Issuu on Google+

Mensile di cronaca, attualità e cultura di Ponsacco

Anno XIV · Numero 1 · E 2,20

gennaio 2011


L’editoriale C’è ancora “Pioggia del buono di pianto” sommario La grande nevicata

4

60 ragazzi musicisti

5

Riciclaggio alle Melorie

9

Il Sindaco risponde

11

Chi è Sergio Rossi?

13

La Posta

14

Pagina Antologica

18

Concerto di Buon Anno

22

Arte

26

Calendario del commercio

27

Aspettando il derby

30

Eventi

31

La Toscana, il Veneto e la Lombardia sono le tre regioni che nell’anno appena trascorso hanno fatto registrare il maggior numero di adozioni di bambini. E’ un bell’esempio di grande sensibilità per uno dei tanti gravissimi problemi che affliggono la nostra società. Non occorre consumare tanto inchiostro per dissertare su questo doloroso capitolo notissimo a chiunque e in tutto il mondo. E’ un capitolo denso di notizie di miseria, di fame, di malattie e di morte di milioni di bambini. Ma anche della malvagità dell’uomo che li costringe a lavorare duramente e li obbliga perfino ad andare in guerra, come succede in qualche regione del continente nero. In Italia sono attive numerose organizzazioni assistenziali di volontariato che, come l’Unicef, lavorano ottenendo tanti riconoscimenti. E’ un segnale positivo che volentieri sottolineiamo e uniamo alle nostre bene auguranti espressioni per il nuovo anno. Come è noto anche l’amministrazione de “Il Ponte di Sacco”, con i contributi ricavati dalle inserzioni a pagamento, ha promosso da tempo un’adozione a distanza.

Mensile di cronaca, attualità e cultura

Ho visto un cielo bello, turchino intenso, dove le nuvole eran pittorici tocchi d’angeli celesti, ho visto un cielo azzurro ricco di mille vivaci colori e solcato da mille specie d’uccelli, ho visto un cielo oscurato da mille paracadute silenziosi, come silenziosa è l’anima quando lentamente scende nel profondo dell’essere, ho visto un cielo limpido d’una notte d’estate illuminato da mille facelle segno d’eterna presenza, ho visto un cielo d’inverno, buio, privo di solare calore, simbolo acuto della solitudine, ho visto un’atmosfera di cielo pregna di pioggia di pianto nell’incredibile attesa di te dolce bambina mia! Nazzareno Ballantini

Direttore

Fausto Pettinelli

Nazzareno Ballantini, insegnante di Lettere, ha pubblicato apprezzate raccolte di poesie. Questa, tenerissima ed emozionante, l’ha dedicata a Assia Alida, una bambina del Burkina Faso dove il prof. Ballantini si recherà, essendogli stata affidata in adozione.

Condirettore

Benozzo Gianetti benozzo.gianetti@virgilio.it

Redattori

Giampaolo Grassi Luciano Lombardi Elena Iacoponi Ogni responsabilità relativa ai contenuti dei singoli scritti è dei rispettivi autori

Segretaria di Redazione Barbara Prosperi

Autorizzazione del Tribunale di Pisa n. 9 del 12/05/98

Direzione e Amministrazione

Tipografia Nuovastampa Via Valdera C. n. 33 - 56038 Ponsacco (Pi) Tel. 0587731348 - Fax 0587733723 ilponte@nuovastampa.com

Elaborazione e stampa Nuovastampa Ponsacco

Progetto grafico Niccolò Falaschi

I servizi fotografici sono di Foto Chiavaccini, Foto Meoni

2

Il bambino del Burkina Faso, adottato da “Il Ponte” con i contributi ricavati dalle inserzioni a offerta. 400 euro sono stati elargiti alla San Vincenzo de’ Paoli in occasione del Premio “Ho tempo per te”

In copertina Il M° Roberto Marinai è l’autore della illustrazione della “famiglia”, segno di unione e amore tra genitori e figli e fulcro fondamentale e insostituibile della nostra società


Il Premio “Ho tempo per te”

Alla San Vincenzo de’ Paoli e ad un giovane concittadino che ha salvato una vita In Sala Valli, la mattina della vigilia di Natale, il Sindaco Alessandro Cicarelli, l’assesore Tamara Iacoponi ed il nostro condirettore Benozzo Gianetti hanno conferito il Premio “Ho tempo per te” alla San Vincenzo de’ Paoli, un’associazione che da 150 anni si impegna per aiutare materialmente e spiritualmente le persone più svantaggiate della nostra Comunità. A ritirare il premio, fra gli applausi di amici e estimatori, è stata Silvia Martelli, la giovane Renzo Iacoponi premiato con diploma presidente che da anni dirige il sodalizio formato da una decina di volontari che, settimanalmente e anche più, preparano vestiario e cibi per i bisognosi. La Conferenza collabora con la Caritas e con la Misericordia per meglio coordinare la rete dell’assistenza. Un diploma “ad honorem” è stato conferito a Renzo Iacoponi, presidente per ben 22 anni, che ha ricordato con commozione i tempi con Don Meliani, i miglioramenti e i tanti casi umani curati con amore. L’assistenza è stato il tema dell’intervento dell’assessore e del sindaco: molte persone richiedono un sostegno anche finanziario perché la pensione o le entrate non sono sufficienti per giungere alla fine del mese. Il nostro premio, fondato dieci anni fa, vuole additare ai concittadini un bel gruppo di persone che hanno preso a cuore i disagi della comunità e cercano in qualsiasi modo di mitigare le angustie della povertà. Un Premio è stato assegnato ad un nostro concittadino che, durante l’estate, ha salvato da annegamento un giovane che stava facendo il surf nel mare di Talamone. Il nostro amico, che desidera l’anonimato, incurante del pericolo per

una improvvisa mareggiata, si è gettato in acqua salvando quella giovane vita. La persona salvata è un universitario spagnolo, il quale ripetutamente ringrazia il suo “salvatore” con telefonate e lettere. Noi siamo orgogliosi dell’anonimo concittadino sia per il gesto altruistico sia per la sua riservatezza, rara in un mondo pieno di esibizionismo. La redazione ha elargito alla S. Vincenzo 400€ frutto dei proventi delle piccole inserzioni a offerta.

Il diploma per lo sconosciuto concittadino che ha salvato una vita

Il sindaco consegna la targa alla presidente della San Vincenzo, Silvia Martelli

Il Sindaco, l’assessore e il condirettore salutano i premiati

Il gruppo dei premiati 3


17 dicembre, 20 cm di neve!

Considerazioni sulla nevicata

“Il peso della neve” (Foto di Michele Amodeo)

Ormai sappiamo tutto sulla nevicata del 17 dicembre attraverso la Tv, i giornali in cui, a caratteri cubitali, tutti

gli enti hanno ammesso i loro errori. Questo dato di fatto non esime da fare qualche considerazione sul nostro paese che si è trovato immerso in venti centimetri di neve in meno di mezza giornata. Neve annunciata fin dal lunedì precedente, per cui qualcosa non ha funzionato. Non vogliamo appioppare colpe, perché ognuno sa già quale è la propria: dal cittadino comune all’amministratore. Secondo l’opinione di numerosi cittadini però è mancata la prevenzione: 1 – I cittadini avevano il dovere di spazzare subito la neve, davanti casa (tanti l’hanno fatto) perché non ghiacciasse. Ma tanti spazi di privati sono rimasti colmi di neve, senza nessun passaggio. 2 – l’Ente preposto (Protezione Civile, Comune), avendo quattro giorni a disposizione avrebbe potuto spargere il sale nelle strade interne, negli slarghi, vicino alle abitazioni, magari pregando i residenti di stenderlo appena fosse iniziato a nevicare.

3 – In giro per il paese c’erano pochi spargisale e solo nel centro. Gli abitanti delle frazioni si sono parecchio inquietati perché nessuno li ha curati. 4 – Pochi gli spazzaneve, per cui si è creato in poche ore quel caos di cui tutti siamo stati testimoni e vittime. 5 – I collegamenti tra Ponsacco, Pontedera, Casciana, Lari, Volterra erano praticamente nulli, perché non c’erano spazzaneve. Eppure è stata creata l’Unione dei Comuni! E’ mancato quindi, il collegamento, la spartizione dei doveri e queste cose si vedono nei casi di emergenza 6) Qualche anno fa esistevano le squadre di spalatori che pulivano le piazze e le vie principali. Perché non sono state approntate? La neve ghiacciata in Piazza San Giovanni, in Piazza della Repubblica e nel Corso invece di restarci 4 giorni, sarebbe stata tolta subito senza causare gli scivolamenti e le cadute di diverse persone, come è successo. Spectator

Due Panoramiche dalla terrazza della Mostra. (Foto di Giuliano Pucci)

dal 31 gennaio al 3 febbraio è a Londra presso la Tony & Guy Accademy 4

VI ASPETTIAMO PER I NUOVI

tagli & colori Via Carducci 9/11 - Ponsacco (Pi)

Info: 0587 731284


60 ragazzi musicisti

Orchestra, coro, solisti: gioielli della scuola Media Niccolini Sull’ampio parco dell’Odeon, 60 giovani musicisti, che suonavano e cantavano hanno riempito di gioia insegnanti, genitori e pubblico, commossi dell’impegno e della preparazione dimostrati. Il Comprensorio scolastico Niccolini, già da due anni, è stato riconosciuto come Istituto Musicale con un programma e insegnanti specifici, approvato dal Ministero della Pubblica Istruzione. Ci sono, infatti, insegnanti di pianoforte, di tromba, di flauto traverso e di clarinetto, oltre al maestro direttore del coro e dell’orchestra. Alle famiglie

spetta l’acquisto degli strumenti. L’11 gennaio, i giovani musicisti si sono esibiti in un saggio sostituendo quello programmato per dicembre, rimandato a causa delle neve. Il concerto è iniziato con dieci pianisti, una decina di flautisti, un gruppo di trombe e un altro di clarinetti. La grande orchestra, composta da trombe, flauti, clarini, pianoforte e batteria, si è esibita con brani natalizi e classici, con cantante e, in ultimo, ha mostrato la sua potenza con un robusto coro di venti voci miste e terminando con l’inno di Mameli. La platea,

sentimentalmente coinvolta, ha salutato i ragazzi con uno scrosciante applauso richiedendo il bis. Il sindaco, l’assessore alla cultura e la preside hanno ringraziato insegnanti e ragazzi con un augurante “Ad majora!” Noi che abbiamo a cuore la sopravvivenza della cultura, ci auguriamo che questa potenzialità musicale non si disperda ma che diventi un gruppo musicale del nostro territorio. Ai responsabili l’organizzazione e la gestione.(B.G.)

Il gruppo dei flauti diretto da Mirella Bianco

l gruppo dei clarinetti diretto da Ferdinando Campigli

Il Gruppo delle trombe diretto da M° Della Croce

Il coro e l’orchestra diretti dal M° Della Croce

Il saluto del Sindaco e della preside

NUOVA SEDE Via Madrid Zona Ind.le Le Melorie PIP2 Ponsacco Tel . 0587.732577

F AV I L L I

P N E U M A T I C I PNEUMATICI MULTIMARCA · EQUILIBRATURA ASSISTENZA TECNICA · ASSETTO · CONVERGENZA

5


Iniziativa filantropica

“La domenica del kilo” Caritas parrocchiale dove affluiscono italiani e stranieri in cerca di aiuto, ma non siamo in grado di ascoltare tutti”. Anche Aldo De Filippi, V.Governatore della Misericordia, da parte sua si è detto molto soddisfatto dell’ottima riuscita della filantropica raccolta e ha molto elogiato i volontari che ancora una volta hanno dato prova del loro valore.

Istituto Comprensivo “Marchese Lapo Niccolini” Ponsacco (Pi)

27 GENNAIO “GIORNO DELLA MEMORIA”

2011 Daniele Menciassi e Emanuela Maggi

Le derrate della Misericordia

La “domenica del chilo” ne ha prodotti 600 di chili Si tratta di generi alimentari per i bisognosi. L’iniziativa, voluta e organizzata dai volontari della Parrocchia S. Giovanni Evangelista, Caritas, Misericordia e S.Vincenzo de’ Paoli, era alla sua prima edizione, ma fin dal mattino i ponsacchini si sono recati al punto di raccolta, davanti alla chiesa, portando pasta, biscotti, riso, zucchero e altri generi di prima necessità. “Dovremo organizzarci bene per ripetere la ‘domenica del kilo’- ha detto Fabrizio Gallerini, presidente della Caritas Parrocchiale - c’è stata molta affluenza, i volontari sono stati esemplari. Noi siamo aperti alla solidarietà di tutti, di tutte le religioni. C’ è molto bisogno di aiuto anche al punto di ascolto della

Centro Studi Sociali “GIORGIO LA PIRA” Ponsacco (Pi)

raccontano

IL DIARIO DI ANNA FRANK GIOVEDÌ 27 GENNAIO 2011 - Aula Magna Il manifesto della “Domenica del Kilo” disegnato con bravura dal grafico Gianluca Menciassi

Neve: premuniti i volontari

Volontari premiati

Ventisette volontari della Misericordia, Pubblica Assistenza, Protezione Civile e Vigili del Fuoco, sono stati premiati in Comune per la loro opera prestata in occasione della nevicata del 17 dicembre scorso. L’incontro in Comune ha fornito l’occasione per un bilancio del lavoro svolto. Le richieste di aiuto sono state numerose e non in tutti i casi è stato semplice intervenire. Sono stati sparsi sulle strade principali 150 quintali di sale e le ruspe sono intervenute sulle strade più larghe. La nevicata è costata oltre 17 mila euro.

