Page 1

Arti Decorative del ’900 e Design Milano, 24-25 giugno 2021


in copertina particolare del lotto 27 in questa pagina particolare del lotto 129 in terza di copertina particolare del lotto 158 in quarta di copertina particolare del lotto 174


Asta 1a tornata

Giovedì 24 giugno 2021 ore 15.30 dal lotto 1 al lotto 181

2a tornata

Venerdì 25 giugno 2021 ore 10.00 dal lotto 182 al lotto 436

3a tornata

Venerdì 25 giugno 2021 ore 15.30 dal lotto 437 al lotto 669

Esposizione via Pitteri, 10 17, 18, 19, giugno 2021 ore 10.00-13.00 / 14.00-18.00 ingresso a numero limitato 14, 15, 16, 21, 22, 23 giugno 2021 ore 10.00-13.00 / 14.00-17.00 solo su appuntamento

ARTI DECORATIVE DEL ‘900 DESIGN

IL PONTE CASA D’ASTE S.R.L. - PALAZZO CRIVELLI Via Pontaccio, 12 20121 Milano Tel. +39 02 86 31 41 Fax +39 02 72 02 20 83 info@ponteonline.com www.ponteonline.com P.iva 01481220133 Cap. soc. E34.320,00


CENTRALINO

02 86314.1

AMMINISTRATORE UNICO

Stefano Redaelli Tel. 02 8631419

DIRETTORE GENERALE

Rossella Novarini Tel. 02 8631419 direzione.generale@ponteonline.com info@ponteonline.com

ASSISTENTE DI DIREZIONE

Francesca Conte Tel. 02 8631452 francesca.conte@ponteonline.com Laura Pucci Tel. 02 8631404 laura.pucci@ponteonline.comom

AMMINISTRAZIONE

b-ll;‚-"-Ѵb† Tel. 02 8631414 amministrazione@ponteonline.com Federica Matera Tel. 02 8631415 federica.matera@ponteonline.com Lorena Massè Tel. 02 8631465 contabilita@ponteonline.com Linzy Hu Tel. 02 8631482 linzy.hu@ponteonline.com





 \\\\



Luca Bortolussi Tel. 02 8631451 luca.bortolussi@ponteonline.com CONDITION REPORT | COMMISSIONI

 

;um-7;‚;oum;v Tel. 02 8631450 0;um-7;‚;ĺ1oum;vŠrom|;omѴbm;ĺ1o

Per questa asta n. 514

  COMUNICAZIONE E MARKETING

(;7b7br-uঞl;mঞ;ˆb7;mŒb-ঞ m;ѴѴ-r-]bm--C-m1o Paola Colombo Tel. 02 8631469 comunicazione@ponteonline.com Agnese Bonanno Tel. 02 8631464 agnese.bonanno@ponteonline.com

vvbv|;mࢼ 



Ѵbv-0;‚-!-v|;ѴѴb Tel. 02 8631413 ;Ѵbv-0;‚-ĺu-v|;ѴѴbŠrom|;omѴbm;ĺ1ol Marika Molteni Tel. 02 8631444 marika.molteni@ponteonline.com

EVENTI E LOCATION 

 LICENZE DI ESPORTAZIONE | TRASPORTI ESTERI

Valeria Agosto Tel. 02 8631418 valeria.agosto@ponteonline.com

ASSISTENZA CLIENTI ESTERI 

 RITIRI ACQUISTI D’ASTA







 MAGAZZINO

 

Paola Colombo Tel. 02 8631469 ;ˆ;mঞĺѴo1-ঞomŠrom|;omѴbm;ĺ1ol

  GRAFICA / IMMAGINI COORDINAMENTO SERVIZI DI SECURITY

ubvঞ-m--mb Tel. 02 8631442 1ubvঞ-m-ĺ]-mbŠrom|;omѴbm;ĺ1ol u-Œb;ѴѴ- ;uu-u- Tel. 02 8631424 graziella.ferrara@ponteonline.com magazzino.pontaccio@ponteonline.com ;-|ub1;!-r;ম Tel. 02 8631435 0;-|ub1;ĺu-r;মŠrom|;omѴbm;ĺ1ol b_-Ѵ-1_;om†|Őb-mmbő Hossny El Shahed -mb;Ѵ †lb|u†Ő Ѵoubmő Bebe Moise _;ou]_; †lb|u† Valeria Agosto valeria.agosto@ponteonline.com Alessandro Taverna


DIPARTIMENTI ARREDI, MOBILI, SCULTURE, MAIOLICHE,

(-Ѵ;ub-]ov|o

CERAMICHE E ARGENTI

-u1o!;7-;ѴѴbi

vvbv|;mࢼ

Claudia Miceli Junior Specialist Sara Milone Junior Specialist

Tel. 02 8631418 valeria.agosto@ponteonline.com Tel. 02 8631468 marco.redaelli@ponteonline.com Tel. 02 8631439 -uu;7bĺ-mঞ1_bŠrom|;omѴbm;ĺ1ol Tel. 02 8631494 -uu;7bĺ-mঞ1_bŠrom|;omѴbm;ĺ1ol

DISEGNI E INCISIONI DI ANTICHI MAESTRI Assistente

-ম-om- b†Ѵb-;om-u7b Assistant

$;ѴĺƏƑѶѵƒƐƓƔƒ giulia.leonardi@ponteonline.com

m7u;-;v-ঞ Manfredi Rovella Junior Assistant

Tel. 02 8631421 arte.orientale@ponteonline.com

-‚;o-u7ombo Marina Sala Junior Specialist

Tel. 02 8631412 marina.sala@ponteonline.com

(b‚oubo;ѴѴomb b†Ѵb-;om-u7b Assistant

$;ѴĺƏƑѶѵƒƐƓƔƒ 7brbmঞĺ-mঞ1_bŠrom|;omѴbm;ĺ1ol

u;77‹-মmo Elena Pasqualini Specialist Erica Risso Specialist Serena Marchi Specialist Camilla Aghilar Specialist u-m1;v1-o@;ম Assistant

Tel. 02 8631496 elena.pasqualini@ponteonline.com Tel. 028631497 erica.risso@ponteonline.com Tel. 028631422 serena.marchi@ponteonline.com Tel. 028631410 camilla.aghilar@ponteonline.com $;ѴĺƏƑѶѵƒƐƓƐƐ =u-m1;v1-ĺ0o@;মŠrom|;omѴbm;ĺ1ol

†1-_buom7b Ѵ-†7b-(-moম Junior Specialist Ѵ;omou-;1oubbu-Ѵ7b Junior Specialist Claudia Terranova Junior Assistant

$;ѴĺƏƑѶѵƒƐƓƑƏ 1Ѵ-†7b-ĺˆ-moমŠrom|;omѴbm;ĺ1ol $;ѴĺƏƑѶѵƒƐƓѵƑ eleonora.pecori@ponteonline.com Tel. 02 8631475 claudia.terranova@ponteonline.com

"|;=-mb--m7-hoˆb1 Riccardo Crippa Junior Specialist -ঞѴ7;-vr;ub Junior Assistant

Tel. 02 8631474 Ѵb0ubĺl-mov1ubমŠrom|;omѴbm;ĺ1ol Tel. 02 8631477 Ѵb0ubĺl-mov1ubমŠrom|;omѴbm;ĺ1ol

ubvঞ-m--mb vintage@ponteonline.com

Tel. 02 8631442

-uঞmo†u-mb;um†v1_b Claudia Miceli Junior Specialist

Tel. 02 8631439 -uu;7bĺ-mঞ1_bŠrom|;omѴbm;ĺ1ol

†1--mŒoѴb Ѵ-†7b-(-moম Junior Specialist

$;ѴĺƏƑѶѵƒƐƓƑƏ gioielli.orologi@ponteonline.com

"|;=-mom7u;-oѴb -b--u0b;ub Assistant Lorenza Scubla Assistant

Tel. 02 8631425 design@ponteonline.com Tel. 02 8631492 design@ponteonline.com

b-1olo-mo†hb-m Daniele Amodio Junior Assistant

Tel. 02 8631476 |-rr;ঞĺ|;vv†ঞŠrom|;omѴbm;ĺ1ol

Ѵ-†7bolb]_;ম bl‹;om;om] -uঞmo†u-mb;um†v1_b Sara Milone Assistant

Tel. 02 8631494 v|u†l;mঞĺl†vb1-ѴbŠrom|;omѴbm;ĺ1ol

Ѵ0;u|oo7--m-ঞ ubvঞ-m--mb Assistant

$;ѴĺƏƑѶѵƒƐƓƓƑ CѴ-|;Ѵb-ĺm†lbvl-ঞ1-Šrom|;omѴbm;ĺ1ol

oubvubvঞ-mo,-mbu-|o ubvঞ-m--mb Assistant

$;ѴĺƏƑѶѵƒƐƓƓƑ CѴ-|;Ѵb-ĺm†lbvl-ঞ1-Šrom|;omѴbm;ĺ1ol

ARTE ORIENTALE Assistente DIPINTI DEL XIX E XX SECOLO Assistente DIPINTI ANTICHI Assistente ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA vvbv|;mࢼ







GIOIELLI vvbv|;mࢼ





LIBRI E MANOSCRITTI vvbv|;mࢼ

FASHION VINTAGE PENDOLE, STRUMENTI SCIENTIFICI E AUTOMI Assistente OROLOGI DA POLSO E DA TASCA Assistente ARTI DECORATIVE DEL ’900 E DESIGN vvbv|;mࢼ

TAPPETI E TESSUTI Assistente  

STRUMENTI MUSICALI   Assistente FILATELIA Assistente NUMISMATICA Assistente FOTOGRAFIA





 HISTORICA Assistente AUTOMOBILIA  Assistente VINI E DISTILLATI Assistente Referente per Torino e il Piemonte Referente per Modena ed Emilia Referente per Roma IL PONTE - Casa d’Aste s.r.l.

Francesca Carabelli Junior Specialist &l0;u|o-lrb Daniele Amodio Assistant

Tel. 02 8631488 =o|o]u-C-Šrom|;omѴbm;ĺ1ol Tel. 02 8631476 historica@ponteonline.com

b-lr-oѴo"-11_bm "|;=-mo;u;]_;ম Veronica Biondi Assistant

Tel. 02 8631487 automobilia@ponteonline.com

mub1om1bv- ;ѴѴ-!o11_;‚- Manfredi Rovella Junior Assistant

Tel. 02 8631421 ˆbmbĺ7bvঞѴѴ-ঞŠrom|;omѴbm;ĺ1ol

-uoѴ-b-m1o b"-m";1om7o Via Bricherasio 7 - Torino

Tel. 011 541170 - 347 2331123 carola.sansecondo@ponteonline.com

_b-u- ;uu-ub Rua del Muro 60 - Modena

Tel. 373 872488 chiara.ferrari@ponteonline.com

u-m1;v1-!ol-m-!o11_bmb Via della Camilluccia 741 - Roma

Tel. 349 7971390 francescaromana.rocchini@ponteonline.com

-Ѵ-ŒŒoubˆ;ѴѴb Via Pontaccio 12-20121 Milano Cap. soc. €34,320.00

Tel. +39 02 863 141 - Fax +39 02 720 220 83 info@ponteonline.com - www.ponteonline.com


AMMINISTRATORE UNICO

DIRETTORE GENERALE

Stefano Redaelli Tel. 02 8631419 Rossella Novarini Tel. 02 8631419 direzione.generale@ponteonline.com info@ponteonline.com

SEDE DI VIA PITTERI: DIRETTORE

Alberto Coda Canati Tel. 02 8631498 alberto.codacanati@ponteonline.com

RESPONSABILE

Véronique Pirovano Tel. 02 8631470 veronique.pirovano@ponteonline.com pitteri@ponteonline.com

Senior specialist

Maurizio Brugnolotti Tel. 02 8631492 maurizio.brugnolotti@ponteonline.com Marco Brighi Tel. 02 8631492 marco.brighi@ponteonline.com

Junior specialist

Junior specialist - Arte Moderna e Contemporanea

AMMINISTRAZIONE - RITIRO ACQUISTI

Flavio Eusebio Tel. 02 8631489 flavio.eusebio@ponteonline.com Francesca Carabelli Tel. 02 8631488 francesca.carabelli@ponteonline.com Renisa Gorezi Tel. 02 8631471 dipartimento.pitteri@ponteonline.com Sara Biondi Tel. 02 8631473 sara.biondi@ponteonline.com

CONSEGNA CONFERIMENTI - COMMISSIONI ASTA

Azzurra Casali Tel. 02 8631426 azzurra.casali@ponteonline.com Veronica Biondi Tel. 02 8631487 veronica.biondi@ponteonline.com

MAGAZZINO Responsabile

Sara Biondi Tel. 02 8631473 sara.biondi@ponteonline.com Lotfi Zairi Florin Ivasc Laurentiu Ivasc Vincenzo Campone Luca Bonvini

IL PONTE - Casa d’Aste s.r.l.

Palazzo Crivelli Via Pontaccio 12 - 20121 Milano Tel. +39 02 863 141 info@ponteonline.com Cap. Soc. € 34.320,00 Via Pitteri 10 - 20134 Milano Tel. +39 02 863 1472-71 pitteri@ponteonline.com

Fax +39 02 720 220 83 www.ponteonline.com

Fax +39 02 366 330 96 www.ponteonline.com


45

1° TORNATA giovedì 24 giugno 2021 ore 15.30 dal lotto 1 al lotto 181

particolare del lotto 24


67

vista del lotto 155


1 Stilnovo Lampada a sospensione modello “1140”. Milano, anni ‘50/’60. Calotta in alluminio stampato verniciato bianco, coppa in cristallo ghiacciato inciso, montatura in ottone. (d cm 60) (lievi difetti) Bibliografia Stilnovo. Apparecchi per l’illuminazione, n. 10, s.e, Milano, s.d. s.p. € 650/700

1

2 Stilnovo Lampada a sospensione modello “1140”. Milano, anni ‘50/‘60. Calotta in alluminio stampato verniciato bianco, coppa in cristallo ghiacciato inciso, montatura in ottone. Recante etichetta adesiva del produttore. (d cm 60) (lievi difetti) Bibliografia Stilnovo. Apparecchi per l’illuminazione, n. 11, s.e, Milano, s.d. s.p. € 650/700

2


89

3 Giuseppe Ostuni (Attribuito) Lampada da terra. Produzione O-Luce, Milano, anni ‘50. Fusto in ottone, base in marmo bianco, paralume in alluminio laccato bianco. (h cm 150) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Philippe Daverio € 450/500


4 Fontana Arte Lampada a sospensione a tre luci. Milano, 1940ca. Due cristalli curvati e satinati sulla superficie esterna, struttura in ottone e metallo verniciato bianco. (h cm 120; d cm 41) (lievi difetti) € 1.200/1.400


10 11

5 Giuseppe Ostuni Lampada da terra a due luci modello “339-2”. Produzione O-Luce, Milano, anni ‘50. Base in marmo bianco, due fusti in ottone estensibili, di cui uno snodato alla base, paralumi in alluminio stampato e forato, verniciato bianco. (h cm 168,5) (lievi difetti) Bibliografia per il modello con paralumi in Perspex: Catalogo O-Luce, Milano, s.d. s.p. € 500/1.000

particolare del lotto


6 Stilnovo Lampada da terra con braccia snodabili. Milano, anni ‘40/’50. Fusto in acciaio verniciato nero, braccia in ottone e metallo verniciato bianco, base in marmo. Recante marchio della produzione incusso nello snodo. (h fusto cm 152) (lievi difetti) € 650/700


12 13

7 Fontana Arte Lampada saliscendi modello “1953”. Milano, anni ‘60. Calotta in metallo verniciato grigio chiaro, elementi in ottone, paralume in vetro trasparente incolore acidato sulla superficie esterna. (h cm 102; d cm 57) (lievi difetti) Bibliografia Fontana Arte. Illuminazione, “Quaderni Fontana Arte”, n. 1, Milano, s.e. s.d. p. 35; Fontana Arte. Illuminazione Arredamento Cristalli d’Arte, “Quaderni Fontana Arte”, n. 6, Milano, s.e. s.d. p. 39 € 1.000/2.000


8 Angelo Lelii (Ancona 1915 - Monza 1987) Lampada da terra Luminator. Produzione Arredoluce, Monza, 1956. Struttura in alluminio verniciato bianco, base in marmo bianco e anello di base in ottone. Recante marchio della produzione sull’interruttore. (h cm 199) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Bologna Bibliografia A. Pansera, A. Padoan, A. Palmaghini, Arredoluce. Catalogo ragionato 1943-1987, Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo, 2018, p. 299 € 1.000/1.200

particolare del lotto


14 15

9 Grande schermo luminoso a plafone in cristallo molato temperato, inciso a getto di sabbia e retrodipinto all’aerografo con decorazione raffigurante la via lattea e i simboli delle costellazioni. Montato con quattro lampade in vetro stampato a diamante. Italia, anni ‘40. (cm 145x86) Provenienza Collezione privata, Milano

€ 1.000/1.200


10

10 Angelo Mangiarotti (Milano 1921 - Milano 2012) Coppia di lampade da tavolo modello “Lesbo”. Produzione Artemide/Vistosi, Milano/ Murano, 1967ca. Base in alluminio pressofuso e paralume in vetro soffiato trasparente e opalino. Marcate sotto la base. (h cm 37; d cm 52) Bibliografia “Ottagono”, n. 3, ottobre 1966, p. 81; “Domus”, n. 451, giugno 1967, p. 41; G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino, 2003, p. 140; F. Burkhardt, Angelo Mangiarotti. Opera completa, Motta, Milano 2010, p. 282. € 1.200/1.500 lotto 11 spento

11 Pietro Chiesa (Milano 1892 - Parigi 1948) Lampada da tavolo. Esecuzione Fontana Arte, Milano, 1947ca. Struttura in ottone, paralume in vetro trasparente incolore e parzialmente acidato sulla superficie esterna. (h cm 25; d cm 36) Bibliografia R. Aloi, L’arredamento moderno, terza serie, Hoepli, Milano 1947, fig. 135; S. Montefusco, Fontana Arte. Repertorio 1933-1943 dalle immagini dell’epoca, The Arting Company, Genova 2012, p. 123 € 1.300/1.500

lotto 11 acceso


16 17

12 Carlo Scarpa (Venezia 1906 - Sendai 1978) (Attribuito) Lampada lineare da parete. Venini, Murano, anni ‘30. Struttura in ottone modello 226 e diffusore ad elementi in vetro cristallo soffiato in stampo “bugnato” brevetto n. 297787 del catalogo blu di fornace. (l cm 73) (lievi difetti) Bibliografia F. De Boni, I vetri Venini. La storia, gli artisti, le tecniche, Allemandi, Torino 2007, s.p. fogli 125, 175; A. Venini Diaz de Santillana, Venini. Catalogo ragionato 1921-1986, Skira, Milano 2000, p. 266 € 1.300/1.500


14 Paavo Tynell (Helsinki 1890 - Tuusula 1973) Lampada a sospensione. Produzione Taito Oy, Finlandia, 1954. Ottone perforato e disco in vetro acidato. (h cm 30; d cm 36) € 1.600/1.800

13 Paavo Tynell (Helsinki 1890 - Tuusula 1973) Lampada a sospensione modello “10203 A1942”. Produzione Taito Oy, Finlandia, 1954. Ottone perforato. (h cm 30; d cm 25,5) € 1.600/1.800


18 19

15 Gianni Celada (Milano 1935) Coppia di lampade da terra modello “Galileo”. Produzione Fontana Arte, Milano, anni ‘70. Metallo cromato e riflettore orientabile in metallo smaltato bianco. (h cm 168; d cm 38) (lievi difetti) € 1.600/1.800


16 Studio A.R.D.I.T.I. e Gianni Gamberini Lampada da terra modello “B.T.4”. Produzione Nucleo Sormani, Arosio, anni ‘70. Legno laccato, acciaio, plexiglass. Recante etichetta del produttore alla base. (cm 45x198x45) (lievi difetti) € 1.800/2.000


20 21

17 Studio A.R.D.I.T.I. e Gianni Gamberini Lampada da tavolo modello “B.T.2”. Produzione Nucleo Sormani, Arosio, anni ‘70. Acciaio, plexiglass. Recante etichetta del produttore alla base. (base cm 25x25) Bibliografia F. Ferrari, N. Ferrari Luce. Lampade 1968/1973: il Nuovo Design Italiano, Allemandi, Torino 2002, fig. 87 € 2.000/2.200

particolare del lotto


18 Stilnovo Lampada da terra con fusto sagomato a Y. Milano, anni ‘40. Legno verniciato bianco, ottone, base lenticolare in marmo statuario di Carrara, paralume in stoffa. (h cm 170) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Milano

€ 2.200/2.500

particolare del lotto


22 23

19 Gino Sarfatti (Venezia 1912 - Gravedona 1985) Lampada da tavolo modello “584/G”. Produzione Arteluce, Milano, disegno del 1957, esemplare del 1963. Diffusore in metacrilato grigio-ametista, cartato a smeriglio internamente. Copricoppa in ottone cromato e stelo in tubo esagonale. Base laccata nero craquelé. Recante etichetta del produttore. Unita a catalogo originale Arteluce. (h cm 58; d cm 35) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Torino Bibliografia M. Romanelli, S. Severi, Gino Sarfatti. Opere scelte 1938-1973, Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo, 2012, p. 436 € 2.200/2.400

20 Gino Sarfatti (Venezia 1912 - Gravedona 1985) Lampada da tavolo modello “584/G”. Produzione Arteluce, Milano, disegno del 1957, esemplare del 1963. Diffusore in metacrilato grigio-ametista, cartato a smeriglio internamente. Copricoppa in ottone cromato e stelo in tubo esagonale. Base laccata nero craquelé. Recante etichetta del produttore. (h cm 58; d cm 35) (lievi difetti e sostituzione dell’interruttore) Provenienza Collezione privata, Torino Bibliografia M. Romanelli, S. Severi, Gino Sarfatti. Opere scelte 1938-1973, Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo, 2012, p. 436 € 1.900/2.000


21 Pietro Chiesa (Milano 1892 - Parigi 1948) (Attribuito) Lampada a sospensione. Produzione Fontana Arte, Milano, anni ‘30/’40. Struttura in ottone, cristallo molato e elementi a foggia vegetale in metallo verniciato bianco. (cm 66x130x31) (lievi difetti) € 1.600/1.800


24 25

22 Pietro Chiesa (Milano 1892 - Parigi 1948) Lampada a sospensione a sei luci. Produzione Fontana Arte, Milano, anni ‘40. Ottone e disco in cristallo molato. (h cm 130; d cm 78) (lievi difetti) € 1.300/1.500


23 Fontana Arte Lampada da tavolo modello “1959”. Milano, anni ‘50. Paralume in ottone spazzolato, disco in vetro stampato, fusto in metallo verniciato nero con base in cristallo. (h cm 55; d cm 39) (lievi difetti e piccole mancanze) Bibliografia Fontana Arte. illuminazione, “Quaderni Fontana Arte”, n. 1, Milano, s.e. s.d. p. 85; Fontana Arte. Illuminazione Arredamento Cristalli d’Arte, “Quaderni Fontana Arte”, n. 6, Milano, s.e. s.d. p. 121 € 3.200/3.500


26 27

24 * Cesare Lacca (Napoli 1929) Lampada da tavolo a tre luci. Italia, 1956. Struttura in ottone fusto in vetro soffiato trasparente verde e blu, coppa sommitale in vetro soffiato trasparente ametista. (h cm 53,5) (lievi difetti) Bibliografia Rassegna Domus. Lampade, in “Domus”, n. 318, maggio 1956, s.p. € 3.500/3.800


25 Fulvio Bianconi (Padova 1915 - Milano 1996) Lampada da terra con corpo composto da tre elementi troncoconici sovrapposti. Venini, Murano, 1951ca. Vetro soffiato verde trasparente a canne verticali rosso opaco; montatura in ferro e ottone. Disegno di fornace n. 2241. (h cm 165) (lievi difetti) Bibliografia Fulvio Bianconi alla Venini, a cura di M. Barovier e C. Sonego, Skira, Milano 2015, pp. 486, 489 € 4.800/5.000

particolare del lotto


28 29

particolare del lotto

26 Gino Sarfatti (Venezia 1912 - Gravedona 1985) Lampada da terra modello “1030”. Produzione Arteluce, Milano, anni ‘50. Paralume in metallo verniciato bianco, struttura in ottone e base in marmo bianco. (h cm 146) (lievi difetti e piccole mancanze) Provenienza Collezione privata, Torino Bibliografia M. Romanelli, S. Severi, Gino Sarfatti. Opere scelte 1938-1973, Silvana, Cinisello Balsamo 2012, pp. 47, 164-165, 445 € 4.500/5.000


27 Gino Sarfatti (Venezia 1912 - Gravedona 1985) Lampada da terra modello “1036”. Produzione Arteluce, Milano, 1946-48. Riflettore orientabile in alluminio laccato bianco, fusto in ottone snodato mediante una sfera di marmo bianco e bilanciato da sfera in ottone contenente pallini di piombo. Base in marmo bianco lenticolare. (h cm 160) (lievi difetti e piccoli restauri) Provenienza Collezione privata, Milano Bibliografia “Domus”, n. 235, aprile 1949, p. 49; M. Romanelli, S. Severi, Gino Sarfatti. Opere scelte 1938-1973, Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo, 2012, pp. 183, 446 € 10.000/15.000

particolare del lotto


30 31


28 Tiffany Studios (Attribuito) Lampada da tavolo modello “Three-light Lily”. New York, 2101ca. Fusione di bronzo patinata di foggia vegetale, tre luci con diffusore a corolla in vetro “Favrile”. Marcata a incussione sotto la base “Tiffany Studios New York 11582”, vetri iscritti “L.C.T. favrile” e “LCT”. (h cm 41,5) (difetti) Provenienza Galleria Robertaebasta, Milano Collezione privata, Milano Esposizioni Esposta alla XXVI Mostra Mercato Antiquari Milanesi, Milano, Palazzo della Società per le Belle Arti ed Esposizione Permanente, 6 20 novembre 1988 Bibliografia A. Duncan, Tiffany at Auction, Rizzoli, New York 1981, pp. 116, 296 € 1.000/1.500


32 33

29 Tiffany Studios Lampada da tavolo modello “Ten Lily”. New York, anni ‘10. Fusione di bronzo patinata di foggia vegetale a foglie e racemi, dieci luci con diffusore a corolla in vetro “Favrile”. Marcata a incussione sotto la base “TIFFANY STUDIOS - NEW YORK” e con il numerale 381. Vetri iscritti “LCT”. (h cm 52) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Torino Bibliografia E. Neustadt, The lamps of Tiffany, The Favrilepress, New York 1970, p.62 € 7.000/10.000


particolare del lotto


34 35

30 Tiffany Studios (Attribuito) Lampada da terra modello “Tulip”. New York, 1915ca. Fusto e base in fusione di bronzo, paralume in tessere di paste vitree policrome montate a piombo, con prevalenza dei toni del verde e raffiguranti tulipani gialli. Marcata a incussione sotto la base “Tiffany New York 25390” e con il monogramma della manifattura “TGDCO” e lungo il profilo inferiore del paralume “Tiffany Studios N.Y. 1548”. (h cm 171) (lievi difetti) Provenienza Galleria Robertaebasta, Milano Collezione privata, Milano Esposizioni Esposta alla XXVI Mostra Mercato Antiquari Milanesi, Milano, Palazzo della Società per le Belle Arti ed Esposizione Permanente, 6 20 novembre 1988 Bibliografia E. Neustadt, The Lamps of Tiffany, The Fairfield Press, New York 1970, pp.149-150 € 8.000/10.000


31 Gino Sarfatti (Venezia 1912 - Gravedona 1985) Lampada a sospensione modello “2065 GF”. Produzione Arteluce, Milano, anni ‘50. Metacrilato bianco e metallo verniciato nero. (h cm 75; d cm 52) (lievi difetti) Bibliografia M. Romanelli, S. Severi, Gino Sarfatti. Opere scelte 1938-1973, Silvana, Cinisello Balsamo 2012, pp. 188-190, 468 € 1.200/1.500


36 37

32 Fontana Arte Lampada a sospensione modello “2220”. Milano, anni ‘50. Schermo in cristallo molato a gemma, sospensione a cordone, montatura di ottone ossidato canna di fucile. (h cm 43; d cm 30) (lievi difetti e piccoli restauri) Bibliografia Fontana Arte. Illuminazione Arredamento Cristalli d’Arte, “Quaderni Fontana Arte”, n. 5, s.e. s.d. p. 49; Fontana Arte. Illuminazione Arredamento Cristalli d’Arte, “Quaderni Fontana Arte”, n. 6, Milano, s.e. s.d. p. 43 € 3.600/3.800

particolare del lotto


particolare del lotto

33 Angelo Lelii (Ancona 1915 - Monza 1987) Lampada a sospensione modello “12697”. Produzione Arredoluce, Monza, anni ‘50. Ottone, metacrilato, vetro opalino acidato sulla superficie esterna. (h cm 75; d cm 60) (lievi difetti) Esemplare autenticato presso l’Archivio Arredoluce Bibliografia A. Pansera, A. Padoan, A. Palmaghini, Arredoluce. Catalogo ragionato 1943-1987, Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo, 2018, p. 317 € 3.800/4.000


38 39


34 Paolo Buffa (Milano 1903 - Milano 1970) Letto matrimoniale con testata e pediera ricurve assottigliate verso l’alto e risvoltate sui fianchi. Esecuzione Marelli & Colico, Cantù, 1946. Legno di noce Torchio, piedi troncoconici in legno tornito con puntali in lamierino di ottone. (cm 188x98x200) (lievi difetti) Accompagnato da dichiarazione di autenticità dell’Archivio Paolo Buffa € 1.200/1.500

35 Paolo Buffa (Milano 1903 - Milano 1970) Sei sedie con schienale in legno intagliato a forma di “treccia” e sottostante traverso sagomato. Esecuzione Mario Quarti, Milano, 1942ca. Legno massello e seduta imbottita. (cm 47x90x54) (lievi difetti e restauri) Accompagnato da dichiarazione di autenticità dell’Archivio Paolo Buffa € 1.100/1.200


40 41

36 Paolo Buffa (Milano 1903 - Milano 1970) Trumeau con corpo a due cassetti e un’anta ribaltabile con tarsia raffigurante una ghirlanda vegetale su disegno di Giovanni Gariboldi. Alzata a due ante vetrate scandite da ogive in listelli di legno sagomato. Esecuzione Marelli & Colico, Cantù, 1954. Legno di noce Torchio, interni in ulivo, puntali regolabili in ottone e maniglie in fusione di ottone con decoro su disegno di Giovanni Gariboldi, ripiani in vetro. (cm 92x205x42) Accompagnato da dichiarazione di autenticità dell’Archivio Paolo Buffa Bibliografia Paolo Buffa designer. 30 opere dal 1939 al 1968, Eredi di Angelo Marelli, Cantù, 1993, p. 21; I mobili di Paolo Buffa, a cura di R. Rizzi Galleria del Design e dell’Arredamento, Cantù, 2001, p. 55. € 1.800/2.000


37 Paolo Buffa (Milano 1903 - Milano 1970) Libreria contenitore con parte inferiore e superiore a due stipi con fronte grissinato, due moduli chiusi da pannello rivestito in laminato plastico bianco celante cassetti; parte centrale a giorno. Cantù, anni ‘40. Legno massello bordato e impiallacciato. (cm 200x146,5x40) (lievi difetti e modifiche) Provenienza Arredo per studio legale, Milano € 2.200/2.500


42 43

38 Paolo Buffa (Milano 1903 - Milano 1970) Tavolo da salotto con piano di forma quadrilobata con fascia perimetrale a doppia cordonatura, sorretto da quattro gambe tornite e incurvate verso l’esterno. Esecuzione Mosè Turri, Bovisio Mombello, anni ‘40. Legno di mogano e piano in vetro rosambrato inciso a getto di sabbia e specchiato. (cm 95x50x65) (lievi difetti) Accompagnato da dichiarazione di autenticità dell’Archivio Paolo Buffa Bibliografia per modelli aventi caratteristiche analoghe: Aloi, L’Arredamento Moderno, quarta serie, Hoepli, Milano 1949, tav. 615 € 1.800/2.000

38

39 Pietro Chiesa (Milano 1892 - Parigi 1948) Tavolino. Esecuzione Fontana Arte, Milano, anni ‘30. Struttura in legno e piano in cristallo. (cm 83x46,5x51) (lievi difetti) Bibliografia F. De Boni, Fontana Arte. Gio Ponti, Pietro Chiesa, Max Ingrand, Allemandi, Torino 2012 fig. 144; S. Montefusco, Fontana Arte. Repertorio 1933-1943 dalle immagini dell’epoca, The Arting Company, Genova 2012, p. 194 € 1.600/1.800

39


40 Gio Ponti (Milano 1891 - Milano 1979) Pannello-cruscotto per letto singolo con due ripiani laterali e una lampada per l’Hotel “Parco dei Principi” di Roma. Italia, anni ‘60. Legno di frassino, formica verde e bianca. (cm 146x75x42) (difetti) Bibliografia Le produzioni protagoniste del nuovo albergo Parco dei Principi in Roma, in “Domus”, n. 425, aprile 1965, pp. 57-79; Centro Internazionale di Brera, Gio Ponti Arte Applicata, Coliseum, Milano 1987, p. 26 € 1.000/1.200

41 Gio Ponti (Milano 1891 - Milano 1979) Pannello-cruscotto per letto singolo con due ripiani laterali e una lampada per l’Hotel “Parco dei Principi” di Roma. Italia, anni ‘60. Legno di frassino, formica verde e bianca. (cm 146x75x42) (lievi difetti) Bibliografia Le produzioni protagoniste del nuovo albergo Parco dei Principi in Roma, in “Domus”, n. 425, aprile 1965, pp. 57-79; Centro Internazionale di Brera, Gio Ponti Arte Applicata, Coliseum, Milano 1987, p. 26 € 1.400/1.800


44 45

42 Gio Ponti (Milano 1891 - Milano 1979) Coppia di poltrone. Produzione ISA, Ponte San Pietro, 1945ca. Struttura in legno, piedi in fusione di ottone, rivestimento in velluto rosso. (cm 69x110x95) (lievi difetti e restauri) Accompagnate da expertise dei Gio Ponti Archives € 2.000/2.500

particolare del lotto


43 Eero Saarinen (Kirkkonummi 1910 - Ann Arbor 1961) (Attribuito) Tavolo modello “Tulip”. Probabile produzione ICF. Italia, 1956. Piedistallo in fusione di alluminio laccato bianco; piano in laminato bianco. (cm 198,5x72x120) (lievi difetti) € 1.100/1.200

43

44 Eugenio Gerli (Milano 1923 - Milano 2013) Tavolo della serie “S”. Produzione Tecno, Varedo, 1962. Piano ovale in legno, struttura in alluminio pressofuso e legno massello. (cm 201x72x120) (lievi difetti) Bibliografia G. Bosoni, Osvaldo Borsani. Architetto, designer, imprenditore, Skira, Milano 2018, p. 531 € 1.100/1.200

44

45 Giulio Cappellini (Milano 1954) Grande tavolo modello “Dolmen”. Produzione Cappellini, Carugo, anni ‘70. Marmo rosso venato. (cm 251x74x110) (lievi difetti e restauri) € 1.200/1.500

45


46 47

46 * Robert Thibier (1926 - 2001) (Attribuito) Consolle con specchio e due appliques. Francia, anni ‘50. Ferro con applicazione di foglia d’oro, piano in marmo grigio venato e paralumi in tessuto beige. Firma incussa sotto la base della specchiera “R.THIBIER”. (consolle cm 46,5x81,5x23; specchiera cm 40x100) (lievi difetti e restauri) € 1.200/1.500


47 Giotto Stoppino (Vigevano 1926 - Milano 2011) (Attribuito) Coppia di comodini. Italia, anni ‘50. Struttura in legno massello, impiallacciato e bordato, piano e base in marmo rosa di Candoglia, elementi in ottone. (cm 59x65x40) (lievi difetti) Provenienza casa P. Milano

€ 1.200/1.800


48 49

48 Marco Zanuso (Milano 1916 - Milano 2001) Libreria a due ante modello “LB65”. Esecuzione Poggi, Pavia, 1978. Multistrato placcato e contornato in legno massiccio di teak, cristallo. (cm 149x152x40) (lievi difetti) Bibliografia R. Dulio, F. Marino, S.A. Poli, Il mondo di Poggi. L’officina del design e delle arti, Electa, Milano 2019, pp. 141-142 € 1.000/1.500


49 Carl Malmsten (Stoccolma 1888 - Öland 1972) Lotto di quattro sedie. Svezia, anni ‘40. Legno massello, seduta rivestita in tessuto a righe bianco e azzurro. Marcato a fuoco sotto il piano “CM”. (cm 48,5x85x45) (lievi difetti e restauri) € 900/1.000


50 51

50 Carl Malmsten (Stoccolma 1888 - Öland 1972) Lotto di quattro sedie. Svezia, anni ‘40. Legno massello, seduta rivestita in tessuto a righe bianco e azzurro. Marcato a fuoco sotto il piano “CM”. (cm 47x84x46) (lievi difetti e restauri) € 900/1.000

51 Carl Malmsten (Stoccolma 1888 - Öland 1972) Tavolo allungabile. Svezia, anni ‘40. Legno massello, bordato e impiallacciato. Marcato a fuoco sotto il piano “CM”. (chiuso h cm 74; d cm 125; aperto 275x74x125) (lievi difetti) € 1.000/1.200


52 Ilmari Tapiovaara (Finlandia 1914 - Helsinki 1999) Coppia di poltrone. Cantù, 1959ca. Struttura in legno massello e cuoio, sedute e schienali imbottiti rivestiti in pelle capitonné terra di Siena. (cm 70x75x82) (lievi difetti, piccoli restauri e sostituzioni) Bibliografia Selettiva del Mobile di Cantù, 1959, catalogo, tavv. XIV, XV € 1.000/1.200

52

53 Afra Scarpa (1937-2011) e Tobia Scarpa (1935) Coppia di poltrone modello “920”. Produzione Cassina, Meda, 1966. Fiancate in pannelli di legno rivestiti e cuscini in pelle beige. (scocca cm 82x52x75) (lievi difetti) Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 124 € 1.400/1.600

53

54 Ilmari Tapiovaara (Finlandia 1914 - Helsinki 1999) Divano a tre posti. Cantù, 1959ca. Struttura in legno massello e cuoio, sedute e schienali imbottiti rivestiti in pelle capitonné terra di Siena. (cm 194x75x82) (lievi difetti e piccoli restauri) Bibliografia Selettiva del Mobile di Cantù, 1959, catalogo, tavv. XIV, XV € 1.600/1.800

54


52 53

55 Mario Bellini (Milano 1935) Coppia di poltrone modello “Camaleonda”. Produzione B&B, Italia, 1971. Compensato, poliuretano espanso, moschettoni e anelli di giunzione in acciaio cromato, piedini sferici in plastica nera rivestimento in tessuto a righe verdi. (cm 96x72x96) (difetti) Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 188 € 1.800/2.000


56 Mario Bellini (Milano 1935) Otto poltroncine con braccioli modello “Cab 413”. Produzione Cassina, Meda, 1979. Struttura metallica, rivestimento in cuoio nero. Recanti etichetta cartacea della produzione sotto la seduta. (cm 60x81x40) (difetti) Bibliografia E. Morteo, Mario Bellini. Furniture, Machines & Objects, Phaidon, London 2015, p.187; G. Bosoni, Made in Cassina, Skira, Milano 2008, p. 236; Opuscolo Collezione Cassina, III° Edizione, Meda 1986, p. 61 € 2.000/2.200


54 55

57 Gigi Sabadin Lotto di otto sedie pieghevoli modello “Arca”. Produzione Crassevig, San Vito al Torre, 1974. Legno massello curvato di quercia e seduta in paglia di vienna, cerniere cromate. Marcate a fuoco. (cm 49,5x79x51) (difetti, mancanze e restauri) € 1.000/1.500


58 Fulvio Raboni (Milano 1927 - Milano 2000) Due tavolini impilabili. Produzione Delitala, Italia, 1959. Legno multistrato e massello di noce. (cm 61x30,5x61) (difetti) Bibliografia Nuovi mobili in un nuovo negozio, in “Domus”, n. 365, giugno 1960, pp. 41-46; G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 66 € 1.300/1.400

particolare del lotto


56 57

59 Piero Fornasetti (Milano 1913 - Milano 1988) Carrello a due vassoi asportabili. Milano, anni ‘50. Struttura in legno verniciato nero e ottone, vassoi in metallo serigrafato raffigurante la mappa di Costantinopoli. Recante etichetta adesiva. (cm 71,5x74,5x49,5) (lievi difetti) € 1.200/1.500

particolare del lotto


60 Valeria Borsani Lotto composto da due tavoli di servizio della serie “ABV”. Produzione Tecno, Varedo, dal 1991. Struttura in metallo cromato, piani in vetro retroverniciato verde e bianco. (h cm 45; d cm 25,5) Bibliografia G. Bosoni, Osvaldo Borsani architetto, designer, imprenditore, Skira, Milano 2018, p. 375 € 1.900/2.000

60

61 Angelo Mangiarotti (Milano 1921 - Milano 2012) Tavolino modello “Eros”. Produzione Skipper, Italia, 1971. Marmo nero Marquinia. (cm 54,5x40x46) Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 193 € 1.600/1.800

61


58 59

62 Toilette in mogano e radica a tre cassetti sottopiano con specchio tondo basculante con cornice in ottone, piedini e maniglie in ottone, piano in marmo di Ornavasso. Italia, anni ‘40/’50. (cm 127,7x135x53) (lievi difetti e restauri) € 2.000/2.500


configurazione chiusa del lotte 63

63 Vittorio Introini (1935) Mobile libreria con seggiole integrate nel basamento. Produzione Saporiti, Italia, anni ‘70. Legno verniciato nero, guarnizioni in metallo cromato. (cm 366x216x58) (lievi difetti) € 1.600/1.800

64 Francesco Ferrario (Caravaggio 1875 - Milano 1946) (Attribuito) Grande libreria Novecento impiallacciata in legni diversi e radica. Alzata a ripiani di composizione irregolare, mensole laterali a sbalzo, coronamento a cornice neoclassica, basamento con due stipi ad ante impiallacciate in legno e radica con decorazione a labirinto. Cantù, anni ‘30. (cm 232x225x44) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Novara Galleria Pegaso, Milano configurazione aperta del lotte 63

€ 1.800/2.000


60 61


65 Antonio Salvadori Mobile angolare a quattro cassetti con struttura a montanti di sezione triangolare. Venezia, 1958. Legno chiaro massello, bordato e impiallacciato. (cm 97x89x50,5) (lievi difetti) Provenienza Abitazione Salvadori, Lido di Venezia Il mobile presenta forme complementari alla scrivania, alla quale può essere affiancato secondo diverse configurazioni € 550/600

65

66 Antonio Salvadori Lotto composto da una scrivania esagonale con casseto sottopiano e una libreria a tre cassetti e ripiani a giorno, con struttura a traliccio e corpo sfaccettato. Venezia, 1958ca. Legno chiaro massello, bordato e impiallacciato, viti a vista in ottone brunito, ripiani in cristallo molato rosambrato. (lievi difetti) Provenienza Abitazione Salvadori, Lido di Venezia La scrivania e il mobile libreria di impianto architettonico presentano forme complementari e possono essere affiancati secondo diverse configurazioni € 1.200/1.500

particolare del lotto 66


62 63

configurazione A del lotto 66

configurazione B del lotto 66


67 Finn Juhl (Frederiksberg 1912 Gentofte 1989) Coppia di poltrone modello “133”. Produzione France & Son, Danimarca, 1954ca. Legno massello di teak, cuscini imbottiti e rivestiti in tessuto color mattone. Recante marchio del produttore alla base della seduta. (cm 74x77x74) (lievi difetti) € 1.500/2.000

67

68 Vittorio Gregotti (1927), Lodovico Meneghetti (1926) e Giotto Stoppino (1926-2011) Poltrona bergère con poggiapiedi modello “Cavour”. Produzione SIM, Torino, 1959ca. Struttura in legno multistrato curvato, rivestimento in tessuto beige. (poltrona cm 77x102x85; poggiapiedi cm 66x52x54) (lievi difetti e piccole mancanze) € 1.900/2.000

68


64 65

69 Carlo De Carli (Milano 1910 - Milano 1999) Coppia di poltrone modello “805”. Produzione Cassina, Meda, anni ‘50. Legno massello e rivestimento in vinilpelle marrone. (cm 66x81x61) (lievi difetti) Bibliografia Catalogo Cassina, Meda

€ 1.300/1.400


70 Carlo Scarpa (Venezia 1906 - Sendai 1978) Lotto composto da sei sedie modello “Kentucky”. Produzione Bernini, Ceriano Laghetto (MB), disegno del 1977-78, esemplari del 1983. Legno massello e cuoio. (cm 50x99,5x47) (lievi difetti) € 1.600/1.800


66 67

71 Carlo De Carli (Milano 1910 - Milano 1999) Lotto di due sedie modello “634”. Produzione Cassina, Meda, 1954ca. Struttura in legno massello, sedute e schienale imbottiti e rivestiti in stoffa con decori floreali. (cm 45x86/85x56) (difetti e restauri) Bibliografia P. C. Santini, Gli anni del design italiano. Ritratto di Cesare Cassina, Electa, Milano 1981, p. 108 € 1.100/1.200


68 69

72 Carlo De Carli (Milano 1910 - Milano 1999) Tavolo tondo. Produzione Sormani, Arosio, 1963. Legno massello bordato e impiallacciato, base a rocchetto con cornice in lamina di ottone. (h cm 73; d cm 150) (difetti) Bibliografia “Rivista dell’Arredamento”, n. 10, dicembre 1963, p. 33; “Domus”, n. 410, dicembre 1964 € 2.800/3.000


73 Kazuhide Takahama (Nobeoka 1930 - Bologna 2010) Credenza modello “Bramante”. Produzione Simon Gavina, San Lazzaro di Savena, anni ‘70. Struttura portante interna in multistrato impiallacciato e con sportelli in legno multistrato pigmentato poliestere lucido; colore di finitura nero. (cm 167x132x44,5) (lievi difetti) € 1.200/1.500


70 71

74 Gianfranco Frattini (Padova 1926 - Milano 2004) Libreria componibile a tre campate con dodici ripiani, stipo a doppia anta e stipo a ribalta modello “540”. Produzione Bernini, Ceriano Laghetto (MB), 1960. Legno massello, impiallacciato e bordato. (cm 186x207,5x35,5) (lievi difetti e due piccoli restauri) Bibliografia G. Gramigna, F. Monetti, Gianfranco Frattini. Architetto d’interni e designer, Franco Angeli, Milano 2007, p. 60; G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 83 € 1.500/1.600


75

76

75 Paolo Venini (1895-1959) e Charles Lin Tissot (1904-1994) (Attribuito) Grande clessidra. Probabile produzione Venini. Murano, 1957ca. Vetro soffiato ad incalmo trasparente verde e blu composta da cinque invasi comunicanti e montata su struttura rotante in legno massello. (h cm 69,5)

76 Paolo Venini (1895-1959) e Charles Lin Tissot (1904-1994) Grande clessidra. Venini, Murano, 1957ca. Vetro soffiato ad incalmo trasparente rubino e verde con montatura metallica e canne di zanfirico incolore e rosso. Disegno di fornace n° 4904. Firmata all’acido “Venini Murano Italia” e con lacerto di etichetta cartacea. (h cm 50)

Bibliografia Paolo Venini e la sua fornace, a cura di M. Barovier e C. Sonego, Skira, Milano 2016, pp. 314, 316 € 400/500

Bibliografia Paolo Venini e la sua fornace, a cura di M. Barovier e C. Sonego, Skira, Milano 2016, pp. 314, 316 € 400/500


72 73

77 Paolo Venini (Milano 1895 - Venezia 1959) Lotto di cinque clessidre bicolore di diverse dimensioni e disegno. Venini, Murano, 1957. Vetro soffiato trasparente ad incalmo. Firmate all’acido “Venini Murano Italia”. Complete di base in legno massello. (h max del solo vetro cm 23) Bibliografia Paolo Venini e la sua fornace, a cura di M. Barovier e C. Sonego, Skira, Milano 2016, pp. 313, 316-317 € 400/500


78 Alfredo Barbini (Murano 1912 Murano 2007) “Nudo nell’acqua” Scultura. Vetreria Barbini, Murano, disegno del 1948, esecuzione anni ‘60. Vetro sommerso di forte spessore. Firmata a punta sotto la base. (cm 29x8x13) Bibliografia per vetri di analoga tecnica: R. Barovier Mentasti, A. Berengo, The Secret of Murano, Marsilio, Venezia 1997, p. 28 € 700/800

fronte del lotto

retro del lotto


74 75

79 Ken Scott (Usa 1906 - 1993) “Pesce” Scultura. Venini, Murano, 1980. Vetro lattimo incamiciato in vetro trasparente pagliesco, decorato da canne ametista scuro. Occhio in vetro ametista scuro e rosso. Disegno corrispondente al codice 422.7 del catalogo verde. Firmato a punta “venini italia KS 80” e recante etichetta della manifattura. (l cm 38) Bibliografia A. Venini Diaz de santillana, Venini. Catalogo ragionato 1921-1986, Skira, Milano 2000, p. 292; per esemplari simili: Paolo Venini e la sua fornace, a cura di M. Barovier e C. Sonego, Skira, Milano 2016, pp. 419-429; F. De Boni, I vetri Venini. Catalogo 1921-2007, Allemandi, Torino, 2007, vol. 2, fig. 151 € 800/900


