Page 1

IL NUOVO Periodico d’informazione

CASALBORDINO (Ch) Tel./Fax 0873.918105

Anno XXXIII n. 1 - s 1

Corso Garibaldi, 38 VASTO (Ch) - Tel. 0873.366355 www.bagheeraviaggi.com

Direzione, Redazione, Amministrazione: 66054 VASTO - Piazza L.V. Pudente, 7 (Largo del Fanciullo) - Tel. e Fax 0873/367181 E-mail: ilnuovo@libero.it - C/C Postale 14731665 - Spedizione abb. postale Gruppo II 70% - Aut. Dir. Prov. PT Chieti n. 61 del 6/2/82

Prostituzione

Febbraio 2014

In Municipio bocche cucite

VASTO, ECCO COSA ACCADE AL CIMITERO

Fenomeno in grande crescita

a pag. 4

turismo

Quando si sveglia Vasto? a pag. 5

INTERVISTA

Anna Boleto manager di successo

Con quali criteri vengono assegnati i loculi? In quali orari e in che giorni possono essere fatte le tumulazioni?

a pag. 9

eccellenze di vasto

Chi incassa i soldi delle riesumazioni?

Vemit, leader da 40 anni

Esiste un archivio, senza voler tornare indietro negli anni, di quante tumulazioni e riesumazioni sono state effettuate solo nel 2013? Quanti soldi avrebbe dovuto incassare il Comune di Vasto? Quanti ne ha incassati? E le lampadine? Quando non funzionano chi deve cambiarle? Vanno pagate? A chi?

a pag. 10 pagg. 2-3

Ristorante “IL SALICE” Ampia Sala per Banchetti di GIOVANNI DI MARCO Chiuso il Mercoledì

Contrada “Buonanotte” San Salvo - Vasto - Tel. 0873549270 Fax 0873343140 - www.ristoranteilsalice.it

www.ilnuovoonline.it Il Nuovo FEBBRAIO 2014.indd 1

4-02-2014 17:42:17


2

Attualità

IL NUOVO - Febbraio 2014 www.ilnuovoeditore.it

In MunIcIpIo bocche cucIte

VAsto, ecco cosA AccAde Al cimitero R

IcoRdate lo slogan “Vasto cambia“? era quello che ha accompagnato il Sindaco di Vasto Luciano Lapenna nel 2006. Ricordate lo slogan “Il futuro di Vasto è iniziato 5 anni fa, proseguiamo il cambiamento”? era quello che ha accompagnato il Sindaco Lapenna nel 2011. a distanza di quasi otto anni cosa è cambiato? a guardare le condizioni del cimitero cittadino è il caso di dire che non è cambiato nulla. anzi, negli ultimi anni le cose sono peggiorate sotto tutti i punti di vista. – con quali criteri vengono assegnati i loculi? – In quali orari e in che giorni possono essere fatte le tumulazioni? – chi incassa i soldi delle riesumazioni? – esiste un archivio, senza voler tornare indietro negli anni, di quante tumulazioni e riesumazioni sono state effettuate solo nel 2013? – Quanti soldi avrebbe dovuto incassare il comune di Vasto? – Quanti ne ha incassati? – e le lampadine? Quando non funzionano chi deve cambiarle? Vanno pagate? a chi? abbiamo ricevuto sulla vicenda tantissime telefonate di protesta di cittadini inviperiti: con il Sindaco, il comune, i dirigenti.

tutti sanno tutto: dal Sindaco agli assessori. dai dirigenti, agli impiegati, agli operai. eppure a palazzo di città le bocche sono cucite. nessuno parla. nessuno commenta e, soprattutto, nessuno prende decisioni. a cominciare dal Sindaco Lapenna il quale, invece di preoccuparsi della salute del Fratino della Riserva di punta aderci o di far inserire il comune di Vasto su Facebook, farebbe bene ad interessarsi in quali condizioni versa il cimitero cittadino, come viene gestito, quanto incassa. e, soprattutto, quanti soldi perde ogni giorno. Se perde, naturalmente. dalle numerose segnalazioni ricevute in redazione pare che molte riesumazioni non vengono pa-

gate. anzi, c’è chi sostiene che vengano fatte senza le prescritte autorizzazioni. È vero? ancora: è vero che l’assegnazione dei loculi spesso viene effettuata con criteri clientelari? Se conosci vai in prima fila, se non conosci ti tocca l’ultima fila! e le tumulazioni? Si dovrebbero effettuare il martedì e il venerdì. In realtà, a dar retta alle informazioni forniteci da alcuni cittadini, le cose pare non stiano proprio così: se conosci la tumulazione viene effettuata velocemente, a volte anche subito dopo il funerale, anche il giorno di natale oppure il 15 di agosto all’ora di pranzo. Se conosci… naturalmente. del resto tutta la situazione sembra sia già a conoscenza delle Forze dell’ordine. La speranza è che quanto prima, visto che il Sindaco non sembra avere alcuna intenzione di risolvere il problema (basterebbe un funzionario comunale a controllare ciò che accade quotidianamente), vengano ripristinate legalità e trasparenza nel cimitero comunale. a chiederlo sono i cittadini di Vasto. come fare? andiamo a vedere come è organizzato il cimitero di Lanciano: computer, archivio informatizzato, impiegati che parlano la lingua italiana e, soprattutto, educazione. tutto questo al cimitero di Vasto non c’è.

dopo Le RIVeLazIonI deL noStRo gIoRnaLe

il sindAco si riVolge AllA ProcurA

a

SeguIto dell’articolo dal titolo “Vasto, ecco cosa accade al cimitero”, pubblicato su www.ilnuovoonline.it e riproposto in questa pagina, il sindaco di Vasto Luciano Lapenna ha inviato il seguente comunicato che pubblichiamo integralmente. “In riferimento alle gravi affermazioni e allusioni contenute nell’articolo dal titolo “Ecco cosa accade al cimitero”, apparsa sul sito di informazione locale www.ilnuovoonline.it, in data 21.01.2014, a firma del Direttore Alfonso Di Virgilio, il Sindaco del Comune di Vasto comunica che nella giornata di Mercoledì 22 Gennaio 2014 porterà personalmente all’atten-

zione del Sig. Procuratore presso il Tribunale di Vasto le gravi affermazioni e allusioni contenute nella nota in oggetto affinché venga fatta piena luce su quanto nella stessa denunciato. Il Sindaco, inoltre, ricorda, per completezza, come la sua amministrazione abbia dotato il cimitero comunale di regolamenti aggiornati che disciplinano le assegnazioni dei loculi, le estumulazioni e le tumulazioni, rispettando le normative vigenti regionali e nazionali, il tutto all’interno di una logica di trasparenza e legalità. I predetti regolamenti, che garantisco ad ogni cittadino parità di trattamento, sono atti pubblici a disposizione della collettività e pubblicati nel sito uf-

ficiale del Comune all’indirizzo www. comune.vasto.ch.it e comunque consultabili presso l’Ufficio patrimonio del

impianti idrotermici - sanitari - condizionamento - aria calda impianti antincendio - impianti industriali - progettazione

IL NUOVO

periodico d’informazione

Direttore Responsabile Alfonso Di Virgilio

Abbonamenti Ordinario g 30 - Sostenitore g 50

di Angelo Ranieri e C.

RANIERI

Direzione, Redazione, Amministrazione Piazza L.V. Pudente, 7 (Largo del Fanciullo) 66054 VASTO (Ch) - Tel/Fax 0873367181 e-mail: ilnuovo@libero.it Autorizzazione Tribunale di Vasto n. 31 del 22 gennaio 1982

Comune di Vasto da qualsiasi cittadino ed a chiunque ne abbia interesse. Il Sindaco chiederà al Sig. Procuratore della Repubblica una accurata indagine per fare piena luce sul contenuto dell’articolo, ascoltando l’autore dello stesso, oltre ai “numerosi cittadini” che si sono rivolti alla redazione del quotidiano www.ilnuovoonline.it per denunciare il presunto stato dei fatti. È interesse, infatti, della stessa Amministrazione comunale, fare chiarezza su quanto denunciato, atteso che lo stesso Sindaco – Luciano Lapenna – non ha mai permesso, a chicchessia, operazioni speculative a danno dei cittadini colpiti da qualsivoglia lutto.”

Viale Australia, 13 - SAN SALVO (Ch) Tel. 0873.547685 - Fax 0873.343241 imisca@srlimisca.191.it - www.imisca.it

s.a.s.

