Page 1

TIRATURA 10.000 COPIE

HOTEL SELVA CANDIDA

Vicino alle tue esigenze.

HOTEL SELVA CANDIDA

Roma

Via Casal del Marmo, 618 00166 Roma Tel. +39 06 6157211

Roma

Nuovo ingresso da

Via Casal del Marmo, 618 Periodico del Comitato di Quartiere Nuove Alleanze Roma Nord Ovest Casalotti - Selva Candida Anno XXVII - n. 133 - Maggio/Giugno 2017 - redazione@ilpungolo.org - comit.narno@tiscali.it

Via di Selva Candida, 200 00166 Roma Tel. +39 06 6157211

VIA BOCCEA: IL CANTIERE È RIPARTITO DAVVERO Dopo la firma del contratto di riassegnazione dello scorso 2 Marzo arriva anche la firma del verbale di consegna dei lavori. Tempi previsti: 180 giorni. di Giuseppe Strazzera

C

i eravamo lasciati nell’ultima edizione con il nuovo contratto per la conclusione dei lavori firmato, ma i lavori ancora fermi. Questa volta, invece, sembra che ci siamo. L’ultimo documento mancante, ovvero il verbale di consegna dei lavori, è stato siglato lo scorso 7 giugno e da circa una decina di giorni i lavori sono effettivamente ripresi. In questa fase gli operai si stanno occupando di concludere il marciapiede che costeggia l’Allargamento della Via Boccea, nel tratto che scende dall’incrocio con Via di Casalotti fino alla nuova bretella, che era stato lasciato con i tombini aperti e la recinzione ancora in piedi.

Il Parco di Riserva Grande è ancora chiuso al pubblico L’area verde è stata abbandonata al degrado: strutture vandalizzate, erba ed immondizia la fanno da padrone.

VERACHI a pag 10

Via Gandin: partiti i lavori per l’illuminazione

La più grande prova di coraggio è sopportare la sconfitta senza perdere il cuore.

Per i prossimi 3 mesi con l’acquisto di una cameretta 1 materasso singolo Memory in OMAGG IO

ROMA - Via Di Boccea, 760 tel. 06 61 56 09 30 APERTI TUTTE LE DOMENICHE

VENA a pag 8

Chiuso da oltre due mesi il Ponticello sul Fosso Acquasona

Continua a pag 9

Robert Green Ingersoll

Isole Ecologiche: le aree compatibili scendono a due

RASO a pag 6

LANDONIO a pag 15


L’INTERVISTA

IL PUNGOLO WWW.ILPUNGOLO.ORG

3

Per «camminare insieme» L’incontro dei giovani con il cardinale Baldisseri, l’ordinazione di Giuseppe e Salvatore, la festa delle patrone diocesane Rufina e Seconda. di Simone Ciampanella

N

ell’ottobre del 2018 si riunirà il Sinodo dei vescovi sul tema “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”. Ma che cos’è il Sinodo? Questa parola di origine greca (syn-odos) significa “camminare insieme”. Fu papa Paolo VI ad istituirlo nel 1965 per rispondere al desiderio dei padri del Concilio Vaticano II di mantenere viva l’esperienza conciliare. In pratica è un’assemblea di rappresentanti della Chiesa universale ed ha il compito di aiutare con i suoi consigli il papa nel governo della Chiesa. È convocato, presieduto e concluso dal papa. In preparazione a questo importante incontro c’è tutta una fase che coinvolge direttamente ogni singola diocesi. Anche la Chiesa di Porto-Santa Rufina si muove per contribuire attivamente ai lavori dell’assemblea e ha organizzato un percorso a tappe di cui sono già state percorse le prime due (www.diocesiportosantarufina.it). Il primo momento è stato l’8 Aprile, alla veglia della Domenica della palme (Giornata mondiale della gioventù a livello diocesano).

A fianco: La Veglia della Domenica delle Palme a Santa Maria Maggiore, alla presenza di Papa Francesco; Sotto Il Cardinale Baldisseri incontra Il Vescovo Reali e padre Aurelio D’Intino, parroco di Santa Rufina e Seconda.

Un gruppo consistente della diocesi si è ritrovato a Santa Maria Maggiore per l’incontro con papa Francesco. In quell’occasione il vescovo Reali ha incontrato un amico della diocesi di Porto-Santa Rufina. Un persona che conosce molto bene Casalotti, dove ha abitato quando tornava a Roma tra una missione e l’altra come nunzio apostolico del papa nel mondo. È il cardinale Lorenzo Baldisseri, Segretario generale del Sinodo, cioè colui che aiuta il papa alla preparazione e realizzazione di questa assemblea. Il cardinale Baldisseri è stato molto felice di accettare l’invito del vescovo Reali e incontrare i giovani della diocesi per la seconda tappa in preparazione al Sinodo, lo scorso 2 Giugno, in occasione dell’inaugurazione del nuovo

centro pastorale di Santa Paola Frassinetti a Fiumicino. Un incontro bello, semplice dove i ragazzi di Casalotti sono stati molto presenti, accompagnati da padre Aurelio D’Intino, parroco di Sante Rufina e Seconda. «Sono emozionato nel vedere una comunità così viva», – ha detto Baldisseri

inizia la tua vacanza con noi!!!

dal 12 giugno al 4 agosto dal 4 settembre al 15 settembre

PERSONALE ALTAMENTE QUALIFICATO E FORMATO DA

I MODULI SETTIMANALI SONO COMPRENSIVI DI MERENDE E PRANZO, MENU' PEDIATRICO ANCHE PER ALLERGIE O INTOLLERANZE ALIMENTARI.

PER MANOVRE DI DISOSTRUZIONE PEDIATRICA

PISCINA FUORI TERRA (4X2,50 MT.)

ATTIVITA' GRAFICO-PITTORICHE DISEGNO ATTIVITA' LUDICO RICREATIVE ATTIVITA' ARTISTICO-ESPRESSIVE

COLLAGE ATTIVITA' DI MANIPOLAZIONE GIOCHI ALL'ARIA APERTA MUSICA - PISCINA

A PARTIRE DA € 50,00 A SETTIMANA!!!

A cura dell'Associazione Culturale "Le Ninfe" C.F. 97698680580

che ha spiegato ai ragazzi il senso del Sinodo e l’importanza che tutti, giovani e adulti, hanno nel contribuire alla sua buona riuscita. «Come ci insegna papa Francesco, dobbiamo ridare speranza ai giovani e ricominciare a sognare con loro» per questo «dobbiamo imparare i loro linguaggi e mettendoci accanto non lasciarli mai soli e aiutarli a scegliere il loro futuro». I giovani si ritroveranno ancora insieme a tutta la

diocesi nella cattedrale dei Sacri Cuori di Gesù e Maria a La Storta il 29 Giugno alle ore 10 per l’ordinazione presbiterale di Giuseppe Curtò e Salvatore Barretta. Giuseppe è impegnato nella parrocchia di Cesano. Salvatore, più conosciuto nel nostro quartiere, collabora con don Emanuele Giannone nella parrocchia di Selva Candida. L’altra tappa in vista del Sinodo sarà proprio a Casalotti. Il 10 Luglio, festa delle patrone diocesane Santa Rufina e Santa Seconda, i ragazzi si riuniranno nella parrocchia dedicata alle due giovani martiri. In quell’occasione il vescovo Reali darà il mandato ai giovani che partiranno per le esperienze di volontariato estivo in Romania, nell’orfanotrofio di Bacau e al Cara di Castelnuovo di Porto. (volest.wordpress.com). © RIPRODUZIONE RISERVATA


4

IL PUNGOLO WWW.ILPUNGOLO.ORG

SCUOLA E SANITÀ

La Comunità Terapeutica di Castel di Guido compie 20 anni di Niccolò Vena

V

enti anni fa in una palazzina degli anni trenta in Via Sodini, poche centinaia di metri oltre la Piazza di Castel di Guido, prendeva vita la Comunità Teraupetico - riabilitativa per pazienti con problemi psichiatrici che, a due decenni di distanza, è diventata una realtà importante nel quartiere ed un punto di riferimento nell’ambiente sanitario a livello territoriale e non solo.

LA COMUNITÀ All’interno della SRTR (Struttura Residenziale Terapeutico Riabilitativa estensiva), la cui responsabile è la dottoressa Mancuso, sono comprese la Comunità terapeutico - riabilititativa e la Casa Famiglia. I primi ospiti della Comunità erano pazienti psichiatrici dell’ex manicomio del Santa Maria della Pietà, ma in seguito la struttura è stata frequentata anche da pazienti inviati dai centri di salute mentale del Municipio XIII (ex XVIII).

In venti anni sono stati ospitati circa un centinaio di pazienti che, attraverso la cura farmacologica e le attività riabilitative, hanno avuto la possibilità di reinserirsi nella società. Nonostante la cura farmacologica rimanga un aspetto fondamentale nella riabilitazione del paziente, sono le attività organizzate dalla struttura, spesso in stretta collaborazione con le realtà e le associazioni territoriali, ad essere al centro dei percorsi riabilitativi all’interno della Comunità. La cura del giardino della struttura e dell’orto biologico, l’organizzazione di attività ludiche, come passeggiate o partite di calcetto, i soggiorni estivi con i corsi di equitazione e di velaterapia, ad esempio, rappresentano dei passaggi importanti nel ritrovamento dell’equilibrio psico-fisico del paziente.

trattamenti terapeutico riabilitativi a carattere estensivo», stabilite sulla base sia del livello di intervento terapeutico - riabilitativo, che del livello di intensità assistenziale offerto. La struttura accoglie persone con compromissioni del funzionamento personale e sociale gravi, o comunque di gravità moderata ma che sono persistenti ed invalidanti, con importanti difficoltà a recupare una minima autonomia. I percorsi offerti si definiscono attraverso programmi a media intensità riabilitativa, che prevedono un’attività clinica di I PERCORSI RIABILITATIVI minore intensità ed una magLa comunità rientra nelle giore presenza di attività di «Strutture Residenziali per risocializzazione, che si artico-

lano in: • area clinico psichiatrica: monitoraggio periodico delle condizioni psicopatologiche al fine di mantenere la condizione di stabilizzazione clinica; • area psicologica: offerta di interventi strutturali di supporto psicologico; • area riabilitativa: offerta di interventi che prevedono anche il coinvolgimento attivo del paziente nelle mansioni della vita quotidiana della struttura e in attività riabilitative nel territorio; • area di risocializzazione: offerta di interventi di risocializzazione, partecipazione ad attività comunitarie e ad attività di gruppo di tipo espressivo, ludico o motorio in sede e fuori sede, grazie allo stretto raccordo che persiste tra

In alto: l’ingresso della Struttura Residenziale A sinistra: l’incontro pubblico di Sabato 27 Maggio.

la struttura e la rete sociale locale; • area del coordinamento: incontri periodici con il Centro di Salute Mentale che ha in carico il paziente, al fine di monitorare il progetto riabilitativo fino alla dimissione.

UN TRAGUARDO IMPORTANTE In conclusione, possiamo definire la Comunità Terapeutica di Castel di Guido come una realtà consolidata che, nonostante le difficoltà che si sono presentate nel corso del tempo, è riuscita a raggiungere l’importante traguardo dei venti anni. Traguardo festeggiato nell’ultimo week end di Maggio con l’organizzazione di due giornate dedicate alla Comunità, nel corso delle quali ci si è confrontati con le diverse istituzioni ed enti competenti sul futuro della struttura e sui percorsi riabilitativi che vedono maggiormente partecipi i familiari, la popolazione e le associazioni. Quelle stesse associazioni che negli anni hanno contribuito al lavoro ed alla crescita di una vera e propria eccellenza del nostro territorio. © RIPRODUZIONE RISERVATA


SCUOLA E SANITÀ

IL PUNGOLO WWW.ILPUNGOLO.ORG

Osteopatia pediatrica per il Reflusso Gastroesofageo

5

Con l’osteopatia è possibile curare alcune disfunzioni presenti nel neonato tra cui il reflusso gastroesofageo, molto frequente nei primi mesi di vita e spesso fonte di grande disagio. di Eleonora Longo

L’

osteopatia è una terapia manuale non invasiva che si avvale di manipolazioni delicate ed indolore, con lo scopo di contribuire ad alleviare numerosi disturbi, anche nei bambini di più tenera età. Con l’osteopatia è possibile curare alcune disfunzioni presenti nel neonato tra cui il reflusso gastroesofageo, molto frequente nei primi mesi di vita e spesso fonte di grande disagio sia per i piccoli che ne sono affetti che per i loro genitori.