80 Carlo Scarpa (Venezia 1906 - Sendai 1978) “Negozio Olivetti San Marco Venezia” Due eliocopie rispettivamente la pianta del piano terreno in scala 1:25 e il prospetto e la pianta del parapetto della scala interna. Entrambi recanti annotazioni, schizzi di dettagli costruttivi e schizzi assonometrici degli incastri fra le lastre in pietra. Il primo disegnato recto-verso. Venezia, 1957-58. Grafite e pastelli colorati su carta; eliocopia. La planimetria reca cartiglio. (cm 72x109 - cm 55,4x84,4) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Italia Bibliografia R. McCarter, Carlo Scarpa, Phaidon, London-New York, 2013, pp. 114-127 € 650/700 recto del foglio A

verso del foglio A

foglio B


76 77

81

82

81 Ercole Barovier (Murano 1889 - Venezia 1974) (Attribuito) Vaso con corpo a goccia, orlo frastagliato e quattro fasce verticali a bordi frastagliati applicate a caldo. Materia e decoro simili alla serie dei vasi “Piumati”. Murano, anni ‘40. Vetro cristallo con inclusione di bolle regolarmente disposte e di bollicine. (h cm 35,5) (lievi difetti) Bibliografia per esemplare con analoga lavorazione: M. Barovier, Venetian art glass 1840-1970. An american collection, Arnoldsche, Stuttgart 2004, p. 142 € 650/700 82 Avem (Attribuito) Vaso con applicazione di decori a forma di conchiglia. Murano, anni ‘30/’40. Vetro trasparente incolore opalescente iridato sulla superficie esterna, con inclusione di bolle regolarmente distribuite. (h cm 28) (lievi difetti) Bibliografia per esemplari simili: M. Heiremans, Avem. Arte Vetraria Muranese. Artistic production 1932-1972, Arnoldsche, Stuttgart 2020, p. 36 € 650/700 83 Seguso Vetri d’Arte (Attribuito) Grande vaso variante del modello 9040. Murano, anni ‘40. Vetro soffiato incamiciato lattimo e pagliesco. (h cm 35) Bibliografia M. Heiremans, Seguso vetri d’arte. Glass objects from Murano, (1932-1973), Stuttgart 2014, p. 111 € 700/800 83


84

85

84 Napoleone Martinuzzi (Murano 1892 - Venezia 1977) Vaso a calice con corpo costolato, gambo a balaustro e piede a campana applicati a caldo. Esecuzione Venini, Murano, 1925-26. Vetro soffiato verdino trasparente. Corrispondente al disegno di fornace 3085. (h cm 29; d cm 17,5) Esposizioni Esemplare analogo esposto alla Biennale di Monza, 1927 Bibliografia M. Barovier, Napoleone Martinuzzi. Venini 1925-1931, Skira, Milano 2013, p. 128 € 700/900 85 Flavio Poli (Chioggia 1900 - Venezia 1984) Vaso bulbiforme. Esecuzione Seguso Vetri d’Arte, Murano, anni ‘40. Vetro “verde nord” corroso all’acido sulla superficie esterna. (h cm 15; d cm 13) Bibliografia per esemplari eseguiti con la stessa tecnica e colore: M. Heiremans, Seguso vetri d’arte. Glass objects from Murano, (1932-1973), Stuttgart 2014, p. 241 € 650/700 86 Paolo Venini (Milano 1895 - Venezia 1959) Vaso troncoconico della serie “Incisi”. Venini, Murano, 1956ca. Vetro soffiato pesante a colori sovrapposti ametista, cristallo e corniola, inciso sulla superficie esterna. Disegno n. 4811 del catalogo di fornace. Firma circolare all’acido sotto la base “Venini Murano Italy”. (h cm 16,5; d cm 14)

86

Bibliografia Paolo Venini e la sua fornace, a cura di M. Barovier e C. Sonego, Skira, Murano 2016, p. 251 € 900/1.000


78 79

87 Carlo Scarpa (Venezia 1906 - Sendai 1978) Studio per la scultura per l’Ambiente della XXXIV Biennale di Venezia. Recto-verso. Al recto è riconoscibile una testa di profilo, probabile autoritratto dell’architetto. Venezia, 1968. Grafite e pastelli colorati su cartoncino rigido, scala 1:10. (cm 30,5x20,3) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Italia

Bibliografia D. Fornari, G. Jean, R. Martinis, Carlo Scarpa. Casa Zentner a Zurigo: una villa italiana in Svizzera, Electa, Milano 2020, p. 82; R. McCarter, Carlo Scarpa, Phaidon, London-New York, 2013, p. 194; Carlo Scarpa e la scultura del ‘900, a cura di G. Beltramini, Marsilio 2008, copertina e pp. 282-283; O. Lanzarini, Carlo Scarpa. L’architetto e le arti. Gli anni della Biennale di Venezia 1948-1972, Marsilio, Venezia 2004, fig. 142 € 900/1.000

recto del lotto


88

89

88 Guido Balsamo Stella (Torino 1882 - Asolo 1941) Vaso con coperchio. Esecuzione SALIR, Murano, disegno del 1925 ca, esecuzione anni ‘40/50. Vetro soffiato cristallo, decorato a mano in oro e smalto nero e bianco con figure di naviganti. Pomello e orlo della base applicati a caldo in vetro ametista scuro opaco. Etichetta cartacea della manifattura. (h cm 19; d cm 9) € 900/1.200 89 Vittorio Zecchin (Murano 1878 - Murano 1947) Piccolo vaso. Esecuzione SALIR, Murano, 1938. Vetro soffiato cristallo, fittamente decorato con smalti blu, verdi, rosa e rossi a motivi vegetali. (h cm 11; d cm 14,3) Bibliografia per esemplare con simile decoro: M. Barovier, Venetian Art Glass. An American Collection 1840-1970, Arnoldsche, Stuttgart 2004, p. 220; p. 242; L’arte del vetro. Silice e fuoco: vetri del XIX e XX secolo, Marsilio, Venezia 1992, p. 242; Vetri di Murano del ‘900, a cura di R. B. Mentasti, Alfieri, Venezia 1977, fig. 31 € 900/1.000 90 Guido Balsamo Stella (Torino 1882 - Asolo 1941) Vaso con coperchio. Esecuzione SALIR, Murano, disegno del 1925 ca, esecuzione anni ‘40/50. Vetro soffiato cristallo, decorato a mano oro e smalto nero e rosso con figure di danzatrici africane. Pomello e orlo della base applicati a caldo in vetro ametista scuro opaco. Etichetta cartacea della manifattura. (h cm 26; d cm 10,3)

90

Bibliografia per vasi di analogo decoro: I. de Guttry, M. P. Maino, M. Quesada, Le arti minori d’autore in Italia dal 1900 al 1930, Laterza, Roma-Bari 1985, p. 82 € 900/1.200


80 81

91 Venini Vaso della serie “incisi”. Murano, 1956-57ca. Vetro soffiato pesante a colori sovrapposti incolore e pagliesco, inciso alla mola sulla superficie esterna. Disegno n 4818 del catalogo rosso di fornace. Etichetta cartacea della manifattura. (h cm 45) (lievi difetti) Bibliografia F. De Boni, I vetri Venini. La storia, gli artisti, le tecniche, Allemandi, Torino 2007, s.p.; A. Venini Diaz de Santillana, Venini. Catalogo ragionato 1921-1986, Skira, Milano 2000, p. 283 € 900/1.000


92 Avem (Attribuito) Vaso con corpo bombato su base a toro applicata a caldo, lavorazione a rilievo con bugne ritorte e costolature verticali. Murano, anni ‘40. Vetro trasparente incolore opalescente con superficie esterna iridata. (h cm 31) Provenienza Collezione privata, Bologna € 900/1.000


82 83

93 Ercole Barovier (Murano 1889 - Venezia 1974) Vaso a un’ansa modello “Barbarico”. Esecuzione Barovier & Toso, Murano, 1952ca. Vetro soffiato cristallo con superficie scabra nera/blu scuro, ottenuta con la tecnica della colorazione a caldo senza fusione. Presa laterale pinzata e modellata a caldo con occhiello applicato in vetro cristallo iridato. Lacerti di etichetta cartacea sotto la base. (h cm 25,5) Provenienza Collezione privata, Milano Bibliografia L’arte del vetro. Silice e fuoco: vetri del XIX e XX secolo, Marsilio, Venezia 1992, p. 260; L’arte dei Barovier. Vetrai di Murano 1866-1972, a cura di M. Barovier, Arsenale, Venezia 1993, p. 159; M. Barovier, R. Barovier Mentasti, A. Dorigato, Il vetro di Murano alle Biennali 1895-1972, Leonardo Arte, Milano 1995, p. 164 € 900/1.200


94 Amalric Walter (1870-1959) e Henry Bergé (1870-1937) Calamaio. Nancy, inizio secolo XX. Pasta di vetro verde, decorata a rilievo con uno scarabeo nero e marrone. Firmato “A WALTER NANCY - Bergé SC”. (cm 17x7,5x11) (lievi difetti) € 1.000/1.500

94

95 Amalric Walter (1870-1959) e Henry Bergé (1870-1937) Posacenere. Nancy, inizio secolo XX. Pasta di vetro nei toni del giallo, decorato a rilievo con uno scarabeo nero e marrone. Firmato “A WALTER NANCY - Bergé SC”. (cm 17,5x13) € 1.200/1.800

95

96 Amalric Walter (1870-1959) e Henry Bergé (1870-1937) Posacenere. Nancy, inizio secolo XX. Pasta di vetro nei toni del giallo, decorato a rilievo con una farfalla blu scuro. Firmato “A WALTER NANCY - Bergé SC”. (cm 13x15,4) € 1.200/1.800 97 Gio Ponti (Milano 1891 - Milano 1979) Studio della facciata della casa di via Dezza a Milano. Milano, 1956-57. Grafite su carta filigranata “Paper Japan”. (cm 22x28) Provenienza Collezione privata, Italia Bibliografia Il disegno è stato recentemente pubblicato in: Gio Ponti. Life and works 1923-1979, a cura di K. Kolbitz, Taschen, Koln 2021, p. 425 € 1.100/1.200 96


84 85

97


98 Amalric Walter (1870-1959) e Henry Bergé (1870-1937) Posacenere-svuotatasche. Nancy, inizio secolo XX. Pasta di vetro nei toni del giallo, decorato a rilievo con uno scarabeo nei toni del marrone. Firmato “A WALTER NANCY Bergé SC”. (cm 24x7,5) € 1.200/1.800

98

99 Amalric Walter (1870-1959) e Henry Bergé (1870-1937) Posacenere. Nancy, inizio secolo XX. Pasta di vetro nei toni del verde, decorato a rilievo con una farfalla nera screziata in rosso-bruno. Firmato “A WALTER NANCY - Bergé SC”. (cm 15x16) (lievi difetti) € 1.000/1.500

100 Toni Zuccheri (San Vito Al Tagliamento 1936 - San Vito Al Tagliamento 2008) “Anatra bianca” Scultura della serie “Bestiario”. Venini, Murano, 1980. Vetro incolore a canne lattimo, lavorato alla mola sulla superficie esterna. Occhi in vetro nero e lattimo, testa applicata in vetro lattimo. Modello 410.05 C del catalogo commerciale. Firmata a punta “venini tz 80”. (cm 33x12,5x12) Bibliografia Il bestiario di Murano, a cura di M. Barovier e A. Dorigato, Canal & Stamperia, Venezia 1996, pp. 110-119; Venini glass object, catalogo commerciale 1997, p. 50 € 900/1.000 99

100


86 87

101 Toni Zuccheri (San Vito Al Tagliamento 1936 - San Vito Al Tagliamento 2008) “Gabbiano” Scultura della serie “Bestiario”. Venini, Murano, 1982. Vetro soffiato cristallo a canne multicolore in lattimo, grigio, bordeaux e nero. Struttura in fusione di bronzo patinato, becco in pasta vitrea rossa, occhi in vetro cristallo e ametista scuro. Firmata a incussione alla base “Venini TZ 82 12” e recante etichette della manifattura. (cm 32x23,5x13) Bibliografia Il bestiario di Murano, a cura di M. Barovier e A. Dorigato, Canal & Stamperia, Venezia 1996, p. 120-121; Venini glass object, catalogo commerciale 1997, p. 51 € 1.400/1.600


102 Manifattura di Murano Vaso a “mugnoni”. Seconda metà secolo XX. Vetro trasparente incolore con inclusione di bolle romboidali regolarmente disposte. Superficie esterna fortemente iridata. (h cm 31) Provenienza Collezione privata, Bologna € 1.300/1.400


88 89

103 Flavio Poli (Chioggia 1900 - Venezia 1984) Vaso modello “3908”. Esecuzione Seguso Vetri d’Arte, Murano, 1937ca. Vetro soffiato incolore chiaro con inclusione di bolle e ossidi metallici. Corpo rastremato a sezione schiacciata. Base a treccia applicata a caldo. Firma all’acido in corsivo sotto la base: “Seguso Murano”. (h cm 34) (lievi difetti)

Esposizioni Un esemplare di questo modello fu premiato con il Grand Prix della Exposition International Arts et Techniques dans la vie moderne, Paris 1937

Bibliografia M. Heiremans, Seguso vetri d’arte. Glass objects from Murano, (1932-1973), Stuttgart 2014, pp. 89, 219, fig. 053; F. De Boni, Murano ‘900, Bocca, Milano 1996, p. 223, fig. 139 € 2.000/3.000


104 René Lalique (Ay 1860 - Parigi 1945) Vaso modello “Salmonidés”. Esecuzione Lalique, Francia, anni ‘30/’40. Vetro incolore soffiato in stampo, molato e parzialmente acidato sulla superficie esterna. Firmato a stampo sotto la base “R. LALIQUE FRANCE”. (h cm 28,5) (lievi difetti) Bibliografia F. Marcilhac, René Lalique 1860-1945 maitre-verrier, Les éditions de l’amateur, Paris 2004 (1989), p. 442 € 2.200/2.500

particolare del lotto


90 91

105 René Lalique (Ay 1860 - Parigi 1945) “Source de la fontaine Mélite” Cariatide. Esecuzione Lalique, Francia, Disegno del 1924. A catalogo dal 1928 al 1932, non ripresa dopo il 1947. Vetro trasparente soffiato in stampo, molato e acidato sulla superficie esterna; basamento ligneo originale. Firmata a punta “ R Lalique” al verso, in prossimità della base. (h senza base cm 53; base cm 6) (lievi difetti) Il modello della scultura appartiene al gruppo di 16 varianti ideate per le 128 cariatidi che ornavano la Fontaine de sources de France, installata a l’Exposition internationale des arts décoratifs et industriels modernes di Parigi, 1925. Bibliografia F. Marcilhac, René Lalique 1860-1945. Maitre-verrier, Les éditions de l’amateur, Parigi 2004, pp. 92-94, 402 € 5.000/6.000


vista del lotto

106 Dino Martens (Venezia 1894 - Venezia 1970) “Ati” Vaso modello 3129 della serie “Oriente”. Esecuzione Aureliano Toso, Murano, anni ‘50. Vetro soffiato con inclusione di murrine policrome, avventurina, macchie e canne di diversi colori. Reca etichetta cartacea originale della manifattura. (h cm 27) Provenienza Collezione privata, Bologna Bibliografia M. Heiremans, Dino Martens. Muranese Glass Designer, Catalogo 1922-1963, Arnoldsche, Stuttgart 1999, p. 78 € 3.000/5.000 vista del lotto


92 93


particolare del lotto

107 Toni Zuccheri (San Vito Al Tagliamento 1936 San Vito Al Tagliamento 2008) “Upupa” Scultura della serie “Bestiario”. Venini, Murano, 1982. Vetro cristallo, paste vitree rosso opaco e ametista scuro opaco, parziale applicazione di foglia d’oro. Struttura in fusione di bronzo patinato. Occhi applicati in vetro lattimo e ametista scuro. Modello 410.04 del catalogo commerciale. Firmata a incussione alla base “Venini TZ 82 4”. (cm 44x38x40) (lievi difetti e piccoli restauri) Bibliografia Il bestiario di Murano, a cura di M. Barovier e A. Dorigato, Canal & Stamperia, Venezia 1996, p. 125; Venini glass object, catalogo commerciale 1997, p. 50; F. De Boni, I vetri Venini. Catalogo 1921-2007, Allemandi, Torino, 2007, vol. 2, fig. 261 € 9.000/10.000


94 95


108 Ercole Barovier (Murano 1889 - Venezia 1974) Vaso a balaustro su base tronco-conica applicata a caldo. Forma ovoidale lievemente costolata con il sistema della “mezza stampatura”. Fondo azzurro con inclusioni di foglia d’argento e bocca in pasta vitrea corallo. Decorato con strisce verticali a macchie circolari rosse. Esecuzione Vetreria Artistica Barovier & C, Murano, 1925ca. Reca etichetta della Mostra del vetro italiano, numerata 123A. (h cm 36) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Italia Esposizioni Mostra del vetro italiano, Torino 1984 Bibliografia F. De Boni, Murano ‘900, Bocca, Milano 1996, p. 115 € 9.000/12.000

particolare del lotto


96 97


109 Francesco Molaroni Grande vaso detto “delle lucertole” decorato con quattro grandi salamandre modellate ad alto rilievo. Esecuzione Molaroni, Pesaro, 1915ca. Terracotta smaltata in giallo ocra e modellata a mano con rilievi in nero e verde. Firmata sotto la base “Molaroni Pesaro”. (h cm 55,5) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Milano Bibliografia I. de Guttry, M. P. Maino, Ceramica Liberty in Italia, Antiquariato del ‘900, vol. 2, Il Sole 24 ore, Milano 2013, in copertina e a p. 11; F. M. Rosso, Per le virtù del fuoco. Uomini e ceramiche del Novecento Italiano, Musumeci, Aosta 1983, p. 175 € 5.500/6.500

particolare del lotto


98 99


110 Seguso Vetri d’Arte Cornice. Murano, anni ‘30/’40. Vetro sommerso incolore e a striature rosa con inclusione di foglia d’oro. Montatura in ottone e legno. (cm 62x62) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Bologna

€ 3.200/3.500


100 101

111 Carlo Scarpa (Venezia 1906 - Sendai 1978) Vaso della serie “Battuti”. Venini, Murano, anni ‘40. Vetro soffiato ambrato battuto sulla superficie esterna. Disegno 3797 del catalogo Blu. Firma all’acido sotto la base “Venini Murano Ars”. (h cm 10,8; d cm 10) Provenienza Collezione privata, Bologna Bibliografia M. Barovier, Carlo Scarpa. Venini 1932-1947, Skira, Milano 212, p. 371 € 4.200/4.500


112 Flavio Poli (Chioggia 1900 - Venezia 1984) Vaso della serie “induto”. Esecuzione Seguso Vetri d’Arte, Murano, anni ‘40/’50. Vetro trasparente violetto di forte spessore. Forma ovoidale lavorata a bugne irregolari e con superficie esterna fortemente iridata. Disegno e lavorazione analoghi ai modelli 7132, 6432, 7133. (h cm 30) (lievi difetti) Bibliografia per esemplare simile: M. Heiremans, Seguso Vetri d’Arte. Glass Object from Murano (1932-1973), Arnoldsche, Stuttgart 2014, pp. 99, 110, 224 € 1.100/1.200 113 Gio Ponti (Milano 1891 - Milano 1979) “L’ospitalità” Piatto ornamentale. Manifattura Richard-Ginori, Pittoria di Doccia, 1925. Porcellana dipinta a mano in porpora, vinaccia, oro e beige, con allegoria femminile reggente un fiore e una coppa, e con fantasia architettonica con anfora e arco di trionfo. Marcato Ginori in verde con la stella a cinque punte, cartiglio in oro della Pittoria di Doccia 1925, firmato in oro “Gio Ponti 1925. (d cm 23) (lievi difetti)

112

Bibliografia G. Marangoni, Enciclopedia della moderne arti decorative. arti del fuoco: ceramica - vetri vetrate, vol. III, Ceschina, Milano 1926, tav.15; P. Portoghesi, A. Pansera, Gio Ponti alla manifattura di Doccia, Centro Internazionale di Brera, Milano 1982, p. 54; Gio Ponti. Ceramiche 1923-1930. Le opere nel Museo Ginori di Doccia, catalogo della mostra a cura di F. Abboni, S. Salvi, G. Pampaloni, P. C. Santini (Firenze, 19 marzo – 30 aprile 1983), Electa, Milano 1983, p. 109, cat. 124; Gio Ponti, a cura di U. La Pietra, Rizzoli, Milano1995. p. 17; Gio Ponti. Il fascino della ceramica, catalogo della mostra a cura di Dario Matteoni (Milano, Spazio Eventi Grattacielo Pirelli, 6 maggio – 31 luglio 2011), Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo 2011, p. 62; Gio Ponti. La collezione del Museo Richard-Ginori della Manifattura di Doccia, a cura di L. Frescobaldi Malenchini, M. T. Giovannini, O. Rucellai, Maretti, Firenze 2015, pp. 240-241, cat. 157 € 2.200/2.500

fronte e retro del lotto 113


102 103

114 Archimede Seguso (Murano 1909 - Murano 1999) Vaso a corpo schiacciato a bocca stretta della serie “a fasce”. Murano, 1955ca. Vetro soffiato lattimo e oro a fasce ritorte in vetro corallo. Firmato a punta sotto la base “Archimede Seguso Murano”. (h cm 23,5) Provenienza Collezione privata, Italia Bibliografia R. Barovier Mentasti, I vetri di Archimede Seguso dal 1950 al 1959, Allemandi, Torino 1995, tav. 27 € 1.200/1.500

115 Piero Fornasetti (Milano 1913 - Milano 1988) Dodici piatti della serie “Gli influssi astrali”. Milano, anni ‘60/’70. Porcellana serigrafata in nero e oro. Serie specialmente creata per Corisia. Marcati e numerati al retro. (d cm 21) (lievi difetti) € 1.800/2.000

114

115


116

117

116 Guido Balsamo Stella (Torino 1882 - Asolo 1941) Vaso a bottiglia con tappo. Esecuzione SALIR, Murano, disegno del 1925 ca, esecuzione anni ‘40/50. Corpo sferico con base applicata e collo stretto a quattro anse in vetro soffiato cristallo, decorato a mano in oro e smalto nero con figure di danzatrici africane. Pomello del tappo, anse e orlo della base applicati a caldo in vetro ametista scuro opaco. Etichetta cartacea della manifattura. (h cm 21; d cm 12) Bibliografia per vasi di analogo decoro: I. de Guttry, M. P. Maino, M. Quesada, Le arti minori d’autore in Italia dal 1900 al 1930, Laterza, Roma-Bari 1985, p. 82 € 900/1.200 117 Seguso Vetri d’Arte (Attribuito) Vaso globulare con base svasata applicata a caldo. Murano, 1937-39. Vetro soffiato a reticello incolore e lattimo. (h cm 25; d cm 15) Bibliografia per esemplari simili: M. Heiremans, Seguso vetri d’arte. Glass objects from Murano, (1932-1973), Stuttgart 2014, pp. 201, 226 € 1.000/1.200 118 Emile Gallé (Nancy 1846 - Nancy 1904) Vaso con orlo sfrangiato e base applicata. Nancy, 1890ca. Vetro soffiato ambrato trasparente con decoro di gusto giapponese eseguito a smalto dipinto a mano in créme, bruno, rosso e rosa, raffigurante racemi e boccioli di cardo e la croce di Lorena. Firmato a punta sotto la base “E. Gallé Nancy”. (cm 20x12x15) € 1.200/1.500 118


104 105

119 Guido Balsamo Stella (Torino 1882 - Asolo 1941) Vaso. Esecuzione SALIR, Murano, disegno del 1925 ca, esecuzione anni ‘40/50. Vetro soffiato cristallo con corpo cilindrico e base a calotta rovesciata con disco in vetro ametista scuro opaco. Decorato a mano in oro e smalto nero e verde con figura femminile reggente un drappo. Etichetta cartacea della manifattura. (h cm 21; d cm 11) Bibliografia I. de Guttry, M. P. Maino, M. Quesada, Le arti minori d’autore in Italia dal 1900 al 1930, Laterza, Roma-Bari 1985, p. 82, fig. 16 € 1.000/1.500


120 Ettore Sottsass (Innsbruck 1917 - Milano 2007) Vaso modello “582”. Esecuzione Il Sestante / Società Ceramica Toscana, Milano / Firenze, 1962-63. Ceramica formata a colaggio e smaltata in rosso sotto vetrina. Firmato sotto la base “SOTTSASS IL SESTANTE 582 ITALY”. (cm 12,5x23,5x12,5) (lievi difetti) Bibliografia F. Ferrari, Sottsass. 1000 Ceramics, Adarte, Torino 2017, p. 84 € 700/1.000

120

121 Ettore Sottsass (Innsbruck 1917 - Milano 2007) Vaso modello “Amitié”. Produzione Vistosi, Murano, anni ‘80. Vetro soffiato cristallo, trasparente rosso, verde, opalino lattimo e nero. Firmato a punta sotto base e recante l’iscrizione Micro Brera. (h cm 31) € 800/1.000

121


106 107

122 Ettore Sottsass (Innsbruck 1917 Milano 2007) Vaso in vetro modello “Neobule”. Produzione Memphis, Milano, disegno del 1986. Vetro policromo. Firmato a punta alla base “Ettore Sottsass per Memphis Milano”. (h cm 50,5) Bibliografia Ettore Sottsass. Il vetro, a cura di E. M. Barbero, Skira, Milano 2017, p. 197 € 1.300/1.500


123 Ettore Sottsass (Innsbruck 1917 - Milano 2007) Vaso circolare. Manifattura Bitossi, Montelupo, 1955ca. Ceramica decorato con smalto bianco lucido e smalto nero ruvido di sabbia alcalina, parzialmente immerso in smalto bianco. Firmato sotto la base “SOTTSASS”. (h cm 11; d cm 17) (lievi difetti e restauri) Bibliografia F. Ferrari, Sottsass. 1000 Ceramics, Adarte, Torino 2017, p. 26, fig. 46 (per vaso di analaga forma, ma diverso decoro), p. 29, fig. 62 (per il decoro) € 1.800/2.000

retro del lotto


108 109

124 Ettore Sottsass (Innsbruck 1917 - Milano 2007) Vaso. Esecuzione Il Sestante / Società Ceramica Toscana, Milano / Firenze, 1962-63. Ceramica smaltata platino e grigio. Firmato sotto la base “SOTTSASS IL SESTANTE 588 ITALY”. (cm 8x26,5x15,5) (lievi difetti) Bibliografia F. Ferrari, Ettore Sottsass tutta la ceramica, Allemandi, Torino 1996, p. 99; “Domus”, n. 422, gennaio 1965, p. 54 € 2.000/2.200

particolare del lotto


125 Ettore Sottsass (Innsbruck 1917 - Milano 2007) Vaso modello “585”. Esecuzione Il Sestante / Società Ceramica Toscana, Milano / Firenze, 1962-63. Ceramica formata a colaggio e smaltata a specchio. Firmato sotto la base “SOTTSASS IL SESTANTE 585 ITALY”. (cm 22x22x22) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Italia Bibliografia F. Ferrari, Sottsass. 1000 Ceramics, Adarte, Torino 2017, p. 85 € 1.500/2.000

particolare del lotto


110 111

126 Ettore Sottsass (Innsbruck 1917 - Milano 2007) Vaso con coperchio modello “191”. Esecuzione Il Sestante, Milano, 1959. Ceramica smaltata in nero lava e verde. Manico del coperchio in legno. Firmato sotto la base “Sottsass Sestante 495”. (h cm 22; d cm 11,5) Bibliografia per esemplare simile: F. Ferrari, Sottsass. One Thousand Ceramics, Adarte, Torino 2017, p. 74 € 3.200/3.500

particolare del lotto


127 Ettore Sottsass (Innsbruck 1917 - Milano 2007) Mobile contenitore modello “Nairobi”. Produzione Zanotta, Nova Milanese, 1989. Legno impiallacciato in laminato rosso e nero, base verniciata nera, pomoli in ottone. Recante firma dell’autore. (cm 75x190x45) (lievi difetti) € 2.600/2.800


112 113

128 Ettore Sottsass (Innsbruck 1917 - Milano 2007) Tavolino alto concepito come arredo complementare ai “Quattro divani stile Biedermeier”. Milano, 1982. Basi in legno con rivestimento in laminato bianco e giallo, piano in cristallo. (cm 65x105,5x44,5) (lievi difetti e mancanze) Provenienza Collezione privata, Milano Esposizioni Espressamente ideato e realizzato per la mostra “Materialidea”, PAC, Milano settembre 1982 Bibliografia Alcantara, Ambasz, Graves, Gregotti, Mendini, Rossi, Sottsass, Electa Editrice, Milano 1983, pp. 82-83 € 2.800/3.200

particolare del lotto


129 Ettore Sottsass (Innsbruck 1917 - Milano 2007) Lotto di due tavolini, variante del modello “Rocchetto”. Produzione Linea Tre, Arcisate, 1995-97. Legno, ottone e lamina di metallo. Eseguiti per la sala d’attesa vip dell’aeroporto di Malpensa. (h cm 41,5; d cm 41) (lievi difetti) Bibliografia Sottsass, a cura di P. Thomé, Electa-Phaidon, Milano 2014, p. 229 € 5.500/6.000


114 115


ETTORE SOTTSASS Quattro divani stile Biedermeier Quando mi hanno detto di usare l’Alcantara per fare qualche progetto, ci sono rimasto un po’ male, perché, così com’è, l’Alcantara è una pelle scamosciata, magari anche un po’ meglio, magari più resistente, più morbida, impermeabile, permanente, indistruttibile e altro, ma a vederla rimane sempre una pelle scamosciata e io non ho mai usato la pelle, né per i mobili, né per rivestimenti, né per nessun altro caso. Così ho chiesto: “Si può stampare?”. “Si” – mi hanno detto e allora ho cominciato ad essere un po’ più contento, perché pensavo che l’Alcantara poteva diventare un supporto per una decorazione, di quelle decorazioni un po’ pop, un po’ Letraset che sto facendo in questo momento. Così ho pensato che, se potevo stamparla, l’Alcantara, potevo utilizzarla per fare divani e, quindi, pensavo che potevo fare tanti divani con tante Alcantara stampate in modi diversi, e così è stato. In quel periodo ero interessato, momentaneamente, in un catalogo di mobili Biedermeier che era stato pubblicato a Vienna e mi interessava soprattutto di quel catalogo il fatto che quella borghesia, abbastanza ricca in rapporto al resto della società, quella borghesia benestante, non era o, per lo meno, non sembrava così arrogante come la nostra borghesia: viveva in grandi stanzoni con belle finestre alte dalle quali entrava, pare, una bella luce naturale, e possedeva mobili e mobilucci appoggiati alle pareti, costituiti

da tavoli, tavolini, divani rigidi dove sedersi, con un certo rispetto di se stessi; qualche comò, qualche secrétaire, e seggioline graziose. Tutte queste cose erano disegnate con molta sobrietà, usando l’iconografia napoleonica imperiale, ma sfrondata degli ori, degli avori, dei verdi mela, degli specchi, sfrontata della sua opulenza e insolenza. Insomma, questo periodo Biedermeier mi è parso, per qualche momento, un periodo illuminato, calmo, casto, misurato ecc. Così ho disegnato i divani con queste idee in testa, li ho fatti rigidi, li ho messi contro i muri; sono semplici e insomma ho cercato di vedere se anche oggi, con quello che abbiamo a disposizione, col consumismo, con l’irruenza delle immagini che ci arrivano addosso, con la frana di colori che ci inseguono, con le ambizioni, le utopie e la fantascienza si riusciva per un momento a star calmi, a rifare quell’aria pacata nella quale vivano in Austria i bisnonni, forse. Senza ricorrere però all’iconografia contadina o alle tradizioni nazionalistiche, voglio dire al post-moderno.

Testo pubblicato in Alcantara. Ambasz, Graves, Gregotti, Mendini, Rossi, Sottsass, Electa, Milano 1983, p. 76


116 117

Immagine e disegni originali pubblicati in: Alcantara, cit., pp. 78, 82, 83, 86


130 Ettore Sottsass (Innsbruck 1917 Milano 2007) Divano della serie “Quattro divani stile Biedermeier”. Milano, 1982. Legno laccato giallo vaniglia, laminato nero e giallo limone. Seduta e schienale imbottiti e rivestiti in tessuto di velluto giallo. Unico esemplare noto: in origine verniciato in verde e rivestito con tessuto in alcantara stampato verde maculato. Al di sotto della vernice giallo vaniglia è visibile il colore verde originale. Recante etichetta metallica “Biedermeier”. (cm 217x118,5x80) (lievi difetti e restauri) Provenienza Collezione privata, Milano Esposizioni Espressamente ideato e realizzato per la mostra “Materialidea”, PAC, Milano settembre 1982 Bibliografia Alcantara, Ambasz, Graves, Gregotti, Mendini, Rossi, Sottsass, Electa Editrice, Milano 1983, pp. 77, 78, 80, 82, 86; B. Radice, Memphis. Ricerche, esperienze, risultati, fallimenti e successi del Nuovo Design, Electa, Milano 1984, p. 96; G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 2, Allemandi, Torino 2003, p. 310; Sottsass, a cura di P. Thomé, Electa-Phaidon, Milano 2014, p. 307 € 10.000/15.000


118 119


131 Ettore Sottsass (Innsbruck 1917 - Milano 2007) Specchio. Produzione Santambrogio e De Berti, Lissone, anni ‘50/’60. Vetro fumè e incolore con cornici in ottone e retrostruttura in metallo verniciato nero e legno. (cm 30,5x192,5) (lievi difetti) € 11.000/12.000


120 121

132 Gruppo DAM Poltrona modello “Poltrona Libro”. Produzione Busnelli, Misinto, disegno del 1970, edizione degli anni Duemila. Schiuma poliuretanica, vinile e acciaio. Cuscini sfogliabili dorati, cuscino fisso bianco. Edizione speciale firmata sul fianco e numerata 1. (cm 124x103x80) Provenienza Collezione privata, Bologna; Galleria Victim Design 1950-2000, Bologna Bibliografia A. Bangert, Italienisches mobeldesign. Klassiker von 1945 bis 1985, CIP, Munchen 1985, p. 98; P. Decelle, D. Hennebert, P. Loze, L’utopie du tout plastique, Norma Editions, Paris 1994, p. 102 € 5.000/6.000


particolare del lotto


122 123

133 Nanda Vigo (Milano 1936 - Milano 2020) Mobile luminoso modello “Cronotopo”. Produzione Driade, Italia, 1971. Struttura in legno impiallacciato in alluminio satinato, interno rivestito in vetro specchiato, fronte ad ante scorrevoli in vetro stampato a griglia lenticolare. (cm 200,5x75x45,5) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Italia Esemplare riconosciuto dall’archivio Nanda Vigo Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 225 € 7.000/8.000


134 Gaetano Pesce (La Spezia 1939) Pannello con volto. 2002. Resina policroma, elastico e cornice in legno verniciato. Firmato e datato. (cornice cm 131,5x93,5) (lievi difetti) € 1.600/1.800


124 125

configurazione aperta del lotto

135 Ugo La Pietra (Bussi Sul Tirino 1938) Mobile a totem della serie “Mobili palcoscenico”. Esecuzione Fratelli Boffi, Italia, 1989. Legno chiaro impiallacciato. (cm 50x185x32) (lievi difetti e piccole mancanze) € 2.800/3.000

configurazione chiusa del lotto


136 Michael Graves (Indianapolis 1934 - Princeton 2015) Letto modello “Stanhope”. Produzione Memphis, Milano, disegno del 1982. Radica di acero, legno laccato, vetro e lampade in ottone e perspex. (cm 207x105x240,5) (difetti) Bibliografia B. Radice, Memphis. Ricercje, esperienze, risultati, fallimenti e successi del Nuovo Design, Electa, Milano 1984, p. 48; K. M. Armer, A. Bangert, Design anni Ottanta, Cantini, Firenze 1990, pp. 30-31; G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 2, Allemandi, Torino 2003, p. 314 € 2.000/2.500


126 127

137 Cesare Leonardi (1935 - 2021) e Franca Stagi (1937-2008) Due sedute modello “Ribbon”. Produzione Bernini, Ceriano Laghetto (MB), 1961. Fibra di vetro e acciaio tubolare cromato. (cm 100x63x85) (difetti) € 2.200/2.500


138 * Charles Hollis Jones (Bloomington 1945) Lotto di due poltroncine e quattro sedie modello “Metric Line”. USA, disegno del 1965. Acciaio e metacrilato trasparente incolore. (poltroncine cm 51x105,5x61,5; sedie cm 45,5x105,5x61,5) (difetti e piccole mancanze) € 2.800/3.000


128 129

139 Bannavis Andrew Sribyatta Salotto composto da poltrona, pouf tavolino. Miami, anni 2000. Lamina di alluminio intrecciato. (poltrona cm 100x67x105; pouf cm 90x47x67) (lievi difetti) € 1.800/2.000


140 Alessandro Mendini (Milano 1931 - Milano 2019) Lotto composto da quattro sedie della collezione “Ollo”. Produzione Museo Alchimia, Milano, 1988. Seduta in legno multistrato rivestito in laminato bianco e nero Abet Laminati, struttura in metallo verniciato nero. (cm 36,5x80,5x38) (lievi difetti, piccole mancanze e modifiche) € 1.100/1.200


130 131

141 * Bernhard Rohne (1944) Sideboard. Produzione Mastercraft, Austria, anni ‘70. Legno rivestito in ottone e pannelli in rame incisi. Recante etichetta metallica della produzione. (cm 198x75,5x54) (difetti) € 1.800/2.000


142 Michele De Lucchi (Ferrara 1951) Lotto di due poltroncine modello “First”. Produzione Memphis, Milano, disegno del 1983. Metallo verniciato grigio, legno laccato celeste e nero. (cm 66x90x46) (difetti) Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 2, Allemandi, Torino 2003, p. 320 € 900/1.000

143 Superstudio Tavolo modello “Lambda”. Produzione Giovannetti, Italia, 1972. Legno di frassino impiallacciato. (cm 250x74x85) (difetti) € 1.900/2.000

144 Ugo La Pietra (Bussi Sul Tirino 1938) Poltrona “articolata”. Produzione Gruppo Industriale Busnelli, Milano, 1985. Legno laccato nero, metallo cromato e pelle verde. (cm 101x90x80) (lievi difetti) € 1.100/1.200 142

143


132 133

configurazione A del lotto 144

configurazione B del lotto 144


145 Mario Ceroli (Castel Frentano 1938) “Rosa dei venti” Tavolo. 1973. Legno di pino russo grezzo, sovrapiano in vetro. Firmato a fuoco. (h cm 75; d cm 163) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Schio Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 214 € 3.500/4.000


134 135

146 Alessandro Mendini (Milano 1931 - Milano 2019) Cassettone modello “Calamobio”. Produzione Zanotta, Nova Milanese, 1985. Struttura in legno verniciato e maniglie in alluminio anodizzato color rosso. Edizione numerata in nove esemplari, della quale esemplare 4/9. Firmato, marcato e numerato sul fianco. (cm 112,5x82x44) (lievi difetti) Bibliografia R. Poletti, Zanotta. Design per passione, Electa, Milano 2004, p. 109 € 3.500/4.000


136 137

147 Andrea Branzi (Firenze 1938) Libreria modello “Gritti”. Produzione Memphis, Milano, disegno del 1981, esemplare degli anni 2000. Laminato Print HPL Reli-tech, legno di frassino naturale, metallo e cristallo. Recante etichetta metallica della produzione. (cm 340x203,5x30) (lievi difetti e piccoli restauri) Bibliografia B. Radice, Memphis. Ricerche, esperienze, risultati, fallimenti e successi del Nuovo Design, Electa, Milano 1984, p. 68; G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 2, Allemandi, Torino 2003, p. 300 € 3.800/4.000


138 139

148 Archizoom Associati (Dario Bartolini, Andrea Branzi, Gilberto Corretti, Paolo Deganello, Lucia Morozzi, Massimo Morozzi) Divano - isola soggiorno modello “Safari”. Produzione Poltronova, Firenze, 1967-68ca. Sei posti divisi in quattro moduli formati a stampo in vetroresina verniciata bianca, rivestimenti in tessuto zebrato. (modulo singolo cm 85x61x85; modulo doppio cm 130x61x130) (lievi difetti e piccoli restauri) Provenienza Collezione privata, Bologna Bibliografia A. Bangert, Italienisches mobeldesign. Klassiker von 1945 bis 1985, CIP, Munchen 1985, pp. 112-111; G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 142; Il modo italiano. Design e avanguardie artistiche in Italia nel Xx secolo, a cura di G. Bosoni, Skira, Milano 2007, p. 290; € 9.000/10.000


149 Franco Albini (Robbiate 1905 - Milano 1977) Letto matrimoniale modello “LT28”. Produzione Poggi, Pavia, anni ‘60. Legno di teak impiallacciato. (cm 190,5x98x205) (lievi difetti) Bibliografia R. Dulio, F. Marino, S.A. Poli, Il mondo di Poggi. L’officina del design e delle arti, Electa, Milano 2019, p. 119 € 450/500

149

150 Franco Albini (Robbiate 1905 - Milano 1977) Mobile contenitore modello “MB48”. Esecuzione Poggi, Pavia, 1968. Paniforte contornato in legno massiccio e placcato di teak. (cm 198x77x48) (lievi difetti) Bibliografia R. Dulio, F. Marino, S.A. Poli, Il mondo di Poggi. L’officina del design e delle arti, Electa, Milano 2019, p. 129 € 1.400/1.800

150

151 Franco Albini (Robbiate 1905 - Milano 1977) Mobile contenitore a quattro ante modello “MB15”. Esecuzione Poggi, Pavia, 1958. Legno di teak massello impiallacciato e bordato. (cm 243,5x77x47) (lievi difetti) Bibliografia R. Dulio, F. Marino, S.A. Poli, Il mondo di Poggi. L’officina del design e delle arti, Electa, Milano 2019, pp. 110-111; G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi Torino 2003, p. 53; A. Piva, V. Prina, Franco Albini, Electa, Milano 1998, p. 439; Cataloghi Poggi, varie edizioni dagli anni 60 agli anni 70; “Domus”, n. 334, novembre 1957, réclame € 1.800/2.000

151


140 141

152 Franco Albini (Robbiate 1905 - Milano 1977) Credenza a tre ante modello “MB15”. Produzione Poggi, Pavia, 1958. Legno di massello impiallacciato e bordato di teak. Variante con piedini in metallo regolabili in altezza. (cm 183x77x47) (lievi difetti) € 2.400/2.500


153 Franco Albini (Robbiate 1905 - Milano 1977) Libreria a un modulo con uno stipo a due ante e due ripiani modello “LB7”. Esecuzione Poggi, Pavia, 1956. Legno di teak massello, impiallacciato e bordato. (cm 90x284,5(montanti lignei)x35) (lievi difetti) Bibliografia R. Dulio, F. Marino, S.A. Poli, Il mondo di Poggi. L’officina del design e delle arti, Electa, Milano 2019, pp. 10-11, 100, 102-103; G. Bosoni, F. Bucci, Il design e gli interni di Franco Albini, Electa, Milano 2009, p. 101; G. Gramigna, Le fabbriche del design. I produttori dell’arredamento domestico in Italia, Allemandi, Torino 2007, p. 191; G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi Torino 2003, p. 53; I. De Guttry, M. P. Maino, Il mobile italiano degli anni ‘40 e ‘50, Laterza, Bari 1992, p. 77; Centrokappa, Il design italiano degli anni 50, Ricerche Design Editrice, Milano 1985, p. 113; Cataloghi Poggi, varie edizioni dagli anni 60 agli anni 70; “Domus”, n. 334, novembre 1957, réclame € 2.200/2.500

154 Franco Albini (Robbiate 1905 - Milano 1977) Libreria a due moduli con uno stipo a due ante e dieci ripiani modello “LB7”. Esecuzione Poggi, Pavia, 1956. Legno massello, impiallacciato e bordato di teak. (cm 175x248(montanti linei)x35) (lievi difetti e modifiche) Bibliografia R. Dulio, F. Marino, S.A. Poli, Il mondo di Poggi. L’officina del design e delle arti, Electa, Milano 2019, pp. 10-11, 100, 102-103; G. Bosoni, F. Bucci, Il design e gli interni di Franco Albini, Electa, Milano 2009, p. 101; G. Gramigna, Le fabbriche del design. I produttori dell’arredamento domestico in Italia, Allemandi, Torino 2007, p. 191; G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi Torino 2003, p. 53; I. De Guttry, M. P. Maino, Il mobile italiano degli anni ‘40 e ‘50, Laterza, Bari 1992, p. 77; Centrokappa, Il design italiano degli anni 50, Ricerche Design Editrice, Milano 1985, p. 113; Cataloghi Poggi, varie edizioni dagli anni 60 agli anni 70; “Domus”, n. 334, novembre 1957, réclame € 2.600/2.800

153


142 143

154


144 145

155 Franco Albini (Robbiate 1905 - Milano 1977) Chaise longue a dondolo in seguito modificata per la produzione in serie per la ditta Poggi. Esecuzione per il negozio Ar.Ar. Milano, anni ‘40. Legno massello e multistrato di frassino, seduta in tela blu e corda. (cm 178x77x63) (lievi difetti) Bibliografia G. Bosoni, F. Bucci, Il design e gli interni di Franco Albini, Electa, Milano 2016, p. 102; R. Dulio, F. Marino, S.A. Poli, Il mondo di Poggi. L’officina del design e delle arti, Electa, Milano 2019, pp. 39-40, 114-115 € 9.000/12.000


156

157

156 Osvaldo Borsani (Varedo 1911 - Milano 1985) Specchiera. Produzione Atelier Borsani/Fontana Arte, Varedo/ Milano, anni ‘40. Struttura in legno, cornice e cimasa in vetro giallo specchiato, inciso all’acido con foglie d’acanto e retroverniciato nero. (cm 55x117) (lievi difetti) € 2.800/3.000

157 Osvaldo Borsani (Varedo 1911 - Milano 1985) Specchiera. Produzione Atelier Borsani/Fontana Arte, Varedo/ Milano, anni ‘40. Struttura in legno, cornice e cimasa in vetro rosambrato specchiato, inciso all’acido con foglie d’acanto e retroverniciato nero. (cm 55x117) (lievi difetti) € 2.800/3.000

158 Osvaldo Borsani (Varedo 1911 - Milano 1985) Specchiera. Esecuzione Atelier Borsani, Varedo, 1940ca. Vetro con cornice in legno decorato a foglia d’oro e finitura a gesso. (cm 97x120) (lievi difetti e piccoli restauri)

159 Osvaldo Borsani (Varedo 1911 - Milano 1985) Mensola-consolle. Esecuzione Atelier Borsani, Varedo, 1940ca. Legno dorato intagliato a volute e ovuli, mensola in marmo verde Alpi. (cm 181x43x35) (lievi difetti e piccoli restauri)

Provenienza Collezione privata, Milano

Provenienza Collezione privata, Milano

Bibliografia G. Bosoni, Osvaldo Borsani. Architetto, designer, imprenditore, Skira, Milano 2018, p. 349 € 7.500/8.000

Bibliografia G. Bosoni, Osvaldo Borsani. Architetto, designer, imprenditore, Skira, Milano 2018, p. 349 € 4.200/4.500


146 147

158

159


160 Osvaldo Borsani (Varedo 1911 - Milano 1985) Appendiabiti telescopico girevole regolabile in altezza modello”AT16”. Produzione Tecno, Varedo, 1960. Montante in tubo di metallo parzialmente rivestito in pelle nera, sfere in legno di teak massello e bacchette scorrevoli in acciaio inox. (h cm 288) (lievi difetti) Bibliografia P. Bosoni, Osvaldo Borsani. Architetto, designer, imprenditore, Skira, Milano 2018, pp. 486-487 € 2.500/2.800


148 149

161 Osvaldo Borsani (Varedo 1911 - Milano 1985) Lotto composto da quattro sedie modello “7388 Triennale”. Esecuzione Arredamenti Borsani, Varedo, 1951ca. Legno di mogano massello e seduta in seta azzurra. (cm 45x88x44) (lievi difetti e restauri) Bibliografia P. Bosoni, Osvaldo Borsani. Architetto, designer, imprenditore, Skira, Milano 2018, p. 335 € 3.600/3.800


particolare del lotto

162 Osvaldo Borsani (1911-1985) e Arnaldo Pomodoro (1926) Libreria a tre campate modello “E22” con parte inferiore a cassetti e parte superiore con ripiani a giorno e stipo decorato da scultura in fusione di bronzo di Arnaldo Pomodoro. Produzione Tecno, Varedo, 1957. Metallo, ottone e legno impiallacciato e bordato. (cm 206x303x39) (lievi difetti) Bibliografia P. Bosoni, Osvaldo Borsani. Architetto, designer, imprenditore, Skira, Milano 2018, pp.470-471, 597 € 2.600/2.800


150 151


163 Osvaldo Borsani (Varedo 1911 - Milano 1985) Tavolino da salotto. Varedo, anni ‘50/’60. Struttura in ottone, piano in legno massello e multistrato. (cm 72x40x72) (lievi difetti) Bibliografia per esemplare simile: Osvaldo Borsani, catalogo della mostra a cura di N. Foster, T. Fantoni, G. Bosoni, Skira Milano 2018, pp. 78, 95 € 1.200/1.500 164 Osvaldo Borsani (Varedo 1911 - Milano 1985) Coppia di poltrone modello “P40”. Produzione Tecno, Varedo, 1956. Struttura in acciaio verniciato nero, minuterie e snodi in ottone tornito, gommapiuma e rivestimento in tessuto crème. Recanti marchio della produzione. (cm 70,5x90(max)x142(max)) (difetti) Provenienza Collezione privata, Bologna

163

Bibliografia G. Bosoni, Osvaldo Borsani. Architetto, designer, imprenditore, Skira, Milano 2018, pp. 458-463, 599; G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 40; G. Gramigna, F. Irace, Osvaldo Borsani, Leonardo De Luca, Roma 1992, pp. 252-261; I. De Guttry, M. P. Maino, Il Mobile italiano degli anni ‘40 e ‘50, Laterza, Bari 1992, p. 114; Centrokappa, Il design italiano degli anni ‘50, Ricerche Design Editrice, Milano 1985, p. 68; “Ottagono”, n. 30, Settembre 1973, p. 200; “Domus”, n. 401, Aprile 1963, p.d/123; “”Rivista dell’arredamento””, n. 46, ottobre 1958, pubblicità; “Domus”, n. 318, Maggio 1956, p. 33 € 1.200/1.500

