Page 1

IL GIORNALE DEL METAURO

PRIMO PIANO

FOSSOMBRONE

Quattro diversi modi di viaggiare

Intervista a Paride Prussiani

CARTOCETO

MONTEMAGGIORE

Tutte le iniziative dell’estate

Nasce la sezione dell’Avis

pag. 2

pag. 8

n. 14 luglio 2011

pag. 6

Quindicinale di informazione locale

pag. 12

www.ilmetauro.it

Anno 3

numero 14

luglio - agosto 2011

copia gratuita

IL MARE A 360°

Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in abbonamento postale -70% Commerciale Business Pesaro n. 91/2009

Intervista al Comandante Armando Piacentino e i consigli per vivere il mare in sicurezza

1


2

IL GIORNALE DEL METAURO

n. 14 luglio 2011

PRIMO PIANO IL VIAGGIO

Le esperienze raccontate dai diretti protagonisti

direzione Egumeniza. Arrivati al porto greco, ripide e lunghe salite ci aspettavano condite da un bel solleone. Superate le prime difficoltà, la fatica viene dimenticata e appagata dalla bellezza dei luoghi. Attraversiamo due

isole, Lefkada e l’incantevole Itaka, con gli ulivi a ridosso delle spiagge. Un pomeriggio decidiamo di affrontare l’ennesima salita per visitare un’abbazia. Giunti a destinazione la bellezza del luogo sacro ci fa dimentica-

re la fatica. All’ingresso c’erano diverse capre e i custodi del luogo avevano scritto un avviso in diverse lingue, in italiano così si leggeva “ATTENTI ALLE CARPE”. Dieci giorni trascorrono velocemente, è arrivato il momento della partenza, ci imbarchiamo a Patrasso, salutiamo la Grecia con dispiacere. Dopo di che negli anni successivi vacanze sempre in bici a Korcula (Croazia), nelle Fiandre (Belgio), dove ci sono piste ciclabili degne di essere così chiamate, larghe come le nostre strade, attrezzate di raccoglitori per immondizia che ricordano i cesti da pallacanestro per permettere ai ciclisti di buttare l’immondizia al volo mentre si sta pedalando; questo anno Passau –Vienna: la ciclabile del Danubio [giovanna cottomesi] Maggiori informazioni su www.fiab-onlus.it

La rete “Servas”: il viaggio come incontro

un divano) e il tempo: 2 giorni. Riporto l’ultima esperienza vissuta a Sassari, dove non mi ero recata per motivi turistici, ma tristemente familiari. La possibilità di essere ospitata da parenti era tutt’altro che remota, ma neppure mi sfiorò, perché volevo allargare il giro delle mie conoscenze. La mia curiosità fu premiata alla grande, perché trovai ad attendermi due soggetti grandiosi: una coppia, lui avvocato e lei insegnante, il cui figlio adulto si era ormai stabilito fuori. Mi fecero subito entrare, nel senso più vero del termine: arrivai per cena e, dopo le iniziali presentazioni, lui mi mostrò il suo hobby: la pittura, e lei la sua cucina (ottima). C’erano stati solo contatti telefonici per accordarci, ma ero per loro una perfetta sconosciuta fino al minuto prima. La giornata succes-

siva sarei dovuta assentarmi per rientrare la sera, preferibilmente per cena così da poter condividere. La situazione problematica per la quale mi trovavo a Sassari non mi consentiva di fare programmi. Li chiamai all’ora di cena per chiedere di non aspettarmi: avrei tardato. Giunsi poi a casa loro alle 22 passate e… mi avevano atteso! Avevano alle spalle entrambi una giornata di lavoro ed un’altra di fronte: chi glielo faceva fare? Sono rimasta in contatto con queste persone stupende che mi hanno accolto nel senso più vero del termine, sostenuto in un momento di grande difficoltà, e fatto sentire importante. Constatare che nel globo ci sono porte che restano aperte, non è un dettaglio da poco [carmela manna] Maggiori informazioni su www.servas.it

Quattro diversi modi di vivere il viaggio Estate, tempo di vacanze. Vi proponiamo alcune esperienze in cui il viaggio diventa conoscenza della natura, incontro con gli altri e con se stessi

Il mondo visto con due ruote Dopo aver vinto ad una lot- ammirando piazze, borghi che teria la mia prima bicicletta, ho iniziato a pedalare con una certa regolarità, scoprendo il piacere di muovermi con questo mezzo. Inizialmente mi sono limitata a scoprire, esplorare il territorio attorno non pensando affatto di usarla come mezzo di trasporto per le vacanze. L’idea infatti, era venuta ad un caro amico, pure lui appassionato della bici, ma della “bici senza fretta”: quella che ti permette d’immergerti nella natura, nell’ambiente,

nessun tour operator avrebbe mai preso in considerazione, quella che permette di tuffarti in tramonti, albe, di essere colti da un improvviso temporale magari mentre stai affrontando una salita che non finisce più. Questo amico propose a me e al mio compagno, una vacanza in Grecia. Abbiamo accolto subito la sfida con entusiasmo: volevamo metterci alla prova. Bagaglio pronto ben sistemato dietro la bici, ci imbarchiamo ad Ancona

Giovanna Cottomesi durante un viaggio nelle Fiandre

Q

uesto modo di incontrarsi con gli altri è realmente una maniera di aprire le porte non solo di casa, ma soprattutto interiori: non a caso si definisce “Open door”. Servas mi fu presentato da una coetanea 4 o 5 lustri or sono e, nonostante con due bimbi piccoli l’idea di viaggiare mi appariva piuttosto ostica, il pensiero di ricevere gente a casa, fino al minuto prima perfettamente sconosciuta, era per me affascinante ed era anche un bel modo di viaggiare facendo io fatica a spostarmi. È possibile ospitare chi viene dalla parte opposta del globo, così come chi sta a 50 Km da casa tua e ha bisogno di fermarsi, ma in entrambi i casi, italiani o stranieri, ciò che di eccezionale suc-

Due ospiti olandesi in casa Manna insieme a Manolo, figlio di Carmela

cede è che, nel momento in cui si accede nell’habitat altrui senti abbattere quelle barriere che normalmente mantieni per tutela o per cultura. Ed è il desiderio di conoscenza reciproca l’aspetto più intrigante e interessante di questa associazione, perché

si ha la percezione di quella che è la famiglia umana, quella vera, mondiale. È poi chiaro che non con tutti resta il legame di amicizia e non con tutti si lega e ci si ritrova alla stessa maniera. I requisiti per ospitare sono lo spazio (è sufficiente anche

.

.


PRIMO PIANO IL VIAGGIO

IL GIORNALE DEL METAURO

Fernando e Marta: il gusto di viaggiare in camper si parte in camper Fernando Ceccarelli e Marta Quando non possono mancare a bordo

Ambrosini, marito e moglie, tra le tante passioni in comune hanno il camper. Sono stati tra i fondatori del “Camping Club Fano”. Lui direttore di banca, lei insegnante entrambi in pensione. In realtà iniziano con una roulotte nel 1975 che sarà poi venduta per problemi di salute. Ma nel 1990, quando Marta va in pensione, acquistano il loro primo camper. Una passione per il viaggio trasmessa da alcuni amici camperisti pesaresi con i quali organizzano diverse escursioni. «Il viaggio in camper - dicono Marta e Fernando - è particolare: o sei appassionato o non lo sei. Puoi fermarti dove e quando vuoi, senza vincoli di orario. Occorre sapersi adattare ed avere tanto entusiasmo, altrimenti la vacanza è “moscia”».

le biciclette per raggiungere le mete che invece non sarebbero raggiungibili con il camper. «Si conoscono tante persone – continua Marta – specialmente nei camping, ci si scambiano le ricette e soprattutto nascono delle amicizie che durano nel tempo». Con il camper si può viaggiare insieme ma anche da soli. Sicuramente il costo del mezzo si ammortizza con il tempo e bisogna tener conto anche delle spese sia per la manutenzione che per un eventuale parcheggio se non si ha spazio per tenerlo a casa. «Il nostro viaggio più bello è stato quello “formato famiglia” quando per due anni consecutivi, nel 2003 e nel 2004, siamo partiti con figlie, generi e nipoti

Marta e Fernando Ceccarelli durante una sosta in camper con grigliata

alla volta della Bretagna, Castelli della Loira e Disneyland Paris. I nostri generi sono entrambi abili guidatori di camper ma Giampiero, si curava principalmente della parte meccanica, mentre Michele si dilettava e si diletta tutt’ora a scrivere poesie dialettali sui viaggi di noi suo-

ceri». Meta fissa di Fernando e Marta è stata per anni Vieste, sul Gargano, a cui si aggregavano anche i nipoti con la fine dell’anno scolastico. Ancora oggi, sebbene cresciuti e quindi non vadano più in vacanza con i nonni, sono rimasti in contatto con ragazzi di ogni parte

A piedi sul cammino di Santiago de Compostela La parola pellegrinaggio, nel- mino, vengono apposti i timbri la suo significato più naturale, sottende l’idea di viaggio. Nel Medioevo, chi decideva di fare un pellegrinaggio, solitamente gli uomini, chiedeva il permesso alla moglie, la benedizione al proprio parroco e dopo aver fatto testamento partiva verso la sua meta non sapendo se e quando avrebbe fatto ritorno. Oggi il pellegrinaggio verso Santiago, che può durare da 3/4 giorni ad un mese, a seconda del luogo di partenza, ha assunto significati molteplici e compositi: per alcuni è principalmente un viaggio di carattere storicoculturale, per altri ha una valenza prettamente “sportiva”, per altri ancora invece si tratta di un cammino spirituale e religioso. La nostra scelta di diventare, almeno per un’estate, pellegrini nasce apparentemente in modo casuale. Leggiamo un libro di Paolo Coelho e contemporaneamente un vicino ci mostra un articolo sul Cammino di Santiago e ci esprime il suo desiderio di realizzarlo. Incuriositi, cerchiamo su internet maggiori informazioni. A Perugia, scopriamo un centro composteliano, dove ai pellegrini viene consegnata la Compostela, un libricino in cui, durante le varie tappe del cam-

o sellos che attestano lo status di pellegrino. La voglia di partire era tanta ma saremmo riusciti a camminare per almeno tre settimane con uno zaino di oltre 10 Kg in spalle? Siamo rimasti nell’incertezza fino a poche settimane prima della partenza. Il pellegrinaggio per noi significava sia approfondire la nostra fede ma anche ringraziare per quello che avevamo ricevuto. Siamo partiti grazie alla determinazione di mia moglie. La prima e più scontata scoperta è che non si nasce pellegrini o almeno noi due non lo eravamo: la fatica di portare uno zaino troppo pieno di oggetti inutili ed insensati ti insegna molto presto che si può fare a meno di molte cose che ci sembrano indispensabili. È un’esperienza che difficilmente può essere consigliata; quello che si può fare è raccontarla, cercando di trasmettere le sensazioni e le esperienze che questa ti ha consegnato. Sperimenti un grande senso di libertà, ogni giorno è diverso, ognuno ha il suo passo, la cosa meravigliosa è che l’arrivo è uguale per tutti, lo stesso ritorno alla vita. Anna ed io siamo partiti da soli come fanno tanti. Durante il