LE CAUSE Le ultime ricerche della North American Society for Pediatric Gastroenterology hanno individuato le due cause principali del reflusso.

A fianco uno schema illustrativo del Reflusso Gastroesofageo. Sopra: un momento di preparazione per un trattamento.

Da una parte l’immaturità del cardias, lo sfintere posto tra stomaco ed esofago, che dovrebbe chiudersi proprio per impedire la risalita di cibo; dall’altra la compressione del cranio al momento del parto, che nonostante sia avvenuto senza alcuna complicazione, rappresenta pur sempre un trauma per il bambino, costretto a

passare attraverso un canale più stretto rispetto alla sua testa. Durante questo passaggio, si verifica una compressione delle ossa craniche, che spesso si riallineano da sé in breve tempo, mentre altre volte, si possono creare delle compressioni su alcune strutture nervose, tra cui il nervo vago, responsabile della mag-

gior parte delle disfunzioni gastriche. I sintomi nel neonato si manifestano come rigurgiti, vomito, sensazione di bruciore, difficoltà ad alimentarsi. Attraverso leggere e delicate palpazioni, l’osteopata allevia le tensioni meccaniche che impediscono il corretto funzionamento del cardias, sciogliendo le tensioni

fibromuscolari dell’area viene effettuato, poiché gastro-esofagea e allen- la disfunzione osteopatando il nervo vago. tica è meno strutturata e meno radicata. Le reazioni al trattamenIL TRATTAMENTO to sono variabili, spesso Il trattamento permette il neonato in seguito al così di rafforzare la val- trattamento è molto rivola, inducendo nello lassato e dorme bene; alstesso tempo una sensa- tri hanno un incremento vitalità generalmente zione 5 di generale rilassa- diPARROCCHIA S.MARCO E PIOda X un buon ripoFEBBRAIO seguito mento. L’Osteopatia Cranio Sa- so notturno. crale, attraverso pres- Il trattamento osteoDEI SS.MARTIRI 26 specifiche moltoCHIESApatico sioni nonDI prevede la FEBBRAIO CANDIDA leggere, applicate ove SELVA somministrazione di farnecessario, permette di maci, tuttavia permane stimolare la capacità del sempre opportuno ascolcorpo rilasciare ten-PARROCCHIA tare ilDI S.MARIA consiglio del pro12 ea stress, sioni favorenprio pediatra. MARZO DI NAZARETH © RIPRODUZIONE RISERVATA do cosi il meccanismo intrinseco del corpo di autoguarigione. Il trattamento è tanto piùPARROCCHIA DI S.MARIA 11 GIUGNO efficace quanto prima DI NAZARETH

CALENDARIO DEL DONATORE 2017

18

PARROCCHIA S.MARCO E PIO X

2

PARROCHIA S.MARIA DI LORETO

10

PARROCCHIA DI S.MARIA DI NAZARETH

10

CHIESA DEI SS.MARTIRI DI SELVA CANDIDA

1

PARROCHIA S.MARIA DI LORETO

10

PARROCCHIA DI S.MARIA DI NAZARETH

GIUGNO

LUGLIO

SETTEMBRE

SETTEMBRE

NOVEMBRE

DICEMBRE


6

IL PUNGOLO WWW.ILPUNGOLO.ORG

ELETTROSMOG E AMBIENTE

Ad un anno dall’assegnazione il Parco di Riserva Grande è ancora chiuso al pubblico di Francesco Raso

S

embrava tutto fatto. Lavori quasi conclusi, bando assegnato ad un Comitato del territorio e Parco pronto ad aprire. Era esattamente un anno fa e più precisamente il 13 Giugno del 2016. Da quel giorno in poi, però, del Parco di Riserva Grande si è saputo poco e l’unica cosa certa è stata che il cancello non ha mai aperto ai cittadini. Nel frattempo i giochi sono stati smontati, il nuovo gabbiotto appena installato è stato nuovamente vandalizzato e l’erba è tornata ad essere l’unica vera padrona dell’area.

GLI ULTIMI DOCUMENTI Poche settimane fa siamo venuti in possesso dell’ultimo documento in ordine di tempo, inviato dalla Direzione tecnica del Municipio Roma XIV

al Direttore del Dipartimento PAU (Programmazione e Attuazione Urbanistica) competente per lo strumento urbanistico con il quale il Parco è stato realizzato (Art. 11 legge 493/1993). Nella nota (prot. N. 35059 del 19 Aprile 2017) la Direzione tecnica del Municipio richiedeva al PAU un lungo elenco di documenti, che il PAU non ha mai inviato ed infine invitava lo stesso Dipartimento a voler porre in essere tutte le iniziative per rendere fruibile il Parco o a valutare l’opportunità di escutere la polizza fideiussoria, stipulata a garanzia della realizzazione dell’opera. Ma siamo sicuri che ci siano gli estremi per richiedere davvero l’escussione della polizza? In fondo, un anno fa, il Consorzio “Nomentum I” aveva quasi comple-

tato tutto quello che era previsto nel capitolato, fino al raggiungimento dei 169.302,90 € totali. Inoltre, l’area non sarebbe stata del tutto fruibile, poiché era stata suddivisa in due e la parte alta, ovvero quella che sarebbe stata aperta al pubblico dopo l’assegnazione del bando, era stata completata ad esclusione dei due campi da bocce, che comunque non avevano alcun senso in quella posizione e soprattutto senza nessuna copertura a protezione.

IL CAPITOLATO Poche settimane prima dell’assegnazione e più precisamente il 20 Maggio 2016, l’Ufficio Progetti Urbani del Dipartimento Politiche del Territorio, realizzava il Computo Metrico Esti-

mativo di quel che era previsto e di quel che era stato realizzato nel Parco. Alcune opere fondamentali erano già state realizzate, altre attrezzature sono state invece posate pochi giorni dopo, ma vediamole nel dettaglio. 1. Realizzazione area cani. L’area è stata perimeovvero quella ogtrata e spostata dalla bricato vandalizzato getto del Bando, le sua posizione origiera stato sostituito panchine erano state naria, per mantenere con uno nuovo, purtutte posate. le distanze di legge 3. Fornitura e posa di troppo vandalizzato dall’area giochi per anch’esso poche setn. 20 cestini porta bambini. La sua retimane dopo la manrifiuti. cinzione è ancora cata apertura. I cestini, al momento visibile pochi metri della mancata apertu- 7. Esecuzione di fodopo l’ingresso. gnatura nera del ra, non erano ancora 2. Fornitura e posa in prefabbricato. stati posati. opera di n. 50 pan- 4. Fornitura e posa in Il Capitolato indica chine modello Ugola. come «Realizzata» la opera area giochi Le 50 panchine erano fognatura. per bambini. divise fra parte alta 8. Allacci acqua potaForse una delle reae parte bassa. Nella bile ed utenza eletlizzazioni che quasi parte alta del Parco, trica del prefabbritutti ricordano poicato. chè, una volta capiIl Capitolato indica to che il Parco non come «Realizzati» avrebbe aperto, il gli allacci dell’acqua soggetto attuatore, potabile e dell’utenza per evitare atti vanelettrica del prefabdalici, li smontò e li bricato. rimosse dal Parco. 9. Realizzazione di 5. Percorso Vita. due campi da bocce. Il percorso Vita, ovPer quanto riguarda vero dei piccoli atquesta struttura, c’è trezzi per il fitness da fare un appunto. dislocati lungo tutRealizzare due campi to il perimetro della da bocce, in un’area parte alta del Parco, dove è impossibile erano stati posati e avere ombra e reasono tuttora visibili, lizzarli senza alcun sotto una folta vegetipo di copertura tazione. equivale a dire: “io 6. Fornitura e posa in ve li piazzo lì, il fatopera di prefabbrito che li utilizziate cato uso ufficio e sio meno non mi intestemazione esterna. ressa”. Ma secondo Poche settimane una mente razionale, prima dell’apertura è possibile progettail vecchio prefab-


ELETTROSMOG E AMBIENTE 12. Realizzazione di vascone alberato su ex laghetto. A parte la dicitura “vascone alberato” della quale non si riesce neanche ad immaginare cosa si intenda, anche quest’opera era presente nella parte bassa, ovvero non fruibile. Inoltre, il vascone “non alberato” era stato realizzato da Nomentum perchè previsto all’interno di un progetto concordato con l’amministrazione e non per mero gusto estetico. 13. Percorso perimetrale al vascone alberato ex laghetto. Non realizzato, come il punto precedente.

getto del Bando di Affidamento e confrontandola con quanto previsto con il Computo Metrico Estimativo, sembrerebbe che le uniche attrezzature mancanti fossero i cestini porta rifiuti ed i campi da bocce scoperti. È possibile credere che il Parco non si sia più aperto per la mancanza di queste due attrezzature, una installabile in meno di 24 ore ed una fortunatamente mai realizzata? Ognuno è libero di farsi la sua opinione. La nostra è che c’è ancora qualcosa che non è stato detto e fino ad oggi nè il Dipartimento PAU nè il Dipartimento Patrimonio hanno fornito una documentazione in grado di risolvere questo complicato rebus. BUROCRAZIA E VOLONTARI Di sicuro c’è solo una mancanza di volontà nel A CONFRONTO voler davvero rendere Considerando quindi so- fruibile un’area di otto lamente la parte alta del ettari all’interno di una Parco, ovvero quella og- periferia completamente

re una struttura realizzata quasi escluno posizionati nella sivamente ad uso di parte bassa del Parpersone anziane e co, ovvero quella lasciarle “giocare” non accessibile nei sotto l’acqua d’inprimi due anni di asverno e sotto il sole segnazione, quindi d’estate? È evidente realizzarli per non che tali opere vanno utilizzarli sarebbe riallocate all’interno stato comunque uno del Parco e che reaspreco. lizzarle dove erano 11. Fornitura e posa in state previste sarebbe opera di 3 serbatoi stato uno spreco. per recupero acqua 10. Realizzazione di fontanella. area destinata agli Il Capitolato indica orti e recinzione. come «Realizzata» Gli orti urbani eratale fornitura.

sprovvista di spazi verdi pubblici. O meglio, sprovvista di spazi verdi riconosciuti come pubblici. Perchè se è vero che da una parte l’area verde di Riserva Grande è ancora chiusa per problemi burocratici, è altrettanto vero che poco distante esiste un’altra area verde, di oltre dieci ettari, comprata dal Comune di Roma per la realizzazione del Piano di Zona B16 Selva Nera e abbandonata dallo stesso Comune da oltre vent’anni. Se oggi l’area verde è tornata fruibile ai cittadini, che possono fare una passeggiata, far giocare i loro bambini all’interno dell’area giochi, svolgere attività all’aperto o semplicemente godersi su una panchina uno dei più bei tramonti dell’Agro Romano, è grazie ad un inarrestabile gruppo di Volontari, il Comitato Oasi Riserva Grande, che

IL PUNGOLO WWW.ILPUNGOLO.ORG

7

da circa due anni, attraverso donazioni e autofinanziamenti, si prende cura del verde orizzontale, del mantenimento e della riqualificazione delle attrezzature abbandonate e dello svuotamento periodico dei cestini. Un’attività pragmatica e silenziosa, che in questa fase di totale assenza della pubblica amministrazione se ne infischia del: “io pago le tasse e quindi pretendo” o del “dovrebbe farlo Tizio o Caio”, ma si rimbocca le maniche e restituisce alla periferia uno spazio che fino ad oggi la burocrazia aveva abbandonato. È questa la periferia che ci piace, sono questi i valori che vanno trasmessi alle generazioni future, perchè in caso contrario, fra l’abbandono dei luoghi e quello delle persone, il passo sarà breve. © RIPRODUZIONE RISERVATA


8

IL PUNGOLO WWW.ILPUNGOLO.ORG

ELETTROSMOG E AMBIENTE

Isole ecologiche: le aree compatibili scendono a due

L’AREA DI VIA MORSASCO

Escluse da Ama le aree indicate nella Delibera Tronca (74/2016). Le nuove aree papabili restano quelle di Via Araldi/Calò/ Tonelli e Via Morsasco individuate dalle associazioni del territorio. di Niccolò Vena

N

ell’ultima edizione de “Il Pungolo” avevamo fatto il punto della situazione relativa all’individuazione di aree idonee per la realizzazione di una o più isole ecologiche, nel territorio fuori dal G.R.A. del Municipio XIV. Ci eravamo lasciati con la presentazione delle aree individuate dai Comitati di quartiere in alternativa alle cinque aree indicate nella Delibera 74/2016 del Commissario Straordinario, presentate dall’amministrazione municipale e da alcuni rappresentanti di Ama S.p.A. lo scorso 21 Marzo presso la Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione “Auxilium”. Nel corso di quell’incontro i cittadini avevano messo in evidenza delle criticità, non tanto legate all’aspetto strategico delle cinque aree, quanto all’aspetto prettamente urbanistico, essendo tali aree già destinate a ser-

L’AREA DI VIA ARALDI/CALÒ vizi importanti di cui il territorio ad oggi risulta sprovvisto e che non avrebbero modo di essere realizzate altrove, nel caso in cui venissero impiegate per realizzare le isole ecologiche. È stata quindi data la possibilità ai cittadini di cercare aree alternative, che rispettassero i requisiti tecnici e patrimoniali richiesti da Ama, e di presentarle entro il 10 Aprile al Municipio, così che Ama potesse valutarle e discuterle in un incontro pubblico. Incontro poi svoltosi il 20 Aprile presso la Sala Consiliare del Municipio XIV.