164


152 153

165 Osvaldo Borsani (Varedo 1911 - Milano 1985) Mobile basso componibile smontabile in due pezzi con un modulo ad ante scorrevoli e uno a cerniera. Produzione Tecno, Varedo, anni ‘50/’60. Legno di teak massello, bordato e impiallacciato; piano rivestito in alluminio ottonato, gambe in acciaio e alluminio pressofuso verniciato nero. (cm 210x80,5x45) (lievi difetti) € 1.900/2.000


166 Carl Malmsten (Stoccolma 1888 - Öland 1972) (Attribuito) Grande tavolo da riunioni. Svezia, anni ‘40. Legno di mogano. (cm 400x77x130) (difetti e restauri) € 2.500/3.000


154 155

167 Carl Malmsten (Stoccolma 1888 - Öland 1972) (Attribuito) Lotto composto da una poltrona, otto poltroncine e cinque sedie. Svezia, anni ‘40/’50. Struttura in legno di mogano, rivestimento in velluto blu. (poltrona cm 70x110x50; poltroncine cm 60,5x90x50; sedie cm 50x90x42) (lievi difetti e restauri) € 2.200/2.500


168 Jean Gillon (Iasi 1919 - San Paolo 2007) Poltrona con poggiapiedi modello “Jangada Lounge chair “. Produzione Italma, Brasile, 1960. Legno massello, rivestimento in pelle color terra di Siena. (difetti) Bibliografia A. Chen, Brazil Modern. The Rediscovery of Twenty Century Brazilian Design Furniture, The Monacelli Press, New York, 2015, p. 251 € 2.200/2.500


156 157

169 Marco Zanuso (Milano 1916 - Milano 2001) (Attribuito) Coppia di poltrone variante del modello “Milord” dotate di piedini in legno massello analoghi a quelli del modello “Square”. Italia, anni ‘50. Struttura in legno impiallacciato e massello rivestimento in velluto verdino. (cm 74,5x80,5x84) (lievi difetti e restauri) € 2.200/2.500


170 Aldo Tura (1909 - 1963) Tavolino da salotto con gambe troncoconiche. Lazzate, anni ‘60. Struttura in legno e piano rivestito in pergamena colorata e trattata con vernice trasparente al poliestere raffigurante strumenti musicali, libro e nastro rosso e verde. Recante etichetta della manifattura sotto la base. (cm 92x46x52,5) (lievi difetti) € 1.100/1.300

171 Marco Zanuso (Milano 1916 - Milano 2001) (Attribuito) Divano variante del modello “Milord” dotato di piedini in legno massello analoghi a quelli del modello “Square”. Italia, anni ‘50. Struttura in legno impiallacciato e massello rivestimento in velluto verdino. (cm 183x80,5x84) (lievi difetti e restauri) € 2.200/2.500

170

171


158 159

172 Ignazio Gardella (Milano 1905 - Oleggio 1999) Poltrona con schienale a posizione variabile unito a poggiapiedi modello “Digamma”. Produzione Gavina, San Lazzaro di Savena, 1957. Struttura metallica in acciaio smaltato, finiture in ottone, imbottitura in gommapiuma, rivestimento in tessuto grigio. (poltrona in posizione coricata: cm 70x67x106 e in posizione dritta: cm 70x84x84; poggia piedi: cm 58x34x69) (difetti) Bibliografia I. de Guttry, M. P. Maino, Il mobile italiano degli anni ’40 e ’50, Laterza, Bari 1992, p. 179; G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 50; G. Gramigna, Le fabbriche del design. I produttori dell’arredamento domestico in Italia, Allemandi, Torino 2007, p. 130; V. Vercelloni, L’avventura del design: Gavina, Jaka Book, Milano 1987, fig. 7 € 2.500/3.000


173 Guglielmo Ulrich (Milano 1904 - Milano 1977) (Attribuito) Consolle da ingresso con specchiera. Milano, anni ‘40. Basamento e piano in legno ebanizzato, sedici fusti inflessi a X in legno laccato crème e cornice della specchiera in legno ebanizzato. (cm 125x145+155x50) (difetti) Bibliografia Per un esemplare simile: Ulrich. Gli oggetti fatti ad arte, a cura di U. La Pietra, Electa, Milano 1994, p. 51, fig. 34 € 2.200/2.500


160 161

174 Carlo Scarpa (Venezia 1906 - Sendai 1978) Tavolo ovale modello “Samo”. Produzione Simon, San Lazzaro di Savena, disegno del 1970, esemplare del 1983. Granito grigio-beige. (cm 178x75x123) (lievi difetti e restauri d’origine) Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 180 € 2.200/2.500


175 Feal Libreria a tre campate unita a una libreria a una campata con altezza leggermente differente. Italia, 1960ca. Montanti in metallo ottonato, reggipiani in ottone e piani in legno impiallacciato di teak. (cm 248x290x30,5; 80,5x286,5x31) (difetti, modifiche e piccole mancanze) € 2.600/2.800


162 163

176 Luigi Caccia Dominioni (Milano 1913 - Milano 2016) Lotto composto da dieci poltroncine modello “P4 Catilina piccola”. Produzione Azucena, Milano, 1962. Struttura in acciaio verniciato grigio, seduta imbottita e rivestita in tessuto a coste blu. (cm 56x71x46) (lievi difetti e restauri) Bibliografia “Domus”, n. 723, gennaio 1991, s.p.; G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 58; G. Gramigna, Le fabbriche del design. I produttori dell’arredamento domestico in Italia, Allemandi, Torino 2007, p. 44; Azucena. Mobili e oggetti, a cura di M. Imparato, F. Radaelli, S. Milesi, Azucena, Milano 2012, pp. 26-27 € 3.000/4.000


vista del lotto

177 Claudio Salocchi (Milano 1934 - Milano 2012) Libreria girevole modello “Centro”. Produzione Sormani, Arosio, 1960ca. Metallo smaltato nero, legno laccato bianco, materiale plastico. Rara versione speciale, con impianto stereo giradischi integrato. (h cm 212) (lievi difetti) Bibliografia Catalogo Sormani; G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 82; G. Gramigna, Le fabbriche del design. I produttori dell’arredamento domestico in Italia, Allemandi, Torino 2007, p. 220; € 5.500/6.000 vista del lotto


164 165


166 167

178 Gastone Rinaldi (Padova 1920 - Padova 2006) Divano modello “Saturno”. Produzione Thema, Italia, anni ‘80. Struttura piattina d’acciaio verniciata nera, seduta rivestita in velluto bianco. (cm 195x70x85) (lievi difetti) Bibliografia “Domus”, n. 338, gennaio 1958 p. 11; “Domus”, n. 346, settembre 1958, p. 48; I. de Guttry, M. P. Maino, Il mobile italiano degli anni ‘40 e ‘50, Laterza, Roma-Bari 1992, p. 252; G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 56 G. Drago, J. Drago, Gastone Rinaldi designer alla Rima, Capitolium Art, Brescia 2015, p. 189 € 6.500/7.000


particolare del lotto

179 Carlo Mollino (Torino 1905 - Torino 1973) Una fila di tre poltrone con sedile a ribalta. Torino, 1957-58. Tubo di ottone, imbottiture rivestite in velluto sintetico rosso. (cm 170x86x60) (lievi difetti e restauri) Provenienza Collezione privata, Torino Auditorium RAI, Torino Bibliografia Fulvio Ferrari, Napoleone Ferrari, The Furniture of Carlo Mollino, Phaidon, New York, 2006, tavv. 263-266; Carlo Mollino. Arabeschi, a cura di F. e N. Ferrari, Electa, Milano 2006, pp. 88-89; Carlo Mollino architetto, a cura di S. Pace, Electa, Milano 2006, pp. 218-221, 297; E. Tamagno, Carlo Mollino. Esuberanze soft. Testo & Immagine, Torino, 1996 p. 63; G. Brino, Carlo Mollino. Architettura come autobiografia. Architettura, mobili, ambientazioni 1928-1973, Idea Books, Milano 1985, pp. 135-136 € 5.200/5.500

vista laterale del lotto


168 169


170 171

180 BBPR (Barbiano di Belgiojoso, Peressutti, Rogers) Coppia di poltrone imbottite. Esecuzione Pierino Frigerio, Cantù, anni ‘50. Struttura in legno massello di noce, rivestimento in tessuto rosso bordeaux. Variante del modello realizzato per casa Z.P. Milano 1952. (cm 90x88x70) (difetti) Provenienza Collezione privata, Milano

€ 3.200/3.500


181 Alphonse Mucha (Ivancice 1860 - Praga 1939) “Les heures du jour” Paravento Art Nouveau, composto da quattro scomparti reggenti stampe litografiche raffiguranti le allegorie femminili delle ore del giorno inquadrate da decori floreali, intitolate rispettivamente: “éveil du matin”, “éclat du jour”, “rêverie du soir”, “repos de la nuit”. Parigi, disegnato nel 1889. Struttura in legno massello e lamina di ottone, pannelli in cartone pressato. (cm 164x159) (difetti) Bibliografia M. Henderson and A. Dvorák, Alphonse Mucha The Complete Graphic Works, New York, 1980, pp. 32, 33 € 2.200/2.500

particolare del lotto


172 173


174 175

2° TORNATA venerdì 25 giugno 2021 ore 10.00 dal lotto 182 al lotto 436

lotto 307


182 Manifattura russa Sculturina a tutto tondo raffigurante una coppia in abiti tradizionali. Russia, secolo XX. Porcellana smaltata in policromia sotto vetrina. Recante marchio della produzione sotto la base. (h cm 28,5) € 120/150

183 Renato Bertelli (Lastra a Signa 1900 - Firenze 1974) “Dux” Elemento decorativo. Produzione Officine Scudo Milano, Milano, anni ‘30. Bachelite. Marcato sotto la base. (h cm 9) € 100/200

182

183

184 Manifattura di Murano Piccola cornice portafoto. Anni ‘50. Vetro trasparente incolore lavorato a torciglione a piccole costolature; montatura in ottone. (cm 17x21) (lievi difetti) € 150/200

185 Fulvio Bianconi (Padova 1915 - Milano 1996) Vaso di forma parallelepipeda della serie “Oh, che bei!”. Esecuzione Luciano Vistosi, Murano, anni ‘60. Vetro trasparente grigio con murrine policrome. Esemplari analoghi furono presentati alla XXXII Biennale di Venezia del 1964. (cm 6,5x16,8x5,5)

184

185

Bibliografia R. Bossaglia, I Vetri di Fulvio Bianconi, Allemandi, Torino 1993, fig. 96; M. Barovier, R. Barovier Mentasti, A. Dorigato, Il Vetro di Murano alle Biennali 1895-1972, Leonardo Arte, 1995, p. 201, fig. 152 € 200/250

186 Manifattura di Murano Posacenere di forma sferica. Anni ‘50. Vetro massello blu con bordura rivestita in pelle. (h cm 15; d cm 16) (lievi difetti) € 120/150

187 Alfredo Barbini (Murano 1912 - Murano 2007) “Sasso” Fermacarte. Murano, 1968ca. Scultura in vetro sommerso ametista scuro lavorato a “Scavo”, corroso sulla superficie esterna, con inclusione di una murrina. Firmato alla base. (h cm 7) (lievi difetti) € 200/300 186

187


176 177

188 Ambrogio Pozzi (Varese 1931 - 2012) Lotto di quattro ceramiche modello “Quasitondo”. Manifattura Ceramiche Franco Pozzi, Gallarate, secolo XX. Ceramica smaltata nera. Recante marchio della manifattura sotto la base. (misure diverse) € 180/200

188

189 Lisa Licitra Ponti (Milano 1922 - Milano 2019) (Attribuito) Due lastre in vetro decorate con applicazione di foglia d’oro e figurazione con vaso di fiori e farfalle dipinta a mano in nero. Esecuzione Fontana Arte, Milano, anni ‘40. Firmati in basso a destra “FONTANA ARTE PL”. (cm 21,5x15; 20,5x14,5) (lievi difetti) € 250/350

189

190 Seguso Vetri d’Arte (Attribuito) Centrotavola in vetro sommerso incolore, blu e ametista, unito a un portaoggetti in vetro sommerso rubino topazio bullicante oro. Murano, anni ‘50. (cm 35x9,5x17,5; cm 18x8x11,5) Bibliografia per esemplari con tecnica analoga: M. Heiremans, Dino Martens. Muranese Glass Designer, Catalogo 1922-1963, Arnoldsche, Stuttgart 1999, pp. 149, 221 € 220/250

190

191 Fulvio Bianconi (Padova 1915 - Milano 1996) Lotto composto da cinque bicchieri della serie “a fasce orizzontali”. Venini, Murano, anni ‘50/’60. Vetro soffiato incolore con fascia orizzontale ametista. (h cm 13; h cm 11,5) (difetti) € 220/250

191


192

193

192 * Renè-Andrè Coulon (Parigi 1908 - Parigi 1997) Radiatore. Francia, 1937. Vetro Saint Gobain e tondini in acciaio. (cm 42,5x50x12) (lievi difetti) € 110/120

193 Manifattura di Murano Vaso. Secolo XX. Vetro soffiato incamiciato ambra e verde su fondo lattimo, con decoro fenicio; base applicata in vetro soffiato blu. (h cm 37) € 180/200

194

194 Fritz Koenig (Würzburg 1924 - Landshut 2017) “Finestra” Formella a rilievo. Esecuzione Ars Porcellana - Rosenthal relief rehie, Germania, 1968. Porcellana sotto vetrina. Monogrammata, marcata, firmata e numerata “Ars Porcellana - Rosenthal relief reihe 2/100” al verso. (cm 31x33) € 200/400


178 179

195

196

195 Leopold Anzengruber (1932 - 1979 “Suonatrice di Bongo” Scultura a tuttotondo. Vienna, 1955-57. Ceramica smaltata nera e bianca sottovetrina, orecchini in ottone. Marcata sotto la base. (h cm 28) (mancanze) € 250/300

196 Francesco Nonni (Faenza 1885 - Faenza 1976) “Damina, Pierrots e levriero” Gruppo plastico. Faenza, 1927ca. Ceramica formata a stampo e smaltata in bianco craquelé. Lacerti di iscrizione illeggibile sotto la base. (cm 38x31) (difetti e restauri) Bibliografia S. Dirani, Francesco Nonni plasticatore, Edit, Faenza 2005, s.p.; F. Bertoni, J. Silvestrini, Ceramica italiana del Novecento, Electa, Milano 2005, p. 191 € 200/400

197 Lenci “Madonna dei bambini” Scultura. Torino, anni ‘30. Ceramica modellata a colaggio e smaltata in policromia. Firmata sotto la base “Lenci - Made in Italy. Torino XIV Ve. - Janetti”. (h cm 22) (difetti) € 150/200 197


198 Lino Sabattini (Correggio 1925 - 2016) Vaso soliflore modello “Giselle”. Bregnano, anni ‘70. Metallo argentato. Marcato sotto la base. (h cm 30,5) Bibliografia La produzione Sabattini. Il nuovo argento: tecniche e forme dal 1964, Sabattini Argenteria SpA, Bregnano, s.d. p. 35 € 80/100

199 Manifattura di Murano Scultura a tutto tondo in vetro sommerso trasparente azzurro e verde a forma di daino unita a una brocca in vetro sommerso trasparente verde e fumé. Anni ‘70. (h cm 24; h cm 21,5) (difetti) € 150/200

200 Venini Uovo. Murano, 2002. Vetro soffiato a canne ritorte blu, rosse e incolore. Firmato a punta sotto la base “Venini 2002” e recante etichetta adesiva del produttore. (h cm 16,5) € 220/250

201 Carlton Ware Vaso a morise della serie “Rouge Royale”. Inghilterra, anni ‘20. Ceramica smaltata sotto vetrina in rosso e oro. (h cm 28) € 220/250

202 Manifattura di Murano “Papera” Scultura. Anni ‘50/’60. Vetro sommerso ametista scuro e avventurina. (cm 35x18x15) € 110/120

203 Manifattura di Murano Coppa centrotavola. Anni ‘50/’60. Vetro verde bulicante con applicazione di foglia d’oro. (d cm 28) € 300/350

204 Seguso Vetri d’Arte (Attribuito) Due bottiglie portaprofumo delle quali una montata con spruzzatore, l’altra con tappo. Murano, anni ‘40. Vetro incolore costolato fortemente iridato sulla superficie esterna. (h max cm 19,5) € 150/200

205 Manifattura di Murano Vaso con corpo rastremato a profilo lievemente convesso, sezione ovoidale schiacciata, orlo stondato e base molata. Seconda metà secolo XX. Vetro pesante incolore fortemente iridato. (h cm 20) € 200/300

206 Bruno Gambone (Vietri Sul Mare 1936) Centrotavola circolare. Firenze, seconda metà secolo XX. Ceramica smaltata in beige opaco e nero, con decoro a cerchi concentrici su fondo blu, nero lucido e grigio opaco nel cavetto. Firmato “GAMBONE ITALY” sotto la base. (d cm 23,5) Disponibile su richiesta l’expertise scritta da parte dell’artista € 250/350

207 Bruno Gambone (Vietri Sul Mare 1936) Grande centrotavola. Italia, anni ‘60/’70. Ceramica smaltata bianca con orlo marrone. Firmata sotto la base. (d cm 42) Disponibile su richiesta l’expertise scritta da parte dell’artista € 200/300

208 Walter Amalric (Sèvres 1870 - Lury-Sur-Arnon 1959) Presse-papier. Nancy, inizio secolo XX. Pasta di vetro gialla, verde, blu, marrone, decorato con falena a rilievo. Firmato “A W”. (cm 11,3x10) (difetti e restauri) € 150/200

209 Fulvio Bianconi (Padova 1915 - Milano 1996) Scultura raffigurante un pesce. Venini, Murano, 1993. Vetro soffiato trasparente azzurro e verde, con pinne e orlo della bocca in vetro blu, occhi applicati gialli e incolore. Firmato e datato a punta sotto la base. (h cm 11,5) € 90/100

210 Compagnia Venezia Murano (Attribuito) Vasetto biansato. Murano, 1880-90ca. Vetro blu opaco, con decoro fenicio in arancio e verde opaco, iridato sulla superficie esterna. (h cm 10,5) Bibliografia per esemplari simili: Vetri artistici. La Fratelli Toso e la produzione muranese di fine Ottocento. Museo del vetro di Murano, a cura di A. Bova e P. Migliaccio, Marsilio, Venezia 2015, pp. 31, 133, 159-162 € 120/150

211 Piero Fornasetti (Milano 1913 - Milano 1988) Due piatti della serie “Gli influssi astrali Acquarius e Virgo”. Milano, anni ‘60/’70. Porcellana serigrafata in nero e oro. Serie specialmente creata per Corisia. Marcati e numerati 3 e 6 al retro. (d cm 21) € 320/350

212 Michele De Lucchi (Ferrara 1951) Centrotavola modello “Superdiscolo”. Produzione Tendentse, Italia, 1986. Porcellana nera. Recante etichetta adesiva della produzione sotto la base. (h cm 16; d cm 38) (lievi difetti) € 280/300


180 181

213

214

213 Rasa Vaso in argento martellato con superficie lavorata con gli ossidi. Titolato 800, numerato e firmato alla base. (h cm 41; gr 400) (difetti) € 300/400

214 Lino Sabattini (Correggio 1925 - 2016) Due vasi candeliere modello “Cardinale”. Produzione Christofle Gallia, Parigi, 1957. Ottone argentato. Marcati sotto la base. (h cm 34 e h cm 21) (lievi difetti) Bibliografia Catalogo MADE IN ITALY Lino Sabattini: 45 Jahre Design in Silver, Grassimuseum Leipzig, ill. 5 € 280/300

215 Piero Figura Servizio da caviale composto da un grande contenitore da portata a corpo sferico retto da cavallucci marini poggianti su una calotta di conchiglie e stelle marine, e da due porta caviale a forma di conchiglie rette da sirene, completi di cucchiaio a conchiglia. Esecuzione Atena, Italia, seconda metà secolo XX. Metallo e fusione di peltro 95%. Marcato a incussione. (h max cm 52) € 180/200 215


216

217

216 Ercole Barovier (Murano 1889 - Venezia 1974) (Attribuito) Grande vaso a morise. Probabile esecuzione Barovier & Toso. Murano, anni ‘30. Vetro cristallo incamiciato lattimo con colorazione a caldo senza fusione mediante inclusione di maglia di ferro. (h cm 36,5) (gravi difetti) Bibliografia Per esemplari con simile lavorazione: L’arte dei Barovier. Vetrai di Murano 1866-1972, a cura di M. Barovier, Arsenale, Venezia 1993, p. 128 € 220/250

217 Venini Vaso a fazzoletto. Murano, 1999. Vetro incamiciato arancione e incolore. Firmato a punta sotto la base “Venini per Italcementi Group 16/99”. (h cm 33) € 250/350

218 Pino Signoretto (Favaro Veneto 1944) Scultura raffigurante un mandarino orientale. Murano, seconda metà secolo XX. Vetro trasparente incolore corroso sulla superficie esterna, cappello in vetro nero. Firmata a punta alla base e recante etichetta adesiva. (h cm 60) € 350/400 218


182 183

219

220

219 Alberto Mingotti (1954) “L’annunciatore” Scultura. 1989. Ceramica smaltata nei toni dell’arancio, verde e bianco. Firmata e datata sotto la base. (h cm 55) (lievi difetti e piccoli restauri) Provenienza Galleria Il Giardino dell’Arte, Bologna Collezione privata, Milano Esposizioni “Temperature: affinità e antitesi nei simboli della ceramica d’arte contemporanea”, Arte Fiera ‘90, 26-29 gennaio 1990, Bologna € 250/300

220 Rometti Portaombrelli futurista. Italia, anni ‘50. Ceramica smaltata all’aerografo sotto vetrina con motivo geometrico in nero, rosso e bianco. Firmato sotto la base “SACRU ROMETTI UMBERTIDE”. (h cm 49) € 300/400

221 Richard - Ginori Vaso a due bocche. Milano, anni ‘50. Ceramica smaltata sotto vetrina nei toni del marrone e terra di Siena. Recante marchio della manifattura sotto la base. (h cm 36) (lievi difetti) € 180/200

221


222 Venini Coppia di reggilibri. Murano, anni ‘80. Vetro massello con inclusione di murrine triangolari in vetro rosso, verde, blu e pagliesco; base in metallo. Un esemplare è firmato a punta sul fianco “Venini Italia”. (cm 15x18x3) (lievi difetti) € 250/350

223 Walter Amalric (Sèvres 1870 - Lury-Sur-Arnon 1959) Coppa. Nancy, anni ‘20. Pasta vitrea opalescente azzurrina, decorata a rilievo con girali di rose gialle di gusto Art Déco. Firmato “A WALTER NANCY”. (h cm 10; d cm 5,5) (difetti) € 300/500

224 Charles Schneider (Chateau-Thierry 1881 Epinay sur Seine 1953) Alzatina della serie “Bijoux”. Esecuzione Schneider, Francia, 1918-22. Base in vetro colorato alle polveri viola, coppa in vetro incamiciato incolore e colorato alle polveri arancione e viola. Firma alla piccola mola alla base. (h cm 12; d cm 21) Bibliografia Charles Schneider maitre-verrier. Verreries Schneider France de 1913 à 1940, Le Louvre des Antiquaires, Paris 1984, pp. 20, 37 € 300/400

225 René Lalique (Ay 1860 - Parigi 1945) Coppa modello “Vernon”. Esecuzione Lalique, Francia, anni ‘30/’40. Vetro incolore e opalescente soffiato in stampo. Modello creato nel 1928, a catalogo dal 1932 e non ripreso dopo il 1947. Firmato a rilievo in stampo “R. LALIQUE FRANCE”. (d cm 21,8) Bibliografia F. Marcilhac, René Lalique 1860-1945 maitre-verrier, Les éditions de l’amateur, Paris 2004 (1989), p. 296 € 300/400

226 Pino Signoretto (Favaro Veneto 1944) Scultura raffigurante un mandarino orientale. Murano, seconda metà secolo XX. Vetro trasparente incolore corroso sulla superficie esterna, cappello in vetro nero. Firmata a punta alla base. (h cm 51) € 350/400

227 Fontana Arte (Attribuito) Portafoto. Milano, anni ‘50. Vetro fumé e metallo nichelato. (cm 30x36) (lievi difetti) € 350/400

228 Avem (Attribuito) Vaso a bottiglia a collo stretto ispirato alla serie “Oriente”. Murano, seconda metà secolo XX. Vetro policromo. (h cm 37,5) (lievi difetti) € 300/400

229 Aldo Nason “Colomba” Scultura. Esecuzione Avem, Murano, seconda metà secolo XX. Vetro soffiato incolore e blu trasparente con inclusione di murrine a mezza filigrana lattimo e foglia d’argento. (h cm 17) € 200/250

231 Manifattura di Murano Vaso bulbiforme. Anni ‘60/’70. Vetro soffiato a murrine quadrate in vetro cristallo su fondo ametista scuro. (h cm 22) Provenienza Collezione privata, Bologna

€ 350/400

232 Archimede Seguso (Murano 1909 - Murano 1999) Due sculture raffiguranti messicani. Murano, seconda metà secolo XX. Vetro massello ambra trasparente e ametista scuro. Etichetta cartacea sotto la base. (h max cm 28) € 320/350

233 Tapio Wirkkala (Hanko 1913 - Helsinki 1985) Bottiglia della serie “Pavoni”. Venini, Murano, 1981. Vetro soffiato trasparente talpa e rosso. Disegno 526.40 del catalogo di fornace. Firmato e datato a punta sotto la base “venini italia tw 81”. (h cm 21) Bibliografia Tapio Wirkkala. Venini, The Finnish Glass Museum, Riihimaki 1988, p. 33 € 250/300

234 Lalique Tappo da automobile modello “Lévrier”. Francia, secolo XX. Vetro trasparente incolore soffiato in stampo e acidato. Firma a stampo “R. LALIQUE FRANCE”. (l cm 20) 230 Alessandro Mendini (Milano 1931 - Milano 2019) Vaso della serie “Idalion”. Venini, Murano, 1998. Vetro soffiato incamiciato lattimo, blu e azzurro. Corrispondente al disegno n. 706.72. Firmato e datato a punta sotto la base “venini 98 A. Mendini”. (h cm 27) Bibliografia Venini. Glass object, catalogo della fornace, Murano 2000, p. 61 € 250/350

Bibliografia F. Marcilhac, René Lalique 1860-1945 maitre-verrier, Les éditions de l’amateur, Paris 2004 (1989), p. 500 € 320/350


184 185

235 Gio Ponti (Milano 1891 - Milano 1979) Orologio da parete modello “Tipo 25”. Produzione Boselli, Milano, anni ‘70. Cassa in alluminio. (cm 28x28) (lievi difetti) € 220/250

235

236 Oscar Tusquets Blanca (Barcellona 1941) Servizio da caffè composto da teiera, lattiera e zuccheriera modello “Oronda”. Esecuzione Alessi, Crusinallo, 1983. Metallo argentato e legno. (misure diverse) € 300/400

189

236

237 Manifattura di Murano Coppia di ciotole. Anni ‘60/’70. Vetro incolore con inclusione di foglia d’oro e orlo applicato a caldo in vetro ametista scuro. (d cm 18,5) € 300/350

237


238 Sormani Lotto composto da quattro sedie. Arosio, anni ‘60. Struttura in legno massello, seduta in tessuto crème. (cm 45x77,5x50) (difetti) € 180/200

239 Pierluigi Molinari (Milano 1938) Tavolo da gioco con gambe rotanti celanti ripiani. Produzione Pozzi, Italia, anni ‘70/’80. Legno laccato nero, parte centrale del piano rivestita in tessuto verde. (cm 102,5x76x102,5) (lievi difetti) € 200/300

240 Pierluigi Molinari (Milano 1938) Quattro sedie. Produzione Pozzi, Italia, anni ‘70/’80. Legno laccato nero con placchetta in metallo cromato sul retro, seduta in similpelle nera. (cm 47x80x54) (lievi difetti) € 200/300

241 Stilcasa Carrello con ripiani asportabili. Italia, anni ‘70. Struttura in metallo verniciato nero, ripiani in legno. Recante etichetta adesiva del produttore. (cm 64x68x44) (lievi difetti) € 180/200

243 Marco Zanuso (Milano 1916 - Milano 2001) Tavolo-bar modello “Square”. Produzione Techniform per Arflex, Italia, 1965. Legno massello e impiallacciato. Contenitore bar centrale chiuso da sportello incernierato. (cm 80x42,5x80) (difetti e piccoli restauri)

248 Afra Scarpa (1937-2011) e Tobia Scarpa (1935) Poltrona modello “Erasmo”. Produzione B&B, Italia, 1973. Struttura in acciaio, rivestimento in alpaca nero. Recante etichetta del produttore sotto la seduta. (cm 90x65x95)

Provenienza Collezione privata, Torino

Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 210 € 300/400

Bibliografia “Rivista dell’arredamento”, n 118, copertina Catalogo Arflex, 1973 € 180/200

244 Tavolino da salotto nello stile di Francois Monnet con struttura in acciaio inox e piano in cristallo molato fumé. Anni ‘70. (cm 80x34,5x80) € 180/200

245 BBPR (Barbiano di Belgiojoso, Peressutti, Rogers) Scrivania con cassettiera a tre cassetti della serie “Arco”. Produzione Olivetti Arredamenti Metallici, Ivrea, anni ‘50. Metallo verniciato nero, piano in metallo rivestito in laminato plastico, cassettiera in metallo verniciato nero con cassetti in plastica nera. (cm 138x77x70) (lievi difetti) € 150/200

246 Tavolino da salotto con gambe in alluminio verniciato nero collegate da traverse incrociate e piano in cristallo molato di forte spessore. Italia, anni ‘70. (cm 80x33,5x80) (difetti) Provenienza Collezione privata, Bologna

242 Ico Parisi (Palermo 1916 - Como 1996) Carrello a due ripiani modello “70”. Produzione De Baggis, Cantù, 1952ca. Legno massello, ottone e cristallo. (cm 90x83x45) (lievi difetti) Bibliografia R. Lietti, Ico Parisi. Design. Catalogo ragionato 1936-1960, Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo 2017, pp. 496-497 € 120/150

250 Vico Magistretti (Milano 1920 - Milano 2006) Cassettiera modello “CS49 Cassetti e contenitori Samarcanda”. Esecuzione Poggi, Pavia, 1968. Medio denso laccato opaco nero, piano in pelle nera. (cm 107x56,5x53,5) (lievi difetti) Bibliografia R. Dulio, F. Marino, S.A. Poli, Il mondo di Poggi. L’officina del design e delle arti, Electa, Milano 2019, p. 129 € 110/120

251 Vico Magistretti (Milano 1920 - Milano 2006) Cassettiera su rulli modello “CS49 Cassetti e contenitori Samarcanda”. Esecuzione Poggi, Pavia, 1968. Medio denso laccato opaco nero, piano in pelle nera. (cm 72x90x53,5) (lievi difetti) Bibliografia R. Dulio, F. Marino, S.A. Poli, Il mondo di Poggi. L’officina del design e delle arti, Electa, Milano 2019, p. 129 € 110/120

€ 110/120

247 Tavolo con piano quadrato ad angoli arrotondati in granito blu e base in tubolari di acciaio cromato collegati da traverse incrociate. Italia, anni ‘70. (cm 134x74x134) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Bologna

249 Tavolo con struttura in acciaio aisi e ottone, piano in cristallo molato fumé. Italia, anni ‘70. (cm 120x73x89,5) (lievi difetti) € 300/350

€ 300/400

252 Vittorio Gregotti (1927), Lodovico Meneghetti (1926), Giotto Stoppino (1926-2011) Sedia modello “Cavour”. Produzione SIM, Torino, 1959. Legno verniciato nero, seduta e schienale imbottiti e rivestiti in tessuto di lana a piccoli riquadri bianchi e neri. (cm 47x85x45) (lievi difetti e restauri) Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 65 € 110/120


186 187

253 Paravento in manao e scortecciato composto da tre elementi. Italia, anni ‘60. (cm 147x180) (lievi difetti) € 180/200 254 Lotto composto da un divanetto, due poltroncine e un tavolo in manao, giunco, malacca, scortecciato e paglia di Vienna. Italia, anni ‘60/’70. (tavolino h cm 44 d cm 63; poltroncine cm 61x89x68; divanetto cm 111x91x66) (lievi difetti) € 400/450 255 Tito Agnoli (Lima 1931 - Milano 2012) Coppia di poltrone modello “BP 4”. Produzione Bonacina, Lurago d’Erba, anni ‘70. Giunco, malacca e scortecciato. (cm 66x100x89) (difetti) € 280/300 256 Coppia di poltroncine con tavolino in giunco, malacca e scortecciato. Italia, anni ‘60/’70. (poltroncine cm 56x105x66; tavolino h cm 42, d cm 65) (lievi difetti) € 180/200 257 Coppia di sgabelli in giunco, malacca e scortecciato. Italia, anni ‘60. (h cm 45; d cm 38) € 150/180 258 Coppia di poltroncine a pozzetto in vimini, cuscini in treccia di paglia rivestiti in tessuto beige. Italia, anni ‘70. (cm 70x72,5x66,5) (lievi difetti) € 120/150 253

254


259 Vittorio Gregotti (1927), Lodovico Meneghetti (1926), Giotto Stoppino (1926-2011) Poltrona modello “Cavour”. Produzione SIM, Torino, 1959. Legno laccato nero, seduta e schienale imbottiti e rivestiti in similpelle color terra di Siena. Segnalazione al Compasso d’Oro del 1960. (cm 54x111x70) (lievi difetti) Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 65 € 280/300

259

260 Thonet Divanetto a due posti modello “5393”. Austria, 1905ca. Struttura in legno, seduta e schienale imbottiti e rivestiti in velluto decorato a motivi geometrici, piedini in ottone. (cm 120x75x50) (difetti, restauri e manomissioni) Bibliografia Fratelli Thonet. Estratto dal catalogo generale, Napoli, 1912, s.p € 200/300

189

261 Thonet Coppia di poltroncine modello “6093”. Austria, 1905ca. Struttura in legno, seduta e schienale imbottiti e rivestiti in velluto decorato a motivi geometrici. (cm 53,5x75x50) (difetti e restauri)

260

Bibliografia Fratelli Thonet. Estratto dal catalogo generale, Napoli, 1912, s.p € 200/300

262 Officina Rivadossi Poltroncina modello “Medea”. Nave, 1993. Legno massello. (cm 60x81x43) (lievi difetti) € 180/200

263 Coppia di panchetti Novecento con struttura in legno di mogano, seduta imbottita e rivestita in lana bianca e rossa, tiranti e piedini in ottone. Milano, 1924ca. (cm 50x40x32) (difetti e restauri) € 120/150 261


188 189

264 Lotto di quattro sedie Campanino in legno di mogano massello, seduta in corda. Italia, anni ‘50. (cm 41x88,5x44) (lievi difetti e piccoli restauri) € 220/250

265 Gruppo di sei sedie con struttura in legno massello, piedini in ottone, seduta e schienale imbottiti e rivestiti in velluto di lana blu. Italia, anni ‘50. (cm 42x78x51) (difetti) € 300/400

264

266 Lotto di sei sedie con struttura in legno e seduta in similpelle nera. Italia, anni ‘60. (cm 41x84x45) (lievi difetti e piccoli restauri) € 280/300

265

267 Marcel Breuer (Pécs 1902 - New York 1981) Lotto composto da due sedie e due poltroncine modello “Cesca”. Produzione Gavina, San Lazzaro di Savena, anni ‘50. Tubolare metallico curvato, seduta e schienale incannucciati bordati in frassino. (sedie cm 46x78x60; poltroncine cm 57x78x60) (lievi difetti e rottura della seduta di una poltroncina) Provenienza Collezione privata, Bologna

€ 300/350 266

268 Eugenio Gerli (Milano 1923 - Milano 2013) Lotto di quattro poltroncine su rotelle modello “P142”. Produzione Tecno, Varedo, 1969. Rivestimento in tessuto salmone. (cm 67x67x57) (difetti e piccole sostituzioni) Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 175; P. Bosoni, Osvaldo Borsani. Architetto, designer, imprenditore, Skira, Milano 2018, p. 533 € 220/250 267


269 Luigi Scremin (Belluno 1897 - Belluno 1983) (Attribuito) Lotto composto da sei sedie. Italia, anni ‘40. Legno di mogano massello tornito con schienale grissinato e seduta imbottita e rivestita in similpelle beige. (cm 44x96x54) (difetti e mancanze) € 400/600

269

270 Luigi Scremin (Belluno 1897 - Belluno 1983) (Attribuito) Tavolo allungabile. Italia, anni ‘40. Gambe e struttura in legno di mogano massello grissinato, piano in opalina nera. (cm 165x79x92) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Italia

€ 500/600

270

271 Luigi Scremin (Belluno 1897 - Belluno 1983) (Attribuito) Coppia di comodini ad un’anta con ripiano a giorno e fianchi a bugne lisce. IItalia, anni ‘40. Legno massello, impiallacciato e bordato, piano in vetro, maniglie in vetro di Murano trasparente incolore e ottone. (cm 69,5x70x36,5) (difetti) € 180/200

271


190 191

272 Luigi Scremin (Belluno 1897 - Belluno 1983) (Attribuito) Cassettiera a otto cassetti con alzatina ad apertura a ribalta con intarsio e interno a cassettini, fianchi a bugne lisce. Italia, anni ‘40. Legno massello, impiallacciato e bordato, maniglie in vetro di Murano trasparente incolore a torciglione e ottone. (cm 190x130x54,5) (lievi difetti e mancanze) Provenienza Collezione privata, Italia

€ 550/600

272

273 Luigi Scremin (Belluno 1897 - Belluno 1983) (Attribuito) Buffet con parte centrale a cassetti e vetrine e parti laterali ad ante curve; alzata a vetrina e specchi. Italia, anni ‘40. Legno di mogano massello impiallacciato e bordato con fronte e fianchi parzialmente grissinati, pomoli in vetro e ottone, piano in opalina nera. (cm 200x146x50) (lievi difetti e mancanze) Provenienza Collezione privata, Italia

189

€ 500/600

273

274 Luigi Scremin (Belluno 1897 - Belluno 1983) (Attribuito) Controbuffet a quattro ante delle quali le laterali curve; parte superiore e inferiore specchiata. Italia, anni ‘40. Legno di mogano massello impiallacciato e bordato con fronte e fianchi parzialmente grissinati, piano in opalina nera. (cm 160x163x45) (difetti e mancanze) Provenienza Collezione privata, Italia

€ 500/600

274


275 Specchio da parete con cornice in cristallo specchiato azzurrino, bordi in cristallo specchiato incolore, struttura in legno. Italia, anni ‘50. (cm 78x60) (difetti) € 250/300

275

276 Reguitti Panca in legno. Agnosine (Brescia), anni ‘60. Legno massello. Marchio del produttore sotto la seduta. (cm 120x38,5x41) (lievi difetti) € 320/350

277 William Katavolos (1924 - 2020) Coppia di poltroncine modello “New York”. Produzione ICF, Italia, anni ‘60. Rivestimento in pelle marrone e struttura in acciaio cromato e nero. (cm 72x71x75) (difetti) Provenienza Collezione privata, Bologna

€ 280/300

276

278 Jonathan De Pas (1932-1991), Donato D’Urbino (1935), Paolo Lomazzi (1936) Coppia tavolini modello “Kioko”. Produzione Zanotta, Nova Milanese, 1994. Piano in laminato, struttura in alluminio. Recanti marchio della produzione sotto il piano. (h cm 42; d cm 60) € 300/320

277

279 Coppia di panchetti Novecento in legno impiallacciato e seduta imbottita e rivestita in velluto verde. Italia, anni ‘30. (cm 55,5x47x35) (lievi difetti) € 320/350

280 Mathieu Mategot (Ungheria 1910 - Angers 2001) (Attribuito) Appendiabiti da parete. Francia, anni ‘50. Ottone, pelle e metallo ottonato. (cm 51x25,5x25) (lievi difetti e piccole mancanze) € 220/250 278


192 193

281 Fontana Arte Specchio da parete modello “2103”. Milano, anni ‘50. Cornice in cristallo blu, struttura in metallo verniciato, piastrine in ottone niellato. (cm 84,5x50) (difetti) Bibliografia Fontana Arte. Arredamento, “Quaderni Fontana Arte”, n. 2, Milano, s.e. s.d. p. 30; Fontana Arte. Illuminazione Arredamento Cristalli d’Arte, “Quaderni Fontana Arte”, n. 6, Milano, s.e. s.d. p. 188 € 320/350

281

282 Tavolino in legno massello di teak naturale e verniciato nero con ripiano sottopiano. Italia, anni ‘60. (cm 119x33x43) (lievi difetti) € 250/300

283 Panchetta in legno chiaro massello con seduta imbottita e rivestita in lana. Italia, anni ‘30/’40. (cm 100x73x46) (lievi difetti e restauri) € 300/600 282

284 Piero de Martini (Milano 1939) Tavolino basso modello “Naviglio”. Produzione Cassina, Meda, 1981. Piano in ardesia e struttura in acciaio verniciato e legno massello. Recante etichetta della produzione. (cm 85x35x85) (lievi difetti) Bibliografia P. C. Santini, Gli anni del design italiano. Ritratto di Cesare Cassina, Electa, Milano 1981, p. 113 € 250/300

283

285 Gruppo di tre panchetti alla maniera di Piero Portaluppi in legno massello con gambe riunite da traverse, cuscini in tessuto. Milano, anni ‘30. (cm 32x29x32) (difetti) € 100/300

286 Cesare Lacca (Napoli 1929) (Attribuito) Carrello portavivande. Italia, anni ‘50. Struttura in legno di mogano massello, piani in vetro. (h cm 63; d cm 63) (lievi difetti) € 320/350 284


287 Porro Cassettone a sei cassetti. Italia, produzione recente. Completamente rivestito in vetro decorato a tondi specchiati. (cm 165x58x56) (lievi difetti) € 350/400

287

288 Paolo Rosselli Scrivania con due cassettiere laterali a quattro cassetti modello “Direzionale SD195”. Produzione Arflex, Milano, 1973. Struttura in metallo, legno e alluminio. (cm 195x76x100) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Torino Bibliografia Catalogo Arflex, 1973

€ 350/400

288

289 Bruno Ravasi (Attribuito) Scrivania a un cassetto. Italia, anni ‘40/’50. Struttura a X in tubolare metallico verniciato bianco, pannelli diagonali in legno, piano e mensola rivestiti in laminato giallo, bordati in legno massello. (cm 130x80x65) (difetti) Provenienza Collezione privata, Varese

€ 250/300

289

290 Lotto di quattro poltroncine in vinilpelle grigio e tubolare metallico cromato. Italia, anni ‘60. (cm 56x81x60) (difetti, piccole mancanze e sostituzioni) € 380/400

290


194 195

291 Dassi Poltrona imbottita. Lissone, fine anni ‘50. Struttura in legno di teak massello, rivestimento in tessuto beige. (cm 62x91x80) (difetti e restauri) € 420/450

291

292 Coppia di poltrone con struttura in legno massello e cuscini asportabili imbottiti e rivestiti in tessuto créme. Italia, anni ‘60. (cm 64x73x70) (lievi difetti) € 450/500

292

293 Gianni Songia Libreria a due moduli. Produzione Sormani, Arosio, anni ‘60. Struttura in legno bordato, multistrato e impiallacciato, ante in vetro fumè. (cm 166x210x36) (difetti) € 250/300

293


294 Coppia di poltrone con cuscini asportabili rivestite in tessuto fiammato, passamaneria a frange. Struttura in legno di noce massello. Milano, anni ‘30. (cm 90x80x75) (difetti) € 100/200

299 Gio Ponti (Milano 1891 - Milano 1979) Lotto composto da una cartolina viaggiata e dal collage di una lettera del 25.07.1954 manoscritte e inviate da Gio Ponti a Enrichetta “Chicche” Ritter, redattrice della rivista “Domus”. New York, 1954. Cartoncino stampato e velina azzurra incollata su carta intestata dell’Editoriale Domus. (misure massime: cm 29,7x21) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Milano

303 Gianni Moscatelli (1930) Tavolino da salotto rettangolare. Produzione Formanova, Meda, anni ‘60. Struttura in legno e acciaio spazzolato. (cm 150x37x80) (difetti) € 280/300

€ 110/120

295 Cesare Leonardi (1935-2021) e Franca Stagi (1937-2008) Tavolino da caffè modello “Kappa”. Produzione Fiarm, Italia, anni ‘70. Vetroresina bianca. (cm 71,5x26,5x75,5) (difetti) € 320/350

304 Gianni Moscatelli (1930) Cassettiera a otto cassetti. Produzione Formanova, Meda, anni ‘70. Legno, prese e base in acciaio spazzolato. (cm 120x86x50) € 350/400 300 Giuliana Gramigna (1929-2016) e Sergio Mazza (1931) Specchio da parete modello “Mirolungo”. Produzione Quattrifolio, Milano, anni ‘70. Ottone cromato. (cm 50x150)

296 Raffaello Biagetti (Firenze 1940 - Ravenna 2008) Tavolino della serie “Terrae”. Ravenna, anni ‘70. Ceramica smaltata rosa. Firmato alla base. (h cm 27; d cm 45) € 350/400

297 Gio Ponti (Milano 1891 - Milano 1979) “Alla Chicche. Amore senza frontiere” Biglietto inviato da Gio Ponti a Enrichetta “Chicce” Ritter. Milano, anni ‘50. Inchiostro nero su carta filigranata ripiegata in due. (cm 27,8x21,8) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Milano

Bibliografia Quattrifolio design, catalogo di produzione, anno II, n. 5, Aprile 1972, s.p. € 180/200

301 Gianni Moscatelli (1930) Specchio circolare. Produzione Formanova, Meda, anni ‘70. Acciaio spazzolato. (d cm 92) € 300/400

305 Gianni Moscatelli (1930) Coppia di librerie. Produzione Formanova, Meda, anni ‘60. Struttura in legno e acciaio spazzolato, antine in vetro temperato fumé. (cm 120x177,5x33) (lievi difetti) € 650/700

306 Gianni Moscatelli (1930) Tavolo da pranzo allungabile. Produzione Formanova, Meda, anni ‘60. Piano circolare in legno, struttura in acciaio spazzolato. (tavolo chiuso h cm 76; d cm 110) € 320/350

€ 110/120 302 Gianni Moscatelli (1930) Tavolino da salotto quadrato. Produzione Formanova, Meda, anni ‘60. Struttura in legno e acciaio spazzolato. (cm 90x37x90) (lievi difetti) € 220/250

298 Gio Ponti (Milano 1891 - Milano 1979) “Non tradire - Non tradirmi - Sii Fedele” Serie di sei biglietti ironici, composti con la tecnica del collage alla maniera della lettera minatoria. Ideati, scritti e inviati da Gio Ponti a Enrichetta “Chicche” Ritter, redattrice della rivista “Domus”. Milano, anni ‘50. Inchiostro nero su velina azzurra o bianca incollata su biglietti in carta intestata “Gio Ponti Architetto”. (cm 16x22) (lievi difetti) € 320/350

307 Gianni Moscatelli (1930) Coppia di comodini cilindrici. Produzione Formanova, Meda, anni ‘70. Legno laccato nero, un cassetto nella parte bassa, piano in cristallo di forte spessore, base in acciaio spazzolato. (h cm 52; d cm 50) (lievi difetti) € 180/200


196 197

308 Gianni Moscatelli (1930) Tavolino da salotto rettangolare. Produzione Formanova, Meda, anni ‘60. Struttura in legno e acciaio spazzolato. (cm 150x37x80) (lievi difetti) € 280/300

309 Gianni Moscatelli (1930) Lotto di quattro poltroncine modello “Poney”. Produzione Formanova, Meda, anni ‘60. Rivestimento in velluto a coste marrone, struttura in acciaio spazzolato. (cm 54x68x47) (gravi difetti) € 180/200

308

310 Gianni Moscatelli (1930) Lotto di quattro sedie pieghevoli modello “Easy”. Produzione Formanova, Meda, anni ‘70. Struttura in acciaio satinato, sedile e schienale rivestiti in pelle color Terra di Siena. Marcate sotto la seduta. (cm 44x88x50) (lievi difetti) € 350/400 309

310


311 Luci Lampada da tavolo con paralume orientabile. Milano, anni ‘70. Base in acciaio verniciato nero, fusto e paralume in acciaio cromato e verniciato bianco. Marcata sotto la base. (h cm 50) (lievi difetti) € 90/100

312 Lampada da tavolo a tre luci con struttura in ottone, paralume in tessuto bianco. Italia, anni ‘40. (h cm 56) (difetti e restauri) € 100/150

313 Giovanni Gorgoni Coppia di lampade da tavolo modello “Buonanotte”. Produzione Stilnovo, Milano, 1965. Diffusore sferico in vetro lattimo e calotta orientabile a ventaglio in metallo verniciato bianco. Marcate sotto la base. (h cm 20) (lievi difetti) € 180/200

314 Raul Barbieri (1946) e Giorgio Marianelli (1939) Lampada da tavolo modello “Bikini”. Produzione Tronconi, Italia, 1980. Metallo verniciato nero. Marcata sotto la base. (h cm 65) (lievi difetti) € 100/120

315 Leucos Coppia di lampade da tavolo a ventaglio. Murano, anni ‘80. Diffusore in vetro lattimo, base in alluminio pressofuso smaltato nero micalizzato. Recanti etichetta della produzione. (cm 40x21,5) (lievi difetti) € 280/300

316 Stilnovo Lampada da tavolo. Milano, anni ‘50. Metallo verniciato bianco e ottone. Marcata sotto la base. (h cm 68,5) (difetti) € 180/200

321 Lampada a sospensione con paralume a tromba in metallo verniciato rosso. Italia, anni ‘50. (h cm 154,5; d cm 55) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Milano

€ 180/200

317 Stilnovo Lampada da terra con struttura in tondino metallico verniciato nero, paralume in tessuto rosa. Italia, anni ‘60/’70. (h cm 133) (lievi difetti) € 180/200

322 Gino Sarfatti (Venezia 1912 - Gravedona 1985) Tre faretti da semincasso modello “SP13”. Produzione Arteluce, Milano, anni ‘70. Struttura in metallo verniciato bianco. Recanti etichetta adesiva del produttore. (h cm 9) (rottura ad un portalampadine) € 120/140

