziosissime le verdure grigliate e marinate.

h ti del C viti s i m i t r s Antipa zzi primi se su 2 e a t 2m scel ndo a ni o c e s r 1 Conto o in ¼ di v ,50 cl 0 Acqua la casa del Dolce

izzaa MepanstouaP ll’italian

meeting di lavoro. Aperto 25 Aprile, 1° Maggio, 2 Giugno.

Menu Sagra Carciofo Antipasti misti Chiostro Mare e carciofi fritti Tonnarelli vongole e carciofi Pesce spada alle erbe con carciofi Carciofi alla romana Dolce della casa ½ acqua, ¼ vino, caffè

22 €

Consiglio

Eventi

ì e Sabato Mercoled

MUSICA LIvE & kE kARAO

Ideale per chi ama il buon cibo a prezzi onesti. Prezzo medio 25 euro bevande escluse.

CONSIGLIO Situata nell’incantevole borgo medievale di Ceri, la trattoria è il gioiello della ristorazione locale. Mangiare qui è abbandonarsi alla piacevolezza della semplicità: un regalo da farsi, inestimabile.

RISTORANTE

PIZZERIA

BAR

PUB

BISTECCHERIA

SERVIZI PER DISABILI

ARIA CONDIZIONATA

TV

MUSICA LIVE

Via Duca degli Abruzzi, 186 – Ladispoli (RM) Tel 06.97248260 / 335.1790858 / 392.8363301 / lanticochiostro@gmail.com Facebook: L’Antico Chiostro. Orario: tutti i giorni dalle 17 a tarda notte. Giovedì riposo.


74

75

Guida al Gusto

Guida al Gusto

Trattoria Hotel Ristorante

IL CAMOSCIO

RELAIS CASTRUM BOCCEA

Via Cantagallo, 13 – loc. Ceri, Cerveteri (RM) Tel 06.99207299 / 389.11345808 www.ilcamoscio.it / stefanoarditi@virgilio.it / Facebook: Podere Camoscio. Orario: pranzo sabato, domenica e festivi 12-14:30, cena da martedì a domenica 19:30-22:30. Lunedì riposo.

La Cucina Testimonianza di una consolidata tradizione trentennale fatta da una ricca carrellata di affettati locali, pasta casalinga e squisite carni alla brace. Contorni di stagione e meravigliosi dolci fatti in casa. Anche Il Camoscio onora il principe di questa stagione, il carciofo, con deliziosi piatti dedicati. Quindi gustare cibi genuini in una calda atmosfera familiare, oppure con il primo sole pri-

RISTORANTE

SERVIZI PER DISABILI

Orario: il ristorante è sempre aperto.

maverile sulla caratteristica terrazza perdendosi in scorci suggestivi, non ha prezzo!

adatta per banchetti. Piccola sala con camino per un’intima atmosfera.

La Cantina Accanto ai vini del territorio si possono trovare le più note etichette nazionali.

Eventi 25 Aprile, 1° Maggio, 2 Giugno sempre aperti.

Capienza 3 sale con 150-170 coperti. Sala panoramica

CONSIGLIO Consigliato a chi ama cordialità, ottima ospitalità e i veri sapori del nostro territorio.

ilPunto card

PARCHEGGIO

La Cucina Due locali dedicati alla ristorazione: Sala dei Cavalieri assaporando menu raffinati ed innovativi per i vostri eventi; nella Taverna la tradizionale cucina romana e il Grill propongono gusti decisi per tutti i palati. In primavera golose ricette a base di carciofo romanesco. Capienza 70 prestigiose etichette di cui 32 laziali. Il sotterraneo tufaceo offre importanti degustazioni di vini pregiati.

Ristorante

IL LIDO Via Carbonia, 71 – Passoscuro (RM) - Tel 06.6670723 / Cell 335.5895338 www.lidopalidoro.com

RISTORANTE

BAR

La Cantina Location ideale per fantastici matrimoni. Inoltre: cerimonie, meeting, feste ed eventi di ogni genere. Aperto il 25 Aprile, 1° Maggio, 2 Giugno con menu alla carta. Eventi 30 camere di varia tipologia. Spazi per eventi: le Grotte, la Sala dei Cavalieri, la Taverna, la sala King, la splendida Collina del Belvedere, la Fontana, luoghi dove ospitare più di 1000 persone.

SERVIZI PER DISABILI

WI-FI

CONSIGLIO Qualità ed eleganza a prezzi contenuti. Indimenticabile il menu degustazione servito nell’antica cantina a lume di candela, rigorosamente per due (40 euro p.p. solo su prenotazione). Perfetto per chi ama il buon gusto nel mangiare, nel bere e nell’atmosfera.

SALA RICEVIMENTI

MENU PER CELIACI

PARCHEGGIO

ilPunto card

Via S.S. Mario e Marta, 27 – Roma Tel 06.61597054 / fax 06.97270960 www.relaiscastrumboccea.it – eventi@relaiscastrumboccea.it.

Orari: Aperto tutti i giorni da aprile a settembre.

La Cucina Soprattutto piatti di pesca, ma anche specialità di terra. La delizia della casa sono le telline, che insaporiscono spaghetti e bruschette. Un altro piatto forte sono i Fiori del Lido, ravioli di pesce con ‘pescatora’ e funghi porcini. Da provare i Bucatini all’amatriciana con scaglie di pecorino romano. Ottime le abbondanti grigliate di pesce, anche con pescato locale, e le carni provenienti da allevamenti del territorio. La pizza è proposta in moltissime varietà. Un’altra chicca: la pasticceria siciliana e i dolci fatti in casa. Il

PERNOTTAMENTO

Prezzo medio Menu di carne 35 euro p.p. Menu degustazione a partire da 30 euro p.p.

tutto servito in porzioni generose, per appetiti robusti.

La Cantina 20 etichette tra rossi e bianchi, locali e nazionali, con referenze anche importanti. Ben presenti liquori e distillati. Servizio bar attivo. Capienza La sala principale, tutta arredata in legno, ospita 70 commensali; la sala vip, più piccola ma ugualmente comoda, è predisposta per 15 coperti. L’esterno offre

un’infinità di situazioni e di angoli suggestivi per un totale di 100 coperti. La struttura è anche Stabilimento balneare, Pizzeria e Tavola Calda.

Eventi Serate a tema, feste private, battesimi, comunioni, matrimoni.

Ristorante

LA STRADA

Prezzo medio Menu completo 35 euro. Orario: tutti i giorni a cena. Pranzo nei giorni feriali solo su prenotazione. Sabato e Domenica pranzo e cena. Lunedì riposo.

RISTORANTE

PIZZERIA

BAR

SPIAGGIA

Agriturismo

IL SESTO SENSO Via Olmetto, 1 – Loc. Monteroni, Ladispoli (RM) Tel 06.99223969 / 339.7265322 armeniangelo@gmail.com / www.agriturismoilsestosenso.it

Camere Country Chic L’agriturismo Il Sesto Senso accoglie i suoi ospiti in sei deliziose camere con entrata indipendente; la rifinita struttura abbracciata dal verde e gli arredi country rendono l’atmosfera calda, accogliente e familiare. Ogni stanza è corredata dalla più moderna tecnologia Wi-Fi con connessione libera, telefono, TV schermo piatto e aria condizionata. Prima Colazione a km 0 Dagli orti di famiglia, che confinano con l’azienda,

RISTORANTE

PERNOTTAMENTO

WI-FI

TV

PISCINA ESTIVA

provengono le materie prime per la prima colazione. Il prodotto fresco e genuino è garantito ogni giorno dell’anno. Altri servizi Nei mesi caldi gli ospiti possono usufruire della piscina e del solarium. A breve sarà disponibile la ristorazione diurna e serale. Il Sesto Senso gode di una posizione stradale strategica: tra centro abitato, mare, campagna e vicino a Roma.

ARIA CONDIZIONATA

TELEFONO SOLARIUM

SERVIZI PER DISABILI

Eventi 25 Aprile e 1° Maggio aperto. Sorprese gastronomiche a base di carciofi coltivati direttamente nell’azienda. Con la bella stagione si apre la piscina e il solarium: pronti per il primo bagno?

CONSIGLIO Per chi ama conciliare relax, gusto e cultura. Ideale per feste private, anche a bordo piscina.

ANIMALI DOMESTICI PARCHEGGIO

La Cucina Pesce fresco e carni appetitose sono le materie prime per intriganti menu degustazione che si rinnovano periodicamente. Accattivanti i sontuosi antipasti; leggeri i fritti grazie alle pastelle fatte riposare per ben 30h; nei primi e secondi piatti di pesce sembra di assaggiare il mare. Invitanti i Paccheri Spigola Pachino e Pistacchi, e tra le proposte non possano mancare i Pici Carciofo e Menta. L’occhio cade sulla presentazione d’affascinanti Filetti di spigola e melograno.

RISTORANTE

PARCHEGGIO

PARCO GIOCHI

La scelta delle carni non è inferiore: ghiotte tagliate, teneri filetti, fantasiosi arrosti, stufati e rollè con prugne, arance o pistacchi sono solo alcuni esempi. Inebrianti i dolci fatti in casa come le Pere al Barolo accompagnate da creme aromatizzate. La Cantina Buona selezione di vini locali anche sfusi ed etichette nazionali. Capienza 3 sale con 90 coperti. Spazio

ARIA CONDIZIONATA

esterno attrezzato in estate. Eventi Banchetti, cerimonie, eventi aziendali, feste. 25 Aprile, 1° Maggio, 2 Giugno sempre aperti con proposte di menu tipici. Prezzo medio 25 euro adulti, 15 euro bambini.

CONSIGLIO Consigliato a chi cerca indimenticabili emozioni gustative in un ambiente carico di fascino.

MENU PER CELIACI CUCINA VEGETARIANA

Via Antonio Blado, 4 – Borgo San Martino, Cerveteri (RM) - Tel/Fax 06.99288643 / 339.2753838 / 366.35177113 www.ristorantelastradasnc.it / info@ristorantelastradasnc.it


76

77

Guida al Gusto

Guida al Gusto

Ristorante

ARCADIA Via Mazzini, 6 – Tarquinia (VT) Tel 0766.855501 www.arcadia-ristorante.it arcadiaristorante@libero.it / Facebook: ArcadiaRistorante Tarquinia. Orario: Pranzo dalle ore 12:30 alle 15. Cena dalle 19:30 alle 23. Lunedì riposo.

La Cucina Specialità di mare con pesce freschissimo e piatti della tradizione regionale curati e rivisitati con creatività.

Capienza 1 sala, raffinata e accogliente, in grado di ospitare fino a 100 commensali.

La Cantina Comprende, oltre alle etichette locali, aziende nazionali come la Cantina di Terlan, il Marchese Antinori, Donna Fugata, Trappolini e molti altri; vasta anche la scelta dei vini da dessert.

Eventi Serate a tema, degustazioni, cerimonie, banchetti. 1-3 Giugno, da non perdere Game Fare: unico esempio di festa campestre in Italia, propone spettacoli con cani, cavalli, falconieri, tiro a volo, percorsi di caccia, tiro ad aria compressa, arco e fionda, di-

RISTORANTE

SERVIZI PER DISABILI

A PORTAR VIA

MENU PER CELIACI

WI-FI

NURSERY

mostrazioni e prove di pesca anche in mare. Prezzo medio 25-30 euro escluse bevande.

CONSIGLIO Questo bel ristorante, situato nel centro storico di Tarquinia, luogo archeologico di fama internazionale e di intensa vita culturale, offre la qualità senza gravare sul portafogli.

Lounge Bar

ARIA CONDIZIONATA

FLAMINGO

Ristorante Pizzeria

RISTO vILLAGE

Music & Drink Via Antonio Vivaldi, 1 – Valcanneto, Cerveteri RM (all’interno del Centro Sportivo Village Fitness Club) Tel 06.9908088 / 347.5975421. Orario: Aperto tutti i giorni pranzo e cena. Lunedì riposo.

La Cucina Piatti semplici cucinati con passione: dai tonnarelli cacio e pepe alle grigliate di pesce, non tralasciando le tagliate e le entrecote; gustose le pizze classiche. Ambiente dai caldi colori dove consumare il pasto in pieno relax.

Capienza 1 sala interna con 60/70 coperti, in estate tavoli esterni bordo piscina. Eventi Con l’arrivo della bella stagione possibilità di mangiare all’esterno.

Prezzo medio 20/25 euro bevande incluse.

CONSIGLIO Una semplicità che premia il palato!

Il ‘baretto’, storico punto d’incontro di tante generazioni del territorio cerite, finalmente è stato riaperto! Giovanni e Fabio, professionisti del settore da anni, hanno rilevato il locale dalla precedente gestione Tre Volte Zero 52, lo hanno rinnovato, creando un ambiente giovane e dinamico, dove sorseggiare un aperitivo o una birra ascoltando buona musica e conversando con gli amici. Aperto dal martedì alla domenica a partire dalle ore 18, il Flamingo si ripropone nuovamente come punto d’aggregazione giovanile al centro di Cerveteri. Alle 18 scatta quindi l’operazione Apericena e, dopo le 21, si trasforma in un cocktail bar. Con l’arrivo della bella stagione verrà allestita anche la bellissima veranda esterna.

La Cucina Caratteristica del pub. Hamburger al piatto o nel panino, tranci di pizza, supplì, crocchette e frittini; immancabili le patatine e i dolci.

La Cantina Etichette locali e nazionali; birre in bottiglia.

CONSIGLIO Apericena! Un buffet di stuzzichini per stare insieme agli amici o per creare un incontro! Perché non pensare ad un modo originale di festeggiare il compleanno? Potete invitare i vostri ospiti per mangiare qualcosa insieme dalle 18 alle 21 e continuare fino a tardi ascoltando musica e sorseggiando un drink!

La Cantina RISTORANTE

WI-FI

A PORTAR VIA

Birre alla spina e le classiche in bottiglia. Le birre artigianali d’elezione del locale sono campane, prodotte dal birrificio AEFFE e ispirate alla cabala napoletana. Tra queste la 19 “a resata”, la 50 “o’ marenar”, la 77 “e’ riavule”; l’ultima nata, la 33 “a’ ricchezza”, e la primogenita: “La Prima”. Carta dei vini in ampliamento: oltre ai vini del territorio, vini umbri di Cesarini Sartori e campani dell’azienda Nativ. Naturalmente non possono mancare le svariate preparazioni di cocktail e una selezione di distillati.