Pur essendo lungo circa 800 Km sono rari i tratti dove non vedi nessuno e comunque non si ha mai la sensazione di essere smarriti... La forza che scopri dentro di te, ti rimanda a qualcosa di più grande e riesci a comprendere meglio le tue debolezze... cammino non si ha mai la sensazione di essere soli: si cammina per alcuni tratti o giorni con una persona, con cui si condividono sofferenze, stanchezze, gioie e preghiera; poi questa si attarda o ti precede ed i tuoi compagni di viaggio cambiano. Pur essendo lungo circa 800 Km sono rari i tratti dove non vedi nessuno e comunque non si ha mai la sensazione di essere smarriti. Ci sono poi gli abitanti dei diversi paesi in cui sosti, che ti accolgono: un pellegrino, solitamente è

sempre ben accettato. Questo non si verifica nel percorso della Plata: non c’è nessuno che gestisce i luoghi dove si dorme, devi andare a chiedere le chiavi in municipio o alla polizia. In quel tratto, in dieci giorni di cammino abbiamo incontrato solo 6 ciclisti! Il pellegrinaggio di Santiago si suddivide principalmente in 3 cammini: quello francese, quello del Nord o della Costa e quello della Plata o Argento, anche se poi esistono diverse varianti.

n. 14 luglio 2011

3

del mondo conosciuti durante quelle vacanze. Tante sono state le mete toccate in questi anni: Praga, Torino, Lourdes, l’Austria, la Croazia, ed anche Londra. Tra gli episodi indimenticabili Marta e Fernando ci raccontano una Pasqua trascorsa in Umbria a Gualdo Tadino, durante un raduno di camperisti. Batteria scarica, riscaldamento non funzionante: pensano di rientrare. A Fossato di Vico, incontrano una tempesta di neve e decidono di fermarsi in un albergo ma da una strada laterale spunta uno spazzaneve che fà da apri pista permettendogli di superare il valico di Scheggia e rientrare a casa sani e salvi. Quando si viaggia in camper occorre fare attenzione ai furti, per il resto, ci confermano Fernando e Marta, «muoversi in camper rimane sempre e comunque una bellissima esperienza» [a.m.]

.

Noi li abbiamo fatto tutti e tre, a volte interi a volte solo a tratti, intervallando con autobus o con il treno, ma siamo sempre arrivati a Santiago. La prima volta era l’agosto 2004 (anno del giubileo) e da allora siamo sempre andati fino al 2010. Nel 2007, facemmo anche l’itinerario francese per intero: 800 km in 21 giorni, camminando mediamente 10 ore al giorno con condizioni climatiche a dir poco miracolose. Ricordiamo una famiglia di ciclisti spagnoli, il cui figlio portatore di handicap, veniva condotto dal padre su una bici speciale; la madre ha soccorso Anna in un momento di difficoltà e la mattina sono ripartiti con il figlio che sorrideva, felice di continuare la sua avventura. E ancora un uomo giapponese, che per il nono anno consecutivo, stava ripercorrendo le strade del cammino. Un pellegrinaggio ti fornisce occasioni uniche. Gli ostacoli vengono sempre superati, la forza che scopri dentro di te, ti rimanda a qualcosa di più grande, contemporaneamente, riesci a comprendere meglio le tue debolezze e piccolezze. Alla fine quello che impari è che la vita del cammino è molto più semplice della vita quotidiana; il cammino vero e più difficile è quello interiore e spirituale, che devi percorrere, giorno dopo giorno, nella quotidianità [anna e stefano]

.


4

IL GIORNALE DEL METAURO

FANO

n. 14 luglio 2011

Le Capitanerie di Porto e la loro doppia funzione amministrativa e operativa

Guardia Costiera: un’estate in sicurezza Incontriamo il Tenente di Vascello (CP) Armando Piacentino, capo dell’ufficio circondariale marittimo di Fano e Comandante del Porto. 38 anni, siciliano di Trapani, dopo 10 anni trascorsi in Puglia, è giunto a Fano nel 2009. Ci spiega che cosa sono le Capitanerie di Porto e le loro molteplici attività. Fano

Le Capitanerie di Porto sono

a tutti gli effetti una sezione della Marina Militare la quale è organizzata in sei corpi: lo Stato Maggiore, il Genio Navale, il Commissariato Militare Marittimo, la Sanità, le Armi Navali, e, appunto, le Capitanerie di Porto. Storicamente queste ultime sono nate nel 1865 con compiti amministrativi e dipendono oggi da più ministeri: dal Ministero della difesa, dal Ministero dei trasporti e delle infrastrutture, dal Ministero dell’ambiente e dal Ministero delle politiche agri-

cole e forestali. In Italia esistono 15 Direzioni marittime e, per Fano, la direzione di riferimento è Ancona. Ci sono 54 capitanerie di porto, cioè comandi che possiamo definire “provinciali” anche se l’area di competenza non coincide esattamente con le province. La Capitaneria di Porto da cui dipende Fano è quella di Pesaro. Vengono infine 48 Uffici circondariali marittimi e Fano è uno di questi. La sua competenza territoriale va da Fosso Sejore incluso al fiume Cesano escluso. Da Fano, dipende anche l’Ufficio locale marittimo di Marotta.

Il Tenente di Vascello (CP) Armando Piacentino

L’aspetto operativo è stato introdotto alla fine degli anni ‘80 e la dicitura “Guardia Costiera” evidenza proprio questa caratteristica. In generale, si è voluto dare impulso alla capitaneria non solo come organo amministrativo ma anche come struttura operativa e di controllo. Tra i compiti più importanti occorre ricordare: il SAR (Search and Rescue) cioè la ricerca e soccorso in mare: la

I CONSIGLI DELLA GUARDIA COSTIERA

Per un’estate sicura SICUREZZA DELLA NAVIGAZIONE: PRIMA DI USCIRE IN MARE RICORDA...

CONSIGLI AI BAGNANTI...

1. di aver carburante a sufficienza per l’andata ed il ritorno, tenendo in considerazione eventuali imprevisti, sempre possibili in mare;

1. Non fare il bagno se non sei in perfette condizioni psicofisiche

2. le attrezzature di sicurezza e marinaresche, le dotazioni di bordo in relazione alla navigazione da svolgere e al numero delle persone a bordo;

2. Anche se sei un buon nuotatore, non sforzare il tuo fisico 3. Dopo una lunga esposizione al sole entra in acqua gradualmente

3. lo stato di carica delle batterie, se esistenti a bordo, ed il funzionamento dell’eventuale radiotelefono;

4. Lascia trascorrere almeno tre ore dall’ultimo pasto prima di fare il bagno

4. di far controllare periodicamente l’efficenza del motore;

5. Non entrare in acqua quando è esposta la bandiera rossa

5. di far prendere aria al vano motore prima di mettere in moto;

6. Se non sai nuotare, bagnati esclusivamente in acque molto basse

6. di informarti sugli eventuali ostacoli alla navigazione (secche, scogli semiaffioranti, correnti, ecc.);

7. Non allontanarti oltre i gavitelli che delimitano la zona di sicurezza per la balneazione

7. di informare i familiari, amici o conoscenti, in merito alla navigazione da effettuare indicando anche l’ora prevista per il rientro;

8. Non allontanarti dalla spiaggia oltre cinquanta metri usando materassini, galleggianti o piccoli canotti gonfiabili

8. di spegnere il motore e usare i remi quando sei negli specchi acquei riservati ai bagnanti; 9. di non trasportare mai un numero di persone superiore a quello per cui l’imbarcazione è abilitata e di distribuire bene il carico a bordo; 10. di fare attenzione ai galleggianti dei subacquei (bandiera rossa con striscia diagonale bianca), moderando la velocità e transitando a più di 100 metri di distanza;

9. Evita di tuffarti dagli scogli 10. Osserva quanto previsto dalle ordinanze per la disciplina delle attività balneari, e in particolare: • non recare disturbo alla quiete dei bagnanti; • non portare animali sulla spiaggia, ad eccezione delle zone ove espressamente previsto; • non montare tende, non accendere fuochi e non campeggiare sulla spiaggia

www.guardiacostiera.it

Guardia Costiera è l’unica figura responsabile del coordinamento delle ricerche e del soccorso. Tre sono i livelli del SAR in base al tipo di intervento da fare: centrale, regionale e locale, quest’ultimo chiamato UCG (Unità Costiere di Guardia) come è il caso di Fano. Altro compito è la tutela ambientale: si vigila sulle riserve marine e su ciò che inquina il demanio. Tra i compiti rientra anche quello del controllo sui rifiuti e sugli scarichi in mare. Poi c’è l’attività amministrativa a supporto della Pesca. La capitaneria è infatti il tramite per il rilascio delle licenze di pesca e fa da interfaccia con il Ministero. Cura inoltre l’iscrizione a “Gente di Mare”, il registro delle persone che lavorano a bordo delle navi. Sulla pesca si svolge anche un’attività di controllo che consiste nel controllo fisico degli strumenti utilizzati sui pescherecci o nella verifica di eventuale pescato sotto misura. Vengono effettuati inoltre anche controlli su tutta la filiera del pesce fino al consumatore finale passando attraverso pescherie, ristoranti e supermercati. Si verifica così la tracciabilità del prodotto ittico a tutela del consumatore. La capitaneria si occupa poi della gestione del Naviglio: il registro nautico che ha il suo corrispondente nel PRA (Pubblico Registro Automobilistico) per le auto. Il Port State Control è l’attività di verifica delle condizioni di sicurezza delle navi, soprattutto per quelle straniere e di grandi dimensioni. Nel caso in cui si verifichino delle irregolarità gravi può essere emesso un provvedimento di bando per cui non si ha più accesso a nessun porto

italiano. Il Vessel Traffic Service è l’attività di controllo del traffico marittimo realizzata con sistemi radar, il corrispondente marino, per capirci, di quanto già avviene negli aeroporti con il traffico aereo. L’attività anti-immigrazione è un ruolo importante che la Guardia Costiera svolge e cioè quello di combattere l’immigrazione illegale. In realtà oggi viene gestita principalmente come attività di soccorso in mare. A Fano sono in forza attualmente 24 persone. Due sono operative 24 ore su 24 per garantire l’assistenza tempestiva in caso di emergenza. I mezzi che l’ufficio ha in dotazione sono: una motovedetta in servizio tutto l’anno; un gommone donato dal Comune di Mondolfo ed un acquascooter utilizzati prevalentemente nel periodo estivo. Nel porto di Fano sono presenti circa 80 barche di cui 40 sono vongolare, 15 barche per la pesca a strascico di diverse dimensioni e le restanti per la piccola pesca. La Capitaniera, come ricorda il comandante, svolge anche un ruolo importante di controllo sugli stabilimenti balneari in termini di sicurezza. Vengono infatti emesse delle ordinanze che i bagnini sono tenuti ad osservare obbligatoriamente. In estate l’attività della Guardia Costiera è maggiore per il più alto rischio di emergenze. In questo caso il numero da chiamare è il 1530. Comunque, ai fini della sicurezza, ci sono anche una serie di piccoli accorgimenti da adottare quando si esce in barca o quando semplicemente si va in spiaggia come bagnanti: accorgimenti che possono fare la differenza (vedi riquadro a fianco). Concludiamo chiedendo al comandante cosa lo affascina del suo lavoro. «La bellezza di questo lavoro - ci risponde - sta nella varietà delle situazioni che si affrontano di giorno in giorno: in fondo si tratta di un’attività molto articolata che va dagli aspetti amministrativi, a quelli di controllo, a quelli di soccorso. L’unico comun denominatore è sempre la tutela del mare e la sicurezza delle persone» [a.m.]

.