6

“La neve era stata segnalata -ha detto il sindaco Cicarelli e la nostra struttura organizzativa si era attivata, ma non si pensava che nevicasse così tanto. E’stato difficile coordinare i soccorritori che son dovuti intervenire anche sulla superstrada tralasciando il paese. Ci auguriamo di non ritrovarci più in tale situazione, tuttavia stiamo lavorando per un rafforzamento della collaborazione territoriale. Eppoi occorrerà definire regolamenti precisi che dovranno essere osservati da tutti”. “Anch’io sono stato impegnato con i mezzi -ha continuato il vice sindaco Baldacci- ma un’emergenza come questa non era mai ca-

pitata. Ringrazio i volontari per la disponibilità e la dedizione con cui si sono prestati nei soccorsi”. “Le previsioni dell’allerta meteo sono arrivate quattro giorni prima -ha concluso Stefano Falchi della Protezione Civile- e la sala operativa era aperta fin dal primo mattino. Oltre agli interventi sulla Fi-Pi-Li siamo andati anche a Soiana per soccorrere gli ospiti di una casa-famiglia e a portare medicinali. Abbiamo gestito i mezzi spargisale, ma soltanto sulle le strade principali. Con maggiori risorse a disposizione avremmo lavorato e soddisfatto meglio le richieste”. Elena Iacoponi

costruzioni snc di Nedo e Marco Mazzei Ristrutturazioni, restauri monumentali, costruzioni civili, manutenzioni Magazzino e Uffici: Via Catullo, 5 - Loc. La Capannina 56035 Cevoli (Pisa) - Tel. 0587 685351 Fax 0587 687805 e-mail: mazzeisnc@gmail.com - C.F. e P.IVA 01081550509 - Attestazione S.O.A. n.2252/18/00


Caritas Parrocchiale e Vicariale

Venerdì 8 aprile 2011

L’attività nell’anno 2010

In collaborazione con l’Amministrazione Comunale (Assessorato al commercio), l’Ente Mostra del Mobile e Schppping in Ponsacco

Presentazione del libro

PRESENZE al Centro di Ascolto: 191 di cui 154 donne e 37 uomini. NAZIONALITA’ : Italia 63 · Albania 40 · Marocco 40 · Romania 19 · Bulgaria 9 · Senegal 7 · Nigeria 6 · Turchia 4 · Georgia 3 · Tunisia 2 · Polonia 2 · Repubblica Dominicana 2 · Serbia 1 · Ucraina 1. L’attività di ascolto è stata integrata dalla distribuzione di vestiario tramite la San Vincenzo de’ Paoli, dalla distribuzione di alimenti per mezzo della Misericordia. Relativamente al cibo, sono stati distribuiti 1372 pacchi alimentari dei quali 582 a cittadini italiani, in particolare Ponsacco e Valdera, 790 a cittadini non italiani. Sono stati fatti pagamenti di bollette, emergenze alimentari, compartecipazioni a spese per affitti, per particolari cure mediche, per l’acquisto di attrezzature per la mensa e il pagamento dei pasti, in compartecipazione con la Misericordia per i pacchi alimentari. Una sottolineatura va rivolta al progetto“Doposcuolando”in collaborazione con il Movimento Shalom, l’Arci Rinascita, la Pubblica Assistenza e la Misericordia ai fini del recupero scolastico. Parallelamente segnaliamo il laboratorio di intercultura svolto a Le Melorie. Un ringraziamento particolare all’Apostolato della Preghiera che ha sostenuto in maniera significativa le varie necessità che si sono presentate nel corso dell’anno. Un grazie sincero va anche alla San Vincenzo de’ Paoli che ha provveduto quando al pagamento di bollette, spese mediche, acquisto cibo, pasti della mensa. Da apprezzare anche la paziente opera della Misericordia per la distribuzione dei pacchi spesa. Non ultimi in ordine di importanza tutti i volontari, che con il loro entusiasmo e professionalità, hanno contribuito al buon andamento di tutte le attività . Un grazie sincero a coloro che hanno dato generosamente un’offerta.

“Botteghe e bottegai di Ponsacco” Un secolo di commercianti ambulanti e fissi che hanno dato vita e lavoro a centinaia di persone migliorando comportamenti e modo di vivere della nostra comunità. Oltre cento foto, documenti, aneddoti e fatti veri di una categoria a differenza di oggi, molto numerosa e attiva.

La foto dell’anno 1959 che mostra Enzo Amodeo, detto “Il Sultano” davanti al suo negozio di barbiere in Piazza d’Appiano

QUADRO RIEPILOGATIVO PARTE ECONOMICA DESCRIZIONE

ENTRATE

USCITE

Sostegno dell’Apostolato della Preghiera

3.230€

Offerte da privati

770€

Pagamento Bollette

1.301€

Compartecipazione Spese Misericordia per pacchi

500€

Spese alimentari per situazioni in emergenza

245€

Spese per alloggio in emergenza c/o strutture

120€

Acquisto attrezzature mensa

333€

Pagamento pasti mensa

156€

Terapia Oss.Iperbarica per bambino con patologia

500€

Compartecipazioni spese affitti

620€

Acquisto biglietti ferroviari per recarsi a casa

100€

Erogazione buoni benzina per andare al lavoro

110€

Spese materiale di consumo e pulizia locali

TOTALE ENTRATE / USCITE passività coperta dalla Parrocchia

4.000€

319€

4.304€ -304€

Fabrizio Gallerini Direttore Caritas

La cassetta, datata 1943, del mitico Pietro Alcamisi, con gli strumenti usati per barba e capelli, esposta nella “bottega” del figlio Franco

Una mostra di vestiario davanti alla bottega di “Córpo” in un giorno di fiera degli anni ’30, sul Corso

7


La parola a Ponsacco Democratica

La pochezza dell’opposizione La pochezza delle nostre opposizioni era già stata punita nelle elezioni amministrative, quando la destra era uscita sonoramente sconfitta alle Comunali mentre registrava un forte aumento alle Europee. Non contenti, sulla stampa, non mancano di riconfermare la loro visione politico-amministrativa di basso livello. Esempio eclatante sono le prese di posizione di Lega e Pdl (Ferretti e Ruggiero) sull’investimento sugli impianti fotovoltaici: “soldi gettati al sole”, “e io pago...”. Mentre nel resto del mondo si parla di green economy, di rispetto dell’ambiente, di energie rinnovabili, di contenimento della bolletta energetica a Ponsacco non si riesce a vedere oltre il proprio naso e a voler criticare un progetto importante solo per interessi di bottega politica. Con il contributo statale sul fotovoltaico verrà pagata la rata del mutuo e con il risparmio energetico si avrà una riduzione di costi di bolletta elettrica. I soldi risparmiati potranno essere utili per altri investimenti senza chiedere un solo euro in più ai cittadini.

v

Che poi il fotovoltaico sia conveniente è dimostrato dal successo che sta raccogliendo in tutta Italia e come può il Capogruppo Ruggiero ritenere soldi gettati al sole il nostro investimento quando anche suoi illustri colleghi di partito dispongono di un impianto sul tetto? In più di un’occasione, a mezzo stampa e in Consiglio Comunale, il Sindaco ha spiegato il meccanismo attraverso il quale l’investimento sul fotovoltaico ci avrebbe consentito ulteriori investimenti a favore della nostra comunità.

Barbara Guerrazzi Capogruppo di Ponsacco Democratica

Cena Anno 1970 - Boccaccio 03/12/2010

opria

one pr

i produz

ITA RIVEND

ALI

GIORN

Vieni inva ValdicaVerano’s! ti al a m r e f e

8

Siamo di fronte a pura e semplice faziosità o trattasi di vera e propria incompetenza? Per non parlare del Sig. Ferretti, ad un passo dall’essere eletto Consigliere regionale, dimostra ad ogni piè sospinto di non avere alcuna visione politica che vada oltre la critica strumentale, è questo il nuovo che avanza? Ci fa solo piacere che seppur leghista, per criticarci, citi il napoletano principe Antonio De Curtis, in arte Totò.

Via delle Colline, 100 Val di Cava · PONSACCO Tel. 0587 476309 · verano@veranosbar.it www.veranosbar.it


Per smaltire rifiuti ingombranti

Potenziato l’impianto di riciclaggio a Le Melorie Il Centro di Raccolta situato in Viale Europa, è un’importante risorsa che permette di smaltire rifiuti ingombranti e pericolosi in modo corretto. Visto il ruolo fondamentale che ricopre, è stato deciso di potenziarne e semplificarne l’accesso. Dal 1° luglio è in vigore il nuovo orario di apertura, aumentato di 10 ore e mezza rispetto all’esistente, che si articola sempre su cinque giorni alla settimana, ma con una miglior distribuzione delle ore per agevolare i cittadini. Il nuovo orario è: Lunedì 7:00 13,15

Martedì

Mercoledì 12:30 CHIUSO 18:45

Giovedì 7:00 13:15

venerdì 12,30 18:45

Sabato 8:00 12:45 14:00 18:45

Dalla stessa data, inoltre, non sarà più necessario il nulla osta dell’Ufficio Ambiente per scaricare rifiuti di utenze domestiche, ma sarà sufficiente compilare un’autocertificazione direttamente in loco. L’autocertificazione sarà sufficiente anche per le attività produttive che potranno smaltire, solo carta e cartone, presso il Centro di Raccolta. Dal corrente mese entra in funzione il nuovo sistema per il conferimento informatizzato dei rifiuti. Un metodo comodo ed efficace, studiato per incentivare la raccolta differenziata e premiare i cittadini che la praticano. Con l’informatizzazione del Centro di Raccolta, ogni volta che un cittadino si recherà presso la struttura, utilizzando la propria tessera sanitaria o il codice fiscale, verrà riconosciuto come utente e potrà pesare i materiali riciclabili differenziati. Al termine della pesatura sarà rilasciato uno scontrino che consentirà una riduzione sulla bolletta T.I.A. Il nuovo sistema rappresenta un incentivo per gli obiettivi, fissati dalla normativa, di ridurre la produzione dei rifiuti e di far crescere i risultati della raccolta differenziata per raggiungere il 65% a livello regionale. Dunque chi più ricicla, meno paga. Questa operazione che da una parte vede premiato il cittadino che smaltisce in modo corretto e differenziato i rifiuti, dall’altra ci auguriamo che possa evitare l’abbandono selvaggio e incivile dei rifiuti.

Il Sindaco Cicarelli, il presidente della Geofor, Marconcini e l’assessore Giannini

La bilancia elettronica assegna il punteggio da scaricare sulla bolletta

Un lato della stazione di riciclaggio alle Melorie

L’Assessore Barbara Giannini

I soliti incivili che lasciano a terra i rifiuti. In Via La Pieve i residenti sono stufi

9


La parola alla Lista Rossoblu

NO, al Megainceneritore di Gello La dottoressa Patrizia Gentilini, illustre medico oncologo e membro dell’Associazione Medici per l’Ambiente, in un incontro organizzato dal coordinamento per la gestione dei rifiuti della Valdera, ha illustrato i rischi sanitari correlati all’incenerimento dei rifiuti. I dati emersi sono a dir poco, allarmanti, visto che si parla di tumori, processi infiammatori, rischio di infarto miocardico, di ictus cerebrale, di serie interferenze endocrine nocive nell’età evolutiva e modifiche genomiche che aumentano la suscettibilità agli inquinanti. Di fronte a questi dati i gravi dubbi sulla validità del progetto come quello che si vuole realizzare a Gello, diventano ancor più assillanti. Pertanto chiediamo al Sindaco di Ponsacco di impegnarsi decisamente affinchè vengano prese in seria considerazione altre alternative e anche di assumere una posizione politica forte a livello di Unione dei Comuni, perché ci venga detto una volta per tutte cosa si pensa di tale progetto quasi del tutto sconosciuto ai cittadini. La lista RossoBlu auspica che su que-

sto drammatico argomento, ma anche su altri importanti problemi irrisolti di Ponsacco si riesca a lavorare concretamente e seriamente tutti insieme, maggioranza ed opposizione, come più volte richiesto. Il Dissociatore Molecolare, vale a dire il mega impianto che la Ecofor è decisa a realizzare a pochi passi da Ponsacco, arriverà a bruciare 120mila tonnellate all’anno di rifiuti indifferenziati speciali, che potrebbero essere riciclati e non bruciati. Inoltre dovremo anche sopportare il continuo va e vieni di autotreni dalle province di Massa, Lucca, Pisa e Livorno, con i rifiuti destinati a bruciare a temperature che vanno da 400 a 500°. Tale processo di incenerimento si basa sul consumo di ossigeno contenuto nei rifiuti stessi, ottenendo gas e ceneri; anche se non vedremo

mai una fiamma uscire dall’impianto, in realtà si produrranno nell’atmosfera emissioni e ceneri che devono essere smaltite in discarica come rifiuti pericolosi. Un’ultima considerazione: se a Pontedera avessero voluto realizzare una qualunque struttura comunale, sarebbe stata coinvolta la popolazione per illustrare il progetto. Perché questo metodo non è attuato anche a Ponsacco, almeno per fare un po’ di chiarezza? Intanto per il mese di febbraio noi organizzeremo un incontro con tutti gli elettori, i sostenitori ed i simpatizzanti della lista Rossoblu per fare un resoconto delle attività svolte e soprattutto per decidere insieme le linee future da adottare.