CAMINO

Pizzeria

DA vALENTINO

Capienza Sala interna, 50 posti. Esterni 50.

Via Ancona, 36/b – Ladispoli (RM) - Tel 06.88921721 / 329.7994591 / 347.7331800

Eventi

Orario: cena tutti i giorni dalle ore 19. Martedì riposo.

L’11 Aprile, in collaborazione con il birrificio AEFFE, si organizza una cena in abbinamento alle birre campane. Tutti i Mercoledì Karaoke. Venerdì, Sabato e Domenica Apericena a buffet e Musica live con DJ. Inoltre serate a tema, degustazioni; si organizzano cene e compleanni. La Cucina La vera arte della pizza: materie prime selezionate di prima qualità, maestria nell’impasto, lunga e paziente lievitazione fino a 72 ore in frigo a temperatura controllata, cottura nel forno a legna rotante per garantire una cottura ottimale e il maestro pizzaiolo Valentino sono gli elementi che danno vita a fantastiche pizze dai mille sapori differenti, buone, gustose, fragranti e ad alta digeri-

PIZZERIA

A PORTAR VIA

WI-FI

SERVIZI PER DISABILI

bilità. Genuinità dall’antipasto al dolce, tutto rigorosamente fatto in casa.

Eventi Possibilità di affittare la sala per feste private.

Prezzo medio

La Cantina Birre nazionali e artigianali.

Prezzo medio 15-18 euro bevande incluse.

15 euro bevande incluse.

Capienza 1 sala con 50 coperti disponibili.

CONSIGLIO Consigliato a chi sa amare il vero gusto della pizza italiana.

ARIA CONDIZIONATA

PUB

PARCHEGGIO

SERVIZI PER DISABILI

MUSICA LIVE

TV

Via della Necropoli, 11 – Cerveteri (RM) Tel 331.9068003 / Facebook: Flamingo Music & Drink. Orario: sempre aperto dalle 18 a tarda notte. Lunedì riposo.


78

79

Guida al Gusto

Guida al Gusto Citazione (vedi sotto) applicata alla lettera al Wood & Stone, l’unico beershop di Ladispoli. Inaugurato a dicembre, il pub nasce da un’idea di Alessandro, Annamaria e Davide, che sfruttando la loro passione per la birra artigianale e l’ampia conoscenza del mondo birraio hanno creato una guida al gusto seria, ma nel contempo facile e dettagliata, per tutti gli appassionati di questa antichissima bevanda. La birra artigianale per antonomasia è un prodotto naturale e per analogia la scelta del nome Wood & Stone, letteralmente Legno & Pietra, indica due elementi che troviamo facilmente nell’ambiente circostante. Conseguentemente, l’interno del locale è stato interamente realizzato da Davide e Alessandro, entrambi attenti all’ambiente, i quali lo hanno ristrutturato e arredato in modo sostenibile: il pavimento è di legno, i tavoli e le sedie hanno i colori dei boschi, le pareti i caldi toni cromatici autunnali. Da un lato c’è il bancone di spillatura e della gastronomia; dall’altro zone di conversazione e degustazione. Pur non essendo un locale molto grande, lo spazio è ben gestito, l’ambiente molto accogliente, lo staff estremamente cortese e competente e rappresenta un buon mix tra il classico stile pub inglese e lo stile moderno.

Birreria Pub ca Paninote Beershop

Guida

GUIDA ENOGASTRONOMICA

✂ RITAGLIA LA PAGINA E METTI IL GUSTO IN TASCA!

AGRITURISMO •

Antico Casale Via Fontanile della Regina, 57 Borgo S. Martino Tel 06.99206415

Dove ogni birra ha una storia e ogni storia ha una birra!

“Non importa quanto sia piena la nostra vita, c’è sempre spazio per una birra” (Anonimo).

La Cucina

La Cantina

Capienza

CONSIGLIO Come dice Lorenzo Da Bove, in arte Kuaska (esperto italiano in birre, di fama internazionale): “Non esiste la birra, esistono le birre!”. E al Wood & Stone potrete degustarle tutte: Trappiste, Stout, Ipa, Weiss, ad alta o bassa fermentazione. Attraverso la birra viaggerete alla scoperta delle produzioni artigianali italiane, belghe, olandesi, britanniche, americane.

L’Angolo del Caffè Via Glasgow, 48

BIRRERIE - PUB PANINOTECHE •

MENU PER CELIACI

A PORTAR VIA

TV

MUSICA LIVE

Viale Italia, 83 – Ladispoli (RM) Tel 06.83084658 / Facebook: Wood&Stone woodestone@gmail.com. Orario: tutti i giorni dalle ore 18 alle 2.

Villa Ceri Via di Ceri, 16 – Ceri Tel 06.99207289

MANZIANA

CERVETERI (e frazioni)

BRACCIANO Flamingo Music & Drink Via della Necropoli, 11 Tel. 331.9068003

MACELLERIE •

LADISPOLI (e frazioni) Il Macellaio

qualità, risparmio e convenienza

PESCHERIE PRODOTTI TIPICI

Via Michele Rosi, 162 Aranova (RM)

Tel. 333.8072244 Cell. 339.1868548

Sapor Maris Via A. Gramsci Zona Artigianale Tel 06.9911334

CERVETERI (e frazioni)

CARNI SCELTE Via Ancona, 38B Ladispoli (RM) Tel. 06.9949553

PIZZERIE TAVOLA CALDA

Ficcadenti Via Aurelia, Km 38,700 Tel 06.83516757

CERVETERI

La Fontanella Via A. Diaz, 17 Tel 338.3877024

PANE - DOLCI •

SUTRI

Pescheria La Paranza Via G. Cesaroni, 16/B Tel 347.4328824

LADISPOLI (e frazioni)

CERVETERI (e frazioni)

Angelucci Pasticceria Via F. Rosati, 8/b - Tel 348.7954624

LADISPOLI

Antica Pizzeria Via Ancona, 110 Tel 06.99222141

Forno Travagliati Via Sant’Angelo, 12 Tel 06.9942465

Da Valentino Via Ancona, 36/b Tel 06.88921721

LADISPOLI

Antichi Sapori Via Parigi, 37/a Tel 06.83905694

Danilo De Carolis

Belardi Giuseppe Via del Sasso, 51 Gricciano/Pozzali Tel 333.2363001

LADISPOLI

Eurofish V.le Mediterraneo, 1 Tel 06.9946427

icerasoni@alice.it

di

TREVIGNANO ROMANO

Sweet Dreams cake design V.le Garibaldi, 67 Tel 366.9912175

TORRIMPIETRA

La Corte di Arenaro Via Aurelia, Km 28,00 Tel 06.61699126

MANZIANA

Baldassarini Via degli Scaloni, snc Tel 06.9964130

ARANOVA

Aranova Ortofrutta

Villa Clodia Via del Mattiolo, 3 Tel 06.9962966

La Dolce Vita P.za M. Marescotti, 2

ARANOVA

Caffè Grand’Italia Via Principe di Napoli, 9 SERVIZI PER DISABILI

Gran Caffè Luna V.le Italia, 132

Gran Caffè Via Aurelia, km 34,300

• ORTOFRUTTA

ARANOVA

Le Querce Incantate Via Monte Bello, 22 – Sasso Tel 06.99079141

Via Trieste, 8D Ladispoli (RM) Cell 333.9506683 Elvis Bar P.za della Vittoria, 19

Roberto Pugnali L.go Domiziano, 11 Tel 06.9913380

Mercato della Terra Via Anguillarese, 145 Tel 342.3640215

CERVETERI (e frazioni)

BAR TRIESTE

La Boutique del Prosciutto Via R. Margherita, 23 Tel 06.9913691

Serate a tema, feste private. Ogni 3 mesi, lo staff organizza una serata per presentare le birre della stagione. In occasione della Sagra del Carciofo, Wood & Stone propone la birra artigianale al carciofo.

PARCHEGGIO

LADISPOLI (e frazioni)

Gyony Carne prodotti romeni Via Palermo, 54/A Tel 328.0683824

ANGUILLARA SABAZIA

Gelateria Il Pevero Via Michele Rosi, 79/F Tel 347.1744400

Bar

NUOVA GESTIONE

BAR - CAFFETTERIE

PIZZERIA

Bar Trieste

ALIMENTARI - PASTA

Eventi

PUB

Bar Italia V.le Italia, 80

Fantozzi Cash & Carry Via A. Gramsci, 6 Tel 06.9911407

LOCATION

Trieste

Sala interna, 32 posti ai tavoli e 18 al bancone. Esterni ai tavoli 35.

6 euro panino e birra.

S. MARINELLA

La Casa del Tortellino Via Duca degli Abruzzi, 94 Tel 06.99221863

Prezzo medio

GELATERIE

LADISPOLI (e frazioni) Bar Delfini Via Palo Laziale, 52

PALIDORO

Nuovo Forno Via Settevene Palo, 24 Tel 06.9913004

Rock Island Pub V.le Garibaldi, 57 Tel 06.9999709

Chalet degli Eventi V.le Garibaldi, snc

MERCATI

TREVIGNANO ROMANO

CIVITAVECCHIA

La Quercia Strada Poggio di Bellavista, snc Tel 0766.537299

Gran Caffè Tirreno Via S. Angelucci, 11-13 Cerenova

Manfredini Pasticceria Via Settevene Palo Zona Miami Tel 06.64000501

Wood & Stone V.le Italia, 83 Tel 06.83084658

Caffè Cassandri V.le Manzoni, 40 Easy Cafè L.go Tuscolo, 1 – Cerenova

Macelleria Sandro & Valerio Via Duca degli Abruzzi, 47 Tel 06.9948189

Red & Black Via Ancona, 48/c Tel 333.4729492

Bar il Punto L.go C. Monteverdi, 18-19 Valcanneto

Casale del Castellaccio Via Castel Campanile, 581 Tel 06.61697654

Piatti freddi, preparati al momento. Il menu è ricco e vario: taglieri di salumi e formaggio, di pesce, bruschettoni, insalate, pizze. Dalla tradizione artigianale romagnola anche le 5 piadine ripiene più conosciute e vendute, a cui sono stati dati i nomi delle località tipiche: Forlì, Cesenatico, Marebello, Rimini e Riccione. Novità unica e assoluta del locale: il cartoccio palermitano, un panino ricoperto di sesamo che Alessandro ha portato direttamente da Palermo e che ha chiesto ad un forno locale di riprodurlo artigianalmente. Naturalmente non può mancare il dolce, fatto in casa da Annamaria, ma a sorpresa.

Pub Four X Via del Mare, 22 Tel. 06.99222465

Bar Ferrari Via Settevene Palo, 58

La Piana di Alsium Via Longarina dei Caselli, 7/b Tel 340.5584351 Torre Flavia Via del Beccaccino, snc Tel 340.5415730

Birrificio Aurelio Via A. Moro, 38 Zona Artigianale Tel 06.60669594

Bar Europa Via L. Iaffei

LADISPOLI (e frazioni)

Casale dei Girasoli Via dell’Acquedotto Statua, 11 Monteroni Tel 06.99270683

LADISPOLI (e frazioni)

Bar Centrale Via Roma, 8

CERVETERI (e frazioni)

Valle della Regina Via del Casalone, 16 Borgo S. Martino Tel 06.99207215

CERVETERI (e frazioni)

Il Sesto Senso Via Olmetto, 1 – Monteroni Tel 06.99223969

Wood&Stone

Oltre 55 le birre artigianali in bottiglia, 5 alla spina di cui tre fisse e due a rotazione ogni 15 giorni. Tra le fisse: Augustiner Brau Munchen, prodotta per la prima volta dai monaci Agostiniani nel 1328 e oggi proveniente dalla più antica birreria di Monaco; Triple Karmeliet, un’Ale belga dal bouquet ricco e speziato; Bush Dubuisson, punta di diamante della brasseria Dubuisson, di alto grado alcolico. A rotazione: la Kwak, Ale belga ambrata, sentori di caramello, affumicati, note speziate e fruttate; la Must, un’Ale inglese più morbida e luppolata. Birra anche per celiaci: dalla tradizione birraia artigianale italiana nasce Celia, birra bionda senza glutine, naturalmente accompagnata da un ottimo panino, ovviamente gluten free.