Ferramenta Materiale da costruzione Vernici - Sanitari

L’IMISCA è un’azienda certificata UNI EN ISO 9001:2008

Viale dei Tigli, 26 CASALBORDINO Tel./Fax 0873.902001

www.ilnuovoonline.it Il Nuovo FEBBRAIO 2014.indd 2

4-02-2014 17:22:18


Attualità Sulla “vicenda cimitero” interviene davide d’alessandro

Invece che rifugiarsi in procura Lapenna risponda alle domande

e un giornale rivolge domande, basta rispondere e chiarire, invece di strepitare e di rifugiarsi in procura, invitando la stessa a sentire il direttore. Lo si vuole intimidire? ho letto con attenzione l’articolo a firma alfonso di Virgilio e l’ho trovato adeguato al tema che solleva, non per divertimento ma per dare voce ai cittadini che non hanno voce. totale solidarietà da parte mia a “Il nuovo” e al suo direttore. È bene che la Stampa continui a fare il proprio lavoro con serenità ed è bene che il potere politico tenga giù le mani nei confronti di chi ha l’obbligo di informare, di chiedere, di fare domande, di pretendere risposte. Lapenna risponda alle domande e lasci stare la procura. In procura ci debbono andare i cittadini, se ritengono di essere stati danneggiati, non i politici. Davide D’Alessandro Consigliere comunale indipendente

www.ilnuovoeditore.it

3

Vasto, il primo cittadino si “lava le mani” e chiede alla procura di svolgere indagini

lA “storiA” del cimitero e l’imBArAzzo del sindAco

È S

IL NUOVO - Febbraio 2014

un ritornello: “Siamo allo sfascio”. tentare l’elenco delle cose che non funzionano è impresa difficile, tanto sono numerose. Ritengo che il compito di un onesto cronista di provincia sia quello di evidenziare queste disfunzioni, piccole o grandi che siano, per consentire a chi di dovere di risolverle. anche per rendere meno complicata la vita dei cittadini spesso costretti a subire angherie di ogni sorta. Faccio questo mestiere da quando ero ragazzo e ho sempre rivolto la mia attenzione agli accadimenti di casa nostra, ai fatti di cronaca quotidiana, alle proteste della gente. Li ho sempre affrontati e seguiti senza avere la pretesa di essere la misura del giusto e con molta disponibilità a capire le ragioni degli altri. Il che qualche volta mi ha portato ad avere contrasti con le cosiddette “forze politiche”. che vanno sempre capite: debbono pur dare qualche segno di vita! a volte programmi politici altisonanti e complessi, annebbiano le idee e fanno perdere non solo lucidità ma anche il contatto con quella realtà che ti porta a dialogare

con i cittadini, a interessarti dei loro problemi. e a risolverli, possibilmente. Ricordo (perdonate il volo pindarico) quando Mao lanciò il programma per il “grande balzo in avanti della cina”. Il Figlio del cielo (così chiamavano Mao) impose ai suoi una iperproduzione di carbone e acciaio. Ma poi si accorse che non aveva ferrovie né vagoni per trasportarli. Fu un fallimento, un fiasco pauroso. Il che dimostra che il “buddha vivente”, ovvero Mao, oltre a straordinarie illuminazioni, aveva anche qualche lampo di coglioneria. Voglio dire che pure i politici sbagliano, ma che vanno sempre compresi e aiutati. tutti i politici: anche quelli che si considerano “figli del cielo”. La nostra testata ha pubblicato un articolo (vedi pag. 2) il cui unico obiettivo era quello di mettere in risalto quanto accade nel cimitero di Vasto, dando voce alle proteste dei cittadini. Il nostro sito è stato visitato da migliaia e migliaia di utenti. La notizia è stata diffusa sui maggiori social-network. Insomma, l’articolo è stato letto e condiviso da tanti, ma davvero tanti cittadini. alcu-

ni dei quali hanno commentato attraverso Facebook l’articolo, condividendone il contenuto. una politica seria, attenta alle problematiche della gente e rispettosa dei cittadini avrebbe reagito rispondendo alle nostre tante domande, offrendo chiarimenti e chiedendo scusa a quelle famiglie costrette a sopportare, proprio in giorni di lutto e quindi di dolore, le pesanti “disfunzioni cimiteriali”. Ma niente di tutto ciò è avvenuto. abbiamo ricevuto una stizzita telefonata dal “portavoce del Sindaco”, che sta lavorando (lo abbiamo appreso da un consigliere comunale) senza un contratto di incarico, e un comunicato del primo cittadino che ha pensato di risolvere il problema scaricandolo sulla procura. Se il Signor Sindaco davvero nulla sa su quanto accade nel cimitero di Vasto è molto grave. ed è la dimostrazione che non vive più la città, che si è rinchiuso nel palazzo e che ha smarrito il contatto con la gente, probabilmente perché preso da altre complesse tematiche. come quella, in verità molto nobile, relativa alla salvezza del fratino. a.d.v.

prodotti per automazione e controllo industriale distribuzione energia Mt-bt s.s.16 nord km. 509 - Vasto (ch) - tel. 0873.310030 - www.elettrocentervasto.it - eletcen@tin.it - nuovo punto vendita: san salvo - Via colle martino - zona industriale - 0873.346273

www.ilnuovoonline.it Il Nuovo FEBBRAIO 2014.indd 3

4-02-2014 17:22:29


4

Costume

IL NUOVO - Febbraio 2014 www.ilnuovoeditore.it

Le pReStazIonI? da 50 a 200 euRo

Prostituzione A VAsto e sAn sAlVo il Fenomeno è in grAnde crescitA L

e ragazze sono tutte giovani, o quasi. alcune anche molto belle. La maggior parte straniere ed esercitano il mestiere più antico del mondo. Il fenomeno è in grande espansione in tutto il Vastese e, in modo particolare, a Vasto Marina e a San Salvo Marina. Sono decine e decine gli appartamenti adibiti al più vecchio mestiere del mondo. come arrivarci? basta consultare i numerosi annunci presenti sui quotidiani locali, andare su internet, fornirsi di indirizzo e numero telefonico. I costi? Modici, o quasi. Si parte da 50 euro (mezzora) a 200 euro (due ore). I clienti? Variegati. Si passa dal giovanotto alle “prime armi” al professionista. dall’annoiato impiegato all’imprenditore che vuole prendersi qualche minuto di relax. Le prostitute pare alloggino in vari appartamenti disseminati su tutto il litorale. alcune sono giovanissime, per lo più colombiane, brasiliane, nigeriane. diverse sono anche le ragazze dell’est, anche se in minor numero rispetto a qualche anno fa. Le prestazioni? Sessuali, complete e non. anche massaggi per chi ha richieste particolari. In forte crescita anche il mercato dei transessuali, molto richiesto ed anche più costoso rispetto al classico incontro con una lucciola. un argomento, questo della prostituzione negli appartamenti, conosciuto sia alle forze dell’ordine che ai Sindaci di Vasto e San Salvo, Luciano Lapenna e tiziana Magnacca. In modo particolare il primo cittadino di San Salvo si è già mossa in merito, con il chiaro intento di ridare decoro alla riviera, intensificando con-

In piazza Fiume e in piazza Verdi, sempre la sera dopo le 21

lucciole AncHe in Pieno centro N

oN solo negli appartamenti della riviera. Non solo sulla Statale 16, nel tratto tra Vasto Marina e San Salvo. Adesso, a Vasto, ci si prostituisce pure in pieno centro. Si, proprio così, in pieno centro, tra famiglie, bambini e anziani. Volete rendervene conto personalmente? Andate in Piazza Fiume, nei pressi dell’ex stazione ferroviaria. oppure in Piazza Verdi, nei pressi della rotatoria. A che ora? Subito dopo le 21 di ogni sera, festivi esclusi. Due brune, alte, relativamente giovani. Avvenenti. Sono ferme, sembrano aspettare un pullman. In realtà aspettano che qualcuno si avvicini: un colloquio brevissimo, una trattativa rapida per mettersi d’accordo. Poi, con l’auto del “cliente”, trolli e passando al setaccio decine e decine di condomini. Il Sindaco di San Salvo è sempre più decisa a contrastare il fenomeno e a più volte annunciato il pugno

si raggiunge il proprio appartamento. Le tariffe? Anche qui, come nei condomini della marina, variegate: in auto 50 euro. In casa 100 euro. Tutta la notte 300 euro. Per un rapporto a tre sono stati chiesti anche 400 euro. La scena si ripete quotidianamente sia in Piazza Fiume che nella centralissima Piazza Verdi. Anche quando piove. Anche quando le condizioni meteo creano enormi disagi.

di ferro contro tutti quei proprietari di appartamenti che dovessero favorire qualsiasi forma di illegalità. In sintesi, i proprietari degli appartamenti affittati per incontri a luci ros-

se rischiano una denuncia per favoreggiamento, l’aumento dell’Imu ed una pesante ammenda pecuniaria. basterà tutto questo a contrastare il fenomeno?

nuova CENTRO car

di Besca Gianfranco

TO VENdiTa au hE pluRimaRC SS. 16 nord km 512 - VaSto - tel. 0873.671415 - centrocarsnc@yahoo.it

IL TEMPO PASSA LA QUALITÀ rESTA Corso Mazzini, 52 - SCERNI (CH) - Tel. e Fax 0873.919120 www.danniballearredamenti.it - danniballearred@libero.it

www.ilnuovoonline.it Il Nuovo FEBBRAIO 2014.indd 4

4-02-2014 17:22:34


Politica

FInoRa, aL dI La deLLa taSSa dI SoggIoRno, È- Febbraio tutto FeRMo 2014 IL NUOVO

5

ProgrAmmAzione turisticA, www.ilnuovoeditore.it

QuAndo si sVegliA

VAsto?