318 A. Montagna Grillo, A. Tonello Lampada da terra modello “Piramide”. Produzione High Society, anni ‘70. Fusto in ottone, paralume in stoffa. (h senza paralume cm 175,5) (lievi difetti) € 120/150

323 Manlio Brusatin (Castelfranco Veneto 1943) Coppia di lampade da terra della serie “Eidos”. Produzione Sirrah, Imola, anni ‘80. Base in ghisa, corpo in metallo brunito e inserti in fusione di ottone. (h cm 201,5)

319 Franco Albini (1905-1977), Franca Helg (1920-1989) e Antonio Piva (1936) Due lampade a sospensione della serie “AM/AS”. Produzione Sirrah, Imola, 1969. Metallo cromato e verniciato bianco. (h cm 30; d cm 39,5) (lievi difetti) Bibliografia “Domus”, n. 478, settembre 1969, p. 19; G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 166 € 120/150

320 Stilnovo (Attribuito) Plafoniera. Milano, anni ‘40. Ottone verniciato bianco e lucidato, vetro diffusore acidato sulla superficie interna. (d cm 40) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Milano

€ 220/250

Bibliografia V. Vercelloni, L’avventura del design: Gavina, Jaka Book, Milano 1987, p. 60 € 150/300

324 Studio Tetrarch (Verona) Lampada da appoggio modello “Pallade”. Produzione Artemide, Milano, 1968. Plastica bianca, schermo in vetro satinato. Recante marchio della produzione sulla calotta. (d cm 37) (lievi difetti) Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 150 € 90/100

325 Venini Lampada a sospensione con diffusore globulare in vetro a reticello. Murano, anni ‘20. Corrispondente al disegno del catalogo blu n 5258. (h cm 65; d cm 34) (lievi difetti) Bibliografia A. Venini Diaz de santillana, Venini. Catalogo ragionato 1921-1986, Skira, Milano 2000, p. 256 € 200/300


198 199

326 Lampada da tavolo con struttura in ottone e tubolare in metallo dorato, paralume in ceramica smaltata bianca e base cilindrica in metallo e acciaio verniciato bianco. Italia, anni ‘70/’80. (h cm 41) (lievi difetti) € 120/150

327 Bruno Gecchelin (Milano 1939) Lampada da tavolo modello “Tegola”. Produzione Skipper e Pollux, Italia, 1970ca. Metallo smaltato nero e cromato, base in marmo. (h cm 65,5) (lievi difetti) € 90/100

328 Danilo Aroldi (1925-1988) e Corrado Aroldi (1936) Lampada da tavolo modello “Spicchio”. Produzione Stilnovo, Milano, 1973. Base in ghisa, paralume in plastica beige. Marcata sotto il paralume. (h cm 44) (lievi difetti) € 180/200

326

327

328

329

330

331

329 Joe Colombo (Milano 1930 - Milano 1971) Lampada da tavolo modello “Minitopo”. Produzione Stilnovo, Milano, 1970. Acciaio cromato e verniciato verde. Recante etichetta della produzione. (h cm 35) (lievi difetti) € 180/200

330 Toni Zuccheri (San Vito Al Tagliamento 1936 - San Vito Al Tagliamento 2008) Lampada da tavolo modello “Nuphar”. Produzione Veart, Murano, anni ‘70. Vetro soffiato. Recante etichetta della produzione. (h cm 27; d cm 30) Bibliografia “Domus”, n. 535, giugno 1974, p. 14; “Domus”, n. 512, luglio 1972, p. 31 € 200/250

331 Gino Sarfatti (Venezia 1912 - Gravedona 1985) Lampada da tavolo modello “P600”. Produzione Arteluce, Milano, 1966. Struttura in metallo verniciato, base in vinilpelle. (h cm 21) (lievi difetti) Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 131 € 220/240


332

333

332 Franco Albini (1905-1977), Franca Helg (1920-1989) e Antonio Piva (1936) Lampada a sospensione della serie “AM/AS”. Produzione Sirrah, Imola, 1969. Metallo cromato e vetro lattimo. (h cm 35; d cm 40) (lievi difetti) Bibliografia “Domus”, n. 478, settembre 1969, p. 19; G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 166 € 110/120

333 Franco Albini (1905-1977), Franca Helg (1920-1989) e Antonio Piva (1936) Coppia di lampade a saliscendi della serie “AM/AS”. Produzione Sirrah, Imola, 1969. Metallo cromato e verniciato bianco. (h cm 30; d cm 39,5) (lievi difetti) Bibliografia “Domus”, n. 478, settembre 1969, p. 19; G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 166 € 120/150

334

334 Carlo Nason (Murano 1935) Lampada a sospensione con pendenti in vetro opalescente leggermente corrugato e iridato. Produzione Mazzega, Italia, anni ‘70. (d cm 50; l pendenti cm 40, 50, 60)(piccole sostituzioni) € 1.900/2.000


200 201

335

336

335 Reggiani (Attribuito) Lampada da terra a tre luci con paralumi di forma sferica. Italia, anni ‘70. Base in acciaio verniciato bianco e struttura in ottone. (h cm 190) (lievi difetti) € 220/250

336 Vico Magistretti (Milano 1920 - Milano 2006) Lampada da terra modello “Chimera”. Produzione Artemide, Milano, 1968ca. Struttura in plexiglass bianco, base in alluminio. (h cm 182,5) (lievi difetti) Bibliografia “Ottagono”, n. 10, luglio 1968, p. 80; catalogo Artemide 1969, p. 27; G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950/2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi Torino 2003, p. 164 € 220/250

337 Stilnovo Lampada da terra. Milano, anni ‘50. Fusto in legno di mogano e ottone, base in ottone, paralume in stoffa. (h cm 178) (lievi difetti) Bibliografia “Domus”, n. 242, gennaio 1950, pubblicità

€ 220/250 337


338 Seguso Vetri d’Arte Disegno di fornace per appliques a una luce. Murano, 1959. Matita grassa e tempera marrone su cartoncino ruvido. Scala 1:1. Recante iscrizione: “ANGOLI DEL SALONE: applique ad una candela in cristallo antico. Montatura in ferro battuto e invecchiato”. timbro a inchiostro della manifattura recante il n. 01843 e datato 13.04.1959. Schizzo analogo al verso. (cm 101x52) (lievi difetti) € 250/300

339 Tomaso Buzzi (Sondrio 1900 - Rapallo 1981) “Cuochi” Italia, 1957. Grafite, inchiostro e pastello blu su carta da spolvero. Incollata su foglio di carta. Locato e datato in basso a destra “in palazzo Lavia 1957” Firma a matita del collezionista al verso Foglio di supporto iscritto al recto e con codice al verso 17555-19-6. (cm 17x22 - cm 25x34,8) (difetti) Provenienza Collezione privata, Milano; Collezione Pieri, Milano recto del lotto 338

verso del lotto 338

€ 120/150

340 Carlo Scarpa (Venezia 1906 - Sendai 1978) “Disegno d’insieme per il tavolo da pranzo” Disegno tecnico in proiezione ortogonale del tavolo di Casa Zentner. Venezia - Zurigo, 1965ca. Eliocopia. (cm 44,5x62) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Italia

339

Bibliografia D. Fornari, G. Jean, R. Martinis, Carlo Scarpa. Casa Zentner a Zurigo: una villa italiana in Svizzera, Electa, Milano 2020, pp. 29, 117-119 € 180/200

341 Seguso Vetri d’Arte Disegno di fornace per plafoniera in vetro soffiato a foglie e fiori del Grand Hotel Savoia di Cortina d’Ampezzo. Murano, anni ‘50. Matita grassa, acquerello verde e a polvere d’oro su cartoncino ruvido. Sezione e vista dal basso. Scala 1:1 Recante iscrizione: “GRAND HOTEL SAVOIA - CORTINA D’AMPEZZO”. Iscrizioni al verso. (cm 104x69) (lievi difetti) € 250/300 340


202 203

342

342 Lotto composto da cinquanta cataloghi d’asta di design e arti decorative del ‘900. (difetti) € 300/350

343 Lotto composto da cinquanta cataloghi d’asta di design e arti decorative del ‘900. (difetti) € 300/350

345 Tomaso Buzzi (Sondrio 1900 - Rapallo 1981) “Cavalieri” Disegno a mano libera. Tokio, 06.04.1954. Inchiostro verde e nero su carta da spolvero. Incollato su cartoncino. Locato e datato in basso a destra. Timbro circolare a inchiostro e firma a matita del collezionista al verso: “Collezione C. C. Genova 1983 - Tommaso Buzzi 50 1900 1981” Cartoncino numerato 21819-41-35. (cm 22,7x35,2 cartoncino cm 33x49) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Milano; Collezione Pieri, Milano

344 Carlo Scarpa (Venezia 1906 - Sendai 1978) Studio per il giunto delle lastre in pietra di Clauzetto della scala interna di Casa Zentner. Recto-verso. Venezia - Zurigo, 1965ca. Grafite e pastello rosso su carta filigranata “Extra Tenax”. Firmato al recto “prof. Carlo Scarpa”. (cm 28x22) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Italia Bibliografia D. Fornari, G. Jean, R. Martinis, Carlo Scarpa. Casa Zentner a Zurigo: una villa italiana in Svizzera, Electa, Milano 2020, pp. 30, 106 € 120/150

€ 120/150

346 Jonathan De Pas (1932-1991), Donato D’Urbino (1935), Paolo Lomazzi (1936) Eliocopia del disegno di due varianti per la poltrona gonfiabile “Blow”. Milano, 1967. In scala 1:5, datata 2/5/67 e recante cartiglio dello studio di architettura. (cm 51,5x58,5) (lievi difetti) € 180/200

347 Luciano Canella Eliocopia del disegno tecnico in proiezione ortogonale e prospettica di un “carrelloscrivania-porta vivande”. Milano, 1946. In scala 1:5, datata 21/2/46, recante cartiglio dell’architetto e indicazione del disegnatore “Dino B.”. (cm 42,5x59,5) € 180/200

348 Tomaso Buzzi (Sondrio 1900 - Rapallo 1981) “Lottatori di Sumo” Disegno della serie “Giappone”. SM20. Pastelli colorati su carta da spolvero, fissata su cartoncino bianco e passepartout nero. Firmato in basso a destra. Firma a matita del collezionista al verso del cartoncino bianco. (cm 14,8x17,6 - cm 22,6x24,7) (gravi difetti e mancanze) Provenienza Collezione privata, Milano; Collezione Pieri, Milano

€ 90/120


349 Franco Albini (1905-1977), Franca Helg (1920-1989) e Antonio Piva (1936) Lampada da parete della serie “AM/AS”. Produzione Sirrah, Imola, anni ‘60. Braccio snodabile e paralume in metallo cromato e verniciato bianco. (L braccio cm 70+48; d cm 45) (lievi difetti) Bibliografia “Domus”, n. 488, luglio 1970, p. 119 € 280/300

350 Rodolfo Bonetto (Milano 1929 - Milano 1991) Lampada da parete modello “Aster”. Produzione Luci, Milano, anni ‘80. Alluminio, plastica e neon. Marcata. (h cm 84,5) (lievi difetti e mancanze) € 280/300

351 Carlo Nason (Murano 1935) Coppia di lampade da parete. Murano, anni ‘70. Vetro massello corrugato incolore, con fascia lattescente. (cm 18,5x39x9) € 280/300

352 Oscar Torlasco (Attribuito) Coppia di lampade da parete e cinque fiamme. Produzione Lumi, Italia, anni ‘50. Ottone e metallo verniciato bianco. (cm 27,5x40x18,5) (lievi difetti) € 220/250

353 Joe Colombo (Milano 1930 - Milano 1971) Lampada da tavolo modello “Spider”. Produzione O-Luce, Milano, 1965. Acciaio cromato, alluminio laccato beige, plastica. (cm 59x117) (lievi difetti) € 120/150

354 Lotto composto da tre lampade da parete con struttura in ottone, metallo verniciato bianco e griglia in metallo verniciato rosso, vetro opalino. Italia, anni ‘50. (h cm 50) (lievi difetti e piccole mancanze) € 200/220

355 Max Ingrand (Bressuire 1908 - Parigi 1969) Lampada da tavolo modello “1853”. Produzione Fontana Arte, Milano, 1954. Alluminio laccato bianco e vetro soffiato lattimo satinato. (h cm 54) (lievi difetti) Bibliografia G. Gramigna, Le fabbriche del design. I produttori dell’arredamento domestico in Italia, Allemandi, Torino 2007, p. 122; G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 39; Fontana Arte. Illuminazione, “Quaderni Fontana Arte”, n. 1, s.e. s.d. p. 83 € 200/250

356 Max Ingrand (Bressuire 1908 - Parigi 1969) Lampada da tavolo modello “1853”. Produzione Fontana Arte, Milano, 1954. Alluminio laccato bianco e vetro soffiato lattimo satinato. (h cm 54)

359 Coppia di lampade a sospensione con elemento diffusore in lamelle in metacrilato opalino e struttura in alluminio ottonato. Probabile produzione danese. Anni ‘70/’80. (h cm 32; d cm 40) (lievi difetti) € 220/240

360 Coppia di lampade a sospensione con elemento diffusore in lamelle in metacrilato opalino e struttura in alluminio trattato rame. Probabile produzione danese. Anni ‘70/’80. (h cm 13; d cm 45) (lievi difetti) € 180/200

361 Stilnovo Lampada da parete con braccio orientabile. Milano, anni ‘50. Ottone e metallo verniciato rosso e bianco. Recante etichetta adesiva del produttore all’interno del paralume. (cm l max 145) (lievi difetti e mancanze) € 200/300

Bibliografia G. Gramigna, Le fabbriche del design. I produttori dell’arredamento domestico in Italia, Allemandi, Torino 2007, p. 122; G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, Allemandi, vol 1, Torino 2003, p. 39; Fontana Arte. Illuminazione, “Quaderni Fontana Arte”, n. 1, s.e. s.d. p. 83 € 200/300

362 Salviati Lampadario. Murano, anni ‘60. Struttura in metallo laccato ed elementi in vetro a due colori di forma troncoconica bugnata a profilo romboidale. (cm 30x20x30) (lievi difetti) € 250/300

357 Stilnovo Coppia di lampade da parete a due fiamme. Milano, anni ‘40. Metallo verniciato bianco perlaceo e ocra, paralumi in stoffa créme. Recanti etichetta del produttore. (h cm 70) (lievi difetti) € 350/400

363 Max Ingrand (Bressuire 1908 - Parigi 1969) Lampada da tavolo modello “1853”. Produzione Fontana Arte, Milano, 1954. Alluminio laccato bianco e vetro soffiato lattimo satinato. (h cm 78)

358 Luigi Fontana Specchio da parete. Italia, anni ‘70. Pannello in legno impiallacciato in teak con fermavetri in metallo verniciato nero. Recante etichetta al retro. (cm 35x101) (lievi difetti) € 320/350

Bibliografia G. Gramigna, Le fabbriche del design. I produttori dell’arredamento domestico in Italia, Allemandi, Torino 2007, p. 122; G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 39; Fontana Arte. Illuminazione, “Quaderni Fontana Arte”, n. 1, s.e. s.d. p. 83 € 400/500


204 205

364 Ludovico Diaz De Santillana (Roma 1931 Terranova Bracciolini 1989) Lampada a sospensione della serie “Tessuti”. Venini, Murano, 1982. Vetro soffiato a canne lattimo e cristallo, attacco in acciaio laccato bianco. (d cm 42) € 280/300

365 Franco Albini (1905-1977), Franca Helg (1920-1989) e Antonio Piva (1936) Lampada a sospensione della serie “AM/ AS”. Produzione Sirrah, Imola, anni ‘60. Braccio snodabile e paralume in metallo cromato e verniciato bianco. (d cm 45) (lievi difetti) Bibliografia “Domus”, n. 488, luglio 1970, p. 119 € 280/300

364

365

366 Mariyo Yagi (1948) e Studio Simon Lampade da soffitto modello “Garbo”. Produzione Sirrah, Imola, 1976. Stoffa, metallo verniciato bianco e nylon. Recante etichetta cartacea della produzione. (lievi difetti) € 320/350

367 Rossini Lampada a sospensione modello “172/45”. Milano, anni ‘50/’60. Diffusore globulare in vetro incamiciato bianco satinato sulla superficie esterna, montatura in metallo verniciato nero. (h cm 18; d cm 45)

367

Bibliografia Catalogo Rossini Illuminazione, Milano, s.d. p. 15 € 220/250

368 Stilnovo (Attribuito) Lampada a sospensione modello “1225”. Milano, anni ‘50/’60. Diffusore in vetro acidato sulla superficie interna, struttura in metallo verniciato rosso. ( h cm 37; d cm 38) (lievi difetti e mancanze) Bibliografia Stilnovo. Apparecchi per l’illuminazione, catalogo 11, p. 28 € 220/250 366

368


369 Max Ingrand (Bressuire 1908 - Parigi 1969) Lampada da tavolo modello “1853”. Produzione Fontana Arte, Milano, 1954. Alluminio laccato bianco e vetro soffiato lattimo satinato (h cm 78). Bibliografia G. Gramigna, Le fabbriche del design. I produttori dell’arredamento domestico in Italia, Allemandi, Torino 2007, p. 122; G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 39; Fontana Arte. Illuminazione, “Quaderni Fontana Arte”, n. 1, s.e. s.d. p. 83 € 400/500

369

370

370 Vico Magistretti (Milano 1920 - Milano 2006) Lampada da tavolo modello “Atollo”. Produzione O-Luce, Milano, 1977. Metallo laccato nero, fusto in acciaio verniciato bianco. Premio “Compasso d’oro” 1979. (h cm 70; d cm 50) (difetti) Bibliografia G. Gramigna, Le fabbriche del design. I produttori dell’arredamento domestico in Italia, Allemandi, Torino 2007, p. 186; G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 250 € 320/350 371 Carlo Urbinati e Alessandro Vecchiato Lampada da tavolo modello “Refloz”. Produzione Foscarini, Murano, produzione dal 1983 al 1991. Fusto in vetro incamiciato lattimo, disco diffusore in vetro incamiciato azzurro. Recante etichetta adesiva della produzione. (h cm 37; d cm 49) € 280/300

371

372

372 Giuliana Gramigna (Milano 1929) Lampada da tavolo modello “Electra”. Produzione Artemide, Milano, 1969ca. Struttura in metallo laccato bianco, diffusori in vetro sfumato bianco. (h cm 38; d cm 50) Bibliografia Artemide. Catalogo 1969, pp. 10-11 € 320/350 373 Lotto di due lampade da tavolo in ottone e cristallo. Italia, anni ‘50. (h cm 12; d cm 15) (difetti e sostituzioni) € 300/350 374 Guido Rosati Lampada da tavolo modello “Fatua”. Produzione Fontana Arte, Milano, 1972. Vetro incolore parzialmente acidato sulla superficie esterna. (h cm 39; d cm 26,5) Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 207 € 280/300

373

374


206 207

375 Adalberto Dal Lago (Milano 1937) Lampada da terra modello “Griglia”. Produzione Esperia, Poggi Bonsi, anni ‘70. Metallo cromato, metacrilato bianco. Recante etichetta della produzione sull’interruttore. (h cm 114; d cm 44) (lievi difetti) € 380/400

376 Venini Lampada da terra modello “844.03”. Murano, 1981. Fusto in vetro lattimo e azzurro, paralume in vetro incamiciato giallo, base in ferro. Firmata e datata a punta “Venini Italia 81”. (h cm 130) (difetti e piccole mancanze) Bibliografia Catalogo Venini 1982

€ 150/300

377 Bobo Piccoli (Milano 1927 - Milano 1981) Coppia di lampade a plafone modello “Clessidra”. Produzione Fontana Arte, Milano, 1970. Metallo smaltato bianco, vetro satinato trasparente incolore con decorazione bianca. (cm 50,5x50) (lievi difetti) € 400/500

375

376

378 Lampada a parete telescopica in ottone, paralume in metallo verniciato nero. Italia, anni ‘50. (d cm 38) (difetti e restauri) € 320/350

377


379 Tomaso Buzzi (Sondrio 1900 - Rapallo 1981) “Angelo timpanista” Italia, seconda metà secolo XX. Inchiostro nero di china su carta antica, iscritta al verso e datata 1536. Firma a matita del collezionista al verso. (cm 40,6x28) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Milano; Collezione Pieri, Milano

€ 450/500

380 Tomaso Buzzi (Sondrio 1900 - Rapallo 1981) “Ganimede” Italia, seconda metà secolo XX. Inchiostro nero di china su carta da spolvero. Incollato a foglio di carta. Firma a matita del collezionista al verso. (cm 25x37,4 - cm 29,7x42) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Milano; Collezione Pieri, Milano Accompagnato da dichiarazione di provenienza e autenticità della Collezione Pieri di Milano € 450/500

381 Tomaso Buzzi (Sondrio 1900 - Rapallo 1981) “Lottatori di Sumo” Disegno della serie “Giappone”. 15.02.1971. inchiostro nero di china su carta da spolvero. Incollato a foglio di carta. Firmato in basso a destra, datato in alto a destra. Timbro circolare a inchiostro e firma a matita del collezionista al verso: “Collezione C. C. Genova 1983 - Tommaso Buzzi 50 1900 1981” Foglio di supporto numerato 21791-41-7. (cm 26,4x31,5 - cm 49x34) Provenienza Collezione privata, Milano; Collezione Pieri, Milano

Provenienza Collezione privata, Milano; Collezione Pieri, Milano

384 Tomaso Buzzi (Sondrio 1900 - Rapallo 1981) “Paesaggio lagunare” Italia, seconda metà secolo XX. Acquerello su cartoncino. Firma a matita del collezionista al verso. (cm 31x45) (difetti) Provenienza Collezione privata, Milano; Collezione Pieri, Milano

€ 320/350

388 Melchiorre Bega (Crevalcore 1898 - Milano 1976) (Attribuito) Bergere. Italia, anni ‘40/’50. Struttura e braccioli in legno, seduta e schienale imbottiti e rivestiti in tessuto damascato. (cm 84x100x84) (lievi difetti) € 350/450

€ 550/600

€ 220/250

385 Tavolo in legno massello con piano circolare in vetro retroverniciato. Italia, anni ‘60. (h cm 78; d cm 115) (lievi difetti e restauri) € 550/600

386 Osvaldo Borsani (Varedo 1911 - Milano 1985) Libreria a due campate modello “E22”. Produzione Tecno, Varedo, 1957. Parte inferiore con stipo ad ante scorrevoli, parte superiore con due ripiani a giorno in legno impiallacciato e bordato, montanti in metallo. Recante marchio della produzione. (cm 143x294,5x48,5) (lievi difetti) Bibliografia G. Bosoni, Osvaldo Borsani. Architetto, designer, imprenditore, Skira, Milano 2018, pp.470-471, 597 € 450/500

€ 400/450

382 Tomaso Buzzi (Sondrio 1900 - Rapallo 1981) “L’occhioletto” Figurazione allegorica con un occhio inquadrato da un baldacchino. Italia, anni ‘50. Inchiostro nero acquarellato su carta da spolvero. (cm 32,6x24) (difetti e mancanze) Provenienza Collezione privata, Milano

383 Tomaso Buzzi (Sondrio 1900 - Rapallo 1981) Disegno erotico. Italia, anni ‘50. Inchiostro nero su carta da spolvero. Incollato su foglio di carta. Timbro circolare a inchiostro e firma a matita del collezionista al verso: “Archivio Tomaso Buzzi - 1900-1981”. (cm 27,8x22 - cm 48x34,5) (lievi difetti)

387 Osvaldo Borsani (Varedo 1911 - Milano 1985) Poltrona modello “P24”. Produzione Tecno, Varedo, 1961. Struttura in metallo verniciato grigio scuro, cuscini imbottiti asportabili rivestiti in tessuto grigio, braccioli in legno. (cm 76x70x72) Bibliografia G. Bosoni, Osvaldo Borsani architetto, designer, imprenditore, Skira, Milano 2018, pp. 482-483, 599 € 400/500

389 Tavolo estensibile con piano in legno di teak, gambe rivestimento in pergamena, piedini in fusione di ottone. Italia, anni ‘40. (tavolo chiuso h cm 77; d cm 110) (lievi difetti e restauri) € 420/450

390 Osvaldo Borsani (Varedo 1911 - Milano 1985) Tavolo da pranzo. Produzione Mobilificio Turri, Bovisio Masciago, anni ‘50. Legno impiallacciato in legni diversi, piedini in fusione di ottone. (cm 200x77x101,5) (lievi difetti) € 450/500

391 Coppia di poltroncine Novecento con struttura in legno impiallacciato in radica, seduta rivestita in tessuto geometrico floreale. Italia, anni ‘30. (cm 60x90x63) (lievi difetti, tessuto non originale) € 320/350

392 Gianfranco Frattini (Padova 1926 - Milano 2004) Lotto di quattro sgabelli modello “112”. Produzione Cassina, Meda, anni ‘60. Legno massello e cuscino rivestito in vinilpelle rossa. (cm 43x82x43) (lievi difetti e restauri) Bibliografia Figli di Amedeo Cassina, Meda, Catalogo commerciale, s.d. s.p. € 350/400

393 Poltroncina girevole da ufficio con struttura in metallo e legno di rovere, seduta, schienale e braccioli rivestiti in pelle bianca. Italia, anni ‘50. (cm 62,5x90x56) (lievi difetti) € 500/550


208 209

394 Gianfranco Frattini (Padova 1926 - Milano 2004) Lotto di quattro sgabelli modello “112”. Produzione Cassina, Meda, anni ‘60. Legno massello e cuscino rivestito in vinilpelle rossa. (cm 43x82x43) (lievi difetti e restauri) Bibliografia Figli di Amedeo Cassina, Meda, Catalogo commerciale, s.d. s.p. € 350/400

394

395 Lotto composto da sei poltroncine con seduta imbottita e rivestita in alcantara giallo, struttura in legno massello di mogano. Gambe anteriori troncoconiche. Italia, anni ‘50. (cm 60x83,5x52) (lievi difetti e restauri, gravi difetti su un esemplare) € 550/600

395

396 Eero Saarinen (Kirkkonummi 1910 - Ann Arbor 1961) Lotto composto da due sedie e due poltroncine modello “Tulip”. Produzione Knoll, USA, disegno del 1956. Fusione di alluminio, vetroresina, Rilsan di colore bianco, cuscini in panno créme. (sedie cm 50x80x50; poltroncine cm 63x80x58) € 350/400

396

397 Cova Sei poltroncine. Milano, anni ‘60/’70. Struttura in tubolare di alluminio, seduta e schienale imbottiti e rivestiti in vinilpelle bordeaux. Recante etichetta metallica del produttore. (cm 51,5x74x64,5) (difetti) € 320/350

397


398 Claudio Salocchi (Milano 1934 - Milano 2012) Mobile a quattro ripiani a giorno nella parte superiore, due stipi a ribalta nella parte centrale, quattro cassetti e stipo a doppia anta nella parte inferiore. Produzione Sormani, Arosio, anni ‘60. Struttura in legno massello bordato, multistrato e impiallacciato, maniglie in ottone. (cm 160x182x43) (difetti) € 450/500

399 Mario Marenco (Foggia 1933 - 2019) (Attribuito) Tavolo. Produzione Mobilgirgi, Cantù, anni ‘70/’80. Legno massello di noce. (cm 179x74x90) (lievi difetti) € 550/600

398

400 Enzo Mari (Novara 1932 - Milano 2020) Tavolo modello “Capitello”. Produzione Driade, Italia, 1977. Legno chiaro multistrato impiallacciato con laminato bianco. (cm 180x72,5x120) (lievi difetti) Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 248 € 550/600

399

401 Specchio circolare con cornice in vetro verde acidato. Italia, anni ‘60. (d cm 71) € 350/400

400


210 211

402 Eugenio Gerli (Milano 1923 - Milano 2013) Lotto di cinque poltroncine su rotelle modello “P142”. Produzione Tecno, Varedo, 1969. Rivestimento in tessuto color senape. Recanti marchio della produzione. (cm 67x67x57) Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 175; P. Bosoni, Osvaldo Borsani. Architetto, designer, imprenditore, Skira, Milano 2018, p. 533 € 450/500

403 Charles Rennie Mackintosh (Glasgow 1868 - Londra 1928) Lotto di sei sedie modello “326 Willow 2”. Produzione Cassina, Meda, disegno del 1904, riedizione del 1974. Legno verniciato nero e seduta in corda. Recante marchio della produzione e numerale sulla struttura. (cm 45,5x104,5x40) (difetti)

402

Bibliografia Collezione Cassina i maestri. Charles R.Mackintosh, Arte Grafiche Meroni, Milano 1988, p.28 € 450/500

404 Charles Rennie Mackintosh (Glasgow 1868 - Londra 1928) Lotto composto da cinque poltroncine modello “325 D.S.4”, in legno di rovere tinto nero, seduta in corda, inserti in madreperla, marcate sulla struttura unite a un tavolo modello “323D.S.2” in legno di rovere tinto nero. Produzione Cassina, Meda, disegno del 1918, riedizione del 1975. (poltroncine cm 52x75,5x46; tavolo cm 100x76x100) (difetti)

403

Bibliografia Collezione Cassina i maestri. Charles R.Mackintosh, Arte Grafiche Meroni, Milano 1988, pp.16, 22, 29 € 850/900

405 Robert Heritage (Birmingham 1927) Lotto di quattro poltroncine modello “Apollo”. Produzione Race Supplies Ltd, Inghilterra, 1965. Alluminio e skai beige. Recanti etichetta della produzione. (cm 58x77x52) (lievi difetti e piccole mancanze) € 400/450

404

406 Ditta Viganò Poltrona “tripolina”. Italia, anni ‘60/’70. Struttura in legno massello di teak, schienale in cuoio color terra di Siena. (cm 70x104x80) (difetti) Bibliografia I. de Guttry, M. P. Maino, Il mobile déco italiano 1920-1940, Laterza, Roma-Bari, 2006, p. 56 € 320/350 405


407 Ico Parisi (Palermo 1916 - Como 1996) Coppia di letti singoli della serie “Parisi 1”. Produzione Brugnoli Mobili, Cantù, 1960. Telaio e gambe in tubolare di ottone bronzato, legno wengé. (cm 90x92,5x195) (lievi difetti) Accompagnata da dichiarazione di autenticità dell’Archivio del Design di Ico Parisi Bibliografia R. Lietti, Ico Parisi. Design. Catalogo ragionato 1936-1960, Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo, 2017, pp. 450-451 € 550/600

407

408 Gabriele Mucchi (Torino 1899 - Milano 2002) Letto singolo con testiera e pediera a doghe orizzontali, montanti a sezione quadrata e rettangolare digradante. Milano, 1947. Legno massello di noce. Letto facente parte dell’arredo tipo originale realizzato per gli appartamenti per la casa costruita nel quartiere modello QT8, per VIII Triennale di Milano. (cm 85,5x101,5x186) (difetti) Provenienza Collezione privata, Milano Bibliografia Mucchi Archivio dei progetti e dei disegni di architettura, a cura di A. Rossari con E. Bellini e P. Campion, Vangeliste, Milano, 1993, p. 65-66; “Parametro”, n. 111, novembre 1982, p. 49 € 350/400

408

409 Eero Saarinen (Kirkkonummi 1910 - Ann Arbor 1961) Tavolo modello “Tulip”. Produzione Knoll, USA, disegno del 1956. Piedistallo in fusione di alluminio laccato bianco; piano in laminato bianco. Recante etichetta adesiva del produttore sotto la base. (h cm 73; d cm 106,5) (difetti) € 350/400

409

410 Claudio Daprà Grande tavolo. Esecuzione Falegnameria Alice dei F.lli Masoero, Torino, 1988. Piano rettangolare rivestito in laminato Abet Print HPL, quattro gambe in multistrato di MDF e compensato di betulla, giunti di fissaggio a T in acciaio. (cm 240,5x75,5x82) (difetti) Provenienza Collezione privata, Torino

€ 350/400

411 Claudio Daprà Grande tavolo. Esecuzione Falegnameria Alice dei F.lli Masoero, Torino, 1988. Piano trapezoidale rivestito in laminato Abet Print HPL, quattro gambe in multistrato di MDF e compensato di betulla, giunti di fissaggio a T in acciaio. (cm 207x77x125) (difetti) Provenienza Collezione privata, Torino 410

€ 550/600


212 213

412 Osvaldo Borsani (Varedo 1911 - Milano 1985) Buffet pensile. Esecuzione Arredamenti Borsani, Varedo, anni ‘40. Legno massello e impiallacciato, guarnizioni in ottone, interni in acero con scomparto bar a vetri. (cm 220,5x63x53,5) (difetti e piccoli restauri) € 350/400

413 Grande credenza in legno impiallacciato con parte inferiore a sei cassetti, parte superiore pentapartita con fascia centrale a tre ante e parti laterali a ribalta e ripiano. Mensola in cristallo. Italia, anni ‘50. (cm 275,5x156x50,5) (difetti, piccole mancanze e restauri) € 550/650

414 Cassettiera in legno massello e impiallacciato con piano in vetro, piccolo stipo ad apertura dall’alto e cassetti ai lati con sovrapiani in vetro retroverniciato. Italia, anni ‘50. (cm 180x73,5x51) (difetti e mancanza delle chiavi) € 500/550

412

413

415 Giorgio Decursu (1927 - 2012) Raro divano modello “Taxi”. Produzione BBB Bonacina, Meda, 1981. Metallo cromato e tessuto. Modello fuori produzione. (cm 230x75x70) Bibliografia Omnibook Two. Italian Industrial designers, a cura di Mario Vigiak, Magnus, Udine 1985; MD. Moebel interior design, vol. 29, Konradin-Verlag Robert Kohlhammer, 1983 p. 288; Nuovi modi di arredare, in “Ambientare”, giugno 1984, p. 62-63; “Gap Casa”, dicembre-gennaio 1984, p.46 € 600/650

414

416 Thonet Consolle di forma mossa con alzata a specchio terminante con cimasa traforata. Austria, 1910-18. Legno di faggio curvato al vapore. Parte inferiore costruita con gli stampi dell’attaccapanni modello 10.90; parte superiore derivante dagli stampi della specchiera modello 9951. (cm 125x224x40) (difetti) € 350/450 415


417 Luigi Fortuna Tavolino da salotto. Catania, anni ‘60. Struttura in legno di mogano massello e piano in vetro. Marcato sotto il piano. (cm 110x50x50) (lievi difetti e piccoli restauri) € 550/600

417

418

418 Tre tavolini impilabili in legno massello di teak con piano in vetro. Italia, anni ‘60/’70. (cm max 48x48x48) (lievi difetti) € 600/800

419 Gianfranco Frattini (Padova 1926 - Milano 2004) Panca-tavolino da caffè. Produzione Bernini, Ceriano Laghetto (MB), anni ‘60. Legno di teak massello, impiallacciato e bordato. (cm 165,5x44,5x48,59) (lievi difetti e restauri) € 450/500

420 Eileen Grey (Enniscorthy 1878 - Parigi 1976) Coppia di tavolini da appoggio modello “E 1027”. Produzione Alivar, Firenze, disegno del 1927-29, esemplari del 1984. Struttura in acciaio cromato e piano in cristallo. (h cm 63; d cm 51) (lievi difetti) 419

Provenienza Studio L. Milano

€ 550/650

421 Tavolino Art Déco a tripode con gambe in legno impiallacciate in radica chiara e piano circolare in cristallo. Italia, anni ‘30/’40. (h cm 58,5; d cm 80,5) (difetti all’impiallacciatura) € 550/600 420


214 215

422 Charles Rennie Mackintosh (Glasgow 1868 - Londra 1928) Poltrona-tronetto modello “312 Willow 1”. Produzione Cassina, Meda, disegno del 1904, riedizione del 1973. Legno di frassino verniciato nero, sedile imbottito e rivestito in tessuto giallo e bianco. Recante marchio del produttore e numerale 1844. (cm 93x119x42) (lievi difetti e restauri) Bibliografia Collezione Cassina i maestri. Charles R.Mackintosh, Arte Grafiche Meroni, Milano 1988, pp.21, 28 € 380/400

423 Gio Ponti (Milano 1891 - Milano 1979) (Attribuito) Poltrona imbottita con piedini anteriori troncoconici e posteriori a sezione quadrata. Esecuzione Casa e Giardino, Milano, anni ‘50. Rivestimento in similpelle marrone, piedini in legno massello. (cm 80x76x80) (lievi difetti) € 320/350

424 Piero de Martini (Milano 1939) Poltrona con poggiapiedi modello “Viola d’Amore”. Produzione Cassina, Meda, 1977. Struttura in legno massello e rivestimento in pelle nera. Recante marchio del produttore sotto la seduta. (Poltrona cm 92x97x90; poggiapiedi cm 73,5x37x55) (lievi difetti)

422

423

Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 247 € 420/450

425 Mario Bellini (Milano 1935) Divano modello “Landeau”. Produzione Cassina, Meda, produzione dal 1976 al 1991. Rivestimento in tessuto di canapa con profili in pelle e cerniere per unione dei pannelli. (cm 145x70x70) € 500/600

424

426 Mario Bellini (Milano 1935) Divano modello “Landeau”. Produzione Cassina, Meda, produzione dal 1976 al 1991. Rivestimento in tessuto di canapa con profili in pelle e cerniere per unione dei pannelli. (cm 145x70x70) € 500/600

427 Hans von Klier (Decin 1934 - Decin 2000) Cassettiera modello “Ibis”. Produzione Planula, Italia, 1974. Legno multistrato verniciato grigio e cassetti con colore dell’indaco. (cm 39,5x105x30,5) (difetti) € 200/300 425


428

428 Antonio Cassi Ramelli (Milano 1905 - Capiago Intimiano 1980) Otto sedie. Milano, anni ‘40. Legno di mogano massello con gambe scanalate e seduta e schienale imbottiti e rivestiti in tessuto multicolore. (cm 45x88x52) (lievi difetti) Provenienza Eredi Cassi Ramelli, Milano

€ 650/700

429 Antonio Cassi Ramelli (Milano 1905 - Capiago Intimiano 1980) Cassettiera a quattro cassetti. Italia, anni ‘40. Legno di mogano massello, impiallacciato e bordato, maniglie in fusione di ottone. (cm 90x105,5x41) (lievi difetti) Provenienza Eredi Cassi Ramelli, Milano

429

€ 550/600


216 217

430

430 Antonio Cassi Ramelli (Milano 1905 - Capiago Intimiano 1980) Piccola credenza a due ante con fronte spartito a fasce verticali e toppa decorata con angeli a rilievo. Italia, anni ‘40. Struttura in legno massello impiallacciato e bordato in citronnier, fusione di ottone, sovrapiano in cristallo molato, base e cornicetta rivestite in lamina di ottone. (cm 125x89,5x35) (lievi difetti) Provenienza Eredi Cassi Ramelli, Milano

€ 550/600

431 Antonio Cassi Ramelli (Milano 1905 - Capiago Intimiano 1980) Coppia di comodini a due ante. Italia, anni ‘40. Legno massello, impiallacciato e bordato, inserti e maniglie in fusione di ottone, sovrappiano in cristallo molato e base rivestita in lamina di ottone. (cm 65x62,5x34,5) (lievi difetti e piccole mancanze) Provenienza Eredi Cassi Ramelli, Milano

€ 200/250

431


432 Carlo Scarpa (Venezia 1906 - Sendai 1978) Due eliocopie relative al progetto del giardino della Fondazione Querini Stampalia. Venezia, 1961-63. (cm 34x73 - cm 47x65) (difetti) Provenienza Collezione privata, Italia Bibliografia Carlo Scarpa: Architecture and Design, edited by G. Beltramini and I. Zannier, Rizzoli, New York 2007, p. 168; R. McCarter, Carlo Scarpa, Phaidon, London-New York, 2013, pp. 174-175 € 320/350

432

433 Carlo Scarpa (Venezia 1906 - Sendai 1978) Studi per i dettagli esecutivi di Casa Zentner. Al recto, eliocopia del disegno tecnico in proiezione ortogonale per il progetto esecutivo del bagno della Sig.a Zentner, recante annotazioni e schizzi a grafite dei lavandini e dei dettagli costruttivi dei giunti in pietra. Al verso, schizzi e annotazioni relative allo sbarco scale, al giunto in pietra di Clauzetto dei gradini della scala interna. Venezia - Zurigo, 1965. Eliocopia. Tecnica mista su carta. Cartiglio in tedesco datato 09.12.1965. (cm 45,2x67) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Italia Bibliografia D. Fornari, G. Jean, R. Martinis, Carlo Scarpa. Casa Zentner a Zurigo: una villa italiana in Svizzera, Electa, Milano 2020, pp. 30, 106 € 320/350

recto del lotto 433

434 Carlo Scarpa (Venezia 1906 - Sendai 1978) “a la piavola de Franza” Studio per le vetrine di una boutique in Piazza San Marco. Venezia, 1950-51. Prospetto, scala 1:50. Eliocopia, matita e pastelli colorati su carta Firmato. (cm 33x96,5) (lievi difetti) € 1.100/1.200

435 Carlo Scarpa (Venezia 1906 - Sendai 1978) Schizzo per la toilette del bagno padronale di Casa Zentner. Zurigo, 1964-69. Matita e pastello rosso, giallo e verde su carta. (cm 21x19) (lievi difetti) € 420/450 verso del lotto 433


218 219

436

436 Gio Ponti (Milano 1891 - Milano 1979) Studio per la planimetria della chiesa del Convento del Carmelo di Sanremo, per vetrate romboidali e per il dispositivo “pittura da tavola”. Milano, 1957-58. Grafite su carta filigranata “Paper Japan”. (cm 22x28) Provenienza Collezione privata, Italia Bibliografia per disegni della planimetria della chiesa di S. Francesco a Milano: L. Licitra Ponti, Gio Ponti. L’opera, Leonardo, Milano 1990, p. 218 € 550/600


220 221

3° TORNATA venerdì 25 giugno 2021 ore 15.30 dal lotto 437 al lotto 669

lotto 504


437

438

437 Manifattura di Murano Centrotavola costolato. Anni ‘50. Vetro soffiato trasparente ametista chiarissima. (d cm 41) € 180/200

438 Tapio Wirkkala (Hanko 1913 - Helsinki 1985) Piatto. Venini, Murano, 1991. Vetro soffiato trasparente pagliesco chiarissimo decorato al centro con murrine. Firmato, dedicato e numerato 143/200 a punta sotto la base. (h cm 38) € 300/400

439 Manifattura di Murano Centrotavola. Anni ‘20/’30. Vetro soffiato trasparente pagliesco, con cavetto a spicchi costolati. (d cm 39) € 320/350

440 Ettore Sottsass (Innsbruck 1917 - Milano 2007) Vaso modello “Rocchetto”. Produzione Alessi / Alessio Sarri, Italia, 1989-92. Ceramica smaltata in nero, blu e giallo. Firmato sotto la base. (h cm 15) Bibliografia F. Ferrari, Sottsass. 1000 Ceramics, Adarte, Torino 2017, p. 158, FIG. 824a € 120/150 439


222 223

441

442

441 Nathalie Du Pasquier (Bordeaux 1957) Vaso modello “Carrot”. Produzione Memphis, Milano, disegno del 1985. Ceramica smaltata in azzurro con fasce bianco e nero e decoro a macchie nero e rosa su fondo giallo. Marcato sotto la base. (h cm 31; d cm 13) Bibliografia K. M. Armer, A. Bangert, Design anni Ottanta, Cantini, Firenze 1990, p. 149 € 150/200 442 Ettore Sottsass (Innsbruck 1917 - Milano 2007) Vaso della serie “Ceramiche a fischietto”. Esecuzione Il Sestante / Società Ceramica Toscana, Milano / Firenze, 1962ca. Ceramica formata a colaggio e smaltata in rosso sotto vetrina. lacerti di firma “SOTTSASS IL SESTANTE”. (h cm 13,5; d cm 12) (lievi difetti) Bibliografia F. Ferrari, Sottsass. One Thousand Ceramics, Adarte, Torino 2017, p. 87 € 500/600 443 Ettore Sottsass (Innsbruck 1917 - Milano 2007) Posacenere della serie “Yantra”. Produzione Design Centre, Milano, 1969-79. Ceramica formata a colaggio e smaltata in bianco opaco. Firmata sotto la base “SOTTSASS YP/2”. (cm 17x7,5x14,5) (lievi difetti) Bibliografia F. Ferrari, Sottsass. One Thousand Ceramics, Adarte, Torino 2017, p. 145 € 450/500 443


444 Edina Altara (Sassari 1898 - Lanusei 1983) Lotto di due formelle raffiguranti donne in abiti tradizionali sardi. Manifattura F. Margelli, Sassari, anni ‘20/’30. Ceramica decorata in policromia sotto vetrina, cornici originali in legno intagliato a motivi geometrici ed ebanizzato. Firmate al recto in basso a sinistra (cm 29x29; cm 36,5x36,5). In cornici. € 400/450

444

445 Gio Ponti (Milano 1891 - Milano 1979) Due formelle “Il cacciatore” e “il viandante” della serie “Ermione”. Manifattura Richard-Ginori S. Cristoforo, Milano, anni ‘30. Terraglia smaltata e dipinta a in rosso su fondo bianco. (cm 13,5x13,5), In cornice (lievi difetti) € 250/300

446 Giovanni Gariboldi (1908 - Milano 1971) (Attribuito) Vaso modello “6635”. Esecuzione Richard-Ginori S. Cristoforo, Milano, anni ‘40. Ceramica formata a colaggio smaltata in bianco opaco. Recante decoro policromo raffigurante un cesto di ortaggi. Marcato in verde sotto la base “Richard Ginori Made in Italy”, con il simbolo grafico della manifattura e con i numerali 8-49-7. (h cm 32)

445

Bibliografia Società Ceramica Richard - Ginori Milano, Ceramiche d’arte della manifattura di S. Cristoforo, catalogo n. 104, Gennaio 1938, tav. 2 € 300/400

447 Gio Ponti (Milano 1891 - Milano 1979) Vasetto a orlo allargato e corpo a bugne rettangolari leggermente convesse modello “5769”. Esecuzione Richard-Ginori S. Cristoforo per Domus Nova - La Rinascente, Milano, 1927ca. Terraglia con decoro “19 T” a griglia smaltato in blu, giallo, rosso e verde su fondo bianco sotto vetrina. Marcato sotto la base “DOMUS NOVA” in nero e con il numerale 86 in grigio. (h cm 13) Bibliografia Catalogo Ceramiche d’arte Richard-Ginori, 1930, p. 113 € 450/500 446

447


224 225

448 MVM Cappellin Lotto composto da sei bicchieri esagonali. Murano, anni ‘20/’30. Vetro soffiato trasparente verdino. Firmati all’acido sotto la base. (h cm 9) € 320/350

448

449 Gio Ponti (Milano 1891 - Milano 1979) Gruppo di sei bicchieri. Venini, Murano, seconda metà secolo XX. Vetro soffiato a canne a sei colori (rosso, verdognolo, grigio talpa, zaffiro, ametista, pagliesco). Disegno 915 del catalogo di fornace, 1946-47. (h cm 15) (difetti) Bibliografia Paolo Venini e la sua fornace, a cura di M. Barovier e C. Sonego, Skira, Milano 2016, p. 393 € 350/400

449

450 Ambrogio Pozzi (Varese 1931 - 2012) Gruppo di sedici ceramiche modello “Vasi Curvi”. Manifattura Ceramiche Franco Pozzi, Gallarate, anni ‘70. Ceramica smaltata bianca e nera. Recante etichetta della manifattura sotto la base. (misure diverse) € 550/600

450

451 Tobia Scarpa (Venezia 1935) Grande coppa. Venini, Murano, 1959-60. Vetro battuto trasparente color “talpa”. Disegno di fornace n. 8502. Tracce della firma all’acido “venini murano”. Recante etichetta adesiva del negozio Venini Caliari di Torino. (h cm 9,5; d cm 29) Bibliografia Paolo Venini e la sua fornace, a cura di M. Barovier e C. Sonego, Skira, Milano 2016, p. 503 € 600/800

451


452

453

452 Bruno Gambone (Vietri Sul Mare 1936) “Leone” Scultura raffigurante un leone sorridente seduto. Firenze, seconda metà secolo XX. Grès smaltato in bianco opaco e graffita. Firmato “GAMBONE ITALY” sotto la base. (h cm 33) Disponibile su richiesta l’expertise scritta da parte dell’artista € 600/700

453 Bruno Gambone (Vietri Sul Mare 1936) “Leone” Scultura raffigurante un leone triste seduto. Firenze, seconda metà secolo XX. Grès smaltato in bianco opaco e graffita. Firmato “GAMBONE ITALY” sotto la base. (h cm 22,5) Disponibile su richiesta l’expertise scritta da parte dell’artista € 500/600

454 Bruno Gambone (Vietri Sul Mare 1936) “Leone” Scultura raffigurante un leone triste accovacciato. Firenze, seconda metà secolo XX. Grès smaltato in bianco opaco e graffita. Firmato “GAMBONE ITALY” sotto la base. (h cm 14) Disponibile su richiesta l’expertise scritta da parte dell’artista € 400/500 454


226 227

455

456

455 Flavio Poli (Chioggia 1900 - Venezia 1984) Vaso ovoidale della serie “ottico o cristallo ondulato” modello “6659”. Esecuzione Seguso vetri d’arte, Murano, 1939ca. Vetro incolore soffiato in stampo, corpo a buche e fasce ritorte. (h cm 22) Bibliografia M. Heiremans, Seguso vetri d’arte. Glass objects from Murano, (1932-1973), Stuttgart 2014, p. 108 € 450/500 456 Barovier & Toso Vaso con corpo a sezione ovoidale schiacciata, base applicata a caldo, applicazioni irregolari a rilievo. Murano, anni ‘50/’60. Vetro soffiato pagliesco con superficie esterna iridata. (h cm 27) Provenienza Collezione privata, Bologna

€ 450/500

457 Flavio Poli (Chioggia 1900 - Venezia 1984) (Attribuito) Vaso. Esecuzione Seguso vetri d’arte, Murano, anni ‘30. Vetro pesante topazio trasparente lavorato a bugne irregolari. (h cm 21) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Bologna Bibliografia per esemplare simile: M. Heiremans, Seguso Vetri d’Arte. Glass Object from Murano (1932-1973), Arnoldsche, Stuttgart 2014, p. 218 € 400/500 457


