Page 36

il Periodico

36

CASTEGGIO

"sto portando avanti ciò che avevo promesSO"

"Credo si possa fare molto di più"

Giuliana La Cognata di

Valentina Villani

Dall’approvazione del nuovo regolamento del consiglio comunale, avvenuta nei mesi passati a Casteggio, abbiamo assistito ad alcuni cambiamenti, uno tra i quali la nuova riforma dei gruppi consiliari. E così, ora che il regolamento recita che gruppi possono essere composti da una sola persona, è avvenuto ciò che già si sentiva volteggiare nell'aria: infatti, la consigliera Giuliana La Cognata, che già da tempo portava avanti le "battaglie" in nome del suo "popolo", si è sganciata definitivamente dai compagni di minoranza, Giulio Giovanetti e Ettore Albani, creando il suo gruppo indipendente marchiato PD. La sua avventura da sola è avviata ormai da qualche mese, com'è il lavoro da consigliera indipendente? "Bellissimo. Ancora più emozionante di prima in

quanto sempre più cittadini si rivolgono a me per esporre le problematiche che riscontrano all'interno della nostra cittadina. Le interpellanze da me presentate a livello pubblico non vogliono essere solo per una persona specifica, ma in virtù di tutto il popolo che rappresento". La consigliera La Cognata è considerata dalla cittadinanza, ma anche dall'amministrazione Callegari, un'opposizione costruttiva. Come la fa sentire questo? "Felice. Sostanzialmente è quello a cui ambivo, la scelta a cui mi ero indirizzata fin da subito: in poche parole sto semplicemente portando avanti ciò che avevo promesso in campagna elettorale e che ho sempre sostenuto, anche quando ero in lista con gli altri membri del consiglio". Lei adesso è l'unica rappresentante comunale del Partito Democratico. Come sente questa responsabilità? "Sinceramente non la vedo come una responsabilità, bensì più come un punto di riferimento per il popolo, sapendo che il PD è sempre stato il partito del popolo. Sto solo portando avanti un progetto che hanno fatto tante persone prima di me, una tra queste persone mio padre, Ludovico La Cognata, che per venticinque anni fu consigliere per il nostro partito: in un certo senso è come se portassi avanti una tradizione di famiglia". Durante l'ultimo consiglio comunale c'è stato un diverbio molto acceso con il consigliere di minoranza Giovanetti. Cosa è accaduto?

AGOSTO 2016

"Si, c'è stato un diverbio con il consigliere in quanto è risaputo che, quando si fa un' interpellanza è di prassi che parli solo l'interpellante, in questo caso io, di conseguenza gli altri consiglieri, sia di minoranza che di maggioranza, ad esclusione dell'assessore interpellato e del sindaco, non possono in alcun modo subentrare nel discorso. Il consigliere Giovanetti ha sbagliato nel parlare della mia interpellanza, non doveva e non poteva intromettersi, in questo caso ha commesso non uno, ma due errori: il suo intervento non è stato assolutamente regolare e credo sia stato mio dovere farglielo notare". Il suo distacco da tutti i membri dell'opposizione sta a significare che i rapporti con l'altra parte della minoranza sono definitivamente rotti? "Assolutamente no. Questa mia scelta di staccarmi, creando così un gruppo indipendente, è stata dettata dalla necessità di seguire una linea, la mia linea, purtroppo diversa da quella degli altri consiglieri. C'è stato solo quest'episodio dell'interpellanza che spiegavo poco fa, per il quale mi sono chiarita in sede di consiglio e da lì è tornato tutto alla normalità. Sono una persona che porta rispetto a tutti, non voglio avere diverbi e non porto rancore a nessuno, una volta chiarita la situazione non ho alcun tipo di problema". A due anni dalle elezioni come giudica l'operato dell'amministrazione Callegari? "Credo che dovremo lavorare tutti molto di più, collaborare molto di più e cercare, nel limite del possibile, di risolvere le problematiche all'interno della nostra cittadina. Questa maggioranza devo ammettere che ha fatto cose buone, così come le ha fatte la minoranza, tuttavia credo si possa fare molto di più da entrambe le parti". Conclude la consigliera "sono soddisfatta di questo mio momento, devo riconoscere che è un bel momento politico, in quanto la mia posizione è considerata positiva da tante persone, in primis dal mio popolo ed io non posso che esserne immensamente orgogliosa".

Il Periodico News - AGOSTO 2016  

Il Periodico News - AGOSTO 2016 N°108 DIRETTORE RESPONSABILE Alessandro Disperati direttore@ilperiodiconews.it Per la Vostra pubblicità ve...