LE CINQUE AREE Ricapitolando, per la periferia sono state prese in esame dieci aree. Le perplessità sollevate dai comitati riguardo le cinque aree individuate nella Delibera 74/2016 sono state condivise da Ama, anche se ad oggi le aree sono ancora oggetto di discussione tra i tavoli

L’AREA DI VIA PONDERANO

della Commissione Municipale Mobilità, Ambiente e Decoro Urbano. Le aree di Via della Storta/Via Filippini e di Via Chivasso non sono state ritenute idonee a causa di motivi legati alla proprietà privata dei terreni. Nell’area di Via Ponderano ci sono problemi legati alla presenza di tralicci dell’alta tensione, che si risolverebbero solo nel caso in cui venisse dato seguito all’Opera Pubblica n.16/b del P.R.U. Palmarola/Selva Candida (Raddoppio di Via di Selva Candida). I residenti, però, si sono espressi in maniera negativa con una raccolta firme e, considerato che l’azienda ha ribadito più volte che non verrà realizzato nulla senza aver trovato un accordo con il territorio, probabilmente l’area verrà ufficialmente scartata. A questo punto è presumibile che si opterà per l’area di Via Alberto Araldi/Via Verginia Tonelli/Via Carmine Calò, o per quella di Via Morsasco, entrambe indicate come idonee nel corso dell’incontro dello scorso 20 Aprile. La posizione della prima in prossimità di un supermercato, del centro commerciale di futura realizzazione e di uno

degli ingressi del Parco di Riserva Grande (per il quale, in caso, sarebbe opportuno prevedere un’isola ecologica in grado di ricevere sfalci e potature) la rendono sicuramente un punto strategico per tutto il territorio e forse la più adatta ad ospitare questo tipo di servizio. Per quanto riguarda Via Morsasco, invece, l’area è a bassa intensità abitativa ed il terreno è pianeggiante e collegato ad un’arteria principale come Via Boccea, ma la vicinanza al Fosso del Bamboccio potrebbe rappresentare un ostacolo, tenuto conto dell’alta probabilità di gravi rischi dal punto di vista idraulico. Ci avviamo quindi verso la fase selettiva finale. I cittadini, nel poco tempo concessogli, hanno fatto la loro parte. Ora la palla passa all’amministrazione che, nel prossimo futuro, dovrà esprimere un parere definitivo sulle aree, per poi inserirle nella Delibera di Consiglio che darà avvio alle procedure di realizzazione. © RIPRODUZIONE RISERVATA


URBANISTICA E VIABILITÀ

Via Boccea: ripartono i lavori sul cantiere Dopo la firma del contratto per la riassegnazione dell’appalto, siglata anche la consegna dei lavori. Segue dalla Prima Si proseguirà poi con la realizzazione dell’ultima rotonda prevista dal progetto, ovvero quella che andrà a sostituire l’attuale incrocio fra Via Boccea e Via di Casalotti. Per questo particolare e delicato intervento ci auguriamo che l’amminstrazione e la società realizzatrice, abbiano trovato un accordo per iniziare e concludere durante la chiusura delle scuole. In caso contrario dovremmo aspettarci disagi inquantificabili per la

la parte superiore della Via Boccea, ovvero quella attualmente di fronte al presidio ASL territoriale.

LA FINE DEL CANTIERE? Sarà davvero la fine del progetto di Allargamento della Via Boccea che il territorio attende da viabilità, sia pubblica che oltre trent’anni? Beh, i privata. presupposti burocratici Infine si procederà con ed economici adesso ci l’allargamento anche del- sono tutti, l’unico neo

che lascia ancora qualche dubbio sui tempi (180 giorni), riguarda gli eventuali imprevisti di natura archeologica. Dopo il nostro articolo la Soprintendennza Archeologica del Lazio e dell’Etruria Meridionale, ci ha inviato una nota in cui ribadisce il «parere favorevole alla prosecuzione dei lavori», ma allo stesso tempo conferma le normali prescrizioni in

caso di movimento terra, dove è prevista l’assistenza archeologica. In questo caso quindi dobbiamo sperare che non riaffiorino reperti, così da scongiurare eventuali ritardi dovuti alle eventuali varianti.

LA NUOVA VIABILITÀ Senza dubbio l’eliminazione di un incrocio problematico come quel-

IL PUNGOLO WWW.ILPUNGOLO.ORG

9

lo tra Via Boccea e Via di Casalotti non potrà che portare benefici alla viabilità, ma non sarà in ogni caso facile stabilire in che misura. Il terriorio, fra la prima progettazione di oltre trent’anni fa e quella che sarà l’effettiva conclusione dell’attuale opera è profondamente cambiato. Se un tempo quest’unica opera sarebbe potuta essere risolutiva, oggi non lo è più. È importante infatti realizzare quanto prima la Bretella di collegamento fra Via Cremolino e Via di Casal del Marmo, oppure quella fra Via Mombaruzzo e Via di Casal del Marmo, entrambe in grado di alleggerire buona parte del traffico che confluisce sulla Via Boccea da Via di Selva Candida. In ogni caso continueremo a monitorare lo stato di avanzamento dei lavori e ad informare i cittadini sui futuri svi© RIPRODUZIONE RISERVATA luppi.


10

IL PUNGOLO WWW.ILPUNGOLO.ORG

URBANISTICA E VIABILITÀ

Chiuso da oltre due mesi il Ponticello del Fosso Acquasona

A fianco: Il ponticello pedonale tra Via Domenico Rivalta e Via Domenico Montagnana, chiuso al passaggio dallo scorso 3 Aprile 2017; Sotto: uno stralcio del P.P. 10 Palmarola - Selva Candida. Nel particolare la previsione di un passaggio carrabile su Via Alberto La Rocca.

La soluzione è a portata di mano e risolverebbe una volta per tutte la situazione. Manca solo la volontà. di Marco Verachi

C

on la D.D. n. 99 dello scorso 4 Aprile 2017, è stato chiuso al transito il ponticello pedonale fra Via Domenico Montagnana e Via Domenico Rivalta. La struttura, a seguito di segnalazione della Polizia Roma Capitale Comando XIV Gruppo “Monte Mario”, è stata considerata pericolante, con possibilità di evoluzioni negative nel tempo ed il rischio di crolli o cedimenti. Per questi motivi, l’Ufficio Extradipartimentale Politiche della Sicurezza e Protezione Civile – Direzione Protezione Civile – Ufficio per la Sicurezza Statica degli Edifici Privati, ne ha decretato la chiusura ed ha diffidato, a chi ne detiene la responsabilità e/o la proprietà (del ponticello

ndr), di: • Nominare un tecnico abilitato che accerti le cause del dissesto e individui gli interventi o gli apprestamenti necessari al ripristino delle condizioni di sicurezza; • Provvedere a far eseguire i lavori atti al ripristino delle condizioni di sicurezza di cui al precedente punto; • Disporre le necessarie misure cautelari

atte a rendere intransitabile a chiunque il ponticello fino al termine dei lavori. È evidente come la formula utilizzata sia una formula standard che, con grande probabilità, non porterà a nulla. Difficile che una struttura costruita così tanti anni fa, in una zona nata principalmente al di fuori delle regole urbanistiche, possa avere un proprietario o un responsabile. La domanda giusta da porsi quindi è: una volta capito che l’opera è essenziale per il raggiungimento del trasporto pubblico da parte dei cittadini residenti oltre il Fosso dell’Acquasona e, una volta accertato che non esistono figure responsabili a cui indi-

rizzare la D.D. n 99, cosa può fare la pubblica amministrazione per mantenere, ripristinare e regolarizzare tale struttura? Ad oggi sembra si stiano cercando tutti i cavilli burocratici possibili per

OSTEO FISIO

ROMA

non ripristinarlo. Si solleva il problema della mancanza di fondi, o quello della proprietà privata di Via Domenico Rivalta. In realtà entrambe le problematiche sono superabili. Come? Per quel che riguarda i fondi, c’è già la disponibilità di un’A.C.R.U. del territorio mentre, per quel che riguarda la situazione urbanistica, il Piano particolareggiato 10 Palmarola - Selva Candida, prevede il

passaggio e l’attraversamento carrabile del Fosso dell’Acquasona, non su Via Domenico Rivalta, ma su Via Alberto La Rocca, 50 metri prima. Appurato quindi che non esistono impedimenti nè dal punto di vista economico, nè dal punto di vista urbanistico, l’unico reale impedimento resta quello della volontà di risolvere una volta per tutte la situazione. Restiamo in attesa. © RIPRODUZIONE RISERVATA


12

IL PUNGOLO WWW.ILPUNGOLO.ORG

N. COGNOME

QUARTIERE IN FESTA NOME

NAZ. TEMPO CAT.

SOCIETÀ

N. COGNOME

NOME

NAZ. TEMPO CAT.