FANO

IL GIORNALE DEL METAURO

Le belle colline marchigiane invase dai pannelli solari

Fotovoltaico: un territorio stuprato Fano

Per chi non se fosse accorto,

stanno sorgendo impianti fotovoltaici un po’ ovunque: un proliferare indiscriminato che dà veramente l’idea che la situazione sia sfuggita di mano. Il consigliere regionale Giancarlo D’Anna interviene sul problema sostenendo che «il business evidentemente viene prima del tanto decantato “bene comune” perchè il “patrimonio

comune”, fatto di quelle colline che la Regione Marche utilizza per spot milionari con Dustin Hoffman, viene lasciato “stuprare” indiscriminatamente pregiudicando la continuazio-

Un progetto della Fondazione Teatro

ne di quel turismo legato alla ruralità». Convinti che in effetti ci sia una certa incoerenza tra le politiche di rilancio dei nostri territori come volano turistico e la concessione di autorizzazioni alla realizzazione di tali scempi ambientali, invitiamo i nostri lettori ad inviarci le immagini di impianti fotovoltaici di cui sono a conoscenza per creare una vera e propria “mappa delle oscenità” [c.v.]

.

SPORT

Memorial

Il Fortuna Palace Auditorium Un torneo Fano Fondazione Teatro della Fortuna ha in cantiere la realizzazione di un auditorium in zona Chiaruccia da 3.600 posti dedicato a grandi eventi e convegni. Il Presidente De Leo parla di soggetti già individuati: il Comune di

La

SPORT

Fano che metterà a disposizione parte del terreno su cui costruire, una banca che finanzierà la costruzione e rimarrà proprietaria dell’immobile mentre la Fondazione si farà carico della gestione. La fine dei lavori è prevista per il 2014 [a.m.]

.

Torneo Centenario BCC Fano

Cuccurano all together music & sport

Cuccurano

Successo per il Trofeo del

Centenario della BCC Fano con grande partecipazione di giovani alla serata conclusiva

.

Le foto del torneo su

www.ilmetauro.it alla voce “FANO”

di volley in ricordo di Andrea Furlani Bellocchi

La parrocchia di Bellocchi, il

circolo Acli e il settore giovani dell’Azione Cattolica organizzano il primo Torneo di Pallavolo per squadre miste “Memorial Andrea Furlani” dal 1 al 7 agosto prossimi. «Un’occasione di incontro per i ragazzi - come spiega Serena Pierini, uno degli organizzatori - voluto anche dai famigliari di Andrea, giovane che ha vissuto questi luoghi e che non vorremmo fosse dimenticato, dopo un’iniziale grande partecipazione alla sua tragica scomparsa». Questa iniziativa sancisce anche l’avvio di una collaborazione tra le diverse realtà di Bellocchi che hanno a cuore i giovani e vogliono offrire occasioni di incontro significative e fuori dall’ordinario. Le iscrizioni si chiudono il 24 luglio presso il circolo Acli di Bellocchi [a.m.]

.

n. 14 luglio 2011

5

“non avria mai creso” di Elvio Grilli Poesie in dialetto fanese

LE SCRIT TI MUR El pensiér ch’è tut permés “ji sò furb...e clatre è fés “ ha prés piéd a machia d’òli... tant è inutìl che te sgóli!! El cervèl de cèrta gènt quant’è gròs è cum n’ulìva... pènsa te cum i c’ariva: quand va bén...èn capisc gnènt!! Cum s’pudrìa definì cla persóna... sta a sentì... che per fè sapè ma tuti “Gigi è bèl“ e chiatre èn bruti... cmincia a scriva sópra i mur: “T’amo t’amo sò sigùr” Èc l’elènc... el repertòri dle prudés de sti signóri, sènt machì che sinfunìa: “La Pepina è l’amór mia” “Nó tré métre sópra el ciél”!! Sènt machì che bèla lista: “Óh... Ménchìn... grasie d’ésista” “Ji sò còta de Pasquèl“, n’atra scriv che ”Tòny è figo“ cl’ atra invec “Voi ma Rodrigo“ c’è qualcuna c’ribadisc per chi pròpi èn el capisc che de Pippo è la murósa e che lia è pròpri glósa!! Bèrto invec vòl fè sapè che ma l’Ada vria trumbè, cl’atre scriv el giórne e l’óra del mumènt c’la fata fòra!! Mó le scrit più inviperìt... èn dle dòn ingelusìt: “La Marietta è na gran tròia” “Lilly e Lally han sempre vòia“ “Genovèffa sì na iéna” pu “Samantha è na putèna”!! Lu purtìn... èn c’entra gnènt è stèt lia cl’ha incucutìt... che piàn piàn l’ha brustulìt... còt e arcìs anca tla mènt, e che a fòrsa d’ dèjla via... ma Gustìn m’ha purtèt via!! Perciò cl’atre vòi èn vòi èn tut brut...bagasc...e tròi, tut el mónd l’ha da sapè: quindi i mur vag a spurchè!! Che se trata del cemènt,

(LE SCRITTE SUI MURI)

d’una nòva costrusión, o che sia un monumènt patrimòni dla nasión èn fa pròpi diferènsa: che cervèl... che inteligènsa!! Cu me fréga de Nicòla... se c’n’ha tré...o c’n’ha una sóla, cu me fréga de sapè se ma Tòny la vu dè!? Che Gvanìn è ‘l cocco tua! ! Che Gregòri è un béca l’ua! ! Scriva sópra i monumènt vòl dì pròpi èn capì gnènt, scriva sòpra un pès de mur: n’imbecìl... pu stè sigùr.. !! Mó l’idiota...più cretìn è stèt quél che...pòr fiulìn (tna parét dietra la scòla da na stmèna piturèta) ha duprèt na frase sóla, (espresión d’na mènt bachèta) vu sapè cu ha parturìt ste cervèl mèz brustulìt? «Mó machì... cu ce pòs scriva ??» Pensèt viatre du j arìva!! E C’s’è mès anca d’impégn... se pensèt che per fè i ségn la parét è d’ trènta métre tòlt le fnèstre du c’è i vétre !! Ji me dmand... ma cèrta gènt èn i fréga pròpi gnènt?? Mó perché a chèsa èn s’pòl, dó ógnùn pòl fè quél c’vòl??!! Perché ‘n scrivi tel salòt: “Dla Pierina ji sò còt”? Perché d’fòri... tel mur d’chèsa non ce scrivi sensa ufèsa: “Ji vòi bén ma l’amór mia Gvan o Pèp... chiunque sia..!! Tel dig ji perché ‘n èl fèi: se t’véd babo... trist e guèi!! La cità apartién ma tuti... ma chi bèi e ma chi bruti, è la mia... cum è la tua, en pu fè quél ch’t’ pèr...quél c’vua! Se fanés un pò te sènti lascia pèrda i monumènti… sin civili...pini d’glòria… nin da Roma...da la storia!!


6

IL GIORNALE DEL METAURO

FOSSOMBRONE

n. 14 luglio 2011

Una nuova politica per la Cultura, il Turismo e le Politiche Giovanili

«Dal “pensaci tu” al “pensiamoci insieme”» Paride Prussiani, neo assessore del Comune di Fossombrone, esponente del Partito Democratico. Nella Giunta del sindaco Pelagaggia è titolare di diverse deleghe ma focalizziamo la nostra intervista principalmente sui temi della cultura, del turismo e delle politiche giovanili. Fossombrone

Paride Prussiani, classe 1965,

è originario di Lucrezia. Ha frequentato l’Istituto Magistrale “Carducci” di Fano e poi si è iscritto a Filosofia. La sua prima esperienza lavorativa è stata di tipo socio-culturale. Ha infatti collaborato con una rivista sociale “Il vento” nata a Fano nel 1992 da un’associazione che impiegava anche disabili. Nel 1995 svolge il servizio civile nel comune di Fossombrone ed è “catapultato” nei servizi sociali: gli viene affidato l’incarico di seguire le nascenti politiche giovanili e quell’impegno diverrà anche la sua professione. Terminato il servizio civile, continua ad occuparsi di politiche giovanili nel comune per circa 10 anni: «Fossombrone - ci dice - era una punta di diamante per le politiche giovanili di tutta la provincia. Un esempio di grande partecipazione è stato

il progetto “In Viaggio” che ha coinvolto fino a 150 giovani ed ha creato un indotto di 130 mila euro. In quegli anni i giovani riuscivano ad organizzare cose più in grande dei “grandi”!». Cinque anni fa si candida alle elezioni. Nel frattempo è stato amministratore alla Comunità Montana. Nelle ultime elezioni, diventa consigliere e nominato dal sindaco Assessore. Parliamo dei Musei della città in particolare del “caso convenzione” con l’Associazione Vernarecci per la gestione dei beni culturali rimasta al palo per qualche mese causando la chiusura al pubblico dei musei stessi... «La chiusura di cinque mesi era necessaria perché occorreva un cambiamento coraggioso. Si è rimesso in discussione quanto già esisteva da 10/15 anni. Ho visto in questi mesi fare delle cose

molto importanti. I volontari si sono rimboccati le maniche eseguendo operazioni di verniciatura, di pulizia. In realtà le risorse sono diminuite ma abbiamo invertito la tendenza proponendo che con le iniziative da loro realizzate riusciranno anche ad autofinanziarsi. Questo li ha resi entusiasti. Sta rinascendo una collaborazione sotto un’ottica diversa: non più l’obolo pubblico ma una collaborazione attiva, motivata. La mia volontà è comunque quella di rimanere dietro le quinte, come supporto, lasciando che sia l’associazione ad operare». Quali sono i prossimi obiettivi turistico-culturali? «La mancanza di risorse è da un lato castrante ma anche stimolante. Ci si mette in gioco. Sicuramente quello che un’amministrazione non riesce a fare più sono i grandi progetti autonomi.

DAL 22 LUGLIO AL 2 AGOSTO ALL’ESEDRA DI PIAZZA MAZZINI

Da subito vorrei mettere tutti i portatori di interesse attorno da un tavolo (associazioni, operatori, artisti, ecc.) per fare un patto dove si stabilisca un progetto culturale per la città per i prossimi anni. I nostri beni culturali sono secondi solo ad Urbino. Si tratta di un patrimonio che va conservato. È necessario attivare anche una sorta di presa di coscienza da parte dei cittadini di buona volontà. Ci si deve sentire parte di questo patrimonio culturale: l’approccio giusto credo sia quello del “pensiamoci insieme” secondo il principio della sussidiarietà non solamente il delegare». Un aggiornamento sul grande progetto della nuova biblioteca Passionei «I lavori dureranno diversi anni. Nel frattempo per garantire un servizio apriremo una sezione ridotta dopo l’estate con possibilità di accesso ad una parte del fondo antico e moderno. Il comune ha in cassa i soldi per pagare il progetto ma il patto di stabilità non permette di utilizzarli. La biblioteca di Fossombrone diventerà sicuramente la biblioteca di riferimento per la vallata, una sorta di San Giovanni della valle del Metauro. La Passionei dispone di un fondo antico preziosissimo».