TUTTI I GIORNI ORARIO CONTINUATO CHIAMA PER UN APPUNTAMENTO

Tel. 0587 735447 via gabbiano, 9 - le melorie · ponsacco (pi)

10

Emanuele Turini Capogruppo Lista Rossoblu


Il Sindaco risponde

Ordinanze, semafori: cambiamenti nella mobilità La politica e il commercio. Negli ultimi mesi buona parte dei confronti e delle polemiche registrati a Ponsacco hanno ruotato intorno al tema del commercio. Attraverso l’analisi di questo dibattito credo si possano intravedere sia le diverse posizioni di merito sul tema, sia lo stato di salute della politica locale. In modo particolare a me pare emergano due distinti approcci: quello di chi punta esclusivamente alla denuncia delle difficoltà, alzando il volume della critica indistinta, ma rinunciando a fare proposte concrete, e quella di chi, pur consapevole della grave crisi economica, cerca comunque di avere un approccio costruttivo per affrontare i problemi. L’Amministrazione Comunale ha cercato, come sempre, di combattere il primo atteggiamento e si è aperta al confronto libero e vero con chi si è reso disponibile a sposare il secondo. Prova evidente di questo approccio sono state l’assemblea pubblica del 9 dicembre, giudicata praticamente da tutti come un incontro molto positivo, e l’avvio dei forum urbanistici, in cui molti temi si intersecano con il commercio. Siamo veramente soddisfatti del clima positivo e realmente costruttivo che si è instaurato nei forum. Chi vi ha partecipato avrà così potuto constatare che la nostra disponibilità al dialogo era davvero concreta. Il confronto con i commercianti continuerà anche con incontri tematici e specifici. A Franco Forti posso tranquillamente dire, in coerenza con quanto evidenziato prima, che la signora di cui lui parlava nel numero precedente, qualora abbia partecipato all’assemblea del 9 dicembre, avrà comunque trovato conferma della bontà della sua scelta originaria. In quella assemblea avrà infatti visto che l’Amministrazione di comune accordo con i commercianti discute di problemi concreti e cerca di elaborare comunque delle proposte condivise. Forti e il PdL, che erano presenti in massa all’assemblea, si sono distinti di fatto per non aver neanche aperto bocca. Che alternativa vera può quindi avere quella signora? Onestamente di questo atteggiamento mi sono molto meravigliato. Per un mese circa il PdL e la Lega hanno polemizzato sulla crisi del commercio e del centro (rifiutando fra l’altro ogni analisi che fosse riconducibile, anche solo parzialmente, alla grave crisi economica e sociale che attraversa il Paese). Hanno chiesto a gran voce una assemblea pubblica o, come ha fatto Ruggiero anche nell’ultimo numero del Ponte, un consiglio comunale aperto sull’argomento e poi quando l’amministrazione organizza questo incontro loro non intervengono e non partecipano al confronto. I commercianti, che sanno benissimo quanto siano seri i problemi che tutti devono affrontare oggi, credo siano

interessati al confronto solo se la politica è disponibile a parlare realmente dei loro problemi ed è disponibile ad ascoltarli in termini costruttivi. Se invece la politica privilegia atteggiamenti autoreferenziali in cui i vari problemi vengono usati strumentalmente solo per fare polemica verso gli avversari, alla fine l’unico risultato possibile non potrà che essere l’allargamento del solco che separa la politica dalla gente. Fotovoltaico: quando incompetenza e arroganza si uniscono. A Ponsacco continua l’accanimento di PdL e Lega contro il fotovoltaico. Gli argomenti utilizzati sono addirittura disarmanti. Come avrete visto anche nell’ultimo numero l’opposizione sostiene che è grave che una Amministrazione investa nel fotovoltaico caricando i costi del mutuo necessario sui cittadini (“e io pago” scrive Samuele Ferretti). Se leggete la cronaca, sia nazionale che locale, vi accorgerete che pullula di iniziative gestite da Comuni e privati (autorizzate dagli enti locali) che prevedono l’attivazione di investimenti nel fotovoltaico. Insomma stando alle tesi dell’opposizione ponsacchina tutti questi soggetti sarebbero dei pazzi, disposti a sperperare denaro pubblico o privato senza ritorni economici. Io mi chiedo oggi quanti cittadini davvero non sappiano che l’investimento nel fotovoltaico è invece in grado di garantire ritorni economici, sia sottoforma di incentivi del GSE che in termini di risparmio sulla bolletta? Possibile quindi che chi fa il consigliere comunale sia totalmente ignorante sull’argomento? E soprattutto chi accetta di ricoprire ruoli pubblici non dovrebbe avere anche un minimo obbligo di preparazione e aggiornamento? Il punto più grave è che chi non è competente in una qualsiasi materia generalmente dovrebbe avere un atteggiamento più incline all’umiltà che all’arroganza. Invece loro hanno addirittura avuto la sfrontatezza di dire: “ma chi ci amministra?”. Per noi è facile rispondere dicendo ai ponsacchini: “avete visto da chi avreste potuto essere amministrati?”. Ovviamente è interessante vedere come, convinti che l’investimento nel fotovoltaico fosse totalmente oneroso, si siano subito sbizzarriti ad elencare tutta una serie di priorità in termini di investimenti alternativi per l’interesse del paese, che più o meno coincidono fra l’altro con le nostre intenzioni. Peccato che loro si siano dichiarati a favore del patto di stabilità che blocca gli investimenti dei comuni (quello di Padoa Schioppa, caro Ferretti, era molto diverso da quello attuale di Tremonti), e abbiano votato contro la convenzione con Unione dei Comuni e Cassa DDPP che offre uno spiraglio per avviare qualche nuovo intervento. Insomma loro sono per il blocco totale degli investimenti, ma

guarda caso sono subito pronti a fare l’elenco delle esigenze che andrebbero soddisfatte. Non si rendono conto che è proprio per quel motivo che tutti i comuni italiani, compreso quelli guidati dalla Lega al nord, contestano le norme prima citate? Replica a Turini. Turini mi ha accusato di aver dichiarato che la lista civica Rosso-blu è di centrodestra. Accusa riconvenzionale che ha fatto solo per cercare di smarcarsi dalla posizione da lui assunta con la plateale protesta del 29 novembre, e così cogliere l’occasione per decantare nuovamente la sua trasversalità. In realtà io non ho mai formulato l’accusa nei termini da lui declinati. La“scelta di campo”da me denunciata non alludeva ad una sua presunta scelta politico-ideologica, ma ad una scelta di “collaborazione organica” con il PdL per concertare iniziative congiunte di contrasto all’Amministrazione. Ricordo il caso dei falsi incrementi Tia. I consiglieri conoscevano benissimo i reali aumenti perché disponevano da tempo del materiale relativo. Eppure Turini nel numero di luglio e il PdL in quello successivo dichiararono gli stessi falsi incrementi tariffari (con percentuali a due cifre). Come è possibile? Il motivo è semplice: gli stessi aumenti, ancorché falsi, ma pubblicati da fonti diverse e in periodi diversi, possono più facilmente essere considerati veritieri da parte dell’opinione pubblica. Poi Turini ammise l’errore, ma ci vollero più di due richiami formali da parte dell’Amministrazione. Ovviamente l’iniziativa del 29 novembre è palese. Sottoscrivere un documento in cui si denuncia l’irregolarità nella gestione dei consigli comunali, si accusano direttamente il segretario comunale e indirettamente gli altri funzionari, si coinvolge la Prefettura e addirittura il Ministero degli Interni, il tutto senza spiegare quali norme siano state violate e, per di più, leggendo il documento e abbandonando l’aula rifiutandosi di ascoltare la replica del sottoscritto è la chiara dimostrazione di un atteggiamento arrogante e, questo si, antidemocratico. Atteggiamenti chiaramente inconciliabili con lo spirito civico che Turini ha dichiarato essere alla base della sua lista. Quel che è peggio è che Turini di fronte a queste accuse continua a non rispondere. Recentemente sulla stampa ha elogiato l’iniziativa dell’Amministrazione riferita al nuovo centro di raccolta dei rifiuti, il primo in Valdera ad essere informatizzato. Ne prendiamo atto favorevolmente e sinceramente. Anche noi abbiamo sempre dichiarato di essere animati da spirito costruttivo e di leale collaborazione. E’ per questo che insistiamo a chiedere quei chiarimenti. 11


Per la Giornata della memoria Mostra “Never Again” Il 22 gennaio sarà inaugurata nella Sala Valli la mostra fotografica “Never Again, per non dimenticare”. La mostra, che rimarrà aperta fino al 29, rientra nelle iniziative per il Giorno della Memoria, dedicato al ricordo dell’olocausto e della Shoah. L’iniziativa è del Foto Club Scatto Matto di Casciana Terme, dell’Università della Terza età e dell’Associazione culturale Fantagiokando, con la collaborazione del Comune. “Si tratta, ha detto Marco Marchetti del Foto Club Scatto Matto, di immagini del campo di concentramento di Dachau. La mostra è nata da un lavoro di cinque amici fotografi - tra cui il sottoscritto, Antonio Puccioni, Simone Sonetti, Andrea Colca e Marco Turini -, durante un viaggio in Germania. Le 42 foto raccontano le emozioni intense e vive alla visita del lager, dalle quali scaturisce il desiderio di contribuire alla memoria dei quei tragici eventi, affinchè non si ripetano più...never again, appunto”. La mostra è stata esposta a Casciana Terme, Lari, Terranuova Bracciolini e al Fabriano Photo Festival, dove ha ricevuto critiche positive da personaggi di rilievo nel panorama fotografico. Tra questi da citare Nino Migliori che si è complimentato personalmente con gli autori. Durante la mostra si terranno due importanti incontri: giovedì 27 alle ore 21,15 con il Prof. Luigi Giuntini; venerdì 28 alle ore 15,30, a cura dell’Università della Terza Età, proiezione del film “Il bambino con il pigiama a righe” di Mark Hermann. Simone Zucchelli

Parrocchia di San Giovanni Evangelista Bilancio provvisorio anno 2010 A) Entrate DESCRZIONE

IMPORTO €

Elemosine

65.279,39

Offerte manuali e Attività devozionali

32.429,12

Offerte x Matrimoni

675,00

Offerte x Funerali

7.450,00

Offerte x Benedizione famiglie

38.089,00

Offerte x Sagre, Pellegrinaggi, Caritas, ecc.

560,00

Affitti Immobili e terreni

30.593,36

Contributi Diocesi

7.315,06 TOTALE ENTRATE

B) Uscite DESCRZIONE

IMPORTO €

Iniziative parrocchiali e celebrazioni

23.448,46

Interessi passivi (Mutui)

34.166,59

Compensi al Parroco

11.522,00

Compensi altri Sacerdoti

1.835,00

Acquisto cera e materiale liturgico

1.387,70

Consumi Elettrici

9.443,39

Consumi Gas

5.337,75

Consumi Acqua

2.658,92

Spese telefoniche

1.080,50

Manutenzione Ordinaria edifici

26.481,33

Manutenzione Straordinaria edifici

39.401,20

Assicurazioni varie

5.527,00

Imposte

14.874,48

Versamenti alla Diocesi

1.207,10

Cancelleria, postali, ecc.

3.671,30 TOTALE USCITE

182.042,72

Utile d’esercizio

348,21

Residuo cassa

1.375,00

Residuo c/c bancari e postali

4.141,40 TOTALE

Quota capitale rimborso mutui

5.516,40 147.526,81

Debiti verso Fornitori

21.972,62

Crediti verso Terzi

-4.100,00 TOTALE PASSIVITÀ

12

182.390,93

165.399,43


Chi è?