SOCIETÀ

1

PARISI

LUCA

ITA

0:34:33

JPSM

ROMATLETICA FOOTWORKS

57

CASTELLANO

FABIO

ITA

0:48:38

SM50

PODISTICA CASALOTTI

2

RUSCHENA

CARLO

ITA

0:39:06

SM35

JUVENIA

58

SERRA

EMILIANO

ITA

0:48:40

SM40

OBIETTIVO RUNNING

3

DE LUCA

LUIGI

ITA

0:40:48

SM40

ATLETICA MONTE MARIO

59

PENDENZA

DANIELA

ITA

0:48:42

SF45

ATLETICA MONTE MARIO

4

SCALZO

DAVIDE

ITA

0:41:20

SM35

ATLETICA MONTE MARIO

60

BETTOZZI

ALESSANDRO

ITA

0:48:55

SM45

CALCATERRA SPORT

5

CICOGNA

ALESSIO

ITA

0:41:27

SM35

ATLETICA MONTE MARIO

61

BUONFIGLIO

NICOLA

ITA

0:48:56

SM45

PODISTICA CASALOTTI

6

FORESTIERE

DANIELE

ITA

0:41:38

SM50

ATLETICA MONTE MARIO

62

KIRSCHNER

ALESSANDRO

ITA

0:49:07

SM55

ATLETICA MONTE MARIO

7

CARCANGIU

ANDREA

ITA

0:42:01

SM45

LEPROTTI VILLA ADA

63

DOMINICI

MARCO

ITA

0:49:11

SM50

MARATHON R. CASTELFUSANO

8

BRAVETTI

MARCO

ITA

0:42:23

SM40

LAZIO RUNNERS TEAM

64

MONDELLO

DINO

ITA

0:49:14

SM50

ATLETICA MONTE MARIO

9

CASINI

GIOVANNI

ITA

0:42:25

SM50

LITAL

65

FELIZIOLI

FABRIZIO

ITA

0:49:17

SM50

JUVENIA

10

CASTELLANO

LUCA

ITA

0:42:44

JPSM

PODISTICA CASALOTTI

66

CANALIS

PIERO SALVATORE

ITA

0:49:24

SM65

PUROSANGUE

11

SCODANIBBIO

CARLO

ITA

0:42:46

SM50

OLIMPIA 2004

67

MENGARELLI

MASSIMILIANO

ITA

0:49:25

SM45

RUN FOR FUN

12

FALABELLA

FABRIZIO

ITA

0:42:58

SM50

UISP CIVITAVECCHIA

68

ROMANO

ALESSANDRO

ITA

0:49:30

SM45

ATLETICA MONTE MARIO

13

RIZZA

MARCO

ITA

0:43:06

SM35

PODISTICA CASALOTTI

69

BORGIONI

BEATRICE

ITA

0:49:32

SF45

ALBATROS ROMA

14

MATTACCHIONI

DARIO

ITA

0:43:16

SM35

ATLETICA MONTE MARIO

70

VERDIGLIONE

MARISA

ITA

0:49:35

SF55+

ATLETICA MONTE MARIO

15

PROIETTI

ANGELO

ITA

0:43:37

SM50

IL CAMPANILE

71

MARIANI

SANDRO

ITA

0:49:37

SM55

PODISTICA CASALOTTI

16

GIROLAMI

MARCO

ITA

0:44:12

SM35

PODISTICA CASALOTTI

72

CALZONE

MICHELE

ITA

0:50:01

SM35

RUNCARD

17

MAZZONI

GIANCARLO

ITA

0:44:23

SM50

PODISTICA CASALOTTI

73

LATINI

PATRIZIO

ITA

0:50:05

SM50

ATLETICA PALOMBARA

18

LIONETTI

TONY

ITA

0:44:24

SM40

KALI KALASAG

74

DI FRUSCIO

VINCENZO

ITA

0:50:19

SM55

PODISTICA CASALOTTI

19

BASSO

GIORGIO

ITA

0:44:32

JPSM

PODISTICA CASALOTTI

75

RAFFAELE

NICOLA

ITA

0:50:21

SM50

PODISTICA CASALOTTI

20

PINTO

MASSIMILIANO

ITA

0:44:51

SM45

KALI KALASAG

76

LAMIA

FRANCESCO

ITA

0:50:22

SM50

TRAIL DEI DUE LAGHI

21

NEGRINI

MAURO

ITA

0:45:00

SM40

LAZIO RUNNERS TEAM

77

MONACO

STEFANO

ITA

0:50:24

SM40

PODISTICA CASALOTTI

22

DI NICOLA

MATTEO

ITA

0:45:04

JPSM

PODISTICA CASALOTTI

78

SCIAMANNA

DANIELE

ITA

0:50:29

JPSM

ATLETICA PALOMBARA

23

SAVINA

FABIO

ITA

0:45:08

SM55

RUNNING SAN BASILIO

79

DI GIANNICOLA

EMILIANO

ITA

0:50:35

SM40

PODISTICA ALSIUM LADISPOLI

24

CURCI

FABIO

ITA

0:45:14

SM40

RUNCARD

80

TUFO

MASSIMILIANO

ITA

0:50:38

SM40

PODISTICA PRIMAVALLE

25

NAFRA

FABIO

ITA

0:45:20

SM45

PODISTICA CASALOTTI

81

MAGGI

ANDREA

ITA

0:50:43

SM40

FULMINI & SAETTE

26

CATA’

ANDREA

ITA

0:45:26

JPSM

ATLETICA PALOMBARA

82

DE IULIO

ATTILIO

ITA

0:50:46

SM55

ATLETICA MONTE MARIO

27

VITALE

FABRIZIO

ITA

0:45:29

SM50

ATLETICA PALOMBARA

83

LA MONICA

EMILIANO

ITA

0:50:49

SM45

RUNCARD

28

ZIRILLI

EDOARDO

ITA

0:45:41

SM35

KALI KALASAG

84

NOVINO

ALESSIO

ITA

0:50:50

JPSM

ATLETICA PEGASO

29

ASCOLI

CARLO

ITA

0:45:46

SM35

PODISTICA CASALOTTI

85

ZIBELLINI

VALTER

ITA

0:50:54

SM55

PODISTICA CASALOTTI

30

GHASSEM

HAMID

IRI

0:45:49

SM55

PODISTICA CASALOTTI

86

ANTONELLI

FABIO

ITA

0:50:58

SM50

PODISTICA PRIMAVALLE

31

MANCINI

BRUNO

ITA

0:45:52

SM55

PODISTICA CASALOTTI

87

CARICILLI

GIANCARLO

ITA

0:51:00

SM50

PODISTICA CASALOTTI

32

BATTISTINI

MARCO

ITA

0:45:56

JPSM

ATLETICA PALOMBARA

88

ESPOSITI

MARZIA

ITA

0:51:07

SF40

JUVENIA

33

FIORANI

GABRIELE

ITA

0:46:19

JPSM

BRAVETTA RUNNERS

89

MARANDOLA

SIMONA

ITA

0:51:07

SF40

ROMATLETICA FOOTWORKS

34

CAPOTORTI

GUIDO

ITA

0:46:22

SM55

TRAIL DEI DUE LAGHI

90

COSTANTINI

ADELE

ITA

0:51:08

SF40

ATLETICA PALOMBARA

35

CASTILLO PANEZO

GUIDO FA

CUB

0:46:31

SM50

ATLETICA MONTE MARIO

91

CROBU

GIUSEPPINO

ITA

0:51:10

SM60

BRAVETTA RUNNERS

36

PELLEGRINO

UMBERTO

ITA

0:46:41

SM45

MARATHON R. CASTELFUSANO

92

SILVESTRINI

SANDRO

ITA

0:51:16

SM50

CORSA DEI SANTI

37

SANTINI

ROBERTO

ITA

0:46:42

SM55

ATLETICA MONTE MARIO

93

FERRARA

PARIDE

ITA

0:51:16

SM50

CORSA DEI SANTI

38

DE VIZIO

GIORGIO

ITA

0:46:46

SM60

ATLETICA MONTE MARIO

94

VERDIGLIONE

COSMA

ITA

0:51:43

SM65

ATLETICA MONTE MARIO

39

LANZETTI

LUCA

ITA

0:46:47

SM40

RUNCARD

95

ANNUNZIATA

ROSARIO

ITA

0:51:48

SM45

PODISTICA CASALOTTI

40

CHIALASTRI

MASSIMO

ITA

0:46:48

SM40

PODISTICA CASALOTTI

96

ACCOGLI

DONATO

ITA

0:51:52

SM50

PODISTICA CASALOTTI

41

BRESCINI

FABIO

ITA

0:46:52

SM55

CORSA DEI SANTI

97

PESARESI

ALESSANDRO

ITA

0:52:03

SM50

BRAVETTA RUNNERS

42

COLUCCIA

GIANFRANCO

ITA

0:46:56

SM50

PODISTICA CASALOTTI

98

MACCHIA

LUCIO

ITA

0:52:06

SM50

PODISTICA CASALOTTI

43

PERUZZI

LAURA

ITA

0:46:57

SF45

ATLETICA MONTE MARIO

99

FATTORI

MARCO

ITA

0:52:15

SM50

PODISTICA CASALOTTI

44

NAPOLEONE

LOREDANA

ITA

0:46:57

SF45

PODISTICA CASALOTTI

100

RINALDI

SIMONA

ITA

0:52:19

SF40

PODISTICA CASALOTTI

45

DE FABIIS

MASSIMILIANO

ITA

0:47:01

SM45

CAT SPORT

101

CIAMPA

ROBERTA

ITA

0:52:24

SF50

ATLETICA MONTE MARIO

46

SPACCAROTELLA

FRANCESCO

ITA

0:47:12

SM45

TRAIL DEI DUE LAGHI

102

TOZZI

ROSANNA

ITA

0:52:34

SF35

RUNCARD

47

COSTANTINI

FABIA ROMANA

ITA

0:47:13

JPSF

ATLETICA PALOMBARA

103

MAINIERI

MASSIMO

ITA

0:52:36

SM45

PODISTICA CASALOTTI

48

PICCHI

SIMONE

ITA

0:47:23

SM45

ATLETICA MONTE MARIO

104

LELLI

ANGELICO

ITA

0:52:40

SM50

ATLETICA MONTE MARIO

49

VERACINI

GIANNI

ITA

0:47:33

SM50

PODISTICA CASALOTTI

105

BONCORAGLIO

GUGLIELMO

ITA

0:52:43

SM50

LAZIO RUNNERS TEAM

50

CENTINI

VINCENZO

ITA

0:47:33

SM55

PODISTICA CASALOTTI

106

DI NICOLA

MAURO

ITA

0:52:44

SM60

ATLETICA MONTE MARIO

51

PADOVANI

CHIARA

ITA

0:47:45

SF35

PODISTICA CASALOTTI

107

STIVAL

ELEONORA

ITA

0:52:46

JPSF

PODISTICA SOLIDARIETÀ

52

CICERCHIO

DARIO

ITA

0:47:51

JPSM

PODISTICA CASALOTTI

108

CICERONE

GIULIO

ITA

0:52:55

SM45

PODISTICA CASALOTTI

53

GARDINI

GIANLUCA

ITA

0:48:22

SM45

BRAVETTA RUNNERS

109

COLUCCIA

ALBERTO

ITA

0:52:55

SM45

PODISTICA CASALOTTI

54

DURASTANTE

ANTONIO

ITA

0:48:35

SM55

ATLETICA MONTE MARIO

110

MILLUZZI

FABIO

ITA

0:52:58

SM50

JUVENIA

55

ALBERTI

DANIELE

ITA

0:48:36

JPSM

BRAVETTA RUNNERS

111

FERRANTINI

SEVERINA

ITA

0:53:04

SF55+

ATLETICA MONTE MARIO

56

CASALI

OLIVIERO

ITA

0:48:38

SM40

PODISTICA CASALOTTI

112

FAZIOLI

MARIO

ITA

0:53:04

SM55

PODISTICA CASALOTTI


QUARTIERE IN FESTA N. COGNOME

NOME

NAZ. TEMPO CAT.

113

LAFORENZA

DOMENICO

ITA

0:53:08

SM50

114

LEOPARDO

LUCIO MARIA

ITA

0:53:10

115

COSCIONE

LUIGI

ITA

116

SCROCCA

EUGENIO

117

PARISI

118

SOCIETÀ

IL PUNGOLO WWW.ILPUNGOLO.ORG

NAZ. TEMPO CAT.