24 luglio

Quadreria Fossombrone

Dopo un periodo di chiusura

Fossombrone

stival, manifestazione promossa dalla Fondazione Monte di Pietà. L’evento torna quest’anno nella sua sede originaria: l’Esedra di Piazza Mazzini. Il suo obiettivo continua ad essere lo stesso di dieci anni fa: rilanciare la tradizione del teatro in una città che purtroppo non ha più il suo teatro. Inaugura questa decima edizione, Venerdì 22 luglio, lo spettacolo “Rossini e Riondino” con David Riondino ed un “Omaggio a Luigi Mercantini” con la Banda di Fossombrone per festeggiare i 150 anni dell’Unità d’Italia. Venerdì

29 luglio è invece la volta di Rocco Papaleo con “La Fantasia mi consola” mentre Sabato 30 luglio torna a Fossombrone un personaggio ormai di casa, Michele Placido, con “Concierto de alma”. Chiude la rassegna Martedì 2 agosto lo spettacolo di Ottavia Fusco ed Enzo Decaro dal titolo “Imaginaples: Napoli incontra il mondo”. Gli spettacoli iniziano alle ore 21.30 e sono ad ingresso gratuito. In caso di maltempo si tengono presso la Chiesa di S. Filippo. Il decennale del festival viene celebrato con una mostra fotografica allestita presso Palazzo Cattabeni, sede della Fondazione, aperta dal 22 luglio al 2 agosto. Per informazioni: tel. 0721.740377 [c.v.]

.

in parte dovuto anche al rinnovo degli organi comunali in seguito alle ultime elezioni, ecco una bella notizia per la città di Fossombrone. Uno dei suoi monumenti più importanti, la Casa-museo Quadreria Cesarini riapre le porte a cittadini e turisti. Si tratta di un esempio unico nelle Marche e con poche realtà simili in Italia che merita sicuramente una visita, per chi non l’avesse ancora fatto. L’Associazione Vernarecci organizza Domenica 24 luglio un evento per inaugurare la nuova stagione museale. Alle ore 21 è previsto un aperitivo e buffet a cui seguirà un concerto della Cialtrontrio Bigbanda. Per informazioni www.associazionevernarecci.com [c.v.]

.

.

SPORT

La Decima edizione del Teatro Festival Riapre la

Decima edizione di Fossombrone Teatro Fe-

Parliamo dei giovani. Quale è la sua politica e quali sono i suoi progetti in merito? «Un preposizione articolata fa la differenza. Si può parlare di politiche “per” i giovani o politiche “dei” giovani: sono due cose completamente diverse. Io sono per la seconda perché in questo caso i giovani fanno qualche cosa per loro. Non è pensabile che si organizzi una notte bianca per i giovani e a loro, passivamente, non rimanga che ubriacarsi. I giovani devono essere promotori e gestori dei loro progetti. In questi anni ho visto giovani combinare dei “casini” mostruosi ma allo stesso tempo risolverli in modi impensabili per gli adulti. Questa è la mia concezione di politiche giovanili anche se mi rendo conto che è sicuramente un approccio più complicato. Ci si mette in cerchio, in modo democratico: decide la maggioranza. Anche in questo ambito quindi vorrei ripartire da una sorta di consulta convocando tutti i gruppi giovanili, dalle associazioni ai gruppi informali. Anche in questo ambito le risorse si sono notevolmente ridotte ed occorre avere il coraggio di cambiare, penso ad esempio ad un patto con le parrocchie e gli oratori. È necessario per questo mettersi tutti attorno ad un tavolo e discutere assieme il futuro» [a.m.]

Bocce

Agnese, campionessa europea

Fossombrone

Il sindaco Pelagaggia ha fe-

steggiato Agnese Aguzzi, atleta della Bocciofila di Fossombrone, al suo ritorno dalla Turchia, dove si sono svolti i Campionati Europei Femminili di Bocce. Agnese, già vincitrice nel 2008 del Campionato Italiano Femminile di Bocce – Categoria B Senior, è stata convocata per la prima volta nella Nazionale Azzurra ed ha contribuito in maniera determinante alla vittoria dell’Italia [a.m.]

.


FOSSOMBRONE

IL GIORNALE DEL METAURO

Fossombrone protagonista della Valle del Metauro

Politica

«Per una città energica e frizzante»

Giorgetti coordinatore dell’API

Fossombrone orum Shopping” è la prima iniziativa da quando il neoassessore al commercio Chiarabilli si è insediato lo scorso maggio. L’assessore non manca di evidenziare come non sia stato facile predisporre eventi per sei Giovedì consecutivi considerate le poche risorse disponibili e cercando di incidere il meno possibile nelle tasche dei commercianti. Chiarabilli nel ringraziare il presidente del Comitato Roberto Panunzi ricorda anche l’ex assessore Marchetti, il quale continua a dare il suo apporto di idee per lo sviluppo del Centro Commerciale Naturale. Tiene poi a sottolineare anche la collaborazione messa in atto con l’Assessorato alle politiche giovanili. «Non ho mai condiviso alcune teorie del passato in base alle quali Fossom-

“F

CNA Fossombrone

Marta Ferri presidente

Michele Chiarabilli

brone potesse essere una città dormitorio. Fossombrone è, e deve continuare ad essere, la protagonista indiscussa di tutta la Valle del Metauro, perché ne ha le potenzialità». In questo senso, l’Assessore ricorda che è stata emessa un’ordinanza che prevede la possibilità per i locali di posticipare la chiusura dalle 2 alle 3 il Venerdì, Sabato e i prefestivi, nel rispetto delle norme del piano acustico e SPORT

Basket

Doppia festa per Perini

della somministrazione di bevande. «Non ritengo assolutamente giusto che i nostri giovani prendano la macchina per andare a concludere la serata altrove, dobbiamo creare le condizioni per farli emigrare il meno possibile e limitare i rischi che si possono correre sulle strade. Vogliamo una città ancora più energica e più frizzante». Chiarabilli rassicura i cittadini sulla presenza del trenino “Piancerreto Express” contro chi “gufava” in campagna elettorale e sul fatto che i diritti del Forum Shopping, che non esistono, non sono stati venduti a nessun comune. L’entusiasmo è tanto, conclude la nota e «gli altri comuni non avranno sicuramente vita facile, se pensano di togliere l’egemonia delle iniziative a Fossombrone» [c.v.]

.

gozio di abbigliamento, è il nuovo presidente della CNA di Fossombrone. Succede a Stefano Ribaudo, che ha trasferito la sua attività di acconciature a Milano. Tra le priorità: più controlli perché gli imprenditori – italiani e stranieri – rispettino le leggi [c.v.]

ne comunica che Davide Perini torna a giocare in maglia biancoverde, maglia che ha già indossato per 5 stagioni. L’occasione del ritorno nella cittadina metaurense è coincisa anche con il matrimonio con la sua compagna Roberta [a.m.]

.

.

Scolpire in piazza

Fossombrone

S. Ippolito

ca a Fossombrone. Il nuovo coordinatore è Augusto Giorgetti, da sempre impegnato nel sociale e coordinatore regionale del Movimento Italiano Disabili. Giorgetti ha incontrato a Fano il presidente nazionale Francesco Rutelli. Tra i punti centrali dell’azione: la difesa del pronto soccorso perché sia attivo anche nelle ore notturne, la creazione di un centro alzheimer e di un centro per la salute mentale [a.m.]

se degli scalpellini e tutto è pronto per la XII edizione di “Scolpire in piazza”. Dal 23 al 31 luglio alcuni scultori creeranno opere in pietra arenaria destinate alla riqualificazione di alcuni borghi marchigiani. Per i visitatori ci saranno mostre, incontri, laboratori, enogastronomia e tanti spettacoli che ogni sera animeranno il borgo di S. Ippolito. Info su www.scalpellini.org [c.v.]

.

.

ISOLA DEL PIANO

36a edizione: i vincitori

Una nuova vita per il podere confiscato alla mafia Isola del Piano

a

Fossombrone

S. IPPOLITO

Strafossombrone

Fossombrone

Fossombrone

7

Alleanza per l’Italia (API) sbar- È conosciuto come il pae-

La classifica finale della 36 È il primo caso in regione. Si

Marta Ferri, titolare di un ne- La società Basket Fossombro-

n. 14 luglio 2011

edizione ha visto tra gli uomini una riconferma con Francesco Minerva dell’Atlethic Terni alla sua terza vittoria consecutiva, secondo Andrea Lucchetti della Tiferno Runners di Città di Castello, terzo classificato Yassin Elkhalil dell’Atletica Capanne Pro-loco. Tra le donne invece prima classificata è stata Barbara Cimmarusti dell’Atletica Banca di Pesaro, seconda Fausta Borghini della GPA San Marino e terza Emanuela Berardi della G.S. Gabbi [s.c.]

.

tratta di un campo di volontariato organizzato dall’Associazione “Libera” di don Luigi Ciotti che è partito ad Isola del piano nel podere confiscato alla ‘ndrangheta. I ragazzi provenienti da tutta Italia lavorano ad un progetto finalizzato a creare un agriturismo ed una fattoria didattica. Michele Altomeni, coordinatore del progetto, la definisce “Fattoria della Legalità” pensata anche come centro di formazione per le scuole. Nel progetto, oltre al comune, sono coinvolti Regione, Provincia, prefettura, Diocesi di

Fano e le scuole, con la collaborazione di Camera di Commercio, associazioni agricole, Lega delle Cooperative, Cgil e Anpi Fano. Altomeni spiega che «i ragazzi iscritti al campo lavorano per ripristinare uno degli edifici e partecipano a corsi di formazione con magistrati, testimoni di giustizia e personalità impegnate nella lotta alle mafie». Sabato 30 luglio è previsto l’evento conclusivo e l’incontro con don Luigi Ciotti che precederà la cena di autofinanziamento del progetto ed il concerto dei gruppi “Nudi sotto la pioggia”, “Frida Neri” e “Obelisco nero” [a.m.]

.


8

IL GIORNALE DEL METAURO

n. 14 luglio 2011

CARTOCETO

Iniziative all’insegna della sostenibilità

Il signifcato di un gesto estremo

È verde l’estate di Cartoceto

In ricordo di Piergiorgio

Cartoceto

L’Assessore Enrico Rossi

Tanti eventi nel cartellone del-

l’estate di Cartoceto e Lucrezia. Ce li presenta l’Assessore Enrico Rossi il quale ci riferisce che «nonostante i tagli di bilancio risorse economiche sono arrivate grazie alla progettazione fatta il più possibile in modo organico ed in rete con altre realtà (Provincia, Comuni, Ambito)». Rossi è molto soddisfatto per l’ottimo riscontro della seconda edizione di “Perle di Cinema”, il cinema all’aperto, realizzato in collaborazione con la Pro Loco. Ci parla poi di un innovativo progetto della Pro Loco: “Stiamo al verde”, patrocinato dal Comune, interamente dedicato alla sostenibilità ambientale, per una volta “spettacolarizzata” e alla portata di tutti: . Tre appuntamenti: il primo denominato “Stiamo tra gli Ulivi” (22 luglio). Una serata all’insegna dell’enogastronomia tra gli ulivi illuminati. Il tutto allietato da musica, comicità, ballate, e canzoni popolari. Il secondo appuntamento del progetto sarà invece “Stiamo alla Luce” (Centro storico di Cartoceto, 10 agosto): serata dedicata all’efficienza e al risparmio energetico: tavoli lungo le vie illuminate dalla sola luce di bracieri e lanterne a basso consumo, mentre si esibiscono cantastorie e artisti di strada. Il terzo appuntamento del progetto sarà infine una tre giorni di “Fiera della Sostenibilità” sulle energie rinnovabili: espositori provenienti da tutta la Regione, workshop, corsi di formazione e attività sui temi dell’ambiente e la qualità della vita.”

Dal 25 al 28 agosto sarà riproposta la musica live di “Music Square” in piazza Giovanni Paolo II a Lucrezia. La prima serata vedrà un concorso nazionale riservato alle band giovanili emergenti mentre nelle restanti saranno protagoniste cover band ufficiali nazionali. L’assessore Rossi si sbilancia poi su una sorpresa finale a cui sta lavorando per domenica 28, quando forse arriverà un artista di livello nazionale.