458 Seguso Vetri d’Arte Lotto composto da due vasi a un’ansa, preparati per essere montati a lampada da parete, uniti al relativo disegno di fornace. Murano, anni ‘40/’50. Vetro soffiato pulegoso e cristallo con applicazione di foglia d’oro; matita grassa e acquerello a polvere d’oro su carta. (h cm 19; h cm 19,5) (lievi difetti al foglio di carta) € 450/500

458

459 Guido Balsamo Stella (1882-1941) e Franz Pelzel (1900-1974) “Danzatrice con stambecco” Vaso con base sfaccettata e orlo frastagliato. Esecuzione SALIR, Murano, anni ‘30/’40. Cristallo alexandrite parzialmente acidato. Incisione al ruotino raffigurante una danzatrice e uno stambecco. (h cm 30,5; d cm 22,5) Provenienza Collezione privata, Varese

€ 550/600

460 Barovier & Toso Specchio da tavolo. Murano, anni ‘40. Cornice in vetro trasparente incolore a torciglione, struttura in ottone. Marchio incusso. (cm 40x46) (lievi difetti) € 550/600

459

460

461 Flavio Poli (Chioggia 1900 - Venezia 1984) Coppa per l’Alfa Romeo. Seguso, Murano, 1961ca. Disegno n. 13003, in vetro satinato azzurro. (h cm 18,5; d cm 19) Bibliografia M. Heiremans, Seguso vetri d’Arte. Glass object from Murano (1932-1973), Arnoldsche, Stuttgart 2014, p. 287; F. Deboni, Murano ‘900, Bocca, Milano 1996, p. 229, fig. 145 € 450/500

462 Manifattura di Murano “Bufalo” Scultura. Anni ‘40/’50. Vetro massello trasparente grigio-verde, fortemente iridato sulla superficie esterna. (h cm 25) € 450/500 461

462


228 229

463

464

463 Paolo Venini (Milano 1895 - Venezia 1959) Bottiglia con tappo della serie “Incisi”. Murano, 1979. Vetro sommerso acquamare e giallo “putrido”, lavorato alla piccola ruota sulla superficie esterna. Disegno n. 722.22 del catalogo verde. Firmato a punta sotto la base “Venini Italia 79”. (h cm 19) Bibliografia A. Venini Diaz de Santillana, Venini. Catalogo ragionato 1921-1986, Skira, Milano 2000, pp. 204, 300 € 320/350 464 Seguso Vetri d’Arte Vaso troncoconico. Murano, anni ‘30. Vetro soffiato incamiciato di color glicine, con applicazione di foglia d’oro sulla superficie esterna. Compatibile con il modello 5275. (h cm 18,5; d cm 18) Bibliografia per esemplari di analogo disegno: M. Heiremans, Seguso vetri d’arte. Glass objects from Murano, (1932-1973), Stuttgart 2014, pp. 96, 100, 231 € 550/600 465 Archimede Seguso (Murano 1909 - Murano 1999) (Attribuito) Vaso a sezione triangolare. Murano, anni ‘50. Vetro pesante trasparente ambra con fasce irregolari a rilievo in vetro trasparente verde applicate a caldo. (h cm 26) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Bologna

€ 550/600 465


466 Antonia Campi (Sondrio 1921 - Savona 2019) Anello con struttura in argento e corniola. 2005. Pezzo unico firmato a incussione “Neto” e datato 05/2005. € 600/800

467 Coppia di appendiabiti in vetro retroverniciato e decorato con soggetti egizi, base in legno verniciato nero. Milano, anni ‘50/’60. Un esemplare firmato “Haeti”. (cm 30x124,5) € 550/600 466

468 MVM Cappellin Piatto decorativo. Murano, anni ‘20/’30. Vetro soffiato cristallo con orlo in vetro ciclamino trasparente applicato a caldo. Firmato all’acido. (h cm 40) € 550/600

469 Tapio Wirkkala (Hanko 1913 - Helsinki 1985) Lotto composto da due vasi della serie Bolle. Murano, anni ‘80. Vetro soffiato a incalmo pagliesco e rosso, talpa e ametista chiaro. Firmati a punta sotto la base “venini italia tw”, uno datato 1980. (h cm 19; h cm 22) Bibliografia A. Venini Diaz de Santillana, Venini. Catalogo ragionato 1921-1986, Skira, Milano 2000, pp. 229, 292; Venini. Glass object, catalogo della fornace, Murano 2000, p. 36 € 550/600

470 Ercole Barovier (Murano 1889 - Venezia 1974) Lampada da tavolo con corpo a profonde costolature in vetro incolore a bolle e verde “spuma di mare” ottenuto con colorazione a caldo senza fusione. Diffusore in vetro cristallo a bolle e rostrato. Esecuzione Barovier & Toso, Murano, 1938-40. (h cm 29) (difetti) € 350/450

471 Alfredo Barbini (Murano 1912 - Murano 2007) Ciotola. Esecuzione VAMSA, Murano, anni ‘30/’40. Vetro sommerso con strato interno verde a fitte bollicine e a effetto fumato. (cm 18,5x7x11) (lievi difetti) Bibliografia M. Barovier, R. Barovier Mentasti, A. Dorigato, Il Vetro di Murano alle Biennali 1895-1972, Milano 1995, p. 48 € 420/450 467


230 231

472 René Lalique (Ay 1860 - Parigi 1945) Lotto composto da due vasi modello “Danaïdes”. Esecuzione Lalique, Francia, anni ‘30. Modello creato nel 1926, soppresso dal catalogo nel 1937 e non ripreso dopo il 1947. Rispettivamente: vetro opalescente soffiato in stampo e vetro incolore soffiato in stampo, acidato sulla superficie esterna e patinato in azzurro. Firmati in stampo e all’acido sotto la base “R. LALIQUE” e “R. LALIQUE france”. (h cm 18; d cm 14) (lievi difetti) Provenienza collezione privata, Milano Bibliografia F. Marcilhac, René Lalique 1860-1945. Maitre-verrier, Les éditions de l’amateur, Parigi 2004, p. 433 € 500/600

472

473 Manifattura di Murano Coppia di vasi a campana. Anni ‘70/’80. Vetro cristallo trasparente incolore. (h cm 57,5) € 450/500

474 Lotto composto da nove coppe trofeo del ventennio fascista in ottone argentato e legno ebanizzato ornate con fasci littori di varia foggia. Italia, anni ‘30/’40. (misure diverse) (difetti) € 1.000/1.200

475 Seguso Vetri d’Arte (Attribuito) Vaso a ciotola con sezione schiacciata. Murano, anni ‘50. Vetro soffiato sommerso a tre strati rispettivamente pagliesco, a bollicine, ambra trasparente e con inclusione di foglia d’oro. (cm 16,5x10x13,5) € 350/400

473

474


476 Paolo Venini (Milano 1895 - Venezia 1959) Due compostiere con tappo, rispettivamente disegno 4740 del catalogo di fornace in vetro ametista trasparente, e disegno 4742 in vetro verde trasparente. Venini, Murano, 1959ca. (h max cm 45) (difetti e restauri) Bibliografia Paolo Venini e la sua fornace, a cura di M. Barovier e C. Sonego, Skira, Milano 2016, p. 291 € 600/700 477 Manifattura di Murano Vaso a balaustro con corpo a costolature ritorte verso la sommità, base applicata a caldo. Anni ‘20. Vetro soffiato ametista chiaro trasparente. (h cm 32) € 550/600 476

477

478 Renato Gaspari Vaso soliflore della serie “Sasso”. Esecuzione Salviati, Murano, anni ‘70. Vetro massello fumé, azzurro, blu e ametista scuro. Firmato a punta sotto la base “Salviati designer R. Gaspari Microbrera”. (h cm 24,5) € 450/500 479 Aldo Bon (Murano 1906 - Murano 1988) Vaso-versatoio a un’ansa. Probabile esecuzione Vetreria Aureliano Toso, Murano, 1952. Vetro soffiato incolore opalescente con superficie esterna corrugata e iridata, colorata con fitte macchie di vetro blu, bruno, celeste e grigio-verde applicate con tecnica simile a quella impiegata per i vetri “pittorici”. Firmato a punta sotto la base “Aldo Polo 1952”. (h cm 26) € 400/500

478

479

480 Galileo Chini (Firenze 1873 - Firenze 1956) Vasetto Liberty decorato con figure ispirate alle piume di pavone. Esecuzione Fornaci San Lorenzo, Mugello, 1906ca. Maiolica incisa e smaltata a lustro metallico nei toni del verde, vinaccia, ocra e celeste. Marcato sotto la base con il simbolo grafico della grata e iscritto “F - MUGELLO 2242”. (h cm 17) Bibliografia E. Gaudenzi, Novecento. Ceramiche italiane. Protagonisti e opere del XX secolo, vol 1, Faenza editrice, Faenza 2006, p. 63 € 450/500 481 Bruno Gambone (Vietri Sul Mare 1936) Vaso bottiglia con corpo schiacciato e collo stretto. Firenze, seconda metà secolo XX. Ceramica smaltata in nero lucido, beige e a colature blu-verdi. Firmato “GAMBONE ITALY” sotto la base. (h cm 34,5) Disponibile su richiesta l’expertise scritta da parte dell’artista € 500/600

480

481


232 233

482

483

482 Gio Ponti (Milano 1891 - Milano 1979) Vaso a brocca. Venini, Murano, 1950ca. Vetro soffiato a canne larghe verde e blu. Disegno della serie 972. Firma all’acido circolare “venini murano”. Recante etichetta adesiva del negozio Venini Caliari di Torino. (h cm 25,5) Provenienza Collezione privata, Italia Bibliografia Paolo Venini e la sua fornace, a cura di M. Barovier e C. Sonego, Skira, Milano 2016, p. 393 € 600/800 483 Paolo Venini (Milano 1895 - Venezia 1959) Bottiglia con tappo della serie “Incisi”. Murano, anni ‘70/’80. Vetro sommerso nei colori giallo “putrido” e “prugna”, lavorato alla piccola ruota sulla superficie esterna. Disegno n. 4586 del catalogo rosso. Firmata a punta sotto la base “venini italia”. (h cm 39) Bibliografia A. Venini Diaz de Santillana, Venini. Catalogo ragionato 1921-1986, Skira, Milano 200, pp. 100, 204, 282, 300; Listino prezzi Venini 1969, p. 46 € 450/500 484 Nason (Attribuito) Vaso a corpo sferico schiacciato e collo allargato. Murano, anni ‘20/’30. Vetro pagliesco iridato, con anse in vetro ametista. (h cm 24) € 900/1.000

484


485

485 Guido Andlovitz (Trieste 1900 - Grado 1971) Parte di servizio composto da trenta piatti grandi, uno piccolo e una salsiera della serie “Figure vecchia Milano”. Manifattura Società Ceramica Italiana, Laveno, 1926ca. Terraglia forte e dipinta a mano. Marcata con cuore inscritto con “figure vecchio Milano Laveno” in manganese; numeri diversi impressi. (d max cm 27; d min cm 23,5, salsiera l cm 25) (lievi difetti) € 550/600

486 Piero Fornasetti (Milano 1913 - Milano 1988) Portaombrelli della serie “Levriero afgano”. Milano, anni ‘50/’60. Metallo decorato a serigrafia. (h cm 77) (difetti) € 500/600

487 Barovier & Toso Scultura a tutto tondo raffigurante un portatore di gerla con frutta. Murano, seconda metà secolo XX. Vetro sommerso a macchie verdi, vetro cristallo con applicazione di foglia d’oro. (h cm 39) (lievi difetti) € 550/700 486


234 235

488 Barovier & Toso Grande lampada da tavolo con corpo sferico e base a ciambella della serie “Neolitici o Onice”. Murano, seconda metà secolo XX. Vetro soffiato lattimo sommerso con colorazione a caldo senza fusione marrone-beige. (h cm 45; d cm 40) (lievissimi difetti) € 900/1.000

489 Mazzega (Attribuito) Coppia di lampade da parete. Murano, anni ‘70/’80. Struttura in metallo e elementi in vetro pulegoso e arancione conformati a foglia. (h cm 64) (lievi difetti) € 550/500

490 Charles Schneider (Chateau-Thierry 1881 - Epinay sur Seine 1953) Alzata della serie “Bijoux”. Esecuzione Schneider, Francia, 1918-22. Base in vetro colorato alle polveri viola, coppa in vetro incamiciato incolore e colorato alle polveri bianco, arancione e viola. Firma all’acido “Schneider”. (h cm 19; d cm 25)

488

Provenienza Collezione privata, Italia Bibliografia Charles Schneider maitre-verrier. Verreries Schneider France de 1913 à 1940, Le Louvre des Antiquaires, Paris 1984, pp. 20, 40 € 450/600

491 Bruno Gambone (Vietri Sul Mare 1936) Vaso bottiglia con corpo schiacciato e collo stretto. Firenze, seconda metà secolo XX. Ceramica smaltata in nero, beige e a colature verdi. Firmato “GAMBONE ITALY” sotto la base. (h cm 24) Disponibile su richiesta l’expertise scritta da parte dell’artista € 400/500

492 Paolo De Poli (Padova 1905 - Padova 1996) Ciotola. Padova, anni ‘50/’60. Rame lavorato a baccellatura irregolare e smaltato nei toni del verde acqua e del blu. Firmata sotto la base “De Poli”. (h cm 6; d cm 25) (lievi difetti) € 250/300 489


493 Renzo Frau (Cagliari 1881 - 1926) Poltrona modello “904 Vanity Fair”. Produzione Poltrona Frau, Torino, disegno del 1930. Rivestimento in pelle rossa. Recante targa dorata sul retro. Tiratura limitata esemplare n° 3390. (cm 92x98x86) (lievi difetti) € 550/600

493

494 Gio Ponti (Milano 1891 - Milano 1979) Poltrona modello “516”. Produzione Cassina, Meda, anni ‘50. Legno massello con schienale a giorno, cuscino in tessuto decorato a motivi floreali. (cm 64x77x70) (difetti e mancanze) Provenienza Collezione privata, Philippe Daverio € 650/700

494

495 Luigi Carlo Daneri (Borgo Fornari 1900 - Genova 1972) Poltrona. Genova / Milano, 1933. Struttura in legno di noce, braccioli a balestra in legno multistrato curvato. Rivestimento in tessuto policromo nei toni del nero, del grigio e del rosa. Forcella di rinforzo in tubolare metallico, probabilmente non coeva. (cm 68x80x104) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Italia Esposizioni Parte dell’arredo originale dello studio della Abitazione tipica a struttura d’acciao di Luigi Vietti e Luigi Carlo Daneri, realizzata per la Mostra dell’abitazione alla V Triennale di Milano, 1933 Bibliografia Catalogo ufficiale della V Triennale, a cura di A. Pica, Milano 1933, pp. 225, 669,673, 749 € 500/600 495


236 237

496 Paolo Buffa (Milano 1903 - Milano 1970) Poltrona. Esecuzione Serafino Arrighi, Cantù o Mariano Comense, 1942. Legno massello e cuscini imbottiti e rivestiti in velluto rosa. (cm 69x88x78) (lievi difetti e restauri) Accompagnata da dichiarazione di autenticità dell’Archivio Paolo Buffa Bibliografia per modelli aventi caratteristiche analoghe: Aloi, L’Arredamento Moderno, quarta serie, Hoepli, Milano 1949, tav. 366 € 600/700

496

497 Roberta Verteramo Prototipo della sedia modello “Maltina”. 2011. Resina verniciata e PVC. Pezzo unico realizzato a mano dell’artista. (cm 41x105x45) (difetti) Provenienza Collezione privata, Philippe Daverio Esposizioni Fuori salone del mobile 2011, esposizione “Senza buon senso”, a cura di Philippe Daverio € 1.200/1.500

497

498 Sergio Rodriguez (Rio de Janeiro 1927 - Rio de Janeiro 2014) Poltrona modello “Sheriff”. Produzione ISA, Ponte San Pietro, 1961ca. Legno massello e cuoio. Recante etichetta adesiva del produttore sullo schienale. (cm 81x74x76) (difetti) Bibliografia T. Casartelli, La Selettiva del mobile 1955-1975. Il contributo di Cantù all’evoluzione del design in Italia, Caturium, Cantù 2016, p. 104 € 550/600

498


499

499 Frigerio Libreria a quattro campate, quattro stipi, cassetto, piano a giorno e vetrina. Cantù, anni ‘50. Legno impiallacciato e bordato. (cm 268x214x43) (difetti e mancanze) € 1.600/1.800

500 Osvaldo Borsani (Varedo 1911 - Milano 1985) Libreria modello “E60”. Produzione Arredamenti Borsani, Varedo, anni ‘50. Sette ripiani in teak, montanti in alluminio ottonato. (cm 82,5x200x30) (difetti) Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 20; P. Bosoni, Osvaldo Borsani. Architetto, designer, imprenditore, Skira, Milano 2018, pp. 403, 597 € 650/700

501 Osvaldo Borsani (Varedo 1911 - Milano 1985) Libreria modello “E60”. Produzione Arredamenti Borsani, Varedo, anni ‘50. Sette ripiani in teak, montanti in alluminio ottonato. (cm 82,5x200x37) (difetti) Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 20; P. Bosoni, Osvaldo Borsani. Architetto, designer, imprenditore, Skira, Milano 2018, pp. 403, 597 € 650/700 500


238 239

502

502 Michele Achilli, Daniele Brigidini e Guido Canella (Attribuito) Libreria in legno impiallacciato e massello di noce a quattro campate con parte inferiore con stipi ad ante e maniglie in ottone, parte superiore a ripiani a giorno e vetrinetta. Montanti e puntali in ottone. Dotata di lampada con struttura in ottone nichelato e legno di teak massello, diffusore in vetro incamiciato lattimo. Italia, anni ‘50. (cm 400x300x42) (difetti) Provenienza Collezione privata, Bologna

€ 550/600

503 Feal Libreria con tre ripiani a giorno e stipo a doppia anta. Italia, 1960ca. Montanti e reggipiano in metallo ottonato e piani e stipo in legno impiallacciato di teak. (cm 82,5x200x34) (lievi difetti) € 900/1.000

504 Libreria tre campate rette da puntoni fusiformi in legno di teak massello e impiallacciato con cinque stipi ad anta impiallacciati a coda di rondine e bordati in legno grissinato e due ripiani a giorno in teak impiallacciato e ottone. Italia, anni ‘50. (cm 373x271x46) (lievi difetti) € 900/1.000

503


505 Tavolo in legno di mogano e noce massello, impiallacciato e bordato. Piano ellissoidale, gamba centrale troncoconica, base circolare con decorazione a ovuli intagliati. Italia, anni ‘40. (cm 208x78,5x100) (lievi difetti e restauri) € 650/700

505

506 Gianfranco Frattini (Padova 1926 - Milano 2004) Scrivania modello “530”. Produzione Bernini, Ceriano Laghetto (MB), 1961. Fascia sottopiano a quattro cassetti su un lato e a due cassetti e due scomparti sull’altro. Legno di teak massello multistrato e impiallacciato. (cm 170x72x82,5) (difetti) Bibliografia “Domus”, n. 378, maggio 1961 (pubblicità); “Domus”, n. 389, aprile 1962, p. 53; “Rivista dell’Arredamento”, n. 96, dicembre 1962 (pubblicità); “Domus”, n. 401, aprile 1963, p. d/120; catalogo Bernini € 750/800

506

507 Afra Scarpa (1937-2011) e Tobia Scarpa (1935 Tavolo della serie “Artona”. Produzione Maxalto, Italia, 1975ca. Base in legno laccato nero e alluminio, piano in multistrato di varie essenze impiallacciato in legno di noce e radica di olmo. (cm 191x73x100) (lievi difetti) € 800/1.000

507

508 Mario Botta (Mendrisio 1943) Tavolo modello “Tesi”. Produzione Alias, Grumello del Monte (BG), 1986. Struttura in acciaio e lamiera stirata verniciati nero, piano in cristallo molato trasparente. (cm 245x74x85) (lievi difetti) Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 2, Allemandi, Torino 2003, p. 368 € 550/600

508


240 241

509 Tavolo con struttura in metallo verniciato e piedini in ottone, piano in marmo di Candoglia. Italia, anni ‘50/’60. (h cm 75; d cm 120) (lievi difetti) € 550/650

509

510 Leonardo Fiori Tavolino da caffè ad altezza regolabile e con piedini regolabili. Produzione ISA, Ponte San Pietro, 1959ca. Legno impiallacciato in teak, ferro verniciato, ottone. Recante etichetta metallica del produttore. (cm 85xaltezza regolabilex85) (lievi difetti) Bibliografia “Domus”, n. 356, luglio 1959, pp. 7, 10 € 650/700

510

511 Osvaldo Borsani (1911-1985) e Eugenio Gerli (1923-2013) Tavolo modello “T69”. Produzione Tecno, Varedo, 1963. Piano in cristallo, struttura in alluminio pressofuso con lamine spazzolate applicate. (h cm 64; d cm 130) (lievi difetti) Bibliografia P. Bosoni, Osvaldo Borsani. Architetto, designer, imprenditore, Skira, Milano 2018, pp. 494-495, 602; G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 103 € 600/700

511


512 Coppia di poltrone con struttura in legno massello, gambe troncoconiche rivestimento in velluto color senape. Milano, anni ‘40. (cm 70x78x70) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Milano

512

€ 550/600

513 Vittorio Nobili (1935) Coppia di sedie modello “Medea”. Produzione Fratelli Tagliabue, Italia, 1955ca. Ferro verniciato nero, compensato curvato di teak. Marchio a inchiostro sotto la seduta. (cm 45x80x51) € 550/600

514 Vittorio Nobili (1935) Coppia di sedie modello “Medea”. Produzione Fratelli Tagliabue, Italia, 1955ca. Ferro verniciato nero, compensato curvato di teak. Marchio a inchiostro sotto la seduta. (cm 44,5x83x54)

513

Bibliografia “Domus”, n. 329, aprile 1957, pubblicità; “Rivista dell’arredamento”, n. 46, ottobre 1958, pubblicità; G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino, 2003, p. 40; Il libro dell’arredamento, Hoepli, Milano, 1958, sez. 7, p. 28 € 550/600

515 Mario Botta (Mendrisio 1943) Coppia di poltroncine modello “Seconda”. Produzione Alias, Grumello del Monte (BG), 1982. Struttura in acciaio verniciato nero, seduta e schienale in lamiera d’acciaio perforata vernice nera, poggiaschiena in poliuretano nero. Recante etichetta adesiva del produttore sotto la seduta. (cm 52x72x52) (lievi difetti)

514

Bibliografia F. Baudot, Les assises du siècle, Editions du May, Paris, 1990, p. 94; G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 2, Allemandi, Torino 2003, p. 309 € 650/700

516 Salotto Art Déco composto da un divano imbottito e rivestito in velluto beige con base a fascia in legno e due poltrone con fianchi e braccioli in legno intarsiato con motivo stellare, base intagliata con fascia a tasselli, rivestimento in velluto beige. 1925-30. (divano cm 220x88x78; poltrone cm 68,5x75x75) (difetti) Provenienza Collezione privata, Philippe Daverio 515

€ 900/1.200


242 243

517 Paolo Buffa (Milano 1903 - Milano 1970) Lotto di sei sedie con traverso superiore dello schienale sagomato a ricciolo, gambe anteriori con filettatura frontale. Cantù o Mariano Comense, anni ‘50. Legno di noce massello, seduta e schienale imbottiti e rivestiti in velluto color giallo oro. (cm 46x90x43) (difetti) Accompagnate da dichiarazione di autenticità dell’Archivio Paolo Buffa € 450/500

518 Vico Magistretti (Milano 1920 - Milano 2006) Gruppo di otto sedie modello “122”. Produzione Cassina, Meda, 1967. Legno compensato curvato e seduta in cuoio. (cm 50x75x50) (difetti)

517

Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 135. € 650/700

519 Tecno Grande scrivania con struttura in fusione di alluminio, acciaio e ghisa, piano e cassettiera laterale in legno di teak impiallacciato e bordato, unita a due sedie girevoli con base in alluminio pressofuso e seduta rivestita in vinilpelle nera. Varedo, anni ‘70. Etichetta della produzione all’interno della cassettiera. (scrivania cm 219x72x94; sedie cm 52xaltezza regolabilex52) (difetti) € 450/500

518

520 Marco Zanuso (Milano 1916 - Milano 2001) Divano a quattro posti modello “Square”. Produzione Arflex, Milano, 1962. Rivestimento in velluto di lana color créme, piedi in metallo e legno massello. (cm 245x72x83) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Bologna Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 92 € 800/1.000

519

521 Marco Zanuso (Milano 1916 - Milano 2001) Divano a tre posti modello “Square”. Produzione Arflex, Milano, 1962. Rivestimento in velluto di lana color creme, piedi in metallo e legno massello. (cm 190x72x83) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Bologna Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 92 € 500/700 520


522 Luigi Caccia Dominioni (Milano 1913 - Milano 2016) Divano a tre posti modello “Fasce Cromate”. Produzione Azucena, Milano, 1963. Struttura in acciaio, cuscini imbottiti e rivestiti in tessuto floreale azzurro. (cm 210x74x80) (lievi difetti) Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 101 € 600/700

522

523 Francesco Binfarè (Milano 1939) Divano modello “Angels 2”. Produzione Edra, Italia, 1996. Rivestimento in velluto rosso, piedini in metallo cromato. (cm 220x85x150) (difetti) € 850/900

524 Piet Hein (Copenaghen 1905 - Middelfart 1996) (Attribuito) Quattro sgabelli alti. Probabile produzione Fritz Hansen. Danimarca, anni ‘60. Struttura in acciaio cromato, base in alluminio pressofuso e seduta imbottita e rivestita in tessuto scozzese. (h cm 65; d cm 35) (lievi difetti) € 700/800 523

525 Fede Cheti (Savona 1905 - Genova 1978) (Attribuito) Divanetto imbottito con gambe troncoconiche. Italia, anni ‘50. Struttura in legno massello e rivestimento in seta a strisce con decori floreali. (cm 94x71x57) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Milano Bibliografia per esemplari simili: R. Aloi, Esempi di arredamento moderno di tutto il mondo. Sedie poltrone divani, Hoepli, Milano 1950, fig. 256 € 500/600 524

526 Fede Cheti (Savona 1905 - Genova 1978) (Attribuito) Divanetto imbottito con gambe troncoconiche. Italia, anni ‘50. Struttura in legno massello e rivestimento in seta a strisce con decori floreali. (cm 94x71x57) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Milano Bibliografia per esemplari simili: R. Aloi, Esempi di arredamento moderno di tutto il mondo. Sedie poltrone divani, Hoepli, Milano 1950, fig. 256 € 500/600 525


244 245

527 Gio Ponti (Milano 1891 - Milano 1979) Lotto di tre sedie modello “646 Leggera”. Produzione Cassina, Meda, anni ‘50. Legno di frassino massello e seduta imbottita e rivestita in vinilpelle nera. (cm 42,5x83x46) (difetti) Bibliografia “Domus”, n. 264-265, dicembre 1951, p. 15; Centrokappa, Il design italiano degli anni 50, Ricerche Design Editrice, Milano 1985, p. 109; Gio Ponti designer, Alinea, Firenze 2007, p. 28; Made in Cassina, a cura di G. Bosoni, Skira, Milano 2008, p. 149; L. Falconi, Gio Ponti. Interior Objects Drawings 1920-1976, Electa, Milano 2010, p. 242 € 700/900

528 Gio Ponti (Milano 1891 - Milano 1979) Lotto di tre sedie modello “Superleggera”. Produzione Cassina, Meda, 1957. Legno di frassino verniciato nero e seduta in paglia di Vienna. (cm 40x84x45) (gravi difetti)

527

Bibliografia G. Gramigna, Le fabbriche del design. I produttori dell’arredamento domestico in Italia, Allemandi, Torino 2007, p. 80; G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 51 € 850/900

529 Gio Ponti (Milano 1891 - Milano 1979) (Attribuito) Coppia di poltrone con divano a due posti imbottiti con piedini troncoconici. Esecuzione Casa e Giardino, Milano, anni ‘50. Rivestimento in tessuto a fiori su fondo giallo, piedini in legno massello. (divano cm 150x80x83; poltrone cm 76x79x70) (gravi difetti al tessuto e restauri) € 1.000/1.500

528

530 Gio Ponti (Milano 1891 - Milano 1979) Lotto di cinque sedie modello “646 Leggera”. Produzione Cassina, Meda, anni ‘50. Legno massello tinto nero e seduta imbottita e rivestita in vinilpelle. (cm 42,5x83x46) (lievi difetti e restauri) Bibliografia “Domus”, n. 264-265, dicembre 1951, p. 15; Centrokappa, Il design italiano degli anni 50, Ricerche Design Editrice, Milano 1985, p. 109; Gio Ponti designer, Alinea, Firenze 2007, p. 28; Made in Cassina, a cura di G. Bosoni, Skira, Milano 2008, p. 149; L. Falconi, Gio Ponti. Interior Objects Drawings 1920-1976, Electa, Milano 2010, p. 242 € 1.100/1.200

529

531 Gio Ponti (Milano 1891 - Milano 1979) Lotto di quattro sedie modello “646 Leggera”. Produzione Cassina, Meda, anni ‘50. Legno massello e seduta imbottita e rivestita in vinilpelle rossa. (cm 42,5x83x46) (lievi difetti) Bibliografia “Domus”, n. 264-265, dicembre 1951, p. 15; Centrokappa, Il design italiano degli anni 50, Ricerche Design Editrice, Milano 1985, p. 109; Gio Ponti designer, Alinea, Firenze 2007, p. 28; Made in Cassina, a cura di G. Bosoni, Skira, Milano 2008, p. 149; L. Falconi, Gio Ponti. Interior Objects Drawings 1920-1976, Electa, Milano 2010, p. 242 € 500/600 530


532 Angelo Vittorio Mira Bonomi Coppia di sedie. Turbigo, anni ‘50. Legno di mogano massello e multistrato con seduta e schienale imbottiti, rivestiti da tessuto a fiori non coevo. (cm 42x110,5x52) (lievi difetti) € 600/700

532

533 Gianfranco Frattini (Padova 1926 - Milano 2004) Coppia di poltrone modello “849”. Produzione Cassina, Meda, 1956. Struttura in legno massello, rivestimento in velluto verde. (cm 86x74x65) (difetti) Bibliografia G. Bosoni, Made in Cassina, Skira, Milano 2008, p. 187; G. Gramigna, Le fabbriche del design. I produttori dell’arredamento domestico in Italia, Allemandi, Torino 2007, p. 81; G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino, 2003, p. 44; P. C. Santini, Gli anni del design italiano. Ritratto di Cesare Cassina, Electa, Milano 1981, pp. 109, 114; Catalogo Cassina, 1967, s.p.; “Domus”, n. 399, febbraio 1963, p. 105; Domus”, n 371, ottobre 1960, p. 49 € 900/1.000

533

534 Frank Lloyd Wright (Richland Center 1867 - Phoenix 1959 Coppia di poltroncine modello “Barrel”. Produzione Cassina, Meda, disegno del 1904, esemplari del 1986. Struttura in legno massello, seduta imbottita e rivestita in tessuto nero. Marcate sotto la seduta. (cm 54x80,5x56) € 900/1.000

534

535 Coppia di poltrone con struttura in tondino di acciaio verniciato nero e rivestimento in similpelle nera. Italia, anni ‘60. (cm 59x77x70) (difetti e piccole mancanze) € 1.000/1.200

536 Divano a tre posti con struttura in legno massello, gambe troncoconiche, rivestimento in velluto color senape. Milano, anni ‘40. (cm 168x77x74) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Milano 535

€ 550/600


246 247

537 Lotto composto da otto sedie “chiavarine” con struttura in legno massello di mogano, seduta imbottita e rivestita in velluto verde. Milano, anni ‘40/’50. (cm 42,5x87x35) (difetti) Provenienza Collezione privata, Milano

€ 550/600

538 Luigi Caccia Dominioni (Milano 1913 - Milano 2016) Lotto composto da sette sedie e una poltroncina modello “Nonaro”. Produzione Azucena, Milano, 1959. Ferro grigio metallizzato e rete metallica in filo di ferro zincato. (sedie cm 41,5x102x41; poltroncina cm 44x101x51) (lievi difetti)

537

Bibliografia Azucena. Mobili e oggetti, a cura di M. Imparato, F. Radaelli, S. Milesi, Azucena, Milano 2012, p. 162 € 800/1.000

539 Francois Azambourg (1963) Lotto composto da otto sedie modello “Bugatti”. Produzione Cappellini, Carugo, 2009. Lamiera sottile iniettata con poliuretano espanso e verniciata lucida bianca. Marcate sotto la seduta. (cm 33,5x81,5x49) (lievi difetti e piccoli restauri) € 1.200/1.500

538

540 Carlo De Carli (Milano 1910 - Milano 1999) Lotto composto da sei sedie modello “693”. Produzione Cassina, Meda, 1959. Legno massello, seduta e schienale imbottiti e rivestiti in similpelle nera. Recanti l’etichetta della produzione sotto la seduta. (cm 46x86x45) (lievi difetti) Bibliografia “Domus”, n. 399, febbraio 1963, p. 103; “Ottagono”, n. 8, gennaio 1968, p.104; G. Bosoni, Made in Cassina, Skira, Milano 2008, p. 164. € 1.300/1.400

539

541 Carlo De Carli (Milano 1910 - Milano 1999) Lotto composto da sei sedie modello “693”. Produzione Cassina, Meda, 1959. Legno massello, seduta e schienale imbottiti e rivestiti in panno verde. (cm 46x86x45) (difetti) Bibliografia “Domus”, n. 399, febbraio 1963, p. 103; “Ottagono”, n. 8, gennaio 1968, p.104; G. Bosoni, Made in Cassina, Skira, Milano 2008, p. 164. € 900/1.000 540


542 Renato Forti (1923 - Milano 2015) Libreria modello “F54”. Produzione Frangi, Italia, 1954ca. Modulo a sei ripiani in compensato di faggio. (cm 143,5x97x30) (difetti e restauri) Bibliografia Colori e forme nella casa d’oggi, catalogo dell amostra, Villa Olomo, Como, 1957, p. 47; Mostra a Villa Olmo, rassegna, in “Domus”, n. 335, ottobre 1957, p. 40 € 550/600

542

543

543 Afra Scarpa (1937-2011) e Tobia Scarpa (1935) Attrezzi da camino ed un parascintille. Produzione Dimensione Fuoco, Italia, 1980ca. Metallo, ottone e legno di rovere tinto. (misure diverse) (lievi difetti) € 700/900

544 Angelo Bragalini (Fidenza 1913 - 1994) Tavolino da salotto. Bologna, anni ‘40/’50. Legno verniciato nero con piano in vetro retroverniciato rosso, dorato e bianco decorato con figure animali e firmato “A. Bragalini”. (cm 71,5x47,5x71,5) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Bologna

544

€ 550/600

545 Willy Guhl (Stein am Rhein 1915 - Hemishofen 2004) Coppia di sgabelli della serie “Loop”. Produzione Eternit AG, Svizzera, 1955ca. Fibrocemento. (cm 55x32x35) (lievi difetti) € 900/1.000

546 La Permanente Mobil Secretaire di gusto neoclassico con sei cassetti, ribalta e ghirlanda floreale intarsiata nella parte superiore. Cantù, anni ‘50. Legno, minuterie e piedini in ottone. Recante etichetta adesiva. (cm 97,5x126,5x48) (lievi difetti e piccole mancanze) € 650/700 545


248 249

547 BBPR (Barbiano di Belgiojoso, Peressutti, Rogers) Raro tavolo da riunione della serie “Arco”. Produzione Olivetti, Ivrea, anni ‘50. Struttura in metallo verniciato nero, piano in legno. (cm 299x78,5x99) (difetti) € 1.000/1.500

548 Afra Scarpa (1937-2011) e Tobia Scarpa (1935) Credenza a quattro ante e quattro cassetti della serie “Artona”. Produzione Maxalto, Italia, 1975ca. Multistrato di varie essenze impiallacciato in legno di noce e radica di olmo, cuoio. (cm 230x84x53) (lievi difetti) € 1.000/1.500

549 Fernando Campana (1961) e Humberto Campana (1953) Un esemplare della collezione “Nativo”. Corsi Design Factory, Barasso, 2010. Resina flessibile e rami di albero. Timbrato “Corsi Nativo Campana 01/30”. (cm 70x50x70) (lievi difetti)

547

548

Esposizioni Esposto alla Triennale di Milano alla mostra monografica “Anticorpi. Antibodies. Fernando e Humberto Campana 1989-2010” € 550/600

550 Credenza Novecento impiallacciata in radica con base e maniglie in anticorodal, piano in legno ebanizzato. Italia, anni ‘30. (cm 140x110x50,5) (difetti e piccoli restauri) € 900/1.000

551 Mobile bar a due ante in legno massello, bordato e impiallacciato chiaro. Italia, anni ‘40. (cm 115x140x41,5) (lievi difetti e mancanze) € 600/700 549


552 Avigdor “Casa degli Efebi” Tessuto, drappo dal disegno di Gio Ponti montato su pannello in legno compensato. Italia, anni ‘90. (cm 97x288) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Torino

€ 550/600

553 Avigdor “Casa degli Efebi” Tessuto, drappo dal disegno di Gio Ponti montato su pannello in legno compensato. Italia, anni ‘90. (cm 97x288) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Torino

€ 550/600

554 Avigdor “Casa degli Efebi” Tessuto, drappo dal disegno di Gio Ponti montato su pannello in legno compensato. Italia, anni ‘90. (cm 97x288) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Torino

€ 550/600

555 Coppia di tappeti europei. Austria (?), anni ‘20. Lavorati meccanicamente in lana con agugliatrice. (cm 115x85) (difetti) € 650/700

556 Luigi Caccia Dominioni (Milano 1913 - Milano 2016) Grande lampada a sospensione modello “LS1GC Lampione”. Produzione Azucena, Milano, 1954. Ottone e vetro soffiato satinato sulla superficie interna. (h cm 98) (lievi difetti e mancanze) € 550/600

557 Luigi Caccia Dominioni (Milano 1913 - Milano 2016) Lampada a sospensione modello “LS1GC Lampione”. Produzione Azucena, Milano, 1954. Ottone e vetro soffiato parzialmente satinato sulla superficie esterna e decorato alla mola. (h cm 64; d cm 30) (lievi difetti) € 200/250

558 Luigi Caccia Dominioni (Milano 1913 - Milano 2016) Posacenere modello “0G7 Marcel”. Produzione Azucena, Milano, anni ‘70. Metallo cromato. (h cm 3; d cm 17) € 100/120 552


250 251

559 Luigi Caccia Dominioni (Milano 1913 - Milano 2016) Credenza a tre ante e tre cassetti. Produzione Azucena, Milano, 1961. Legno laccato grigio, placche e angolari in ottone cromato. (cm 166x76x47,5) (lievi difetti) Bibliografia Azucena. Mobili e oggetti, a cura di M. Imparato, F. Radaelli, S. Milesi, Azucena, Milano 2012, pp. 84-87 € 600/700 560 Luigi Caccia Dominioni (Milano 1913 - Milano 2016) Letto matrimoniale modello “L5 Panchina”. Produzione Azucena, Milano, 1960. Struttura in acciaio verniciato grigio metallizzato, pomelli e piedini in fusione di ottone. (cm 186,5x89x201) (lievi difetti) Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 83 € 550/600 561 Luigi Caccia Dominioni (Milano 1913 - Milano 2016) Coppia di comodini modello “Casaccia”. Produzione Azucena, Milano, disegno del 1962. Legno impiallacciato. (cm 50x62,5x46) (lievi difetti e piccole mancanze) Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 97 € 650/700 562 Corrado Corradi Dell’Acqua (Milano 1905 1982) Tavolino a tre ripiani modello “T12 Montecarlo”. Produzione Azucena, Milano, 1959. Ottone con ripiani quadrati in cristallo molato. (cm 54x66x54) (difetti)

559

560

Bibliografia Azucena. Mobili e oggetti, a cura di M. Imparato, F. Radaelli, S. Milesi, Azucena, Milano 2012, pp. 130-131 € 550/600 563 Luigi Caccia Dominioni (Milano 1913 - Milano 2016) Cassettiera a quattro cassetti. Produzione Azucena, Milano, 1961. Legno laccato bordeaux, placche e angolari in metallo verniciato bordeaux. (cm 120x76x47) (lievi difetti) € 400/500 564 Luigi Caccia Dominioni (Milano 1913 - Milano 2016) Grande lampada a sospensione modello “LS1GC Lampione”. Produzione Azucena, Milano, 1954. Ottone e vetro soffiato satinato sulla superficie interna. (h cm 98) (lievi difetti e mancanze) € 550/600 561


565 Luigi Caccia Dominioni (Milano 1913 - Milano 2016) Lampada a sospensione modello “LS1GC Lampione”. Produzione Azucena, Milano, 1954. Ottone e vetro soffiato satinato sulla superficie interna. (h cm 74; d cm 37) (lievi difetti) € 220/250 566 Luigi Caccia Dominioni (Milano 1913 - Milano 2016) Lampada a sospensione modello “LS2”. Produzione Azucena, Milano, 1952. Ottone nichelato e vetro satinato sulla superficie interna. (h cm 35; d cm 34) (lievi difetti) Bibliografia “Domus”, dicembre 1952, n. 276-277, p. 75 € 250/300

565

566

567 Luigi Caccia Dominioni (Milano 1913 - Milano 2016) Lampada a sospensione modello “LS10 Boccia”. Produzione Azucena, Milano, 1967. Portalampada in alluminio grigio metallizzato, doppio gancio in ferro brunito e paralume a globo in cristallo di Murano soffiato incolore. (Boccia: h cm 34; d cm 39) (lievi difetti) Bibliografia Azucena. Mobili e oggetti, a cura di M. Imparato, F. Radaelli, S. Milesi, Azucena, Milano 2012, p. 220 € 200/300 568 Luigi Caccia Dominioni (Milano 1913 - Milano 2016) Lampada da tavolo modello “LTA6 Porcino”. Produzione Azucena, Milano, disegno del 1967. Base cilindrica in metallo cromato, diffusore in vetro soffiato smerigliato sulla superficie interna. (h cm 57,6) Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi Torino 2003, p 130; Azucena. Mobili e oggetti, a cura di M. Imparato, F. Radaelli, S. Milesi, Azucena, Milano 2012, pp. 238-239 € 550/600

567

568

569

569 Luigi Caccia Dominioni (Milano 1913 - Milano 2016) Lotto composto da sette appendiabiti. Produzione Azucena, Milano, anni ‘50. Fusione di ottone. (h cm 18,5) (difetti) € 280/300 570 Luigi Caccia Dominioni (Milano 1913 - Milano 2016) Lampada a sospensione modello “LS10 Boccia”. Produzione Azucena, Milano, 1967. Portalampada in alluminio grigio metallizzato, doppio gancio in ferro brunito e paralume a globo in cristallo di Murano soffiato incolore. (Boccia: h cm 34; d cm 39) (lievi difetti) € 100/120


252 253

571 Luigi Caccia Dominioni (Milano 1913 - Milano 2016) Coppia di lampade da parete modello “Mezzo lampione”. Produzione Azucena, Milano, anni ‘50. Struttura in ottone nichelato e calotta in vetro lattimo acidato sulla superficie interna. (d cm 35) (lievi difetti) € 200/300

572 Luigi Caccia Dominioni (Milano 1913 - Milano 2016) Tre lampade da parete modello “LP1 Lampione”. Produzione Azucena, Milano, 1950. Ottone e vetro soffiato smerigliato sulla superficie interna. (cm 22x36x30) (difetti) Bibliografia Azucena mobili e oggetti, a cura di M. Imparato, F. Radaelli, S. Milesi, Azucena, Milano 2012, p. 194 € 180/200

571

573 Luigi Caccia Dominioni (Milano 1913 - Milano 2016) Lampada a sospensione modello “LS10 Grappolo”. Produzione Azucena, Milano, 1967. Tre luci con portalampada in alluminio grigio metallizzato, doppio gancio in ferro brunito e paralume a globi in cristallo di vetro di Murano soffiato incolore. (Singole bocce: h cm 34, d cm 39; Struttura: d cm 64) (lievi difetti) Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 141; Azucena. Mobili e oggetti, a cura di M. Imparato, F. Radaelli, S. Milesi, Azucena, Milano 2012, p. 222 € 550/600

572

574 Luigi Caccia Dominioni (Milano 1913 - Milano 2016) Coppia di lampade da parete modello “LP15 Tromba”. Produzione Azucena, Milano, 1964. Ottone. (l cm 58) (difetti) € 450/500

575 Luigi Caccia Dominioni (Milano 1913 - Milano 2016) Lampada a sospensione modello “LS2”. Produzione Azucena, Milano, 1952. Ottone e vetro satinato sulla superficie interna. (h cm 35; d cm 34) (lievi difetti) Bibliografia “Domus”, dicembre 1952, n. 276-277, p. 75

573

€ 350/500

576 Luigi Caccia Dominioni (Milano 1913 - Milano 2016) Lampada da parete modello “LP1 Lampione”. Produzione Azucena, Milano, 1950. Ottone e vetro soffiato smerigliato sulla superficie interna. (cm 18x32x30) Bibliografia Azucena mobili e oggetti, a cura di M. Imparato, F. Radaelli, S. Milesi, Azucena, Milano 2012, p. 194 € 100/120 574


577 Hans Jørgen Wegner (Tønder 1914 - Copenaghen 2007) Sei sedie modello “CH24”. Produzione Carl Hansen & Son, Danimarca, produzione recente. Legno massello verniciato nero e seduta imbottita e rivestita in tessuto a fiori. (cm 50x72x51) (lievi difetti) € 550/600

578 Peter Hvidt (1916-1986) e Orla Mølgaard-Nielsen (1907-1993) Coppia di tavolini da salotto. Produzione France & Søn / France & Daverkosen, Danimarca, anni ‘50. Legno di teak. Recanti etichetta del produttore sotto la base. (cm 130x38x56) (lievi difetti) € 450/500 577

579 Borge Mogensen (Aalborg 1914 - Gentofte 1972) Coppia di letti. Produzione Soborg Mobler, Danimarca, anni ‘50. Legno di teak e malacca. (cm 91x76x191) (lievi difetti) € 350/400

580 Borge Mogensen (Aalborg 1914 - Gentofte 1972) Letto singolo. Produzione Soborg Mobler, Danimarca, anni ‘50. Legno di teak e malacca. (cm 91x76x191) (lievi difetti) € 200/250 578

581 Borge Mogensen (Aalborg 1914 - Gentofte 1972) Coppia di comodini modello “148”. Produzione Soborg Mobler, Danimarca, anni ‘50. Legno di teak massello e bordato, un cassetto sottopiano e un ripiano inferiore. Recante timbro del produttore sotto il piano. (cm 44x55x31) € 220/250

582 Hans Jørgen Wegner (Tønder 1914 - Copenaghen 2007) Carrello a due ripiani, con piano superiore asportabile. Produzione Andreas Tuck, Danimarca, anni ‘60. Legno di teak. (cm 77x61x47,5) (lievi difetti) € 180/200 579


254 255

583 Peter Hvidt (1916-1986) e Orla Mølgaard-Nielsen (1907-1993) Credenza a cinque cassetti e anta scorrevole. Produzione Soborg Mobler, Danimarca, anni ‘60. Legno massello di teak. Recante timbro del produttore. (cm 152x86x48) (lievi difetti) € 500/600

584 Peter Hvidt (Copenaghen 1916 - 1986) Divano modello “Minerva”. Produzione France & Son, Danimarca, anni ‘70. Legno di teak, seduta e schienale in tessuto rosso. Recante marchio del produttore. (cm 188x77x75) € 500/600

585 Grete Jalk (Copenhagen 1920 - 2006) Coppia di poltrone. Produzione France & Son, Danimarca, 1954ca. Struttura in legno massello di teak, cuscini imbottiti e rivestiti in tessuto viola. Recante marchio del produttore alla base della seduta. (cm 73x73x73) (lievi difetti) € 1.500/2.000

586 Grete Jalk (Copenhagen 1920 - 2006) Coppia di poltrone. Produzione France & Son, Danimarca, 1954ca. Struttura in legno massello di teak, cuscini imbottiti e rivestiti in tessuto rosso. (cm 73x73x73) (lievi difetti) € 1.500/2.000

583

584

585

587 Peter Hvidt (1916-1986) e Orla Mølgaard-Nielsen (1907-1993) Tavolo allungabile. Produzione Soborg Mobler, Danimarca, anni ‘60. Legno di teak. (tavolo chiuso: cm 140x73x90) (lievi difetti) € 500/600 586


588 Ico Parisi (Palermo 1916 - Como 1996) Sei poltroncine modello “110”. Produzione Cassina, Meda, 1961. Struttura in legno massello di noce, seduta e schienale imbottiti rivestiti in pelle verde. (cm 50x79x56) (lievi difetti) Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 87; R. Lietti, Ico Parisi. Design catalogo ragionato 1936-1960, Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo 2017, p. 546 € 650/700

588

589 Ico Parisi (Palermo 1916 - Como 1996) Tavolo da salotto modello “751”. Produzione Cassina, Meda, 1962. Struttura in legno massello e piano in cristallo molato. (cm 140x24x74) (lievi difetti e piccoli restauri) Bibliografia R. Lietti, Ico Parisi. Design. Catalogo ragionato 1936-1960, Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo, 2017, p. 549 € 550/600

589

590 Ico Parisi (Palermo 1916 - Como 1996) Tavolo modello “Rio”. Produzione MIM, Roma, 1958ca. Legno di teak massello e impiallacciato e ottone. (cm 180x78,5x90) (lievi difetti) Bibliografia R. Lietti, Ico Parisi. Design. Catalogo ragionato 1936-1960, Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo 2017, p. 578 € 550/600

590

591 Ico Parisi (Palermo 1916 - Como 1996) Panca. Esecuzione Brugnoli Mobili, Cantù, anni ‘70. Legno massello. (cm 189x60x55) Provenienza Arredi di abitazione privata, Como