V

aSto e la imminente stagione turistica. Vasto e il cartellone delle manifestazioni estive. Vasto e la viabilità. Vasto Marina e l’isola pedonale: si fa, non si fa, come si fa? Si troverà, di concerto con gli esercenti della Marina, che pagano le tasse per dodici mesi e che vedono la possibilità di aumentare il fatturato solo in poche settimane estive, un punto d’accordo? e i turni serali dei vigili urbani? Si faranno? oppure saremo costretti ad assistere allo stucchevole braccio di ferro tra amministrazione e Sindacati o a sentirci dire, a fine giugno inoltrato, che il bilancio non è approvato e che quindi sarà tutto ingessato? e la spiaggia? Sarà pulita per pasqua? Quest’anno le festività pasquali si festeggeranno ad aprile inoltrato, insieme ai ponti del 25 aprile e del primo maggio. Insomma, sarà necessario presentarsi nel migliore dei modi e non in uno stato di abbandono. ormai questa è una storia che si ripete alla vigilia di ogni stagione estiva. ecco, di tutto questo si è parlato nel mese di giugno degli anni passa-

ti. e di tutto questo vorremmo sentire parlare adesso e non alle porte dell’estate. ecco perchè l’amministrazione comunale farebbe bene a muoversi da subito per non trovarsi come ogni anno in difficoltà. e, soprattutto, per non fare brutte figure. Finora la giunta Lapenna ha deciso di varare la tassa di soggiorno. avrà avuto le sue ragioni, l’hanno messa in molti in tutta Italia. L’importante, però, è che garantisca i giusti servizi per una città che qualche anno fa si candidava ad essere regina dell’abruzzo per l’offerta turistica e che oggi, invece, sembra far fatica ad inseguire anche la vicina San Salvo. dove, è bene ricordarlo, il verde pubblico è ben mantenuto, la spiaggia è pulita (lo scorso novembre, dopo la bufera di acqua, neve e vento l’arenile di San Salvo è stato pulito a tempo di record mentre a Vasto Marina, zona Sirenetta, sono rimasti per settimane intere taniche di plastica, gomme e tronchi di vecchi alberi) il piano spiaggia è stato adottato da tempo e tutto sembra funzionare a meraviglia. certo, San Salvo non ha le strutture di Vasto.

non ha il golfo lunato di Vasto. non ha il centro storico di Vasto. non ha la storia di Vasto. non è bella come Vasto. tutto questo è vero ma non si può certo negare che negli ultimi anni abbia fatto passi da gigante per avvicinarsi a Vasto. ecco perché l’amministrazione Lapenna si deve svegliare. Qualcosa aveva fatto nel corso del suo primo mandato quando la delega del turismo era stata assegnata all’allora vice sindaco nicola del prete, prima che fosse asfaltato dallo stesso Lapenna perché diventato troppo ingombrante. come ricorderete, stimolato dagli operatori e con l’entusiasmo di uno scolaretto al suo primo giorno di scuola, l’ex assessore si era dato da fare almeno per garantire l’ordinario: chioschi di informazione aperti fin da maggio, un decente cartellone delle manifestazioni presentato nei tempi giusti, il mese del brodetto che funzionava ed un Festival del cinema che era riuscito ad andare anche sul tg1. poi, il povero del prete si è incartato, è diventato ingombrante (addetto stampa del comune di San Salvo, consigliere del

consorzio Industriale, titolare di pizzeria, editore, giornalista). Il Sindaco Lapenna ha voluto tenersi la delega del turismo e i risultati, a dir poco disastrosi, sono sotto gli occhi di tutti. Lo scorso anno, a stagione iniziata da poco, la patata bollente è passata al vice sindaco Vincenzo Sputore, amministratore navigato e di esperienza. La speranza è che Sputore dia una scossa alla macchina amministrativa. La scorsa estate, pur spendendo tanto (lo dicono a palazzo di città), ha avuto l’attenuante dei tempi visto che ha avuto la delega solo a inizio di stagione. dia una svegliata ai dirigenti, alle posizioni organizzative. dia una scossa al Sindaco. gli faccia capire che Vasto non è gissi. che gli albergatori di Vasto pagano migliaia e migliaia di euro per Imu e tarsu, oltre a decine e decine di stipendi a giovani disoccupati per non avere servizi o per avere una pista ciclabile indecente. che i commercianti di Vasto hanno il diritto di operare in un centro storico vivo. che Vasto ha una sua storia. che Vasto non può morire.

www.ilnuovoonline.it Il Nuovo FEBBRAIO 2014.indd 5

4-02-2014 17:23:07


6

Attualità

IL NUOVO - Febbraio 2014 www.ilnuovoeditore.it

aRea ancoRa pRIVa dI IndIcazIonI

scAVi in PiAzzA rossetti, il monumento Al “rePerto ignoto” n

onoStante ripetute segnalazioni, tra cui quella di Francesco paolo Molino, dell’associazione culturale “castello”, che risale ormai ad oltre sei mesi fa, resta priva di qualunque genere di indicazione l’area dello scavo di piazza Rossetti che mostra – quando è bel tempo e il vetro di protezione non è coperto di condensa – un “pezzo di muro” (non altrimenti identificabile dai passanti) in un primo momento considerato di epoca romana, dell’antico anfiteatro sotto la piazza, che continuerebbe quindi a regalare pezzi di storia. Il reperto, infatti, è “spuntato fuori” durante i lavori di ripavimentazione dell’anello di piazza Rossetti, nel 2012, e – dopo una consistente attesa – è stato messo al riparo dall’ingiuria degli eventi atmosferici (non prima di un infelice allagamento che ha impegnato in un tempestivo “salvataggio” i volontari della protezione civile), ma resta tuttora un’incognita per i numerosi passanti e turisti che percorrono quotidianamente il centro cittadino. Il sistema studiato dai tecnici per salvaguardare e mettere in bella vista gli scavi di per sé non aiuta molto i curiosi che si fermano a guardarli, visto che spesso il pannello di vetro con cui sono coperti risulta appannato dalla condensa, ma anche nei giorni meteorologicamente più favorevo-

li non è agevole identificare l’oggetto degli scavi, considerata la totale assenza di indicazioni, invece presenti nei pressi di tutti i monumenti della città. d’altra parte il piano da dove si può ammirare lo scavo è rialzato e “non calpestabile” quindi sarebbe tutt’altro che complicato apporre una targa esplicativa o un cartello. non sarebbe necessario occupare nemme-

no tanto spazio: considerata la nuova passione del comune per le nuove tecnologie e i social network, basterebbe un’indicazione di massima di due righe, corredate da un discreto QR-code – leggibile ormai da qualunque smartphone o tablet – che rimandi ad una pagina web per i relativi approfondimenti. essendo un’operazione praticabi-

le anche dal comune in preda alla più profonda crisi di liquidità, potrebbe anche sorgere il dubbio che sia ancora tutta da decifrare la natura e l’età del ritrovamento, un’ipotesi fantasiosa, ma chissà…. Quale che sia il problema alla base, però, è chiaro che sarebbe il caso di affrontarlo in tempi stretti. n.l.