RISTORANTI •

ANGUILLARA SABAZIA

Cortese Panificio Via Parigi, 37/a Tel 06.64003734

Chalet del lago V.le R. Belloni, 28 Tel 06.9968014

Forno Italia V.le Italia,66 Tel 06.9948079

La Fienatora Via Castel Campanile, Km 6 Tel 06.9981022

La Casa del Pane Via Fiume, 67 Tel 06.99144577

Mullighan’s RistoPub Via Ponte Valle Trave, 8 Tel 06.99901123

enogastronomica


80

81

Guida al Gusto

Guida al Gusto

Guida

GUIDA ENOGASTRONOMICA •

RISTORANTI •

Bon Appetit V.le della Vittoria, 6 bis Tel 0766.503354

ARANOVA

Al Fontanile di Mezzaluna Via del Fontanile di Mezzaluna, 401 Tel 06.61779782 Zio Severino Via Aurelia, km 24.300 Tel 06.6674949

BRACCIANO

Ristorantino del Castello P.zza G. Mazzini, 14 06.99804333

CERVETERI (e frazioni)

CIVITAVECCHIA

Capo Horn V.le G. Baccelli, 108 Tel 0766.547194 La Bomboniera C.so Guglielmo Marconi, 50 Tel 0766.25744

LADISPOLI (e frazioni) Frontemare Via R. Elena, 84 Tel 06.99221917

Cuju Via Furbara Sasso, 98 Tel 06.990793374

Il Delfino Via Firenze, 26/32 Tel 338.2519470

Il Camoscio Via Cantagalli, 13 – Ceri Tel 06.99207299

Il Giardino P. le Roma, 15 Tel 06.9911565

Il Cavallino Bianco Via dei Bastioni, 46 Tel 345.4291637

La Tripolina P.za della Vittoria, 4/5/6 Tel 06.99221849

La Perla Nera L.go Gentilucci, 9 Tel 339.1123639

La Vecchia Stazione L.go della Stazione di Palo, 10 Tel 06.9911190

La Rotonda Via Aurelia, Km 65,400 Tel 340.4519139

L’Antico Chiostro Via Duca degli Abruzzi, 186 Tel 06.97248260 Marby Via Napoli, 62/64 Tel 06.4559617 Oasi Dancing Via Casal dei Venti, 11 Monteroni Tel 333.5216593

Night & Day Via Settevene Palo Nuova, 111 Tel 06.99551576

NUOVA APERTURA Lunedì chiuso

Via Genova, 22 00055 Ladispoli (RM) Tel. 06.99222191 Cell. 347.4480312

RistoVillage Via Antonio Vivaldi, 1 Valcanneto Tel 06.9908088

Jo’s Cafè Via Madrid, 1 Tel 331.8594232

Sora Lella Castello di Ceri – Ceri Tel 06.99207248

La Pineta Via Aurelia, Km 37,300 Tel 06.99222509

T-bone V.le Manzoni, 94 Tel 06.99552650

La Posta Vecchia Loc. Palo Laziale Tel 06.9949501

Casale Cento Corvi Via Aurelia, Km 45,500 Tel 06.9903902 F.lli Onorati Via Piancerese, 6 – Ceri Tel 06.99207012

TARQUINIA

Poggio degli Etruschi Via S. Paolo, 2 Tel 06.9943610

TREVIGNANO ROMANO

Aqua Via Garibaldi, 61 Tel 06.9997701

La Rasenna Via dell’Infernaccio, snc Tel 06.8904717

VINI - OLI - LIQUORI

Antica Cantina Brasili Via Matrice, 27 Tel 06.9962862

www.effettodivino.it Enoteca on line

ROMA

Castrum Boccea Via S.S. Mario e Marta, 27 Tel 06.61597054

Glem P.za Civitavecchia, 8 Tel 0766.513904

TORRIMPIETRA

Cantina Torre in Pietra Via di Torrimpietra, 247 Tel 06.61697070

cell. 347 9223580 info@effettodivino.it •

S. MARINELLA

S. SEVERA

Cantina Oliveto Via della Scaglia, 27 Tel 0766.570554

Spedizione gratuita per i lettori del IlPunto

Joseph Via Accursio, 12 Tel 06.6623887

MANZIANA

Effetto DiVino

La Lampara Via Carbonia, 35 Tel 06.6672038

LADISPOLI (e frazioni) La Cantina di Andrea Via Ancona, snc Box19 - Mercato Tel 06.99221277

Le Terrazze sul Lago Via Madrid, 2 Tel 06.9997644

Il Lido Via Carbonia, 71 Tel 06.6670723

Tenuta Fontana Murata Via Fontana Murata, 8 Tel 06.9322627

Terra di Sapori e Saperi Via Settevene Palo Ovest, km 6,200 Tel 342.1614199

La Cucina

CONSIGLIO

Pregevole l’offerta gastronomica con carni fresche locali, piadine di produzione propria, oltre ad una gamma di fritti sfiziosi, maxi insalate, piatti unici e dessert.

La Cantina Il personale, altamente qualificato nella spillatura e conoscenza del mondo birraio, ha partecipato all’International Master Bartender, concorso internazionale indetto dalla Pilsner Urquell, classificando ben quattro addetti tra i quaranta finalisti su seicento partecipanti in tutta Italia, oltre ad ottenere il primo posto con Vincenzo De Santis, titolare dell’azienda, che in qualità di Campione Italiano ha preso parte alla finale mondiale di Pilsen, classificandosi ottavo tra gli Ambassador Pilsner Urquell di oltre 40 nazioni partecipanti (vedi l’articolo completo su: http://www.italiaatavola.net/articolo.aspx?id=27207). Lo staff del Rock Island non segue le mode ma sposa i progetti e le produzioni ben fatte. Qui è possibile trovare i superclassici della produzione birraia e le proposte della Nouvelle Vogue del settore birraio italiano, come la collaborazione con il birrificio indipendente ELAV di Bergamo, azienda che vanta una proposta considerevole di birre che il pub propone a rotazione per i clienti. Altri marchi proposti sono la Pilsner Urquell, la Tennent’s con i prodotti originali scozzesi creati nella fabbrica di Glasgow, Paulaner e la prestigiosa St. Stefanus, belga d’abbazia nota per la rifermentazione in bottiglia.

Buona musica, ottima birra e gustosa cucina. Sorseggiare il biondo nettare comodamente seduti nella veranda con vista panoramica sul lago e consigliati da uno staff di veri intenditori, è un’esperienza dal sapore unico, indimenticabile.

Capienza Pub stile english con due sale intime e raccolte da 50 e 30 coperti, ben arredate e con maxischermo. Inoltre nel periodo primaverile/estivo è possibile godere dello spazio esterno, in un’invidiabile posizione in riva al lago.

Eventi Consultare gli aggiornamenti sul profilo Facebook: Walter Vincenzo Rockisland

E DOPO TANTO MANGIARE E BERE, VI CONSIGLIAMO LA PALESTRA:

Prezzo medio Dai 10 ai 20 euro. Vincenzo De Santis (al centro) Campione Italiano dell'International Master Bartender.

CONTATTA LA REDAZIONE: Tel 333.3939029 - E-mail: ilpunto@yahoo.it

enogastronomica www.agoghe.altervista.org

Sapori a tutta birra!

TREVIGNANO ROMANO

ANGUILLARA SABAZIA

SE VUOI INSERIRE LA TUA ATTIVITÀ NELLA GUIDA

Via Andorra, 11 Cerreto - Ladispoli (RM) Tel. 335.6668603

ROCk ISLAND PUB

Tenuta Tre Cancelli Via della Piscina, 3 Due Casette Tel 06.9901664

PALIDORO

PASSOSCURO

Pub Birreria

TORRIMPIETRA

MANZIANA

La Cantinaccia Via Aurelia, km 30 Tel 06.61697626

di Pasquale

CERVETERI (e frazioni)

I Conti Via Aurelia, 2814 Tel 06.61697696

Al Nido del Falco Via degli Scopetoni, 31 Tel 334.1546664

S. SEVERA

Arcadia Via Mazzini, 6 Tel 0766.855501

Papeete Via R. Elena, 23 Tel 06.9946015

Miseria e Nobiltà Via Fontana Morella, 58 Tel 06.9951841

BRACCIANO

Più Buono Enoteca P.zza Don Cesolini, 36 Tel 06.99806363

L’Isola del Pescatore Via Cartagine, 1 Tel 0766.570145

Il Gusto

La Strada Via A. Blado, 4 Borgo S. Martino Tel 06.99288643 La Villa di Larthia Via Aurelia, Km 46.700 Furbara Tel 06.99079149

BAR

BISTECCHERIA

ARIA CONDIZIONATA

A PORTAR VIA

SERVIZI PER DISABILI

TV

PUB

Viale Garibaldi, 57 – Trevignano Romano (RM) Tel 06.9999709 / Facebook: Walter Vincenzo Rockisland. Orario: Aperto tutte le sere e la domenica a pranzo.


83

82

Barbecue

Guida al Gusto

Ristorante

LA vECCHIA STAzIONE Orario: aperto pranzo e cena / Lunedì riposo / Aperto Sagra del Carciofo, 25 Aprile, 1° Maggio, 2 Giugno.

La Cucina L’arrivo della primavera segna il ritorno di un must della cucina laziale: il carciofo. Ad aprile la famosa Sagra cittadina è l’apice di un periodo in cui questo ortaggio è presente in tante declinazioni nella cucina, come per esempio la corposa crema di carciofi fatta in casa accompagnata da gnocchi e vongole. Per rimanere sull’argomento, le altre specialità di pesce attingono esclusivamente dal pescato locale. Pasta e dolci fatti a mano, solo carne nazionale cotta su pietra lavica.

RISTORANTE

PARCHEGGIO

BAR

La Cantina Oltre 20 etichette di vini italiani. Ricercata selezione di rum (Ron Zacapa e Captain Morgan ) e grappe barricate. Capienza 2 sale, 35 coperti. Da marzo si anima l’incantevole giardino con possibilità di mangiare all’aperto.

Prezzo medio 25-30 euro per carne e pesce.

CONSIGLIO Farsi persuadere dalla natura che avvolge il luogo, dalla stagionalità dei prodotti... dall’attenzione nei tuoi confronti.

Eventi Sagra del Carciofo, 25 Aprile, 1° Maggio, 2 Giugno menu fisso e alla carta (prenotazione consigliata).

SERVIZI PER DISABILI

WI-FI

L.go della Stazione di Palo, 10 – Ladispoli (RM) Tel 06.9911190 / 334.9862889 / www.lavecchiastazione.net.

SERIAL GRILLER, L’ARTE DEL BBQ IN QUESTO PRIMO ‘ARDENTE’ APPUNTAMENTO INIZIAMO A SVELARVI I TRUCCHI PER REALIZZARE UN BarBecUe PERFETTO. LETTURA CONSIGLIATA A CHI NON TEME LE ALTE TEMPERATURE…

di Alessia Colangeli, alessiailpuntomagazine@yahoo.it

Griglia hot per carboni ardenti! Appassionati artisti della griglia, neofiti della cottura con la carbonella, cultori dei cibi affumicati: destatevi! La bella stagione è arrivata, è il vostro momento, pronti per fantastici barbecue? Per le cotture alla griglia ci sono due approcci differenti da valutare e due diverse correnti di pensiero. Nella nostra tradizione si predilige quello che viene chiamato metodo di cottura diretta, ossia una cottura a temperature elevate in cui il calore cuoce

direttamente e immediatamente lo strato esterno dei cibi. Questo metodo prevede tempi brevi di cottura e tagli di carne di dimensioni medie e piccole; il risultato tenderà ad essere quello di una cottura più marcata all’esterno. Negli Stati Uniti si predilige, invece, il metodo di cottura indiretta: il cibo viene cotto vicino alla fonte di calore, ma non direttamente sul fuoco, a temperature relativamente basse, normalmente sui 120°C, per cui i tempi di cottura si allungano, tanto

che si parla di cottura low & slow. Il processo di cottura indiretta richiede la creazione di un ambiente chiuso, per cui si usano barbecue con coperchio, che simulano una sorta di effetto forno. La carne, in questo modo, viene sempre aromatizzata dal fumo che si genera nella combustione e, grazie alla distribuzione del calore, il cibo risulterà cotto in maniera uniforme. E ora qualche suggerimento per la vostra prima grigliata della stagione secondo una tradizione tutta italiana.

FIORENTINA AL BOURBON INGREDIENTI // per la marinata • 120ml bourbon • 60g ketchup • 2 cucchiai olio extravergine di oliva • 2 cucchiai salsa di soia • 1 cucchiaio aceto di vino bianco • 2 cucchiaini aglio tritato • 1/2 cucchiaino salsa Tabasco • 1/2 cucchiaino pepe nero macinato al momento • 4 fiorentine con l’osso • 1 cucchiaino di paprica • 1/2 cucchiaino di sale marino • pepe nero macinato al momento • prezzemolo tritato finemente PROCEDIMENTO In una ciotola amalgamare tutti gli ingredienti della marinata, tuffarci le fiorentine assicurandosi che siano ben condite da tutti i lati. Lasciate riposare per circa 2h. Togliere la carne dalla marinata, asciugarla bene e cospargerla del mix di pepe, sale e paprika che avrete preparato in precedenza. Cuocere la carne con il metodo di cottura diretta per circa 8min per una cottura al sangue. Servire con i succhi di cottura e il prezzemolo. vino consigliato NOBILE DI MONTEPULCIANO DOCG TIBERINI Colore rosso rubino, profumi di frutta rossa matura, di amarena, e con il particolare richiamo alla Coscia di Monaca, la prugna autoctona di Montepulciano. Un bell’incontro con le carni alla brace, ma anche con formaggi intensi o stagionati.


84

Barbecue

vERDURE gRIgLIATE

ANTICA CANTINA VINICOLA DAL 1965

Brasili

LA SEMPLICITÀ NEL BICCHIERE INGREDIENTI • 250ml olio d’oliva • 1 grossa melanzana, tagliata in 12 fette • 3 zucchine medie, tagliate in 24 fette • 3 grossi pomodori, tagliati in 6 fette • 3 cipolle rosse medie, tagliate in 12 fette • 250g ricotta • sale e pepe a piacere • 2 cucchiaini di timo fresco sminuzzato • 500g mozzarella tagliata a fette • 6 rametti di rosmarino PROCEDIMENTO Preriscaldare il barbecue a calore basso. Pennellare le verdure con l’olio d’oliva, aggiustare di sale e pepe, cuocere sulla griglia a fuoco basso fino a quando non sono tenere, girandole una sola volta. Sistemare le verdure su un vassoio, possibilmente in un unico strato e coprite con pellicola trasparente ben aderente. In una ciotola mescolare la ricotta, il timo, sale e pepe. Sistemare una fetta di melanzana su un foglio di carta da forno o di carta d’alluminio leggermente unta. Spalmare una cucchiaiata di ricotta sulla fetta di melanzana. Coprire con 2 fette di zucchine, 1 fetta di cipolla, 1 fetta di mozzarella, 1 fetta di pomodoro, 2 fette di zucchine e 1 fetta di cipolla. Spalmare una cucchiaiata di ricotta sulla cipolla e terminate con una fetta di melanzana. Ripetere questa procedura con le rimanenti fette di verdura per preparare altre 5 porzioni. Inserire uno spiedino di legno al centro di ogni pila per creare un buco dalla cima al fondo. Togliere le foglie di rosmarino da ogni rametto, lasciandone solo alcune alla sommità. Inserire un rametto di rosmarino al centro di ogni pila di verdure e tornare al barbecue. Scaldare le preparazioni per circa 5min a calore basso fino a quando la mozzarella non si sia sciolta e le verdure non siano ben calde anche all’interno.

di Alessio Bartolini, sommelier enogastronomo Epulae

Nel cuore di Manziana c’è una piccola realtà dotata, però, di un grande cuore: quello di luigi Brasili, titolare insieme alla moglie dell’Antica Cantina Vinicola Brasili, un’azienda dove, con un amore inimmaginabile nei confronti del vino, dal 1967 ci si occupa del suo imbottigliamento. Dai tre poderi situati tra Castiglione in Teverina e Civitella d’Agliano (in piena Orvieto DOC) giungono cinque tipologie di vino: due bianchi, due rossi e un rosé. I due bianchi sono il risultato di un blend di Trebbiano, Malvasia toscana e Greco nella versione secca e leggermente frizzante. I due rossi sono un Merlot in purezza e un blend di Montepulciano (6070%) reso più morbido dal Sangiovese (30-40%); mentre il rosato proviene dallo stesso blend con breve contatto con le bucce. Ho avuto la fortuna di degustarli tutti e devo dire che, oltre ad avere un prezzo onestissimo e di tutto rispetto (si va da 1,50 €/lt per lo sfuso a 3 €/lt per quello in bottiglia) sono dei vini ‘da tavola’ che non hanno nulla da invidiare a quelli ‘denominati’.