Il 14 agosto, in collaborazione con il Comune di Saltara, verrà riproposto “Un Balì lungo un Giorno” presso il Museo del Balì: una giornata densa di scienza, arte, astronomia, escursioni verdi, equitazione, educazione alimentare, gastronomia, e musica. L’assessore infine sta poi lavorando a “Giovani in Musica e in TV” che si terrà in piazza Giovanni Paolo II a Lucrezia: si tratta di una serata danzante sulle note della più bella musica degli anni ‘70-’80’-’90 anticipata dalla proiezione di un cortometraggio realizzato da alcuni ragazzi locali, collegato al progetto d’ambito “Cinema e Dintorni” [c.v.]

.

Cartoceto

Sono stata sua vicina di casa

per 12 anni. Ricordo di aver suonato una volta al suo campanello ma non ne ricordo il motivo. È ancora viva però in me l’immagine del suo ingresso: persiane serrate, buio, e... il suo silenzio rotto a fatica da un paio di monosillabi. Fuori dall’uscio di casa la risposta al saluto era, insieme al piacere, un vero successo: il silenzio e lo sguardo a terra erano le caratteristiche di Piergiorgio, scampato per puro caso, o per miracolo, dal crollo delle mura di via Marcolini più di 20 anni fa. Persone ancora più vicine a lui, hanno definito tale silenzio “terrificante”, ed io, vorrei provare a condividere con voi questo pensiero. Una mia insegnante diceva: “Anche quando non si parla, si comunica sempre qualcosa”. E allora,

Ivaldo Verdini interviene dopo la sua assoluzione

cos’è che comunicava il silenzio di Piergiorgio: dolore, solitudine, disagio, risentimento, rabbia... ? Cosa? Cos’è che lo portava a rimasticare i suoi ricordi, le sue ferite indelebili, e a dirle solo e soltanto alla sua sigaretta? Cos’è che ci porta a chiudere così tanto e per così tanto tempo, fin quando ”il pus”, l’infezione di queste ferite profonde e non curate contagia tutto il resto? Vorrei che il vuoto che Piergiorgio ha cercato per mettere fine al suo senso di strazio, trovasse il vuoto che c’è nel profondo di ognuno di noi e lo induca a riflettere, a curarsi, a domarsi. E vorrei che Fabio, questo era il suo nome originale, anch’esso negato fino alla fine, abbia trovato la pienezza e la luce, regolare compendio alle persone così cariche di sofferenza [b.g.]

.

30 luglio

«Si sgretola il castello delle menzogne» La Festa di prendere il governo di CartoCartoceto ceto. A Nasoni va tutta la mia Sant’Anna Si chiude con un’assoluzione un altro caso giudiziario per Ivaldo Verdini, ex-sindaco di Cartoceto, legato alla questione di emissione nell’atmosfera di sostanze nocive di prima classe di alcune aziende operanti nel territorio. L’accusa mossa era stata quella di abuso d’ufficio e di favoreggiamento. Coinvolto nella stessa inchiesta anche l’ingegnere del comune Nasoni, oggi in pensione, il quale invece ha ricevuto una condanna. «In quell’occasione spiega Verdini ho dato priorità al lavoro delle

Ivaldo Verdini

tante persone impiegate perché ero sicuro del fatto che non ci fossero emissioni nocive». La sentenza dice che il fatto non costituisce reato. «Si sgretola tutto il castello fondato sulla menzogna e sulla calunnia di chi voleva decapitare il sindaco e la maggioranza di allora per

stima perché credo fermamente nella sua buona fede. Purtroppo il settore da lui gestito, l’Urbanistica è costituito da una foresta di leggi, norme, regolamenti per cui è facile scivolare anche quando si è in buona fede». Dopo tre assoluzioni manca ora il pronunciamento sulla questione PRG. Verdini si dice sereno e ritiene che la Magistratura Italiana «è a più lenta al mondo ma anche la più garantista perchè tre sono i gradi di giudizio» [a.m.]

.

S. Anna di Cartoceto

Sabato 30 luglio appuntam-

neto con la tradizionale Festa di S. Anna presso il Bar Giunto. La festa che si ripete ogni anno dal 1997, celebra la Santa che dà il nome alla frazione. Segno di questa storica devozione è la chiesetta del ‘600 intitolata a S. Anna che sorge nella zona. Alle ore 19.30 ci sarà una S. Messa a cui seguirà un momento conviviale e tanta musica con “Moris e gli America”. A fine serata estrazione della lotteria [a.m.]

.


CARTOCETO SPORT

Palla in pista, terza edizione

IL GIORNALE DEL METAURO

I RICORDI DI MARCO

Quando le mucche erano le regine della campagna

Vince “Big Bang” E

La squadra vincitrice “Big Bang” con gli organizzatori del torneo

Cartoceto

Si è concluso venerdì 15 lu-

glio, il 3° torneo di pallavolo amatoriale “Palla in pista”. Il primo premio è andato alla squadra “Big Bang” capitanata da Catello di Capua (Cartoceto), sul secondo gradino del podio è salita la “Combriccola del Blasco” di Emilio Bonci (Saltara), mentre al terzo posto si sono piazzati gli “Amici del Volley” di Domenico Beltrami (Lucrezia). Il livello tecnico delle squadre in quest’ultima edizione si è rivelato più alto delle precedenti, così da dar luogo a partite molAUGURI A...

Mario e Maria Il prossimo 30 luglio Mario Pie-

rini e Maria Gilebbi festeggiano il 44° anniversario di matrimonio. Auguri dalla figlia Lucia con Albino, Gabriele, Michele e dal figlio Fabrizio con Roberta, Alberto e Arianna

.

to combattute e spettacolari. Alla premiazione ha presenziato l’assessore allo sport Enrico Rossi in rappresentanza del Comune di Cartoceto. La serata si è conclusa, come di consueto, con una cocomerata offerta a tutti i partecipanti. Segnaliamo un’iniziativa parallela, lanciata per la prima volta a Saltara: “Volley allo Sferisterio”, un torneo al quale hanno priorità di accesso le prime otto squadre classificate a “Palla in pista”. Le gare si svolgono dal 18 luglio in poi a Saltara, sotto le mura castellane, nello sferisterio [marco rulli]

.

ra il 1947 e la nostra famiglia coltivava un terreno di circa sei ettari, in via Pilone, di proprietà di un nobile romano del casato “Conte Franchi de Cavalieri”. Il nostro terreno confinava in diversi punti con un podere che coltivava la famiglia Rondina, soprannominata Bontà, che era di proprietà della signora Giulia Corsini, mitica insegnante elementare. Il capofamiglia si chiamava Leonardo la sua sposa Giuseppina, con loro condividevamo diversi lavori stagionali, compresa l’aratura del terreno. Erano tempi in cui la meccanizzazione in agricoltura non esisteva, così le mucche si accollavano i lavori più pesanti come l’aratura e il trasporto di tutti i prodotti agricoli con il biroccio. Inoltre queste docili bestiole regalavano un vitellino una volta l’anno. Ricordo che avevo nove anni e non ero ancora in grado di sollevare l’aratro ad ogni fine solco quando si arava da Leonardo, con il nostro paio di mucche che supportavano le sue, trainando insieme l’aratro lungo il tornante. Verso l’una di notte partivo da casa assonnato alle volta dei Rondina, mi posizionavo fra le pance satolle delle mucche per paura degli spiriti maligni di cui si raccontava

nelle veglie in casa dei contadini e all’osteria da Pipa. Intanto le docili mucche continuando a ruminare, e con un’andatura solenne emettevano dalle larghe narici fiotti di vapore, questi di notte si notavano perchè la temperatura era più bassa. Loro avevano un nome, tutti le chiamavano biò e buuì. Leonardo era pronto con le sue mucche già agganciate all’aratro, e mi rivolgeva un simpatico saluto: “Ciao Marchiu”. Ricordo quelle notti pesanti, assalito dal sonno e dai morsi delle zanzare, le stoppie si infilavano nei sandali e la rugiada bagnava i miei piedi. Ma nel contempo potevo godere della bella scenografia della natura con il chiaro di luna. Uno spettacolo indescrivibile: i campi di trifoglio imperlati dalla rugiada, i fiori di acacia con il loro candore penzolavano in mezzo a tanto verde, l’eco delle voci dei contadini dai campi limitrofi che incitavano le mucche dicendo: ”dai biò, buuì, va là”. Di rimando le mucche rispondevano facendo cigolare il giogo sotto sforzo mentre l’aratro rivoltava il terreno disegnando una macchia rettangolare scura. Il tutto era accompagnato da una dolce sinfonia con diversi suona-

AUGURI A...

Massimo e Marisa Il 6 luglio Massimo Caselli e Marisa Bartolomeoli hanno festeggiato i 25 anni di matrimonio; l’8 luglio Marisa ha compiuto 50 anni. Augurissimi dai figli Angelica e Sebastiano

.

9

n. 14 luglio 2011

tori come il canto del gallo dalla mezzanotte ogni ora e il concerto dei grilli, direi proprio una bella colonna sonora. Più tardi, il grande spettacolo dell’alba, che precede il sorgere del sole: a levante un gran bagliore, seguiva una sfera dal colore rossastro che andava schiarendo man mano che saliva verso il cielo. Intanto la luna calava a ponente, perdendo il suo bagliore, sino a scomparire dietro le montagne per ricaricare le batterie del giorno dopo. Era l’ora quindi delle serenate di usignoli, cardellini, passeri e verdoni. Così arrivavano le sette e Lisandrin il campanaro suonava i rintocchi per la S. Messa mattutina. Leonardo mi invitava a recitare insieme una preghiera per ringraziare della proficua e serena nottata di lavoro. Era l’ora del cambio dei musicisti: i grilli a dormire e al loro posto le sviolinate delle cicale sotto il sole cocente. A quel punto andavamo verso casa e, appena arrivavo sull’aia, il nostro cane Tom esultava al mio ritorno leccandomi l’intero viso. Postilla: I ragazzi di allora, pur vivendo in ristrettezze economiche, si godevano lo spettacolo della natura e volgendo lo sguardo in alto, raffiguravano un “assoluto” con insicurezza e abbandono. Mentre i ragazzi di oggi, pasciuti e satolli, guardano in alto solo impennando la ruota anteriore della loro moto e vedono confusione e tanta nebbia. Meditate…

.


10

IL GIORNALE DEL METAURO

SALTARA

n. 14 luglio 2011

Tanti artisti, tanta buona musica e tanto pubblico

Al Museo della Scienza di Saltara

Saltarua: una bella serata di musica Le proposte estive del Balì Saltara

Saltara le iniziative estive al Museo del Balì. Per la rassegna “Giove-diamoci al Balì” Giovedì 21 luglio alle ore 21.30 si tiene una conferenza dal titolo “I cieli di cristallo” a cura di Roberto Buonanno in cui si parla di cosmologia aristotelica. Chiude la rassegna Giovedì 28 luglio lo spettacolo di musica e scienza a cura di Michelangelo Rocchetti dal

Il giorno in cui è andato in

scena Saltarua è stato il giorno più caldo dell’anno! Le provviste della Pro Loco di acqua e birra quasi non sono bastate. Apprezzato il programma, commenti positivi anche per la novità di quest’anno: la mostra di arti visive. Applausi per Clarissa Vichi, voce del Dan.Rache Trio, premiata recentemente al Festival Jazz di La Spezia come miglior voce. La piazza era piena per l’atteso concerto sul palcoscenico principale. È riuscito l’esperimento tra Linda ed i prestigiosi musicisti come Garofoli e Marinelli. Lo Slave

Proseguono

Song Gospel Choir è stato accolto da un tripudio. Passata la mezzanotte tutte le sedie della piazza erano ancora occupate: è stata davvero la festa della buona musica! [a.m.]