13

N. COGNOME

NOME

SOCIETÀ

TRAIL DEI DUE LAGHI

169

LICENZIATO

PIERLUIGI

ITA

0:58:39

SM45

MARATHON R. CASTELFUSANO

SM50

PODISTICA ALSIUM LADISPOLI

170

CAPPELLANO

BARBARA

ITA

0:58:40

SF40

PODISTICA CASALOTTI

0:53:10

SM45

PODISTICA ALSIUM LADISPOLI

171

MARRARA

GIOVANNI

ITA

0:59:05

SM55

PODISTICA SOLIDARIETÀ

ITA

0:53:15

SM40

FOREVER RUN ROMA

172

CINTIO

LUIGINO

ITA

0:59:31

SM50

RINCORRO

PAOLO

ITA

0:53:35

SM50

JUVENIA

173

FABIANI

FRANCESCO

ITA

0:59:36

SM45

ATLETICA PALOMBARA

GAUDIOSO

ERNESTO

ITA

0:53:35

SM60

JUVENIA

174

LEPORE

MARTINA

ITA

0:59:37

JPSF

ATLETICA PALOMBARA

119

FLAMMINI

ALESSANDRO

ITA

0:53:37

SM55

PODISTICA ALSIUM LADISPOLI

175

BLAVET DI BRIGA

MARIA CAR

ITA

1:00:11

SF55+

JUVENIA

120

RUSSO

RICCARDO

ITA

0:53:44

SM45

BRAVETTA RUNNERS

176

GIORDANI

ANDREA

ITA

1:00:23

SM35

KALI KALASAG

121

ZIJNO

ANDREA

ITA

0:53:53

SM55

ALBATROS ROMA

177

PASSERINI

SIMONE

ITA

1:00:23

SM40

KALI KALASAG

122

GIREA

COSTIN

ITA

0:53:55

JPSM

BRAVETTA RUNNERS

178

DI NICOLA

MASSIMO

ITA

1:00:49

SM55

PODISTICA CASALOTTI

123

MATTIA

DOMENICO

ITA

0:53:56

SM60

ALBATROS ROMA

179

MANNELLI

MASSIMO

ITA

1:01:04

SM55

ATLETICA PEGASO

124

GERACE

RICCARDO

ITA

0:54:00

SM35

KALI KALASAG

180

SENA

MANUEL

ITA

1:01:05

JPSM

ATLETICA PALOMBARA

125

SPINARDI

ANDREA

ITA

0:54:02

SM50

CORSA DEI SANTI

181

PROPERSI

MARIA VITTORIA

ITA

1:01:19

SF40

PODISTICA CASALOTTI

126

PICA

SEBASTIANO

ITA

0:54:04

SM60

ALBATROS ROMA

182

BIANCHI

FRANCESCA

ITA

1:02:06

SF40

ROMATLETICA FOOTWORKS

127

SCHINA

MASSIMILIANO

ITA

0:54:05

SM45

BRAVETTA RUNNERS

183

MARTINES

LUCIANO

ITA

1:02:35

SM60

PODISTICA CASALOTTI

128

SALCI

PAOLO

ITA

0:54:09

SM55

JUVENIA

184

LATTANTE

ANTONIO

ITA

1:03:43

SM60

PODISTICA CASALOTTI

129

BALESTRA

MASSIMO

ITA

0:54:09

SM45

PODISTICA CASALOTTI

185

ALASIA

FABRIZIO

ITA

1:04:03

SM50

BRAVETTA RUNNERS

130

ZUCCA

SIMONE

ITA

0:54:11

JPSM

BRAVETTA RUNNERS

186

APICELLA

MICHELE

ITA

1:04:06

SM40

PODISTICA PRIMAVALLE

131

CENNI

CELSO

ITA

0:54:18

SM70+

UISP ROMA

187

VARGAS

SALVATORE

ITA

1:04:18

SM65

TRAIL DEI DUE LAGHI

132

FIORE

FILIPPO

ITA

0:54:21

SM55

BANCARI ROMANI

188

BAZZONI

ALESSANDRO

ITA

1:04:23

SM60

ATLETICA MONTE MARIO

133

MEUTI

FRANCESCO

ITA

0:54:22

SM55

ATLETICA MONTE MARIO

189

MARCHI

DAVIDE

ITA

1:04:38

SM40

PODISTICA CASALOTTI

134

TONI

FEDERICO

ITA

0:54:24

SM70+

BANCARI ROMANI

190

D’ERCOLE

MAURIZIO

ITA

1:04:43

SM50

ATLETICA PEGASO

135

ANTONELLI

CLAUDIO

ITA

0:54:27

SM55

ATLETICA MONTE MARIO

191

MANCINELLI

LAURA

ITA

1:04:44

SF45

ATLETICA FORUM

136

SINIBALDI

GIANCARLO

ITA

0:54:31

SM60

ATLETICA MONTE MARIO

192

ZUENA

MARCO

ITA

1:05:15

SM55

PODISTICA CASALOTTI

137

COPPOLA

FABIO

ITA

0:54:31

SM55

PODISTICA CASALOTTI

193

PREMUTICO

BRUNO

ITA

1:05:28

SM55

FOREVER RUN ROMA

138

PANDEL

ANETA

ITA

0:54:34

SF40

ALBATROS ROMA

194

FRAZZETTA

MARIO

ITA

1:05:28

SM55

PODISTICA ALSIUM LADISPOLI

139

ADDELIO

VINCENZO PIETRO

ITA

0:54:37

SM55

RUNCARD

195

PALUMBO

FRANCESCO

ITA

1:05:29

SM45

PODISTICA ALSIUM LADISPOLI

140

CROCE

PATRIZIO

ITA

0:54:42

SM55

ATLETICA MONTE MARIO

196

CICCHINELLI

SONIA

ITA

1:06:01

SF40

PODISTICA CASALOTTI

141

BOLDRINI

FRANCESCA

ITA

0:55:05

SF40

PODISTICA SOLIDARIETÀ

197

FAGNANI

ALFREDO

ITA

1:06:30

SM65

PODISTICA CASALOTTI

142

VERDESCA

MASSIMO

ITA

0:55:05

SM55

PODISTICA SOLIDARIETÀ

198

PICCARI

DOMENICO

ITA

1:06:31

SM65

PODISTICA CASALOTTI

143

DE FABIIS

PIO GIORGIO

ITA

0:55:07

SM50

CAT SPORT

199

SAVINO

SILVIA

ITA

1:06:57

SF50

TRAIL DEI DUE LAGHI

144

BOCCIA

STEFANO

ITA

0:55:09

SM50

PODISTICA CASALOTTI

200

BASILE

FRANCESCO

ITA

1:06:57

SM50

TRAIL DEI DUE LAGHI

145

VALANCHERRY

JOHNSON

ITA

0:55:17

SM55

BRAVETTA RUNNERS

201

RICCI

CARLO

ITA

1:06:57

SM50

TRAIL DEI DUE LAGHI

146

BARTUCCIA

SIMONE

ITA

0:55:19

JPSM

ATLETICA PALOMBARA

202

ZERILLI

FRANCESCO

ITA

1:07:02

SM50

PODISTICA CASALOTTI

147

DI MICHELE

MARINO

ITA

0:55:21

SM55

CALCATERRA SPORT

203

DI CARLO

ADRIANO

ITA

1:07:11

SM55

ATLETICA MONTE MARIO

148

NEVALORO

SANDRA

ITA

0:55:41

SF45

JUVENIA

204

RAGOGNA

GIOVANNI

ITA

1:07:15

SM55

ALBATROS ROMA

149

PAPA

MASSIMILIANO

ITA

0:55:53

SM50

KALI KALASAG

205

DI LORENZO

GILBERTO

ITA

1:07:16

SM45

BRAVETTA RUNNERS

150

CORALLO

FRANCESCO

ITA

0:56:05

SM55

PODISTICA ALSIUM LADISPOLI

206

TREZZI

ANNALISA

ITA

1:08:42

SF35

KALI KALASAG

151

BLASI

MAURIZIO

ITA

0:56:14

SM50

PODISTICA CASALOTTI

207

ZYLA

ARLINDA

ALB

1:08:58

JPSF

KALI KALASAG

152

NUNZIO

FRANCESCO

ITA

0:56:21

SM50

ATLETICA PEGASO

208

STELLA

MASSIMILIANO

ITA

1:09:03

SM45

FOREVER RUN ROMA

153

GIREA

ANDRA RAMONA

ITA

0:56:21

JPSF

BRAVETTA RUNNERS

209

FAGOTTO

MASSIMILIANO

ITA

1:09:14

SM40

LATIN MARATHON LOVERS

154

MATTIUSSI

RAFFAELE

ITA

0:56:35

SM50

PODISTICA CASALOTTI

210

TROTTA

FEDERICA

ITA

1:09:15

SF50

PODISTICA PRIMAVALLE

155

MARGRANDE

FABRIZIO

ITA

0:56:49

SM40

PODISTICA CASALOTTI

211

RAPPOCCIO

LAURA

ITA

1:09:32

SF40

SPORT TEAM TRIGORIA

156

SARROCCHI

LAURA

ITA

0:56:58

SF40

PODISTICA CASALOTTI

212

CONSOLI

PASQUALINO

ITA

1:09:32

SM35

SPORT TEAM TRIGORIA

157

DI CERBO

SUSANNA

ITA

0:57:10

SF40

CSI ALIFE 5

213

SCORZONI

MARCO

ITA

1:10:21

SM40

PODISTICA SOLIDARIETÀ

158

ANNESSI

FABIO

ITA

0:57:22

SM45

PODISTICA CASALOTTI

214

RAO

ANTONIO

ITA

1:10:30

SM70+

ATLETICA MONTE MARIO

159

FILIPPONE

ROSSANA

ITA

0:57:29

SF50

TRAIL DEI DUE LAGHI

215

DEL GIUDICE

CRISTINA

ITA

1:12:36

SF45

BRAVETTA RUNNERS

160

OTGIANU

GESUINO

ITA

0:57:30

SM55

TRAIL DEI DUE LAGHI

216

GERMANÒ

GIUSEPPE

ITA

1:12:37

SM55

ALBATROS ROMA

161

QUARANTA

FRANCO

ITA

0:57:33

SM60

ALBATROS ROMA

217

CANNICI

FRANCESCA

ITA

1:13:53

JPSF

BRAVETTA RUNNERS

162

DAVIDIAN

MARGARITA

RUS

0:57:38

SF35

PODISTICA CASALOTTI

218

GIORDANO

SALVATORE

ITA

1:14:21

SM70+

ATLETICA MONTE MARIO

163

GIOVANNINI

GIANLUCA

ITA

0:57:38

SM40

PODISTICA CASALOTTI

219

MUGNAI

CORRADO

ITA

1:16:00

SM40

MILLEPIEDI LADISPOLI

164

MARINO

MARCO

ITA

0:57:41

SM40

BRAVETTA RUNNERS

220

LANZI

MASSIMILIANO

ITA

1:18:11

SM50

CORSA DEI SANTI

165

PROIETTO

SERGIO

ITA

0:57:55

SM55

PODISTICA CASALOTTI

221

CIOTTI

ANNA

ITA

1:25:59

SF55+

ALBATROS ROMA

166

ZUPPELLO

WALTER

ITA

0:57:56

SM70+

BANCARI ROMANI

167

TOMMASI

PIERPAOLO

ITA

0:57:57

JPSM

LA MANDRA CALIMERA

168

COSTA

SALVATORE

ITA

0:58:37

SM55

PODISTICA CASALOTTI


14

IL PUNGOLO WWW.ILPUNGOLO.ORG

QUARTIERE IN FESTA

Domenica di Sport in periferia con la 23° Edizione del Ferro di Cavallo di Arianna Sacchinelli

N

ella calda mattinata di domenica 11 Giugno Via Morsasco si è riempita di atleti partecipanti allo storico Giro del Ferro di Cavallo. L’evento, organizzato dal Comitato di Quartiere N.A.R.N.O, coadiuvato dalla Podistica Casalotti, raccoglie ogni anno atleti provenienti da tutta Roma ed il percorso della gara, 10.550 mt (1/4 di Maratona) si sviluppa tra i colli della periferia di Roma Nord, in un percorso stradale cittadino.

LA GARA Dopo tre anni, Luca Parisi torna a conquistare il primo posto. Il giovane podista della società Romatletica Footworks, con 34’33’’ taglia per primo il traguardo della XXIII Edizione. Il secondo classificiato è stato Carlo Ruschena della società Juvenia, classe 1979, che ha concluso la sua gara con 39’06’’. Il podio maschile si è chiuso con Luigi De Luca dell’Atletica Monte Mario che ha tagliato il

traguardo con 40’48’’. Ottimi risultati anche per le donne. Laura Peruzzi dell’Atletica Monte Mario conquista il primo posto nel podio femminile. Loredana Napoleone della Podistica Casalotti, sebbene con lo stesso tempo della prima classificata ovvero 46’57’’, taglia il traguardo qualche millesimo in ritardo aggiudicandosi il secondo gradino del podio nei 10,55 Km del Quarto di Maratona. Fabia Romana Costantini, podista dell’Atletica Palombara, si è posiziona terza registrando un tempo pari a 47’13’’. Nella tarda mattinata, dopo l’arrivo al traguardo di tutti gli iscritti, si sono svolte le premiazioni. Oltre all’assegnazione dei premi di categoria maschile e femminile, quello delle società è stato consegnato all’Atletica Monte Mario per il miglior numero di arrivati. Vi diamo appuntamento all’anno prossimo per un altro concentrato di © RIPRODUZIONE RISERVATA sport!

1° CLASSIFICATO LUCA PARISI ROMATLETICA FOOTWORKS

1° CLASSIFICATA LAURA PERUZZI ATLETICA MONTE MARIO

2° CLASSIFICATO CARLO RUSCHENA JUVENIA

2° CLASSIFICATA LOREDANA NAPOLEONE PODISTICA CASALOTTI

3° CLASSIFICATO LUIGI DE LUCA ATLETICA MONTE MARIO

3° CLASSIFICATA FABIA ROMANA COSTANTINI ATLETICA PALOMBARA


URBANISTICA E VIABILITÀ

Via Gandin: partiti i lavori per l’illuminazione

IL PUNGOLO WWW.ILPUNGOLO.ORG

15

Dopo la commissione dello scorso Gennaio, trovata la quadra con Acea per il ripristino dell’impianto. di Luciano Landonio

C

i eravamo lasciati nell’edizione n. 131 dello scorso Febbraio, con la promessa che il Dipartimento SIMU ed Acea, una volta appurata la loro competenza in merito all’impianto di illuminazione di Via Antonio Gandin, avrebbero posto in essere tutte le procedure necessarie al ripristino dell’impianto. Che la competenza per il ripristino fosse da ascrivere proprio ad Acea, coadiuvata dal Diparti-

mento SIMU, è la Commissione Capitolina Lavori Pubblici a stabilirlo, all’interno del verbale della commissione dello

scorso 19 Gennaio, dove si legge «Assunto che la competenza in merito all’impianto è di Acea, la Presidente Agnello chiede al Dipartimento SIMU di procedere a trasmettere una richiesta alla medesima società per concordare un sopralluogo, con relativo verbale scritto, entro 15 giorni». Acea e SIMU si sono effettivamente incontrati

sul posto un mesetto più tardi, il 19 Febbraio. In quell’occasione sono stati effettuati degli scavi ispettivi, atti a verificare le oggettive condizioni tecniche e gli interventi da porre in essere per far ripartire l’impianto di illuminazione. Informalmente ci fu garantito che l’impianto sarebbe stato riattivato entro Pasqua ma, a Pasqua passata, nulla era

cambiato.