Già quando lo versi nel bicchiere e lo annusi ti rendi conto che hai a che fare con un prodotto artigianale; questo vino, infatti, non è pastorizzato – tanto che viene consigliato di consumarlo rapidamente e di non lasciarlo nelle bottiglie mezze vuote! – né refrigerato, senza dimenticare che nella coltivazione non si fa uso di additivi chimici. Ma non sono l’unico ad essersi reso conto della bontà e genuinità di questi prodotti, visto che l’azienda Brasili – che acquista circa 700-800 q.li di vino all’anno e che vende completamente a fine anno – serve molti ristoranti del circondario (anche con etichette personalizzate), nonché festività patronali o generiche, sempre con etichette proprie. Inoltre, basta soffermarsi un po’ in cantina per rendersi conto del viavai che c’è, portato avanti dal passaparola, e costituito persino da enoappassionati provenienti dalla Capitale. Fate come me, andate a trovare Luigi nella sua cantina: i suoi vini vi conquisteranno al primo assaggio!

vino consigliato ALTER EGO IGT OCCHIPINTI Aleatico in purezza vinificato in bianco. Speziato e fruttato, dal gusto pieno, risulta un vino piacevole da bere, elegante e molto originale. Golosissimo con le verdure grigliate.

APPUNTAMENTO CON LA COTTURA LOW & SLOW NEL PROSSIMO NUMERO.

N O N

P E R D E T E L O !

aperto dal martedì al sabato dalle ore 9/13 e dalle 16/19 - via matrice, 27 – manziana (rm) tel. 06.9962862-348.6392741


86

87

In Cantina

In Cantina

Intervista esclusiva

LUCA MARONI, IL GURU DEL vINO

I N T E R v I S T A

come si relaziona il suo metodo di valutazione con le persone che si avvicinano al mondo del vino? Io penso che le persone desiderano naturalmente sapere come funziona il vino e come valutarlo. Per questo ho provato a creare uno strumento che consentisse a chiunque, prescindendo dalla sua competenza speci-

U

Qual è il vino che le ha dato maggiori emozioni? È una domanda molto difficile, perché io descrivo sempre le sensazioni del vino. Non vorrei mai dare dei giudizi valutativi, emotivi. Quindi io divido sempre in due la mia analisi del vino: una molto sensoriale, pura, con grande attenzione, con grande rigore e valuto l’intensità dei tre parametri; poi, quando racconto le sensazioni, lì lascio il campo libero alle emozioni. Il vino che mi è piaciuto di più, forse in assoluto il più importante della storia enologica italiana recente, è il Sassicaia 1985, perché è stato un vino che nel 1988, quando esordì, aveva già i tratti organolettici dei vini perfetti di oggi. Quindi arrivava 20 anni prima per una congiuntura astrale favorevole e fece un vino pazzesco. Mai più ripetuto dallo stesso Sassicaia, purtroppo.

di Catia Minghi, foto A. Monus Videogramma srl

Calato il sipario su Sensofwine ho incontrato Luca Maroni, l’analista sensoriale che fa discutere il mondo enoico. Nell’ascoltarlo si viene rapiti dalla religiosa sacralità che ha per il vino, “è sì magnifico etereo frutto del frutto compositivo”, oltre che dall’eleganza, dai suoi modi educati, dalla sicurezza e dalla profonda conoscenza. Molte le definizioni che gli sono state affibbiate: Ambasciatore del vino italiano nel mondo, Profeta del vino, ed anche se non è sempre amato dai suoi colleghi, Luca possiede un ‘valore aggiunto’ che lo fa sembrare molto più vero di tanti altri. Il tempo dell’intervista è volato, l’ho incontrato nei suoi uffici a Formello e con la cortesia che lo contraddistingue ha risposto alle mie domande.

L

fica, di capire come fare a valutare un vino con i sensi. Se ti offro un piatto di pasta o una pizza e ti chiedo com’è, tu lo assaggi e in funzione delle risultanze dell’assaggio mi dai il tuo giudizio. Senza dover premettere ‘non ne capisco niente’, ‘non me ne intendo’, racconti quello che i tuoi organi di senso a contatto con una preparazione gastronomica registrano. Io faccio la stessa cosa col vino, lo assaggio guidato dai sensi e do un responso del suo indice di qualità, ossia di piacevolezza sensoriale che, secondo il mio metodo di valutazione, è determinato da tre parametri: consistenza, equilibrio, integrità. Quindi quello che è da sempre possibile per l’alimentare, oggi è possibile anche per il vino in modo molto lineare, diretto, soprattutto autonomo. Usiamo i sensi per capire la qualità del vino. Quando nasce la sua passione per il vino e come l’ha coltivata? Nasce nel 1984, quando il papà di due amiche – allora ero astemio – mi regala una bottiglia di Brunello di

Montalcino prodotto da lui. Nell’84 i vini erano veramente ostici per un palato vergine, perché erano molto acidi, amari e pieni di difetti di trasformazione enologica che ancora non si riuscivano a dominare. Quando lo assaggiai, memore dei miei precedenti scontri nel bicchiere con il vino, non lo trovai buono e mi chiesi com’era possibile che questa persona, che mi aveva aperto ai piaceri della buona cucina, definiva quel vino buonissimo, di grande qualità. Così cominciai ad acquistare tutti i libri che esistevano sul vino, poi passai da quelli divulgativi ai trattati di agronomia, viticoltura, enologia e fisiologia del gusto, sviluppai una conoscenza autodidatta molto profonda. Dopodiché, quando mi laureai, mandai una lettera a Luigi Veronelli e lui mi affidò la direzione di ex Vinis, la prima rivista di analisi sensoriale applicata fatta in Italia. Poi, dopo due anni di collaborazione con Veronelli, nel 1990 creai la Luca Maroni editore, mi misi in proprio perché mi resi conto che il mio interesse metodologico era diverso da quello di Veronelli.

cosa ne pensa dei sommelier donna? Sono brave? Sì, le reputo brave, le reputo dolci. Condivido pienamente il fatto di vedere buoni vini illustrati da presenze, da essenze femminili. La donna è stata la più grande conquista del vino moderno.

C

A

M

il suo metodo di valutazione fa discutere molto il mondo dell’enologia. Si è mai chiesto il perché? È giusto che il mondo dell’enologia discuta. Io ho prodotto questa metodologia affinché non discuta il consumatore e l’appassionato di vini. Non ho creato un metodo per soddisfare la categoria degli enologi o anche quella dei consumatori, ma un metodo che sia quanto più aderente al vero, cioè a quello che sperimento ogni giorno sul mio tavolo attraverso migliaia di vini. Io che ho l’ambizione di valutare con il mio il lavoro degli altri, ho altrettanto rispetto per il giudizio del mio lavoro che viene dato da chiunque. È chiaro che quando entrano nel merito di una critica analitica al mio metodo, al mio operato, replico. Quando invece la critica è soggettiva, astratta, frutto di sentimenti non buoni nei miei confronti, la rispetto ma non mi sento di replicare. Inoltre, al contrario dei miei colleghi che rilasciano valutazioni lavorando in modo itinerante nel mondo, io ho avuto la forza di far capire ai produttori che se volevano essere valutati per entrare nel mio annuario, avrebbero dovuto mandarmi i loro vini. Questo perché nessuna circostanza varia più le risultanze del-

A

R

O

l’assaggio che il variare delle condizioni dell’assaggio. nel suo annuario, solo vini italiani. come e quanto vengono apprezzati nel mondo i vini made in italy? In modo clamoroso! Veramente l’Italia è ai vertici di gradimento, di motivazione animale. Io che ho la fortuna e l’onore di rappresentare il vino italiano all’estero, quando parlo del vino italiano, si suscita nell’interlocutore un’emozione che ha pochi pari. È come se gli stranieri percepissero per via extrasensibile che quello che alimenta il nostro spirito, che connota lo spirito di noi italiani, è in fondo ciò di cui ci nutriamo. Sicuramente le sue doti oratorie riescono a catturare l’attenzione e a smuovere sensazioni... Certo non posso negare magari di avere qualche dote da questo punto di vista, però chi me le ha fatte sviluppare quelle doti a me? Il valore è della cosa non del cantatore. È frutto del frutto. Nessuno muove per ciò che non è mosso. Non ti posso muovere per ciò per cui io non sono mosso. Poi la gente mi prende anche in giro per questo mio modo di comunicare così vir-

N

I

tuoso. Mi danno del carciofino, mi attaccano, ma anche qui massimo rispetto. Ciascuno poi leggendo le cose che scrivo è in grado di percepire se merito carciofini o se merito pulsioni belle quali quelle che muovo in te. Io credo molto nella signoria del cervello, e il cervello è la cosa più universale e democratica che l’uomo ha. È l’essenza del vino quella di essere formidabile datore, da un lato di umanità, dall’altro di convivialità. Il vino fa capire come approfondire, ragionare, ponderare, come sia veramente il frutto straordinario della mente umana. Uno sui piatti non fa questo tipo di operazione, sul vino sì. Quindi questo è lo spirito del vino. Tu incontri un appassionato di vino e ti sembra di conoscerlo da 50 anni e a lui confideresti i tuoi più intimi segreti. Un’ultima domanda: lei parla sempre di piacevolezza sensoriale. Quando un vino è piacevole? Quando carezza i sensi, quando ha un buon profumo, quando è consistente, equilibrato e integro, cioè quando richiama il frutto compositivo di cui è sì magnifico etereo frutto.


10

LE DOLCEzzE DI SABRINA UN COMPLEANNO DA PRINCIPESSE

ECCOCI AL SECONDO APPUNTAMENTO CON LE CREAZIONI DELLA CAKe DeSIGNeR SaBrina Scamante. IN QUESTO NUMERO CI OCCUPIAMO DI UN ALTRO EVENTO IMPORTANTE NELLA NOSTRA VITA: LA FeSta di compleanno dei noStri Figli. OGNI MAMMA ORGANIZZA NEI MINIMI PARTICOLARI QUESTE FESTE E IL MOMENTO DI SPEGNERE LE CANDELINE È IN ASSOLUTO QUELLO PIÙ ATTESO DA TUTTI, grandi e piccini... E QUALE MODO MIGLIORE PER STUPIRE I NOSTRI INVITATI SE NON QUELLO DI ENTRARE IN SALA CON UNA torta Spettacolare? STAVOLTA IMPAREREMO INSIEME I PASSAGGI FONDAMENTALI PER LA REALIZZAZIONE DI UN VERO caStello delle principeSSe INTERAMENTE COMMESTIBILE!

INGREDIENTI

R I TA G L I A E C O L L E z I O N A L E N O S T R E R I C E T T E

pan di spagna rettangolare classico crema simil rocher bagna analcolica di latte e cacao ganache al cioccolato bianco per la copertura pasta di zucchero colorata per le pareti e le altre decorazioni biscotti tondi da latte coni gelato glassa all’acqua cristalli di zucchero

PROCEDIMENTO 1. Preparazione del pan di spagna 2 giorni prima, farcitura il giorno prima della festa. 2. Per creare le torri del castello bisogna impilare i biscotti uniti dalla ganache al cioccolato e messi in frigo almeno per una notte per indurire; per la parte sup. delle torri utilizzare dei coni gelato e coprirli con la glassa all’acqua, cui abbiamo aggiunto del colorante a piacimento, e coprirli con i cristalli di zucchero. Una volta finito questo lavoro minuzioso riporre in frigo per asciugare. 3. Nel frattempo prendiamo le misure dei lati della nostra torta e creiamo le pareti del castello, ricreando l’effetto mattoni con l’attrezzo apposito o con un coltello senza

lama e un righello, segnando le righe delicatamente. 4. Con la stessa procedura preparare anche i rettangoli che avvolgeranno la torre di biscotti, cui verrà applicato sopra il cono rovesciato incollandolo con poca glassa all’acqua. 5. Creare dei fiorellini per decorare a proprio piacimento.

Sabrina consiglia:

per rendere la festeggiata una vera principessa, creare delle bandierine da porre sulle torri con le sue iniziali e magari dei drappi con la scritta ‘Tanti Auguri’. Ricordarsi di preparare tutti i particolari almeno un giorno prima per non avere brutte sorprese il giorno della festa. Ora tocca a voi realizzare un vero castello per le vostre Piccole Principesse!

per saperne di più Tel 349.1680274 / sscamante@yahoo.it - Facebook: le dolcezze di sabrina

corSo

di caKe deSign, ladiSpoli 21 aprile e 12 maggio


11

My SwEET FUN

PER IL GIORNO DEL SÌ... C’È TORTA PER TE! LA CAKe DeSIGNeR criStina PROPONE UNA TORTA AL CIOCCOLATO COME BUON AUGURIO PER UN dolciSSimo percorSo INSIEME. E ALLORA SCOPRIAMO QUESTA goloSa creaZione DEDICATA AGLI SPOSI. TUTTA DA IMITARE!