Sergio Rossi, moderno Cincinnato Alla “Fraschetta” c’è un moderno Cincinnato. Si chiama Sergio Rossi e da oltre un decennio, come fece Cincinnato 2500 anni fa, ha scelto uno stile di vita agreste, quasi ascetico. Lui, però, con l’automobile all’uscio. Sergio è un Re selvaggio, ma i suoi sudditi non sono uomini, bensì animali che con lui vivono felici e in perfetta simbiosi. La sua Corte è fatta di cani, gatti, galline, conigli, oche, piccioni, maialini e volatili di ogni specie e il suo Feudo è un podere del pian della Cascina, ricco di vigne, chiudende, girasoli e frutteti. Dopo trentott’anni di onorato servizio come infermiere professionale nell’ospedale “Lotti” di Pontedera, nel 1991 raggiunta l’età della pensione, Sergio decise di cambiar vita, o meglio di tornare alle sue origini campagnole, dando libero sfogo al suo potente amore per la Natura, quella del pian della Cascina, dove nacque 63 anni fa in una casa con l’intonaco un po’ scrostato e annerito dal tempo. Come tutti i Re anche Sergio è scortato da un Aiutante con pieni poteri. E’ Antonio, uomo all’antica, che accudisce alle tante faccende, che raccoglie Sergio Rossi cicoria nei campi per farne palle da cuocere e passa il tempo scandito dai rintocchi della Badia, con Tiki, Biki e Lassie, i tre cani più intelligenti del branco che dormono con un occhio solo accanto al camino incendiato, insieme ai gattoni acciambellati nel tepore dei loro ventri satolli. Questo microcosmo è permeato di una singolare festosità manifestata da Sergio, Antonio e Beatrice e da tutti gli animali che, appena l’ospite varca il cancello, gli si affollano attorno saltando, mugulando, starnazzando e cinguettando. Proprio così, coralmente, come in una fantastica scenografia disneyana destinata a mandare in sollucchero i bambini estasiati. Nel reame di Sergio il più esigente zoofilo sarebbe perfettamente a suo agio per studiare ogni più misterioso atteggiamento comportamentale della variopinta fauna che vive incredibilmente in una sorta di ancestrale accordo“ecu-

menico”. Viene da pensare che davvero gli animali sono più buoni degli umani. Niente rivalse, invidie, gelosie o antichi rancori come quelli, proverbiali, fra cani e gatti. I cani e i gatti di Sergio si abbracciano, si baciano e si danno robuste leccate sui musi umidi e baffuti, vicino al camino dove crepitano i ceppi preparati Antonio, Beatrice e Sergio dall’estate. non si sa come, riuscì ad arrampicarsi Beatrice, la sorella di Sergio, è una sisu una monumentale ruspa ed entramgnora cittadina in trasferta in campagna bi accovacciati nell’enorme cucchiaio di e, come tale, tenta di gestire quell’arcaiquel mezzo, si fecero trasportare fino co modus vivendi inserendovi qualche all’ingresso dell’ospedale dove furono modernità che non va punto a genio scaricati come ballini di cemento. a Sergio, a Antonio e alla loro bestiale, Qui iniziò il suo immane lavoro di socchiassosa corte. corritore dei degenti, di aiuto alle Suore Che Sergio abbia esercitato disperate con soltanto un sacco di pataper tanto tempo l’arte inte da cuocere nelle cucine allagate. fermieristica lo si capisce al A questo punto il ricordo s’interrompe. volo dal suo modo di porsi, Sergio non vuol più parlare. Non può, dalla gentile disponibilinon se la sente. tà verso il prossimo, dalla Da fuori arriva il brontolìo di un tempoprecisione ed eleganza nelrale lontano e dell’acquazzone portato le sue movenze, perfino in dallo scirocco. quelle delle faccende grosCani, gatti e anche qualche giovane se, come quando spacca la papera, da padroni, sono entrati screlegna. anzatamente nella stanza profumata di Sergio, da giovane, fu un fumo, salsicce e erbe di campo. protagonista nei soccorsi E con un certo sussiego, ordinatamente quando l’Era impazzita, quel drammacome a comando, si son messi gioiosi a tico 4 novembre del ’66, ruppe gli argini strofinarsi i gropponi alla calda balaue devastò Pontedera. Fu tra i primissistra del camino. mi ad arrivare nell’ospedale allagato, Fausto Petttinelli dove aveva iniziato la carriera in camice bianco da appena un anno. L’emozione del suo ricordo è intensa anche oggi. “Quando seppi quel ch’era successo -racconta Sergio carezzando Biki- presi il Vespino e di volata corsi a Pontedera, sotto la pioggia battente. Mi fermarono i Carabinieri davanti al Camposanto della Misericordia. La strada era interrotta, non si poteva procedere. L’acqua, sciabordando, l’attraversava a ondate e andava a perdersi nei campi, verso Santa Lucia, portandosi dietro i barattoli dei lumini strappati alle tombe”. Sergio non tornò indietro come gli avevano ordinato. Insieme al dottor Saporetti, notissimo e amato sanitario del “Lotti”, capitato lì Cani e gatti abbracciati 13


La posta del Ponte “Tea Party”, movimento d’opinione Se fossimo americani, al solo sentir esclamare “Tea Party” capiremmo immediatamente quello che, come italiani, non intuiamo. Il prof. Marco Respinti ha introdotto con questa osservazione la conferenza che si è svolta il 14 dicembre scorso, che aveva per tema il movimento che sta dilagando negli Usa che, per l’appunto, viene nominato “Tea Party”. Il professore, militante di Alleanza Cattolica, Presidente del Columbia Institute e Direttore del Centro Studi Russel Kirk di Milano, nonché profondo conoscitore del mondo Conservatore americano, è stato bravissimo nel presentare il fenomeno che sta sconvolgendo le dinamiche del Paese d’oltreoceano. E’ significativo -ha detto- che in Italia non si parli affatto di un movimento che negli Stati Uniti conta milioni di persone e che alle elezioni di metà mandato del novembre scorso ha tanto influenzato il risultato, penalizzante per l’amministrazione Obama. Esso però, non va confuso con un neopartito o come qualcosa di funzionale ad un partito a discapito di un altro -ha spiegato- infatti, sebbene a quest’ultima tornata elettorale abbia favorito i Repubblicani, esso muove i primi passi mentre il governo era guidato dal repubblicano G. W. Bush Jr. Al contrario, è un movimento d’opinione che condiziona fortemente le scelte nominali e gli orientamenti ideali dei partiti”. “Il suo carattere sempre più definito su posizioni conservatrici, come ad esempio la difesa della vita e della famiglia naturale -ha concluso il conferenziereparte da un presupposto che è in netto contrasto con le politiche stataliste attuate negli ultimi anni negli States: più lo Stato si intromette in sfere che ad esso non appartengono e più lo Stato stesso rischia di diventare oppressivo, invece che vigile organo sopra le parti,

come dovrebbe essere”. Dunque i “Tea Party” sono un importante spunto di riflessione anche per noi europei, immersi come siamo nelle gigantesche macchine statali che tutto decidono e prevedono per noi e che alla fine risultano essere inefficienti e piene di sprechi. Samuele Chiassoni

Alle Melorie invocano sorveglianza La morte di Antonia Montemarano, la sera di Natale, mentre attraversava la strada camminando sulle strisce pedonali per recarsi alla Messa, ha provocato, oltre al dolore, un moto di generale ribellione. I residenti chiedono che la strada che attraversa il centro abitato sia maggiormente sorvegliata dai Vigili Urbani, che all’inizio e alla fine della stessa siano messi avvisi ben evidenziati della velocità, che le strisce siano ben visive magari con contro strisce rosse ai lati come se ne vedono in altre zone vicine a noi, e in ultimo, ma prima di tutto, un autovelox che faccia da deterrente agli automobilisti negligenti. Queste richieste sono modeste, ma tali da salvaguardare la vita di noi meloriani. Lettera firmata

Lettera a Babbo Natale Caro Babbo Natale, per 19 anni le mie letterine hanno iniziato sempre così, con la lista dei miei desideri che racchiudevano un’immensa voglia e speranza che Tu esistessi davvero. Fin da piccolina la tua figura mi affascinava. Credere che un “omone” vestito di rosso e con una lunga barba riuscisse, con la slitta trainata da renne volanti, a fare il giro del mondo per esaudire i

desideri di ogni bambino…. beh! non potevi essere altro che il mio idolo… Ecco perché crescendo, un lato di me forse ancora bambino, non vuole rinunciare a credere, per continuare a vivere quella magia natalizia che possono sentire solo chi rimane sempre un po’ fanciullo. Quindi, perché non lasciare dentro di noi uno spazio per sognare e godere ancora una volta quella sensazione bellissima che da bambini ci accompagnava la notte della vigilia di Natale. Io ho 19 anni e non dimentico un attimo di quelle ore che ho passato aspettandoti poiché eri tu che, semplicemente immaginandoti, mi rendevi quei natali sempre più speciali…! Un saluto grande grande, caro Babbo Natale, sperando che i tuoi racconti e la tua immagine possano continuare a far sognare tanti bambini e a far vivere agli adulti un Natale più sereno, visto ancora con gli occhi dell’infanzia… Ilenia Macchi

Differenze Bill Gates ha sempre detto che i particolari sono quelli che fanno la differenza. Come dargli torto? Un esempio palese lo abbiamo potuto riscontrare confrontando il post-Epifania Ponsacchino con quello Pontederese e più precisamente lo scenario di domenica 9 scorso. A Pontedera, negozi aperti e illuminazione natalizia ancora attivata e scintillante. A Ponsacco, negozi aperti ma illuminazione natalizia spenta da tre giorni… Complimenti vivissimi all’Amministrazione Comunale. S’incomincia bene! Buon anno a tutti. Circolo della Libertà R. Valli

ABBONAMENTO Solarium 60 Minuti e 30,oo 14


La Giornata della Vita “GIORNO DELLA MEMORIA 2011”

Movimento Anagrafico All’Ufficio Anagrafe attualmente risultano queste variazioni: Iscrizioni: n. 551 immigrazioni, n. 3 reimpatri, n. 197 nascite, n. 9 cessata irreperibilità anagrafica. Cancellazioni: n. 33 emigrazioni all’estero, n.537 emigrazioni in italia, n. 140 decessi,n. 30 irreperibilità anagrafica. I cittadini residenti sono 15526, suddivisi in 7641 maschi e 7885 femmine. Tra questi abbiamo anche una donna ultracentenaria.

Corsi di formazione gratuiti L’Unione Valdera organizza corsi di formazione gratuiti per i cittadini extracomunitari e non. Lo scopo di tali corsi è quello di offrire un supporto alle famiglie di immigrati, favorendo la loro inclusione nei sistemi formativi professionali, scolastici e di base ed una futura occupzione per loro e per i loro figli. Gli immigrati, attraverso le informazioni e le competenze acquisite, saranno in grado di cogliere e colmare le loro necessità ampliando la cono-

scenza della gamma dei servizi e le loro modalità di fruizione; saranno inoltre in grado di destreggiarsi autonomamente nell’accesso ai servizi educativi, formativi, sanitari e sociali. Per informazioni rivolgersi agli uffici in piazza Caduti di Cefalonia.

“Passaparola” è la voce della Parrocchia Per Natale è uscito il n° 0 del notiziario mensile della parrocchia di Ponsacco. Si tratta di quattro pagine dense di notizie, articoli, foto e immagini natalizie che certamente hanno fatto piacere ai fedeli. Importanti sono gli avvisi e gli orari delle funzioni del mese. In seconda pagina è riportata la notizia che sta a cuore non solo ai parrocchiani, ma a tutti gli abitanti: il problema della stabilità del campanile. La redazione del notriziario parrocchiale è composta da Stafania Barnini, direttrice, Don Luca Camarlinghi, Alessandro Inghilleri, Paride Lazzari, Giampiero Terreni, Francesco Ribechini, e da Fabrizio Gallerini. Per contatti: redazione@parrocchiaponsacco.it.

AMMINISTRAZIONE COMUNALE CENTRO STUDI SOCIALI “G. LA PIRA” LIONS CLUB PONTEDERA VALDERA COMPAGNIA PICC.NIC. ITCG “NICCOLINI” VOLTERRA SAPERE AUDE Dedicato a Mario Canessa Regia Alessandro Togoli 29 GENNAIO 2011 Ponsacco AUDITORIUM “Mons. Elio Meliani” · Ore 10,00 Per gli studenti della Scuola Media · Ore 21,15 Associazionismo e cittadinanza

INGRESSO LIBERO E GRATUITO

SOSTITUZIONE CALDAIE ESISTENTI CON NUOVE TRADIZIONALI, A CONDENSAZIONE, ETC...