€ 750/800

592 Ico Parisi (Palermo 1916 - Como 1996) Panca/consolle. Esecuzione Brugnoli Mobili, Cantù, anni ‘70. Legno massello. (cm 127,5x60x33,5) Provenienza Arredi di abitazione privata, Como 591

€ 450/500


256 257

593 Ico Parisi (Palermo 1916 - Como 1996) Credenza a due ante modello “Taormina”. Produzione MIM, Roma, anni ‘50/’60. Legno di teak massello, multistrato, impiallacciato, lamina di ottone brunito. Recante etichetta del produttore. (cm 144x87x45) (lievi difetti) Bibliografia “Domus”, febbraio 1959; R. Aloi, L’arredamento moderno - VII serie, Hoepli, Milano 1964, p. 168; I. De Guttry, M. P. Maino, Il mobile italiano degli anni ‘40 e ‘50, Laterza, Bari 1992, p. 226; R. Lietti, Ico Parisi. Design. Catalogo ragionato 1936-1960, Silvana Editoriale Cinisello Balsamo, 2017, p. 570 € 1.100/1.200

593

594 Ico Parisi (Palermo 1916 - Como 1996) Mobile a quattro cassetti modello “Taormina”. Produzione MIM, Roma, anni ‘50/’60. Legno di teak massello, multistrato, impiallacciato, lamina di ottone brunito. Recante etichetta del produttore. (cm 80x87x45) Bibliografia “Domus”, febbraio 1959; R. Aloi, L’arredamento moderno - VII serie, Hoepli, Milano 1964, p. 168; I. De Guttry, M. P. Maino, Il mobile italiano degli anni ‘40 e ‘50, Laterza, Bari 1992, p. 226; R. Lietti, Ico Parisi. Design. Catalogo ragionato 1936-1960, Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo 2017, p. 570 € 550/600

594

595 Ico Parisi (Palermo 1916 - Como 1996) Coppia di sedie. Produzione Ariberto Colombo, Cantù, 1955ca. Legno chiaro e seduta in velluto di cotone viola. (cm 43x87x47) (lievi difetti e restauri) € 550/600

595


596

597

596 Gae Aulenti (1927-2012) e Piero Castiglioni (1944) Due lampade da terra modello “Parolona”. Produzione Fontana Arte, Milano, anni ‘80. Diffusore in vetro soffiato opalino ambra, stelo e base in cristallo. Segnalazione al Compasso d’Oro del 1981. (h cm 155) € 450/500

597 Gae Aulenti (1927-2012) e Piero Castiglioni (1944) (Attribuito) Coppia di lampade da terra, varianti del modello “Parola”. Produzione Fontana Arte, Milano, anni ‘80. Base in cristallo molato, fusto in ottone, paralume in vetro soffiato incamiciato ambra. (h cm 144) € 300/350

598 Gae Aulenti (Palazzolo Dello Stella 1927 - Milano 2012) Lampada da terra modello “Oracolo”. Produzione Artemide, Milano, 1969. Struttura tubolare in metallo verniciato e acciaio forato, grande paralume a globo in vetro incamiciato lattimo. (h cm 140; d cm 40) (lievi difetti)

598

Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 164 € 450/500


258 259

599 Gae Aulenti (1927-2012) e Piero Castiglioni (1944) Lotto di quattro lampade da tavolo modello “Parola”. Produzione Fontana Arte, Milao, 1980. Diffusore in vetro soffiato opalino ambra, stelo e base in cristallo. Segnalazione al Compasso d’Oro del 1981. (h cm 52) Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 2, Allemandi, Torino 2003, p. 294 € 450/500

600 Gae Aulenti (1927-2012) e Piero Castiglioni (1944) Lotto di quattro lampade da tavolo modello “Parola”. Produzione Fontana Arte, Milano, 1980. Diffusore in vetro soffiato incamiciato ambra, stelo e base in cristallo. Segnalazione al Compasso d’Oro del 1981. (h cm 52) (piccole mancanze)

599

Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 2, Allemandi, Torino 2003, p. 294 € 450/500

601 Gae Aulenti (Palazzolo Dello Stella 1927 - Milano 2012) Due lampade da tavolo modello “Giova”. Produzione Fontana Arte, Milano, 1964. Base in metallo, globo in vetro trasparente incolore che include una sfera interna in vetro soffiato lattimo. Sul globo è appoggiata una coppa in vetro soffiato trasparente rosino pulegoso. (h cm 59) (difetti su un esemplare)

600

Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 113 € 650/700

602 Gae Aulenti (Palazzolo Dello Stella 1927 - Milano 2012) Due lampade da tavolo modello “Giova”. Produzione Fontana Arte, Milano, 1964. Base in metallo, globo in vetro trasparente incolore che include una sfera interna in vetro soffiato lattimo. Sul globo è appoggiata una coppa in vetro soffiato trasparente rosino pulegoso. (h cm 59) (difetti su un esemplare) Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 113 € 650/700

601

603 Gae Aulenti (Palazzolo Dello Stella 1927 - Milano 2012) Lampada da tavolo modello “Giova”. Produzione Fontana Arte, Milano, 1964. Base in metallo, globo in vetro trasparente incolore che include una sfera interna in vetro soffiato lattimo. Sul globo è appoggiata una coppa in vetro soffiato trasparente rosino pulegoso. (h cm 37) Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 113 € 180/200 602


604 Gae Aulenti (Palazzolo Dello Stella 1927 Milano 2012) Tavolo basso. Produzione Knoll International, USA, 1977. Struttura in metallo laccato nero, piano in vetro fumé. (cm 160x32x85) (lievi difetti) € 200/300

605 Gae Aulenti (Palazzolo Dello Stella 1927 Milano 2012) Divano a tre posti. Produzione Knoll International, USA, 1977. Cuscini rivestiti in pelle, struttura in metallo laccato nero. Marcati sui cuscini. (cm 224x72x90) (lievi difetti) € 300/350 604

606 Gae Aulenti (Palazzolo Dello Stella 1927 Milano 2012) Coppia di divani a due posti. Produzione Knoll International, USA, 1977. Cuscini rivestiti in pelle, struttura in metallo laccato nero. Marcati sui cuscini. (cm 152x72x90) (lievi difetti) € 300/350

607 Gae Aulenti (Palazzolo Dello Stella 1927 Milano 2012) Tavolo basso. Produzione Knoll International, USA, 1977. Struttura in metallo laccato nero, piano in laminato nero. (cm 84x45x84) € 120/150 605

608 Gae Aulenti (1927-2012) e Piero Castiglioni (1944) Coppia di lampade da terra modello “Parolona”. Produzione Fontana Arte, Milano, anni ‘80. Diffusore in vetro soffiato opalino ambra, stelo e base in cristallo. Segnalazione al Compasso d’Oro del 1981. (h cm 155) € 450/500

609 Gae Aulenti (1927-2012) e Piero Castiglioni (1944) Coppia di lampade da terra modello “Parolona”. Produzione Fontana Arte, Milano, anni ‘80. Diffusore in vetro soffiato opalino ambra, stelo e base in cristallo. Segnalazione al Compasso d’Oro del 1981. (h cm 155) € 450/500 606


260 261

610 Gae Aulenti (Palazzolo Dello Stella 1927 Milano 2012) Coppia di pouf della serie “Locus Solus”. Produzione Poltronova, Firenze, 1964. Acciaio smaltato giallo, cuscini imbottiti e rivestiti in tessuto su fondo bianco. (cm 56x41x56) (lievi difetti) € 200/220

611 Gae Aulenti (Palazzolo Dello Stella 1927 Milano 2012) Coppia di poltrone della serie “Locus Solus”. Produzione Poltronova, Firenze, 1964. Acciaio smaltato giallo, cuscini imbottiti e rivestiti in tessuto su fondo bianco. (cm 73x83x95) (difetti al tessuto) Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 108 € 550/600

610

612 Gae Aulenti (Palazzolo Dello Stella 1927 Milano 2012) Lotto composto da ventuno sedie pieghevoli e tre sgabelli della serie “April”. Produzione Zanotta, Nova Milanese, 1964. Acciaio e cuoio marrone. Recante marchio del produttore. (sedie cm 49x88x50; sgabello cm 53x7x42) (difetti) € 850/900

613 Gae Aulenti (1927-2012) e Piero Castiglioni (1944) (Attribuito) Coppia di lampade da terra, varianti del modello “Parola”. Produzione Fontana Arte, Milano, anni ‘80. Diffusore in vetro soffiato opalino ambra, stelo in ottone e base in cristallo. (h cm 144) (lievi difetti) € 300/350

611

614 Gae Aulenti (1927-2012) e Piero Castiglioni (1944) Lotto di tre lampade da tavolo modello “Parola”. Produzione Fontana Arte, Milao, 1980. Diffusore in vetro soffiato opalino ambra, stelo e base in cristallo. Segnalazione al Compasso d’Oro del 1981. (h cm 52) (difetti e piccole mancanze) Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 2, Allemandi, Torino 2003, p. 294 € 220/250 612


615 Luciano Vistosi (Murano 1931 - Venezia 2010) Coppia di lampade da tavolo modello “Onfale”. Produzione Artemide, Milano, anni ‘70. Vetro trasparente incolore e lattimo. (h cm 41) € 450/500

615

616 Reggiani Plafoniera con cinque dischi. Italia, anni ‘70. Struttura in acciaio verniciato bianco, dischi in metallo cromato. Recante etichetta cartacea della produzione. (cm 74x48) € 500/600

617 Stilnovo (Attribuito) Lampada da parete a cinque fiamme con portalampadine a forma di tromboncini retti da serpentina. Milano, anni ‘40. Lamina e fusione di ottone. (cm 39x28,5x7) (lievi difetti) 616

Provenienza Collezione privata, Milano

€ 550/600

618 Pietro Chiesa (Milano 1892 - Parigi 1948) Coppia di lampade da parete a due luci modello “1537”. Produzione Fontana Arte, Milano, 1957. Ottone e vetro acidato sulla superficie esterna. (h cm 29) (lievi difetti) € 600/700 617

619 Pietro Chiesa (Milano 1892 - Parigi 1948) Coppia di lampade da parete a una luce modello “1537”. Produzione Fontana Arte, Milano, 1957. Ottone e vetro acidato sulla superficie esterna. (h cm 29) (lievi difetti) Bibliografia F. Deboni, Fontana Arte. Gio Ponti, Pietro Chiesa, Max Ingrand, Allemandi, 2012, fig. 42; Fontana Arte. Illuminazione, “Quaderni Fontana Arte”, n. 1, s.e. s.d. p. 63; Fontana Arte. Illuminazione Arredamento Cristalli d’Arte, “Quaderni Fontana Arte”, n. 6, s.e. s.d. p. 85 € 400/500 618


262 263

620 Vittoriano Viganò (Milano 1919 - Milano 1996) Lampada da terra modello “1078”. Produzione Arteluce, Milano, 1960ca. Stelo a sezione quadrata in metallo laccato nero craquelé, schermi riflettenti in alluminio. (h cm 160,5) (difetti) Bibliografia Arteluce, catalogo di vendita, Milano, s.d. p. 38; G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 85 € 300/500 621 Ettore Sottsass (Innsbruck 1917 - Milano 2007) Lampada da terra modello “Callimaco”. Produzione Artemide, Milano, 1981. Acciaio e metallo verniciato rosso, giallo e grigio. (h cm 200) (difetti e mancanze) € 320/350 622 Stilnovo Lampada da terra modello “4072”. Milano, anni ‘50. Struttura in ottone e metallo verniciato bianco. Paralume in carta, base in ghisa. (h cm 160) (lievi difetti) € 350/400 623 Luigi Brusotti (1926) (Attribuito) Lampada da terra. Italia, anni ‘40. Fusto ad elementi in cristallo molato e ottone, paralume in vetro incolore acidato sulla superficie interna. (h cm 165) (lievi difetti) € 550/600

620

621

622

623

624

625

624 Pietro Chiesa (Milano 1892 - Parigi 1948) Lampada da terra modello “Luminator”. Produzione Fontana Arte, Milano, disegno del 1932, esemplare di primissima produzione. Metallo verniciato bianco, base in ottone. (h cm 191,5) (lievi difetti) Provenienza Eredi Marcello Piacentini, Roma Bibliografia C. e P. Fiell, 1000 Lights, Taschen, Koln 2006, p. 222-223; A. Bassi, La luce italiana. design delle lampade 1945-2000, Electa, Milano 2008, p. 17; F. De Boni, Fontana Arte. Gio Ponti, Pietro Chiesa, Max Ingrand, Allemandi, Torino 2012, fig. 96; S. Montefusco, Fontana Arte. Repertorio 1933-1943 dalle immagini dell’epoca, The Arting Company, Genova 2012, p. 169 € 800/1.000 625 Barovier & Toso Lampada da terra. Murano, anni ‘40. Vetro soffiato trasparente incolore costolato con inclusione di grandi bolle regolarmente disposte, base in legno e elementi di raccordo in lamina di ottone. (h cm 179,5) (lievi difetti) € 1.100/1.200


626 Lotto composto da quattro lampade da parete in metallo verniciato creme e ottone. Italia, anni ‘50. (cm 16x26,5x27) (lievi difetti e mancanze) € 600/800

627 Gino Sarfatti (Venezia 1912 - Gravedona 1985) Quattro plafoniere modello “3005-50/PX”. Produzione Arteluce, Milano, 1953. Struttura in alluminio verniciato bianco e nero, paralume in metacrilato. Recante etichetta adesiva del produttore. (d cm 50) (lievi difetti) € 650/700 626

628 * Venini Coppia di lampade da parete modello “825.01”. Murano, anni ‘70. Struttura in acciaio smaltato, diffusori in vetro soffiato corrugato trasparente incolore e ambra, fermavetri in ottone. (cm 42x42) (lievi difetti alla struttura) Bibliografia Catalogo Venini 1975, pp. 16-17

627

€ 550/600

629 Mazzega Coppia di lampade da parete. Italia, anni ‘70. Struttura in acciaio verniciato bianco e pendenti angolari in vetro di Murano trasparente incolore e ambra stampato e corrugato. (lievi difetti e piccole mancanze) € 650/700

630 Angelo Mangiarotti (Milano 1921 - Milano 2012) Sei lampade a plafone modello “Cnosso”. Produzione Artemide, Milano, 1969. Metacrilato bianco e arancione. (cm 32x16x32) (lievi difetti) Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 164 € 450/500

628

631 Toni Zuccheri (San Vito Al Tagliamento 1936 - San Vito Al Tagliamento 2008) Lampada a sospensione modello “Ninfea”. Produzione Venini, Murano, anni ‘70. Vetro trasparente lattimo e verde opaco. Disegno di fornace 807.6. (h cm 127; d cm 65) Bibliografia Franco Deboni, I vetri Venini, Allemandi, Torino 2007, p. 248 € 500/600

632 Sergio Asti e Sergio Favre Lampada a sospensione modello “Merope”. Produzione Artemide, Milano, 1963. Vetro incamiciato tortora. (h cm 72; d cm 47) € 450/500 629


264 265

633 Afra Scarpa (1937-2011) e Tobia Scarpa (1935) Lampada a sospensione modello “Nictea”. Produzione Flos, Milano, 1961. Struttura in ottone lucidato. (h cm 28; d cm 44) (lievi difetti) Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 90 € 800/900

634 Afra Scarpa (1937-2011) e Tobia Scarpa (1935) Lampada a sospensione modello “Fior di Loto”. Produzione Flos, Milano, 1963. Struttura in ottone lucidato. (h cm 17; d cm 42) (lievi difetti) Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 1, Allemandi, Torino 2003, p. 105 € 550/600

633

634

635

636

635 Sergio Asti (Milano 1926) Lampada a sospensione modello “2093”. Produzione Arteluce, Milano, anni ‘70. Struttura in metallo verniciato nero, paralume in vetro incamiciato lattimo. (h cm 30; d cm 25) (lievi difetti) Bibliografia Arteluce, catalogo commerciale, Nava, Milano, s.d. p. 58 € 550/600

636 Gino Sarfatti (Venezia 1912 - Gravedona 1985) Lampada a sospensione modello “2079”. Produzione Arteluce, Milano, 1955. Riflettore a bicchiere rovesciato in alluminio forato laccato rosso, coppa diffusore in vetro opalino. Recante lacerto dell’adesivo della produzione. (h cm 33; d cm 19,5) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Torino Bibliografia M. Romanelli, S. Severi, Gino Sarfatti. Opere scelte 1938-1973, Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo, 2012, p. 470 € 450/500


parte del lotto 637

parte del lotto 637

parte del lotto 637

parte del lotto 637

parte del lotto 637

parte del lotto 637

parte del lotto 637

parte del lotto 637


266 267

637 Gio Ponti (Milano 1891 - Milano 1979) Cartelletta di cartoncino contenente un totale di ventuno fogli, fra biglietti augurali, lettere, minute e un disegno, uniti a due buste viaggiate, un cartoncino d’invito, quattro carte da gioco e un bigliettino contenente pezzi di corteccia. Tutti scritti e inviati da Gio Ponti a Enrichetta “Chicche” Ritter, redattrice della rivista “Domus”. Milano e New York, 1948-75. Inchiostro su carta, manoscritti, disegni e un dattiloscritto. (Misure diverse non eccedenti il formato A4) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Milano

€ 1.200/1.400

638 BBPR (Barbiano di Belgiojoso, Peressutti, Rogers) Lampada da tavolo modello “Ro”. Produzione Artemide, Milano, 1970. Struttura in ottone nichelato e diffusore in vetro stampato. (h cm 43; d cm 40) (lievi difetti) € 450/500

638

639

639 Stilnovo Lampada da tavolo modello “D4639”. Milano, anni ‘50. Ottone e vetro. (h cm 42) (lievi difetti e restauri) Bibliografia Stilnovo. Apparecchi per l’illuminazione, n. 10, s.e, Milano, s.d. s.p.; T. Brauniger, Stilnovo, Luminaires-Moderniste, Berlin 2016, s.p. € 450/500

640 Felice Ragazzo (Orsara Bormida 1944) Lampada da terra/tavolo/plafone della serie “Poliedra”. Produzione Guzzini, Italia, 1969ca. Acciaio e plexiglass trasparente incolore. (h cm 68) (lievi difetti) Bibliografia F. Ferrari, N. Ferrari Luce. Lampade 1968/1973: il Nuovo Design Italiano, Allemandi, Torino 2002, fig. 15 € 550/600

641 Ingo Maurer (Reichenau 1932 - Monaco di Baviera 2019) Lampada da tavolo modello “Bulb”. Germania, 1966. Bulbo in vetro, lampadina con rivestimento della calotta in argento, base in metallo verniciato nero. Recante etichetta della produzione. (h cm 29) € 450/500

640


642

643

642 Stilnovo (Attribuito) Lampadario a otto braccia. Milano, anni ‘40. Ottone sagomato e sbalzato a costolature. (h cm 120; d cm 90) Provenienza Collezione privata, Milano

€ 550/600

643 Gino Sarfatti (Venezia 1912 - Gravedona 1985) Riedizione della lampada a sospensione modello “2097/50”. Produzione Flos, Milano, disegno del 1958, esemplare di produzione recente. Acciaio cromato e metallo. Recante etichetta adesiva della produzione. (h cm 72; d cm 92) (lievi difetti) € 550/600

644 Manifattura di Murano Lampada a sospensione a sei luci. Anni ‘20. Vetro soffiato trasparente pagliesco, coppe e fusto costolati, pendagli a ricciolo a fusto liscio. (h cm 103) (difetti) € 550/600 644


268 269

645

646

645 Manifattura di Murano Lampada a sospensione a sei luci disposte su due ordini in vetro soffiato trasparente ametista. Anni ‘20. (h cm 100; d cm 106) (lievi difetti) € 650/700

646 Lampada da parete a quattordici braccia in tubolare e lamina di ferro sagomata e saldata in foggia vegetale. Italia, anni ‘50. (cm 90x80) (lievi difetti e mancanze) € 350/400

647 Venini Lampada a sospensione della serie “Trilobo”. Murano, anni ‘70. Struttura in metallo verniciato bianco, pendagli trilobati in vetro sommerso pagliesco e incolore. (d cm 43) (lievi difetti e piccole mancanze) € 250/300 647


648

649

648 Lampada a sospensione composta da tre dischi di diametro digradante, in cristallo molato e temperato di forte spessore. Struttura in ottone tornito spazzolato. Italia, anni ‘50. (h cm 89; d cm 45) € 900/1.000

649 * Ercole Barovier (Murano 1889 - Venezia 1974) Lampada a sospensione della serie “tessere ambra”. Esecuzione Barovier & Toso, Murano, anni ‘60/’70. Attacco in ottone e diffusore a campana in vetro soffiato trasparente a grandi murrine incolore, lattimo, ambra e ametista. (h cm 30; d cm 44) € 330/350

650 Manifattura di Murano Lampada da parete con struttura in fusione metallica raffigurante un ramo, diffusori a forma di foglie in vetro soffiato cristallo a filamenti lattimo. Seconda metà secolo XX. (h cm 75) Provenienza collezione privata, Venezia 650

€ 900/1.000


270 271

651

652

651 Candle Lampada a sospensione modello “a564”. Italia, anni ‘70. Struttura in metallo cromato e quattro sfere diffusori in vetro trasparente incolore fumé. (h cm 140) Bibliografia Candle, catalogo commerciale, s.d. s.p.

€ 330/350

652 Barovier & Toso Lampada a cesendello in ferro battuto con tre sostegni forgiati a forma di grifone, globo diffusore in vetro incolore rugiadoso coronato da ghiera in ferro e cimasa a petali, resetta in lamina di ferro e vetro rugiadoso. Murano, anni ‘20/’30. ( h cm 85) (difetti) € 550/600

653 * MVM Cappellin / Venini Lampada a sospensione a tre luci. Murano, anni ‘20. Vetro soffiato trasparente pagliesco. (h cm 98) (lievi difetti) Bibliografia per esemplare simile: Catalogo blu Venini, foglio 105, in A. Venini Diaz de Santillana, Venini. Catalogo ragionato 1921-1986, Skira, Milano 2000, p. 250 € 650/700 653


654 Paolo Tilche (Alessandria D’Egitto 1925 - Milano 2000) Scultura cinetica. Produzione Arform, Milano, anni ‘70. Metallo cromato. Recante etichetta della produzione alla base. (h cm 29) (lievi difetti) € 450/500 655 Ugo La Pietra (Bussi Sul Tirino 1938) Parte inferiore della lampada modello “Globo Tissurato”. Produzione Zama Elettronica e Poggi, Milano-Pavia, 1967-68. Basamento in metallo laccato bianco, calotta emisferica in metacrilato trasparente a fasce opache. (d cm 40) 654

Bibliografia U. La Pietra, Globo Tissurato. Il metacrilato nell’arte e nell’arte applicata, Alinea, Milano 2007, pp. 32, 78; R. Dulio, S. Poli, Il mondo di Poggi. L’officina del design e delle arti, catalogo della mostra (Milano: Politecnico di Milano, 2016-2017; Mantova: Madonna della Vittoria, 2017), Politecnico di Milano, Milano 2016-17, p. 29; R. Dulio, F. Marino, S.A. Poli, Il mondo di Poggi. L’officina del design e delle arti, Electa, Milano 2019, p. 127 € 650/700 656 Stilnovo (Attribuito) Plafoniera. Milano, anni ‘40. Struttura in ottone e schermo diffusore a parabola in cristallo trasparente. (d cm 60) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Milano

€ 550/600

655

657 Stilnovo (Attribuito) Coppia di plafoniere. Milano, anni ‘40. Ottone verniciato bianco e lucidato, diffusore in vetro acidato sulla superficie esterna. (h cm 18; d cm 25) (lievi difetti) Provenienza Collezione privata, Milano

€ 450/500

658 Fontana Arte Lampada a plafone modello “1940”. Milano, anni ‘50. Struttura in metallo verniciato bianco, diffusore in vetro stampato e acidato. (cm 35,5x35,5) (lievi difetti) 656

Bibliografia Fontana Arte. Illuminazione, “Quaderni Fontana Arte”, n. 1, Milano, s.e. s.d. p. 45; Fontana Arte. Illuminazione Arredamento Cristalli d’Arte, “Quaderni Fontana Arte”, n. 6, s.e. s.d. p. 68 € 550/600 659 Fontana Arte Lampada a plafone modello “1940”. Milano, anni ‘50. Struttura in metallo verniciato bianco, diffusore in vetro stampato e acidato. (cm 35,5x35,5) (lievi difetti) Bibliografia Fontana Arte. Illuminazione, “Quaderni Fontana Arte”, n. 1, Milano, s.e. s.d. p. 45; Fontana Arte. Illuminazione Arredamento Cristalli d’Arte, “Quaderni Fontana Arte”, n. 6, s.e. s.d. p. 68 € 550/600

657


272 273

660

660 Salviati Grande lampadario. Murano, anni ‘60. Struttura in metallo laccato ed elementi in vetro a due colori di forma troncoconica bugnata a profilo romboidale. ( l cm 52) (lievi difetti) € 1.600/1.800 661 Salviati Applique verticale. Murano, anni ‘60. Struttura in metallo laccato ed elementi in vetro a due colori di forma troncoconica bugnata a profilo romboidale. (h cm 158) (lievi difetti) € 900/1.000 662 * Seguso Vetri d’Arte Coppia di piccoli lampadari a dieci luci con portalampadine a foggia di fiore. Vetro soffiato pagliesco con inclusione di foglia d’oro. (h cm 74; d cm 45) (lievi difetti e restauri) Provenienza Hotel Bristol, Merano

€ 1.000/1.200

663 Lampada a sospensione composta da tre dischi di diametro digradante, in cristallo molato e temperato di forte spessore. Struttura in ottone tornito spazzolato. Italia, anni ‘50. (h cm 89; d cm 45) € 900/1.000 664 Alessandro Mendini (Milano 1931 - Milano 2019) Lampada da parete modello “Cubosfera”. Produzione Fidenza Vetraria, Fidenza, 1968. Vetro stampato e metallo. (cm 17x17x17) € 450/500 665 Achille Castiglioni (1918-2002) e Pier Giacomo Castiglioni (1913-1968) Due lampade da terra modello “Luminator”. Produzione Flos, Milano, disegno del 1954. Metallo smaltato nero. Recanti etichetta adesiva del produttore. (h cm 186) (lievi difetti) € 450/500 661


666

667

666 Pietro Chiesa (Milano 1892 - Parigi 1948) Grande specchiera. Esecuzione Fontana Arte, Milano, 1930ca. Cornice in cristallo rosambrato specchiato, decorato a getto di sabbia con foglie d’acanto e motivi geometrici, bordo frastagliato molato e lucidato. (cm 120x120) (difetti) € 600/800 667 Lampada da parete a braccio snodabile/estensibile con struttura in ottone, paralume orientabile in metallo verniciato bianco. Milano, anni ‘50. (cm 70+70x50) (lievi difetti) € 650/700 668 Stilnovo Lampada da parete con braccio orientabile. Milano, anni ‘50. Ottone e metallo verniciato azzurro e bianco. Recante etichetta adesiva del produttore all’interno del paralume. (cm l max 145) (difetti) € 550/600 669 Gae Aulenti (1927-2012) e Piero Castiglioni (1944) Lampada da tavolo modello “Nina”. Produzione Fontana Arte, Milano, 1981. Base e stelo in vetro blu cobalto, diffusore orientabile in vetro ottico argentato a nido d’ape. (lievi difetti) Bibliografia G. Gramigna, Repertorio del design italiano 1950-2000 per l’arredamento domestico, vol 2, Allemandi, Torino 2003, p. 307 € 1.100/1.200 668


274 275

particolare del lotto 160


Indice degli autori Autore

n. di catalogo

A Achilli, Michele

502

322 - 331 - 620 - 627

Agnoli, Tito

255

635 - 636

Albini, Franco

149 - 150 - 151 - 152

Artemide

10 - 324 - 336 - 372

153 - 154 - 155 - 319

598 - 615 - 621 - 630

332 - 333 - 349 - 365

632 - 638

Alessi

236 - 440

Asti, Sergio

632 - 635

Alias

508 - 515

Atelier Borsani

156 - 157 - 158 - 159

Alivar

420

Atena

215

Alphonse Mucha

181

Aulenti, Gae

596 - 597 - 598 - 599

Altara, Edina

444

600 - 601 - 602 - 603

Amalric, Walter

94 - 95 - 96 - 98 - 99

604 - 605 - 606 - 607

208 - 223

608 - 609 - 610 - 611

Andlovitz, Guido

485

612 - 613 - 614 - 669

Andreas Tuck

582

Avem

82 - 92 - 228 - 229

Anzengruber, Leopold

195

Avigdor

552 - 553 - 554

Archizoom Associati (Dario Bartolini, Andrea Branzi,

Azambourg, Francois

539

Gilberto Corretti, Paolo Deganello, Lucia Morozzi,

Azucena

176 - 522 - 538 - 556

Massimo Morozzi)

148

557 - 558 - 559 - 560

Arflex

243 - 288 - 520 - 521

561 - 562 - 563 - 564

Arform

654

565 - 566 - 567 - 568

Ariberto Colombo

595

569 - 570 - 571 - 572

Arredamenti Borsani

161 - 412 - 500 - 501

573 - 574 - 575 - 576

Arredoluce

8 - 33

Arrighi, Serafino

496

Aroldi, Corrado

328

Aroldi, Danilo

328

B B&B Balsamo Stella, Guido

55 - 248 88 - 90 - 116 - 119 459

Barbieri, Raul

314

Ars Porcellana - Rosenthal relief rehie 194

Barbini, Alfredo

78 - 187 - 471

Arteluce

Barovier, Ercole

81 - 93 - 108 - 216

19 - 20 - 26 -27 - 31


276 277

Indice degli autori Autore

n. di catalogo

470 - 649

Botta, Mario

508 - 515

93 - 216 - 456 - 460

Bragalini, Angelo

544

470 - 487 - 488 - 625

Branzi, Andrea

147

649 - 652

Breuer, Marcel

267

415

Brigidini, Daniele

502

Brugnoli Mobili

407 - 591 - 592

180 - 245 - 547 - 638

Brusatin, Manlio

323

Bega, Melchiorre

388

Brusotti, Luigi

623

Bellini, Mario

55 - 56 - 425 - 426

Buffa, Paolo

34 - 35 - 36 - 37 - 38

Bergé, Henry

94 - 95 - 96 - 98 - 99

Bernini

70 - 74 - 137 - 419

Busnelli

132

506

Buzzi, Tomaso

339 - 345 - 348 - 379

Barovier & Toso

BBB Bonacina

BBPR (Barbiano di Belgiojoso, Peressutti, Rogers)

496 - 517

Bertelli, Renato

183

380 - 381 - 382 - 383

Biagetti, Raffaello

296

384

Bianconi, Fulvio

25 - 185 - 191 - 209

Binfarè, Francesco

523

557 - 558 - 559 - 560

Bitossi

123

561 - 563 - 564 - 565

Bon, Aldo

479

566 - 567 - 568 - 569

Bonacina

255

570 - 571 - 572 - 573

Bonetto, Rodolfo

350

574 - 575 - 576

C Caccia Dominioni, Luigi

176 - 522 - 538 - 556

Bonomi, Angelo Vittorio Mira 532

Campana, Fernando

549

Borsani, Osvaldo

156 - 157 - 158 - 159

Campana, Humberto

549

160 - 161 - 162 - 163

Campi, Antonia

466

164 - 165 - 386 - 387

Candle

651

390 - 412 - 500 - 501

Canella, Guido

502

511

Canella, Luciano

347

Borsani, Valeria

60

Cappellini

45 - 539

Boselli

235

Cappellini, Giulio

45


Indice degli autori Autore

n. di catalogo

Carl Hansen & Son

577

Cova

397

Carlton Ware

201

Crassevig

57

Casa e Giardino

423 - 529

Cassi Ramelli, Antonio Cassina

D Dal Lago, Adalberto

375

428 - 429 - 430 - 431

Daneri, Luigi Carlo

495

53 - 56 - 69 - 71 - 284

Daprà, Claudio

410 - 411

392 - 394 - 403 - 404

Dassi

291

422 - 424 - 425 - 426

De Baggis

242

494 - 518 - 527 - 528

De Carli, Carlo

69 - 71 - 72

530 - 531 - 533 - 534

540 - 541

540 - 541 - 588 - 589

Decursu, Giorgio

415

Castiglioni, Achille

665

Delitala

58

Castiglioni, Pier Giacomo

665

De Lucchi, Michele

142 - 212

Castiglioni , Piero

596 - 597 - 599 - 600

De Martini, Piero

284 - 424

608 - 609 - 613 - 614

De Pas, Jonathan

278 - 346

669

De Poli, Paolo

492

Celada, Gianni

15

Design Centre

443

Ceramiche Franco Pozzi

188 - 450

Diaz De Santillana, Ludovico 364

Ceroli, Mario

145

Dimensione Fuoco

543

Cheti, Fede

525 - 526

Ditta Viganò

406

Chiesa, Pietro

11 - 21 - 22 - 39 - 618

Driade

133 - 400

619 - 624 - 666

Du Pasquier, Nathalie

441

Chini, Galileo

480

D’Urbino, Donato

278 - 346

Christofle Gallia

214

Colombo, Joe

329 - 353

E Edra

523

Esperia

375

Compagnia Venezia Murano 210

Eternit AG

545

Corradi Dell’Acqua, Corrado 562

F F. Margelli

444

Corsi Design Factory

549

Coulon, Renè-Andrè

192

Falegnameria Alice dei F.lli Masoero 410 - 411


278 279

Indice degli autori Autore

n. di catalogo

Favre, Sergio

632

Feal

175 - 503

Ferrario, Francesco

64

France & Daverkosen

578

Fiarm

295

Frangi

542

Fidenza Vetraria

664

Fratelli Boffi

135

Figura, Piero

215

Fratelli Tagliabue

513 - 514

Fiori, Leonardo

510

Frau, Renzo

493

Flos

633 - 634 - 643 - 665

Frigerio

499

Fontana Arte

4 - 7 - 11 - 15 - 21 -

Frigerio, Pierino

180

22 - 23 - 32 - 39 - 156

Fritz Hansen

524

157 - 189 - 227 - 281

G Gallé, Emile

118

France & Son

67 584 - 585 - 586 - 578

355 - 356 - 363 - 369

Gamberini, Gianni

16 - 17

374 - 377 - 596 - 597

Gambone, Bruno

206 - 207 - 452 - 453

599 - 600 - 601 - 602

454 - 481 - 491

603 - 608 - 609 - 613

Gardella, Ignazio

172

614 - 618 - 619 - 624

Gariboldi, Giovanni

446

658 - 659 - 666 - 669

Gaspari, Renato

478

Fontana, Luigi

358

Gavina

172 - 267

Formanova

301 - 302 - 303 - 304

Gecchelin, Bruno

327

305 - 306 - 307 - 308

Gerli, Eugenio

44 - 268 - 402 - 511

309 - 310

Gillon, Jean

168

Fornaci San Lorenzo

480

Giovannetti

143

Fornasetti, Piero

59 - 115 - 211 - 486

Gorgoni, Giovanni

313

Forti, Renato

542

Gramigna, Giuliana

300 - 372

Fortuna, Luigi

417

Graves, Michael

136

Foscarini

371

Gregotti, Vittorio

68 - 252 - 259

Frattini, Gianfranco

74 - 392 - 394

Grey, Eileen

420

419 - 506 - 533

Gruppo DAM

132


Indice degli autori Autore

n. di catalogo

Gruppo Industriale Busnelli 144

La Pietra, Ugo

135 - 144 - 655

Guhl, Willy

545

Lelii, Angelo

8 - 33

Guzzini

640

Lenci

197

H Hein, Piet

524

Leonardi, Cesare

137 - 295

319 - 332 - 333

Leucos

315

349 - 365

Licitra Ponti, Lisa

189

Heritage, Robert

405

Linea Tre

129

High Society

318

Lin Tissot, Charles

75 - 76

Hvidt, Peter

578 - 583 - 584 - 587

Lloyd Wright, Frank

534

43 - 277

Lomazzi, Paolo

278 - 346

120 - 124 - 125 - 126

Luci

311 - 350

442

Lumi

352

Helg, Franca

I ICF Il Sestante

Ingrand, Max

355 - 356 - 363 - 369

Introini, Vittorio

63

ISA

42 - 498 - 510

Italma

168

J Jalk, Grete

M Mackintosh, Charles Rennie 403 - 404 - 422 Magistretti, Vico

250 - 251 - 336 370 - 518

Malmsten, Carl

49 - 50 - 51 166 - 167

585 - 586

Jones, Charles Hollis

138

Mangiarotti, Angelo

10 - 61 - 630

Juhl, Finn

67

Manifattura di Murano

102 - 184 - 186 - 193

K Katavolos, William Knoll

Koenig, Fritz L Lacca, Cesare

277

199 - 202 - 203 - 205

396 - 409 - 604

231 - 237 - 437 - 439

605 - 606 - 607

462 - 473 - 477 - 644

194

645 - 650

24 - 286

Manifattura russa

182

104 - 105 - 225

Marelli & Colico

34 - 36

234 - 472

Marenco, Mario

399

Lalique, René

104 - 105 - 225 - 472

Mari, Enzo

400

La Permanente Mobili

546

Marianelli, Giorgio

314

Lalique


280 281

Indice degli autori Autore

n. di catalogo

Martens, Dino

106

Martinuzzi, Napoleone

84

Mastercraft

141

Nason, Aldo

229

Mategot, Mathieu

280

Nason, Carlo

334 - 351

Maurer, Ingo

641

Nobili, Vittorio

513 - 514

Maxalto

507 - 548

Nonni, Francesco

196

Mazza, Sergio

300

Nucleo Sormani

16 - 17

Mazzega

334 - 489 - 629

Memphis

122 - 136 - 142

Officina Rivadossi

262

147 - 441

Officine Scudo Milano

183

Mendini, Alessandro

140 - 146 - 230 - 664

Olivetti

547

Meneghetti, Lodovico

68 - 252 - 259

Olivetti Arredamenti Metallici 245

MIM

590 - 593 - 594

Ostuni, Giuseppe

Mingotti, Alberto

219

Mobilgirgi

399

590 - 591 - 592 - 593

Mobilificio Turri

390

594 - 595

Mogensen, Borge

579 - 580 - 581

Pelzel, Franz

459

Molaroni

109

Pesce, Gaetano

134

Molaroni, Francesco

109

Piccoli, Bobo

377

Mølgaard-Nielsen, Orla

578 - 583 - 587

Piva, Antonio

319 - 332 - 333

Molinari, Pierluigi

239 - 240

Mollino, Carlo

179

Planula

427

Montagna Grillo, A.

318

Poggi

48 - 149 - 150 - 151

Moscatelli, Gianni

301 - 302 - 303 - 304

152 - 153 - 154 - 250

305 - 306 - 307 - 308

251 - 655

309 - 310 Mucchi, Gabriele

408

Museo Alchimia

140

MVM Cappellin N Nason

O O-Luce

P Parisi, Ico

448 - 468 - 653 484

3 - 5 - 353 - 370

3-5 242 - 407 - 588 - 589

349 - 365

Poli, Flavio

85 - 103 - 112 455 - 457 - 461

Poltrona Frau

493


Indice degli autori Autore

n. di catalogo

Poltronova

148 - 610 - 611

Pomodoro, Arnaldo

162

Ponti, Gio

40 - 41 - 42 - 97

Sabadin, Gigi

57

113 - 235 - 297 - 298

Sabattini, Lino

198 - 214

299 - 423 - 436 - 445

SALIR

88 - 89 - 90

Rossini S Saarinen, Eero

367 43 - 396 - 409

116 - 119 - 459

447 - 449 - 482 - 494 527 - 528 - 529 - 530

Salocchi, Claudio

177 - 398

531 - 637

Salvadori, Antonio

65 - 66

Porro

287

Salviati

362 - 478 - 660 - 661

Pozzi

239 - 240

Santambrogio e De Berti - 131

Pozzi, Ambrogio

188 - 450

Saporiti

63

Q Quarti, Mario

35

Sarfatti, Gino

19 - 20 - 26 - 27 - 31

Quattrifolio

300

322 - 331 - 627 - 636

R Raboni, Fulvio

58

643

Race Supplies Ltd

405

Sarei, Alessio

440

Ragazzo, Felice

640

Scarpa, Afra

53 - 248 - 507 - 543

Rasa

213

Ravasi, Bruno

289

Reggiani

335 - 616

111 - 174 - 340

Reguitti

276

344 - 432 - 433

Rohne, Bernhard

141

434 - 435

Richard - Ginori

113 - 221

548 - 633 - 634 Scarpa, Carlo

Scarpa, Tobia

12 - 70 - 80 - 87

53 - 248 - 451

445 - 446 - 447

507 - 543 - 548

Rinaldi, Gastone

178

633 - 634

Rodriguez, Sergio

498

Schneider

224 - 490

Rometti

220

Schneider, Charles

224 - 490

Rosati, Guido

374

Scott, Ken

79

Rosselli, Paolo

288

Scremin, Luigi

269 - 270 - 271 - 272


282 283

Indice degli autori Autore

n. di catalogo

273 - 274

Stagi, Franca

137 - 295

Seguso

461

Stilcasa

241

Seguso, Archimede

114 - 232 - 465

Stilnovo

1 - 2 - 6 - 18

Seguso Vetri d’Arte

83 - 85 - 103 - 110

313 - 316 - 317 - 320

112 - 117 - 190 - 204

328 - 329 - 337 - 357

338 - 341 - 455 - 457

361 - 368 - 617 - 622

458 - 464

639 - 642 - 656 - 657

475 - 662

668

Signoretto, Pino

218 - 226

Stoppino, Giotto

47 - 68 - 252 - 259

SIM

68 - 252 - 259

Studio A.R.D.I.T.I.

16 - 17

Simon

174

Studio Simon

366

Simon Gavina

73

Studio Tetrarch

324

Sirrah

319 - 323 - 332

Superstudio

143

333 - 349 - 366

T Taito Oy

13 - 14

Skipper

61

Takahama, Kazuhide

73

Skipper e Pollux

327

Tapiovaara, Ilmari

52 - 54

Soborg Mobler

579 - 580 - 581

Techniform

243

583 - 587

Tecno

44 - 60 - 160 - 162

Società Ceramica Italiana

164 - 165 - 268 - 386

485

387 - 402 - 511 - 519

Società Ceramica Toscana 120 - 124 - 125 - 442 Songia, Gianni

293

Tendentse

212

Sormani

72 - 177 - 238

Thema

178

293 - 398

Thibier, Robert

46

120 - 121 - 122 - 123

Thonet

260 - 261 - 416

124 - 125 - 126 - 127

Tiffany Studios

28 - 29 - 30

128 - 129 - 130 - 131

Tilche, Paolo

654

440 - 442 - 443 - 621

Tonello, A.

318

Toso, Aureliano

106

Sottsass, Ettore

Sribyatta, Bannavis Andrew 139


Indice degli autori Autore

n. di catalogo

Torlasco, Oscar

352

Vigo, Nanda

133

Tronconi

314

Vistosi

10 - 121

Tura, Aldo

170

Vistosi, Luciano

185 - 615

Turri, Mosè

38

Von Klier, Hans

427

Tusquets Blanca, Oscar

236

Tynell, Paavo

13 - 14

Wirkkala, Tapio

233 - 438 - 469

U Ulrich, Guglielmo

173

Yagi, Mariyo

366

Urbinati, Carlo

371

Z Zama Elettronica

655

W Wegner, Hans Jørgen

577 - 582

V VAMSA

417

Zanotta

127 - 146 - 278 - 612

Veart

330

Zanuso, Marco

48 - 169 - 171 - 243

Vecchiato, Alessandro

371

Venini

12 - 25 - 75 - 76 - 77

Zecchin, Vittorio

89

79 - 84 - 86 - 91

Zuccheri, Toni

100 - 101 - 107

100 - 101 - 107 111 - 191 - 200 209 - 217 - 222 230 - 233 - 325 364 - 376 - 438 449 - 451 - 476 482 - 628 - 631 647 - 653 Venini, Paolo

75 - 76 - 77 - 86 463 - 476 - 483

Verteramo, Roberta

497

Vetreria Artistica Barovier & C 108 Vetreria Aureliano Toso

479

Vetreria Barbini

78

Viganò, Vittoriano

620

520 - 521

330 - 631


284 285

TERMINOLOGIE Ogni asserzione riguardante autore, attribuzione, origine, data, età, provenienza e condizione dei lotti in catalogo, è da ritenersi un dato d’opinione e non un dato di fatto. Il Ponte si riserva il diritto nell’esprimere la propria opinione di dare piena fiducia agli esperti ed autorità che ritenga opportuno consultare. Anche laddove non fosse presente la dicitura (difetti) i lotti, in quanto d’epoca, possono presentare usura, patina del tempo e/o imperfezioni dovute all’età e all’uso.

1. GIO PONTI (con luogo e data di nascita o secolo di appartenenza a nostro parere opera dell’artista). 2. GIO PONTI (ATTRIBUITO) è nostra opinione che sia probabilmente opera dell’artista, ma con meno sicurezza della categoria precedente. 3. Stile di..., maniera..., ambito di... GIO PONTI a nostro parere opera di un autore che lavora nello stile dell’artista, contemporaneo o quasi contemporaneo, ma non necessariamente suo allievo. 4. il termine firmato, datato e/o iscritto e/o marchiato significa che, a nostro parere, la firma, la data e/o l’iscrizione sono di mano dell’artista, o della manifattura. 5. le dimensioni indicano prima la larghezza, poi l’altezza e infine la profondità. 6. cerchia di a nostro parere di uno o più allievi dell’artista. (*) Lotto proveniente da impresa, l’IVA verrà esposta in fattura.