LE ULTIME NOVITÀ L’ultima vera novità è dello scorso 24 Maggio, quando alcuni operai sono intervenuti per sostituire tutte le lampade dei corpi illuminanti e per ripristinare i cavi adeguandoli al nuovo impianto. Adesso sembra che l’unica difficoltà rimasta,

sia quella di sostituire la cabina ANAS che alimentava l’impianto, con una cabina Acea, probabilmente di nuova realizzazione. Alla luce di queste novità è possibile che l’impianto possa essere effettivamente riattivato entro questa estate e risolvere così definitivamente un problema che la periferia si trascina ormai da quasi dieci anni. © RIPRODUZIONE RISERVATA


16

IL PUNGOLO WWW.ILPUNGOLO.ORG

DALLE ASSOCIAZIONI

Il Comitato Valle Santa compie un anno

Diversi gli obiettivi raggiunti, fra i più importanti l’abbattimento e la potatura delle alberature pericolanti sulla Via Boccea ed il costante impegno per il miglioramento della sicurezza del plesso di Tenuta San Mario. di Niccolò Vena

S

e esiste una ricetta per la gestione delle periferie nella nostra città probabilmente non è distante da quella sperimentata dal Comitato Valle Santa nel suo primo anno di attività: presidio del territorio, ascolto dei cittadini, dialogo con la Pubblica Amministrazione e monitoraggio delle scadenze e della regolare esecuzione dei lavori. Costituito il 6 maggio 2016, in un solo anno il Comitato è stato capace di avviare contatti fattivi con i referenti del complesso territorio su cui opera. Complesso perché nella Città Eterna vivere a cavallo della via Boccea implica interfacciarsi spesso con ben due Municipi (XIII e XIV nel caso specifico) ed un Dipartimento (il SIMU), con i conseguenti rimandi della burocrazia e le innumerevoli inerzie ad essa connesse.

IL PARCHEGGIO ALLA SCUOLA TENUTA S. MARIO Un esempio tra tutti, mettere in sicurezza l’accesso dei bambini all’unica scuola materna ed

elementare presente nella zona, il Plesso di Tenuta S. Mario afferente all’IC Boccea 590. Questa piccola scuola (che attualmente ospita una sezione di scuola dell’Infanzia Statale e 5 classi di scuola primaria) ricade nel territorio del XIII Municipio ma riceve in larga parte bambini del XIV, giacché è l’unica scuola di prossimità per l’intera zona di Monte dell’Ara Valle Santa. Per raggiungere la scuola, attualmente priva di un parcheggio, bisogna obbligatoriamente passare dalla Via Boccea, strada considerata di Grande Viabilità, nonostante sia stretta e priva di marciapiedi. Al fine di trovare una soluzione ai quotidiani problemi di sicurezza, il Comitato Valle Santa ha agito da facilitatore tra l’IC Boccea 590, il Municipio XIII e la proprietà adiacente alla scuola che, con grande disponibilità, ha acconsentito alla cessione in comodato d’uso di un lotto di terreno. Tale azione si è concretizzata nel sopralluogo congiunto presso la scuola dello scorso 31

maggio, cui hanno partecipato il Municipio XIII, i rappresentanti delegati per la Scuola e per il Comitato dei genitori, un rappresentante della proprietà e ovviamente il Comitato Valle Santa. In questa occasione è stato possibile evidenziare le varie problematiche della scuola ed individuare insieme le soluzioni più congeniali e soprattutto di più rapida realizzazione. Tra queste: • l’apertura di un cancello pedonale per permettere ai bambini di effettuare le periodiche visite di istruzione a piedi al teatro della limitrofa parrocchia Madonna di Loreto, utilizzando un percorso pedonale sicuro invece che transitare in fila indiana lungo la Via Boccea priva di marciapiedi; • l’individuazione di un’area da adibire a parcheggio, dotabile di passo carrabile sulla Boccea e di accesso pedonale alla scuola; • l’individuazione della nuova area a par-

co giochi nel lotto limitrofo ceduto in comodato d’uso (che un dosso rendeva impossibile dotare di passo carrabile e quindi adibire a parcheggio). Tra il dire e il fare sappiamo esserci un mare di mezzo, ma il taglio operativo del sopralluogo ha sicuramente permesso di accorciare i tempi della burocrazia ed ha soprattutto evidenziato la disponibilità delle parti coinvolte nel trovare una soluzione concreta. Questo è il più recente esempio della “ricetta” che il Comitato Valle Santa sta sperimentando per affrontare i complessi problemi della periferia, che richiedono flessibilità, buon senso ed attenzione per essere risolti. Un anno fa’ molti si chiedevano se un Comitato di Zona davvero servisse a Valle Santa. Ora sappiamo che sì, evidentemente serviva e sempre più servirà per catalizzare esigenze, energie e coadiuvare l’Amministrazione nell’individuare soluzioni concrete e realizzabili. © RIPRODUZIONE RISERVATA

ALCUNI DEGLI OBIETTIVI RAGGIUNTI • • •

• •

GIUGNO 2016

Rifacimento fontanella a Via Trino dopo anni di manutenzioni fallimentari; Sfalcio dell’erba sull’area verde di Via Trino; Costante monitoraggio del servizio AMA di raccolta differenziata.

LUGLIO 2016

Viene tagliata l’erba sulla Via Boccea (da incrocio detto del “Dazietto”: incrocio tra Via Boccea e Via della Storta/Casal Selce, verso il 13 km). Il Comitato Valle Santa aveva già consegnato al Dipartimento SIMU esposto con raccolta relativo sia alla necessità di sfalcio dell’erba (che invadeva le carreggiate) che alla rimozione dei numerosi alberi secchi che rischiavano di cadere in caso di intemperie. Da oltre 3 anni l’erba sulla carreggiata non veniva più tagliata, come testimonia la richiesta della cittadinanza fatta a dicembre 2014 nel corso di una riunione con l’allora da poco insediata giunta del municipio XIV, si segnalava già allora che gli sfalci sulla Boccea non erano più stati effettuati da oltre un anno. Installati i segnali luminosi per l’attraversamento pedonale di fronte alla scuola Tenuta S. Mario. L’attraversamento e l’ingresso dei bambini a scuola è molto pericoloso.

SETTEMBRE 2016

Potatura delle alberature secche lungo la Via Boccea, a partire dal “Dazietto” fino all’incrocio con Via di Santa Maria di Galeria. Grazie ai solleciti effettuati dal Comitato Valle Santa il Dipartimento Tutela Ambiente ha autorizzato l’abbattimento di 352 alberi (olmi e robinie in prevalenza) secchi o pericolanti.

APRILE 2017

Collaborazione con i Comitati di Zona del Municipio XIV per redazione report su aree per realizzazione impianti AMA.

MAGGIO 2017

Sfalcio dell’erba sull’area verde di Via Trino; Ottenimento disponibilità alla cessione in comodato d’uso dell’area adiacente alla scuola Tenuta S. Mario per la realizzazione di un parcheggio e la messa in sicurezza dell’accesso per i bambini.


DAI MUNICIPI

L’assenza di spazi pubblici esclude di nuovo la periferia

IL PUNGOLO WWW.ILPUNGOLO.ORG

17

Per la seconda volta nel 2017 la periferia rimane esclusa da iniziative finanziate direttamente dall’amministrazione. di Redazione

N

ell’edizione 132 del Pungolo avevamo parlato di quanto l’assenza di spazi pubblici escluda di fatto la periferia del Municipio XIV da iniziative ed eventi sportivi finanziati dall’amministrazione. Nel dettaglio avevamo preso come riferimento la Festa dello Sport 2017, un evento all’aperto che si poneva come scopo la diffusione dell’attività sportiva come momento di integrazione e socia-

lizzazione per tutti i cittadini. In quel caso, all’interno dell’Avviso Pubblico, erano state inserite come «preferibili» le aree del: • Parco Anna Bracci; • Parco del Pineto; • Pista Ciclopedonale; Di per sè l’Avviso Pubblico non escludeva a prescindere la periferia, ma palesa come nella parte esterna al G.R.A. non esistano aree pubbliche che possano ospitare eventi simili.

LE “NOTTI D’ESTATE IN MUNICIPIO XIV” Stesso copione per quello che riguarda il recente Avviso Pubblico per l’organizzazione dell’iniziativa “Notti d’estate in Municipio XIV”, un evento attraverso il quale promuovere e sostenere attività culturali, artistiche ed espressive accessibili a tutti, con l’organizzazione di: • rassegna di cinema all’aperto;

• attivazione di centralità urbane municipali con proiezioni di grandi dimensioni (per esempio sui muri degli edifici), incluse due serate di Mural Game; • eventi per la promozione delle varie forme espressive musicali con il coinvolgimento di gruppi emergenti e indipendenti. Un’iniziativa, quindi, molto interessante che

però, come nel caso della Festa dello Sport, molto probabilmente non si svolgerà in periferia. Anche questo Avviso Pubblico segnala infatti due aree rientranti nella parte più centrale del Municipio: • il Parco del Pineto, in prossimità della biblioteca “Casa del Parco” per la rassegna di cinema all’aperto; • il Mercato di Sant’Igino Papa, per gli

eventi di Mural Game e Proiezioni; Per la seconda volta nel 2017, quindi, gli abitanti della periferia rimangono esclusi da eventi finanziati dall’amministrazione a causa dell’assenza di spazi pubblici idonei di cui, a quanto sembra, rimarrà priva anche in futuro, o per lo meno nel breve periodo. © RIPRODUZIONE RISERVATA


18

IL PUNGOLO WWW.ILPUNGOLO.ORG

IL FERMACARTE

IL FERMACARTE: Invito alla Lettura

A

partire da questa edizione, il Pungolo aggiunge una nuova rubrica alla sua offerta culturale: Il Fermacarte. La rubrica nasce grazie alla collaborazione con i ragazzi di Rock’n’Read «Sballati di libri e musica» come amano definirsi.

L’obiettivo è quello di un “invito alla lettura”, di un ritorno alla carta stampata, al piacere di sfogliare un libro, in controtendenza con la visione digitale del mondo moderno. In ogni edizione saranno proposti quattro titoli, recensiti dagli infaticabili membri di Rock’n’Read.

La rubrica poi prosegue sul nostro portale web con un appuntamento settimanale, il venerdì, che si unisce alla rubrica web quindicinale dedicata al cinema. Buona Lettura!

LA MIA STORIA - Marilyn Monroe / Ben Hecht

L

a Mia Storia di Marilyn Monroe è il libro perfetto per gli appassionati del mito Marilyn e per chi è curioso di sapere chi era la persona Marilyn. Norma Jean Baker è stata l’anticamera di quella che sarebbe diventata col tempo e molti sacrifici la donna più ambita e sexy del mondo.

Un’icona da imitare per le donne e il desiderio sessuale di ogni uomo. Ma dietro tutto questo ci sono anni di fame, privazioni e incomprensioni che si sono aggiunte ad un’infanzia oltre il difficile. Marilyn Monroe, affiancata dal ghostwriter e sceneggiatore Ben Hecht, da’ vita a La

IL NERO NEL BIANCO - Andrea Paolucci

Il

Nero nel Bianco, di Andrea Paolucci, ha due storie, una che si svolge ai giorni nostri, l’altra invece che si dipana in un periodo pari all’inizio degli anni ‘70. Due storie che procedono parallele, almeno inizialmente, per poi convergere e giungere a unità, come due corde

che, intrecciandosi, vanno a formare una robusta fune. Quattro personaggi sono assolutamente connessi l’uno con l’altro, secondo un disegno, anche sorprendente, che appare chiaro mano a mano che si affonda nella lettura. Ma emerge con forza anche un altro personaggio, quasi fosse una ghost track di un

L’ISOLA DI PLASTICA - Marco Caponera

I

mmaginate di poter entrare in una gigantesca opera del fotografo irriverente David LaChapelle, di dare vita ai protagonisti e a quelli sullo sfondo: benvenuti ne L’Isola di Plastica di Marco Caponera. Le nuove frontiere della vacanza a 5 stelle sono aperte! I protagonisti di questo libro

surreale quanto coinvolgente sono un trentenne sfigato, precario, ansioso ed avvezzo all’alcool che si imbatte in una sensuale bambola gonfiabile sul nevrotico andante, che conoscono un Gesù sboccato che non sa cosa fare della sua esistenza ed una coppia gay in crisi con lo scatto compulsivo allo smartphone.

