Page 35

il Periodico

35

"il contributo? So per certo che tanta gente lo stava aspettando"

Anna Raffinetti di

Valentina Villani

La crisi economica che sta attanagliando la nostra nazione a quanto pare non ha intenzione di placarsi e anzi, ogni anno peggiora sempre di più. Le famiglie vivono in grandi difficoltà, alle prese con spese giornaliere, mutui, affitti e chi più ne ha più ne metta; come se non bastasse, vengono divorati dalle tasse, molto spesso davvero insostenibili da pagare. Dall'altra parte anche gli enti non se la passano bene, complici i tagli statali, il patto di stabilità e le spese in uscita che invece restano sempre le stesse o in alcuni casi sono addirittura in aumento. Un progetto interessante dalla duplice funzione è il tanto ultimamente chiacchierato "baratto amministrativo". Attualmente sono molti i comuni che lo stanno adottando, tra questi Casteggio l'ha da poco approvato. "Abbiamo deciso di aderire a questo progetto perché ci stiamo accorgendo che sempre più persone hanno bisogno di aiuto - spiega Anna Raffinetti, assessore al welfare presso il comune di Casteggio In cosa consiste esattamente? "Si tratta di uno strumento introdotto dal decreto Sblocca Italia, che offre la possibilità ai cittadini in difficoltà di poter saldare i propri debiti, mettendosi a disposizione dell'amministrazione comunale per eseguire lavori socialmente utili. La situazione è nera e ogni anno peggiora sempre di più: una condizione simile davvero non l'ho mi vista. Nei tempi passati davamo una mano a chi ne aveva bisogno laddove riuscivamo ad arrivare, ma più passa il tempo e più facciamo fatica ad aiutare, vuoi perché le famiglie bisognose aumentano a vista d'occhio, vuoi perché anche noi abbiamo meno possibilità. Quella del baratto amministrativo mi sembra un'ottima soluzione, sia per i cittadini che per l'amministrazione comunale". Qual è la tassa che i cittadini faticano di più a pagare? "Sicuramente la tassa rifiuti". Come avete organizzato il baratto amministrativo? "Per il baratto amministrativo il comune metterà a bilancio una cifra durante l'anno, questa cifra verrà stanziata per garantire l'esenzione di IMU, TASI e TARI ai cittadini che presteranno i loro servizi per la pubblica utilità. Chiaramente sarà indetta un graduatoria e, in base a questa e alle disponibilità del comune, si deciderà in che modo operare. La graduatoria verrà redatta in base all'ISEE del cittadino

che ne farà richiesta, dove verranno valutate anche altre situazioni come ad esempio lo stato di occupazione, il nucleo familiare e requisiti particolari. Il baratto amministrativo resterà attivo presso il nostro comune a titolo provvisorio di sperimentazione fino al 31.12.2017". Chi può presentarsi? "Possono fare richiesta i cittadini residenti in Casteggio che abbiano compiuto la maggiore età, abbiano una idoneità psicofisica e siano in assenza di condanne penali. Inoltre, se una persona si candida per il baratto, ma poi per vari motivi non ha la possibilità di prestare la sua attività, al suo posto potrà subentrare un familiare fino al terzo grado di parentela. Resta inteso che ogni prestatore di servizio sarà coperto da assicurazione di cui si occuperà personalmente l'amministrazione". Quali saranno le mansioni di prestatori d'opera? "I prestatori d'opera verranno impiegati per lavori di manutenzione in genere come pulizia di aree verdi di strade e di piazze, pulizia dei locali di proprietà comunale, abbellimento e manutenzione delle aree gioco dei parchi e decoro urbano in genere. Inizialmente saranno seguiti da un tutor che illustrerà loro le mansioni, inoltre il comune fornirà loro tutta l'attrezzatura necessaria". Il comune di Casteggio però sono già diversi anni che opera in un certo senso nella direzione del baratto amministrativo, esatto? "Esattamente. Da circa 6 anni abbiamo una convenzione in essere con l'associazione anziani locale, i quali ci forniscono undici volontari. Questi volontari si occupano di accompagnare i bambini sul pulmino scolastico, dell'assistenza durante il pre scuola e inoltre accompagnano anziani e disabili per esami e visite in genere. In cambio l'amministrazione comunale interviene per loro al pagamento delle utenze".

CASTEGGIO

"La situazione è nera e ogni anno peggiora sempre di più"

AGOSTO 2016

Quest'anno a quanto pare Regione Lombardia toglierà il fondo affitti ai comuni, lei cose ne pensa? "Sicuramente questa sarà un'azione gravissima che comporterà non pochi disagi. Buona parte delle persone che richiedevano il fondo affitti aveva già morosità con il proprietario di casa, di conseguenza, grazie proprio a questo contributo, riuscivano ad integrare queste morosità. Potrebbe non sembrare moltissimo, poiché parliamo del contributo di 1.200 euro per ogni famiglia, ma posso garantire che per chi ne ha bisogno erano un valido strumento di aiuto. So per certo che tanta gente lo stava aspettando, avevamo già diverse richieste, ma a quanto pare non verrà stanziato". Anche a Casteggio, dopo i vari "chiacchiericci" dei mesi passati, sono stati collocati una ventina di profughi. Pensate di occupare anche loro in lavori socialmente utili per la vostra comunità? "I profughi sono arrivati da ormai qualche settimana e sono ospiti di una struttura in Via Marconi. E' nostra idea tenerli occupati, magari dando loro l'incarico di svolgere qualche lavoretto per il comune. Valuteremo come affrontare la cosa, anche perché ci saranno sicuramente delle prassi particolari da seguire".

Il Periodico News - AGOSTO 2016  

Il Periodico News - AGOSTO 2016 N°108 DIRETTORE RESPONSABILE Alessandro Disperati direttore@ilperiodiconews.it Per la Vostra pubblicità ve...

Advertisement