Calcestruzzi - Aggregati CE - Malte - Cemento FOGGIA - Via Ascoli km 0,700 - Tel. 0881.883100/01/02/04 - www.ramundo.it

www.ilnuovoonline.it Il Nuovo FEBBRAIO 2014.indd 6

4-02-2014 17:23:20


Politica

7 PiAzzA rossetti, sArAnno ABBAttuti i Pini monumentAli IL NUOVO - Febbraio 2014 www.ilnuovoeditore.it

L’aMMInIStRazIone coRRe aI RIpaRI con L’aRRIVo dI nuoVe pIante

a

ncoRa poche settimane di vita, forse, per i monumentali pini di piazza Rossetti. tra fine febbraio e marzo, infatti, con l’arrivo di nuove piante che arricchiranno, abbellendolo, il verde urbano di Vasto, potrebbe arrivare la scure su quegli alberi che, dalla statica compromessa e per diversi altri problemi, rischiano di mettere a rischio la pubblica incolumità. È già successo in passato e potrebbe succedere di nuovo. Inoltre, nelle prossime settimane dovrebbe essere necessario sopprime-

marina, invece, quelle più colpite dal punteruolo rosso, prosegue l’attività di monitoraggio disposta dall’assessore Marco Marra, che, grazie alla consulenza di una ditta specializzata, sta cercando l’antidoto giusto all’inesorabile azione del parassita killer delle piante. Le note liete? come già anticipato nei giorni scorsi, grazie ad una Legge Regionale, la 106 del ‘94 il corpo Forestale dello Stato ha concesso alla città 320 piante di varie specie: viburno tino, ligustro giapponese, cipresso comune, bosso, viburno lan-14:54 ann contakm rma vasto.ai 1 20/05/13

re, oltre quelli di piazza Rossetti, anche altri alberi, soprattutto pini, quelli che rischiano di cadere mettendo a rischio i passanti. più volte, in passato, grazie all’intervento dei vigili del fuoco e degli uomini della protezione civile, si è cercato di sfrondare i pini più compromessi per migliorarne la stabilità. Ma adesso tutto ciò sembra non essere più sufficiente e, nonostante i ripetuti appelli contrari di cittadini e ambientalisti, il taglio radicale pare a questo punto inevitabile. per le palme del centro e della

tana, tiglio comune, ciliegio, platano, pino domestico, magnolia e alloro. Le piante fornite saranno destinate a scuole, parchi, giardini pubblici e viali urbani, secondo un articolato programma che terminerà tra marzo ed i primi di aprile. Insomma, l’amministrazione comunale continua a lavorare per migliorare il verde pubblico cittadino anche se piazza Rossetti, senza i due pini, non sarà più quella di una volta. adesso la speranza è quella di salvare le palme di viale dalmazia.

LE SCALE DI NUOVA GENERAZIONE Scale a chiocciola, scale a giorno standard e su misura

C

M

Y

CM

MY

CY

CMY

K

Contachilometri Reale. E la polizza auto pesa meno. Guidi poco o per brevi spostamenti? Con Contachilometri Reale risparmi sulle spese di assicurazione e fai il pieno di vantaggi! CONTACHILOMETRI REALE VIAGGIA CON FULL BOX REALE. TECNOLOGIA AL SERVIZIO DELLA TUA SICUREZZA.

Uscita A14 Vasto nord CASALBORDINO (Ch) Tel./Fax 0873.918105 www.nidargreen.it nidargreen@virgilio.it

Dai una marcia in più al tuo risparmio con Contachilometri Reale.

SUBITO PER TE 1.000 KM IN OMAGGIO!

Da scalare da quelli dichiarati alla sottoscrizione.

Per scegliere Contachilometri Reale devi prima installare sulla tua auto Full Box Reale, la scatola nera che aggiunge sicurezza alla tua guida e ti riserva ulteriori sconti. AGENZIA DI VASTO Bolognese Agostino e Annalisa, Cristofano Maria Corso G. Mazzini, 31/a - 66054 Vasto (CH) Tel. 0873 362323 - Fax 0873 364528 Prima della sottoscrizione leggere il Fascicolo Informativo disponibile in Agenzia e sul sito www.realemutua.it

www.ilnuovoonline.it Il Nuovo FEBBRAIO 2014.indd 7

4-02-2014 17:23:32


Viaggio nei mestieri di una volta / 9

8

Politica

IL NUOVO - Febbraio 2014 www.ilnuovoeditore.it

giuseppe Molino, mugnaio di Vasto in pensione

A sAn sAlVo uno degli ultimi mulini d’ABruzzo “D

I recente, la mancanza di competitività e la crisi globale hanno determinato la chiusura di moltissimi mulini, tanto che in Abruzzo sono pochissimi quelli rimasti, per lo più nella zona di Teramo e San Salvo”. a dipingere questo fosco quadro di una delle attività primarie più affascinanti ed essenziali è giuseppe Molino, ex proprietario dell’ultimo mulino attivo a Vasto, uno dei tre storici che erano operanti nel territorio della città. Il mulino della sua famiglia era stato fondato dal nonno Giuseppe negli anni Quaranta per soddisfare le necessità dei vastesi i quali ritenevano fondamentale avere uno stabilimento di produzione della farina vicino alle abitazioni; così sarebbe stato più comodo procurarsi gli ingredienti utili per fare il pane, a quell’epoca alimento principale della loro dieta. giuseppe Molino, da fornaio qual era, pensò bene di “riqualificarsi” e di aprire un mulino nel rione croci, rimanendo sempre nello stesso campo del mestiere che amava. adottò il sistema di macinazione a cilindri, che era stato appena messo a punto, e che avrebbe soppiantato quello tradizionale a pietra. Il mulino andava bene, tanto che i suoi figli, Armando e Benito, continuarono l’attività e intorno al 1965 aprirono un altro mulino, più grande, nei pressi della contrada di Sant’antonio abate. anche Giuseppe Molino, figlio di armando e ultimo proprietario del mulino, scorrendogli nelle vene la passione per quest’attività, ha collaborato con il padre e lo zio per mantenere in vita il mestiere di famiglia. La loro bravura ha permesso di resistere alla prima grande crisi del settore, avvenuta intorno agli anni novanta. due le ragioni: la concorrenza delle farine importate dall’estero e l’interruzione della produzione domestica di pane. nonostante le difficoltà degli anni successivi, giuseppe Molino è riuscito a

Via Libero Grassi, 80 - SAN SALVO (CH) - Tel. 0873.342852 www.ecologicavaltrigno.it - info@ecologicavaltrigno.it

far sopravvivere la sua attività fino al 2003 circa, quando è stato costretto a chiudere, per effetto di una seconda crisi che tuttora attanaglia il settore. ora, continua a vivere la sua passione in privato, facendo il pane rigorosamente in casa, e spiega: “Nell’ambito della macinazione, l’unica produzione ad essere rimasta fiorente è quella dei mulini a grano duro, dai quali si ricava farina per la pasta, un prodotto made in Italy che è ancora ben tutelato ed esportato all’estero in grandi quantità. L’Abruzzo, però, è una regione che coltiva in prevalenza grano tenero per fare il pane, perciò i mulini rimasti si possono contare sulla punta delle dita”. tra i “sopravvissuti”, troviamo il mulino Valentini Bassi, ancora attivo nella zona industriale di San Salvo. La sua storia è molto antica e inizia intorno al 1910 con Giovanni Valentini Bassi, il quale lavorava all’interno di due mulini, uno a San Salvo, che era di sua proprietà, e l’altro, in gestione, a Lentella. Suo nipote, Venturino Valentini Bassi, cominciò a fare l’apprendista nel mulino da quando aveva tredici anni; una delle prime attività che svolgeva era vuotare i secchi pieni di grano nella macina. oggi, Venturino ha ot-