INGREDIENTI

R I TA G L I A E C O L L E z I O N A L E N O S T R E R I C E T T E

Per creare la torta ho usato: una variante del pan di spagna, biscuit, un impasto più elastico, più fine che non necessita di nessun tipo di bagna. Per farcire ho alternato le due creme ganache al cioccolato al latte e al cioccolato bianco. Per la copertura, crema al burro e pdz. Ho scelto una decorazione floreale, un’esplosione di rose e calle. Per la preparazione della pasta biscuit: farina, uova e zucchero; per la crema: panna, cioccolato al latte e bianco e rum. Le decorazioni sono state create con la pasta di gomma, colori alimentari in polvere e ghiaccia reale.

PROCEDIMENTO Si parte con la preparazione dei dischi di pasta biscuit (uno per volta) per arrivare a un numero di cinque o sei per ogni torta. Le torte sono tre di diametro 35, 25 e 15. Quando le due creme sono pronte, farcisco le torte, ricopro tutto con la crema al burro e metto in frigo.

Il giorno dopo stendo la pasta di zucchero (pdz) e ricopro ancora le torte. Ogni torta è rimessa sul proprio vassoio. In seguito sono appoggiate una sopra l’altra. E ora la parte più bella: la decorazione! Vado di fantasia e sistemo fiori e foglie, cuori e nastri, con la speranza di stupire.

Cristina consiglia:

“Suggerisco di fare molta attenzione alla cottura del disco di pasta biscuit: se cuoce troppo a lungo, diventa troppo friabile; se cuoce troppo poco, risulta impossibile staccarlo dalla placca da forno dopo la cottura. La crema al burro meringata rimane molto più delicata, più facile da stendere e garantisce un effetto migliore rispetto alla crema al burro tradizionale. Dopo aver farcito la torta, sarebbe meglio lasciarla in frigo per una notte, prima della copertura con la pdz, in modo che la crema è assorbita bene dai dischi di biscuit”. per saperne di più Tel 339.4930377 / mysweetfun@libero.it Facebook: My sweet fun www.facebook.com/crista2013


94

95

vacanze Golose

vacanze Golose

MONTECATINI TERME SAPORI E RELAX IN UN ANGOLO SUGGESTIVO DI TOSCANA

di Licia Mampieri e Silvio Vitone

vacanze Golose

SIAMO ARRIVATI A MONTECATINI TERME (PROVINCIA DI PISTOIA), PARTENDO DA ROMA IN AUTOMOBILE, SEGUENDO IL TRAGITTO DELL’AUTOSTRADA DEL SOLE. LUNGO IL PERCORSO, USCENDO AL CASELLO DI AREZZO, SIAMO STATI ATTRATTI, PERCORRENDO LA SP45, DALLA TERRA DI angHiari, ALLA SCOPERTA DELLA VALSOVARA. E Lì ABBIAMO SOSTATO AL caStello di Sorci, DIMORA DI SIGNORIE MEDIEVALI, DALL’ASPETTO LUGUBRE ANCHE PER LA PRESENZA DEL FANTASMA DI BALDACCIO, CAPITANO DI VENTURA. È STATA PURE UNA SoSta di Sapori, POICHÉ IL CASTELLO OSPITA UNO DEI riStoranti piÙ tipici d’italia, LA LOCANDA AL CASTeLLO DI SORCI, DOVE ABBIAMO GUSTATO SPECIALITÀ TOSCANE, COME CROSTINI CON FEGATINI DI POLLO, BRUSCHETTE AL POMODORO E PRIMI PIATTI RIGOROSAMENTE REALIZZATI CON paSta Fatta a mano. INUTILE DIRE CHE PER NOI È STATA UNA PIACEVOLE VISIONE GUARDARE TANTE DONNE CHE SULLE SPIANATOIE FACEVANO LA SFOGLIA PER LE FETTUCCINE, RAVIOLI E TAGLIOLINI! Se volete ‘sostare golosamente’ anche voi, segnatevi questo indirizzo: Locanda al Castello, Anghiari (loc. San Lorenzo, 25), Tel 0575/789066, Fax 0575/788022.

M

O

N

T

E

GASTRONOMIA

Di grande risultato è la cucina con piatti della tradizione toscana, come la rinomata ribollita, i tortellini in brodo, la rosticciana e i crostini con fegatini di pollo. I dolci sono unici in Toscana: da provare le cialde, importate da ebrei cecoslovacchi, e i brigidini creati dalle suore di Santa Brigida nel Convento di Lamporecchio. Altri dolci croccanti e deliziosi sono i cantuccini alle mandorle preparati con bianco d’uovo, farina e mandorle d’Avola tostate e sgusciate.

vINI

Se amate il nettare di bacco, ecco il posto che fa per voi! Dalle colline del Montalbano, la famiglia Bonfanti-Niccolai, esperta di vini, da oltre 70 anni gestisce a Montecatini Terme l’enoteca casa del chianti. Qui le degustazioni, condotte personalmente dal titolare nonché sommelier professionista AIS, sono autentiche escursioni per enoap-

C

A

T

I

N

MUSICA ED EvENTI

La Grande Musica è stata sempre presente a Montecatini Terme con gioacchino rossini, giuseppe verdi – che era ospite abituale delle Terme – e giacomo puccini, che mentre componeva gli spartiti de La Fanciulla del West alloggiava all’Albergo Appennino di Montecatini Alto. Ma anche richard Strauss frequentava spesso le Terme. Non ci siamo annoiati a Montecatini Terme, in quanto eventi e manifestazioni costellano il soggiorno dei turisti. Il Mercato dell’Antiquariato, il Raduno di auto d’epoca sportive in marzo, la mostra mercato dei prodotti tipici gastronomici, concerti e sfilate di moda, e tante altre iniziative allietano i visitatori per tutto l’anno.

COME ARRIvARE

In auto: da Roma con l’autostrada A1; nei pressi dell’uscita Prato Est raccordo con l’A11 Firenze-Mare, uscita a Montecatini Terme. In treno: Linea Firenze, Stazione di Montecatini centro.

I

passionati e prevedono abbinamenti emozionanti con i prodotti tipici toscani. Fate come noi, lasciatevi guidare!

SOSTE GUSTOSE

Tra i tanti ristoranti che si trovano a Montecatini Terme e nel borgo medievale di Montecatini Alto, vi proponiamo: corsaroverde (p.za XX Settembre, 11 montecatini terme, tel 0572.911650). Ricette tipiche di tutta la Toscana. Come primo piatto si consigliano le Pappardelle al ragù di cinghiale. Per secondo la Tagliata di cinta senese alle erbe. E per dolce la Torta pinolata alla crema, che è un’antica ricetta. caffè giardino (p.za giusti – montecatini alto tel 0572.73116). Questo ristorante pizzeria è una nicchia di

T

E

R

M

E

cucina tipica con piatti molto singolari. D’obbligo la Farinata di cavolo nero: una zuppa con cavolo nero, patate, fagioli e – a cottura ultimata – mantecata con farina di polenta. È una prelibatezza! La Cecina al forno, calda e croccante, si accompagna bene con questa zuppa. Come vino da abbinare abbiamo scelto un Chianti Classico Rocca delle Macìe, che si sposa bene anche con il castagnaccio.

DOvE DORMIRE

grand Hotel du park et regina (v.le diaz 8, tel. 0572.79232 www.regina-hotel.it). Abbiamo alloggiato in questo accogliente hotel 4 stelle, che conserva tutta la sua bellezza Liberty sobria ed elegante, vicinissimo al Parco delle Terme. Un’oasi di pace con splendido dehor e magnifica piscina. per ogni esigenza info: 800.008.777 numero verde.


V

E

S

T

I

A

M

O

I

T

U

O

I

G

I

Via Taranto, 1a/b - Ladispoli (RM) Tel 06.9910337

O

R

N

I


98

99

Giramondo

Giramondo

PRIMAvERA DI PRAGA

Marco Palombi è studioso di cultura e lingue orientali, blogger, appassionato di fotografia e viaggi

SAPORI PRAGHESI di alexandra patanghel

< PRAGA NON TI LASCIA ANDARE. È UNA PICCOLA MADRE CON GLI ARTIGLI: L’UNICA COSA È ARRENDERSI… > (F. kAFkA) foto di Marco Palombi

PRAGA Praga, capitale del sacro romano impero per quasi duecento anni. Le celebri note de La Moldava di B. Smetana sono la colonna sonora migliore per questo viaggio tra santi sovrani, alchimisti, poeti, cabalisti, patrioti, scienziati e scrittori. Una delle curiosità è che per gran parte della sua storia non fu una città vera e propria ma un insieme di 4 città semiautonome fino al 1784. Il quartiere ebraico, lo Josefov, è forse il posto più affascinate e misterioso di Praga. Qui è dove il famoso rabbino e cabalista Jehuda Löw creò il Golem, gigante d’argilla della mitologia ebraica, plasmandolo con il fango della Moldava e utilizzandolo poi come inserviente; si

narra di come questa creatura fosse poi sfuggita al controllo di Löw e abbia iniziato a distruggere Josefov, e che solo dopo una dura battaglia il grande rabbino riuscì a domarlo e a renderlo inerme nascondendolo nella soffitta della Sinagoga Vecchio-Nuova dove si dice sia tuttora. Un altro fatto interessante e poco noto è la simbiosi con cui la comunità ebraica praghese viveva con la ristretta élite tedesca, che per molti secoli ha regnato sulla Boemia. Si pensi che nella seconda metà del XVI secolo, mentre il resto d’Europa rinchiudeva gli ebrei nei ghetti e ne limitava le libertà per volere del papa Paolo IV, a Praga – presso la corte di Rodolfo II – il rabbino Mai-

sel era una delle persone più influenti e rispettate. In seguito Carlo VI gli concesse la piena autonomia e Giuseppe II ne ruppe addirittura l’isolamento. Poi all’inizio del ‘900 il vento dell’antisemitismo iniziò a soffiare di nuovo sull’Europa da quando nel cimitero ebraico di Praga furono ritrovati, dalla polizia segreta russa, i Protocolli dei Savi di Sion, che descrivevano il complotto giudaico per conquistare il mondo. Da subito si rivelarono un falso, ma la natura verosimile dei contenuti in rapporto con le vicende politiche fino alla prima guerra mondiale alimentarono i pregiudizi contro il popolo ebraico fino a sfociare nella loro persecuzione da parte dei

neo occupanti, prima i nazisti durante la seconda guerra mondiale e poi i comunisti dal dopoguerra fino agli anni ’80 che arrivarono addirittura a “proibire ogni forma di culto o tradizione sia pubblica sia privata”, come mi confessa il cameriere di un ristorante ebraico (dove si serve cucina tipica ma non kosher, ossia non osservante i precetti religiosi). L’altro posto più caratteristico è Staré mĕsto, la città vecchia. Sita sull’oltre Moldava, di fronte al castello e alle case degli alchimisti, fu edificata inizialmente come quartiere popolare ma poi vi confluirono i coloni e l’aristocrazia tedesca e numerosi artisti e studiosi di corte, tra cui moltissimi italiani (addirittura vi passò l’esilio il tribuno romano Cola di Rienzo). Il suo centro è la piazza vecchia con la famosissima torre dell’orologio astrologico davanti alla chiesa di santa Maria di Tyn. Qui durante il periodo natalizio viene allestito il più grande Mercatino di Natale, dove oltre ai prodotti di artigianato si posso degustare i piatti più tipici della tradizione, dal prosciutto praghese agli spatzle (gnocchi con birra, pancetta e verza), dal gulash agli stinchi di maiale con knedikly (canederli), dalle zuppe di patate fino ai tradizionali dolci trdelnik, il ‘manicotto di Boemia’ (vedi più avanti nell’articolo). Ma la vera chicca sono i numerosi locali, absintherie o piccole sale da tè, che si trovano nei vicoli intorno alla piazza. A me, ad esempio, è capitato di trovare una piccola sala da tè allestita come un’antica fumeria d’oppio: da un lato grossi letti di juta, dall’altro una vecchia stufa a maioliche con alcune sedie intorno e al centro piccoli tavoli quadrati; dietro al bancone, tra immagini di Deva indiani, un antico mobile da speziale con oltre 60 miscele di tè divise per arie geografiche. Praga: la città d’oro dell’arte, della cultura e... del gusto!

L’orologio suona forte, annunciando ripetutamente l’ora. Il tempo si ferma per pochi secondi. Tutti guardano l’antica torre, aspettando. Un’altra delle mille storie di Praga, lo stesso mistero, Il processo e La metamorfosi di Franz Kafka. Il silenzio è drammatico come un concerto per violoncello di Antonín Dvořák. Tra un respiro e l’altro, i turisti continuano la loro passeggiata nel labirinto della città. Solo l’appetito li costringe a entrare in un ristorante o una trattoria per un pasto abbondante e una birra tradizionale (una dei circa 500 tipi). Nella cucina ceca troveranno gusti che non hanno mai assaggiato o immaginato. Da non perdere la famosa zuppa d’aglio (česneková polévka o česnečka), fatta – secondo un’antica ricetta boema – con 1lt di brodo vegetale, sale, 4 spicchi d’aglio, 50g di strutto, 2 uova sbattute, maggiorana e cumino. Questo primo si serve sempre bollente, con i crostini di pane al burro. Un’alternativa deliziosa è la zuppa di porri e patate. I piatti principali sono a base di carne (maiale, manzo, agnello, anatra), salse (omáčka) e gnocchi di pane (houskové knedlíky) o gnocchi di patate (bramborové knedlíky) tagliati a fette. Uno di quelli tipici è la svíčkovà, un arrosto di vitello marinato servito con una salsa di panna acida, limone e mirtilli rossi. Come dolce, il più specifico è il trdlo – chiamato anche trdelnik o manicotto di Boemia – un rotolo di pasta lievitata cotto su bracieri ardenti, servito caldo con zucchero, cannella e mandorle tritate, croccante fuori e morbido dentro. È uno spettacolo guardare come i venditori ambulanti lavorano l’impasto a mano! Sono pochi quelli che possono resistere ai piatti giganteschi che Praga offre e al profumo caramellato che inonda tutte le stradine della capitale.