CITTÀ A MANO ARMATA - Lugli / Del Greco

C

ittà A Mano Armata è l’incontro letterario tra un giornalista, Massimo Lugli ed un investigatore, Antonio Del Greco. Giornalista, in un senso quasi dimenticato del termine. In Città A Mano Armata ci sono molti casi che la cronaca italiana ha presentato sul piatto dell’opinione pubbli-

ca, ma si tingono di verità ad ogni passaggio permettendo al lettore di entrare nella testa di un poliziotto che indaga su un crimine e su un giornalista alla ricerca di un’inchiesta scottante. Città A Mano Armata non è il solito libro sui crimini italiani. E’ invece una ricerca conti-

Donzelli editore

Mia Storia in cui si racconta dall’infanzia, gli inizi come modella, fino al tour in Corea quando, durante il viaggio di nozze col giocatore di Baseball Joe DiMaggio, fa visita alle truppe americane. Il resto è storia.

Lampi di Stampa album rock, ed è la città di Roma, a tutto tondo, dalle periferie con i palazzoni impersonali al comfort dei quartieri bene, i locali notturni, le strade dissestate e il fiume Tevere che tutto osserva silente.

Alter Ego Edizioni Poggiate questi personaggi su di un’isola interamente in plastica riciclata, nel bel mezzo dell’Oceano Pacifico, il residence Beautiful Garbage, ed ecco a voi un libro che vi sorprenderà.

Newton Compton Editori nua nelle storie che più hanno impressionato l’opinione pubblica oltrepassando quanto già detto verso un’indagine svolta con caparbietà e con il confronto di due menti brillanti nei rispettivi campi di azione.


EVENTI E CULTURA

Quattro giorni di festa alla chiesa di Santa Gemma La periferia si riunisce in Piazza del Castello di Porcareccia per le celebrazioni della Santa, fra arte, sport ed intrattenimento. di Noemi Bonafede

L

i avevamo lasciati sul campo di calcio, ma i volontari della parrocchia di Santa Rufina e Seconda tornano fra le pagine del nostro giornale. Questa volta raccontano la manifestazione dedicata a Santa Gemma, organizzata da un comitato istituito proprio in favore della festa e guidato da Padre Aurelio D’Intino. Il Primo appuntamento è stato Giovedì 8 Giugno, seguito da altre tre inten-

se giornate di celebrazione.

IL PROGRAMMA Per anni la festa si è svolta nel giardino della Parrocchia, ma quest’anno la chiesa ha ampliato i suoi spazi, avviando una nuova tradizione e coinvolgendo tantissime persone. L’evento si è aperto con la Santa Messa seguita dal Triduo in onore di Santa Gemma, ed è terminato Domenica

11. Con l’inaugurazione ufficiale dell’organo ed il concerto del Maestro “Salvatore Pronestì & Co”, ha preso il via un week end all’insegna dello sport, della musica e dello spettacolo. I “piccoli calciatori” della parrocchia sono stati i protagonisti del torneo di calcetto della “10° Coppa Santa Gemma” Sabato pomeriggio, mentre

domenica, presso l’oratorio S. Gabriele è andato in scena lo spettacolo dell’associazione “Amici Musicisti” che, con l’esibizione “A spasso nel tempo...a tempo di musica”, ha riproposto i brani più conosciuti della storia musicale. Nel piazzale antistante la Parrocchia, Domenica pomeriggio, sono tornate le ragazze dell’ “ASD

Twirling Armonica” di Casal Selce con una nuova coreografia della Campionessa Italiana Desirèe Volpe. La serata dell’11 Giugno ha chiuso le quattro giornate di festa, con la Processione animata dalla Banda Musicale “Associazione Nazionale dei Carabinieri”. Per tutta la durata dell’evento, i partecipanti sono

IL PUNGOLO WWW.ILPUNGOLO.ORG

19

stati intrattenuti da stand gastronomici, mercatini artigianali ed eventi musicali, durante i quali sono comparsi anche noti personaggi dello spettacolo: Giuseppe Salsetta, da “Amici” e Gianfranco Phino, da “Zelig”. Ottimi risultati per questa edizione della “Festa di Santa Gemma” «Davvero inaspettati - dice Andrea Serra, uno degli organizzatori. La chiesa - conclude - ha ospitato non solo i volontari della parrocchia ma anche ragazzi provenienti dai quartieri circostanti, tra cui quello di Casalotti. Noi siamo fieri di essere riusciti in pochissimo tempo a prepare una festa così bella per il nostro quartiere, chiudendo l’anno nel migliore dei modi». © RIPRODUZIONE RISERVATA

Al Mercatino di ROMA CASALOTTI puoi trovare mobili, hi-tech, abbigliamento, libri, giochi, elettrodomestici, accessori per la casa e molto altro ancora a prezzi convenienti!

cod. aut. 5307

VIENI nel posto GIUSTO PORTA & COMPRA USATO Via di Casalotti, 34 - tel. 06 61566450

3278226520

rm54@mercatinousato.com www.romacasalotti.mercatinousato.com orario continuato 9.30/19.30 - aperto tutti i giorni


20

IL PUNGOLO WWW.ILPUNGOLO.ORG

EVENTI E CULTURA

Il Realismo di Pietro Labricciosa

L’artista abruzzese, naturalizzato ad Ottavia, che usa per la sua pittura pacatezza, morbidezza e poesia espone le sue opere all’interno di Palazzo Chigi a Formello. di Arianna Sacchinelli

P

ietro Labricciosa, seppur nativo abruzzese, è pittore del nostro territorio che vive ed opera nel quartiere di Ottavia. L’artista, autodidatta, ha cominciato a dipingere attivamente dal 1972 esponendo periodicamente e ottenendo successo sia dalla critica che dal pubblico.

Dal basso, a sinistra in senso antiorario: Pietro Labricciosa mentre dipinge uno delle sue ultime opere; Accanto un quadro mitologico e sullo sfondo una galleria di tele a carattere floreale. In alto l’ultima sala che chiude la mostra.

L’ARTISTA La sua passione per l’arte nacque sin da piccolo dimostrando un forte interesse per il disegno, mentre, in età adulta, la pittura lo coinvolse completamente. Questa forma d’espressione, racconta Pietro, negli anni l’ha calamitato al punto da rappresentare i soggetti più disparati: dai fiori agli animali, dai ruderi al nudo.

Inizialmente comunicava il suo talento con disegni a matita e, già nel 1975, si dedicava alla realizzazione di nudi quasi a grandezza naturale. Opere dalla difficoltà non indifferente, soggetti che necessitavano di profondità, ombre e prospettive

ben definite. Il pittore, da sempre, ha concentrato la sua ricerca artistica attorno al bello e alla perfezione, tentando di comunicare pacatezza, morbidezza e poesia. Si definisce un figurativo, un realista che lavora d’istinto senza alcun dise-

gno preparatorio. Labricciosa racconta al Pungolo: «Quando inizio a dar vita ad una tela so già cosa dipingerò, il soggetto è da tempo fotografato nella mia mente». Le sue opere sono la risultante di uno studio del movimento, dato dalla

forte identità dei sogget- mori appartenenti agli ti, dalla composizione e ambienti raffigurati. dall’equilibrio dei colori. Le composizioni invece, risalenti a fine anni novanta, sono un elemento LE OPERE RACCONTANO di rottura e vedono come 40 ANNI DI PITTURA protagonista il Pierrot: un salto nel passato che Da poco si è conclusa la dimostra la versatilità sua mostra personale nel- dell’autore nella scelta la Sala Orsini di Palazzo dei soggetti. Chigi a Formello. Dal 3 Infine una passione imal 9 giugno settanta ope- portante è quella per le re hanno rivelato la pit- rose, le conosce in ogni tura che da decenni è la angolazione e ne rapprenarrazione principale per senta ogni sfumatura, ad l’artista. esse ha dedicato grandi e In questa occasione sono piccole tele. state protagoniste nu- Pietro Labricciosa racmerose rappresentazioni conta da più di quaranta della natura, in riman- anni quello che vede e do alle origini abruzzesi quello che più lo appaga, dell’artista, il quale, tan- lo fa in modo autentico e te volte, si è ispirato alla genuino. Un artista umile terra nel cuore dell’Italia. ed autocritico con ancora Colori come il giallo, il tanta voglia di imparare e rosso ed il verde raccon- di mettersi in gioco, tantano mietiture e campi in to da sperimentare quotifiore. Sono ricorrenti an- dianamente nuove tele o che gli animali, con una apportare miglioramenti predilezione per le forme ai lavori del passato. ed il dinamismo dei ca- Una personalità limpida e valli. diretta espressa perfettaLa natura dipinta da La- mente attraverso i potenbricciosa è fortemente ti colori dei suoi quadri, comunicativa, dalle sue difficili da dimenticare. tele sembra di poter per© RIPRODUZIONE RISERVATA cepire i reali odori e ru-


EVENTI E CULTURA

Dieci serate per la XIX Edizione dell’Estate romana realizzata dagli “Amici Selva Nera” di Noemi Bonafede

D

al 16 Giugno al 7 Luglio, l’associazione culturale “Amici di Selva Nera” aprirà le porte all’Estate per la diciannovesima volta, con tante novità, serate a tema e spettacoli.

L’ASSOCIAZIONE Tutto ha avuto inizio nel 1995, quando Selva Nera era ancora un piccolo quartiere nascosto dal verde degli alberi. “Amici Selva Nera” è un’as-

sociazione culturale che cerca da ben vent’anni, attraverso il dialogo e la collaborazione, di rendere il quartiere più interessante e vivibile, soprattutto dal punto di vista sociale. «Il mio obiettivo è quello di riunire tutti i ragazzi del quartiere e avvicinarli alle cose pure della vita, come la cultura, lo sport ed il teatro» ci racconta il Presidente Enzo Di Cristofaro. «La nostra associazione

- conclude il Presidente - non si ferma all’Estate Romana, ma organizza da anni una ricca rete di attività accessibile a tutti, perchè noi cerchiamo di creare un punto di aggregazione sociale sia per i bambini che per i più grandi».

zione “Amici di Selva Nera”, in Via Gabriella degli Espositi, ripartirà la storica festa “Estate romana”, giunta alla sua diciannovesima edizione. Venerdì 16 Giugno è andata in scena “Vacanze romane” di Patrizia Raspanti, con il gruppo teatrale “La Compagnia”. Sabato 17 è stato il turno IL PROGRAMMA delle scuole di ballo delDieci serate all’insegna la nostra zona, mentre della musica e del teatro: Domenica pomeriggio si dal 16 giugno al 7 luglio, è svolta l’esibizione di nella sede dell’associa- Kick boxing con Tonino

er “Cina” ed i suoi piccoli allievi. Nella serata invece sono stati canto e cabaret a farla da protagonisti. Giovedì 22 aprirà la seconda settimana con lo spettacolo teatrale della compagnia “ i Piccoli Amici Selva Nera” , che presenterà “la Bella e la Bestia”, di Rossana Congestri. Venerdì 23 si terrà la Prima serata del “XVIII° Festival della Canzone” condotta da Valentina e

IL PUNGOLO WWW.ILPUNGOLO.ORG

21

Gianni: l’apertura sarà accompagnata dall’esibizione di ballo alla quale seguirà quella di Zumba con le insegnanti Tiziana Coratella e Deborah Renzoni. Il tutto si chiuderà con le prime eliminatorie dei partecipanti al Festival della Canzone. Sabato 24 si aprirà il sipario con la compagnia “degli adulti” dell’associazione, che presenterà “Più belli che mai” di Nicoletta Vita. Domenica 25 Serata finale del “XVIII° Festival della Canzone” con conseguente premiazione. Le dieci serate chiuderanno il sipario con il grande spettacolo teatrale “Er conto da pagà” de “I selvatici”, che abbiamo già presentato nell’edizione precedente, aprendo così definitivamente l’estate 2017. © RIPRODUZIONE RISERVATA


22

IL PUNGOLO WWW.ILPUNGOLO.ORG

SPORT LOCALE

La cultura e lo sport chiudono in bellezza l’anno scolastico

I ragazzi delle scuole del quartiere Casalotti protagonisti di una serie di eventi finalizzati alla valorizzazione dello sport e dell’ Intercultura. di Noemi Bonafede

P

artecipando a queste manifestazioni scolastiche si torna ad essere un po’ tutti bambini. Tra le grida degli alunni che giocavano e le facce preoccupate dei ragazzi che dovevano esibirsi o mostrare le proprie creazioni, abbiamo incontrato gli organizzatori degli eventi “Al chiaro di Luna” e “La festa dell’ Intercultura e dello sport”, organizzati da alcuni istituti di Casalotti.