Professionisti dell’ecologia

tantuno anni ed è riuscito a continuare il mestiere insegnatogli dallo zio, diventando proprietario del mulino di famiglia e trasmettendo la sua passione al figlio gianni, che oggi è a capo dell’attività. “Sono nato nell’ambiente del mulino e per me è stato naturale raccogliere l’eredità di mio padre; fin da ragazzo sfruttavo ogni occasione di libertà dalla scuola e per venire qui a lavorare” - afferma Gianni Valentini Bassi. con orgoglio, mi mostra tutte le strutture del mulino che comprendono un moderno sistema di macinazione a cilindri e uno a pietra che è utilizzato solo per prodotti zoologici. “Anche se il sistema di produzione delle farine è moderno, non significa che sia inferiore per qualità, l’importante è che siano rispettati i processi di lavorazione e che la materia prima sia buona” spiega. e continua: “La fase di lavorazione iniziale è la pulitura che consiste nel condizionamento e nel successivo riposo del grano da 8 a 16 ore, poi il prodotto passa nei cilindri dove è macinato e setacciato, in modo tale da essere diviso per ottenere diversi risultati, come la semola e i graniti, o con una raffinazione ulteriore, la farina 0 e 00 per pane, dolci e pizza”. anche il vecchio mulino a pietra è talvolta in funzione e, durante la mia visita, a controllarne la produzione è il padre di gianni. È evidente che Venturino, il quale ha dedicato tutta la sua vita al mulino, non riesce proprio a “stare con le mani in mano”; gli uomini di fatica di una volta non hanno l’abitudine al riposo! Infatti, appena arrivano clienti, si attiva subito per la macinazione del grano. Il suo imperativo è sempre stato “cambia la legge, ma il mulino continua a macinare”. ciò gli ha permesso di superare tutte le difficoltà e andare avanti. ancora oggi, sembra essere proprio questo lo spirito che, trasmesso dal padre al figlio, mantiene in vita il mulino Valentini Bassi, nonostante i tempi siano cambiati e solo pochi continuino a sapere “che sapore ha il sapore del pane sfornato in casa”. Nausica Strever

Centro assistenza caldaie e climatizzatori Via genova Rulli, 42 - 66054 Vasto (ch) - tel. 0873.364696 - www.altieriservice.it

www.ilnuovoonline.it Il Nuovo FEBBRAIO 2014.indd 8

4-02-2014 17:23:42


Vasto. a colloquio con Anna Boleto, esempio di professionalità e dedizione

Una manager di successo al vertice dell’ipermercato “E. Leclerc” conad

A

nna Boleto è direttrice dell’ipermercato E. Leclerc Conad di Vasto, punto vendita presente sul nostro territorio dal 1996 con 3800 mq di area vendita e 125 dipendenti, dal lontano 2003, con una parentesi di due anni (2010-2011) nel corso dei quali ha assunto, a Campobasso, la direzione di un altro ipermercato del gruppo Conad Adriatico. Anna Boleto e i capi dei tre settori del punto vendita Antonia Falasca, Anna Mazzatenta e Attilio Celeste, formano un affiatato gruppo sempre in prima linea nella gestione dell’ipermercato. Nonostante la contrazione dei consumi, la determinazione e l’attenzione nel raggiungere i risultati positivi è sempre alta. Professionista poliedrica, manager di grandi capacità, la dott.ssa

Boleto ha risposto volentieri ad alcune nostre domande. Che significa per lei essere sempre in prima linea? “Ha più di una valenza. Significa innanzitutto esporsi in prima persona verso i clienti ai quali cerchiamo di dare ogni giorno il meglio di noi: sicuramente la promozione, che si rinnova ogni settimana, e la qualità dei prodotti freschi ad un prezzo competitivo, perchè la nostra vocazione, aldilà del format di piccolo ipermercato, è anche quella di negozio di prossimità, nel quale recarsi quotidianamente per effettuare gli acquisti indispensabili, cioè i prodotti freschi presenti sulla nostra tavola tutti i giorni. Poi, essere in prima linea significa guidare i comportamenti dei no-

stri collaboratori soprattutto attraverso l’esempio, da imprenditore che sa che la professionalità si trasferisce sì con la formazione e la tecnica, cosa per noi irrinunciabile, ma anche dimostrando alla squadra che i primi a dover avere un comportamento corretto sono i capi, che sono sempre presenti per fare, motivare, valorizzare le competenze e decidere”. A proposito di motivazione, come affrontate al vostro interno questi anni in cui il commercio ha subito un grosso colpo a causa della crisi? “è proprio adesso, cioè in un periodo in cui non sempre ad un’azione corrisponde il risultato sperato, che bisogna ritrovare la motivazione e sforzarsi di fare meglio di prima il proprio lavoro, cercando op-

Da sx. Antonia Falasca, capo settore servizi e controllo di gestione; Attilio Celeste, capo settore prodotti di grande consumo; Anna Boleto, direttore iper e presidente della società Pianeta srl; Anna Mazzatenta, capo settore freschi

Anna Boleto

portunità per distinguersi e tutelare il potere d’acquisto delle persone che fanno la spesa da noi, che ringraziamo per la fiducia che ci riservano. Le opportunità ci sono sempre, ed è anche questo il fascino del nostro lavoro; nei momenti difficili la necessità stimola l’ingegno, perciò noi dobbiamo ascoltare le necessità della clientela e produrre idee, mettendole in pratica con passione. Certo i numeri sono importanti e per qualsiasi azienda è imprescindibile l’equilibrio economico, perciò anche noi abbiamo dovuto mettere in atto piani d’azione per fronteggiare la crisi e mantenere i livelli occupazionali, come i contratti di solidarietà, alcune riorganizzazioni aziendali e procedure tese alla razionalizzazione dei costi, ma io credo, e spero di non essere troppo ottimista in questo, che i nostri collaboratori abbiamo compreso pienamente la necessità di ricorrere a tali interventi, e ne hanno dato dimostrazione di recente in una specifica situazione”. A quale situazione si riferisce? “Certo, penso che non ci sia nulla di male...quest’anno, per esigenze di carattere informatico ed amministrativo abbiamo dovuto programmare l’inventario fiscale il primo giorno dell’anno, per la prima volta dall’apertura. Quel giorno, dopo aver pranzato con le nostre famiglie e salutato i nostri figli... eravamo tutti presenti tra le corsie dell’ipermercato a fare il nostro dovere, di buonumore. Questo ci ha fatto molto piacere ed è stata una dimostrazione di responsabilità e di attaccamento all’azienda. Quel giorno abbiamo finito anche prima del previsto... lo vede che la motivazione è tutto?”. Alfonso Di Virgilio

www.ilnuovoonline.it Il Nuovo FEBBRAIO 2014.indd 9

4-02-2014 17:23:55


10

Politica

IL NUOVO - Febbraio 2014 www.ilnuovoeditore.it

Inaugurazione filiale Pescara (davanti i soci fondatori Sebastiano Acquarola a dx e Umberto Acquarola a sx.; dietro gli attuali soci della Vemit punto clima srl: da sx. Gianmarco Acquarola, Maurizio Acquarola, Alessandro Acquarola e Paolo Acquarola)

La storia di un’eccellenza vastese

Vemit, dA 40 Anni leAder nel settore degli idrotermosAnitAri È

nata nel 1974 dal sodalizio tra Sebastiano e umberto acquarola e pietro bevilacqua la società che in breve tempo sarebbe diventata leader nel settore degli idrotermosanitari, la Vemit snc, una realtà costruita giorno per giorno per diventare un’eccellenza vastese con una storia costellata di successi: nel 1977, la Vemit vince il premio “città di chieti” come azienda leader nel settore Its (idrotermosanitari); nel 1980 l’azienda si allarga, con l’apertura di una filiale a termoli per migliorare il supporto alla clientela già servita nell’area molisana e del gargano; nel 1986 la Vemit arriva a coprire un bacino d’utenza che comprende l’alto Sangro e la vallata del Sagro, Lanciano, chieti e la provincia pescarese con una filiale a piazzano d’atessa. nel 2001 nasce la Vemit punto clima, per una presenza più incisiva sul mercato, mentre nel 2003 l’azienda allarga anche i propri spazi di competenza, aprendosi alla commercializzazione di piastrelle, sanitari, rubinetterie e arredobagno, con uno showroom nel punto vendita di termoli. nel 2013, nonostante il perdurare della crisi economica e con molte aziende del settore costrette a chiudere, la Vemit conquista anche pescara città c0n una nuova filiale. L’impegno della famiglia acquarola, negli anni, si è esteso oltre al lavoro, anche al sociale e alla po-

Consiglio comunale (1° da sinistra seduto)

1986. Inaugurazione filiale di Piazzano d’Atessa litica: negli anni Settanta Sebastiano acquarola è stato infatti presidente dell’Incoronata calcio e fondatore del circolo bocciofilo città del Vasto, mentre dal 1983 al 1993 è stato consigliere comunale per la democrazia cristiana; nel 1993 è stato anche tra i soci fondatori del bocciodromo comunale città del Vasto, di cui è stato anche presidente.

1982. Premiazione Vincitore Trofeo Cimberio

2009. Premiazione Coni sez. provinciale Festa dello Sport (meriti sportivi) oggi la Vemit conta sulla professionalità e lo spirito imprenditoriale dei figli dei due fondatori, Sebastiano e umberto acquarola, ovvero alessandro e Maurizio (figli di Sebastiano) e gianmarco e paolo (figli di umberto). L’azienda dà lavoro a 22 dipendenti e tre agenti di commercio, nei quattro punti vendita di Vasto, termoli, atessa e pescara che mantengono la Vemit ai vertici del settore della distribuzione all’ingrosso e al dettaglio di materiale per il riscaldamento, climatizzazione, ceramiche, sanitari, con particolare attenzione all’ambiente. negli ultimi anni, infatti, la Vemit ha dato una forte propulsione alla sua attività verso il settore delle energie alternative, consigliando ai propri clienti le migliori soluzioni per impianti ad alta efficienza. Natalfrancesco Litterio

1977. Premio “Città di Chieti” riconoscimento per azienda leader nel settore ITS (Idro-termo sanitari)

www.ilnuovoonline.it Il Nuovo FEBBRAIO 2014.indd 10

4-02-2014 17:23:57


Cultura

IL NUOVO - Febbraio 2014 www.ilnuovoeditore.it

11

I gIochI eRotIcI deL Vate con taMaRa LaMpIcka

gabriele d’Annunzio invano cercò di sedurla n

on solo Vinca Sorge delfico si sottrasse alle seduzioni ammalianti di gabriele d’annunzio. c’è anche un’altra donna, la pittrice polacca Samara Lampicka, alle sue prime armi, desiderosa, di affermarsi entrando nel vorticoso mondo dell’aristocrazia, e farsi anche pubblicità. tamara era un’artista di grande sensualità e di sottile fascino personale e non parve vero a gabriele d’annunzio, che aveva compiuto 63 anni, di innamorarsi di questa giovane ventottenne, che non era bella, aveva il naso sporgente, un seno piatto, gli occhi infossati e le mascelle maschie. tamara Lampicka fu ospite di d’annunzio al Vittoriale nel settembre del 1926, con l’intento di ritrarlo e così assicurarsi notorietà. Il Vate già pregustava il piacere di questa nuova conquista. preliminarmente la pittrice riuscì a sottrarsi con diplomazia agli assalti del poeta che per lei aveva aperto un armadio pieno di gioielli e di tessuti pregiati, invitandola a prendere quello che voleva. Ma lei, maliziosamente, scelse un paio di calze di seta finissima che subito infilò nelle dritte gambe affusolate, suscitando nel Vate pensieri alquanto erotici. per il momento tutto qui, perché i due si dettero appuntamento l’anno dopo. Infatti, Samara ritorna al Vittoriale e vi rimane ospite per dieci giorni. era attesissima dal Vate che nella lettera di invito, indirizzata al n. 5 di Rue de Maupassant a parigi, scriveva in francese di attenderla e che lei gli facesse sapere, per telegramma, il giorno, l’ora, la stazione “affinché io possa inviare vettura. Stop. Vi prego di dirmi se volete la materna e paterna ospitalità nel

nascose molte delle sue vicende amorose

le tante “bugie” di tamara de lempicka T

bell’appartamento che voi conoscete. Gabriele”. Il soggiorno è tutto un inseguimento alla donna con giochi erotici e rare concessioni da parte della pittrice che gli consente solo “i suoi baci profondi” come narra lo stesso d’annunzio “in modo in cui si faceva baciare sotto le ascelle”. durante questo soggiorno gabriele d’annunzio era visto spesso con il volto tutto arrossato dal rossetto di Samara che veniva, nondimeno, ricoperta di gioielli e regali costosi, fino a 29 mila lire dell’epoca! Ma lei sfugge sempre, con sottile abilità, agli assalti del poeta, dichiarando che prima d’ora non aveva avuto amanti, non solo, ma rifiutava di annusare un pizzico di cocaina che il Vate le offriva, proprio per non cadere vittima delle assillanti schermaglie di gabriele. un gioco per nulla gradito da gabriele d’annunzio che, pensando ai soldi sborsati (il poeta dirà: “avrei fatto meglio a

AMARA De Lempicka, alle insistenti profferte amorose di Gabriele D’Annunzio, replicava che, prima di lui, non aveva avuto amanti. Invece, la pittrice ha nascosto di essere stata amante dell’ambasciatore svedese che, dopo la rivoluzione russa, l’aiutò a fuggire da San Pietroburgo, dove, a 18 anni, aveva sposato l’avvocato Tadeusz Lempickj. Inoltre, mentendo ancora a D’Annunzio, quando, nel 1928 il marito l’abbandona, Tamara diviene l’amante del Barone Kyffner che sposerà, dopo la morte del Vate, nel 1933.

darli a un povero”), apertamente riconosce che Samara è “una donna tutta testa che non fa che ragionare e non sente niente”. Finalmente il Vate comprende la sottile ragnatela tessuta dall’artista che definisce una “bestia” e, rincarando la dose afferma: “Lei non è altro che una perfetta cocotte, non una signora, ma una cocotte di alto bordo, s’intende. Se non fossi cortese, la farei mettere amabilmente alla porta dalla più infima delle mie serve, ma sarò galante fino in fondo e lo farò per rispetto di suo marito, di cui ho pietà, sapendo sotto che artigli si trova”. È lo stesso gabriele d’annunzio a tramandarci i particolari dell’ultimo assalto che egli sferrò nei confronti della donna per piegarla ai suoi voleri, nel racconto che fa alla giovane domestica che aveva fatto venire al Vit-

toriale da archacon, che il Vate chiama aélis, che fu anche sua amante fedele a lui fino alla morte con estrema dedizione. Scrive il poeta: “Allora, per cercare di convincerla, mi sono tolto il pigiama per mostrarle la bellezza del mio corpo, ma lei si è voltata dall’altra parte, dicendo che aveva orrore della pornografia. Allora le ho chiesto che intenzione avesse e lei, soltanto in mente di parlarmi del ritratto che desiderava farmi e mi ha detto che forse evitavo di farne cenno perché non conoscevo i suoi pezzi. Pensa, Aélis, venire a dire a me una cosa simile! Non ho potuto fare a meno di dirle: come, Signora? Lei parla così a Gabriele D’Annunzio. Ebbene, addio!” di contro Samara si vendicherà del Vate definendolo “un vecchio nano’ in uniforme”. Giuseppe Catania

dE CiNQuE

STUDIO CESARONI Tel. 0873.342994 - info@studiocesaroni.com

VASTO (CH) - Zona Ind.le Punta Penna Tel 0873/31081- Fax 0873/3108228 info@tmcvasto.com - amministrazione@tmcvasto.com

Linear House s.n.c.

Soluzioni per l’Edilizia Professionale

Via liquirizia, 1 SaN SalVO (Ch) Tel. 0873/547613 Fax 549367 www.de5.it

SISTEMI PIù A V A N Z AT I PER I M P E R M E A B I L I Z Z A Z I O N E E ISOLAMENTO TERMO-ACUSTICO

Via Sandro pertini - SaN SalVO - Tel. 0873.346258

Conseguimento patente A-B-C-D-E-AM / Corso recupero punti Rinnovo patenti in sede / Corsi di guida sicura / Pratiche auto / Bolli auto

www.ilnuovoonline.it Il Nuovo FEBBRAIO 2014.indd 11

4-02-2014 17:24:10


12

Attualità

IL NUOVO - Febbraio 2014 www.ilnuovoeditore.it

dal boom economico alla crisi internazionale, la storia di un’istituzione vastese

AutoscuolA trentino, in PistA dA oltre mezzo secolo

L

a storia dell’autoscuola trentino srl inizia alla fine degli anni cinquanta dall’iniziativa di colantonio trento, il quale ha avviato la propria attività su Vasto. da lì a poco sarebbe iniziato il “boom” con l’esponenziale crescita di domanda per quanto riguarda le automobili, con la contestuale necessità, da parte di un numero sempre più consistente di cittadini, di dotarsi di patente. così, l’attività avviata da colantonio trento conosce un imponente sviluppo, allargandosi anche ai comuni limitrofi, come San Salvo, gissi, casalbordino, Scerni ed altri comuni della zona; in questo quadro si inseriscono anche il figlio di trento, nicola colantonio (più conosciuto come Lino, a cui poi andarono le sedi di Vasto e San Salvo) e numerosi collaboratori, tra cui angelo daniele che collaborò all’interno dell’attività fino a metà degli anni Settanta, per poi rilevare la sede di gissi, cambiandogli nome in autoscuola La Strada. con il cambio generazionale alla guida delle attività, arrivano poi nuovi cambiamenti: Valerio, figlio di Lino, e Lorenzo, figlio di angelo, nel 2011 decidono di procedere con una fusione per arrivare alla società oggi attiva, la trentino srl che conta le tre sedi di Vasto, San Salvo e gissi.

a ricostruire la lunga e prosperosa storia dell’azienda, Lorenzo daniele, protagonista della fusione insieme a Valerio colantonio: “oltre all’attività di autoscuola – spiega Lorenzo daniele – curiamo anche quella dello studio di consulenza, ci occupiamo delle pratiche auto, e nella sede di Gissi abbiamo anche la delegazione Aci, attraverso cui la riscossione dei bolli. Con la nuova società abbiamo voluto aumentare i servizi, secondo gli attuali sviluppi legislativi, come nel caso della Cqc (Carta di Qualificazione del Conducente), per la quale abbiamo avviato i primi corsi a Vasto, così come siamo stati i primi a consegnare le nuove patenti”. L’autoscuola trentino è anche tra i fondatori del consorzio “La nuova guida”, un circuito nazionale a cui partecipano circa 200 autoscuole del territorio; uno dei meriti principali del consorzio quello di essere stato “il primo a sperimentare un metodo riconosciuto scientificamente rispetto alla trasmissione di conoscenze sulla guida. In precedenza, durante le lezioni di guida, non si seguivano format ben precisi, mentre il consorzio ha messo per la prima volta nero su bianco un metodo, riconosciuto a livello accademico; grazie a questo siamo anche riusciti a conseguire il marchio di qualità; probabilmente siamo

l’unica autoscuola sul territorio ad avere la certificazione Iso 9001”. a livello organizzativo l’autoscuola ha sempre tentato di seguire quelle che sono le esigenze degli iscritti: “I corsi sono quotidiani in tutt’e tre le sedi con lezioni di teoria e di guida; in considerazione dei cambiamenti sociali e delle mutate esigenze, soprattutto dei giovani, stiamo pensando di istituire dei corsi full time, o comunque che siano più compatibili con le esigenze dei nostri allievi”. Inevitabilmente, però, come ogni altra azienda, anche l’autoscuola trentino ha subito l’influenza delle congiunture economiche nazionali ed internazionali: “È innegabile che la crisi abbia toccato anche il nostro settore, quindi a livello quantitativo il lavoro non è certamente quello di una volta, ma sarebbe comunque fuori luogo fare un paragone tra le autoscuole Trentino degli anni Sessanta e le attuali: mi racconta mio padre e anche Lino che durante il boom della motorizzazione gli esami si svolgevano al cinema. oggi la situazione è certamente diversa, ma con la presenza sul territorio con le varie sedi, le nostre autoscuole rappresentano comunque un punto di riferimento”. Natalfrancesco Litterio

di Moscato Lucio & C. Sede e Stab.to: Zona Ind. All.te B SAN SALVO (Ch) - Tel. 0873/547511 - 0873.548312

Raccolta e trasporto, stoccaggio provvisorio di rifiuti tossici e nocivi limitatamente alle batterie al piombo esauste. Stoccaggio e trattamento dei rifiuti speciali non tossici e nocivi consistenti in residui metallici, apparecchiature e macchinari obsoleti, carcasse di veicoli a motore e loro parti

www.ilnuovoonline.it Il Nuovo FEBBRAIO 2014.indd 12

4-02-2014 17:24:13


Necrologi

IL NUOVO - Febbraio 2014 www.ilnuovoeditore.it

13

è scomparso nicola cArlesi

la morte di enrico tessitore

dopo una lunga malattia, è morto nicola carlesi. Medico psichiatra specializzato in criminologia clinica, era nato a pisa il 15 luglio 1950. eletto nel 1966 al parlamento nella lista di alleanza nazionale, nicola carlesi è stato componente della commissione affari Sociali e della commissione speciale per l’esame della relazione sul programma di riordino delle norme legislative e regolamentari. professionista preparato e scrupoloso, politico onesto, negli ultimi tempi nicola carlesi aveva tentato di riorganizzare la destra abruzzese. con Lui scompare un pezzo di

enrico tessitore, 79 anni, noto imprenditore nel settore dell’autotrasporto, insieme ai fratelli agostino e Raffaele, da gissi, nel dopoguerra, negli anni ‘60 titolare della concessionaria Fiat per l’abruzzo e Molise grazie alla profonda amicizia con la famiglia agnelli che ne riconobbe la seria professionalità e l’onestà intellettuale, per decenni è stato titolare del trasporto urbano di Vasto. nel 2009, per le sua onorata attività, la camera di commercio lo nominò “commerciante dell’anno”. È scomparso a Vasto tra la commozione ed il compianto di quanti ne hanno apprezzato la cordialità e la signorilità nei comportamenti. Lo piango-

storia vastese. alla consorte gioiatea, ai figli Francesco, piernicola, dorotry e teocrito, le espressioni più sincere del nostro cordoglio.

lutto maria concetta de FAzio profondo cordoglio ha suscitato e Vasto e nel vastese, la ferale notizia della dipartita della signora Maria concetta de Fazio, 87 anni, più nota tina, apprezzata e stimata edicolante. giunta a Vasto da Mesagne (brindisi) aveva sposato Vincenzo di Lanciano, pioniere della diffusione della stampa nel vastese, cui si deve anche di aver creato una stirpe di edicolanti in città, tra cui, appunto la sua sposa tina, titolare del chiosco di piazza Rossetti, la di lei sorella elena all’edicola di corso de parma, e la sorella dora a piazza Verdi. oggi a gestire la diffusione della stampa sono i figli adriana e antonio, le cugine Maria e Valeria. tina è stata una donna di profonda bontà d’anima che lascia retaggio di esemplare onestà, di dedizione alla famiglia ed al lavoro, con apprezzato affetto per tutti i familiari e di sincera amicizia con tut-

no la consorte signora Lucia Santoro, i figli nicola, carlo e Stefano, le nuore paola e Simona, i nipoti greta ed enrico, i cognati, i nipoti ed i parenti tutti. porgiamo le nostre sentite condoglianze.

si è spento giovanni QuAgliArellA giovanni Quagliarella, a 80 anni si è spento a Vasto fra il cordoglio della moglie Francesca, la figlia Roberta, i nipoti Sergio, gaetano e gianni, la sorella Maria ed il fratello aledeo, i cognati e i parenti tutti. un uomo di grande bontà d’animo, per molti anni al servizio dell’ospedale di Vasto quale autista dell’autoambulanza, apprezzato per la sua disponibilità ed onestà. ai congiunti giungano le nostre sentire condoglianze.

ti di cui, all’annunzio della sua scomparsa, ne danno testimonianza. ai figli, Licia, adriana, Maria antonietta, antonio; le sorelle, ada, elena, dora, con i loro congiunti; ai cognati giulia e peppino, ai nipoti tutti le più sentite condoglianze, con particolare doveroso affetto dai giornalisti dell’associazione vastese della stampa.

S.S. 16 Nord Km 509 - 66054 Vasto (CH) - Tel. 0873.37111 info@icamcommerciale.com - www.icamcommerciale.com

azienda certificata Soa e ISo 9001

La Media Edil dalla sua nascita può vantare di aver realizzato 650 cantieri!

Via tobruk, 9 - VaSto (ch) - tel. 0873.368454 - cell. 347.7581992 www.mediaedilvasto.com - info@mediaedil.com - luigisalvatorelli@virgilio.it

Via Leone Magno, 5 - San SaLVo (Ch) - TeL. 0873.54283 - Fax 0873.547994 iMpianTo: C.da praTo - TeL. 0873.341571 www.marinelliumberto.it - e-mail: info@marinelliumberto.it

www.ilnuovoonline.it Il Nuovo FEBBRAIO 2014.indd 13

4-02-2014 17:24:15


Lutti

IL NUOVO O R O V LA CERCaSi impiEgaTO uFFiCiO aCQuiSTi richiesta esperienza nella posizione maturata in azienda del settore metalmeccanico. necessitĂ immediata. disponibilitĂ  full time. zona di lavoro: Vasto generazione vincente - Agenzia per il lavoro - c.so mazzini, 167 - Vasto - tel.0873.380484 ASFALTI TRIGNO

S.r.l.

Produzione fertilizzanti

via donizetti, 10 vasto marIna (Ch) tel. e Fax 0873.803326 Cell. 335.7779507 www.asfaltitrigno.it

Porto di Vasto (Ch) - Tel. 08733121- Fax 0873312222

Impresa edIle stradale - ConglomeratI bItumInosI movImento terra - demolIzIonI

www.ilnuovoonline.it Il Nuovo FEBBRAIO 2014.indd 14

4-02-2014 17:24:17


Lavoro

IL NUOVO - Febbraio 2014 www.ilnuovoeditore.it

offerte di lavoro Viva Team seleziona per l’ estate 2014 oltre 500 ragazzi, esperti o alla prima esperienza, in tutti i ruoli (animatori sportivi, istruttori tennis, contatto, coreografe e ballerine, fitness, miniclub, musicisti, tecnici dj) Per partecipare alle selezioni invia curriculum e foto a risorseumane@vivateamanimation.com o compila il form lavora con noi sul sito www.vivateamanimation.com. I colloqui si terranno in molte città italiane e via Skype per le località non raggiunte direttamente dalle selezioni. Destinazioni italiane ed estere. Lavoro in pub offresi a 2 ragazze per bar inizialmente fine settimana. Si richiede bella presenza 3381341376. Orario di lavoro dalle 23.30. PETER PAN ANIMAZIONE, leader dell’Animazione Turistica, seleziona ANIMATORI/ANIMATRICI per stagione 2014 destinazione: Resort, Villaggi Turistici, Residence Club, Hotel in Italia e all’estero. REQUISITI: maggiore età; predisposizione ai rapporti umani e al lavoro di squadra; disponibilità agli spostamenti; possedere carta d’identità valida per l’espatrio per le destinazioni all’interno dei paesi della CEE e passaporto per paesi extra CEE. Costituiscono titolo preferenziale la conoscenza delle lingue ed eventuali esperienze formative o hobbies. Possibilità di inquadramento annuale (con continuità fra la stagione INVERNALE e quella ESTIVA). PROFILI RICERCATI: Area Tecnica: capo equipe, capo animazione, coreografo, scenografo, tecnico suono luce, dj, costumista, musicista di pianobar, cantante, cabarettista, commessa, tecnico video. Area Sportiva: capo sport, responsabile sport di mare, istruttore di vela, wind-surf, canoa, nuoto, tennis, tiro con l’arco, golf, fitness, arti marziali, accompagnatore sci. Area Club: baby club, mini club, junior club, teen club. INFO: www.peterpananimazione.it - Facebook: www.facebook. com/Peterpananimazione.it Si ricercano ragazzi/e dai 16 ai 30 anni con o anche senza esperienza, è gradita la conoscenza di lingue straniere. Figure ricercate: animatori prima esperienza, animatori miniclub, ballerini, coreografi, scenografi, DJ, Vocalist ,capi animazione, responsabili sportivi, responsabili fitness, hostess, istruttori vela, istruttori canoa, animatori di contatto e bagnini. Questo stage sarà uno dei più importanti a livello nazionale. Lo stage di selezione e formazione, organizzato da FIRST ANIMAZIONE è realizzato da un team di professionisti nel settore dell’animazione turistica e dell’intrattenimento. PARTENZE

Via Osca, 94 - Porto di Vasto VASTO (Ch) www.motosprintvasto.com

INVERNALI ED ESTIVE PER I PIU’ PRESTIGIOSI VILLAGGI E HOTELS. Lo stage si svolgerà a Rimini in data 14-1516 Febbraio 2014, contattateci per maggiori informazioni e per richiedere la partecipazione. STAGE A NUMERO CHIUSO. Numeri di telefono: +39 0541 341587 UFFICIO - +39 3274255479 Contatto diretto (Ricky) - INVIARE CV CON FOTO PER CANDIDARSI. Centro Studi, ricerca con urgenza docente qualificato per l’insegnamento di archittetura. Si necessita per una collaborazione di lavoro in zona Chieti. Si richiede pregressa esperienza nell’insegnamento. Inviare CV a cvdocenti@hotmail.it e con riferimento chieti/architettura indicando la propria disponibilità di giorni e orari, una breve presentazione e il possesso o meno di partita iva. La yOU AND LONDON è una agenzia leader che offre la possibilità a giovani cittadini italiani età compresa tra i 18 e i 30 anni, di fare la propria esperienza a londra: per lavoro o semplicemente per imparare l’inglese. La nostra agenzia infatti, offre pacchetti di alloggio e servizio lavoro oppure la formula package che include anche i corsi di inglese. tramite il nostro ufficio di collocamento, i giovani hanno colloqui in base al loro profilo in campo ristorativo-alberghiero. i colloqui sono giornalie-

ri fino a quando non si è assunti. trovare lavoro a londra in questo modo è facile e le tempistiche di assunzione nella massa sono di una settimana 10 giorni. I nostri alloggi sono residence per ragazzi, sono camere in condivisione con cucina in comune e i corsi di inglese per chi li sceglie si svolgono nei residence stessi. Visita il nostro sito www.youandlondon.com, nella pagina contatti puoi accedere direttamente nel nostro facebook e guardare le foto della tipologia dei nostri alloggi. Per informazioni chiamaci pure al 3495454184. During Spa, agenzia per il lavoro , seleziona per azienda cliente un manovale per attività di supporto nell’ installazione di pannelli fotovoltaici. Zona di lavoro: Gissi (CH). Orario: full time. Contratto: 15 gg + 15 gg. Inviare la propria candidatura a roma@during.it. Centro Studi, ricerca con urgenza docente qualificato per l’insegnamento della Geotecnica. Si necessita per una collaborazione di lavoro in zona Chieti e Provincia. Si richiede pregressa esperienza nell’insegnamento. Inviare CV a cvdocenti.unigroup@gmail. com e indicando nell’oggetto rif. Geotecnica Chieti indicando la propria disponibilità di giorni e orari, una breve presentazione e il possesso o meno di partita iva.

Via Incoronata, 57 - VASTO (Ch) - Tel. 0873.378386 - Fax 0873.391195

15

pROViNCia di ChiETi

CENTRi pER l’impiEgO CHIETI - Via Arniense, 208 - Tel. 0871.346863 CHIETI - Via Spezioli, 42 - Tel. 0871.403704 e-mail: chieti@centrimpiegoch.it LANCIANO - Via Ovidio, 58 - Tel. 0872.43879 ORTONA - Via Masci, 4 - Tel. 085.9061310 e-mail: ortona@centrimpiego.it VASTO - Via Maddalena, 61 - Tel. 0873.367704 e-mail: vasto@centrimpiego.it

gENERaziONE ViNCENTE Agenzia per il lavoro C.so Mazzini, 167 - Vasto Tel.0873.380484 Perr azienda cliente del settore metalmeccanico si ricerca programmatore di macchine utensili. Conoscenza disegno meccanico. Zona di lavoro: Vasto. Si ricerca fresatore con esperienza nella programmazione di macchine a controllo numerico. Possibile inserimento definitivo alla fine del contratto di somministrazione. Conoscenza linguaggio Fanuc. Zona di lavoro: San Salvo. Cercansi 2 manutentori meccanici. I candidati ricercati hanno maturato almeno due anni di esperienza nel settore. Richiesta conoscenza del disegno meccanico. Disponibilità immediata. Zona di lavoro: Vasto.

ReAliZZAZione Di PRototiPi e AttReZZiStiCA Di oGni GeneRe PeR l’inDuStRiA CoStRuZione e MontAGGio iMPiAnti inDuStRiAli

zATI SPECIALIzIO L g IN TA AD ACquA

Realizziamo lavorazioni con: • Taglio WATER JET a C.N. su materiali L’ACquA policarbonati, aisi e POTENTE vetrosi • Taglio PLASMA a C.N. VELOCE su materiali metallici PRECISA Via Piana Sant’Angelo, 51 - SAN SALVO (Ch) - Tel. 0873.342983 Fax 069.1594145 - Richiedi un preventivo a info@omateknosrl.it

www.ilnuovoonline.it Il Nuovo FEBBRAIO 2014.indd 15

4-02-2014 17:24:21


à t t i C a u t a l l u s o t t u t e r e Per sap

• AttuAlità • CronACA • Curiosità

• Auguri • CulturA • EConomiA

• lAvoro • PolitiCA • sPort

• musiCA • rubriChE iA

• tECnolog

udente 7 P . V . L a z z ia P STo A V : E n Io line.it z n A o o v REd o u n il @ 181 - info 7 6 3 . 3 7 8 0 l. Te ilnuovoonline

IL NUOVO

IL NUOVO Periodico d’informazione

Il Nuovo FEBBRAIO 2014.indd 16

4-02-2014 17:24:23

Febbraio 2014  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you