.

[sopra] Alcuni volontari della Pro Loco di Saltara [sotto da sin.] La novità del 2011: la galleria degli artisti; il coro Slave Song; Linda Valori

titolo “Sinfonie scientifiche”. Nell’ambito di “Notti insolite al Balì” Sabato 30 luglio alle ore 21.30 è la volta di “Letture al chiaro di luna”, racconti mitologici sotto il cielo stellato con riconoscimento delle costellazioni narrate. È inoltre possibile, su prenotazione, tutti i Venerdì e Domenica esplorare le stelle accedendo all’osservatorio. Per informazioni www. museodelbali.it [c.v.]

.

L’Associazione Carabinieri a Torino Saltara

Nel corso delle celebrazioni

per il 150esimo Anniversario dell’Unità d’Italia a Torino, l’Associazione Nazionale Carabinieri ha organizzato nei il XXI° Raduno Nazionale Straordinario. Raduno al quale hanno partecipato, rappresentando la provincia di Pesaro e Urbino, le Sezioni A.N.C. di Fano e Saltara che hanno raggiunto la città di Torino pren-

dendo parte ad alcuni degli eventi in programma tra cui il Carosello Equestre da parte del 4° Reggimento Carabinieri a Cavallo in commemorazione della gloriosa carica di Pastrengo del 30 aprile 1848. Sono state stimate circa 150.000 presenze alla sfilata. Al termine è stato annunciato un arrivederci al raduno nazionale ordinario del 2012 che si terrà a Jesolo [a.m.]

.


SALTARA / SERRUNGARINA / PIAGGE

IL GIORNALE DEL METAURO

11

n. 14 luglio 2011

Premiati gli investimenti Le iniziative dell’Avis di Serrungarina sulle energie rinnovabili “Fare rete” significa fare meglio Serrungarina

La Sezione Avis di Serrungarina Catia Santini, Luigino Quarchioni (Presidente di Legambiente Marche) e Vladimiro Perlini

Saltara

La famiglia Perlini ha ricevu-

to, per il secondo anno consecutivo, il premio di Legambiente, Università Politecnica delle Marche e Federazione BCC per i migliori investimenti nelle Energie Rinnovabili. Lo scorso anno era stato realizzato un impianto fotovoltaico su un opificio con relativo smaltimento della copertura in eternit. Quest’anno è stata premiata la riqualificazione ener-

getica di una casa a Sassonia di Fano dove sono stati introdotti una caldaia a condensazione e il solare termico. «Sono molto orgoglioso di questo premio – dice Vladimiro Perlini – Abbiamo riqualificato energeticamente diversi edifici, sia civili che industriali, per un totale di 4 interventi negli ultimi 5 anni ed abbiamo anche realizzato 2 impianti fotovoltaici, uno fisso ed uno ad inseguimento biassiale» [c.v.]

.

è stata recentemente impegnata in diverse iniziative pubbliche. Si è partiti con la due giorni della “Festa dello Sport” che ha visto la presenza di tutte le associazioni sportive e dove l’Avis ha avuto possibilità di distribuire materiale pubblicitario e donare dei palloncini ai bambini. Durante il saggio di ginnastica organizzato dall’Alma Juventus Fano, l’Avis ha collaborato con l’associazione “Il Carretto” offrendo l’opportunità a tanti bambini di avvicinare gli asini e di poterli cavalcare. L’Avis è stata coinvolta, insieme al gruppo della Protezione Civile, nell’iniziativa “Riscopriamo il fiume”, un intero pomeriggio dedicato alla conoscenza e al rispetto dell’ambiente. «Mi piace puntualizzare le diverse iniziative

PIAGGE

Tutte le iniziative dell’estate piaggese Piagge

È partita l’estate piaggese con inizia-

tive all’insegna del divertimento per adulti e bambini, organizzate dal Comune e dalla Società Sportiva Lubacaria. Venerdì 22 luglio alle ore 21 presso la piazza del centro storico, la compagnia teatrale “Teatrocoibuchi” presenterà il primo di due spettacoli, intitolato “Oh Cenerentola!”, di Lino Terra, liberamente ispirato all’omonima fiaba, tra le più conosciute ed amate da grandi e piccini. Sabato 23 dal pomeriggio, per tutti gli sportivi tornerà la gara podistica “Scalata al castello”, una corsa “in notturna” attraverso i vicoli e la storia di Piagge. Per domenica 24 alle ore 21 è prevista la messa in scena de “Le

nozze di Arlecchino”, un esempio di drammaturgia contemporanea che analizza con ironia il rapporto di coppia, attraverso la sperimentazione di diversi linguaggi, dal Mimo al Clown, alla Commedia dell’Arte. Durante tutte le serate sarà in funzione uno stand dove poter gustare buoni piatti della tradizione gastronomica locale. Gli appassionati di storia non potranno mancare l’appuntamento con la rievocazione dello sfondamento della “Linea Gotica”, il 29, 30 e 31 luglio, realizzata in collaborazione con i Comuni di Montemaggiore, Fano, Mondolfo, San Giorgio, Orciano e Barchi. Per ulteriori informazioni rivolgersi al Comune di Piagge, tel. 0721-890131

.

a cui abbiamo aderito – dice il presidente Arnaldo Cipriotti – a dimostrazione che quando ci si unisce e si fa rete per conseguire un fine comune si ha più forza e le iniziative hanno più successo. Tutte le associazioni si sono impegnate per offrire al paese momenti di aggregazione per grandi e piccoli confermando a chi partecipa quanto sia importante

la presenza del volontariato. Far rete a livello locale è un modo innovativo per promuovere il volontariato in generale. Le iniziative hanno avuto successo grazie all’impegno gratuito di tutti gli associati. La nostra presenta alle iniziative – conclude Cipriotti – è un modo importante anche per attirare, motivare e coinvolgere i giovani» [a.m.]

.

La festa della mietitura

La rievocazione storica della mietitura. A destra Gentiletti Roberto con la moglie

Pozzuolo di Serrungarina

Il 9 e 10 luglio scorso si è tenuta nell’area del chiosco della Tagliata la 17 edizione a

della rievocazione storica della mietitura e trebbiatura. Oltre 1.500 persone hanno preso parte a questa due giorni proposta dalla Pro Loco che ha visto l’esposizione dei mezzi storici utilizzati per la raccolta del grano, la degustazione dei piatti tipici di una volta come il baccalà arrosto con le patate

.


12

IL GIORNALE DEL METAURO

n. 14 luglio 2011

MONTEMAGGIORE

Nasce la sezione di Montemaggiore

Festa e commozione per il primo Memorial Lucertini

Un benvenuto all’Avis “Isa infissi” si aggiudica il torneo

Consiglio Direttivo Presidente: Corvino Elisabetta; Vice Presidente: Ordonselli Mario; Tesoriere: Marini Simone; Segretario: Mengacci Daniele; Rappresentante giovani: Baldelli Luca; Consiglieri: Bartolucci Orietta, Cazzanti Simone, Grilli Michele, Ravizzone Francesco. Collegio Sindaci Revisori: Brunelli Terenzio, Becucci Virgilio, Torelli Giacomo, Cenerelli Giancarlo

Villanova

Sono in tanti che hanno dato il benvenuto alla nuova sezione Avis. Il Sindaco Tarcisio Verdini ha espresso la soddisfazione e l’importanza per la vivacità associativa che si registra in questa parte della valle ricordando anche il neonato gruppo di Protezione Civile. Presenti i sindaci di Serrungarina e Montefelcino, Marta Falcioni e Ferdinando Marchetti e i rispettivi Presidenti delle sezioni Avis, Arnaldo Cipriotti e Sauro Costantini. Presenti anche i rappresentanti di altre associazioni del comune. Per l’AVIS erano presenti il Presidente Provinciale Daniele Ragnetti e il Vicepresidente LAUREA

Giovanni Pelonghini. E poi tanti cittadini venuti a salutare questa nuova iniziativa. L’emozione si è fatta palpabile quando la neopresidente Elisabetta Corvino ancor prima di approvare lo Statuto e indicare il direttivo, ha annunciato di voler dedicare la sezione a Ilaria Canucoli e Michele Bartolucci, ragazzi del posto scomparsi giovanissimi e il cui dono importante e generosamente ricevuto non è purtroppo bastato. A suggello dell’approvazione dello statuto sono stati lanciati in aria dei palloncini simbolo della gratuità del dono, come ha sottolineato il vicepresidente, Mario Ordonselli [c.v.]

.

Villanova 400 persone hanno preso parte alla finale del torneo di calcio a 5 “1° Memorial Alessandro Lucertini”. La Pro Loco ha organizzato una cena vissuta in grande allegria. A questa è seguita la tensione della finale che ha decretato la seguente classifica: primo posto alla “Isa Infissi”, secondi “Un macello di costruzioni”, terzi “Forum Caffe” e quarti classificati “Ciacci”. Sono inoltre stati assegnati premi specia-

Oltre

Auguri al neo Dottor Gambioli

P

lauso per il traguardo raggiunto da Michele Gambioli il 7 luglio 2011 con la Laurea Specialistica in Economia e Management presso l’Università Politecnica delle Marche – Ancona. Auguri per un prosperoso successo nel mondo del lavoro dai genitori, dalla sorella e dalla nonna

.

li tra cui: quello di miglior giocatore andato ad Andrea Fossa, mentre Davide Mazzanti ha ricevuto quello di miglior portiere, capocannoniere del torneo è stato invece Matteo Fossa. La serata si è conclusa con un momento di forte commozione quando gli amici di Alessandro hanno fatto volare in aria dei palloncini bianchi con attaccato un cartello che riportava la frase: «Ale, se l’unione fa la forza allora ci hai resi invincibili». Complimenti ragazzi! [a.m.]

.

IN RICORDO DI...

Tonino Valentini 23 luglio 2010 – 23 luglio 2011

È già trascorso un anno da quando te ne sei andato. Vogliamo ricordarti così, tra le montagne che passeggi con il tuo fedele amico “Lanzer”. Non abbandonarci mai, ma guardaci da lassù, aiutaci a restare sempre uniti nel tuo ricordo. Tua moglie Loredana, Patrizio, Anna, tua suocera e gli amici ti ricordano con affetto. Domenica 24 luglio alle ore 10.00 a Villanova di Montemaggiore verrà celebrata la Santa Messa in suffragio

.


IL GIORNALE DEL METAURO

n. 14 luglio 2011

13

Notizie in breve a cura di Cristina Morbidoni

Campagna contro l’abbandono degli animali domestici

“L

a mia estate con te” è lo slogan della campagna promossa contro l’abbandono degli animali domestici lanciata dalla provincia di Pesaro e Urbino. Le pene per i trasgressori sono molto pesanti e si rischia l’arresto fino ad un anno. L’abbandono finisce anche con l’aggravare il fenomeno del randagismo. Adottare degli animali significa compiere un atto di responsabilità e questi non possono essere considerati come oggetti da prendere e lasciare a piacimento

.