101 wellness


102

103

wellness

wellness

STUDIO DENTISTICO DOTT.SSA ASSUNTA URCIUOLO

Per saperne di più: STUDIO MEDICO DOTT.SSA MASSARI Via Tuscolo, 11 – Cerenova (RM) Tel. 06.9904960

MEDICINA DI BASE IN CONVENZIONE ANDROLOGIA / GINECOLOGIA ECOGRAFIE / NEUROLOGIA CARDIOLOGIA / ENDOCRINOLOGIA

STERILIzzAzIONE, COSA FACCIAMO PER PROTEGGERvI. CI SPIEGA TUTTO LA DOTT.SSA URCIUOLO foto A. Monus, Videogramma srl

CI vUOLE FEGATO

A

Aprile è il mese di massima produzione del carciofo, ortaggio molto caro agli abitanti del comprensorio. Il carciofo contiene molta acqua, fibre e inulina – carboidrato molto solubile in acqua e metabolizzato in fruttosio: zucchero consigliato ai diabetici. Inoltre è ricco di sali minerali quali sodio, potassio, fosforo e calcio, nonché di vitamine B1-B3 e vitamina C in piccole quantità. Proprio per le sue qualità intrinseche, questa pianta è molto consigliata nei pazienti che presentano patologie come la stipsi, insufficienza epatica di tipo virale e/o metabolica, diabete, ipercolesterolemie e stasi biliare. Il fegato, come organo emuntore, elimina con la bile sostanze esogene introdotte nel nostro organismo – quali alimenti, coloranti, alcaloidi della caffeina, corpi batterici – senza metabolizzarle; altre invece vengono eliminate dopo opportuna metabolizzazione. L’azione detossificante del fegato si attua attraverso processi di coniugazione, quali:

LA DOTT.SSA RAFFAELLA MASSARI CI SPIEGA LE vIRTÙ TERAPEUTICHE DEL CARCIOFO, SOPRATTUTTO PER LA FUNzIONALITÀ EPATICA

la glucoronazione che avviene con l’acido glicuronico attivo, utile per molti medicamenti e veleni (ad es. stricnina); la solfoconiugazione che avviene con il solfato attivo e interessa i gruppi alcolici e fenolici; la coniugazione con glicina, cisteina e glutammina. Altri processi detossificanti che si svolgono nel fegato sono: l’ossidazione, la riduzione e l’idrolisi. Importante anche il processo detossificante dell’ammoniaca prodotta in alcune reazioni chimiche/metaboliche, che viene trasformata in urea. Ma una menzione a parte è la capacità del fegato a metabolizzare i farmaci, che si distinguono fondamentalmente in due categorie: quelli che metabolizzati nel fegato vengono attivati attraverso un processo d’induzione, e quelli che vengono ‘disattivati’. In linea generale e schematica un farmaco viene metabolizzato a livello epatico in due fasi, per renderlo più idrosolubile ed eliminabile attraverso: la bile stessa

e/o le urine. Nella prima fase esso viene ossidato o ridotto; la seconda fase è quella di coniugazione con l’acido glicuronico. Il carciofo, attraverso la cinerina, s’insinua nelle capacità di secrezione della bile stimolandola, abbassa i livelli di LDL colesterolo diminuendone l’ossidazione e la biosintesi del colesterolo totale. Per la presenza di grandi quantità d’acqua e fibre, il carciofo ha anche buone funzioni diuretiche e di ripristino delle funzioni intestinali. Sfruttiamo quindi le proprietà del carciofo, aiutando il nostro organismo a purificarsi e ad aprirsi alla primavera, magari iniziando con una bella insalata! Per coloro che invece già soffrono di patologie croniche o sono sottoposti a terapia farmacologica plurima, oltre all’insalata consiglio di sottoporsi ad analisi e ad un’ecografia dell’addome superiore.

l

L

DOTT.SSA ASSUNTA URCIUOLO

II procedimento standard attuato nel mio studio si pone ai massimi livelli di sicurezza, sia per il personale ma soprattutto per i pazienti. Ogni singolo strumento viene appositamente prelevato sterile all’interno di una busta per il suo utilizzo, al termine del quale subisce diversi passaggi.

zante, con caratteristiche già altamente antibatteriche, disinfettanti e sterilizzanti a freddo; in teoria, dopo 20 minuti, potrebbe essere già riutilizzato, ma per scelta di una maggiore garanzia, viene lasciato all’interno della vasca fino al mattino seguente.

Anzitutto viene portato in sala sterilizzazione e immerso in una vasca con liquido steriliz-

Successivamente viene accuratamente sciacquato, asciugato e imbustato.

Infine gli strumenti vengono autoclavati con un apposito macchinario che rilascia uno scontrino dell’avvenuto procedimento di sterilizzazione andato a buon fine. Quest’ultimo passaggio non è indicato dalle norme legali, ma è un obbligo che il mio studio dentistico vuole rispettare per dare il meglio anche sotto il profilo delle norme igieniche.

prenota la tua visita online: - www.studiodentisticourciuolo.it Studio Dentistico Dott.ssa Assunta Urciuolo - Via Anzio, 10 – LADISPOLI (RM) - Tel 06.99220780 - studio.urciuolo@tiscali.it


104

105

wellness

wellness

RASSEGNA CORRISPONDENzE, III EDIzIONE

DIMMI DOVE TI FA MALE E SCOPRIAMO INSIEME IL PERCHÉ

AL VIA LA SEZIONE INVERNO/PRIMAVERA DI DANZA CONTEMPORANEA E INCONTRI D’ARTE

di Roberto Ricci (Reflessologo plantare, Operatore Eudinamico™ Operatore Euquantico™, Kinesiologo, Assistente anziani non autosufficienti) e Ornella Pieri (Operatore Euquantico™)

Grafico di risposta energetica

Check-up strumentale sui meridiani

Taopatch, biotecnologie olistiche adattive

Il medico omeopata e psicosomatico, dr. Thierry Médynski, affermava che: “Per la medicina Occidentale, un determinato terreno genetico predispone ad una determinata malattia. Per l’Oriente, la malattia indica un ostacolo alla realizzazione del Cammino di Vita. La coscienza esprime così, mediante disturbi energetici, gli impedimenti alla sua piena espansione”. Con l’inizio del nuovo anno, la Rassegna di Danza Contemporanea e Incontri d’Arte CoRRispondenze ha preparato un nuovo programma per la sezione inverno/primavera, dove si alternano spettacoli di danza e mostre di pittura. Accanto a compagnie già affermate, grande spazio è stato lasciato ai coreografi emergenti e alle giovani compagnie, a monte di una riflessione sul futuro della danza, che culminerà in una tavola rotonda sul tema della danza contemporanea a conclusione dell’ultima giornata della Rassegna (domenica 14 Aprile, ore 17). Introdurrà la discussione tra i coreografi Michele Pogliani, Benedetta Capanna e paola Sorressa, e sarà ospite come moderatrice la giornalista e critico di danza carmela piccione. 4 gli incontri di questa sezione distribuiti nei mesi di marzo e aprile per un totale di 2 weekend (uno al mese) con la presentazione di 4 spettacoli di danza preceduti da 2 eventi/mostre. Nel weekend del 2 e 3 marzo CoRRispondenze ha allestito, per i numerosi visitatori, importanti eventi. Già nel pomeriggio di sabato 2 marzo gli spazi della profession dance si sono aperti con una Mostra di Pittura del simbolista giuliano gentile. Alle ore 21 si è esibita la compagnia locale Saltandi

Ars, diretta da rita marozza, con lo spettacolo dal titolo Atielle – Lungo la linea. Diverso invece il programma di domenica 3 marzo. Accanto alla mostra (che rimane con un estratto fino al mese successivo), hanno presentato il loro lavoro, alle ore 17, due compagnie emergenti. La mddanza dall’Emilia Romagna, con due coreografie, Momo 2.0 e un estratto da LudiForme, Testimonianze di gioco, dirette da alessio vanzini (scelto al concorso nazionale Ballet-ex) e veronica Sassi (scelta al concorso nazionale Danza-Sì); e la compagnia romana Opificio In Movimento diretta da diana Florindi con il lavoro Savor. Ospite della serata il Gruppo di Avviamento Professionale della Profession Dance, Bahira, con la coreografia di giorgia antonelli dal titolo Take the Word. Ma le sorprese che ci offre questa Rassegna non sono ancora finite. Infatti la Direzione ha in serbo altri fantastici eventi per il weekend conclusivo del 13 e 14 aprile, che si aprirà con un’altra Mostra di Pittura curata dagli artisti locali daniela e giovanni ottieri, che proseguirà anche la domenica. La sera di sabato 13 aprile vedrà esibirsi, alle ore 21, cristina Failla e mariella Sto, in una produzione della compagnia toscana vera Stasi dal titolo Inafferrabile vuoto.

Diversamente domenica 14 aprile, alle ore 17, lo Spazio Performativo Multidisciplinare Agorà, che è la piazza e la cornice di questa Rassegna, ospiterà la coreografa romana Benedetta capanna con un duo dal titolo Kizuna su musiche tradizionali giapponesi Ainu; e la compagnia giovanile d.i.a diretta da michele pogliani (Formazione Bartolomei) con la coreografia dal titolo D.I.A costruita a più mani dallo stesso Pogliani e da altri coreografi. Completano la serata i Gruppi di Avviamento Professionale della Profession Dance, off Beat e double Fire, con le coreografie di Francesca Moro dal titolo rispettivamente: È mio e …In sospeso. La Rassegna è ideata e organizzata da ACSD Profession Dance in collaborazione con il progetto Officina Coreografica (a cura dell’Ass. CORE) sostenuto dal MIBAC, il Concorso DanzaSì e Ballet-ex, e con il patrocinio del Comune di Ladispoli e dell’ AICS – Comitato Provinciale di Roma e della Regione Lazio. ingresso libero a tutti gli eventi della sezione INCONTRI D’ARTE. Biglietteria per gli spettacoli: Intero € 10 – Ridotto € 8 – Under14 € 5. info:Via Nevada, 5 – Ladispoli (RM) Tel 06.9912500

Ognuno di noi ha una sua ‘memoria emotiva’ e inconsapevole, che racchiude i dolori e i disagi della sua vita, che danno origine alla malattia. Proprio per questi motivi, la nostra memoria emotiva si manifesta attraverso disturbi ai nostri organi. Ci comunica in molteplici modi, inviando dei messaggi con il corpo, che c’è qualcosa che proprio non va nella nostra esistenza. Facciamo un esempio: avreste mai pensato che un dolore al gomito possa rappresentare il timore che la propria situazione non cambi, oppure una difficoltà a cedere, a piegarsi a qualcosa o a qualcuno? Questo è solo un esempio, ma esiste copiosa

bibliografia che attesta questa filosofia e pratica di approccio alla malattia, ed è – per la nostra associazione – il punto cardine di tutto il nostro lavoro. La preoccupazione dei nostri tecnici – che ricevono su appuntamento a ladispoli, roma, Siena, napoli e milano – di fronte ad una problematica di salute, è di comprendere le cause di disturbi e malattie in chiave energetico-emozionale, intervenendo sull’ottimizzazione e ripristino del flusso energetico del Qi (l’energia vitale che scorre nei nostri meridiani energetici, cioè le vie di superconduzione utilizzate dagli agopuntori), che rappresenta la chiave di mantenimento e ripri-

stino della salute. Per ottenere quest’obiettivo utilizziamo sistemi di misura certificati, che attraverso dei check-up estremamente accurati e precisi, ci permettono di verificare lo stato degli squilibri dell’energia che provocano dolori, fastidi, disagi psicologici e su cui possiamo intervenire con metodiche non invasive e futuristiche, senza l’ausilio di alcun farmaco. Il beneficio è immediato e duraturo, proprio grazie all’altissima tecnologia utilizzata ed al puntuale inquadramento dell’origine del problema. Per informazioni, appuntamenti e domande siamo a disposizione ai recapiti in calce all’articolo. Buena vibra a tutti.

inFo: ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE E CULTURALE eSSeReQUANTICO VIA LUBIANA, 24 LADISPOLI (RM) Tel 06.60666398 FAX 06.87774276 Cell 347.3450388 / www.esserequantico.com / info@esserequantico.com / Skype: Esserequantico / Facebook: Esserequantico


108 wellness

Dott.ssa Noemi Gugliotti Ostetrica, esperta in omeopatia e riabilitazione pavimento pelvico, Relatrice all’Ordine dei Medici di Roma, Operatrice preparata Unicef per il sostegno dell’allattamento al seno.

Se vuoi saperne di più, visita il sito www.ostetricanutrizionistagugliotti.it. Per info e visite contattare: 392.0756600 - noemi.1987@tiscali.it

STUDIO PROFESSIONALE DI FISIOTERAPIA Dr. Claudio Falcioni

ALIMENTAzIONE IN ALLATTAMENTO... SÌ AI CARCIOFI! di Noemi Gugliotti, ostetrica e consulente in nutrizione clinica

Hai appena partorito e sta per iniziare la fase più dura della vita da mamma: l’allattamento. Oltre ai mille dubbi su come allattare, ci s’interroga anche su come alimentarsi in questa fase puerperale. Alcune donne sono ossessionate dal voler dimagrire dopo il parto, dimenticando quanto invece sia importante un appropriato sostenimento alimentare sia per la mamma sia per il bebè. Ovviamente questo non significa dar retta alle vecchie credenze popolari, come ad es. ‘mangiare per due, bere birra perché fa latte (assolutamente errato), evitare l’aglio, la cipolla, le spezie ecc. perché rendono sgradevole il sapore del latte’. In realtà la cosa più saggia da fare è seguire un’alimentazione più varia possibile, bevendo tanta acqua e con molta frutta e verdura di stagione. Ricordo che il feto in utero ha già ‘assaggiato’ tutto ciò che avete mangiato in gravidanza grazie al liquido amniotico, che cambia il suo ‘sapore’ in base ai cibi ingeriti dalla mamma, quindi il latte non può essere amaro o di cattivo sapore. Una donna che allatta ha bisogno di circa 500kcal in più al giorno rispetto a una

donna che non allatta, perciò se si mangia in maniera sensata e regolare, si dovrebbe iniziare a perdere peso naturalmente e in tutta sicurezza. Quindi mamme e future mamme che partorirete in primavera, con la giusta moderazione approfittate anche dei carciofi della nostra terra! Se leggete su internet o ascoltate le credenze popolari, noterete che il carciofo è assolutamente bandito in allattamento; in realtà, se non se ne abusa, il carciofo è consentito eccome! Quest’alimento, oltre ad avere pochissime calorie, è ricco di fibre, calcio, fosforo, magnesio e potassio; inoltre diminuisce la ritenzione idrica e quindi favorisce la perdita di peso; infine, contiene molto ferro! Nelle donne anemiche, per es., è un cibo molto indicato anche in gravidanza. Tutte queste sostanze passano nel latte materno e giungono dunque al neonato che ne trarrà i noti benefici. Per concludere, non esistono cibi assolutamente vietati in allattamento ma solo alimenti che devono essere assunti con moderazione per evitare alcuni disturbi neonatali, come le coliche gassose o le allergie, e che comunque

possono essere mangiati. Le vere sostanze da evitare sono la nicotina e l’alcol che giungono direttamente al bambino; inoltre, bisogna ridurre al minimo l’assunzione di caffè e tè, che hanno un effetto eccitante sul bebè.

