Page 31

il Periodico

31

E se fossero ancora Berogno e Somensini i candidati più adeguati? di

Nilo Combi

Agosto dovrebbe essere un mese di vacanza e relax, la calura estiva consiglia di non agitarsi per non sudare, ma a Godiasco - Salice Terme il fermento politico bagna diverse camicie e non solo le camice... di diverse persone. La caduta della giunta Barbieri e l’arrivo del commissario ha scatenato l’appetito e la voglia politica di molti. In un paese di circa tre mila persone, si vocifera che le liste potrebbero essere addirittura quattro o cinque, per tanto i candidati sindaci in pectore potrebbero essere cinque. Pensiamo che tutti si presentino, più o meno, come portatori di novità e che tutti, più o meno, diranno che lo stanno facendo per il loro paese e che tutti, più o meno, diranno di essere stati sollecitati a scendere in campo da numerosi cittadini e che tutti, più o meno, abbiano... più o meno... la loro ricetta per salvare lo stato di salute del comune di Godiasco - Salice Terme e di migliorare la situazione di quasi tutto ciò che la mente umana possa pensare. Difficile credere a tutte queste cose ed è difficile credere che in un comune così piccolo ci sia la voglia e anche il coraggio di presentare cinque liste, perché cinque liste vorrebbero dire 65 persone che tra Salice e Godiasco hanno voglia e soprattutto tempo da dedicare alle attività comunali. Gli imprenditori più importanti o i pochi politici di spicco di Godiasco - Salice Terme sono in tutt’altre faccende affaccendati o non hanno più voglia né tempo da dedicare al comune, pertanto rimangono "alcuni" che per i più svariati motivi, la maggior parte dei quali futili, non tutti chiaramente, ma molti, vorrebbero partecipare alla corsa per vincere e sedersi sull’agognata poltrona di primo cittadino. Molti già si vedono con la fascia tricolore a fare il discorso il 4 Novembre durante la giornata dedicata alla commemorazione dei caduti di tutte le guerre, molti forse si vedono pronti a dar la roboante notizia che

sono state cambiate le lampadine bruciate dei lampioni comunali, molti già si vedono seduti al tavolo d’onore della sagra della salamella e magari qualcuno spera anche di mangiarla gratis visto il ruolo ricoperto. Molti si vedono già in grado di indirizzare secondo le loro voglie o secondo i loro desideri economici, delibere con le quali avvantaggiare parenti e amici, molti si vedono già in grado di "farla pagare" ai nemici politici ed ai nemici "economici" della propria attività, ai nemici familiari o semplicemente farla pagare a chi, tanto per sdrammatizzare e per sorridere, ha avuto rapporti più o meno ravvicinati con la moglie o con l’ex fidanzata. Storie di ordinaria umanità da paese. La realtà dei fatti è che i pezzi da novanta, che relativamente alle dimensioni di ogni piccolo paese esistono, sia a livello economico sia a livello politico, in corsa per la fascia tricolore di primo cittadino di Godiasco, mica pizza e fichi... non si mettono. Rimangono gli "altri" e trovare 65 persone tra gli "altri" che siano in grado di governare quel poco che c’è da governare a Godiasco - Salice Terme, a dire il vero, risulta difficile individuarli. Forse due liste sarebbero la misura giusta per le dimensioni del nostro comune e anche con solo due liste trovare 26 persone che abbiano la capacità politico-amministrativa necessaria... non è facile. Al di là di ogni simpatia o antipatia personale, per raggiunti limiti di età o molto più semplicemente perché non hanno più voglia di mettersi direttamente in gioco, i candidati forse tra i più adeguati, e sono certo che molti penseranno che questa è un’eresia, potrebbero essere ancora una volta due politici "storici", sto parlando di Elio Berogno e Maurizio Somensini per decenni sindaco e vicesindaco e che hanno governato per tanti anni Godiasco – Salice Terme con risultati soddisfacenti, soprattutto se si compara la situazione di allora alla situazione in cui ci troviamo oggi. Mi auguro che Berogno e Somensini si candidino,

GODIASCO SALICE TERME

il fermento politico bagna diverse camicie e non solo le camicie...

