Page 57

il Periodico

cir - 44° rally di san marino

57

AGOSTO 2016

di

Piero Ventura

Doppietta di Giuseppe Testa e Daniele Mangiarotti su Peugeot 208R2 al 44° Rally di San Marino nella categoria 2 ruote motrici e sono anche primi in quella Junior del Campionato Italiano Rally. Bravissimo il giovane pilota molisano ad ottenere questo risultato coadiuvato da Daniele Mangiarotti Redavalle che sulla piccola due ruote motrici 1.6 del Leone, davanti ad auto di cilindrata maggiore. Ottime dunque le perfor-

mance di Testa-Mangiarotti che, dopo aver vinto Tappa 1, conquistano anche Tappa 2 e vincono il Rally di San Marino nella classifica Junior con la Peugeot 208 R2 di Peugeot Sport Italia, rafforzando così la loro leadership in campionato. "Dopo il rally dell'Adriatico avevamo conquistato la testa della classifica Junior. Era importante fare bene qui e per il momento non possiamo che essere soddisfatti. Abbiamo raccolto il massimo dei punti, ma non c'è troppo tempo per festeggiare, ora bisogna guardare avanti perché la strada

Daniele Mangiarotti

MOTORI

Daniele Mangiarotti in vetta al Campionato Italiano Rally

è ancora lunga e la concorrenza sempre più agguerrita” – hanno commentato a fine gara i due giovani della Casa del Leone.

RALLY I.R.C. - 36°Rally Internazionale del casentino

Buona gara di Paolo Rocchi e Roberto Campedelli

di

Piero Ventura

E’ andata a Stefano Albertini e Danilo Fappani con la Ford Fiesta Wrc del team Tamauto la vittoria nel 36° rally Internazionale del Casentino, seconda prova dell’International Rally Cup e valida per la Mitropa Cup Rally. Prova di altissimo livello per Luca Rossetti con la Skoda Fabia R5 Dp Autosport che ha diviso con Eleonora Mori i quali, battendosi come leoni in mezzo

alle Wrc, hanno preceduto la Ford Focus Wrc D-Max di Felice Re e Mara Bariani che vanno a completare il podio assoluto. In Gara anche gli oltrepadani Paolo Rocchi e Roberto Campedelli. L’ex ristoratore di Casa Schiavo, nel mondo rallystico dalla metà degli anni ’90 quando debuttò al Rally Oltrepo con una Opel Corsa N2 navigato da Alberto Bardone, quest’anno ha deciso di avventurarsi in una serie per nulla facile, quella dell’IRC appunto. Dell’esperienza vissuta in

Italiano Rally Auto Storiche - circuito di Cremona

Soddisfazioni e sfortuna per i colori oltrepadani

di

Piero Ventura

Tutto in una notte per Elia Bossalini che al debutto nel Campionato Italiano Rally auto storiche, si è aggiudicato il Circuito di Cremona dominando dall’inizio alla fine dopo aver vinto nel passato ben tre edizione

del "Cremona" in versione moderna. Dalla vittoria di Bossalini con alle note Sara Gerevini, si è raccolta una delle due piccole soddisfazione per colori oltrepadani nella gara cremonese, in quanto, il presidente del team Essei di cui ne difende i colori è il vogherese Lorenzo Delucchi. La seconda, giunge dal 9° posto nel terzo raggruppamento e gradino più basso del podio di Be-