NOV ITÀ

FORNITURA ED INSTALLAZIONE DI STUFE, TERMOSTUFE, TERMOCAMINI, CALDAIE A LEGNA E A PELLETS

PER RISCALDAMENTO ED ACQUA CALDA Detrazione fiscale

55%

· Per sostituzione di caldaie a legna/pellets con caldaie a Gas o a Gasolio · Per sostituzione di caldaia esistente con caldaia a condensazione

Contattaci per sopralluoghi e preventivi gratuiti

Per nuovi impianti ed impianti riscaldamento a radiatore o a pavimento ANCHE GIÁ ESISTENTI!!

per chi aderisce a questa campagna offriamo la

manutenzione gratuita per il primo anno

✆ 0587 734662

✆ 0587 734523

✆ 0587 734672

Impianti Idro Termo Gas Depurazione acque

Infissi in alluminio Carpenteria in ferro

Noleggio piattaforme aeree Canali e discendenti per gronde

Viale Europa, 19 - Z. I. PONSACCO (PI) bimbi.idrotermica@tiscali.it 15


Illuminazione e Arredamento natalizio

foto: Giuliano Pucci

Il piccolo coro della parrocchia canta durante la Messa dei ragazzi

La sera di San Silvestro, l’Ente Mostra, l’UTE, l’Associazione dei Carabinieri, i Donatori di Sangue Fratres e la Misericordia hanno organizzato il cenone per festeggiare il nuovo anno. I 160 partecipanti, oltre a scambiarsi gli auguri, hanno stretto un patto di collaborazione per future iniziative comuni

L’UTE ha festeggiato l’inizio del nuovo anno con un pranzo al Casale le Torri con la partecipazione del Sindaco Alessandro Cicarelli e l’Assessore alle politiche sociali, Tamara Iacoponi . Il Rettore, Fabrizio Gallerini, ha auspicato un anno di intensa attività culturale e sociale. 16

Gesù Bambino, raffigurato in questa dolcissima effigie, esposto sull’Altar Maggiore della Chiesa di San Giovanni durante il periodo natalizio, portato in precessione il 6 gennaio, ora collocato sull’altare della Madonna fino al 2 febbraio, giorno della purificazione


Concerto Valdera

Jazz Band live per i Fratres Il 14 dicembre si è svolta, presso il cinema Odeon, una serata di musica e solidarietà, il Concerto di Natale, organizzato dal gruppo Donatori di Sangue Fratres insieme alla Valdera Jazz Band, composta da 21 elementi. Il programma è stato vario e articolato. Notevoli sono state le esibizioni dei cantanti Michela Lombardi e Franco Nicoletti accompagnati magistralmente da tutti gli altri componenti della band. La Valdera Jazz Band ha regalato ai numerosi presenti un’atmosfera irreale e magica, permettendo così ai Fratres di diffondere ancora di più la cultura della donazione del sangue come atto di solidarietà e amore. Sono intervenuti alla serata oltre al Sindaco e gli assessori Iacoponi e Chiarugi, anche il primario del centro trasfusionale Dott. Petrucciani e il presidente del gruppo Fratres Massimo Favilli, che ha sollecitato la pratica della donazione del sangue, sempre più necessario nella cura di alcune malattie e nei trapianti di organi. Ci auguriamo, visto il buon esito di questa prima edizione, che questo evento diventi un appuntamento consueto nella comunità di Ponsacco.

Programma del Concerto TEATRO ODEON - 23 FEBBRAIO ORE 21,15 LPGS Jazz Orchestra to Tuscany 2011 Sir Duke, Chattanooga Choo Choo, Sway , Feeling Good, New York, You’re Nobody, Mas Que Nada – Tequila, Summertime , I want you back, Austin Powers – Soul Bossa nova, At Last, The Beat Goes On, Moon River, Oye Coma Va, Moondance, Ol Devil Called Love, L.O.V.E, Haven’t Met You Yet, Hallelujah, You Can’t stop the Beat, La Bamba direttrice: CAROLINE DANIEL

La Giornata della Vita Il prossimo 6 febbraio si celebra la Giornata della Vita e in tale contesto è legittimo ricordare l’impegno dato dalla comunità parrocchiale attraverso l’Azione Cattolica e il Centro di Ascolto della Caritas. Questa ne è una testimonianza. Quando al Centro di Ascolto si parla di Denise viene in mente il momento in cui la mamma disse che non avrebbe potuto portare avanti la gravidanza. La bambina non doveva nascere: non c’erano soldi, nè lavoro, nè possibilità di accudirla. Ma Qualcuno lassù la voleva, la desiderava ardentemente. E questo desiderio è stato portato avanti da tutti i volontari del Centro di Ascolto che si sono attrezzati perché la Vita vincesse. Da qui la Provvidenza: il collegamento col Movimento per la Vita, il Progetto Gemma (Progetto di sostegno economico alla famiglia per i primi 18 mesi), gli aiuti alimentari, la culla e tutto il resto. Ad agosto Denise è arrivata e domenica scorsa ha ricevuto il Battesimo. E anche per il suo Battesimo i volontari si sono adoperati per farle festa. “L’avete voluta voi”, ci siamo sentiti dire spesso dalla mamma nei momenti di difficoltà. Sì “l’abbiamo voluta noi”, ma ora la mamma è felice insieme a noi per questo “sì alla Vita”. Un grazie, quindi, non può che andare a lei che ha saputo dire di sì e affidarsi al Centro di Ascolto, un grazie a quelli che “l’hanno voluta”, perché silenziosamente si sono fatti Vangelo vissuto. Un augurio alla nostra piccola, desiderata Denise. Elisa Operatrice Centro di Ascolto Caritas

17


Pagina Antologica ‘Ammillo ‘r Cavurre di Giulio Allamandri ‘nzalata e ‘un so se viene, ma se per caso attacca ‘ome ‘Ammillo, abbenché a guardallo ‘un dessi tanto affidasarebbe nelle mi’ ‘ntenzione, ciò anco du’ galline che mento, glièra un òmo specifïamente oratorio, ner senso con du’ ova sode s’avvantaggia ner gusto. ‘he tutti, presi dar sòno fatidïo del voàbolo, lo stavano Per le beschie ‘r discorso si pòle di’ gliè uguale: anco ‘vi a sentì’ a bocca aperta, guasi fussan lucci. E penzieri bisogna rifassi all’Inghi‘ni vienivano a galla nér lesi: anco là le beschie, cervello si pòle di’ da sé levato che ènno un pò’ digià bell’e conformati, tutte anglosassone, si mïa ‘ome a noi che si tocsomigliano alle nostre, ca penzalli. ma però più selezionate: Si pòle dì’ che ‘un sii stae ‘ani, presempio, gliènto piccino nemmeno da no tutti dog (di origine bimbetto, datosi di ‘vélgarantita). La ‘oncettivila ‘híorba tonda che lo tà della ‘unígnola nella sa su’ madre che fatïa su’ generalità è mondia‘ni toccò durà’ a fallo; bile. ‘N un chíusino der quande vienze alla luce, mi’ ‘ampo orellanno ciaanco lui ‘ome Galibardi, vévo un cunignolo e du’ glièra buio strinto ‘un ci unignole: beh, ora, ‘un si vedeva di ‘vi a lì; fece vorrei scàde’ nell’esauno stiocco artro ‘he lo gerazione, ce n’averò sciampà! Su’ padre mancinquanta. ‘R segreto ca pòo si travaglia! Ma sta ner redùce’ lo spaperò ora ‘un si pòle fà’ a zio: ‘n quelle ‘ondizione di meno di penzà’ che sii per passà’ ‘r tempo ‘osa stato ‘r segno d’un movòí ‘he faccino! Si deve mento progressistïo che potenzià ll’allevamento se doveva durà’ tanto ‘un der cunignolo per avecsi pòle amputà’ a lui, ma ci la ciccia assïurata. Da a’ tempi che ‘un erano quella via se s’avanza du’ maturi: ‘ome difatti, steCamillo Cavour in un disegno umoristico di Alberto Fremura bicci bisogna fa’ un treno so a diacé’ ‘n sur letto ‘he cólle su’ rotaie perché io, nella mi’ ‘valità di ministro, ‘un l’avvorse ‘ntramontabile ‘atavere, s’ammoscò d’avessi posso mïa andà’ cor monopatino, ‘un so se rendo ll’idea. lassato né’ rafani e, sulla via d’essalà ll’utimo sospiro, Per la politïa estera bisogna vedé’ di rimedià’ quarche cólla voce ‘ncrinata dalla fatia ‘scramò: “Dio bene, mi cosina per fa’ un regalino a Napoleone che s’è prestato sono scordato di fà’ ll’Italiani! “. Si vede da utimo glièra tanto, sennò se n’ha a per male”. un pò’ screrotïo anco lui pover’omo! “Bravo, si garbí! “ urlarano tutti. Dalla fotoòpia originale d’un discorso di ‘Avùrre alla ‘N quer momento ti ‘riva uno di ‘orsa, ansitava ‘ome una ‘ambera ci scaturisce, ‘ndeformabile, le ‘valità ecceziobaforiera, ‘ólla lingua ‘he ‘ni strusciava ‘n terra, e dice: nale di ‘vést’ómo ‘osì grandioso: “Eccellenza!” “Si ‘heti, mi lassi discorre’ ‘un ho anco fi“Onorevoli ‘olleghi, ner mentre si troviamo tutti ‘vi ragnito!” “Su’ ma...” “La sua!” “No! Vòrsi di’: su’ maestà grumati, sento levassi da’ ‘ampi ‘r respiro possente di Vittorio ha firmato ll’armistizio a Villafranca! “. ‘vésta nostra Itaglia che ‘un è a caso ‘he porta nella Cavùrre di ‘oncettoso che era doventò una berva sarsu’ ‘onformazione fisïa L’aspetto d’uno stinco, ma gliè vatïa der bosco: “N’hai a di’ ar re che mi fa spece e da simbolo der cammino che ‘r destino ‘n’ha vorsuto dà’, e ora ‘n avanti se vòle fà’ ll’Itaglia se la fa da sé e che con noattri onorevoli s’ha ll’onere e ll’onore d’onorallo neltutte ll’òva che m’ha rotto ‘ndér panièri ci pòle fà’ una la magnèra più... onorevole (scusate: ‘un mi vieniva la bella frittata lui e ‘r tegame della su’ moglie!”. parola). E gliè da’ ‘ampi che si deve partì’ se si vòle ri‘ni prese un insurto, ‘nviò a spíngà’ có’ piedi e manca sòrve’ le probrematïe ‘nnumerevole che ci fanno risvorpòo tira ll’agaiolo. tolà’ ner letto ‘ólla paura che ‘r tempo ‘un sii assai per ‘rivacci. Io, modestamente, ho piantato ner mi’ orto du’ cesti di

18


Babbo Natale

Anche all’Istituto Comprensivo

La Preside Maura Biasci e il Presidente della P.A. Cosimo Giuri

Le vacanze di Natale hanno portato una bella sorpresa alle scuole, grazie alla Pubblica Assistenza che, tramite il suo “Babbo Natale”, Cosimo Giuri, ha donato un prezioso ausilio per portatori di handicap con problemi di controllo della motricità fine della mano. Si tratta di un ausilio informatico comprendente una tastiera con particolari caratteristiche, corre-

data da un mouse multifunzione di grandi dimensioni. L’Istituto, considerato l’elevato costo di tale strumento, lo aveva da tempo ricercato, ma senza esito. La Pubblica Assistenza, con l’Amministrazione Comunale che ha contribuito all’acquisto, ha reso possibile la dotazione di questo ausilio, favorendo l’apprendimento degli alunni che necessitano di specifici interventi. La scuola ringrazia la Pubblica Assistenza, oltre che per il dono, anche per la costanza con cui presta la propria opera tutti i giorni garantendo la regolare frequenza scolastica a tutti quegli studenti che necessitano di particolari forme di assistenza. Si ringrazia anche l’Amministrazione Comunale da sempre sensibile e attenta a garantire il diritto allo studio dei nostri giovani.

Pubblica Assistenza, per autisti di ambulanza La Pubblica Assistenza informa che il 1° febbraio, alle ore 21.15 nella Sede di Via Rospicciano, inizierà il corso per autisti di ambulanza. Il corso, che è gratuito e aperto a tutti, sarà tenuto da esperti formatori ANPAS. Gli incontri teorici e pratici si terranno in 4 sedute nei giorni 1 - 3 - 8 e 10 febbraio dalle ore 21.15 alle ore 23.00 Per informazioni e iscrizioni rivolgersi alla Pubblica Assistenza tel. 0587/730979 fax 0587/735058. e-mail: anpasponsacco@gmail.com www.pubblicaassistenzaponsacco.it

La Preside della Scuola

19


Accadde il...