AGOSTO 2016

anche se dubito moltissimo che questo avvenga, ma se ciò non avvenisse spero non ripetano l’errore delle ultime tornate elettorali, dove hanno preferito fare, in modo diverso e più o meno palese, i consulenti esterni, indicando e appoggiando una lista piuttosto che un’altra, perché la storia di questi ultimi 12-13 anni ha dimostrato che dopo pochi mesi gli eletti sindaci e assessori divenuti tali anche grazie all’appoggio di Berogno o di Somensini, una volta indossata la fascia tricolore o assunto vesti di assessore etc etc, non hanno più voluto seguire alcuni loro consigli, molti certamente anche opinabili, ma alcuni certamente saggi e dettati dall’esperienza per aver governato Godiasco – Salice Terme per tanti anni. Speriamo che chiunque venga eletto non sia uno che abbia già fatto "sconquassi" con le cariche di sindaco, vicesindaco e assessore negli ultimi dieci anni. Speriamo che chi indosserà l’agognata fascia governi il poco che c’è da governare di Godiasco-Salice Terme, non in nome di vendette personali o di interessi particolari. Sarebbe bello che il prossimo sindaco di Godiasco – Salice Terme fosse una persona "normale" senza interessi economici o professionali da difendere né palesemente né occultamente.

nessuno si pone delle domande sulle terme di salice, noi sì

Terme di Salice: forse il Commissario Prefettizio dovrebbe indagare

Di Nilo Combi

Nessuno si pone delle domande sulle Terme di Salice, domande che forse sarebbe il caso che il commissario prefettizio che governa oggi Godiasco dovrebbe a sua volta porsi, ad esempio: • Il bilancio disastroso del 2004, rispetto all’anno precedente, presentato dal nuovo amministratore delegato delle Terme era corretto? • Con quali criteri è stato redatto quel bilancio ? • La valutazione fatta delle terme dallo studio incaricato dal Comune di Godiasco nel 2003 era corretta? • La società incaricata che ha effettuato la valutazione delle Terme aveva tutti i requisiti d’imparzialità necessari ? • L’importo per cui è stata venduta una percentuale delle terme al gruppo Garilli e compagnia cantando era corretta? • I vari aumenti di capitale fatti non con immissione

di denaro, ma facendo dei “lavori” all’interno delle terme fino al punto che la famiglia Garilli e la famiglia Fabiani ottennero la maggioranza assoluta delle terme, erano corretti? • Nei consigli d’amministrazione che dal 2004 si sono susseguiti, dove sedevano anche alcuni politici locali, hanno fatto il loro lavoro e soprattutto hanno capito dove stavano andando le terme ? • I vari politici locali nelle loro varie vesti comunali e nel consiglio d’amministrazione delle terme hanno salvaguardato gl’interessi delle terme e del comune di Godiasco allora azionista? • L’ultima cessione delle quote delle terme fatta dal comune di Godiasco a imprenditori, che poi sono scappati a gambe levate, è stata fatta secondo scienza e coscienza? E soprattutto si sapeva a chi si vendeva e cosa e come si stava vendendo? • Lo sciagurato accordo, alla luce di come è tenuto il parco oggi, di gestione e manutenzione del parco stipulato tra il comune e le terme è stato redatto metten-

do dei paletti ben precisi stabilendo esattamente come doveva essere tenuto il parco e chi doveva controllare che il parco fosse tenuto secondo gli accordi? È stata richiesta una garanzia economica certa e riscuotibile, come ad esempio una fideiussione bancaria, nel caso le terme, cosa puntualmente avvenuta, non avessero mantenuto il parco secondo gli accordi ? • Le allegre gestioni delle terme degli ultimi anni dove la proprietà forse non conoscendo bene il territorio ha permesso ad alcuni dipendenti che venissero trovati i posti di lavoro all’interno delle Terme per parenti, amici, fidanzati, amanti ed affini è stata una gestione corretta? Sarebbe forse opportuno che il Commissario Prefettizio del Comune di Godiasco – Salice Terme, essendo certamente super partes e non avendo interessi passati e presenti sulla vicenda terme, controllasse ed indagasse perché alle Terme di Salice è stato fatto uno… Scempio.

Il Periodico News - AGOSTO 2016  

Il Periodico News - AGOSTO 2016 N°108 DIRETTORE RESPONSABILE Alessandro Disperati direttore@ilperiodiconews.it Per la Vostra pubblicità ve...