Nasce a Fano la scuola per saldatori

N

asce la scuola di saldatura regionale con il proposito di essere un punto di riferimento per le aziende del settore che devono soddisfare requisiti contrattuali secondo le normative comunitarie (EN) ed internazionali. L’iniziativa ha il patrocinio di Confartigianato e Confcommercio. La sede è a Fano in via Borsellino. Info 0721.866772

.

Idee in Moda: un successo da tutto esaurito

“I

dee in Moda”, il gran défilé organizzato dalla CNA, è stato salutato da una piazza del Popolo stracolma di gente accorsa anche per le tante star e soubrette televisive ospiti della manifestazione pesarese tra cui: Aida Yespica, Jeanene Fox (la Filippona) e Keyla Guilarte Gonzales mentre il pubblico femminile era tutto per Sergio Muniz, volontariamente dato per assente ad inizio serata. Vera e propria mattatrice dell’evento è stata Jo Squillo

.

Inquinamento: il fiume Metauro chiede aiuto

S

i è tenuto a Urbania il vertice tra comuni dell’alta valle del Metauro e provincia per studiare una strategia per migliorare la situazione delle acque del fiume. E’ necessario avviare un sistema di controlli incrociati sui pompaggi dell’acqua dal fiume, sulle aree industriali e sulle attività più a rischio. Il comune di Urbania si è impegnato con le forze di polizia a monitorare le pompe private, cioè i prelievi che i privati fanno dell’acqua del fiume, sembra anche per usi impropri. La provincia si è invece impegnata a verificare le circa 40 autorizzazioni concesse per il prelievo delle acque del fiume da parte di attività agricole, industriali e commerciali. Tutti sono d’accordo ad estendere le analisi delle acque anche a Fermignano, Mercatello e Borgopace. L’obiettivo è quindi quello di avere un quadro unitario al fine di avviare azioni coordinate e coerenti. Aggiungiamo, sarebbe auspicabile che si costituisse un tavolo formato dai comuni sul cui territorio scorre il fiume Metauro: è interesse di tutti, comuni più a monte e comuni più a valle, che questo bene cosi essenziale venga tutelato e protetto

.

CONCHIGLIE DI VONGOLE E GAMBERETTI

U

na presentazione di vongole e gamberetti che consiglierei per quelle belle cene di cui possiamo godere in estate sul terrazzo o in giardino. Come sempre: per dubbi, commenti e quant’altro www.angiolettochecucina.it

Qui da me, ridente cittadina di mare sulla costa

Adriatica… il sabato c’è il mercato: di tutti i generi, alimentari e non, compreso quello del pesce. Anche il mercoledì c’è, ma intendevo dire che, se siete stati al mercato (o al supermercato, che forse è un po’ più facile…) e avete preso un bel sacchetto di vongole, ecco un bel modo per impiegarle, fermo restando che abbiate anche un bel pugno di gamberetti, se proprio non si può fare di meglio, anche congelati. Tutti i “pesci” che stanno in un guscio o che comunque abbiano una corazza coriacea, mi fanno gola e tanta festa, sarà perché questo vuol dire che non bisogna combattere con le lische, per cui sono più invitanti… Addirittura qui togliamo il guscio alle vongole, ma le ridepositiamo e componiamo il nostro ottimo antipasto nei gusci vuoti di capesante, sempre da tenere per occasioni come questa, per fare bella figura, oltre che per il gusto, anche per la presentazione.

INGREDIENTI vongole veraci 1 kg. - gamberi sgusciati 300 gr. prezzemolo - peperoncino - aglio 2 spicchi pomodorini - olio extra vergine d’oliva gusci di capesante PREPARAZIONE In una padella fare aprire le vongole senza farle cuocere troppo, sgusciarle tenendo da parte il loro brodo di cottura, dopo averlo filtrato bene. In una padella versare dell’olio, aggiungere due spicchi d’aglio tritato, rosolare appena, quindi versare le vongole con il loro sughetto, i gamberi sgusciati e alcuni pomodorini tagliati a spicchi, fare andare sul fuoco a fiamma vivace per alcuni minuti, non di più, insaporire con peperoncino e prezzemolo tritato. Disporre gamberi e vongole nei gusci vuoti di capesante e servire

.

Musica da “gustare” con il piatto Fin che la barca va [Orietta Berti]

“Clotul”: il brevetto di due mamme fanesi per i bambini in bici

INVENZIONE CHE PASSIONE Due mamme, cinque bimbi in due. Una grande esperienza dunque nonostante la giovane età e soprattutto la scoperta che i bambini si addormentano senza chiedere il permesso a nessuno e dove capita. Aggiungiamo noi che le due mamme amano pedalare con i loro figli per le vie di Fano. È così che nasce DreamBike by Clotul che prontamente tradotto significa “Sogno in bicicletta per Cloe e Tullio”. Non ci vuole molto a comprendere che sono esattamente gli ultimi nati nelle due famiglie, i due più portati ad addormentarsi sul seggiolino della bici di mammà. Ma veniamo alle due giovani mamme, creative per necessità, cominciando da Beatrice Farneti, architetto ed insegnante di Tecnologia ed informatica, proveniente da esperienze di progettazione architettonica con una grande passione per la storia e l’archeologia del territorio e passando a Tatiana Tonnini, laureata in Scienze del Turismo, attualmente gestisce un B&B e coltiva la sua passione per l’omeopatia, la cucina l’arredamento. Ma passiamo alla loro creazione: un comodo e versatile cuscino a forma di grande caramella da porre sopra il manubrio della bicicletta per sorreggere e proteggere il capo del bimbo che si addormenta durante la passeggiata od i trasferimenti. Dolcezza e sicurezza. Originale la presentazione sul web (www.clotul.com) dell’invenzione, regolarmente brevettata. Partendo dallo slogan: “ Chi dorme piglia Dream Bike!” e passando ad una deliziosa letterina indirizzata ai bimbi. Ma con il

tempo molti problemi vennero alla luce e le due infaticabili mammine li risolsero fino a farne un oggetto perfetto. Dalla tasca con chiusura in velcro ai passanti per agganciare ciuccio o sonaglini, dal taschino per riporre le manine quando è freddo ai lacci regolabili per fissare il cuscino al manubrio, dal parapioggia impermeabile per coprire cuscino e seggiolino al cuscino interno realizzato in piuma&fill con tanto di certificazione di qualità ecologica. Nessun problema, piccolo o grande è rimasto irrisolto e le risposte vengono curiosamente fornite prima ancora di formulare le domande. Perché questo oggetto, non bisogna dimenticarlo mai, è stato testato sui loro stessi bambini. Frutto dell’intelligenza e della creatività italiana certamente ma anche dell’amore. Un oggetto che ha già destato l’interesse di una grande ditta di livello nazionale la quale in un momento felice per l’uso sempre più diffuso della bicicletta ne ha compreso l’enorme possibilità di mercato dovunque vivano una mamma ed i suoi bambini e la bicicletta per necessità o per scelta ecologica è quel fantastico mezzo di locomozione che tutti conosciamo. Dunque: Sogni d’Oro.[alberto berardi]


14

IL GIORNALE DEL METAURO

n. 14 luglio 2011

ORARIO FESTIVO S. MESSE

NUMERI UTILI EMERGENZA Carabinieri 112 Polizia 113 Vigili del Fuoco 115 Guardia di Finanza 117 Emergenza sanitaria 118 Emegenza ambientale e boschiva 1515 Guardia costiera 1530 POLIZIA MUNICIPALE Cartoceto 0721 897022 Fano 800 094141 Fossombrone 0721 723212 Montemaggiore 0721 895312 Saltara 0721 891133 Serrungarina 0721 896121

FARMACIE DI TURNO Fossombrone dalle 8.45 del 16/7 alle 8.45 del 23/7 EMANUELLI (Corso Garibaldi, 66) dalle 8.45 del 23/7 alle 8.45 del 30/7 EMANUELLI (Corso Garibaldi, 66) dalle 8.45 del 30/7 alle 8.45 del 6/8 EMANUELLI (Corso Garibaldi, 66)

Bassa Val Metauro Luglio / Agosto 20 mercoledì LUCREZIA 21 giovedì TAVERNELLE 22 venerdì VILLANOVA 23 sabato PONTE DEGLI ALBERI 24 domenica SALTARA 25 lunedì CUCCURANO 26 martedì VILLANOVA 27 mercoledì CARTOCETO 28 giovedì LUCREZIA 29 venerdì TAVERNELLE 30 sabato CUCCURANO 31 domenica PONTE DEGLI ALBERI 01 lunedì SALTARA 02 martedì CUCCURANO 03 mercoledì CALCINELLI

Fano Luglio / Agosto 20 mercoledì VANNUCCI via Cavour 2 21 giovedì CENTRALE C.so Matteotti 143 22 venerdì S. ELENA via Alighieri 59 23 sabato GIMARRA viale Romagna 133 24 domenica PORTO via I Maggio 2 25 lunedì GAMBA Piazza Unità d’Italia 26 martedì ERCOLANI via Togliatti 3 27 mercoledì S. ORSO via S. Eusebio, 12 28 giovedì RINALDI via Negusanti 9 29 venerdì PIERINI via Gabrielli 13 30 sabato BECILLI via S. Lazzaro 14 31 domenica VANNUCCI via Cavour 2 01 lunedì CENTRALE C.so Matteotti 143 02 martedì S. ELENA via Alighieri 59 03 mercoledì GIMARRA viale Romagna 133

AGENDA

FOSSOMBRONE Duomo Sabato prefestiva 18.00 8.00 - 11.00 S. Agostino 18.00 S. Maria Ausiliatrice Sabato prefestiva 17.00 Domenica 8.30 - 11.00 S. Antonio Abate al Borgo Domenica 9.30 Cappuccini 10.30 - 17.00 Ospedale Lun. e Ven. ore 17.00 Montecelso 10.00 Bellaguardia 10.00 S. Gervasio 9.00 o 11.00 (alterno) S. Anna 9.00 o 11.00 (alterno) S. Martino dei Muri 11.00 Isola di Fano 11.15 S. Maria della Valle 9.30

BASSA VALMETAURO Calcinelli Sabato (Postavecchia) 20.30 Domenica 8.45 - 10 - 11.15 - 17 Saltara 8.00 - 11.15

Villanova

Sabato prefestiva 20.30 Domenica ore 10.00

Montemaggiore 8.30 - 11.15 S. Liberio 16.00

Cartoceto

Chiesa parrocchiale 7.30 - 10.45 - 19.00 Convento S. Maria 10.00 Pieve (cimitero) 9.00 Ripalta 9.30 Pozzuolo 9.45

Lucrezia

S. Giuseppe al Porto Sabato prefestiva 17.00 Domenica 7.30 - 9.30 11.00 - 17.00 S. Marco (Sassonia) Sabato prefestiva 19.00 Domenica 8.30 - 11.15 S. Marco (via Nolfi) 10.00 S. Paolo in Vallato Sabato prefestiva 18.00 Domenica 8.30 - 10.30 - 18.30 S. Giovanni Bosco Domenica 7.30 - 9.30 S. Teresa 9.00 Ospedale S. Croce 7.30 S. Pio X 8.30 - 11.00 - 17.30 S. Famiglia (Fano 2) Sabato prefestiva 19.00 Domenica 8.00 - 11.00 - 17.30 Ponte Metauro Domenica 7.30 - 11.00 - 17.30 S. Maria Goretti (S. Orso) Sabato prefestiva 19.00 Domenica 8.30 - 11.00 - 18.00 Chiesa dei Tre Ponti 10.00 Sacro Cuore (Centinarola) Sabato prefestiva 18.00 Domenica 8.00 - 11.00 S. Maria (Rosciano) Domenica 9.00 - 11.00 - 18.00 Eremo di Monte Giove 10.00 Convento Benedettine (Rosciano) 7.30 S. Biagio (Cuccurano) Sabato prefestiva 18.00 Domenica 9.00 - 11.00 S. Sebastiano (Bellocchi) Sabato prefestiva 19.00 Domenica 8.30 - 11.00 - 17.00 S. Cesareo (Carrara) Sabato prefestiva 8.00 Domenica 9.00 - 11.00

Santuario Beato Sante Sabato prefestiva 17.00 - 19.00 Domenica 7.30 - 9.00 - 11.00 16.00 - 17.00 - 18.00

del Metauro Mostre

Spettacoli

PADIGLIONE ITALIA Biennale Venezia 2011

ROCK STAGE LIVE

Fino al 27 novembre URBINO Orto dell’abbondanza (DATA) A cura di Vittorio Sgarbi Orario: da mar a gio: 15.30 - 19.30 da ven a dom (e festivi): 10.00 - 19.00 / Lunedì chiuso

GUERCINO A FANO FANO Pinacoteca S. Domenico (Via Arco d’Augusto) fino al 1° ottobre orari: dalle 18 alle 22 giorno di chiusura: Lunedì info: www.fondazionecarifano.it

ACCOLTA DEI QUINDICI Rassegna di arte contemporanea Dal 23 luglio al 7 agosto FANO - Rocca Malatestiana

FOSSOMBRONE

19.00 (giugno - luglio - agosto)

Biblioteca “Passionei” Via Torricelli, 2/4 - T. 0721.723238

FANO

Orario: tutti i giorni: 21.00 - 24.00 Ingresso libero

Sabato prefestiva 17.00 Domenica 10.30

BIBLIOTECHE

Tavernelle Bargni

FANO S. Cristoforo 8.00 - 10.00 - 11.30 - 17.30 Cattedrale Sabato prefestiva 18.00 Domenica 8.30 - 11.00 - 17.30 S. Paterniano Sabato prefestiva 18.30 Domenica 8.00 - 11.30 - 18.30 S. Maria Nuova Sabato prefestiva 19.00 Domenica 6.30 - 9.30 - 19.00 S. Tommaso 10.30 Cimitero Urbano 9.00 - 10.30 Gran Madre di Dio 7.00 - 8.30 - 11.00 - 17.00

Mediateca Montanari - Memo Piazza Amiani - T. 0721 887 343 Biblioteca Federiciana – BiF Via Castracane - T. 0721 887 473

CARTOCETO Biblioteca “Ciscato” Via delle Mura - T. 0721 898123

SALTARA Biblioteca Comunale Via Marconi, 1 - Calcinelli T. 0721 892969

FANO Dal 25 al 31 luglio Info: www.fanojazznetwork.it

FANOTE Rassegna di musica emergente

RAPHAEL GUALAZZI IN CONCERTO

Sabato prefestiva 20.00 Domenica 9.00 - 11.30

Serrungarina

XIX FANO JAZZ BY THE SEA

FANO Piazzale Simonetti (Lido) - h. 21 Dal 27 al 30 luglio

Espongono: Alfio Bi, John Betti, Gabriele Biagetti, Doro Catalani, Luciana Ceci, Paolo Del Signore, Sauro Di Sante, Sandra Marcelloni, Giulio Marcucci, Lucia Perugini, Pierluigi Piccinetti, Dante Pier Mattei, Alceo Pucci, Giovanni Pupita, Denise Sanna, Paolo Tarantini, Alessandro Tonti, Giacomo Tonucci, Marco Verdiglione. Retrospettiva: omaggio a Emilio Furlani “Il privilegio della bellezza”

Sabato prefestiva 18.00 Domenica 8.00 - 9.30 - 11.00 - 18.00

CALCINELLI Piazza Metauro - h. 21 20 e 27 luglio

ART DISCOUNT Fino al 10 agosto S. ANGELO IN VADO Cantina Maroncelli “Da Ciro” Mostra collettiva organizzata dall’Ass. Culturale TaFed Zakur. La mostra è visibile tutti i mercoledì di luglio e agosto in concomitanza con lo “shopping di sera”

URBINO Piazza Rinascimento - h. 21 Venerdì 22 luglio Info: Urbino Servizi 0722.2631

CONCORSO MUSICALE BRUNO LAUZI CALCINELLI Piazza De’ Cavalieri - h. 21 Venerdì 22 luglio

FILIPPO GRAZIANI CANTA IVAN GRAZIANI MONDAVIO Piazza Della Rovere - h. 21.30 Venerdì 29 luglio Info: www.mondavioturismo.it

MUSICA & MUSICA Festival di musica classica MERCATELLO SUL METAURO Chiesa e Museo di S. Francesco Dal 23 luglio al 17 agosto Info: http://musicaemusica. proloco-mercatello.it


AGENDA Cinema

del Metauro

Sapori

CINEMA SOTTO I PORTICI

Programmi completI su

www.ilmetauro.it alla voce “CINEMA”

Sport

URBANIA Palazzo Ducale - h 20 Venerdì 22 luglio Info: www.cucinamedievale.it

Venerdì 22 luglio h. 21.00

Info: www.corrida.altervista.org

chetempofarà PALIO DEI BIROCCI PEGLIO - Centro storico Dal 22 al 24 luglio

S. ORSO IN FESTA CON LA GLUPPA FANO - Quartiere S. Orso Stand gastronomici e ballo dalle h 19.00 Dal 28 al 31 luglio Info: 0721.865925

GOTICA VERDE LE STRADE DELL’8a ARMATA - Rievocazione Dal 29 al 31 luglio (Vedi programma a pag. 12)

URBINO Dal 21 al 24 luglio Info: www.straducale.it

FESTA DELLA MONTAGNA MONTE CATRIA 30 - 31 luglio Info: www.catria.eu

Mercatini

MONTEFELCINO dalle h. 18.30 Tutti i martedì fino al 9 agosto www.prolocomontefelcino.it

GIOVE-DIAMOCI AL BALÌ

Piazza G. Paolo II

a cura di Francesco Cangiotti, geologo

IL MEDIOEVO NEL PIATTO

STRADUCALE 2011 Gara ciclistica

MERCATINO DEL FEUDATARIO

LUCREZIA

CARTOCETO - h. 19.30 Venerdì 22 luglio www.stiamoalverde.it

S. MARTINO DEL PIANO DI FOSSOMBRONE 23 - 24 luglio Info: 0721.715663 - 366.8764414

URBANIA - Centro storico Domenica 24 luglio Info: www.urbania-casteldurante.it

Eventi

STIAMO TRA GLI ULIVI

SAGRA DELLA BOCCABONA

FIERA DI S. CRISTOFORO E DELLA CERAMICA

15

Giovedì 21 e 28 luglio (vedi programma a pag. 10) www.museodelbali.it

Tutti i lunedì e giovedì di luglio

CARTOCETO - LUCREZIA h. 21.00 luglio e agosto

n. 14 luglio 2011

SALTARA Museo del Balì - h. 21.30

FOSSOMBRONE Chiostro di S. Agostino (Corso Garibaldi) - h. 21.30

PERLE DI CINEMA

IL GIORNALE DEL METAURO

Chi volesse segnalare un evento può inviare una mail a: redazione@ilmetauro.it

194a SAGRA POLENTARA SAN COSTANZO Centro storico - dalle h. 18.30 30 - 31 luglio Info: www.prolocosancostanzo.it

XXVII FIERA REGIONALE DEL TARTUFO D’ESTATE FURLO DI ACQUALAGNA Domenica 31 luglio dalle h. 10.00 Info: www.acqualagna.com

FANO AIR SHOW E SPETTACOLO AEREO DELLE FRECCE TRICOLORI FANO - lungomare Sassonia - h 15 30 - 31 luglio

Il periodo appena trascorso è

stato caratterizzato da una decisa rimonta anticiclonica, di stampo africano che ha fatto si che i valori termici si siano portati per diversi giorni oltre i +30 gradi, raggiungendo punte massime fino a +39°, con valori decisamente oltre la media ed elevati tassi di umidità che hanno fatto percepire maggiormente la sensazione di caldo e afa. Dopo questa fase, che probabilmente avrà contraddistinto il periodo forse più caldo dell’estate 2011, in questi giorni la discesa di una blanda saccatura dal nord Europa, associata a correnti più fresche, sta favorendo una moderata variabilità accompagnata da qualche rovescio temporalesco e da un sensibile calo dei valori termici. Volendo formulare una previsione di massima per il periodo che va dal giorno 19 a fine mese, l’analisi dei modelli ci propone una fase caratterizzata dalla presenza dell’alta pressione azzoriana sul medio-basso atlantico, che tenderà ad estendere la propria influenza anche verso la nostra penisola, che tuttavia rimarrà in balia anche di una modesta

circolazione depressionaria presente sull’Europa centrale. Quindi sul nostro territorio provinciale, dal giorno 19 fino a domenica 24 il cielo si presenterà fra il poco nuvoloso e il variabile con ampie zone di sereno specie sulle coste, alternate a temporanei annuvolamenti cumuliformi che, durante le ore pomeridiane e lungo l’appennino, potranno dar luogo ad isolati e brevi rovesci. In questa fase i valori termici si manterranno gradevoli e localmente anche leggermente inferiori alla media, con clima fresco nelle prime ore del mattino e di stampo estivo durante la giornata. Dal giorno 25 a fine mese l’ulteriore espansione dell’alta pressione verso est, favorirà maggiori condizioni di stabilità, quindi con cieli in prevalenza soleggiati, ma anche con temperature in nuovo sensibile aumento e nuove condizioni di caldo moderato ma su valori di poco superiori alla media Per le previsioni metereologiche aggiornate sulla provincia di Pesaro e Urbino: www.pesarourbinometeo.it

Quindicinale di informazione locale Anno 3 - n. 14 / 20 luglio 2011

Si cena in terrazza venerdì, sabato e domenica

...e il venerdì musica dal vivo! CARTOCETO - Via Bottaccio, 4 Tel. 0721.898144 - Cell. 389.8340060 www.ristoranteagliolivi.it

Direttore responsabile Cecilia Di Lorenzo Redazione Alessandro Marconi Sandra Di Orazio Simona Campolucci Impaginazione Claudio Vagnini

Redazione e amministrazione via dell’Artigianato 2/2 - 61030 Lucrezia (PU)

.

Il prossimo numero esce il

3

AGOSTO

Tel. 0721 877272 - Fax 0721 876671

E-mail: redazione@ilmetauro.it

www.ilmetauro.it Facebook il giornale del metauro Pubblicità Tel. 0721 877272 Abbonamento annuale

Editore e Stampa Conte Camillo - Lucrezia Reg. Tribunale di Pesaro n. 561 del 26/05/2009

Per ricevere il giornale cartaceo a casa: un anno (26 numeri) > 30 euro Per ricevere il giornale digitale in formato pdf: un anno (26 numeri) > 25 euro c/c postale n. 98726284 intestato a Contecamillo Scarl causale: “Abbonamento il Metauro”

Chiuso in redazione il 18 luglio 2011 Copertina: Armando Piacentino, Comandate della Capitaneria di Porto di Fano

Questo giornale è stampato su carta 100% ecologica certificata


16

IL GIORNALE DEL METAURO

n. 14 luglio 2011


Il Metauro n. 14 2011  

Quindicinale di notizie della Valle del Metauro, regioneMarche - Italia

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you