Fotografie: Studio Amendolagine Barracchia Maria Teresa Furnari


Condizioni Generali di Vendita 1. Informazioni importanti per i potenziali acquirenti 1.1 I lotti sono offerti in vendita da Il Ponte - Casa d’Aste s.r.l., società con sede legale in Milano, via Pontaccio 12 (20121), P. Iva e Iscrizione Registro Imprese di Milano n. 01481220133, capitale sociale interamente versato pari ad Euro 34.320,00 (Il Ponte), che agisce in nome e per conto del Venditore in qualità di mandataria con rappresentanza dello stesso, ad eccezione dei casi in cui il Ponte è proprietaria del lotto. Per Venditore si intende la persona fisica o giuridica proprietaria del lotto offerto in vendita in asta da Il Ponte. In ogni caso (anche per le eventuali offerte telefoniche e/o via internet, e/o per le eventuali aste online) la vendita si intende eseguita nell’ambito di una asta pubblica, senza diritto di recesso in favore l’acquirente. 1.2 Le presenti Condizioni Generali di Vendita possono essere modificate mediante un avviso affisso nella sala d’asta o tramite un annuncio fatto dal banditore prima dell’inizio dell’asta. I potenziali acquirenti sono pregati di consultare il sito www.ponteonline.com (Sito) per prendere visione della catalogazione più aggiornata dei lotti presenti in catalogo e delle eventuali diverse condizioni di vendita per la specifica asta. 1.3 La Casa d’Aste agisce in qualità di mandataria del Venditore ed è esente da qualsiasi responsabilità in ordine alla provenienza, stato e descrizione dei lotti nei cataloghi, nelle brochure ed in qualsiasi altro materiale illustrativo; tali descrizioni, così come ogni altra indicazione o illustrazione, devono considerarsi puramente indicative e non possono generare affidamento e/o aspettativa di alcun genere nei potenziali acquirenti. La mancanza di riferimenti espliciti nel catalogo d’asta in merito alle condizioni del lotto non implica che il bene sia senza imperfezioni. Ogni rappresentazione scritta o verbale fornita da Il Ponte, incluse quelle contenute nel catalogo, in relazioni, commenti o valutazioni concernenti qualsiasi caratteristica di un lotto - quale paternità, autenticità, provenienza, attribuzione, origine, data, età, periodo, origine culturale ovvero fonte, la sua qualità, ivi compreso il prezzo o il valore, la stima - riflettono esclusivamente opinioni non vincolanti e possono essere riesaminate da Il Ponte ed, eventualmente, modificate prima che il lotto sia offerto in vendita. Il Ponte, i suoi amministratori, dipendenti, collaboratori o consulenti, non possono ritenersi responsabili degli errori o delle omissioni contenuti nelle suddette descrizioni e/o rappresentazioni. Le stime pubblicate in catalogo sono espresse in euro: il prezzo base d’asta e il Prezzo di aggiudicazione (vale a dire il prezzo a cui il lotto viene aggiudicato in asta dal banditore) possono essere superiori o inferiori alle valutazioni indicate. 1.4 Ogni potenziale acquirente è tenuto a esaminare preventivamente lo stato di ciascun lotto nella esposizione dei lotti organizzata da Il Ponte prima dell’asta, allo scopo di eseguire (anche con propri esperti) un preventivo esame approfondito circa l’autenticità, lo stato di conservazione e le condizioni, la provenienza, il tipo e la qualità dei lotti, su cui esclusivamente i potenziali acquirenti – e l’acquirente finale - assumono ogni rischio e responsabilità. Durante l’esposizione il personale de Il Ponte sarà a disposizione dei potenziali acquirenti per fornire – su richiesta degli stessi - una illustrazione aggiornata dei beni stessi, ove disponibile. 1.5 Ad integrazione delle descrizioni contenute nel catalogo, Il Ponte rende disponibili, a richiesta, condition report sullo stato di ciascun lotto. 1.6 Tutti i beni di natura elettrica o meccanica sono da considerarsi solamente sulla base del loro valore artistico e decorativo e non sono da considerarsi funzionanti. E’ importante prima dell’uso del lotto oggetto di aggiudicazione che il sistema elettrico eventualmente in esso presente sia certificato da un elettricista qualificato, non assumendo Il Ponte alcuna responsabilità al riguardo. 1.7 Né Il Ponte, né suoi amministratori, dipendenti, collaboratori o consulenti saranno responsabili per atti od omissioni relativi alla preparazione o alla conduzione dell'asta o per qualsiasi altra questione relativa alla vendita del lotto. 1.8 Dopo l’aggiudicazione Il Ponte non potrà essere ritenuta responsabile per eventuali vizi dei lotti, relativi tra l’altro anche allo stato di conservazione, all’errata attribuzione, all’autenticità, alla provenienza, al peso o alla mancanza di qualità dei lotti. I potenziali acquirenti e l’aggiudicatario rinunciano espressamente alla garanzia di cui agli artt. 1490 e 1497 c.c., liberando Il Ponte da ogni relativa responsabilità; per l’effetto, né Il Ponte né il suo personale potranno rilasciare una qualsiasi valida garanzia in tal senso. 1.9 In ogni caso, l’eventuale diversa responsabilità de Il Ponte nei confronti dell’Acquirente (la persona fisica o giuridica che fa in asta l’offerta più alta accetta dal banditore e si aggiudica il lotto) in relazione all’acquisto di un lotto da parte di quest’ultimo è limitata al Prezzo di aggiudicazione e alla commissione d’acquisto pagata a Il Ponte dall’Acquirente. 1.10 Il colpo di martello del banditore determina l’accettazione dell’offerta più alta ed il prezzo a cui il lotto viene aggiudicato dal banditore all’Acquirente. Il colpo di martello del banditore determina inoltre la conclusione del contratto di vendita tra il Venditore e l’Acquirente e in particolare dell’obbligo dell’Acquirente di pagare a Il Ponte l’intero ammontare dovuto per l’aggiudicazione del lotto, incluso il prezzo e la commissione; resta espressamente previsto che solo a

seguito dell’integrale pagamento a Il Ponte di tutto quanto dovuto dall’Acquirente la compravendita si intenderà perfezionata e la proprietà e il possesso del lotto aggiudicato potranno passare in capo all’Acquirente (salvo le eventuali diverse disposizioni di cui al D.Lgs. n. 42/04, anche in tema di prelazione dello Stato; si rinvia anche al § 11.4 delle presenti condizioni). 2. Offerte per l’asta 2.1 Le offerte per l’acquisto dei lotti possono essere presentate personalmente in sala durante l’asta, mediante un’offerta scritta prima dell’asta, per telefono oppure via internet (in quest’ultimo caso solo se possibile in relazione alla specifica asta). 2.2 L’incremento delle offerte è del 10% rispetto a quella precedente, salvo diversa scelta del banditore comunicata prima dell’inizio (o nel corso) dell’asta. 2.3 Nell’ipotesi di offerte di pari importo e presentate attraverso la stessa modalità (vale a dire presentate in sala, per telefono, per iscritto oppure online), Il Ponte terrà in considerazione solo l’offerta ricevuta per prima. 2.4 Ove sorga contestazione in merito all’aggiudicazione di un lotto, quest’ultimo, ad insindacabile giudizio del banditore, potrà essere ritirato dall’asta oppure rimesso in vendita all’asta nello stesso giorno (in questa ultima ipotesi le offerte aventi ad oggetto il lotto in precedenza formulate non saranno più tenute in considerazione). 2.5 A sua completa discrezione, Il Ponte ha il diritto di rifiutare a chiunque di partecipare alle aste; in particolare, Il Ponte può rifiutare la partecipazione all’asta di potenziali acquirenti che in precedenza non abbiano puntualmente adempiuto alle proprie obbligazioni, anche a titolo risarcitorio, nei confronti de Il Ponte. 2.6 Il banditore conduce l’asta partendo dall’offerta che considera adeguata. Il banditore può fare offerte consecutive o in risposta ad altre offerte nell’interesse del Venditore, fino al raggiungimento del Prezzo di riserva (il prezzo minimo concordato in via riservata tra Il Ponte e il Venditore al di sotto del quale il lotto non verrà venduto). 2.7 In qualsiasi momento Il Ponte ha facoltà di ritirare dall’asta qualsiasi lotto offerto in vendita. Il banditore ha la facoltà, a suo insindacabile giudizio, di abbinare o separare i lotti e di variarne l’ordine di vendita rispetto a quanto indicato in catalogo, purché il lotto non sia offerto in asta in una giornata anteriore rispetto a quella indicato nel catalogo d’asta. 2.8 Nei confronti di ciascun potenziale acquirente, Il Ponte si riserva il diritto di subordinare la partecipazione all’asta alla esibizione di una lettera di referenze bancarie, oppure al deposito di un somma a garanzia dell’esatto adempimento delle obbligazioni previste dalle presenti Condizioni Generali di Vendita, la quale verrà restituirà una volta conclusa l’asta. 3. Offerte in sala 3.1 3.1 Per partecipare all’asta in sala è necessario munirsi dell’apposita paletta numerata, che viene consegnata al banco di registrazione dal personale de Il Ponte in seguito alla compilazione del modulo di iscrizione all’asta e alla esibizione di un documento di identità del potenziale acquirente. L’offerta per aggiudicarsi il lotto è espressa mediante alzata della paletta numerata. 3.2 Il Ponte invita i potenziali acquirenti a munirsi per tempo della paletta numerata e informa che è possibile effettuare l’iscrizione all’asta anche nei giorni nei quali si svolge l’esposizione che precede l’asta. Lo smarrimento della paletta numerata dovrà essere immediatamente comunicato a Il Ponte, che provvederà ad attribuire al potenziale acquirente una nuova paletta numerata. La paletta numerata dovrà essere restituita a Il Ponte al termine dell’asta. 3.3 Subito dopo l’aggiudicazione del lotto, l’Acquirente dovrà sottoscrivere un verbale di aggiudicazione. 3.4 Ciascun lotto aggiudicato in sala sarà fatturato in base alle generalità e indirizzo rilasciati al momento dell’assegnazione della paletta numerata. 3.5 E’ possibile partecipare all’asta in qualità di rappresentante di una terza persona. Il rappresentante, in occasione della registrazione all’asta dovrà esibire una delega sottoscritta dal rappresentato con allegati copia del documento di identità e del codice fiscale del rappresentato e del rappresentante; nell’ipotesi in cui il rappresentato sia una società, la delega dovrà essere sottoscritta dal legale rappresentante o da un procuratore dotato di potere di firma, la cui carta di identità e codice fiscale dovranno essere allegati alla procura. In ogni caso, Il Ponte si riserva la facoltà di impedire la partecipazione all’asta al rappresentante quando, a suo insindacabile giudizio, non ritenga dimostrato il potere di rappresentanza. 3.6 In nessun caso verranno accettate offerte “al meglio” o “salvo visione”. 4. Offerte scritte 4.1 E’ possibile presentare offerte scritte mediante la compilazione del “Modulo offerte scritte e telefoniche” (Modulo) allegato al catalogo d’asta o scaricabile dal sito www.ponteonline.com (Sito).


286 287

4.2 Il Modulo deve essere inviato a Il Ponte almeno entro 24 ore prima l’inizio dell’asta: via fax al numero +39 02.72022083 (per le aste organizzate presso la sede de Il Ponte di Milano via Pontaccio 12) oppure al numero +39 02.36633096 (per le aste organizzate presso la sede de Il Ponte di Milano via Pitteri 8/10), oppure in formato pdf via email all’indirizzo info@ponteonline.com (ovvero all’indirizzo email del dipartimento di riferimento de Il Ponte come risultante dal Sito ovvero dal catalogo dell’asta) in ogni caso allegando la documentazione richiesta nel Modulo; in difetto Il Ponte non garantisce la partecipazione del potenziale acquirente all’asta, né che darà esecuzione alle offerte indicate nel Modulo. Il Ponte darà esecuzione solo ad offerte che siano pari o superiori all’80% della stima minima indicata in catalogo e riferita al lotto per il quale l’offerta è presentata. 4.3 Le offerte scritte verranno accettate solo se arrotondate alla decina; in caso contrario, Il Ponte considererà l’offerta come fosse arrotondata alla decina per difetto (ad esempio, una offerta scritta pari ad euro 238,00 verrà considerata da Il Ponte come formulata per euro 230,00). 4.4 Il Ponte, nel dare luogo ai rilanci per conto del potenziale acquirente, terrà conto sia del prezzo di riserva, sia delle altre offerte, in modo da cercare di ottenere l’aggiudicazione del lotto oggetto della proposta scritta al Prezzo di aggiudicazione più basso. Gli importi indicati nel Modulo verranno intesi come importi massimi. Il Ponte non terrà conto di offerte con importi illimitati ovvero prive di importo. 4.5 Il Ponte non è responsabile di eventuali errori compiuti dal potenziale acquirente nella compilazione del Modulo. Prima di inviare il Modulo a Il Ponte, il potenziale acquirente è tenuto a verificare che la descrizione del lotto indicata nel Modulo corrisponda al bene che si intende acquistare; in particolare il potenziale acquirente è tenuto a verificare che vi sia corrispondenza tra numero di catalogo d’asta dell’opera e descrizione del lotto. In caso di discrepanza tra numero di lotto e descrizione, Il Ponte formulerà l’offerta per conto del potenziale acquirente con esclusivo riferimento al primo. 4.6 Al termine dell’asta, l’Acquirente sarà informato da Il Ponte via email dell’avvenuta aggiudicazione del lotto; in ogni caso, ciascun potenziale acquirente è invitato a contattare Il Ponte ai numeri indicati all’art. 15 per verificare se la propria offerta sia risultata la più alta. 4.7 Nel caso di una offerta scritta e di una offerta in sala, di una offerta telefonica oppure online di pari importo, queste ultime prevarranno rispetto alla offerta scritta. 5. Offerte telefoniche 5.1 Mediante la compilazione ed invio del Modulo, un potenziale acquirente può partecipare all’asta formulando offerte telefoniche. 5.2 Il Modulo deve essere inviato a Il Ponte almeno entro 24 ore prima l’inizio dell’asta via fax al numero +39 02.72022083 (per le aste organizzate presso la sede de Il Ponte di Milano via Pontaccio 12) oppure al numero +39 02.36633096 (per le aste organizzate presso la sede de Il Ponte di Milano via Pitteri 8/10), oppure in formato pdf via email all’indirizzo info@ponteonline.com (o all’indirizzo email del dipartimento di riferimento de Il Ponte risultante dal Sito o dal catalogo dell’asta), in ogni caso allegando la documentazione richiesta nel Modulo. 5.3 A seguito della ricezione del Modulo e della sua corretta compilazione, Il Ponte provvederà a contattare il potenziale acquirente al numero di telefono indicato nel Modulo prima che il lotto per il quale il potenziale acquirente intende formulare offerte telefoniche sia offerto in vendita all’asta 5.4 La stima minima indicata in catalogo riferita a ciascun lotto per il quale si intende formulare offerte telefoniche deve essere pari ad almeno euro 100,00; in difetto, Il Ponte non ricontatterà il potenziale acquirente e quest’ultimo non potrà formulare offerte telefoniche ad oggetto il lotto. 5.5 Qualora, per qualsiasi motivo, anche di natura tecnica, Il Ponte non riuscisse a contattare telefonicamente il potenziale acquirente, Il Ponte, in relazione a ciascun lotto indicato nel Modulo, avrà facoltà di effettuare offerte per conto del potenziale acquirente sino ad un Prezzo di aggiudicazione pari alla offerta massima indicata dal potenziale acquirente nel Modulo o, in mancanza di questa alla base riferita al lotto. offerta massima, della stimad’asta minima indicata in catalogo con riferimento al lotto. 5.6 Il Ponte non risponde in alcun modo per il ritardo o mancata esecuzione di ordini telefonici derivanti dal malfunzionamento della linea telefonica. 5.7 I collegamenti telefonici durante l’asta saranno registrati. Il personale de Il Ponte è in grado di effettuare telefonate in italiano, inglese, francese, cinese, spagnolo e portoghese. 6. Offerte online 6.1Il Ponte comunicherà sul Sito (almeno 24 ore prima l’inizio dell’asta) e/o sul catalogo d’asta se è possibile formulare offerte anche online, tramite il Sito o siti gestiti da terzi. 6.2 Le offerte online sono disciplinate sia dalle presenti Condizioni Generali di

Vendita, sia dalle “Condizioni ulteriori per la presentazione di offerte online” disponibili sul Sito o su richiesta. In caso di difformità tra le presenti Condizioni Generali di Vendita e le “Condizioni ulteriori per la presentazione di offerte online”, queste ultime prevarranno. 6.3 Per informazioni in merito alla registrazione all’asta e alla presentazione di offerte online si prega di far riferimento al Sito. 6.4 In caso di partecipazione all’asta e offerte formulate attraverso piattaforme e/o siti internet diversi dalla piattaforma Il Ponte Live (si rinvia per ogni altra informazione al sito www.ponteonline.com) sarà applicata e dovuta dall’Acquirente una ulteriore commissione pari al 5% sul Prezzo di aggiudicazione, oltre le commissioni e spese previste dalle presenti Condizioni Generali di Vendita. 7. Pagamento 7.1 In caso di aggiudicazione del lotto, l’Acquirente dovrà corrispondere a Il Ponte il Prezzo di aggiudicazione del lotto, oltre alle commissioni di acquisto pari al 25% (qualora l’asta si sia tenuta presso la sede de Il Ponte sita a Milano in via Pontaccio 12) oppure al 35% (qualora l’asta si sia tenuta presso la sede de Il Ponte sita a Milano in via Pitteri 8/10) del Prezzo di aggiudicazione (in entrambi i casi IVA inclusa se dovuta) e oltre al pagamento di qualsiasi altro importo eventualmente dovuto a Il Ponte ai sensi delle presenti Condizioni Generali di Vendita (v. anche § 6.4) e connesso alla aggiudicazione del lotto (Ammontare dovuto). 7.2 L’Acquirente è obbligato a versare l’Ammontare dovuto entro e non oltre dieci giorni, decorrenti dal giorno successivo a quello della aggiudicazione. 7.3 In caso di mancato o ritardato pagamento da parte dell’Acquirente, in tutto o in parte, dell’Ammontare dovuto entro il predetto termine essenziale, Il Ponte potrà risolvere la vendita ex art. 1456 c.c. mediante semplice comunicazione scritta. In questo caso, Il Ponte avrà comunque diritto al pagamento di una penale pari al doppio delle commissioni di acquisto che l’Acquirente inadempiente avrebbe dovuto pagare, oltre l’eventuale maggior danno, e potrà comunque trattenere gli eventuali acconti versati dall’Acquirente. 7.4 Ciascun lotto può essere pagato a mezzo assegno circolare, carta di credito, bancomat, bonifico e contanti, nel rispetto dei limiti di legge. 7.5 Il pagamento del lotto può essere effettuato a Milano presso la sede de Il Ponte di via Pontaccio 12 o di via Pitteri 8/10 (a seconda del luogo in cui si è svolta l’asta) ai seguenti orari di ufficio: Lun.-Ven. 9:00-13:00; 14:00-17:30 (esclusi i giorni di festività nazionale in Italia). 7.6 Le carte di credito accettate sono le seguenti: American Express, Diners, Visa e MasterCard. Il pagamento può essere disposto solo dal titolare della carta di credito. 7.7 Le coordinate bancarie per i bonifici sono le seguenti: IBAN IT 51H0832950860000000011517; Swift code n. ICRAITRR950; beneficiario Il Ponte - Casa d’Aste s.r.l. Nella causale si prega di indicare il proprio nome, cognome, numero di lotto e asta. 7.8 Il Ponte si riserva la facoltà di controllare la provenienza dei pagamenti ricevuti e di non accettare pagamenti provenienti da persone differenti dall’Acquirente. 7.9 Ai sensi del D.Lgs. n. 231/07 e successive modifiche ed integrazioni e nel pieno rispetto delle disposizioni del D.Lgs. 196/2003 (Codice della Privacy) e del Regolamento UE 2016/679, Il Ponte richiederà a tutti i Clienti i dati necessari ai fini dell'adempimento degli obblighi di adeguata verifica del Cliente e del titolare effettivo. In caso di formale richiesta da parte delle Autorità e della Pubblica Amministrazione, e in ogni altro caso previsto dalla legge, Il Ponte potrà comunicare il nominativo e i recapiti dell’Acquirente. 8. Consegna e ritiro del lotto 8.1 Il lotto sarà consegnato da Il Ponte all’Acquirente solo a seguito dell’intero pagamento dell’Ammontare dovuto (salvo le eventuali diverse disposizioni di cui al D.Lgs. n. 42/04, anche in tema di prelazione dello Stato; si rinvia anche al § 11.4 delle presenti condizioni). 8.2 Il Ponte non assume l’obbligo di provvedere alla spedizione del lotto oggetto di aggiudicazione, il quale dovrà essere ritirato dall’Acquirente a Milano presso la sede de Il Ponte di via Pontaccio 12 o di via Pitteri 8/10 (a seconda del luogo di svolgimento dell’asta), entro dieci giorni successivi al giorno dell’avvenuto pagamento dell’Ammontare dovuto. 8.3 Qualora l’Acquirente non provveda al tempestivo ritiro del lotto saldato entro dieci giorni dall’avvenuto pagamento o dall'ottenimento dell'attestato di libera circolazione e/o della licenza di esportazione, Il Ponte avrà facoltà di procedere all’eliminazione del lotto, previa comunicazione via raccomandata a.r. o Pec. L’acquirente riconosce ed accetta che nell’ipotesi di eliminazione del lotto, non avrà titolo per promuovere alcun tipo di azione o reclamo, innanzi a qualsiasi autorità, nei confronti de Il Ponte, il quale è pertanto manlevato da qualsiasi responsabilità.


8.4 Nel caso in cui l'Acquirente incarichi un terzo di ritirare il lotto, quest'ultimo dovrà essere munito di delega scritta rilasciata dall'Acquirente nonché fotocopia del documento del delegante e del delegato. 8.5 Su espressa richiesta dell'Acquirente, Il Ponte potrà organizzare, a spese e a rischio dell'Acquirente, l'imballaggio, il trasporto e l'assicurazione del lotto, previa comunicazione e accettazione scritta da parte dell'Acquirente delle relative spese. La spedizione potrà essere effettuata da un trasportatore incaricato da Il Ponte, su indicazione dell’Acquirente, ovvero incaricato direttamente dall’Acquirente, a seconda degli accordi. 8.6 Nell’ipotesi di morte, interdizione, inabilitazione, estinzione/ cessazione, per qualsiasi motivo, dell’Acquirente, debitamente comunicata a Il Ponte, quest’ultima acconsentirà a riconsegnare il lotto previo accordo di tutti gli aventi causa dell’Acquirente ovvero secondo le modalità stabilite dall’autorità giudiziaria. 9. Passaggio del rischio 9.1 Un lotto acquistato è interamente a rischio dell’Acquirente a partire dalla data più antecedente fra quelle in cui l’Acquirente: (i) prende in consegna il lotto acquistato o (ii) paga l’Ammontare dovuto per il lotto; qualora nessuna di queste ipotesi si realizzi, il passaggio del rischio avverrà in ogni caso dalla data in cui è decorso il termine di dieci (10) giorni dalla avvenuta aggiudicazione del lotto. Con il passaggio del rischio in capo all’Acquirente quest’ultimo esonera espressamente Il Ponte da ogni responsabilità circa la sorte del lotto aggiudicato, anche per eventuali danni, furti, incendio, perimento, smarrimento del lotto stesso (totale o parziale). 9.2 L’Acquirente sarà risarcito per qualsiasi perdita o danno del lotto che si verifichi dopo l’aggiudicazione ma prima del trasferimento del rischio, ma il risarcimento non potrà superare il Prezzo di aggiudicazione del lotto, oltre alla commissione d’acquisto ricevuta da Il Ponte. In nessun caso Il Ponte si assume la responsabilità per la perdita o danni di cornici/vetro che contengono o coprono stampe, dipinti o altre opere, a meno che la cornice o/e il vetro non costituiscano il lotto venduto all’asta. 9.3 In nessun caso Il Ponte sarà responsabile per la perdita o il danneggiamento (totali o parziali) del lotto aggiudicato: (i) verificatisi a seguito di un qualsiasi intervento (compresi interventi di restauro, interventi sulle cornici e interventi di pulitura) da parte di terzi da chiunque incaricati; (ii) derivanti, direttamente o indirettamente, da: (a) cambiamenti di umidità o temperatura; (b) normale usura o graduale deterioramento derivanti da interventi sul bene e/o da altri eventi (inclusi i tarli e i parassiti del legno); (c) errori di trattamento; (d) guerra, fissione nucleare, contaminazione radioattiva, armi chimiche, biochimiche o elettromagnetiche; (e) atti di terrorismo; (f) casi di lockdown e simili, disposizioni da parte delle Autorità, ogni altra causa di forza maggiore estranea al controllo de Il Ponte. 10. Contraffazione 10.1 Nel caso in cui, dopo l’aggiudicazione, un lotto risulti essere una contraffazione, Il Ponte rimborserà all’Acquirente che abbia fatto richiesta di risoluzione del contratto di vendita - previa restituzione del lotto a Il Ponte - un importo pari al Prezzo di aggiudicazione e alle commissioni di acquisto corrisposte, in entrambi i casi nella valuta in cui questi importi sono stati pagati dall’Acquirente. L’obbligo de Il Ponte è sottoposto alla condizione che, non più tardi di cinque (5) anni dalla data della aggiudicazione, l’Acquirente: (i) comunichi a Il Ponte per iscritto, entro novanta (90) giorni dalla data in cui ha avuto una notizia che lo induca a ritenere che il lotto sia una contraffazione, il numero del lotto, la data dell’asta alla quale il lotto è stato acquistato e i motivi per i quali l’Acquirente ritenga che il lotto sia una contraffazione; (ii) sia in grado di riconsegnare a Il Ponte il lotto, libero da rivendicazioni o da ogni pretesa da parte di terzi sorta dopo la data della vendita e il lotto sia nelle stesse condizioni in cui si trovava alla data della vendita; (iii) fornisca a Il Ponte le relazioni di almeno due studiosi o esperti indipendenti e di riconosciuta competenza a livello internazionale, in cui siano spiegate le ragioni per cui il lotto sia ritenuto una contraffazione. 10.2 Il Ponte non sarà vincolata dai pareri forniti dall’Acquirente e si riserva il diritto di richiedere l’ulteriore parere di altri esperti a proprie spese. 10.3 Il Ponte non effettuerà il rimborso se: (i) la descrizione nel catalogo era conforme all’opinione generalmente accettata di studiosi ed esperti alla data della vendita o indicava come controversa l’autenticità o l’attribuzione del lotto; o (ii) alla data della pubblicazione del catalogo la contraffazione del lotto poteva essere accertata soltanto svolgendo analisi generalmente ritenute inadeguate allo scopo o difficilmente praticabili, il cui costo era irragionevole o che avrebbero ragionevolmente potuto danneggiare o altrimenti comportare una diminuzione di valore del lotto. Ai sensi del presente articolo, per contraffazione si intende, secondo la ragionevole opinione de Il Ponte, l’imitazione di un lotto offerto in vendita, non

descritta come tale nel catalogo d’asta, creata a scopo di inganno su paternità, autenticità, provenienza, attribuzione, origine, fonte, data, età, periodo, che alla data delle vendita aveva un valore inferiore a quello che avrebbe avuto se il lotto fosse stato corrispondente alla descrizione del catalogo d’asta. Non costituisce una contraffazione un lotto che sia stato restaurato o sottoposto ad opera di modifica di qualsiasi natura (tra cui la ripitturazione o la sovrapitturazione). 11. Esportazione dal territorio della Repubblica italiana. Dichiarazione di interesse culturale 11.1L’esportazione dal territorio della Repubblica italiana di un lotto può essere soggetta al rilascio di un attestato di libera circolazione ovvero di una licenza di esportazione, ai sensi di quanto previsto dagli artt. 68 e ss. del D. Lgs 22 gennaio 2004, n. 42 (Codice Urbani). L’Acquirente sarà tenuto, per i lotti sottoposti al procedimento di dichiarazione di interesse culturale (c.d. “notifica”) ex artt. 13 e ss. D.Lgs. n. 42/2004, all’osservanza di tutte le disposizioni di cui alla legge e di ogni altra normativa speciale applicabile, anche in materia doganale, valutaria, tributaria, e di specie protette. È esclusivo onere dei partecipanti all’asta e dell’Acquirente verificare le eventuali restrizioni alla circolazione e/o esportazione del lotto di proprio interesse e comunque del lotto aggiudicato, ovvero le eventuali licenze o attestati previsti dalla legge, in Italia e nel Paese di destinazione, nonché provvedere alle eventuali formalità e obblighi di legge previsti per la circolazione e/o l’esportazione del lotto aggiudicato, con espresso esonero di ogni eventuale obbligo e/o responsabilità in capo a Il Ponte. 11.2 Il mancato rilascio o il ritardo nel rilascio dell’attestato di libera circolazione e/o della licenza di esportazione non può costituire una causa di risoluzione o di annullamento della vendita, né giustificare il mancato o ritardato pagamento da parte dell’Acquirente dell’Ammontare dovuto. 11.3 Su richiesta e a spese dell’Acquirente, Il Ponte può accettare di presentare la denuncia per ottenere l’attestato di libera circolazione e/o la licenza di esportazione, a condizione che l’Acquirente abbia già corrisposto l’Ammontare dovuto. L’importo che l’Acquirente deve pagare a Il Ponte per la presentazione della denuncia ammonta ad euro 150,00 (oltre IVA ed eventuali spese di trasporto), per ciascuna opera oggetto della denuncia. In ogni caso Il Ponte non assume alcuna responsabilità, né obbligo, né garanzia, circa il buon esito della relativa pratica e il rilascio di quanto richiesto dall’Acquirente. 11.4 Ciascun lotto offerto in vendita all’asta può essere stato già oggetto di dichiarazione di interesse culturale da parte del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo ai sensi dell’art. 13 del Codice Urbani. In tal caso - o nel caso in cui in relazione al lotto sia stato avviato il procedimento di dichiarazione di interesse culturale ai sensi dell’art. 14 del Codice Urbani - Il Ponte ne darà comunicazione in catalogo e/o mediante un annuncio del banditore prima che il lotto sia offerto in vendita. Nel caso in cui il lotto sia stato oggetto di dichiarazione di interesse culturale precedentemente alla aggiudicazione, il Venditore provvederà a denunciare la vendita al Ministero competente ex art. 59 Codice Urbani. La vendita sarà sospensivamente condizionata al mancato esercizio da parte del Ministero competente del diritto di prelazione nel termine di sessanta giorni dalla data di ricezione della denuncia, ovvero nel termine maggiore di centottanta giorni di cui all’art. 61 comma II del Codice Urbani. In pendenza del termine per l’esercizio della prelazione il lotto non potrà essere consegnato all’ Acquirente in base a quanto stabilito dall’art. 61 del Codice Urbani. In ogni caso, resta inteso che l’eventuale dichiarazione di interesse culturale (o anche solo l’avvio del relativo procedimento) che dovesse intervenire successivamente alla aggiudicazione non potrà inficiare o invalidare l’aggiudicazione, né l’obbligo di pagamento dell’Ammontare complessivo e in generale la compravendita del lotto. 11.5 Il lotto contrassegnato con il simbolo “§” è in temporanea importazione doganale. E’ soggetto ad IVA (secondo legge) sul valore di aggiudicazione solo per gli acquirenti residenti nell’U.E. La chiusura della temporanea importazione doganale del costo di euro 300 è a carico dell’Acquirente. Il Ponte non è responsabile per le tempistiche burocratiche. 11.6 Il lotto contrassegnato con il simbolo “#” è in temporanea importazione artistica. 12. Diritto di seguito 12.1 Qualora dovuto, il pagamento del c.d. “diritto di seguito” (introdotto dal Decreto Legislativo 13 febbraio 2006, n. 118, attuativo della Direttiva 2001/84/CE) sarà corrisposto dal Venditore. 13. Specie protette 13.1 Indipendentemente dall’ottenimento di un attestato o di una licenza di esportazione ex art. 68 e ss. del Codice Urbani, tutti i lotti costituiti da o contenenti parti di piante o animali (es.: ossa di balena, coccodrillo, avorio, corallo, tartaruga), a prescindere dall’età e dal valore, potrebbero necessitare di


288 289

una licenza o un certificato prima dell’esportazione e/o di ulteriori licenze e/o certificati per l’importazione nei paesi Extra UE. L’ottenimento di una licenza o di un certificato di importazione non garantisce l’ottenimento di una licenza o di un certificato per l’esportazione e viceversa. Il Ponte consiglia i potenziali acquirenti di controllare le proprie legislazioni circa i requisiti necessari per le importazioni nel proprio Paese di beni fatti o contenenti specie protette. Prima di effettuare qualsiasi offerta, è responsabilità dell’Acquirente ottenere tali licenze/certificati di importazione o esportazione, così come ogni altro documento richiesto, con espresso esonero di ogni eventuale obbligo e/o responsabilità in capo a Il Ponte 14. Garanzia legale di conformità 14.1 Ove previsto per legge, i lotti venduti tramite Il Ponte sono coperti dalla garanzia legale di conformità prevista dagli artt. 128-135 del Codice del Consumo (Garanzia Legale), se applicabili. 14.2 La Garanzia Legale è riservata al consumatore (vale a dire, ai sensi dell’art. 3, I comma, lett. a) del Codice del Consumo, la persona fisica che agisce per scopi estranei all’attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale eventualmente svolta). 14.3 Il Venditore è responsabile nei confronti del consumatore per un difetto di conformità esistente al momento della consegna del prodotto e che si manifesti entro due anni da tale consegna. Il difetto di conformità deve essere denunciato al Venditore, a pena di decadenza dalla garanzia, nel termine di due mesi dalla data in cui è stato scoperto. Salvo prova contraria, si presume che i difetti di conformità che si manifestano entro i sei mesi dalla consegna del prodotto esistessero già a tale data, a meno che tale ipotesi sia incompatibile con la natura del prodotto o con la natura del difetto di conformità. A partire dal settimo mese successivo alla consegna del lotto, sarà invece onere del consumatore provare che il difetto di conformità esisteva già al momento della consegna dello stesso. Per poter usufruire della Garanzia Legale, il consumatore dovrà quindi fornire innanzitutto prova della data dell’aggiudicazione e della consegna del lotto. E’ opportuno, quindi, che il consumatore, a fini di tale prova, conservi qualsiasi documentazione idonea a dimostrare l’aggiudicazione (ad esempio la fattura di acquisto) e la data di consegna o ritiro del lotto. 14.4 Con riferimento alla definizione di “difetto di conformità”, si rimanda a quanto indicato all’art. 129, comma II, del Codice del Consumo. Sono esclusi dal campo di applicazione della Garanzia Legale eventuali difetti determinati da fatti accidentali o da responsabilità del consumatore ovvero da un uso del lotto difforme rispetto alla sua destinazione d'uso. 14.5 In caso di difetto di conformità debitamente denunciato nei termini, il consumatore ha diritto: (i) in via primaria, alla riparazione o sostituzione gratuita del lotto, a sua scelta, salvo che il rimedio richiesto sia oggettivamente impossibile o eccessivamente oneroso rispetto all’altro; (ii) in via secondaria (nel caso cioè in cui la riparazione o la sostituzione siano impossibili o eccessivamente onerose ovvero la riparazione o la sostituzione non siano state realizzate entro termini congrui ovvero la riparazione o la sostituzione precedentemente effettuate abbiano arrecato notevoli inconvenienti al consumatore) alla riduzione del Prezzo di aggiudicazione o alla risoluzione del contratto, a sua scelta. Il rimedio richiesto è eccessivamente oneroso se impone al Venditore spese irragionevoli in confronto ai rimedi alternativi che possono essere esperiti, tenendo conto: (i) del valore che il bene avrebbe se non vi fosse il difetto di conformità; (ii) dell’entità del difetto di conformità; (iii) dell’eventualità che il rimedio alternativo possa essere esperito senza notevoli inconvenienti per il consumatore. 14.6 Nel caso in cui il lotto, nel corso del periodo di validità della Garanzia Legale, manifesti un difetto di conformità, il consumatore può comunicare la circostanza a Il Ponte ai contatti indicati all’art. 16. Il Ponte darà tempestivo riscontro alla comunicazione del presunto difetto di conformità e indicherà al consumatore la specifica procedura da seguire. 15. Contatti E’ possibile chiedere informazioni, inviare comunicazioni, richiedere assistenza o inoltrare reclami, contattando Il Ponte con le seguenti modalità: - per email: all’indirizzo info@ponteonline.com; - per posta: scrivendo a Il Ponte - Casa d’Aste s.r.l., Milano, via Pontaccio 12 (20121) oppure via Pitteri 8/10 (20134); - per telefono: al numero +39 02.863141 (sede di via Pontaccio 12) oppure +39 02.8631472 (sede di via Pitteri 8/10) (numeri di telefono a pagamento, operativi nei seguenti giorni e orari: Lun.-Ven. 9:00-13.00; 14.00-18.00, per la sede di via Pontaccio 12; 9:00-13:30; 14:00-17:30 per la sede di via Pitteri 8/10, in entrambi i casi esclusi i giorni di festività nazionale in Italia); - per fax: al numero +39 02.72022083 (sede di via Pontaccio 12) oppure +39 02.36633096 (sede di via Pitteri 8/10); Il Ponte risponderà ai reclami presentati entro cinque giorni lavorativi dal ricevimento degli stessi.

16. Foro e legge applicabile 16.1 Il rapporto contrattuale tra Il Ponte e l’Acquirente è regolato dalla legge italiana. In caso di traduzione in altra lingua delle presenti Condizioni Generali di Vendita, prevarranno e resteranno valide e vincolanti le condizioni di vendita nel testo in lingua italiana in caso di conflitto con la traduzione in lingua straniera. 16.2 Nel caso di Acquirente consumatore, per ogni controversia relativa all’applicazione, esecuzione e interpretazione delle presenti Condizioni Generali di Vendita è competente il foro del luogo in cui il consumatore risiede o ha eletto domicilio. 16.3 Ai sensi dell'art. 141-sexies, comma 3 del Codice del Consumo, ove applicabile, Il Ponte informa l’Acquirente consumatore che, nel caso in cui egli abbia presentato un reclamo direttamente a Il Ponte, a seguito del quale non sia stato tuttavia possibile risolvere la controversia così insorta, Il Ponte fornirà le informazioni in merito all'organismo o agli organismi di Alternative Dispute Resolution per la risoluzione extragiudiziale delle controversie relative ad obbligazioni derivanti da un contratto concluso in base alle presenti Condizioni Generali di Vendita (cc.dd. organismi ADR, come indicati agli artt. 141-bis e ss. Codice del Consumo), precisando se intenda avvalersi o meno di tali organismi per risolvere la controversia stessa. 16.4 Il Ponte informa inoltre l’Acquirente consumatore che è stata istituita una piattaforma europea per la risoluzione online delle controversie dei consumatori (c.d. piattaforma ODR). La piattaforma ODR è consultabile al seguente indirizzo http://ec.europa.eu/consumers/odr/; attraverso la piattaforma ODR l’Acquirente consumatore potrà consultare l'elenco degli organismi ADR, trovare il link al sito di ciascuno di essi e avviare una procedura di risoluzione online della controversia in cui sia coinvolto. Sono fatti salvi in ogni caso il diritto dell’Acquirente consumatore di adire il giudice ordinario competente della controversia derivante dalle presenti Condizioni Generali di Vendita, qualunque sia l'esito della procedura di composizione extragiudiziale delle controversie relative ai rapporti di consumo mediante ricorso alle procedure di cui alla Parte V, Titolo II-bis Codice del Consumo. 16.5 L’Acquirente che risiede in uno stato membro dell’Unione Europea diverso dall’Italia, può, inoltre, accedere, per ogni controversia relativa all’applicazione, esecuzione e interpretazione delle presenti Condizioni Generali di Vendita, al procedimento europeo istituito per le controversie di modesta entità, dal Regolamento (CE) n. 861/2007 del Consiglio, dell’11 luglio 2007, a condizione che il valore della controversia non ecceda, esclusi gli interessi, i diritti e le spese, Euro 2.000,00. Il testo del regolamento è reperibile sul sito www.eurlex.europa.eu. Condizioni ulteriori per la presentazione di offerte online Queste Condizioni ulteriori per la presentazione di offerte online (Condizioni) si applicano alle aste per le quali Il Ponte - Casa d’Aste s.r.l., società con sede legale in Milano, via Pontaccio 12 (20121), P. Iva e Iscrizione Registro Imprese di Milano n. 01481220133, capitale sociale interamente versato pari ad Euro 34.320,00 (Il Ponte), consenta la formulazione di offerte online tramite il sito www.ponteonline.com (Sito) ovvero siti di terzi (Piattaforme). Ciascun lotto è offerto in vendita da Il Ponte. I contratti di vendita all’asta conclusi online mediante il Sito e/o le Piattaforme sono esclusi dalla disciplina del Capo I, Titolo III del Decreto Legislativo 6 settembre 2005, n. 206.in quanto conclusi in occasione di una vendita all'asta. Queste Condizioni si aggiungono (e non si sostituiscono) alle sopra riportate Condizioni Generali di Vendita, le cui definizioni si intendono qui richiamate. Partecipando all’asta tramite il Sito e/o le Piattaforme, l’offerente accetta di essere vincolato alle Condizioni Generali di Vendita applicabili alla vendita ed a queste ulteriori Condizioni. 1. Istantaneità ed irrevocabilità dell’offerta online. Eccezione al diritto di recesso Per registrarsi all’asta è necessario inviare una copia della propria carta di identità in corso di validità all’indirizzo info@ponteonline.com. In difetto, non sarà possibile registrarsi all’asta. Il Ponte si riserva il diritto di rifiutare o revocare la registrazione all’asta a sua esclusiva discrezione. Il procedimento per effettuare un’offerta tramite il Sito e/o la Piattaforma è istantaneo; l’offerta è inviata non appena l’offerente clicca il relativo bottone ed è definitiva. Sottoponendo un’offerta online tramite il Sito e/o la Piattaforma accettate che l’offerta sia finale e che non sia in alcun modo possibile modificarla o revocarla. Inoltre, ai sensi dell’articolo 59, comma 1, lettera m) del Codice del Consumo, qualora il contratto di vendita all’asta sia concluso con un offerente che abbia formulato un’offerta online tramite il Sito e/o la Piattaforma e possa essere qualificato come consumatore in base all’art. 3, comma 1, lett. a) del Codice del Consumo, l’Acquirente non disporrà del diritto di recesso, in quanto il metodo di vendita


utilizzato è un’asta pubblica, come definita dall’art. 45, comma 1 lettera o) del Codice del Consumo. Se l’offerta inviata a Il Ponte è la più alta, l’Acquirente irrevocabilmente accetta di pagare l’intero prezzo di acquisto, incluse le commissioni di acquisto e tutte le tasse applicabili e qualsiasi altro addebito. 2. Modalità di pagamento e di consegna Modalità di pagamento: si rinvia alla clausola 7 delle Condizioni Generali di Vendita. Consegna: si rinvia alla clausola 8 delle Condizioni Generali di Vendita. 3. Offerte incrementali Ogni offerta incrementale comparirà sullo schermo del Sito e/o della Piattaforma. Il banditore ha la facoltà di variare gli incrementi per gli offerenti presenti nella sala d’aste e tramite telefono, ma coloro che formulano un’offerta tramite il Sito e/o la Piattaforma potrebbero non essere in grado di fare un'offerta per un importo diverso rispetto a quello di un’intera offerta incrementale. Tutte le offerte all’asta saranno espresse in Euro. 4. Responsabilità dell’offerente Coloro che formulano offerte tramite il Sito e/o la Piattaforma sono responsabili della loro conoscenza di tutte le comunicazioni e gli annunci effettuati durante l’asta. Tutte le comunicazioni effettuate saranno lette dal banditore, all'inizio, se del caso, o durante l’asta, prima che il lotto rilevante sia offerto in vendita. Il Ponte raccomanda che coloro che formulano offerte tramite il Sito e/o la Piattaforma si autentichino tramite log-in almeno dieci minuti prima dell'inizio dell'asta per assicurarsi di ascoltare tutte le comunicazioni effettuate dal banditore all'inizio dell’asta. Tutte le comunicazioni di modifiche relative all’offerta in vendita del lotto (“sale room notices”) e gli annunci in sala eseguiti dal banditore sono parte delle presenti Condizioni e delle Condizioni Generali di Vendita. Il Ponte si riserva il diritto di rifiutare o revocare il permesso di fare offerte online attraverso il Sito e/o la Piattaforma, nonché di revocare i privilegi di offerta nel corso di una asta. Gli aggiudicatari dei lotti riceveranno una conferma dell’aggiudicazione e l’estratto conto in relazione al loro acquisto dopo la vendita. 5. Esonero di responsabilità de Il Ponte Il Ponte non sarà responsabile per eventuali errori o malfunzionamenti nella presentazione delle offerte tramite il Sito e/o la Piattaforma, inclusi, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, errori o malfunzionamenti causati da: (i) una perdita di connessione a Internet o al software del Sito e/o della Piattaforma da parte de Il Ponte ovvero del cliente; (ii) un malfunzionamento o un problema con il software del Sito e/o della Piattaforma; oppure (iii) un guasto o un problema di connessione internet, rete mobile o computer del cliente. Il Ponte non è dunque responsabile per qualsiasi impossibilità di formulare un'offerta online o per gli eventuali errori o omissioni in relazione ad essa. La partecipazione all’asta tramite il Sito e/o la Piattaforma avviene pertanto a esclusivo rischio degli offerenti e potenziali acquirenti, che assumono ogni rischio e responsabilità sulla ricezione e il buon esito delle offerte formulate e/o da formulare. INFORMATIVA EX ART. 13 del G.D.P.R. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 del Nuovo Regolamento sulla Protezione del Dati (GDPR 2016/679), s’ informa il Cliente (c.d. interessato) che: 1. Titolare e altri soggetti designati Il Titolare del trattamento è Il Ponte - Casa D'aste S.r.l. , con sede legale in Milano, Via Pontaccio n. 12, nella persona della direttrice, Dott.ssa Rossella Novarini, mail: direzione.generale@ponteonline.com e che, ai fini del riscontro all’interessato in caso di esercizio dei diritti ad opera di quest’ultimo, è possibile rivolgersi alla Dott.ssa Francesca Conte, mail: francesca.conte@ponteonline.com. Il DPO nominato è Programmastudio Spa, nella persona del Dott. Pasquale Iannone, tel. 02 2829389, mail: privacy@programmastudio.it. 2. Trattamenti effettuati e base giuridica I dati di natura personale, liberamente forniti dal Cliente alla società in ragione dell’attività svolta in virtù di apposita regolamentazione contrattuale saranno trattati in modo lecito, secondo correttezza, nonché a norma di quanto stabilito dal Regolamento, per la finalità di: - espletamento del mandato a vendere e/o dell’adesione alla partecipazione alle aste in programma; - per le finalità previste dalla vigente normativa in materia di antiriciclaggio (D.Lgs. 231/07 e successive modifiche).

Il conferimento dei dati sopra indicati è obbligatorio affinché il Titolare possa espletare l’incarico affidatogli. In caso di rifiuto a fornire i dati richiesti, il Titolare si troverà nell’impossibilità di eseguire le prestazioni contrattualmente previste, per fatto e colpa del Cliente interessato. I dati di natura personale quali l’indirizzo e-mail, forniti facoltativamente dal Cliente alla società in ragione di apposito consenso rilasciato dallo stesso, saranno trattati in modo lecito e secondo correttezza, nonché a norma di quanto stabilito dal Regolamento per la finalità d’inoltro di informative, aggiornamenti e novità in merito alle nuove aste e/o eventi futuri. Per tale trattamento la società raccoglierà il consenso con modalità elettroniche e /o cartacee. L’immagine verrà ripresa, mediante sistema di videoregistrazione e come da informativa regolarmente esposta, nell’interesse legittimo del Titolare, ovvero allo scopo di tutelare la sicurezza delle persone e la tutela del patrimonio dell’azienda. 3. Strumenti di trattamento e modalità di conservazione dei dati I dati trattati (che potranno avere natura: comune ed identificativa) sono aggiornati, completi, pertinenti e non eccedenti rispetto alle sopracitate finalità del trattamento. I medesimi dati saranno trattati, nel rispetto della sicurezza e riservatezza necessari attraverso le seguenti modalità: raccolta dei dati presso l’interessato, registrazione e conservazione dei medesimi per gli scopi predeterminati, espliciti e legittimi. Gli stessi dati saranno trattati sia con strumenti cartacei che con mezzi elettronici ed automatizzati. I dati personali saranno trattati dal Titolare del trattamento nonché dai dipendenti e collaboratori autorizzati al trattamento medesimo. I dati potranno essere comunicati, oltre che agli enti pubblici destinatari delle comunicazioni/dichiarazioni oggetto del presente contratto, anche agli organi ispettivi preposti, ove richiesti in seno a fasi di verifiche e controllo, inerenti alla regolarità degli adempimenti. I medesimi dati, oggetto della presente informativa, potranno essere comunicati a professionisti e/o collaboratori del titolare per l’espletamento dell’incarico affidato e per le stesse finalità. Per contro i dati in discorso non saranno oggetto di diffusione, oltre i limiti ivi specificati, salvo diversa indicazione dell’interessato, fornita per iscritto. Non è intenzione del Titolare trasferire i dati oggetto della presente ad un paese terzo o ad una organizzazione internazionale. Si precisa che anche il backup esterno è eseguito da società italiana, quindi tenuta anch’essa al rispetto della normativa privacy in discorso, tramite l’utilizzo di server siti in territorio italiano. Non è presente alcun processo decisionale automatizzato. Infine, si informa l’interessato che Il Titolare ha posto in essere una gran varietà di misure di sicurezza per proteggere i dati contro il rischio di perdita, abuso o alterazione. 4. Periodo di conservazione dei dati I dati, oggetto della presente informativa, saranno conservati: - per 10 anni (dieci anni) dalla conclusione del rapporto contrattuale, per trattamenti aventi base giuridica contrattuale; - 5 anni dalla revoca del consenso per i trattamenti aventi base consensuale - non oltre le 72 ore, relativamente al trattamento delle immagini della videosorveglianza. 5. Diritti dell’interessato L’interessato ha diritto: - di chiedere al Titolare del trattamento la conferma o meno della detenzione di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile, nonché l’accesso ai dati personali, il loro possibile aggiornamento o integrazione, la rettifica o la cancellazione degli stessi, la trasformazione dei medesimi in forma anonima ovvero il blocco di quelli trattati in violazione della normativa, la limitazione del trattamento che lo riguardano o di opporsi al loro trattamento, oltre al diritto alla portabilità dei dati. Ha altresì il diritto di ottenere l’indicazione dell’origine dei dati personali, la loro finalità e le modalità di trattamento, nonché la logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici; - potrà inoltre opporsi in tutto o in parte al trattamento dei dati che lo riguardano ai fini dell’invio di materiale pubblicitario, vendita diretta o ricerche di mercato o comunicazione commerciale; - ha il diritto di revocare il consenso in qualsiasi momento, senza pregiudizio alcuno per la liceità del trattamento eseguito in ragione del consenso prestato prima della revoca, nonché il diritto di proporre reclamo ad una autorità di controllo.