RALLY COPPA ITALIA - Rally Circuito di Cremona

Brillanti protagonisti gli Equipaggi oltrepadani

di

Piero Ventura

Il Rally Circuito di Cremona ha visto il terzo successo stagionale di Simone Miele e Roberto Mometti in una gara della Coppa Italia. Su Ford Fiesta Wrc della Dream One Racing, il 28enne pilota ha così replicato alle vittorie del Laghi e di Alba ipotecando di fatto, il discorso relativo alla coppa nazionale: a due gare dalla conclusione è quasi certo il trionfo dell’equipaggio della scuderia Top Rally nella neonata serie tricolore. A differenza del rally storico, la gara riservata alle “moderne” ha visto brillanti protagonisti numerosi equipaggi oltrepadani. Il pilota meglio classificato è stato il vogherese Roberto Bevacqua, che navigato da Nicola Berutti sulla Peugeot 208 R5, è salito sul terzo gradino del podio, aggiudicandosi la vittoria di Grup-

po R, e quella di classe. Bevacqua è stato preceduto dal pavese Davide Pisati, alle note del cremonese Destefani sulla Clio S1.6, secondi assoluti, nonché vincitori tra le 2RM e della classe Super 1600. Sesto posto assoluto per il navigatore di Albaredo, Andrea Covini che ha letto le note a Stefano Musci sulla Citroen C2, secondi di classe. Scorrendo la classifica degli oltrepadani troviamo al 28° posto assoluto e sesti di classe Danny Crevani e Fabio Vasta con la Peugeot 208 R2B (Road Runner Team), al 35° e settimi di classe N2, Roberto Nespoli e Paolo Maggi su Peugeot 106 (Efferre Motorsport), al 38° Luigi Barbieri e Sergio Rossi, vincitori della Classe N1 a bordo della Peugeot 106 (Prorally 2001), 42° e secondi di classe RS1.6, Fabio Azzaretti e Claudia Spagnolo con la Saxo VTS.

P. Rocchi e R. Campedelli Toscana dice: “Gara bellissima e tosta, per noi si è conclusa con un 11 posto di classe!!! Ci siamo divertiti molto e spero di ritornarci il prossimo anno”. In gara con la Peugeot 208 della Vieffecorse divisa con l’amico e buon co-pilota Roberto Campedelli, sempre molto attento in gare difficili e nuove per loro, Rocchi ha disputato una gara pregevole in una categoria affollata e per nulla semplice. niamino Lo Presti (sempre più a suo agio sulla 911 di Stoccarda) e Claudio Biglieri in gara con la Porsche 911 SC della Scuderia Piloti Oltrepo. Poca fortuna invece per l’equipaggio di Ruino, portacolori del Road Runner Team di Casteggio composto da Daniele Ruggeri e Martina Marzi sulla Fiat 127 Sport Gruppo 2, costretti al ritiro sull’ultima prova speciale quando occupavano una prestigiosa 14esima posizione assoluta e seconda di classe. Altra sfortuna per Lisa Meggiarin con alle note la rivazzanese Silvia Gallotti, uscite di scena nelle prime battute di gara quando occupavano il terzo posto nel Trofeo A112 Abarth. Fermi già dalla PS1, anche Renato e Marisa Paganini con l’Opel Ascona, portacolori del Efferre Motorsport di Zavattarello. Tornando alla classifica assoluta, con il secondo posto ed il primato nel terzo Raggruppamento, Marco Superti conferma il suo feeling con la gara cremonese e con la coupè di Stoccarda, in versione Sc divisa con Marco Dell'Acqua alle note. Terzo posto e vittoria nel quarto raggruppamento per l’intramontabile “Luky” con la Lancia Delta Integrale. Il vicentino, in coppia con la professionale Fabrizia Pons, è stato molto vicino al leader, occupando la seconda piazza da subito ed una sola decina di secondi di svantaggio, ma nella parte centrale della gara non ha potuto sferrare l'attacco decisivo per la rottura degli apparati sospensivi posteriori dell'integrale torinese che ha così permesso a Marco Superti di passarlo.

C. Biglieri e B. Lo Presti

Il Periodico News - AGOSTO 2016  

Il Periodico News - AGOSTO 2016 N°108 DIRETTORE RESPONSABILE Alessandro Disperati direttore@ilperiodiconews.it Per la Vostra pubblicità ve...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you