Ponsacco e la “Grande Guerra” Il 12 dicembre 1915 il periodico“La Valdera”, che veniva pubblicato a Peccioli, annunciava sotto il titolo “Onore al merito” che “un encomio solenne, con speciale onorificenza, è stato rivolto al consigliere provinciale e comunale Marchese ing. Lorenzo Niccolini andato volontario al fronte ove si distinse per aver costruito nuove strade in luoghi difficilissimi presso Tolmino”… L’Italia aveva dichiarato guerra all’Austria da appena sette mesi e già si contavano i primi Caduti ponsacchini fra i quali, nel 1916, ci sarà anche il fratello del Marchese Lorenzo, il Tenente dei Dragoni Lapo Niccolini, caduto a Monfalcone. “In recenti combattimenti rimasero feriti più o meno gravemente i giovani Masini ed Iacopini già reduci dai campi di Libia” … scrive il giornale, che sembra dedicare più spazio alle vicende ponsacchine che a quelle pecciolesi. Ricordiamo questi eventi richiamando l’attuale ricorrenza del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, perché a ben vedere, anche la guerra 1915-18, può considerarsi nel contesto della storia risorgimentale, sia pure come coda dei conflitti, piccoli e grandi, che caratterizzarono gli anni della seconda metà dell’Ottocento. Sempre la stesso giornale pecciolese, a firma di Colombo Cursi, redattore ponsacchino, pubblica un trafiletto a proposito della “Casa del Soldato” allestita a cura della Misericordia. Due i fautori: Alfredo Pellegrini, membro del Magistrato e l’Arciprete Ranieri Barnini. “A gennaio la Misericordia apre la “Casa del Soldato” in due stanze in piazza S. Giovanni”, scrive il Cursi che però, diplomaticamente, evita di dire che l’iniziativa della Misericordia scaturiva dalla necessità di offrire ai seicento soldati acquartierati a Ponsacco, un ambiente attrezzato con tavoli e sedie, nonché calamai e carta da lettere, penne e pennini dove poter trascorrere qualche ora di ricreazione. L’urgenza era dovuta agli screzi che si erano

verificati fra i militari e qualche ponsacchino che non tollerava le loro attenzioni, spesso un po’ troppo salaci, verso le belle ragazze del paese. Così il Comandante del Reggimento Artiglieri che ogni venti giorni si avvicendavano a Ponsacco alloggiati nelle scuole elementari, per poi partire per il fronte con i loro muli, carriaggi e cannoni, vietò ai soldati di frequentare i tre“Caffè”del paese e di attenersi alle più elementari norme dell’educazione civile. A Ponsacco fu costituito anche un comitato per diverse attività assistenziali. Scrive ancora Colombo Cursi su “La Valdera”. “Il Comitato di Mobilitazione Civile, sorto ad iniziativa delle Signore e Signorine del paese in unione poi alla quasi totalità dei cittadini, ha già iniziato la proficua opera sua: distribuzione dei sussidi, notizie ai militari e alle loro famigliei, accoglienza dei figli dei richiamati fuori dell’orario scolastico onde possano avere quell’educazione ricreativa di cui abbisognano. Il Comitato ha per Patronessa la Signorina Isolina Valli (sorella del Magg. Rodolfo Valli caduto ad Adua nel 1896 n.d.r.) e per Presidenti Onorari l’Avv. Carlo Boni Sindaco e la Signorina Mimy Toscanelli. Sono Presidenti effettivi il Cav. Torello Salutini e la Signorina M. Ida Lapucci, la instancabile suffragetta che sempre è la geniale iniziatrice di opere buone”. Infine, sempre grazie allo scrupoloso cronista, sappiamo che nel 1915, a Ponsacco, funzionava perfino un’avveniristica attrezzatura per la proiezione di immagini a colori. Il 15 luglio 1915 Cursi scrive che avranno luogo “Conferenze del sacerdote Professore Raffaello Stiattesi nel Teatro di Angiolo Corsi in via Carducci a beneficio del Comitato di Mobilitazione Civile; titolo L’Italia si è desta con 150 proiezioni a colori”. F.P.

Storia di una bestemmia I ponsacchini nominano Dio e la Madonna spesso e invano, ma di solito a mo’ di innocente intercalare. Sul finire dell’Ottocento, il Guardasigilli Ministro Segretario di Stato per gli affari di Grazia e Giustizia e dei Culti tutto ciò non lo sapeva, ma dovette intuirlo. L’occasione gliela offrì il caso di Mazzei Giovanni, condannato dal pretore del mandamento di Ponsacco a 30 giorni di carcere “per bestemmie”. La vicenda è testimoniata da un decreto firmato da Re Vittorio Emanuele II e datato 26 maggio 1875. La ricerca storica non consente di appurare quali furono le bestemmie galeotte né quale scherzo del destino fece sì che finissero sulla scrivania di un giudice. Ma allo studioso che intenda ipotizzare le blasfeme parole che costarono a Mazzei Giovanni cotanto castigo tutt’oggi può venire in aiuto l’ascolto della conversazione fra gli avventori di un qualsiasi bar ponsacchino – luogo in cui la bestemmia si fa arte - che si stiano cimentando in una partita di boccine o di briscola. La premessa è, appunto, che il ponsacchino usa l’imprecazione anche come intercalare, per

imprimere forza a un concetto o per terminare in maniera colorita un discorso che sennò rimarrebbe appeso. Due le caratteristiche tipo della bestemmia ponsacchina: il ricorso alle parentele e il richiamo. Del primo insieme fanno parte quelle in cui, dopo aver accostato il nome del santo - chessò - a un animale (sia esso domestico, selvatico o da cortile), si fa pure esplicito riferimento ai legami familiari della figura biblica chiamata in causa. Per cui se si cita la Madonna non si dimenticherà di tirare in ballo anche il figlio Gesù e, talvolta, Giuseppe (quando butta proprio male). All’altro insieme appartengono quelle per cui se alla seconda mano di briscola le carte sono più brutte che alla prima, si bestemmia riallacciandosi all’imprecazione precedente e aggiungendovi dettagli e sfumature: a fine partita si sarà creata una sorta di storiella di senso compiuto. Comunque, attenendosi ai dati documentali, si ricava che il decreto reale recapitato a Mazzei Giovanni conteneva una buona notizia: “Sulla proposizione del Guardasigilli Ministro Segretario di Stato per gli Affari di Grazia e Giustizia e

dei Culti -scriveva il Re - abbiamo conceduto e concediamo a Mazzei Giovanni la commutazione nella somma di lire dieci della pena di 30 giorni di carcere inflittagli dal pretore del mandamento di Ponsacco con sentenza 12 novembre 1872 per bestemmie”. Pare che, appresa la notizia, nonostante il sollievo per aver scampato la galera, Mazzei Giovanni mal digerì l’idea di dover comunque pagare 10 lire, che all’epoca non eran poca cosa. Così, quando i gendarmi andarono a consegnargli il decreto, Mazzei Giovanni prima li ringraziò e offrì loro un Cordiale, e poi, dopo averli congedati, nella solitudine delle mura domestiche inanellò una sequenza tale di moccoli che se fossero venuti all’orecchio del Guardasigilli Ministro Segretario di Stato per gli Affari di Grazia e Giustizia e dei Culti, Mazzei Giovanni avrebbe rischiato l’ergastolo. Ps. Tuttora, in base all’articolo 724 del codice penale “chiunque pubblicamente bestemmia, con invettive o parole oltraggiose contro la Divinità, è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 51 euro a 309 euro”. Giampaolo Grassi

20


21


In Chiesa San Giovanni, il 5 gennaio

Concerto di “Buon Anno” I tre cori di Ponsacco, Coro degli Amici della Musica, Coro UTE e coro della Parrocchia, si sono riuniti nella Chiesa di San Giovanni, il 5 gennaio, per tenere il concerto di Natale, rimandato per la grande nevicata. E’ stata una interessante rassegna di brani religiosi dedicati al Natale: dalla semplice pastorale

Il coro UTE diretto da Cristina Bini

I tre cori cantano “Tu scendi dalle stelle”

al più impegnato dei canti gospel. Ogni coro ha dato il meglio di se riscuotendo il plauso del pubblico numeroso al Concerto di “Buon Anno”. “Tu scendi dalle stelle”, cantato tutti insieme, ha dato alla serata un’atmosfera familiare e amichevole molto sentita.

Mons. Nencioni ha ringraziato tutti e soprattutto i cori e i loro direttori: Alessandro Cavallini, Cristina Bini, Monica Ciarla e i pianisti Cecilia Merotoi e Carlo Lucchesi e infine un grazie a Luca Bertocchini che ha egregiamente condotto la serata.

Il Coro degli Amici della Musica, diretto da Alessandro Cavallini

Il Coro parrocchiale diretto, da Monica Ciarla

Centro Studi “G. La Pira” 10 Febbraio: FOIBE Il “Giorno del Ricordo” Il Centro Studi “Giorgio La Pira” comunica che ha in corso di definizione una duplice iniziativa (scuole e cittadinanza tutta) per celebrare, intorno al 10 febbraio prossimo, il “Giorno del Ricordo”, istituito da una legge dello Stato in memoria delle vittime delle foibe, dell’esodo giuliano-dalmata e delle vicende del confine italiano orientale. Il programma sarà reso noto attraverso locandine che saranno affisse nei vari locali pubblici e negozi, e con annunci sulla stampa locale quotidiana.

22


COOPERATIVA VINICOLA CHIANTI MONTALBANO Via F. Ferrucci, 1046 51036 LARCIANO (PT) TEL. 0573 83257

VIN BOX da 5 lt. e 10 lt.

Il tuo vino sfuso pronto all’uso VINBOX VINBOX VINBOX VINBOX VINBOX VINBOX VINBOX VINBOX VINBOX VINBOX

Lt. 5 Lt. 5 Lt. 5 Lt. 5 Lt. 5

BIANCO gradi BIANCO gradi ROSSO gradi ROSSO gradi ROSSO gradi †¢

Lt. 10 Lt. 10 Lt. 10 Lt. 10 Lt. 10

BIANCO gradi BIANCO gradi ROSSO gradi ROSSO gradi ROSSO gradi

11,5 12 11,5 12 13

e 7,30 e 8,60 e 7,80 e 9,10 e 10,80

11,5 12 11,5 12 13

e13,50 e 16,00 e 14,50 e 17,00 e 20,50

PUNTO VENDITA:

Ponsacco · Via Marconi, 22/24 (per Volterra al Ponte) Tel. 0587.930113 23


Presepio in Piazza San Giovanni

Le Befane del Teatro Bubamara Il 5 gennaio, come di consueto, è ARRIVATA LA BEFANA dei bambini, che numerosi con le loro famiglie hanno affollato il Circolo Arci Rinascita. La festa è stata allietata da due Befane del Teatro Bubamara di Pontedera, impeccabili nel loro costume, che hanno fatto uno spettacolo di animazione, di canti e di balli

Qualcuno paventava che il presepio, costruito sull’antico pozzo di Piazza San Giovanni, potesse costituire un’occasione per qualche atto vandalico di giovinastri come purtroppo è successo in altri paesi vicini. Il periodo natalizio ha visto, invece, tante persone fermarsi davanti alla “capannuccia”per una preghiera e per ringraziare l’UTE che l’ha allestita e il Gruppo Scultori che ha collaborato (i personaggi sono stati scolpiti fa Giuseppe Cursi). Nei giorni di Natale e di Capodanno, in piazza e sul Corso, si sono registrate battaglie di petardi e di botti anche forti ( un po’ troppo, ragazzi!), ma la capanna è rimasta indenne! Questo comportamento fa onore alle persone che, pur essendo di varia estrazione religiosa, hanno dimostrato tolleranza, convivenza e libertà di pensiero.

Alla fine della manifestazione le Befane hanno consegnato una calza ad ogni bambino. G.T.

Il presepe allestito dall’UTE, sotto la neve

Il presepe della Farmacia Gasperini in Via Roma

La Befana dell’Albero Azzurro Quest’anno al nido Albero Azzurro, in piazza Caduti di Cefalonia e Corfù, il Natale è stato festeggiato solo dai bambini con le educatrici rendendo più intimo e suggestivo l’arrivo di Babbo Natale. In questo modo però è mancato un momento di importante aggregazione con i genitori che hanno pensato bene di attivarsi per la Befana. Così il 5 gennaio i genitori, con i bambini, educatrici e amministrazione comunale hanno brindato alla Befana che ha lasciato le tradizionali calze con dolcetti e carbone.

24


Un marinaio-ingegnere appassionato di Vela Giovanni Lombardi, noto ingegnere ponsacchino e grande amatore della vela, è stato contattato dal team di Coppa America ed è probabile e anche auspicabile un suo prossimo impegno nelle regate che saranno organizzate nell’ambito del programma di questo affascinante sport. L’ ing. Giovanni, ‘Nanni’ per gli amici, che insegna nel Dipartimento di Ingegneria Aerospaziale dell’Università di Pisa, non è soltanto un appassionato della vela, ma è soprattutto un marinaio con anni di esperienze sportive. Anche se per ora è tutto top secret, la sua barca è invece nota dal 1978, quando la progettò con questi dati tecnici: lunghezza metri 12,5; peso 9 tonnellate; altezza dell’albero metri 17 metri; 2 vele ed uno spinnaker: questa è “Mefistofele”, la barca che impegna un equipaggio di 10 persone e raggiunge una velocità di 8-10 nodi. Ora “Mefistofele” è ormeggiata allo “Yachting Club” di Livorno, in attesa. Perché “Mefistofele”? “Perché si può volare anche sulle onde -dice Lombardi- basta una barca a vela, un bravo skipper, un gruppo di

amici e un diavoletto portafortuna, “Mefistofele” appunto, stampato sulla poppa e sulle divise dell’equipaggio che è composto dai livornesi Guido Lavasio, Andrea Melis, Marco Mannelli, Gianluca Barbato, Andrea Chini, Giuseppe Anglana, Giordano Cardini, dai ponsacchini Luca Giuntini e Giacomo Grassulini e dal pisano Leo Gonnelli.“Mefistofele”ha vinto moltissime gare: nel ‘98 il Trofeo Accademia Navale di Livorno, vittoria ripetuta quest’anno. “Ma per 10 anni -sottolinea con orgoglio l’ingegnere-marinaio- abbiamo vinto il Trofeo Vela d’oro (Viareggio-BastiaLivorno) e l’anno scorso, il Campionato Toscano di vela d’altura organizzato dai circoli di Livorno, Marina di Pisa e Viareggio. Ora ci aspettano le gare del 2011 che inizieranno a febbraio: la Coppa Carnevale, il Trofeo“Gavitello d’argento” a Punta Ala e la Regata “151 miglia” Livorno-Marina di Pisa- Giraglia (Corsica)- Grosseto- PuntaAla”. Elena Iacoponi