290 291

Terms and Conditions of Sale 1. Important information for potential buyers 1.1The lots are offered for sale by Il Ponte - Casa d’Aste Srl, a company with registered office in Milan, Via Pontaccio 12 (20121), VAT and Milan Company Register no. 01481220133, fully paid share capital of Euro 34,320.00 (Il Ponte), acting in the name and on behalf of the Seller as agent with representation of the same, except for the cases in which Il Ponte is the owner of the lot. Seller means any individual or company owning the lot offered for sale by auction by Il Ponte. In any event (bids placed by phone and/or internet and/or online auctions include҂ sales are considered to be carried out within the scope of a public auction, therefore the buyer will not be entitled to any right of withdrawal 1.2 These Terms and Conditions of Sale may be modified by means of a notice posted in the auction room or via an announcement made by the auctioneer before the auction begins. Potential purchasers should consult the site www.ponteonline.com (Website) to review the most current information on the lots in the catalogue and any possible different condition of sales for the specific auction. 1.3 Il Ponte acts as agent of the Seller and is exempt from any responsibility in regard to origin, condition and description of the lots included in catalogues, brochures and any other illustrative material. The aforementioned descriptions, as any other indication or illustration, is to be considered as purely indicative and shall not under any circumstances induce trust and/or expectation of any sort in the potential buyers. The lack of explicit references concerning the lot conditions in the catalogue shall not imply that the asset is without imperfections. Any written or verbal representation provided by Il Ponte, including the ones in catalogues, reports, comments or evaluations concerning any characteristic of a lot - such as authorship, authenticity, provenance, attribution, origin, date, cultural origin or source, its quality, including its price or its value or valuation – merely reflect non-binding opinions and can be reexamined by Il Ponte and possibly modified before the lot is offered for sale. Il Ponte, its administrators, employees, collaborators or consultants, shall not be held responsible for mistakes or omissions included in the aforementioned descriptions and/or representations. The estimates published in the catalogue are expressed in Euro: the starting price for the auction and the Hammer Price (i.e. the price at which a lot is sold at an auction by the auctioneer) can be higher or lower than the evaluations indicated. 1.4 All potential buyers are required to examine in advance the conditions of each lot during the exhibition of the lots organized by Il Ponte before the auction in order to carry out (also with their own experts) a prior in-depth examination concerning the authenticity, preservation, condition, provenance, typology and quality of the lots, on which potential buyers – and the final buyer – shall assume any sort of risk and responsibility. During the exhibition, the staff of Il Ponte will be available to potential buyers to provide – at their own request - an updated illustration of the objects in question, if available. 1.5 To supplement the descriptions contained in the catalogue, Il Ponte makes available, upon request, condition reports on the status of each lot. 1.6 All objects of an electrical or mechanical nature are to be considered solely on the basis of their artistic and decorative value and are not to be considered functional. Before using any such object of a sold lot, it is best to have any electrical system therein certified by a qualified electrician, as Il Ponte shall not assume any responsibility in these regards. 1.7 Neither Il Ponte nor its directors, employees, contractors or consultants shall be liable for acts or omissions relating to the preparation or conduct of an auction or for any other matter relating to the sale of the lot 1.8 Following the adjudication, Il Ponte shall not be held responsible for any fault or defect of the lots, including but not limited to those related to state of preservation, wrong attribution, authenticity, provenance, weight or lack of quality. Potential buyers and successful bidders expressly waive the benefit of all warranties pursuant to Articles 1490 and 1497 of the Italian Civil Code, exempting Il Ponte from any responsibility. Neither Il Ponte or any member of its staff will be able to issue any sort of valid guarantee. 1.9 At all events any different l liability of Il Ponte vis-à-vis the Buyer (the individual or company who makes the highest bid in the auction accepted by the auctioneer and is awarded the lot) in connection with the purchase of a lot is limited to the Hammer Price and the buyer's premium paid to Il Ponte by the Buyer. 1.10 The fall of the auctioneer's hammer determines the acceptance of the highest bid and the price at which a lot is sold by the auctioneer to the Buyer. The fall of the auctioneer's hammer also determines the conclusion of the purchase contract between the Seller and the Buyer and in particular it indicates the obligation of the Buyer to pay to Il Ponte the entire amount due for the purchased lot, including its price and commission. It is expressly provided that the purchase shall be considered finalized, and the ownership of the lot shall be passed to the Buyer, only pursuant to full payment from the Buyer to Il Ponte of the entire amount due (with the exception of different provisions referred to in

the Italian Legislative Decree no. 42/04 and also in the matter of the right of pre-emption of the Government; reference shall be also made to § 11.4 of these Terms and Conditions of Sale). 2. Bids 2.1 Bids for the purchase of lots may be submitted in person in the room during the auction, in a written offer before the auction begins, by phone or via the internet (in the latter case only if the specific auction admits this possibility). 2.2 Bids are increased by 10% (compared to the previous bid) unless otherwise determined by the auctioneer and communicated before the auction begins or during its course. 2.3 In the event bids of an equal amount are submitted through the same method (that is presented in the auction room, by telephone, in writing or online), Il Ponte will take into consideration only the bid received first. 2.4 Where a dispute arises concerning the successful bid, the lot may be withdrawn from the auction - at the sole discretion of the auctioneer - or relisted for auction on the same day (in this case, the bids relating to the lot made previously will no longer be taken into account). 2.5 At its own discretion, Il Ponte has the right to exclude anyone from participating in the auctions; in particular, Il Ponte may refuse to allow any potential buyer who has not previously fulfilled his obligations to Il Ponte, even by way of compensation, to participate in the auction. 2.6 The auctioneer conducts the auction starting from the bid he considers suitable. The auctioneer can put consecutive bids or respond to other bids in the interest of the Seller up to the Reserve Price (the minimum price agreed confidentially between Il Ponte and the Seller, below which the lot will not be sold). 2.7 At any time Il Ponte has the right to withdraw any lot offered for sale. The auctioneer has the right, at his sole discretion, to combine or separate lots and to vary the order of sale from the one indicated in the catalogue, provided that the lot is not offered for sale any day prior to the one indicated in the auction catalogue. 2.8 In regard to each potential buyer, Il Ponte reserves the right to subordinate participation in the auction to the presentation of a letter of bank references or the deposit of a sum that guarantees the proper fulfilment of the obligations laid down in these Terms and Conditions of Sale, which will be returned once the auction has ended. 3. Bids in the auction room 3.1 To participate in the auction in person, it is necessary to have the appropriate numbered paddle, which is issued by the staff of Il Ponte at the registration desk, upon filling in the auction registration form and upon exhibiting the identity document of the potential buyer. Bidders shall place their bids by raising the numbered paddle. 3.2 Il Ponte invites potential buyers to pick up their numbered paddle ahead of time and informs them that they can also register for the auction during the exhibition period held prior to the auction. The loss of a numbered paddle must be reported immediately to Il Ponte, who will give the potential buyer a new numbered paddle. The numbered paddle must be returned to Il Ponte at the end of the auction. 3.3 Immediately after the successful bid, the Buyer shall sign a sale report.. 3.4 Each lot sold in the auction room will be invoiced on the basis of the personal information and address provided when the numbered paddle is issued. 3.5 It is possible to participate in the auction on behalf of a third person. The agent, when registering for the auction, must present a proxy signed by the principal with an attached copy of the identity document and tax code of both the principal and the agent; if the principal is a company, the proxy must be signed by the legal representative thereof or by an agent with power of attorney, whose identity document and tax code must be attached to the proxy. In any case, Il Ponte reserves its right to prevent the agent from participating in the auction when, at its sole discretion, it deems that the power of attorney has not been sufficiently demonstrated. 3.6 Under no circumstances shall bids be accepted “without limits” or “upon examination”. 4. Bids submitted in writing 4.1 Written bids may be submitted by filling in the “Written telephone bid” form (Form) annexed to the auction catalogue or available for download from www.ponteonline.com (Website). 4.2 The Form shall be sent to Il Ponte at least 24 hours before the start of the auction: either i) by fax to +39 02.72022083 (for auctions organized at the Il Ponte offices in Milan, Via Pontaccio 12) or ii) to +39 02.36633096 (for auctions organized at the Il Ponte offices in Milan, Via Pitteri 8/10), or iii) by sending an email in pdf format to info@ponteonline.com (or the email address of the


relevant department of Il Ponte provided on the Website or in the auction catalogue), in all cases the required documentation specified in the Form must be enclosed; in case of failure to provide the required documentation, Il Ponte guarantees neither the participation of the potential Buyer in the auction nor that it will accept the bids indicated in the Form. Il Ponte will accept only bids equal to or higher than 80% of the minimum estimate indicated in the catalogue with respect to the lot for which the bid is submitted. 4.3 Written bids will only be accepted if rounded to a multiple of ten; otherwise, Il Ponte will consider the offer as being rounded down to the nearest multiple of ten (for example, a written offer of € 238.00 will be considered by Il Ponte as a bid of € 230.00). 4.4 Il Ponte, in allowing potential buyers to raise bids, will take into account both the Reserve Price and the other bids, so as to attempt to sell the lot for which a written bid was submitted at the lowest possible Hammer Price. The amounts specified in the Form shall be meant as maximum amounts. Il Ponte will not take into consideration bids for unlimited amounts or bids for an unspecified amount. 4.5 Il Ponte is not responsible for any errors made by the potential buyer in completing the Form. Before sending the Form to Il Ponte, the potential buyer is required to verify that the lot description indicated in the Form corresponds to the good that he intends to buy; in particular, the potential buyer is required to verify that the auction catalogue number and the lot description correspond. In the case of discrepancy between lot number and lot description, Il Ponte will make the bid on behalf of the potential buyer by referring exclusively to the lot number. 4.6 At the end of the auction, the Buyer will be informed by Il Ponte via email that his bid was successful; in any case, each potential buyer is invited to contact Il Ponte at the contact details indicated in Article 15 in order to check if his bid was successful. 4.7 In case a written bid and a bid made in person in the auction room, by telephone or online are placed for the same amount, the latters shall prevail with respect to the written bid. 4.8 Pursuant to Article 59, paragraph 1, letter m) of the Consumer Code, if the auction sale contract is concluded with a Buyer who has made a written offer, and he may be qualified as a consumer under Article 3, paragraph 1, letter a) of the Consumer Code, the Buyer will not have the right of withdrawal, as the selling method used is a public auction, as defined by Article 45, paragraph 1, letter o) of the Consumer Code. 5. Bids submitted by telephone 5.1 By filling in and submitting the Form, a potential buyer can participate in the auction and make telephone bids. 5.2 The Form must be sent to Il Ponte at least 24 hours before the start of the auction - by fax to +39 02.72022083 (for auctions organized at the Il Ponte offices in Milan, Via Pontaccio 12) or to +39 02.36633096 (for auctions organized at the Il Ponte offices in Milan, Via Pitteri 8/10), or by sending an email in pdf format to info@ponteonline.com (or to the email address of the relevant department of Il Ponte provided on the Website or in the auction catalogue), in all cases enclosing the required documentation specified in the Form. 5.3 Following the receipt of the duly completed Form, Il Ponte will contact the potential buyer at the phone number indicated in the Form before the sale of the lot for which the potential buyer intends to make telephone bids. 5.4 The minimum estimate indicated in the catalogue in reference to each lot for which potential buyers intend to make telephone bids must be at least € 100,00; otherwise, Il Ponte will not contact the potential buyer nor will he be able to make telephone bids for the lot. 5.5 If, for any reason, including technical reasons, Il Ponte is not able to telephone the potential buyer, Il Ponte will have the right to bid on behalf of the potential buyer, in regard to each lot specified in the Form, up to a Hammer Price equal to the maximum bid listed by the potential buyer in the Form, or if that maximum price referred to that lot. bid is not reached, up to the starting minimum estimate indicated in the catalogue for thatIllot. 5.6 Ponte is not liable in any way for any delay in or failure to make telephone 5.6 Ilarising Ponte isfrom not the liable in any wayofforthe any delay in or failure to make telephone bids malfunction telephone line. bidsTelephone arising from the malfunction of the the auction telephone 5.7 conversations during willline. be recorded. The staff of Il 5.7 Telephone during the auction willFrench, be recorded. staff of Ponte is able toconversations make phone calls in Italian, English, Chinese,The Spanish andIl Ponte is able to make phone calls in Italian, English, French, Chinese, Spanish and Portuguese. Portuguese. 6. Bids submitted online 6.1 1 Il Ponte will give notice on its Website (at least 24 hours before the auction starts) and/or in the auction catalogue if bids can be made online, via the Website or sites operated by third parties. 6.2 Online bids are regulated both by these Terms and Conditions of Sale and by the “Additional conditions for the submission of online bids” available on the Website or on request. In the event of inconsistency between these Terms and

Conditions of Sale and the “Additional conditions for the submission of online bids”, the latter shall prevail. 6.3 For information about registering for the auction and submitting online bids, please refer to the Website. 6.4 In case of participation in the auction and bids submissions carried out by means of platforms and/or websites different from Il Ponte Live platform (for further information reference shall be made to the website www.ponteonline.com) an additional commission corresponding to 5% of the Hammer Price will be applied, as well as the commissions and expenses provided for by these Terms and Condition of Sale. 7. Payment 7.1 1 In the event of a successful bid, the Buyer shall pay the Hammer Price of the lot to Il Ponte, in addition to a buyer's premium of 25% (if the auction was held at the saleroom of Il Ponte in Milan, Via Pontaccio 12) or 35% (if the auction was held at the saleroom of Il Ponte in Milan, Via Pitteri 8/10) of the Hammer Price (in both cases VAT shall be included if applicable) in addition, to the payment of any other amount due to Il Ponte under these General Terms and Conditions (see also § 6.4) related to the lot sold (Amount Due). 7.2 The Buyer undertakes to pay the Amount Due no later than ten days from the day following the date of the sale. 7.3 In the event of failure to pay or delay in payment by the Buyer, in whole or in part, of the Amount Due within the aforementioned imperative time-limit Il Ponte has the right to terminate the sale contract pursuant to Article 1456 of the Italian Civil Code, by giving simple written notice. In this event, Il Ponte shall have in any case the right to receive the payment of a penalty corresponding to the double of the purchase commissions that the defaulting Buyer should have paid, as well as to possible further compensation for greater damages. Il Ponte shall be entitled to retain any advanced payment made by the Buyer. 7.4 Each lot can be paid by cashier’s check, credit card, debit card, bank transfer or cash, within the limits of the law. 7.5 Payment of the lot can be made in Milan at the offices of Il Ponte in Via Pontaccio 12 or in Via Pitteri 8/10 (according to where the auction was held) during the following office hours: Mon-Ven. 9 am to 1 pm; 2 pm to 5:30 pm (excluding public holidays in Italy). 7.6 The following credit cards are accepted: American Express, Diners, Visa and MasterCard. Payment can be made exclusively by the owner of the credit card. 7.7 The bank details for wire transfers are the following: IBAN IT 51H0832950860000000011517; Swift code no. ICRAITRR950; Beneficiary: Il Ponte - Casa d’Aste Srl. In the space for “reason for payment” (causale), please provide your full name and the invoice number. 7.8 Il Ponte has the right to control the source of the payments it receives and to refuse payments from people other than the Buyer. 7.9 Pursuant to the Italian Legislative Decree no.231/07 and subsequent amendments and additions and in full compliance with the provisions of the Italian Legislative Decree 196/2003 (Privacy Code) and EU Regulation 2016/679, Il Ponte will require from all customers the data necessary to the fulfilment of the obligations of adequate verification of the Customer and of the beneficial owner. In the event of formal request from Authorities and Public Administration, and in any other circumstances provided for by law, Il Ponte shall be entitled to provide the name and contact details of the Buyer. 8. Delivery and collection of the lot 8.1 The lot will be delivered by Il Ponte to the Buyer only after receiving full payment of the Amount Due (unless otherwise specified as referred to in the Italian Legislative Decree no. 42/04 and also in the matter of the right of preemption of the Government; reference shall be also made to § 11.4 of these Terms and Conditions of Sale). 8.2 Il Ponte does not undertake the obligation to arrange for shipment of the lot sold, which must be collected by the Buyer in Milan at the offices of Il Ponte in Via Pontaccio 12 or in Via Pitteri 8/10 (depending on where the auction was held), within 10 days following the day the Amount Due is paid. 8.3 If the buyer does not promptly collect the lot he has paid for within 10 days of payment or the issue of the certificate or the export license, Il Ponte will have the right to proceed to the elimination of the lot, subject to prior notification by registered mail with return receipt. The buyer acknowledges and accepts that in the event of elimination of the lot, he will not be entitled to proceed to legal actions or promote any complaint before the authorities, against il Ponte, which is therefore free of any liability. 8.4 In the event that the Buyer entrusts the collection of the lot to a third party, said party must be provided with a written authorization of the Buyer as well as a copy of the identity document of both the represented party and his agent. 8.5 At the express request of the Buyer, Il Ponte can arrange, at the Buyer’s expenses and risk, for the packaging, transport and insurance of the lot, subject


292 293

to prior notice and written acceptance of the Buyer in relation to the relevant expenses. The shipping may be carried out by a carrier hired by Il Ponte, in accordance with the instructions of the Buyer, or hired directly by the Buyer, depending on the agreement between the parties 8.6 In the event of death, disqualification, incapacitation or termination, for any reason, of the Buyer, duly notified to Il Ponte, it is agreed that Il Ponte will deliver the lot on the basis of an agreement between all the assignees of the Buyer or in compliance with the procedures established by the judicial authority. 9. Transfer of risk 9.1 A purchased lot is entirely at the risk of the Buyer starting on the earliest of the following: (i) the date the Buyer receives the lot purchased, or (ii) the date the Buyer pays the Amount Due for the lot; if none of these events takes place, the transfer of risk will in any case have effect after the ten (10) day-period of the sale has elapsed. The transfer of risk to the Buyer expressly exonerates Il Ponte from any liability regarding the fate of the adjudicated lot as well as in the event of damages, theft, fire, destruction of loss of the lot itself (partial or total). 9.2 The Buyer will be compensated for any loss of or damage to the lot that occurs after the adjudication but before the transfer of risk, but the compensation may not exceed the Hammer Price of the lot plus the buyer's premium received by Il Ponte. In no event will Il Ponte be responsible for the loss or damage of glass/frames containing or covering prints, paintings or other works unless the frame and/or the glass is part of the auctioned lot. 9.3 In no event will Il Ponte be liable for any loss or damage (partial or total) of the adjudicated lot: (i) that occurs as a result of any action (including restoration or cleaning of the work or the frame) carried out by third parties appointed by anyone; (ii) arising, directly or indirectly, from: (a) changes in humidity or temperature; (b) normal wear and tear or gradual deterioration resulting from interventions on the object and/or other events (including woodworms and wood parasites); (c) errors in treatment; (d) war, nuclear fission, radioactive contamination, chemical, biochemical or electromagnetic weapons; (e) acts of terrorism; (f) in case of lockdowns or similar situations, Authority regulations and any other reason of force majeure outside the control of Il Ponte. 10. Counterfeiting 10.1 If, after the sale, a lot turns out to be a counterfeit, Il Ponte will reimburse any Buyer who has requested termination of the sale contract - upon the return of the lot to Il Ponte - in an amount equal to the Hammer Price and the buyer's premium paid, in both cases in the currency in which these amounts were paid by the Buyer. The obligation of Il Ponte is subject to the condition that, no later than five (5) years from the date of adjudication, the Buyer: (i) gives Il Ponte written notice, within ninety (90) days from the date on which he received information causing him to believe that the lot is counterfeit, of the lot number, the date of the auction where the lot was purchased and the reasons why the Buyer believes that the lot is counterfeit; (ii) is able to return the lot to Il Ponte free from any demands or claims by third parties made after the date of sale, and the lot is in the same condition as at the date of sale; (iii) provides Il Ponte with the reports of at least two scholars or independent experts of internationally recognized competence, in which they explain the reasons why the lot is to be considered a counterfeit. 10.2 Il Ponte will not be bound by the opinions provided by the Buyer, and reserves the right to request additional expert advice at its own expense. 10.3 Il Ponte will not make a refund if: (i) the description in the catalogue was in accordance with the generally accepted opinion of scholars and experts on the date of the sale or indicated that the authenticity or attribution of the lot was controversial; or (ii) on the date of publication of the catalogue the counterfeit nature of the lot could be ascertained only by carrying out analyses generally considered inadequate for that purpose or otherwise not feasible, whose cost was unreasonable or which might reasonably have damaged or otherwise resulted in a decrease in the value of the lot. Under this Article, counterfeit means, in the reasonable opinion of Il Ponte, the imitation of a lot offered for sale, not described as such in the auction catalogue, created for the purpose of deception in regard to the authorship, authenticity, provenance, attribution, origin, source, date, age, period of the lot, which on the date of the sale had a value lower than it would have had if the lot had corresponded to the description in the auction catalogue. A lot that has been restored or modified in any way (including repainting or painting over) does not constitute a counterfeit. 11. Export from the territory of the Italian Republic. Declaration of cultural interest 11.1 The export of a lot from the territory of the Italian Republic may be subject to the issuance of a certificate of free circulation or of an export license, in accordance with the requirements of Article 68 et seq. of the Italian Legislative

Decree 22 January 2004 no. 42 (Urbani Code). In the event that lots are subjected to the process of declaration of cultural interest (the so-called “notification”) pursuant to article 13 and the following Italian Legislative Decree no. 42/2004, the Buyer shall be responsible for the compliance to all the provision of law and of any other applicable special regulation, including customs matter, tax matters, currency regulations and protected species regulations. The responsibility of verifying possible restrictions on movements and/or on export of the lot of interest or the adjudicated lot, that is any licence or certificate provided for by law in Italy and in the country of destination, shall be borne solely by the participants to the auction and the Buyers, as well as any formality and legal requirements provided for by law in the matters of movement and/or export of the adjudicated lot, and Il Ponte shall be expressly exempted from any obligation and/or responsibility. 11.2 The failure to grant or the delay in issuing the certificate of free circulation and/or the export license shall not give rise to the termination or annulment of the sale, nor shall it justify the non-payment or delay in payment of the Amount Due by the Buyer. 11.3 At the Buyer’s request and expenses, Il Ponte may accept to apply for the issuance of the certificate of free circulation and/or the export license, provided that the Buyer has already paid the Amount Due. Il Ponte charges to the Buyer a fee of € 150.00 (plus VAT - as per law if due - and any transportation cost) for each work for which an application is filed. In any case, Il Ponte shall not be held responsible for any obligation or guarantee regarding the good outcome of the pertaining application. 11.4 Each lot offered for sale at auction could already be the subject of a declaration of cultural interest by the Ministry of Culture and Heritage and Tourism in accordance with Article 13 of the Urbani Code. In that case - or if, in relation to the lot, the proceeding of declaration of its cultural interest pursuant to Article 14 of the Urbani Code has commenced - Il Ponte will communicate as much in the catalogue and/or through an announcement made by the auctioneer before the lot is offered for sale. In the event the lot has been the subject of a declaration of cultural interest prior to its sale, the Seller will report the sale to the competent Ministry pursuant to Article 59 of the Urbani Code. The sale is subject to the condition precedent that the relevant Ministry exercises the right of pre-emption within sixty days of receipt of such report, or within a period greater than one hundred and eighty days, pursuant to Article 61 paragraph II of the Urbani Code. During the period provided for the exercise of the right of pre-emption, the lot cannot be delivered to the Buyer, pursuant to Article 61 of the Urbani Code. In any event, it is understood that any declaration of cultural interest (or even just the commencement of the related procedure) that should occur subsequently to the adjudication of a lot shall not invalidate or nullify neither the adjudication nor the obligation of payment of the total amount due and, in general, the purchase of the lot. 11.5 Please note that the lot marked with“§”symbol has been imported under a temporary customs licence. The hammer price for the lot will be subject to VAT (as per law if due) for EU residents only. The cost of € 300 regarding the final importation will be at the buyer's expense. Il Ponte will not be responsible for the delays in paperwork procedures. 11.6 Please note that the lot marked with “#”symbol has been imported under a temporary artistic importation licence. 12. Resale right 12.1 If due, the payment of the so-called “resale right” (introduced by the Italian Legislative Decree 13 February 2006, no. 118, implementing Directive 2001/84/EC) will be paid by the Seller. 13. Protected species 13.1 Regardless of the issue of a certificate or an export license under Article 68 et seq. of the Urbani Code, all lots consisting of or containing parts of plants or animals (e.g.: whalebone, crocodile, ivory, coral, turtle), regardless of their age or value, may require a permit or certificate before export, and/or additional licenses and/or certificates for importation into non-EU countries. The granting of a license or a certificate for import does not guarantee the issuing of a license or certificate for export, and vice versa. Il Ponte recommends that potential buyers check their own specific national legislation regarding requirements for the imports of goods made of or containing protected species into their country. It is the Buyer's responsibility to obtain these import or export licenses/certificates, as well as any other required supporting document, before making any bid and Il Ponte shall be expressly exempted from any responsibility and/or obligation. 14. Legal Guarantee of Conformity 14.1 When required by law, lots sold through Il Ponte are covered by the legal guarantee of conformity provided for in Articles 128-135 of the Italian Consumer Code (Legal Guarantee), if applicable.


14.2 The Legal Guarantee is given to the consumer (who, pursuant to Article 3, paragraph I, letter a) of the Consumer Code, is an individual who acts for purposes unrelated to his business, commercial, craft or professional activities). 14.3 The Seller is liable to the consumer for any lack of conformity existing at the time of delivery of the product and that becomes apparent within two years of that delivery. The lack of conformity must be reported to the Seller within two months of the date on which it was discovered, otherwise the guarantee is voided. Unless proved otherwise, it is assumed that any lack of conformity which becomes apparent within six months of delivery of the product already existed on the delivery date, unless this assumption is incompatible with the nature of the product or with the nature of the lack of conformity. From the seventh month following the delivery of the lot, it becomes the consumer's burden to prove that the defect existed at the time of delivery. In order to avail himself of the Legal Guarantee, therefore, the consumer shall first give proof of the date of the sale and of the delivery of the lot. The consumer, in order to be able to provide this proof, should therefore keep all documentation suitable to demonstrate the sale (for example, the purchase invoice) and the date of delivery or collection of the lot. 14.4 With reference to the definition of “lack of conformity”, please refer to the provisions of Article 129, paragraph II, of the Consumer Code. Excluded from the scope of the Legal Guarantee are defects caused by accidental events or by responsibilities of the consumer, or by any use of the lot that is incompatible to its intended use. 14.5 In the event of a lack of conformity duly reported in the appropriate terms, the consumer is entitled: (i) first of all, to the repair or replacement of the lot, at his choice, free of charge, unless the solution requested is impossible or excessively expensive compared to the other; (ii) second, (in cases where repair or replacement is impossible or prohibitively expensive or the repair or replacement did not take place within a reasonable time or the repair or replacement made previously caused significant inconvenience to the consumer) to a reduction in the Hammer Price or the termination of the contract, at his choice. The remedy requested is overly burdensome if it imposes unreasonable costs on the Seller with respect to alternative remedies that may be exercised, taking intoaccount: (i) the value the object would have if there were no lack of conformity; (ii) the nature of the lack of conformity; (iii) the possibility that the alternative remedy could be implemented without significant inconvenience to the consumer. 14.6 If, during the period of validity of the Legal Guarantee, the lot manifests a lack of conformity, the consumer may inform Il Ponte of this fact at the contacts provided in Article 16. Il Ponte will reply promptly to communications of any alleged lack of conformity and indicate to the consumer the specific procedure to be followed. 15. Contacts It is possible to ask questions, send information, request assistance or file complaints to Il Ponte: - by email: info@ponteonline.com; - by mail: Il Ponte - Casa d'Aste srl, Milan, Via Pontaccio 12 (20121) or Via Pitteri 8/10 (20134); - by phone: +39 02.863141 (offices in Via Pontaccio 12) or +39 02.8631472 (offices in Via Pitteri 8/10) (phone numbers are not free of charge and operate at the following times: Mon-Ven. 9 am to 1 pm; 2 pm to 6 pm, for the offices in Via Pontaccio 12; 9 am to 1 pm; 2 pm to 5:30 pm for the offices in Via Pitteri 8/10, in both cases excluding public holidays in Italy); - by fax: +39 02.72022083 (offices in Via Pontaccio 12) or +39 02.36633096 (offices in Via Pitteri 8/10); Il Ponte will reply to complaints within five working days of their receipt. 16. Jurisdiction and applicable law 16.1The contractual relationship between Il Ponte and the Buyer is governed by the Italian Law. These Terms and Conditions of Sale may be translated into other languages, should any conflict arise between the Italian original version and any foreign language translation, the conditions of sale included in the Italian version shall prevail and shall remain valid and binding. 16.2 In the case of consumer Buyers, for any dispute concerning the application, implementation and interpretation of these Terms and Conditions of Sale, the jurisdiction shall be the location where the consumer resides or is domiciled. 16.3 Under Article 141-sexies, paragraph 3 of the Consumer Code, when applicable, Il Ponte informs the consumer Buyer that, in the event he has filed a complaint directly with Il Ponte, after which however it has not been possible to resolve the dispute, Il Ponte will provide information about the Alternative Dispute Resolution entity or entities for the extra-judicial settlement of disputes relating to the obligations arising from any contract concluded under these Terms and Conditions of Sale (so-called ADR entities, as specified in Articles 141-bis et

seq. of the Consumer Code), specifying whether or not it intends to make use of such entities to resolve such dispute. 16.4 Il Ponte also informs the consumer Buyer that a European platform for online dispute resolution of consumer disputes has been established (the so-called ODR platform). The ODR platform is available at http://ec.europa.eu/consumers/odr/; through the ODR platform, the consumer Buyer may consult the list of ADR entities, find the link to the website of each of them and start an online dispute resolution procedure for the dispute in which he is involved. This is without prejudice of the consumer Buyer's right to appeal to a competent ordinary court for settlement of the dispute arising from these Terms and Conditions of Sale, regardless the outcome of the out-of-court dispute settlement procedure pursuant to Part V, Title II-bis of the Consumer Code. 16.5 The Buyer who is resident in an EU member state other than Italy may also have access, for any dispute concerning the application, implementation and interpretation of these Terms and Conditions of Sale, to the minor disputes procedure established by Regulation (EC) No. 861/2007 of 11 July 2007, provided that the value of the dispute does not exceed, excluding interest, fees and expenses, Euro 2,000.00. The text of the regulation is available on the website www.eur-lex.europa.eu. Additional Terms and Conditions of Sale for Online Bidding The following Additional Terms and Conditions of Sale for Online Bidding (Terms) apply to online auctions where Il Ponte – Casa d’Aste s.r.l., based in Milan, via Pontaccio 12 (20121), VAT no. 01481220133, fully paid-up share capital of Euros 34,320.00 (Il Ponte) allows online bids through the web site www.ponteonline.com (Web Site) and/or web sites of third parties (Platforms). Each lot is offered for sale by Il Ponte. All auction sale contracts concluded via online bidding through the Web Site and/or the Platform are are excluded from the rules of Chapter I, Title III of the Italian Legislative Decree no.206 of 6 September 2005 for the reason that the aforementioned contracts have been concluded at an auction sale. These Terms are in addition to (and do not replace) the above reproduced Terms and Conditions of Sale, whose definitions will be referred to in these Terms. By participating in an auction via the Web Site and/or the Platform, the bidder agrees to be bound by the Terms and Conditions of Sale applicable to the sale and these Terms. 1. One-Step Process and Irrevocability of an Online Bid. Exception to the Right of Withdrawal In order to register for an auction, a copy of a valid ID must be sent to info@ponteonline.com. Failure to do so, will make the registration impossible. Il Ponte reserves the right to refuse or to revoke registration for an auction at its sole discretion. The process for making a bid through the Web Site and/or the Platform is a one-step process; the bid is sent as soon as the bidder clicks the relevant button and it is final. By placing an online bid via the Web Site and/or the Platform, you accept and agree that bids are final and that you are not allowed in any way to amend or revoke it. Moreover, under Article 59, paragraph 1, letter m) of the Consumer Code, if the auction sale contract is concluded with a bidder who made an online bid through the Web Site and/or the Platform and who may be qualified as a consumer pursuant to Article 3, paragraph 1, lett. a) of the Consumer Code, the buyer will not be entitled to a right of withdraw, as the contract is concluded through a public auction, as defined by Article 45, paragraph 1, letter o) of the Consumer Code. If your bid is a successful bid, the Buyer irrevocably agrees to pay the full purchase price including buyer’s premium and all applicable taxes and other applicable charges. 2. Payment and Delivery Payment: please refer to Clause 7 of the Terms and Conditions of Sale. Delivery: please refer to Clause 8 of the Terms and Conditions of Sale. 3. Competing Bids If you have the leading bid this will be indicated on the Web Site and/or the Platform. The auctioneer has discretion to vary bidding increments for bidders in the auction room and on the telephones, but bidders via the Web Site and/or the Platform may not be able to place a bid in an amount other than a whole bidding increment. All bidding for this sale will be in euros. 4. Bidder’s responsibility Bidders on the Web Site and/or the Platform are responsible for making themselves aware of all sale room notices and announcements. All sale room notices will be read by the auctioneer at the beginning, where appropriate, or during the sale prior to a relevant lot being offered for sale. Il Ponte recommends that bidders on the Web Site and/or the Platform log on at least ten minutes before the scheduled start of the auction to ensure that you have heard all


294 295

announcements made by the auctioneer at the beginning of the sale. All sale room notices and announcements form part of these Terms and the Terms and Conditions of Sale. Il Ponte reserves the right to refuse or revoke permission to bid online via the Web Site and/or the Platform and to remove bidding privileges during a sale. Successful bidders will be notified about the adjudication and receive the bank statement related to their purchase after the sale. 5. Il Ponte’s responsibility Il Ponte will not be responsible for any errors or failures to execute bids placed via the Web Site and/or the Platform, including, without limitation, errors or failures caused by (i) a loss of connection to the internet or to the Web Site and/or the Platform software by either Il Ponte or the client; (ii) a breakdown or problem with the Web Site and/or the Platform software; or (iii) a breakdown or problem with a client’s internet connection, mobile network or computer. Il Ponte is not responsible for any failure to execute an online bid or for any errors or omissions in connection therewith. When participating to the auction by means of the Website and/or the Platform, bidders and potential buyers exclusively and expressly assume any risk and/or responsibility for the receiving and good outcome of the bids placed and/or to be placed. INFORMATION on ART 13 of the G.D.P.R. Protection Regulation (GDPR 2016/679), we inform the Customer (so-called interested party) that: 1. Owner and other designated persons The data controller is Il Ponte - Casa D'Aste S.r.l. , with registered office in Milan, Via Pontaccio n. 12, in the person of the director, Dr. Rossella Novarini, mail: direzione.generale@ponteonline.com. For the purpose of replying to the interested party in case of exercise of rights by the latter, it is possible to contact Francesca Conte, mail: francesca.conte@ponteonline.com. The appointed DPO is Programmastudio Spa, in the person of the Dr. Pasquale Iannone, tel. 02 2829389, mail: privacy@programmastudio.it. 2. Treatment and legal basis Personal data, freely provided by the Customer to the company on the basis of the activity carried out by virtue of specific contractual regulations, will be treated in a lawful manner, according to correctness, and in accordance with the provisions of the Regulations, for the purpose of: - fulfilling the mandate to sell and / or participating in the scheduled auctions; - for the purposes established by the current anti-money laundering legislation (the Italian Legislative Decree 231/07 and subsequent amendments). The provision of the above data is mandatory for the holder to be able to carry out the task assigned to him. In case of refusal to provide the requested data, the holder will find it impossible to perform the contractually provided services, due to fact and fault of the Customer concerned. Personal data such as e-mail address, provided optionally by the Customer to the company on the basis of a specific consent issued by the same, will be processed in a lawful and correct manner, as well as in accordance with the Regulation for the purposes of forwarding information, updates and news regarding new auctions and / or future events. For this purpose the company will collect the consent with electronic and /or written modalities. The image will be recorded, by means of a video recording system and as per reported information, in the legitimate interest of the Owner, or in order to protect the safety of persons and the protection of the company's assets. 3. Processing tools and data storage methods The The data processed (which may be: common and identifying) are updated, complete, relevant and not excessive with respect to the aforementioned purposes of processing. The same data will be processed, in compliance with the security and confidentiality required through the following procedures: collection of data from the interested party, registration and storage of the same for predetermined, explicit and legitimate purposes. The same data will be processed using both paper and electronic and automated means. Personal data will be processed by the Data Controller as well as by employees and collaborators authorized to process the data. The data may be communicated, to the public bodies recipients of the communications /declarations object of the present contract, as well as to the appointed inspection persons, where required, during the verification and control phases related to the regularity of the fulfilments. The same data, object of this information, can be communicated to professionals

and /or collaborators of the holder for the accomplishment of the assigned task and for the same purposes. Moreover, the data in question will not be disseminated beyond the limits specified therein, unless otherwise indicated by the interested party, provided in writing. It is not the intention of the Data Controller to transfer the data object of this letter to a third country or to an international organization. It should be noted that the external backup is also performed by an Italian company, therefore also required to comply with the privacy legislation in question, through the use of server sites on Italian territory. There is no automated decision making process. Finally, the interested party is informed that the Data Controller has set up a great variety of security measures to protect data against the risk of loss, misuse or alteration. 4. Data retention period The data, subject of this information, will be kept: - for 10 years (ten years) from the conclusion of the contractual relationship, for treatment with a contractual legal basis; - 5 years from the withdrawl of consent for treatment with a consensual basis; - no more than 72 hours, relative to the treatment of images of the video surveillance. 5. Rights of the interested party The interested party has the right: - to ask the Data Controller to confirm or not the possession of personal data concerning himself, even if not yet registered, and their communication in an intelligible form, as well as access to personal data, its possible updating or integration, correction or the cancellation of the same, the transformation of the same in anonymous form or the blocking of those treated in violation of the law, the limitation of the processing that concerns himself or to oppose its treatment, in addition to the right to data portability. The interested party also has the right to obtain an indication of the origin of personal data, its purpose and the methods of treatment, as well as the logic applied in case of treatment carried out with the aid of electronic instruments; - he may also object in whole or in part to the processing of data concerning him for the purpose of sending advertising material, direct sales or market research or commercial communications; - he has the right to withdraw the consent at any time, without prejudice to the lawfulness of the processing performed on the basis of the consent given prior to the revocation, as well as the right to place a complaint with a supervisory authority.


MODULO OFFERTE SCRITTE E TELEFONICHE Io sottoscritto/a

491 Asta n. 500 495 514 498

Nome

Cognome

Residente a

Cap

Via

Cell.

E-mail

Telefono

Fax

Codice fiscale

Nato a

il

ALLEGATI: COPIA DEL DOCUMENTO DI IDENTITA' O DEL PASSAPORTO con la sottoscrizione del presente modulo dichiaro di aver letto e di accettare incondizionatamente e senza riserve le Condizioni Generali di Vendita ricevute da Il Ponte Casa d’Aste (con la sottoscrizione della presente il sottoscritto ne rilascia ricevuta) e pubblicate sul catalogo d’asta de Il Ponte - Casa d’Aste s.r.l. e riferite all’asta n. .................. del ......................... nonché dichiaro (segnare l’opzione rilevante) (A) che, non potendo essere presente all’asta, desidero formulare le seguenti offerte massime per l'acquisto dei lotti qui sotto elencati. (B) di voler essere contattato da Il Ponte Casa d’Aste s.r.l. - ai numeri di telefono da me sopraindicati – nel momento in cui i lotti qui di seguito descritti verranno offerti in vendita al fine di poter partecipare con una o più offerte telefoniche e per i quali formulo fin da subito l'offerta sulla base d'asta di cui dichiaro essere stato informato. Qualora, per qualsiasi motivo, anche di natura tecnica, Il Ponte - Casa d’Aste s.r.l. non riuscisse a contattarmi telefonicamente, la casa d’aste avrà facoltà di effettuare offerta per mio conto sulla base d'asta garantita e sino ad un prezzo di aggiudicazione pari all'offerta massima eventualmente indicata nella colonna specifica. Riconosco e accetto di poter formulare offerte telefoniche solo per lotti per i quali la stima minima indicata in catalogo è pari o superiore ad euro 100,00. Riconosco e accetto che la telefonata sarà registrata da Il Ponte - Casa d’Aste s.r.l.

LOTTO N.

OFFERTA MASSIMA (in caso di opzione B commissione telefonica - si intende implicitamente formulata l’offerta sulla base d’asta)

DESCRIZIONE

Firma ...................................................................................................... Data ................................................................................... Il Modulo deve essere inviato a Il Ponte almeno entro 24 ore prima l’inizio dell’asta: via fax al numero +39 02.72022083 oppure in formato pdf via email all’indirizzo info@ponteonline.com (ovvero all’indirizzo email dipartimentale di riferimento). Qualora il partecipante all’asta intenda formulare una o più offerte scritte in qualità di rappresentante di una terza persona è pregato di allegare al presente modulo una delega sottoscritta dal rappresentato unitamente a copia del documento di identità e del codice fiscale del rappresentato; nell’ipotesi in cui il rappresentato sia una società, la delega deve essere sottoscritta dal legale rappresentate o da un procuratore dotato di potere di firma, la cui carta di identità e codice fiscale dovranno essere allegati alla procura. In ogni caso, Il Ponte - Casa d’Aste s.r.l. si riserva la facoltà di impedire la partecipazione all’asta al rappresentante quando, a suo insindacabile giudizio, non ritenga dimostrato il potere di rappresentanza. In caso di aggiudicazione del lotto, l’acquirente dovrà corrispondere a Il Ponte Casa d’Aste s.r.l. il prezzo di aggiudicazione del lotto, vale a dire il prezzo a cui il lotto viene aggiudicato in asta dal banditore, oltre alle commissioni di acquisto pari al 25% (IVA inclusa) del prezzo di aggiudicazione, oltre ogni eventuale ulteriore importo previsto dalle Condizioni Generali di Vendita. In relazione ad offerte scritte, non vengono accettate offerte “al meglio” o “salvo visione”; oppure con importi illimitati o prive di importo. Le offerte sono accettate solo se arrotondate alla decina. Il Ponte darà esecuzione solo ad offerte che siano pari o superiori all’80% della stima minima indicata in catalogo e riferita al lotto per il quale l’offerta è presentata. Il Ponte - Casa d’Aste s.r.l., nel dare luogo ai rilanci per conto del partecipante, terrà conto sia del prezzo di riserva, sia delle altre offerte, in modo da cercare di ottenere l’aggiudicazione del lotto oggetto della proposta scritta al prezzo di aggiudicazione più basso. Il Ponte - Casa d’Aste s.r.l. non è responsabile di eventuali errori nella compilazione del presente modulo. Prima di inviare il modulo è necessario verificare che la descrizione del lotto ivi indicata corrisponda al bene che si intende acquistare; in particolare, è necessario verificare che vi sia corrispondenza tra numero di catalogo d’asta del bene e descrizione del lotto. In caso di discrepanza tra numero di lotto e descrizione, Il Ponte - Casa d’Aste s.r.l. formulerà l’offerta con esclusivo riferimento al primo. Accetto e approvo specificatamente, anche ai sensi dell'art. 1341 e 1342 c.c., le seguenti clausole delle Condizioni Generali di Vendita pubblicate sul catalogo d'asta de Il Ponte: 1.3 (esclusione di responsabilità per errori o omissioni); 1.7 (esclusione di responsabilità per atti o omissioni); 1.8 (esclusione di responsabilità per vizi); 1.9 (limitazione di responsabilità); 2.8 (referenze bancarie e deposito); 5.5 e 5.6 (esonero responsabilità offerte telefoniche); 7.3 (termine essenziale, clausola risolutiva espressa, penale); 8.3 (conseguenze del mancato ritiro del lotto); 9.1 (passaggio del rischio); 9.2 (limitazioni al risarcimento del danno); 9.3 (limitazione di responsabilità); 10.1 (conseguenze nel caso di una contraffazione); 10.3 (limitazioni al rimborso nel caso di contraffazione); 11.1 (esonero responsabilità in materia di esportazione e dichiarazione di interesse culturale); 11.3 (esonero responsabilità per pratiche di libera circolazione e/o esportazione); 11.4 (validità dell’aggiudicazione); 13.1 (esonero responsabilità in materia di specie protette); 16 (legge e foro); II-4 (esonero responsabilità offerte online).

Firma ...................................................................................................... Data ................................................................................... Ai sensi e per gli effetti dell'art. 13 del G.D.P.R., Regolamento UE 679/16, il sottoscritto interessato dichiara di aver ricevuto adeguata informativa in merito ai dati forniti che risultano necessari ed indispensabili al fine della corretta esecuzione dell'intesa contrattuale, del loro trattamento, della sua durata, delle indicazioni del Titolare, dell'eventuale Responsabile del Trattamento, del D.P.O., nonché delle modalità concrete di esercizio dei diritti che mi sono riconosciuti dalla normativa in discorso. Dichiaro altresì di avere piena conoscenza della pubblicazione dell'informativa in discorso sul sito http://www.ponteonline.com/, nella sezione G.D.P.R.

Firma ...................................................................................................... Data ................................................................................... Ai fini e per gli effetti del trattamento dei dati personali per la ulteriore finalità d'inoltro d' iniziative pubblicitarie e/o informative, mediante mail o mezzi equivalenti, relative esclusivamente alle aste e/o iniziative organizzate da Il Ponte □ acconsento

□ non acconsento

coscientemente il Titolare al trattamento in discorso.

Firma ...................................................................................................... Data ................................................................................... IL PONTE - CASA D’ASTE S.R.L.

PALAZZO CRIVELLI Via Pontaccio, 12, 20121 Milano Tel. +39 02 86 31 41 Fax +39 02 72 02 20 83 info@ponteonline.com www.ponteonline.com

C.F., P. IVA 01481220133 C.C.I.A.A. Milano REA 1167476


FORM FOR BIDS SUBMITTED IN WRITING AND BY TELEPHONE 498 500 Sale n. n. 491 495 Sale 514

I, the undersigned, Name

Surname

City

Postal code

Street

Mobile

E-mail

Telephone

Fax

Tax code

Birthplace

Identity card/Passport n.

Issued by

Date of issue

ENCLOSED: COPY OF AN IDENTITY DOCUMENT OR PASSPORT by signing this form, I hereby declare that I have read and that I accept unconditionally and unreservedly the Terms and Conditions of Sale received from Il Ponte Casa d’Aste (by signing this form the undersigned acknowledges receipt of the aforementioned Terms and Conditions of Sale) and published in the auction catalogue of Il Ponte – Casa d’Aste s.r.l. and related to auction no. .................. to be held on ........................., and I request (mark the relevant option) (A) to place the following maximum bids for the purchase of the lots listed below, as I am unable to be present at the auction (B)I wish to be contacted by Il Ponte Casa d'Aste at the numbers I have provided above - at the moment in which the lots described hereunder will be offered for sale - so that I may participate with one or more telephone bids for which I am hereby placing an offer for the starting price of which I have been informed. Should Il Ponte for any reason, including technical difficulties, be unable to contact me on the telephone it is understood that Il Ponte will have the faculty to bid on my behalf for the aforementioned starting price or if specified, up to the amount equal to the maximum offer indicated in the specific column. I acknowledge and agree to make telephone bids only for lots for which the minimum estimate indicated in the catalogue is greater than or equal to € 100.00. I acknowledge and agree that the telephone call will be recorded by Il Ponte - Casa d’Aste Srl.

LOT NO.

DESCRIPTION

MAXIMUM BID (if option B -

telephone bid – the reserve price is implicitly guaranteed)

Signature ...................................................................................................... Date ................................................................................... The Form must be sent to Il Ponte at least 24 hours before the auction starts - by fax to +39 02.72022083 or by sending an email in pdf format to info@ponteonline.com (or to the email address of the relevant department). If a bidder wishes to submit one or more bids in writing as the representative of a third party, he must present a proxy signed by the principal with an attached copy of the principal's identity document and tax code; if the principal is a company, the proxy must be signed by the legal representative thereof or by an agent with signing authority, whose identity document and tax code must be attached to the proxy. In any case, Il Ponte - Casa d’Aste Srl has the right to prevent the representative from participating in the auction when, at its sole discretion, it deems that the power of representation has not sufficiently been demonstrated. In the event a lot is awarded, the Buyer shall pay the Hammer Price of the lot to Il Ponte - Casa d’Aste Srl, which is to say the price at which a lot is awarded at an auction by the auctioneer, in addition to the buyer's premium of 25% (including VAT) of the Hammer Price and any other additional amount required by the Terms and Conditions of Sale. No written bids will be accepted for an unspecified or unlimited amount for a given lot, nor bids subject “to inspection” as an attached condition, nor bids for unlimited amounts, nor bids without a specified amount. Bids are accepted only in amounts rounded to the nearest ten. Il Ponte - Casa d'Aste Srl will give effect only to bids equal to or greater than 80% of the minimum estimate indicated in the catalogue for the lot being sold. Il Ponte - Casa d’Aste Srl, in allowing participants to raise bids, will take into account both the Reserve Price and the other bids, so as to attempt to award the lot for which a written bid was submitted at the lowest possible Hammer Price. Il Ponte - Casa d’Aste Srl is not responsible for any errors made in filling out this form. Before sending the Form to Il Ponte, it is necessary to verify that the lot description indicated therein corresponds to the object desired for purchase; in particular, it is necessary to verify that the auction catalogue number and the lot description correspond. In the case of discrepancy between lot number and lot description, Il Ponte - Casa d’Aste Srl will make the bid by referring exclusively to the lot number. I specifically accept and approve, also pursuant to Articles 1341 and 1342 of the Italian Civil Code, the following clauses of the General Terms Conditions of Sale published in the auction catalogue of Il Ponte: 1.3 (exclusion of liability for errors or omissions); 1.7(exclusion of liability for acts or omissions); 1.8 (exclusion of liability for faults or defects) 1.9 (limitation of liability); 2.8 (bank references and deposit); 5.5and 5.6(exclusion of liability for bids submitted by telephone); 7.3 ) imperative time limit, immediate termination clause, penalty); 8.3 (consequences of failure to collect the lot); 9.1 (transfer of risk); 9.2 (limits to damage compensation); 9.3 (limitation of liability); 10.1 (consequences in the case of a counterfeit); 10.3 (limits to refunds in the case of counterfeiting); 11.1(exclusion of liability for matters related to export and declaration of cultural interest); 11.3(exclusion of liability for free circulation related procedures and documents); 11.4 (validity of the adjudication); 13.1(exclusion of liability for protected species related matters); 16 (Jurisdiction and applicable law); II-4(exclusion of liability for online offers).

Signature ...................................................................................................... Date ................................................................................... Pursuant to and for the effects of art. 13 of the G.D.P.R., EU Regulation 679/16, the undersigned declares that he/she has received adequate information regarding the data provided that is necessary and indispensable for the correct execution of the contractual agreement, its duration, the handling of the data, the indications of Il Ponte, where applicable the manager of the handling, of the D.P.O., as well as of the concrete modalities allowing me to exercise my rights as specified by the law in question. I also declare to have full knowledge of the information note specified and printed ,on the website http://www.ponteonline.com/, in the section G.D.P.R.

Signature ...................................................................................................... Date ................................................................................... For the purposes and effects of the processing of personal data for the further purpose of sending advertising and / or information initiatives, by email or equivalent means, related exclusively to auctions and / or initiatives organized by Il Ponte □ I consent

□ I don't consent

In my full conscience to the processing of the data

Signature ...................................................................................................... Date ................................................................................... IL PONTE - CASA D’ASTE S.R.L.

PALAZZO CRIVELLI Via Pontaccio, 12, 20121 Milano Tel. +39 02 86 31 41 Fax +39 02 72 02 20 83 info@ponteonline.com www.ponteonline.com

C.F., P. IVA 01481220133 C.C.I.A.A. Milano REA 1167476


ASTA LIVE.

.


CALENDARIO ASTE II SEMESTRE 2021 b0ub;-mov1ubম ƑƐv;‚;l0u; Filatelia ƑƑv;‚;l0u; uu;7b; brbmঞmঞ1_bķu];mঞķ;m7oѴ; "|u†l;mঞ†vb1-Ѵbķbv|oub1$-rr;ঞ;$;vv†ঞ ƐƖķƑƏķƑƐķƑƑo‚o0u; Arte Orientale ƑƑo‚o0u; Arte Moderna e Contemporanea ƒƏmoˆ;l0u;ķƐ7b1;l0u; bob;ѴѴbblrou|-mঞ Ƒķƒ7b1;l0u; brbmঞ;"1†Ѵ|†u;7;Ѵ**;**v;1oѴo ƐƓķƐƔ7b1;l0u; uঞ ;1ou-ঞˆ;7;ѴŝƖƏƏ; ;vb]m ƐѵķƐƕ7b1;l0u;

uu;7bķ brbmঞķ ;1ou-Œbom;7ŝm|;umb Arte Moderna ƑƐķƑƑķƑƒķƑƓ;ƑƕķƑѶķƑƖķƒƏv;‚;l0u; ;Ɛo‚o0u; uu;7bķ brbmঞķ ;1ou-Œbom;7ŝm|;umb 9, 10, 11, 12 e 15, 16, 17, 18, 19 moˆ;l0u;ƑƏƑƐ


Note


Via Pitteri 8/10, 20134 Milano Tel. +39 02 8631472 Fax +39 02 36633096 pitteri@ponteonline.com

www.ponteonline.com

Profile for ilpontecasadaste12

Catalogo Arti Decorative del '900 e Design | Asta 24, 25 giugno 2021  

Catalogo Arti Decorative del '900 e Design | Asta 24, 25 giugno 2021  

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded