Page 1

AL.SI.P.PE ALLEANZA SINDACALE POLIZIA PENITENZIARIA

NUMERO

3009

DI

LUNEDI

18 MARZO

2019

Problematiche Corpo Polizia Penitenziarianota al Ministro della Giustizia Bonafede

TELEFONO 3931383562

A

CURA

EMAIL

SEGRETERIAGENERALE@ALSIPPE.IT

DELLA SEGRETERIA GENERALE

Caos carceri i sindacati “Lunedì 25 fuori dal Regione”

SITO INTERNET

AD USO INTERNO

in Campania, annunciano: marzo sit-in Prap della

WWW.ALSIPPE.IT

AFFILIATI O.S.A.P.P

APERTO AL CONTRIBUTO

DI

TUTTI

La Direzione Della Casa Circondariale Santa Maria Maggiore Di Venezia Riscontra Le Note Alsippe

Note n. 1/2018 del 19.10.2018 e n.4l20I8 del 10.12.2018, dopo il sollecito la Direzione della Casa Circondariale Santa Maria Maggiore di Venezia riscontra le note Alsippe Clicca il link per leggere la nota della Direzione Le segreterie regionali della Campania OSAPP-UIL-SINAPPe-CISLUSPP-CNPP annunciano Sit-in di protesta fuori al PRAP della Campania previsto per il giorno 25 marzo a partire dalle ore 10. I sindacati della polizia penitenziaria manifesteranno pubblicamente contro il collasso del sistema penitenziario e l’abbandono totale degli uomini e delle donne della Polizia Penitenziaria. Denunceranno la carenza organica cronica nelle strutture penitenziarie della Campania in particolare quella di Poggioreale, Santa Maria C.V. Ariano Irpino, Salerno, Secondigliano, Benevento, e lo stato in cui versano i nuclei traduzioni, automezzi, strumenti, il mancato pagamento delle missioni, i tagli operati dello straordinario, il sovraffollamento e i carichi eccessivo lavoro. Segreteria Generale

Venezia nota n. 5565Scarica

Segreteria Generale

Polizia Penitenziaria Operazione Antidroga Carcere Minorile di Nisida

E ancora, la sicurezza sui luoghi di lavoro e la dignità del Corpo. “Si auspica una massiccia partecipazione liberi dal servizio per far sentire la nostra voce fino a Roma” annunciano nel comunicato congiunto le sigle sindacali.(Irpinia News)

---------------------------------------------------------------------------------- www.alsippe.it---------------------------------------------------------------------------------------------

--- -----------------------------------------------ALLEANZA

SINDACALE POLIZIA PENITENZIARIA-------------------------------------------


Imponente attività di polizia giudiziaria coordinata dal Comandante dei Baschi Azzurri di Nisida porta all’arresto del padre di un detenuto minorenne che ha tentato di passare droga proprio al figlio minore. Per l’uomo si sono aperte le porte del carcere di Napoli. Molti gli Uomini della Polizia Penitenziaria impegnati nelle attività che, oltre all’arresto dell’uomo, hanno preceduto all’accertamento di molteplici infrazioni al CdS con l’erogazione di sanzioni amministrative pecuniarie e sequestri di veicoli. Gli Ufficiali di Polizia Giudiziaria del Reparto dei Baschi Azzurri di Nisida sono stati coadiuvati dal Servizio Stradale del Nucleo Operativo di Secondigliano e dal Nucleo Regionale Cinofili Campania. Vivo apprezzamento viene espresso per i risultati dell’operazione e per quelli che quotidianamente tutti i Reparti di Polizia Penitenziaria della Campania stanno compiendo. Un apprezzamento particolare al Nucleo Regionale Cinofili della Campania – Distaccamento di Avellino e Benevento perché grazie alla professionalità del personale specializzato ed alle abilità tecniche dei cani antidroga Axel, Umea, King, Zolly, Cesare, Igor, Buk e Barry, il Servizio Cinofili risulta essere un supporto essenziale al contrasto dello spaccio di stupefacenti.

Introduce droga in carcere dopo il colloquio, denunciato dalla Polizia penitenziaria

Introduce droga in carcere dopo il colloquio, denunciato Aveva ricevuto la visita della sorella e della madre in carcere F.N, detenuto nella casa circondariale di Prato, ma il comportamento delle due donne ha destato sospetti nel personale di Polizia Penitenziaria addetto ai colloqui che ha ritenuto opportune attente verifiche. I sospetti si sono rivelati fondati:il controllo dell’uomo al termine del colloquio ha portato al rinvenimento di quattro involucri, tre dei quali risultati contenenti hashish e il quarto cocaina. Ulteriori accertamenti sono stati effettuati nella stanza di pernottamento di F.N. che è stato denunciato ala Procura della Repubblica e sottoposto a isolamento pracauzionale.(gNews)

Iniziative Volte Allo Scorrimento Della Graduatoria Relativa Al Concorso Pubblico A Complessivi 300 Posti Di Allievo Agente Del Corpo Di Polizia Penitenziaria Maschile Bandito Nell’anno 2015 –

Camera Dei Deputati Seduta n. 133 di martedì 26 febbraio 2019 Iniziative volte allo scorrimento della graduatoria relativa al concorso pubblico a complessivi 300 posti di allievo agente del corpo di polizia penitenziaria maschile bandito nell’anno 2015 – La risposta del Sottosegretario di Stato alla Giustizia, Vittorio Ferraresi, in merito all’interrogazione parlamentare su concorso Polizia Penitenziaria PRESIDENTE. Il sottosegretario di Stato per la giustizia, Vittorio Ferraresi, ha facoltà di rispondere all’interrogazione Silvestroni n. 3-00112 (Vedi l’allegato A). VITTORIO FERRARESI, Sottosegretario di Stato per la Giustizia. Grazie, Presidente. Con l’atto di sindacato ispettivo in epigrafe, l’onorevole interrogante, richiamato il grave tasso di scopertura dell’organico della polizia penitenziaria, stimabile in circa 8 mila unità, e l’approvazione della graduatoria di concorso pubblico per titoli ed esami a complessivi 300 posti, elevati a 424, di allievo agente del Corpo di polizia penitenziaria, indetto con PDG 19 giugno 2015, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, IV Serie speciale, n. 57 del 28 luglio 2015, a seguito della quale sono stati dichiarati vincitori i candidati collocatisi dal posto n. 1 al posto n. 424 della graduatoria medesima, chiede di sapere se il Ministro interrogato sia a conoscenza dei fatti e se ritenga o meno indispensabile adottare con urgenza iniziative che autorizzino l’assunzione degli allievi agenti di polizia penitenziaria vincitori delle procedure concorsuali per scorrimento delle graduatorie. Occorre preliminarmente prendere le mosse da un duplice ordine di premesse.In primo luogo, stante la riduzione complessiva degli organici operata dalla legge 7 agosto 2015, n. 124, cosiddetta legge Madia, e rivista dal decreto legislativo n. 95 del 2017, che aveva rimodulato la dotazione organica complessiva del Corpo, passata da 44.610

unità a 41.202 unità, deve darsi atto che la vacanza del Corpo di polizia penitenziaria, pur essendo significativa, non è di 8 mila unità, bensì di circa 4 mila unità, tanto a rettifica del dato menzionato nell’interrogazione; forse si faceva riferimento ad una carenza del dato globale pre legge Madia. In secondo luogo, rispetto al ruolo di agenti e assistenti, a cui fa riferimento la procedura concorsuale oggetto dell’interrogazione in disamina, allo stato, si riscontra un esubero di 373 unità. In altre parole, le qualifiche a cui si riferiscono le criticità di scopertura differiscono da quella cui si riferisce il concorso richiamato nell’atto di sindacato ispettivo, per la quale, invece, si rileva un esubero che, come tale, non legittima l’adozione di iniziative di tipo legislativo necessarie per procedere ad assunzioni straordinarie mediante scorrimento della graduatoria. Tanto premesso, però, il potenziamento degli organici della polizia penitenziaria rientra tra le priorità dell’agenda politica di questo Dicastero, nella piena consapevolezza della rilevanza che tale obiettivo riveste nella duplice direzione di garantire maggiore efficienza del circuito penitenziario e standard più elevati di sicurezza all’interno delle carceri, anche a tutela di coloro che vi lavorano quotidianamente.Con la legge di bilancio per il 2019, quindi, al fine di incrementare l’efficienza degli istituti penitenziari, nonché per le indifferibili necessità di prevenzione e contrasto della diffusione dell’ideologia di matrice terroristica in ambito carcerario, è stata pianificata l’assunzione di 1.300 unità del Corpo di polizia penitenziaria nell’anno 2019 (la legge dice a decorrere da marzo; quindi a decorrere da marzo, mediante scorrimento delle graduatorie vigenti, tra cui in via prioritaria quella citata proprio dall’interrogante, che peraltro vede elevati i posti dagli originari 300 a 424) e di 577 unità nel periodo 2020-2023, con uno stanziamento di maggiori risorse per 71,5 milioni di euro per il triennio 20192021. Inoltre, oltre a questo investimento, che partirà da marzo, per le assunzioni in Polizia penitenziaria, quindi con lo scorrimento, è prevista l’immissione in ruolo di 977 allievi vice ispettori, al termine del relativo corso di formazione in itinere, presumibilmente previsto sempre per il mese di marzo.Quindi, nella medesima direzione, oltre all’espletamento di quattro concorsi pubblici per allievo agente per complessivi 1.438 posti, con assunzione dei vincitori nei mesi di novembre e dicembre 2018, si iscrive la selezione con concorso interno di 977 unità di personale avviate al corso di formazione per la nomina alla qualifica di vice ispettore del Corpo, la cui conclusione è prevista nel mese di marzo 2019, ed il concorso straordinario per titoli a 2.851 posti di vice sovrintendente del Corpo di polizia penitenziaria.In questo quadro, sfruttando la circostanza che l’amministrazione è autorizzata ad assumere agenti anche in soprannumero, purché nei limiti delle vacanze presenti negli altri ruoli e che, come evidenziato,

---------------------------------------------------------------------------------- www.alsippe.it-----------------------------------------------------------------------------------------------

----------------------------------------------- ALLEANZA SINDACALE POLIZIA PENITENZIARIA -------------------------------------------


l’attuale sovrannumero sarà riassorbito con la nomina dei 2.851 vice sovrintendenti e 976 vice ispettori, si provvederà alla rimodulazione organica del ruolo degli agenti assistenti, con decreto del Ministro della giustizia di concerto con il Ministro dell’Economia e delle finanze, per garantire la copertura di tutti i ruoli che attualmente presentano carenze, assicurando l’invarianza di spesa. PRESIDENTE. Il deputato Marco Silvestroni ha facoltà di dichiarare se sia soddisfatto per la risposta alla sua interrogazione. MARCO SILVESTRONI (FDI). Grazie, Presidente e grazie al sottosegretario Ferraresi per la risposta. Sottosegretario, dopo le ripetute interrogazioni che ho presentato proprio su questa gravissima situazione in cui versano gli agenti di polizia penitenziaria all’interno delle carceri, prendo atto che finalmente il Governo prende atto a sua volta che la sicurezza degli agenti viene prima della sicurezza dei detenuti. Ma saremo chiaramente soddisfatti quando la polizia in senso generale, ma soprattutto la polizia penitenziaria sarà in grado di lavorare in sicurezza e sarà dotata di strumenti in grado di poter proteggere la propria sicurezza. Noi di Fratelli d’Italia saremo soddisfatti quando si effettuerà una vera decongestione delle strutture penitenziarie e i tanti detenuti extracomunitari potranno scontare la loro pena nel loro Paese, visto che, come sappiamo, in Italia un detenuto su tre è straniero. Comunque, nel ringraziarla ancora, sottosegretario, credo che, quando non è un partito politico a deludere i cittadini, e non è questo chiaramente il caso, dobbiamo preoccuparci che non sia lo Stato a deludere i cittadini, perché in questo caso le istituzioni difficilmente potranno recuperare la loro credibilità. Quindi, occorre farsi carico che, dietro a questo concorso pubblico, ci sono tanti ragazzi e ragazze, ci sono famiglie e tante aspettative. Loro, chiaramente, hanno fatto la loro parte, ora il Governo, come lei prima ha appena raccontato, farà la sua parte a partire dal 2019. Su queste procedure concorsuali del 2015, della polizia penitenziaria, ricordo sempre – e quindi le do atto di aver preso conoscenza e aver voluto, comunque, intervenire – che vi sono 300 ragazzi appesi chiaramente a una speranza e come istituzioni avete il dovere di non deluderli perché chiaramente hanno già passato tre anni dell’incertezza più totale.

Concorso per 754 allievi agenti del Corpo di Polizia Penitenziaria

Ora è ufficiale: ecco il concorso per 754 agenti di Polizia Penitenziaria E’ sulla Gazzetta Ufficiale di oggi il bando di concorso per 754 allievi agenti del Corpo di Polizia Penitenziaria. La selezione s’inserisce nello sforzo di potenziamento della dotazione di personale della Polizia Penitenziaria portato avanti dal ministero. Dei posti previsti dal bando, 452 (340 uomini, 112 donne) sono riservati per i volontari in ferma prefissata di un anno o quadriennale (VFP1 e VFP4). I restanti 302 posti (226 uomini, 76 donne) sono aperti a tutti quelli in possesso dei requisiti richiesti: cittadinanza italiana; godimento dei diritti civili e politici; età compresa tra 18 anni e 28 anni (non ancora compiuti); idoneità fisica, psichica e attitudinale al servizio di Polizia Penitenziaria. La domanda di partecipazione al concorso deve essere redatta e inviata esclusivamente con modalità telematiche compilando l’apposito modulo. Le domande possono essere inoltrate da domani, 6 marzo, fino al 4 aprile 2019. La data e il luogo di svolgimento della prova scritta saranno pubblicati sul sito ufficiale del Ministero della Giustizia a partire dal 20 maggio 2019. Il concorso si struttura su vari step di selezione. L’esame consiste in una prova scritta, vertente su una serie di domande a risposta sintetica o a scelta multipla, relative ad argomenti di cultura generale e a materie oggetto dei programmi della scuola dell’obbligo. Dopo aver superato la prova d’esame, i candidati dovranno sottoporsi alla visita medica per l’accertamento dell’idoneità psico-fisica. I candidati risultati idonei agli accertamenti psico-fisici saranno sottoposti alle prove attitudinali. La Commissione esaminatrice, infine, redige per i soli aspiranti idonei alla prova scritta, che hanno superato le prove psicofisiche e attitudinali, le graduatorie di merito, suddivise per contingente maschile e femminile, per ciascuno dei concorsi banditi. Allievo agente polizia penitenziaria - 11 febbraio 2019 - Concorso per 754 posti ruoli maschile e femminile - Scheda di sintesi ►Avviso 5 marzo 2019 Pubblicato il Bando di concorso indetto con d.d. 11 febbraio 2019 La domanda di partecipazione va redatta ed inviata esclusivamente con modalità telematiche. Qualora negli ultimi tre giorni lavorativi di presentazione delle domande di partecipazione, venisse comunicata l’indisponibilità del sistema informatico, i candidati, nei termini di cui al primo comma dell'art 5, potranno inviare la domanda, come da schema di domanda allegato al bando di concorso, tramite raccomandata con avviso di ricevimento, al Ministero della Giustizia Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria - Direzione generale del

personale e delle risorse – Ufficio VI Concorsi, polizia penitenziaria - Largo Luigi Daga, n. 2 - 00164 Roma. Le domande possono essere inoltrate dal 6 marzo 2019 al 4 aprile 2019. ►REGISTRAZIONE (disponibile dal 6 marzo 2019) ►DOMANDA (disponibile marzo 2019) ►GUIDA 934 Kb)

alla

dal

6

compilazione (pdf,

Segreteria Generale

Aldo Montano, l’intramontabile: argento a 40 anni in Coppa del Mondo

E’ tornato a imporsi un autentico monumento del nostro sport: dopo tre anni Aldo Montanotorna sul podio individuale di Coppa del Mondo e prende l’argento nel Trofeo Luxardo, il prestigioso appuntamento della sciabola internazionale disputato alla Kioene Arene di Padova. Tante volte piazzato, per l’olimpionico livornese il podio restava stregato: colpa anche dei tanti infortuni sofferti da un campione che, a quarant’anni suonati, non accenna a risparmiarsi offrendo il suo contributo anche al quartetto che tanti successi ha accumulato nelle prove a squadre. Anche stavolta la sfortuna ci ha messo lo zampino: nella vittoriosa semifinale con il tedesco Max Hartung (tre volte sul podio nelle ultime edizioni degli Europei, oro-argentobronzo) il fuoriclasse delle Fiamme Azzurre ha accusato il purtroppo consueto stiramento all’adduttore, ma poi non ha voluto rinunciare a misurarsi anche in finale nel derby con il compagno di squadra Luca Curatoli (perso per 1315, lottando fino all’ultima stoccata).

---------------------------------------------------------------------------------- www.alsippe.it-----------------------------------------------------------------------------------------------

----------------------------------------------- ALLEANZA SINDACALE POLIZIA PENITENZIARIA -------------------------------------------


Liquidazione delle pensioni: nuova procedura per il personale del Comparto difesa, sicurezza e soccorso pubblico

Con riferimento al personale del comparto dell’Esercito, Marina, Aeronautica, Guardia di Finanza e Polizia Penitenziaria, è previsto l’utilizzo della nuova procedura per la liquidazione dei trattamenti pensionistici del personale che cesserà dal servizio con decorrenza 1° aprile 2019. A comunicarlo l’INPS con la circolare n. 26 del 13 febbraio 2019 con cui l’Istituto chiarisce altresì che, al fine di garantire l’erogazione della pensione alla decorrenza prestabilita, anche per il personale del Comparto difesa, sicurezza e soccorso pubblico, la domanda di pensione dovrà essere presentata, in modalità esclusivamente telematica, almeno sei mesi prima della cessazione dal servizio.Con la circolare n. 26 del 13 febbraio 2019, l’INPS comunica che con riferimento al personale del comparto dell’Esercito, Marina, Aeronautica, Guardia di Finanza e Polizia Penitenziaria, è previsto l’utilizzo della nuova procedura per la liquidazione dei trattamenti pensionistici del personale che cesserà dal servizio con decorrenza 1° aprile 2019. Pertanto, a decorrere dalla predetta data, anche per il suddetto personale la liquidazione dei trattamenti pensionistici avverrà sulla base delle informazioni contenute nel conto assicurativo dell’iscritto, superando definitivamente l’utilizzo del modello PA04.Presentazione della domanda di pensioneAl fine di garantire l’erogazione della pensione alla decorrenza prestabilita, anche per il personale del Comparto difesa, sicurezza e soccorso pubblico, la domanda di pensione dovrà essere presentata, in modalità esclusivamente telematica, almeno sei mesi prima della cessazione dal servizio.Per l’applicazione dei benefici in sede di pensione quali le maggiorazioni di status, sarà necessario riportare le relative richieste nella domanda.Liquidazione del trattamento di pensioneLa competenza alla liquidazione del primo pagamento delle pensioni è attribuita alla Struttura territoriale dove è

ubicata l’ultima sede di lavoro del pensionando, con esclusione dell’Arma dei Carabinieri per i quali dal 1° ottobre 2017 è attivo il Polo nazionale di Chieti.La lavorazione della pensione, previa verifica della presentazione della relativa domanda, verrà effettuata esclusivamente sulla base degli elementi presenti nella posizione assicurativa, eventualmente completata ed integrata.Il trattamento pensionistico sarà considerato provvisorio e a tal fine, in attesa dell’aggiornamento delle procedure, l’operatore della Struttura territoriale competente avrà cura di inserire nel provvedimento di conferimento della pensione la seguente annotazione: “La pensione viene liquidata in via provvisoria”.La successiva trasmissione dei flussi Uniemens–ListaPosPa, relativi agli anticipi DMA effettuati, anche con riferimento ad eventuali ricostruzioni di carriera effettuate dal datore di lavoro successivamente alla cessazione dal servizio, permetterà alla Struttura di riliquidare il provvedimento in modalità definitiva.

Circolari ministeriali e note D.A.P. febbraio 2019

Vai sul sito www.alsippe.it per leggere le ministeriale

Segreteria Generale

Convenzioni nazionali e regionali per gli iscritti Alsippe

La Segreteria Generale in collaborazione con i rappresentanti regionali provinciali e locali presenti sul territorio ha stipulato una serie di convenzioni per gli iscritti Alsippe e i propri familiari , per usufruire di servizi con sconti particolari. Per usufruire dei predetti sconti bastera’ esibire la Tessera Servizi Alsippe che potra’ essere richiesta ai responsabili delle Segreterie Sindacali . Cliccando il link sotto potrete visionare i servizi offerti http://www.alsippe.it/it/category/conven zioni/ oppure CONVENZIONI del sito : www.alsippe.it. Per ulteriori richieste ed informazioni contattate l’indirizzo email: convenzioni@alsippe.it

Segreteria Generale

Offerte Alitalia personale di penitenziaria

per il Polizia

Approfitta dell'offerta Militari/Polizia, dedicata agli appartenenti all'Arma dei Carabinieri, Esercito, Aeronautica, Marina e Guardia di Finanza nonché agli appartenenti alla Polizia di Stato, Polizia Penitenziaria, Vigili del Fuoco e Corpo Forestale dello Stato. L'offerta è applicabile anche a un accompagnatore familiare. Se non l’hai ancora fatto iscriviti al Programma MilleMiglia e registra i dati di tuo figlio al MilleMiglia Kids: potrai subito iniziare ad accumulare miglia sul tuo conto quando vola tuo figlio.L’offerta è valida esclusivamente per i militari appartenenti all’Arma dei Carabinieri, Esercito, Aereonautica, Marina e Guardia di Finanza nonché per gli appartenenti alla Polizia di Stato, Polizia Penitenziaria, Vigili del Fuoco e Corpo Forestale dello Stato in possesso del documento di riconoscimento militare o della Amministrazione di appartenenza in corso di validità che viaggino per diporto

---------------------------------------------------------------------------------- www.alsippe.it-----------------------------------------------------------------------------------------------

----------------------------------------------- ALLEANZA SINDACALE POLIZIA PENITENZIARIA -------------------------------------------


L’offerta è estendibile alle stesse condizioni al coniuge o al figlio - maggiore di 2 anni compiuti - del militare/appartenente alle predette forze di polizia e Vigili del Fuoco, che viaggi con questi nelle stesse date, sullo stesso itinerario e classe di viaggioL’offerta è estendibile ad un unico accompagnatore (coniuge, o figlio maggiore di 2 anni)Non è possibile usufruire dell’offerta se l’accompagnatore è un figlio minore di anni due (neonato)L’offerta non è cumulabile con altre promozioni in corsoL’offerta non consente l’applicazione degli sconti BambiniL’offerta prevede un periodo minimo di soggiorno di 3 notti o la permanenza della notte tra il sabato e la domenica per le destinazioni internazionali*L’offerta non consente né cambi né rimborsoL’offerta include il trasporto del bagaglio in stiva. La regolamentazione del bagaglio in stiva è indicata sulla pagina dedicata. E’ consentito il trasporto del bagaglio a mano secondo la regolamentazione indicata sul sito Il prezzo include tasse e supplementiL’offerta è valida su tutti i voli operati da Alitalia, con esclusione dei voli con codice da AZ7000 a AZ7999 e da AZ3000 a AZ3999Sono incluse nell’offerta tutte le tratte dirette operate da Alitalia sul mercato nazionale, ad esclusione delle rotte soggette a bando di continuità territoriale Alghero-Milano Linate, Cagliari-Milano Linate, CagliariRoma, (tutti i collegamenti elencati si intendono e viceversa) e anche tutte le tratte operate sul mercato internazionale* (Europa e Nord Africa) ad esclusione delle destinazioni da/per Francia e Olanda. Sono esclusi dalla promozione tutti i voli da/per destinazioni intercontinentali.L’offerta è valida unicamente per l’acquisto di biglietti andata e ritorno .L’offerta è acquistabile online oppure presso il Customer Center, le biglietterie aeroportuali italiane o le agenzie di viaggio .Per la verifica delle condizioni di accesso alla tariffa dedicata è indispensabile che il militare/poliziotto/vigile del fuoco porti con sé il documento di riconoscimento militare o della Amministrazione di appartenenza; nel caso di estensione al familiare, il predetto familiare dovrà portare con sé idoneo documento militare, ovvero una dichiarazione su carta intestata del comando o della Amministrazione di appartenenza che certifichi lo stato di coniuge o di figlio .La Compagnia si riserva di verificare al momento del rilascio della carta d’imbarco e/o al gate di imbarco, la presenza dei requisiti tariffari.Il mancato imbarco dovuto all’assenza dei requisiti di ammissione alla tariffa non dà diritto al rimborso del biglietto Alcuni esempi di tariffe:

Trae internazionali incluse nell'offerta Militari / Polizia: Albania, Algeria, Austria, Belgio, Bulgaria, Danimarca, FYROM/Macedonia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Malta, Marocco, Montenegro, Polonia, Repubblica Ceca, Romania, Russia, Serbia, Spagna, Svizzera, Tunisia, Turchia, Ungheria. ** I prezzi indica sono comprensivi di tariffa, tasse e supplemen e includono i 3€ a biglieo del servizio di vendita. Il servizio di vendita non è applicato ai bambini fino a 11 anni.

Invia le tue segnalazioni ad Alsippe con WhatsApp al numero 3318147470

Convenzione per la stipula di polizze assicurative RC auto per gli iscritti Alsippe e propri familiari Contattaci online su WhatsApp Web –Messenger Alsippe Live per tutte le tue richieste di notizie il numero: 3318147470

Segreteria Generale

Iscriviti all ‘Alsippe scarica la delega d’iscrizione 2016 Scarica la delega dal sito: www.alsippe.it oppure clicca il link di seguito : http://www.alsippe.it/it/category/i scriviti/

La Segreteria Generale Alsippe ha definito una convenzione per la stipula di polizze assicurative RC auto e moto per gli iscritti Alsippe ed i propri familiari. Per eventuali preventivi e ulteriori informazioni chiamare al numero di telefono 3318147470 direttamente all’indirizzoemail: convenzioni@alsippe.it Documenti richiesti per il preventivo 1)Fotocopia del libretto di circolazione fronte e retro 2) Documento di riconoscimento Nel caso in cui sia un familiare intestatario della polizza un autocertificazione che ne attesti la parentela ai sensi della normativa vigente, per altre informazioni contattare l’ufficio ai numeri indicati sopra

Segreteria Generale

Segreteria Generale

---------------------------------------------------------------------------------- www.alsippe.it-----------------------------------------------------------------------------------------------

----------------------------------------------- ALLEANZA SINDACALE POLIZIA PENITENZIARIA -------------------------------------------

Il NotiziAlsippe Del 18 marzo 2019  

Il NotiziAlsippe Del 18 marzo 2019

Il NotiziAlsippe Del 18 marzo 2019  

Il NotiziAlsippe Del 18 marzo 2019

Advertisement