A Ponsacco c’è uno spettro “Tutte le potenze .. si sono coalizzate in una sacra caccia alle streghe contro questo spettro ecc.”Lo dice Marx nel famoso Manifesto del partito cominista. Anche a Ponsacco, tutte le potenze -l’Arci, il Sindaco, la capogruppo dei democratici in comune, sig.ra Barbara Guerrazzi, il blog della locale sezione del PD- si sono coalizzati contro uno spettro: Stefano Giobbi. Giobbi è un Consigliere comunale dell’opposizione che, a differenza dei colleghi attuali e di quelli che l’hanno preceduto, fa il mestiere dell’opposizione ed è per la prima volta che qualcuno dell’opposizione prova davvero a controllare la gestione del Comune: il che, evidentemente da fastidio a chi, sino ad oggi, ha operato senza che nessuno gliene chiedesse conto. Non c’è dunque numero del Ponte, del locale bollettino dell’Arci e blog del PD, senza che egli venga biasimato: è colpa sua se, ad esempio, il rapporto tra maggioranza ed opposizione è di‘muro contro muro’; se gli impiegati comunali sono distolti dal lavoro per rispondere alle sue interrogazioni ecc. ecc. Poiché la mia professione mi suggerisce di valutare sempre la fondatezza delle tesi avversarie, il 30 dicembre scorso, ho assistito al Consiglio comunale e l’impressione avuta, solo dalla discussione dei due primi punti all’ordine del giorno, è stata assai diversa: 1) Per avere un controllo sulla farmacia comunale, l’opposizione aveva da tempo chiesto che il Presidente della società che la gestisce fosse chiamato a riferirne in consiglio, ma il Sindaco ha subito esordito negando tale diritto sotto la speciosa ragione che la minoranza avrebbe sbagliato (pareva strano!) perché la sede per tale attività sarebbe stata invece la Commissione. Ignoro dove egli abbia letto tale regola ma, anche senza scomodare repertori di leggi, ricordo benissimo di avere io stesso assistito in Consiglio all’audizione del Presidente della società delle Acque chiamato dalla stessa maggioranza di sinistra dell’epoca a dar conto dell’enorme buco di gestione che noi contribuenti abbiamo ricoperto (tra parentesi, si ricordi che oggi le sinistre sono tutte fieramente schierate a difesa dell’acqua pubblica: del resto, diver-

samente, non potrebbero nominare i loro uomini nei consigli di amministrazione). 2) Sempre per esercitare il controllo la minoranza aveva anche chiesto di consocere lo stato, i costi e gli esiti delle cause giudiziarie che il Comune ha in essere, ma il Sindaco ha negato questo diritto perché si sarebbe perso troppo tempo per rispondere. Così il Sindaco ha letto una lunga e dotta dissertazione giuridica che concludeva affermando che l’interrogazione non doveva avere una risposta, pur fornendo due o tre dati insignificanti. Viene dunque da chiedersi perché, solo pochi giorni prima, al momento della prima interrogazione, queste regole non esistevano visto che il Sindaco aveva giustificato la sua mancata risposta con l’ampiezza della domanda. Dopo tali prodezze della maggioranza (e mi spiace notare che tutti coloro che la compongono, con il loro silenzio, hanno aderito a questa compressione dei diritti della minoranza), ho creduto di capire da dove davvero deriva il muro contro muro e, conseguentemente, me ne sono venuto. Però mi son chiesto se lo scrupolosissimo rispetto delle regole da parte del dott. Cicarelli non fosse un po’a senso unico. Infatti solo la sera prima, in sede di Intercomunale, era toccato proprio a lui esporre la decisione della maggioranza -ovviamente di sinistradi prendere in affitto per la conveniente cifra di €.240.000 annui i locali dell’ex-Coop lungo la ferrovia a Pontedera. Guarda caso, con tutti gli immobili sfitti che ci sono in zona, proprio la Coop doveva essere la beneficiaria di questa sostanziosa erogazione pubblica. Ma non c’è da stupirci dato che in Toscana succede di questo e .. di peggio: basti ricordare l’apertura della terza uscita della Superstrada a Empoli proprio in concomitanza dell’apertura dell’Ipercoop o, l’imposizione a tutta la Valdera di ben due inutili rotonde stradali per entrare in Pontedera sì che tutti passino davanti la nuova Coop. Ed allora -e chiudo- forse, lo spettro che si aggira per Ponsacco non è il buon Stefano ma –aveva proprio ragione Marx- è il comunismo che, qui da noi, in tutte le sue articolazioni, non accenna proprio a morire. Andrea Gasperini 25


Mostra d’Arte

“Processionando”

Le tre figure in ferro e rete davanti alla Canonica

Le tre statue in rete metallica collocate in Piazza S.Giovanni il 23 dicembre, in pieno clima natalizio, sono la fase finale di un percorso artistico che si inserisce nel progetto di cultura contemporanea, dal titolo “La bottega del contemporaneo. Mentre, cuore e mani, siti storici e linguaggi”. Il progetto, all’insegna della valorizzazione di artisti locali, è in parte finanziato dalla Regione, con la partecipazione di alcuni Comuni della Valdera, tra cui Pontedera, Calcinaia e Ponsacco.

I tre personaggi sono solo i primi protagonisti di una processione ideale che vuole conciliare la tradizione religiosa e folcloristica più antica con la cultura odierna. Si può parlare di arte povera, in riferimento all’impoverimento dei segni artistici e all’uso di materiali non certo tipici della scultura classica, come il marmo, ma ‘riciclati’, perché ricavati dal mondo artigianale, come la rete in metallo che diventa la materia base, con la trasparenza dei suoi fori abbinata alla robusta consistenza dell’intelaiatura e della base in ferro. L’impatto visivo non è quello proposto dalle statue dell’arte antica, dove ogni particolare è ben definito, ma proprio in virtù dell’espressione sintetica ed essenziale, ognuno di noi può interpretare liberamente il senso dell’opera e coglierne il messaggio.

La vernice colorata accentua la simbologia di questi personaggi ed in primis del vescovo benedicente, con i due prelati al seguito. Forse qualcuno potrebbe rinvenire una venata critica per la rappresentazione di un clero ‘ingabbiato’, ma senza intento dissacratorio, poichè nel contempo possiamo cogliere anche la vena poetica, nell’interpretarli come un vissuto rievocato con una nota nostalgica. L’autore, Olinto Cioni, merita una menzione speciale, soprattutto in relazione all’associazione di cui fa parte, il ‘Gruppo Scultori Valdera’, nato agli inizi del duemila per valorizzare i talenti dei suoi soci (David Brogi, Antonio Gorini, Giuseppe Cursi, Olinto, Enrico e Velio Grandoli, Paolo Grigò, Italo Bellucci) i quali hanno lavorato in team con i colleghi e con artisti di varia formazione, lasciando traccia di sé nell’arredo urbano e partecipando a vari eventi, tra cui il ‘Simposio di scultura’ che ogni anno si ripete con successo nella cornice della fiera annuale di ottobre. La Responsabile del V Settore del Comune di Ponsacco Dott.ssa Manuela Lupi

Mostra di sculture La mostra, promossa dall’assessorato alla cultura ha raccolto trentotto sculture lignee, in marmo e gesso che lo scultore ha modellato con straordinaria abilità prediligendo le figure femminili, adagiate per terra e mai del tutto finite.

L’“Avis”, Donatori di sangue di Treggiaia, ha comissionato a Carbonari una statua raffigurante una donna che dona una goccia-cuore porgendola nel palmo della mano.

L’artista Gionata Carbonari

“Visioni in terra” è il titolo della mostra delle opere di Gionata Carbonari che è stata aperta al pubblico fino al 6 gennaio scorso. 26

Il Sindaco Cicarelli e l’Assessore alla cultura Chiarugi a colloquio con Gionata

Elena Iacoponi


Aperture domenicali dei negozi

Calendario Il Sindaco ha disciplinato le deroghe all’obbligo di chiusura domenicale e festiva per gli esercizi di commercio al dettaglio in sede fissa. Queste le date: Centro Storico: Facoltà di apertura per tutte le domeniche e festività ad esclusione dei giorni: 1 gennaio, Pasqua, Lunedi’ dell’Angelo, 25 aprile, 1 maggio, 15 agosto, 25 e 26 dicembre Ponsacco, capoluogo e periferia, loc. Le Melorie - loc. Val di Cava: Facoltà di apertura nelle seguenti domeniche e festività:

· · · · · · ·

Domenica Domenica Domenica Domenica Domenica Domenica Domenica

09 gennaio 27 marzo 03 aprile 10 aprile 17 aprile 08 maggio 15 maggio

· Domenica 10 luglio

Il giorno 20 dicembre Sibilla Orsini ha conseguito la Laurea in “Chimica analistica” con la votazione di 110 e lode. Congratulazioni alla neodottoressa dal babbo Stefano, mamma Patrizia, findanzato Gabriele, parenti e amici tutti.

Il 26 novembre è nata Chiara Rossi, i più sinceri Auguri dai genitori Roberto e Elena, dai nonni Dino e Iva e dallo zio Andrea.

Giovedì 06 gennaio 2011 (inizio saldi invernali )

Auguri a...

2011 2011 2011 2011 2011 2011 2011 2011

(prima domenica successiva all’inizio dei saldi )

· Domenica 18 settembre · Domenica 25 settembre · Domenica 02 ottobre

2011 2011 2011

· Domenica 09 ottobre

2011

(Fiera di S. Costanzo)

· Domenica 13 novembre · Domenica 27 novembre

2011 2011

Nel mese di dicembre l’apertura domenicale e festiva è sempre consentita ad esclusione dei giorni 25 e 26 dicembre; Obbligo di chiusura totale di tutti gli esercizi commerciali nei seguenti giorni: 1 gennaio, Pasqua, Lunedì dell’Angelo, 25 aprile, 1 maggio, 15 agosto, 25 e 26 dicembre. Tommaso Baldacci Assessore al Commercio

FOTO MEONI di

Bellini Giuseppe

Oggi 8/1/2011 festeggi il tuo Terzo compleanno, i Tuoi nonni Anna e Moreno, gli zii Lorenzo, Manuela insieme ai cugini Matteo, Andrea e Lisa ti augurano tanta gioia e Buon Compleanno. Bacioni Anna e Moreno

Cara Monica, gli anni passano anche a te, ma sei sempre in forma e una mamma esemplare e noi genitori ne siamo orgogliosi. Babbo, Mamma, insieme a Manuela e Lorenzo, i tuoi nipoti Matteo e Andrea ti augurano Buon compleanno e tanta felicità. Anna e Moreno

Le sorelle, i cognati, i nipoti grandi e piccini si congratulano con Carlo per la brillante carriera di giocatore di biliardo e per la recente promozione a direttore di gara. Ti vogliamo bene, continua così! Studio Fotografico · Cerimonie · Ritratti Stampe digitali immediate

PONSACCO (Pi) Via Carducci, 51 · Tel. 0587 730335

27


Auguri a... Il 12 dicembre Rachele Fornai ha ricevuto il sacramento del Battesimo. Tanti auguri dai genitori Francesca e Samuele e i Nonni.

Il 9 novembre è nata Asia Tortorelli, figlia di Pasquale e Annalisa. Le danno il benvenuto alla vita i neo-nonni Daniele e Ivana Menciassi con i neo-zii Gianluca, Pier Marco e Massimiliano.

Ma quanto è buona la birra? Il mondo della birra, delle tecniche di produzione, dei vari stili birrari di bassa ed alta fermentazione, la degustazione delle migliori birre belghe e tedesche e l’abbinamento birrogastronomico con 1ª Serata | GIOVEDÌ 10 MARZO NEL CORSO DI OGNI SERATA Fisiologia, tecnica, strumenti e VERRANNO DEGUSTATE 4 BIRRE vocabolario della degustazione birre a fermentaCosto € 80,00 a persona per soci 2ª Serata | GIOVEDÌ 17 MARZO Costo € 90,00 a persona per non soci Cenni sulla produzione, introduzione zione spontanea e agli stili birrari. Degustazione di birre di bassa fermentazione tipologie estreme, Per prenotazioni rivolgersi al Circolo Culturale 3ª Serata | GIOVEDÌ 24 MARZO Rinascita tel. 0587.731233 o al 348.6010776 I fondamentali del servizio: sono i temi di cui entro il 28 Febbraio 2011 bicchieri, temperature, spillatura. Il corso si terrà con un minimo di 15 persone Degustazione di birre di alta fermentazione; si parlerà in quatQuattro serate 4ª Serata | GIOVEDÌ 31 MARZO Degustazione con abbinamento tro giorni di scuobirro-gastronomico. Birre a fermentazione MARZO 2011 spontanea e tipologie “estreme” la organizzati dal Giovedì 10|17|24|31 CIRCOLO CULTURALE RINASCITA dalle ore 21,30 alle 23,30 Circolo Rinascita, dall’Associazione Ars Birraria di Lucca e dal il Gruppo di degustazione Puro Malto di Pisa. Per l’iscrizione ai corsi, che si svolgeranno nel mese di marzo nei giorni di giovedì 10, 17, 24, e 31, occorre versare 80 euro prenotando entro la fine di febbraio. In luglio sarà organizzata una gita a Treuchtlingen, cittadina tedesca gemellata con Ponsacco, dove si svolgera’ l’annuale Festa della Birra e dove avremo la possibilita’ di visitare una fabbrica e le Terme. Altre tappe della gita saranno le citta’ di Monaco di Baviera e Norimberga. CIRCOLO CULTURALE RINASCITA Ponsacco

organizza in collaborazione con

Associazione “ARS BIRRARIA” – Farneta (Lucca) e Gruppo di Degustazione “PURO MALTO” – Pisa

CORSO BASE DI DEGUSTAZIONE E CONOSCENZA DELLA BIRRA (nel costo sono comprese le birre in degustazione ed il kit del degustatore)

Via N.Sauro 34 | PONSACC0 | Tel. 0587.731223 | cell. 348.6010776

Il 9 gennaio Martina Pasqualetti ha compiuto 12 anni. Un augurio speciale da babbo Carlo, mamma Grazia e tutti.