FISIOKINESITERAPIA GINNASTICA POSTURALE PILATES STRETCHING GYROKINESIS TRAZIONI VERTEBRALI MASSAGGI TERAPEUTICI LINFODRENAGGIO TECARTERAPIA ULTRASUONI LASERTERAPIA TENS CORRENTI ANTALGICHE IONOFORESI ELETTROSTIMOLAZIONI MAGNETOTERAPIA RADARTERAPIA RAGGI INFRAROSSI TONIFICAZIONE MUSCOLARE

Dr. Claudio Falcioni

STUDIO PROFESSIONALE DI FISIOTERAPIA Dr. Claudio Falcioni Via delle Galassie, 4/C – Marina di San Nicola, Ladispoli (RM) Tel. 06.99271109 / 347.1954016 - claudio.falc@tiscali.it


110 wellness

Ora puoi! Finalmente anche a cerveteri è aperto il centro di fotodepilazione NoMasVello: che cos’è? Il metodo della fotodepilazione con Luce Pulsata Intensa (IPL) rappresenta il più innovativo sistema di depilazione permanente basato sul principio della fototermolisi selettiva: la luce applicata sulla pelle si trasforma in calore che legge la melanina del pelo, raggiunge il follicolo peloso e ne distrugge le cellule germinative, facendolo così morire e cadere. Il trattamento è sicuro ed indolore e permette di dire addio a tutte quelle fastidiose controindicazioni che si avevano con altri sistemi di depilazione, come la follicolite da ceretta e i peli incarniti da epilatore elettrico. Rispetto ad altre tecnologie innovative, come il laser, ha inoltre il vantaggio di poter essere personalizzato per ogni cliente: i protocolli di lavoro NoMasVello infatti consen-

tono di parametrare, in base al colore della pelle e alla tipologia del pelo, la fluenza e l’intensità della luce pulsata così da riuscire a bruciare il pelo in maniera efficace. Il trattamento è UNISEX, possono esservi sottoposte la maggior parte della persone: il cliente deve sempre porre attenzione nel dichiarare se sta assumendo farmaci, se si è esposto al sole nelle 48 ore precedenti o se sta effettuando trattamenti particolari alla pelle. Il personale specializzato del centro valuterà di volta in volta le singole situazioni (col supporto del medico della sede centrale nei casi particolari). Prima di iniziare il ciclo di trattamenti è necessario effettuare una PROVA GRATUITA, per osservare il tipo di pelo, stabilire la fluenza con cui lavorare e valutare eventuali reazioni. L’attività è un franchising con mille centri in tutto il mondo, ben 80 in italia ed ora pre-

sente finalmente anche a Cerveteri. L’azienda è rivoluzionaria anche nell’applicazione della tariffa unica: € 36,00 per ogni zona, un prezzo mai visto in trattamenti estetici avanzati come l’IPL! Un piccolissimo investimento, da pagare di volta in volta senza l’obbligo di acquisto di onerosi pacchetti, che ti farà dire basta ai peli superflui. Già dalla seconda seduta sono evidenti grandi risultati fino ad ottenere l’80 - 85% di peli eliminati in maniera permanente. Una volta raggiunto l’obiettivo desiderato basterà una seduta ogni 5-6 mesi per mantenere il risultato nel tempo. nicoletta ed erica, sorridenti, preparate, altamente qualificate, cortesi e pronte ad ogni domanda, vi aspettano nella sede di Cerveteri per qualsiasi informazione e con il loro aiuto inizierete a preparavi per l’imminente estate. Obiettivo? Un corpo liscio come seta e non solo per le donne!

nomasvello cerveteri Via Fontana Morella 58/F – Cerveteri (RM) Tel 06.31052610 cerveteri@nomasvello.it / www.nomasvello.it Aperto dal Lunedì al Venerdì orario continuato 9-19. Sabato 9:30-12:30


113

Astrologia & Oroscopo

OROSCOPO APRILE/MAGGIO [di Giovanni Paolo Pulina, astrologo]

Scopri il tuo Piatto delle Stelle e Vino Astrale! Vuoi un oroscopo personalizzato, di coppia o karmico? Contatta G. Paolo Pulina 339.7272347 www.scuoladiconoscenza.it

ARIETE Aprile: iniziano a sbloccarsi situazioni finanziarie, impostate pure progetti e affari. Favoriti contatti, viaggi e spostamenti. L’amore è stimolante grazie alla vostra fantasia. La salute è buona ma attenzione allo stress! Maggio: mese pratico e positivo. Affrettatevi a concludere affari in sospeso. L’amore continua a splendere ricco di passionalità. Evitate di essere spericolati e di mettere a rischio la vostra salute! Piatto delle stelle: sautè di vongole. Vino astrale: Fiano Terrae Litis.

LEONE Aprile: prima metà del mese ricca di sorprese e allegria. In seguito fate attenzione alle polemiche nel vostro lavoro. L’amore è stuzzicante, erotico e passionale ma attenzione alle liti verso fine mese. Relax. Maggio: vi sentite ora un po’ stanchi, non accusate gli altri per questo. Evitate conflitti con i superiori. Contate sugli amici sinceri e sul vostro partner, tutto tornerà a sorridere alla fine del mese. Autocontrollo. Piatto delle stelle: siate carnivori quanto basta. Vino astrale: Merlot Terre di Ger.

SAGITTARIO Aprile: attenzione alle provocazioni nella prima metà del mese, dopo il 16 tutto torna più interessante per il lavoro. Amore coinvolgente e ricco di avventure. Cercate di resistere alle tentazioni della buona tavola. Maggio: migliorano i rapporti lavorativi. Opportunità inattese e interessanti. In amore aprite bene gli occhi, una relazione stanca potrebbe concludersi. Rispettate le leggi. Cautela nella salute, niente alcol. Piatto delle stelle: carciofi, ma non fritti. Vino astrale: non pervenuto…

TORO Aprile: siate più disponibili verso gli altri senza isolarvi, ci vuole più dolcezza! Curate di più la vita sociale evitando le provocazioni. In amore c’è passione ma con il rischio della gelosia. Nervosismo. Più attività fisica. Maggio: possibili scontri con i vostri superiori, cercate di collaborare. Attenzione alle questioni legali. In amore siete troppo impulsivi, possibili rotture. Cautela nella salute, mangiate meglio e fate sport. Piatto delle stelle: le delizie dell’orto. Vino astrale: Passerina del Frusinate.

VERGINE Aprile: mettete ordine nel lavoro per far fruttare meglio gli investimenti. Valutate le questioni burocratiche. In amore si risveglia la grinta: lasciate parlare il cuore! Fate un controllo medico: gambe pesanti, problemi intestinali. Maggio: positiva tutta la prima metà del mese, sfruttatela per concludere affari. Poi problemi non legati al vostro operato. In amore: passione, gelosia, dubbi e sospetti. Possibili disturbi alle vie respiratorie, allergie. Piatto delle stelle: tutti frutti! Vino astrale: che sia un Sauvignon blanc!

CAPRICORNO Aprile: polemiche sia nel lavoro sia in famiglia, ma tutto passerà velocemente poiché Saturno vi dà forza. In amore coltivate l’armonia per assicurarvi l’affetto del partner. Salute delicata fino al 15, poi torna l’energia! Maggio: situazione favorevole, nessuna stella è contro. Il lavoro di gruppo funziona a meraviglia. In amore occupatevi del partner esprimendogli i vostri sentimenti. Forte l’eros, buona la salute. Piatto delle stelle: metti in moto il barbecue! Vino astrale: Nero Buono Pietra Pinta.

GEMELLI Aprile: le stelle sono dalla vostra parte, sfruttate al meglio tutti questi buoni influssi. La vita sociale rimane in primo piano con incontri interessanti. Grande movimento anche nella vita sentimentale! Salute in ripresa. Maggio: fermatevi e fate un preciso bilancio godendo dei risultati ottenuti finora. Accettate la collaborazione e le critiche. In amore sarete attraenti e piacevoli. Recuperate energia con passeggiate nella natura. Piatto delle stelle: dolcissime fragole! Vino astrale: bollicine a gogò!

BILANCIA Aprile: conflitti sia nella vita privata sia nel lavoro, siate meno rigidi. Per fortuna l’amore vi sorride con momenti di passione e nuovi incontri. Curate di più la vostra forma fisica. Attenzione alle infiammazioni. Maggio: mettete dei punti fermi nel lavoro e in famiglia. Siate sempre disponibili e diplomatici; ma agite con fermezza e arriverete al risultato desiderato. In amore siete felici. Controllate la dieta. Piatto delle stelle: una sana minestra di fave. Vino astrale: Ribolla Gialla con sobrietà.

ACQUARIO Aprile: è richiesta molta saggezza in tutti gli impegni lavorativi e familiari, non irrigiditevi sulle vostre posizioni. In amore ritorno di attrazione fisica verso il partner che riaccenderà il rapporto. Evitate lo stress. Maggio: giorni difficili, fino al 12 tutti i problemi vengono a galla. Nella seconda parte del mese riprendete i vostri progetti lavorativi. In amore massima eccitazione. Marte negativo causa bruciori di stomaco. Piatto delle stelle: pizza alta lievitazione. Vino astrale: meglio evitare...

CANCRO Aprile: frenate la vostra voglia di arrivare, stringete i denti fino alla metà del mese, poi tutto arriverà. Piccoli problemi finanziari. In amore siete molto romantici ma anche un po’ capricciosi. Occhio alla salute! Maggio: mese di grandi soddisfazioni economiche. Può essere il momento per un nuovo impegno professionale. In amore siate gentili e premurosi. Per migliorare la vostra salute dovete essere più sereni. Piatto delle stelle: branzino al cartoccio. Vino astrale: Colli Bolognesi Bianco.

SCORPIONE Aprile: intuizioni originali nel lavoro vi aiuteranno a essere più intraprendenti. In amore si alternano gelosie, passione, sofferenza e ancora passione. La salute è delicata: gola, piccoli incidenti, problemi alle parti intime. Maggio: preparatevi a toccare gli abissi più profondi, contrasti sia in casa sia nel lavoro, non sopportate più nessuno! In amore non giocate con i sentimenti, sappiate perdere ogni tanto! Ossa e denti a rischio. Piatto delle stelle: torta rustica con cicoria. Vino astrale: Biferno Rosato, ogni tanto.

PESCI Aprile: prima metà del mese ottima per mettervi le ali ai piedi nel lavoro. In amore siete pieni di tenerezza e serenità. Possibile incontro frizzante durante un viaggio. Buona la salute, moderazione con gli alcolici. Maggio: ottimo andamento nella vostra professione. Verranno alla luce questioni riguardanti la famiglia, l’atmosfera diventa elettrica: cercate di non imporvi. L’amore regala momenti appaganti. Salute buona. Piatto delle stelle: golose fritture! Vino astrale: Riesling Italico, poco.


Via Luigi Iaffei, 34 – (zona COOP) Cerveteri (RM) - Tel 06.99204123 / Fax 06.99204075 / Cell 393.9179591 LAdISPOLI - MARINA dI SAN NICOLA

Via Luigi Iaffei, 34 – (zona COOP) Cerveteri (RM) - Tel 06.99204123 / Fax 06.99204075 / Cell 393.9179591

CERVETERI – CENTRO In comprensorio privato, con accesso indipendente, appartamento in villino, posto al primo ed ultimo piano, composto da: soggiorno angolo cottura camera e bagno. Soppalco praticabile con finestra di mq. 9 c.ca avente accesso dalla camera da letto. Terrazza di circa 20mq, termoautonomo, porta blindata, inferriate. Ottima esposizione. RIf.1407108 EURO 95.000,00 CLASSE ENERGETICA G

In comprensorio privato con video-sorveglianza, immersa nel verde, disponiamo di una villa angolare disposta su due livelli in contesto residenziale di 80 mq. interni, ristrutturatissima, composta da: PT. ingresso, soggiorno con camino, cucina su misura, camera con soppalco abitabile, bagno in muratura (mosaico) con vasca; P1. camera da letto, studio, bagno con doccia e balcone. Portico, giardino di 120 mq. con diversi ripostigli e legnaia, cancello pedonale e carrabile, due posti auto di proprietà. Ottima esposizione.

LAdISPOLI – CENTRALISSIMO Adiacenze Viale Italia, bellissimo appartamento completamente ristrutturato, posto al 3° piano composto da: soggiorno, cucina abitabile, camera matrimoniale , bagno, balcone. Ottime rifiniture, termoautonomo, palazzina recentemente ristrutturata e con ascensore.

RIf. 1396034 EURO 279.000,00 CLASSE ENERGETICA f

CLASSE ENERGETICA G

CERVETERI – CENTRO In piccola palazzina vicino a tutti i servizi, appartamento posto al piano terra composto da: ingresso, soggiorno, angolo cottura, ampio disimpegno, camera matrimoniale, cameretta, ampio bagno. Due terrazzi per circa 20 mq. ampio giardino angolare di 180 mq. con forno in muratura e casetta porta attrezzi in legno. Eccellenti condizioni interne completamente ristrutturato. RIf. 1390601 EURO 169.000,00 CLASSE ENERGETICA G

CERVETERI

LAdISPOLI – CENTRO Appartamento, ampia metratura intera di 97mq posto al quarto piano con ascensore, composto da: grande ingresso con locale ripostiglio, salone doppio, cucina abitabile, due ampie e comode camere da letto e bagno con vasca. Termoautonomo, infissi in pvc alluminio con doppiovetro camera, balcone perimetrale, ottima esposizione, con vista mare. Ubicazione tranquilla. RIf. 1411305 EURO 169.000,00 CLASSE ENERGETICA G

CERVETERI – AdIACENZE CENTRO STORICO In piccola palazzina signorile situata in posizione dominante e panoramica, bellissimo appartamento di nuova costruzione, secondo ed ultimo piano con ascensore, composto da: ingresso - soggiorno, cucina a vista, due camere matrimoniali, doppi servizi di cui uno con vasca idromassaggio, balcone. Eccellenti rifiniture: parquet zona notte, gres porcellanato, infissi in legno con vetrocamera, inferriate, termoautonomo, predisposizione impianto di allarme, videocitofono, portone blindato. Box auto incluso nel prezzo. RIf. 1396623 EURO 189.000,00 CLASSE ENERGETICA C

CERVETERI – ZONA COOP In comprensorio privato, con piscina condominiale, splendido appartamento, in piccola palazzina, distribuito su tre piani da cielo a terra con ingresso indipendente e due accessi uno privato e l’altro dal condominio, ristrutturato, composto da: PS. sala hobby con camino ripostiglio e bagno con doccia, PT. luminoso ed ampio salone, cucina a vista, P1. due camere da letto bagno con vasca idromassaggio e balcone. Giardino, terrazza abitabile e posto auto interno. Ottima esposizione. Parquet zona giorno e notte, inferriate, termoautonomo, porta blindata.

RIf. 1408280 EURO 229.000,00 CLASSE ENERGETICA G CERVETERI – LOCALITÀ SASSO In posizione dominante, panoramica, immersa nel verde porzione di villa angolare recente costruzione disposta su più livelli, eccellenti rifiniture, composta da: PS. ampia sala hobby, possibilità di camino, due locali adibiti a bagno; PT. soggiorno, cucina a vista, portico e terrazza di 25mq.; P1. 2 camere, bagno e due balconate; PM. due camerette. Giardino di c.ca 55mq, box auto di 20mq, rampa d’accesso. RIf. 1412593 EURO 239.000,00 CLASSE ENERGETICA f CERVETERI – ZONA COOP In Residence privato con accesso da cancello automatico, ultime disponibilità, porzioni ville in bifamiliare di nuova costruzione disposte su tre livelli, indipendenti su tre lati, con ampi giardini angolari composte da: PS. luminosa sala hobby predisposizione camino angolo cottura e bagno; PT. salone cucina abitabile bagno portico e piccolo ripostiglio esterno; P1. due camere da letto bagno e balcone. Giardino e posto auto interno di proprietà. Eccellenti rifiniture. Il residence dispone, inoltre, anche di ampio parcheggio interno per ospiti. Vicino a tutti i servizi.

A PARTIRE dA EURO 340.000,00 CLASSE ENERGETICA C

Zona centralissima in comprensorio privato ‘Complesso Residenziale I Geranei’ con cancello automatico, recente costruzione, piccola palazzina di soli due piani, appartamento piano primo con ascensore composto da: ingresso soggiorno con cucina a vista disimpegno due camere da letto bagno con vasca. Balcone. Terrazzo coperto (possibilità di ricavare una 3^ camera). Cantina di proprietà. Ottime condizioni ed esposizione (tripla) Termoautonomo. Posto auto interno scoperto condominiale a rotazione.

RIf. 1411264 EURO 170.000,00 CLASSE ENERGETICA G

CERVETERI – CENTRALISSIMO Bellissimo appartamento posto al primo piano di una piccola palazzina signorile, ubicato in contesto tranquillo, ma a due passi da tutti i servizi principali, ampia metratura interna di c.ca 100mq. composto da: ingresso salone cucina abitabile (possibilità realizzare 3^ camera da letto) due grandi camere da letto doppi servizi ed ampio disimpegno nella zona notte. Balcone perimetrale di mq. 44 con ripostiglio. ottima esposizione. Ristrutturata completamente sia internamente che esternamente. RIf. 1413251 EURO 195.000,00 CLASSE ENERGETICA G CERVETERI – CENTRO In comprensorio privato, ottima esposizione ubicata in contesto silenzioso e tranquillo, porzione di villa quadrifamiliare, posizione angolare, indipendente su due lati, disposta su tre livelli, ristrutturata esternamente, composta da: piano seminterrato, con accesso indipendente dall’esterno, ingresso, sala hobby, angolo cottura e bagno; piano terra ingresso, soggiorno con camino, angolo cottura e bagno; al piano primo due camere, bagno, ampio soppalco con finestra, balcone. Infissi esterni blindati, cantina, ripostiglio esterno, giardino di 100 mq, posto auto di proprietà.

RIf. 1401460 EURO 239.000,00 CLASSE ENERGETICAG CERVETERI – ZONA COOP Porzione villa quadrifamiliare angolare, ubicata in residence signorile e privato, con entrata riservata ai soli condomini. La villa e’ disposta su tre livelli fuori terra, rifinita nei minimi particolari con materiali di pregio, pavimenti interni in gres porcellanato con mosaici, bagni in muratura, vasca idromassaggio, soppalco con soffitto in legno, pavimenti esterni in porfido, gazebo in legno. La composizione interna, comprende soggiorno con camino, cucinotto, due camere matrimoniali, una cameretta con soppalco, ripostiglio, tre bagni, terrazzino. Ampio giardino angolare, veranda con ripostiglio, posto auto interno. Piscina e campo da tennis condominiali.

RIf. 1395521 EURO 279.000,00 CLASSE ENERGETICA G CERVETERI – CENTRALISSIMA Vicino a tutti i servizi, porzione villa bifamiliare, tripla esposizione situata in contesto residenziale, 220 mq interni disposta su 3 livelli composta da: Piano seminterrato con due lati completamente fuori terra, con ingresso indipendente, luminosissima sala hobby con soggiorno, ampio salone con camino e angolo bar, cucina arredata, lavanderia, locale caldaia/ripostiglio; Piano terra, ingresso, salone con camino, cucina, tinello, bagno, ampio portico, balcone e terrazzo; Primo piano tre camere matrimoniali di ampia metratura, soppalco, bagno, balcone e terrazzo. Ottima esposizione, ubicata in contesto tranquillo e silenzioso. Giardino di 450 mq, garage di 26 mq e posti auto interni. Superficie totale balconi, portico e terrazzi 85 mq circa. Possibilità di dividere la villa in due unità immobiliari.

RIf. 1400211 EURO 399.000,00 CLASSE ENERGETICA G

RIf. 1405383 EURO 149.000,00

LAdISPOLI – CERRETO Adiacenze Centro Commerciale, vicino a tutti i servizi ed a pochi passi dalla stazione ferroviaria, villa disposta su due livelli, composta da: PT. salone con camino, cucina abitabile, armadio a muro, bagno con doccia P1°. due camere matrimoniali, bagno con vasca, balcone. La villa dispone inoltre di due portici e doppio giardino con posto auto interno e barbecue. Ottime condizioni sia interne che esterne, inferriate, doppi vetri, porta blindata, termoautonoma. RIf. 1408157 EURO 259.000,00 CLASSE ENERGETICA G

LAdISPOLI – ZONA MONTERONI Porzione villa bifamiliare con splendida vista panoramica, immersa in 5000 mq di parco circostante completamente pianeggiante con alberi da frutto, ulivi e piscina, disposta su tre livelli composta da: P.S. luminosissima sala hobby con doppio salone, camino, sala giochi, ampia cucina a vista, grande ripostiglio, bagno P.t. salone, predisposizione cucina, due camere da letto, ripostiglio, bagno P.1° due camere matrimoniali, cameretta, bagno e 2 balconi. Ampio portico di 40mq c.ca, doppi vetri, porta blindata, recinzione, cancello automatico, irrigazione automatica, predisposizione impianto allarme e condizionatori. Rifinita come nuova. Possibilità di creare due appartamenti con entrata indipendente. La piscina è di uso comune con la porzione di villa a fianco.

RIf. 1413418 EURO 559.000,00 CLASSE ENERGETICA G VALCANNETO Porzione di villa quadrifamiliare angolare, disposta su 3 livelli composta da: piano seminterrato sala hobby con camino, cucina in muratura, ripostiglio; piano terra salone con camino, camera (predisposizione cucina) e bagno con doccia; primo piano due camere matrimoniali, soppalco e bagno. La villa dispone di climatizzazione ed inferriate. Giardino di 150 mq con casa porta attrezzi, portico e doppio posto auto interno. RIf. 1385418 EURO 239.000,00 CLASSE ENERGETICA G CERVETERI

Splendida villa bifamiliare immersa in 5000 mq. di parco, ampia metratura interna di 300 mq. c.ca, disposti su 3 livelli composta da P.T. salone, cucina a vista, due camere matrimoniali, bagno con doccia 1°P 2 camere di cui una matrimoniale con vista mare, bagno con vasca idromassaggio, 2 ripostigli, armadi su misura. P.S. parzialmente fuori terra, luminosissima sala hobby composta da salone con camino, angolo cottura in muratura, bagno con doccia, ripostiglio. La villa dispone inoltre di, portico di 50mq., casetta porta attrezzi, box auto, cantina. Completamente ristrutturata con materiali di pregio, cancello automatico, doppi infissi e inferriate. La villa può essere divisa in due appartamenti indipendenti. RIf. 1387971 € 389.000,00 CLASSE ENERGETICA f

LAdISPOLI – CERRETO Ultime disponibilità. In piccola palazzina di recente costruzione, realizzazione di dodici appartamenti di nuova costruzione, a pochi passi dalla stazione, disponiamo di vari tagli e metrature sia piano terra con giardini fino a 200 mq che primi piani con terrazzi. Parcheggi privati di proprietà. Taglio tipo A: composto da soggiorno, angolo cottura, camera, cameretta e bagno. Terrazzo, balcone o giardino. Posto auto di proprietà interno o esterno a partire da € 140.000,00. Taglio tipo B: composto da soggiorno/letto, angolo cottura, bagno. Giardino di pertinenza. Posto auto privato interno o esterno a partire da € 100.000,00. Palazzina con ascensore. Consegna prevista estate 2013. RIf. 1396032 CLASSE ENERGETICA C

LAdISPOLI – CENTRALISSIMO A pochi passi da tutti i servizi principali, appartamento posto al piano terra 80 mq interni, costruzione in cortina, piccola palazzina, composta da: ingresso, ampio salone, cucina abitabile, due camere matrimoniali, bagno con vasca e doccia, due balconi. Piccolo giardino. Riscaldamento termoautonomo, inferriate. RIf. V000174 EURO 189.000,00 CLASSE ENERGETICA G LAdISPOLI – MIAMI Porzione di villa trifamiliare angolare disposta su 3 livelli, signorile, come nuova di ampia metratura interna, composta da: piano terra ampio salone, cucina abitabile, bagno e portico; primo piano camera matrimoniale con cabina armadio attrezzata, due camere, bagno, balcone e terrazzo; piano seminterrato con entrata indipendente sala hobby con camino e bar angolare, cucina a vista su misura in muratura e dispensa, ripostiglio e bagno. Possibilità di ricavare un secondo appartamento totalmente indipendente. La villa dispone inoltre di giardino privato, box auto, ed è ottimamente rifinita.

RIf. 1389848 EURO 379.000,00 CLASSE ENERGETICA G VALCANNETO Appartamento in palazzina situato al piano primo di circa 80 mq interni, composto da: salone, cucina abitabile, camera matrimoniale, cameretta, bagno, soppalco e balcone. L’appartamento si trova nei pressi di un centro commerciale e quindi vicino a tutti i servizi. Dispone, di un doppio affaccio, da un lato troviamo un piccolo giardino di circa 50 mq, dall’altro un balcone. Le condizioni interne dell’appartamento sono ottime. RIf. 1372973 EURO 189.000 CLASSE ENERGETICA G CERVETERI CENTRALE Villino di recente costruzione, pari a nuovo, immerso nel verde, disposto su più livelli. Al piano terra troviamo una entrata indipendente con piccola corte e ampio ripostiglio. Piano 1° appartamento composto da soggiorno con camino, angolo cottura, camera matrimoniale, cameretta, bagno con vasca idromassaggio, pavimentazione camere in parquet, ampio terrazzo di 70 mq ca. con ripostiglio esterno e barbecue. P.S.: con accesso indipendente composto da sala hobby, predisposizione angolo cottura e bagno con doccia. Possibilità di creare un secondo appartamento. Posto auto di proprietà, ottima esposizione RIf. 1387960 € 245.000,00 CLASSE ENERGETICA f

Il team di CASAFORYOU IMMOBILIARE vi aspetta presso la sua sede ubicata in CERVETERI ZONA COOP Via Luigi Iaffei n. 34, per potervi illustrare le numerose proposte immobiliari facenti parte del loro portafoglio. Qualora foste interessati ad un’eventuale visita o ad una valutazione del vostro immobile, le stesse saranno gratuite e senza impegno. Potete contattarci ai seguenti numeri di telefono: 06.99204123 cell 393.9179591, oppure via e-mail all’indirizzo: info@casaforyouimmobiliare.com. Ci trovate anche sul sito web: www.casaforyouimmobiliare.com.

Per altre proposte immobiliari ci trovate al sito www.casaforyouimmobiliare.com o potete inviarci una e-mail all'indirizzo info@casaforyouimmobiliare.com

Per altre proposte immobiliari ci trovate al sito www.casaforyouimmobiliare.com o potete inviarci una e-mail all'indirizzo info@casaforyouimmobiliare.com

VALUTAZIONI GRATUITE E SENZA IMPEGNO - PROVVIGIONI AGEVOLATE

VALUTAZIONI GRATUITE E SENZA IMPEGNO - PROVVIGIONI AGEVOLATE


IlPunto Aprile Maggio 2013  

IlPunto Aprile Maggio 2013

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you