Qui sotto, nel riquadro piccolo: Franco Lotrionte Presidente della ASD Casalotti; nel riquadro a fianco la Dirigente Scolastica Maria Augusta Mozzetti (a destra nella foto); Intorno tre momenti della Festa dello sport con protagonisti gli alunni.

AL CHIARO DI LUNA Sabato 6 maggio è stata presentata “Al chiaro di Luna”, una manifestazione ricca di eventi, promossi e organizzati dalla Preside della scuola primaria Bajocco 85, Maria Augusta Mozzetti, dalla vice preside Claudia Maccione e da un gruppo di genitori che da anni si impegna nell’organizzazione di diversi progetti culturali, tra i quali il maestro Lattanzi e i rappresentanti Romeo e Martini. Presso l’Istituto, il consiglio direttivo della scuola ha promosso una campagna per la sensibilizzazione alla donazione del sangue, condotta dall’ADVPS, l’associazione donatori volontari personale della Polizia di Stato, ottenendo buoni risultati. La scuola ha aperto inoltre le porte proponendo un pomeriggio all’insegna dell’ arte, della cultura e della scienza, esponendo varie mostre,

tra cui quella realizzata dagli studenti, dedicata ad Alfredo Bajocco. Oltre al mercatino artigianale, sono stati esposti alcuni progetti creati dagli alunni. Il “gruppo astronomi di Palidoro” ha chiuso la manifestazione concedendo una serata dedicata alla Luna e a Giove, attirando tantissimi bambini che si sono dilettati come piccoli astronomi a guardare le stelle con i la seconda edizione della telescopi. “Festa dell’intercultura e dello Sport”, con lo scoLA FESTA po di potenziare ancora DELL’INTERCULTURA una volta la collaborazioE DELLO SPORT ne tra scuola e territorio, attraverso la valorizzaGli studenti degli istituti zione dello sport e della I.C. Casalotti 259, I.C. cultura. La pratica dello Boccea 590, Istituto pa- Sport, infatti, ed i suoi universalmente ritario Oasi Madre Sera- valori fina, Scuole dell’infanzia riconosciuti, rappresencomunali Via di Casalot- tano un nesso fondamenti 259 e 85, facenti parti tale tra diverse culture, della rete “Crescere In- costituendo così lo svisieme”, hanno presenta- luppo delle competenze to, lo scorso 20 Maggio, in chiave di “cittadinanza

attiva”, fondamentali per una pacifica integrazione al giorno d’oggi. La manifestazione è stata curata da un gruppo di lavoro composto dai docenti di educazione fisica delle classi partecipanti, dai tutor sport del CONI e dall’ASD Football Club Casalotti. L’appuntamento al Campo Sportivo di Via Borgosesia 315 (ASD Football Club Casalotti) è stato aperto istituzionalmente dalla Dirigente Scolastica Ma-

ria Augusta Mozzetti. Purtroppo la giornata è stata penalizzata dalle cattive condizioni metereologiche che, tra pioggia e vento, hanno costretto gli organizzatori alla riprogrammazione, che nonostante le problematiche, è stata risolta in maniera impeccabile. I ragazzi, tutti riuniti nel campo del circolo sportivo, hanno iniziato a “giocare con lo sport”, praticando 5 attività, una per ogni cerchio olimpico,

intraprendendo dei veri e propri percorsi ludici, come quello del calcio “Holly e Benji”, quello coordinativo “Kung fu Panda”, quello della Pallavolo “Mila e Shiro”, quello di espressività corporea “Inside Out” e quello inerente alle attività da strada “Oggy e i maledetti scarafaggi”. Programma molto ben organizzato che ci auguriamo possa ripetersi ogni anno. © RIPRODUZIONE RISERVATA


LETTERE ALLA REDAZIONE

C

O

M IT A T O

Con il Patrocinio

RACCOLTA FONDI PER UNA STATUA DI PADRE PIO L’autunno scorso il Comitato Selva Candida ha appreso del desiderio dei fedeli di San Pio da Pietralcina di arricchire la Chiesa della Natività di Maria Santissima, Parrocchia di Selva Candida, con la statua del Santo. Abbiamo quindi pensato di attivare una raccolta fondi e ne abbiamo parlato con il Parroco Don Emanuele. Dopo un’indagine per il reperimento di un manufatto adeguato per una realiz-

Comitato Selva Candida ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO - ONLUS

da donare alla Nostra Parrocchia Natività di Maria Santissima vorremmo consegnare la statua alla Parrocchia in occasione della memoria liturgica del Santo

23 settembre 2017

Possiamo proprio dire che Padre Pio è stato un servitore della misericordia. Lo è stato a tempo pieno, praticando, talvolta fino allo sfinimento, “l’apostolato dell’ascolto”. Papa Francesco, 6 febbraio 2016

Potrai fare la tua donazione Presso lo Stand del Comitato Selva Candida (con ricevuta)

comunicheremo via via gli appuntamenti sul nostro sito e sulla nostra pagina Facebook

PayPal, onlus@comitatoselvacandida.it

accessibile anche dal nostro sito www.comitatoselvacandida.it - causale: Donazione acquisto statua San PIo

ONLINE, Bonifico bancario intestato a Comitato Selva Candida

IBAN IT 12 X 03069 05399 100000001835 - causale: Donazione acquisto statua San Pio

Alla fine della raccolta pubblicheremo l'ammontare delle donazioni con i relativi costi Su richiesta per i pagamenti con sistemi di tracciabilità (banca, posta, assegni ecc...) verrà rilasciata ricevuta valida ai fini della deducibilità/detraibilità fiscale.

CO MI

ST -O VE

CASALOTTI SELVA CANDIDA

LE

AN

Z E RO M A N

OR

D

IL PUNGOLO

PERIODICO DEL COMITATO DI QUARTIERE NUOVE ALLEANZE ROMA NORD OVEST CASALOTTI - SELVA CANDIDA

SEDE LEGALE comit.narno@tiscali.it VIA MORSASCO, 9 00166 - ROMA

REDAZIONE

redazione@ilpungolo.org PRESIDENTE Landonio Luciano DIRETTORE Sarzanini Enrico CAPOREDATTORE Strazzera Giuseppe

NUMERI UTILI EMERGENZA SANITARIA GUARDIA MEDICA ANTIVELENI (Gemelli)

AL

Sede: Via Nosate, 64 - 00166 ROMA www.comitatoselvacandida.it info@comitatoselvacandida.it

Gentile Renato, siamo a conoscenza dei ritrovamenti archeologici in prossimità di Via Hoepli. Gli scavi sono propedeutici alla realizzazione di una cubatura mista (residenziale/commerciale) da realiz-

CARABINIERI POLIZIA VIGILI DEL FUOCO CORPO FORESTALE

DI QUA RT TO A T

E OV

zazione quanto più vicina all’originale, abbiamo finalmente dato il via alla raccolta, pubblicando l’allegata locandina, che illustra le modalità di contribuzione. Siamo certi della sensibilità dei nostri concittadini che, ci auguriamo, potrà consentire ai fedeli del Santo di vedere la statua in Chiesa per la festa del 23 settembre 2017. Luigi Cattivelli, Presidente Comitato Selva Candida

NU

Buonasera a tutta la redazione del Pungolo, è con immenso piacere che porto alla Vs. attenzione che in Via Hoepli, altezza della rotonda intermedia, hanno individuato reperti archeologici.... sono ben visibili dalla rotonda e ci stanno lavorando tre archeologi e due operai. A dicembre Vi avevo contattato comunicando la criticità degli scavi per future costruzioni edilizie ed allertando, con esposti, sia i Carabinieri del NOE, sia la polizia municpale che il ministero Belle Arti. I Carabinieri del NOE mi avevano anche fornito riscontro in merito all’esposto comunicando che erano intervenuti e che stavano monitorando la situazione. Il lavoro da fare ora sarebbe quello di pubblicizzare il ritrovamento affinchè tutto sia messo in sicurezza e diventi fruibile dai cittadini evitando future costruzioni nella zona. Rimango disponibile a collaborare ed essere parte integrante a questo progetto. Fatemi sapere come posso operare in tal senso. Ringrazio per la consueta collaborazione ed attenzione che ponete al territorio ed alle sue esigenze. Cordiali saluti a tutti e grazie ancora. Renato C.

zare all’interno del Comparto 14F del Piano Particolareggiato 12 “Casalotti - Mazzalupo”. Ovviamente non spetta ai cittadini decidere cosa fare su un’area interessata da ritrovamenti archeologici, ma alla Soprintendenza competente, che indicherà gli eventuali vincoli e le varianti del caso. Seguiremo comunque da vicino gli sviluppi del cantiere. La ringraziamo per averci contattato.

WWW.ILPUNGOLO.ORG

RE IE

RITROVAMENTI ARCHEOLOGICI NEI PRESSI DI VIA HOEPLI

23

IL PUNGOLO

112 113 115 1515 118 06570600 063054343

PRESIDIO CASALOTTI

POLIAMBULATORIO INFERMIERISTICO - VIA BOCCEA 625 - 0668354550 • TERAPIA INIETTIVA SOTTOCUTANEA, INTRAMUSCOLARE E FLEBOCISTI; • RILEVAZIONE E MONITORAGGIO PARAMETRI FISIOLOGICI; • RILEVAZIONE GLICEMIA CAPILLARE (ONE TOUCH); • MEDICAZIONE SEMPLICE;

ROMA CAPITALE (Call center) 060606 U.R.P. MUNICIPIO ROMA XIII 0669618395 U.R.P. MUNICIPIO ROMA XIV 066961933

• MEDICAZIONE DI FERITE CON PUNTI DI SUTURA E/O RIMOZIONE DEGLI STESSI;

ACEA - GUASTI (Acqua) ACEA - GUASTI (Luce) AMA ATAC ENEL - GUASTI ITALGAS METREBUS

• TERAPIA EDUCAZIONALE PAZIENTE CON SCOMPENSO CARDIACO CRONICO (PDTA Mar, Giov e Ven);

800130335 800130332 800867035 0664695444 800900120 800900999 800431784

• GESTIONE CATETERI VESCICALI (SOSTITUZIONE, LAVAGGIO, EDUCAZIONE ALL’AUTOCURA);

• TERAPIA EDUCAZIONALE AL PAZIENTE IN PREVENZIONE PER CARDIOPATIA ISCHEMICA; • TERAPIA EDUCAZIONALE DEL DIABETICO; • ORIENTAMENTO ALL’ACCESSO E ALL’UTILIZZO DEI SS. PUBBLICI.

REDATTORI Bonafede Noemi De Santis Sara Ferrara Stefania Liberatori Davide Raso Francesco Sacchinelli Arianna Vena Niccolò Verachi Marco FOTOGRAFIA Cantarella Gabriele g.cantarella@ilpungolo.org RESP. MULTIMEDIA Cangialosi Andrea multimedia@ilpungolo.org

PUBBLICITÁ

commerciale@ilpungolo.org RESPONSABILE COMMERCIALE Allegrini Fabio

REG. TRIBUNALE

N. 451 DEL 18/07/1990


SCONTO

POLTRONE RELAX E ALZAPERSONE

30% FINO AL 15/01

PRONTA CONSEGNA

Materassi - Biancheria - Tendaggi Letti - Poltrone Relax Via Boccea 728 • 06/61561695 • www.samor.it

Il Pungolo n. 133  

Il Pungolo, periodico del quadrante Roma Nord-Ovest. Notizie dai quartieri: Casalotti, Palmarola, Ottavia, Selva Candida, Selva Nera, Via Bo...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you