Il Consiglio del Circolo Rinascita

Il 9 dicembre 2010 Andrea Salvini si è laureato in Ingegneria Chimica presso l’Università di Pisa e ora che anche questo traguardo è stato tagliato possiamo dire: cogratulazioni Ingegner Salvini! I Genitori, Eleonora, le nonne, le zie e il Dudi.

BANCA POPOLARE DI LAJATICO Dal 1884, il piacere di crescere insieme.

La Sig.ra Blandina Mansuilli Achilli il 19 giugno ha compiuto 100 anni. La festeggia con affetto tuttala famiglia e la comunità di Ponsacco.

Vieni a trovarci nella FILIALE DI PONSACCO Via Provinciale di Gello (Rot. Le Melorie) Tel. 0587 728701 - Fax 0587 728744

28


Non fate agli altri quello che non vorreste fosse fatto a voi Questo è un popolare assioma evangelico che calza bene con quanto è successo lo scorso 17 dicembre in Italia e nella nostra Regione. Mezza Italia è rimasta paralizzata sotto pochi centimetri di neve. Che sarebbe nevicato era noto, ma i più non si sono attrezzati, contribuendo alla paralisi della viabilità. Con una variante rispetto al solito. Quando dopo settimane di pioggia cade un muro a Pompei, la colpa è dei politici (il Ministro Bondi); se invece la neve blocca strade e autostrade della rossa Toscana, i cattivi non sono i Politici, ma i vertici delle ferrovie, dell’Anas e di altre società addette alla manutenzione. A nessuno viene in mente di mettere sotto accusa il Governatore della regione Rossi, il Presidente della provincia di Pisa Pieroni, il Sindaco di Firenze Renzi, il Sindaco di Pontedera Millozzi o il Sindaco di Ponsacco Cicarelli. Ovvio, appartengono tutti al PD, dunque per forza sono bravi ed efficienti. Il Sindaco Renzi passa ore in televisione a spiegare che è giunto il momento di rottamare Bersani, si scusa per i disagi, ammette i propri errori, ma non per questo se ne va. Anche Millozzi si scusa, fa autocritica e chiede subito un vertice per capire chi ha sbagliato e chi deve pagare. Cicarelli si auto elogia (ma di che?) ed è molto dispiaciuto non perché la neve ha creato enormi disagi ai cittadini, ma perché gli ha impedito uno dei tanti forum e la conferenza stampa sulla lavanderia. Il Governatore Rossi, appena ha iniziato a nevicare, ha messo subito le mani avanti presentando un esposto denuncia alla Procura e addebitando ad altri le responsabilità del disastro. Questi politici in qualche modo se la caveranno e non finiranno come il Ministro Bondi nel tritacarne di Anno Zero o dell’Infedele. L’unico politico che ha capito che nessuna testa rotolerà è il Ministro Matteoli, il quale intelligentemente, in caso di intense nevicate, ha affidato il coordinamento degli interventi al Ministero dell’ Interno e in particolare al Dipartimento della Polizia Stradale. Ora speriamo che alla prossima nevicata la rossa Toscana non chieda la testa del Ministro Maroni.

Ricordiamo... Nell’Anniversario della Morte di Nencioni Giovanni (21/12/1926 - 21/01/2007) le sorelle e i nipoti lo ricordano caramente.

A 3 mesi dalla scomparsa del caro Gilberto, la Famiglia e gli amici lo ricordano con immenso affetto.

Ad un anno dal silenzioso passaggio da questa vita al suo Creatore, di Marta Bani in Boddi, il marito Bruno, il figlio Stefano, i nipoti, la nuora, la famiglia, gli amici e tutti coloro che l’hanno conosciuta, ne ricordano il prezioso esempio di vita cristiana e con immutato affetto la ricordano davanti al Signore.

Samuele Ferretti Ufficio Enti Locali Lega Nord Regione Toscana

Gioacchino Calloni SABATO 12 FEBBRAIO ore 21:30 AUDITORIUM MONS. MELIANI

LA COMPAGNIA “ATTORI PER CASO” DELL’U.T.E. METTERÀ IN SCENA

STASERA SI FA A’UN CAPISSI scenette in vernacolo

INGRESSO LIBERO

Gioacchino Calloni ci ha lasciato dopo lunga malattia. Nativo di Ponsacco, andò ad abitare a Ceppato per motivi di lavoro. Da tutti conosciuto come bravo pittore, ha lasciato una cospicua produzione pittorica molto apprezzata per i suoi colori caldi e pastosi e per essere ancorata alla realtà. Alla moglie, ai figli e ai parenti le condoglianze de Il Ponte

29


Mobilieri

Aspettando il derby col Pontedera… La ristrutturazione della squadra dei Mobilieri preparata nel mese di dicembre con gli ingaggi dei giovani Bianchini ‘92 e Traore ‘91 si è completata all’inizio di Gennaio 2011 con l’ingaggio degliattaccanti under: Barocelli dal Piacenza e Santella dalla Carrarese entrambi classe ’91. Il Ponsacco ha cominciato positivamente il girone di ritorno con i pareggi ottenuti a Ponte a Egola contro il Tuttocuoio e contro la virtus Pavullese in casa, ma la sconfitta patita di misura a Castelfranco, dopo essere passati in vantaggio, ha rimesso in discussione la classifica, e piazza con 25 punti i rossoblu al primo posto della zona play out, anche se non é il caso di drammatizzare, visto le numerose giornate a disposizione, per recuperare. E’ alle porte comunque una bella sequenza di impegni che iniziano domenica 23 Dicembre con il Mezzolara squadra rinforzata che sta scalando la classifica a suon di ben sette vittorie consecutive, dove emerge l’ex Sampdoriano Bazzani. Il vero ballo inizierà la domenica successiva con la trasferta in casa della capolista Borgo a Buggiano, e a seguire il Derby della Valdera al Comunale contro il Pontedera in programma il 6 Febbraio. La gara contro i granata e la partita di tutte le partite, e sarà giocata a porte aperte con la partecipazione delle due tifoserie, cosi come è stato all’andata allo stadio Mannucci. In quell’occasione i rossoblu superarono i

granata 2 a 1 giocando una grande partita. La classifica, e le risorse tecniche e finanziarie fanno pendere il pronostico a favore dei granata, ma le risorse morali ed agonistiche dei rossoblu nel derby possano annullare le differenze, e per quanto può pesare la tradizione il Pontedera non ha mai vinto a Ponsacco, da sempre. L’auspicio comunque che la grande platea prevista al Comunale possa godere di uno spettacolo calcistico e folcloristico di primordine, cosi come è già accaduto precedentemente a Pontedera. A rendere suggestivo come sempre questo derby, oltre al risultato che in ultima analisi è importantissimo per la classifica e per la supremazia in Valdera, ci saranno nelle file Pontederesi ex che hanno lasciato tracce importanti fra i rossoblu, come il giocatore Alessio Mordagà. Luciano Lombardi

fotografie: Fabrizio Passetti

Presenze

Min. Giocati

Gol

Espuls.

Sostit.

Entrato

Giorn. Squal.

1 Passerai

17

1516

---

---

1

---

---

2 Russo

12

1080

---

---

---

---

---

3 Zambrino

1

90

---

---

---

---

---

4 Macelloni

15

1251

---

---

2

---

1

5 Tamberi

15

1345

---

1

---

---

2

6 Menicucci

13

1134

1

---

1

---

1

7 Scalzo

16

1232

6

1

3

2

1

8 Cecconi

16

1300

---

---

3

---

1

9 Bonuccelli

7

590

1

---

---

2

---

10 Gronchi

13

704

---

2

3

6

4

11 Demi

2

166

---

---

1

---

---

12 Bruno

14

845

1

---

3

6

1

13 Lenzini

17

1284

2

---

10

2

---

14 Landi

15

1335

---

---

1

---

1

15 Lupoli

7

136

---

---

1

6

---

16 Lemmi

1

68

---

---

1

---

---

17 Dughetti

15

1247

1

---

6

---

---

18 Dini

9

304

---

---

2

6

---

19 Baldasserini

8

487

---

---

3

3

---

20 Orsi

3

40

---

---

---

3

---

21 Lazzerini

1

50

---

---

---

1

---

22 Baldi

2

141

---

---

---

2

---

23 Scardigli

2

126

---

---

1

1

---

24 Vanni

5

303

---

---

2

2

---

25 Mastria

4

221

---

---

---

2

26 Molesti

1

14

---

----

---

1

---

27 Bianchini

1

18

---

---

.---

1

---

GIOCATORI

30

Lorenzo Tamberi, forte centrale dei Mobilieri

La grinta del capitano dei Mobilieri, Alessandro Menicucci


PONSACCO EVENTI PONSACCO

RISORSE per l’Apprendimento….. Sab 29 Gennaio 2011

Benvenuti al Sud

Chiusura giorno della Memoria

Sabato 22 Gennaio 2011

Domenica 30 Gennaio 2011

Sport in palcoscenico (saggio sport delle scuole)

Domenica 23 Gennaio 2011 La Banda dei Babbi Natale

Cinema Odeon

Manifestazioni di gennaio Domenica 16 Gennaio 2011

Film “Un altro mondo”

Eventi Venerdì 21 Gennaio 2011

Il piacere di farcela

SEI IN Difficoltà????? Tutti i mercoledì da lle 8.50 alle 9.50

dalle 15.00 alle 17.00

Itis “ Marconi ” Via Milano, n. 51-PONTEDERA ( per appuntamento in altro giorno c.rossella@gmail.com )

Università della Terza Età Sabato 22 Gennaio 2011

dalle 17.00 alle 20.00 (fino al 30/01/11)

Università della Terza Età e Fantagiokando dal 22/01/2011 al 31/01/2011

Mostra fotografica “Never Again” per non dimenticare

Apertura mostra: 10.00-13.00 e 17.00-20.00

La prof.ssa R. Cianna mea incontra DOCENTI…GENITORI…S TUDENTI… Informazioni su normativa DSA, metodo di studio, strategie e mediatori didattici, ausili informatici, supporti digitalizzati, consulenza e… ascolto

Istitututo Tecnico Industriale Statale “G. Marconi”

Via Milano, 51 - 56025 Pontedera (Pisa) - Tel. 0587 / 53566 - 55390 Fax 0587/57411 iti@marconipontedera.it - WEB: www.marconipontedera.it

Inaugurazione mostra ore 18.00 con videoproiezioni

DIMAGRIMENTO - DIETE PERSONALIZZATE MASSAGGI DRENANTI E SNELLENTI

PROMOZIONI

Continua con successo la rassegna di film per ragazzi al cinema Odeon La ripresa della attività è stata resa possibile grazie alla collaborazione con l’associazione L’Angelo Azzurro, storico cineclub dell’area Cinema d’Essai che programma da anni i piccoli cinema di Castelfiorentino e Montaione in provincia di Firenze. Il calendario:

SPECIALI

SU

MASSAGGI

DRENANTI - SNELLENTI - ANTICELLULITE DIETE PERSONALIZZATE - SOLARIUM

EPILAZIONE COMPLETA € 25 - PEDICURE € 15 - SOLARIUM 12 min. € 8

MASSAGGIO SCHIENA - COLLO € 15 - PULIZIA VISO € 20

TRATTAMENTO VISO € 20 - SCRUB CORPO + MASSAGGIO 30 min. € 30 LETTINO DA MASS. CON PIETRE 30 min. € 5

· 16/1/2011 dalle ore 16 alle ore 18: “Benvenuti al Sud” con Angelo Bisio e Angela Finocchiaro · 23/1/2011 dalle ore 16 alle 18: “La banda dei babbi Natale” con Aldo, Giovanni e Giacomo · 30/1/2011 dalle ore 16 alle ore 18: “Un altro mondo” di Silvio Muccino · 6/2/2011 dalle ore 16 alle ore 18: “Che bella giornata” con Checco Zalone

31


BAR NENCIONI RICEVITORIA

È attivo il servizio di pagamento dei Bollettini Postali (luce, acqua telefono, Geofor... tutti)

Bollo Auto Canone TV dal martedì al sabato dalle ore 7,00 alle 20,00 e la domenica dalle 7,00 alle 12,00

PUOI EFFETTUARE I TUOI ACQUISTI ANCHE CON BANCOMAT

32

PONSACCO Via Di Vittorio, 33 Tel. 0587.731845


Gennaio 2011